Page 1

Sabato 28 Novembre 2009 Anno XII - Numero 328

Euro 1,00

QUOTIDIANO DI POLITICA ECONOMIA E CULTURA Poste Italiane S.p.A. -- Spedizione in abbonamento postale - D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n. 46) art. 1, comma1. Aut. CBPA-SUD/CZ/326/09

POLITICA

ECONOMIA

INFRASTRUTTURE

Napolitano: placare i toni non si abbatte un governo

Scajola insiste: ci sono 400 milioni per Termini

Con 2,7 miliardi di euro la Calabria è più “europea”

a pag » 22

di Carlo Bassi a pag » 23

a pag » 4 e 5

ESCLUSIVA Il parlamentare del Pdl nel confermare che la partita si sta giocando a Roma apre a Misaggi: anche la sua è una buona candidatura

Scopelliti tira ma non segna: Traversa! «Beppe piace a Reggio, col chirurgo sarebbe un onore ma vinceremmo comunque le elezioni regionali»

IL COMMENTO

Richiamare il Governo alle sue responsabilità

L’ex presidente della Provincia di Catanzaro è sicuro: il centrodestra batterà Loiero anche con Misaggi, che è apprezzatissimo da molti calabresi. Sulla decisione finale pesa l’intreccio con la Campania, se salta Cosentino... di Saverio Paletta a pag » 10

UN ANTICIPO...

LA LOGGIA DI SAN MARINO NON ESISTE

di Domenico Cersosimo vice presidente Giunta regionale La manifestazione regionale della Cgil è una straordinaria occasione per richiamare le responsabilità del Governo nei confronti della Calabria e dell’intero Mezzogiorno, soprattutto in una fase di emergenza economica e sociale come quella che stiamo vivendo. Per questo motivo ho espresso la mia adesione alla manifestazione regionale indetta oggi a Cosenza, condividendole rivendicazioniche stanno alla base della iniziativa. L’atteggiamento dilatorio dell’esecutivo Berlusconi, in particolare nei confronti delle regioni meridionali sta provocando impatti pesanti non solo in termini produttivi e occupazionali, ma anche in termini di equilibri di finanza pubblica. È perciò indispensabile un atteggiamento di concreta responsabilità da parte del Governo. segue a pag » 2

Lavoro, nonostante la crisi indicatori in rialzo CATANZARO - Nonostante la crisi la Calabria, attraverso le iniziative poste in essere dalla Regione, riesce a migliorare alcuni indicatori macroeconomici. di Carmela Mirarchi a pag » 8

Ciucci a Reggio: nel 2016 avrete il vostro ponte

Why Not, ecco perché il Gip ha archiviato Prodi & co CATANZARO - Non è stata accertata l’esistenza della loggia di San Marino ed i rapporti tra Romano Prodi con altri indagati dell’inchiesta Why Not erano solo a fini politici. A queste conclusioni è giunto il Gip Tiziana Macrì. a pag » 12

REGGIO CALABRIA - Il presidente dell’Anas Pietro Ciucci, a Reggio per la stipula della convenzione con l’Amministrazione comunale per la riqualificazione dello svincolo sul terrone S. Agata, ha affrontato anche il nodo degli investimenti sulla rete viaria calabrese e la realizzazione del Ponte sullo Stretto. Confermata la data del 2016 per la consegna definitiva della monumentale opera. di Antonio Latella a pag » 12

L’INTERVENTO

La pillola abortiva e le sue implicazioni di Giovanni Nucera consigliere regionale

La possibile introduzione della pillola abortiva, denominata Ru 486, ha provocato lacerazioni profonde nella società e fra le istituzioni religiose ma anche tra i massimi esponenti del mondo scientifico. Le ripercussioni socio sanitarie, a seguito di una sua eventuale commercializzazione, assumeranno la valenza di scenari estremamente inquietanti, intaccando pesantemente valori e principi posti a fondamento del diritto alla vita e del diritto alla tutela della salute. Allo stato attuale vi sono gravi discordanze sostanziali tra organismi istituzionali e sanitari in merito all’opportunità di autorizzare il commercio e l’uso di un farmaco destinato a determinare sensibili mutamenti tra uomo e donna, ponendo serie implicazionisociali,sanitarie,giuridiche e antropologiche. segue a pag » 2

Abolire tutti i piccoli comuni? A Longobardi c’è chi dice sì COSENZA - La polemica sull’opportunità di tenere in vita i piccoli comuni è vecchia. A ringiovanire questa problematica è la recente iniziativa di Brunetta che ha iniziato a fare i conti in tasca agli enti locali per prepararsi meglio a usare le forbici. Qualche proselito c’è pure in quella classe politica locale da cui ci si aspetterebbe solo la classica levata di scudi. È Aurelio Garritano, ex sindaco di Longobardi (un paese di meno di 3.000 anime sul Tirreno casentino, stretto tra Belmonte e Fiumefreddo) a rilanciare la polemica contro i piccoli comuni. a pag » 7


2

il Domani Sabato 28 Novembre 2009

D2 - LETTERE, RUBRICHE, INTERVENTI di Domenico Cersosimo Richiamare il Governo alle sue responsabilità Ciò al fine di fare fronte alle emergenze occupazionali ed alla necessità di sostegno al reddito di chi ha perso il lavoro. I governi delle Regioni meridionali hanno già fatto la loro parte convenendo sull’utilizzo delle risorse del Fondo aree sottoutilizzate per garantire gli ammortizzatori sociali in deroga. Ma sanno anche che il loro ruolo, in questa fase, continua ad essere decisivo per portare il Governo centrale alla corretta impostazione dei programmi di sviluppo del Mezzogiorno, sbloccando da subito investimenti infrastrutturali in funzione anticiclica, cosi come previsto dai programmi regionali, a partire da quello della Calabria. Oltre alla programmazione delle risorse addizionali per lo sviluppo e la creazione di occupazione duratura è altrettanto necessario affrontare i temi dello stato sociale, con particolare riguardo al patto per la salute, e i riflessi della prossima legge finanziaria che non può assolutamente confermare i pesanti tagli di personale nella scuola.

di Giovanni Nucera La pillola abortiva e le sue implicazioni Forti dubbi espressi non solo dal Ministero ma anche dal Parlamento. La Commissione Igiene e Sanità del Senato, a conclusione dei lavori relativi all’indagine conoscitiva ha votato contro l’immissione in commercio della pillola Ru 486 in Italia , malgrado il via libera dell’Agenzia del Farmaco del 19 ottobre scorso, ritenendo necessario ulteriori istruttorie al fine di evidenziare i lati oscuri della Ru 486 e i suoi margini di compatibilità con la legge 194/78, oltre all’esigenza di fare chiarezza su un farmaco che ha provocato già tante morti in Europa. Si impone in tal senso la necessità di evitare che la Ru 486 venga utilizzata come uno strumento per scardinare la legge 194/78 e che la sua eventuale commercializzazione ed il suo utilizzo avvengano garantendo la sicurezza del metodo chimico al pari del metodo chirurgico. Si attende ora, in merito, la decisione del Governo che potrebbe bloccare defi-

DONNE CHE CONTANO

di Carmela Mirarchi

Irma, una donna calabrese in Argentina

nitivamente la procedura di immissione in commercio. In materia ho presentato una mozione al Consiglio Regionale in data 24 agosto 2009 n. 1984 avente come oggetto la richiesta di sospensione dell’ utilizzo del farmaco Ru 486 e la necessità di fare chiarezza sugli effetti farmacologici in Calabria, ritenendo doveroso che il Consiglio Regionale della Calabria si pronunci sui punti nodali inseriti nella mozione da me presentata e tendenti : a) a verificare quante donne hanno fatto ricorso alla Ru 486 a partire dalla sperimentazione e successiva diffusione ; b) a garantire nei confronti delle donne che chiedono l’interruzione della gravidanza sia farmacologica che chirurgica il consenso informato ; c) a disporre la sospensione dell’utilizzo della Ru 486 in attesa che si faccia chiarezza sulle controindicazioni della stessa, anche alla stregua dell’esperienza di altri Paesi . Una delle vere cause della forte pericolosità sociale che ne può derivare è proprio l’uso non controllato ed indiscriminato da parte delle giovani donne, pensando di poter gestire il proprio corpo senza alcun controllo sanitario o limitazione farmacologica. Studi approfonditi hanno accertato una serie di effetti collaterali estremamente dannosi per la salute della donna, sino a determinare, come purtroppo è stato comunicato dalla stessa azienda produttrice, la francese Exelgyn, numerosi casi di decessi dovuti all’uso della Ru 486. Si parla di numerosi decessi registrati anche in Italia e nella nostra Regione. Tanto che negli Stati Uniti il governo ha ordinato di contrassegnare le confezioni del farmaco con una banda nera, evidenziando che trattasi di un farmaco altamente letale per il benessere umano. Autorizzare eventualmente l’uso di un concentrato chimico dagli effetti a dir poco devastanti e senza alcuna certezza scientifica circa le possibili conseguenze sulla salute imporrebbe l’esigenza prioritaria di adottare i provvedimenti necessari per limitare l’incidenza negativa nella già complessa realtà sociale e sanitaria della nostra Nazione e della nostra Regione, esaltando nel contempo, la difesa della vita umana mediante il recupero di una nuova antropologia che veda l’Uomo al centro delle politiche sociali dal concepimento sino alla morte.

Sono milioni i calabresi sparsi in tutto il mondo, molti di loro lavorano ogni giorno anche per cercare di dare voce ad una Calabria diversa da quella diffusa media. Tra questi c’è Irma Rizzuti, presidente dell’Associazione Donne Calabresi in Argentina, da sempre dedita alla vita politica e al sociale. Nasce nel 1942 a Serra Pedace e all’età di sette anni si trasferisce in Argentina. E’ stata consigliere e a Buenos Aires si è battuta per l’approvazione di una legge sull’insegnamento dell’Italiano nelle scuole medie e per l’organizzazione di una settimana per la diffusione della cultura italiana. Nel 1999 nel rione di Almagro diede vita alla "Liga solidaria de mujeres calabresas" assieme ad un nutrito gruppo di donne di origini calabrese. Nonne, mamme, figlie che frequentano diversi corsi di formazione per capire la loro storia. Sono donne che si incontrano e si raccon-

tano per riuscire a conservare la loro identità culturale, il loro dialetto e le loro tradizioni, cercando di adattarsi ad una nuova realtà. Diverse le iniziative di Irma Rizzuti: l’istituzione della "Settimana della Calabria", con la partecipazione di artisti calabresi e l’elezione di Miss Calabria in Argentina, la "Giornata della donna" in cui viene nominata la donna calabrese dell’anno. Nel 2007 le è stato consegnato il Premio Calabria America per il suo impegno rivolto ai problemi legati all’emigrazione e per l’attenzione verso le donne italiane che fanno parte della comunità argentina. Irma Rizzuti crede nell’associazionismo come strumento per promuovere la cultura calabrese e renderla parte attiva della realtà politica e sociale. Solo così la nostra regione potrà realmente essere conosciuta anche dai giovani di origine calabrese che sono nati nella lontana Argentina.

il Domani

Editore

Pubblicità

Centro Stampa

Direzione

T&P Editori srl

il Sole 24 Ore Spa System

Stabilimento Tipografico De Rose

Guido Talarico Massimo Tigani Sava (sviluppo) Orlando Rotondaro (responsabile)

Redazione

Francesco Pungitore (caposervizio)

redazione@ildomani.it catanzaro@ildomani.it roma@ildomani.it appuntamenti@ildomani.it Tel. 0961.996802 | Fax 0961.903801

:: www.ildomani.it ::

Guido Talarico Amministratore Giuseppe Gangale (pubblicità) Alessio De Grano (marketing) Cesare Marullo (finanza) Carlo Taurelli Salimbeni (revisione e controllo) Franco Arcidiaco (distribuzione) Silvana Di Silvestro (personale) Direzione Redazione Amministrazione loc. Serramonda - Zona Industriale Marcellinara (Cz) Roma Via archimede 201 (Rm) reg. Trib n. 64 del 15 - 7 - 1997 La testata fruisce dei contributi statali diretti di cui alla Legge 7 agosto 1990, n 250

Direzione generale: Andrea Chiapponi Direzione amministrativa: via Monterosa, 91 - 20149 Milano Coordinamento Area Calabria Mediatag Spa loc. Serramonda - Zona Ind.le Marcellinara (Cz) Tel. 0961.996802 attendere e comporre il 4 Fax 0961.903421/903784 info@mediatag.it | www.mediatag.it Tariffa a modulo: 46 mm x 19 mm h. Commercialeeuro 103,00 - Occasionaleeuro 114,00 - Legale Sentenze Appalti euro 129,00 - Corsi di Formazione euro 129,00 - R.P.Q.euro 78,00 - Necrologieeuro 77,00 cad. Economici euro 0,62 a parola. Supplemento Colore: 40%

contrada Pantoni - Marinella 87040 Montalto Uffugo (Cs) tel. 0984-934382

Services e partnership Lumsa (Roma) - AT Press Guido Talarico Editore Spa (Roma) - Lapresse(agenzia fotografica - Torino) Il Velino (Roma) - Manolibera Ediratio - Media Services Città del Sole sas Speaker Network Fondazione Italianieuropei Fondazione Fare Futuro Fondazione Formiche Fondazione Roma


4

il Domani Sabato 28 Novembre 2009

PRIMO PIANO

Il Pon “Reti e Mobilità” 2007-2013, gestito dal ministero Infrastrutture e Trasporti, finanzia gli investimenti delle grandi infrastrutture di trasporto e di logistica

2,7 miliardi di euro per avvicinare la Calabria e il Sud all’Europa di Adelmo Greco Il Programma operativo nazionale (Pon) “Reti e Mobilità”, gestito dal MinisterodelleInfrastruttureeTrasporti, prevede investimenti per complessivi euro 2.749.457.782,00 ed è finanziato dal fondo Fondo europeo di sviluppo regionale (Fers - per un totale di 1.374.728.891 euro) e dal fondo di rotazione nazionale (per un totale di 1.374.728.891 euro), interviene in Calabria, Campania, Puglia e Sicilia (le cosiddette "Regioni convergenza", ex "Aree obiettivo 1") ed ha l’obiettivo di contribuire alla valorizzazione della posizione dell’Italia nel bacino del Mediterraneo, mediante interventi che realizzano una piattaforma logistica quale testa di ponte dell’Unione europea verso il Medio Oriente e il Nord Africa. La strategia del Programma risponde all’obiettivo generale identificato dal Quadro strategico nazionale (Qsn) con riferimento alla priorità tematica 6 “Reti e collegamenti per la mobilità”, vale a dire: “Accelerare la realizzazione di un sistemaditrasportoefficiente,integrato, flessibile, sicuro e sostenibile per

I NUMERI

2.749.457.782 I miliardi che arrivano dal Fondo europeo di sviluppo regionale (Fers - Euro 1.374.728.891,00 ) e dal fondo di rotazione nazionale (Euro 1.374.728.891,00). Intervengono in Calabria, Campania, Puglia e Sicilia (Regioni Convergenza, ex Aree Obiettivo 1). Scopo: contribuire alla valorizzazione della posizione dell’Italia nel bacino del Mediterraneo,con una piattaforma logistica quale testa di ponte dell’U.E. verso il Medio Oriente ed il Nord Africa.

LA STRATEGIA

La strategia del Programma risponde all’obiettivo generale identificato dal Quadro Strategico Nazionale (Qsn) con riferimento alla priorità tematica 6 “Reti e collegamenti per la mobilità”, vale a dire: “Accelerare la realizzazione di un sistema di trasporto efficiente, integrato, flessibile, sicuro e sostenibile”.

assicurare servizi logistici e di trasporto funzionali allo sviluppo”. Più precisamente, il Pon promuove una strategia di intervento finalizzata ad alimentare l’obiettivo specifico di “contribuire alla realizzazione di un sistema logistico nazionale, supportando la costruzione di una rete nazionale di terminali di trasporto e di logistica, integrata, sicura, interconnessa ed omogenea”. Esso intende operare attraverso una logica di intervento “sistemica”, tesa a offrire opportunità di crescita e sviluppo a tutti i territori delle regioni meridionali, intervenendo sulle direttrici e sui nodi che compongono l’armatura di trasporto e logistica di interesse europeo e nazionale, ma anche rafforzando un sistema di relazioni basato sull’ “effetto rete”. Inestremasintesi,lecategoriedispesa che rispondono agli obiettivi di Lisbonaesullequalisiconcentratematicamente e finanziariamente la strategia del Pon sono: • iltrasportoferroviarioe,inparticolare, le tratte riguardanti le reti Rte-t alle quali è destinato il 34,7% della dotazione finanziaria del Pon; a tale modalità di trasporto è quindi conferitoun ruolodi primariaimportanza, riconosciuto nella sua capacità sia di contribuirealpotenziamentodell’armaturainfrastrutturaledellacalabria e delle altre regioni convergenza, sia di svolgere una funzione “sistemica” mettendoinreteinodilogisticidelsistema, i principali poli produttivi localie lastessaarmaturaportantedi trasporto e di logistica; • il sistema portuale, al quale è assegnato un ruolo centrale nello sviluppo del sistema della logistica e delle autostrade del mare. Alla centralitàdi tali interventifanno da cornice azioni rivolte all’intermodalità e alla creazione e al potenziamento di sistemi informativi di controllo e gestione del traffico merci, sia marittimo che ferroviario ed aereo.Anchegliinterventineisettori stradale e autostradale assolvono quella funzione “sistemica” affidata al Pon dal Quadro Strategico Nazionale, pur non concorrendo

La strategia del Programma risponde all’obiettivo generale identificato dal Quadro strategico nazionale (Qsn) con riferimento alla priorità tematica 6 “Reti e collegamenti per la mobilità”

ZOOM Come funzionano

Su binario Il trasporto ferroviario e, in particolare, le tratte che riguardano le reti Rte-t alle quali è destinato il 34,7 per cento della dotazione finanziaria del Pon; a tale modalità di trasporto è quindi conferito un ruolo di primaria importanza

Sull’acqua Il sistemaportuale,al quale è assegnato un ruolo centrale nello sviluppo del sistema della logistica e delle Autostrade del Mare. Alla centralità di tali interventi fanno da corniceazionirivolteall’intermodalità e alla creazione e al potenziamento di controllo e gestione

Su ruota

all’alimentazionedegliobiettividiLisbona. Essi sono finalizzati infatti, prevalentemente, a garantire adeguati collegamenti dei nodi logisticieproduttiviconiCorridoiotranseuropei (segnatamente l’1 e il 21) e con l’armatura stradale principale, quindi a consentire maggiori livelli competitivi al sistema logistico nel suo insieme. Il Pon opera attraverso due Assi di Intervento. Asse I. Attraverso questo Asse il Programma promuove lo sviluppo delle infrastrutture di trasporto e logistica di interesse europeo e

nazionale, in particolare operando sullo sviluppo delle Autostrade del Mare (Corridoio 21) e del corridoio Ten-T “Berlino-Palermo” (Corridoio I). Asse II. L’Asse indirizza la propria strategia verso il potenziamento delle connessioni tra direttrici, nodi e poli principali dell’armatura logistica delle regioni Convergenza, dando priorità al collegamento tra Corridoio I e Corridoio 21 e ai collegamenti di primo livello tra i suddetti corridoi e i principali poli logistici e produttiviesistentiinCalabria,Campania, Sicilia e Puglia.

Il Pon intende operare attraverso una logica di intervento “sistemica”, tesa a offrire opportunità di crescita e sviluppo a tutti i territori delle regioni meridionali, intervenendo sulle direttrici e sui nodi che compongono l’armatura di trasporto e logistica di interesse europeo e nazionale, ma anche rafforzando un sistema di relazioni basato sull’ “effetto rete”

Anche gli interventi nei settori stradale e autostradale assolvono quella funzione “sistemica” affidata al Pon dal Quadro Strategico Nazionale, pur non concorrendo all’alimentazione degli obiettivi di Lisbona.

Asse I Il Pon opera attraverso due Assi di Intervento: Asse I. Attraverso questo Asse il Programma promuove lo sviluppo delle infrastrutture di trasporto e logistica di interesse europeoenazionale,inparticolareoperando sullo sviluppo delle Autostrade del Mare (Corridoio 21) e del

Asse II Asse II. La strategia dell’Asse va verso il potenziamento delle connessioni tra direttrici, nodi e poli principali dell’armatura logistica delle regioni Convergenza, dando priorità al collegamento tra Corridoio I e Corridoio 21 e ai collegamenti di primo livello


Sabato 28 Novembre 2009 il Domani

5

PRIMO PIANO

Il Sud quale piattaforma logistica del Mediterraneo: gli Assi di intervento del Pon di Alessio De Grano ROMA - Il Pon stabilisce l’obiettivo globale nel “Contribuire alla valorizzazione della posizione del Paese nel bacino del Mediterraneo e, soprattutto, dei territori peninsulari e insulari del Mezzogiorno ai fini di realizzare una piattaforma logistica quale testa di ponte dell’Ue verso il sud del Mediterraneo, in una logica tesa ad affermare processi di sviluppo socio-economicoe territoriale basati sulla coniugazione dei concetti di competitività e di coesione”. L’obiettivo globale viene quindi declinato nei seguenti due obiettivi specifici: realizzare un’efficiente ed efficace armatura logistica del Mediterraneo affidando al Mezzogiorno un ruolo strategico nello sviluppo delle infrastrutture nodali di interesse nazionale, in particolare le autostrade del mare e le iniziative dislocate lungo il Corridoio 1 Ten-T “Berlino-Palermo”; sostenere l’aggancio del sistema-Paese alle reti per il trasporto e la mobilità di rilevanza nazionale e internazionale ai fini di accrescere i livelli di competitività e di fruibilità

del sistema logistico. Più nel dettaglio, l’impostazione strategica del Pon si è focalizzata sull’armatura infrastrutturale di rango europeo (Corridoio I), interpretata quale strumento di sostegno allo sviluppo di sinergie e azioni di cooperazione tra i territori delle 4 regioni convergenza (Calabria, Campania, Puglia e Sicilia) e tra questi e le aree già maggiormente

4

Sono le regioni "convergenza" interessate al Pon: Calabria, Campania, Puglia e Sicilia

Obiettivo: potenziare il Mediterraneo e il Mezzogiorno grazie al ruolo strategico delle autostrade del mare e al Corridoio 1 “Berlino-Palermo” accrescendo i livelli di competitività e di fruibilità del sistema logistico attrezzate e sviluppate sotto il profilo logistico-produttivo del trasporto merci, e sulla costruzione di strategie “di sistema” che superino spinte autoreferenziali, così da riorganizzare le reti e i servizi in una logica di complementarietà e perseguire posizioni di eccellenza competitiva. L’Asse I è articolato in quattro obiettivi operativi: il primo è teso a promuovere lo sviluppo di un efficace ed efficiente sistema logistico con riferimento alle infrastrutture fondamentali di interesse Ue, ossia il Corridoio I e il Corridoio 21; il secondo mira a potenziarei nodi logistici complementari al sistema principale per lo sviluppo dell’intermodalità; il terzo è finalizzato a creare un sistema tecnologico e informativo orientato all’interoperabilità ai fini di migliorare la qualità dei servizi di trasporto offerti, gli standard di sicurezza e le tecniche di gestione; il quarto intende sostenere e incentivare la domanda di operatori privati del settore della logistica attraverso l’erogazione

di specifici regimi di aiuto a favore di tali operatori ai fini di favorire un efficace e tempestivo decollo degli insediamenti per la logistica di rilevanza sovraregionale e, parallelamente, una più efficiente organizzazione dei servizi a terra connessi a detti insediamenti. L’Asse II è articolato in due obiettivi operativi: il primo mira a garantire adeguate connessioni tra i due Corridoi prioritari di interesse europeo e tra questi e i principalipolilogistico-produttivi delle regioni Convergenza; il secondo mira ad abbattere i livelli di congestione del traffico - che interessano tanto la rete ferroviaria quanto quella stradale e autostradale - e di inquinamento generatosoprattuttodaltrasporto sustrada,agendosull’incremento dei livelli di sicurezza, sull’innovazione dei metodi gestionali delle reti materiali e immateriali, sull’ottimizzazione dell’uso delle infrastrutture disponibili e sulla massimizzazione degli effetti derivanti dal loro potenziamento. Rispetto alle finalità specifiche di tale Asse II sono stati individuati: alcuni interventi finalizzati all’implementazione del Corridoio I, tra i quali l’adeguamento della linea ferroviaria tirrenica Battipaglia-Reggio Calabria che interessa direttamente la Calabria; interventi finalizzati al potenziamento e alla riqualificazione dei sistemi portuali, con specifico riferimento al Corridoio 21, tra i quali rientra il potenziamento dell’hub portuale di Gioia Tauro Calabria. Altri interventi riguardano la ss 106 e il potenziamento della linea ferroviaria Gioia Tauro-Taranto.

Tre domande a Giovanni Grimaldi, presidente dell’Autorità portuale di Gioia Tauro

«Ecco come spenderemo gli 80 milioni del Pon» di Adelmo Greco Quali e che importo hanno i progetti del Pon Reti e Mobilità che verranno attuati dall’Autorità portuale a Gioia Tauro? «Ammontano a 80 milioni, a sostegno della programmazione dell’Autorità portuale di Gioia Tauro prevista nel Piano delle opere triennali, che è stato approvato di recente dal comitato portuale. Al suo interno è stato inserito, per un valore di 20 milioni di euro, il completamento e lo sviluppo del comparto Nord, attraverso il potenziamento della viabilità, la realizzazione di capannoni e le reti elettriche di supporto. Con un finanziamento di 25 milioni di euro sono stati previsti i lavori per l’approfondimento e il consolidamento dei fondali del canale portuale e del bacino di espansione. Quindi l’adeguamento strutturale delle banchine e la realizzazione della terza via di corsa nel tratto D di levante. Per

Giovanni Grimaldi presidente dell’Autorità portuale di Gioa Tauro rendere pienamente operativa la banchina Nord è stato, inoltre, previsto il suo completo adeguamentostrutturalealfinedi amalgamare operativamente i nuovi tratti di banchina, in fase di esecuzione, con quelli già esistenti. I lavori ammontano a circa 7 milioni di euro con i quali è previsto, altresì, il finanziamento dei lavori di approfondimento dei fondali. Per stimolare l’integrazione dello scalo di Gioia Tauro con l’entroterra e il resto del mercato, è stata prevista la costru-

zione del gateway ferroviario, che diventa l’anello di congiunzione tra lo scalo portuale e il collegamento terrestre regionale, nazionale e internazionale. Si tratta di un terminal intermodale che centralizza le operazioni di carico e scarico dei carri ferroviari. Un elemento importante che fornirebbe al Porto l’occasione di aprirsi al territorio ed essere punto di riferimento per lo sviluppo dell’intera Regione. Il relativo finanziamento dell’opera ammonta a 20 milioni di euro. Infine, sono stati finanziati per circa 9 milioni di euro i lavori, già appaltati, di arretramento dello sporgente ovest del canale di accesso con la riconfigurazione della struttura a tergo». Che impatto avranno sullo sviluppo futuro del Porto? «In questo momento di stasi, dettato dalla crisi economica, abbiamo pensato di lavorare per l’infrastrutturazione del porto.

Sono fermamente convinto che questo periodo debba essere considerato come un’occasione da utilizzare per un’oculata programmazione, mirata a potenziare le infrastrutture esistenti e a crearne di nuove. Del resto, il Piano operativo triennale 2010 - 2012 è stato articolato in modo da dare all’hub gli strumenti per essere pronto a offrire positive risposte di fronte alla imminente ripresa economica mondiale che vede protagonista l’Italia, con una crescita dell’1% del suo Pil, così come già dichiarato da importanti economisti. Naturalmente, lo sviluppo del porto di Gioia Tauro rimane collegato alla sua naturale vocazione di transcipment. Allo stesso tempo sono stati programmati una serie di servizi per migliorarne la sua funzionalità. Primo fra tutti, il già menzionato gateway ferroviario». Quali progetti futuri e che strategia intende intraprendere in una

realtà portuale quale quella di Gioia Tauro? «Lo spirito che sta alla base dell’intera programmazione è la volontà dell’Autorità portuale di mantenere il ruolo leader del porto di Gioia Tauro nel circuito dei trafficiinternazionalidelMediterraneo. Lo scopo è quello di riconfermare gli ottimi risultati raggiunti negli anni 2007 e 2008 che hanno visto movimentare ben 3 milioni e mezzo di container. Del resto, il porto di Gioia Tauro è chiamato ad essere l’elemento trainante nello sviluppo dell’economia regionale. Non a caso il 50% del Pil privato prodotto in Calabria è generato, appunto, dallo scalo di Gioia Tauro. Per questo motivo continueremo a lavorare per potenziare il porto e dotarlo delle infrastrutture necessarie che lo rendano capace di assolvere al suo naturale ruolo di protagonista nei traffici nazionali e internazionali».


6

il Domani Sabato 28 Novembre 2009

PRIMO PIANO

Fimato un protocollo d’intesa fra i consulenti e il ministero della Gioventù per garantire basse tariffe alle piccole e medie imprese nella fase di start-up dei primi due anni

Meloni-Calderone, patto per la tutela dei giovani imprenditori di Giuseppe Tetto ROMA - Si è svolta ieri a Roma la seconda giornata del 7° Congresso Nazionaledi Categoriadell’Ordine dei Consulenti del Lavoro. L’incontro è stato caratterizzato dalla presenza, nella sessione pomeridiana dei lavori, del ministro della Gioventù, Giorgia Meloni, che insieme a Marina Calderone, presidente del Consiglio nazionale dei Consulenti del Lavoro, e a Marco Sciurra, membro della Commissione cultura e istituzione del Parlamento Europeo, ha firmato un Protocollo d’intesa fra il ministero della Gioventù e il Consiglio nazionale dell’Ordine dei Consulenti del Lavoro per stabilire una linea di collaborazione continua: «Uno dei punti fondamentali del patto afferma la Meloni - è l’impegno da parte dei consulenti del lavoro di applicare tariffe bassissime alle piccole e medie imprese costituite

da giovani, nella fase di start-up dei primi due anni». Per Marina Calderone il protocolo viene incontro ai giovani, ma deve essere accompagnato da un mercato del lavoro con regole certe «in modo che i giovani siano fiduciosi di poter esercitare una professione». La firma del patto è avvenuta a conclusione della parte pomeridiana dei lavori, che ha avuto per tema "Il lavoro nella prospettiva di un sistema economico federa-

le". Fra i partecipanti Pietro Panzetta, Tesoriere del Consiglio nazionale dei Consulenti del Lavoro, ha espresso «la necessità di combattere l’emersione fiscale, grazie e sopratutto ai consulenti del lavoro, e delineare linee rigide sulla regolamentazione della distribuzione dei fondi di perequazione,avvantaggiandolezone

35%

È la mobilità, al netto del pubblico impiego, in Italia che deriva da immigrazione e perdita del posto di lavoro Giorgia Meloni

arretrate». Tema dei lavori della seduta matuttina è stato invece "Dare le spalle alla crisi: nuove riforme che cambiano il lavoro". La ripresa lenta e le notizie che arrivano sull’occupazione, fanno temere il rischio del ripetersi di quanto già accaduto nel ’93 quando il tasso di occupazione continuò a scen-

dere per piu’ di 5 anni. «Il rischio c’è -ha detto Tiziano Treu, ex ministro del Lavoro e senatore del Pd - abbiamo letto tutti le cifre. Intantobisognametterebenzinanel motore dell’economia altrimenti è difficile che ci siano i jobs». Piace a Giuliano Cazzola, deputato del Pdl, la politica rigorista. «Credo che la linea di Tremonti ha detto - abbia portato dei risultati. Essenzialmente, è da accelerare con misure compatibili con la finanza pubblica del Paese, una ripresa che viaggi molto sulla gambe della società civile». Per Natale Forlani, presidente e Amministratore delegato Italia Lavoro s.p.a. «al Paese manca una visione di insieme sul lavoro. Il tema che non ha ancora affrontato il mercato del lavoro è la mobilità sostenibile. In Italia, c’è una mobilità del 35%, al netto del pubblico impiego, che deriva da immigrazione, da anziani che perdono il posto di lavoro e che hanno problemi seri, di donne a cui non conviene rientrare. I soldi l’Italia li ha ma li butta via, ha a disposizione per vario titolo 32 mld di euro nel triennio per gli ammortizzatori sociali, ma se li buttiamo a fare bacini di disoccupati e a fare proroghe, non servono a nulla».

«Il protocollo deve essere accompagnato da un mercato del lavoro con regole certe» afferma Marina Calderone


Sabato 28 Novembre 2009 il Domani

7

ENTI LOCALI

Garritano e i piccoli comuni: basta, altrimenti resteremo nani L’ex sindaco di Longobardi rilancia la polemica e solleva il caso alla vigilia della campagna elettorale per le regionali di Saverio Paletta COSENZA - La polemica sull’opportunità di tenere in vita i piccoli comuni è vecchia. Sebbene, aggiungiamo noi, ad incanutirla precocemente ha provveduto il disinteresse di una buona fetta della classe politica che, specie dalle nostre parti, inizia la carriera proprio nei piccoli centri. A ringiovanire questa problematica è la recente iniziativa di Brunetta che ha iniziato a fare i conti in tasca agli enti locali per prepararsi meglio a usare le forbici. Via molte comunità montane. Via col ridimensionamento di alcune province. E, soprattutto, via con i colpi di bisturi (non potendoli "spegnere" d’imperio) ai comuni sotto i 5.000 abitanti. Che, ammoniva già 20 anni fa la Cee, costano, soprattutto ai cittadini e all’erario, più di quelli grossi. E non è solo una tesi "ministeriale".Anzi. Qualche proselito c’è pure in quella classe politica locale da cui ci si aspetterebbe solo la classica leva-

ta di scudi. È Aurelio Garritano, ex sindaco di Longobardi (un paese di meno di 3.000 anime sul Tirreno casentino, stretto tra Belmonte e Fiumefreddo) a rilanciare la polemica contro i piccoli comuni. E non perché sia stato un "trombato": finito il secondo mandato, Garritano è attualmente vicesindaco del suo paese. Eppure ha deciso di entrare a "gamba tesa" sull’argomento, proprio alla vigilia della campagna elettorale per le regionali. «E quando, se no? - commenta ironico - Se non si insiste ora su questo problema, in un momento in cui l’attenzione

9.000 In termini di abitanti è la soglia minima per istituire un Comune secondo Garritano

diventato quasi impossibile».

degli elettori è al massimo, quando lo si deve fare?». Lei ha guidato una piccola realtà per 10 anni. Può dire com’è? «È dura. Perché i costi sono eccessivi e superano le entrate. Si può parlare quanto si vuole di autonomia. La verità è che i piccoli comuni dipendono ancora dalle rimesse statali. Salvo voler distruggere il mercato immobiliare aumentando le ici residue e gli oneri a dismisura. Quando sono stato sindaco, amministrare era solo difficile. Ora, con la diminuzione delle rimesse e con l’estensione del patto di stabilità è

Cosa si ricaverebbe a incoraggiare la fusionesopra i 5.000 abitanti? «C’è solo l’imbarazzo della scelta. Innanzitutto, quel che preme di più in un momento di crisi: il risparmio di risorse pubbliche. Faccio un esempio sulla mia realtà, che è quella che conosco meglio. Tra Belmonte Calabro, Longobardi e Fiumefreddo Bruzio vi sono tre consigli comunali, tre giunte e tre sindaci, per un totale di 44 rappresentanti eletti. Inoltre, vi sono tre responsabili dell’ufficio contabile, di quello tecnico e di quello amministrativo, più tre comandanti della polizia municipale. Fondendo queste tre realtà si arriverebbe a circa 9.000 abitanti. Basterebbe un consiglio comunale di 20 persone e si avrebbe un solo responsabile per ufficio. Più un solo segretario. In termini di gettoni e stipendi già il risparmio sarebbe notevole». E gli uffici? Gli abitanti dei vari

paesi non avrebbero problemi pratici? Non sarebbero costretti a spostamenti? «No, i municipi resterebbero come uffici decentrati. Ma è chiaro che una sola pianta organica, in proporzione, costa meno di tre. È il solito discorso. Per il resto si avrebbero solo opportunità e vantaggi, alla faccia di ogni campanilismo». Tipo? «Un unico piano regolatore studiato per le esigenze di un territorio più vasto, infrastrutture più efficienti. E poi la possibilità di presentare progetti sulla base di credenziali più serie. Non illudiamoci: a livello nazionale si viene presi più sul serio se ci si presenta come rappresentanti di comuni di 10.000 abitanti che di paesini di meno di 3.000. Ma i vantaggi sarebbero pure politici, non solo economici». Cioè? «Una migliore qualità degli amministratori. Se i consiglieri vengono selezionati all’interno di comunità di 2.000 abitanti, il livello tende necessariamente ad abbassarsi. Per essere eletti, non ci vuole poi molto: una famiglia numerosa e un piccolo "indotto" di rapporti amicali. Sotto questo limite demografico c’è la gestione familiare. Quando si superano i 9.000 e, magari, i 10.000 si inizia a ragionare».


