Issuu on Google+

Giovedì 18 Settembre 2008 Euro 1,00 Anno XI - Numero 258

Calabria

Il Cartellone - Appuntamenti in Calabria (da pag. 31 a pag. 42) IL FATTO Un bassorilievo rappresentante un tempio greco è stato donato a Gloria Gaynor

L’EVENTO Tutto pronto per il grande appuntamento annuale

L’arte di Affidato conquista anche le star La festa calabrese a Rho CATANZARO — La manifestazione musicale di Gloria Gaynor si è tramutata in un’altra serata di gloria per l’orafo crotonese Michele Affidato (nella foto), che si è aggiunta alle tante che lo hanno visto protagonista per tutta l’estate. E’ stato il grande artista a donare i gioielli più belli della serata.

L’INIZIATIVA

Catanzaro in tour

CATANZARO — Un evento targato Calabria, ma per tutti gli italiani! Il 19, 20 e 21 settembre a Rho, in piazza Visconti, tutto si tingerà di festa, anzi dei colori di “Calabria in Festa” grazie alle tante iniziative dell’Associazione Calabro Lombarda.

A PAGINA 31

A PAGINA 32

MUSICA

I successi dei Calabruzi A PAGINA 32

A PAGINA 34

La politica locale non può e non deve eludere un’analisi profonda sull’operato e sui risultati dei gruppi dirigenti regionali

Non è colpa della Lega se la Calabria è arretrata Un meridionalismo di convenienza non serve a nessuno. Occorre guardare in faccia la realtà Sarebbe assurdo, e anche ingiusto, che una parte della politica calabrese pensasse di utilizzare lo spauracchio della Lega e del Federalismo per eludere un passaggio fondamentale: ragionare a fondo, in termini autocritici, sui risultati conseguiti da partiti ed eletti in anni e anni di governo della Regione e degli Enti locali calabresi. In questi mesi stiamo ascoltando interventi che, dimenticando completamente (e forse volutamente) di giudicare l’operato di quanti hanno amministrato i nostri territori per decenni, o li hanno rappresentati in Parlamento e addirittura al Governo centrale, indicano i Lumbard come un grande pericolo di natura politica per il Sud e

la Calabria. Non vorremmo che una ventata di meridionalismo di convenienza mirasse a impedire un passaggio politico fondamentale che in Calabria non è stato per nulla consumato. La domanda è tanto semplice quanto scontata: prima ancora di porci il problema della Lega, ci siamo chiesti che cosa ha combinato la nostra classe politica? Sarebbe interessante se iniziassimo, ad esempio, e finalmente, un confronto fra la disperazione di tanta povera gente che in Calabria non ha trovato un posto di lavoro, o ha dovuto accontentarsi di risposte precarie o sottopagate, e le rapide soluzioni di qualche figlio di papà. Perché per alcuni la via del posto sicuro e ben retri-

buito è stata facile, mentre per altri la “questione meridionale” è stata qualcosa di vissuto sulla propria pelle? Perché non iniziamo a chiederci dove hanno trovato collocazione, e come, alcuni privilegiati? Quando inizieremo a parlare, senza accampare scuse, dei “nemici” interni che ha avuto la nostra terra, vittima non tanto di eserciti invasori, quanto di atteggiamenti postfeudali del tutto endogeni? Come ha funzionato, per decenni, il sistema di potere calabrese? Che cosa ha prodotto e a favore di chi e di quanti? E chi ha fatto parte di questo sistema di potere? Lo abbiamo detto ieri: la politica locale ha prima di tutto il dovere di giudicare se stessa.

Narcotraffico, 200 in manette tra l’America e la Calabria

CONSUMA E SPENDI CALABRESE La significativa presenza di “Jonici” in via Jannoni

Messaggi importanti dalla Notte Piccante

Luigi Albanese

Maria Argirò

L’Associazione “Jonici” ha voluto dare il proprio contributo affinché dalla Notte Piccante di Catanzaro, in programma per il 20 settembre, partano messaggi importanti. “Consumare e spendere calabrese è giusto, fa bene, è bello”: è questo uno dei princìpi ispiratori della lunga e articolata battaglia culturale che “Jonici” sta conducendo da oltre un anno, ormai, e che ha raggiunto il suo apice a Soverato, lo scorso agosto, con il grande successo di Jonici Food Fest. «I Calabresi - dice Jonici - devono comprendere quanto è strategico consumare, ovunque sia possibile, i nostri preziosi prodotti agroalimentari e artigianali».

CATANZARO — I carabinieri del Ros,

A PAGINA 43

A PAGINA 14

in collaborazione con Dea e Fbi, hanno arrestato ieri mattina oltre 200 persone, nell’ambito di una maxi-operazione condotta tra Stati Uniti, Italia, Messico e Guatemala, nei confronti di una struttura internazionale dedita al traffico di tonnellate di cocaina. Tra gli indagati vi sono 16 affiliati alla cosca della 'ndrangheta Aquino-Coluccio.

COSENZA

IL FATTO

Oliverio si candiderà alle elezioni Europee?

Sviluppo Italia, la Regione si difende dalle accuse

COSENZA — La notizia rischia di essere “di peso”. Mario Oliverio avrebbe trattato fino a tarda ora ieri a Catanzaro una candidatura per le Europee del 2009.

CATANZARO — «Nessuna omissione dalla Regione». L’assessore Maiolo ribatte ai liquidatori di Sviluppo Italia, pronta ai licenziamenti collettivi.

DOMENICO MARTELLI A PAG. 20

A PAGINA 15

LE REAZIONI

Il plauso delle istituzioni e della politica A PAGINA 14


2 Giovedì 18 Settembre 2008 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

Un mondo di immagini In California la Fox strega tutti con la prima del suo nuovo film

Passerelle di Madrid protagoniste dell’alta moda

La 22enne attrice statunitense ha lasciato tutti a bocca aperta alla presentazione di ieri

Continua la settimana della moda spagnola Al via la mostra di francobolli

Il Mauritius blu esposto a Vienna Ieri tra i tanti è stata la volta dei capi disegnati da Andres Sarda, che hanno riscosso notevoli consensi, sia per la bellezza dei vestiti sia per le modelle

Anche il rarissimo “ticket” sarà esposto nella mostra di Vienna

La struttura megalitica risalirebbe al 3200Ac ora l’UE ha stanziato un fondo per preservarlo

Pronta la super tenda per protegerre il tempio maltese di Hagar Qim

La nuova pellicola dove la bellissima attrice è la protagonista si intitola Eagle Eye, Megan Fox, durante le registrazioni del film è stata diretta dal regista D.J. Caruso che è stato assunto al posto di Spielberg, ieri in California ha stupito con la sua bellezza

Gli attivisti di Greenpeace colpiscono anche in Spagna

I bersagli sono il governo e l’industria di automobili rei, a loro veduta, di non limitare l’emissione di C02

Nella foto l’opera degli attivisti di Greenpeace che se la sono presa con il goverto spagnolo e l’industria delle auto. Hanno modificato un cartellone pubblicitario per renderlo a loro adatto

La nuova Golf è pronta al debutto A novembre sarà nei concessionari

A fianco delle immagini del tempio, che presto verrà coperto da una tenda enorme la cui installazione è stata finanziata interamente dall’Unione Europea

Rischio malattie Cinquanta anni e non sentirli per il cacao A Sevilla è Madonna show dell’Indonesia Continua il Tour della cantante americana

Un fungo minaccia le piantagioni locali

L’auto più venduta della Volkswagen sarà sul mercato con la sesta serie

Il tour della cantante ha fatto tappa a Sevilla nella serata di martedì I ricercato locali hanno rinvenuto un sito megalitico risalente a più di 2000 anni fa

Presentata a Reykjavic la nuova edizione dell’auto più conosciuta e apprezzata d’Europa, almeno secondo le stime di Jato Dynamics. Costerà tra i 16.800 ed i 26.200 euro e sarà nei concessionari italiani nei primi di novembre

Nella foto il ritrovamento arrivato nel villaggio di Siruthavur, situato nella città di Chennai. Il sito risale a più di 2000 anni fa e contiene più di 300 tombe

Nella foto un contadino che “imbusta” i frutti per proteggerli dal fungo

L’India svela i suoi segreti agli archeologi Trovato un sito con 300 tombe


4 Giovedì 18 Settembre 2008 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

Primo piano

Contro la fame, 30 mld di dollari l’anno. Prezzi del cibo aumentati del 50% in 7 mesi

Sono 925 milioni gli affamati nel mondo I dati della Fao La crisi più difficile degli ultimi decenni

I bambini i più sofferenti

ROMA - L’emergenza alimentare mondiale è la più difficile degli ultimi decenni. Il numero delle persone che soffrono la fame è aumentato dal 2007 di 75 milioni raggiungendo quota 925 milioni di persone, la maggioranza dei quali sono concentrati nei Paesi poveri e in via di sviluppo. E’ la nuova conta degli affamati del mondo che emerge da un’audizione parlamentare del direttore generale della Fao, Jaques Diouf. Il capo dell’agenzia Onu ha parlato ieri a Roma alla presenza delle commissioni congiunte di Affari Esteri e Agricoltura della Camera e Senato. E davanti ai deputati e senato-

La ricetta degli ottimisti? Sempre il bicchiere mezzo pieno

ri, il leader della Fao ha annunciato che il problema della fame si è ulteriormente aggravato e il prezzo da pagare per risolvere la crisi è alto: 30 miliardi di dollari all’anno.

Una quindicina di specialisti, tutti francesi e tra i migliori nel settore, hanno illustrato e discusso le ultime scoperte scientifiche in materia

La ricetta per non invecchiare Buon umore lavoro e molto molto sesso PARIGI - Ridere, lavorare e fare l’amore: queste le tre parole magiche per ritardare il più possibile anche oltre gli 80-85 anni - l’appuntamento con la vecchiaia. Almeno secondo i ricercatori che martedì scorso si sono riuniti nella sede centrale dell’Unesco, a Parigi, per il forum medico «Invecchiare giovani». Una quindicina di specialisti, tutti francesi e tra i migliori nel settore, hanno illustrato e discusso le ultime scoperte scientifiche in materia di longevità. Mettendo l’accento sulla dimensione «irrazionale», più che su quella fisiologica e sottolineando come invecchiare bene dipenda «in larga parte dal morale». E in particolare, dice Francoise Forette, direttrice della fondazione nazionale di gerontologia, dalla «capacità di vedere la vita in rosa». «Studi olandesi, inglesi, giapponesi, americani e francesi lo dimostrano - spiega rispondendo - tra ottimismo e vita lunga c’è un legame a doppio filo». Un esempio? «Una recente inchiesta condotta su un campione di mille persone di età compresa tra i 65 e gli 84 anni ha messo in luce come il tasso di mortalità degli ottimisti sia del 45% inferiore a quello dei pessimisti». O ancora «uno studio che fa vedere come chi prende la vita con filosofia produce più anticorpi contro le malattie polmonari». Componente fondamentale della gioia di vivere è «il sesso, o almeno la tenerezza». A lungo un «tabù sociale», l’attività sessuale degli anziani sta lentamente uscendo allo scoperto. Secondo le statistiche i 65-85enni che praticano sesso sono molto aumentati negli ultimi 20 anni». E anche se «ovviamente con l’età la sessualità si trasforma, il grado di soddisfazione resta comunque importante». Senza tuttavia che «il diritto all’orgasmo si trasformi in un obbligo all’orgasmo». Secondo la gerontologa, «nella terza età la pratica sessuale propriamente detta resta, ma accompagnata sempre di più dalla tenerezza». Ma certo «non si può parlare di una sorta di ’desessualizzazione dovuta all’avanzare degli anni».

Iniziativa del ministro Brunetta

On line i chirurghi “macellai”

Un’ inchiesta ha messo in luce come il tasso di mortalità degli ottimisti sia del 45% inferiore a quello dei pessimisti

Capitolo lavoro: «per invecchiare tardi è fondamentale continuare a svolgere il più a lungo possibile un’attività professionale». Soprattutto «quelle che richiedono gran-

de sforzo intellettuale, che fanno correre veloce il cervello e tengono lontane le malattie neurodegenerative». Il che pone il problema dell’età pensionabile. «Una questione

di importanza primaria» conferma la Forette, che ritiene «inammissibile il limite attuale di 58 anni». E aggiunge: «Il modello di previdenza attuale si basa su una piramide

delle età che è in via di stravolgimento: nel 2015 ci saranno più ultrasessantenni che minori di 15 anni, bisogna fare i conti con questa realtà».

ROMA - Dal prossimo anno il ministro per la Pubblica Amministrazione, Brunetta, vuole rendere pubblici anche i curriculum e gli score professionali dei chirurghi. Brunetta si è chiesto, infatti, perchè uno deve leggersi tutto sullo yogurt o sul succo di frutta e poi non sapere nulla su chi ti opera. «Se è bravo o no, se è un macellaio, quanti ne ha ammazzati». Valanghe di proteste. Una tra tutte e quella dell’ordine dei medici: “Leggere dalle agenzie che la volontà di rendere trasparenti i curricula medici viene espressa dal ministro come si trattasse di sapere se un chirurgo ’è bravo o no, se è un macellaio, quanti ne ha ammazzati’, ha impresso in tutta la Federazione e nei medici italiani lo sconforto preoccupato di una professione che fa della qualità un tema di continua attenzione e puntuale formazione»”.

Sono 900 mila i casi in Italia con 80mila nuovi malati ogni anno, che arriveranno a 113mila tra poco più di 10 anni

L’Alzheimer costa 15000 euro a famiglia I costi sociali e sanitari complessivamente arrivano a 60 mila euro l’anno ROMA - Sono 900 mila i casi di Alzheimer in Italia con 80mila nuovi malati ogni anno, che arriveranno a 113mila tra poco più di 10 anni. I pazienti chiedono un maggior interessamento del SSN per incrementare i servizi e l’accesso alle cure, in particolare all’unica disponibile per le fasi avanzate della malattia (memantina), oggi ancora a carico delle famiglie. E i costi per le famiglie che debbono ricorrere ad aiuti come le badanti (se ne contano due milioni) arrivano a 15 mila euro l’anno, mentre i costi sociali e sanitari complessivamente arrivano a 60 mila euro l’anno. «Conosco

E i costi per le famiglie che debbono ricorrere ad aiuti come le badanti (se ne contano due milioni) arrivano a 15 mila euro l’anno

questa malattia - ha raccontato il sottosegretario Ferruccio Fazio in occasione del convegno per la XV Giornata Mondiale che si celebra il 21 settembre - perchè ha colpito mio padre. Ne conosco i problemi anche perchè me sono occupato professio-

nalmente. Assicuro alle associazioni il mio impegno come uomo, come scienziato e come responsabile di governo». La malattia che si declina al femminile: pazienti soprattutto donne, assistenza lasciata sulle spalle di mogli e figlie, ricorso a un

supporto che non può prescindere dalla presenza di badanti. «L’assistenza è tutta a cura della donna, con una quota pari a ben il 76,6% dell’assistenza totale» spiega Ketty Vaccaro, responsabile Settore Welfare del Censis. «Le badanti - continua Vaccaro - ricoprono il 40,9% dell’assistenza totale con una prevalenza (24,4%) di situazioni in cui la badante convive con il paziente, mentre nel 16,5% dei casi vive altrove. Si tratta soprattutto di donne straniere, (32,7% del campione complessivo contro l’8,2% di famiglie nelle quali è italiana)».


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Giovedì 18 Settembre 2008 5

Primo piano

Tragica morte ieri mattina per due badanti dell’Est che lavoravano nel Bergamasco

Pazzo di gelosia per la ex uccide la donna e l’amica BERGAMO - Due donne, originarie dell’Europa dell’Est, sono state uccise ieri mattina a coltellate a Villa d’Adda e a Locatello, a distanza di poco più di un’ora l’una dall’altra. L’assassino, reo confesso, è già in carcere: Anacleto Roncalli, 67 anni, idraulico in pensione ed ex marito di una delle due vittime. Le due donne, Nataliya Holovko, 43 anni, ucraina, che è stata sposata con Roncalli, e l’amica Alla Smirnova, 42 anni, russa di San Pietroburgo, si conoscevano da tempo e proprio questo loro rapporto di amicizia sarebbe alla base dei due delitti: l’uomo ha confessato di essere geloso della ex moglie ucraina, dalla quale si era separato da circa due anni, e dell’amica, che secondo lui avrebbe contribuito a convincere Nataliya a lasciarlo. Nataliya Holovko, che lavorava come colf presso due famiglie di Bergamo, è stata uccisa con alcune coltellate all’addome nel garage della sua abitazione di via Cadipassere a Villa d’Adda, paese che si trova a ridosso di Sotto il Monte, la località di cui era originario Papa Giovanni XXIII. Una vicina di casa ha sentito una discussione, delle urla e dopo pochi istanti ha trovato il cadavere in una pozza di sangue. Le indagini dei carabinieri si sono da subito concentrate sull’ex marito della donna, che abita nella stessa Villa d’Adda. L’uomo sarebbe stato visto allontanarsi di corsa dopo il delitto. Il cadavere di Alla Smirnova è stato trovato invece nella sua vettura, una Volkswagen Lupo di colore rosso, lungo la strada provinciale 18 della Valle Imagna a Locatello, nel tratto in cui la strada prende il nome di via Colle Aperto. La donna era uscita di casa da un paio di minuti e stava andando al lavoro a Bergamo, dove era occupata come badante. L’assassino, evidentemente ancora accecato dal rancore, l’ha raggiunta e l’ha fatta fermare lungo la strada, l’ha colpita con alcune coltellate al collo e all’addome. Poco prima delle 9, l’auto della vittima è stata notata da un carrozziere del paese, Roberto Rodeschini, che in quel momento stava salendo a bordo di un carro attrezzi proprio verso l’abitazione della donna. Il fatto che l’auto, a motore spento e con le luci di posizione accese, si trovasse sulla carreggiata, lo ha insospettito. Dopo essersi avvicinato al finestrino, ha notato il corpo senza vita della donna riverso sul sedile e ha chiamato i soccorsi. I due delitti sono stati messi subito in relazione, mentre le indagini

Un 67enne italiano le ha accoltellate Non si rassegnava alla fine della storia Da sinistra Alla Smirnova e Natalia Holovko, le due badanti ucraine uccise. A lato l’auto, dove è stata ritrovata l’ucraina priva di vita. Era ferma sulla strada che porta a Fiupiano (Bg)

si concentravano su Roncalli. Il presunto omicida è stato arrestato dai carabinieri intorno alle 11,30 di ieri mattina davanti al carcere di Bergamo, dov’era andato per costituirsi. L’uomo è stato interrogato nel pomeriggio dal pubblico ministero Enrico Pavone, che coordina le indagini, e ha ammesso il duplice omicidio. L’arma del de-

litto è un coltello da cucina dalla lama di circa venti centimetri che i carabinieri hanno trovato abbandonato nell’auto della seconda vittima. Dopo la separazione, i rapporti tra Anacleto Roncalli e la ex moglie (che avevano avuto entrambi due figli da precedenti matrimoni) erano diventati assai difficili,

tanto che più di una volta la donna era stata costretta a rivolgersi ai carabinieri a causa delle minacce subite dall’uomo. Ieri quella tensione è sfociata in tragedia. I carabinieri avrebbero trovato anche dei fogli scritti dall’uomo, una sorta di memoriale al quale l’ex marito di Nataliya Holovko aveva affidato i suoi pensieri. Na-

taliya Holovko e Alla Smirnova si erano conosciute nel giro delle colf e delle badanti: lavoravano tutte e due a Bergamo, facevano il lavoro che fanno quasi tutte le donne che arrivano qui dall’Est. La loro amicizia ha finito per accomunarle nello stesso destino. Sono morte a distanza di un’ora l’una dall’altra. Un anno e mezzo

fa, Alla avrebbe consigliato all’amica di lasciare il marito, Anacleto Roncalli, 67 anni. Gelosia, risentimento e vendetta: per questo le ha ammazzate. Non si era rassegnato all’idea di vivere senza la seconda moglie, negli ultimi mesi l’aveva più volte minacciata, tanto che la donna lo aveva persino denunciato ai carabinieri.

L’asma la stronca nel giorno del “sì”

Lo striscione degli amici di Abdul, rimangono intanto in carcere i due, padre e figlio, accusato di aver ucciso il 19enne

Restano in carcere i titolari di un bar di Milano, il loro racconto non ha convinto gli inquirenti

Al“fresco” gli indagati per la morte di Abdul MILANO - Rimangono in carcere Fausto e Daniele Cristofoli, padre e figlio accusati di aver ucciso con una spranga Abdoul Guibre, l’italiano di 19 anni originario del Burkina Faso, che all’alba di domenica mattina insieme a degli amici aveva rubato biscotti e cioccolato dal loro bar, vicino alla Stazione Centrale. Mentre le indagini vanno avanti per ricostruire l’esatta dinamica di quanto è accaduto quattro giorni fa, ieri il gip Micaela Curami, accogliendo la richiesta del pm Roberta Brera, ha convalidato il fermo e disposto la custodia cautelare in carcere di padre e figlio per omicidio volontario aggravato dai futili motivi. Secondo il giudice la versione fornita dai Cristofoli «contiene zone d’ombra non chiarite»

ed è stata «smentita concordemente» dai testimoni finora ascoltati e cioè dagli amici di ’Abba’ che quella mattina attorno alle sei si trovavano con lui, in via Zuretti. Il gip, pur sottolineando che l’istruttoria non è ancora completata - si stanno cercando altri testi e valutando le immagini che una telecamera ha ripreso -, fa una ricostruzione sulla base delle deposizioni acquisite, da cui emerge un accanimento sul corpo del giovane da parte dei due baristi. Prima sarebbe stato colpito da Daniele con un’asta di ferro, in testa e sul corpo. L’asta poi sarebbe stata raccolta da terra dal padre Fausto - che aveva anche un bastone di legno che non ha usato - e sarebbe stato proprio lui a infierire mentre il ragazzo di colore era al

suolo. Una circostanza che, per i difensori, gli avvocati Elisabetta Radici e Marco Bolchini, sarebbe già in parte smentita dalla cartella clinica di Abdoul che parla di «morte per un colpo penetrante al cranio». Una dinamica, quella per ora agli atti dell’indagine, totalmente diversa dalle dichiarazioni messe a verbale dai Cristofoli. Inoltre il gip ha ritenuto «presumibile» che i due baristi «fossero fin dall’inizio consapevoli che i ragazzi avessero sottratto solo dei biscotti» in quanto nell’immediatezza non si sarebbero preoccupati di verificare se era stato rubato o meno il denaro incassato. Il giudice, inoltre, ha ritenuto sussistenti il pericolo di reiterazione del reato, di inquinamento probatorio e di fuga.

Fine dell’agonia per un 35enne siciliano che era in coma da agosto

La piccolina era figlia di due albanesi. Subito aperta un’inchiesta

MESSINA - E’ morto ieri mattina all’ospeda- to di ernia inguinale in day hospital lo scorle Papardo di Messina, Santino Caliri, 35 so 27 agosto all’ospedale di Barcellona. Alle anni, di Barcellona Pozzo di Gotto. L’uomo 14, dopo circa due ore di intervento sarebbe era in coma farmacologico uscito dalla sala operatoria Per l’intervento dal 28 agosto dopo aver subiancora addormentato. Ai fain day hospital to un intervento di ernia inmiliari sarebbe stato spiegato guinale. La moglie aveva preche l’anestesia locale non è stata necessaria sentato un esposto alla procuera stata sufficiente e che si l’anestesia totale ra di Barcellona chiedendo era dovuto ricorrere a un’ulil sequestro delle cartelle cliniche allo scopo teriore dose. In considerazione delle condidi accertare eventuali responsabilità dei me- zioni, rapidamente aggravatesi, i medici handici. Caliri, secondo quanto denunciato, sa- no disposto il trasferimento all’ospedale di rebbe stato chiamato per eseguire l’interven- Milazzo e successivamente al Papardo.

ISCHIA (NAPOLI) - Una bambina, nata come testimoni medici e parenti, innanziieri mattina con parto cesareo al Rizzoli di tutto il padre della piccola il quale avrebLacco Ameno a Ischia, è morta durante il be raccontato agli agenti che nessun protrasporto al Cardarelli di blema è stato segnalato dal Forse la causa Napoli dove è stata portata ginecologo di fiducia che d’urgenza con un’elicottero è una malformazione ha seguito l’intera gravidandel 118. Spetta all’autopsia za. La Procura di Napoli, inforL’ipotesi dei medici del Rizfare chiarezza mata dagli agenti in servizoli è che all’origine delzio al Cardarelli ha aperto un’inchiesta. I l’improvviso decesso della piccolina ci sia genitori, entrambi albanesi, con regolare una malformazione. permesso di soggiorno sono residenti a La magistratura ha disposto l’autopsia per Barano d’Ischia. La polizia ha interrogato accertare le cause del decesso.

Si è spento dopo l’operazione all’ernia

Muore poche ore dopo la nascita

ASTI - Morire il giorno del matrimonio a soli 28 anni, per un attacco d’asma: è accaduto a una giovane torinese, Chiara Guerrieri. Sabato scorso è entrata con l’abito da sposa nella Chiesa di Santa Giulia, ieri ci è ritornata, ma in una bara di legno chiaro per la celebrazione dei suoi funerali. Il culmine della gioia ha lasciato posto al culmine della disperazione, in una manciata di ore, tra sabato mattina e sabato pomeriggio quando, in un ristorante di Cisterna d’Asti, al termine del rinfresco, Chiara Guerrieri si è sentita male. La giovane sposa, figlia del critico teatrale del quotidiano La Stampa, Osvaldo Guerrieri, dall’età di quattro anni soffriva di attacchi asmatici e quindi era abituata a portarsi appresso i medicinali del caso che, tuttavia, non sono serviti. La ragazza entrata in coma e trasportata di corsa all’ospedale di Asti non si è più ripresa, nonostante i ripetuti sforzi dei medici di salvarla. Lunedì mattina, all’alba, il decesso. Alle esequie di ieri, nella chiesa stracolma di amici e parenti, il marito Alexander, di origine francese, il papà, la mamma e la sorella. Asma e bronchite cronica ostruttiva sono le due malattie polmonari con più alto tasso di mortalità e morbilità. Nel mondo soffrono di asma altre 300 milioni di persone, 30 milioni in Europa, con una incidenza raddoppiata negli ultimi dieci anni, e più di tre milioni solamente in Italia.


6 Giovedì 18 Settembre 2008 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

Attualità

Abusò della nipote mentre guardava i cartoon

Arrestati per lesioni personali e porto d’arma

FIRENZE - La prima sezione penale del tribunale di Firenze ha condannato per molestie sessuali a due anni e 6 mesi di reclusione ed al risarcimento di 21.000 euro un 70enne che nel giorno di Pasquetta del 2004 fu scoperto a ’toccare’ la nipotina di sei anni mentre insieme guardavano i cartoni animati alla televisione. Il padre della piccola lo sorprese a molestare la figlia mentre si trovavano nella reception di un piccolo albergo. D’accordo con la moglie lo denunciò. All’imputato riconosciuta l’attenuante del «fatto di minore gravità».

VIAREGGIO - Una coltellata al viso come punizione per esser stato sorpreso a fumare nel periodo del Ramadan, nono mese del calendario musulmano riservato al digiuno totale e all’astinenza dai vizi. Così un sedicenne tunisino, abitante a Viareggio, è stato ferito alla guancia destra da due coetanei, entrambi marocchini, che lo hanno aggredito in modo violento per non aver osservato le regole stabilite dal Corano. I carabinieri hanno arrestato gli aggressori in fragranza di reato con l’accusa di lesioni personali e porto abusivo di arma.

Molestata davanti alla tv Sbarre per lo zio pedofilo

Fuma durante il Ramadan Sfregiato in viso da coetanei

Fu il padre della piccola a sorprenderlo

Accoltellato un sedicenne musulmano

L’operazione congiunta tra Ros, Fbi e Dea fa scattare più di duecento manette Nella maxi indagine durata più di un anno sequestrate 16 tonnellate di cocaina

’Ndrangheta-Messico,stopaltrust“stupefacente” Sgominato cartello Italia-Sudamerica da importazioni massicce di droga ROMA, 17 SET - Droga a fiumi, dal sudamerica all’Italia, con guadagni per milioni di euro: la ’ndrangheta era riuscita a rafforzare la sua leadership nel traffico controllando l’importazione della cocaina fino in Italia grazie ai propri affiliati che dagli Stati Uniti e dal Canada gestivano i rapporti con il cartello del golfo messicano. È quanto è stato accertato dall’indagine «Solare», condotta dai carabinieri del Ros, affiancati in un anno e mezzo di indagini dalle agenzie statunitensi Fbi, Dea e Ice, che ha portato all’arresto di oltre 200 persone e al sequestro di 16 tonnellate di cocaina e di 57 milioni di dollari, in un’operazione condotta tra Usa, Italia, Messico e Guatemala. Nel filone italiano del-

Fermate 16 persone nel filone italiano dell’inchiesta sui nuovi traffici

Rubavano ortaggi dal campo di un contadino

L’orto del vicino è sempre più verde In manette una coppia di ladri FROSINONE - Avevano preso di mira l’orto recintato di un contadino di Ausonia, un paesino in provincia di Frosinone, rubandogli le verdure che coltivava e da settimane il proprietario trovava solo foglie e niente ortaggi. Stanco di veder la sua fatica svanire nel nulla il contadino si è messo di vedetta finchè ha sorpreso la coppia, ha chiamato i carabinieri e l’ha fatta arrestare benchè i due fossero fuggiti. I militari della compagnia di Pontecorvo, dopo un inseguimento, hanno arrestato Saverio Franco e Anna Della Torre, entrambi di 37 anni di Cal’inchiesta sono state 16 le persone fermate, su disposizione della Dda di Reggio Calabria: a New York i fratelli Vincenzo e Giulio Schirripa, Stacey Theresa Minlionica Margolies e i broker Cristopher Castella-

Gli agenti hanno fermato i due ladri. Nell’auto trovate cassette stracolme di verdura

strocielo, già noti alle forze dell’ordine per furti, senza un lavoro fisso. Quando i carabinieri

no, detto Cris, Javier Guerrero e Ignacio Alberto Diaz. In Calabria, tra Marina di Gioiosa Jonica e Siderno, i coniugi Giulio Schirripa e Teresa Roccisano, la figlia Anna Maria, Aldo Bombardieri, Luigi Alba-

hanno fermato l’auto con i due ladri hanno trovato cassette stracolme di verdura.

nese, Maria Teresa Argirò, Pasquale Pugliese, Giuseppe Sansotta. A Siderno fermato pure Pietro Commisso (accusato di estorsione), nella cui abitazione è stato trovato un bunker. A Valdagno (Vicenza) sono

scattate le manette per Diego Lamanna. L’inchiesta, ha detto il vice capo del Ros Mario Parente, ha tra l’altro «messo in luce l’importanza del Messico nelle nuove rotte della cocaina colombiana verso l’Euro-

pa». Mentre in passato, infatti, erano emersi i contatti tra ’ndrangheta e organizzazioni paramilitari colombiane, come Farc e Auc, la pressione investigativa ha costretto i narcotrafficanti a trovare nuove aree per lo stoccaggio della pasta di coca. E questa opportunità, spiegano gli investigatori, è stata trovata soprattutto in Messico, dove le organizzazioni di trafficanti, e in particolare il ’Cartello del Golfo’, sono risultate in grado di assicurare il necessario controllo del territorio anche attraverso l’impiego di sanguinari gruppi mercenari, come «Los Zetas». Una formazione ritenuta responsabile di feroci rappresaglie in Messico nei confronti di organi della giustizia.


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Giovedì 18 Settembre 2008 7

Attualità

Alla settimana c’è chi spende fino a 1000 euro

E’ successo in una scuola elementare tedesca

ROMA - I giocatori on line attivi in Italia sono 750 mila (circa il 4,5% degli utenti internet settimanali), di cui 550 mila sono possessori di conti di gioco. Ogni giocatore fa in media una puntata a settimana, per un valore di 35 euro. Ma un giocatore su 100 (l’1,3% per la precisione) fa puntate superiori a 1000 euro. È quanto emerge da una ricerca per definire le caratteristiche e le dimensioni di un mercato destinato a crescere. Lo studio ha interessato 4 mila persone più duemila utenti internet. Il Gratta e Vinci on line è la vera passione nazionale.

BERLINO - Le svastiche fatte disegnare da una maestra agli alunni di una classe elementare a Burghaig, in Baviera, hanno sollevato uno scandalo ora alla ribalta della cronaca nazionale. Da tempo erano tesi i rapporti tra i genitori degli alunni e Ingrid K., 59 anni, direttrice della scuola e insegnante di religione. A far traboccare il vaso sono state le croci uncinate, le divise militari delle Ss e le stelle di David, trovate da Birgitt Fischer nei quaderni di scuola del figlio. Ora un’indagine ministeriale dovrà fare luce sui fatti.

I giocatori on line sono 750 mila in Italia

Sotto inchiesta insegnante Faceva disegnare svastiche

Il Gratta e Vinci è il gioco preferito

Insegnante tedesca sotto inchiesta

Scoperta a Bari una frode fiscale per indebito rimborso d’Iva di 100 milioni di euro L’utilizzo di fatture false mette nei guai una società con sede legale nel capoluogo pugliese

Truffa da 540 milioni nel telefonino Il denaro piazzato su un conto nelle Antille BARI - Scoperta a Bari dalla Guardia di Finanza una frode fiscale per indebito rimborso d’Iva di 100 milioni di euro, con utilizzo di fatture false per circa 540 milioni di euro. I militari della Guardia di Finanza di Bari, al termine di una complessa attività di verifica fiscale, anche attraverso rogatorie internazionali, effettuata nei confronti di una società, con sede legale a Bari, esercente il commercio di apparecchi di telefonia mobile, hanno scoperto un’articolata frode fiscale a danno di Stati dell’Unione Europea. L’impresa italiana attraverso società di comodo, con sede in Germania, Lussemburgo, Spagna, Inghilterra e Svezia, ha utilizzato ed emesso a

Segnalate due persone per ipotesi di favoreggiamento

La Finanza di Monza contro imprenditori e bancari

Contrabbando e usura Denunciati in diciannove

MILANO - Un’organizzazione per ripulire denaro guadagnato con il contrabbando e l’usura è stata scoperta dalla Guardia di Finanza che ha denunciato 19 persone, tra cui alcuni imprenditori e due funzionari di una filiale lombarda di una banca svizzera. Responsabile dell’organizzazione Salvatore Izzo, 54 anni, ex contrabbandiere. Sequestrati immobili e denaro per circa 100 milioni di euro. L’uomo, originario di San Giorgio a Cremano (Napoli) e residente a Milano, è accusato di aver costituito una rete di società per acquistare e rivendere immobili riciclando così il proprio ingente patrimonio accusua volta fatture per operazioni inesistenti per oltre 540 milioni di euro, percependo un indebito rimborso di Iva, da parte di diversi

Smantellata organizzazione che si serviva di una banca per riciclare cento milioni di euro

mulato negli anni e depositato in una banca svizzera, risultata comunque estranea. Due funzionari della filiale sono stati invece indagati. L’uomo, con numerosi precedenti pena-

Stati, per circa 100 milioni di euro, fatti confluire poi su conti bancari accesi in un istituto di credito delle Antille Olandesi. Anche que-

li alle spalle, oltre alle società fittizie intestate a prestanome, aveva coinvolto nel suo giro operatori del settore e professionisti, in particolare un noto immobiliarista brianzolo.

sto istituto è stato sottoposto a indagini dalle locali autorità che ne hanno sospeso l’attività. Nel corso dell’indagine sono stati indivi-

duati sia un prestanome, D.G. di anni 29 barese, che figurava quale amministratore, sia gli amministratori e soci occulti, B.S. di anni

30 e C.V. di anni 43, anch’essi baresi. In particolare C.V. aveva trasferito ai fini della frode, la propria residenza in Inghilterra, dove era titolare di alcune imprese destinatarie delle fatture fittizie emesse dalla «propria» società italiana, escamotage che gli consentiva di richiedere rimborsi Iva al fisco inglese. I tre sono stati denunciati all’autorità giudiziaria, altre due persone sono state segnalati invece per favoreggiamento. Un’altra persona è stata colpita da provvedimento di custodia cautelare emesso dalla magistratura tedesca e secondo le fiamme gialle baresi non si escludono ulteriori sviluppi internazionali dell’indagine.

Il dibattimento nel tribunale di Milano procede con la deposizione di venti testimoni degli agenti del Sismi

Per Abu Omar il processo prosegue a porte chiuse Aggiornamento al 24 settembre per il sequestro dell’ex imam MILANO - Il processo per il sequestro dell’ ex imam di Milano, Abu Omar, che vede imputati 26 agenti Cia e l’ex direttore del Sismi (ora Aise, Agenzia informazioni e sicurezza esterna) prosegue, anche in pendenza del nuovo conflitto di attribuzione sollevato dal governo contro Oscar Magi, il giudice che lo conduce. Con un’accortezza, però: che i 20 testimoni che appartenevano o appartengono al Servizio segreto militare deporranno a porte chiuse. Questo, scrive Magi, «in ossequio ai principi della correttezza e lealtà istituzionale» tra i poteri dello Stato e per contemperare le esigenze di segretezza «con le evidenti (e già valutate) esigenze di pubblicità e rilevanza mediatica del processo». Va respinta, quindi, la richiesta della difesa Pollari di sospendere il processo fino all’esito del conflitto d’ attribuzione che il governo Berlusconi ha sollevato contro il giudice Magi perchè, a detta dello stesso magistrato, «nessuna intenzione» «vi è stata o vi potrebbe essere» di «vanificare l’istituto del segreto di Stato», bensì «molto più semplicemente, esiste il dovere e la necessità di condurre in porto un procedimento difficile e delicato, essendovi in gioco valori ed in-

Le tappe

Abu Omar in un'immagine esclusiva ieri sera ad Alessandria d'Egitto

Il rapimento

17 FEBBRAIO 2003 Abu Omar, egiziano, ex imam della moschea di via Quaranta, è sequestrato a Milano Gli arresti

LUGLIO 2006 Due alti funzionari del Sismi, Marco Mancini e Gustavo Pignero, sono arrestati. Altri sette risultano indagati, tra cui il capo del Sismi Pollari che oppone il segreto di Stato I rinvii a giudizio

16 FEBBRAIO 2007 Rinviati a giudizio Pollari, Mancini, altri cinque uomini del Sismi e 26 agenti della Cia Il conflitto di attribuzione

11 APRILE 2007 La Consulta ammette il ricorso presentato dal governo Prodi contro la magistratura milanese per presunte violazioni delle norme riguardanti il segreto di stato La sospensione del processo

18 GIUGNO 2007 Iniziato l'8 giugno, il processo è sospeso in attesa del pronunciamento della Corte Costituzionale sul conflitto di attribuzione tra poteri dello Stato sollevato dal governo Prodi La decisione del giudice

IERI Il giudice Magi dispone la prosecuzione del dibattimento per il sequestro di Abu Omar, ma ordina che la testimonianza di venti testi della Procura si svolga a porte chiuse ANSA-CENTIMETRI

teressi che trascendono anche i confini nazionali...». La Procura, nell’opporsi alla sospensione (la cui necessità, per Magi, potrà comunque essere rivalutata in occasione dell’ esame degli imputati), non ha usato toni morbidi verso l’attuale governo e

quello precedente di Romano Prodi che già sollevò un conflitto di attribuzione contro la magistratura milanese. Da entrambi i governi, per i rappresentanti dell’accusa, sarebbe venuta una «voluta, mancata chiarezza alle domande del giudice e del pm» che chiede-

vano se sul sequestro esistesse o meno il segreto .«Parlo di governi ha spiegato il pm Pomarici - indipendentemente dalle maggioranze, e lo stesso atteggiamento è venuto dai vari ministri in relazione alla richiesta di estradizione e arresto» dei 26 agenti Cia coinvolti nel

processo, che non è mai stata inoltrata all’ autorità statunitense dal ministro della giustizia Roberto Castelli prima e dal suo successore Clemente Mastella poi. «Abbiamo un processo che il Parlamento europeo e il Consiglio d’Europa chiedono sia celebrato», gli

ha fatto eco il procuratore aggiunto Armando Spataro. Via, quindi, alla testimonianza dell’ex responsabile della Security Telecom, Giuliano Tavaroli, più volte arrestato nell’ ambito dell’inchiesta milanese sui dossier illegali, il quale ha detto di non aver saputo nulla del sequestro di Abu Omar, se non dopo che era emersa sulla stampa, così come altri componenti dello staff della sicurezza dell’azienda telefonica. Quando Tavaroli incontrò il sottosegretario con delega ai Servizi, Gianni Letta, questi gli avrebbe detto che avevano un amico in comune: Marco Mancini. Si tratta dell’ex numero due del Sismi, coinvolto nell’inchiesta sul sequestro e anche in quella sui dossier illegali. Tavaroli avrebbe saputo da Fabio Ghioni, altro componente dello staff Security, che al sequestro avrebbe partecipato l’investigatore privato Emanuele Cipriani (titolare dell’agenzia Polis d’Istinto su cui si incentrava il sistema delle indagini illegali). A Ghioni l’avrebbe detto Angelo Galletta, allora responsabile della sicurezza Telecom sulla rete fissa. Galletta, su questo, è stato categorico: «Era una battuta che dissi a Ghioni commentando notizie di stampa mangiando un panino in piazza Duomo».


8 Giovedì 18 Settembre 2008 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

Attualità

Ieri l’appuntamento londinese con i guinness dei primati mondiali

L’uomo più piccolo incontra donna “vatussa” Anche il cane più lungo ed il gelato più caro nella 54esima edizione del libro dei record globali

He Pingping insieme a Svetlana

LONDRA - A Trafalgar Square, nel cuore di Londra, l’uomo più piccolo del pianeta - He Pingping, un mongolo alto appena 74,61 centimetri - ha avuto modo ieri di conoscere una ragazza russa, Svetlana Pankratova, che vanta un altro record mondiale: ha le gambe di una lunghezza smisurata, 132 centimetri.L’edizione 2009 del celebre almanacco britannico con i più disparati record mondiali sarà nelle librerie a partire da oggi e si preannuncia ricca di curiosità. Segnala ad esempio la damigella d’onore più vecchia del pianeta (105 anni), il gelato più caro (12 sterline), il cane più lungo (due metri e 32 centimetri). Giunto alla 54esima

Curiosa conoscenza tra il mongolo più ‘corto’ del pianeta e gambe da primato

edizione, il libro indica inoltre che la persona più anziana vivente è un’americana di 114 anni (Edna Parker) e che la più affollata conferenza-stampa subacquea ha visto la partecipazione di 61 giornalisti.

Beffa 39 istituti di credito con un bottino di 492mila euro e fonda un giornale anti-crisi Il “principe dei ladri” spagnolo prima di fuggire all’estero: “I veri cattivi sono loro”

Robin Hood ruba alle banche Il ‘rivoluzionario’: “Niente illusioni il denaro non lo restituisco” MADRID - Barcellona, da sempre terra di rivoluzionari e ribelli, ha ora anche un Robin Hood sui generis, antibanche e apostolo della «nuova disobbedienza civile», che però rischia, se la polizia lo trova, fino a sei anni di carcere. Prima di scappare all’estero per evitare di essere acciuffato dalla Guardia Civil, Enric Duran, 32 anni, oggi ha però fieramente annunciato al mondo di avere «rubato» alle banche 492.000 euro usati per finanziare un giornale alternativo gratuito, ’Crisis’, uscito questa mattina. In due anni Duran ha prima studiato da vicino il sistema bancario, poi ha iniziato a contrarre prestiti, con motivazioni fasulle, presso decine di agenzie bancarie di Barcellona e dintorni. Nell’edizione straordinaria e unica di ’Crisis’ da un minuzioso resoconto di come sono stati spesi: tolte commissioni, interessi, spese di notaio, imposte varie e altre spese sono rimasti 360mila euro da investire nel giornale e in altre azioni «per sopravvivere alla crisi». Nelle 200.000 copie della edizione uscita oggi di ’Crisis’, distribuite da decine di volontari in 150 punti della Catalogna, Duran spiega come ha beffato le banche, ottenendo crediti per operazioni fittizie, l’acquisto di una nuova auto, il restauro di case, per investire in una società fasulla. «Con una stampante, una fotocopiatrice, un paio di forbici e un pò di colla si fanno meraviglie» assicura, spiegando di essersi ’costruito’ così un lavoro, con una ricca busta paga, ambedue ovviamente fasulli, per convincere i bancari. Duran elenca anche fieramente una dopo l’altra le 39 agenzie bancarie truffate, che gli hanno concesso 68 prestiti per 492.000 euro dal 2006 ad oggi. Lanciato il giornale e il suo ’j’accuse’, Duran secondo El Mundo ha preferito sparire, almeno per un pò: dopo la sua «confessione» pubblica rischia fino a sei anni di carcere, ha lui stesso rilevato. È stata, ha rivendicato, «una nuova forma di disobbedienza civile» non violenta, «un’azione indivi-

Il paladino di Londra

Bancario eroe truffa i ricchi per dare ai poveri

Nella foto l’attore americano Kevin Costner protagonista del film “Robin Hood il principe dei ladri”

duale di rivolta contro le banche», realizzata e «premeditata» per «denunciare il sistema bancario e destinare il danaro a iniziative che mettano in guardia» con-

tro «la crisi sistematica». Ora, proclama il Robin Hood di Barcellona, bisogna «costruire una alternativa di società» e provocare «un ampio movimento sociale che

ponga in marcia altre forme di vita in società» lontane dal capitalismo attuale. Duran non mostra alcun rimorso: «ho rubato 492.000 euro a coloro che più ci

derubano, per denunciarli e costruire alternative di società». E nessuno si faccia illusioni, ha chiarito: «i soldi non li restituisco».

LONDRA - Proprio come Robin Hood: un impiegato della Royal Bank of Scotland ha prelevato oltre sette milioni di sterline dalle casse di ricche società, per trasferirli in quelle di aziende in difficoltà, senza tenere un centesimo per sè. In sua difesa, il 39enne Benedict Hancock, questo il nome del singolare bancario, ha detto al tribunale di Blackfriars che lo ha condannato a 18 mesi di prigione, di averlo fatto semplicemente «perchè voleva che le imprese delle quali gestiva i fondi andassero bene». Ogni qualvolta una delle società versava in cattive acque, Hancock - che ha lavorato per la Royal Bank of Scotland per 18 anni e che quando la sua truffa è stata scoperta nel novembre del 2006 guadagnava 49.000 sterline all’anno - prestava loro fondi presi dai conti di clienti più benestanti, facendoli passare attraverso una serie di conti falsi da lui aperti.

Nel libro dello scrittore francese Rouvillois l’analisi della forma più estrema dell’essere “sofisticati” oggi

La nuova tendenza snob? Far finta di non esserlo La prima donna della storia a darsi delle “arie” secondo l’autore fu Eva che tentò di assomigliare a Dio

Eva morse la mela e la offrì ad Adamo peccando di superbia. “Tutti siamo stati snob o lo saremo un giorno» sostiene lo scrittore francese Rouvillois

PARIGI - Essere snob oggi? Passeggiare nel giardino delle Tuilerie, a Parigi, ed estasiarsi di fronte alle sculture di Roger Serra, pur senza capirci nulla. È (far finta di) apprezzare la «nouvelle cuisine», il teatro scandinavo o l’arte astratta, se necessario. Ma ancora meglio è essere snob e far finta di non esserlo. Frederic Rouvillois, scrittore francese, delinea una tendenza paradossale, uno «snobismo al contrario» che si sta facendo strada: se una volta era snob giocare a golf o a cricket, oggi lo è non praticare affatto sport. E per le vacanze, nè luoghi inaccessibili nè percorsi «intelligenti» ma trascorrere le fe-

prima volta sulla copertina di un libro: ’Storia degli snob d’Inghilterra. Scritta da uno di loro’. Firma, William M. Thackeray. Allora fu il boom. In realtà è una storia vecchia quanto quella della vanità. «Al principio Dio creò il mondo e con esso gli snob», scriveva Thackeray. E Rouvillois è d’accordo. La prima snob della storia, sostiene l’autore, per chi ci crede, è stata proprio Eva che morse la mela per assomigliare a Dio. «Tutti siamo stati snob o lo saremo un giorno», sostiene Rouvillois. Ma c’è snob e snob. Proprio come il colesterolo, c’è uno snobismo buono ed uno cattivo.

rie a casa. L’automobile? Il neo-snob non ha nemmeno la patente. «È questa la forma più estrema dello snobismo moderno, che non è mai stato così vivace» nella società dello bling-bling - espressione usata per indicare lo stile tambureggiante del presidente Nico-

las Sarkozy e ora di moda - e della borsetta Vuitton. Rouvillois, già autore della ’Storia della gentilezza’ e ora di questa ’Storia dello snobismo’, paragona questa nuova «età dell’oro» a quella esplosa a metà del 1800, quando il termine «snob» comparve per la


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Giovedì 18 Settembre 2008 9

Cronache in breve Nomadi in vacanza: ma ripulivano le case OLBIA - In trasferta da Napoli per “ripulire” case e appartamenti sul mare lungo le coste sarde della Gallura. Per i carabinieri ad agire negli ultimi anni è stata una banda di nomadi provenienti dal campo di Secondigliano (Napoli). Dopo un anno di indagini, i militari hanno arrestato 4 persone per associazione a delinquere finalizzata ai furti. Uno degli indagati è sfuggito alla cattura ed è ricercato.

La Mendes, attrice di origini cubane, è la testimonial del nuovo profumo di Calvin Klein La presentazione del prodotto è avvenuta a Roma, dove la diva ha suscitato grande clamore

Bullismo sugli anziani denunciati tre giovani ROMA - La sua colpa è stata quella di passare davanti ad un gruppo di giovani che dopo averlo insultato, minacciato e picchiato gli hanno impedito di passare camminare sul marciapiede vicino a loro obbligandolo a cambiare direzione. Vittima un anziano, malato di cuore. I tre bulli, che hanno tra i 15 e i 16 anni, sono stati denunciati per aggressione e lesioni. L’anziano ha riportato un grosso ematoma alla tempia sinistra e altre ferite.

Arriva la multa se si lascia accesa l’auto nell’ingorgo LONDRA - Gli automobilisti britannici rischiano una multa da 20 sterline (25 euro) se lasceranno il motore acceso quando la loro auto è ferma in un ingorgo: rischiano una multa dopo un avvertimento verbale. Si tratta di un passagio del piano - che verrà testato da gennaio a Shoreham per ridurre l’inquinamento. Il consiglio comunale di Shoreham ha detto che il divieto verrà applicato a zone dove il traffico intenso tende a bloccarsi.

Convento carmelitano assaltato in India ROMA - Un convento di carmelitane è stato assalito a Banduha (Madya Pradesh) e il custode è stato ferito cercando di proteggere le suore. Nel Karnataka una chiesa siro-cattolica è stata incendiata. L’ondata di violenze, cominciata in Orissa 3 settimane fa, ha fatto finora 45 morti e più di 18 mila feriti.

Attacco all’ambasciata Usa nello Yemen: 16 morti SANAA - Sedici persone, tra cui sei soldati yemeniti, sono morte nell’attentato all’ambasciata Usa nella capitale nello Yemen, a Sanaa. Lo ha detto una fonte della sicurezza, secondo cui tra le vittime ci sono 6 assalitori, 6 soldati e 4 civili. Il gruppo integralista islamico ’Jihad islamica nello Yemen’ ha rivendicato l’attacco.

WASHINGTON - L’autostrada I-95 è stata chiusa in Florida nei pressi della città di Mims, dopo che un camion del ministero del Tesoro coinvolto in un incidente ha rovesciato sull’asfalto 187 mila dollari in monetine. Il camion stava viaggiando da Filadelfia a Miami, diretto al ministero del Tesoro, quando si è scontrato con un altro furgone. Nell’incidente, che è avvenuto verso le 5:30 del mattino di ieri, migliaia di monetine si sono rovesciate sull’asfalto, creando un singolare ingombro in entrambe le corsie. Lo scontro ha avuto anche risvolti tragici: un passeggero che si trovava su uno dei due camion è morto sul colpo, mentre entrambi i guidatori, rimasti feriti, sono stati ricoverati in ospedale. L’autostrada I-95 collega il Maine alla Florida percorrendo tutta la costa Est degli Usa.

Barbara Streisand appoggia Obama WASHINGTON - Barbara Streisand dà una mano a Barack Obama, organizzando una cena da 30 mila dollari a persona per finanziarlo. A seguire, concerto della Streisand in un hotel di Los Angeles (2.500 dollari). La cantante, ardente sostenitrice di Hillary Clinton, è diventata adesso fan di Obama. E sempre dalla parte di Obama c’è la National Organization for Women (Now), la maggiore organizzazione femminista americana.

Medico rimane chiuso in ascensore per 2 ore BARI - Un medico è rimasto bloccato per un’ora e 40 minuti in un ascensore del reparto ’Asclepios’ del policlinico di Bari. Ha “chiamato invano una miriade di numeri telefonici” prima di essere soccorso e “ha dovuto ricorrere a tutta la sua perizia professionale per risparmiare aria”. Se in quell’ascensore ci fosse stato un ammalato o un anziano senza cellulare, l’incidente avrebbe potuto avere “conseguenze tragiche”.

Camion si ribalta era pieno di monete

Scoppia in Giappone lo scandalo riso avvelenato Eva Mendes ha tenuto a battesimo il nuovo profumo di Calvin Klein a Roma

Roma al profumo di Eva

ROMA - Traffico in tilt a Roma, in via del Corso, all’arrivo in limousine della sensuale attrice americana Eva Mendes, dove ha tenuto a battesimo l’ultimo profumo di Calvin Klein, di cui è testimonial. Piccola di statura, ma molto provocante, anche se indossava un rigoroso tubino nero corto e tacchi vertiginosi, la diva, prima di entrare nello store per firmare alcune decine di confezioni della nuova fragranza, Secret Obsession, si è fatta fotografare gridando al pubblico il suo amore per l’Italia e gli

italiani. Eva Mendes è protagonista dello spot che sta facendo molto discutere oltre oceano e che è stato censurato perchè giudicato troppo sexy. I giudici americani hanno ritenuto infatti, che l’attrice di origine cubane, vestita solo con un candido lenzuolo fosse troppo provocante. Nella più disinvolta Europa invece lo spot sarà presentato in versione integrale, a fine settembre. La nuova fragranza è a base di frutti proibiti, fiori esotici e legni preziosi, uniti ad un accentuata presenza di prugna golosa.

TOKYO - Scoppia in Giappone lo scandalo del riso avvelenato: sono almeno 370 le aziende alimentari coinvolte - molte a loro insaputa - nella compravendita di riso avariato non commestibile, per lo più proveniente dall’estero, in cui sono state rinvenute tracce di pesticida. Lo ha riferito il ministero dell’Agricoltura, che ha pubblicato la lista dettagliata delle aziende che hanno acquistato il riso avvelenato dal distributore alimentare Mikasa Foods. Quest’ultimo ha da subito ammesso le proprie responsabilità, confermando di aver consapevolmente rivenduto come commestibile il riso avariato, comprato a prezzo bassissimo dalle scorte in eccedenza dello Stato.

Bambine stuprate La Bruni alla Bbc Svelato dalle impronte Gli muore la sorella ricoverate per sifilide Fra Nicolas e le canzoni aveva 20 identità diverse 85enne si suicida VARSAVIA - Due bambine di 5 e 12 anni residenti a Oswiecim (Auschwitz), Polonia, sono state ricoverate in un ospedale di Cracovia per contagio di sifilide. La polizia indaga per scoprire da chi possano avere subito abusi sessuali. Alla madre delle bimbe sono stati già tolti tutti i figli e affidati a un orfanotrofio. La procura di Cracovia è alla caccia del o dei colpevoli, che rischiano per pedofilia, fino a 12 anni di carcere.

CASERTA - Ai carabinieri e alla polizia ha fornito ben venti diverse generalità e quando un nomade di origine slava, Nenad Taikumovic, è stato ancora una volta fermato, non ha rinunciato a fornire un’identità ancora una volta diversa. La comparazione delle impronte digitali lo ha, però, incastrato. Il nomade è stato arrestato, a conclusione di appostamenti della polizia alla periferia di Santa Maria Capua Vetere. Era ricercato dallo scorso mese di giugno dovendo scontare sei mesi di reclusione per furto aggravato.

Ritrovata Denise era scomparsa a Varese MILANO - E’ stata ritrovata ieri mattina Denise Seveso, la ragazza di 17 anni di Saronno (Varese), scomparsa il 4 settembre scorso. La studentessa è stata rintracciata a Monfalcone (Gorizia), dai poliziotti e le sue condizioni sono buone. Sono in corso indagini per accertare l’eventuale coinvolgimento di altre persone nella fuga di Denise. Era stata vista per l’ultima volta, e ripresa dalle telecamere, nella stazione ferroviaria Nord a Busto Arsizio. La ragazza era reduce dalla delusione scolastica per la bocciatura.

Carla protagonista sulla rete inglese

LONDRA - Carla Bruni canta in francese e parla in inglese alla Bbc, e ancora una volta seduce il Regno Unito, già impazzito per lei durante la visita di Stato con il marito Nicolas Sarkozy qualche mese fa. Ha partecipato a una puntata dello show musicale “Later...With Jools Holland”, nel quale, oltre a cantare accanto ai re dell’heavy metal Metallica, ha raccontato di sè, rivelando che con la sua musica “disturba” il marito “nel cuore della notte... ma lui è molto gentile”.

Trova pitone in camera Arrestati tre trafficanti BRUXELLES - Brutta sorpresa per la cliente di un albergo di Maastricht, in Olanda, che si è trovata nel bagno della camera un pitone di 2,5 metri. Era arrivato attraverso l’impianto di aerazione da una camera del piano inferiore dove gli agenti hanno poi scoperto, riferisce l’agenzia di stampa olandese Anp, una trentina di altri animali esotici. Il ritrovamento ha permesso l’arresto di 3 trafficanti.

LIVORNO - La sorella era morta per un infarto la notte di martedì, lui si è fatto travolgere dallo sconforto e ha annunciato alla polizia che si sarebbe tolto la vita, gesto che poi ha messo in pratica sparandosi in bocca con una pistola, ieri. L’uomo, 85 anni, si è suicidato appena ha visto arrivare gli agenti: quando li ha notati ha premuto il grilletto di una pistola legalmente detenuta e si è ucciso. Il fatto è avvenuto in una strada di Montenero, vicino a Livorno. L’anziano non aveva parenti e abitava con la sorella. Dopo aver appreso la notizia della sua morte, dovuta ad un infarto, ha messo in pratica il suo piano. Ha preso la pistola da un cassetto della sua abitazione poco distante ed è uscito in strada. Qui ha telefonato al 113, avvisando che si sarebbe ucciso. L’operatore della questura ha provato a trattenerlo al telefono per alcuni minuti, inviando contemporaneamente sul posto una volante ma quando l’uomo si è accorto dell’arrivo degli agenti si è voltato verso di loro, ha lasciato cadere il telefonino e si è sparato.


10 Giovedì 18 Settembre 2008 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

Econoimia

Ministro peoccupato: “La crisi si aggraverà”

Tremonti pessimista “Giù le tasse in 5 anni”

ROMA - La crisi economica inter- Comuni e 4 milioni di partite Iva, nazionale «può aggravarsi». L’allar- la lotta all’evasione fiscale - ha sotme arriva dal ministro dell’Econo- tolineato - non può essere fatta somia Giulio Tremonti. La bufera lo dalle due amministrazioni cendunque è tutt’altro che passata e trali», Agenzia delle Entrate e le tensioni sui mercati restano Guardia di Finanza. Tremonti ha una variabile, un «vincolo», nel- usato quindi la parola «svolta» l’attuazione delle misure economi- quando ha fatto riferimento alla che annunciate dal governo. riforma della Riscossione, passata Ma Tremonti, ricordando che so- in mano pubblica con l’istituziono già stati «detassati due cespiti ne di Equitalia. fondamentali, la casa e il lavoro», Nessuna tregua dunque per chi assicura: «Taglieremo le tasse nel- non paga le tasse, ma basta anche l’arco di una legislatura che dura con le «inutili complicazioni: non 5 anni». Sul crac di Lehman credo - ha detto - che siamo un Brothers il ministro riferisce che popolo di delinquenti». Le norme non c’è nessun che erano state vaproblema per il Terate dal precedensoro. Infine sugli te governo, dalla obiettivi di polititracciabilità dei paca fiscale parla di gamenti agli elenlotta all’evasione chi clienti-fornito(«è importante ri, sono state «elicoinvolgere i Cominate non per famuni») e di federavorire pratiche illelismo («bisogna cite» ma perchè partire da una ba«quando uno Stato se di dati condivichiede troppo disa»). venta odioso, pasTremonti ha fatto sa dalla parte del oggi il punto sulle Giulio Tremonti torto». Anche l’elipolitiche economiminazione del conche e fiscali del governo nel corso tante «è la scelta giusta ma non di un’audizione alla Commissio- può essere fatta per legge. In tante ne Finanze della Camera. Il mini- parti del nostro Paese non si sa stro nella stessa sede ha anche rife- neanche fare un assegno». E poi fa rito che nella Finanziaria non ci una battuta: «L’arte di tassare consaranno misure nuove ma verran- siste nel togliere una certa quantino confermati i contenuti del de- tà di piume con la minore quanticreto legge approvato quest’estate tà di grida». e ha annunciato che verrà presen- Sul Mezzogiorno: è importante il tata «tra lunedì e martedì». ruolo della nuova banca per il Tremonti ha poi parlato degli Sud, dice il ministro, promettenobiettivi di politica fiscale. do che quando ci saranno a dispo«Non è vero che ha vinto il partito sizione le risorse verranno investidegli evasori», ha detto assicuran- te lì. «Quando avremo un euro in do, che il governo proseguirà la più lo daremo a chi ha un euro in lotta all’evasione fiscale e in que- meno». E sul federalismo fiscale: sto sarà fondamentale il ruolo dei «Ci si augura un coinvolgimento Comuni. «In un Paese con 8mila anche dell’opposizione».

Dal 2006 Roma beneficia di 70 milioni di euro annui per i poveri

Eppure la Ue ci dà viveri gratis

BRUXELLES - In Italia 2,3 milioni di cittadini - dai più indigenti alle famiglie che non riescono ad arrivare alla fine del mese - beneficiano ogni anno del programma europeo per la distribuzione gratuita di viveri: zucchero, riso, cereali, burro e carne a cui ora potrà essere aggiunta frutta, verdura e olio. Un’iniziativa che Bruxelles ha deciso di rilanciare proponendo ai 27 stati membri di prelevare dal bilancio della politica agricola europea un’ammontare di 500 milioni di euro. L’obiettivo: aumentare le persone a cui venire in aiuto e variare maggiormente la borsa della spesa dei meno abbienti. L’iniziativa segue di poche settimane la proposta della Commissione europea di elargire un miliardo di euro, di fondi agricoli non

utilizzati, per rilanciare l’agricoltura nei paesi poveri del pianeta colpiti da una drammatica crisi alimentare. La distribuzione gratuita di viveri ai poveri in Europa è iniziata su base volontaria dieci anni fa. L’Italia è di gran lunga la prima beneficiaria, seguita da Spagna, Francia e Polonia. Dal 2006 ad oggi, Roma ha infatti potuto beneficiare di circa 70 milioni l’anno, rispetto ad una dotazione globale per l’insieme dell’Ue di 300 milioni. «Nell’Ue c’è più che mai un forte bisogno del programma alimentare» ha detto con forza oggi a Bruxelles la commissaria europea all’agricoltura Mariann Fischer Boel ricordando «che 43 milioni di persone in Europa sono a rischio povertà alimentare».

E’ il giorno della protesta dei consumatoi, niente pane né pasta

Esaperatidalcarovita iconsumatorifanno loscioperodellapagnotta Cristina Latessa

ROMA - Uno “sciopero della pagnotta” per tutta la giornata, ma anche black out di tv, luci e computer nella mattinata, auto ferme in garage e cellulari spenti per almeno tre ore. Queste le azioni proposte per oggi dalle associazioni dei consumatori radunate a manifestare (hanno aderito anche Coldiretti, Cgil e Uil) in tutte le piazze d’Italia per dire no al carovita che fa soffrire le tasche degli italiani. A Roma la protesta si svolgerà davanti al Parlamento. Nel ricordare che una mensilità di lavoratori e pensionati è stata bru-

Ristoranti e negozi temono una brusca stretta della spesa da chi fino ad ora poteva vantare fra gli stipendi più elevati della città

New York in ginocchio, arrivano a quota 150.000 i posti di lavoro in fumo

NEW YORK - New York si prepara a un nuovo dollari all’anno è cinque volte più alta della media terremoto. Se solo la crisi del fine settimana nel di New York. Come gruppo i dipendenti delle settore bancario, con il fallimento di Lehman e aziende di borsa hanno portato a casa l’anno scorl’acquisizione di Merrill Lynch da parte di Bank of so un quarto di tutti i salari pagati nella Grande America, potrebbe provocare una perdita di 50 Mela. È questo flusso di ricchezza che ha tenuto in mila posti di lavoro in una città e un settore che piedi per anni ristoranti da centinaia di dollari a dall’inizio dell’anno ne ha persi già centomila, il coperto e concessionari di auto di lusso, agenti caso Aig rischia di aggravare ulteriormente il qua- immobiliari che trattano in case da milioni di doldro cittadino. New York ricava lari e designer di interni. Ma il 10% delle rendite fiscali da un posto di lavoro a Wall Street Wall Street: se questa va a rotone crea altri tre nell’area meli, la segue anche l’economia tropolitana. Ecco perchè non della città che ha già pronostisono solo i broker a tremare cato un’esplosione del deficit per lo scossone di questi giora 2 miliardi di dollari nel 2010 ni e perchè non sarà solo il e 5 miliardi nel 2011 - in consepolo del lusso a subire ricaduguenza delle forti perdite di te. Tra tasse sui guadagni delle Wall Street e in marzo il crollo banche e reddito dei loro imdi Bear Stearns. Il tracollo dei piegati per ogni mille posti di ’golden boys’ delle grandi banlavoro in fumo la perdita per la che d’affari e di quelli di Aig si città è stata stimata in 50 milioripercuote con effetto domino Aria pesante a Manhattan ni di dollari da Ronnie Lowensulla Grande Mela: ristoranti, stein, direttore dell’Indipennegozi temono una brusca dent Budget Office municipastretta della spesa da parte di coloro che finora le. E la prospettiva delle dismissioni di Aig per vantano fra gli stipendi più elevati della città. A ripagare il prestito da 85 miliardi di dollari accorNew York il settore finanziario ha prodotto finora dato dalla Fed non fa altro che peggiorare un quail 23% di tutto il reddito guadagnato in città. Wall dro già fosco: il colosso assicurativo impiega in Street offre un posto di lavoro su venti della Big tutto il mondo quasi 120.000 dipendenti, per un Apple, ma con stipendi d’oro: la media di 280 mila totale di 74 milioni di clienti.

ciata dagli aumenti già avvenuti e un’altra metà sarà bruciata dall’aumento delle tasse a causa dell’inflazione, le associazioni dei consumatori chiedono un incontro al premier Berlusconi per discutere una serie di proposte. In cima a tutte la richiesta di moratoria di prezzi e tariffe fino al 30 giugno 2009. I generi di prima necessità alimentare quali pane e pasta ma anche la scuola con i prezzi dei libri, i carocarburanti e il fisco pesante sono i temi su cui si chiede l’intervento del governo per tutelare il potere di acquisto delle famiglie. Per la scuola si richiedono tra l’al-

tro sanzioni per quegli istituti e insegnanti che non rispettano i tetti di spesa per i libri di testo mentre sul caro-alimenti si propongono una serie di contromisure tra cui la definizione di panieri regionali o provinciali a prezzi calmierati oppure il ripristino di prezzi amministrati per gli alimenti-base. Sui carburanti si invita il governo a rispettare l’impegno già assunto di una riduzione delle accise e sul fisco si richiede un recupero fiscale, attraverso detrazioni o bonus, per almeno 300 euro a famiglia. Per dare sostanza alla protesta, i consumatori sono invitati a boicot-

tare i prodotti che hanno registrato i maggiori aumenti e a fare per un giorno lo sciopero della pagnotta. I panificatori naturalmente non ci stanno e inviano formale diffida alle associazioni dei consumatori a non fare demagogia sparando cifre allarmistiche. Da gennaio ad agosto - precisa la Federazione italiana panificatori (Fippa)

Ribasso per la Fiat, mentre tutti gli istituti di credito sono in situazion

A Piazza Affari ennesi Un tonfo per Unicredit Colpi duri per RCS e anche per la Pirelli Sono impietosi i riflessi degli Usa MILANO - Ancora in calo Piazza Affari, con gli indici Mibtel e S&P Mib che hanno segnato cali rispettivamente del 2,22% a 20.006 punti e del 2,52% a 25.920 punti. Dopo una mattinata contrassegnata dal segno più, nel tentativo di un rimbalzo, il listino milanese ha iniziato a perdere terreno già prima dell’apertura di Wall Street. Anche ieri è continuata la discesa dei bancari e degli assicurativi con in testa Unicredit, tengono invece Telecom ed Enel. Dopo il tornado Lehman, altri venti negativi soffiano dagli Usa con il più antico fondo monetario statunitense, il Reserve Primary in difficoltà e le forti perdite a Wall Street di Goldman Sachs e Morgan Stanley. Non si arrestano così i cali tra i bancari e gli assicurativi. Su tutti Unicredit che ha perso l’8,16 a 3,18 euro, poi Intesa SanPaolo (-3,76% a

3,47 euro), Fondiaria Sai (-3,14% a 16,69 euro), Mediolanum (-2,54% a 2,94 euro), Banca Popolare Milano (-2,51% a 5,94 euro) Mediobanca (-2,42% a 9,3 euro) che oggi terrà la

serie di riunioni degli organi societari per la riforma della governance. Più contenute le perdite per Generali (-1,08% a 21,03%) e Mps (-1,52% a 1,68 euro).


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Giovedì 18 Settembre 2008 11

Economia

Sui carburanti si chiede un recupero fiscale da 300 euro Le manifestazioni in piazza contro il carovita si svolgeranno, oltre che a Roma, ad Ancona, L’Aquila, Mestre, Napoli, Trento, Padova, Perugia, Pescara, Verona, Bari, Torino, Milano, Potenza, Cagliari, Firenze e Palermo

sulla base dei dati Istat - «l’aumento del prezzo medio al chilo è stato del 2,45% che significa, considerando il consumo medio giornaliero di una famiglia tipo composta da quattro persone, quantificato in 360 grammi, una spesa aggiuntiva mensile di circa 60 centesimi, meno di una tazzina di caffè». «La famiglia media in Italia - sottoli-

nea il presidente della Fippa, Luca Vecchiato - non supera appunto le quattro unità e non va oltre queste come invece sembrerebbe dai calcoli delle associazioni consumatori e dalle cifre che producono». A fronte di questo aumento contenuto, aggiunge la Fippa, continuano a lievitare i costi di produzione, con la farina che è aumenta-

ne critica fatta eccezione per il Monte dei Paschi

ima seduta nera t, tiene Telecom Schermi della sede Telecom di Piazza Affari. Telecom Italia era negativa a metà della seduta di Borsa ma ha poi recuperato

In una giornata nera per il listini tiene Telecom che archivia la seduta con un +1,13% a 1,07 euro. Segno più anche per Enel che ha chiuso con un +0,89% a 5,76 euro, così

come per Eni (+0,14%). In leggero calo Saipem (-0,05%) e Saras (-0,35%). Negativa Terna (-1,53%). Nel settore telecomunicazioni male Fastweb (-3,76% a 17,96 euro) e Tiscali (-3,31% a 1,4 euro). Per il comparto dei media in forte flessione Rcs (-9,79% a 1,60 euro), negative anche Mondadori (-3,92% a 3,63 euro), Mediaset (-3,95% a 4,47 euro). Più contenute le perdite per il Gruppo L’Espresso (-1,02% a 1,84 euro). Seduta al ribasso per Fiat dopo gli acquisti di martedì. Il titolo del Lingotto ha ceduto il 4,81% a 10,23 euro seguendo un pò l’andamento degli altri marchi automobilistici. Nel comparto va giù anche Pirelli (-2,97% a 0,43 euro). La Immsi di Roberto Colaninno, impegnato nella partita per salvare Alitalia, perde l’8,13% a 0,72 euro.

ta da inizio anno del 2%. A spiegare che i fornai non si sono arricchiti ai danni dei consumatori sarà domani una lettera aperta ai clienti che verrà affissa nei panifici di tutta Italia e in cui si difendono le ragioni della categoria. Vademecum della protesta Un vademecum per realizzare al meglio lo sciopero indetto contro il carovita. Lo propone l’Adoc. I consumatori sono invitati a «far sentire la loro voce contro il carovita» partendo dal boicottaggio di pane e pasta per l’intera giornata ma anche evitando, se possibile, di fare spesa di altri prodotti alimentari, se non locali o ’km zerò. Si invitano inoltre i consumatori a evitare l’utilizzo dell’automobile, se non per necessità ed emergenza, e tenere tenere inoltre spenti, per tutta la mattinata, tv, luci e computer. Infine di invita ad evitare di utilizzare, se non per emergenza, il cellulare per almeno 3 ore durante la giornata, sia per chiamate che per invio sms. Le manifestazioni in piazza contro il carovita si svolgeranno, oltre che a Roma, ad Ancona, L’Aquila, Mestre/Venezia, Napoli, Trento, Padova, Perugia, Pescara, Verona, Bari, Torino, Milano, Potenza, Cagliari, Firenze e Palermo.

