Page 1

Domenica 13 Febbraio 2011

Anno XIV - Numero 43 Abbinata obbligatoria il Domani più TelespazioSport

Euro 1,00

QUOTIDIANO DI POLITICA ECONOMIA E CULTURA Poste Italiane S.p.A. -- Spedizione in abbonamento postale - D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n. 46) art. 1, comma1. Aut. CBPA-SUD/CZ/326/09

REGIONE

REGIONE

Contratti di finanza derivata avviata una azione di verifica

REGIONE Intensa attività di monitoraggio sul rischio idrogeologico

Caligiuri: ingenti risorse da investire nella ricerca

a pag » 9

a pag » 9

a pag » 10

Nuovi sbarchi di clandestini nel Crotonese, in 31 arrivano su una barca a vela: arrestato uno scafista turco

Emergenza immigrazione anche in Calabria Il centro di accoglienza Sant’Anna è il più grande d’Europa ma già rischia il collasso, in 700 sono arrivati dalla Sicilia IL COMMENTO

Le donne esprimono la politica del fare

La Prefettura di Crotone ha aperto tutte le strutture disponibili raddoppiando la capienza che, però, si è ben presto esaurita. Nel centro sono stati ospitati anche i 185 immigrati che sono giunti sulle coste calabresi dall’inizio dell’anno di Francesco Pungitore a pag » 8

«NON CI SARÀ PUTTANOPOLI»

di Marisa Fagà

Fiat conferma il piano da 20 mld: cuore italiano

res. naz. Udc pari opportunità

Il dipartimento Pari Opportunità dell’Udc risponde in modo corale all’iniziativa in favore delle donne: “Il genio femminile della domenica, 110 manifestazioni al femminile per il 13 febbraio”. Una manifestazione che sceglie di raccontare il mondo della creatività e della solidarietà delle donne attraverso 110 significative iniziative, una per ognuna delle province italiane. E’ questo il modo migliore per rilanciare la dignità della donna: non il dissenso fine a se stesso, ma il valore dell’esempio, non la mobilitazione contro qualcuno, ma il racconto di quella "politica del fare" che le donne esprimono quotidianamente. Dal Nord al Sud Italia tutte le responsabili dei vari territori hanno risposto e tempestivamente organizzato iniziative importanti: a Vibo Valentia uno scambio inter-culturale tra la religione cattolica e quella evangelica, con particolare riguardo alle differenti visioni della donna nella famiglia e nella società odierna.

ECONOMIA

Ferrara: dai giudici un golpe moralistico MILANO - «Quello dei giudici è un golpe moralistico», ha detto Giuliano Ferrara tra gli applausi della manifestazione “antipuritana” organizzata dal Foglio con lo slogan “In mutande ma vivi”. E ha chiesto al premier di tornare ad essere «il vero Berlusconi, quello del ’94 capace di rilanciare il Paese» e di non fare «agli avversari il favore di ridurre le sue giornate a quelle di un imputato». Nel teatro anche un parapiglia fra un giornalista di Annozero e il ministro La Russa.

ROMA - Le oltre due ore di vertice tra il superamministratore delegato italo-canadese Sergio Marchionne, John Elkann e i ministri "economici" del governo potrebbero essere riassunte nel seguente modo: Fiat resterà nel Belpaese solo se verrà garantita la "governabilità" degli stabilimenti italiani. Il nodo insomma rimane ancora quello che il ministro del Lavoro chiama delle "relazioni industriali costruttive". «È questo il cuore del problema - ha detto Sacconi. Lo abbiamo condiviso tutti, governo, regione, comune e provincia». Del resto Marchionne è stato chiaro fin dall’inizio e ha sempre puntato il dito contro il sistema contorto della rappresentanza sindacale italiana. Perché devo parlare con dieci persone diverse invece che con una? di Gaia Mutone a pag » 6

GIOIOSA JONICA Piantagione di canapa indiana in casa finiscono in manette padre e figlio a pag » 23

REGGIO CALABRIA Il consiglio comunale ha approvato il bilancio consuntivo dell’Ente del 2009 a pag » 22

CATANZARO Mungo attacca: un anno dopo l’emergenza a Janò tutto è rimasto immutato a pag » 16

L’INTERVENTO

Il segno che la democrazia in Italia è in affanno di M. Grazia Laganà parlamentare Partito democratico

Esprimo tutta la mia vicinanza al segretario nazionale del Pd, Pier Luigi Bersani, bersaglio di un grave atto di intimidazione. Un grave gesto, un’azione vigliacca che lascia intendere il clima in cui si sta vivendo nel Paese. E’ il segno che la democrazia in Italia è in affanno. Sembra agire una strategia occulta, eversiva, nel tentativo di condizionare gli stessi principi costituzionali. Allora, innanzitutto, vanno garantiti i limiti di sicurezza e di legalità perconsentire ai rappresentanti politici e istituzionali onesti, come ilsegretario del mio Partito, Bersani, tutta la serenità per portare avanti i suoi programmi di libertà e di crescita del Paese, esclusivamente a favore della collettività, e non di una casta soltanto. Al segretario Pier Luigi Bersani, esprimo la mia solidarietà più sincera, in questo momento particolare, pensando di potere rappresentare a pieno i sentimenti della stragrande maggioranza dei democratici calabresi, con la speranza che presto si possa arrivare ad accertare i responsabili del vile gesto, messo in atto per impaurire non soltanto un alto rappresentante della politica nazionale, che con coraggio deve proseguire nella sua attività, ma una intera classe politica. Ma desidero anche aggiungere che tale mia espressione di solidarietà non può e non deve rimanere una semplice formalità, bensì deve spingere tutti a fare scudo acchè tali atti non si abbiano a verificare più nei confronti di nessuno.


2

il Domani Domenica 13 Febbraio 2011

D2 - LETTERE, RUBRICHE, INTERVENTI LA NOTA di Doris Lo Moro Tremonti ha letto i giornali locali? di Doris Lo Moro*

Il viaggio di Tremonti in Calabria somiglia molto ad una confessione. Il Ministro dell’Economia non conosce la situazione calabrese e, soprattutto, non si fida dei suoi colleghi di governo, ai quali dice sempre e comunque di no, senza approfondire la natura e l’urgenza delle richieste prospettate. La sua opinione, invece, visto che ha in mano il cordone della borsa, deve contare molto per gli altri Ministri e per lo stesso Berlusconi. E’ per questo che mi sono chiesta se il Ministro Tremonti ha avuto occasione di dare un’occhiata ai giornali locali mentre scendeva in Calabria su treni di vecchia costruzione destinati a questa parte d’Italia, in fatiscenti carrozze di seconda classe, o mentre risaliva, a bordo di un pulmino, lungo la Salerno. Reggio Calabria, che - secondo quanto dichiarato alla Camera da Berlusconi - dovrebbe essere completata nel 2013. Avrebbe potuto così riflet-

tere su quanto incidono sulla competitività delle imprese le difficoltà di accesso al credito. Avrebbe potuto, in particolare, constatare che i tassi bancari praticati al Nord sono diversi e minori di quelli praticati al Sud, al punto che nelle regioni meridionali sono le stesse banche che, quando non spingono al ricorso agli strozzini, praticano esse stesse tassi giudicati illegali da Tribunali della Repubblica. Bastava leggere la notizia della sentenza per usura emessa dal Tribunale di Vibo Valentia contro la banca Antonveneta e le considerazioni aggiuntive e drammaticamente chiarificatrici di Antonino De Masi, un imprenditore che da anni denuncia il fenomeno tra l’incredulità diffusa. E tutto questo, in fondo, rientra nelle sue competenze più delle condizioni dei treni e dei limiti della mobilità più volte segnalati al suo collega Matteoli da decine di interrogazioni e di denunce.

DAL VOSTRO INDIGNATO SPECIALE

Sui giornali il Ministro Tremonti avrebbe letto la notizia che un commerciante reggino che si è opposto al racket è rimasto ferito in un agguato organizzato per ucciderlo. Avrebbe considerato quanto sono gravose le condizioni in cui Tiberio Bentivoglio e i suoi colleghi lavorano e quanto siano poco protette dallo Stato le persone che hanno il coraggio di denunciare e di non pagare il pizzo. Avrebbe sicuramente riflettuto sui danni di una politica di tagli generalizzati che non può che rendere debole la presenza dello Stato su un territorio controllato in maniera capillare dalla ‘ndrangheta. E anche questo dovrebbe avere conseguenze sulla politica del suo Ministero. Non so se questo viaggio e il carico di conoscenze e di informazioni di cui Tremonti si sarà arricchito cambierà qualcosa nella politica del governo; se per esempio ci potranno essere restituiti i fondi FAS che ci sono stati sottratti. Personalmente non credo ma le mie interrogazioni d’ora in poi, sui treni,

sull’autostrada o su qualsiasi altro argomento che abbia risvoltieconomici non mancherò di rivolgerle, prima che al Ministro competente per materia, al Ministro Tremonti che potrà sempre tornare in Calabria per le verifiche del caso. Non posso non chiedermi, infine, perchè Tremonti era accompagnato da Angeletti e Bonanni. Un viaggio informale? Un nuovo modo di fare sindacato? Avranno avuto le loro buone ragioni ma per adesso siamo in tanti a non aver capito. Per fortuna, lo dico con orgoglio da donna di sinistra, ci resta la Camusso a contrastare la deriva governativa che pare contagiare molti ambienti, compresi quelli sindacali.

*parlamentare Pd

di Carlo Bassi

Ci vorrebbero giornate della collera anche da noi La mappa delle violazioni dei partiti (non avrebbero dovuto candidare condannati alle amministrative) fanno emergere un’Italia divisa in due: virtuosa al Nord, collusa con mafia e poteri criminali al Sud. Punto e basta , e niente commenti please. Ventinove candidati hanno fatto campagna elettorale con un condanna per estorsione in tasca; tre per usura; quattro per associazionedistampomafioso;moltisorvegliati speciali e un condannato per riciclaggio. Per quanto riguarda le regioni brillano la Puglia (10), Campania (9), Calabria (8) e Sicilia (8), il Lazio (5), la Basilicata(3),l’Abruzzo(2).Quasituttiipartiti sono coinvolti: Pdl (2), Pd (2), Mpa (2), Api (1), La Destra (1), Rifondazione-Sinistra europea (1), socialisti uniti-Psi (1), Udc (2).Come dire il più pulito ha la rogna. Inutile parlare, criticare, giudicare. Bisogna solo leggersi la lista dei 45 politici "impresentabili"presentatadalpresidentedella commissione Antimafia Beppe Pisanu. E chiedersi se non ci siano gli estremi per una bella Giornata della collera alla maniera di Tunisia, Algeria e via africaneggiando. Ma il dubbio è che in fondo ci stia bene così: si vede che qualcuno ci guadagna a votare gente di quello stampo.

La febbre da scommessa sportiva ha contagiato anche la Valle d’Aosta. Nell’ultimo anno infatti, a dispetto della crisi, le entrate dell’Amministrazione autonoma dei monopoli di Stato (Amms) nella regione sono aumentate del 90,29 per cento. Segue il Molise (più 20 per cento)


4

il Domani Domenica 13 Febbraio 2011

ITALIA Continuano le ricerche delle bimbe dalla Corsica fino a Cerignola

Consiglio dei ministri straordinario per decidere le misure Altre migliaia di clandestini sono in partenza dall’Africa

Lampedusa emergenza Tremila arrivi in 3 giorni di Roberto Carli ROMA - Sono in corso a Lampedusa i trasferimenti per via aerea con aerei-navetta di 1.420 immigrati, giunti nelle ultime 24 ore dal Nord Africa. Ormai si è arrivati ad un totale di oltre tremila clandestini nel breve spazio di tre giorni e Lampedusa sta per scoppiare. Le autorità tremano al pensiero che - alimentato dalle gravi tensioni nei Paesi africani - il flusso possa perfino aumentare: si parla di altre migliaia in procinto di imbarcarsi in diversi punti del nord Africa. Da Lampedusa, cirUn barcone carico ca 200 clandestini sono stati imbarcati di migranti è sul traghetto per affondato al largo Porto Empedocle. La situazione della Tunisia. Si è nell’isola rimane molto difficile, ma il spezzato in due ministro dell’Interperché sovraccarico no, Roberto Maroni, conferma che il Centro di accoglienza non verrà riaperto. Insiste, però, nel ribadire che c’è una situazione critica e si appresta a chiedere lo stato di emergenza umanitaria (un Consiglio dei ministri urgente è stato convocato ieri), in modo da poter mobilitare immediatamente anche la Protezione civile, l’unica in grado di far fronte

all’arrivo di migliaia di immigrati clandestini. Il governo italiano continua a chiedere alle autorità tunisine di fare la loro parte, ma sulle coste del Paese nordafricano si assiste a un vero e proprio arrembaggio a tutte le barche ritenute in grado di poter compiere la traversate del canale di Sicilia. Nel frattempo, insieme al ministro degli Esteri Franco Frattini, Maroni ha chiesto la convocazione urgente di una riunione a livello politico del Consiglio giustizia e Affari interni dell’Ue per affrontare l’emergenza immigrazione alla luce degli eventi in Tunisia e nel Mediterraneo. L’Italia chiede il dispiego immediato di una missione Frontex per le attività di pattugliamento e intercettazione nell’area al largo delle coste della Tunisia per il controllo dei flussi. «Chiediamo che vi sia una risposta immediata dalla Ue alla nuova situazione creatasi, alla quale l’Italia non può far fronte da sola e che è interesse dell’intera Europa gestire in maniera efficace e tempestiva», affermano i ministri in una nota congiunta. Un barcone carico di immigrati è affondato al largo della Tunisia. Si è spezzato in due perché sovraccarico di persone che cercavano di scappare dal Paese nordafricano dove infuriano gli scontri tra manifestanti e polizia. Un primo bilancio parla di un giovane morto e un disperso, ma le vittime potrebbero essere di più. Dieci persone sono state portate in salvo e tre di queste in ospedale per accertamenti.

Ricostruzioni fantasione, il Colle condanna certa stampa ROMA «Nell’incontro di ieri con il presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, il Presidente della Repubblica ha insistito su motivi di preoccupazione, che debbono essere comuni, sull’asprezza raggiunta dai contrasti istituzionali e politici, e sulla necessità di un sforzo di contenimento delle attuali tensioni in assenza del quale sarebbe a rischio la stessa continuità della legislatura». E’ quanto si legge in una nota diffusa dal Quirinale. «Si smentisce nettamente che sarebbero state evocate dal Presidente del Consiglio ipotesi di mobilitazioni e reazioni di piazza che si è escluso di aver voluto e voler sollecitare», aggiunge la nota sottolineando che l’incontro di ieri «ha in effetti visto il serio confronto tra rispettivi punti di vista e argomenti».Di un incontro istituzionale ovviamente riservato come quello tra il presidente

della Repubblica e il presidente del Consiglio, «sono state date sulla stampa legittime libere interpretazioni e in qualche caso anche ricostruzioni fantasiose perfino con frasi virgolettate in effetti mai pronunciate da nessuno dei due interlocutori». Si è data particolare attenzione a quella che sarebbe stata la ’temperatura’ del colloquio che ha in effetti visto il serio confronto tra rispettivi punti di vista e argomenti. «Il presidente della Repubblica - si legge ancora nel comunicato - ha insistito su motivi di preoccupazione, che debbono essere comuni, sull’asprezza raggiunta dai contrasti istituzionali e politici, e sulla necessità di un sforzo di contenimento delle attuali tensioni in assenza del quale sarebbe a rischio la stessa continuità della legislatura».

ROMA - Un mazzo di rose con la scritta in inglese «speriamo e preghiamo che le tue bambine ritornino» è stato lasciato ieri mattina da qualcuno davanti alla casa di Matthias Schepp a Saint Sulpice, in Svizzera. Il piccolo mazzo di rose è stato attaccato sulle transenne messe dalla polizia del Cantone di Vaud per evitare che curiosi e giornalisti si avvicinino alla villa del papà di Alessia e Livia, le gemelline svizzere che l’uomo ha detto di aver ucciso, anche se - dopo essersi suicidato a Cerignola - non ha dato alcuna indicazione per ritrovarle. Dalla polizia cantonale intanto confermano che le ricerche sono concentrate in Il ritrovamento del Corsica, dove si trovano anche dei funzionari svizzeri navigatore consentirebbe chestannocollaborandocon agli investigatori di i colleghi francesi. Si conferma, inoltre, che nel- ricostruire tutti gli le lettere spedite da Matthias alla moglie Irina, due oltre spostamenti dell’uomo ad una cartolina, non vi sono e dove ha portato le figlie o indicazioni utili al ritrovamento delle gemelline. Ricerche della polizia erano in corso ieri mattina in un canalone non lontano dalla stazione ferroviaria di Cerignola Campagna nell’ambito delle indagini sul suicidio di Matthias Schepp e sulla scomparse delle sue figlie, Alessia e Livia, di sei anni. L’uomo si é suicidato lo scorso 3 febbraio nello scalo lanciandosi sotto un treno Eurostar. Gli agenti della Squadra mobile della questura di Foggia, a quanto si è appreso, stanno in particolare cercando il navigatore satellitare dell’Audi abbandonatadall’uomodavantiall’ingressodella stazione. Viene ipotizzato che l’ingegnere canadese possa essersene disfatto poco prima di mettere in scena l’ultimo atto della sua fuga dalla città svizzera iniziata il 28 gennaio.


Domenica 13 Febbraio 2011 il Domani

ITALIA Impazza la protesta contro Berlusconi, ma c’è anche chi presidia il tribunale

Il popolo viola al suono delle pentole. Oggi donne in piazza di Carlo Bassi MILANO - Circa 300 manifestanti del popolo viola riunitisi a Milano in piazza Fontana hanno invocato pacificamente le dimissioni del premier Silvio Berlusconi fra striscioni di critiche al comportamento del premier e di sostegno al lavoro svolto dalla magistratura di Milano. La manifestazione che doveva svolgersi davanti al Tribunale ma è stata spostata in piazza Fontana per evitare il confronto con il gazebo installato dal Pdl davanti al palazzo di giustizia è stata scandita da slogan accompagnati dal rumore di pentole e coperchi. Una iniziativa, ha spiegato una dei promotori del popolo viola, Manlio Truscia, lanciata «dalla pagina nazionale del popolo viola con l’obiettivo di fare con le pentole da contrappunto al rumore della politica». Truscia ha poi commentato la manifestazione delle mutande organizzata da Giuliano Ferrara (vedi sotto) definendola «solo un abile esercizio di comunicazione con critiche rivolte a quelli del

Palasharp». Truscia è tornato sugli scontri di Arcore della scorsa settimana sottolineando che «non era intenzione degli organizzatori del popolo viola arrivare a quello che è successo» perché «noi non siamo per lo scontro fisico come dimostra anche la decisione di oggi di spostare la manifestazione dal Tribunale a piazza Fontana per non incontrare il gazebo del Pdl». Ma circa 50 manifestanti del popolo viola si sono staccati dal presidio in piazza Fontana per dirigersi verso il palazzo di giustizia dove da venerdì c’è un presidio del Pdl e quattro camionette della polizia si sono spostate per evitare che ci possano essere disordini davanti al tribunale. All’interno del gazebo del Pdl una decina di sostenitori. I manifestanti del popolo viola hanno in mano pentole, coperchi e cartelli contro il premier ma sono stati tenuti a distanza. Quanto ai prossimi appuntamenti del popolo viola , Truscia ha anticipato che il

prossimo grande evento in programma sarà il "No Moratti Day" che si terrà una settimana prima delle elezioni comunale servirà come piattaforma contro la Moratti. Con il popolo viola si è schierato come al solito e senza mezzi termini l’Italia dei valori che sarà oggi in piazza in tutta Italia con il Popolo viola e domani (oggi per il lettore) accanto alle donne per dare

Oggi la manifestazione delle donne porterà in almeno 117 piazze italiane il messaggio sulla dignità femminile. Ci sarà a Roma, Giulia Bongiorno

Ad Arcore «non era intenzione degli organizzatori del popolo viola arrivare a quello che è successo» perché «non siamo per lo scontro fisico» Ieri a Milano assemblea del Pd

una spallata democratica a questo regime. «Se non ora, quando?» è lo slogan della manifestazione che si svolgerà in una quarantina di città e non solo in Italia, ma anche a Londra, New York e altre metropoli mondiali. «Andremo in piazza senza simboli di partito e bandiere perché è in gioco la stessa tenuta del sistema democratico». È quanto ha affermato in una nota il leader dell’Italia dei valori, Antonio Di Pietro. «Ci saremo sempre e dovunque per difendere la Carta e la democrazia», ha chiosato Di Pietro. Un centinaio di persone ha partecipato ieri mattina a Cagliari, in piazza del Carmine, alla manifestazione organizzata dal direttivo nazionale del popolo viola e dai dirigenti cittadini di Italia dei valori. Con pentole, mestoli e coperchi i manifestanti sono sfilati a lungo in piazza per chiedere le dimissioni del presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi. È stato allestito anche un banchetto dell’Italia dei valori che distribuiva materiale sul testamento biologico.Oggi la manifestazione delle donne porterà in almeno 117 piazze italiane il messaggio sulla dignità femminile. Sull’onda del "Rubygate", donne e uomini "amici delle donne", per chiedere rispetto e dignità nei confronti dell’universo femminile. Una manifestazione, hanno spiegato le promotrici, che non viene fatta "contro" altre donne, per giudicarle, o per dividerle in buone e cattive. Ci sarà anche la presidente della commissione giustizia della Camera Giulia Bongiorno, esponente di Futuro e libertà nonché paladina della difesa delle donne oggetto di violenze.

Manifestazione al teatro Dal Verme contro i "giacobini ipocriti" della sinistra

Ferrara in mutande metaforiche contro i puritani di Carlin MILANO - “Posti esauriti” al Teatro Dal Verme di Milano, per la manifestazione “In mutande ma vivi – contro il neopuritanesimo ipocrita”, promossa da Giuliano Ferrara. Ad annunciarlo è stato lo stesso direttore del Foglio all’apertura dei lavori. All’esterno del Teatro era predisposto comunque un apparato audio per seguire l’evento. E oggi – ha sottolineato Ferrara – “il clima è abbastanza dolce”. Il teatro può ospitare tremila persone sedute. Sul palco, oltra al direttore del Foglio , Piero Ostellino, Alessandro Sallusti e Iva Zanicchi. «Ieri sono andato a letto tardi – ha esordito Ferrara aprendo la manifestazione - ho girato per Milano mi sono fermato in una libreria e ho trovato un libro di Emmanuel Kant, il filosofo che Umberto Eco legge senza capirlo». Nel libro Scritti politici Kant scrive: «Il capo supremo deve essere giusto per se stesso e tuttavia essere un uomo. Da un legno storto come è quello di cui l’uomo è fatto non può

uscire nulla di interamente diritto». «Questa – ha commentato il direttore del Foglio - è l’essenza del liberalismo che i puritani e i moraleggianti robespierristi giacobini non hanno mai capito, per questo hanno tagliato tante teste e realizzato un mondo di terrore». Ferrara sottolinea come Kant sia particolarmente severo contro il dispotismo etico: «Lo Stato che vuole attuare con mezzi coattivi la felicità individuale o la morale collettiva - scrive il filosofo tedesco - non raggiunge lo scopo e diventa oppressore». «È chiaro professor Eco – conclude Ferrara -, è chiaro che lei Kant lo legge fino a tarda notte ma non lo capisce». «Io non ho incitato nessuno, ho incitato la libertà delle donne di rispondere solo a se stesse e non a un comitato di censori come quello della repubblica giacobina». Così Piero Ostellino ha risposto a chi «distorcendo il mio pensiero», lo ha accusato di aver incitato, con il suo editoriale sul Corriere della Sera, le donne a prostituirsi. «Il mio principio – ha aggiunto Ostellino - è che ciascuno di noi

ha il diritto di perseguire il proprio ideale di felicità come crede, senza rispondere ad altro che allo propria coscienza e alla sola condizione di non arrecare danno ad altri. Allo stesso modo mio la pensava Immanuel Kant». Ostellino cita anche Benedetto Croce: «Diceva che bisogna tenere distanti l’etica dalla politica: quando uno va dal medico non gli chiede di essere onesto, ma di curarlo bene e allora perché chiede Ostellino - quando si va da un politico deve esser integerrimo?». Dopo l’intervento di Ostellino, Ferrara ha voluto tributare "un applauso" a Daniela Santanché, «che ieri è andata a molestare il Palazzo (di giustizia, ndr) che da 16 anni ha ricevuto solo adulazione facinorosa da coloro che agitavano il cappio». Il direttore del Foglio ha definito il sottosegretario Santanchè “una donna coraggiosa” che “merita il nostro affetto”. E ha concluso: “Brava Daniela!” «Io cantavo, non facevo politica e sono stata sempre anticomunista ma devo fare una confessione: ho approfittato di loro, ho fatto 500 feste

dell’Unità e con i guadagni mi ci sono costruita una bellissima villa in Brianza vicino al presidente Berlusconi, lo confesso: ho peccato!». Così Iva Zanicchi intervenendo al Teatro Dal Verme. Zanicchi è tornata sull’episodio della telefonata del premier alla trasmissione l’Infedele: «Quello che mi ha infastidito – ha detto – è sono diventata la bandiera della sinistra perché ho disubbidito a Berlusconi» che la invitava a lasciare lo studio. «Io non ho disubbidito a Berlusconi – ha continuato - ho solo preferito rimanere lì per difenderlo da quelle ingiurie tremende. Non sono la bandiera di nessuno – ha aggiunto – tanto meno della sinistra». Quanto alla manifestazione per la dignità delle donne, in programma oggi, Zanicchi ha commentato: «Ancora una volta le donne vengono usate per scopi politici e questo fa schifo».

5


6

il Domani Domenica 13 Febbraio 2011

ECONOMIA Milleproroghe, spunta la "tassa sul terremoto". Lunedì il passaggio in Senato ROMA – Il lungo e tortuoso iter del cosiddetto Milleproroghe in commissione Affari costituzionali e Bilancio si è concluso con qualche sorpresa. Spicca ad esempio, sugli oltre 100 emendamenti approvati in commissione, "la tassa sul terremoto": la regione colpita dalla catastrofe e che abbia dichiarato lo stato d’emergenza, se non riesce a coprire le spese della ricostruzione, potrà

aumentare i tributi, le addizionali, le addizionali regionali e anche l’imposta regionale sulla benzina «fino ad un massimo di cinque centesimi per litro». La stessa possibilità di ricorrere alla leva fiscale è riconosciuta anche ai Comuni, che agiranno però sull’accisa dell’energia elettrica, nei casi di difficoltà nella gestione dei rifiuti. Nuove risorse

sono attese per far fronte alle alluvioni dell’autunno scorso in Liguria (90 milioni in due anni), in Veneto (60 milioni ), in Campania (40 milioni) e a Messina (10 milioni). Il decreto dovrebbe approdare lunedì in aula al Senato con un testo che molto probabilmente subirà diversi ritocchi dati i mille emendamenti presentati. Ga.M.

Ieri l’attesissimo incontro chiarificatore a palazzo Chigi tra l’ad Marchionne e il governo

Fiat conferma il piano Fabbrica Italia da 20 mld e che avrà un cuore italiano di Gaia Mutone ROMA – Le oltre due ore di vertice tra il superamministratore delegato italo-canadese Sergio Marchionne, John Elkann e i ministri "economici" del governo potrebbero essere riassunte nel seguente modo: Fiat resterà nel Belpaese solo se verrà garantita la "governabilità" degli stabilimenti italiani. Il nodo insomma rimane ancora quello che il ministro del Lavoro chiama delle "relazioni industriali costruttive". «È questo il cuore del problema - ha detto Sacconi. Lo abbiamo condiviso tutti, governo, regione, comune e provincia». Del resto Marchionne è stato chiaro fin dall’inizio e ha sempre

puntato il dito contro il sistema contorto della rappresentanza sindacale italiana. Perché devo parlare con dieci persone diverse invece che con una? Si lamentava l’ad di Fiat-Crysler rispondendo ai giornalisti. In America i sindacati fanno campagna elettorale e chi vince ottiene la rappresentanza di tutti gli operai. Una sola voce, un solo soggetto con il quale costruire il dialogo. In Italia invece così non è e Pomigliano e Mirafiori, tra tutte le polemiche, hanno fatto da apripista ad una nuova logica di rappresentanza e di negoziazione. Ieri a palazzo Chigi il governo e le amministrazioni locali piemontesi hanno definitivamente preso atto del fatto che Fiat ormai non è più quella di

john Elkann e Sergio Marchionne

qualche anno fa e che è diventato un soggetto che «parte dall’Italia per investire in tutto il mondo» come ha detto il ministro dello Sviluppo economico Paolo Romani, il quale tuttavia ci tiene a precisare che l’azienda nata a Torino rimarrà «una multinazionale

"Bamboccioni a chi?" Arriva il primo mutuo agevolato per le giovani coppie ROMA – Un’occasione da prendere al volo per chi farebbe volentieri a meno del poco lusinghiero titolo di "bamboccione". Arriva infatti un mutuo agevolato per le giovani coppie che vogliono acquistare la prima casa per un importo massimo di 200 mila euro. L’iniziativa rientra nel pacchetto di misure "Diritto al futuro, bamboccioni a chi?" messo a punto dal ministero della Gioventù. Secondo la tempistica prevista, entro febbraio, il miniGiorgia Meloni firEntro febbraio il ministro stro meràconl’AbiunprotoMeloni dovrebbe firmare collo d’intesa al quale poi seguiranno accordi un protocollo con l’Abi. con le singole banche. Il garantirà la L’Agevolazione vale per governo metà della quota capitamutui con importo fino le purché non superi i 75 mila euro. La misura a 200mila euro dovrebbe interessare dieci mila giovani coppie coniugate, con figli o senza, ma anche nuclei monogenitoriali con a carico dei minori. Il regolamento con la disciplina del Fondo per l’accesso al credito è contenuto in un decreto del dicembre scorso, che entrerà in vigore il 18 febbraio. Questi i requisiti per poter usufruire dell’agevolazione: l’età di entrambi i componenti della coppia deve essere inferiore ai 35 anni; il reddito complessivo rilevato dall’Isee (l’indicatore della situazione

con il cuore italiano». Nel complesso il bilancio dell’incontro è positivo perché il governo ha ottenuto quello che voleva: la rassicurazione che verranno fatti gli investimenti annunciati da Marchionne oltre un anno fa. «Il presidente e l’amministratore delegato della Fiat, John Elkann e Sergio Marchionne, - secondo quanto è stato comunicato da Palazzo Chigi al termine della discussione - hanno confermato al governo l’intenzione di perseguire gli obiettivi di sviluppo della multinazionale italiana, che prevede la crescita della produzione nel nostro paese da 650 mila a 1 milione e 400 mila auto, un obiet-

tivo sostenuto da un investimento di Fiat e Fiat Industrial per circa 20 miliardi di euro». L’Ad di Fiat ha anche indicato al governo ed agli enti locali piemontesi che delle condizioni perchè la testa del gruppo resti a Torino «se ne parlerà nel 2014». Da parte sua il governo «ha preso atto positivamente delle intenzioni manifestate dall’azienda e del suo ruolo sul mercato globale» ed ha inoltre «confermato che concorrerà a realizzare le migliori condizioni di competitività perché gli investimenti previsti in Italia siano il

Il piano prevede la crescita della produzione in Italia da 650 mila a 1 milione e 400 mila auto. Nel 2014 decisioni su governance volano per raggiungere il più alto posizionamento rispetto ai concorrenti del settore». Forse però l’approccio corretto alla questione è quello del sindaco di Torino: «Oggi sono stati formulati impegni in un tavolo istituzionale impegnativo», ha detto Chiamparino, «ma devono essere conquistati ogni giorno». E non è facile, ha ammesso, poiché «siamo in un mercato competitivo in cui c’è una sovrapproduzione mondiale di 30 milioni di auto».

Fiat: un incontro tardivo e inutile per la Cgil economicaequivalente)nondevesuperare i 35 mila euro e inoltre non più del 50% del reddito complessivo imponibile ai fini Irpef deve derivare da un contratto di lavoro dipendente a tempo indeterminato; la coppia non deve essere proprietaria di altre case, salvo quelle di cui il mutuatario abbia acquistato la proprietà per successione a causa di morte, anche in comunione con un altro successore, e che siano in uso a titolo gratuito a genitori e fratelli; l’immobile da acquistare per essere adibito ad abitazione principale non deve rientrare ovviamente nelle categorie catastali delle abitazioni signorili, delle ville e dei castelli. Inoltre deve avere una superficie inferiore a novanta metri quadrati. Nel concedere la garanzia viene data priorità ai casi in cui l’immobile si trovi in aree con forte densità abitativa. L’ammissione alla garanzia del fondo avviene solo per via telematica con l’invio della documentazione che attesti tali requisiti.

di Sofia Ricciardi ROMA – L’incontro tra il governo e Marchionne a palazzo Chigi, come prevedibile, non ha accontentato tutti. Ad esternare il proprio scontento per la modalità con la quale l’Esecutivo sta gestendo il caso Fiat è l’opposizione e, ovviamente, l’ala dura dei sindacati. Interpellato dai giornalisti a margine dell’incontro a Milano, Pierluigi Bersani ha spiegato che «molte cose sono già successe. Vedremo che cosa si farà di quelle che devono ancora succedere». «Io avrei tante domande - ha detto il segretario del Pd. Una, in particolare,

se mi segnalano una multinazionale monoprodotto che ha quattro quartieri generali. Io non ne conosco una». Per Susanna Camusso, invece, il vertice è stato solo «una passerella». La leader della Cgil ha precisato che «quando una grande impresa, fondamentale per il Paese annuncia un piano, il Governo dovrebbe chiederle di conoscerlo, di capire che conseguenze ha, come si struttura e come le alleanze internazionali possano influire o meno». «Se non c’è un governo - ha concluso Camusso - in grado di essere autorevole nei confronti di una grande impresa la si insegue, come è accaduto solo oggi».


Domenica 13 Febbraio 2011 il Domani

ESTERI

Sta all’esercito, che detiene il potere, garantire ora una transizione democratica

Egitto, dopo la fine del regime si comincia a guardare avanti di Bruno Tosatti ROMA - Dopo le dimissioni del presidente Hosni Mubarak e una notte di euforia di massa, migliaia di persone erano ancora in piazza Tahrir, al Cairo, diventata il simbolo delle proteste anti-regime: diversi manifestanti ancora ballavano, cantavano e sventolavano bandiere sulla piazza mentre altri, per scaldarsi, si sono radunati attorno a un improvvisato falò. «È festa, siamo rinati!» gridava un uomo di 40 anni, ingegnere agricolo, «è la fine dell’ingiustizia». «Eravamo in ritardo rispetto ad altri paesi, adesso abbiamo un valore agli occhi degli stranieri e del mondo arabo», spiega un altro. Sono le ultime ore di festa di una folla spontanea, non-violenta e instancabile, che senza un vero leader ha ottenuto in 18 giorni di mobilitazione la caduta di uno dei regimi più solidi del Medio Oriente, pagata con la vita di 300 uomini. Ma la piazza intorno prova a tornare verso la normalità: i militari hanno iniziato a rimuovere le barricate situate davanti al Museo nazionale egizio, all’ingresso nord della gigantesca spianata e, con l’aiuto di molti civili hanno cominciato anche a togliere le carcasse delle auto bruciate e altri rottami, conseguenza dei disordini dei giorni scorsi. E mentre anche i blindati dell’esercito che bloccavano le strade convergenti sulla piazza hanno liberato il passaggio, parcheggiandosi di fianco e la tendopoli viene smantellata, è tempo in Egitto di mettere da parte l’euforia e la retorica, per guardare avanti con pragmatismo.

Il primo a farlo è stato Amr Moussa, segretario generale della Lega araba, che ieri mattina, facendo il punto sulla storica giornata con l’emittente della Cnn, ha spiegato: «Ora gli obiettivi del nuovo Egitto devono essere le riforme e la democrazia. Una nuova Costituzione e libere elezioni». Già nel giorno della resa del rais aveva detto di aspettare di vedere «quale posizione l’Alto consiglio delle Forze armate prenderà». «Ma sono ottimista» aveva poi aggiunto. Con il breve comunicato di venerdi del vicepresidente Omar Suleiman il potere è infatti passato ufficialmente in mano all’esercito, aprendo uno scenario con molti interrogativi, dopo che in molti si aspettavano l’acquisizione dei poteri da parte dello stesso Suleiman. E l’interpretazione che molti danno di quel comunicato è che l’esercito, sotto i controllo del ministro della difesa, Generale Tantawi, abbia di fatto messo in atto un colpo di

Tantawi, capo delle Forze armate, ora al potere

Stato e spodestato il presidente Mubarak contro la sua volontà, e non è del tutto infondato il timore di una trasformazione dell’Egitto in una dittatura militare. In fin dei conti è dal 1952, quando re Farouk, sostenuto dalla Gran Bretagna, venne rovesciato da un golpe militare organizzato da un gruppo di ufficiali, che in Egitto hanno governato sempre i militari. Paradossalmente è stata la protesta demo-

«Non vogliamo un governo di militari» è l’affermazione dei manifestanti ancora in festa a piazza Tahrir, che ora attende lo scioglimento del parlamento ed un consiglio di transizione

cratica del popolo a pretendere indirettamente l’attuale scenario, quando la piazza è insorta contro la transizione costituzionale annunciata nel messaggio televisivo di giovedi notte di Mubarak, colpevole in quell’occasione di non aver rassegnato le proprie dimissioni. Quello che ora resta da capire, dunque, è se l’esercito sarà disposto a cedere parte del suo potere ad un governo civile e a procedere verso una strada di riforme e di libere elezioni. Certo, fin qui l’Alto consiglio delle Forze armate ha garantito, con un comunicato ufficiale, il rispetto della volontà popolare, che da ieri è molto chiara. Liberazione di tutti i detenuti politici, scioglimento del Parlamento e formazione di un consiglio di transizione, libertà di informazione e di formazione dei partiti e fine dei tribunali militari: sono alcune delle nove richieste che i manifestanti di piazza Tahrir hanno annunciato nel primo comunicato diffuso in nottata da parte della "rivoluzione del popolo del 25 gennaio". I manifestanti chiedono che il consiglio di transizione sia composto da un militare e quattro civili, a condizione che siano poi esclusi dalle elezioni presidenziali, e la formazione di un governo di tecnocrati che guidi il paese verso elezioni libere e autentiche entro nove mesi al massimo, oltre a quello di un organismo per la riforma della Costituzione. Ovvero quella transizione «credibile» che lo stesso presidente degli Stati Uniti Barack Obama aveva invocato nel suo discorso di venerdi sera. Prima di ammettere che "per ora siamo solo all’inizio".