8

il Domani Sabato 28 Novembre 2009

ECONOMIA, IMPRESE, COMMERCIO

I dati incoraggianti emergono dalla ricerca di alcuni docenti universitari. Di Iacovo: nonostante la crisi, occupazione aumentata nel IV trimestre

Diminuisce il lavoro irregolare grazie ai più recenti interventi di Carmela Mirarchi CATANZARO - Nonostante la crisi la Calabria, attraverso le iniziative poste in essere dalla Regione, riesce a migliorare alcuni indicatori macroeconomici, soprattutto in direzione dell’abbattimentodel tasso di irregolarità del lavoro nero e sommerso e sull’aumento del numero delle assunzioni. E’ quantoemergedalla ricercacommissionata dalla commissione regionale per l’emersione del lavoro non regolare ad alcuni docenti universitari calabresi. A fornire alcune anticipazioni del VI rapporto sull’economia sommersa ed il lavoro non regolare è il presidente della commissione regionale per l’emersione del lavoro non regolare, Benedetto Di Iacovo. «Il 2008 - afferma Di Iacovo - è stato un anno importante per la Calabria, perché sia pur in presenza di una congiuntura internazionale di crisi grazie alle importanti azioni messe in atto dalla Giunta regionale guidata da Agazio Loiero, riesce a migliorare alcuni indicatori macroeconomici, soprattutto in direzione dell’abbattimento del tasso di irregolarità del lavoro nero e sommerso e dell’aumento del numero delle assunzioni. A riguardo del fenomeno del lavoro nero ed irregolare, un euro ogni cinque,inItalia,rimaneintrappolato nella rete dell’economia sommersa e un lavoratore su dieci in

Disoccupazione fra il I ed il IV trimestre 2008 in discesa passando dal 13,3% all’11,7%. L’occupazione cresce dal 42,3% al 43,2% Italia e uno su cinque in Calabria lavora a nero. Ogni anno le aziende irregolari sottraggono al fisco circa 270 miliardi di euro di imponibile con una perdita di gettito di circa 100 miliardi l’anno, 2 miliardi di euro l’anno in Calabria. Una somma uguale al 15% delle entrate fiscali dell’anno 2008. Il

fenomeno, in controtendenza (poiché in calo) in Calabria, a livello nazionale è in invece in crescita. In soli cinque anni (2000-2005) è aumentato di circa il 30% con una evasione cumulata che ha superato i 400 miliardi di euro. Da considerare - aggiunge Di Iacovo - che ad oggi per effetto del lavoro nero e sommerso, vengono sottratte alla nostra regione circa 990 euro per cittadino residente. In Calabria però il fenomeno è in controtendenza. Grazie alle azioni di politiche del lavoro, attraverso i bandi per l’occupazione portati avanti dalla Giunta regionale guidata dall’On. Agazio Loiero, e mentre a livello nazionale si perde il 5% del Pil, la Calabria registra una performance positiva, facendo si che la disoccupazione fra il I° ed il IV° trimestre 2008 abbia una brusca discesa, passando dal 13,3% del I° trimestre 2008 all’11,7% del IV° trimestre 2008 e anche l’occupazione cresce, come tasso attivo, dal 42,3% del I° trimestre al 43,2% del IV° trimestre. Ma è proprio sul versante della regolarità del lavoro e del lavoro nero e sommerso, in particolare, che si ha la maggiore sorpresa e risultato insieme. La tenuta macroeconomica e l’aumento della regolarità nel campo del sommerso e del lavoro nero - evidenzia il presidente Di Iacovo- sono sicuramente l’effetto delle politiche strutturali portate avanti dalla Giunta regionale, tramite gli organismi preposti».

La Consultazione Unioncamere sui programmi finanziati dall’Ue di C.M. CATANZARO - E’ in corso di svolgimento la Consultazione sulla revisione della Regolamentazione FinanziariapromossadaUnioncamere Calabria - Desk Enterprise Europe Network in scadenza il prossimo 11 dicembre.«Si tratta di uno straordinario invito a contribuire ad una consultazione pubblica sulle regole finanziarieper i programmi finanziati con il bilancio dell’Unione Europea - afferma Fortunato Roberto Salerno, Presidente di Unioncamere Calabria naturalmente i contributi saranno

nizzazioni, banche, addetti ai programmi comunitari, Enti Pubblici, categorie professionali. Unioncamere Calabria in qualità di nodo della rete Enterprise Europe Network (Een) - continua Salerno svolge il ruolo importante di canale di dialogo fra imprenditori, cittadini, organizzazioni e istituzioni dell’Unione Europea sulle future politiche ed iniziative europee nonché sulla formazione della legislazione comunitaria incoraggiando, appunto, la partecipazione ad apposite consultazioni e a panel promossi dall’Unione Europea. L’argomento della consultazione sulla revisione della Regolamenta-

utilizzati dalla Commissione nella sua seconda revisione della Regolamentazione Finanziaria e delle sue Regole di applicazione». «La Commissione presenterà le sue proposte a metà del 2010 e questi regolamenti contengono le regole finanziarie che devono essere ottemperate per assicurare che i Fondi comunitari siano spesi secondo i criteri di efficienza e di efficacia così come richiamato dalle autorità di bilancio e legislative dell’Unione Europea - dice Salerno - i destinatari della consultazione sono tutti i cittadini e le orga-

zione Finanziaria, intesa quale revisione delle regole finanziare per i programmi finanziati con il bilancio dell’Unione Europea rappresenta - conclude Salerno - una questione di indubbio interesse nell’attuale contesto di crisi economica e finanziaria globale, nonché delle fondamentali questioni sulle sovvenzioni europee e proprio per tale motivo, Unioncamere Calabria invita tutti i soggetti portatori di interesse a parteciparvi esprimendo le proprie opinioni e manifestando le problematiche riscontrate».


Sabato 28 Novembre 2009 il Domani

9

ECONOMIA, IMPRESE, COMMERCIO Basilea 2 e Banca del Sud, il 3 dicembre incontro alla Provincia CATANZARO - L’attuale crisi economica e finanziaria, tra i numerosi spunti di riflessione, ha portato all’attenzione di tutti il rapporto, a volte non facile, tra imprese, di dimensioni medio piccole, e banche. Inoltre iniziano a farsi sentire sul sistema produttivo anche gli effetti dell’accordo Basile 2, proprio nel momento in cui il Governo vara un provvedimento per l’istituzione della Banca

del Sud. Discutere del sistema creditizio e dei suoi rapporti con le imprese vuol dire riflettere in maniera approfondita sulle prospettive di sviluppo economico e sociale per il nostro paese ed in particolare per la Calabria. Di tutto ciò e molto altro si discuterà giorno 3 dicembre 2009 ore 17 nella Sala del Consiglio Provinciale di Catanzaro all’incontro dal titolo "Basilea2 e Banca del sud.

Quali effetti sulle nostre piccole e medie imprese". L’importante iniziativa è promossa: dalla Commissione Provinciale di Catanzaro per l’emersione del lavoro irregolare, dall’associazione socio-culturale Nuova Era; dai Giovani imprenditori della Confcommercio di Catanzaro e dall’associazione universitaria calabrese Ulixes.

La stima della Confesercenti. Si salva dalla crisi, il suo valore è 18 miliardi di euro La contraffazione comporta perdite per il bilancio dello Stato per 5 miliardi di euro

Al sud prospera il mercato del falso In Calabria è legato all’ndrangheta di Carmela Mirarchi ROMA - Prospera il mercato del falso, si salva dalla crisi e vale 18 miliardi di euro. La stima è del Centro studi temi della Confesercenti il quale calcola che, se si riportasse il fatturato complessivo della contraffazione sul mercato legale, si genererebbe una produzione aggiuntiva per un valore di 18 miliardi di euro. Due le novità nell’attività criminale della contraffazione:l’intrecciosemprepiù stretto tra organizzazioni mafiose nostrane, soprattutto camorra e ’ndrangheta con la criminalità straniera e la capacità di occultare l’organizzazione e riciclare i denari con un meccanismo di ’scatole cinesi’ attraverso società fittizie con sedi in Italia, intestate a nomi di fantasia o a nullatenenti e all’estero in paesi off-shore. Le vie del falso: dal paese asiatico la merce arriva in primo luogo a Napoli, qui sui capi di abbigliamento vengono apposte le etichette contraffatte delle più importanti marche. La merce diventa "griffata" e vengono immagazzinate in centri di stoccaggio gestiti da affiliati all’organizzazione criminale, poi la merce è pronta ad essere immessa sul mercato. Il ruolo della criminalità organizzata è forte. In Sicilia ed in Calabria, i prodotticinesiperfettamentefal-

Incontro sul Patto territoriale Lametino Sì alla rimodulazione delle risorse

sificati sono ormai oggetti di sequestri giornalieri. In media ogni anno gli interventi della Guardia in finanza in Sicilia ed in Calabria in tema di contraffazione, sono 400. La contraffazione e lo smercio dei prodotti abilmente falsificati non vede la criminalità organizzata in una posizione defilata. La ’ndrangheta esercita la pressione su coloro che si occupano dello smercio al minuto e della grande distribuzione. Il business illegale vede introitare ingenti somme di denaro nelle casse dell’ organizzazioni criminali che trae da questo affare dei fondi che successivamente vengono riciclati in altre attività illecite ben più remunerative. La filiera del falso occupa ormai poco meno di 130 mila

persone. Non solo: la contraffazionecomportaancheperditeper il bilancio dello Stato in termini di mancate entrate fiscali per oltre 5 miliardi di euro fra imposte dirette ed indirette. Il mercato della contraffazione movimenta in Italia un giro d’affari di 7,8 miliardi l’anno. A guidare la classifica regionale, con largo margine, è la Campania ma la produzione di merci contraffatte in Italia è concentrata per il 69% nelle regioni del sud. A favorire l’industria del falso vi è anche l’attitudine dei consumatori italiani che subiscono più di altri la fascinazione della griffe. Il 70% acquista più o meno consapevolmente merce contraffattagiustificandolascelta per il prezzo.

LAMEZIA TERME - Si è svolta presso gli Uffici della Lameziaeuropa la riunione del Comitato ristretto dei soggetti promotori del Patto Territoriale Lametino. Ai lavori presieduti dal presidente della Lameziaeuropa spa Gaglioti, erano presenti anche: il Presidente della Provincia di Catanzaro Ferro, il Presidente di Fincalabra spa Petronio, il presidente della Camera di Commercio di Catanzaro Abramo, l’Assessore alla Programmazione Nazionale e Comunitaria del Comune di Lamezia Terme Cicione, l’Assessore alle Attività Produttive della Provincia di Catanzaro Costanzo, i Segretari Provinciali Ccil Valentino e Cisl Ciranni, il Vicepresidente di Confindustria Catanzaro Ferrara. Dopo una informativa di carattere generale si è passati alla discussione sulla proposta di rimodulazione delle risorse rivenienti da rinunce e revoche del Patto Territoriale Lametino e determinazioni conseguenti. La nuova proposta di rimodula-

zione, già approvata dal Consiglio di Amministrazione della società, ha ad oggetto la realizzazione del Centro Servizi Polifunzionale per l’Area del Patto Territoriale Lametino. Al termine dei lavori il Comitato ristretto dei soggetti promotori ha assunto le deliberazioni: 1) E’ stata approvata la proposta della società Lameziaeuropa spa, soggetto responsabile del Patto, di utilizzare le somme rivenienti da rinunce e revoche per un importo di 1.389.603,71 euro per un unico intervento infrastrutturale finalizzato alla realizzazione del Centro Servizi Polifunzionale per l’Area del Patto Territoriale Lametino all’interno dei tre immobili. 2) E’ stato scelto l’Istituto Bancario Mps Merchant Banca per le Imprese quale soggetto istruttore del progetto infrastrutturale di rimodulazione. 3)E’ stato dato mandato alla società Lameziaeuropa spa di richiedere al Ministero dello SviluppoEconomicolanecessaria autorizzazione alla rimodulazione dei fondi.


10

il Domani Sabato 28 Novembre 2009

POLITICA REGIONALE VERSO LE REGIONALI Intervista a vasto raggio con l’ex presidente della Provincia di Catanzaro “Sono sicuro che al di là del nominativo l’impegno di tutti gli aderenti al Pdl non verrebbe meno”

Traversa convinto: «Con Scopelliti o con Misaggi vinceremo lo stesso» CATANZARO - Continuano le discussioni (alla polemica aperta è arrivato, finora, solo Gasparri) sulla decisione a sorpresa di Berlusconi di candidare Bernardo Misaggi alla presidenza della Regione dopo oltre due mesi che Scopelliti scaldava i muscoli e quando di primarie non si parlava quasi più, nel centrodestra. Dopo il nulla di fatto di giovedì sera, le ipotesi sul futuro del centrodestra calabrese restano aperte. Le candidature per le regionali ancora non sono all’ordine del giorno nello stato maggiore del Pdl. Per quel che riguarda lo specifico calabrese, dopo la levata di scudi pro Scopelliti, il clima si è rasserenato un po’. Sembra che non tutti vedano la candidatura dell’illustre chirurgo roccellese come il prologo della disfatta di un Pdl altrimenti (cioè con il sindaco di Reggio) vincente. A dare lumi in proposito è Michele

Traversa , parlamentare del Pdl che ha lasciato buoni ricordi a Catanzaro, dov’è stato presidente della Provincia prima di passare a Montecitorio. Com’è uscita fuori, secondo lei, la candidatura di Misaggi? «La realtà è sempre più semplice delle dietrologie: sono saltati gli "incastri" su cui si reggevano gli accordi per le candidature con i nostri alleati». Come mai? «Innanzitutto, per la vicenda di Cosentino che, comunque la si interpreti, ha fatto saltare l’accordo in Campania. E poi per la mancata nomina di D’Alema nella Commissione europea, che ha reso problematica la ricollocazione di Tajani nello scenario nazionale. In pratica sono in gioco gli equilibri tra il Pdl e i suoi alleati. E poi quelli tra le componenti del Pdl». Nel Centronord pesano di più i primi. Nel Centrosud i secondi,

Gentile: «Il candidato è Beppe e contiamo di allearci con l’Udc» CATANZARO - «Il nostro candidato è Scopelliti e contiamo di costruire una forte alleanza con l’Udc».Così, il vicecoordinatore regionale del Pdl, Antonio Gentile, in vista del convegno in programma domenica prossima a Rende. Al dibattito, moderato dal giornalista Mario Campanella, portavoceregionaledelPdl,interverranno, tra gli altri, insieme allo stesso Gentile, Giuseppe Scopelliti e il capogruppo al Senato,

Maurizio Gasparri.«Con il partito di Casini - aggiunge Gentile - abbiamo registrato piena sintonia su tutto: il nuovo piano sanitario, gli aiuti alle famiglie, una concezione collegiale della gestione, la riforma dello stato sociale regionale. Vogliamo non solo vincere ma dimostrare che ci può essere una classe dirigente forte, legittimata dal voto e dal consenso e capace di restituire speranza ai cittadini calabresi».

Michele Traversa

par di capire. «È così. Prendiamo il nord. In Piemonte e Veneto le candidature saranno espresse dalla Lega. Ora si tratta di stabilire gli equilibri tra le componenti del Pdl. Escluso Formigoni (che, amo ricordare, è soprattutto di Comunione e liberazione) restano Calabria e Campania. Ora, è vero che Cosentino finora non ha fatto passi indietro. Ma se prevalesse la tesi di Bocchino, a Forza Italia non resterebbe nulla. Nel Lazio, la candidatura di Renato Polverini è assodata. E Polverini è componente An. Se viene cassata la candidatura Cosentino restano in ballo Lombardia e Calabria. Ricapitoliamo: in Lazio c’è An. In Calabria c’è An. Campania e Lombardia, invece, sarebbero toccate a Forza Italia.

Un eventuale siluramento di Cosentino metterebbe la candidatura di questa regione in mano ad An. A questo punto, per equilibrare occorre rimettere in gioco pure la Calabria». E questo ha fatto uscir fuori la candidatura Misaggi. Ma non c’è dell’altro dietro? Il Corriere della sera ha insistito non poco sul carattere "legalitario" di questa scelta del Cavaliere, alludendo ai recenti problemi di Scopelliti, mentreil Fatto quotidianonon si è limitato ad alludere ma c’è andato piuttosto pesante... «Io sono legalitario. Perciò ho fiducia nella giustizia. Ma sono pure garantista. Quindi, sui presunti guai di Scopelliti attendo il terzo grado di giudizio, prima di pronunciarmi. Certo è, a tal proposi-

to, che esempi di "giustizia ad orologeria" ne abbiamo visti troppi. La lezione della vicenda Andreotti e la vicenda di Berlusconi nel ’94 dovrebbe essere ormai acquisita. Avvisi di garanzia che partono con una tempistica particolare, salvo poi finire nel vuoto con proscioglimenti. Indagini che arrivano in certi momenti e non in altri, dovrebbero far alzare le antenne all’elettorato». Misaggi,che è stato aspramente criticato, lei come lo vede? «È un onore comunque il che un professionista della sua caratura abbia deciso di far qualcosa per la Calabria. Pensi a quanti calabresi di successo si sono disinteressati della nostra terra. Questa scelta gli fa onore». Ma il centrodestra fa scudo comunque attorno a Scopelliti. Non c’è il rischio che poi un’eventuale candidatura Misaggi non funzioni? «Anche io sono convinto che Scopelliti porti un valore aggiunto. Per i motivi che conosciamo e che non mi stanco mai di elencare: è un amministratore capace che si è formato sul nostro territorio. È amato dai reggini e piace ai calabresi. È brillante, preparato e pragmatico. Quindi è naturale che i dirigenti del Pdl lo difendano. Ma Misaggi non sarebbe un cattivo candidato». E lei come si orienta? «Io sono un uomo di partito. E il mio impegno va prevalentemente al partito di cui mi onoro di far parte. Noi vinceremo anche con Misaggi, che è apprezzatissimo da molti calabresi. Anche se, c’è da dire, la sua candidatura ancora non è assodata. Al momento continuiamo a scaldare i motori con questa squadra. Sono sicuro che, anche se cambiasse il candidato, non verrebbe meno l’impegno di nessuno». Ma questa scelta fatta all’ultimo, non rischia di essere percepita comeun’entrataagambatesadi Berlusconi proprio a vostro danno? «No. Siamo i più forti. E vinceremo. Comunque, ripeto».

Saverio Paletta (Ediratio)


Sabato 28 Novembre 2009 il Domani 11

POLITICA REGIONALE Il governatore della Calabria scrive al premier. La lettera ripresa dal Corsera all’indomani della presentazione del Piano di rientro

Nomine e personale, la Giunta ricorre alla Consulta CATANZARO-LaGiuntaregionaledellaCalabriahadeliberato,suproposta delpresidente,Loiero,lacostituzioneingiudiziodinanziallaConsulta,relativamentealla questione di legittimità costituzionale dell’articolo 1, commi 1 e 4, dellaleggeregionale12del3giugno2005,recante“NormeinmateriadinomineedipersonaledellaRegioneCalabria”.

Sanità, Loiero a Berlusconi: «Basta tagli per i precari...» CATANZARO - Ripreso ieri dal Corriere della Sera, un intervento del governatore della Calabria relativamente ai tagli alla sanità. Agazio Loiero, ha inviato una lettera al premier sulla stabilizzazione dei precari. Il governatore della Calabria è stato o chiaro: i precari della sanità calabrese tengono famiglia, ragion per cui «il delicato e complesso processo di stabilizzazione in corso» non può essere interrotto. Secondo le ultine stime sono almeno 1500 i precari che lavorano nel compartio sanitario della nostra regione. La stabilizzazione dei precari calabresi l’aveva decisa il Consiglio regionale a gennaio di quest’anno, a seguito dell’iniziativa per la regolarizzazione del precariato nel pubblico impiego adottata in precedenza dal governo Prodi. Come sempre accade quando ci sono di mezzo posti di lavoro e relativi voti,,i consiglieri regionali l’avevano approvata all’unanimità. Anche perché il relativo provvedimento di legge era stato elaborato da una commissione rigorosamentebipartisancostituita addirittura appositamente. Dopo una prima presentazione del Piano di rientro avvenuta nella scorsa settimana, il ministero del Welfare aveva chiesto quindi alla Regione di bloccare le operazioni di stabilizzazione. Anche perché, a quanto pare, non c’era soltanto il problema dei co.co.co, ma anche dei dipendenti di ditte private esterne che con la sanatoria aspiravano anche loro a transitare nel servizio sanitario nazionale. Al dicembre di quest’anno il debito

cumulato della sanità calabrese raggiungerà 1,9 miliardi, con un disavanzo strutturale che viaggia a ritmi superiori ai 200milioni l’anno. Il Piano regionale prevedeva una manovra di 167milioni: tagli alle convenzioni, alle ricette mediche, agli acquisti etc. Senza escludere, per raggranellare altri 117 milioni che ancora mancherebbero il prossimo anno all’appello, una maggiorazione delle addizionali lrpef e lrap. La proposta della Regione, ultimativa, è stata presentata nella scorsa settimana e ora si attende la risposta del Governo. Vi è da dire che, secondo quanto riporta il Corsera, nella sanità calabrese c’è un eccesso di perso-

Sono 1500 gli addetti del settore che rischiano di rimanere senza lavoro

Una petizione “on line” per l’unità del centrosinistra calabrese...

nale di 3.500 su 22.300 «è stata inaspettatamente ritenuta non congrua». Facendo improvvisamente materializzare lo spettro del commissariamento. Ciononostante, anziché andare allo scontro, dice il presidente della Regione Loiero, nell’articolo del Corriere della Sera si è «cercato di elaborare un documento che potesse essere condiviso in sede tecnica», Però , insiste Loiero, «su un solo argomento non è stato possibile trovare un comune sentire». Quale? Il personale. Un punto sul quale il governatore non intende mollare, pur dichiarandosi nella lettera a Berlusconi consapevole «come, a chi sta fuori della realtà calabrese, sia difficile capire o, quanto meno, provare a guardare senza una naturalediffidenzao irrisione» le sue ragioni. Quali? Ridurre il disavanzo sanitario, dare una boccata d’ossigeno a molte aziende, ma anche «assicurare a molti padri di famiglia un’esistenza libera e dignitosa».

r.c.

Il plauso del consigliere regionale del Ps, Guerriero

«Un bene abolire il listino» “Dobbiamo evitare che nella massima Assemblea ci siano politici che vi giungono senza avere il consenso dei calabresi”

REGGIO CALANRIA - «Il listino evoca antichi privilegi che in democrazia non dovrebbero esistere. Lo asserisco fin da quando ho messo piede nell’Astronave istituzionale a Reggio. Mi compiaccio, pertanto, della decisione cui è pervenuto il Pd a Lamezia e non posso che dire: adesso aboliamolo». E’ quanto afferma Giuseppe Guerriero, consigliere regionale del Ps e componente dell’Ufficio di presidenza. «Dobbiamo evitare che nella massima Assemblea democratica calabrese - prosegue - ci siano politici che vi giungono senza aver avuto il consenso dei calabresi, perché il consenso è l’investitura fonda-

mentale che ha il pregio di tenere vivo il rapporto tra la politica e la società civile. D’altronde, dopo aver riformato lo Statuto e introdotto un altro strumento prezioso per la democrazia, com’é la legge regionale per le primarie, adesso non dobbiamo far altro che procedere all’abrogazione del listino, in coerenza con la richiesta che viene dai cittadini di abolire anche la nomina dei parlamentari da parte dei partiti. Ripristinare l’elezione dei parlamentari e abolire il listino alla Regione sono un’unica esigenza: rafforzare il diritto dei cittadini ad avere rappresentanti istituzionali motivati».

LAMEZIA TERME - Accorato appello di Anna Falcone, Fernanda Gigliotti, Gori Cosentino e Carmelo Nucera del Pd, in vista delle elezioni regionali, che hanno lanciato una petizione on line per l’unità e il rinnovamento del centrosinistra. «La Calabria - sostengono - è dentro l’emergenza. Ogni indicatore economico la pone sempre in una permanente condizione di criticità e la pervasività criminale della ‘ndrangheta non ha più limiti e confini. Il destino di questa regione è ormai avvitato ed amplificato nella e dalla paralisi dell’iniziativa politica. All’interno del centrosinistra si registra una preoccupante mancanza di iniziative dirette a costruire una coalizione nuova nella proposta politica e rinnovata nella classe dirigente, e negli eletti al Consiglio regionale, che riannodi le fila di un dialogo virtuoso con i calabresi e rilanci la sfida del buon governo, compromessa irrimediabilmente dall’attuale Giunta regionale che non ha fornito quelle risposte coraggiose che un largo consenso le aveva consegnato come sfida alla discontinuità ed al rinnovamento promessi. Tale inerzia colpevole rischia di consegnare la Regione Calabria a un centrodestragià responsabiledello sfascio. Per questo chiediamo con forza a tutti gli uomini e le donne del centrosinistra, a tutti i partiti e in modo particolare al Pd, partito di maggioranza relativa, e al suo segretario nazionale, di assumere ogni iniziativa ed azione volta ad aprire un serio ta-

volo di confronto politico a cui siano chiamati a partecipare tutti i soggetti del centrosinistra, compresi l’Idv, l’Udc e il mondo dell’associazionismo e della società civile, che sostiene la candidatura di Pippo Callipo. Riteniamo altresì che sia indispensabile l’apporto delle migliori espressioni del mondo culturale e dei saperi, tanto al fine di ricostruire la più ampia e condivisa unità della coalizione intorno a un progetto politico che sia finalmente in grado di segnare una svolta profonda nel costume politico, nell’agire amministrativo e nella qualità della proposta di governo. Riteniamo essenziale cercare ogni convergenza utile su una candidatura di superamento dell’attuale stallo politico-istituzionale e delle preannunciate “primarie regionali” che, in questo pezzo d’Italia, piuttosto che valorizzare una reale e libera partecipazione democratica dal basso, rappresentano la mortificazione della libertà del voto. La Calabria ha bisogno di un candidato presidente credibile, condiviso e autorevole. La Calabria ha bisogno di un centrosinistra rinnovato, di un chiaro segnale di rottura con il passato e del rinnovamento dei metodi e dei rappresentanti del Consiglio regionale, capace di dare risposte immediate ai bisogni veri ed autentici dei calabresi, al loro diritto allo sviluppo civile,democratico,e culturale, soluzioni concrete al drammatico problema della disoccupazione e dell’emigrazione delle sue migliori energie».

RICERCA PERSONALE QUALIFICATO Si precisa che tutte le inserzioni relative alla ricerca di personale debbono intendersi riferite a personale sia maschile che femminile, essendo vietata ai sensi dell’art. 1 della legge 9/12/77 nr. 903, qualsiasi discriminazione fondata sul sesso per quanto riguarda l’accesso al lavoro, indipendente dalle modalità di assunzione e quale che sia il settore o ramo di attività. L’inserzionista è impegnato ad osservare tale legge.

La Metis S.p.A. Agenzia per il lavoro,

con autorizzazione a tempo indeterminato rilasciata in data 26/11/04 Prot. n. 1121/SG,

r i c e r c a

e

s e l e z i o n a

per azienda cliente le seguenti figure professionali:

AGENTI DI VENDITA

Requisiti: - agenti monomandatari; - automuniti; - esperienze nel settore grafico-editoriale; - buona conoscenza del territorio calabrese; - ottime capacità organizzative e relazionali; - diploma di scuola media superiore o cultura equivalente; Si offre: - formazione e affiancamento; - fisso + provvigioni; - bonus al raggiungimento di obiettivi prefissati. Zona di lavoro: CALABRIA L’offerta di lavoro è riferita ad entrambi i sessi (Legge 125/91, art. 4, comma 3) e gli interessati possono inviare il proprio C.V. ai seguenti recapiti: Metis S.p.A. - Via A. Scopelliti, n.1 - 88100 Catanzaro catanzaro@eurometis.it - fax 0961/775715 Prima di inviare il curriculum, ai sensi della D. lgs. 196/03, si prega di leggere l’informativa sul trattamento dei dati personali reperibile all’indirizzo http://www.eurometis.it/pdf/InformativaPrivacy.pdf


12

il Domani Sabato 28 Novembre 2009

ATTUALITA'

L’INTERVISTA A colloquio con il presidente dell’Anas che assicura: Entro il 2016 sarà completato anche il Ponte sullo Stretto di Messina

Ciucci: «Il nostro impegno per la rete viaria calabrese» REGGIO CALABRIA- Il presidente dell’Anas Pietro Ciucci, a Reggio per la stipula della convenzione con l’Amministrazione comunale per la riqualificazione dello svincolo sul terrone S. Agata, ha affrontato anche il nodo degli investimenti sulla rete viaria calabrese e la realizzazione del Ponte sullo Stretto. Dott. Ciucci, 13 miliardi di investimenti in corso in Calabria per una rete stradale ancora tutta da realizzare per collegamenti ancorati ad almeno 20 anni fa. «13 miliardi mi sembrano un impegno forte da parte di Anas. In larghissima parte si tratta di cantieri già aperti sia sulla Salerno Reggio, sia sulla 106 Ionica, sia sulla trasversale delle Serre per ricordare alcuni itinerari. Non c’è dubbio che Anas sia il principale soggetto investitore in questa regione. E i numeri danno l’idea del nostro impegno. Molti tratti sono già stati completati. Ovviamente, si vede con più attenzione lì dove ci sono i cantieri in corso e dove quindi ci sono dei fastidi per gli utenti, che non quando si percorrono i tratti già completati. Noi stiamo lavorando fortemente.Il4dicembrefesteggeremo Santa Barbara con l’abbattimento del diaframma di una delle gallerie principali del tratto tra Gioia Tauro e Scilla proprio per dare il segnale incontrovertibile dei lavori che stanno avanzando. Apriremo un primo tratto tra Gioia Tauro e Scilla entro la primavera del prossimo anno e completeremo tutti i cantieri entro il 2012-2013, compreso il tratto tra il V ed il VI macrolotto fino a Campo Calabro». Quali i rapporti con le grandi imprese.Neigiorniscorsiqualcuno diceva che in Calabria è difficile venire a lavorare perché si rischia immediatamente di essere coinvolti in associazioni mafiose. Avete difficoltà ad affidare gli appalti.

«Abbiamo ottimi rapporti con i contraenti generali e con gli appaltatori impegnati in tutti quei lavori che abbiamo avviato. Ci sono delle difficoltà evidenti nel condurre lavori infrastrutturali nella regione. Si sono registrati numerosi atti intimidatori e minacce che hanno riguardato in particolare alcuni cantieri della Sa-Rc e non soltanto. Ma c’è un attento e continuo monitoraggio da parte delle autorità, della magistratura,della prefettura che ha portato a ritirare in molti casi i certificati antimafia con comunicazioni interdittive e la necessità da parte nostra di sostituire quelle imprese con altre nuove». Può parlarci degli interventi della messa in sicurezza della 106 . «Sono numerosi, i più importanti ricadono nel tratto tra Reggio e Melito: 25 km di messa in sicurezza. Ci sono due gare che sono ormai nella fase finale di aggiudicazione ed i cantieri partiranno nei primi mesi del 2010. Anche a Roccella Ionica c’è una gara per la variante: siamo nella fase di apertura delle buste delle offerte e di valutazione delle stesse. Anche in questo caso saranno avviati i lavori all’inizio del prossimo anno. Ci sono poi interventi a pioggia di piccolo importo ma tutti finalizzati alla sicurezza. Abbiamo numerosi interventi di organizzazione di svincoli nuovi che eliminano uno dei fattori di rischio che sono le cosiddette intersezioni a raso. Se contiamo tutti i diversi interventi finalizzati alla sicurezza dell’attuale 106, raggiungiamo quasi i 100milioni di euro di investimenti.Continueremosu questa strada. Nel 2016 si completerà il Ponte sullo Stretto». Non crede che si possano ritrovare gli stessi ostacoli incontrati in gran parte dei tratti della Sa-Rc non ancora appaltati? «Il 2016 è un cronogramma che si basa su una tempificazione puntuale degli impegni contrat-

tuali delle diverse fasi della realizzazione dell’opera. Anche se le difficoltà sono legate all’ambiente, a tentativi di infiltrazione mafiose, il Ponte sullo stretto avrà un sistema di difesa mutuato da quello messo in atto per la Sa-Rc e reso ancora più stringente con una serie di iniziative che sono acconsentite dalla realizzazione di un’opera particolare ad alta specializzazione molto concentrata sul territorioche in qualche modo si difende da sé. Sapete che dovendo costruire un’opera di alta tecnologia sono poche le imprese in grado di realizzare l’opera stessa. Ovviamente, poi ci sono anche attività più semplici, abbiamo controlli, accordi e sistemi che ci consentiranno di difendere l’opera. Tra queste ricordo un controllo che si aggiunge alla prevista stipula dei protocolli di legalità che si fanno con le prefetture competenti per le opere di Leggi Obiettivo. Questo controllo in più riguarda i flussi finanziari sia in entrata, cioè quando andremo a raccogliere i capitali sui mercati internazionali, sia i pagamenti che faremo con Stretto di Messina, i contraenti generali e, a cascata, verso gli affidatari fino all’ultima dell’impresa impegnata per poche migliaia di euro per realizzare l’opera. Abbiamo un sistema di controllo di cantieri, delle flotte, degli automezzi attraverso Gps, sistemi moderni che rendono tutto più semplice. In questo modo sapremo chi c’è in cantiere, dove vanno i mezzi, dove vanno a caricare e scaricare il materiale. Con tutto questo e con la collaborazione delle istituzioni e della prefettura con cui siamo già in contatto da anni, confidiamo nel fatto che è possibile realizzare l’opera nel rispetto dei tempi, della legalità e della sicurezza del lavoro». Antonio Latella

REGGIO CALABRIA Stipulata ieri alla presenza di Pietro Ciucci e Giuseppe Scopelliti

Svincolo Sant’Agata, convenzione tra Anas e Comune REGGIO CALABRIA - Un utilizzo di risorse per 12milioni e 500mila euro, di cui 7milioni provenienti dalle casse del Comune di Reggio e il resto da quelle dell’Anas. L’investimento è finalizzato alla progettazione, all’appalto e all’esecuzione dei lavori per il completamento dello svincolo sul torrente Sant’Agata, situato al km 4,750 del raccordo autostradale della città dello Stretto. Ieri, a palazzo San Giorgio, Pietro Ciucci e Giuseppe Scopelliti, alla presenza del capo compartimento Anas della Calabria, Giovanni Laganà, han-

no firmato un apposito protocollo d’intesa. Il progetto, redatto dal Comune di Reggio, è inserito, sotto il profilo realizzativo finanziario, nel Contratto di Programma Anas 2007-2011 - Appaltabilità 2009. Interessata alla realizzazione della struttura è l’area urbana della zona sud, caratterizzata da alcuni poli di attrazione già esistenti e da altri programmati, quali l’aeroporto e le costruende bretelle di collegamento sul torrente Sant’Agata, trasversali al raccordo autostradale. Lo svincolo (che sarà realizzato a cura

dell’Anas) e le relative aste di collegamento lungo il torrente (di competenza del Comune) “una volta in esercizio saranno opere correlate e complementari, in quanto costituiscono un sistema viario di scambio tra la parte sud della città e la rete stradale principale consentendo un’accessibilità facilitata e diretta alle aree urbane ad oggi solo parzialmente garantita dagli altri svincoli di Modena e di Arangea”. Angela Latella

In auto con droga, arrestato CATANZARO - La finanza ha arrestato a Catanzaro un giovanedi24anniconl’accusadidetenzioneillegaleafinedi spaccio di sostanze stupefacenti. E’ stato fermato mentre era allaguidadiun’autoebloccatodopoavertentatolafuga.

