Page 1

Domenica 17 Aprile 2011

Anno XIV - Numero 106

Euro 1,00

QUOTIDIANO DI POLITICA ECONOMIA E CULTURA Poste Italiane S.p.A. -- Spedizione in abbonamento postale - D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n. 46) art. 1, comma1. Aut. CBPA-SUD/CZ/326/09

MIGRANTI

ARRIGONI

A decine entrano col permesso italiano: la Francia cede alla Ue

IL FATTO Minacce di morte al giornalista Rai Riccardo Giacoia, sdegno unanime

I salafiti ammettono: è stato ucciso da una cellula pazza

a pag » 4

a pag » 9

a pag » 7

‘NDRANGHETA Fermate a Milano due donne legate alla cosca Pesce, ad incastrarle una loro congiunta che sta collaborando con la Dda

Si pente e fa arrestare madre e sorella Sono accusate di avere svolto un ruolo di collegamento tra il boss Salvatore Pesce e gli altri affiliati al potente clan L’INTERVENTO

Giovani e politica merito e competenze

L’arresto di Angela Ferraro e Marina Pesce è stato eseguito sulla base di IL COMMENTO un’ordinanza di custodia cautelare emessa su richiesta della Dda di Reggio Calabria Le accuse si basano sulle dichiarazioni fatte ai magistrati da Giuseppina Pesce a pag » 3

«MI DEVO DIFENDERE»

di Gianpiero Zinzi

Comunali, più di 100 liste per i quattro capoluoghi

coordinatore nazionale dei Giovani Udc

Sono pienamente d’accordo con la proposta del ddl costituzionale che prevede la possibilità di essere eletti alla Camera dei Deputati a 18 anni e al Senato a 25. Mi auguro che il Parlamento lo trasformi rapidamente in legge, consentendo al nuovo provvedimento di entrare in vigore prima delle prossime elezioni politiche. E’ giunto il momento che l’Italia si metta al passo con le altre realtà europee. I giovani devono essere tra i principali protagonisti della vita politica e civile del nostro Paese. Al tempo stesso, invito i partiti a perfezionare i sistemi di selezione interna della classe dirigente,adoperandocomecriteri il merito e le competenze e non l’estetica e la telegenia. Sarebbe inoltre utile favorire quanto più possibile occasioni di confronto anche in Italia con un Consiglio nazionale della Gioventù sul modello europeo.

ELEZIONI

Berlusconi all’Eur: cercano di farmi fuori ROMA - «Cercano di farmi fuori, ma io non mollo, sono ancora qui, ci sarò finchè necessario e farò tutto quello che serve». Silvio Berlusconi (foto: La Presse) tranquillizza la platea della convention Pdl all’Eur: «Sono il mortale che ha avuto più processi nella storia dell’uomo e in quella degli extraterrestri se anche loro hanno i processi». Poi rincara: «Un presidente del Consiglio deve difendere il suo Paese in politica estera e deve essere per questo tutelato».

CATANZARO - Comuni capoluogo (e non solo) al voto tra un mese. Ieri si è definito il quadro generale delle liste. Sono complessivamente nove i candidati a sindaco a Crotone . Sono sette i candidati a sindaco e 33 le liste presentate per le elezioni comunali del 15 e 16 maggio a Cosenza . Sono 23 le liste presentate e sette i candidati a sindaco per le elezioni comunali di Catanzaro . Infine sono 25 le liste presentate e sei i candidati a sindaco per le elezioni comunali a Reggio . Sono invece sette i candidati alla presidenza e 28 le liste presentate per le elezioni provinciali a Reggio Calabria: Giuseppe Raffa , Giuseppe Morabito , Pietro Fuda , Giovanni Nucera , Patrizia Pelle , Domenico Antonio Greco e Demetrio Cutrupi . a pag » 9

MONTEPAONE Nascondeva una pistola sotto lo sterzo dell’auto, beccato dalla polizia a pag » 19

REGGIO CALABRIA Amministrative, il Vescovo ammonisce: poca chiarezza, molto silenzio a pag » 20

VIBO VALENTIA Evasione dagli arresti domiciliari 24enne cade nella rete dei carabinieri a pag » 23

Uscire dall’incubo in cui siamo chiusi da 15 anni di Walter Veltroni Partito Democratico

Nella comune consapevolezza della conclusione di una fase politica occorre creare le condizioni per un governo di decantazione in cui siano presenti tutte le forze politiche in parlamento. Berlusconi non ci pensa proprio a fare il passo indietro. Se questa è la costatazione allora non rimane che attendere passivamente i prossimi due anni da vivere esattamente come viene raccontato: con i manifesti in cui si dice che nelle Procure ci sono le Br, con la guerra tra la Lega e il Pdl su chi sarà il prossimo presidente del Consiglio. Io invece non credo che sia così e che gli italiani siano stufi. Penso, insieme a Beppe Pisanu, che l’Italia sente molto forte il bisogno di tornare ad occuparsi di cose serie, dalla precarietà dei giovani, alle condizioni delle imprese artigiane, delle medie imprese, della scuola, dell’università... le cose di cui si occupano i paesi seri. Da noi noi nel dibattito pubblico non c’è traccia. Che due uomini di posizioni diverse abbiano ritenuto di avanzare una proposta per uscire dall’incubo in cui siamo chiusi da 15 anni e andare ad un bipolarismo di tipo europeo lo considero un fatto importante. Dovremmo, quindi, aprire ad un governo composto da tutte le forze parlamentari che si rendono conto che non si può continuare così. Occorre quindi scegliere una fase di decantazione al termine della quale, avendo fatta una riforma elettorale, si confrontino non degli schieramenti contro ma "per" il Paese, cone avviene in tutta Europa.


2

il Domani Domenica 17 Aprile 2011

D2 - LETTERE, RUBRICHE, INTERVENTI SPUNTI DI RIFLESSIONE Uno strano sequestro e un tragico assassinio Il complottismo a tutti i costi spesso porta fuori strada nell’analisi di vicende oscure e ambigue, come è quella di Vittorio Arrigoni. Ma non può essere considerata seria e credibile l’analisi di un evento che non tenga razionalmente conto della fabbrica del falso all’opera costantemente per renderne più difficile la lettura. Soprattutto se ha a che fare con un teatro - quello palestinese e medio orientale più in generale - dove in azione non ci sono solo attori riconoscibili e facilmente individuabili, ma anche gruppi, sigle e attori che rendono il quadro più torbido e spesso sono l’espressione di interessi e apparati che agiscono per conto terzi. A volte senza neanche esserne al corrente... Con il passare del tempo gli elementi di ambiguità, le domande e i sospetti su quanto avvenuto a Gaza nel giro delle ultime 24 ore si fanno sempre più pressanti e numerose. E tornano alla mente vicende altrettanto oscure e torbide, come quelle che hanno avuto come protagonisti Enzo Baldoni o Giuliana Sgrena. Mentre migliaia di persone

DAL VOSTRO INDIGNATO

con le lacrime agli occhi e il cuore gonfio di dolore sono nelle strade e nelle piazze d’Italia e di Palestina per dare un ultimo, combattivo saluto a Vittorio Arrigoni, si fa strada la domanda: chi ha assassinato Vik, e perché? Le notizie da Gaza arrivano col contagocce, e sono frammentarie. L’isolamento israeliano e internazionale al quale è sottoposto quel fazzoletto di terra nel quale sopravvivono a stento un milione e mezzo di anime assediate non permette la libera circolazione delle notizie. Anche per questo era preziosa l’opera instancabile, minuziosa e precisa di informazione su quel che accadeva a Gaza alla quale Vittorio ci aveva in questi anni abituati. Anche grandi cate-

ne televisive o giornali nazionali erano stati in qualche modo obbligati - durante i bombardamenti israeliani al fosforo o i sanguinosi assalti alle carovane di aiuti via terra o via mare a interpellare Vittorio per farsi raccontare eventi che nessun altro giornalista poteva - o voleva - riportare. Era pericoloso fare quello che faceva Arrigoni: si rischiava la vita sotto le bombe sganciate dai caccia israeliani sulle povere case palestinesi, oppure sotto il fuoco dei proiettili sparati dai soldati di Tel Aviv contro i contadini o i pescatori palestinesi che Vittorio e altri attivisti dell’Ism cercavano, con la propria semplice presenza fisica, di proteggere. Ma ora, scampato a tanti pericoli,

Era pericoloso fare quello che faceva Arrigoni: si rischiava la vita sotto le bombe sganciate dai caccia israeliani sulle povere case palestinesi, oppure sotto il fuoco dei proiettili sparati dai soldati di Tel Aviv contro i contadini o i pescatori

Vittorio è morto per mano di quegli stessi palestinesi alla cui causa il 36enne si era votato. E’ questo, in fondo, il messaggio che gli assassini hanno voluto lanciare: i palestinesi hanno assassinato Vittorio Arrigoni, amico dei palestinesi. Ma è davvero così? Come dicevamo, il complottismo e la dietrologia senza freni rischiano di portarci fuori strada. Però le domande che non sembrano trovare finora risposta sono molte: perché un gruppo palestinese, per quanto radicale, ha preso di mira un personaggio che nulla aveva a che fare né con gli occupanti israeliani né con le odiate autorità di Hamas accusate di aver incarcerato alcuni suoi leader? Perché il gruppo salafita ha rapito un internazionalista ed un amico della causa palestinese, e non un dirigente di Hamas, o un funzionario dell’Onu o di qualche altra agenzia internazionale, che poteva valere ben di più come moneta di scambio? www.radiocittaperta.it

di Carlo Bassi

Lorsignori di onorevole non han che il nome Dopo lo spettacolo di mercoledì sera alla Camera dei deputati, alla fine delle dichiarazioni di voto sul processo breve, gli italiani avrebbero tutto il diritto di rifiutarsi di andare a votare per gente che non conosce nemmeno le regole fondamentali della vita parlamentare, pur facendone parte. Siamo già in presenza di un Presidente della Camera, di nome Gianfranco Fini, asseritamente super partes. che usa la sua carica per far politica e due giorni prima di quel dibattito aveva sparato a zero sul governo proprio a proposito del processo breve. Ma l’altra sera è successo il massimo: ci si è messo anche il vice presidente, in questo caso la vice. L’onorevole Bindi, asseritamente una signora, stava cantando a squarciagola "P2, P2, P2" con tutti gli altri signori all’indirizzo del capogruppo del Pdl Fabrizio Cicchitto che stava cercando di finire la sua dichiarazione di voto, quando è stata chiamata allo scranno della Presidenza per prendere posto, e ha continuato a cantare. Lo dice, al di là di ogni ragionevole dubbio, il resoconto stenografico della seduta, come è possibile verificare in rete, tanto è vero che è stata presentata una mozione di censura. Ma, vedete, cari lettori, la cosa più sorprendente è la difesa della vice presidente: non ero nelle mie funzioni, cantavo a titolo personale: e giù una accurata descrizione delle note biografiche di Cicchitto su Wikipedia in cui si parla del suo passato con la P2. La nostra indignazione si applica ovviamente all’episodio e la esterneremmo anche a parti invertite. Qui non si parla di politica, ma di semplice savoir faire. Un tempo ci si scusava per il linguaggio poco parlamentare. Perché il Parlamento era la definizione stessa di correttezza. Questi ormai si comportano come classi rissose in assenza di professore e supplente e volano i "vaffa" (La Russa docet). Ma che dire dei capiclasse?

Non c’è niente da fare: o la si ama, o la si odia. Sono i due opposti sentimenti che genera nel pubblico televisivo Guendalina Tavassi, protagonista indiscussa del Grande Fratello 11. Che però di sostenitori sembra averne parecchi. Almeno a giudicare dalle reazioni scatenate durante la sua prima uscita ufficiale nella mondanità romana. Nel centro storico della città


Domenica 17 Aprile 2011

il Domani

3

PRIMO PIANO

Figlia pentita del boss fa arrestare madre e sorella di Marina Piazza REGGIO CALABRIA - I carabinieri hanno arrestato a Milano due donne, Angela Ferraro e Marina Pesce , di 48 e 29 anni, madre e figlia nonché moglie e sorella del boss detenuto Salvatore Pesce, capo dell’omonima cosca della ’ndrangheta. Angela Ferraro e Marina Pesce, accusate diassociazionemafiosaericiclaggio, sono la madre e la sorella della pentita di ’ndrangheta Giuseppina Pesce, che dopo essere stata fermata, il 26 aprile dello scorso anno, ha iniziato a collaborare con la giustizia rivelando le attività criminali della cosca Pesce. L’arresto di Angela Ferraro e Marina Pesce è stato fatto in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip su richiesta della Dda di Reggio Calabria. Le accuse contro le due donne si basano proprio sulle dichiarazioni fatte ai magistrati della Dda reggina da Giuseppina Pesce, che nelle sue dichiarazioni ha svelato i ruoli svolti all’interno della cosca Pesce anche dai suoi più stret-

ti familiari. Angela Ferraro e Marina Pesce erano già state fermate col provvedimento eseguito il 26 aprile scorso anche nei confronti di Giuseppina Pesce e di altre 36 persone nell’ambito dell’operazione "All Inside", disposta dalla Dda di Reggio Calabria, ma il gip di Milano, dove era stato eseguito il provvedimento perché le due donne si erano trasferite nel capoluogo lombardo, ne aveva disposto la scarcerazione ritenendoinsussistentileesigenze

Le accuse contro le due donne si basano sulle dichiarazioni fatte ai magistrati della Dda da Giuseppina Pesce che ha svelato i ruoli della cosca

cautelari. Secondo l’accusa, le due donne avrebbero fatte parte della cosca Pesce partecipando alle attività illecite gestite dal gruppo criminale sia in Calabria che a Milano. Angela Ferraro e Marina Pesce si sarebbero anche attivate per fare intestare fittiziamente alcuni beni delle cosca in modo da sottrarli ad eventuali provvedimenti di sequestro. Le due arrestate sono accusate dalla Dda di Reggio Calabria di avere svolto un ruolo di collegamento tra il boss Salvatore Pesce e gli altri affiliati alla cosca, sia detenuti che in libertà, tra cui il figlio, Francesco Pesce, comunicando loro, in particolare, i nominativi delle persone cui rivolgere richieste estorsive. «Le accuse - spiega una nota degli inquirenti - sono di avere preso parte nell’ambito della associazione di tipo mafioso denominata ’ndrangheta, operante sul territorio della provincia di Reggio Calabria, del territorio nazionale ed estero costituita da molte decine di locali, articolate in tre mandamenti e con organo di vertice denominato "Provincia", alla cosca Pesce, operante in Rosarno, zone limitrofe e Milano, a sua volta inserita nel territorio compreso nella fascia tirrenica della provincia reggina, che attraverso la forza intimidatrice tipica dei sodalizi mafiosi controlla le attività economiche, attraverso la gestione di interi settori imprenditoriali e commerciali. Le due

donne sono, altresì, accusate del reato di estorsione e di una serie di intestazioni fittizie di beni». Alla Ferraro i magistrati della Dda reggina «contestano un ruolo di collegamento tra il marito detenuto Pesce Salvatore e gli altri membri del clan, sia detenuti (ad es. il fratello Ferraro Giuseppe, il figlio Pesce Francesco cl. 84), che in libertà». Marina Pesce è accu-

L’arresto di Angela Ferraro e Marina Pesce è stato fatto in esecuzione di una ordinanza richiesta dalla Dda di Reggio Calabria sata «di avere svolto un ruolo di collega-mento e trasferimento di comunicazioni ed ordini tra il padre Pesce Salvatore ed il fratello Pesce Francesco cl. 84, entrambi detenuti e gli altri associati; in particolare, per avere svolto il ruolo di in-termediaria circa le specifiche disposizioni date da Pesce Salvatore e Pesce Francesco cl.84 sui i destinatari e le modalità delle attività estorsive, nonché per avere partecipato all’attività di intesta-zione fittizia di beni e reimpiego dei capitali illeciti del gruppo criminale».


4

il Domani Domenica 17 Aprile 2011

ITALIA A Ventimiglia come negli altri centri consegnati centinaia di permessi: i primi segnali francesi sembrano buoni

Distribuiti i permessi e qualcuno è già in Francia di Roberto Carli VENTIMIGLIA - Una fila ordinata, davanti al commissariato di Ventimiglia, per ritirare i permessi di soggiorno e poi raggiungere l’agognataFrancia.Èiniziataverso le 9.30 del mattino di ieri la distribuzione dei documenti tanto attesa tra i migranti che da settimane ormai affollano la cittadina ligure e soprattutto gli uffici di via Aprosio. Al centro di accoglienza hanno trascorso la notte circa 150 migranti, altri 60 invece hanno dormito in stazione. Cosa che ha fatto rinnovare al sindaco di Ventimiglia gli appelli al governo. Altri 130 permessi temporanei sono stati consegnati ad altrettanti immigrati, dei poco più di 500, ospiti da due settimane nella tendopoli di Palazzo San Gervasio, in provincia di Potenza. Subito dopo la consegna dei permessi, gli immigrati partiranno a bordo di autobus alla volta di vicine stazioni ferroviarie, in concomitanza con la partenza di treni per le destinazioni da loro preferite. Molti di loro saranno trasferiti a Melfi (Potenza): la consegna dei permessi, sempre a un ritmo di circa cento al giorno, proseguirà nella prossima settimana. Secondo la polizia di frontiera francese, tuttavia, i documenti saranno ri-

tenuti validi solo se accompagnati dal passaporto. I poliziotti francesi,si attengono alle disposizioni del prefetto di Nizza. Ai due valichi, di Ponte San Ludovico e Luigi, sabato mattina i controlli erano regolari, e tutto era molto tranquillo. Ma già venerdì fonti della Commissione europea avevano fatto sapere che l’Italia può rilasciare documenti di viaggio per stranieri - «Aliens travel document» - ai tunisini sprovvisti di passaporto e che tali documenti devono essere considerati validi dalle autorità dei Paesi aderenti all’accordo di Schengen per consentire la libera circolazione quando accompagnati dal permesso di soggiorno temporaneo che l’Italia ha deciso (notificandolo l’8 aprile alla Commissione europea) di rilasciare «per motivi umanitari» agli immigrati entrati

I francesi esigevano il passaporto oltre al permesso italiano ma secondo la commissione europea non è giusto farlo e si sono adeguati

nel Paese prima del 5 aprile, data in cui è entrato in vigore l’accordo bilaterale sui rimpatri in Tunisia. Tali documenti di viaggio per stranieri, di fatto sostitutivi dei passaporti che i clandestini in genere non portano con loro, fanno parte dei cinque requisiti previsti dall’art. 5 del regolamento comunitario 562 del 2006, detto «Codice della Frontiere», che fissa le norme per la libera circolazione nell’area Schengen dei cittadini extracomunitari. I requisiti previsti dall’art.5 sono: 1) il possesso di «uno o più documenti di viaggio validi», ovvero un passaporto nazionale o un «Atd» rilasciato da un paese membro; 2) il possesso «di un visto valido», quando necessario in base al paese di provenienza; 3) il poter «giustificare lo scopo e le condizioni del soggiorno previsto e disporre dei mezzi di sussistenza sufficienti» per il soggiorno ed il ritorno nel paese d’origine; 4) non essere segnalato nel ’Sistema di informazioni di sicurezzà (la banca dati europea a disposizione di guardie di frontiera, forze di polizia e funzionari doganali); 5) non essere «considerato una minaccia per l’ordine pubblico, la sicurezza interna, la salute pubblica o le relazioni internazionali di uno degli Stati membri».

MIGRANTI Lo strazio di chi riparte mentre continuano gli arrivi ora dalla Libia

«Sentenza Thyssenkrupp: lezione di civiltà». L’azienda: «È incomprensibile» TORINO - È stata fatta giustizia, ma non riavremo i nostri cari: i parenti delle vittime del rogo della Thyssenkrupp usano tutti le stesse parole. Si stringono in abbracci, qualcuno piange, qualcuno applaude, qualcun altro resta immobile, quasi impassibile ad ascoltare il lunghissimo dispositivo: la Corte di assise di Torino «Chi ha sbagliato ha ha riconosciuto l’omicipagato»: scoppia a dio volontario con dolo eventuale per i sette piangere Antonio morti del rogo alla Thyssenkrupp. L’amminiBoccuzzi, unico stratore delegato sopravvissuto al rogo dell’azienda, Herald Espenhahn, è stato conora deputato del Pd dannato a 16 anni e mezzo di reclusione. Gli altri cinque dirigenti del processo per il rogo alla Thyssenkrupp sono stati condannati per cooperazione in omicidio colposo: 13 anni e mezzo per Marco Pucci, Gerald Priegnitz, Raffaele Salerno e Cosimo Cafueri; 10 anni e dieci mesi per Daniele Moroni. Un milione di euro di sanzione pecuniaria, l’esclusione da contributi e sovvenzioni pubbliche per sei mesi, il divieto di farsi pubblicità per sei mesi. Risarcimenti

nell’ordine complessivo di svariati milioni di euro sono stati riconosciuti alle parti civili del processo Thyssenkrupp: alla Regione Piemonte (973 mila euro), alla Provincia di Torino (500 mila), al Comune (un milione più il diritto a fare una causa civile supplementare), ai sindacati Fim, Fiom, Uilm, Flm-Cub, all’associazione Medicina Democratica, e alle decine di ex colleghi delle vittime che lavoravano nello stabilimento di Torino. commenta a caldo la sentenza della Corte di Assise di Torino. "Dedico questa sentenza a tutti i morti di quella notte - dice nell’aula dove è stato appena letto il dispositivo della setenza - a chi ha perso la vita sul posto di lavoro e a mia madre che è scomparsa da poco". "E’ stata fatta giustizia - aggiunge - anche se, fino alla lettura della sentenza, avevamo paura che succedesse qualcosa di diverso". "E’ un risarcimento morale importante e dovuto a tutti i familiari - conclude - Era un’esigenza che avevamo tutti e non é una forma di vendetta. Chi ha sbagliato, ha pagato". La condanna di Herald Espenhahn Nhahn in primo grado per "omicidio con dolo eventuale" in seguito al rogo di Torino è per la Thyssenkrupp "incomprensibile e inspiegabile". Lo si legge in un comunicato nel quale si esprime ai familiari

Franco Gabrielli

LAMPEDUSA - Continua sull’isola la trattativa estenuante con i migranti tunisini arrivati dopo il 5 arile (giorno della firma dell’accordo con Tunisi) e che non vogliono essere rimpatriati. Ma in un modo o nell’altro continuano anche i rimpatri, con due voli giornalieri. Intanto Sono arrivati a Lampedusa 221 profughi subsahariani che erano a bordo di un barcone di 15 metri partito quattro giorni fa da Misurata, in Libia, e salvati ieri mattina dalle motovedette della Capitaneria di porto. L’imbarcazione era stata agganciata l’altro ieri sera ma ieri mattina ha avuto problemi al motore e ha cominciato ad imbarcare acqua. Viste le condizioni di pericolo, con onde alte due metri, i migranti sono stati trasbordati su tre motovedette della Capitaneria. Fra i 221 migranti diverse donne e almeno una decina di bambini, tra cui alcuni molto piccoli. Le operazioni di trasbordo sono state particolarmente difficili, con un vento fino a 28 nodi e mare forza 4. È stata firmata dal presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, l’ordinanza sulle disposizioni urgenti per fronteggiare l’emergenza immigrazione. Per il piano di accoglienza e sistemazione degli extracomunitari arrivati vengono assegnati al Fondo della protezione civile 30 milioni di euro, "quale acconto". L’ordinanza nomina il capo del dipartimento della Protezione civile, Franco Gabrielli, commissario delegato per la realizzazione di tutti gli interventi necessari a fronteggiare l’emergenza. L’ordinanza si compone di sei articoli. Si prevede che il commissario delegato predisponga, in accordo con Regioni, Anci e Upi, il Piano per la distribuzione sul territorio nazionale, la prima accoglienza e la sistemazione dei nordafricani arrivati cui sia riconosciuto lo status di profughi o la protezione temporanea. Il Piano è articolato «in successive fasi di attuazione e basato sul’equa e contestuale distribuzione dei cittadini extracomunitari fra tutte le Regioni».


Domenica 17 Aprile 2011

il Domani

ITALIA Il Presidente della Suprema corte: la maggioranza non può fare quel che vuole

Punti di vista: De Siervo sgrida il Cav, lui i giudici di Carlo Bassi ROMA - Un governo amico delle donne e delle mamme, che rifiuta l’odio e predilige l’amore. E un avvertimento sull’educazione dei bambini che devono essere «sottratti a quegli insegnamenti di sinistra che nella scuola pubblica inculcano ideologie e valori diversi dal quelli della famiglia». Così il premier Silvio Berlusconi in un messaggio inviato ieri a Padova in occasione della riunione dell’Associazione nazionale delle mamme. Il premier ha ricordato, in particolare, l’azione dell’esecutivo contro la violenza sessuale e il reato di stalking e si è detto convinto delle capacità delle donne «più brave di noi uomini, a scuola e sul lavoro, più puntuali, più precise e più responsabili». Poi, nel pomeriggio, altro messaggio e questa volta sono stati presi di mira i giudici eversivi che in alleanza con la sinistra tentano di cambiare quello che il popolo ha deciso nella cabina elettorale. Ma sul tema della giustizia e delleriforme

anche costituzionali che il governo Berlusconi sta preparando, è arrivata pronta la risposta, nientemeno che dal presidente della Corte costituzionale Ugo De Siervo. «Non può, chi è al momento in maggioranza, fare quello che vuole», ha detto il presidente della Corte rispondendo alle domande dei ragazzi delle scuole elementari, medie e superiori intervenuti al teatro di Vicchio (a Firenze) in occasione dell’inaugurazione del sentiero della Costituzione a Barbiana per iniziativa della Fondazione Don Lorenzo Milani. «Si può cambiare la Costituzione ma per perfezionarla, altra cosa è farla a pezzi. La Costituzione è già stata cambiata 4 volteed è falso dire che passa il tempo e bisogna rinnovarla. L’ultimo cambiamento voglio ricordare è stato respinto da un referendum, nel 2006. Ciò vuol dire andiamoci piano». De Siervo ha poi parlato del ruolo della Corte costituzionale e del "fastidio" che talvolta prova

la politica quando alcune leggi vengono bocciate. «La classe politica a volte sembra mordere un po’ il freno, sembrano cavalli imbizzarriti. Questo in parte è inevitabile perché, se si è fatta una legge e la Corte costituzionale la respinge, questo dà fastidio. Ma provare fastidio e dire che bisogna togliere di mezzo la Corte costituzionale, sono due cose molto diverse». Ma De Siervo va oltre: «Chi esercita una

«Chi è al potere pensa di essere dio ma è sconfitto perché in democrazia non c’é qualcuno che è sopra a tutti», dice De Siervo

«Ma provare fastidio e dire che bisogna togliere di mezzo la Corte costituzionale sono due cose molto diverse» dice il Presidente Ugo De Siervo

funzione pubblica deve essere una persona onorevole". E ricorda l’articolo 54 della Costituzione e rispondendo ad una domanda sui principi della Carta, De Siervo ha citato letteralmente il secondo comma dello stesso articolo. «C’é un articolo che è stato riscoperto ultimamente. Io ho insegnato costituzione per tanti anni e non era così considerato. Quell’articolo dice che ’i cittadini a cui sono affidate funzioni pubbliche hanno il dovere di adempierle con disciplina ed onore’». Una dichiarazione accolta con un lungo applauso. E poi, ancora: «Alcuni parlamentari hanno detto: ’Chi sono questi 15 signori che hanno osato togliere di mezzo quello che e’ stato voluto da centinaia di parlamentari?’ Questa è un’obiezione da ignorante». «Questi parlamentari - ha aggiunto De Siervo - dovrebbero invece chiedersi come mai le loro leggi vengono bocciate dalla Corte, perché fanno leggi incostituzionali». Infine: «Torniamo a dare spazio agli organi di garanzia e a fare cultura perché la Costituzione viene svuotata anche dai cattivi costumi; dobbiamo rifarci ai valori accomunanti della uguaglianza e della solidarietà perché se tutto è vendibile la Costituzione viene frantumata». Il presidente della Corte Costituzione ha concluso: «Il principio del limite di chi ha troppo potere.È un principio precristiano: chi detiene il potere deve avere limiti. Nell’antica saggezza della mitologia greca si diceva che dio acceca i potenti, vuol dire che chi detiene il potere diventa cieco o corre il rischio di diventarlo».