Per impedire lo svolgimento del corteo ad Algeri sono stati impiegati 30mila agenti

Algeria, scontri e feriti tra polizia e manifestanti in piazza di C.Brangia ROMA - Si è risolta nella violenza la mobilitazione organizzata ieri ad Algeri: la polizia ha lanciato lacrimogeni e caricato i manifestanti per tentare di disperdere la folla, che ha risposto con il lancio di pietre. Un esito scontato, vista la tensione che si respirava nella capitale algerina, blindata già da venerdi: ben 30mila agenti di sicurezza in tenuta antisommossa erano stati dislocati nelle zone sensibili di Algeri, ed in particolare nei pressi di piazza Primo maggio. Da lì infatti sarebbe dovuto partire il corteo di protesta contro il presidente Abdelaziz Bouteflika, per poi mettersi in marcia fino piazza dei Martiri, per una distanza di circa quattro chilometri. Ma la polizia ha impedito ai manifestanti di spostarsi dalla piazza, e la situazione è degenerata quando un corteo di circa duemila persone è riuscito a sfondare un cordone formato da agenti. Gli organizzatori del Collettivo per la democrazia e il

cambiamento, composto soprattutto da sindacati e partiti d’opposizione, l’avevano definita "la giornata della svolta", lanciando via internet l’appello a manifestareperreclamare«democrazia e libertà» ma anche «un cambiamento del regime». Non più soltanto contro del «fallimento di una politica sociale» dunque, «di fronte al quale colui che si presenta come il presidente di tutti gli algerini non ha fatto niente» come sentenziava la scorsa settimana il quotidiano algerino el Watan, commentando le proteste della gente, fino a quel momento portata avanti dai gesti suicidi di più di venti persone. Il traguardo raggiunto dal polo egiziano ha infatti incoraggiato la protesta ed in piazza Primo maggio ieri gli slogan dei manifestanti sono stati a favore di una «Algeria libera e democratica», contro «lo stato di polizia» . «Egitto 1, Algeria 0» si è letto su alcuni cartelli. È il testo di una delle tante vignette con cui la stampa d’opposizione (che nel Paese gode di totale libertà) at-

tacca il governo. Era prevedibile dunque che le autorità non autorizzassero la manifestazione, decidendo di impedirne lo svolgimento in ogni modo: per tutta la mattinata l’afflusso di gente verso la capitale e la zona designata per la protesta era stato ostacolato interrompendo ogni collegamento pubblico soprattutto con le province della Cabilia, dove il movimento di opposizione è particolarmente sviluppato, mentre le forze dell’ordine hanno impe-

dito l’accesso ad Algeri alle auto senza la targa della città. E poi gli arresti, non soltanto nelle zona della protesta: il quotidiano el Watan ha parlato di una quindicina di arrestati, mentre sarebbero almeno 1500 le persone fermate secondo Said Sadi, leader del partito d’opposizione Raggruppamento per la cultura e la democrazia, secondo il quale «buona parte delle persone sono state però rilasciate qualche ora dopo» mentre «altri sono stati accusati di gravi reati come la detenzione illegale di armi». Tra le persone fermate, ha aggiunto, «anche 450 donne, tra cui avvocati, parlamentari e membri di associazioni», oltre ad alcuni giornalisti, poi rilasciati. Ma la strategia della polizia che ha continuato nel corso della giornata a fare «arresti temporanei», come li ha definiti Sadi, non ha impedito che nella piazza e nelle vie limitrofe si radunassero circa 15mila persone, che dopo aver dovuto rinunciare a marciare, si sono decise a trascorrere la notte a protestare.

7


8

il Domani Domenica 13 Febbraio 2011

IN CALABRIA Una barca a vela battente bandiera britannica, con a bordo 31 clandestini, è stata intercettata la notte scorsa a un miglio dalle coste del Crotonese: siamo già al sesto sbarco dall’inizio dell’anno

Emergenza clandestini nuovo sbarco a Crotone di Francesco Pungitore CROTONE - L’emergenza immigrazionecoinvolgeanchelaCalabria. Una barca a vela battente bandiera britannica, con a bordo 31 clandestini, è stata intercettata la notte scorsa a un miglio dalle coste del Crotonese. Il natante, con a bordo 18 uomini, quattro donne e nove bambini (di cui uno neonato), tutti di etnia curda, si apprestava A bordo ad effettuare lo sbarco quando è 18 uomini, stato raggiunto quattro donne dalle unità del Reparto aeronanove vale della Guardia di finanza imbambini e pegnate in attiun neonato vità di pattugliamento. I militari, dopo aver avvicinato il veliero, ne hanno preso il controllo e dopo aver constatato le condizioni generali di salute dei migranti e valutato lo stato di integrità lo hanno condotto nel porto di Crotone. Gli immigrati, apparsi tutti in buone condizioni, sono stati affidati al personale dellaCrocerossache,successivamente, li ha accompagnati nel centro di

prima accoglienza di Isola Capo Rizzuto. Le indagini svolte a bordo dell’imbarcazione e proseguite a terra con l’ausilio del personale della squadra mobile e dei carabinieri, hanno consentito ai finanzieri di identificare e fermare un uomo di nazionalità turca ritenuto lo scafista. I clandestini hanno riferito di essere partiti cinque giorni fa dalla Turchia. Con quello di ieri salgono a sei gli sbarchi di immigrati sulle coste calabresi dall’inizio dell’anno. L’uomo arrestato si chiama Yusuf Izzetin Ozdemir ed ha 31 anni. E’ accusato di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina. Le persone portate nel centro di accoglienza, dopo controlli più accurati effettuati da finanzieri, carabinieri e agenti della squadra mobile di Crotone, sono

Le indagini svolte a bordo dell’imbarcazione e proseguite a terra hanno consentito di identificare un turco ritenuto lo scafista

risultate di nazionalità turca, siriana, iraniana e irachena. Con quello avvenuto la scorsa notte, adesso sono sei gli sbarchi di immigrati clandestini sulle coste crotonesi dall’inizio del 2011. Il primo giorno dell’anno a San Leonardo di Cutro sono approdati 25 clandestini, venti di nazionalità afgana, tra i quali 11 minorenni, e cinque pakistani. Il 27 gennaio a Torretta di Crucoli sono stati rintracciati per le vie della cittadina ionica 19 clandestini, tra i quali è stato individuato e arrestato un uomo di nazionalità afgana in possesso di un documento di identità che ne certificava la residenza in Finlandia. Il 31 gennaio, invece, sulla costa di Isola Capo Rizzuto sono approdate 37 persone di nazionalità afgana, iraniana, irakena e turca, tra le quali anche una donna e due bambini. L’8 febbraio, ancora a Torretta di Crucoli altri 15 migranti (13 afgani e due pakistani, tra i quali anche un minore) sono stati rintracciati in parte lungo la strada statale 106, fra i comuni di Torre Melissa e Cirò Marina, e altri all’interno della stazione ferroviaria di Torretta di Crucoli; gli immigrati hanno dichiarato di essere stati lasciati sulla spiaggia da un gommone.

Due rifugi per latitanti in Aspromonte REGGIO CALABRIA - Nel corso dei servizi di rastrellamento nel territorio di Sinopoli, eseguiti dai militari comando provinciale dei carabinieri di Reggio Calabria, unitamente al personale dello squadroneeliportatoCacciatoridiVibo Valentia, sono stati scoperti in una zona aspromontana due rifugi abitabili costituiti da lamiere completamente occultate nella fitta vegetazione, presumibilmente utilizzati dai latitanti per sottrarsi alle ricerche. La località e la posizione degli stessi è compatibile con gli spostamenti effettuati dall’ultimo ricercato arrestato pochi giorni fa, Antonino Macrì. Nelle baracche, dotate di brandine e coperte, sono stati rinvenu-

ti, abilmente nascosti, armi ed esplosivo. In particolare, 2 pistole calibro 7.65 con matricola abrasa, 800 grammi di dinamite a base di nitroglicerina costituita da 5 panetti di gel, due detonatori elettrici e varie cartucce di fucile e pistola. Nelle vicinanze dei rifugi è stato scoperto altresì un tubo di grosse dimensioni completamente interrato, verosimilmente utilizzato per l’occultamento di materiali di provento illecito. Sul posto sono intervenuti gli artificieri dei carabinieri che hanno messo in sicurezza il sito e su disposizione dell’autorità giudiziaria hanno effettuato una piccola campionatura del materiale esplodente.

Al centro di accoglienza giorni di grande criticità CROTONE - Tutti i clandestini approdati negli ultimi sbarchi in Calabria sono stati trasferiti al campo di accoglienza di Sant’Anna di Isola Capo Rizzuto, alle porte di Crotone, che in questi giorni, peraltro, sta vivendo un momento di grande criticità a causa del trasferimento di centinaia di clandestini da Lampedusa. Solo nella giornata di venerdì all’aeroporto di Crotone sonoatterraticinquevoliumanitari provenienti dall’isola siciliana che hanno trasportato in tutto 650 immigrati di nazionalità tunisina. Al centro di accoglienza al momento si registra la presenza di 1.150 persone. Proprio in queste ore il Consiglio dei ministri in riunione straordinaria ha decretato lo stato di emergenza umanitaria a seguito dell’eccezionale afflusso di cittadini dei Paesi del Nord Africa. A Lampedusa sono proseguiti senza sosta per tutta la notte gli arrivi di barconi dalla Tunisia carichi di profughi, dopo gli oltre 2 mila giunti sull’isola negli ultimi due giorni.

Iniziative di solidarietà a Reggio REGGIO CALABRIA - «Non abbiamo paura. Siamo qui, oggi, per rilanciare il nostro impegno sul territorio». E’ quanto ha detto Mimmo Nasone, del movimento "ReggioLiberaReggio" e referente dell’associazione Libera, presentando le iniziative messe in campo l’agguato compiuto contro Tiberio Bentivoglio, titolare di una sanitaria che primo, a Reggio Calabria, ha denunciato il racket. «Tiberio che non è solo un commerciante coraggioso - ha aggiunto Nasone - oggi, è anche un educatore di Libera che nelle scuole, tra i giovani, afferma che bisogna reagire. Hanno tentato di porre fine ad una vita e, nel contempo,

ad un’esperienza che evidentemente sta cogliendo nel segno. A Reggio, sono quasi trenta i commercianti e gli imprenditori che hanno già deciso di metterci la faccia, esponendo il logo della campagna antiracket ReggioLiberaReggio, per ratificare simbolicamente il proprio "no" al pizzo». I rappresentanti del movimento, incontrando i giornalisti, hanno anticipato le proposte che "ReggioLiberaReggio" presenterà già lunedì prossimo, in due distinti incontri, al prefetto Luigi Varratta e in audizione, alla Commissione regionale per la lotta al fenomeno della mafia, presieduta da Salvatore Magarò.


Domenica 13 Febbraio 2011 il Domani

9

IN CALABRIA Il dipartimento Bilancio intende tutelare la Regione dinanzi agli effetti di alcune operazioni finanziarie del passato sull’Ente

Contratti di finanza derivata avviata una azione di verifica REGGIO CALABRIA - Il dipartimento Bilancio e Patrimonio intende esprimere una posizione chiara a proposito della vicenda che riguarda i contratti di finanza derivata in cui è parte la Regione Calabria e sui quali, negli ultimi giorni, si è concentrata l’attenzione di alcuni organi di informazione, in occasione dell’indagine conoscitiva promossa dal Comitato di controllo contabile del Consiglio Regionale. «Come confermato - scrive il dipartimento regionale Bilancio - nel corso dell’audizione resa nella giornata di giovedì 9 febbraio al Comitato dal dirigente generale Pietro Manna, il dipartimento ha avviato un’attività di verifica sui nove contratti di finanza derivata sottoscritti in passato, al fine di tutelare la Regione dinanzi agli effetti di tali operazioni finanziarie sulle casse dell’Ente. Il dipartimento, sotto la spinta dell’assessore al BilancioedallaProgrammazione Giacomo Mancini ha, infatti, preso atto dell’esigenza di affrontare con determinazione il problema dei derivati, stante la presenza di condizioni contrattuali di assoluto sfavore per la Regione, che annualmente determinano un esborso finanziario per il bilancio regionale, a prescindere dagli andamenti dei mercati finanziari. Come precisato anche nell’audizione dei giorni scorsi, il dipartimento ha riscontrato come gli effetti pregiudizievoli dei "derivati" conseguano ad un problema di asimmetria informativa sulla vicenda. Nella sottoscrizione, ristrutturazione e gestione di tali contratti, la Regione ha infatti svolto il ruolo di parte debole del rapporto, scontando il prezzo dell’assenza di adeguata competenza in merito. I contratti di finanza derivata attivati fra il 2003 ed il 2007, pertanto, presentano caratteristiche tecniche da produrre uno squilibrio fra le prestazioni delle parti, prodotto da analisi di convenienza economica basate su valori non corretti, dei quali i referenti della Regione non hanno adeguatamente preso cognizione. I termini dei contratti "swap" in cui è parte la Regione Calabria producono, dunque, obblighi finanziari di valore superiore a quelli della controparte bancaria, con l’effetto di produrre necessariamente differenziali negativi. E ciò segnatamente per gli ultimi due contratti sottoscritti alla fine del 2007, dai quali viene generata la spesa maggiore. Peraltro, tali considerazioni corrispondono ad alcuni degli elementi sui quali si basa

l’azione civile che la Regione Calabria ha già intrapreso contro gli Istituti Bancari che hanno promosso i contratti, facendo leva anche sulle osservazioni che la Corte dei Conti ha espresso sull’argomento, rilevando l’antigiuridicità dei rapporti in essere. E’ per tali ragioni che il dipartimento ha avviato una verifica (mai effettuata in passato), finalizzata a stimare il reale valore di mercato dei derivati in rapporto al valore dei tassi d’interesse, ai fini di un riscontro puntuale sui dati di calcolo che da cui conseguono le perdite della Regione, le quali presentano peraltro valori sensibilmente inferiori a quelli riportati sulla stampa, in cui erro-

«Condizioni contrattuali di assoluto sfavore per la Regione, che determinano un esborso finanziario per il bilancio regionale»

neamente si riferisce di un presunto "buco" di 50 milioni di euro. Il bilancio regionale, difatti, non presenta alcun "buco" prodotto o connesso ai derivati: la Regione, più semplicemente, provvede annualmente ad onorare i corrispettivi di segno negativo e ad incamerare quelli di segno positivo (nel 2010 i nove contratti hanno prodotto spese per 3,05 mln di euro ed entrate per 0,67 mln di euro). La cifra di 50 milioni di euro, a cui si riferiscono alcuni organi di informazione, semmai, corrisponde al volume stimato complessivo e potenziale del danno per la Regione fino alla scadenza degli ultimi contratti, nel 2035. Per la naturale suscettibilità dei "derivati" alle fluttuazioni dei mercati finanziari, peraltro, il valore di mercato degli stessi (mark to market) è estremamente variabile e, nell’ultimo esercizio finanziario, ha prodotto perdite molto più contenute rispetto agli anniprecedenti.Propriopereffetto dell’elevata flessibilità dei rendimenti, la stima del valore dei contratti è condizione imprescindibile per una valutazione precisa degli aspetti economici della vicenda "derivati", ai fini dell’eventuale risoluzione degli stessi. E a tal fine, il dipartimento, intende valersi del supporto qualificato di soggetti terzi ed imparziali. Inoltre, accanto ad una analisi dei rapporti di "swap" in essere, il dipartimento Bilancio ha anche avviato, in sinergia con l’Avvocatura Regionale, un’analisi sugli ulterioririmedidinaturagiurisdizionale da attivare per tutelare la Regione, fra i quali l’eventuale avvio di un’azione penale nei confronti delle banche che hanno determinato tale situazione».

«Ingenti risorse da investire nella ricerca a sostegno delle imprese» CATANZARO - L’assessore regionale alla Cultura Mario Caligiuri, presentando l’incontro in programma con la vicepresidente della Regione Antonella Stasi, che si terrà lunedì prossimo, 14 febbraio alle ore 11 all’Aula Magna A dell’Università "Magna Graecia" di Catanzaro in località Germaneto, per approfondire i bandi di ricerca scientifica pubblicati dalla Regione e dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, ha dichiarato che «la Calabria dispone di ingenti risorse da investire Bandi di ricerca nella ricerca a sostegno delle imprese. Il bando regionale pubblicati dalla Regione per la costituzione dei Poli di e dal Ministero innovazione di 34 milioni di euro e il bando del Miur per i dell’Istruzione, distretti tecnologici e i laboratori di 160 milioni di dell’Università euro sono due importanti op- e della Ricerca portunità a sostegno delle imprese della regione». L’obiettivo dell’incontro - informa una nota dell’ufficio stampa della giunta regionale - è quello di illustrare i due bandi, ai soggetti maggiormente interessati e cercare di risolvere eventuali criticità o dubbi relativi alla presentazione delle proposte. Alla riunione parteciperanno imprese e centri di ricerca regionali e nazionali. La vicepresidente Antonella Stasi ha aggiunto che «si tratta di interventi significativi che, se opportunamente utilizzati, permetteranno alle imprese della nostra regione di individuare nuovi percorsi di crescita in grado di proiettare la Calabria oltre la crisi». Durante l’incontro saranno analizzati il "Bando per la costituzione e l’ampliamento dei Poli di Innovazione regionali", che ha una dotazione finanziaria di trentaquattro milioni di euro, e in scadenza il prossimo quindici marzo ed il bando indetto dal Miur, nell’ambito del Programma Operativo Nazionale "Ricerca e Competitività", che prevede due azioni denominate "Distretti tecnologici e relative reti" e "Laboratori pubblico-privati e relative reti", con una dotazione finanziaria, destinata alla Calabria, di centosessanta milioni di euro, in scadenza il prossimo ventidue marzo. A rappresentare il Ministero dell’Università e della Ricerca sarà presente Fabio Filocamo, dirigente per l’incentivazione della ricerca nelle imprese, che interverrà dopo le relazioni della Vicepresidente Stasi e dell’Assessore Caligiuri. Alle ore 13, sempre presso l’Aula Magna, è prevista una presentazione alla stampa dell’iniziativa e dei due bandi.

Fondi Ue, interrogazione Pd-Sel a Scopelliti REGGIO CALABRIA - I consiglieri regionali Carlo Guccione, Bruno Censore, Mario Franchino del Pd e Ferdinando Aiello di Sel hanno presentato un’interrogazione a risposta immediata al Presidente della Giunta Regionale, on. Giuseppe Scopelliti, sullo stato di attuazione al 21.12.2010 degli impegni e dei pagamenti del Programma 2007-2013 (Fondi Ue). L’interrogazione nasce dalla preoccupazione che scaturisce dalla constatazione che, secondo i dati in possesso al 31.12.2010, i pagamenti effettuati per finanziare i progetti ammontano per il Por Calabria Fse 2007-2013 a solo 9,27% dei pagamenti e per il Por Calabria Fesr 2007-2013 i pagamenti ammontano solo al 9,05%. A ciò si aggiunge il fatto che il Commissario Europeo per le Politiche Regionali, Yohannes Hahm, ha inviato al Mini-

stro dell’Economia e delle Finanze del Governo italiano una lettera in cui esprime profonda preoccupazione sullo stato di attuazione dei Programmi Operativi italiani-Fondi Ue del periodo 2007-2013 e mette l’accento sul rischio concreto che possano andare perse queste importanti risorse. Tale rischio è particolarmente elevato soprattutto per i Por Calabria, Sicilia, Campania e Puglia. I controlli effettuati dai Servizi della Commissione Europea, infatti, riscontrano debolezze persistenti nel funzionamento dei sistemi di gestione e di controllo.Stando a questi dati, se entro il 31.12.2011 la Calabria non certificherà una spesa pari a oltre 740 milioni di euro, spendendo, perciò, in questi ultimi dieci mesi del 2011, circa 479 milioni di euro, perderà le risorse assegnatele.


10

il Domani Domenica 13 Febbraio 2011

IN CALABRIA

Attività di monitoraggio sul rischio idrogeologico di Rocco Mangiardi REGGIO CALABRIA - Il settore Protezione Civile della Regione Calabria - informa una nota dell’ufficio stampa della Giunta regionale - ha intensificato l’attività di monitoraggio sui rischi idrogeologici. In questa direzione, infatti, un passo avanti è stato fatto con la stipula del contratto sul servizio di manutenzione della rete di monitoraggio meteorologica della Regione Calabria per l’allerta del rischio idrogeologico con la ditta "Cae", aggiudicataria del bando pubblico. Attualmente, per la gestione delle emergenze, il settore regionale della Protezione Civile conta su un sistema abbastanza complesso di monitoraggio, costituito da 147 stazioni meteo dislocate su tutto il territorio regionale e installate dalla "Cae Monitoring your world" con fondi trasferiti direttamente dallo Stato in base alla legge 388/2000 (Fondo regionale di Protezione Civile). Il monitoraggio viene gestito direttamente dal Centro Funzionale Multirischi (Cfm) che

opera in stretto contatto con la Sala operativa regionale, cui pervengono i messaggi di allerta meteo diramati ai comuni interessati. «La vulnerabilità del territorio calabrese al rischio idrogeologico - sottolinea il sottosegretario regionale alla Protezione Civile Franco Torchia - è storicamente nota. E, per effetto delle variazioni climatiche, per l’uso sconsiderato del suolo e la frequenza di eventi calamitosi, l’economia della regione è sem-

pre più gravata dai danni derivanti da questi eventi, oltre dalla perdita di vite umane. Il nostro territorio è, purtroppo, l’unico in Italia ricadente interamente in zona sismica di prima o di seconda categoria. Quindi, per affrontare correttamente il problema della previsione e prevenzione dei rischi naturali - prosegue il sottosegretario Torchia - la Regione deve poter programmare, in maniera coordinata, le attività volte alla pianificazione e alla

Il settore regionale della Protezione Civile conta su un sistema complesso di monitoraggio costituito da 147 stazioni programmazione degli interventi atti a ridurre l’esposizione a qualsiasi tipo di rischio che vada a minare la stabilità del territorio e per la salvaguardia della popolazione. Ora - aggiunge Torchia -, grazie al sistema di monitoraggio l’attività di contrasto dei rischi idrogeologici e sismici sarà gestita in tempo reale con il manifestarsi dell’evento, il contenimento dei conseguenti effetti soprattutto sulla popolazione e il ripristino delle condizioni di vita preesistenti all’evento stesso perseguendo, ove possibile, la riduzione della pericolosità. Inoltre, a fianco alla gestione dell’intervento urgente di Protezione Civile, un’azione di studio e previsioni, mirata alla pianificazione, programmazione e realizzazione degli interventi, garantirà condizioni permanenti per la salvaguardia della vita umana e la tutela delle risorse ambientali».

IN BREVE Tutela della sicurezza e qualità del lavoro REGGIO CALABRIA - L’assessore regionale al Lavoro Francescantonio Stillitani - informa una nota dell’ufficio stampa della giunta regionale - esprime soddisfazione per l’approvazione all’unanimità da parte della Giunta regionale, presieduta da Giuseppe Scopelliti, della sua proposta di legge recante "Disposizioni dirette alla tutela della sicurezza e alla qualità del lavoro, al contrasto e all’emersione del lavoro non regolare", predisposta di concerto con la Commissioneregionaleperl’emersionedel lavoro non regolare. «La proposta di Legge - ha precisato Stillitani - è frutto della concertazione e condivisione con le parti sociali, sindacali, associazioni datoriali, enti previdenziali, presenti nella Commissione preposta». Si tratta di una legge innovativa ed unica in Italia, composta da 12 articoli che oltre a rafforzare le funzioni dell’Organo collegiale della Regione, appunto la Commissione regionale per l’emersione (ove sono rappresentate tutte le associazioni datoriali e di categoria, partisocialiedistitutiprevidenziali) introduce importanti novità nella lotta al sommerso ed all’economia illegale in Calabria.


il Domani

|

AsteInfoappalti

11

Domenica 13 Febbraio 2011

TRIBUNALE DI CATANZARO Prima Sezione Civile Il Giudice, a scioglimento della riserva che precede, ha pronunciato la seguente ORDINANZA Nelle procedure esecutive riunite n. 140/05 e 107/07 R.G.E., pendenti tra BNL e (omissis) Visti gli atti; DISPONE Procedersi alla vendita senza incanto dei seguenti beni: Lotto 1: piena proprietà di appartamento e deposito commerciale in Sellia Marina, loc. La Petrizia, sup. mq. 152 l'appartamento e mq 51 il deposito commerciale, in catasto al foglio 8, p.lla 444 sub. 10 e sub. 5 Prezzo euro 44.008,77 Gli immobili, venduti nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano, sono meglio descritti nella relazione di stima consultabile nella Cancelleria di questo Tribunale. L'offerente depositando l'offerta, dichiara di conoscere lo stato dell'immobile. Ogni offerente dovrà depositare in Cancelleria la propria offerta in busta chiusa unitamente ad un assegno circolare intestato al Tribunale di Catanzaro proc. n. 140/05 R.G.E. di importo pari al 10% del prezzo proposto a titolo di cauzione, entro le ore 12 del giorno 5 aprile 2011 restando le spese di trasferimento a carico della procedura. L'udienza per la deliberazione sulle offerte ex art. 572 c.p.c. e per l'eventuale gara tra gli offerenti ex art. 573 c.p.c. è fissata in data 06 aprile 2011 Aumento minimo in casa di gara euro 1000,00. L'aggiudicatario, dovrà versare il prezzo di acquisto, dedotta la già versata cauzione, entro il termine di giorni sessanta dalla data di aggiudicazione in cancelleria. Dispone che la presente ordinanza venga pubblicata per estratto, oltre che nelle forme di legge, mediante inserzione sul quotidiano "Il Domani", nella rivista Aste e sul sito internet www.aste.eugenius.it almeno 45 giorni prima del termine per la presentazione delle offerte. Manda alla Cancelleria per quanto di Competenza. Catanzaro, 12 gennaio 2011 Il G.E. d.ssa G. Gioia

TRIBUNALE DI LAMEZIA TERME UFFICIO ESECUZIONI IMMOBILIARI AWISO DI VENDITA DI BENI IMMOBILI EX ART. 569 COMMA 3 C.P.C. NELLA PROCEDURA ESECUTIVA IMMOBILIARE N. 48/2000 R.E. SI RENDE NOTO Che il Giudice dell'Esecuzione nella procedura N. 48 12000, all'udienza del 15 dicembre 2010 ha disposto la vendita in unico lotto del seguente compendio immobiliare: LOTTO UNICO "Unità immobiliare sita in Lamezia Terme c/da Barbuto, via degli Enotri, costituita, al piano terra, da due locali molto estesi, da un servizio igienico, un deposito e l'ingresso con vano scala, al primo piano, da una cucinapranzo, un salone, due camere da letto e due bagni. L'immobile è riportato nel NCEU di detto comune al Foglio 31, Part.lla 127 sub 3 P.T. magazzino, cat. C/2 Classe 1ª consistenza mq. 109 al primo piano sub' 4 in corso di costruzione. Spese di condono di Euro 25.000". Quanto alla vendita senza incanto da effettuarsi al prezzo base di Euro 47.460,94. Ciascun offerente ai sensi dell'art. 571, comma 1 c.p.c. tranne il debitore è ammesso a formulare offerte per l'acquisto personalmente o a mezzo di procuratore legale, anche a norma dell'art. 579, comma 3 c.p.c. (il procuratore legale dovrà, in ogni caso, essere munito di mandato speciale risultante da atto pubblico o scrittura privata autenticata, non essendo sufficiente l'ordinario mandato alle liti, nell'ipotesi di cui al citato art. 579, comma 3, il mandato speciale risultante da atto pubblico o scrittura privata autenticata dovrà essere depositato contestualmente alla dichiarazione del nominativo della persona da effettuarsi nel termine di cui all'art. 583, comma 1 c.p.c.), presentando presso la Cancelleria delle Esecuzioni Immobiliari, dichiarazione, in regola con il bollo, contenente, a pena di inefficacia, l'indicazione del numero di r.g.e. della procedura, del bene cui l'offerta si riferisce, del prezzo, del tempo del modo di pagamento e di ogni altro elemento utile alla valutazione dell'offerta; detta dichiarazione deve, altresì, recare le generalità dell'offerente (nome, cognome, luogo e data di nascita, codice fiscale, residenza I domicilio, stato civile e, se coniugato, regime patrimoniale fra i coniugi; in caso di comunione legale dei beni, occorrerà anche indicare le generalità del coniuge non offerente, al fine di poter trasferire ad entrambi, pro quota, il bene, in caso di aggiudicazione; nell'ipotesi di acquisto a titolo personale d parte di un coniuge in regime di comunione dei beni, occorre produrre, oltre alla dichiarazione di quest'ultimo, ex art. 179 comma 1 lett. F cod. civ., quella del coniuge non acquirente di cui al secondo comma della medesima disposizione normativa), l'espressa dichiarazione di avere preso visione della perizia di stima ed essere corredata da copia di valido documento di identità dell'offerente e, se necessario, da valida documentazione comprovante i poteri o la legittimazione dello stesso (ad esempio

procura speciale o certificato camerale in caso di società); l'offerta, nel caso di presentazione da parte di un minorenne, dovrà essere sottoscritta dai genitori, previa autorizzazione del giudice tutelare,da allegare in copia conforme; in caso di dichiarazione presentata congiuntamente da più soggetti, deve essere indicato colui che abbia l'esclusiva facoltà di formulare eventuali offerte in aumento; non sarà possibile trasferire l'immobile a soggetto diverso da quello che sottoscrive l'offerta; L'OFFERTA È IRREVOCABILE SALVO CHE: 1) il Giudice ordini l'incanto; 2) siano trascorsi centoventi giorni dalla sua presentazione e la stessa non sia stata accolta; L'OFFERTA NON È EFFICACE: 1) se perviene oltre il termine stabilito; 2) se è inferiore al prezzo determinato a norma dell'art. 568 e più sopra ricordato; 3) se l'offerente non presta cauzione a mezzo di assegno circolare non trasferibile intestato a Poste Italiane S.p.A. in misura non inferiore al decimo del prezzo da lui proposto; all'offerta, da depositarsi in busta chiusa, senza segni di riconoscimento, deve essere allegato l'assegno circolare per la cauzione, come innanzi indicato, all'esterno della busta vanno annotati a cura del cancelliere ricevente il nome, previa identificazione di chi materialmente provvede al deposito, il nome del Giudice dell'Esecuzione, e la data dell'udienza fissata per l'esame delle offerte; le buste saranno aperte all'udienza fissata per l'esame delle offerte, alla presenza degli offerenti, ove comparsi; nel caso di mancata comparizione dell'offerente o degli offerenti l'aggiudicazione sarà comunque disposta fatta salva l'applicazione delle previsioni di cui all'art. 572, commi 2 e 3 c.p.c.; in caso di più offerte valide, si procederà a gara sull'offerta più alta secondo il sistema delle schede o buste segrete fatta salava l'applicazione dell'art. 573 comma 2 c.p.c.; in alternativa alle modalità di cui sopra, la presentazione delle offerte di acquisto può avvenire anche mediante l'accredito, a mezzo di bonifico o deposito su conto postale o bancario intestato alla procedura esecutiva ed acceso o da accendersi, nel secondo caso, presso il "Monte dei Paschi di Siena S.pA " filiale di Lamezia Terme di una somma pari al decimo del prezzo che si intende offrire e mediante la comunicazione, a mezzo telefax o posta elettronica nel rispetto della normativa, anche regolamentare, concernente la sottoscrizione la trasmissione e la ricezione dei documenti informatici e teletrasmezzi di una dichiarazione contenente le indicazioni di cui allo stesso art. 571 c.p.c. detto accredito deve a avere luogo non oltre cinque giorni prima della scadenza del termine entro il quale possono essere proposte le offerte di acquisto; fin da ora si prevede che, quando l'offerta è presentata con le modalità alternativa, il termine per il versamento del prezzo e di ogni altra somma è di novanta giorni, in ogni caso, le spese di trasferimento cedono a carico dell'aggiudicatario cui restano riservate le attività ed i costi per la registrazione e trascrizione del decreto nonché per la cancellazione delle formalità pregiudizievoli gravanti sugli immobili acquistati; è possibile per i partecipanti alle aste ottenere mutui a tassi e condizioni economiche prestabiliti da ogni singola banca aderente al protocollo ABI per la concessione di mutui aggiudicatari, l'elenco delle banche aderenti all'iniziativa per il Tribunale di Lamezia Terme è reperibile presso la cancelleria. Quanto alla eventuale successiva vendita agli incanti essa deve avere luogo al prezzo base dì euro 47.460,94; le offerte in aumento a pena di inammissibilità non devono essere inferiori ad euro 1.423,83; Ognuno, ai sensi dell'art. 579, comma 1 c.p.c., tranne il debitore, è ammesso a formulare offerte all'incanto personalmente, a mezzo di mandatario munito di procura speciale o di procuratore legale, anche a norma dell'579 comma 3 c.p.c. (il procuratore legale dovrà in ogni caso essere munito di mandato speciale risultante da atto pubblico o scrittura privata autenticata, non essendo sufficiente l'ordinario mandato alle liti; nell'ipotesi di cui al citato art. 579 comma 3, il mandato speciale risultante da atto pubblico o scrittura privata autenticata dovrà essere depositato contestualmente alla dichiarazione del, nominativo della persona, da effettuarsi nel termine di cui all'art. 583, comma 1 c.p.c.). Ogni concorrente, per essere ammesso all'incanto, deve presentare istanza di partecipazione, in regola con il bollo, recante, a pena di inefficacia, l'indicazione del numero di R.G.E. della procedura, il bene o il lotto cui l'istanza stessa si riferisce, il prezzo proposto, le proprie generalità (nome, cognome, luogo e data di nascita, codice fiscale, residenza, domicilio, stato civile e, se coniugato, regime patrimoniale fra i coniugi); in caso di comunione legale dei beni, occorrerà indicare anche le generalità del coniuge non offerente, al fine di poter trasferire ad entrambi, pro-quota, il bene, in caso di aggiudicazione; nell'ipotesi di acquisto a titolo personale da parte di un coniuge in regime di comunione dei beni, occorre produrre, oltre alla dichiarazione di quest'ultimo, ex art. 179, comma 1, lettera f, cod.civ., quella del coniuge non acquirente di cui al secondo comma della medesima disposizione normativa), l'espressa dichiarazione di aver preso visione della perizia di stima. L'istanza, nel caso di presentazione da parte di un minorenne, dovrà essere sottoscritta dai genitori, pre-

www.astepress.it | www.aste.eugenius.it | www.astecalabria.it www.asteinfoappalti.it | www.asteannunci.info

via autorizzazione del Giudice tutelare, da depositare in copia conforme. In caso di istanza presentata congiuntamente da più soggetti, deve essere indicato colui che abbia l'esclusiva facoltà di formulare eventuali offerte in aumento. Non sarà possibile trasferire l'immobile a soggetto diverso da quello che sottoscrive l'istanza. All'istanza di partecipazione deve essere allegata copia di valido documento di identità del concorrente e, se necessario, valida documentazione comprovante i poteri o la legittimazione dello stesso (ad es. procura speciale o certificato camerale in caso di società). Con l'istanza di partecipazione da presentarsi in busta chiusa senza segni di riconoscimento, deve essere depositato l'assegno circolare non tra sferibile, intestato a "Poste Italiane S.p.A." tramite cui effettuare il versamento della cauzione (ed in conto prezzo di aggiudicazione), in ragione di un decimo del prezzo base d'asta. All'esterno della busta vanno annotati, a cura del Cancelliere ricevente, il nome, previa identificazione, di chi materialmente provvede al deposito, il nome del Giudice dell'Esecuzione e la data dell'udienza fissata per la vendita all'incanto. Le buste saranno aperte all'udienza stabilita per l'incanto alla presenza degli istanti, la cui comparizione è necessaria ai fini dell'aggiudicazione, che sarà disposta secondo le prescrizioni dell'art. 581 c.p.c.; la mancata partecipazione all'incanto, personalmente o a mezzo di procuratore speciale, senza documentato e giustificato motivo, comporterà l'incameramento di 1/10 della cauzione, che, di contro, sarà immediatamente restituita dopo la chiusura dell'incanto, ove l'offerente, regolarmente presente, .non divenga aggiudicatario; nel caso di una sola istanza di partecipazione, occorrerà comunque apportare un rialzo minimo ex art. 581 comma 2 per conseguire l'aggiudicazione provvisoria. A norma dell'art. 584 c.p.c. infatti, avvenuto l'incanto, possono essere presentate offerte di acquisto entro il termine perentorio di dieci giorni dalla gara, ma esse non sono efficaci se il prezzo offerto non supera di 1/6 quello raggiunto nell'incanto; l'aggiudicazione per tanto diverrà definitiva ove, decorsi dieci giorni, non siano state presentate offerte in aumento. Tali offerte potranno essere depositate presso la Cancelleria, nelle forme di cui all'art. 571 c.p.c. prestando cauzione per una somma pari al doppio della cauzione versata per la partecipazione all'incanto. In caso di presentazione di tali offerte, verrà indetta una gara secondo le previsioni di cui all'art. 584, comma 3, c.p.c. Se nessuno degli offerenti in aumento partecipa alla gara indetta a norma dell'art. 584, comma 3 c.p.c., l'aggiudicazione diventa definitiva e verrà pronunciata a carico degli offerenti (salvo che ricorra un documentato e giustificato motivo) la perdita della cauzione, il cui importo è trattenuto come rinveniente a tutti gli effetti dall'esecuzione. In ogni caso, le spese di trasferimento sono a carico dell'aggiudicatario cui restano riservate le attività ed i costi per la registrazione e trascrizione del decreto nonché per la cancellazione delle formalità pregiudizievoli gravanti sugli immobili acquistati. E' possibile, per i partecipanti alle aste, ottenere mutui a tassi e condizioni economiche prestabiliti da ogni singola banca aderente al protocollo "ABI" per la concessione di mutui agli aggiudicatari; l'elenco delle banche aderenti all'iniziativa per il Tribunale di Lamezia Terme è reperibile presso la Cancelleria. IN RELAZIONE ALLA VENDITA SENZA INCANTO: E' fissato per la presentazione presso la Cancelleria delle Esecuzioni Immobiliari delle offerte di acquisto, ex art. 571 c.p.c. del compendio immobiliare sopra indicato e meglio descritto nella relazione dell'esperto in atti, alla quale si fa espresso richiamo, quale parte integrante e sostanziale della presente ordinanza, termine fino alle ore 13,00 del 5 aprile 2011 con le modalità e per il presso base di cui sopra; è fissata per l'esame delle offerte di acquisto, ai sensi dell'art. 572 c.p.c. ovvero per la gara sulle medesime, se presentate in misura superiore ad una, ai sensi dell'art. 573 c.p.c. l'udienza del 6 aprile 2011 ore 12,00 e segg. NEL CASO IN CUI LA VENDITA SENZA INCANTO NON ABBIA LUOGO: E' fissato per la presentazione presso la Cancelleria delle Esecuzioni Immobiliari delle istanza di partecipazione alla vendita ai pubblici incanti del compendio immobiliare sopra indicato e meglio descritto nella relazione dell'esperto in atti alla quale si fa espresso richiamo, quale parte integrante e sostanziale della presente ordinanza termine fino alle ore 13,00 del 19 aprile 2011 con le modalità ed il prezzo minimo di cui sopra; è fissata per il giorno 20 aprile 2011 ore 12,00 e segg. la vendita ai pubblici incanti del compendio immobiliare sopra indicato con le modalità e per il prezzo base di cui innanzi; LA VENDITA AWIENE ALLE SEGUENTI CONDIZIONI SIA QUALORA VI SI FACCIA LUOGO SENZA INCANTO SIA QUALORA VI SI FACCIA LUOGO CON INCANTO: Gli immobili vengono posti in vendita nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano, così come identificati, descritti e valutati dall'esperto nella relazione, con ogni e ventuale servitù attiva e passiva inerente e quote condominiali relative. La vendita è a corpo e non a misura; eventuali differenze di misura non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo. La vendita forzata non è soggetta alle norme concernenti la garanzia per