Verso il sì al piano della Cai. Ieri cancellati 40 voli

L’ora dell’ultimatum per Alitalia La firma oggi oppure salta tutto Incontro sofferto a Palazzo Chigi ma c’è “una prima base di consenso”

ROMA - Il calvario di Alitalia non è ancora finito, ma forse qualcosa va cambiando. «Credo che già ci sia una importante base di consenso e spero che questo consenso si possa ampliare» ha detto ieri sera il ministro del Lavoro, Maurizio Sacconi. Ieri è stato il giorno in cui è arrivato l’ultimatum del sottosegretario alla presidenza del Consiglio, Gianni Letta, ai sindacati per accettare il piano di Cai (Compagnia aerea italiana). Risposta e firma giovedì (oggi) entro le 15,50 perché dieci minuti dopo inizia il consiglio di amministrazione di Cai che dovrà decidere il futuro di Alitalia. «Non è un aut aut, ma il tentativo di rilancio dell'impresa», ha chiarito Roberto Colaninno, presidente di Cai. «Senza consenso di tutti, giovedì ritiro la mia offerta. La proposta può essere accettata o no, ma non stiamo comprando un gioiello bensì un'azienda in dissesto. Se si fa l'affare bene, altrimenti amici come prima». Il ministro Sacconi ha anche sottolineato che rispetto al piano di salvataggio sul tavolo «non c’è alcuna alternativa se non il fallimento di Alitalia»: «Nessuno la comprerebbe. Il commissario straordinario di Alitalia mi ha detto di aver parlato con gli amministratori delegati delle grandi compagnie europee che hanno negato ogni possibilità di acquisto di Alitalia confermando solo l’interesse ad una partecipazione di minoranza». Intanto ieri è stata un’altra giornata di passione per i dipendenti ma

Un presidio di piloti e assistenti di volo Alitalia ieri a Fiumicino

anche per i passeggeri, alle prese con scioperi, cortei e proteste, mentre a Palazzo Chigi andava in scena l’affondo finale tra i sindacati e la Cai di Roberto Colaninno. Ben tre le azioni di sciopero messe in campo ieri (anche se in programma da tempo), in concomitanza con “l’ultima chiamata” per Alitalia nella sede del Governo. La compagnia commissariata comunica di aver cancellato 40 voli, tra nazionali e internazionali per lo sciopero Cub Trasporti (dalle 12 alle 16), disagi e ritardi si sono registrati in molti aeroporti. Cortei e manifestazioni a Fiumicino, dove circa un migliaio di lavoratori è sfilato con slogan e cartelli tra i viaggiatori. Un’iniziativa di sciopero ha riguardato anche i dipendenti di Air One, preoccupati per la quota di esuberi: la compagnia comunica

tuttavia di non aver cancellato alcun collegamento. Agli scioperi già in calendario, si sono aggiunti manifestazioni e presidi di assistenti di volo, lavoratori di terra e piloti che protestavano contro le proposte contrattuali della Cai e l’accordo-quadro concordato con i sindacati. Capannelli e slogan hanno stazionato a lungo anche davanti alla sede del Governo. “Compagnia Avvoltoi Italiani”, uno degli slogan inalberati da hostess e steward in divisa. E ancora: “Meglio falliti che in mano a questi partiti”, “Silvio, manderesti tua figlia a lavorare per 600 euro?”. Questa volta a protestare, a Linate e Fiumicino (dove risultano 50 cancellazioni), tra le divise verdi e blù dell’Alitalia, anche gli addetti di AirOne che rischia 600 licenziamenti su 3.000 addetti.

Da lunedì il Vecchio Continente ha mandato in fumo circa 450 miliardi di capitalizzazione A fare peggio tra le “big” è stata Londra che ha lasciato sul terreno il 2,25 per cento

Wall Street continua a crollare L’Europa brucia 123 miliardi MILANO - Altri 123 miliardi di euro in fumo. E’ questo il saldo che le Borse europee hanno dovuto pagare nel giorno in cui Wall Street è arrivata a precipitare di oltre 3 punti percentuali, con il mercato deluso dal mancato taglio dei tassi da parte della Federal Reserve, anche se il salvataggio di Aig da parte della stessa banca centrale ha evitato un nuovo crac. Senza considerare poi i forti timori di recessione, ormai consolidati nella comunità finanziaria. Un saldo che per il Vecchio Continente si fa ancor più salato se si considerano le due sedute precedenti, paralizzate per effetto del crac di Lehman Brothers. Da lunedì i mercati europei hanno mandato in fumo circa 450 miliardi di capitalizzazione, mettendo a segno il peggior tonfo dal 2002 ad oggi. E aggiornando così la flessione da inizio anno intorno ai 30 punti percentuali. E pensare che in mattinata gli investitori erano tornati a comprare. Tokyo ad esempio è riuscita nel rimbalzo tecnico, chiudendo con un rialzo del Nikkei, l’indice dei 225 titoli guida, di 1,21 punti percentuali. In scia al risultato delle Borse del «Far East» le piazze europee hanno iniziato la seduta di buona lena, per poi tornare a franare dopo il brusco avvio di Wall Street, arrivata appunto a perdere oltre tre punti percentuali (ora il Dow

Jones segna -2,18%). Al termine delle contrattazioni l’indice paneuropeo Dj Stoxx 600 ha così perso altri due punti percentuali, mentre a fare peggio tra le «big» è stata Londra che ha lasciato sul terreno il 2,25 per cento. Male anche le altre: Parigi (-2,14%), Milano (-2,29%) e Francoforte (-1,75%). Pesanti poi Amsterdam e Stoccolma, cadute rispettivamente del 3,83 e del 3,65 per cento. Al di fuori del circuito di Eurolandia va segna-

lato il tracollo di Mosca: gli indici del listino russo sono rimasti sospesi per quasi l’intera giornata a causa della pioggia di vendite che ha costretto le autorità di sorveglianza a sospendere gli scambi per eccesso di ribasso. Il paniere Micex ad esempio è arrivato a perdere oltre 10 punti percentuali, in scia al collasso di alcuni titoli di istituti di credito. E proprio le banche, al fianco degli assicurativi che scontano l’effetto Aig, sono stati anche ieri i principali protagoniste in negativo del mercoledì nero. Mosca bianca è stata Barclays (+3,1%), che sarebbe pronta a rilevare le attività europee di Lehman Brothers, dopo aver già acquisito quelle statunitensi. A fare peggio è stato il settore materie prime (sottoindice Dj Stoxx -6%) con il produttore di cemento Lafarge che è scivolato del 4,7% e il colosso Anglo Anmerican del 9,3 per cento. In difficoltà anche le compagnie aeree con il petrolio di nuovo a un passo dai 93 dollari al barile a New York: British Airways ha perso il 6% e Tui il 7,8 per cento. Di seguito, gli indici dei titoli guida delle principali Borse mondiali: - Tokyo +1,21% Londra -1,03% - Parigi -0,73% - Francoforte -1,29% - Madrid -0,96% - Milano -1,14% Amsterdam -2,15% - Stoccolma -2,91% - Zurigo -0,87% - Mosca (sospesa per eccesso ribasso) - New York -2,18.


12 Giovedì 18 Settembre 2008 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

Speciale

Lieto evento gemellare

Il Giappone festeggia la nascita dei primi due panda giganti di sangue nipponico

Oltre 200 milioni i partecipanti alla “Settimana europea della mobilità”

Il “no” mondiale allo smog, a piedi per l’aria pulita BRUXELLES - Oltre 200 milioni di persone in tutta Europa e nel mondo parteciperanno alla Settimana europea della mobilità che, fino al 22 settembre, vuole contribuire a rendere più pulita l’aria delle nostre città. Centinaia di città diranno stop, anche solo per alcune ore, ai trasporti inquinanti nei centri urbani europei, ma anche in Brasile, Canada, Colombia, Giappone e Corea del sud. Quest’anno l’Italia schiera almeno 27 amministrazioni locali. Giunta alla settima edizione, l’iniziativa garantisce ormai un’eredità duratura in materia di lotta all’inquinamento. Le città partecipanti sono infatti invitate ad attuare almeno una misura pratica in modo permanente. Tra gli esempi più recenti c’è la garanzia del rimborso del biglietto per i cittadini di Francoforte se i trasporti pubblici hanno un ritardo superiore ai 10 minuti.

Centinaia di città diranno stop, anche solo per poche ore ai trasporti inquinanti nei centri urbani europei, ma anche in Brasile, Canada, Colombia, Giappone e Corea del sud

Sono sei gli istituti italiani che quest’anno adotteranno i pannelli Un’iniziativa contro il buco dell’ozono, nel 2008 più grande del 2007

Energiasolaresuitettidiscuola Bollette meno care Così l’istruzione darà una mano all’ambiente

Agrigento, Comacchio, Grosseto, La Spezia, Palermo e Pesaro le città del progetto "My Future", un’iniziativa per l’impianto di pannelli solari capaci di ridurre l’emissione di Co2

ROMA - Sei scuole italiane risparmieranno quest’anno sulla bolletta della luce e daranno una mano all’ambiente, grazie a un progetto che prevede l’installazione di pannelli fotovoltaici sui tetti dei loro edifici. Agrigento, Comacchio, Grosseto, La Spezia, Palermo e Pesaro, dice una nota di Legambiente, sono le città del progetto "My Future", un’iniziativa per l’impianto di pannelli solari capaci di produrre mediamente oltre 7.000 kilowattora all’anno, e di ridurre quindi, nell’arco di dodici mesi, l’emissione in atmosfera di circa cinque tonnellate di Co2, pari all’anidride carbonica emessa da un’auto che percorre 1100 km o dal consumo di tre barili di petrolio. Vodafone, Enel e Legambiente hanno lavorato insieme per l’attuazione del progetto. Attraverso la campagna "Il tuo telefonino ha ancora tanta energia", Vodafone ha raccolto in tutta Italia telefoni cellulari usati, finora oltre 11.000, devolvendo il ricavato della loro rigenerazione al piano "My Future". Legambiente ha contribuito all’individuazione delle scuole adatte, mentre sarà Enel.si, società del Gruppo Enel che sviluppa e realizza, per famiglie e imprese, impianti per la produzione di energia da fonti rinnovabili, a curare l’istallazione dei pannelli. I clienti Vodafone possono ancora contribuire alla realizzazione degli impianti fotovoltaici anche inviando un sms di tre euro al numero 48535; è inoltre possibile seguire il telefonino nel percorso di rigenerazione attraverso il sito dedicato www.myfuture.vodafone.it . Il Gruppo Vodafone si è dotato del-

l’obiettivo di ridurre del 50% delle emissioni di CO2 entro il 2020. Il traguardo, superiore all’obiettivo fissato alla Ue che prevede un calo del 20% delle emissioni al 2020, dovrà essere raggiunto con una sempre maggiore efficienza energetica e con il crescente utilizzo delle fonti rinnovabili. Un progetto ambizioso che va a stagliarsi contro una problematica ambientale sempre più allarmante: il buco nell’ozono. Sopra l’Antartico infatti risulta essere più grande nel 2008 rispetto al 2007, ha affermato ieri a Ginevra l’Organizzazione meteorologica mondiale (Omm). Il 13 settembre scorso il buco nell’ozono sopra l’Antartico si estendeva già su 27 milioni di km quadrati, mentre la superficie non aveva superato i 25 milioni di Km2 nel 2007. Lo strato d’ozono protegge la terra dai raggi ultravioletti. Generalmente, la distruzione dello strato d’ozono sopra l’Antartico raggiunge il suo apice a fine settembre o inizio ottobre. Quest’anno il buco si è formato relativamente tardi. Tuttavia spiega l’Omm - nelle ultime due settimane si è esteso rapidamente, al punto di superare la massima estensione raggiunta nel 2007. Il buco è ancora in fase di espansione ma è ancora troppo presto per prevedere quali saranno le sue definitive dimensioni nel 2008. Le condizioni meteorologiche osservate fino ad oggi sembrano indicare che, rispetto al 2006, dovrebbe essere invece meno esteso. Il Segretario generale dell’Onu Ban Ki-moon dichiara che «Dopo aver subito attacchi chimici per decenni, lo strato d’ozono avrà forse bisogno di una cinquantina di anni per ristabilirsi pienamente».

Alunni italiani a lezione di diversità animale, un’idea Lav e Siua per educare i giovani al rispetto

In classe s’insegna l’amore per ‘Fido’

Conocere gli animali a scuola

ROMA - ‘Il valore della diversità animale’ è il tema del nuovo progetto educativo proposto da Lav (Lega antivivisezione) e Siua (Scuola di interazione uomo animale) alle scuole materne, elementari e medie inferiori, con l’obietti-

vo di educare i ragazzi al rispetto della diversità degli animali attraverso la conoscenza delle loro caratteristiche e di fornire contributi educativi ai ragazzi attraverso l’esperienza e il rapporto con la diversità. Questo progetto, come gli altri proposti dalla Lav alle scuole, s’inserisce nel quadro delle iniziative previste dal Protocollo d’intesa siglato dall’associazione animalista con il ministero dell’Istruzione. «Il rapporto con le altre specie può davvero aprire la mente del ragazzo - spiegano le due sigle in una nota - offrirgli delle occasioni di crescita individuale e sociale, aumentare le sue proprietà di empatia e compassione, la sua capacità di tolleranza». Il progetto educativo inoltre “rappresenta un prezioso e innovativo strumento edu-

cativo per gli insegnanti, può aiutarli concretamente nella loro attività didattica agendo sulle diverse leve di crescita sociale e individuale dichiara Ilaria Marucelli, responsabile del settore educazione della Lav - oggi sempre di più è necessario educare i bambini a un corretto rapporto con le altre specie perchè nonostante la presenza di interpreti animali nelle fiabe, nei fumetti, nei giocattoli, nella fiction televisiva, in realtà i ragazzi di città hanno poche possibilità di incontrare gli animali nella loro concretezza e autenticità». Come sottolinea Roberto Marchesini, direttore della Siua, «il progetto propone la conoscenza della multiformità dell’universo zoologico per favorire lo sviluppo di un rapporto autentico con l’animale”.


Pag. 13

CALABRIA il Domani

www.ildomanionline.it

Concessionaria esclusiva di pubblicità telefono 0961996802 fax 0961903421

Giovedì 18 Settembre 2008

Concessionaria esclusiva di pubblicità telefono 0961996802 fax 0961903421

La Giunta regionale accoglie la proposta del governatore per la costituzione di un comitato di esperti da affiancare all’Esecutivo

Nuovi consulenti alla Regione Ma la regola annunciata da Naccari Carlizzi è contrassegnata dall’austerity CATANZARO — Le (tante) professio-

nalità interne alla Regione, pare non bastino alla macchina politico-amministrativa guidata da Agazio Loiero. E così, arrivano altri consulenti. Su proposta del governatore e con il placet della sua Giunta, saranno individuati tre saggi - consulenti esterni - esperti di diritto pubblico chiamati a spalleggiare l’Esecutivo, «e per esso il coordinatore dell’Unità organizzativa autonoma n. 2 (che individuerà i saggi, ndr)». Il provvedimento è da inquadrare «nella fase di riforme istituzionali delineata nell’ordine del giorno dell’11 agosto scorso del Consiglio regionale». La decisione, votata alla Giunta dell’altroieri, è calata in un momento storico fatto di proclami inneggianti austerità e parsimonia, ispirati, in buona parte, allo spirito federalista di marca leghista. A tal proposito anche l’assessore al Bilancio, Naccari Carlizzi - in una nota dell’ufficio stampa della Giunta riferita alla riunione dell’Esecutivo -, dichiara che «il lavoro www.ildomani.it

Reg. Tribunale nr. 64 del 15/7/97

Fondatore

Guido Talarico Direttore

Massimo Tigani Sava Direttore responsabile

Orlando Rotondaro Editore

T&P Editori Direzione, Redazione e Amministrazione loc. Serramonda - Zona industriale Marcellinara (Cz) 0961/996802 FAX 0961.903801/903907 E-mail: redazione@ildomani.it catanzaro@ildomani.it “La testata fruisce dei contributi statali diretti di cui alla legge 7 agosto 1990, n. 250.”

PUBBLICITA’ LOCALE Concessionaria esclusiva

Mediatag Spa Presidente

Giuseppe Gangale Loc. Serramonda, Zona Industriale 88040 Marcellinara (Cz) tel. 0961.996802 fax 0961.903421 - 903.784 e-mail: info@mediatag.it

NAZIONALE: Piemme Spa via Umberto Novaro, 18 - 00195 Roma tel. 06.377081 - fax 06.3724830 Tariffe a modulo: 46 mm x 19 h. Commerciale euro 103,00 - Occasionale euro 114,00 - Legale Sentenze Appalti euro 129,00 Corsi di Formazione euro 129,00 - R.P.Q. euro 78,00 - Necrologie euro 77,00 cad. - Economici euro 0,62 a parola. Supplemento Colore: + 40%.

CENTRO STAMPA Stab. Tipografico De Rose - Montalto U. (Cs) per T&P Editori tel. 0961.996802 GRAFICA

manolibera

Progettazione grafica editoriale e pubblicitaria via Milelli, 1 - Catanzaro tel. 0961.706110 - fax 0961.743764 DIFFUSIONE•ABBONAMENTI Media Services - tel. 0965.644464

dei prossimi mesi tenderà a scelte severe che possano portare i servizi della Regione a rientrare nei parametri imposti dal federalismo fiscale». Ma tant’è, il comitato dei giuspubblicisti ha via libera dell’Esecutivo. E si aggiunge ad altre misure passate martedì. Sempre su proposta di Loiero, disco verde all’aumento di capitale della “Sogas spa”, società di gestione dell'aeroporto dello Stretto, in proporzione alla percentuale di partecipazione della Regione per un ammontare di circa 270 milioni di euro. Sul versante del turismo, passa la proposta dell’assessore al ramo, Guagliardi, sul Piano operativo annuale 2007 e la ripartizione dei fondi disponibili, pari a 180 milioni di euro, relativi a interventi per la formazione e lo sviluppo dello sport e del tempo libero. La deliberazione viene però trasmessa alla competente Commissione consiliare per il parere. Novità anche sui Fondi comunitari del Por. Su proposta dell’assessore al-

Imprese, nel 2007 un aumento dello 0,1% rispetto all’anno prima CATANZARO — Le imprese attive

Agazio Loiero

la Programmazione nazionale e comunitaria, Mario Maiolo, approvato l'organigramma delle strutture amministrative della Giunta responsabili dell'attuazione degli Assi prioritari, dei settori e delle linee di intervento del Por Calabria Fesr 2007-2013. Francesco Ciampa

in Calabria nel 2007 sono aumentate nel 2007 dello 0,1% rispetto all'anno precedente. Il dato emerge da un'indagine condotta dal ministero dello Sviluppo economico e pubblicata ieri dall'inserto Sud del "Sole 24 Ore". Vibo Valentia è la provincia che ha fatto segnare la crescita maggiore, con un incremento dell'1,3% rispetto al 2006, anche se resta all'ultimo posto tra i capoluoghi del sud per numero di imprese (17.529). A Cosenza l'aumento è stato dell'1,3% e il capoluogo è al primo posto in Calabria per numero di imprese (72.482). Anche Catanzaro si posiziona in terreno positivo, con un incre-

REGGIO Le riflessioni del segretario provinciale di Rifondazione comunista Angelo Larosa

«Napolitano disconosca gli antifascisti» REGGIO CALABRIA — Riceviamo e pubblichiamo: «Siamo onesti. Il Presidente della Camera, Gianfranco Fini, nostro fiero avversario, con le sue dichiarazioni sull'importanza dell'antifascismo e della lotta partigiana, ha operato (ha tentato di operare) una rottura forte, quasi storica, con la cultura della destra postfascista e con la tradizione missina da cui pur proviene. Il suo invito a riconoscerci tutti nei valori costituzionali, valori sommamente antifascisti, di libertà, uguaglianza e giustizia sociale, annunciato dinanzi ad una platea importante come quella dei giovani di Alleanza Nazionale, è stato un gesto forte, importante, un gesto che tentava anche di correre ai ripari dopo le indecenti affermazioni del Sindaco di Roma - Gianni Alemanno - e del Ministro della Difesa e reggente di AN - Ignazio La Russa. Tuttavia, non è possibile fingere di essere quello che non si è, non è

possibile sostituire la realtà concreta e le identità profonde con i propri “desiderata”, con i propri auspici. Ed, allora, ecco riemergere in tutta la sua veemenza la vera natura di gran parte del popolo della destra italiana, di quella più attiva, di quella protagonista anche delle istituzioni democratiche. “Ce l'ho messa tutta per trovare un motivo valido per essere antifascista ma non l'ho proprio trovato. Anzi ne ho trovati molti per non esserlo. (…) Noi non possiamo essere, non vogliamo essere e non saremo mai antifascisti”: le parole di Federico Iadicicco, Presidente di Azione Giovani a Roma e consigliere provinciale di AN (non uno qualunque, quindi…), sono - nella loro violenza e nella loro cruda schiettezza - un manifesto dell'impossibilità di realizzare una democrazia matura, di costruire una memoria condivisa sui valori costituzionali e antifascisti. Questa è la destra che ci governa, a

livello nazionale come a livello locale. Non tutta certo, non ovunque ovviamente, ma è anche questa. E, allora, chiediamo - con ancora più forza e con ancora più ostinazione di prima - che le massime istituzioni della Repubblica, a partire dal Presidente Napolitano e dal Premier Berlusconi, intervengano per disconoscere militanti e soggetti politici che dichiarano la propria impossibilità - per l'oggi e per il domani - ad essere antifascisti. Lo chiediamo anche a livello locale, in quella Reggio Calabria che Alleanza Nazionale considera un fiore all'occhiello, in quella Reggio Calabria che la destra italiana ama definire una sorta di modello e di laboratorio avanzato, in quella Reggio Calabria che dedica steli ai “Boia Chi Molla” e che vuole intitolare piazze storiche alla memoria del fascista Giorgio Almirante. Scopelliti e i vertici provinciali di Alleanza Nazionale stanno dalla parte di Fini e dell'antifascismo o

mento dello 0,9% e 39.851 imprese attive. Dati negativi, invece, per le province di Reggio Calabria, che con un -3,9% conquista la “maglia nera” della regione, e Crotone, dove il calo è stato dello 0,1%. Analizzando i singoli settori del commercio, i dati del ministero dello Sviluppo economico evidenziano un aumento delle imprese agricole per le province di Catanzaro (2,6%) e Vibo Valentia (0,8%). Nell'industria segno positivo ancora per Vibo (3,9%) e per Cosenza (1,8%). Segnali postivi per il turismo in quasi tutta la regione, con la sola eccezione di Reggio Calabria, dove nel 2007 le imprese del settore sono diminuite dell'1%. (Ansa). sono più vicini alle parole antidemocratiche di Federico Iadicicco? La destra reggina è più avanti di quella romana nel riconoscersi all'interno dei valori costituzionali e negli ideali della Resistenza? Che nessuno ci dica che non si tratta di questioni importanti, che parliamo di questioni lontane dal sentire comune dei cittadini. Né, tanto meno, ci sia data la risposta che Scopelliti ha vinto con un'ampia maggioranza o che la sinistra è stata esclusa dal Parlamento nazionale. Il clima che si respira in Italia, nell'Italia di oggi, è quello dell'odio per i Rom, dell'aggressione ai gay e alle lesbiche, di attacchi omicidi nei confronti di ragazzi di colore. Per troppo tempo, colpevolmente e ingenuamente, abbiamo concesso la lenta graduale distruzione dell'antifascismo e dei valori supremi in esso incorporati. Oggi, è necessario reagire: si può anche essere fuori dalle istituzioni o dalle assemblee elettive, non si può essere fuori dalla storia e dalla civiltà democratica». Angelo Larosa, segretario provinciale Prc Reggio Calabria

Sinistra Critica scende in piazza «Anche in Calabria - si legge in una nota -, Sinistra Critica avvia la campagna per la raccolta di firme per una legge di iniziativa popolare. Venerdì 19 settembre, si comincerà da Cosenza a piazza XI settembre e, si proseguirà in diversi luoghi di lavoro. Il progetto di legge, che sarà presentato in parlamento, si prefigge i seguenti obiettivi: 1) un salario minimo intercategoriale di 1300 euro netti al mese; 2) un salario sociale per tutti periodi di non lavoro e un minimo previdenziale di 1000 euro; 3) la restituzione integrale del Fiscal drag: se ciò non avviene si attua un furto nelle buste paga, perché per effetto dell'aumento nominale dei salari (che non corrisponde al potere d'acquisto) si pagano più tasse di quanto dovuto dalla legge; 4) una nuova scala mobile, nella forma di recupero automatico annuale del differenziale tra inflazione reale e inflazione programmata». Si tratta di «una campagna già avviata a livello nazionale, che ha trovato il sostegno di Giorgio Cremaschi, coordinatore nazionale Rete 28 aprile in Cgil, Paolo Leonardi, coordinatore nazionale CUB, Fabrizio Tomaselli, coordinatore nazionale SdL Intercategoriale e di centinaia di rappresentanti di lavoratori di luoghi di lavoro. L'iniziativa - proseguono da Sinistra Critica - vuole essere un contributo per dare risposta alla reale emergenza, quella salariale, e favorire una mobilitazione della classe lavoratrice che imponga una ripartizione della ricchezza nazionale meno ingiusta, così come furono capaci di fare i lavoratori 40 anni fa». «Mentre i profitti di imprese, banche e assicurazioni hanno il tasso di incremento più alto d'Europa, i salari in Italia - è detto ancora nella nota - sono precipitati all'ultimo posto, anche con la complicità dei sindacati confederali che hanno contrattato al ribasso».

Concessionaria esclusiva di pubblicità tel. 0961.996802 fax 0961.903421-903784 Sede legale: località Serramonda di Marcellinara


14 Giovedì 18 Settembre 2008 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

CALABRIA CRIMINALITA’ La maxi-operazione dei carabinieri del Ros, in collaborazione con Dea e Fbi, ha condotto le ricerche tra Italia, Usa e Guatemala

Traffico di cocaina, oltre 200 arresti Sequestrati 16 tonnellate di droga e 57milioni di dollari. Coinvolta anche la cosca Aquino-Coluccio CATANZARO — I carabinieri del

Ros, in collaborazione con Dea e Fbi, hanno arrestato ieri mattina oltre 200 persone, nell’ambito di una maxi-operazione condotta tra Stati Uniti, Italia, Messico e Guatemala, nei confronti di una struttura internazionale dedita al traffico di tonnellate di cocaina tra il Sud America, il Nord America e l’Europa. Tra gli indagati vi sono 16 affiliati alla cosca della 'ndrangheta Aquino-Coluccio, egemone nell’area di Gioiosa Jonica, localizzati ed arrestati a New York e in Calabria. Gli investigatori hanno accertato loro collegamenti con narcotrafficanti del “Cartello del Golfo”, la struttura mafiosa messicana che controlla il traffico della cocaina colombiana verso gli Usa e l’Europa. Nel corso dell’indagine denominata “Solare”, sono stati sequestrati complessivamente oltre 16 tonnellate di cocaina - a Panama, in Messico e altrove - e 57 milioni di dollari frutto del riciclaggio dei proventi del traffico di droga. Sul fronte italiano, da segnalare il sequestro - l’11 aprile scorso - di una campione di cocaina (3 chili e mezzo) interrata in un bosco di Gioiosa Jonica. Il 22 maggio scorso, invece, le indagini del Ros hanno consentito di far intercettare in Olanda 44 chili di cocaina provenienti dal Venezuela e destinati agli Aquino-Coluccio di Marina di Gioiosa Jonica. Il ruolo «sempre più rilevante assunto dal Messico nelle nuove rotte della cocaina colombiana verso l’Europa» è stato evidenziato dall'indagine “Solare”, L’azione di contrasto al traffico di droga proveniente dalla Colombia, infatti, ha costretto i cartelli fornitori a ricercare nuove aree per lo stoccaggio della pasta di coca destinata ai mercati statunitense ed euro-

Luigi Albanese

Maria Argirò

Aldo Bombardieri

Pietro Commisso

Diego Lamanna

Pasquale Pugliese

Teresa Roccisano

Giuseppe Sansotta

Anna Maria Schirripa

Pasquale Schirripa

dove la produzione e la prima commercializzazione della droga continua ad avvenire sotto l’egida delle organizzazioni paramilitari Farc e Auc. Proprio alle Los Zetas le indagini hanno attribuito la responsabilità di feroci rappresaglie eseguite prevalentemente in Messico nei confronti di centinaia di potenziali testimoni, presunti informatori, esponenti locali della magistratura, poliziotti

peo. Questa opportunità, spiegano gli investigatori del Ros, è stata trovata soprattutto in Messico, dove le organizzazioni di narcotrafficanti, e in particolare il Cartello del Golfo, sono risultate in grado di assicurare il necessario controllo del territorio anche attraverso l’impiego di sanguinari gruppi mercenari, come “Los Zetas”, analogamente a quanto già accertato nella stessa Colombia,

CATANZARO Le reazioni e la soddisfazione del mondo politico e della magistratura alla notizia

«Operazione “Solare”, risultato importante» CATANZARO — «Desta impressione il rapporto strettissimo tra personaggi della ’ndrangheta calabrese, e i grandi narcotrafficanti messicani e colombiani. E’ la dimostrazione della pericolosità della ’ndrangheta, in grado di arrivare da piccoli paesi calabresi in tutto il mondo con estrema facilità». Così il procuratore distrettuale antimafia di Reggio Calabria Giuseppe Pignatoneha commentato i risultati dell’operazione “Solare”, durante un incontro con i giornalisti alla Procura nazionale antimafia, presenti anche rappresentanti della Dea (Drug enforcement administration) e della Direzione centrale per i servizi antidroga. Anche per il colonnello Mario Parente, vicecomandante del Ros dei carabinieri, si tratta di un’operazione complessa e di estrema importanza, con cifre da capogiro, tonnellate di cocaina e milioni di dollari sequestrati. Ma soprattutto «l’indagine - ha detto - conferma la centralità della ’ndrangheta nel panorama del narcotraffico internazionale. Un’operazione - ha aggiunto - resa possibile grazie alla strettissima collaborazione internazionale». I carabinieri del Ros in un anno e mezzo di indagini sono stati infatti affiancati dalle agenzie investigative statunitensi Fbi, Dea e Ice. E sull’importante operazione anche

la vice presidente della Commissione Affari Costituzionali Camera, Jole Santelli (Fi), è intervenuta, affermando che l’operazione Solare è un «successo nella lotta ai traffici internazionali della ’ndrangheta. Anche perché - aggiunge Santelli - la colossale operazione compiuta dai Ros coordinati dalla Dea, dall’Fbi e dalla polizia messicana (Ice) è la riprova di come possano essere foriere di provvidi risultati la cooperazione e la sinergia a livello internazionale tra forze dell'ordine di Stati tutti egualmente coinvolti nella medesima lotta ed impegnati nella lotta senza quartiere alla criminalità organizzata. Un plauso - prosegue - ed un ringraziamento particolari vanno al lavoro svolto dagli uomini del Comandante dei Ros, Generale Giampaolo Ganzer ed al decisivo coordinamento del Procuratore distrettuale Antimafia di Reggio Calabria, Nicola Gratteri. Il loro impegno consente alla Calabria, al Meridione d’Italia ed alla società civile di guardare con ottimismo ad un futuro di legalità». «Un’operazione eccezionale nel contrasto e nella lotta alla ’ndrangheta». E’ quanto afferma in una nota il capogruppo in commissione Difesa del Pd, Rosa Villecco Calipari. «Una operazione - aggiunge - che definitivamente elimina i confini spaziali di una del-

le più grandi organizzazioni criminali. Il lavoro investigativo del Ros dei Carabinieri che ha documentato rapporti tra le cosche calabresi consorziatesi tra loro per finanziare enormi traffici di cocaina dall’America Centrale e Meridionale, ci parla di una 'ndrangheta senza confini». Per Marco Minniti (Pd) «l’operazione ha un peso strategico anche perché colpisce direttamente la strategia della ’ndrangheta rispetto al grande traffico di droga che è uno dei punti cardine del suo potere». «L’ennesimo durissimo colpo alla ‘ndrangheta messo a segno dal Ros coordinato dalla Procura distrettuale antimafia di Reggio Calabria, è molto significativo perché colpisce la criminalità calabrese al cuore, nei suoi interessi più forti, quelli legati al traffico internazionale di stupefacenti». Lo ha detto il presidente della Regione Calabria Agazio Loiero, complimentandosi per l’operazione contro il narcotraffico internazionale. «Viene accertato definitivamente – sostiene Loiero - che le cosche calabresi sono padrone assolute del traffico con l’Italia, emergono numeri impressionanti ma soprattutto emergono legami finora impensabili persino con i guerriglieri delle Farc colombiane. E ciò impone a tutti di non abbassare la guardia».

impegnati nelle indagini antidroga. Secondo gli investigatori, il Cartello messicano conta su una colossale rete distributiva della droga, composta da circa 1.400. Le indagini dei carabinieri, avviate nel marzo scorso e coordinate dalla Procura distrettuale antimafia di Reggio Calabria, che ha disposto i provvedimenti di fermo, hanno accertato i “radicati rapporti” della ’ndrangheta negli Stati Uniti e in Canada, dove il 7 agosto scorso - a Toronto - venne arrestato Giuseppe Coluccio, inserito nell'elenco dei 30 latitanti più pericolosi e già consegnato all'Italia. Inoltre, dopo i collegamenti della 'ndrangheta con i cartelli colombiani, il Ros ha ora individuato quelli con il Cartello del Golfo messicano, che ha un ruolo leader nel narcotraffico internazionale «grazie ad un'imponente rete distributiva - dicono gli investigatori - e ad un vero e proprio esercito di paramilitari, responsabile di centinaia di omicidi di magistrati, poliziotti e semplici cittadini». Sul fronte italiano, le indagini dell’operazione “Solare” hanno accertato le modalità di importazione e di riciclaggio del denaro e gli accordi tra le cosche per l’acquisto della droga. Il magistrato titolare del procedimento, Nicola Gratteri, accompagnato da un ufficiale del Ros e da un esperto della Dcsa (la Direzione centrale per i servizi antidroga) si trova negli Usa per coordinare l’intervento, mentre un magistrato statunitense e funzionari delle agenzie americane interessate stanno affiancando i carabinieri in Italia. I particolari dell'operazione verranno resi noti in due conferenze stampa, contemporanee, a Roma, presso la Procura nazionale antimafia e ad Atlanta, negli uffici federali.

TUTTI I NOMI DEI FERMATI Sono 16 gli indagati nell'ambito del troncone italiano dell'indagine che ieri ha portato all'arresto di oltre 250 persone per un traffico internazionale di cocaina e per i quali la Dda di Reggio Calabria ha emesso un provvedimento di fermo. Si tratta di: Luigi Albanese, 33 anni, di Locri (Reggio Calabria) Maria Teresa Argirò, 41, di Marina di Gioiosa Ionica (Reggio Calabria) Aldo Carmelo Bombardieri, 36, di Gioiosa Ionica Christopher Antony Castellano, 48, nato negli Usa Pietro Commisso, 44, di Siderno (Reggio Calabria) Ignacio Alberto Diaz, 40, nato nella Repubblica Dominicana; Javier Guerrero, 33, nato in Paraguay ma domiciliato a New York; Diego Lamanna, 29, di Polistena (Reggio Calabria); Stacey Theresa Minlionica Margolies, 46, nata negli Usa; Pasquale Pugliese, 32, di Siderno; Giuseppe Sansotta, 48, di Marina di Gioiosa Ionica A questi si aggiungono cinque appartenenti alla famiglia Schirripa, tutti originari di Gioiosa Jonica e Locri: i coniugi Pasquale Schirripa e Teresa Roccisano, di 62 e 60 anni, e i figli Anna Maria, Giulio e Vincenzo, di 36, 37 e 42 anni, questi ultimi due fermati a New York, come Stacey Theresa Margolies, che è la compagna di Angelo, e gli altri cittadini stranieri.


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Giovedì 18 Settembre 2008 15

CALABRIA SVILUPPO ITALIA L’assessore Maiolo ribatte alla società, pronta a licenziare tutti i dipendenti delle sedi calabresi

«Nessuna omissione dalla Regione» Francesco Talarico (Udc): «Colpa della politica antimeridionalista del Governo» CATANZARO — «E’ la verità corrispondente a una realtà, ancora una volta amara, in cui si cerca di scaricare sulla Calabria, già gravata di una difficile situazione economica e sociale e di tante tensioni occupazionali, ulteriori difficoltà e disimpegni di responsabilità da parte di chi, e qui la Regione Calabria non c’entra nulla, ritiene di potersi salvare l’anima facendo tagli e facendo finta di non accorgersi di che cosa producono». Lo afferma l'assessore regionale alla Programmazione e alle politiche del Lavoro, Mario Maiolo, in riferimento alla decisione di Sviluppo Italia di mettere in mobilità 141 dipendenti delle sedi calabresi. «Non tocca a noi giudicare - sostiene Maiolo - lo stato della società Sviluppo Italia Calabria e tanto meno l'attività dei liquidatori. Anche perché non c'è stata mai occasione di confronto diretto con i liquidatori, ma l'unica interlocuzione avuta ha riguardato l'amministratore delegato Domenico Arcuri. Non possiamo non rilevare che i liquidatori fanno riferimento nel documento, pervenuto il 12 settembre scorso, a una affermazione della Capogruppo Invitalia contenuta in una comunicazione interna fra la Capogruppo e i liquidatori, che non abbiamo a nostra disposizione, sul ruolo svolto dalla Regione priva di qualsiasi fondamento». «Nessuna omissione da parte della Regione - aggiunge l'assessore - che ha confermato nel verbale del 22 luglio scorso la volontà di recepire funzioni, risorse finanziarie e personale, della Società Sviluppo Italia Calabria, riferite alle attività di cui al titolo I e II della Legge 185/2000. Nella riunione del 10 settembre richiesta dalla Regione, facendo seguito agli impegni assunti nel verbale dell'incontro del 22 luglio, alla quale ha partecipato il Governo, rappresentato dal capo di gabinetto del ministro Scajola, si è dovuto constatare che il ministero dello Sviluppo Economico non intendeva trasferire nessuna risorsa finanziaria e ancor di più anticipava la volontà del Governo di non procedere più al finanziamento della Legge 185/2000». «Nella stessa riunione l'amministratore delegato Arcuri - prosegue Maiolo - annunciava di avere già individuato le risorse umane e finan-

ziarie da trasferire in un accordo esecutivo con la Regione Calabria. Ad oggi non abbiamo nessuna informazione circa le ipotetiche risorse da trasferire e le collegate risorse professionali presenti in Sviluppo Italia idonee alla gestione delle attività di cui al titolo I e II della legge 185/2000». Per l'assessore Maiolo «quindi nessuna inadempienza della Regione che, ad oggi, non è stata messa dal Governo e da Invitalia nelle condizioni di poter valutare la possibilità di dare concreto seguito alla volontà espressa dal presidente Loiero di recepire funzioni, risorse e personale, della Società Sviluppo Italia Calabria. Dobbiamo anche registrare - aggiunge - una discrasia, tra quanto è stato affermato dai liquidatori e dal contestuale invio da parte di Invitalia di una proposta di Protocollo, per attivare un percorso operativo tendente a verificare la possibilità che la Regione sia messa nelle condizioni di dare concreto seguito alle volontà». Secondo Maiolo, poi, «la proposta di Protocollo avanzata dall'amministratore delegato Arcuri alla Regione, pervenuta oggi e immediatamente inviata alla verifica giuridica, indica un percorso che, se attivato, porterà la Regione a essere messa nelle condizioni di fare una valutazione di merito non prima del 15 novembre. Né ad oggi, nella proposta di percorso, è stata avanzata alcuna ipotesi di risorse finanziarie e risorse personali da trasferire eventualmente nella gestione delle attività

L’assessore: «Si scarica alla Calabria la responsabità di chi pensa di salvarsi soltanto facendo dei tagli»

Mario Maiolo

che dovrebbero essere coordinate dalla Regione Calabria». «Continueremo a seguire con grande attenzione - conclude l'assessore - questa come le altre emergenze occupazionali nella nostra regione sapendo di dover prestare la massima attenzione ai bisogni dei calabresi, ma se c'è qualcuno che pensa di utilizzare furbizie, sappia che non sarà facile mistificare la realtà». Sulla questione interviene anche il segretario regionale dell’Udc, Francesco Talarico. «La messa in liquidazione dei 141 lavoratori di Sviluppo Italia Calabria è la nuova dimostrazione - afferma Talarico in una nota - di quanto sia pericoloso per le sorti dell'economia calabrese il combinato disposto della politica sostanzialmente antimeridionalista del Governo centrale e dell'insipienza programmatica di quello regionale che, pur avendo avuto tutto il tempo e ogni diversa occasione per trovare una soluzione positiva della vicenda, hanno portato al peggiore dei risultati auspicabili». «E' semplicemente sconcertante continua il segretario dell’Udc - che un patrimonio così specializzato di professionalità, distribuito uniformemente sul territorio regionale, a contatto quotidiano con problematiche vitali per l'economia calabrese, quali i servizi e gli incentivi per l'attrazione e lo sviluppo delle imprese, venga disperso attraverso il solito estenuante gioco del rimpallo di responsabilità. A riguardo la legge 296 del 2006, nella parte dedica-

ta al trasferimento delle società regionali alle Regioni, prevede che “per agevolare tale processo l'agenzia nazionale potrà garantire, con contratti pluriennali alle società regionali cedute, lo svolgimento di quei determinati servizi che già attualmente vengono svolti dalle medesime società”». «Nel ribadire la mia vicinanza ai lavoratori impegnati in questa difficile vertenza, di cui mi sono già fatto carico in Consiglio regionale con l'approvazione unanime di un ordine del giorno, formulo - conclude Talarico - un appello a tutta la deputazione calabrese e ai responsabili istituzionali della Regione affinché si rendano parte attiva nel rimuovere gli ostacoli di natura finanziaria e normativa alla soluzione che pure si era concordata nei mesi scorsi, attraverso la creazione di una società in house che possa valorizzare l'alto grado di specializzazione tecnica raggiunta dai lavoratori di Sviluppo Italia Calabria».

I 140 lavoratori oggi a Cosenza in assemblea COSENZA — Si riuniranno oggi in assemblea a Cosenza, nella sede locale della società, i 140 dipendenti di Sviluppo Italia Calabria, la controllata dall’Agenzia nazionale per l'attrazione degli investimenti, recentemente messa in liquidazione, per i quali è stata decisa la collocazione in mobilità. Il collegio dei liquidatori della società, denunciando la pesante situazione di bilancio, aveva attribuito al mancato intervento della Regione la necessità di procedere al licenziamento di tutti gli addetti ed alla dimissione delle attività. (Agi)

CONFINDUSTRIA COSENZA

De Rango lascia il timone Raffaele De Rango è stato designato dal Comitato di Presidenza di Confindustria Cosenza quale candidato alla guida del Comitato di Indirizzo di Fincalabra Spa, la Società Finanziaria regionale per lo sviluppo Economico regionale. In tal senso è stata formalizzata la disponibilità a ricoprire l'incarico al presidente di Confindustria Calabria Umberto De Rose, cui spetta l'indicazione formale da indirizzare al Presidente della Giunta regionale Agazio Loiero. Nell'accettare la candidatura, Raffaele De Rango ha rassegnato le dimissioni da Presidente di Confindustria.

RIFORMA DELLA SCUOLA/1

Oggi interpellanza parlamentare Cinquanta parlamentari dell’opposizione (quasi tutti Pd più alcuni dell’Udc e di Idv) hanno costretto con una interpellanza urgente il ministro Gelmini a rispondere in Aula di Montecitorio sui problemi della Scuola italiana. Lo rende noto il primo firmatario Franco Laratta (Pd). L’interpellanza dei cinquanta parlamentari sarà illustrata oggi nell’Aula di Montecitorio.

RIFORMA DELLA SCUOLA/2

Borrello: «Basta sofismi, serve concretezza» «La scuola chiede concretezza nella soluzione dei problemi, invece si risponde con sofismi». Lo afferma, in una nota, il vice presidente del Consiglio regionale, Antonio Borrello». (Ansa).

CATANZARO Il presidente del Consiglio regionale ha incontrato il sindaco Olivo

PIANO DI SVILUPPO RURALE

Bova in visita a Palazzo De Nobili

Il plauso del presidente di Coldiretti

CATANZARO — Il presidente del

Consiglio regionale della Calabria, Giuseppe Bova, impegnato in provincia di Catanzaro in alcuni incontri politico-istituzionali, si è recato ieri in serata a Palazzo De Nobili dove è stato ricevuto dal sindaco Rosario Olivo e dalla giunta comunale. L'incontro si è svolto nello studio del primo cittadino. Olivo ha ringraziato il presidente Bova per l'atto di cortesia verso l'Amministrazione comunale del Capoluogo. «Il sindaco - si legge in una nota di Palazzo De Nobili -, dopo avere sottolineato la caratterizzazione meridionalista dell'azione politica del presidente Bova, si è soffermato sui principali problemi della società calabrese: il lavoro, la sicurezza, la sanità, l'istruzione. Il primo cittadino - prosegue il comunicato - ha segnalato positivamente l'iniziativa del presidente Bova di assegnare voucher formativi a 500 giovani calabresi per il proseguimento e il perfezionamento degli studi. Ha anche auspicato un sempre maggio-

re raccordo istituzionale tra la Regione e il sistema delle autonomie locali. Olivo ha infine apprezzato la scelta del presidente Bova, eletto al Parlamento europeo, di optare per l'istituzione regionale, “scelta - ha detto - che testimonia il forte impegno regionalista di questa personalità politica”.». «“Bova e Loiero - ha detto il sindaco - stanno conducendo una dura e difficile battaglia meridionalista contro decisioni centrali che rischiano di aggravare il divario nord-sud nel Paese”». «Il presidente Bova - continua la nota - ha rivolto al sindaco Olivo “un sincero apprezzamento per quello che sta facendo alla guida del Capoluogo di Regione, città strategica per l'intera Calabria e al cui sviluppo tutti siamo interessati”. Bova ha assicurato la massima attenzione del Consiglio regionale rispetto ai problemi della città capoluogo, segnatamente per quanto riguarda l'organizzazione sanitaria, il sistema universitario, le infrastrutture».

Reggio, Romeo (An) sposa il sondaggio che premia il sindaco REGGIO CALABRIA — «Esprimo gran-

de soddisfazione per il recente risultato ottenuto dal Sindaco Scopelliti che, secondo l'indagine condotta da Monitor Città, risulta essere il “Primo Cittadino” più amato d'Italia con un consenso di più del 67 per cento dei cittadini reggini». e’ quanto dichiara in una nota Daniele Romeo, consigliere Comunale “An-verso il Pdl”. «Scopelliti, che - prosegue Romeo nel rilevamento di sei mesi fa si era piazzato al terzo posto, continua, quindi a riscuotere grande successo e, soprattutto, continua ad avere il forte gradimento della Città di Reggio, nonostante i proclami di certa parte della politica cittadina che non fa altro che denigrare l'operato di questa Amministrazione».

«Il Programma di Sviluppo Rurale (PSR) 2007-2013, sia per gli investimenti previsti che per l'attenta, ampia e qualificata opera di concertazione svolta che ha visto la partecipazione attiva nel partenariato di tutti gli attori sociali, delle rappresentanze di comuni e province e di altri enti ha scelto la centralità del mercato e la libertà decisionale delle imprese». E’ il commento del presidente Molinaro nella fase decisiva di applicazione dei bandi che hanno una dotazione finanziaria complessiva pubblica di 1.084 milioni di euro.

CENTRALE A SALINE/1

Legambiente dice no al carbone Stop al progetto della nuova centrale a carbone a Saline Joniche (Reggio Calabria). Questo il messaggio del sit-in organizzato a Roma da Legambiente davanti al ministero dello Sviluppo Economico in occasione della prima Conferenza dei Servizi. (Ansa).

CENTRALE A SALINE/2

Da Reggio il no dell’assessore Caridi L’assessore all’ambiente del Comune di Reggio, Antonio Caridi, alla centrale a carbone che dovrebbe sorgere a Saline Joniche. «Mi preme sottolineare - dichiara - la dannosità e le ricadute negative che un tale progetto avrebbe sul nostro territorio naturalmente votato al turismo».


16 Giovedì 18 Settembre 2008 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

CALABRIA VIBO VALENTIA L’operazione è stata portata a termine, dopo una serie di appostamenti, dai militari dell’Arma nella frazione di Bivona

Scoperta una casa d’appuntamenti A gestirla un lametino e una colombiana, denunciati con l’accusa di favoreggiamento della prostituzione VIBO VALENTIA — Avevano tirato su

Cittanova, intensificati i controlli contro gli allacci idrici abusivi

una vera e propria casa chiusa nel pieno centro di Vibo Marina l’uomo italiano, residente a Lamezia Terme, e la giovane colombiana, da anni in Italia, sorpresi ieri dagli uomini della Compagnia Carabinieri di Vibo Valentia. I militari dell'Arma già da alcuni giorni stavano monitorando il continuo via vai di uomini nella zona che, inspiegabilmente, sparivano sempre all'interno dello stesso portone richiamati da un passa parola che ormai aveva fatto il giro di tutta la costa. Vista la situazione i Carabinieri della Stazione di Vibo Marina hanno deciso di organizzare un vero e proprio servizio di osservazione, mimetizzandosi con il continuo via via del traffico della zona per monitorare nei dettagli le strane attività che si stavano verificando. Ai militari sono serviti solo un paio di giorni per accertare come l'uomo di Lamezia Terme accompagnasse periodicamente R. R., colombiana da anni residente in Italia, all'interno di un appartamento in una delle zone centrali della frazione Bivona dove, nel giro di pochi minuti, prendeva vita una vera e propria processione di persone che si alternavano senza soluzione di

CITTANOVA — Si intensificano i controlli nella lotta all’abusivismo, com particolare riferimento a quello idrico. Il Commissario Prefettizio del Comune di Cittanova, Maria Grazia Nicolò, subito dopo l’espletamento delle formalità relative al suo insediamento alla guida dell’Ente, «ha avviato una serie di iniziative volte a risolvere alcune problematiche di rilevante importanza, che sono state poste alla sua attenzione. In tale direzione - si legge in un comunicato - nella mattinata di lunedì scorso ha presieduto una riunione operativa alla quale hanno preso parte il Comandante della Polizia Provinciale ed il responsabile della Polizia Municipale». L’incontro era finalizzato a «concordare azioni congiunte tra i due corpi, dirette alla repressione di abusi, con particolare riferimento al fenomeno degli allacci abusivi alla condot-

ta della rete idrica comunale ed all'uso improprio dell'acqua potabile. L’iniziativa è scaturita dalla necessità di individuare possibili soluzioni rispetto alla persistente crisi di approvvigionamento idrico che sta creando notevole malcontento nella cittadinanza». Al termine della riunione sono state concordate, quindi, le modalità operative per avviare, nei prossimi giorni, le azioni necessarie per procedere ai controlli delle utenze e degli eventuali abusi nell’utilizzo dell’acqua, bene prezioso che, spesso, viene utilizzzato impropriamente. Nell’occasione il Comandante della Polizia Provinciale ha assicurato che, «d’intesa con gli organi preposti dell’Ente, procederà ad una sistematica attività di controllo del territorio per accertare, ed eventualmente sanzionare, la sussistenza di reati in materia ambientale».

Bambino morto «Ma la Regione che fine ha fatto?»

VIBO VALENTIA Proseguono le operazioni del Corpo Forestale dello Stato volte alla tutela ambientale

COSENZA — Giovanni Bonanno, pa-

DINAMI — Continua l’attività del Corpo Forestale dello Stato mirata a prevenire e reprimere reati in danno all’ambiente ed al territorio. Le ultime operazioni di polizia ambientale, condotte dal personale dei Comandi Stazione di Arena, Serra San Bruno e del Posto Fisso di Mongiana, si sono concluse con il sequestro di un’area adibita a deposito non autorizzato di rifiuti, di un immobile e la denuncia a piede libero di cinque persone. In località Gerardo della frazione Monsoreto del Comune di Dinami, gli Agenti dei reparti di Arena e Mongiana, durante l’espletamento di un servizio di controllo del territorio, hanno accertato il deposito incontrollato di un considerevole quantitativo di pneumatici usati (circa 1.500). Nel corso dell'accertamento, si riusciva ad individuare il responsabile, tale D. P., di anni 34 da Dinami, titolare di un'attività commerciale di vendita e sostituzione di pneumatici per veicoli a motore. Il deposito degli pneumatici, realizzato proprio nelle pertinenze di detta attività, era stato creato su un'area di circa 700 mq non appartenente al D. P. ed era chiaramente frutto dell'attività di commercio esercitata dallo stesso; parte delle gomme era stipata sotto una tettoia in legno e copertura in lamiera, mentre la restante parte era accumulata senza

dre di Andrea, il bambino di sette anni morto nell’ottobre del 2005, nell’ospedale di Cosenza, chiede alla Regione perché non si è costituita parte civile nel processo contro quattro medici rinviati a giudizio per la morte del figlio. Andrea Bonanno morì dopo essere entrato in coma mentre nell’ospedale di Cosenza veniva sottoposto ad un intervento per allargare l’ingessatura applicatagli ad un braccio per una frattura. «Mi rivolgo, in particolare - dice Giovanni Bonanno - al presidente della Regione, Agazio Loiero, ed all’assessore alla Sanità, Vincenzo Spaziante. Non capisco per quale motivo la Regione non faccia per mio figlio quanto ha già fatto per Federica Monteleone, per la morte della quale ha deciso invece di costituirsi nel processo». «Sono contento - dice ancora Bonanno - per la decisione riguardante Federica e sottolineo la mia vicinanza ai genitori della ragazza, come dimostrano le tante battaglie fatte insieme. Ma non comprendo perché per mio figlio e per la sua morte assurda ed inspiegabile ci debba essere questa disparità di trattamento. Attendo dunque una risposta prima che quest'ultima ingiustizia mi porti a fare delle azioni eclatanti di protesta». (Ansa).

continuità all'interno del piccolo appartamento. I militari dell'Arma, dopo aver attentamente osservato gli orari di massimo traffico, hanno deciso di controllare l'appartamento, risultato poi preso in affitto dalla stessa colombiana, per aver modo di accertare senza ombra di dubbio quello che ormai era molto più di un sospetto, l'appartamento non era altro che una raffinata alcova. Così, appostatisi nel vano delle scale del palazzo, i militari hanno at-

Sequestrato un deposito, 5 denunce

Il materiale sequestrato dagli uomini della forestale

controllo sull'area adiacente. Accertato tutto ciò, gli Agenti provvedevano a sottoporre a sequestro l'area e deferivano alla competente Autorità Giudiziaria il D. P. per il deposito incontrollato degli pneumatici usati, per come previsto dalla normativa in materia di gestione dei rifiuti. Ulteriore elemento di preoccupazione per la pubblica incolumità è dato dalla circostanza che l'area sequestrata è posta in prossimità del centro abitato della frazione Monsoreto ed è circondata da ampie zone

coperte da vegetazione secca, la qual cosa, unitamente alla presenza di un ingente quantitativo di pneumatici, fa si che il rischio di incendio aumenti notevolmente. Si vuole difatti ricordare che proprio nel mese di maggio scorso, sempre nella stessa zona, esattamente sul confine dei comuni di Dinami (Vv) e San Pietro di Caridà (Rc), si era sviluppato un vasto incendio, provocato proprio dalla combustione di pneumatici abbandonati. Sempre gli Agenti di Arena e Mongiana hanno ac-

Qui R. R., affittuaria della casa, e A. G., quarantenne di Lamezia Terme e referente nella zona delle due prostitute, che era stato identificato dagli uomini dell'Arma nei giorni scorsi, sono stati deferiti in stato di libertà all'autorità giudiziaria vibonese con l’accusa di favoreggiamento della prostituzione. Inoltre l'appartamento, la cui legittima proprietaria non era minimamente a conoscenza dell'utilizzo illegale che ne veniva fatto, è stato restituito al proprio titolare. teso l'ingresso dell'ennesimo cliente per fare irruzione nell'appartamento, dove hanno sorpreso 2 cittadine colombiane trentenni che stavano ancora riscuotendo il pagamento delle proprie prestazione da alcuni clienti. Al momento dell'ingresso le due, in possesso di oltre 800 euro, verosimilmente i guadagni della giornata, non hanno tentato nessuna reazione accettando di buon grado di essere accompagnate presso la vicina caserma dei Carabinieri. certato la realizzazione, in corso d'opera, di un manufatto in mattoni forati e cemento. Nell'immediatezza, anche grazie all'ausilio di strumentazione satellitare e del sistema informatico Sim, in uso ai Reparti del Cfs, si è potuto costatare che l'edificio, delle dimensioni di 60 mq. circa, era stato realizzato su un'area di proprietà privata sottosposta a vincolo idrogeologico. Le susseguenti verifiche presso l'Ufficio Tecnico del Comune di Arena hanno inoltre palesato la totale assenza di permessi in materia urbanistica-edilizia necessari per la costruzione del manufatto. Il personale C. F. S. operante ha, quindi, proceduto al sequestro dell'opera ed ha provveduto a segnalare all'Autorità Giudiziaria competente la presunta responsabile, M. M. G. di anni 32 da Arena, che dovrà rispondere per violazione alla normativa urbanistica-edilizia ed al vincolo idrogeologico. In una terza operazione, gli Agenti del Cfs di Serra San Bruno, durante un servizio mirato, hanno sottoposto a controllo un immobile ubicato nel centro abitato di Simbario sul quale erano in corso lavori di ristrutturazione. Accertato il tutto, il personale operante ha provveduto pertanto a deferire presso l'A. G. i coniugi E. G., di anni 50, e M. L., di anni 48, da Catanzaro, quale ditta committente dei lavori, e M. L., di anni 52, da Simbario quale direttore dei lavori, i quali dovranno rispondere di violazione alle prescrizioni di sicurezza e salute da attuare nei cantieri e per lo smaltimento dei rifiuti pericolosi quali l'eternit.

Cosenza, arrestato polacco 32enne per truffa e uso di documenti falsi

CATANZARO Si è discusso della tematiche di maggior rilievo che investono la Calabria e il Crotonese

COSENZA — Un’operazione dei carabinieri di Cosenza ha portato all’aresto di un cittadino polacco, accusato di truffa. I militari dell’Arma hanno arrestato, a Cosenza, Damian Ireneusz Szafranski, polacco di trentadue anni, in esecuzione di un mandato di arresto europeo emesso nel 2007 dal Tribunale di Wodzislaw Slaski (Polonia). Ireneusz Szafranskinei era ricercato per avere commesso nel suo Paese d’ori-

CATANZARO — Il nuovo prefet-

gine nel 2002 i reati di truffa, falsificazione di documenti ed uso di documenti contraffatti. Simulando di essere solvibile, il polacco avrebbe fatto acquisti esibendo dei falsi documenti e sottoscrivendo contratti di prestito con istituti di credito polacchi per una somma complessiva di oltre 800 euro. Szafranskinei, per tale motivo, aveva subito una condanna a tre anni di reclusione.

Il nuovo prefetto di Crotone visita la Gdf to di Crotone, s. e. dott. Luigi Varratta, si è recato ieri in visita al comando regionale Calabria della guardia di finanza, ove è stato ricevuto dal comandante regionale, generale di brigata Gaetano Giancane. Nel corso del cordiale incontro, si è parlato delle tematiche operative di maggior rilievo che investono il territorio regionale e in particolare della provincia di

Crotone. La visita istituzionale di ieri, che costituisce segno tangibile della grande attenzione rivolta al corpo, ha costituito l’occasione per rinsaldare ulteriormente il clima di grande collaborazione già in atto tra i massimi vertici istituzionali e la guardia di finanza, nella prospettiva di meglio contrastare i fenomeni criminali presenti sul territorio calabrese e, in particolare, nella provincia crotone-

se, con particolare riferimento alla lotta alla criminalità organizzata ed all’aggressione ai patrimoni illecitamente accumulati dalle cosche mafiose. Il generale di brigata Gaetano Giancane, a nome di tutto il personale della guardia di finanza, ha augurato all'autorità di governo i migliori successi e soddisfazioni nell'espletamento del difficile compito che lo attende.


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Giovedì 18 Settembre 2008 17

CALABRIA CATANZARO I rappresentanti dell’Fsp-Ugl hanno esposto una serie di problematiche. Fissato già un prossimo appuntamento per nuovi approfondimenti

Incontro tra i sindacati e il Questore Tra le tematiche, la carenza di personale della squadra mobile e la riorganizzazione di alcuni uffici CATANZARO — Ieri mattina i rappresentanti dell’Fsp- Ugl (il Segretario Provinciale del Lisipo Carlo Ciacci, accompagnato da Antonio De Filippo ed il Segretario Provinciale di Rinnovamento sindacale per Ugl Enza Manna) hanno incontrato i vertici della Questura con a capo il Questore Arturo De Felice. «Nel corso del lungo e cordiale colloquio, - spiega una nota - preceduto dall'apprezzamento di questa O. S. al Questore per la sua intensa e fattiva attività sinora svolta, sono state rappresentate le sottoelencate problematiche, di cui il “vulcanico” Questore era già a conoscenza: In primo luogo la carenza di personale in forza alla Squadra Mobile con particolare riferimento alla sezione denominata “Criminalità Diffusa” (contrasto della microcriminalità), ufficio istituito di recente dal Ministero dell'Interno, nell'ambito della riorganizzazione delle Squadre Mobili presenti sul territorio nazionale a cui non ha fatto seguito l'assegnazione in questa provincia di ulteriori risorse umane. A parere di questa O. S. sarebbe necessaria una presenza costante tra la gente degli

operatori della neonata sezione volta a prevenire e contrastare i cosiddetti “reati di strada”. Tale importante ed insostituibile attività si inquadra nell’ambito della Polizia di Prossimità sempre più

Nel prossimo incontro saranno affronatate le tematiche relative all’organizzazione dei servizi e la richiesta di un potenziamento delle risorse vicina alle esigenze della cittadinanza; In secondo luogo il potenziamento dell'organico in servizio presso il Commissariato Sezionale di Catanzaro Lido;

In terzo luogo la riorganizzazione, anche logistica, di alcuni uffici della questura, finalizzata a rendere più agevole il lavoro dei poliziotti e del personale dell'Amministrazione Civile dell'Interno. In merito a questo punto, il Questore De Felice di fatto sta già provvedendo in modo tempestivo, anticipando talvolta persino le richieste sindacali. Dato il prolungarsi dell'incontro non è stato possibile affrontare tutte le tematiche di interesse comune pertanto ci siamo riservati di approfondire in un prossimo incontro le seguenti questioni: L’organizzazione dei servizi di Ordine Pubblico, che a giudizio di questa O. S. potrebbe essere migliorata coinvolgendo nell'espletamento dei predetti servizi il maggiore numero possibile di personale della Polizia di Stato; la richiesta di un locale, da adibire a spogliatoio, all'interno della caserma della Polizia di Stato ubicata in via Barlaam da Seminara, per il personale della Squadra Volante; la richiesta di un potenziamento delle risorse materiali quali computers, strumenti tecnologici ed autovetture civili.

CATANZARO Le operazioni sono state disposte dal nuovo dirigente Maria Dolores Rucci

Polizia stradale, intensificati i controlli CATANZARO — Continuano da

parte della Polizia Stradale di Catanzaro servizi in ambito provinciale, finalizzati al controllo della circolazione stradale, ed alla repressione delle violazioni alle norme del Codice della Strada. Ieri mattina, il nuovo Dirigente della Polizia Stradale di Catanzaro Vice Questore D. ssa Maria Dolores Rucci con l’ausilio del Commissario Capo Ciro Zaccaria, l'impiego di personale in forza al

Compartimento Polizia Stradale, alla locale Sezione ed al Centro Operativo Autostradale di Lamezia Terme, ha disposto mirati servizi, che hanno conseguito i seguenti risultati: 107 persone identificate; 59 punti decurtati; 22 verbali elevati al codice della strada; 107 veicoli controllati, di cui 42 autocarri dedicati al trasporto alimentare ed al trasporto rifiuti; 1 veicolo sequestrato. Nella circostanza sono state ado-

perate le apparecchiature speciali in dotazione alla Polizia Stradale. L’attività si è concentrata in Viale e De Filippis e sulla S. S. 106 zona Catanzaro Lido. Il Dirigente, proveniente dalle Sezione Polizia Stradale di Taranto continuerà a disporre specifici servizi, nei prossimi fine settimana, tesi a prevenire le cosiddette Stragi del sabato sera”, soprattutto nelle località ove sono ubicati discoteche e locali notturni.

COSENZA Da tempo gli uomini della Squadra Mobile tentavano di incastrarlo. Ci sono riusciti ieri pomeriggio

Vendeva droga sotto casa, arrestato COSENZA — Da tempo i poliziotti della Squadra Mobile tentavano di incastrarlo ma, nonostante i ripetuti tentativi, le condizioni ambientali assolutamente sfavorevoli avevano permesso al pluri - pregiudicato di evitare l'arresto. Ieri pomeriggio gli investigatori della Sezione Antidroga della Squadra Mobile sono riusciti ad arrestare il noto Fioravante Bruzzese alias “Michele” classe 65 appartenente al gruppo degli zingari, con una

sfilza di precedenti penali per reati contro la persona, il patrimonio ed in materia di stupefacenti. Al termine di un prolungato servizio di osservazione - avvenuto nella impenetrabile via Popilia - i poliziotti della Questura sono riusciti a passare inosservati agli sguardi dei pregiudicati presenti in quella area proprio per segnalare l'eventuale presenza della Polizia e consentire la sospensione delle attività di spaccio. Ormai nei pressi

del terzo Lotto i poliziotti della Squadra Mobile, evidentemente sorprendendo anche Bruzzese ed un Sorvegliato Speciale in sua compagnia, sono riusciti a documentare la cessione di alcune dosi di eroina da parte del Bruzzese nei confronti di giovani acquirenti lì giunti. Bruzzese condotto in Questura è stato foto-segnalato e posto in stato d’arresto a disposizione della Procura di Cosenza presso il Carcere del Capoluogo.

Catanzaro, vendita illegale di cd arrestato un marocchino 19enne CATANZARO — Gli Agenti, durante un servizio di controllo del territorio volto al contrasto del fenomeno della vendita di Cd e Dvd riprodotti illegalmente, hanno notato, nei pressi di un supermercato nella zona sud del capoluogo, un extracomunitario il quale aveva allestito una bancarella con esposto numeroso materiale “pirata”. Alla vista dei poliziotti il ragazzo ha subito raccolto le sue cose in un borsone e si è allontanato frettolosamente nel parcheggio del supermercato dove è stato raggiunto da un operatore. Per garantirsi la fuga il giovane ha spintonato l'Agente il quale è riuscito comunque a bloccarlo pochi metri dopo. Su disposizione del Pm di turno presso il Tribunale dei Minorenni è stato quindi sottoposto ad esame radiologico per verificare la sua età anagrafica e da questi accertamenti è risultato avere circa 19 anni. Dopo vari tentennamenti il ragazzo ha infine dichiarato di chiamar-

Barrestat Youssef

si Barrestat Youssef, di essere marocchino e di abitare a Catanzaro senza avere una fissa dimora. Quanto rinvenuto nel suo borsone, oltre 330 dischi fra Cd musicali e Dvd di vario genere, fra cui anche film pornografici, è stato sequestrato poiché privo di regolare marchio Siae. Il marocchino è stato arrestato per resistenza e violenza a Pubblico Ufficiale nell'esercizio delle proprie funzioni e per false dichiarazioni sulla propria identità.

Catanzaro, Rom denunciata per violazione di domicilio CATANZARO — Un’altra operazione degli agenti dell’Arma è stata portata a termine nel catanzarese. Gli agenti sono intervenuti, su segnalazione della Sala Operativa del 113, in via Fares a causa della presenza di una donna e delle sue due bambine all'interno di un'abitazione di proprietà comunale assegnata regolarmente ad un 57enne catanzarese. L’uomo, al suo rientro, ha trovato la porta d’ingresso dell’apparta-

mento forzata ed all’interno una rom, V. M. di 24 anni, intenta a guardare la televisione. I poliziotti, riscontrata l'effrazione, hanno sequestrato gli arnesi utilizzati dalla donna per forzare la serratura e provveduto a deferire la stessa all'Autorità Giudiziaria per violazione di domicilio aggravata. La nomade, al termine degli accertamenti, si è allontanata lasciando libera l'abitazione.

Falsa identità e guida senza patente Romeno arrestato ieri a Catanzaro CATANZARO — Un altro uomo di

nazionalità romena è stato denunciato a piede libero, per i reati di falsità materiale commessa da privato e guida senza patente. Si tratta di A. C., 53enne sorvegliato speciale di P. S., che è stato fermato per un controllo mentre conduceva un veicolo privo di patente di guida, poichè revocata, nonché con assicurazione Rca falsa.

«Una preghiera per l’anziana soffocata»

S. Pietro Caridà, arrestati 2 presunti responsabili dell’agguato di domenica

GIOIOSA JONICA — Informato a Roma del terribile omicidio della novantenne signora Luisa Zito di Gioiosa Jonica, il vescovo di Locri, Giuseppe Fiorini Morosini ha espresso il suo «sconcerto per questo orrendo gesto». «Elevo la preghiera al Signore - ha scritto - per la defunta ed esprimo affettuosa solidarietà ai parenti, dando loro il conforto della fede e della speranza cristiana. Non posso fare a meno, però, di sollecitare le coscienze di

SAN PIETRO DI CARIDA’ — Sono stati arrestati i due presunti responsabili dell'agguato in cui domenica scorsa a San Pietro di Caridà sono stati feriti i fratelli Placido e Rosario De Masi, di 46 e 43 anni. I due arresti sono stati eseguiti dalla Polizia. I particolari dell’operazione, compresa l’identità delle due persone finite in manette, saranno riferiti nel corso di una conferenza stampa che avrà luogo oggi nella sede del

GIOIOSA JONICA La solidarietà ai parenti della vittima dal vescovo di Locri, Mons. Morosini

tutti a considerare quanto sia doloroso constatare come la vita umana sia oggi valutata e come sia barattata per un nulla. La mentalità del denaro facile, del divertimento a tutti i costi, della salvaguardia esasperata dell'interesse personale, dell'appagamento di ogni nostro desiderio ritenuto legittimo al di là di ogni norma morale oggettiva, stanno spingendo le persone a non considerare più la propria vita e quella degli altri come un valore primario da salvaguardare in ogni

modo e a costo di qualunque sacrificio. Non dimentichiamo che l’esasperazione di tali fattori negativi è alla base di questi delitti efferati e di altri simili. Non serve piangere su di essi, se non siamo disposti ad indagarne le cause, a riflettere su di esse e a porvi rimedio. È necessario allora che la società intera, tutti noi ci si fermi un attimo a considerare ciò che è veramente bene e il fine che poniamo ai nostri atti, l'ideale verso il quale orientiamo la nostra vita».