Si conclude oggi la V edizione del Festival internazionale del giornalismo

Una toccante standing ovation per Vittorio Arrigoni di Michela Mancini PERUGIA - Si conclude oggi la quinta edizione del Festival internazionale del giornalismo di Perugia che ha raccolto nelle strade del capoluogo umbro più di trecento ospiti: giornalisti italiani e internazionali, scrittori, artisti e moltissimi giovani. Conferenze invase da under 30, studenti o giornalisti in erba, attenti alle parole dei "maestri". Alcuni addirittura a chiedere autografi e fotografie ai giornalisti sotto scorta, politologi e scrittori. Buon segno. Dentro sale sempre piene, si è parlato di comunicazione, di democrazia, di politica, con autorevoli personalità. Fra tanti incontri un’attenzione particolare lo merita "Mattanza Russa. Sangue sulle notizie."Ospite, lo scorso giovedì, Oksana Chelysheva che ha lavorato con la Società per l’amicizia russo-cecena e nel 2006, per la sua attività di denuncia dei soprusi nei confronti dei difensori dei diritti civili nella Federazione russa,

ha ricevuto il premio Amnesty International per i giornalisti sotto minaccia. Il 15 luglio 2009 è stato pubblicato il Dossier Cecenia, di cui è coautrice, dedicato alla memoria di Anna Politkovskaya e Abdulla Khamzaev. Accanto sedeva Oleg Kashin, uno dei giornalisti più famosi in Russia, che più volte ha denunciato la mancanza di democrazia nel suo Paese. Ha criticato aspramente le attività del governo russo, la guerra in Cecenia, e i movimenti giovanili nazionalisti e fascisti che sono vicini al governo. Il 6 novembre 2010, Kashin è stato aggredito da ignoti fuori dal suo appartamento a Mosca e gravemente ferito. Ma questo non ha fermato la sua penna, ed ha già ricominciato a pubblicare articoli anche sul New York Times . Lo stesso tema, l’informazione col silenziatore, ma stavolta fra le mura di casa nostra è l’incipit del monologo affidato a Marco Travaglio venerdì sera. Il teatro Morlacchi era gremito di gente in attesa di ascoltare "Carta Bianca", il titolo dell’intervento del vicedirettore del Fatto Quotidiano : «L’espressione "bunga bun-

ga" non è mai stata nominata dal tg1 e dai tg Mediaset. Nonostante sia la parola più citata nelle cronache estere negli ultimi tre mesi, più del nome "Berlusconi" o comunque a lui associata». Per il giornalista torinese i politici si sono sempre difesi dagli scandali in cui erano coinvolti, ma il modo in cui l’hanno fatto è cambiato nel corso del tempo. Negli anni ’70 i partiti facevano sparire il politico coinvolto non appena scoppiato lo scandalo affinché non infangasse il loro buon nome. Fu Bettino Craxi a cambiare tutto, secondo Travaglio, quando insultò i giudici protagonisti della vicenda, accusandoli di voler rovinare l’economia italiana. Era - ci racconta Travaglio - la prima volta che in Italia una carica istituzionale insultava un’altra carica. Sembra fargli eco, alla stessa ora ma nella bellissima Sala dei Notari, il duo composto da Fabrizio Gatti, autorevole giornalista noto per le sue inchieste sui migranti e Vauro, vignettista del Manifesto . Il primo finge, satiricamente, di essere un alieno proveniente da Giove. Un

"gioviale". Comincia così una lunga intervista. L’alieno, che ignora la bizzarra realtà italiana, cerca di informarsi sulla politica dello stivale. Vauro, rappresentante degli abitanti italiani, risponde, illustrando - con l’ironia che gli è propria - le attuali vicende che vedono protagonista il presidente del Consiglio. Ma c’è spazio anche per discorsi seri. Si parla di guerra, di quando questa venga assurdamente definita umanitaria. Si parla di chi dedica l’intera vita alla costruzione della pace. E, a questo punto, è inevitabile: si parla di Vittorio Arrigoni, giovane cooperante volontario del Free Gaza Movement, ucciso la notte tra il 14 e il 15 aprile da un gruppo terroristico salafita. "Restiamo umani", così concludeva i suoi articoli, testimonianza della totale mancanza dei diritti del popolo palestinese, pubblicati dal Manifesto . Restare umani adesso è solo un ricordo. Comincia un lunghissimo applauso della platea.Tutti si alzano, non rimane seduto nessuno.

5


6

il Domani Domenica 17 Aprile 2011

ECONOMIA Si lavora alla strategia comune per prevenire una seconda crisi economica mondiale

G20, accordo su indicatori anticrisi Tremonti: «Noi meglio di tanti altri» di Gaia Mutone WASHINGTON – Passettino dopo passettino, con molta cautela, i Paesi del G20 riuniti a Washington stanno mettendo a punto una strategia comune con l’obiettivo di prevenire il rischio di un’altra crisi dell’economia e della finanza mondiale. Se nel precedente summit del febbraio scorso a Parigi erano stati individuati i cosiddetti indicatori anticrisi, in pratica i campanelli di allarme che segnalano un rischio elevato, ora i Paesi del G20 hanno trovato un accordo su come valutare questi indicatori. «Per completare il primo passo - si legge nel comunicato stampa della riunione - abbiamo raggiunto un accordo sulle linee guida in base alle quali ciascuno di questi indicatori sarà valutato». Questo sistema di indicatori («il debito e il deficit pubblici; il debito e il risparmio privato; e gli squilibri esterni che comprendono la bilancia commerciale, i flussi di investimento, tendendo in considerazione anche i tassi di cambio, oltre che le politiche fiscali e monetarie») dovrà

Fiom contro Fiat: lunedì il sindacato presenterà ricorso in Tribunale per le newco

servire a correggere le politiche economiche dei Paesi che, con i loro squilibri, mettano in pericolo la stabilità globale. Il lavoro di mediazione tra i Paesi del G20, tuttavia, è ancora lungo e, con il sostegno parallelo delle analisi del Fondo monetario internazionale, dovrebbe concludersi con il vertice dei capi di Stato e di Governo previsto per il novembre prossimo a Cannes. Obiettivo finale: creare tutte le condizioni per favorire e lanciare «una crescita forte, sostenibile e bilanciata». I grandi Paesi industriali e le maggiori economie emergenti hanno anche definito una lista di sette economie, che, per dimensioni e importanza, saranno soggetti a una più stretta sorveglianza. A comunicarlo è stato il ministro francese Christine Lagarde, che ha presieduto i lavori e ha precisato che si tratta dei Paesi il cui Prodotto interno lordo supera il 5% del totale del G-20. La lista dei cosidetti Paesi "sistemici" comprenderebbe Stati Uniti, Cina, Giappone e Germania. L’elenco completo, che come ha spiegato la stessa Lagarde, include anche la Francia, non è tuttavia stato comunicato nella

ROMA – Continua la battaglia tra Fiom e la Fiat di Marchionne. «La prossima settimana, molto probabilmente già lunedì, la Fiom nazionale depositerà a Torino un’azione legale nei confronti della Fiat». Ad annunciarlo, nel corso della conferenza stampa di ieri, è stato il segretario generale del sincato dei metalmeccanici, Maurizio Landini, in occasione dell’assemblea nazionale dei delegati della Cgil. Due sono le principali ragioni. Primo: le due newco, costituite da parte del Lingotto e finalizzate al trasferimento d’impresa, violerebbe norme italiane in materia. Secondo: la mossa avrebbe carattere antisindacale poiché in realtà alterando gli equilibri sindacali sarebbe volta ad estromettere la Fiom dalle contrattazione.

sua completezza per le resistenze della Cina. Il G20 vorrebbe infatti assoggettare i cambi e i loro disallineamenti a maggior sorveglianza e il gigante asiatico sa benissimo che il riferimento qui è al suo cambio sottovalutato e all’enorme surplus commerciale. Il surplus cinese e il debito pubblico Usa sono i principali squilibri dell’economia mondiale. Continuano a scalpitare invece i Brics (Brasile, Russia, India, Cina e Sudafrica), che non vogliono limitare i controlli sugli enormi flussi di capitali dall’estero per evitare una rivalutazione eccessiva del cambio che, ridicendo i vantaggi di costo, avrebbe effetti negativi sulle esportazioni. Per quanto riguarda l’Italia e il confronto con gli altri Paesi concorrenti, Tremonti, in una lezione su globalizzazione ed economia agli studenti della Georgetown University tenuta a margine del vertice, ha dichiarato con sicurezza: «L’Italia viene fuori piuttosto bene. Certo abbiamo dei problemi e lo sappiamo, ma altri li hanno più grandi di noi e questo è merito dell’Italia e degli italiani che sono un popolo molto più serio di tutti i polemisti e i pasticcioni che girano anche da noi». Poco spazio dunque a «pasticcioni, pessimisti e polemisti» e, dando anche una frecciatina a Confindustria, il ministro dell’Economia spiega che i dati sulla nostra congiuntura «non sono affatto negativi» e che questo vale anche per i numeri sull’occupazione e sulla produzione industriale. Fronte, quest’ultimo, sul quale il ministro richiama anche gli imprenditoriallelororesponsabilità:«Certo bisogna fare di più» afferma infatti Tremonti, ma «la produzione industriale dipende anche dagli industriali». Il ministro riconosce tuttavia che «dobbiamo fare molto di più, lo stiamo facendo e lo vogliamo fare». Molte cose, comunque sono state fatte e anche dagli altri a Washington, ha assicurato, ci viene riconosciuto il fatto che «possiamo andare avanti con serietà e tranquillità».

«Fino ad oggi - ha detto Landini - abbiamo fatto di tutto perché si potesse aprire la strada per una trattativa vera con Fiat. Eravamo già pronti con il ricorso, ma abbiamo atteso che si riaprisse il dialogo. Ma questo non è stato possibile, anche alla luce di come si sta delineando la vicenda della ex Bertone. Il ricorso che depositeremo lunedì è un atto importante». L’obiettivo del ricorso: rendere nulli gli accordi di Pomigliano. Le newco previste, infatti, violerebbero le regole in materia di trasferibilità di impresa che implicano la trascinabilità dei diritti dei lavoratori. La Fiom andrà all’incontro sulla vertenza per lo stabilimento Fiat di Grugliasco (ex Bertone) tra l’amministratore delegato Sergio Marchionne e i sindacati se la riunione «sarà confermata, come è stato an-

Un piano di appoggio alla transizione in Oriente e in Africa WASHINGTON – Un dato piuttosto importante è la presa di possizione della comunità internazionale, che dal G20 di Washington ha definito un piano d’azione in appoggio alla transizione in Medio Oriente e Nord Africa. Il piano è stato concordato dai Paesi del G-8 insieme a Turchia, Emirati Arabi e Arabia saudita, e definirà entro fine maggio, dopo un’analisi da parte del Fondo monetario, le necessità di finanziamento di questa regione per un intervento finanziario in tempi rapidi. A fornire le risorse saranno la Banca mondiale, La Banca africanadisviluppo,laBancaeuropea degli investimenti, la Banca islamica d’investimento e la Bers, che, creata per i Paesi dell’Europa centrale e orientale, espanderà il suo raggio d’azione. L’obiettivo è di favorire la transizione con investimenti mirati per rilanciare la crescita e favorire l’assorbimento della disoccupazione, soprattutto fra i giovani, considerata una delle cause dei recenti disordini. «Non si ottiene niente nella lotta alle disuguaglianze e nella creazione di occupazione, senza crescita», ha detto il direttore dell’Fmi, Dominique Strauss-Kahn. I primi destinatari degli aiuti dovrebbero essere la Tunisia e l’Egitto. Secondo indiscrezioni raccolte ai margini dei lavori, l’Italia avrebbe offerto di ospitare una conferenza internazionale per identificare metodi e somme da destinare alla regione. La Francia tuttavia rivendica, in quanto presidente di turno di G-8 e G-20, l’organizzazionedegliincontri.

Maurizio Landini, segretario generale Fiom

nunciato». Per Maurizio Landini, l’incontrorappresenta«unelemento di novità», e ha aggiunto «andremo a questo tavolo e ascolteremo». Anche, ha sottolineato Landini, il sindacato è in attesa di conoscere orario e luogo ufficiale dell’incontro. So.Ric.


Domenica 17 Aprile 2011

il Domani

ESTERI Le Nazioni Unite non escludono un dispiegamento dei caschi blu in Libia nel caso di un cessate il fuoco

Missili, bombe a grappolo e soldati-bambini al fronte di Sofia Ricciardi TRIPOLI – Gheddafi e le sue forze armate, nonostante i proclami di adesione a trattative o a cessate il fuoco, non arretrano e anzi proseguono con operazioni militari di violenta portata. Sin dalla mattinata di ieri, stando al comunicato diffuso dal portavoce dei ribelli Abdelbasset Abu Mzereiq, le forze del colonnello hanno attaccato la città di Misurata oggi con almeno 100 missili grad: «Hanno sparato Grad contro un’area industriale questa mattina, hanno sparato almeno cento razzi. Non ci sono vittime», ha detto Abdelbasset Abu Mzereiq. Nella città libica a 200 chilometri a est di Tripoli, sotto assedio dall’inizio della rivolta, oltre alle esplosioni dei bombardamenti condotti con i razzi a media gittata si sono udite anche deflagrazioni nel pieno centro di Misurata. Sebbene la notizia sia stata smentita da fonti ufficiali del governo libico, sia il New York Times sia l’organizzazione umanitaria Human rights watch (Hrw) hanno confermato che le forze governative fedeli a Muammar Gheddafi hanno fatto uso di bombe a grappolo (probabilmente di fabbricazione spagnola), messe al bando da gran parte del mondo

perché, per loro natura, non possono colpire con precisione e, quando sono lanciate in aree densamente popolate, mettono la popolazione a gravissimo rischio, anche anni dopo il loro lancio. Per piegare Misurata Gheddafi è pronto a tutto. Secondo alcune testimonianzeraccolte dalTeleghraph , il regime libico sta mandando al fronte soldati minorenni. I ragazzini vengono addestrati, armati e mandati a combattere nella città sotto assedio da settimane, con la minaccia di essere uccisi se si ritirano o disertano. L’ipotesi sarebbe anche confermata dall’arrestodidueminoricatturati dai ribelli che hanno raccontato di essere stati mandati a combattere a Misurata contro «drogati, miliziani islamici e invasori egiziani». Questa la situazione sul campo.

I caccia della coalizione sono a corto di bombe di precisione. Anche per questo c’è chi vorrebbe coinvolgere di nuovo gli Stati Uniti

Riguardo a quello che succede in aria, la novità del giorno è stata diffusa dal Washington Post: citando alti funzionari Usa e Nato il quotidiano amercano ha rivelato che dopo meno di un mese dall’inizio della missione militare in Libia, i paesi dell’Alleanza sono già a corto di bombe di precisione, il che rende molto più complicato centrare gli obiettivi evitando vittime civili. Per questa ragione si starebbe già facendo pressione sugli Usa, svincolatisi dalle operazioni militari con il passaggio del comando alla Nato il 31 marzo. Senza gli Usa molti temono che Gheddafi rimarrà al suo posto e che tutto quello che è stato fatto fino ad ora risulterà vano. Nonostante questo, tuttavia, ancora nella mattina di ieri la Nato compiva raid aerei bombardando nuovamente Sirte. Forti esplosioni sono avvenute anche a ovest di Agedabia, al centro dei combattimenti tra insorti e governativi che l’hanno riconquistata e persa a più riprese. È salpata da Misurata poi la nave dell’Organizzazione internazionale delle migrazioni (Oim) giunta venerdì nella città e diretta a Bengasi. A bordo 1200 migranti asiatici e africani in precarie condizioni di salute dopo settimane di penuria di cibo e acqua.

VITTORIO ARRIGONI I salafiti ammettono: è stata una cellula pazza Il dolore dei palestinesi

Attacco kamikaze contro base Nato in Afghanistan, tra le 9 vittime 5 soldati Isaf di Cesare Brangia

KABUL – Un kamikaze si è fatto esplodere nella base dell’esercito afghano di Gambiray, nella provincia orientale di Laghman nei pressi di Jalalabad. Nell’attacco, oltre all’attentatore suicida, sono rimasti uccisi cinque militari della Forza Con le nuove cinque internazionale di assistenza alla sicurezza vittime annunciate dal (Isaf, sotto comando comando Isaf il numero Nato) e quattro soldati dei militari stranieri morti afghani. Il kamikaze indossava in Afghanistan è salito a un’uniforme militare, secondo quanto riporta128 dall’inizio dell’anno to dal ministero della Difesa di Kabul. Michael Johnson, portavoce dell’Isaf, ha confermato che cinque soldati della coalizione sono rimasti uccisi nell’attacco ma la Nato, che ha diffuso un comunicato, non ha fornito ulteriori dettagli. Intanto, il portavoce dei Talebani Zabiullah Mujahid ha rivendicato l’attacco affermando che l’attentatore si era infiltrato nell’esercito un mese fa ed era uno degli operai che lavoravano in un cantiere nella base.

L’attacco è avvenuto all’indomani dell’uccisione del capo della polizia della provincia di Kandahar, Khan Mohammad Mujahid, in un altro attentato suicida condotto da un kamikaze che indossava una divisa da poliziotto. Nell’esplosione sono rimasti uccisi altri due poliziotti afghani. Con le nuove cinque vittime annunciate dal comando Isaf il numero dei militari stranieri morti in Afghanistan è saliti a 128 dall’inizio dell’anno e a 20 dal primo aprile 2011.

LaPresse

ROMA - Fonti di uno dei gruppi ultraintegralisti salafiti della Striscia di Gaza hanno ammesso ieri, parlando con l’Ansa, la responsabilità di una loro cellula "fuori controllo" nel rapimento e nellaferoceuccisionedell’attivistaitalianoVittorio Arrigoni, consumatisi giovedì nell’enclave palestinese. Le fonti, che parlavano a nome di ’al-Tawhid wal-Jihad’ - una della fazioni salafite più note di Gaza, ispirate agli slogan di Al Qaida -, hanno negato che l’azione sia stata ordinata dai vertici del gruppo. «È stata una iniziativa incomprensibile, compiuta da una cellula impazzita, fuori controllo, e che contrasta con l’insegnamento dell’Islam e i nostri interessi», hanno detto le fonti,confermandochele milizie di Hamas hanno arrestato finora «almeno tre militanti» salafiti nell’ambito delle indagini sull’assassinio di Arrigoni. E che stanno continuando a eseguire controlli e retate a tappeto. Parlando del caso Arrigoni, alcuni esponenti di Hamas (che ha il governo di fatto sulla Striscia) non hanno mancato di richiamarsi nelle ultime ore alla retorica antiisraeliana, accusando gli assassini di «fare il gioco del nemico sionista». In termini concreti, però, la pista dei gruppi salafiti -che contestano lo stesso Hamas da posizioni ancor più radicali- è stata indicata chiaramente a più riprese dietro il delitto, anche se la linea ufficiale ridimensiona il loro peso a quello di «degenerati» ed «elementi isolati». Intanto si apprende che la salma di Vittorio Arrigoni potrebbe essere trasferita in Egitto oggi tramite il valico di Rafah. Fonti palestinesi dicono che un legale italiano è partito per il Cairo per conto della famiglia di Arrigoni: il desiderio è di non farla passare per Israele per rispetto del defunto. In Palestina continuano le manifestazioni di cordoglio per il volontario italiano che era considerato un grande amico, un volontario che aveva a cuore il destino dei poveri abitanti di Gaza e della Palestina tutta.

7


8

il Domani Domenica 17 Aprile 2011

IN CALABRIA

Sbarco di clandestini, in 24 rintracciati nel Reggino

di Matteo Denaro BIANCO - Ventiquattro clandestini di nazionalità afghana, pakistana e del Bangladesh, sono stati rintracciati da polizia e carabinieri sulla statale 106 tra i comuni di Bianco e Africo, in provincia di Reggio Calabria. I clandestini, tutti maschi adulti, sono stati individuati mentre, sotto la pioggia, procedevano a lato della carreggiata stradale. I poliziotti del com-

missariato di Bovalino e i carabinieri della compagnia di Bianco hanno controllato l’intero tratto di costa per verificare la presenza di altre persone. Nessuna imbarcazione è stata trovata. L’ipotesi è che i clandestini siano stati portati a riva da un motoscafo proveniente da un’altra imbarcazione. I clandestini, tutti in buone condizioni di salute, sono stati portati in un centro polifunzionale messo a disposizione dall’amministrazione comunale di Bianco.

Anche la Calabria, dunque, continua ad essere coinvolta dall’emergenza profughi. «Un progetto di accoglienza civile e solidale» è stato presentato nei giorni scorsi dalle Cooperative Sociali Co.ri.s.s., Agorà, Kroton e Promidea, che prevede, tra l’altro, «di mettere a disposizione della Regione Calabria alcune strutture che sono immediatamente fruibili, essendo le stesse dotate di tutti gli arredi, le suppellettilinecessarieall’accoglienzadi

L’ipotesi è che i clandestini siano stati portati a riva da un motoscafo proveniente da un’altra imbarcazione 308 persone». «L’esperienza e la competenza maturata in tanti anni di costante lavoro accanto alle persone immigrate e residenti nel nostro territorio regionale - si legge in un comunicato - rappresentano una garanzia totale sulla qualità dell’intervento, che mette al primo posto i bisogni delle cosiddette categorie vulnerabili ed in particolare famiglie, donne, donne con bambini, e minori non accompagnati». «In questa direzione, afferma il Presidente della cooperativa sociale Co.Ris.s., Salvatore Maesano, si colloca la disponibilità di ospitare 25 soggetti appartenenti alla categoria dei cosiddetti "vulnerabili" presso la propria struttura di Villa Caruso, sita nel Comune di Petilia Policastro.Mentreladisponibilità offerta dalle altre due cooperative si indirizza all’accoglienza di tutti i richiedenti, ricadenti nelle categorie degli ordinari».

IN BREVE Una legge che tuteli il patrimonio dialettale CATANZARO - «Su indicazione del Presidente della Regione Calabria, Giuseppe Scopelliti, stiamo predisponendo una legge che tuteli il patrimonio dialettale e valorizzi l’identità calabrese». Con queste parole l’assessore regionale alla Cultura Mario Caligiuri ha commentato i lavori del Comitato Scientifico per la tutela delpatrimoniolinguisticodialettale della Calabria. Il Comitato che si è insediato alla fine dello scorso anno ha già predisposto una bozza di Legge regionale per la tutela e la valorizzazione del patrimonio linguistico dialettale calabrese. All’ultimo incontro, che si è svolto nella sede dell’assessorato alla Cultura di Catanzaro, hanno partecipato il presidente del Comitato il Maestro Achille Curcio; il Direttore del Dipartimento di Italianistica dell’Università di Pe’cs in Ungheria Luigi Tassoni; il membro del Comitato di consulenza giuridica della Giunta Regionale Alfonso Mezzotero e Maria Catricalà dell’Università Roma tre. Tutti hanno espresso la loro soddisfazione per il lavoro svolto finora, poiché in poco tempo si è riusciti ad approfondire diversi ambiti da inserire nella proposta di legge.

COMUNICATO PREVENTIVO ai sensi e per gli effetti della Delibera n. 80/11/CSP dell’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni, pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n. 73 del 30 Marzo 2011 relativamente alle disposizioni di attuazione della disciplina in materia di comunicazione politica e di parita’di accesso ai mezzi di informazione relative alle campagne per le elezioni provinciali e comunali fissate per i giorni 15 e 16 maggio 2011 e per gli eventuali ballottaggi del 29 e 30 maggio la cui redazione è in Loc.tà Serramonda di Marcellinara km.12.300 - 88040 Marcellinara (Cz) Telefono 0961.996802 – Fax 0961.903801

DICHIARA la propria disponibilità a pubblicare sulla predetta testata e/o allegati ad essa messaggi politici elettorali - nei tempi e nei limiti previsti dal sopraindicato provvedimento dell’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni - alle seguenti condizioni:

Tariffe Edizione Regionale M odulo c ad .: 25,00 + IVA 4% (ART.7 LEGGE 90/04) B/N 35,00 + IV A 4% (AR T.7 LEGGE 90/04) COL.

Pagina in ter a ultima c olor e 1500,00 + IVA 4%

(ART.7 LEGGE 90/04)

Pagina in ter a in ter na c olor e 1300,00 + IV A 4% (AR T. 7 LEGGE 90/04)

Finestr ella pr ima pagina c ad .: 200,00 mini + IVA 4% (ART.7 LEGGE 90/04) 300,00 max + IV A 4% (AR T. 7 LEGGE 90/04)

Pagina in ter a in ter na b/n 1000,00 + IV A 4% (AR T. 7 LEGGE 90/04)

Tariffe elettorali sul Web Medium Rectancle 362 x 248 rotazione 25% al giorno nelle pagine web provinciali Sezione Territorio Pagamento : Prenotazione : Presentazione del materiale

Medium Rectancle 362 x 248 rotazione

€ 25,00 an ticipa to; en tr o le or e 12:00 del t : en tr o le or e 15:00 del t

25% al giorno nelle pagine web provinciali Home page

er zo gior no pr ec eden te la da ta di r ichiesta p er l ’uscita ; er zo gior no pr ec eden te la da ta r ichiesta p er l ’uscita .

Tutte le richieste di informazioni potranno altresì essere inviate alla concessionaria di pubblicità: IL SOLE 24 ORE S.p.A. System Comunicazione Pubblicitaria

Coordinamento Area Calabria Mediatag S.p.A. Località Serramonda – 88040 Marcellinara(CZ) - Tel.0961/996802 Fax 0961/903421 – 903784 - Tel.0984/429477 – Tel.e Fax 0984/391711

Presso le redazioni sopra indicate è disponibile, su richiesta, il documento analitico concernente le condizioni di prenotazione degli spazi e le tariffe per l’accesso.