AsteInfoappalti è un Progetto a cura della Mediatag Spa coordinamento area Calabria

vizi o mancanza di qualità, né potrà essere revocata per alcun motivo. Conseguentemente l'esistenza di eventuali vizi, mancanza di qualità o difformità della cosa venduta, oneri di qualsiasi genere, ivi compresi, ad esempio, quelli urbanistici ovvero derivanti dalla eventuale necessità di adeguamento di impianti alle leggi vigenti, spese condominiali dell'anno in corso e dell'anno precedente non pagate dal debitore per qualsiasi motivo non considerati, anche se occultati e comunque non evidenziati in perizia, non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo, essendosi di ciò tenuto conto nella valutazione dei beni. L'aggiudicatario dovrà versare la differenza del prezzo (detratta dal prezzo di aggiudicazione la cauzione di cui sopra) entro un termine massimo di sessanta giorni dalla data di aggiudicazione mediante assegno circolare non trasferibile intestato a " Poste Italiane S.p.A" (qualora il procedimento si fondi su credito fondiario e l'aggiudicatario non intenda avvalersi della facoltà di subentrare nel contratto, all'assegno circolare sarà sostituito, ex art. 41, comma 4, D.lgs. I settembre 1993, n. 385, il pagamento diretto alla banca creditrice, nei limiti del credito azionato per capitale, interessi e spese con collocazione privilegiata, entro lo stesso termine e detratto un accantonamento nella misura che sarà indicata dal G.E.); in mancanza, si provvederà a dichiarare la. decadenza dell'aggiudicazione, a norma dell'art. 587 c.p.c. Soltanto all'esito degli adempimenti precedenti, della produzione di aggiornati certificati catasta I i e di aggiornati certificati relativi alle iscrizioni e trascrizioni effettuate sul bene nonché del pagamento delle spese di trasferimento, da effettuarsi contestualmente a quello della differenza del prezzo di aggiudicazione, nella misura del 20% di questo ultimo sarà emesso il decreto di trasferimento ai sensi dell'art. 586 c.p.c. Lamezia Terme, lì 8.2.2011 Il Funzionario Giudiziario (Dott.ssa Leonilda Bonaddio) °°°°°°°°°° AVVISO DI VENDITA DI BENI IMMOBILI In danno di proc. nr. 85/2006 R.G.E., richiesta da TERSICORE FINANCE SRL SI RENDE NOTO che il giorno 13.04.2011 alle ore 9:30 e segg. nella sala delle pubbliche udienze di questo Tribunale, avanti al G.E., si procederà alla vendita all'incanto del seguente bene immobile, alle seguenti condizioni: prezzo base: euro 183.516,00 lotto unico ELENCO BENI IMMOBILI lotto unico: fabbricato a destinazione produttiva sito in Falerna, loc. Marevitano, alla via Brescia n.1, area P.I.P., lotto n.27, composto da seminterrato, piano terra e primo piano, per una superficie complessiva di mq. 1523 circa, riportato nel NCEU di detto comune al foglio 9 part.lla 1420, sub 1,2,3,4 e 5. è fissato, per la presentazione presso la Cancelleria delle Esecuzioni Immobiliari delle offerte di acquisto, ex art. 571 c.p.c., del compendio immobiliare sopra indicato e meglio descritto nella relazione dell'esperto in atti, alla quale si fa espresso richiamo, quale parte integrante e sostanziale della presente ordinanza, termine fino alle ore 13.00 del 12.04.2011, con le modalità e per il prezzo base di cui sopra; le offerte in aumento, a pena di inammissibilità, non devono essere inferiori al 3%; ognuno, ai sensi dell'art. 579, comma 1, c.p.c., tranne il debitore, è ammesso a formulare offerte all'incanto personalmente, a mezzo di mandatario munito di procura speciale o di procuratore legale, anche a norma dell'art. 579, comma 3, c.p.c. (il procuratore legale dovrà, in ogni caso, essere munito di mandato speciale risultante da atto pubblico o scrittura privata autenticata, non essendo sufficiente l'ordinario mandato alle liti; nell'ipotesi di cui al citato art. 579, comma 3, il mandato speciale risultante da atto pubblico o scrittura privata autenticata dovrà essere depositato contestualmente alla dichiarazione del nominativo della persona, da effettuarsi nel termine di cui all'art. 583, comma 1, c.p.c.) ogni concorrente, per essere ammesso all'incanto, deve presentare istanza di partecipazione, in regola con il bollo, recante, a pena di inefficacia, l'indicazione del numero di r.g.e. della procedura, il bene o il lotto cui l'istanza stessa è riferita, il prezzo proposto, le proprie generalità (nome, cognome, luogo e data di nascita, codice fiscale, residenza/domicilio, stato civile e, se coniugato, regime patrimoniale fra i coniugi; in caso di comunione legale dei beni, occorrerà indicare anche le generalità del coniuge non offerente, al fine di poter trasferire ad entrambi, pro quota, il bene, in caso di aggiudicazione; nell'ipotesi di acquisto a titolo personale da parte di un coniuge in regime di comunione dei beni, occorre produrre, oltre alla dichiarazione di quest'ultimo, ex art. 179, comma 1, lett. f, cod. civ., quella del coniuge non acquirente di cui al secondo comma della medesima disposizione normativa), l'espressa dichiarazione di aver preso visione della perizia di stima; l'istanza, nel caso di presentazione da parte di un minorenne, dovrà essere sottoscritta dai genitori, previa autorizzazione del giudice tutelare, da depositare in copia conforme; in caso di istanza presentata congiuntamente da più soggetti, deve essere indicato colui che abbia l'esclusiva facoltà di formulare eventuali offerte in aumento; non sarà possibile trasferire l'immobile a soggetto diver-

Info 0961 996802


il Domani

|

AsteInfoappalti

12

Domenica 13 Febbraio 2011 so da quello che sottoscrive l'istanza; all'istanza di partecipazione deve essere allegata copia di valido documento di identità del concorrente e, se necessario, valida documentazione comprovante i poteri o la legittimazione dello stesso (ad es. procura speciale o certificato camerale in caso di società); con l'istanza di partecipazione, da presentarsi in busta chiusa, senza segni di riconoscimento, deve essere depositato assegno circolare non trasferibile, intestato alle "Poste Italiane s.p.a.", tramite cui effettuare il versamento della cauzione (ed in conto prezzo di aggiudicazione), in ragione di un decimo del prezzo base d'asta; all'esterno della busta vanno annotati, a cura del cancelliere ricevente, il nome, previa identificazione, di chi materialmente provvede al deposito, il nome del giudice dell'esecuzione e la data dell'udienza fissata per la vendita all'incanto; le buste saranno aperte all'udienza stabilita per l'incanto alla presenza degli istanti, la cui comparizione è necessaria ai fini dell'aggiudicazione, che sarà disposta secondo le prescrizioni dell'art. 581 c.p.c.; la mancata partecipazione all'incanto, personalmente o a mezzo di procuratore speciale, senza documentato e giustificato motivo, comporterà l'incameramento di 1/10 della cauzione, che, di contro, sarà immediatamente restituita dopo la chiusura dell'incanto, ove l'offerente, regolarmente presente, non divenga aggiudicatario; nel caso di una sola istanza di partecipazione, occorrerà comunque apportare un rialzo minimo, ex art. 581, comma 2, per conseguire l'aggiudicazione provvisoria; a norma dell'art. 584 c.p.c., infatti, avvenuto l'incanto, possono essere presentate offerte di acquisto entro il termine perentorio di dieci giorni dalla gara, ma esse non sono efficaci se il prezzo offerto non supera di 1/5 quello raggiunto nell'incanto; l'aggiudicazione, pertanto, diverrà definitiva ove, decorsi dieci giorni, non siano state presentate offerte in aumento; tali offerte potranno essere depositate presso la Cancelleria, nelle forme di cui all'art. 571 c.p.c., prestando cauzione per una somma pari al doppio della cauzione versata per la partecipazione all'incanto. In caso di presentazione di tali offerte, verrà indetta una gara secondo le previsioni di cui all'art. 584 c.p.c.. Se nessuno degli offerenti in aumento partecipa alla gara indetta a norma dell'art. 584, comma 3, c.p.c., l'aggiudicazione diventa definitiva e verrà pronunciata a carico degli offerenti (salvo che ricorra un documentato e giustificato motivo) la perdita della cauzione, il cui importo è trattenuto come rinveniente a tutti gli effetti dall'esecuzione; in ogni caso, le spese del trasferimento cedono a carico dell'aggiudicatario, cui restano riservate le attività ed i costi per la registrazione e trascrizione del decreto nonché per la cancellazione delle formalità pregiudizievoli gravanti sugli immobili acquistati; è possibile, per i partecipanti alle aste, ottenere mutui a tassi e condizioni economiche prestabiliti da ogni singola banca aderente protocollo "ABI" per la concessione di mutui agli aggiudicatari; l'elenco delle banche aderenti all'iniziativa per il Tribunale di Lamezia Terme è reperibile presso la Cancelleria; gli immobili vengono posti in vendita1 nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano, così come identificati, descritti e valutati dall'esperto nella relazione, con ogni eventuale servitù attiva e passiva inerente e quote condominiali relative; la vendita è a corpo e non a misura; eventuali differenze di misura non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo; la vendita forzata non è soggetta alle norme concernenti la garanzia per vizi o mancanza di qualità, né potrà essere revocata per alcun motivo. Conseguentemente l'esistenza di eventuali vizi, mancanza di qualità o difformità della cosa venduta, oneri di qualsiasi genere - ivi compresi, ad esempio, quelli urbanistici ovvero derivanti dalla eventuale necessità di adeguamento di impianti alle leggi vigenti, spese condominiali dell'anno in corso e dell'anno precedente non pagate dal debitore - per qualsiasi motivo non considerati, anche se occulti e comunque non evidenziati in perizia, non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo, essendosi di ciò tenuto conto nella valutazione dei beni; l'aggiudicatario dovrà versare la differenza del prezzo (detratta dal prezzo di aggiudicazione la cauzione di cui sopra) entro un termine massimo di sessanta giorni dalla data di aggiudicazione mediante assegno circolare non trasferibile intestato a "Poste Italiane s.p.a." (qualora il procedimento si fondi su credito fondiario e l'aggiudicatario non intenda avvalersi della facoltà di subentrare nel contratto, all'assegno circolare sarà sostituito, ex art. 41, comma 4, D.Lgs. 1 settembre 1993, n. 385, il pagamento diretto alla banca creditrice, nei limiti del credito azionato per capitale, interessi e spese con collocazione privilegiata, entro lo stesso termine e detratto un accantonamento per spese nella misura che sarà indicata dal g.e.); in mancanza, si provvederà a dichiarare la decadenza dall'aggiudicazione, a norma dell'art. 587 c.p.c.; soltanto all'esito degli adempimenti precedenti, della produzione di aggiornati certificati catastali e di aggiornati certificati relativi alle iscrizioni e trascrizioni effettuate sul bene nonché del pagamento delle spese di trasferimento, da effettuarsi contestualmente a quello della differenza del prezzo di aggiudicazione, nella misura del 20% di quest'ultimo, sarà emesso il decreto di trasferimento, ai sensi dell'art. 586 c.p.c.; Lamezia Terme,

°°°°°°°°°° AVVISO DI VENDITA DI BENI IMMOBILI In danno di proc. nr. 124/92 R.G.E., SI RENDE NOTO che il giorno 13.04.2011 alle ore 12:00 nella sala delle pubbliche udienze di questo Tribunale, avanti al G.E., si procederà alla vendita all'incanto dei beni immobili elencati in calce, alle seguenti condizioni: prezzo base: euro 1.160,00 per il lotto n.4 prezzo base: euro 5.480,00 per il lotto n.5 prezzo base: euro 320,00 per il lotto n.6 prezzo base: euro 400,00 per il lotto n.7 prezzo baase: euro 1.280,00 per il lotto n.8 prezzo base: euro 1.840,00 per il lotto n.9 prezzo base: euro 1.200,00 per il lotto n.10 prezzo base: euro 1.800,00 per il lotto n.11 prezzo base: euro 102.000,00 per il lotto n.18 ELENCO BENI IMMOBILI: lotto n. 4: terreno mq 1.260 NCT Falerna seminativo irriguo località Grotte foglio n. 13 part.lla provvisoria 14/h e definitiva n. 41; lotto n. 5: terreno mq 6070 NCT Falerna seminativo irriguo località Grotte foglio n. 13 part.lla provvisoria 14/c e definitiva n. 36; lotto n. 6: terreno mq 440 con fabbricato rurale NCT Falerna castaneto da frutto, località Grotte foglio n.13 part.lla provvisoria n.16/b e definitiva n.47; lotto n. 7: terreno mq 440 con fabbricato rurale, NCT Falerna località Grotte, foglio n. 13, part.lla provvisoria n. 17/a e definitiva n.17 (1/4); lotto n. 8 terrne mq 1420, NCT Falerna seminativo irriguo classe 3, località Grotte, foglio n. 13, part.lla n.9; lotto n. 9: terreno mq 1780, NCT Falerna seminativo irriguo arborato classe 3, località Grotte, foglio n. 13, part.lla n.6; lotto n. 10: terreno mq 1340, NCT Falerna, seminativo irriguo classe 3 località Grotte Foglio n.13 part.lla provvisoria n. 2/c e definitiva n. 31; lotto n. 11 terreno mq 1740, NCT Falerna, seminativo irriguo arborato classe 3, località Grotte foglio n.13, part.lla provvisoria n. 10/a e definitiva n. 10; lotto n. 18: fabbricato per civile abitazione, a due elevazioni, composto da 8 vani oltre accessori, della superficie lorda di circa mq 232,00, con annessa poertinenza esterna (legnaia) ad un unico vano indipendente e circostante area di terreno di circa mq 1.365 (il tutto identificato NCT del Comune di Falerna alla località Saetta foglio di mappa n.17 part.lla definitiva n. 826 frazionata 410/b di mq 1.486,00 ed al NCEU del Comune di falerna alla località Saetta civico n. 13/15 - foglio n. 17 part.lla definitiva n. 826 sub unica). E' fissato, per la presentazione presso la Cancelleria delle Esecuzioni Immobiliari delle istanze di partecipazione alla vendita ai pubblici incanti del compendio immobiliare sopra indicato e meglio descritto nella relazione dell'esperto in atti, alla quale si fa espresso richiamo, quale parte integrante e sostanziale della presente ordinanza, le ore 13:00 del giorno 12.04.2011, l'aumento minimo da apportare è fissato sin d'ora nella misura del 5% del prezzo base d'asta. Ognuno, ai sensi dell'art. 579, comma 1, c.p.c., tranne il debitore, è ammesso a formulare offerte all'incanto personalmente, a mezzo di mandatario munito di procura speciale o di procuratore legale, anche a norma dell'art. 579, comma 3, c.p.c. (il procuratore legale dovrà, in ogni caso, essere munito di mandato speciale risultante da atto pubblico o scrittura privata autenticata, non essendo sufficiente l'ordinario mandato alle liti; nell'ipotesi di cui al citato art. 579, comma 3, il mandato speciale risultante da atto pubblico o scrittura privata autenticata dovrà essere depositato contestualmente alla dichiarazione del nominativo della persona, da effettuarsi nel termine di cui all'art. 583, comma 1, c.p.c.) ogni concorrente, per essere ammesso all'incanto, deve presentare istanza di partecipazione, in regola con il bollo, recante, a pena di inefficacia, l'indicazione del numero di r.g.e. della procedura, il bene o il lotto cui l'istanza stessa è riferita, il prezzo proposto, le proprie generalità (nome, cognome, luogo e data di nascita, codice fiscale, residenza/domicilio, stato civile e, se coniugato, regime patrimoniale fra i coniugi; in caso di comunione legale dei beni, occorrerà indicare anche le generalità del coniuge non offerente, al fine di poter trasferire ad entrambi, pro quota, il bene, in caso di aggiudicazione; nell'ipotesi di acquisto a titolo personale da parte di un coniuge in regime di comunione dei beni, occorre produrre, oltre alla dichiarazione di quest'ultimo, ex art. 179, comma 1, lett. f, cod. civ., quella del coniuge non acquirente di cui al secondo comma della medesima disposizione normativa), l'espressa dichiarazione di aver preso visione della perizia di stima; l'istanza, nel caso di presentazione da parte di un minorenne, dovrà essere sottoscritta dai genitori, previa autorizzazione del giudice tutelare, da depositare in copia conforme; in caso di istanza presentata congiuntamente da più soggetti, deve essere indicato colui che abbia l'esclusiva facoltà di formulare eventuali offerte in aumento; non sarà possibile trasferire l'immobile a soggetto diverso da quello che sottoscrive l'istanza; all'istanza di partecipazione deve essere allegata copia di valido documento di identità del concorrente e, se necessario, valida documentazione comprovante i poteri o la legittimazione dello stesso (ad es. procura speciale o certificato camerale in caso

www.astepress.it | www.aste.eugenius.it | www.astecalabria.it www.asteinfoappalti.it | www.asteannunci.info

di società); con l'istanza di partecipazione, da presentarsi in busta chiusa, senza segni di riconoscimento, deve essere depositato assegno circolare non trasferibile, intestato alle "Poste Italiane s.p.a.", tramite cui effettuare il versamento della cauzione (ed in conto prezzo di aggiudicazione), in ragione di un decimo del prezzo base d'asta; a norma dell'art. 584 c.p.c., infatti, avvenuto l'incanto, possono essere presentate offerte di acquisto entro il termine perentorio di dieci giorni dalla gara, ma esse non sono efficaci se il prezzo offerto non supera di 1/6 quello raggiunto nell'incanto; l'aggiudicazione, pertanto, diverrà definitiva ove, decorsi dieci giorni, non siano state presentate offerte in aumento in ogni caso, le spese del trasferimento cedono a carico dell'aggiudicatario, cui restano riservate le attività ed i costi per la registrazione e trascrizione del decreto nonché per la cancellazione delle formalità pregiudizievoli gravanti sugli immobili acquistati; è possibile, per i partecipanti alle aste, ottenere mutui a tassi e condizioni economiche prestabiliti da ogni singola banca aderente protocollo "ABI" per la concessione di mutui agli aggiudicatari; l'elenco delle banche aderenti all'iniziativa per il Tribunale di Lamezia Terme è reperibile presso la Cancelleria; - gli immobili vengono posti in vendita1 nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano, così come identificati, descritti e valutati dall'esperto nella relazione, con ogni eventuale servitù attiva e passiva inerente e quote condominiali relative; - la vendita è a corpo e non a misura; eventuali differenze di misura non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo; la vendita forzata non è soggetta alle norme concernenti la garanzia per vizi o mancanza di qualità, né potrà essere revocata per alcun motivo. Conseguentemente l'esistenza di eventuali vizi, mancanza di qualità o difformità della cosa venduta, oneri di qualsiasi genere - ivi compresi, ad esempio, quelli urbanistici ovvero derivanti dalla eventuale necessità di adeguamento di impianti alle leggi vigenti, spese condominiali dell'anno in corso e dell'anno precedente non pagate dal debitore - per qualsiasi motivo non considerati, anche se occulti e comunque non evidenziati in perizia, non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo, essendosi di ciò tenuto conto nella valutazione dei beni; - l'aggiudicatario dovrà versare la differenza del prezzo (detratta dal prezzo di aggiudicazione la cauzione di cui sopra) entro un termine massimo di sessanta giorni dalla data di aggiudicazione mediante assegno circolare non trasferibile intestato a "Poste Italiane s.p.a." (qualora il procedimento si fondi su credito fondiario e l'aggiudicatario non intenda avvalersi della facoltà di subentrare nel contratto, all'assegno circolare sarà sostituito, ex art. 41, comma 4, D.Lgs. 1 settembre 1993, n. 385, il pagamento diretto alla banca creditrice, nei limiti del credito azionato per capitale, interessi e spese con collocazione privilegiata, entro lo stesso termine e detratto un accantonamento per spese nella misura che sarà indicata dal g.e.); in mancanza, si provvederà a dichiarare la decadenza dall'aggiudicazione, a norma dell'art. 587 c.p.c.; soltanto all'esito degli adempimenti precedenti, della produzione di aggiornati certificati catastali e di aggiornati certificati relativi alle iscrizioni e trascrizioni effettuate sul bene nonché del pagamento delle spese di trasferimento, da effettuarsi contestualmente a quello della differenza del prezzo di aggiudicazione, nella misura del 20% di quest'ultimo, sarà emesso il decreto di trasferimento, ai sensi dell'art. 586 c.p.c.; °°°°°°°°°° AVVISO DI VENDITA DI BENI IMMOBILI In danno di proc. nr.70/93 R.G.E., SI RENDE NOTO che il giorno 06.04.2011 alle ore 12:00 e segg. nella sala delle pubbliche udienze di questo Tribunale, avanti al G.E., si procederà alla vendita senza incanto del seguente bene immobile, alle seguenti condizioni: prezzo base lotto n.1: euro 67.500,00 prezzo base lotto n.2: euro 700,00 ELENCO BENI IMMOBILI lotto n.1: immobile allo stato rustico, sito in Feroleto Antico, alla località Ficonera, costituito da ampio seminterrato, da due piani fuori terra e da una superficie esterna destinata a corte. Il bene è riportato in catasto nel NCEU di detto comune al foglio 18 part.lla 624, sub 1,2,3, e 4; Lotto n. 2: quota parte pari ad 1/4 della proprietà di un terreno agricolo esteso per circa 1.900 mq sito nel comune di Falerna, alla località Saracena, riportato in NCT al foglio 14 part.lle 118 e 224. è fissato, per la presentazione presso la Cancelleria delle Esecuzioni Immobiliari delle offerte di acquisto, ex art. 571 c.p.c., del compendio immobiliare sopra indicato e meglio descritto nella relazione dell'esperto in atti, alla quale si fa espresso richiamo, quale parte integrante e sostanziale della presente ordinanza, termine fino alle ore 13.00 del 05.04.2011, con le modalità e per il prezzo base di cui sopra; ciascun offerente, ai sensi dell'art. 571, comma 1, c.p.c., tranne il debitore, è ammesso a formulare offerte per l'acquisto personalmente o a mezzo di procuratore legale, anche a norma dell'art. 579, comma 3, c.p.c. (il procuratore legale dovrà, in ogni caso, essere munito di mandato speciale risultante da atto pubblico o scrittura privata autenticata, non essendo sufficiente l'ordinario mandato alle liti;

AsteInfoappalti è un Progetto a cura della Mediatag Spa coordinamento area Calabria

nell'ipotesi di cui al citato art. 579, comma 3, il mandato speciale risultante da atto pubblico o scrittura privata autenticata dovrà essere depositato contestualmente alla dichiarazione del nominativo della persona, da effettuarsi nel termine di cui all'art. 583, comma 1, c.p.c.), presentando presso la Cancelleria delle Esecuzioni Immobiliari, dichiarazione, in regola con il bollo, contenente, a pena di inefficacia, l'indicazione del numero di r.g.e. della procedura, del bene (e del lotto) cui l'offerta si riferisce, del prezzo, del tempo, del modo del pagamento e di ogni altro elemento utile alla valutazione dell'offerta; detta dichiarazione deve, altresì, recare le generalità dell'offerente (nome, cognome, luogo e data di nascita, codice fiscale, residenza/domicilio, stato civile e, se coniugato, regime patrimoniale fra i coniugi; in caso di comunione legale dei beni, occorrerà indicare anche le generalità del coniuge non offerente, al fine di poter trasferire ad entrambi, pro quota, il bene, in caso di aggiudicazione; nell'ipotesi di acquisto a titolo personale da parte di un coniuge in regime di comunione dei beni, occorre produrre, oltre alla dichiarazione di quest'ultimo, ex art. 179, comma 1, lett. f, cod. civ., quella del coniuge non acquirente di cui al secondo comma della medesima disposizione normativa), l'espressa dichiarazione di aver preso visione della perizia di stima ed essere corredata da copia di valido documento di identità dell'offerente e, se necessario, da valida documentazione comprovante i poteri o la legittimazione dello stesso (ad es. procura speciale o certificato camerale in caso di società); l'offerta, nel caso di presentazione da parte di un minorenne, dovrà essere sottoscritta dai genitori, previa autorizzazione del giudice tutelare, da allegare in copia conforme; in caso di dichiarazione presentata congiuntamente da più soggetti, deve essere indicato colui che abbia l'esclusiva facoltà di formulare eventuali offerte in aumento; non sarà possibile trasferire l'immobile a soggetto diverso da quello che sottoscrive l'offerta; L'OFFERTA È IRREVOCABILE, SALVO CHE: 1. il giudice ordini l'incanto; 2. siano decorsi centoventi giorni dalla sua presentazione e la stessa non sia stata accolta; L'OFFERTA NON È EFFICACE: 1) se perviene oltre il termine stabilito; 2) se è inferiore al prezzo determinato a norma dell'articolo 568 e più sopra ricordato; c) se l'offerente non presta cauzione, a mezzo di assegno circolare non trasferibile intestato a "Poste Italiane spa", in misura non inferiore al decimo del prezzo da lui proposto; all'offerta, da depositarsi in busta chiusa, senza segni di riconoscimento, deve essere allegato l'assegno circolare per la cauzione, come innanzi indicato; all'esterno della busta vanno annotati, a cura del cancelliere ricevente, il nome, previa identificazione, di chi materialmente provvede al deposito, il nome del giudice dell'esecuzione e la data dell'udienza fissata per l'esame delle offerte; le buste saranno aperte all'udienza fissata per l'esame delle offerte, alla presenza degli offerenti, ove comparsi; nel caso di mancata comparizione dell'offerente o degli offerenti l'aggiudicazione sarà comunque disposta, fatta salva l'applicazione delle previsioni di cui all'art. 572, commi 2 e 3, c.p.c.; in caso di più offerte valide, si procederà a gara sull'offerta più alta secondo il sistema delle schede o buste segrete, fatta salva l'applicazione dell'art. 573, comma 2, c.p.c.; in alternativa alle modalità di cui sopra, la presentazione delle offerte di acquisto può avvenire anche mediante l'accredito, a mezzo di bonifico o deposito su conto postale o bancario intestato alla procedura esecutiva ed acceso o da accendersi, nel secondo caso, presso il "Monte dei Paschi di Siena S.p.A." - filiale di Lamezia Terme, di una somma pari ad un decimo del prezzo che si intende offrire e mediante la comunicazione, a mezzo telefax o posta elettronica, nel rispetto della normativa, anche regolamentare, concernente la sottoscrizione, la trasmissione e la ricezione dei documenti informatici e teletrasmessi, di una dichiarazione contenente le indicazioni di cui allo stesso art. 571 c.p.c.; detto accredito deve avere luogo non oltre cinque giorni prima della scadenza del termine entro il quale possono essere proposte le offerte d'acquisto; fin d'ora si prevede che, quando l'offerta è presentata con le modalità alternative, il termine per il versamento del prezzo e di ogni altra somma è di novanta giorni; in ogni caso, le spese del trasferimento cedono a carico dell'aggiudicatario, cui restano riservate le attività ed i costi per la registrazione e trascrizione del decreto nonché per la cancellazione delle formalità pregiudizievoli gravanti sugli immobili acquistati; è possibile, per i partecipanti alle aste, ottenere mutui a tassi e condizioni economiche prestabiliti da ogni singola banca aderente protocollo "ABI" per la concessione di mutui agli aggiudicatari; l'elenco delle banche aderenti all'iniziativa per il Tribunale di Lamezia Terme è reperibile presso la Cancelleria; QUANTO ALL'EVENTUALE, SUCCESSIVA VENDITA AGLI INCANTI: è fissata, per il giorno 20.04.2011, ore 12.00 e segg., la vendita ai pubblici incanti del compendio immobiliare sopra indicato, con le modalità e per il prezzo base di euro 67.500,00 per il lotto n. 1 ed euro 700,00 per il lotto n. 2; è fissato, per la presentazione presso la Cancelleria delle Esecuzioni Immobiliari delle istanze di partecipazione alla vendita ai pubblici incanti del compendio immobiliare sopra indicato e meglio descritto nella relazione dell'esperto in atti, alla quale si fa espresso richiamo, quale

Info 0961 996802


il Domani

| AsteInfoappalti

13

Domenica 13 Febbraio 2011 parte integrante e sostanziale della presente ordinanza, termine fino alle ore 13.00 del 19.04.2011, con le modalità e per il prezzo minimo di cui sopra; le offerte in aumento, a pena di inammissibilità, non devono essere inferiori al 3%; ognuno, ai sensi dell'art. 579, comma 1, c.p.c., tranne il debitore, è ammesso a formulare offerte all'incanto personalmente, a mezzo di mandatario munito di procura speciale o di procuratore legale, anche a norma dell'art. 579, comma 3, c.p.c. (il procuratore legale dovrà, in ogni caso, essere munito di mandato speciale risultante da atto pubblico o scrittura privata autenticata, non essendo sufficiente l'ordinario mandato alle liti; nell'ipotesi di cui al citato art. 579, comma 3, il mandato speciale risultante da atto pubblico o scrittura privata autenticata dovrà essere depositato contestualmente alla dichiarazione del nominativo della persona, da effettuarsi nel termine di cui all'art. 583, comma 1, c.p.c.) ogni concorrente, per essere ammesso all'incanto, deve presentare istanza di partecipazione, in regola con il bollo, recante, a pena di inefficacia, l'indicazione del numero di r.g.e. della procedura, il bene o il lotto cui l'istanza stessa è riferita, il prezzo proposto, le proprie generalità (nome, cognome, luogo e data di nascita, codice fiscale, residenza/domicilio, stato civile e, se coniugato, regime patrimoniale fra i coniugi; in caso di comunione legale dei beni, occorrerà indicare anche le generalità del coniuge non offerente, al fine di poter trasferire ad entrambi, pro quota, il bene, in caso di aggiudicazione; nell'ipotesi di acquisto a titolo personale da parte di un coniuge in regime di comunione dei beni, occorre produrre, oltre alla dichiarazione di quest'ultimo, ex art. 179, comma 1, lett. f, cod. civ., quella del coniuge non acquirente di cui al secondo comma della medesima disposizione normativa), l'espressa dichiarazione di aver preso visione della perizia di stima; l'istanza, nel caso di presentazione da parte di un minorenne, dovrà essere sottoscritta dai genitori, previa autorizzazione del giudice tutelare, da depositare in copia conforme; in caso di istanza presentata congiuntamente da più soggetti, deve essere indicato colui che abbia l'esclusiva facoltà di formulare eventuali offerte in aumento; non sarà possibile trasferire l'immobile a soggetto diverso da quello che sottoscrive l'istanza; all'istanza di partecipazione deve essere allegata copia di valido documento di identità del concorrente e, se necessario, valida documentazione comprovante i poteri o la legittimazione dello stesso (ad es. procura speciale o certificato camerale in caso di società); con l'istanza di partecipazione, da presentarsi in busta chiusa, senza segni di riconoscimento, deve essere depositato assegno circolare non trasferibile, intestato alle "Poste Italiane s.p.a.", tramite cui effettuare il versamento della cauzione (ed in conto prezzo di aggiudicazione), in ragione di un decimo del prezzo base d'asta; all'esterno della busta vanno annotati, a cura del cancelliere ricevente, il nome, previa identificazione, di chi materialmente provvede al deposito, il nome del giudice dell'esecuzione e la data dell'udienza fissata per la vendita all'incanto; le buste saranno aperte all'udienza stabilita per l'incanto alla presenza degli istanti, la cui comparizione è necessaria ai fini dell'aggiudicazione, che sarà disposta secondo le prescrizioni dell'art. 581 c.p.c.; la mancata partecipazione all'incanto, personalmente o a mezzo di procuratore speciale, senza documentato e giustificato motivo, comporterà l'incameramento di 1/10 della cauzione, che, di contro, sarà immediatamente restituita dopo la chiusura dell'incanto, ove l'offerente, regolarmente presente, non divenga aggiudicatario; nel caso di una sola istanza di partecipazione, occorrerà comunque apportare un rialzo minimo, ex art. 581, comma 2, per conseguire l'aggiudicazione provvisoria; a norma dell'art. 584 c.p.c., infatti, avvenuto l'incanto, possono essere presentate offerte di acquisto entro il termine perentorio di dieci giorni dalla gara, ma esse non sono efficaci se il prezzo offerto non supera di 1/5 quello raggiunto nell'incanto; l'aggiudicazione, pertanto, diverrà definitiva ove, decorsi dieci giorni, non siano state presentate offerte in aumento; tali offerte potranno essere depositate presso la Cancelleria, nelle forme di cui all'art. 571 c.p.c., prestando cauzione per una somma pari al doppio della cauzione versata per la partecipazione all'incanto. In caso di presentazione di tali offerte, verrà indetta una gara secondo le previsioni di cui all'art. 584 c.p.c.. Se nessuno degli offerenti in aumento partecipa alla gara indetta a norma dell'art. 584, comma 3, c.p.c., l'aggiudicazione diventa definitiva e verrà pronunciata a carico degli offerenti (salvo che ricorra un documentato e giustificato motivo) la perdita della cauzione, il cui importo è trattenuto come rinveniente a tutti gli effetti dall'esecuzione; in ogni caso, le spese del trasferimento cedono a carico dell'aggiudicatario, cui restano riservate le attività ed i costi per la registrazione e trascrizione del decreto nonché per la cancellazione delle formalità pregiudizievoli gravanti sugli immobili acquistati; è possibile, per i partecipanti alle aste, ottenere mutui a tassi e condizioni economiche prestabiliti da ogni singola banca aderente protocollo "ABI" per la concessione di mutui agli aggiudicatari; l'elenco delle banche aderenti all'iniziativa per il Tribunale di Lamezia Terme è reperibile presso la Cancelleria;