Commissariato di Serra San Bruno. Dei due fratelli, raggiunti da colpi di fucile caricato a pallettoni mentre viaggiavano a bordo di un'automobile, il più grave è Placido De Masi, ricoverato in stato di coma negli Ospedali riuniti di Reggio Calabria. Secondo quanto è emerso dalle indagini, l’agguato contro i fratelli De Masi sarebbe da collegare ad una vendetta maturità negli ambienti della criminalità. (Ansa)


18 Giovedì 18 Settembre 2008 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

CALABRIA CONSIGLIO REGIONALE Intorno al 20 ottobre è prevista una seduta ad hoc per la discussione della bozza normativa

Piano sanitario, è giunta l’ora... Il 3 del mese prossimo si discuterà di un progetto di legge contro il racket e l’usura CATANZARO — E’ giunta l’ora del Piano sanitario. Dopo tante tribolazioni, discussioni, analisi, proposte e controproposte, il momento della discussione in Consiglio regionale sembra dunque arrivato. C’è una data indicativa: intorno al 20 ottobre, dopo che, verso la metà del mese prossimo, si concluderà l’esame del Piano in seno alla prima Commissione. Nel frattempo, l’altroieri la Giunta regionale, su proposta dell’assessore alla Sanità Spaziante, ha nominato i tre componenti del comitato di esperti che affiancheranno l’assessore nella fase di attuazione del Piano sanitario, una volta diventato legge. i tre saggi sono: l’avvocato di Stato Ennio Apicella, già manager in altre aziende sanitarie; Marco Trivelli, direttore am-

ministrativo al Niguarda di Milano; Francesco Caccavari, che si dedicherà al rapporto territorio-ospedale. Un’altra seduta è fissata per il 3 ottobre, come da calendario deciso dai capigruppo in Consiglio regionale. Il 3 ottobre - secondo quanto appreso l'Assemblea «discuterà il progetto di legge che prevede strumenti antiusura e antiracket e una nuova normativa sulla casa mirata a soddisfare le esigenze delle giovani coppie». «I capigruppo - viene sottolineato - hanno inoltre stabilito che sull'iter di alcuni importanti provvedimenti (tra gli altri, questione-lavoro interinale e turismo), promuoveranno confronti diretti con gli assessori competenti».

CATANZARO — Avvisi pubblici del-

CATANZARO Commodari (Prc) sugli avvisi pubblici per fisioterapista. «Andrò in Magistratura»

l’Asp di Catanzaro, ancora al centro delle polemiche. Stavolta interviene Pino Commodari, del Comitato politico nazionale di Ridfondazione. «Capita, oramai più spesso - scrive Commodari in una nota -, che si bandisca una procedura selettiva, con apposito avviso pubblico per titoli ed esami colloquio, per la copertura, a tempo determinato ed a tempo pieno, per mesi sei, di numero tre posti di Collaboratore professionale sanitario - fisioterapista - Categoria D. Esami colloquio, una prova - osserva l’esponente di Rifondazione - che non è prevista da alcuna normativa per il reclutamento di personale del Servizio sanitario regionale». «Alcune organizzazioni sindacali sottolinea nella nota Pino Commodari - ripetutamente fanno presente al direttore generale dell'Azienda sanitaria, all'assessore regionale alla Tutela della Salute ed al pre-

f. c.

Why Not va in Consiglio

Vincenzo Spaziante

I capigruppo di Fi, Pino Gentile, Udc, Michele Trematerra, e An, Alberto Sarra hanno chiesto e ottenuto dalla conferenza dei capigruppo l'indizione di un consiglio che si occupi, con «decisioni conseguenziali» dello stato di crisi dei lavoratori ex Why Not, dei dipendenti di Svi e di quelli dell'Osservatorio del Turismo. Gentile, Trematerra e Sarra hanno chiesto al presidente Bova di «fissare un punto prioritario del prossimo Consiglio per portare a soluzione la grave vicenda dei lavoratori Why Not, di quelli dell'Osservatorio del Turismo e di Svi».

«Selezioni all’Asp, oltre le norme» fetto Achille Serra - Commissario Straordinario, che la procedura per esami colloquio non è prevista da alcuna norma, in quanto per una procedura trasparente e non discrezionale la legge prevede per questo tipo di assunzioni la pubblica selezione per soli titoli». «Nel giugno del 2008 - è detto ancora nella nota - interviene l’assessorato regionale Tutela della Salute e Politiche sanitarie, dando ragione alle organizzazioni sindacali: “In particolare le modalità di selezione non sarebbero conformi ai principi di cui all'art. 9 della legge 207/85, norma tuttora vigente e richiamata dai Ccnl della sanità. Nel richiamare al rispetto scrupoloso della normativa in materia si fa pre-

sente che, in ogni caso, non può essere data esecuzione a regolamenti aziendali né possono svolgersi procedure selettive, prive della preventiva autorizzazione regionale”». «A luglio del 2008 il direttore amministrativo ed il Direttore generale dell'Azienda sanitaria provinciale di Catanzaro - prosegue Commodari - scrivono al Direttore delle Risorse Umane (Personale) della stessa Azienda, per trasmettere copia della nota dell’assessorato regionale Tutela della Salute e Politiche sanitarie, “invitandolo a sospendere le procedure concorsuali in atto sprovviste della preventiva autorizzazione regionale e le procedure selettive in esecuzione di re-

golamenti aziendali non approvati dalla Regione”». «Il risultato finale - incalza il rifondarolo - è il seguente: in data 29 agosto 2008 sul Bollettino Ufficiale Regionale della Calabria - Parte III - n. 34 - pag. 5696, viene pubblicata la graduatoria finale di merito. Come si rimuovono i direttori generali che violano sistematicamente la legge, è necessario - conclude Commodari - mandare a casa anche i dirigenti delle Aziende che si comportano allo stesso modo, a meno che ciò non è possibile in quanto godono di una potente protezione politica. Alla Magistratura invierò copia di tutti gli atti citati per verificare se esistono gli estremi di reato».

COSENZA I sindacalisti della Cisl De Rose e Tramonti chiedono la risoluzione della vertenza

che sembra non avere mai fine. Alla luce della situazione venutasi a creare la Cisl - concludono De Rose e Tramonti - chiede che l'incontro già richiesto venga convocato al più presto affinché si possa invertire l'attuale trend, nell'interesse dei lavoratori e degli utenti, in modo da evitare sbocchi traumatici come la paventata chiusura dell'importante struttura sanitaria della nostra provincia».

«Sul Papa Giovanni il silenzio» COSENZA — «Ennesimo grido d'al-

larme viene lanciato dalla Cisl Territoriale sullo stato della vertenza dell'Istituto “Papa Giovanni XXIII” di Serra d'Aiello. Ancora una volta - affermano in una nota i sindacalisti della Cisl Tramonti e De Rose si è costretti ad assistere a lunghe pause e all'assoluto immobilismo che su tale vicenda si continuano a registrare nonostante i ripetuti incontri e gli impegni formalmente assunti. Nello specifico, per quanto riguarda le ultime tappe che si sono consumate di recente, va ricordato come il Governo regionale, e segnatamente l'assessore alla Salute Spaziante, avevano garantito una accelerazione dei tempi, anche a seguito delle ultime inizia-

tive intraprese dal Sindacato e dai lavoratori tese a sbloccare la drammatica situazione in atto. Ad oggi, invece - avvertono De Rose e Tramonti -, bisogna registrare con sconcerto e amarezza che tutto è inesorabilmente fermo ed una cortina di silenzio sembra calata ancora una volta sull'intera vertenza. Non si ha più alcuna notizia circa l'esito della manifestazione di interesse che doveva essere esperita per l'individuazione del soggetto cui affidare la gestione dell'Istituto, la cui drammatica situazione economico-finanziaria, è bene precisarlo, precipita sempre più e non consentirebbe ulteriori ritardi e dilatazioni dei tempi».

«Per queste ragioni - continua la nota - il Sindacato unitariamente nei giorni scorsi ha chiesto la riconvocazione del tavolo di concertazione, con la partecipazione di tutti i soggetti interessati, per capire, una volta per tutte, a che punto è lo stato delle trattative per la cessione dell'Istituto. In questo senso - è detto ancora nel comunicato - la Cisl condivide quanto affermato di recente da monsignor Salvatore Nunnari il quale da più tempo sta sollecitando le Istituzioni preposte, Regione Calabria in primis, ad adoperarsi per facilitare una positiva soluzione, non mancando di rimarcare puntualmente le inadempienze e i ritardi che continuano a caratterizzare l'iter di una vicenda

Polemiche sul piano industriale di Poste Italiane

Sbarra (Cisl): sbagliato chiudere a Locri e Castrovillari «Il Piano industriale presentato dall'Azienda Poste al Sindacato è inaccettabile perché - sottolinea il segretario regionale della Cisl Luigi Sbarra - non mira allo sviluppo della qualità e della quantità dei servizi, con la conseguente perdita di oltre 400 posti di lavoro in Calabria. La decisione di chiudere le filiali di Locri e Castrovillari, i tagli agli organici nel settore recapito, sportelleria, centri contabili, ridimensionamento dei Centri Unep hanno osserva Sbarra - ricadute negative per la Calabria e determinano allarme e preoccupazione non solo tra i lavoratori ma anche tra i cittadini utenti. Tra l'altro l'incredibilità di tali provvedimenti e che essi si verificano in una fase nella quale l'Azienda presenta lauti ricavi al proprio Bilancio 2007 (+ 844 milioni di euro) grazie ai sacrifici dei lavoratori. Invece - prosegue Sbarra - di intervenire per ridurre i tempi di attesa della clientela agli sportelli, adeguare gli uffici con uomini e mezzi per elevare le condizioni di efficienza dei servizi, assicurare incrementi reali del salario legandolo alla produttività si pongono in essere assurde determinazioni di comprimere la base occupazionale e di chiudere postazioni aziendali importanti per il presente e per il futuro della Società Poste. E' tempo che la politica faccia sentire la propria voce. La Cisl - conclude Sbarra - nel chiedere all'Azienda di riprendere il confronto con il sindacato per modificare il piano industriale, condivide e sostiene l'iniziativa di lotta intrapresa dal sindacato di categoria e dai lavoratori contro i contenuti di un piano penalizzante per la Calabria».

Primariati al Pugliese Tallini non molla: «Voglio gli atti» CATANZARO — «La presente - dishciara in una nota il consigliere regionale Domenico Tallini - per informare la pubblica opinione che ancora in data odierna (ieri, ndr) non mi è stata fornita la documentazione richiesta, con nota del 01-09-2008 in via d'urgenza alla Direzione Generale dell'Azienda Ospedaliera “PuglieseCiaccio” di Catanzaro, relativa ai concorsi per figure apicali di varie strutture complesse presso la suddetta Azienda Sanitaria. Informo la cittadinanza che - prosegue Tallini - tanto ho a cuore le sorti della sanità, di aver motivato il carattere d'urgenza al fine di poter fugare ogni dubbio circa il contenuto di numerosi esposti avanzati in via amministrativa e da diversi concorrenti, in cui si sostiene che all'atto della nomina la Direzione Generale, discostandosi anche dalle valutazioni contenute nei verbali della commissione esaminatrice, non avrebbe tenuto conto del “criterio meritocratico”. Informo altresì la pubblica opinione che avevo, a tal proposito, anche chiesto al Presidente della Regione Calabria Loiero la sospensione dell'iter delle nomine in attesa di verificare, anche attraverso la lettura delle carte richieste, la fondatezza delle pesanti accuse contenute nei vari ricorsi amministrativi prodotti. Informo altresì la opinione pubblica che solo in data odierna, guarda caso, giorno in cui apprendo dalla stampa che il Presidente Loiero ha provveduto a firmare i relativi decreti di nomina dei “vincitori” a seguito delle selezioni effettuate, sono stato contattato dal personale addetto alla Segreteria Generale della suddetta Azienda Ospedaliera ed invitato telefonicamente a voler meglio specificare il tipo di documentazione richiesta». «Ricordo - prosegue Tallini - che la richiesta di atti in via d'urgenza avanzata alla Direzione generale, avvenuta nell'esercizio delle mie funzioni quale rappresentante istituzionale dell'Assemblea regionale, è stata avanzata in ben 14 singole istanze». Sulla questioe, conclude Tallini, «profonderò ogni mio sforzo».

Pubblicità

Scoperto negli U.S.A. il preparato ad uso topico che favorisce l’erezione peniena

Erezione del Pene? Prova Gratis* l’Efficacia di «Stimoxina®» Trattamento prova gratuito* in Farmacia La pomata non può intervenire nella cura di patologie quali le disfunzioni erettili ma applicata localmente sui genitali di utilizzatori sani alimenta la stimolazione sensoriale coadiuvando le erezioni del pene NEW YORK - A New York sono stati resi noti i risultati dei test di autovalutazione, compiuti sull’ultimo ritrovato ad uso topico, che massaggiato direttamente sul corpo del pene di volontari sani, si è dimostrato efficace nel favorire l’erezione fisiologica del pene. L’innovativo preparato è arrivato anche nelle farmacie

italiane grazie alla società Lloyd Pharma di Londra. Il nome del trattamento è “Stimoxina”. Leggere attentamente le modalità d’uso. Non è un farmaco. Utilizzare con il consiglio del farmacista. Nei test effettuati dai ricercatori “Stimoxina” non ha provocato controindicazioni. LLOYD PHARMA

* Ritagli l’articolo e lo consegni in una delle Farmacie concessionarie Lloyd Pharma, riceverà una confezione prova gratuita di “Stimoxina” per favorire l’erezione peniena. Le Farmacie che sono sprovviste dei campioni gratuiti di Stimoxina, potranno richiederli alla Lloyd Pharma. Offerta valida sino ad esaurimento. Scadenza 31/12/2008 (DC)


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Giovedì 18 Settembre 2008 19

CALABRIA INFRASTRUTTURE/1Un’interrogazione a risposta scritta dell’Onorevole Angela Napoli al Ministro dell’Interno Pisanu e al Ministro delle Infrastrutture Lunardi

«Quale futuro per la Trasversale delle Serre?» «Quali urgenti iniziative intenderete attuare per garantire il necessario livello di sicurezza, utile alla prosecuzione dei lavori?» CATANZARO — Un’interrogazione a risposta scritta dell’Onorevole Angela Napoli al Ministri dell’Interno, Giuseppe Pisanu, e al Ministro delle Infrastrutture e trasporti, Pietro Lunardi per ribadire l’importanza della Trasversale delle Serre e per comprendere quali urgenti iniziative intendano attuare per garantire il necessario livello di sicurezza, utile alla prosecuzione dei lavori. «Premesso che - scrive l’onorevole Napoli - tutte le indagini investigative e le operazioni giudiziarie stanno continuando ad evidenziare la capacità che la ‘ndrangheta ha nel riuscire a penetrare a gestire gli appalti pubblici e nell’attenzionare i grossi finanziamenti; la costruenda strada “Trasversale delle Serre”, che collega il tirreno con lo jonio calabrese, rappresenta un opera di notevole importanza, anche necessaria per sottrarre all’isolamento buona parte del territorio attraversato dalla stessa. Non v’è dubbio - prosegue - che fin dall’inizio la ‘ndrangheta ha posto l’attenzione su questa opera ed ha cercato di esercitare pressioni sui vari cantieri che lavorano per la costruzione; già nel luglio del

2007 erano state ritrovate due bottiglie di plastica piene di benzina con intorno fiammiferi legati con un nastro adesivo, presso il cantiere posto in località “Trainaro” di Simbario, certamente poste per rappresentare un tentativo attuato dalle cosche della ‘ndrangheta per inserirsi nell’attività estorsiva nei confronti del Consorzio “Magna Grecia”, addetto alla realizzazione della Trasversale. Nei primi giorni del corrente mese di settembre un altro grave attentato è stato subito dall’Azienda “Impresa S. p. A. ”, impegnata nella realizzazione dei tronchi IV e IV bis della costruenda Trasversale delle Serre; l’incendio di un furgone della ditta, posizionato accanto ad alcune bombole di gas ha rischiato di provocare esplosioni a catena e di intaccare l’incolumità degli operai che alloggiano nei dormitori prefabbricati del cantiere; l’interrogante - spiega l’onorevole di Alleanza Nazionale - ribadisce l’importanza dell’opera in costruzione per l’intero territorio, che, peraltro, attende da circa trent’anni la sua realizzazione: quali urgenti iniziative - chiede in conclusione l’onorevole ai Ministri - inten-

REGGIO CALABRIA — Si è riunito nei giorni scorsi il Consiglio di Amministrazione della Società Stretto di Messina. «Il Consiglio di Amministrazione della Società Stretto di Messina ha esaminato in dettaglio il progetto del ponte così come approvato nell’agosto del 2003 dal Cipe - afferma il dottor Ciucci, Amministratore Delegato della società -. Un ponte che prevede una campata sospesa di 3.300 metri che non tocca l’acqua; le torri sono realizzate sulla terraferma». Pensa che questa sia l’unica soluzione possibile? «Il Consiglio ha rilevato come questa sia l’unica soluzione fattibile da un punto di vista tecnico, finanziario, per impatto ambientale, per i tempi di realizzazione ed ha conferito a me i poteri per proseguire nelle attività volte all’aggiornamento della convenzione e del piano finanziario, con l’obiettivo di dar via alla fase di progettazione (definitiva) all’inizio del prossimo anno, all’apertura dei cantieri a maggio del 2010, con il completamento dell’opera entro il 2016. Il Consiglio nell’occasione ha anche esaminato e ritenuto del tutto infondate le critiche rivolte al progetto da parte del professor Calzona e non fattibile tecnicamente l’ipotesi alternativa progettuale sviluppata in un libro

INFRASTRUTTURE/2Le anticipazioni sull’opera del dottor Ciucci, Amministratore Delegato della Società Stretto di Messina

recentemente pubblicato». Per quale motivo le critiche del professor Calzona non sono accettabili? «Si tratterebbe di ricominciare da capo un’altra volta, come spesso succede nella realizzazione delle opere pubbliche italiane, in cui i tempi per la progettazione non finiscono mai, i lavori non partono, si sprecano tempi e risorse. Il nostro progetto ha già superato tutte quante le fasi di approvazione, è stato oggetto di una gara internazionale per la scelta del Contraente Generale, è condiviso dai massimi esperti internazionali. Si tratterebbe quindi di stravolgere il cronoprogramma, sciogliere il contratto già stipulato con il Contraente Generale Impregilo e le altre società coinvolte, caricare sulla società Stretto di Messina enormi costi finanziari. D’al-

tronde il gioco non vale la candela, il nuovo progetto presentato dal Professor Calzona è un progetto antico, già esaminato oltre venti anni fa, ed escluso per i suoi costi e per le difficoltà tecniche di realizzazione e per il forte impatto ambientale. Pensate cosa significa realizzare due torri, al centro dello stretto di Messina, ad una profondità di oltre cento metri sotto il livello del mare; cosa vuol dire per l’impatto sulle acque sullo stretto di Messina; cosa può voler dire per il traffico già così difficile in quel tratto di mare. D’altronde, lasciatemi anche rilevare, non si comprendono le critiche del Professor Calzona, a suo tempo Coordinatore del Comitato Scientifico della Società Stretto di Messina, che aveva approvato in questo ruolo il progetto senza nessun tipo di riserva».

REGGIO CALABRIA — Il Governo invii

INFRASTRUTTURE/3 La richiesta dei sindacalisti Paolo Morganti, della Filca-Cisl, e Mina Papasidero, della Fillea-Cgi

volte si assistono a fatti incresciosi come quelli sopra citati, spesso ce ne si dimentica troppo presto. A questo punto le organizzazioni sindacali chiedono esplicitamente agli organi preposti di mettere in atto delle norme concrete che neutralizzino e non che limitino marginalmente l’operato della ’ndrangheta, di certo - ribadiscono Morganti e Papasidero -, non può essere un semplice sindacalista a consigliare quali norme attuare per prevenire tutto ciò, ma sono sicuri che se non verranno presi dei seri provvedimenti al più presto, la Salerno - Reggio Calabria, già dissestata da varie peripezie nonché la crisi economica e la richiesta di revisione dei prezzi proposta ad Anas, potrebbe restare l’ennesima opera incompleta in quanto le ditte affidatarie stanno già pensando seriamente di abbandonare i lavori di ammodernamento dell’autostrada».

l'Esercito nei cantieri dell'A/3. Lo chiedono, in una nota, Paolo Morganti, della Filca-Cisl, e Mina Papasidero, della Fillea-Cgi). «Come un cancro restio a morire cosi la ’ndrangheta si ripresenta nei cantiere della Salerno - Reggio Calabria precisamente nel tratto che va da Gioia Tauro a Scilla - scrivono in una nota i sindacalisti -. Ancora atti intimidatori nei confronti delle ditte affidatarie aventi parte nelle lavorazioni di ammodernamento del tratto autostradale, ancora mezzi in fiamme e operai sconvolti da gesti cruenti che ormai sono parte integrante dei lavori. Questa è la denuncia che ancora una volta le organizzazioni sindacali espongono con loro rammarico. Dopo un breve periodo di calma apparente, l’incubo della ’ndrangheta si ripresenta più reale e violento che mai, questa volta è

Nella foto in alto un tratto in costruzione della trasversale delle Serre. A lato l’onorevole di Alleanza Nazionale, Angela Napoli

dano attuare per garantire il necessario livello di sicurezza, utile alla prosecuzione dei lavori». Un’imponente opera sognata da circa trent’anni in grado congiungere in maniera diretta il com-

prensorio Soveratese a quello Vibonese, che interessa le province di Catanzaro e Vibo Valentia e riguarda, in particolare, i territori comunali di Argusto, Chiaravalle, Cardinale, Torre di Ruggiero,

Simbario, Brognaturo, Spadola e Serra San Bruno. I lavori, che riguardano un tratto di arteria di oltre 21 chilometri, rientrano nell'ambito del più ampio e articolato programma di realizzazione dell'intera Trasversale, dallo Jonio al Tirreno. La progettazione del nuovo tracciato ha richiesto un articolato lavoro ingegneristico, che prevede la realizzazione di 3 gallerie naturali, della lunghezza complessiva di 1.242 metri, 7 gallerie artificiali, della lunghezza complessiva di 1.270 metri e 20 viadotti, della lunghezza complessiva di 3.145 metri. E’ dei giorni scorsi l’incontro, avvenuto a Vibo Valentia a seguito di uno sciopero dei lavoratori, in cui è stato assunto l’impegno di monitorare in continuazione i 21 chilometri della Trasversale sia per garantire il buon andamento dei lavori sia la sicurezza dei lavoratori ricordando che nell’ultimo attentato per poco non è stata sfiorata la strage per via di alcune bombole di gas che si trovavano nelle vicinanze dei dormitori degli operai e che avrebbero potuto essere coinvolte nell’esplosione. Claudia Vellone

Ponte sullo Stretto, una campata sospesa che non tocca l’acqua

«Il Governo invii l’Esercito nei cantieri dell’A3» toccato ad un operaio dell’impresa Pivato, un’impresa affidataria che lavora già da tempo al servizio del Contraente Generale, il Consorzio Scilla, l’operaio in questione dopo essere stato costretto a fermarsi mentre era a bordo del proprio camion quattro assi da due individui dal volto coperto mentre veniva minacciato ha dovuto assistere all’ormai consueto spettacolo che ci si è abituati a sentire, il mezzo veniva dato alle fiamme - raccontando i recenti fatti di cronaca -. Ma questo non è stato l’unico gesto di inciviltà di questi ultimi giorni, difatti, anche un escavatore di grosse dimensioni di proprietà della ditta “Consorzio Erea”

è stato dato alle fiamme nel cantiere in località Liropo». Le dichiarazioni di Paolo Morganti, segretario della Filca Cisl e di Mina Papasidero, segretaria della Fillea Cgil, a proposito non potevano essere più chiare: «il popolo del Sud è stanco di essere abbandonato a se stesso, le nuove norme adottate dal governo Berlusconi - dicono Morganti e Papasidero riferendosi ai militari adoperati per il mantenimento dell’ordine nelle grandi città - non fanno altro che offendere noi cittadini meridionali che da tempo abbiamo chiesto questa forma di prevenzione nei cantieri edili qui in Calabria, non riusciamo a spiegarci - riba-

discono i sindacalisti - come si può mettere dei militari a Piazza di Spagna e non metterli nei cantieri della Salerno - Reggio, dove la malavita organizzata è di casa, e dove al posto dello scippo che magari si può assistere in questi luoghi già super controllati, cosa al quanto rara tra l’altro, si assistono a cose ben più gravi, e che mettono in pericolo la vita stessa di chi lavora. Le organizzazioni sindacali tuonano ancora una volta, denunciando le istituzioni che invece di salvaguardare l’interesse del Mezzogiorno, è come se giocassero alla roulette russa lasciando che questa Calabria vada sempre più deteriorandosi dal di dentro. Troppe


20 Giovedì 18 Settembre 2008 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

CALABRIA COSENZA Il presidente della Povincia sarebbe stato a Catanzaro per trattare la questione. Un modo per uscire di scena dalla politica locale

Oliverio candidato alle Europee? Si potrebbe trattare di una mossa a sorpresa, capace di stanare il partito e metterlo alle strette COSENZA — La notizia rischia di essere “di peso” nel gossip interessato della politica in movimento. Mario Oliverio avrebbe trattato fino a tarda ora ieri a Catanzaro una candidatura per le Europee del 2009. Già, le Europee. Esattamente quella competizione elettorale di cui non si era sentito parlare mai fino ad ora. Europee che più d’uno non ha mai fatto mistero di considerare, fatto salvo uno stipendio di tutto rispetto, un modo nobile per uscire di scena dall’agone politico locale. Mario Oliverio s’era giusto riproposto per la ricandidatura alla presidenza della Provincia di Cosenza, di recente. L’ha dovuto fare da solo perché una forte raucedine ha colpito i vertici del Pd. Nessun commento, nessun assenso ma neanche nessun dissenso. Piuttosto che commentare con favore la decisione di superMario di ricandidarsi s’è messa in circolo la voce di una candidatura trattata per se stesso da Nicola Adamo, sempre per la Provincia e naturalmente alle spalle di Mario Oliverio. Cosa possa significare la richiesta di Oliverio di fuggirsene in Europa non è facile da decifrare. La sua potrebbe essere una mossa a sorpresa, capace di stanare il partito e metterlo alle strette. In questo caso avrebbe costretto la segreteria a pronunciarsi. O potrebbe, la candidatura alle Europee, essere accettata e in questo caso spianare la strada a chi aveva tramato per la successione di superMario. Staremo a vedere. Il puzzlue si complica. E s’avvelena ancora di più. COSENZA — «E' uno straordina-

rio risultato, quello reso noto dal sondaggio della Ekma Monitor Provincia che colloca il presidente della Provincia di Cosenza, Mario Oliverio, al terzo posto nella classifica dei Presidenti relativa al primo semestre 2008». E' quanto si legge in una nota stampa diffusa dalla stessa Provincia "La nona edizione di Monitor Provincia”,

COSENZA — C’è un’incognita di “peso” sul viale che porta la baraccopoli dei partiti “alla calabrese” verso le prossime schede elettorali. Chi l’ha detto che movimenti “nuovi”, dal basso, autonomisti per costituzione, snelli e soprattutto già vincenti non entreranno a gamba tesa di qui a poco a sventrare vecchi equilibri? Il riferimento è all’Mpa di Raffaele Lombardo, che in piena estate ha piazzato bandierine importanti dalle nostre parti. Forse distratti dalle ferie in arrivo in progress più d’uno ha sottovalutato che Lombardo non è venuto da turista in Calabria. Ha “sottratto” Orlandino Greco all’agonia degli schieramenti (fintamente) contrapposti, ad esempio. Il sindaco di Castrolibero non è solo noto ai più perché presta ai cosentini di tanto in tanto una discarica o perché vuole comprarsi un bocciodromo che Cosenza non regge più. Lo conoscono, in giro, perché aggiusta le strade, le fontane, svuota i cassonetti, disegna i parcheggi. E chi l’ha detto che non saranno questi gli argomenti della campagna elettorale che verrà? Quanto reggeranno gli intrighi da salotto al confronto con un elettorato ormai senza più guide, regole, punti fermi? Ma davvero i voti si spostano e si sposteranno a Cosenza e nel resto della regione assemblando solo delle sigle? O peggio ancora delle correnti? Il “circo” delle

COSENZA I partiti giovani e snelli come quello di Lombardo sbancheranno alle prossime elezioni?

I nuovi movimenti e i vecchi equilibri bandiere di partito farebbe bene a dare un’occhiata a quello che si muove in giro. Agli umori, alle esigenze vere. Non è una stagione qualunque quella che la regnanza “alla calabrese” deve affrontare da qui a poco. L’impressione forte è che il dibattito sulle candidature e le relative bufale mediatiche appassioni in modo differente rispetto al passato. Si vuole disegnare per forza e a tavolino uno scenario politico che ci metterà

scuola Calogero Mannino, sale a Roma e incassa quello che vuole lo stesso? Perché lui non lo teme il federalismo fiscale e non partecipa al pianto delle prefiche greche? “Sale”, Raffaele Lombardo. E non è velleità di mezza estate quella che si porta sul petto. È presidente di una regione che a guardarla dall’alto fa più o meno tre o quattro regioni messe assieme, di quelle normali tanto per intenderci. Non ha vinto perché s’è messo di

Quanto reggeranno gli intrighi da salotto al confronto con un elettorato ormai senza più guide, regole, punti fermi? poco a diventare carta straccia, di qui a poco. Ci sono ancora inquietanti ombre giudiziarie sul collo di buona parte dei protagonisti ma non è questo, o solo questo, che può far saltare il banco dell’attuale regnanza. Federalismo fiscale è la parola magica. Non è più solo una locandina di un convegno. È una realtà. Certo ci sarà da battagliare per non far scendere di un millimetro il fondo perequativo. Ma perché Lombardo di Sicilia,

traverso. Non s’è reso indispensabile perché ai due contendenti mancavano cifre decimali per vincere. Non ha “vinto”, se è per questo. Ha “convinto” la gente di Sicilia che dista da Villa qualche decina di minuti di traghetto ma probabilmente un po’ di anni luce in più quando si tratta di avere coraggio dietro il segreto dell’urna. Il Movimento per le autonomie, guidato da Lombardo, parla una lingua mediterranea che fa solo

COSENZA Mario Oliverio sarebbe secondo i dati Ekma al terzo posto della classifica nazionale

Il SuperPresidente della Provincia realizzata sul livello di soddisfazione dei cittadini sull'operato degli amministratori provinciali assegna al Presidente della Provincia di Cosenza una altissima percentuale, pari al 61,3

RICERCAPERSONALE QUALIFICATO Si precisa che tutte le inserzioni relative alla ricerca di personale debbono intendersi riferite a personale sia maschile che femminile, essendo vietata ai sensi dell’art. 1 della legge 9/12/77 nr. 903, qualsiasi discriminazione fondata sul sesso per quanto riguarda l’accesso al lavoro, indipendente dalle modalità di assunzione e quale che sia il settore o ramo di attività. L’inserzionista è impegnato ad osservare tale legge.

che, come detto, fa di Oliverio il terzo in tutta Italia. Nella precedente rilevazione, Mario Oliverio era sempre nella classifica dei Top Presidenti che superavano il 55% dei consensi, al se-

dicesimo posto con una percentuale pari al 59,1. Nel primo semestre del 2008, dunque, una significativa scalata di 13 posizioni che permettono al Presidente Oliverio il posizionamen-

SPA

NR. 3 AGENTI PUBBLICITARI/AMBOSESSO PER LA VENDITA DI SPAZI PUBBLICITARI SUI MEZZI IN CONCESSIONE: IL DOMANI DELLA CALABRIA, QUIECONOMIA, ASTEINFOAPPALTI, PROGETTO CALABRIACITY SI RICHIEDE: DISPONIBILITÀ IMMEDIATA PROVENIENZA DAL SETTORE TITOLO DI STUDIO SUPERIORE. ETÀ MAX 35 ANNI

OFFRESI:

ZONA E PORTAFOGLIO CONSOLIDATO ALIQUOTE PROVVIGIONALI DI SICURO INTERESSE INQUADRAMENTO DI LEGGE ( ENASARCO) ANTICIPI PROVVIGIONALI MENSILI COMMISURATI ALLE EFFETTIVE CAPACITA‚ DEL CANDIDATO

SOLO SE INTERESSATI INVIARE CURRICULUM VITAE AL NR. 0961/903421 E TELEFONARE AL NUMERO 0961.996802 ATTENDERE E COMPORRE IL 4 DALLE ORE 9.00 ALLE ORE 12.00, CHIEDERE DELLA SIGNORA GIULIA, PER FISSARE L’APPUNTAMENTO SELETTIVO. ASTENERSI PERDITEMPO. LE SELEZIONI SARANNO GESTITE DIRETTAMENTE DALL’AZIENDA.

Domenico Martelli

to nella terna di testa della autorevole classifica che segue l'indagine Ekma. Un piazzamento ai vertici di assoluto rilievo, che sostanzialmente conferma anche il risultato dell'ultimo Governance Poll, il sondaggio realizzato dalla Ipr Marketing per "Il Sole 24 Ore" sul consenso verso i Presidenti di Provincia, che colloca sempre al terzo posto Mario Oliverio».

COSENZA Le precisazioni dell’assessore all’Ambiente sulle critiche di inutilità mosse dai consiglieri del Pdl

«Osservatorio rifiuti, nessun carrozzone» COSENZA — In merito alla nota pubblicata ieri sulla stam-

RICERCA PER LA ZONA DI CATANZARO E PROVINCIA

finta di dialogare con lo scheletro dei partiti rimasti in giro. Gli interessa poco. Il suo è in realtà uno sguardo tutto “orizzontale” verso la società. Non ci sono poltrone da scalare, per ora. Ma problemi da risolvere. Sguardi da incrociare. Depressioni da scongiurare. Le appartenenze le distillano le passioni, le concretezze, la capacità di essere dentro i problemi di un territorio, di mettersi in tasca il particolare. Le tessere, per una volta, rimangono a casa. Il sistema architrave di vecchie ambizioni e di vecchie clientele, padrone assoluto di una stagione drammatica per la nostra regione e per il Sud, è il nemico da sconfiggere. Come si atteggerà questo movimento al prossimo voto? A vantaggio di chi farà la differenza? Agazio Loiero non è stato scortese con lui l’ultima volta che si sono incrociati. Tutt’altro. Anche a Reggio o a Cosenza le strette di mano non sono mancate. Gli amici giusti poi ci sono pure se è per questo. Chi conta i voti già da adesso tra i due schieramenti, farebbe bene a scriverli a matita. Le sorprese ci possono sempre stare.

pa dai Consiglieri Provinciali di centrodestra secondo cui l’Osservatorio provinciale dei Rifiuti avrebbe prodotto soltanto una “mandria di consulenze”, l’Assessorato all’Ambiente della Provincia di Cosenza guidato dall’assessore Marrello precisa quanto segue: «L’istituzione degli osservatori provinciali sono previsti dalla legge n. 93 del 23 marzo 2001, Art. 10, al fine di realizzare un modello a rete dell’Osservatorio nazionale sui rifiuti e dotarsi di sedi per il supporto alle funzioni di monitoraggio, di programmazione e di controllo dell’Osservatorio stesso. L’Ente Provincia ha avviato le procedure per istituire l’Osservatorio Provinciale sui Rifiuti (Opr) nel dicembre 2005, recependo così i compiti e le funzioni in materia demandate alle Province dal Governo Nazionale L’Opr ha svolto e continua a svolgere le seguenti attività: monitoraggio ed analisi sulla produzione, raccolta e smaltimento dei rifiuti urbani e sulle raccolte differenziate mediante l’acquisizione dei dati quali-quantitativi presso i 155 Comuni della Provincia di Cosenza e presso le sei Società Miste che operano nell’Ambito Ato 1; monitoraggio ed analisi sulla produzione, raccolta e smaltimento dei rifiuti speciali mediante l’acquisizione dei dati quali-quantitativi presso tutti gli Impianti autorizzati che operano nel territorio provinciale; monitoraggio sulla gestione dei flussi riferiti alle diverse tipologie di rifiuti da avviare ad operazioni di recupero e/o smaltimento; monitoraggio e verifica dei costi di recupero e/o di smaltimento dei rifiuti; supporto all’Apat per la redazione del Rapporto Rifiuti annuale relativamente alla banca dati sulla produzione dei rifiuti e della raccolta differenziata; informazione ai cittadini, agli amministratori pubblici, alle associazioni ed alle imprese mediante contatti front office, telefonici, email; supporto tecnico ed informativo agli enti pubblici e terri-

toriali nelle attività di pianificazione, nella predisposizione di convenzioni con i consorzi di filiera, in particolare relativamente alla Convenzione con il Consorzio Cobat; approfondimento e studio di tematiche specifiche ed in particolare di quelle relative agli aspetti applicativi legati al miglioramento della resa della raccolta differenziata e/o recupero dei rifiuti; base conoscitiva della situazione provinciale nel settore rifiuti come punto di partenza su cui incentrare in futuro la discussione nei vari organismi istituzionali preposti alla gestione dei rifiuti. In particolare il lavoro dell’Opr è rivolto all’analisi della situazione esistente nella Provincia di Cosenza ed all’analisi dei sistemi di raccolta in atto nei vari Comuni o aggregazioni di Comuni. In particolare, il “Rapporto Rifiuti 2006” è in fase di stampa per la divulgazione ufficiale e sarà disponibile a breve».

Beccata a Catanzaro con 400 dosi di eroina CATANZARO — Un’altra operazione dei carabinieri giunta a buon fine: Gli uomini della Questura di Catanzaro hanno arrestato ieri sera Antonietta Scozzafava, ventitre anni, di Catanzaro. La giovane è stata trovata in possesso di quattrocento dosi di eroina. Scozzafava, che aveva addosso la droga, è stata fermata dagli agenti mentre era di ritorno da Napoli. Secondo quanto si è appreso la Scozzafava, già indagata in altre operazioni antidroga nel catanzarese, si era recata a Napoli in auto e poi è scesa in treno.


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Giovedì 18 Settembre 2008 21

CALABRIA VIBO VALENTIA — Sulla polemica innestata dalla denuncia dell’assessore regionale all’Ambiente Silvio Greco, con la quale ha messo dinanzi alle proprie responsabilità tecnici ed amministratori di Vibo Valentia a proposito di quello che appare un colpevole disimpegno del Comune rispetto ad una “roadmap” di programmi utili ad intervenire con efficacia sui torrenti (quasi 5 miliardi delle vecchie lire), con il conseguente dirottamento di quei finanziamenti, pur di attuare al più presto interventi per la loro messa in sicurezza, al Commissario per l’Emergenza Alluvione (che tra l'altro ancora non ha attuato alcun intervento di quelli di sua competenza dal 2006 ad oggi per carenza di fondi), si inserisce anche quel Comitato per il Comune di Porto Santa Venere che da quasi un anno si è attivato con l’intenzione di staccare la frazione di Vibo Marina per realizzare, con questo nuovo nome, una nuova entità comunale. «Nessuno più di noi comprende quanto sia importante intervenire sui torrenti al più presto - si legge in una nota a forma del Comitato - lo diciamo da tempo, e da tempo denunciamo l’assoluto disinteresse verso questo tema, dal quale dipende la sorte e la sicurezza di molte vite umane e l'esistenza stessa della nostra città e delle nostre aziende!». In particolare, Antonio Montesanti, animatore del Comitato, ha ricordato come «nonostante 39 disastrose alluvioni in 90 anni, nulla si muove e niente si fa, a parte la solita prassi di utilizzare le esondazioni (storiche o periodiche che siano) per costruirci sopra nuovi palazzi ed i loro alvei convertirli a collettori fognari!». Montesanti prende ad esempio il torrente Candrillo, «i cui argini, dopo l’alluvione, sono praticamente diversi da quelli originari, questo perché - secondo da lui quanto rilevato - sono saltate molte delle opere idrauliche a difesa dei terreni intorno e per costruirvi ponti di attraversamento si è impiegato cemento e ridicoli tubi di pvc».. Da qui, la denuncia del Comitato Porto Santa Venere: «Molte inefficienze messe insieme rendono il nostro territorio costiero una bomba

VIBO VALENTIA Sulle dichiarazioni dell’assessore regionale Greco interviene il Comitato per il Comune di Porto S. Venere

«Fiumi, problema mai affrontato» Ma il sindaco respinge le accuse e le ribalta in una lunga nota stampa ad orologeria. Per arrivare ad una conclusione, che è quella che evidentemente sta più a cuore al Comitato. Oggi qualcuno chiede le dimissioni del sindaco, altri della giunta comunale, ma noi diciamo da tempo che la complessità, le specificità e le diversità di approccio tra centro e periferia, mare e monte, richiedono non un solo sindaco... ma due!». Ovvero: «Dinanzi al perpetrarsi delle incapacità, al riproporsi dei danni dovuti all'assenza di un vero e cosciente approccio alle emergenze del territorio, noi... non abbiamo più altra scelta e chiediamo a gran voce un'altro sindaco. Ma questa volta a capo di un nuovo comune, quello di Porto Santa Venere». Una provocazione, certo, ma sintomatica del sentimento che le periferie di Vibo Valentia stanno vivendo in questa fase amministrativa della città. Intanto, il sindaco Franco Sammarco non solo respinge le accuse, addirittura le ribalta! Per il sindaco, infatti, «se l’amministrazione comunale di Vibo Valentia non può più gestire il finanziamento di 2 milioni e 600mila euro per la manutenzione dei torrenti Sant’Anna, Tomarchiello, Bravo e Trainiti, piuttosto che per proprie responsabilità, lo si deve esclusivamente alla decisione del professore Silvio Greco che, nella sua qualità di assessore regionale all’ambiente, ha deciso di dirottarli ad altro Ente». Sammarco ricostruisce a suo modo questa paradossale vicenda, che sembra fare il paio (ahimé per la città di Vibo Valentia) con quella del teatro che, a dispetto di un finanziamento statale, non riesce a vedere la luce: «Ricordo che parlammo di tempi brevissimi entro i quali

avremmo dovuto predisporre il necessario, e allorché l’assessore Greco, spiega il sindaco, mi contattò telefonicamente per avvisarmi che aveva deciso di revocare il predetto stanziamento che si riferiva ad un Apq del 2005, non accondiscese neppure ad una proroga di 48 ore facendomi partecipe del fatto che aveva già deciso di percorrere un’altra strada, presumibilmente più lunga ma più conveniente, a suo dire, per garantire un sicuro utilizzo». Insomma, il rammarico del sindaco sta nel fatto che, a suo dire, la proroga richiesta nasceva dal fatto che: «Quel tempo era necessario per effettuare delle verifiche sulla qualità dei materiali da impiegare e senza i quali i progetti già predisposti sarebbero risultati incongruenti. D’altro canto, a nulla servì richiamare l’attenzione sul fatto che al Comune, pur avendo da tempo redatto gli esecutivi con il contributo dell’Amministrazione provinciale, si era inutilmente atteso l’intervento di un tecnico funzionario regionale, il quale avrebbe dovuto collaborare nella definitiva stesura degli elaborati. Ma stranamente neanche questa causa servì a far recedere l’assessore dalla sua decisione». Che rispondere al sindaco? Che l’alluvione risale al luglio del 2006? Ed ancora si temporeggia prima di dare concretezza ai finanziamenti in attesa della “verifica della qualità dei materiali da impiegare”? Che tra la popolazione serpeggia un senso di scoramento che, vivendo chiuso nel Palazzo (ormai blindato con telecamere, metal detector, porte blindate, ingresso controllato e vigilato…), difficilmente si può percepire? Sammarco, però, non sembra porsi questi interrogativi e elaborare una

teoria in base alla quale la decisione dell’assessore regionale in realtà nasconde un preciso disegno politico: «Prendo atto, afferma, infatti, che l’assessore trincerandosi dietro una condotta apparentemente virtuosa, e con aria “professorile” anche nei riguardi del sottoscritto, dà l’impressione d’aver messo in piedi un progetto politico sottile capace di soddisfare un fine scaltro, sconveniente alla comunità, facendo, tra l’altro, con le sue temerarie affermazioni, da sponda ad una opposizione che in caduta libera cerca appigli per denigrare la serietà e lo zelo profusi». Per concludere sibillinamente: «Sicuro come sono che la trasparenza e la legalità non possono essere scalfite da espedienti di politica china, l’unica consolazione è la consapevolezza che, grazie alla scelta del professore Silvio Greco, i fondi non andranno dispersi e saranno utilizzati ugualmente per raggiungere lo scopo». A questo punto, in una sorta di “delirio di onnipotenza”, - scrivono ancora - Sammarco sente il dovere di sferrare fendenti a maggioranza ed opposizione, evidentemente per uscire da una sorta di accerchiamento nel quale probabilmente si sente scaraventato. E così, al senatore del PdL Franco Bevilacqua, che proprio ieri lo ha attaccato chiedendogli di dimettersi, rifila una “lezione” ricordandogli un trascorso politico, in verità poco (o per niente) onorevole per la coalizione di centrodestra: «L’amico parlamentare ha colto l’occasione per non sentirsi secondo ad alcuno, forse con un pò di amarezza perché conscio del fatto che non sarà facile come nel recente passato mandare a casa l’attuale maggioranza di Pa-

lazzo Luigi Razza. Anzi (rincara la dose) il senatore del Pdl dovrebbe sentirsi obbligato con la cittadinanza più a spiegare i veri motivi per i quali ha silurato la precedente giunta di centrodestra anziché preoccuparsi di addebitare a me e al mio esecutivo inerzia ed incapacità. Che si impegni maggiormente a fare un buon lavoro per dare sollievo alla sua comunità per la quale è certamente più difficile risolvere i giornalieri problemi come amministratore di una P. A. piuttosto che come senatore della Repubblica». Rivolgendo poi lo sguardo alla sua maggioranza che, rimasta attonita dopo la denuncia di un assessore regionale che, fino a prova contraria, è di una giunta di centrosinistra, ha rotto il silenzio solo con il consigliere comunale del Pd Bruno Greco, prima afferma che “anche interventi di suoi autorevoli esponenti non possono essere considerati perturbanti”, quindi appioppa uno scappellotto allo stesso consigliere: «Le sue dichiarazioni circa l’effettiva dedizione di questa amministrazione attiva (che comunque ritengo siano riferite più all’attività gestionale che a quella di indirizzo politico) mi pongono in una situazione di serio imbarazzo perché dal consigliere Bruno Greco, che stimo per le sue qualità ed il suo stile, avrei approvato un atteggiamento di maggiore autocontrollo, meno impulsivo ed allarmante. Infatti, conclude Sammarco, sarebbe stato più logico e sicuramente sufficiente chiarire direttamente con me la questione e tanto sarebbe bastato per capire della regolarità di ogni azione. Evitando sproloqui e speculazioni politiche di bassa sostanza». Capito? Maurizio Bonanno

L’autobus non passa, la gente protesta

Vibo, quasi 3 milioni di euro per interventi post alluvione

VIBO VALENTIA — È il problema di

VIBO VALENTIA — Quasi tre milioni di euro per interventi infrastrutturali di ade-

VIBO VALENTIA Gli abitanti delle frazioni più piccole lamentano la mancanza di collegamenti

sempre: collegare la periferia al centro. Da tempo, le frazioni più piccole di Vibo Valentia si sentono abbandonate, trascurate: senza servizi, senza quelle che vengono considerate le condizioni minime di vivibilità. È una storia di lamentele che si ripete nel tempo. Ora, però, paradosso dei paradossi, proprio in coincidenza con l’inizio dell’anno scolastico, le tre Vene (così sono chiamate alcune frazioni: Vena Media, Vena Superiore e Vena Inferiore) subiscono ulteriori disagi: il tradizionale itinerario del servizio di trasporto pubblico urbano, con decisione e tempestività davvero infelice, è stato cambiato; anzi, ad essere più precisi, l’autobus proprio non passa più, con la conseguente soppressione delle fermate, nemmeno nella più popolosa delle tre frazioni di Vena, quella Superiore. A questo punto, la gente, esasperata, è scesa in strada per manifestare il proprio disappunto, i disagi di una situazione assurda e soprattutto pericolosa, perché per prendere l’autobus che porta al centro della città bisogna incamminarsi per raggiungere la statale 18, pericolosa in sé, ma soprattutto pericolosissima nelle ore di punta e per i bambini che sono costretti a questo viatico per raggiungere la scuola. «Siamo a due passi da Vibo - grida in coro la gente di Vena Superiore

Un momento della protesta

- e siamo abbandonati fino a questo punto… e non solo per i pullman». «Siamo tutte persone oneste sbottano dinanzi al cronista - persone che vogliamo lavorare, però purtroppo ci mettono nelle condizioni di non poterci muovere da qui». «Molte di noi - lamentano le donne più anziane - non guidano e se non c’è qualcuno che ci accompagna con la sua macchina non possiamo muoverci da qui, dove non c’è praticamente niente. Abbiamo bisogno di questo pullman, altrimenti siamo costretti a sobbarcarci non meno di un chilometro e mezzo per andare sulla nazionale. E quel che è peggio, è che a

tutto questo sono costretti soprattutto i ragazzi, la mattina presto, che devono andare a scuola, con tutti i rischi che possono correre!». «Ci siamo rivolti a tutti: ai vigili, al comune, agli assessori - insistono gli abitanti di Vena Superiore - ma nessuno che finora si sia dato da fare. E poi, le persone anziane, abituate ad andare quasi ogni giorno al cimitero, come fanno? Possono farsi quattro, cinque chilometri di strada sul ciglio della statale 18? E quando piove?». Si avvicinano i ragazzi e pongono un problema davvero serio: «Ci sono molti nostri genitori che non ci possono accompagnare fino a Vibo perché qualcuno di loro si alza all’alba per andare a lavorare e noi che facciamo? Ci alziamo con loro e poi rimaniamo per ore lungo le strade di Vibo in attesa che aprano i cancelli della scuola?». «È un nostro diritto - gridano altri ragazzi, giovani studenti - poter usufruire del servizio di trasporto pubblico urbano che tra l’altro fino a qual tempo fa esisteva». Qualcuno prova a lanciare un messaggio direttamente all’assessore al trasporto pubblico, Pasqualino Barbuto: «Non chiediamo la luna: vogliamo gli autobus che facciano la stessa linea di una volta che serviva la nostra frazione permettendoci di andare fino a Vibo e ritornare poi a casa». È così difficile accontentarli? Ma. Bo.

guamento e messa in sicurezza dei torrenti maggiormente colpiti dall'alluvione del luglio 2006. Il presidente dell'Amministrazione provinciale, Francesco De Nisi, in qualità di soggetto attuatore degli interventi post-alluvione, comunica l'avvenuta pubblicazione (ieri, martedì 16 settembre) di due bandi di gara relativi ad altrettante opere idrauliche e stradali, nonché l'imminente pubblicazione di altri tre. In totale, dunque, gli interventi previsti sono cinque, per un importo complessivo di 2 milioni e 819mila euro. «Con la pubblicazione dei bandi in questione vengono impiegate per intero e definitivamente le risorse stanziate a suo tempo dalla Regione nell'ambito del Accordo di programma quadro sull'emergenza alluvione - spiega De Nisi -. Con l'assegnazione di questi appalti, quindi, si chiude il capitolo degli interventi di improrogabile necessità individuati all'indomani del catastrofico nubifragio». Ecco nel dettaglio i lavori previsti, con i relativi importi e la tempistica di esecuzione: Fosso Calzone (Bravo) – importo 224mila euro; bando pubblicato martedì 16 settembre 2008; adeguamento del ponte di Via del Pescatore, con demolizione e ricostruzione dell'attuale sostegno dell'infrastruttura stradale; rifacimento del ponte di Viale delle Industrie. La conclusione dell'intervento è prevista entro 120 giorni dalla consegna dei lavori. Sistemazione della fiumara Trainiti – importo 100mila euro, bando pubblicato martedì 16 settembre 2008; rimozione del materiale alluvionale e ampliamento dell'alveo nel tratto che va dalla S. P. 522 alla foce. La conclusione dell'intervento è prevista entro 60 giorni dalla consegna dei lavori. Fosso Cutura (La Badessa) – importo 741mila euro; pubblicazione del bando prevista per giovedì 18 settembre 2008; adeguamento del canale coperto nei pressi della foce e contestuale rifacimento dell'attraversamento della vecchia linea ferroviaria, che rappresenta il punto di massima criticità. La conclusione dell'intervento è prevista entro 365 giorni dalla consegna dei lavori. Fosso Galera (Antonucci) – importo 876mila euro; pubblicazione del bando prevista per giovedì 18 settembre 2008; in aderenza al Piano Versace, l'intervento in questione prevede il rifacimento completo del canale esistente nel tratto compreso tra la strada ferrata e la foce del torrente, per aumentarne profondità e portata; demolizione e ricostruzione degli attraversamenti stradali e adeguamento di quelli ferroviari. La conclusione dell'intervento è prevista entro 150 giorni dalla consegna dei lavori. Fosso Sant'Anna – importo 878mila euro; per la pubblicazione del bando, ormai imminente, si sta procedendo alla chiusura dell'iter burocratico e progettuale; è prevista la demolizione e la ricostruzione del ponte della S. P. 522 che attraversa il fosso, con innalzamento di circa 2 metri della sede stradale. Infine, al di fuori di questo piano e delle risorse previste dall'Accordo di programma quadro, c'è da segnalare anche l'avvio di una serie più generica di interventi di manutenzione e pulizia dei torrenti di competenza dell'Amministrazione provinciale, per un importo complessivo di circa 30mila euro.


22 Giovedì 18 Settembre 2008 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

CALABRIA CATANZARO L’intervento prevede l’eliminazione del vano ascensore, al suo posto una terrazza e a dicembre 130 posti auto

A giorni partiranno i lavori di Bellavista Il sistema potrà contare su due punti focali d’interesse collettivo: uno a monte e l’altro a valle CATANZARO — L’orribile “vano ascensore” di Bellavista sarà presto eliminato e al suo posto sarà realizzata una “terrazza belvedere”assolutamente compatibile con lo scenario architettonico. Le restanti pareti del corpo scala/ascensore saranno rivestite da pareti continue vetrate che consentiranno la veduta a valle. Ma l’intero intervento che prenderà il via nei prossimi giorni (e si completerà entro dicembre) è ispirato alla necessità di armonizzare questo importante sistema di collegamento pedonale con l’aspetto paesaggistico di uno degli angoli più belli di Catanzaro, ricordato da tutti i viaggiatori stranieri del passato. L’annuncio dell’imminente consegna dei lavori è stato dato da Palazzo De Nobili, sottolineando che l’eliminazione del “vano ascensore” (definito un vero e proprio “ecomostro”) è stata sollecitata da tutte le associazioni ambientaliste e culturali della città, tanto che alcuni hanno parlato di “sfregio” al centro storico. Nella relazione tecnica approvata dalla giunta Olivo si legge te-

stualmente che «si è deciso di eliminare il vano ascensore al livello Bellavista, elemento di evidente ostruzione visuale che penalizza la gradevole immagine del paesaggio marino colta da corso Mazzini». Secondo Palazzo De

Nobili, si tratta di un intervento che «punta a risarcire la città di una scelta operata nel passato che rischiava di rovinare irrimediabilmente il luogo strategico per ammirare il panorama della valle della Fiumarella verso il

mare Jonio». Il completamento dell’intervento deciso dalla giunta Olivo (comporterà una spesa di 500 mila euro, attinti dal Psu) sbloccherà anche l’utilizzo del parcheggio a valle (circa 130 posti) che, dunque, da gennaio saranno pienamente fruibili dai cittadini. L’opera creerà un luogo vitale, uno spazio attivo, le cui funzioni non saranno limitate alla sosta delle auto. Sarà favorita la naturale connessione con il centro storico e pertanto si è pensato ad un organico sistema di scale mobili, tapis roulant e rampe in grado di convogliare verso la terrazza di Bellavista i flussi pedonali provenienti dal parcheggio a valle. Oltre al servizio parcheggi, il sistema potrà contare su due punti focali d’interesse collettivo: uno a monte (la “terrazza Bellavista”), l’altro a valle (una serie di locali commerciali). E’ stata prevista la divisione del parcheggio in tre settori, ciascuno servito da una viabilità di accesso, con l’indicazione di posti per disabili. I percorsi pedonali saranno protetti da pensiline il poli-

carbonato. Naturalmente, grande attenzione è stata prestata al risultato estetico delle soluzioni adottate, in considerazione del grande valore paesaggistico di Balleavista: i muri di contenimento saranno rivestiti in pietra con taglio regolare; in luogo delle balaustre saranno sistemate vasche di verde; i corpo scale/ascensore, come detto, sarà rivestito con pareti continue vetrate; la teoria di archi, caratteristica figurativa dello sperone di Bellavista, verrà riprodotta, secondo un procedimento di sintesi, nei prospetti della parte di ampliamento; i terrazzamenti degradanti dei piani parcheggio saranno caratterizzati dalla forte presenza di verde. Alla quota Bellavista, eliminato il vano ascensore, è prevista la realizzazione della “terrazza” in quota, corredata di sedute e spazi a verde: quasi un naturale completamento della passeggiata esistente, «un luogo di continuità visiva e spaziale, di sosta ed incontro, in grado di privilegiare nuove percezioni dello spazio circostante».

Rendite catastali, riunione nella sede di Confindustria

CATANZARO L’associazione “Il Pungolo” chiede al sindaco e all’amministrazione provvedimenti

CATANZARO — Si è tenuto presso la se-

CATANZARO — «La piazza adia-

de dell'agenzia del territorio di Catanzaro, un incontro cui hanno partecipato: il direttore dell'agenzia del territorio ufficio provinciale di Catanzaro, Giorgio Cipolla, il direttore di Confindustria Catanzaro, Dario Lamanna accompagnato dal Responsabile area territorio ed appalti, Francesco Balsamo, ed infine il presidente del collegio provinciale dei geometri, Nicola Santopolo. «La riunione - è sctitto in una nota - è nata dall’esigenza, sollevata dalla Confindustria, di superare alcune criticità riscontrate nella determinazione della rendita catastale delle unità immobiliari, in particolare per quelle a destinazione speciale. A tal proposito, il direttore Cipolla ha assicurato la massima disponibilità a sanare ogni valutazione e stima qualora queste siano palesemente ed oggettivamente incongruenti rispetto ai valori assunti a base della stima stessa. Cipolla ha tuttavia richiesto una maggiore attenzione sia ai professionisti sia agli imprenditori affinché nelle relati-

ve pratiche possano allegare ed inserire relazioni tecniche quanto più dettagliate possibili. Il Direttore dell'agenzia ha, inoltre, informato gli ospiti che sta per predisporsi un “listino”, assolutamente orientativo per la determinazione dei valori immobiliari, il quale potrà essere messo a disposizione sia agli ordini professionali che all'associazione imprenditoriale. Cipolla ha, infine, comunicato che la sede di Catanzaro dell'agenzia è stata individuata come una delle sedi “pilota” per portare avanti una campionatura di immobili ricadenti nelle categorie speciali ed acquisire più elementi possibili, in maniera da poter avviare, in via sperimentale, delle procedure standardizzate per la determinazione degli estimi delle unità immobiliari a destinazione speciale. Sul punto si è chiesta la disponibilità alla partecipazione ad un gruppo di lavoro con i tecnici dell'agenzia per evitare una soluzione del problema attraverso un mero adeguamento ai valori di mercato magari con un moltiplicatore standard».

Servizio a cura della Mediatag settore pubblicità legale

ENTI PUBBLICI E ISTITUZIONI Gli annunci sono presenti sul portale telematico www.aste.eugenius.it

AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE DI CATANZARO PIAZZA ROSSI - TEL. 0961/8411 - FAX. 0961/744519 ESTRATTO AVVISO ESITO GARA N. 40/2008

L’Amministrazione Provinciale, rende noto, ai sensi del D.lgs 163/2006, che in data 24/6/2008 è stata esperita la procedura aperta per l’affidamento dei lavori per il completamento della S.P. Vallefiorita S.P. Cenadi-Filadelfia 6° Lotto. La gara è stata aggiudicata con il criterio del massimo ribasso percentuale sull’elenco prezzi posto a base di gara, previa esclusione automatica dalla gara delle offerte che presentino una percentuale di ribasso pari o superiore alla soglia di anomalia individuata, ai sensi dell’art. 86, comma 1, del D.lgs. 163/2006 (art.122 comma 9, del citato decreto legislativo). Determina di aggiudicazione n. 4490 del 7/7/2008. Offerte ricevute n. 36 ditte escluse n. 4 - Impresa aggiudicataria Bad & Strass S.r.l. ribasso del 29,818% - Importo netto di aggiudicazione euro 686.669,91 compresi oneri di sicurezza - tempo di esecuzione lavori 240 giorni- R.U.P. Ing. Floriano Siniscalco- Direttore dei lavori Ing. Vincenzo Pirrò L’elenco completo delle ditte partecipanti alla gara è stato inserito nell’avviso integrale dell’avvenuto esperimento pubblicato all’albo pretorio dell’Ente e sul sito: Internet www.provincia.catanzaro.it. L’esito è stato pubblicato sulla G.U.R.I. in data 10/9/2008. (n° 105 Serie V°) CATANZARO Il Dirigente Dott. Antonio Russo

«Piazza Duomo è diventata un parcheggio» cente la Chiesa del Duomo di Catanzaro è ormai da molti mesi diventata un parcheggio con tanto di regolamentazione delle tariffe-orario. Ma come può la piazza del Duomo di Catanzaro sita nel cuore della città e adiacente la Cattedrale diventare a tutti gli effetti un parcheggio per autovetture?». Lo scrive l’associazione “Il Pungolo”. «La piazza (agorà nell’antica Graecia e forum nella città romana) - continua - è fin dai tempi antichi, il centro della città dal punto di vista economico, commerciale e politico e luogo di incontro e di relazioni interpersonali. Nella nostra città, invece, è diventato luogo d’incontro per autovetture in sosta! Il fatto è ancor più grave se solo si pensa che la piazza del Duomo costituisce l’unica vera grande piazza della nostra città e che le decine di autovetture parcheggiate regolarmente dalla mattina alla sera, non solo impediscono di fatto ogni tipo di incontro e/o relazione interpersonale, ma rendono finanche difficoltoso l’accesso alla Cattedrale dei fedeli. Il fatto è anche contraddittorio perchè da un canto l’attuale amministrazione comunale vanta i propri meriti nel completamento sul Corso Mazzini dell’isola pedonale, che peraltro funziona male e a singhiozzo, e dall’altro invece autorizza nel pieno centro storico il parcheggio di autovetture su una piazza che si trova a pochi metri dall’isola pedonale. Inoltre la scelta di fare della piazza Duomo un parcheggio è avvilente sotto il profilo urbanistico-estetico se si pensa al contesto architettonico del luogo e all’imponenza storico-monumentale della Cattedrale». Pertanto il direttivo dell’associazione “Il Pungolo” per Catanzaro «chiede al sindaco Olivo e all’amministrazione comunale di adottare in ordine a quanto esposto ogni più opportuno provvedimento al fine di restituire alla Piazza del Duomo la sua più antica, nobile e proficua funzione sociale».

CATANZARO CENTRO STORICO CORSO MAZZINI

VENDESI ATTIVITA’ COMMERCIALE ADIBITA A BAR Per informazioni chiamare al numero

338/9096746

FITTASI STANZE SINGOLE IN APPARTAMENTO RISTRUTTURATO TERMO AUTONOMO • TUTTI I CONFORT

PER STUDENTESSE O LAVORATRICI A MT.300 DALL’UNIVERSITA’ DI CZ E DALL’OSPEDALE DI PIO X INFO

334 1875277


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Giovedì 18 Settembre 2008 23

CALABRIA CATANZARO Ieri incontro presso la Direzione generale dell’ufficio regionale per presentare le novità e i dati relativi al nuovo anno

«La scuola è alla base dello sviluppo» Presenti Mercurio e Cersosimo che hanno sottolineato la volontà di investire sull’istruzione CATANZARO LIDO — Si è svolto ieri

presso la sede della Direzione generale dell'Ufficio scolastico regionale per la Calabria, l'incontro per la presentazione delle novità e dei dati relativi alla partenza del nuovo anno scolastico nella regione. Alla conferenza stampa erano presenti: Francesco Mercurio, direttore dell'ufficio scolastico regionale; Domenica Cersosimo, vice presidente della Giunta regionale; i Dirigenti ed i responsabili degli uffici della direzione generale dell'Usr per la Calabria. Ad iniziare è stato Francesco Mercurio che ha illustrato ai presenti delle diapositive relative ai dati della scuola nella nostra regione. Da qui è emerso che: molti sono i plessi con meno di cento alunni; vi è stata una netta diminuzione del numero di alunni, circa 11 mila in meno e che dunque parte dei tagli effettuati sono relativi a questo dato; alla diminuzione di circa 5 mila alunni corrisponde un taglio di 1658 docenti; gli studenti ammessi agli esami di stato nella regione sono de 99% circa, mentre la media nazionale si a aggira intorno al 97,5%; gli studenti che raggiungono il 100 o il 100 e lode sono il 10% contro una media italiana del 6%; i dati sulla dispersione scolastica relativi all'anno 2006/07 e al 2007/08 sono in leggero aumento. Allarmante la situazione dei docenti, dai dati dell'ufficio regionale risulta che: una gran parte di questi ha tra i 51 e i 69 anni, troppo basso il numero degli insegnanti di ruolo tra i 25 e i 36 anni (solo 722 su circa 40 mila docenti); i dirigenti scolastici hanno quasi tutti tra i 56 e i 69 anni. Per quanto riguarda le strutture e gli allievi la situazione non è di certo rosea: la metà dei plessi scolastici ha problemi strutturali; qua-

Cersosimo e Mercurio

si nella metà delle strutture vi sono ancora barrire architettoniche; minori le competenze degli allievi rispetto al nord della nazione. «Questi dati - ha dichiarato Mercurio - ci fanno capire che bisogna lavorare sulla qualità e ci consentono di avere un'idea del nostro sistema scolastico in base a cui fare delle scelte. Siamo ora consapevoli della necessità di mettere in atto un'organizzazione che ci consenta di realizzare obiettivi importanti. Per questo motivo abbiamo creato dei gruppi di lavoro all'interno della direzione regionale costituito da: dirigenti, docenti e personale amministrativo. Solo con questa presenza forte sulla provincia avremo l'opportunità di operare sul territorio. Negli ultimi due anni abbiamo fatto comunque molti passi avanti. Ora dobbiamo catturare esperienze ed estenderle. Il passo successivo è quello di individuare i centri di eccellenza. Da qui partire con seminari e predisporre un database do-

I dirigenti e i responsabili dell’ufficio

ve far confluire le informazioni. Per fare tutto ciò - ha concluso Mercurio - è necessario che tutti abbiamo le necessarie competenze in modo da poter fare proposte innovative». Dopo il direttore dell'ufficio scolastico regionale è intervenuto il vice - presidente della Giunta regionale, Domenico Cersosimo, che da tempo dimostra un particolare interesse nei confronti della scuola. «Bisogna mettere a tema la scuola - ha detto Cersosimo - perché questa è il futuro della Calabria. Attraverso l'istruzione si può costruire una nuova regione. La scuola calabrese non funziona, questo è evidente, dunque si deve intervenire subito, perché è una priorità troppo spesso trascurata. Gli interventi nel settore dell'istruzione danno frutti a a lungo termine. Per questo motivo in passato la classe politica ha preferito rivolgere più attenzione verso altri settori. Ma ora è arrivato il momento di cambiare. Fondamentale sarà anche diffondere un senso

di legalità agli studenti anche attraverso la "pedagogia dei limiti". Ma dietro i disagi non bisogna mai dimenticare - ha continuato Cersosimo - che ci sono i punti d'eccellenza che però non hanno coinvolto ancora l'intero tessuto sociale. La politica regionale non vuole trascurare le eccellenze ma le vuole premiare gli studenti e i docenti meritevoli». Dunque è partita una forte opera di cooperazione fra l'ufficio scolastico regionale e la Regione che insieme hanno già definito le linee guida da seguire per alzare il livello scolastico in Calabria. Tra i progetti in atto: campi scuola, viaggi studio all'estero, premi agli studenti migliori, 12 nuove scuole medie superiori, progetti sulla Costituzione, incentivi ai professori migliori, 350 ricercatori inviati all'estero, bandi per laboratori di musica, eliminazione delle barriere architettoniche. «Ora è necessario lavorare per ricostruire una buona immagine della scuola calabrese e

per questo partiremo subito con una serie di seminari. Il mio desiderio e obiettivo - ha concluso Cersosimo - è quello di cercare di cambiare il contesto, perché è in base a questo che si costruisce la persona. Inizialmente si potrebbe tentare di incentivare studenti ed insegnanti in modo da alzare il livello culturale - scolastico. In seguito tutto diventerebbe naturale. Le scuole saranno inoltre sempre aiutate nella realizzazione dei tanti progetti che vorremmo fare loro realizzare. La Regione gli darà dei punti di riferimento». L'impegno di Mercurio e Cersosimo è totale per far si che la scuola calabrese migliori e il loro ottimismo fa ben sperare. Appuntamento dunque già fissato per giugno quando i due presenteranno i dati relativi all'anno scolastico appena partito. Intanto il 3 ottobre l'inaugurazione del nuovo anno scolastico al Politeama.

CATANZARO — I rappresentanti dei sindacati confederali della scuola hanno avuto un incontro con il direttore dell'Ufficio scolastico regionale, Francesco Mercurio, nel corso del quale si è parlato dei tagli di posti di insegnante decisi dal Ministero. Nel corso dell'incontro si è fatto riferimento, in particolare, agli insegnanti di strumento musicale. Secondo i rappresentanti di Fic-Cgil e Cisl e Uil Scuola hanno sostenuto che «i tagli imposti al mondo della scuola non sono applicabili agli organici dello strumento musicale in quanto in antitesi con quanto disposto da una circolare ministeriale secondo la quale in presenza delle condizioni richieste, relativamente

IL CASO A margine della riunione un faccia a faccia con i sindacati

struzione». «L'amministrazione - prosegue la nota - si è impegnata, inoltre, a convocare a breve le organizzazioni sindacali non appena l'ulteriore approfondimento sarà concluso. Naturalmente, qualora gli esiti dell'approfondimento non dovessero sortire gli effetti auspicati, le parti valuteranno la possibilità diimpugnare i provvedimenti nelle sedi competenti». L’incontro è stato preceduto dalla conferenza stampa presso la Direzione generale dell’ufficio scolastico, a cui erano presenti lo stesso Mercurio e il vice presidente della Giunta regionale, Domenico Cersosimo.

CATANZARO — Il consiglio della seconda circoscrizione, presieduta da Massimo Lomonaco, ha approvato nella seduta consiliare di lunedi scorso le proposte da inserire nel prossimo piano triennale dei lavori pubblici. Su indicazione della commissione presieduta dal consigliere Maurizio Bronzi, che ha raccolto le istanze di tutti i colleghi, dopo un attento monitoraggio su tutto il territorio di competenza, in particolar modo quei quartieri che risultano essere più trascurati e che necessitano di interventi prioritari e urgenti, l’intero consiglio ha unanimemente approvato di portare sul tavolo tecnico dell’assessorato ai lavori pubblici numerose proposte per rendere maggiormente vivibile il territorio di competenza. Le proposte di intervento riguardano, in primo luogo, l’eliminazione della fontana in zona Pianicello, la creazione di aree di verde attrezzato in via Cilea, in via D’Amato, via Garibaldi Gariani, recupero del vecchio

CATANZARO Approvazione delle proposte da inserire nel piano triennale dei lavori pubblici

E i docenti di musica temono i nuovi tagli alla disciplina dei corsi in questione, vengono mantenuti in organico di diritto i corsi attivati negli anni precedenti». Esistono, dunque, secondo i rappresentanti sindacali, gli estremi legislativi per un'impugna-

tiva agli organi competenti. «Il direttore dell'Ufficio scolastico regionale - secondo quanto riferiscono i sindacati in un comunicato - si è impegnato ad approfondire con i dirigenti degli Uffici scolastici

provinciali tale problematica al fine di non mortificare ulteriormente, oltre al personale della scuola, le famiglie e gli studenti calabresi, che si vedrebbero, ancora una volta privati di un diritto sacrosanto quale l'i-

Consiglio della seconda circoscrizione Le istanze riguardano principalmente quei quartieri che risultano essere più trascurati e che necessitano di interventi prioritari e urgenti

Gasometro in zona Fondachello, ristrutturazione scuola elementare B. Chimirri, consolidamento e messa in sicurezza finalizzata all’apertura al traffico di via Corrado Alvaro, ristrutturazione dell’ex lavanderia per ubicazione di servizi e riqualificazione dell’area circostante in via Vivaldi, realizzazione di marciapiedi in via D. M. Pistoia fino ad arrivare a via Lilio in zona Monacaro, isole pedonali e la realizzazione di un sistema di canalizzazione delle acque piovane integrate con grate trasversali presso gli incroci di via Daniele, via N. Nasi e via Buccarelli, via De Gasperi, via M. Greco fino ad arrivare a via Indipendenza. Simili interventi, sono da realizzare anche nella zona sud del territorio circoscrizionale, precisa-

La commissione approva unanimemente, durante la seduta, numerose proposte per rendere maggiormente vivibile il territorio di competenza

Carmela Mirarchi

mente da porta di mare fino alla zona della funicolare, mentre, in via Traversa A. Masciari si necessita della riqualificazione della zona e l’abbattimento di un muro per la costruzione di aree parcheggio, riqualificazione dell’Ospedale vecchio con annessa chiesetta della Portella, realizzazione dell’ascensore di via Carlo V che porti anche alla Chiesa di S. Maria di Mezzogiorno ed infine la realizzazione di un parcheggio multipiano nella zona di Bellavista. Afferma Bronzi in una nota: «Abbiamo cercato di dare indicazioni utili a valorizzare aree abbandonate del nostro territorio, che se opportunamente riqualificate ravviverebbero i diversi quartieri, permettendo alla collettività una maggiore vivibilità. Il mio impegno e quello dei colleghi è volto a risolvere piccoli problemi che, dopo anni, potrebbero finalmente trovare risposte positive. Mi auguro sinceramente che queste proposte possano essere effettivamente realizzate».