€ 40,00


Domenica 17 Aprile 2011

il Domani

9

IN CALABRIA Sette i candidati alla presidenza per le elezioni provinciali a Reggio

Comunali, più di 100 liste per i quattro capoluoghi CATANZARO - Comuni capoluogo al voto tra un mese. Ieri si è definito il quadro generale delle liste. Sono complessivamente nove i candidati a sindaco a Crotone . Presentate in totale 28 liste. Questi i candidati a sindaco e le liste che li appoggiano: Vincenzo Voce, (Classe differente), Teodolinda Monte detta Linda (Piazza Villaroja), Andrea Arcuri (Stanchi dei soliti), Giuseppina Regalino detta Giusy (I Demokratici - Api - Centro per Crotone Manifesto per Crotone), Dorina Bianchi (La Destra - Democrazia Cristiana - Crotone al Centro - Pdl - Udc - Lista Scopelliti - Popolo della Saggezza), Pasquale Senatore (Parola del vostro sindaco Per la legalità con Senatore - Lista Tesoriere), Silvano Cavarretta (Rinascimento); Francesco Pesce (I Krotonesi) e Peppino Vallone (Pd - Psdi - Idv - Compagnia per Crotone - Autonomia e diritti - Socialisti per Crotone - Sinistra per Crotone - Sinistra ecologia libertà - Siamo Crotone). Sono sette i candidati a sindaco e 33 le liste presentate per le elezioni comunali del 15 e 16 maggio a Cosenza . Alessandra La Valle sarà sostenuta da due liste (Obiettivo Sud e Rifondazione Comunisti Italiani); Sergio Nucci da sei liste (Fli-Futuro e Libertà, Terzo Polo, Cosenza siamo noi,

Sergio Nucci Sindaco, Buongiorno Cosenza e Patto per il Sud); Mario Occhiuto dieci liste (Occhiuto Sindaco, Popolo della libertà, Unione di centro, Alleanza di Centro Pionati Adc, Popolari e Liberali Cosenza, La Destra, Scopelliti Presidente, Cosenza Sostenibile, I Moderati e Nuovo Psi); Enzo Paolini da nove liste (Partecipazione per Rinnovamento, Partito Liberale Italiano, Di Pietro-Italia dei Valori, Uniti per Paolini Sindaco, Cosenza Domani, Giovine Cosenza, Verdi, Sel con Vendola, Autonomia e Diritti); Ivan Pastore dalla lista (Movimento Cinque Stelle-Beppegrillo.it); Salvatore Perugini è appoggiato da quattro liste (Api-Alleanza per l’Italia, Partito Democratico, Partito Socialista Italiano e Partito Repubblicano Italiano) e Salvatore Pichierri da una sola lista (Democrazia Mediterranea). Sono 23 le liste presentate e sette i candidati a sindaco per le elezioni comunali di Catanzaro . Luigi Ciambrone è sostenuto dalle liste Fli-Futuro e libertà per l’Italia e Con Ciambrone per il Futuro. Michele Traversa ha il sostegno di Catanzaro da vivere, PerCatanzaro, Democrazia e centralità, Scopelliti presidente, Fiamma tricolore - Destra sociale, Alleanza di centro - Pionati, Pdl, Lista

Traversa, Noi sud-Partito repubblicano italiano, Udc, Socialisti uniti - Popolari Udeur. Salvatore Scalzo è appoggiato da Svolta democratica - Lista Ciconte, Partito democratico, Idv, La Sinistra per Scalzo, Catanzaro giovane e democratica. Francesco Aroma è candidato del Partito comunista dei lavoratori. Pasquale Pantaleone Fioresta della Lega Calabria Federalista. Antonio Argirò è sostenuto da Autonomia e diritti e Api e Luciano Celia è candidato di Fratelli d’Italia - Io Sud. Infine sono 25 le liste presentate e sei i candidati a sindaco per le elezioni comunali a Reggio . Demetrio Arena è sostenuto da 11 liste: Popolari e Liberali nel Pdl, Pdl, Pace, Udc, Socialisti Uniti Nuovo Psi, Sud, Scopelliti Presidente, Reggio Futura, Fiamma Tricolore, Partito Repubblicano, Alleanza di Centro Pionati. Giuseppe Bova ha il sostegno di cinque liste: Polo di Centro, Reggio Città Metropolitana, Riformisti, A Testa Alta, Democratici in Movimento. Massimo Canale è appoggiato da quattro liste: Pd, Partito della Rifondazione Comunista, Ethos, Energia Pulita per Massimo Canale. Aldo De Caridi da tre liste: Italia dei Valori, Sel e Pdci. Giuseppe Siclari dal Partito Comunista dei Lavoratori e Carlo Sbano da Futuro e libertà.

REGGIO CALABRIA - Sono sette i candidati alla presidenza e 28 le liste presentate per le elezioni provinciali a Reggio Calabria. Giuseppe Raffa è sostenuto da dieci liste: Pdl, Raffa Presidente, Pa.c.e., Udc-Unione di Centro, Scopelliti presidente, Fiamma Tricolore, Socialisti uniti-Nuovo Psi, Sud, Movimento Popolari liberali nel Pdl Calabria e Pri. Giuseppe Morabito ha l’appoggio di Autonomia e diritti: sei liste: Pd, Rifondazione comunista, Psi-Mpa, Pdci, rivendichiamo la volontà Morabito presidente, Patto nella più assoluta per Morabito. Pietro Fuda è sostenuto da sette liste: I Ri- autonomia di condurre formisti, Autonomia e Diritti, Fuda presidente, A testa alta una comune battaglia per la Provincia, Polo di cen- per il territorio tro, Sud per l’Autonomia e Api. Idv e Sel appoggiano, per la presidenza, Giovanni Nucera . Gli altri candidati alla presidenza sono Patrizia Pelle , di Futuro e libertà per l’Italia; Domenico Antonio Greco , della Lega Calabria Federalista, e Demetrio Cutrupi , del Partito comunista dei lavoratori. «In queste elezioni amministrative, come "Autonomia e diritti", abbiamo presentato la lista al Comune di Catanzaro, di Cosenza, di Crotone, e alla Provincia di Reggio. Concorriamo, con serie prospettive di successo, anche con un nostro candidato a sindaco, nella persona di Antonello Graziano, a Rossano Calabro». E’ quanto afferma, in una nota, Pino Gentile, responsabile provinciale della lista Autonomia e Diritti di Reggio.

«Come ha dichiarato più volte Agazio Loiero prosegue Gentile - rivendichiamo la volontà, nella più assoluta autonomia, basta dare uno sguardo al nostro logo per rendersene conto, di condurre una comune battaglia con tutto il composito arco di forze democratiche, territoriali».

Minacce di morte al giornalista Rai Riccardo Giacoia COSENZA - Nuove minacce di morte al giornalista della Rai Riccardo Giacoia. Ieri gli è stata recapitata nella sede della Calabria dell’azienda una busta contenente un proiettile di pistola calibro 9 e un foglio bianco con una croce disegnata a penna. Non è la prima intimidazione che subisce Giacoia, da poco passato al Tg1 dopo 14 anni trascorsi alla redazione calabrese del servizio pubblico. Nel luglio del 2010 aveva ricevuto un’altra lettera con minacce di morte e, in precedenza, una lunga serie di sms sul suo cellulare. Sulla busta, di colore giallo, il nome del destinatario e l’indirizzo scritti in corsivo e un francobollo comune, ma nessun timbro postale. Particolare che fa pensare che la lettera di minacce sia stata consegnata a mano da qualcuno direttamente alla portineria della Rai. «Sono fatti che preoccu-

pano - ha detto Giacoia - ed è inutile negare di aver paura, ma è certo che non saranno le minacce a fermare il lavoro di tanti cronisti che tentano di dire far luce sugli affari sporchi della criminalità organizzata e che, puntualmente subiscono intimidazioni perché evidentemente la verità infastidisce qualcuno. E non solo la ’ndrangheta». Giacoia ha riferito di essere appena rientrato, tra l’altro, dal Festival internazionale del giornalismo di Perugia, dove ha partecipato proprio ad un dibattito sui giornalisti minacciati dalle cosche in Calabria. Sulla vicenda indaga la Squadra mobile di Cosenza, a cui il giornalista si è rivolto per sporgere denuncia. «L’ennesima intimidazione al collega della Tgr Rai Calabria Riccardo Giacoia ripropone, ancora una volta, la difficoltà di fare informazione

corretta, indipendente e completa nella nostra regione». Lo afferma, in una nota, il Cdr di Rai Tgr Calabria composto dai giornalisti Dino Gardi, Carla Monaco e Cesare Passalacqua. «Quella dei giornalisti nel mirino della criminalità - aggiunge - sta diventando una vera e propria emergenza che le istituzioni locali e nazionali non possono più sottovalutare, come da tempo chiedono le organizzazioni di categoria dei giornalisti italiani. Le vili minacce anonime contro Giacoia non fermeranno la sua attività e quella degli altri tanti colleghi che, ogni giorno, raccontano e denunciano le tante illegalità che si verificano in Calabria». «A Riccardo Giacoia - conclude il Cdr - va il pieno, incondizionato sostegno di tutta la Redazione della Rai calabrese e, insieme, il forte sostegno ad andare avanti nella sua attività».


12

il Domani Domenica 17 Aprile 2011

CRONACHE Il presidente della Provincia al convegno su "Le nuove frontiere del Turismo"

«Il nostro territorio possiede un potenziale di primo livello» di Giulio Le Pera COSENZA - «Il territorio della provincia di Cosenza possiede un potenziale turistico di primo livello nel panorama nazionale e non solo, che finora è stato ampiamente sottovalutato e sottovalorizzato». Lo ha detto il presidente della Provincia di Cosenza Mario Oliverio chiudendo gli interventi programmati per il convegno "Le nuove frontiere del Turismo - esperienze, scenari, opportunità e strumenti". Al centro dell’incontro, che ha riunito istituzioni, amministratori, forze economiche e sociali, la presentazione delle linee d’azione principali del Piano strategico di Sviluppo Turistico Provinciale. Il Piano rientra nel quadro delle iniziative programmate del progetto "I Turismi 2009-2011. Il management della filiera", realizzato da Fondirigenti con il patrocinio dell’Unesco, al quale la Provincia ha aderito lo scorso anno e che coinvolge la classe dirigente del settore privato e pubblico impegnata nella filiera turistica di sei realtà del Mezzogiorno d’Italia (oltre alla Provincia di Cosenza, la Costiera Amalfitana e il Cilento, la Basilicata con il Pollino e i Sassi, Lecce ed il Salento, Siracusa e la Val di Noto, l’Algherese e la Gallura-Costa Smeralda). «Da questa giornata, preparata da un in-

tenso lavoro durato mesi - ha aggiunto Oliverio - parte un nuovo percorso, che punta ad un deciso salto di qualità e a una nuova cultura. E’ questo il momento nel quale occorrono scelte serie. Sinergie, coordinamento e specializzazione saranno le direttrici sulle quali innestare nuovi processi favoriti dall’importante strumento costituito dell’Agenzia di Sviluppo». Il convegno, aperto dall’assessore Pietro Lecce, ha visto gli interventi dei

dirigenti provinciali Gilda Di Vincenzo e Giovanni Soda; Pietro Fiorentino, direttore di Fondirigenti; Roberto Mollica e Joseph Ejarque, esperti di politiche turistiche; Federico Lasco, segretario generale della Camera di Commercio di Cosenza; Pasquale Motta Confesercenti Assoturismo; Giuseppe Politano, dei Giovani Imprenditori Cosenza di Confcommercio; Rosario Branda, direttore di Confindustria Cosenza.

«Sinergie, coordinamento e specializzazione saranno le direttrici sulle quali innestare nuovi processi favoriti dall’importante strumento dell’Agenzia di sviluppo»

Entrare nel merito, quali competenze, per quale scuola, per quale università

COSENZA - «Tra i risultati relativi al test d’ingresso all’Università della Calabria per il 2008/2009 le risposte corrette sono state, in media, solo il 45% del totale. Il livello delle competenze possedute dagli studenti è correlato ad una serie di caratteristiche individuali, quali il voto di diploma, il tipo di scuola frequentato e il background familiare e sociale. Gli studenti con voto di diploma più alto hanno svolto test nettamente migliori». Sono alcuni dei dati emersi a conclusione del seminario sul tema: "Entrare nel merito, quali competenze, per quale scuola, per quale università, per quale regione". Nel corso dell’incontro, che si è svolto allo University Club dell’Ateneo d’Arcavacata, sono stati discussi i risulta-

ti relativi ai test di ingresso e alla carriera nel I anno di corso degli studenti che nel 2008 e nel 2009 si sono iscritti all’Università della Calabria (oltre 10.000). All’appuntamento sono intervenuti il rettore dell’Unical, Giovanni Latorre, ed in rappresentanza dell’Ufficio scolastico regionale, Giovanna Bergantin. «Sono risultati più preparati - riferisce una nota - gli studenti provenienti dai licei scientifici e classici, intermedi sono stati i risultati conseguiti dagli studenti degli istituti tecnici, deludenti quelli conseguiti dagli istituti professionali e dagli istituti d’arte. Davvero tante ed utilissime le informazioni venute fuori nel corso del seminario. Grazie, ad esempio, ai risultati dei test d’ingresso è stato

Esperienze, opportunità e strumenti di Roberto Aiello ROSSANO - Le associazioni turistiche Pro Loco Rossano ed Artur ed il Cotaj con i rispettivi presidenti Federico Smurra, Ilario Smurra ed il vice Lugi Marino ed il presidente del consorzio degli albergatori dell’Alto Jonio Nicola Falsetta hanno partecipato al convegno denominato "Le nuove frontiere del Turismo- esperienze, scenari, opportunità e strumenti" organizzato dalla Provincia e svoltosi nell’ex complesso monastico Santa Chiara a Cosenza. Il convegno, aperto dall’assessore al Turismo Pietro Lecce, ha contato gli interventi dei dirigenti provinciali Gilda Di Vincenzo e Giovanni Soda; Pietro Fiorentino, Direttore di Fondirigenti; Roberto Mollica e Joseph Ejarque, esperti di politiche turistiche; Federico Lasco, Segretario generale della Camera di Commercio di Cosenza; Pasquale Motta Confesercenti- Assoturismo; Giuseppe Politano, dei Giovani Imprenditori Cosenza di Confcommercio; Rosario Branda, direttore di Confindustria Cosenza. Al centro dell’incontro che ha riunito istituzioni, amministratori, forze economiche e sociali la presentazione delle linee d’azione principali del Piano Strategico di Sviluppo Turistico Provinciale. Il Piano rientra nel quadro delle iniziative programmate del progetto I Turismi 2009-2011. Il management della filiera", realizzato da Fondirigenti con il patrocinio dell’Unesco.

possibile rendersi conto delle competenze acquisite dagli studenti che hanno appena conseguito il diploma. In quali materie hanno incontrato maggiori difficoltà. Altre variabili considerate sono state: quelle socio-economiche come il reddito familiare, l’occupazione dei genitori ed il loro livello d’istruzione e il tipo di scuola frequentata. Tutto ciò per individuare le linee strategiche di intervento più appropriate per permettere agli studenti calabresi di raggiungere il livello di competenza mostrato dai residenti nelle regioni del Nord Italia». L’appuntamento è stato concluso dell’assessore regionale alla cultura, Mario Caligiuri il quale ha molto apprezzato l’iniziativa .


Domenica 17 Aprile 2011

il Domani 13

CRONACHE Mario Occhiuto ad un convegno sulle donne nella società ed in politica

«La mancanza di servizi è penalizzante per le donne» di Bernardo Mauri COSENZA - «Le donne sono protagoniste della vita, motori della società ed è anacronistico nel 2011 parlare di pari opportunità, perché le opportunità e i diritti per i diversi generi dovrebbero essere parte intrinseca del funzionamento della società». Cosi, Mario Occhiuto, candidato a sindaco di Cosenza, intervenendo ad un convegno sul ruolo delle donne nella società ed in politica. «Parlare di quote rosa - ha detto Occhiuto - sembra fuori luogo, perché la vita politica dovrebbe essere aperta a tutti coloro che hanno capacità di gestione, uomini e donne, senza neanche porsi il problema della rappresentanza. Purtroppo i dati emersi da una recente indagine, ci restituiscono l’immagine di un Paese, l’Italia, che è molto indietro rispetto agli altri Paesi europei per quanto riguarda la presenza delle donne in politica. Un dato su tutti: nei 118 mila amministratori comunali d’Italia, le donne rappresentano il 18,2% del totale, gli uomini l’81,1%». A parere di Occhiuto «ci sono, ed è vero, molti problemi di conciliazione tra ruoli familiari e professionali. Le donne che lavorano si scontrano quotidianamente con la mancanza di servizi legati alla prima infanzia, con la rigidità degli orari di

lavoro, con la distanza degli asili nido dal luogo del lavoro, con la distanza degli asili dal luogo di lavoro. Questa cronica mancanza di servizi pone la maggior parte delle donne di fronte alla scelta se smettere di lavorare o affidarsi all’ausilio di privati per l’assistenza dei propri piccoli. E’ per questo che penso ad un’amministrazione comunale che assuma l’impegno di attuare la diffusione di asili

«Parlare di quote rosa sembra fuori luogo, perché la vita politica dovrebbe essere aperta a tutti coloro che hanno capacità di gestione, uomini e donne»

nido nei luoghi di lavoro, piccole strutture private supportate dall’amministrazione comunale che consentano alle mamme lavoratrici di tenere i figli nelle vicinanze del luogo di lavoro, in modo da potersene prendere cura all’occorrenza, rendendo possibile finanche l’allattamento al seno dopo il terzo mese di vita». «Lo sviluppo di Cosenza ruoterà intorno a tre grandi poli tematici» ha detto Occhiuto, anticipando, alcuni punti del programma elettorale che è alla base della sua candidatura. «Questi tre poli - ha proseguito Occhiuto - ci piace chiamarli porte attrattive. Integrate da un sistema di connessioni realizzato con il verde, i percorsi pedonali e ciclabili, i trasporti pubblici. Lo sviluppo delle tre porte si diramerà su tutta la città, comprese le frazioni, per riqualificarla in modo diffuso. Tutto ciò avrà una ricaduta importante, non solo sulla vivibilità, ma anche sull’economia della città».

«Le donne che lavorano si scontrano quotidianamente con la mancanza di servizi legati alla prima infanzia, con la rigidità degli orari di lavoro, con la distanza degli asili»

Rende, il Pdl interviene sulla questione dei punti prelievo

COSENZA - Il Coordinamento del Pdl di Rende stigmatizza «i roboanti e patetici tentativi di primogenitura dell’AmministrazioneBernaudosulla questione dei punti prelievo, buoni soltanto a lanciare fumo negli occhi dei cittadini per coprire le responsabilità e le contraddizioni del centrosinistra rispetto alle decisioni assunte dalla precedente Giunta regionale in materia di sanità». Secondo il Coordinamento vale la pena di ricordare e sottolineare che la scellerata decisione della chiusura dei punti prelievo è stata a suo tempo decisa proprio dalla Giunta Loiero, della quale Principe era autorevole esponente in qualità di Assessore regionale; decisione assunta con atto ufficiale n. 30 del

Nichi Vendola a sostegno di Enzo Paolini

2009, poi non immediatamente attuata per un mero calcolo elettorale, dal momento che era ormai imminente il voto che per sfortuna ha spazzato via il malgoverno nella nostra regione. A fronte di ciò, oggi si tenta di speculare politicamente su una questione la cui paternità è a tutti nota, cercando di scaricare sul Governatore Scopelliti il peso iniquo di una scelta a danno dei cittadini, soprattutto anziani. Il Coordinamento Pdl rendese non ci sta ad avallare simili mistificazioni e ritiene, peraltro, che la proroga della chiusura dei punti prelievo al primo luglio, concordata fra i Comuni del Distretto con Rende capofila e l’Azienda sanitaria provinciale,

di Pietro Masina COSENZA - Nichi Vendola sarà a Cosenza per sostenere il candidato sindaco Enzo Paolini. Lo ha confermato, è scritto in una nota dell’ufficio stampa di Paolini, «il suo più stretto collaboratore, Gennaro Migliore, durante un incontro con la stampa non nascondendo la sua soddisfazione per la scelta di Paolini come candidato sindaco della coalizione di centrosinistra». Nel merito della questione, il giudizio di Migliore è assolutamente negativo. «E’ la prima volta - ha commentato il responsabile cultura e comunicazione di Sel, secondo quanto riportato nella nota dell’ufficio stampa di Paolini - che mi capita di vedere un’imposizione del genere. A mia memoria non era mai successo che una segreteria nazionale ordinasse dall’alto la candidatura di un sindaco uscente. Perugini avrebbe dovuto fare un passo indietro visto che, attorno al suo nome, non si riusciva a compattare neanche il solo Pd». Sulla vicenda è intervenuto anche Paolini. «Una manovra verticistica - ha detto -. Si scappa a Roma dal politico di riferimento per chiedere di imporre la candidatura. Una pratica, questa, che non ci appartiene». In merito alle voci che vorrebbero i cattolici schierati per il sindaco uscente, Paolini ha risposto: «L’operazione che ha portato alla designazione di Perugini non ha niente a che vedere con una presunta questione cattolica».

rimandi soltanto di qualche mese il problema senza risolvere nulla. Un attacco duro e diretto quello del Coordinamento cittadino, che ritiene invece che i punti prelievo non vadano assolutamente chiusi perché rappresentano un servizio irrinunciabile per quella parte della popolazione più debole e meno garantita - anziani e disabili: «siamo noi a rivolgere un appello corale al Governatore Scopelliti, certi della sua sensibilità verso i problemi della gente, chiedendogli di non chiudere i punti prelievo rendendo giustizia ai cittadini e sanando i guasti a suo tempo prodotti da Loiero e compagni». r. c.


14

il Domani Domenica 17 Aprile 2011

CRONACHE Si sono aggiunti anche Francesco Aroma e Pasquale Pantaleone Fioresta

Sette i candidati a sindaco Ciconte si schiera pro Scalzo CATANZARO - Salgono a sette i candidati a sindaco di Catanzaro: alle cinque candidature a sindaco già annunciate di Michele Traversa, Salvatore Scalzo, Antonio Argirò, Luigi Ciambrone e Luciano Celia si sono aggiunti i candidati a sindaco Francesco Aroma, che capeggia la lista Partito Comunista dei Lavoratori, e Pasquale Pantaleone Fioresta, candidato della Lega Calabria Federalista. Lo riferisce una nota dell’ufficio stampa del Comune. Intanto, Svolta Democratica ha presentato la sua lista per le Comunali. «La Svolta Democratica per la città. spiega una nota - Non è solo uno slogan a caratterizzare la lista candidata al consiglio comunale di Catanzaro a sostegno del candidato a sindaco Salvatore Scalzo. Sono certamente il contenuto ed il progetto politico a delineare l’azione intrapresa dalla squadra messa in campo dal consigliere regionale Vincenzo Ciconte, che nutre l’ambizione di essere rappresentativa negli uomini e nelle idee. È di certo significativo che il simbolo depositato da Ciconte sia stato il quarto in ordine temporale, primo del centrosinistra, a testimonianza dell’organizzazione e della serietà che accompagnano il progetto condiviso da tanti esponenti di spicco della vita sociale, culturale e politica della città». «Si tratta di una lista varia e rappresentativa di tutti i territori del ca-

«Catanzaro merita la tutela della propria dignità e la valorizzazione delle tante risorse in possesso della città e Svolta Democratica si propone come una valida via da perseguire per tali obiettivi»

poluogo - ha dichiarato Ciconte al momento della consegna ufficiale da lui stesso effettuata - poiché nutre l’aspirazione di raccogliere le esigenze dell’intera cittadinanza. Svolta Democratica non includesoltantocinqueconsigliericomunali uscenti, ma anche giovani professionisti del capoluogo ed è soprattutto in grado di sintetizzare la presenza autorevole delle donne e le speranze di tante nuove leve della politica che hanno il desiderio di contribuire alla svolta politica della città. La nostra lista - prosegue il consigliere regionale Ciconte - è sinonimo di qualità, rinnovamento, trasparen-

«Svolta Democratica non include soltanto cinque consiglieri comunali uscenti, ma anche giovani professionisti del capoluogo e nuove leve della politica»

za e lealtà, caratteristiche che i cittadini catanzaresi dovranno vagliare con grande oculatezza, poiché tutti ormai auspicano una svolta politica, socio-economica e culturale del nostro capoluogo di regione. Catanzaro merita la tutela della propria dignità e la valorizzazione delle tante risorse in possesso della città e Svolta Democratica si propone come una valida via da perseguire per il raggiungimento di tali obiettivi. I candidati provengono da tutti i quartieri della città, proprio perché abbiamo curato la preparazione della lista senza sottovalutare alcun territorio, poichè puntiamo sulla rivalutazione sociale delle periferie e dei numerosi catanzaresi che desiderano il rispetto dei principi sani della società civile; legalità, lavoro e valorizzazione delle numerose qualità dei giovani e delle donne sono alla base del nostro progetto e su tutto ciò puntiamo. Sono certoche i cittadini premieranno i nostri sforzi e daranno credito al nostro comune progetto di crescita del capoluogo. Attendo con grande fiducia ed entusiasmo le prossime amministrative».

Socialisti e Udeur insieme: massimo impegno di Sergio Lamberti CATANZARO - «Con grande soddisfazione e massimo impegno, posso affermare che nelle prossime elezioni amministrative di Catanzaro la lista "Socialisti-Popolari Udeur" ha messo in campo ottimi elementi provenienti dal mondo del lavoro, della cultura e dell’imprenditoria; ma soprattutto ha dato ampio spazio a giovani e donne formando affermando così di essere l’unica realtà ad aver puntato sul rinnovamento della classe politica». Lo spiega Corrado Di Donna, candidato e coordinatore Socialisti Uniti - Psi Catanzaro. «E’ importantissimo, come da me sempre precedentemente riferito - spiega - avere rotto alcuni schemi politici e soprattutto aver dato un segnale di discontinuità con il passato non avendo candidato alcun amministratore locale di questo o altra giunta. L’impegno come candidato, ma anche come coordinatore cittadino di Catanzaro dei "Socialisti Uniti - Psi" sarà vista anche la mia prima esperienza elettorale, quello di portare "la forza del Rinnovamento" nel Consiglio comunale di Catanzaro e di poter rinsaldare il legame che lega l’eletto all’elettore oggi troppo sfilacciato da una politica autoreferenziale e poco attenta alle problematiche dei cittadini in particolar modo delle fasce più deboli (donne, anziani, disabili) della società. Le mie battaglie fatte in passato e quelle farò nel futuro sono il miglior bigliettino da visita per chi intende esprimente un voto libero, coerente ma soprattutto di rottura con tutto il "vecchiume nuovo e passato" che intende riproporsi alle prossime comunali e che non ostenta alcuna vergogna o peggio promessa, per poter subdolamente arrivare ad occupare per 5 anni una poltrona di Palazzo».


