Issuu on Google+

Lunedì 20 Luglio 2009 Anno XII - Numero 198 Euro 1,00

QUOTIDIANO DI POLITICA ECONOMIA E CULTURA

AMANTEA

SCALEA

S. MARIA DEL CEDRO

CARIATI

ROSSANO

Rischia di annegare Salvata da un carabiniere

La Sorical taglia l’acqua al comune

La minoranza boccia il proprio bilancio

Pd, chieste le dimissioni di Fausto Sero

Disagi di ogni tipo sulla tratta ferroviaria

Tragedia sfiorata ieri mattina in località Coreca

La società vanta crediti per oltre 120 milioni di euro

Consiglio comunale con colpo di scena

Presa d’atto della sconfitta personale del segretario

Circa 200 persone stipate in condizioni incivili

di Antonello Troya > Pag 27

di Emilia Manco > Pag 27

di Tania Paolino > Pag 27

> Pag 25

> Pag 25

I dati della ricerca “Mare Monstrum 2009” sono stati resi noti in occasione del passaggio di Goletta verde a Crotone

Calabria, una terra di ecomostri «Il programma di demolizioni della Regione rappresenta un’importante presa di posizione» CATANZARO — «La Calabria è una re-

gione di ecomostri». E' quanto si afferma in una nota di Legambiente in cui si fa riferimento al dossier “Mare Monstrum 2009”. I dati della ricerca riguardanti la Calabria sono stati resi noti in occasione del passaggio a Crotone di Goletta verde. «Il cemento - si afferma nel dossier - continua a fare scempio delle coste calabresi. Con 461 infrazioni accertate, 517 persone denunciate e 169 sequestri effettuati, la Calabria conquista il terzo gradino del podio, confermandosi nel terzetto di punta della classifica delle regioni per abusivismo sul demanio marittimo. Una piaga che non risparmia nessuna delle province calabresi». Secondo Legambiente, «il primo passo annunciato dalla Regione Calabria per il ripristino della legalità è la demolizione “immediata” di nove ecomostri. Solo in due casi, però, sono effettivamente iniziate le demolizioni: il primo riguarda il cosiddetto ecomostro di Copanello di Stalettì, abbattuto per circa due terzi ed il secondo sono le villette di Rossano, demolite al 50%. Il programma di demolizioni messo in cantiere dalla Regione Calabria rappresenta un'importante presa di posizione a favore della legalità, in una regione dove nella gestione illegale del cemento spopolano le famiglie mafiose». di Claudia Vellone > Pag 12

L’INTERVENTO

Difendere Israele per difendere la libertà

LAMEZIA TERME Legge Lazzati, prosegue la discussione LAMEZIA TERME — Il giudice onorario di Cassazione, Romano De Grazia, ha approfondito la proposta di “legge Lazzati” ideata e proposta, sedici anni fa dallo stesso.

di Antonietta Bruno > Pag 20

REGIONE Pd, come si schierano i big di Calabria COSENZA — L’asse Minniti, Adamo, Bruno e Laratta da una parte contro

Loiero, Bova, Oliverio e Guccione dall’altra. Senza contare ancora Pirillo e Principe che stentano a prendere posizione e che potrebbero fare del tutto la differenza. È questa la griglia di partenza per il congresso nazionale del Pd. di Domenico Martelli > Pag 23

LA FOTO DEL GIORNO Borsellino, anniversario polemico In via D’Amelio cerimonia deserta e senza autorità

VIBO VALENTIA

PALERMO — Amarezza per il 17º anniversario dell'attentato a Paolo Bor-

VIBO VALENTIA — La sezione della polizia Stradale di

sellino. Commozione e tristezza alla manifestazione organizzata per rendere omaggio al giudice e alla scorta uccisi nella strage di 17 anni fa, ma anche l'amarezza della famiglia che ieri mattina non ha avuto vicini il calore dei cittadini e ha notato l'assenza dello Stato, di fatto rappresentato dal procuratore antimafia Piero Grasso e dalle autorità locali.

Vibo, ha rafforzato i servizi di controllo della circolazione stradale, ponendo attenzione agli incidenti causati dall’abuso di alcol e sostanze stupefaceni.

CALCIO/SERIE B

CATANZARO

Pagano, ultimo acquisto degli Amaranto

Giovino, una petizione per la strada della polvere

REGGIO CALABRIA — Biagio Pagano ha raggiunto il ritiro di Roccaporena sabato notte. Il centrocampista, prelevato dal Rimini, una volta conclusa la trattativa si è aggregato ai compagni ed oggi sosterrà la sua prima seduta di allenamento. L’operazione che lo ha portato in amaranto è stata piuttosto veloce.

CATANZARO — La petizione sulla strada della polvere di Giovino ha raccolte oltre 600 consensi in due ore e mezzo. La raccolta firme organizzata dal Movimento Catanzaro Marina e daal Coordinamento Cittadino Mpa, si è svolta ieri mattina lungo la spiaggia di Giovino.

di Angela Latella > Pag 38

> Pag 17

di Fiamma Nirenstein

La minaccia basilare che l'Iran pone al mondo non è solo quella nucleare, bensì quella di un rivolgimento ideologico che corrompe gradualmente, ma con rapidità, tutti i rapporti internazionali: nel linguaggio, nella narrativa storica adottata da molti paesi, nella idea stessa del destino di un mondo non più costruito sul rispetto della cultura dei diritti umani. Quando Ahmadinejad, il 20 aprile scorso, ha tenuto a Ginevra il suo discorso alla conferenza contro il razzismo detta Durban 2, tutti i paesi dell'Onu riuniti sapevano già benissimo cosa avrebbe detto, tanto che la protesta successiva di Ban Ki Moon e l'uscita dalla sala delle delegazioni europee (esclusa l'Italia, laGermania, la Polonia, l'Olanda che avevano giustamente rifiutato di partecipare alla conferenza) è risultata patetica. continua a pag. 13

CATANZARO

Discoteche, niente musica dopo le quattro di mattina CATANZARO — Niente più musica dopo le quattro del mattino su tutta la costa jonica catanzarese. Ieri mattina il mega blitz delle forze dell’ordine in molte discoteche delle provincia ha letteralmente paralizzato la movida calabrese. Polizia, Guardia di Finanza e Carabinieri in un’azione congiunta e mirata a far rispettare le regole hanno fatto irruzione in alcuni locali notturni del comune di Stalettì e di Soverato, sedi dei più frequentati club, ponendo fine alla nottata di sabato 18 luglio. Non senza proteste, però. Il popolo della notte, dall’assordante silenzio che la chiusura ha provocato, ha iniziato in maniera pacifica ad intonare cori per manifestare il proprio disappunto. Una decisione che, di fatto, mira a risolvere l’annosa questione delle stragi del sabato sera, che miete numerose vittime sulle strade italiane e calabresi. In molti, però, non la pensano così. Delusi, amareggiati e contro la propria volontà i giovani del Catanzarese hanno abbandonato i locali notturni prima dell’alba di ieri. Si potrebbe, dunque, parlare di provvedimenti restrittivi che limitano la libertà del cittadino?

di Claudia Vellone > Pag 16

Estate, aumentano i controlli

> Pag 30


2 Lunedì 20 Luglio 2009 il Domani

D2.0 DALLA RETE AL DOMANI Alziamo la voce, lettere al Direttore

roma@ildomani.it

Le banche chiudono i rubinetti e a rimetterci siamo noi

Quando non decolla il turismo

Egregio Direttore,

Guido Talarico

Che schifo la sanità in Calabria Gentile Direttore, la sanità in Calabria fa schifo e questo lo si sapeva. Trovo però disumano dover andare al pronto soccorso dell’ospedale Pugliese e dover aspettare quaranta minuti per essere ricevuto da un medico. Certo il mio male non era gravissimo, ma comunque trovo assurdo dover fare aspettare una persona grande (ho 72 anni) che comunque non sta bene senza per tutto questo tempo senza essere curato e soprattutto senza essere stato tranquillizzato sul suo stato. Sarà anche un’inezia, ma secondo me il primo dovere di una struttura ospedaliera dovrebbe essere quello di mettere a proprio agio i pazienti di qualsiasi genere, tranquillizzarli, farli sentire assistiti in ogni modo. Molti cordiali saluti, Salvatore Mercante (Tiriolo)

leggo sul Domani che l’economia della Calabria è ferma a causa delle banche, che hanno chiuso i rubinetti, e della Regione, istituzione che non funzionando blocca l’erogazione dei fondi nazionali e comunitari. Non posso che confermare. Io stesso sono vittima di questo perverso meccanismo. E qui voglio rendere pubblicamente la mia testimonianza proprio per dimostrare quanto tutto questo sia vero. Il mio caso anzi è ancora più paradossale perché ho un credito certo nei confronti della regione e in quanto tale l’ho portato in banca per farmi anticipare il pagamento. Il risultato è che la Regione, per l’irresponsabilità dei suoi funzionari, non ha provveduto al pagamento pur non avendo mai obiettato sulla prestazione e che, dopo qualche tempo, la banca mi ha chiesto di rientrare e pagare quanto anticipato. Insomma una follia, che dimostra quando questa regione sia gestita da gente incapace quando non in malafede e da banche che ormai non lasciano più respiro. Mi ha fatto dunque piacere vedere nelle colonne del suo giornale lo sviluppo di questo problema. Cordiali saluti, Carmelo Scicchitano

La risposta Caro Scicchitano, il suo è un problema diffusissimo e non le nascondo che alcune aziende del nostro gruppo hanno subito la stessa sorte. Di fronte a queste prevaricazioni c’è poco da disperarsi e molto da fare. Il mio suggerimento è di rivolgersi ad un buon avvocato e di agire, nelle sedi civili e se è del caso anche in quelle penali, per fare valere i propri diritti. Mi rendo conto che, visti i tempi della giustizia, è una strada lunga e sofferta ma, considerata l’insipienza quando non la disonestà degli interlocutori, è l’unica percorribile. Quindi si faccia forza e aggredisca con le energie necessarie queste congreghe di tagliagola. In bocca al lupo. Guido Talarico

Perchè in Calabria non si vendono giornali stranieri? Caro Direttore, d’estate vengono in Calabria a trovarmi un po’ di amici stranieri che ho conosciuto per motivi di lavoro. Per lo più inglesi, tedeschi e qualche francese. Tutti mi chiedono se è possibile acquistare quotidiani del loro paese. A tutti devo dire di no. Perché così mi hanno detto gli edicolanti ai quali mi ero rivolto. Ho riflettuto su quanto accaduto e sono rimasta colpita da una considerazione. Noi calabresi non riusciamo a persuadere i turisti, non riusciamo a lasciare loro la nostalgia del ritorno, questo perchè non facciamo di tutto per metterli a loro agio sin dall’inizio delle loro giornate qui nella nostra terra. Quel che è peggio è che nemmeno ci proviamo. Non è anche questo un segno della nostra arretratezza?

Giovanna Matrojanni - Cosenza

Matitate - Il meglio di ieri

Gentile Direttore, Volevo condividere con lei un mio dubbio. Qualche giorno fa ho trascorso una piccola vacanza a Forte dei Marmi. Era la prima volta che la visitavo e le devo dire che il soggiorno mi ha notevolmete scosso. Mi ha scosso perchè da una piccola località come quella della versilia, che non ha a disposizione chi sa queli risorse e bellezze naturali, le autorita e gli abitanti del luogo sono riusciti a tirare su una realtà ottimamente gestista sfruttando anche la più piccola risorsa a disposizione, creando una situazione in cui "l’inconsapevole" turista viene amaliato e incantato, quindi pronto a ritornare senza batter ciglio. Spiagge e impianti perfettamente funzionanti, servizi impeccabili e attività divertenti e coinvolgenti erano il menù. Ora mi domando, come mai noi avendo a disposizione delle vere e proprie rarità naturali (spiagge, mari, monti e la lista sarebbe ancora lunga), mi chiedo gentile direttore perchè al turista che decide di trascorrere le vacanze in Calabria molto spesso non ha la voglia di ritornarci? Vincenzo (RC)

Dadaumpa Da unita.it

Da corriere.it

Sapete come si fa a tenere l’elettorato in pugno? Promettendo di tutto e di più fino al giorno del voto...

Inviaci i tuoi commenti, le tue opinioni, le tue "denunce" all'indirizzo di posta elettronica roma@ildomani.it. Le migliori "lettere al direttore" saranno pubblicate ogni lunedi su Il Domani

il Domani

Editore

Direzione Guido Talarico Massimo Tigani Sava (sviluppo) Orlando Rotondaro (responsabile) Redazione Francesco Pungitore (caposervizio) Maurizio D’Agostino (proto) *** redazione@ildomani.it catanzaro@ildomani.it roma@ildomani.it sport@ildomani.it appuntamenti@ildomani.it tel. 0961.996802 | fax 0961.903801/927 www.ildomani.it

T&P Editori srl Guido Talarico Amministratore Giuseppe Gangale (pubblicità) Benedetta Geronzi (marketing) Cesare Marullo (finanza) Carlo Taurelli Salimbeni (revisione e controllo) Franco Arcidiaco (distribuzione) Silvana Di Silvestro (personale) Direzione, Redazione e Amministrazione loc. Serramonda - Zona Industriale Marcellinara (Cz) regi. Trib. n. 64 del 15-7-1997 La testata fruisce dei contributi statali diretti di cui alla Legge 7 agosto 1990 , n. 250

Pubblicità

Centro stampa

Il Sole 24 Ore Spa System

Stabilimento Tipografico De Rose contrada Pantoni - Marinella 87040 Montalto Uffugo (Cs) tel. 0984-934382

Direzione generale: Andrea Chiapponi Direzione amministrativa: via Monterosa, 91 - 20149 Milano Coordinamento Area Calabria Mediatag Spa loc. Serramonda - Zona Industriale Marcellinara (Cz) tel. 0961.996802 attendere e comporre il 4 fax 0961.903421/784 info@mediatag.it Tariffe a modulo: 46 mm x 19 h. Commerciale euro 103,00 - Occasionale euro 114,00 - Legale Sentenze Appalti euro 129,00 - Corsi di Formazione euro 129,00 - R.P.Q. euro 78,00 - Necrologie euro 77,00 cad. Economici euro 0,62 a parola. Supplemento Colore: + 40%.

Services e partnership Lumsa (Roma) - Graphic Coop (Siena) Guido Talarico Editore Spa (Roma) - Italpress (Palermo) - Lapresse (agenzia fotografica - Torino) Il Velino (Roma) - Manolibera - Settimio News Il Cristallo sas - AT Press - Ediratio Media Services - Città del Sole sas Speaker Network - Fondazione Italianieuropei Fondazione Fare Futuro - Fondazione Roma


4 Lunedì 20 Luglio 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

Primo piano

Il dipartimento fiscale del ministero dell’Economia ha diffuso i dati 2008 Con la contabilità semplificata molti sembrano aver trovato sgravi “sospetti”

Redditi, qualcosa non torna Entro domani il decreto in aula alla Camera per una scontata fiducia

Scudo e pensioni rallentano il “dl crisi” ROMA - L’approvazione dello scudo fiscale su cui l’opposizione promette di dare dura battaglia e la messa a punto, non ancora definita, della norma per favorire la ricapitalizzazione delle Pmi. E poi il confronto, che si preannuncia duro, sulla ministretta sulle pensioni. Sarà oggi una giornata di battaglia parlamentare per i deputati delle commissioni Bilancio e Finanze alle prese con il decreto anti-crisi. Molti i nodi ancora aperti, mentre i tempi sono ridotti al lumicino. Domani il decreto dovrà essere all’esame dell’aula di Montecitorio per veleggiare verso un più che scontato voto di fiducia. Il testo del maxi-emendamento - ha però chiesto il presidente della Camera, Gianfranco Fini - dovrà recepire solo i contenuti approvati in commissione. Su questo ci sarebbe già accordo tra maggioranza e governo. Così nelle ultime battute in commissione tutti i nodi al pettine dovranno essere sciolti o rischiano di rimanere fuori dal

Chiara Moroni (Pdl)

«treno veloce» del decreto estivo. E soprattutto sarà necessario superare le resistenze dell’opposizione, che chiede di togliere dal testo sia le norme sullo «scudo fiscale» che per l’adeguamento delle pensioni. Appese ancora al chiodo sono le preannunciate norme per aiutare la patrimonalizzazione delle Pmi, con detassazione del 3% degli utili per gli aumenti di capitale fino a

Lemini-società stannoinmedia coniguadagni diundipendente

I ristoratori hanno dichiarato quanto un pensionato Corrado Chiominto

ROMA - Ristoratori come pensionati con un reddito lordo tra i 14.500 e i 13.500 euro l’anno. Commercianti, anche all’ingrosso, come lavoratori dipendenti, poco sopra i 19.000 euro. La folta platea di micro-società con contabilità semplificata che dichiara ancora meno, in media 17.000 euro. È un frullatore di categorie e redditi quello che emerge da una lettura di dettaglio dei primi dati sulle dichiarazioni fiscali del 2008 diffusi dal Dipartimento Fiscale del ministero dell’Economia. Tutti dati relativi al 2007, anno pre-crisi. Come sempre le fotografie panoramiche di intere categorie hanno il difetto di livellare le diversità dei redditi, di creare statistiche alla Trilussa. Certo non rendono giustizia alle differenze regionali e a quelle tra persone che svolgono lo stesso lavoro. Ma dai confronti appare spesso evidente che lo zoom del fisco mette a fuoco grandi contraddizioni. Ecco allora che il reddito medio degli imprenditori della categoria «servizi di alloggio e di ristorazione» (nella quale ci sono anche i titolari di piccoli alberghi, residence e camping, ma anche ristoratori, pizzerie e fast food) è in media di 14.597 euro e crolla a 13.545 euro per 100.000 su 120.000 imprenditori del settore che hanno optato per una forma societaria che consente la contabilità semplificata. Il loro reddito è praticamente identico a quello dei pensionati, che in media nelle dichiarazioni dello steso anno si attestano a

500.000 euro. Ma la norma non è ancora stata delineata e c’è il rischio che arrivi solo nel maxiemendamento della fiducia. Manca ancora, poi, la ridefinizione della tassa sull’oro, come richiesto dalla Bce, alla quale sono legati 500 milioni di gettito. In queste ore «non ci sono riunioni in corso” ha affermato la relatrice di maggioranza del testo, Chiara Moroni e sul testo “non dovrebbero esserci molte novità”. Non arriverà l’estensione della Tremonti Ter, la detassazione degli utili reinvestiti, ad altre categorie merceologiche. Nessun cambiamento è previsto anche al testo dello scudo fiscale. Ma non è escluso che possa arrivare una correzione interpretativa per chiarire l’entità dell’aliquota da pagare per la sanatoria. Di certo la volontà è quella di richiedere un 5% forfait sui valori patrimoniali esportati illecitamente, considerando come se ci fosse la tassazione al 50% su un rendimento presunto pari al 2 per cento per cinque anni.

Sommelier all’arrivo dei novelli

Degustazioni alla tedesca

telli, sono emersi nel comparto enologico «con un leggero ritardo riROMA - Mantiene i volumi spetto ad altri settori, innescando (-0,3%), ma perde valore (-9,2%) il l’illusione e la speranza che il settonostro export vitivinicolo nei primi re rimanesse estraneo a questa ontre mesi dell’anno rispetto allo stesdata recessiva che mostra i suoi efso periodo del 2008. Il segnale confetti anche in Estremo Oriente: trastante emerge dai dati sulle ven-4,2% nei valori e una timida crescidite all’estero del vino Made in ta dei volumi +1,4%. Tuttavia, eleItaly presentati da Assoenologi, su menti positivi provengono dai Paesi base Istat. All’interno delle tipolo- Discendente diretto di Dante presenta il suo “Bello Ovile” europei non Ue (Svizzera, Norvegie esportate, l’avvio del 2009 segna gia) che mostrano una domanda viuna contrazione della domanda per vace che sfiora il 9,0% nei volumi e il vino sfuso, mentre aumenta una flessione dei valori del 6,8%. l’espansione della domanda di vini L’Europa dell’Est mostra un’accelein bottiglia (+1,1%) e degli spumanrazione rispetto a quanto già visto ti (+17,3%). «Un segnale - sottolinel secondo semestre del 2008: aunea il direttore generale dell’Assomento repentino dei flussi export ciazione enologi enotecnici italiani Giuseppe te, con punte rispettivamente del -40,4%, +74% nei valori e -3,4% nei valori. E la stesMartelli - di forte tensione sui mercati interna- -39,0% e -35,9%. Ma l’area dove si concentra- sa Unione Europea, dopo un significativo ralzionali che trovano espressione nella sensibile no le tensioni è il Nord America: lì la flessio- lentamento della domanda nel 2008, sembra riduzione dei prezzi al consumo. Il valore ne registrata a fine 2008 del 3,1% ha subito aver esaurito l’effetto depressivo con segnali medio unitario del vino italiano scivola infatti nel corso del primo trimestre un progressivo che fanno presagire una positiva inversione del 9%, passando da 2,02 a 1,83 euro al litro». deterioramento fino a toccare -19,6% in valo- della tendenza (+1,2% nei volumi e -3,2% La flessione dei mercati, osserva poi il diretto- re e -14,6% in volume. E gli Stati Uniti mostra- nei valori), già da marzo». A trainare il Vecre generale di Assoenologi, coinvolge tutte le no una tendenza più marcata con -20,1% nei chio Continente è ancora una volta la Germaprincipali aree con intensità diverse. Più evi- valori e -13,8% in quantità. Gli effetti depres- nia che segna un +3,9% nei valori e oltre il dente la contrazione della domanda nell’Asia sivi sui consumi globali provocati dalla crisi 6% nei volumi e diventa il mercato n.1 anche Centrale (India), Sud America e Medio Orien- finanziaria originatasi negli Usa, osserva Mar- in termini di valore. Alessandra Moneti

Il vino perde valore All’estero a 1,83 il litro

13.448 euro: li dividono solo 97 euro lordi. Di confronto in confronto, appare che a dichiarare meno dei 19.335 euro dei dipendenti non sono gli «autonomi» ma le mini-società, le imprese di persone con contabilità semplificata che oramai sono la «formula» scelta da

molti settori: il commercio, i ristoranti, le attività edili. Il reddito da lavoro autonomo si attesta a 37.124 euro, grazie ai redditi alti di professionisti e medici che alzano la media. Quello delle micro-società è in media di 17.007 euro, circa 1.400 euro lordi al mese. Intere categorie

sono ora rappresentate quasi esclusivamente da questa forma di «mini-impresa» personale a contabilità semplificata. Vi rientrano soprattutto gli operatori del settore del commercio (672 mila), delle costruzioni (380 mila), del trasporto (82 mila), alberghiero e della ristorazio-

ne (100 mila). Anche per loro i redditi sono al lumicino. Lo stesso vale per il commercio: la media di reddito si attesta su 19.795 euro. Se il commerciante è lavoratore autonomo (ce ne sono 1.072) dichiara in media 11.759 euro, se ha una società a contabilità ordinaria (ce

ne sono 116 mila) dichiara 33.032 euro). Ma si crolla a 17.507 euro lo stesso livello di un metalmeccanico che indossa la tuta blu da una decina di anni - per le 672 mila società del commercio all’ingrosso e al dettaglio che applicano la contabilità semplificata. Gli imprenditori del settore trasporto (dai taxi ai padroncini) e i titolari di agenzie di viaggio dichiarano in media meno di un lavoratore dipendente. I primi denunciano al fisco una media di 16.837 euro di reddito che scende a 15.468 se si è scelta la forma della società in contabilità semplificata. Per le agenzie di viaggio e di servizio alle imprese, invece, il reddito medio si attesta 18.725 euro (a 16.849 in semplificata). Poco sopra sono invece gli imprenditori edili: il reddito è di 20.317 euro - meno di quanto previsto dal contratto per un maestro elementare ad inizio carriera - ma scende a 18.582 euro per le 380 mila società «semplificate». Un reddito più alto, invece, ci si sarebbe atteso dagli agenti immobiliari, visto l’alto prezzo degli immobili sui quali applicano le provvigioni. La media dichiarata dal settore è di 21.596 euro, in pratica l’equivalente di una provvigione del 3% sulla vendita di due case da 310.000 euro. I circa 1.000 agenti immobiliari-lavoratori autonomi dichiarano in media 11.759 euro, le 672.000 società in semplificata, invece, 17.507 euro. Nelle fila dei lavoratori autonomi rimangono invece i professionisti (561 mila) e i medici e sanitari (218 mila): il loro reddito è però decisamente sopra la media.


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Lunedì 20 Luglio 2009 5

Primo piano

Tragedia familiare vicino al lago di Caldaro. Sotto choc il marito della donna

Madre e figlia annegate Ipotesi di omicidio-suicidio La sindrome di Down della bimba forse il movente CALDARO (BOLZANO) - Si è conclusa nel modo più tragico la vicenda della piccola Martina di appena 5 mesi trovata morta sabato nel tardo pomeriggio, annegata nell’acqua di una cisterna irrigua in un campo a Caldaro nei pressi di Bolzano. La madre della piccola, Evi Drescher, di 44 anni, è stata trovata morta anche lei, in un canale che esce dalla cisterna. L’ipotesi più probabile che la donna si sia gettata volontariamente con la piccola, affetta da sindrome di Down, tra le braccia. Pare che la madre avesse dato segni di sofferenza psichica dopo il parto. «L’ipotesi è quella dell’omicidiosucidio», ha detto il pm Giancarlo Bramante dopo il ritrovamento del corpo della donna.

Bolzano

CALDARO

TRENTINOALTO ADIGE

Trento LOMBARDIA

Carabinieri sul luogo della tragedia ieri 19 luglio 2009. Si è conclusa nel modo più tragico la vicenda di Martina di appena 5 mesi trovata morta, annegata nell'acqua di una cisterna irrigua in un campo a Caldaro nei pressi di Bolzano.

VENETO ANSA-CENTIMETRI

La salma è stata trovata a poca distanza da dove era stato trovato il corpicino di Martina. Il magistrato ha detto che sul corpo della

donna non c’è alcun segno che possa fare pensare ad una violenza subita. Come ha detto il pm, appare anche difficile che la don-

na possa essere caduta involontariamente nella vasca, dato che l’apertura attraverso la quale è entrata è di appena 40 per 60 centi-

metri. Al momento del ritrovamento la donna portava ancora gli occhiali. Sulle cause del tragico gesto non v’è ancora chiarezza: la

donna - ha detto il magistrato «stava attraversando un periodo molto critico, ma non aveva manifestato l’intenzione del suicidio». Nessuna indicazione ha saputo dare il padre di Martina, Enzo Bagalà, muratore di 45 anni di origini calabresi. Come ha detto il pm Bramante che l’ha sentito, l’uomo è sotto shock e non sa capacitarsi dell’accaduto. Tra le poche informazioni in mano al magistrato per ricostruire il puzzle del dramma è il fatto che la piccola soffriva della sindrome di Down.

Lettera di Napolitano alla vedova del magistrato Il Viminale notifica le misure e gli esiti della sorveglianza adottata durante il summit

Borsellino eredità preziosa Resoconto sulle operazioni di controllo al G8 per opporsi alla criminalità Tra i manifestanti 13 arrestati e 63 denunciati

Il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano

ROMA - Nell’anniversario dell’attentato di via D’Amelio a Palermo il Presidente della Repubblica ha inviato un messaggio alla signora Agnese Borsellino. «A diciassette anni dal tragico attentato -si legge - rendo commosso omaggio alla memoria del giudice Paolo Borsellino e degli agenti addetti alla sua sicurezza, Emanuela Loi, Agostino Catalano, Walter Cosina, Vincenzo Li Muli e Claudio Traina. Paolo Borsellino fu eroico protagonista della battaglia per la legalità e la difesa dello Stato democratico, con la quale si era pienamente identificato, e sapiente costruttore di validi presidi giuridici e istituzionali capaci di contrastare efficacemente la criminalità organizzata. La sua passione civica - è scritto più in basso - resta indelebile e rappresenta eredità preziosa per la mobilitazione della società civile - e in specie delle nuove generazioni - nell’opporsi e reagire alle intimidazioni e agli attacchi della criminalità». Concluedendo la missiova Napolitano aggiunge: «rinnovando la gratitudine dell’intero paese».

Il boss ha attribuito alle istituzioni la strage di via D’Amelio

Le parole di Riina fanno clamore Martelli: “Non sono oro colato” ROMA - «Non si possono prendere come oro colato le dichiarazioni dei mafiosi e tanto meno del capo dei capi quando mirano a colpire presunte responsabilità dello Stato. Bisogna essere armati di prove». Claudio Martelli, che da ministro della Giustizia guidò prima con Falcone e poi con Scotti la strategia di contrasto alla mafia, invita alla cautela nel valutare le parole di Totò Riina sulla strage di via D’Amelio («fu opera di personaggi legati alle istituzioni»)e sulla presunta trattativa tra Stato e mafia, con cui ha chiamato in causa l’allora mini-

Un’immagine di Totò Riina

stro dell’Interno Nicola Mancino. Un invito che sembra rivolto anche a chi si sta occupando dei nuovi filoni di indagine sulla strage.

Alla frontiera respinti solo quattro stranieri Figuravano in una lista di 349 indesiderabili

Dei militari al posto di blocco davanti alla caserma Coppito dell’Aquila, sede del G8

ROMA - Controlli sul territorio a tappeto; monitoraggio 24 su 24 delle zone più calde; contatti con gli ufficiali di collegamento stranieri, europei ed extraeuropei, esperti di antiterrorismo e movimenti ’no global’, hanno portato a 13 arresti (9 italiani e 4 stranieri); 63 denunciati (24 stranieri); 118 identificati (93 stranieri); 4 stranieri respinti in occasione del G8 de L’Aquila. Per il Vertice - informa il Dipartimento Pubblica Sicurezza - è stata allestita una sala di collegamento ad hoc in costante contatto, 24 ore su 24; con le Digos di tutta Italia; con la sala internazionale istituita presso l’Interpol e con l’Aisi. Intenso il monitoraggio dell’area ’antagonista’ con l’attivazione di numerosi servizi di osservazione su tutto il territorio nazionale. Al fine di prevenire e contrastare l’ingresso di cittadini stranieri (per lo più evidenziatisi nei precedenti eventi internazionali sia in Italia che all’estero) sono stati inseriti nel sistema Sdi, per il periodo di ripristino dei controlli alla frontiera, 349 nominativi per provvedimenti di respingimento, 252 richieste di perquisizione sotto l’aspetto doganale e 885 misure di riservata vigilanza. Inoltre sono stati identificati 63 attivisti di cui 37 stranieri, nell’ambito di monitoraggio di iniziative «greenpeace» contro varie centrali di produzione di energia elettrica: quelle, di Fusina (Venezia); Cerano (Brindisi); Polesine Camerini (Ro); Vado Ligure e Civitavecchia (Rm). Nel rapporto vengono riferite circostanze e dettagli su denunce e arresti. Un lungo capitolo è dedicato

protezioni e caschi, hanno provocato incidenti con le forze dell’ordine. In particolare, in zona Testaccio, gli attivisti hanno lanciato sassi e fumogeni contro le forze di polizia: nella circostanza sono stati tratti in arresto otto giovani per i reati di incendio, danneggiamento, possesso ingiustificato di armi e resistenza e violenza a pubblico ufficiale. Per gli stessi fatti di Roma sono stati indagati in stato di libertà e rilasciati, tra gli altri, 12 cittadini italiani e quattro svedesi. I nominativi, a cura della DCPP, sono stati inseriti nel sistema SDI per respingimento e riservata vigilanza. Sempre il 7 luglio nella Capitale sono state identificate nove persone in Via del Porto Fluviale. Tra queste due cittadini tedeschi.

alle manifestazioni anti G8 di Roma del 7 luglio proclama: “Nella mattinata circa duecento militanti antagonisti- si legge nella relazio-

ne - si sono incontrati in piazzale Ostiense per attuare estemporanee iniziative anti G8. Molti di loro, travisati ed equipaggiati con

Camera ardente per l’ufficiale ucciso con una fucilata dall’84enne barricato in casa

Vicenza rende omaggio al colonnello Gildoni L’estremo saluto domani a Città di Castello

VICENZA - È stata aperta a Vicenza la camera ardente del tenente colonnello Valerio Gildoni, ucciso l’altra notte da un pensionato 84enne che si era barricato in casa minacciando con un fucile da caccia le forze dell’ordine intervenute sul posto. I funerali, secondo quanto si apprende da fonti dell’Arma, dovrebbero essere celebrati domani a Città di Castello (Perugia), paese d’origine della famiglia di Gildoni. Il feretro è giunto coperto da una bandiera italiana, sopra alla quale sono stati posti il cappello da carabi-

Il colonnello Valerio Gildoni

niere e la sciabola dell’ufficiale. Ieri mattina, all’ospedale di Vicenza, è stata eseguita l’autopsia sul corpo di Gildoni, rimasto freddato da un colpo di fucile sparato da Battista Zanellato che lo aveva trafitto alla testa. A Vicenza si trovano i genitori, un fratello sacerdote e la moglie Valerio Gildoni. La camera ardente è rimasta aperta per l’omaggio alla salma di autorità e cittadini fino alle 21 di ieri, ed è rimarrà aperta, da stamani alle 7.30, fino a quando il corteo funebre partirà per il rito celebrato a Città di Castello.


6 Lunedì 20 Luglio 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

Attualità

Torna il sereno ma il bilancio della perturbazione passata sull’Italia è incrementato

Un’altravittimapermaltempo Cadore,mezzomilionedidanni ROMA - Dopo i quattro morti di sabato, due in Veneto per una frana a Borca di Cadore, un altro, un pescatore morto a Lerici, trascinato via da un’onda mentre si trovava su un molo, e un anziano annegato al largo di Viareggio, il maltempo ieri ha contato un’altra vittima. Un pensionato disperso a Civate, in provincia di Lecco, che è stato ritrovato sulle rive del rio Torto, torrente che scorre vicino all’abitazione dell’uomo. Del pensionato, Mario Valsecchi, 65 anni si erano perse le tracce nel primo pomeriggio. I vigili del fuoco e i sommozzatori del Nucleo di Milano lo hanno cercato nel tratto del torrente che da Civate porta fino al lago di Lecco ma hanno trovato solo il suo portafogli vicino all’argine. Stamane il suo corpo è stato rinvenuto nelle acque limacciose del Rio Torto, ingrossate a dismisura dagli ultimi temporali, di fronte all’inceneritore di Valmadrera. La salma è stata recuperata dai pompieri. Si attende solo il riconoscimento ufficiale del corpo. Nel frattempo ieri con il ritor-

Violenza a Bergamo

Aggressione su bus Forza Nuova mette una taglia BERGAMO - La sezione di Bergamo di Forza Nuova ha messo una taglia sugli aggressori del ragazzo di 17 anni che una settimana fa è stato pestato su un autobus di linea per non aver ceduto il posto a un extracomunitario. L’iniziativa del partito di estrema destra prevede una ricompensa anche se in realtà la cifra della medesima non è stata ancora né annunciata, né quantificata - a chi fornirà alle forze dell’ordine informazioni utili al riconoscimento dei responsabili del pestaggio che risale a sabato 11 luglio. Il giovane era salito sul pullman insieme ad altri due amici, quando all’improvviso è stato preso a pugni da tre maghrebini che lo hanno accusato di aver occupato il posto a loro riservato in fondo all’autobus. Una sorta di aggressione al contrario rispetto agli anni del razzismo negli Stati Uniti. Gli aggressori sono poi scesi facendo perdere le loro tracce. L’amministrazione comunale (Pdl e Lega) è però contraria all’istituzione di taglie e ritiene che i problemi legati alla sicurezza si possano risolvere in altro modo. E avanzano le polemiche.

Un pescatore disperso, ritrovato senza vita su riva di un torrente Una strada di Borca di Cadore, Belluno, dove in una frana sono morti madre e figlio Danni anche nel Tigullio Le mareggiate provocate dal Maestrale si attenueranno da domani

no del bel tempo, la situazione in provincia di Lecco sta lentamente tornando alla normalità e anche l’ultima strada chiusa, la nuova Lecco-Ballabio, è stata riaperta. Splende il sole anche sul Cadore devastato dalle frane e a Cancia, la frazione di Borca più colpita, si spazza via il fango e si contano i danni. Oltre mezzo milione di euro, la prima stima solo per i danni

alla decina di case travolte dall’onda di acqua e massi scesa dalle pendici dell’Antelao. Il sindaco di Borca, Massimo De Luca, che assieme alla Provincia di Belluno ha chiesto alla Regione Veneto lo stato di calamità, è a fianco dei tecnici del Genio Civile che coordinano i lavori di svuotamento dei 60 mila metri cubi di ghiaia e limo rimasti nell’invaso sotto forcella

Salvella. Un bacino che non è servito a frenare la forza della frana, così come il muro di contenimento fatto da gabbioni di massi e rete metallica, spazzato via dalla colata. Ora il sindaco spinge perché partano subito le opere di consolidamento e costruzione di un nuovo invaso da 120 mila metri cubi. Anche sul resto d’Italia è tornato il bel tempo e già da oggi le tempera-

ture riprenderanno progressivamente a salire. Il vento, al contrario, sta causando ancora problemi nei collegamenti marittimi nel Nord Sardegna; il maestrale, ha raggiunto punte di 80 chilometri all’ora nelle Bocche di Bonifacio. La Mega Express I della Sardinia Ferries proveniente da Livorno ha attraccato a Golfo Aranci con quasi tre ore di ritardo, condizionan-

La camera iperbarica Struttura a chiusura stagna che può contenere uno o più pazienti, collegati alla macchina con mascherine nasali

Interdetto alla guida per colpa dei farmaci

LE PATOLOGIE CURATE

COS'É

(colpisce i subacquei che tornano troppo velocemente in superficie)

Porta d'ingresso a chiusura stagna

da monossido di carbonio

A COSA SERVE A somministrare ossigeno a pressioni superiori a quella atmosferica per curare patologie

à improvvisa

Macchinario per la ossigenoterapia ANSA-CENTIMETRI

Un sub morto altri due gravi per un incidente durante la risalita

Tragedia a Diano Marina durante un’immersione di dieci persone a due miglia dalla costa

Muore un sub, gravi in due per salvarlo DIANO MARINA (IMPERIA) - Un sub morto, probabilmente stroncato da un infarto e altri due sommozzatori colti da un principio di embolia nel tentativo di salvarlo, durante un’immersione di gruppo, a circa due miglia e mezzo al largo della costa di Diano Marina, in provincia di Imperia: è il bilancio della tragedia che ha visto morire in mare Marco Gilberti, 57 anni, di Givoletto (Torino). Gli altri due sommozzatori Giovanni Steria, 45 anni, di Diano Marina e Alberto Clara, 37, di Torino, trasferiti in elisoccorso, in gravi condizioni, all’ospedale San Martino di Genova e sottoposti ad una terapia nella camera iperbarica dalle 13,20 alle 19 sono stati dichiarati

fuori pericolo di vita solo nel tardo pomeriggio. Salvi invece gli altri sette sub che hanno partecipato all’immersione. Secondo una prima ricostruzione, la vittima, avrebbe iniziato a sentirsi male dodici minuti dopo l’immersione. Gli altri due compagni, che lo avrebbero visto scendere a picco, si sarebbero subito lanciati in suo aiuto tentando di rianimarlo con un primo massaggio cardiaco in acqua. Issato sul gommone del diving center (l’Eurosub, con sede a Torino e a Diano Marina), Gilberti è stato sottoposto a un secondo massaggio cardiaco. Nel frattempo, i due sommozzatori che avevano prestato i primi soccorsi hanno iniziato ad accusare i sintomi

do così anche la ripartenza per Civitavecchia, prevista per le 8: la nave è salpata dopo le 11. Vento in attenuazione, invece, nel centro-sud dell’isola: regolari i collegamenti tra Cagliari, Civitavecchia, Palermo e Trapani. Secondo le previsioni dell’Ufficio meteo dell’Aeronautica militare di Decimomannu, il maestrale si placherà del tutto entro martedì.

dell’embolia. Allertata la centrale operativa del 118, il gommone è partito a tutta velocità verso il porticciolo di Diano Marina, dove ad attenderlo c’erano i medici di Imperia Soccorso e i volontari della Croce Rossa. Non conoscendo le condizioni degli altri sette sub, e temendo che la situazione potesse essere stata provocata da un’errata miscela nelle bombole, si è provveduto anche al recupero di tutti i sommozzatori, che nel frattempo erano rimasti privi della barca appoggio. In mare, oltre ad alcune imbarcazioni private, sono uscite le motovedette della Capitaneria di Porto, della Polizia di Stato e della Protezione Civile.

Indagine del Dipartimento regionale per la salute dei detenuti

Il Tar della Liguria ha confermato la disposizione della Questura

FIRENZE - «E’ allarme carcere in Toscana. «Il sovraffollamento - spiega Ceraudo - conLe strutture sono ormai al collasso: 2836 i diziona ed influenza molteplici aspetti, renposti disponibili, 4284 i reclusi al 30 giu- dendo precarie sia la struttura edilizia sia le gno, ma in costante aumenpiù elementari regole di igieIn celle da due to». Lo sostiene, in una nota, ne personale ed ambientale. il direttore del Dipartimento stipate fino a sei persone In celle per due detenuti, regionale per la salute in caradesso ci stanno anche in anche per 22 ore cere, Francesco Ceraudo, sei, e per 22 ore al giorno. ogni giorno che ha realizzato un’indagiUna follia. Questo vuol dire ne nelle strutture penitenziarie toscane, che maggiore assistenza medica e più farmaci». sono «17, dopo la recente chiusura di Pon- «Senza tenere conto - aggiunge Ceraudo tremoli ed Empoli, e comprese il minorile e della difficile convivenza tra detenuti di etlo psichiatrico di Montelupo». nie diverse».

GENOVA - Il Tar della Liguria ha confermato no stati anche i giudici dal Tar, che ha tra la «punizione» inflitta ad un poliziotto dalla l’altro trovato infondato il ricorso, richiedenquestura di Genova: tre giorni di paga decur- do il pagamento di 1.500 euro di spese di tata per una «battutaccia» segiudizio. Così il Tar ha respinLe “volgarità” condo lui, un «insulto» seconto l’istanza presentata da un alla poliziotta do lei, ad una collega ad un assistente capo della Polizia cambio di turno. L’agente, fordi Stato che ha impugnato la gli son costate te della testimonianza di due decisione presa dal questore tre giorni di paga colleghi, si è rivolta ai suoi di Genova, e confermata dal superiori. Così, prima il questore e poi lo Capo della Polizia, di una sanzione disciplinastaff del capo della polizia, le hanno dato re pari a tre giorni di stipendio decurtato per ragione, dando una piccola sforbiciata allo «aver proferito frasi di contenuto volgare ed stipendio dell’uomo. Dello stesso avviso so- offensivo all’indirizzo di una collega».

Allarme carceri, al collasso la Toscana Agente insulta collega, gli tagliano stipendio

MILANO - Finito al pronto soccorso per un incidente stradale, gli avevano somministrato morfina e antidolorifici anche a base di oppiacei. Mesi dopo si è visto recapitare un decreto penale di condanna per guida sotto l’effetto di droga, con tanto di sospensione della patente per 10 mesi. Tutta colpa di una svista dei medici, che avevano inviato gli esami tossicologici richiesti alla Polstrada senza allegare il certificato che giustificava l’uso di morfina e oppiacei per alleviare il dolore causato dal bacino fratturato. Al centro della vicenda, che si è conclusa con l’assoluzione del malcapitato, c’è C.M., un commerciante di 50 anni, originario di Roma ma residente in provincia di Bergamo. L’uomo, il 6 agosto dell’anno scorso, al termine di una mattinata di lavoro in un mercato rionale, mentre era alla guida del suo furgone e stava percorrendo la strada statale vicino a Sedrina, nel Bergamasco, viene tamponato da un’auto. L’impatto è violento e sia lui sia il conducente dell’auto riportano varie lesioni. Il commerciante finisce agli Ospedali Riuniti di Bergamo con il bacino fratturato e un trauma addominale. Il dolore è così forte che i medici decidono di somministragli non solo un normale antidolorifico ma una dose di morfina e un altro farmaco oppiaceo. Dopodiché la polizia stradale chiede ai sanitari gli esami del sangue e delle urine per gli accertamenti necessari in caso di incidenti stradali.


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Lunedì 20 Luglio 2009 7

Attualità

Equipaggi in rosa Nasce l’associazione per future missioni ROMA - Una donna nei futuri equipaggi diretti sulla Luna e Marte: oggi è un’ipotesi assolutamente realistica. Tanto che, dopo averlo fatto negli Stati Uniti, anche in Europa le donne attive in campo spaziale si organizzano ed è appena nata l’associazione Women in Aerospace Europe, «sorella» dell’analoga associazione attiva da 25 anni. All’epoca del programma Apollo le cose erano molto diverse: una sola donna era andata nello spazio, la sovietica Valentina Tereshkova, e le uniche donne a far parte delle cronache erano le mogli degli astronauti, che li aspettavano a casa. Nei giorni scorsi è stata anche ufficializzata la nomina della prima donna ai vertici della Nasa, Lori Garver, vice amministratore capo dell’agenzia spaziale americana.

Foto-ricordo Immortalati gli atterraggi

Il buio su Rapa Nui calerà nel 2010 Già tutto esaurito

NEW YORK - Le tracce dei precedenti atterraggi dell’Apollo sulla Luna sono ancora evidenti: la Lunar Reconnaissance Orbiter (Lro) le ha catturate in alcune immagini diffuse dalla Nasa, che mostrano cinque dei sei siti di allunaggio delle missioni Apollo. Nelle prossime settimane Lro dovrebbe riuscire a fotografare i restanti punti di atterraggio. E se da un lato le fato scattate sono un ricordo delle passate esplorazioni della Nasa sulla Luna, la missione primaria della Lro è raccogliere informazioni per il futuro. Nel riportare dettagli sulla Luna, la missione dell’Lro si pone fra obiettivi quello di aiutare la Nasa a individuare i siti di atterraggio delle prossime esplorazioni lunari e quello di localizzare potenziali risorse.

SANTIAGO DEL CILE - Manca ancora un anno, ma i preparativi sono già scattati, visto che sarà uno spettacolo davvero unico in mezzo al Pacifico. L’11 luglio del 2010 un’eclissi totale di sole attraverserà l’isola di Pasqua, nota anche come Rapa Nui: la terra dei ’moai’, i giganteschi monoliti dalle misteriose sembianze umane.La notte calerà sull’isoletta vulcanica dell’Oceano a partire dalle 13.30.54 (locali), per cinque minuti e 20 secondi: cinque lunghi minuti di ’sole nero’ sui 160 km quadrati di Rapa Nui. L’appuntamento ha mobilitato da tempo non solo gli scienziati ma anche le agenzie di viaggi, visto che in tanti, e da tutto il mondo, vorranno trascorrere quei cinque minuti di penombra in compagnia degli enigmatici moai.

La Nasa avrebbe cancellato le cassette con il filmato del primo sbarco Riciclate per errore negli anni ‘80 quando le pellicole scarseggiavano

Colpo di spugna sull’impresa Apollo 11 Sparito il nastro originale dell’allunaggio WASHINGTON - Venivano dalla Luna e sono sparite dalla faccia della Terra. Volatilizzate dagli archivi della Nasa, introvabili in qualsiasi magazzino spaziale: le cassette con le immagini originali del primo passo di Neil Armstrong sulla luna trasmesse a Houston nel Luglio 1969 dalla telecamera installata sull’Apollo 11, non esistono più. Tre anni di ricerca frenetica in ogni angolo possibile dei Centri dei programmi spaziali Usa, da quando nel 2006 gli esperti si resero conto che i nastri tornati a terra con la storica missione lunare non si trovavano più, sono giunti ad una sconcertante conclusione: la Nasa li ha cancellati. Per distrazione e per errore, naturalmente. Anzi, per risparmiare, con tutta probabilità durante gli anni Ottanta quando di queste cassette magnetiche un po demodè ma ancora efficienti c’era un gran bisogno: in quegli anni i sempre più numerosi satelliti catapultati nello spazio iniziavano difatti a inviare dati e immagini di continuo a Terra e i nastri su cui registrarle scarseggiavano. Secondo la ricostruzione dei due specialisti televisivi del Goddard Space Flight Central della Nasa in Maryland - Stan Lebar e Dick

L’eclissi totale in Cina

Ricerche audio pro Armstrong: non sbagliò la frase storica

Shangai pronta ad accogliere il “sole nero”

I nastri della storica missione lunare non si trovano più, restano le ricostruzioni digitali trasmesse dalle tv mondiali

Nafzger, che hanno guidato la caccia ai nastri scomparsi, la Nasa intorno al 1980 avviò un massiccio programma di riciclaggio di vecchie cassette. Decine di migliaia di scatoloni con nastri già usati vennero prelevati dagli scaffali polverosi, aperti e riutilizzati. E la ’prima diretta dalla luna’ con Ar-

mstrong a Buzz Aldrin che piantavano la bandiera americana sulla superficie sabbiosa del ’Mare della Tranquillità’ è stata così eliminata. “Nessuno lo ha fatto di proposito, è stata una terribile distrazione ha osservato Nafzger - ma dopo tante ricerche sono ora convinto

che queste cassette non esistano più, tante prove ed indizi ci hanno portato a questa conclusione per quanto difficile da accettare”. D’altronde Lebar e Nafzger hanno setacciato per anni ogni possibile archivio e vecchio documento non risparmiando nemmeno incursioni a casa di ex impiegati

L’idea ambiziosa degli Stati Uniti: dalla base partiranno navicelle per Luna e Marte

Verso l’esplorazione dell’intero sistema solare La stazione internazionale diventa spazioporto Un punto di collegamento per studi e perlustrazioni che rimarrà in attività fino al 2025

Dopo quaranta anni dal primo sbarco sulla Luna, l’America tenta di mantenere la sua leadership spaziale

ROMA - Uno spazioporto dal quale potrebbero partire le future missioni su Luna e Marte: la Stazione Spaziale Internazionale (Iss) non è soltanto un gigantesco laboratorio orbitale, ma è candidata ad essere l’avamposto dell’esplorazione del Sistema Solare. A 40 anni dallo sbarco sulla Luna e a dieci anni dall’inizio della sua costruzione, la più grande opera di ingegneria costruita nell’orbita terrestre sta guadagnando un ruolo sempre più importante. Lo sanno bene Europa e Stati Uniti, così come gli altri

spaziale conquistata con lo sbarco sulla Luna.«La Stazione spaziale diventa sempre più collegata all’esplorazione», osserva Simonetta Di Pippo, a capo del direttorato sul Volo umano dell’Agenzia Spaziale Europa (Esa). Si sta pensando, infatti, a tenerla in attività fino al 2025 perchè, spiega l’esperta, «oltre ad essere una struttura unica per le sperimentazioni scientifiche in microgravità, potrebbe diventare uno spazioporto per l’assemblaggio dei sistemi spaziali per le missioni su Luna e Marte».

partner del progetto: Russia, Canada e Giappone. Non per caso il nuovo amministratore capo della Nasa, Charles Frank Bolden, ha parlato della Iss nel suo

primo discorso ufficiale, comprendendola nella lista delle scelte decisive che gli Stati Uniti dovranno affrontare se decideranno di mantenere la leadership

Nasa. Ma per la memoria storica del globo, le sequenze dell’allunaggio sono state salvate, seppure non più dall’originale, dalle riprese televisive trasmesse dai network di mezzo mondo. Riprocessate e migliorate dagli specialisti di Hollywood della ’Lowry digital’ - nota per aver ripristinato digitalmente vecchi film come ’Guerre stellari’, tornano così le immagini della prima passeggiata lunare dell’Apollo 11. Intanto Quasi quarant’anni dopo la scienza - e la Nasa - gli hanno finalmente dato ragione: Neil Armstrong non ha sbagliato a pronunciare una delle frasi più famose della storia, quando mise piede per la prima volta sulla Luna. «Un piccolo passo per un uomo, un grande salto per l’umanità» è come viene normalmente riportata; l’audio tuttavia - come aveva ammesso lo stesso Armstrong - non permetteva di distinguere chiaramente l’articolo indeterminativo, e «for a man» suonava come «for man», ovvero per l’uomo in generale: la frase diveniva in questo modo un controsenso. Per anni Armstrong insistette sul fatto di aver tuttavia pronunciato l’articolo, concedendo al massimo di metterlo tra parentesi nel trascrivere la frase: nel 2006 un programmatore australiano, Peter Shann Ford, ha effettuato un’analisi della trasmissione rivelando senz’ombra di dubbio la variazione corrispondente, della durata di appena 35 millisecondi e quindi virtualmente inaudibile.

PECHINO - La più lunga eclissi totale di sole del 21/o secolo, che sarà visibile il 22 luglio, ha ridato fiato al turismo a Shanghai e a tutte le città lungo l’ultimo tratto dello Yangtze, il Fiume Azzurro che attraversa la Cina da est ad ovest. Sarà infatti questa fascia di territorio cinese la zona dalla quale si avrà la migliore visione dell’eclissi e - per la prima volta dall’inizio della crisi economica internazionale - gli alberghi e i tour organizzati registrano il tutto esaurito. Il fenomeno, che sarà visibile da tutte le zone della capitale finanziaria della Cina, inizierà alle 8.23 locali e terminerà alle 11.01. L’eclissi totale durerà sei minuti, dalle 9.36 alle 9.41 (la Cina è sei ore avanti rispetto all’Italia).I grandi alberghi offrono «pacchetti» che hanno il loro punto focale nella visione dell’eclisse dai quartieri storici della metropoli, come la concessione francese, nel nuovo centro finanziario di Pudong, nei parchi e sulle spiagge della provincia dello Zhenjiang, a qualche decina di chilometri dal centro.Posti speciali di osservazione, con telescopi, distribuzioni degli speciali occhiali protettivi che permettono di seguire tutte le fasi dell’eclissi, esperti pronti a dare spiegazioni, sono stati organizzati nel porto di Yangshan a Pudong, nel Parco della Luna sulle colline di Sheshan (nei pressi dell’Osservatorio), e sulla centrale piazza del Popolo, a due passi dallo storico Bund, il lungofiume che rimane il punto di riferimento più conosciuto della metropoli costiera.«Per mesi tutti non hanno fatto altro che lamentarsi, ma ora grazie all’eclissi c’è questo boom improvviso», ha dichiarato Zhi Chenyan, un funzionario del China Travel Service della provincia dello Zhejiang. L’eclissi sarà trasmessa in diretta dalla televisione di Stato cinese, la Cctv, che ha messo in piedi delle postazioni speciali in quattro città.


8 Lunedì 20 Luglio 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

Attualità

Il Bel Paese è tra quelli con maggiori risorse per gli acquedotti Pochi investimenti e manutenzioni determinano spreco record

Italia, un colabrodo per rete idrica Non è raro che il 30% delle risorse non raggiunga i rubinetti

La rete idrica italiana è un colabrodo con una dispersione della risorsa che arriva anche oltre il 30 per cento. L’Italia è il Paese che consuma più acqua in Europa, il terzo al mondo

ROMA - L’Italia è uno dei Paesi al mondo con maggiore disponibilità d’acqua, ma la rete idrica è un colabrodo con una dispersione della risorsa che arriva, in alcuni casi, anche oltre il 30%. Cioè un terzo dell’acqua immessa non arriva ai rubinetti. L’Italia è il Paese che consuma più acqua in Europa, il terzo al mondo dopo Canada e Stati Uniti. Ecco i numeri dell’Italia. Disponibilità Sono 155 i miliardi di metri cubi disponibili all’anno per usi civili e produttivi, 2.700 metri cubi la quota pro capite. Il 97% dell’acqua dolce in Italia è nelle falde acquifere. L’acqua erogata ogni anno attraverso 13 mila acquedotti è pari a 8 miliardi di metri cubi. L’acqua finisce al settore agricolo per il 60% dell’intera domanda del Paese, al settore energetico e industriale per il 25% e agli usi civili per il 15%. Reti colabrodo L’irregolarità dei flussi e le inefficienze riducono la disponibilità a 110 miliardi di metri cubi e a 2.000 metri cubi pro capite. L’acqua effettivamente utilizzabile per tutti gli usi scende a 42 miliardi di metri cubi, cioè a 764 metri cubi a persona, equivalenti a 764 mila litri a persona l’anno a poco più di 2.000 litri a persona al giorno. Un terzo dell’acqua disponibile in Italia (pari a 2 milioni di metri cubi) si disperde lungo le reti fatiscenti e corro-

mini di risorse disponibili. Le regioni del nord ne hanno il doppio di quanto ne serva, quelle del Sud ne hanno metà di quanto gliene occorra. E il Nord utilizza solo il 50% delle disponibilità idriche. L’Italia beve dalla bottiglia Un italiano su due beve solo acqua minerale perchè non si fida dell’acqua del rubinetto. L’Italia è prima in assoluto nel consumo pro capite d’acqua minerale dalla bottiglia. La disponibilità d’acqua diminuisce ogni anno, le località in emergenza idrica crescono di numero, i costi ed i prezzi dell’acqua sono in rapido aumento. Se ne consumano circa 182 litri a testa l’anno. In Italia per confezionare e trasportare l’acqua minerale sono necessarie più di 200 mila tonnellate di bottiglie in plastica all’anno, per un consumo di circa 12 miliardi di litri d’acqua. Acqua e campagna L’agricoltura attualmente assorbe il 70% delle risorse mondiali di acque dolci utilizzate dagli esseri umani. Nel 2050 la domanda alimentare quanto meno sarà raddoppiata e questo provocherà, secondo la Fao, un aumento della domanda idrica per uso irriguo del 17% a livello globale. Questo, mentre la domanda alimentare nel 2050 sarà il 70% in più di quella del biennio 2005-2007, e il consumo idrico crescerà del 70%.

se degli acquedotti: il 30% dell’acqua che entra nelle condotte idriche si perde per strada e non arriva nelle case. Anche il 40% dell’acqua per irrigazione si perde lungo le tubazioni. Siccità sud e isole Anche in Italia manca l’acqua, soprattutto al Sud e nelle Isole. Il 15% della popolazione italiana, ossia circa otto milioni di persone per quat-

tro mesi l’anno (da giugno a settembre), è sotto la soglia del fabbisogno idrico minimo di 50 litri di acqua al giorno a persona. Le regioni del Nord possono godere di risorse abbondanti, al Sud la disponibilità è ridotta sia in termini di precipitazioni (Puglia, Sicilia e Sardegna ricevono il 40-50% in meno delle precipitazioni rispetto alle regioni più piovose) sia in ter-

Da 2 a 5 mila litri per produrre il cibo che mangia in un giorno un occidentale Pomodori e mele fanno bene alla salute, ma la loro coltivazione richiede un’ingente quantità d’acqua

Stime Fao sulla traccia ambientale dei prodotti commestibili

Una mela in salute cresce con non meno di settanta litri

ROMA - Quando mandiamo giù una mela stiamo anche «consumando» i 70 litri di acqua che sono serviti per farla crescere. E se il fabbisogno quotidiano si aggira intorno ai 2-5 litri pro-capite, ci vogliono da 2 a 5 mila litri per produrre il cibo che una persona consuma in un giorno. Queste le stime della Fao sui consumi necessari a soddisfare il fabbisogno alimentare mondiale. Ecco quanto beviamo mentre mangiamo: per un pomodoro 13 litri d’acqua, per una patata 25, per una fetta di pane 40 (con formaggio 70), per un bicchier di birra 75, per uno di vino 120, per un uovo 135, per un caffè 140, per un pacchetto di patatine 185, per un bicchiere di succo di mela 190, per un bicchiere di latte 200, per un hamburger 2.400, per un 1 kg di grano 1.000-3.000, per 1 kg di manzo 13.000-15.000.

Per carenze idriche sfiora otto milioni il bilancio annuo delle vittime

La sete continua a uccidere in tante parti del mondo e le previsioni per il futuro non sono rosee

Il lago Aral, i fiumi Gange, Eufrate e Nilo tra i siti più contesi fra diverse nazionalità

Eritrea, Etiopia, Kenya, Rwanda, Sudan, Tanzania, Uganda), Giordano (Israele, Giordania, Libano, Siria, Territori palestinesi), e TigriEufrate (Iraq, Siria, Turchia). I contrasti passano anche tra diverse etnie e diverse zone dello stesso Paese. Causa di proteste e rivolte violente può essere anche la privatizzazione dello sfruttamento idrico. Secondo un libro recente di Vandana Shiva, il primo episodio ’bellico’ risale al 1924, quando i residenti della Owens Valley, in California, fecero saltare un acquedotto destinato a dirottare le acque della Sierra Madre verso Los Angeles. Anche recentemente contese e scontri, anche armati, si sono verificati spesso. Nel marzo 2001, una fonte governativa israeliana dichiarò che Israele non sarebbe restato passivo davanti alla decisione libanese di pompare le acque dell’Hasbany, che fornisce circa il 25% delle acque del Lago di Tiberiade. Nel gennaio 2005 la Bolivia fu paralizzata da uno sciopero generale per chiedere la rescissione del contratto di trattamento delle acque in mano a Aguas de Illimani, filiale della società francese Suez-Lyonnaise de Eaux. Nel settembre 2005 a Omsk, in Siberia, accuse alla Cina di prelievo incontrollato dal fiume Irtish, che nasce sul versante cinese dell’Altai, tocca il Kazakhstan, e poi entra in Russia.

Per l’oro blu si può arrivare a uccidere ROMA - Nel 2030 quasi metà della popolazione mondiale, oltre 3 miliardi di persone, potrebbero rimanere senz’acqua, ma già oggi si contano 8 milioni di morti l’anno causate proprio dalla siccità e della malattie legate alla mancanza di servizi igienico-sanitari e di acqua potabile. I più recenti dati dell’Onu affermano che 3.900 bambini muoiono proprio per questa ragione ogni giorno. La colpa è dei cambiamenti climatici, dell’aumento della popolazione mondiale, della crescente domanda di energia, e dell’incapacità politico-gestionale. L’ultimo rapporto delle Nazioni Unite sull’acqua non lascia dubbi: il mondo avrà sete e già ora vive seri problemi e criticità. E anche dopo la dichiarazione raggiunta al G8 all’Aquila, l’Africa rimane la zona più esposta: fino a 250 milioni di persone coinvolte e seri rischi per l’area sub-sahariana. Poi, il Medio Oriente dove sono presenti meno dell’1% delle risorse idriche a livello mondiale, mentre il 5% dei Paesi arabi che costituiscono la regione più arida al mondo già sono al limite delle risorse idriche. Dalle previsioni, la popolazione mondiale, ora a 6,6 miliardi di persone, crescerà di 2,5 miliardi entro il 2050, e per la maggior parte nei Paesi in via di sviluppo già sofferenti per la scarsità idrica. Una crescita demografica che

comporterà un aumento della domanda di acqua dolce di 64 miliardi di metri cubi all’anno. Secondo il rapporto dell’Onu, più di un miliardo e 200 milioni di persone non hanno accesso sufficiente a fonti di acqua pulita e quasi altri due miliardi vivono senza servizi igienici. Alla man-

canza d’acqua si aggiunge il problema di quella sporca, malata, che fa ogni anno nel mondo oltre 1,6 milioni di morti: il 90% delle vittime sono bambini sotto i 5 anni, la maggior parte nei Paesi in via di sviluppo. Al centro di un testo comune del G8 con i Paesi africani, l’acqua è dunque una delle risorse più necessarie e insostituibili del pianeta Terra e l’accesso alle risorse idriche, come è già successo per il petrolio, è una delle potenziali cause di guerre del futuro. I «punti caldi» del conflitto idrico poten-

ziale sono molti, ma i più critici sono il Lago d’Aral (Kazakhstan, Khirghizistan, Tagikistan, Uzbeki-

stan, Turkmenistan), Gange (Bangladesh, India, Nepal), Nilo (Burundi, Rep. Dem Congo, Egitto,

Per la sopravvivenza il massimo è un mese senza cibo o una settimana senz’acqua che in molti casi non è sicura

Anche l’Europa è a corto di liquidi

La raccolta d’acqua nella Rift Valley

ROMA - Senza cibo si può vivere per un mese, senza acqua non si supera una settimana: il fabbisogno minimo biologico pro-capite per la sopravvivenza umana è di 5 litri nelle 24 ore.