24 Giovedì 18 Settembre 2008 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

CALABRIA NOTTE PICCANTE ll dirigente del settore Igiene Ambientale e Mobilità ha emesso l’ordinanza che disciplina il transito in occasione della manifestazione

Chiuse al traffico molte vie della città Polizia Municipale e agenti della forza pubblica vigileranno sull’esecuzione delle direttive Per la serata della “Notte piccante” sarà proibita la circolazione e la sosta dalle ore 7 del 20 settembre fino alle ore 7 di domenica 21 settembre nelle Vie e nelle Piazze interessate

CATANZARO — Il dirigente del settore Igiene Ambientale e Mobilità, Aldo Mauro, ha emesso l’ordinanza che disciplina il transito e la sosta veicolare nelle zone della città interessate dalla manifestazione “La Notte Piccante” in programma sabato prossimo 20 settembre. Nel testo dell’ordinanza vien sottolineato che «l’Amministrazione Comunale Settore Turismo ha organizzato per giorno 20 settembre 2008 la manifestazione “La Notte Pioccante” che interesserà con una serie di intrattenimenti tutto il centro storico». Il testo specifica che «dalle riunioni e dalle conferenze di servizio che si sono succedute presso il Settore Turismo nonché presso la Questura di Catanzaro è emersa la necessità di inibire la circolazione e la sosta dalle ore 7 del 20 settembre fino alle ore 7 di domenica 21 settembre nelle vie e nelle Piazze

interessate». Il dirigente ha così «ritenuto di dover emettere i seguenti provvedimenti in merito: dalle ore 7 di sabato 20 settembre fino alle ore 12 di domenica 21 settembre venga istituito o confermato, il divieto di sosta ambo il lati con zona rimozione nelle seguenti vie: via Fontana Vecchia, piazza Matteotti, Corso Mazzini, Piazza G. Garibaldi, Via Settembrini, Via San Giorgio, Scesa Poerio, via Poerio, via Case Arse, Largo Prigioni, Via S. Angelo, via De Grazia, via F. Scalfaro, piazza Larussa, via XX Settembre, via S. Maria di Mezzogiorno, Pianicello, piazza Rosario, Via Arcivescovado, piazza Duomo, via Educandato, via Menniti Ippolito, piazza Grimaldi, via Jannoni, piazza Serravalle, piazza Basilica Immacolata, via Spasari, via San Nicola, via Casalinuovo, piazza Cavour, via Cavour, via Sensales, via

Marconi, via San Francesco di Paola nel tratto compreso tra la piazza Roma e la piazza Marconi, via F. De Seta, Discesa Porta di Mare. Dalle ore 15 di sabato 20 settembre e fino alle ore 8 di domenica 21 settembre 2008 venga istituito il divieto di transito nelle vie di cui al punto sopra, ad esclusione dei mezzi di soccorso, di emergenza e delle Forze di Polizia. Dalle ore 15 di sabato 20 settembre 2008 e fino alle ore 8 di domenica 21 settembre 2008 venga istituito ildivieto di transito nella via Nuova ad esclusione dei residenti che potranno transitare fino all’altezza dei Tabacchi di via F. De Seta. Dalle ore 18 di sabato 20 settembre e fino alle ore 8 di domenica 21 settembre 2008 venga istituito il divieto di transito nella via Acri ad esclusione dei residenti. I flussi di traffico veicolare proveniente dal nord della città subiranno le

seguenti deviazioni: via Mario Greco (oppure via Milano), via Indipendenza, via A. Turco, Viadotto Bisantis. I flussi di traffico veicolare proveniente dal sud della città subiranno le seguenti deviazioni: viale Dei Normanni, via Milelli, Rotatoria Gualtieri. I flussi di traffico veicolare proveniente dal via Carlo V subiranno le seguenti deviazioni: Porta di Mare, via D. Marincola Pistoia, viale Dei Normanni, via Milelli, Rotatoria Gualtieri. Il Settore Gestione del Territorio, provvederà all’apposizione della necessaria segnaletica a norma del Codice della Strada, su tutte le zone di cui in sopra. Il Comando di Polizia Municipale e gli agenti della forza pubblica vigileranno sull’esecuzione della presente ordinanza apportando tutte le variazioni in materia di circolazione stradale che si renderanno necessarie».

CATANZARO — Anche i Servizi

CATANZARO Nella notte tra il 20 e il 21 sarà anche possibile richiedere la carta d’identità elettronica

ni saranno gradualmente ampliate e consentiranno l’accesso ai servizi di tutta la Pubblica Amministrazione». Dunque anche i Servizi Demografici di palazzo de Nobili, limitatamente all’ufficio di emissione della carta d’identità elettronica, saranno aperti in occasione della “Notte Piccante”. Un occasione in più per rinnovare i propri documenti d’identità.

Demografici di palazzo de Nobili, limitatamente all’ufficio di emissione della carta d’identità elettronica, saranno aperti in occasione della “Notte Piccante”. L’iniziativa rientra nell’ambito dei servizi offerti in occasione della manifestazione. Lo sportello sarà aperto dalle ore 20 di sabato alle 3 del mattino di domenica 21 settembre. «Si ricorda - fa

Montecorvino, via Raffaelli, piazza Di Tocco, Scesa Ciaccio, piazza Le Pera, Scesa San Rocchello, vico I° Piazza Roma, via Eroi, via Agricoltori, via F. Fiorentino, piazza Roma, piazza

Uffici aperti per rilasciare documenti sapere il dirigente del settore, Gaetano de Vita -che la Carta di Identità Elettronica (Cie), oltre a svolgere le funzioni di documento di riconoscimento, ha anche valore di Codice Fiscale; offre l’i-

scrizione gratuita, livello “massimo”, al Golem, portale dei Servizi dell’Amministrazione, consentendo tramite un lettore di smart card collegato al proprio Pc, la possibilità di visualizzare

tutto ciò che riguarda la propria posizione anagrafica e tributaria, effettuando, altresì, i pagamenti dei tributi comunali (Tarsu, tosap) via Web. In futuro - ha anticipato De Vita - le sue funzio-

CATANZARO La novità s’inserisce nel grande evento che sabato 20 approda alla sua seconda edizione

C’è anche la lotteria Notte Piccante CATANZARO — “Lotteria Notte

Piccante”. E’ stata presentata nel corso di una conferenza stampa tenutasi lo scorso 15 settembre presso Palazzo de Nobili. Una lotteria (di sorta comunale) che s’inserisce nella già consolidata formula della notte piccante che, il prossimo sabato approda alla sua seconda edizione. Promossa dall’associazione storico culturale “Castello d’Altavilla”, la lotteria ispirata al modello americano vuole offrire un ulteriore possibilità di divertimento in un momento di festa per la città offrendo un montepremi che nel complesso ammonta a 10.000 euro. «Abbiamo approfittato di un momento di grande festa popolare per offrire un ulteriore ed importante pretesto per non mancare, ma anche per far conoscere alla popolazione le nostre numerose iniziative che si susCATANZARO — Si è riunita ieri mat-

tina la Commissione Consiliare Sicurezza e Legalità della Provincia di Catanzaro, presieduta dal consigliere Mario De Onofrio e dal vice presidente del Consiglio Emilio Verrengia, presenti i componenti della commissione i consiglieri Giampaolo Bevilacqua, Enzo Bruno, Francesco Longo, Amedeo Mormile, e Michele Rosato. La Commissione ha stabilito che si riunirà ordinariamente ogni settimana e straordinariamente nei casi di necessità. De Onofrio e Verrengia hanno illustrato le linee guida che caratterizzerà l’attività politica istituzionale dell’organismo consiliare, che di concerto con le istitu-

seguono, con il fine comune di valorizzare la cultura della nostra città, spiega in una nota la prof. ssa Ornella Rizzica», socio del club catanzarese che, assieme al prof. Luigi Costa ha tenuto la conferenza stampa. Sottolinea, inoltre, la prof. ssa Rizzica: «Un’ idea singolare che s’inserisce nell’originale contesto della Notte Piccante che, tra l’altro, tenuto conto del momento di crisi e del divieto di premi in danaro per le lotterie che vige nel nostro paese, vuole premiare i vincitori con buoni da spendere nei supermercati o in altri esercizi commerciali che quotidianamente condizionano le nostre tasche». I biglietti, dalla significativa grafica, si possono acquistare presso tutte le edicole, distributori di benzina e tutti gli altri esercizi commerciali alla modica cifra di 1 euro. L’estrazione è fissata per le ore 2.00 di sabato

notte in piazza Grimaldi, momento in cui verranno assegnati ben 11 premi, corrispondenti in buoni da spendere in supermercati o dal benzinaio. Un’iniziativa di certo importante specie se pensiamo al grande significato culturale che si cela dietro una lotteria, come quello portato avanti dall’associazione Castello d’Altavilla”, inserita nella Notte Piccante che riscuote ampi consensi a partire dal mondo del commercio, già in perfetta sinergia con l’ente organizzatore che con non pochi sforzi collabora attivamente ad un momento di festa comune. I premi: 1° biglietto vincente 5.000 euro in buoni supermercato; 2° biglietto vincente 1.500 euro in buoni benzina o diesel; 3° biglietto vincente 500 euro in buoni supermercato; 4° biglietto vincente 500 euro in buoni benzina o diesel; 5° bi-

La conferenza stampa

L’estrazione dei biglietti è fissata per le ore 2 di sabato notte in piazza Grimaldi, verranno assegnati 11 premi

glietto vincente 450 euro in buoni supermercato; 6° biglietto vincente 450 euro in buoni benzina o diesel; 7° biglietto vincente 400 euro in buoni supermercato; 8° biglietto vincente 400 euro in buoni benzina o diesel; 9° biglietto vincente 300 euro in buoni supermercato; 10° biglietto vincente 300 euro in buoni benzina o diesel; 11° biglietto vincente 200 euro in buoni supermercato.

CATANZARO Sì è riunita la Commissione provinciale guidata da De Onofrio e Verrengia

gendo i giovani ed i docenti di tutto il territorio. La Commissione, infine, ha indirizzato un saluto di benvenuto al neo Questore della Provincia di Catanzaro, Arturo De Felice ringraziandolo per le operazioni di polizia che ha diretto in prima persona in questi giorni nei campi nomadi di Viale Lucrezia della Valle, Germaneto e Viale Isonzo e nel rione Aranceto dove i cittadini ormai scoraggiati aspettano la presenze dello Stato e delle istituzioni preposte per ripristinare un clima di serenità e sicurezza sociale. La commissione valutata, inoltre, positivamente la presenza della Polizia di Stato nelle scuole della città di Catanzaro e di Lamezia Terme.

Le linee guida per sicurezza e legalità zioni scolastiche, le forze dell’ordine, le parrocchie, le associazioni d’arma e le associazioni di volontariato, predisporranno un progetto di educazione alla legalità e di educazione stradale che interesseranno i giovani e le famiglie dell’intera provincia. Tra i temi che la commissione affronterà anche quello relativo al fenomeno della tossicodipendenza e dell’alcol, con la predisposizione di alcuni progetti che saranno concordati con le Aziende

Sanitarie ed i Sert. Un attenzione da parte della Commissione sarà rivolta agli operatori economici del territorio provinciale. In particolare si confronterà con le varie categorie, associazioni ed organizzazioni sindacali operanti nel commercio, nell’artigianato, nell’industria per far accrescere la vicinanza delle istituzioni per non sentirsi isolati rispetto alle problematiche dell’usura, delle estorsioni che alcuni operatori subiscono in alcune zone

della nostra provincia. Sul progetto di educazione alla legalità, affermano De Onofrio e Verrengia, c’è una grande sensibilità ed attenzione della Presidente della Giunta Wanda Ferro e dal Consiglio Provinciale presieduto da Peppino Ruberto, che hanno già dichiarato nei giorni scorsi che la Giunta Provinciale finanzierà questi progetti ed organizzerà una manifestazione conclusiva con la presenza di autorevoli esperti del settore coinvol-


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Giovedì 18 Settembre 2008 25

CALABRIA CATANZARO I dati resi noti dal Ministero dello sviluppo economico evidenziano un segnale estremamente negativo

«Il capoluogo si classifica maglia nera» Bevacqua (Pd): «Gravi carenze nell’apparato produttivo e per la collettività» CATANZARO — «Secondo i dati resi noti dal Ministero dello sviluppo economico la provincia di Catanzaro - sottolinea Antonio Bevacqua, dell’esecutivo Pd, in una nota - risulta essere “maglia nera” nella speciale classifica della variazione del valore aggiunto delle imprese del 2007 rispetto al 2006. Catanzaro, infatti, con il suo -0,8% non solo è l’ultima di tutto il mezzogiorno, che pure viaggia con una media del +2,2%, ma si pone al fondo di tutta la regione dopo Reggio (+8,1%), Crotone (+5,6%), Vibo Valentia (+2,1%) e Cosenza (+0,07%). Si tratta, innegabilmente, di un segnale estremamente negativo che mette in luce

«Occorre guardare ai punti di debolezza che caratterizzano la base produttiva» gravi carenze dell’apparato produttivo della provincia, dannose non solo per le imprese ma, soprattutto, per la collettività se si pensa a quanto ciò potrà incidere quando il federalismo fiscale andrà a regime. Visti i risultati nel loro complesso la performance negativa di Catanzaro non può essere certamente più addebitata al gap di competitività meridionale rispetto ad altre aree del paese, nè allo smembramento av-

venuto del territorio provinciale. Occorre perciò guardare con realismo ai punti di debolezza che caratterizzano la base produttiva della provincia e, ancor di più, alle potenzialità da sfruttare. E poichè, da sole, le città di Catanzaro e di Lamezia Terme fanno più della metà dell’intera provincia, come non pensare alle loro dirette responsabilità in una fase di recessione così evidente. Urge, probabilmente, riallacciare il dialogo, forte, dell’area metropolitana e diventa indispensabile pensare al rilancio economico e produttivo in termini seri e decisi, smettendo di cincischiarsi con le sagre paesane o le effimere manifestazioni tematiche».

CATANZARO L’associazione invita i cittadini a rinunciare all’acquisto del pane, simbolo della nostra cucina

Il Codacons contro l’aumento dei prezzi CATANZARO — «Il Codacons aderisce

alla mobilitazione nazionale di oggi. La nostra è una iniziativa di denuncia e di proposta affinchè si intervenga sugli aumenti di prezzi e tariffe, sia quelli già realizzati che quelli annunciati nelle prossime settimane», questo dichiarano in una nota i rappresentanti del Codacons. «Sono sotto gli occhi di tutti - proseguono -: Aumenti dei prezzi dei generi alimentari, a partire da quelli essenziali di pane (+ 30 %), pasta (+ 35 %), olio e latte, che vengono giustificati con i costi delle materie prime... eppure il grano diminuisce; Aumenti per la scuola, libri (non sono stati rispettati i tetti di spesa) e varie tipologie di accessori. Aumenti di gas, elettricità e benzina; Aumenti dei servizi bancari ed assicurativi. Prote-

stiamo contro gli aumenti ingiustificati che colpiscono le famiglie. Chiediamo un immediato ribasso del 5 % di prezzi e tariffe. Chiediamo interventi atti a scongiurare crack finanziari e ricadute pesanti sulle famiglie. Chiediamo incisivi interventi per sconfiggere posizioni di lobbies che si oppongono alla concorrenza: banche, assicurazioni... Chiediamo interventi in tema di liberalizzazione, come già positivamente si è iniziato a fare, su carburanti, elettricità. Chiediamo maggiori informazioni a partire dall’origine dei prodotti. Chiediamo lo strumento della Class Action e maggiori poteri di verifica, controllo e sanzione delle Authority. Chiediamo interventi immediati per la definizione della fascia di garanzia per le famiglie

meno abbienti nei settori energetici. Chiediamo, infine, ampliamento degli spazi funzionali a vendite dirette produttori-consumatori. Il Codacons, quindi, aderisce a quello che viene definito “lo sciopero della pagnotta” ed invita i Sindaci Calabresi a destinare spazi per la vendita diretta dai produttori ai consumatori. Solo in questo modo - concludono dal Codacons - i Consumatori potranno avvicinarsi ai prodotti locali e comprendere le distorsioni prodotte dal mercato. Invitiamo, quindi, i cittadini a lanciare un primo segnale di ribellione, rinunciando all’acquisto dell’alimento principe della nostra cucina, come un simbolo di protesta contro le speculazioni sui prezzi che affliggono i bilanci familiari».

CATANZARO LIDO L’associazione opera dal 2003 nel settore della socio-assistenza e dell’impegno civile

“Usabile” modifica il suo atto costitutivo CATANZARO LIDO — E’ stato ap-

provato dai soci, riuniti in assemblea nella sede di Catanzaro Lido, il nuovo atto costitutivo dell’associazione di volontariato “Usabile”. A determinare la modifica dell’atto costitutivo dell’associazione, fondata da Carlo Crucitti nel 2003, non è solamente stata l’adesione di nuovi soci che hanno preso il posto di altri (è ancora avvertita da tutti, infatti, la mancanza del vicepresidente Bruno Timpano, morto poco più di tre mesi fa), ma anche l’invigorimento della stessa “mission”. L’associazione di volontariato, che opera nel settore della “socio-assistenza”, dell’impegno civile e della promozione e tutela dei diritti, della cultura, dell’istruzione, dell’educazione permanente e della formazione - nel pieno rispetto dei dettami della legge 266/91 - si arricchisce invero del carattere dell’internazionalità. E tra gli scopi definiti all’interno dello statuto vi è pure quello, all’articolo 4, di «…cooperare con altre istituzioni nazionali ed internazionali, pubbliche e private, aventi finalità affini alle proprie…E di coordinarsi con gli organismi nazionali ed internazionali impegnati a perseguire una maggiore equità, con particolare riferimento ai Paesi in via di sviluppo, nel campo economico, sociale ed educativo…». Le varie attività sociali, tese a contrastare la dispersione scola-

Foto di gruppo dei volontari

stica e lo sfruttamento del lavoro minorile, e ad assicurare sostegno al diritto allo studio dei soggetti svantaggiati, si esplicano pertanto nell’organizzazione di eventi e manifestazioni, nella promozione e gestione di corsi di formazione e di aggiornamento professionale, nella redazione di riviste a carattere sociale, nella campagne di raccolta fondi, nella produzione e vendita diretta di manufatti realizzati dagli stessi volontari, nel riciclaggio dell’usato. Nello statuto, inoltre, si fa riferimento all’utilizzo, in maniera forte ed incisiva, dei mezzi di comunicazione e di informazione di massa, delle tecnologie più avanzate e di internet, allo

scopo di contrastare il divario digitale a favore dei soggetti più deboli. E dopo avere apposto la firma in calce ad ognuna delle pagine di cui si compongono lo statuto e l’atto costitutivo, Carlo Crucitti e gli altri undici soci (Rosa Godino, Natalia Crucitti, Daniela Tarantino, Francesco Tarantino, Pasquale Buzzi, Maria Bombara, Giuseppe Pedullà, Martino Rotella, Raffaella Ingenito, Antonio De Marco, Valerio Tomasello) hanno rimandato al prossimo incontro l’assegnazione delle cariche associative, manifestando il loro intento di aprirsi a quella parte della cittadinanza attiva che desidera rimboccarsi le maniche e fare del bene.

CATANZARO Gigliotti è intervenuto a proposito del caro-pane

«Tutelare il potere d’acquisto» CATANZARO — «E’ opportuno av-

viare ogni utile iniziativa per tutelare il potere d’acquisto delle famiglie. La crisi economica in corso sta, infatti, impoverendo sempre di più i nuclei familiari più deboli e quelli a reddito fisso. Speculazione, caro petrolio ma anche comportamenti irresponsabili da parte di numerosi operatori hanno finito per produrre un forte aumento dell’inflazione. Servono allora ferme prese di posizione e partecipazione di tutti per frenare l’ascesa dei prezzi alimentari di prima necessità». E’ il passaggio saliente dell’intervento del consigliere comunale, Antonio Gigliotti, esternato in occasione della manifestazione nazionale contro il caro-pane indetto per oggi da Intesa consumatori(team di sigle che include Adoc, Adusbef, Codacons e Federconsumatori). «Il fenomeno del caro pane è presente in modo rilevante anche nelle nostra Città. In alcuni supermercati, a parità di qualità e di formato, si verificano prezzi che si discostano anche di 50 centesimi in più rispetto al prezzo praticato negli esercizi di alcune realtà del comprensorio, senza calcolare il balzello - ticket dei 5 centesimi in più per la busta. Anche su altri prodotti di largo consumo, in Città, si registra una lievitazione al rialzo dei prezzi rispetto a quelli praticati a Soverato o a Lamezia. Una comparazione - ha proseguito il consigliere del Pd - che porta i residenti catanzaresi a spostarsi fuori i confini comunali. Fenomeno che aggrava,

certamente, la crisi del commercio che tanti vorrebbero, invece, attribuire alla pedonalizzazione di corso Mazzini. Proprio per fronteggiare questo crollo, l’Amministrazione Olivo si è attivata e si sta spendendo per dare risposte concrete e durature ai commercianti che a ragione hanno evidenziato questo andamento lento delle loro attività. Tra queste iniziative spicca il “Parco commerciale all’aperto” che darà nuova linfa alle attività commerciale allocate su Corso Mazzini. E’ stata anche istituita la commissione prezzi, in linea con la legislazione nazionale, che avrà il compito di vigilare e combattere gli abusi sui prezzi. La commissione si insedierà nei prossimi giorni. Inoltre, Catanzaro, da quest’anno, è stata anche inserita dall’Istat tra le Città incaricate alla rivelazione dei prezzi al consumo. Una inclusione importante che porterà, certamente, ad avere dati reali sui prezzi che compongono il paniere Istat e che potranno essere utili anche per una più mirata azione a tutela dei consumatori. I commercianti, però, devono fare la loro parte avviando iniziative che possano venire incontro ai consumatori ed in primo luogo alle fasce meno abbienti. Non sta a me, certamente - ha concluso Gigliotti indicare quali potrebbero essere le iniziative da mettere in campo, ma gli esempi potrebbero venire da altre città che hanno avuto gli stessi problemi e che hanno saputo superare con delle campagne mirate».

Catanzaro La replica di Romano a Tallini «Polemiche inopportune e fuori luogo, sono le dichiarazioni rilasciate dal Consigliere di minoranza Domenico Tallini sui mezzi dell’Amaco di Cosenza che circolavano, fino a pochi giorni fa, nella città di Catanzaro, utilizzati anche dall’Amc per fornire il servizio sostitutivo della funicolare della città di Catanzaro, dichiara in una nota il presidente dell’Amc Francesco Romeo. Infatti - prosegue - già dal mese di giugno, sono in corso i lavori di straordinaria manutenzione sulla galleria della funicolare, e il servizio sostitutivo è stato assicurato grazie all’azione sinergica tra comune di Catanzaro, Ferrovie della Calabria e Azienda per la mobilità della città di Catanzaro, con l’apporto gratuito del contributo dell’Amaco di Cosenza, che ha concesso in comodato l’uso di due mezzi. Si è dovuti ricorrere a questo prestito perché l’autoparco dell’Amc non ha avuto la possibilità di impiegare mezzi propri, infatti è grazie al governo delle precedenti amministrazioni che l’Azienda dispone di un autoparco, appena sufficiente alle esigenze del servizio, formato in buona parte da mezzi ormai vetusti che rischiano di restare per strada, e senza nemmeno la disponibilità di cassa (ai limiti del fallimento) per poterne acquistare di nuovi. Non c’è da stupirsi, se tra le Aziende su citate, che si sono consorziate nel Co. me. tra., ci possa essere un rapporto di reciproca collaborazione, nulla esclude infatti, che in futuro possano circolare dei mezzi dell’Amc nella città di Cosenza o in altre cittadine calabresi, ciò va proprio nella direzione indicata dal Governo nazionale che auspica la formazione di Aziende per i trasporti di tipo territoriale, provinciali o regionali. Forse, secondo il nonsigliere Tallini, sarebbe stato meglio non attivare il servizio sostitutivo, o sarebbe stato più comodo utilizzare gli scuolabus? Forse, oltre che a dividere l’Italia vogliamo anche dividere la Calabria, per stupide gelosie di campanile?». Sospensione della viabilità presso il bivio Apostolello In coincidenza dell’iniziativa “La Terza del Sociale”, strada provinciale 16 bivio ponte Alli - Bivio Apostolello - SS 106, il 19 settembre prossimo resterà chiusa al traffico veicolare dalle ore 20 alle 24 sino alla conclusione della manifestazione. Mentre sulla strada provinciale 159/3 per lavori di risanamento del ponte, sarà limitata la circolazione con l’istituzione di un senso unico alternato a vista. La prescrizione resterà in vigore fino alla fine dei lavori. Anche sulla provinciale 159/4, per lavori di risanamento dei ponti al Km 4+900, Km 5+000 e Km 7+100, sarà limitato il traffico veicolare con l’istituzione di un senso unico alternato a vista. Il provvedimento resterà in vigore fino alla fine dei lavori.


26 Giovedì 18 Settembre 2008 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

CALABRIA CATANZARO L’on. Pittelli ha scritto una nota al Premier e ad Alfano per ricordare quanto la Calabria necessiti di questo istituto

«Berlusconi, ridacci la Scuola di Magistratura» «Clemente Mastella ha spogliato la città di un essenziale presidio di legalità» CATANZARO — «Con un decreto è

stata dislocata altrove la Scuola di Magistratura per il Mezzogiorno, con un decreto può esserne ripristinata l'originaria destinazione anche in considerazione del fatto che l'Amministrazione Comunale aveva, già a suo tempo, predisposto strutture e mezzi adeguati a tale scopo». Così l'on. Giancarlo Pittelli (Pdl) a proposito della Scuola di Magistratura, in una lettera a Silvio Berlusconi e ad Angelino Alfano, Ministro della Giustizia. «Come certamente - scrive Pittelli - ricorderete, nel corso della XIV legislatura, l'allora Ministro della Giustizia, On. Roberto Castelli, attraverso l'emanazione di un apposito decreto, nell'operare un'equa e corretta distribuzione delle strutture sull'intero territorio nazionale, aveva individuato Catanzaro quale sede (oltre a Bergamo e Firenze) destinata ad accogliere la Scuola della Magistratura per l'area meridionale del Paese. Il suo successore, Clemente Mastella, in maniera del tutto inopinata ed illegittima e per motivi esclusivamente "campanilistici", emanando un nuovo decreto, spogliava la Calabria e Catanzaro di un essenziale presidio di legalità, disponendo la dislocazione della Scuola in Benevento. Le reazioni dei Calabresi sono state, nel corso della precedente legislatura, di profonda indignazione nei

GRUPPO

RUGA

confronti del Gabinetto Prodi e dello stesso Ministro Mastella, rispetto ad un vero e proprio "scippo" operato nei confronti di una Terra che, più di altre, avrebbe bisogno di essere accompagnata dal Governo centrale in un processo di profonda trasformazioneetica e culturale prima ancora che economica. Le giustificazioni addotte nella parte motiva del "decreto Mastella" sono apparse ai calabresi quali strumentali e risibili argomentazione volte a coprire un'operazione prettamente clientelare, nel silenzio assoluto della classe parlamentare dell'allora maggioranza di centro- sinistra. Il Sindaco della mia città, pur appartenendo al medesimo cartello elettorale del Ministro Mastella, ha proceduto, con serietà e tempestività, all'impugnazione, in sede amministrativa, del decreto del Ministro della Giustizia e, dunque, alla difesa di un'istituzione che avrebbe potuto e potrebbe assumere valenza determinante ai fini della crescita della Città e dell'intera Regione. La vicenda non può e non deve, a mio avviso, essere archiviata dal Governo Berlusconi il quale, proprio in considerazione della particolare gravità della condizione in cui versa la Calabria, ha l'obbligo di adoperarsi in maniera concreta ed urgente per eliminare l'ennesima ingiustizia della quale è rimasta vittima».

CATANZARO Cimino scrive in una nota i suoi dubbi sui lavori relativi alla struttura di Lido

«Il porto non è una fotografia da gita» CATANZARO — «Se il porto si farà, secondo il battage pubblicitario della giunta e dell’effervescente assessore al marketing, non sono in grado di affermarlo», scrive in una nota Franco Cimino, Capogruppo Nuova Alleanza per Catanzaro. «Né mi preoccupo - continua - di metterlo in dubbio quanto a certezza di finanziamenti e a proprietà e qualità tecnica del progetto. D'altronde, nonostante il fiume di dichiarazioni e le gigantesche improbabili progettazioni che scendono sulla grave condizione di Catanzaro, sono portato, per cultura istituzionale, a credere alle parole del Sindaco, moralmente vincolanti per la persona e l’alto scranno da cui provengono. Tuttavia, vedere quelle foto celebrative su tutti i giornali a costruire merito laddove c’è colpa grave, come quelle apparse l’altro ieri, ritraenti, spalle al porto, uomini politici totalmente assenti dalle problematiche di Marina, è cosa che mi procura una qualche reazione. Se i lavori di questo primo lotto, ritardatari da anni, si stanno per concludere, a vantaggio parziale di quei pescatori che in questi anni sono andati raminghi da porto a porto, da capitaneria a capitaneria, gra-

ERRE EMME AUTO

SRL

Franco Cimino

vandosi di fatiche e rischi pesanti, nonché di spese eccessive, compreso le multe che taluni hanno dovuto pagare, è merito prevalente di quei pescatori che, accompagnati da pochi cittadini e da pochissimi operatori politici, hanno condotto una lotta aperta e durissima, per quanto corretta e civile, affinchè i lavori del porto venissero conclusi presto. Quando abbiamo manifestato per le vie del quartiere, tutti quelli ritratti nella fotografia pub-

blicizzata non c’erano. E chiamati non rispondevano. Quando in Consiglio Comunale abbiamo esposto la drammatica condizione in cui si trovavano, per affetti del porto fantasma, i pescatori, chiedendo per essi un sostegno economico, questi signori non c’erano. E se c’erano restavano zitti, votando contro la nostra proposta di un contributo una tantum, successivamente approvata, in misura ridotta solo grazie all’intelligente e sensibile intervento del Sindaco, che ancora ringrazio per questo. Se metà del porto ci sarà a settimane, merito è della gente del mare che se l’è conquistato, nonostante i lunghi inganni e i grandi prezzi elettorali pagati sulle false promesse. Se arriva in ritardo rispetto alle tante assicurazioni di questi anni, la responsabilità è di quanti in passato, anche recente, non si sono impegnati a dovere per vincere pigrizie e ostacoli. Se il porto, infine, sarà completato, auspicabilmente presto, anche questo lo vedremo quando alle foto di gruppo all’aria aperta, si alternerà la foto delle ruspe e delle grandi gru che lavoreranno per realizzare finalmente il porto di Catanzaro. Ma ora, per favore, silenzio e rispetto. E lavoro duro».

via Conti Falluc snc - Catanzaro tel. 0961.751188 - e-mail: erreemme@tataitalia.it

in collaborazione con

Arilli Motors via Acquabona - (KR) tel. 0962.905486

Brogna Auto 4x4 viale Affaccio, 171 - Vibo V. tel. 0963.991838

Autochiara by Lamezia Gomme via del Progresso - Lamezia T. (CZ) tel. 0968.456686

Autocentro di Cariati Antonio piazza Municipio - Cirò Marina (KR) tel. 0962.35910

Grandinetti Aldo Automobili via Maigret - Soveria Mannelli (CZ) tel. 0968.662348


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Giovedì 18 Settembre 2008 27

CALABRIA SOVERATO Il sindaco racconta le fasi che hanno portato al recente rimpasto di Giunta e fissa le priorità per il futuro

«Verifica chiusa, ecco le cose da fare» «C’è un bilancio da sistemare rispetto alle gravi situazioni debitorie ereditate» di Francesco Pungitore SOVERATO — La verifica si è chiu-

sa. Finalmente. Adesso, c’è da giurarlo, giunta e consiglieri si tufferanno a capofitto nella vita amministrativa, tralasciando, almeno per un po’, gli impegni di carattere puramente politico. La conferma arriva direttamente dal sindaco, Raffaele Mancini, che ha già stilato un fitto piano di lavoro a brevissimo termine. Proprio ieri c’è stata la riunione dell’esecutivo, la prima con Maurizio Gioviale assessore e senza l’ormai ex vice sindaco Pietro Matacera. Sindaco Mancini, iniziamo proprio dal rimpasto. Un atto dovuto? «Direi proprio di sì. C’è stato un documento firmato da tutti i consiglieri comunali di maggioranza con il quale è stato ridisegnato tutto il quadro della coalizione. Gli unici a non firmare eravamo stati io e Matacera. Entrambi per ovvie ragioni». Dunque, l’estromissione del vicesindaco era necessaria per salvaguardare la tenuta della maggioranza? «Era consequenziale. O accettavo il documento o mi ponevo io personalmente contro tutta la maggioranza. Certo, alla fine è stato comunque un atto sofferto, doloroso e difficile. Però la politica è fatta di equilibri. E i mutati equilibri hanno portato a questo. Il futuro poi dirà se è stata una operazione positiva o negativa. In tutti i casi, senza nulla togliere ai validissimi nuovi innesti, nessuno potrà mai dimenticare i 7 anni e mezzo di proficuo lavoro svolto con Pietro Matacera». SOVERATO — Una lettera aperta di protesta di un cittadino soveratese, Walter Leo, nei confronti dell’assessore comunale allo Sport, Antonio Matozzo. «Nato a Soverato, da 45 anni scrive - sono nel settore calcio Soveratese, prima come giocatore del fu Us Soverato ed in seguito come allenatore di giovani calciatori. Soverato è da sempre considerata la “Città dello Sport”, ma il delegato comunale attuale allo Sport stenta a farsi carico dei problemi del calcio che riguardano la città. E intanto la situazione va sempre a peggiorare: il campo Baldassarre Sinopoli da qualche anno, come ha detto lo stesso assessore, per “motivi politici” è stato dato alla società calcistica Virtus, che n’è diventata quasi proprietaria. E l’altra società, l’Fc Soverato, scuola calcio di puro settore giovanile, fino allo scorso anno si è arrangiata utilizzando il campo Ippica, ora chiamato “Nunzio Marino”. Questa estate, come ormai da qualche anno, oltre agli stand degli ambulanti, hanno messo anche la pista di ghiaccio, che peraltro a tutt’oggi non funziona, e non vi dico la condizione del campo come viene trovato dopo l’occupazione inconsueta. La società Fc Soverato ogni anno ha dovuto provvedere e trovare qualcuno o per favore o spendendo soldi per sistemare in qualche modo il campo, e non vi nascondo che molto è stato speso da parte di Pino Scalamandrè, che organizza tornei, per la sistemazione del campo sportivo. Faccio presente, che la società Virtus Soverato, così come giusto che sia, ha iniziato da oltre un mese gli

Raffaele Mancini

Qual è stato il passaggio decisivo in questa vicenda? «La mutata geografia politica. Prima Matacera era espressione di un gruppo. Ad un certo punto si è ritrovato solo. Dal punto di vista numerico, gli assessori devono essere sostenuti dai consiglieri, altrimenti si provoca uno scollamento devastante tra l’Aula e la Giunta. Se gli assessori non hanno consiglieri di sostegno non si può governare, ci sarebbe una dicotomia insanabile». Insomma, adesso che i consiglieri hanno ottenuto ciò che volevano, si sentono rappresentati a pieno titolo dall’esecutivo... «Certo. I partiti hanno riscritto l’accordo elettorale con le forze che attualmente compongono la maggioranza consiliare. Era doveroso che ne prendessi atto». Ma non si è perso fin troppo tempo? «Dal momento in cui è stato stilato quel documento sono passati

solo 15 giorni. Una pausa necessaria per dare a tutti i tempi di riflessione dovuti». Ora, l’imperativo è governare... «Abbiamo delle priorità ben definite. C’è, innanzitutto, l’obbligatorietà di migliorare il bilancio rispetto alle situazioni debitorie ereditate. Dobbiamo cercare di superare le difficoltà esistenti rispetto ai problemi di cassa, non di contabilità. La contabilità è a posto. Inoltre, occorre produrre il nuovo piano delle opere pubbliche entro il 30 settembre, magari intercettando fondi europei per finanziare i cantieri. Infine, c’è la scadenza del piano spiaggia, sempre entro il 30 settembre». E il Piano regolatore... «Sicuramente si farà». Opere già avviate? «A memoria ricordo: stiamo già lavorando sulla promozione del teatro; a giorni ci sarà l’appalto per il rinnovo della rete idrica dietro il Corso; stessa cosa per la bonifica del Beltrame, con fondi regionali; c’è da finire l’acquario per febbraio; è in itinere la tangenziale dell'ospedale mentre quella di Soverato Superiore è già partita con il 25 % dei lavori conclusi. Insomma, si cammina speditamente». E le politiche comprensoriali? «Si lavora attivamente, in particolare con il comune di Satriano. Già da ottobre pensiamo di varare una associazione che ci consenta di presentare progetti unici. E' importante che la classe dirigente locale riconquisti il ruolo di espressione del popolo. Amministratori votati per risolvere i problemi e inserire le proprie comunità in un contesto di sviluppo più alto».

LE PRIORITA’

PIANO REGOLATORE E PIANO SPIAGGIA

OPERE PUBBLICHE: PARTE UN NUOVO PIANO

SOVERATO Lettera aperta all’assessore comunale Antonio Matozzo

Protesta di un cittadino «Non si può fare sport» allenamenti della prima squadra e del settore giovanile, mentre invece l’Fc Soverato non ha potuto iscrivere nemmeno i ragazzi ai campionati regionali perché non avevano spazi idonei destinati agli allenamenti e il tempo a disposizione era ormai ristretto, nonostante la domanda per una struttura sportiva idonea è stata presentata all’assessore il 28 luglio scorso. Ad oggi alle due citate società calcistiche se n’è ag-

Antonio Matozzo

giunta un altra di terza categoria e settore giovanile. Così non avendo altri spazi a disposizione e dopo insistente richiesta, finalmente i dirigenti delle rispettive società sportive sono stati convocati dall’assessore Matozzo, il quale però invece di trovare una soluzione attraverso il dialogo e il confronto civile, ci ha letteralmente cacciati via dalla stanza. In un’altra circostanza, prima dell’estate, ho avuto un altro diverbio con

SOVERATO Una missione di lunga durata che prevedE concrete possibilità di assunzione

Lavorare al Nord, corso per diplomati SOVERATO — Progetto “Mobilità Nord-Sud” promosso dalla società per il lavoro Ali Spa. Si tratta di un progetto finalizzato all’assunzione di giovani diplomati del Sud presso alcune aziende del Nord Italia, (soprattutto nel settore della metal meccanica nelle città di Reggio Emilia, Modena, Bologna e Parma) in risposta alla difficoltà di reclutamento di personale specializzato nelle zone del Settentrione. A breve partirà un corso a Sovera-

to rivolto a 30 giovani diplomati relativo al settore della metalmeccanica. Con il progetto “Mobilità Sud-Nord” Ali spa seleziona e forma giovani risorse professionali delle aree del Sud Italia per inserirle presso delle aziende del Nord del paese. “Mobilità Sud-Nord” è stato lanciato in modo strutturato nel 2007, e ha già permesso fino ad oggi l’inserimento di circa 250 giovani diplomati ad indirizzo tecnico, provenienti dalle regioni Pu-

glia, Basilicata, Calabria e Sicilia in realtà aziendali importanti del settore della metalmeccanica nelle città di Reggio Emilia, Modena, Bologna e Parma. Con il progetto “Mobilità Sud-Nord” Ali spa propone ai candidati offerte di lavoro che permettano loro di entrare in una missione lavorativa di lunga durata - da 6 mesi a un anno - e che preveda concrete possibilità di assunzione da parte dell’azienda utilizzatrice. (info. mo@alispa. it)

l’assessore ed anche in questo caso il comportamento è stato lo stesso, anzi i toni, forse perché eravamo in mezzo alla strada, sono stati più accesi. Per questo pongo alcune domande a cui non riesco a trovare risposte, sperando che qualcuno possa dare delle risposte plausibili: come possono tre società più un organizzatore di tornei dividersi un campo sportivo? Un assessore, che ha di fronte questa situazione, come può affermare che, per 10.000 abitanti, tre società sportive e un organizzatore di tornei, un campo di calcio può bastare? Quando verrà sgomberato e sistemato il campo Nunzio Marino? Secondo voi questo signore, rispettabilissimo nella sua vita privata e professionale, e mi levo tanto di cappello, può fare ancora l’assessore? E’ un comportamento corretto quello di un amministratore che non si fa carico dei problemi della sua città che riguardano la sua delega? Ed è giusto che se un cittadino va a chiedere spiegazioni non ha l’opportunità di parlare? Oppure che si risponda ironicamente “di trovarti un altro paese per andare a giocare e casomai cambiare ragione sociale”? E ancora che si dica “mettetevi d’accordo fra di voi altrimenti io non faccio giocare più nessuno”? E’ normale che il campo “Baldassarre Sinopoli” non abbia un custode e che l’assessore si giustifichi dicendo che non ci sono soldi? Chiedo alla cittadinanza tutta di darsi una mossa e protestare contro questa situazione perché i nostri ragazzi sono in mezzo ad una strada». Vitaliano Marino


28 Giovedì 18 Settembre 2008 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

CALABRIA IL FATTO La nomina è avvenuta nella mattinata di ieri nel corso dei lavori del comitato direttivo della nota sigla sindacale

Genco è il nuovo segretario Cgil Il 93,3% dei votanti lo hanno preferito a Panini. Tra i presenti anche l’uscente Vera La Monica LAMEZIA TERME Magno chiede a Speranza di intervenire sulla questione dell’ospedale

«Centralistica la gestione della sanità»

Il tavolo della presidenza

LAMEZIA TERME — Eletto a margine della consultazione regionale, Sergio Genco è il nuovo segretario generale della Cgil calabrese. La nomina, avvenuta nella mattinata di ieri nel corso dei lavori del comitato direttivo della nota sigla sindacale ed al quale ha preso parte, tra gli altri anche il presidente uscente, Vera La Monica ed il segretario Cgil Scuola, Enrico Panini, lo ha visto preferito con il 93,3% dei votanti. Tra i 151 membri del Comitato direttivo con diritto di voto, infatti, solo sette (cinque contrari e due astenuti) non hanno optato per la nomina del neo eletto. Percentuale poco inferiore a quella che lo dava già favorito a termine della precedente consultazione effettuata tra i responsabili provinciali e regionali del sindacato e che si at-

testava al 96% circa. Non una sorpresa, dunque, ma comunque un motivo di vanto per Sergio Genco che subito dopo la sua designazione ha dichiarato «la mia Cgil sarà una Cgil che guarda alla storia gloriosa ed antica della Calabria. A quella che da sempre ha visto questo sindacato vicino ai lavoratori ed alla gente di questa nostra regione. Come Cgil riproporremo con forza i temi legati allo sviluppo ed al mondo del lavoro, coscienti che in questa regione su tali questioni occorre una grande determinazione ma anche una grande unità. Per questo ha poi concluso- è nostra intensione collaborare fattivamente con le altre due sigle sindacali, Cisl e Uil». Antonietta Bruno

LAMEZIA TERME — «Le notizie che giungono dal panorama sanitario regionale, ed in particolare da quello catanzarese, confermano, ancora una volta, il carattere spregiudicato dell’operazione “taglia Asl” sponsorizzata dalla giunta Loiero», dichiara in una nota Mario Magno, capogruppo in consiglio comunale del Popolo delle Libertà. «Danno prosegue Magno - il senso di una gestione centralistica della sanità e di una politica della salute lontana dalle reali necessità del territorio, attenta esclusivamente ad interessi di bottega e di campanile. Da un lato, infatti, si registra la vibrante protesta dei sindacati che denunciano trasferimenti ed assunzioni non autorizzate o, comunque, sospette all’interno della Azienda Sanitaria Provinciale di Catanzaro. Dall’altro si assiste ad una gestione territorialmente circoscritta ed esclusivamente “cittadina” delle risorse regionali nella totale dimenticanza ed a scapito delle strutture sanitarie della provincia. È di ieri, infatti, la notizia di un ulteriore stanziamento di 15 milioni di Euro, da parte della Giunta regionale, per il potenziamento funzionale e l'innovazione tecnologica dell'Azienda ospedaliera Pugliese-Ciaccio

(una somma che, se aggiunta a quella già stanziata lo scorso mese di agosto, tocca la cifra totale di 30 milioni di euro). Tutto ciò avviene nel grigiore di un sistema, creatosi a seguito dell’accorpamento promosso durante l’assessorato Lo Moro, in cui la gestione delle risorse è demandata unicamente alle strutture provinciali, tradizionalmente poco interessate alle vicende dei territorio circostante. La conseguenza - prosegue ancora il capogruppod el Pdl - è che, ospedali come quello di Lamezia, Soverato etc. possono contare esclusivamente su macchinari e strumenti fatiscenti ed obsoleti e personale demotivato; altre strutture, invece, operano in vere e proprie zone franche e godono dei privilegi di tale discriminante politica sanitaria. E, purtroppo, non c’è da stare tranquilli neanche alla luce delle parole dell’attuale Commissario dell’Asp di Catanzaro Morabito il quale, descrivendo negativamente gli assetti organizzativi ed i risultati dell’ex Asl Lametina lascia intendere, tra le righe, la necessità di advenire, proprio nella struttura lametina, a nuovi tagli, di personale e di risorse, che avrebbero come effetto quello di metterla definitivamente

in ginocchio. In una tale situazione, si impone uno scatto di orgoglio della classe politica lametina che non può e non deve subire inerme l’aggressione e conseguente spoliazione sanitaria messa in atto dal governo regionale. Insisto, pertanto, nella richiesta, fin’ora disattesa, di convocazione di un Consiglio Comunale in cui, ufficialmente, l’Amministrazione reagisca in maniera forte e se del caso provocatoria, ad un tale stato di cose ribadendo la richiesta di ripristino della vecchia Asl lametina. Chiedo, nelle more, che il primo cittadino faccia sentire, nel modo che più riterrà opportuno, la sua voce a tutela della salute dei cittadini e del territorio lametino; l’opposizione saprà sostenerlo nel modo più responsabile». Dunque ribadisce Magno: «Da un lato, infatti, si registra la vibrante protesta dei sindacati che denunciano trasferimenti ed assunzioni non autorizzate o, comunque, sospette all’interno della Azienda Sanitaria Provinciale di Catanzaro. Dall’altro si assiste ad una gestione territorialmente circoscritta ed esclusivamente “cittadina” delle risorse regionali nella totale dimenticanza ed a scapito delle strutture sanitarie della provincia».


30 Giovedì 18 Settembre 2008 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

CALABRIA CATANZARO Questo l’invito con cui Amato ha introdotto la riunione alla quale hanno partecipato consiglieri provinciali e comunali del Pd

«Servono 50.000 firme Salva l’Italia» «Cento nuovi disoccupati a Catanzaro sono un danno sociale ma Berlusconi non si è posto il problema» CATANZARO — «Dobbiamo raccogliere 50.000 firme Salva l'Italia nella provincia, pertanto Catanzaro deve contribuire molto e l'impegno in tal senso dovrà essere enorme». Con questo invito il Coordinatore provinciale del Partito Democratico di Catanzaro Pietro Amato ha introdotto la riunione alla quale hanno partecipato i componenti dell'esecutivo provinciale del capoluogo di regione, i consiglieri comunali del Pd ed i dirigenti di partito della città. Primo obiettivo sarà, dunque, contribuire alla raccolta firme, che, come detto da Rita Commisso, dovrà essere organizzata nel minimo dettaglio. «Dobbiamo sfruttare anche delle iniziative provinciali che organizzeremo nelle prossime settimane - ha aggiunto Amato - nello specifico per dibattere con i cittadini sulle riforme della scuola e del Federalismo, due piaghe per la nostra realtà, che noi contestiamo apertamente». Fondamentale sarà ora, secondo coloro che hanno preso parte all'incontro, pianificare tutto questo ed il tesseramento, come sottolineato da Antonio Sorrentino, responsaCATANZARO — In questi giorni presso la Scuola Media Statale Alessandro Manzoni di Catanzaro è stato presentata l’agenda-diario ideata dagli alunni della scuola Anile. Iniziativa svoltasi nel corso dell’anno scolastico 2007/8 e finanziata dall’Assessorato alla Pubblica Istruzione e Cultura della Regione Calabria, con legge regionale 27/85. Importante progetto, attuato grazie all’impegno dell’Associazione Karol Wojtyla, operosa da anni e seriamente impegnata nella formazione dei giovani. Il programma ha suscitato vivo interesse e buoni risultati da parte degli allievi che vi hanno aderito. Questi ultimi, seguiti con professionalità da docenti ed esperti, hanno creato un ottimo prodotto editoriale corredata di foto e approfondimenti tematici, stampato in 500 copie e distribuito tra gli stessi studenti della scuola Manzoni e succursali Anile e Patari. L’attività di formazione ha compreso lezioni in aula e all’aperto, durante le quali i giovani coinvolti si

mentale per raggiungere la maggior parte dei cittadini e per far ciò tutti dovremo essere coinvolti e spenderci al massimo, perché noi del Pd siamo contro le manovre di questo governo e siccome anche la gente è arrabbiata, dobbiamo divenire un loro valido sostegno. Cento nuovi disoccupati a Catanzaro sono un danno sociale che non potevamo permetterci, ma Berlusconi non si è posto il problema. Sta a noi ora abituarci a stare insieme e così sarà se ci faremo guidare dalle regole». Tornare a fare politica tra la gente è dunque ciò che si propone il Pd, come ribadito da Antonio Bevacqua, che ha aggiunto che i democratici calabresi sono comunque pronti ad affrontare il Federalismo, naturalmente se sarà applicato nel giusto contesto. Per tutto questo servirà un grande sforzo, ma il Pd è pronto a farlo, come detto da Sorrentino. «Serve un'impennata che dia una sensibile svolta alla nostra azione politica, per questo non ci risparmieremo». «Così ricominciamo a fare politica, ha concluso Annamaria Riccio, perché raccogliere firme e promuovere iniziative non sa-

ranno un atto burocratico, ma una forte azione di rilancio del partito». A margine della riunione, i componenti dell'esecutivo hanno voluto esprimere soddisfazione per il bilancio positivo derivante dalla stagione estiva appena conclusasi, durante la quale si è riscontrato un netto miglioramento, soprattutto per ciò che concerne lo stato di salute dell'acqua delle coste ioniche, che per tutto il periodo estivo è stato eccellente. «Il plauso convinto va al presidente Agazio Loiero, che nel primo anno di legislatura chiese scusa ai calabresi per le condizioni del mare. Oggi va detto grazie al governatore per aver perseguito una politica vincente in merito alla questione mare e non era facile risolvere i tanti problemi del passato. Ancor più, grazie alla realizzazione del nuovo depuratore, Loiero, in collaborazione con l'amministrazione Olivo, consentirà al capoluogo di poter usufruire nei prossimi anni di un mare che molte città ci invidieranno. Per lo sviluppo del turismo questo risultato era una prerogativa ed averlo conseguito è un merito indiscutibile».

CATANZAROSignificativo il percorso degli studenti che hanno presentato il lavoro alla Manzoni e alla Patari

tori. Presso il Marca hanno contemplato i capolavori di nomi consacrati della pittura come Mattia Preti e Mimmo Rotella; immersi nel verde del Parco della Biodiversità Mediterranea, hanno apprezzato le opere di noti artisti contemporanei. Hanno ripercorso centinaia di anni di storia, ammirando le monete del Museo Provinciale, le carrozze del Barone de Paula, i paramenti sacri conservati nel Museo Diocesano e le divise esposte al MusmiI. Molto soddisfatta si è dichiarata in merito la Preside della Scuola Manzoni, Antonietta Panzarella, che ha asserito: «Indubbiamente l’istruzione in Calabria, con iniziative così rilevanti, raggiunge traguardi di merito e di eccellenza. Il vasto bagaglio di esperienze e di cultura, acquisito dai nostri studenti, andrà certamente a migliorare il resto della società civile calabrese, offrendo note di speranza per l’avvenire di tanti giovani».

Un momneto della riunione

bile dell'organizzazione. «Servono indicazioni chiare - ha precisato il consigliere comunale Bernardo Cirillo -, sulle quali basare la nostra azione politica, che dovrà vedere la partecipazione piena delle istituzioni». C'è ancora molto da fare, soprattutto per quel che riguarda le normative da seguire, come ricordato da Mario Paraboschi. «E' una fase ancora transitoria per il Pd calabrese - ha detto Parabo-

schi - ma se recuperiamo un confronto politico e la nostra opposizione sarà incisiva, riusciremo a far capire alle persone i nostri progetti». Serve un'accelerazione notevole secondo Gianfranco Colosimo, ma questa avverrà, come rimarcato da Pino Tommasello, e la raccolta firme sarà l'occasione ideale. «Dobbiamo fare banchetti, incontrare le persone, organizzarci in città, perché la comunicazione è fonda-

L’agenda diario della scuola Anile sono esercitati con materiale didattico classico appositamente fornito, e beni tecnologici messi a disposizione dalla scuola e dall’associazione. A guidare gli alunni attraverso questo esclusivo percorso, sono stati il consulenti ed esperti che sono ben riusciti a chiarire loro le problematiche relative al mondo dell’editoria. «Con la suddetta iniziativa - ha dichiarato Ewa Wanda, Presidente dell’Associazione - ci si è proposti infatti di formare allievi che potranno, senza alcuna difficoltà, inserirsi un domani nell’odierna realtà lavorativa, che prevede la conoscenza delle nuove tecnologie informatiche e la loro applicazione nel mondo del lavoro». Numerose sono state le visite guidate, svoltesi con il consenso e la partecipazione dei geni-

Un momento della presentazione

Teresa Lara Pugliese

CROPANI L’ importante punto di riferimento logistico per il mondo agricolo arriva nell’area dell’alto Ionio PETRONA’Ai piedi della Sila c’è una parola sulla bocca di tutti: porcino

Apre l’atteso ufficio della Coldiretti Tutti pazzi per i funghi CROPANI — Finalmente, dopo anni di

richieste e tentativi, l’area dell’alto Ionio e della corrispettiva presila catanzarese, che comprende i paesi da Simeri Crichi a Belcastro, ha il suo ufficio di zona della Coldiretti a Cropani Marina. Un importante punto di riferimento logistico per il mondo agricolo ben radicato sul territorio, che rimarrà aperto al pubblico tutti i giorni dal lunedì al venerdì, ma anche un premio per chi per anni ha lavorato con umiltà e senso del dovere sociale, uno tra tutti, Tommaso De Fazio, detto Masino, membro della giunta regionale e presidente Coldiretti per la sezione di Cropani. Presso l’ufficio saranno attivi i servizi che compongono le attività principali della Coldiretti, il Caa (Centro assistenza agricola), il C. af(Centro assistenza fiscale) e il patronato, per stare più vicini al mondo agricolo e seguire gli agricoltori e gli imprenditori, non solo sotto l’aspetto prettamente sociale, ma anche e soprattutto per quel che riguarda l’approccio con il mercato. Personale

tecnico sarà disponibile per le informazioni e le indicazioni per i progetti inerenti al nuovo Psr (Piano Sviluppo Regionale). Importanti iniziative sono state già avviate dall’associazione a livello regionale, De Fazio ha parlato “Fermer Market” una tipologia di mercato locale dei prodotti e di “Campagna Amica” il progetto di Coldiretti per sviluppare un dialogo aperto tra l’agricoltura ed i consumatori e per rispondere ai cittadini sui grandi interrogativi che riguardano la salute e il benessere. «Oggi diventa importante nutrirsi bene - ha sostenuto De Fazio con prodotti di qualità e di sicura ed accertata provenienza per non smarrire l’identità dei nostri territori da un lato e la salubrità di ciò che mangiamo dall’altro. Campagna amica promuove non solo la vendita diretta dei prodotti nelle aziende con conseguente riduzione dei prezzi al consumo - ha aggiunto De Fazio - ma anche una serie di eventi, fiere e sagre che mirano a diffondere la cultura dei prodotti tipici di qualità, in questo la

Coldiretti ha trovato la valida collaborazione dell’associazione Ionici che ha promosso la fortunata campagna “Consuma e Spendi Calabrese”, e inoltre, una rete di agriturismi dove il visitatore ha la possibilità di riappropriarsi del contatto con la natura e riscoprire i buoni sapori della terra». All’inaugurazione del nuovo ufficio, benedetto dal parroco di Cropani Marina e di Cuturella, don Vincenzo Moniaci e di quello di Squillace, don Peppino Megna, erano presenti le massime rappresentanze sindacali, regionali e provinciali, il direttore dott. Angelo Miro, il quale, ha riconosciuto l’impegno nel comprensorio di De Fazio che con la sua atività, continuerà a promuove la capacità di guardare avanti e non al quotidiano, il presidente interprovinciale di Catanzaro, Crotone e Vibo, Roberto Torchia, che guarda con una certa attenzione al modo migliore in cui accompagnare le aziende verso il mercato. Giuseppe Fittante

PETRONÀ — Non importa se cercato-

ri esperti oppure cercatori improvvisati perché, a ben pensare, un fungo non si nega proprio a nessuno, almeno a parole. Ai piedi dei boschi della Sila c’è una parola sulla bocca di tutti: porcino. Sveglia di buon mattino e subito nei boschi con gli occhi ancora pieni di sonno, tra castagni, querce, faggi e abeti a trovare il più ricercato e conosciuto tra tutti i funghi commestibili. Il primo della classe, conosciuto anche come boletus edulis, ha fatto la sua comparsa qua e là nei giorni scorsi e numerosi cittadini petronesi pare che non aspettassero altro. C’è chi è andato e li ha trovati, c’è chi è andato ed è tornato a casa con il paniere vuoto, ma, si sa, che i funghi stupiscono non solo per il loro inconfondibile sapore, ma anche per la casualità della loro nascita. E poi, come per il tesoro, chi sa dove sono di certo non fa pubblicità. Fatto sta che quest’anno finalmente ci sono e forse non bisognerà importarli in grande quantità da Jugoslavia, Romania, Bulgaria,

Nord Africa, come è accaduto negli anni passati in tutta la penisola. Chi di preziosi vegetali è provetto conoscitore ci dice che servirebbe un po’ di calore in più, dato che la pioggia c’è stata e anche abbondante in alcuni giorni. Qualche raggio di Sole per avere fungaie più diffuse e non di breve durata. Non ci sono solo porcini, si trovano anche ovuli buoni come l’Amanita Caesaria, molto in voga già ai tempi dei romani. Serve tempo, pazienza e fatica, ma serve anche il tesserino per trovare i funghi, senza la qualifica di cercatori si rischiano multe salatissime, il che fa storcere il muso a più di un cercatore che obiettano sulla misura restrittiva. “Stanno spuntando come funghi” oppure “Nascono come funghi”. A Petronà e in altri paesi della presila catanzarese si spera che queste espressioni molto usuali nel linguaggio parlato trovino un riscontro non solo come metafore, ma anche nella realtà. Vincenzo Bubbo


Pag. 31

APPUNTAMENTI il Domani

Giovedì 18 Settembre 2008

TEATRO - MUSICA - CULTURA - CONVEGNI - DANZA - ARTE - LIBRI - SOCIETÀ

CATANZAROUn’iniziativa organizzata dall’associazione “Nova Catacium” che ha dato modo di comprendere qualità e mancanze del capoluogo di regione

“Catanzaro in tour”, 400 turisti in città Wanda Ferro: «Il turismo deve avere un indotto e questa è una delle vie per ottenerlo» CATANZARO — Catanzaro ha molto

da offrire ai tanti turisti che ogni estate affollano il litorale jonico. E’ questo, in estrema sintesi, quanto emerso dalla conferenza stampa che ha illustrato l’esito del progetto “Catanzaro in tour”, giunto alla terza edizione. L’iniziativa organizzata dall’associazione “Nova Catacium” ha dato modo di comprendere meglio qualità e mancanze, a livello turistico, del capoluogo di regione. Alla conferenza stampa, svoltasi nel pomeriggio di martedì 17 settembre presso il Complesso Monumentale S. Giovanni, erano presenti il presidente della Provincia di Catanzaro, Wanda Ferro, l’assessore alla Cultura del Comune di Catanzaro, Antonio Argirò, e il presidente della Camera di Commercio di Catanzaro, Paolo Abramo nonché il presidente dell’associazione “Nova Catacium”, Riccardo Di Nardo, e il suo vice, il giornalista Davide Lamanna. Un resoconto che inizia con un video girato durante il progetto in cui i turisti dell’estate 2008 hanno avuto modo di fare un giro per la città, completamente gratuito, alla scoperta delle bellezze artistiche e architettoniche del capoluogo di regione: da piazza Roma al Politeama, dal museo provinciale a S. Caterina, da Corso Mazzini al museo delle carrozze, dal Marca a Piazza Matteotti. Sotto l’esperta guida di Antonella Soluri (guida ufficiale del Comune) un’escursione gratuita per circa 400 persone. E se i catanzaresi “doc” si stanno chiedendo cosa c’è da guardare a Catanzaro, la risposta è tantissimo, nonostante le “pecche” dovute proprio alla mancanza di mentalità che non hanno dato modo ai visitatori di poter portare nelle rispettive città un souvenir ricordo della città dei “Tre Colli”. Una “pecca” recepita dalle autorità presenti che, quasi all’unisono, hanno pensato alle possibili soluzioni da realizzare in un prossimo futuro. Ma come hanno fatto i membri dell’associazione “Nova CATANZARO — Un’altra qualifi-

cata pubblicazione si è aggiunta in questi giorni ai tanti volumi sulla storia di Catanzaro pubblicati dalle Edizioni Ursini. Trattasi di “Pagine dell’Ottocento catanzarese” di Francesca Rizzari Gregorace che la casa editrice catanzarese ha inserito in “Galassie”: collana che accoglie libri di storia e letteratura locale e del Mezzogiorno. «E’ il periodo della Storia d’Italia tumultuosa e rivoluzionaria e, di questi momenti travagliati e febbrili, - spiega Francesca Rizzari Gregorace - la città di Catanzaro vive con l’intensità dello spirito di cambiamento. Il Risorgimento rende protagonisti molti nostri concittadini e sono vivi gli esempi di resistenza e di coraggio dettati dalla veemenza di autentici sentimenti». «In queste pagine - aggiunge l’autrice - ho voluto fissare le storie che mi raccontava mia nonna Giuditta e che poi ho riscontrato vere nei miei studi di approfondimento». Nel volume emerge la storia della famiglia Manfredi, di patrioti e di intellettuali, dal caposti-

Il tavolo dei relatori. Da sinistra: Paolo Abramo, Wanda Ferro, Antonio Argirò, Riccardo Di Nardo e Davide Lamanna

Paolo Abramo: «Anche se è ancora troppo poco finalmente qualcosa si sta muovendo rispetto al passato» Catacium” a “raccogliere” ben 400 visitatori? Con la promozione diretta sulle spiagge del litorale Catanzarese, da Sellia a Roccelletta, distribuendo depliant informativi sul progetto e aspettando un riscontro che poi è arrivato. «A due mesi dalla presentazione dell’iniziativa - racconta il presidente Di Nardo -abbiamo raccolto testimonianze positive nella visita della città. Devo ringraziare Provincia, Comune e Camera di Commercio che hanno creduto nel progetto. Un successo che nelle otto escursioni organizzate ha dato modo di conoscere a circa 400 persone la bellezza di Catanzaro. Ci lusinga - prosegue - aver avuto tutti questi turisti. Quest’anno, a differenza di quanto

fatto in passato, abbiamo deciso di fare una promozione diretta sul territorio. Nelle passate stagioni, infatti, aver lasciato delle brochure informative nei diversi villaggi turistici non ha dato alcun esito. Crediamo molto in questo progetto e finalmente abbiamo avuto l’idea vincente per farlo conoscere. Catanzaro è una bella città e deve essere visitata». «Un progetto - spiega Davide Lamanna - nato per spronare i tour operator, presenti sul territorio, che purtroppo non includono nelle loro escursioni le bellezze di questa provincia e di questa città». «E’ una proposta che ha dimostrato coi fatti la sua validità - esordisce il presidente della Provincia di Catanzaro -. Nella provincia di Catanzaro, dati alla mano, in questa estate appena trascorsa di turismo se n’è visto ben poco e parlando con gli operatori del settore è emersa la grande crisi che sta attanagliando l’Italia tutta. La politica attuata dai villaggi turistici, poi, è quella di “rinchiudere” il villeggiante nelle strutture. Voi - prosegue Wanda Ferro rivolgendosi ai rappresentanti dell’associazione - siete stati in gamba e siamo convinti che il turismo deve avere un indotto e questa è una delle vie per ottenerlo. Vi

Antonio Argirò: «Un’iniziativa utile a rilanciare l’immagine del territorio ai visitatori e ai catanzaresi» lancio una sfida che possa rendere ad ampio raggio e in tempi più lunghi i tanti comuni di questa provincia protagonisti di un’idea vincente. Una sfida importante che deve andare oltre ai soliti 15 giorni di agosto. Per quel che concerne la mancanza di gadget o di luoghi dove poter degustare i prodotti tipici di questa terra credo che Catanzaro abbia già il suo contenitore, le “Botteghe degli artigiani”, che potrebbe diventare un punto di eccellenza dell’artigianato locale per farlo diventare un centro “pilota” che possa offrire ai turisti le tipicità del capoluogo». «Guardiamo con occhio benevolo afferma il presidente della Camera di Commercio di Catanzaro, Paolo

CATANZARO Francesca Rizzari Gregorace presenta il suo ultimo libro

L’Ottocento catanzarese un ricco volume di storia

Francesca Rizzari Gregorace

pite avvocato Giuseppe, soldato napoleonico e difensore dei martiri del ’23 catanzarese, ai figli: Cesare, che ebbe l’onore d’issare la bandiera tricolore all’arrivo dei garibaldini; Ottavia maritata col marchese generale Pallavicini venuto a debellare il brigantaggio; Michele, ingegnere capo dell’Ufficio Tecnico Comunale al quale dobbiamo il Piano regolatore unico e completo. L’opera offre una suggestiva presentazione della società del tempo evocando spunti reali di vita quotidiana basata su convivenze tra le varie classi sociali. Lineare nella trattazione, è condotta con efficacia di stile.

La copertina del volume

Abramo - ai progetti di qualità. Tra le mancanze che ci sono state in questo tour voglio ricordare - bacchetta Abramo - che c’è stato qualcuno che ha insistito per far chiudere i negozi il sabato. Questo deve far riflettere. Esistono, purtroppo, due velocità istituzionali. Dico questo perché è necessario ammettere che alcuni enti ce la stanno mettendo tutta per fare qualcosa di buono per questa terra. E anche se è ancora troppo poco finalmente qualcosa si sta muovendo rispetto al passato». «Sicuramente non siamo all’anno zero - esordisce l’assessore comunale alla Cultura, Antonio Argirò -. Da questa iniziativa emergono fattori positivi. Questo vuole semplicemente dire che quando ci sono progetti validi le Istituzioni rispondono. Un’iniziativa utile a rilanciare l’immagine del territorio e a far conoscere la bellezza intrinseca della città di Catanzaro ai turisti e, in qualche caso, agli stessi catanzaresi che guardano con troppa criticità alla propria città. Dobbiamo tendere a uno sforzo maggiore prosegue Argirò -, la Regione Calabria dovrebbe dare a Provincia e Comune la possibilità di gestire autonomamente i flussi turistici. Dobbiamo rafforzare l’iniziativa e arrivare a numeri importanti per riuscire a farci sentire davvero». A margine del resoconto del progetto è stato inoltre presentato un ambizioso programma rivolto alle scolaresche frequentanti le prime tre classi della scuola primaria e alla prima classe della scuola media inferiore dal titolo “Conoscere per amare - Catanzaro in tour scuole” che dovrebbe partire nella prossima primavera. «Riteniamo - conclude Davide Lamanna - che prima che i nostri ragazzi vadano in giro a conoscere il mondo hanno l’esigenza di conoscere e scoprire il patrimonio culturale e artistico della loro città e della loro provincia». Claudia Vellone

«Gli avvenimenti storici proposti da Francesca Rizzari - aggiunge l’editore Vincenzo Ursini - sono molto interessanti perché inediti e quasi del tutto dimenticati». Non mancano modi di dire, canzoni popolari, filastrocche e fiabe ambientate in determinati spazi urbani e ispirate a fenomeni sociali. Nata a Catanzaro il 17 agosto 1945, allieva di Carlo Salinari, Edoardo Sanguineti e Gabriele De Rosa, Francesca Rizzari si è laureata in Lettere con la discussione della Tesi: “Mattia Preti, il Cavaliere Calabrese interprete del Seicento”, relatore chiarissimo professore Filiberto Menna. Appassionata di Storia e di Storia dell’Arte, ha insegnato per un quarantennio nei vari tipi di scuola media e si è dedicata alla stesura e alla realizzazione di progetti di approfondimento relativi al territorio. Fa parte dell’associazione culturale: “Calabria: storia, leggende, favole” in qualità di autrice di testi teatrali portati con successo sul palcoscenico.