Domenica 17 Aprile 2011

il Domani 15

CRONACHE Presentate a Palazzo De Nobili le liste "Traversa Sindaco" e "Pdl per Traversa"

Liste pro Traversa: in campo la società civile catanzarese CATANZARO - Sono state presentate ieri mattina a Palazzo De Nobili le liste "Traversa Sindaco" e "Pdl per Michele Traversa" per il rinnovo del consiglio comunale di Catanzaro. «Sono due liste molto competitive - ha detto il candidato a sindaco Michele Traversa - nelle quali sono scesi in campo cittadini che provengono dalla società civile, imprenditori, professionisti, casalinghe, studenti, giovani, ma anche candidati con importanti esperienze politiche: nel Pdl sono candidati quattro consiglieri comunali uscenti e due consiglieri provinciali in carica, mentre nella lista "Traversa Sindaco" sono candidati sei consiglieri comunali uscenti. Sono certo che le due liste raccoglieranno molti consensi da parte dei cittadini di Catanzaro». Per il presidente della Provincia di Catanzaro Wanda Ferro, che ieri mattina ha accompagnato Michele Traversa a Palazzo De Nobili, «nelle liste è rappresentato ogni settore di una società civile che ha deciso di mettere in campo il proprio impegno a favore della città. Tra i candidati tanti giovani e tante ragazze che hanno voluto mettere la propria faccia e scegliere da che parte stare, per realizzare quel programma di governo della città che è stato depositato, ma che rimane aperto al contributo di tutti i cittadini».

«Tra i candidati tanti giovani e tante ragazze che hanno voluto mettere la propria faccia e scegliere da che parte stare, per realizzare il programma di governo»

Sicurezza, il Coisp condivide il piano per il capoluogo di Maurizio De Bonis

Ciambrone: sanità una voragine con tanti sprechi

miglior modo possibile con Catanzaro». Lo sostiene, in una nota, Luigi Ciambrone, candidato a sindaco di Catanzaro di Futuro e libertà. «La sanità a Catanzaro - aggiunge - tra le poche eccellenze, soffre di carenza di assistenza domiciliare e di attività amCATANZARO - «A Catanzaro, come bulatoriali e specialistiche sul territoin Calabria, la sanità è una voragine, rio; mancanza di una politica di intesia per gli sprechi che per le inefficiengrazione ospedale-territorio per la ze. Questa è un’altra sfida che può esgestione del paziente e la continuità sere vinta solo potenziando le eccelassistenziale; un sentimento diffuso lenze, così da far rallentare i flussi minella popolazione di scarsa affidabigratori verso ospedali più qualificati e lità della sanità locale e scarso coincollegare tali centri di eccellenza nel volgimento dei medici di famiglia».

CATANZARO - «Non possiamo non esternare il nostro compiacimento per le parole del candidato a sindaco Michele Traversa riguardo le linee programmatiche sulla sicurezza cittadina che rientrano tra le priorità della sua agenda di governo. Vorremmo che i desideri di Traversa e della maggior parte della cittadinanza si tramutino in azioni concrete e che, anche nel day-after elettorale, si volga lo sguardo e si recepiscano le istanze degli attori della sicurezza, quelli su cui grava l’onere della lotta quotidiana alla micro e macro criminalità». Così Piero Affatigato, Dirigente Nazionale del Coisp - il Sindacato Indipendente di Polizia - e componente della Segreteria di Catanzaro commenta le linee programmatiche del candidato a sindaco Michele Traversa esternate sulla stampa locale. «Piace scorgere in Traversa - dice Piero Affatigato - un’attenzione particolare non solo alla municipalità, ai settori interni dell’azione amministrativa ma anche ai centri nevralgici del sistema sicurezza che rimangono le Questure e i Comandi delle altre Forze di Polizia. Se è vero che la municipalità ha bisogno di forze territoriali da cui richiedere specificità di azione, ci sembra assurdo che nei programmi elettorali di aspiranti amministratori le Forze tradizionali quasi spariscono, oscurate dal nuovo che avanza, un nuovo che impone la riduzione del sistema sicurezza nei confini del feudo, nei margini del quartiere». Traversa era intervenuto venerdì scorso ponendo il tema della sicurezza come priorità amministrativa.


il Domani

|

AsteInfoappalti

16

Domenica 17 Aprile 2011

TRIBUNALE DI CROTONE Esecuzioni Imm. n. 13/93 + 69/94 + 81/96 R.G.E. G.E.: Dr. Francesco Murgo Lotto Uno: Fabbricato in Belvedere di Spinello piano terra, in via Milano n.2, adibito a stabilimento industriale. Prezzo base: 21.300,00 Rilancio: 1.000,00 Lotto Due: Fabbricato in Belvedere di Spinello, in Vico II Garibaldi n.65, composto da appartamenti a due livelli. Prezzo base: 19.320,00 Rilancio: 1.000,00 Lotto Tre: Terreno in Comune di Belvedere di Spinello, località Serre di Spinello; vi insiste un rudere. Prezzo base: 1.365,00 Rilancio: 50,00 Lotto Unico: Terreno in Comune di Belvedere di Spinello, località Montagna. Prezzo base: 870,00 Rilancio: 50,00 Vendita con incanto: 29/06/2011 Le vendite saranno effettuate presso il Tribunale di Crotone Presentare le offerte entro h.12.00 del giorno precedente la vendita Per maggiori informazioni rivolgersi al Custode Giudiziario Avv. Serafina Astorino, consultare i siti internet www.tribunaledicrotone.net e www.asteimmobili.it. °°°°°°°°°° Esecuzioni Imm. n. 141/94 + 144/94 R.G.E. G.E.: Dott. Francesco Murgo Lotto Unico: Terreno ubicato in agro del comune di Crotone Contrata Brasimato di circa mq 13.540 Prezzo base: euro 17.200,00 Rilancio: euro 200,00 Vendita con incanto: 29/06/2011 Le vendite saranno effettuate presso il Tribunale di Crotone Presentare le offerte entro h.12.00 del giorno precedente la vendita Per maggiori informazioni rivolgersi alla cancelleria del Tribunale di Crotone, consultare i siti internet www.tribunaledicrotone.net e www.asteimmobili.it. o presso il custode giudiziario Avv. Serafina Astorino - tel 0962/44078 °°°°°°°°°° Esecuzioni Imm. n. 94/2007 R.G.E. G.E.: Dr. Francesco Murgo Lotto Unico: La piena ed intera proprietà di terreno agricolo sito in Crotone Contrada Iannello. Prezzo base: 19.500,00 Rilancio: 1.000,00 Vendita con incanto: 29/06/2011 Le vendite saranno effettuate presso il Tribunale di Crotone Presentare le offerte entro h.12.00 del giorno precedente la vendita Per maggiori informazioni rivolgersi al Custode Giudiziario Avv. Andrea Aloisio, consultare i siti internet www.tribunaledicrotone.net e www.asteimmobili.it. °°°°°°°°°° Esecuzioni Imm. n. 135/99 R.G.E. G.E.: Dr. Francesco Murgo Lotto Uno: Piena ed intera proprietà di terrneo sito in Cutro località Mandria Coniglietto. Prezzo base: 27.844,00 Rilancio: 1.000,00 Lotto Due: Piena ed intera proprietà di terreno sito in Cutro località Mandria Coniglietto. Prezzo base: 31.007,00 Rilancio: 1.000,00 Vendita con incanto: 29/06/2011 Le vendite saranno effettuate presso il Tribunale di Crotone Presentare le offerte entro h.12.00 del giorno precedente la vendita Per maggiori informazioni rivolgersi al Custode Giudiziario Avv. Antonio Prestinice, consultare i siti internet www.tribunaledicrotone.net e www.asteimmobili.it.

TRIBUNALE DI LAMEZIA TERME UFFICIO ESECUZIONI IMMOBILIARI R.E n. 43/2010 IL GIUDICE DELL'ESECUZIONI letti gli atti del procedimento e sciolta la riserva assunta all'udienza del 25 febbraio 2011; preso atto dell'istanza di vendita formulata dal creditore procedente; rilevato che custode dei beni pignorati è il debitore; considerato che la natura e la destinazione d'uso del compendio pignorato, unitamente alla carenza di elementi probatori da cui poter evincere il concreto pericolo di un relativo deterioramento nelle more della definizione della procedura di vendita, inducono a ritenere che la sostituzione del debitore con un terzo nell'attività di custodia

giudiziaria non abbia, allo stato, utilità, ex art. 559, comma 4, c.p.c., come novellato dalle leggi 80/2005, 263/2005 e 51/2006, fermo restando l'obbligo di rendere il conto di gestione, ex artt. 560 e 593 c.p.c.; ritenuto di poter condividere e prendere a fondamento del prosieguo della procedura le conclusioni della relazioni dell'esperto, in ordine sia all'individuazione del compendio immobiliare che alla stima del relativo valore di mercato; ravvisate, pertanto, le condizioni per procedere, ai sensi degli artt. 569, 571 e 576 c.p.c., come novellati dalle leggi 80/2005, 263/2005 e 51/2006, al prezzo base di euro 166.500,00 (al netto delle spese occorrenti per la sanatoria edilizie e per rendere l'immobile funzionalmente indipendente), alla vendita coattiva del seguente bene: lotto uno - "appartamento per civile abitazione sito in Lamezia Terme, rione Grandinetti articolato su due livelli, per una superficie commerciale di mq. 187, riportato nel NCEU di detto comune al Foglio 13, P.lla 505, sub 2, cat. A/4, classe 2, vani 6,5"; rilevato che occorre fissare i termini per la presentazione delle offerte di acquisto senza incanto, la successiva udienza per l'esame delle stesse e, per il caso in cui non abbia per qualsiasi motivo luogo la vendita senza incanto, fin d'ora la data per gli incanti; EVIDENZIATO, QUANTO ALL'EVENTUALE, SUCCESSIVA VENDITA AGLI INCANTI, CHE: - Essa deve aver luogo al prezzo sopra indicato di euro 166.500,00; - Le offerte in aumento, a pena di inammissibilità, non devono essere inferiori a euro 7.500,00; - Ognugno, ai sensi dell'art.579, comma 1, c.p.c. ( il procuratore legale dovrà, in ogni caso, essere munito di mandato speciale risultante da atto pubblico o scrittura privata autentica, non essendo sufficiente l'ordinario mandato alle liti; nell'ipotesi di cui al citato art 579. Comma 3, il mandato speciale risultante da atto pubblico o scrittura privata autentica dovrà essere depositao contestualmente alla dichiarazione del nominativo della persona, da effettuarsi nel termine di cui all'art. 583, comma 1 c.p.c.) FISSA, IN RELAZIONE ALLA VENDITA CON INCANTO - Per la presentazione presso la Cancelleria delle Esecuzioni Immobiliari delle offerte di acquisto, ex art. 571 c.p.c., del compendio immobiliare sopra indicato e meglio descritto nella relazione dell'esperto in atti, alla quale si fa espresso richiamo, quale parte integrante e sostanziale della presente ordinanza, termine fino alle 13.00 del giorno 7 giugno 2011, con le modalità e per il prezzo base di cui sopra; - Per l'esame delle offerte di acquisto, ai sensi dell'art.572 c.p.c., ovvero per la gara sulle medesime, se presentate in misura superiore ad una, ai sensi dell'art.573 c.p.c., l'udienza del giorno 8 giugno 2011; AVVERTE Fin d'ora le parti che, ove l'udienza fissata per la celebrazione dell'incanto, questo non abbia luogo per qualunque motivo, si riserva di applicare immediatamente - e cioè a quella stessa udienza - l'articolo 591 cod. proc . civ ., senza alcun rinvio intermedio o ulteriore, in quello stesso contesto sentendo le parti e provvedendo sulla disposizione dell'amministrazione giudiziaria o sulla fissazione di una nuova vendita; DA' ATTO Di non disporre, allo stato, la sostituzione del custode per le motivazioni innanzi espresse; FISSA Ai sensi dell'art. 499, comma 5, c.p.c., l'udienza di comparizione del debitore e del creditore privo di titolo esecutivo, al fine del riconoscimento del credito azionato, per il 8 giugno 2011, disponendo la notifica del ricorso per intervento, dell'estratto autentico notarile e della presente ordinanza a cura dell'Edif S.p.A. Lamezia Terme, li 25 febbraio 2011 Il Giudice dell'esecuzione °°°°°°°°°° UFFICIO ESECUZIONI IMMOBILIARI R.E n. 42/2010 IL GIUDICE DELL'ESECUZIONI letti gli atti del procedimento e sciolta la riserva assunta all'udienza del 25 febbraio 2011; preso atto dell'istanza di vendita formulata dal creditore procedente; rilevato che custode dei beni pignorati è il debitore; considerato che la natura e la destinazione d'uso del compendio pignorato, unitamente alla carenza di elementi probatori da cui poter evincere il concreto pericolo di un relativo deterioramento nelle more della definizione della procedura di vendita, inducono a ritenere che la sostituzione del debitore con un terzo nell'attività di custodia giudiziaria non abbia, allo stato, utilità, ex art. 559, comma 4, c.p.c., come novellato dalle leggi 80/2005, 263/2005 e 51/2006, fermo restando l'obbligo di rendere il conto di gestione, ex artt. 560 e 593 c.p.c.; ritenuto di poter condividere e prendere a fondamento del prosieguo della procedura le conclusioni della relazioni dell'esperto, in ordine sia all'individuazione del compendio immobiliare che alla stima

www.astepress.it | www.aste.eugenius.it | www.astecalabria.it www.asteinfoappalti.it | www.asteannunci.info

del relativo valore di mercato; ravvisate, pertanto, le condizioni per procedere, ai sensi degli artt. 569, 571 e 576 c.p.c., come novellati dalle leggi 80/2005, 263/2005 e 51/2006, al prezzo base di euro 136.000,00 per il lotto n. 1 e di euro 107.200,00 per il lotto n. 2, alla vendita coattiva del seguente bene: lotto uno - "appartamento sito al piano primo di un fabbricato a cinque piani fuori terra oltre porzione di un sottotetto non abitabile facente parte di un complesso di beni immobiliari sito nel comune di Lamezia Terme, frazione Fronti, rione Grandinetti, accessibile dalla strada provinciale percorrendo una strada privata di accesso, comprendente particelle di terreno di varia ampiezza su cui sono stai realizzati strade accesso, cortili e piazzali; su tali ultimi, insistono locali ad un piano fuori terra, tettoie e box auto, che costituiscono di fatto, in parte, pertinenze del fabbricato principale dotato di vano ascensore esterno. L'appartamento confina ad est con appartamento a livello, in testa ad altra dita e vano scala; a sud con affaccio su spazio indiviso destinato a viabilità comune di cui si ha accesso al fabbricato principale. L'appartamento è costituito funzionalmente da cucina-pranzo-soggiorno, ripostiglio, due bagni e due camere da letto, due balconi rispettivamente sul lato nord con accesso K/PS e l'altro con accesso da camera da letto. L'appartamento è in buono stato di conservazione, pavimenti, servizi igienici, infissi interni ed esterni ed intonacato sono di buona qualità; con impianti sia elettrico che idrico funzionanti e munito inoltre di impianto di riscaldamento autonomo. Il lotto comprende appartamento censito catastalmente nel N.C.E.U. del comune di Lamezia Terme al Foglio 11 Part.lle 352 Sub 4 e una quota di comproprietà pari alla meta di 1/5 dei terreni censiti nel N.C.T di Lamezia Terme al Foglio 11 Part.lle 351, consistenza; 92 centiare; Part.lle 958, consistenza 12 are 5 centiare; Part.lle 960,consistenza: 1 are 95 centiare; Part.lle 966; consistenza 5 centiare; Part.lle 967, consistenza: 1 are 60 centiare; Part.lle 969, consistenza: 85 centiare: Part.lle 976, consistenza 5 centiarie; Part.lle 980, consistenza:25 centiare; Part.lle 981, consistenza: 1 are 10 centiare oltre che una quota di comproprietà pari alla metà di 2/20 dei terreni censiti nel N.C.T. Lamezia Terme al Foglio 11 al Foglio 11 - Part.lle 962, consistenza: 3 are 80 centiare; Part.lle 965, consistenza: 70 centiare; Part.lla 968, Consistenza: 1 are 20 centiare; Part.lle 970, consistenza: 17 centiare; Part.lle 974, consistenza:5 are 85 centiare; Part.lle 975, consistenza: 2 are 88 centiare; Part.lle 977, consistenza: 2 are 38 centiare; Part.lle 982, consistenza: 1 are 15 centiare. Sulla particella 958, prospiciente il fabbricato contenente i due appartamenti oggetto di pignoramento, insistono corpi di fabbrica ad un piano fuori terra, rispettivamente dalle dimensioni in pianta di 7,00 m x 7,50 m e 10,40 m x 7,00 m . La superficie commerciale dell'appartemento è pari al 124,93 mq. Nella valutazione si è tenuto conto delle spese di sanatoria dell'ampia disponibilità di aree pertinenziali e cortilizie, della presenza dell'ascensore e manufatti a servizio dell'abitazione. Concessione Edilizia in Sanatoria n° 29 del 17/01/2006n rilasciata dal Comune di Lamezia Terme. In merito all'esistenza della dichiarazione di agibilità l'esperto da ricerche effettuate presso l'archivio dell'Ufficio Tecnico del Comune di Lamezia Terme non ha rinvenuto alcuna licenza di abitabilità o agibilità"; lotto due - "appartamento sito al piano primo di un fabbricato a cinque piani fuori terra oltre porzione di un sottotetto non abitabile facente parte di un complesso di beni immobiliari sito nel comune di Lamezia Terme, frazione Fronti, rione Grandinetti, accessibile dalla strada provinciale percorrendo una strada privata di accesso, comprendente particelle di terreno di varia ampiezza su cui sono stai realizzati strade accesso, cortili e piazzali; su tali ultimi, insistono locali ad un piano fuori terra, tettoie e box auto, che costituiscono di fatto, in parte, pertinenze del fabbricato principale dotato di vano ascensore esterno. L'appartamento confina ad ovest con appartamento a livello, in testa ad altra dita e vano scala; a sud con affaccio su spazio indiviso destinato a viabilità comune di cui si ha accesso al fabbricato; a nord ed a est con affaccio su corte esclusiva al fabbricato. L'appartamento è costituito funzionalmente da cucina-pranzo-soggiorno, ripostiglio, due bagni, un disimpegno, due camere da letto e due balconi rispettivamente sul lato nord con accesso K/PS e l'altro con accesso da camera da letto. L'appartamento non è completato nelle finiture, mancano pavimenti, rivestimenti, sanitari ed apparecchi utilizzatori,la tinteggiatura. » dotato di infissi interni ed esterni, con impianti sia elettrico che idrico. Il lotto comprende appartamento

AsteInfoappalti è un Progetto a cura della Mediatag Spa coordinamento area Calabria

censito catastalmente nel N.C.E.U. del comune di Lamezia Terme (CZ) al Foglio 11 Part.lle 352 Sub 4 e una quota di comproprietà pari alla meta di 1/5 dei terreni censiti nel N.C.T di Lamezia Terme al Foglio 11 Part.lle 351, consistenza; 92 centiare; Part.lle 958, consistenza 12 are 5 centiare; Part.lle 960,consistenza:1 are 95 centiare; Part.lle 966; consistenza 5 centiare; Part.lle 967, consistenza: 1 are 60 centiare; Part.lle 969, consistenza: 85 centiare: Part.lle 976, consistenza 5 centiarie; Part.lle 980, consistenza: 25 centiare; Part.lle 981, consistenza: 1 are 10 centiare oltre che una quota di comproprietà pari alla metà di 2/20 dei terreni censiti nel N.C.T. Lamezia Terme al Foglio 11 - al Foglio 11 - Part.lle 962, consistenza: 3 are 80 centiare; Part.lle 965, consistenza: 70 centiare; Part.lla 968, Consistenza: 1 are 20 centiare; Part.lle 970, consistenza: 17 centiare; Part.lle 974, consistenza:5 are 85 centiare; Part.lle 975, consistenza: 2 are 88 centiare; Part.lle 977, consistenza: 2 are 38 centiare; Part.lle 982, consistenza: 1 are 15 centiare. Sulla particella 958, prospiciente il fabbricato contenente i due appartamenti oggetto di pignoramento, insistono corpi di fabbrica ad un piano fuori terra, rispettivamente dalle dimensioni in pianta di 7,00 m x 7,50 m e 10,40 m x 7,00 m . La superficie commerciale dell'appartemento è pari al 124,93 mq. Nella valutazione si è tenuto conto delle spese di sanatoria dell'ampia disponibilità di aree pertinenziali e cortilizie, della presenza dell'ascensore e manufatti a servizio dell'abitazione. Concessione Edilizia in Sanatoria n° 29 del 17/01/2006n rilasciata dal Comune di Lamezia Terme. In merito all'esistenza della dichiarazione di agibilità l'esperto da ricerche effettuate presso l'archivio dell'Ufficio Tecnico del Comune di Lamezia Terme non ha rinvenuto alcuna licenza di abitabilità o agibilità"; rilevato che occorre fissare i termini per la presentazione delle offerte di acquisto senza incanto, la successiva udienza per l'esame delle stesse e, per il caso in cui non abbia per qualsiasi motivo luogo la vendita senza incanto, fin d'ora la data per gli incanti; EVIDENZIATO, QUANTO ALL'EVENTUALE, SUCCESSIVA VENDITA AGLI INCANTI, CHE: - Essa deve aver luogo al prezzo sopra indicato di euro 136.000,00 per il lotto n. 1 e di euro 107.200,00 per il lotto n. 2; - Le offerte in aumento, a pena di inammissibilità, non devono essere inferiori a euro 6.500,00 per il lotto n. 1 e ad euro 5.000,00 per il lotto n. 2; - Ognugno, ai sensi dell'art.579, comma 1, c.p.c. ( il procuratore legale dovrà, in ogni caso, essere munito di mandato speciale risultante da atto pubblico o scrittura privata autentica, non essendo sufficiente l'ordinario mandato alle liti; nell'ipotesi di cui al citato art 579. Comma 3, il mandato speciale risultante da atto pubblico o scrittura privata autentica dovrà essere depositato contestualmente alla dichiarazione del nominativo della persona, da effettuarsi nel termine di cui all'art. 583, comma 1 c.p.c.) FISSA, IN RELAZIONE ALLA VENDITA CON INCANTO - Per la presentazione presso la Cancelleria delle Esecuzioni Immobiliari delle offerte di acquisto, ex art. 571 c.p.c., del compendio immobiliare sopra indicato e meglio descritto nella relazione dell'esperto in atti, alla quale si fa espresso richiamo, quale parte integrante e sostanziale della presente ordinanza, termine fino alle 13.00 del giorno 7 giugno 2011,con le modalità e per il prezzo base di cui sopra; - Per l'esame delle offerte di acquisto, ai sensi dell'art.572 c.p.c., ovvero per la gara sulle medesime, se presentate in misura superiore ad una, ai sensi dell'art.573 c.p.c., l'udienza del giorno 8 giugno 2011. AVVERTE Fin d'ora le parti che, ove l'udienza fissata per la celebrazione dell'incanto, questo non abbia luogo per qualunque motivo, si riserva di applicare immediatamente - e cioè a quella stessa udienza - l'articolo 591 cod. proc . civ ., senza alcun rinvio intermedio o ulteriore, in quello stesso contesto sentendo le parti e provvedendo sulla disposizione dell'amministrazione giudiziaria o sulla fissazione di una nuova vendita; DA' ATTO Di non disporre, allo stato, la sostituzione del custode per le motivazioni innanzi espresse; FISSA Ai sensi dell'art. 499, comma 5, c.p.c., l'udienza di comparizione del debitore e del creditore privo di titolo esecutivo, al fine del riconoscimento del credito azionato, per il 8 giugno 2011, disponendo la notifica del ricorso per intervento, dell'estratto autentico notarile e della presente ordinanza a cura dell'Edif S.p.A. Lamezia Terme, li 25 febbraio 2011 Il Giudice dell'esecuzione °°°°°°°°°° UFFICIO ESECUZIONI IMMOBILIARI AVVISO DI VENDITA DI BENI IMMOBILI EX ART. 569 COMMA 3 C.P.C.