Ma l’Organizzazione mondiale della sanità di oltre 300 litri al giorno, ma scende drastica(Oms) avverte che per poter parlare di condi- mente sotto i 20 per una famiglia africana. zioni accettabili di vita occorrono non meno di Sicurezza: un abitante su due sulla Terra abi50 litri d’acqua al giorno per ogni essere uma- ta in case senza sistema fognario. Un abitante no, al di sotto la situazione è di sofferenza, su cinque (1,2 miliardi di persone) non ha quella in cui versa il 40% della acqua potabile sufficiente, il Albania, Georgia popolazione con l’Africa che riche significa oltre un miliardo Montenegro, mane la zona del mondo più che beve acqua non sicura. assetata. e Macedonia gli stati Europa: Anche l’Europa è in Disponibilità mondo: Nel emergenza: il 16% è senza acmessi peggio mondo si passa da una disponiqua potabile, 140 milioni di eubilità media di 425 litri al giorno per ogni ropei non hanno accesso a acqua pulita e serviabitante degli Stati Uniti ai 10 di un abitante zi sanitari. Il tributo maggiore lo pagano i paesi del Madagascar, dai 237 litri a persona disponi- della sub-regione B: dall’Albania alla Georgia, bili in Italia ai 150 in Francia. La stima del dal Montenegro alla Macedonia, ogni anno consumo medio di una famiglia occidentale è muoiono più di 11.000 minori di 14 anni.


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Lunedì 20 Luglio 2009 9

Attualità

Stretta per la prevenzione da parte delle compagnie British e Virgin Personale autorizzato a lasciare a terra passeggeri affetti da influenza

Niente aerei a chi ha i sintomi del virus A Rinvio dell’anno scolastico per la pandemia

Inizio della scuola posticipato? Gelmini e Brunetta smentiscono

Cordone dei carabinieri davanti a una scuola

ROMA - In una nota il ministro dell’Istruzione Mariastella Gelmini esclude che ci siano ipotesi di rinvio dell’apertura delle scuole a settembre, una dichiarazione per cercare di attenuare il clamore suscitato dalle dichiarazioni del viceministro alla Salute Ferruccio Fazio che, pur precisando che non c’è alcuna decisione in proposito, non ha escluso il rinvio del primo giorno di scuola. “Al momento nessuna ipotesi rinvio apertura scuole”, è la dichiarazione del ministro Gelmini che precisa che il ministero dell’Istruzione “ha la massima attenzione sull’evolversi della situazione della nuova influenza e sta valutando con scrupolo tutti gli scenari”. Il ministro della Pubblica amministrazione Renato Brunetta si dice convinto che, «assolutamente si», le scuole italiane «riapriranno normalmente» dopo la pausa estiva e non subiranno rinvii a causa della diffusione della nuova influenza.

Hostess “spia” ai check-in pronte a chiamare il medico di guardia LONDRA- La British Airways ha comunicato allo staff dei check-in che in caso di passeggeri con sintomi da H1N1 devono essere allertati i medici, i quali potranno negare l’imbarco. Lo riferisce la compagnia aerea. La direttiva è stata comunicata nell’ultimo “paio di settimane”, ha spiegato una portavoce della compagnia, precisando che rientra nel piano per ridurre al minimo l’impatto del virus. “Abbiamo detto al nostro personale cosa cercare in termini di sintomi”, ha dichiarato la portavoce. “Se hanno dei dubbi su un passeggero quando si presenta al checkin, hanno un numero medico 24 ore su 24 da chiamare”. La portavoce ha spiegato che finora solo a un piccolo numero di persone è stato impedito l’imbarco su voli della British Airways dopo controlli medici. “Ovviamente, con la nuova influenza che si sta diffondendo, dobbiamo essere responsabili e assicurarci di fare tutto il possibile per prevenire la diffusione”. Anche Virgin Atlantic ha adottato misure analoghe stando al Sunday Times, ma non è stato possibile avere un commento della compagnia. Ieri un gruppo di 52 britannici studenti e insegnanti - sono stati messi in quarantena a Pechino dopo che quattro ragazzi sono stati

Passeggeri sbarcati ieri di fronte a un video che ne controlla la temperatura a distanza

ricoverati e sono risultati positivi al virus. Le autorità britanniche hanno confermato la morte di 29 cittadini del Regno Unito - dove ci sono 55mila nuovi casi alla settimana, per lo più con sintomi lievi - a causa del virus. In Italia, intanto, il ministro dell’Istruzione Mariastella Gelmini ha escluso che ci siano ipotesi di rinvio dell’apertura delle scuole a settembre, nel tentativo di attenuare il clamore suscitato dalle dichiarazioni del viceministro alla Salute Ferruccio Fazio che, pur precisando che non c’è alcuna de-

cisione in proposito, non ha escluso il rinvio del primo giorno di scuola. Secondo i dati dell’Organizzazione Mondiale della Sanità aggiornati al 6 luglio, i casi confermati nel mondo di contagio di influenza H1N1 sono 94.529, mentre il bilancio dei morti è a 431. Non sono apparsi preoccupati più di tanto ieri mattina, all’aeroporto di Fiumicino, i passeggeri in partenza e in arrivo da Londra di fronte all’allarme pandemia da nuova influenza. A più riprese gruppi di passeggeri in transito

nello scalo romano provenienti da Londra con voli delle compagnie Alitalia e British Airways, non hanno mostrato particolari timori, e salvo sporadici casi, quasi nessuno indossava le mascherine sul volto per proteggersi le vie respiratorie. «Cosa penso di questa influenza? - sorride con un velo di sarcasmo un’anziana turista britannica, in vacanza per una settimana in Italia con il marito - Temo che ci siano troppo allarmismo e in questo senso anche gli organi di informazione, a volte, non aiutano troppo».

Dura condanna del Pentagono per il filmato divulgato dagli estremisti in Afghanistan e considerato “un atto di propaganda”

Salvate il soldato Bergdahl prigioniero dei talebani Nel video:“Ho paura riportatemi a casa Ho una famiglia da riabbracciare” WASHINGTON - La diffusione di un video che mostra un soldato americano prigioniero dei Talebani in Afghanistan è stata condannata ieri dal Pentagono come «un atto di propaganda» e una «violazione delle leggi internazionali». Le immagini mostrano il soldato Bowe Bergdahl, catturato dai Talebani alla fine di giugno, lanciare un appello agli americani perché facciano pressioni sull’amministrazione Obama per un ritiro delle truppe dall’Afghanistan. Il soldato, che appare in buona salute (con i capelli rasati ed una leggera barba), si mostra spaventato ed esprime più volte la sua speranza di tornare ad abbracciare la sua famiglia in America. «Ho paura. Ho paura di non tornare a casa - afferma il soldato, che indossa una tunica grigia (un abito tradizionale afghano) -. Ho una ragazza che spero di sposare. Ho i nonni. Ho una bella famiglia che spero di riabbracciare in America». E’ la prima volta che un soldato americano è catturato vivo dai Talebani in Afghanistan. Per il gruppo

Si allarga lo scontro sui confini di Gerusalemme

Israele costruisce nella città araba Tensioni diplomatiche con gli Usa GERUSALEMME - Il primo ministro israeliano Binyamin Netanyahu ha risposto ieri con un secco no alla richiesta degli Stati Uniti di bloccare un controverso progetto edile a Gerusalemme est. Israele nel 1981 si è annesso l’intera città, inclusi i quartieri arabi a est occupati nel 1967, e l’ha proclamata sua «eterna ed indivisibile capitale». I palestinesi però rivendicano il settore est come capitale di uno stato di Palestina, per ora solo è indubbiamente un colpo propagandistico che sta cercando adesso di sfruttare. Il Pentagono ha ieri «condannato la diffusione di questo video e la pubblica umiliazione dei prigionieri. E’ una violazione delle leggi internazionali».

Le immagini sono state diffuse anche dalle Tv americane, spingendo il Pentagono a rendere pubblico il nome del soldato caduto nelle mani dei Talebani. Il soldato Bergdahl, che appartiene al 501/o Reggimento Paracadutisti (di stanza in Alaska), è stato cattura-

to mentre era fuori dalla sua base, in servizio di pattuglia. Il Pentagono aveva inizialmente classificato il suo status come ’scomparso’ ma in seguito aveva modificato la dizione in ’catturato’. Nel video, che dura 28 minuti, non vengono mostrati i carcerieri del

sulla carta. L’Onu nel 1947, nel decidere la spartizione della Palestina, stabilì per Gerusalemme lo status di ’corpo separato’. La controversia aggiunge nuovi motivi di tensione nelle relazioni tra i due paesi. La presa di posizione americana e soprattutto la crescente tensione tra Israele e Usa sono seguiti con non nascosta soddisfazione dai palestinesi, che giudicano «incoraggiante» la presa di posizione Usa. soldato ma è possibile sentire la loro voce fuori campo durante la registrazione. Ad un certo punto una voce chiede al soldato se ha messaggi per gli americani. «Certo. Agli americani che hanno persone care qui in Afghanistan e che sanno quanto sarebbe triste

La televisione satellitare araba al Jazeera ha trasmesso una registrazione video in cui compare il soldato

perderle voglio solo dire: avete il potere di spingere il nostro governo a far rimpatriare questa gente», afferma il soldato Usa prigioniero. Ma le autorità militari americane hanno già risposto sottolineando che gli insorti «vorrebbero rimandarci subito a casa, ma questo non ha alcun probabilità di accadere: siamo qui per dare il nostro sostegno al governo dell’Afghanistan al fine di migliorare la sicurezza - ha detto un portavoce del Pentagono -. Resteremo qui finché la gente dell’Afghanistan avrà bisogno di noi». «L’unica arma di difesa in quelle situazioni è non pensare, perchè se pensi sei finito, perdi ogni forma di libertà, anche quella mentale»: Umberto Cupertino, uno dei quattro ostaggi italiani rapiti in Iraq il 13 aprile del 2004, commenta così il video del soldato Usa catturato dai talebani nei giorni scorsi in Afghanistan. Immagini che lo riportano indietro di cinque anni, quando visse la stessa esperienza insieme con Maurizio Agliana, Salvatore Stefio e Maurizio Quattrocchi, l’unico ad essere ucciso dai sequestratori.


10 Lunedì 20 Luglio 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

Cronache in breve Minaccia la moglie Arrestato per stalking MILANO - Ha trascinato la moglie fuori dall’auto, minacciandola con un moschettone usato come tirapugni per convincerla a tornare a casa.Un uomo di 42 anni, Gaetano P., residente a Trecate, in provincia di Novara, è stato arrestato per stalking dai carabinieri di Milano. La coppia si stava per separare e lui, incensurato, era già stato denunciato varie volte da lei per averla aggredita e minacciata.

Una under 25 su tre non usa contraccettivi e il 20% si fida del coito interrotto Campagna di prevenzione estiva della Società italiana di ostetricia e ginecologia

Piogge monsoniche 20 morti in Pakistan PAKISTAN - Torrenziali piogge monsoniche abbattutesi nelle ultime ore sulla città di Karachi, nel sud del Pakistan, hanno causato la morte di almeno 15 persone (20 secondo la stampa locale), l’allagamento delle zone basse della megalopoli e vasti blackout. La maggior parte delle vittime è rimasta fulminata dall’elettricità nelle aree alluvionate. Ma il bilancio potrebbe essere più alto, perchè molte zone sono tuttora inaccessibile ai soccorritori.

Vigile secco sul colpo travolto da un Suv LUCCA - Un uomo di 63 anni, Silvano Carmazzi, di Torre del Lago (Lucca), molto conosciuto perché già comandante dei vigili urbani della locale circoscrizione, è morto in un incidente avvenuto ieri mattina sulla via Sarzanese, all’altezza di Maggiano, frazione di Lucca. Carmazzi, appassionato di ciclismo, stava percorrendo in bici la strada in direzione Lucca quando si è scontrato frontalmente con un Suv Toyota Rav 4.

Scontro nella metro 48 feriti in California SAN FRANCISCO - Uno scontro tra due treni del metrò di San Francisco, sabato sera nella stazione di West Portal, ha causato il ferimento di 48 persone. L’incidente è avvenuto quando un treno in sosta è stato tamponato da un altro convoglio. Nessuno dei feriti è in gravi condizioni.

Battute alle ragazze Serata finisce a pugni FIRENZE - Quattro giovani spagnoli, tra i 25 e i 28 anni, sono stati denunciati per rissa dai carabinieri di Firenze. Poco prima i giovani avevano avuto un diverbio con 4 o 5 giovani che avevano fatto alcuni apprezzamenti sulle ragazze mentre passavano loro vicino in bicicletta. All’arrivo dei carabinieri i ragazzi si erano già allontanati.

LONDRA - Brutto colpo per l’immacolata reputazione di Kate Middleton, fidanzata del principe William: alcuni reporter del News of the World hanno filmato e fotografato lo zio della ragazza mentre nella sua villa di Ibiza vende cocaina e ecstasy e fa da tramite per alcune escort. Gary Goldsmith, questo il nome del 49enne fratello della madre di Kate, Carole, ha specificato che William e la Middleton annunceranno il loro fidanzamento tra qualche mese e che andranno quest’estate nella villa, chiamata ’Maison de Bang Bang’, un’allusione alle promiscue attività sessuali che vi avrebbero luogo. Dopo aver offerto ai reporter - sotto falsa identità - di metterli in contatto con alcuni spacciatori è stato filmato mentre preparava alcune strisce di cocaina nella sua cucina.

Precipita elicottero civile 16 vittime a Kandahar AFGHANISTAN - Almeno 16 persone sono morte nello schianto di un elicottero civile in una base aerea della Nato a Kandahar, nel sud dell’Afghanistan. Lo rende noto un portavoce dell’Isaf, la Forza internazionale di assistenza alla sicurezza della Nato, aggiungendo che altre 5 persone sono rimaste ferite. L’elicottero, di fabbricazione russa (un Mi-8), si è schiantato in fase di decollo.

Rapina col tirapugni Fermati adolescenti ROMA - Hanno avvicinato un passante nel parco di Villa Carpegna, a Roma, lo hanno minacciato con un tirapugni, lo hanno derubato della catenina d’oro e sono fuggiti. Due adolescenti di 15 e 16 anni sono stati arrestati dalla polizia di Roma per rapina aggravata in concorso. A chiamare il 113 è stata la stessa vittima che ha raccontato di essere stata avvicinata e poi rapinata da tre ragazzi.

Cocaina ed escort per lo zio Middleton

Giro del mondo in bici Bloccato in Somalia Una bellezza estiva. Secondo i medici a settembre picco di malattie veneree: i giovani non si proteggono

Guida al “travelsex” sicuro

TORINO - Una T-shirt per portarsi «cuciti addosso» i punti fermi sull’amore e la guida tascabile Travelsex con le frasi salvavita e i principali consigli per sapere dove e chi rivolgersi in caso di emergenza, anche se si è a spasso per l’Europa. Sbarca in Piemonte l’iniziativa educazionale nazionale della Società Italiana di Ginecologia e Ostetricia dell’estate 2009. Da lunedì 20 a sabato 25 luglio il progetto farà tappa a Torino, presso il centro CTS di via Montebello 2/h. Qui i ragazzi

potranno ricevere in regalo la magliettina «L’amore è...» da personalizzare con il proprio slogan. «L’obiettivo è sensibilizzare i giovani sull’importanza della prevenzione e dell’informazione - spiega Giorgio Vittori, presidente Sigo -. I mesi estivi sono quelli di massima allerta: lo riscontriamo a settembre nei nostri ambulatori. Manca la protezione: una under 25 su tre non utilizza alcun metodo contraccettivo e il 20% si fida del coito interrotto».

SOMALIA - Faceva - o diceva di fare - il giro del mondo in bicicletta e non aveva trovato per nulla strano inserire nel suo percorso la Somalia. Un ciclista cinese è stato trovato nel caos militare e politico della Somalia, bloccato dalla polizia e espulso «per la sua sicurezza» verso Gibuti. Identificato cone Le Yue Zhong, il ciclista ha 50 anni, iniziato il giro del mondo nel ‘97 ha girato 114 Paesi. E’ stato arrestato a un posto di blocco nel capoluogo del Puntland. Il ciclista si è detto deluso per l’espulsione ammettendo che era sua intenzione arrivare a Mogadiscio, dove da tempo sono in corso combattimenti tra gli estremisti islamici e i governativi.

La terra torna a tremare Bottiglie forate con ago Cade da barella e muore Ascolano va a pescare Ancora scosse all’Aquila Attese analisi chimiche Inchiesta a Venezia Scivola nel fiume e affoga L’AQUILA - Torna a tremare la terra in Abruzzo, dove è stata registrata l’ennesima scossa sismica, di magnitudo 3.2 e profondità 8 chilometri. Lo ha reso noto l’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia riportando i dati riscontrati alle 14.49 di ieri. L’epicentro della scossa è stato individuato nel distretto sismico Aquilano, non lontano dunque dal capoluogo abruzzese.

VENEZIA - La Procura di Venezia apre un fascicolo di indagine sulla morte di un’anziana in seguito alla caduta da una barella all’ospedale di Dolo. La donna di 73 anni, operata prima a Mestre e poi trasferita al reparto di neurologia di Padova, non si era più ripresa ed è poi deceduta 24 giorni dopo la caduta. L’incidente era avvenuto mentre la donna, che soffriva di una malattia renale che la costringeva a dialisi, veniva trasportata fuori dal reparto dialisi dell’ospedale di Dolo.

Legano il portiere e svaligiano l’hotel ROMA - Due rapinatori, con i volti scoperti e armati di pistola, sono entrati nella notte tra sabato e domenica, da una porta posteriore nell’albergo «Villa Tuscolano» nell’omonima via di Frascati, al chilometro 1,5 e hanno rinchiuso il portiere dell’hotel in uno stanzino legandogli i polsi con un nastro adesivo. I due sono fuggiti portando via, secondo quanto riferito dal portiere dell’albergo, 10 mila euro. Sono intervenuti i carabinieri del gruppo Frascati.

Alcune bottiglie d’acqua

FIRENZE - Aveva comprato una confezione di sei bottiglie di acqua gassata in un supermercato. Quando è arrivato a casa si è accorto che il bagagliaio dell’auto, dove aveva messo la confezione, era bagnato e ha scoperto un forellino sul collo di una delle bottiglie, tutte ancora sigillate. L’uomo ha chiamato il 113 che ha verificato la presenza del foro subito sotto il tappo. Il cui titolare ha ritirato la partita di bottiglie ma i controlli hanno dato esito negativo.

Accusato di imperizia Dentista uccide paziente WASHINGTON - Un dentista della Florida è accusato di aver fatto cadere per imperizia un cacciavite e una mini chiave inglese, in due diverse occasioni, nella bocca di un paziente causandone la morte. Una causa è stata intentata dai familiari di Charles Gaal, un novantenne che sarebbe rimasto vittima della disastrosa inefficienza del dentista Wesley Meyers, che ha uno studio nella cittadina di Winter Park (in Florida).

ASCOLI PICENO - Il corpo di un uomo di 32 anni è stato recuperato nelle acque del fiume Fluvione, fra i comuni di Roccafluvione e Montegallo (AP). L’uomo si era allontanato da casa per andare a pescare. Non vedendolo rientrare, in serata i parenti avevano dato l’allarme. Gli uomini del soccorso alpino hanno rinvenuto appesi a un albero, su un pendio che porta al fiume, alcuni oggetti del’uomo.

Esplode appartamento Ustionato un 51enne SALERNO - Un uomo di 51 anni è rimasto ferito nell’esplosione del suo appartamento nel Salernitano causata forse da una fuga di gas. L’uomo avrebbe riportato varie ustioni ed è ora ricoverato all’ospedale di Nocera Inferiore. Le fiamme seguite allo scoppio hanno distrutto il vano cucina e gran parte dell’appartamento a Siano. A scopo precauzionale, la palazzina di 3 piani è stata fatta evacuare dai vigili del fuoco, giunti sul posto assieme a carabinieri e operatori del servizio 118.


il Domani Lunedì 20 Luglio 2009 11

STORIA D’ITALIA I fermenti della politica italiana

L’omicidio Calabresi

Il 17 febbraio a Roma, dopo la caduta del governo Colombo, nasce il primo governo Andreotti, ma a dispetto dell’abilità del Divo Giulio, la situazione è di grande instabilità con questo monocolore Dc cui non partecipa nemmeno la corrente democristiana Forza Nuova. Proverà al di là di ogni dubbio tanta instabilità un evento senza precedenti in un quarto di secolo di storia repubblicana: il 26 febbraio il Presidente della Repubblica è costretto a sciogliere anticipatamente le camere e a far indire nuove elezioni che si terranno il 7 e l’8 maggio. Fra i vari capi di partito sentiti durante le consultazioni ce n’è uno nuovo, Mario Tanassi che è appena stato eletto segretario del Partito social democraticoitaliano.Nellatornataelettorale dei primi di maggio, la Democrazia Cristiana esce vincitrice con un considerevole risultato, il 38,7 per cento dei voti, mentre il Partito comunista ottiene il 27,1 per cento e il Partito socialista diventa l’ago della bilancia con il suo 9,6 per cento, mentre il Psdi ottiene il 5,1. Va ancora forte il Movimento sociale che ottiene l’8.7 per cento. La sinistra estrema totalmente divisa Elezioni politiche in Italia: Per la prima volta dal dopoguerra si vota con elezioni anticipate. DC 38,7%; PCI 27,1%; PSI 9,6%; MSI 8,7%; PSDI 5,1%; PLI 3,9%; grande dispersione di voti a sinistra: PSIUP, Manifesto (che ha candidato Pietro Valpreda) e MPL (Movimento Politico dei Lavoratori) non ottengono alcun seggio provoca una dispersione di voti e Psiup, Manifesto e Movimento politico dei lavoratori non ottengono neanche un seggio.

Il 17 maggio a Milano il commissario Luigi Calabresi viene assassinato a sangue freddo davanti alla sua casa di Milano da un commando di due uomini: è la vendetta del proletariato contro il presunto colpevole della morte dell’anarchico Giuseppe Pinelli che secondo la sinistra è stato "suicidato dalla polizia". Solo nel 1997 si giunse a una sentenza in Corte di Cassazione che condusse ad arresti e condanne definitive: questa individuò Ovidio Bompressi e Leonardo Marino come esecutori materiali del delitto e Giorgio Pietrostefani e Adriano Sofri come mandanti. I quattro appartenevano all’epoca dell’omicidio alla formazioneextraparlamentare Lotta Continua, della quale Sofri e Pietrostefani erano stati fondatori. L’assassinio di Calabresi fu uno degli episodi centrali del periodo degli "Opposti Estremismi" e degli "anni di piombo" e divise profondamente l’Italia. Il commissario, addetto alla squadra politica della questura di Milano, appena trentacinquenne, lasciò la vedova e il figlioletto Mario in tenera età. Mario, per anni impegnato a difendere la figura del padre dagli attacchi della sinistra, in particolare di Lotta continua e di Camilla Cederna sull’ Espresso , è oggi il direttore del quotidiano La Stampa di Torino.

John Lennon, con la sua "Imagine", è stato uno dei protagonisti del 1972

Correva l’anno... 1972

Sunday Bloody Sunday Il 30 gennaio in Irlanda del Nord, a Derry i paracadusti britannici aprono il fuoco sui manifestanti cattolici che protestano contro la reclusione preventiva senza termini temporali per il processo di chiunque venga arrestato per i "troubles", i guai come gli inglesi chiamano quella che è ormai una guerra civile. È il Bloody Sunday, e le vittime sono 13, con tredici feriti uno dei quali morirà pochi mesi più tardi. Bloody Sunday (in gaelico: Domhnach na Fola), letteralmente "Domenica di Sangue", è il termine con cui verrà ricordata una giornata terribile nella pur sanguinosa storia della guerra dell’Ira, l’esercito repubblicano irlandese, il cui obiettivo è la riunione delle due Irlande, quella repubblicana del sud e quella monarchica del nor parte del Regno Unito. La tragica conclusione dell’intervento del primo battaglione del Reggimento paracadutisti britannico con molti punti oscuri (cinque persone furono colpite alle spalle, i manifestanti uccisi erano disarmati secondo i testimoni oculari) due furono investiti da blindati e la maggior parte erano giovanissimi lasciò segni profondi. L’inchiesta ufficiale britannica fu definita da molti un insabbiamento. Cinema, letteratura e musica si sono occupati più volte di quella giornata che fu mirabilmente cantata dagli U2 in Sunday, Bloody Sunday, scritta dal solista del gruppo, Bono.

Il Daily Mirror del giorno dopo

Il 1972 passerà alla storia come l’anno del massacro ai Giochi olimpici di Monaco, ma molti saranno gli avvenimenti di grande importanza a livello nazionale, dalle prime elezioni anticipate della storia della Repubblica Italiana alla salita al potere di Enrico Berlinguer il cui arrivo segnerà svolte importanti nell’evoluzione del Partito comunista italiano. Sulla scena internazionale, altri avvenimenti importanti cominceranno a segnare l’anno, a cominciare dai "troubles", i guai come li chiamavano gli inglesi, nell’Irlanda del nord, una vera e propria guerra civile. Il 30 gennaio sarà la famosa Bloody Sunday, la domenica di sangue cantata anche dal rock. Sempre a livello internazionale, Muammar Gheddafi da poco al potere fa subito sentire la sua politica nazionalistica con una clamorosa "espulsione": quella di ventimila caduti italiani del cimitero cristiano di Tripoli, compresi i resti di Italo Balbo, costretti a traslocarenel Sacrario d’Oltremare di Bari. L’Italia si fa sentire ai giochi invernali di Sapporo in Giappone dove porta a casa due medaglie d’oro grazie al nuovo idolo dello sci, Gustav Thoeni.Intanto il presidente Richard Nixon prepara il viaggio storico a Pechino, risultato della diplomazia del ping pong dell’anno prima. Cosa ascoltavamo

Se andavamo al cinema

I nostri idoli erano...

Che anno, ragazzi: il 1972 vede il trionfo di Il padrino di Santo and Johnny ma subito dietro c’è nientemeno che Mina con Grande grande grande e al terzo posto un certo John Lennon con Imagine, un successo internazionale con pochi precedenti. Ma a farlo diventare l’anno monstre contribuiscono Lucio Battisti con I giardini di marzo e La canzone del sole e l’album Il mio canto libero mentre va forte anche il Guardiano del Faro con Il gabbiano infelice . Ma è anche l’anno del debutto di Antonello Venditti e di Francesco De Gregori mentre Claudio Baglioni impone all’Italia il suo Piccolo grande amore . A livello internazionale Elton John, con Honky Chateau e Don’t Shoot Me I’m Only the Piano Player, i Deep Purple, con Machine Head e Made in Japan , i Genesis con Foxtrot , i Rolling Stones, con Exile on Main Street , Neil Young, Harvest . A proposito di debutti: nascono gli Abba, che resteranno attivi fino al 1982, ma sono tornati alla grande recentemente per il successo di Mamma mia , film e musical. E tra i debuttanti, almeno come solista, c’è anche un certo Michael Jackson.. Un piccolo lutto per gli amanti del genere: si sciolgono i Credence Clearwater Revival, gruppo rock californiano con un largo se-

La 44ma edizione degli Oscar si conclude con la solita messe di polemiche e il trionfo di The French Connection che ottiene la statuetta come miglior film, quella per la regia di William Friedkin, quella per il miglior attore protagonista con il magnifico Gene Hackman. Niente male per un thriller su droga e mafie. Ma i palati più fini sono indignati perché il grande Stanley Kubrick è stato defraudato della vittoria con il suo A Clockwork Orange, ovvero Arancia Meccanica . Ad Hackman qualcuno avrebbe preferito il Peter Finch del controverso Sunday Bloody Sunday di John Schlesinger. Ma nessuno contesta Jane Fonda che si porta a casa la statuetta come migliore attrice per Klute . Ma è un anno di ottimi film. Bernardo Bertolucci è battuto d’un soffio per la sceneggiatura del C onformista e Ugo Pirro e Vittorio Bonecelli mancano il centro con Il giardino dei Finzi Contini . Ma il film conquista un altro Oscar per Vittorio De Sica come miglior film in lingua straniera, il quarto nella strabiliante carriera del regista attore. Per la musica domina Fiddler on the roof , ovvero Il violinista sul tetto , con Topol, che era candidato a svariati Oscar . A Cannes: al Festival del cinema è un trionfo per l’Italia: vincono ex-aequo La classe operaia va in paradiso di Elio Petri e Il caso Mattei di Francesco Rosi, due film che sanciscono la consacrazione di un grandissimo attore italiano: entrambi sono interpretati da Gian Maria Volontè. Ma non è tutto: il 4 luglio a Berlino Pier Paolo Pasolini vince l’Orso d’Oro con il film I racconti di Canterbury.

Il 1972 è un anno di grandi soddisfazioni per gli sportivi italiani. Si comincia presto a gioire, il 28 gennaio, con Sandro Munari e Mario Mannucci, che vincono il Rally di Montecarlo su una Lancia Fulvia HF 1600. Pochi giorni dopo a Sapporo, i giochi olimpici invernali dove l’Italia porta a casa cinque medaglie, di cui due d’oro grazie a Gustav Thoeni il quale non si accontenta degli allori olimpici: il 29 marzo conquista per la seconda volta consecutiva la Coppa del mondo consacrandosi fra i grandi di tutti i tempi. Il giorno prima un altro grande di tutti i tempi inizia una stagione a dir poco fastosa: conquista la sua quinta Milano Sanremo e si appresta ad una doppietta storica: l’11 giugno vince il suo terzo Giro d’Italia e il 23 luglio si ripeterà conquistando il suo quarto Tour de France. Non riuscirà a fare l’en plein perché Marino Basso vince per l’Italia il Campionato del mondo di ciclismo su strada. Ma Eddy, il fuoriclasse belga, a stagione finita trova il tempo per andare a Città del Messico il 28 ottobre e conquistare il record mondiale dell’ora, coprendo la distanza di 49,408 chilometri. Intanto in giugno Bruno Arcari si è riconfermato campione del mondo dei pesi welter battendo alla 12° ripresa il brasiliano Joao Henrique e in dicembre si ripete respingendo l’attacco dello sfidante Costa Azevedo. A Monaco di Baviera ai giochiolimpicilafiorettistaAntonella Ragno conquista l’oro del fioretto individuale. Ma il vero eroe è il nuotatore americano Mark Spitz: sette ori e un record che resisterà 36 anni.

Berlinguer segretario del PCI Il 13 marzo a Milano si apre il XIII congresso del PCI, nel corso del quale Enrico Berlinguer viene eletto segretario del partito. L’elezione è scontata, ma viene anticipata per il deteriorarsi delle condizioni di salute di Luigi Longo. L’evento premia l’ascesa di un leader innovativo, capace di contestare Mosca per l’invasione della Cecoslovacchia e di dirlo in faccia a Leonid Brezhnev, e capace di assumere una linea indipendente, quella dell’Eurocomunismo. Nato a Sassari nel 1922, cugino di Francesco Cossiga, Berlinguer, il più amato (e non solo dai comunisti) fu il primo a denunciare un grosso problema del paese, del quale ancora si discute: "La questione morale esiste da tempo, ma ormai essa è diventata la questione politica prima ed essenziale perché dalla sua soluzione dipende la ripresa di fiducia nelle istituzioni, la effettiva governabilità del paese e la tenuta del regime democratico". Sotto la sua guida, il Pci raggiungerà il massimo risultato elettorale della sua storia: il 34,4% dei voti e 227 seggi alla Camera dei Deputati e il 33,8% dei suffragi con 116 seggi al Senato, nelle elezioni politiche del 20 giugno 1976. Il tutto grazie alla sua politica di aperture verso l’industria e verso il mondo cattolico che porterà poi al cattocomunismo.

Enrico Berlinguer


Pag. 12

CALABRIA il Domani

Lunedì 20 Luglio 2009

www.ildomani.it

Diffusi i dati del dossier “Mare Monstrum 2009” a cura di Legambiente. Il presidente Morabito: «Per vincere la guerra contro la piaga dell’abusivismo edilizio»

Calabria, la regione degli ecomostri «Il cemento continua a fare scempio: 461 infrazioni, 517 denunce e 169 sequestri» CATANZARO — «La Calabria è una

regione di ecomostri». E' quanto si afferma in una nota di Legambiente in cui si fa riferimento al dossier “Mare Monstrum 2009”. I dati della ricerca riguardanti la Calabria sono stati resi noti in occasione del passaggio a Crotone di Goletta verde. «Il cemento - si afferma nel dossier - continua a fare scempio delle coste calabresi. Con 461 infrazioni accertate, 517 persone denunciate e 169 sequestri effettuati, la Calabria conquista il terzo gradino del podio, confermandosi nel terzetto di punta della classifica delle regioni per abusivismo sul demanio marittimo. Una piaga che non risparmia nessuna delle province calabresi». Secondo Legambiente, «il primo passo annunciato dalla Regione Calabria per il ripristino della legalità è la demolizione “immediata” di nove ecomostri nei comuni di Pizzo, Tropea, Scilla, Cessaniti, Rossano, Stalettì, Stignano Mare, Stilo e Bova Marina. Solo in due casi, però, sono effettivamente iniziate le demolizioni: il primo riguarda il cosiddetto ecomostro di Copanello di Stalettì, abbattuto per circa due terzi ed il secondo sono le villette di Rossano, demolite al 50%. Seppur ai suoi esordi, il programma di demolizioni messo in cantiere dalla Regione Calabria rappresenta un'importante presa di posizione a favore della legalità, in una regione dove nella gestione illegale del cemento spopolano le

famiglie mafiose». «A spiegare un fenomeno di illeciti così diffuso, però - prosegue il dossier di Legambiente - non basta neanche la presenza della criminalità organizzata. Spesso, infatti, le speculazioni più selvagge trovano sponde compiacenti tra i funzionari pubblici». «Paradigmatico, da questo punto di vista - si afferma ancora nello studio - il quadro messo a fuoco dalla relazione finale della Commissione di inchiesta sui lavori pubblici, urbanistica e manutenzione del Comune di Reggio Calabria. Un documento in cui è scritto nero su bianco che negli ultimi decenni accanto al fenomeno dell'abusivismo selvaggio e dell'edificazione spontanea, si è andata affermando una sorta di illegalità legalizzatà. Nelle centinaia di storie di edilizia fuorilegge in cui si èimbattuta la Commissione, di immobili costruiti fin sulla spiaggia, sui letti dei fiumi, e comunque in barba a ogni vincolo e buon senso, infatti, l'abusivo ha quasi sempre ottenuto i pareri autorizzativi da parte di enti pubblici preposti alla tutela dell'ambiente, del territorio e del paesaggio. Con relazioni redatte e sottoscritte da ingegneri, architetti, geologi, geometri e concessioni degli enti pubblici. E i risultati sono sotto gli occhi di tutti. Ne sono esempio i complessi nell'area a mare di Pentimele, gli alloggi per gli studenti dell'Università di Reggio Calabria realizzati nel letto della fiumara o an-

cora l'enorme centro commerciale sorto di recente in una frazione della periferia della zona sud». «L'industria del cemento - sostiene ancora Legambiente - prospera anche nel crotonese, dove il malaffare della calcestruzzo vista mare ha sfregiato una delle aree marine protette più belle del Mediterraneo: quella di Isola Capo Rizzuto. Nel 1999 un censimento realizzato dalla Capitaneria di porto di Crotone contò 75 costruzioni illegali. Alcuni anni dopo, con l'operazione Isola Felice, la questura di Crotone mise i sigilli a centinaia di case abusive: gran parte degli immobili sequestrati risulterebbe di proprietà di persone affiliate alla cosca degli Arena, mentre gli altri apparter-

I capigruppo del centrodestra alla Regione sull’iniziativa dell’on. Occhiuto in merito al commissariamento del settore

«Porre rimedio alla catastrofe sanitaria» REGGIO CALABRIA — «L'iniziativa

dell'on. Roberto Occhiuto e dell'Udc, che ha chiesto che l'eventuale “commissariamento della sanita” non venga affidato ai governatori, è estremamente positiva e condivisibile sul piano politico e rafforza il progetto di osmosi siglato a Cosenza il 13 giugno scorso». E' quanto sostengono, in una nota, i capigruppo del centrodestra alla Regione, Pino Gentile (Fi), Alberto Sarra (An), Francesco Galati (Nuovo Psi), Gabriele Limido (La Destra), Gianpaolo Chiappetta (Popolari e Liberali verso il Pdl) e Giovanni Nucera (Liberaldemocratici). «Il Governo - aggiungono - l'ha respinta per un mero fatto tecnico poiché una sua approvazione diretta e ordinaria, essendo la salute materia concorrente, avrebbe potuto far sorgere discussioni di costituzionalità. L'Udc conferma di essere un partito che persegue una linea politica coerente e assolutamente in contrasto con il modus operandi del centrosinistra calabrese. Il Pdl calabrese è assolutamente sulle posizioni espresse dall'on. Occhiuto e dall'Udc». Secondo i capigruppo del centrodestra, «la situazione della sanità calabrese è sempre più emergenziale e si verificano in alcune aziende sanitarie, soprattutto in quella cosentina, fatti e vicende che meritano un intervento di tutti gli organismi deputati. La nostra recente interrogazione circa la carenza di titoli e la situazione di ineleggibilità dell'attuale di-

rettore generale è stata trasmessa anche alla Procura regionale della Corte dei conti di Catanzaro. Aspettiamo di conoscere dal governo centrale e da quello regionale una risposta, ma ciò che emerge quotidianamente dalla direzione generale dell'Asp di Cosenza è la calpestazione elementare di regole comuni, di norme e di leggi condivise che fanno parte del patrimonio di diritto e che costituiscono il principio dell'uniformità legislativa». «Quando si pone un problema di questa portata sul piano politico - si sostiene ancora nella nota - l'inevasione della domanda apre la strada alla necessaria ricerca di soluzioni diverse che ripristinino il diritto e la legge. Abbiamo formalmente chiesto al presidente Loiero di dissociarsi nettamente dalla gestione dell'Asp di Cosenza, cogliendo l'opportunità dell'informazione pubblica manifestatagli attraverso l'atto di sindacato ispettivo per verificare realmente se l'attuale direttore generale aveva i titoli, se era inelegibbile e se gli atti da lui prodotti in questi giorni (stabilizzazioni illegittime, come ha indirettamente confermato la stessa regione bocciando l'analogo bando pubblicato a Crotone e fatto incredibilmente proprio dalla stessa Asp di Cosenza, discriminazioni evidenti, aumento incontrollato della spesa e degli accreditamenti, gestione del tutto arbitraria delle progresisoni verticali, acquisto e utilizzo di auto blu distribuite a presunti funzionari stabilizzati senza alcun titolo, solo

per citarne una piccolissima parte) non disvelassero un'assoluta difformità ai parametri di legge normali e, ripetiamo, condivisi. Se si fa finta di non sapere solo perché si è in campagna elettorale, si dimostra un'acquiescenza che apre la strada ad altri tipi di intervento». «La rimozione immediata del direttore generale dell'Asp di Cosenza sostengono ancora i capigruppo d'opposizione - è l'unico atto che può legittimare in minima parte la reale volontà dell'attuale Giunta Regionale di porre rimedio alla catastrofe sanitaria. Se i signori del Governo regionale hanno la vera intenzione di risanare il deficit non possono che agire di conseguenza, mandando a casa il direttore generale dell'Asp di Cosenza, in carenza di titoli e autore di una politica allegra che sta aumentando vertiginosamente il deficit sanitario. Se non lo faranno, si assumeranno le responsabilità dinanzi al Governo nazionale che dovrà, entro il mese di settembre, esprimersi definitivamente sulla possibilità di commissariamento. Siamo certi che i revisori dei conti della stessa Asp di Cosenza, protagonisti di rilievi inascoltati, vorranno mettere mano da subito alle copiose illegititmità partorite in questi mesi, che sono all'attenzione degli organismi competenti. Il rispetto della legalità va perseguito in ogni sede e non tollereremo che si utilizzi un comparto come quello sanitario per favorire amici senza titoli e interessi affaristici di ogni genere».

rebbero a esponenti di clan diversi. Le indagini hanno portato alla denuncia di 250 persone. Ma niente sembra fermare il mattone abusivo. Nel 2004 un nuovo censimento rileva, tra costa ed entroterra, la cifra record di 800 immobili fuori legge. Stante l'inerzia delle amministrazioni locali, la Procura della Repubblica di Crotone ha preso in mano la situazione e, nel giugno del 2008, ha firmato il contratto con una ditta di demolizioni per abbattere i primi 18 manufatti. Un procedimento rimasto silente per circa 12 mesi e riattivato con l'annuncio delle prime demolizioni, in zona Campione, fatto dal procuratore Mazzotta ad inizio luglio». «Spostandosi in provincia di Cosenza - si afferma ancora nel dossier - troviamo il vergognoso caso dell'inutile aviosuperfice di Scalea: un aeroporto di terza categoria costruito lungo il fiume Lao e a 100 metri dal mare. Un'opera che si trova in zona a rischio esondazione la cui costruzione è andata avanti, nonostante non fosse prevista né dai piani di trasporto regionali, né da quelli provinciali, e nonostante fosse in concorrenza con la realizzazione della metropolitana di superficie, che doveva spostare su ferrovia il grande traffico della statale 18. Sempre in provincia di Cosenza, a Praia a Mare, si trovano anche gli ecomostri Fiuzzi primo e secondo. Segni identificativi: 52 mila metri cubi di edifici per un hotel a cinque stelle con 700 posti let-

to, piscina e sala conferenze su un'area Sic delle coste cosentine, giusto di fronte all'Isola di Dino, per il Fiuzzi uno; un'intera collina trasformata in hotel per 45 mila metri quadrati di superficie su cui la Procura della Repubblica di Paola ha messo i sigilli nel 2006 per il Fiuzzi due. Soggetti ad alterne vicende giudiziare, su entrambi gli ecomostri gravano accuse di irregolarità degli atti che hanno dato inizio ai lavori». Secondo Legambiente, inoltre, «uno dei casi più noti di cemento in riva al mare lungo le coste della Calabria è la Palafitta nel mare di Falerna. Una costruzione di tre piani per 1.260 metri cubi che sfida da decenni le onde essendo stata costruita direttamente sulla battigia e che Legambiente ha inserito nella Top Five degli ecomostri da abbattere con urgenza. Stando agli accertamenti del Comune, peraltro, la Palafitta è stata edificata su area demaniale, e quindi in violazione delle leggi vigenti in materia». «Con questi numeri - commenta Antonino Morabito, presidente di Legambiente Calabria - è evidente che la scelta delle istituzioni di abbattere gli ecomostri in Calabria è oggi un ottimo esempio per coniugare ambiente e lavoro. Vincere la guerra contro la piaga del cemento abusivo che devasta le nostre coste è anche una grande occasione di lavoro». Claudia Vellone

Ferrovie, ritardo intercity «Ci risiamo. Mentre i dati preoccupanti del rapporto Svimez suscitano da più parti riflessioni sulla questione meridionale, la cronaca ci fa guardare in faccia la realtà, confermando con crudezza l'esistenza di un'Italia di serie B, senza diritti e perennemente umiliata». Lo afferma, in una nota, il segretario regionale di Rifondazione comunista, Nino De Gaetano. «Per i vertici di Trenitalia, evidentemente - aggiunge appartenevano a questa categoria gli uomini, le donne, i vecchi e i bambini a bordo dell'Intercity 727 Roma-Palermo, arrivato a destinazione, secondo un esposto presentato alla Polfer di Villa San Giovanni, dopo un'odissea di venti ore ed inaccettabili disagi per i quali chiediamo dai vertici dell'azienda scuse ufficiali». Secondo De Gaetano, «anche se invisibile ad occhio nudo, per Trenitalia esiste chiaramente una linea che demarca il confine tra il Paese dell'alta velocità, dei treni avveniristici e degli investimenti aziendali, e quello in cui i passeggeri non hanno diritto neppure all'area condizionata, viaggiano sui treni dismessi dalle tratte del centro-nord e con tempi di percorrenza di età borbonica. D'altronde, solo qualche mese fa l'ad Mauro Moretti, fedele al motto dell'imprenditoria italiana da sempre brava a privatizzare gli utili e socializzare le perdite, aveva annunciato un piano per suddividere le tratte del guadagno da quelle delle perdite, dichiarandosi pronto ad investire sulle prime, tutte al nord, e lavandosi le mani sulle seconde, tutte al sud».

FITTASI

STANZE SINGOLE IN APP.MENTO RISTRUTTURATO TERMO AUTONOMO TUTTI I CONFORT PER STUDENTESSE O LAVORATRICI A MT. 300 DALL’UNIV. DI CZ E DALL’OSPEDALE PIO X Rec. tel. 334 1875277


il Domani Lunedì 20 Luglio 2009 13

CALABRIA L’INTERVENTO / Fiamma Nirenstein spiega le ragioni per cui l’Occidente deve rispondere alla minaccia di Ahmadinejad

Difendere Israele per difendere la libertà, ecco perchè non possiamo abbassare la guardia Segue dalla prima Ahmadinejad ha chiesto una rivoluzione dell’ordine mondiale per eliminare il controllo sionista e americano del pianeta, ha chiamato Israele perpetratore di genocidi e razzista, ha evocato i presunti complotti della lobby sionista che, con i suoi interessi economici, sta dietro a ogni guerra e ne ha minacciato la distruzione. Questo in una sede dell’Onu, di cui Israele è Stato membro. Nel settembre 2007, questa volta all’Assemblea generale delle Nazioni Unite, il presidente iraniano aveva castigato i "grandi poteri" come cause della ingiustizia globale e della ineguaglianza, aveva attaccato la promiscuità della società occidentale, aveva disegnato l’immagine di un mondo da cui fosse eliminata la democrazia e il modello iraniano divenisse universale, minacciando i leader del mondo: «Se non abbandonerete l’obbedienza a Satana affronterete delle calamità». Nel 2008, sempre all’Onu, dichiarò che il "regime sionista" e "l’impero americano" erano sull’orlo del collasso. E aggiunse

A questo si deve aggiungere che tre contesti attribuiscono il loro reale significato alla marea di crudeli sciocchezze di Ahmadinejad: innanzitutto, il fatto che egli sia il leader di un regime fra i più brutali in fatto di violazione dei diritti umani, che uccide e imprigiona i suoi oppositori, ginofobico, persecutore e uccisore di donne, sessuofobo, impiccatore di omosessuali. Fu in un altro prestigioso consesso, alla Columbia University di New York, che, nel settembre 2007, Ahmadinejad disse che in Iran gli omosessuali non esistono. L’altro contesto è quello della costruzione della bomba atomica, perseguita sotto gli occhi di tutti, indagata da una Aiea di una debolezza paradossale, propagandata senza ritegno anche dalla continua e ben concreta pa-

Mahmoud Ahmadinejad

Se l’Iran avrà l’atomica, la situazione internazionale diverrà incontenibile. Nel mondo arabo moderato la preoccupazione per le ambizioni egemoniche iraniane è alle stelle. In questo contesto, una possibile connessione tra la questione iraniana e quella palestinese è quanto di più lontano ci possa essere dalla realtà: pensare che Ahmadinejad possa trattare la sua strategia di dominazione e di ege-

«Gli Ayatollah stessi si fanno fotografare con Ahmadinejad in visita alle strutture di arricchimento dell’uranio ogni volta che un nuovo risultato viene raggiunto, sia nel numero delle centrifughe o nella quantità di uranio arricchito»

renza islamica e di parecchi fra gli ex paesi "non allineati". E quando ci si oppone a questo schema e all’indecenza dei discorsi pronunciati dal presidente iraniano in consessi internazionali, la trappola fa sì che ogni gesto di condanna, ogni richiamo alla decenza, al rispetto dei valori universali, sia, secondo la sua logica e quella di tutto il mondo islamista estremo, la dimostrazione di un nuovo atto di

«La nostra risposta deve essere dura come l’attacco alle istituzioni internazionali: deve puntare a una vera e propria rifondazione basata senza timidezze o infingimenti sui valori della democrazia, della libertà religiosa della parità di sesso e su tutti i nostri valori»

propria rifondazione basata senza timidezze o infingimenti sui valori della democrazia, della libertà religiosa, della parità di sesso e su tutti gli altri valori che ci vantiamo di chiamare nostri. Il nostro prossimo impegno deve dare forza all’Islam moderato che affronta il dialogo comprendendo che la storia del mondo ha posto i diritti umani al centro della storia delle democrazie e che cerca di integrarsi nel rispetto della nostra società. Ad Ahmadinejad bisogna dire che affermare che nella sua società, ad esempio, non esistono omosessuali, è una vergognosa bugia volta a coprire i suoi crimini. Bisogna minacciare la sua espulsione dall’Onu e di chiunque altro minacci un paese membro di sterminio. Bisogna proteggere il nostro mondo dalla minaccia alla sua vita e alla sua morale, minaccia che deriva dall’intrattenere dialoghi con chi li usa poi per alimentare il suo disprezzo verso di noi. Di Fiamma Nirenstein, deputata del Pdl. Copyright "Charta Minuta", per la Calabria "Il Domani" l’azienda informa

Il successo della parafarmacia della dott.ssa Miliè

L'onorevole Fiamma Nirenstein

che, al giorno d’oggi, «la dignità, l’integrità, i diritti del popolo europeo e americano sono nelle mani di un piccolo, ma truffaldino gruppo di persone chiamate sionisti », guadagnandosi così, al termine del suo discorso, l’abbraccio del presidente dell’Assemblea generale Miguel d’Escoto. Ahmadinejad è stato applaudito da numerosi membri dell’assemblea dell’Onu in ciascuna di queste circostanze, il suo successo ha invaso le copertine dei più importanti giornali del mondo e i talk show; quelle che non possiamo chiamare le sue opinioni, ma piuttosto i suoi ben strutturati ansimi d’odio, così come tutte le sue dichiarazioni sulla inesistenza della Shoah, hanno inondato le nostre case di aggressive rozze insensatezze, condite da un’aura mistica in attesa del Mahdi che salverà il mondo, anch’essa fra gli stilemi preferiti della ex Guardia della Rivoluzione, oggi presidente.

rata dei missili Shihab destinati a portare testate nucleari, ormai, secondo gli esperti, giunti alla fase conclusiva dell’assemblaggio. Gli ayatollah stessi si fanno fotografare con Ahmadinejad in visita alle strutture di arricchimento dell’uranio ogni volta che un nuovo risultato viene raggiunto, sia nel numero delle centrifughe o nella quantità di uranio arricchito. Il terzo contesto riguarda lo scenario interregionale e ci mostra come, nel corso di questi anni, l’Iran abbia avuto un ruolo letale nello spargimento di sangue in Iraq; di come abbia gestito interamente il riarmo degli Hezbollah con missili sempre più raffinati dopo la fine della guerra del 2006; di quanto abbia aiutato con danaro, armi, campi di istruzione, la crescita di Hamas, di come abbia elaborato e attuato progetti per distruggere i paesi arabi moderati, talora in alleanza con Al Qaeda: così ha fatto in Giordania e in Egitto.

monia regionale sulla base di concessioni ai palestinesi è poco più di una illusione senza fondamenta. Ma, nonostante tutto questo, l’Occidente non trova la forza di reagire: sappiamo benissimo che Ahmadinejad trascina l’Islam in un gorgo di ritorno al Medio Evo, e così cerca di fare con noi. Sappiamo anche che ciò che non gli piace della nostra società, ovvero i diritti umani, la libertà delle donne, la libertà religiosa, sono proprio tutto il contrario di ciò che si pratica nel suo paese, e che l’Iran predichi un mondo in cui cessi l’oppressione dei deboli, è un’autentica contraddizione in termini. Ahmadinejad ha creato una trappola infernale sostenendo che le organizzazioni internazionali sono nelle mani dei potenti e dei forti, e che vanno sovvertite. Proprio lui, applaudito e osannato all’interno di un’assemblea delle Nazioni Unite che da decenni è ostaggio dei 57 paesi dell’ Organizzazione della confe-

"prepotenza" da parte del grande e del piccolo Satana, che con l’atteggiamento cospirazionista e imperialistico che loro si confà, vogliono imporre la loro supremazia ai 192 paesi delle Nazioni Unite. Dunque la risposta deve essere dura come l’attacco alle istituzioni internazionali: deve puntare a una vera e

Sellia Marina - A circa due anni dalla sua apertura, la parafarmacia della dott.ssa Iolanda Miliè, è diventata un vero punto di riferimento per tutti i clienti che desiderano sempre più ottenere un servizio qualificato, professionale e basato sulla cortesia e sulla relazione verbale con il cliente. La parafarmacia Miliè offre un vastissimo assortimento di prodotti a partire dai farmaci da banco e senza obbligo di prescrizione per poi spaziare nell’interessante mondo dei prodotti omeopatici, fitoterapia, dermocosmesi, per l’infanzia e veterinari, il tutto accompagnato da esaurienti ed efficaci consigli dispensati direttamente dalla titolare, dott.ssa Iolanda Miliè. Inoltre, presso la parafarmacia sita in Via Nazionale, 99, che rimane aperta tutti i giorni fino alle ore 21.00, anche la domenica per il periodo estivo, si effettuano autoanalisi (glicemia e misurazione pressione) e prenotazioni sanitarie specialistiche (Servizio Cat@hospital).

Per info: 09614481


14 Lunedì 20 Luglio 2009 il Domani

CALABRIA Giovani diplomati e laureti delle scuole di design si sfideranno per un premio da 30mila euro

Il Lucky Strike T. Designer Award cerca i progettisti più bravi d’Italia Si apre la quinta edizione del prestigioso concorso pensato per stimolare la creatività delle nuove promesse del settore di Giuseppe Tetto

E’ ufficialmente aperta la quinta edizione del Lucky Strike T. Designer Award, il prestigioso concorso di design pensato per stimolare e supportare la creatività delle nuove promesse del settore. Il concorso è rivolto a tutti gli studenti che hanno concluso (o stanno per concludere) il loro corso di laurea o di post diploma provenienti da tutti i rami del design (es. industrial design, product design, grafica, moda, multimedia, comunicazione, ricerca, etc.) e comprendono le tesi discusse dal 1 Ottobre 2008 al 1 Ottobre 2009. Il premio ha come oggetto la tesi di laurea o di diploma. Questi lavori saranno esaminati da una giuria, composta da una commissione permanente di esperti, vincitori delle precedenti edizioni e affermati professionisti del settore, che valuteranno i lovori presentati in base alla qualità dell’esecuzione, al contenuto innovativo del progetto, al valore d’uso e funzionalità, alle potenzialità future, ai benefici sociali e compatibilità ambientale, al significato economico ed industriale del progetto e , infine, alla capacità di emergere nel complesso panorama del design.

La giuria assegnerà un premio di 30mila euro lordi al miglior progetto, conferendo dieci menzioni d’onore nei settori industrial design, product design, grafica, moda, multimedia, comunicazione e ricerca

La giuria assegnerà un premio di 30mila euro lordi al miglior progetto, conferendo, inoltre, dieci menzioni d’onore nei settori industrial design, product design, grafica, moda, multimedia, comunicazione, ricerca. I lavori premiati saranno poi presentati al pubblico in occasione della cerimonia di consegna del premio. Le domande dovranno essere presentate entro il 9 ottobre 2009, ricordando che la partecipazione è gratuita. Andando sul sito internet raymondloewyfoundation.it, sarà inoltre possibile scaricare il bando del concorso. L’anno scorso, il Lucky Strike T. Designer Award ha coinvolto 37 città e oltre 185 atenei e scuole di design italiane. Il 23 marzo 2009, presso l’Auditorium Parco della Musica di Roma, la giuria ha assegnato il primo premio a Valentina Frare, studentessa del Politecnico Di Milano, e conferito 11 menzioni d’onore. A livello internazionale, invece, il riconoscimento ispirato al padre del design industriale del XX secolo e riservato a professionisti già

affermati ha visto protagonisti, nel corso degli anni, alcuni tra i maggiori esponenti mondiali del settore: l’italiano Bruno Sacco (1997), l’inglese Donna Karan (1999), i tedeschi Karl Lagerfeld (1993) e Ingo Maurer (2000), il francese Phillippe Starck (2004) e lo spagnolo Ferran Adrià (2006). La Raymond Loewy Fondation Italy nasce nel 2004 con l’obiettivo di promuovere il design in tutte le sue forme. La sua presentazione alla stampa avviene alla Triennale di Milano, una sede

Il designere Raymond Loewy

prestigiosa per una città che con il design ha un rapporto di elezione. La fondazione internazionale, che ha sede in Germania ed è attiva dal 1991, assolve a questo compito facendosi ideatrice e promotrice di varie iniziative. Una delle principali attività della fondazione è per l’appunto il Lucky Strike T. Designer Award, premio annuale che offre l’opportunità ai laureati e diplomati delle facoltà e scuole di design, comunicazione, moda e multimedia di misurarsi con uno stimolo creativo orientato ed ispirato alla filosofia di progetto sintetizzata nell’acronimo MAYA "most advanced yet accetable", di Raymond Loewy (1893 1986). Con la sua attività, affianca la fondazione internazionale, Raymond Loewy Fondation, nell’intento di preservare il valore dell’eredità lasciata dal grande designer. Loewy è stato un eccezionale designer e, senza dubbio, il più versatile ambasciatore del suo mondo, divenuto una leggenda del design quando era ancora in

vita. E’ stato il più importante protagonista del design industriale che il Nord America abbia mai conosciuto e ha avuto un notevole impatto sui gusti e gli stili di vita di molte generazioni. È "il padre del design industriale" ed è sicuramente uno dei designer che ha maggiormente influenzato il XX secolo; con il suo lavoro ha lasciato un segno nella vita di tutti i giorni creando oggetti di utilizzo quotidiano come elettrodomestici, mezzi di trasporto, e marchi di successo come il logo della Shell, il bus della Greyhound, la locomotiva S-1, il pacchetto Lucky Strike, il frigorifero della Coldspot, la Studebaker Avanti. La sua filosofia ha un grandissimo impatto sul modo di fare design. Loewy è stato infatti uno dei primi ad intuire il legame esistente fra design ed economia, senza mai distaccare lo sguardo dalle esigenze del pubblico ed ha spiegato questo nesso dichiarando: «Fra due prodotti identici nel prezzo, nella funzionalità e nella qualità, quello più bello sarà il più venduto». Il pensiero di Raymond Loewy continua ad ispirare il mondo del design ed è ancora oggi in sintonia con le esigenze della produzione

Loewy è stato un eccezionale designer e, senza dubbio, il più versatile ambasciatore del suo mondo, divenuto una leggenda del design quando era ancora in vita. Ha avuto un notevole impatto sui gusti e gli stili di vita di molte generazioni


il Domani Lunedì 20 Luglio 2009 15

CALABRIA L’associazione fra ex “inquilini” di Palazzo Campanella suggerisce proposte per la riforma dello Statuto e della legge elettorale

«Tagliare consiglieri regionali e poltrone dei Cda» «Difficoltà in settori come sanità e ambiente e ritardi nell’investimento dei fondi Por» CATANZARO — Ridurre il numero

dei consiglieri regionali, delle commissioni, dei consiglieri dei cda degli enti strumentali. Allo sfondo vi è la necessità di una riforma “condivisa” dello statuto regionale e delle legge elettorale calabrese. Altra osservazione: «In merito alla proposta di legge riguardante le elezioni primarie, l’Associazione esprime serie riserve di costituzionalità». Queste, in sintesi, le proposte lanciate dalla “Associazione fra ex Consiglieri regionali”, in un documento che riceviamo e pubblichiamo e che si sofferma anche sulle “difficoltà che oggettivamente emergono” in settori come l’organizzazione della sanità e sui “ritardi” che investono tra le altre cose l’incestimento dei fondi Por 2007-2013. Di seguito il documento: «L’Associazione fra ex Consiglieri regionali della Calabria, nel corso di più riunioni dei propri organi sociali, ha avuto modo di dibattere ed approfondire le problematiche generali riguardanti il sistema democratico calabrese e la fatica con cui esso procede, specialmente nell’azione di governo volta a programmare gli interventi diretti al miglioramento della condizione civile, economica e sociale della Calabria, in arretramento anche rispetto allo stesso Mezzogiorno d’Italia. Le difficoltà che oggettivamente emergono riguardano sia settori importanti della vita istituzionale, sui quali è particolarmente sensibile l’attenzione dei cittadini (la organizzazione della Sanità e le più spinose situazioni ambientali, i costi della politica e gli sprechi di risorse, le carenze gestionali - amministrative) sia la erogazione della spesa (i ritardi, ormai evidenti, nell’investimento delle risorse disponibili recate dal Por Calabria 2007-2013). Queste pesantezze, già di per sé negative e foriere di ulteriori difficoltà, sono acuite dall’avvio, ormai nei fatti, della campagna elettorale per il rinnovo del Consiglio regionale e dalle fibrillazioni politiche che accompagnano appuntamenti di tanto rilievo e responsabilità. Tutto questo accade mentre ulteriori preoccupanti fibrillazioni si registrano dentro i Partiti maggiori e dentro le “possibili coalizioni”, in vista dell’approssimarsi della scadenCATANZARO — Presso il Diparti-

mento regionale Organizzazione e Risorse Umane di via Molè, a Catanzaro, è stata siglata l’ipotesi di Contratto collettivo decentrato integrativo 2009 per il personale dipendente della Regione, esclusa la dirigenza. In una nota congiunta di Fp Cgil, Cisl Fp, Uil Fpl ed Rsu, «le federazioni regionali unitarie esprimono soddisfazione per l’importante risultato, che, tra l’altro viene sottolineato - finanzia con 555 mila euro una nuova Progressione economica orizzontale (Peo) della quale beneficeranno oltre il 60% dei lavoratori, sulla base di valutazioni oggettive su professionalità, partecipazione, qualità delle prestazioni, formazione, ecc.». Inoltre, avvertono i sindacati, vengono riconfermati «importanti istituti contrattuali come le Posizioni organizzative e le alte professionalità». «L’intesa - è detto ancora nel comunicato -continua la strada della innovazione contrattuale avviata negli anni precedenti e si caratterizza anche per la sua tempestività. Come per il 2008, infatti, l’accordo consente una

za elettorale. La competizione appare, pertanto, non già tra forze che si misurano per il governo dei processi che muovono la società calabrese, ma in funzione dell’esercizio e della gestione del potere. E’ in questo scenario che è stato presentato in Consiglio regionale un “corpus” di proposte di legge, comportanti modifiche allo Statuto della Calabria, alla legge elettorale regionale e la proposta di legge regionale contenente norme per lo svolgimento delle elezioni primarie obbligatorie per la sola elezione del presidente della Regione. La nostra associazione, attenta a questi problemi, ha offerto, al sistema politico della Calabria, propri contributi positivi e propositivi, in più circostanze con seminari e convegni, consapevole, anzitutto, che la riforma debba essere perseguita rispettando due regole fondamentali perché essa abbia successo. La prima riguarda l’imperativo di procedere alla scrittura di regole condivise come insegna l’esempio mirabile della Costituzione della Repubblica italiana. La seconda concerne la necessità indispensabile di rendere partecipata la riforma che si propone, perché si dispieghi il confronto ed il dibattito pervada i diversi strati della popolazione, le diverse componenti della classe politica dirigente, consentendo alla democrazia di esplicare la sua funzione in maniera compiuta. Questi “suggerimenti” li avevamo ricordati e veicolati col numero di Maggio di “Opinioni Calabria”, la nostra agenzia di informazione, ovviamente senza alcuna pretesa di essere ascoltati ed ignari che “costituzionalisti in erba” fossero all’opera. Il “corpus” di proposte, firmate Loiero e Bova, non corrisponde, quindi, agli interessi istituzionali e generali dei cittadini calabresi e della Calabria, come non sono in sintonia con la condizione di malessere che segna la vita della regione. Noi pensiamo che i presentatori non si sono curati molto di osservare le due regole sopra richiamate. Le proposte, partorite in laboratorio specializzato, non sono il frutto dunque di nessun confronto e di nessun dibattito, per quello che è dato conoscere. Esse sono la risultante di una fiera delle convenienze innominabili che

sperienza istituzionale vissuta. Esse possono essere così riassunte: le modifiche allo Statuto debbono riguardare, anzitutto, la istituzione di un sistema preventivo di controlli, ancorché limitato ad atti significativi e specifici, per contenere lo strapotere amministrativo ed arrestare la “deregulation”, rendendo efficace e trasparente la erogazione della spesa regionale; esse debbono perseguire la concreta riduzione dei “costi della politica”, da non confondere con i costi di funzionamento delle istituzioni e, dunque, di difesa della democrazia rappresentativa e del sistema giuridico garantito dalla Carta costituzionale. In particolare vanno ridotti il numero dei Consiglieri regionali da eleggere (numero da fissare nello Statuto) e le Commissioni Consiliari, la cui organizzazione attuale risulta abbastanza frammentata, come va rivista la disciplina dei Gruppi consiliari ed il loro finanziamento, che non può comprendere anche quello dei rispettivi Partiti, ormai palesemente e pesantemente finanziati, senza alcun controllo, con risorse a carico della finanza pubblica e, dunque, del cittadino contribuente; occorre riesaminare con onestà, trasparenza, buonsenso e misura, la legislazione riguardante lo “status” del Consigliere regionale e revisionare la normativa regionale sugli Assessori esterni, che non possono essere parificati in tutto agli eletti alla carica di Consigliere; occorre evitare il proliferare dei Consiglieri regionali, escogitando Consiglieri supplenti che sostituiscono i Consiglieri nominati alla carica di assessore (incompatibile con quella di Consigliere), ovvero attraverso meccanismi incontrollati inseriti nelle modifiche alla legge elettorale, che alterano il rapporto di rappresentanza tra elettori ed eletti; occorre ridurre il potere amministrativo a livello regionale per decentrarlo ai livelli territoriali e potenziare, invece, a livello regionale, le funzioni di indirizzo e controllo sul sistema amministrativo decentrato; è necessario, infine, riformare e riqualificare gli Enti strumentali, ove se ne ravvisi la validità dal punto di vista programmatico e della funzionalità, riducendo il numero dei Consiglieri di Amministrazione per accrescerne, invece,

le professionalità e la qualificazione manageriale. Tra le modifiche proposte alla legge elettorale fa spicco quella riguardante la possibile e numericamente imprevedibile lievitazione del numero dei Consiglieri assegnati. Una siffatta norma, se venisse introdotta, comporterebbe due conseguenze: la indeterminatezza del maggiore onere posto a carico del bilancio regionale; la garanzia del mantenimento dello statu-quo, che mortifica la speranza di rinnovamento della classe dirigente istituzionale e politica della Calabria. In merito alla proposta di legge riguardante le elezioni primarie, l’Associazione esprime serie riserve di costituzionalità. La proposta come formulata viola il principio di autonomia organizzativa dei singoli partiti e le libertà politiche delle persone e dei gruppi organizzati. Essa, inoltre, costituisce una vera e propria surroga delle responsabilità proprie delle singole formazioni politiche. Essa, in definitiva, appare come uno strumento di conservazione della rappresentanza politica, con innegabile aggravio della finanza regionale. L’Associazione, ancora una volta, prova a disegnare un percorso virtuoso per la Calabria e i calabresi e lo offre alla responsabilità e alla riflessione delle forze politiche e del Consiglio regionale. Essa arricchirà il suo contributo di proposta con riferimento specifico alle linee di un “Progetto per la Calabria” i cui contenuti saranno pubblicizzati quanto prima ed offerti al sistema politico come momento di riflessione. Si tratta di una sfida che occorre saper cogliere, che interpella i singoli Consiglieri oltre che i Gruppi consiliari di loro riferimento. C’è ancora tempo, insomma, per raddrizzare la rotta e siamo sicuri che nessuno vorrà sottrarsi alle proprie responsabilità politiche rispetto al corpo elettorale. In assenza di questo coraggio, il nostro timore è che il futuro sperato dalla Calabria sia irraggiungibile e che i cittadini elettori avranno l’onere e la responsabilità di doversi occupare e preoccupare della partecipazione responsabile alla vita politica più di quanto non lo abbiano fatto per il passato».