32 Giovedì 18 Settembre 2008 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

APPUNTAMENTI CALABRIA CATANZARO Gli omaggi dell’orafo crotonese per la regina della discomusic che venerdì scorso si è esibita in Calabria

Alla Gaynor due gioielli di Affidato Regalati un bassorilievo in argento e oro e un collier con ciondolo in stile bizantino CATANZARO — La città di Catanzaro, nella scorsa settimana, è stata al centro dell'attenzione regionale e nazionale per la presenza della regina della discomusic, Gloria Gaynor. Un evento eccezionale, secondo a Verona, solo in termini di tempo, voluto fortemente dall'Amministrazione comunale e dalla Regione, perché convinti che manifestazioni di questo tipo contribuiscono a trasferire nel mondo una immagine diversa della Calabria e della sua gente. Questa bella occasione è stata possibile grazie all'impegno del promoter della Essemmemusica, Maurizio Senese, e ad un pizzico di fortuna nel riuscire ad inserire la data nel calendario del tour mondiale della star. Proprio per l'eccezionalità dell'evento, la manifestazione non è stata solo spettacolo musicale, che ha coinvolto giovani e meno giovani, ma anche momento di incontro

con la stampa da parte dei rappresentanti delle istituzioni e degli organizzatori, per esprimere la loro soddisfazione e presentare in anteprima la “Regina”. Alla conferenza stampa, moderata dal giornalista Pantaleone Sergi, erano presenti il vice sindaco della città, Antonio Tassoni, gli organizzatori, Maurizio Senese e Antonio Tavella, oltre al dirigente del dipartimento Turismo della Regione, Tommaso Loiero. Nel rispetto dei principi dell'ospitalità, che caratterizzano i calabresi, e per immortalare il momento, alla brava cantante è stato omaggiato un bassorilievo rappresentante un tempio greco, opera del nostro conterraneo, maestro orafo

Michele Affidato. Un grande evento suggellato con una grande opera, e per restare nel grande l'autore non poteva che essere l'orafo dei Papi. Il bassorilievo in argento è stato realizzato con la tecnica della cesellatura e dello sbalzo ed arricchito con l'applicazione di tre maschere apotropaiche in oro. Grande la soddisfazione per l'omaggio, più grande l'apprezzamento per la bellezza dell'opera, ma la stella dello spettacolo, Gloria Gaynor, non poteva mai immaginare che durante la manifestazione sonora potesse essere oggetto di un ulteriore omaggio e restare stupita per la sua bellezza. Quale ringraziamento, per la spet-

Michele Affidato

La cantante: «Il mio è un dono divino. Dio mi aiuta ed io cerco di dare sempre del mio meglio»

Affidato: «Ringrazio la Madonna per il dono ricevuto e per l'aiuto costante che mi dà»

Domenica scorsa la grande comunità calabrese di Antibes ha celebrato la festa della Madonna protettrice degli emigranti

Una grande festa con “i Calabruzi”

Una foto del gruppo lametino de “i Calabruzi”

LAMEZIA TERME — I Calabresi

di Antibes onorano la Vergine Maria ed è festa con il gruppo lametino de “i Calabruzi”. Domenica 12 settembre la grande comunità calabrese di Antibes, splendida cittadina francese sulla Costa Azzurra, ha celebrato la festa della Madonna protettrice degli emigranti. Una folla straordinaria, composta anche di non calabresi, erano presenti infatti anche molti turisti, ha partecipato commossa alla cerimonia religiosa che si è svolta nella cattedrale. Dopo la messa la statua della Madonna è stata portata a spalla, tra due ali di folla plaudente, per le vie del centro storico dai ragazzi del gruppo i Calabruzi giunto appositamente dalla Calabria. La sfilata si è conclusa nella spianata del porto di Antibes dove il presidente dell'Associazione Franco-Calabrese, Rocco Marra, ha rivolto il saluto alle autorità civili e religiose. Erano presenti, oltre alle maggiori autorità della cittadina francese, anche il sindaco della

ROSSANOFrancesco Aiello ed Elda Cosenza nel progetto che si propone di promuovere l'arte e la cultura teatrale nell’alto jonio cosentino

Due maestri di tango argentino al “Tersicore” ROSSANO — I campioni nazio-

nali 2007-2008, Francesco Aiello ed Elda Cosenza, portano il Tango Argentino a Rossano. Emotività, intensità, passione e sentimento. Ma non solo. Tersicore, l'originale progetto socio-culturale che si propone di promuovere l'arte e la cultura teatrale a Rossano e nel territorio manda in scena i grandi nomi del palcoscenico artistico nazionale ed internazionale. Oltre all'esperienza decennale e di successo dei fondatori di “CalabriaTango”, Aiello e Cosenza, il progetto Tersicore sarà animato da un cast notevole di grandi maestri della musica e della danza, risultato ed espressione di culture e civiltà diverse. Dalla cultura hip hop, sviluppata dalle comunità giovanili afro-americane e latine alla versione più acrobatica del ge-

L'inaugurazione ufficiale della scuola è in programma per la prossima domenica 21 settembre nere braek dance; dalla danza jazz a quella classica; passando dai balli caraibici e misurandosi con la recitazione e con gli esercizi di una buona e corretta dizione. L'Anno Accademico 2008/2009 di Tersicore propone, tra i suoi formatori, nomi del calibro di Massimo Cilloto - coreografo e ballerino di break dance acrobatica, allievo di Enzo Paolo Turci, collaboratore di Claudio

Baglioni e della trasmissione Mediaset Lucignolo; Daria Greco - coreografa e ballerina formatasi allo Ials di Roma sotto la guida di Simone Ginanneschi e Mauro Astolfi si occuperà di danza hip hop e jazz. Luisa Ronzoni è l'insegnante e coreografa di danza classica e co-direttrice artistica con Francesca Felice del Progetto Tersicore. Il Maestro Giovanni Stellato, vincitore di numerose gare nazionali, impartirà le lezioni di ballo caraibico; mentre le materie di recitazione e dizione saranno affidate al maestro, attore e autore teatrale, Andrea Solano. L'inaugurazione ufficiale, presso la propria Sede in Via Giovanni Gentile a Rossano Scalo, è in programma per la prossima domenica 21 settembre, alle ore 18.30. r. s.

Il tango della coppia Aiello-Cosenza

tacolare serata, alla quotatissima donna della discomusic, è stata consegnata un'altra opera di Michele Affidato: un collier con ciondolo in stile bizantino, con topazio giallo, della linea predisposta ultimamente. Quanto dichiarato da Gloria Gaynor, parlando delle sue capacità canore, «Il mio è un dono divino. Dio mi aiuta ed io cerco di dare sempre del mio meglio», ci sembra la frase utilizzata dai grandi che parlano con molta modestia delle loro opere e della loro professionalità, frase molto simile a quella che spesso adopera Michele Affidato, «Ringrazio la Madonna per il dono ricevuto e per l'aiuto costante che mi dà nella realizzazione dei miei gioielli». La manifestazione musicale di Gloria Gaynor si è tramutata in un'altra serata di gloria per l'orafo crotonese, Michele Affidato, che si è aggiunta alle tante che lo hanno visto protagonista per tutta l'estate. vicina cittadina italiana di Ventimiglia e i maggiori e autorevoli esponenti della congregazione di san Basilio. La manifestazione si è conclusa con l'esibizione spettacolare del gruppo i Calabruzi, per la terza volta consecutiva nella cittadina francese, che ha entusiasmato, con i balli e i canti della più autentica tradizione popolare, un foltissimo pubblico composto, oltre che da persone di origine calabrese, anche da una moltitudine di turisti provenienti da ogni dove che hanno in tal modo ricevuto un messaggio bello e positivo di una Calabria pulita, seria e laboriosa e ancor più sensibile alle problematiche degli emigranti e delle minoranze etniche in generale. Una settimana impegnativa quindi per il gruppo lametino dei Calabruzi diretto da Pino Renda che avevamo visto già impegnato pochi giorni prima nella splendida serata musicale in Lamezia Terme in onore della “Madonna ’da Bella”. r. s.


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Giovedì 18 Settembre 2008 33

APPUNTAMENTI CALABRIA AMARONI Nell’anfiteatro Nicolas Green per il V anno consecutivo la serata finale del concorso di bellezza guidato dal cast di Ercolino Ferraina

Giusy è la nuova Miss Magna Graecia A premiare la bella rossanese il sindaco Luigi Foderaro e l’onorevole Mario Tassone AMARONI — Giusy Pedace si aggiu-

dica la corona di Miss Magna Graecia, mentre due giorni dopo a Roccella Jonica Alessia Nicastro e Giusy Pedace le 2 fasce più importanti. Si è conclusa nei giorni scorsi una serata la finale di Miss Magna Graecia guidata dal cast di Ercolino Ferraina. Amaroni incorona la rossanese Giusy Pedace come reginetta del concorso di bellezza Miss Magna Graecia (marchio registrato) fasciata dal Sindaco di Amaroni Luigi Foderaro ed incoronata dall’onorevole Mario Tassone. Un’altra esilarante serata, ricca di ospiti, e di tante bellezze mediterranee. Una serata che Amaroni piccolo centro del Catanzarese, ha vissuto una serata ricca di emozioni e di puro spettacolo, per le coreografie, le bellezze e gli artisti ospiti. L’anfiteatro Nicolas Green per il V anno consecutivo ha ospitato l’organizzazione di Ercolino Ferraina, che con competenza e professionalità coadiuvato dai coniugi Franco e Veneranda Arena ha portato a compimento il Tour estivo. Una frizzante ed esilarante manifestazione condotta dalla veterana del palcoscenico Deborah presentatrice “Doc”, da un cabarettista d’eccezione “Il Re della risata napoletana” figura carismatica ed eccellente “Gigino Don Perignon”, ossia Rosario Toscano che con le sua performance ha coinvolto l’affollatissimo anfiteatro. Il cantante Andrea De Jacovo e la bravissima giovane promettente Annarita Ippolito migliore voce femminile del Sanremo Music Awards 2007, hanno completato il quadro artistico. Tutte belle le finaliste, con grande imbarazzo di scelta per la giuria composta da; Sità Felice presidente della I Circoscrizione di Catanzaro, la dottoressa Paola Taverniti fotomodella e attrice, Rocco De Vito assessore Protezione Civile, Franco Paparo direttore tecnico Coe, Veneranda Arena

Alcune immagini della finale svoltasi ad Amaroni di Miss Magna Graecia. Il gruppo di miss, la vincitrice e il back-stage

A pari merito tutte le altre che il giorno dopo si sono confrontate per la finale di bellezze d’Italia

Ospite d’eccezione, la bella signora Miss under 50 Margherita Chiaravalloti

Promoter, Salvatore Bellisario Consigliere comunale, Katia Olivadoti della Proloco Amaroni, Rosy Urso giornalista CalabriaWeb. tv, Antonio Riei rappresentante comune di Squillace, Raffaele Scicchitano Promoter Global Casting, Vito Macrì presidente Arci Tour San Vito sullo Jonio, Giovanni Marra presetantore televisivo Viva Voce Tv. Ad incoronare la bellissima Giusy Pedace è stato proprio l’onorevole Mario Tassone unitamente al sindaco Luigi Foderaro, Miss Magna Graecia Bellezza d’Italia Golfo di Squillace. A pari merito tutte le altre che il giorno dopo si sono confrontate per la finale di bellezze d’Italia. Si segnalano le altre tre rossanesi le bellissime e promettenti Alessia Nicastro, Miriam Madeo, Maria Assunta Veneziano, Carmen Veneziano e Roberta Coppola. Anche la Finale di Miss Magna Graecia è stata dedicata all’Associazione Aisnaf, associazione vicina a Telethon. Interessante l’intervento dell’Assessore Rocco De Vito che ha esaltato la manifestazione e messo in risalto le qualità e specificità della nostra regione. Per le acconciature, ha provveduto la compagnia della bellezza di Lamezia Terme Sem&Vince, per la regia televisiva Franco Paolo Ferraina, Andrea Simonetta. Una ospite d’eccezione, la bella signora Miss under 50 Margherita Chiaravalloti vincitrice della III edizione del concorso ideato e gestito dai coniugi Franco e Veneranda Arena. Per la moda le brave stiliste Amelia Buda di Palmi ed Enza Salvino di Cosenza. Si sono classificate inoltre a pari merito le bellissime miss; Caterina Stranieri, Serena Rotundo, Chiara Fera, Mariana Lancellotti, e Filomena Cosentino. La Finale Regionale di bellezze d’italia a Roccella Jonica, si è conclusa con la vittoria di due fasce importanti per Alessia Nicasto e Giusy Pedace.

A Longobucco, un “fuori programma” a “Di… Vino Jazz” con i “Swing fratis”

REGGIO Un’iniziativa che si svolgerà dal 20 al 28 settembre promossa da Confcommercio, Cna, Coldiretti e dal Comune

LONGOBUCCO —

REGGIO CALABRIA — E' tutto

“Di… Vino Jazz 2008” farà tappa, venerdì 19 settembre, alle ore 21, per un “fuori programma“ d'eccezione a Longobucco. Nel centro storico il concerto dei "Swing fratis". Una serata nata dalla proficua collaborazione tra l'amministrazione comunale di Altomonte e l'antico borgo di Longobucco. “Iniziamo una proficua collaborazione con l'antico centro di Longobucco- annuncia l'assessore al turismo del comune di Altomonte Enzo Barbieri- A dimostrazione che le nostre manifestazioni culturali appartengono a tutto il territorio”. “Siamo entusiasti di intraprendere questo gemellaggio con Altomonte. Un modello per gli altri comuni della provincia a cui ispirarsi- commenta il Sindaco di Longobucco Luigi Stasi- E' necessaria una svolta culturale per fare fronte alle gravi difficoltà economiche in cui versano le amministrazioni comunali. Creare sinergia è, dunque, fondamentale per poter promuovere eventi culturali e artistici che richiedono un

grande sforzo economico e organizzativo”. “Di… Vino Jazz 2008” chiude, dunque, in grande stile con un fuori programma all'insegna dello swing. Rassegna che ha indagato il “jazz e dintorni”: dal mondo dei crooner, con il concerto dell'attore hollywoodiano Dominic Chianese e il suo omaggio alla canzone napoletana; ai virtuosismi di due miti del jazz internazionale Fabrizio Bosso (tromba) e Javier Girotto (sax); alle atmosfere brasiliane degli Iguazù project; al folklore immaginario degli Omparty fino alla serata conclusiva con l'omaggio ai grandi standards e alle colonne sonore della Gerardo Di Lella Big band. “Swing Fratis” sono calabresi doc e ripropongono standards, swing e jazz americani e italiani sulla scia dei grandi del passato e del presente(Louis Armstrong, Frank Sinatra, Nat king Cole, Duke Ellington, Nicola Arigliano). Uno spettacolo, all'insegna dello swing cantato e improvvisato, frizzante e divertente ma allo stesso tempo raffinato e vario.

In riva allo Stretto il “XVII Raduno dei Marinai d'Italia” pronto a Reggio Calabria che si prepara ad ospitare il “XVII Raduno dei Marinai d'Italia”. L’iniziativa che si svolgerà dal 20 al 28 settembre è promossa da Confcommercio, CNA, Coldiretti e dal Comune di Reggio Calabria. Per la prima volta nella sua storia l'Anmi, Associazione Nazionale Marinai d'Italia, ha voluto inserire il suo tradizionale Raduno Nazionale nel contesto di una più ampia manifestazione di attualità e cultura marinara, denominata “Settimana del Mare”. I particolari dell'evento sono stati illustrati, ieri mattina, nel corso di una conferenza stampa nel salone dei Lampadari di Palazzo San Giorgio alla presenza dell'Assessore comunale al Turismo e Spettacolo, Enzo Sidari, del presidente dell'Anmi reggina, Giovanni Santoro, di Vincenzo Covato, Vicario del Prefetto, del comandante Andrea Toscano, responsabile della Marina Militare per la Calabria e la Sicilia e di Lucio Dattola, presidente della Camera di Commercio. Una Settimana ricca di appuntamenti che spazierà in mostre,

Una “Settimana del mare” ricca di appuntamenti che spazierà in mostre, concorsi di pittura e fotografia, conferenze didattiche, attività sportive e dimostrative convegni e spettacoli concorsi di pittura e fotografia, conferenze didattiche, attività sportive e dimostrative convegni e spettacoli, tra i quali gare di nuoto e remiera ed una regata velica nelle acque dell'Arena Ciccio Franco, la presentazione in anteprima di un filmato sul terremoto al Cedir, simulazioni in mare, una mostra sulla cultura marinara ospitata a Villa Genovese Zerbi, due concerti della Banda Musicale della Marina Militare, una in divisa storica a Piazza Castello il 27 settembre alle 20, l'altra all'Arena dello Stretto giorno 28 settembre alle 19 e l'arrivo in porto della nave San Giorgio e della storica Amerigo Vespucci.

«Siamo orgogliosi che Reggio ospiti una manifestazione di tale spessore. Ringrazio l'Anmi e la Marina Militare per aver scelto la nostra città che in questi giorni accoglierà circa 10 mila presenze e costituirà una vetrina importante veicolandone l'immagine a livello nazionale. Sette giorni scanditi da vari eventi che culmineranno nell'arrivo a Reggio dei presidenti di Camera e Senato e del Ministro alla Difesa». Soddisfazione è stata espressa anche dal vicario del Prefetto, Covato che ha auspicato il ripetersi in futuro della manifestazione proprio a Reggio. «La città sta rispondendo in maniera entusiasta all'iniziativa ha sottolineato il comandante Toscano - che ci auguriamo contribuirà alla riscoperta del mare e delle sue tradizioni da parte specie dei più giovani». La “Settimana del mare” si aprirà ufficialmente il prossimo sabato 20 settembre e avrà modo di allietare quanti decideranno di partecipare al ricco e spettacolare programma. r. s.


34 Giovedì 18 Settembre 2008 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

APPUNTAMENTI CALABRIA L’EVENTO Per l’appuntamento con il rendez vous annuale dei calabresi in Lombardia un ricco programma di spettacoli

Milani e Marchio alla festa di Rho La piazza potrà godersi il cabaret e la musica. Gran finale con i “Cugini di Campagna” CATANZARO — Un evento targato

Calabria, ma per tutti gli italiani! Il 19, 20 e 21 settembre a Rho, in piazza Visconti, tutto si tingerà di festa, anzi dei colori di “Calabria in Festa” grazie all’Associazione Calabro Lombarda guidata dal suo presidente, il veterano ed instancabile Attilio Scarcella, e i membri del direttivo Rossana Papasodaro, G. Sandro Lemma, Giuseppe Scarfone ed il collaboratore Antonio Papasodaro che, come una squadra di campioni, portano sempre a casa un grande risultato dando tanta soddisfazione al consultore nel mondo e presidente della Calabro Lombarda per la Lombardia Salvatore Tolomeo. Anche le istituzioni, in parte, cominciano a capire il valore sociale dell’evento, e per questo si ringrazia il Comune di Rho nella persona del sindaco Roberto Zucchetti, la Provincia di Milano, la Regione Calabria, e la Provincia di Catanzaro, ed un plauso va al sindaco di Reggio Calabria, Giuseppe Scopelliti che verrà a chiudere, domenica, con un suo saluto. “Calabria in Festa” è anche un grande appuntamento con la cultura e l’enogastronomia, si possono visitare gli stand con i prodotti

L’orafo Gerardo Sacco premiato questa sera dai calabresi di Pisa

Emanuela Marchio, Tolomeo e, a lato, Milani

tipici locali per tutta la durata dei tre giorni, una grande opportunità per gustare e far conoscere la Calabria anche a tutti gli emigrati al Nord di regioni diverse. La tre giorni di Rho è diventata ormai una grande manifestazione (che si tiene tutti gli anni a settembre) proprio perché presenta sempre una ricchissima varietà di artisti locali e nazionali come Spagna che nella scorsa edizione ha chiuso in bellezza la terza edizio-

La tre giorni di Rho è diventata ormai una grande manifestazione che si tiene tutti gli anni a settembre

ne. Anche quest’anno il palinsesto artistico attentamente studiato da Scarcella e Domenico Milani non deluderà le aspettative del pubblico. Riconfermati alla conduzione delle tre serate Milani ed Emanuela Marchio (che vestirà gli abiti di Anton Giulio Grande). Si parte di venerdì con l’apertura degli stand in mattinata e vari eventi folkloristici con gruppi famosi calabresi come i “Pignatari” e i “Cumpari da

Potiha” durante il giorno (e questo vale per tutti i tre giorni) per poi arrivare alle 21 con il cabaret dei “Vai e Vieni” la Band dal vivo del Maestro Severino, e poi il cantante show man Luca Virago capace di imitare innumerevoli voci di cantanti come Eros Ramazzotti, Zucchero, Pino Daniele. E non mancheranno le coreografie del corpo di ballo voluto dal presidente Scarcella. Sabato aprirà la serata il reggino Gennaro Calabrese di nome e di fatto, un talentuoso Imitatore che ha già militato in programmi come Domenica In, Buona Domenica, I raccomandati. Per continuare con i Los Locos dal vivo, un grande concerto con i ritmi più coinvolgenti che tutti conosciamo. Domenica Alberto Caiazza “rumorista comico” fenomeno nazionale (programmi: Bagaglino Rai per 4 edizioni, Bravissima Italia Uno ed altri ancora) attualmente è testimonial per l’Azienda Black&Decker Tutto questo per riscaldare la piazza ai mitici “Cugini di Campagna” che ci porteranno dal vivo in un viaggio emozionante nel segno della canzone italiana con i brani conosciuti da tre generazioni.

RICERCA PERSONALE QUALIFICATO Si precisa che tutte le inserzioni relative alla ricerca di personale debbono intendersi riferite a personale sia maschile che femminile, essendo vietata ai sensi dell’art. 1 della legge 9/12/77 nr. 903, qualsiasi discriminazione fondata sul sesso per quanto riguarda l’accesso al lavoro, indipendente dalle modalità di assunzione e quale che sia il settore o ramo di attività. L’inserzionista è impegnato ad osservare tale legge.

SPA

è la concessionaria di pubblicità esclusiva dei mezzi : AsteInfoappalti QuiEconomia il Domani della Calabria QuiSardegna Nord e di un qualificato sistema internet come www.aste.eugenius.it | www.calabriacity.com | www.ildomani.it Inoltre rappresenta, per la Calabria, importanti gruppi editoriali nazionali . Nel quadro di un programma di sviluppo della Divisione Pubblicità locale

ricerca

nr. 5 SALES ACCOUNT/ambosessi per le province di

Catanzaro | Vibo Valentia | Crotone | Cosenza | Reggio Calabria

CATANZARO — L’orafo crotone-

se Gerardo Sacco sarà premiato questa sera a Pisa nell'ambito di un'iniziativa promossa dall'associazione che raggruppa i quasi ottomila calabresi residenti a Pisa e provincia. L'iniziativa è in programma per le 18 di oggi nella sala delle udienze del Palazzo del Consiglio dell'Ordine dei Cavalieri di Santo Stefano. I calabresi residenti nel pisano hanno inteso premiare Sacco proprio per far conoscere il volto di una Calabria diversa da quella dipinta dai media e a tal fine hanno invitato alla manifestazione i rettori delle università di Pisa e della Calabria, Marco Pasquali e Giovanni Latorre; il sindaco, Marco Filippeschi, ed il presidente del Consiglio Comunale, Titina Maccioni. Gerardo Sacco ha preso parte ad eventi di grandissimo spessore culturale a Roma e nel mondo.

ai quali verrà affidato un importante elenco clienti da sviluppare, per prodotto di vendita, nella provincia di competenza. Ricerchiamo diplomati o neolaureati, brillanti e responsabili con spiccate capacità relazionali che dimostrino costanza e tenacia nel raggiungimento degli obiettivi. Offriamo:  la possibilità di entrare in un’azienda innovativa e che da sempre forma i migliori venditori del settore attraverso formazione e supporto costante sul campo;  un importante compenso provvigionale con erogazione di anticipi mensili commisurato alle effettive capacità.  incentivi al raggiungimento degli obiettivi;  mandato Agente Enasarco  sede di lavoro: Calabria Si richiede:  disponibilità all’iscrizione all’Albo Agenti e auto propria.  SEDE DI LAVORO: province di Catanzaro, Vibo Valentia, Crotone, Cosenza, Reggio Calabria  DIVISIONE AZIENDALE: Vendite Pubblicità Locale  TIPOLOGIA CONTRATTO: Agente di Commercio Inviare dettagliato curriculum vitae a : Mediatag Spa - Selezione Fax : 0961.903421 | Email: info@mediatag.it Località Serramonda- Zona Ind.le , 88040 Marcellinara (Cz) Ai sensi degli articoli n°1 L.903/77 e n°4 L.125/91 questo annuncio è diretto a candidati dell’uno e dell’altro sesso. Informativa ai sensi del D. Lgs 196/2003. La gestione dei dati avviene nel pieno rispetto del D. Lgs 196/2003 ed in qualsiasi momento l´Interessato potrà esercitare i diritti di cui all´articolo 7.

ENTRA ANCHE TU NELLA SQUADRA McDONALD‚S! Cerchiamo giovani diplomati o laureati, vitali ed entusiasti - fortemente motivati a lavorare in team. Persone da inserire a tempo indeterminato, in un ambiente di lavoro Full-Time, dinamico ed appassionante, nella posizione di allievo manager, con prospettive di crescita professionale. La sede di lavoro è Catanzaro Lido, Montepaone Lido o Siderno, i curriculum corredati da foto-tessera andranno indirizzati o consegnati, specificando la zona d‚interesse, presso: McDonald‚s Centro Commerciale Le Vele Montepaone Lido fax 0967/578863 email mcdsoverato@tiscalinet.it .

Affermata azienda trasporti intermodali

SELEZIONA

Figure Commerciali Inviare curriculum presso

Studio Zago via Digione n° 11 35138 Padova (PD)


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

APPUNTAMENTI CALABRIA

il Domani Giovedì 18 Settembre 2008 35

SEGNALARE A: FAX 0961.903801 - E-MAIL: APPUNTAMENTI@ILDOMANI.IT

Festa dei Santi Angeli custodi della parrocchia in programma domani e il 20 settembre a Badolato Marina

Premio Mia Martini a Bagnara Calabra IL CARTELLONE

Conferenza stampa sul resoconto delle manifestazioni estive a Borgia

ALTOMONTE (Cs) - “Di.. vino in jazz 2008” Programma Di...vino in jazz, programma: 19 settembre,ore 21.00, presso il centro storico di Longobucco, “Swing fratis in concerto". AMANTEA (Cs) - Multiconferenza internazionale Si svolgerà fino a venerdì 19 settembre, presso la sala conferenze dell’Hotel Village ‘La Principessa’, a Campora San Giovanni (Amantea), la multiconferenza internazionale "International Mediterranean and Latin American Modeling Multiconference" (I3M 2008), organizzata dall’Università della Calabria in collaborazione con l’Università di Genova, il Nasa Kennedy Space Center (Usa), l’Università Autonoma di Barcelona (Spagna), l’ Università de La Laguna (Tenerife, Spagna), la Bloomsburg University, Pennsylvania (Usa) e la Riga Technical University (Lettonia). La multi conferenza, di livello internazionale, è incentrata sul tema della simulazione (nel campo dell’industria, della logistica e dei servizi) e vi parteciperanno circa 200 partecipanti provenienti dalle più prestigiose università e centri di ricerca mondiali, inclusa la Nasa. AMANTEA (Cs) - “La Grotta dei desideri” in tv “La Grotta dei Desideri”, l’evento di arte, moda e cultura organizzato dall’associazione culturale “Cp Produzioni”, arriva in televisione, con una serie di appuntamenti appositamente strutturati per permettere la più ampia copertura possibile, sia in termini di interesse che di telespettatori. L’emittente regionale Calabria tv proporrà la replica della serata domenica 21 settembre alle ore 10.00. Nei prossimi giorni “La Grotta dei Desideri” verrà veicolato anche sulla piattaforma Sky tramite l’emittente Play Tv 869 Sky, con i relativi orari che saranno consultabili sul sito www.playtvitalia.it. AMARONI (Cz) - “Presepi aperti” in allestimento Il Comune di Amaroni sta allestendo la manifestazione "presepi aperti" edizione 2008/2009, giunta all'VIII edizione. Info: 0961/913030 - 0961/913535. AMARONI (Cz) - Festa dell’Addolorata Si celebra domenica 21 settembre la festa dell’Addolorata, una delle tre più solenni e caratteristiche dell’anno ad Amaroni, dopo quelle in onore della patrona Santa Barbara e di Santa Lucia. La festa in onore della Madonna Addolorata, che ogni anno si celebra la terza domenica di settembre, era nei tempi antichi la festa più importante, perché l'unica che si celebrava in estate, permettendo così di avere l'orchestra con i cantanti. Sabato 20 settembre il programma religioso prevede, alle ore 17, la celebrazione dei Vespri, con processione eucaristica per le vie del paese. Domenica 21, alle ore 17, processione con la statua della Madonna e, al rientro, santa messa nella chiesa matrice. Nell’ambito dei festeggiamenti è prevista l’organizzazione, sabato sera, di una sagra con prodotti tipici del luogo, animata da un gruppo folkloristico. BADOLATO (Cz) - Festa del Partito Democratico Prima festa del partito Democratico il 19 e il 20 settembre 2008 a Badolato Marina, in Piazza Tropeano.Ci saranno giochi popolari, dibattiti politici e stands gastronomici. Chiusura della festa il 20 settembre alle ore 21.00 con il concerto del gruppo Parafonè. Per ulteriori informazioni: 338/2839619. BADOLATO M. (Cz) - Festa dei Santi Angeli custodi 25/26/27/28 settembre, festa dei Santi Angeli custodi protettori della parrocchia di Badolato Marina. Programma religioso: 25/26/27 settembre: ore 17.30, triduo solenne; 25/27, esposizione del Santissimo Sacramento e recita della preghiera dei Vespri con riflessione; 28, celebrazione della Santa Messa con riflessione; domenica 28 settembre, ore 8.00, S. Messa; ore 10.30, S. Messa; ore 17.00, S. Messa cantata con panegirico di Don Eugenio Aiello; subito dopo processione con fiaccolata. Programma civile: venerdì 26 settembre, ore 21.00, la compagnia teatrale "Le tre torri" di Badolato M. presenta: "u vogghiu u vogghiu e hru vogghiu", commedia in due atti in vernacolo; sabato 27 settembre, ore 18.30, giochi popolari; ore 21.00, tributo live "in concerto" omaggio a Rino Gaetano; domenica 28 settembre, ore 20.00, giochi popolari; ore 21.00, orchestra "T. Campanella" dell'istituto comprensivo Badolato. Durante l'esibizione verrà effettuata l'estrazione dei biglietti vincenti; ore 22.30, spettacolo pirotecnico a cura della ditta Argirò. Durante le serate funzioneranno stand gastronomici. BAGNARA C. (Rc) - “Premio Mia Martini”, finale Scelti i 34 giovani per la fase conclusiva del Premio Mia Martini Nuove Proposte per l’Europa 2008. Tra questi Enzo Gragnaniello, Mimmo Cavallo,Gianni Belleno, componente

dello storico gruppo dei New Trolls; Francesco Boccia e Piero Romitelli (dei PQuadro), Stefania e Carmelo Labate, Domenico Severino ecc. La scelta è toccata alla commissione artistica presieduta dal musicista Mario Rosini affiancato da Iskra Menarini (vocalist di Lucio Dalla) e Andrea Direnzo (giornalista, critico ed esperto musicale) che hanno premiato sia la qualità delle canzoni sia il talento vocale e interpretativo dei giovani artisti. I giovani prescelti arrivano da 12 regioni: Calabria 5, Campania 5, Umbria 5, Lazio 4, Puglia 3, Piemonte 3, Marche 3, Sicilia 2, Lombardia 1, Toscana 1, Valle D’Aosta 1, Veneto 1. Le trentaquattro nuove proposte si contenderanno la vittoria finale a Bagnara Calabra dal 9 all’11 ottobre. BORGIA (Cz) - Resoconto manifestazioni estive Il Comune di Borgia invita a partecipare ad una conferenza stampa fissata per venerdì 19 settembre, alle ore 17.30, sul seguente ordine del giorno: resoconto manifestazioni estive; avvio anno scolastico 2008/2009.

BRATTIRO’ (Vv) - Raduno fan club Nomadi Sabato 27 settembre, dalle ore 20.30 in poi, festa raduno "Fans club-Solo Nomadi" presso la piazza centrale. CASTROVILLARI (Cs) - “Italiani... che commedia” Cinema in città nel segno della Commedia all’italiana. La rassegna cinematografica “Italiani… che commedia!” , con ingresso gratuito, è a cura della Mediateca e della Biblioteca “Umberto Caldora” e andrà avantisino al 6 di ottobre con sei films, grazie al patrocinio dell’Amministrazione comunale - assessorato alla Cultura. Nel Cortile di Palazzo Cappelli, lunedì 22 settembre,verrà proiettato ”Il sorpasso” dello stesso cineasta. Il 29 settembre sarà proposto “Divorzio all’italiana” di Pietro Germi e lunedì 6 ottobre “C’eravamo tanto amati” di Ettore Scola chiuderà la rassegna che si prefigge di rivisitare la cosiddetta “commedia all’italiana”, genere cinematografico sorto negli anni ’50 del Novecento e sviluppatosi nei successivi anni '60 e '70, mietendo tanto successo ed interesse che si incontra ancora oggi. CATANZARO - Ministero della difesa, concorso Il Ministero della difesa, con Gu 4° serie speciale n° 70 del 9 settembre, ha indetto un concorso pubblico, per titoli, mirato all'arruolamento di numero 12.000 (dodicimila) volontari in Ferma Prefissata di 1 anno nell’Esercito Italiano. Possono partecipare al concorso i giovani sia di sesso femminile sia di sesso maschile di età compresa tra i 18 e i 25 anni, ed in possesso del diploma d’istruzione secondaria di primo grado. Inoltre i candidati devono avere un’altezza di 1,61 m per le donne e 1,65 m per gli uomini. La domanda di arruolamento (su apposito modulo) potrà essere presentata ad un qualunque distretto militare ovvero il più vicino alla propria città. Per ulteriori informazioni, rivolgersi al distretto militare di Catanzaro (via Luigi Pascali n° 40 tel 0961/744661743691) o ai nuclei informazioni per il pubblico (Nip) di Reggio Calabria (via Filippini n° 50 tel. 0965/362607- 362322) e di Cosenza (via Bendicendi tel. 0984/25092), oppure consultare il sito internet www.esercito.difesa.it. CATANZARO - Concorso pubblico Il Ministero della difesa, con Gu 4° serie speciale n° 70 del 9 settembre, ha indetto un concorso pubblico, per titoli, mirato all'arruolamento di numero 3.570 (tremilacinquecentosettanta) Volontari in Ferma Prefissata di 4 anni nell’Esercito Italiano. Possono partecipare al concorso i vfp1 incorporati con il 1° e 2° blocco 2008 nonché i vfp1 in servizio (anche se precedentemente congedati per fine ferma prefissata di un anno), in rafferma o in congedo per fine ferma, incorporati con il 1° e 2° blocco 2007, nonché con il 1°,2° e 3° blocco 2006, e con il 1°, 2° e 3° blocco 2005, entro il termine perentorio di trenta giorni a decorrere dal giorno successivo a quello di pubblicazione del presente bando di concorso nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana, 4ª serie speciale. La domanda di arruolamento (su apposito modulo) potrà essere presentata ad un qualunque distretto militare ovvero il più vicino alla propria città. Per ulteriori informazioni, rivolgersi al distretto militare di Catanzaro (via Luigi Pascali n° 40 tel. 0961/744661- 743691) o ai nuclei informazioni per il pubblico (Nip) di Reggio Calabria (via Filippini n° 50 tel. 0965/362607- 362322) e di Cosenza (via Bendicendi tel. 0984/25092), oppure consultare il sito internt www.esercito.difesa.it. CATANZARO - “La carità come evangelizzazione” La Chiesa diocesana di Catanzaro - Squillace presenta al clero e ai laici il progetto da attualizzare nei prossimi mesi che per Il 2008-2009 ha per tema “La carità come strumento privilegiato di evangelizzazione”. Cinque gli incontri programmati, fino venerdì 19 settembre, in altrettante foranie della diocesi. Mons. Arcivescovo Antonio Ciliberti ed il Vicario per la Pastorale, sac. Giuseppe Silvestre, illustreranno, con-

segnandolo personalmente, ai Vicari Foranei, ai direttori e membri degli uffici e centri diocesani, ai membri del Consiglio Pastorale Diocesano e ai responsabili delle aggregazioni laicali, il Piano complessivo, con le specifiche ed opportune indicazioni pastorali, elaborato sulla base delle sollecitazioni venute dal convegno di studi dello scorso giugno e dalla lettera pastorale dell’Arcivescovo Ciliberti che ha per titolo “Deus Caritas est”. Questo il calendario degli incontri: oggi, ore 17.00, nel santuario Madonna di termine in Pentone per la forania di Taverna-Gimigliano; venerdì 19 settembre, ore 17.00, nella cattedrale di Catanzaro per le foranie di Catanzaro Centro, Nord, Sud e Ovest.

CATANZARO - Esposizione di Mimmo Rotella Fino a domenica 28 settembre, presso il museo Marca, esposizione delle opere di Mimmo Rotella su lamiera. L'esposizione è curata da Alberto Fiz ed è organizzata in collaborazione con la fondazione Mimmo Rotella.

CATANZARO - Abbonamenti Politeama Il calendario della campagna abbonamenti del Teatro Politeama di Catanzaro per la stagione 2008-2009 è stato definito nel dettaglio. Programma: fino al 20 ottobre campagna nuovi abbonamenti “generali”; fino al 28 novembre campagna nuovi abbonamenti “prosa”; dal 20 ottobre al 7 novembre campagna abbonamenti “jazz”; dal 20 ottobre al 7 gennaio 2008 campagna abbonamenti “danza/balletto”; dal 20 ottobre al 7 novembre 2008, campagna abbonamenti Ateneo (riservato agli iscritti delle Università, dell’Accademia Belle Arti e del Conservatorio musicale); dal 20 ottobre al 20 novembre 2008 campagna abbonamenti stagione Teatro Masciari. Il botteghino del Politeama è aperto dalle 10.00 alle 13.00 e alle 16.30 alle 19.00. Sono già disponibili le brochure dei programmi del Politeama e del “Politeama al Masciari”. CATANZARO - “Per l’occupazione femminile...” È stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale, n.175 del 28 luglio 2008, il provvedimento con il quale il Comitato nazionale di parità e pari opportunità nel lavoro ha formulato per il 2008 il “Programma-obiettivo per la promozione dell’occupazione femminile, per il superamento delle disparità salariali e nei percorsi di carriera, per il consolidamento di imprese femminili, per la creazione di progetti integrati di rete”. I soggetti finanziabili sono i datori di lavoro pubblici e privati, le cooperative e i loro consorzi, i centri di formazione professionale accreditati, le organizzazioni sindacali nazionali e territoriali, le associazioni. L’ufficio della consigliera regionale di Parità, ha attivato, nello specifico, uno sportello informativo presso la propria sede di Catanzaro, via Gioacchino da Fiore 86. Lo sportello sarà aperto ogni lunedì dalle ore 10 alle ore 12. CATANZARO - “St.art”, festival di teatro Presentato, presso il Complesso Monumentale San Giovanni, lo “St.art ” festival di teatro - Edizione Straordinaria - Città di Catanzaro. Personalità riconosciute in campo internazionale, quali Marta Ruiz proveniente da Bogotà, e l’artista italiana Momo, saranno tra i protagonisti della rassegna. Programma: fino a oggi, presso il Complesso monumentale del San Giovanni Catanzaro, dalle ore 20.30 in poi.Fino a oggi, stage di Circo Teatro Urbano “Alla conquista dei barili”, laboratorio intensivo di Nouveau Cirque e Teatro di strada itinerante, spettacoli eventi. Oggi, teatro circense, spettacolo: Lenz - La scimmia di Goethe. Per ulteriori informazioni contattare il numero telefonico: 0961.743912; oppure scrivere una mail all’indirizzo di posta elettronica czstartfest@alice.it; o ancora consultare i siti internet www.confineincerto.it/start.html - www.edizionestraordinaria.eu. CATANZARO - Magna Graecia, prove di ammissione Si svolgeranno oggi presso l'edificio didattico di Via San Brunone di Colonia a Catanzaro le prove concorsuali di ammissione ai corsi di laurea triennale in Biotecnologie e in Scienze Motorie dell’Università Magna Graecia di Catanzaro. Per quanto riguarda il corso di laurea in Scienze Motorie (230 posti disponibili) le domande pervenute per la partecipazione alla prova concorsuale (oggi, dalle ore 11 alle ore 13) sono più di 400. I partecipanti ad entrambi i concorsi di ammissione verranno suddivisi nelle aule per data di nascita: per consultare le suddivisioni per aule dei candidati è possibile cliccare la sezione "Concorsi di ammissione" della home page del sito internet dell’Università Magna Graecia, all’indirizzo www.unicz.it. I candidati, muniti di un valido documento di riconoscimento, dovranno presentarsi nel giorno della rispettiva prova di ammissione alle ore 8 e non oltre le ore 10 presso la sede d’esame indicata per la necessaria identificazione. La prova di ammissione consisterà nella soluzione di 80 quesiti a risposta multipla, di cui una sola risposta esatta tra le cinque indicate, su argomenti di: cultura generale e ragionamento logico; biologia, chimica, fisica e matematica. Info: 800453444.


36 Giovedì 18 Settembre 2008 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

APPUNTAMENTI CALABRIA

SEGNALARE A: FAX 0961.903801 - E-MAIL: APPUNTAMENTI@ILDOMANI.IT

Presentazione del concorso “I giovani per la legalità” domani nella Città dei Tre Colli

“Setta, ottu, nova e decia” al Politeama IL CARTELLONE

“La Notte Piccante” in programma sabato 20 a Catanzaro

CATANZARO - Protesta contro il caro prezzi Oggi le associazioni dei consumatori, Codici e Adiconsum unitariamente daranno vita ad una protesta, presso il Centro commerciale Le Fornaci e in Piazza Prefettura, per ricordare al Governo, al Parlamento e alle istituzioni regionali la priorità di tutelare il potere d’acquisto delle famiglie. CATANZARO - Attività Fiamma Tricolore Tra le iniziative della Fiamma Tricolore che saranno riprese si segnala la ripresa, dopo una breve pausa estiva, l’attività del dipartimento Cultura e Formazione della Segreteria Provinciale della Fiamma Tricolore, guidata dall’avv. Pino Napoleone, con l’appuntamento previsto per oggi alle ore 18.00, sempre presso la sede di via Case Arse, con un argomento legato alla stretta attualità e dal titolo “Olimpidi sì: e adesso…? - Fu vera gloria … o solo battaglia del grano ?”, una lucida analisi sul dopo-Olimpiadi nel Gulag cinese del professor Vittorio Gigliotti. CATANZARO - “U cortila da pacia”, commedia Continua il successo della commedia in vernacolo “U Cortila da pacia” e di tutto il cast della compagnia teatrale catanzarese “A Trambia”. Dopo l’impegno sul territorio regionale, la compagnia è ora impegnata a mettere in scena “U Cortila da pacia” nei quartieri del catanzarese, in occasione delle diverse feste e degli appuntamenti che i vari comitati di quartiere hanno pensato di organizzare. Nel mese di settembre, il 19, a Siano, il 28, a Samà e il 4 ottobre, a Cavita. CATANZARO - Atmosfera disco tour 2008 Atmosfera disco tour 2008 con Kan dj, Piero Costa, Valentina, Fabiola, Matteo saranno: 19 settembre, venerdì night in the Plaza Siano; 20 settembre, sabato "La notte piccante" a Catanzaro;27 settembre, sabato, tornano a casa overture Atmosfera discoteca. CATANZARO - “Terza nel sociale”, programma Programma degli eventi della “Terza nel Sociale”: Viaggio nel sociale, prima edizione mostra d’arte: “Percorsi di vita nella creatività”. 19 settembre, ore 21.00, a S. Maria di Catanzaro, in Piazza Procopio il Teatro Hercules commedia in vernacolo “Pilu e contropilu” di Piero Procopio. Operatori di prevenzione in strada coop. soc. Zarapoti “Prevenzione droga e alcol” ente nazionale sordi sez. prov. Catanzaro. Maurizio Scarpa Mimmo Clown “La pallina rossa” a Catanzaro Sala – Teatro Hercules; sagra del morzello e canti popolari associazione di volontariato l’Alveare Apcat associazione provinciale dei club degli alcolisti in trattamento via Armando Fares (Lucrezia della Valle), musica e cabaret con Maurizio Bruni operatori di prevenzione in strada Coop. Soc. Zarapoti Lab. di riciclo creativo a cura del centro polivalente per i giovani a Signorello, musica e karoke con Rosanna e Ilaria Banca del Tempo over ‘65 associazione di scambio gratuito di servizi Cava, musica con “I viaggiando in musica” la fabbrica dei sogni scuola di spettacolo per ragazzi diversamente abili S. Janni; gruppo folk “I Strinari” città di Catanzaro, sagra delle penne all’arrabiata Uoc Sert Soverato azienda sanitaria provinciale Alli commedia in vernacolo Atrj di Roccella Jonica “nta casa e don Rafeli”; sagra delle crespelle Avis associazione italiana volontari sangue Siano; sagra salsiccia e patate Apcat associazione provinciale dei club degli alcolisti in trattamento Germaneto; Nando e il suo cabaret Apcat associazione provinciale dei club degli alcolisti in trattamento. CATANZARO - “I giovani per la legalità” E' convocata la conferenza stampa per venerdì 19 settembre, alle ore 11.00, presso la sala Giunta della Provincia di Catanzaro in piazza Rossi 5, per presentare il concorso "I giovani per la legalità", III edizione dedicata a Giovanni Falcone.

CATANZARO - Master canoro La Sound Music, in collaborazione con l'Academy Italian Music, organizza il master di perfezionamento canoro con Michele Fischietti, vocal coach di Xfactor che si terrà nella città di Catanzaro il19 settembre.Per iscrizioni e informazioni contattare il numero telefonico 328/2971162. L' organizzazione è curata da Francesco Davoli. CATANZARO - Presentazione FieraSL Venerdì 19 settembre alle ore 16.00 presso la sala Convegni di Confindustria Catanzaro (in via Eroi 1799, 23) avrà luogo la presentazione della FieraSL: la prima fiera virtuale dedicata ai prodotti e servizi dell’area mediterranea. Tale manifestazione, che debutterà su Second Life il 31 ottobre 2008, sarà un evento internazionale e strategico per le aziende selezionate che potranno così incontrare i buyers dei mercati

mondiali per promuovere i loro prodotti in una dimensione globale. Tra le innovazioni di questa originale esplorazione nel mondo virtuale ci saranno anche eventi ed incontri culturali, artistici e didattici nell’area espositiva dell'Isola dedicata alla FieraSL. Le iscrizioni per la partecipazione dovranno pervenire entro il 25 settembre contattando gli uffici di Confindustria Catanzaro (tel. 0961 507840). Per maggiori informazioni www.fieresl.eu oppure www.confindustria.cz.it. CATANZARO - Rassegna cinematografica E' stata inquadrata nella "Notte Rossa" di Catanzaro la terza edizione della rassegna cinematografica curata dall'Associazione Culturale Freezone e dedicata quest'anno al rapporto tra la settima arte e il jazz. Per il 19 e 20 settembre gli organizzatori hanno selezionato 4 pellicole per riscoprire attraverso le immagini satinate (occhio all'irresistibile bianco e nero di "Let's Get Lost", realizzato dal fotografo di moda Bruce Weber su Chet Baker, mito della sua gioventù), alcuni delle icone della storia del jazz, che paradossalmente, spesso si sono trovati a suonare una musica romantica, quasi come se si dovessero proteggere rispetto alle vite disperate che gli appartennero nel mondo, quasi ostile che li circondava.

CATANZARO - Armonie d’arte festival Armonie d'arte festival, direttore artistico Chiara Giordano, presso il parco archeologico Scolacium di Roccelletta di Borgia, Le Castella Crotone, complesso monumentale S. Giovanni Catanzaro, luglio- settembre 2008. Programma: presso il complesso S. Giovanni a Catanzaro venerdì 19 settembre 2008, alle ore 21.00, Il sorriso e la poesia. Nel 150° anniversario della nascita di Eduardo Scarpetta omaggio di Mariano Rigillo al pianoforte Maria Sbeglia produzione di Armonie d'arte; giorno 26 settembre 2008, alle ore 21.00, presso il complesso S. Giovanni, Una donna per sempre. Nel 100° anniversario della nascita omaggio ad Anna Magnani. Interventi e testimonianze di noti critici e di personaggi che hanno conosciuto o lavorato con la Magnani.

CATANZARO - “Setta, ottu, nova e decia” La Fondazione Politeama partecipa alla Notte Piccante disabato 20 settembre, proponendo una doppia rappresentazione (ore 21 e ore 24) della commedia di Nino Gemelli “Setta, ottu, nova e decia”, nel nuovo allestimento affidato alla regia di Pino Michienzi. Allo scopo di dare la possibilità a tanti cittadini di assistere alla commedia di Gemelli, il presidente Olivo ha suggerito di integrare il ricco programma della Notte Piccante con la rappresentazione al Politeama dell’opera allestita per ricordare la figura del popolare commediografo catanzarese. I biglietti per assistere alle due rappresentazioni sono già disponibili al botteghino del Politeama al costo di 5 euro (posto unico). Pino Michienzi, attore e regista tra i più affermati a livello nazionale, ha curato l’allestimento della commedia di Gemelli. La scenografia è stata curata da due docenti dell’Accademia di Belle Arti, Giovanni Raia e Angela Fidone, che si sono avvalsi della collaborazione di alcuni studenti. CATANZARO - “La Notte Piccante” Ritorna la magia de “La Notte Piccante”. Il prossimo 20 settembre il centro storico di Catanzaro tornerà nuovamente ad animarsi con stand, shopping no stop ed eventi culturali e musicali. La manifestazione realizzata dall’Assessorato al Turismo del Comune, guidato da Roberto Talarico, nella scorsa edizione calamitò il favore di duecentomila visitatori. E quest’anno, visto il successo ottenuto e il ritorno mediatico, si prevede, addirittura, un afflusso maggiore. Prendendo spunto dalle tonalità e specificità locali, la kermesse avrà come filo conduttore il colore rosso tipico e identificativo della tradizione catanzarese nel suo complesso, ed enogastronomico in particolare, i cui massimi rappresentanti saranno ancora una volta il peperoncino, “u morzeddhu” ed il buon vino locale. La Notte Piccante vivacizzerà tutti i “vichi” e le piazze del centro storico cittadino arroccato sugli storici tre colli. La Dea del peperoncino è pronta a svolazzare sui catanzaresi e su tutti coloro invaderanno gioiosamente Catanzaro. “Agli altri piace Bianca… a noi piace Piccante” questo lo slogan della prima festa più cult della Calabria. “Sei bellissima”, invece, quello che quest’anno promuoverà la nuova edizione de “La Notte Piccante”.

CATANZARO - “Premio note piccanti” La Sound Music di Francesco Davoli in collaborazione con L'Academy Italian Music e con il patrocinio del Comune di Catanzaro, organizzano il concorso canoro "Premio Note Piccanti" che si terrà nel centro storico di

Catanzaro nella giornata di sabato 20 settembre 2008 in occasione della notte piccante. Le iscrizioni per partecipare sono gratuite e la giuria sarà composta da noti produttori discografici nonchè da esperti del settore. La direzione artistica è curata da Francesco Davoli. Per ulteriori informazioni è possibile contattare il numero telefonico di seguito riportato: 328/2971162. CATANZARO - Dibattito sul Medio Oriente Riprende, dopo una breve pausa estiva, l’attività in sede del dipartimento Cultura e Formazione della Segreteria Provinciale della Fiamma Tricolore, guidata dall’avv. Pino Napoleone, con l’appuntamento previsto per giovedì 20 settembre alle ore 18.00, presso la sede di via Case Arse, con un argomento legato alle ControConferenze – seminari di Storia e Cultura - de “L’Altra Storia”, tenute a cura dello storico Vittorio Gigliotti, dall’esauriente titolo “Medio Oriente e conflitto Israelo-Palestinese: alle radici dell’odio!” col quale Vittorio Gigliotti tratteggerà, nell’originale e magistrale modo ormai a noi tutti noto, la storia e le vicende che portarono due popoli, che in epoca lontanissima vivevano fianco a fianco, ad una guerra lunghissima quanto cruenta, tesa ad affermare il diritto di esistere e di occupare i territori degli avi. CATANZARO - “Ritorno a San Luca”, libro Giovedì 25 settembre, alle ore 10.30, presso i locali dell’auditorium Scopelliti in viale Crotone a Catanzaro Lido, l'Istituto di istruzione superiore "Enrico Fermi", l'osservatorio Falcone Borsellino Scopelliti, con il patrocinio della Provincia di Catanzaro presentano il libro: "Ritorno a San Luca" di Filippo Veltri e Diego Minuti. Saluti Raffaele Folino, dirigente scolastico dell'istituto di istruzione superiore Fermi; introduzione di Filippo Veltri, responsabile Ansa Calabria e autore del libro; intervengono: Rosario Olivo, sindaco di Catanzaro; Wanda Ferro, presidente Provincia di Catanzaro; Carlo Mellea, presidente dell'Osservatorio; Tommaso Chiodo, direttivo regionale Cgil; Alberto Cisterna, magistrato; Marisa Manzini, della Dda di Catanzaro; avv. Caterina Salerno; Giuseppe Lumia, già presidente della Commissione parlamentare Antimafia. Dibattito con gli studenti. CATANZARO - Seminario di formazione politica L’Area culturale “La ragione e il tempo", associazione di aderenti e simpatizzanti del partito Democratico Catanzaro, organizza un seminario di formazione culturale e politica che si protrarrà fino a maggio 2009. Coordinatore: Carlo Scalfaro. Primo ciclo: Stato e diritto. Dal “Principe” di Machiavelli allo “Stato assoluto” di Hegel. Docente: Alberto Scerbo, prof. di filosofia del diritto dell’Università “Magna Graecia”, sabato 27 settembre 2008, alle ore 17.00, presso la sala dei concerti, Comune di Catanzaro. Il liberalismo. Docente: Maria Luisa Sarpi, prof.ssa di storia e filosofia, sabato 11 ottobre. Il socialismo tra utopia e scienza. Docente: Armando Vitale, preside del liceo classico “P.Galluppi”, sabato 25 ottobre 2008. La dottrina sociale cristiana. Docente: Rosario Chiriano, avvocato, già presidente del consiglio regionale della Calabria, sabato 8 novembre 2008. La moderna sociologia politica. Docente: in attesa di conferma, sabato 22 novembre 2008. Secondo ciclo: Stato e mercato. Scuola, stato e società alle origini dell’Unità d’Italia. Docente: Antonio Gioia, professore di storia, sabato 6 dicembre. Giovanni Giolitti e lo Stato moderno. Docente: Carlo Scalfaro, coordinatore del seminario, già segretario regionale Cgil, sabato 20 dicembre 2008. L’idea di Stato in Antonio Gramsci. Docente: Armando Vitale, preside del liceo classico “P. Galluppi”, sabato 10 gennaio 2009. Luigi Sturzo e la concezione dello Stato nel pensiero cattolico. Docente: Rosario Chiriano, avvocato, già presidente del consiglio regionale della Calabria, sabato 24 gennaio 2009. I Costituenti. La genesi della Costituzione della Repubblica Italiana. Docente: Luigi Ciambrone, avvocato e esperto di diritto costituzionale, sabato 7 febbraio 2009. Dal Mec alla Ue. L’Europa nel mercato globale. Docente: Vincenzo Falcone, sottosegretario della presidenza della giunta regionale, già segretario generale del comitato delle Regioni della Unione Europea, sabato 21 febbraio 2009. Terzo ciclo: Il governo del territorio. L’intervento straordinario nel Mezzogiorno. Docente: Carlo Scalfaro, coordinatore del seminario, già segretario regionale Cgil, sabato 7 marzo 2009. Il regionalismo in Calabria, tra speranze e realtà. Docente: Tommaso Rossi, già consigliere regionale e parlamentare europeo, sabato 21 marzo 2009. Paese e paesaggio in Calabria. Docente: Vito Teti, professore ordinario di etnologia all'Università della Calabria, sabato 4 aprile 2009. I Patti Territoriali. Il pensiero e le problematiche dello sviluppo autogestito. Docente: Paolo Abramo, presidente Unioncamere della Calabria, sabato 18 aprile 2009. Autonomia e federalismo fiscale. Docente: Agazio Loiero, presidente della giunta regionale della Calabria, sabato 9 maggio 2009. Il governo della comunità locale tra realtà e progetto. L’esperienza di Catanzaro. Docente: Rosario Olivo, sindaco di Catanzaro, sabato 23 maggio 2009. A conclusione dei cicli è prevista una lezione di “Teoria della Comunicazione”.


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

APPUNTAMENTI CALABRIA

il Domani Giovedì 18 Settembre 2008 37

SEGNALARE A: FAX 0961.903801 - E-MAIL: APPUNTAMENTI@ILDOMANI.IT

La quinta edizione del “Motoraduno nazionale” nelle giornate del 27 e 28 settembre a Cinquefrondi

“Donne, politica e istituzioni” a Catanzaro IL CARTELLONE

“Non ti pago”, commedia in vernacolo calabrese nella Città dei Tre Colli

CATANZARO - Non ti pago, la commedia La Compagnia teatrale "Vecchi Giovani" di Catanzaro presenta lo spettacolo dal titolo “Non ti pago!”. Si tratta di una commedia di Eduardo De Filippo. Una commedia in tre atti modernizzata nel testo con la regia di Maurizio Chiefalo. Programma: sabato 27 settembre 2008 loc. Corvo Catanzaro. Inizio spettacolo ore 21.30. CATANZARO - “Donne, politica e istituzioni” Fornire un insieme di conoscenze sia teoriche che pratiche, attinenti al funzionamento dei meccanismi istituzionali e politici, al fine di diffondere la cultura di genere e promuovere l’affermazione e la partecipazione della donna nella vita politica e sociale: con questo obiettivo si ripresenta all’Università Magna Graecia di Catanzaro, per la sua quarta ed ultima edizione, il corso “Donne politica e istituzioni – Percorsi formativi per la promozione delle pari opportunità nei centri decisionali della politica”. Il percorso formativo, attivato presso l’Ateneo del capoluogo calabrese, è promosso dal Ministero per le Pari Opportunità, in collaborazione con la Scuola Superiore della Pubblica Amministrazione, ed è organizzato dal Dipartimento di Diritto dell’Organizzazione Pubblica, Economia e Società dell’Università Magna Graecia. Il corso è destinato a tutte le donne in possesso del diploma di scuola media superiore. I posti disponibili sono 100; quelli riservati alle studentesse universitarie sono 35. Le pari opportunità e gli studi di genere - dimensioni strettamente intrecciate - sono diventate, infatti, nel corso dell’ultimo decennio un pilastro portante dello sviluppo della cittadinanza europea. E il percorso “Donne Politica e Istituzioni” vuole rappresentare proprio un’occasione importante di formazione e di studio per tante donne che vogliono avvicinarsi alla vita politica locale e nazionale. Le domande di ammissione alla selezione devono pervenire, entro il 30 settembre 2008, presso il Dipartimento di Diritto dell’Organizzazione Pubblica, Economia e Società, con sede nell’Edificio dell’Area giuridica, economica e delle scienze sociali del Campus Universitario “Salvatore Venuta”. Qualora il numero delle domande sia superiore a quello dei posti disponibili, la selezione avverrà, per quanto riguarda le studentesse universitarie, sulla base del numero di esami superati rispetto alle annualità previste dal proprio piano di studi, per quanto riguarda invece le candidate che non siano studentesse universitarie sulla base del voto di diploma di scuola media superiore; in caso di parità di punteggio prevarrà la minore età anagrafica. Il corso inizierà nel mese di ottobre 2008 ed avrà una durata di 90 ore formative in aula, ripartite in moduli giornalieri di otto ore ciascuno. Sono previste valutazioni in itinere e finali che permetteranno il rilascio di un attestato di frequenza. Il corso sarà strutturato in seminari a tema sugli aspetti e gli argomenti più interessanti forniti dall'agenda politica in materia di assetti costituzionali, sistemi amministrativi, ordinamento comunitario, problematiche del lavoro e organizzazione, comunicazione istituzionale. Tutte le informazioni relative alla didattica, al tutoraggio ed allo svolgimento delle lezioni del corso sono disponibili presso il Dipartimento di Diritto dell’Organizzazione Pubblica, Economia e Società dell’Università Magna Græcia (Tel. 0961/3694918-19-5027; e-mail: dopes@unicz.it. CATANZARO - Fiamma, nuovo segretario di sezione Il 2 ottobre 2008, svolgimento del congresso della sezione cittadina del Movimento Sociale-Fiamma Tricolore. Il con-

gresso, che è convocato alle ore 16.00 in prima convocazione ed alle ore 17.00 in seconda, avrà il compito di eleggere il nuovo segretario di sezione.

zo 2009, Cose che mi sono capitate di Francesco Freyrie e Eugenio Ghiozzi, con Gene Gnocchi; 1 aprile, recital Il meglio di... con Teresa Mannino e Federico Basso.

CATANZARO - Stagione Politeama 2008/2009 Politeama 2008/2009: 23/25 ottobre, Il Barbiere di Siviglia. Nuovo allestimento fondazione Politeama Catanzaro, regia Mimmo Calopresti con la partecipazione di Nino Frassica; 7 novembre, Cristina Zavelloni Quartet - Idea. Una proposta musicale carica di energia incentrata sul jazz; 8 novembre, Danilo Perez Trio - special guest Lee Konitz al sax; 15 novembre, Messa da Requiem per soli cori e orchestra. Roma Sinfonietta Orchetsra diretta da Francesco Lanzillotta e nuovo coro lirico sinfonico romano diretto da Stefano Cucci; 29/30 novembre, Il letto ovale di Ray Cooney - John Chapman. Con Maurizio Micheli, Maria Laura Baccarini e Pierluigi Misasi; 5 dicembre, Tu mi fai girar. Tour 2008 di Patty Pravo; 12 e 14 dicembre, Turandot, produzione del teatro Francesco Cilea di Reggio Calabria; 22/23 dicembre, Massimo Ranieri, Canto perché non so nuotare.... da 40 anni. Los how è accompagnato da un orchetsra tutta al femminile; 1 gennaio 2009, concerto di Capodanno - Moscow State Radio and Tv Symphony orchestra; 5/6 gennaio 2009, Il giorno della Tartaruga commedia musicale di Garinei e Giovannini. Con Chiara Noschese e Christian Ginepro; 9/10 gennaio 2009, Miguel Angel Zotto, Il ritorno di Buenos Aires Tango. Partner di Zotto Daiana Guspero e 13 ballerini; 14/15 gennaio 2009, Portami tante rose. it il Musical, di Maurizio Costanzo ed Enrico Vaime. Con Valeria Valeri e i ragazzi di Amici; 27/28 gennaio 2009, Madre coraggio di Bertold Brecht. Con Isa Danieli; 3/4 febbraio 2009, Poveri ma belli, un’idea di Pietro Garinei e Guido Lombardo, con Bianca Guaccero, Antonello Angiolillo e Michele Canfora; 12 febbraio 2009 - Giselle di Jules - Henri Vernoy de Saint - Georges e Thèophile Gautier - corpo di ballo del maggio musicale fiornentino; 18/19 febbraio 2009- La strada di Tullio Pinelli e Bernardino Zapponi, con Massimo Venturiello e Tosca, tratta dall’omonimo film di Federico Fellini; 22 febbraio 2009 - Lo Schiaccianoci di Pyotr Ilyich Tchaicovsky. Balletto nazionale di Sofia; 6 marzo 2009 - Puppin Sisters live. See the fabulous; 10/11 marzo 2009 - Faust di Johann Wolfgang Goethe, con Glauco Mauri e Roberto Sturno; 15 marzo 2009 - Mare notrum. Concerto del trio Poaolo Fresu, Richard Galliano e Jan Lundgren; 19 marzo 2009 - Recital di Hirano Midori al violino e Charles Abramovic al pianoforte; 26/27 marzo 2009, Due dozzine di rose scarlatte di Aldo de Benedetti, con Leopoldo Mastelloni e Katia Terlizzi; 3/4 aprile 2009, Momix Bothanica. L’ultimo capolavoro di Moses Pendleton; 9 aprile 2009, Ludovico Einaudi, piano solo; 17 aprile 2009, La Serena, con Teresa Salgueiro e Lusitania Ensemble; 23 aprile 2009, Domenico Codispoti in concerto; 4 maggio 2009, serata d’onore. Tributo ad Armando Trovajoli. Orchestra e coro del teatro San Carlo di Napoli; 8/10 maggio 2009, High School Musical. Il Politeama al Masciari: 21 novembre 2009, Tutto quello che le donne (non) dicono, di Francesca Reggiani e Walter Lupo. 19 dicembre 2009, Completamente spettinato con Paolo Migone; 22 gennaio 2009, Outlet, scritto da Cinzia Leone con Paola Cannatello; 14 febbraio 2009, Per tutti Revolution di Alessandro Siani e Francesco Albanese. Con la partecipazione di Lello Musella; 21 mar-

CATANZARO - Magna Graecia, bando di concorso E’ stato pubblicato il bando di concorso per l’ ammissione alla Scuola di Specializzazione per le Professioni Legali dell’Università Magna Graecia di Catanzaro per l’anno accademico 2008/2009. I posti disponibili sono 180. Il concorso si svolgerà, come su tutto il territorio nazionale,il 29 ottobre 2008. A Catanzaro la prova concorsuale si terrà presso la sede della facoltà di Giurisprudenza dell’Università Magna Graecia. Al concorso sono ammessi coloro i quali hanno conseguito il diploma di laurea in Giurisprudenza secondo il vecchio ordinamento e coloro che hanno conseguito la laurea specialistica o magistrale in Giurisprudenza secondo il nuovo ordinamento in data anteriore al 29 ottobre 2008. I candidati non ancora in possesso del prescritto titolo accademico alla data di scadenza della presentazione della domanda di ammissione potranno presentare istanza di partecipazione con riserva, purché conseguano la Laurea in Giurisprudenza in data anteriore a quella della prova di ammissione. La Scuola di Specializzazione per le Professioni Legali ha una durata biennale ed è articolata in un anno comune ed in un anno specialistico ripartito in due indirizzi: giudiziario-forense e notarile. La domanda di partecipazione per l’ammissione, scaricabile dal sito dell'Ateneo all'indirizzo www.unicz.it, dovrà essere consegnata o inviata, a mezzo di raccomandata con avviso di ricevimento o con corriere, entro e non oltre il 6 ottobre 2008, al seguente indirizzo: Università degli Studi Magna Græcia di Catanzaro – Ufficio Protocollo – Viale Europa – Campus Universitario di Germaneto – 88100 Catanzaro. Sulla busta dovrà inoltre essere indicato: Domanda di partecipazione al Concorso di ammissione alla Scuola di Specializzazione per le Professioni Legali - a.a. 2008/09.

CATANZARO - Concerto Vinicio Capossela Concerto esclusivo di Vinicio Capossela al Politeama di Catanzaro il 22 novembre novembre 2008, per la sua unica data fra Calabria e Sicilia confermata al momento. L’evento rientra fra gli spettacoli fuori abbonamento e le prevendite inizieranno alla fine di settembre. CATANZARO - “Delirio tour” con Beppe Grillo "Delirio Tour", il nuovo esilarante spettacolo di Beppe Grillo in programma il 10 dicembre alle ore 21.15 al Palacorvo di Catanzaro. Informazioni: 0968/441888 - www.ruggeropegna.it. CINQUEFRONDI (Rc) - Motoraduno nazionale Il 27 e 28 settembre, 1° Motoraduno nazionale "Città di Cinquefrondi", una manifestazione che è giunta al 5° anno con un crescendo di pubblico e di motociclisti provenienti da tutta la Regione e dalle regioni limitrofe. Ciò che caratterizza il M.R. è lo spettacolo del sabato con la presenza del cabarettista Claudio Batta (Zelig e Belli Dentro), la presenza delle Miss Motors dell'Agenzia Royal Communications, la cena a base di salsiccia e fagioli offerta a tutti i motociclisti iscritti, la musica dal vivo dei "Mercedes-Band" e il pranzo della Domenica strettamente casereccio cucinato dalle sapienti mani delle donne dell'Associazione "Pro Busale".


38 Giovedì 18 Settembre 2008 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

APPUNTAMENTI CALABRIA

SEGNALARE A: FAX 0961.903801 - E-MAIL: APPUNTAMENTI@ILDOMANI.IT

Prosegue domani il ciclo di lezioni su “I narratori italiani del ’900” nella Città dei Bruzi

“Pedalata della salute” a Cosenza IL CARTELLONE

Conferenza di presentazione della “Festa della Polizia” a Gerace

COSENZA - “Fattoria aperte in Sila” Torna l’iniziativa patrocinata dalla Provincia di Cosenza, “Fattorie aperte in Sila”, giunta alla sua terza edizione. Quest’anno le fattorie rimarranno aperte ogni sabato e domenica dalle ore 9.00 alle ore 19.00 fino al 28 settembre e, su prenotazione, dal lunedì al venerdì, dall'alba al tramonto. COSENZA - “Ci facciamo in 4 per l’estate” Più di 60 spettacoli dislocati su tutto il territorio cittadino, dal centro storico alla città nuova, alle frazioni. E' il cartellone di "Ci facciamo in 4 per l'estate", promosso dall'assessorato allo Spettacolo di Palazzo dei Bruzi insieme alle quattro circoscrizioni per il periodo che va fino al 23 settembre. COSENZA - Sport, musica, gastronomia, artigianato” “Prima rassegna di sport, musica, spettacolo, gastronomia e artigianato”, in programma nei giorni 19-20-21 settembre in piazza Spirito Santo a Cosenza.

COSENZA - Gradinate in scena Oggi, nello splendido scenario delle scalinate di via Calabria, a Cosenza, si terrà la dodicesima edizione di “Gradinate in scena”. La manifestazione, organizzata da Franco Totera e da Franco Giordano, vedrà diversi artisti all’opera: da Claudio Lippi a Lola Ponce, da Anna Oxa ad Al Bano, da Ron a Natalia Estrada. Per quest’anno è prevista la presenza di rappresentanti prestigiosi del mondo circense internazione. Franco Giordano presenterà i capi in esclusiva della collezione autunno-inverno 2008 dei più grandi stilisti mondiali. COSENZA - “Narratori italiani nel Novecento” Venerdì 19 settembre, nell'Aula magna dell'Istituto tecnico stataleper geometri di Cosenza (Via Popilia - Traversa Morrone), alle ore 17.00, con la tredicesima delle ventitre lezioni previste, riprenderà, dopo la pausa estiva, l'attività, aperta al pubblico, riguardante il ciclo di lezioni sui “Narratori italiani del Novecento” organizzato dalla fondazione Carical. Massimo Schilirò parlerà sulla narrativa di Elio Vittorini. COSENZA - Ordine Ingegneri, programma L'Ordine degli Ingegneri di Cosenza ha convocato per sabato 20 settembre alle ore 11.00 presso la propria sede di via Massaua, gli iscritti al settore dell'Informazione per discutere assieme le attività programmate e/o da programmare nel 2009. L'incontro è proposto dal coordinatore della Commissione Innovazione, ing. Alessandro Astorino. COSENZA - Manifestazione in ricordo di Pasolini “Pasolini, l’uomo dal multiforme ingegno”. E’ il titolo della manifestazione che l’assessore allo Spettacolo ed alle Politiche giovanili di Palazzo dei Bruzi Francesca Bozzo ha promosso per sabato 20 settembre, alle ore 20.30, presso la Sala “Quintieri” del Teatro “Rendano” per ricordare la figura e l’opera del grande poeta, scrittore e regista italiano scomparso nel 1975. Il programma dell’iniziativa prevede, dopo l’introduzione dell’Assessore Bozzo, la relazione di Sabatino Cariati, studioso di Pasolini, accompagnata dalla proie-

zione di un video composto da frammenti di interviste rilasciate, durante la sua attività, dallo scrittore e poeta. Nel corso della serata, saranno eseguiti dal vivo al pianoforte, dal maestro Bruno Albanito, brani musicali tratti dalle colonne sonore dei films di Pasolini. Prima del dibattito conclusivo, previsto l’intervento di un altro studioso, Angelo Napolitano, che parlerà del parallelismo tra Pasolini, Caravaggio e De Andrè. COSENZA - “Viaggio tra i tesori d’Italia” Fabio De Chirico, soprintendente per i Beni storici, artistici ed etnoantropologici della Calabria, in occasione delle prossime Giornate Europee del Patrimonio, programmate per il 27 e 28 settembre, presenta una serie di manifestazioni legate al tema “Le grandi strade della cultura: viaggio tra i tesori d’Italia”. Le manifestazioni avranno luogo a Palazzo Arnone, a Cosenza, sede della Soprintendenza e della Galleria Nazionale che verrà riaperta al pubblico con un nuovo allestimento degli spazi museali. In un percorso totalmente rivisitato e ridefinito, sia rispetto agli spazi sia per quanto attiene ai criteri espositivi, saranno visibili per la prima volta i dipinti recentemente acquisiti dal Ministero per arricchire la raccolta. COSENZA - “Pedalata della salute” Avrà inizio il prossimo 28 settembre la seconda edizione della “Pedalata della salute”, organizzata dall’Associazione Giovani Diabetici di Cosenza, presieduta da Elvira Maddaloni. L’iniziativa, che nel 2007 ha riscosso notevole successo, è completamente gratuita, aperta a tutti e gode del patrocinio dall’Amministrazione provinciale e comunale di Cosenza e del Coni guidato da Pino Abate, partner dell’Associazione Giovani Diabetici di Cosenza. L’obiettivo è quello di richiamare l’attenzione di cittadini ed istituzioni sulla prevenzione e la cura del diabete. La pedalata prenderà il via dalla sede del Coni di Piazza Matteotti, dove sono previste le iscrizioni a partire dalle 8.30, e si snoderà lungo il seguente percorso: Piazza Mancini, Viale Mancini, Viale Falcone, Viale Cosmai, Via Negroni, Via Panebianco, Piscina Comunale, Viale Marconi, Via degli Stadi, Via Pomponio Leto, Via Pasquale Rossi, Viale della Repubblica, Via Migliori, Via del Sempione, Piazza Riforma, Corso Umberto, Piazza Matteotti. La manifestazione è promossa in collaborazione con la Società ciclistica Gruppo Sportivo Rusoli (affiliata alla Federazione Ciclistica Italiana) e con il contributo della Lega Tumori, dell’Associazione donne medico, del Centro Servizi per il Volontariato e la sponsorizzazione della Bcc Mediocrati e di Cosenza Caffè. COSENZA - Sagra dell’uva e del vino Partirà con un convegno, il 2 ottobreal Teatro Rendano, realizzato in collaborazione con la rete delle Città del Vino, l'edizione 2008 della Sagra dell'Uva e del Vino Donnici Doc.