Why Not, il Gip Macrì: «Non accertata l’esistenza della Loggia di San Marino» CATANZARO - «Non è accertata l’esistenza dell’operatività della Loggia di San Marino nei termini di cui incontestazione». Questo quanto scrive il Giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Catanzaro, Tiziana Macrì, nel provvedimento di archiviazionedellaposizionedell’ex residente del Consiglio dei ministri, Romano Prodi e di altri otto indagati nell’inchiesta “Why Not” su presunti illeciti nella gestione dei fondi pubblici. «Non sussiste, in conseguenza, il presupposto genetico - aggiunge dell’originariaimpostazioned’accusa circa laperpetrazione dei ritenuti reati scopo, ne di essi ricorrono irelativi elementi strutturali. Le dichiarazioni di Caterina Merante, in proposito, oltre che, in gran parte indirette, pur compiutamente espressive del patrimonio conoscitivo della stessa, risultano generiche e, sovente, frutto di valutazioni soggettive di fatti in se penalmente irrilevanti, non confortate dagli esiti dell’attività investigativa espletata». Nel provvedimento di archiviazione oltre a Prodi vengono affrontate anche le posizioni deldeputato del Pd, Sandro Gozi; dell’imprenditore e deputato del Pd, Piero Scarpellini; del consulente aziendale, Luigi Bisgnani;del consigliere regionale della Calabria, Antonio Acri; di Gerardo Carnevale, componente dello staff di Acri, e di Vincenzo Bifano, Armando Zuliani e Giulio Grandinetti. Inoltre,i contattitra l’ex presidentedel Consiglio dei ministri, Romano Prodi e alcuni degli indagati nell’inchiesta “Why Not” erano ispirati «esclusivamenteda motivazioni politiche». Nella parte del provvedimento in cui si af-

L'ex premier, Romano Prodi

fronta la posizione di Prodi il Gip fa riferimento alle dichiarazioni del teste Danilo Signorino, acquisite il 6 febbraio del 2008, secondo il quale il dirigente della Regione Calabria e indagato in Why Not, Francesco De Grano, gli aveva riferito che Prodi lo contattava per avere informazioni sulla situazione sociale, economica e politica della Regione Calabria. E proprio in virtù delle affermazioni di Signorino, il Gip sostiene che «tali dichiarazioni, in difetto di emergenze disegno contrario, costituiscono chiaro indice sintomatico dellafinalità di natura esclusivamente politica perseguita dall’onorevole Prodi nei rapporti coi soggetti dell’indagine. Pertanto - conclude il Gip - deve ritenersi radicalmenteesclusa l’integrazione di elementi di rilievo penale a carico dell’onorevole Prodi in ordine a tutte le fattispecie allostesso contestate».


Sabato 28 Novembre 2009 il Domani 13

AGRICOLTURA

L’assessore Amato e l’Agea avviano il progetto Arcea CATANZARO - L’assessore all’Agricoltura Amato ha incontrato Giancarlo Nanni, direttore di Agea. L’incontro tra l’assessore regionale all’agricoltura e i vertici di Agea ha avuto quale punto qualificante l’avviamento di Arcea, l’Agenzia regionale per le erogazioni in agricoltura della Calabria, quale organismo pagatore dei premi e delle misure del Psr . Il Direttore del Coordinamento Agea, Giancarlo Nanni, accompagnato da alcuni dirigenti dell’Agen-

zia, ha di fatto prestato il suo know how per meglio consentire ad Arcea di partire senza ritardi nell’espletamento delle sue funzioni. A margine della riunione operativa, si è quindi discusso dello stato in cui versano i dipendenti del Consorzio di Bonifica di Rosarno, per i quali ci si è impegnati al fine di trasferire, entro la prima decade di dicembre, le risorse della misura agro-ambiente, utili al pagamento delle spettanze dei lavoratori stessi.

Si è riunito a Paestum il Coordinamento meridionale degli assessori all’Agricoltura. All’incontro c’era anche Nazzareno Fiorillo in rappresentanza di Vibo Valentia

L’obiettivo delle Province del Sud Valorizzare le produzioni tipiche di C.M. VIBO VALENTIA - Si è tenuto nei giorni scorsi a Paestum la riunione del Coordinamento meridionale degli assessori provinciali all’Agricoltura. Obiettivo dell’incontro è stato quello di promuovere le produzioni tipiche dell’agricoltura locale proiettandole adeguatamente sui mercati nazionali ed esteri e valorizzare il patrimonio rurale dei piccoli centri storici realizzando una rete di dimore e sapori. L’animata riunione si è svolta nell’ambito della Borsa archeologica del turismo, una delle principali vetrine espositive del sud. Nel corso del dibattito di categoria, alla quale hanno partecipato l’assessore all’Agricoltura della Provincia di Vibo Valentia Nazzareno Fiorillo ed il funzionario del settore Pasquale Nardo, sono state tracciate anche le linee guida programmatiche del Coordinamento e si è avviato un percorso comune per intercettare collegialmente i finanziamenti europei del settore. Tra le decisioni prese, anche quella di rilanciare il progetto "Tipicamente Sud", iniziativa finalizzata alla certificazione della qualità e dell’identità dei prodotti tipici meridionali. Il progetto ha lo scopo di rilanciare e promuovere l’agroalimentare italiano. Gli am-

Domani "Pane e Olio in Frantoio &" A Saracena l’unica tappa calabrese

Nazzareno Fiorillo

ministratori provinciale del Meridione hanno affermato che il sud sta per proiettare nel mercato agricolo ormai globalizzato con progetti comuni che puntano sulla qualità, sulla genuinità, sul gusto e sui sapori delle loro produzioni tipiche. Importante, a tal fine, è stata l’intesa raggiunta dal Coordinamento con l’Unesco. «La sinergia tra gli amministratori pubblici del comparto agricolo meridionale, che presenta peculiarità e problematiche simili - ha dichiarato l’assessore Nazzareno Fiorillo - può davvero innescare uno sviluppo armonico dell’agricoltura che, lo voglio ricordare, è uno dei settori più importanti dell’economia del Mezzogiorno. Per quel che ci riguarda più da vicino, come Provincia di Vibo Valentia ci stiamo adoperando

alacremente affinché le iniziative, tese a valorizzare le nostre produzioni tipiche, riescano a varcare i confini territoriali inserendosi nei circuiti di commercializzazione internazionali. L’adesione e la partecipazione attiva al Coordinamentodegliamministratoridel Sud d’Italia - ha concluso Fiorillo - può aiutarci, dunque, ad avviare una serie di relazioni importanti con autorevoli ed influenti operatori del settore e inserirci in iniziative di alto profilo che possono contribuire alla crescita dell’economia agricola vibonese». Le Province del sud d’Italia si sono fatte così promotrici di un progetto di respiro sovraregionale, concernente l’intero Mezzogiorno nel contesto della valorizzazione dell’agricoltura mediterranea.

SARACENA - L’Italia dell’extravergine si prepara a celebrare il pane e l’olio. Degustazioni, convegni, visite guidate e momenti di intrattenimento si svolgeranno in tutta la penisola, dalla Lombardia alla Sicilia, per celebrare gli alimenti principe della cultura mediterranea. Pane e olio, le radici della cultura e gastronomia mediterranea.Dueelementisemplici,frutto della terra e della più semplice lavorazione. Ecco cosa ci si prepara a festeggiare domani, quando in tutta Italia si celebrerà l’ottava edizione di "Pane e Olio in Frantoio &". La manifestazione, organizzata dall’Associazione Nazionale Città dell’Olio con il finanziamento del Ministero delle Politiche Agricole e Forestali proporrà in centinaia di piazze italiane un ricco programma di iniziative tra convegni, visite guidate in aziende e frantoi e momenti di intrattenimento. In Calabria l’unica tappa della manifestazione sarà a Saracena dove, in contemporanea ad altre 90 città del Bel Paese, le piazze e le vie ospiteranno l’VIII

edizione regionale della giornata nazionalededicataall’abbinamento di oli di qualità a denominazione di origine e di pani tipici locale. Domani dalle 9 alle 20 andrà di scena "Pane e olio in frantoio" che l’Associazione Nazionale "Città dell’Olio", della quale la cittadina del Pollino è socia e protagonista territoriale, porta da anni avanti in tutta la nazione. Le Città dell’Olio che aderiscono all’iniziativa organizzano, al fine di animare i propri borghi, piazze, aziende, frantoi, musei, momenti di ritrovo per gli abitanti ed i turisti al fine di far degustare e visitare la produzione ed il territorio locale.


14

il Domani Sabato 28 Novembre 2009

LAVORO E SINDACATI Incentivare la ricerca, rafforzare e rinnovare le infrastrutture, rimuovere i vincoli burocratici e amministrativi per poter favorire l’attrazione di nuovi capitali sul territorio calabrese

Al terzo congresso della Uilcem rilanciati i temi dello sviluppo di Carmela Mirarchi Il 3° Congresso della Uilcem Calabria, tenutosi in data 26 novembre 2009 presso la sala conferenze del Protoconvento Francescano di Castrovillari, ha dibattuto ed affrontato i temi presenti sul territorio regionale, a partire dalle tante crisi industriali che stanno devastando l’intera regione, puntando il dito sulla classe politica che nega ogni possibile investimento in favore di sviluppo ed occupazione. L’assise congressuale, condividendo e facendo propria la relazione del Segretario Generale Gino Campana, riconfermato per acclamazione alla guida dell’Organizzazione, ha ribadito la necessità cha da parte del governo regionale e di quello nazionale bisogna mettere in campo una politica industriale in grado di orientare lo sviluppo, incentivare la ricerca, rafforzare e rinnovare le infrastrutture, rimuovere i vincoli burocratici e amministrativi per poter favorire l’attrazione di nuovi capitali sul

La Uilcem è al fianco delle imprese che intendono investire sul territorio nel rispetto assoluto dell’ambiente

territorio calabrese. La Uilcem è al fianco delle imprese che intendono investire sul territorio nel rispetto assoluto dell’ambiente e della sicurezza dei lavoratori e dei cittadini. La riconversione della Centrale Enel di Rossano, l’immediata immissione in produzione della Centrale a biomasse Enel del Mercure, già pronta da sette anni e la costruzione della Centrale Sei a Saline Joniche, tendente anche a bonificare un sito nel degrado più assoluto, devono essere prioritarie per dare uno sfogo alla grande piaga della disoccupazione giovanile. Il Segretario Organizzativo Nazionale della Uilcem Marco Lupi ha messo in evidenza la crescita dell’Organizzazione in Calabria. "In effetti, la Calabria è una delle poche Regioni in controtendenza - ha dichiarato Lupi. Grazie al lavoro della Segreteria Regionale e delle strutture territoriali, la Uilcem cresce a dispetto delle tante espulsioni dal mondo del lavoro.

Come struttura nazionale guardiamo con molto interesse al lavoro degli attivisticalabresi,alla loro passione, al loro entusiasmo, alla loro abnegazione, alla loro voglia di crescere ulteriormente. Siamo pronti a ripetere l’esperienza del corso di formazione dello scorso anno a Reggio Calabria che tanti buoni frutti ha dato ha concluso Lupi". A conclusione della giornata congressuale il riconfermato Segretario Generale calabrese Gino Campana ha inteso ringraziare del lavoro svolto i Segretari uscenti Mimmo Piraino e Carmelo Nucera, in quiescenza ed ha comunicato la composizione della nuova Segreteria Regionale che risulta così composta: Vincenzo Laganà, Benedetto Martino, Guido Nucci, Michele Pagano,BrunoScarfone,Stefano Venier. Segretario tesoriere è stato nominato Giampiero Mercogliano, mentre a capo dei singoli comparti sono stati chiamati Mimmo Raso per la Chimica, Benedetto Martino per l’elettrico, Carlo Quintieri per il Gas, Francesco Armentano per le acque e Stefano Venier per l’energia ed il petrolio. Alle pari opportunità sono state chiamate Alessandra Corea e Gabriella Beraldi. Quest’ultima, insieme a Giampiero Mercogliano sarà di supporto alla segreteria regionale per la parte tecnica ed organizzativa.


Sabato 28 Novembre 2009 il Domani 15

SANITA'

Corso di formazione in oncologia oggi la quarta e ultima giornata L’ultimo modulo avrà come titolo la qualità di vita e le complicanze del paziente. Tra i relatori, il dott. Vito Lorusso di Mario Mirabello CATANZARO - In programma oggi, nei saloni dell’Hotel Guglielmo di Catanzaro, la quarta ed ultima giornata del "Corso di formazione in Oncologia", voluto dal dr. Stefano Molica, direttore di Oncologia Medica dell’Azienda Ospedaliera Pugliese - Ciaccio di Catanzaro e patrocinato oltre che dall’Azienda di cui sopra, dall’Asp di Catanzaro, dall’Ordine Provinciale Medici-Chirurghi di Catanzaro, dall’Associazione Italiana Radioterapia Oncologica (Airo), dal Collegio Italiano Primari Oncologici Medici Ospedalieri (Cipomo), dall’Ipasvi e dal Sifo. L’ultimo modulo avrà come titolo: "Qualità di vita e complicanze del paziente oncologico". In qualità di relatori, tra gli altri, il dr. Vito Lorusso, della Struttura Oncologicadell’OspedalediBrindisi, i dottori Luciano Levato, Fabiola Rizzuto, Rosanna Mirabelli

e Guido Carillo, delle Strutture di Emotologia ed Oncologia dell’Azienda Ospedaliera Pugliese - Ciaccio di Catanzaro, il dr. Francesco Leone, del Dipartimento di Senologia Chirurgica dell’Aopc di Catanzaro ed il dr. Francesco Abbonante, Soc. Chirurgia Plastica e Ricostruttiva dell’Azienda Ospedaliera Pugliese - Ciaccio di Catanzaro. Il modulo in programma sarà presentato dal dr. Molica, nella qualità di coordinatore scientifico del corso, mentre nelle vesti di

«Il tutto sarà preceduto da una lettura educazionale riguardante trombosi e cancro»

La cultura del ricordo Nella ricorrenza del Trigesimo della morte della Signora ANTONIA MULEO Sarà celebrata una messa in suffragio sabato 28 novembre alle ore 18,00 nella Chiesa di San Giovanni a Catanzaro

Nella ricorrenza del Trigesimo della morte del Signor RAFFAELE BARBERIO Sarà celebrata una messa in suffragio domenica 29 novembre alle ore 18,00 nella Chiesa della Pieta’ di Lamezia Terme.

Nella ricorrenza del Trigesimo della morte della Signora LUIGIA PARROTTINO Sarà celebrata una messa in suffragio sabato 28 novembre alle ore 16,00 nella Chiesa di Pontegrande di Catanzaro

Nella ricorrenza del Trigesimo della morte della Signora CECILIA MERCURIO Sarà celebrata una messa in suffragio domenica 29 novembre alle 17,30 nella Chiesa Nuova di Materdomini a Catanzaro.

E’ venuta a mancare all’affetto dei suoi cari la Signora MARIA BRIGNONE Le esequie si svolgeranno sabato 28 novembre alle ore 15,30 nella Chiesa Santa Maria di Porto Salvo a Catanzaro Lido.

Nella ricorrenza del Trigesimo della morte della Signora FILOMENA MINGRONE Sarà celebrata una messa in suffragio lunedi 30 novembre alle ore 17,30 nella Chiesa Santissimo Salvatore - Rione De Filippis di Catanzaro.

Nella ricorrenza del Trigesimo della morte della Signora ANTONIA GABRIELE Sarà celebrata una messa in suffragio sabato 28 novembre alle ore 18,00 nella Chiesa di San Giovanni di Catanzaro. E’ venuta a mancare all’affetto dei suoi cari la Signora ANGELINA STELLA Le esequie si svolgeranno sabato 28 novembre alle ore 11,00 nella Chiesa Beata Vergine Maria di Bella Lamezia Terme.

Nella ricorrenza dell’ Anniversario della morte del Signor GIUSEPPE SCALE Sarà celebrata una messa in suffragio sabato 28 novembre alle 17,00 nella Chiesa Maria SS delle Grazie di Tiriolo (Cz). Nellaricorrenzadell’Anniversario della morte del Signor GIUSEPPE RENDA Sarà celebrata una messa in suffragio domenica 29 novembre alle 08,00 nella Chiesa Maria SS delle Grazie di Tiriolo (Cz).

nell’ambito delle strutture di oncologia medica attraverso un approccio integrato". L’evento, lo ricordiamo, è stato diretto a sessanta medici di oncologia medica, radioterapia, ematologia, chirurgia e medicina generale, dieci farmacisti ospedalieri e del territorio, trenta infermieri professionali di discipline attinenti. Al termine dell’odierna giornata verranno consegnati i relativi attestati.

IN BREVE Papillomavirus

moderatori delle sessioni in programma, tra gli altri, i dottori Morrillo, Cerra, Valente, Consarino e Lazzaro. "Nell’ultima giornata del corso ha sottolineato il dr. Stefano Molica - sono stati inseriti una serie di argomenti gestionali, come il trattamento dell’anemia, le chemioterapie orali, la chirurgia della mammella e la qualità di vita, la

sindrome da lisi acuta tumorale. Il tutto sarà preceduto da una lettura educazionale riguardante trombosi e cancro: c’è evidenza del ruolo della profilassi della trombosivenosaprofonda.Anche in questa seconda edizione - ha concluso il dr. Molica - si è ritenuto di dover privilegiare gli aspetti della formazione di differenti figure professionali, che operano

Si è svolto a Catanzaro, nella sede dell’Istituto di Studi Iniziative Ricerche e Formazione per lo sviluppo delle Regioni Meridionali, l’incontro con il pediatra adolescentologo Filippo Marino. La riunione è stata importante per informare i genitori sulla vaccinazione contro il Papillomavirus umano (Hpv) e principalmente sulla possibilità di vaccinaregratuitamenteleproprie figlie con l’opportunità di proteggere le giovani ragazze dal rischio di contrarre il cancro del collo dell’utero e le altre malattie indotte. L’iniziativa è stata proposta dall’Isim nella persona dell’avvocato Ernesto Gigliotti, del direttore Massimo Lezzi e dall’Associazione Ra.Gi. Onlus.


18

il Domani Sabato 28 Novembre 2009

PROFESSIONI

Il valore aggiunto della professione va cercato nella consulenza strategica, necessaria, allo stato attuale, per sostenere le aziende che versano in stato di crisi. Consulenza strategica, intesa quale sbocco professionale

Le relazioni socioeconomiche nel nostro Paese si sono sempre più polarizzate su tre attori: la politica, la grande impresa ed il grande sindacato, tralasciando le libere professioni

Commercialisti, rivestire un ruolo consono alle competenze acquisite Lo scorso 19 novembre si è tenuta a Roma, presso l’Auditorium della Conciliazione, la 2° Conferenza annuale dei dottori commercialisti e degli esperti contabili. Numerosi i delegati, di una professione che vanta oltre 110mila iscritti, intervenuti per ascoltare rappresentanti politici e dirigenti delle Amministrazioni, nonché per comprendere e delineare, in ottica futura, gli interventi del Parlamento e dell’Esecutivo in materia di fisco, lavoro e giustizia, in vista di una ripresa economica tanto auspicata. Il tavolo dei lavori, che ha visto la presenza, tra gli altri, del Ministro della GiustiziaA. Alfano, del Ministro della Pubblica Amministrazione e Innovazione R. Brunetta, dei sottosegretari L. Casero (Economia), A. Mantovano (Interno) e E. Alberti Casellati (Giustizia), del vicesegretario del Partito Demo-

Formazione specialistica per architetti, ingegneri, periti, geometri, impiantisti e installatori

cratico, E. Letta, del leader di Alleanza per l’Italia, F. Rutelli, del Direttore dell’Agenzia delle Entrate, A. Befera, del Generale della Guardia di Finanza, G. Vicanolo,dell’OnorevoleM.G.Siliquinie del Direttore de "Il Sole 24 Ore", G. Riotta, è stato avviato dal Presidente del Consiglio nazionale C.

Si svolgerà a Catanzaro il 1° corso di formazione specialistica nel settore della "domotica" rivolto ad architetti, ingegneri, periti industriali, geometri, impiantisti e installatori elettrici. Il seminario vuole contribuire ad avvicinare i liberi professionisti e gli impiantisti alla "progettazione integrata" per la gestione degli impianti e delle tecnologieabitative in ambito residenziale e terziario. Progettare un edificio "intelligente" consente di gestire oltre le funzioni principali tipiche dell’edificio, quali l’illuminazione, il riscaldamento, la climatizzazione, ecc..., anche ed in maniera più responsabile l’uso dell’energia, integrandola con i nuovi sistemi di produzione: solare-termico, fotovoltaico,

Siciliotti. In occasione della prima conferenza tenutasi un anno fa, Siciliotti aveva previsto azioni puntuali volte a sostenere le PMI, a snellire la macchina fiscale, a coinvolgere le professioni per migliorare lo stato della giustizia civile, nonché ad alleggerire gli acconti.

mini-eolico ecc. fino all’uso razionale di quanto già fa parte della dotazione domestica e/o di quanto farà parte del nostro sistema abitativo o lavorativo. Progettare, dunque, sistemi di controllo,gestioneeautomazione degli edifici residenziali e terziari è diventata una necessità improcrastinabile per ottimizzare, semplificare e migliorare le condizioni abitative di chi vive e lavora. Sinteticamente, si riportano le "aree domotiche" che generalmente interessano gli edifici e che in gran parte verranno trattate nel seminario tecnico: - Area dei sistemi di controllo degli impianti microclimatici e confort ambientale: regolazione impianti idro-termosanitari e climatizzazione, risparmio energetico, pro-

A distanza di un anno dall’appuntamento, si è potuto fare un bilancio sui risultati ottenuti. Il Presidente ha ribadito in questa sede il ruolo dei professionisti, i quali, come più volte precisato, non vogliono "esserci e basta", ma vogliono incidere, in modo tangibile, sul Paese. Prima ancora di intervenire sulle tematiche del fisco, della giustizia, del mercato del lavoro e della governance societaria, è necessario riconoscere il ruolo delle libere professioni, quali prime forze su cui costruire lo sviluppo del Paese. Le relazioni socio - economiche nel nostro Paese, sostiene Siciliotti, si sono sempre più polarizzate su tre attori principali, la grande politica, la grande impresa ed il grande sindacato, tralasciando altri protagonisti, quali la piccola e media impresa, l’università e le

duzione di energia elettrica e calore, pannelli fotovoltaici, generatori eolici e solari; - Area della sicurezza attiva: allarme, antieffrazione, antincendio, antiallagamento ecc...); Area dell’energia e dell’illuminazione: controllo carichi elettrici, sistemi fotovoltaici controllo illuminotecnica e scenari; - Area del sistema di telecomunicazioni interno esterno: sistema telefonico, internet, reti dati, hi-fi; -Area gestione elettrodomestici;- Area inerenteil cablaggio strutturato dell’edificio. La partecipazione al corso verrà certificata mediante attestato di partecipazione valido ai fini dei crediti formativi. L’appuntamento, è previsto per il 3 dicembre , ore 15 presso l’Hotel Guglielmo di Catanzaro Via Tedeschi n. 1.

libere professioni. Rispetto alle libere professioni molti degli attori sociali si pongono quali interlocutori che intendonopreservare,ovveroestirpare i privilegi reali o presunti loro spettanti. I commercialisti vogliono rivendicare il loro ruolo, in virtù delle competenze che possiedono. Un Paese, sostiene Siciliotti, fondato su ruoli nominalistici e rendite di posizione non rispecchia fedelmente una professione, come quella dei commercialisti, che non si basa su esclusive, bensì sul merito. Il valore aggiunto della professione va dunque cercato, in tale ottica, nella consulenza strategica, necessaria, allo stato attuale, per sostenere le aziende che versano in stato di crisi. Consulenza strategica, intesa anche quale "nuovo" sbocco professionale soprattutto per coloro che si accingono ad intraprendere la professione. L’Assemblea dei commercialisti, in tale direzione, chiede più attenzione al Governo. Prescindendo dal profilo prettamente istituzionale, il Presidente, considerato che la crisi esiste anche negli studi professionali e, soprattutto, insiste sui più giovani, ha illustrato una serie di misure necessarie per sostenere i professionisti. Dalla Tremonti ter per gli investimenti in tecnologia, alla deducibilitàintegraledei costiper la formazione continua e le polizze assicurative.

Renata Carrieri

I professionisti, come più volte precisato, non vogliono "esserci e basta", ma vogliono incidere, in modo tangibile

L'architetto Giuseppe Macrì


Sabato 28 Novembre 2009 il Domani 19

UNIVERSITA' E SCUOLA Dopo la denuncia del direttore regionale dell’Usr, Franco Corbelli chiede risposte urgenti e concrete da parte delle istituzioni preposte

Diritti civili: preoccupazione per l’edilizia scolastica di Renzo Massi CATANZARO - Il leader del Movimento Diritti Civili, Franco Corbelli, dopo i risultati di una indagine resa nota dal direttore dell’Ufficio scolastico regionale, Francesco Mercurio, che denunciano la estrema pericolosità del 78% degli edifici scolastici regionali (non sottoposti a collaudo statico e privi del certificato di agibilità), si dice "fortemente preoccupato per questa drammatica situazione", rende noti nuovi "dati allarmanti e inquietanti che confermano la eccezionale gravità del problema, smentiscono di fatto (rendendoli assolutamente irrilevanti)inumerifornitidall’assessore regionale ai Lavori Pubblici, Luigi Incarnato", e chiede che tutte le scuole a rischio "se necessario vengano anche immediatamente e temporaneamente chiuse in attesa di effettuare i necessari interventi di messa in sicurezza per evitare qualche tragedia nella regione, che non va mai dimenticato, è la più sismica d’Italia". Corbelli, che da anni porta avanti

questa battaglia per la sicurezza delle scuole, fornisce "nuovi preoccupanti cifre sui comuni calabresi inadempienti (sono oltre 370)", ricorda a questo proposito anche "la indagine, dei mesi scorsi, dell’ Istat e del Sole 24Ore, che aveva anticipato questi risultati catastrofici sulla sicurezza degli istituti calabresi" e denuncia "i mancati interventi da parte delle Amministrazioni comunali e delle Province calabresi nonostante i ripetuti allarmi lanciati. Siamo di fronte all’assoluta mancanza di prevenzione in una regione, a più

alto rischio sismico del Paese, che in caso di forte terremoto rischierebbe una vera e propria catastrofe". Il leader di Diritti Civili denuncia come "in Calabria, pur di fronte a questo quadro drammatico e nonostante l’accordo sottoscritto, nei mesi scorsi, tra lo Stato e le Regioni, non siano ancora iniziati i controlli negli edifici scolastici più pericolosi, per la mancata nomina, da parte dei co-

Agibilità e sicurezza, Lucà scrive CROTONE - Il capogruppo di Compagnia dei Democratici nel consiglio provinciale di Crotone, Salvatore Lucà, ha inviato una lettera al presidente, Stanislao Zurlo, per chiedere che venga avviata una indagine, in collaborazione con i sindaci crotonesi, per accertare lo stato di agibilità e sicurezza de-

gli edifici scolastici. "Ritengo - afferma Lucà - che prima di creare inutili allarmismi tra le famiglie, gli alunni e gli operatori del settore, che occorre avere contezza reale della situazione nella nostra provincia con un accertamento approfondito su tutti gli edifici e di tutte le scuole di ogni ordine e grado condotto da tecni-

ci qualificati e non on line come l’indagine dell’ufficio regionale. Il problema segnalato comunque dal Direttore Regionale, se dovesse rispondere al vero, è una questione che non possiamo trascurare e certamente bisognerebbe affrontarla nel minor tempo possibile".

muni, delle commissioni tecniche. E’ un fatto grave e assolutamente ingiustificato che in Calabria, nella regione più sismica del Paese, su 409 comuni, dove sono state individuate le scuole ritenute più pericolose e che devono per questo essere subito controllate, solo 39 Amministrazioni comunali hanno provveduto a nominare i componenti delle squadre tecniche. Irresponsabilmente centinaia di comuni calabresi (sono oltre 370) continuano a sottovalutare il forte rischio sismico che corre la nostra regione, non provvedendo a nominare la commissione tecnica per procedere immediatamente alla verifica degli edifici scolastici. Questa è la realtà odierna. Migliaia di istituti sono a rischio crollo. I dati dell’assessore Incarnato sui primi interventi programmati sono irrilevanti, anzi confermano di fatto la denuncia di Diritti Civili e, ieri, del direttore Mercurio".


20

il Domani Sabato 28 Novembre 2009

AMBIENTE

Legambiente commenta il triste primato: «Caotica la disseminazione dell’edificato»

Circolo Airone: Urban sprawl, la media calabrese supera quella europea di Carmela Mirarchi CATANZARO - «La Calabria è caratterizzata dal fenomeno della disseminazione disordinata e sovradimensionata dell’edificato nell’ambiente, fenomeno definito come come urban sprawl, in una percentuale e ad una dimensione di gran lunga superiore alle medie italiane ed europee. Un triste primato». E’ quanto sostiene Andrea Dominijanni, responsabile del Circolo Airone di Legambiente Catanzaro. Dominijanni, recentemente ha presentato i dati di recenti ricerche svolte sull’argomento nel corso di una tavola rotonda promossa nell’ambito della prima rassegna regionale di urbanistica organizzata dall’Istituto Nazionale di Urbanistica lanciando un appello a favore delle ferrovie urbane. «Dalle elaborazioni effettuate - ha spiegato il responsabile del Circolo Airone di Legambiente - si può anticipare che tale disseminazione di edificato nell’ambiente non ha alcuna ragione demografica, non è conseguenza di localizzazione di attività produttive e diminuisce il Pil anziché aumentarlo come tutti credono.Soprattuttocreauno dei peggiori impatti che è la dipendenza pressoché Totale dall’auto privata, con aumento esponenziale dell inquinamento. Le recenti numerose ricerche, che sono di pubblico dominio perché rintracciabili sulla rete - prosegue Dominjanni - sono della più diversa origine scientifica e tecnica. Molte convergono in indirizzi precisi per contrastare il fenome-

no come investire nell’edificato e negli insediamenti esistenti, anziché invadere ulteriormente l’ambiente con espansioni aggiuntive. Per fare questo tutte le ricerche consultate e elaborate concordano che la strategia efficace è costituita dalla valorizzazione delle infrastrutture verdi e, nel caso specifico, dal deciso potenziamento dei treni urbani esistenti, a partire dalla Connessione chiave Germaneto - Nicastro Stazione per continuare con la Jonica, con il sistema intra-comunale di Catanzaro, con le Ferrovie della Calabria». Il fenomeno dell’urban sprawl ha

Due tour operator in visita al Parco Nazionale in Sila

numerosi impatti negativi: elevato consumo di suolo; impermeabilizzazione di territorio originariamente agricolo; prevalente ricorso al trasporto con autovetture private; aumento di energia consumata; forte compromissione dell’ambiente; profondo cambiamento del paesaggio. Lo sprawl è un impressionante fenomeno di urbanizzazione a bassa densità. L’impatto del fenomeno è molto forte in quanto ha provocato l’esponenziale uso e consumo di autovetture private, carburanti, suolo, energia, sistemitecnologici e sanitari, paesag-

gio e ambiente. Per il superamento dello sprawl bisognerebbe trovare un’alternativa all’attuale urbanizzazione diffusa che potrà essere avviata solo a partire da forti decisioni delle comunità e delle Istituzioni, quali l’abbandono della deregolamentazione urbanistica da sostituire con poche e chiare scelte alternative all’abdicazione sul governo del territorio. Le scelte possono essere: accurata misurazione dei consumi di suolo; misurazione di: trend demografici; creazione di sistemi sostenibili per mobilità e accessibilità.

Illeciti sul ciclo dei rifiuti La Commissione Pecorella in Calabria dall’1 al 3 dicembre

gio. Mercoledì 2 dicembre la commissioned’inchiestasvolgerà alcunisopralluoghialTermovalorizzatore di Gioia Tauro e presso la discarica privata Iam, presso la discarica e l’impianto di compostaggio di Lamezia Terme e presso la discarica di Castrolibero. Giovedì 3 dicembre verranno ascoltati presso la prefettura di Cosenza, il prefetto, il Questore, il sindaco e il presidente della provincia di Cosenza. A seguire le audizioni dei rappresentantidella società Valle Crati e di Confcooperative Calabria. A conclusione della missione verranno ascoltati il Procuratore generale presso la Corte d’Appello di Catanzaro, i procuratori che stiano svolgendo o abbiano svolto indagini nelle materie di interesse della Commissione e il Procuratore distrettuale antimafia di Catanzaro.