Passo in avanti nella contrattazione collettiva: 555mila euro per la progressione dei dipendenti regionali

mento Rsu, facendole proprie». Il plauso alle progressioni economiche ancorate al merito, si lega ad una avvertenza rivolta ai dirigenti: «Poiché per la prima volta le Progressioni economiche orizzontali non vengono assegnate a tutto il personale, ma legate al merito, le federazioni regionali e le Rsu hanno auspicato un superiore impegno dei dirigenti regionali che avranno competenza sulle valutazioni, affinché venga davvero premiato il merito e la prestazione e in tal senso, insieme alla parte pubblica è stata allegata al verbale di accordo una dichiarazione congiunta che impegna la parti ad un confronto per concordemente interpretare correttamente alcune norme contrattuali per facilitare la corretta applicazione delle norme contrattuali sottoscritte». Ultima annotazione: «Il Contratto collettivo decentrato integrativo siglato seguirà il percorso previsto dal Decreto legislativo 165 con il controllo contabile interno e la deliberazione della Giunta regionale che dovrà autorizzare la stipula definitiva».

La sede del Consiglio regionale

“Le proposte firmate da Loiero e Bova non corrispondono agli interessi dei calabresi. Manca il confronto” vorrebbero produrre norme che, in ogni caso, e nemmeno in maniera inconfessata, sono funzionali all’autodifesa del sistema ed in esso delle persone maggiormente interessate, al di là del ruolo svolto dalle coalizioni e dai partiti. Il nostro dissenso, pertanto, si legge nelle cose scritte. Noi pensiamo che questa non sia la strada da battere per aiutare la Calabria a rinascere; il sistema democratico, questo sistema democratico, ha bisogno di rigenerarsi, e per farlo si debbano proporre altre modifiche allo Statuto ed altre modifiche alla legge elettorale. Il nostro contributo, positivo e propositivo, pertanto, guarda, responsabilmente in altra direzione. Alcune modifiche allo Statuto sono urgenti ed indispensabili e noi siamo fieri di averle sostenute sin dal 2003, nel nostro Seminario fatto a Copanello, altre si rendono necessarie per fare spazio alla democrazia, alla meritocrazia, alla trasparenza ed all’insegnamento che viene dall’e-

Regione, passa l’ipotesi di contratto decentrato opportuna programmazione delle attività e della produttività aziendale, mentre in precedenza il contratto integrativo veniva sottoscritto negli anni successivi e si limitava a ripartire risorse senza legarle a effettivi incrementi di efficienza». Per le sigle sindacali si è all’inizio di una svolta contrassegnata dalla fine delle elargizioni “a pioggia”: «Cgil, Cisl, Uil e le Rsu, sono convinti della nuova strada intrapresa. Ce n’è molta ancora da percorrere, ma i lavoratori sanno che è finito il tempo in cui tutto veniva elargito a tutti, a prescindere dai comportamenti e dalla efficienza del proprio impegno di lavoro».

Sede della Giunta regionale

“Finito il tempo in cui si elargiva tutto a tutti a prescindere dall’impegno e dall’efficienza. Ora i dirigenti devono saper valutare il personale”

«La contrattazione - viene poi sottolineato - si è svolta su una proposta dell’Amministrazione in gran parte condivisa, mentre su alcuni aspetti essa ha avuto anche momenti di difficoltà superati garazie alla disponibilità di tutta la delegazione trattante». Toccato anche il nodo della crisi e dei limiti delle risorse: «I delegati della Rsu soprattutto, hanno espresso il disagio dei lavoratori rispetto alla limitatezza delle risorse disponibili, in presenza di una crisi finanziaria che aggredisce gli stipendi già ridotti all’osso. Naturalmente nessuna responsabilità, in questo, dell’Amministrazione regionale che ha correttamente quantificato il Fondo di produttività finanziandolo con le risorse previste dal contratto nazionale. Le federazioni regionali Cgil, Cisl e Uil hanno condiviso le difficoltà espresse a nome di tutti i lavoratori dipendenti dal Coordina-


Pag. 16

il Domani

CATANZARO

Lunedì 20 Luglio 2009

Redazione: loc. Serramonda - Z.I. Marcellinara (Cz) - tel. 0961.996802 | fax 0961.903801 - E-mail: catanzaro@ildomani.it | www.ildomani.it

Ieri mattina il mega blitz delle forze dell’ordine in molte discoteche delle provincia ha letteralmente paralizzato la movida calabrese

Niente più musica dopo le quattro Polizia, Guardia di Finanza e Carabinieri in un’azione congiunta hanno fatto irruzione in alcuni locali notturni CATANZARO — Niente più musica dopo le quattro del mattino su tutta la costa jonica catanzarese. Ieri mattina il mega blitz delle forze dell’ordine in molte discoteche delle provincia ha letteralmente paralizzato la movida calabrese. Polizia, Guardia di Finanza e Carabinieri in un’azione congiunta e mirata a far rispettare le regole hanno fatto irruzione in alcuni locali notturni del comune di Stalettì e di Soverato, sedi dei più frequentati club, ponendo fine alla nottata di sabato 18 luglio. Non senza proteste, però. Il popolo della notte, dall’assordante silenzio che la chiusura ha provocato, ha iniziato in

maniera pacifica ad intonare cori per manifestare il proprio disappunto. Una decisione che, di fatto, mira a risolvere l’annosa questione delle stragi del sabato sera, che miete numerose vittime sulle strade italiane e calabresi. In molti, però, non la pensano così. «Semmai è l’eccesso di alcolici e l’uso di sostanze stupefacenti che incide notevolmente», sono le riflessioni di molti giovani. E ancora: «Perchè non vietare la vendita di alcolici da un determinato orario invece di mandare tutti a casa dopo aver pagato un oneroso biglietto d’ingresso?». Per altri, invece, «la chiusura anticipata potrebbe significare in

un prossimo futuro legare divertimento a clandestinità e illegalità, facendo moltiplicare fenomeni come i rave-party». Ma il vero problema, per chi critica il provvedimento, resta quello della prevenzione, la repressione dell'uso di droghe sintetiche e la somministrazione di alcol. Delusi, amareggiati e contro la propria volontà i giovani del Catanzarese hanno abbandonato i locali notturni dopo le quattro di mattina. Si potrebbe, dunque, parlare di provvedimenti restrittivi che limitano la libertà del cittadino? Claudia Vellone

Censimento agricoltura Enti Locali protagonisti

L’assessore provinciale all’Agricoltura, Montepaone, ufficializza l’iniziativa di controllo delle popolazioni di fauna selvatica

CATANZARO — Le Province calabresi vogliono essere protagoniste del prossimo censimento dell’agricoltura, per questo hanno avviato un confronto sulle modalità di realizzazione del sesto censimento dell’agricoltura previsto per il 2010. A tal proposito è stata istituita un commissione consultiva per concordare, con il contributo degli Enti Locali, i contenuti informativi e l'organizzazione più efficace. Il risultato di queste istruttorie dovrà essere il piano provinciale di censimento nel contesto regionale. Ed in questa ottica operativa nei giorni scorsi gli assessori provinciali all’agricoltura si sono incontrati per definire una linea comune di programmazione per il censimento del settore agricolo. Le Province, infatti, vogliono essere protagoniste nella gestione del coordinamento decennale dell’Agricoltura, mediante un modello organizzativo ad alta partecipazione. Per questo hanno inviato una lettera alla Regione Calabria, con la quale appunto manifestano la volontà di gestire il coordinamento decennale dell’agricoltura, mediante il modello organizzativo ad alta partecipazione. A condizione però che vengano specificate in tempo le somme d’attribuire alle singole operazioni ed i tempi di esecuzione. Obiettivo principale definire le strategie provinciali, raccordarsi con l'Istat e le autonomie locali per definire risorse finanziarie, attività, ruoli, modello organizzativo per il censimento dell'agricoltura 2010. Ora spetta alla Regione Calabria a cui spetta il ruolo di coordinamento nei censimenti della agricoltura decidere se delegare alla province il piano di censimento che deve indicare: i soggetti coinvolti e i loro ruoli; le modalità di rilevazione e trattamento dei dati; la modalità di memorizzazione dei dati e l'uso eventuale dei dati provvisori; le risorse finanziarie e strumentali. Ed in questa ottica operativa spiega l’assessore all’agri-

CATANZARO — L’assessore pro-

coltura della Provincia di Catanzaro, Nicola Montepaone, «le province intendono essere un quadro di riferimento», anche perché aggiunge «i dati censuari sono importanti nelle scelte strategiche di politica agraria e di programmazione». Proprio per questo il ruolo delle Province, nel contesto regionale dell'agricoltura, diventa particolarmente incisivo. L’attività del Gruppo di lavoro per la definizione dell’organizzazione della rete censuaria sarà al centro di un tavolo di lavoro previsto per il prossimo 23 luglio nella sede dell’assessorato regionale all’agricoltura per garantire la rispondenza delle informazioni raccolte ai fabbisogni reali, e curarne la tempestiva disponibilità, anche in forma provvisoria. La scelta di due schemi organizzativi di base, ad alta e a bassa partecipazione della Regione e Province, risponde all’esigenza di predeterminare il loro orientamento, guidando e velocizzando la pianificazione delle attività a livello centrale e locale. r. c.

Formazione per un gruppo di 200 cacciatori vinciale all’Agricoltura, Nicola Montepaone, rende noto che la Provincia di Catanzaro, in attuazione a quanto prevede la legge 157, quella regionale numero 9 e il Piano Faunistico Regionale approvato dal Consiglio Regionale n. 222/2003, in materia di controllo delle popolazioni di fauna selvatica, intende avviare le procedure per la formazione di un gruppo di 200 (duecento) cacciatori da impiegare per la caccia di selezione agli ungulati (cinghiali) in zone laddove l'accertata, eccessiva presenza provoca danni alle colture agricole, nonché per altra fauna che potrebbe arrecare danni sia agli animali che alle colture. L'area interessata è l'intero territorio provinciale. Da qui l’invito della Provincia rivolto ai cacciatori, titolari da almeno cinque anni, di licenza di caccia in corso di validità, che abbiano interesse a partecipare al corso di formazione e siano residenti in uno dei comuni compresi negli Ambiti Territoriali di Caccia denominati Cz1 e Cz2 ad inoltrare apposita istanza in carta semplice, indirizzata all'Assessorato Provin-

Il Movimento Civico “CatanzaroNelCuore” commemora il fotografo

In ricordo di Carlostella CATANZARO — «Con profondi sentimenti di affetto vogliamo ricordare il fotografo Benedetto Carlostella, venuto a mancare nei giorni scorsi». Questo il ricordo del Movimento Civico “CatanzaroNelCuore”. «Assieme a Scarpino, Itria, Monteverde, Bronzi e altri ancora, Carlostella prosegue la nota - faceva parte di quella schiera di fotografi pionieri che hanno lasciato il segno nella nostra città, “descrivendola” mirabilmente con l’arte fotografica e mantenendo viva la memoria di uomini e luoghi. Lo ricordiamo come fotoreporter della Gazzetta del Sud, quando questa era l’unica testata presente in Calabria. Ma lo ricordiamo con particolare affetto per essere stato l’artefice di uno degli scatti che an-

cora oggi emozionano tanti calabresi: il goal di Mammì con cui il Catanzaro battè al Militare la blasonata Juventus in quell’epica giornata del 31 gennaio 1972. Benedetto Carlostella ha immortalato tanti altri momenti, avvenimenti e vedute della nostra città, dove arrivo nel dopoguerra per stabilire il suo laboratorio fotografico oggi gestito dal figlio Massimo. Non vi è alcun dubbio che le sue fotografie sono da considerarsi un patrimonio culturale di Catanzaro. Pertanto, pur trovandoci in un momento triste di commiato, cogliamo l’occasione - conclude -per auspicare quanto prima la realizzazione di una mostra fotografica con gli scatti più significativi che Benedetto Carlostella ci ha lasciato».

L’invito è rivolto a chi è titolare da almeno cinque anni di licenza di caccia in corso di validità ciale dell'Agricoltura di Catanzaro - Settore Politiche Agricole, da depositare all'Ufficio Protocollo dell'Ente in Piazza Luigi Rossi, 5 entro e non oltre le ore 12.00 del 22 luglio prossimo. Nella domanda, oltre agli estremi anagrafici, è necessario specificare la data di rilascio della prima licenza di caccia. L’assessore, inoltre, riferisce che sulla scorta delle istanze pervenute entro il termine previsto, sarà stipulata una graduatoria che prenderà in considerazione: l’iscrizione in una squadra di caccia al cinghiale nell'ultima stagione venatoria; l’iscrizione in una squadra di caccia al cinghiale nell'ultima stagione vena-

toria in qualità di capo squadra e/o vice capo squadra; il possesso della licenza di caccia (in corso di validità), per ogni anno di titolarità - successivo al primo, o frazione superiore a sei mesi. In caso di parità di punteggio, sarà data precedenza al più giovane di età. In caso di ulteriore parità ha valenza il protocollo di arrivo della richiesta. Gli Agenti della Polizia Provinciali possono partecipare di diritto al corso di selecontrollori. La provincia non prenderà in considerazione le istanze di cacciatori che abbiano superato il 70° anno di età o che non siano residenti in uno dei comuni compresi negli Atc denominati Cz1 e Cz2. Montepaone spiega che “il requisito anagrafico del 70° anno di età, si riferisce solo per l'ammissione al corso di formazione e non per l'attività di selecontrollore, che può essere svolta solamente per i successivi tre anni”. Comunque per tutti i selecontrollori il limite del 73° anno è inderogabile. Ai cacciatori collocati in posizione utile sarà data comunicazione scritta con l'indicazione del luogo, dei giorni e degli orari fissati per lo svolgimento del corso.


il Domani Lunedì 20 Luglio 2009 17

CATANZARO CITTÀ Il Movimento Catanzaro Marina e il Coordinamento Cittadino Mpa sull’iniziativa di raccolta firme per la via d’accesso al mare di Giovino

Una petizione per la strada della polvere Ieri mattina raccolti oltre 600 consensi in due ore e mezzo. «Questa situazione mal si coniuga con il turismo» CATANZARO — La petizione sulla

strada della polvere di Giovino ha raccolte oltre 600 firme in due ore e mezzo. «L’avevamo detto, ne eravamo convinti, gli utenti ed i bagnanti che affollano le spiagge di Giovino, non aspettavano altro per “sfogare” tutto il loro disappunto per le condizioni della cosiddetta strada della polvere, che corre in parallelo lato mare, lungo tutta la pineta di Giovino e l’hanno fatto con una valanga di firme». Questo l’inizio della nota del Movimento Catanzaro Marina e del Coordinamento Cittadino Mpa, per quanto riguarda l’iniziativa di raccolta firme, annunciata nei giorni scorsi e svoltasi ieri mattina lungo la spiaggia di Giovino e precisamente coprendo l’area tra i lidi Valentino e Sunrise. La raccolta ha avuto inizio alle ore 9.30 e si è conclusa alle ore 12.00. «Un particolare ringraziamento - scrivono in una nota congiunta i due movimenti - va a tutti i gestori ed operatori degli stabilimenti balneari, nessuno escluso che hanno salutato con favore l’iniziativa, facendo apporre le locandine che annunciavano la stessa ed alcuni fa-

I volontari che hanno raccolto le firme ieri mattina

cendosi addirittura parte attiva nella raccolta firme. Le firme raccolte sono state oltre seicento. La gente non ci pensava due volte ad apporre la propria firma sugli appositi moduli che i volontari sottoponevano. Molti i non residenti che pur avendo parole positive per i luoghi ed il mare di Giovino, avevano parole di fuoco contro chi non riesce a comprendere che una strada in queste condizioni, mal si coniu-

«Il comune di Catanzaro di fronte alla volontà popolare dovrebbe riqualificare l’arteria»

Franco Maruca e Walter Aracri (Sinistra Democratica) lanciano un appello al presidente della Iª Circoscrizione

«Perchè non si apre un confronto politico?» CATANZARO — «Non capiamo perchè il Presidente della Iª Circoscrizione Felice Sità, invece di raccogliere l'invito ad aprire un confronto politico per cercare di uscire dalla gravissima crisi in cui è pericolosamente precipitato il Conisglio Circoscrizionale, preferisce passare le sue giornate, unitamente al Consigliere Bisantis, ad attaccare sulla stampa consiglieri comunali, assessore, dirigenti comunali o a cercare con affannosi tentativi di recuparo di ricucire alleanze con settori di quella maggioranza che, uscita dalle urne nel 2006, oggi lo hanno relegato a completa solitudine». A dichiararlo Franco Maruca e Walter Aracri appartenenti al gruppo Sinistra Democratica della Iª Circoscrizione. «Il Presidente Sità - proseguono i con-

siglieri - deve prendere una volta per sempre atto che il diverso rapporto esistente tra lo stesso e quei consiglieri che con i loro voti gli hanno permesso di vincere le elezioni, non è sanabile proprio per i modi poso democratici con cui ha inteso condurre sino ad oggi l'Organo Circoscrizionale. Al Consigliere Bisantis che continua e riconoscersi coordinatore della Commissione ai Servizi Sociali della Circoscrizione, ricordiamo che non solo i quattro consiglieri dell'opposizione presente in consiglio gli hanno chiesto di rassegnare le dimissioni da coordinatore, ma che anche quattro consiglieri di maggioranza hanno fatto lo stesso, con un documento presentato e protocollato alla segreteria della Circoscrizione. In sostanza se per il Bisantis, la

richiesta di 8 consiglieri su 10 che compongono il consiglio non sono suffucienti per rassegnare le dimissioni vuol dire che si cercheranno altri percorsi istituzionali per cambiare la giuda di questa commissione del tutto delegittimata. Apprendiamo con stupore infine che il Consigliere Bisantis risulterebbe essere un profondo conoscitore dei problemi che affligono i quartieri della città. Ci farebbe piacere conoscere, oltre ai suoi impegni personali, quanto tempo ha dedicato in questo in questi tre anni di vita da consigliere per recarsi pressi gli uffici comunali competenti per affrontare e cercare di risolvere almeno uno di tutti i problemi segnalati e che riguardano la viabilità, l'igiene e la sicurezza dei cittadini del territorio circoscrizionale».

Si è concluso lo scorso sabato sera il suggestivo viaggio musicale allestito sul palco dell’Hemingway Rock Pub

La chiusura Drums and Guns Music Fest CATANZARO — Si è concluso lo scor-

so sabato sera il suggestivo viaggio musicale della prima edizione del “Drums and Guns music fest”, promosso dal Movimento Musicisti Catanzaro e da Catanzaro Concerti. Nel corso delle tre serate dell’evento, il palco dell’Hemingway Rock Pub di Catanzaro Lido ha visto l’avvicendarsi di numerose e promettenti band della nostra città che, attraverso brani rigorosamente originali, hanno dato dimostrazione dell’estrema vitalità della scena musicale catanzarese, per troppo tempo tenuta in sordina. Stelle del primo appuntamento della rassegna, i Meredith, i Simmetricamente, Le Hibou, i Nimby, gli Acid Noise e il cantautore Carmine Torchia. Venerdì sera è stata poi la volta dei Fake fail, dei Neraluce, dei Medea, degli Irriconoscenti e dei Punk virus. Protagonisti della serata conclusiva, infine, gli Stato puro, i Bad trip, gli Skelters, gli Ulteriore Secondo, Il resto e i Fusi’on.

I Neraluce

Oltre a un folto e giovane pubblico, hanno fatto da cornice alle esibizioni live anche le esposizioni pittoriche degli artisti catanzaresi Angelo Nifosì e Francesca Vivaldi. A dare testimonianza della bellissima

esperienza del “Drums and Guns”, infine, la prossima produzione di un interessante cd che racchiuderà i brani di tutte le band che vi hanno preso parte, finanziato dal Centro Servizi al Volontariato di Catanzaro.

ga con il turismo». Tutti hanno salutato positivamente e con parole di gratitudine nei confronti dei membri dei due movimenti l’eclatante iniziativa. Molti coloro che hanno giurato di voler cambiare posto per le loro vacanze atteso proprio “il disastro e la vergogna della strada”. Tutti, poi rimanevano meravigliati e stupiti di fronte alla foto della stessa strada sita in Sellia Marina, betonellata con materiale ecocompatibile, non riuscendo a capire, perché il capoluogo di Regione, merita tale scempio. Coloro che hanno apposto la loro firma si sono anche soffermati sui lavori del lungomare, chiedendo lumi in merito all’articolo pubblicato negli scorsi giorni dai due movimenti relativamente all’assenza degli accessi anche per i disabili e le parole erano un misto di rabbia e vergogna. «Abbiamo appreso -fanno sapere dai due movimenti - che già qualcuno, che ha riportato seri danni al proprio veicolo si è già rivolto ai propri legali per richiedere il risarcimento al comune. A costoro diciamo che siamo pronti a dare gratuitamente assistenza legale gratuita. Molti coloro, che

hanno messo l’accento sul fatto che l’amministrazione comunale aveva fatto intendere a mezzo stampa, negli scorsi giorni, che tale vergogna era stata rimossa. Tutti hanno sottolineato che i cinquanta metri bitumati, dell’entrata al parco sono una vera e propria presa in giro. Come annunciato, i moduli con le firme raccolte con i motivi dell’iniziativa verranno regolarmente protocollate nei prossimi giorni presso presso il Comune di Catanzaro, in particolare all’attenzione dell’Assessore ai Lavori Pubblici e dei dirigenti dei Settori Gestione del Territorio e Progettazione Infrastrutture, con la richiesta della risoluzione del problema attraverso la betonellatura della strada della polvere, in modo che i danneggiamenti ai veicoli, possano finalmente cessare in modo definitivo. Che il comune di Catanzaro, quindi, di fronte alla volontà popolare acquisisca i pareri e le autorizzazioni necessarie della Sopraintendenza Ambientale e di altri enti interessati alla protezione del Demanio e dia luogo ad un serio progetto, di riqualificazione e sistemazione dell’arteria».

Canali e i Rossofuoco al “Summer Live 2009” CATANZARO — Nuovo imperdibile appuntamento con il “Summer Live 2009”, il festival musicale promosso da Catanzaro Concerti. Il prossimo 22 luglio, a calcare le scene dell’Hemingway Rock Pub di Catanzaro Lido, saranno il grande Giorgio Canali e i Rossofuoco, che offriranno al pubblico una nuova e suggestiva serata all’insegna della buona musica dal vivo. Canali inizia la sua carriera musicale alla fine degli anni Settanta coGiorgio Canali me voce di varie punk band locali della scena roma- (C. s. i.), porta avanti anche un gnola. Con l'avvento di nuove proprio progetto solista, che tecnologie elettroniche - come culmina con la pubblicazione il protocollo Midi - nei primi an- del disco “Che fine ha fatto Lazni Ottanta inizia a interessarsi lotòz” nel 1998. Nel 1999 reaalla musica elettronica e dà vi- lizza la colonna sonora per il ta, insieme a Roberto Zoli, a di- film “Guardami” di Davide Ferversi progetti musicali che cul- rario. Dopo la fine dei C. s. i. e minano nella fondazione di Po- la divisione dei due leader stolitrio e nella pubblicazione del rici, Giovanni Lindo Ferretti e disco “Effetto Eisenhower” nel Massimo Zamboni, sviluppa ul1986. L'approccio al lato più teriormente il suo progetto sotecnico della musica lo porta a lista e raccoglie alcuni dei mucollaborare come tecnico del sicisti che lo avevano affiancasuono con la Premiata Forneria to nel tour di “Lazlotòz” in una Marconi e con i Litfiba mentre, formazione stabile, i Rossofuoqualche anno più tardi, entra a co, che lo accompagnerà in tutfar parte dei Cccp Fedeli alla Li- ti i dischi successivi. Dopo i nea, insieme ad altri fuoriusciti Corman & Tuscadu, negli ultidei Litfiba, Gianni Maroccolo e mi anni Canali é tornato diverRingo De Palma. se volte a ricoprire il ruolo di All'inizio degli anni Novanta, produttore. Tra i dischi più fadopo lo scioglimento dei Cccp, mosi da lui prodotti ricordiamo si trasferisce in Francia, dove l’omonimo esordio dei Verdena collabora ai tour dei Noir Désir (1999), “Sguardo contemporae produce i tre dischi dei Cor- neo” di Bugo (2006) e “Canzoni man & Tuscadu. Nel 1992 fon- da spiaggia deturpata” di Le luda il Consorzio Suonatori Indi- ci della centrale elettrica, dove pendenti (C. s. i.) insieme ad al- partecipa anche in veste di chitri ex membri dei Cccp, tra cui tarrista. Ha inoltre collaborato lo storico leader e chitarrista con molti gruppi italiani e stradel gruppo Massimo Zamboni. nieri, come Marlene Kuntz, TiDurante l'esperienza del "Con- moria, Yo Yo Mundi, Tre Allegri sorzio Suonatori Indipendenti" Ragazzi Morti.


18 Lunedì 20 Luglio 2009 il Domani

CATANZARO CITTÀ Vitaliano Castagna del Coordinamento cittadino del Movimento per le autonomie, interviene sui lavori della Galleria Mancuso

«Evitiamo un tunnel di cemento» Consensi per le fioriere che abbelliscono il panorama e coprono le vetrine commerciali CATANZARO — «L’accesso di

Galleria Mancuso dal lato di via Spasari, in questi giorni sta subendo diverse modifiche per permettere anche ai portatori di handicap di poter raggiungere il nuovo ingresso della banca Intesa e al contempo di far fruire a tutti la galleria stessa». Vitaliano Castagna del Coordinamento cittadino del Movimento per le autonomie, spiega interviene sui lavori che si stanno eseguendo in città. «Andando a verificare di persona però, sono nati diversi dubbi su come si sta procedendo a realizzare i lavori - aggiunge - si nota come è stato creato, infatti, un muretto lungo il marciapiede di via Spasari con tre finestroni, che si innalza fin sopra la scalinata d’accesso alla Galleria e dove sicuramente si procederà a creare uno scivolo al posto dei gradoni esistenti. Per abbellire il tutto e rendere meno forte Alcune immagini dei lavori presso la Galleria Mancuso l’impatto visivo, altresì, si provvederà alla creazione di di- toniche, perché i disabili devono portatori di handicap che magaverse fioriere in cemento e al con- essere i primi a poter vivere al ri, si potrebbero trovare a pertempo ad allargare il marciapie- meglio i diversi spazi che ci sono correrlo casualmente in senso de nella sua parte finale in modo nella nostra città; ma non capisco opposto. Se infatti così accadesda rendere l’accesso alla Galleria il perché sia stato realizzato un se, essendo il tunnel molto stretsimile ad una piazzetta. A mio pa- tunnel in cemento (tra l’altro co- to, sarebbero difficilissime le rere - aggiunge - bisogna a questo struito in alcune parti su delle operazioni che questi dovrebbepunto fare un plauso a chi cerca grate di ferro), che sicuramente ro compiere per far manovra di di abbattere le barriere architet- creerà non pochi problemi ai uscita dallo stesso. Altresì le fio-

riere, che rimangono un elemento utile perché migliorano e abbelliscono il nostro ambiente, sono state posizionate in modo da coprire perfettamente le vetrine delle attività commerciali che si trovano alle loro spalle, impedendo alle stesse di essere viste da chi percorre la via. Confidan-

do, quindi, che il progetto finale sia modificato in modo da risolvere i suddetti problemi, chiediamo a chi ne ha la competenza di supervisionare affinché siano presi i dovuti accorgimenti e fatte le giuste correzioni. Grazie!» r. c.


il Domani Lunedì 20 Luglio 2009 19

CATANZARO PROVINCIA E SOVERATO SOVERATO Gli esponenti catanzaresi del Prci, attraverso la consegna di volantini, hanno espresso il loro dissenso verso il sistema sanitario regionale

Mobilitazione davanti agli ospedali cittadini «In Calabria è necessario rompere il legame tra potere politico, massoneria e criminalità» SOVERATO — Organizzato dal Par-

tito di Rifondazione Comunista di Catanzaro, dinnanzi agli ospedali di Soverato, Lamezia Terme e Chiaravalle (a Catanzaro la manifestazione si prevede per domani ndr) si è provveduto per tutta la mattinata di ieri, a informare e sensibilizzare l’opinione pubblica, attraverso la consegna di appositi volantini, del malessere che vive la sanità calabrese. «In Calabria, per realizzare una reale svolta nella gestione della sanità è necessario rompere l'evidente legame tra potere politico, massoneria e criminalità legata alla 'ndrangheta. Senza questa rottura nessun risanamento del sistema sanitario calabrese potrà mai realizzarsi - si legge in una nota che aggiunge -per questa ragione, soprattutto, il piano di rientro dal debito della sanità calabrese, predisposto dal presidente Loiero, è destinato al fallimento. Anche questa volta, il nodo economico viene affrontato attraverso scelte politiche che, attraverso la riduzione di servizi essenziali, l’introduzione dei ticket, il ridisegno di un piano di rapporti con i privati, penalizzano l’offerta dei servizi sanitari e, di conseguenza, il diritBORGIA — «Alla seduta del Consiglio comunale di mercoledì 22 luglio noi non partecipiamo». Questo quanto annunciato dal capogruppo di “Uniti per Borgia”, Tommaso Esposito, all’opposizione in seno al consesso civico. Le motivazioni di tale atteggiamento, Esposito le riassume in una nota. «Dopo la notizia di stampa secondo cui durante la campagna elettorale delle amministrative del 2006 ci fu un forte condizionamento del voto a favore di candidati della lista di maggioranza, il nostro gruppo prese una posizione netta comunicando che i propri consiglieri si autosospendevano da tutte le attività politiche e am-

Donna di 69 anni muore annegata a Montepaone

Il volantinaggio davanti l’ospedale di Soverato

to alla salute. Come sempre accade, il risanamento economico di una gestione politico-affaristica e criminale viene scaricata sui cittadini. La salute non è una merce. Le ruberie, i rapporti politico affaristici con la criminalità organizzata non possono e non devono essere scaricati sui cittadini. Questa impostazione non la condividiamo». In poche parole, dunque, le motivazioni della protesta che si traduce ancora nel dire:

no al ticket La sua introduzione è iniqua ed inefficace. E’ fondamentale impedire il rapporto morboso tra le case farmaceutiche e i medici di medicina generale. Il farmaco generico deve sempre più sostituire quello “griffato” e possibilmente in confezioni ridotte o addirittura monodose. Inoltre, vanno potenziate le farmacie ospedaliere con diffusione diretta e anche le farmacie comunali.

MONTEPAONE — Una donna, M. T. S., di 69 anni, è morta ieri annegata mentre faceva il bagno in mare a Montepaone Lido. La donna ha accusato un malore poco dopo essere entrata in acqua ed è morta nel giro di pochi minuti. Inutili i soccorsi che le sono stati prestati da alcuni bagnanti. E’ intervenuto anche il personale del 118, che ha constatato il decesso della donna.

Riduzione delle liste d'attesa Per garantire la qualità dell’assistenza, è necessario migliorare la qualità delle prestazioni sanitarie. Solamente così si possono ridurre le liste di attesa e le fughe extra-regionali dei pazienti. Basta esternalizzazioni e intramoenia Non esiste un esempio in cui l’esternalizzazione dei servizi collaterali alla sanità abbia prodotto un

BORGIA Il capogruppo all’opposizione spiega i motivi del no. Tra i punti all’Odg le dimissioni della Varano

Uniti per Borgia non parteciperà al Consiglio ministrative in attesa che si facesse chiarezza su questi episodi e contemporaneamente chiedeva le dimissioni del sindaco e dell’intera giunta. Successivamente anche il gruppo di opposizione di centrodestra comunicava l’intenzione di non partecipare più al consiglio. Il primo cittadino poi - aggiunge - ha azzerato la giunta. Noi pubblicamente prendevamo atto di questa decisione, dando la

SOVERATO «Tutte le battaglie politiche sono state condivise con il Partito»

nostra disponibilità, come militanti del Pd, ad incontrarci in sede politica e a valutare assieme scenari futuri e dichiarando anticipatamente per l’ennesima volta che non pretendevamo nessuna carica. Il sindaco chiedeva, quindi, un incontro con il nostro gruppo per conoscere il nostro pensiero: in quella sede ribadivamo che pur non essendo la soluzione ottimale, sicuramente l’azzeramento apriva

scenari nuovi e che avremmo valutato serenamente le proposte di composizione della nuova giunta. Dopo pochi giorni il sindaco annunciava la nascita della giunta, ma tale e quale a prima, con l’unica variante del vicesindaco. L’Amministrazione comunale, dunque, si lava le mani con l’allontanamento del vicesindaco e le dimissioni della consigliera Concetta Varano? Strano, perché il vicesindaco in campagna elettorale

risparmio economico. I costi si sono moltiplicati e la qualità delle prestazioni peggiorata. Consentire una concorrenza tra pubblico e privato utilizzando lo stesso soggetto che lavora nel pubblico non ha eguali nel mondo. Una profonda riorganizzazione E’ necessaria una profonda riorganizzazione territoriale che metta al centro del sistema salute: presidi territoriali, poli ambulatoriali di ricerca diagnostica e specialistica, di prevenzione primaria, di profilassi generalizzata. Strutture poliambulatoriali che rispondano all’esigenza di accertamento. Fondamentale è il ruolo attivo dei medici di famiglia. Questa è la rivoluzione da compiere. Via la collusione potere-mafia e no al piano di rientro dal debito In Calabria, per realizzare una reale svolta nella gestione della sanità è necessario rompere l'evidente legame tra potere politico, massoneria e criminalità legata alla ’ndrangheta. Senza questa rottura nessun risanamento del sistema sanitario calabrese potrà mai realizzarsi. era stato presentato come il fiore all’occhiello dell’intera lista. A dire il vero ci saremmo aspettati che qualcun altro facesse sentire la sua voce: non abbiamo sentito un solo partito che pubblicamente convocasse i suoi iscritti per discutere di ciò che è successo. Non lo ha fatto il Pd, non lo ha fatto Rifondazione Comunista, non lo ha fatto il Pdl». L’ordine del giorno dei lavori del Consiglio comunale di Borgia di mercoledì prevede, tra l’altro, le dimissioni del consigliere Concetta Varano e l’elezione del presidente del Consiglio. Salvatore Taverniti

SELLIA M. La manifestazione promossa dalla Pro Loco ha visto tra gli ospiti il cantautore Voltarelli e la sua band

Il Pd con Severino e Giorla In 3 mila alla prima festa della birra SOVERATO — Il Partito Demo-

SELLIA MARINA — Grande af-

cratico di Soverato nel sostenere pienamente l’operato dei consiglieri comunali Francesco Severino e Vincenzo Giorla, in merito alle posizioni assunte negli ultimi consigli comunali, ribadisce che: «Sin dalla nascita del gruppo in seno al Consiglio comunale di Soverato, tutte le battaglie politiche, le iniziative proposte dai nostri consiglieri, sono state condivise e concordate con il Partito. Il tentativo di alcuni di voler ridurre le nostre posizioni, come posizioni personali, sono strumentali e anche di basso livello. Non consentiremo a nessuno di usare le nostre posizioni per giustificare le proprie incoerenze. E a nessuno consentiremo di parlare per conto del nostro Partito. Il Partito Democratico di Soverato lo rappresentano in modo efficace e coerente il segretario, il presidente, il capogruppo e il direttivo del Circolo».

flusso di persone, oltre 3 mila presenze, per la prima festa della birra organizzata dalla Pro Loco presieduta da Raffaele Mussari. Una serata all’insegna del divertimento, vissuta tra la degustazione di diverse tipologie di birra alla spina, la gastronomia locale con piatti tipici come il morzello, la porchetta e le salsicce, e l’ascolto di ottima musica a cura del cantautore chitarrista calabrese Peppe Voltarelli e la sua band, reduce dalla festa del primo maggio a Roma dove ha presentato alcuni dei suoi brani contenuti nei suoi due lavori “Distratto ma però” e “Duisburg - Nantes - Praga”. Ad introdurre il cantautore che ha partecipato anche al Premio Luigi Tenco, alla marcia della pace, e al film “La vera storia di Tony Bilar” il giovane cantautore sersalese Carmine Torchia. Un importante momento di aggregazione sociale che ha visto interagire i tanti turisti presenti con le persone del luogo, ma soprattutto di promozione del territorio, durante la serata sono stati a tal fine proiettate delle diapositive sul territorio sel-

Francesco Severino

Vincenzo Giorla

Un momento della festa

liese e sulle sue potenzialità. Il tutto si è reso possibile grazie al patrocinio dell’amministrazione provinciale di Catanzaro, presieduta da Wanda Ferro e dell’amministrazione comunale selliese, guidata da Giuseppe Amelio, ma, soprattutto, al gruppo dei 92 cosi della Pro Loco e del suo direttivo che hanno pensato e organizzato l’evento con il piglio di chi da sempre realizza eventi sociali. Un plau-

so al servizio d’ordine interno all’organizzazione e al comando dei vigili urbani che hanno gestito nel migliore dei modi sia il traffico che l’ordine pubblico. L’unica nota negativa della serata l’insistente vento, ma è il vento del nuovo entusiasmo che regna nella nuova Pro Loco a soffiare verso una più efficace promozione del territorio. Giu. Fit.


Pag. 20

il Domani

Lunedì 20 Luglio 2009

L AMEZIA

Redazione: loc. Serramonda - Z.I. Marcellinara (Cz) - tel. 0961.996802 | fax 0961.903801 - E-mail: redazione@ildomani.it | www.ildomanionline.it

Diversi gli interventi sull’approvazione di quello che viene considerato l’unico strumento legislativo utile a eliminare i “perversi interessi tra mafia e politica”

Legge Lazzati, prosegue la discussione Il giudice Romano De Grazia interviene sulla disamina in Commissione giustizia LAMEZIA TERME — Mentre prose-

gue la discussione in Commissione Giustizia per l’approvazione delle proposte di legge presentate e inerenti al divieto di svolgimento di propaganda elettorale per le persone sottoposte a misura di prevenzione, e che si rifanno in qualche modo, tutte e indistintamente alla proposta di “legge Lazzati” ideata e proposta, sedici anni fa ormai dal giudice onorario di Cassazione, Romano De Grazia, abbiamo sentito proprio lui per approfondire un tema importante qual è quello di “eliminare i perversi interessi esistenti e in molti casi anche accertati, tra criminalità organizzata e uomini politici ad essa legati. Uno strumento che nel concreto può impedire alle mafie di fare campagna elettorale, di influenzare il voto e scegliere i futuri amministratori locali, regionali e nazionali”, e che anche in Commissione giustizia, pur provando tutti d’accordo sulla bontà della proposta, qualche lieve critica la sta facendo trapelare. Giudice De Grazia, quali sono le sue considerazioni in merito a quanto sta venendo fuori dalla discussione delle proposte, tutte LAMEZIA TERME — Tutto ok nel

pellegrinaggio che ormai, per consolidata tradizione dell’ufficio parrocchiale per la pastorale del tempo libero, turismo e sport della parrocchia San Michele Arcangelo di Platania, organizza annualmente avendo per meta sempre un santuario mariano. Quest’anno i pellegrini platanesi, con a capo il loro parroco don Pino Latelli e Tommaso Cerminara, hanno scelto come meta del loro andare in luogo di preghiera e di meditazione, il Santuario di Lourdes. Viaggio in aereo, un Mistral air boening 737 del Gruppo poste italiane, in compagnia di analogo pellegrinaggio proveniente da Palermo. Sono stati oltre 50 i fedeli di Platania che, imbarcatisi nel pomeriggio di lunedì scorso dall’aeroporto di Lamezia Terme, dopo circa due ore di volo, sono sbarcati nella nota cittadina dei Pirenei, il luogo dove l’Immacolata Concezione apparve alla quattordicenne Bernadette Soubirous l’11 febbraio 1858. E’ superfluo accennare alle sensazioni che, a detta di tutti i partecipanti alla iniziativa, sono state provate dai pellegrini, prima di tutte quelle della sacralità e della serenità del luogo. La responsabile dell’ufficio per la pastorale del turismo religioso Maddalena Cimino ha sottolineato che «a Lourdes le decine di migliaia di luci illuminano il buio del mondo, bisognoso di quella luce vera che porta gioia, bontà, bellezza e vita. A Maria di Nazaret i fedeli platanesi - conclude la responsabile dell’ufficio - hanno affidato le sofferenze, le attese e le speranze non solo di Platania, ma anche dell’umanità intera». Subito dopo l’arrivo, dopo la Messa dell’apertura del pellegrinaggio, è stata visitata la

valide peraltro, e dalle quali dovrà uscire fuori un unico documento unitario a garanzia della buona e onesta pratica politica, a partire proprio dal sostegno delle candidature? «Il concetto di attività di propaganda elettorale è concetto tecnico-giuridico e non può intendersi come mero atto di comunicazione di un’opinione a tutti consentita. Esortazione a votare per un determinato simbolo o candidato, trasmissione di qualche volantino, è attività oggettivamente diversa e più complessa, caratterizzata da molteplicità e reiterazione di atti; predisposizione di mezzi economici e coinvolgimento di più persone; creazione di una sia pur minima struttura organizzativa. Per il candidato è agevole conoscere il nominativo delle persone sottoposte a sorveglianza speciale di Pubblica sicurezza perché un loro elenco esiste presso l’ufficio elettorale del Comune di residenza e presso la Caserma dei Carabinieri e Commissariato di Pubblica sicurezza. E’ poi onere della pubblica accusa provare in giudizio sia la materialità del fatto e la sua antigiuridicità, sia l’elemento psicologico e quindi

Romano De Grazia

«Il concetto di attività di propaganda elettorale è concetto tecnico-giuridico e non può intendersi come mero atto di comunicazione di un’opinione a tutti consentita»

anche la condotta dolosa del candidato e del sorvegliato speciale». La proposta di Legge Lazzati e tutte le altre che si sono nel tempo accodate, parlano di divieto ma anche di punibilità di coloro i quali si affidano alle “intese segrete”, perché? «Certo, perché la punibilità della sola condotta del sorvegliato speciale, e non anche di quella del candidato che richiede o in qualsiasi modo sollecita l’attività di propaganda, sarebbe palesemente illegittima e incostituzionale»». Le proposte ovviamente, mirano tutte a contrastare le collusioni tra mafia e politica, la gente però si chiede: l’introduzione del divieto, basterà? «L’introduzione del divieto di attività di propaganda elettorale per il sorvegliato speciale di pubblica sicurezza, come per altro osservato da Vittorio Grevi del Corriere della Sera, serve a correggere una evidente e macroscopica anomalia dell’ordinamento. Il sorvegliato speciale, tale ritenuto a seguito di giudizio di pericolosità sociale, non può votare e quindi neppure candidarsi finché dura la misura di prevenzione, ma può raccogliere, con l’attività

di propaganda, il voto degli altri, in tal modo collocando persone di sua fiducia nelle istituzioni elettive e con effetti devastanti per queste quali i noti scioglimenti di enti locali per infiltrazioni mafiose. La ineleggibilità consegue alla sentenza di condanna passata in giudicato ed è inflitta dal giudice che è terzo; la decadenza del candidato, quale atto dovuto, è invece inflitta dall’organo di appartenenza dell’eletto, Parlamento, Consiglio regionale, provinciale o comunale, e sempre all’esito di giudizio definitivo di condanna». Un freno, dunque, alla propaganda compromessa. Uno strumento legislativo utile, che oltre a salvaguardare i sacrosanti diritti e intessi di crescita e di sviluppo di una comunità così come dell’intero paese Italia, serve a dare forza e meriti a chi si candida a rappresentante i cittadini e non se stessi. A chi crede e a fiducia nella giustizia e nella buona pratica politica fatta per la gente e non per i “potenti di turno” che troppo spesso, hanno trovato, nelle “camere dei bottoni” terreno fertile per coltivare i loro loschi affari. Antonietta Bruno

Oltre 50 fedeli in visita nei luoghi dove la Madonna apparve a Bernadette Dodici primi posti, sette medaglie d’argento e sette di bronzo ai campionati italiani

Lourdes meta di preghiera Nuovi ori per l’Asdp Lamezia grotta delle apparizioni. La permanenza a Lourdes si èprolungata per 4 giorni durante i quali i devoti platanesi hanno partecipato a tutte le manifestazioni religiose che giornalmente si svolgono in quella località. I pellegrini hanno partecipato alla Messa internazionale, alla via crucis, alla fiaccolata e alla indimenticabile processione serotina. Numerosi sono stati i pellegrini che si sono immersi nelle acque miracolose delle piscine. L’ultima giornata di permanenza in suolo francese è stata riservaa ai luoghi di Santa Bernardette e precisamente alla casa dove è nata, all’ospizio, alla chiesa parroc-

chiale del Sacro Cuore dove è stata battezzata Bernardette e al Cachot, l’ex prigione dove la famiglia della veggente abitava. don Pino Latelli, commentando i risultati del pellegrinaggio della sua parrocchia, ha sottolineato come i luoghi visitati richiamano due elementi essenziali: «quello della sofferenza e quello della carità. Elementi che ogni giorno vengono ampiamente affermati dai tanti volontari, dal personale di servizio, dagli ammalati e dai disabili che, provenienti da ogni parte del mondo, vivono una meravigliosa esperienza di fede e di amore».

Il Comitato medico fa chiarezza su alcune inesattezze annunciate

«La Tac di Soveria funziona» LAMEZIA TERME — Il Comitato me-

dico dell’ospedale, interviene su alcune inesattezze pubblicate alcuni giorni fa sui quotidiani locali, circa il non funzionamento della Tac presso l’Ospedale di Soveria Mannelli. «Eravamo stati noi del Comitato a segnalare il problema circa dieci giorni fa, fatto peraltro possibile e concepibile se non fosse accaduto in concomitanza con il non funzionamento della Tac presso l’Ospedale di Lamezia Terme, circostanza che finiva con il lasciare senza l’essenziale strumento diagnostico più di centomila abitanti del comprensorio lametino. Ad oggi la Tac dell’Ospedale di Soveria - si legge nella nota stampa - funziona perfettamente, anche se, perdurando l’inattività di quella di Lamezia, si trova

a dover fronteggiare un notevole aumento della richiesta di prestazioni. L’episodio non è comunque meno allarmante del previsto, è comunque grave che una città come Lamezia da più di due settimane sia sprovvista di Tac, ed a nulla sembrano approdare gli appelli del primo cittadino Speranza, un problema ancora più urgente del piano di rientro, riflettano i politici sugli effetti pratici del malfunzionamento del servizio sanitario, prima ancora che sugli eccessi di spesa, da più tempo stiamo denunciando situazioni di grave disorganizzazione, che nulla hanno a che fare con la crisi economica, la partita come sempre si gioca sulla vita della gente comune, costretta a vagare in cerca di prestazioni essenziali».

LAMEZIA TERME — Dodici medaglie d’oro, sette d’argento e sette di bronzo, è il ricco bottino conseguito dalla società lametina di Salvatore Raccuglia. Sei i campioni italiani che si sono sfidati nelle diverse categorie, e tra loro, un titolo è andato alle piccole ma virtuose Carlotta Malerba e Elisabetta Nicolazzo, due titoli a Matteo Tomassetti e Martina Toteda, tre a Roberto Rosato e tre ancora alla pluridecorata Valeria Raccuglia che sul parterre di gara conquista anche il suo record personale, a coronamento di una ottima prestazione. Soddisfatto per il risultato ottenuto, lo stesso presidente dell’Asd pattinaggio Lamezia, Salvatore Raccuglia che ha commentato: «è stato per noi un campionato entusiasmante, ottimo nei

singoli e un 2°posto per la società, che sà di vittoria, resta un pizzico di amarezza per essere arrivati ad un soffio dal primato, ma anche la certezza che stiamo crescendo, dal 5°posto del 2007 e del 2008, questo 2° posto sono certo ci farà da trampolino per l’anno venturo. Ora il pensiero va al World championship of freestyle skating 2009 che si terrà a St Medard en Jalles in Francia, dal 28 al 30 agosto prossimo, e dove Valeria Raccuglia sarà chiamata a difendere il 3° posto conquistato a Mosca». Tre giorni intensi che hanno visto gli atleti sfidarsi nelle diverse discipline quali il free jump, il roller cross, lo style slalom, lo speed slalom e lo spettacolare high jump». Ant. Br.


il Domani Lunedì 20 Luglio 2009 21

LAMEZIA CITTÀ La denuncia di Danilo De Fazio, vicepresidente C. S. Lamezia Futura, sulla situazione in cui versano alcune strade

«Emergenza ambientale in città» «Accanto ai bidoni dell’immondizia collocati nelle vie della città rifiuti di ogni genere» LAMEZIA TERME — «Frigoriferi, divani ammassati, televisori oramai in disuso, congelatori, pneumatici, forni, materassi, wc e bidet. Questo e molto altro si può trovare accanto ai bidoni dell'immondizia collocati nelle vie della città di Lamezia Terme». A denunciarlo è Danilo De Fazio, vicepresidente C. S. Lamezia Futura. «In via S. D'Ippolito, via G. Murat, via G. Malaterra, via degli Itali, via Savutano, l’inciviltà atavica - prosegue la nota - di alcune persone deturpa strade e in alcuni casi intere zone dove i residenti si trovano a dover convivere con i cattivi odori, con la puzza di bruciato derivante da qualche incendio notturno, (che qualche soggetto pensa poter essere la panacea di questi mali), e soprattutto con i Raee. I Raee sono rifiuti di tipo particolare che consistono in qualunque apparecchiatura elettrica o elettronica di cui il possessore intenda disfarsi in quanto guasta, inutilizzata, o obsoleta e dunque destinata all'abbandono. I principali problemi derivanti da questo tipo di rifiuti Raee derivano dalla presenza di sostanze consideraLAMEZIA TERME — «La Giunta e, nel-

la fattispecie, il Sindaco Speranza, in qualità di massimo responsabile sanitario della Città di Lamezia Terme, devono dare risposte certe ai cittadini lametini in merito alla situazione dell’impianto di depurazione sito nell’area industriale della nostra città, comunicando pubblicamente i risultati delle analisi sulle condizioni dell’acqua all’uscita del depuratore, nel canale e alla foce del torrente Turrina nonché sulla situazione più in generale delle acqua di balneazione della nostra costa». La sezione cittadina di Sinistra Critica analizza così la questione ambientale che investe la costa tirrenica nel Lametino. «Sinistra Critica - prosegue la nota -, dopo un sopralluogo di sabato 12 aprile, ha reputato opportuno depositare presso la Procura della Repubblica di Lamezia Terme un esposto sulle condizioni ambientali in cui versano le acque del Turrina, la sua foce e, più in generale, le acque del mare nei pressi

Uno scorcio di via S. DIppolito. A lato via degli Itali

te tossiche per l'ambiente e la non biodegradabilità di tali apparecchi. Questi prodotti vanno trattati correttamente e destinati al recupero differenziato dei materiali di cui sono composti, come il rame, ferro, acciaio, alluminio, vetro, argento, oro, evitando così uno spreco di risorse che possono essere riutilizzate per costruire nuove apparecchiature oltre alla sostenibilità ambientale. Questo tipo di rifiu-

ti sono regolamentati dalla Direttiva Raee (o Direttiva Weee, da "Waste of Electric and Electronic Equipment"), recepita in Italia dal Decreto "Raee". Inoltre, all'art. 3-ter. del D. Lgs. n.4 del 16 gennaio 2008, si afferma che "La tutela dell'ambiente e degli ecosistemi naturali e del patrimonio culturale deve essere garantita da tutti gli enti pubblici e privati e dalle persone fisiche e giuridiche pubbliche o

private, mediante una adeguata azione che sia informata ai principi della precauzione, dell'azione preventiva, della correzione, in via prioritaria alla fonte, dei danni causati all'ambiente, nonchè al principio “chi inquina paga” che, ai sensi dell'art.174, comma 2, del Trattato delle unioni europee, regolano la politica della comunità in materia ambientale". Ebbene, assodato che l'inciviltà fa parte

A pochi mesi dall’inizio della stagione balneare, gravissime risultano le condizioni sanitarie delle coste

Depuratore, esposto alla procura dello scarico. Le condizioni igienicosanitarie appaiono veramente gravi: a fronte di un area fociale considerata, dal punto di vista naturalistico ed ambientale, fra le più interessanti e meglio conservate dell’intera costa lametina, si riscontrano gravi fenomeni di inquinamento dovuti a depositi di sostanze nerastre maleodoranti oramai depositate sul fondo del canale di scarico e nelle acque del torrente Turrina. Le stesse poi che si riversano a mare proprio all’altezza del pontile della SIR dove numerosi sono i cittadini, abituali ed occasionali, che sfruttano la struttura - oramai fatiscente - per la pesca. Nella stessa area ci sono evidenti tracce di recenti lavori di pulizia del suddetto canale e, cosa molto grave, parte dei fanghi estratti sono stati

depositati lungo il bordo del canale stesso. Se quei fanghi provengono dal fondo del canale e sono il risultato - come sospettiamo - di una cattiva depurazione, sicuramente dovevano essere trattati come rifiuti speciali e quindi non potevano essere abbandonati lungo i bordi del canale di scarico. Questi recenti lavori di pulizia hanno, per l’ennesima volta, modificato il percorso del Turrina. Infatti il nuovo scarico intercetta il torrente sversando direttamente a mare, lungo un tratto di spiaggia all’altezza del vecchio Pontile dell’ex area Sir, parte delle sostanze nerastre e maleodoranti sopra descritte. Il retroscena però più grave è che si intuisce, senza analisi chimiche, quale sia la qualità delle acque utilizzate dai nostri cittadini durante la

stagione balneare. Se a questo aggiungiamo che da un canale secondario – pare proveniente dall’area industriale - trasversale al principale, sono osservabili sversamenti di sostanza oleosa biancastra di non facile identificazione ma che certamente, visto la consistenza ed il colore, non apparivano essere sostanze innocue alla salute ed all’ambiente, il quadro diventa veramente allarmante! Da tutto ciò emergono fatti e circostanze preoccupanti per la salute e la stessa incolumità dei cittadini nonché per la salvaguardia del patrimonio naturalistico costiero oltre che, appare compromessa – e per l’ennesima volta - la ormai prossima stagione balneare estiva. La promessa del Sindaco Speranza di requisire l’impianto appare, co-

del modus operandi di alcune persone, cosa devono fare i cittadini che invece credono nei prinicipi alla base della raccolta differenziata, che si impegnano a rispettare e a far rispettare l'ambiente, che desiderano vedere i cassonetti dell'immondizia ordinati e collocati nella maniera corretta (e non sui marciapiedi o in piena curva), che giungono ad "elemosinare" il diritto a respirare un'aria maggiormente salubre? Dove sono i controlli? Chi pensa alla salute dei cittadini? Precauzione, azione preventiva e correzione: che ruolo svolgono nella nostra città, se è consentito tutto questo? Chi si farà carico di tale problema - conclude - al punto da far capire che fra i grandi progetti che vedono e vedranno la nostra città come protagonista, la tutela dell'ambiente è un fattore precipuo e propedeutico per uno sviluppo eco-sostenibile sul quale puntare attivamente? Italo Calvino diceva "D'una città non godi le sette o le settantasette meraviglie, ma la risposta che dà a una tua domanda", chissà se un giorno godremo della nostra Lamezia». me è del tutto evidente, l’ennesimo tentativo di scherzare con la salute e l’intelligenza dei lametini: è bastato un richiamo dell’ex presidente Traversa per far rientrare la protesta! Noi ci chiediamo, ancora, perché questa Giunta di concerto con l’Asi e LameziaEuropa non ha ancora verificato fino in fondo se eventualmente esistono scarichi industriali - o esterni - abusivi nei canali dell’ex area Sir. Perché questa Giunta non ha reputato utile pubblicare e rendere note le analisi delle acque, effettuate dall’Arpacal e della Regione, e relative all’impianto di depurazione. Non basta un lungomare per rendere salubre e vivibile la stagione balneare a Lamezia Terme. Forse i cittadini avrebbero apprezzato di più una battaglia intransigente sulla depurazione e l’efficienza dell’impianto; una lotta che garantisca un mare pulito, il mantenimento del livello occupazionale e per una gestione pubblica e trasparente dell’impianto».


PAGINA 22

il Domani

Lunedì 20 Luglio 2009

COSENZA

Service a cura di Ediratio e AT Press - E-mail: redazione@ildomani.it | www.ildomani.it

La dura lettera con cui Mario Oliverio denuncia all’assessore regionale Naccari Carlizzi le condizioni dei trasporti pubblici

«I collegamenti turistici sono completamente scarsi» Quest’anno i visitatori rischieranno di incorrere in serie difficoltà nel raggiungere le più rinomate località del Tirreno cosentino COSENZA — Il presidente della Provincia di Cosenza, ha reso noto il contenuto di una lettera inviata all'Assessore regionale ai Trasporti Demetrio Naccari Carlizzi in merito a questioni relative al servizio di trasporto pubblico in provincia, con riferimento ai collegamenti nei giorni festivi e con l'aeroporto di Lamezia.« Caro Demetrio, pongo alla tua attenzione una circostanza che appare singolare e che, segnatamente in questo periodo estivo, considerato l'aumento sostanziale di presenze turistiche, si risolve in vero e proprio problema. Mi riferisco al mancato servizio, da parte delle concessionarie di linee extraurbane, di corse di collegamento fra la provincia e la città capoluogo, e da questa verso le località turistiche più frequentate, di domenica e nei giorni festivi. Un'anomalia che pregiudica la mobilità in un periodo nel quale, al contrario, dovrebbe essere facilitata ed anzi incentivata. Sono sicuro che la tua sensibilità istituzionale e oggettive valutazioni di opportunità vedranno il tuo interessamento per garantire un servizio che, nei

Un autobus di Linea

giorni sopra richiamati, è importante, con la tempestività operativa che la stagione turistica in corso richiede. Colgo ancora l'occasione per segnalare un'altra limitazione in tema di trasporto pubblico che riguarda il collegamento dei

comuni della provincia, soprattutto dell'Alto Tirreno, cuore del turismo estivo della nostra provincia, con l'aeroporto di Lamezia Terme. Nel recente passato questo collegamento, con soddisfazione di operatori turistici e cittadini, veni-

va assicurato, mentre a tutt'oggi esso è sospeso. Certo che, nell'interesse di una vastissima utenza, saprai accogliere ragioni utili a modificare la situazione attuale per come ho riferito, ti porgo i miei più cordiali saluti." La questione dei trasporti è una delle più gravi esternalità negative della regione. E' sufficiente qualche dato per evidenziare la drammatica situazione della regione. Se consideriamo la densità delle automobili per abitante, la Calabria occupa il primo posto, per la carenza del trasporto pubblico locale. Benché le famiglie calabresi abbiano il reddito annuo più basso d'Italia sono costrette a servirsi dell'auto privata tanto per la mobilità urbana che extra-urbana. Lo stesso trasporto pubblico locale viene svolto ed incentivato dalla Regione sempre su gomma. Nella regione circolano 4.656 pullman, contro i 6.285 del Piemonte e gli 11.406 della Lombardia proprio mentre la principale arteria stradale della regione è un colabrodo per gli interminabili lavoro che saranno completati tra decenni, almeno questo è l'au-

spicio. Visto la volontà di dirottare ad altri fini le risorse del Mezzogiorno, l'idea di poter vedere il complemento dell'intera arteria potrebbe rivelarsi un pio desiderio. Ne versano in condizioni migliori le litoranee tirrenica e ionica. Ne sa qualcosa chi affronta il calvario di un viaggio quotidiano a Catanzaro per ragioni di lavoro. Ma almeno è consapevole di quanto lo aspetta. Per il malcapitato turista costretto a lunghe file sotto il sole è ancora peggio. Se si spulcia la gazzetta ufficiale della regione, però, si scopre che solo nel corso di quest'anno l'Assessorato regionale ai trasporti ha deliberato a favore di aziende private di trasporto per acquisto di autobus qualcosa come sette milioni e mezzo di euro: 670mila euro alle Autolinee Scura, 2,6 milioni all'Amc di Catanzaro e 2,5 milioni all'Atam di Rc, tanto per fare un esempio. Possibile che non si trovi mai qualche spicciolo per finanziare il collegamento ferroviario tra l'aeroporto di Lametia Terme e la stazione ferroviaria, che consentirebbe un collegamento rapido e veloce con le città capoluogo?»