CROTONE - Manifestazione velistica La manifestazione velistica, giunta alla sua II edizione, organizzata dalla Lega navale di Crotone, dallo Yachting club Crotone e dall'associazione Maresport, ha preso il via.Sempre per quanto riguarda le regate d'altura la Lega navale ha stilato il calendario delle manifestazioni che si terranno fino al termine dell’estate. Da venerdì 19 al 21 settembre 2008, si terrà, invece, la regata Taranto Crotone, sponsorizzata da Italia Nostra.

CROTONE - Festa regionale del Pd Festa regionale del Pd a Crotone dal 25 al 28 settembre prossimi. FRANCAVILLA M. (Cs) - Premio “Valle del Raganello” Il Premio “Valle del Raganello – Donna dell’anno” si svolge ogni anno nell’ambito del “Settembre Culturale Francavillese – Valle del Raganello” ed intende essere un osservatorio ideale per dare il giusto riconoscimento alle donne, rendere visibile il loro impegno a favore della cultura e della collettività . Sabato 20 settembre 2008, alle ore 21.00, a Francavilla Marittima (Cs) presso l’Antiquarium – Timpone della Motta (Parco Archeologico), con la cerimonia di premiazione della seconda edizione del Premio Valle del Raganello – Donna dell’anno 2008, si chiude in pratica il ricco programma della settima edizione del Settembre culturale francavillese - Valle del Raganello 2008. La manifestazione è organizzata da “Il Musagete” con il patrocinio della Regione Calabria, la Provincia di Cosenza e le Amministrazioni comunali dei quattro comuni della Valle del Raganello ( Francavilla Marittima, Cerchiara di Calabria, San Lorenzo Bellizzi e Civita). E con la collaborazione di Aljon Editrice e Tele A1 di Corigliano. Introducono: Paolo Munno (Sindaco di Francavilla), Domenico Mauro (Sindaco di Cerchiara di Calabria), Vittorio Blois (Sindaco di Civita), Pietro Alessandro Scarivaglione ( Sindaco di San Lorenzo Bellizzi), Bonifacio Vincenzi (Presidente de “Il Musagete”). La cerimonia di Premiazione del Premio Valle del Raganello- Donna dell’anno 2008 sarà caratterizzata da due diversi momenti. Un primo momento dedicato alle quattro nomination ad altrettante donne che si sono distinte nei quattro comuni della Valle durante l’anno 2008. Le quattro nomination quest’anno sono state assegnate a: Francesca Panio (Volontariato), Domenica Cerchiara (Imprenditoria femminile) Maria Teresa Laino (Poesia), Elisa Vito ( Imprenditoria femminile). Una speciale giuria, a conclusione della serata, proclamerà la vincitrice della seconda Edizione del Premio Valle del Raganello – Donna dell’anno 2008. Il secondo momento sarà esclusivamente dedicato all’assegnazione dei Premi Speciali Valle del Raganello – Donna dell’anno 2008, destinati a personalità femminili calabresi che si sono distinte durante l’anno. Per l’anno 2008 i Premi Speciali sono stati assegnati a: Marina Misiti di Roma (giornalista e ideatrice del blog donneconlavaligia.wordpress.com); Giada Diano di Reggio Calabria (scrittrice e presidente dell’Associazione culturale “Angoli Corsari”); Anna Maria Suriano di Trebisacce ( goodwill ambassador per Calabria e Basilicata dell’Associazione “Insieme per la pace”); Marisa Provenzano di Catanzaro (Scrittrice); Francesca Rizzuto di Castrovillari (Artista di arte contemporanea); Margherita Castagnaro Petrucci di Rossano ( Ispettrice Sezione Femminile Croce Rossa di Rossano); Angela Caccia di Crotone ( Scrittrice e Presidente dell’Associazione Culturale “le madie”. Quest’anno il Premio Speciale Sezione giovani è stato assegnato ad Antonella Accattato di Oriolo ( Direttore artistico della rassegna teatrale “Dei diritti e delle scene” di Oriolo, patrocinata da Amnesty International). La manifestazione sarà coordinata da Emanuela Capparelli. GERACE (Rc) - Festa della Polizia, presentazione Conferenza stampa, oggi ore 11, presso i locali del Consiglio Comunale di Gerace, per la presentazione della Festa della Polizia organizzata con la Questura di Reggio Calabria.


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

APPUNTAMENTI CALABRIA

il Domani Giovedì 18 Settembre 2008 39

SEGNALARE A: FAX 0961.903801 - E-MAIL: APPUNTAMENTI@ILDOMANI.IT

Una giornata interamente dedicata all’arte quella di sabato 4 ottobre a Lamezia Terme

A Locri “Giochi di specchi” IL CARTELLONE

Proseguono gli appuntamenti culturali con l’associazione Anassilaos a Reggio

LAMEZIA T. (Cz) - Anniversario morte San Pio Iniziate le celebrazioni per il quarantesimo anniversario della morte di San Pio da Pietrelcina, organizzate dalla Fraternità dei Padri Cappuccini di Lamezia Terme. Giovedì 19 settembre, nel santuario dei Cappuccini, alle 19.30 si terrà una conferenza sul tema “Padre Pio: vocazione alla croce, vocazione francescana”. A relazionare sull’argomento sarà Fra Antonio Belpiede, vicario provinciale e portavoce della Provincia religiosa di Sant’Angelo e Padre Pio a Foggia. Venerdì 20 alle 18 sarà ripetuto il rito della Via Crucis meditata con gli scritti di Padre Pio. La sera del 21 settembre si chiuderà il Rosario dell’estate che ormai già da qualche stagione estiva richiama centinaia di fedeli ogni sera. Lunedì 22 settembre alle 21.30 inizierà la grande veglia per commemorare il quarantennale della morte di Padre Pio; per l’occasione è previsto un collegamento in diretta con San Giovanni Rotondo. Alle 24 sarà celebrata la messa e ricordato il transito del santo. I festeggiamenti si concluderanno mercoledì 23 settembre con la festa in onore di San Pio da Pietrelcina; per onorare degnamente l’evento sono in calendario quattro messe al termine delle quali la benedizione ai fedeli sarà impartita con la reliquia del santo. La celebrazione delle 19.30 sarà presieduta dal vescovo diocesano mons. Luigi Cantafora. Il triduo di preparazione sarà animato da Padre Antonello Castagnello, segretario provinciale della Provincia dei Cappuccini di Calabria. Padre Giacomo Faustini, guardiano del convento di Sant’Antonio da Padova, tiene a sottolineare che le giornate celebrative in onore del santo hanno lo scopo prioritario di far conoscere in maniera più approfondita la vita ed il pensiero di Padre Pio da Pietrelcina. I diversi momenti che si vivranno nella prossima settimana vogliono offrire ulteriori spunti di riflessione e preghiera sulla figura di un uomo e di un santo che è maestro di vita cristiana. Padre Pio, dunque, visto non solo dal punto di vista miracolistico ma anche uomo che porta la croce e che, col suo esempio di vita, dà la forza e la speranza agli altri a sopportare le proprie afflizioni. Il frate tanto amato dai fedeli sarà ancora una volta venerato come taumaturgo e come uomo delle stimmate che come San Francesco ha aderito in pieno al disegno divino che il Signore aveva su di lui. LAMEZIA T. (Cz) - “Anagrafe pubblica degli eletti” Conferenza stampa di presentazione dell'iniziativa “Anagrafe pubblica degli eletti” promossa contemporaneamente in tutte le regioni d'Italia da Radicali Italiani. L'iniziativa in Calabria sarà presentata dall'associazione di Radicali Calabresi Abolire la miseria e sono stati invitati a partecipare i sindaci, i presidenti delle province, il presidente della giunta regionale e tutti i rispettivi membri delle giunte. La conferenza stampa si terrà presso il Grand Hotel Lamezia il 20 settembre,alle ore 11.30, in piazza Lamezia (difronte la stazione ferroviaria centrale di Sant'Eufemia) a Lamezia Terme, e vi interverrà Luciano Pecorelli, membro della direzione nazionale di Radicali Italiani. LAMEZIA T. (Cz) - “Settore nutrizione e salute” Domenica 28 settembre, alle ore 16.00, presso ass. Tensegrita, arte ed armonia della salute naturale, ci sarà l'inaugurazione "Settore nutrizione e salute" inerente il "Percorso Shiatsu Tensegrita" nutrirvi rieducandovi ai cibi sani. Info: 338/6415105 - Via G. Pinna, 17 Lamezia Terme. LAMEZIA T. (Cz) - Simulazione emergenza terremoto Simulazione di emergenza da terremoto, voluta dal Comune su proposta dall'Agesci (Associazione Guide e Scout Cattolici Italiani) il 29 settembre, quartiere Craparizza, centro storico di Sambiase. LAMEZIA T. (Cz) - “Giornata dedicata all’arte” Il 4 ottobre a Lamezia Terme l’associazione 400KC e Aleph Arte - inserite nell’importante cartellone nazionale consultabile al sito www.amaci.org - promuovono una giornata dedicata all’arte contemporanea nel cuore del centro storico della città. LAMEZIA T. (Cz) - Music against ’ndrangheta Torna a Lamezia sabato 25 ottobre il Music Against ‘Ndrangheta (Man), la manifestazione musicale giunta ormai alla terza edizione che quest’anno si arricchisce estendendosi anche ad altre forme d’arte e comunicazione come la fotografia, la letteratura e l’arte. Quattro sezioni strutturate tutte sotto forma di concorso. Le band musicali amatoriali che spediranno la domanda di partecipazione suoneranno sul palco e quella vincitrice si aggiudicherà come premio il sostegno delle spese per la realizzazione di un demo in sala di registrazione. Il concorso fotografico, invece, avrà come tema “E’ questa la mia città”. I partecipanti dovranno riuscire a far risaltare le caratteristiche positive di Lamezia Terme e

del suo circondario. In premio una macchina fotografica e la possibilità di esporre le proprie opere. La stessa possibilità sarà data a chi si aggiudicherà il premio per la migliore opera d’arte e per chi rappresenterà meglio graficamente il tema della manifestazione, che come tutti gli anni è la lotta alla ‘ndrangheta. In aggiunta ci saranno anche un lettore mp3 e la possibilità di realizzare la scenografia dietro il palco. La competizione letteraria è rivolta a tutti gli studenti delle scuole medie superiori della città. I ragazzi dovranno elaborare uno scritto sul tema ‘La ‘Ndrangheta un ostacolo tra i giovani, il sud e il loro sviluppo. L’illegalità si combatte con semplici gesti di ogni giorno”. Il vincitore verrà premiato con un buono libri da cento euro e la pubblicazione del proprio scritto su un quotidiano regionale. Per conoscere nel dettaglio le modalità di partecipazione e le relative scadenze basta scrivere una mail all’indirizzo di posta elettronica music_against_ndrangheta@yahoo.it. Aderiscono e promuovono il progetto: Casa della Legalità, Collettivo Macondo, Comitato Giovanile Lametino, New Castro Sound Calabro Saund Iunaited, Lameziaweb, lamezia.tv e Meet up amici di Beppe Grillo di Cz. I regolamenti sono scaricabili su forumdellalegalita.forumup.it nella sezione Music Against ‘Ndrangheta. LOCRI (Rc) - “Giochi di specchi”, convegno L’Amministrazione comunale della città di Locri, in stretta collaborazione con l’Amministrazione comunale della città di Gerace, hanno organizzato il convegno di studi internazionali del centro italiano per gli studi storico-geografici, Cisge, dal titolo “Giochi di specchi. Spazi e paesaggi mediterranei tra storia e attualità", che si terrà nelle due cittadine della Locride da oggi al 20 settembre. Programma: oggi, (Sala del consiglio città di Locri), ore 15.00, saluti delle autorità. Inaugurazione mostra cartografica: “...La terra diede vento.. (Dante, Inferno, III, 133) – I terremoti nella modellazione del Mediterraneo”, a cura di S.Conti, G.F. Macrì, V. Valerio; ore 16.00, apertura sessioni scientifiche, Franco Salvatori; Claudio Cerreti. I sessione, presiede M.L.Chirico, Jolanda Capriglione: "Utica, tra storia e attualità"; Gabriella Amiotti su: "Paesaggi mediterranei fra geografia e storia nell'Alessandra di Licofrone"; Rosanna Polto su: "Il paesaggio urbano di Siracusa tra cartografia e cultura classica"; Francesco Arillotta su: "L’Aspromonte, scrigno misterioso del Mediterraneo"; M. Milanesio – E. Grillo su: "Riflessioni sulle dinamiche insediative della Locride dal Neolitico alla Romanizzazione"; Claudio Sabbione su: "Dal Mediterraneo Orientale alla Calabria. Segni di scambi e rapporti tra i popoli"; Milena Gordon su: "Il teatro come elemento del paesaggio urbano: gli edifici teatrali a Roma". Venerdì 19 settembre, (Chiesa di S. Francesco – Gerace), ore 9.00, II sessione lavori: presiede E. Mazzetti; Corradino Astengo su: "Il Mediterraneo dei pellegrini (secoli XII-XV)"; Patrizia Licini su: "Speculum mundi Ad 1051: Et dominium Northmannum factum est magnum in Calabria, et Apulia"; Simonetta Bernardi su: "Adriatico: incontro di civiltà"; M. Clotilde Sciaudone su: "Spazi e paesaggi dei Campi Flegrei tra mito e attualità". III sessione: presiede C. Astengo; Simonetta Conti su: "Gioco di specchi. Il mondo mediterraneo tra realtà e meraviglioso nel dittamondo di Fazio degli Uberti"; Emilia Sarno su: "Il Molise tra il mito di Skanderbeg e l’immigrazione degli Schiavoni"; Angelo Cattaneo su: "Il Mappamondo del 1457 della Biblioteca Nazionale di Firenze. Trascrizione, traduzione, analisi, e commento"; Guido Luisi su: "Il ruolo delle torri costiere pugliesi a difesa del territorio in età moderna"; Lucia Masotti su: "Centralità della Sardegna nei percorsi ebraici mediterranei"; ore 15.30, IV sessione lavori, presiede V. Aversano, Giuseppe Campione su: "Il tardo barocco in val di Noto"; Corradina Polto su: "Paesaggi urbani e potere baronale nella Sicilia del XVII secolo"; Annalisa Dascenzo su: "Una cartografia al servizio della politica imperiale della Spagna nel XVII secolo. Il Mediterraneo nell’Atlante del Marchese di Heliche"; Michele Castelnovi su: "Uno “Specchio del Mare” stampato nel 1664. Il Mediterraneo secondo Francesco Maria Levanto"; Giuseppe F. Macrì su: "Un illuminista trentino in Calabria: Carlantonio Pilati di Tassulo"; Federica L. Cavallo su: "Specchi del Mediterraneo. Uomini e acque negli stagni di Sardegna". V sessione lavori, presiede C. Cerreti, Ernesto Mazzetti su: "Da Sarconi a Douglas: immagini e cronache dello ‘sfasciume geologico pendulo tra due mari’"; Amedeo Vitale su: "La donna nelle atmosfere e nei climi mediterranei"; Ciro Robotti su: "Geometria e maestria tra utopia e realtà nel paesaggio vesuviano"; Vincenzo Lucchese su: "I geografi, persone attive nei paesi del Mediterraneo per la difesa del territorio, dei commerci e della fede (XVI – XVIII sec.)"; Anna Grimaldi su: “I Porti” del Regno di Napoli di J. Philipp Hackert"; Vladimiro Valerio su: "Benedetto Marzolla - Cartografo Europeo dell'800"; Francesca Valensise su: "Percezione del paesaggio e organizzazione territoriale nell’iconografia storica dello

Stretto di Messina"; Vincenzo Cataldo su: "Due esempi di rappresentazioni cartografiche ottocentesche in Calabria: I bagni termominerali di antonimina e il convento dei riformati di Gerace". Sabato 20 settembre, (Sala del Consiglio Città di Locri), ore 9.00, VI sessione lavori, presiede V. Valerio, Franca Miani su: "Diversità e omologazione nelle dinamiche del paesaggio urbano mediterraneo"; Mauro Spotorno su: "Il Marocco tra eredità coloniale e identità locale. Il caso d'Ifrane e del suo Parco Nazionale"; Riccardo Friolo su: "L’evoluzione storica e le problematiche geopolitiche attuali del mar Egeo"; Vincenzo Aversano – Silvia Siniscalchi su: "Forme di rappresentazione cartografico-toponimico-digitale di alcuni spazi campano-lucani dal Medioevo a oggi"; Astrid Pellicano su: "Malta: da fortezza sul mare a periferia mediterranea d'Europa. Nuove iconografie urbane e strutture sociali". VII sessione lavori, presiede F. Miani, Claudio Cerreti “Il Paesaggio ed il kitsch”; Pier Giorgio Massaretti su: "Terra e mare. Architetture mediterranee e modelli insediativi nella politica coloniale fascista. Alcune ipotesi di riuso"; Daniela La Foresta su: "La pianificazione sostenibile nell’area dei “Cancelli” di Castelporziano"; Isabelle Ther Dumont su: "Le isole del Canale: risultato ibrido di un confronto tra "due territori"; Claudia Cipollone su: "Le Lettres sur la Sicile di Michal Jan Borch (1782)"; Carla Pampaloni su: "La funzione della geopolitica e la centralità del paesaggio europeo nel mondo del flusso"; ore 13.30, chiusura ufficiale dei lavori del convegno, pomeriggio: visita guidata all’area archeologica di Locri Epizephirii; visita guidata alla Villa Romana di Casignana. MESORACA (Cz) - Miss estate, elezione Domenica 21 settembre alle ore 21.30, a Mesoraca, elezione di miss estate gmd tra 40 modelle circa. La serata si terrà presso l'anfiteatro all'aperto dell'agriturismo “Il cerzeto”. E’ prevista una grande sala nell'ipotesi che le condizioni metereologiche non consentano la realizzazione del programma all'aperto. Lo spettacolo avrà una durata di circa 2 ore.

NARDO DI PACE (Rc) - Povia in concerto Povia in concerto sabato 20 settembre, ore 21.30, in piazza a Ragonà di Nardo di Pace. Spettacoli (ad ingresso gratuito) organizzato dal comitato feste, con la Puntieri management di Vittorio Puntieri. Ulteriori informazioni: 334/5978797 - www.puntierimanagement.com. OLIVADI (Cz) - Programma estate 2008 L'associazione culturale Olivadese presenta il programma Estate 2008. Mercoledì 24 settembre, ore 18.00, presso la chiesetta incontro con Marco Travaglio. REGGIO C. - Aegyptiaca: dal Nilo allo Stretto La mostra "Aegyptiaca: dal Nilo allo Stretto" sino al 28 settembre, arricchirà le sale del terzo piano del Museo Nazionale della Magna Graecia di Reggio Calabria.

REGGIO C. - Settembre Anassilaos L’associazione culturale Anassilaos presenta il programma di settembre 2008 fino al 28 settembre: oggi ore 21.00 presso il Chiostro San Giorgio al Corso, incontro con l’autore, Carmelo Santonocito, “Più profondo del mare” (Falzea Editore), relaziona il Prof. Daniele Castrizio, sarà presente l’autore; martedì 23 settembre ore 21.00 presso il Chiostro San Giorgio al Corso “Filosofi(estate) 2008”, conclude gli incontri di Filosofi(estate) 2008 la Prof. ssa Vincenzina Mazzuca cin una conversazione sul tema “Galilei e Bruno alle origini della cosmologia moderna”. Si concludono gli Incontri al Chiostro Estate 2008 e comincia la normale programmazione, domenica 28 settembreore 19.30 presso la Chiesa San Giorgio al Corso, con “I Papi del XX Secolo/Anniversari Omaggio a Giovanni Paolo I (Albino Luciani) nel 30°anniversario della morte (1978 30 settembre 2008), Immagini e letture”.

Segnala un appuntamento a questa rubrica regionale: via mail: appuntamenti@ildomani.it via fax:

0961-903801


40 Giovedì 18 Settembre 2008 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

APPUNTAMENTI CALABRIA

SEGNALARE A: FAX 0961.903801 - E-MAIL: APPUNTAMENTI@ILDOMANI.IT

Il tango argentino con i campioni nazionale Francesco Ailello ed Elda Cosenza a Rossano

“Giornata del Patrimonio” a Santa Caterina IL CARTELLONE

Corso di mediazione familiare e sociale a Reggio Calabria

REGGIO C. - Congresso Società Botanica Studiosi delle piante e dell’ambiente a confronto fino al 19 settembre, organizzato dalla Facoltà di Agraria della Mediterranea presso l’Aula Magna di Ateneo “Antonio Quistelli” (nella Città Universitaria, di fronte alla Facoltà di Architettura, in Via Melissari a Reggio Calabria) ospiterà il 103° congresso nazionale Società Botanica. Il congresso vedrà la partecipazione di numerosi studiosi italiani ed esteri che discuteranno su varie tematiche al centro delle quali vi sono le piante e l’ambiente. La Società Botanica Italiana, fra le più antiche associazioni scientifiche italiane, svolge la sua attività nella diffusione della coltura scientifica in campo botanico e ambientale da più di un secolo e quest’anno per la prima volta nella sua secolare vita si riunisce a Reggio Calabria. REGGIO C. - Borsa di studio Demetrio Mauro La Mauro Demetrio Spa organizza la cerimonia di premiazione della XII edizione della Borsa di studio Demetrio Mauro, oggi, alle ore 11.00, presso il Salone dei Lampadari di Palazzo San Giorgio in Piazza Italia 1 a Reggio Calabria. REGGIO C. - Ciclo di seminari sulle imprese La Camera di Commericio Reggio Calabria, organizza il ciclo di seminari “Internazionalizzazione delle imprese: strategie e strumenti”. I seminari si svolgeranno presso la sede camerale (Via T. Campanella 12); la mattina sarà dedicata all'attività d'aula, nel pomeriggio il relatore sarà disponibile per incontri one-to-one dietro prenotazione, per approfondire quesiti specifici e tradurre direttamente in chiave pratica le tematiche affrontate in aula. Calendario: oggi: Come si struttura un contratto con operatori esteri; 28 ottobre: Incassare senza rischi nelle vendite internazionali; 12 e 13 novembre: Indagini di mercato e strategie di marketing internazionale. REGGIO C. - “Puliamo la Calabria” Il 22 settembre, alle ore 11.00, presso la sede della giunta regionale a Palazzo Alemanni si terrà la conferenza stampa di presentazione dei risultati del progetto “Puliamo la Calabria”, una delle iniziative più promosse dal dipartimento politiche dell’ambiente della Regione Calabria per contrastare l’abbandono dei rifiuti e risanare le numerose situazioni di degrado presenti su tutto il territorio regionale. Ad illustrare il progetto interverranno: l'assessore regionale all'Ambiente e Tutela delle acque, Silvio Greco; il dirigente generale del dipartimento Politiche dell’ambiente, Giuseppe Graziano; il commissario dell’Afor, Salvatore Vecchio; Francesca Liani del gruppo Moccia SpA, società aggiudicataria del servizio di comunicazione. REGGIO C. - Corso di mediazione familiare Sono aperte le iscrizioni al primo corso di mediazione familiare e sociale di 1° livello organizzato a Reggio Calabria dall'associazione Tangram in collaborazione con l'Istituto di Ricerca e Formazione di Firenze (Irf) riconosciuto dall'Aims (Associazione Internazionale Mediatori Sistemici) e dal Forum Europeo.Il corso si propone, attraverso una formazione strutturata e riconosciuta, l'acquisizione di una competenza in merito alla gestione e risoluzione dei conflitti che possono insorgere in tutte le forme di convivenza. E' rivolto ad avvocati, assistenti sociali, insegnanti, psicologi, psichiatri, pedagogisti, medici di famiglia. Il corso si terrà a Reggio Calabria con inizio il 18 ottobre e si articolerà in 8 week end intensivi ( sabato e domenica) a cadenza mensile per un totale di 120 ore. I docenti del corso sono professionisti dell'Irf tra i quali la dott. Roberta Giommi, la dott.ssa Serena Biagini, l'Avv. Matilde Giammarco, la dott.ssa Elena Lenzi. Le iscrizioni si chiuderanno il 30 settembre 2008 e sono a numero chiuso. Per informazioni ci si può rivolgere all'indirizzo di posta "tangramrc@libero.it" oppure al numero di telefono 0965/27490. REGGIO C. - Gianni Morandi con “Grazie tutti” Il primo "Riccio d'Argento" di "Fatti di Musica Radio Juke Box 2009", XXIII edizione della rassegna del miglior live d'autore diretta da Ruggero Pegna, sarà assegnato a Gianni Morandi per il tour "Grazie a tutti". L'oscar della musica dal vivo italiana, creazione del celebre orafo Gerardo Sacco, consegnato in questi anni ai più prestigiosi autori, tra cui Fabrizio De Andrè, Gino Paoli e Paolo Conte, sarà consegnato a Gianni Morandi il 2 gennaio a Reggio Calabria, in occasione della tappa nella Città dello Stretto del suo tour prodotto dalla "Ballandi". Grazie a tutti di Gianni Morandi aprirà il 2 e 3 gennaio la XXIII edizione di "Fatti di Musica" all'interno del Palatenda che sarà allestito nella zona del Palapentimele di Reggio Calabria, con il patrocinio dell'assessorato comunale alla Cultura. La vendita dei biglietti partirà il prossimo 22 settembre in tutti i punti abituali. Per ulteriori informazioni consultare il sito internet di seguito riportato www.ruggeropegna.it.

REGGIO C. - Archeologia e paesaggi dal Porthmòs Il Cai presenta la mostra “Arheologia e paesaggi dal Porthmòs alla Sila” Silva Tauricana a cura di R. Agostino e M. M. Sica al Museo di Reggio fino al 30 ottobre. REGGIO C. - Accompagnatori di escursionismo Il Cai Reggio offre ai soci la possibilità di partecipare al III corso propedeutico alla formazione degli accompagnatori di escursionismo (Ae) in Aspromonte dal 21 al 23 novembre. Il corso propedeutico é requisito indispensabile per la successiva frequenza al corso di formazione per accompagnatore di escursionismo. Per info: giuseppe.romeo@gruppogdm.it - 339/4628019 o in segreteria dove è consultabile la relativa modulistica da inviare entro il 18 settembre. RENDE (Cs) - Congresso Società di Etologia Il dipartimento di Ecologia dell’Università della Calabria, con il gruppo di zoologi, ha organizzato fino al 21 settembre il XXIII congresso Nazionale della Società Italiana di Etologia, che avrà luogo nell’aula “Umberto Caldora”. Il convegno ospiterà la gran parte degli etologi italiani ed avrà importati sessioni di lavoro che affronteranno le seguenti tematiche: cognizione animale; ecologia e comportamento; socialità e sessualità; etologia degli animali domestici. Proprio quest’ultima sessione, che si svolgerà sabato 20 settembre, è molto importante anche ai fini applicativi. La sessione viene consigliata ai medici veterinari, agli esperti di cani e canili, ed agli allevatori di animali domestici in genere, ed è presieduta da un grande esperto del Ministero della Sanità, il prof. Enrico Alleva. RENDE (Cs) - “Settembre Rendese” E' partito il “Settembre Rendese”. Programma: giorno 19 settembre, Boosta, ore 22.00, Quattromiglia; giorno 20 settembre, Caparezza, ore 21.00, piazza Matteotti Commenda. RENDE (Cs) - Unical, comunicazioni Scadono il 22 settembre i termini di presentazione delle domande di ammissione alle lauree specialistiche delle Facoltà di Lettere e Filosofia e di Economia dell’Università della Calabria per l’anno accademico 2008/2009. I candidati che aspirano ad ottenere l’ammissione dovranno far pervenire istanza solo attraverso il sito web www.segreterie.unical.it entro e non oltre le ore 24.00 del 22 settembre 2008. RENDE (Cs) - “Mia Martini. Una Donna. Una storia” Dopo un primo laboratorio, dedicato ad indagare e comprendere più a fondo, la complessa figura di Mia Martini, Teatro Rossosimona vuole ora rendere omaggio all’artista di Bagnara Calabra con la produzione di uno spettacolo. “Mia Martini. Una Donna. Una storia” – questa la traccia che guiderà il lavoro del regista Lindo Nudo – vuole essere un’occasione per ripercorrere la vicenda umana e professionale di un interprete simbolo per la Calabria, ormai punto di riferimento fondamentale nel panorama della musica leggera italiana. Coloro i quali fossero interessati possono spedire, prima dei provini, il proprio curriculum all’indirizzo di posta elettronica rossosimona@yahoo.it oppure telefonare al numero 338/1635776. Le prove inizieranno il prossimo 26 settembre in programma del debutto previsto per metà novembre e della successiva distribuzione per tutta la stagione 2008-2009. ROSSANO (Cs) - Ac Rossano, comunicazione Il Comune di Rossano, assessorato allo Sport e Tempo Libero, comunica, di concerto con la società sportiva Ac Rossano, che tutti i cittadini diversamente abili e coloro che hanno superato i 70 anni di età, potranno seguire gratuitamente gli incontri casalinghi della squadra rossoblu che disputa il campionato di Eccellenza calabrese. La tessera gratuita si può ritirare presso la sede dell’Ac Rossano sita in viale S. Angelo presso lo Stadio “S. Rizzo”, dal lunedì al venerdì dalle ore 19.00 alle ore 20.00, presentando un documento di riconoscimento e una foto tessera. ROSSANO (Cs) - Convegno pastorale diocesano Si terrà nei pomeriggi di oggi e del 19 settembre), presso il Cine Teatro San Marco, allo Scalo di Rossano, l’annuale convegno pastorale diocesano. “Paolo: il coraggio dell’evangelizzazione”. Questo il tema della due giorni che vedrà convenire a Rossano tutte le componenti della comunità diocesana: sacerdoti, religiosi, religiose, seminaristi, laici, operatori pastorali, insegnanti di Religione ecc. ROSSANO (Cs) - Tamgo con i campioni nazionali I campioni nazionali 2007-2008, Francesco Ailello ed Elda Cosenza, portano il tango argentino a Rossano. L’inaugurazione ufficiale del progetto Tersicore, si terrà presso la pro-

pria sede in Via Giovanni Gentile a Rossano Scalo, è in programma per domenica 21 settembre, alle ore 18.30. ROSSANO (Cs) - I edizione della maratonina Domenica 28 settembre, si terrà nel Centro Storico di Rossano, la I edizione della Maratonina “Trofeo San Nilo”. La manifestazione è stata organizzata dall’Associazione Am. Cas affiliato al Centro Sportivo Italiano, con la collaborazione della Pro Loco Rossano ed è patrocinata dal Comune di Rossano, assessorato allo Sport e Tempo Libero e dall’Arcidiocesi Rossano-Cariati. Alla “maratonina” possono partecipare tutti, atleti e non atleti, di entrambi i sessi, purché in regola con le norme in vigore sulla tutela sanitaria. Chi vuole gareggiare per concorrere all’assegnazione dei premi dovrà iscriversi, compilando gli appositi moduli, presso l’Ufficio Iat Pro Loco o gli Uffici dell’Informagiovani entro il 26 settembre. I partecipanti saranno suddivisi in 4 categorie: Giovanissimi, nati dal 1995 al 1999, che percorreranno una distanze di circa 2.000 metri; Juniores, nati dal 1990 al 1994; Seniores, nati dal 1974 al 1989 e Veterani, nati prima del 1973. Per queste ultime tre categorie la distanza da percorrere sarà di circa 4.000 metri. Il programma prevede il raduno in viale S. Antonio alle ore 9.00. Questo il percorso completo: corso Garibaldi, via San Nilo, Monumento ai Caduti, Porta dell’Acqua, Corso Garibaldi, piazza Matteotti, piazza SS. Anargiri, piazza Steri, piazza de Rosis, via Borghesia, via Amandola, via XX Settembre, piazza del Popolo, via Luigi Minnicelli. S. CATERINA I. (Cz) - Giornata del Patrimonio Il 27 settembre 2008 il Comune di Santa Caterina dello Ionio e il Gruppo Archeologico “Paolo Orsi” partecipano alle Giornate Europee del Patrimonio con una conferenza:"I palmenti di Santa Caterina, scavati nella roccia, inseriti nel contesto calabrese e mediterraneo".Tutti coloro che sono interessati possono partecipare; saranno presenti, all'evento, le scuole del comprensorio. L'incontro si terrà nella sala consiliare del Municipio. Programma: Ore 9.15 - saluti del Sindaco di Santa Caterina, dott. Domenico Criniti; ore 9.30 presentazione del Gruppo archeologico "Paolo Orsi" sulle ricerche del territorio; ore 9.45 - relazione del Prof. Orlando Sculli, studioso dei palmenti in Calabria e nel Mediterraneo; ore 10.30 - visita a uno dei palmenti di Santa Caterina con conclusioni del prof. Ulderico Nisticò. S. MARIA DEL CEDRO (Cs) - Rassegna I prossimi 20 e 21 settembre si svolgerà a Santa Maria del Cedro la sesta rassegna dei prodotti al cedro e dell'enogastronomia tipica di Calabria. L'evento, organizzato dal Consorzio del cedro di Calabria, si svolgerà all'interno del carcere dell'impresa, imponente costruzione, a sede del consorzio del museo e del laboratorio del gusto dedicato al pregiato agrume. L'apertura della rassegna è prevista per sabato alle ore 10. SATRIANO (Cz) - Festa Ss. Cosma e Damiano Il 26 e il 27 settembre, festa Ss. Cosma e Damiano, programma civile: 26 settembre, ore 21.30, concerto bandistico Città di Tiriolo; ore 24.00, spettacolo pirotecnico; 27 settembre, ore 21.30, Luca Barbarossa in concerto; ore 24.00, estrazione biglietti lotteria. Gli eventi sono organizzati dalla parrocchia Santa Maria di Altavilla.

SATRIANO (Cz) - Luca Barbarossa in concerto Luca Barbarossa in concerto, il 27 settembre, presso il centro storico. L’appuntamento è organizzato dal Comitato Feste. L’ingresso è libero. Info: Esse Emme Musica di Maurizio Senese al numero 335/5244393 o visitare il sito internet www.essemmemusica.it. SCALEA (Cs) - Corso sul pane In occasione del campionato nazionale pizzaioli d’Italia, il corso teorico - pratico per professionisti, amanti e/o semplici appassionati su “Il pane: tecniche di produzione e cottura nel forno a legna”, a cura della Dott.ssa Simona Lauri. Programma: giovedì 2 ottobre (ore 9.00 – 15.00) presso Hotel Parco dei Principi a Scalea (Cs), Programma: metodi di panificazione: diretto corto, indiretto con biga, indiretto con poolish, indiretto con madre, metodica corretta di produzione della biga, Vantaggi/Svantaggi dell’utilizzo della biga, difficoltà operative e gestionali, confronto tra diverse metodiche di produzione; impasto diretto, biga, poolish, madre, realizzazione pratica di alcuni pani con l’utilizzo della metodica indiretta con biga e cottura nel forno a legna. Quota di partecipazione 50,00 euro. Per ulteriori e più dettagliate informazioni ed iscrizioni è possibile contattare la Elvis Santaromita Villa; o visitare il sito www.elvissantaromita.it; o telefonare ai numeri: 334/3866703 - 329/ 5797312 - 339/2758084.


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

APPUNTAMENTI CALABRIA

il Domani Giovedì 18 Settembre 2008 41

SEGNALARE A: FAX 0961.903801 - E-MAIL: APPUNTAMENTI@ILDOMANI.IT

Visite guidate al santuario “Santa Maria delle Grazie” a Torre di Ruggiero

“La barca e la scia”, mostra a Taverna IL CARTELLONE

“Cosa è l’happy hour?”, incontro lunedì 29 settembre a Soverato

SELLIA M. (Cz) - “Reggae summer 2008” Kaya bar, a Sellia Marina loc. Riva Chiara presenta la rassegna "Reggae Summer 2008", dj resident DoctaP in collaborazione con Kissusenti Reggae Movement, ingresso libero. Programma: tutte le domeniche pomeriggio "Simmer down" roots ska rub & dub Robbie e DoctaP ai controlli. SETTINGIANO (Cz) - Promozioni “Bowling Center” Durante i mesi estivi il “Bowling Center” pratica le seguenti promozioni estive: tutte le sere più giochi meno paghi; giovedì e domenica promozione coppia. SIMERI C. (Cz) - Festa Madonna della “Cona” Festa Madonna della "Cona" a Simeri Crichi il 20 e 21 settembre, in collaborazione con comitato festa e "Boys-music" di Donato Chirico. Giorno 20 settembre, alle ore 22.30, spettacolo di liscio "Quadrifoglio d'estate". Giorno 21 settembre, ore 22.00, "Mietta" in concerto. Ingresso libero.

SOVERATO (Cz) - Ad Asso di Quadri... Asso di quadri presenta opere in permanenza ad olio e serigrafia del maestro Franco Azzinari. Si potranno ammirare opere di: Mimmo Rotella, S. Fiume, Gonzaga, Carlo Franchi; De Michelis; Romano Mussolini; Treccani... Info: 0967/23706 - 349/8203817 - 347/7192337. SOVERATO (Cz) - “Cosa è l’happy hour?” “Cosa è l’happy hour? Quali opportunità per i giovani e per nuove occasioni di guadagno? Come coniugare l’aperitivo con i prodotti locali”. Su questo tema promuoviamo un incontro. Lunedì 29 settembre 2008 dalle ore 16 alle ore 18 presso l’Ipssar di Soverato. L’incontro è curato da Sandro Laugelli, fiduciario Aibes( associazione Italiana barman e sostenitori), barman dello “Z-One” di Catanzaro. Ai barman di Soverato ed ai giovani allievi dell’Alberghiero invitati, verrà presentato il “Momò”, l’aperitivo inventato da Sandro Laugelli , a base di bitter Campari e Amaro del Capo, preparato con frutta e peperoncino. L’incontro è ad invito, per un numero massimo di 25 partecipanti ed è rivolto agli operatori e titolari dei bar di Soverato e comprensorio. Per le adesioni telefonare entro giorno 20 settembre. SOVERATO (Cz) - Stagione teatrale 2008/2009 Programma della stagione teatrale 2008/09 a Soverato: 31 ottobre, Insinna Flavio Senza Swing regia di Giampiero Solari; 7 novembre C.C.R. Umbria Oplas Danza direzione Luca Bruni; 8 – 9 novembre C.C.R. Umbria Oplas Dnza love direzione Luca Bruni, 15 novembre Lella Costa – Amleto di William Shakespeare; 28 – 29 novembre Peter Pan il Musical regia Maurizio Colombi; 19 dicembre Compagnia Donati Olesen Comedy Show regia G. Donati e J. Olesen;3 gennaio Caprioglio Scaccia La Dodicesima Notte di William Shakespeare; 6 gennaio Concerto Lirico Vocale “Una voce poco fa” a cura del Maestro Vito Cristofaro; 10-11 gennaio Tullio Solenghi L’Ultima Radio regia di Marcello Cotugno; 6-7 febbraioHair The tribal love rock Musical direzione musicale Elisa; 28 febbraio Dr Jekill e Mr Hyde The strange show di e con Fabrizio Paladin; 7 marzo Claudio Insegno Risate al 23° piano di Neil Simon; 21 marzo Gaia De Laurentis Sottobanco regia Claudio Beccaccini; 4 aprile Tosca D’Aquino Ogni anno punto e a capo di Eduardo De Filippo; 16 aprile Sorelle Marinetti Non ce ne importa niente regia Max Croci; 25 aprile Teatro instabile d’Aosta Mimondi regia Marco Chenevier; 3 maggio Giorgio Albertazzi lezioni americane di Italo Calvino.

SOVERIA M. (Cz) - La Rosa nel Bicchiere La Rosa nel Bicchiere suggerisce una serie di appuntamenti all’insegna del connubio cultura-gastronomia. “Degusto” propone un percorso di riscoperta dei prodotti della cucina calabrese, nazionale e internazionale. Xfood ci guida in un intrigante viaggio tra ambiente, antropologia e cronaca calabrese. La Rosa nel Bicchiere Beach coniuga gastronomia, buona musica e...relax. È gradita la prenotazione al numero 0968/666668 – 349 6886589. Degusto il 20 settembre, taglieri di formaggi piemontesi, vino: Freisa dell’azienda Crotin e Barbera dell’azienda Fontanafredda, ore 20.30 (costo della cena euro 25,00); inoltre tutti i giorni menù alla carta: taglieri: tanti deliziosi formaggi, affettati, crostini, verdure grigliate...e vino da gustare all’aperto, costo della cena euro 15.00; barbecue: tutto il necessario (carni, aro-

mi,vini) per poterti sbizzarrire in deliziosi barbecue all’aperto costo della cena euro 20.00; Piscina: mezza giornata euro 7,00; intera giornata euro 10,00. Light lunch in piscina (primo piatto, insalata ricca, frutta, una bevanda); oppure insalata ricca, caprese, prosciutto, una bevanda) euro 15.00. SQUILLACE (Cz) - Visite al centro storico L'associazione Largot costituita da guide specializzate munite di patentino e autorizzate dalla Regione Calabria mette tutti i giorni dalle ore 9.30 alle 12.30, e dalle 15.00 alle 18.00, a disposizione le guide turistiche che accompagneranno i visitatori al centro storico di Squillace e al Parco archeologico di Scolacium Borgia. Info: 0961/34618 - 368/7376942 - 347/1094691 320/0473698 - www.calabriaguide.it. STALETTI’ (Cz) - Congresso medico V Congresso nazionale Associazione Geriatri Extraospedalieri “Il geriatra territoriale e la gestione delle comorbidità: tra specificità di competenze e complessità” a Copanello, presso il Villaggio Guglielmo, dal 2 al 5 ottobre 2008. TAVERNA (Cz) - Largot, visite guidate La Largot, svolge servizio di visite guidate al museo civico, alla chiesa di San Domenico e chiesa di Santa Barbara e alla galleria di arte contemporanea, per associazioni, scuole, fondazioni e gruppi (min 30 pers.). Il servizio sarà effettuato esclusivamente su prenotazione. Info: 0961/34618 368/7376942 - 329/9149079 - 347/8871177 - www.calabriaguide.it.

TAVERNA (Cz) - “La barca e la scia”, mostra Fino al 25 settembre nel Complesso Monumentale di San Domenico, sede del Museo e della rinnovata Galleria d’Arte Contemporanea di Taverna, la mostra di Giuseppe Macchione - “La barca e la scia”, promossa ed organizzata, nell’ambito della quarta edizione della manifestazione europea “La notte dei Musei 2008”. L’evento curato da Giuseppe Valentino, Direttore del Museo Civico di Taverna, è patrocinato dal Ministero della Cultura e della Comunicazione francese; dalla Direzione dei Musei di Francia; dal Consiglio d’Europa; dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali; dall’Icom International e dal Comune di Taverna. La mostra resterà aperta sino al 25 settembre e sarà visitabile tutti i giorni, da martedì a domenica, dalle ore 9.30 alle 12.30 e dalle ore 16.00 alle ore 19.00, chiuso il lunedì. TAVERNA (Cz) - Opere di Mattia Preti al Museo Due nuovi capolavori di Mattia Preti pertinenti la collezione della Banca di Credito Cooperativo della Sila Piccola si possono ammirare nel Museo Civico di Taverna. Si tratta di un pregevole bozzetto ad olio su tela di cm.77x41 raffigurante “San Sebastiano” e di un dipinto di cm.157x122 raffigurante “San Girolamo Penitente”, realizzati entrambi dal Cavalier Calabrese nel ventennio 1680-’90. L’evento consentirà a visitatori e studiosi di apprezzare completamente il corpus delle ventitrè opere pretiane di Taverna conservate (oltre che nella stessa sede museale) nelle Chiese di S.Domenico e S.Barbara. Il prestito, stabilito in forma di deposito, è stato eccezionalmente concesso all’Istituzione Culturale tavernese dal Consiglio di Amministrazione della banca presilana presieduto dal presidente Nicoletta e dal Direttore Cariati. Il museo civico è visitabiletutti i giorni tranne il lunedì con orari 9.30-12.30 e 16.00-19.00.

TORRE DI R. (Cz) - Visite al santuario diocesano Presso il santuario diocesano "Santa Maria delle Grazie" ha avuto inizio l'anno giubilare. Tappe: a partire dal 19 fino al 21 settembre, colloquio internazionale di Mariologia. VIBO V. - “Venerdì della Dante Alighieri” Con la presentazione dei "Venerdì della Dante Alighieri", ha preso il via l'attività di un antico comitato provinciale culturale. Il programma prevede: il 19 settembre, sarà la volta dello scrittore calabrese Sharo Gambino,il 24 ottobre, Alfredo D'Agostino parlerà di "Messianismo: storia, religione, letteratura"; quindi, il 21 novembre, Lorenzo Meligrana tratterà il tema "Tra lingua e dialetti", il ritorno del dialetto nell'opera di Mario Roperto "Addoccussì va 'u mundu".

CALABRIA - “Costa Marina” fa tappa in Calabria La Calabria entra ufficialmente nel circuito internazionale dei Porti destinati al transito di navi da crociera grazie a Antonio Tedesco e Eleonora Ascione, titolari dell’Agenzia Viaggi Andirivieni Travel impegnati da tempo nel settore del turismo. La nave di Costa Crociere denominata “Costa Marina” farà tappa di un viaggio in mare lungo il mediterraneo della durata di dieci giorni con soste a Malta, Monastir, Tunisi, Olbia, Savona, Livorno, Portoferraio e Capri, con passaggio nello stretto di Messina e quindi ritorno nella Piana di Sibari. Per il 2008 si potrà partire anche il prossimo 28 settembre. La prima crociera in arrivo e in partenza dal Porto di Corigliano sarà anche l’occasione per far conoscere alcune splendide località calabresi, oltre che i prodotti dell’agricoltura e dell’artigianato regionale. Infatti sia il 19 che il 28 settembre gli ospiti della nave potranno scegliere di raggiungere in comodi pullman Granturismo Rossano, Corigliano, Sibari, la Sila, Santa Severina e Le Castella. Anche la rivista ufficiale di Costa Crociere “La Dolce Vita”, in distribuzione su tutte le navi Costa, da ampio spazio alla Sibaritide, con approfondimenti sul territorio in “appunti di viaggio” dal titolo “Tra spiritualità ed antichità” prendendo spunto da una pubblicazione con lo stesso titolo curata da Andirivieni Travel che proprio nel 2008 festeggia dieci anni di attività. CALABRIA - In scena i Tributo live Il 27 settembre a Badolato m.n (Cz) saranno di scena i Tributo live. CALABRIA - Premio Maurizio Grande Il "Premio Internazionale Maurizio Grande" annuncia la sua quinta edizione in programma da giovedì 25 a sabato 27 novembre 2008 a Reggio Calabria e a Cosenza (Università della Calabria, Unical). Istituito e promosso dal Circolo del Cinema "Charlie Chaplin" di Reggio Calabria, con il patrocinio della Presidenza del Consiglio della Regione Calabria, il Premio vede, anche in questa quinta edizione, la partecipazione del Dams dell'Università della Calabria.Il premio, riservato a saggisti e critici cinematografici, è internazionale e la sua finalità è rivolta all'eccellenza nel campo degli studi filologici e storici.Il premio ha due sezioni: saggi editi in lingua italiana, saggi editi in lingua francese. Per ognuna delle sezioni viene assegnato un premio di 1.500,00 euro. La giuria è composta da: Gioia Costa, direttrice del festival "Esplor/azioni", Bruno Fornara, critico cinematografico, direttore editoriale Cineforum e docente presso la scuola Holden di Torino; Jean Paul Manganaro, docente di Letteratura italiana contemporanea presso l'Università Charles de Gaulle di Lille ; Enrico Magrelli, critico cinematografico; Pietro Montani, docente di Estetica presso l'Università La Sapienza di Roma; Nicola Petrolino, Vice presidente circolo del cinema "C. Chaplin" di Reggio Calabria; Claudio Scarpelli, presidente circolo del cinema "C. Chaplin" di Reggio Calabria.Per l'edizione 2008 la giuria del Premio ha deciso di premiare: per la sezione saggi editi in lingua italiana Veronica Pravadelli per "La grande Hollywood" Marsilio; per la sezione in lingua francese la giuria ha deciso di non assegnare alcun premio.

AVVISO AI LETTORI Per ottenere la pubblicazione in questa rubrica di appuntamenti riguardanti la cultura, l’arte, lo spettacolo, la convegnistica, e qualsivoglia altro evento, occorrerà che le comunicazioni giungano a questa redazione

ALMENO 48 ORE PRIMA Segnala un appuntamento via mail: appuntamenti@ildomani.it via fax: 0961-903801


42 Giovedì 18 Settembre 2008 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

APPUNTAMENTI CALABRIA

SEGNALARE A: FAX 0961.903801 - E-MAIL: APPUNTAMENTI@ILDOMANI.IT

Un seminario sull’opera di bonifica, a cura della Cia, venerdì 26 settembre in Calabria

“Le chiavi di scuola”, concorso in Calabria IL CARTELLONE

S. Stefano-Mannoli, la cronoscalata in programma il 21 settembre

CALABRIA - “Le chiavi di scuola”, concorso A seguito del successo della prima edizione, Fish (Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap) e Enel Cuore Onlus promuovono anche per il 2008 il concorso “Le chiavi di scuola”, che si pone come obiettivo quello di far emergere e conoscere il più possibile i tanti esempi di buone prassi di inclusione scolastica di alunni con disabilità presenti in Italia, per offrire un contributo positivo al miglioramento della qualità di tutto il sistema scolastico. Il concorso “Le Chiavi di Scuola”, patrocinato dal Ministero della Pubblica Istruzione, è aperto a tutti i Consigli di Classe che abbiano realizzato nell’anno scolastico 2007-2008 un progetto di inclusione scolastica (compresi anche quelli con alunni ospedalizzati o a domicilio), ad esclusione delle classi presenti all’interno di istituti o centri di riabilitazione. Le iniziative in concorso dovranno coinvolgere un massimo di due alunni con disabilità all’interno di una classe, l’intera classe, tutto il corpo insegnante e almeno un ente pubblico o privato al di fuori della scuola, prevedendo il rispetto della normativa vigente. Gli istituti interessati possono iscriversi al concorso attraverso il portale www.lechiavidiscuola.it entro il 30 settembre 2008 utilizzando il modulo online, mentre per la presentazione dei progetti ci sarà tempofino al 31 ottobre 2008. I progetti presentati saranno esaminati da un Comitato tecnico-scientifico promosso dalla Fish, che valuterà l’insieme delle azioni proposte e realizzate, dando particolare rilievo alle pratiche basate sul rispetto dei diritti umani, sulle pari opportunità e sui principi di inclusione sociale. Ai vincitori delle quattro categorie in concorso (scuola dell’infanzia, scuola primaria, scuola secondaria e scuola secondaria superiore), andranno premi pari ad un valore di 2.000 euro ciascuno. La Fish, in accordo con Enel Cuore Onlus, prevede inoltre l’assegnazione di due premi per menzione speciale di 2.500 euro ciascuno a progetti che si siano particolarmente distinti nel garantire i diritti fondamentali e le pari opportunità. Gli esiti di questa seconda edizione del Concorso saranno presentati nel corso del Convegno nazionale “Le chiavi di scuola”, che si svolgerà prima dell’interruzione delle lezioni prevista per le festività natalizie, ed a cui prenderanno parte tra gli altri anche le famiglie dei bambi-

ni e dei ragazzi coinvolti nei progetti vincitori. Per ulteriori informazioni sul concorso “Le chiavi di Scuola”: www.lechiavidiscuola.it e concorso@lechiavidiscuola.it. CALABRIA - Impegni per Terra Madre Impegni per Terra Madre: I Marasà suoneranno a terra madre (24 e 25 settembre). Per la comunità dei cuochi: Delfino Marca. Domenica 28 settembre: un pranzo per terra madre a Serrastretta (parte del ricavato va a terra madre. Lunedì 29 pomeriggio: un incontro con gli operatori dei bar di Soverato sull’aperitivo con Sandro Laugelli, all’Ipssar. Partecipazione a festa dell'uva a Catanzaro il 17-18-19 ottobre, proloco Catanzaro. A novembre: Castagna a Cicala. CALABRIA - Iniziative nuovo anno pastorale Prime iniziative del nuovo anno pastorale e comunicazioni varie: oggi, ore 10.00 in Episcopio, Consiglio Presbiterale;il 20 settembre, ore 18.30 in Episcopio, Consiglio Pastorale Diocesano, unitamente alla Consulta Diocesana delle Aggregazioni; giovedì 25 e venerdì 26 settembre, corso di aggiornamento diocesano;mercoledì 8 e giovedì 9 ottobre,formazione permanente per i sacerdoti (fino a 50 anni di età, circa). Casa Bethel-Tabor. Si inizia il mercoledì alle 9.30 e si conclude giovedì con il pranzo; giovedì 9 ottobre, parrocchia di San Raffaele Arcangelo in Lamezia Terme. Raduno diocesano dei giovani, ore 19.00. Sabato 11 ottobre, inaugurazione dell’anno pastorale: ore 17.30 cappella del Seminario, raduno degli operatori caritas; ore 17.30 Cattedrale, raduno dei catechisti, ore 17.30 chiesa di S. Caterina, raduno degli operatori liturgici, ore 19.00 Cattedrale, solenne concelebrazione presieduta dal Vescovo, con la partecipazione del clero diocesano e mandato agli operatori pastorali; giovedì 16 ottobre, ritiro del clero. Ore 9.30 Casa Bethel Tabor. Pranzo insieme. Domenica 19 ottobre, Giornata Missionaria Mondiale. Colletta obbligatoria. CALABRIA - Iniziative Cia Per rilanciare l’iniziativa politica la Cia Calabria ha previsto

di tenere un fitto calendario di iniziative. Di queste le più imminenti sono: 23-24 settembre, seminario e presentazione del Progetto Se.TA (Servizi Telematici per l’Agricoltura) Lamezia Terme; 26 settembre, seminario sulla Bonifica in Calabria.

CALABRIA - Slalom e cronoscalata La scuderia Aspromonte ha iscritto a calendario sei gare di slalom ed una cronoscalata. Le manifestazioni sono state incluse e ratificate nel calendario nazionale Csai. Programma: penultimo appuntamento il 21 settembre, con la disputa della S. Stefano - Mannoli; e la stagione targata "Scuderia Aspromonte" si concluderà con il 15°slalom "Città di Montebello" il 26 ottobre 2008. CALABRIA - Dj-set Mino Stella Il dj Mino stella presenta i suoi prossimi Dj-sets: venerdì 19 settembre, after dinner @ A Turra de' Briganti - Migliuso (Cz); venerdì 26 settembre EsSensum @ Il Casale - Feroleto Antico (Cz); venerdì 21 novembre 2008 EsSensum meets Diagonal Jazz in "Dj for dj" @ Il Casale - Feroleto Antico (Cz). CALABRIA - “Settembre culturale” E’ partito da Francavilla Marittima la settima edizione del “Settembre Culturale- Valle del Raganello/ La poesia al femminile”. L’evento è organizzato da “Il Musagete”, con il patrocinio della Regione Calabria, della Provincia di Cosenza e dei quattro comuni della Valle del Raganello, (Francavilla Marittima, San Lorenzo Bellizzi, Cerchiara di Calabria e Civita); e in collaborazione di Aljon Editrice e Tele A1 di Corigliano.Questo è il calendario degli appuntamenti: Civita, venerdì 19 settembre 2008, alle ore 19.00, Museo Etnico Arbresh, Novecento - La figura e l’opera di Gabriela Mistral, (reading). Francavilla Marittima, sabato 20 settembre 2008, alle ore 21.00, presso l’ex chiesa (C.da Silva), Premio Valle del Raganello –Donna dell’anno 2008, cerimonia di premiazione.


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Giovedì 18 Settembre 2008 43

SPECIALE CONSUMA E SPENDI

Il progetto culturale “Consuma e Spendi Calabrese” partecipa alla manifestazione di Catanzaro del 20 settembre

Notte Piccante, messaggi importanti CALABRESE

Stand agroalimentari in via Jannoni. Un tuffo nella Calabria dei sapori

CATANZARO — E’ finita l’estate, ma

continua intensamente l’attività dell’associazione “Jonici”, impegnata nel grande e articolato progetto culturale “Consuma e spendi calabrese”. Dopo il notevole successo di “Jonici Food Fest”, consumatosi sul lungomare di Soverato lo scorso mese di agosto, tornano in strada i prodotti e i produttori, i contenuti e le proposte dell’associazione di giornalisti che in poco più di un anno di attività ha promosso e valorizzato un’ampia parte della produzione agroalimentare e artigianale calabrese. Questa volta, durante la poliedrica manifestazione del Comune di Catanzaro denominata “Notte Piccante”, il prossimo sabato 20 settembre, gli stand di “Consuma e spendi calabrese” riempiranno la centralissima via Jannoni del capoluogo, posizionata fra il Teatro Politeama e Palazzo De Nobili, sede dell’Amministrazione civica. Uno stile forse un po’ insolito per “Jonici”, quello della serata catanzarese cui si è deciso di partecipare, con il chiaro intento di caratterizzare lo spazio concesso con i propri argomenti e di offrire all’intera manifestazione i propri contenuti e spunti di riflessione. «Siamo lieti - ha dichiarato Massimo Tigani Sava, portavoce dell’associazione e ideatore del progetto culturale - di accogliere l’invito dell’Assessorato al Turismo del capoluogo e di prendere parte a questa manifestazione, portando i nostri contenuti e le nostre convinzioni in un conte-

zioni di cui siamo depositari. Sempre più, dunque, il progetto culturale “Consuma e spendi calabrese”, che ha raccolto importanti adesioni istituzionali e non, e continua a ricevere significativi riconoscimenti per la sua attività, si caratterizza come un format adatto a riempire di contenuto e significato occasioni di ritrovo e di festa, di carattere regionale ma anche esportabile. Un format dal forte impatto mediatico e comunicativo, capace di mostrare il volto di “un’altra Calabria”, e di offrire occasioni di crescita e confronto in ogni situazione. «E’ importante che si comprenda fino in fondo questo ragionamento ha precisato ancora Massimo Tigani Sava -: bisogna unirsi intorno a temi

forti, decisivi per lo sviluppo della nostra regione, come quelli su cui insiste “Jonici” da diversi mesi sulla carta stampata e sulle televisioni locali e satellitari, oltre che nel corso di numerosi altri eventi mediatici. Raggiungere sempre più persone, spiegare le motivazioni profonde che possono guidare anche un semplicissimo gesto com’è quello del fare la spesa, è un punto di partenza irrinunciabile. Parlando con la gente, ricostruendo e rafforzando il rapporto fra produttore e consumatore, conoscendo meglio le nostre produzioni sia agroalimentari, sia artigianali, possiamo recuperare quell’orgoglio per la nostra cultura e quell’amore per la nostra terra prezioso per la costruzione di ogni processo di sviluppo sano e duraturo». Una eccellente vetrina di prodotti agroalimentari e artigianali, dunque, quella che ancora una volta proporranno i giornalisti di “Jonici” ai visitatori dei propri stand, dietro alla quale sarà possibile intravedere la Le numerose immagini che corredano questa pagina si riferiscono tutte al grande successo ottenuto nello scorso mese di agosto da “Jonici Food Fest”, l’importante manifestazione organizzata sul lungomare di Soverato dall’Associazione “Jonici”. Sono stati circa cento i produttori agroalimentari e dell’artigianato di qualità che hanno avuto l’opportunità di presentare a residenti, turisti, vacanzieri e villeggianti i “tesori” di una Calabria che lavora con tanta generosità e dedizione

sto che attrarrà sicuramente molti visitatori. E’ assai utile che le città e chi in questi contesti organizza eventi destinati ad accogliere molto pubblico, decidano di lanciare messaggi importanti e che, anche nel divertimento, si riesca a veicolare contenuti decisivi per lo sviluppo e la crescita della nostra regione. Per questo saremo a Catanzaro con una rappresentanza delle oltre cento aziende che oggi orbitano attorno al nostro progetto, ha proseguito Tigani Sava, e anche in questa situazione diremo che consumare e spendere calabrese è giusto, fa bene ed è bello». Secondo l’Associazione “Jonici” è racchiusa nei settori agroalimentare e artigianale, e in quelli che ruotano intorno ad essi (turismo, intrattenimento, ricettività, arte e cultura), la possibilità di realizzare finalmente uno sviluppo sano e sostenibile nella nostra regione. Ma è necessario valorizzare e promuovere adeguatamente il tutto, acquisire consapevolezza del patrimonio ambientale, storico, culturale e produttivo calabrese, fare arrivare agli occhi e alle orecchie dei consumatori locali prima, e di coloro che potranno scegliere la nostra regione come meta per le loro vacanze poi, le ricchezze della terra, della tavola e delle tradi-

storia ultramillenaria della nostra regione, l’ambiente incontaminato da cui i nostri prodotti traggono inconfondibili caratteristiche, e le enormi potenzialità di sviluppo della Calabria. «Voglio ricordare - ha dichiarato infine Massimo Tigani Sava - che molti sindaci calabresi hanno siglato Protocolli d’intesa con la nostra Associazione, a partire ad esempio da quelli di Lamezia Terme e di Soverato. Sindaci come Gianni Speranza, Raffaele Mancini e numerosi altri, che ringrazio con affetto, hanno dimostrato enorme sensibilità nei confronti delle battaglie che stiamo conducendo. Altrettanto attente si sono dimostrate diverse associazioni di categoria, come la Coldiretti e la Cia.

Stiamo già lavorando, con molta dedizione, alla seconda edizione di Jonici Food Fest. Abbiamo l’orgoglio di aver colorato l’estate della Perla dello Jonio con un’iniziativa che, costata molto poco in termini finanziari, ha reso contenti residenti, visitatori, villeggianti, turisti e, soprattutto, i produttori agroalimentari e artigianali che hanno avuto la possibilità di presentare a un grande pubblico i loro tesori. In verità non comprendo perché si continuino a utilizzare risorse pubbliche notevoli per manifestazioni e spettacoli che non hanno significativi ritorni economici sul territorio. Ma su questi argomenti, che riguardano la vita di tutti, mi riservo di ritornare con maggiore puntualità».


44 Giovedì 18 Settembre 2008 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

Sport

CICLISMO

TENNIS

Carlos Sastre non andrà al Mondiale Deve riposarsi

Muore per infarto l’ex leggenda Fausto Gardini aveva 78 anni

Un gol di Del Piero al 31’ della ripresa schianta il San Pietroburgo I russi di Advocat ci provano, ma la difesa, guidata da Chiellini, tiene:1-0

Juventus (4-4-2): Buffon 6,5; Grygera 6,5, Legrottaglie 6,5, Chiellini 6,5, Molinaro 5,5 (12’ st De Ceglie 6); Camoranesi 6 (31’ pt Salihamidzic 5,5), Sissoko 6,5, Poulsen 6, Nedved 6; Trezeguet 5 (42’ st Amauri sv), Del Piero 7. A disp. Manninger, Mellberg, Marchisio, Iaquinta. All. Ranieri 6,5 Zenit San Pietroburgo (4-3-2-1): Malafeev 5,5; Anyukov 6,5, Krizanac 6, Puygrenier 6, Sirl 6,5; Zyryanov 6 (35’ st Dominguez sv), Tymoshchuk 6, Denisov 6,5; Danny 6, Arshavin 6,5; Pogrebnyak 5,5. A disp. Contofalsky, Radimov, Dong Jin, Fayzulin, Hubokan, Ricksen. All. Advocaat 6 Arbitro: De Bleeckere (Bel) 6 Marcatore: 31’ st Del Piero Note: ammoniti Pogrebnyak, Sirl, Salihamidzic. Recupero: 1’ e 3’ Spettatori: 25.000 circa TORINO - Quanto è vera la «vera Champions». È una punizione in

La Juve splende sulloZenit una partita di pietra. È una stella perpendicolare sulla Juve che non si chiama Zenit: lasciate perdere l’astronomia, per i russi trovate una definizione più terrena. Chi la conosce, la «vera Champions», sa anche come si fa a prendersela. Del Piero fa così: una punizione, uno a zero. A sgretolare un macigno di sostanza, la prima della fase ai gironi. Altro che gli svolazzi della retorica del

gran ritorno: due anni ha aspettato la Juve, con quella serie B a rovinare il casellario giudiziario bianconero, che una volta era pedigree e basta. Poi ecco il ritorno nell’alta società, e anche la musichetta trova note più aggraziate. Quelli, i russi, mica sono più una sorpresa. Sono l’avversario «vero». Non per niente si sono presi la Supercoppa dalle mani del Manchester. Una squadra che non

conosce acido lattico quella di Advocaat. E allora la Juve si imbarca in un frullato di fatica, senza un attimo per pensare, per costruirsi la serata di festa. Chiedere a Del Piero e Trezezuet, sballottati tra due marcature a uomo e lanci inerti. Anche perchè lo Zenit va in automatico in pressione, con i terzini altissimi a cercare il cross per l’altissimo, lui sì, Pogrebnyak. Poulsen e Sissoko

tappano bene al centro, sulla fasce invece è un tira e molla. Danny, quello pagato 30 milioni di euro, al 10’ ha sul suo piatto dorato il gol dell’1-0, ma colpisce malissimo e manda fuori sprecando la torre al millimetro di Arshavin. Vabbè, la Juve non è fatta per subire. E si mangia il campo a morsi col passare dei minuti. Del Piero ricorda come funziona il tandem da 400 gol

con Trezeguet quando mette sulla testa del francese il pallone giusto, solo che la spizzata manca la porta di un metro abbondante. È il quarto d’ora. E nella tonnara del centrocampo si perdono energie e palle giocabili. Sissoko ci sguazza, gli altri affannano. Camoranesi, qualche minuto prima di uscire acciaccato per Salihamidzic, prova lo scherzetto anticipando di testa una punizione-angolo di Del Piero: palo esterno. Mica male però. È che più di tanto lo Zenit non concede. E infatti nella ripresa la squadra di Advocaat è di nuovo lì che martella, con un pressing denso come il Das. Sul colpo di testa di Poulsen Malafeev fa la gran parata. Poi la stella, il colpo, e tutto si sgretola. Punizione di Del Piero, palla intontita di effetti, e il portiere che va dalla parte sbagliata. Gol, uno a zero. Festa. Che Denisov non riesce a rovinare a una decina di minuti dalla fine, quando il suo piatto finisce a lato.

L’ALTRA ITALIANA

A vuoto le reti di Gilardino. Proteste sul primo gol del Lione: Zauri era a terra

Riccardo Montolivo contrastato durante un’azione da Fred

Lione (4-3-2-1): Lloris 5,5; Reveillere 5,5, Boumsong 5, Bodmer 5, Kallstroem 5,5; Makoun 5,5 (15’ st Ederson 6), Toulalan 6, Juninho 6; Govou 5,5 (44’ st Mounier sv), Benzema 6,5; Fred 5,5 (20’ st Piquionne 6). A disp. Vercoutre, Cris, Gassama, Mensah, Pjanic. All. Puel 5,5 Fiorentina (4-3-1-2): Frey 7; Zauri 6,5 (31’ st Jorgensen 5,5), Kroldrup 6,5, Dainelli 6,5, Vargas 6; Almiron 6,5, Felipe Melo 6,5, Montolivo 5,5; Kuzmanovic 6 (19’ st Santana 6); Gilardino

na, gara valida per il primo turno di Champions League. Alla doppietta di Gilardino rispondono Piquionne e Benzema. Primo tempo nel segno dei viola che passano in vantaggio al 12’: di testa l’ex milanista realizza su cross di Zauri, poi si ripete al 41’ servito da Mutu. Nella ripresa i francesi si fanno vedere subito in avanti ma solo al 72’ Piquionne batte Frey. I viola protestano: Zauri era a terra. Assalto del Lione nel finale e raddoppio di Benzema al 86’ che fissa il risultato.

La scatto inutile dalla Fiorentina

I viola di Prandelli vanno sul 2-0 ma Piquionne e Benzema pareggiano A fianco Gilardino che festeggia dopo aver siglato uno dei due gol che hanno lanciato i viola

7,5 (36’ st Pazzini sv), Mutu 6,5. A disp. Storari, Gobbi, Donadel, Jovetic. All. Prandelli 7 Arbitro: Frojdfelt (Sve) 5

Marcatori: 11’ pt e 42’ pt Gilardino (F), 28’ st Piquionne (L), 41’ st Benzema (L) Note: ammoniti Dainelli, Felipe

Melo, Benzema, Gilardino, Jorgensen. Recupero: 1’ e 4’ Spettatori: 38.000 circa

LIONE - La Fiorentna torna dalla Francia con un punto dopo aver assaporato il sapore della vittoria. Finisce 2-2 Lione-Fiorenti-


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Giovedì 18 Settembre 2008 45

Sport

Su Adriano: “Ha giocato davvero bene”

Totti ancora infortunato, i tifosi contestano

MILANO - La vittoria dell’Inter ad Atene è piaciuta al presidente Massimo Moratti: il 2-0 è stato da lui ben visto : «Un ottimo risultato e devo dire che è la cosa a cui si puntava in una partita in un campo difficilissimo. Non possiamo che essere soddisfatti - ha detto Moratti bravi sia i giocatori sia Mourinho nell’aver tenuto il gruppo con questa mentalità, e avere affrontato da vincenti fin da subito questa partita». Poi il patron ha parlato di Adriano «Ha giocato bene, si è espresso anche nel gioco, non solo nel gol, con la consueta classe. In questa prova era importante capire quanto la squadra avesse acquisito le disposizioni sia tattiche che psicologiche dell’allenatore». Una battuta ancora Lo Monaco «Mi è parso un atteggiamento abbastanza incredibile. Credo che dovessero arrivare automaticamente le scuse. Preferisco non giudicare la cosa...».

ROMA - Zero punti in Europa e zero gioco. E’ una autostima che dopo la sconfitta di martedì in Champions con i romeni del Cluj ha raggiunto minimi storici. A quello che resta della Roma di Spalletti, in grande affanno anche in campionato, non rimane che aggrapparsi alla dignità, per uscire da questo momentaccio soprattutto nel nome di Franco Sensi, il presidentissimo scomparso lo scorso 17 agosto. Un sentimento su cui ha fatto leva Rosella Sensi quando dopo il ko ha sparato a zero su tutta la squadra. Ora, a 30 giorni dalla scomparsa di Franco, bisogna mettersi in riga, già sabato sera contro la Reggina. Ancora poco chiara la situazione di Totti, che ieri ha rivelato una infiammazione al tendine rotuleo. Intanto ieri i tifosi giallorossi si sono fatti sentire, protestando in modo pacifico con una scritta su un muro quanto mai eloquente: «Mo basta».

Moratti è entusiasta: “Grande prova di tutti”

La Roma non “carbura” il momento è preoccupante

Massimo Moratti è davvero felice per la gara di Grecia della sua Inter

Totti potrebbe saltare la gara con la Reggina per un’infiammazione al ginocchio

Tutto esaurito al San Paolo per la sfida con il Benfica. Udinese a Dortmund I lituani del Kaunas contro i doriani. Il fischio di inizio è previsto per le 20.45

In 4 in Uefa per non sbagliare Stasera l’esordio di Milan, Samp Napoli e Udinese nella Coppa

Ancelotti sorride Gennaro Gattuso sarà in panchina contro lo Zurigo

MILANO - Dopo la due giorni di Champions, è la volta della Coppa Uefa, che stasera, per l’Italia vede in campo ben quattro squadre. Quattro società, con una storia che vorranno tener alto sia il proprio nome che quello dell’Italia, un po’ come i Moschettieri di Re Sole. Milan, Napoli, Sampdoria e Udinese sono pronte. «Comincia il nostro purgatorio...». Carlo Ancelotti sa che ai suoi giocatori e non solo la coppa Uefa non offre gli stessi stimoli della Champions League. Ma poichè la squadra è «in apnea», la sfida di oggi (20.45) con lo Zurigo offre la prima occasione di riscatto.«C’è stata un’autocritica lucida da parte di tutte le componenti», rivela Ancelotti, ammettendo che «anch’io ho commesso qualche errore. Il momento è molto delicato e c’è, da parte dei giocatori, la volontà di uscirne». Ieri la convocazione

possiamo sbagliare nulla. Sappiamo che toccherà a noi prendere l’iniziativa». Lavezzi è l’uomo su cui puntare: «Il Pocho è un grandissimo giocatore e può essere decisivo sempre. È’ importante che stia bene fisicamente perché se è al top della condizione diventa imprendibile per tutti». Ritorno in Europa anche la Samp che (ore 20.45), a Marassi, incontrerà i lituani del Kaunas. La speranza di Walter Mazzarri è quella di vedere un atteggiamento più cinico da parte dei suoi: «Una volta tanto mi piacerebbe segnare alla prima occasione- ha detto- come fanno gli altri. Soprattutto se penso che in coppa abbiamo solo due partite, e bisogna vincere per andare avanti». Per concludere ci sarà l’Udinese che sarà l’unica italiana a giocare fuori casa, l’avversario sarà il Dortmund, ma la squadra giocherà per vincere.