Info 0961 996802


il Domani

|

AsteInfoappalti

17

Domenica 17 Aprile 2011 NELLA PROCEDURA ESECUTIVA IMMOBILIARE N. 36/05 R. E. SI RENDE NOTO Che il giudice dell'esecuzione nella procedura n. 36/05 R.E., con ordinanza del 09/03/2011 ha disposto la vendita senza incanto, in unico lotto del seguente bene immobile nello stato di fatto e di diritto in cui si trova: LOTTO 4 - "area urbana sita in Lamezia Terme, alla via Miceli, su cui insiste un distributore di carburante, riportata nel NCEU di detto Comune al foglio 24, p.lla 1144, sub 16 e 17"; Prezzo base d'asta euro 40.816,41 Gli interessati a presentare offerta di acquisto possono esaminare il bene in vendita chiedendo di accedere all'immobile, previa preventiva comunicazione scritta al debitore-custode, nei giorni e nelle ore indicati dal combinato disposto ex arti. 519 e 147 cpc., FISSA La vendita senza incanto per il 15/06/2011 ore 9:30 e segg. presso il Tribunale Ordinario di Lamezia Terme e, per il caso che la predetta vendita non abbia eventualmente esito, in via sussidiaria, la vendita con l'incanto per il 06/07/2011 ore 9,30 e segg. al prezzo base d'asta così come sarà determinato, ai sensi dell'art. 568 c.p.c., in data 15/06/2011 all'esito della vendita senza incanto. Le offerte in aumento a pena di inammissibilità non devono essere inferiori al 5% del prezzo base d'asta; Ogni concorrente per essere ammesso all'incanto deve presentare istanza di partecipazione, in regola con il bollo, recante, a pena di inefficacia, l'indicazione del numero di r.g.e. della procedura, il bene o il lotto cui l'istanza stessa si riferisce, le proprie generalità (nome, cognome, luogo e data di nascita, codice fiscale, residenza, stato civile e, se coniugato, regime patrimoniale fra i coniugi). All'istanza di partecipazione deve essere allegata copia di valido documento di identità del concorrente e, se necessario, valida documentazione comprovante i poteri o la legittimazione dello stesso (ad. es. procura speciale o certificato camerale); In caso di dichiarazione di partecipazione presentata da più soggetti, deve essere indicato colui che abbia l'esclusiva facoltà di formulare eventuali offerte in aumento. Con l'istanza di partecipazione da presentarsi in busta chiusa senza segni di riconoscimento deve essere depositato l'assegno circolare non trasferibile, intestato a "poste italiane S.p.a "tramite cui effettuare il versamento della cauzione in ragione di un decimo del prezzo base d'asta. In ogni caso le spese di trasferimento cadono a carico dell'aggiudicatario, cui restano riservate le attività ed i costi per la cancellazione delle formalità. L'offerta di acquisto è irrevocabile, salvo che: il giudice ordini l'incanto, siano decorsi 120 gg. dalla sua presentazione e la stessa non sia stata accolta. Il termine ultimo per depositare istanza di partecipazione nella cancelleria delle esecuzioni del Tribunale di Lamezia Terme è entro e non oltre le ore 13:00 del giorno 14/06/2011 per la vendita senza incanto; e termine fino alle ore 13:00 del 05/07/2011 per la vendita con incanto; Gli immobili vengono posti in vendita nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano, COSÃ come identificati, descritti e valutati dall'esperto nella relazione. L'aggiudicatario dovrà versare: a) la differenza del prezzo di aggiudicazione detratta la cauzione entro un termine massimo di 60 giorni dalla data di aggiudicazione mediante assegno circolare non trasferibile intestato a "Poste Italiane S.p.A.". b) depositare idonea ed aggiornata certificazione ipo-catastale concernente l'immobile posto in vendita ed attestante le risultanze delle visure catastali e dei registri immobiliari, nonché del pagamento delle spese di trasferimento da parte dell' aggiudicatario, per come liquidate dalla cancelleria. L'aggiudicatario dovrà provvedere a proprie spese alla voltura catastale dell'immobile trasferitogli, alla sanatoria e/o condono di eventuali irregolarità urbanistiche entro 120 giorni dalla notifica del decreto di trasferimento. Il creditore procedente provvederà a inserire l'avviso di vendita sul sito internet www.aste.eugenius.it, per una sola volta su un quotidiano di informazione a diffusione locale a scelta per una sola volta sulla rivista "Aste info appalti". Ulteriori informazioni potranno essere chieste in cancelleria. Lamezia Terme, lì 11/04/2011 °°°°°°°°°° AVVISO DI VENDITA DI BENI IMMOBILI In danno di proc. nr.11/2010 R.G.E., SI RENDE NOTO che il giorno 15.06.2011 alle ore 9:30 e segg. nella sala delle pubbliche udienze di questo Tribunale, avanti al G.E., si procederà alla vendita senza incanto del seguente bene immobile, alle seguenti condizioni:

prezzo base lotto n. 1: euro 67.664,34 Lotto unico: fabbricato sito nel Comune di Cortale alla via Messina n. 15 costituito, a piano terra dalla zona giorno, al primo piano dalla zona notte e da un sottotetto non abitabile per una superficie lorda coperta di mq 180 oltre a mq 17,20 di balcone-terrazzo. Il compendio, riportato nel NCEU al foglio 19, p.lla 77 cat A/4, classe 2 vani 5,5 presenta lievi difformità edilizie sanabili entro 120 giorni dalla notifica del decreto di trasferimento. È fissato, per la presentazione presso la Cancelleria delle Esecuzioni Immobiliari delle offerte di acquisto, ex art. 571 c.p.c., del compendio immobiliare sopra indicato e meglio descritto nella relazione dell'esperto in atti, alla quale si fa espresso richiamo, quale parte integrante e sostanziale della presente ordinanza, termine fino alle ore 13.00 del 14.06.2011, con le modalità e per il prezzo base di cui sopra; ciascun offerente, ai sensi dell'art. 571, comma 1, c.p.c., tranne il debitore, è ammesso a formulare offerte per l'acquisto personalmente o a mezzo di procuratore legale, anche a norma dell'art. 579, comma 3, c.p.c. (il procuratore legale dovrà, in ogni caso, essere munito di mandato speciale risultante da atto pubblico o scrittura privata autenticata, non essendo sufficiente l'ordinario mandato alle liti; nell'ipotesi di cui al citato art. 579, comma 3, il mandato speciale risultante da atto pubblico o scrittura privata autenticata dovrà essere depositato contestualmente alla dichiarazione del nominativo della persona, da effettuarsi nel termine di cui all'art. 583, comma 1, c.p.c.), presentando presso la Cancelleria delle Esecuzioni Immobiliari, dichiarazione, in regola con il bollo, contenente, a pena di inefficacia, l'indicazione del numero di r.g.e. della procedura, del bene (e del lotto) cui l'offerta si riferisce, del prezzo, del tempo, del modo del pagamento e di ogni altro elemento utile alla valutazione dell'offerta; detta dichiarazione deve, altresì, recare le generalità dell'offerente (nome, cognome, luogo e data di nascita, codice fiscale, residenza/domicilio, stato civile e, se coniugato, regime patrimoniale fra i coniugi; in caso di comunione legale dei beni, occorrerà indicare anche le generalità del coniuge non offerente, al fine di poter trasferire ad entrambi, pro quota, il bene, in caso di aggiudicazione; nell'ipotesi di acquisto a titolo personale da parte di un coniuge in regime di comunione dei beni, occorre produrre, oltre alla dichiarazione di quest'ultimo, ex art. 179, comma 1, lett. f, cod. civ., quella del coniuge non acquirente di cui al secondo comma della medesima disposizione normativa), l'espressa dichiarazione di aver preso visione della perizia di stima ed essere corredata da copia di valido documento di identità dell'offerente e, se necessario, da valida documentazione comprovante i poteri o la legittimazione dello stesso (ad es. procura speciale o certificato camerale in caso di società); l'offerta, nel caso di presentazione da parte di un minorenne, dovrà essere sottoscritta dai genitori, previa autorizzazione del giudice tutelare, da allegare in copia conforme; in caso di dichiarazione presentata congiuntamente da più soggetti, deve essere indicato colui che abbia l'esclusiva facoltà di formulare eventuali offerte in aumento; non sarà possibile trasferire l'immobile a soggetto diverso da quello che sottoscrive l'offerta; L'OFFERTA È IRREVOCABILE, SALVO CHE: 1. il giudice ordini l'incanto; 2. siano decorsi centoventi giorni dalla sua presentazione e la stessa non sia stata accolta; L'OFFERTA NON È EFFICACE: 1) se perviene oltre il termine stabilito; 2) se è inferiore al prezzo determinato a norma dell'articolo 568 e più sopra ricordato; c) se l'offerente non presta cauzione, a mezzo di assegno circolare non trasferibile intestato a "Poste Italiane spaî, in misura non inferiore al decimo del prezzo da lui proposto; all'offerta, da depositarsi in busta chiusa, senza segni di riconoscimento, deve essere allegato l'assegno circolare per la cauzione, come innanzi indicato; all'esterno della busta vanno annotati, a cura del cancelliere ricevente, il nome, previa identificazione, di chi materialmente provvede al deposito, il nome del giudice dell'esecuzione e la data dell'udienza fissata per l'esame delle offerte; le buste saranno aperte all'udienza fissata per l'esame delle offerte, alla presenza degli offerenti, ove comparsi; nel caso di mancata comparizione dell'offerente o degli offerenti l'aggiudicazione sarà comunque disposta, fatta salva l'applicazione delle previsioni di cui all'art. 572, commi 2 e 3, c.p.c.; in caso di più offerte valide, si procederà a gara sull'offerta più alta secondo il sistema delle schede o buste segrete, fatta salva l'applicazione dell'art. 573, comma 2, c.p.c.; in alternativa alle modalità di cui sopra, la presentazione delle offerte di acquisto può avvenire anche mediante l'accredito, a mezzo di bonifico

www.astepress.it | www.aste.eugenius.it | www.astecalabria.it www.asteinfoappalti.it | www.asteannunci.info

o deposito su conto postale o bancario intestato alla procedura esecutiva ed acceso o da accendersi, nel secondo caso, presso il "Monte dei Paschi di Siena S.p.A.î - filiale di Lamezia Terme, di una somma pari ad un decimo del prezzo che si intende offrire e mediante la comunicazione, a mezzo telefax o posta elettronica, nel rispetto della normativa, anche regolamentare, concernente la sottoscrizione, la trasmissione e la ricezione dei documenti informatici e teletrasmessi, di una dichiarazione contenente le indicazioni di cui allo stesso art. 571 c.p.c.; detto accredito deve avere luogo non oltre cinque giorni prima della scadenza del termine entro il quale possono essere proposte le offerte d'acquisto; fin d'ora si prevede che, quando l'offerta è presentata con le modalità alternative, il termine per il versamento del prezzo e di ogni altra somma è di novanta giorni; in ogni caso, le spese del trasferimento cedono a carico dell'aggiudicatario, cui restano riservate le attività ed i costi per la registrazione e trascrizione del decreto nonché per la cancellazione delle formalità pregiudizievoli gravanti sugli immobili acquistati; è possibile, per i partecipanti alle aste, ottenere mutui a tassi e condizioni economiche prestabiliti da ogni singola banca aderente protocollo "ABIî per la concessione di mutui agli aggiudicatari; l'elenco delle banche aderenti all'iniziativa per il Tribunale di Lamezia Terme è reperibile presso la Cancelleria; QUANTO ALL'EVENTUALE, SUCCESSIVA VENDITA AGLI INCANTI: è fissata, per il giorno 06.07.2011, ore 12.00 e segg., la vendita ai pubblici incanti del compendio immobiliare sopra indicato, con le modalità e per il prezzo base di euro 67.664,34 per il lotto unico; è fissato, per la presentazione presso la Cancelleria delle Esecuzioni Immobiliari delle istanze di partecipazione alla vendita ai pubblici incanti del compendio immobiliare sopra indicato e meglio descritto nella relazione dell'esperto in atti, alla quale si fa espresso richiamo, quale parte integrante e sostanziale della presente ordinanza, termine fino alle ore 13.00 del 05.07.2011, con le modalità e per il prezzo minimo di cui sopra; le offerte in aumento, a pena di inammissibilità, non devono essere inferiori ad euro 3.300,00 ognuno, ai sensi dell'art. 579, comma 1, c.p.c., tranne il debitore, è ammesso a formulare offerte all'incanto personalmente, a mezzo di mandatario munito di procura speciale o di procuratore legale, anche a norma dell'art. 579, comma 3, c.p.c. (il procuratore legale dovrà, in ogni caso, essere munito di mandato speciale risultante da atto pubblico o scrittura privata autenticata, non essendo sufficiente l'ordinario mandato alle liti; nell'ipotesi di cui al citato art. 579, comma 3, il mandato speciale risultante da atto pubblico o scrittura privata autenticata dovrà essere depositato contestualmente alla dichiarazione del nominativo della persona, da effettuarsi nel termine di cui all'art. 583, comma 1, c.p.c.) ogni concorrente, per essere ammesso all'incanto, deve presentare istanza di partecipazione, in regola con il bollo, recante, a pena di inefficacia, l'indicazione del numero di r.g.e. della procedura, il bene o il lotto cui l'istanza stessa è riferita, il prezzo proposto, le proprie generalità (nome, cognome, luogo e data di nascita, codice fiscale, residenza/domicilio, stato civile e, se coniugato, regime patrimoniale fra i coniugi; in caso di comunione legale dei beni, occorrerà indicare anche le generalità del coniuge non offerente, al fine di poter trasferire ad entrambi, pro quota, il bene, in caso di aggiudicazione; nell'ipotesi di acquisto a titolo personale da parte di un coniuge in regime di comunione dei beni, occorre produrre, oltre alla dichiarazione di quest'ultimo, ex art. 179, comma 1, lett. f, cod. civ., quella del coniuge non acquirente di cui al secondo comma della medesima disposizione normativa), l'espressa dichiarazione di aver preso visione della perizia di stima; l'istanza, nel caso di presentazione da parte di un minorenne, dovrà essere sottoscritta dai genitori, previa autorizzazione del giudice tutelare, da depositare in copia conforme; in caso di istanza presentata congiuntamente da più soggetti, deve essere indicato colui che abbia l'esclusiva facoltà di formulare eventuali offerte in aumento; non sarà possibile trasferire l'immobile a soggetto diverso da quello che sottoscrive l'istanza; all'istanza di partecipazione deve essere allegata copia di valido documento di identità del concorrente e, se necessario, valida documentazione comprovante i poteri o la legittimazione dello stesso (ad es. procura speciale o certificato camerale in caso di società); con l'istanza di partecipazione, da presentarsi in busta chiusa, senza segni di riconoscimento, deve essere depositato assegno circolare non trasferibile, intestato alle "Poste Italiane s.p.a.î, tramite cui effettuare il versa-

AsteInfoappalti è un Progetto a cura della Mediatag Spa coordinamento area Calabria

mento della cauzione (ed in conto prezzo di aggiudicazione), in ragione di un decimo del prezzo base d'asta; all'esterno della busta vanno annotati, a cura del cancelliere ricevente, il nome, previa identificazione, di chi materialmente provvede al deposito, il nome del giudice dell'esecuzione e la data dell'udienza fissata per la vendita all'incanto; le buste saranno aperte all'udienza stabilita per l'incanto alla presenza degli istanti, la cui comparizione è necessaria ai fini dell'aggiudicazione, che sarà disposta secondo le prescrizioni dell'art. 581 c.p.c.; la mancata partecipazione all'incanto, personalmente o a mezzo di procuratore speciale, senza documentato e giustificato motivo, comporterà l'incameramento di 1/10 della cauzione, che, di contro, sarà immediatamente restituita dopo la chiusura dell'incanto, ove l'offerente, regolarmente presente, non divenga aggiudicatario; nel caso di una sola istanza di partecipazione, occorrerà comunque apportare un rialzo minimo, ex art. 581, comma 2, per conseguire l'aggiudicazione provvisoria; a norma dell'art. 584 c.p.c., infatti, avvenuto l'incanto, possono essere presentate offerte di acquisto entro il termine perentorio di dieci giorni dalla gara, ma esse non sono efficaci se il prezzo offerto non supera di 1/5 quello raggiunto nell'incanto; l'aggiudicazione, pertanto, diverrà definitiva ove, decorsi dieci giorni, non siano state presentate offerte in aumento; tali offerte potranno essere depositate presso la Cancelleria, nelle forme di cui all'art. 571 c.p.c., prestando cauzione per una somma pari al doppio della cauzione versata per la partecipazione all'incanto. In caso di presentazione di tali offerte, verrà indetta una gara secondo le previsioni di cui all'art. 584 c.p.c.. Se nessuno degli offerenti in aumento partecipa alla gara indetta a norma dell'art. 584, comma 3, c.p.c., l'aggiudicazione diventa definitiva e verrà pronunciata a carico degli offerenti (salvo che ricorra un documentato e giustificato motivo) la perdita della cauzione, il cui importo è trattenuto come rinveniente a tutti gli effetti dall'esecuzione; in ogni caso, le spese del trasferimento cedono a carico dell'aggiudicatario, cui restano riservate le attività ed i costi per la registrazione e trascrizione del decreto nonché per la cancellazione delle formalità pregiudizievoli gravanti sugli immobili acquistati; è possibile, per i partecipanti alle aste, ottenere mutui a tassi e condizioni economiche prestabiliti da ogni singola banca aderente protocollo "ABIî per la concessione di mutui agli aggiudicatari; l'elenco delle banche aderenti all'iniziativa per il Tribunale di Lamezia Terme è reperibile presso la Cancelleria; gli immobili vengono posti in vendita1 nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano, così come identificati, descritti e valutati dall'esperto nella relazione, con ogni eventuale servitù attiva e passiva inerente e quote condominiali relative; la vendita è a corpo e non a misura; eventuali differenze di misura non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo; la vendita forzata non è soggetta alle norme concernenti la garanzia per vizi o mancanza di qualità, né potrà essere revocata per alcun motivo. Conseguentemente l'esistenza di eventuali vizi, mancanza di qualità o difformità della cosa venduta, oneri di qualsiasi genere ivi compresi, ad esempio, quelli urbanistici ovvero derivanti dalla eventuale necessità di adeguamento di impianti alle leggi vigenti, spese condominiali dell'anno in corso e dell'anno precedente non pagate dal debitore per qualsiasi motivo non considerati, anche se occulti e comunque non evidenziati in perizia, non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo, essendosi di ciò tenuto conto nella valutazione dei beni; l'aggiudicatario dovrà versare la differenza del prezzo (detratta dal prezzo di aggiudicazione la cauzione di cui sopra) entro un termine massimo di sessanta giorni dalla data di aggiudicazione mediante assegno circolare non trasferibile intestato a "Poste Italiane s.p.a.î (qualora il procedimento si fondi su credito fondiario e l'aggiudicatario non intenda avvalersi della facoltà di subentrare nel contratto, all'assegno circolare sarà sostituito, ex art. 41, comma 4, D.Lgs. 1 settembre 1993, n. 385, il pagamento diretto alla banca creditrice, nei limiti del credito azionato per capitale, interessi e spese con collocazione privilegiata, entro lo stesso termine e detratto un accantonamento per spese nella misura che sarà indicata dal g.e.); in mancanza, si provvederà a dichiarare la decadenza dall'aggiudicazione, a norma dell'art. 587 c.p.c.; soltanto all'esito degli adempimenti precedenti, della produzione di aggiornati certificati catastali e di aggiornati certificati relativi alle iscrizioni e trascrizioni effettuate sul bene nonché del pagamento delle spese di trasferimento, da effettuarsi contestualmente a quello della differenza del prezzo di aggiudicazione, nella misura del 20% di quest'ultimo, sarà emesso il decreto di trasferimento, ai sensi dell'art. 586 c.p.c..

Info 0961 996802


18

il Domani Domenica 17 Aprile 2011

CRONACHE Il presidente Marcello Gaglioti commenta il voto in seno all’ente camerale

Lameziaeuropa, plauso per la nomina di Paolo Abramo di Federico Piras LAMEZIA TERME - Lameziaeuropa plaude alla nomina di Paolo Abramo. «A nome della società Lameziaeuropa - ha detto il presidente Marcello Gaglioti esprimo il plauso e gli auguri di buon lavoro al Presidente della Camera di Commercio di Catanzaro Paolo Abramo. La sua riconferma per acclamazione è un segnale importante che valorizza il suo impegno quotidiano ed il lavoro svolto con passione in questi anni basato sul metodo della coesione e collaborazione istituzionale e mirato ad una programmazione condivisa da parte di tutti gli Enti protagonisti dello sviluppo del territorio. Sotto la sua guida la Camera di Commercio di Catanzaro ha svolto un ruolo di primo piano nella definizione delle strategie di rilancio e sviluppo dell’intero territorio provinciale in un’ottica di valorizzazione delle specificità rappresentate dalle singole aree. Fin da subito, con la sua presidenza, la Camera di Commercio si è impegnata in attività mirate alla promozione dello sviluppo dell’area lametina ed ha orientato e sostenuto le attività promosse dalla Lameziaeuropa di cui è oggi uno dei 5 azionisti di riferimento. Sono certo - ha concluso il presidente Marcello Gaglioti -

che anche per il futuro Paolo Abramo, nell’ambito delle sue funzioni, continuerà a condividere le strategie avviate per superare questo periodo di grave crisi e rilanciare lo sviluppo del territorio provinciale e calabrese». Intanto la società Lameziaeuropa ha convocato l’Assemblea Ordinaria degli Azionisti presso la sede sociale per il 29 aprile 2011 alle ore 10.30 in prima convocazione ed oc-

«Sotto la sua guida la Camera di commercio di Catanzaro ha svolto un ruolo di primo piano nella definizione delle strategie di rilancio e sviluppo dell’intero territorio»

correndo in seconda convocazione per il 3 maggio 2011 stessa ora e luogo per l’approvazione del Bilancio al 31 dicembre 2010. La compagine societaria della Lameziaeuropa Spa, capitale sociale di 3,5 milioni di euro interamente versato, è la seguente: 5 Azionisti di riferimento: Comune di Lamezia Terme (28,52%); Sviluppo Italia (20%); Fincalabra SpA (20%); Camera di Commercio, Industria, Artigianato, Agricoltura di Catanzaro (14,14%), Provincia di Catanzaro (13,90%). Totale azioni detenute 96,56%. Altri 21 Azionisti: ASI Catanzaro, Comunità Montana dei Monti Reventino, Tiriolo e Mancuso, S.a.Cal SpA, Confindustria Catanzaro, Cna Catanzaro, Asso44, Copagri, Cia, Ente Fiera Lamezia, Comuni di Curinga, Jacurso, Maida, Martirano, Martirano Lombardo, Motta Santa Lucia, Pianopoli, Platania, San Mango D’Aquino, San Pietro a Maida, Soveria Mannelli e Serrastretta.

Lameziaeuropa ha convocato l’Assemblea ordinaria degli azionisti presso la sede sociale per il 29 aprile 2011 alle ore 10.30 in prima convocazione

Questione campo Rom, il Comune ricostruisce le tappe della vicenda

LAMEZIA TERME - In merito alla risposta del Governo all’interpellanza parlamentaresullaproblematicadel campo Rom di Scordovillo, l’Amministrazione comunale di Lamezia Terme precisa che «già a settembre 2010, senza voler andare troppo indietro nel tempo, aveva già stata posto la questione Rom con una lettera (protocollo numero 0060624 del 09/09/2010) all’attenzione del ministrodegliInterni,delpresidente della Regione e della Provincia, della Prefettura, nella quale si chiedeva un intervento organico e risolutivo all’emergenza venutasi a creare. La questione era stata posta nuovamente al presidente del Consiglio Berlusconi all’indomani del rogo avvenuto nel campo Rom di Roma che ha

Concerto del celebre trio Anton Rubinstein

provocato la morte di quattro bambini.Inoltre, il giorno stesso del provvedimento di sequestro e sgombero del campo Rom di Scordovillo emesso dalla Procura della Repubblica di Lamezia Terme, è stata inviata una lettera (protocollo numero 0013387 del 18/09/2011) alla presidenza del Consiglio dei ministri, dipartimento della Protezione civile, al ministro degli Interni, alla Regione, Provincia e Prefettura, per informarli della gravità della situazione e della necessità di nominare un commissario governativo. Nella risposta del Governo sono riportate letteralmente stralci della lettera che il sindaco ha indirizzato agli organi istituzionali. Ciò dimostra che il Governo era perfettamente a cono-

LAMEZIA TERME - Oggi, organizzato da Ama Calabria, avrà luogo alle ore 19 presso il teatro Umberto un concerto del celebre trio Anton Rubinstein - in tournée nell’Italia meridionale - composto dalla violinista Alina Komissarova, dal violoncellista Roberto Trainini e dalla pianista Elizaveta Kopelman artisti che vantano ciascuno un significativo curriculum artistico. Alina Komissarova all’eta di 9 anni fa la sua prima apparizione come solista con l’orchestra del Consevatorio di Kiev. Dopo aver terminato con menzione d’onore gli studi presso l’Accademia Nazionale "P.I.Tschaikowski" sotto la guida del prof.B. Kotorovich, inizia un’intensa attività concertistica come solista in Russia, Ukraina, Italia, Germania, accompagnata dall’ Orchastra Filarmonica Nazionale Ucraina, l’Orchestra della Radio di Stato, I Solisti Ucraini, Camerata Kiev, con registrazione per le radio e TV Ucraine e svizzere. Riconoscimenti internazionali le sono venuti in seguito alle partecipazioni in prestigiosi concorsi come Kloster Schoental (premio speciale della giuria), Caltanisetta (2° premio, e miglior duo violino e pianoforte), San Sebastian (2° premio) R.Molinari - Gstaad, Svizzera (3°premio) culminando con il 2° premio al Concorso Menuhin in Inghilterra nel 1993, eseguendo il concerto di A.Khaciaturian sotto la direzione di Lord Yehudi Menuhin stesso. Nel recital di Lamezia Terme il Trio Rubinstein eseguirà nella prima parte il Trio Kv 502 di Mozart, il Trio n. 1 op,. 49 di Mendelssohn.

scenza della situazione determinatasi (come dimostra anche la ricevuta del fax da parte del Dipartimento della Protezione civile, 18/03/2011). Allorquando il Dipartimento per i rapporti con il Parlamento della Presidenza del Consiglio dei Ministri dice "che nessuna delle Amministrazioni competenti ha mai investito il suddetto Dipartimento della questione" si riferirà sicuramente ad altre amministrazioni e non a quella comunale di Lamezia Terme che, tra l’altro, ha già investito tutte le autorità che hanno competenze in materia di Protezione civile. Abbiamo notizia che la segreteria generale della Presidenza del Consiglio dei Ministri ha il nostro incartamento sulla vicenda».


Domenica 17 Aprile 2011

il Domani 19

CRONACHE Dai controlli è risultato che l’arma era stata rubata al legittimo proprietario

Nascondeva una pistola sotto lo sterzo dell’auto, arrestato CATANZARO - Teneva nascosta nell’auto una pistola Colt Elite calibro 45 Hp, risultata rubata. Per queste ragioni è stato arrestato dalla polizia con l’accusa di porto e detenzione illegale di arma e ricettazione. Si tratta di Alessandro Borgnis, 24 anni, residente a Montepaone, in provincia di Catanzaro, ma originario del nord Italia. Sono stati gli agenti della squadra Mobile della Questura di Catanzaro a rinvenire la pistola nel corso di una perquisizione che ha interessato sia l’abitazione del giovane che l’autovettura. Ed è stato nel vano per i fusibili, posto sotto lo sterzo, che è stata rinvenuta l’arma avvolta in due guanti di lattice. Oltre alla pistola sono stati trovati anche un caricatore con sette proiettili, più uno inserito in camera, oltre a un altro caricatore con otto proiettili dello stesso calibro. Dai controlli è risultato che l’arma era stata rubata al legittimo proprietario, che aveva sporto denuncia, il 27 giugno 2010 a Cento, in provincia di Ferrara. Borgnis è stato associato al carcere di Catanzaro.

Tenta di sfuggire ad un controllo ma viene bloccato MAIDA - Nel tentativo di sfuggire a un controllo dei carabinieri, ha speronato l’auto dei militari, ma è stato raggiunto e arrestato. E’ accaduto a Maida, in provincia di Catanzaro. In manette è finito Antonio Marando, 50 anni, disoccupato e già noto alle forze dell’ordine; dovrà rispondere di resistenza e danneggiamento di vettura militare. I militari della stazione di Maida, hanno notato l’uomo nei pressi di un centro commerciale e hanno deciso di procedere ad un controllo. Nonostante l’attivazione di sirene e lampeggianti, l’uomo ha però speronato l’auto di servizio ed è scappato. I carabinieri, con una manovra repentina, lo hanno però raggiunto e a quel punto sono scattate le manette. Marando ha trascorso la notte in camera di sicurezza e, nella mattinata di ieri, è stato accompagnato presso il tribunale di Lamezia Terme, dove il giudice Silvestri, ha convalidato l’arresto e disposto la custodia cautelare in carcere.