Franco Corbelli attacca a testa bassa il marketing di un’azienda di trasporti che salta la Calabria

SOTTO LA LENTE

«Infame quel “ponte” virtuale tra Salerno e Messina»

Ma Roberto Occhiuto non sarà mica che s’è pentito del “passo”?

COSENZA —Sul sito dell'Anas si leg-

ge che l'autostrada A3 Salerno - Reggio Calabria rappresenta la principale arteria di scorrimento che collega la Sicilia e le estreme regioni meridionali tirreniche alla grande rete autostradale europea allacciandosi al Corridoio 1 che collega Palermo a Berlino. Per chi ha l'avventura di servirsene risulta arduo credere che quella che sta percorrendo sia veramente una delle più importanti arterie d'Europa, dovendo sobbarcarsi a estenuanti gimkane e lunghissimi tratti a corsi unica per i lavori secolari in corso. La stessa Anas avverte che con l'arrivo dell'estate, l'inevitabile aumento del traffico anche nei tratti autostradali interessati dai lavori rischia di creare notevoli rallentamenti alla circolazione. Per rendere più evidente questa lapalissiana verità è stato predisposto un calendario dei giorni critici che, grosso modo, coincidine con i week-end di luglio ed agosto. Questo, unitamente e alle serie di iniziative «predisposte per ridurre al minimo i disagi per gli utenti» difficilmente riusciranno a ridurre i disagi per gli automobilisti. "Per fortuna" ogni anno si autolimitano, ed ora vi è una intensa campagna pubblicitaria che invita a evitare del tutto la Calabria ed imbarcarsi direttamente a Salerno per arrivare in Sicilia. Si è così creata una incresciosa situazione che rischia di provocare un danno irreversibile per la Calabria, esclusa da qualsiasi finanziamento per le cosiddette autostrade del mare, esclusa dall'alta velocità ferroviaria. Risulta quasi inevitabile che essa venga bypassata e dal traffico e dal turismo, con un ulteriore danno economico per l'intera regione. Quello che risulta ancora più intollerabile è che lo spot venga ripetuto dalle stazioni Rai, dimenticando che anche i calabresi pagano il canone ed il servizio pubblico non può

Franco Corbelli

essere utilizzato per penalizzare un'intera regione. In merito a questa iniziativa pubblicitaria che unisce la beffa al danno, è intervenuto il leader del Movimento Diritti Civili, Franco Corbelli. In una comunicato diffuso ieri si denuncia quella che definisce «a ingiusta, vergognosa e devastante (per il turismo) campagna di demonizzazione della Calabria e nella fattispecie della Salerno - Reggio Calabria, addirittura anche attraverso spot pubblicitari radiofonici, di una nota società di trasporto marittimo (che opera anche nello Stretto di Messina!), in onda su importanti media nazionali (RadioRai) che invitano ad evitare l'autostrada A3 (e la Calabria), a imbarcarsi a Salerno e a sbarcare direttamente a Messina». Corbelli critica questa «ingannevole, dannosa, catastrofica pubblicità» e ieri mattina per smentire, prove alla mano, questo messaggio anti-Sa-Rc, ha effettuato un sopralluogo in diversi tratti calabresi della A3 e ha «potuto verificare la normale percorribilità della stessa

autostrada». Corbelli addebita «lo spaventoso calo di presenze turistiche nella nostra regione anche a questa criminalizzazione della A3 e della Calabria» e si chiede «perché la Regione non sia ancora intervenuta per denunciare questo attacco». «Come può la Calabria sperare di attrarre flussi turistici se, proprio in piena stagione estiva a parte l'oramai noto, costante refrain mediatico nazionale sulla pericolosità e intransitabilità della SaRc, si arriva addirittura a fare spot pubblicitari su media di grande diffusione nazionale (come Radiorai), da parte di una nota società di trasporto via mare che tra l'altro opera (paradossalmente) anche nello Stretto di Messina, invitando i turisti ad evitare l'incubo della A3 e ad imbarcarsi direttamente a Salerno e sbarcare a Messina? Possibile che nessun amministratore regionale abbia protestato contro questo ennesimo attacco alla Calabria? Possibile che nessuno abbia denunciato questa strumentalizzazione, smentito questa falsità, nessuno che si sia preoccupato di fare una semplice verifica sulla A3 per dimostrare l'infondatezza di queste accuse? Diritti Civili ha voluto compiere un sopralluogo sulla Sa-Rc e ha potuto verificare come l'autostrada (con pochissimi mezzi in circolazione) non sia affatto in questo periodo un incubo, sia perfettamente transitabile, nonostante i lavori in corso, solo qualche piccolo rallentamento, certamente inferiore a quello di altri tratti autostradali di altre regioni in questi stessi giorni. È una autostrada, l'A3, con i suoi noti, vecchi problemi, come tante altre nel Paese. Allora perché accanirsi solo sulla Sa-Rc? Perché sparare solo sulla Calabria? Perchè invitare i turisti addirittura ad evitare la nostra regione, scegliendo la via del mare Salerno-Messina?».

Diciamoci la verità, una volta per tutte. Dalla vittoria del centrosinistra in poi alla Provincia di Cosenza il palcoscenico della politica regionale ha perso di vista Roberto Occhiuto. Non è una notizia da niente perché è opinione diffusa che il giovane deputato Udc rappresenta una delle poche risorse “local” che ci possiamo permettere, di questi tempi. Ma quel maledetto palcoscenico provinciale ha giocato un brutto tiro perché dalla sconfitta di Gentile in poi Occhiuto ha necessariamente preso la via di Roma mantenendo distanze anche aristocratiche con quanti lo vanno tirando per la giacca ora di qua, ora di là.

di Domenico Martelli

Farò “solo” il deputato, ha detto a chiare lettere. E il punto è proprio qui, o se preferite è questa la perdita. Non sapremo mai dalla sua bocca la verità (nascosta) del movente che ha costretto l’Udc a schierarsi con il Pdl a Cosenza. Nel mentre Tabacci e Casini fanno altri discorsi in giro per l’Italia. Il segreto lo conoscono Roberto Occhiuto, Gino Trematerra e Pierferdinando Casini. A noi rimane l’amara consapevolezza d’aver guadagnato un “solo” deputato e d’aver perso invece un probabile (ottimo) candidato per la presidenza della Regione che verrà. Ai lettori se c’abbiamo guadagnato o perso.

MEDIATAG RICERCA SU COSENZA Per il lancio di nuovi prodotti editoriali su Cosenza e provincia selezioniamo

AGENTI PUBBLICITARI (ambosessi) per la seguenti zone:

Cosenza città, Cosenza area Jonio, Cosenza area Tirreno Inviare dettaglio curriculum a info@mediatag.it. Trattamento economico di sicuro interesse.

• • •

Costituirà titolo preferenziale possedere una laurea in marketing, scienze delle comunicazioni o relazioni sociali. L’anticipo provvigionale sarà in grado di soddisfare le candidature più qualificate. Inquadramento Enasarco

Per un appuntamento selettivo gli interessati possono inviare il proprio curriculum al seguente indirizzo di posta elettronica:.......................................................... info@mediatag.it oppure al numero di fax: ............................................................................................. 0961.903421 o per posta indirizzata a: ..... MEDIATAG SPA - Loc. Serramonda 88040 Marcellinara (Cz) I dati contenuti nel curriculum verranno trattati esclusivamente ai fini della selezione del personale. La presente ricerca è estesa a persone di entrambi i sessi ai sensi della legge 903/77


il Domani Lunedì 20 Luglio 2009 23

COSENZA COSENZA — Alla fine la grande ris-

sa nel Pd alla calabrese ha la fortuna di consumarsi su grande scala e non piuttosto nello stadio sotto casa. Ci rimetterà chi parla per solito in dialetto e ci guadagnerà invece chi è capace di fiutare spessori sofisticati e interregionali. Ma tant’è, alla fine poi la sostanza quella è. Se le daranno di santa ragione. Quasi d'incanto arriva infatti il congresso nazionale a spalmare su temi “altri” e più “alti” una scazzottata che invece ha origini più viscide e legate alle cose più proprie di questa terra. E che andava fatta presto o tardi solo che adesso c’è da inserirsi in un contesto per forza più grande, nazionale. Una fortuna per chi rischiava di rimanere impantanato nel fango di casa. Una maledizione per chi sperava di sbrigare le ultime faccende prima di rilanciarsi con forza. Un rischio e un'opportunità per tutti alla fine perché sarà il congresso a decidere la sorte di tutti e non ci puoi fare niente. Non è proprio testa o croce, perché un favorito c'è e si vede. Ma è poco più che una roulette russa e non c'è niente da fare, occhi chiusi e che Dio la mandi buona. Chi si trova intanto in vantaggio in materia di bottiglie da stappare è già da subito Agazio Loiero. A tratti lo ricordiamo strategicamente costipato in un angolo tra Marco Minniti a guardarlo freddo, Nicola Adamo a fargli la guerra e Peppe Bova a mettergli il consiglio regionale contro. Erano tempi assai duri per il governatore della Regione Calabria che pure ha superato le intemperie con furbizia tipica di chi nei giorni assolati si posiziona per solito sotto un albero a Copanello di Stalettì. Un po’ per sua innata abilità e molto invece perché le dinamiche nazionali hanno preso altre vie gli si è aperta progressivamente un’autostrada davanti. Se a fine settembre non gli si mette contro la coda avvelenata della stagione Why not per lui il futuro sorride più del passato. Il punto di non ritorno, o se preferite la maledizione sul capo dei cospiratori di Agazio, la candidatura di Franceschini al congresso del Pd per la segreteria nazionale. Non se l'aspettava quasi nessuno nel senso che i più ormai lavoravano per trattare spazi di buonuscita dentro un’unica e condivisa candidatura. Al più qualcuno dei “nostri” sperava in un trattamento “senza prigionieri”, una resa condizionata. E invece niente nel senso che Franceschini ha finito per sparigliare le carte a tutti. Candidandosi ha fatto esplicito riferimento alla continuità lasciata da Veltroni, una sorta di Pd che con lui ce la mette tutta pur di non tornare nelle mani del “baffo”. Una trappola per Marco Minniti e Nicola Adamo. Una gabbia perché un conto era Veltroni senza ostacoli, e lì i nostri erano convintamene veltroniani della prima ora. Altro è invece stare nella “continuità” dalla parte di Franceschini. Che non solo ha un candidato, anzi due, da fronteggiare ma indossa pure la maglietta dello sfavorito. Troppo tardi per il duo Minniti-Adamo. Dopo aver voltato le spalle e la faccia a Massimo D'Alema si sono scavati una fossa nei confronti di Pierluigi Bersani. Gli rimaneva semmai Ignazio Marino ma di fare battaglia ai teodem

Da sinistra, Nicola Adamo, Agazeio Loiero, Peppe Bova, Marco Minniti e Mario Oliverio

Minniti, Adamo e Bruno da una parte e Loiero, Bova e Oliverio dall’altra. È partita vera

Pd, la griglia è quasi pronta Ecco come si schierano i big come ultima chance della carriera politica con un fiore in bocca gli è sembrato pochino come buonuscita. Con Franceschini per forza allora pena semmai il prepensionamento forzato anche perché D'Alema è stato chiaro nel corso del suo giro elettorale a Castrovillari prima e a Cosenza poi. In campagna elettorale siamo tutti compagni e stringo le mani che devo stringere ma porto con me l'elenco di quelli che sono saltati sul carro di Veltroni, questo il concetto. Con Minniti e Adamo dalla parte (forzata) di Franceshini ad Agazio Loiero sono finanche cresciuti i capelli dalla gioia. Un rigore a porta vuota. Può anche sbagliarlo ma deve scivolare o sbagliare i tacchetti delle scarpe. Tanto è vero questo che la lista “meridionale” e magnogreca a scopo ricattatorio che minacciava di gettare in pista per far paura al Pd ha cominciato a prendere le pagine politiche della grande stampa nazionale. I lettori più distratti non sanno forse che è proprio quando si finisce sul “Corriere della Sera” che si sta certificando una cosa che poi non è quella a cui si sta lavorando veramente. Agazio Loiero sta al partito del Sud come un elefante in una cristalleria e questo per più motivi. Intanto perché il suo vero scopo è stato ed è quello di farsi ricandidare dal Pd. Poi, semmai, di mettere

in campo una lista ad hoc che faccia solo finta di avere scopi meridionalistici e invece mira ad ispirarsi al suo strettissimo e consolidato potere territoriale. Loiero nei tempi duri della sua permanenza nel Pd s'è trovato così chiuso in un angolo che a qualcosa doveva pur pensare per il futuro. Mica si può tenere uno come lui piccolo e malacupato in una stanza chiusa. Ma la candidatura di Franceschini gli è valsa come una tempesta di vento che gli ha spazzato dalle scatole le nuvole nere. Se vince Bersani come è assai probabile e come del resto sanno bene quelli che oggi si rincorrono nei comunicati, tra Agazio e la nuova presidenza c'è rimasto solo Peppe Bova. Che guarda caso sta con lui perché non gli è parso vero di togliersi dalle scatole Marco Minniti. Per la verità Bova sperava che Nicola Adamo fosse della partita ma massimo D'Alema su questo punto è stato secco e severo. Bova sta anche tentando di creare le carte istituzionali per una ricandidatura di Loiero ma non c'è fretta e soprattutto, nessuna preoccupazione. Più delle primarie di plastica, per legge o per diletto, conta il congresso ormai. Se Bersani alza la coppa non c'è più spazio per gli esclusi e da lì in poi rimane troppo poco tempo per cerare un'alternativa seria ad

Agazio Loiero. Lo sa bene questo superMario Oliverio, sornione e determinato “ripresidente” della Provincia di Cosenza. È rimasto in silenzio ma non a guardare quando il Pd rauco e spuntato di Cosenza gli ha alzato la voce in sua assenza ma non per questo ha subito il colpo. Tutt'altro. La sua visione ampia della nuova sfida politica è nota a tutti, a questo punto. Il secondo tempo dell'amministrazione provinciale contiene a sua volta due missioni da portare a compimento. Intanto esaltare fisicamente Cosenza e le sue istanze economiche e territoriali al centro del tavolo del Por 2007/2013, se Tremonti ne lascia un pezzetto ovviamente. E poi, appunto per questo, partecipare alla riscrittura del Pd calabrese su basi più solide e più eticamente esponibili. Un progetto ambizioso che non a caso ha suscitato subito allarme tra i compagni di casa nostra tanto più che a portarlo avanti si candida uno che in materia di consensi popolari ha fatto un figurone di recente. Oliverio mina vagante e in espansione all'interno del nuovo Pd che inevitabilmente si va profilando da qui all'autunno di Calabria. Questo lo scenario. Anche lui, superMario, ovviamente dalla parte di Bersani. Il “vecchio” che torna per riformare un

“nuovo” che sa di niente. O se preferite il vero start del Pd, fin qui solo false partenze. Occorre un partito che però abbia la forza del consenso popolare (Mario Oliverio), della struttura burocratica gestita ad arte (Agazio Loiero e Peppe Bova), ma anche tessere e pane e mortadella da veri militanti (Carletto Guccione). C'è anche lui ovviamente nella cordata, s'è capito bene questo. Non meritava un po’ di tempo fa l'uscita dall'ultima segreteria ds senza ruota di scorta. L'inganno lo ha colpito alle spalle ma ora le ha fatte più larghe e si difende bene. In silenzio è rimasto quando gli altri sbraitavano d'aver portato acqua al mulino di Oliverio salvo poi, quando contava davvero, lavorare nell'ombra. Non è un mistero il suo progetto riformatore e i passaggi fin qui sono sotto gli occhi di tutti. Compagno di strada fino a un certo punto anche Sandro Principe che ha però qualche incombenza in più rispetto a Guccione e rispetto a molti altri. Ha una legge sulla ricerca da far passare in consiglio e di scazzottarsi proprio adesso né gli va, né gli conviene. Detto questo tutti sanno dove gli batte il cuore se metti Nicola Adiamo da una parte e Mario Oliverio dall'altra. Certo, c'è un rapporto con Loiero da ricostruire ma non da buttare nell'immondizia. I rimedi non mancano. C'è una vecchia stima con Marco Minniti ma poi nulla più. Principe dalla stampa quotidiana è stato prematuramente tirato per la giacchetta e piazzato nella squadra di Franceschini ma è una forzatura. Non ne ha assolutamente alcuna voglia. Ufficialmente non ha deciso ancora ma in realtà sta aspettando la scusa giusta per posizionarsi dove sa lui. Dove si sente di casa. Va tenuto sospeso, per ora. Ma è solo un vizio di forma a tenerlo in mezzo al guado. Giusto dove si trova, dall'alto del Continente appena conquistato, Mario Pirillo. Anche qui note affrettate dalle rotative quotidiane lo hanno collocato dalla parte di Dario il segretario (attuale). Ma non si è mai pronunciato davvero mister oltre centomila voti. Il suo rapporto stretto con Agazio Loiero fin qui qualcosa conterà pure, alla grande conta finale. Così come le prospettive stesse che si vanno aprendo di qui in avanti. E si sa che Pirillo non ama per professione stare dalla parte che ha più probabilità di perdere. A differenza di Minniti e Adamo lui può scegliere fino alla fine da che parte stare e siamo certi che sceglierà dopo aver ben ponderato tutte le soluzioni. La furbizia non gli manca di certo. Marco Minniti, Nicola Adamo, Franco Bruno, Franco Laratta (tanto per fare qualche nome) da una parte. Agazio Loiero, Peppe Bova, Mario Oliverio e Carlo Guccione dall'altra. Il resto sono figure accessorie anche importanti ma non decisive eccezion fatta per Principe e Pirillo che non hanno ancora sciolto le nebbie. La partita è tutta qui, se vi pare. Non entusiasma poi né il parterre né la posta in gioco “romana”. Esalta invece il fatto che stavolta chi vince vince. E chi perde perde... Domenico Martelli


il Domani Lunedì 20 Luglio 2009 25

COSENZA COSENZA — Riceviamo e pub-

blichiamo integralmente, ai sensi dell’articolo 8 della legge 47/1948 la richiesta di rettifica dell’avvocato Antonio Ciacco, capogruppo di Italia dei valori al consiglio comunale di Cosenza nonché difensore di Maurizio Feraudo, capogruppo di Idv al consiglio regionale, in merito all’articolo intitolato “La doppia morale di Idv, partito di lotta e di governo”, pubblicato sul numero del Domani della Calabria dello scorso 19 luglio a pagina 27... «Ho l'orgoglio di difendere le ragioni di un autentico galantuomo. Pertanto, nella mia qualità di difensore dell'avv. Maurizio Feraudo, capogruppo di Italia dei Valori nel Consiglio regionale della Calabria, Vi chiedo di pubblicare la presente rettifica ai sensi dell'art. 8 L. 47/48. L'articolo dal titolo "La doppia morale di Idv Partito di lotta e di governo…" a firma r.c. pubblicato a pag. 27 dell'edizione odierna (19 luglio 2009) del Vs. quotidiano contiene delle macroscopiche inesattezze che meritano di essere smentite e rettificate. Nella parte in cui viene ripercorsa, in maniera molto confusionaria per dire il vero, la vicenda giudiziaria di cui è rimasto vittima il Consigliere regionale Maurizio Feraudo, contrariamente a quanto si afferma nell'articolo, il Gip di Cosenza non ne ha archiviato la posizione "perché sulle ricevute sta scritto «visto e accertato l'avvenuto regolare espletamento delle missioni ne propone la liquidazione»" , e nemmeno risponde a verità la circostanza secondo cui "non è del tutto escluso che la procura della Repubblica di Cosenza COSENZA — Anche la ‘ndrangheta

fa cassetta. E non è una battuta. Ci si vuol riferire solo all’emersione del fenomeno mafioso calabrese nell’attenzionedei media e, si spera, dell’opinione pubblica. Dapprincipio fu “Fratelli di sangue”, scritto a quattro mani dal giornalista italo-canadese Antonio Nicaso e dall’allora sostituto procuratore di Reggio Calabria Nicola Gratteri per i tipi della Pellegrini. Un caso editoriale, scritto per scommessa nella più totale disattenzione dell’editoria nazionale, che spaccò più volte gli stock dell’editore cosentino prima di essere acquistato da Mondadori. Siccome le squadre e le formule vincenti non si cambiano, adesso tocca a “‘Ndrine, sangue e coltelli”, edito sempre da Pellegrini, continuare l’opera di scavo e di approfondimento nella criminalità calabrese. Il successo di questo volume (che annovera, oltre ai già citati due autori, anche la firma di Valerio Giardina, ufficiale dei carabinieri) è testi-

Pubblichiamo la rettifica dell’avvocato Antonio Ciacco in merito a un articolo pubblicato dal Domani

«Feraudo ne è uscito pulito» «La vicenda giudiziaria che ha coinvolto il consigliere regionale di Idv è chiusa»

Maurizio Feraudo

non abbia provveduto, o lo stia facendo, a presentare appello contro l'archiviazione". Ed infatti: 1) la Procura della Repubblica di Cosenza, a seguito di più denunce presentate presso più Uffici giudiziari da due ex collaboratori che il Feraudo aveva allontanato dalla sua struttura, ha sottoposto quest'ultimo a rigorosa ed approfondita indagine, durata ben 10 mesi, con l'ausilio di sofisticati strumenti di indagine, ricorrendo finanche ad intercettazioni telefoniche ed ambientali, per le ipotesi di reato di concussione, falso e truffa; 2) l'indagine si è conclusa con

la richiesta di archiviazione avanzata in data 31 ottobre 2007 dalla Procura della Repubblica di Cosenza per la gravissima ipotesi di reato di concussione, mentre per le residue ipotesi di reato di truffa e falso gli atti sono stati rimessi al Tribunale di Reggio Calabria, competente per territorio; 3) la richiesta di archiviazione per il grave ed infamante reato di concussione, motivata con la totale assenza di elementi a sostegno delle ipotesi accusatorie, è stata accolta dal Gip del Tribunale di Cosenza con decreto del 28 gennaio 2008. Nel provvedimento di archiviazione si da atto che gli accusatori hanno agito per motivi di rancore nei confronti del Consigliere regionale di Italia dei Valori per essere stati allontanati dalla struttura; 4) la Procura di Cosenza, contrariamente a quanto da Voi affermato, non ha presentato nessun appello né è possibile che "lo stia facendo", e ciò per il solo ed elementare motivo che se la Procura della Repubblica

La presentazione dell’ultimo volume di Nicaso e Gratteri

’Ndrine, sangue e coltelli a San Marco moniato dalle numerose manifestazioni pubbliche in cui autori ed editore sono stati chiamati a presentarlo. Tra cui quella svoltasi sabato scorso a San Marco Argentano, nei locali del Piccolo teatro Urbano II. Alla manifestazione, presentata dalla giornalista Annalia Incoronato, hanno partecipato Domenico Bloise, il presidente regionaledell’ Unpli, (Unione nazionale dellepro loco d’Italia), Alessandro Bosco, presidente della pro loco di San Marco Argentano e, naturalmente, i protagonisti di quest’ultima impresa editoriale: quelli presenti e vicini, come l’attuale procuratore aggiunto di Reggio Calabria, Nicola Gratteri e l’editore Walter Pellegrini, e quelli lontani, come Antonio Nicaso, che ha partecipato al dibattito in

videoconferenza da è stato in collegamento diretto da Middlebury Vermout in Canada, dove vive. Vari gli argomenti toccati nel corso della serata. Da segnalare un dato importante su “‘Ndrine, sangue e coltelli”: è il primo volume di una serie dedicata alle specifiche realtà della ‘ndrangheta. In questo caso, a quella cosentina. Cioé alla criminalità di una provincia spesso sottovalutata sotto questo aspetto e considerata “babba”. Significative, a tal proposito, alcune affermazioni di Gratteri sulle nostre realtà giudiziarie: «Spesso i tribunali di Cosenza e di Catanzaro si sono segnalati in negativo, avendo consentito lo scarceramento dei mafiosi per insufficienza di prove». È babba la città o chi avrebbe dovuto, in certi frangenti, difenderla?

di Cosenza avesse ritenuto sussistente l'ipotesi di reato che era stata cucita addosso al Feraudo, non avrebbe certamente avanzato richiesta di archiviazione ma più semplicemente richiesta di rinvio a giudizio. Quando mai un soggetto che ha richiesto l'archiviazione rispetto a una ipotesi di reato potrebbe, poi, presentare appello contro la richiesta da essa stessa avanzata? 5) Non solo la Procura della Repubblica di Cosenza ha richiesto l'archiviazione per la grave ipotesi del reato di concussione, ma ha richiesto il rinvio a giudizio, poi accolto dal Gip, per il reato di millantato credito nei confronti di qualcuno che si era prestato a supportare i denuncianti nel complotto ordito a danno del Feraudo. Il relativo procedimento è pendente dinanzi al Tribunale di Cosenza; 6) la Procura della Repubblica di Cosenza sta accertando se sussiste, a carico di coloro che avevano denunciato il Feraudo, l'ipotesi del reato di associazione per delinquere finalizzata alla calunnia e alla diffamazione. Ciò per il fatto che i denuncianti sicuramente non hanno agito autonomamente, ma insieme ad altri e nel contesto di un disegno ben preciso che aveva come obiettivo quello di determinarne la sospen-

sione dalla carica istituzionale di Consigliere regionale; 7) Contrariamente a quanto da Voi affermato, contro la sentenza di proscioglimento emessa in data 15 novembre 2008 dal Gip di Reggio Calabria per le residue ipotesi di truffa e falso, non vi è alcuna "richiesta di appello da parte della Procura di Cosenza". Nessuna "storia contorta" dunque, ma solo la ricostruzione alterata dei fatti. E non si comprende per quali motivi. Il dato inconfutabile che ne emerge, al contrario di quanto da Voi palesato, è che a seguito delle rigorosissime, serrate ed approfondite indagini sulla persona del Consigliere regionale Maurizio Feraudo e sulle sue attività, che hanno riguardato anche i suoi familiari, i suoi collaboratori e i suoi amici, egli ne è uscito assolutamente "pulito". Questo basta per restituire a Maurizio Feraudo quella serenità che compensa i brutti momenti vissuti e le torbide tresche ordine a suo danno e alle sue spalle. Questo basta per convincere ancor più tutti noi del suo perbenismo, che non sarà mai adombrato nè messo in discussione da chicchessia. Si lascia ai lettori ogni considerazione e valutazione». Cosenza, li 19 luglio 2009 Avv. Antonio Ciacco

Turismo, la Rai risponde a Loiero «Nessuna ingerenza della politica» COSENZA — Si apre un nuovo fronte polemico sul versante dell’informazione. Forse, a testimonianza di un rapporto sempre meno facile tra la classe politica e il mondo dei media. La polemica questa volta è sorta tra la Rai e la giunta regionale, in merito alle vicende del settore turistico e della sua crisi. «No all’ingerenza dei politici nell’informazione». Così il Cdr della Tgr Rai Calabria replica al presidente della Regione, Agazio Loiero che sabato si era rivolto al presidente della Commissione di vigilanza, Sergio Zavoli, lamentando «attacchi ingiustificati” da parte della testata «alla Giunta regionale ed al suo presidente senza permettere un contestuale

contraddittorio». «Il presidente Loiero -sostiene il Cdr- non si sottrae all’abitudine bipartisan di certa classe politica di valutare l’operato dell’informazione, e della Rai in particolare, secondo un proprio personalissimo criterio di giudizio: è attacco personale qualunque notizia o servizio che appaia sgradita ai padroni del vapore. Atteso che nelle successive edizioni del Tg l’assessore regionale al turismo ha avuto tempo e spazio per confutare la tesi della crisi del settore, respingiamo con forza questa tesi complottistica e ispirata a dietrologie infondate che mira a condizionare, in vista forse delle prossime elezioni regionali, la redazione della Tgr».


il Domani Lunedì 20 Luglio 2009 25

PROVINCIA DI COSENZA CARIATI Un direttivo controverso che ha registrato la spaccatura con il segretario già evidenziata all’indomani del risultato elettorale provinciale

Pd, chieste le dimissioni di Fausto Sero Il giallo della nota stampa e le precisazioni di Filareti: «Per settembre ci sarà il ricambio al vertice» CARIATI – Presa d’atto della scon-

fitta personale del segretario Fausto Sero alle ultime elezioni provinciali e conseguente richiesta di dimissioni dello stesso Sero dalla carica che attualmente ricopre di segretario del Pd. E’ quanto sarebbe realmente accaduto, nei giorni scorsi, nella riunione del direttivo del Pd cariatese, ospitata nei locali (provvisoriamente trasferitisi) di una nota pizzeria, in contrada Muraner. La riunione del direttivo era stata fissata proprio a seguito delle diverse richieste di chiarimento interno e per condividere una necessaria analisi del risultato elettorale provinciale per Fausto Sero, candidato alla carica di consigliere. Nel corso dell’incontro, al quale ha preso parte lo stesso segretario Pd Sero, è stata sottolineata e ribadita anzi tutto l’ammissione della propria sconfitta personale e non del partito, dichiarata alla stampa dallo stesso Sero, all’indomani dello scrutinio. Ammissione resa quindi pubblica, riportata su diversi siti Internet e mai smentita dall’interessato, se non un paio di settimane dopo. Dal direttivo è quindi emersa, nei confronti di Fausto Sero, la richiesta di prendere atto chiaramente di quanto già dichiarato e, in sostanza, di mettersi da parte, riorganizzando la stessa segreteria. A confermarlo, tra l’altro, sarebbero diversi membri dello stesso direttivo i quali non avrebbero neppure con-

IN BREVE

diviso il contenuto di un comunicato stampa, diramato in tutta fretta, dallo stesso Sero, subito dopo la citata riunione e che dava una versione del tutto diversa da come realmente andati i fatti. Pare, che nella stessa riunione, il direttivo abbia richiesto, invano, la convocazione dell’assemblea degli iscritti. In ogni caso, un nuovo comunicato, su come effettivamente svoltasi la tormentata riunione di dirigenti del Pd cariatese, divenuta a questo punto un mistero, è stato diffuso nella giornata di sabato, a firma di un membro del

direttivo, Vincenzo Filareti. In esso, tra le altre dichiarazioni, seppur in modo soft, si auspica, per settembre, un ricambio di uomini e d’aria nei vertici locali del Pd. Una cosa è certa, c’è maretta nel Pd cariatese, proprio attorno al nome di Fausto Sero. E anche questo secondo comunicato, successivo a quello del segretario e che dipingeva un partito compatto soddisfatto del voto ed unito su tutto, lascia chiaramente intendere che qualcosa non è effettivamente andata come qualcuno si sarebbe aspettato.

ROSSANO - Disagi di ogni tipo sulla tratta ferroviaria per Cariati Circa 200 persone stipate in condizioni incivili ed intollerabili, come profughi e clandestini nella stiva di una nave in mano a criminali dell’emigrazione. Con gente costretta ad entrare finanche nella cabina del macchinista, per trovare posto, si fa per dire. Disagi di ogni tipo, aria irrespirabile e situazione ad alto rischio in caso di qualsiasi emergenza. Per fortuna scampata. E’ stata, questa, la triste avventura dei passeggeri, paganti regolare biglietto, della littorina odierna sul tratto da Cariati a Rossano e viceversa, con fermata intermedia a Toscano, per consentire ai tanti eccezionali turisti di raggiungere agevolmente l’Acquapark di Rossano. La situazione si è già verificata in passato ed è ovviamente e purtroppo destinata a ripetersi per tutta l’estate. Si tratta del treno mattutino in partenza da Crotone per Sibari. D’estate, come è noto, questo mezzo effettua anche la fermata di Toscano, dopo Rossano, a servizio dell’Acquapark. Ed è qui che si verifica, infatti, il deflusso maggiore dei passeggeri all’andata e l’afflusso maggiore intorno alle Ore 18. Ovviamente, come ormai da copione, il treno in partenza da Crotone, alle Ore 9.04, arriva a Cariati già pieno, stracolmo, in ogni suo angolo. Oltre ai turisti, per lo più giovani, vi sono pendolari ed ambulanti. Tutti, col biglietto in mano, a patire –non certo da oggi- una delle più penose offese al diritto alla mobilità ed al senso stesso di piena cittadinanza italiana, sempre più disconosciuta, nei fatti, a quanti sono costretti a subire disagi straordinari per vivere lavorare e viaggiare nella normalità, in questo territorio di nessuno.

Quando l’estate si trasforma in moda

Corigliano, intesa tra Comune e l’unione dei coltivatori

ROSSANO - Il cuore del centro storico bizantino di Rossano, Piazza Steri, si appresta ad ospitare, il prossimo giovedì 13 agosto, un compleanno speciale: i dieci anni di “Estate in moda”, uno degli eventi di spettacolo e arte più noti, importanti e di successo della programmazione estiva cittadina e territoriale. Nato, nell’estate del 1999, da un’intuizione del suo giovane deus ex machina, il rossanese Fabio Zumpano, divenuto negli anni indiscusso art director dell’attesa kermesse ed oggi manager dell’omonima “Deco” (Allestimenti e Scenografia), il brand “Estate in moda” rappresenta oggi un oggettivo e prezioso valore aggiunto, soprattutto in termini di qualità e continuità, per l’intera offerta socio-

culturale estiva rossanese. La speciale decima edizione si annuncia così: forte non soltanto di una brillante esperienza acquisita ed apprezzata, di anno in anno, nelle principali piazze cittadine, ma anche con l’intima consapevolezza, condivisa da Zumpano e dal suo staff, di aver investito, con genio e coerenza, in una proposta ed in un prodotto culturale, geniale, originale, di successo. E’ per queste credenziali che “Estate in moda” è subito entrata a far parte dello stesso calendario estivo istituzionale, come iniziativa di volta in volta patrocinata dalle amministrazioni comunali cittadine, fino all’edizione 2009 che conferma tra i suoi partner ufficiali il Comune di Rossano. Tanti gli ospiti e gli arti-

CORIGLIANO - Si apre una prospettiva di collaborazione tra il Comune di Corigliano e l’Unsic di Acri. L’Unione Nazionale Sindacale Imprenditori e Coltivatori, provinciale di settore, sede di Cosenza, rappresentata da Carlo Franzisi, incontra il nuovo sindaco di Corigliano, Pasqualina Straface. L’intento è di arrivare ad una forma di partnership congiunta con l’obiettivo di valorizzare le culture legate al territorio ed ai prodotti tipici e di sviluppare l’area della Sibaritide, attraverso la realizzazione di eventi che siano una vetrina per le realtà produttive esistenti. Una di queste manifestazioni potrebbe essere, sicuramente l’Assaporagionando, il Salone dei prodotti tipici mediter-

CORIGLIANO - E’ tornato a riunirsi nelle ultime ore il Direttivo del Circolo del Partito della Rifondazione Comunista di Corigliano Calabro. L’incontro, al quale hanno partecipato numerosi giovani, è stato quasi interamente incentrato sugli ultimi avvenimenti che si sono verificati nel territorio comunale e comprensoriale, afferenti inchieste giudiziarie eclatanti che di fatto riportano nuovamente l’attenzione sulla cosiddetta “questione morale”. Maxi operazioni finalizzate al contrasto di presunte associazioni a delinquere di stampo mafioso, presunte truffe legate al “miraggio” dello sviluppo industriale nonché ai danni del sistema previdenziale. Questi i fatti al centro della cronaca locale, fatti che non possono che indurre ad una forte e pubblica presa di coscienza circa quanto sta accadendo in questa nostra

CORIGLIANO Il direttivo del partito si è confrontato sulle questioni giudiziarie del momento

ROSSANO Il centro storico bizantino si appresta ad ospitare il decimo anno della kermesse

sti che, in questi anni, hanno impreziosito quello che è ormai è diventato un appuntamento cult dell’estate di Rossano, da Maurizio Guerra nel 2004 con l’esposizione di gioielli giunta direttamente dal Vittoriano ad Emilio Schubert, da Gerardo Sacco a Katia Pasqua, per citarne soltanto alcuni. Coinvolgimento di professionisti ed artisti locali, partecipazione di tutte le fasce d’età con particolare attenzione ai bambini, musica, danza, scenografie, mostre; e ovviamente Lei, la protagonista: la Moda e quanti, decine e decine di modelli e modelle professionisti, anno dopo anno, l’hanno saputa interpretare, indossare, vivere, far sentire ed apprezzare ad un pubblico di tutte le età.

Rifondazione parla di questione morale città e rivolgere un invito alle forze dell’ordine ed agli organi inquirenti, nei confronti dei quali si rinnova la fiducia per il lavoro che si svolge sul territorio, affinché si continui ad indagare al fine di portare alla luce tutto ciò che d’illegale è stato o è tuttora perpetrato nel territorio, ai danni dei cittadini onesti e laboriosi, e si faccia la dovuta chiarezza su quelle che possono essere le “ombre”, le ipotetiche collusioni e complicità con i piani “alti” della società a tutti i livelli. La politica, infatti, non può limitarsi ad esprimere lo sdegno per quanto accade e, dopo poche ore, abbandonare il terreno della lotta alla mafie e all'illegalità diffusa,

lasciando così sempre più soli i magistrati, le forze dell’ordine, le donne, gli uomini, i giovani che rischiano ogni giorno la vita per il bene comune, per il perseguimento di un obiettivo: far rispettare la Legge. Dobbiamo decidere, insomma, cosa fare sul serio, se continuare a piangerci addosso o fare quadrato tutti insieme, ogni giorno, senza se e senza ma. Altrimenti, sarà solo sterile retorica. Poi, dopo l’ampio dibattito dedicato alle inchieste giudiziarie in corso di svolgimento a Corigliano e nella Sibaritide, sono stati affrontati anche altri argomenti afferenti l’attività politica che il Prc intende perseguire nell’im-

mediato futuro. Anzitutto, il Direttivo ha preso atto, con rammarico, della decisione di Lorenzo Fusaro di lasciare il partito, respingendo altresì con fermezza le critiche gratuite ed infondate espresse nei confronti del segretario provinciale Angelo Broccolo e dell’assessore regionale Damiano Guagliardi, ai quali si esprime l’unanime solidarietà. Il Partito, poi, ha discusso del progetto, attualmente dibattuto a livello nazionale, di unione delle forze che si rifanno alla sinistra e ai suoi valori, esprimendo apertura nei confronti del Pdci e di tutti quei soggetti della sinistra diffusa che operano anche nel nostro territorio.

ranei che, da diversi anni, ormai, raccoglie espositori provenienti da tutto il Meridione. La prospettiva è che Assaporagionando, quest’anno, si faccia a Corigliano. Dopo le passate edizioni svoltesi nella cittadina di Acri, la manifestazione enogastronomica e culturale, giunta alla sua nona edizione, potrebbe avere come location il suggestivo castello della costa jonica. “Assaporagionando”: assaporare ragionando. La manifestazione si caratterizza per l’esposizione e per la degustazione dei prodotti tipici meridionali; a ciò si uniscono momenti di approfondimento culturale, per lo spazio dedicato ai workshop tematici e all’incontro tra le parti sociali. Tuttavia, è stata evidenziata la necessità di dare voce a tutti quei cittadini che, pur non avendo alcuna tessera di partito e che non intendono iscriversi né al Prc né ad altre formazioni politiche, si ritrovano concordi su alcuni valori, ideali, principi, dando così vita ad un più vasto movimento d’opinione che intende sin d’ora coinvolgere le energie più fresche e giovani della società coriglianese nonché quanti hanno un bagaglio di competenze ed esperienze che intendono mettere al servizio della città per ri-costruire un percorso che utilizzi il linguaggio della gente e che abbia come obiettivo quello di riportare la politica alla sua funzione di “servizio”. In tal senso, il “Polo della Sinistra” si riunirà venerdì 24 luglio, alle ore 20, allo Scalo cittadino, ed invita a partecipare quanti sono interessati ad apportare il proprio contributo.


26 Lunedì 20 Luglio 2009 il Domani

PROVINCIA DI COSENZA CASTROVILLARI I vertici provinciali della Coldiretti si sono riuniti per discutere di diritti alle imprese e del riassetto dei consorzi di bonifica

Agricoltura e programmazione da rivedere Particolare attenzione alla tutela dei lavoratori italiani e stranieri e all’aspetto sociale CASTROVILLARI – Un ruolo centrale per le aziende agricole nella programmazione economica dei territori e dell’intera provincia cosentina, la riorganizzazione su base sia geografica che gestionale degli enti consortili territoriali, la tutela dei diritti dei lavoratori italiani e stranieri, con particolare riferimento alle politiche di inclusione sociale per gli immigrati: se ne è discusso a Castrovillari, nella sede della Coldiretti, in piazza Giovanni XXIII, alla presenza del presidente e direttore provinciale dell’associazione, Pietro Tarasi e Salvatore Loffreda, e di numerosi rappresentanti del mondo agricolo dell’area del Pollino. L’incontro di Castrovillari è servito a fare chiarezza sulle più recenti iniziative in favore delle imprese e dei lavoratori del settore – nate dalla sempre più proficua collaborazione fra Coldiretti e C.i.d.i.s. Onlus con le amministrazioni locali più lungimiranti ed avvedute –, ad illustrare i punti salienti in materia di sicurezza sul lavoro contenuti nel Decreto legislativo n. 81 del 2008 e a specificare i termini della nuova riorganizzazione degli enti consortili di bonifica territoriali. Introdotti da Giuseppe Gigliotti, segretario di zona del comprensorio del Pollino, tutti gli interventi hanno rimarcato l’importanza di questo incontro con le aziende agricole del territorio, da intendersi come una iniziativa mirata a dare risposte chiare ai problemi concreti delle realtà produttive e dei lavoratori, con un occhio di riguardo alle

Castrovillari

problematiche riguardanti la manodopera straniera, ormai essenziale per il buon funzionamento dell’intero settore. Si è quindi discusso di “Casa La Rocca”, una nascente struttura di accoglienza temporanea per i lavoratori agricoli immigrati. Un progetto (“Accogliere per integrare” ne è lo slogan davvero efficace) molto importante che ha sede a Cassano Ionio, dove per l’appunto è in fase di ristrutturazione in autorecupero (cioè con la partecipazione manuale di un gruppo di migranti) un immobile messo a disposizione dalla Curia arcivescovile. Casa La Rocca, come ha spiegato Maria Teresa Terreri, coordinatrice del progetto per il C.i.d.i.s. potrà

ospitare fino a un massimo di trenta persone e sarà provvista di posti letto e di servizi igienici, di una cucina comune e di una lavanderia, oltreché di spazi comuni per favorire la socializzazione degli ospiti. I lavoratori immigrati potranno restare nella casa per un periodo non superiore ai tre mesi (sei mesi solo in casi straordinari). Ma i servizi messi a disposizione dal C.i.d.i.s. associazione che opera su base nazionale ed europea per garantire diritti e pari opportunità alla popolazione immigrata, non si fermano all’accoglienza: in realtà sono già attivi – a Cosenza, Cassano Ionio, Castrovillari, Francavilla Marittima e Corigliano Calabro – sportelli di informazione,

orientamento al lavoro ed intermediazione abitativa; qui immigrati ed imprese possono trovare operatori esperti e mediatori linguistici in grado di informarli puntualmente su tutto ciò che riguarda domanda e offerta di lavoro, iter burocratici, corsi di specializzazione, ricerca di abitazioni. Che gli immigrati siano un aspetto importante della questione agricola nel vasto territorio che fa capo a Castrovillari e a Cassano Ionio, come pure nella provincia di Cosenza e in più in generale in Calabria, lo ha sostenuto senza mezzi termini Salvatore Loffreda, direttore della Coldiretti di Cosenza: «Gli immigrati sono una risorsa e un’opportunità, non un problema. A loro deve quindi essere riconosciuta e garantita tutta la dignità di lavoratori. E’ chiaro che iniziative come quella posta in essere dal C.i.d.i.s. in collaborazione con Coldiretti, l’amministrazione di Cassano Ionio e il Ministero del lavoro e delle Politiche Sociali, sono da salutare con il massimo interesse e il più incondizionato sostegno». Nel suo intervento, Loffreda ha poi posto l’accento sull’intervento, regolarmente approvato e finanziato, per il riordino della condotta irrigua nella Piana di Sibari. Un intervento per il quale il commissario straordinario del Consorzio di Bonifica Sibari Crati, Salvatore Gargiulo, ha già provveduto alla consegna dei lavori, e che in sostanza consentirà la sostituzione della condotta irrigua – del tutto obsoleta – con moderne tubazioni interrate che dalla diga di Tar-

sia serviranno l’intera Piana di Sibari. Per Loffreda è un atto importante «sia per quel che comporta in termini positivi per le varie aziende agricole interessate, si pensi alla ulteriore qualificazione del Distretto Agroalimentare di Qualità, che vede la Piana di Sibari al centro del suo territorio e che genera una grossa fetta del Pil agricolo calabrese dando peraltro lavoro a migliaia di agricoltori, e sia per quello che può e deve significare in vista della riperimetrazione degli enti consortili territoriali e di una loro più adeguata gestione». Un punto dolente, questo degli enti consortili, specie «se si guarda a come è stato gestito male negli anni il Consorzio di bonifica Sibari Crati, con il suo forte indebitamento (qualcosa come 40 milioni di euro: ora estinti, grazie all’azione di Coldiretti, per metà con stanziamenti regionali e per metà con l’impegno delle aziende del consorzio) e con scelte che non hanno prodotto nuova ricchezza, e per il quale bisogna pensare a una inversione di tendenza, ad una sorta di netta virata in termini sia gestionali sia culturali». Per Loffreda questa inversione di tendenza può essere determinata solo da una gestione del Consorzio affidata agli addetti ai lavori, a chi sa quello che deve fare e come farlo, a chi ha il polso della situazione e conosce i veri problemi del territorio e delle aziende agricole che vi operano». Via i politici e i burocrati, in altri termini, e largo a persone di riconosciuta competenza.


il Domani Lunedì 20 Luglio 2009 27

PROVINCIA DI COSENZA S. MARIA DEL CEDRO – Consiglio

comunale con colpo di scena. E, come ogni sorpresa che si rispetti, non poteva mancare la trappola ordita per scardinare l’avversario. Si è verificato a S. Maria del Cedro, nel corso del primo, importante consiglio dall’insediamento della nuova Giunta, in cui si doveva portare ai voti il bilancio preventivo 2009 e alcune proposte di modifica allo statuto comunale. I consiglieri di minoranza Francesco M. Fazio, Andrea Napolitano, Emilio Perri, M. Teresa Ruffo, Michele Farace hanno disertato la votazione e abbandonato l’aula subito dopo l’introduzione del sindaco Giuseppe Aulicino. Minoranza che fino a alle elezioni di giugno è stata maggioranza, che doveva aver approvato lo stesso bilancio oggetto di discussione in consiglio entro il 31 dicembre 2008, con rimando entro

S. MARIA Al momento del voto abbandona l’aula. E’ il documento stilato dalla passata maggioranza

La minoranza “scivola” sul bilancio il 31 maggio 2009, che, non avendo espletato l’obbligo di legge, ha costretto il Prefetto a un’ulteriore proroga di trenta giorni con diffida verso la nuova amministrazione e, in caso contrario, scioglimento del consiglio. Dopo le parole di Aulicino, che ha spiegato come in così breve tempo ci siano state poche possibilità di manovra, riuscendo a tagliare, però, le spese di funzionamento degli organi comunali di circa 51.000 euro rispetto al 2008 e le spese di allaccio alla rete idrica del 30%, il capogruppo di minoranza Napolitano ha chiesto la parola ed esposto alcune perplessità. Secondo la minoranza, dalla pre-

sentazione della relazione da parte del revisore dei conti al consiglio comunale non sarebbero trascorsi i tempi di legge, necessari alla verifica dei documenti e ad eventuali emendamenti, irregolarità che censura prerogative importanti per tutti i consiglieri. Nonostante l’invito del sindaco a rimanere e prendere parte alla discussione, che si riteneva ineludibile proprio perché la minoranza rappresenta l’amministrazione uscente, e nonostante i chiarimenti del direttore generale rispetto alle norme citate, cui non si poteva fare più riferimento vista la diffida del Prefetto, l’opposizione ha informato che

manderà ogni carta alla Procura della Repubblica e ha abbandonato l’aula tra la disapprovazione del pubblico. E’ seguita la reazione accalorata del neosindaco: “Non c’è limite alla mancanza di pudore! Siamo arrivati a luglio per loro dirette responsabilità, ci siamo trovati a dover fare in un mese ciò che loro non sono stati capaci di fare in sei mesi! Il loro tentativo è quello di far sciogliere il consiglio comunale, ma non ci riusciranno perché abbiamo recuperato i tempi. Un’altra trappola, quindi, come la lista civetta”. E ha continuato su questo tono, ricordando la questione depuratore, la disastro-

sa situazione finanziaria dell’ente, le ripetute osservazioni della Corte dei Conti negli ultimi anni, la drammatica situazione della S.p.A, una delle patate più bollenti lasciate in eredità dall’amministrazione uscente. Anche l’assessore Ugo Vetere ha rafforzato le parole del sindaco, dicendo che d’ora in avanti nessuno sconto sarà fatto alla minoranza, dopo l’irresponsabile comportamento tenuto in consiglio. Infine, quando il clima si è placato, la maggioranza sola è passata alla votazione degli altri punti all’o.d.g., che prevedevano modifiche allo statuto, in base a cui il presidente del consiglio potrà essere uno dei consiglieri eletti e il sindaco potrà nominare in Giunta consiglieri non eletti o semplici cittadini. Tania Paolino

SCALEA La riduzione della fornitura riguarda una serie di enti locali da cui la società della gestione delle acque avanza circa 120 milioni di euro

La Sorical taglia l’acqua a Scalea L’erogazione limitata provocherà certamente una serie di problemi alle numerose utenze presenti sulla costa SCALEA – “Nei prossimi giorni sarà

operata la riduzione della fornitura idrica al Comune di Scalea”. E’ quanto rende noto, attraverso un comunicato, la Sorical che “vanta crediti verso le amministrazioni per oltre 120 milioni di euro. Pertanto - aggiunge la nota - già nel mese di maggio la società ha provveduto a comunicare ad un primo gruppo di amministrazioni gravemente inadempienti la impossibilità di poter garantire il servizio in caso di prosecuzione nell’inadempienza al pagamento, preannunciando una possibile riduzione della fornitura idrica. Il 90% delle amministrazione destinatarie della comunicazione ha provveduto a sottoscrivere accordi che prevedono l’impegno a regolarizzare il rapporto, anche con rateizzazione del debito”. “Per il comune di Scalea - prosegue il comunicato - Sorical procederà alla, più volte preannunciata, riduzione della fornitura. La società è ben cosciente che le manovre di riduzione potranno comportare disagi ai cittadini nel caso in cui i Comuni interessati non saranno in grado di gestire in efficienza le proprie reti idriche. Si ricorda infatti che le perdite tecniche e amministrative, quali abusi e usi impropri, delle reti comunali sono elevate e aldilà di ogni ragionevole livello fisiologico. Ma di questo dovranno risponderne le rappresentanze municipali, responsabili di un’omissione reiterata negli obblighi di pagamento”. “Sorical - conclude la nota ha deciso di informare direttamente la popolazione interessata ripercor-

IN BREVE

Il comune di Scalea

Una storia che si ripete ogni anno. I comuni non saranno in grado di poter gestire in modo efficiente le proprie reti idriche

rendo tutto l’iter che ha portato a questa decisione. La Società auspica che le amministrazioni inadempienti possano tempestivamente regolarizzare il rapporto. In questo caso sarà prontamente ripristinato lo status quo precedente nell’erogazione idrica ai comuni”. Con l’acqua a singhiozzo nelle abitazioni e nelle strutture ricettive di Scalea ci sarà sicuramente una protesta da parte dei cittadini. Si creeranno non pochi disagi soprattutto in questi giorni del periodo estivo in cui le temperature sono molto elevate. Così ogni anno è sempre la stessa storia il Comune è moroso e Sorical riduce l’erogazione dell’acqua.

Terme, calo di presenze dovuto al ticket euro a testa per le sedute di fisioterapia o di kinesiterapia, per i fanghi e i bagni in acque sulfuree. Le Terme Luigiane costano care a chi vuole curarsi negli stabilimenti di Guardia Piemontese e non ha più diritto all’esenzione dal pagamento delle prestazioni. Questo è emerso in un’inchiesta portata avanti da un’emittente televisiva calabrese. E’ tutta colpa del ticket imposto dalla Regione che ha ristretto la cerchia di chi può beneficiare delle cure convenzionate offerte dalle Terme. Il risultato è che negli stabilimenti della cittadina del Tirreno Cosentino è stato registrato un consistente calo di presenze, calo che mette a serio rischio 220 posti di lavoro. I dipendenti degli stabilimen-

ti termali di Guardia Piemontese sono preoccupati e chiedono alla Regione di rivedere il provvedimento. “Nelle ultime settimane - spiega Gaetano Iusi del Comitato Lavoratori Terme Luigiane - abbiamo registrato un calo di circa mille presenze. Chi arriva e trova la spiacevole novità del ticket non è per nulla contento”. Il direttore sanitario, Stefania De Stefano, sottolinea le difficoltà legate ai pazienti provenienti da fuori regione che, privi delle necessarie certificazioni richieste in Calabria, finiscono per pagare tutti il ticket. “Nel resto del Paese - dice Stefania De Stefano - le cure termali sono in regime di convenzione e non si paga alcun sovrapiù. Qui da noi è differente e facciamo fatica a spiegarlo ai clienti”.

Martino Ciano

Emilia Manco

GUARDIA P. La crisi ha accentuato le difficoltà lavorative per i circa 220 operatori dello stabilimento

GUARDIA PIEMONTESE - Cinquanta

TORTORA - Depurazione, le perplessità della Pro Loco La Pro Loco di Tortora esterna le proprie perplessità in merito alla campagna Mare Pulito che ha portato in poche settimane al sequestro di ben undici impianti di depurazione nella sola fascia alto tirrenica. Sebbene l'azione sia stata vista come giusta e legittima ci si domanda: perché gli assessori di riferimento non rispondono o non prendono le difese del territorio? Perché la campagna giornalistica con il suo tran tran legittimo ma pur sempre martellante e prolisso, comincia sempre in questo periodo minacciando seriamente il flusso turistico regionale o del nostro comprensorio, che appare sempre più preso di mira? Ma soprattutto perché nonostante vi siano ben dieci mesi a disposizione, periodo nel quale questi problemi continuano imperterriti a manifestarsi e a creare sempre i soliti disagi, non si riescono a trovare delle soluzioni definitive? La preoccupazione logicamente si rivolge al brusco calo di presenze che si è già registrato tra Tortora e Praia a Mare nella prima quindicina di Luglio. Certamente non è solo l'ampolloso problema della depurazione che ha accentuato tale tendenza negativa, chi opera nel commercio infatti sa perfettamente che l'intera stagione turistica si svolge nei soliti venti giorni d'agosto, e che non si aspira purtroppo a grandi flussi di massa nel periodo di luglio. Ma resta il fatto che o si parli di mare solo sporco ma non inquinato, o di un atto delittuoso volontario verso l'ambiente e la salute dell'uomo, in troppi lamentano gli stessi problemi che si erano verificati lo scorso anno. Si vorrebbe scongiurare che a settembre, cioè a stagione ormai conclusa, tutto cada nuovamente nel dimenticatoio insieme alle promesse, alle richieste di ampliamento o nella disperata ricerca di soluzioni utopiche e forvianti che si dissolveranno come bolle di sapone ogni qualvolta il solito fetore o il solito colore torneranno alla ribalta. Tale appello, dunque, vuole sottolineare delle perplessità che più operatori del settore lamentano, a favore di una maggiore difesa di quella che è ormai l'unica azienda rimasta capace di sfamare questa terra arida, ossia il turismo.

Le terme

Amantea, rischia di annegare Salvata da un carabiniere AMANTEA– Si è sfiorata la tragedia ieri mattina in località Coreca, zona a sud di Amantea. Grazie al provvidenziale intervento di un carabiniere una donna è stata salvata dal mare ieri in condizioni veramente proibitive. Sarebbe sicuramente annegata se non fosse stato immediato il soccorso nel portarla a riva. I fatti si sono svolti verso la metà mattinata. Il mare si presentava difficile da affrontare, per onde alte anche due metri. Per tanti solo un bagno di sole. Invece qualcuno ha voluto avventurarsi, come una giovane signora che è stata risucchiata dalle onde, arrivando ad allontanarsi per oltre 400 metri dalla riva. La donna ha

segnalato più volte la sua difficoltà nel tornare a riva. È stata allertata la capitaneria di porto, protezione civile, carabinieri e la delegazione di spiaggia. Ma il tempo stringeva. Per cui un giovane carabiniere di stanza presso la locale caserma, ma in quel momento fuori servizio, con l’ausilio di una canoa è riuscito a raggiungere la donna e a portarla con sé a riva, senza non poche difficoltà. La donna ha ricevuto l’assistenza dei medici del 118, perché in forte stato di choc. Dopo le formalità di rito la donna è stata ricoverata presso l’ospedale civile di Paola Antonello Troya


30 Lunedì 20 Luglio 2009 il Domani

VIBO VALENTIA E CROTONE VIBO VALENTIA Nell’ambito delle operazioni programmate, tre esercizi commerciali sono stati chiusi e due cittadini stranieri denunciati per le gravi violazioni al Cds

Rafforzato il controllo alla circolazione Oltre 200 i veicoli fermati e 158 i punti decurtati sulle patenti, 136 gli accertamenti con etilometro VIBO VALENTIA — In concomitanza con l’inizio della stagione estiva e al fine di garantire un’estate sicura, la sezione della polizia Stradale di Vibo Valentia, ha rafforzato i servizi di controllo della circolazione stradale, ponendo particolare attenzione agli incidenti causati dall’abuso di alcol e sostanze stupefacenti, le cui sanzioni sono state riviste ed aggravate dal governo nazionale con l’ultimo decreto sicurezza varato ai primi di luglio. L’attività di vigilanza delle arterie viarie della provincia solo negli ultimi due week end, ha consentito di controllare 205 veicoli e 209 persone con la redazione di 48 verbali di trasgressione alle norme del Codice della Strada e la decurtazione di oltre 158 punti sulle patenti di guida. I controlli sul tasso alcolemico dei conducenti ha determinato il ritiro di 8 patenti ed altrettante denunce all’autorità giudiziaria per guida in stato di ebbrezza su un totale di 136 accertamenti con etilometro. VIBO VALENTIA — Dopo Golden house, dalla Procura della Repubblica parte un nuovo provvedimento di sequestro, di alcune ville che sarebbero state costruite abusivamente ed in zone a rischio a Vibo Valentia. «In pochi mesi dal suo insediamento - sottolinea in una nota l’esponente di Sinistra democratica, Pino Tassi - il procuratore della Repubblica Mario Spagnolo ha assunto provvedimenti di notevole importanza e significato. Invece l’amministrazione pubblica sonnecchia, disquisisce, tergiversa, fa finta di niente». Da questa prima considerazione, l’esponente politico della sinistra vibonese trae spunto per una più articolata analisi: «Il male oscuro del centrosinistra in questi anni, a Vibo Valentia e in Calabria, è stato - ad avviso di Pino Tassi - che si è pensato di amministrare raso raso, senza incisività, senza andare in profondità, a mettere mano nei bubboni putrescenti di questa città, di questa provincia e della Calabria. In quattro anni di giunte di centro-sinistra non si ricorda a nessun livello un atto dirompente di rottura con il passato, con le politiche e i metodi delle vecchie giunte di centro-destra». «Il Presidente Loiero non appena insediato, quattro anni fa - ricorda Tassi - chiese scusa, con una lettera al Corriere della sera, agli italiani per le condizioni pessime del mare e garantì interventi drastici sulla de-

La squadra di Polizia giudiziaria della Sezione, negli ultimi giorni, ha ancora effettuato controlli amministrativi in tutta la provincia vibonese ad attività dedite alla vendita e riparazione di veicoli. Per tre esercizi commerciali, rispettivamente a Ser-

ra San Bruno, Gerocarne e Limbadi, è scattata la chiusura in quanto privi o non in regola con le licenze, con deferimento all’autorità giudiziaria di 4 persone per esercizio di attività prive della necessaria abilitazione professionale. Sempre nell’ambito dell’attività di polizia giudiziaria della Sezione, un cittadino albanese, Z. F. di 45 anni, e uno rumeno di 43 anni, S. D., entrambi autotrasportatori, sono stati denunciati alla locale Procura della Repubblica poiché, vistosi contestare dagli agenti alcuni verbali al codice della strada per gravi violazioni effettuati alla guida dei loro mezzi in ambito autostradale, probabilmente adottando prassi in uso nei paesi di origine, hanno tentato di evitarli con offerte di denaro. Per entrambi è scattata la grave accusa di tentata corruzione, con sequestro delle banconote ed instaurazione di un processo penale che può comportare una condanna fino a tre anni di carcere.