gli immobili vengono posti in vendita1 nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano, così come identificati, descritti e valutati dall'esperto nella relazione, con ogni eventuale servitù attiva e passiva inerente e quote condominiali relative; la vendita è a corpo e non a misura; eventuali differenze di misura non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo; la vendita forzata non è soggetta alle norme concernenti la garanzia per vizi o mancanza di qualità, né potrà essere revocata per alcun motivo. Conseguentemente l'esistenza di eventuali vizi, mancanza di qualità o difformità della cosa venduta, oneri di qualsiasi genere - ivi compresi, ad esempio, quelli urbanistici ovvero derivanti dalla eventuale necessità di adeguamento di impianti alle leggi vigenti, spese condominiali dell'anno in corso e dell'anno precedente non pagate dal debitore - per qualsiasi motivo non considerati, anche se occulti e comunque non evidenziati in perizia, non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo, essendosi di ciò tenuto conto nella valutazione dei beni; l'aggiudicatario dovrà versare la differenza del prezzo (detratta dal prezzo di aggiudicazione la cauzione di cui sopra) entro un termine massimo di sessanta giorni dalla data di aggiudicazione mediante assegno circolare non trasferibile intestato a "Poste Italiane s.p.a." (qualora il procedimento si fondi su credito fondiario e l'aggiudicatario non intenda avvalersi della facoltà di subentrare nel contratto, all'assegno circolare sarà sostituito, ex art. 41, comma 4, D.Lgs. 1 settembre 1993, n. 385, il pagamento diretto alla banca creditrice, nei limiti del credito azionato per capitale, interessi e spese con collocazione privilegiata, entro lo stesso termine e detratto un accantonamento per spese nella misura che sarà indicata dal g.e.); in mancanza, si provvederà a dichiarare la decadenza dall'aggiudicazione, a norma dell'art. 587 c.p.c.; soltanto all'esito degli adempimenti precedenti, della produzione di aggiornati certificati catastali e di aggiornati certificati relativi alle iscrizioni e trascrizioni effettuate sul bene nonché del pagamento delle spese di trasferimento, da effettuarsi contestualmente a quello della differenza del prezzo di aggiudicazione, nella misura del 20% di quest'ultimo, sarà emesso il decreto di trasferimento, ai sensi dell'art. 586 c.p.c.; °°°°°°°°°° N. 121/97+152/97 Reg. Es. Imm. AVVISO DI VENDITA IL PROFESSIONISTA DELEGATO DOTTOR GIANLUCA PERRELLA Presso ASSOCIAZIONE NOTARILE PROCEDURE ESECUTIVE DI LAMEZIA TERME Piazza della Repubblica - Lamezia Terme nella Procedura Esecutiva N. 121/97+152/97 R.E. Visto il provvedimento di delega alla vendita emesso dal Giudice dell'Esecuzione del Tribunale di Lamezia Terme in data 16/04/2007 ai sensi dell'art. 591 bis c.p.c. a seguito di istanza di vendita formulata dal Creditore Procedente INTESA GESTIONE CREDITI S.p.A. (ora GUBER S.p.A.); Ritenuto necessario pertanto rifissare la vendita dei beni pignorati alle stesse condizioni delle precedenti aste; Visto l'art. 569 c.p.c.; AVVISA che in data 7 aprile 2011 alle ore 10,00, nel Palazzo di Giustizia di Lamezia Terme, Piazza della Repubblica, piano primo seminterrato, presso i locali dell'Associazione Notarile, si terrà la vendita con incanto della piena proprietà dei seguenti immobili: LOTTO N.1: In Lamezia Terme, sezione Nicastro alla via degli Itali civico n. 38 (località "Pilli"): unità immobiliare ad uso abitazione su due piani fuori terra, occupante una porzione di villa bifamiliare, con parte preponderante abusiva, corredata da una corte (comune con il lotto 2), recintata e perimetrata destinata, in parte a verde ed in parte a spazio di manovra e parcheggio all'aperto; Riportata nel Catasto Fabbricati di Lamezia Terme, sezione Nicastro, con le seguenti indicazioni: - foglio di mappa 37, particella 851/sub 2, Contrada Pilli snc, piano T-1°, z.c. 1, cat. A/2, cl. 1°, consistenza vani 9,5, superficie catastale mq.248, rendita catastale Euro 735,95; Regolarità edilizia: E' possibile richiedere (per la parte costruita abusivamente) e ottenere concessione edilizia in sanatoria, entro i 120 giorni successivi all'aggiudicazione del bene; PREZZO BASE: Euro 135.000,00 (Euro Centotrentacinquemila virgola zero zero) - al netto delle spese di condono. Cauzione euro 13.500,00 (Euro Tredicimilacinquecento virgola zero zero) Aumento minimo euro 6.750,00 (Euro Seimilasettecentocinquanta virgola zero zero) LOTTO N. 2 In Lamezia Terme, sezione Nicastro alla via degli Itali civico n.38 (località "Pilli"): unità immobiliare ad uso abitazione a due piani fuori terra, occupante una porzione di una villa bifamiliare, completamente abusiva, corredata da una corte (comune con il lotto 1), recintata e perimetrata destinata, in parte a verde ed in parte a spazio di manovra e parcheggio all'aperto; Riportata nel Catasto Fabbricati di Lamezia Terme, sezione Nicastro, con le seguenti indicazioni: - foglio di mappa 37, particella 851/sub 3, Contrada Pilli snc, piano T-1°, z.c. 1, cat. A/2, cl. 1°, consistenza vani 10,5, superficie catastale

www.astepress.it | www.aste.eugenius.it | www.astecalabria.it www.asteinfoappalti.it | www.asteannunci.info

mq.256, rendita catastale Euro 813,42; Regolarità edilizia: E' possibile richiedere e ottenere concessione edilizia in sanatoria, entro i 120 giorni successivi all'aggiudicazione del bene; PREZZO BASE: Euro 133.500,00 (Euro Centotrentatremilacinquecento virgola zero zero) - al netto delle spese di condono. Cauzione euro 13.350,00 (Euro Tredicimilatrecentocinquanta virgola zero zero) Aumento minimo euro 6.675,00 (Euro Seimilaseicentosettantacinque virgola zero zero) Gli immobili vengono posti in vendita nello stato di fatto e di diritto in cui ognuno si trova, senza alcuna garanzia per evizione, molestie e pretese di eventuali conduttori; con gli accessori, dipendenze, pertinenze, servitù attive e passive esistenti e diritti proporzionali sulle parti dell'edificio che devono ritenersi comuni a norma di legge (ed eventuale regolamento di condominio). I beni di cui sopra sono meglio descritti nella relazione di stima a firma dell'esperto ing. Ferrieri Ottaviano, che può essere consultata dall'offerente, ed alla quale si fa espresso rinvio anche per tutto ciò che concerne l'esistenza di eventuali oneri e pesi a qualsiasi titolo gravanti sui beni, presso i locali dell'Associazione mentre l'ordinanza integrale sarà pubblicata sul sito internet www.portaleaste.com e sul giornale "Il Domani" (Edizione Regionale). Custode giudiziario dei peni sottoposti a vendita è il dott. Paolo Cosentino con studio al Vico 1° Garibaldi, n.4 di Lamezia Terme, cui tutti gli interessati potranno rivolgersi per visitare i beni. E' possibile chiedere un finanziamento pari al 70/80% del prezzo base agli Istituti di credito che hanno aderito all'intesa con il Tribunale di Lamezia Terme, ossia: Banca Carime SpA, San Paolo IMI-Banco di Napoli SpA, Banca Popolare di Crotone, Banca Monte dei Paschi di Siena SpA, Banca di Catanzaro SpA. I mutui saranno garantiti da ipoteca da iscrivere sullo stesso immobile posto in vendita. Maggiori informazioni potranno essere chieste alle banche interessate. Se l'offerente non diviene aggiudicatario, la cauzione verrà immediatamente restituita dopo la chiusura della gara, salvo che lo stesso non abbia omesso di partecipare alla medesima, personalmente o a mezzo di procuratore speciale, senza documentato e giustificato motivo: in tale caso la cauzione è restituita solo nella misura dei 9/10 (nove decimi) dell'intero e la restante parte è trattenuta come somma rinveniente a tutti gli effetti dall'esecuzione. In caso di dubbi sulla sussistenza dei motivi giustificati per la mancata partecipazione alla gara, l'offerente si rivolgerà al Giudice, che disporrà in merito alla restituzione dell'intera cauzione o respingerà la relativa domanda. A norma dell'art. 46 DPR 06/06/2001 n. 380 l'aggiudicatario, qualora l'immobile si trovi nelle condizioni previste per il rilascio del permesso di costruire in sanatoria, dovrà presentare a proprie esclusive spese domanda di permesso in sanatoria, entro 120 giorni dalla notifica del decreto di trasferimento. Sono a carico dell'aggiudicatario tutte le spese per il trasferimento degli immobili nonché quelle relative alla cancellazione della trascrizione del pignoramento e di tutte le formalità con i relativi compensi spettanti al professionista delegato per le operazioni successive alla vendita, come liquidati dal G.E.. La pubblicità, le modalità di presentazione delle domande e le condizioni della vendita sono regolate dalle 'Condizioni generali in materia di vendite immobiliari delegate' allegate al presente avviso. Lamezia Terme, lì 7 febbraio 2011 il professionista delegato f.to dottor Gianluca Perrella notaio CONDIZIONI GENERALI IN MATERIA DI VENDITE IMMOBILIARI DELEGATE Le offerte di acquisto dovranno essere presentate in busta chiusa entro le ore 12,00 del giorno 4 aprile 2011. Sulla busta dovranno essere indicate le sole generalità di chi presenta l'offerta, che può anche essere persona diversa dall'offerente, il nome del professionista delegato, la data della vendita e il numero della procedura. Nessuna altra indicazione deve essere apposta sulla busta. Il termine di versamento del saldo prezzo, nonché degli ulteriori oneri, diritti e spese conseguenti alla vendita è di 60 giorni dall'aggiudicazione definitiva, mediante distinti assegni circolari non trasferibili intestati a "notaio Gianluca Perrella procedura esecutiva n.121/97 R.E.", uno pari alla differenza del prezzo di aggiudicazione e uno pari al venti per cento per spese. L'offerta dovrà contenere: - Il cognome, nome, luogo e data di nascita, codice fiscale, domicilio, stato civile, recapito telefonico del soggetto cui andrà intestato l'immobile (non sarà possibile intestare l'immobile a soggetto diverso da quello che sottoscrive l'offerta), il quale dovrà anche presentarsi alla udienza fissata per la vendita. Nell'ipotesi di acquisto a titolo personale da parte di un coniuge in regime di comunione dei beni, occorre produrre, oltre alla dichiarazione di quest'ultimo, ex art.179, co. 1°, lett. f, codice civile, quella del coniuge non acquirente di cui al 2° co. della medesima disposizione normativa. In caso di dichiarazione presentata congiuntamente da più soggetti, deve essere indicato colui che abbia l'esclusiva facoltà di formulare eventua-

AsteInfoappalti è un Progetto a cura della Mediatag Spa coordinamento area Calabria

li offerte in aumento. Se l'offerente è coniugato e in regime di comunione legale dei beni, dovranno essere indicati anche i corrispondenti dati del coniuge. Se l'offerente è minorenne, l'offerta dovrà essere sottoscritta dai genitori previa autorizzazione del Giudice Tutelare. Se l'offerente agisce quale legale rappresentante di altro soggetto, dovrà essere allegato certificato del registro delle imprese da cui risultino i poteri ovvero la procura o l'atto di nomina che giustifichi i poteri. - I dati identificativi del bene per il quale l'offerta è proposta. - L'indicazione del prezzo offerto, che non potrà essere inferiore al prezzo minimo indicato nell'avviso di vendita, a pena di esclusione. - L'espressa dichiarazione di aver preso visione della perizia di stima. All'offerta dovrà essere allegata una fotocopia del documento di identità dell'offerente, nonché un assegno circolare non trasferibile intestato a "notaio Gianluca Perrella procedura esecutiva n. 121/97 R.E." per un importo pari al 10 per cento del prezzo offerto, a titolo di cauzione, che sarà trattenuta in caso di rifiuto dell'acquisto. Nessuna somma sarà richiesta, in questa fase quale fondo spese. L'offerente è tenuto a presentarsi all'udienza sopra indicata di persona, o a mezzo di mandatario munito di procura speciale risultante da atto pubblico o scrittura privata autenticata che dovrà essere depositata contestualmente alla dichiarazione del nominativo della persona, da effettuarsi nel termine di cui all'art. 583. co. 1°, c.p.c.. I procuratori legali possono fare offerte per persona da nominare. In caso di aggiudicazione, l'offerente è tenuto al versamento del saldo prezzo e degli oneri, diritti e spese di vendita nel termine indicato in offerta, ovvero, in mancanza, entro 60 giorni dall'aggiudicazione definitiva mediante due distinti assegni circolari non trasferibili intestati a "notaio Gianluca Perrella procedura esecutiva n.121/97 R.E.", uno quale differenza prezzo di aggiudicazione e uno pari al venti per cento del prezzo stesso quale presumibile importo per spese. In caso di inadempimento, la aggiudicazione sarà revocata e l'aggiudicatario perderà tutte le somme versate. L'aggiudicatario potrà versare il prezzo tramite mutuo ipotecario con garanzia sul medesimo immobile oggetto della vendita, rivolgendosi alle banche il cui elenco sarà reperibile presso il professionista delegato e presso il sito del Tribunale. In caso di più offerte valide, si procederà a gara sulla base della offerta più alta. Il bene verrà definitivamente aggiudicato a chi avrà effettuato il rilancio più alto. La vendita avviene nello stato di fatto e di diritto in cui i beni si trovano, con tutte le eventuali pertinenze, accessioni, ragioni ed azioni, servitù attive e passive. La vendita è a corpo e non a misura, eventuali differenze di misura non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo. La vendita forzata non è soggetta alle norme concernenti la garanzia per vizi o mancanza di qualità, né potrà essere revocata per alcun motivo. Conseguentemente l'esistenza di eventuali vizi, mancanza di qualità o difformità della cosa venduta, oneri di qualsiasi genere - ivi compresi, ad esempio, quelli urbanistici ovvero derivanti dalla eventuale necessità di adeguamento di impianti alle leggi vigenti, spese condominiali dell'anno in corso e dell'anno precedente non pagate dal debitore -, per qualsiasi motivo non considerati, anche se occulti e comunque non evidenziati in perizia, non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo, essendosi di ciò tenuto conto nella valutazione dei beni. L'immobile viene venduto libero da iscrizioni ipotecarie e da trascrizioni di pignoramenti. Se esistenti al momento della vendita, eventuali iscrizioni e saranno cancellate a spese e cura dell'aggiudicatario. Ogni onere fiscale derivante dalla vendita sarà a carico dell'aggiudicatario. Se l'immobile è occupato dal debitore o da terzi senza titolo, la liberazione sarà effettuata a cura del Custode Giudiziario. Per tutto quanto qui non previsto si applicano le vigenti norme di legge. QUANTO ALLA VENDITA CON INCANTO, ferme le disposizioni sopra indicate, se compatibili, valgono le norme di cui agli artt. 576, 580, 584 e 585 c.p.c. Gli offerenti dovranno dichiarare la propria residenza nel Circondario del Tribunale di Lamezia Terme o eleggere domicilio in Lamezia Terme. OFFERTE IN AUMENTO DI UN QUINTO: A norma dell'art. 584 c.p.c., avvenuto l'incanto, possono ancora essere fatte offerte di acquisto entro il termine perentorio di 10 giorni dalla gara, ma esse non sono efficaci se il prezzo offerto non supera di 1/5 (un quinto) quello raggiunto nell'incanto. Pertanto l'aggiudicazione diverrà definitiva decorsi 10 giorni senza offerte in aumento. Divenuta definitiva l'aggiudicazione dovrà essere versata nei sessanta giorni successivi la differenza del prezzo di aggiudicazione mediante assegno circolare non trasferibile intestato a"notaio Gianluca Perrella procedura esecutiva n.121/97 R.E." nonché il venti per cento del prezzo di aggiudicazione sempre mediante assegno circolare non trasferibile intestato a "notaio Gianluca Perrella procedura esecutiva n.121/97 R.E." quale presumibile importo per spese. Tali offerte potranno essere depositate presso l'indirizzo

Info 0961 996802


il Domani

| AsteInfoappalti

14

Domenica 13 Febbraio 2011 sopra indicato, nelle forme di cui all'art. 571 c.p.c., prestando cauzione per una somma pari al doppio della cauzione versata per la partecipazione all'incanto. In caso di presentazione di tali offerte, verrà indetta una gara secondo le previsioni di cui all'art. 584 c.p.c.. Se nessuno degli offerenti in aumento partecipa alla gara indetta a norma dell'art. 584, comma 3, c.p.c., l'aggiudicazione diventa definitiva e verrà pronunciata a carico degli offerenti (salvo che ricorra un documentato e giustificato motivo) la perdita della cauzione, il cui importo è trattenuto come rinveniente a tutti gli effetti dall'esecuzione. Ogni domanda di restituzione della cauzione dovrà essere indirizzata dagli offerenti al Giudice dell'Esecuzione. °°°°°°°°°° R.E. n° 101/2008 IL GIUDICE DELL'ESECUZIONE Letti gli atti del procedimento e sciolta la riserva assunta all'udienza del 10 febbraio 2010; Preso atto dell'istanza di vendita formulata dal creditore procedente; rilevato che custode del bene pignorato è il dott. Fabio Massimiliano Canzoniere; considerato che la natura e la destinazione di tale cespite, unitamente agli elementi probatori e processuali da cui poter evincere il concreto pericolo di un deterioramento del cespite nelle more della definizione della procedura di vendita, inducono a ritenere che la sostituzione del debitore con un terzo quale custode giudiziario sia allo stato, indefettibile, ex art. 559 c.p.c., come novellato dalle leggi 80/2005,263/2005 e 51/2006, fermo restando l'obbligo dello stesso di rendere il conto della gestione, ex artt. 560 e 593 c.p.c.; ritenuto di poter condividere e prendere a fondamento del prosieguo della procedura le conclusioni della relazione dell'esperto, in ordine sia alla individuazione del compendio immobiliare che alla stima del relativo valore di mercato; ravvisate, pertanto, le condizioni per procedere, ai sensi degli artt. 569, 571 e 576 c.p.c. come novellati dalle leggi 80/2005, 263/2005 e 51/2006, al prezzo base di euro 77.000,00, alla vendita coattiva del seguente bene: lotto unico - " appartamento sito in Lamezia Terme, Sant'Eufemia, via del Mare, n° 13, piano secondo, interno 7, avente una superficie lorda di mq. 116,00 circa. L'immobile è riportato nel NCEU al foglio 14, p.lla 178, sub 7, cat.A/2, classe 1, vani 6"; EVIDENZIATO QUANTO ALLA VENDITA SENZA INCANTO CHE

- Ciascun offerente, tranne il debitore, è ammesso a formulare offerte per l'acquisto personalmente o a mezzo procuratore legale anche a norma dell'art. 579, ultimo comma, presentando presso la cancelleria delle esecuzioni immobiliari, dichiarazioni, in regola con il bollo, contenente l'indicazione del prezzo, del tempo, del modo del pagamento e di ogni altro elemento utile alla valutazione dell'offerta; - L'OFFERTA È IRREVOCABILE, SALVO CHE: 1. il giudice ordini l'incanto; 2. siano decorsi centoventi giorni dalla sua presentazione e la stessa non sia stata accolta; - L'OFFERTA NON È EFFICACE: 1) se perviene oltre il termine stabilito; 2) se è inferiore al prezzo determinato a norma dell'articolo 568 e più sopra ricordato; c) se l'offerente non presta cauzione, a mezzo assegno circolare non trasferibile intestato a " Poste Italiane spa", in misura non inferiore al decimo del prezzo da lui proposto; - L'offerta deve consistere in una dichiarazione, in regola con il bollo, contenente, a pena di inefficacia, l'indicazione del numero di r.g.e. della procedura, del prezzo offerto, del bene (e del lotto) cui si riferisce l'offerta e ogni altro elemento utile alla valutazione di questa; - Detta dichiarazione, deve, altresì, recare le generalità dell'offerente (nome, cognome, luogo e data di nascita, codice fiscale, residenza, stato civile e, se coniugato, regime patrimoniale fra i coniugi) ed essere corredata da copia di valido documento di identità dell'offerente e, se necessario, valida documentazione comprovante i poteri o la legittimazione dello stesso (ad es. procura speciale o certificato camerale); - In caso di dichiarazione presentata da più soggetti, deve essere indicato colui che abbia l'esclusiva facoltà di formulare offerte in aumento; - All'offerta, da depositarsi in busta chiusa, senza segni di riconoscimento, deve essere allegato l'assegno circolare per la cauzione, come innanzi indicato; all'esterno della busta vanno annotati, a cura del cancelliere ricevente, il nome, previa identificazione, di chi materialmente provvede al deposito, il nome del giudice dell'esecuzione e la data dell'udienza fissata per l'esame delle offerte; le buste saranno aperte all'udienza fissata per l'esame delle offerte, alla presenza degli offerenti, ove comparsi; - In ogni caso, le spese del trasferimento cedono a carico dell'aggiudicatario, cui restano riservate le attività ed i costi per la cancellazione delle formalità; - Evidenziato che la vendita agli incanti deve aver luogo al prezzo sopra indicato di euro 77.000,00 - Le offerte in aumento, a pena di inammissibilità, non devono essere inferiori a euro 3.000,00 - Ogni concorrente, per essere ammesso all'incanto, deve presentare istanza di partecipazione, in regola con il bollo, recante, a pena di inefficacia, l'indicazione del numero r.g.e. della procedura, il bene o il lotto cui l'istanza stessa si riferisce, le proprie generalità (nome, cognome, luogo e data di nascita, codice fiscale, residenza, stato civile e,

se coniugato, regime patrimoniale fra i coniugi); - All'istanza di partecipazione deve essere allegata copia di valido documento di identità del concorrente e, se necessario, valida documentazione comprovante i poteri o la legittimazione dello stesso (ad es. procura speciale o certificato camerale); - In caso di dichiarazione presentata da più soggetti deve essere indicato colui che abbia l'esclusiva facoltà di formulare offerte in aumento; - Con l'istanza di partecipazione, da presentarsi in busta chiusa senza segni di riconoscimento, deve essere depositato assegno circolare non trasferibile, intestato alle "Poste Italiane spa", tramite cui effettuare il versamento della cauzione (ed in conto prezzo di aggiudicazione), in ragione di un decimo del prezzo base d'asta; - all'esterno della busta vanno annotati, a cura del cancelliere ricevente, il nome, previa identificazione, di chi materialmente provvede al deposito, il nome del giudice dell'esecuzione e la data dell'udienza fissata per la vendita; le buste saranno aperte all'udienza stabilita per l'incanto, alla presenza degli offerenti, ove comparsi; - In ogni caso, le spese del trasferimento cedono a carico dell'aggiudicatario, cui restano riservate le attività ed i costi per la cancellazione delle formalità; FISSA IN RELAZIONE ALLA VENDITA SENZA INCANTO - Per la presentazione presso la cancelleria delle esecuzioni immobiliari delle offerte di acquisto ex art. 571 c.p.c. dell'immobile sopra indicato e meglio descritto nella relazione dell'esperto in atti, cui si fa espresso riferimento, termine fino alle ore 13,00 del giorno 12 aprile 2011, con le modalità e il prezzo base di cui sopra ridotto di 1/4; - Per l'esame delle offerte di acquisto, ai sensi dell'art.572 c.p.c. ovvero per la gara sulle medesime, se presentate in misura superiore ad una, l'udienza del giorno 13 aprile 2011 ore 9,30 e segg. FISSA, NEL CASO IN CUI LA VENDITA SENZA INCANTO NON ABBIA LUOGO - Per la presentazione presso la cancelleria delle esecuzioni immobiliari dell'istanza di partecipazione agli incanti, termine fino alle ore 13,00 del giorno 26 aprile 2011, con le modalità e per il prezzo minimo di cui sopra ridotto di 1/4; - Per il giorno 27 aprile 2011, ore 9,30 e segg., la vendita ai pubblici incanti dell'immobile sopra indicato e meglio descritto nella relazione dell'esperto in atti, cui si fa espresso riferimento, con le modalità e per il prezzo base di cui innanzi; STABILISCE, ALTRESI', CHE LA VENDITA AVVIENE ALLE SEGUENTI CONDIZIONI, SIA QUALORA VI SI FACCIA LUOGO SENZA INCANTO, SIA QUALORA VI SI FACCIA LUOGO CON INCANTO: - gli immobili vengono posti in vendita 1 nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano, così come identificati, descritti e valutati dall'esperto nella relazione, con ogni eventuale servitù attiva e passiva inerente e quote condominiali relative; - la vendita è a corpo e non a misura; eventuali differenze di misura non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo; la vendita forzata non è soggetta alle norme concernenti la garanzia per vizi o mancanza di qualità, né potrà essere revocata per alcun motivo. Conseguentemente l'esistenza di eventuali vizi, mancanza di qualità o difformità della cosa venduta, oneri di qualsiasi genere - ivi compresi, ad esempio, quelli urbanistici ovvero derivanti dalla eventuale necessità di adeguamento di impianti alle leggi vigenti, spese condominiali dell'anno in corso e dell'anno precedente non pagate dal debitore - per qualsiasi motivo non considerati, anche se occulti e comunque non evidenziati in perizia, non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo, essendosi di ciò tenuto conto nella valutazione dei beni; - l'aggiudicatario dovrà versare la differenza del prezzo (detratta dal prezzo di aggiudicazione la cauzione di cui sopra) entro un termine massimo di 60 giorni dalla data di aggiudicazione mediante assegno circolare non trasferibile intestato a "Poste Italiane spa" 2 ; in mancanza si provvederà a norma dell'art. 587 c.p.c.; - soltanto all'esito degli adempimenti precedenti, della produzione di aggiornati certificati catastali e di aggiornati certificati relativi alle iscrizioni e trascrizioni effettuate sul bene nonché del pagamento delle spese di trasferimento da parte dell'aggiudicatario, per come liquidate dalla Cancelleria, sarà emesso il decreto di trasferimento, ai sensi dell'art. 586 c.p.c.; DISPONE, QUANTO ALLA PUBBLICITA'IN FUNZIONE DELLA VENDITA, CHE: - su impulso del procedente, sia predisposto l'avviso di vendita, da pubblicare all'albo dell'Ufficio; - a cura, rischio e spese (rimborsabili ex art. 2770 cod. civ.) del medesimo soggetto, sia data pubblicità: - in ogni caso, per una sola volta, della presente ordinanza, escluse le note, su di un quotidiano di informazione a diffusione locale a scelta del creditore, pubblicità da effettuarsi almeno quarantacinque giorni prima del termine per la presentazione delle offerte o della data dell'incanto; - in ogni caso, per una sola volta, della presente ordinanza, escluse le note, e della relazione di stima dell'esperto sul sito internet www.asteimmobili.it almeno quarantacinque giorni prima del termine per la presentazione delle offerte o della data dell'incanto; - il creditore procedente, possa, inoltre, dare pubblicità della presente ordinanza, a sua cura ed ove lo ritenga opportuno: - a sue spese (rimborsabili ex art. 2770 cod. civ.), con pubblicità muraria, da effettuarsi nei Comuni

www.astepress.it | www.aste.eugenius.it | www.astecalabria.it www.asteinfoappalti.it | www.asteannunci.info

di Lamezia Terme e di ubicazione degli immobili, almeno quarantacinque giorni prima del termine per la presentazione delle offerte o della data dell'incanto; - a sue spese (non rimborsabili neppure ex art. 2770 cod. civ.), ad un'ulteriore forma di pubblicità dal medesimo prescelta, da eseguirsi almeno quarantacinque giorni prima del termine per la presentazione delle offerte o della data dell'incanto; - la pubblicità muraria e l'ulteriore pubblicità prescelta sono dichiarate sin da ora non necessarie ai fini dell'esperibilità della vendita; - della prova della pubblicità elettronica e a mezzo stampa - da depositarsi in cancelleria almeno dieci giorni prima delle vendite - sia fatto carico al creditore procedente o surrogante; AVVERTE fin d'ora le parti che, ove all'udienza fissata per la celebrazione dell'incanto, questo non abbia luogo per qualunque motivo, si riserva di applicare immediatamente - e cioè a quella stessa udienza - l'art. 591 cod. proc. civ., senza alcun rinvio intermedio o ulteriore, in quello stesso contesto sentendo le parti e provvedendo sulla disposizione dell'amministrazione giudiziaria o sulla fissazione di una nuova vendita. DA' ATTO Di avere provveduto alla sostituzione del custode con il dott. Fabio Massimiliano Canzoniere per le motivazioni innanzi espresse; ORDINA Al custode di presentare trimestralmente il conto di gestione, ex art. 560 e 593 cpc a far data dall'atto di nomina, con espresso avviso che in caso di inottemperanza, l'omissione sarà valutata ai fini dell'eventuale revoca dell'incarico al custode esterno. Lamezia Terme 10 febbraio 2010 Il Giudice dell'esecuzione F.to Dott. Alessandro Brancaccio

TRIBUNALE DI PAOLA AVVISO DI VENDITA ALL'INCANTO (artt. 569, 576 e 591 c.p.c.) Il sottoscritto dott. Fernando CALDIERO, dottore commercialista con studio in Cetraro alla via F. Pirrino n. 37, nominato in sostituzione del precedente delegato con provvedimento del 21-23/04/2007, vista l'ordinanza di vendita n. 6872 cron. emanata dal Giudice dell'Esecuzione dott. EGIDIO MASELLA in data 16/09/2003 con cui è stata disposta la vendita all'incanto dei beni pignorati nel procedimento esecutivo n. 149/89 R.E. (promosso da S.G.A. s.p.a. già ISVEIMER) cui sono riunite le 287/89 - 198/89- 191/89 194/89-8/90-48/90 e sono state delegate le relative operazioni, visti gli artt. 569, 576 e 591 bis c.p.c., visto i provvedimenti del 15/12/2009, 28/10/2010 e 1/02/2011 RENDE NOTO che il giorno 18 aprile 2011, alle ore 15.30, presso il proprio studio in Cetraro in via F. Pirrino n. 37, si svolgerà l'incanto in distinti lotti dei beni oltre descritti. La vendita avviene nello stato di fatto e di diritto in cui i beni, meglio descritti nella perizia del C.T.U. in atti, ed alla quale espressamente si rinvia, si trovano (anche in relazione al T.U. di cui al D.P.R. 6 giugno 2001, n. 380), con tutte le eventuali pertinenze, accessioni, ragioni ed azioni, servitù attive e passive; la vendita è a corpo e non a misura; eventuali differenze di misura non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione di prezzo. La presente vendita forzata non è soggetta alle norme concernenti la garanzia per vizi o mancanza di qualità, nè potrà essere risolta per alcun motivo. Conseguentemente l'esistenza di eventuali vizi, mancanza di qualità o difformità della cosa venduta, oneri di qualsiasi genere, ivi compresi, ad esempio, quelli urbanistici ovvero derivanti dall'eventuale necessità di adeguamento di impianti alle leggi vigenti, spese condominiali dell'anno in corso e dell'anno precedente non pagate dal debitore, per qualsiasi motivo non considerati, anche se occulti e comunque non evidenziati in perizia, non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo, essendosi di ciò tenuto conto nella valutazione dei beni. L'immobile viene venduto libero da iscrizioni ipotecarie e da trascrizioni di pignoramenti. Se esistenti al momento della vendita, eventuali iscrizioni e trascrizioni saranno cancellate a spese e cura della procedura. Ogni ulteriore onere derivante dalla vendita sarà a carico dell'aggiudicatario. Ciascun offerente, per poter essere ammesso all'incanto, dovrà presentare, presso il sopra indicato studio, entro le ore 12.30 del giorno feriale precedente l'incanto, escluso il sabato, domanda di partecipazione all'incanto, in regola con il bollo vigente, e dovrà versare a titolo di cauzione, una somma pari al 10% (dieci per cento) del prezzo base d'asta ed una somma pari al 15% (quindici per cento) del prezzo base d'asta in conto spese, con due distinti assegni circolari non trasferibili all'ordine del sottoscritto professionista delegato. I partecipanti all'asta hanno la possibilità di ottenere mutui ipotecari per un importo fino ad un massimo del 70/80% del valore dell'immobile come stimato nella perizia a tassi e condizioni economiche prestabiliti da ogni singola banca. Le banche aderenti all'iniziativa sono consultabili sul sito dell'ABI (http://www3.abi.it/AsteImm/). Qualora sia stato azionato nella procedura esecutiva un Credito Fondiario, ai sensi dell'art. 41 della nuova Legge Bancaria (D.Lgs. 1/09/1993 n. 385), l'ag-

AsteInfoappalti è un Progetto a cura della Mediatag Spa coordinamento area Calabria

giudicatario, il quale non intenda avvalersi della facoltà di subentrare nel contratto di finanziamento, dovrà versare direttamente all'istituto di credito fondiario, entro il termine di giorni 30 dalla data dell'aggiudicazione, la parte del prezzo corrispondente al complessivo credito dello stesso. L'aggiudicatario, entro il termine perentorio di 60 giorni dall'aggiudicazione, dovrà versare al professionista delegato, il saldo del prezzo di aggiudicazione o di assegnazione, dedotta la prestata cauzione, nonché l'eventuale saldo delle spese, mediante distinti assegni circolari non trasferibili intestati al medesimo professionista. Una copia del presente verrà affissa ex primo comma art. 490 c.p.c, altra copia verrà pubblicata sull'edizione domenicale del quotidiano "Il Domani della Calabria", sul mensile "Aste" e sul sito internet www.aste.eugeniu.it. Il debitore o il custode consentiranno la visita del compendio posto in vendita nei tre giorni antecedenti l'incanto, dalle ore 16.30 alle ore 18.30. Delle eventuali visite dovrà essere data comunicazione al professionista Delegato. A norma dell'art. 591 bis c.p.c. tutte le attività relative alla vendita saranno espletate presso lo studio del professionista delegato. BENI SOTTOPOSTI AD INCANTO LOTTO N. 1: aggiudicato LOTTO N. 2: aggiudicato LOTTO N. 3: appartamento ubicato in via Bologna e via Bari del Comune di Amantea (CS) posto al primo piano composto di tre stanze, doppio WC, cucina, ripostiglio, lavatoio, corridoio e veranda, confinante a sud con corte comune, ad ovest con corte comune, a nord con vano scala e proprietà S. B. R. e G e ad est con corte comune, individuato catastalmente al foglio 5, p.lla 417/3-Cat. A/3- cl.2°, vani 5,5, rendita euro 369,27, (SCHEDA 2194/80) compresa quota millesimale del lastrico solare Foglio 5, p.lla 417/12. Prezzo base d'asta euro 26.464,25 (ventiseiLe milaquattrocentosessantaquattro/25). offerte minime in aumento con primo rilancio obbligatorio non potranno essere inferiori a euro 1.000,00 (mille/00). LOTTO N. 4: aggiudicato LOTTO N. 5: aggiudicato LOTTO N. 6: appartamento ubicato in via Bologna e via Bari del Comune di Amantea (CS) posto al secondo piano composto di tre stanze, due wc, cucina, ripostiglio, corridoio e veranda, confinante a sud con corte comune e proprietà già B., ad ovest con corte comune e con proprietà già B., a nord con vano scale e con proprietà già B., a est con corte comune e con proprietà già B., individuato catastalmente al foglio 5, p.lla 417/7-Cat. A/3- cl. 2°, vani 5,5, rendita euro 369,27 (SCHEDA 2198/80) compresa quota millesimale del lastrico solare Foglio 5, p.lla 417/12. Prezzo base d'asta euro 26.464,25 (ventiseimilaquattrocentosessantaquattro/25). Le offerte minime in aumento con primo rilancio obbligatorio non potranno essere inferiori a euro 1000,00 (mille/00). LOTTO N. 7: quota ideale in ragione di un mezzo dell'appartamento posto al piano attico, al rustico, composto di quattro stanze, wc, cucina, ingresso corridoio e terrazzo, confinante a sud con corte comune, ad ovest con corte comune, a nord con vano scale e con proprietà S. B. R. e G., a est con corte comune, catastalmente al foglio 5, particella 417/10 (scheda 214/82) cat. A/3 - cl. 2° - vani 6,5 - rendita euro 436,41 compresa quota millesimale del lastrico solare Foglio 5, p.lla 417/12. Prezzo base d'asta euro 7.389,68 (settemilatrecentoottantanove/68). Le offerte minime in aumento con primo rilancio obbligatorio non potranno essere inferiori a euro 500,00 (cinquecento/00). LOTTO N. 8: quota ideale in ragione di un mezzo dell'appartamento posto al piano attico,composto di quattro stanze, tre wc, cucina, ripostiglio,corridoio e terrazzo, confinante a sud con vano scale e proprietà S.B. R. e G, ad ovest con corte comune, a nord con corte comune e ad est con corte comune, catastalmente al foglio 5, particella 417/11 (scheda 215/82) - cat. A/3 - cl. 2° - vani 7,5 - rendita euro 503,55 compresa quota millesimale del lastrico solare Foglio 5, p.lla 417/12. Prezzo base d'asta euro 24.606,04 (ventiquattromilaseicentosei/04). Le offerte minime in aumento con primo rilancio obbligatorio non potranno essere inferiori a 1000,00 (mille/00). LOTTO N. 9: magazzino di mq. 44,80, adibito a garage, posto al piano terra, confinante da tutti i lati con corte comune, catastalmente al foglio 5, particella 417/14 - cat. C/6 - cl 1° - mq. 39, rendita euro 90,64 compresa quota millesimale del lastrico solare Foglio 5, p.lla 417/12. Prezzo base d'asta euro 12.320,24 (dodicimilatrecentoventi/24). Le offerte minime in aumento con primo rilancio obbligatorio non potranno essere inferiori a 1000,00 (mille/00). LOTTO N. 10: magazzino di mq. 805, adibito a supermercato, posto al piano terra, confinante ad est con via Bologna, a nord con via Bari, ad ovest ed a sud con corte comune, catastalmente al foglio 5, particella 417/15 - cat. D/8 - cl 1° - mq. 733 - rendita euro 9.606,10 compresa quota millesimale del lastrico solare Foglio 5, p.lla 417/12. Prezzo base d'asta euro 272.467,44 (duecentosettantaduemilaquattrocentosessantasette/44). Le offerte minime in aumento con