La Commissione d’inchiesta sugli illeciti connessi al ciclo dei rifiuti presiedutadall’OnGaetano Pecorella si recherà in missione in Calabria dall’1 al 3 dicembre. Martedì 1 dicembre verranno ascoltati presso la prefettura di Reggio Calabria, il Prefetto e il Questore di Reggio. A seguire si svolgeranno le audizioni del presidente della regione, dell’assessore regionale all’Ambiente, del commissario,del presidentedellaprovincia e del sindaco di Reggio Calabria, delle associazioni ambientalistee industriali.Alla ripresa dei lavori della giornata verranno ascoltati il Comandante

Provinciale dei carabinieri di Reggio Calabria e il Comandante Noe Reggio Calabria, il Comandante Provinciale dei carabinieri di Catanzaro e il Comandante Noe Catanzaro, il Comandante regionale del Corpo forestale dello Stato, il Direttore marittimo Capitanerie di Porto Reggio Calabria.Aseguiresisvolgeranno le audizioni del direttore dell’Arpacal, del Procuratore generale presso la Corte d’Appello di Reggio, dei procuratori che stiano svolgendo o abbiano svolto indagini nelle materie di interesse della Commissione e del Procuratore distrettuale antimafia di Reg-

Un nuovo Educational per l’Ente Parco Nazionale della Sila. Questa volta il tour è stato dedicato a due tour operator, invitati dall’ente parco per far conoscere e favorire la promozione e la commercializzazione dell’offerta turistica silana. I due ospiti hanno visitato diverse località della Sila e molte delle strutture ricettive dislocate sulla montagna silana ed hanno avuto modo di dialogare con numerosi operatori economici del territorio, anche grazie ad un incontro organizzato presso la sede del Parco, a Lorica. Lo scopo dell’iniziativa è stato quello di presentare ai tour operator un’idea dell’offerta turistica silana, estesa su un vasto territorio che comprende le tre province di Cosenza, Catanzaro e Crotone, tale da mettere in risalto le molte risorse, i punti di forza e gli elementi di differenziazione dell’offerta turistica di una Calabria che sente fortemente l’esigenza di crescere. La necessità di coinvolgere gli operatori economici e di mettere in rete le risorse per favorire lo sviluppo turistico, specie in bassa stagione è quanto ha spinto il Parco a realizzare questo incontro, nella convinzione che commercializzare in modo giusto il prodotto turistico, oltre che promuoverlo, sia la chiave per attirare nuovi e selezionati segmenti turistici. «La cordialità della gente del posto ci ha molto stupiti. Anche la qualità e la varietà dell’offerta turistica ci ha favorevolmente colpiti. Lavorando molto con il turismo scolastico ed i gruppi siamo convinti che potremo realizzare delle ottime iniziative in Sila» hanno dichiarato i due tour operator. La Presidente del Parco Ferrari si è detta molto soddisfatta dell’iniziativa.


Sabato 28 Novembre 2009 il Domani 21

TRIBUTI E WELFARE

Pec in scadenza: i professionisti si attrezzano ma i ministeri no Mentre due milioni di professionisti devono avere una casella Pec entro il 29 solo il ministero degli Esteri l’ha già attivata

di Gaia Mutone ROMA — Se il buongiorno si vede dal mattino siamo proprio messi male. A poche ore dalla scadenza per l’attivazione della casella Pec, la Posta elettronica certificata, il 95% dei ministeri non si sono ancora dotati di un indirizzo mail certificato per collo-

95%

Tanti sarebbero secondo il Cnipa i ministeri che non hanno attivato una casella di posta certificata quiare con i professionisti. Si scopre, infatti, che il primo della lista degli inadempienti è proprio il ministero per la Pubblica amministrazioneel’innovazioneguidato dal puntualissimo Renato Brunetta, il quale tuttavia non è in cattiva compagnia: seguono a ruota nell’elenco stilato dal Cnipa (Centro nazionale per l’informatica nella pubblica amministrazione) la Presidenza del consiglio dei ministri, tutti i ministeri senza portafoglio, il ministero dell’Eco-

nomia, quello della Pubblica istruzione e dell’università, quello della Giustizia e l’Agenzia delle entrate. Un plauso va invece al ministero degli Affari esteri, alle Agenzie del territorio e delle dogane. I tempi rimangono molto stretti: secondo quanto contenuto nel decreto anti-crisi tutti i liberi professionisti, circa due milioni, e le società dovranno avere obbligatoriamente una casella Pec per poter inviare e ricevere comunicazioni alla pubblica amministrazione.Eppuregià dal mese scorso è partita la sperimentazione che consente a chiunque di richieder-

la gratuitamente al sito dell’Inps e dell’Anci. Lo scopo: facilitarne la diffusione. Appunto. Ci sono già quasi 17mila indirizzi di posta elettronica certificata dei privati e quasi 1.750 sono già attive, ma perché funzioni davvero bisogna che siano certificati sia il mittente che il destinatario. Dunque, occorre che l’interlocutore ci sia. Ma se così non è l’innovazione è inutile. Il fatto che a non dotarsi della Pec siano soprattutto quelle amministrazioni che dovrebbe dare l’esempio, cioè quelle centrali, pone un serio dubbio sulla effettivarealizzazionedi quei van-

taggi presentati fin dal primo momento. Vale la pena ricordare che la posta elettronica certificata, una volta tanto, è uno strumento semplice e molto valido se confrontato con la normale posta elettronica poiché consente di avere una prova opponibile dell’invio e della consegna di un determinato documento. Si genererebbeungranderisparmio economico nei settori pubblici e privati, e si avrebbe una notevole semplificazione nei tempi e nei modi tra i privati e le amministrazioni.Sempresecondoil Cnipa,le Pec già in uso sono già più di 585

mila. Chi l’ha richiesta gratuitamente all’Inps però sapeva che avrebbero potuto scrivere unicamente alle amministrazioni registrate. La soluzione che si prospetta è aprire un altro indirizzo Pec abilitato a parlare anche con le altre mail. L’Inps, a tal proposito, spiega che si è trattato di una scelta "dovuta" per lasciare aperto il mercato della posta certificata

5-15

euro: è quanto può costare all’anno la Pec. Sono previste convenzioni tra gli albi e gli iscritti che oggi ha un costo annuo che va dai cinque ai quindici euro escluse le convenzioni stipulate tra gli ordini professionali e i propri iscritti. Chi non apre la Pec entro la scadenza fissata (che per i professionisti iscritti ad albi o elenchi è il 28 novembre e per le imprese il 29 novembre 2011) potrà usufruire dell’attivazione gratuita dalla Presidenza del consiglio dei ministri o tramite l’affidatario del servizio. Speriamo si organizzino per tempo.

La Pec certifica l’invio e la consegna del documento ma non la lettura dello stesso. Ha la stessa valenza legale della raccomandata A/R

Dal 1° dicembre presso gli sportelli dell’Inail si potranno giudicare i servizi della Pa

L’Inail di Catanzaro "ci mette la faccia" Al via il progetto del ministero della Pubblica amministrazione "Mettiamoci la Faccia" per misurare la soddisfazione del cittadino sui servizi

di G.M. ROMA — Dal primo dicembre chi si recherà presso la sede Inail di Catanzaro potrà valutare la qualità del servizio offerto agli sportelli tramite i cosiddetti emoticons, ovvero le "faccine", per l’esattezza tre, che misureranno la soddisfazione del cittadino-cliente. La procedura per partecipare a questa iniziativa, promossa e coordinata dal ministero per la Pubblica amministrazione e l’innovazione in collaborazione con l’Inail, è volutamente molto semplice. Chi vorrà contribuire, troverà uno schermo apposito e con un semplice tocco

darà il suo giudizio fornendo una motivazione. In particolare è possibile scegliere tra quattro opzioni: tempo di attesa, necessitàdi tornare, professionalità dell’impiegato/a e risposta negativa. Per garantire il massimo dell’attendibilità delle risposte, inoltre, vengono adottati degli accorgimenti specifici per ogni canale di servizio (oltre che allo sportello, il giudizio può essere espresso con diverse modalità anche attraverso il Web e il telefono, con il Contact Center): allo sportello il giudizio deve essere espresso una volta sola in un tempo limite e sia il giudizio, sia la relativa operazione sono dotati di un identificativo. Lo scopo del

progetto Mettiamoci la Faccia è raccogliere in tempo reale e continuo il giudizio dei cittadini-clienti e disporre di una descrizione sintetica della percezione degli utenti per individuare e intervenire con tempestività sulle criticità evidenziate migliorando così la qualità delle amministrazioni a loro volta incentivate ad attuare la rilevazione. «Si tratta di un modo semplice per conoscere l’opinione dei nostri utenti afferma il direttore regionale INAIL dr. Mario Lo Polito- perché crediamo che il servizio reso debba essere adeguato alle loro esigenze, ed allora, chi meglio di loro può dire come intervenire per migliorare la nostra attività?».

Con un semplice tocco su uno schermo chi vorrà potrà segnalare anche l’eventuale motivo della propria insoddisfazione del servizio reso


22

il Domani Sabato 28 Novembre 2009

POLITICA ED ECONOMIA NAZIONALE Occupazione grandi imprese -2%

Retribuzioni orarie +3,2% anno su anno Le retribuzioni contrattuali orarie sono aumentate dello 0,2 per cento a ottobre e del 3,2% tendenziale, anno su anno, (indice a 112,6). In 10 mesi, l’incremento su anno è stato del 3,2%. Lo comunica l’Istat, specificando che a fine ottobre i contratti collettivi nazionali in vigore relativamente alla parte economica riguardavano l’88,5% degli occupati dipendenti, 11,6 milioni di persone, corrispondenti all’86,8% del monte retributivo osservato.

L’occupazione nelle grandi imprese è diminuita del 2% a settembre sullo stesso mese del 2008. Secondo l’Istat, al netto della cassa integrazione il calo è stato del 4,1 per cento. Su base mensile, invece, il calo è stato dello 0,1% sia al lordo, sia al netto della cassa.

Nuovi dati: le banche usano la liquidità per speculare e ne soffrono anche le famiglie

Anche in Europa calano i crediti alle imprese: giustificati i timori FRANCOFORTE - Le ultime statistiche della Banca centrale europea dipingono un quadro della situazione sul mercato creditizio ancora di una certa fragilità nella zona euro. E mostrano soprattutto un nuovo calo dei prestiti al settore privato in un momento in cui le autorità monetarie stanno riflettendo su un’uscita graduale dalle misure di emergenza introdotte nell’ultimo anno. In ottobre i prestiti al settore privato, famiglie e aziende, sono calati dello 0,8 per cento annuo e dello 0,3 per cento mensile. I prestiti concessi alle imprese sono scesiaddiritturadell’1,2percento rispetto all’ottobre 2008. Le statistiche hanno dunque confermato un divario tra i crediti alle famiglie da un lato e i prestiti alle aziende dall’altro. Quest’ultimi hanno subito un calo più accentuato negli ultimi mesi, soprattutto per i crediti a breve termine. Ma bisogna tener conto che le cifre su base annua sono probabilmente influenzate dal confronto con un periodo del 2008 che fu fortemente segnato dal drammatico fallimento di Lehman Brothers. Le statistiche mensili invece mos-

Un governo che gode della fiducia della maggioranza del Parlamento non può essere abbattuto ed è nell’interesse del Paese fermare la spirale di crescente drammatizzazione delle polemiche tra diverse parti politiche e istituzioni. Lo ha detto in una nota il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, auspicando uno sforzo di autocontrollo da parte di tutti.«Va ribadito che nulla può abbattere un governo che abbia la fiducia della maggioranza del Parlamento, in quanto poggi sulla coesione della coalizione che ha ottenuto dai cittadini-elettori il consenso neces-

Perché le banche si difendono dicendo che sono le aziende a non chiedere i soldi, ma molti sospettano che siano loro a non darli

trano bene o male una certa stabilizzazione. Ma lasciano i dubbi sollevati qualche giorno fa dal presidente della Bce Jean-Claude Trichet ha criticato le banche: non solo ha puntato il dito contro il ritorno della speculazione troppo rischiosa, ma ha anche ricordato che le generose iniezioni di liquidità degli ultimi mesi sono destinate all’economia, non al trading. I dati pubblicati ieri nascondono in effetti due fenomeni. Certamente il calo dei prestiti è dovuto al fortissimo rallentamento eco-

nomico. Ma molti osservatori temono che dietro alla diminuzione del credito ci sia anche la tendenza delle banche a utilizzare il denaro ottenuto nelle operazioni di rifinanziamento per investimenti sui mercati piuttosto che per prestiti alle imprese.Lastessa preoccupazione riguarda gli Stati Uniti. All’inizio della settimana un rapporto del Tesoro americano ha mostrato come le grandi banche del paese abbiano ridotto i prestiti alle piccole e medie imprese, nonostante gli aiuti ricevuti dal

governo dovessero anche finanziare l’economia reale. Il credito alle aziende più piccole è calato di 10,5 miliardi di dollari dalla fine di aprile, con un calo del quattro per cento annuo in sei mesi. La banca che più ha ridotto i prestiti è la Wells Fargo, con un calo di tre miliardi di dollari. Nel contempo, il numero dei fallimenti societari è aumentato del 33 per cento annuo nel terzo trimestre, secondo l’American Bankruptcy Institute.

Una nota spiega che ci sono dubbi sul fatto che le commissioni siano congrue per l’utente

Banche nel mirino Antitrust per commissioni Bancomat di R.C.

ROMA - Banche di nuovo nell’occhio del mirino e questa volta per le commissioni sui prelievi agli sportelli Bancomat. L’Antitrust ha deciso di avviare due diverse istruttorie nei confronti di Abi e del consorzio Bancomat per possibili intese restrittive della concorrenza. Lo comunica l’Authority, spiegando che le istruttorie sono state aperte «per verificare se le commissioni interbancarie stabilite per i servizi Pagobancomat, Bancomat, Rid e Riba siano effettivamente necessarie in base al principio di efficienza economica o se invece siano esc-

Quirinale: non si può abbattere chi ha la maggioranza

lusivamenterestrittivedella concorrenza,limitando la competizione tra banche». «Le commissioni interbancarie fissate in misura uguale - aggiunge l’Antitrust - costituiscono infatti un costo intermedio e rappresentanouna soglia minima sotto la quale le aziende non possono competere tra loro. Il meccanismo, frutto di accordi interbancari qualificabili quali intese, può dunque condurre a condizioni economiche più onerose per l’utenza finale».

«Spetta al Parlamento esaminare, in un clima più costruttivo, misure di riforma atte a definire corretti equilibri fra politica e giustizia» sario per governare», ha detto Napolitano. «L’interesse del Paese -- che deve affrontare seri e complessi problemi di ordine economico e sociale -- richiede che si fermi la spirale di una crescente drammatizzazione, cui si sta assistendo, delle polemiche e delle tensioni non solo tra opposte parti politiche ma tra istituzioni investite di distinte responsabilità costituzionali», ha aggiunto.«È indispensabile che da tutte le parti venga uno sforzo di autocontrollo nelle dichiarazioni pubbliche, e che quanti appartengono alla istituzione preposta all’esercizio della giurisdizione, si attengano rigorosamente allo svolgimento di tale funzione».

Processo Mills fissato per il 4 dicembre ma Berlusconi avrà Consiglio dei ministri, quindi non ci sarà È stato fissato per il 4 dicembre prossimo il processo nei confronti di Silvio Berlusconi, imputato a Milano per corruzione in atti giudiziari nel caso Mills, come riferiscono fonti giudiziarie.Oggi la difesa di Berlusconi, per bocca dell’avvocato Niccolò Ghedini, ha fatto sapere che per la data del 4 dicembre presenterà un’istanza di legittimo impedimento in quanto il pre-

mier dovrà presiedere il Consiglio dei ministri.Secondo l’accusa, Berlusconi avrebbe fatto inviare 600.000 dollari nel 1997 all’avvocato britannico David Mills come ricompensa per non aver rivelato in due processi, dove era ascoltato come testimone, le informazioni su due società off-shore che secondo la procura sarebbero state usate da Mediaset fondi neri.


Sabato 28 Novembre 2009 il Domani 23

POLITICA ED ECONOMIA NAZIONALE

Scajola: ci sono 400 milioni per Termini Imerese La Fiat ne annunciò la chiusura già in giugno: produce solo la Lancia Y e impiega 1.400 operai

di Carlo Bassi ROMA - Per la fabbrica Fiat di Termini Imerese sono pronti investimenti per 400milioni. La notizia è contenuta nella lettera inviata dal ministro dello Sviluppo economico, Claudio Scajola, a Il Giornale, che replica all’editoriale di Nicola Porro, in cui sosteneva che il governo vuole sostituirsi all’azienda nella gestione delle fabbriche Fiat. Il ministro, quindi, spiega che «è vero che, come afferma la Fiat, costruire un’auto a Termini Imerese costa da 800 a mille euro in più. Ma Fiat afferma anche che ciò non dipende dai lavoratori, né dagli impianti produttivi, che sonostatirecentementeristrutturati anche con fondi pubblici. Dipende dalle diseconomie esterne e

dalla carenza di infrastrutture, a cominciare dal porto, che obbliga l’azienda a spedire le auto da Catania», scrive Scajola. «Ma queste diseconomie possono essere sanate: la Regione Sicilia si è giá impegnata a investire per questo 300 milioni e il mio ministero potrà aggiungerne altri cento - continua Scajola -. Non vogliamo sostituirci all’azienda. È stato Marchionne ad affermare che in Italia, dove si vendono molte più auto di quante se ne producano, la produzione Fiat è destinata a crescere. Vogliamo capire se questo aumento di pro-

1000 euro in più il costo per produrre un’auto a Termini Imerese

Sergio Marchionne

duzione potrà avvenire anche in Sicilia. Se non sará possibile, chiediamo che Fiat, come preannunciato nella riunione a Palazzo Chigi dell’8 giugno scorso, specifichi quali altri prodotti saranno realizzati nello stabilimento di Termini Imerese». «Il Governo -conclude Scajolanon si occupa solo di Fiat. Voglio ricordare a Porro (anche se i giornali, compreso Il Giornale , ne par-

200

le aziende seguite dal Governo con soluzioni trovate per 50, salvando 30mila posti

lano tutti i giorni) che al ministero stiamo seguendo da mesi oltre duecento crisi aziendali e settoriali e a quasi cinquanta abbiamo già trovato soluzione, salvaguardando oltre 30 mila posti di lavoro. Quanto agli incentivi, ho proposto che nel 2010 quelli all’auto siano rimodulati a decrescere e se ne aggiungano altri per i settori industriali che più hanno subito la crisi».Nei giorni scorsi, Scajola e l’ad Fiat Sergio Marchionne erano venuti ai ferri cor-

Dipende dalla carenza di infrastrutture, a cominciare dal porto, che obbliga a spedire le auto da Catania

ti, quando il ministro aveva definito "una follia" chiudere Termini, e Marchionne aveva replicato che prima di usare termini così pesanti è meglio studiare i dati. E lo stesso Ad, meno di una settimana prima, aveva ricordato che non è logico da un punto di vista produttivo che Fiat produca in sei impianti in Italia meno auto che un solo stabilimento in Brasile. Marchionne e Scajola si incontreranno comunque martedì primo dicembre mentre un secondo incontro è previsto per il 21 dicembre con le stesse parti sociali. E intanto Scajola da Mosca ha ribadito la sua posizione. «Non si può fermare o far crollare un polo industriale come quello siciliano dove c’è la disponibilità da parte del settore pubblico, sia la Regione sia il Governo, a proseguire investimenti per la migliore infrastrutturazione di quell’area» ha affermato. Poi ha aggiunto: «Su Termini Imerese nel tempo gli investimenti della Fiat e quelli pubblici sono stati significativi». In Sicilia la casa automobiltsica torinese realizza, ormai, solo la Lancia Ypsilon. E in fabbrica ci sono 1.400 operai. Già a giugno i vertici del Lingotto avevano preannunciato la chiusura.

Responsabile dell’imprenditoria, l’italiano resta anche vice presidente

Tajani commissario all’Industria La nuova Commissione di Barroso dovrebbe entrare in carica dal 1° gennaio ma tutto dipende dal Parlamento europeo

di Cab BRUXELLES - Sono arrivate le nuove nomine alla Commissione europea, con diversi cambiamenti di poltrona, compresa quella del nostroAntonioTajaniche passa dai Trasporti all’Industria, mantenendo anche la vice presidenza. Il presidente della Commissione dell’Unione europea JoseManuelBarrosoha conferito al finlandese Olli Rehn l’incarico di commissario agli Affari economici e monetari, un ruolo chiave in un momento in cui è indispensabile la supervisione degli sforzi per ravvivare l’economia europea. Rehn prenderà il posto dello

spagnolo Joaquin Almunia che a sua volta diventerà commissario alla Competizione del blocco dei 27 paesi.Una vera e propria pomozione, dato che si tratta di fatto di una sorta di Antitrust europeo. Almunia sostituisce così l’olandese Neelie Kroes che passa alle telecomunicazioni.Al francese Michel Barnier è andato il Mercato interno con responsabilità anche sui servizi finanziari, mentre l’italiano Antonio Tajani ha ricevuto il portafoglio Industria e imprenditoria. Mantiene anche la carica di vice presidente della commissione. «Ci sono state molte richieste, ma alla fine ho deciso io»: ha detto il presidente della

Commissione Ue, José Manuel Barroso,nelcorsodellaconferenza stampa in cui ha presentato i nomi dei nuovi commissari europei. Il belga Karel De Gucht ha ottenuto la responsabilità per il commercio.L’estone Siim Kallas sarà commissario dei Trasporti (già retto da Tajani) e vicepresidente della Commissione. L’olandese Nelie Kroesoltre alle alle competenze sull’Agenda digitale ha ottenuto la vicepresidenza. Il tedesco Gunter Oettinger ha ottenuto la responsabilità per l’energia e la lussemburghese Viviane Reding la giustizia, i diritti fondamentali e la cittadinanza, oltre alla vicepresidenza.

«Ci sono state molte richieste, ma alla fine ho deciso io»: ha detto il presidente della Commissione Ue José Manuel Barroso


24 Sabato 28 Novembre 2009 il Domani

FINANZA BORSA: INDICI E VARIAZIONI

FTSE Italia All Share FTSE MIB FTSE Italia Mid Cap FTSE Italia Small Cap FTSE Italia Micro Cap FTSE Italia STAR

CAMBI

CHIUSURA

VAR. %

22.648,63 22.205,28 24.349,80 23.654,47 23.064,23 11.006,83

1,29 1,29 1,76 0,82 0,11 1,41

METALLI

VAL. ACQUIST

VAL. VENDITA

USD/on

EURO/gr

1 179,00

25,25

18,48

0,398

Euro/Dollaro

1,496

1,4966

ORO

Euro/Sterlina

0,9077

0,9083

ARGENTO

Euro/Yen

129,74

129,82

PLATINO

1456,50

31,54

1,505

1,5066

PALLADIO

374,50

8,3

Euro/Franco Sv.

I TITOLI DI BORSA AZIONI

A.S. Roma A2A Acea Acegas-Aps Acotel Group Acque Potabili Acsm-Agam Actelios Aedes Aeffe Aegon Aeroporto Firenze Ahold Kon Aicon Alcatel-Lucent Alerion Allianz Amplifon Ansaldo Sts Antichi Pellettieri Apulia Prontop Arena Arkimedica Arkimedica 2012 Cv5% Ascopiave Astaldi Atlantia Autogrill Spa Autostrada To-Mi Autostrade Merid Axa Azimut B Interm-15 Cv 1,5% B&C Speakers Banca Generali Banca Ifis Banca Intermobiliare Banca Italease Banco Popolare Banco Santander Basf Basicnet Bastogi Spa Bayer Bb Biotech Bca Carige Bca Carige R Bca Carige-13Cv 1,5% Bca Finnat Bca Mps Bca Pop Di Spoleto Bca Pop Emil Romagna Bca Pop Etrur-Lazio Bca Pop Milano Bca Pop Sondrio Bca Profilo Bco Desio Bria Rnc Bco Desio Brianza Bco Sardegna Risp Bee Team Beghelli Benetton Group Beni Sta 2011 Cv2,5% Beni Stabili Best Union Company Bialetti Industrie Biancamano Biesse Bioera Bmw Bnp Paribas Boero Bartolomeo Bolzoni Bonifiche Ferraresi Borgosesia Borgosesia R Bouty Healthcare Bp-10 Cv 4,75% Bper 12 Cv Sub 3,7% Brembo Brioschi Bulgari Buongiorno Buzzi Unicem Buzzi Unicem Rnc Cad It Cairo Communication Caleffi Caltagirone Caltagirone Edit Camfin Campari Cape Live Cape Live Cv 5% 2009-2014

Prezzo ultimo contr. Var %

0,833 1,282 7,335 3,93 61,99 1,765 1,077 3,9475 0,2054 0,5285 4,8225 14,55 8,50 0,34 2,3125 0,485 83,20 3,095 13,40 0,805 0,428 0,045 0,5865 99,20 1,552 6,425 17,29 8,405 9,36 17,35 16,26 8,825 87,87 2,5675 8,30 7,65 3,235 2,015 5,595 11,50 40,68 1,869 1,947 51,06 48,99 1,886 2,8525 120,62 0,598 1,30 4,6475 9,78 4,17 5,23 6,31 0,665 4,2375 4,29 10,47 0,4535 0,668 6,15 96,79 0,5955 1,456 0,522 1,502 5,90 1,60 32,20 55,10 1,581 35,50 1,449 0,983 101,55 104,26 5,265 0,195 6,295 1,159 10,50 6,58 5,27 2,595 1,01 2,3675 1,88 0,304 7,125 0,326 90,50

Ora

Min

Max

Apertura

AZIONI

16.30.56 17.30.37 17.30.12 16.30.21 17.30.18 16.30.58 16.30.33 17.30.29 16.30.22 17.30.19 15.47.57 16.09.00 17.30.58 16.30.02 16.37.08 16.30.50 17.06.45 17.30.10 17.30.00 16.30.29 16.30.05 16.30.12 16.30.29 16.11.50 17.30.35 17.30.42 17.30.37 17.30.47 17.30.14 16.30.07 15.58.12 17.30.27 14.43.11 12.26.28 17.30.41 17.30.19 16.30.24 17.30.26 17.30.51 17.30.40 16.45.43 16.17.28 16.30.33 16.40.26 17.30.07 17.30.47 14.45.44 9.43.19 17.30.34 17.30.52 16.14.39 17.30.29 17.30.32 17.30.46 17.30.02 16.30.43 16.17.31 16.30.55 16.05.21 16.24.50 16.30.07 17.30.27 17.22.13 17.30.56 16.30.02 16.30.18 16.30.40 17.30.37 16.30.32 16.41.36 17.30.23

0,8225 1,245 6,85 3,90 60,50 1,726 1,014 3,58 0,2015 0,51 4,4825 14,00 8,50 0,32 2,2225 0,462 79,91 2,81 13,01 0,741 0,413 0,0433 0,5805 99,11 1,512 6,10 16,50 8,00 8,72 16,80 15,37 8,135 87,10 2,5675 7,515 7,37 3,12 1,863 5,205 10,90 39,55 1,84 1,922 50,30 47,81 1,825 2,85 120,62 0,56 1,242 4,55 9,50 4,00 4,9625 6,03 0,646 4,15 4,21 10,10 0,449 0,65 6,09 96,52 0,56 1,441 0,516 1,48 5,57 1,522 31,75 52,23

0,849 1,292 7,395 3,95 61,99 1,849 1,084 3,9475 0,2068 0,5285 4,835 14,59 8,56 0,34 2,315 0,485 83,20 3,15 13,45 0,838 0,4345 0,045 0,61 99,50 1,565 6,60 17,40 8,43 9,495 17,45 16,26 9,15 87,89 2,5675 8,305 7,65 3,30 2,04 5,605 11,65 40,68 1,87 1,98 51,15 48,99 1,897 2,8525 120,62 0,598 1,31 4,71 9,85 4,235 5,25 6,385 0,6675 4,2425 4,3675 10,47 0,469 0,67 6,225 97,00 0,5955 1,479 0,559 1,539 5,955 1,60 32,20 55,42

0,846 1,256 7,05 3,91 61,50 1,79 1,014 3,67 0,204

-3,24 17.30.08 1,58 -0,95 16.30.13 35,05 -0,07 12.25.36 1,419

1,608 35,84 1,46

Carraro Carrefour Cattolica Ass Cdc Cell Therapeutics Cembre Cementir Holding Centrale Latte To Ceramiche Ricchetti Chl Cia Ciccolella Cir-Comp Ind Riunite Class Editori Cobra Cofide Spa Cogeme Set Cogeme Set 2014 Cv Comune Mi-A2A 09 Cv Conafi Prestito' Cr Bergamasco Credem Credit Agricole Credito Artigiano Credito Valtellinese Crespi Csp Int Ind Calze D'Amico Dada Daimler Damiani Danieli & C Danieli & C Risp Nc Danone Datalogic De'Longhi Dea Capital Deutsche Bank Deutsche Telekom Diasorin Digital Bros Dmail Group Dmt E.On Edison Edison R Eems El.En Elica Emak Enel Enervit Engineering Eni Enia Erg Erg Renew Ergycapital Esprinet Eurofly Eurotech Eutelia Everel Group Exor Exor Prv Exor Rsp Exprivia Fastweb Fiat Fiat Priv Fiat Risp Fidia Fiera Milano Filatura Di Pollone Finarte Casa D'Aste Finmeccanica Fmr Art'E' Fnm Fondiaria-Sai Fondiaria-Sai R Fortis France Telecom Fullsix Gabetti Gas Plus Gdf Suez Gefran Gemina Gemina Risp Port Nc Generali Ass Geox Gewiss Gr Edit L'Espresso Granitifiandre

+1,52 +0,87 +2,66 +0,45 -0,02 -2,54 +2,57 +4,09 -2,14 -1,03 +3,71 -1,36 -5,66 +0,00 -3,24 +1,36 +1,96 +5,45 -0,30 +0,75 +1,91 +0,00 -2,09 -0,30 +0,19 +1,02 +0,00 +1,02 +2,13 +0,81 +5,79 +1,96 +0,30 +0,00 +6,96 +3,17 +2,70 +0,12 +1,91 -1,54 -2,45 -0,95 -3,13 +0,97 -0,02 +1,24 -1,98 +0,02 +3,46 +1,48 -0,37 +0,46 +2,71 +2,15 +2,44 +4,07 -0,29 -0,23 +1,45 -0,22 +2,77 -1,28 +0,00 +4,02 -2,61 -3,33 +1,62 +1,03 -5,32 +2,84 +2,04

+0,00 -0,10 -0,41 +2,63 -0,10 +4,22 -0,51 +3,76 +2,81 -1,13 -0,38 +0,00 +1,83 +0,27 -2,41 +0,64 +0,00 +1,10

16.30.01 17.16.34 15.38.38 17.30.37 16.30.33 17.30.19 17.30.08 17.30.16 17.30.29 17.16.45 17.30.02 16.20.05 16.30.31 16.30.32 16.30.22 17.30.58 16.30.39 16.30.23

0,983 101,50 104,12 4,825 0,195 5,90 1,121 9,65 6,16 5,10 2,465 1,00 2,26 1,841 0,297 6,935 0,326 89,01

14,20 2,2225 0,4715 80,00 2,90 13,30 0,79 0,4145 0,044 0,60 99,11 1,553 6,235 17,00 8,125 8,94 17,10 8,32 87,10 7,975 3,12 1,95 5,265 11,00 1,93 1,846 0,565 1,251 9,60 4,02 4,99 6,10 0,65 4,15 4,3025 0,45 0,65 6,20 96,61 0,5655 1,441 0,559 1,50 5,78 52,89 1,581 1,43

0,984 101,60 101,50 105,00 5,39 5,01 0,1995 0,1953 6,30 6,00 1,161 1,15 10,52 9,77 6,58 6,35 5,32 5,32 2,62 2,62 1,02 1,00 2,3675 1,884 1,851 0,307 0,301 7,01 7,175 0,326 0,326 90,50 89,01

Prezzo ultimo contr. Var %

Ora

Min

Max

Apertura

2,27

2,315 32,00 23,82 2,07 0,7085 4,75 2,9625 2,46 0,6015 0,1795 0,30 0,89 1,616 0,6965 1,90 0,57 0,89 105,00 99,90 1,24 23,43 5,335 13,95 1,849 5,96 0,2167 0,739 1,07 6,365 34,51 1,006 17,28 8,615 41,46 4,09 3,08 1,284 47,85 9,84 23,81 2,26 5,01 14,06 26,95 1,032 1,253 1,06 12,18 1,714 3,25 4,03 1,39 25,25 16,73 5,085 9,765 0,66 0,45 7,65 0,1566 2,96 0,403

+0,43 -0,81 +1,28 +4,02 +4,19 +1,12 +2,16 +0,41 +0,00 -2,02 +7,14 -1,44 +1,32 +1,24 +2,54 -0,17 -2,47 +0,30 -0,01 +1,64 -2,90 +7,78 +1,53 +0,54 +3,11 -0,55 -0,20 +0,09 +0,71 -0,83 -0,40 +1,35 +1,35 +3,65 +0,74 +4,41 -0,46 +1,98 -0,10 +1,32 -1,74 -1,76 +1,08 +0,75 +0,00 -1,42 +4,23 -1,30 -0,92 +0,93 +0,56 -3,81 -0,12 +0,72 +1,50 +1,24 -2,65 +0,00 +5,01 +0,26 +3,68 +5,91

16.30.47 17.07.39 17.30.28 16.30.36 16.30.44 17.30.46 17.30.16 16.15.11 15.35.45 16.30.55 16.30.52 16.22.27 17.30.56 16.20.49 17.18.53 16.30.34 16.30.57 14.35.21 16.40.44 16.30.59 17.30.02 17.30.16 14.56.56 16.30.39 17.30.57 15.40.46 16.19.04 17.30.47 17.30.47 16.39.41 16.40.28 16.30.10 16.30.33 10.44.24 17.30.48 16.30.53 17.30.48 17.24.00 16.21.42 17.30.41 16.45.37 17.30.50 17.30.09 17.03.00 17.30.39 17.16.02 17.30.18 17.00.12 17.30.31 17.05.10 17.30.06 12.51.38 17.30.48 17.30.08 17.30.23 17.30.07 16.30.54 16.30.12 17.30.26 16.30.35 17.30.58 16.30.45

2,245 32,00 23,15 1,951 0,675 4,60 2,7525 2,40 0,59 0,1793 0,30 0,8875 1,541 0,6815 1,77 0,556 0,8715 104,55 99,90 1,15 23,05 4,75 13,50 1,801 5,715 0,2164 0,717 1,015 5,93 33,13 1,00 16,81 8,365 40,10 4,02 2,8125 1,25 44,91 9,645 22,80 2,18 5,00 13,00 26,10 1,012 1,227 0,9465 11,45 1,65 3,15 3,91 1,39 24,03 16,28 4,9025 9,42 0,651 0,43 6,95 0,1523 2,7225 0,382