Pino Tassi di Sinistra democratica plaude al procuratore di Vibo Spagnolo purazione. Oggi, nonostante i dati Arpacal, la situazione è ancora più allarmante. Da Pizzo, a Tropea, a Nicotera è un bollettino quotidiano di guerra sul mare sporco e le contestazioni dei turisti si fanno sempre più allarmanti. E invece di interventi drastici, risoluti, netti abbiamo Loiero e tutta la sua truppa di amministratori, ad iniziare dal nostro presidente De Nisi, che pensano solo a creare i Sistemi turistici locali, nuovi carrozzoni dove sistemare trombati e amici». E via con un altro drastico giudizio: «Stl di Vibo Valentia è un carrozzone elefantiaco con la presenza di oltre 100 soggetti tra amministratori, sindacati, associazioni. Già è iniziata la rincorsa per l’accaparramento dei posti nel prossimo consiglio di amministrazione e la lotta all’ultimo coltello per vedere a quale notabilato deve essere assegnato il posto di amministratore delegato. Il territorio, l’ambiente, il mare, il turismo, tutto si tiene per mano, tutto fa parte di un sistema globale». Pino Tassi passa poi a valutare l’operato del sindaco di Vibo Valentia: «In questi anni ha realizzato solo nove piani di lottizzazioni, per il resto solo parole e impegni vaghi mai realizzati. Dopo tre anni dall’alluvione

niente è stato fatto per risanare il territorio e per mettere regole chiare e stringenti. A Vibo Valentia e sulla costa si è continuato a costruire in ogni dove; la periferia di Vibo è una casba, le marinate versano in condizioni pietose, il lungomare, appena rifatto, frana dopo la prima pioggia, la tangenziale est è il simbolo di questo sfascio e di questo malcostume. Le coste vengono assalite e cementificate senza che il presidente De Nisi e la provincia intervengano con atti concreti. Nessuno si chiede a che serve questo scempio visto che la gran parte dei villaggi e degli hotel rimangono vuoti per 10/11 mesi all’anno e che le terze e quarte case, in palazzoni anonimi, non li vuole più nemmeno in agosto». «Le indagini seguiranno il loro corso - conclude l’esponente di Sinistra democratica - e la Procura di Vibo ci tranquillizza per la serietà e per la sensibilità affermata; gli amministratori, invece, ne escono bocciati senza alcuna possibilità di appello. La Calabria vuole gente e amministratori nuovi. Vibo Valentia ha bisogno di personalità credibili e autonome che abbiamo a cuore il futuro della città». Maurizio Bonanno

La violinista Greta Medini di Vibo premiata dal Ministro Gelmini VIBO VALENTIA — Il ministro Gelmini applaude i nuovi talenti e la città di Vibo Valentia può, a ben ragione, riempirsi d’orgoglio! Istituito nel 2003 con l’intento di far conoscere al grande pubblico i migliori talenti che frequentano Conservatori e Accademie in Italia, il Premio nazionale delle Arti 2009, giunto alla sesta edizione, si è concluso ieri con una serata di gala e relativa premiazione dei vincitori ad opera del ministro Mariastella Gelmini, nella cornice del Teatro all’aperto della Accademia nazionale di danza a Roma. Alle selezioni da cui sono usciti i vincitori nella varie discipline - musica soprattutto, ma anche danza, teatro e arti visive - hanno partecipato tutti i Conservatori, una settantina circa, le accademie di danza e di arte drammatica e infine le varie Accademie di Belle arti. Complessivamente, gli istituti che vantano vincitori nell’edizione 2009 rappresentano all'incirca il 10% del totale. Il che fa capire che la selezione è stata durissima e che il

VIBO VALENTIA — Più di 400 aziende rappresentate, tra neo associati e imprenditori “di lungo corso”, con almeno 50 anni di anzianità associativa: questi i numeri del 2° Welcome day Confindustria tenutosi a Bari presso lo Sheraton Nicolaus hotel, dove sono state premiate 15 imprese che vantano un rapporto associativo ininterrotto dal 1943 a oggi, tra cui la Giacinto Callipo Conserve Alimentari, per la quale ha ritirato il premio Giacinto Callipo, figlio del noto imprenditore Filippo, direttamente dalle mani della presidente Emma Marcegaglia. La Giacinto Callipo conserve alimentari fondata il 14 gennaio 1913 a Pizzo, azienda leader del settore, è stata tra le prime in Italia ad inscatolare il pregiato tonno del Mediterraneo. Associata a Confindustria dal 1944, si estende oggi su una superficie di 34.000 mq. di cui 9.000 coperti ed offre lavoro a quasi 200 dipendenti. «La giornata dedicata agli impren-

«L’immagine del cambiamento appare già sbiadita» rio. Ha fatto centro - continua la nota Ha vinto sulle divisione del centrosinistra, con l’aiuto di qualche dirigente della sinistra ma ha vinto anche per questo. Ma l’immagine del cambiamento appare già sbiadita e sfuocata

«I fatidici 100 giorni del mutamento, rischiano di trascorrere senza muovere dito»

dai lati. La giunta non c’è, le direttive mancano. L’ente non mulina null’altro che spreco. I dipendenti giacciono senza direttive alcune. Un capitale umano che produce praticamente nulla. Inoltre le urgenze sono impellenti in questa società nuova che cammina a passa svelto con le problematiche che si amplificano e aumentano. Le nomine assessoriali ancora rinviate, segno visibile di polemiche all’interno della frammentata coalizione di questo centro-destra anomalo, che ben presto rischiano di esplodere. Questa provincia non può più aspettare i giochi delle poltrone e degli equilibri da mantenere. Ha bisogno di decisioni rapide e forti. Di direttive chiare e verso una unica direzione. Sembra che questa maggioranza non riesca a trovare il bandolo

Ma. Bo.

Vibo, imprenditori di lungo corso al 2° welcome day Confindustria

CROTONE L’Araba Fenice del Partito Democratico di Pallagorio, lancia la sua riflessione sull’inizio difficoltoso della maggioranza di centrodestra

CROTONE — L’Araba Fenice del Partito Democratico di Pallagorio, interviene sull’esito delle recenti elezioni provinciali e in una nota stampa scrive: «Siamo perplessi, amareggiati e preoccupati da questo inizio difficoltoso della maggioranza di centrodestra alla Provincia di Crotone. Stano Zurlo ha vinto le elezioni provinciali risultando di fatto l’outsider che arriva inaspettatamente al trionfo. Giovane non discusso e uomo di partito, ha spiazzato tutti con la sua promessa di cambiamento per la Provincia, con un forte impegno ad invertire la rotta di quindici anni di amministrazioni di centrosinistra. Con uno sguardo attento, dunque, meno all’apparato, al sistema e al potere, ma più alla risoluzione delle problematiche del territo-

Premio tutti se lo siano meritati. I premiati, inoltre, si sono esibiti nelle rispettive discipline. Tra loro, la violinista di Vibo Valentia Greta Medini. Certo, per Greta Medini è la conferma di una carriera artistica straordinaria, che, malgrado la sua giovanissima età, l’ha già proiettata sui palcoscenici internazionali più prestigiosi, ma anche questo Premio, consegnato alla presenza del ministro dell’Istruzione, assume una valore eccezionale, considerato che, tra gli altri, con lei sono stati premiati: Maria Laura Martorana, soprano proveniente dall'Aquila, il Quartetto di percussioni di Trapani; l’arpista Silvia Vicario di Udine; il Quartetto Jazz di Benevento, e la pianista Irene Veneziano. Vibo Valentia può essere orgogliosa dei suoi giovani, come Greta Medini appunto, e del lavoro portato avanti dal suo Conservatorio di Musica

della matassa. Si dividono e così facendo rischiano di paralizzare per altri due mesi l’ente intermedio con conseguenze dannose per tutti. I fatidici 100 giorni del cambiamento, rischiano di trascorrere senza muovere dito. Nel frattempo la gente che ha dato fiducia a Zurlo è costretta a subire il clamoroso inciucio con Iritale, che oggi appare ancor più chiaro ed evidente. Ci dispiace ma con questo patto “con il diavolo” la destra ha dimostrato il suo reale spessore politico e il suo reale progetto per la Provincia. Ci dispiacciamo - conclude - perché per il bene della nostra provincia e del nostro territorio ci auguriamo di sbagliarci e che il presidente Zurlo riesca a sciogliere le difficoltà e rispondere alle esigenze della popolazione»

ditori del Sud, che segue quella di Roma, vuole essere un’occasione di benvenuto, ma anche e soprattutto di confronto, di ascolto per indirizzare l’organizzazione sul percorso che i nostri associati ci indicano - ha detto Emma Marcegaglia - nei cento anni della sua storia, Confindustria ha segnato la vita sociale, economica e politica del Paese rispondendo sempre alle esigenze degli imprenditori. Anche in questo momento vogliamo essere riferimento per un progetto di crescita duratura». «Siamo felici ed orgogliosi per il riconoscimento all’azienda del cavaliere del lavoro Filippo Callipo - ha dichiarato il presidente di Confindustria Vibo Valentia Domenico Arena - che in un momento difficile come quello che sta vivendo l’economia nazionale e soprattutto territoriale, evidenzia l’importanza di credere nello sviluppo della nostra Terra e tutto ciò sarà possibile nella misura in cui ci sarà forza di dedizione e fiducia nel nostro lavoro».

Brevi da Crotone... Prosegue fino al 30 agosto prossimo, al Mack di Crotone, la personale all’artista e maestro della vetro-fusione Silvio Vigliaturo. Le svariate tematiche affrontate in questa mostra attestano dell’enorme curiosità che ha contraddistinto tutto il percorso artistico di Vigliaturo, ed in particolare quello degli ultimi anni. Ogni sala del museo è infatti caratterizzata da un’installazione o da un insieme di opere legate da uno stesso tema, tutte, ad ogni modo, riflessi di un pensiero vivace, attento e capace di dare un’interpretazione critica del presente in cui viviamo. Vigliaturo è un illusionista che, soffiando nel vetro, pur mantenendone inalterata la fluidità riesce a creare le figure dei suoi personaggi che sembrano fluttuare in un mare che ne trasforma i lineamenti restituendoli incredibilmente sinuosi e armonici, come, appunto, le onde delicate del Mediterraneo.


Pag. 32 Lunedì 20 Luglio 2009

REGGIO il Domani

Service a cura di Speaker Network - E-mail: redazione@ildomani.it | www.ildomani.it

Una proficua collaborazione si è stretta, nel contesto dell’ambizioso progetto, tra l’Amministrazione e la Compagnia di bandiera

Un “Passaporto per l’Europa”, l’accordo Tariffe agevolate, garanzia per la vendita a mezzo portale e pacchetti turistici settimanali i punti di forza REGGIO CALABRIA — Il Comu-

ne di Reggio Calabria e Alitalia, con un accordo d’intenti, hanno deciso di avviare una proficua collaborazione nel contesto del progetto “Passaporto per l’Europa”. Nella premessa all’accordo firmato da Dario Ricchiari per la compagnia di bandiera e dal sindaco Giuseppe Scopelliti - si legge tra l’altro che «il progetto originario (passaporto per l’Europa, ndr) e le edizioni degli ultimi anni, sino ad oggi, hanno conseguito brillantissimi risultati avendo da un lato coinvolto un numero di cittadini molto più elevato rispetto al previsto e, dall’altro, raggiunto in pieno le finalità per le quali è stato elaborato, consentendo non solo di attrarre e far consolidare numerosi nuovi collegamenti aerei nazionali ed internazionali, ma anche, di suscitare l’interesse di istituzioni na-

Veduta parziale aerostazione

zionali ed estere e di operatori privati». Nella premessa viene altresì rilevato che «appare imprescindibile per lo sviluppo turistico del territorio poter contare su

una partnership con Alitalia che, da un lato, assicura collegamenti aerei stabili, sia via Roma sia via Milano Linate, con le maggiori capitali europee e, dall’altro, può eventual-

mente destinare alla attività charteristiche gli aeromobili che durante le ore notturne stazionano presso l’aeroporto dello Stretto» e che Alitalia, condividendo gli indirizzi programmatici di Palazzo San Giorgio, «si è dichiarata disponibile a favorire i flussi turistici attivabili con l’attuazione del progetto “Reggio - passaporto per l’Europa”». Con l’accordo, firmato all’inizio del mese in corso a palazzo San Giorgio, Alitalia si è impegnata a praticare, per tutti coloro che intendono raggiungere Reggio Calabria in quanto partecipanti al progetto “Reggio - Passaporto per l’Europa”, avvalendosi della propria flotta, le seguenti tariffe: Ginevra Reggio e viceversa 118 euro; Monaco di Baviera - Reggio 140 euro; Budapest - Reggio 175 euro; Varsavia - Reggio, 160 euro e Parigi - Reggio 143 euro.

Da tali tariffe sono escluse le tasse ed i supplementi e sono soggetti alla disponibilità dei posti. Le condizioni di prezzo, secondo l’accordo, saranno garantite per la vendita a mezzo portale on line dell’Amministrazione comunale, unitamente ai pacchetti turistici settimanali di soggiorno a Reggio che saranno promossi su tale sito. La compagnia garantirà le tariffe in questione per le “vendite effettuate sino a 21 giorni prima delle date di partenza”. L’accordo impegna il Comune di Reggio “al coordinamento di tale nuova iniziativa con altre già in essere ed avviate nel corso del tempo ed a provvedere alla promozione e pubblicizzazione dei prodotti turistici derivati all’accordo” nelle località in questione, “sia con attività ed iniziative sui territori interessati che a mezzo di iniziative innovative e sulla rete Intenet”.

Antonello Catalano trionfa al torneo italiano di tennis

I due segmenti rientrano in un più vasto finanziamento accordato al Comune per dotarsi della cosiddetta “metropolitana di superficie”

REGGIO CALABRIA — Con un match perfetto contro Alberto Memmi, il reggino Antonello Catalano ha vinto la finale del campionato italiano di tennis livello agonistico. Un torneo di altissimo livello quello che ha visto l’atleta calabrese piegare avversari competitivi come Brignoni, Vietti, Soldi e tanti altri tennisti che, per due giorni, sul campo in terra battuta del Csi di Roma hanno dato vita ad uno spettacolo di grande agonismo e di buona tecnica. Catalano partecipava per la prima volta a competizioni di tennis a livello agonistico ed è stata l’autentica sorpresa di questi primi campionati Italiani della Fisdir (Federazione italiana sport disabilità intellettiva relazionale). Questa è la prima federazione paralimpica italiana costituitasi e riconosciuta dal Cip (Comitato italiano paralimpico). Il tennista calabrese, tesserato per la Società Asd “Con Noi” di Reggio Calabria presieduta da Ines Turano, nel corso del torneo ha regalato solo qualche set agli avversari. Ed in semifinale ha superato con il punteggio di 4-2 4-0 Brignoni che, insieme a Vietti e Licalsi, ha fatto parte della rappresentativa Fisdir ai Global games (i campionati mondiali della disabilità mentale) in Repubblica Ceca. In finale, il tennista reggino ha regolato Memmi

REGGIO CALABRIA — Un altro segno

Antonello Catalano e Giuseppe Laface

con un perentorio 4-1 4-3 (al tiebreak, nel secondo ha lasciato spazio all’avversario per poi chiudere 7-6). Catalano durante la fase di preparazione ai campionati italiani è stato seguito dal maestro Raimondo Faraone (con la collaborazione del preparatore prof. Pietro Pecora), mentre nella competizione del Centro polisportivo del Csi romano è stato guidato dal prof. Giuseppe Laface, tecnico regionale Cip, con l’importante presenza del padre Domenico che lo segue in tette le sue performance sportive. Catalano è dotato di una buonissima tecnica, sia nel dritto che nel rovescio, possiede una potente battuta che gli consente con insidiose “S” di mettere subito in difficoltà l’avversario raccogliendo molti punti. La finale Catalano - Memmi è stato il momento clou dei campionati. Il commissario tecnico Fisdir Giorgia Veronesi è rimasta particolarmente colpita dalle qualità del giocatore reggino e si è impegnata ad inserirlo nel gruppo degli azzurri per i prossimi collegiali che vedrà la nazionale impegnata già nel 2010 ai campionati europei. Enorme la soddisfazione dell’intero staff del comitato regionale Calabria del Cip, con in testa il vicepresidente Carmelo Regolo ed il presidente Fortunato Vinci.

Un tapis roulant per accorciare le distanze della Reggio moderna, che di recente si è conquistata i galloni di città metropolitana, incomincia ad essere visibile non solo agli abitanti della più grande polis della Calabria, ma anche a quanti, per affari o divertimento, si apprestano a soggiornare sulla riva continentale dello Stretto. Dopo la presenza della ferrovia e del tram, il tapis roulant è la prima struttura di mobilità interna che Reggio inaugura nell’ultimo secolo. Un sistema denominato ettometrico di risalita, nel gergo comune scale mobili, che da domani annullerà il declivio tra la parte marina e quella collinare della città, favorendo così nuove relazioni sociali, commerciali e turistiche. Tra il lungomare Giacomo Matteotti e via Filippini, dunque, si accorciano le distanze. Questo avveniristico impianto, collocato lungo la via Giudecca, è costituito da un doppio sistema di tappeti mobili che staccano per pochi metri in prossimità dell’intersezione con le altre arterie che tagliano orizzontalmente questa storica via, coperto da una volta metallica e vetri. Partendo dalla via Marina, dalla piazza con le sue luci e sue fontane, questa sorta di galleria artificiale rende ancora più identificabile il vecchio monastero della Visitazione, posto in fregio alla via Reggio Campi, dove Giovanni Pascoli, risalendo la città in carrozza, amava ammirare il panorama e quel mare che il poeta definì come il punto d’incontro dove “le onde greche vengono a cercare le latine”. Quello che si inaugura domani a partire dalle 20.30, è il primo tratto di un sistema di mobilità che, nella parte finale, interesserà la piazzetta delle Tre Fontane, in via Reggio Campi, proprio davanti al monastero di Sales. L’ultimo tratto del collegamento sarà interamente in galleria con un ascensore dal doppio funzionamento: in orizzontale dalla via Filippini, per fermarsi in verticale sulla piazzetta delle Tre fontane. I due segmenti rientrano in un più vasto finanziamento accordato al Comune per dotarsi della cosiddetta “Metropolitana

Il tapis roulant

di superficie” che l’Amministrazione comunale nel 2002 recuperò in parte. L’opera progettata dalla Silec di Torino, aggiudicataria dell’apposito bando pubblico, è stata realizzata dell’AtI “Cogem-Aversa- Kone” le prime due imprese sono reggine, la terza ha sede a Bologna. I lavori, che per questo primo stralcio hanno impegnato 12 milioni di euro di risorse, sono iniziati nell’agosto del 2006, per

poi essere bloccati da una decisione della Soprintendenza regionale - che ha comportato un lungo intervento caratterizzato da scavi a mano - e dalla presenza di un’edicola di giornali. Il tapis roulant dispone di un sistema di video sorveglianza, in funzione h 24, con la sala regia situata a palazzo San Giorgio. Gli orari di funzionamento, ovviamente, saranno flessibili e dipenderanno dalle stagioni.

MEDIATAG RICERCA SU REGGIO CALABRIA Per il lancio di nuovi prodotti editoriali su Reggio C. e provincia selezioniamo

AGENTI PUBBLICITARI (ambosessi) per la seguenti zone:

Reggio Calabria città Inviare dettaglio curriculum a info@mediatag.it. Trattamento economico di sicuro interesse.

• • •

Costituirà titolo preferenziale possedere una laurea in marketing, scienze delle comunicazioni o relazioni sociali. L’anticipo provvigionale sarà in grado di soddisfare le candidature più qualificate. Inquadramento Enasarco

Per un appuntamento selettivo gli interessati possono inviare il proprio curriculum al seguente indirizzo di posta elettronica: ......................................................... info@mediatag.it oppure al numero di fax: ............................................................................................. 0961.903421 o per posta indirizzata a: .... MEDIATAG SPA - Loc. Serramonda 88040 Marcellinara (Cz) I dati contenuti nel curriculum verranno trattati esclusivamente ai fini della selezione del personale. La presente ricerca è estesa a persone di entrambi i sessi ai sensi della legge 903/77


il Domani Lunedì 20 Luglio 2009 33

REGGIO CALABRIA Il consigliere comunale del Pd, Demetrio Martino, è realista sulla vita della società che gestisce l’aeroporto “Tito Minniti” di Reggio

«La Sogas sta lavorando bene» «Le perdite sfiorano i 4 milioni di euro a fronte dei 6,5 del 2007 grazie ad una politica di risanamento» REGGIO CALABRIA — «La Sogas sta lavorando bene. La fiducia sulla sorte dello scalo reggino è d’obbligo numeri alla mano. Si tratta di dati confortanti, nonostante permanga il passivo. I miracoli, è bene sottolinearlo, nella gestione delle società sono impossibili; si deve, invece, tenere conto dei progressi ed indubbiamente i dati del 2008 segnano un miglioramento rispetto a quelli precedenti». Parte da questa premessa la lunga ed articolata analisi di Demetrio Martino sulla Sogas, la società di gestione dell’aeroporto “Tito Minniti” di Reggio. E’ realista il consigliere comunale del Pd quando affronta l’attuale situazione debitoria della SpA «Le perdite- dice - sfiorano i 4 milioni di euro a fronte dei 6 milioni e

500 mila euro del bilancio 2007, grazie ad una politica di risanamento che ha riguardato innanzitutto l’aspetto della riduzione dei costi, abbattendoli di 2 milioni e 667 mila euro. Senza adottare misure di ridimensionamento del personale, le perdite tendenziali nel 2008 sono state pari a -41 per cento rispetto a quelle del 2007, e -72 per cento rispetto a quelle 2006. Per quanto riguarda, invece, le politiche di sviluppo gli incrementi sono stati meno ingenti (pari a 225 mila euro). Tale dato non può prescindere da un’importante constatazione: quella, riportata nel rapporto annuale di Enac, che evidenzia lo stato attuale di crisi di tutti gli aeroporti europei. Tale tendenza può essere invertita soprattutto con contributi pubblici per

incentivare l’attività volativa. Risorse di cui Sogas nel 2008 non si è potuta giovare, non avendo ricevuto un centesimo a differenza degli altri scali calabresi”. Martino dopo aver fatto una serie di considerazioni sull’interesse

CANOLO — «Solo puntando su un bene così importante e imprescindibile per la nostra terra, riusciremo a rilanciare l’immagine di Canolo» con queste premesse gli organizzatori della festa del pane 2009, spiegano quella che è nata come una sfida, e come tale la si sta affrontando, «perché solo sfidando tenacemente un destino che pare oramai immutabile, lo si può sovvertire. Solo puntando sulla forza delle tradizioni e delle radici, si può resistere a quel disegno superiore che sembra prevedere lo smembramento totale dei piccoli centri interni della Calabria. Scrigni spesso immacolati, che custodiscono ancora oggi un patrimonio storico, sociale e culturale inestimabile. Un patrimonio che assume

CANOLO Giovani del luogo, commercianti e Amministrazione comunale, uniti per valorizzare un loro prodotto locale

Entro breve la Regione invierà 4 milioni di euro per l’attività dei voli lungo nuove tratte

Demetrio Martino

La festa del pane tra tradizione e novità forme e colori variegati. Sapori e odori differenti come lo è, per esempio, il pane per il piccolo comune di Canolo che, non solo costituisce una prelibatezza culinaria da tutti riconosciuta e ricercata, ma rappresenta anche un importantissimo strumento di tradizione popolare e coesione sociale». «Proprio il pane ha da sempre costituito difatti un collante sociale eccezionale per la comunità canolese, e proprio per questi motivi, i commercianti di Canolo, l’Amministrazione

comunale e i ragazzi dell’associazione Anpas, hanno deciso di organizzare la prima edizione dedicata interamente all’importantissimo alimento. «Spinti dalla tempra aspromontana e dall’orgoglio meridionale - spiegano ancora gli organizzatori - siamo fermamente convinti che la valorizzazione di un paese come Canolo passi necessariamente dal rilancio di questo fantastico prodotto culinario e dalle particolarissime costruzioni pubbliche necessarie per la sua preparazione. Nel

L’iniziativa che si avvale del coordinamento artistico di Francesco Cirillo, sarà dedicata a 6 vittime della criminalità organizzata

I colori della memoria, murales contro le mafie REGGIO CALABRIA — Sei murales dedicati ad altrettanti vittime della criminalità organizzata: Gianluca Congiusta, Rocco Gatto, Peppino Impastato, Giuseppe Valarioti, Totò Speranza e Franco Fortugno. La location di questa iniziativa dalla grande valenza socio-pedagogica è Riace Borgo, il paese della solidarietà, dove culture e religiosi diverse riescono a convivere sconfiggendo qualsiasi forma di integralismo e dove il diverso colore delle pelle rappresenta il collante della grande voglia di comunità. L’iniziativa “I colori della memoria” è stata voluta dalla locale amministrazione comunale

guidata da Mimmo Lucano e dalla fondazione “Giancluca Congiusta”. Venti gli artisti che hanno aderito all’iniziativa, che si avvale del coordinamento artistico di Francesco Cirillo: Emiliano Cirillo, Karen di Costanzo, Italo Esposito, Cano Correa, Luca Cavaglia, Chiara Elia, Enrico Ciuti, Mauro Gerbaudo, Gabriele Imperiale, Chiara Maritato, Giuliano Nota, Federico Filippo Olivero, Alessia e Benedetta Pagotto, Francesco Siccardi, Matteo Signore, Simone Terrazzini e Nino Vitale, di Carmagnola (Torino), e Giusi Marruzzo, di Avellino. Venerdì prossimo, la manifestazione si

concluderà poi la domenica successiva, i venti artisti, il coordinatore Francesco Cirillo, le autorità, gli immigrati ed i visitatori saranno un tutt’uno per realizzare il settimo murales dal titolo “Contro la mafia sporchiamoci le mani'”. A coordinare quest’ultimo impegno l’artista Nik Spatari. Un murales aggiuntivo che, come evidenziano gli organizzatori «si prefigge l’obiettivo di rendere immortale il più semplice ed emblematico dei gesti: le impronte multicolore delle mani di tutti i presenti che vorranno lasciare un segno». a. l.

1952 difatti, sono stati edificati, nell’abitato di Canolo Nuovo, i cosiddetti “forni comunitari”. Fabbricazioni comunali, che ogni canolese ancora oggi, utilizza, non solo per preparare il pane, ma anche dolci e biscotti, tipici della tradizione aspromontana. Edifici unici, che costituiscono con il pane di segale canolese un binomio peculiare e imprescindibile, assolutamente da proteggere e valorizzare. Con la “festa del pane”, gli organizzatori si prefiggono proprio questo obiettivo e

della politica di centrodestra nei confronti dello scalo dello Stretto, si sofferma sulle buone notizie che individua nei “lavori di sistemazione delle piste di volo sono a buon punto” (a breve inizieranno i lavori di ampliamento dell’aerostazione ndr); nelle “piazzuole di sosta per gli aeromobili da 4 sono passate a 7”; sul “pontile di approdo di San Gregorio è ormai realizzato”, e sull’ipotesi di una stazione Fs. «Inoltre - sottolinea Martino - entro breve la Regione invierà 4 milioni di euro ministeriali che stimoleranno l’attività volativa lungo nuove tratte. Mentre, purtroppo, nessuna novità positiva ancora per quanto riguarda il completamento dello svincolo “Maldariti”, non ancora funzionante in direzione Nord - Sud». per raggiungerlo hanno mobilitato un numero impressionante di volontari e sostenitori. Le massaie prepareranno presso queste eccezionali strutture il pane e a partire dal tardo pomeriggio lo offriranno gratuitamente a tutti. Caldo e fumante, preparato secondo le antiche usanze il pane sarà servito alla folla condito con olio extravergine di oliva e origano selvatico raccolto nei campi. L’intero centro cittadino per l’occasione sarà chiuso al traffico, e animato dagli artisti di strada, dal gruppo folk “Città di Lazzaro”, dai Concertisti Russi e dalla fantastica musica popolare di “Mimmo Cavallaro e i Taranproject”. A conclusione della serata, a tutti sarà offerto lo spettacolo “ballu du ciucciu”.

Da agosto una navetta collegherà la stazione Ffss agli scavi di Locri REGGIO CALABRIA — Da do-

mani e fino al 28 agosto prossimo un bus navetta collegherà la stazione ferroviaria con gli scavi archeologici di Locri Epizefiri. Il servizio è stato istituito grazie alla collaborazione della Pro Loco della cittadina ionica e la ditta Audino Autolinee. L’iniziativa, che negli anni scorsi aveva incontrato il gradimento dei cittadini, è stata ripristinata a seguito di numerose richieste e colma il vuoto nel collegamento da e per gli scavi archeologici. Il servizio funzionerà il martedì, il giovedì ed il venerdì:

partenza dal piazzale delle stazione alle ore 9,15 e ritorno alle 12,15 con partenza dal piazzale del museo nazionale di Locri Epifeziri. Il prezzo per il viaggio di andata e ritorno sarà di due euro. Soddisfazione per questo collegamento è stato espresso dal presidente della Pro Loco locrese Fabio Mammoliti, il quale tiene a ringraziare l’impresa Audino per la collaborazione e per aver manifestato la giusta sensibilità verso un problema che per Locri e per i turisti si ripresenta ogni estate.


34 Lunedì 20 Luglio 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

Sport

Atletica Il velocista sudafricano non ottiene il tempo minimo per iscriversi ai mondiali tra normodotati di Berlino

Pistorius, sprecata a Velletri l’ultima chance

ROMA - «Purtroppo è stata una stagione sfortunata fin dall’inizio. Quella di sabato, a Velletri, è stata la mia ultima gara prima dei Mondiali di Berlino e non avendo fatto il tempo limite richiesto devo rassegnarmi a restare a casa». Oscar Pistorius, tre volte campione paralimpico a Pechino 2008, deve lanciare ancora una volta la spugna: dopo aver mancato il minimo lo scorso anno per partecipare alle Olimpiadi con i normodotati, dice addio con anticipo anche al sogno dei Mondiali di Berlino. Pistorius, per riuscirci, avrebbe dovuto correre il classico giro di

Pistorius “sindaco” del villaggio iridato

pista (400 piani) almeno in 45”95, tempo che resta inferiore di tre decimi al suo record in carriera. L’atleta sudafricano,

ospite al Foro Italico ai Mondiali di nuoto Roma09, per vestire per un giorno i panni del sindaco del Villaggio (ruolo che nei prossimi giorni ricopriranno anche Totti, Panatta, Pietrangeli, Lucchetta e Pietro Mennea), non ha però ancora rinunciato a competere nei grandi eventi con gli atleti normodotati. «Tutti sanno che il mio sogno sono le Olimpiadi di Londra nel 2012 - ha detto il sudafricano nella conferenza stampa a cui hanno partecipato anche Massimiliano Rosolino e il presidente del comitato organizzatore dei Mondiali di nuoto, Giovanni Malagò

- mentre l’obiettivo per il 2010 è di partecipare ai giochi del Commonwealth. Quello che conta per me è comunque migliorarmi ogni giorno ed essere un personaggio positivo per tanti ragazzi sfortunati che non possono raggiungere i miei traguardi». Per un giorno intanto si godrà i Mondiali di nuoto, «adoro la pallanuoto fin da quando ero bambino, e mi affascina moltissimo la grande concentrazione dei tuffatori», nella sua seconda casa che è ormai Roma a pochi passi da quello stadio che gli ha regalato l’emozione di correre con i grandi dell’atletica leggera.

Gara di testa al Sachsenring. Stoner e l’iberico non lo preoccupano

Valentino doma Lorenzo Un’altrabeffanelfinale CHEMNITZ (GERMANIA) - Valentino Rossi non fa passare nulla al suo compagno di squadra. Per la prima volta il fenomeno di Tavullia si ritrova accanto uno scudiero in grado di dargli del filo da torcere, ma lui non ci sta. La gara del Sachsenring ha portato sul pallottoliere del ’Dottore’ nuovi numeri che fanno crescere, oltre alla statistica, il morale. Salendo sul gradino più alto, Vale ha incassato la sua 101/a vittoria e il 159/o podio, eguagliando ancora una volta - con quest’ultimo dato - un record di Giacomo Agostini. Ma il confronto in Germania evidenzia come la fame al ’vecchio’ Rossi non manchi. Per la prima volta nella sua carriera Rossi si ritrova di là dal muro che divide il suo box un compagno di squadra in grado di far scricchiolare la sua (dorata) sedia. In passato il ’Dottore’ aveva perlopiù gareggiato da unico pilota in squadra negli anni della 125 e della 250. Lo stesso era successo in 500, poi l’ingresso in Motogp, con la Honda ufficiale. Accanto a lui Nicky Hayden, un bravo pilota, ma non un campione al suo livello. Poi Rossi cambia strada, nel 2004, e va in Yamaha, prendendo in mano un progetto e salendo su una moto che non vinceva da troppo tempo. Il compagno di squadra di allora era Colin Edwards, ameri-

Spettacolare incidente a De Puniet appena partiti Record della pista a Pedrosa (Honda) che non è continuo e arriva solo terzo Fra le due Yamaha M1 la bagarre è nel finale. Partito male, Lorenzo ha conquistato la testa a sei giri dalla fine. Ma non è riuscito ad allungare ed a pochi chilometri dall’arrivo, il Dottore gli ha fatto scuola

cano come Hayden e allo stesso livello di bravura. Nel 2008 alla corte della casa giapponese arriva uno spagnolo talentuoso di 19 anni, Jorge Lorenzo, due titoli mondiali della 250 in tasca, vinti da dominatore. Rossi si rende conto della caratura

del personaggio e pretende un muro nel loro box a separarli. Il motivo ufficiale sono le gomme. Nel 2008 non c’è ancora il fornitore unico e Rossi usa le Bridgestone, mentre Lorenzo ha le Michelin. L’anno successivo però sarà la Bridgestone a forni-

re tutti i piloti e, nonostante questo, Rossi impone di mantenere il muro. In Germania Lorenzo si è presentato all’80% a causa della caduta nelle prove ufficiali del GP di Laguna Seca (Usa), due settimane fa. In gara è partito non benissimo, ha

lasciato sfogare Stoner (Ducati) e Pedrosa (Honda), poi ha passato tutti e due facendosi sentire a Rossi il fiato sul collo. Ma qui entrano in gioco il mestiere, l’esperienza e la classe, insieme alla ’cattiveria’. Valentino ha subito l’attacco di Jorge,

incassando una staccata al limite e un passaggio all’interno, poi gli si è messo dietro. Nonostante Lorenzo desse il 130%, Rossi non ha perso la concentrazione, spingendosi oltre i suoi limiti: il sorpasso decisivo è di quelli memorabili, ma da non

Nuoto Le ragazze superano gli Usa ma non basta. Il Ct parla di “posizioni assegnate”

Sincro con polemica, l’Italia chiude al sesto posto

Seste le azzurre del nuoto sincronizzato

ROMA - Bastano nove centesimi per non salire sul podio dei tuffi, così come l’esecuzione delle sirene azzurre dell’acqua, migliore di quella del Giappone, non è sufficiente a scavalcare in classifica le sincronette del Sol Levante. Storie di giurie e punteggi, quelle che all’esordio dei mondiali di Roma tengono banco e non solo sui tabelloni luminosi che si stagliano alti intorno alle piscine del Foro Italico: sabato era toccato ai fratelli Marconi, furibondi per aver mancato l’occasione della loro vita, con coda polemica per i giudici che non solo non avrebbero avuto un occhio di riguardo per la coppia di casa, ma anzi avrebbero spianato la strada ai canadesi. Il copione si è ripetuto ieri tra le ragazze del sincronizzato, superate per un soffio dalle giapponesi. «Abbiamo battuto il Giappone in esecuzione, loro che tecnicamente sono perfette, e quindi è un bel risultato, ma poi nell’impressione generale ci hanno superato. Non si spiega. Come se dovessero per forza starci davanti...», si lascia

scappare il ct, Laura De Renzis. Insomma, come se l’Italia, che pure sta crescendo, potesse fare passi avanti piccoli, perchè le classifiche sono in parte blindate. La squadra azzurra pensa però al posto guadagnato sugli Usa e vede il bicchiere mezzo pieno: del resto avevano promesso di scollarsi dal settimo posto che le perseguitava da sei anni e la missione alla fine è stata compiuta. Certo i gradini scalati potevano essere due: sarà per questo che la De Renzis è soddisfatta a metà, e per questo non sfoggia il sorriso visto nelle qualificazioni. Gli occhiali scuri nascondono la mezza delusione dopo la finale mondiale del tecnico a squadre che ha visto l’Italia chiudere al sesto posto. «Certo l’impressione dipende da un giudizio molto soggettivo - spiega il ct - ma non voglio credere che in questo caso conti ancora il nome e la tradizione». Fatto sta che le nipponiche sono arrivate davanti alle azzurre. Per pochi punti proprio nell’impressione, in pratica il giudizio relativo

all’espressività delle ragazze in vasca. E’ una velata polemica in una gara dove il podio è dominato da russe, spagnole e cinesi. Le azzurre non avevano mai battuto gli Usa e nemmeno superato il Giappone nell’esecuzione, e per loro già questo è un grande risultato. Ora hanno un altro obiettivo: rovesciare la tradizione. E le sincronette di casa nostra, ragazze semplici, tutte casa e allenamenti, le promesse le mantengono. Forza e grinta in acqua, e con una sola onda hanno portato via le stelle e le strisce. Allo stesso modo vogliono ancora stupire. Intanto Beatrice Adelizzi centra la finale nel solo tecnico piazzandosi quarta alle spalle di Russia, Spagna e Canada. Le azzurre sgomitano in piscina, senza però alzare troppa acqua. Perchè se i gradini ripidi del podio sono difesi dalla muraglia Russia-Spagna-Cina a colpi di precisione tecnica ed espressività, le sirenette azzurre possono puntare a Giappone e Canada nel libero combinato. Lì il podio può diventare davvero vicino.


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Lunedì 20 Luglio 2009 35

Sport

Ciclismo A Verbier arrivo solitario dello spagnolo, Armstrong perde 1’35’’, Nocentini ora è sesto

Contador riscrive la classifica del Tour

Contador esulta facendo il gesto di sparare sul traguardo

VERBIER (SVIZZERA) - Un trionfo annunciato. Alberto Contador ha scelto di sedersi a Verbier, su una delle vette delle Alpi svizzere, sul trono che gli apparteneva. Il nuovo re del 96˚ Tour de France è lui. Con un attacco scoccato a poco meno di 6 km dall’arrivo di una tappa che misurava oltre 200 km, lo spagnolo dell’Astana ha piegato la resistenza di ogni avversario, primo fra tutti Lance Armstrong, e conquistato la maglia gialla di leader. Alle sue spalle il più giovane dei fratelli Schleck, Andy, che nel finale pagato dazio allo strapotere del madrileno. Il messinese Vincenzo Nibali si è piazzato terzo, giungendo sul traguardo con Franck Schleck, Wiggins e Sastre, vincitore dell’anno scorso. Il

corridore della Liquigas (ora 7˚) ha dimostrato di poter ambire alle primissime posizioni in questo Tour. Ancor più staccato Lance Armstrong, giunto a 1’35” dal compagno di squadra. Bravo Nocentini, che ha dato l’addio alla maglia gialla difendendosi con onore e cedendo 2’36“ al nuovo leader della classifica generale. Al toscano, ora 6˚, rimarrà la soddisfazione di aver indossato per otto giorni la gialla e di essersi fermato ad un solo giorno da un colosso del ciclismo mondiale come il conterraneo Fiorenzo Magni. L’azione di Contador è partita nel momento in cui erano in fuga Fedrigo, Moinard, Moncoutiè, Flecha, Gutierrez, Astarloza, Cancellara, Hesjedal, Spilak e Van den Broeck,

Classifiche

dimenticare anche l’ultimo giro, dove il ’Dottore’ ha messo in campo tanto del suo repertorio. Ha anticipato le mosse del compagno-rivale, chiudendo tutte le porte. Lorenzo non si è tirato indietro e ha perso, ma di soli 99 millesimi: quasi un

arrivo al fotofinish. Nella 250 ha vinto Marco Simoncelli. Dopo l’interruzione della gara per la pioggia (quattro cadute nel primo giro e subito le bandiere rosse), il campione del mondo in carica, su Gilera, è arrivato davanti ai due spagnoli

Nuoto Tra una settimana il debutto nei 400sl

Rosolino suona la carica “Basta parole, si fa sul serio”

ROMA - Il tempo delle distrazioni è finito, adesso si fa sul serio. Dopo la sbronza di emozioni della cerimonia inaugurale, che lo ha visto portare per mano l’Italia dentro i Mondiali di nuoto romani davanti al presidente della Repubblica, Massimiliano Rosolino, a una settimana esatta dal debutto nei suoi 400 stile libero, ha voglia di fare sul serio e lo dice, come al solito, a modo suo, senza peli sulla lingua: basta interviste, serate e distrazioni di vario genere, da oggi si pensa solo alle gare con un isolamento che deve essere una vera e propria clausura. «Adesso basta - ha spiegato Rosolino - è il momento di mettersi finalmente in clausura e pensare solo ed esclusivamente alle gare. Ieri è stata l’ultima giornata

tranquilla. Ormai manca poco, non possiamo più permetterci distrazioni e non dobbiamo più sprecare energie. Il nostro commissario tecnico, Alberto Castagnetti, è stato chiaro: tutti in ’punizione’ fino alla fine dei Mondiali». L’emozione della sera prima di essere il portabandiera di questa Nazionale, che Rosolino stesso definisce fortissima, è ancora viva nella mente del nuotatore napoletano. «E’ stata una cosa da brividi - ammette - una sensazione indescrivibile. Me la sono davvero goduta». A 31 anni e dopo 60 medaglie conquistate nei grandi eventi, Rosolino non ha paura di nessuno, ma riconosce che il livello di questo Mondiale è altissimo e andare a podio, soprattutto sui 400 stile, sarà molto difficile.

Alex Debon e Alvaro Bautista, entrambi su Aprilia. Causa il maltempo, la corsa è ripresa con la decisione di percorrere 19 dei 29 giri in programma. In 125 la vittoria è andata allo spagnolo Simon, al comando della classifica iridata.

Ordine d’arrivo 125 1. Simon (Aprilia) 39’57.337 media km/h 148.480; 2. Gadea (Aprilia) a 9’’415; 3. Olive (Derbi) a 17’’559; 4. Terola (Aprilia) a 17’’587; 5. Espargaro (Derbi) a 19’’740; 6. Cortese (Derbi) a 20’’778; 7. Iannone (Aprilia) a 20’’908; 8. Webb (Aprilia) a 38’’221 Mondiale piloti 125 1. Simon (Spa) 129 punti; 2. Gadea (Spa) 104; 3. Smith (Gbr) 98.5; 4. Iannone (Ita) 93.5; 5. Terol (Spa) 81.5 Ordine d’arrivo 250 1. Simoncelli (Gilera) 27’11.034 media km/h 153.949; 2. Debon (Aprilia) a 0’’479; 3. Bautista (Aprilia) a 0’’528; 4. Aoyama (Honda) a 0’’866; 5. Barbera (Aprilia) a 1’’260; 6. Faubel (Honda) a 5’’972; 7. Espargaro (Aprilia) a 8’’721; 8. Luthi (Aprilia) a 8’’726 Mondiale piloti 250 1. Aoyama (Gia) 134 punti; 2. Bautista (Spa) 124; 3. Barbera (Spa) 106; 4. Simoncelli (Ita) 102; 5. Pasini (Ita) 64 Ordine d’arrivo MotoGp 1. Rossi (Yamaha) in 41’21.769 media km/h 159.752; 2. Lorenzo (Yamaha) a 0’’099; 3. Pedrosa (Honda) a 2’’899; 4. Stoner (Ducati) a 10’’226; 5. De Angelis (Honda) a 21’’522; 6. Elias (Honda) a 30’’852; 7. Melandri (Kawasaki) a 31’’301; 8. Hayden (Ducati) a 31’’726; 9. Edwards (Yamaha) a 32’865; 10. Toseland (Yamaha) a 43’’926; 11. Capirossi (Suzuki) a 57’’375 Mondiale piloti MotoGp 1. Rossi (Ita) 176 punti; 2. Lorenzo (Spa) 162; 3. Stoner (Aus) 148; 4. Pedrosa (Spa) 108; 5. Edwards (Usa) 83

scattati ad una quarantina di km dall’arrivo. A 22 km dal traguardo, il sloveno Simon Spilak ha tentato un’azione, presentandosi da solo con poco più di un minuto di vantaggio - ai piedi della salita finale che misurava lungo 8,8 km, con un vantaggio di poco più di un minuto. Il finale è stato tutto per Contador, 26 anni, che è salito ad oltre 24 km/h di media ed ha ipotecato la sua seconda vittoria nel Tour, dopo quella conquistata 2007. L’anno scorso lo spagnolo non era stato invitato alla Grande boucle, ma si era consolato vincendo altre due grandi corse a tappe, come il Giro d’Italia e la Vuelta di Spagna. In classifica generale, adesso, Contador precede Armstrong di 1’37” e Wiggins di 1’46”.

Interviste Il Dottore 6-3 col compagno di squadra

Jorge accetta la nuova sconfitta “Ho perso ma miglioro sempre” CHEMNITZ (GERMANIA) - vecchi e io ero giovane e per me «Ho battuto ancora una volta Lo- è stato più facile. Per lui vedo renzo - dice Valentino Rossi do- che è difficile, nonostante stavolpo la vittoria al Sachsenring - ta la parte del vecchio la faccia siamo 6 a 3 per me, va bene io». Nonostante tutto, si tratta di così». «Nella parte conclusiva un compagno di squadra che ha della gara sono andato forte, e fame. «Lorenzo - prosegue Rossi negli ultimi due giri ho fatto un - è arrivato in Yamaha dicendo gran tempo», spiega, ammetten- chiaramente che puntava al mio do: «Alla fine è andata bene, pe- posto. Per ora sto vincendo io e rò mi sono fatto questa gara va a un mazzo così». vantaggio del moVale ha una visiorale della mia ne chiara degli squadra e mio. È equilibri del suo comunque uno box, è lui che coche non molla, manda, anche se che vuole vincere il suo compagno il Mondiale, che di squadra è uno non si perde d’aniche non si lascia mo se io lo batto, scappare un’occauno che non lasione. «Lui ha fatscia la presa». Ma to bene la sua strain una pista come tegia - commenta Jorge Lorenzo questa dove è diffiil ’Dottore’ - pencile sorpassare sa che ha 20 anni hai trovato il moe che se prende do di scavalcarlo, paga da me è ana Barcellona c’è che perché io sostato il passaggio no Rossi, uno dei in un punto dove più forti piloti delsembrava impossila storia, quindi bile farlo, non è se perde ci riproche alla fine Lova, tanto io non sarenzo sta imparanrò qui per i prossido un po’ troppo? mi 15 anni, magari 5 sì». Per «Diciamo che ha un buon maeRossi si tratta di avere a che fare stro», ha scherzato Rossi. Lontacon un ragazzo caparbio, forse no solo 99 millesimi da Rossi, come lo era lui all’inizio della Jorge Lorenzo in conferenza carriera in Motogp. «Beh sì - pre- stampa ammette: »ho sbagliato cisa Valentino - perché quando è vero, ma sto migliorando semio ho iniziato prima in 500 e poi pre di più: siamo arrivati molto in Gp Biaggi e Gibernau erano vicini».

“Ha vent’anni Il futuro è suo purché sappia attenderne almeno 5”

Tuffi L’azzurra sfiora il podio (4˚) del trampolino basso

L’unico 10 non basta alla Cagnotto ROMA - Nella famiglia dei tuffi si può avere il nodo in gola per il bronzo sfumato di un soffio, e abbracciare la rivale-amica capace a 32 anni di portarsi via un oro tra gli applausi di tutti. Tania Cagnotto non piange, non si dispera come è successo in passato: il suo quarto posto nel trampolino basso brucia, ma non può impedirle di fare i complimenti a Julia Pakhalina, la russa Highlander capace di battere una coppia di cinesi e conquistare l’ennesima medaglia della sua carriera senza fine. «Sono contenta per lei, e gliel’ho detto subito - sorride la star dell’Italtuffi - Grazie a Dio non ci sarà dal trampolino da tre metri...». L’abbraccia anche papà Cagnotto, e lei, la minuscola creatura dell’acqua ricambia con affetto: «Thank you papà». Storie di un altro sport, eppure la delusione per la nuova medaglia di cartone è palpabile: il Mondiale di Tania si era aperto con i migliori auspici, con il terzo posto nelle eliminatorie da 1 metro, che non è la specialità della

Tania Cagnotto quarta nei tuffi

bolzanina. In finale, dopo qualche ora, la tensione si è fatta sentire, e il viso «non aveva il ghigno assassino», racconta poi papà Cagnotto. E così il primo salto è di gran lunga inferiore

allo stesso eseguito in mattinata: e lì l’azzurra si gioca la sua medaglia. Sesta, scivola addirittura ottava dopo il secondo giro, risale sesta al terzo tuffo: e solo negli ultimi due mostra la sua vera stoffa. Conquista 66,30 e si esalta ancora con l’ultimo, un doppio e mezzo rovesciato, in cui strappa addirittura un dieci, l’unico della giornata assegnato dalle giurie: ma il 68,40 non basta per recuperare lo svantaggio sulla cinese Wang, che senza strafare riesce a portarsi via il bronzo, alle spalle della connazionale Wu Minxia. Papà Cagnotto ha un gesto di stizza, si sbraccia, si infuria. Ma non ce l’ha con la figlia: «Ho avuto un momento così - racconta il ct azzurro - perché Tania ha lavorato duro, non è stata a dormire, non siamo andati al mare e il bronzo se lo sarebbe meritato. Mi è dispiaciuto soprattutto per lei, ma ha pagato l’inizio non buono. Io mi aspettavo un calo e invece negli ultimi due è stata bravissima». L’altra azzurra in gara, Maria Marconi chiude al sesto posto.


36 Lunedì 20 Luglio 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

Sport

Ricardo Oliveira negli Emirati Arabi

Nancy-Juventus 1-1 Amauri va a segno

Il piano B del Real Granero vice Alonso

MILANO - L’attaccante del Betis Siviglia (ed ex Milan), Ricardo Oliveira, giocherà la prossima stagione con l’Al-Jazira di Abu Dhabi, club degli Emirati Arabi. Il brasiliano è stato pagato 14 milioni di euro: è il trasferimento più costoso della storia dei club degli Emirati.

TORINO - Scarse le indicazioni tecnico-tattiche per Ferrara dopo l’1-1 nell’amichevole di Joeuf con il Nancy, la prima squadra in cui giocò Platini, in onore del quale era stata organizzata la gara. Priva di quasi tutti i Nazionali, oltre a Diego e Trezeguet, la Juve è andata in gol con Amauri.

MADRID - Il nuovo obiettivo per il centrocampo del Real Madrid è Esteban Granero (nella foto). Il club del presidente Perez ha individuato nel 22enne centrocampista spagnolo del Getafe, l’alternativa a Xabi Alonso, nel caso il mediano del Liverpool non dovesse lasciare la Premier League.

Falso allarme bomba: evacuato l’hotel dei nerazzurri negli Stati Uniti

Si avvicina l’ora di Eto’o all’Inter

Il procuratore dell’attaccante oggi sarà a Milano Il mercato biancoceleste

Pulzetti a Roma, Cribari in Toscana MILANO - La prossima partita di Zlatan Ibrahimovic potrebbe anche essere l’ultima con l’Inter e precedere di poche ore un incontro chiave per il passaggio dello svedese al Barcellona e di Samuel Etòo ai nerazzurri. All’una di notte ora italiana (le 16 sulla costa Ovest degli Usa) la squadra di Josè Mourinho affronterà a Palo Alto, in California, i messicani del Club America, nella seconda amichevole della tournee statunitense. Oggi invece è atteso a Milano l’agente del camerunese, Josè Maria Mesalles, che vedrà Massimo Moratti o il direttore tecnico Marco Branca per parlare dell’ingaggio del suo assistito, secondo quanto scrivono i due quotidiani sportivi di Barcellona. Il nodo Etòo è forse l’unico rimasto prima della conclusione dell’affare. Per Moratti sarebbe pronta una richiesta di stipendio da almeno dieci milioni di euro a stagione, non lontano dai dodici che guadagna Ibrahimovic. Secondo quanto trapelato in questi giorni, Etòo vorrebbe un compenso che faccia tra l’altro

La Fiorentina segna 13 reti E prende Castillo Fiorentina primo tempo (4-2-3-1): Frey, Comotto, Dainelli, Natali, Vargas, Kuzmanovic, Donadel, Marchionni, Jorgensen, Gobbi, Jovetic Fiorentina 2˚t (4-4-2): Avramov, Comotto, Natali, Donadel, Gulan, Papa Waigo, Agyei, Di Tacchio, Di Carmine, Babacar (16’ Kuzmanovic), Maritato. All. Prandelli Arbitro: Bonavia di Portogruaro Reti: nel pt 4’ Natali, 13’ Marchionni, 15’ Jovetic, 27’ Gobbi, 29’ Kuzmanovic, 33’ Jorgensen; nel st 4’, 13’ e 14’ Babacar, 8’ e 17’ Maritato, 19’ Di Carmine, 33’ Kuzmanovic BELLUNO - Prima uscita stagionale della Fiorentina con goleada (13-0) contro l’As Cortina (II categoria) davanti a oltre 1500 spettatori. Una Fiorentina con molte assenze (Mutu, Santana, Kroldrup, Pasqual oltre a Gilardino, Gamberini e Montolivo attesi da domani) e in attesa dell’attaccante argentino Castillo prelevato dal Lecce per il ruolo di vice Gilardino, oggi a Firenze per le visite mediche. Intanto sono stati i primi due neo acquisti, Cesare Natali e Marco Marchionni, ad andare a segno nell’amichevole di ieri. Kuzmanovic è stato impiegato alla Felipe Melo ancora punzecchiato dai tifosi viola con uno striscione ironico dopo il suo passaggio alla Juve. Nella ripresa spazio ai giovani.

Lazio-Livorno, tempo di scambi

Josè Mourinho studia la nuova Inter

dimenticare la clamorosa differenza di valutazione sul mercato tra lui e Ibra (conguaglio di almeno 40 milioni più prestito di Alexander Hleb a favore dell’Inter). Il centravanti non accompagnerà il suo procurato-

re a Milano, sempre secondo la stampa catalana, ma avrebbe espresso l’intenzione di chiudere poi la trattativa in prima persona. Etòo avrebbe sciolto la riserva sul suo passaggio all’Inter grazie a una

ROMA - In casa della Lazio dominano gli argomenti legati al calciomercato. Il centrocampista del Livorno Nico Pulzetti è dato in forte avvicinamento al club di Formello nell’ambito di uno scambio che, secondo fonti vicine alla dirigenza laziale, porterebbe in Toscana Cribari e Bonetto. C’è poi il Mantova che, avendo bisogno di un uomo d’ordine a centrocampo, starebbe puntando su Roberto Baronio. Il presidente Lotito non è intenzionato a fare sconti. Dalla Germania, più precisamente da Hoffenheim (disposto a dare 5 milioni di euro) ed Eintracht Francoforte, sono arrivate due richieste per David Rozenhal, mentre ci sono segnali di disgelo per Ledesma, nonostante il procuratore dell’argentino, Vincenzo D’Ippolito, sia volato nei giorni scorsi a Liverpool per discutere di un eventuale trasferimento ai ’Reds’ del suo assistito. Lotito chiede 15 milioni di euro, e quella del Liverpool è l’unica possibilità che potrebbe indurre Ledesma a lasciare la Lazio, altrimenti è probabile che firmi il rinnovo del contratto. «Se va via, lo farà solo per migliorarsi - ha commentato Lotito pur non nominando mai il calciatore - E di questo ne sono felice». telefonata di Josè Mourinho dagli Stati Uniti, ma non ci sono conferme al riguardo. Ieri Etòo e Mesalles dovrebbero aver visto a Barcellona il presidente blaugrana Joan Laporta. Intanto l’Inter ha lasciato il ritiro

di Los Angeles per Palo Alto: allo Stanford Stadium giocherà contro i messicani del Club America il primo dei tre match del World Football Challenge. Per la squadra di Mourinho il giorno libero nel ritiro

di Los Angeles è stato movimentato da un falso allarme bomba nell’albergo Four Seasons di Beverly Hills, dove alloggia tutto il gruppo. Molti dei giocatori non erano nelle stanze quando è partita la sirena, gli altri - tra cui Ibrahimovic, Mario Balotelli, Francesco Toldo e vice allenatore Beppe Baresi - hanno passato un’ora in strada con agli altri ospiti dell’hotel, finché i controlli non hanno fatto rientrare l’allerta. Alla comitiva nerazzurra si è unito Javier Zanetti, che ha svolto finora un programma differenziato in Argentina, mentre Julio Cesar e Maicon arriveranno mercoledì a Boston. Oggi dovrebbe aggregarsi anche un altro brasiliano, Lucio, appena acquistato dal Bayern Monaco. In un’intervista al quotidiano argentino La Nacion, Zanetti ha detto che Etòo è forte come Ibra e che con lui, Lucio e Diego Milito l’Inter avrà più chance nella corsa alla Champions League. «Sta nascendo una squadra in grado di competere con le grandi d’Europa», ha assicurato il capitano.

Primo test coi Galaxy. Leonardo ottimista su Beckham, possibilista su Fabiano

“Al mio Milan non serve un vip, ma gente solida” LOS ANGELES - Luis Fabiano è senz’altro un giocatore adatto al campionato italiano e il Milan «non va sul mercato solo per acquistare un nome. Se lo facciamo è perché ci serve altrimenti possiamo anche restare questi». Lo ha detto il tecnico rossonero Leonardo rispondendo ai giornalisti al termine del primo allenamento a Los Angeles, secondo quanto riferisce il sito internet del Milan. «Luis Fabiano è senza dubbio un buon giocatore. È il centravanti della nazionale brasiliana e come

tutte le trattative deve fare il suo corso - ha dichiarato Leonardo Non credo si possa definire una scommessa per il nostro campionato, perché lui avrebbe potuto già essere maturo a 23 anni. Ciò che gli è mancato è stato un grande club». È curioso che proprio Leonardo dica questo, visto che Luis Fabiano, come lo stesso attuale allenatore del Milan, ha giocato nel San Paolo ovvero un club che ha vinto due Coppe Intercontinentali, un Mondiale per club, tre Coppe Li-

bertadores, altre 4 Coppe continentali e 6 titoli nazionali. Il neo allenatore non insiste sulla necessità di nuovi acquisti e rinnova la sua fiducia nei giocatori

che ha: «Se non dovesse arrivare (Luis Fabiano, n.d.r.) vedremo. Il suo nome è stato fatto dopo quello di Dzeko. Erano entrambi due giocatori che a noi interessavano,

Possibile il ritorno in Inghilterra a gennaio

Lo Spice boy guarda al Chelsea “Con Ancelotti può vincere” LONDRA - «Il Chelsea può diventare campione d’Inghilterra l’anno prossimo, grazie al suo nuovo allenatore». Parola di David Beckham che, intervistato dal quotidiano britannico ’News of World’ ha speso ottime parole nei confronti di Carlo Ancelotti, il suo ex allenatore al Milan, ora approdato sulla panchina dei Blues. «Il Chelsea ha molte possibilità perchè Carlo è un grande uomo e un grande manager - ha spiegato l’inglese, tornato a giocare nei Los Angeles Galaxy dopo i cinque mesi al Milan - Ancelotti ha tutte le capacità per far sì che il Chelsea vinca di nuovo il campionato». La squadra londinese ha vinto i suoi ultimi titoli in Premier League nel 2005 e nel 2006, quando in panchina c’era Josè Mourinho. Un altro giornale britannico, il ’Mail on Sunday’ scrive invece che proprio Beckham potrebbe essere uno dei prossimi acquisti del Chelsea: Ancelotti stima molto le caratteristiche tecniche e comportamentali dello ’Spice Boy’, e avrebbe chiesto al patron Abramovich di fare il possibile per prenderlo, eventualmente anche a gennaio 2010.

David Beckham adesso gioca di nuovo nei Galaxy

ma abbiamo una buona rosa e non dobbiamo avere fretta». Tra le novità dei prossimi mesi potrebbe esserci David Beckham, che ha fatto visita agli ex compagni a Los Angeles e che potrebbe tornare in rossonero. «David ha avuto e ha un buon rapporto con tutti noi - ha detto Leonardo -. Ci è servito tantissimo nel momento in cui ha indossato la nostra maglia, inoltre è una bella persona e anche il fatto stesso di venirci a trovare testimonia quanto tenga a noi. È stato davvero un bel gesto. David è senza dubbio un giocatore molto intelligente - ha concluso il tecnico - e dire che potrebbe rientrare nelle mie idee non credo sia nulla di strano, perché può giocare in ogni metodo». Nella serata di Los Angeles (le 4 di oggi in Italia) il Milan ha giocato proprio contro i Galaxy di Beckham. «Ho tutti gli uomini della rosa a disposizione - ha detto nel prepartita Leonardo - ma aspetto indicazioni e conferme anche da Gattuso, Kaladze e Bonera» che stanno recuperando da infortuni. Non ci sono stati Pirlo e Zambrotta, che hanno iniziato più tardi la preparazione per via della Nazionale in Sudafrica. «Pato invece si è sposato, ha fatto vacanza, ma ha 20 anni e uno sforzo me lo deve», ha scherzato il tecnico.


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Lunedì 20 Luglio 2009 37

Sport

Rally: auto contro una roccia Pugilato, Amir Khan Muore un navigatore italiano campione a 22 anni SOFIA - Il copilota e navigatore italiano Flavio Gugelmini è morto in un incidente stradale avvenuto in un rally in Bulgaria. L’auto, una Peugeot 207, è uscita di strada schiantandosi su una roccia. Lo svizzero Brian Lavio, pilota, è ferito lievemente. La gara, tappa del Campionato europeo, è stata sospesa ed è stato osservato un minuto di silenzio.

Tennis, finale amara per la Schiavone A Praga si arrende in 2 set alla Bammer

MANCHESTER - E’ campione del mondo di pugilato a soli 22 anni: il britannico Amir Khan (argento olimpico ad Atene) ha conquistato il titolo dei superleggeri Wba. Il giovane prodigio ha battuto in 12 riprese (con verdetto unanime: 120-108, 118-111 e 118-111) l’ucraino Andreas Kotelnik.

PRAGA - L’azzurra Francesca Schiavone è stata sconfitta nella finale del torneo di tennis di Praga, valido per il circuito Wta. La tennista milanese, testa di serie numero 1 del torneo, è stata battuta dall’austriaca Sybille Bammer, testa di serie numero 2, con il punteggio di 7-6(4) 6-2.

I bolidi di Red Bull, Williams e McLaren hanno sfrecciato intorno al Cremlino su un circuito di 4,5 km

Prova generale di un Gp a Mosca Centomila salutano l’esibizione nonostante i 30˚ Claudio Salvalaggio

MOSCA - Mosca continua a sognare di ospitare presto un circuito di Formula Uno e nel frattempo si lascia stregare da qualche antipasto, come la corsa-spettacolo disputata ieri dai bolidi di tre scuderie su un circuito di 4,5 km lungo le Mura del Cremlino, intorno alla Piazza Rossa, in uno scenario di abbagliante bellezza. Nonostante gli oltre 30 gradi, circa centomila spettatori - il doppio dello scorso anno - hanno dato l’assalto agli spazi riservati, in particolare lungo la Moscova, per veder sfrecciare fino a circa 300 km/h David Coulthard (Red Bull Racing), Heikki Kovalainen (Mc Laren Mercedes) e Kazuki Nakajima (Williams), tutti pronunciatisi a favore di un circuito nella capitale russa. L’occasione è stata la Bavaria Moscow City Racing, alla sua seconda edizione ma di fatto al vero debutto in grande stile sulla vetrina internazionale, con oltre 450 giornalisti accreditati (130 stranieri), una coreografia di alto livello e investimenti da capogiro. La prima sfida è stata organizzativa: oltre 60 autorizzazioni da parte di una ventina di enti, tra cui i servizi segreti (Fsb), e misure di sicurezza tali da non isolare mai il Cremlino. Si vocifera di un

La McLaren di Heikki Kovalainen nello show di ieri a Mosca ha comunque sfrecciato a 300 orari lungo la Moscova

interessamento anche del premier Vladimir Putin, il cui portavoce Dmitri Peskov sedeva ieri con il figlio in prima fila nella tribuna vip. I media hanno già battezzato come

«l’evento dell’estate» la corsa ideata dalla storico birrificio olandese. Lo spettacolo non è mancato. E neppure i brividi, come quando una splendida Bugatti Eb 110 azzurra

del 1993, uno dei rari esemplari ancora in circolazione, ha tagliato troppo una curva ed ha carambolato quasi disintegrandosi ma lasciando illesi il conducente e una passeg-

gera. Per una volta i famigerati Omon, gli agenti antisommossa, hanno dovuto usare al posto del manganello la ramazza, per spazzare vetri e frammenti. La Bugatti era

una delle ottanta auto sportive d’epoca della parata, che avevano un valore complessivo superiore ad un milione e mezzo di euro: Ferrari, Porsche, Maserati, Lamborghini, Bentley, Bmw, ma anche molti straordinari esemplari americani, come Cadillac, Chevrolet, Mercury, alcune guidate da oligarchi di provincia con il cappello da cowboy. Le emozioni più forti però le hanno regalate i tre piloti di Formula uno e i loro colleghi russi della Kamaz, vincitori della Parigi-Dakar: i rombi dei motori, le derapate, le accelerazioni sul rettilineo a sud del Cremlino, sullo sfondo della cattedrale di Cristo Salvatore, hanno strappato applausi e ovazioni fino al rientro dei bolidi nei tre box improvvisati sotto tendoni, davanti alla cattedrale di San Basilio. «La Formula Uno ha molti fan in Russia. È ormai tempo di dare loro questo tipo di spettacolo regolarmente», ha commentato Coulthard. «La storia sta avanzando insieme a voi: potete immaginare quando ci sarà qui una vera corsa stile Montecarlo...». Mosca, diventata con il boom petrolifero città vetrina di auto sportive e di lusso, continua a fare questo sogno futurista e sicuramente la gara di ieri lascerà un segno, non solo sull’asfalto.