Info 0961 996802


il Domani

|

AsteInfoappalti

15

Domenica 13 Febbraio 2011 primo rilancio obbligatorio non potranno essere inferiori a euro 10.000,00 (diecimila/00). LOTTO N. 11: magazzino posto al piano seminterrato con ingresso dalla corte comune, di mq. 312, confinante da tutti i lati con corte comune, catastalmente al foglio 5, particella 417/13 - Cat. C/2 - cl. 1° - mq. 325 - rendita euro 1.174,94 compresa quota millesimale del lastrico solare Foglio 5, p.lla 41712. Prezzo base d'asta euro 52.801,14 (cinquantaduemilaottocentouno/14). Le offerte minime in aumento con primo rilancio obbligatorio non potranno essere inferiori a euro 2000,00 (duemila/00). Ai sensi e per gli effetti della legge 47/85 e della normativa vigente, dalla perizia del C.T.U. in atti, ed alle quali espressamente si rinvia, risulta che: - le unità immobiliari sono state autorizzate con licenza edilizia nr. 185 del 12/05/1975, le difformità eseguite sono state regolarmente condonate con pratica nr. 5884 del 30/09/1986; - è stata rilasciata concessione in sanatoria, ai sensi della legge 47/85, in data 12/12/1997 ed è stata rilasciata autorizzazione di agibilità per il piano terra da destinare ad uso commerciale. Il tutto meglio precisato nella consulenza tecnica in atti. In ogni caso gli aggiudicatari, ricorrendone i presupposti, potranno avvalersi delle disposizioni di cui all'art. 46 del vigente T.U. sull'edilizia di cui al D.P.R. 6/6/2001 n. 380 e di cui all'art. 40, VI comma, della legge 47/85 e di ogni altra norma vigente. Per lo stato degli immobili si rinvia alla CTU in atti. Si pubblichi nelle forme di cui sopra e si notifichi ai sensi di legge. Maggiori informazioni presso la Cancelleria delle Esecuzioni ed il professionista Delegato. Cetraro li 04/02/2011 Il Professionista delegato Dott Fernando Caldiero °°°°°°°°°° AVVISO DI VENDITA ALL'INCANTO (artt. 569, 576 e 591 bis c.p.c.) Il sottoscritto dott. Fernando CALDIERO, dottore commercialista con studio in Cetraro alla via F. Pirrino n. 37, nominato in sostituzione del precedente delegato con provvedimento del 21-23/04/2007, vista l'ordinanza di vendita n. cron. 5200., emanata dal Giudice dell'Esecuzione dott.ssa Maria Luisa ARIENZO in data 15/07-15/10/2005 con cui è stata disposta la vendita all'incanto dei beni pignorati nel procedimento esecutivo n. 207/93 R.E.I. e sono state delegate le relative operazioni, visti gli artt. 569, 576 e 591 bis c.p.c., visti i provvedimenti del sig G.E. del 28/04/2009, 2224/07/2009, 17-21/12/2009, 7-9/04/2010, 29/10-03/11/2010 e del 1/02/2011 RENDE NOTO che il giorno 18 aprile 2011 alle ore 9.30 presso il proprio studio in Cetraro in via F. Pirrino n. 37, si svolgerà l'incanto in distinti lotti dei beni oltre descritti. La vendita avviene nello stato di fatto e di diritto in cui i beni, meglio descritti nella perizia del C.T.U. in atti, ed alla quale espressamente si rinvia, si trovano (anche in relazione al T.U. di cui al D.P.R. 6 giugno 2001, n. 380), con tutte le eventuali pertinenze, accessioni, ragioni ed azioni, servitù attive e passive; la vendita è a corpo e non a misura; eventuali differenze di misura non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione di prezzo. La presente vendita forzata non è soggetta alle norme concernenti la garanzia per vizi o mancanza di qualità, nè potrà essere risolta per alcun motivo. Conseguentemente l'esistenza di eventuali vizi, mancanza di qualità o difformità della cosa venduta, oneri di qualsiasi genere, ivi compresi, ad esempio, quelli urbanistici ovvero derivanti dall'eventuale necessità di adeguamento di impianti alle leggi vigenti, spese condominiali dell'anno in corso e dell'anno precedente non pagate dal debitore, per qualsiasi motivo non considerati, anche se occulti e comunque non evidenziati in perizia, non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo, essendosi di ciò tenuto conto nella valutazione dei beni. L'immobile viene venduto libero da iscrizioni ipotecarie e da trascrizioni di pignoramenti. Se esistenti al momento della vendita, eventuali iscrizioni e trascrizioni saranno cancellate a spese e cura della procedura. Ogni ulteriore onere derivante dalla vendita sarà a carico dell'aggiudicatario. Ciascun offerente, per poter essere ammesso all'incanto, dovrà presentare, presso il sopra indicato studio, entro le ore 12.30 del giorno feriale precedente l'incanto, escluso il sabato, domanda di partecipazione all'incanto, in regola con il bollo vigente, e dovrà versare a titolo di cauzione,una somma pari al 10% (dieci per cento) del prezzo base d'asta ed una somma pari al 15% (quindici per cento) del prezzo base d'asta in conto spese, con due distinti assegni circolari non trasferibili all'ordine del sottoscritto professionista delegato. Qualora sia stato azionato nella procedura esecutiva un Credito Fondiario, ai sensi dell'art. 41 della nuova Legge Bancaria (D.Lgs. 1/09/1993 n. 385), l'aggiudicatario, il quale non intenda avvalersi della facoltà di subentrare nel contratto di finanziamento, dovrà versare direttamente all'istituto di credito fondiario, entro il termine di giorni 40 giorni dalla data dell'aggiudicazione, la parte del prezzo corrispondente al complessivo credito dello stesso. L'aggiudicatario, entro il termine perentorio di 40 giorni dall'aggiudicazione, dovrà versare al professionista delegato, il saldo del prezzo di aggiudicazione o di assegnazione, dedotta la prestata cauzione, nonché l'eventuale saldo delle spese, mediante

distinti assegni circolari non trasferibili intestati al medesimo professionista. In caso di inadempimento l'aggiudicatario sarà dichiarato decaduto dal diritto, con conseguente perdita della cauzione a titolo di multa salvo l'eventuale condanna a pagare la differenza di cui alla seconda parte dell'art. 587 c.p.c.. I partecipanti all'asta hanno la possibilità di ottenere mutui ipotecari per un importo fino ad un massimo del 70/80% del valore dell'immobile come stimato nella perizia a tassi e condizioni economiche prestabiliti da ogni singola banca. Le banche aderenti all'iniziativa sono le seguenti: - Monte dei Paschi di Siena S.p.a filiale di Paola (Direzione di Reggio Calabria - settore prodotti Retail - V.le Calabria angolo vico S. Anna 89131 Reggio Calabria)- tel 0965/353465/478/468; - Unicredit Banca S.p.a, Agenzia Unicredit di Cosenza,127 ang. Tagliamento, C.so Mazzini. I partecipanti all'asta sono pertanto invitati a contattare, qualora vi abbiano interesse, le su indicate Banche. Una copia del presente verrà affissa ex primo comma art. 490 c.p.c, altra copia verrà pubblicata sull'edizione domenicale del quotidiano "Il Domani della Calabria", sul Mensile "Aste" e sul sito internet www.aste.eugenius.it; l'incanto sarà inoltre pubblicizzato tramite affissione nel Comune ove sono situati gli immobili. Il debitore o il custode consentiranno la visita del compendio posto in vendita nei tre giorni antecedenti l'incanto, dalle ore 16.30 alle ore 18.30. Delle eventuali visite dovrà essere data comunicazione al professionista Delegato. A norma dell'art. 591 bis c.p.c. tutte le attività relative alla vendita saranno espletate presso lo studio del professionista delegato. BENI SOTTOPOSTI AD INCANTO NEL COMUNE DI AMANTEA (CS), IN LOCALITA' "CORECA", C.SO MALTA N.10, IN UN FABBRICATO COSTITUITO DA N. 3 PIANI PIU' SEMINTERRATO LOTTO N. 1: unita' immobiliare sita al piano seminterrato, composta da locale deposito e celle frigorifero. Confina con vano scala, P. M., terrapieno, P. M., proprieta' ferrovie dello stato. Catasto fabbricati del comune di Amantea Foglio n. 27, Particella n. 222, sub. 5 categ. C/1 classe 1, consistenza 182 mq.rendita euro 1409,93. Prezzo a base d'asta euro 17.867,74 (diciassettemilaottocentosessantasette/74). Le offerte minime in aumento con primo rilancio obbligatorio non potranno essere inferiori a euro 1.000,00 (mille/00). LOTTO N. 2: immobile al piano rialzato, adibito a locale comm.le (pescheria) composto da locale unico, servizio igienico e celle frigorifero; confina con: vano scala, SS 18, area di corte in proiezione. Catasto fabbricati del comune di Amantea foglio 27 particella n. 222, sub. 1 categ. c/1 classe 4, consistenza 121 mq, rendita euro 2.168,45. Prezzo a base d'asta euro 50.707,46 (cinquantamilasettecentosette/46). Le offerte minime in aumento con primo rilancio obbligatorio non potranno essere inferiori a euro 1.000,00 (mille/00). LOTTO N. 3: immobile al piano primo, composto da ingresso, corridoio, salone, cucina con ripostiglio, n. 3 camere da letto, n. 2 servizi igienici e balconi. Confina con: vano scala, aree di corte in proiezione, altra area di corte in proiezione. Catasto Fabbricati del Comune di Amantea foglio n. 27 particella n.222, sub. 2 categ.A/2 classe 2, Vani 7. Consistenza Comm.le mq. 175,21, rendita euro 614,58. Prezzo a base d'asta euro 29.395,36 (ventinovemilatrecentonovantacinque/36). Le offerte minime in aumento con primo rilancio obbligatorio non potranno essere inferiori a euro 1.000,00 (mille/00). LOTTO N. 4: immobile al piano secondo, composto da ingresso, corridoio, n. 3 camere, servizio igienico e balconi. Consistenza comm.le mq. 85,70. Confina con vano scala, appartamento stessa ditta, area di corte in proiezione. Catasto fabbricati del comune di Amantea foglio n. 27 particella n. 222 sub. 3 in corso di definizione. Prezzo a base d'asta euro 8.087,67 (ottomilazeroottantasette/67). Le offerte minime in aumento con primo rilancio obbligatorio non potranno essere inferiori a euro 1.000,00 (mille/00). LOTTO N. 5: immobile al piano secondo, composto da ingresso, corridoio, n. 3 camere, servizio igienico e balconi. Consistenza Comm.le mq. 90,93. Confina con: area di corte in proiezione per tre lati, ppartamento stessa ditta. Catasto fabbricati del comune di Amantea foglio n. 27 particella n. 222, sub. 4 Categ A/2, Cl.1, Consistenza 4 Vani, Superficie Catastale 82, Rendita Euro 299,55, Contrada Coreca, Piano 2, Interno 4. Prezzo a base d'asta euro 15.255,52 (quindicimiladuecentocinquantacinque/52). Le offerte minime in aumento con primo rilancio obbligatorio non potranno essere inferiori a euro 1.000,00 (mille/00). Ai sensi e per gli effetti della legge 47/85 e della normativa vigente, dalla perizia del C.T.U. in atti, ed alle quali espressamente si rinvia, risulta che: - è stata rilasciata regolare concessione edilizia in sanatoria n. 1258 del 29/10/1999; - è stato rilasciato certificato d'agibilità in data 05/11/1999 per il locale commerciale sito al piano rialzato adibito a pescheria; - il terreno sul quale insiste il fabbricato, sito in agro di Amantea, alla localita' Coreca, distinto in catasto al foglio di mappa n.27 part. 222 ha la seguente destinazione urbanistica: in parte in

www.astepress.it | www.aste.eugenius.it | www.astecalabria.it www.asteinfoappalti.it | www.asteannunci.info

zona BR "area urbana ad organizzazione morfologica complessa" ed in parte "zona di rispetto stradale". Il tutto meglio precisato nella consulenza tecnica in atti. In ogni caso gli aggiudicatari, ricorrendone i presupposti, potranno avvalersi delle disposizioni di cui all'art. 46 del vigente T.U. sull'edilizia di cui al D.P.R. 6/6/2001 n. 380 e di cui all'art. 40, VI comma, della legge 47/85 e di ogni altra norma vigente. Dalla ctu in atti risulta che l'immobile di cui al lotto n. 1 è occupato ed è adibito a deposito, celle frigorifero; l'immobile di cui al lotto n. 2 è occupato ed è adibito ad attività commerciale (pescheria); l'immobile di cui al lotto n. 3 è occupato dall'esecutato; l'immobile di cui al lotto n. 4 è libero ed allo stato rustico; l'immobile di cui al lotto n. 5 è occupato. Maggiori informazioni presso la Cancelleria delle Esecuzioni ed il professionista Delegato. Si pubblichi nelle forme di cui sopra. Cetraro li 04/02/2011 Il Professionista delegato Dott. Fernando Caldiero °°°°°°°°°° Sezione Fallimenti-Fallimento n. 06/2007 G.D. Dott.ssa Annamaria Buffardo AVVISO DI VENDITA SENZA INCANTO Il curatore del fallimento rag. Francesco Marchese, Visto il programma di liquidazione al punto b) parte I, approvato dal Sig. Giudice Delegato con provvedimento in data 11/12/2007, cron. 5794; Visto l'elenco dei beni mobili e delle materie prime facenti parte dell'attivo fallimentare del fallimento e destinati alla vendita riportati nei lotti di seguito elencati: LOTTO N. 1: N. 1 tavolinetto quadrato; n. 1 tappeto; n. 2 divani in pelle; valore base euro 364,00 = (euro trecentosessantaquattro/00) LOTTO N. 2: N. 2 mensole; n. 4 quadri; n. 1 tavolino basso; n. 2 tappeti; n.1 ministereo; n. 2 carte geografiche; n. 1 tavolino basso; n. 1 plastificatrice; valore base euro 219,00 = (euro duecentodiciannove/00); LOTTO N. 3: N. 1 scrivania; n. 1 mobile a quattro ante; n. 1 calcolatrice olivetti; n. 2 telefoni, valore base euro 370,00 = (euro trecentosettanta/00); LOTTO N. 4: N. 1 mobile c/frigo bar; n. 1 televisore 14" pollic i; n. 1 climatizzatore; v alore base euro 315,00 = (euro trecentoquindici/00); LOTTO N. 5: N. 3 poltrone per ufficio; n. 2 scrivanie; n. 2 sedie; valore base euro 400,00 = (euro quattrocento/00); LOTTO N. 6: N. 1 stampante epson; n. 1 fax samsung; n. 2 sedie; n. 1 computer samsung; n. 1 scrivania in legno; n. 1 telefono; valore base euro 560,00 = (euro cinquecentosessanta/00) LOTTO N. 7: N. 1 appendiabiti; n. 1 scrivania per riunioni; n. 10 sedie; n. 1 calcolatrice olivetti; valore base euro 590,00 = (euro cinquecentonovanta/00) LOTTO N. 8: N. 1 fotocopiatrice minolta; valore base euro 600,00 = (euro seicento/00) LOTTO N. 9: N. 1 centralina telecom; valore base euro 1.600,00 = (euro milleseicento/00) LOTTO N. 10: N. 1 scrivania a tre con cassettiera; n. 3 telefoni; n. 3 sedie; valore base euro 730,00 = (euro settecentotrenta/00) LOTTO N. 11: N. 1 armadio a venti ante; valore base euro 650,00 = (euro seicentocinauanta/00) LOTTO N. 12: N. 2 mobile a giorno per cataloghi; n. 1 armadio a quattro ante; n. 1 mobile basso a due ante; valore base euro 445,00 = (euro quattrocentoquarantacinque/00) LOTTO N. 13: N. 1 stampante epson; n. 1 computer da tavolo completo; n. 1 scrivania con dattilo e cassetti; n. 2 sedie per ufficio valore base euro 560,00 = (euro cinquecentosessanta/00) LOTTO N. 14: N. 1 mobile a quattro cassettoni; n.1 mobile a quattro ante; n. 2 armadi a due ante; valore base euro 550,00 = (euro cinquecentocinauanta/00) LOTTO N. 15: N. 1 fotocopiatrice minolta; n.1 fax hp 5510; n. 2 telefoni; v alore base euro 380,00 = (euro trecentottanta/00) LOTTO N. 16: N. 2 scrivania con cassettiera; n.1 stampante epson; n. 1 computer completo; n. 5 calcolatrice olivetti valore base euro 565,00 = (euro cinquecentosessantacinque/00) LOTTO N. 17: N. 1 calcolatrice; n.2 scrivanie con dattilo e cassetti; n. 6 sedie per ufficio; n. 2 computer da tavolo; valore base euro 675,00 = (euro seicentosettantacinque/00) LOTTO N. 18: N. 1 mobile a sedici ante; n.1 a rmadio a quattordici ante; valore base euro 450,00 = (euro quattrocentocinquanta/00) LOTTO N. 19: N. 2 climatizzatori; n.1 armadio a dodici ante; valore base euro 540,00 = (euro cinquecentoquaranta/00) LOTTO N. 20: N. 3 climatizzatori; n.4 telefoni; valore base euro 320,00 = (euro trecentoventi/00) LOTTO N. 21: N. 2 calcolatrici sharp/olivetti; n.4 telefoni; n. 1 quadro; valore base euro 225,00 = (euro duecentoventicinque/00) LOTTO N. 22: N. 2 computer iron; n.1 telefono; n. 2 monitor e tastiera; n. 2 scrivanie con dattilo e cassettiera; valore base euro 550,00 = (euro cinquecentonovanta/00) LOTTO N. 23: N. 3 sedie da tavolo; n.1 dattilo; n. 4 poltrone; n. 1 mobile a tre ante; valore base euro 175,00 = (euro centosettantacinque/00) LOTTO N. 24: N. 8 sedie; n.2 quadri stampe; n. 1 scaffale; n. 1 poltrona per ufficio; n. 1 stampa a colori; n. 1 telefono; valore base euro 335,00 = (euro trecentotrentacinque/00) LOTTO N. 25 (merce depositata nella sede di scalea): N. 4 poltrone; n.2 scale in ferro; n. 2 scri-

AsteInfoappalti è un Progetto a cura della Mediatag Spa coordinamento area Calabria

vanie doppie con due cassettiere; n. 2 scrivanie dattilo; n. 1 armadio a cinque ante; n. 1 scrivania; n. 1 mobile basso, pensili, piastra elettrica e frigo da ritirare nella sede di Trecchina; valore base euro 365,00 = (euro trecentosessantacinque/00) ATTREZZATURE REPARTO PRODUZIONE: LOTTO N. 26: N. 1 centro di fresatura punto-punto; valore base euro 19.000,00 = (euro diciannovemila/00) LOTTO N. 27: N. 2 curva imballaggio + tappeto; valore base euro 1.700,00 = (euro millesettecento/00) LOTTO N. 28: N.1 strettoia; valore base euro 2.400,00 = (euro duemiquattrocento/00) LOTTO N. 29: N.1 reparto imballaggio completo; valore base euro 48.000,00 = (euro quarantottomila/00) LOTTO N. 30: N.1 bordatrice; valore base euro 1.572,00 = (euro millecinquecentosettantadue/00) LOTTO N. 31: N.1 centro di lavorazione a controllo numerico; valore base euro 32.000,00 = (euro trentaduemila/00) LOTTO N. 32: N.1 aspirapolvere a secco; valore base euro 110,00 = (euro centodieci/00) LOTTO N. 33: N.1impianto di aspirazione; valore base euro 5.200,00 = (euro cinquemiladuecento/00) LOTTO N. 34: N.1 carrello elevatore; valore base euro 900,00 = (euro novecento/00) LOTTO N. 35: N.1 carrello elevatore; valore base euro 1.500,00 = (euro millecinquecento/00) LOTTO N. 36: N.1 carrello elevatore; valore base euro 400,00 = (euro quattrocento/00) LOTTO N. 37: N.1 struttura soppalco in acciaio; valore base euro 2.120,00 = (euro duemilacentoventi/00) LOTTO N. 38: N.1 scala in ferro; valore base euro 70,00 = (euro settanta/00) LOTTO N. 39: N.1 foratrice inseritrice; valore base euro 1.900,00 = (euro millenovecento/00) LOTTO N. 40: N.1 sega circolare; valore base euro 400,00 = (euro quattrocento/00) LOTTO N. 41: N.1 sega a nastro; valore base euro 480,00 = (euro quattrocentottanta/00) LOTTO N. 42: N.1 tubolari; valore base euro 200,00 = (euro duecento/00) LOTTO N. 43: N.1 notebook; valore base euro 20,00 = (euro venti/00) oltre Iva nella misura del 20%; - considerato che i beni sono stati inventariati e stimati al valore indicato a fianco dei lotti e che detto valore costituisce una valida base d'asta, tenuto conto anche dell'esigenza della procedura di cederli in tempi brevi e di evitarne l'usura; - ritenuto, atteso il valore dei beni, di procedere alla vendita tramite competizione con adeguate forme di pubblicità, per come previsto dall'art. 107 Legge Fallimentare, da effettuare sul sito internet www.aste.eugenius.it, sul periodico aste e su "Il domani della Calabria"; determina le seguenti condizioni di gara: a) le offerte di acquisto, in regola con l'imposta di bollo, deve contenere gli estremi identificativi dell'offerente, copia di un documento di identità personale valido, il codice fiscale e indirizzo, dovranno essere almeno pari al prezzo a base d'asta e possono riguardare uno o più lotti in vendita; b) le offerte dovranno pervenire in busta chiusa presso lo studio del curatore, sulla quale andrà indicato "offerta per la vendita del 15 aprile 2011 fallimento n. 06/07" entro le ore 12,00 del giorno 14 aprile 2011; c) le offerte si intendono irrevocabili e devono essere accompagnate da un assegno circolare pari al 10% del prezzo base stabilito per ogni singolo lotto, intestato al curatore del fallimento rag. Francesco Marchese; d) le buste contenenti le offerte verranno aperte il giorno 15aprile 2011 alle ore 11,00 presso lo studio del curatore alla presenza degli offerenti e si procederà alle conseguenti aggiudicazione; il saldo dovrà avvenire entro 60 (sessanta) giorni dall'aggiudicazioni a mezzo assegno circolare non trasferibile intestato al curatore fallimentare, pena la perdita della cauzione e l'eventuale maggior danno; non è possibile presentare offerte in aumento all'esito dell'aggiudicazione; e) qualora pervengano più offerte per lo stesso lotto, il curatore procederà nella stessa data ad una gara tra gli offerenti,partendo dall'offerta più alta,con rilancio minimo obbligatorio di euro 100,00 per ogni lotto; in caso di offerte di pari importo si procederà ugualmente a gara per l'aggiudicazione del lotto o dei lotti; f) in caso di mancata partecipazione alla vendita la cauzione sarà incamerata a titolo di danno, mentre al di fuori di tale ipotesi ai non aggiudicatari la cauzione verrà integralmente restituita; g) qualora la vendita senza incanto non abbia luogo per mancanza di offerte, si procederà alla vendita con incanto il giorno 5 maggio 2011 alle ore 10,30 presso lo studio del curatore, dove dovranno pervenire le domande entro le ore 12,00 del giorno 4 maggio 2011; h) i beni sono venduti nello stato di fatto e diritto in cui si trovano;pertanto,dovrà essere rilasciata espressa dichiarazione di aver preso visione della perizia di stima; i) le spese di smontaggio, di carico, di trasporto e qualsiasi altro onere relativi alla vendita,compresa l'Iva,restano a carico dell'acquirente. Per maggiori informazioni prendere contatti con il curatore rag. Francesco Marchese Via Benedetto Croce snc, 87023 Diamante (CS) tel. 0985 877273 - fax 0985877449. Diamante, 03 febbraio 2011 Il curatore fallimentare rag. Francesco Marchese

Info 0961 996802


16

il Domani Domenica 13 Febbraio 2011

CRONACHE Per Giampaolo Mungo, ex assessore del Comune, è necessaria una svolta risolutiva

«Un anno dopo l’emergenza Janò tutto è rimasto immutato» di Cristiano Gualtieri CATANZARO - 11 Febbraio 2010, 11 Febbraio 2011. È passato un anno dall’emergenza Janò. Ma, come rileva Giampaolo Mungo, ex assessore del Comune di Catanzaro, «tutto è rimasto immutato». Per Mungo «occorre chiarezza e sinergie mirate per una seria svolta risolutiva». L’ex assessore chiede all’attuale amministrazione comunale di adoperarsi per cantierizzare la somma di 1.530.000 euro per interventi di consolidamento e sistemazione idraulica, oltre che sollecitare l’iter progettuale relativo alla somma di 1.600.000 euro euro per interventi integrati di consolidamento del quartiere Janò. «Inoltre - prosegue l’ex assessore -, rimangono ancora sospesi gli aiuti economici per tutti coloro i quali hanno avuto unità immobiliari distrutte o gravemente danneggiate; e considerato che "Al fine di favorire il rapido rientro ed il ritorno alle normali condizioni di vita, il commissario delegato è

autorizzato ad erogare, anche per il tramite dei soggetti attuatori, contributi fino al 70% per ciascuna unità abitativa" (anche se fino al limite massimo di 30mila euro), il presidente della Regione Calabria, dovrebbe considerare aumentabile tale limite, adeguandolo all’ordinanza della Regione siciliana, dove il limite è invece 150mila euro. Ma a tutt’oggi, quelle famiglie duramente colpite, non hanno ricevuto assolutamente niente». «Ci si aspettava qualcosa di concreto

«Rimangono ancora sospesi gli aiuti economici per tutti coloro i quali hanno avuto unità immobiliari distrutte o gravemente danneggiate»

entro il 31 dicembre 2010 - afferma l’ex assessore -, ma così non è stato ed anche questo aspetto deve essere preso in seria considerazione, sia dall’amministrazione Comunale, che avrebbe già a disposizione l’importo di 50mila euro da distribuire, oltre che dal Commissario per l’emergenza, che avrebbe dovuto erogare entro fine anno dei fondi, proprio per favorire la ripresa delle attività produttive ed economiche». Alla luce di tali considerazioni, Mungo pone una serie di interrogativi. Per quanto concerne la via di esodo, via Rombolotto uscita su Via F. Galiani, l’ex assessore si chiede «quando sarà possibile avere una sistemazione, anche provvisoria del manto stradale, reso impraticabile dalle piogge» e, altra questione sollevata da Mungo, è «come si intende gestire l’importo di euro 2.100.000 euro messo a disposizione dal Ministero dell’Ambiente» e, infine, «a quando sono stati prorogati i termini per l ’utilizzo dei fondi Por riguardo l’importo di 1.600.000 euro».

«Alli, un quartiere abbandonato» CATANZARO - «Continuano i disagi nel quartiere Alli di Catanzaro e lo testimoniano le "giornaliere" segnalazioni riportate dai "media", rifiuti e degrado, siepi abbandonate e marciapiedi inagibili. Con lo scorrere deii mesi e degli anni, il Comune di Catanzaro non riesce ad assicurare la pulizia e l’ordine in una città che cresce territorialmente». È questo l’esposto-denuncia inviato dal consigliere della III Circoscrizione Francesco Sabato, il quale chiede un intervento immediato per risolvere un disagio che, dice, «è frutto di una cattiva amministrazione in cui la parola Ambiente non esiste nel vocabolario degli amministratori comunali della nostra città. I marciapiedi e le strade del quartiere Alli sono vere paludi - prosegue la nota -, siepi che ostacolano e rendono pericoloso il percorso pedonale, specialmente in orari serali». Per il consigliere «bisogna dare alla città quel poco ma importante senso di civiltà, partendo prima dall’amministrazione e non dai cittadini».


Domenica 13 Febbraio 2011 il Domani 17

CRONACHE Il consigliere esprime soddisfazione per l’intesa raggiunta con le Ferrovie dello Stato

De Gaetano plaude all’accordo di programma tra Fs e Comune di Oriana Tavano CATANZARO - «Esprimo una grande soddisfazione ed un pubblico riconoscimento all’amministrazione comunale rappresentata dagli assessori Argirò, Soriero e Talarico per l’accordo raggiunto e sottoscritto con le Ferrovie dello Stato». È quanto dichiara, in una nota, il consigliere comunale Giuseppe De Gaetano. Si tratterebbe di un accordo che porta nella disponibilità del Comune le stazione di Sala e Santa Maria, nonché l’intera infrastruttura dismessa, mediante un accordo di programma, che dovrà prevederne la cessione a titolo gratuito all’amministrazione comunale e la rivalutazione urbanistica delle aree che rimarranno in proprietà alle Ferrovie dello Stato, consentendo a Catanzaro Sala di diventare un importante centro internodale (Parking per autobus di linea extraurbana) e a Catanzaro Lido, di potenziare ulteriormente il suo sviluppo turistico e commerciale. Come illustra De Gaetano, l’accordo prevede, inoltre, un master plan esplicativo degli interventi e delle funzioni previste da assegnare alle aree da riqualificare e, «cosa molto importante - afferma De Gaetano -, per la quale il sottoscritto è stato protagonista di svariati interventi in Consiglio comunale, la soluzione del passaggio a livello di Cascioli-

no, che tanti problemi crea al quartiere sia sotto il profilo della mobilità urbana, che in quello di un effettivo decollo turistico. L’accordo sottoscritto - prosegue il consigliere comunale - è coerente con il Piano strategico che l’amministrazione Olivo s’è dato in una visione di Città metropolitana, cerniera tra lo Ionio ed il Tirreno, che opera la ricucitura tra i quartieri, valorizza le peculiarità territoriali ed assurge al ruolo di capoluogo regionale». Un Piano strategico, che, sottolinea De Gaetano, è stato approvato dal Consiglio comunale all’unanimità e senza alcun dissenso da parte dell’opposi-

Come illustra De Gaetano, l’accordo prevede, inoltre, un master plan esplicativo degli interventi e delle funzioni da assegnare alle aree da riqualificare

zione. Il Piano prevede, inoltre, l’impegno da parte delle Fs ad avviare uno studio progettuale che vede Catanzaro Lido quale fulcro nodale di un tripolo di comunicazione ferroviaria tra LameziaRoccella - Crotone da sottoporre all’attenzione della Provincia e della Regione per gli impegni finanziari previsti nell’ambito del contratto di servizio che regola il transito ferroviario. «Un altro tassello - evidenzia il consigliere - che valorizza i poli di Sala e Lido e che si aggiunge ai tantissimi messi in cantiere dal centrosinistra nella realizzazione di quella "Catanzaro città dell’accoglienza, della cultura e dell’innovazione", il programma del sindaco Olivo, che nessuna opposizione ha messo in discussione durante la consiliatura». Al sindaco Olivo, conclude De Gaetano, «va riconosciuto il merito di aver avuto idee chiare e grande capacità progettuale, nel tracciare le linee di sviluppo di una città contemporanea a dimensione europea, e, soprattutto, la perseveranza nel portare avanti l’azione amministrativa, anche in periodi e situazioni politiche e ambientali difficili, per non definirle ostruzione».

Si tratta di un accordo che porta nella disponibilità del Comune le stazione di Sala e Santa Maria, nonché l’intera infrastruttura dismessa

Passafaro: in Aula per dare risposte alla cittadinanza CATANZARO - Il presidente del Consiglio Comunale, Francesco Passafaro ha così commentato la decisione della conferenza dei capigruppo di convocare il consiglio comunale per il prossimo 28 febbraio ed in secondo appello per mercoledì 2 marzo. «Abbiamo ritenuto doveroso convocare una seduta del Consiglio - afferma Passafaro - nella convinzione che l’assemblea, ancora regolarmente nelle sue piene funzioni istituzionali, possa portare avanti pratiche che riguardano l’interesse dei cittadini attraverso un dialogo aperto e nel rispetto delle varie posizioni. La conferenza dei capigruppo ha deciso di inserire nell’ordine del giorno tutte le pratiche urbanistiche comprese quelle depositate al settore urbanistica, oltre al completamento dell’iter riguardo sia il mantenimento delle partecipate che le criticità evidenziate dalla Corte dei Conti. Dibattito che, quindi, non poteva essere ancora ulteriormente rinviato - sottolinea il presidente del Consiglio comunale - in quanto riguarda l’interesse di tanti cittadini che attendono da noi risposte. Della decisione di convocare il consiglio ho già informato il Sindaco. Resta inteso - conclude - che nelle more della seduta solleciterò, come da mandato ricevuto dalla conferenza dei capigruppo, il deposito concreto delle pratiche del settore urbanistica come già definite dagli uffici fermo restando che l’ordine del giorno rimarrà aperto ad ogni qualsiasi eventuale ordine aggiuntivo».

La stazione ferroviaria di Catanzaro Sala

«Crisi? Ma non per la Notte Piccante» CATANZARO - «È bello sapere che la nostra città ha un assessore che si preoccupa del marketing e dell’abbellimento delle pensiline ma che, di fatto, non si preoccupa di incidere sul miglioramento della qualità della vita dei cittadini, scaricando su Regione e Governo nazionale le sue responsabilità». Così, in una nota, il presidente del Club della Libertà di Catanzaro, Emilio Verrengia, ha replicato a Roberto Talarico, in merito a quelle che l’assessore comunale ha definito «polemiche sterili». «Facile per l’assessore al Marketing territoriale ricordare ora - precisa Verrengia - che siamo in un periodo di ristrettezze economiche ma, dall’altra

parte, pare che se ne sia dimenticato quando è stato il momento di organizzare la Notte Piccante 2010. E già, perché sembra che abbia dato precise disposizioni ad un funzionario comunale (ignorando tra l’altro che certe cose vanno comunicate ai dirigenti e non ai funzionari) affinchè non venisserro abbassati i costi per le manifestazioni». Secondo il presidente del Club della Libertà, «l’assessore dedito all’immagine ha dimostrato non solo di non rispettare i cittadini ma anche di disconocere quali siano i poteri della carica che riveste. Un assessore dovrebbe dare indirizzi politico-amministrativi, spetta al dirigente di settore la gestione delle spese».

«Ristrutturare le passatoie Fiumarella» CATANZARO - «Siano completamente ristrutturate le passatoie in ferro sulla Fiumarella, lato ferrovia». È quanto chiedono Massimo Gualtieri del Movimento Civico Catanzaro Marina e Cinelli Aurelio. «Un indecente spettacolo - affermano - che si presenta al pedone che dal rione Casciolino di Catanzaro Marina si vuole dirigere e portare nel centro storico». Come rilevano Gualtieri e Cinelli, «il cammino sembra un percorso di guerra, ostruito da barriere di divieto. Il degrado dell’intera area è palpabile. Il ponte sulla Fiumarella, ristrutturato molti anni fa si presenta con due passatoie, costruite in circostanziati limiti di spazio (soprat-

tutto quella ora chiusa all’accesso), attrezzate di rampe di scale ai lati in ferro, con ringhiere e passamano, onde consentire il transito ai pedoni. Ma basta posare lo sguardo su cosa rimane di quelle scale con i gradini corrosi dalla ruggine e di quelle ringhiere, fatiscenti e pericolose, tenute e legate in alcuni punti con il filo di ferro e/o con catene, per essere pervasi dallo sconforto, mentre lo sguardo si posa altresì sul ricettacolo di rifiuti di ogni genere ivi presente. Occorre quindi - concludono Gualtieri e Cinelli - la sostituzione degli scalini o la loro saldatura e la bonifica dell’intera area, affinchè i volenterosi pedoni possano usare le passatoie».