20

il Domani Domenica 17 Aprile 2011

CRONACHE Nel messaggio per la Pasqua, monsignor Mondello parla anche di politica

Amministrative, il Vescovo: poca chiarezza, molto silenzio di Gessica Pirlo REGGIO CALABRIA - "Come non accennare allasituazione di evidente crisi morale e politica che staattraversando l’Italia intera e che trova, purtroppo, riscontri anche nella nostra Calabria e nella nostra Reggio?". E’ un passo del messaggio per la Pasqua dell’arcivescovo metropolita di Reggio Calabria-Bova mons. Vittorio Mondello, presidente della Commissione episcopale calabrese. "Come non ricordare - prosegue il presule - a quanti si impegnano in politica, e si dichiarano cristiani, che il loro principale dovere è la promozione del bene comune? E come possono essi promuovere il bene comune se non offrendo essi stessi l’esempio di una vita coerente con la fede professata? Oggi, purtroppo - il fenomeno è evidente - i partiti e la classe politica attraversano una crisi, che potremmo definire epocale". Per mons. Mondello "ancora di più avvertiamo come sofferenza, qui in Calabria e a Reggio, l’emergere di situazioni amministrative pesanti, non trasparenti, difficili da sanare (e che potranno divenire ancora più drammatiche nella prospettiva di un federalismo fiscale non ben definito). Situazioni che, invece di essere affrontate, con umiltà, efficacia e trasparenza registrano una fitta

rete di silenzi, di rinvii, di litigi e contrapposizioni, che finiscono col seminare nel cittadino delusione e sfiducia. Svegliamoci, laici cattolici reggini e calabresi. E’ tempo di prendere in mano le redini di un cambiamento di rotta". Nel messaggio pasquale mons. Mondello indica "alcuni scenari dentro i quali - afferma - è indispensabile una presenza profetica di quanti si ispirano ai valori del Vangelo. Il

«Come può essere libero un giovane chiamato ad esprimere il suo voto, quando la mancanza di lavoro lo rende ostaggio di una politica corrotta?»

primo è lo scenario della situazione dei poveri sull’intero territorio calabrese e nella nostra diocesi in particolare: quei poveri che siamo chiamati a servire. Sono convinto che operare gravi tagli di risorse a discapito degli ultimi, spingere verso un welfare privato della carità, ridurre diritti acquisiti a benefici opzionali, ridimensionare se non chiudere servizi essenziali, che hanno fino ad oggi assicurato una dignitosa sopravvivenza a migliaia di anziani, minori, disabili, tossicodipendenti, poveri della strada, non può avvenire dentro un assordante silenzio. La denuncia è un evangelico dovere! E’ il primo servizio!". "Il secondo scenario è quello dellamancanza di lavoro. Come si fa a dire che esiste la democraziain una città dove non esiste il lavoro? Come può essere libero un giovane chiamato ad esprimere il suo voto, quando una ’dittatura della mancanza di lavoro’ lo rende ostaggio di una politica corrotta?".

«Vi sono alcuni scenari dentro i quali è indispensabile una presenza profetica di quanti si ispirano ai valori del Vangelo. Il primo è la situazione dei poveri»

Un trentenne e un ventisettenne tratti in arresto per spaccio di droga

REGGIO CALABRIA - Una pattuglia del Nucleo Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Villa San Giovanni, nel corso di un servizio di controllo del territorio, hanno tratto in arresto per detenzione illecita di sostanza stupefacente tipo "Cocaina", S.S. di 30 anni e M.A. di 27 anni entrambi cosentini diretti in Sicilia. I due viaggiavano a bordo di una Audi A4 scura quando sono stati fermati e controllati nella zona degli imbarcaderi per la Sicilia da parte dei militari dell’Arma; gli operanti, dopo un’accurata ispezione veicolare, anche grazie all’ausilio di unità cinofila specializzata della Guardia di Finanza presente sul posto, hanno rinvenuto, abilmente occultata all’interno del vano

motoredell’autovettura,unabustina trasparente di sostanza stupefacente tipo "Cocaina" del peso complessivo di 30 grammi. L’intero quantitativo veniva posto sotto sequestro in attesa della distruzione. I due sono stati dichiarati in stato di arresto per de-

Detenzione di droga ai fini di spaccio, un arresto di Matteo Grande REGGIO CALABRIA - Nel corso di un servizio di controllo del territorio finalizzato alla repressione dei reati in genere, i finanzieri della Compagnia di Locri hanno tratto in arresto L. M. classe 78 della provincia di Brindisi, per detenzione illecita di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio. Infatti, i Baschi Verdi, a seguito di una perquisizione veicolare dell’autovettura del giovane pugliese rinvenivano abilmente nascosta all’interno della lamiera del portellone posteriore della Fiat grande Punto una confezione composta da nr. 2 panetti di eroina del peso complessivo di circa 1.050 grammi. I militari venivano allertati dall’atteggiamento e dal fare sospetto del giovane fermato, il quale non forniva chiare indicazioni sul motivo della sua presenza nella Locride e alle domande di rito dei militari mostrava evidenti segni di nervosismo. La pattuglia operante, perciò, decideva di approfondire il controllo del veicolo che consentiva di rinvenire la sostanza, avvolta nel cellophane ricoperto da un gel apposto per ingannare l’olfatto dei cani a.d. e abilmente occultata, che, sottoposta al drop-test, rivelava trattarsi di eroina. Il giovane pugliese, grazie all’operazione de i finanzieri della Compagnia di Locri, veniva quindi posto in stato di arresto e condotto presso la Casa Circondariale di Locri.

tenzione illecita di sostanza stupefacente in violazione della normativa antidroga D.P.R. 309/1990 e, dopo le formalità di rito, messi a disposizione dell’autorità giudiziaria di Reggio Calabria.


Domenica 17 Aprile 2011

il Domani 21

CRONACHE La manifestazione organizzata da Legambiente partirà da Piazza Indipendenza

Domenica 1 maggio la 29esima edizione della “Corrireggio” di Maria Di Giacomo REGGIO CALABRIA - La Pasquetta quest’anno farà slittare la Corrireggio alla Domenica del 1° Maggio. La ventinovesima edizione della Corrireggio sarà, dunque, puntuale all’ormai tradizionale appuntamento di primavera con la città. Legambiente sta curando gli ultimi dettagli organizzativi della manifestazione, che certamente anche quest’anno si svolgerà all’insegna dell’allegria, della solidarietà e del gusto di ritrovarsi e stare insieme. La Corrireggio, infatti, ha promosso in tutti questi anni l’idea dello sport come diritto di tutti, come momento di partecipazione collettiva e di diffusione dei principi del vivere sano. Ha promosso attraverso la partecipazione dei diversamente abili, degli anziani, degli immigrati e dei più piccoli il principio dello sport come veicolo di solidarietà e della convivenza civile nel rispetto delle differenze, come momento di allegria e di serenità. Come ogni anno al centro della Corrireggio vi è un tema ed un obiettivo specifico in continuità con l’esperienza della prima edizione. In particolare, questa 29ª edizione avrà come tema centrale la solidarietà e i diritti di cittadinanza. La Corrireggio anche quest’anno prevederà due momenti: uno

di carattere competitivo riservato agli atleti tesserati F.I.D.A.L. con una gara di 12,5 km, l’altro costituito da una corsa a passo libero di 5,5 km di carattere non competitivo aperta alla partecipazione di tutti. Il Comitato Provinciale F.I.D.A.L. e la Federazione Italiana Cronometristi assicureranno, come ogni anno, alla Corrireggio la competente assistenza dei loro tecnici e dei Giudici di gara. Domenica 1

Il comitato provinciale Fidal e la Federazione italiana cronometristi assicureranno, come ogni anno, l’assistenza dei loro tecnici e dei giudici di gara

Maggio l’appuntamento per la Corrireggio sarà, come sempre, in Piazza Indipendenza. Da qui, con partenza alle ore 10,30 in punto, si snoderà la corsa lungo il percorso sul Lungomare cittadino, nello scenario incomparabile dello Stretto. L’arrivo di entrambe le corse è previsto nel parcheggio del Lido Comunale, dove verrà allestito il tradizionale punto ristoro. Per ognuna delle due gare saranno premiati il primo assoluto maschile, la prima assoluta femminile e i primi tre classificati delle ben dodici categorie. Non mancheranno premi speciali a discrezione degli organizzatori accanto a quelli che, come per le edizioni precedenti, verranno sorteggiati tra tutti i partecipanti che avranno portato regolarmente a termine la gara o avranno almeno effettuato il viraggio. Quest’anno il Trofeo "Danilo Foti" verrà assegnato al vincitore e il Trofeo "Giacomo Paladino" alla vincitrice.

Non mancheranno premi speciali a discrezione degli organizzatori accanto a quelli che verranno sorteggiati tra tutti i partecipanti

Pubblicato il bando della Regione Calabria per la gestione del Teatro Siracusa

REGGIO CALABRIA - È stato pubblicato in pre-informazione il bando della Regione Calabria per la gestione del Teatro "Siracusa" di Reggio Calabria per il periodo che va dal 1 luglio 2011 al 30 giugno 2014, con possibilità di proroga al 30 giugno 2017. L’Avviso di gara - informa una nota dell’ufficio stampa della giunta regionale - è scaricabile sul sito istituzionale www.regione.calabria.it nella sezione Bandi e Avvisi e sarà pubblicato a breve sul Bollettino Ufficiale della Regione Calabria (BURC). A partire dal giorno di pubblicazione i soggetti interessati avranno a disposizione 45 giorni per presentare domanda. Sono ammessi a parte-

cipare gli enti pubblici e privati, le associazioni e le fondazioni culturali, le cooperative che operano senza scopo di lucro nel settore della cultura o dello spettacolo dal vivo. I soggetti interessati dovranno presentare un progetto gestionale delle attività artistiche per le tre annualità teatrali. L’aggiudicazione avverrà secondo criteri qualitativi e terrà conto della rilevanza nazionale del progetto di gestione, del Curriculum della direzione artistica e della direzione organizzativa, della sostenibilità economica del progetto, del numero di giornate di apertura al pubblico e di programmazione di spettacolo dal vivo. Il gestore dovrà predisporre per l’in-

Confindustria, Marra presidente del Gruppo Giovani di Gino Pinto REGGIO CALABRIA - Angelo Marra, imprenditore del settore dell’informatica, è il nuovo presidente del Gruppo Giovani imprenditori di Confindustria Reggio Calabria. Filippo Arecchi, imprenditore del settore armatoriale, è stato nominato presidente del Comitato Piccola industria. Le due nomine sono state salutate "con grande soddisfazione" dal legale rappresentante di Confindustria Reggio Calabria, Filippo Callipo. "Esprimo un augurio di buon lavoro ha detto Callipo - ai nuovi presidenti che, come componenti di diritto, andranno a ricoprire anche la carica di vice presidenti dell’associazione. Sono certo che Angelo Marra saprà portare avanti e far valere le ragioni dei giovani imprenditori reggini contribuendo a rendere il Gruppo che è stato chiamato a presiedere una realtà sempre più conosciuta, apprezzata ed ascoltata anche fuori dalla provincia reggina. Nel suo lavoro il nuovo presidente dei Giovani Industriali avrà anche una marcia in più grazie alle due donne imprenditrici, Benedetta Cozzupoli e Maria Lucia Nucera, che lo affiancheranno nella veste di vice presidenti". Parole di "elogio ed esortazione" sono state espresse da Callipo anche per Filippo Arecchi. "In un momento congiunturale difficile come l’attuale - ha detto Callipo - diventa indispensabile prevedere una politica che guardi alle piccolerealtàimprenditoriali".

tero periodo di aggiudicazione un piano di attività finalizzato alla piena valorizzazione delle attività culturali, teatrali e didattiche che preveda un progetto culturale e un progetto organizzativo. Perqualsiasiinformazioneèpossibile contattare il Dipartimento 11 della Regione Calabria al numero 0961/852081.

re. re


22

il Domani Domenica 17 Aprile 2011

CRONACHE L’iniziativa è rivolta alle classi di alunni in visita presso il Cara di Sant’Anna

Presentato il laboratorio di educazione interculturale di Laura Marino CROTONE - E’ stato presentato, giovedì 14 aprile, alle ore 15 presso l’Auditorium del Liceo Scientifico "Filolao" di Crotone, il Laboratorio di educazione interculturale per classi di alunni in visita presso il C.A.R.A di Sant’Anna. Il progetto, nato dalla collaborazione tra la Misericordia di Isola Capo Rizzuto, il Liceo Scientifico "Filolao" di Crotone e la Cooperativa Agape, consiste in un’offerta formativa per fornire agli studenti, in visita presso il Cda/Cara, conoscenze e competenze che permettano loro di comprendere la realtà sempre più complessa in cui vivono, proponendo un nuovo modello di vita che si basa sulla pacifica convivenza tra le persone, nel rispetto reciproco di diritti e di doveri. A presentare il progetto ci hanno pensato il Governatore della Misericordia di Isola Capo Rizzuto Leonardo Sacco, il Presidente dell’Agape Avv. Francesco Vizza, la docente di riferimento Cinzia Calizzi e la psicologa del Cda di Sant’Anna Daniela Oliverio. L’Avv. Vizza ha illustrato le finalità che si vogliono raggiungere. " Si tratta, dunque, di un modo nuovo di fare scuola". Il laboratorio vuole coinvolgere direttamente la nuova generazione per far com-

prendere meglio il fenomeno dell’immigrazione e far conoscere anche l’attività che si svolge all’interno di un Centro di Accoglienza. "Il progetto, per come è stato ideato, basandosi su una partecipazione attiva e l’incontro tra le persone, prevede una conoscenza diretta "dell’altro", delle sue sofferenze ma anche delle sue ricchezze, favorendo la creazione di sentimenti di vi-

cinanza e dunque una interiorizzazione reale del messaggio della pace e della tolleranza. Si prospetta che, dalla raccolta delle esperienze e del materiale che verrà raccolto nel tempo, si possa giungere all’elaborazione di un testo di riferimento utile, non solo per fornire strumenti a operatori del settore e a educatori ma anche per favorire il diffondersi della cultura della cooperazione e dello sviluppo".

Vizza: il progetto, per come è stato ideato, basandosi su una partecipazione attiva e l’incontro tra le persone, prevede una conoscenza diretta "dell’altro", delle sue sofferenze ma anche delle sue ricchezze, favorendo la creazione di sentimenti di vicinanza e dunque una interiorizzazione reale del messaggio della pace

Il laboratorio vuole coinvolgere direttamente la nuova generazione per far comprendere meglio soprattutto il fenomeno dell’immigrazione

“Anche i monelli bevono il latte”, presentato il progetto del Comune

Sequestrata una discarica abusiva, una denuncia

CROTONE - Un modo simpatico di invitare i bambini a bere più latte attraversounacampagnadisensibilizzazione per una sana alimentazione. E’ il progetto dell’Amministrazione Comunale realizzato in collaborazione con l’Associazione Tipicamente Crotonese presentato ieri pomeriggio presso la Sala "Dionigi Caiazza" della Casa della Cultura da Sergio Contarino Presidente della IV Commissione Consiliare e rappresentante dell’Associazione Tipicamente Crotonese e da Michela Bastone ideatrice della campagna promossa dall’Assessorato alla Pubblica Istruzione del Comune di Crotone. Un messaggio diretto - "anche i monelli bevono il latte" - che sintetiz-

za i contenuti della brochure che sarà distribuita a tutti gli alunni delle scuole crotonesi. Il latte come miniera di energia per i più piccoli. Nella brochure è spiegato che una tazza di latte fornisce un ottimo apporto di calcio, di proteine e di vitamine. L’invito ai piccoli lettori è anche quello di coinvolgere i genitori. Nella pubblicazione si sottolinea che il latte è utile e fondamentale anche per gli adulti e quindi anche i più grandi sono invitati a bere latte ed a consumare prodotti derivati che possono soddisfare i diversi fabbisogni calorici e proteici. I piccoli lettori avranno anche la possibilità di soddisfare la propria curiosità sulla storia del latte.

di Maria Varra CROTONE - Una discarica abusiva di rifiuti, realizzata su un terreno di oltre 2.400 metri quadri, è stata sequestrata dalla Guardia di finanza a Crotone. Nella discarica erano depositate oltre trecento tonnellate di rifiuti. Nell’area, tra l’altro, erano state abbandonate circa 300 carcasse di veicoli e motoveicoli e accumuli di termosifoni, pneumatici, bombole gas vuote, carcasse di lavatrici e rottami di elettrodomestici, materiale tutto stoccato irregolarmente. Dagli accertamenti della Guardia di finanza è emerso che, sin dal 2001, la Provincia di Crotone aveva accertato gravi inadempienze da parte del titolare dell’attività, denunciandolo all’autorità giudiziaria. Conseguentemente, l’Ufficio del Commissario delegato per l’emergenza ambientale aveva diffidato la prosecuzione dell’attività, invitando l’impresa a procedere alla messa in sicurezza ed alla bonifica del sito. Prescrizioni che non sono state mai rispettate. Il titolare dell’impresa è stato denunciato in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Crotone con l’accusa di abbandono di rifiuti, gestione di discarica non autorizzata ed altre violazioni in materia ambientale. Si ricorda che nell’area erano state abbandonate circa 300 carcasse di veicoli e motoveicoli e accumuli di termosifoni, pneumatici, bombole gas vuote, carcasse di lavatrici.

Un nutrimento antichissimo che risale ad oltre 8000 anni fa e che da sempre, oltre che un alimento gustoso, è stato considerato un vero toccasana dalle più disparate virtù. L’invito a tutti i bambini è di cominciare la giornata con un "sorriso con i baffi", lasciati sulle labbra da una sana tazza di latte che può essere assunta anche nel pomeriggio, dopo un’attività fisica o come spuntino accompagnato da una fetta di pane fresco e una saporita marmellata.

r. c.


Domenica 17 Aprile 2011

il Domani 23

CRONACHE L’uomo stava scontando una pena per aver accoltellato nel 2009 un imbianchino

Evasione dagli arresti domiciliari 24enne arrestato dai carabinieri VIBO VALENTIA - Un giovane di 24 anni, Gregorio Nunzio Galeone, è stato arrestato dai carabinieri con l’accusa di evasione dagli arresti domiciliari. L’arresto è avvenuto a San Gregorio d’Ippona, comune alle porte di Vibo Valentia, dove l’uomo stava scontando una pena per aver accoltellato nel 2009 in quel centro abitato davanti agli occhi del figlio di appena 3 anni, Domenico Cortellini, imbianchino del luogo. Nel pomeriggio di ieri una pattuglia dei carabinieri della Stazione di San Gregorio diretta dal maresciallo Salvatore Fabio, lo ha notato mentre se ne stava tranquillamente appoggiato ad un muro nei pressi della propria abitazione fumando una sigaretta e guardando il panorama. Il giovane era talmente tranquillo di se che, quando i carabinieri si sono avvicinati e gli hanno chiesto se avesse da accendere, prima di capire che lo stavano solamente prendendo in giro, si è anche scusato con loro per aver lasciato l’accendino a casa. Capito l’errore ha guardato allibito i militari che lo ammanettavano e lo dichiaravano in arresto con l’accusa di evasione.

Tropea, chiusa la sala operatoria dell’ospedale di Rossana Moniaci TROPEA - L’Azienda sanitariaprovinciale di Vibo Valentia ha reso noto che è stata disposta,da parte della Direzione sanitaria, la cessazione immediata delle attività correlate all’utilizzo della sala operatoria dell’ospedale di Tropea. La cessazione, riferisce un comunicato, "é scaturita da una nota della Direzione Sanitaria dello stesso presidio con la quale venivano evidenziati elementi ’in contrasto con i parametri di idoneita’ previsti dalla normativa nazionale ed europea in vigoré". "Sono stati predisposti - si afferma ancora nella nota dell’Azienda - tutti gli atti gestionali ed organizzativi necessari per evitare disservizi e contenere al massimo i disagi all’utenza. Pertanto, i pazienti che necessitano di intervento chirurgico saranno trasferiti negli ospedali di Vibo Valentia e Serra San Bruno".


24

il Domani Domenica 17 Aprile 2011

CARTELLONE Giornata della colletta alimentare a Catanzaro Arte • Cultura • Spettacoli • Convegni • Seminari CASTROVILLARI Omaggio a Gaber Oggi , alle ore 21.00, a Castrovillari, al Teatro della Sirena per "Teatri da Camera",Libere vociper piccolispazi,laCompagniaTeatroInsiemepresenta "Anche per oggi libertà di allevamento", omaggio a Giorgio Gaber di e con Domenico Clemente. Direzione tecnica Carlo Quartararo CATANZARO Roberto Rizza presenta la sua candidatura Il momento dei giovani non è domani ma è ora, perché il domani appartiene a noi”. Con questo spirito Roberto Rizza oggi , alle 18.00, presso la Sala delle Culture presenterà ufficialmente la sua candidatura nella coalizione del centrodestra, a sostegno di Michele Traversa, da indipendente nella lista di Alleanza di Centro. Durante la manifestazione per la presentazione della candidatura di Roberto Rizza, saranno presenti il candidato a sindaco Michele Traversa, il presidente dell’amministrazione Provinciale Wanda Ferro, il responsabile provinciale di Alleanza di Centro Franco Longo, il sottosegretario alla presidenza della giunta regionale Alberto Sarra, il consigliere provinciale Andrea Lorenzo e numerosi amici di Rizza. Iniziativa contro il nucleare In occasione del 25esimo anniversario del disastro di Cernobyl e in vista del referendum abrogativo sul nucleare che si terrà il prossimo giugno, Legambiente Catanzaro con l’associazione Ulissex ed il Comitato referendario“Fermiamoilnucleare“ organizza un incontro con un Massimo Scalia docente di Fisica dell’Università di Roma La Sapienza per informare sulla chimera della sicurezza dell’energia dall’atomo. "Nucleare: siamo proprio sicuri?" lunedì 18 aprile , ore 9.00, presso il liceo scientifico Fermi; ore 11.00, presso l’istituto Magistrale Catanzaro Lido. "Maria nella tradizione e nella Mistica Islamica" Lunedì 18 aprile , alle ore 17.00, presso la Sala Sancti Petri Palazzo Arcivescovile - Via Vescovado 13, "Maria nella tradizione e nella Mistica Islamica". Ore 17.00, apertura dei lavori. Introduce e modera Marisa Fagà. Indirizzi di saluto: S.e. Mons. Antonio Ciliberti; Wanda Ferro; Rosario Olivo; Paolo Abramo. Relaziona: Franco Scalzi. Dibattito. Conclude Enzo Carra. COSENZA DonnaAssuntaAlmiranteaCosenza Lunedì 18 aprile , alle ore 18.00, pressoilcinemaModernissimoinCorso Mazzini, si presenterà il film documnetario inedito sulla vita di Giorgio Almirante dal titolo: "Almirante l’arcitaliano". Sarà presente donna Assunta Almirante. Organizzatore dell’evento Michele Arnoni, segretario cittadino de “La Destra”.

CATANZARO-“AreaAssistenza”, l’Agenzia per immigrati di Catanzaro sita in via XX Settembre, 57, promuove oggi , dalle 9.00 alle 18.00, la Giornata della colletta alimentare in collaborazione con la sezione provinciale dell’A.N.M.I.C (Associazione Nazionale Mutilati e Invalidi Civili). Soprattutto in un periodo di grande crisi come quello attuale, la generosità delle persone diventa fondamentale per offrire un soste-

gno a chi ha più bisogno. Il dono di una parte della propria spesa o di un piatto fatto in casa può, quindi, rappresentare un vero e proprio gesto d’amore oltre che un segno tangibile di carità per dare una risposta concreta al bisogno materiale del povero e, allo stesso tempo, al desiderio di rompere la catena della solitudine che sempre più spesso attanaglia le persone. La giornata della colletta alimentare, ospitata per la prima volta

Seminario in Europrogettazione Si svolgerà il seminario in Europrogettazione a fine aprile . Il corso è rivolto a professionisti, studenti universitari e laureati, consulenti e tecnici di enti pubblici e imprese private, che con le competenze di Europrogettisti acquisite possano avviare progetti da finanziare totalmente con i fondi Europei. Info: www.eurotalenti.it

gnano Castello, e le testimonianze di giovani impegnati. Ospite d’eccezione sarà la cantante Linda.

CROTONE Conferenza stampa “Solidarietà Concreta” L’FcCrotonecomunicachemartedì 19aprile,alle ore11.00,presso lasala stampa dello stadio Ezio Scida, il patronGianniVrennaedilpresidente Salvatore Gualtieri, incontreranno le associazioni operanti nel sociale prescelte per la stagione 2011/2012, nell’ambito del progetto “Solidarietà Concreta”, nato per costruire nuove partnership con le associazioni di volontariato o cooperative del nostro territorio. FAGNANO CASTELLO Festa dei Giovani Oggi , a Fagnano Castello il servizio di Pastorale Giovanile della diocesi di San Marco Argentano - Scalea promuove il tradizionale appuntamento diocesano della Domenica delle Palme: “la festa dei Giovani”. Il programma della giornata prevede: alle ore 15.30, l’accoglienza, segue la preghiera con il vescovo della diocesi di San Marco Argentano – Scalea, monsignor Leonardo Bonanno, la consegna dell’icona Maria Salus PopuliRomani.Adalternarsisulpalco vi sarà il gruppo musicale “’A Roddra”,compostodagiovanidiFa-

LAMEZIA TERME Concerto Trio Rubinstein Oggi , organizzato da Ama Calabria, avrà luogo alle ore 19.00, presso il teatro Umberto unconcerto del celebre trio Anton Rubinstein - in tournée nell’Italia meridionale – composto dalla violinista Alina Komissarova, dal violoncellista Roberto Trainini e dalla pianista Elizaveta Kopelman. Incontro di studio "L’anatocismo bancario" Martedì 19 aprile , alle ore 15.00, presso sala convegni Centro Pastorale via Leonardo da Vinci 2, la Camera Civile degli Avvocati di Lamezia Terme organizza un incontro di studio su "L’anatocismo bancario". Dalla Cassazione 2374/1999 alleSezioniUnite24418/2010sinoal Decreto Milleproroghe 2011. Evoluzione giurisprudenziale - Problematiche applicative ed acquisitive con particolare riguardo agli accertamenti contabili ed alla prescrizione. Introduce e modera: avv. Gaetano Nicotera. Relazionano: dott. Cesare Trapuzzano; dott.ssa Giusi Ianni. VI Edizione del Premio Unioncamere Scadono il 29 aprile , i termini per partecipare alla VI Edizione del Premio Unioncamere "Scuola, Creatività, Innovazione" promosso da UnioncamereCalabria-DeskEnterprise Europe Network.E’ possibile partecipare al Premio"Scuola, Creatività, Innovazione" fino al 29 aprile,

nei nuovi locali di “Area Assistenza”, si distingue quale importante momento capace di coinvolgere e sensibilizzare la società civile sul problema della povertà attraverso l´invito a un gesto concreto di gratuità e di condivisione per venire incontro al sempre più crescente bisogno di assistenza sul territorio. I prodotti alimentari - in particolare quelli a lunga conservazione come pasta, olio, tonno e carne in scatola, omogeneizzati, alimenti per l’infanzia, legumi in scatola, pelati e zucchero – verranno stoccati e donati alle famiglie ed alle persone, segnalate da alcune Parrocchie cittadine, che vivono situazioni di forte indigenza. «In un momento in cui non bastano più le molte associazioni caritative – afferma la responsabile dell’Agenzia per immigrati, Antonella Comes -, “Area Assistenza” vuole offrire il suo contributo invitando tutta la cittadinanza a partecipare ad una giornata di grande aggregazione sociale, all’insegna della generosità e della carità, che non casualmente coinciderà con la celebrazione della Domenica delle Palme».