Vela Un albero urta l’imbarcazione dell’italiano impegnato nella regata dalla Francia alle Azzorre

Soldini resta primo, ma che spavento ROMA - Giovanni Soldini e Karine Fauconnier, a bordo di Telecom Italia, mantengono il comando della flotta dei Class 40 nella seconda tappa della Les Sables-Horta-Les Sables, la regata dalla Francia alle Azzorre e ritorno. Al primo rilevamento di ieri Telecom Italia, che si trova a 724 miglia dall’arrivo, è seguita da CG Mer di Wilfrid Clerton e Loic Lehelley a 19 miglia di distanza e da Palanad II di Nicholas Brennan e Alex Alley a 26 miglia di distanza. Nelle prime ore del giorno c’è però stato un grosso spavento per Soldini e Fauconnier, a causa dell’urto con un enorme tronco d’albero, che comunque non avrebbe causato seri danni alla barca. «Dopo l’uscita da una strambata abbiamo sentito un rumore fortissimo - racconta Soldini - La barca si è fermata e Karine e io ci siamo accorti che un grande tronco d’albero era andato a sbattere prima sulla chiglia, poi sullo scafo e infine si era incastrato nei timoni. Per fortuna sembra che la barca sia uscita dallo scontro abbastanza indenne, danni gravi non ce ne sono». Ora Telecom Italia sta navigando a 11-12 nodi con una quindicina di nodi di vento da ovest. Il vento dovrebbe rinforzare e girare da sud-ovest fino a stabilizzarsi oggi sui 25 nodi con punte a 30. «Sarà una vera e propria depressione atlanti-

Atletica Keizo Yamada non farà più la maratona

A 81 anni si ritira l’uomo di ferro TOKYO, 19 LUG - Alla venerabile età di 81 anni, il maratoneta giapponese Keizo Yamada, soprannominato ’Iron Man’ (uomo di ferro), ha deciso di ritirarsi, ma non esclude di cimentarsi ancora nella mezza distanza. «Non sto ringiovanendo, quindi non farò più corse di 42 km», ha detto Yamada, che rappresentò il Giappone alle Olimpiadi di Helsinki del 1952 e vinse l’anno successivo la maratona di Boston, al domenicale sportivo Hochi. «Continuerò a correre per divertimento e per mantenermi in forma», ha aggiunto, precisando che ancora macina 20 chilometri al giorno.

Quest’anno ’Iron Man’ ha corso tre maratone, compresa la sua 19/a a Boston. Quella di Tokyo l’ha portata a termine in 5h34’50’’. Yamada è stato uno dei pioneri della lunga distanza in Giappone, assieme a Shigeki Tanaka e Hideo Hamamura, che pure hanno vinto a Boston, rispettivamente nel 1951 e nel 1955. Ha poi raccolto il testimone Kokichi Tsuburaya, bronzo nella maratona alle Olimpiadi di casa, Tokyo 1964. Meglio ancora le donne, negli ultimi anni: Mizuki Noguchi ha conquistato l’oro olimpico di Sydney 2000, Naoko Takahashi quello di Atene 2004.

Il “nonnino” giapponese da guinness vinse a Boston nel 1953

ca - commenta Soldini - ma siamo pronti ad affrontarla. Siamo messi in buona posizione, quelli che sono più a nord di noi, come CG Mer o Palanad II, dovranno scendere per fare una rotta più diretta su Les Sables d’Olonne. Ma teniamo gli occhi bene aperti

perchè il nostro cammino è cosparso di trappole». L’arrivo di Telecom Italia nel porto francese di Les Sables d’Olonne è previsto per domani. Vela anche in Italia. Il vento è stato il protagonista dell’edizione 2009 del campionato

L’eterno maratoneta potrebbe continuare con la mezza distanza

nazionale Platu 25 di vela. Nella quarta e conclusiva giornata di prove, a Monopoli, gli equipaggi hanno atteso inutilmente di potersi sfidare sul campo di regata, ma hanno dovuto rinunciarvi per il vento che spirava a 22 nodi. Il comitato di regata ha deciso

di non far disputare le ultime tre prove e quindi il titolo di campione nazionale è andato all’imbarcazione Nanuk, armata da Gianrocco Catalano, del circolo Rcc Tevere Remo, e timonata da Luigi Ravilli, già campione italiano Platu 25 nel 2008.


38 Lunedì 20 Luglio 2009 il Domani

SPORT Il centrocampista prelevato dal Rimini, ha raggiunto i compagni e oggi sosterrà la prima seduta diallenamento

S E R I E

B

Biagio Pagano in maglia amaranto REGGINA

REGGIO CALABRIA — Biagio Pagano ha raggiunto il ritiro di Roccaporena sabato notte. Il centrocampista, prelevato dal Rimini a titolo definito, una volta conclusa la trattativa si è aggregato immediatamente ai compagni ed oggi sosterrà la sua prima seduta di allenamento. L’operazione che lo ha portato in amaranto è stata piuttosto veloce. «Ho saputo dell’interesse della società appena qualche giorno fa» ammette il giocatore, che ha scelto la Reggina nonostante una corte serratissima da parte del Sassuolo. «Sono stato davvero molto vicino alla società emiliana, ma preferivo venire a Reggio Calabria. Conosco bene il mister e so come lavora. E poi la Reggina è una delle pretendenti alla promozione nella massima serie. La mia voglia è quella di approdare in questo palcoscenico». Pagano descrive le sue caratteristiche: «Sono in centrocampista esterno destro, ma mi adatto bene anche sulla fascia opposta. Calcio bene con entrambi i piedi. Sono veloce, ho un buon cambio di passo». Il centrocampista conosce già alcuni suoi compagni: Joelson, Volpi e Rizzato, «quest’ultimo spiega - sin dai tempi delle giovanili. L’ultima volta che l’ho incontrato è stato durante i play out, io col Rimini, lui con l’Ancona». L’entusiasmo non gli manca ed il suo obiettivo è, oltre che dare il suo contributo alla Reggina

L’obiettivo? «Migliorarmi e tornare sin da subito nella massima serie»

Il centrocampista Biagio Pagano

a ritrovare la serie A, anche quello di mostrare le sue qualità. «Voglio migliorarmi - conclude Dobbiamo tornare sin da subito in serie A. Non mi sento di fare promesse, soprattutto ai tifosi.

Posso garantire da parte mia il massimo impegno. Ce la metterò tutta per centrare l’obiettivo che ci siamo prefissati». Notiziario: Giornata di riposo ieri per la Reggina. Walter Novelli-

no ha deciso di concedere ventiquattrore di riposo al gruppo, dopo l’amichevole di sabato pomeriggio contro la squadra del Città di Castello. Gli amaranto hanno trascorso la giornata al-

l’insegna del relax. Oggi riprenderanno la preparazione con la consueta doppia seduta di allenamento. Angela Latella


40 Lunedì 20 Luglio 2009 il Domani

CULTURA Nato da una ricerca tra gli archivi della Diocesi di Locri, il romanzo di Lina Furfaro ci immerge nel riscatto di una donna

La maestra Tita: una donna nella Locride post-alluvione Pagina dopo pagina si viene trascinati nel dramma della povera gente di Rita Gatta

É stato pubblicato da qualche giorno il romanzo storico "La maestra Tita". Nato da una ricerca tra gli archivi della Diocesi di Locri, il romanzo di Lina Furfaro, edito da Pellegrini, ci cala in una Locride post-alluvione. Evento tragico e drammatico, che ha portato dietro di sè una tappa evidentemente cruciale per la storia di questa terra. Sin dalle prime battute ci sentiamo trascinati nel dramma di povera gente che ha perso tutto, uomini e donne provati già da secoli di povertà, isolamento, ignoranza, analfabetismo, immobilismo sociale. Eppure qualcosa si muove tra il fango: a soccorrere un’infanzia abbandonata, scalza, sperduta tra i boschi aspromontani, sorgono gli Asili infantili, gestiti dall’ODA (Opera Diocesana Asili) che mettono in moto una realtà pre-scolastica durata circa un ventennio, quando poi lo Stato ha sostituito le Associazioni. In questo contesto, dalle pagine di una narrazione che alterna anche momenti in cui la protagonista in prima persona si rivela al lettore, emerge la figura di Tita, come donna-simbolo di un doppio riscatto: quello personale e tutto femminile, in un’epoca in cui l’altra Metà del Cielo era sottomessa al volere di padri, mariti, figli e riscatto di un popolo troppo a lungo provato da un giogo crudele di sottomissione, ar-

Tita rappresenta un’icona che lentamente conduce la realtà calabra degli anni 50’-60’ verso quel periodo di benessere che coinciderà con “Boom economico”

retratezza socio-culturale, inclemenza delle forze della Natura. Al di là delle proprie scelte personali e delle conquiste per una autonomia individuale, agevolate dal suo lavoro che le consente di contare su una indipendenza economica, la nostra maestra Tita, pare simbolicamente anticipare, nella Locride degli anni ’50, quelle

Dalle pagine del libro emerge la figura di Tita, come donna-simbolo di un doppio riscatto: quello personale e tutto femminile, e quello di un popolo

che saranno poi le vere rivendicazioni femministe degli anni ’70: avrà modo di scegliere la sua strada, di gestire la propria esistenza che vuole legata al mondo dell’Infanzia così deprivata e non a un marito (come invece accadeva quando "si mandava" e le coppie venivano formate in base a precedenti accordi familiari). Tita rappresenta un’icona che lentamente conduce la realtà calabra degli anni ’50-‘60 verso quel periodo di benessere e rinascita che coinciderà, poco dopo, con l’inarrestabile "Boom economico" degli anni ’60. Pagina dopo pagina, la sua vita è testimonianza di un lungo percorso, compiuto a piccoli passi, per trasmettere gradualmente pillole di educazione e buone maniere ad un’infanzia ancora scalza, abbandonata a se stessa, attraverso programmi che oggi forse potrebbero far sorridere, soprattutto se si provasse a imbattersi in un ardito paragone con i nostri bambini di oggi, così avvezzi alle comodità e a tutti i maggiori confort e con le tante opportunità di svago a loro disposizione. Tuttavia Tita è l’emblema di un qualcosa di

Tita è l’emblema di un qualcosa di nuovo che lei stessa contribuisce a realizzare a lungo termine: la ricerca e il riscatto di una pari opportunità tra il Nord e il Sud Locri

nuovo che lei stessa contribuisce a realizzare a lungo termine: la ricerca e il riscatto di una pari opportunità tra il Nord e il Sud, realtà quest’ultima, purtroppo anche allora invischiata nei soliti giochi di potere che tutelano gli interessi di pochi, lasciando agli altri solo l’illu-

sione del nuovo; tutto ciò, nonostante l’improvvisa ventata di modernità che pare sprigionarsi nelle tante novità: televisori, macchine per cucire, Vespe e Lambrette, accessori divenuti simbolo di un’epoca ben precisa nella storia del nostro paese, quella dello sviluppo dell’economia e delle abitudini. Rivoluzione che ha rivelato i suoi effetti anche e soprattutto nei costumi degli italiani e delle italiane in particolar modo e i I Concorsi per l’elezione di giovani miss ne sono un esempio divenuto poi tradizione e ancora oggi considerato un evento cult della cultura italiana. Il vero valore di ogni scelta e decisione della protagonista, si rivelerà in un veloce epilogo che si vorrebbe non arrivasse mai alla parola fine e che lascia nel cuore un’ intensa emozione.


Pag. 41

APPUNTAMENTI il Domani

Lunedì 20 Luglio 2009

TEATRO - MUSICA - CULTURA - CONVEGNI - DANZA - ARTE - LIBRI - SOCIETÀ

CASTROVILLARI Sul palco, Danilo Rea con il suo “Omaggio a Fabrizio De Andrè”

Peperoncino Festival CASTROVILLARI — Il Peperonci-

no Jazz Festival approda a Castrovillari. Sul palco, Danilo Rea con il suo “Omaggio a Fabrizio De Andrè”. Dopo la fantastica inaugurazione affidata al vulcanico Stefano Bollani con il progetto “Carioca”, sarà un altro incredibile pianista italiano il protagonista del secondo appuntamento del Peperoncino Jazz Festival 2009, giunto alla sua 8ª edizione.

CATANZARO

Marina Rei Paola Turci

SOVERATO Prosegue la kermesse dedicata ai film dei giovani emergenti

Magna Graecia Festival SOVERATO — Prosegue con due film molto interessanti il Magna Graecia Festival di Soverato. Stasera alle 21 sarà la volta di Mar Nero (2009) di Federico Bondi. Federico Bondi ispirandosi alla realtà del suo passato ci porta sul grande schermo un ottimo prodotto peraltro che si avvale di una di certo originale tematica. Seguirà alle 22.30 il Pranzo di Ferragosto di Gianni Di Gregorio.

ROSSANO

Dieci anni di estate in moda

REGGIO

Gianna Nannini

Calcio a 5 torneo internazionale

LAMEZIA

PETRONA’

Concerto dei Pooh

Colonia estiva

SOVERATO

VALLEFIORITA

Mostra Asso di Quadri

Luca Barbarossa in concerto

a Fatti di Musica


42 Lunedì 20 Luglio 2009 il Domani

APPUNTAMENTI CALABRIA CASTROVILLARI Dopo Stefano Bollani un altro incredibile pianista al secondo appuntamento del Peperoncino Jazz Festival 2009

Danilo Rea e il suo omaggio a De André In programma oggi alle ore 22 nel suggestivo scenario del Chiostro del Protoconvento CASTROVILLARI — Il Peperoncino

Jazz Festival approda a Castrovillari. Sul palco, Danilo Rea con il suo “Omaggio a Fabrizio De Andrè”. Dopo la fantastica inaugurazione affidata al vulcanico Stefano Bollani con il progetto “Carioca”, sarà un altro incredibile pianista italiano il protagonista del secondo appuntamento del Peperoncino Jazz Festival 2009, manifestazione culturale giunta alla sua 8° edizione, diretta artisticamente da Sergio Gimigliano e organizzata dall’Associazione Picanto con il patrocinio della Regione Calabria e con il contributo dell’Assessorato al Turismo e Spettacolo della Provincia di Cosenza, dell’Ente Parco Nazionale del Pollino, di varie amministrazioni comunali, di Camera di Commercio e Confindustria di Cosenza, Agis e Anec Calabria e di prestigiosi Sponsor privati, primi fra tutti La Pietra Srl, Il Borgo dei Piani de La Bruca e Ubi Banca Carime. In programma oggi alle ore 22 nel suggestivo scenario del Chiostro del Protoconvento di Castrovillari, il concerto vedrà sul palco Danilo Rea, unanimemente considerato uno dei portavoce del jazz italiano nel mondo e uno dei migliori pianisti jazz del panorama europeo (come dimostrano le collaborazioni con Lee Konitz, Bob Berg, Billy Cobham, John Scofield, Toots Thielemans Randy e Michael Brecker ecc.) e, al contempo, musicista ricercatissimo anche in ambito pop, sia nelle sale di incisione che nei concerti dal vivo (è da più di dieci anni il pianista di fiducia di Mina e collabora assiduamente anche con Claudio Baglioni, Pino Daniele, Fiorella Mannoia, Renato Zero, Adriano Celentano e tanti altri). Di formazione classica (diplomato

presso il Conservatorio Santa Cecilia di Roma), il suo debutto come pianista jazz risale al lontano 1975 quando, insieme ad Enzo Pietropaoli e a Roberto Gatto, costituì lo storico Trio di Roma. Oltre a far parte del quintetto di Giovanni Tommaso e dei Lingomania (gruppo capitanato dal sassofonista e compositore Maurizio Giammarco), sin dal 1997 ha militato, insieme ad Enzo Pietropaoli e a Fabrizio Sferra, nei Doctor 3, con cui ha registrato vari dischi che hanno riscosso enorme successo di pubblico e critica (tra cui “The Tales of Doctor 3”, premiato come Miglior Disco di Jazz italiano nel Top Jazz del 1998 e “The Songs Remain the Same”, premiato come Miglior Disco di jazz italiano da Musica & Dischi nel 1999, anno in cui il gruppo si è affermato anche come “Miglior Gruppo” nella classifica del "Top Jazz" della prestigiosa rivista “Musica Jazz”). Il talentuoso pianista vicentino (romano d’adozione), in occasione della prima delle due tappe castrovillaresi del festival più piccante d’Italia (la seconda, realizzata in collaborazione con la terza edizione di Suoni, in programma il prossimo 29 luglio, vedrà sul palco il trio Wasabi con ospite il grandissimo trombettista Cuong Vu), darà un saggio della sua abilità di improvvisatore nell’affrontare il songbook di uno dei cantautori italiani più amati di sempre: Fabrizio De André. In occasione dei dieci anni della sua morte, Rea proporrà tutti i più famosi successi del cantautore genovese, da La Canzone di Marinella a Bocca di Rosa, da Il Pescatore ad Amore che vieni, Amore che vai; capiremo, così, come il linguaggio jazzistico riesca ad applicarsi,

Ivano Fossati e Gianna Nannini Fatti di Musica Radio Juke Box LAMEZIA TERME — Confermati dal promoter Ruggero Pegna altri due prestigiosi appuntamenti di "Fatti di Musica Radio Juke Box 2009", la XXIII edizione della rassegna del miglior live d'autore italiano: il 3 settembre il concerto di Ivano Fossati nella cornice del nuovo Anfiteatro Mia Martini di Castiglione Cosentino ed il 6 settembre il concerto di Gianna Nannini allo Stadio "M. Lorenzon" di Rende, unico in Calabria. I due concerti si realizzeranno grazie alla collaborazione con le Amministrazioni Comunali dei due Centri cosentini e degli Assessorati a Turismo e Cultura della Regione Calabria. L'evento con Fossati, rientarndo nel quadro delle iniziative promozionali dell'Area Universitaria di Cosenza promossa dal sindaco Russo e dal consigliere regionale Magarò, sarà ad ingresso libero per tutti gli studenti di qualsiasi fascia scolastica. Il concerto di Gianna Nannini, invece, avrà un biglietto unico di euro 34.50 disponibile nelle prevendite abituali e Ticketone. «Ringrazio il dottore Russo, sindaco di Castiglione Cosentino ha detto Pegna - per la sua volontà di ripetere questo evento di inizio settembre con nomi di assoluto spessore artistico del panorama musicale italiano, molto apprezzati dai giovani. Colgo l'occasione di formulargli

i migliori auguri per la recentissima rielezione. Un grazie anche all' avvocato Bernaudo, sindaco di Rende ed ai suoi assessori Fabiani e Rausa, per la concessione dello stadio e del manto erboso, malgrado a ridosso dell'inizio dei campionati. Lavoreremo, come al solito, per tutelare la struttura e garantire il miglior svolgimento dell' attesissimo evento musicale». Con Ivano Fossati e Gianna Nannini si chiude la rosa dei live presentati e premiati in questa XXIII edizione di Fatti di Musica Radio Juke Box 2009 ideata e diretta da Ruggero Pegna. Tra i prossimi imminenti eventi il "Lamezia Demofest" con ospiti Malika Ayane, Arisa, Roy Paci, i due concerti di Cristiano De Andrè del 12 agosto al Teatro di Roccella e del 13 agosto in quello di Cirella (Diamante), il concerto dei Pooh "Ancora una notte insieme" del 14 agosto allo Stadio "G. d'Ippolito" di Lamezia Terme e l'evento internazionale con Noa e Mira Awad dell' 11 agosto al Piazzale del Santuario di Paola dedicato alla Chiesa di San Francesco di L'Aquila patrocinato dalla Provincia di Cosenza. Tutte le informazioni su "Fatti di Musica Radio Juke Box 2009", realizzata con la collAborazione dell'Assessorato Regionale al Turismo, sono disponibili al sito www. ruggeopegna. it

LAMEZIA TERMELa finale nazionale di "Demo l’Acchiappatalenti"

Demofest, una super giuria

quando il musicista è di alto livello, ad un repertorio ad esso del tutto estraneo. Alla fine del concerto, fortemente voluto dall’Assessore al Turismo e Spettacolo del Comune di Castrovillari, Ing. Umberto Malagrinò e da tutta l’amministrazione comunale, e realizzato con il fondamentale contributo della Pollino Gestione Impianti presieduta dal Dott. Vittorio Cerbini e con il sostegno dell’Hotel Astj, come da tradizione del Peperoncino Jazz Festival, verrà dato spazio alla degustazione (a cura della Fisar - Delegazione di Cosenza coordinata da Tommaso Caporale) di un ottimo vino calabrese prodotto dalle cantine Serracavallo: il Terraccia (Valle del Crati Igt).

LAMEZIA TERME — A pochi giorni dalla prima serata della quarta edizione del "Lamezia Demofest", la finale nazionale di "Demo l'Acchiappatalenti" di Rai Radio Uno che si svolgerà a Lamezia Terme nei prossimi 23, 24 e 25 luglio condotta da Michael Pergolani e Renato Marengo, resa nota la giuria di qualità che voterà i dieci finalisti di quest'anno. Tra i super esperti anche Leopoldo Lombardi, Presidente Afi, Giulio Tedeschi della Toast Records/Audiocoop Piemonte, Marco Ricci, Presidente di Note Legali, Fabrizio Galassi di Kataweb Musica, Gianni Errera di One E One, Laura Zaru di Assomusica, Valentina Galli del Televideo Rai, Carlo Bertilazzo, giornalista e scrittore. Presidente di giuria sarà Giancarlo Passarella, direttore di Musicalnews. Nelle tre serate del 23, 24 e 25 luglio, sul palco principale del "Lamezia Demofest", oltre ai vari big ospiti vera protagonista sarà, infatti, la gara tra le migliori dieci giovani band selezionate durante l'anno da "Demo l'Acchiappatalenti". I finalisti sono Francesco Forni di Roma, Erika Biavati di Bologna, i Vinegar Socks di Roma, Cocò Gulotta

e Bottega Retrò di Palermo, gli Hoosh di Udine e Trieste, Elena Vittoria di Bergamo, Rummer & Grapes di Sangemini Termini, gli Arangara di Bologna, i 2 Pigeons di Milano e l´Altroparlante di Napoli. Insieme al titolo più prestigioso di "Lamezia Demofest Award - Migliore Nuova Proposta dell´anno", saranno assegnati altri premi, “Demo´s Best Voice" a Daria Biancardi di Palermo, "Demo´s Etno Award“ ai Calabria Logos di Cosenza, "Demo´s Rap Award" ai vincitori della sezione Rap, la cui gara si svolgerà sul palco 2, ogni sera dopo la mezzanotte. Come è noto i super ospiti saranno: il 23 luglio Rosa Martirano ed Augusto Enriquez Y Su Mambo band, il 24 luglio Joe Castellano Blues Band e Malika Ayane ed il 25 luglio, finalissima, Arisa e Roy Paci con gli Aretuska. Il prestigioso festival-fiera della nuova musica italiana è organizzato da Ruggero Pegna e Comune di Lamezia Terme, con la collaborazione di Palco Reale di Gianni Sergio, Regione Calabria Assessorato al Turismo, Provincia e Camera di Commercio di Catanzaro, Lamezia Multiservizi.

l’azienda informa

Aumenta subito i tuoi guadagni con la “PIATTAFORMA MULTIMEDIALE” Hai un bar, edicola, tabacchi, internet point, ristorante o possiedi la partita iva? Aumenta subito i tuoi guadagni con la PIATTAFORMA MULTIMEDIALE da oggi anche col Superenalotto, Totocalcio, Totogol e Tris Avviso importante per i titolari o i gestori di Bar, edicole, tabaccherie, internet point, ristoranti e possessori di partita iva. Ad Agosto ricomincia il Campionato di Calcio. Entra nel Mondo delle Scommesse e dei Servizi. Aumen-ta subito i tuoi guadagni: Attiva la nostra Piattaforma Multime-diale ed erogherai: • Superenalotto on-line • Gratta e Vinci on-line • Scommesse Sportive • Totocalcio • Totogol • Tris • Skill Games • Poker on-line • Ricariche Telefoniche • Ricariche Digitale Terrestre • Carte Telefoniche Nazionali ed Internazionali • Pagamento Bollettini e Utenze • Bonifici Nazionali ed Internazionali • Servizio Corriere Espresso • Visure Commerciali e Catastali • Slot Machine Avrai un GUADAGNO dal 2% al 50% dell’utile netto.

- Nessuna fideiussione - Investimento minimo - Rientro garantito REQUISITI RICHIESTI affidabilità morale ed economica. Contattaci per una visita presso il tuo esercizio commerciale senza impegno. Info: Agenzia Hiram di Sardo Bruzzese C/so G. Pepe, 39 88069 - Squillace (Catanzaro) Telefono e Fax: 0961 021173 Cellulari: 320 7531434, 320 6178441, 334 3501125 E-mail: agenzia_hiram@libero.it.


il Domani Lunedì 20 Luglio 2009 43

APPUNTAMENTI CALABRIA SOVERATO - MAGNA GRAECIA FILM FESTIVAL Prosegue la rassegna del direttore artistico Gianvito Casadonte

Stasera Mar nero e Pranzo di Ferragosto Due opere prime molto interessanti e valutate con grande attenzione dalla critica SOVERATO — Prosegue con due film molto interessanti il Magna Graecia Festival di Soverato. Stasera alle 21 sarà la volta di Mar Nero (2009) di Federico Bondi. Federico Bondi ispirandosi alla realtà del suo passato ci porta sul grande schermo un ottimo prodotto peraltro che si avvale di una di certo originale tematica. Le protagoniste sono una anziana, Gemma, e una badante romena Angela sullo sfondo di una malsana periferia di Firenze. Mar nero ci parla del difficile clima che si respira da anziani e parallelamente anche della non facile condizione delle badanti romene. Lasciando da parte ogni razzismo o discriminazione, di cui oggi si parla tanto, caratterizza un personaggio, interpretato da Dorotheea Petra, di una badante romena con un grande senso di umanità e che crede ancora nell’amore forse più di molte italiane, a tal punto da lavorare in Italia con l’unico scopo di costruirsi un domani una famiglia con il lontano marito in Romania. Dall’altra parte una Ilaria Occhini autentica che interpreta l’anziana Gemma, tormentata dal dolore della recente scomparsa del marito e da quello che ai suoi occhi suona quasi un “tradimento” da parte del figlio Enrico che è andato a vivere lontano da lei a Trieste. Mar Nero si concentra sulla solitudine che accomuna le due donne che apparentemente sono così differenti sia per età che per cultura, ma che nonostante questo sono pronte ad aprirsi e a conoscersi a tal punto da arrivare a non riuscire più a far a meno

l’una dell’altra. Un monito per tutte le nuove generazioni. Giovani che si interessano del mondo degli anziani e li osservano aprendosi con loro. Anziani che grazie a loro si specchieranno in quell’immagine di giovinezza or-

mai andata via ma della quale è importante non avere mai rimpianti. Alle 22.30 sarà la volta di Pranzo di Ferragosto, di Gianni Di Gregorio. Gianni ha un lavoro: occuparsi dell'anziana madre, una nobildonna de-

l’azienda informa

L’acqua sorge limpida a 1000 mt d’altezza nel Parco Naturale delle Serre

Il benessere naturale della “Fonte del Principe” Mongiana “L’acqua è vita e aiuta a mantenere sano il tuo organismo”. Nelle scelte che riguardano la tua vita e la tua salute, scegli il meglio, scegli l’acqua oligominerale Fonte del Principe, batteriologicamente pura e cristallina, con caratteristiche chimico-fisiche eccellenti. I suoi effetti benefici e salutari furono scoperti e valorizzati fin dal 1591, dal principe Fabrizio Cafara, il quale, percorrendo a cavallo un luogo pittoresco formato da rigogliose foreste in un’atmosfera di fascino e di stupore, fu attratto dalla limpidezza dell’acqua e la bevve, ravvisandone immediati e benefici effetti. Da allora, quell’ameno luogo, fra i comuni di Mongiana e Fabrizia, denominato Cropani, rappresenta una fonte di benessere naturale e da qualche anno,

alcuni imprenditori locali, hanno deciso di far conoscere le peculiarità di questa importane acqua anche a chi non ha lo fortuna di frequentare l’affascinante territorio ricoperto dal verde oro della foresta in estate e di candida neve in inverno, imbottigliando e commercializzando in Italia e all’estero il prezioso liquido. L’acqua “Fonte del Principe”, leggerissima, indicata per le diete povere di sodio, caratterizzata da un basso residuo fisso e da una bassa durezza, sorge limpida a 1000 m di altitudine tra le montagne calabresi del Parco Naturale Regionale delle Serre. Quando bevi acqua, pensa alla tua salute, bevi acqua Fonte del Principe e sarai sempre in piena forma. Per info: www.fontedelprincipe.it

caduta, capricciosa e um tantino opprimente. Madre e figlio vivono soli in un fatiscente appartamento nel centro di Roma e faticano a tirare avanti, ricoperti di debiti come sono. Nel bel mezzo dell'afa estiva Alfonso, l'amministratore, si presenta alla loro porta per riscuotere quanto gli è dovuto, ma propone a Gianni l'estinzione di tutte le spese condominiali in cambio di un favore: ospitare la madre per la notte e il successivo pranzo di ferragosto in modo che lui possa partire per le terme. L'accordo non prevede però l'arrivo di una seconda signora, la zia di Alfonso, una simpatica anziana con qualche problema di memoria, ma l'amministratore lo convince a tenerla offrendogli del denaro. Gianni è costretto, suo malgrado, a dare asilo an-

che a una terza "mamma abbandonata" quando l'amico dottore, giunto per fargli una visita di controllo in seguito a un malore, gli chiede di potergliela affidare per non lasciarla sola. Lo sceneggiatore e aiuto regista Gianni Di Gregorio affronta la sua prima volta da solista pescando a piene mani dalla propria esperienza di figlio e regalando una svolta a un fatto realmente accaduto. Incuriosito da quello che sarebbe potuto accadere se avesse davvero accettato di tenere la madre dell'amministratore per le ferie di ferragosto, confeziona una piccola e tenera storia dai tratti scanzonati che fa riflettere sulla condizione dell'anziano, troppo spesso relegato in ospizi dai propri figli, troppo spesso trascurato dalla società.

A Stilo dal 31 luglio ritorna il grande Palio della Ribusa STILO — La Giunta Comunale di Sti-

lo ha approvato in via definitiva il programma della XIII edizione della rievocazione storica denominata “Palio di Ribusa”, che si svolgerà dal 31 luglio al 2 agosto prossimo. Un programma ricco di eventi e di novità artistiche. Un mix straordinario di spettacolazioni ed eventi culturali, che rievocano, sotto forma di “living history”, l’atmosfera e la vita del Rinascimento calabrese e della “illustrissima et nobilissima” Contea di Stilo. Il Palio di Ribusa è una delle manifestazioni più belle e suggestive della tradizione popolare calabrese, un viaggio inusuale in una atmosfera medievale e in quel periodo critico e pur interessante e magico (secoli XV, XVI e XVII), che caratterizzò la società e le istituzioni del Regno di Napoli. Un evento storico unico, che richiama la fiera signorilità della Città di Stilo, che Re Roberto nel 1339 chiamò “sua terra” e Giovanni d’Austria identificò come “fedelissima”. Il Palio di Ribusa (ripreso dall’amministrazione comunale di Stilo nel 1997, dopo una parentesi di 280 anni) può essere definito il simbolo dell’orgoglio della stessa città, che già nel 1600 era annoverata “fra il numero di cento e dieci Città d’Italia più famose”. L’evento risulta

sviluppato in giornate di spettacolo, di intrattenimento e di approfondimento (cortei storici, musiche di corte, giullarate, contastorie, sbandieratori, banchetti storici, cavalieri e dame), per poi concludersi con la competizione. Come sempre la manifestazione prende spunto dagli aspetti di vita legati particolarmente al periodo e alle vicende del filosofo Tommaso Campanella, il domenicano di Stilo. Un’occasione per suggerire una Stilo “Città del Teatro” in tutto il Sud, dove confluiscono tutti i linguaggi espressivi e dove l’intreccio tra le arti favorisce anche un rapporto visivo ‘teatrale’ della Città, una sua valenza popolare, con i suoi spazi fruibili per tutti. Tempi passati si fanno presenti miracolosamente, attraverso il suono di strumenti ricostruiti sulla base di miniature ed iconografie originali, con aromi un pò inebrianti, con i colori della magia e del mistero, i movimenti del corpo dei saltimbanchi e trampolisti, la nobile andatura dei cavalieri. Il fascino incredibile delle serate, in cui si alternano tutti i gruppi presenti offrendo uno spettacolo magnifico ed ogni sera diverso. Un’esperienza unica per tutti: la possibilità di entrare nel cuore della storia della “Città del sole”.


44 Lunedì 20 Luglio 2009 il Domani

APPUNTAMENTI CALABRIA

SEGNALARE A: FAX 0961.903801 - E-MAIL: APPUNTAMENTI@ILDOMANI.IT

La quarantaquattresima edizione del Gran galà del Pescespada il 26 luglio a Bagnara Calabra

Pino Daniele in concerto ad Acri IL CARTELLONE

La nona edizione di “Altomonte Rock Festival” sabato 25 luglio

ACQUARO (Vv) - Le Orme in concerto Sabato 21 agosto, alle ore 21.30, Le Orme in concerto in piazza con ingresso gratuito. Spettacolo organizzato dal comitato feste con la Puntieri Management di Vittorio Puntieri. Info: 334/5978797 - www.puntierimanagement.com. ACRI (Cs) - Assises Sedute in Opera E’ stata inaugurata l’ Assises Sedute in Opera, collezione Philippe Delaunay a cura di Boris Brollo che si terrà fino al 20 settembre, presso il Maca - Museo Arte Contemporanea Acri Palazzo Sanseverino - Piazza Falcone, 1 - Acri. Orari: 9.00/13.00 - 16.00/20.00 - chiuso lunedì. Info: 0984.953309 - www.museovigliaturo.it - maca@museovigliaturo.it. ACRI (Cs) - Spettacolo dei Fichi d’India Giovedì 13 agostoin occasione di "Amphiteacri 2009" si svolgerà lo spettacolo dei Fichi D'India nella sua nuova tournèe estiva. Lo spettacolo avrà inizio alle ore 21.30, posto unico non numerato euro 10.00 compreso di prevendita. I biglietti si possono acquistare nelle prevendite abituali. Per info Esse Emme Musica di Maurizio Senese www.essemmemusica.it. ACRI (Cs) - Pino Daniele in concerto Lunedì 17 agosto, in occasione di "Amphiteacri 2009" Pino Daniele con la sua tournèe dal titolo "L’electric Jan" tour 2009 toccherà le maggiore città italiane per poi partire in un tour europeo. L'evento si svolgerà nell'anfiteatro di Acri, il prezzo del biglietto è di euro 15.00 compreso le prevendite, inizio dello spettacolo ore 21.30. I biglietti si possono acquistare nelle prevendite abituali. Per info Esse Emme Musica di Maurizio Senese www.essemmemusica.it. ACRI (Cs) - Spettacolo di Sabina Guzzanti Lo spettacolo di Sabina Guzzanti, Vilipendio tour, si terrà il 22 agosto, in occasione di "Amphiteacri 2009". L'evento si svolgerà all'anfiteatro di Acri con inizio alle ore 21.30. Il costo del biglietto è di euro 15,00 compreso di prevendita. I biglietti si possono acquistare nelle prevendite abituali. Per info Esse Emme Musica di Maurizio Senese www.essemmemusica.it. ALTOMONTE (Cs) - Altomonte Rock Festival La IX edizione di Altomonte Rock Festival si terrà al Teatro di Altomonte - sabato 25 luglio 2009 alle ore 21.00 con ingresso gratuito. La kermesse rock prevede band emergenti provenienti da tutta la penisola è una band dalla Germania. Tra i gruppi ospiti i “Plaster Casters”, vincitori della scorsa edizione. Per info: www.altomonterockfestival.it-infoline: 3881730517. AMANTEA (Cs) - Spettacolo di Leo Gullotta Spettacolo di Leo Gullotta, "A Minnazza", 1 agosto, ore 21.30, Parco della Grotta di Amantea. Ingresso libero (organizzazione Comune di Amantea, Mira Marketing & Service); per ulteriori informazioni www.ruggeropegna.it. AMANTEA (Cs) - Concerto dei Napoli Opera Concerto dei Napoli Opera con Barbara Bonaiuto (dall'Orchestra Italiana), 13 agosto, ore 21.30, Parco della Grotta di Amantea. Ingresso libero (organizzazione Comune di Amantea, Mira Marketing & Service). Informazioni: www.ruggeropegna.it. BADOLATO (Cz) - Sagra di prodotti tipici locali Martedì 11 agosto 2009 a Badolato Marina, piazzale Centro Sociale di Aggregazione ed Incontro, si svolgerà la seconda sagra di prodotti tipici locali. La serata sarà allietata da un gruppo musicale etnico-popolare. Per info: 338/2839619. BADOLATO (Cz) - Badolato Summer Festival In prossimità della stagione estiva, la Consulta Giovanile “Ulixes” di Badolato dopo una serie di assemblee e riunioni tenute negli ultimi mesi ha messo in cantiere una serie di iniziative e progetti nati da gruppi di lavoro interni all’organismo stesso. Nonostante i ritardi rispetto al consueto tabellino di marcia - dovuti anche alla mancanza di risposte istituzionali certe da parte degli enti pubblici, a cui la Cgb ha inoltrato i propri progetti e richieste - il carnet degli eventi dell’estate 2009 si prospetta ricco e interessante. Tornano i classici appuntamenti del Badolato Summer Festival, manifestazione ormai giunta alla sua nona edizione, con la quarta

edizione dei Giochi senza frontiere che si realizzeranno sulle spiagge di Badolato nei giorni 17 e 18 agosto. A ciò seguirà una serata di musica e divertimenti, nella quale verranno effettuate le premiazioni delle squadre vincenti del Gsf. La nona edizione del Badolato Summer festival sarà caratterizzata quest’anno da una connotazione artistica che si svilupperà intorno alla realizzazione di un’estemporanea di pittura, che si terrà nei giorni 21-22 e 23 agosto in Badolato borgo, con un concorso aperto ad amatori e non, il cui bando è scaricabile dal sito www.cgbtube.blogspot.com. Il concorso dell’estemporanea si concluderà con una serata di intrattenimento e relativa premiazione, durante la quale verranno anche allestite mostre di artisti fuori concorso. La Consulta Giovanile Ulixes ha deciso di puntare alla realizzazione di una rassegna cinematografica che si svolgerà nella prima decade di agosto, che cercherà di stimolare la gente, i giovani e il pubblico tutto ad eventuali discussioni o dibattiti. Sarà previsto, inoltre, un torneo amatoriale di tennis presso i campetti comunali di Badolato marina dal 27 luglio al 2 agosto. L’organismo giovanile ha ritenuto altresì necessario, grazie anche ad un percorso assembleare svolto da marzo a giugno (che porterà nel mese di settembre ad un ricambio generazionale interno), a stimolare un certo tipo di discussione e di dibattito soprattutto a livello istituzionale interessando in primis l’ente Comune, al quale è stato inoltrato un documento modulare, composto da una parte di analisi e un’altra di proposte da realizzare a medio o lungo termine in ambito comunale, intitolato “Giovani, idee e movimento-giugno 2009”. L’obiettivo è che il documento venga discusso pubblicamente in una tavola rotonda alla presenza dei ragazzi della Cgb, organi amministrativi, associazioni, forze politiche, al fine di partecipare attivamente (come si dovrebbe!) alle scelte della vita amministrativa di Badolato, non limitandosi esclusivamente alla realizzazione di attività ricreative e culturali.

rativa "Giolli" organizzano: campo estivo di teatro latinoamericano "Teatro in Campo”, dal 17 al 23 agosto, a Bocchigliero (Cosenza) Località Marmare (Sila). 7 giorni di laboratorio sul teatro Latino-Americano (Teatro dell'Oppresso) che fornirà demeccanizzazione, coscientizzazione, divertimento e tempo da dedicare al proprio corpo e alla propria mente. Il costo del campo è di euro 150,00. Il saldo del pagamento dovrà essere effettuato nella mattinata del 17 agosto, al momento dell'accoglienza. Il corso sarà attivato se si raggiunge un minimo di 15 iscritti. Il costo comprende tutto (vitto e alloggio). L'accoglienza è prevista nella mattinata di lunedì 17 agosto. Si chiede di prevedere le partenze solo nel pomeriggio del 23 agosto (per arrivi e partenze, servizio navetta dalla stazione ferroviaria di Rossano).

BAGNARA C. (Rc) - Gran Galà del Pescespada L’ultima domenica di luglio (domenica 26) si terrà a Bagnara Calabra la 44 edizione del Gran Galà del Pescespada. La manifestazione ideata dall’Associazione turistica Pro Loco, patrocinata dalla Regione Calabria, dalla Provincia di Reggio Calabria e dal Comune di Bagnara Calabra, ha l’obiettivo di promuovere una delle più antiche tradizioni del territorio, la caccia del pescespada, e valorizzare la gastronomia locale. Falk, ballo in piazza, momenti culturali e degustazione animeranno i giorni del gran galà per rivivere le antiche tradizioni bagnaresi legate al mare e contribuire alla rievocazione, per non dimenticare le antiche origini marinare. La manifestazione prevede la collaborazione del Consorzio Turistico “Costa Viola” delle Pro Loco e sarà seguito dalla Protezione Civile e dalle forze dell’ordine “Aquile di Gioia Tauro”. Tra le novità la manifestazione prevede la filodiffusione sul corso principale a creare un’atmosfera unica nella cittadina e la collaborazione artistica di Otello Profazio, cantautore italiano nonché cantautore dialettale calabrese di genere folk. L’Associazione ha inoltre pensato di sorteggiare 5 kg del prelibato pesce tra chi acquisterà il biglietto della sagra, attendendo il gran finale del galà. Biglietti famiglia e special soci unpli saranno acquistabili nei giorni precedenti direttamente presso la sede dell’associazione. L’appuntamento è per le ore 18.00 in Piazza Matteotti. A far da cornice a quest’evento parteciperanno diversi produttori locali con stand e area de gustative di prodotti locali. Le televisioni a diffusione regionale danno una notevole rilevanza a tale avvenimento, che rappresenta non solo un immancabile appuntamento gastronomico con squisite pietanze a base del prelibato pesce, preparate ad arte da esperti cuochi, ma anche un importante e significativo momento di crescita culturale e sociale.

CARIATI (Cs) - “Cariati - Città della tarantella” Mare, musica, letteratura in piazza e identità. Sono queste le chiavi di lettura dei prossimi appuntamenti nel mese di luglio, della programmazione estiva socio-culturale “Cariati – Città della Tarantella”/26esima edizione. Il ricco cartellone, proposta unitaria coerente e di qualità, sintesi delle due iniziative istituzionale e delle associazioni, ha preso ufficialmente il via sabato 4 luglio con la partecipatissima cerimonia del Premio Herakles nel centro storico, start di qualità dell’estate ionica.Venerdì 24, alle ore 21.30, nel centro storico, in piazza Friozzi, parte la felice stagione 2009 dei caffè letterari in piazza. Il 18° appuntamento della serie iniziata qualche anno fa, il primo della programmazione, è intitolato “Viaggio nell'universo dei poeti calabresi”. Sarà coordinato dal poeta Rocco Taliano Grasso ed impreziosito dalle letture dell'Attore Mario Lucarelli.

BAGNARA C. (Rc) - Concerto di Massimo Di Cataldo Sabato 15 agosto a Bagnara, in provincia di Reggio Calabria, concerto di Massimo Di Cataldo, organizzata dall’Amministrazione comunale presso il Centro Storico con inizio alle ore 21.30. Ingresso libero. Per Info: www.essemmemusica.it. BIANCO (Rc) - Memorial Paolo Musolino Giorno 1-2 agosto, presso il lido "Le dune bianche", 3° memorial "Paolo Musolino", torneo internazionale di scacchi. Consegna di borse di studio e computers a studenti delle scuole elementari e medie della Locride. Tra tutti gli scolari delle scuole elementari e medie presenti alla cerimonia di premiazione del 2 agosto, purchè regolarmente accompagnati da almeno un genitore, verranno sortegiati due computers supplementari donati personalmente dal presidente dell'associazione. BOCCHIGLIERO (Cs) - “Teatro in Campo” L'Associazione "La Compagnia dei Matti" insieme alla coope-

BORGIA (Cz) - Sandro Giacobbe in concerto Sabato 3 ottobre, alle ore 21.30, Sandro Giacobbe in concerto in piazza con ingresso gratuito. Spettacolo organizzato dal comitato feste con la Puntieri Management di Vittorio Puntieri. Info: 334/5978797 - www.puntierimanagement.com. CARDINALE (Cz) - “La notte delle piccole stelle” "La notte delle piccole stelle": è il motto che accompagnerà la sfilata di moda dei bambini che avrà luogo il 30 luglio alle ore 21.30, in piazza Umberto I, a Cardinale. La manifestazione culturale promossa da Antonio Iezzi, attuario del Ter Calabro, con l'aiuto di Daniele Caterina, Rosa De Francesco e Caterina Lombardo, vedrà la partecipazione di Cassandra della trasmissione televisiva "Amici", di Filippo Paci di "Uomini e donne" (canale 5) e di Maria Rosaria Juli che presenterà la serata.

CARIATI (Cs) - Seminario La Città di Cariati ospiterà il 26 agosto uno dei più importanti seminari nazionali su quello che in tutto il mondo viene chiamato e identificato come il “Web 2.0”. Promosso da Otto Torri sullo Jonio, l’importante evento didattico, aperto alla partecipazione di studenti e responsabili d’azienda di tutt’Italia, è organizzato da Ninja marketimg.it, il primo blog/osservatorio sul marketing non-convenzionale, in partnership con l’Amministrazione comunale di Cariati. Il seminario si colloca nell’ambito della Scuola Estiva in Management dell’Identità, esperienza unica nel suo genere in Italia e cuore didattico del Meeting Euromediterraneo, giunto quest’anno alla sua ottava edizione. CARLOPOLI (Kr) - “Milòn Mèla”, laboratorio Milòn Mèla Source’s Research laboratorio residenziale fino a oggi a Carlopoli. L'attività si basa su tecniche tradizionali trasmesse da antiche discipline dell'India e tecniche innovative legate all'esperienza del Teatro delle Sorgenti, diretto da Jerzy Grotowski, a cui Abani Biswas collaborò dal 1979 al 1983. Il laboratorio propone metodi di apprendimento non verbale; i partecipanti lavorano insieme agli artisti di Milòn Mèla: 6 danzatori Chhau; 3 musicisti Baul; 3 danzatori Gotipua; 4 maestri dell’arte marziale Kalaripayattu (Kerala); 1 maestro di canto Dhrupada accompagnato da un percussionista; 2 attori; direzione Abani Biswas. Si praticano azioni guidate dai maestri tradizionali e coreografie di antiche danze Chhau e Gotipua, le Forme di saluto del Kalaripayattu e antichi canti tradizionali. Il 20 luglio, è prevista una dimostrazione di lavoro dei partecipanti insieme agli artisti. Partecipazione, vitto, alloggio 250 euro. E’ previsto unno sconto per studenti e professionisti del teatro. Per ulteriori informazioni scrivere una mail all’indirizzo di posta elettronica milonmela@sify.com; oppure contattare i numeri telefonici di seguito riportati 368/3750512 - 338/8976899 - 331/5325497.


il Domani Lunedì 20 Luglio 2009 45

APPUNTAMENTI CALABRIA

SEGNALARE A: FAX 0961.903801 - E-MAIL: APPUNTAMENTI@ILDOMANI.IT

“Non c’è duo senza S... tre...ss”, spettacolo di cabaret con Battaglia e Miseferi a Carlopoli

Marco Masini a Catanzaro Lido IL CARTELLONE

Concerto dei Nomadi in programma il 16 agosto a Casignana

CARLOPOLI (Cz) - In scena Battaglia e Miseferi La Roma Touring di Francesco Corea comunica che giorno 12 agosto presso Piazza Brutto a Carlopoli (Cz) con inizio alle ore 21.30 si solgerà lo spettacolo di cabaret con il duo comico del Bagaglino di Canale 5 Battaglia e Miseferi dal titolo "Non C'è duo senza S...tre...ss". CASIGNANA (Rc) - Nomadi in concerto Domenica 16 agosto 2009, alle ore 21.00, Nomadi in concerto a Casignana (Rc). In piazza centrale con ingresso gratuito. CATANZARO - Estate 2009 a Lido Catanzaro Lido accende l’estate. Sono diversi infatti gli appuntamenti programmati nel quartiere, che andranno in scena nei prossimi giorni. Un programma ricco e svariato, messo a punto in sinergia dalla Regione Calabria, dal Comune di Catanzaro e dall’associazione dei commercianti Marina Impresa. Dopo vari incontri è stato dunque stilato un calendario intenso che partirà nei prossimi giorni. Ad esempio, dal 20 luglio gli artisti di strada animeranno le serate estive fino al 20 agosto. Tale iniziativa è curata dall’associazione Marina Impresa, presieduta da Sergio Mancuso, e finanziata dalla Regione Calabria, rappresentata nel quartiere dal consigliere regionale Pietro Amato. Lo stesso Amato, su richiesta del comitato festa della Parrocchia Santa Maria di Porto Salvo di Catanzaro Lido, si è adoperato per contribuire all’organizzazione della festa in onore della Madonna, un evento molto sentito dai cittadini e dagli emigranti, che quest’anno offrirà una serie di manifestazioni di intrattenimento che cominceranno dal 22 luglio e si concluderanno il 26 in piazza A. Garibaldi. Infatti, il 22 luglio alle 21.30 aprirà la serie la commedia in vernacolo di Piero Procopio e del teatro Hercules, in collaborazione con l’assessorato comunale alla Cultura. Il 23 alle 21.30 avrà luogo il concerto Memorial Giovanni Barone con l’esibizione di noti artisti locali, un evento organizzato in collaborazione con la Provincia e la IV Circoscrizione. Il 24 sarà la volta di un musical interpretato dalle voci bianche della scuola parificata Maria Immacolata in scena alle 21.00, mentre alle 22.00 si esibirà la scuola di danza di Laura Borelli, serata questa organizzata in collaborazione con l’Associazione Marina Impresa. Il 25 alle 21.30 ci sarà il concerto Notte Rock con gruppi locali ed all’interno della rassegna si esibiranno con il loro cabaret la famosa coppia Battaglia & Miseferi. Il 26 grande evento alle 22.00; infatti, si terrà sempre a piazza Garibaldi il concerto di Marco Masini, organizzato dalla Regione Calabria che contribuirà con il suo apporto a tutti gli eventi, tra cui la chiusura, con un grande spettacolo pirotecnico di una ditta di Messina vincitrice della XI rassegna nazionale pirotecnica. Sempre domenica alle 16.30 nella zona di Casciolino si svolgerà la prima regata dei Rioni, una competizione in onore della Madonna di Porto Salvo, durante il quale competeranno tra loro diversi equipaggi in rappresentanza dei vari rioni di Catanzaro Lido. A questo programma si affiancherà pure quello liturgico elaborato dal parroco don Alessandro Carioti con la novena e le tradizionali processioni del sabato e della domenica. Dal 10 al 23 agosto a Lido si terrà invece il Marinfest, organizzato dall’assessorato comunale alla Cultura con musica e danze popolari ed intrattenimento di vario genere. Negozi aperti, luminarie ed altro ancora faranno da scenario agli eventi. CATANZARO - “Nottestateinsieme” E' iniziata a Piazza Brindisi, nel quartiere Lido, Nottestateinsieme. Tutti i venerdì e i sabato, sino al 5 settembre dalle ore 22.00, si ballerà sotto le stelle. CATANZARO - Serata caraibica al Flamingo Beach Estate loca! Flamingo Beach presenta: ogni giovedì “serata caraibica” per trascorrere un’estate con la mejor musica Quesuena Ahora. Zona Porto Cz Lido (località Giovino). Ingresso gratuito! Inizio alle ore 21.30.

ro telefonico di rete fissa di seguito riportato 0961/792770. ribaldi, in occasione della festa della Madonna al Mare, si terrà il concerto di Marco Masini. Inizio alle ore 21.30. Ingresso libero. Per info www.essemmemusica.it. CATANZARO - Il venerdì “Gira intorno a te” Ogni venerdì presso il Girasole Country Club, via Lucrezia della Valle 102/3 Catanzaro sono organizzati party a tema CATANZARO - “Sala in Festa 2009” sotto la denominazione comune di "Gira intorno a te!". Ul- Tutti gli appuntamenti estivi del programma culturale e teriori informazioni: 347/0379298 - Per la prenotazione dei sportivo di "Sala in Festa 2009", ideati ed organizzati daltavoli chiamare, a partire dalle ore 16:00, al numero l'Associazione Culturale Sala 365, sono stati presentati 0961.752545. nel corso dell'incontro che si è tenuto giovedì 2 luglio alle ore 19,00, presso il Teatro Hercules, sito a Catanzaro in via degli Angioini. Il nutrito cartellone è stato allestito CATANZARO - Happy hour al Santa Fe Beach grazie anche alla sinergia creata e voluta dal presidente Ogni mercoledì, nella coinvolgente ed elegante atmosfera Franco Pristerà, unitamente ad Enti, Associazioni e partdel “Santa Fe Beach”, con la luce soffusa del tramonto, un ners presenti sul territorio, che hanno contribuito ad armomento di relax in una cornice verde, baciata dal mare, ricchire in tal modo l'offerta culturale-ricreativa nella “un'ora felice” per degustare appetitose sfiziosità che ac- città. Il consigliere provinciale Sergio Costanzo, presencompagnano ottimi e variegati cocktail. Divani, cuscini, se- te all'incontro, ha inteso puntare l'attenzione "sull'imdute “illuminate”, le musiche eleganti e sofisticate della “So portanza di una manifestazione come Sala in Festa, che What” band, garantiscono l’ambiente ideale per un happy vede una stretta e proficua collaborazione con i cittadihour suggestivo. Ore 18,30 – 21.30. ni, le Associazioni e l'Amministrazione Provinciale", rassicurando gli organizzatori circa il sostegno all'iniziativa, giunta ormai alla XX edizione, e che da sempre è porCATANZARO - Proiezione “Nella terra di Melusina” tata avanti dal dinamico Franco Pristerà. Fra gli appun“Nella terra di Melusina" sarà proiettato il 21 luglio nel tamenti sportivi previsti, spicca il "VI Memorial Mimchiostro del complesso momumentale San Giovanni di Ca- moSia", Torneo di calcio a cinque, manifestazione che è tanzaro, città a cui Corrado Alvaro, fu sempre molto lega- cresciuta molto negli anni e, considerata la massiccia to. All'evento, che inizierà alle ore 21.00, prenderanno par- partecipazione (28 squadre) nel particolare periodo, dite, oltre al sindaco di Catanzaro on. Rosario Olivo e all'as- mostra l'attrattiva che ha acquisito questo evento col passessore alla Cultura Antonio Argirò, il sindaco di San Luca sare del tempo, evidenziando il continuo interesse degli Sebastiano Giorgio, l'assessore alla Cultura di San Luca sportivi della nostra città e dell' hinterland per questa diDomenico Alvaro, il regista Antonio Renda, gli interpreti sciplina. La finalissima della kermesse è fissata per il 29 Federica e Paolo Turrà, Maurizio Comito, Fortunato Noce- luglio. Premio in palio per la squadra vincente: viaggio e ra della Fondazione Alvaro e don Massimo Alvaro. soggiorno a Londra. Alle squadre classificate al secondo, terzo e quarto posto: coppa di rappresentanza. Saranno inoltre premiati: il miglior giocatore del torneo, il miglior CATANZARO - Giorgio Canali & RossoFuoco portiere, il capo cannoniere, miglior giovane fra gli unMercoledì 22 luglio, alle ore 22.30, presso Hemingway der 20 e la consegna ai Top five del premio intitolato allo Rock Pub località Giovino (Ex Tibi Dabo), Catanzaro Lido, scomparso Stefano Gallo. Per i più giovani, sono previsti Catanzaro concerti presenta Giorgio Canali & RossoFuo- nello stesso mese una serie di Tornei e giochi sportivi, che co. Ingresso libero. da sempre entusiasmano i partecipanti e registrano una larghissima partecipazione. Le attività sportive termineranno il 29 luglio, per far posto ad una serie di giochi poCATANZARO - “Pilu e cuntrapilu”, commedia polari e quindi lasciare "spazio", successivamente, agli Piero Procopio e l'associazione Hercules giorno 22 luglio, eventi artistici e culturali.Il 30 luglio sarà dato il "via" alalle ore 21.00, in Piazza Garibaldi di Catanzaro Lido prela 1° Rassegna di Teatro Dialettale, affidata alla direziosenteranno "Pilu e cuntrapilu" due atti in dialetto calabrene artistica del notissimo autore -- regista - attore Piero se dello stesso Piero Procopio. Cast: Angela Rotella, MartiProcopio, denominata "Teatro in ......Sala" e che vedrà na Procopio, Biagio Bianco, Franco Procopio, Stella Suben 6 Compagnie Teatrali, provenienti da tutta la Regiorace, Antonella Apa, Tonino Angeletti, Piero Procopio, Gone, esibirsi in altrettante serate per presentare le proprie ri Mirarchi, Marianna Rotella. Collaboratori: Francesco commedie in dialetto calabrese. Non mancano nel proJacopino, Alessandro Procopio, Mattia Procopio e Vania gramma, nel periodo compreso fra il 4 ed il 10 agosto, le Gesualdo. Direttore di scena: Andrea Saccardi. Regia di serate dedicate a spettacoli di buona musica, di canto e Piero Procopio. di ballo. Per tale genere, oltre alla prevista esibizione di artisti notissimi, saranno ospitate e sicuramente gradite, le performance di talenti "nostrani", presenti per l'occaCATANZARO - Presentazione orologio Il 24 luglio 2009 alle ore 18 circa, presso la gioielleria Me- sione del ventennale. Le attività previste si svolgeranno gna, sita in Catanzaro Lido, ci sarà la presentazione di un presso il piazzale delle Scuole Elementari di Campanuovo modello di orologio della nota marca trendy deno- gnella, concesso dall'Assessorato Comunale alla Pubbliminata Oiw ‘only for special people’. La presentazione del ca Istruzione, grazie all'impegno profuso dalla dott.ssa suddetto orologio vedrà la partecipazione di Diego Daddi, Giuseppina Casalinuovo, destinataria dei dovuti ringrapersonaggio del mondo dello spettacolo entrato di recente ziamenti di tutti i cittadini del quartiere Sala. nel cast della trasmissione Uomini e Donne condotta da Maria De Filippi: Diego sarà il nuovo tronista nelle puntate del programma che verranno trasmesse tra il 2009 e il 2010 su Canale 5. CATANZARO - Battaglia e Miseferi, spettacolo La Roma Touring di Francesco Corea comuncia che sabato 25 luglio, alle ore 22.00, in Piazza Garibaldi a Catanzaro Lido ci sarà l'esibizione del duo comico del Bagaglino di Canale 5 Battaglia e Miseferi in occasione dei festeggiamente della Madonna Santissima di Porto Salvo. CATANZARO - “Catanzaro Marina: eravamo così” L'Amministrazione comunale di Catanzaro, la Fototeca Catanzaro Marina, e l'Amministrazione provinciale di Catanzaro organizzano l’8° appuntamento con la fotografia in vico II Progresso, dal titolo "Catanzaro Marina: eravamo così". Inaugurazione sabato 25 luglio, ore 18.30. Si terrà dal 25 luglio al 1 agosto, orario: 17.30 - 20.30.

CATANZARO - Corsi di preparazione per l’università Sono aperte le iscrizioni ai corsi di preparazione ai test per l’ammissione al primo anno di Medicina, Odontoiatria, Veterinaria, Farmacia, Professioni sanitarie. Per ul- CATANZARO - Concerto di Marco Masini teriori informazioni contattare la Form Service al nume- Domenica 26 luglio, a Catanzaro Lido in piazza Anita Ga-

AVVISO AI LETTORI Per ottenere la pubblicazione in questa rubrica di appuntamenti riguardanti la cultura, l’arte, lo spettacolo, la convegnistica, e qualsivoglia altro evento, occorrerà che le comunicazioni giungano a questa redazione

ALMENO 48 ORE PRIMA Segnala un appuntamento via mail: appuntamenti@ildomani.it via fax: 0961-903801


46 Lunedì 20 Luglio 2009 il Domani

APPUNTAMENTI CALABRIA

SEGNALARE A: FAX 0961.903801 - E-MAIL: APPUNTAMENTI@ILDOMANI.IT

Master in Comunicazione e Giornalismo internazionale in programma a Cosenza

Umberto Tozzi canta a Cerva IL CARTELLONE

Festival “Jazz & Vento” mercoledì 5 agosto in programma a Cortale

CATANZARO - “Teatro in ... Sala” Comincia il 30 luglio, la prima rassegna di teatro dialettale "Teatro in ... Sala", organizzata dall'associazione culturale Sala365 nell'ambito di Sala in Festa 2009. Al regista Piero Procopio dell'associazione Hercules è stata affidata la direzione artistica. Si parte con "Cicciu u pacciu" commedia di Maria Pia Battaglia con la regia di Pino Carella, giovedì 30 luglio, alle ore 21.00, proposta dalla compagnia "Atrj" di Roccella Jonica (Rc). Venerdì 31 luglio, alle 21.30, sempre nel piazzale di Via L. Vinci, arriva l'attesa commedia "Corna supra corna" della compagnia "Ridiamoci Sopra" di Cittanova (Rc). Il testo e la regia sono di Giovanni Calogero; "L'Albergo del silenzio" opera di Eduardo Scarpetta con la regia di Franco Sacco sarà il lavoro rappresentato sabato 1 agosto, dalla compagnia "Il Sorriso" di Isola C.Rizzuto; domenica 2 agosto, toccherà al "Nuovo Teatro Aquila" di Melito P. Salvo (Rc) ad esibirsi alle ore 21.30, con la commedia "L'eredità e a jettatura" testo e regia di Roberto Mandica. Il martedì 4 agosto, dopo aver mietuto successi in molti teatri italiani i bravissimi attori della compagnia " Ma chi mo fa ffa" saranno a Sala con la esilarante commedia "Vado per vedove" di Marotta e Randone con la regia di Ciro Cirillo. Chiusura col botto il 4 agosto, con la compagnia "Hercules" di Piero Procopio con un opera di Nino Gemelli "A scacammi n'atra".

sti numerati) 48,50 euro, gradinate (non numerate) 38,50 euro. I costi sono comprensivi di prevendita. Per qualsiasi informazione, contattare la Esse Emme Musica di Maurizio Senese visitando il sito internet www.essemmemusica.it oppure telefonare al numero di seguito riportato 327.7705335.

CATANZARO - “Intersezioni”, quarta edizione La Provincia di Catanzaro presenta la quarta edizione di “Intersezioni”, ormai consolidato luogo di contaminazione tra la scultura contemporanea e l'archeologia, e una rassegna di importanti progetti e modelli dagli anni 60 ad oggi al Museo Marca di Catanzaro, a cura di Alberto Fiz, direttore artistico del Museo. Il 31 luglio, prenderà il via Intersezioni IV, grande esposizione dedicata a Dennis Oppenheim uno dei più importanti artisti della scena contemporanea. Intersezioni IV vedrà come suo protagonista l'artista americano con alcune tra le sue più importanti sculture come Electric Kisses, Splash Building e Safety Cones alle quali si aggiungeranno molte installazioni ambientali inedite direttamente dal suo Studio di New York e da altre Fondazioni private europee. La mostra dedicata ad uno dei maggiori artefici della Land Art si svolgerà dal 31 luglio al 3 novembre 2009. Electa pubblica per la collana Intersezioni una monografia in inglese e italiano che comprende 150 opere di Oppenheim fra cui quelle esposte al Parco.