2,3425 33,31 23,86 2,075 0,7145 4,75 3,00 2,4675 0,606 0,186 0,30 0,90 1,619 0,6975 1,90 0,579 0,902 105,00 99,94 1,24 23,98 5,375 14,10 1,85 5,975 0,2167 0,7485 1,075 6,41 34,51 1,045 17,37 8,615 41,46 4,10 3,08 1,349 48,00 9,84 24,00 2,26 5,165 14,10 26,95 1,039 1,27 1,07 12,40 1,728 3,275 4,0525 1,39 25,75 16,84 5,085 9,815 0,6975 0,452 7,67 0,1616 2,965 0,4475

12,81 7,15 9,66 1,124 19,19 9,845 5,885 6,22 4,485 4,7775 0,447 0,19 11,17 4,92 0,59 11,32 7,565 2,875 17,18 1,28 0,648 6,50 28,73 2,195 0,542 1,715 17,39 4,695 2,815 2,205 3,49

+5,78 +4,53 +3,65 -1,40 +1,00 +2,18 +1,91 +1,39 +0,73 -0,68 +0,22 -1,20 +0,81 -0,40 +0,00 +1,16 +1,54 +4,07 -2,11 +0,24 -1,97 -0,31 -3,85 +1,15 -0,18 -0,41 +1,40 +1,35 +0,00 +4,50 +2,65

17.30.13 17.30.01 16.58.19 17.30.55 17.30.07 17.30.30 17.30.48 17.30.49 17.30.10 17.30.52 16.22.10 15.17.28 17.30.15 16.30.37 16.30.58 17.30.53 17.30.15 17.17.56 13.15.19 16.09.07 16.30.50 16.30.09 17.22.24 16.58.56 17.30.58 17.16.32 17.30.15 17.30.22 16.30.59 17.30.14 17.30.38

11,71 6,565 8,845 1,08 18,47 9,185 5,51 5,82 4,1575 4,68 0,4265 0,183 10,82 4,92 0,582 10,68 7,205 2,69 16,51 1,28 0,648 6,35 28,50 2,10 0,51 1,60 16,72 4,57 2,7125 2,0025 3,22

13,00 7,20 9,66 1,145 19,30 9,89 5,91 6,295 4,49 4,7925 0,4685 0,19 11,23 4,94 0,5985 11,39 7,60 2,8925 17,26 1,28 0,6735 6,52 28,93 2,195 0,542 1,72 17,57 4,72 2,94 2,22 3,49

23,50 1,951 0,68 2,8675 0,5915 0,18 0,888 1,566 0,682 1,83 0,556 0,902 1,18 5,22 13,50 1,81 5,72 1,06 6,11 1,001 16,95 8,45 2,9075 1,28 46,30 22,80 5,10 13,34 1,02 1,27 0,999 12,30 1,656 3,93 24,52 16,40 4,95 9,495 0,675 0,44 7,15 0,1523 2,80 0,4185 11,90 6,60 9,22 1,094 18,50 9,39 5,55 5,90 4,43 4,7925 0,4685 10,90 0,5985 10,84 7,30 2,7475 17,18 0,66 6,52 2,145 0,54 1,65 16,87 4,5975 2,77 2,05 3,465

AZIONI

Greenvision Amb Grup Minerali Maffei Gruppo Coin Hera I Grandi Viaggi I.M.A Igd Ikf Il Sole 24 Ore Immsi Impregilo Impregilo Rp Indesit Company Indesit Company Rnc Ing Groep Intek Intek R Interpump Group Intesa Sanpaolo Intesa Sanpaolo Rsp Invest E Sviluppo Irce Iride Isagro It HoldingIt Way Italcementi Italcementi Risp Italmobiliare Italmobiliare Rnc Iw Bank Juventus Fc K.R.Energy Kerself Kinexia Kme Group Kme Group Rsp L'Oreal La Doria Landi Renzo Lottomatica Luxottica Group Lvmh Maire Tecnimont Management E C Marcolin Mariella Burani F.G Marr Mediacontech Mediaset S.P.A Mediobanca Mediolanum Mediterranea Acque Meridie Mid Industry Capital Milano Ass Ord Milano Ass Risp Port Mirato Mittel Molmed Mondadori Edit Mondo He Mondo Tv Monrif Montefibre Montefibre R Monti Ascensori Munich Re Mutuionline Neurosoft Nice Noemalife Nokia Corporation Nova Re Olidata Omnia Network Panariagroup Parmalat Permasteelisa Philips Piaggio Pierrel Pininfarina Spa Piquadro Pirelli E C Pirelli E C Risp Por Pirelli&C Real E Poligraf. S. F Poligrafici Edit Poltrona Frau Ppr Pramac Premafin Fin Hp Premuda Prima Industrie

Prezzo ultimo contr. Var %

8,40

Ora

-2,89 16.30.11

Min

Max

Apertura

8,02

8,595

8,59

4,545 1,631 0,962 12,54 1,496 0,96 2,06 0,846 2,25 8,90 7,71 7,895 8,63 0,3075

+4,48 +1,43 +0,00 +1,46 +2,54 +3,23 +0,00 +4,06 +0,56 +0,62 +0,52 -0,32 -3,57 +1,49

16.30.28 17.30.24 15.51.02 17.30.55 17.30.50 14.06.24 16.30.40 16.30.53 17.30.45 15.54.18 17.30.42 14.30.04 17.30.36 16.30.43

4,2975 4,545 1,578 1,631 0,962 0,9795 12,20 12,60 1,40 1,496 0,9245 1,00 2,005 2,07 0,801 0,8525 2,15 2,26 8,20 8,90 7,30 7,845 7,835 7,90 8,45 8,91 0,2915 0,3075

4,30 1,578

3,37 2,905 2,195 0,0671 1,594 1,298 3,3375 3,6125 9,13 4,785 29,45 21,77 1,99 0,9195 0,1584 8,60 2,12 0,4515 0,842 72,00 2,2975 3,0275 13,39 16,89 72,87 2,09 0,1369 1,60

+2,12 +1,40 +2,69 +0,30 -0,37 -0,08 +0,23 +2,34 +1,28 +1,81 +2,40 +3,03 +1,27 -1,66 -1,74 +1,78 -0,23 +0,33 +0,12 -2,72 -1,82 +0,92 +0,98 +0,42 -0,52 +0,60 -1,86 -0,62

17.30.49 17.30.25 17.30.33 16.10.37 17.30.50 17.30.19 17.22.23 17.22.19 17.30.56 17.30.33 17.30.53 17.30.11 16.30.45 17.30.02 16.30.40 17.30.41 16.30.10 16.30.24 16.22.08 13.42.20 17.24.40 17.30.56 17.30.10 17.30.06 17.22.27 17.30.38 16.30.51 16.30.53

3,20 2,77 2,075 0,064 1,551 1,272 3,20 3,40 8,84 4,60 27,75 20,22 1,905 0,8955 0,1534 8,215 2,07 0,441 0,842 71,60 2,24 2,91 12,95 16,48 70,00 1,95 0,1345 1,585

3,27 2,785 2,10 0,065

5,965 3,34 5,09 8,06 4,415 2,69 0,62 14,22 1,972 2,105

+0,25 +0,98 +0,79 +0,69 +1,96 -0,28 +1,64 -8,20 +3,57 +2,68

17.30.18 5,85 5,965 5,855 16.19.35 3,16 3,3725 17.30.56 4,9175 5,135 4,95 17.30.23 7,83 8,095 7,88 17.30.36 4,16 4,44 4,1925 2,75 2,655 16.30.02 2,6475 11.00.12 0,62 0,62 16.30.43 14,22 14,22 17.30.46 1,85 1,988 1,865 17.30.29 2,00 2,105 2,0025

3,26 1,649 2,905 0,1645 8,29 0,422 0,152 0,2525 1,458 104,70 5,46 2,64 3,40 5,44 8,885

-0,61 +0,06 +3,75 +3,46 +3,63 +2,30 -1,11 -0,98 -0,61 -0,10 +0,00 +1,54 +3,34 +1,97 +2,13

16.30.47 16.30.44 17.30.41 16.30.31 17.30.05 16.20.41 16.24.09 16.30.22 15.50.09 13.25.38 17.30.57 16.33.33 17.24.31 13.43.16 16.41.51

0,51

3,3775 2,9225 2,205 0,0698 1,611 1,315 3,345 3,6125 9,19 4,785 29,45 21,77 1,992 0,9195 0,1679 8,70 2,1225 0,4515 0,88 72,00 2,35 3,0275 13,60 17,02 72,87 2,11 0,1412 1,60

12,47 1,41 2,05 0,802 2,15 8,205 7,50 8,505

1,273 3,2725 3,45 8,895 4,61 28,60 21,00 1,965 0,91 0,1534 8,32 2,07 0,442 2,34 2,9325 13,04 16,60 1,999 0,1395 1,60

3,27 3,2325 1,601 1,649 1,626 2,6975 2,915 2,745 0,1576 0,17 0,1621 7,70 8,29 0,403 0,422 0,403 0,1485 0,1556 0,1525 0,2525 0,268 0,258 1,42 1,46 102,70 104,70 102,70 5,27 5,50 5,50 2,44 2,64 2,565 3,10 3,40 3,18 5,44 5,44 8,525 8,89 8,545

-1,92 16.30.52 0,4875 0,5195

1,966 1,959 12,93 18,78 1,766 4,69 2,99 1,169 0,417 0,432 0,5165 12,00 0,4585 0,8425

-1,21 -0,71 +0,16 +3,13 +0,63 -0,53 -1,64 +2,54 +3,47 -0,23 -0,10 +0,00 +3,15 -0,88

17.30.18 17.30.03 16.30.24 9.51.31 16.30.09 16.30.40 16.30.32 16.19.29 17.30.06 17.15.52 17.30.19 14.20.55 16.30.35 17.30.09

1,941 2,01 1,925 1,966 12,91 12,93 18,78 18,78 1,691 1,795 4,60 4,70 2,915 3,05 1,11 1,17 0,383 0,419 0,41 0,4325 0,495 0,52 11,60 12,00 0,42 0,4585 0,826 0,8495

0,977 1,057 0,995 9,00

-0,71 +0,67 +1,90 -1,53

16.30.07 0,95 0,9795 16.30.26 1,032 1,059 12.10.36 0,995 0,995 17.30.00 8,755 9,05

0,50 1,941 1,949 12,91 1,72 4,60 2,95 1,11 0,391 0,425 0,499 11,95 0,42 0,95 1,04


il Domani Sabato 28 Novembre 2009 25

FINANZA I TITOLI DI BORSA AZIONI

Prysmian Ratti Rcf Group Rcs Mediagroup Rcs Mediagroup Rsp Rdb Realty Vailog Recordati Ord Renault Reno De Medici Reply Retelit Richard-Ginori 1735 Risanamento Rosss Rwe S.S. Lazio Sabaf Sadi Servizi Industr Saes Getters Saes Getters Risp Nc Safilo Group Saipem Saipem Risp Cv Sanofi Sap Saras Sat Save Screen Service Seat Pagine Gialle Seat Pagine Gialle R Servizi Italia Sias Sias-17 Cv 2,625% Siemens

Prezzo ultimo contr. Var %

Ora

Min

Max

Apertura

11,34 0,3215 1,00 1,338 0,78 2,2375 2,4875 5,495 32,69 0,2405 16,06 0,46 0,10 0,445 1,31 61,70 0,348 17,09 0,44 6,84 5,265 0,598 21,90

11,00 0,3135 1,00 1,263 0,74

11,29 0,3215 0,999 1,324 0,78 2,17 2,48 5,485 32,25 0,2405 15,94 0,46 0,10 0,425 1,264 61,57 0,34 17,09 0,439 6,395 5,23 0,581 21,80

+0,36 +2,39 -1,96 +1,07 +2,63 -0,46 -0,10 +1,95 -0,37 +2,34 -0,68 +2,22 +0,00 -2,75 -4,10 -0,88 +0,15 +1,73 +5,78 -0,54 +0,77 +7,59 +0,55

17.30.28 16.30.50 14.38.27 17.30.29 17.30.01 17.30.43 15.39.43 17.30.34 17.12.59 17.30.22 17.30.38 16.30.10 16.18.38 16.30.38 16.15.58 16.23.57 16.10.27 17.30.33 16.30.26 17.30.36 17.30.02 16.30.47 17.30.05

10,68 0,301 0,999 1,244 0,74 2,1325 2,48 5,18 31,14 0,223 15,64 0,442 0,098 0,415 1,231 61,57 0,334 16,75 0,41 6,06 5,01 0,53 20,72

51,45 32,02 1,985 10,50 5,64 0,72 0,1649 1,135 5,55 6,145 91,00 65,97

-1,81 -0,65 +2,96 +0,00 +0,71 +8,84 -0,42 -5,42 -1,68 -0,16 -0,50 +0,95

16.52.26 14.17.39 17.30.09 16.05.23 16.30.11 16.30.05 17.30.33 17.30.52 17.30.35 17.30.11 17.22.01 17.06.51

50,00 51,45 31,75 32,02 1,88 2,00 10,25 10,50 5,51 5,645 0,6675 0,72 0,155 0,1669 1,135 1,135 5,37 5,55 5,91 6,18 91,00 91,46 63,94 65,97

2,485 5,30 0,2259 0,447 0,0999 0,437 1,285 0,3475 0,419 6,28 5,14 0,585 21,11

1,90 5,645 0,677 0,16 5,985

AZIONI

Snai Snam Rete Gas Snia Snia 3% Cv 2010 So Pa F Societe Generale Socotherm Sogefi Sol Sopaf 2012 Cv3,875% Sorin Stefanel Stefanel Risp Nc Stmicroelectronics Tamburi Tas Telecom It Media R Telecom It-10 Cv1,5% Telecom Italia Telecom Italia Media Telecom Italia R Telefonica Tenaris Terna Ternienergia Tiscali Tod'S Toscana Finanza Total Trevi Fin Ind Trevisan Cometal Txt E-Solutions Ubi Banca Ubi Bca 2013 Cv Uni Land Unicredit

Prezzo ultimo contr. Var %

Ora

Min

Max

Apertura

AZIONI

3,115 3,335 0,127

3,05 3,27 0,122

Unicredit Rsp Unilever Unipol Unipol Priv Valsoia Viaggi Del Ventaglio Vianini Industria Vianini Lavori Vittoria Ass Vittoria-16 Cv Fix/F Vivendi Vrway Communication Warr Aedes 2009-2014 Warr Bp 2010 Warr Bpm 09-13 Warr Ergycapital 11 Warr Gabetti 2009-2013 Warr Ikf 10-14 Warr Intek 2011 Warr Inv E Svil 2012 Warr K.R.Energy 2009-2012 Warr Kme Group 2009 Warr Mediobanca 09-11 Warr Meridie 11 Warr Mid Ind C 2010 Warr Parmalat 2015 Warr Pierrel 08-12 Warr Retelit 08-11 Warr Snia 2010 Warr Tiscali 2009-2014 Warr Ubi 09-11 Yorkville Bhn Zignago Vetro Zucchi Spa Zucchi Spa Risp Nc

3,04 3,3275 0,1231

+5,65 16.30.32 3,01 +0,53 17.30.51 3,26 -1,12 16.30.29 0,121

0,1269 46,00

+1,52 16.30.14 0,1204 0,1276 0,1245 -1,41 15.34.25 44,94 46,00 46,00

1,599 3,94 73,57 1,239 0,361

+5,20 +1,03 +2,03 +1,47 +2,56

17.30.28 16.30.08 15.09.24 16.30.05 16.00.52

1,496 3,6825 72,00 1,178 0,345

1,61 3,94 73,57 1,239 0,362

1,496 3,885 72,01 1,203

5,445 1,29

+2,25 17.30.13 +0,00 16.22.04

5,15 1,28

5,46 1,29

5,195 1,28

0,103 118,20 1,064 0,1085 0,751 19,33 13,38 2,79 1,57 0,1555 51,67 1,264 41,97 11,62

+2,18 +0,12 -0,56 +2,36 -1,12 -1,28 +2,37 +0,18 -0,32 -1,33 +1,21 +0,80 +1,13 -1,02

14.31.53 16.49.55 17.30.56 16.30.56 17.30.55 17.11.02 17.30.09 17.30.51 16.30.11 17.30.14 17.30.40 15.14.43 16.33.23 16.30.03

0,0985 0,103 0,10 117,98 118,20 1,02 1,082 1,05 0,105 0,1085 0,105 0,734 0,763 0,75 18,92 19,33 12,58 13,42 12,71 2,75 2,80 2,765 1,535 1,57 1,55 0,1501 0,1595 0,1532 50,52 52,27 50,70 1,248 1,264 40,97 41,97 11,54 11,74 11,66

7,745 9,54 110,12 0,8665 2,325

+2,31 +0,74 +0,04 +0,29 +3,10

17.30.20 7,50 7,745 17.30.23 9,20 9,58 9,30 17.23.59 109,76 110,40 110,00 17.30.34 0,8035 0,879 0,83 17.30.37 2,15 2,3425 2,16

Prezzo ultimo contr. Var %

Ora

Max

+1,33 -3,33 +3,09 +2,87 -4,56

1,40 4,585 3,6575

-0,71 16.30.03 1,40 -1,66 16.30.23 4,50 +1,60 17.30.56 3,525

1,409 4,59 3,69

18,51

-6,04 15.39.03 18,51

19,36

0,0672 0,082 5,175 0,094 0,1547

+0,60 +2,37 +2,37 -5,05 -2,70

17.06.31 10.24.21 17.30.02 17.30.20 16.30.19

Min

2,8525 20,00 0,919 0,592 4,29

16.30.48 17.30.11 17.14.11 16.30.30 16.30.21

2,6625 2,87 20,00 20,00 0,8365 0,9215 0,5515 0,599 4,205 4,44

Apertura

2,84 0,864 0,56

4,59

0,0635 0,0688 0,0641 0,0732 0,082 0,079 4,83 5,175 0,0875 0,11 0,0875 0,152 0,16

0,0114 -4,20 12.50.18 0,0112 0,0114 0,0112 0,087 -3,23 14.31.39 0,087 0,088 0,023 -2,13 15.04.42 0,0205 0,026 0,023 0,0965 +10,29 17.30.28 0,0803 0,0989 0,0822 0,0261 +0,39 16.30.24 0,0261 0,0261 0,13 +8,33 16.30.31 0,108 0,13 0,953 -1,75 17.30.54 0,94 0,965 0,959 0,23 -4,17 11.47.42 0,23 0,23 0,23 0,095 +1,50 16.30.40 0,094 0,1129 0,0997 0,006 -11,76 16.30.13 0,006 0,006 0,0047 +0,00 17.30.15 0,0044 0,0048 0,0046 0,051 +4,29 17.20.50 0,0431 0,052 0,0496 0,2073 -1,29 16.19.02 0,20 0,208 4,04 +1,25 17.30.15 3,9275 4,04 3,9925 0,4755 +5,08 16.30.46 0,4445 0,4755 0,73 -3,31 16.30.30 0,7295 0,73 0,73

FONDI D’INVESTIMENTO VARIAZ. QUOT.

AZ. ITALIA Abn Amro Master Az. Italia Alboino Re Allianz Az. Italia Cl. L Allianz Az. Italia Cl. T Allianz Azioni Italia All Stars Arca Azioni Italia Bim Az. Italia Bim Az. Small Cap Italia Bipiemme Italia Bnl Azioni Italia Bnl Azioni Italia Pmi Bpvi Az. Italia Carige Az. Italia Cl. A Carige Az. Italia Cl. B Carismi Dynamic Italia Cl. A Carismi Dynamic Italia Cl. B Ducato Geo Italia Cl. A Ducato Geo Italia Cl. Y Eurizon Azioni Italia 130/30 Eurizon Azioni Pmi Italia Eurizon Focus Azioni Italia Eurom. Azioni Italiane Fondersel Italia Fondersel Pmi Fondit. Eq. Italy Cl. R Fondit. Eq. Italy Cl. T Gestielle Italia Cl. A Gestielle Italia Cl. B Gestnord Azioni Italia Imi Italy Interf. Eq. Italy Leonardo Italian Opportunity Mediolanum Risparmio Italia Crescita Nextam Partners Az. Italia Optima Az. Italia Optima Small Caps Italia Pioneer Az. Crescita Sai Italia Soprarno S&P/Mib Symphonia C.To Az. Italia Symphonia C.To Az. Italia Small Cap Synergia Az. Italia Synergia Az. Small Cap Italia Ubi Pramerica Azioni Italia Vegagest Az. Italia Cl. A Vegagest Az. Italia Cl. B Zenit Azionario Cl. I Zenit Azionario Cl. R AZ. AREA EURO 8a+ Eiger Agora Equity Bancoposta Az. Euro Bipiemme Euroland Caam Azioni Qeuro Ducato Geo Euro Blue Chips Cl. A Ducato Geo Euro Blue Chips Cl. Y Epsilon Qeq. Eurizon Azioni Alto Dividendo Euro Eurizon Focus Azioni Euro Fondo Alto Az. Intra Az. Area Euro Leonardo Euro Symphonia C.To Az. Euro Ubi Pramerica Azionario Etico Ubi Pramerica Azioni Euro Vegagest Az. Area Euro Cl. A Vegagest Az. Area Euro Cl. B AZ. EUROPA Abn Amro Master Az. Europa Allianz Az. Europa Cl. L

-0,01 -0,15 -0,01 -0,01 -0,39 +0,06 -0,17 -0,45 +0,07 +0,06 -0,43 +0,10 -0,07 -0,06 -0,08 +0,00 +0,01 +0,01 +0,02 -0,28 +0,05 -0,01 -0,08 -0,62 +0,04 +0,05 +0,05 +0,08 -0,03 -0,01 +0,02 -0,17 -0,08 +0,19 +0,04 -0,27 +0,02 -0,03 +0,00 -0,10 -0,38 -0,11 -0,40 +0,12 -0,08 -0,02 -0,18 -0,19

14,603 6,15 20,687 20,364 4,13 19,725 7,141 7,099 15,577 17,585 5,271 4,803 5,348 5,398 3,671 3,368 13,631 13,972 16,92 4,655 12,036 19,995 18,891 14,837 11,159 11,233 12,995 13,258 10,409 22,051 8,68 8,914 16,696 4,682 5,573 5,543 13,183 17,658 5,00 11,263 3,699 6,155 5,784 4,962 6,284 6,342 9,401 9,306

+0,31 +0,34

5,251 15,121

+0,52 +0,05 +0,70 +0,37 +0,36 +0,49 +0,51 +0,36 +0,58 +0,41 +0,17 +0,35 +0,34 +0,40 +0,51 +0,41 +0,07 +0,07

4,413 3,983 4,297 4,376 12,353 6,196 6,35 4,421 26,147 13,56 14,554 5,667 5,315 5,58 4,918 5,438 7,094 7,094

VARIAZ. QUOT.

VARIAZ. QUOT.

+0,34 14,921 Fondit. Euro Cycl. Cl. T +0,59 Allianz Az. Europa Cl. T Allianz Multieuropa -0,06 6,82 Fondit. Euro Defen. Cl. R +0,33 Anima Europa +0,24 3,799 Fondit. Euro Defen. Cl. T +0,33 Arca Azioni Europa +0,46 9,037 Fondit. Euro Tmt Cl. R +0,82 +0,38 9,498 Fondit. Euro Tmt Cl. T +0,83 Bim Az. Europa Bipiemme Europa +0,38 12,249 Fondit. U.S. Tmt Cl. R -0,37 6,27 Fondit. U.S. Tmt Cl. T +0,08 -0,36 Bipiemme Iniziativa Europa Bnl Azioni Europa Crescita +0,53 10,905 Interf. Inter. Securities New Economy +0,00 Bnl Azioni Europa Dividendo +0,63 2,86 Optima Tecnologia +0,00 Bpvi Az. Europa +0,84 3,722 Vegagest Mobiliare Re Cl. A -0,13 -0,13 -0,30 3,966 Vegagest Mobiliare Re Cl. B Caam Europe Eq. +0,44 5,283 AZ. ALTRE SPECIALIZZAZIONI Carige Az. Europa Cl. A +0,70 5,454 Ducato Etico Geo Cl. A Carige Az. Europa Cl. B +0,26 Carismi Dynamic Europe Stocks Cl. A +0,16 4,26 Ducato Etico Geo Cl. Y +0,29 Carismi Dynamic Europe Stocks Cl. B +0,22 4,022 Eurizon Azionario Internazionale Etico +0,19 Consultinvest Azione +0,12 8,324 Pioneer C.I.M. - Global Gold And Mining +0,72 Ducato Geo Europa Cl. A +0,40 10,333 BIL. AZIONARI +0,41 10,595 Aureo Primaclasse Crescita Ducato Geo Europa Cl. Y +0,08 Ducato Geo Europa Pmi Cl. A -0,25 17,669 Bipiemme&Co - Comp. 70 +0,05 Ducato Geo Europa Pmi Cl. Y -0,25 18,10 Ducato Mix 50-100 Cl. A -0,06 Epsilon Qvalue +0,34 5,041 Ducato Mix 50-100 Cl. Y -0,05 Eurizon Azioni Europa Multimanager -0,02 5,283 Ducato Mm Equity 50-100 Cl. A -0,27 Eurizon Azioni Pmi Europa -0,14 7,285 Ducato Mm Equity 50-100 Cl. Y -0,26 7,87 Eurom. Dinamico +0,41 Eurizon Focus Azioni Europa +0,12 +0,37 13,446 Igm Fdf Bilanciato Az. Cl. A Eurom. Europe Eq. F. +0,14 Fms - Equity Europe +0,10 8,374 Igm Fdf Bilanciato Az. Cl. B +0,13 Fondaco Eu Sri Eq. Beta +0,46 84,841 Imindustria +0,12 +0,43 12,541 Ubi Pramerica Portafoglio Aggressivo +0,14 Fondersel Europa Fondit. Eq. Europe Cl. R +0,45 8,765 Ubi Pramerica Privilege 4 -0,10 +0,46 8,822 BIL. BILANCIATI Fondit. Eq. Europe Cl. T Gestielle Europa Cl. A +0,43 6,706 Abn Amro Master Bilanciato -0,23 Gestielle Europa Cl. B +0,46 6,832 Allianz Multi50 -0,15 Gestnord Azioni Europa +0,21 8,125 Arca Bb +0,05 Imi Europe +0,42 17,541 Arcacinquestelle Comp. C 50 +0,18 +0,34 5,592 Aureo Primaclasse Dinamico Interf. Eq. Europe +0,05 Investitori Europa +0,48 4,847 Azimut Bilanciato +0,01 Laurin Eurostock +0,55 3,636 Bancoposta Mix 2 +0,12 Mc Fdf Europa Cl. A -0,50 6,19 Bim Bilanciato +0,04 Mc Fdf Europa Cl. B -0,45 3,516 Bipiemme Inter. +0,09 Mediolanum Amerigo Vespucci +0,26 5,475 Bipiemme&Co - Comp. 50 +0,02 +0,09 14,298 Carige Bilanciato 50 Cl. A Mediolanum Europa 2000 +0,26 +0,32 4,735 Carige Bilanciato 50 Cl. B Nextam Partners Az. Europa +0,25 Optima Az. Europa +0,46 2,826 Consultinvest Bilanciato +0,04 Pioneer Az. Europa +0,45 14,23 Ducato Mix 30-70 Cl. A -0,05 +0,50 6,484 Ducato Mix 30-70 Cl. Y Pioneer Az. Valore Europa A Dist. -0,05 Ras Lux Eq. Europe +0,55 38,512 Ducato Mm Equity 30-70 Cl. A -0,24 +0,42 9,972 Ducato Mm Equity 30-70 Cl. Y Sai Europa -0,24 Soprarno Dj Euro Stoxx 50 +0,52 3,89 Epsilon Dlongrun +0,28 Symphonia Multi S. Europa -0,24 5,082 Eurizon Bilanciato Euro Multimanager +0,04 Synergia Az. Europa +0,30 5,921 Eurizon Soluzione 40 +0,05 -0,39 112,803 Eurizon Soluzione 60 Talento Comp. Europa +0,13 +0,32 5,371 Eurom. Bilanciato Ubi Pramerica Az. Europa +0,12 Unibanca Az. Europa +0,28 5,716 Fideuram Performance +0,06 Vegagest Az. Europa Cl. A +0,38 4,479 Fondersel -0,14 Vegagest Az. Europa Cl. B +0,38 4,507 Fondit. Core 1 Cl. R +0,04 Fondit. Core 1 Cl. T +0,04 AZ. ENERGIE E MATERIE PRIME +0,06 Eurizon Azioni Energia E Materie Prime +0,57 8,526 Fondit. Core 2 Cl. R +0,06 Fondit. Core 2 Cl. T AZ. SALUTE +0,14 +0,18 13,622 Fondit. Core 3 Cl. R Eurizon Azioni Salute E Ambiente Fondit. Core 3 Cl. T +0,15 AZ. FINANZA -0,11 -0,20 16,69 Fondo Alto Bilanciato Eurizon Azioni Finanza +0,03 Fondit. Euro Finan. Cl. R +0,06 6,206 Gestielle Global Asset 2 +0,10 Fondit. Euro Finan. Cl. T +0,05 6,23 Gestnord Bilanciato Euro Imi Capital +0,06 AZ. INFORMATICA +0,10 Eurizon Azioni Tecnologie Avanzate -0,26 3,459 Mc Fdf Bilanciato Cl. A +0,11 Mc Fdf Bilanciato Cl. B AZ. ALTRI SETTORI -0,10 Alpi Risorse Naturali +0,09 5,618 Mediolanum Elite 60 L -0,11 Ducato Immobiliare Cl. A -0,25 7,975 Mediolanum Elite 60 S -0,05 8,182 Nextam Partners Bilanciato -0,24 Ducato Immobiliare Cl. Y -0,12 Fms - Equity Gl. Resources -0,84 9,858 Sai Bilanciato -0,26 Fondit. Euro Cycl. Cl. R +0,58 10,221 Sai M. L. Din.

10,297 11,165 11,248 5,295 5,319 2,456 2,473 29,45 2,391 3,984 3,984

2,731 2,794 5,287 8,344

3,594 4,049 3,609 3,658 3,758 3,807 31,685 4,413 4,451 11,84 4,962 4,961

17,201 4,561 30,211 4,392 3,846 23,438 5,855 21,55 11,54 4,739 5,824 5,906 4,885 4,081 4,138 4,141 4,192 6,119 34,198 5,928 22,995 26,362 11,036 43,676 10,103 10,157 9,636 9,69 9,473 9,539 15,133 11,861 14,81 29,628 5,918 4,402 4,84 9,277 5,885 3,327 4,176

VARIAZ. QUOT.

+0,08 4,991 Symphonia C.To Patrim. Globale Symphonia Multi S. Largo -0,19 5,286 Synergia Bilanciato 50 +0,16 5,57 Ubi Pramerica Portafoglio Dinamico +0,06 5,246 -0,13 5,183 Ubi Pramerica Privilege 3 Val. Resp. Bilanciato -0,02 6,296 5,418 +0,11 Vegagest Sintesi Dinamico BIL. OBBLIGAZIONARI Abn Amro Master Bilanciato Obbl. -0,10 9,259 Allianz Multi20 -0,07 5,628 -0,01 15,618 Arca Te - Titoli Esteri +0,08 5,235 Arcacinquestelle Comp. A/B 25 4,861 +0,00 Aureo Primaclasse Valore Azimut Scudo -0,07 7,467 Bancoposta Inv. Protetto 90 -0,02 5,436 Bipiemme Mix +0,18 5,698 Bipiemme Pià Bilanciato 30 +0,06 4,936 +0,12 33,533 Bipiemme Visconteo Bipiemme&Co - Comp. 30 -0,02 5,041 Bnl Protezione +0,22 22,757 Caam Qbalanced +0,15 8,551 +0,14 5,138 Carige Bilanciato 30 Carismi Dynamic Mix 15 -0,08 3,968 -0,08 3,971 Carismi Dynamic Mix 30 -0,10 4,784 Ducato Mix 10-50 Cl. A Ducato Mix 10-50 Cl. Y -0,10 4,85 Ducato Mm Equity 10-50 Cl. A -0,18 4,473 -0,18 4,511 Ducato Mm Equity 10-50 Cl. Y Eurom. Moderato -0,02 6,362 -0,01 8,655 Gestielle Global Asset 1 Mediolanum Elite 30 L -0,04 5,015 Mediolanum Elite 30 S -0,03 9,675 Symphonia C.To Bilanciato Equilibrato Italia-0,07 5,418 Symphonia Multi S. Adagio -0,11 5,652 +0,09 5,385 Synergia Bilanciato 30 Ubi Pramerica Bilanciato Euro A Rischio Contr.+0,14 5,835 Ubi Pramerica Portafoglio Moderato +0,00 5,659 Ubi Pramerica Privilege 1 -0,07 5,418 Ubi Pramerica Privilege 2 -0,09 5,357 Vegagest Sintesi Audace +0,09 5,354 OB. EURO GOVERNATIVI BT -0,05 10,143 Abn Amro Master Monetario Allianz Monetario -0,06 15,793 Arca Mm - Monetario -0,06 14,766 -0,03 6,172 Bancoposta Monetario Bg Focus Monetario -0,05 16,256 -0,05 6,502 Bim Obbl. Bt Bipiemme Monetario +0,01 12,097 Bipiemme Tesoreria Fondo Per Le Imprese+0,00 6,878 Bnl Obbl. Euro Bt -0,04 7,43 -0,03 6,283 Bpvi Bt -0,04 7,45 Caam Breve Termine Carige Monetario Euro Cl. A -0,05 11,526 Carige Monetario Euro Cl. B -0,07 11,273 Civ. Forum Iulii Prudenza Cl. A -0,07 5,462 Civ. Forum Iulii Prudenza Cl. B -0,05 5,503 Consultinvest Bt -0,02 4,995 -0,05 5,761 Cr Cento Monetario Plus -0,01 7,74 Credit Suisse Monetario Cl. B Credit Suisse Monetario Cl. I -0,01 7,789 -0,05 6,292 Ducato Fix Euro Bt Cl. A Ducato Fix Euro Bt Cl. Y -0,05 6,332 Eurizon Focus Obbl. Euro Bt -0,03 15,286 Eurom. Prudente -0,04 8,444 Fideuram Security -0,01 9,554 -0,04 14,158 Fondersel Reddito Fondit. Euro Bond St Cl. R -0,06 7,83 Fondit. Euro Bond St Cl. T -0,05 7,858 +0,00 7,862 Fondit. Euro Currency Cl. R Fondit. Euro Currency Cl. T -0,01 7,885 Fondo Alto Monetario -0,03 7,064

VARIAZ. QUOT.