Workshop “Stop ‘ndrangheta - La meglio Gioventù” Il workshop di 3 giorni, presso l’aula magna di ateneo A. Quistelli prosegue il 21 aprile .Il Workshop è denominato “Stop ‘Ndrangheta realizzato con il finanziamento dell’agenzia nazionalegiovaniall’internodelprogramma della Commissione Europea “Gioventù in Azione” ed il Forum Nazionale dei Giovani.

ore 13.00.Info: Unioncamere Calabria -Desk Enterprise Europe Network Porzia Benedetto tel. 0968/51481

SANT’ALESSIO IN ASPROMONTE Convegno su salute e benessere Organizzato dall’associazione “Scienza&Vita Sant’Alessio in Aspromonte” con il patrocinio del Comune di Sant’Alessio in Aspromonte oggi , ore 18.00, presso il centro didattico “Antico Frantoio Calabrò” si svolgerà un convegno dal titolo: “Salute e benessere. Prevenzione malattie diabetiche e cardiologiche”. I relatori saranno: Vincenzo Amodeo; Riccio M. Pia.

Tavola rotonda "Seminando Pace" Nell’ambito dell’Assemblea Nazionale di Pax Christi il 30 aprile ,alle ore 17.30, presso il teatro Politeama, Sambiase, si terrà una tavola rotonda "Seminando Pace. Cooperazione, accoglienza, legalità: Buone pratiche nel territorio". Saluto di Gianni Speranza.Intervengono: Tonino Perna, su "Stili di vita per un’economia solidale"; Domenico Lucano, su "Buone pratiche di accoglienza e di recupero sostenibile del territorio"; Don Giacomo Panizza, su "Il valore della legalità e dell’accoglienza"; Don Pino De Masi, su "Progetti di cooperazione sostenibile ". Coordina: D. Tonio Dell’Olio. LOCRI Forum sul web sicuro Lunedì 18 aprile , alle ore 10.00, presso l’istituto "F. Sorace Maresca" al forum “Internet e i minori. Cosa sanno i nostri ragazzi del web: opportunità e pericoli”. Interverranno: Giovanni Pizzata; Carlo Solimeni; Eduardo Zappia. REGGIO CALABRIA Presentazionebandosulmicrocredito Martedì 19 aprile , alle ore 18.00, nell’Aula “Giuditta Levato” di Palazzo Campanella, la Commissione regionale per le Pari Opportunità e la Fincalabra presenteranno, nel corso di un convegno, il bando sul microcredito per le categorie svantaggiate e per le donne.

ROSARNO Commemorazione della Morte di Cristo Gesù Al liceo scientifico, Via Modigliani, (Curva Laghi), i Testimoni di Geova si riuniranno per commemorare l’anniversario della morte di Gesù oggi , alle ore 19.00. Convegno “Volti e problemi della Calabria del processo unitario” Oggi , alle ore 17.00, nella sala rossa di palazzo S. Bernardino si terrà il convegno, organizzato dall’Università Popolare e patrocinato dal Comune di Rossano dal titolo “Volti e problemidellaCalabriadelprocesso unitario”. L’iniziativa, inserita nel corso di lezioni sull’Unità d’Italia prevede l’introduzione di Giovanni Sapia, e gli interventi di: Antonio De Florio, Martino Rizzo e Riccardo Greco. Concluderà il Sindaco di Rossano Francesco Filareto.

SAN GIOVANNI IN FIORE Presentazione del candidato a sindaco per l’Udc Oggi , alle ore 16.00, presso il Centro Florens, scuola alberghiera, si svolgerà la manifestazione di presentazione del candidato a sindaco per l’Udc, Monica Spadafora e delle liste ad ella collegate. Alla presentazione, moderata da Salvatore Audia, interverranno Gino Pagliuso, Cataldo Russo, Gino Trematerra, Gabriele Minieri,MonicaSpadaforacandidata a Sindacoe FrancoLopetrone.Seguirà conferenza stampa moderata da Francesco Foglia. SIBARI Inaugurazione sala Romana In occasione del 150° Anniversario dell’Unità d’Italia e nell’ambito delle manifestazioni indette dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali per la Settimana della Cultura (oggi-17 aprile 2011), oggi , alle ore 11.00, nel MuseoNazionaleArcheologicodella Sibaritide ( località Casa Bianca), è prevista l’inaugurazione di una nuova sala espositiva dedicata alla città romana di Copia ed al suo territorio.


Domenica 17 Aprile 2011

il Domani 25

CARTELLONE Shooting fogorafico per il raduno della Vespa Arte • Cultura • Spettacoli • Convegni • Seminari BOVA Mostra d’arte contemporanea “Teosofie Post Shock” NelgiornodellaDomenicadellePalme, nel cuore dell’area grecanica, Bova diviene scenario di antichi e rinnovati riti religiosi e sincretici. Si sviluppa una mostra d’arte contemporanea dal titolo “Teosofie Post Shock”. Organizzata da Technè contemporaryart con la collaborazione del comune di Bova, l’evento si sviluppa in due sedi inusuali; la casa galleria di via Rozzolino e il rudere Fleming. Oggi , la mostra è aperta ai visitatori dalle ore 10.00 fino al crepuscolo. Espongono: Giuseppe Bonaccorso, Ninni Donato, Salvatore Lumia, Maria Teresa Oliva, Pietro Pan, Angela Pellicanò, Francesco Scialò. CATANZARO Presentazione mostra “Fratelli d’Italia” L’associazione culturale “Sila Festival” con “Incontrare l’Arte di Santa Cecilia” e “La DiagonalEventi” invitano alla presentazione della mostra “Fratelli d’Italia” che avrà luogo lunedì 18 aprile , alle ore 10.30, presso il Musmi di Catanzaro. Alla conferenza stampa saranno presenti: Wanda Ferro; Domenico Monteleone; Silvio Amelio; Nicola Rombolà; Raffaele Alberto e Nicola Pisani. L’incontro moderato da Rossella Galatisaràimpreziositodamomenti di musica lirica con il Canto del Soprano Nunzia Durante accompagnataalpianofortedaMariaFrancesca Esposito. “Un gelido inverno” di Debra Granik Ultimoappuntamentiperlastagione teatrale e D’essai al Masciari di Catanzaro. Martedì 19 aprile , “Un gelido inverno” di Debra Granik concluderà la stagione D’essai. Torna al Marca la grande pittura Torna al Museo Marca la pittura internazionale, con “Berlino anni 80”. E’ su l’irrepetibile fase vissuta dall’arte a Berlino che si concentra l’esposizione proposta dal Marca.La rassegna, a cura di Alberto Fiz, s’inaugura il 30 aprile per rimanere aperta sino al 9 ottobre ed è promossa dalla Provincia di Catanzaro – assessorato alla cultura con il sostegno della Regione Calabria, del Ministero per i beni e le attività culturali e della direzione regionale per i beni culturali e paesaggistici della Calabria. La mostra sarà accompagnata da un’ampia monografia in italiano e inglese curata da Alberto Fiz. COSENZA Retrospettiva dedicata a Mario Monicelli “Mario Monicelli. La Storia in forma di Commedia”. E’ il titolo della retrospettiva-tributo, voluta da Antonio Ciacco, e dedicata dall’Amministrazione comunale di Cosenza al grande regista, in programma fino al 21 aprile al Cinema Italia-Tieri e alla Casa delle Culture.

CASTROVILLARI–Finesettimana di lavoro per i soci del Vespa Club di Castrovillari impegnati nell’organizzazione del “Decimo raduno nazionale della Vespa” che si terrà il prossimo 16 e 17 luglio a Frascineto (Cs). Sabato scorso il presidente del Vespa Club Gaetano Maria Bloise ed il responsabile organizzativo del raduno Lorenzo Perrone hanno presenziato lo shooting fotografico per la realizzazione della linea grafica del raduno. Nello showroom della concessionaria “Auto Class

Multibrand” di Castrovillari, alcuni giovani modelle del luogo hanno posato insieme alla riedizione della Vespa PX 150, presentata da Piaggio qualche giorno addietro, già diventata un oggetto di culto. La Vespa PX 150 utilizzata per gli scatti verrà sorteggiata a conclusione del raduno. Gli appassionati che sognano di entrare in possesso di questa chicca prodotta in edizione limitata potranno farlo acquistando i biglietti della lotteria che il Vespa Club di Castrovillari metterà in vendita nei prossimi giorni. Gli

CROTONE Concorso VideofestivalLive 2011 Sono ancora aperte le iscrizioni le iscrizioni al concorso canoro nazionale “VideofestivalLive 2011" . Solo per la Regione Calabria le selezioni si protraggono fino al 30 aprile . Le selezioni regionali si svolgeranno a Crotone tra 1 e il 5 maggio a cura dell’associazione di promozione culturale “Spazio Musicale”, e presieduta dal produttore dell’evento Gianni Lardera. Per informazioni ed iscrizioni: 339.3977578, si può ritirare la schedadiiscrizionepressolasededell’associazione in via Bologna,1 (antistante parco delle rose, Crotone).

ad oggi , negli spazi espositivi del nuovo Palazzo della Cultura. Il Palazzo della Cultura si trasforma in luogo espositivo per opere pittoriche, fotografiche e video installazioni.

LAMEZIA TERME Mostra fotografica di Antonio Caputo Galleria Noi nel Sud, mostra fotografica dell’autore Antonio Caputo che si terrà fino al 21 maggio , in Via Garibaldi, 7. Inizio ore 18.00. II edizione del Lamezia Tango Music Fest Dopo il grande successo della prima edizione, ritorna il Lamezia Tango Music Fest. Quattro giorni di musica e danza che animeranno la nostra città con spettacoli, proiezioni, seminari e lezioni dei più grandi ballerini tangheri italiani e internazionali. Un festival che coinvolge e appassiona dando ampio spazio allo spettacolo e alla musica dal vivo, fino al 17 aprile LOCRI "AcquArte" L’evento acquArte sarà a Locri fino

MONTEPAONE "Fiori d’azzurro 2011" La Libera Associazione Culturale L’Arca di Montepaone organizza oggi , "Fiori d’azzurro 2011". L’ortensia di Telefono Azzzurro ti aspetta oggi, in piazza Immacolata a Montepaone Centro,dalle ore 9.00 alle ore 20.00. REGGIO CALABRIA Domenica delle Palme a Roghudi Il Comitato di Condotta ha deciso di collaborare con il Comune e la Pro-loco di Roghudi nella realizzazione dell’evento “Domenica delle Palme a Roghudi…di sacro, di dolce, di gusto”. Oggi , pertanto, presso le Botteghe Artigiane di Roghudi Nuovo, alle ore 16.30, si terrà la benedizione delle Palme. Si potrà conoscere i cibi della memoria storica dell’Area Grecanica del periodo pasquale; alle17.30, prendere parte alla celebrazione della Santa Messa. Per la sera, infine, è prevista una cena conviviale durante la quale ci si scambieranno gli auguri di Pasqua, degustando prodotti e pietanze della nostratradizionepasqualeoffertidagli stessi commensali. Personale di Kreszenzia Gehrer Die Erde la terra e il cemento. Personale pittorica di Kreszenzia Gehrer, fino ad oggi . Orari di apertura: 10.00/13.00; 16.00/19.00.

scatti si sono trasformati in un vero e proprio evento, grazie anche alla presenza del fotografo Pasquale Catanzaro, apprezzato professionista di moda a livello nazionale, coadiuvato per l’occasione da Franz Mazza. Il progetto grafico è impostato su tre linee guida: le celebrazioni dell’Unità d’Italia, la valorizzazione della comunità arbereshe e la voglia di divertimento che trasmette la Vespa. Per l’occasione le tre modelle Lucrezia Carpino, Elvira Perrone e Francesca Caputo hanno indossato camicie verde, bianca e rossa a rappresentare una versione tutta particolare del tricolore. Presente anche una quarta modella, Rosina Braile, che ha indossato un classico vestito arbereshe realizzato con tessitura in oro. Pregevoli le acconciature curate da Franca Ambrosano. “Ancora una volta – ha spiegato Perrone – i titolari della Auto Class hanno aperto le proprie porte, dando modo di realizzare un servizio fotografico di altissimo livello. Senza la collaborazione di Leonardo Pittari e Mario Paduano tutto questo non sarebbe stato possibile. Sono stati loro a rintracciare una delle poche Vespa PX 150 destinateallavendita,collaborandofattivamente alla realizzazione del decimo raduno”. Presente anche l’assessore al turismo Carolina Sancineto che segue tutte le diverse fasi dell’organizzazione per conto dell’amministrazione comunale di Frascineto.

L’IsolaEcologicafatappanelQuartiere di Archi Leonia rinnova il suo appuntamento domenicale e il suo impegno nella sensibilizzazione del popolo reggino alletematichediraccoltasolidaledei rifiut. Il prossimo appuntamento è previsto per oggi , presso il quartiere Archi, Piazzale Università Archi Cep, territorio della X Circoscrizione, dalle ore 8.00 alle ore 14.00. Per maggiori informazioni è possibileconsultareilsitowww.leoniaspa.it o contattare la società mista comunale al numero verde 800 233 999. XV edizione delle Olimpiadi nazionali di Astronomia Fino a lunedì 18 aprile , Reggio Calabria ospiterà la XV edizione delle Olimpiadi nazionali di Astronomia, organizzate e promosse dalla Società Astronomica Italiana in collaborazione con il Ministero della Pubblica Istruzione e dell’istituto nazionale d’Astrofisica. La premiazione dei ragazzi selezionati nella finale avverrà il 18 aprile, alle ore 11.30, nel sala delle Conferenze del Palazzo della Provincia, in Piazza Italia. Concorso di “Miss Bellezza Mediterranea 2011” Il coordinamento amici della sagra dell’Alalunga, ha indetto il concorso di “Miss Bellezza Mediterranea 2011”. Le concorrenti dovranno avere un’età compresa tra i 16 e i 35 anni, un’altezza minima di 160 cm ed essere residenti in provincia di Reggio Calabria.Lavincitricesaràpremiata

con un prezioso gioiello “Miluna”, della rinomata gioielleria bagnarese “Saffioti&Carrara”.Siricordacheil termine per l’invio dei moduli è il 30 aprile 2011 . Maratona Antimafia Nell’ambito della giornata della "Gerbera Gialla 2011" organizzata dal Coordinamento Nazionale Antimafia "Riferimenti", istituzionalizzatacomeGiornataRegionaleAntimafia e prevista per il 3 maggio , a Reggio Calabria con la partecipazione del Procuratore Nazionale Antimafia Piero Grasso, si comunica che sono aperte le iscrizioni per la maratona contro la mafia che si correrà dal rione Archi attraversando le vie del Centro di Reggio. Tutti potranno comunicare la propriaadesioneacorrerecontrolamia mafia tutte le mattine dalle 9.00 alle 13.00, alla sede di "Riferimenti", al numero di telefono 0965-312841 Premio Internazionale d’arte e cultura “Omaggio a Cilea” Venerdì 6, sabato 7 e domenica 8 maggio , il Teatro Comunale Francesco Cilea di Reggio Calabria, ospita la XVII edizione del Concorso Internazionale per cantanti lirici “Francesco Cilea”, organizzato dall’associazioneGrandiEventiTeatrali . RENDE Inaugurazione della Mostra di Francis La Monaca Giovedì 21 aprile , alle ore 18.30, presso le sale espositive del Museo Del Presente, Rende, si svolgerà l’inaugurazione della mostra FrancisLaMonaca“Traeruditaplasticità e tattile sintesi compositiva”. Interverranno: Umberto Bernaudo; Mario Caligiuri; Tonino Sicoli; Salvatore Falbo; Salvatore Tolomeo; Francois Xavier Nicoletti; Cesare Mulè; Polo Museale di Rende. SETTINGIANO Concerto degli Evolution Pink Floyd Domenica 1° maggio , alle ore 23.00, presso L’Orso Cattivo, si terrà il concerto live degli Evolution Pink Floyd (coverband Pink Floyd). Ingresso 5 euro più drink. Info: 339/7229717. SIDERNO Premio letterario Città di Siderno Emanato il bando dell’ottava edizione del Premio Letterario Città di Siderno “Armando La Torre”. Le opere dovranno pervenire entro la data del 30 aprile . SOVERATO "Shakespea, Re di Napoli" Martedì 19 aprile e mercoledì 20 aprile , alle ore 20.45, il Teatro del Grillo presenta Lello Arena E Claudio Di Palma in "Shakespea, Re di Napoli" composto e diretto da Ruggero Cappuccio. Informazioni e prenotazioni botteghino del Teatro 0967/23156 0967/521514 teatrodelgrillo@libero.it


26

il Domani Domenica 17 Aprile 2011

IL DOMANI DELLA CULTURA

Andrea Mastrovito, foto Alessandro Frangi

Andrea Mastrovito, ironia del peccato La cifra irriverente di un bergamasco doc, ad aprile protagonista della personale “Easy come, easy go” Maria Luisa Prete Nel panorama serioso e autoreferenziale dell’arte contemporanea, l’ironia, come strumento efficace di comunicazione creativa, e l’entusiasmo, come prima fonte d’ispirazione, sono doti difficili da individuare. Quando la cifra di un artista viene determinata da queste due variabili, il risultato non fatica ad affermarsi. O meglio, un po’ bisogna stringere i denti e affrontare i soliti sacrifici, ma, una volta superata la soglia tra anonimato e riconoscimento, il più è fatto. L’arte diventa il mestiere della vita, divertente come un hobby, ma non meno impegnativo. È quello che capita ad Andrea Mastrovito, poco più che trentenne bergamasco, già tra i protagonisti della Quadriennale di Roma e vincitore del premio New York, città dove ha deciso di vivere, con personali prestigiose in Italia e all’estero. L’ultima, ad aprile, lo vede protagonista a casa Testori a Novate Milanese, in qualità di vincitore della rassegna Giorni felici. Mastrovito racconta la nostra realtà, e questo è normale per un artista contemporaneo. La sua particolarità è che cerca di farlo esprimendo e suscitando nello spettatore stupore e meraviglia per ciò che lo circonda. Una natura ritrovata che si fa paradiso terrestre, creature favolose, animali e farfalle a invadere spazi con spontaneità, naturalezza appunto. Il tratto è sicuro, la mano traccia i contorni di luoghi incantati, gli stessi, primordiali, che vivono in ognuno di noi, e per questo diventano reali, possibili. La storia appare chiara, predispone al sorriso fresco di un bambino. Un gioco riuscito quell’intreccio di colori pastello nelle carte, nei collage, nelle installazioni o nei video, un gioco che convince e appassiona, mai scontato nel risultato finale, dove gli osservatori vengono inevitabilmente coinvolti e sedotti. Mastrovito è artista di grandi passioni, tra le altre l’Atalanta, squadra della sua città natale che segue con fede incrol-

La natura si fa paradiso terrestre creature favolose, animali e farfalle a invadere spazi con spontaneità e naturalezza. La mano traccia i contorni di luoghi incantati labile, e l’arte, fatale emergenza vitale trasformata in professione. Impegnato per la mostra "Easy come, easy go", le sue risposte tradiscono ancora una volta l’indole ironica e divertente del personaggio. Classe 1978, artista giovane ma già affermato, con grandi mostre all’attivo in Italia, in Europa e negli Stati Uniti. Quando ti sei reso conto che da grande avresti fatto questo lavoro? «La consapevolezza? Mi è venuta incontro da sola, un giorno in accademia. C’era

"The island of dr. Mastrovito", 2010 (particolare)

Marco Cingolani che s’incazzava con tutti e diceva: "Ma voi pensate di venir qui al mercoledì e al giovedì a fare 7-8 ore di pittura e diventare artisti così? Non avete speranza". Io ero sul mio trespolo intento a dipingere una carta gigantesca, con la musica a palla nelle cuffie, ma le sue urla le sentivo bene lo stesso. Ci ho pensato su. Aveva ragione. Ho cominciato a dipingere e disegnare tutti i giorni. Da allora non ho più smesso». Ci sono dei punti di riferimento? Degli artisti-santino ai quali ti ri-

volgi per protezione o ispirazione? «Ultimamente quando mi trovo in difficoltà, in cerca di un’idea, mi metto a sfogliare libri su Albrecht Dürer, Alighiero Boetti e Damian Ortega. Funziona». Se dovessi spiegare a un profano lo spirito dei tuoi lavori, da dove inizieresti? «Dal classico c’era una volta...». In molte opere è forte il richiamo alla natura, un posto primordiale, un’Eden, o un luogo incantato. Cosa rappresenta e come vorresti fosse percepita? «Dici bene: un Eden. Spesso mi capita di raffigurare Adamo ed Eva. Il mio immaginario è sempre archetipico. Nei miei lavori, se una donna e un uomo diventano automaticamente immagini di Adamo ed Eva, allo stesso modo ogni rappresentazione naturalistica è riconducibile al giardino dell’Eden, a una situazione leggermente antecedente al peccato originale. Direi, anzi, contemporanea al peccato originale. Immagina di bloccare il tempo nell’istante in cui Adamo sta prendendo a calci l’albero del bene e del male per far cadere la mela. Sì, so che non è andata esattamente così ma, Saramago docet, non c’erano mica altri testimoni a quell’epoca. Ecco, vorrei che il mio lavoro - e la natura in esso, ovviamente - venisse percepito come quell’attimo in cui tutto cambia, tutto nasce, tutto muore». Da Bergamo a New York e ritorno. Bella e tranquilla città di provincia italiana e metropoli stimolante e vivace. Cosa ti danno questi posti? Come condizionano il tuo lavoro? «Beh, ma alla fine sono uguali: a Bergamo come a Manhattan c’è "Uptown" (città alta) e "Downtown" (città bassa). New York è una supposta nel culo quando devi buttar fuori tutto quello che hai dentro. Bergamo invece è come una vecchia amica che quando vai a trovarla, stanco, distrutto dopo 16 ore di lavoro ti guarda e ti dice: ma sì, dai, ora ci penso io». La possibilità di utilizzare media differenti risponde all’esigenza di esprimere


Domenica 17 Aprile 2011

il Domani 27

IL DOMANI DELLA CULTURA A casa Testori con opere inedite Il programma espositivo di casa Testori si apre con la mostra del vincitore della rassegna Giorni felici, l’evento dello scorso giugno grazie al quale le stanze abitate dallo scrittore si sono animate con le opere di giovani artisti under 35, affiancati da importanti pittori, scultori e designer italiani, come Enzo Cucchi e Alessandro Mendini. Andrea Mastrovito è stato il più votato dal pubblico e propone un’antologica, curata da Julia Draganovic e dal titolo "Easy come, easy go" (Così come vengo, così me ne vado) con opere realizzate per l’occasione. Mastrovito invade le 20 stanze con disegni, collage, videoanimazioni, installazioni e interventi "site specific" sui muri e gli ambienti della casa. Dal primo aprile all’8 maggio, casa Testori, largo Testori 13, Novate Milanese (Milano). Info: 02552298370. "I fade into this tender careness", 2003

concetti differenti. Cosa riesci a far passare meglio con i collage e cosa con i video o le installazioni o le opere "site specific"? «Sinceramente non c’è alcuna differenza. A ben guardare, le mie installazioni sono "collage" tridimensionali - pensa ai lavori coi libri ritagliati ad esempio - e i "collage" installazioni bidimensionali - pensa all’opera Come realizzare un Mastrovito colorato o Il Pavimento del mio studio». La base del tuo lavoro è il disegno. Un tratto dinamico capace di creare racconti. Cosa succede quando prendi in mano la matita? «Boetti ci ha insegnato che "scrivere con la sinistra è disegnare". Se si prende in mano la matita, si prende in mano un oggetto che porta con sé tanta di quella storia, dalla letteratura alla scienza, dalla musica all’arte che sembra impossibile che, ogni volta, riesca a stupirti con qualcosa di nuovo. Eppure succede. Perché, inevitabilmente, il disegno è alla base di tutto quel che sappiamo e sappiamo riconoscere: dal latino de-signum, "notare con segni", ovvero, appunto, "conoscere, riconoscere", "decifrare" il mondo esterno e interno». C’è una grande carica ironica nei tuoi

"The catcher in the rye", 2010

Se si prende in mano la matita si prende in mano un oggetto che porta con sé tanta di quella storia che sembra impossibile che riesca a stupirti con qualcosa di nuovo lavori. Da cosa nasce? «Sto cercando di capirlo anch’io. Forse dal fatto di essere sempre un po’ "easy come, easy go"». Aprile ti vede impegnato a casa Testori, in qualità di vincitore della rassegna di artisti "under 35" dello scorso giugno. Una grande antologica "Easy come, easy go": perché questo titolo? Cosa presenti al pubblico tra nuovi e vecchi lavori? «Il titolo è, appunto, carico di molti significati, e si rifà a un celebre verso di "Bohemian rhapsody". Diciamo che riprende, un po’, la mia condizione di indolenza di fronte ai cambiamenti e alle scelte della vita quotidiana. Cosa mostro? Beh, sono

mesi che ci sto lavorando. Dalle aiuole di libri, alla biblioteca fotocopiata, ai primissimi "collage" mai realizzati, e finora praticamente mai esposti al pubblico , a una serie di 26 autoritratti a matita inediti, da un nuovissimo lavoro "site specific" realizzato con nastro adesivo sulle tapparelle della casa, ai lavori realizzati intagliando le pareti, dai chiodini sul polistirolo a una selezione di video realizzati negli ultimi anni fino a una stanza con un raccontino stampato in mille copie. Il tutto dividendo in due parti la mostra, ma questa è una storia molto molto lunga, e sarebbe bello poterla raccontare dal vivo a chi verrà all’inaugurazione». Prossimi progetti in cantiere?

«Dal 4 al 10 aprile sono stato al Museo del Novecento a Milano con una performance pittorico-partecipativa dal titolo Le cinque giornate. Quindi un paio di mostre qui in Italia e poi un grosso progetto a Londra, non dico nulla di più, incrocio le dita. E la personale da 1000 eventi a settembre, con una sorpresa. Nel frattempo me ne torno a New York, per viverci, stavolta. E vediamo cosa succede». Andrea Mastrovito è nato a Bergamo il 12 maggio 1978. Vive e lavora a New York e nella sua città natale. Laureato in Belle arti all’accademia Carrara di Bergamo nel 2001, comincia a esporre in sedi internazionali con gli "Italian boys", alla galleria Analix Forever a Ginevra. Nel 2003 la prima personale milanese da The flat-Massimo Carasi. Nel 2005 è alla fondazione Sandretto Re Rebaudengo e partecipa alla II Biennale di Praga. Nel 2006 Andrea Bruciati lo sceglie per la prima personale pubblica alla Gcac di Monfalcone. Nel 2007 viene selezionato da Paolo Colombo per Apocalittici e integrati al Maxxi di Roma e da Marco Bazzini per Nessuna paura al museo Pecci di Prato. Sempre nel 2007 vince il premio New York. Partecipa alla XV Quadriennale a Roma, nel 2008.