18

il Domani Domenica 13 Febbraio 2011

CRONACHE L’iniziativa del ministero per i Beni e le Attività culturali per la festa di San Valentino

Parco archeologico Scolacium, si aprono le porte alle coppie di Cecilia Bartoli ROMA - Anche quest’anno il Ministero per i Beni e le Attività Culturali ha dato l’adesione alla Festa di San Valentino con l’ingresso nei musei per le coppie al costo di un solo biglietto. Tra i luoghi d’arte che si possono visitare in Calabria, presentandosi in due e spendendo la metà, il Parco archeologico di Scolacium - Roccelletta di Borgia - Catanzaro. Il sito di Scolacium si trova nel territorio della più interna Squillace, la città moderna che ha ereditato il nome da quella antica. Dell’abitato preromano di Skilletion rimane poco; i resti visibili in località La Roccelletta nel comune di Borgia mostrano l’impianto della colonia romana con i monumenti più importanti. Tra essi vanno segnalati gli avanzi delle strade lastricate, degli acquedotti, dei mausolei e di altri impianti sepolcrali, della basilica e di un impianto termale. Il teatro si appoggia sul pendio naturale della collina, e poteva ospitare ca. 5000 spettatori. Fu costruito nel corso del I sec. d.C., e fu dotato di una nuova scena in occasione della fondazione della colonia di Nerva; fu peraltro oggetto di numerosi rifacimenti successivi, fino al IV sec. d.C. Dal teatro, da rilevare, proviene la maggior parte del materiale recuperato durante gli scavi, tra cui spiccano i pregevoli

frammenti architettonici e gruppi scultorei. Poco distante dal teatro si trovano i resti dell’anfiteatro, la cui costruzione risale all’epoca dell’intervento di Nerva. Minervia Scolacium è la colonia romana che si impiantò nel 123-122 a.C. sulla città greca di Skilletion, a nord di Caulonia. Storicamente, la fondazione di Skilletion si deve con ogni probabilità a Crotone, che si contendeva con Locri il controllo sull’istmo e sui traffici marittimi in quel settore; ed il centro ebbe

Dell’abitato preromano di Skilletion rimane poco; i resti visibili mostrano l’impianto della colonia romana con i monumenti più importanti

Tra i luoghi d’arte che si possono visitare in Calabria, presentandosi in due e spendendo la metà, il Parco di Roccelletta di Borgia I resti dell'anfiteatro all'interno del Parco Scolacium

all’origine specificamente il carattere di presidio militare, insallato nel corso della prima metà del VI sec. a.C. Sembra sia passata sotto il controllo dell’ethnos italico dei Brettii nel corso del IV sec. a.C., e conobbe un periodo di decadenza dal III sec. a.C., fino alla fondazione della colonia romana ad opera di Caio Gracco. La Scolacium romana ebbe vita prospera nei secoli seguenti, e conobbe una fase di notevole monumentalizzazione in età Giulio-Claudia. Vi venne fondata una nuova colonia sotto Nerva, nel 96-98 d.C., col nome appunto di Colonia Minerva Nervia Augusta Scolacium. Il declino cominciò con la guerra greco-gotica del VI sec. d.C., e si concluse con l’abbandono della città nell’VIII sec. d.C. da parte degli abitanti, che, ripetendo una pratica comune in quell’epoca, trasferirono il loro insediamento sulle alture circostanti. Il nuovo insediamento fu comunque conquistato dai Saraceni nel 902 d.C., che vi insediarono una roccaforte che fu poi presa dai Normanni.

Gallerie Statale 106 nessuna rilevanza radioattiva naturale CATANZARO - Le gallerie della nuova Strada Statale 106, in lavorazione nel tratto che attraversa la provincia di Catanzaro, «non presentano alcuna rilevanza radioattiva naturale». È questo l’esito di una ricerca che il Laboratorio fisico del Dipartimento provinciale di Catanzaro dell’Agenzia regionale per la protezione dell’ambiente della Calabria (Arpacal) ha realizzato in collaborazione con il Servizio di Prevenzione, Igiene e Sicurezza negli Ambienti di Lavoro (Spisal) dell’Azienda sanitaria provinciale di Catanzaro. La ricerca sul monitoraggio della presenza di gas radon nelle gallerie del nuovo tratto catanzarese della SS106 è stata presentata all’ultimo congresso nazionale della Società Italiana di Medicina del Lavoro ed Igiene Industriale, che si è svolto a Roma. Per proteggere i lavoratori che operano nelle gallerie in costruzione, è importante attivare sistemi di areazione non solo nella fase di scavo della galleria, ma anche in tutte le successive fasi. È stato dimostrato che la presenza di radon, principale gas radioattivo naturale presente nella nostra crosta terrestre, ha bisogno di una sufficiente areazione per non essere dannoso. La ricerca è stata realizzata da Emma Anna Rita Ciconte, Anna Rita Falvo, Rosario Pirrone, Pasquale Foderaro per lo Spisal dell’Asp di Catanzaro, e Salvatore Procopio per il Laboratorio Fisico del Dipartimento di Catanzaro dell’Arpacal.


Domenica 13 Febbraio 2011 il Domani 19

CRONACHE Questo il tema dell’incontro di studi promosso dalla Camera civile di Lamezia Terme

Responsabilità e risarcimento del danno da insidia nella Pa di Fabrizio Viscomi LAMEZIA TERME - Finalmente ha preso il via l’attività della Camera Civile di Lamezia Terme, con il primo evento formativo che ha ottenuto l’accreditamento da parte del Consiglio dell’Ordine. I relatori dell’incontro di studi sono stati l’avvocato Giuseppe Pandolfo (vice-presidente della Camera Civile) e la dott.sa Adele Foresta (magistrato del Tribunale di Lamezia) i quali hanno affrontato un tema di grande attualità: “La Responsabilità della pubblica amministrazione ed il risarcimento del danno da insidia”. Il contenzioso contro la Pubblica Amministrazione in materia di risarcimento dei danni per incidenti subiti dagli utenti della strada a causa di difetti di manutenzione è nutrito in tutti i tribunali d’Italia e le pronunce in merito sono copiose: da una parte c’è l’incuria della Pubblica amministrazione della tutela del demanio e quindi l’esposizione del cittadino a rischi e pericoli a volte mortali dall’altra parte vi è la necessità di calibrare la responsabilità dell’Amministrazione ed evitare che ci sia un abuso del diritto da parte del cittadino con richieste di risarcimento pretestuose. La Pa stende la propria responsabilità su tutte le strade che non siano espressamente private, in virtù del fatto che essa stessa si è fatta promotrice

della relativa creazione e del relativo inserimento nel circuito urbanistico. In particolare, già secondo l’articolo 16 della legge 20 Marzo 1865 n. 2248, all. F, la Pa risulta proprietaria delle strade pubbliche, statali, provinciali e comunali, con la conseguenza che in capo alla Pa si configura l’obbligo della relativa manutenzione di tali beni demaniali, che non discende solo da specifiche fonti di diritto e di legge, ma dal generale obbligo di custodia del bene stesso. Adele Foresta

Gaetano Nicotera

Giuseppe Pandolfo

Si è discusso del contenzioso contro la Pubblica amministrazione in materia di risarcimento dei danni per incidenti subiti dagli utenti della strada

La formazione politica dei quadri dipietristi LAMEZIA TERME - «E’ con vera soddisfazione che ha preso il via il primo ciclo di Seminari di Formazione Politica, che terremo nella nostra sede politica regionale di Lamezia-S. Eufemia (Via delle Nazioni). I temi che saranno trattati da esponenti nazionali tra i più autorevoli del nostro Partito riguardano sia aspetti squisitamente politici, come il sistema della Giustizia, il Federalismo, lo Sviluppo, che aspetti legati al ruolo dei Giovani, alla Comunicazione e agli Eventi e non manca la storia e l’evoluzione di Italia dei Valori, di cui ci parlerà oggi il Responsabile Nazionale dell’Organizzazione on. Ivan Rota che ha tenuto a battesimo l’iniziativa». E’ iniziata così la presentazione del segretario regionale dell’Idv Maurizio Feraudo. "L’Italia sempre più unita nell’interesse reciproco, politica e politeia" è stato il titolo del primo incontro. "Qual è il ruolo della costituzione?" Questa la prima domanda alla quale Rota ha dato risposte. «Qual è il ruolo dei cittadini e quello dell’idv per risolvere i problemi delle persone?». E’ un susseguirsi di incalzanti interrogativi per far capire ai dirigenti se fanno abbastanza e possono, dunque, portare avanti le istanze a loro poste. «Dal circolo delle élite al cammino comune - ha detto Rota che modello di società ci si dà? Noi ce ne siamo dati uno e trova compimento nella costituzione italiana». Moltissimi gli articoli della Costituzione trattati con lo scopo di evidenziare gli obiettivi che l’Idv si prefigge.

Il tavolo dei relatori

Duo Disecheis inaugura stagione Ama LAMEZIA TERME - Domenica 13 febbraio 2011 organizzato da A.M.A. Calabria avrà luogo alle ore 18,30 presso il teatro Umberto un concerto del Duo Disecheis che inaugura la stagione musicale 2011. Riprende così, dopo una pausa durata diversi mesi l’attività concertistica in città interrottasi a causa delle incertezze del momento dovute da un lato alle riduzioni di trasferimenti statali agli enti locali e dall’altro al cambio d’indirizzo della politica culturale del Comune di Lamezia Terme che si pone in discontinuità con il passato. Il duo costituito dal sassofonista David Brutti e dal pianista Filippo Farinelli ha vinto numerosi concorsi

nazionali di esecuzione musicale tra cui quello prestigiosissimo intitolato al compositore calabrese Francesco Cilea di Palmi. Una scelta che punta sul talento dei giovani, che intende proporre un programma assolutamente innovativo e che presenta anche la composizione di un giovane ma già apprezzato autore calabrese il Maestro Domenico Giannetta. Il programma che presentano a Lamezia Terme comprende opere per sassofono e pianoforte in prima esecuzione assoluta per Lamezia Terme di grandi compositori contemporanei come Charles Koechlin, Edison Denisov, John Williams, Domenico Giannetta e Graham Fitkin.

Comune: tra i più trasparenti d’Europa LAMEZIA TERME - Il Comune di Lamezia Terme è tra i più trasparenti del Mezzogiorno. È quanto rilevano i dati Asmez, il consorzio che ha monitorato circa 900 enti in Campania e in Calabria nell’ambito dell’indagine "TrasparEnte". Ed è quanto conferma un’altra indagine apparsa nelle settimane scorse sulla stampa locale: un ricco ed interessante viaggio nel web per verificare se la trasparenza invocata dalla normativa voluta dal ministro della Funzione Pubblica, Renato Brunetta, venisse rispettata dagli enti pubblici. «Tra i comuni catanzaresi - si leggeva - svetta Lamezia Terme, dove è possibile risalire praticamente a qual-

siasi informazione utile, qualcuna relativa addirittura agli ultimi cinque anni, come per gli incarichi esterni». Lamezia Terme è al terzo posto della classifica Asmez, primo tra i comuni medio-grandi e primo comune nella Provincia di Catanzaro. Secondo il consorzio che si occupa di innovazione tecnologica e gestionale nei Comuni, la maggioranza dei comuni monitorati ( quindi anche Lamezia Terme) provvede al costante aggiornamento dei siti istituzionali nell’ottica di rafforzarne l’interazione con il pubblico ed ampliare la partecipazione democratica delle attività politico-amministrative messe in campo dai governi locali.


20

il Domani Domenica 13 Febbraio 2011

CRONACHE Il presidente della Regione è intervenuto al consiglio comunale sui temi sanitari

Scopelliti: dobbiamo ripartire per costruire una nuova sanità di Matteo Braschi COSENZA - Il presidente Scopelliti è intervenuto a Cosenza venerdì sera al consiglio comunale aperto sui temi della sanità. Il presidente della Regione Giuseppe Scopelliti - informa una nota dell’Ufficio Stampa della Giunta - ha preso parte a Cosenza al Consiglio comunale aperto per trattare i temi sulla sanità. «Per troppo tempo la Calabria è stata governata male da una classe dirigente incapace e, dal momento che è la politica a determinare i destini delle comunità, noi lavoriamo per eliminare il provincialismo e le inutili frammentazioni al fine di fare crescere tutti i territori. E’ finita la stagione dei piccoli ospedali inutili, spesso fabbriche di morte e di clientela: prevediamo la riconversione di circa la metà dei presidi e non ho intenzione di fermarmi davanti alle contestazioni perché sono convinto delle scelte prese. Scelte in discontinuità con quanto avvenuto fino a oggi - ha aggiunto il Governatore della Calabria Scopelliti - per ridare alla Calabria quella credibilità a livello nazionale che al momento non c’è. Dobbiamo guardare al passato solo per non commettere gli stessi errori e ripartire per costruire una nuova sanità. La gente ha proseguito il presidente Scopelliti chiede soltanto di essere tutelata, di rice-

vere cure adeguate. Siamo aperti al dialogo con tutti, ma è necessario fare delle scelte coraggiose, spesso scomode, e assumersi ciascuno le proprie responsabilità: ciò che per troppo tempo è mancato. Siamo comunque aperti al dialogo: per esaminare il Piano di Rientro che, ricordo, è stato approvato dalla precedente Giunta regionale, abbiamo ascoltato sindaci, sindacati e associazioni. Siamo sempre stati disponibili con chi ha correttezza istituzionale ma non con quegli

«Per troppo tempo la Calabria è stata governata male da una classe dirigente incapace. Noi lavoriamo per eliminare il provincialismo»

esponenti che dovrebbero rappresentare le comunità e hanno teso vili agguati, dimenticandosi del proprio ruolo. Il mio auspicio - ha affermato Scopelliti - è che si possa lavorare all’insegna dell’unità d’intenti, pensando alla qualità dei servizi e alla prevenzione. C’è ancora molto da fare ma abbiamo già cominciato a tagliare i rami secchi. All’Ospedale di Cosenza, ad esempio, grazie all’ottimo lavoro del Commissario Paolo Gangemi, sono già stati ottenuti risparmi importanti in tantissimi settori e abbiamo appena autorizzato il Commissario alla selezione pubblica di due medici per il reparto di Ortopedia, augurandoci che arrivino i migliori professionisti disponibili e che siano privi di tessere di partito. Voglio anche chiarire - ha detto Scopelliti - alcuni aspetti relativi alla Cardiochirurgia: non esistono atti della precedente Giunta regionale che ne autorizzassero la realizzazione all’Ospedale di Cosenza».

«È finita la stagione dei piccoli ospedali inutili, spesso fabbriche di morte e di clientela: prevediamo la riconversione di circa la metà dei presidi»

Cosenza Calcio 1914, domani riunione COSENZA - Il sindaco di Cosenza, Salvatore Perugini, ha intrattenuto un cordiale colloquio telefonico con il dottor Eugenio Funari, nuovo socio e azionista di riferimento del Cosenza Calcio 1914,concui,indipendentementedalla successiva fase assembleare che dovrà eleggere il nuovo organo amministrativo, ha concordato per domani, alle ore 12.00, un incontro, cui parteciperà anche il presidente del Collegio sindacale dottor Eugenio Spagnuolo, per avere informazioni concrete sul programma sportivo della nuova proprietà. Nel corso del colloquio telefonico, il sindaco Perugini ha ribadito al dottor Funari che al Comune non interessano

le vicende interne alla vita societaria, ma unicamente i programmi e le prospettive per il mantenimento e il consolidamento del titolo.

Oliverio: deludente l’intervento del governatore COSENZA - Il presidente della Provincia di Cosenza on. Mario Oliverio al termine dei lavori del consiglio comunale aperto sulla sanità svoltosi venerdì sera a Palazzo dei Bruzi, ha definito deludente l’intervento del governatore Scopelliti. «Da Scopelliti -ha detto Oliverio- almeno in questa occasione di grande valenza istituzionale mi sarei aspettato una concreta assunzione di responsabilità nel merito delle questioni poste con serietà e spirito costruttivo da più parti nel corso del dibattito. A parte la riproposizione di un discorso generico e dello scarico di responsabilità, nessuna risposta o impegno di merito rispetto alla grave situazione in cui versa l’ospedale regionale dell’Annunziata è stata data, salvo l’annuncio di un avviso per l’assunzione di due medici nel reparto di ortopedia. Ancora più grave ed assolutamente inaccettabile è il fatto che Scopelliti è venuto a notificare alla città e alla provincia di Cosenza che il reparto di Cardiochirurgia nella città capoluogo e nella più grande provincia della Calabria non sarà realizzato.Anche per quanto riguarda la realizzazione del nuovo ospedale Scopelliti non ha assunto nessun impegno.E’ davvero incredibile che tutto ciò possa essere rappresentato come un atto di coraggiosa assunzione di responsabilità cambiando le carte in tavola e facendo passare scelte che sarebbero più che oggettive come il frutto di spinte o logiche localistiche».

Al via il “Tango Festival 2011” COSENZA - Nato dalla volontà del ballerino e maestro cosentino Ciccio Aiello di creare in Calabria un evento internazionale di elevata qualità artistica, il Cosenza Tango Festival giunge quest’anno alla terza edizione. La manifestazione, patrocinata dalla Provincia di Cosenza e dall’Assessorato al Turismo del Comune di Cosenza, si svolgerà dal 24 a 27 febbraio nel centro storico della città di Cosenza, nelle suggestive location del Teatro Rendano, del Palazzo della Provincia, e della Biblioteca Nazionale. Come ogni anno, vastissimo il carnet di nomi di fama internazionale che si avvicenderanno nel programma, tra lezioni tematiche ed esibizioni. Pri-

mo fra tutti, Pablo Veron, noto e appassionato protagonista di Lezioni di Tango di Sally Porter, che dopo due anni torna in Calabria, unica tappa nel meridione del suo tour italiano. Creatore di uno stile di danza unico che gli ha consentito di guadagnarsi il rispetto di ballerini di ogni età nel mondo intero, è riconosciuto a livello internazionale come il rinnovatore di questa danza, insieme ludica, misteriosa e sensuale che è il tango. Unitamente al programma di seminari e lezioni. Giovedì 24 febbraio la manifestazione avrà inizio ufficialmente al Teatro Rendano (ore 21) con lo spettacolo "Un Tango per Raimondo".


Domenica 13 Febbraio 2011 il Domani 21

CRONACHE Giovanni Falanga, il coordinatore del partito rendese, riflette in vista delle elezioni

«Rinnovamento, conservazione Idv decida come comportarsi» di Giulia Viola RENDE - «A Rende per le imminenti elezioni amministrative è ora che l’Italia dei Valori decida tra rinnovamento e conservazione», sostiene Giovanni Falanga, coordinatoreIdvRende.«Rinnovamento del modo di fare politica e dei metodi prosegue Falanga -, senza condizionamenti da parte del potere economico e di quei poteri collaterali e promozione di una nuova classe dirigente legata al territorio che operi nell’interesse della collettività amministrata. Conservazione della gestione del potere arrogante e di fazione che limita gli spazi democratici e mortifica la dignità dei movimenti socio politici minori soffocandone la voce e le aspirazioni. Accettare quindi acriticamente un orientamento generale ed autoritario a prescindere oppure regolare l’azione politica negli interessi della comunità locale tenendo presenti le peculiarità del territorio e degli amministrati. Mentre si svilupperà la discussione per la scelta da operare vi è già una parte del partito orientata alla conservazione di postazioni di comodo e di rendite di posizione che tende alla vicinanza al potere perpetrando la continuazione pur nella richiesta di discontinuità apparente, di nomi e persone, ma non di sistemi e metodi, orientata quindi alla conserva-

zione ed alla gestione del potere. Vi è però un’altra parte che vuole che Idv sia un partito che realizzi legalità e rinnovamento nei fatti proponendosi quale alternativa all’attuale sistema di potere, per sradicare alla base un metodo politico affaristico malato che ha già procurato troppi danni, e si propone come nuova classe dirigente con la volontà di realizzare programmi e progetti al cui centro ci siano i cittadini con i loro interessi ed i loro bisogni reali. Ed è in tale ultima otti-

ca che la direzione politica di Idv rendese si è mossa e proposta negli ultimi anni, conquistando consensi e simpatie tra gli iscritti ed i cittadini, ed è in questa direzione, certamente più difficile ed irta di ostacoli, che con coerenza si intende muovere sul territorio rendese ribadendo disponibilità ad aspre battaglie politiche per legalità, democrazia e rinnovamento. Questo è l’orientamento della base del partito del quale bisognerà tenere conto per una democratica decisione».

«Accettare quindi acriticamente un orientamento generale ed autoritario a prescindere oppure regolare l’azione politica negli interessi della comunità?»

«Mentre si svilupperà la discussione per la scelta da operare vi è già una parte del partito orientata alla conservazione di postazioni di comodo»

«La direzione politica di Idv rendese si è mossa e proposta negli ultimi anni, conquistando consensi e simpatie tra gli iscritti ed i cittadini»

COSENZA - Martedì prossimo, 15 febbraio, alle ore 16.30, il presidente della Provincia di Cosenza, on. Mario Oliverio consegnerà presso il Palazzo Municipale di Bocchigliero, alla comunità e al sindaco Luigi de Vincenti, un’autoambulanza attrezzata acquistata con fondi propri dell’Amministrazione provinciale. «Il comune di Bocchigliero- ha detto, al riguardo, il Presidente della Provincia- è uno dei comuni interni più disagiati della nostra provincia e vive una difficile condizione di isolamento che, soprattutto per quanto riguarda i servizi sanitari, rende necessaria la dotazione di strutture e mezzi adeguati per far fronte a situazioni di grave urgenza e necessità. Per questo motivo abbiamo accolto la richiesta di dotare la comunità di Bocchigliero di una autoambulanza. Lo abbiamo fatto in via assolutamente eccezionale pur non avendo, come Provincia, alcuna competenza in materia». «E’ chiaro -ha aggiunto Oliverio- che la lotta e le iniziative per rompere l’isolamento e contrastare l’esodo richiedono interventi di ben più ampia portata, e le istituzioni ad ogni livello devono farsene carico, ponendosi concretamente questo problema che è di dimensione generale in quanto il fenomeno dello spopolamento delle aree interne costituisce un dato di dimensione nazionale ed europea. Per quanto ci riguarda, abbiamo proprio su questo tema organizzato lo scorso anno una conferenza internazionale».

Il Parco del Pollino alla Bit di Milano

“Wireless patrol per la sicurezza” COSENZA - Si chiama "Wireless Patrol" ed è il nuovo sistema di soluzioni in mobilità di cui sarà dotata la Polizia Municipale di Cosenza per un più efficace controllo del territorio, al fine di garantire alla comunità maggiori condizioni di sicurezza.Il "Wireless Patrol", progettato e realizzato da "Telecom Italia", in collaborazione con la società "Elecom Matica" e con la Polizia Municipale e il settore Lavori Pubblici del Comune di Cosenza, sarà presentato nel corso di una conferenza stampa in programma martedì 15 febbraio, alle ore 12,00, al Caffè Letterario di Piazza Matteotti. All’incontro con i giornalisti interverranno il sindaco Salvatore Pe-

La Provincia dona un’autoambulanza a Bocchigliero

rugini, l’assessore alle Politiche dei trasporti Agostino Conforti e il Comandante della Polizia Municipale Giampiero Scaramuzzo. Ad illustrare il sistema, sotto il profilo tecnico,sarannol’ing.FrancescoCavallaro e il dott.Gaspare Monastero, rispettivamente responsabile commerciale Public sector per la Calabria e direttore commerciale Sicilia-Calabria Public sector di "Telecom Italia".

r. c.

ROTONDA - «Foreste, acqua, fauna, ricchezze socio-culturali e antropologiche: un mosaico - quello proposto dal Parco Nazionale del Pollino - che l’Ente Parco rappresenterà con la sua presenza espositiva e nelle conferenze stampa programmate, alla Borsa Internazionale del Turismo, in programma a Fiera Milano dal 17 al 20 febbraio».In una nota diffusa dall’ufficio stampa è annunciato che "l’Ente Parco del Pollino, in fiera, sarà presente nel Villaggio Calabria allestito dalla Regione Calabria - insieme con gli altri due Parchi nazionali calabresi: Sila e Aspromonte,sotto l’egida del nuovo Coordinamento regionale di Federpar-

chi - e in quello della Regione Basilicata allestito dall’Apt. Proprio qui, venerdì 18 febbraio, alle ore 11 ci sarà il primo incontro con la stampa al quale prenderà parte il vice presidente, Francesco Fiore". Sempre venerdì 18 febbraio, alle ore 17, nel "Villaggio Calabria", il presidente Pappaterra parteciperà alla conferenza dei tre parchi nazionali calabresi che sanciranno la loro presenza alla Bit. Sabato 19 febbraio, alle ore 10,30, presso lo stand della Regione Lombardia, infine, Pappaterra parteciperà alla presentazione dell’annuario delle tradizioni popolari realizzato dalla Federazione Italiana Tradizioni Popolari..


22

il Domani Domenica 13 Febbraio 2011

CRONACHE In apertura, Chizzoniti ha voluto esprimere la vicinanza a Tiberio Bentivoglio

Il rendiconto dell’esercizio 2009 in consiglio comunale di Antonio Roccia REGGIO CALABRIA - Il consiglio comunale è stato chiamato venerdì sera a discutere del "Rendiconto dell’esercizio 2009 e relativi allegati". In apertura di seduta il presidente Aurelio Chizzoniti ha voluto esprimere la vicinanza e la solidarietà del civico consesso a Tiberio Bentivoglio, il commerciante recentemente vittima di un attentato dopo le denunce formulate contro il racket e la criminalità organizzata. E’ toccato dunque al sindaco Giuseppe Raffa, che detiene la delega al Bilancio, relazionare riguardo il documento sottoposto all’attenzione dell’Assemblea. «Per gli Enti locali - ha dichiarato - questo periodo è intriso di difficoltà a causa dei mancati trasferimenti: una sofferenza di liquidità più volte evidenziata anche dal sindaco di Torino, Sergio Chiamparino, in qualità di presidente dell’Anci. La situazione che si prospetta con l’entrata in vigore del decreto 78 non è rosea, dal momento che si parla di un ulteriore taglio che si attesta sul meno 12,20%, e ci saranno, poi, altri ritardi sui trasferimenti dovuti. Ecco perché, a fronte di tale considerazione è perciò opportuno che ci sia un richiamo su un’assunzione di responsabilità da parte di tutti. Una riflessione, inoltre, va rivolta al Consiglio affinché al più presto deliberi la no-

mina dei Revisori dei Conti: un organo strategico e fondamentale, la cui individuazione va effettuata nel minor tempo possibile». Raffa si è poi soffermato sui residui attivi e passivi, ricordando il «percorso virtuoso di accertamento attuato che ha consentito di scremare quelli che erano i pesi del bilancio». Per quanto riguarda gli swap, il Sindaco ha garantito il suo impegno «per una valutazione approfondita sull’opportunità di continuare o meno a sostenere questa tipolo-

Raffa: una riflessione va rivolta al Consiglio affinché al più presto deliberi la nomina dei Revisori dei conti, un organo fondamentale

gia di finanza derivata». «La Città - ha poi concluso Raffa - merita uno sforzo congiunto cosicché questo momento venga affrontato coralmente». A seguire la votazione su una richiesta dei consiglieri Rocco Albanese e Seby Romeo inoltrata per rimandare la pratica alla Commissione competente affinché ne fossero chiariti diversi punti. La proposta è stata respinta a maggioranza e la discussione è proseguita con l’intervento di Demetrio Berna, presidente della II Commissione, il quale dopo aver spiegato l’andamento dei lavori e quello dell’iter della pratica ha precisato come «su dieci parametri propedeutici all’accertamento della condizione di Ente strutturalmente deficitario ve ne sono ben 6 rispettati, così come è rispettato il Patto di Stabilità, con un avanzo di amministrazione di 1.245.000 euro». L’aspetto tecnico sul punto messo all’ordine del giorno dei lavori consiliari è stato poi trattato dal dirigente di settore, Carmelo Nucera.

L’aspetto tecnico sul punto messo all’ordine del giorno dei lavori consiliari è stato poi trattato dal dirigente di settore, Carmelo Nucera

REGGIO CALABRIA - Il consiglio comunale è andato avanti con l’intervento del consigliere Demetrio Berna: «Dopo tre giorni di lavoro della Commissione, riunitasi alla presenza del sindaco e dei dirigenti, è emerso che il consuntivo 2009 si è chiuso con un avanzo di gestione di 1.245.000 euro. Per quanto riguarda la certificazione si evince che l’Ente non si trova in una situazione deficitaria perché sei punti su dieci della certificazione, emessa dal dirigente dell’ufficio finanze Carmelo Nucera, sono positivi. L’Ente ha, poi, rispettato il patto di stabilità ed i Revisori dei Conti hanno dato parere favorevole». Subito dopo i consiglieri Albanese e Barillà hanno chiesto la presenza in aula dei Revisori dei Conti ma il Presidente del Consiglio Aurelio Chizzoniti li ha informati che i Revisori sono decaduti dal loro incarico e non hanno presenziato perché privi di titoli per intervenire. «Non si tratta di una mancanza di liquidità - ha affermato il consigliere Albanese - il Comune non ha soldi per pagare gli stipendi. Sono stati fatti salti mortali ed alcune partecipate non vedono soldi da quattro mesi, altre da due». Subito dopo è intervenuto Antonino Zimbalatti: «Questo è un teatrino indecente e vergognoso, e prosegue a discapito della città». Il consigliere ha proceduto ad un’analisi dei documenti ed ha chiesto di conoscere nel dettaglio come le somme vengano spostate.

Quasi conclusi i lavori di Piazza Chiesa

La Calabria alla Biennale di Venezia REGGIO CALABRIA - Il presidente della Regione Giuseppe Scopelliti ha inviato una lettera al sindaco facente funzioni di Reggio Calabria Giuseppe Raffa, per chiedere la disponibilità degli spazi espositivi di "Villa Genoese Zerbi", quale location ideale per allestire le opere degli artisti calabresi, in occasione della Biennale di Venezia del 2011. Nei giorni scorsi, infatti, il direttore del "Padiglione Italia" alla Biennale di Venezia, Vittorio Sgarbi, ha comunicato di voler coinvolgere direttamente tutte le Regioni in prossimità dell’edizione 2011 della Biennale, dedicando una particolare attenzione alla speciale ricorrenza del 150° Anniversario

Berna: il Comune non si trova in uno stato deficitario

dell’Unità d’Italia. Nell’occasione verrà presa in considerazione la produzione artistica contemporanea tra il 2001 e il 2011, articolata in sette edizioni: pittura, scultura, ceramica, fotografia, grafica, designer e video-arte. La manifestazione si svolgerà nel periodo tra giugno e novembre 2011, proprio per quel periodo saranno esposte le migliori produzioni degli artisti calabresi.

re. re

REGGIO CALABRIA - Saranno completati a breve i lavori di Piazza Chiesa a Santa Venere. Ne dà notizia Giuseppe Martorano, consigliere comunale delegato all’Arredo Urbano e alla Protezione Civile, dopo l’assunto della Giunta Municipale che ha approvato la delibera relativa, appunto,allaconclusionedell’intervento. «Con il completamento di quest’opera - dichiara Martorano - daremo risposte ai residenti di Santa Venere che vedono nella piazza della Chiesa un’importante punto di aggregazione e socialità. L’Esecutivo comunale, guidato dal sindaco Giuseppe Raffa, ha dunque

recepito le istanze della cittadinanza, della XIII circoscrizione e, in particolare del consigliere Nicola Paviglianiti. Finalmente - aggiunge il rappresentante del Civico Consesso - Santa Venere potrà godere di un’opera particolarmente attesa. La conclusione dei lavori , che vede tra l’altro la realizzazione di una nuova fontana e di un collegamento pedonale tra la piazza e la zona immediatamente ad essa superiore, attesta la sensibilità di Palazzo San Giorgio nei confronti delle aree pedemontane del nostro territorio: siamo finalmente alla dirittura d’arrivo di un iter che ho personalmente seguito sin dal suo avvio e che oggi si può dire risolto».


Domenica 13 Febbraio 2011 il Domani 23

CRONACHE Giuseppe e Luigi Lamberti, padre e figlio, sono stati arrestati dai carabinieri

Piantagione di canapa indiana in casa, due arresti a Gioiosa ROCCELLA JONICA - Avevano allestito una piccola piantagione di canapa indiana in una stanza in costruzione dello stabile in cui abitano, a Marina di Gioiosa Ionica, ma sono stati scoperti dai carabinieri ed arrestati. Si tratta di padre e figlio, Giuseppe e Luigi Lamberti, di 54 e 26 anni, entrambi già noti alle forze dell’ordine. I carabinieri della Compagnia di Roccella Ionica, nel corso di una serie di perquisizioni, hanno controllato anche l’edificio in cui abitano i due trovando una tenda con 12 vasi contenenti piantine di cannabis, uno contenete residui essiccati della stessa pianta, 13 bicchierini con germogli, un timer digitale, tre alimentatori, tre lampade riflettenti, due stufe elettriche, due bottiglie da un litro di sostanza fertilizzante ed una valigia contenente residui di marijuana. Durante la perquisizione, i carabinieri hanno anche accertato che i due si erano allacciati abusivamente alla rete elettrica. Giuseppe e Luigi Lamberti non sono

Svolto il terzo dei cinque laboratori urbani

dunque sfuggiti all’attento lavoro messo in campo dai carabinieri della compagnia di Roccella Ionica i quali hanno prontamente e immediatamente provveduto ad arrestarli.

re. r.

I carabinieri della compagnia di Roccella Ionica, nel corso di una serie di perquisizioni, hanno anche accertato che i due soggetti si erano allacciati abusivamente alla rete elettrica

Domiciliari per Francesco Calabrò REGGIO CALABRIA - Nella mattina di ieri i carabinieri della Stazione Modena hanno sottoposto agli arresti domiciliari Calabrò Francesco, 49 anni, impiegato comunale su esecuzione di ordinanza emessa dal gip su richiesta della Procura della Repubblica di Reggio Calabria. I reati contestati sono atti persecutori, ingiuria, lesioni e detenzione illegaledimunizionamento.Leindagini dei carabinieri partono agli inizi di settembre 2010 a seguito della denuncia dell’amministratore del condominio in cui vive il Calabrò in via Ciccarello. Quest’ultimo, dipendente dell’Ufficio Relazioni con il Pubblico del Comune di Reggio Calabria, da diverso tempo

Deco all’annona e alla “belladonna” REGGIO CALABRIA - L’annona e l’arancia "belladonna" di Villa San Giuseppe da oggi si fregeranno della Deco (Denominazione Comunale d’Origine). Né da notizia l’assessore comunale alle Attività Produttive, Paolo Anghelone, dopo l’approvazione del provvedimento da parte della Giunta Municipale presieduta dal sindaco Giuseppe Raffa. Ad illustrare l’utilità della Denominazione lo stesso rappresentante dell’Esecutivo. Anghelone sottolinea che «la Deco rientra tra marchi di qualità e si traduce in uno strumento eccezionale in termini di promozione e tutela di quelle produzioni specifiche che hanno uno stretto legame con il luogo in cui

vengono prodotte. Questi due frutti, per le loro caratteristiche, meritano il riconoscimento che si è deciso di attribuire, poiché rappresentano una coltivazione esclusiva tramite la quale veicolare il nome della città». Ma non è tutto. L’assessore parla del marchio anche come «forma di garanzia e per il circuito produttivo e per il consumatore, poiché attesta origine, genuinità, modalità di preparazione del prodotto». «Con questo passaggio - conclude Anghelone - intendiamo proseguire nel percorso di sostegno all’indotto generato dalle micro imprese che operano nel settore, in modo da assicurare nuova linfa vitale al tessuto socio - economico».

era entrato in contrasto con gli altri condomini ed in particolare con l’amministratore, ma da quella che poteva essere una normale controversia di vicinato, si è passati ad una vera e propria persecuzione, in particolare proprio nei confronti dell’amministratore. All’inizio continue telefonate ed sms (più di mille accertati in un breve periodo), poi ingiurie continue, minacce di morte e di rivolgersi "ai propri compari", poi le vie di fatto. In un’occasione il Calabro’, mentre faceva manovra, avendo notato l’amministratore presente poco distante, mettendosi alla guida del proprio Suv lo investiva in retromarcia procurandogli lesioni.

REGGIO CALABRIA Si è svolto a Reggio Calabria il terzo dei cinque laboratori urbani organizzati dal dipartimento regionale Urbanistica e Governo, in collaborazione con i Comuni capoluogo della provincia reggina. Nella sala conferenze della Provincia informa una nota dell’ufficio stampa della giunta regionale - si sono riuniti, per una intera giornata di studio e approfondimento, molti amministratori e tecnici degli Enti locali del reggino interessati ad esporre le molteplici problematiche che stanno emergendo nella redazione dei nuovi strumenti (PSC /PSA). «Mancano appena quattro mesi - ha precisato il dirigente generale del dipartimento regionale Urbanistica Saverio Putortì - alla scadenza prevista per l’approvazione dei piani e, constatato il ritardo accumulato da molti Comuni, il dipartimento regionale si è attivato mediante una serie di iniziative che vanno dall’ascolto all’accompagnamento degli Enti per facilitare la comprensione della nuova normativa urbanistica, e consentirne la più corretta attuazione». Durante il suo intervento, Putortì ha anche posto l’accento sulla preminente funzione conoscitiva che i nuovi piani devono avere sottolineando la loro natura prevalentemente politica e demandando ai piani attuativi (Pot, Pau, Riurb) la specificazione progettuale e di dettaglio.

Il progetto Coldiretti sull’agrumicoltura REGGIO CALABRIA - Continua a prendere quota la mobilitazione della Coldiretti sull’agrumicoltura e si allarga sempre di più il fronte dei comuni che hanno sposato il progetto della Coldiretti Calabria che intende attraverso una serie di proposte ridare competitività al comparto afflitto ormai da una crisi che non permette nemmeno di raccogliere il frutto creando quindi condizioni di non lavoro con una economia che ristagna. Davanti ad una folta platea di imprenditori agricoli il presidente della Coldiretti Calabria Pietro Molinaro snocciola con grande energia il progetto coldiretti: «Sono solo 3 i centesimi di €uro che sono contenuti in un

litro di aranciata e questo è inaccettabile e profondamente ingiusto perché crea disparità economiche e sociali, occorre togliere a chi ha di più nella filiera -continua Molinaro -e queste sono le multinazionali produttrici di bevande al gusto di agrumi che impongono prezzi e condizioni avvalendosi di Leggi vecchie di 50anni fa. Molinaro ribadendo che i tempi ormai sono maturi e devono essere scanditi a tappe forzate perchè si sta rischiando di perdere 8mila posti di lavoro compromettendo il territorio, ha invitato i sindaci a finire di approvare entro fine febbraio le delibere contenenti le proposte della Coldiretti».