-0,03 Gestielle Bt Euro Cl. A Gestielle Bt Euro Cl. B -0,04 Gestielle Cedola -0,03 Imi 2000 +0,00 +0,00 Interf. Euro Currency Intra Obbl. Euro Bt -0,04 -0,03 Laurin Money Leonardo Monetario -0,07 Mediolanum Risparmio Corrente -0,04 Nordfondo Obbl. Euro Bt -0,02 -0,06 Optima Reddito B.T. -0,02 Optima Riserva Euro -0,03 Passadore Monetario Pioneer Monetario Euro -0,02 Soprarno Pronti Termine -0,04 Synergia Obbl. Euro Breve Termine -0,04 Teodorico Monetario -0,01 -0,06 Ubi Pramerica Euro Bt Unibanca Monetario -0,02 Val. Resp. Monetario -0,02 Vegagest Obbl. Euro Bt Cl. A -0,05 -0,05 Vegagest Obbl. Euro Bt Cl. B Zenit Monetario Cl. I -0,01 -0,01 Zenit Monetario Cl. R OB. EURO GOVERNATIVI M/L TERM Abn Amro Master Obbl. Euro M-Lt -0,09 Allianz Reddito Euro Cl. L -0,12 -0,12 Allianz Reddito Euro Cl. T Anima Obbl. Euro -0,07 -0,10 Arca Rr Azimut Reddito Euro -0,04 Bancoposta Obbl. Euro -0,06 Bim Obbl. Euro -0,06 Bipiemme Europe Bond -0,01 +0,00 Bipiemme Pià Obbligazionario Bnl Obbligazioni Euro M-L T -0,10 Bpvi Obbl. Euro -0,08 Carige Obbl. Euro Cl. A -0,09 Carige Obbl. Euro Cl. B -0,09 Carige Obbl. Euro Lt Cl. A -0,11 -0,13 Carige Obbl. Euro Lt Cl. B -0,09 Carismi Bond Euro Cl. A Carismi Bond Euro Cl. B -0,11 Consultinvest Obbl. +0,02 +0,00 Consultinvest Obbl. Mt Ducato Fix Euro Mt Cl. A -0,08 -0,08 Ducato Fix Euro Mt Cl. Y Epsilon Qincome -0,11 Eurizon Focus Obbl. Euro -0,06 Eurom. Reddito -0,07 -0,10 Fondaco Euro Gov Beta -0,09 Fondersel Euro Fondit. Euro Bond Lt Cl. R -0,21 Fondit. Euro Bond Lt Cl. T -0,21 Fondit. Euro Bond Mt Cl. R -0,05 Fondit. Euro Bond Mt Cl. T -0,05 Gestielle Lt Euro Cl. A -0,04 -0,04 Gestielle Lt Euro Cl. B -0,07 Gestielle Mt Euro Cl. A Gestielle Mt Euro Cl. B -0,07 -0,02 Imi Rend Interf. Euro Bond Lt -0,21 Interf. Euro Bond Mt -0,06 Interf. Euro Bond St 1-3 -0,06 Interf. Euro Bond St 3-5 -0,07 -0,12 Intra Obbl. Euro Italfortune Euro Bond -0,12 Leonardo Obbl. -0,05 -0,08 Mediolanum Euromoney Mediolanum Italmoney -0,06 Nordfondo Obbl. Euro Mt -0,07

7,548 7,592 6,587 16,891 6,678 5,635 6,916 6,047 13,772 8,988 6,672 5,28 7,131 13,095 5,158 5,037 7,466 6,688 5,736 5,833 5,829 5,86 7,51 7,477

5,803 32,02 31,414 7,05 8,918 15,741 6,803 6,769 7,348 5,383 6,692 6,642 10,587 10,677 5,459 5,534 5,519 5,573 5,167 5,068 7,619 7,698 7,382 13,99 15,276 118,471 7,964 7,155 7,20 10,787 10,836 8,116 8,183 14,972 15,086 9,438 8,08 8,114 6,909 11,366 5,868 8,48 7,532 6,417 6,555 17,253

VARIAZ. QUOT.

-0,07 6,932 Optima Obbl. Euro Pioneer C.I.M. - Euro Fixed Income -0,08 14,948 Ras Lux Bond Europe -0,06 56,218 Sai Eurobbligazionario -0,12 12,749 Synergia Obbl. Euro Medio Termine -0,06 5,093 Ubi Pramerica Euro M-Lt -0,07 6,805 -0,05 5,793 Unibanca Obbl. Euro Vegagest Obbl. Euro Cl. A -0,09 6,436 Vegagest Obbl. Euro Cl. B -0,09 6,494 Vegagest Obbl. Euro Lt Cl. A -0,10 6,225 -0,10 6,225 Vegagest Obbl. Euro Lt Cl. B -0,14 5,591 Vgr Coro Obiettivo Reddito OB. EURO CORPORATE INV. GRADE Arca Anfiteatro Bond Corporate +0,00 4,992 Arca Bond Corporate -0,04 6,885 Bipiemme Corporate Bond -0,03 7,168 Caam Corporate 3 Anni +0,00 104,448 +0,00 5,195 Caam Corporate Giugno 2012 Carige Corporate Euro Cl. A -0,06 6,34 Carige Corporate Euro Cl. B -0,05 6,384 Ducato Etico Fix Cl. A -0,06 5,26 -0,06 5,312 Ducato Etico Fix Cl. Y Ducato Fix Imprese Cl. A -0,06 6,368 -0,06 6,432 Ducato Fix Imprese Cl. Y Eurizon Focus Obbl. Euro Corporate -0,04 5,502 Eurizon Obbl. Euro Corporate Bt -0,04 7,418 Fondit. Euro Corporate Bond Cl. R -0,04 8,225 -0,04 8,256 Fondit. Euro Corporate Bond Cl. T Interf. Euro Corporate Bond -0,06 4,888 -0,04 7,468 Nordfondo Obbl. Euro Corporate Pioneer Obbl. Euro Corporate Etico A Dist.-0,08 4,919 Sai Obbl. Corporate -0,05 6,44 Synergia Obbl. Corporate -0,04 5,311 Ubi Pramerica Euro Corporate -0,05 7,605 OB. EURO HIGH YIELD Ducato Fix High Yield Cl. A +0,05 7,286 Ducato Fix High Yield Cl. Y +0,05 7,395 Eurizon Focus Obbl. Euro High Yield +0,06 6,811 Fondit. Bond Euro High Yield Cl. R +0,09 13,265 Fondit. Bond Euro High Yield Cl. T +0,09 13,307 7,307 +0,05 Interf. Bond Euro High Yield OB. DOLLARO GOVERNATIVI M/L TERM Ducato Fix High Yield Cl. A +0,05 7,286 Ducato Fix High Yield Cl. Y +0,05 7,395 6,811 Eurizon Focus Obbl. Euro High Yield +0,06 Fondit. Bond Euro High Yield Cl. R +0,09 13,265 +0,09 13,307 Fondit. Bond Euro High Yield Cl. T Interf. Bond Euro High Yield +0,05 7,307 OB. INTERNAZ. GOVERNATIVI Abn Amro Master Obbl. Inter. -0,15 8,478 -0,10 14,782 Allianz Redd. Gl. Cl. L -0,10 14,516 Allianz Redd. Gl. Cl. T Alpi Obbl. Inter. -0,06 7,128 Arca Anfiteatro Global Bond +0,00 5,673 Arca Bond - Obbl. Estere -0,13 11,886 Aureo Obbligazioni Globale +0,00 7,992 Bim Obbl. Globale -0,09 5,552 -0,12 8,992 Bipiemme Pianeta -0,07 5,575 Bpvi Obbl. Inter. Carige Obbl. Inter. Cl. A -0,11 5,455 -0,13 5,53 Carige Obbl. Inter. Cl. B Carismi Bond Internaz. Cl. A -0,10 5,813 Carismi Bond Internaz. Cl. B -0,11 5,657 Ducato Fix Globale Cl. A -0,12 8,156 Ducato Fix Globale Cl. Y -0,12 8,223 -0,18 5,002 Ducato Mm Global Bond Cl. A Ducato Mm Global Bond Cl. Y -0,18 5,027 Eurizon Obbl. Internazionali -0,12 8,028 +0,00 8,243 Eurom. Inter. Bond Fondersel Inter. -0,16 13,104 Fondo Alto Inter. Obbl. -0,10 5,857


26 Sabato 28 Novembre 2009 il Domani

FINANZA FONDI D’INVESTIMENTO VARIAZ. QUOT.

Gestielle Obbl. Inter. Cl. A -0,10 6,101 Gestielle Obbl. Inter. Cl. B -0,08 6,171 -0,07 14,996 Imi Bond Mc Fdf Global Bond Cl. A +0,02 5,246 Mc Fdf Global Bond Cl. B +0,02 5,199 Mediolanum Intermoney -0,10 6,106 Optima Obbl. Euro Glob. -0,06 6,913 Sai Obbl. Inter. -0,12 7,618 Ubi Pramerica Obbl. Globali -0,18 5,398 -0,13 5,465 Vegagest Obbl. Inter. Cl. A Vegagest Obbl. Inter. Cl. B -0,13 5,518 OB. INTERNAZ. CORPORATE INV. GRADE Arca Anfiteatro Corporate Breve Termine -0,02 5,121 Caam Multicorporate Dicembre 2012 +0,00 5,00 Ubi Pramerica Obbl. Globali Corporate +0,03 6,562 OB. INTERNAZ. HIGH YIELD Mc Fdf High Yield Cl. A -0,31 6,786 Mc Fdf High Yield Cl. B -0,30 4,916 Ubi Pramerica Obbl. Globali Alto Rend. +0,09 8,075 OB. YEN Ducato Fix Yen Cl. A +0,18 4,573 Ducato Fix Yen Cl. Y +0,15 4,613 Fondit. Bond Japan Cl. R +0,17 8,802 Fondit. Bond Japan Cl. T +0,16 8,843 Interf. Bond Japan +0,17 5,294 OB. PAESI EMERGENTI Arca Bond Paesi Emerg. +0,10 12,92 Bipiemme Em. Markets Bond +0,12 5,851 Bnl Obbl. Emerg. -0,33 19,935 Ducato Fix Emerg. Cl. A +0,08 12,564 Ducato Fix Emerg. Cl. Y +0,08 12,775 Eurizon Focus Obbl. Emergenti +0,11 10,854 Eurom. Emerg. Mkts Bond -0,20 6,419 Fondit. Bond Global Emerg. Mkts Cl. R +0,15 9,979 Fondit. Bond Global Emerg. Mkts Cl. T +0,16 10,009 Gestielle Emerging Markets Bond Cl. A +0,10 9,814 Gestielle Emerging Markets Bond Cl. B +0,10 9,943 +0,17 10,285 Interf. Bond Global Emerg. Mkts Nordfondo Obbl. Paesi Emerg. -0,34 7,937 Optima Obbl. Emerg. Mkts -0,37 6,668 Pioneer Obbl. Paesi Emerg. A Dist. -0,16 8,925 Vegagest Obbl. Paesi Emergenti Cl. A -0,07 6,854 Vegagest Obbl. Paesi Emergenti Cl. B -0,07 6,925 OB. ALTRE SPECIALIZZAZIONI Anima Conv. -0,03 6,249 Azimut Trend Tassi -0,08 8,995 Caam Obbligazionario Euro -0,07 5,502 Ducato Fix Conv. Cl. A +0,20 8,693 +0,19 8,804 Ducato Fix Conv. Cl. Y -0,05 6,115 Eurizon Focus Obbl. Cedola Eurizon Obbligazionario Etico -0,09 5,453 +0,07 13,619 Fondit. Inflation Link. Cl. R Fondit. Inflation Link. Cl. T +0,07 13,675 Gestielle Obbl. Corporate Cl. A +0,00 6,87 Gestielle Obbl. Corporate Cl. B +0,00 6,947 Groupama Italia Bond Sel. Fund +0,04 5,684 Interf. Inflation Linked +0,06 13,443 Mediolanum Risparmio Reddito -0,08 11,089 +0,13 10,139 Mediolanum Vasco De Gama Nordfondo Obbl. Conv. +0,00 5,257 +0,03 5,859 Pioneer C.I.M. - Euro Conv. Bonds Pioneer Obbl. Euro A Dist. -0,06 6,524 +0,00 145,052 Ras Lux St Dollar Ras Lux St Europe +0,00 66,068 Symphonia C.To Obbl. Area Europa -0,06 9,247 -0,51 4,462 Ubi Pramerica Obbl. Dollari OB. MISTI -0,08 19,388 Anima Fondimpiego Arca Obbl. Europa -0,07 8,245 +0,00 5,206 Azimut Contofondo Azimut Solidity -0,05 7,833 Bancoposta Mix 1 +0,00 5,766 Bim Corporate Mix -0,04 5,412 Bipiemme Pià Bilanciato 15 +0,04 5,182 -0,01 9,641 Bipiemme Sforzesco Bnl Per Telethon -0,04 5,70 5,413 +0,04 Carige Bilanciato 10 Civ. Forum Iulii Rendita Cl. A +0,02 5,442 Civ. Forum Iulii Rendita Cl. B +0,04 5,54 Cr Cento Misto Best +0,07 5,828 Eurizon Diversificato Etico -0,05 7,802 Eurizon Rendita +0,07 6,012 Eurizon Soluzione 10 +0,01 6,903 5,53 +0,00 Fondo Alleanza Obbl. +0,00 8,768 Fondo Alto Obbl. +0,07 4,431 Fucino Dynamic +0,02 6,31 Gestielle Etico Per Ail Cl. A Gestielle Etico Per Ail Cl. B +0,02 6,347 Intesa Casse Del Centro Prot. Din. +0,00 5,645 Leonardo 80/20 -0,03 6,05 Nextam Partners Obbl. Misto -0,07 5,929 Nordfondo Etico Obbl. Misto Max 20% Az.-0,03 6,602 8,145 -0,07 Pioneer Obbl. Pià A Dist. -0,21 4,685 Sai M. L. Prud. Sai Performance -0,08 16,883 7,034 Symphonia C.To Patrim. Glob. Reddito -0,01 +0,02 5,224 Synergia Bilanciato 15 Total Return Obbl. +0,00 4,458 Ubi Pramerica Portafoglio Prudente -0,02 5,962 Val. Resp. Obbl. Misto -0,02 5,939 Vegagest Sintesi Moderato +0,07 5,385 Zenit Obbligazionario Cl. I -0,14 8,076 Zenit Obbligazionario Cl. R -0,12 8,046 OB. FLESSIBILI -0,09 5,292 Arca Cedola Corporate Bond Arca Cedola Corporate Bond Ii -0,02 4,997 Arca Cedola Governativo Euro Bond -0,12 5,162 Arca Cedola Governativo Euro Bond Ii +0,00 4,998 -0,02 5,221 Aureo Cash Dynamic Bg Focus Obbligazionario +0,03 6,705 Bipiemme Premium -0,02 6,486 Bipiemme Risparmio +0,00 7,815 -0,02 9,916 Bnl Target Return Liquidità -0,01 8,953 Caam Liquidità

VARIAZ. QUOT.

VARIAZ. QUOT.

VARIAZ. QUOT.

VARIAZ. QUOT.

-0,01 8,526 BCC VITA S.P.A. Comp. Assic. Vita +0,04 5,275 Fondit. Flexible Income Cl. T Caam Soluzione Tassi +0,04 4,988 Bancoposta Centopià -0,10 9,556 Bcc Vita Equity America +0,02 5,198 Fondit. Flexible Multimanager Cl. R +2,03 Civ. Forum Iulii Strategia Cl. A -0,02 5,399 Bancoposta Extra -0,09 9,612 Bcc Vita Equity Asia +0,15 22,809 Fondit. Flexible Multimanager Cl. T -0,40 +0,00 5,486 Bg Focus Azionario Civ. Forum Iulii Strategia Cl. B -0,01 7,834 Bcc Vita Equity Europa +0,10 3,945 Fondit. Flexible Opportunity Cl. R +2,29 Consultinvest High Yield -0,19 5,198 Bim Flessibile +0,00 7,862 Bcc Vita World Global Bond +0,18 2,755 Fondit. Flexible Opportunity Cl. T +0,25 Consultinvest Monetario -0,02 5,406 Bipiemme Flessibile +0,11 6,52 BNL VITA S.P.A. +0,10 5,727 Formula 1 Balanced Consultinvest Reddito +0,00 7,211 Bipiemme Obiettivo Rendimento +0,08 6,53 Bnl Vita Capital Unit 30 -0,02 4,967 Formula 1 Conserv. +0,52 Ducato Fix Rendita Cl. A -0,01 18,323 Bnl Target Return Conservativo +0,26 6,892 Bnl Vita Capital Unit 60 +0,06 12,354 Formula 1 High Risk +0,87 Ducato Fix Rendita Cl. Y -0,01 18,581 Bnl Target Return Dinamico +0,06 6,71 Bnl Vita Capital Unit 90 +0,05 5,47 Formula 1 Low Risk +1,28 Eurom. Total Return Flex 2 +0,00 6,526 Bnp Pa. 100% E Pià - Grande Asia +0,21 6,574 B.P.V. VITA S.P.A. -0,10 5,866 Bnp Pa. 100% E Pià - Grande Europa -0,06 5,057 Formula 1 Risk Ritorni Reali +0,00 5,247 Aletti Linked Difensivo 15 -0,20 4,391 Gestielle Global Asset Plus +0,20 Ubi Pra. Total Ret. Moderato Cl. A -0,04 5,194 Bnp Pa. Equipe Attacco +0,02 5,237 Aletti Linked Fondi Azionario -0,17 4,72 Gestielle Harmonia Dinamico +0,00 Ubi Pra. Total Ret. Moderato Cl. B -0,02 5,209 Bnp Pa. Equipe Centrocampo +0,02 5,219 Aletti Linked Moderato 40 -0,02 5,402 Gestielle Harmonia Moderato +0,00 Ubi Pramerica Active Duration -0,05 5,617 Bnp Pa. Equipe Difesa +0,00 5,271 Bpv Vita - Bilanciato +0,00 5,192 Gestielle Harmonia Vivace +0,85 Ubi Pramerica Total Ret. Prudente -0,02 10,464 Caam Absolute +0,04 14,009 Bpv Vita - Dinamico +0,26 100,003 Gestielle Total Return +1,41 Vegagest Obbl. Flessibile -0,02 5,269 Caam Azionario Trend +0,00 4,648 Bpv Vita - Prudente +0,12 5,186 Gestnord Asset Allocation +0,42 Vgr Coro Obiettivo Rendimento +0,02 5,334 Caam Dynamic Allocation +0,00 4,008 Creberg Sim Life Brillante -0,04 5,207 Igm Fdf Flessibile Cl. A +1,27 Volterra Total Return Obbl. -0,10 5,136 Caam Equipe 1 +0,00 4,036 Creberg Sim Life Moderato Caam Equipe 2 -0,04 5,131 Igm Fdf Flessibile Cl. B +0,74 LIQUIDITA' AREA EURO +0,03 9,326 Multicrescita Bilanciato -0,12 5,032 Interf. System 100 +0,63 Agora Cash -0,04 5,548 Caam Equipe 3 +0,05 11,083 Multicrescita Conservativo -0,13 4,623 Interf. System 40 +0,25 Allianz Liquidità Cl. A -0,02 5,592 Caam Equipe 4 +0,00 10,338 Multicrescita Dinamico +0,00 4,946 Interf. System Flex +0,78 Allianz Liquidità Cl. At -0,02 5,071 Caam Eureka Bric Ripresa 2014 -0,16 5,653 Multicrescita Global Equities +0,00 5,412 Intra Assoluto +1,37 Allianz Liquidità Cl. B +0,00 5,706 Caam Eureka China Double Win +0,02 6,047 Multicrescita Sicura Settembre +0,00 5,329 Intra Flessibile -0,03 Anima Liquidità -0,02 6,591 Caam Eureka Double Call -0,09 6,315 Risposta Dinamica Plus +0,00 5,537 Investitori Flessibile +0,05 Arca Anfiteatro Tesoreria -0,02 5,672 Caam Eureka Double Win +0,29 5,575 Risposta Pronta Dinamica +0,00 4,999 Kairos Partners Arca Bt - Breve Termine +0,00 8,756 Caam Eureka Double Win 2013 -0,04 +0,00 6,686 Risposta Pronta Monetaria +0,00 5,714 Kairos Partners Income -0,03 Arca Bt - Tesoreria +0,00 5,766 Caam Eureka Dragon +0,16 9,252 Risposta Pronta Prudente +0,00 5,085 Kairos Partners Small Cap +0,11 Aureo Liquidità -0,02 5,711 Caam Eureka Ripresa 2014 -0,82 4,119 Risposta Pronta Vivace 4,48 Mc Fdf Flex High Volatility Cl. A -0,09 Azimut Garanzia -0,01 12,315 Caam Formula Euro Eq. Option 2013 +0,00 -0,82 3,508 Risposta Prudente Plus +0,02 Bnl Cash -0,01 22,137 Caam Formula Euro Eq. Option Due 2013+0,00 4,525 Mc Fdf Flex High Volatility Cl. B -0,04 5,205 Risposta Sicura +0,00 5,012 Mc Fdf Flex Low Volatility Cl. A -0,03 Caam Eonia +0,00 101,893 Caam Formula Gar. 2012 -0,04 5,196 Risposta Vivace Plus +0,00 4,887 Mc Fdf Flex Low Volatility Cl. B -0,14 Carige Liquidita' Euro Cl. B -0,03 6,36 Caam Formula Gar. 2013 +0,11 5,487 Scegliere Conservativo +0,00 4,874 Mc Fdf Flex Medium Volatility Cl. A -0,02 Carige Liquidità Euro Cl. A -0,02 6,31 Caam Formula Gar. Due 2013 +0,11 3,643 Scegliere Dinamico +1,12 Carismi Liquidita' Cl. A +0,00 5,281 Caam Formula Gar. Emerg. Mkt Eq. Recall 2013 +0,00 4,985 Mc Fdf Flex Medium Volatility Cl. B +0,00 4,696 Scegliere Prudente +0,62 Carismi Liquidita' Cl. B -0,02 5,297 Caam Formula Gar. Emerg. Mkt Eq. Recall 2014 +0,00 4,979 Nextam Partners Flessibile -0,71 4,17 Scegliere Vivace +1,59 Ducato Fix Monetario Cl. A -0,01 8,508 Caam Formula Gar. Eq. Recall 2013 +0,00 4,849 Obiettivo Nordest Sicav +0,07 4,53 Spazio Protetto Maggio 2004 +0,00 Ducato Fix Monetario Cl. I -0,01 8,595 Caam Formula Gar. Eq. Recall 2014 +0,00 5,154 Open Fund Ritorno Assoluto Var 2 +0,13 3,765 CARDIF Assicurazioni S.P.A. Ducato Fix Monetario Cl. Y -0,01 8,575 Caam Formula Gar. Eq. Recall Due 2013 +0,00 4,881 Open Fund Ritorno Assoluto Var 4 +0,00 72,647 Azionario Rimini 2 +0,00 6,247 Caam Formula Gar. High Diversification 2014 +0,00 4,806 Paritalia Orchestra Epsilon Cash -1,58 -0,02 5,297 Bds Valore Azionario Eurizon Focus Tesoreria Euro Cl. A -0,01 7,65 Caam Formula Gar. Mercati Emerg. +0,00 5,643 Pioneer Target Controllo -1,54 +0,04 5,232 Bds Valore Bilanciato Eurizon Focus Tesoreria Euro Cl. B -0,01 7,681 Caam Formula Private Dividend Opp. +0,00 4,959 Pioneer Target Equilibrio -0,54 +0,00 22,162 Bds Valore Obbligazionario Eurizon Liquidità Cl. A -0,01 7,295 Caam Pià -0,02 5,564 Pioneer Target Sviluppo -0,05 +0,00 5,775 Cardif Azionario Cl. A Eurizon Liquidità Cl. B -0,01 7,461 Caam Premium Power -0,12 5,062 Profilo Best Funds -1,62 -0,04 5,359 Cardif Azionario Cl. B Eurom. Conservativo +0,00 11,09 Caam Private Alfa +0,00 4,774 Profilo Elite Flessibile -1,54 +0,00 0,685 Cardif Bilanciato Cl. A Eurom. Contovivo -0,01 11,833 Caam Qreturn +0,30 5,61 Sofia Flex -0,89 +0,04 4,999 Cardif Bilanciato Cl. B Fideuram Moneta -0,01 14,615 Caam Soluzione Azioni +0,24 4,969 Soprarno 0 Ritorno Assol 6 Cl. A -0,83 -0,08 5,092 Cardif Obbligazionario Cl. A Fondaco Euro Cash -0,01 115,857 Caam Strategia 95 +0,14 4,989 Soprarno 0 Ritorno Assol 6 Cl. B +0,07 +0,00 5,045 Cardif Obbligazionario Cl. B Fondo Liquidità -0,01 7,579 Carige Flessibile Cl. A +0,06 5,166 Soprarno 1 Ritorno Assol 5 Cl. A +0,07 +0,00 5,051 Flexible Profilo Cl. A Gestielle Cash Euro Cl. A -0,01 7,043 Carige Flessibile Cl. B +0,04 5,155 Soprarno 1 Ritorno Assol 5 Cl. B -1,59 +0,31 3,562 Obbligazionario Misto Rimini 2 7,074 Carige Flessibile Piu' Cl. B +0,09 -0,01 +0,00 4,557 Soprarno Contrarian Cl. A Gestielle Cash Euro Cl. B +0,64 3,145 Pargest Globale 60 Cl. A -0,02 5,494 Carige Flessibile Pià Cl. A -0,19 Mediolanum Risparmio Monetario -0,02 4,527 Soprarno Contrarian Cl. B +0,13 4,715 Spazio Effervescente Nextam Partners Liquidità -0,02 5,823 Carismi Absolute Perf. Cl. A -1,53 -0,13 4,767 Soprarno Global Macro Cl. A +0,15 4,758 Spazio Naturale -0,02 6,202 Carismi Absolute Perf. Cl. B Nordfondo Liquidità +0,08 -0,10 4,842 Soprarno Global Macro Cl. B -0,04 5,371 DUOMO PREVIDENZA S.P.A. Optima Money -0,02 6,154 Carismi Pratico Cl. A -0,05 6,064 Soprarno Inflazione +1,5% Cl. A -0,04 5,395 Duomo Unit Dynamic Pensplan Invest Cash -0,02 5,915 Carismi Pratico Cl. B -0,03 6,109 Soprarno Inflazione +1,5% Cl. B +1,43 +0,12 5,213 Duomo Unit Moderate Pioneer Liquidità Euro +0,00 5,059 Consultinvest Alto Dividendo +0,10 3,127 Soprarno Relative Value Cl. A +0,21 +0,11 5,256 GENERTELLIFE S.P.A. Sai Liquidità -0,03 11,535 Consultinvest Mercati Emergenti -0,02 4,867 Soprarno Relative Value Cl. B +0,43 5,42 Adria Equilibrio Symphonia C.To Monetario -0,01 7,413 Consultinvest Multimanager Flex +0,19 4,727 Symphonia C.To Asia Flessibile +0,32 -0,06 5,024 Aptus I Synergia Monetario -0,02 5,025 Consultinvest Plus +0,02 5,19 Symphonia C.To Bond Flessibile -0,18 +0,29 2,463 Aptus Ii -0,02 5,043 Cr Cento Premium Synergia Tesoreria +0,00 3,806 Symphonia C.To Fortissimo -0,33 -0,14 5,033 Aptus Iii Ubi Pramerica Euro Cash -0,03 7,292 Ducato Etico Flex Civita Cl .A +0,05 4,214 Symphonia C.To Italia Flessibile -0,50 -0,02 5,203 Bg 2005- 2015 -0,02 5,861 Ducato Etico Flex Civita Cl. Y Vegagest Monetario Cl. A +0,05 4,299 Synergia Total Return -0,17 -0,08 2,564 Bg 2005- 2020 Vegagest Monetario Cl. B +0,00 5,895 Ducato Geo Europa Alto Pot. Cl. A -0,05 2,181 Total Return +0,16 +0,04 4,727 Bg 2005- 2025 -0,02 5,63 Ducato Geo Europa Alto Pot. Cl. Y Vgr Coro Tesoreria -0,05 2,19 Ubi Pramerica Active Beta +0,76 -0,02 5,027 Bg 2005- 2030 Ducato Geo Europa Pmi Alto Pot. Cl. A -0,13 13,184 Ubi Pramerica Alpha Equity +1,23 LIQUIDITA' AREA DOLLARO -0,04 4,964 Bg Azionario I -0,70 Eurizon Focus Tesoreria Dollaro -0,64 11,243 Ducato Geo Europa Pmi Alto Pot. Cl. Y -0,13 13,219 Ubi Pramerica Total Ret. Dinamico -0,08 5,207 Bg Azionario Ii -0,02 4,658 Unibanca Plus -0,61 Eurizon Focus Tesoreria Dollaro ($) +0,07 16,925 Ducato Geo Italia Alto Pot. Cl. A -0,16 7,263 Bg Bilanciato I Ducato Geo Italia Alto Pot. Cl. Y -0,02 4,691 Vegagest Flessibile -0,46 FLESSIBILI -0,09 3,227 Bg Bilanciato Ii -0,08 4,732 Vegagest Mb Absolut -0,27 +0,04 5,086 Ducato Mm Cash Premium Cl. A 8a+ Gran Paradiso -0,06 3,18 Bg Dinamico -0,08 4,79 Vegagest Mb Strategic +0,45 8a+ Latemar +0,02 5,033 Ducato Mm Cash Premium Cl. Y -0,08 5,235 Espansione 4,176 Vegagest Rendimento -0,43 -0,08 5,002 Ducato Mm Cash Premium Plus Cl. A -0,10 8a+ Monviso +0,00 5,197 Espansione 2000 -0,52 Abis Flessibile +0,00 5,598 Ducato Mm Cash Premium Plus Cl. Y -0,09 4,246 Volterra Dinamico +0,05 5,466 Sviluppo 4,815 Volterra Total Return Globale -0,40 Abn Amro Expert A-Rt100 -0,04 5,157 Ed. De Roth. Multigestion - Trend Global -0,08 -0,27 5,566 Sviluppo 2000 +0,28 6,365 Zenit Absolute Return Cl. I -0,39 Abn Amro Expert A-Rt200 +0,00 4,939 Epsilon Qreturn -0,27 5,512 Tirreno Unit Equilibrio -0,06 5,084 Zenit Absolute Return Cl. R -0,21 Abn Amro Expert A-Rt400 +0,00 4,664 Eurizon Focus Gar. Dicembre 2012 -0,02 4,567 Tirreno Unit Protezione 5,103 Zenit Zerocento Fdf -0,06 -0,07 -0,06 16,362 Eurizon Focus Gar. Giugno 2012 Abn Amro Expert A-Rt50 -0,04 5,249 ASSICURATIVI Tirreno Unit Sviluppo -0,66 Adb Globale Quantitativo +0,00 4,119 Eurizon Focus Gar. I Sem. 2006 +0,00 5,149 Allianz Ras S.p.a. +0,00 Valore -0,10 4,771 Eurizon Focus Gar. I Trim. 2007 Agora Selection -0,02 5,238 Allianz Conservativo Agora Valore Protetto -0,08 6,305 Eurizon Focus Gar. Ii Sem. 2006 +0,03 10,747 INA VITA -0,02 5,106 Allianz Conservativo Gold Agoraflex -0,13 6,835 Eurizon Focus Gar. Ii Trim. 2007 -1,30 +0,03 107,753 Fondo Ina Valore Attivo -0,04 5,069 Allianz Flessibile Alarico Re -0,27 4,383 Eurizon Focus Gar. Iii Trim. 2007 -0,65 +0,62 9,545 Fondo Valute Estere +0,02 5,168 Allianz Flessibile Gold Allianz F100 Cl. L +0,16 3,814 Eurizon Focus Gar. Iv Trim. 2007 -0,17 +0,63 96,038 Nuovo Fondo Ina -0,06 5,122 Allianz Monetario Allianz F100 Cl. T +0,13 3,75 Eurizon Focus Gar. Marzo 2013 -0,01 10,269 INTESA VITA S.P.A. -0,04 5,077 Allianz Rifugio Allianz F15 Cl. L -0,02 5,297 Eurizon Focus Gar. Settembre 2012 +0,04 10,59 Accumulazione -0,20 -0,04 4,944 Allianz Sviluppo -0,02 5,227 Eurizon Focus Profilo Dinamico Allianz F15 Cl. T -0,05 +0,36 10,127 Crescita -0,06 5,164 Ras America +0,00 5,034 Eurizon Focus Profilo Moderato Allianz F30 Cl. L +0,13 2,983 Dinamica -0,31 +0,00 5,421 Ras Azionario Europa 4,241 Eurounit Azionario +0,00 4,968 Eurizon Focus Profilo Prudente -0,59 Allianz F30 Cl. T +0,00 +0,00 5,211 Ras Azionario Globale +0,12 26,007 Eurizon Focus Rend. Ass. 2 Anni Allianz F70 Cl. L -0,18 3,368 Eurounit Dinamico +0,04 -0,04 5,456 Ras Bilanciato Europa Allianz F70 Cl. T +0,12 25,51 Eurizon Focus Rend. Ass. 3 Anni -0,26 5,797 Eurounit Equilibrato +0,00 +0,00 4,874 Ras Bilanciato Globale Anima Fondattivo +0,09 12,972 Eurizon Focus Rend. Ass. 5 Anni -0,02 5,011 Eurounit Prudente -0,02 +0,00 8,017 Ras Commodity Aqqua +0,00 5,008 Eurizon Obiettivo Rendimento +0,57 3,706 Gpa Accordo +0,12 +0,00 5,967 Ras Equilibrato Arca Anfiteatro Bond Plus +0,02 5,907 Eurizon Team 1 Cl. A -0,05 4,377 Gpa Accordo 2 +0,12 +0,00 5,967 Ras Europa +0,05 5,541 Eurizon Team 1 Cl. G -0,37 3,996 Gpa Acuto Arca Anfiteatro Conservative Flex +0,92 -0,02 5,593 Ras Formula Dinamica 5,813 Gpa Acuto 2 +0,00 Arca Anfiteatro Corporate Absolute Return-0,02 5,606 Eurizon Team 2 Cl. A +0,93 -0,02 5,593 Ras Gestione Attiva +0,00 3,166 Eurizon Team 2 Cl. G Arca Anfiteatro Total Return +0,07 5,506 Gpa Armonia +0,68 -0,02 4,613 Ras Globale Arca Capitale Gar. Dicembre 2013 +0,06 5,15 Eurizon Team 3 Cl. A -0,12 4,22 Gpa Armonia 2 +0,67 -0,02 4,621 Ras Obbligazionario -0,06 5,135 Eurizon Team 3 Cl. G Arca Capitale Gar. Giugno 2013 -0,10 5,092 Gpa Motivo +0,34 -0,08 3,794 Ras Obbligazionario Europa -0,02 5,491 Eurizon Team 4 Cl. A Arca Corporate Bt +0,10 7,792 Gpa Motivo 2 +0,34 -0,08 3,804 Ras Obbligazionario Plus Europa Arca Rendimento Assol T3 +0,00 5,109 Eurizon Team 4 Cl. G -0,10 6,894 Gpa Private Bond +0,57 +0,00 3,611 Ras Obbligazionario Protetto +0,00 4,803 Eurizon Team 5 Cl. A Arca Rendimento Assol T5 +0,00 5,923 Gpa Private Global Guaranteed +0,51 -0,03 3,62 Ras Oriente Aureo Defensive -0,02 5,05 Eurizon Team 5 Cl. G -0,23 4,714 Gpa Private Global High -0,37 +0,16 13,198 Ras Quota Attiva Aureo Finanza Etica -0,02 6,041 Eurom. Flex Dividend +0,07 5,34 Gpa Private Global Low +0,51 +0,00 4,121 Ras Quota Protetta Aureo Flex Euro +0,26 9,794 Eurom. Real Assets +0,00 5,254 Gpa Private Global Medium +0,42 -0,53 3,163 Ras Technology & Research Aureo Flex Italia -0,02 17,371 Eurom. Strategic +0,70 2,311 Intesa Vita Azionario America Growth -1,82 -0,04 4,541 AURORA ASSICURAZIONI S.P.A. Aureo Flex Opportunity +0,00 4,834 Eurom. Total Return Flex 3 Intesa Vita Azionario America Value -1,29 -0,04 6,816 Meieaurora Balanced -0,02 5,966 Eurom. Total Return Flex 4 Aureo Plus -2,25 +1,93 9,597 Intesa Vita Azionario Cina -0,02 5,164 Meieaurora Bond Aureo Primaclasse Flessibile -0,04 5,348 Federico Re +0,72 8,633 Intesa Vita Azionario Europa Growth -1,47 -0,09 9,265 Meieaurora Unit Share Aureo Rendimento Assoluto -0,09 5,579 Fms - Absolute Return -0,76 +2,86 8,517 Intesa Vita Azionario Europa Value +0,00 92,93 New Balanced +0,06 4,899 Fondaco Absolute Return Azimut Strategic Trend -0,63 +1,03 9,997 Intesa Vita Monetario Dollaro +0,12 92,71 New Bond +0,34 18,116 Fondersel Duemila Azimut Trend -0,01 +0,49 9,831 Intesa Vita Monetario Euro +0,35 6,305 New Share Azimut Trend America -0,04 8,069 Fondit. Flexible Dynamic Cl. R +0,05 +1,57 10,433 Intesa Vita Obbligazionario Euro +0,33 6,306 Unietic Azimut Trend Europa +0,38 11,947 Fondit. Flexible Dynamic Cl. T +0,06 10,531 MEDIOLANUM VITA S.P.A. +0,01 8,854 Winvest Linea Bilanciata Azimut Trend Italia +0,06 15,612 Fondit. Flexible Growth Cl. R -0,21 -0,38 10,948 Az. Dinamismo +0,02 8,903 Winvest Linea Dinamica +0,55 5,708 Fondit. Flexible Growth Cl. T Azimut Trend Pacific -0,21 -0,60 9,409 Az. Dinamismo Bis -0,02 8,502 Winvest Linea Prudente -0,04 5,221 Fondit. Flexible Income Cl. R Bancoposta Centopiu' 2007 -0,13 12,167 Az. Fedeltà +0,00

3,968 4,469 4,599 5,249

10,063 7,956 5,927

9,664 6,612 11,275 9,208 7,696 9,982 7,406 8,669 9,762 11,219 8,54 6,785 10,891 11,31 9,865 10,809 11,41 7,738 11,088 10,445 11,163 5,247 4,858 5,363 4,274 9,855

63,297 93,619 133,485 176,851 86,135 131,454 123,124 185,398 165,472 214,712 75,203 107,912 179,771 105,316 171,986 2,052 4,873

6,008 5,00 4,554 3,798 10,241 9,541 8,733 8,286 2,134 2,455 3,874 5,114 7,874 2,801 2,847 4,26 3,786 5,578 5,694 4,804 6,172 4,01 1,066 7,725

5,067 5,922 4,461 2,846 4,79 5,413 6,307 676,75 650,82 372,71 317,44 492,89 433,61 617,84 580,89 716,52 576,45 310,28 655,00 522,81 7,64 8,35 20,057 9,594 10,793 8,309 10,866 11,039

3,275 3,757 2,213

VARIAZ. QUOT.