Ezequiel Lavezzi sarà l’arma in più del Napoli contro il Benfica. Sopra Gattuso che ha recuperato dall’infortunio alla spalla

di Ronaldinho in sede, per rendere conto delle indiscrezioni (una festa fino a mezzogiorno 72 ore prima di giocare a Genova) provenienti dal Brasile. «Noi crediamo al giocatore, che tra l’altro si sta impegnando in modo professionale». « Una vit-

La frattura allo scafoide gli provoca ancora dolore

Stoner tra i dubbi “Non so se mi opero”

In caso di operazione Casey Stoner dovrebbe saltare le ultime 4 gare

ROMA - Casey Stoner è tormentato dal dolore allo scafoide della mano sinistra, rotto ed operato nel 2003. La caduta a Misano ha riaperto la frattura e la sofferenza sta frenando l’australiano. Con il Mondiale della classe MotoGp ormai nelle mani di Valentino Rossi, il pilota della Ducati potrebbe decidere di operarsi. Ciò significherebbe fermarsi e saltare le ultime quattro corse. Il prossimo appuntamento è il 28 settembre a Motegi (Giappone) e Stoneammette che l’intervento è tra le opzioni possibili: «Non sono al 100%, ma ho un paio di settimane per provare a migliorare. L’operazione è imprescindibile, ma correremo finchè sarà possibile».

toria ci permetterebbe di tornare a respirare un pò». Piccolo sorriso per Ancelotti che ritrova Gennaro Gattuso, che si era infortunato in nazionale. Torna in Europa anche il Napoli per Edy Reja, e farlo contro il Benfica (ore 21.00) è un sogno

che si avvera. «Entrare nell’Europa che conta è il sogno di un’intera carriera. E devo dire che è una sensazione meravigliosa. Questo match rappresenta l’apice della mia storia calcistica e ci tengo tanto a far bene. Siamo pronti ad una

sfida che è senza dubbio di altissimo livello. Il Benfica ha tradizioni di livello internazionale ma anche noi siamo in buone condizioni sia fisiche che mentali e possiamo continuare sull’ottima strada intrapresa in questo avvio di stagione. Non

Ieri mattina l’ultimo podio: Andrea Pellegrini bronzo nella scherma

Finite anche le Paralimpiadi, l’Italia c’è ROMA - Ha aperto Fabio Triboli, raggiungere. Limite non solo agganDiciotto medaglie ha chiuso Andrea Pellegrini: in ciato, ma anche superato, sebbene mezzo a loro, unici medagliati ad il bottino degli azzurri resti vero che, fra i paesi europei Atene 2004 capaci di risalire sul Soddifatto Pancalli paragonabili all’Italia, il nostro è podio quattro anni dopo, tanti noquello che ha fatto segnare i peggiomi nuovi del movimento paralimpi- “Penso già a Londra” ri risultati: Spagna, Germania e co italiano. Si sono Francia superano tutconclusi a Pechino i te le 50 medaglie, e Giochi paralimpici anche Ucraina, Reestivi riservati alle pubblica Ceca, Polopersone con disabilinia e Grecia ci sopratà: gli azzurri tornano vanzano più o meno a casa con un bottino nettamente. Per gli azcomplessivo di diciotzurri, il grande persoto medaglie, con quatnaggio è stato il leccetro ori, sette argenti e se Fabio Triboli, fra sette bronzi. Una prele azzurre, invece, costazione che ricalca pertina a Cecilia Casostanzialmente quelmellini che ha vinto la di quattro anni fa, ben due medaglie per quando sotto l’Olim- Pellegrini durante la premiazione della scherma nel nuoto. Poi, l’ultipo di Atene arrivò ma medaglia, quella una medaglia in più, con quattro del Comitato italiano paralimpico che ha chiuso i giochi per gli azzuri ori, otto argenti e sette bronzi. Per (Cip) Luca Pancalli (che si è detto è arrivata da quell’Alberto Pellegril’intero movimento dello sport per ben soddisfatto e già desideroso di ni che - dopo l’oro di Atene - ha disabili, un risultato soddisfacente: arrivare a Londra 2012) aveva indi- regalato all’Italia l’ultima medaglia alla vigilia delle gare, il presidente cato in 15 medaglie l’obiettivo da con il bronzo nella sciabola.

Ragazze sconfitte in Russia nel World Grand Prix

L’Italvolley di Barbolini si ferma con l’Olanda

Le ragazze di Barbolini sono state sconfitte nella seconda gara del torneo

ROMA - Le azzurre della pallavolo sono state sconfitte ieri 3-1 dall’Olanda nella seconda giornata delle Qualificazioni al World Grand Prix 2009 in corso a Omsk. Dopo la vittoria di martedì (3-0 alla Germania), l’Italia ha giocato una pallavolo meno continua, ma soprattutto ha trovato maggiore difficoltà a contenere il gioco d’attacco, per lo più al centro del sestetto olandese. La sconfitta (25-23, 23-25, 18-25, 20-25 i parziali), complica il cammino verso la qualificazione, che rimane comunque alla portata. Oggi, alle 14.30 italiane, terza gara del torneo contro le padrone di casa della Russia.


46 Giovedì 18 Settembre 2008 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

SPORT Archiviata la gara di coppa Italia si pensa al campionato

S E R I E

A

REGGINA

REGGIO CALABRIA — Archivia-

to il capitolo della coppa Italia, l’attenzione adesso è rivolta esclusivamente alla Roma. A dire la verità il match dell’Olimpico è sempre stato nei pensieri di mister Nevio Orlandi e della sua Reggina, tanto che l’organico nel corso della settimana ha svolto una preparazione differenziata: coloro che sono stati impiegati poco in campionato e chi soprattutto aveva bisogno di entrare in condizione si sono preparati alla gara col Cagliari, mentre il resto del gruppo, cioè i giocatori che scenderanno all’Olimpico, hanno lavorato in virtù dell’impegno del torneo che si giocherà alle 20,30 di sabato. La priorità - ha tenuto a ribadire il tecnico nei giorni scorsi - è naturalmente il campionato che nell’arco di una settimana ha in programma ben tre appuntamenti: dopo la Roma sarà la volta del Milan che sarà di scena nel turno infrasettimanale al Granillo, poi l’impegno gravoso con il Palermo alla Favorita. Un tour de force al quale la Reggina si sta preparando come sempre con la massima scrupolosità. Ovviamente si pensa a un avversario per volta, alla Roma, dunque, che dopo la sconfitta di Champions League è sprofondata in una grave crisi dalla quale spera di riprendersi già sabato sera con la Reg-

2ª D I V I S I O N E

La Roma è in crisi Saprà approfittarne la Reggina di Orlandi?

Nevio Orlandi

gina. L’ira del presidente Rossella Sensi sembra che ancora non si sia placata: anzi, dopo il duro faccia a faccia seguito alla gara contro i rumeni del Cluj ieri ne è seguito un altro in cui il numero uno del club giallorosso ha imposto alla sua squadra di vincere ad ogni costo e a tornare ad essere il gruppo competitivo che l’anno scorso ha provato sino all’ultimo a soffiare lo scudetto all’Inter. La Reg-

gina dunque dovrà fare i conti con la crisi della Roma, un incontro questo già di per sé difficile sulla carta. Nevio Orlandi visti i presupposti chiede alla sua squadra di non partire battuta, anzi. E’ il caso di approfittare di qualsiasi (se mai ve ne fosse qualcuna) amnesia che la squadra di Luciano Spalletti manifesterà all’Olimpico. Il trainer amaranto contro Aquilani e compagni spera di schierare la migliore formazione possibile. Tra gli undici spera di poter inserire sicuramente Franco Brienza, che per quel po’ che si è visto nel corso del match di domenica scorsa contro il Torino, in coppia con Bernardo Corradi ha fatto vedere qualche magia. La speranza è quella di poter contare anche su Barreto, che nell’ultimo turno di campionato è rimasto fermo ai box per un problema fisico rimediato durante una delle due gare giocate con la sua nazionale. Le sue condizioni verranno verificate entro domani mattina, prima della partenza per la capitale.

A MICROFONO APERTO di Antonio Latella

ALLO STADIO? NO, MEGLIO LA TV a prima partita interna della Reggina ha confermato il trend negativo delle presenze al “Granillo”. Il colpo d’occhio non è stato molto appagante. E la circostanza dimostra che il pubblico è sempre meno propenso a frequentare gli stadi. Il fenomeno non è tipicamente reggino e riguarda la quasi totalità delle partite dei campionati italiani. Almeno di quelli che finiscono poi sulle Tv a pagamento. Da questa regola si salvano solo i grandi club. Intanto perché la loro tradizione calcistica appartiene ad una metropoli, poi per via del blasone di formazioni che, per aver vinto campionati e coppe di campioni, riescono a muovere grandi masse di tifosi. Una volta si parlava delle sette sorelle. Ed anche oggi ci sembrano altrettante le società che registrano il quasi tutto esaurito in abbonamenti e biglietti. Le ragioni di questa sorta di “disaffezione” le abbiamo affrontate, tentando di dare ad esse una logica spiegazione, tante altre volte proprio dalle colonne di questo giornale. Ilcalcioitaliano,ormaidatempo, registra un livellamento al vertice, mentretuttelealtrepartecipantial massimo campionato hanno la stessa caratura tecnica e le stesse probabilità di rimanere sull’Olimpo. La serie B è un’altra cosa, anche perché la cadetteria non è

L

Angela Latella

Ieri sopralluogo della Commissione di vigilanza. Cresce l’attesa per il derby di domenica

VIBONESE

VIBO VALENTIA — Questa che precede il derby è una settimana di attesa e di preparativi che si deve necessariamente giocare su più fronti. Quello sportivo, calcistico, innanzitutto e soprattutto, ma non solo. Rimane, infatti, da sciogliere i dubbi su chi potrà domenica pomeriggio presentarsi alla stadio Luigi Razza di Vibo Valentia ed entrare e gustarsi la partita: i soli tifosi rossoblu? I soli abbonati (com’è successo a Cosenza e Catanzaro?). Nessuno ed ancora a porte chiuse (come si è celebrato il derby con il Cosenza)? Con lo stadio aperto a tutti e dunque anche ai tifosi di Catanzaro, per regalare, finalmente, una straordinaria giornata di sport (com’è puntualmente accaduto ogni volta che si sono incrociati Vibonese e Catanzaro)? Per prima cosa un’ipotesi ormai è certo che si può scongiurare: mai più porte chiuse al Luigi Razza. Ieri mattina allo stadio di Vibo Valentia si è presentata al completo la Commissione di vigilanza per un sopralluogo atto a verificare le condizioni di agibilità della struttura dopo i lavori approntati in base alle ultime prescrizioni. Il risultato è da ritenersi più che soddisfacente: all’appello è mancato solo un documento; insomma, una semplice questione burocratica che si ha tutto il tempo di risolvere. A questo punto, superato questo primo importante esame, spetta alla competente Commissione comunale certificare in via definitiva, e senza ulteriori dubbi, l’agibilità dello stadio; una faccenda, anche questa, esclusivamente

Verso il sì per l’agibilità dello stadio Luigi Razza

burocratica (splendido Paese che è l’Italia!) che si può comunque superare senza particolari intoppi, perché, anche se non vi fossero i tempi giusti per la deliberazione definitiva della commissione, il Sindaco della città, alla luce di quanto emerso e certificato, può serenamente e senza ulteriori impedimenti, dare l’autorizzazione relativamente alla gara di domenica. Dunque, è ormai quasi (ma è un “quasi” più scaramantico che altro) certo che i tifosi rossoblu potranno vedere

molto amata dal piccolo schermo. Tuttavia, anche questo torneo continua a registrare una sensibile diminuzione delle presenze, anche perché il torneo, ancorché interessa squadre di tutt'Italia, non va oltre gli interessi localistici. Sia sportivi che economici. Le altre analisi riguardano il caro biglietto, le diverse soluzioni che la tv offre a quanti inveiscono contro l’arbitro e gli avversari seduti nel salotto di casa ed in compagnia degli amici. Calcio e televisione hanno creato piccoli momenti aggregativi che coinvolgono l’entourage familiare, il gruppo di amici e gli inquilini di uno stesso condominio. E la discussione su un rigore negato o di dubbia assegnazione, anche se apparentemente è meno aspra, in realtà produce quasi gli stessi scontri che si vivono frequentando gli spalti. A casa però i rischi sono di minore entità. I presidenti di società, oltre che con gli ingaggi e le sponsorizzazioni, devono fare i conti con la pigrizia dei tifosi. I quali sono disposti a muoversi da casa solo se la partecipazione della squadra del cuore al campionato riesce a regalare nuove emozioni e parte con programmi ambiziosi. A quelli amaranto probabilmente la salvezza non basta più. Per questo 9mila abbonati rappresentano un traguardo apprezzabile. Quasi una conquista.

seduti sugli spalti la gara col Catanzaro. Per sapere se stessa sorte sarà riservata pure ai tifosi giallorossi bisognerà attendere tra le ventiquattro e le quarantotto ore, dopo il nuovo sopralluogo questa volta a cura dei funzionari della questura di Vibo Valentia, che dovranno effettuare le verifiche di loro competenza. Insomma, vi sono tutte le condizioni per poter regalare alle due tifoserie che – è bene ricordarlo, soprattutto a chi non conosce questo territorio e la sua

storia e la sua cultura – sono da anni gemellati; anzi, addirittura a Vibo Valentia c’è chi candidamente ammette di avere un cuore sportivo “giallorossoblu”. Fin qui gli aspetti extracalcistici, certo non meno importanti per chi ancora ha l’ingenuità di considerato il calcio uno sport, uno spettacolo per appassionati. Sul fronte calcistico, la squadra si è allenata agli ordini di Angelo Galfano e dello staff tecnico al completo. Ad assistere agli allenamenti a bordo campo anche il presidente Santino Gurzillo, il direttore generale Pippo Caffo, il segretario generale Saverio Mancini. Il clima che si respira è di serena attesa e la presenza dei dirigenti rossoblu, per niente passiva ma pronta a dare carica ed entusiasmo a tutto l’ambiente, sta ad indicare con quanto interesse e partecipazione si segue il lavoro dei ragazzi. Vi è la consapevolezza che finora si è raccolto meno di quanto la strada abbia meritato, ma su questo valga il concetto espresso con molto equilibrio proprio dall’allenatore: «Sono convinto che il lavoro paga ed il bel calcio alla fine ottiene i risultati meritati. E così, se da un lato mi dispiace avere solo due punti in classifica, dall’altro so che questo è solo un credito che abbiamo maturato con la fortuna, che presto riscuoteremo, con soddisfazione nostra e dei ragazzi che in campo stanno dando tanto e dei tifosi che vogliamo sentire a noi vicini». Maurizio Bonanno

Tennistavolo a Vibo La PromoViboSport, da anni sempre in evidenza nel tennistavolo calabrese, anche per questa nuova stagione agonistica si sta preparando per affrontare i diversi impegni con la consueta preparazione che da anni contraddistingue la serietà di questa società vibonese. Importanti novità, inoltre, per questo nuova stagione con l’ingresso della PromoViboSport del campione regionale e provinciale categoria Giovanissimi Marco Sdringola. Un successo per il presidente della squadra, Aldo Marchese, che è riuscito a tesserare questo forte giocatore garantendo un salto significativo al suo team, anche perché con lui in organico entra anche il padre, Stefano Sdringola, tecnico di valore ed esperto giocatore senior. Da segnalare pure il gradito ritorno di Jurgen Marchese, dopo l’esperienza maturata in Sicilia, dove ha giocato nella scorsa stagione. Conferme, poi per un nutrito gruppo di giovani di grandi promesse ed ottime speranze, tra i quali spiccano i campioni provinciali Nicola Ceniti (categoria Ragazzi) e Domenico Schinelli (categoria Allievi), ormai realtà con le quali fare i conti nel panorama del tennistavolo calabrese. L’eclettico presidente Aldo Marchese, nonché tecnico di riconosciuto valore a livello nazionale ed esperto giocatore, ha approntato per la stagione che sta per iniziare la squadra per il campionato di C2 maschile, che sarà impegnata in tutta la regione con i suoi uomini migliori nelle diverse categorie. La PromoViboSport, fra l’altro, in questi giorni sta perfezionando un accordo di sponsorizzazione con un prestigioso istituto di interesse nazionale, segno inequivocabile della fiducia, della credibilità e della buona immagine che questa società vibonese riscuote nel tennitavolo anche fuori regione, tanto da poter ambire a collaborazioni di notevole importanza che di certo daranno la possibilità di ricoprire sempre più un ruolo di primo piano.


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Giovedì 18 Settembre 2008 47

SPORT 2ª D I V I S I O N E

L’INTERVISTA In vista del derby di domenica il centrocampista Pasquale Berardi suona la carica

«A Vibo per fare bottino pieno» CATANZARO

CATANZARO — «Fare bottino pieno a Vibo Valentia per ricreare entusiasmo nell’ambiente». Pasquale Berardi traccia la rotta in vista del derby del “Luigi Razza”. Il mediano col vizietto del gol prenota, allo stesso tempo, una nuova domenica da protagonista contro i rossoblù del presidente Gurzillo. Nella passata stagione, infatti, è andato a segno contro Di Mauro e soci sia nel match d’andata (spaccata vincente che regalò i tre punti) che in quello di ritorno (rigore per il momentaneo 1-0). «Spero di ripetere quest’anno – confida non certo a bassa voce – quanto di buono ho fatto nello scorso torneo contro la Vibonese. In ogni caso, l’importante è tornare da Vibo Valentia con l’intera posta in palio. Fare risultato significherebbe continuare a ricreare quell’entusiasmo sopito nell’ambiente giallorosso. Quell’entusiasmo che in una piazza come Catanzaro è fondamentale per costruire un progetto vincente. Io sono fiducioso». Pasquale Berardi, si preannuncia, quindi, un Catanzaro che non andrà di certo a Vibo Valentia per fare un calcio sparagnino? «Noi prepariamo ogni partita con l’intenzione di conquistare i tre punti. Non siamo abituati a far calcoli. Cerchiamo semmai

“Bisogna creare entusiasmo che in una piazza come Catanzaro è fondamentale”

Il centrocampista giallorosso, Pasquale Berardi

di ottenere il massimo attraverso il gioco. Sarà così anche domenica, perché una vittoria ci rilancerebbe in classifica e riporterebbe il pubblico allo stadio».

Dalle sue parole si evince come la squadra sappia che deve trascinare un ambiente sportivo sempre interessato ai colori giallorossi ma leggermente diffidente…

«Il nostro obiettivo è riportare entusiasmo tra i tifosi. Catanzaro e la sua gente costituiscono un patrimonio di calore ed entusiasmo non indifferente. Ecco perché il pubblico deve essere stimolato attraverso i risultati». Facciamo un passo indietro. E’ opinione comune che col Cassino è stato un punto guadagnato… «La cosa più importante è stata la dimostrazione di carattere offerta dalla squadra. Sono già due partite, mi riferiscono a quella di coppa Italia col Gela e a quella di domenica scorsa, che partiamo sotto di due gol per poi rimontare. Il carattere c’è, però dobbiamo migliorare. Mi spiego meglio. Dobbiamo cercare di andare subito in rete senza dover recuperare di volta in volta. Col cassino si poteva anche provare a vincere, ma alla fine si è scelto di non correre eccessivi rischi. Attaccare in maniera scriteriata avrebbe significato esporsi al contropiede di una compagine molto ostica e ben messa in campo. Insomma, è prevalso il buon senso tra noi giocatori». Buon senso che fa rima con maturità. Il Catanzaro di Provenza dà l’idea di essere una formazione sufficientemente matura… «Stiamo lavorando tanto in questo senso, ovvero sull’aspetto gestionale delle partite. Bisogna

sapere quando attaccare, quando conservare il risultato e di conseguenza abbassare i ritmi». Col Cassino, lei e Zaminga siete andati spesse volte in difficoltà poiché i vostri avversari erano in superiorità numerica a centrocampo… «Avevamo preparato la partita in un certo modo, poi, però la rete dello svantaggio ha fatto saltare i nostri piani. Per esempio, uno dei nostri due attaccanti doveva accorciare sul portatore di palla avversario ma rete dello 01 ha fatto sì che alcuni meccanismi venissero meno. Ecco perché dico che dobbiamo migliorare nell’aspetto gestionale delle gare». Le faccio una provocazione. Meglio un Catanzaro disegnato col 4-3-3 (vedi gara con Aversa Normanna) o il 4-4-2 di domenica scorsa? «L’ho sempre detto. Io preferisco il centrocampo a tre. In questo modo posso sfruttare al meglio le mie caratteristiche. Ad Ancona, giocando in una mediana a tre, ho realizzato 11 reti. L’anno scorso, col Catanzaro disegnato secondo il 4-3-3, ho segnato tre gol nelle gare con Vibonese e Val di Sangro. Con un centrocampo a tre, il sottoscritto ovviamente può sganciarsi in avanti non avendo compiti di copertura». Vittorio Ranieri

Oggi pomeriggio il test infrasettimanale. Provenza schiererà l’undici che dovrebbe affrontare i rossoblù

Prove generali contro la Berretti CATANZARO — Doppia razione di

allenamento per la truppa giallorossa quello di ieri. La settimana che precede il derby di Vibo Valentia è già entrata nel vivo. E oggi pomeriggio, contro la formazione Berretti, mister Provenza proverà l’undici che domenica scenderà in campo al “Luigi Razza” per cercare di conquistare i tre punti. Si preannuncia, dunque, un Catanzaro d’assalto, desideroso di CATANZARO — Oggi aprirà il cantie-

re dei lavori di adeguamento alle norme antiviolenza dello stadio “Nicola Ceravolo”, alla presenza del sindaco Rosario Olivo e dell'assessore ai Lavori pubblici, Antonio Tassoni, il dirigente del settore gestione del territorio, architetto Carolina Ritrovato, il direttore dei lavori, Luigi Franco e il responsabile del procedimento, geometra Salvatore Montesano che hanno consegnato all'impresa “Genovese costruzione” i lavori sottoscrivendo il relativo verbale. Il termine per l’ultimazione degli interventi programmati è fissato al prossimo 17 novembre. Ricordiamo che l’impresa Genovese aveva proposto l’offerta più vantaggiosa, con un ribasso di circa il 27 per cento sull'importo a base d'asta di 2milioni di euro. Somma che sarà coperta da un contributo costante poliennale di 150 mila euro concesso dalla Regione e finalizzato, appunto, alla contrazione del mutuo della durata di venti anni. Alla conclusione dei lavori, il “Ceravolo” sarà, quindi, omologato per una capienza di 14.592 spettatori, suddivisi in 6 settori: curva ovest (3.442), tribuna laterale coperta ovest (1915), tribuna centrale coperta (1441), tribuna laterale coperta est

portare a casa l’intera posta in palio. Tra i giallorossi c’è l’intima convinzione di poter fare risultato per proseguire l’inseguimento alla capolista Cosenza. Contro la Vibonese, Provenza dovrà fare ameno dello squalificato Armenise e degli infortunati di lungo corso Frisenda (attualmente è a Bologna per sottoporsi a una serie di cure specialistiche), Cardascio (in questi giorni si sottoporrà a un’ecografia e per il recupero si

parla dei primi di ottobre) e Diarrà che fa ancora la spola tra San Lucido e Catanzaro per la fisioterapia. Tornando alla giornata di ieri. Doppia seduta per Gimmelli e compagni. In mattinata, razione atletica, con un lavoro basato sulla velocità. Nel pomeriggio, tecnica e tattica. Nella seduta di ieri si è fermato Corapi per il riacuttizzarsi di un risentimento muscolare avuto nel corso dell’allenamento di martedì.

Presente il sindaco, Rosario Olivo. La consegna dei lavori è prevista per il 17 novembre

Oggi aprirà il cantiere allo stadio Ceravolo

(2315), curva est (2229), distinti( 3250). Gli interventi più significativi riguardano: sistemazione dei seggiolini e numerazione dei posti a sedere, divisione dei settori e individuazione delle vie di esodo, installazione di 15 tornelli (750 persone all'ora), servizi igienici per gli spettatori, sistema di illuminazione, postazioni pronto soccorso, area parcheggio 200 posti a servizio del settore “ospiti”, sistemi di allarme, ammodernamento della tribuna stampa e realizzazione di una “sala interviste” a ridosso degli spogliatoi. Il sindaco Olivo e l'assessore Tassoni si sono detti soddisfatti per l'apertura del cantiere «in linea con i tempi pronosticati» d ha sottolineando «il grande sforzo che il Comune e la Regione Calabria - pur in presenza di grossi problemi di natura finanziaria - hanno prodotto per portare a definizione l’adeguamento dell’impianto calcistico della città che presto potrà essere fruibile in tutte i suoi settori». Olivo e Tassoni hanno anche ringraziato i tecnici di palazzo de Nobili «per la celerità con la quale hanno predisposto l'iter della pratica e l'alta professionalità dimostrata anche in questa complessa circostanza». r. s.


48 Giovedì 18 Settembre 2008 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

SPORT 2ª D I V I S I O N E VIGOR LAMEZIA

Oggi pomeriggio mister Ammirata prova la formazione da opporre domenica alla Val di Sangro

Al D’Ippolito test col Tiriolo Recuperano Ciotti e Di Donato. Lopetrone fermo per dieci giorni

LAMEZIA TERME — Seduta dop-

pia quella di ieri in casa Vigor. Lavoro prettamente tecnicotattico allo stadio Carlei. Dopo la ripresa del martedì, mister Ammirata continua a fare i conti con l’infermeria sempre piena. Intanto diciamo subito che il centrocampista Lopetrone dovrà rimanere fermo almeno dieci giorni a causa di un intervento cosiddetto di “pulitura” al ginocchio sinistro. Ancora una settimana, almeno, invece il recupero completo di Riccobono che attende i risultati della risonanza magnetica effettuata al ginocchio sinistro, mentre non dovrebbero avere problemi, Ciotti e Di Donato che saranno pronti per la gara di domenica contro la Val di Sangro. Così come i difensori Ciminari e Stroffolino, reduci da problemi di affaticamento dopo il derby con il Cosenza al San Vito. Insomma, se da un lato Ammirata recupera di sicuro Ciotti e Di Donato, dall’altro dovrà fare a meno di Lopetrone. Questo per quanto attiene i giocatori scesi in campo domenica. C’è poi grande attesa per rivedere

2ª D I V I S I O N E

L’attaccante della Vigor, Mauro Ragatzu

all’opera il jolly di centrocampo Carraro che martedì a ripreso a correre e che, tuttavia, dovrà entrare nel pieno della forma. Difficilmente dunque sarà disponibile per la gara contro

gli abruzzesi. In linea di massima, il tecnico siciliano proverà oggi pomeriggio - in occasione del test settimanale contro il Tiriolo - l’undici che potrebbe schierare domenica. L’incontro si disputerà (condizioni meteo permettendo) allo stadio D’Ippolito. Rispetto al match contro i siliani, nella formazione titolare dovrebbe trovare spazio Ciotti che andrebbe a rafforzare, anche dall’alto della sua esperienza, il centrocampo biancoverde. Stando a questa ipotesi, in campo dovrebbero scendere Panìco tra i pali (anche se oggi difenderà i legni della formazione sparring-partner). Quindi, linea difensiva con Stroffolino, Ciminari, Filippi, De Pasquale o Di Donato. Centrocampo da destra a sinistra con Rondinelli, Ciotti, Sanso e Scalese. Attacco con Manca e Ragatzu. Proprio sulla coppia offensiva biancoverde, sono riposte gran parte delle speranze dei tifosi lametini per riuscire a scardinare la difesa abruzzese e centrare la prima vittoria stagionale. r. s.

A Cosenza tiene banco la questione sicurezza. Parla l’assessore Covelli

«I lavori allo stadio San Vito procedendo regolarmante» COSENZA

E la squadra prova sul sintetico in vista della gara di Manfredonia

COSENZA — Cosenza sportiva,

politica e produttiva fa fatica ad accettare i divieti imposti contro il pubblico spettacolo dall’osservatorio e a suo modo si dà da fare. Non a caso sindaco, consiglieri e assessori non hanno fatto mancare il loro disappunto all’indomani dell’ennesima decisione che ha chiuso i cancelli ad almeno 5mila paganti. Sulla stagione calcistica in corso in molti c’avevano puntato anche e soprattutto per riaccendere la voglia di business che dietro al pallone si muove con più agio in città come Cosenza “affamate” da anni e che potrebbero dare ampie soddisfazioni in materia. Perché se la società Cosenza calcio perde costantemente degli incassi, quando le porte si chiudono, va poi anche detto che né quella politica, né quella produttiva, escono bene da questa situazione. Da qui la sinergia. L’Amministrazione comunale, non a caso, accelera i propri adempimenti in materia di messa in sicurezza dell’intero stadio a capienza massima. «I lavori che l’Amministrazione comunale si era impegnata a completare per raggiungere l’obiettivo della capienza dello Stadio San Vito a 24mila spettatori si stanno portando a termine» ha detto giusto ieri l’assessore alla Protezione civile e alla sicurezza del Comune di Cosenza, Damiano Covelli che ha sottolineato come «i lavori relativi alla numerazione dei posti dello stadio sono in dirittura d’arrivo, così come sono state già collocate, all’interno

Il ds del Cosenza, Mirabelli

dell’impianto, due delle quattro telecamere previste per la videosorveglianza e che riprenderanno durante gli incontri di calcio il pubblico. Le altre due saranno collocate a breve. Anche sulle modalità di attuazione del cosiddetto prefiltraggio e sull’area interessata – ha sottolineato Covelli - abbiamo raggiunto un’intesa con la prefettura». Intanto, sempre ieri mattina, per l’assenza di alcuni membri, non si è potuta tenere, allo stadio San Vito, la programmata riunione della Commissione provinciale di vigilanza sui locali di pubblico spettacolo. La commissione è stata riconvoca-

ta per martedì 23 settembre, alle ore 10,30, in prefettura. Anche questo non è un argomento da trascurare. E’ recentissima la feroce polemica che ha riguardato proprio lo stadio San Vito in occasione del concerto di metà luglio di Ligabue. In quell’occasione il dg, Mirabelli è arrivato a dimettersi, in protesta con l’organizzatore dell’evento, Iacobino, reo a suo dire di non aver rispettato gli accordi e cioè d’aver piazzato il palco a metà campo. La polemica è poi rientrata con i primi calci al pallone, così come Mirabelli ha dimenticato in fretta le dimissioni e l’ha fatte rientrare ma domenica scorsa sotto il diluvio nel derby col Lamezia erano visiblissime le chiazze di terra senza erba proprio in coincidenza con le fondamenta del megapalco del concerto di Ligabue. Sul fronte tecnico quella di ieri è stata un’intensa giornata d’allenamento, con la consueta sgambatura col pallone e sull’erba. Già, sull’erba. Perché sia oggi che sabato il Cosenza si allenerà invece sul sintetico perché a Manfredonia è su questo terreno che si giocherà. Particolare non da poco dal punto di vista tecnico. Accade anche questo, in giro per l’Italia. Quel che conta è far rimanere a casa i tifosi, sarà così anche a Manfredonia. Toscano è stato assai malizioso sul punto: in Calabria solo a Reggio le porte non si chiudono mai, chissà perché. Già, vorremmo saperlo pure noi. Ediratio

DALLA SOCIETÀ VIGOR LAMEZIA CALCIO Disposizioni in materia di diritti e doveri di cronaca Questa società, considerando i disguidi e le accuse che sono derivati in occasione della prima gara di campionato all’interno della tribuna stampa del D’Ippolito, intende applicare rigorosamente il Regolamento emanato dalla Lega Pro in materia di diritti di cronaca (e doveri). Tanto premesso, allega il comunicato stampa n° 56 che riporta integralmente alcuni articoli desunti dal citato Regolamento, da applicare fin dalla prossima gara interna di domenica 21 contro il Val di Sangro. Le emittenti radiotelevisive e i siti web sono pertanto invitati a prenderne debita e opportuna visione per una corretta e serena applicazione delle norme indicate. Si riportano integralmente i punti salienti che disciplinano tale diritto di cronaca e indicano anche coloro che sono abilitati ad esercitare tale diritto. “Le emittenti radiotelevisive che intendano ottenere dalla Lega italiana calcio professionistico il rilascio del nulla osta per l’esercizio del diritto di cronaca radiotelevisiva per le gare di Campionato di Prima e Seconda divisione per la stagione 2008/2009 dovranno far pervenire alla Lega relativa domanda entro e non oltre il 16/8/2008” Art. 3 Condizioni per il rilascio del nulla osta. Ai sensi e per gli effetti di cui all’art.5 comma 5) D. Lvo n. ° 9/08, la Lega consente agli operatori della comunicazione l’accesso agli impianti sportivi per la ripresa dell’evento con le modalità e nei termini di cui al presente Regolamento. Per l’accesso agli impianti gli operatori della comunicazione dovranno acquisire dalla Lega il nulla osta radiotelevisivo. Il nulla osta per l’esercizio della cronaca sportiva e per la ripresa del relativo materiale audiovisivo nei limiti di cui all’art.2) viene rilasciato dalla lega Italiana Calcio professionistico alle Emittenti che abbiano presentato specifica domanda corredata dalla prescritta autorizzazione e che: “omissis”siano iscritte come testata giornalistica presso la Cancelleria del Tribunale nella cui circoscrizione le emissioni vengono prodotte... affidino i propri servizi sportivi a soggetti iscritti all’Albo dei giornalisti professionisti e/o pubblicisti, a norma... “omissis” “omissis” Abbiano stipulato, con una primaria Compagnia di assicurazione, polizza assicurativa con il minimale di Euro 500.000,00 (cinquecentomilaeuro) sia per le Emittenti televisive che radiofoniche per la copertura di eventuali danni a persone ed a cose derivanti dall’attività di cronaca e/o di ripresa all’interno degli stadi. Art.8 giornalisti e personale tecnico I servizi di cronaca radiofonici e televisivi devono essere effettuati esclusivamente da persone iscritte all’Albo dei giornalisti e/o pubblicisti. Tale qualifica deve essere comprovata, all’atto dell’ingresso allo stadio, mediante esibizione del tesserino di iscrizione all’Ordine professionale e di copia del nulla osta rilasciato dalla Lega con l’indicazione delle generalità del giornalista professionista o pubblicista designato per l’effettuazione dei servizi. La disposizione di cui sopra non si applica al personale tecnico addetto alle riprese, che comunque deve essere sempre accompagnato all’ingresso dal giornalista del servizio e deve esibire un documento di riconoscimento... Art 13 trasmissione tramite Internet Le emittenti che intendono esercitare il diritto di cronaca e trasmettere sintesi delle partite della Lega italiana calcio professionistico tramite Internet, hanno l’obbligo di richiedere il nulla osta alla Lega ai sensi del vigente Regolamento e, nell’esercizio del diritto di trasmissione, debbono attenersi ai limiti imposti dal vigente art.2 per le emittenti televisive”. Appare chiaro - sottolinea quini l’ufficio stampa della società Vigor Lamezia - che tali norme sono applicabili esclusivamente a quei servizi che prevedono le varie forme e modalità del diritto di cronaca radiotelevisiva, da estendere ai siti web. Ovviamente, non sono esse applicabili per le interviste del dopo partita e, ancor di più, per l’esercizio di cronaca da parte dei colleghi della carta stampata. Le Emittenti radiotelevisive ed i siti web sono vivamente pregati di esibire a questo Ufficio Stampa copia del nulla osta rilasciato dalla Lega Pro entro e non oltre sabato 20 settembre. I siti web, inoltre, dovranno altresì allegare copia del certificato di iscrizione della testata giornalistica rilasciato dalla Cancelleria del Tribunale. In sintesi Le emittenti radiotelevisive ed i siti web possono registrare le immagini della partita da mandare in onda secondo le modalità previste dall’art.2 della Circolare della Lega Pro n° 9 del 7/7/2008. Le Emittenti radiotelevisive ed i siti web possono registrare le interviste del dopo partita senza nulla osta o previa autorizzazione, rispettando di effettuare tali servizi esclusivamente all’interno della sala stampa dello Stadio. “Non è consentito l’accesso al recinto di gioco ed alle altre aree di pertinenza tecnica (sottopassaggi, spogliatoi, etc) al personale (giornalisti e operatori) dell’emittente” (art.8, Reg. Lega Pro). Per tutte le altre normative, suggeriamo di attenersi scrupolosamente a quanto disciplinato dalla citata Circolare della lega Pro n° 9 del 7/7/2008 (da riprodurre visitando il sito web della Lega Calcio Pro. (Giovanni Maria Cataldi, addetto stampa Vigor Lamezia calcio 1919).

Deferimenti, 8 società a rischio La Comissione disciplinare nazionale della Federcalcio, presieduta dall’avvocato Artico, esaminerà nella seduta di oggi a Roma il deferimento, deciso dal Procuratore federale, di alcune società per ritardi ed irregolarità al momento dell’iscrizione. Il rischio è di una penalizzazione che potrà essere appellata davanti alla corte di giustizia federale. Le società in questione sono: Avellino, Cisco Roma, Juve Stabia, Manfredonia, Pescara, Scafatese, Treviso e Venezia. Si prevede che la decisione apparirà tra le 18 e le 19 di oggi sul sito della Federcalcio. Un eventuale appello potrà essere presentato poi alla Corte di giustizia Federale.


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Giovedì 18 Settembre 2008 49

SPORT CATANZARO Lo slogan della campagna abbonamenti 2008/2009 lanciato dal presidente Scrima

Con Alcaro, navigare tranquilli PALLACANESTRO

Delle tredici sfide in casa, tre saranno gratuite. Previsti dei ridotti per le famiglie

CATANZARO — “Con il tuo supporto navighiamo tranquilli…”, questo lo slogan della campagna abbonamenti 2008/2009 della Nautica Alcaro Catanzaro lanciata martedì sera. A darne l’annuncio il presidente Franco Scrima, accompagnato dall’addetto stampa Mimmo Barbaro. L’incontro, tenutosi presso il Pala Pulerà (ex PalaGiovino), struttura che ospiterà i giallorossi per l’intero campionato, ha soddisfatto tifosi ed organi di stampa in merito ai prezzi delle tessere. Euro 5 per il posto unico in tribuna, euro 10 per il posto numerato nel settore parterre, questi i costi delle gare singole con un risparmio notevole sul prezzo totale dell’abbonamento (euro 50 per la tribuna, euro 100 per il parterre) se si pensa che delle tredici sfi-

de in casa, tre saranno gratuite. Previsti dei Ridotti anche per le famiglie con un costo di abbonamento pari ad euro 50 per il padre, euro 30 per la madre ed euro 10 per il bambino. Gli interessati possono recarsi direttamente al PalaPulerà oppure nella sede di via Gaetano Alberti, Catanzaro. Ci si aspetta un buon esito da questa campagna, considerati gli sforzi per allestire una squadra competitiva. «I risultati importanti della scorsa stagione ci rendono fiduciosi» ha dichiarato in merito il presidente catanzarese. Un messaggio ai giovanissimi appassionati di basket: venerdì 19 settembre, ore 16, i nati dal 1999 al 2000 sono tutti invitati presso il palazzetto, sito in località Giovino, dal capitano giallorosso, Andrea Cattani. Giorno

CATANZARO — L’ Indomita conclude il ritiro in Sila per il campionato 2008-2009 E’ iniziata a settembre, con una settimana tra i boschi della Sila Piccola, la nuova avventura della Pallacanestro Indomita che, per la terza volta, si appresta ad affrontare l’impegnativo ed oneroso campionato di serie B femminile calabro-siculo. Ancora una volta è stato scelto come sede del ritiro dal presidente Siciliano e dal suo staff l’Hotel Olimpo, che, oltre a garantire la possibilità di far svolgere in maniera adeguata allenamenti sia atletici che di tecnica, ha messo a disposizione della squadra, grazie alla consueta cortesia della Direzione, l’intera struttura. Questo ha consentito al team manager Alba Felicetti, come sempre impeccabile nell’organizzare ogni cosa nei minimi dettagli, di prevedere momenti di allegria e svago per smaltire le fatiche delle intense giornate di allenamento. Agli ordini dei tecnici, coach Nando Righini ed il preparatore atletico Giorgio Scarfone, le giovani indomite si sono impegnate per circa cinque ore al giorno per ritrovare condizione fisica e tecnica che permetta loro di affrontare al meglio la imminente stagione agonistica.

CATANZARO Concluso il ritiro in Sila per la compagine femminile di pallacanestro

CATANZARO — Nella finale per il terzo posto del torneo Siano in festa, tanti gol e spettacolo con una partita da sconsigliare ai deboli di cuore. Le due squadre giocano alla pari e votate all’attacco puro non curando il reparto difensivo. Peraltro il risultato la dice tutta sul tipo di partita che si è disputata ieri sera sul rettangolo di gioco di Siano. Match vero, piacevole, corretto, adatto per trascorrere un’ottima serata all’insegna del bel calcio. Alla fine la spunta l’As Nuova Pontegrande, ma onore alla Ditta Santise che ha comunque fatto la sua partita.

DITTA SANTISE N.VA PONTEGRANDE

10 12

D. Santise: Rotundo F., Gagliardi, Ruffa, Santise, Cacia Pontegrande: Nicotera, Fabiano, Posella, Valente, Rotundo D. Marcatori: Gagliardi 4’, 34’, 50’ Ruffa 10’, 16’ - Cacia 2’, 28’, 54’, 59’, 60’ - Fabiano 9’, 55’ - Posella 12’, 22’, 32’ - Valente 40’, 61’ -Rotundo D. 15’, 31’, 45’, 46’, 58’ Partita scoppiettante con un tempo per parte. Le due squadre si equivalgono, in evidenza Gagliardi e Posella che rappresentano il fulcro delle rispettive squadre. Vince alla

20 settembre, invece, in occasione del “I Torneo di basket Città di Catanzaro”, alle ore 16, il Presidente dell’Amministrazione Provinciale, Wanda Ferro, parteciperà alla cerimonia ufficiale per l’intitolazione del palazzetto dello sport ad Attilio Pulerà, indimenticato atleta catanzarese scomparso prematuramente 11 anni fa (in merito visitare il sito www. pallacanestrocatanzaro. it). Alle ore 18 avrà inizio il torneo, che vedrà impegnate la Nautica Alcaro Catanzaro (B Dil.), la Cestistica Bernalda (B Dil.), la Levoni Potenza (A Dil.) e l’Igea Basket Barcellona (A. Dil.): un’occasione per confrontarsi anche con squadre di categoria superiore. Teresa Colistra

La conferenza stampa

Le ragazze dell’Indomita preparano il campionato

re. s.

La squadra dell’Indomita

CALCIO A 5 - SIANO IN FESTA Alla fine la spunta l’As Nuova Pontegrande

Tanti gol e spettacolo alla finale del 3° posto fine la squadra che ha avuto più fame di successo. Trova subito la rete la Ditta Santise con un bellissimo gol di Cacia, che al secondo, elude la marcatura di un avversario con una veronica di sinistro e batte a rete con un preciso destro ad incrocio al volo. Raddoppio ad opera di Gagliardi; Nicotera sbaglia il tempo d’uscita su lancio lungo del collega di rerpartoe ne approfitta il centrale della Ditta Santise per scavalcarlo con un colpo di testa.. Risponde al nono Fabiano, con un’azione insistita personale che inizia da centrocampo. Scarta tre avversari e si presenta da solo davanti a Rotundo F., trafiggendolo. Ristabilisce le distanze Ruffa al decimo, approfittando di un disimpegno errato di

Poche le novità nel roster, considerato che la politica della Società è sempre quella di puntare sulle atlete catanzaresi, con particolare attenzione a quelle provenienti dal settore giovanile. Dolorosa la rinuncia a capitan Barbara Gemelli, che ha smesso con l’attività agonistica, intraprendendo la carriera di allenatrice (coadiuverà Simona Pronestì nella Junior Basket Lido), cui fa da controaltare l’inserimento in pianta stabile in prima squadra delle giovanissime Silvia Raiola, Ginevra e Ludovica Coluccio, tutte classe ’93. La formazione è composta inoltre dalle veterane Giusy Amendola, Anna Astorino, Sivia Esposito e completata da Marcella Astorino, Valentina Fregola, Antonella Galati, Kekka Isabella, Marisa Isabello, Serena Pintimalli, Nicky Siciliano e Miriam Spadaro. Nella prima fase di preparazione è stata aggregata al team la promettente Cristina Cosentini (’94). Ora, dopo il rientro in sede, le ragazze hanno ripreso il normale ciclo di allenamenti settimanali mentre la Dirigenza è all’opera per stilare un calendario di incontri amichevoli che completino il rodaggio del team in vista del campionato.

Nicotera. I portieri sembrano molto vulnerabili e4 lo saranno per tutta la serata. E’ il il dodicesimo e su tiro di Rotundo D., che prende l’incrocio, il primo ad arrivare sulla palla è Posella che insacca. Dopo dodici minuti sono state siglate già ben cinque reti. Gli errori degli estremi difensori, decisamente in serata negativa, si accentua al quindicesimo, quando su gioco errato di piedi di Rotundo F., l’omonimo del Pontegrande ad esseree lesto a soffiare la palla e a battere a rete a porta sguarnita. Palla al centro e alla prima zione è Ruffa a ristabilire le distanze. Il pareggio del Pontegrande arriva al ventiduesimo con un contropiede portato avanti da Rotundo D. che attende l’uscita del

portiere e serve Presella che non deve fare nient’altro che accompagnare la palla in porta. Il Pontegrande recrimina per la sfortuna, alla fine del primo tempo si contano cinque legni pieni. Cacia allo scadere del primo tempo riporta vanti i suoi con un bel gol. Viene servito direttamente da fallo laterale con palla a scavalcare e botta al volo tipo azione da beach soccer. La Ditta Santise potrebbe allungare, ma Rotundo F. sventa due pericoli sotto porta con estrema efficacia. Il secondo tempo inizia di fuoco per la Ditta Santise. Prima subisce il pari e poi passa con Posella. La Ditta Santise inizia a dare segni di stanchezza e sbilanciandosi troppo in avanti, crea ampi spazi utilizzati da-

gli avversari. Su calcio di punizione in area, palla per Valente, lasciato inspiegabilmente solo, che sorprende tutti e di interno destro segna il suo primo gol della serata. Cinque minuti dopo è la volta di Rotundo D. che gonfia la rete raccogliendo un invito di Fabiano. La Ditta Santise, più con forza d’orgoglio che fisica, potrebbe accorciare, ma nel giro di due minuti colpisce ben quattro pali su altrettanti tiri a rete. Riesce ad accorciare a dieci dalla fine con Gagliardi su calcio di punizione. La partita torna in bilico, il Pontegrande ha soli due gol di vantaggio. Seguono fasi concitate di gioco con azioni da una parte e dall’altra che si risolvono a due minuti dalla fine con Rotundo F., che in girata mette l’ipoteca sulla coppa del terzo posto. Inutili le due reti di Cacia nel recupero, che servono soltanto a rendere meno amara una sconfitta imprevista. Alla fine il risultato premia il Pontegrande anche se sta stretto, per lo spessore tecnico della squadra, ci si aspettava qualcosa in più. Stesso discorso per la Ditta Santise, campione in carica, che quest’anno esce addirittura dal podio, piazzandosi solo quarta. Torneo magro per entrambe.


Gli annunci d’asta sono presenti anche sul sito internet: www.aste.eugenius.it

50 Giovedì 18 Settembre 2008 il Domani TRIBUNALE DI CATANZARO Esecuzioni Immobiliari IL GIUDICE DELL’ESECUZIONE Dott.ssa Luigi Cavallo Nella procedura esecutiva n. 241/96 r.g.e. ha disposto procedersi alla vendita senza incanto. Con riduzione di 1/4 sul prezzo a base d’asta, dei seguenti beni: Lotto n. 1: quota pari ad 1/2 do terreno agricolo sito nel comune di San Sostene, loc. Cacarella mq. 18.780. Riportato in Catasto al Foglio 36 p.lla 169 e 180. Prezzo base d’asta Euro 3.506,77 Lotto n. 2: quota pari ad 1/12 di terreno agricolo sito nel comune di Torre Ruggiero con piccola casa colonica in stato di abbandono, mq 28.010, in Catasto al foglio 15 p.lle 124, 158 159, 224, 425,598. Prezzo Base d’asta: Euro 913,30 Gli immobili, venduti nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano, sono meglio descritti nella relazione di stima consultabile in Cancelleria. L’udienza di vendita ex art. 572 c.p.c. è fissata per il giorno 5 novembre 2008. Nella medesima data è fissata l’udienza ex art. 569 c.p.c., in caso di mancanza di offerte di acquisto. Ogni offerente per essere ammesso alla vendita dovrà depositare in Cancelleria, entro le ore 12.00 del giorno antecedente la vendita, una busta sigillata recante la data della vendita ed il nome del Giudice e contenete domanda di partecipazione (secondo lo stampato fornito dalla stessa Cancelleria) in bollo; fotocopia del documento d’identità nonché un Assegno Circolare “Non trasferibile” intestato a “Tribunale di Catanzaro proc. N 241/96” di un importo pari al 10% del prezzo base o del prezzo offerto - a titolo di deposito cauzionale. L’offerente, depositando offerta, dichiara di conoscere lo stato dell’immobile. In casa di gara tra più offerenti, l’aumento minimo è fissato in euro 1000,00. L’aggiudicatario dovrà versare in cancelleria il prezzo di acquisto - dedotta la già versata cauzione - entro il termine di sessanta giorni dalla data di aggiudicazione. Le spese di trasferimento restano a carico della procedura esecutiva. Si dispone, a cura del creditore procedente, la notifica della presente ordinanza ai creditori non comparsi ex art. 498 c.p.c. entro il termine di quarantacinque giorni prima della scadenza del termine fissato per la presentazione delle offerte di acquisto. Si dispone, altresì, che l’ordinanza e la perizia vengano pubblicate entro il termine suddetto, oltre che nelle forme di legge, anche mediante le seguenti inserzioni: - www.aste.eugenius.it; - Quotidiano “Il Domani”; - Rivista aste Catanzaro, lì 18 giugno 2008 Il Giudice °°°°°°°°°° Cancelleria Esecuzioni Immobiliari Il Giudice dell’esecuzione dott. Luigi Cavallo Nella procedura esecutiva n. 86/1983 r.g.e. ha disposto procedersi alla vendita senza incanto dei seguenti beni immobili: Lotto unico: terreno con sovrastante fabbricato in Sellia loc. Piccola (Fol.14 part. 5- 69). Prezzo base 50.400,00. Gli immobili, venduti nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano sono meglio descritti nella relazione di stima consultabile in Cancelleria. L’udienza di vendita ex art. 572 c.p.c. è fissata per il giorno 05 novembre 2008. Nella medesima data è fissata l’udienza ex art. 569 c.p.c., in caso di mancanza di offerte di acquisto. Ogni offerente per essere ammesso alla vendita dovrà depositare in Cancelleria, entro le ore 12,00 del giorno antecedente la vendita, una busta sigillata recante la data della vendita ed il nome del Giudice e contenente domanda di partecipazione (secondo lo stampato fornito dalla Cancelleria) in bollo, fotocopia del documento di identità nonché assegno circolare “non trasferibile” intestato al Tribunale di Catanzaro proc. Es.n.86/1983 di un importo pari al 10% del prezzo base o del prezzo offerto a titolo deposito cauzionale. L’offerente, depositando offerta, dichiara di conoscere lo stato dell’immobile. In caso di gara tra più offerenti, l’aumento minimo è fissato in euro 500,00. L’aggiudicatario, dovrà versare in Cancelleria, il prezzo di acquisto - dedotta la già versata cauzione - entro il termine di sessanta giorni dalla data di aggiudicazione. Le spese di trasferimento restano a carico della procedura esecutiva. Si dispone, a cura del creditore procedente, la notifica della presente ordinanza ai creditori non comparsi ex art. 498 c.p.c. entro il termine di quarantacinque giorni prima della scadenza del termine fissato per la presentazione delle offerte di acquisto. Si dispone altresì che l’ordinanza e la perizia vengano pubblicate entro il suddetto termine oltre che nelle forme di legge anche mediante le seguenti inserzioni: www.eugenius.it - Il Domani. TRIBUNALE CIVILE DI LAMEZIA TERME AVVISO DI VENDITA DI BENI IMMOBILI In danno di proc. nr.39/98 R.G.E., richiesta da ISTITUTO BANCARIO SAN PAOLO DI TORINO S.p.A. SI RENDE NOTO che il giorno 05.11.2008 alle ore 12:00 nella sala delle pubbliche udienze di questo Tribunale, avanti al G.E., si procederà alla vendita all’incanto dei beni immobili elencati in calce, alle seguenti condizioni: prezzo base: euro 34.611,20 lotto unico Coloro che intendono partecipare all’incanto dovranno depositare nella Cancelleria di questo Tribunale, almeno quattro giorni prima del giorno fissato per l’incanto, il 10% del prezzo base d’asta a titolo di cauzione, nonché, altro 20% a titolo di deposito per il presumibile importo delle spese di trasferimento. L’aumento minimo da apportare all’offerta è sin d’ora, fissato nella misura del 5% del prezzo base d’asta. Entro sessanta giorni da quando l’aggiudicazione sarà diventata definitiva (settanta giorni dalla vendita), l’aggiudicatario dovrà versare, nelle forme dei depositi giudiziari, il prezzo di aggiudicazione, detratto l’importo già versato a titolo di cauzione. Per gli immobili su cui grava mutuo fondiario, ai sensi del T.U. delle leggi in materia bancaria e creditizia (D. Lgs n.385/93), l’aggiudicatario entro il termine di sessanta giorni dall’aggiudicazione definitiva (settanta giorni dalla vendita), dovrà pagare all’Istituto mutuante quella parte del prezzo che corrispone al credito dell’Istituto stesso in capitale, accessori e spese, salvo che non preferisca accollarsi, in conto prezzo di aggiudicazione, il residuo capitale del mutuo fondiario relativo all’immobile aggiudicato. In tal caso, in ottemperanza all’art. 41 comma 5 del T.U. delle leggi in materia bancaria e creditizia (D.L. n.385/93), l’aggiudicatario dovrà: a) pagare al mutuante nel termine di 15 gg dalla data di aggiudicazione, le rate scadute, gli accessori e le spese, dichiarando di voler profittare del mutuo stesso; b) depositare, entro il termine di 60 gg. dall’aggiudicazione definitiva, nelle forme di cui al precedente punto 1, l’eventuale differenza del prezzo di aggiudicazione, ottenuta detraendo dal prezzo di acquisto la cauzione prestata, l’importo del versamento effettuato all’istituto mutuante nonché l’eventuale ammontare del residuo capitale accollato; c) depositare in Cancelleria, ai fini del trasferimento, idonea ed aggiornata certificazione, concernente l’immobile sub astato ed attestante le risultanze delle visure catastali e dei registri immobiliari. L’aggiudicatario dovrà provvedere a sua cura e spese alla voltura catastale dell’immobile trasferitogli, fermi restando gli obblighi di legge imposti alla parte debitrice. Maggiori informazioni potranno essere assunte presso la Cancelleria delle Esecuzioni immobiliari del Tribunale di

PROGETTO

A CURA DELLA

Lamezia Terme. ELENCO BENI IMMOBILI lotto unico: appartamenro civile abitazione sito in Curinga loc. Salice, corpo 2°, piano secondo e piano seminterrato (garage) identificato al foglio di mappa n.18 part.lla 605 sub 15, cat. A/2, classe 1 consistenza 6,5 vani p2 -S1 - Rendita 281,99, di mq 130, destinato a civile abitazione, con garage e annessi spazi condominiali pavimentati con ampie aiuole piantumate. L’immobile risulta ultimato in ogni sua parte con finiture dignitose. Lamezia Terme, Il Cancelliere Bruna Bernardi °°°°°°°°°° N. 02/1996 Reg. Es. Imm. AVVISO DI VENDITA Il professionista delegato NOTAIO DOTTOR MARIO BILANGIONE Presso ASSOCIAZIONE NOTARILE PROCEDURE ESECUTIVE DI LAMEZIA TERME Piazza della Repubblica Lamezia Terme nella Procedura Esecutiva proposta da Comit Factoring S.p.A. Visto il provvedimento di delega alla vendita emesso dal Giudice dell’Esecuzione del Tribunale di Lamezia Terme in data 11/06/2008 ai sensi dell’art. 591 bis c.p.c.; Ritenuto necessario pertanto fissare la vendita dei beni pignorati; Visto l’art. 569 e segg. c.p.c. AVVISA che in data 12 novembre 2008 alle ore 10,00 nel Palazzo di Giustizia di Lamezia Terme, Piazza della Repubblica, piano primo seminterrato, presso i locali dell’Associazione Notarile, si terrà la vendita senza incanto dei seguenti immobili: LOTTO N.1: In territorio di Lamezia Terme, sezione Nicastro alla via Roberto il Guiscardo, (contrada “ScinàPapazzo”), appezzamento di terreno della superficie di Ha.1.07.58; riportato nel corrispondente Catasto Terreni al foglio di mappa 33, particella: 404, uliveto cl.2°, Ha.1.07.58, redd.dom. euro 61,12, redd.agr. euro 38,89 In base al Piano Regolatore Generale vigente nel Comune di Lamezia Terme il terreno ricade in zona “BR - area urbana ad organizzazione morfologica complessa da riqualificare”. Prezzo base: euro 213.500,00 (Euro duecentotredicimila Cinquecento virgola zero zero) LOTTO N.2: In territorio di Lamezia Terme, sezione Nicastro, porzioni immobiliari facenti parte del fabbricato posto alla via Roberto il Guiscardo (contrada “ScinàPapazzo”), e precisamente due locali deposito ubicati al piano terra (attualmente allo stato rustico) della superficie lorda complessiva di mq.265 (metri quadrati duecentosessantacinque); riportati nel corrispondente Catasto Fabbricati al foglio di mappa 33, particelle: 344/sub.1101, Contrada Papazzo snc, piano T. in corso di costruzione; 344/sub.1102, Contrada Papazzo snc, piano T. in corso di costruzione. Le particelle sopra descritte, a seguito di variazione presentata all’UTE di Catanzaro per “divisioneampliamento”, derivano “per soppressione” dalla originaria particella 344/sub.1 del foglio di mappa 33. Prezzo base: euro 139.000,00 (Euro Centotrentanovemila virgola zero zero) LOTTO N.3: In territorio di Lamezia Terme, sezione Nicastro, porzione immobiliare facente parte del fabbricato posto alla via Roberto il Guiscardo (contrada “ScinàPapazzo”), e precisamente l’appartamento sviluppatesi al piano terra e primo; il piano terra ha una superficie lorda di mq.58 (metri quadrati cinquantotto), mentre il primo piano ha una superficie lorda di mq.190 (metri quadrati centonoanta); riportato nel corrispondente Catasto Fabbricati al foglio di mappa 33, particella: 344/sub.2, Contrada Papazzo snc, piano 1°,. Zc.2°, cat.A/3, cl.u., vani 10,5, rc.euro 542,28 Prezzo base: euro 269.150,00 (Euro Duecentosessantanovemila Centocinquanta virgola zero zero) LOTTO N.4: In territorio di Lamezia Terme, sezione Nicastro, porzione immobiliare facente parte del fabbricato posto alla via Roberto il Guiscardo (contrada “ScinàPapazzo”), e precisamente l’appartamento al primo piano della superficie di mq.167 (metri quadrati centosessantasette); riportato nel corrispondente Catasto Fabbricati al foglio di mappa 33, particella: 344/sub.3, Contrada Papazzo, piano 1°, int.2, in corso di costruzione Prezzo base: euro 179.200,00 (Euro Centosettantanovemila Duecento virgola zero zero) LOTTO N.5: In territorio di Lamezia Terme, sezione Nicastro, porzione immobiliare facente parte del fabbricato posto alla via Roberto il Guiscardo (contrada “ScinàPapazzo”), e precisamente il locale al primo terra-rialzato della superficie lorda di mq.205 (metri quadrati duecentocinque); riportato nel corrispondente Catasto Fabbricati al foglio di mappa 33, particella: 345/sub.1, Contrada Papazzo, piano T°, z.c.1°, cat.C/3, cl.3°, mq.117, rend.cat.368,60 Prezzo base: euro 99.000,00 (Euro Novantanovemila virgola zero zero) LOTTO N.6: In territorio di Lamezia Terme, sezione Nicastro, porzione immobiliare facente parte del fabbricato posto alla via Roberto il Guiscardo (contrada “Scinà-Papazzo”), e precisamente l’appartamento al primo piano della superficie lorda di mq.130 (metri quadrati centotrenta); riportato nel corrispondente Catasto Fabbricati al foglio di mappa 33, particella: 345/sub.2, Contrada Papazzo, piano 1°, int.1, z.c.1°, cat.A/3, cl.2°, vani 5, rend. Cat. 271,14 Prezzo base: euro 143.500,00 (Euro Centoquarantatremila Cinquecento virgola zero zero) LOTTO n.7: In territorio di Lamezia Terme, sezione Nicastro alla località “Petrappa” della superficie catastale di are 41.80 (are quarantuno e centiare ottanta); riportato nel corrispondente Catasto Terreni al foglio di mappa 58, particelle: 100, sem. arb. cl.3°, are 15.80, redd.dom. euro 4,90, redd. agr. euro 2,04; 128, sem. irr. cl.1°, are 26.00, redd.dom. euro 16,78, redd. agr. euro 6,04; In base al Piano Regolatore Generale vigente nel Comune di Lamezia Terme il terreno ricade in zona “E2 - agricola collinare”. Prezzo base: euro 41.800,00 (Euro Quarantunomila Ottocento virgola zero zero). AVVISA ALTRESÌ Che nelle ipotesi in cui: 1 non siano proposte offerte di acquisto entro il termine stabilito; 2 le offerte non siano efficaci ai sensi dell’art. 571 c.p.c.; 3 si verifichi una delle circostanze previste dall’art. 572, comma 3, c.p.c.; 4 la vendita senza incanto non abbia luogo per qualsiasi altra ragione; avrà luogo la vendita con incanto dei medesimi beni nelle seguenti date e luoghi: 03 dicembre 2008 ore 10,00, Palazzo di Giustizia di Lamezia Terme, piazza della Repubblica, piano primo seminterrato, presso i locali dell’Associazione Notarile. LOTTO N. 1: Prezzo base: euro 213.500,00 - Euro Duecentotredicimila Cinquecento virgola zero zero) Cauzione euro 21.350,00 (Euro Ventunomila Trecentocinquanta virgola zero zero) Aumento minimo euro 10.675,00 (Euro Diecimila Seicentosettantacinque virgola zero zero) LOTTO N. 2: Prezzo base: euro 139.000,00 (Euro Centotrentanovemila virgola zero zero) Cauzione euro 13.900,00 (Euro Tredicimila Novecento virgola zero zero) Aumento minimo euro 6.950,00 (Euro Seimila Novecentocinquanta virgola zero zero) LOTTO N. 3: Prezzo base: euro 269.150,00 (Euro Duecentosessantanovemila Centocinquanta virgola zero zero)

MEDIATAG

Cauzione euro 26.915,00 (Euro Ventiseimila Novecentoquindici virgola zero zero) Aumento minimo euro 13.457,50 (Euro Tredicimila quattrocentocinquantasette virgola cinquanta). LOTTO N. 4: Prezzo base: euro 179.200,00 (Euro Centosettantanovemila Duecento virgola zero zero) Cauzione euro 17.920,00 (Euro Diciassettemila Novecentoventi virgola zero zero) Aumento minimo euro 8.960,00 (Euro Ottomila Novecentosessanta virgola zero zero) LOTTO N. 5: Prezzo base: euro 99.000,00 (Euro Novantanovemila virgola zero zero) Cauzione euro 9.900,00 (Euro Novemila Novecento virgola zero zero) Aumento minimo euro 4.950,00 (Euro Quattromila Novecentocinquanta virgola zero zero) LOTTO N. 6: Prezzo base: euro 143.500,00 (Euro Centoquarantatremila Cinquecento virgola zero zero) Cauzione euro 14.350,00 (Euro Quattordicimila Trecentocinquanta virgola zero zero) Aumento minimo euro 7.175,00 (Euro Settemilacentosettantacinque virgola zero zero) LOTTO N. 7: Prezzo base: euro 41.800,00 (Euro Quarantunomila Ottocento virgola zero zero). Cauzione euro 4.180,00 (Euro Quattromila Centoottanta virgola zero zero) Aumento minimo euro 2.090,00 (Euro Duemila Zeronovanta virgola zero zero) - In tale udienza, a differenza della prima, per aggiudicarsi i beni sarà necessario effettuare almeno un rilancio del prezzo. - Gli immobili vengono posti in vendita nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano, senza alcuna garanzia per evizione, molestie e pretese di eventuali conduttori; con gli accessori, dipendenze, pertinenze, servitù attive e passive esistenti e diritti proporzionali sulle parti dell’edificio che devono ritenersi comuni a norma di legge (ed eventuale regolamento di condominio). I beni di cui sopra sono meglio descritti nella relazione di stima a firma dell’esperto arch. Antonella Mendicino che può essere consultata dall’offerente, ed alla quale si fa espresso rinvio anche per tutto ciò che concerne l’esistenza di eventuali oneri e pesi a qualsiasi titolo gravanti sui beni e consultabile sul sito internet www.aste.eugenius.it, sul mensile “Aste Infoappalti” del mese antecedente la vendita e su “Il Domani” della Calabria. Custode dei beni pignorati è il dottor Notaro Giuseppe con studio in Lamezia Terme, via Po n. 25, cui tutte le persone interessate all’acquisto potranno rivolgersi per esaminare i beni. E’ possibile chiedere un finanziamento pari al 70/80% del prezzo base agli Istituti di credito che hanno aderito all’intesa con il Tribunale di Lamezia Terme, ossia: Banca Carime, San Paolo IMI-Banco di Napoli, Banca Popolare di Crotone, Monte dei Paschi di Siena, Banca di Catanzaro. I mutui saranno garantiti da ipoteca da iscrivere sullo stesso immobile posto in vendita. Maggiori informazioni potranno essere chieste alle banche interessate. - La misura dell’aumento da apportare alle offerte non potrà essere inferiore al 5% del prezzo base. - Se l’offerente non diviene aggiudicatario, la cauzione verrà immediatamente restituita dopo la chiusura della gara, salvo che lo stesso non abbia omesso di partecipare alla medesima, personalmente o a mezzo di procuratore speciale, senza documentato e giustificato motivo: in tale caso la cauzione è restituita solo nella misura dei 9/10 (nove decimi) dell’intero e la restante parte è trattenuta come somma rinveniente a tutti gli effetti dall’esecuzione. In caso di dubbi sulla sussistenza dei motivi giustificati per la mancata partecipazione alla gara, l’offerente si rivolgerà al Giudice, che disporrà in merito alla restituzione dell’intera cauzione o respingerà la relativa domanda. - A norma dell’art. 46 DPR 06/06/2001 n. 380 l’aggiudicatario, qualora l’immobile si trovi nelle condizioni previste per il rilascio del permesso di costruire in sanatoria, dovrà presentare a proprie esclusive spese domanda di permesso in sanatoria, entro 120 giorni dalla notifica del decreto di trasferimento. - Sono a carico dell’aggiudicatario tutte le spese per il trasferimento degli immobili nonché quelle relative alla cancellazione della trascrizione del pignoramento e di tutte le formalità con i relativi compensi spettanti al professionista delegato per le operazioni successive alla vendita, come liquidati dal G.E. La pubblicità, le modalità di presentazione delle domande e le condizioni della vendita sono regolate dalle «Condizioni generali in materia di vendite immobiliari delegate» allegate al presente avviso. Lamezia Terme, lì 11 settembre 2008 CONDIZIONI GENERALI IN MATERIA DI VENDITE IMMOBILIARI DELEGATE QUANTO ALLA VENDITA SENZA INCANTO: 1 le offerte di acquisto dovranno essere presentate in busta chiusa entro le ore 12:00 del giorno 05 novembre 2008. Sulla busta dovranno essere indicate le sole generalità di chi presenta l’offerta, che può anche essere persona diversa dall’offerente, il nome del professionista delegato, la data della vendita e il numero della procedura esecutiva. Nessuna altra indicazione - né il bene per cui è stata fatta l’offerta o altro - deve essere apposta sulla busta; 2 il termine di versamento del saldo prezzo, nonché degli ulteriori oneri, diritti e spese conseguenti alla vendita è di 60 giorni dalla aggiudicazione, mediante assegni circolari non trasferibili intestati al sottoscritto Notaio, uno quale saldo prezzo e uno di importo pari al 20% del prezzo di aggiudicazione. 3 l’offerta dovrà contenere: - il cognome, nome, luogo e data di nascita, codice fiscale, domicilio, stato civile, recapito telefonico del soggetto cui andrà intestato l’immobile (non sarà possibile intestare l’immobile a soggetto diverso da quello che sottoscrive l’offerta), il quale dovrà anche presentarsi alla udienza fissata per la vendita. Se l’offerente è coniugato e in regime di comunione legale dei beni, dovranno essere indicati anche i corrispondenti dati del coniuge. Se l’offerente è minorenne, l’offerta dovrà essere sottoscritta dai genitori previa autorizzazione del giudice tutelare; se l’offerente agisce quale legale rappresentante di altro soggetto, dovrà essere allegato certificato del registro delle imprese da cui risultino i poteri ovvero la procura o l’atto di nomina che giustifichi i poteri; - i dati identificativi del bene per il quale l’offerta è proposta; - l’indicazione del prezzo offerto, che non potrà essere inferiore al prezzo minimo indicato nell’avviso di vendita, a pena di esclusione; - l’espressa dichiarazione di aver preso visione della perizia di stima. - All’offerta dovrà essere allegata una fotocopia del documento di identità dell’offerente, nonché un assegno circolare non trasferibile intestato al sottoscritto Notaio, per un importo pari al 10 per cento del prezzo offerto, a titolo di cauzione, che sarà trattenuta in caso di rifiuto dell’acquisto. Ove l’offerta riguardi più lotti ai sensi dell’articolo precedente, potrà versarsi una sola cauzione, determinata con riferimento al lotto di maggior prezzo. Nessuna somma sarà richiesta, in questa fase quale fondo spese; 4 L’offerta presentata è irrevocabile. L’offerente è tenuto a presentarsi all’udienza sopra indicata di persona, o a mezzo di mandatario munito di procura speciale. I procuratori legali possono fare offerte per persone da nominare. 5 In caso di aggiudicazione, l’offerente è tenuto al versamento del saldo prezzo e degli oneri, diritti e spese di vendita nel termine indicato in offerta, ovvero, in mancanza, entro 60 giorni dalla aggiudicazione. In caso di inadempimento, la aggiudicazione sarà revocata e l’aggiudicatario perderà tutte le somme versate. 6 L’aggiudicatario potrà versare il prezzo tramite mutuo ipotecario con garanzia sul medesimo immobile oggetto della vendita, rivolgendosi alle banche il cui elenco sarà reperibile presso il professionista delegato e presso il sito del Tribunale; 7 In caso di più offerte valide, si procederà a gara sulla base della offerta più alta. Il bene verrà definitivamente aggiudi-