24

il Domani Domenica 13 Febbraio 2011

CRONACHE L’organismo che rappresenta le piccole e medie imprese detta alcuni principi strategici

Rete Imprese Italia: linee comuni per lo sviluppo di Mario Besso CROTONE - «Rete Imprese Italia Crotone - si legge in una nota di Casartigiani, Cna, Confartigianato, Confcommercio, Confesercenti - per la condivisione di linee comuni per lo sviluppo di misure strategiche a sostegno delle micro e piccole imprese della provincia di Crotone considerato che "Rete Imprese Italia", organismo di rappresentanza delle piccole e medie imprese del crotonese, composto da Confcommercio, Confartigianato, Cna, Casartigiani e Confesercenti, rappresenta a livello nazionale, oltre 2 milioni di imprese iscritte ed oltre il 60% della forza lavoro; a livello locale, oltre 6000 imprese iscritte ed oltre il 70% della forza lavoro. Visto che le associazioni di categoria aderenti condividono lo scopo di perseguire obiettivi secondo i quali dinamismo economico e giustizia sociale devono procedere di pari passo, ritenendo che in questo quadro, lo sviluppo economico e

la crescita dell’occupazione nel crotonese rappresentano obiettivi prioritari da perseguire nell’ambito di un sistema avanzato di relazioni sociali ed economiche. Le associazioni aderenti concordano di individuare, a sostegno delle imprese locali, un complesso unitario e inscindibile di linee direttrici di sviluppo; sono altresì consapevoli che la competitività dell’intero sistema provinciale si realizza orientando gli investimenti affinché si

Tra le azioni prioritarie di dette politiche ci si prefigge di favorire l’occupazione attraverso una più elevata preparazione culturale dei giovani

sviluppino politiche mirate alla qualità del prodotto/servizio e alla valorizzazione del capitale umano. Le associazioni, concordano sulla necessità e sull’opportunità di addivenire, nella continuità e nel rispetto delle reciproche prerogative, ad una nuova fase di concertazione politica finalizzata a conseguire obiettivi di sviluppo economico e di crescita occupazionale formulati sulla base degli indirizzi di seguito riportati; concordano, inoltre, con un consolidamento del ruolo della Bilateralità che si sviluppa attraverso la realizzazione di obiettivi. Questo affinché si potenzi la logica del servizio alle imprese e ai lavoratori. Tra le azioni prioritarie di dette politiche ci si prefigge di favorire l’occupazione attraverso una più elevata preparazione culturale e professionale dei giovani, delle donne e degli adulti, in modo da renderne più agevole, da un lato l’ingresso e, dall’altro, la permanenza nel mondo del lavoro».

Un progetto contro l’inquinamento CROTONE - Regione e Cnr firmano accordo per creare un laboratorio di ricerca ambientale e cancerosa sui danni derivanti dall’inquinamento del sito di Crotone. «Ecco le risposte che la Regione Calabria sta porgendo alla città di Crotone per affrontare e sanare la sua preoccupante situazione ambientale: un laboratorio di ricerca sull’inquinamento derivante da attività industriali nel distretto ambientale di Crotone e Taranto per bonificare l’area e studiare la cancerogenesi e altre patologie legate alla contaminazione dell’ambiente». A lanciare il progetto, ieri a Roma, è stato il presidente del Consiglio nazionale delle ricerche (Cnr), Luciano Maiani, a margine della firma dell’accordo tra il Cnr e la Regione Calabria (rappresentata dall’assessore all’Urbanistica Pietro Aiello) per il finanziamento di nuovi centri di ricerca. Secondo quanto emerso nel corso della firma dell’intesa tra i due Enti, lo studio sarà volto "al disinquinamento della zona a più livelli sia del suolo che del mare".


Domenica 13 Febbraio 2011 il Domani 25

CRONACHE I carabinieri hanno sequestrato un autolavaggio abusivo e denunciato il proprietario

Controlli anti inquinamento reflui sversati nelle fognature di Alessia Vera VIBO VALENTIA - Controllo antinquinamento dei carabinieri della compagnia di Vibo Valentia nel centro storico di Mileto. I militari della locale stazione ed i loro colleghi di Francica hanno scoperto, lungo una delle centralissime vie della cittadina normanna, un autolavaggio, frequentato da decine di macchine alla settimana, completamente abusivo e sprovvisto di qualsiasi sistema di depurazione delle acque. Gli uomini dell’Arma, che da mesi hanno lanciato una vera e propria campagna per il controllo della normativa ambientale in tutto il territorio dell’hinterland vibonese, hanno scoperto come l’autolavaggio, di proprietà del cittadino miletese D.C., non solo operava da tempo in assenza di qualsiasi tipo di autorizzazione che ne consentisse l’esercizio ma, addirittura, tutti i reflui ed i fanghi dei lavaggi, altamente inquinanti e dannosi per l’uomo e l’ambiente, invece di

Centinaia di litri d’acqua inquinata e contaminata con detersivi ed altre sostanze chimiche, giornalmente, venivano semplicemente buttati nelle fogne

essere smaltiti e resi inerti come previsto dalla normativa, erano semplicemente sversati nelle fognature cittadine. Una situazione incredibile in cui centinaia di litri d’acqua inquinata e contaminata con detersivi ed altre sostanze chimiche, giornalmente, venivano semplicemente buttati nelle fogne senza alcun sistema di depurazione. Immediato il sequestro dell’autolavaggio e la denuncia del proprietario con le pesanti accuse di scarico di reflui industriali in assenza di autorizzazione ed illecito smaltimento di rifiuti speciali. Ancora una volta i serrati controlli degli uomini della Benemerita hanno dimostrato come il contrasto al fenomeno dell’inquinamento ambientale non possa conoscere soste e come le violazioni in tale campo siano tanto frequenti quanto macroscopiche. L’operazione si inquadra nel contesto dei servizi programmati di controllo del territorio con lo scopo di prevenire e recrimine i crimini perpetrati.

Quattro denunce per falso a Tropea VIBO VALENTIA - Quattro persone tra cui un funzionario comunale, sono state denunciate dai carabinieri della compagnia di Tropea, diretta dal tenente Francesco Di Pinto, con l’accusa a vario titolo, di falsità idelogica e materiale. Si tratta di S.G., 58 anni, dipendente conunale, R.M., 67 anni, S.D., 29 anni, e S.F., 45 anni, questi ultimi imparentati fra loro. Il fatto è avvenuto a San Calogero dove i militari dell’Arma di quella stazione al comando del maresciallo Nazzareno Scalzone, dopo una serie di indagini, sono riusciti a scoprire che S.G., responsabile della tenuta del registro di passaggio di proprietà dei beni mobili, aveva falsificato l’ordine cronologico facendolo apparire in un data antecedente alla vendita di una autovettura sequestrata e confiscata dalla prefettura ad un giovane del luogo poiché sorpreso alla guida della stessa in stato di ebrezza. Da qui le indagini condotte dai carabinieri e concluse con le denunce.


26

il Domani Domenica 13 Febbraio 2011

IL DOMANI DELLA CULTURA

Olivier Laban-Mattei, "Earthquake aftermath, Port-au-Prince, 15-26 January", primo premio sezione "General news stories"

World press photo 2011, i vincitori Primo premio al volto sfigurato di una donna afghana. Il presidente David Burnet: «Foto indimenticabile» Camilla Mozzetti Era stato Pietro Masturzo, lo scorso anno, con quella fotografia scattata dai tetti di Teheran il 24 giugno 2009, a vincere il più ambito premio di fotogiornalismo al mondo. Quello scatto raffigurava alcune donne che nella notte, all’indomani delle constestata elezioni presidenziali, gridavano in segno di protesta contro Mahmud Ahmadinejad da un tetto di un edificio della città iraniana. Oggi, invece, a trionfare al World press photo numero 54 è la sudafricana Jodi Bibier che ha catturato il volto deturpato di Bibi Aisha, diciottenne e colpevole in quella terra di nessuno e al contempo di "troppi", quale l’Afganistan, di aver oltraggiato il marito. Per volere della "giustizia" talebana la giovane venne condannata all’amputazione di naso e orecchie. Oggi Bibi Aisha si trova negli Stati Uniti ed è stata sottoposta a diversi interventi chirurgici per cercare di ricostruire il volto. Sembra che l’interesse del premio fotogiornalistico, ancora una volta, tenda a mostrare gli orrori e le contraddittorietà di popoli e governi le cui vicende rimbalzano da mesi sulle colonne di quasi tutti i giornali internazionali. E non è un caso se nel centro dell’obiettivo compaiono volti e storie di paesi quali l’Afganistan o l’Iran, che a loro modo rappresentano il lato oscuro di un mondo che sembra aver perso, dimenticato, cancellato, alcuni principi base del vivere comune. La fotografia di Masturzo, vincitrice della scorsa edizione, poteva esser soggetta a critiche, perché nonostante la storia che portava con sé, sembrava apparire decontestualizzata e costruita. Discorso diverso, invece, per lo scatto proveniente dal Sudafrica, una di quelle foto che, citando le parole di David Burnett, presidente di giuria del World press, potrebbe «diventare una di quelle opere di cui si parla dicen-

do: ti ricordi quella foto... di quella ragazza... e tu sai esattamente a quale ci si sta riferendo». La Bibier si è aggiudicata anche il primo premio nella categoria "Portraits singles" dopo aver collezionato otto riconoscimenti nella competizione nelle trascorse edizioni. Ma il World press si compone di molte altre sezioni che vanno dalla cronaca allo sport, allo spettacolo. A vincere nella categoria "Spot news singles", è stato Peter Lakatos dall’Ungheria con uno scatto di un suicidio a Budapest. Daniel Morel trionfa, invece, nella categoria "Spot news stories" con un ritratto del dopo Haiti. L’italiano Riccardo Venturi, rappresentato da Constrasto, invece, si aggiudica il primo premio nella sezione "General news singles" con un bianco e nero, sempre di Haiti, narrante l’incendio del vecchio mercato di Port-au-Prince. "Earthquake aftermath" è poi il titolo della scioccate fotografia di Oliver Laban-Mattei che ritrae, sempre nell’isola caraibica, lo smaltimento dei cadeveri del dopo terremoto. L’autore arriva primo nella categoria "General news stories". Da Haiti il premio si sposta in Asia e assegna al fotografo Altaf Qadri il riconoscimento nella sezione "People in the news singles" nel cui lavoro viene raccontato il

Il lavoro di Jodi Bibier, pubblicato in copertina sul "Time", si aggiudica il più importante riconoscimento del fotogiornalismo è la seconda fotografa sudafricana a ricevere il premio principale

Jodi Bieber, Bibi Aisha, World press photo of the year


Domenica 13 Febbraio 2011 il Domani 27

IL DOMANI DELLA CULTURA

Davide Monteleone, Milano fashion week: Valeria Marini show, 2010, secondo classificato categoria "Arts and entertainment singles".

funerale di Feroz Ahmad, presidente indiamo del Kashmir. Daniel Berehulak dall’Australia torna in Pakistan e vince nella sezione "People in the news stories" con il racconto delle inondazioni in Pakistan verificatesi nel paese nei trascorsi mesi di agosto e settembre. Per lo sport trionfa il sudafricano Mike Hutchings, fotografo della Reuters che racconta l’aggressione all’olandese Demy de Zeeuw, preso a calci in faccia dall’uruguaiano Martin Caceres, durante la semi-finale della Coppa del mondo, tenutasi a Città del Capo, lo scorso 6 luglio. Un intero portfolio, ad opera dell’australiano Adam Pretty, vince tra i racconti sportivi, mentre tra le più importanti storie contemporanee l’italiano Marco Di Lauro vince con il reportage sulla crisi alimentare in Niger. Dal Canada Ed Ou, per la sezione "Con-

temporary issues stories" vince con gli scatti sulle fughe dalla Somalia, il paese africano da anni vittima di una sanguinosa guerra civile. E poi ancora Omar Feisal per la sezione "Daily life singles" e Martin Roemers, mentre Andrew McConnell dall’Irlanda vince nella categoria "Arts and entertainment singles". "Night screenings at traveling cinema" è il titolo della foto vincitrice in "Arts and entetainment stories" dell’indiana Amit Madheshiya. Nelle ultime sezioni dedicate alla natura, vincono un tedesco e uno statunitense, Thomas P. Peschak e Benjamin Lowy. Buona tenuta per i fotografi italiani che anche in questa edizione tengono dignitosamente alto il livello nazionale. Oltre a Riccardo Venturi, vincono al World press photo 2011, gli autori Davide Monte-

Stefano Unterthiner, "Whooper swan", 2010, secondo classificato, categoria "Nature stories".

leone, secondo classificato nella categoria "Arts and Entertainment" e Fabio Cuttica, terzo nella stessa categoria, con una fotografia dell’attore Fabian Lopez sul set del film El Baleado 2, girato a Tijuana, in Messico. Il Premio World press photo è uno dei più importantiriconoscimentinell’ambitodel fotogiornalismo. Ogni anno da Amsterdam la giuria seleziona le immagini più forti e significative di un intero anno. Dalle cronache allo spettacolo tracciando le fila di una storia comune mondiale fatta di guerre, stragi ma anche di sport, cultura e intrattenimento. I lavori dei vincitori sono pubblicati nel prestigioso catalogo edito dalla fondazione del premio e vengono esposte in tutto il mondo in importanti gallerie e musei in un tour sempre più in espansione, che quest’anno prevede mostre in circa 100 città in 45 diversi

paesi. Diverse e multiformi occasioni per vedere raccolte le immagini più belle e rappresentative che hanno accompagnato, documentato e illustrato gli avvenimenti di questo ultimo anno sui giornali di tutto il mondo. Una testimonianza che è quasi un documento storico capace di far rivivere gli eventi cruciali dell’anno. Il suo carattere internazionale, i migliaia di visitatori e l’interesse suscitato dall’evento nel pubblico specialistico e non, sono la dimostrazione del potere che le immagini hanno di trascendere le differenze culturali e linguistiche per raggiungere livelli altissimi e immediati di comunicazione. Il primo appuntamento italiano della mostra World press photo 2011 è previsto per aprile al museo capitolino di Roma in Trastevere mentre a maggio sarà ospitata dalla galleria milanese Carla Sozzani.


28

il Domani Domenica 13 Febbraio 2011

IL DOMANI DELLA CULTURA

Una sala della galleria

La sede veneta dedita all’arte contemporanea cambia il nome ma non la sostanza. Inalterati gli obiettivi

Verona, “bye bye” Byblos arte Mirella Utano Un tempo il suo nome era legato ad uno dei marchi più famosi della moda, non solo italiana: Byblos. L’omonima galleria d’arte di Verona, diretta dalla figlia minore della famiglia Facchini, Masha, a capo della "maison" di moda dal 2002, dallo scorso settembre ha cambiato nome assumendo quello di Fama gallery. Un cambiamento che non muta l’obiettivo, fin dagli esordi perseguito dalla gallerista, e cioè quello di promuovere a 360 gradi l’arte contemporanea nella città veronese, ma che rappresenta un «passaggio inevitabile per ribadire la ricerca volta esclusivamente alle espressioni di oggi senza creare confusione nel nostro pubblico», come ricorda la Facchini.

Lo spazio segue nuovi talenti ma anche artisti consolidati che vanno da Marc Quinn a Tony Ousler, da Patricia Piccinina a Mat Collishaw e poi ancora Sissi e altri Già, perché la Fama gallery da anni cerca di proporre al pubblico della città veronese tutti i mezzi dell’arte contemporanea e dell’avanguardia italiana ed internazionale. Da una parte artisti emergenti, ricercati con cura e dovizia di particolari dalla gallerista, dall’altra un "parterre" di talenti già consolidati che vanno da Marc Quinn a Tony Ousler, da Patricia Piccinina a Mat Collishaw. «La Byblos art gallery aveva già una propria identità - ricorda la Facchini - sia da un punto di vista di scelte che di percorso, a prescindere dal nome che la identificava, ma abbiamo ritenuto opportuno diversificare ancor meglio la sua attività». Il nome Fama altro non è, infatti, se non l’acronimo di Masha Facchini e questa scelta è stata fatta, come ricorda la gallerista, «per far emergere una figura reale, identificando la galleria con una persona in carne ed ossa e non con un’entità astratta». Nel centro storico di Verona, lo spa-

La gallerista: «Un passaggio inevitabile per ribadire la ricerca volta alle espressioni di oggi senza creare confusione nel nostro pubblico» zio si sviluppa su una superficie di 600 mq, articolata su due livelli per permettere non solo grandi esposizioni ma anche per esprimere il concetto di un "living space" capace di ospitare iniziative divulgative come letture, incontri, conferenze e "performance" dal vivo, ideate in un’ottica di «avvicinamento del pubblico all’arte contemporanea». Insomma, una galleria che tiene a distinguersi da altre realtà per attività promozionale,coinvolgimentoedinamismoparafrasando le parole della Facchini, in una città come quella di Verona che nonostante sia "provincia" possiede un’enorme ricchezza culturale «derivante dal patrimonio storico-architettonico nonché dalla tradizione lirica» che la fa essere la quarta città turistica in Italia. La Fama gallery dopo aver ospitato grandi nomi, dedica un’ampia antologia all’opera di Sissi fino al 20 marzo nella mostra Abitanti. «Sissi è un’artista che stimo molto - spiega la Facchini - per la sua ri-

La gallerista Masha Facchini

Sissi, Si è più nudi vestiti, 2010

cerca e la sensibilità che si riflette nei suoi lavori, legati in maniera viscerale al vissuto». A partire da marzo, poi, sarà la volta di Barry Reigate, Tim Noble e Sue Webster». Ma oltre ad un nutrito cartellone, l’attività della galleria s’intreccia con le altre realtà culturali della città veneta perché un centro d’arte, come ricorda la Facchini, «oltre alla promozione culturale deve confrontarsi con il mercato ma anche con le richieste di un pubblico che

Nel centro storico della città lo spazio si sviluppa su una superficie di 600 mq articolata su due livelli per permettere grandi esposizioni anche interattive si appassiona con fatica alle espressioni contemporanee. Con le altre gallerie spiega - abbiamo fondato l’associazione Contemporanea Verona con la quale stiamo organizzando numerosi eventi grazie anche all’aiuto delle istituzioni locali». Il primo appuntamento? «Una mostra di artisti italiani al Museo d’arte contemporanea palazzo Forti - conclude la gallerista - curata da Andrea Bruciati e patrocinata dal comune di Verona che si terrà la prossima estate, in concomitanza con la Biennale di Venezia». La Fama gallery ospita fino al 20 marzo la mostra Abitanti con opere di Sissi. Fama gallery, corso Cavour 25-27, Verona. Info: 0583316337; www.famagallery.com.


Domenica 13 Febbraio 2011 il Domani 29

IL DOMANI DELLA CULTURA

Enzo Bianchi

Einaudi pubblica il nuovo libro del priore ed è già successo. La vita umana viene scandita come il tempo nell’arco di un anno solare

Enzo Bianchi: «Ogni cosa ha la sua stagione» Margherita Criscuolo Tra i libri più letti delle ultime settimane figura Ogni cosa alla sua stagione di Enzo Bianchi (Einaudi, pp. 132, euro 17). L’autore, fondatore e priore della Comunità monastica di Bose, firma articoli sulla Stampa, La Repubblica e Avvenire e ha già scritto numerosi testi di spiritualità cristiana. In una recente intervista condotta da Barbara Bignardi alle Invasioni Barbariche, durante la quale è stato anche presentato il libro, Bianchi ha affascinato il pubblico in studio e i telespettatori con il suo carisma. Con l’appuntita barba bianca e gli occhi profondi, ha l’aspetto di un saggio generoso ed è quasi impossibile non rimanere stregati dai suoi discorsi. In Ogni cosa alla sua stagione, il priore racconta le stagioni dell’uomo: sono riflessioni maturate nel corso di una vita, fatte di ricordi di luoghi e per-

Boris Bianchini presenta con la Feltrinelli L’elogio del silenzio Emma Martano

sone, e si prestano a esser lette da chiunque, religioso o meno, proprio perché affrontano aspetti diversi dell’esistenza senza retorica. «Ora che avverto quotidianamente l’incedere della vecchiaia - scrive l’autore - la memoria mi riporta sovente ai luoghi in cui ho vissuto». E così Bianchi prende per mano il lettore e lo porta con sé in un viaggio a ritroso nei luoghi della sua memoria. Dalle colline del Monferrato all’isola greca di Santorini, a via Po a Torino, all’università, ai caffè sotto ai portici. Tra i vari luoghi compare anche la cella di monaco, da cui Bianchi non si è limitato a osservare quanto accadesse al di fuori, ma ha fatto tesoro delle sue riflessioni e ne uscito più consapevole di sé e degli altri, di quanto fosse prima. «Confesso che nella mia vita stare accanto al camino acceso verso sera, all’ora del tramonto, è una delle gioie più grandi che mi è sta-

Un racconto ideale per un periodo così chiassoso. Elogio del silenzio, scritto da Boris Biancheri per la Feltrinelli, che verà presentato domani a Milano, è proprio un invito implicito a pensare, riflettere. «Ho scritto un racconto che è una storia non vera ma che potrebbe essere vera, di qualcuno che non ama parlare, ama ricordare, amaorganizzareisuoiricordi ma le parole gli sembrano eccessive. Io credo che in questo libro un fondo di verità ci sia», spiega l’autore, ambasciatore italiano a Tokyo, a Londra e a Washington fino al 1995. È la storia di Felix, un ragazzo taciturno e riservatissimo, dotato di un insolito talento che si compiace di coltivare in solitudine: una memoria prodigiosa che gli per-

Foto d'archivio - libri

Riflessioni maturate nel corso di una vita, fatte di ricordi di luoghi e persone, e si prestano a esser lette da chiunque

mette di catalogare in maniera infallibile milioni di ricordi. Almomentodiiscriversiall’università Felix sceglie la facoltà di Filosofia e tra gli insegnanti trova un enigmatico personaggio, il Maestro, che lo introduce nel mondo della politica. Felix si rivela un collaboratore preziosissimo e il Maestro vince le elezioni. Tutto quel consenso, e il successo che finisce per toccare anche lui, inducono Felix a interrogarsi sulla natura effimera del potere. Elogio del silenzio si configura quasi come una forma di rispetto delle parole in una continua ricerca della verità che porta Felix ad interrogarsi sulla natura effimera del potere, con riferimenti anche al mondo dell’informazione. Una volta conquistato il potere Felix dice anche: «E la verità era questa: che il paese stava affondan-

to dato di vivere. [...] Assieme agli altri, mi offre in dono poche parole, dense di rara capacità comunicativa. È impossibile sostare davanti a un camino acceso e parlare troppo: quel fuoco che scoppietta e manda faville con ritmi e tonalità tutte sue invita al silenzio e fa dell’ascolto reciproco un sussurro eloquente».

do, assieme alle infinite piccole macerie di cose ignorate, rinviate e non fatte, tra il disprezzo di molti e l’indifferenza dei più. A questo lui avrebbe cercato di porre rimedio con una energica azione del suo Governo».

Si potrebbe dire che Ogni cosa alla sua stagione ci restituisce il nostro tempo: è un inno alla vita, all’amicizia, al convivio, cui bisogna avvicinarsi in silenzio, magari con in mano un bicchiere di ottimo vino, simbolo della gioia di vivere e della gratuità dell’esistenza, che Bianchi è il primo ad amare intensamente.

Un racconto ideale per un periodo così chiassoso come quello di oggi

Boris Biancheri durante un convegno della Fieg. (Foto M. De Renzis)


30

il Domani Domenica 13 Febbraio 2011

CARTELLONE Oliverio: importanti iniziative per Bocchigliero Arte • Cultura • Spettacoli • Convegni • Seminari CATANZARO Giornata nazionale “Se non ora, quando?” Oggi , alle ore 10.30, presso la sede dell’associazione “Il Campo” in via Jannoni, 43, le donne si incontrano per esprimere ferma contrarietà al modellofemminileemersodalleultime inchieste sui vizi privati del Presidente del Consiglio. L’associazione “Il Campo” esprime soddisfazione per la sensibilità e l’attenzione crescenti, a Catanzaro e in Calabria,neiconfrontidellagiornata nazionaledimobilitazionedioggi,in difesa della dignità delle donne. Convegno per la presentazione di alcuni Bandi regionali Promosso dall’assessore alla cultura Mario Caligiuri e dalla vicepresidente della Giunta Antonella Stasi, si svolgerà, lunedì 14 febbraio , con inizio alle ore 11.00, nell’Aula Magna dell’Università “Magna Grecia” di Catanzaro un convegno per la presentazione di alcuni Bandi regionali. Sarà anche presente Fabio Filocamo, dirigente del Miur per l’incentivazione della ricerca nelle imprese. Nel corso dell’incontro saranno presentati ed analizzati il “Bando per la costituzioneel’ampliamentodeiPoli di Innovazione regionali”, ed il bando indetto dal Miur, nell’ambito del Programma Operativo Nazionale "Ricerca e Competitività", che prevededueazionidenominate"Distretti tecnologici e relative reti" e "Laboratori pubblico-privati e relative reti". Forum del presidente della Regione Giuseppe Scopelliti Lunedì 14 febbraio , alle ore 15.00, nei locali dell’Hotel “Gugliemo”, a Catanzaro, il presidente della Regione Giuseppe Scopelliti terrà un Forum sul sistema elettorale calabrese. Convocazione Consiglio Comunale Tornerà a riunirsi lunedì 28 febbraio , alle ore 16.00, in prima convocazione il Consiglio comunale. Lo ha deciso la conferenza dei capigruppo, convocata dal presidente Francesco Passafaro. I capigruppo hanno stabilito anche l’eventuale secondo appello fissato per mercoledì 2 marzo alle ore 10.30. Inaugurazione Anno Giudiziario 2011 Giorno 2 marzo , alle ore 10.00, presso la sede della sezione giurisdizionale della Corte dei Conti, Via E. Buccarelli28,siterràlacerimoniadi inaugurazionedell’AnnoGiudiziario della Corte dei Conti per la Regione Calabria con sede a Catanzaro COSENZA Caso Politano interpellanza parlamentare Il Caso Politano, la strage degli innocenti di Paola. Presentazione di un’interpellanza parlamentare e regionale per far luce sul drammaticomisterodegliultimianniinCalab-

Martedì prossimo, 15 febbraio , alle ore 16.30, il presidente della Provincia di Cosenza, on. Mario Oliverio consegnerà presso il Palazzo Municipale di Bocchigliero, alla comunità e al sindaco Luigi de Vincenti, un’autoambulanza attrezzata acquistata con fondi propri dell’Amministrazione Provinciale. “Il comune di Bocchigliero- ha detto, al riguardo, il Presidente della Provincia- è uno dei comuni interni più disagiati della nostra

provincia e vive una difficile condizione di isolamento che, soprattutto per quanto riguarda i servizi sanitari, rende necessaria la dotazione di strutture e mezzi adeguati per far fronte a situazioni di grave urgenza e necessità. Per questo motivo abbiamo accolto la richiesta di dotare la comunità di Bocchigliero di una autoambulanza. Lo abbiamo fatto in via assolutamente eccezionale pur non avendo, come Provincia, alcuna competenza in materia”.

ria. Conferenza stampa lunedì 14 febbraio , alle 15.30, presso la sala degli Stemmi, Provincia di Cosenza. Presenti Franco Laratta, deputato, Carlo Guccione consigliere regionale, Roberto Perrotta sindaco di Paola, Antonella Politano, l’unica superstite di una famiglia distrutta da un evento fin troppo chiaro ma messo a tacere.

nuovo sistema di soluzioni in mobilitàdicuisaràdotatalaPoliziaMunicipale di Cosenza per un più efficace controllo del territorio, al fine di garantire alla comunità maggiori condizioni di sicurezza. Il “Wireless Patrol”, progettato e realizzato da “Telecom Italia”, in collaborazione con la società “Elecom Matica”econlaPoliziaMunicipalee il settore Lavori Pubblici del Comune di Cosenza, sarà presentato nel corso di una conferenza stampa in programma martedì 15 febbraio , alle ore 1.,00, al Caffè Letterario di Piazza Matteotti. All’incontro interverranno il Sindaco Salvatore Perugini, l’assessore alle politiche dei trasporti Agostino Conforti e il Comandante della Polizia Municipale Giampiero Scaramuzzo. Adillustrareilsistema,sottoilprofilo tecnico, saranno Francesco Cavallaro e Gaspare Monastero.

Donazione computer Bcc Mediocrati - Diocesi Un computer per ogni parrocchia. Con questo slogan, la Bcc Mediocrati – con il partner informatico Ecs group - doneràalla Diocesidi Cosenza apparecchiature informatiche da destinare alle parrocchie, appunto, e agli uffici della Curia cosentina. La cerimonia di consegna avverrà lunedì14febbraio,alleore12.00,presso la Sala “De Cardona” del Centro Direzionale Bcc Mediocrati, in via Alfieri a Rende. Saranno presenti: mons. Salvatore Bartucci, Vicario generale dell’arcivescovo di Cosenza-Bisignano; Nicola Paldino, presidente della Bcc Mediocrati; Salvatore Sarno e Giuseppe Ianniello, account manager e responsabile area manager della società Ecs Italia. Parteciperannoancheiparrocidella Diocesi di Cosenza. Presentazione “Wireless Patrol” Si chiama “Wireless Patrol” ed è il

CROTONE Manifestazione “Se non ora quando?” “Se non ora quando?” nell’ambito delle manifestazioni nazionali oggi , alle ore 16.00, presso la casa della cultura di Crotone si terrà una tavola rotonda, con relativa raccolta di firme, per dire basta ad un Paese che non sa offrire pari opportunità tra donne e uoimini e che di fronte alla crisi delle istituzioni non sa reagire da Paese Normale.

“E’ chiaro -ha aggiunto Oliverioche la lotta e le iniziative per rompere l’isolamento e contrastare l’esodo richiedono interventi di ben più ampia portata, e le istituzioni ad ogni livello devono farsene carico, ponendosi concretamente questo problema che è di dimensione generale in quanto il fenomeno dello spopolamento delle aree interne costituisce un dato di dimensione nazionale ed europea. Per quanto ci riguarda, abbiamo proprio su questo tema organizzato lo scorso anno in primavera una conferenza internazionale ed intendiamo con convinzione e determinazione sviluppare ogni iniziativa assieme al complesso delle forze economiche e sociali.” “Bisogna dire che nel limite delle nostre disponibilità- segnala infine il Presidente Mario Oliverioabbiamoprogrammatointerventi per quanto riguarda l’ammodernamento della viabilità che collega Bocchigliero. Non è un caso, infatti, che proprio nella stessa giornata di martedì, insieme agli ingegneri Pino Iacino, Stefano Aiello e Francesco Basta, alle ore 18.00, subito dopo la consegna dell’autoambulanza, presenteremo presso la locale sala consiliare, il progetto del Primo Lotto Funzionale della strada Bocchigliero-Mare”.

Iniziativa “Menù tricolore” In occasione del 150° Anniversario dell’Unità d’Italia, la Camera di commercio di Crotone, in collaborazione con la Prefettura, intende coinvolgere le imprese ristorative della provincia in un’iniziativa volta a promuovere l’identità nazionale. Si tratta di ideare, nella settimana dal 14 al 20 marzo ed in particolare il giorno 17 marzo, giornata di festa nazionale, un menù tricolore “Verde Bianco e Rosso” utilizzando i prodotti tipici locali, ricchi di sapori, profumi e colori della dieta mediterranea. Inaugurazione punto Inca-Cgil Giorno 14 febbraio , alle ore 18.00, si terrà l’inaugurazione del nuovo punto Inca-Cgil (servizi di patronato ed assistenza fiscale) sito nel quartiere di Tufolo in via Saffo (adiacente all’ufficio postale) . Per l’occasione saranno presenti Vittorio Dellicicchi della presidenza nazionale Inca, Gianni Paone responsabile regionale Inca e Sergio Genco Segretario Generale Cgil Calabria. GERACE Riunione indetta dalla Pro Loco SiterràaGerace,oggi,apartiredalleore 10.30, presso laSala del Consiglio Comunale una riunione, indetta dal presidente della Locale Pro Loco Antonio Marzano, sul tema elezioni amministrative.

RENDE L’UniCal, inaugura il primo percorso per non vedenti Mercoledì 16 febbraio , sarà una giornata speciale per l’Università della Calabria - Campus di Arcavacata. Alle 11.00, nell’Aula Magna, verrà presentato, il primo stralcio di una delle realizzazioni portate a compimento nelle ultime settimane che, forse meglio di altre, e con un significatopermoltiaspettiancorapiù particolare, riesce a dare conto della portataedell’attenzionechel’Ateneo ha profuso in questi anni rispetto ai problemi della disabilità e delle Pari Opportunità. Ad essere inaugurata, sarà la prima parte del percorso per non vedenti e/o ipovedenti, che dota l’Ateneo di Arcavacata di un sistema all’avanguardia realizzato grazie all’utilizzo delle tecnologie più avanzate nel settore. CALABRIA San Valentino, musei aperti “per due” Anche quest’anno il Ministero per i Beni e le Attività Culturali ha dato

l’adesione alla Festa di San Valentino, oggi , con l’ingresso nei musei per le coppie al costo di un solo biglietto. I luoghi d’arte che si possono visitare in Calabria, presentandosi in due e spendendo la metà, sono: Parco Archeologico di Scolacium-Roccelletta di Borgia- Catanzaro; AntiquariumdiScalea-TorreCimalonga - Cosenza; Galleria Nazionale di Cosenza- Cosenza; Museo Archeologico Nazionale della Sibaritide- Cosenza; Museo Archeologico Statale di Amendolara- Cosenza; Parco Archeologico di Sibari- Cosenza; Museo Archeologico Nazionale di Crotone-Crotone; Torre Nao e Zona Archeologica- Località Capo Colonna - Crotone; Area Archeologica di Monasterace-ReggioCalabria;Area Archeologica "Centocamere" - Locri - Reggio Calabria; La Cattolica di Stilo-Reggio Calabria; Museo Archeologico Nazionale di Locri - Reggio Calabria; Museo Archeologico Nazionale "Vito Capialbi" - Vibo Valentia; Museo Statale di Mileto Vibo Valentia. Per l’occasione: l’Archivio di Stato di Cosenza ha organizzato, giorno 15 febbraio, una manifestazione dal titolo "Serata di poesia dialettale con…” Franchino ‘U Funtanaro”, che inizierà alle ore 17.30, presso la sala convegni Michelangelo Baldassarre, in collaborazione con l’associazione Culturale Xenia. La Biblioteca Nazionale Universitaria di Cosenza terrà il 14 febbraio una mostra dal titolo "Innamorarsi…. Mostra bibliografica-documentaria", a cura di Marialuisa Tavolaro, Mariantonietta Vetere e Anna Nucci.


Domenica 13 Febbraio 2011 il Domani 31

CARTELLONE Il Duo Disecheis al Teatro Umberto di Lamezia Arte • Cultura • Spettacoli • Convegni • Seminari CATANZARO Francesco Mistichelli per “Primi passi a teatro” In questo fine settimana sarà anche a Catanzaro e dintorni con il “Gabbiano Jonathan Livingston” diretto da Pino Cormani. E’ il giovanissimo Francesco Mistichelli. Mistichelli, come dicevamo, sarà a Catanzaro per lo spettacolo teatrale tratto dall’omonimo romanzo breve di Richard Bach che, per la Media Service di Maurizio Rafele, la Compagnia Il Cilindro porterà in scena oggi al Teatro Politeama, nell’ambito della programmazione di “Primi passi a teatro”, la rassegna di spettacoli dedicata ai ragazzi. Sit-in pacifico Oggi , dalle ore 17.00, in piazza Prefettura a Catanzaro, si terrà un sit-in pacifico, convocato da cittadini comuni, senza bandiere o simboli di partito, per manifestare il dissenso delle donne e di tutti i cittadini e in difesa dell’indipendenza della Magistratura, della libertà di espressione e dei valori fondamentali della Costituzione nata dalla Resistenza. ConferenzastampaArmonied’arte festival Armonie d’arte festival, Affetti ed Effetti 2011, invita alla conferenza stampa per la presentazione edizione 2011, cartellone, progetti speciali, programmi futuri, martedì 15 febbraio , alle ore 10.00, presso la biblioteca comunale, Villa Trieste. Tra gli altri saranno presenti: Mario Caligiuri; Francesco Prosperetti; Maria Grazia Aisa; dott. ssa Raschi; Paolo Abramo; Armando Vitale; Guido Rodio; Tullio Barni. Concerto “Insieme contro l’anoressia” Il Comune di Catanzaro assessorato alle pari opportunità, assessorato alle politiche sociali, in collaborazione con Aidap associazione italiana disturbi del comportament alimentare organizzano il concerto “Insieme control’anoressia”,conChiaraGiordano pianista; Francesco Giardino clarinettista; Barbara Luccini soprano; Mauro Bonfanti baritono, venerdì 18 febbraio , alle ore 21.00, presso il Teatro Politeama, ingresso libero. Conduce Francesco Brancatella inviato speciale Rai TgUno. Introduce il concerto Vittorio Pio giornalista e critico musicale. Prima del concerto sarà proiettato un video informativo sull’anoressia. Inaugurazione mostra collettiva di artisti italiani di fama internazionale Il 19 febbraio , presso il museo monumentale del San Giovanni di Catanzaro, si inaugurerà la prima mostra collettiva di artisti italiani di famainternazionale,curatadaGianluca Marziani e voluta dalla neonata Fondazione Rocco Guglielmo. La conferenza stampa è prevista per sabato 19 febbraio, alle ore 11.30; in anteprima, venerdì 18 febbraio alle ore 18,00, è previsto un incontro con

Lamezia Terme – Oggi , organizzato da A.M.A. Calabria avrà luogo alle ore 18,30 presso il teatro Umberto un concerto del Duo Disecheis che inaugura la stagione musicale 2011. Riprende così, dopo una pausa durata diversi mesi l’attività concertistica in città interrottasi a causa delle incertezze del momento dovute da un lato alle riduzioni di trasferimenti statali agli enti locali e dall’altro al cambio d’indirizzo della politica culturale del Comune di Lamezia Terme che, come più volte dichiarato, si pone in discontinuità con il passato. Questo nuovo indirizzo sta comportando, al momento, un impoverimento dell’offerta culturale in città ed A.M.A. Calabria, forte del consenso del pubblico e dei risultati conseguiti nel corso di una ininterrotta attività più che trentennale, intende fare la sua parte riprendendo, pur fra mille difficoltà, l’attività concertistica. Affida questa premieré 2011 al duo costituito dal sassofonista David Brutti e dal pianista Filippo Farinelli che, costituito il Duo Disecheis, hanno vinto numerosi concorsi nazionali di esecuzione musicale tra cui quello prestigiosissimo intitolato al compositore calabrese Francesco Cilea di Palmi. Una scelta dunque che guarda al futuro, che punta sul

talento dei giovani, che intende proporre un programma assolutamente innovativo e che presenta anche la composizione di un giovane ma già apprezzato autore calabrese il Maestro Domenico Giannetta. Un felice mix dunque di messaggi culturali che vogliono rappresentare la capacità d’innovazione e di prospettiva da sempre caratteristiche della programmazione A.M.A. Calabria. Dopo aver compiuto gli studi rispettivamente ai Conservatori di Pesaro e Bordeaux e al Conservatorio di Perugia, conseguendo entrambi il massimo dei voti e la lode Davidi Brutti e Filippo Farinelli si sono perfezionati con il Duo Pepicelli e con Pier Narciso Masi presso l’Accademia Pianistica Internazionale di Imola conseguendo il Diploma Triennale Master. Hanno seguito inoltre i corsi tenuti da Federico Mondelci presso “Internationalen Oleg Kagan Musikfestes” (Kreuth-Monaco) e presso l’Estate Musicale a Portogruaro (Venezia). Oltre al Cilea sono risultati vincitori assoluti del III Concorso Nazionale di Esecuzione Musicale F.Feroci – Città di San Giovanni Valdarno e del VII Concorso Nazionale di Esecuzione Musicale C.G.da Venosa – Città di Potenza (oltre a vari concorsi nazionali come MusicAtri - Atri,

ilcuratoreGianlucaMarziani,cheillustrerà le opere ai giornalisti che interverranno.

suo pubblico, in esclusiva per la regione, una data del Romantico Rock Show di Gianluca Grignani, il 5 marzo . I biglietti possono essere acquistati presso le consuete prevendite, oltre che attraverso la TicketService (0961.726313). Per le prenotazioni e per qualsiasi informazione è possibiletelefonareallaEsseEmmeMusica ai numeri 0961. 872883-761471 e 327.7705335; è possibile inoltre visitare il sito www.essemmemusica.it.