Az. Intraprendenza -0,27 3,004 Az. Intraprendenza Bis -0,22 3,69 -0,03 5,80 Az. Protezione Balanced -0,04 4,45 Balanced Bis -0,04 4,524 Country -0,22 3,144 Country Bis -0,19 3,677 Dinamic -0,10 3,857 Dynamic Bis -0,09 4,234 +0,00 6,737 Eurobond Breve Termine Eurobond Opportunità +0,11 6,673 Eurobond Sviluppo +0,04 6,671 Euroequity Opportunità -0,26 3,905 Euroequity Protezione -0,02 6,387 Euroequity Sviluppo -0,21 4,197 Moderate +0,02 4,943 Moderate Bis +0,02 4,939 Obbligazionario Breve Termine Bis +0,02 5,529 Obbligazionario Crescita +0,11 6,56 Obbligazionario Crescita Bis +0,11 5,271 Obbligazionario Evoluzione Bis -0,04 5,159 Obbligazionario Liquidità +0,02 6,649 Obbligazionario Moderazione +0,05 6,573 Obbligazionario Moderazione Bis +0,07 5,426 Opportunity -0,23 3,487 Opportunity Bis -0,24 3,819 Prudent +0,02 6,195 Prudent Bis +0,02 5,497 Sector -0,26 3,097 Sector Bis -0,26 3,854 MILANO ASSICURAZIONI Previlink Azionario -0,32 2,783 Previlink Bilanciato -0,14 4,142 Previlink Monetario -0,02 6,173 Previlink Obbligazionario -0,05 5,484 POPOLARE VITA S.P.A. Bpn Poseidon +0,00 10,57 -0,57 8,78 Bpn Unit Blue Bpn Unit Futura +0,74 2,71 Bpn Unit Green -0,20 9,76 Bpn Unit Overland +0,58 5,24 Bpn Unit Red -1,05 7,51 Bpn Unit Technology +0,74 1,36 Glob. Unit Bpn Allegro -0,23 4,37 Glob. Unit Bpn Andante +0,40 5,03 Glob. Unit Bpn Brioso +0,56 5,34 Glob. Unit Bpn Vivace +0,00 3,56 RISPARMIO E PREVIDENZA S.P.A. -2,08 3,346 Crfc Gentile Dinamico -0,78 5,744 Crfc Gentile Equilibrato Eurolink - C.V. Dinamico -0,45 12,485 -0,55 12,36 Eurolink - C.V. Equilibrato Eurolink - C.V. Risparmio -0,21 11,872 Formula Link In Prima +0,51 10,248 Formula Link In Seconda +0,35 8,906 Formula Link In Terza +0,01 7,274 Gestivita Azionario +0,17 8,06 Gestivita Bilanciato +0,46 9,712 +0,26 11,578 Gestivita Obbligazionario U.L. Patavium Dinamico +0,07 7,439 -0,06 9,061 U.L. Patavium Equilibrato SARA VITA S.P.A. +0,93 7,289 Multistrategy Az. Intern. Multistrategy Az. Intern. G.A. +1,17 7,631 Multistrategy Obbl. Europeo -0,59 9,229 9,576 +0,42 Multistrategy Obbl. Globale Profilo Guardian -0,10 9,94 Società Cattolica di Assicurazione Coop. a R.L. Bpbari Freeway Country -1,25 3,567 -0,65 3,519 Bpbari Freeway Desert Bpbari Freeway Jungle -0,39 0,253 Cattolica Azionario +0,96 3,891 Cattolica Bilanciato +0,58 4,158 Cattolica Fondo Protetto +0,48 5,285 4,716 +0,34 Cattolica Obbligazionario Cividale Percorso Azionario +0,00 10,464 +0,00 11,158 Cividale Percorso Obbligazionario Creberg Sim Formula Life Azionario -0,32 4,105 Creberg Sim Formula Life Bilanciato +0,04 4,508 Ferrara Investire Azionario +1,25 3,162 Ferrara Investire Obbligazionario +0,24 5,498 Fuoriclasse Balanced -0,44 4,347 Fuoriclasse Bond +0,09 5,481 2,914 -1,39 Fuoriclasse Equity -0,67 1,339 Fuoriclasse High Tech +0,40 5,506 Nuove Rotte +0,31 4,473 Progetto Attivo Bond Progetto Attivo Equity +0,96 3,584 Progetto Attivo Mix +0,55 4,181 Soluzione Dinamica -0,20 4,969 Soluzione Prudente +0,00 6,103 -0,64 3,428 Soluzione Vivace Unipol - Compagnia Assicuratrice S.P.A. -0,13 119,14 Uninvest Arcosereno Uninvest Azioni Pià -0,22 105,219 -0,43 13,298 Uninvest Crescita -0,57 11,908 Uninvest Equilibrio Uninvest Flessibile -0,65 6,429 -0,22 105,363 Uninvest Grande 7 Uninvest Grande Vita -0,42 100,854 Uninvest Mach 7 -0,30 110,76 Uninvest Otto&Mezzo -0,71 103,447 Uninvest Performance Europa -1,05 7,384 Uninvest Risparmio -0,06 13,355 -1,06 11,517 Uninvest Valore ZURICH LIFE AND PENSION Dws Controllo -0,06 5,192 -0,23 6,128 Dws Crescita -0,12 7,211 Dws Equilibrio Dws Evoluzione -0,07 4,562 Dws Protezione -0,05 7,712 Dws Prudenza -0,09 5,531 -0,06 5,398 Dws Sicurezza -0,06 3,446 Dws Sviluppo


AsteInfoappalti

27

il Domani

Sabato 28 Novembre 2009 TRIBUNALE DI CATANZARO Cancelleria Esecuzioni Immobiliari Il GIUDICE DELL’ESECUZIONE Dott.ssa Maria Carmela Andricciola ha pronunciato la seguente ordinanza nella procedura esecutiva n. 154/05 R.G.E. pendente tra Neos Finance S.p.A. contro _________; visti gli atti; DISPONE procedersi alla vendita senza incanto dei seguenti beni: Lotto 1: Quota pari a 1/2 di porzione di fabbricato in Caraffa di Catanzaro, Piazza Reduci 64, in catasto al foglio 6, p.lla 646 Prezzo euro39.375,00 Gli immobili, venduti nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano, sono meglio descritti nella relazione di stima consultabile nella Cancelleria di questo Tribunale. L’offerente depositando l’offerta, dichiara di conoscere lo stato dell’immobile. Ogni offerente dovrà depositare in Cancelleria la propria offerta in busta chiusa unitamente ad un Assegno Circolare intestato a Tribunale di Catanzaro proc. n. 154/05 RGE di un importo pari al 10% del prezzo proposto a titolo di cauzione entro le ore 12,00 del giorno 19.01.2010 restando le spese di trasferimento a carico della procedura. L’udienza per la deliberazione sulle offerte ex art. 572 c.p.c. e per l’eventuale gara tra gli offerenti ex art. 573 c.p.c. è fissata in data 20.01.2010. Aumento minimo in caso di gara euro1.000,00. L'aggiudicatario dovrà versare il prezzo di acquisto, dedotta la già versata cauzione, entro il termine di sessanta giorni dalla data di aggiudicazione in Cancelleria. Dispone che la presente ordinanza venga pubblicata per estratto, oltre che nelle forme di legge, mediante inserzione sul quotidiano “Il Domani”, nella rivista Aste e sul sito internet www.aste.eugenius.it almeno 45 giorni prima del termine per la presentazione delle offerte. Manda alla Cancelleria per quanto di competenza. Catanzaro, 30.09.2009 Il Giudice Dott.ssa Maria Carmela Andricciola °°°°°°°°°° Prima Sezione Civile Ufficio Esecuzioni Immobiliari Il Giudice dell’esecuzione, dott. Giuseppe Cava, letti gli atti della procedura esecutiva n. 17/93 R.G. Espr.; DISPONE la vendita senza incanto, alle modalità seguenti, dei beni assoggettati ad espropriazione siti in San Vito sullo Jonio e così individuati: Lotto n.1: unità immobiliare (F.14, p.lla 15 sub 3); euro86.138,44 lotto n.2: unità immobiliare (F.14, p.lla 15 sub 4.15.5);euro 47.126,81 lotto n.3: unità immobiliare (F.14, p.lla 15 sub 6);euro 20.422,13 lotto n.4: terreno (F.14, p.lla 33); euro 8.511,75 lotto n.5: terreno (F.14, p.lla 243); euro 9.910,12 lotto n.6: terreno (F.14 p.lla 249); euro 21.300,75 Gli immobili sono meglio descritti nella relazione di consulenza tecnica consultabile in Cancelleria e che si considererà interamente conosciuta dagli offerenti e dall’aggiudicatario. L’udienza di vendita ex art.572 cpc è fissata per il giorno 27.01.2010. Nella medesima data è fissata l’udienza ex art.569 cpc in mancanza di offerte di acquisto. Ciascun offerente per essere ammesso all’incanto dovrà depositare in Cancelleria, entro le ore 12,00 del giorno precedente la vendita, una busta sigillata recante la data della vendita ed il nome del Giudice e contenente domanda di partecipazione in bollo, fotocopia documento d’identità, nonchè assegno circolare non trasferibile intestato a TRIBUNALE DI CATANZARO PROCEDURA N..... di importo pari al 10% del prezzo base o del prezzo offerto, a titolo di cauzione. In caso di pluralità di offerte l’aumento minimo è fissato in Euro 2.000,00. L'aggiudicatario dovrà versare in Cancelleria il prezzo di acquisto, dedotta la già versata cauzione, entro il termine di giorni sessanta dalla data di aggiudicazione. Spese di trasferimento a carico della procedura esecutiva. Catanzaro, Il Giudice °°°°°°°°° PRIMA SEZIONE CIVILE Il Giudice dell’esecuzione, dr. CAVA, ha pronunciato la seguente ORDINANZA Nel procedimento n. 52/04 R.G.E. pendente tra INPS E [ OMISSIS] Visti gli atti, DISPONE Procedersi alla vendita senza incanto dei beni seguenti: - Lotto 1: quota pari ad 1/2 di terreno agricolo, sito in Catanzaro, loc. Santo Janni, mq. 15.515, in catasto FG.72, partic. 82 e 315; - PREZZO BASE: euro 5.700,00 -Lotto 2: quota pari ad 1/2 di terreno agricolo, sito in Taverna, loc. Simmerina, mq. 965, in catasto FG.27, partic. 108; - PREZZO BASE: euro810,00 Gli immobili, venduti nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano, sono meglio descritti nella relazione di stima consultabile nella Cancelleria di questo Tribunale. L’offerente, depositando offerta, dichiara di conoscere lo stato dell’immobile. Ogni offerente dovrà depositare in Cancelleria la propria offerta d’acquisto in busta chiusa , entro le ore 12 del giorno precedente l’udienza sotto fissata, unitamente ad un assegno circolare intestato “Tribunale di Catanzaro “Procedura n. 52/04” portante una somma pari al 10% del prezzo base a titolo di cauzione restando a carico dell’aggiudicatario le spese di trasferimento L’udienza per la deliberazione sull’offerta e per l’eventuale gara tra gli offerenti, con rialzo minimo non inferiore a euro500,00 è fissata in data 20/01/2010. Nella medesima data è fissata l’udienza ex art. 569 in caso di mancanza di offerte. L’aggiudicatario, dovrà versare il prezzo di acquisto, dedotta la già versata cauzione, entro il termine perentorio di giorni sessanta dalla data di aggiudicazione, in cancelleria. Dispone che la presente ordinanza venga pubblicata per estratto, oltre che nelle forme di legge, almeno 45 giorni prima del termine per la presentazione delle offerte, mediante inserzione sul quotidiano “Il Domani”, nella rivista Aste del mese anteriore la vendita nonchè sui siti web gestiti da Planetcom www.eugenius.it e www.tribunaledicatanzaro.net e rivista aste. Manda alla Cancelleria per quanto di competenza Catanzaro, 10/11/09. °°°°°°°°°° Prima Sezione Civile Ufficio Esecuzioni Immobiliari Il Giudice dell’esecuzione, dott.ssa Maria Carmela Andricciola, letti gli atti della procedura esecutiva n. 208/98 R.G. Espr.; DISPONE la vendita senza incanto, alle modalità seguenti, dei beni assoggettati ad espropriazione e così individuati: Lotto Unico: terreno con sovrastante fabbricato in Badolato loc. Cardarello (Foglio 26, part.lla 498). Prezzo base Euro 51.975,00 Gli immobili sono meglio descritti nella relazione di consulenza tecnica consultabile in Cancelleria e che si considererà interamente conosciuta dagli offerenti e dall’aggiudicatario. L’udienza di vendita ex art.572 cpc è fissata per il giorno 20.01.2010. Nella medesima data è fissata l’udienza ex art.569 cpc in mancanza di offerte di acquisto. Ciascun offerente per essere ammesso all’incanto dovrà depositare in Cancelleria, entro le ore 12,00 del giorno precedente la vendita, una busta sigillata recante la data della

ASTEINFOAPPALTI

È UN

PROGETTO

vendita ed il nome del Giudice e contenente domanda di partecipazione in bollo, fotocopia documento d’identità, nonchè assegno circolare non trasferibile intestato a TRIBUNALE DI CATANZARO PROCEDURA N..... di importo pari al 10% del prezzo base o del prezzo offerto, a titolo di cauzione. In caso di pluralità di offerte l’aumento minimo è fissato in Euro 500,00. L'aggiudicatario dovrà versare in Cancelleria il prezzo di acquisto, dedotta la già versata cauzione, entro il termine di giorni sessanta dalla data di aggiudicazione. Spese di trasferimento a carico della procedura esecutiva. Catanzaro, Il Giudice TRIBUNALE DI LAMEZIA TERME AVVISO DI VENDITA DI BENI IMMOBILI Della Proc. N. 103/98 R.E. Richiesta da: Banca di Credito Coop. di Carlopoli SI RENDE NOTO Che il giorno 20-01-2010 ore 12.00 nella sala delle pubbliche udienze di questo Tribunale avanti al giudice delle esecuzioni, si procederà alla vendita all’incanto dei beni immobili elencati in calce, alle seguenti condizioni: prezzo base euro 14417,92 per il primo lotto prezzo base euro 12288,00 per il secondo lotto Ogni concorrente per essere ammesso all’incanto, dovrà depositare nelle forme dei depositi Giudiziari, nella cancelleria di questo Tribunale almeno quattro giorni prima della data fissata per l’incanto Primo lotto: euro10% per cauzione e euro20% per spese Secondo lotto: euro10% per cauzione e euro20% per spese L’aumento minimo da apportarsi alle offerte è di euro5% del prezzo base d’asta per tutti i due lotti. L’aggiudicatario dovrà provvedere a Sua cura e spese alla voltura catastale dell’immobile trasferitogli. Entro il termine di sessanta giorni da quando l’aggiudicazione sarà divenuta definitiva (set-tanta giorni dalla vendita) l’aggiudicatario dovrà versare, nelle forme dei depositi giudiziari, il prezzo di aggiudicazione, detratto l’importo già versato a titolo di cauzione; Maggiori informazioni in Cancelleria. Elenco Beni Immobili: Lotto n 1: appartamento su due livelli - qualità dell’immobile: Unica unità immobiliare di edificio su tre livelli fuori terra con accesso tramite scala esterna adibita ad abitazione. - ubicazione dell’immobile: Comune di Carlopoli, frazione di Castagna, via Nazionale n∞ 46 - composizione: n∞ 2 vani (cucina e camera da letto ) + n∞ 2 accessori (servizio igienico e ripo-stiglio ) di superficie lorda complessiva pari a mq 73,60 con scala interna di servizio. - descrizione catastale: Foglio: 6; particella: 24; sub 2; zona censuaria /; categoria A/4; classe: 1; consistenza: 3,5 vani; rendita catastale euro128,34; indirizzo: via Nazionale fraz. Castagna n∞ 46; piano: S1-T-1. - variazioni catastali : Foglio 6; particella 666; sub 2; zona censuaria: /; categoria A/3, classe 1; consistenza 3,5 vani; rendita catastale euro128,34; indirizzo: via Nazionale fraz. Castagna n∞ 46; piano: S1-T-1 PER ALLINEAMENTO MAPPE. Lotto n∞ 2: vano al piano seminterrato - qualità dell’immobile: Unica unità immobiliare di edificio su tre livelli fuori terra adibita a garage. - ubicazione dell’immobile: Comune di Carlopoli, frazione di Castagna, via Nazionale n∞ 46 - composizione : unico vano di superficie lorda complessiva pari a mq. 61,75. - descrizione catastale : Foglio: 6; particella: 24; sub 2; zona censuaria: /; categoria: A/4; classe 1; consistenza: 3,5 vani; rendita catastale euro128,34; indirizzo: via Nazionale fraz Castagna n∞ 46; piano S1-T-1 PER ALLINEAMENTO MAPPE. - variazioni catastali : Foglio 6; particella 666; sub 2; zona censuaria: /; categoria A/3, classe 1; consistenza 3,5 vani; rendita catastale euro128,34; indirizzo: via Nazionale fraz. Castagna n∞ 46; piano: S1-T-1. Lamezia Terme, 29 ottobre 2009 Il Cancelliere (C/1) F.to Bruna Bernardi TRIBUNALE DI LOCRI SEGRETERIA ESECUZIONI IMMOBILIARI SI RENDE NOTO che il Giudice dell’esecuzione, Dr. DAVIDE LAURO, letti gli atti della procedura Esecutiva n. 77/83 promossa da BANCO DI NAPOLI (richiesta da IFIM) ORDINA LA VENDITA CON INCANTO DEI SEGUENTI BENI IMMOBILI: 8∞ LOTTO: Unità immobiliare per civile abitazione ubicata al primo piano di un fabbricato in muratura ordinaria sito nel Comune di Monasterace alla via delle Capanne n. 1, riportato nel NCEU alla partita 509 foglio di mappa 15 particella 100 cat. A/4 classe 2^^ vani 2 PREZZO BASE DEL LOTTO: Euro 37.650,00 - DEPOSITO PER CAUZIONE: Euro 3.765,00 - DEPOSITO PER SPESE: Euro 5.647,00 L’incanto avverrà, con il prezzo DA RIDURRE DI 1/5, all’udienza del 22.01.2010, ore 9,00, davanti a sè nella presente sede. STABILISCE PER LA VENDITA LE SEGUENTI CONDIZIONI: Ogni offerente dovrà depositare in Cancelleria sino all’inizio effettivo dell’udienza di vendita, unitamente all’istanza di partecipazione all’incanto, una somma pari al 10% del prezzo base per cauzione e 15% per prevedibile importo delle spese di procedura e trasferimento della proprietà; mediante consegna in Cancelleria di n. 2 assegni circolari non trasferibili intestati all’offerente. Le offerte in aumento non potranno essere inferiori ad Euro 1.500,00 per l’8 Lotto. L’aggiudicatario dovrà depositare entro il termine di 60 giorni dall’incanto il prezzo di aggiudicazione detratta la cauzione versata con le stesse modalità di cui sopra. Maggiori informazioni potranno essere acquisite presso la Cancelleria Esecuzioni Immobiliari di questo Tribunale. Rinvia per il prosieguo all’udienza del 22.01.2010. ESTRATTO CONFORME PER USO PUBBLICITA’. Locri, 21 ottobre 2009 IL CANCELLIERE °°°°°°°°°° Cancelleria Esecuzioni Immobiliari Si rende noto che il Giudice dell’Esecuzione letti gli atti della procedura esecutiva n. 61/94 promossa da Banca Nazionale del Lavoro S.p.a. Ordina la vendita con incanto dei seguenti beni immobili lotto n. 1 terreno sito nel Comune di Ciminà località Piano Moleti riportato nel NCT alla partita 24935 foglio di mappa 1 particella 157 pascolo classe 2^ di are 00.09.70 in ditta.... Prezzo base del lotto: euro 12.524,00; Deposito per cauzione: euro 1.252,40; Deposito per spese: euro 1.878,00. lotto n. 2: terreno sito nel Comune di Ciminà località Piano Moleti riportato nel NCT alla partita 24935 foglio di mappa 1 particella 158 pascolo classe 2^ di are 00.19.75 in ditta.... Prezzo base: euro 13.880,00; Deposito per cauzione: euro 1.388,00; Deposito per spese: euro 2.082,00. lotto n. 3: terreno sito nel Comune di Ciminà località Piano Moleti riportato nel NCT alla partita 24935 foglio di mappa 1 particella 218 bosco alto classe 3^ di are 00.01.00 in ditta.... Prezzo base: euro 1.291,00; Deposito per cauzione: euro 129,10; Deposito per spese: euro 194,00. L'incanto avverrà, con il prezzo sopra indicato da ridurre di 1/5, all'udienza del 22.01.2010 ore 9:00 davanti a se nella pre-

A CURA DELLA

MEDIATAG

sente sede, ed in secondo esperimento in data... alle stesse condizioni ne con le stesse modalità. Stabilisce per la vendita le seguenti condizioni: a) ogni offerente dovrà depositare in Cancelleria sino all’inizio effettivo dell’udienza di vendita, unitamente all’istanza di partecipazione all’incanto, una somma pari al 25% del prezzo base (10% per cauzione e 15% per prevedibile importo delle spese di procedura e trasferimento della proprietà) mediante consegna in Cancelleria di assegni circolari non trasferibili intestati all’offerente. b) Le offerte in aumento non potranno essere inferiori a euro 600,00 per il primo ed il secondo lotto, euro 60,00 per il terzo lotto. c) L’aggiudicatario dovrà depositare entro il termine di sessanta giorni dall’incanto il prezzo di aggiudicazione detratta la cauzione versata con le stesse modalità di cui sopra. Maggiori informazioni potranno essere acquisite presso la Cancelleria Esecuzioni Immobiliari di Questo Tribunale. Rinvia per il prosieguo all'udienza del 22.01.2010. Locri lì 04.11.09 Il Cancelliere °°°°°°°°°° CANCELLERIA ESECUZIONI IMMOBILIARI SI RENDE NOTO che il Giudice dell’esecuzione, Dr. DAVIDE LAURO, letti gli atti della Procedura Esecutiva n. 73/85 promossa da MALGERI ANTONIO, ORDINA LA VENDITA CON INCANTO DEI SEGUENTI BENI IMMOBILI: LOTTO N. 1 Unità immobiliare per civile abitazione posta al piano terra di un fabbricato a tre piani fuori terra sito nel Comune di Caulonia, c.da Aguglia, riportato nel NCEU alla partita 3426, foglio di mappa 112, particella 191 sub 2 Prezzo base del lotto: Euro 17.136,04 - Deposito per Cauzione: Euro 1.713,60 - Deposito per Spese: Euro 2.570,41 LOTTO N. 2 Unità immobiliare per civile abitazione posta al piano terra di un fabbricato a tre piani fuori terra sito nel Comune di Caulonia, c.da Aguglia, riportato nel NCEU alla partita 3426, foglio di mappa 112, particella 191 sub 3 Prezzo base del lotto: Euro 56.810,26 - Deposito per Cauzione: Euro 5.681,03 - Deposito per Spese: Euro 8.82,74 LOTTO N. 3 Unità immobiliare per civile abitazione posta al piano terra di un fabbricato a tre piani fuori terra sito nel Comune di Caulonia, c.da Aguglia, riportato nel NCEU alla partita 3426, foglio di mappa 112, particella 191 sub 4 Prezzo base del lotto: Euro 19.677,01 - Deposito per Cauzione: Euro 1.967,70 - Deposito per Spese: Euro 2.951,55 LOTTO N. 4 Unità immobiliare adibita a bar e rivendita tabacchi costituito di un fabbricato al piano terra sito nel Comune di Caulonia, c.da Aguglia, riportato nel NCEU alla partita 3426, foglio di mappa 112, particella 192 sub C Prezzo base del lotto: Euro 46.093,78 - Deposito per Cauzione: Euro 4.609,37 - Deposito per Spese: Euro 6.914,07 LOTTO N. 5 Unità immobiliare adibita a corte idonea alla sosta di autoveicoli sito nel Comune di Caulonia, c.da Aguglia, riportato nel NCEU alla partita 3426, foglio di mappa 112, particella 175 Prezzo base del lotto: Euro 15.493,71 - Deposito per Cauzione: Euro 1.549,37 - Deposito per Spese: Euro 2.324,06 L’incanto avverrà con il prezzo DA RIDURRE DI 1/5+1/5, all’udienza del 22.01.2010, ore 9,00, davanti a sè nella presente sede. STABILISCE PER LA VENDITA LE SEGUENTI CONDIZIONI: Ogni offerente dovrà depositare in Cancelleria, sino all’inizio effettivo dell’udienza di vendita, unitamente all’istanza di partecipazione all’incanto, una somma pari al 10% del prezzo base per cauzione e 15% per prevedibile importo delle spese di procedura e trasferimento della proprietà, mediante consegna in Cancelleria di n. 2 assegni circolari non trasferibili intestati all’offerente. Le offerte in aumento non potranno essere inferiori a Euro 826,33 per il Lotto 1; Euro 2.840,51 per il Lotto 2; Euro 981,27 per il Lotto 3; Euro 2.272,41 per il Lotto 4; Euro 774,69 per il Lotto 5. L’aggiudicatario dovrà depositare entro il termine di 60 giorni dall’incanto il prezzo di aggiudicazione detratta la cauzione versata con le stesse modalità di cui sopra. Maggiori informazioni potranno essere acquisite presso la Cancelleria Esecuzioni Immobiliari di questo Tribunale. Rinvia per il prosieguo all’udienza del 22.01.2010. ESTRATTO CONFORME PER USO PUBBLICITA’. Addì, 09 ottobre 2009 IL CANCELLIERE TRIBUNALE DI VIBO VALENTIA UFFICIO ESECUZIONI IMMOBILIARI Il Giudice dell’Esecuzione immobiliare - Dott.ssa Vincenzina Andricciola: - A scioglimento della riserva di cui al verbale di udienza del 15 gennaio 2008; - Letti gli atti relativi alla procedura esecutiva immobiliare n. 149/94 R.E., promossa da CENTROBANCA BANCA CENTRALE DI CREDITO POPOLARE S.p.A. con l’intervento di - CENTROBANCA S.p.A.; - CENTROBANCA quest’ultima rappresentata dagli Avvocati Antonio Pallone e Francesco Criscoli, elettivamente domiciliata presso lo studio dell’Avv. Giuseppe Corigliano in Vibo Valentia- Viale Kennedy n. 65; - Pronunciando sull’istanza di vendita dei beni pignorati; - ritenuto che sussistono le condizioni di legge per l’accoglimento dell’istanza di vendita all’incanto dei beni oggetto di pignoramento; - visti gli artt. 576 e segg. c.p.c.; ha pronunciato la seguente Ordinanza di vendita immobiliare con incanto dei beni immobili di proprietà della debitrice, così come di seguito descritti “LOTTO N. 01”: Piano terra adibito a magazzino del fabbricato sito Comune di Joppolo (VV) Contrada “Oliveto”, riportato al N.C.E.U. del Comune di Joppolo al foglio di mappa n. 18, partita 1314, particella 743, sub.1, categoria C/6 classe 2, superficie mq.90. Questa in vendita1000/1000, valore complessivo euro11.155,47. “LOTTO N. 02”: Appartamento posto al piano primo per civile abitazione del fabbricato sito in Comune di Joppolo (VV) Contrada “Oliveto”, riportato al N.C.E.U. del Comune di Joppolo al foglio di mappa n. 18, partita 1314, particella 743, subalterno 2, categoria A/3, classe 2, con una superficie di mq. 105. Questa in vendita 1000/1000. Valore complessivo euro12.085,09. “LOTTO N. 03”: Appartamento posto al piano secondo del fabbricato sito in Comune di Joppolo (VV) Contrada “Oliveto”, per civile abitazione in fase di costruzione, riportato al N.C.E.U. del Comune di Joppolo al foglio di mappa n. 18, partita 1314, particella 743, subalterno 3, categoria A/3, classe 2, con superficie di circa mq.105. Quota in vendita 1000/1000. Valore complessivo euro10.628,68. La vendita avrà luogo all’incanto, in più lotti il giorno 19.01.2010, ore 11, davanti al G.E. dell’intestata procedura in una sala delle pubbliche udienze del Tribunale di Vibo Valentia; gli immobili vengono posti in vendita nello stato di fatto e di diritto in cui appartengono al debitore e sulla base dei dati emergenti dai certificati catastali ed ipotecari e dalla relazione di stima dell’esperto Arch. Francescantonio Tedesco depositata il 07 settembre 2000, consultabile in Cancelleria. Stabilisce per la vendita le seguenti condizioni: Il prezzo base è di euro11.155,47 per il lotto n.1; euro12.085,09 per il lotto n.2; euro10.628,68 per il lotto n.3; come da stima del C.T.U. Arch. Francescantonio Tedesco depositata il 07. Settembre 2000. 1) Le offerte in aumento non potranno essere inferiori a euro774,69 (non oltre euro2.582,28). 2) L’ammissione all’incanto è subordinata al deposito sul