CERVA (Cz) - Concerto di Umberto Tozzi Lunedì 17 agosto a Cerva in provincia di Catanzaro, concerto di Umberto Tozzi. L’evento, organizzato dall’amministrazione comunale di Cerva, Comune di Petronà e Comunità Mon- COSENZA - Master in comunicazione tana Pre Sila Catanzarese, si svolgerà presso il campo sportiBando di concorso per l'ammissione al "Master in comunivo di Cerva con inizio alle ore 21.30. Ingresso libero. Per info: cazione e giornalismo internazionale" I edizione, organizwww.essemmemusica.it. zato dall'istituto superiore Calabrese di Politiche Internazionali in collaborazione con il corso di laurea in Filosofie e Scienze della Comunicazione e della Conoscenza dell'UniCHIARAVALLE (Cz) - Concerto di Enrico Ruggeri versità della Calabria e con il patrocinio del Centro RegioConcerto di Enrico Ruggeri il 22 agosto a Chiaravalle, in ocnale di Informazione delle Nazioni Unite - Unric. L'attività casione della festa del patrono con inizio alle ore 21.30, pres- didattica d'aula inizierà il 24 settembre 2009, e terminerà so il centro storico con ingresso libero. Per qualsiasi informa- entro il mese di dicembre 2009. Il periodo di stage si svolzione, contattare la Esse Emme Musica di Maurizio Senese: gerà tra il mese di marzo 2010 e il mese di dicembre 2010, www.essemmemusica.it oppure telefonare al 327.7705335. secondo le disposizioni del partner ospitante. La tesi finale dovrà essere consegnata - secondo le modalità previste dal regolamento interno del master - entro il mese di novembre CICALA (Cz) - Concerto di Ivana Spagna 2010. Le lezioni frontali si svolgeranno prevalentemente nel Il 25 luglio a Cicala, alle ore 21:30, si terrà il concerto di Ivana fine settimana dalle ore 9.30. Le lezioni frontali si svolgeSpagna in occasione dei festeggiamenti in onore di San Gia- ranno presso le sedi IscaPi di Cosenza e Pedace (Calabria, como Maggiore. Italia). Coordinatore scientifico del master: ch.mo prof. Daniele Gambarara, professore ordinario di filosofia del linguaggio per il corso di laurea in filosofia e scienze della coCIMINA’ (Rc) - Terra di Calabria in concerto municazione e della conoscenza dell'Università della CalaSabato 8 agosto, alle ore 21.30, Terra di Calabria in concerto bria. La domanda d'iscrizione (scaricabile dal sito in piazza ingresso gratuito. Spettacolo organizzato dal comi- www.iscapi.org) debitamente compilata, assieme a una fotato feste con la Puntieri Management di Vittorio Puntieri. tocopia di un documento d'identità, un certificato di laurea Info 334/5978797 - www.puntierimanagement.com. ed esami sostenuti, un curriculum vitae formato europeo (scaricabile dal sito www.europass-italia.it ) e fotocopia del versamento di pre-iscrizione dovranno essere spediti in buCITTANOVA (Rc) - Concerto di Raf sta chiusa al seguente indirizzo: Segreteria IscaPi via G. Concerto di Raf a Cittannova. L'evento si svolgerà martedì 11 Campagna n° 48 int.10 87100 Cosenza - Italia" . Sulla busta agosto, in occasione della sagra del Stocco & Stocco presso il dovrà essere riportata la dicitura: "Domanda d'iscrizione al Centro Storico, inizio ore 21.30, ingresso libero. Per ulteriori master in comunicazione e giornalismo internazionale". La informazioni www.essemmemusica.it. scadenza della presentazione delle domande è fissata per le ore 12.00, del 5 settembre 2009.

CATANZARO - Concerto di Marina Rei e Paola Turci Concerto di Marina Rei & Paola Turci con band, 1 agosto, ore 21.30, Piazza Anfiteatro di Gagliano (Catanzaro). Ingresso libero (organizzazione Comitato Festeggiamenti Madonna del Carmine). Informazioni: www.ruggeropegna.it. CATANZARO - “A spasso nel tempo” In occasione dei festeggiamenti della Madonna del Carmine/Gagliano giorno 2 agosto, presso l'anfiteatro alle ore 21.30, l'attore-cantante Andrea Paonessa insieme all'attore King Kone di Mery per sempre e ragazzi fuori, presenteranno lo spettacolo “A spasso nel tempo” con omaggio ad Albano Carrisi, con cabaret e musica. Info: 366/3462511. CATANZARO - Marco Carta in tour La Media Service di Maurizio Rafele in prossimità dell’estate prepara l’organizzazione del Marco Carta in tour. Il vincitore del 59°Festival di Sanremo Marco Carta terrà il suo concerto a Catanzaro Lido il 7 agosto 2009 presso il Centro Polifunzionale “Magna Graecia “. Per ulteriori info: Maurizio Rafele 334/2637312 - www.mauriziorafele.it. CATANZARO - Concerto di Claudio Baglioni, prevendite “Gran Concerto – Qpga” di Claudio Baglioni all’Area Magna Graecia di Catanzaro Lido il 23 agosto. La data, organizzata dalla Esse Emme Musica di Maurizio Senese, rientra nel nuovo tour del celebre cantautore romano, che torna ad esibirsi dopo lo straordinario successo dell’ultimo record-tour “Tutti qui”. Anche a Catanzaro Baglioni presenterà una formula fortemente innovativa e altamente spettacolare con la quale, per la prima volta, sarà la dimensione live ad anticipare i contenuti di un album ancora inedito: il nuovo doppio cd del musicista, che verrà pubblicato dopo l’estate e che sarà possibile scoprire e ascoltare integralmente nell’esecuzione dal vivo. I biglietti per il concerto all’Area Magna Graecia potranno essere acquistati presso le abituali prevendite di tutta la regione, con i seguenti prezzi per singolo posto a sedere: poltronissima (posti numerati) 58,50 euro, poltrona (po-

CATANZARO - Nomadi in concerto Giovedì 17 settembre, alle ore 21.30, si terrà il concerto dei Nomadi a Catanzaro (zona Materdomini) in occasione della festa del quartiere. In piazza centrale con ingresso libero. CERCHIARA (Cs) - Premio letterario L'associazione Pro Cerchiara, Sellaro, A. Jonio - "La Rinascita" presenta il bando di concorso integrale 2009 VII edizione Premio letterario nazionale di narrativa e poesia "Città di Cerchiara di Calabria - Perla dello Jonio", in collaborazione con la "Pro Loco del Sellaro" e "Gli Amici del Premio", con il patrocinio ed il contributo: presidenza Parco Nazionale del Pollino - presidenza Comunità Montana Alto Jonio Cosentino assessorati Comune di Cerchiara di Calabria - Cultura / Politiche del territorio. Scadenza iscrizione: sabato 25 luglio 2009. Info: assprocerchiara@libero.it - 333/1833643 - 334/2107412.

COPANELLO (Cz) - Esposizione di preziosi Il 25 e 26 luglio, dalle ore 19.00 alle 23.00, l’Hotel Club Poseidon di Copanello Lido (Cz) farà da cornice a "The Message", la nuova esposizione di preziosi in argento e pietre dure di Ingrid Panetta. CORTALE (Cz) - “Festival Jazz & Vento” Mercoledì 5 agosto, si terrà il festival "Jazz & Vento", la manifestazione si consumerà attraverso una serie di iniziative che si protrarranno dal mattino fino all'alba. Nelle strutture comunali dell'auditorium e dell'antico palazzo municipale, al mattino e nel primo pomeriggio saranno previsti i seminari degli ospiti rivolti ai musicisti e agli appassionati del genere. Più tardi si svolgerà un concerto-aperitivo nel salone dell'antico palazzo municipale "Cefaly-De Rinaldis" condotto dai magici sassofoni di Francesco Bearzatti. In serata, dopo le degustazioni eno-gastronomiche, si arriverà all'esibizione del quartetto "Tinissima" guidato dallo stesso sassofonista, pregevole autore del jazz contemporaneo, narratore innamorato delle parole e artista capace di prodigiose innovazioni. Il momento più atteso della giornata si concretizzerà quando sul palco cortalese salirà uno degli artisti più acclamati a livello internazionale: Ludovico Einaudi.

COSENZA - Programma Invasioni 2009 Programma Invasioni 2009. 21/22/23 luglio, ore 21.00, in Piazza Matteotti arena cinema; 28/29/30 luglio, ore 21.00, in Piazza Matteotti arena cinema. Elenco film: Pa-ra-da, un film di Marco Pontecorvo. Con Jalil Lespert, Daniele Formica, Evita Ciri, Gabi Rauta, Patrice Juiff, Bruno Abraham Kremer, Gabriel Rauta. Focaccia Blues, un film di Nico Cirasola con Dante Marmone, Luca Cirasola, Tiziana Schiavarelli, Renzo Arbore, Lino Banfi, Michele Placido, Nichi Vendola, Onofrio Pepe. Cadillac Records, un film di Darnell Martin, con Adrien Brody, Jeffrey Wright, Beyoncé Knowles, Columbus Short, Cedric the Entertainer, Mos DefEamonn Walker Gabrielle Union Emmanuelle ChriquiJay O. SandersEric BogosianNorman ReedusTammy BlanchardShiloh Fernandez. Fortapàsc, un film di Marco Risi, con Libero de Rienzo, Valentina Lodovini, Michele Riondino, Massimiliano Gallo, Ernesto Mahieux, Salvatore Cantalupo, Gigio Morra, Gianfranco Gallo, Antonio Buonomo, Duccio Camerini, Marcello Mazzarella, Daniele Pecci, Ennio Fantastichini, Renato Carpentieri, Gianfelice Imparato. Il divo, un film di Paolo Sorrentino, con Toni Servillo, Anna Bonaiuto, Giulio Bosetti, Flavio Bucci, Carlo Buccirosso. I Love Radio Rock, un film di Richard Curtis, con Philip Seymour Hoffman, Bill Nighy, Rhys Ifans, Nick Frost, Kenneth Branagh, Tom Sturridge, Chris O'DowdRhys DarbyKatherine ParkinsonTalulah RileyRalph BrownSinead MatthewsEmma ThompsonGemma ArtertonJanuary JonesTom WisdomJack Davenport.

AVVISO AI LETTORI Per ottenere la pubblicazione in questa rubrica di appuntamenti riguardanti la cultura, l’arte, lo spettacolo, la convegnistica, e qualsivoglia altro evento, occorrerà che le comunicazioni giungano a questa redazione

ALMENO 48 ORE PRIMA Segnala un appuntamento via mail: appuntamenti@ildomani.it via fax: 0961-903801


il Domani Lunedì 20 Luglio 2009 47

APPUNTAMENTI CALABRIA

SEGNALARE A: FAX 0961.903801 - E-MAIL: APPUNTAMENTI@ILDOMANI.IT

Personale dell’artista Silvio Vigliaturo fino a domenica 30 agosto a Crotone

“Parole erranti” a Cropani Marina IL CARTELLONE

Esposizione del pittore Nicola Raspa a partire fino al 31 agosto a Gasperina

CROPANI M. (Cz) - “Parole erranti” Da domenica 26 a mercoledì 29 luglio, La Masnada e Prospettivaeditrice, col patrocinio della Provincia di Catanzaro, del Comune di Cropani, della Regione Calabria, della Bcc Centro Calabria e di Rubbettino editore, rinnovano l’appuntamento con “Parole erranti”, il Festivaletteratura di Calabria, giunto quest’anno alla sua VI edizione. Si parte domenica 26 alle ore 22:00 con il cantautore Carmine Torchia, che presenterà il suo taccuino di viaggio Piazze d’Italia (sulle tracce di de Chirico), resoconto di una tournée invernale durata 4 mesi e proposta in tutta Italia. Nel corso della serata si proietterà un cortometraggio da lui stesso ideato, che di questo tour rappresenta il sunto video. Lunedì 27 alle ore 19:00 Mille modi per leggere un libro. Istruzioni per l'uso! Alle ore 22:00 Giornalismo & Letteratura. Come siamo arrivati dalla censura di guerra alla censura preventiva! Un’occasione per capire in che stato di forma versa la nostra capacità espressiva e i relativi percorsi storici di provenienza. Relatori: Andrea Giannasi, direttore di Prospettiveditrice, e Franco Dionesalvi, giornalista e scrittore cosentino. Martedì 28alle ore 19:00: Libri da non leggere, recensioni e stroncature! La fase notturna, ore 22:00, sarà invece costruita intorno alla figura di Sharo Gambino: giornalista, scrittore e raffinato meridionalista. Ad un anno dalla sua scomparsa l’editore Rubbettino ha ristampato il suo primo romanzo Sole nero a Malifà; da questo libro si avvierà un percorso che andrà a delineare tratti caratteristici ed eredità di uno degli scrittori calabresi più importanti di sempre. Interverranno Marinella Gambino, figlia dello scrittore e Antonio Cavallaro, responsabile commerciale Rubbettino. All’interno uno spettacolo a cura dell’associazione teatrale il Brigante. Mercoledì 29 luglio alle ore 19:00 lo scrittore Massimo Lerose presenterà il suo primo romanzo Apnea, edito da Prospettivaeditrice. Chiusura del Festival, dalle ore 22:00, affidata all’ormai ben rodato Poeti a duello, reading poetico notturno ad eliminazione. In tutte le serate è previsto un accompagnamento musicale di adeguato spessore artistico: presenti in questa edizione il raffinato musicista cropanese Michele Guzzi e il cantautore Carmine Torchia. Presente lo spazio libreria, anche quest’anno curato da Nunzio Belcaro, proprietario della libreria Don Chisciotte di Catanzaro Lido. Ad impreziosire l’iniziativa gli scatti della fotografa Antonella Bertolini, che durante tutto il Festival coglierà i volti, i gesti e le emozioni propri della letteratura. La successiva mostra fotografica intitolata I volti della poesia, sarà poi itinerante nel corso di tutto il 2010 nelle iniziative letterarie promosse da Prospettivaeditrice. Per promuovere al meglio l’evento, nei giorni precedenti il Festival, presso la spiaggia di Cropani Marina, si svolgerà un importante Bookcrossing. Durante l’evento saranno “liberati” gratuitamente più di 250 libri provenienti dal Premio Carver, dedicato all’editoria di qualità e organizzato dalla rivista letteraria Prospektiva. Per maggiori informazioni: www.lamasnada.it - lamasnada@alice.it - 334.6246736. CROTONE - Personale di Silvio Vigliaturo Fino al 30 agosto il Mack – Museo d’Arte Contemporanea di Crotone dedica una personale all’artista e maestro della vetro-fusione Silvio Vigliaturo. Le svariate tematiche affrontate in questa mostra attestano dell’enorme curiosità che ha contraddistinto tutto il percorso artistico di Vigliaturo, ed in particolare quello degli ultimi anni. Ogni sala del museo è infatti caratterizzata da un’installazione o da un insieme di opere legate da uno stesso tema, tutte, ad ogni modo, rifles-

si di un pensiero vivace, attento e capace di dare un’interpretazione critica del presente in cui viviamo. Testimonianza lampante di ciò sono la serie di dipinti dal significativo titolo Dispersone=Disperonie+Persone e l’installazione Babele, Torre dell’Amore?; che ci restituiscono la lettura problematica che l’artista da dell’uomo contemporaneo e della sua incapacità di instaurare rapporti significativi, costantemente circondato dai suoi simili e tuttavia disperso, preda del caos dei moderni baccanali, vere e proprie affermazioni di una confusione che sembra intridere ormai ogni aspetto della nostra vita quotidiana. Le due sculture in vetro dal titolo Vibrazioni Musicali e La Ballerina ci regalano, invece, un tributo allo spirito di leggerezza, alla vitalità e alla poeticità di quei corpi capaci di diventare suoni e accenti, all’eleganza della danza e all’armonia della musica che per l’artista sono un tutt’uno inscindibile. Un’altra sala accoglie i Segni di luce, sculture in vetro che rappresentarono i XX Giochi Olimpici Invernali di Torino 2006, di cui Vigliaturo fu unico testimonial artistico.Vi sono ancora i Monoliti, maestosi risultati delle ultime innovative ricerche fatte dall’artista sulle infinite possibilità espressive del vetro. Ma ad essere il vero centro di questa mostra è il Mediterraneo, di cui Vigliaturo fa propri i colori caldi ed intensi tipici delle sue coste, attraverso la costruzione in vetro con parti mobili ritraente la pianta del fico d’india – vero e proprio emblema della mediterraneità – e l’ acqua del mare, che l’artista appare in grado di includere all’interno delle proprie sculture in vetro. Vigliaturo è un illusionista che, soffiando nel vetro, sembra saper rendere densa, solida, ogni singola particella d’acqua, pur mantenendone inalterata la fluidità, tanto che le stesse figure dei suoi personaggi sembrano fluttuare in un mare che ne trasforma i lineamenti restituendoli incredibilmente sinuosi e armonici, come, appunto, le onde delicate del Mediterraneo.

FEROLETO A. (Cz) - Balli, musica e risate Il 23 agosto ore 21.30 a Feroleto Antico (Cz), orchestra spettacolo “Avanzi di Balera e Lino Barbieri show” (per una serata piena di balli e musica e tante risate con le caratterizzazioni ed il cabaret del noto comico napoletano). GASPERINA (Cz) - Esposizione del pittore Raspa Fino al 31 agosto, nei locali di via Mazzini 9/A con il patrocinio del Comune espone il pittore Nicola Raspa con nuove opere gioiosamente bucoliche. GIOIOSA M. (Rc) - Grignani in concerto Concerto di Gian Luca Grignani a “Gioiosa Marina” il 12 agosto. L'evento è organizzato dall'Amministrazione comunale di Gioiosa Marina, si svolgerà presso il centro storico, avrà inizio alle ore 21.30 con ingresso libero. Per qualsiasi informazione, contattare la Esse Emme Musica di Maurizio Senese visitando il sito internet www.essemmemusica.it oppure telefonare al numero di seguito riportato 327.7705335. GIRIFALCO (Cz) - Modena City Ramblers Il 16 agosto, alle ore 21.30, Modena City Ramblers in concerto a Girifalco (Cz). In piazza con ingresso gratuito.

GIZZERIA LIDO (Cz) - Egidio Ventura, Latino vivo L'associazione musicale Musicollocart & Hang Loose Beach in collaborazione con Lamezia Jazz presentano martedì 21 luglio, ore 21.00, Hang Loose Beach loc. "Pesce e anguille", Gizzeria lido, Egidio Ventura Sextet "Latino Vivo". Egidio Ventura, pianoforte; Rocco Riccelli, tromba & fliCROTONE - Torneo mondiale di calcio/5 Il Gruppo sportivo Federazione sindacale di Polizia di Cro- corno; Saverio Riccelli, trombone; Sergio Franza, sassofotone, in collaborazione con la Regione Calabria, la provin- ni; Raffaele Trapasso, basso; Tarcisio Molinaro, batteria. E' cia di Crotone, il Comune di Crotone, il Coni e la Camera gradita prenotazione. Info: 338/9511693.

di Commercio, organizza il Torneo mondiale di calcio a 5 riservato alle forze di polizia e forze armate, che si svolgerà ISCA SULLO I. (Cz) - Campagna di scavi a Crotone dal 16 al 20 settembre. CURINGA (Cz) - Estate 2009 L'associazione Per Curinga organizza le seguenti manifestazioni: giorno 7 agosto, "Vicoli e gusti", ore 21.00, passeggiata enogastronomia nel centro storico, alla scoperta di luoghi e piatti tipici locali, con guida in inglese e tedesco; giorno 11 agosto, "Premio Curinga città del mondo", ore 21.00, presso l'anfiteatro Serra di Ciancio. Conferimento del premio, una scultura di argento su cristallo del mestro Gerardo Sacco, ad un curinghese che ha dato lustro alla comunità; a seguire sagra del piccante e prodotti tipici; giorno 13 agosto, "Poesì e cunti", ore 21.00, in piazza S. Francesco. Poesie e racconti popolari in vernacolo curinghese; giorno 14 agosto, "Teatro e folk in piazza", ore 21.00, in piazza S. Francesco. Rappresentazione teatrale e folkloristica del gruppo "I Curtalisi". DELIANUOVA (Rc) - Fabrizio Moro in concerto Sabato 15 agosto, alle ore 21.30, Fabrizio Moro in concerto, in piazza con ingresso gratuito. Spettacolo organizzato dal comitato feste con la Puntieri Management di Vittorio Puntieri. Info: 334/5978797 - www.puntierimanagement.com.

Il Comune di Isca sullo Ionio ed il Gruppo Archeologico “Paolo Orsi “ organizzano la IV campagna di scavi con la direzione scientifica della Soprintendenza per i Beni Archeologici della Calabria dal 29 luglio al 12 agosto. Possono partecipare tutti gli studenti ed appassionati, età minima 18 anni e con precedenti esperienze di scavo. Per contatti telefonici: 0967 22024, 0967 23460, 320 4573171, 349 2624975. Info: studiomaida@virgilio.it www.gruppiarcheologici.org/ga.soverato. JACURSO (Vv) - Spettacolo di Eduardo Vianello Giorno 25 luglio, spettacolo di Eduardo Vianello, nell’ambito dei festeggiamenti in onore della Madonna della Salvazione. LAMEZIA T. (Cz) - Al Samart... Il Samart avvisa la clientela che apre a pranzo il martedì, mercoledì, giovedì e venerdì con menù di carne e specialità di stocco. Le serate degli spettacoli sono il venerdì con serata live, sabato con il movimiento latino. Aperto anche a pranzo con menù a prezzo fisso. Info: 0968/53459.


48 Lunedì 20 Luglio 2009 il Domani

APPUNTAMENTI CALABRIA

SEGNALARE A: FAX 0961.903801 - E-MAIL: APPUNTAMENTI@ILDOMANI.IT

Al via martedì 5 agosto la prima edizione del “Jazz Festival” in programma a Palmi

“Gente con Gente” a Lamezia IL CARTELLONE

Musica sul maxi schermo il 28 luglio ai Due Mari di Maida

LAMEZIA T. (Cz) - Lamezia Demofest Sarà la star cubana Augusto Enriquez con la sua Mambo Band, attualmente massima espressione mondiale della musica del suo Paese, il primo super ospite, giovedì 23 luglio, della quarta edizione del "Lamezia Demofest", la finale nazionale di "Demo l'Acchiappatalenti" di Rai Radio Uno che si svolgerà a Lamezia Terme nei prossimi 23, 24 e 25 luglio condotta da Michael Pergolani e Renato Marengo, storici ideatori-autori-conduttori di "Demo". LAMEZIA T. (Cz) - Cronoscalata del Reventino Soltanto due gare per l’11/a Cronoscalata del Reventino in programma il 2 agosto. Programma. La Cronoscalata del Reventino, che ha mantenuto le prestigiose titolazioni di Fia Cup, Fia Challenge e Campionato Italiano Velocità Montagna, inizierà con le verifiche amministrative venerdì 31 luglio; quindi le prove ufficiali sabato 1 agosto; per concludere con la gara domenica 2 agosto 2009. Sito. Sempre online il sito www.cronoreventino.it, portale ufficiale dell’organizzazione con tutti i vari passaggi dell’evento. LAMEZIA T. (Cz) - “Gente con Gente” Colombia, Martinica, Nepal, Perù, Serbia e Venezuela: queste le Nazioni che - attraverso la propria rappresentanza ufficiale - si daranno appuntamento a Lamezia in occasione del "29° Galà mondiale di danze popolari", meglio conosciuto come "Gente con Gente". Contrariamente ad altre forme di spettacolo, quella che il patron della Rassegna – il commendatore Umberto Ferrari- è un’organizzazione del tutto particolare e questo anche per l’elevato numero dei partecipanti ai quali, per vari giorni, si dovrà ovviamente assicurare vitto, alloggio, spese di trasferimenti e altre spese collegate alla garante copertura del Comitato internazionale “Cioff” che coordina lo spostamento e la qualità dei Gruppi mondiali. La macchina organizzativa di "Gente con Gente" s’è messa già al lavoro per accogliere dal 2 al 9 agosto, gli ospiti delle sei Nazioni partecipanti. A Lamezia sono previste due tappe, da scegliere per le date dal 3 al 5 agosto, e possono essere inseriti dei momenti di socializzazione dei gruppi con la popolazione locale in alcuni centri storici della città.

presente anche in Calabria, sul lungomare di Locri il 2 agosto. fugo (Cs).In Piazza con ingresso gratuito, in occasione del Il concerto è organizzato dall’Amministrazione Comunale, concerto saranno presenti i fans club di Brattirò (Vv) "Solo assessorato al Turismo, e avrà inizio alle 21.30. Ingresso libe- Nomadi" e di Mesoraca (Kr) "Nomadi - Il viaggio continua". ro. Per ulteriori informazioni: www.essemmemusica.it . LOCRI (Rc) - Locride Summer Village Manca poco all'inizio del Locride Summer Village, classico appuntamento dell'estate Locridea, quest'anno il 3-4-5-6 agosto sul lungomare di Locri lato nord ideato a realizzato come sempre dall'Associazione Culturale "Giovani per la Locride". Novità e "classicismo" all'interno del contenitore piu' atteso dell'estate locridea. Infatti se di classico ci saranno tutti i giorni i tornei di beach tennis, presentati con successo già lo scorso anno e il beer point, tutti i giorni, o meglio tutte le notti, a farla da padrona ci saranno come assoluta novità nel 5ummer Village tornei notturni di "guitar hero" e dell'ormai famosissimo "texas hold’em". Si conferma invece la formula vincente serale che vedrà: il 3 agosto proiezioni di corti e medio metraggi di giovani registi "nostrani"; il 4 agosto l'appuntamento teatrale con la compagnia dei "Transiti"; giorno 5 agosto il mix blues-folk del gruppo palermitano degli ‘Nkantu d'Aziz; infine giorno 6 chiusura col botto con il noto attore e cantante Andrea Rivera, per la prima volta a Locri. Maggiori informazioni si possono trovare sul sito internet www.giovanilocride.net e sulla pagina di Facebook dedicata al Locride Summer Village. Inoltre è possibile dialogare con noi grazie al contatto msn locridesummervillage@hotmail.it. LOCRI (Rc) - Concerto di Pino Daniele È partito il 14 aprile da Genova “ L’electric jam” European Tour 2009 di Pino Daniele. Il tour toccherà le maggiori città italiane ed europee, la città di Locri ospiterà la tappa calabrese il prossimo 7 agosto. Il concerto è organizzato dall’Amministrazione comunale, assessorato ala Turismo. L’evento si svolgerà presso il Lungomare con inizio alle ore 21.30, ingresso euro 5 più prevendita. Per ulteriori informazioni, contattare la Esse Emme Maurizio Senese www.essemmemusica.it.

PALMI (Rc) - Palmi Jazz Festival Prende avvio il 5 agosto a Palmi (Rc) la prima edizione del Palmi Jazz Festival promosso dall’Assessorato Turismo e Spettacolo del Comune di Palmi, sotto la direzione artistica di Giancarlo Mazzù. Il Festival propone concerti di prestigio con la partecipazione di affermati musicisti in ambito nazionale e internazionale. I concerti si svolgeranno nella cornice di piazza Municipio. Aprirà la manifestazione l’Orange Trio del flautista Carlo Nicita, con Valerio Scrignoli alla chitarra e Tito Mangialajo Rantzer al contrabbasso, che propone un jazz contemporaneo in cui si fondono melodia italiana, bossanova, tango e atmosfere downtown. Seguirà il progetto Carmelo Coglitore Museum Workshop, ensemble di Musica Improvvisata che coniuga sapientemente musica, poesia e danza. Le poesie lette durante la performance saranno dell’autore palmese Leonida Repaci. Il progetto è in collaborazione con il Museo dello Strumento Musicale di Reggio Calabria. Il 6 agosto sarà la volta della voce di Anna Luana Tallarita in duo con il pianista Kekko Fornarellinell’affascinante e coinvolgente progetto “L’incontro”. Seguirà l’E(c)lectric Quartet del chitarrista Giancarlo Mazzù, con Luciano Troja al piano, Vincenzo Baldessarro al basso e Fabrizio Giambanco alla batteria, che propone un jazz elettrico ricco di contaminazioni latin e funky. Il 7 agostosi esibirà il Blue Offering Solo Trio del chitarristaBruno Marrazzo con Quintino Medaglia al contrabbasso e Vittorino Naso alla batteria, che presenta il suo recente lavoro discografico edito per la Picanto Records “The Walk”. A seguire il concerto del Paolo Sorge Trio. Il trio del chitarrista siciliano, con Alberto Fidone al basso e Francesco Cusa alla batteria, propone un’interessante ricerca trasversale fra jazz e musica improvvisata. La serata conclusiva del Festival vedrà l’esibizione del duo Two Jazz Guitars di Giancarlo e Francesco Mazzù. Il progetto intende ripercorrere la storia del jazz attraverso i suoi brani più significativi con una rilettura tutta dedicata alle potenzialità della chitarra. Chiuderà il Festival l’Egidio Ventura 4tet Latin Project con Egidio Ventura al piano, Rocco Riccelli alla tromba e flicorno, Raffaele Trapasso al basso e Gigi Giordano alla batteria. Il quartetto propone il progetto “Latino vivo” nel quale il colore della tradizione cubana incontra le geometrie armoniche delle improvvisazioni jazzistiche. Il concerto è in collaborazione con il Lamezia Jazz Festival. Il programma del Palmi Jazz Festival sarà arricchito da due importanti seminari. Il 5 agosto il sassofonista Carmelo Coglitore terrà un seminario di Musica d’Insieme. Il 6 agostoil chitarrista Giancarlo Mazzù terrà un seminario di Chitarra Jazz e Improvvisazione. I seminari saranno gratuiti e a numero chiuso. Saranno ammessi i primi 15 allievi iscritti. Per le iscrizioni ai seminari e info: palmijazzfestival@libero.it - www.myspace.com/palmijazzfestival2009.

MAIDA (Cz) - Due Mari, musica sul maxi schermo Warner Village Cinemas Due Mari di Lamezia Terme propone ai suoi spettatori la grande musica sul maxi schermo. ProLAMEZIA T. (Cz) - Concerto dei Pooh gramma: il 28 luglio- la proiezione del concerto live dei briConcerto dei Pooh ("Ancora una notte insieme tour 2009"- tannici Oasis, durante il loro World Tour 2005/2006, ed -il 4 unico in Calabria), 14 agosto, ore 21.30, presso lo Stadio agosto-, quella di Amy Winehouse, durante la sua esibizione al Guido d'Ippolito. Disponibili solo 4.000 biglietti tutti con po- prestigioso Shepherd Bush Empire di Londra. sto a sedere: euro 44.50 platea numerata, euro 33.50 tribuna. Informazioni 0968.441888 - www.ruggeropegna.it. MARCELLINARA (Cz) - Cicloturistica A conferire un valore aggiunto alla cicloturistica del 24 luglio LIMBADI (Vv) - Dolcenera in concerto 2009, ci sarà un grande ciclista degli anni Novanta, una delle Il 2 agosto, alle ore 21.00, Dolcenera in concerto a Limbadi massime espressioni del ciclismo azzurro degli ultimi anni: Claudio Chiappucci, protagonista di epiche battaglie sportive (Vv), in piazza. Ingresso gratuito. con Miguel Indurain, Greg Lemond e Gianni Bugno. La cicloturistica, della lunghezza di ca. 30 km, partirà da P.zza ScerLAUREANA DI BORRELLO (Cs) - Nino D’Angelo bo di Marcellinara e - dopo una breve sosta presso il centro Domenica 9 agosto, alle ore 21.30, Nino D'Angelo in con- commerciale Due Mari – farà rientrò al punto di partenza, docerto, in piazza con ingresso gratuito. Spettacolo organiz- ve sarà allestita un’area ristoro a disposizione di tutti i partezato dal comitato feste con la Puntieri Management di Vitto- cipanti. In serata, spettacolo musicale e proiezione video del- PALMI (Rc) - Grignani in concerto rio Puntieri. Info: 334/5978797 - www.puntierimanage- le migliori gesta del campione varesotto alla presenza dello Gian Luca Grignani in concerto a Palmi il 22 agosto. L'evento è organizzato in occasione della sagra del pesce Stocstesso “El Diablo”. ment.com. co, organizzata da Stocco & Stocco presso il centro storico con inizio alle ore 21.30 con ingresso libero. Per qualsiasi MONTALTO U. (Cs) - Nomadi in concerto LOCRI (Rc) - Fiorella Mannoia in concerto informazione consultare il sito internet: www.essemmeFiorella Mannoia con il suo “ In Movimento Tour 2009”, sarà Il 15 agosto alle ore 21.00, Nomadi in concerto a Montalto Uf- musica.it ; oppure telefonare al numero 327.7705335.


il Domani Lunedì 20 Luglio 2009 49

APPUNTAMENTI CALABRIA

SEGNALARE A: FAX 0961.903801 - E-MAIL: APPUNTAMENTI@ILDOMANI.IT

“Stasira tarantella calabrese”, la prima edizione del concorso in programma a Petronà

Mostra fotografica a Reggio IL CARTELLONE

“La lunga marcia della memoria” nella Città dello Stretto

PAOLA (Cs) - “Notte di stelle e di pace” Evento artistico ed umanitario dai molteplici significati, voluto dalla Curia dei Padri Minimi, giorno 11 agosto alle ore 21.30 nel Piazzale del Santuario di San Francesco di Paola, di cui è stato da poco festeggiato il V Centenario della Morte. Questo luogo simbolo della fede, in cui visse parte della sua vita il Santo calabrese, meta di meditazione e preghiera per credenti di tutto il mondo, si trasformerà per una sera in un palcoscenico sotto le stelle. "Notte di stelle e di pace" è infatti il sottotitolo del concerto benefico "San Francesco di Paola per l'Abruzzo" i cui ricavati, derivanti da biglietti, contributi e sponsor, saranno devoluti per il recupero delle Chiese danneggiate dal terremoto. Il messaggio di solidarietà che partirà da Paola si unirà a quello di pace ed amore legato a San Francesco, sottolineati entrambi dalla musica di due stelle internazionali, l'israeliana Noa e la palestinese Mira Awad, accompagnate dai loro musicisti, in concerto insieme in una delle cornici mistiche e paesaggistiche più suggestive del mondo. La serata sarà aperta da "Imagine" di John Lennon, vero inno alla pace, eseguita in una preziosa versione jazz dalla cosentina Rosa Martirano e dal chitarrista brasiliano Roberto Taufic. Poi arriveranno tutti i loro grandi successi che spaziano in un universo musicale senza confini ed i brani inclusi nell'album di duetti: "There must be another way", che prende il titolo dal pezzo presentato in rappresentanza di Israele allo European Song Contest 2009 di Mosca. Probabili anche altri contributi artistici e la presenza di numerose autorità religiose e civili. PAOLA (Cs) - I Calabresi di Milano incontrano le origini Domenica 16 agosto 2009nel centro storico in Piazza del Popolo, l'Associazione Calabrolombarda, col patrocinio del Comune di Paola ha organizzato la quinta edizione della manifestazione "I Calabresi di Milano incontrano le origini" dedicato alla devozione dei calabresi ovunque emigrati per San Francesco. La serata prevede alcuni momenti di consegna di riconoscimenti a calabresi affermatisi in Italia e nel mondo conferiti dalla Fderazione Italiana delle Associazioni Calabresi e dalla FondazioneHeritage Calabria di Ginevra. Le allieve del Conservatorio musicale di Cosenza allieteranno con un concerto musicale la serata. Nelle vie adiacenti alla piazza, anche il giorno 15, numerosi espositori di prodotti enogastronomici ed artgianali tipici della Calabria metteranno in mostra le tante specialità del territorio per farli conoscere ai tanti turisti pesenti insieme alla cittadinanza locale. L'evento è coordinato dalla Astro Sud Srl di Paola - Tour Operatr e Agenzia di Viaggi e Spttacoli. PENTONE (Cz) - Luca Carboni in concerto Luca Carboni in concerto il 12 settembre a Pentone. L'evento è organizzato in occasione della festa della Madonna di Termini, si svolgerà presso il centro storico,con inizio alle ore 21.30, ingresso libero. Per qualsiasi informazione, contattare la Esse Emme Musica di Maurizio Senese: www.essemmemusica.it oppure telefonare al 327.7705335. PETRONA’ (Cz) - “Stasira tarantella calabrese” L'associazione Insieme Onlus organizza il primo concorso dedicato al ballo della tradizione dal tema "Stasira tarantella calabrese". La manifestazione si terrà a Petronà il 10 agosto, ore 20.00, in Piazza A. Muraca. Possono partecipare al seguente bando tutti i gruppi che presentano regolare domanda, senza alcun limite di numero; l'iscrizione al concorso comporta il versamento di una quota di partecipazione fissata a euro 25,00; il pagamento della quota di iscrizione dovrà essere effettuato secondo una delle seguenti modalità: versamento su c.c. n° 102726, Abi 08867 Cab 88760 Banca di Credito Cooperativo della Sila Piccola – Taverna (Cz), Filiale di Petronà; intestato a: "Associazione Insieme Onlus, via Vaccari 29, 88050 Petronà (Cz)". Nella causale dovrà essere riportata la seguente dicitura: "Stasira tarantella calabrese – Prima Edizione" e il nome del gruppo; consegna manuale presso la sede dell'associazione Insieme Onlus sita in via Prima Traversa Vaccari - 88050 Petronà (Cz), previa appuntamento da concordare telefonicamente al seguente numero: 333/7673975; i gruppi che intendono partecipare al concorso dovranno consegnare via fax al numero: 0961/933975 o manualmente presso la sede dell'associazione Insieme Onlus la sheda anagrafica di partecipazione riportata in allegato, debitamente compilata e firmata; il versamento della quota di partecipazione e la consegna della scheda anagrafica dovranno pervenire entro e non oltre il 5 agosto 2009; il bando di concorso è pubblicato sul sito dell'associazione Insieme Onlus al seguente link: www.insiemeonlus.altervista.org/. Per ulteriori informazioni o per il reperimento della modulistica necessaria all'iscrizione, ri-

volgersi al numero dell'associazione Insieme Onlus: chael Nichols, William Allard, Paul Nichlen, Jodi Cobb, Car333/7673975. sten Peter, Maria Stenzel, Annie Griffiths Belt, Frans Lanting, Michael S. Yamashita, John Stanmeyer, Cary Wolinsky. Alla presentazione dell’evento parteciperà il direttore di NaPIZZO C. (Vv) - Gelateria Enrico Beach tional Geographic Italia Guglielmo Pepe. Il 25 e 26 luglio si svolgerà a Pizzo la prima edizione del Gelateria Enrico Beach. Per info: www.beachtenniscalabria.net. REGGIO C. - Mostra di pittura Il Comune di Reggio Calabria, l'associazione dei Brasiliani POLISTENA (Rc) - Sud Sound System in Calabria, l'associazione culturale Arte Ambiente, presenA Polistena il 3 agosto “I Sud Sound System” in concerto. L'e- tano la mostra "Madì- Movimento Internazionale d'Arte", vento è organizzato dall'Amministrazione comunale, assesso- presso il castello Aragonese. La mostra resterà aperta fino rato al Turismo, in occasione dell’Estate a Polistena con in- al 22 luglio, dalle ore 10.00 alle 13.00, e dalle 17.00 alle ore gresso libero e inizio alle ore 21.30. Info: www.essemmemu- 21.00. Martedì 21 luglio ore 21,00 Chiostro San Giorgio al sica.it - 327.7705335. Corso “Che fai tu luna in ciel? dimmi, che fai,silenziosa luna?Sorgi la sera, e vai, contemplando i deserti; indi ti posi. Ancor non sei tu paga di riandare i sempiterni calli? Ancor REGGIO C. - Ecomaratona 2009 non prendi a schivo, ancor sei vaga di mirar queste valli?” Ecomaratona 2009 fino al 30 agosto. Di corsa da Reggio a Trie- Nel 40° Anniversario della conquista (21 luglio 1969) ste e da Trieste a Reggio in favore dell’ambiente. Due anni, due “Omaggio alla Luna tra poesia, arte, astrologia e scienza/imestati per percorrere tutta l’Italia. Di corsa. Per dimostrare che magini e parole.” Giovedì 23 luglio ore 21,00 Chiostro San sport e ambiente hanno qualcosa in comune. Per scoprire qual Giorgio al Corso congiuntamente con l’Associazione Amici è il vero stato delle coste italiane, ritrovare bellezze dimenti- del Museo. Biografie di uomini illustri. Omaggio ad Alfoncate, località e spiagge più e meno famose, fotografando si- so De Franciscis nel 20° Anniversario della morte. Intertuazioni di abbandono e degrado. E’ questa la sfida di Giusep- verranno Dr. Francesco Arillotta, Prof. Vincenzo Panuccio, pe Tamburino, torinese di 52 anni che è partito il 14 giugno da Prof.ssa Pina Porchi. Domenica 26 luglio ore 21,00 ChioReggio Calabria per percorrere le coste ioniche e adriatiche stro San Giorgio al Corso incontri d’Arte Archeologia e Storisalendo lo stivale fino a Trieste, dove arriverà il 30 agosto, in- ria. Presentazione del volume di Consolato Campolo “Rhesieme a tutti gli ecomaratoneti, atleti e gente comune, che vor- gion (510 a.C.-89 a.C.)/Origine e diffusione della monetaranno unirsi a lui. Oltre 1500 chilometri di corsa e 78 giorni zione in Occidente”.(Laruffa Editore). Intervento del Prof. per percorrerli. 9 regioni da attraversare, centinaia i comuni Daniele Castrizio (Università di Messina). Sarà presente in cui fermarsi. 78 tappe, la più lunga di 25 chilometri, la più l’autore. Martedì 28 luglio ore 21,00 Chiostro San Giorgio corta di 6 chilometri. L’idea è che un’attività fisica sana e puli- al Corso, presentazione del volume “Un carcere nel pallota come la corsa può e deve associarsi al rispetto e alla valo- ne” di Francesco Ceniti (Laruffa), vincitore del 46esima edirizzazione dell’ambiente. Il bello è che tutti possono parteci- zione del Premio Selezione Bancarella Sport. Giovedì 30 pare. Una tappa, due o magari qualcosa in più. L’importante è luglio ore 21,00 Chiostro San Giorgio al Corso, biografie di correre insieme a favore dell’ambiente. Ecomaretona è una uomini illustri. Omaggio a Tommaso Gullì e Bruno Falcolunga corsa tra amici. Giorno dopo giorno, chilometro dopo matà, medaglie d’oro della Marina Militare. Interverrà il chilometro, in questo loro viaggio davvero particolare Tam- prof. Agazio Trombetta. Domenica 2 agosto ore 21,00 Chioburino e gli “ecomaretoneti” percorreranno le coste italiane stro San Giorgio al Corso, biografie di uomini illustri. Omagriscoprendo eccellenze, bellezze e risorse, ma anche regi- gio a Tito Minniti, Medaglia d’oro al valor militare nel Censtrando situazioni di degrado e di cattivo utilizzo. Un’espe- tenario della nascita (1909/1935) con l’intervento di Giurienza coinvolgente ed entusiasmante che fotograferà lo stato seppe Diaco, cultore di storia. delle nostre coste con una particolare attenzione per gli accessi ai diversamente abili alle spiagge, numero e qualità delle spiagge pubbliche e dei servizi erogati, sicurezza delle stesse, REGGIO C. - La lunga marcia della memoria costi delle spiagge private, percorsi pedonali e ciclabili pano- Di nuovo in cammino alla ricerca delle storie dimenticate. ramici, percorribilità delle strade esistenti… Una carovana al Torna “La lunga marcia della memoria”, l’evento promosseguito della corsa, composta da giornalisti, fotografi e video so dall’Associazione daSud che unisce arte, cultura e apoperatori, provvederà a realizzare, lungo tutto il percorso, la profondimenti contro le mafie e per i diritti. L’edizione 2009 documentazione ambientale e le testimonianze disponibili on – fino al 25 luglio – sarà dedicata alle “strade e piazze antiline sul sito www.ecomaretona.it. Si parte ogni mattina alle mafia”. ore 8.00 per raggiungere la tappa successiva, circa 20 i chilometri da percorrere ogni giorno. Ogni sera, nella città di arrivo, è in programma una tappa di Fitwalking di 2 o 3 chilome- REGGIO C. - Caffè letterari tri in collaborazione con due grandi e famosissimi atleti, i fra- Organizzati dal Circolo Rhegium Julii con il patrocinio deltelli DamilanoGiorgio e Maurizio, olimpionici e campioni la Regione Calabria e degli assessorati Turismo-Immagine mondiali di marcia, esperti di questo nuovo modo di cammi- e Grandi Eventi del Comune, i Caffè Letterari 2009 si ternare veloce. Una testimonianza per l’ambiente aperta davve- ranno: il 21 luglio toccherà al lucano Giuseppe Lupo, auro a tutti. Un modo divertente per coinvolgere anche i turisti tore del romanzo La carovana Zanardelli (Marsilio), menche si trovano in vacanza lungo le coste italiane. La cammi- tre il 28 luglio sarà la volta dello scrittore emiliano Giusepnata veloce è una valida alternativa alla corsa, è indicata per pe Pederiali con il romanzo, edito da Garzanti, La vergine tutti e tutti possono provare. La partecipazione è gratuita e l’i- napoletana. Primo ospite di agosto (martedì 4 agosto) sarà scrizione è libera. Seguite sul sito il percorso degli ecomare- lo scrittore-archeo-logo, Valerio Massimo Manfredi con il toneti. Disponibili on line in tempo reale interviste, video, fo- romanzo Idi di Marzo (Mondadori), seguirà l’11 agosto l’autografie. tore pugliese Raffaele Nigro con Santa Maria delle battaglie (Rizzoli). Il cantautore Roberto Vecchioni, sarà ospite del Rhegium giovedì 20 agosto Roberto Vecchioni, autore REGGIO C. - Mostra fotografica del libro Scacco a Dio (Einaudi). I Caffè letterari 2009 si conFino al 9 agosto 2009 oltre 400 metri dell’area pedonale del cluderanno il 25 agosto con la presenza a Reggio dei tre vinCorso Garibaldi di Reggio Calabria si trasformeranno in un’a- citori del Premio “Rhegium Julii - Selezione Opera Prima”, rea espositiva di straordinario valore artistico e impatto sce- i quali si contenderanno il premio Fortunato Seminara atnico. La Bluocean srl con la partnership esclusiva di National traverso una selezione operata dalla Giuria popolare i cui Geographic Society e il patrocinio del Comune di Reggio Ca- membri saranno scelti tra i vincitori dei Quiz Culturali, prolabria presenta la mostra fotografica all’aperto: “I quattro ele- posti dai giovani del Rhegium in occasione degli Incontri menti: AcquaAriaFuocoTerra”. 78 gigantografie di opere fo- con l’Autore. tografiche dei più grandi talenti di National Geographic ci “racconteranno” le meraviglie della nostra terra, la sua infinita energia e la straordinaria delicatezza. Dal Montana all’India, dall’Afghanistan all’Egitto, alla Penisola Antartica, al Canada, all’Europa, al Botswana. Scatti che immortalano attimi fuggenti di un pianeta da amare e dunque rispettare con rinnovata dedizione. Le immagini di National Geographic ci rendono partecipi del miracolo e della meraviglia della natura, ricordando il nostro ruolo nella storia della Terra. E’ un viaggio ideale che attraversa i continenti e che vuole ispirare via mail: appuntamenti@ildomani.it un rinnovato interesse alla tutela del Pianeta. Tra i 37 autori, via fax: 0961-903801 tutte firme di riferimento della fotografia di National Geographic, anticipiamo la partecipazione di: Joel Sartore, Mi-

Segnala un appuntamento a questa rubrica regionale:


50 Lunedì 20 Luglio 2009 il Domani

APPUNTAMENTI CALABRIA

SEGNALARE A: FAX 0961.903801 - E-MAIL: APPUNTAMENTI@ILDOMANI.IT

Spettacolo dei Momix il 16 agosto a Reggio Calabria. Concerto di Luca Carboni a Riace

Piero Pelù a Roccella Jonica IL CARTELLONE

“Io c’ero 09”, manifestazione dall’1 al 15 agosto in programma a Rossano

REGGIO C. - Caffè letterari Organizzati dal Circolo Rhegium Julii con il patrocinio della Regione Calabria e degli assessorati Turismo-Immagine e Grandi Eventi del Comune, i Caffè Letterari 2009 si terranno: il 21 luglio toccherà al lucano Giuseppe Lupo, autore del romanzo La carovana Zanardelli (Marsilio), mentre il 28 luglio sarà la volta dello scrittore emiliano Giuseppe Pederiali con il romanzo, edito da Garzanti, La vergine napoletana. Primo ospite di agosto (martedì 4 agosto) sarà lo scrittore-archeo-logo, Valerio Massimo Manfredi con il romanzo Idi di Marzo (Mondadori), seguirà l’11 agosto l’autore pugliese Raffaele Nigro con Santa Maria delle battaglie (Rizzoli). Il cantautore Roberto Vecchioni, sarà ospite del Rhegium giovedì 20 agosto Roberto Vecchioni, autore del libro Scacco a Dio (Einaudi). I Caffè letterari 2009 si concluderanno il 25 agosto con la presenza a Reggio dei tre vincitori del Premio “Rhegium Julii - Selezione Opera Prima”, i quali si contenderanno il premio Fortunato Seminara attraverso una selezione operata dalla Giuria popolare i cui membri saranno scelti tra i vincitori dei Quiz Culturali, proposti dai giovani del Rhegium in occasione degli Incontri con l’Autore. REGGIO C. - OfficinemAperto Nasce un nuovo spazio espositivo e laboratoriale per coloro che intendono raccontare la Calabria. Aperto non solo a professionisti, ma a tutti i portatori di contenuti e riflessioni critiche. Lontano dalla cultura delle veline, dell’appiattimento e dell’omologazione culturale, vuole dare voce a chi non crede all’audiovisivo - e in particolare al cinema - quale mero intrattenimento fine a se stesso. OfficinemAperto costituisce una nuova opportunità per riportare al centro dell’attenzione l’Arte cinematografica, i contenuti e i valori della nostra storia, le tematiche sociali, dare voce alle riflessioni critiche sulla Calabria. Ideato e diretto dal cineasta calabrese Antonio Ciano, più che il solito festival che si consuma in consegne di premi e passerelle pseudo televisive, OfficinemAperto si propone di costruire una reale e concreta occasione d’incontro, di socializzazione e di approfondimento partecipato. La Calabria non quale mera spettatrice, ma soprattutto protagonista. L’obiettivo è interrogarsi, scoprire come nel corso del tempo il cinema ha raccontato la nostra terra, sperimentare su come questo mezzo di comunicazione universale, possa svolgere la sua funzione critica, culturale, artistica e divulgativa. Saranno assegnati i seguenti premi: alla migliore opera di OfficinemAerto andrà il Premio Energia Calabria; alla migliore tra quelle realizzate nella locride il Premio Afrodite Locrese; all’opera che meglio ha saputo raccontare i valori di libertà, giustizia, convivenza civile e impegno sociale il Premio Officina Audiovisiva Zaleuco; alla migliore sceneggiatura tra quelle ambientate, almeno in parte, nella locride il Premio Scrittura Audiovisiva Corrado Alvaro; all'opera più votata online il Premio CalabriAPERTAtube. I primi 3 premi saranno costituiti da una scultura e un contributo di 400 euro ciascuno, gli ultimi due da una scultura e un contributo di 200 euro. La manifestazione, grazie alla sua natura itinerante, prevede più serate d’incontro e di approfondimento partecipato che si svolgeranno in vari luoghi della locride: il 6 agosto a Gerace, il 10 a Condojanni, il 12 a Marina di S. Ilario (consegna dei premi), il 13 a Locri. Insieme alle proiezioni e al confronto con gli autori, avrà luogo una ricostruzione storica su come la Calabria è stata raccontata nel cinema nel corso dei decenni. Grazie ad un approccio non accademico ma divulgativo e all’ausilio dei relativi contributi filmati, gli incontri, coordinati dal direttore della Cineteca delle Calabria Giovanni Scarfò, offriranno a tutti l’opportunità di conoscere e dibattere su come l’immagine della nostra regione nel cinema si è evoluta nel corso del tempo fino ai giorni nostri. Le opere e gli autori concorrenti ad OfficinemAPERTO 2009 potranno così confrontarsi tra loro e con il pubblico tra passato, presente e futuro. Nato nell’ambito di Energia Calabria Movimento Creativo - sorto in memoria del prof. Vincenzo Pezzano - OfficinemAPERTO in questa sua prima edizione sarà ospitato, quale sezione indipendente, da Epizephiry International Film Festival, nel corso della cui serata finale saranno consegnati i premi. Il direttore organizzativo è Marcello Pezzano. OfficinemAPERTO si avvale della collaborazione della Cineteca della Calabria, e del patrocinio dei Comuni di Gerace, S. Ilario dello Jonio e Locri. Il regolamento e la scheda di iscrizione sono scaricabili dal sito www.energiacalabria.it. Per informazioni: officinemaperto@energiacalabria.it. REGGIO C. - Spettacolo dei Momix Spettacolo dei Momix ("Bothanica"), 16 agosto, ore 21.30, Catona Teatro di Reggio Calabria (organizzazione Catona Teatro). Informazioni: www.ruggeropegna.it.

REGGIO C. - Premio Anassilaos per la poesia L’Associazione Culturale Anassilaos, nell’ambito del XXI Premio Anassilaos di Arte Cultura Economia e Scienze bandisce il Premio Anassilaos per la Poesia. Al Concorso possono partecipare autori di qualsiasi nazionalità con opere in lingua italiana. Esso si articola nella Sezione Poesia inedita, che prevede l’invio di massimo di tre liriche e nella Sezione Poesia edita per raccolte pubblicate nel quadriennio 2006/2009. E’ ammessa la partecipazione a più sezioni. Gli elaborati (per la poesia inedita) e i volumi (per la poesia edita) dovranno essere spediti al seguente indirizzo: Associazione Culturale Anassilaos, Casella Postale 191 – 89100 Reggio Calabria, entro e non oltre il 20 settembre 2009. E’ prevista una quota di partecipazione. La Giuria, allargata agli Amici dell’Associazione Culturale Anassilaos, si compone di esperti e studiosi di poesia. I premi consistono, per ambedue le sezioni, nella somma di euro 500,00 più una targa artistica per i primi classificati e in targhe per gli altri. L’Associazione si riserva di segnalare liriche e volumi particolarmente significativi, per i quali saranno assegnati diplomi e medaglie. La consegna dei premi, inserita nelle manifestazioni del Premio Anassilaos di Arte Cultura e Scienze (dall’ 1 al 14 novembre 2009), si terrà a Reggio Calabria. Per ulteriori informazioni inviare una e.mail all’indirizzo ass.anassilaos@libero.it o telefonare alla Segreteria organizzativa e pubbliche relazioni al numero 333.3998510. REGGIO C. - “Italia Nostra”, conversazioni “Dai Paesaggi Sensibili dello Stretto ai Paesaggi Culturali della nostra città”: Italia Nostra di Reggio vuol porre così all’attenzione della cittadinanza, nei prossimi mesi, tutti gli aspetti positivi dell’archeologia, della storia, della stessa edilizia di Reggio. E lo fa attraverso una serie di conversazioni tenute da soci e da esperti, che si svolgeranno presso la Sala Convegni della Biblioteca Comunale di Via Tripepi, introdotti dal Presidente dell’Associazione protezionista, Arch. Pino Bertone.La prima conversazione, che darà inizio al ciclo, sarà tenuta dall’Arch. Alberto Gioffrè, Socio fondatore di Italia Nostra di Reggio, sul tema del “Recupero dell’edilizia abusiva” (come rinnovare e valorizzare la maglia urbana del degrado): il terzo appuntamento sarà curato dalla Dott.ssa Rossella Agostino, già Presidente della Sezione reggina, sul tema dell’Archeologia e quotidianità della vita. Seguiranno altre conversazioni, sempre di mercoledì, il 23 settembre 2009, il 21 ottobre 2009, il 25 novembre 2009, per poi riprendere nell’anno successivo. Relatori saranno: il Dott. Franco Arillotta, il Prof. Franco Zagari, l’Ing. Claudio Bertonelli, la Prof.ssa Martorano Costabile, l’Arch. Nino Pellicanò, l’Ing. Giuseppe La face, ma la Conversazione del 21 ottobre sarà imperniata sul libro. REGGIO C. - “Cinema Ambiente & Paesaggio” Il Consiglio di amministrazione della Fondazione Calabria Film Commission ha deliberato di affidare all’artista reggino Demetrio Casile la direzione artistica della terza edizione del festival “Cinema Ambiente & Paesaggio” che si terrà a Reggio Calabria dal 6 al 10 ottobre 2009. che hanno registrato un ottimo successo di pubblico. RENDE (Cs) - Difesa del suolo, convegno Convegno su “Ricerca e Alta Formazione per la Difesa del Suolo in Calabria”, oggiall’Unical. Il convegno sarà aperto dal Rettore prof. Latorre e sarà concluso dal Presidente della Regione on. Loiero, che è anche Commissario per l’emergenza idrogeologica. Sono previsti interventi di docenti universitari, dell’IRPI, degli Ordini professionali, dell’Autorità di Bacino, del Dipartimento Forestazione, del Prefetto di Cosenza, del Presidente della Provincia di Cosenza, dei sindaci di Lamezia e di Cosenza.

ro 20.00, (posto non numerato), i prezzi sono compresi di prevendita. Per qualsiasi informazione, contattare la Esse Emme Musica di Maurizio Senese: www.essemmemusica.it oppure telefonare al 327.7705335 ROCCELLA J. (Cs) - Sagra della capra Il 5 agosto, dalle ore 21.00, in via Trastevere Alta - Roccella Jonica, l'associazione Maria Ss Addolorata, presenta la prima sagra della capra con musica dal vivo e karaoke. Per info: 329/4329571. ROCCELLA J. (Rc) - Spettacolo dei Fichi D’India Ritorna il cabaret dei Fichi D’India, dopo il successo della loro tournèe teatrale. I due comici si esibiranno, lunedì 10 agosto, presso l’Anfiteatro di Roccella, lo spettacolo avrà inizio alle ore 21.30. Tre saranno gli ordini dei posti, “Settore Vip” (posti numerati) euro 25.00, “Settore Parter” (posti non numerati) euro 20.00, Settore “Gradinate” (posti non numerato) euro 15.00, i prezzi sono compresi di prevendita. Per qualsiasi informazione, contattare la Esse Emme Musica di Maurizio Senese: www.essemmemusica.it oppure telefonare al 327.7705335 . ROCCELLA J. (Rc) - Piero Pelù in concerto Piero Pelù presenta, il 22 agosto a Roccella Jonica, “Acquasantissima”. Nelle 2 ore di spettacolo saranno completamente riarrangiati in chiave “Rock and Rom” brani tratti dal repertorio storico di Piero Pelù insieme ai brani del repertorio degli Acquaragia Drom. La formazione che si esibirà sul palco insieme a Piero Pelù prevede: Elia Ciricillo (voce, chitarra acustica e tamburello), Cosimo “Zanna” Zannelli (chitarra rock e cori), Rita Tumminia (accordion e cori), Sandokan Gruia (contrabbasso ed evoluzioni), Marcus Colonna (clarone, clarinetti e tamburello), Erasmo Treglia (violino, ciaramella, tromba degli zingari e cori), Pol Baglioni (batteria). ROSSANO (Cs) - Bando di Servizio Civile E' stato pubblicato il Bando di Servizio Civile Nazionale per il 2009. La Caritas Diocesana di Rossano-Cariati partecipa con il progetto “I poveri: nostri signori e padroni” che prevede l’inserimento di 4 giovani in Servizio Civile. Le due sedi di attuazione del progetto sono ubicate nel territorio di Rossano e sono le seguenti: Centro D’ascolto Diocesano e Centro D’ascolto Maranatha. I giovani della Diocesi che intendono partecipare alla selezione devono far pervenire le domande alla Caritas Diocesana di Rossano-Cariati che è sita a Rossano in via San Bartolomeo, 94 entro il termine perentorio delle ore 14,00 del 27 luglio 2009. Per informazioni possono recarsi presso la sede della suddetta Caritas da lunedì a venerdì dalle ore 9,30 alle 12,00. Il Servizio Civile Nazionale che è stato istituito con la legge 6 marzo 2001 n° 64 e che dal 1° gennaio 2005 si svolge su base esclusivamente volontaria, rappresenta la possibilità messa a disposizione dei giovani dai 18 ai 28 anni di dedicare un anno della propria vita a favore di un impegno solidaristico inteso come impegno per il bene di tutti e di ciascuno e quindi come valore della ricerca di pace. Il servizio civile volontario garantisce ai giovani una forte valenza educativa e formativa, rappresenta una importante e spesso unica occasione di crescita personale, una opportunità di educazione alla cittadinanza attiva, un prezioso strumento per aiutare le fasce più deboli della società contribuendo allo sviluppo sociale, culturale ed economico del nostro Paese. I giovani che scelgono di impegnarsi per dodici mesi nel Servizio Civile Volontario, scelgono di aggiungere un'esperienza qualificante al proprio bagaglio di conoscenze, spendibile nel corso della vita lavorativa.