Per informazioni 0961 996802

cato a chi avrà effettuato il rilancio più alto. La vendita avviene nello stato di fatto e di diritto in cui i beni si trovano, con tutte le eventuali pertinenze, accessioni, ragioni ed azioni, servitù attive e passive; che la vendita è a corpo e non a misura; che eventuali differenze di misura non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo; che la vendita forzata non è soggetta alle norme concernenti la garanzia per vizi o mancanza di qualità, né potrà essere revocata per alcun motivo. Conseguentemente l’esistenza di eventuali vizi, mancanza di qualità o difformità della cosa venduta, oneri di qualsiasi genere - ivi compresi, ad esempio, quelli urbanistici ovvero derivanti dalla eventuale necessità di adeguamento di impianti alle leggi vigenti, spese condominiali dell’anno in corso e dell’anno precedente non pagate dal debitore -, per qualsiasi motivo non considerati, anche se occulti e comunque non evidenziati in perizia, non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo, essendosi di ciò tenuto conto nella valutazione dei beni. 9 L’immobile viene venduto libero da iscrizioni ipotecarie e da trascrizioni di pignoramenti. Se esistenti al momento della vendita, eventuali iscrizioni e saranno cancellate a spese e cura dell’aggiudicatario; che se occupato dal debitore o da terzi senza titolo, la liberazione dell’immobile sarà effettuata a cura del custode giudiziario. 10 Ogni onere fiscale derivante dalla vendita sarà a carico dell’aggiudicatario. 11 Per tutto quanto qui non previsto si applicano le vigenti norme di legge. 12 Quanto alla vendita con incanto, ferme le disposizioni sopra indicate, se compatibili, valgono le norme di cui agli artt. 576, 580, 584 e 585 c.p.c. L’aggiudicazione in sede di gara sarà di regola definitiva non essendo ammesso l’aumento di quinto nelle vendite senza incanto. Gli offerenti dovranno dichiarare la propria residenza nel Circondario del Tribunale di Lamezia Terme o eleggere domicilio in Lamezia Terme. QUANTO ALLA VENDITA CON INCANTO: Ogni offerente dovrà depositare presso l’Associazione Notarile Procedure Esecutive presso il Tribunale di Lamezia Terme entro le ore 12,00 del giorno 26 novembre 2008, busta chiusa contenente domanda di partecipazione in carta legale. La domanda dovrà contenere: a)se persona fisica: - cognome, nome, luogo e data di nascita, codice fiscale, domicilio e residenza, stato civile, recapito telefonico del richiedente; in caso lo stesso sia coniugato, il suo regime patrimoniale, con indicazione - qualora coniugato in regime di comunione legale - delle generalità del coniuge. Alla domanda dovranno essere allegate copie fotostatiche di un valido documento di identità e del codice fiscale (anche del coniuge se in regime di comunione legale). Qualora detta persona fisica dovesse partecipare in qualità di titolare di omonima ditta individuale, dovrà essere indicata la partita IVA e all’offerta dovrà essere altresì allegata una recente visura camerale della ditta stessa. b)se società o ente: dati identificativi, inclusa la partita IVA e/o codice fiscale, recapito telefonico, nonché nome, cognome, luogo e data di nascita del legale rappresentante. Alla domanda dovranno essere allegati sia una recente visura camerale (dalla quale risulti lo stato della società o ente ed i poteri conferiti all’offerente in udienza) sia copia fotostatica di un valido documento di identità di detto offerente. c)assegno circolare non trasferibile pari al 10% (dieci percento) del prezzo base d’asta, a titolo di cauzione, intestato al sottoscritto professionista delegato Si precisa che in caso di mancata aggiudicazione, detto assegno sarà restituito immediatamente. OFFERTE IN AUMENTO DI UN QUINTO: A norma dell’art. 584 c.p.c., avvenuto l’incanto, possono ancora essere fatte offerte di acquisto entro il termine perentorio di 10 giorni dalla gara, ma esse non sono efficaci se il prezzo offerto non supera di 1/5 (un quinto) quello raggiunto nell’incanto. Pertanto l’aggiudicazione diverrà definitiva decorsi 10 giorni senza offerte in aumento. Tali offerte potranno essere depositate presso l’indirizzo sopra indicato, nelle forme di cui all’art. 571 c.p.c., prestando cauzione per una somma pari al doppio della cauzione versata per la partecipazione all’incanto. In caso di presentazione di tali offerte, verrà indetta una gara secondo le previsioni di cui all’art. 584 c.p.c.. Se nessuno degli offerenti in aumento partecipa alla gara indetta a norma dell’art. 584, comma 3, c.p.c., l’aggiudicazione diventa definitiva e verrà pronunciata a carico degli offerenti (salvo che ricorra un documentato e giustificato motivo) la perdita della cauzione, il cui importo è trattenuto come rinveniente a tutti gli effetti dall’esecuzione. Ogni domanda di restituzione della cauzione dovrà essere indirizzata dagli offerenti al Giudice dell’Esecuzione. 8

°°°°°°°°°° AVVISO DI VENDITA DI BENI IMMOBILI PIGNORATI EX ART.569 COMMA 3 CPC SI RENDE NOTO Che il Giudice dell’Esecuzione nella procedura esecutiva immobiliare n°.23/2003 RE, con ordinanza emessa il 16.07.2008 ha disposto la vendita senza incanto, in unico lotto, nonché e nel caso in cui la stessa non abbia luogo, ha disposto la vendita con incanto del seguente bene immobile, nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano lotto unico - “fabbricato sito nel comune di Nocera Terinese, non ancora accatastato, giacente su due terreni contigui censiti nel NCT alla partita 2863, foglio 121, are 4,00, e partita 3048, foglio 33, p.lla 306 di are 6,00”. Valore euro 227.939,12; Gli interessati a presentare offerte di acquisto possono esaminare il bene in vendita, chiedendo di accedere al bene immobile, previa comunicazione scritta al debitore-custode, nei giorni e nelle ore indicati dal combinato disposto ex artt. 519 e 147 c.p.c.; FISSA La vendita senza incanto per il 12.11.2008 ore 9:30 e segg. presso il Tribunale Ordinario di Lamezia Terme e, per il caso in cui la predetta vendita non abbia eventualmente esito, in via sussidiaria, la vendita con l’incanto per il 26.11.2008 ore 9,30 e segg. al prezzo base d’asta così come sarà determinato, ai sensi dell’art. 568 cpc, all’esito della vendita senza incanto. Ogni concorrente, per essere ammesso all’incanto, deve presentare istanza di partecipazione, in regola con il bollo, recante, a pena di inefficacia, l’indicazione del numero di r.g.e. della procedura, il bene o il lotto cui l’istanza stessa si riferisce, le proprie generalità (nome, cognome, luogo e data di nascita, codice fiscale, residenza, stato civile e, se coniugato, regime patrimoniale fra i coniugi); All’istanza di partecipazione deve essere allegata copia di valido documento di identità del concorrente e, se necessario, valida documentazione comprovante i poteri o la legittimazione dello stesso (ad es. procura speciale o certificato camerale); In caso di dichiarazione di partecipazione presentata da più soggetti, deve essere indicato colui che abbia l’esclusiva facoltà di formulare eventuali offerte in aumento; Con l’istanza di partecipazione, da presentarsi in busta chiusa, senza segni di riconoscimento, deve essere depositato assegno circolare non trasferibile, intestato alle “Poste Italiane s.p.a.”, tramite cui effettuare il versamento della cauzione (ed in conto prezzo di aggiudicazione), in ragione di un decimo del prezzo base d’asta; in ogni caso, le spese del trasferimento cadono a carico dell’aggiudicatario, cui restano riservate le attività ed i costi per la cancellazione delle formalità; L’offerta di acquisto è irrevocabile, salvo che: il giudice ordini l’incanto, siano decorsi 120 gg dalla sua presentazione e la stessa non sia stata accolta. Il termine ultimo per depositare istanza di partecipazione nella cancelleria delle esecuzioni del Tribunale di Lamezia Terme è entro e non oltre le ore 13.00 del giorno 11.11.2008 per la vendita senza incanto e termine fino alle ore 13.00 del 25.11.2008 per la vendita con incanto; Le offerte in aumento, a pena di inammissibilità, non devono essere inferiori al 3% del prezzo base d’asta


Gli annunci d’asta sono presenti anche sul sito internet: www.aste.eugenius.it

il Domani Giovedì 18 Settembre 2008 51 L’immobile viene posto in vendita nello stato di fatto e di diritto in cui si trova, così come identificato, descritto e valutato dall’esperto nella relazione; L’aggiudicatario dovrà versare: a) la differenza del prezzo (detratta dal prezzo di aggiudicazione la cauzione di cui sopra) entro un termine massimo di 60 giorni dalla data di aggiudicazione mediate assegno circolare non trasferibile intestato a “Poste Italiane s.p.a.”; b) depositare idonea ed aggiornata certificazione ipo-catstale concernente l’immobile posto in vendita ed attestante le risultanze delle visure catastali e dei registri immobiliari, nonché del pagamento delle spese di trasferimento da parte dell’aggiudicatario, per come liquidate dalla cancelleria. L’aggiudicatario dovrà provvedere a propria cura e spese alla voltura dell’immobile trasferitogli, alla sanatoria e/o condono di eventuali irregolarità urbanistiche entro 120 giorni dalla notifica del decreto di trasferimento. Ulteriori informazioni potranno essere chieste in cancelleria. Lamezia Terme, lì IL CANCELLIERE (C/1) Bruna Bernardi °°°°°°°°°° AVVISO DI VENDITA DI BENI IMMOBILI PIGNORATI EX ART.569 COMMA 3 CPC SI RENDE NOTO Che il Giudice dell’Esecuzione nella procedura esecutiva immobiliare n°.10/2002 RE, con ordinanza emessa il 16.07.2008 ha disposto la vendita senza incanto, in due lotti, nonché e nel caso in cui la stessa non abbia luogo, ha disposto la vendita con incanto dei seguenti beni immobili, nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano lotto A - “appezzamento di terreno sito in Lamezia Terme, localita’ Maruca, esteso per mq. 425, su cui insiste un manufatto adibito a deposito di mq. 89,56 circa, riportato nel NCT di Lamezia Terme al foglio 4, p.lle 250 e 247” Valore euro 3.792,63; lotto C - “appezzamento di terreno sito in Lamezia Terme, localita’ Maruca, esteso per mq. 2872, su cui insistono piccoli corpi di fabbrica, riportato nel NCT di Lamezia Terme al foglio 4, p.lle 296, 205 e 83 e nel NCT di Lamezia Terme al foglio 4, p.lla 82 sub 1101”. Valore euro 7.319,16 Gli interessati a presentare offerte di acquisto possono esaminare il bene in vendita, chiedendo di accedere al bene immobile, previa comunicazione scritta al debitore-custode, nei giorni e nelle ore indicati dal combinato disposto ex artt. 519 e 147 c.p.c.; FISSA La vendita senza incanto per il 12.11.2008 ore 9:30 e segg. presso il Tribunale Ordinario di Lamezia Terme e, per il caso in cui la predetta vendita non abbia eventualmente esito, in via sussidiaria, la vendita con l’incanto per il 26.11.2008 ore 9,30 e segg. al prezzo base d’asta così come sarà determinato, ai sensi dell’art. 568 cpc, all’esito della vendita senza incanto. Ogni concorrente, per essere ammesso all’incanto, deve presentare istanza di partecipazione, in regola con il bollo, recante, a pena di inefficacia, l’indicazione del numero di r.g.e. della procedura, il bene o il lotto cui l’istanza stessa si riferisce, le proprie generalità (nome, cognome, luogo e data di nascita, codice fiscale, residenza, stato civile e, se coniugato, regime patrimoniale fra i coniugi); All’istanza di partecipazione deve essere allegata copia di valido documento di identità del concorrente e, se necessario, valida documentazione comprovante i poteri o la legittimazione dello stesso (ad es. procura speciale o certificato camerale); In caso di dichiarazione di partecipazione presentata da più soggetti, deve essere indicato colui che abbia l’esclusiva facoltà di formulare eventuali offerte in aumento; Con l’istanza di partecipazione, da presentarsi in busta chiusa, senza segni di riconoscimento, deve essere depositato assegno circolare non trasferibile, intestato alle “Poste Italiane s.p.a.”, tramite cui effettuare il versamento della cauzione (ed in conto prezzo di aggiudicazione), in ragione di un decimo del prezzo base d’asta; in ogni caso, le spese del trasferimento cadono a carico dell’aggiudicatario, cui restano riservate le attività ed i costi per la cancellazione delle formalità; L’offerta di acquisto è irrevocabile, salvo che: il giudice ordini l’incanto, siano decorsi 120 gg dalla sua presentazione e la stessa non sia stata accolta. Il termine ultimo per depositare istanza di partecipazione nella cancelleria delle esecuzioni del Tribunale di Lamezia Terme è entro e non oltre le ore 13.00 del giorno 11.11.2008 per la vendita senza incanto e termine fino alle ore 13.00 del 25.11.2008 per la vendita con incanto; Le offerte in aumento, a pena di inammissibilità, non devono essere inferiori Al 3% del prezzo base d’asta. L’immobile viene posto in vendita nello stato di fatto e di diritto in cui si trova, così come identificato, descritto e valutato dall’esperto nella relazione; L’aggiudicatario dovrà versare: a) la differenza del prezzo (detratta dal prezzo di aggiudicazione la cauzione di cui sopra) entro un termine massimo di 60 giorni dalla data di aggiudicazione mediate assegno circolare non trasferibile intestato a “Poste Italiane s.p.a.”; b) depositare idonea ed aggiornata certificazione ipo-catstale concernente l’immobile posto in vendita ed attestante le risultanze delle visure catastali e dei registri immobiliari, nonché del pagamento delle spese di trasferimento da parte dell’aggiudicatario, per come liquidate dalla cancelleria. L’aggiudicatario dovrà provvedere a propria cura e spese alla voltura dell’immobile trasferitogli, alla sanatoria e/o condono di eventuali irregolarità urbanistiche entro 120 giorni dalla notifica del decreto di trasferimento. Ulteriori informazioni potranno essere chieste in cancelleria. Lamezia Terme, lì IL CANCELLIERE (C/1) Bruna Bernardi °°°°°°°°°° AVVISO DI VENDITA DI BENI IMMOBILI PIGNORATI EX ART.569 COMMA 3 CPC SI RENDE NOTO Che il Giudice dell’Esecuzione nella procedura esecutiva immobiliare n°.25/2003 RE, con ordinanza emessa il 16.07.2008 ha disposto la vendita senza incanto, in unico lotto, nonché e nel caso in cui la stessa non abbia luogo, ha disposto la vendita con incanto del seguente bene immobile, nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano lotto unico - “magazzino ubicato nel comune di Cicala, via Nazionale, n. 22, posto al piano terra di una casa in linea, con superficie commerciale di circa 73 mq., riportato nel NCEU di detto comune al folgio 4, p.lla 254, sub 9, e annessa corte di pertinenza”. Valore euro 28.725,00; Gli interessati a presentare offerte di acquisto possono esaminare il bene in vendita, chiedendo di accedere al bene immobile, previa comunicazione scritta al debitore-custode, nei giorni e nelle ore indicati dal combinato disposto ex artt. 519 e 147 c.p.c.; FISSA La vendita senza incanto per il 12.11.2008 ore 9:30 e segg. presso il Tribunale Ordinario di Lamezia Terme e, per il caso in cui la predetta vendita non abbia eventualmente esito, in via sussidiaria, la vendita con l’incanto per il 26.11.2008 ore 9,30 e segg. al prezzo base d’asta così come sarà determinato, ai sensi dell’art. 568 cpc, in data 12.11.2008 all’esito della vendita senza incanto. Ogni concorrente, per essere ammesso all’incanto, deve presentare istanza di partecipazione, in regola con il bollo, recante, a pena di inefficacia, l’indicazione del numero di r.g.e. della procedura, il bene o il lotto cui l’istanza stessa si riferisce, le proprie generalità (nome, cognome, luogo e data di nascita, codice fiscale, residenza, stato civile e, se coniugato, regime patrimoniale fra i coniugi); All’istanza di partecipazione deve essere allegata copia di valido documento di identità del concorrente e, se necessario, valida documentazione comprovante i poteri o la legittimazione dello stesso (ad es. procura speciale o certificato camerale); In caso di dichiarazione di partecipazione presentata da più soggetti, deve essere indicato colui che abbia l’esclusiva facoltà di formulare eventuali offerte in aumento;

PROGETTO

A CURA DELLA

Con l’istanza di partecipazione, da presentarsi in busta chiusa, senza segni di riconoscimento, deve essere depositato assegno circolare non trasferibile, intestato alle “Poste Italiane s.p.a.”, tramite cui effettuare il versamento della cauzione (ed in conto prezzo di aggiudicazione), in ragione di un decimo del prezzo base d’asta; in ogni caso, le spese del trasferimento cadono a carico dell’aggiudicatario, cui restano riservate le attività ed i costi per la cancellazione delle formalità; L’offerta di acquisto è irrevocabile, salvo che: il giudice ordini l’incanto, siano decorsi 120 gg dalla sua presentazione e la stessa non sia stata accolta. Il termine ultimo per depositare istanza di partecipazione nella cancelleria delle esecuzioni del Tribunale di Lamezia Terme è entro e non oltre le ore 13.00 del giorno 11.11.2008 per la vendita senza incanto e termine fino alle ore 13.00 del 25.11.2008 per la vendita con incanto; Le offerte in aumento, a pena di inammissibilità, non devono essere inferiori al 3% del prezzo base d’asta. L’immobile viene posto in vendita nello stato di fatto e di diritto in cui si trova, così come identificato, descritto e valutato dall’esperto nella relazione; L’aggiudicatario dovrà versare: a) la differenza del prezzo (detratta dal prezzo di aggiudicazione la cauzione di cui sopra) entro un termine massimo di 60 giorni dalla data di aggiudicazione mediate assegno circolare non trasferibile intestato a “Poste Italiane s.p.a.”; b) depositare idonea ed aggiornata certificazione ipo-catstale concernente l’immobile posto in vendita ed attestante le risultanze delle visure catastali e dei registri immobiliari, nonché del pagamento delle spese di trasferimento da parte dell’aggiudicatario, per come liquidate dalla cancelleria. L’aggiudicatario dovrà provvedere a propria cura e spese alla voltura dell’immobile trasferitogli, alla sanatoria e/o condono di eventuali irregolarità urbanistiche entro 120 giorni dalla notifica del decreto di trasferimento. Ulteriori informazioni potranno essere chieste in cancelleria. Lamezia Terme, lì IL CANCELLIERE (C/1) Bruna Bernardi °°°°°°°°°° AVVISO DI VENDITA DI BENI IMMOBILI PIGNORATI EX ART.569 COMMA 3 CPC SI RENDE NOTO Che il Giudice dell’Esecuzione nella procedura esecutiva immobiliare n°.116/1989 RGE, promossa da Cassa di Risparmio di Calabria e Lucania con ordinanza emessa all’udienza del 23.07.2008 ha disposto la vendita senza incanto dei tre lotti, nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano per l’udienza del 12.11.2008 ed ha fissato, per il caso in cui la stessa non abbia luogo, la vendita con incanto del medesimo lotto sette nello stato di fatto e di diritto in cui si trova per l’udienza del 26.11.2008 lotto uno - “appartamento di mq 138, sito in San Pietro a Maida, alla via Po, n. 2, piano primo, riportato nel NCEU di tale comune al foglio 11, p.lla 1138, sub 5 e annessa quota di 1/3 della piena proprietà, comune ed indivisa del vano scala”; Valore euro 31.665,26 lotto due - “appartamento di mq 138, sito in San Pietro a Maida, alla via Po, n. 2, piano secondo, riportato nel NCEU di tale comune al foglio 11, p.lla 1138, sub 6 e annessa quota di 1/3 della piena proprietà, comune ed indivisa del vano scala”. Valore euro 31.665,26 lotto tre - “appartamento di mq 138, sito in San Pietro a Maida, alla via Po, n. 2, piano primo, riportato nel NCEU di tale comune al foglio 11, p.lla 1138, sub 7 e annessa quota di 1/3 della piena proprietà, comune ed indivisa del vano scala”. Valore euro 51.710,22 SI RENDE ANCORE NOTO CHE IL GE HA STABILITO CHE LA VENDITA AVVIENE ALLE SEGUENTI CONDIZIONI: 1. VENDITA SENZA INCANTO - ciascun offerente, tranne il debitore, è ammesso a formulare offerte per l’acquisto personalmente o a mezzo di procuratore legale anche a norma dell’art. 579, ultimo comma, presentando presso la Cancelleria delle Esecuzioni Immobiliari, dichiarazione, in regola con il bollo, contenente l’indicazione del prezzo, del tempo, del modo del pagamento e di ogni altro elemento utile alla valutazione dell’offerta; - l’offerta è irrevocabile, salvo che: 1. il giudice ordini l’incanto; 2. siano decorsi centoventi giorni dalla sua presentazione e la stessa non sia stata accolta; - l’offerta non è efficace: 1) se perviene oltre il termine stabilito: 2) se è inferiore al prezzo determinato a norma dell’articolo 568 e più sopra ricordato: e) se l’offerente non presta cauzione, a mezzo di assegno circolare non trasferibile intestato a “Poste Italiane s.p.a.,”, in misura non inferiore al decimo del prezzo da lui proposto - l’offerta deve consistere in una dichiarazione, in regola con il bollo, contenente, a pena di inefficacia, l’indicazione del numero di r.g.e. della procedura, del prezzo offerto, del bene (e del lotto) cui si riferisce l’offerta e ogni altro elemento utile alla valutazione di questa; - detta dichiarazione deve, altresì, recare le generalità dell’offerente (nome, cognome, luogo e data di nascita, codice fiscale, residenza, stato civile e, se coniugato, regime patrimoniale fra i coniugi) ed essere corredata da copia di valido documento di identità dell’offerente e, se necessario, valida documentazione comprovante i poteri o la legittimazione dello stesso (ad es. procura speciale o certificato camerale); - in caso di dichiarazione presentata da più soggetti, deve essere indicato colui che abbia l’esclusiva facoltà di formulare eventuali offerte in aumento; - all’offerta, da depositarsi in busta chiusa, senza segni di riconoscimento, deve essere allegato l’assegno circolare per la cauzione, come innanzi indicato; all’esterno della busta vanno annotati, a cura del cancelliere ricevente, il nome, previa identificazione, di chi materialmente provvede al deposito, il nome del giudice dell’esecuzione e la data dell’udienza fissata per l’esame delle offerte; le buste saranno aperte all’udienza fissata per l’esame delle offerte, alla presenza degli offerenti, ove comparsi; - in ogni caso, le spese del trasferimento cadono a carico dell’aggiudicatario, cui restano riservate le attività ed i costi per la cancellazione delle formalità; - per la presentazione presso la Cancelleria delle Esecuzioni Immobiliari delle offerte di acquisto, ex art. 571 c.p.c., dell’immobile sopra indicato e meglio descritto nella relazione dell’esperto in atti, cui si fa espresso riferimento, termine fine alle ore 13.00 del giorno 11 novembre 2008 con le modalità e per il prezzo base dì cui sopra; - per l’esame delle offerte di acquisto, ai sensi dell’art. 572 c.p.c., ovvero per la gara sulle medesime, se presentate in misura superiore ad una, l’udienza del giorno 12 novembre 2008, ore 9.30 e segg.; 2. VENDITA CON INCANTO - essa deve aver luogo al prezzo sopra indicato di euro 31.665,26 per il lotto n. 1, di euro 31.665,26 per il lotto n. 2 di euro 51.710,22 per il lotto n. 3; - le offerte in aumento, a pena di inammissibilità, non devono essere inferiori al 3% del prezzo base indicato per tutti e tre i lotti; - ogni concorrente, per essere ammesso all’incanto, deve presentare istanza di partecipazione, in regola con il bollo, recante, a pena di inefficacia, l’indicazione del numero di r.g.e. della procedura, il bene o il lotto cui l’istanza stessa si riferisce, le proprie generalità (nome, cognome, luogo e data di nascita, codice fiscale, residenza, stato civile e, se coniugato, regime patrimoniale fra i coniugi); - all’istanza di partecipazione deve essere allegata copia di valido documento di identità del concorrente e, se necessario, valida documentazione comprovante i poteri o la legittimazione dello stesso (ad es. procura speciale o certificato camerale); - in caso di dichiarazione di partecipazione presentata da più soggetti, deve essere indicato colui che abbia l’esclusiva facoltà di formulare eventuali offerte in aumento; - con l’istanza di partecipazione, da presentarsi in busta chiusa, senza segni di riconoscimento, deve essere depositato assegno circolare non trasferibile, intestato alle “Poste Italiane s.p.a.”, tramite cui effettuare il versamento della cauzione (ed in conto prezzo di aggiudicazione), in ragione di un decimo del prezzo base d’a-

MEDIATAG

sta; - all’esterno della busta vanno annotati, a cura del cancelliere ricevente, il nome, previa identificazione, di chi materialmente provvede al deposito, il nome del giudice dell’esecuzione e la data dell’udienza fissata per la vendita; le buste saranno aperte all’udienza stabilita per l’incanto alla presenza degli offerenti, ove comparsi; - in ogni caso, le spese del trasferimento cedono a carico dell’aggiudicatario, cui restano riservate le attività ed i costi per la cancellazione delle formalità; - per la presentazione presso la Cancelleria delle Esecuzioni immobiliari dell’ istanza di partecipazione agli incanti termine fino alle ore 13.00 del giorno 25 novembre 2008 ore 9.30 e segg., con le modalità e per il prezzo minimo di cui sopra: - per il giorno 26 novembre 2008, ore 9.30 e segg. la vendita ai pubblici incanti dell’immobile sopra indicato e meglio descritto nella relazione dell’esperto in atti, cui si fa espresso riferimento, con le modalità e per il prezzo base di cui innanzi; SI AVVISA, ALTRESÌ, CHE LA VENDITA AVVIENE ALLE SEGUENTI CONDIZIONI, SIA QUALORA VISI FACCIA LUOGO SENZA INCANTO, SIA QUALORA VI SI FACCIA LUOGO CON INCANTO: - gli immobili vengono posti in vendita nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano, così come identificati, descritti e valutati dall’esperto nella relazione, con ogni eventuale servitù attiva e passiva inerente e quote condominiali relative; - la vendita è a corpo e non a misura; eventuali differenze di misura non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo; la vendita forzata non è soggetta alle norme concernenti la garanzia per vizi o mancanza di qualità, né potrà essere revocata per alcun motivo. Conseguentemente l’esistenza di eventuali vizi, mancanza di qualità o difformità della cosa venduta, oneri di qualsiasi genere - ivi compresi, ad esempio, quelli urbanistici ovvero derivanti dalla eventuale necessità di adeguamento di impianti alle leggi vigenti, spese condominiali dell’anno in corso e dell’anno precedente non pagate dal debitore - per qualsiasi motivo non considerati, anche se occulti e comunque non evidenziati in perizia, non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo, essendosi di ciò tenuto conto nella valutazione dei beni; - l’aggiudicatario dovrà versare la differenza del prezzo (detratta dal prezzo di aggiudicazione la cauzione di cui sopra) entro un termine massimo di 60 giorni dalla data di aggiudicazione mediate assegno circolare non trasferibile intestato a “Poste Italiane s.p.a.” in mancanza, si provvederà a norma dell’art. 587 c.p.c.; - soltanto all’esito degli adempimenti precedenti, della produzione di aggiornati certificati catastali e di aggiornati certificati relativi alle iscrizioni e trascrizioni effettuate sul bene nonché del pagamento delle spese di trasferimento da parte dell’aggiudicatario, per come liquidate dalla Cancelleria, sarà emesso il decreto di trasferimento, ai sensi dell’art. 586 c.p.c.; Lamezia Terme, lì IL CANCELLIERE (C/1) Bruna Bernardi °°°°°°°°°° AVVISO DI VENDITA DI BENI IMMOBILI PIGNORATI EX ART.569 COMMA 3 CPC SI RENDE NOTO Che il Giudice dell’Esecuzione nella procedura esecutiva immobiliare n°.55/1999 RGE, promossa da Banca MPS SpA con ordinanza emessa all’udienza 16.07.2008 ha disposto la vendita senza incanto del lotto unico, nello stato di fatto e di diritto in cui si trova per l’udienza del 12.11.2008 ed ha fissato, per il caso in cui la stessa non abbia luogo, la vendita con incanto del medesimo lotto sette nello stato di fatto e di diritto in cui si trova per l’udienza del 26.11.2008 lotto unico - “quota pari a 3/7 della proprietà di un fabbricato a tre paini fuori terra, sito in Lamezia Terme, Via S. Giovanni, n. 9, riportato nel relativo catasto al foglio 19, p.lla 354, sub 1, cat. C/3, classe 4^, consistenza 11mq. e p.lla 354, sub 2, categoria A/3, consistenza vani 6.”; Valore euro 54.393,75 SI RENDE ANCORE NOTO CHE IL GE HA STABILITO CHE LA VENDITA AVVIENE ALLE SEGUENTI CONDIZIONI: 1. VENDITA SENZA INCANTO - ciascun offerente, tranne il debitore, è ammesso a formulare offerte per l’acquisto personalmente o a mezzo di procuratore legale anche a norma dell’art. 579, ultimo comma, presentando presso la Cancelleria delle Esecuzioni Immobiliari, dichiarazione, in regola con il bollo, contenente l’indicazione del prezzo, del tempo, del modo del pagamento e di ogni altro elemento utile alla valutazione dell’offerta; - l’offerta è irrevocabile, salvo che: 1. il giudice ordini l’incanto; 2. siano decorsi centoventi giorni dalla sua presentazione e la stessa non sia stata accolta; - l’offerta non è efficace: 1) se perviene oltre il termine stabilito: 2) se è inferiore al prezzo determinato a norma dell’articolo 568 e più sopra ricordato: e) se l’offerente non presta cauzione, a mezzo di assegno circolare non trasferibile intestato a “Poste Italiane s.p.a.,”, in misura non inferiore al decimo del prezzo da lui proposto - l’offerta deve consistere in una dichiarazione, in regola con il bollo, contenente, a pena di inefficacia, l’indicazione del numero di r.g.e. della procedura, del prezzo offerto, del bene (e del lotto) cui si riferisce l’offerta e ogni altro elemento utile alla valutazione di questa; - detta dichiarazione deve, altresì, recare le generalità dell’offerente (nome, cognome, luogo e data di nascita, codice fiscale, residenza, stato civile e, se coniugato, regime patrimoniale fra i coniugi) ed essere corredata da copia di valido documento di identità dell’offerente e, se necessario, valida documentazione comprovante i poteri o la legittimazione dello stesso (ad es. procura speciale o certificato camerale); - in caso di dichiarazione presentata da più soggetti, deve essere indicato colui che abbia l’esclusiva facoltà di formulare eventuali offerte in aumento; - all’offerta, da depositarsi in busta chiusa, senza segni di riconoscimento, deve essere allegato l’assegno circolare per la cauzione, come innanzi indicato; all’esterno della busta vanno annotati, a cura del cancelliere ricevente, il nome, previa identificazione, di chi materialmente provvede al deposito, il nome del giudice dell’esecuzione e la data dell’udienza fissata per l’esame delle offerte; le buste saranno aperte all’udienza fissata per l’esame delle offerte, alla presenza degli offerenti, ove comparsi; - in ogni caso, le spese del trasferimento cadono a carico dell’aggiudicatario, cui restano riservate le attività ed i costi per la cancellazione delle formalità; - per la presentazione presso la Cancelleria delle Esecuzioni Immobiliari delle offerte di acquisto, ex art. 571 c.p.c., dell’immobile sopra indicato e meglio descritto nella relazione dell’esperto in atti, cui si fa espresso riferimento, termine fine alle ore 13.00 del giorno 11 novembre 2008 con le modalità e per il prezzo base dì cui sopra; - per l’esame delle offerte di acquisto, ai sensi dell’art. 572 c.p.c., ovvero per la gara sulle medesime, se presentate in misura superiore ad una, l’udienza del giorno 12 novembre 2008, ore 9.30 e segg.; 2. VENDITA CON INCANTO - essa deve aver luogo al prezzo sopra indicato di euro 54.393,75; - le offerte in aumento, a pena di inammissibilità, non devono essere inferiori al 3% del prezzo base d’asta sopra indicato di euro 54.393,75 - ogni concorrente, per essere ammesso all’incanto, deve presentare istanza di partecipazione, in regola con il bollo, recante, a pena di inefficacia, l’indicazione del numero di r.g.e. della procedura, il bene o il lotto cui l’istanza stessa si riferisce, le proprie generalità (nome, cognome, luogo e data di nascita, codice fiscale, residenza, stato civile e, se coniugato, regime patrimoniale fra i coniugi); - all’istanza di partecipazione deve essere allegata copia di valido documento di identità del concorrente e, se necessario, valida documentazione comprovante i poteri o la legittimazione dello stesso (ad es. procura speciale o certificato camerale);

Per informazioni 0961 996802

- in caso di dichiarazione di partecipazione presentata da più soggetti, deve essere indicato colui che abbia l’esclusiva facoltà di formulare eventuali offerte in aumento; - con l’istanza di partecipazione, da presentarsi in busta chiusa, senza segni di riconoscimento, deve essere depositato assegno circolare non trasferibile, intestato alle “Poste Italiane s.p.a.”, tramite cui effettuare il versamento della cauzione (ed in conto prezzo di aggiudicazione), in ragione di un decimo del prezzo base d’asta; - all’esterno della busta vanno annotati, a cura del cancelliere ricevente, il nome, previa identificazione, di chi materialmente provvede al deposito, il nome del giudice dell’esecuzione e la data dell’udienza fissata per la vendita; le buste saranno aperte all’udienza stabilita per l’incanto alla presenza degli offerenti, ove comparsi; - in ogni caso, le spese del trasferimento cedono a carico dell’aggiudicatario, cui restano riservate le attività ed i costi per la cancellazione delle formalità; - per la presentazione presso la Cancelleria delle Esecuzioni immobiliari dell’ istanza di partecipazione agli incanti termine fino alle ore 13.00 del giorno 25 novembre 2008 ore 9.30 e segg., con le modalità e per il prezzo minimo di cui sopra: - per il giorno 26 novembre 2008, ore 9.30 e segg. la vendita ai pubblici incanti dell’immobile sopra indicato e meglio descritto nella relazione dell’esperto in atti, cui si fa espresso riferimento, con le modalità e per il prezzo base di cui innanzi; SI AVVISA, ALTRESÌ, CHE LA VENDITA AVVIENE ALLE SEGUENTI CONDIZIONI, SIA QUALORA VISI FACCIA LUOGO SENZA INCANTO, SIA QUALORA VI SI FACCIA LUOGO CON INCANTO: - gli immobili vengono posti in vendita nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano, così come identificati, descritti e valutati dall’esperto nella relazione, con ogni eventuale servitù attiva e passiva inerente e quote condominiali relative; - la vendita è a corpo e non a misura; eventuali differenze di misura non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo; la vendita forzata non è soggetta alle norme concernenti la garanzia per vizi o mancanza di qualità, né potrà essere revocata per alcun motivo. Conseguentemente l’esistenza di eventuali vizi, mancanza di qualità o difformità della cosa venduta, oneri di qualsiasi genere - ivi compresi, ad esempio, quelli urbanistici ovvero derivanti dalla eventuale necessità di adeguamento di impianti alle leggi vigenti, spese condominiali dell’anno in corso e dell’anno precedente non pagate dal debitore - per qualsiasi motivo non considerati, anche se occulti e comunque non evidenziati in perizia, non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo, essendosi di ciò tenuto conto nella valutazione dei beni; - l’aggiudicatario dovrà versare la differenza del prezzo (detratta dal prezzo di aggiudicazione la cauzione di cui sopra) entro un termine massimo di 60 giorni dalla data di aggiudicazione mediate assegno circolare non trasferibile intestato a “Poste Italiane s.p.a.” in mancanza, si provvederà a norma dell’art. 587 c.p.c.; - soltanto all’esito degli adempimenti precedenti, della produzione di aggiornati certificati catastali e di aggiornati certificati relativi alle iscrizioni e trascrizioni effettuate sul bene nonché del pagamento delle spese di trasferimento da parte dell’aggiudicatario, per come liquidate dalla Cancelleria, sarà emesso il decreto di trasferimento, ai sensi dell’art. 586 c.p.c.; Lamezia Terme, lì IL CANCELLIERE (C/1) Bruna Bernardi °°°°°°°°°° AVVISO DI VENDITA DI BENI IMMOBILI EX ART. 569 COMMA 3 - CPC NELLA PROCEDURA ESECUTIVA IMMOBILIARE N. 75/1998 RE si rende noto che il giudice dell’esecuzione nella procedura esecutiva immobiliare n°.75/98 RGE, promossa da Banca Carime con ordinanza emessa all’udienza del 25.06.2008 ha disposto la vendita senza incanto in unico lotto del seguente bene immobile nello stato di fatto e di diritto in cui si trova: LOTTO UNICO: fabbricato per civile abitazione a due paini fuori terra con annessa retrostante piccola corte sito nel Comune di Motta S. Lucia alla località Marignano a ridosso del Comune di Decollatura; della superficie di mq 112,64, composto al piano terra da un ingresso - soggiorno, locale magazzino e vano scala; ed al piano primo da un corridoi di distribuzione, un bagno e due camere da letto; distinto al Catasto dei Fabbricati - Comune di Motta S. Lucia (CZ) - foglio 27 - P.lla 302 sub 2 - Categ. A/3 - Classe 2 - Vani 6 - Rendita euro 257,20 e foglio 27 - P.lla 302 sub 1 - Corte. Prezzo base euro 18.057,60 FISSA La vendita senza incanto per il 12.11.2008 ore 9:30 e segg. presso il Tribunale Ordinario di Lamezia Terme e, per il caso in cui la predetta vendita non abbia eventualmente esito, in via sussidiaria, la vendita con l’incanto per il 26.11.2008 ore 9,30 e segg. al prezzo base d’asta così come sarà determinato, ai sensi dell’art. 568 cpc, all’esito della vendita senza incanto. Ogni concorrente, per essere ammesso all’incanto, deve presentare istanza di partecipazione, in regola con il bollo, recante, a pena di inefficacia, l’indicazione del numero di r.g.e. della procedura, il bene o il lotto cui l’istanza stessa si riferisce, le proprie generalità (nome, cognome, luogo e data di nascita, codice fiscale, residenza, stato civile e, se coniugato, regime patrimoniale fra i coniugi); All’istanza di partecipazione deve essere allegata copia di valido documento di identità del concorrente e, se necessario, valida documentazione comprovante i poteri o la legittimazione dello stesso (ad es. procura speciale o certificato camerale); In caso di dichiarazione di partecipazione presentata da più soggetti, deve essere indicato colui che abbia l’esclusiva facoltà di formulare eventuali offerte in aumento; Con l’istanza di partecipazione, da presentarsi in busta chiusa, senza segni di riconoscimento, deve essere depositato assegno circolare non trasferibile, intestato alle “Poste Italiane s.p.a.”, tramite cui effettuare il versamento della cauzione (ed in conto prezzo di aggiudicazione), in ragione di un decimo del prezzo base d’asta; in ogni caso, le spese del trasferimento cadono a carico dell’aggiudicatario, cui restano riservate le attività ed i costi per la cancellazione delle formalità; L’offerta di acquisto è irrevocabile, salvo che: il giudice ordini l’incanto, siano decorsi 120 gg dalla sua presentazione e la stessa non sia stata accolta. Il termine ultimo per depositare istanza di partecipazione nella cancelleria delle esecuzioni del Tribunale di Lamezia Terme è entro e non oltre le ore 13.00 del giorno 11.11.2008 per la vendita senza incanto e termine fino alle ore 13.00 del 25.11.2008 per la vendita con incanto; Le offerte in aumento, a pena di inammissibilità, non devono essere inferiori al 3% del prezzo base d’asta. L’immobile viene posto in vendita nello stato di fatto e di diritto in cui si trova, così come identificato, descritto e valutato dall’esperto nella relazione; L’aggiudicatario dovrà versare: a) la differenza del prezzo (detratta dal prezzo di aggiudicazione la cauzione di cui sopra) entro un termine massimo di 60 giorni dalla data di aggiudicazione mediate assegno circolare non trasferibile intestato a “Poste Italiane s.p.a.”; b) depositare idonea ed aggiornata certificazione ipo-catstale concernente l’immobile posto in vendita ed attestante le risultanze delle visure catastali e dei registri immobiliari, nonché del pagamento delle spese di trasferimento da parte dell’aggiudicatario, per come liquidate dalla cancelleria. L’aggiudicatario dovrà provvedere a propria cura e spese alla voltura dell’immobile trasferitogli, alla sanatoria e/o condono di eventuali irregolarità urbanistiche entro 120 giorni dalla notifica del decreto di trasferimento. Ulteriori informazioni potranno essere chieste in cancelleria. Lamezia Terme, lì IL CANCELLIERE (C/1) Bruna Bernardi


52 Giovedì 18 Settembre 2008 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

SPECIALE ESPERTI L’ANGOLO DEL COMMERCIALISTA Un importante argomento viene affrontato nella rubrica a cura del dottor Salvatore Varano

Mutui, inoltrata la nuova proposta di rinegoziazione Una buona soluzione per le famiglie che non dispongono del libero accesso al credito Nei giorni scorsi le banche hanno inoltrato la proposta di rinegoziazione delle condizioni di mutuo, disposta dal D.L. 93/2008 (Legge Tremonti). Poiché molte persone desiderano comprenderne meglio il meccanismo ed i risvolti economici, abbiamo predisposto i chiarimenti che trovasi sotto. Gli aspetti sono numerosi e complessi. Abbiamo cercato di semplificarli il più possibile. La rinegoziazione del mutuo. Convenzione tra Ministero dell’Economia e delle Finanze e Associazione Bancaria Italiana Obiettivi della cinvenzione. Considerato il rincaro delle rate a tasso variabile, il Governo ha inteso mettere a disposizione dei debitori una soluzione che riporti la rata dei mutui sui valori del passato, senza che ciò rappresenti un costo per lo Stato o per le banche. Mutui rinegoziabili L’opportunità riguarda tutti i clienti delle banche aderenti alla convenzione, che abbiano in corso un mutuo: con rate calcolate a tasso variabile; finalizzato all’acquisto, costruzione o ristrutturazione della prima casa; stipulato prima del 29 maggio 2008. Se il cliente accetta la proposta la banca è obbligata a operare

la rinegoziazione. Altrimenti tutto continua come prima. Logica di funzionamento Poiché i criteri di calcolo del tasso non vengono modificati dalla rinegoziazione, né subentrano contributi di sorta a favore dei debitori, l’unico modo per abbassare la rata è allungare la durata del rimborso. Così nelle proposte di rinegoziazione viene precisato il numero di rate aggiuntive necessarie per riportare la rata alla somma stabilita dalla convenzione. Ovviamente ciò comporta una spesa maggiore di quella che si sosterrebbe rinunciando alla rinegoziazione.Viene inoltre applicata una nuova modalità di calcolo “a rata fissa”. Significa che la rata non subirà più variazioni. Però, poiché il tasso rimarrà variabile, eventuali aumenti provocheranno ulteriori allungamenti della durata. Le diminuzioni dei tassi avranno l’effetto opposto. Meccanismo di calcolo. Per realizzare i calcoli, in caso di rinegoziazione viene aperto un “Conto di Finanziamento Accessorio”. Tale conto non è gravato da spese di tenuta, ma è importante osservare che tutti gli importi debitori iscritti su di esso produrranno interessi a favore della banca. Il tasso applicato sarà quello del

Il dottor Salvatore Varano

mutuo oppure, se inferiore, quello risultante dalla somma Irs 10 anni più 0,50%. Poi funziona così: ogni mese si calcola la rata che il cliente pagherebbe normalmente, cioè se rinunciasse alla rinegoziazione. Da tale importo si sottrae la rata fissa pagata accettando la rinegoziazione. La differenza viene addebitata sul conto accessorio. Qualora in futuro la rata “normale” dovesse risultare inferiore alla rata fissa, la differenza versata in più verrà accreditata sul Conto Accessorio. Una volta raggiunta la scadenza originaria del mutuo, si continuerà a

riconoscere ad oltranza la rata fissa alla banca, fino a che saranno state pagate tutte le somme caricate sul Conto Accessorio e gli interessi da esse prodotti. Rate arretrate Con la rinegoziazione eventuali rate arretrate verranno addebitate sul Conto Accessorio, allungando ulteriormente la durata globale del rimborso e comportando i relativi interessi. Decorrenza. Gli effetti della rinegoziazione verranno registrati nel 2009, con la prima rata in scadenza nel nuovo anno. Convenienza Tutti i tecnici concordano sul fatto che questa rinegoziazione appare economicamente anticonveniente. Oltre a comportare una spesa in interessi elevatissima a fronte di riduzioni della rata quasi sempre non determinanti, con essa non si ottiene alcun vantaggio sul fronte delle condizioni di tasso applicate. Le alternative Ricorrere alla portabilità appare ben più interessante. In primo luogo per la sua maggiore flessibilità: si può decidere per esempio di passare ad un tasso fisso a tutti gli effetti, cioè insensibile alle future variazioni dei tassi.

Scongiurando quindi rischi di ulteriore crescita del numero di rate da rimborsare. Si potrà inoltre stabilire una durata a proprio piacimento, probabilmente diversa da quella imposta dalla normativa sulla rinegoziazione. Inoltre è quasi sempre possibile trovare condizioni più favorevoli che riducano concretamente la spesa in interessi. E grazie alla Legge Bersani, il passaggio ad una nuova banca non determinerà il pagamento di spese o penali. Anche l’atto notarile è infatti posto a carico della banca. A chi serve la rinegoziazione Sebbene poco conveniente in termini economici, la proposta di rinegoziazione organizzata dal Governo può rivelarsi una buona soluzione per le famiglie che non dispongono di libero accesso al credito, magari in seguito a mutate condizioni reddituali o a causa di segnalazioni negative dovute a rate impagate. Non disponendo di alternative esse potrebbero trovare in questa opportunità una soluzione efficace per ridurre il peso di una rata divenuta insostenibile. Salvatore Varano Commercialista Revisore Contabile

Coupon di prenotazione annuncio L’inserto de “il Domani” in uscita ogni lunedì Spett.le T&P Editori, si prega di voler pubblicare gratuitamente il seguente annuncio in “La Piazza”, rubrica del giornale quotidiano “Il Domani della Calabria”. Vi comunico, inoltre, che siete sollevati da ogni eventuale responsabilità circa i dati personali inseriti sul presente coupon oltre che per i contenuti dell’inserzione stessa.

Gli annunci possono essere così spediti: a) A mezzo fax al numero telefonico 0961/903801; b) A mezzo e-mail all’indirizzo: lapiazza@ildomani.it; c) A mezzo posta ordinaria all’indirizzo: Il Domani, rubrica La Piazza - località Serramonda - zona industriale Marcellinara (CZ); d) Consegna diretta, da lunedì a sabato mattina, ore 9.30-18.00, presso lo stesso indirizzo.

Scegli la Sezione (es. Auto-Moto; Case; Hardware; ... Vedi elenco pubblicato a lato): TESTO DA PUBBLICARE (max 35 parole) - OBBLIGATORIO IN STAMPATELLO

“La Piazza” fornisce solo ed esclusivamente un servizio gratuito e non interviene in alcun modo e in alcuna forma nelle eventuali trattative che dovessero intercorrere tra potenziali venditori e acquirenti.

SEZIONI DISPONIBILI Auto - Moto - Nautica Automobili - Moto - Motorini - Accessori - Ricambi - Nautica Hardware e Software PC - Mac - Periferiche - Componentistica - Software Inserire il recapito telefonico, cellulare o fisso, nel testo dell’annuncio (obbligatorio)

Per la casa Arredamento - Edilizia / Sanitari / Riscaldamento - Elettrodomestici e Casalinghi - Fai da te e giardinaggio - Traslochi & C.

DATI PERSONALI (obbligatorio)

Firma leggibile

Cognome e Nome

Case e Attività Commerciali Vendita e affitti, uso abitazione e uso commerciale Viaggi, Sport e Tempo libero Intrattenimenti - Sport - Viaggi - Strumenti musicali - Bici - Fitness Nautica - Dischi - Cd musicali - Libri - Fumetti - Francobolli - Monete

Via Città

Prov.

E-mail

Tel.

Tipo documento di riconoscimento

Audio - video e Telefonia Audio - Video - Telefonia - Proiettori - Home theatre Di tutto un po’ Salute - Animali domestici - Finanziamenti - Altro non previsto Cerco e offro lavoro

N. Doc.

Carta d’identità

Patente

C.A.P.

Passaporto

Data rilascio (gg/mm/aa)

Autorità che ha rilasciato il documento Autorità che ha rilasciato il documento I dati vengono raccolti dall’Azienda in conformità a quanto previsto del D. L. gs 196/2003. Il trattamento dei dati, che sarà effettuato anche con mezzi informatici, ha come finalità la soddisfazione degli utenti. I dati forniti verranno utilizzati esclusivamente per raggiungere le finalità espresse dal contesto in cui li si fornisce. Le richieste di cancellazione da “La Piazza” degli annunci pubblicati vengono accettate ed eseguite solo a seguito di apposito invio a “il Domani”, da parte degli interessati, di Raccomandata PP.TT. a.r. - La cancellazione dell’annuncio avverrà nella prima uscita utile dalla data di ricezione.


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Giovedì 18 Settembre 2008 53

rubrica di economia. info: lapiazza@ildomani.it

L’ANGOLO DELL’ESPERTO Le risposte dell’architetto Francesco Coroniti, titolare di uno studio di architettura e ingegneria a Sellia Marina

Acquistare un immobile privo di planimetria catastale Come bisogna procedere per tutelarsi al momento della scrittura del compromesso Le risposte ai vostri quesiti da parte dell’architetto Francesco Coroniti, Titolare dello Studio di architettura e ingegneria Coroniti, sito a Sellia Marina in Via Pullano , 16. Vorrei acquistare un immobile che si trova in un vecchio palazzo del centro storico. L’unità risulta accatastata, ma priva di planimetria catastale che confermi la reale consistenza, l’attuale proprietario non è in possesso dell’atto notarile di acquisto dell’unità. Premesso che faremo opportune ricerche negli archivi notarili della Provincia per reperire l’atto, vorrei sapere come è possibile tutelarsi al momento della scrittura del compromesso, su eventuali differenze tra l’effettiva proprietà e la consistenza reale promessa in vendita. «Nel compromesso, al fine di individuare esattamente il bene, sarà sufficiente indicare la consistenza dell’immobile specificando di quale fabbricato fa parte (indicando il Comune in cui è situato e l’indirizzo), in quale piano è posto, con quale numero d’interno è distinto, di quanti (ed eventualmente quali) vani e accessori esso è composto e i suoi esatti confini (indicandone almeno tre). Eventualmente si potrà procedere alla misurazione dell’immobile, il che rileverà ai fini degli articoli 1537 e

L’architetto Francesco Coroniti

Il problema maggiore sembra essere quello del rischio che l’immobile venduto non sia realmente di proprietà del promettente venditore

PER ILTUOSPAZIO IN QUESTARUBRICA

- E MAIL: lapiazza@ildomani.it - FAX: 0961.903801 - TEL: 0961.996802 (int. 225) 1538 del Codice civile (in materia di vendita a misura e di vendita a corpo), cui si rinvia. In realtà il problema maggiore sembra essere quello del rischio che l’immobile venduto non sia realmente di proprietà del promettente venditore, in mancanza di un titolo di acquisto che possa legittimare lo stesso alla

SPEDISCI IL TUO COUPON

vendita. Sarà opportuno, pertanto, inserire nell’atto delle apposite clausole atte a garantire il promissorio acquirente dall’eventualità che il bene sia di proprietà di terzi (cosiddetta vendita di cosa altrui, di cui gli articoli 1478 e seguenti del Codice Civile)»

ANNUNCI - le novità del giorno -VENDESI AUTO - VendoVolkswagen Polo 1000, cinque porte. Immatricolazione 9/96 km. 110.000 Ottime condizioni Euro 800. Tel. 0961-61902/3476560523 -VENDESI ATTREZZATURA BAR- vendo bancone bar da 3,5 metri con vetrina gelato e retrobanco a specchiera, macchina per caffè a due bracci, cioccolatiera, registratore di cassa, granitore, usati poco. Tel. 327-7789722 -VENDESI TERRENO - Decollatura, via Marconi, si vende terreno di mq 5.500 per 2.500 edificabile e la rimanenza agricolo. Euro 30.000 trattabili. Tel 392-6167207 -VENDESI CASA - a Catanzaro lido privato vende villa mq 180 su due livelli praticamente nuova con rifiniture di pregio, dotata di ampio giardino mq ca 600 in parte piastrellato e illuminato con faretti esterni. Tel 347-0631638 / 0961-31273. -FITTASI CASA - affitasi a Catanzaro a studenti, dottorandi, lavoratori fuori sede, appartamento indipendente completamente arredato composto da 3 vani accessori e 3 posti letto situato all’ingresso di Gagliano Centro.Preferibilmente ore pasti. Tel. 0961-774228 -FITTASI CASA - affitasi a Catanzaro a studenti appartamento indipendente completamente arredato composto da 3 vani accessori e 3 posti letto situato all'ingresso di Gagliano Centro di fronte distributore Tamoil. Tel. 0961-774228 ore pasti. -VENDESI AUTO - vendesi Audi A4 Avant 1.9 td anno 2002 colore grigio full optional, navigatore satellitare, telefono con sim card comandi al volante, sedili elettrici. Molto bella prezzo 15.000 euro. Ottime condizioni. Tel. 320-2216782

lapiazza@ildomani.it


54 Giovedì 18 Settembre 2008 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

SPETTACOLI - TV - COSTUME - TURISMO MISS ITALIA La bellezza calabrese ha fatto da sfondo all’edizione appena conclusa della manifestazione targata Miren

Le ultime news da Salsomaggiore Attorno alla vincitrice il calore di Erika Romeo, Erica Cunsolo e Luna Voce SALSOMAGGIORE — La bellezza calabrese si è fatta valere a Salsomaggiore, grazie alle straordinarie ragazze selezionate dalla Drb Associati del patròn regionale Beniamino Chiappetta. Tra queste, una fantastica Erika Romeo (nelle foto). Una reggina che ha fatto palpitare il cuore dei televotanti... C’era anche lei, insieme a Erica Cunsolo e Luna Voce, attorno alla “rossa” Miriam Leone, Miss Italia 2008, eletta pochi giorni fa a Salsomaggiore Terme. Oggi Miriam sarà ospite del programma della rete ammiraglia “Uno Mattina” condotto da Eleonora Daniele e Michele Cucuzza. La miss, 23 anni, capelli rossi, siciliana doc, entrerà anche in prima serata nelle case degli italiani, domani, ospite di Carlo Conti e dei suoi “I migliori anni” su Raiuno. Miriam Leone, Miss Italia 2008, domina e risalta in moltissimi settimanali. Enrico Lucherini su Tv Sorrisi e Canzoni racconta di come sarebbe bello poter fare di lei una stella: «E’ intensa come Anna Magnani, ma la vedrei bene anche in un ruolo di donna borghese, sensuale e ambigua, come Florinda Bolkan di Metti una sera a cena». La copertina è dedicata al beato tra le donne, Andy Garcia, abbracciato a Miriam e a Stefanie Gasser, Miss Tv Sorrisi e Canzoni 2008. Miss Italia con cervello è il titolo di copertina di Chi: all'interno Miriam Leone racconta del suo amore, il primo vero legame della sua vita, durato tre anni. La miss siciliana doc racconta delle sue paure e della sua attuale priorità: «Ora devo costruire la mia vita». In apertura, invece, di settimanale, all'interno della rubrica Pronto, Maurizio, Costanzo intervista Patrizia Mirigliani. «Lei ha contribuito al cambiamento – dice la patronne - quando, presidente di giuria nel 1990 tolse le cosiddette misure. Da quella volta, abbiamo conosciuto donne diverse. A me – continua Patrizia – piacerebbe togliere il numero alle ragazze e sostituirlo con il nome di un fiore». E alla domanda com'è la ragazza che partecipa al concorso nel 2008, Patrizia risponde: «Determinata, convinta delle scelte che fa; per molte ragazze laureande o laureate il concorso è una conferma di sé, un'occasione di visibilità, ma non necessariamente una strada per fare spettacolo». Del carattere tutto pepe e delle aspirazioni della neo eletta ne parlano Oggi, Diva e Donna e Gente. Più volte Miriam ha ripetuto: «Io con il corpo esprimo emozioni e soprattutto lo gestisco con la testa. Ho vissuto il concorso con ironia, considero Miss Italia una rinascita e voglio vivere quest'anno al massimo». Titolo del servizio di Oggi: “Questa miss è un genio”.


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

SPETTACOLI-TV

T&P Editori, Mediatag e Manolibera declinano ogni responsabilità in relazione a cambiamenti nei palinstesti, i quali vengono rilevati da Internet, seppure su siti ufficiali

RAIDUE

RAIUNO 06:00 ATTUALITÀ Euronews 06:05 RUBRICA Anima Good News 06:10 TELEROMANZO Incantesimo 9 06:30 Tg 1 06:45 ATTUALITÀ Unomattina 07:00 Tg 1 07:30 Tg 1 L.I.S. 07:35 Tg Parlamento 08:00 Tg 1 08:20 Tg 1 Le idee 09:00 Tg 1 09:30 Tg 1 Flash 10:00 RUBRICA Verdetto Finale 10:50 RUBRICA Appuntamento al cinema 11:00 RUBRICA Occhio alla spesa 11:25 Che tempo fa 11:30 Tg 1 12:00 GIOCO La prova del cuoco 13:30 Telegiornale 14:00 Tg 1 Economia 14:10 RUBRICA Festa italiana 16:15 ATTUALITÀ La vita in diretta 16:50 Tg Parlamento 17:00 Tg 1 17:10 PREVISIONI DEL TEMPO Che tempo fa 18:50 QUIZ L'Eredità 20:00 Telegiornale 20:30 GIOCO Affari tuoi 21:20 MINISERIE Provaci ancora prof. 3 23:10 Tg 1 23:15 ATTUALITÀ Porta a Porta 00:50 Tg 1 Notte 00:55 Tg 1 Le idee 01:20 PREVISIONI DEL TEMPO Che tempo fa 01:25 RUBRICA Appuntamento al cinema 01:30 RUBRICA Sottovoce 02:00 RUBRICA FuoriClasse Canale scuola lavoro 02:35 VIDEOFRAMMENTI SuperStar 03:05 FILM TV Ci vediamo in tribunale Commedia 04:35 DOCUMENTI Ritratti 05:45 ATTUALITÀ Euronews

06:00 VIDEOFRAMMENTI Videocomic 06:10 Tg 2 Salute 06:20 REAL TV L'isola dei famosi 06:55 RUBRICA Quasi le sette 07:00 RUBRICA Random 09:15 TELEFILM 8 semplici regole 10:00 RUBRICA Tracy & Polpetta 10:15 Tg 2 Notizie 11:00 TALK SHOW Insieme sul Due 13:00 Tg 2 Giorno 13:30 Tg 2 E...state con Costume 13:50 Tg 2 Medicina 33 14:00 MUSICALE Scalo 76 Cargo 14:45 RUBRICA Italia allo specchio 16:15 TALK SHOW Ricomincio da qui 17:20 TELEFILM The District 18:05 Tg 2 Flash L.I.S. 18:10 NEWS Rai Tg Sport 18:30 Tg 2 18:50 REAL TV L'isola dei famosi 19:35 TELEFILM Squadra speciale Cobra 11 20:25 Estrazioni del Lotto 20:30 Tg 2 20.30 21:05 FILM The Core 23:25 Tg 2 23:40 TALK SHOW Artù 01:00 Tg Parlamento 01:10 RUBRICA Magazine sul 2 Galleria 01:40 REAL TV L'isola dei famosi 02:15 RUBRICA Almanacco 02:20 Estrazioni del Lotto 02:25 Meteo 2 02:30 RUBRICA Appuntamento al cinema 02:40 Tg 2 Costume e società 02:50 MINISERIE Il colpo 03:30 VARIETÀ Cercando cercando 04:10 RUBRICA I nostri problemi 04:15 RUBRICA NET.T.UN.O 05:45 VARIETÀ Cercando cercando

R A D I O F R E Q U E N Z E MESSINA Studio 55 diffusion 98.700, 87.500

R. CALABRIA Touring 104.4, 103.7, 101.1 Energie 90.00 Radio DJ Club Studio 54 101.8 - 102.9 (Jonio CatanzaroCrotone, 102 - 106.3; Tirreno, 106.5)

COSENZA Sound 100.600, 98.700 (a Vibo, 96.8, /101.1; a Catanzaro, 101.2/ 96.800/107.6; a Lamezia, 96.8/91.6; costa tirrenica, 101; costa ionica, 98.7; Cosenza, 100.6/98.7 Castrovillari, 97.0 Crotone, 101.0/107.6; Reggio Calabria e Messina, 94.3

RAITRE

Cosenza centrale 94.100, 104.00 Tir Rossano 95.350 Radio Cosenza Nord 102.000; 98.400 Radio Punto Nuovo 91.800 Sibari, Corigliano - 103.000 Paola, Amantea, Tropea - 91.500 Costa Tirrenica, Cosentina

CROTONE Nove Nove Network 99.00

CATANZARO Radio Amore 94.6;106.5 Radio Valentina 96.100; 100.600 104.8 Radio Squillace 92.00

VIBO VALENTIA Radio Onda Verde 92.200; 98,00

08:00 Tg 5 Mattina

09:05 FILM Romanzo d'amore 10:40 RUBRICA Cominciamo bene

08:40 ATTUALITÀ Mattino Cinque 10:00 Tg 5

estate 12:00 Tg 3

11:00 RUBRICA Forum

12:25 RUBRICA Cominciamo bene estate

13:00 Tg 5

13:00 RUBRICA Animali e animali e...

13:40 SOAP OPERA Beautiful

13:05 TELENOVELA Terra nostra

14:10 TELEROMANZO CentoVetrine

14:00 Tg Regione

14:45 SOAP OPERA My Life

14:20 Tg 3 14:50 ATTUALITÀ TGR 60° Prix Italia

15:55 SERIE TV Men In Trees

15:00 Tg 3 Flash LIS

16:55 Tg5 minuti

15:05 RUBRICA Trebisonda

17:00 ATTUALITÀ Pomeriggio Cinque

17:00 GIOCO Cose dell'altro Geo

18:50 QUIZ Chi vuol essere milionario?

17:50 RUBRICA Geo & Geo 20:00 Tg 5

18:15 Meteo 3 19:00 Tg 3

20:30 SHOW Veline

19:30 Tg Regione

21:10 SERIE TV Distretto di polizia 8

20:00 ATTUALITÀ Blob 20:10 TELEROMANZO Agrodolce 20:35 TELEROMANZO Un posto al sole

23:30 TELEFILM Missing 01:30 Tg 5 Notte 02:00 SHOW Veline

21:05 FILM Anche libero va bene

02:30 TELEVENDITA Mediashopping

23:00 Tg 3 02:45 SITUATION COMEDY Will &

23:05 Tg Regione

Grace

23:15 Tg 3 Primo piano 23:35 DOCUMENTI Ritratti

03:45 TELEVENDITA Mediashopping

00:30 Tg 3 00:40 RUBRICA Appuntamento al ci-

04:00 Tg 5 04:30 SITUATION COMEDY Otto sot-

nema 00:50 RUBRICA Off Hollywood

to un tetto

01:20 MUSICALE La musica di Raitre

05:25 TELEVENDITA Tre minuti con

02:00 RUBRICA Fuori orario. Cose

02:05 ATTUALITÀ Rai News 24

Mediashopping 05:30 Tg 5

LA 7 06:00 Tg La7 07:00 ATTUALITÀ Omnibus 09:15 ATTUALITÀ Omnibus Life 10:10 TELEGIORNALE Punto Tg 10:15 RUBRICA Due minuti un libro 10:25 TELEFILM Mai dire sì 11:30 TELEFILM Matlock 12:30 Tg La7 12:55 NEWS Sport 7 13:00 TELEFILM Cuore e batticuore 14:00 FILM La leggenda di Robin Hood Robin Hood 16:05 TELEFILM Il ritorno di missione impossibile 17:05 DOCUMENTARIO Atlantide Storie di uomi-

ni e di mondi 19:00 TELEFILM Stargate SG-1 20:00 Tg La7 20:30 Coppa Uefa Calcio 22:50 Speciale Coppa Uefa Calcio 23:40 TELEFILM Sex and the City 00:15 DOCUMENTARIO La storia proibita 01:20 Tg La7 01:45 RUBRICA 25ª ora Il cinema espanso 03:45 TELEFILM Star Trek: Deep Space Nine 04:45 RUBRICA Due minuti un libro 04:50 ATTUALITÀ CNN News

RADIO RADIOUNO 6,08 Italia , istruzione per l’uso 7,34 Questioni di soldi 8,35 Golem 9,08 Radio anch’io 10,06 Il bacio del milennio 12,00 Come vanno gli affari 12,36 Radioacolori 14,08 Con parole mie 15,06 Ho perso il trend 16,06 Baobab 17,00 Come vanno gli affari 19,23 Ascolta si fa sera 19,33 Zapping 21,03 Zona Cesarini - Musica Club 22,34 Uomini e camion 0,38 la notte dei misteri 2,02 Non solo verde/Bella Italia RADIODUE 6,00 Incipit 6,01 Il cammello di radio 2 8,45 Una strana coincidenza. Storia per la radio 9,00 Il ruggito del coniglio 11,00 3131 Chat 12,00 Il cammello di radio 2 15,00 Acquario «I topi ballano» 16,00 Il cammello di radio 2 16,35 Top 10 Singles 18,00 Caterpillar 19,00 Fuori giri 20,00 Al-

06:00 Tg 5 Prima pagina

08:05 RUBRICA La storia siamo noi

le otto della sera. Il racconto delle cose e dei fatti 20,37 Dispenser 20,50 Il cammello di radio 2 22,00 Boogie nights 24,00 Il pittore 2,01 3131 Chat 2,50 Alle otto della sera (replica) RADIOTRE 6,00 Mattinotre - Lucifero 7,15 Radio Tre Mondo 9,01 Mattinotre 10,00 Radio Tre Mondo 10,30 Il sigillo di Luffenbach 10,50 I concerti di mattinotre 11,40 Arrivi e partenze 11,45 La strana coppia 12,15 Tournèe 12,30 La musica di domani 13,00 La Barcaccia 14,00 Fahrenheit 14,10 Diario Italiano 14,30 Invenzioni a due voci 18,00 Cento lire 18,15 Invenzioni a due voci 19,03 Hollywood party 19,50 Radiotre Suite 20,00 Teatro giornale 20,30 Concerto dell’orchestra del teatro comunale di Bologna 23,30 Storia alla radio 24,00 Notte classica

RETE 4

ITALIA 1

CANALE 5

06:00 ATTUALITÀ Rai News 24

(mai) viste

il Domani Giovedì 18 Settembre 2008 55

06:30 TELEVENDITA Tre minuti con Mediashopping 06:35 CARTONI ANIMATI David Gnomo amico mio 06:50 CARTONI ANIMATI Franklin 07:05 CARTONI ANIMATI Doraemon 07:20 CARTONI ANIMATI Le avventure di Piggley Winks 07:50 CARTONI ANIMATI Pinocchio 08:15 CARTONI ANIMATI Casper 08:30 CARTONI ANIMATI Scooby Doo 09:05 TELEFILM Starsky & Hutch 10:05 TELEVENDITA Tre minuti con Mediashopping 10:10 TELEFILM Supercar 11:10 TELEFILM Pacific Blue 12:25 TELEGIORNALE Studio Aperto 13:00 NEWS Studio Sport 13:40 CARTONI ANIMATI What's My Destiny Dragon Ball 14:05 CARTONI ANIMATI Tutti all'arrembaggio! 14:30 CARTONI ANIMATI I Simpson 15:00 TELEFILM Paso Adelante 15:55 SITUATION COMEDY Hannah Montana 16:50 CARTONI ANIMATI My Melody sogni di magia 17:10 CARTONI ANIMATI Idaten Jump 17:35 CARTONI ANIMATI SpongeBob 17:50 CARTONI ANIMATI Frog 18:05 CARTONI ANIMATI Batman 18:30 TELEGIORNALE Studio Aperto 19:00 TELEVENDITA Tre minuti con Mediashopping 19:05 SITUATION COMEDY Tutto in famiglia 20:05 SITUATION COMEDY Camera Café Ristretto 20:15 SITUATION COMEDY Camera Café 20:30 GIOCO La ruota della fortuna Vip 21:10 SHOW Primo e ultimo 22:45 FILM Matrix Reloaded 01:05 NEWS Studio Sport 01:30 TELEVENDITA Tre minuti con Mediashopping 01:35 TELEGIORNALE Studio Aperto La giornata 01:50 MUSICALE Talent 1 Player 02:10 TELEVENDITA Shopping By Night 02:25 TELEFILM A-Team 03:50 TELEVENDITA Shopping By Night

MTV 07:00 MUSICALE Wake Up! 09:00 MUSICALE Pure Morning 12:00 MUSICALE Into the Music 12:30 MUSICALE MTV 10 of the best 13:30 REALITY SHOW Parental Control 14:00 MUSICALE Lazarus 14:30 SHOW Mtv Confidential 15:00 MUSICALE TRL on Tour 16:00 TELEGIORNALE Flash 16:05 MUSICALE Into the Music 17:00 TELEGIORNALE Flash 17:05 MUSICALE Into the Music 18:00 TELEGIORNALE

Flash 18:05 MUSICALE Lazarus 18:30 MUSICALE Lazarus: The Soundtrack 19:00 TELEGIORNALE Flash 19:05 SHOW Mtv Confidential 19:30 REAL TV My Super Sweet Sixteen 20:00 TELEGIORNALE Flash 20:05 SHOW Making the Band 21:00 TELEFILM Reaper 22:00 SHOW Neurovisione 22:30 TELEGIORNALE Flash 22:35 TALK SHOW Loveline 23:30 TELEFILM Skins 00:30 MUSICALE Brand: New

06:00 Tg 4 Rassegna stampa 06:15 TELEFILM Chips 07:05 TELEVENDITA Mediashopping 07:35 TELEFILM Magnum P.I. 08:35 TELEFILM Charlie's Angels 09:35 SOAP OPERA Febbre d'amore 10:30 TELENOVELA Bianca 11:30 Tg 4 Telegiornale 11:40 TELEFILM Hunter 12:40 TELEFILM Un detective in corsia 13:30 Tg 4 Telegiornale 14:00 RUBRICA Sessione pomeridiana: il tribunale di Forum 15:00 TELEFILM Hamburg Distretto 21 16:00 FILM La moglie del prete 18:40 SOAP OPERA Tempesta d'amore 18:55 Tg 4 Telegiornale 19:35 SOAP OPERA Tempesta d'amore 20:00 TELEFILM Walker Texas Ranger 20:40 Coppa Uefa Calcio 22:45 RUBRICA I bellissimi di Rete 4 22:50 FILM Travolti da un insolito destino nell'azzurro mare d'agosto 00:40 Tg 4 Rassegna stampa 01:05 FILM Le soldatesse 02:35 FILM I prosseneti 04:20 TELEFILM Blue Murder 05:20 TELENOVELA Terra nostra 2 La speranza

OGGI IN TV The Core - Rai 2 ore 21,05 Regia: Jon Amiel. Cast: Delroy Lindo, Stanley Tucci, Hilary Swank, Aaron Eckhart, Bruce Greenwood, Tchéky Karyo, Richard Jenkins, D.J. Qualls, Ray Galletti, Tom Scholte, Christopher Shyer, Bart Anderson, Nicole Leroux, Eileen Pedde, Dion Johnstone, Rékha Sharma, Chris Humphreys, Glenn Morshower, Anthony Harrison, Justin Callan, Alfre Woodard, Jennifer Spence, Fred Ewanvick, Hrothgar Mathews, Michael St. John Smith, Shawn Green, Ming-Tzong Hong. Genere Fantascienza, colore Durata: 134 minuti Produzione: USA, Gran Bretagna 2003. Allarme rosso. A Boston muoiono improvvisamente trentadue persone, tutte con un pacemaker incorporato; Trafalgar Square a Londra si riempie di migliaia di piccioni disorientati; a Roma il Colosseo frana e a San Francisco il Golden Gate crolla. Un geofisico spiega che è soltanto l'inizio: il nucleo interno del globo terrestre ha smesso di ruotare e il campo elettromagnetico che lo circonda è in collasso. Parte una spedizione di terranauti verso il centro della Terra per piazzarvi testate nucleari la cui esplosione dovrebbe riavviare the core.

IL FILM Anche libero va bene DI OGGI Rai 3 ore 21.05 108’ Regia: Kim Rossi Stuart. Cast: Kim Rossi Stuart, Barbora Bobulova, Alessandro Morace, Marta Nobili, Tommaso Ragno. Genere Commedia drammatica, colore Produzione Italia 2000 Felice esordio alla regia dell'attore K. Rossi Stuart che l'ha scritto con Linda Ferri, Francesco Giammusso e Federico Starnone: ritratto di famiglia in un interno con gita al mare, una delle più intense e distese sequenze, con un'ottica inedita. Padre con due figli e una madre che va e viene. In apparenza è lei, Stefania – instabilità? andromania? – la causa della disunione. Durante le sue assenze, Re-

nato fa il mammo, generoso senza pudore e autoritario nella sua ambiguità di adulto immaturo e insicuro che se la prende con il mondo. L'adolescente Viola, quasi pronta ad andarsene, soffre la situazione meno del fratellino Tommi nel difficile passaggio dall'infanzia alla pubertà. È lui che, alla fine, “si fa padre di suo padre, responsabile della sua irresponsabilità” (R. Escobar). È lui il vero protagonista. La dote maggiore di questo racconto della fatica di vivere, come direbbe Henry James, è il chiaroscuro emotivo che, contro ogni manicheismo, colora l'ambiguità dei personaggi. Il piccolo Morace è una rivelazione il cui merito va a chi l'ha scelto e diretto.



il domani