28

il Domani Domenica 17 Aprile 2011

IL DOMANI DELLA CULTURA

Libertà, la storia dei Berglund nuovo volto della borghesia Usa Viaggi, cose L’ultimo romanzo di Jonathan Franzen, edito da Einaudi, già diventato un caso editoriale Margherita Criscuolo Libertà è l’ultimo romanzo di Jonathan Franzen (Einaudi, 626 pagine, 22 euro), lo scrittore statunitense autore, tra gli altri titoli, di Le correzioni. Al centro del libro l’utopia di libertà della famiglia Berglund: Walter e Patty, fuggiti dai loro quartieri residenziali, sbarcano a Ramsey Hill come i giovani pionieri di una nuova borghesiaurbana,coltieprogressisti, convinti di poter rinnovare il mito dell’America come terra di libertà. Qui acquistano a poco una villetta vittoriana e la ristrutturano in dieci anni, ammazzandosi di lavoro: si sentono speciali, soprattutto a confronto con i vicini volgari, a differenza dei quali sono ecologisti, ambientalisti, corretti. Patty, in particolare, rappresenta «una risorsa, una gioiosa portatrice di polline socioculturale, un’ape operosa e affabile. Una delle poche mamme a tempo pieno di Ramsey Hill, famosa per la sua avversione a parlare bene di se stessa e male di chiunque altro». Franzen narra il sogno di una famiglia americana del ventunesimo secolo, racconta la vita dei due nel tempo: dal college al matrimonio, alla relazione con i figli Joey e Jessica, alla crisi. Joey, il figlio sedicenne, a un certo punto va a vivere con la ragazza a casa degli odiati vicini, Patty frequenta Richard Katz, amico fraterno di Walter e musicista rock che è segretamente innamorato di lei, mentre Walter, il sostenitore della raccolta differenziata che va al lavoro in bicicletta, viene descritto dai giornali come «arrogante, tirannico ed etica-

Massimo Canorro A poco più di un anno e mezzo dalla sua morte, sopraggiunta a Milano il 18 agosto 2009, la galleria Gruppo credito valtellinese nel Refettorio delle stelline del capoluogo lombardo ricorda la saggista, traduttrice, scrittrice e giornalista genovese Fernanda Pivano con una mostra ideata da Michele Concina. Fino al 18 luglio un’interessanteseriedidocumenti originali in parte inediti, fotografie (come gli scatti curati da

Fernanda Pivano

Jonathan Franzen

mente compromesso». «Sembrava assurdo che Walter, più verde di Greenpeace e cresciuto in campagna, fosse finito nei guai per connivenza con l’industria del carbone ai danni dei cittadini. Ma nei Berglund, d’altra parte, c’era sempre stato qualcosa che non andava». Il romanzo, uscito negli Stati Uniti ad agosto 2010, è stato un vero e proprio caso editoriale

tanto che il "Time" ha dedicato una copertina a Franzen definendolo "il più grande romanziere americano". Il successo, dovuto anche al fatto che il presidente Barack Obama abbia scelto "Freedom" come lettura estiva, ha superatol’Atlanticoarrivandoanche in Italia, dove il romanzo sta scalando con tenacia gli scaffali delle librerie.

La copertina

Diario della deputata Pd Marianna Madìa, attiva sui temi del lavoro

Precari, dietro le quinte della politica Edito da Rubbettino con prefazione di Susanna Camusso è il racconto di tre anni di vita parlamentare con retroscena aneddoti e battaglie in aula

e persone della Pivano

Silvia Novelli In uscita Precari, dietro le quinte della giovane deputata Pd, Marianna Madìa, su tre anni di vita politica, con prefazione di Susanna Camusso (Rubbettino editore, 100 pagine, 10 euro). Oggi è il lavoro il buco nero dell’Italia. E il precariato è la ferita più aperta sul corpo di un mondo del lavoro sempre più malato e sofferente. Non sono solo la crisi o i cambiamenti dell’economia, il debito pubblico o la globalizzazione a creare insicurezze e disuguaglianze. Spesso è la cattiva volontà della politica a esasperare i problemi. Il libro della Madìa, intitolato Precari, storie di un’Ita-

Il volume

lia che lavora, racconta tutto questo. La deputata Pd, entrata in Parlamento nel 2008, ha scelto di occuparsi di precariato. Entra nella Commissione lavoro della Camera e tiene un diario che diventa un racconto di questi anni di vita politica e parlamentare. I fatti di cronaca politica, gli aneddoti di vita parlamentare, le battaglie nelle aule, le storie di crisi e disoccupazione, s’intersecano in una narrazione unica che diventa una riflessione sull’Italia del futuro. Un capitolo è dedicato al ministro Tremonti, simbolo vivente delle contraddizioni del governo. Oltre alla cronaca, le proposte su come uscire da un quindicennio di precarietà senza sviluppo.

Guido Harari), dattiloscritti e testi autografi di scrittori internazionali (come Grazie, Fernanda dello statunitense Jay McInerney, apparso nel 1995 sul "New Yorker") vengono esposti all’interno della rassegna Fernanda Pivano, viaggi, cose, persone a cura di Ida Castiglioni e Francesca Carabelli, con la consulenza di Enrico Rotelli. «Vorrei aver scritto tre righe che la gente si ricordi», dichiarò la protagonista della mostra nel corso di un’intervista del 2001. Così, partendo da questa dichiarazione che ben esplicita la capacità autocritica e autoironica di una delle protagoniste del Novecento, vero e proprio ponte culturale tra Italia e Stati Uniti, la rassegna aziona una macchina del tempo che si mette in moto dal 1943, quando Fernanda pubblica con Einaudi la prima traduzione italiana di "Spoon river" antologia di poemi di Edgar Lee Masters - sotto la guida di Cesare Pavese, e quella di Addio alle armi (1929) di Ernest Hemingway, libro all’epoca proibito dal Regime per il quale Fernanda finì in carcere. Una vita, la sua, contraddistinta dalla ferma volontà di far conoscere e apprezzare una serie di rilevanti autori della "Beat generation" - da Sherwood Anderson a William Faulkner, da Francis Scott a Jack Kerouac a Charles Bukowsky - e da una bulimica curiosità. Info: www.creval.it.


Domenica 17 Aprile 2011

il Domani 29

IL DOMANI DELLA CULTURA

Un disegno di Alessandro Baronciani

Intervista al giovane autore di fumetti pesarese: «Con Bruno Munari cerco il momento perfetto»

Baronciani, non c’è stile senza storia Nur Al Habash Se in Italia il fumetto è da sempre visto come un settore editoriale e culturale trascurabile, un "divertissement" per infanti e sfegatati appassionati di supereroi, esercitare il mestiere di fumettista con serietà e una certa dose di dignità non dev’essere semplice. Lo sa bene Alessandro Baronciani, che per iniziare a lavorare ha escogitato qualche anno fa un modo bizzarro per creare attorno a sé

«Oggi è più semplice di qualche anno fa trovare in una libreria una sezione specializzata. Questo perché ora i fumetti hanno molte più cose da dire» un piccolo caso editoriale: attraverso una campagna abbonamenti portata avanti con febbrile passaparola, ha iniziato a inviare per posta i suoi albi di fumetti fotocopiati, che prendevano vita man mano che gli abbonati rispondevano al mittente aggiungendo commenti, avventure personali, consigli e suggerimenti. Cinque anni di lettere diventate storie e lettori comparsi poi come personaggi su carta stampata, raccolti infine nel volume Una storia a fumetti, che gli è servito da trampolino di lancio per una carriera brillante e di certo molto poco convenzionale. L’esperimento dei fumetti sviluppati per via epistolare non è infatti quello più curioso comparso sul suo curriculum, come lui stesso racconta: «Il fumetto-letto, ad esempio, è un’idea che mi è venuta da un’opera di Bruno Munari, il Libro-letto: delle lenzuola e una coperta con stampata dentro una storia da leggere prima di addormentarsi. Io ho

Cinque anni di lettere diventate storie e lettori comparsi poi come personaggi su carta stampata, raccolti infine nel volume a disegni Una storia a fumetti Il disegnatore

fatto lo stesso, ma con un fumetto. Allo stesso modo ho creato una serie di dieci spille che, messe una vicino l’altra, creano un’altra storia. Credo che queste piccole declinazioni dei miei lavori arrivino dove la carta stampata non sempre arriva, ovvero al momento perfetto. Un po’ come quando sei con una persona di cui sei innamorato e senti che è arrivato il momento perfetto per baciarsi. A me piace sentire la stessa sensazione, ma con gli oggetti. Quando ne trovi uno bello, ricercato e unico, sia una serigrafia o delle lenzuola disegnate, e lo vuoi comprare per farlo tuo, in quel momento senti la stessa sensazione: un attimo che non si ripeterà. Più che una scelta di materiale di supporto, insomma, è una scelta

Un'altra opera del fumettista

romantica». Che sia la versatilità ispirata da Munari, o ancora la creatività fuori dal comune dello stesso Baronciani, l’assunto a cui pare si arrivi è che nel 2011 il posto del fumetto non è di certo più quello di una volta: «In Italia il settore sta avendo una specie di rinascimento: dalle edicole si è spostato in libreria. Oggi è più semplice di qualche anno fa trovare in una libreria una sezione specializzata. Questo perché adesso i fumetti hanno molte più cose da dire e da raccontare, per cui le edicole sono diventate strette. Se vuoi, li puoi considerare dei romanzi illustrati, quelli che in Italia sono arrivati con il nome di "graphic novel"». Non chiamiamoli fumetti, allora: i romanzi illustrati di Alessandro Baronciani hanno

I romanzi illustrati di Alessandro Baronciani hanno una carica evocativa magnetica, con le loro linee decise eppure dotate di una morbidezza materna una carica evocativa magnetica, con le loro linee decise eppure dotate di una morbidezza materna, i volti sfuggenti e pieni di un’espressività che coniuga i verbi della delicatezza e del sentimento pur evitando le tinte forti, perché «i colori distraggono, invece il bianco e il nero da soli producono un rapporto di astrazione della realtà che è divertente». Lo è ancora di più poi, se certi tratti servono a incorniciare storie raccontate con la semplicità e la schiettezza di un abilissimo menestrello su carta. Perché «il fumetto non è uno stile, o un genere. Sono delle storie da raccontare». Alessandro Baronciani è nato il 10 maggio 1976 a Pesaro. Lavora a Milano come “art director”, illustratore, fumettista e musicista. Ha illustrato campagne pubblicitarie e diretto spot televisivi per grandi aziende come Coca Cola, Martini, Vodafone e Audi. Info: http://baronkarza.splinder.com.


il Domani Domenica 17 Aprile 2011 31

SPETTACOLI-TV CANALE

20:00 - TELEGIORNALE 20:35 - TELEGIORNALE Rai Tg Sport 20:40 - GIOCO Affari Tuoi Altro appuntamento condotto da Max Giusti, il comico romano noto al grande pubblico per le sue originali imitazioni di personaggi legati al mondo dello spettacolo, dello sport, della politica e dell’attualità. Anche questa serata guiderà 20 concorrenti nell’ “insidioso” percorso tra i pacchi che si snoda idealmente lungo tutta la penisola.

21:30 - SERIE TV Un passo dal cielo 23:35 - RUBRICA Speciale Tg1 00:30 - TELEGIORNALE TG1 00:55 - RUBRICA Applausi - di cultura 02:10 - RUBRICA Sette note - di musica 02:30 - Cosi' è la mia vita ... Sottovoce Rubrica settimanale di Raiuno che si occupa di cinema e fiction televisiva puntando le telecamere sui set e i backstage delle produzioni. Al timone, Gigi Marzullo, che guida i telespettatori nel mondo della produzione italiana e internazionale di film e fiction tv attraverso le interviste ai suoi protagonisti, spesso ospiti in studio: produttori, attori, registi, sceneggiatori, critici.

03:00 - RUBRICA Mille e una notte - Fiction 05:10 - VIDEOFRAMMENTI DA DA DA 05:45 - NEWS Euronews

ITALIA 06:20 - SITUATION COMEDY Zanzibar 07:00 - RUBRICA Super partes 07:50 - CARTONI ANIMATI Hi! Hamtaro 08:04 - CARTONI ANIMATI Jewelpet 08:24 - CARTONI ANIMATI Spongebob 08:39 - CARTONI ANIMATI Spongebob 08:54 - CARTONI ANIMATI Ben 10 09:24 - CARTONI ANIMATI Yu gi oh! 5d's 10:00 - CARTONI ANIMATI Beyblade metal fusion 10:25 - CARTONI ANIMATI Teen titans 10:50 - CARTONI ANIMATI Cattivik 10:55 - TELEFILM Aaron stone 11:50 - SPORT Grand prix 12:25 - TELEGIORNALE Studio aperto 12:58 - PREVISIONI DEL TEMPO Meteo 13:00 - SPORT Guida al campionato 14:00 - The descent - Al centro della terra - con Luke Perry, Natalie Brown - regia di Terry Cunningham (Canada) - 2005 16:00 - Beethoven La grande occasione - con Jonathan Silverman, Jennifer Finnigan, Moises Arias - regia di Mike Elliott (USA) 2008 18:05 - CARTONI ANIMATI Scooby Doo 18:20 - CARTONI ANIMATI Tom & Jerry 18:28 - Studio aperto - Anticipazioni 18:30 - TELEGIORNALE Studio aperto 18:58 - PREVISIONI DEL TEMPO Meteo 19:00 - TELEFILM Mr Bean 19:30 - TELEFILM Mr Bean 19:40 - Mr. Bean: l'ultima catastrofe - con Rowan Atkinson, Peter Macnicol, Pamela Reed regia di Mel Smith (Gran Bretagna) - 1997 21:25 - FILM Superman returns - regia di Bryan Singer (USA) - 2006 00:20 - Ultraviolet - con Milla Jovovich, Cameron Bright, Nick Chinlund - regia di Kurt Wimmer (USA) - 2006 02:10 - FILM Al passo con gli Stein - con Jami Gertz, Daryl Hannah, Garry Marshall - regia di Scott Marshall (USA) - 2006 03:45 - TELEVENDITA Media shopping 04:00 - SITUATION COMEDY Via Zanardi, 33 04:55 - TELEVENDITA Media shopping

06:00 - RUBRICA Fuori orario. Cose (mai) viste 07:35 - TELEFILM La grande vallata 08:25 - FILM Le mani sulla città - con Rod Steiger, Guido Alberti, Salvo Randone - regia di Francesco Rosi 10:05 - RUBRICA Appuntamento al cinema - di cinema 10:10 - TELEFILM Agente Pepper 11:00 - RUBRICA TGR Estovest 11:20 - RUBRICA TGR Mediterraneo 11:45 - RUBRICA TGR RegionEuropa 12:00 - TELEGIORNALE TG3 12:25 - RUBRICA TeleCamere - di politica 12:55 - RUBRICA Racconti di vita 13:25 - RUBRICA Passepartout - di cultura 14:00 - TELEGIORNALE TG Regione 14:15 - TELEGIORNALE TG 3 14:30 - RUBRICA In 1/2 h - di attualità 15:00 - TELEGIORNALE TG 3 L.I.S. 15:05 - SPORT Rai Sport- Ciclismo - Ciclismo 17:15 - FILM Gli onorevoli con Totò, Peppino De Filippo, Franca Valeri - regia di Sergio Corbucci 18:55 - PREVISIONI DEL TEMPO Meteo 3 19:00 - TELEGIORNALE TG 3 19:30 - TELEGIORNALE TG Regione 20:00 - ATTUALITÀ Blob 20:10 - TALK SHOW Che tempo che fa "Che tempo che fa" è il più famoso talk show italiano, un "one-to-one" talk show con due ospiti weekend, il sabato e la domenica sera: in un'atmosfera da salotto, Fabio Fazio affronta i più svariati argomenti, dall'attualità allo sport, dalla musica alla scienza.

06:00 - TELEGIORNALE Prima pagina 07:55 - NEWS Traffico 07:57 - PREVISIONI DEL TEMPO Meteo 5 08:00 - TELEGIORNALE Tg5 - Mattina 08:51 - SHOW Le frontiere dello spirito 09:42 - TELEGIORNALE Tgcom 10:00 - REALITY SHOW Riassunto grande fratello 10:15 - SITUATION COMEDY Il mammo 10:45 - MINISERIE L'onore e il rispetto 13:00 - TELEGIORNALE Tg5 13:39 - PREVISIONI DEL TEMPO Meteo 5 13:40 - REALITY SHOW Grande fratello 14:00 - SHOW Domenica cinque 18:50 - GIOCO Chi vuol essere milionario 20:00 - TELEGIORNALE Tg5 20:39 - PREVISIONI DEL TEMPO Meteo 5 20:40 - SHOW Paperissima sprint Per la terza volta alla conduzione la brasiliana più simpatica della Tv italiana: Juliana Moreira, affiancata dal pupazzo Gabibbo. Gag inedite si alterneranno a una selezione di filmati esilaranti provenienti da tutto il mondo: video amatoriali con protagonisti bambini, animali, piccoli incidenti domestici, matrimoni, imprese sportive e molto altro. La prima edizione di Paperissima Sprint risale al 1990 e nasce su Italia 1 come uno speciale di Paperissima.

21:30 - RUBRICA Report - di attualità 23:20 - TELEGIORNALE TG 3 23:30 - TELEGIORNALE TG Regione 23:35 - SHOW Cosmo 00:35 - TELEGIORNALE TG 3 00:45 - RUBRICA TeleCamere - di politica 01:35 - RUBRICA Appuntamento al cinema 01:40 - RUBRICA Fuori orario. Cose (mai) viste di cinema 03:55 - FILM

21:10 - SHOW Il senso della vita - 4a puntata 00:30 - RUBRICA Terra 01:30 - TELEGIORNALE Tg5 - Notte 02:01 - PREVISIONI DEL TEMPO Meteo 5 02:02 - SHOW Paperissima sprint 02:32 - FILM La via degli angeli con Gianni Cavina, Valentina Cervi - regia di Pupi Avati (Italia) - 1999 05:18 - REALITY SHOW Grande fratello 05:31 - TELEGIORNALE Tg5-notte-replica 05:44 - PREVISIONI DEL TEMPO Meteo 5 05:45 - TELEVENDITA Media shopping

06:00 - Tg La7/meteo/oroscopo/traffico 06:55 - RUBRICA Movie Flash 07:00 - RUBRICA Omnibus 07:30 - TELEGIORNALE Tg La 7 09:50 - RUBRICA m.o.d.a. 10:35 - RUBRICA La7 Doc "Couples & Duos" 11:15 - Assen - Olanda: Superbike - Gara 1 13:00 - RUBRICA Paddock Show 13:30 - TELEGIORNALE Tg La7 13:55 - NEWS Supersport - Sport 15:10 - Assen-Olanda: Superbike - Gara 2 16:20 - RUBRICA Movie Flash - di cinema 16:25 - TELEFILM Cuore d' Africa 17:25 - Stringi i denti e vai - con G. Hackman, C. Bergan - regia di R. Brooks (USA) - 1975 20:00 - TELEGIORNALE Tg La7 20:30 - RUBRICA In Onda - di attualità 21:30 - MonaLisaSmile con J. Roberts, K. Dunst, J. Stiles - regia di M. Newell (USA) - 2003 00:00 - NEWS Tg La 7 - Informazione 00:10 - RUBRICA Movie Flash - di cinema 00:15 - RUBRICA Bookstore - di cultura 01:20 - FILM Riccardo III - con Ian McKellen, Annette Bening - regia di Richard Loncraine (USA) - 1996 03:40 - FILM L'uomo Venerdì - con P.O'Toole, R. Roundtree - regia di J.Gold (GB) - 1975 05:20 - DOCUMENTARIO La7 Doc

07:00 - NEWS News - Attualità 07:05 - MUSICA Only Hits 08:00 - MUSICA Europe Top 10 09:00 - MUSICA Mtv World Stage 10:00 - MUSICA Official Top 20 12:00 - MUSICA Hitlist Italia 14:00 - NEWS Speciale Mtv News 15:00 - REPORTAGE Il Testimone Vip 16:00 - NEWS MTV News 16:05 - SHOW Teen Cribs 16:30 - SHOW Teen Cribs 17:00 - NEWS MTV News 17:05 - SHOW I Used to Be Fat 18:00 - NEWS MTV News 18:05 - SHOW Made 19:00 - NEWS MTV News 19:05 - Vita segreta di una teenager americana 20:00 - SHOW I Soliti Idioti 20:30 - SHOW I Soliti Idioti 21:00 - NEWS Mtv News 21:05 - SHOW True Life 22:00 - TELEFILM Jersey Shore 23:00 - SHOW I Soliti Idioti 00:00 - TELEFILM True Blood 01:00 - TELEFILM Blue Mountain State 01:30 - TELEFILM Blue Mountain State 02:00 - MUSICA Party Zone 05:45 - NEWS News

RETE 06:25 - TELEGIORNALE Tg4 night news 06:45 - TELEVENDITA Media shopping 07:00 - TELEVENDITA Media shopping 07:15 - RUBRICA Super partes 08:20 - MINISERIE Anno domini 09:20 - DOCUMENTARIO Magnifica Italia 10:00 - RELIGIONE S. Messa 11:00 - RUBRICA Pianeta mare 11:25 - TELEGIORNALE Anteprima Tg4 11:30 - TELEGIORNALE Tg4 - Telegiornale 11:54 - PREVISIONI DEL TEMPO Meteo 11:58 - TELEGIORNALE Tg4 - Telegiornale 12:00 - RUBRICA Melaverde 13:20 - RUBRICA Pianeta mare 13:52 - RUBRICA Donnavventura 14:25 - TELEFILM Suor Therese 16:11 - NEWS Vie d'Italia - Notizie sul traffico 16:20 - FILM Carnera - The walking mountain con Andrea Iaia, Anna Valle, F. Murray Abraham - regia di Renzo Martinelli (Italia) - 2008 17:07 - TELEGIORNALE Tgcom 17:10 - PREVISIONI DEL TEMPO Meteo 18:50 - TELEGIORNALE Anteprima Tg4 18:55 - TELEGIORNALE Tg4 - Telegiornale 19:19 - PREVISIONI DEL TEMPO Meteo 19:23 - TELEGIORNALE Tg4 - Telegiornale 19:35 - TELEFILM Il ritorno di Colombo 21:30 - TELEFILM Tempesta d'amore 23:20 - RUBRICA Contro campo posticipo 23:30 - RUBRICA Contro campo 01:35 - TELEGIORNALE Tg4 night news 01:58 - MUSICALE Alice special 02:55 - FILM Il segreto del bosco vecchio drammatico - con Paolo Villaggio, Riccardo Zannantonio, Lino P. Marden, Giulio Brogi - regia di Ermanno Olmi (Italia) - 1992 04:59 - SHOW Come eravamo 05:15 - NEWS Tg4 night news 05:35 - RUBRICA Peste e corna e gocce di storia 05:40 - TELEFILM Il fuggitivo

1

Carlo Conti conduce una nuova puntata del quiz show più amato dagli italiani. Anche questa volta il conduttore sarà circondato dalle bellissime "professoresse". I telespettatori potranno giocare a "Chi l'ha detto?", un gioco telefonico nel quale dovranno indovinare chi ha pronunciato una frase celebre.

06:00 - SITUATION COMEDY 7 Vite 06:25 - REALITY SHOW L'isola dei Famosi 07:00 - RUBRICA Cartoon Flakes Weekend 07:01 - CARTONI ANIMATI Le nuove avventure di Braccio di Ferro 07:10 - TELEFILM Gargoyles 07:30 - RUBRICA Art Attack 07:55 - CARTONI ANIMATI Le nuove avventure di Braccio di Ferro 08:10 - SPORT Automobilismo: Gran Premio della Cina di Formula 1 - Automobilismo 08:11 - SPORT Pole Position - Automobilismo 08:55 - SPORT Gara - Automobilismo 11:00 - SPORT Pole Position - Automobilismo 11:30 - SHOW Mezzogiorno In famiglia 13:00 - NEWS TG 2 GIORNO 13:30 - NEWS TG 2 Motori 13:40 - PREVISIONI DEL TEMPO Meteo 2 13:45 - RUBRICA Quelli che aspettano... 15:40 - SHOW Quelli che il calcio e... 17:05 - RUBRICA Rai Sport Stadio Sprint 18:00 - TELEGIORNALE TG2 L.I.S. 18:05 - RUBRICA Rai Sport 90° minuto 19:30 - RUBRICA RaiSport Shanghai. (Cina) Automobilismo 20:00 - RUBRICA Crazy Parade 20:30 - NEWS TG2 - 20.30 21:00 - TELEFILM N.C.I.S. 21:45 - TELEFILM Hawaii Five - 0 22:35 - RUBRICA RaiSport. 01:00 - NEWS TG 2 01:20 - RUBRICA Protestantesimo - di religione 01:50 - REALITY SHOW L' Isola dei Famosi 02:25 - PREVISIONI DEL TEMPO Meteo 2 02:35 - TELEFILM Kevin Hill 03:50 - RUBRICA Secondo canale 04:15 - RUBRICA Università Telematica Internazionale UniNettuno - di didattica 05:00 - RUBRICA Università Telematica Internazionale UniNettuno - di didattica 05:45 - RUBRICA Secondo canale

CINEMA

06:00 - RUBRICA QUELLO CHE 06:30 - RUBRICA Mattina in famiglia 07:00 - TELEGIORNALE TG 1 08:00 - TELEGIORNALE TG 1 09:00 - TELEGIORNALE TG 1 09:20 - TELEGIORNALE TG 1 L.I.S. 09:25 - RELIGIONE Santa Messa 12:25 - RUBRICA Linea Verde 13:30 - TELEGIORNALE TELEGIORNALE 14:00 - SHOW Domenica In l'Arena 15:50 - SHOW Domenica In - Amori 16:15 - SHOW Domenica in....onda 16:30 - TELEGIORNALE TG 1 18:50 - QUIZ L'Eredità

06:45 Oggi e' gia' domani 08:20 Matrimoni e altri disastri 10:00 Rio - Speciale 10:15 Fuori controllo 12:15 Mine vaganti 14:10 Sunshine cleaning 15:45 Daddy sitter 17:15 Remember me 19:15 La vita e' una cosa meravigliosa 21:00 Sky Cine News - Belen e Solfrizzi 21:10 Il piccolo Nicolas e i suoi genitori 22:50 Paranormal Activity 00:20 Daddy sitter 01:55 Rio - Speciale 02:15 Salvate il soldato Ryan

05:00 Il Concerto

Il piccolo Nicolas e i suoi genitori Un film di Laurent Tirard. Con Valérie Lemercier, Kad Mérad, Sandrine Kiberlain, François-Xavier Demaison, Michel Duchaussoy, Daniel Prévost, Michel Galabru, Anémone, François Damiens, Louise Bourgoin, Maxime Godart, Vincent Claude, Charles Vaillant, Victor Carles, Benjamin Averty. Genere: Commedia Durata 91 min. FRANCIA 2009. Amato in famiglia, benvoluto dai propri compagni di scuola, il piccolo Nicolas vive una vita felice. Ma un giorno una conversazione tra i suoi genitori, lo induce a pensare che sia in arrivo un altro fratellino e il timore di seguire le sorti di Pollicino, di essere abbandonato nel mezzo di un bosco, lo assale...


il domani  

Edizione del 17 Aprile 2011

Advertisement