RIACE (Rc) - Luca Carboni in concerto Luca Carboni in concerto. L'evento si svolgeràmartedì 18 agosto, in occasione del Festival dell'Accoglienza in piazza Bron- ROSSANO (Cs) - “Io c’ero 09”, manifestazione zi di Riace, ore 21.30, ingresso libero. Per info: www.essem- Partita la manifestazione “Io c’ero ’09 – Guinness World Record”, organizzata da Massimo Frigatti e Ovidiu Morgos e memusica.it. patrocinata dal Comune di Rossano, Assessorato al Turismo, che prevede la realizzazione della cartolina più granROCCELLA J. (Rc) - Morgan in concerto de del mondo. La cartolina più grande del mondo sarà comDopo il grande successo da X Factor 2009, “ Morgan “ partirà posta dalle foto che in questi giorni il fotografo Ovidiu Morper una tournèe italiana, tantissime le date da nord a sud nei gos scatterà nella nostra città. Gli appuntamenti per farsi foposti più suggestivi della Penisola. Marco Castaldi in arte Mor- tografare sono i seguenti: dall’1 al 15 agosto, sul lungomagan, una delle voci più suggestivi della canzone d’autore Ita- re, quando sarà allestita la mostra di tutti i volti fotografati. liana, da sempre personaggio atipico, dopo l’esperienza con i Domenica 9 agosto, poi, ci sarà la presentazione ufficiale “Bluvertigo” farà tappa anche in Calabria, per l’unica data, il della cartolina, fronte-retro, che conterrà la riproduzione di prossimo 31 luglio nel meraviglioso scenario dell’anfiteatro, alcuni monumenti di Rossano composti a mosaico con le foal Castello di Roccella Ionica. I biglietti sono disponibili in tut- to di Morgos, che parteciperà al Guinness Word Record nelte le prevendite abituali della Calabria, e avranno tre ordini di la categoria “la cartolina più grande”. Per l’occasione giunposto: settore vip (posti numerati) euro 38.00, settore platea ( geranno in città i giudici della Guinness World Record che posti a sedere non numerati) euro 28.00, settore gradinata eu- certificheranno la riuscita o meno del record.


il Domani Lunedì 20 Luglio 2009 51

APPUNTAMENTI CALABRIA

SEGNALARE A: FAX 0961.903801 - E-MAIL: APPUNTAMENTI@ILDOMANI.IT

“Ciao Mino”, tributo a Mino Reitano con Natino Rappocciolo in concerto a San Sostene

“Satriantella festival” a Satriano IL CARTELLONE

Mostra dell’artista Mark Aspinall fino al 31 luglio a Santa Caterina

ROSSANO (Cs) - “Estate in moda”, compleanno Il cuore del centro storico bizantino di Rossano, Piazza Steri, si appresta ad ospitare, il prossimo giovedì 13 agosto, un compleanno speciale: i dieci anni di “Estate in moda”, uno degli eventi di spettacolo e arte più noti, importanti e di successo della programmazione estiva cittadina e territoriale. ROSSANO (Cs) - “Mare Sicuro 2009” Il Comune di Rossano ha aderito all’operazione “Mare Sicuro 2009” del Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto e finalizzato alla tutela dei bagnanti e delle coste. Nell’ambito di questa operazione, che verrà espletata dalla Guardia Costiera del Compartimento Marittimo di Corigliano Calabro, saranno attivate tutte le azioni necessarie a regolare, attraverso una mirata azione di vigilanza e controllo, la navigazione da diporto in prossimità delle coste proprio per tutelare l’incolumità di bagnanti, dipartisti e subacquei nei periodi di maggiore affluenza e presenza di turismo balneare. L’operazione “Mare Sicuro”, terminerà il 31 agosto, prevede anche una costante attività di pattugliamento congiunta terramare, con pattuglie terrestri e unità navali in dotazione alla Guardia Costiera di Corigliano Calabro, una delle quali pattuglierà il litorale rossanese. Nell’ottica di collaborazione ormai avviata tra i due Enti, si stanno portando a termine tutti gli adempimenti amministrativi per arrivare alla riapertura, dopo 30 anni, del Comando della Delegazione di Spiaggia di Rossano. Un’altra azione importante di salvaguardia e tutela del territorio e dell’ambiente, di rispetto della legalità e di protezione dei bagnanti. SAN COSMO A. (Cs) - Estate Sancosmitana L'Amministrazione comunale di San Cosmo Albanese organizza l'estate Sancosmitana 2009. 25 luglio, ore 18.30, presso auditorium, presentazione del poemetto latino "Polymetron" di Giovanni Andrea Vinacci; 31 luglio, ore 17.00, presso il centro storico, sagra dei prodotti tipici dell'agroindustria e dell'artigianato arbereshe; ore 21.30, presso il teatro all'aperto esibizione del gruppo folk "Coram populo"; 2 agosto, ore 21.30, presso il teatro all'aperto esibizione del gruppo di ballo popolare di Scutari (Albania), ospiti della serata i vincitori del festival "Piccoli cantori arbereshe" di Plataci e il "Piccolo coro parrocchiale arberesh" di Plataci; 5 agosto, ore 21.30, presso auditorium presentazione del dvd "Serembe e Strigari" di Lionel Konomi; 9 agosto, ore 21.30, presso auditorium presentazione del dvd "Le Icone"; 12 agosto, raduno bande musicali; ore 17.00, sfilata per le vie del centro storico; ore 21.30, concerto finale nel Teatro all'aperto; 14 agosto, ore 18.30, presso auditorium presentazione del volume "Il Santuario dei Ss Cosma e Damiano" di P. Pietro Minisci; 16 agosto, ore 21.30, presso auditorium presentazione del dvd "Le nozze arbereshe"; 22 agosto, ore 21.30, presso auditorium presentazione del cd "La messa funebre" (Coro Ss Anargiri - San Cosmo Albanese); 27 agosto, ore 21.30, presso auditorium documentario "San Cosmo Albanese - Memorie al di la del tempo" del regista greco Aristìdis Miaùlis. SAN MARCO A. (Cs) - Concerto di Luca Carboni Concerto di Luca Carboni a San Marco Argentano il 14 agosto. Il concerto si terrà in occasione della festa del patrono presso il centro storico, con inizio alle ore 21.30, ingresso libero. Per qualsiasi informazione, contattare la Esse Emme Musica di Maurizio Senese: www.essemmemusica.it oppure telefonare al 327.7705335. SAN SOSTENE (Cz) - Ciao Mino Il 15 agosto ore 22.00, Ciao Mino, Tributo a Mino Reitano con Natino Rappocciolo in concerto. SANT’ANDREA A. (Cz) - Do Mi Sol e Calabruzi Sabato 1 agosto 2009 alle ore 21.00 si esibiranno il coro Do Mi Sol dell'Associazione Musicale " Musica è" il Gruppo Folkloristico "I Calabruzi" il Gruppo Musicale Femminile " Le Chele di Granchio ", l'impianto audio-luci sarà curato dalla "Music Art " di Tonino Sirianni. Per informazioni tel. 3683187350. SANTA CATERINA (Cz) - Mostra di pittura E’ stata presentata presso il castello di Santa Severina ,

alla presenza dell'artista, la mostra di Mark Aspinall dal titolo "Intrinsic frequencies". Lo scultore, di origini britanniche, vive e lavora da tempo a Crotone e, dopo aver esposto in Italia e all'estero, ha deciso di presentare e far conoscere la sua più recente linea di esplorazione proprio in Calabria: sculture in acciaio inox stagliate nel cielo dei bastioni del castello di Santa Severina su lunghi tubi di ferro azzurro che si confondono con il cielo, accanto ad altre opere in ceramica. La mostra, interessante esempio di incontro tra cultura locale e straniera, sarà visitabile sino al 31 luglio negli orari di apertura del Castello. S. SEVERINA (Kr) - Festival del mondo arabo Festival internazionale del mondo arabo dal 20 al 26 settembre 2009. Programma: 20 settembre, ore 17.00, Santa Severina inaugurazione del Festival alla presenza delle massime autorità locali ed esponenti del mondo arabo; ore 18.00, presso Castello di Santa Severina, inaugurazione della mostra di Fathi Hassan; ore 19.00, presso il cortile del castello di Santa Severina; "Il baccalà non teme lo straniero", spettacolo di teatro, musica e danza sul tema della diversità culturale, regia di Ciro Menale; rappresentazione teatrale con Rossana Gay, Raffaele Brancati, Gianni Cannata, Germano Cherchi, Iancu Persic, Roberto Quagliarella, Mavis Castellanos, Lunella Cherchi, Rossella Cicero, Renata Mezenov Sa; ore 20.00, Santa Severina momento letterario e gastronomico con la partecipazione di Francesca Marchese; giorno 21 settembre, ore 10.00, a Crotone, incontri istituzionali; ore 17.00, Crotone, inaugurazione della mostra di Jacque Guenot, ordinario di geometria all'Unical; esposizione sulla matematica e i suoi sviluppi nel mondo arabo ed europeo; ore 21.00, presso la villa comunale di Crotone, concerto dell'orchestra di Fez, musica classica andaluso - magrebina; giorno 22 settembre, ore 9.00, Santa Severina, laboratori didattici, artistici, musicali nelle scuole sulla lingua araba; ore 11.00, visita Le Castella, momento musicale e recitativo al monumento di Uccialì; ore 18.00, giardino S. Domenico, Santa Severina, educazione alla salute nel mondo arabo, a cura di Silvano Cavarretta; ore 20.00, Santa Severina, momento gastronomico e letterario con la partecipazione di Francesca Marchese; ore 22.00, cortile del castello di Santa Severina, "Hijab o del confine", teatro sul velo a cura della fondazione Aida di Verona, per la regia di Letizia Quintavalla; giorno 23 settembre, ore 9.00, Santa Severina, laboratori didattici, artistici, musicali nelle scuole sulla lingua araba; ore 17.00, castello di Santa Severina, convegno su "Donna, immigrazione, diritto e religione nel mondo arabo"; ore 19.00, Santa Severina, incontro con Thaar Ben Jelloun; ore 20.00, Santa Severina, gastronomia araba e letteratura; ore 21.30, piazza Campo, Santa Severina, concerto arabo jazz "Haoma trio"; ore 22.45, piazza Campo, Santa Severina, "Pane nudo", proiezione cinematografica a cura di Antonella Grasso; giorno 24 settembre, ore 9.00, Santa Severina, laboratori didattici, artistici, musicali nelle scuole sulla lingua araba; ore 17.00, castello di Santa Severina, mostra di Saloua Jabeur; ore 20.00, Santa Severina, gastronomia araba e letteratura; ore 21.00, Santa Severina, concerto Takadum e danza del ventre; ore 22.30, giardino di San Domenico, Santa Severina, "Io e l'altro" proiezione cinematografica a cura di Antonella Grasso; giorno 25 settembre, ore 9.00, Santa Severina, laboratori didattici, artistici, musicali nelle scuole sulla lingua araba; ore 10.00, salone scuderie del castello di Santa Severina convegno "L'Islam e l'Europa: la percezione del domani. Mediterraneo e processo di Barcellona". Tavola rotonda a cura di Gianfranco Bertolo, direttore scientifico del CeSEm, Centro di Studi Euromediterraneo, docente di Storia dei trattati e politica internazionale, Università Statale degli Studi di Milano; ore 21.00, presso la villa comunale di Crotone concerto dell'orchestra di Tangeri; giorno 26 settembre, ore 9.00, a Santa Severina, laboratori didattici, artistici, musicali nelle scuole sulla lingua araba; ore 11.00, Santa Severina, visita stand artigianali; ore 20.30, Santa Severina, saluto di chiusura; ore 21.00, Santa Severina "Madame Plaza". Progetto coreografico di Bouchra Ouizguen. Interpreti e musica: Fatima El Hanna, Fatima Aït Ben HmadNaïma Sahmud, Bouchra Ouizguen "Ahat" cantato e composto da Youssef El Mejjad, luci: Hamid Fardjat, costumi: Nouredine Amir, responsabile produzione: Michel Laurent; ore 22.00, Santa Severina concerto dell'orchestra di Tangeri. SATRIANO (Cz) - “Satriantella festival” Il Comune di Satriano organizza dal 1 al 4 agosto, "Satriantella festival". Giorno 1 agosto, Parafonè, in piazza Spirito Santo; giorno 2 agosto, Totarella, in piazza Spirito Santo; giorno 3 agosto, Cumelca, in piazza Spirito Santo; gior-

no 4 agosto, Sud Saund Sistem, in piazza Residence Leotta Satriano Marina; giorno 8 agosto, Baz, in piazza Spirito Santo. SATRIANO M. (Cz) - Sud Sound System A Satriano Marina il 4 agosto “I Sud Sound System” in concerto. L'evento è organizzato dall’Amministrazione Comunale, assessorato al turismo, in occasione dell’estate Satriano con inizio alle ore 21.30, ingresso libero. Per qualsiasi informazione, contattare la Esse Emme Musica di Maurizio Senese consultando il sito www.essemmemusica.it; o telefonando al numero 327.7705335. SATRIANO (Cz) - Spettacolo di cabaret con Baz Sabato 8 agosto presso il Comune di Satriano Superiore, spettacolo di cabaret con Baz. L’evento si svolgerà presso il Centro Storico con inizio alle ore 21.30. Ingresso libero. Per info: www.essemmemusica.it. SATRIANO S. (Cz) - Francesco Baccini in concerto Francesco Baccini in concerto il 27 settembre. L'evento è organizzato in occasione dei festeggiamenti della festa del Patrono si svolgerà a Satriano Superiore nel centro storico, con inizio alle ore 21.30, ingresso libero. Per qualsiasi informazione, contattare la Esse Emme Musica di Maurizio Senese visitando il sito internet www.essemmemusica.it oppure telefonando al numero di seguito riportato 327.7705335. SELLIA M. (Cz) - “Ragazza Cinema Ok” Giorno 31 luglio, alle ore 20.00, presso il ristorante pizzeria Prato Verde loc. Iozzolino, si terrà la finale regionale "Ragazza Cinema Ok". Nella serata sarà eletta "Ragazza Cinema Ok Prato Verde". Per iscrizioni: 328/9767004. SERRASTRETTA (Cz) - Iniziativa Associazione Dalidà Si è concluso il master of food salumi, a Serrastretta , seguito con interesse da diciotto partecipanti, e condotto con professionalita’ da Nino Convertini, agronomo e divulgatore Arssa.La richiesta di tenere questo corso a Serrastretta è venuta dagli amici Franco Fazio ed Angelo Aiello dell’associazione Dalidà, che hanno coinvolto alcuni loro soci , iscrivendosi anche a slow food . Le due associazioni si apprestano a concordare altre iniziative comuni tramite un protocollo d’intesa per la valorizzazione dei prodotti gastronomici di Serrastretta e del Reventino.Il prossimo appuntamento è la grande festa che si terrà a Serrastretta il 13 agosto, quando l’associazione Dalidà farà assaggiare in quantità eccezionali, le gustosissime soppressate , preparate per l’occasione secondo le tecniche di lavorazione e conservazione che appartengono indissolubilmente a questo territorio.

SETTINGIANO (Cz) - All’Orso Cattivo Ogni giovedì: "Toda Joia"!!! presso L'Orso Cattivo a Settingiano. Zona ristorante: Dr. Why - il gioco a quiz per locali (ore 21.00); "Toda Joia" - Dj's: Gianluca Napoli, Tatto and Beat&Love (ore 23.30). Zona pub: balli caraibici: salsa, merengue Y bachata (tutta la sera!). Ingresso: 10 euro (solo 5 euro se segnali la tua presenza sul sito www.movidacommunity.it). SETTINGIANO (Cz) - “Tele di Penelope”, iniziative L’Associazione Tele di Penelope di Settingiano ha stilato il programma estivo degli spettacoli per la stagione estiva del 2009. Il 25 luglio sarà la volta del Kantafestival, dove si esibiranno i bambini che potranno mettere in mostra le loro dote canore, il 6 agosto si esibirà un giovanissimo complesso musicale la 8° Nota, il giorno successivo sarà l’insegna della tradizione popolare, infatti vi sarà la gare degli organetti, alla riscoperta di questo antico ed affascinante strumento musicale. Nelle serate del 10 e dell’11 agosto si svolgerà il primo Festival delle Band Emergenti, una kermesse che vedrà gareggiare ben nove gruppi musicali che aspirano ad affermarsi nel panorama musicale nazionale, cinque gareggeranno nella prima serata e quattro nella seconda. L’ultimo grande appuntamento sarà per la sera della vigilia di Ferragosto, quando vi sarà la Sagra della Cudduredda con intrattenimento musicale e al termine della serata, verrà sorteggiato il fortunato vincitore della lotteria organizzata dall’Associazione che mette in palio un bellissimo scooter.


52 Lunedì 20 Luglio 2009 il Domani

APPUNTAMENTI CALABRIA

SEGNALARE A: FAX 0961.903801 - E-MAIL: APPUNTAMENTI@ILDOMANI.IT

“Segni, forme, colori e suoni”, mostra di pittura fino al 30 agosto a Taverna

Festival del folklore a Siderno IL CARTELLONE

“Festa della birra 2009” in programma sabato 8 agosto a Soveria Simeri

SIDERNO (Rc) - Festival internazionale del folklore La Roma Touring di Francesco Corea comunica che giorno 9 agosto presso il Borgo Antico di Siderno dalle ore 21.00,in occasione del 5°"Festival Internazionale del Folklore" ci sarà l'esibizione del duo comico della Compagnia del Bagaglino di Roma Battaglia e Miseferi. SPEZZANO (Cs) - Concorso di poesia La parrocchia Santa Maria Assunta in Cielo organizza il 3° concorso nazionale di poesia in lingua italiana e calabrese: "So a chi ho dato la mia fiducia". Il concorso si articola in 2 sezioni, entrambe riservate a poesie inedite e non vincitrici di altri concorsi, prodotte da poeti Italiani e stranieri: 1ª sezione: Poesia in lingua Italiana; 2ª sezione: Poesia in Dialetto calabrese. I partecipanti dovranno inviare 6 copie di un massimo di 2 poesie, in cartaceo, all'indirizzo: Parrocchia S. Maria Assunta in Cielo - Segreteria Concorso di Poesia Via Duomo -87050- Spezzano Piccolo (Cs). Le poesie dovranno essere inviateentro il 31 luglio 2009. Farà fede il timbro postale. I poeti possono partecipare ad entrambe le sezioni. Gli elaborati pervenuti non saranno restituiti. La partecipazione al concorso è gratuita. La giuria, composta da esperti del settore, valuterà con giudizio insindacabile le opere; è facoltà della giuria non assegnare il premio o assegnarlo ex-aequo a più opere; la giuria ha altresì facoltà di segnalare opere ritenute particolarmente meritevoli. La cerimonia di premiazione si svolgerà a Spezzano Piccolo, nella giornata di mercoledì 12 agosto, Madonna Assunta in Cielo; ora e , durante i festeggiamenti in onore della sede saranno preventivamente comunicate agli autori premiati ed a quelli segnalati. I premi saranno consegnati esclusivamente agli Autori o a loro delegati purché presenti nel corso della cerimonia di premiazione. In caso di assenza senza valido motivo i premi non ritirati saranno devoluti in beneficenza. Informazioni: 0984/435228 dalle ore 16.00 alle ore 19.00. O inviare una mail all'indirizzo: incielo@tiscalinet.it.

SOVERIA S. (Cz) - Festa della Birra Saranno i Tinturia, quest’anno, ad esibirsi per la Festa della Birra di Soveria Simeri. Un salto di qualità, quello in cantiere per i ragazzi della Consulta giovanile di Soveria Simeri in collaborazione con la Onofrio Concerts di Giuseppe Onofrio. Dopo il successo seminato nelle precedenti edizioni, per la Festa della Birra 2009 si prevedono grandi cose. E la famosa band agrigentina è, di certo, la prima. I Tinturia approderanno, a seguito delle numerose performance televisive, vedi “Striscia la notizia” e il “Maurizio Costanzo Show”, su canale 5, proprio nella piazza di Soveria Simeri. A scendere in campo, con il loro genere un po’ “sbrong”, sono sei artisti di razza: il cantante e vero frontman Lello Analfino, Lino Costa alla chitarra elettrica, Angelo Spataro alla batteria, Mario Vasile alle percussioni, Gianpiero Risico ai fiati, Luciano Favara con la sua chitarra elettrica e Domenico Cacciatore al basso. Euforia, a Soveria Simeri, aspettando i Tinturia per sabato 8 agosto. SPEZZANO (Cs) - Concerto cover dei Nomadi Giovedì 20 agosto alle ore 21 si terrà il concerto dei "Noi vagabondi" (cover dei Nomadi) a Spezzano Piccolo (Cs) all'anfiteatro con ingresso gratuito.

SQUILLACE (Cz) - Visite guidate L'associazione Largot costituita da guide specializzate munite di patentino e autorizzate dalla Regione Calabria, offre il servizio di visita guidata alla rassegna espositiva allestita al Complesso monumentale del San Giovanni Cz dedicata ai pittori del seicento Francesco Cozza, Gregorio e Mattia Preti info www.calabriaguide.it 0961-34618 333-8002471. Inoltre, la stessa associazione, mette tutti i giorni dalle 9.30 alle 12.30, e dalle 15.00 alle 18.00, a disposizione le guide turistiche che accompagneranno i visitatori al centro storico di Squillace e al Parco archeologico Scolacium di Borgia. Per ulteriori informazioni contattare i numeri di tel: 0961/34618 - 368/7376942 347/1094691 - 320/0473698 - oppure consultare il sito internet di seguito riportato www.calabriaguide.it.

SOVERATO (Cz) - Al Bar Mario Progamma Bar Mario: ogni mercoldì dott. why; giovedì Isa SQUILLACE (Cz) - Martedì live e il so karaoke; venerdì francysdrag queen; domenica scandMartedì 21 luglio ore 22.00 al Settimo Miraggio il "martedì lilo con tesy voice superkaraoke. ve" con i "Mandrax". Info: www.mandrax.it. SOVERATO (Cz) - Asso di Quadri Asso di quadri presenta: opere in permanenza ad olio e serigrafia del maestro Franco Azzinari. Presso Asso di Quadri si ammirano le opere di F. Scarpino, Mimmo Rotella, Salvatore Fiume, Gonzaga, Carlo Franchi (allievo di Fiume), De Michelis, Romano Mussolini, Treccani e altri artisti. Info: 0961/996618. SOVERATO (Cz) - Magna Grecia Film Festival Programma Magna Grecia Film Festival: oggi, ore 21.00, proiezione film - Mar nero di Federico Bondi; ore 22.30, proiezione film - Il Pranzo di Ferragosto di Gianni di Gregorio; martedì 21 luglio, ore 21.00, proiezione film - Diverso da chi? di Umberto Riccioni Carteni; ore 22.30, concerto del Premio Oscar "Nicola Piovani" mercoledì 22 luglio, ore 21.00, proiezione film - La canarina assasinata di Daniele Cascella; ore 22.30, proiezione corto - Skizzofrenica di Silvia Scola; giovedì 23 luglio, ore 21.00, proiezione film - Gioco da ragazze di Matteo Rovere; ore 22.30, Totò ed Io di Liliana De Curtis, Diana de Curtis, Francesco Brancatella giornalista tg1; venerdì 24 luglio, ore 21.00, proiezione film - La casa sulle nuvole di Claudio Giovannesi; ore 22.30, presentazione del libro "Plagiata" di Claudia Vincenzi edito da Mondadori. A seguire tavola rotonda sul "Plagio"; sabato 25 luglio, ore 21.00, proiezione film - Aspettando il sole di Ago Panini; domenica 26 luglio - Serata premiazioni. Da lunedì 20 luglio a domenica 26 luglio presso la Lega Navale di Soverato mostra disegni di Ettore Scola - Il lato buffo dell'esistente.

SQUILLACE (Cz) - Sagra della pasta e ceci Giovedì 13 agosto, alle ore 20,30 a Squillace Lido, Piazza San Nicola, si svolgerà la IV edizione della sagra "pasta e ceci e...". Evento organizzato e realizzato dalla Parrocchia "San Nicola" e dalla Associazione Spazio Aperto. La serata sarà allietata da musica dal vivo.

TAVERNA (Cz) - Largot, visite guidate La Largot, svolge servizio di visite guidate al museo civico, alla chiesa di San Domenico e chiesa di Santa Barbara e alla galleria di arte contemporanea, per associazioni, scuole, fondazioni e gruppi (min 30 pers.). Il servizio sarà effettuato su prenotazione. Info: 0961/34618 368/7376942 - 329/9149079 - 347/8871177 - o visitare il sito www.calabriaguide.it.

TAVERNA (Cz) - Opere di Mattia Preti al Museo Due nuovi capolavori di Mattia Preti pertinenti la collezione della Banca di Credito Cooperativo della Sila Piccola si possono ammirare nel Museo Civico di Taverna. Si tratta di un bozzetto ad olio su tela di cm.77x41 raffigurante “San Sebastiano” e di un dipinto di cm.157x122 raffigurante “San Girolamo Penitente”, realizzati entrambi dal Cavalier Calabrese nel ventennio 1680-’90. L’evento consentirà a visitatori e studiosi di apprezzare completamente il corpus delle ventitrè opere pretiane di Taverna conservate (oltre che nella stessa sede museale) nelle Chiese di S.Domenico e S.Barbara. Il prestito, stabilito in forma di deposito, è stato eccezionalmente concesso all’Istituzione Culturale tavernese dal Consiglio di Amministrazione della banca presilana presieduto dal presidente NiSOVERATO (Cz) - Dolcenera in concerto coletta e dal Direttore Cariati. Il museo civico è visitabile Venerdì 14 agosto, alle ore 21.00, Dolcenera in concerto a tutti i giorni, dal martedì alla domenica, (tranne il lunedì) Soverato (Cz). In piazza con ingresso gratuito. con i seguenti orari 9.30-12.30 e 16.00-19.00. SOVERIA MANNELLI (Cz) - Servizio Civile Attivati due progetti di Servizio Civile,la scadenza per la presentazione delle domande è il 27 luglio. Pubblicate sul sito www.soveria.it tutte le per la partecipazione al bando.

TAVERNA (Cz) - Mostra di pittura E’ stata inaugurata, nello storico Complesso Monumentale di San Domenico, sede del Museo e della Galleria d’Arte Contemporanea di Taverna (Cz), la mostra “Segni, forme, colori e

suoni” – opere di Ercole Drei, Lia Drei, Francesco Guerrieri, Elisabetta Gut, Mario Parentela, Gloria Persiani, Alfredo Pino e Marco Samorè, appositamente selezionate dalla Collezione d’Arte Contemporanea del Museo Civico di Taverna; promossa e organizzata, nell’ambito della quinta edizione della manifestazione europea “La notte dei Musei 2009” che prevede inoltre, la presentazione alle ore 21,30 dei concerti jazz : “Jazz Workshop” con la partecipazione straordinaria della cantante Laura Fedele e del gruppo “Luca Cosi Quartet”. Il doppio evento curato da Giuseppe Valentino, direttore del Museo Civico di Taverna è patrocinato dal Ministero della Cultura e della Comunicazione francese; dalla Direzione dei Musei di Francia; Unesco; Consiglio d’Europa; Ministero per i Beni e le Attività Culturali; Icom International e Comune di Taverna. La mostra resterà aperta fino al 30 agosto 2009 e sarà visitabile tutti i giorni, da martedì a domenica, dalle ore 9.30 alle 12.30 e dalle ore 16.00 alle ore 19.00, chiuso il lunedì. TIRIOLO (Cz) - Mostra fotografica e di arte sacra L'Associazione VideoFotografica "L'Obiettivo" Onlus, di Tiriolo, in collaborazione con l'Associazione culturale "Ernesto De Martino", e l'associazione culturale "Lignarius", ha ideato una mostra fotografica e di arte sacra intitolata "Odegitria - testimonianze di un popolo in movimento". La mostra, allestita a Tiriolo, presso dependance del Residence Due Mari, sita in via Castello, nel centro storico, rimarrà aperta al pubblico fino al 27 settembre, dalle ore 10.30 alle ore 12.30, e dalle ore 17.00 alle ore 20.00. Si tratta di una mostra fotografica appartenente all'archivio di immagini, dei soci Massimo Merigelli, Gino Ciambrone, Mimmo Giampà, Gianluca Rocca e Giuseppe Lucente. La mostra di arte sacra è stata realizzata dagli artisti tiriolesi Daniele Mazza e Tommaso Leone. TIRIOLO (Cz) - Pro loco, iniziative estive La Pro Loco di Tiriolo - Delegazione di Pratora, presenta il programma delle manifestazioni estate 2009.Domenica 26, ore 21.00, memorial dedicato a "Dalidà e Mino Reitano"; domenica 2 agosto, ore 21.00, gara regionale di "Organetti e fisarmoniche"; domenica 16 agosto, giornata dedicata agli anziani con intrattenimento ed altro. TIRIOLO (Cz) - “Radici Sonore Festival” Il 7 agosto, prenderà il via la IV edizione di "Radici Sonore Festival". Saranno quattro i giorni che l'Arpa (associazione di ricerca, produzione e animazione del territorio) e l'assessorato alla Cultura del Comune di Tiriolo, con la collaborazione del Festival Tarantella Power e di tanti tarantolati capeggiati da Antonio Gariano (vero deus ex machina dell'evento), hanno già calendarizzato. Concerti (ogni sera un gruppo di rilevanza nazionale presenterà la sua proposta di interpretazione o di composizione intorno alla musica del Sud), animazione (ogni pomeriggio il centro storico sarà animato da musicisti tradizionali con spettacoli di strada o itineranti), mostre fotografiche, appuntamenti (Domenica 9 agosto, presentazione del libro di Danilo Gatto "Suonare la tradizione"), corsi (docenti esperti cureranno corsi sulla musica e la danza tradizionale calabrese), attività di laboratorio (liuteria,tessitura e scultura) presso le botteghe artigiane del borgo, e "feste a ballo" gli ingredienti di quello che si preannuncia essere un altro successo. Programma, concerti: venerdì 7 agosto, Marasà. Prima del concerto dei Marasà, in collaborazione con l'associazione musicale "Il Metronomo" di Tiriolo, anteprima del progetto - Piccola Orchestra "Panni Rossi", a cura della Maestra Carmen Staiano. Sabato 8 agosto, Marcello Colasurdo; domenica 9 agosto, Lucilla Galeazzi; lunedì 10 agosto, Officina Zoè; (ogni sera dopo il concerto festa a ballo con i suonatori di Cardeto – Rc). Animazioni: giorno 7 e 8 agosto, Banda Pilusa di S. Andrea Apostolo dello Ionio (Cz); giorno 8 e 9 agosto, Bazzano Castle Pipe Band – (Banda di cornamuse scozzesi di Bazzano - Bo). Appuntamenti: domenica 9 agosto, ore 18.00, presentazione del libro di Danilo Gatto "Suonare la tradizione" - Rubbettino Editore. Laboratori: scultura del legno (tutto tondo, bassorilievo, intaglio); liuteria tradizionale (la lira calabrese); tessitura tradizionale e ricamo artistico. Durata di ogni laboratorio 12 ore complessive (3 ore al giorno) - Costo di ogni laboratorio, incluso il materiale didattico, 150 euro.Corsi: danza tradizionale – stile "riggitana"; tamburello; organetto due bassi; lira calabrese. Durata di ogni corso 8 ore complessive (2 ore al giorno) – Costo per ogni corso 50 euro. Possibilità di soggiorno in appartamenti siti nel centro storico o in strutture alberghiere convenzionate. Info: www.radicisonore.it - info@radicisonore.it 348/7784569-8.


il Domani Lunedì 20 Luglio 2009 53

APPUNTAMENTI CALABRIA

SEGNALARE A: FAX 0961.903801 - E-MAIL: APPUNTAMENTI@ILDOMANI.IT

Il progetto denominato “Un sorriso tra le onde” dal 27 luglio al 4 agosto a Zagarise

“Medel Fashion” a Squillace IL CARTELLONE

Concerto di Enrico Ruggeri in programma il 21 agosto a Tortora

TIRIOLO (Cz) - Sagra del pollo alla diavola Sabato 8 agosto, a Tiriolo, in Piazza Italia si svolgerà la decima edizione della sagra del pollo alla diavola, organizzata dall'associazione di volontariato Diavoli Rossi. La sagra, quest'anno ha come contenuto il tema: "Rafforziamo il volontariato di Protezione Civile per la sicurezza di tutti i cittadini". Dalle ore 19.30, si potranno degustare, insieme al tradizionale pollo alla diavola, alcune specialità tipiche calabresi. TIRIOLO (Cz) - “CortoVisione”, programma Festival internazionale del corto d'autore "Cortovisione" a Tiriolo il 17, 18, 19 agosto, in piazza Gioacchino da Fiore "Quartiere". Programma: giorno 17 agosto, ore 21.00, proiezione di 30 cortometraggi non finalisti; giorno 18 agosto, ore 21.00, work shop sul cinema corto con Miguel Angel Escudero direttore agencia de cortometraje espanole "Ace", proiezione della rassegna dei cortometraggi del "Kimuak" dei paesi baschi. Retrospettiva dei lavori del regista Antonello Novellino. Proiezione di cortometraggi stranieri in lingua originale; giorno 19 agosto, ore 21.00, serata finale, proiezione dei 15 corto finalisti premio speciale sarà assegnato al film "15 seconds" di Gianluca Petrazzi interpretato da Raoul Bova e prodotto dalla Sanmarco Film di Raoul Bova. Le tre serate saranno presentate da Rony. La giuria del festival sarà composta da personaggi del mondo della celluloide e critici cinematografici. Direzione artistica Anna Dorico. Organizzazione Acvisione. Info: festivalcortovisione@gmail.com. TIRIOLO (Cz) - FestivalBand Il 22 agosto a Tiriolo si terrà il Festivalband, giunto alla terza edizione. Il concorso per band emergenti, anche quest'anno, prevede la divisione in due categorie: senior e junior. Per informazioni sul regolamento si può consultare il sito www.freewebs.com/festivalband2007 o telefonare al numero 339.7229717. Le iscrizioni dovranno pervenire entro il 25 luglio. TIRIOLO (Cz) - “Muoversi”, concorso fotografico L’Associazione videofotografica “l’Obiettivo” Onlus di Tiriolo, con il patrocinio dell’Aism (Associazione Italiana Sclerosi Multipla), dell’Uif (unione Italiana Fotoamatori) della Comunità Montana dei Monti Reventino-Tiriolo e Mancuso, del Comune di Tiriolo – Assessorato alla Cultura, del mensile Turismo in Calabria-Magazine, da Photo4U, dal Residence Due Mari e da numerosi altri partner, organizza in occasione del 12° anno associativo, la 12ª edizione del Concorso Fotografico Nazionale edizione digitale Città di Tiriolo dal titolo “Muoversi, - un viaggio nel movimento totale, dal movimento estremo al quotidiano vivere, una riflessione, un’interpretazione, una lettura sintetica del movimento a 360 gradi”. Il concorso prevede che ogni concorrente invii fino a 4 foto digitali all’indirizzo di posta elettronica concorsi@asobiettivo.it entro e non oltre il 29 novembre 2009. Le foto in concorso, saranno valutate da una giuria di esperti, nominata dall’Associazione, il cui giudizio è insindacabile. Numerosi i premi da assegnare ai vincitori; si parte da un premio in denaro di euro.250,00 per il primo classificato, per arrivare a euro.100,00 per il terzo classificato; altri premi saranno assegnati nel corso della manifestazione. Parte dell’incasso, sarà devoluto in beneficenza all’Aism. Il presidente de “l’Obiettivo”, illustra che da tre anni a questa parte, il sodalizio tiriolese organizza attività tese a sostegno di altrettante associazioni di volontariato, che si adoperano a favore di persone disabili. L’appello dell’Aism invece, rimane quello che ogni gesto e ogni contributo è fondamentale per far correre più veloce la ricerca scientifica. Per questo l’invito dell’Aism continua: è grazie al contributo di tutti se Aism, insieme alla sua Fondazione Fism, nel 2008 ha potuto incrementare le risorse destinate alla ricerca scientifica e le ore di assistenza erogate alle persone con Sm e diventare oggi il principale finanziatore della ricerca in Italia, al terzo posto tra le Associazioni che finanziano la ricerca scientifica sulla sclerosi multipla nel mondo. Le foto premiate e quelle ammesse al concorso, saranno oggetto di una mostra virtuale, quindi pubblicate sul sito internet dell’Associazione consultabile all’indirizzo www.asobiettivo.it .

TORTORA (Cs) - Enrico Ruggeri in concerto Enrico Ruggeri in concerto a Tortora il 21 agosto, lo spettacolo si terrà in Piazza Stella Maris in occasione della festa del patrono con inizio alle ore 21.30 ingresso libero. Per qualsiasi informazione, contattare la Esse Emme Musica di Maurizio Senese: www.essemmemusica.it o telefonare al 327.7705335. TROPEA (Vv) - Medel Fashion La società Service Data Bank, agenzia di spettacolo, organizzerà la IV edizione della sfilata di moda “Medel Fashion” che si terrà nella splendida cornice del porto di Tropea il prossimo 1 agosto 2009. Molti i personaggi del mondo dello spettacolo, madrina della manifestazione Daniela Fazzolari direttamente dalle soap cento vetrine e un posto al sole, Roberta Morise direttamente dal programma l’eredità su Rai 1 condotta da Carlo Conti, direttamente da striscia la notizia (canale 5) ci saranno Cristian Cocco ed I tenorenis che improvviseranno simpatici momenti comici e coinvolgeranno il pubblico con le loro gags e canzoni. Ballerine: Silvia Cacia e Annalisa Barone. Le modelle della Service Data Bank indossando i monili dell’orafo Michele Affidato noto stilista di gioielli molto apprezzato in Vaticano e dalla signora Ciampi, costumi da bagno e lingerie della linea Beachwear, Linea mare Eglù, Linea Intimo Yamamai, gli abiti e accessori del noto brand nazionale Pikkantò, abiti da sera della stilista Francesca Perri e linea occhiali dell’ottica RE SOLE di Tropea. Molte le miss in passerella tra cui Francesca Panaia (testimonial della Pikkanto’ per la Calabria 2009) - Enia Gullo (testimonial della Pikkanto’ per la Calabria 2008- Silvia Cacia (The Look of The year Fashion TV) – Simona Muccari (fotomodella è stata scelta dal direttore Alfonso Signorini per un servizio fotografico inserito all’interno di “TV sorrisi e canzoni” ) Patrizia Gaglianone – Antonella Montesano e tante altre Monica e Maurilio Minervini: Siamo molto contenti di portare il Medel Fashion in una splendida location come il porto di Tropea. La macchina organizzativa in questi giorni è in pieno fermento per l’organizzazione di questo grande spettacolo dove ancora si sta lavorando per chiudere il cast artistico su alcuni nomi del panorama nazionale. TROPEA (Vv) - Tropea Film Festival Si sono chiuse il 15 maggio 2009 le iscrizioni alla III edizione della manifestazione cinematografica Tropea Film Festival che si terrà nel Teatro del Porto dal 18 al 23 agosto prossimi. I film iscritti sono stati 211 tra lungometraggi e corti, una cifra davvero interessante a quanto riferiscono gli organizzatori, soprattutto perché quest’anno sono state eliminate due sezioni importanti quali quella dei documentari e dei corti dedicati al mare. Adesso si aspettano i titoli dei finalisti che si contenderanno gli otto premi: Migliore Regia Lungometraggio, Migliore Regia Cortometraggio, Migliore Attrice Protagonista Lungometraggio, Migliore Attore Protagonista Lungometraggio, Migliore Attore Protagonista Cortometraggio, Migliore Attrice Protagonista Cortometraggio, Migliore Colonna Sonora Originale, Migliore Sceneggiatura Lungometraggio.Intanto, i contatti ed i lavori del Tropea Film Festival, una manifestazione a cura dell’Associazione Culturale Tropeana e della Società Porto di Tropea, continuano incessanti, nonostante le difficoltà economiche e di regressione che si sono abbattute sull’Italia e di converso su tutti i tipi di attività, soprattutto culturali. Ma l’instancabile Presidente, Bruno Cimino, tra tagli di scure e defezioni istituzionali, non demorde, ed anche per questa edizione promette nomi e volti conosciuti e di rilievo che verranno premiati con la Statuetta, opera unica ed originale, creata dalle mani esperte degli artisti della Bottega Mortet a Roma. Ma soprattutto promette film di qualità e di spessore che non potranno che ammaliare il pubblico del Teatro del Porto. Confermata la diretta mondiale della prima e ultima serata del Festival grazie alla tecnologia stream live. Le iscrizioni dei film per partecipare alla seconda edizione del Tropea Film Festival sono state 211. Questi i 36 film finalisti selezionati, di cui cinque lungometraggi e 31 corti, che saranno proiettati al Teatro del Porto di Tropea dal 18 al 23 agosto 2009: lungometraggi: La canarina assassinata - Daniele Cascella; Mar nero - Federico Bondi; Il segreto di Rahil - Cinzia Bomoll; Aisberg - Alexader Cimini; Pochi giorni per capire - Carlo Fusco. Corti: Ti voglio bene assai - Fernando Muraca; Ago di madre - Marco Fisichella; Granosangue - Alberto Gatto; Non succede mai niente - Giorgio Gobbi; Se ci dobbiamo andare andiamoci - Vito Palmieri; Io parlo - Marco Gianfreda; Grigioscuro - Vincenzo Carone; Il cappellino - Giuseppe Marco Albano; La ritirata - Elisabetta Bernardini; I ragazzi che si amano - Tommaso Valente; I colpevoli - Sve-

vo Moltrasio; Al contrario ovvero l'istinto distrugge le regole ovvero Ettore e Marika - Elena L. Pirozzi; Ad arte Massimo Wertmuller e Anna Ferruzzo; La vita attraverso una porta - Paride Gallo; Alice - Stefano Anselmi; Roma, un giorno - Matteo Botrugno; Esperàndote - Clara Salgado; Ordalìa (dentro di me) - Marco Bonfanti; Il tronco muto - Matteo Parenti; Eroico Furore - Francesco Afro de Falco; L’opportunità - Samantha Caselli; L’amore non esiste - Massimiliano Camaiti; Basette - Gabriele Mainetti; Fuera - Michele Bertelli; La migliore amica - Daniele Santonicola; TV - Andrea Zaccariello; L’uomo perfetto - Ivano Fachin; Fuori gioco - Fabrizio Felli; Incisioni - Carlo Tozzi; I passi dell’anima - Matteo Galante; La vita è già finita? - Claudio Lattanzi. Gli otto riconoscimenti ufficiali che verranno assegnati la sera del 23 agosto 2009 ai vincitori, decretati dalla Giuria presieduta dal Presidente Carlo Freccero, Vice Presidente Melania Di Bella e dal Garante Giuseppe Mazzitelli, sono: Migliore Regia Lungometraggio, Migliore Regia Cortometraggio, Migliore Attrice Protagonista Lungometraggio, Migliore Attore Protagonista Lungometraggio, Migliore Attore Protagonista Cortometraggio, Migliore Attrice Protagonista Cortometraggio, Migliore Colonna Sonora Originale, Migliore Sceneggiatura Lungometraggio. Info: www.tropeafilmfestival.it. VALLEFIORITA (Cz) - Festa della Montagna Il 7 agosto, Festa della Montagna, a cura della Comunità montana di Chiaravalle con concerto di Luca Barbarossa. ZAGARISE (Cz) - “Un sorriso tra le onde” Anche quest'anno, l'amministrazione comunale di Zagarise, in collaborazione con la società di Salvamento di Catanzaro, organizza dal 27 luglio al 14 agosto, il progetto "Un sorriso tra le onde": soggiorno diurno di vacanza per anziani finanziato dalla Regione Calabria. Gli interessati potranno presentare regolare richiesta di partecipazione, ritirando l'apposito modello d'iscrizione presso il centro informazione turistica di Piazza Aldo Moro. Alla domanda di partecipazione dovrà essere allegato il certificato medico, attestante l'autosufficienza, l'idoneità ad affrontare viaggi in pullman e a soggiornare in ambiente marino. CALABRIA - “Musicadentro” Date degli impegni dei "Musicadentro": 25 luglio 2009 Signorello - Catanzaro; 1 agosto 2009 Fossato Serralta (Cz). CALABRIA - “De Andrè canta De Andrè” Cristiano De Andrè torna in Calabria in agosto con tre repliche del concerto antologico in omaggio a suo padre Fabrizio, "De Andrè canta De Andrè". Il promoter Ruggero Pegna ed i Teatri Calabresi Associati presenteranno l’evento musicale il 12 agosto alle 21.30 al Teatro al Castello di Roccella Ionica, dove Fabrizio ha tenuto il suo ultimo concerto nel '98 e il giorno successivo, 13 agosto, al Teatro di Cirella di Diamante. Il 16 agosto Cristiano De Andrè chiuderà il suo minitour calabrese nell'Anfiteatro di Acri. CALABRIA - Concerti Capofortuna Band Concerti Capofortuna band: 21 luglio Davoli Sup.(Cz) " Festa S.Vittore" piazza Procopio; 31 luglio Davoli M.na(Cz) "Hbarh" lungomare; 6 agosto S.Sostene M.na (Cz)"Il Chiosco" lungomare; 8 agosto Montepaone Sup(Cz)." Festa Patronale"; 13 agosto Mesoraca (Kr); 14 agosto Girifalco (Cz) "Festa dell'emigrante"; 15 agosto Isca Sullo Ionio (Cz)"Festa S.Annunziata". Orario concerti 22.00 ingresso libero. ROMA - Festa della Calabria nel mondo Anche quest'anno la C3 rinnova l'invito per la XVIII Festa della "Calabria nel Mondo". La premiazione sarà preceduta dal recital spettacolo di poesia e musica di Corrado Calabrò, poeta di fama internazionale e presidente dell'autorità per le garanzie delle comunicazioni. Sarà la città di Roma, e nello specifico l'Auditorium Conciliazione in Via della Conciliazione,4 ad ospitare il 14 ottobre, alle 18.00, lo spettacolo di poesia e musica interpretato come sempre da Daniela Barra e Walter Maestosi, accompagnati al pianoforte da Giovanni Monti.


54 Lunedì 20 Luglio 2009 il Domani

APPUNTAMENTI - GIOCHI - SOCIETÀ Miss Maglietta Bagnata evento speciale Calabria

CATANZARO — Evento speciale Miss Maglietta Bagnata Calabria 2009. Si parte giovedì 23 luglio a Rende, allo Sky Club 66. Domenica 26 luglio appuntamento a Reggio Calabria al Papero Beach Exclusive Club in collaborazione con Ottica Cuzzola. Ovviamente sono aperte le iscrizioni, ricordando che le prime 2 classificate (premio del pubblico e premio della giuria tecnica) passano di diritto alla finale nazionale 2009 di sabato 26 settembre ad Alassio.

ESTATE / SUDOKU / ESTATE / SUDOKU / ESTATE / SUDOKU


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Lunedì 20 Luglio 2009 55

Spettacoli e tv filmintv La7 08.00 TG1 - CHE TEMPO FA (Ultime notizie) 09.00 TG1 (Ultime notizie) 09.05 I TG DELLA STORIA ESTATE (Ultime notizie) 09.30 TG1 FLASH (Ultime notizie) 09.35 UNOMATTINA ESTATE 10.40 14 DISTRETTO 11.25 APPUNTAMENTO AL CINEMA 11.30 TG1 (Ultime notizie) 11.40 LA SIGNORA IN GIALLO 13.30 TELEGIORNALE (Ultime notizie) 14.00 TG1 ECONOMIA (Affari) 14.10 VERDETTO FINALE 15.00 UN MEDICO IN FAMIGLIA 4

Ore 21,20 “Ho sposato uno sbirro” Serie tv con Flavio Insinna e Barbara Bouchet 16.50 17.00 17.10 17.15 18.00 18.50 20.00 20.30 21.20 23.20 23.25 00.25 00.55 01.00 01.05 01.35 02.10 02.40 04.15 05.10 05.45 06.05 06.10 06.30 06.45

TG PARLAMENTO (Attualità) TG1 (Ultime notizie) CHE TEMPO FA (Ultime notizie) LE SORELLE MCLEOD IL COMMISSARIO REX REAZIONE A CATENA (Spettacolo con giochi) TELEGIORNALE (Ultime notizie) SUPERVARIETÀ HO SPOSATO UNO SBIRRO TG1 (Ultime notizie) LA VALIGIA CON LO SPAGO TG1 NOTTE (Ultime notizie) CHE TEMPO FA (Ultime notizie) APPUNTAMENTO AL CINEMA SOTTOVOCE (Talk show) RAI EDUCATIONAL REWIND - LA TV A GRANDE RICHIESTA - VISIONI PRIVATE (Cultura) RAINOTTE BLIND HORIZON - ATTACCO AL POTERE (Poliziesco) L’INAFFERRABILE RAINER HOMO RIDENS EURONEWS (Ultime notizie) ANIMA GOOD NEWS (Cultura) INCANTESIMO 10 TG1 - CCISS VIAGGIARE INFORMATI (Ultime notizie) UNOMATTINA ESTATE

CANALE 08.00 08.30 09.01 10.55 11.00 13.00 13.41 14.10 14.46 16.35 17.35 17.40 18.50 20.00

TG5 MATTINA (Ultime notizie) FINALMENTE SOLI (Sitcoms) LA VELA STRAPPATA (Dramma) GIFFONI EXPERIENCE (Cinema) FORUM TG5 (Ultime notizie) BEAUTIFUL (Telenovela) CENTOVETRINE (Telenovela) AMORE APPESO A UN FILO (Romantico) SETTIMO CIELO TG5 MINUTI (Ultime notizie) CARABINIERI 6 (Poliziesco) SARABANDA TG5 (Ultime notizie)

Ore 23,15 “Marie Antoniette” Film biografico con Kirsten Dunst e Asia Argento 20.31 21.11 23.15 01.30 02.00 02.32 02.50 03.42 04.13 05.31 06.00 08.00

PAPERISSIMA SPRINT SE SOLO FOSSE VERO (Commedia) MARIE ANTOINETTE TG5 NOTTE (Ultime notizie) PAPERISSIMA SPRINT MEDIASHOPPING (Acquisti) IN TRIBUNALE CON LYNN TG5 NOTTE (Ultime notizie) IN TRIBUNALE CON LYNN TG5 NOTTE (Ultime notizie) TG5 - PRIMA PAGINA (Ultime notizie) TG5 MATTINA (Ultime notizie)

08.15 YES PRETTY CURE 5 (Animazione) 08.40 GLADIATORI - IL TORNEO DELLE SETTE MERAVIGLIE (Animazione) 09.05 SPECTACULAR SPIDERMAN (Animazione) 09.30 TEAM GALAXY (Animazione) 09.50 GET ED (Animazione) 10.10 SYLVESTER AND TWEETY MYSTERIES (Animazione) 10.40 TG2 E... STATE CON COSTUME (Attualità) 11.25 ORGOGLIO 13.00 TG2 - GIORNO (Ultime notizie) 13.30 TG2 E... STATE CON COSTUME (Attualità) 13.45 TG2 SÌ VIAGGIARE 13.50 TG2 MEDICINA 33 (Salute) 14.00 TURBO (Poliziesco) 15.40 JANE DOE - BATTUTA DI PESCA (Poliziesco) 17.00 IL COMMISSARIO KRESS (Poliziesco) 18.00 METEO 2 (Ultime notizie) 18.05 TG2 - FLASH L.I.S. (Ultime notizie) 18.10 RAI SPORT 18.30 TG2 (Ultime notizie) 19.00 PILOTI (Sitcoms) 19.05 7 VITE (Sitcoms) 19.35 SQUADRA SPECIALE LIPSIA 20.30 TG2 - 20.30 (Ultime notizie) 21.05 CRIMINAL MINDS (Poliziesco) 22.40 LIFE ON MARS (Poliziesco) 23.40 TG2 (Ultime notizie) 23.55 STRACULT SHOW 01.15 TG PARLAMENTO (Attualità) 01.25 SORGENTE DI VITA (Religione) 01.55 METEO 2 (Ultime notizie) 02.00 APPUNTAMENTO AL CINEMA 02.05 TG2 E... STATE CON COSTUME (Attualità)

Ore 21,05 “Criminal minds” Telefilm con Shemar Moore e Matthew Gray Gubler 02.20 03.15 03.40 04.05 04.10

NESSUNO ESCLUSO SICILIA - ITALIA TI CANTO VIDEOCOMIC LA VOCE DEI CITTADINI (Attualità) I NOSTRI PROBLEMI

08.05 09.05 12.15 12.40 14.00 14.20

LA STORIA SIAMO NOI (Cultura) RAI SPORT TG3 - RAI SPORT NOTIZIE RAI SPORT TG REGIONE - METEO (Ultime notizie) TG3 (Ultime notizie)

Ore 14,45 “Mondiali di nuoto” In diretta da Roma le gare di tuffi, pallanuoto e nuoto sincronizzato 14.45 15.00 15.05 18.55 19.00 19.30 20.00 20.10 20.35 21.05 21.10 22.35 22.40 23.10 23.15 00.15 00.25 00.30 02.15 02.30 03.00 03.30 03.40 03.45 04.00 04.10 04.15 04.30 04.40 04.45 05.00 05.10 05.15

RAI SPORT TG3 FLASH L.I.S. (Ultime notizie) RAI SPORT METEO 3 (Ultime notizie) TG3 (Ultime notizie) TG REGIONE - METEO (Ultime notizie) BLOB PRESENTA MOON WALK 1969-1999 (Attualità) AGRODOLCE (Telenovela) UN POSTO AL SOLE D’ESTATE (Telenovela) TG3 (Ultime notizie) RAI SPORT TG REGIONE (Ultime notizie) TG3 LINEA NOTTE (Ultime notizie) METEO 3 (Ultime notizie) BELLISSIME APPUNTAMENTO AL CINEMA FUORI ORARIO. COSE (MAI) VISTE (Cinema) GEMINUS (Poliziesco) RAINOTTE INCONSCIO E MAGIA PSICHE RAINEWS 24 (Ultime notizie) NEWS METEO (Ultime notizie) RIFLETTENDO CON... (Attualità) USA 24 H NEWS METEO (Ultime notizie) DENTRO LA NOTIZIA MAGAZINE TEMATICO DI RAINEWS 24 NEWS METEO (Ultime notizie) DENTRO LA NOTIZIA MAGAZINE TEMATICO DI RAINEWS 24 NEWS METEO (Ultime notizie) AMERICA TODAY (Ultime notizie) SUPERZAP (Ultime notizie)

RETE

08.00 BENTORNATO TOPO GIGIO (Animazione) 08.15 LE AVVENTURE DELLA DOLCE KATY (Animazione) 08.40 LOVELY SARA (Animazione) 09.10 I FLINTSTONES (Animazione) 09.40 VITA ALLO ZOO (Animazione) 09.50 YOUNG HERCULES 10.20 XENA PRINCIPESSA GUERRIERA 11.20 BAYWATCH 12.20 GIFFONI - FILM FESTIVAL (Cinema) 12.25 STUDIO APERTO (Ultime notizie) 13.02 STUDIO SPORT 13.40 DRAGON BALL SAGA (Animazione) 14.05 DETECTIVE CONAN (Animazione) 14.30 FUTURAMA (Animazione) 15.00 DAWSON’S CREEK 15.55 IL MONDO DI PATTY (Telenovela) 16.50 SLEEPOVER CLUB (Sceneggiato a puntate) 17.25 SUPERMAN 17.50 TEEN TITANS (Animazione) 18.05 SPIDERMAN - L’UOMO RAGNO (Animazione) 18.28 STUDIO APERTO (Ultime notizie) 19.00 STUDIO SPORT 19.25 LOVE BUGS 3 (Sitcoms) 19.40 BUONA LA PRIMA! (Sitcoms) 20.15 MERCANTE IN FIERA (Spettacolo con giochi) 21.10 MAI DIRE CANDID 22.55 MICHAEL BUBLE IN CONCERTO DAL MADISON SQUARE GARDEN 00.15 POKER1MANIA 01.10 STUDIO APERTO - LA GIORNATA (Ultime notizie) 01.25 TALENT 1 - PLAYER 01.50 MEDIASHOPPING (Acquisti) 02.10 STUDIO 60 ON THE SUNSET STRIP 03.40 MEDIASHOPPING (Acquisti)

08.30 09.25 10.20 10.35 11.30

“Se solo fosse vero” Amore e apparizioni

17.10 UN’ALTRA GIOVINEZZA (SkyCinemaMania) 17.20 LA LEGGENDA DI LUCY KEYES (SkyCinemaMax) 17.35 ACCADDE A BROOKLYN (SkyCinemaClassics) GIRL, POSITIVE (SkyCinemaPiu24) 17.40 UN PRINCIPE TUTTO MIO 3 (SkyCinema1) 18.00 GIOVANI ASSASSINI NATI (SkyCinemaHits) 19.00 I PADRONI DELLA NOTTE (SkyCinemaMax) 19.05 IN BRUGES - LA COSCIENZA DELL’ASSASSINO (SkyCinemaPiu24) 19.10 NATALE IN CROCIERA (SkyCinemaFamily) INDOVINA CHI VIENE A CENA? (SkyCinemaClassics) 19.15 IDENTITA’ SOSPETTE (SkyCinema1) 19.20 IL FALSARIO - OPERAZIONE BERNHARD (SkyCinemaMania)

(Usa 2005) Con Reese Witherspoon e Mark Ruffalo. David, che crea giardini per mestiere, affitta un appartamento nel centro di San Francisco. Una sera, dopo l’ennesima birra, si materializza nel suo salotto una giovane donna, Elizabeth. Commedia

Rete4 Ore 21,10

“Sentieri selvaggi” Capolavoro di John Ford

(Usa 1956) Con John Wayne, Natalie Wood e Ward Bond. In compagnia di un giovane mezzosangue, a guerra civile finita, Ethan Edwards si mette alla ricerca di una nipotina, rapita da una tribù di Comanci. Uno dei film più belli di J. Ford. Western

L’attore prepara il ritorno con Terence Hill

“I delitti del cuoco” Bud si dà alla fiction

MIAMI VICE (Poliziesco) VIVERE (Telenovela) FEBBRE D’AMORE (Telenovela) GIUDICE AMY TG4 TELEGIORNALE (Ultime notizie)

Ore 21 “Notte brava a Las Vegas” Sky cinema 1 Film commedia con Cameron Diaz 19.35 BLADES OF GLORY (SkyCinemaHits) 21.00 THE SHIPPING NEWS - OMBRE DAL PROFONDO (SkyCinemaFamily) LEGITTIMA OFFESA - WHILE SHE WAS OUT (SkyCinemaPiu24) YOUNG GUNS II - LA LEGGENDA DI BILLY... (SkyCinemaMax) NOTTE BRAVA A LAS VEGAS (SkyCinema1) IL VECCHIO E IL MARE (SkyCinemaClassics) 21.05 EDWARD MANI DI FORBICE (SkyCinemaMania) 21.15 TRANSFORMERS (SkyCinemaHits) 22.30 SLEEPWALKING (SkyCinemaPiu24) 22.35 L’ISOLA DI CORALLO (SkyCinemaClassics) 22.45 VACANZA IN PARADISO (SkyCinema1) 22.50 L’ULTIMA PARTITA (SkyCinemaMax) 22.55 QUATTRO MOSCHE DI VELLUTO GRIGIO (SkyCinemaMania) 23.00 MAMMA HO PERSO IL LAVORO (SkyCinemaFamily) 23.45 L’ULTIMA LEGIONE (SkyCinemaHits)

09.15 10.10 10.15 10.20 10.25 11.25 11.30 12.30 12.55 13.00 14.00 16.00 16.05 17.10 18.05

Ore 16,30 “L’amore è una cosa meravigliosa” Film commedia con Jennifer Jones e William Holden 11.40 12.25 13.25 13.30 14.05 15.10 16.10 16.30 17.07 17.14 18.45 18.55 19.37 19.50 20.30 21.10 21.52 21.59 22.35 22.42 23.45 00.38 01.08 01.22 02.35 04.15

03.55 CHIARI DI LUNA 05.55 STUDIO APERTO - LA GIORNATA (Ultime notizie) 06.05 TRE NIPOTI E UN MAGGIORDOMO

(Italia 1955) Con Vittorio Gassman e Gina Lollobrigida. Da Trastevere alla corte dello zar: vita, amori e avventure di Lina Cavalieri (1874-1944), attrice e cantante della Belle époque, “massima testimonianza di Venere in Terra”. Biografico

Canale5 Ore 21,10

ITALIA

Ore 21,10 “Mai dire Candid” Show condotto da Ilary Blasi e Mago Forest

Ore 14

“La donna più bella del mondo”

05.00 05.20 05.40 06.00 06.55 07.30

DOC DISTRETTO DI POLIZIA (Poliziesco) ANTEPRIMA TG4 (Ultime notizie) TG4 TELEGIORNALE (Ultime notizie) SESSIONE POMERIDIANA: IL TRIBUNALE DI FORUM BALKO (Poliziesco) SENTIERI (Telenovela) L’AMORE È UNA COSA MERAVIGLIOSA (Romantico) TGCOM (Ultime notizie) L’AMORE È UNA COSA MERAVIGLIOSA (Romantico) ANTEPRIMA TG4 (Ultime notizie) TG4 TELEGIORNALE (Ultime notizie) IERI E OGGI IN TV TEMPESTA D’AMORE NIKITA SENTIERI SELVAGGI (Western) TGCOM (Ultime notizie) SENTIERI SELVAGGI (Western) TGCOM (Ultime notizie) SENTIERI SELVAGGI (Western) TOP SECRET (Attualità) SOGNANDO MOMBASA (Dramma) TG4 - RASSEGNA STAMPA (Ultime notizie) SOGNANDO MOMBASA (Dramma) AMORE FORMULA 2 (Commedia) WEST WING - TUTTI GLI UOMINI DEL PRESIDENTE (Poliziesco) LE COMICHE DI STANLIO E OLLIO JUKE BOX TG4 - RASSEGNA STAMPA (Ultime notizie) LA GRANDE VALLATA MEDIASHOPPING (Acquisti) T.J. HOOKER

NAPOLI - «Questa volta non sono nè Nero Wolfe nè Piedone», dice Bud Spencer (nella foto), ospite della giornata conclusiva di Ischia Global Fest, parlando della fiction ’I delitti del cuoco’, 12 puntate in 6 serate per Canale 5 che il gigante napoletano Carlo Pedersoli, sta girando proprio tra Ischia e Roma. E si toglie un sassolino dalla scarpa, puntando l’indice contro i critici e chi non ha mai premiato nè lui nè Terence Hill. L’attore, 80 anni il 31 ottobre, parla di questo progetto a lungo inseguito, fa un bilancio della sua carriera, racconta di lavorare a una autobiografia e di coltivare il progetto di una storica riunione con Terence Hill, con cui ha girato 16 film e con il quale racconta di non aver mai litigato. «Nei Delitti del cuoco sono un ex commissario che ha aperto un ristorante a Ischia, proprio di fronte la torre di Michelangelo e che vorrebbe godersi lì la vecchiaia. Con lui, ad aiutarlo in sala, ci sono 3 ex galeotti che vorrebbe redimere: Monica Scattini, che interpreta una chimica che aveva avvelenato il marito, Giovanni Esposito, nel ruolo di un abile scassinatore e Monica Dugo, falsaria. Il vero commissario dell’isola, interpretato da Enrico Silvestrin, finisce per risolvere i casi proprio al ristorante, che diventa una dependance del commissariato. E’ un poliziesco - osserva Bud Spencer - sempre al limite del comico ed è questa la novità». Ma l’ex commissario darà anche cazzotti? «Nei limiti della decenza di un ottantenne, qualche schiaffone vola. Il fatto è che per il pubblico, e anche per il direttore Fiction-Mediaset, Giancarlo Scheri, che è entusiasta del progetto, io non sono mai invecchiato e dovrei dare pugni come ai vecchi tempi. Nell’immaginario io e Terence Hill siamo icone senza età». Spencer fa ironia sui suoi prossimi 80 anni, dichiara un certo appesantimento nei movimenti, «ma il cervello è quello di un trentenne», dice l’attore ex olimpionico e campione italiano di nuoto. «Ho fatto recentemente film in Spagna, Messico e Australia e tra qualche giorno esce un film in Germania, ’Uccidere è il mio mestiere’. Il problema è in Italia, nei confronti miei e di Terence, nonostante la grande e bellissima popolarità che abbiamo anche tra i bambini, non esistiamo, non ci hanno mai dato un premio, non ci invitano neppure ai festival. Eppure ormai siamo alla quarta generazione di spettatori».

19.00 20.00 20.30 21.10 23.05 00.05 01.00 01.20 01.25

OMNIBUS LIFE - ESTATE (Attualità) PUNTO TG (Attualità) DUE MINUTI, UN LIBRO MOVIE FLASH CUORE E BATTICUORE (Poliziesco) MOVIE FLASH MIKE HAMMER TG LA7 (Ultime notizie) SPORT 7 (Ultime notizie) L’ISPETTORE TIBBS LA DONNA PIÙ BELLA DEL MONDO (Romantico) MOVIE FLASH STAR TREK (Fantascienza) LA7 DOC DUE SOUTH - DUE POLIZIOTTI A CHICAGO MURDER CALL TG LA7 (Ultime notizie) OTTO E MEZZO - DIARIO (Attualità) MOONSHOT: L’UOMO SULLA LUNA ANNI LUCE - LA LUNA IN BIANCO E NERO LA NUOVA VIA DELLA SETA TG LA7 (Ultime notizie) MOVIE FLASH IL CAMBIO DELLA GUARDIA (Commedia)

08.00 CHART BLAST 09.00 SUMMER HITS 11.00 COCA COLA LIVE AT MTV: SUMMER SONG 11.30 TRL TOUR 12.30 CLUELESS 13.30 THE HILLS 14.00 SEX... WITH MOM AND DAD (Reality-TV) 14.30 NABARI (Animazione) 15.00 LOVE TEST 16.00 FLASH (Ultime notizie) 16.05 COCA COLA LIVE AT MTV: SUMMER SONG 16.30 SUMMER HITS 17.00 FLASH (Ultime notizie) 17.05 SUMMER HITS 18.00 FLASH (Ultime notizie) 18.05 10 OF THE BEST 19.00 FLASH (Ultime notizie) 19.05 CHART BLAST 20.00 FLASH (Ultime notizie) 20.05 CLUELESS 21.00 TRL TOUR 22.00 THE FABULOUS LIFE OF... 23.00 FLASH (Ultime notizie) 23.05 PUNK’D (Reality-TV) 23.30 SHORTS ON THE MOON



ildomani