Per informazioni 0961 996802

www.aste.eugenius.it ::

libretto intestato alla procedura delle seguenti somme: 10% del prezzo minimo a titolo di cauzione; 12% del prezzo minimo quale somma corrispondente all’ammontare approssimativo delle spese della procedura. 3) Ogni offerente dovrà prestare cauzione in danaro o in titoli del debito pubblico della somma suindicata oltre IVA entro il giorno precedente l’incanto mediante deposito di essa nella cancelleria su apposito libretto giudiziario assoggettato a vincolo di indisponibilità salvo diverso ordine del G.E. 4) L’aggiudicatario, entro il termine di giorni 30 (trenta) dall’aggiudicazione dovrà depositare il prezzo, dedotta la cauzione già prestata, in un libretto di deposito giudiziario vincolato al giudice dell’esecuzione. 5) Le spese delle formalità per la cancellazione della trascrizione dei pignoramenti immobiliari e delle iscrizioni ipotecarie nonchè delle volture catastali saranno a carico dell’aggiudicatario. 6) L’offerente ove coniugato dovrà produrre un estratto dall’Ufficiale di stato civile del Comune presso il quale fu registrato il matrimonio relativamente al regime patrimoniale della famiglia. 7) Gli eventuali oneri ex lege 47/85 e successive modifiche ed integrazioni saranno a carico dell’aggiudicatario. Qualora il bene aggiudicato sia un appezzamento di terreno avente superficie inferiore a 10.000 mq, troverà applicazione l’art.18 della legge n. 47/85, con la conseguente possibilità di acquisizione dell’area al patrimonio disponibile del Comune qualora il Sindaco accerti la effettuazione della lottizzazione a scopo edificatorio senza la prescritta autorizzazione. 8) Per i lotti costituiti da terreni, l’emissione del decreto di trasferimento è subordinata all’acquisizione del certificato di destinazione urbanistica aggiornato a cura dei creditori interessati o dallo stesso aggiudicatario. 9) Ferme restando le altre condizioni di legge La presente ordinanza sarà pubblicata dal Cancellerie mediante affissione all’albo del Tribunale. A cura e spese del creditore procedente la presente ordinanza sarà divulgata mediante inserzione di un estratto della stessa su un quotidiano avente diffusione regionale. Tra il compimento delle forme di pubblicità e l’incanto dovranno decorrere quarantacinque giorni. Vibo Valentia 7.04.2009 °°°°°°°°°° ORDINANZA DI VENDITA R.G 101/04 ILG.E. - dott. Vincenzina Andricciola ó esaminati gli atti e sciogliendo la riserva; - letti gli artt. 569 Ss c.p.c; - vista la richiesta di vendita; - visto l’art. 591 c.p.c.; - dispone la vendita senza incanto dei beni indicati in calce alla presente ordinanza; Ogni offerente dovrà depositare in cancelleria la propria offerta in busta chiusa entro le ore 12,00 del giorno precedente l’udienza sotto fissata con una somma pari al 25% del prezzo base (10% per cauzione e 15% in conto spese, mediante deposito su libretto bancario intestato alla procedura). L’offerente depositando offerta dichiara di conoscere lo stato dell’immobile. L’udienza per la deliberazione sulle offerte ex art. 572 c.p.c. e per l’eventuale gara tra gli offerenti ex art. 573 c.p.c. è fissata in data 19.01.2010. Nel caso in cui non siano proposte offerte nel termine stabilito, ovvero nel caso in cui le stesse non siano efficaci ai sensi dell’art. 571 c.p.c., ovvero nel caso in cui si verifichi una delle circostanze di cui all’art. 572 co. 3 c.p.c. ovvero nel caso in cui la vendita senza incanto non abbia luogo per qualsiasi ragione si procederà alla vendita con incanto del bene in data 16.02.2010 alle ore 11,00. Aumento minimo in caso di gara euro700,00. In tal caso entro le ore 11 del giorno precedente la vendita, ciascun offerente dovrà presentare domanda e versare in cancelleria il 25% del prezzo base (10% per cauzione e 15% in conto spese, mediante deposito su 1ibretto bancario intestato alla procedura).L’aggiudicatario dovrà versare il prezzo di acquisto dedotta la cauzione già versata entro il termine di gg. 60 dalla data di aggiudicazione in cancelleria. Le spese di trasferimento e di cancellazione delle ipoteche saranno a carico dell’ aggiudicatario; Il Cancelliere curerà la pubblicità legale; il creditore istante, almeno quarantacinque giorni prima del termine per la presentazione delle offerte ed, in caso di vendita con incanto, almeno 45gg prima della data fissata per l’incanto, provvederà a pubblicare la presente ordinanza e la relazione di stima su “Il Domani - Progetto Aste” e sul sito Internet WWW.aste.eugenius.it, farà notificare la presente ordinanza ai creditori iscritti non intervenuti e al debitore (il Cancelliere e il creditore dovranno omettere l’indicazione del nome del debitore nell’effettuare tali forme di pubblicità, a norma dell‘ultimo comma dell èart. 490 c.p.c.); Se ne ricorrono i presupposti, il pagamento, previa autorizzazione del G.E., dovrà avvenire, in tutto o in parte, direttamente a favore dell’Istituto di Credito Fondiario ai sensi della speciale normativa è fondiaria” (l’istituto, entro 15 giorni dall’aggiudicazione, dovrà allegare chiaro e dettagliato conteggio ex art. 2855 c.c.). BENI IN VENDITA LOTTO UNO IN VENDITA: fabbricato adibito di fatto a deposito di attrezzi agricoli sito in località Vignale del comune di Brognaturo, ad un piano seminterrato e relativa corte, con terreno agricolo intorno per una superficie complessiva di mq 2273. E riportato nel NCT di detto comune al foglio 3, p.lla 4, seminativo, are 70.1 0. PREZZO BASE euro 67.047,00 Vibo Valentia.13.05.2009 Il Giudice dell’Esecuzione °°°°°°°°°° Procedura esecutiva immobiliare n. 94/96 SI RENDE NOTO che con ordinanza emessa in data 17/03/2009 il G.E. ha disposto fissazione d'udienza in data 01 dicembre 2009, ore 09:30 per la vendita con incanto dei seguenti beni pignorati: - LOTTO UNO IN VENDITA: terreno edificabile sito nel centro abitato del comune di Cessaniti della superficie di mq 1007, ricade in zona B2 con indice di fabbricabilità fondiaria 1,5 mc/mq, altezza massima 10,50 metri, numero piani 3. Riportato in catasto al foglio di mappa 33, p.lla 682, qualità seminativo, classe 2, reddito dominicale euro 2,86, reddito agrario euro 1,30. Confina con strada provinciale, p.lle 590, 686, 683, 111, 595. Prezzo base d'asta: Euro 40.000; - LOTTO DUE IN VENDITA: terreno con entrostante fabbricato sito nel centro abitato del comune di Cessaniti. Il fabbricato si compone di un solo piano fuori terra ed ha una superficie di mq 80, con adiacente e retrostante locale deposito di mq 15, area di pertinenza libera (corte) mq 255. Il terreno è riportato in catasto al foglio di mappa 33, p.lla 589, qualità seminativo, classe 2, superficie are 3 centiare 50 reddito dominicale euro 0,99, reddito agrario euro 0,45. Il fabbricato non è censito nel catasto fabbricati. Confina con strada provinciale, p.lle 590, 588, 519, 107. Prezzo base d'asta: Euro 32.000. La vendita avrà luogo al prezzo base indicato, ed alle seguenti condizioni: 1) entro le ore 11:00 del giorno precedente la vendita, ciascun offerente dovrà presentare domanda e versare in cancelleria il 25% del prezzo base (10% per cauzione e 15% in conto spese, mediante deposito su libretto bancario intestato alla procedura); 2) le offerte di aumento non potranno essere inferiori ad euro 500; 3) le spese di trasferimento e di cancellazione delle ipoteche saranno a carico dell'aggiudicatario; 4) l'aggiudicatario dovrà, entro trenta giorni da quando l'aggiudicazione sarà divenuta definitiva, versare il prezzo di aggiudicazione, detratto l'importo della cauzione, su libretto ordinario di risparmio, vincolato al giudice dell'esecuzione, presso la Banca di Roma - Capitalia - Filiale di Vibo Valentia; Se ne ricorrono i presupposti, il pagamento, previa autorizzazione del G.E., dovrà avvenire, in tutto o in parte, direttamente a favore dell'Istituto di Credito Fondiario.


28

il Domani Sabato 28 Novembre 2009

CULTURA E ASSOCIAZIONI “Commossi e indignati”, incontro a Cosenza

A Gagliato si parla di adolescenti GAGLIATO — Incontro-dibattito sulle problematiche adolescenziali,organizzato dall’Associazione culturale "Gianni de Luca" di Gagliato, oggi, alle ore 18:00, presso la sala consiliare del Comune di Gagliato (Cz). Saluti: Filippo Malafarina, vice presidente Associazione culturale "Gianni De Luca" di Gagliato; Franco Fodaro, sindaco di Gagliato.

COSENZA — Si terrà oggi alle ore 14,30, presso l’Hotel Holiday Inn di Cosenza in via Panebianco n. 452, un incontro dibattito dal titolo “Commossi & Indignati: La Calabria che resiste”. Scopo dell’iniziativa promossa e organizzata dalla economista calabrese Lilia Infelise è quello di mettere in relazione quanti in Calabria possono agire in modo attivo e responsabile per il cambiamento e un personaggio politico nazionale, l’on. Antonio Di Pietro presidente del partito Italia dei Valori.

L’iniziativa si terrà nella giornata di oggi a Reggio, presso l’Università della Terza Età

Premio Anassilaos di poesia Oggi cerimonia di consegna REGGIO CALABRIA — Con un breve omaggio a Salvatore Quasimodo, il grande poeta che una parte della sua vita trascorse a Reggio Calabria, nel 50° anniversariodel conferimento del Premio Nobel per la Letteratura (1959), e con un altrettanto caloroso omaggio ai nostri amici poeti calabresi e reggini (videoproiezioni realizzate da Daniela Pericone), si aprirà sabato 28 novembre alle ore 18,00 presso l’Università della Terza Età (Via Willermin) la cerimonia di consegna del Premio Anassilaos di poesia che conclude la stagione 2009 dei premi promossi dal sodalizio reggino. Ad aggiudicarsi il 1° Premio per la Sezione Poesia Edita (una targa e la somma di 500 euro) Francesco Luigi Errigo per “Viaggio lirico” (Arti Grafiche Edizioni). Il 2° e il 3° Premio (targa e diploma) sono andati rispettivamentea Renzo Piccoli per “Cantar de mi amor” (Sovera Edizioni), e Aristide Casucci per “Nudo con rosso” (Ed. ACCI Ed.) Per la Sezione Poesia Inedita 1° Premio (una targa e la somma di 500 euro) alla lirica Senza riserva di Giovanna Brancatisano Sciarrone. Il 2° e 3° Premio (targa e diploma) sono stati assegnati rispettivamente alla lirica Chiudi gli occhi di Mariangela Costantino e, ex aequo, a Le ombre del silenzio di Emilia Fragomeni e a Goccia di Valentina Confido. Segnalati, nell’ambito della poesia edita (medaglia e diploma) Antonio Gaetano per “S...tralci di poesie” (Edizioni Ellenofoni di Calabria),Bruno Laganà per “Indissolubile nucleo”(Leonida

Ci sarà un breve omaggio a Salvatore Quasimodo che visse parte della sua vita nella Città dello Stretto

Edizioni), Mimma Licastro Minniti per “Maschere e volti”(Città del Sole Edizioni), Marisa Provenzano per “Luci oblique” (Editrice I 2 colli),Domenico Antonio Sgrò per “Il respiro degli angeli & Posterine” (Artemis). Segnalati per l’Inedito (medaglia e diploma) le liriche Linee di velluto di Marco Alampi, Vento di Alessandro Amedeo, Serata d’autunno di Anna Francesca Basso, Sopra l’aeroporto di

Giuseppe Battaglia,Tossico di Laura Bruno,Consolante carezza di Maria Rosa Catalano, Alla ragazza venuta dall’Umbria di Eugenio Curatola, Danza il tempo di Pina De Felice, Musica di Anna Maria Immesi, Bella è la storia di Nanà Lo Giudice, Il canto di Ester di Giovanna Oro, Bilanci di Francesco Palermo. Menzione d’Onore alla lirica La parola di Fernanda Mulin De Assis (Brasile).

Quarto convegno nazionale, martedì 2 dicembre, all’auditorium Conciliazione di Roma

“La missione evangelizzatrice del Movimento Apostolico” CATANZARO — Il 2 dicembre, alle ore 17.30, nell’auditorium "Conciliazione" (via Conciliazione, 4) di Roma, il Movimento Apostolico celebrerà il 4° Convegno nazionale sul tema: "La missione evangelizzatrice del Movimento Apostolico e la nuova evangelizzazione". Interverranno S.E. Mons. Giuseppe Marciante, Vescovo Ausiliare di Roma, S.E. Mons. Antonio Ciliberti, Arcivescovo di Catanzaro-Squillace, Mons. Costantino Di Bruno, Assistente ecclesiastico centrale del Movimento Apostolico, e la Dott.ssa Cettina Marraffa, presidente del sodalizio. L’evento sarà arricchito dai giovani del Movi-

mento che metteranno in scena, in seconda serata, la sacra rappresentazione"E sia la luce", ideata, scritta e musicata da Cettina

Marraffa, già autrice di innumerevoli opere sacre presentate in diverse città italiane ed estere. I primi tre convegni nazionali ce-

lebrati nella città di Catanzaro, dove il Movimento Apostolico nasceva il 3 novembre del 1979 tramite l’ispiratrice e fondatrice Maria Marino con il carisma di "ricordarela Parola del Signore al mondo che l’ha dimenticata", hanno visto la presenza dei Cardinali Angelo Scola e Carlo Caffarra e dei vescovi Vittorio Mondello, Mauro Piacenza, Salvatore Nunnari e Santo Marcianò. Un evento significativo per far rivivere nella "Caput Mundi" il prezioso messaggio evangelico, attraverso il pensiero teologico e l’arte scenica con la partecipazione di tanti giovani protagonisti di una Chiesa viva.

“E’lifestyle” distribuito in Calabria e Sicilia E’ Dieci! Il primo numero a due cifre di E’lifestyle da oggi è in distribuzione in tutta la Calabria, in Sicilia orientale e scaricabile su www.elifestyle.it. Presentato in anteprima alla finale mondiale della Fed Cup, il nuovo numero di E’ esplora le ultime tendenze dello stile creativo contemporaneo. Il mondo del fashion celebra il ritorno degli anni’80, la moda diventa rock, gli stilisti arredano casa con il vintage di lusso, Martino Zanotta anticipa le nuove tendenze del design, Fabrizio Capua ci spiega le sue strategie manageriali. In anteprima, il programma della Baam, la Biennale di Architettura e Arte del Mediterraneo, che pone Reggio Calabria al centro della scena culturale e, in esclusiva, il silenzio creativo della dimora del Maestro Giuseppe Niglia e la prima cellula sovversiva del gusto calabrese. E ancora spazio alla creatività del Sud, con servizi sui giovani talenti. Vi racconteremo del nostro viaggio nella travolgente energia dell’elettronica del Sonar di Barcellona, della evasione alla Hawaii, inseguendo lo spirito alhoa, e del ritorno al mistero delle nostre cime silenziose, che tanto hanno appassionato Wim Wenders, con un film che sta spiccando il suo Volo! Vieni a trovarci sul sito e proponi i tuoi progetti, le tue idee, le tue foto, i tuoi eventi. E’lifestyle. Presente, Indicativo, Singolare.


Sabato 28 Novembre 2009 il Domani 29

CULTURA E ASSOCIAZIONI La serata prevede diversi momenti Dopo i saluti di Adamo e del maestro Reda, il professore Nuccio Ordine terrà una prolusione sul tema «"Così fan tutte" o "Così fan tutti"? Amore e tradimento in Ariosto e Mozart»

Teatro Rendano

COSENZA L’iniziativa si svolgerà oggi al Teatro Rendano e si inserisce nel programma delle celebrazioni per l’Anno Telesiano. Al filosofo è dedicata la seconda parte della serata

Inaugurazione per il conservatorio “Stanislao” dell’anno 2009-2010 di Rosaria Ionà

insieme al “Giacomantonio” e al conservatorio “Alfredo Casella” de L’Aquila, in particolare di due dipartimenti di Musica Antica. La serata prevede diversi momenti. Dopo i saluti dell’avv. Bruna Adamo e del maestro Giorgio Reda, rispettivamente presidente e direttore del Conservatorio di Cosenza, il professore Nuccio Ordine terrà una prolusione sul tema «"Così fan tutte" o "Così fan tutti"? Amore e tradimento in Ariosto, Cervantes e Mozart». Ordine è docente di Letteratura Italiana all’Università della Calabria, nonché presidente del Comitato Nazionale per le celebrazioni del V centenario della nascita di Bernardino Telesio. Proprio al filosofo e naturalista cosentino è dedicata la seconda parte della serata, intitolata “Il viaggio di Telesio”. Si tratta di un concerto di musica tardo rinasci-

COSENZA — Il conservatorio “Stanislao Giacomantonio” di Cosenza inaugurerà l’anno accademico 2009-2010 con una manifestazione che si svolgerà oggi alle ore 18,30 presso il Teatro “Alfonso Rendano” di Cosenza. La manifestazione si inserisce nel programma delle celebrazioni per l’Anno Telesiano, il cui comitato nazionale è coorganizzatore

Il concerto sarà aperto e chiuso da musiche di Achille Falcone, concittadino di Telesio Il filosofo Telesio

Ottimi risultati per il Leo Club di Catanzaro che ha raccolto fondi in favore del progetto UniLeo 4 Light

CATANZARO — Si è conclusa con ottimi risultati la raccolta fondi effettuata dal Leo club Catanzaro nei giorni scorsi in favore del progetto UniLeo 4 Light. Il club del capoluogo, con il presidente Giovanni Fioresta che ha coordinato le attività, ha distribuito centinaia di pandori e palloncini che hanno favorito la donazione di centinaia di generosi passanti in piazza Prefettura e presso il centro commerciale Le Fontane. Studenti che leggono i testi di studio trasformandoli in audio-libri, libri trascritti in braille, possibilità di studiare insieme ad altri giovani per un aiuto durante la preparazione degli esami: queste sono solo alcune delle iniziative a sostegno degli studenti disabili che il progetto UniLeo 4 Light si

prefigge di raggiungere. Anche il Leo club Catanzaro sostiene il progetto, sia con la raccolta fondi effettuata nello scorso fine settimana sia con altre attività in fase di realizzazione. Dopo oltre due anni di attività e raccolta fondi, il Multidistretto Leo 108 Italy si appresta a chiudere il triennio del Tema Operativo Nazionale. Ed è proprio ora, che ogni singolo socio, ogni club del distretto darà il massimo per poter raggiungere gli obiettivi prefissati dal progetto UniLeo 4 Light. L’intento è di promuovere la piena partecipazione di tutti gli studenti non-vedenti e ipovedenti alle attività didattiche, formative e relazionali delle Università italiane.

Il progetto prevede la consegna ad almeno un’università per regione. Di particolare rilevanza, poi, è l’appoggio ricevuto da parte del presidente della Crui (la Conferenza dei Rettori delle Università italiane) che con una nota inviata a tutti gli atenei nazionali invita i referenti per i diversamente abili a definire un piano di intervento perorganizzareleattivitàpreviste dal progetto UniLeo 4 Light. L’integrazione delle persone diversamente abili nell’ambiente universitario si pone, innanzitutto, come un problema di civiltà: gli studenti non-vedenti e ipovedenti devono essere posti in condizione di partecipare attivamente a tutti gli aspetti della vita universitaria.

mentale e barocca che sarà eseguita con strumenti d’epoca. Viola da gamba, violino barocco, flauto dolce, liuto, clavicembalo, organo saranno suonati da docenti e studenti dei corsi superiori dei Conservatori di Cosenza e L’Aquila, insieme all’ensemble corale del “Giacomantonio”. Complessivamente, saliranno sul palco del “Rendano” quaranta musicisti professionisti e un’attrice. I brani in programma furono composti da autori che operarono nelle medesime località in cui è registrata la presenza del grande filosofo e naturalista cosentino (Milano, Roma, Padova, Napoli). Il concerto sarà aperto e chiuso da musiche di Achille Falcone, nato a Cosenza probabilmente nel 1580, dunque concittadino contemporaneo di Telesio, che visse dal 1509 al 1588. Tra l’altro, saranno eseguiti brani del teorico e compositore Vincenzo Galilei, padre dello scienziato Galileo. Dal suo “Sidereus Nuntius”, dal “De rerum natura iuxta propria principia” di Bernardino Telesio e dal “Dialogo della musica antica e della moderna” di Vincenzo Galilei sono tratti i passi che saranno letti tra un brano musicale e l’altro. La serata si chiuderà nel Ridotto del Teatro “Rendano” (Sala “Quintieri”) con un brindisi. L’ingresso è libero.

Saliranno sul palco quaranta musicisti professionisti e un’attrice I brani in programma furono composti da autori che operarono nelle località in cui è registrata la presenza del filosofo Telesio


Sabato 28 Novembre 2009 il Domani 31

APPUNTAMENTI Presentazione de “Tempo Nuovo: quando le piccole realtà incontrano i grandi personaggi” a Chiaravalle

Settimana delle biblioteche

Proseguono fino a domenica le “Giornate Federiciane” a Lamezia • CATANZARO Festival d’Autunno Programma della settima edizione del Festivl d’Autunno fino al 5 dicembre : "I 50 anni divolare" oggi , presso il Teatro Politeama ore 21.00, "Uomini in frac Omaggio a Domenico Modugno"; "Chitarra,paroleesoul"sabato5dicembre ,presso Teatro Politeama ore 21.00, Alex Britti - Neffa.

• CATANZARO Adol, stagione 2009/2010 Adol, Amici Dell’Opera Lirica "Jussi Bjorling" presenta il programma 2009/2010: 12 dicembre ,introduzioneal "Nabucco", pressoCircolo Unione, ore 17.30; 13 febbraio 2010, introduzione alla "Lucia di Lammermoor",presso CircoloUnione,ore17.30;27febbraio2010 , concerto in ricordo del Maestro Florida Cilurzo, presso Circolo Unione, ore 17.30; 27 marzo 2010, da definire; 24 aprile 2010, Grandi scene d’Opera "La pazzia" presso Circolo Unione ore 17.30; 22 maggio 2010, 2° incontro su Mozart-Da Ponte "Le Nozze di Figaro" presso Circolo Unione ore 17.30.

•CATANZARO Canto per te Franco Domenica29novembre,ore17.00,presso il Teatro Politeama di Catanzaro, si terrà Canto per te Franco ( memorial Franco Franconieri) 3°edizione. Canteranno tutti gli artisti di Catanzaro fra cui: Ulisse, Mimmo Mancini, Tony Schito, Michele Tosi, Mimmo Cristina, il tenore Francesco Carmine Fera e il soprano AnnaMariaBagnato,Annalaura,Rosalba Chiarella, Anna Folino, Lucrezia, Adriano Fasano, Stefano Greco, Pino Colao, Gino Celli, Giovanna Dardano, Ilaria&GiulianaGrande,ValentinaCiarlo, MaraFranconieri,ToninoLaSalvia,AntonellaRanieri, Salvatore Chiefalo, Ettore Capicotto, Sarino Libico, Tonino Angeletti, Serena Cristofalo, Pino Arcuri. Gli artisti canteranno tutti dal vivo e saranno accompagnati dalla gdlband: al basso Piero Dardano, alla chitarra Sergio Turcomanni, allatastiera Antonio Gallelli e alla batteria Gianfranco Caroleo. Presenta Giagià Rubino. Ospite d’onore, direttamente dal Bagaglino, il notoattorecabarettistaedimitatoreGabriele Marconi. Costo del biglietto 5,00. Incasso devoluto in beneficenza a favore delle vittime di Messina. Per ulteriori informazioni contattare l’associazione Franco Franconieri ai numeri 328/9192363 - 338/2993213; o consultare il sito internet www.francofranconieri.it o ancora scrivere aL seguente indirizzo di posta elettronica caroleomusica@libero.it. • CHIARAVALLE (Cz) Iniziativa "Tempo Nuovo" L’associazione culturale Tempo nuovo invita a partecipare alla pubblicazione dello studio"Tempo Nuovo: quando le piccole realtà incontrano i grandi perso-

naggi"chesiterràdomenica6dicembre , alle ore 17.30, presso l’auditorium della scuola media "Corrado Alvaro" di Chiaravalle C.le. Programma: interventi: Fabrizio Montanari, docente università Bocconi master per lo sviluppo dipartimento di management; Claudia Tacchino, docente università Bocconi masterperlospettacolodipartimentodianalisiistituzionaleemanagementpubblico; Antonio Walter Rauti, relatore del progetto; Ulderico Nisticò, storico; Wanda Ferro,presidenteeassessoreallacultura amm.provincialeCatanzaro;Domenico Cersosimo, assessore alla cultura regione Calabria; Franco Candiloro, presidente ass. culturale "Tempo Nuovo". • COSENZA Settimana delle biblioteche La biblioteca civica di Cosenza ingresso da via Antonio Serra (salita vecchio Liceo) presenta la sesta settimana regionale delle biblioteche, fino a domenica 29 novembre . Oggi , presso la Biblioteca Civica complesso monumentale di Santa Chiara ore 9.30, Esperienze di scrittura creativa dell’istitiuto superiore "E. Siciliano" Bisignano, a cura di Marcello D’Alessandro; ore 10.30, presentazione del libro Shira… io mi racconto, a curadiAntonelloSavaglio,saràpresente l’autoreLucaTiano;ore11.30,visitaguidata alle mostre tematiche da parte dei curatori, in particolare: Paesaggi/Passaggi, fotografie di Ivana Russo. • COSENZA Convegno con Di Pietro Siterràoggialleore14,30pressol’Hotel HolidayInn diCosenzain ViaPanebianco n. 452 un incontro dibattito dal titolo “Commossi&Indignati:LaCalabriache resiste”.Scopo dell’iniziativa promossa e organizzata dalla economista calabrese Lilia Infelise è quello di mettere in relazionequantiinCalabriapossonoagire in modo attivo e responsabile per il cambiamento e un personaggio politico nazionale, l’on. Antonio Di Pietro presidente del partito Italia dei Valori.Dopo un saluto introduttivo dell’on. Ignazio Messina commissario di Italia dei Valori Calabria, Lilia Infelise economista dell’innovazione e presidente di Artes affronterà il tema: “I punti qualificanti di un progetto straordinario per un momento straordinario della nostra regione”.Seguirannoletestimonianzedi imprenditori,formatori,ricercatori,promotori di movimenti per la cittadinanza attiva e giovani studenti che racconteranno brevemente la loro esperienza. Vi sarà inoltre un collegamento in diretta conunricercatorecalabresedell’Università di Miami - Miller School of Medicine (Interdisciplinary Stem Cell Institute). Concluderà l’on. Di Pietro presidente di Italia dei Valori che parlerà sul tema: “Essere attori di cambiamento: la meta e la strada della Calabria.” • COSENZA Conservatorio Giacomantonio Il conservatorio “Stanislao Giacomanto-

nio” di Cosenza inaugurerà l’anno accademico 2009-2010 con una manifestazione che si svolgerà oggi alle ore 18,30 presso il Teatro “Alfonso Rendano” di Cosenza.

• LAMEZIA T. (Cz) Stagione di prosa ProgrammaTeatrocomunalePoliteama di Lamezia Terme, stagione di prosa 2009/2010, direzione artistica Angela Dal Piaz: oggi, domenica 29 novembre2009 , in esclusiva per la Calabria, compagnia Bustricsnc di Sergio Bini Nuvolo scritto da Sergio Bini con la collaborazionedi Gianfilippo Pedote, con Sergio Bini in arte Bustric,sonorizzazione Benni Atria,musiche a cura di Roberto secchi,organizzazione Alda Vanzini;sabato28(matinèe),domenica 29 (pomeridiana) novembre 2009 , inesclusiva per la Calabria, cartellone stagione teatro ragazzi 2009-2010, compagnia Bustric snc di SergioBini,Pierino e il lupo, musica di Sergio Prokofiev, con Sergio Bini in arteBustric, ideazione scenica Bustric; lunedì 7, martedì 8dicembre2009 , Teatro de Gli Incamminati, Vita diGalileo di Bertolt con Franco Branciaroli e con Giancarlo Cortesi,Nicola Ciulla, Daniele Griggio, Giorgio Lanza, Dora Romano, AlessandroAlbertin, Giulia Beraldo,Tommaso Cardarelli, Emanuele Fortunati,Jacopo Venturiero, Nicole Vignola, scene Pier Paolo Bisleri, costumiElena Mannini, musicheGermanoMazzocchetti,luciGigi Saccomandi,regia Antonio Calenda; sabato 12, domenica 13 dicembre 2009 , Khora srl Amleto di WilliamShakespeare traduzione diEugenio Montale con Alessandro Preziosi e con Mino Manni, FrancescoBiscione, Giovanni Carta,Ugo Maria Morosi,CarlaCassola, Silvia Siravo, Marco Trebian, Simone Ciampi, Marco Zingaro,Marco Trebian, Yaser Mohamed, Vito Facciola, Giovanni Carta, Yaser Mohamed, scene Andrea Taddei, costumi Silvia Polidori, disegno luci Valerio Tiberi, musiche Massive attack e Zero Pm, riduzione, adattamento e regia Armando Pugliese; Sabato 19,domenica 20 dicembre2009 , nuovo allestimento, produzione Idue della città delsole srl Lafortuna con l’effe maiuscola, commedia in 2 parti diEduardo De Filippo e Armando Curcio, con Luigi De Filippo e conStefania Ventura, MicheleSibilio,MarisaCarluccio,FelicianaTufano, Paolo Pietrantonio,Marianna Mercurio, Giorgio Pinto, LucaNeuroni, Alberto Pagliarulo,Flavio Furno, scene Salvatore Michelino, costumi Maria Laura di Monterosi, regia di Luigi De Filippo; sabato 16, domenica 17 gennaio 2010, produzione Indie Occidentali srl, Colpiedegiusto,unacommediadiAngelo Longoni, con Amanda Sandrelli, Blas Roca Rey, Eleonora Ivone, Simone Colombari, scene Alessandra Panconi e Leonardo Conte, costumi Marco Maria della Vecchia, disegno luci Stefano Stacchini, regia Angelo Longoni; mercoledì 27, giovedì 28 gennaio 2010 , in esclusiva per la Calabria, produzioni teatrali Paolo Poli culturale con il contributo di

RegioneToscanasistemaregionaledello spettacolo - Ministero per i beni e le attività culturali - direzione generale per lo spettacolo dal vivo, Sillabari, due tempi di Paolo Poli, liberamente tratti da Goffredo Parise con Paolo Poli, e con Luca Altavilla, Alfonso De Filippis, Alberto Gamberini, Giovanni Siniscalco, scene Emanuele Luzzati, costumi Santuzza CalÏ, consulenza musicale Jazqueline Perrotin, coreografie Alfonso De Filippis, regia Paolo Poli; sabato 6, domenica 7 febbraio 201 0, artisti riuniti, Il giuoco delle parti, di Luigi Pirandello con Geppy Gleijeses, Marianella Bargigli, e con Leandro Amato, Massimo Cimaglia, Antonio Ferrante, Franco Ravera, Ferruccio Ferrante, Antonella Familiari, Francesco Pupa, Francesco Sgrò,regiaElisabettaCourir.giovedì18, venerdì19febbraio2010,ilteatroEliseo - Arca Azzurra teatro - Ministero dei beni e delle attività culturali Regione Toscana - teatro comunale Niccolini - Comunedi San Casciano Val di Pesa, Le conversazioni di Anna K, liberamente ispirato a La metamorfosi di Franz Kafka, con Giuliana Lojodice, e con Massimo Salvianti,GiulianaColzi,LuciaSocci,Dimitri Frosali, Andrea Costagli, Alessio Venturini,sceneDanieleSpisa,costumiGiuliana Colzi, luci Marco Messeri, musica originale e adattamento Vanni Cassori e Jonathan Chiti, testo e regia Ugo Chiti; sabato 27, domenica 28 febbraio , nuovo allestimento, produzione teatroe società, La strana coppia, di Neil Simon, con mariangela D’Abbraccio,Elisabetta Pozzi,econSilvanaDeSantisealtri4attori, scene Alessandro Chiti, musiche DanieleD’Angelo,luciLuigiAscione,costumi Maria Rosaria Donadio, regia Francesco Tavassi.

• LAMEZIA TERME (Cz) "Giornate Federiciane" Fino al 29 novembre, il Lions Club di LameziaTerme,conilpatrociniodelComune di Lamezia Terme, organizza le "Giornate Federiciane", che si articolano in una serie di manifestazioni culturali. Programma: 23 novembre, lunedì, ore 16.30, apertura mostra: Federico II: Costumi ed immagini del Duecento lametino, presso Chiostro di San Domenico; ore 18.30, conferenza stampa presso Cantine Lento; 24 novembre, martedì, ore 16.30, mostra: Federico II: Costumi ed immagini del Duecento lametino presso Chiostro di San Domenico; 25 novembre, mercoledì, ore 16.30, mostra: Federico II: Costumi ed immagini del Duecento lametino presso Chiostro di San Domenico; 26 novembre, giovedì, ore 11.00, visita guidata al Castello Normanno-Svevo di Nicastro e alla Abazia Benedettina di Sant’Eufemia; ore 16.30, mostra: Federico II: Costumi ed immagini del Duecento lametino presso Chiostro di San Domenico; 27 novembre, venerdì, ore 16.30, mostra videografica permanente presso Chiostro di San Domenico; ore 17.30, convegno "Federico II in Calabria: cultura, architettura, archeologia", Teatro Umberto.

Premio Federico II; 28 novembre, sabato, ore 16.30, mostra: Federico II: Costumi ed immagini del Duecento lametino presso Chiostro di SanDomenico,ore18.45,presentazione del libro "Il profumo dei Neroli" di Felice Raso Costabile, preceduta alle ore 18.00, dalla performance teatrale" Prove di dialogo fra padre e figlio: Federico II ed Enrico VII, compagnia "Scenari Visibili", Complesso Monumentale di San Domenico;29novembre,domenica,ore10.30, mostra: Federico II: Costumi ed immagini del Duecento lametino presso Chiostro di San Domenico; ore 11.00, corteo incostumi,sbandieratoriemusicid’epoca, Corso Numistrano e Via Garibaldi; ore 12.00, donazione alla città di Lamezia Terme di una statua in bronzo raffigurante Federico II, Via Garibaldi; ore 13.30, manifestazione di chiusura eno-gastronomica Cantine Lento, Amato(Cz).Primadellasettimanasuindicata si svolgeranno: conferenza stampa; concorso per gli studenti delle scuole superiori: Premio Lions Federico II 2009chesaràconsegnatoduranteilconvegno del 27 novembre. • REGGIO CALABRIA Premio Nosside Vincitore assoluto il poeta nepalese Dahal. Sabato 28 novembre , alle 10.00 dellamattinaipoetipremiatidelNosside 2009 parteciperanno all’Università di Messina a un seminario di studi sui temi strategici del Nosside. L’eccezionale cammino del Nosside 2009siconcluderàaRomalunedì30novembre, alle 11.00, della mattina nella sala "Vespucci" di Palazzo Santacroce, sededell’Iila(IstitutoItaloLatino-Americano), in un incontro che coinvolgerà i poeti premiati, giornalisti italiani e stranieri e rappresentanti diplomatici. • SOVERATO (Cz) "Incontriamoci a teatro" “IncontriAmOci a teatro” è il titolo della rassegna 2009/2010 del “Teatro comunale di Soverato”, diretta da Gregorio Calabretta. Di seguito il programma completo delle due rassegne: 5 dicembre , “Uomo e Galantuomo” con Francesco Paoloantoni, ore 21.00; 11 gennaio , “Tradimenti” con Nicoletta Braschi, ore 21.00; 5febbraio,“L’ebreo”conOrnellaMutie Pino Quartullo, ore 21.00; 11 febbraio, “Fiore di catus” con EleonoraGiorgi,ore21.00;22febbraio, “Vogliamoci tanto bene” con Carlo Buccirosso, ore 21.00; 3 marzo , “Dal Derby al Nuovo” con Teo Teocoli, ore 21.00; 12 marzo , “Le Nozze di Figaro” di Gregorio Calabretta, ore 21.00; 19 marzo , “Ciak si suona” del Classic Movies Quartet con Katia Ricciarelli , ore 21.00. Primi passi a teatro: 21 novembre , Pinocchio, ore 18.30; 12 dicembre , Peter Pan ore 18.30; 23 gennaio , Don Chisciotte, ore 18.30 ; 13 febbraio , Odissea, ore 18.30; 13 marzo , La favola dell’amore, ore 18.30; 17 aprile, Il mago di OZ, ore 18.30.


il domani  

Edizione del 28 Novembre 2009