Casting "Il Coraggio d’amare" Mercoledì 23 febbraio 2011 , ore 15.30, presso il teatro Masciari di Catanzaro si apriranno le audizioni per l’allestimento del cast riguardo il film che verrà girato interamente in Calabria durante il periodo compreso tra giugno e settembre 2011 e nelle sale cinematografiche a Natale del corrente anno. Sonorichiesti:attori/rici,nonprofessionisti o anche con poca esperienza di un’ età compresa tra i 18 e i 55 anni; ballerini/e, con almeno il compimento del settimo anno di danza e di un’età compresa tra i 16 e i 30 anni. Per potersi iscrivere è necessario inviare una mail ad: armoniaecontrasto02@tiscali.it. Gianluca Grignani in concerto Il GranTeatro Le Fontane è pronto per confermarsi, ancora una volta, tra le mete più frequentate da chi vuole ascoltare buona musica, assistendo ai maggiori spettacoli in tour in Italia. il GranTeatro proporrà al

COSENZA Spettacolo Accadueò Oggi , alle ore 18.00, al Teatro Morelli per la rassegna “Famiglie a Teatro” Accadueò. Autore e regia: Vania Pucci. Immagini eseguite dal vivo: Licio Esposito. Uno spettacolo veramente da non perdere messo in scena da una delle compagnie più importanti del teatro ragazzi nazionale “Giallo mare minimal Teatro” di Empoli A San Valentino niente è più dolce dell’arte In occasione della Festa di San Valentinolasoprintendenzaperibe-

Nuovi Orizzonti – Arezzo, città di Magliano Sabina, Dino Caravita – Fusignano e Rospigliosi - Lamporecchio). Hanno inoltre ottenuto il II premio al XI Concorso Internazionale Riviera del Conero – Città di Ancona e al XVIII Concorso InternazionaleProvinciadiCaltanissetta e un prestigioso III premio al XXI Concorso Internazionale Città di Trapani. Per la musica contemporanea sono recentemente risultati vincitori del VIII Premio Città di Roma, organizzato dalla SIAE e dall’IMAIE, ed hanno ottenuto un importante II premio al Gaudeamus Interpreters Competition 2007 di Amsterdam, una delle maggiori competizioni per l’esecuzione di musica contemporanea. Il Duo Disecheis ha collaborato con diversi compositori tra cui Paolo Baioni, Stefano Bulfon, Fabio Cifariello-Ciardi, Marco Momi, Stefano Trevisi, Marco Marinoni, Dimitri Nicolau, Christina Athinodorou, Mauro Porro ed è stato invitato da Guido Barbieri a tenere un concerto in diretta nella trasmissione radiofonica “RadioTreSuite” dedicato alla letteratura contemporanea per sassofono basso. Il Duo ha inoltre effettuato la prima registrazione assoluta delle 9 histoirettes di Jean Françaix per voce di baritono, sax tenore e piano (CD Maxresearch DL018). Nell’arco della loro attività si sono esibiti in alcune fra le più prestigiose sale italiane ed europee ed hanno effettuato registrazioni per Materiali Sonori (Con-Di-Vergenze), RaiRadioTre e per Max Research (Cracks). Hanno inoltre inciso un Cd in trio con il clarinettista Guido Arbonelli di prossima pubblicazione per l’etichetta Domanimusica. Il programma che presentano a Lamezia Terme comprende opere per sassofono e pianofortein prima esecuzioneassoluta per Lamezia Terme di grandi compositori contemporanei come Charles Koechlin, Edison Denisov, John Williams, Domenico Giannetta e Graham Fitkin. Per info rivolgersi allo 0968 24580

ni storici, artistici ed etnoantropologici della Calabria, diretta da Fabio De Chirico, promuove due iniziative dedicate all’amore. Lunedì 14 febbraio , a palazzo Arnone, alle ore 11.00, si prosegue con "Dolci baci e languide carezze ... nell’arte dal Neoclassicismo al Post-Moderno". L’iniziativa è a cura di Rosanna Caputo con il coordinamento di Fabio De Chirico. Serata dedicata a Lorenzo Calogero Organizzata dal Centro per l’arte contemporaneaVertigo,nell’ambito della 4^ edizione della rassegna annuale itinerante Tornare@Itaca, martedì 15 febbraio , presso il Museo Civico dei Brettii e degli Enotri, alle ore 18.00, si terrà una serata dedicata a Lorenzo Calogero, del quale ricorrono i cinquant’anni dalla morte. Saranno lo scrittore Franco Dionesalvi, con una prolusione sugli ultimi anni del poeta, e l’attore Orazio Garofalo, con la lettura di alcune poesie dello stesso, a ricordarlo al pubblico cosentino. Con l’occasione si potrà ancora visi-

tare (fino al 28 febbraio) la mostra “un bisbiglio lungo il cammino”, omaggio a Lorenzo Calogero di 49 artisti e 9 poeti, curata da Franco Gordano, Mimma Pasqua e Angela Sanna. Stagione Concertistica 2011 Stagione Concertistica 2011, a Cosenza al Teatro "A. Rendano" presso la sala "Maurizio Quintieri", ore 20.00, giovedì 24 marzo , "la...... giovane Italia", Laura Bortolotto, violino, Orchestra "Piccola Philharmonia" Sandro Meo - direttore. Giovedì 21 aprile , "Voci del Risorgimento" coro dell’Unical, Pino Aprile, scrittore (autore di "Terroni"). Giovedì 19 maggio , "Lieder Parade & Cinevisioni" Trio Chitarristico di Roma. Giovedì 26 maggio , Mario Montore, pianoforte. POLISTENA "La Fiera della Candelora" L’amministrazione comunale di Polistena e l’associazione turistica Pro Loco, organizzano "La Fiera della Candelora" oggi , su Corso Mazzini, Piazza del Popolo, Via Vittorio Veneto, Largo San Francesco. Programma: oggi, ore 9.30, Corso Mazzini, Via Veneto, apertura fiera; ore 11.00, Largo San Francesco, presentazione dellibro"LaFieradella Candelora a Polistena" di Giovanni Russo; ore 17.00, Via Veneto, degustazione prodotti dolciari con pasticceri locali; ore 17.30, sfilata per le viedellafieraacuradelGruppoFolk istituto comprensivo San Giorgio M.to; ore 20.00, chiusura della fiera. REGGIO CALABRIA L’Isola Ecologica fa tappa a Tremulini Continual’“IsolaEcologicaItinerante”,l’attivitàdisensibilizzazionefinalizzata a far conoscere alla cittadinanza le modalità di raccolta dei rifiuti ingombranti. La prossima giornata, prevista per oggi , sarà in Località Tremulini - Piazza del Popolo (zona mercatale), dalle ore 8.00 alle ore 14.00. Si tratta della nona tappa per la Leonia. Teresa Mascianà presenta il disco d’esordio L’Ep Teresa Mascianà verrà presentato il 15 febbraio , dal vivo al H.o.m House Of Musica di Reggio Calabria. VIBO VALENTIA Escursione Brognaturo Il wwf calabria e il wwf Vibo Valentia organizza per oggi l’escursione al castello della Baronessa di Brognaturo. Ore 8.30, appuntamento piazza municipio di Vibo Valentia; ore 9.30, appuntamento sul posto (lago della Lacina, Comune di Brognaturo, Vv ); inizio escursione fino al castello della Baronessa; pranzo a sacco. Dopo l’escursione, alle ore 12.30, ci sarà la manifestazione dell’occupazione simbolica della piscina comunale di loc. Lacina di Brognaturo.


32

il Domani Domenica 13 Febbraio 2011

MAPPAMONDO

La Canalis: il conto? O pago io o si divide... Alessia Marcuzzi è ufficialmente in dolce attesa. Notizia confermata anche dalla frizzante e sempre allegra conduttrice del Grande Fratello. Un momento di gioia per la Marcuzzi e per il suo strafelice fidanzato Dopo la conferma in radio della gravidanza di Alessia Marcuzzi, incinta di tre mesi, ecco arrivare le parole, sempre via etere, del futuro papà, Francesco Facchinetti. Il conduttore di X-Factor in diretta su RTL 102,5 espresso la sua emozione: «Dirò poche parole, ma sincere: diventerò papà e sono la persona più felice del mondo. Non è semplice raccontare con le parole il sentimento». E alla collega Nicoletta che gli chiedeva se avrebbe cantato ninna-nanne al piccolo, ha chiarito ironico: «Basta che non sia un mio brano, perché il bambino crescerebbe veramente male...». Dj Francesco aveva pure ringraziato i fan per i tanti messaggi di auguri ricevuti sulla sua pagina di Facebook: «Grazie di cuore a tutti. Ne ho provate di emozioni, di sconvolgimenti interiori, di brividi, di sensazioni forti ed incredibili... ma niente al mondo è paragonabile a questo».

Altro che first lady, la povera Eli al ristorante è costretta a pagare il conto. Perché pare che il suo principe azzurro George Clooney sia tanto aperto sentimentalmente, quanto restio a mettere mano al portafogli. A pochi giorni da Sanremo la Canalis dice la sua a proposito di maschi a "Cosmopolitan" e ammette: «L’uomo americano è più dolce, ma a cena ti fa pagare o si divide». A buon intenditor... Elisabetta Canalis, George Clooney, paga, conto La showgirl ormai si divide tra la California e l’Italia e in quanto alle differenze tra uomini italiani e americani si dice molto ferrata: «Il maschio italiano non sa dirti ti amo. Ha sempre paura. Stai con uno da dieci anni ma siamo solo amici!». Però è galante.


&

Abbinata obbligatoria Numero 13 TelespazioSport più il Domani del 13 Febbraio 2011 euro 1,00

Scommesse

La 25ª giornata di serie A si chiude con il big match Juventus-Inter Posticipo fondamentale per la classifica I bianconeri hanno bisogno di punti per tornare in zona Europa, i nerazzurri devono vincere per tentare di riprendere il Milan

3.5 Sfida tutta bianconera tra Cesena e Udinese. Friulani favoriti ma i romagnoli possono sovvertire il pronostico. E la quota è alta

11 Tra Juve e Inter può accadere di tutto e, spesso in questi casi, è il pari che si fa vedere. Quota a due cifre pre il “2” al 45’ e l’X al 90’

Derby d’Italia 3.2 aria di pareggio

Girone B di Lega Pro, il Cosenza gioca contro il Pisa, squadra regina dei pareggi. L’X in questo match vale oltre 3 volte la posta

Serie A

Lega Pro

Basket

Altri giochi

Udinese, trasferta insidiosa a Cesena

Pisa-Cosenza Pareggio nell’aria

Final Eight Siena favorita

Lotto, dopo 104 estrazioni è uscito il 64 sulla Nazionale

Di Natale e compagni giocano al Manuzzi contro una formazione che ha bisogno di punti per risalire in classifica. I mezzi alla squadra allenata da Ficcadenti non mancano e per i friulani fare bottino pieno non sarà impresa facile. Brescia-Lazio da X?

Lʼundici calabrese scende in campo allʼArena Garibaldi contro un Pisa che, finora, ha collezionato la bellezza di dieci pareggi in ventidue giornate. Cinque sono arrivati in casa, il sesto potrebbe arrivare oggi... da pagina 2

a pagina 12

Si chiude la Coppa Italia di basket e, nella finale di stasera, la Montepaschi non semra avere rivali. Per la squadra allenata da Pianigiani dovrebbe arrivare lʼennesimo successo. a pagina 14

Un “centenario” è uscito, lʼaltro no. Lʼultima estrazione della settimana regala infatti, dopo 104 turni, il 64 in corrispondenza della ruota Nazionale. Niente da fare invece per il 32 su Roma che raggiunge quota 144 estrazioni di ritardo. Superenalotto, niente “6” e niente “5+1” con il jackpot che adesso vale 18.000.000 a pagina 14


2 Domenica 13 Febbraio 2011 25ª giornata

UNDER 2,5 SQUADRA CESENA GENOA PARMA CATANIA LAZIO FIORENTINA SAMPDORIA BRESCIA MILAN NAPOLI CHIEVO BOLOGNA BARI CAGLIARI LECCE ROMA UDINESE INTER JUVENTUS PALERMO

TOT C F 18 10 17 8 17 11 17 9 16 8 16 7 15 7 15 7 15 6 14 6 14 8 14 7 14 9 13 6 13 7 12 6 11 6 9 4 9 2 7 4

8 9 6 8 8 9 8 8 9 8 6 7 5 7 6 6 5 5 7 3

Serie A Milan Parma

4 0

Roma Napoli

D

opo il derby del Sud, ecco in arrivo quello dʼItalia. Juventus-Inter chiude la domenica di Serie A con una promessa di gol ed emozioni. Quello che è lecito attendersi anche nel match dellʼora di pranzo tra Palermo e Fiorentina. I viola si affidano al reintegrato Mutu per provare a eliminare lo zero in corrispondenza della voce “vittorie fuori casa”. Ma non è detto che ci riescano. Seguendo lʼordine del palinsesto scommesse, troviamo un trittico di sfide che propone quote mai al di sotto della doppia cifra. Segno di un complessivo equilibrio che caratterizza questi incontri, a partire da Brescia-Lazio. I biancocelesti non vincono da 6 gare lontano dallʼOlimpico, il Brescia (nonostante il successo sul Bari) non può certo ritenersi fuori pericolo. A proposito di zona calda: il Bari rischia grosso anche contro il Genoa che, nellʼarco di una settimana, saggia le condizioni di chi è in testa (il Milan) e in coda alla classifica (i pugliesi, appunto). Il primo esame è stato superato, ora arriva il secondo: fiducia al Grifone (il “2” è davvero ben pagato). Il Goal sembra nellʼaria in Cagliari-Chievo, incontro tra 2 squadre che occupano una tranquilla posizione di classifica. Di tranquillità, invece, non si può parlare nè per la Sampdoria tanto meno per il Cesena. A Marassi arriva un Bologna in salute ma la fame di punti dei blucerchiati potrebbe forse fare la differenza. Una chiave di lettura che adottiamo anche per Cesena-Udinese. I friulani potrebbero presentarsi al Manuzzi un pò sazi dopo tanti punti macinati. “1” a sorpresa?

0 2

OVER 2,5 SQUADRA PALERMO JUVENTUS INTER UDINESE ROMA CAGLIARI LECCE NAPOLI CHIEVO BARI BRESCIA MILAN BOLOGNA LAZIO SAMPDORIA PARMA FIORENTINA CATANIA GENOA CESENA

TOT C F 17 15 14 13 11 11 11 10 10 10 9 9 9 8 8 7 7 7 6 6

8 9 8 6 5 6 5 6 4 3 5 6 4 5 4 2 4 3 4 2

9 6 6 7 6 5 6 4 6 7 4 3 5 3 4 5 3 4 2 4

1X2 UNDER/OVER GOAL/NO GOAL PARI/DISP. 1X2 AL 45° SOMMA GOL RIS. ESATTO 45°/90°

1 OVER NOGOAL PARI 1 4 4-0 1/1

SQUADRA

TOT C F

PALERMO JUVENTUS INTER UDINESE LECCE FIORENTINA LAZIO ROMA PARMA CATANIA CHIEVO BOLOGNA MILAN CESENA BRESCIA CAGLIARI NAPOLI GENOA BARI SAMPDORIA

17 7 10 16 10 6 15 9 6 13 6 7 13 9 4 13 6 7 12 8 4 12 5 7 12 5 7 12 6 6 12 5 7 12 5 7 11 5 6 10 4 6 10 5 5 10 5 5 10 4 6 9 6 3 9 4 5 8 4 4

NOGOAL 2,5 SQUADRA

TOT C F

SAMPDORIA BARI GENOA CESENA BRESCIA CAGLIARI NAPOLI MILAN LAZIO PARMA CATANIA CHIEVO UDINESE ROMA LECCE BOLOGNA FIORENTINA INTER JUVENTUS PALERMO

15 15 14 14 14 14 14 13 12 12 12 12 11 11 11 11 10 8 8 7

7 8 6 8 7 7 8 7 5 8 6 7 6 6 3 6 5 3 1 5

8 7 8 6 7 7 6 6 7 4 6 5 5 5 8 5 5 5 7 2

2 UNDER NOGOAL PARI X 2 0-2 X/2

Quote Better - Pal. 7495 Data Ora N.

GOAL 2,5

1X2 UNDER/OVER GOAL/NO GOAL PARI/DISP. 1X2 AL 45° SOMMA GOL RIS. ESATTO 45°/90°

13/02 13/02 13/02 13/02 13/02 13/02 13/02 13/02

12:30 15:00 15:00 15:00 15:00 15:00 15:00 20:45

3 4 5 6 7 8 9 10

Partita Palermo Bari Brescia Cagliari Catania Cesena Sampdoria Juventus

X

1.75 3.00 2.85 2.15 1.80 3.50 2.00 2.75

3.45 3.20 3.10 2.90 3.25 3.20 3.20 3.25

Totale

Classifica Squadre Punti G Milan 52 25 Napoli 49 25 Inter 44 23 Lazio 42 24 Udinese 40 24 Palermo 40 24 Roma 39 24 Juventus 38 24 Cagliari 32 24 Chievo 31 24 Fiorentina 29 23 Bologna 29 23 Genoa 28 23 Sampdoria 27 23 Parma 26 25 Lecce 24 24 Catania 23 24 Brescia 22 24 Cesena 21 24 Bari 14 24

Fiorentina Genoa Lazio Chievo Lecce Udinese Bologna Inter

1

V 15 15 13 12 12 12 11 10 9 7 7 8 7 6 6 6 5 6 5 3

N 7 4 5 6 4 4 6 8 5 10 8 8 7 9 8 6 8 4 6 5

P 3 6 5 6 8 8 7 6 10 7 8 7 9 8 11 12 11 14 13 16

2 Under Over 1.80 1.60 1.63 1.63 1.63 1.70 1.60 2.00

4.75 2.35 2.50 3.80 4.75 2.10 3.85 2.50

1.87 2.15 2.10 2.10 2.10 2.00 2.15 1.70

in casa F 44 40 44 30 39 42 35 40 28 26 23 25 19 20 23 24 19 20 17 14

S 19 22 27 22 30 31 32 30 26 23 24 30 22 25 34 43 31 31 31 39

G 12 12 12 13 12 12 12 11 12 12 11 11 12 11 13 12 12 12 12 12

V 8 8 8 8 8 8 8 5 6 4 7 6 4 4 4 4 5 5 4 2

N 3 2 3 3 2 2 3 3 1 6 2 4 3 5 6 4 4 2 3 3

P 2 2 1 2 2 2 1 3 5 2 2 1 5 2 3 4 3 5 5 7

fuori F 27 23 31 21 21 23 21 23 19 11 15 13 12 11 11 16 12 13 9 7

S 10 8 15 12 11 10 10 19 12 8 9 8 15 6 8 18 11 13 12 18

G 12 13 11 11 12 12 12 13 12 12 12 12 11 12 11 12 12 12 12 12

V 7 7 5 4 4 4 3 5 3 3 0 2 3 2 2 2 0 1 1 1

N 4 2 2 3 2 2 3 5 4 4 6 4 4 4 2 2 4 2 3 2

P 1 4 4 4 6 6 6 3 5 5 6 6 4 6 8 8 8 9 8 9

F 17 17 13 9 18 19 14 17 9 15 8 12 7 9 12 8 7 7 8 7

S 9 14 12 10 19 21 22 11 14 15 15 22 7 19 26 25 20 18 19 21


Domenica 13 Febbraio 2011 3

PALERMO - FIORENTINA

Goal a pranzo Under/Over in casa Under

Over

4

8

Under/Over fuori casa

I rosanero in casa raramente deludono, la corsa alla Champions League è quanto mai incerta. Le quote dicono Palermo e Goal

Under/Over 1.5 in casa Under

Over

4

8

R

educe dalla vittoria di Lecce che ha esaltato il reparto offensivo, il Palermo torna al “Barbera”, dove raramente Pastore e compagni hanno deluso. Nonostante i tre punti messi in cascina nel turno scorso, voci che si rincorrono su un possibile esonero di Delio Rossi, smentite dal presidente Zamparini. Per quanto riguarda il capitolo formazione dovrebbe cambiare poco rispetto alla vittoriosa trasferta del “Via del Mare”; da valutare le condizioni di Cassani, tornato malconcio dallʼamichevole in Nazionale, pronto lo sloveno Andelkovic, con Munoz che si sposta a destra. A centrocampo squalificato Bacinovic, spazio al neo acquisto Kurtic. In avanti Miccoli dal primo minuto, con Hernandez pronto a subentrare. I Viola vengono dal pareggio prezioso di Parma, scelte praticamente obbligate per Mihajlovic che in difesa conferma la fiducia al giovane Camporese. Una maglia da titolare anche per Behrami, in avanti ci sarà il reintegrato Mutu a fare da spalla a Gilardino. Pronostico per i rosanero, può starci la giocata sul Goal, la quota è 1,73.

Under/Over 3.5 in casa Under

Over

7

5

Goal/No Goal in casa Goal

No Goal

7 0

1

5

Somma Gol in casa 1 2 3 4 4+

3

0

3

4

1

4-3-2-1 Sirigu Muñoz Andelkovic Bovo Balzaretti Migliaccio Kurtic Nocerino Ilicic Pastore Miccoli A disposizione: Benussi; Garcia; Prestia; Kasami; Acquah; Hernandez; Paolucci

Under

Over

9

3

Under/Over 1.5 fuori casa Under

Over

4

8

Under/Over 3.5 fuori casa Under

Over

11

1

Goal/No Goal fuori casa Goal

No Goal

7 0

2

5

Somma Gol fuori casa 1 2 3 4 4+

2

5

2

0

1

4-3-3 Boruc De Silvestri Gamberini Natali Pasqual Montolivo Donadel Behrami Santana Gilardino Mutu A disposizione: Neto; Camporese; Comotto; D'Agostino; Marchionni; Cerci; Babacar

La quota da provare

Attacchi di qualità Occhio al 2/1 Non dovrebbe essere una sfida caratterizzata dal tatticismo quella delle 12.30; Palermo spregiudicato, Fiorentina che, viste le caratteristiche dei suoi centrocampisti, vedi Santana e Behrami, è in grado di ribaltare lʼazione con velocità. Gara dunque aperta, il pronostico è per i rosanero ed una quota molto interessante, 7,50 ci invita a puntare il 2 a 1 come risultato finale.

1 X 2 1 X 2 1 X 2 1 X 2 1 X 2 1,75 3,40 4,75 1,75 3,45 4,75 1,80 3,40 4,50 1,80 3,35 4,50 1,83 3,30 4,30

Focus

Quote extra Risultato Esatto 1-0

2-0

2-1

Under/Over 3-0

3-1

3-2

4-0

4-1

4-2

4-3

0-1

0-2

1-2

1,5 UNDER OVER

6,50 7,00 7,50 12,0 12,0 25,0 30,0 35,0 45,0 100 12,0 18,0 15,0 0-3

1-3

2-3

0-4

1-4

2-4

3-4

0-0

1-1

2-2

3-3

3,30 1,27

4-4 ALTRO

60,0 45,0 45,0 150 100 100 200 10,0 7,50 15,0 65,0 250 18,0

2,5 UNDER OVER

1,80 1,87 Somma Gol 1/1 1/X 1/2 X/1 X/X X/2 2/1 2/X 2/2 0 1 2 3 4 4+ 3,5 UNDER OVER 2,75 12,0 28,0 3,50 5,50 9,00 22,0 12,0 9,00 10,0 4,25 3,00 3,25 4,75 4,50 1,30 3,10

Parziale finale

i nostri consigli

1

Goal

1X2 45’ 1

X

Doppia chance 2

2,30 2,15 5,00

I precedenti Tra le Squadre Palermo 10 Pareggi 7 Fiorentina 10 Totale incontri 27

Tra gli Allenatori Rossi 2 Pareggi 0 Mihajlovic 1 Totale 3

1X

X2

12

1,16 2,00 1,28

Goal/No Goal

Segna sq. casa

Segna sq. ospite

GOAL

NO GOAL

SI

NO

SI

NO

1,73

1,95

1,13

4,65

1,50

2,30

Il Meteo previsto Sereno Temperatura prevista 7° - 12°

Info Match Stadio Renzo Barbera Inizio 12:30 TV Sky Sport Mediaset Pr.

Pelermo casalingo Viola senza “2” Ventisei dei quaranta punti totali ottenuti tra le mura amiche, dopo la sconfitta con la Lazio di fine Ottobre solo risultati positivi per il Palermo nelle sfide del “Barbera”. Di contro la Fiorentina, in dodici trasferte, ha messo insieme soltanto sei punti e il segno “2” manca all’appello. Quota interessante quella per chi ama i numeri, segno “1” a 1,75.

All’andata Nella sfida al “Franchi” del 3 Ottobre il Palermo ipoteca la vittoria nel primo tempo; a segno prima Pastore, poi Ilicic. Inutile nella ripresa l’arrembaggio viola, la rete di Gilardino accorcia soltanto le distanze, finisce 1-2.


4 Domenica 13 Febbraio 2011

BARI - GENOA

Grifone d’assalto Under/Over in casa Under

Over

9

3

Under/Over fuori casa

Dopo aver domato il Diavolo, il Genoa fa visita al Bari. Occasione propizia per tornare al successo lontano dal Ferraris

Under/Over 1.5 in casa Under

Over

3

9

D

alla capolista allʼultima della classe. Nel giro di una settimana il Genoa di Delio Rossi si misura con il “meglio” e il “peggio” del calcio italiano. Il primo esame, sulla carta più impegnativo, è stato superato positivamente. Non era facile bloccare il Milan dei fenomeni, passato oltretutto in vantaggio grazie alla rete di Pato nel primo tempo. Il neo acquisto Floro Flores ha lasciato la sua impronta sul match, firmando (proprio allo scadere della prima frazione) il gol dellʼ1-1. Sulla scorta di questa prestazione, il Grifone può guardare con ottimismo alla trasferta di Bari. Anche e soprattutto per la disperata situazione dei pugliesi. Da più parti si dice che i Galletti non meritano lʼattuale posizione in classifica. Vuoi per il cuore messo in ogni partita, vuoi per la cronica situazione infortuni. Ma è altrettanto vero che sotto porta gli attaccanti (e non solo) falliscono gol già fatti. E di questo passo, non si va avanti. Un Genoa sufficientemente accorto può davvero fare il colpo. E il 2, anche per la quota, è assolutamente da prendere.

Under/Over 3.5 in casa Under

Over

11

1

Goal/No Goal in casa Goal

No Goal

4 0

1

8

Somma Gol in casa 1 2 3 4 4+

2

6

2

0

1

4-3-1-2 Gilet A. Masiello Glik Belmonte Parisi Donati Almiron Gazzi Bentivoglio Rudolf Okaka A disposizione: Padella; Raggi; Rossi; Codrea; Alvarez; Kopunek; Huseklepp

Dida

Under

Over

9

2

Under/Over 1.5 fuori casa Under

Over

8

3

Under/Over 3.5 fuori casa Under

Over

10

1

Goal/No Goal fuori casa Goal

No Goal

3 0

3

8

Somma Gol fuori casa 1 2 3 4 4+

5

1

1

1

0

4-4-2 Eduardo Mesto Kaladze Dainelli Criscito Konko Milanetto Kucka Rossi Floro Flores Palacio A disposizione: Scarpi; Chico; Moretti; Rafinha; Veloso; Jankovic; Paloschi

La quota da provare

Bari-Genoa 0-2 Il premio è adeguato Nei tabellini del Genoa manca il 2-0. Un risultato che si è fatto vedere solo una volta nel corso del suo campionato, ma al passivo: contro la Juventus. Chissà che non sia arrivato il momento di annotarlo in favore dei rossoblu. Delle difficoltà del Bari in zona gol già si è parlato. In contropiede, il Genoa (con Palacio e Floro Flores) può far male. Uno-due: e la quota è interessante.

1 X 2 1 X 2 1 X 2 1 X 2 1 X 2 3,00 3,35 2,25 2,20 3,25 3,25 2,90 3,20 2,40 2,95 3,05 2,45 3,00 3,15 2,32

Focus

Quote extra Risultato Esatto 1-0

2-0

2-1

Under/Over 3-0

3-1

3-2

4-0

4-1

4-2

4-3

0-1

0-2

1-2

1,5 UNDER OVER

8,00 10,0 9,50 40,0 35,0 35,0 100 75,0 75,0 150 7,00 9,00 8,50 0-3

1-3

2-3

0-4

1-4

2-4

3-4

0-0

1-1

2-2

3-3

2,75 1,38

4-4 ALTRO

30,0 25,0 30,0 65,0 55,0 55,0 100 8,00 6,00 14,0 65,0 300 35,0

2,5 UNDER OVER

1,60 2,15 Somma Gol 1/1 1/X 1/2 X/1 X/X X/2 2/1 2/X 2/2 0 1 2 3 4 4+ 3,5 UNDER OVER 5,25 11,0 25,0 5,75 5,00 4,75 25,0 11,0 3,75 8,00 3,75 2,75 3,35 6,00 5,50 1,20 3,90

Parziale finale

i nostri consigli

2

No Goal

1X2 45’ 1

X

Doppia chance 2

3,75 2,00 3,00

I precedenti Tra le Squadre Bari 20 Pareggi 12 Genoa 7 Totale incontri 39

Tra gli Allenatori Mutti 0 Pareggi 0 Ballardini 0 Totale 0

1X

X2

12

1,55 1,35 1,32

Goal/No Goal

Segna sq. casa

Segna sq. ospite

GOAL

NO GOAL

SI

NO

SI

NO

1,80

1,87

1,40

2,60

1,27

3,20

Il Meteo previsto nubi sparse Temperatura prevista 4° - 14°

Info Match Stadio San Nicola Inizio 15:00 TV Sky Sport Mediaset Pr.

Segna Goal? Il Bari dice “No” Otto delle 12 sfide disputate dal Bari al San Nicola sono caratterizzate dall’esito No Goal: in 7 di queste, sono stati i pugliesi a rimanere a secco. Contro Bologna, Napoli e Inter i pugliesi, pur lottando, hanno confermato tutti i loro limiti in fase offensiva. Barreto manca, eccome. Senza di lui non si segna. Probabilmente, niente gol neanche contro il Genoa.

All’andata All’ultimo respiro. Il match giocato al Luigi Ferraris il 13 ottobre scorso fu deciso al 50esimo di una partita emozionante. Fu Luca Toni (oggi alla Juventus), con un colpo di testa di precisione inesorabile, a regalare i 3 punti al Genoa.


Domenica 13 Febbraio 2011 5

BRESCIA - LAZIO

Aria di pareggio Under/Over in casa Under

Over

7

5

Under/Over fuori casa

Padroni di casa costretti a fare punti di contro una Lazio che viene da due pareggi consecutivi. Il segno “X” paga bene, 3,10.

Under/Over 1.5 in casa Under

Over

4

8

Q

uattro punti in due giornate, il pareggio in casa della Roma e, soprattutto la vittoria nello scorso fine settimana contro una diretta rivale per la salvezza come il Bari. Sembra aver fatto bene al Brescia il ritorno in panchina di Iachini. La strada verso la salvezza passa inevitabilmente dal “Rigamonti”, dove Diamanti e compagni però, già in cinque occasioni, hanno provato il sapore amaro della sconfitta. Indisponibile Zambelli, spazio al neo acquisto Accardi in difesa; confermato Cristiano Zanetti in mezzo al campo, in avanti cʼè la tentazione di mandare in campo la coppia Caracciolo-Eder ma il brasiliano dovrebbe partire dalla panchina. Lazio che viene da due pareggi consecutivi, lʼultimo, deludente, in casa col Chievo. Reja prova ad invertire la tendenza e si affida a Zarate come punta centrale. Rientra Mauri, che comporrà con Sculli e Hernanes il terzetto alle spalle dellʼargentino. Floccari, al rientro, parte dalla panchina, insieme a Kozak. Visti gli obiettivi stagionali un pareggio serve poco ad entrambe, ma a 3,10 la “X” vale un tentativo.

Under/Over 3.5 in casa Under

Over

11

1

Goal/No Goal in casa Goal

No Goal

5 0

1

7

Somma Gol in casa 1 2 3 4 4+

3

3

4

0

1

3-5-1-1 Arcari Zebina Bega Zoboli Zambelli Kone Cordova Filippini Accardi Diamanti Caracciolo A disposizione: Leali; Berardi; Marco; Vass; Hetemaj; Lanzafame; Eder

Under

Over

8

3

Under/Over 1.5 fuori casa Under

Over

5

6

Under/Over 3.5 fuori casa Under

Over

10

1

Goal/No Goal fuori casa Goal

No Goal

4 0

2

7

Somma Gol fuori casa 1 2 3 4 4+

3

3

2

1

0

4-2-3-1 Muslera Lichtsteiner Biava Dias Scaloni Ledesma Matuzalem Sculli Hernanes Zarate Kozak A disposizione: Berni; Stendardo; Brocchi; Gonzalez; Bresciano; Mauri; Floccari

La quota da provare

Brescia aggressivo Lazio di rimonta Due formazioni non abituate per natura a condurre il gioco, anche se, cercando di sfruttare il fattore campo, dovrebbe essere il Brescia a partire con più decisione con la Lazio che potrebbe venire fuori alla distanza sfruttando il maggiore tasso tecnico dei suoi. Allora occhio al 3,50 proposto per il segno “1” al termine dei primi quarantacinque minuti di gioco.

1 X 2 1 X 2 1 X 2 1 X 2 1 X 2 2,90 3,10 2,45 2,85 3,10 2,50 2,95 3,00 2,50 2,85 3,05 2,50 2,95 2,95 2,48

Focus

Quote extra Risultato Esatto 1-0

2-0

2-1

Under/Over 3-0

3-1

3-2

4-0

4-1

4-2

4-3

0-1

0-2

1-2

1,5 UNDER OVER

8,00 10,0 9,00 35,0 30,0 30,0 75,0 65,0 65,0 150 7,50 9,50 8,50 0-3

1-3

2-3

0-4

1-4

2-4

3-4

0-0

1-1

2-2

3-3

2,75 1,38

4-4 ALTRO

30,0 25,0 30,0 65,0 55,0 55,0 150 8,50 6,50 13,0 55,0 300 35,0

2,5 UNDER OVER

1,63 2,10 Somma Gol 1/1 1/X 1/2 X/1 X/X X/2 2/1 2/X 2/2 0 1 2 3 4 4+ 3,5 UNDER OVER 5,00 11,0 25,0 5,50 4,75 5,00 25,0 11,0 4,00 8,50 3,85 2,85 3,35 5,50 5,00 1,20 3,90

Parziale finale

i nostri consigli

X

Goal

1X2 45’ 1

X

Doppia chance 2

3,50 2,00 3,15

I precedenti Tra le Squadre Brescia 13 Pareggi 7 Lazio 5 Totale incontri 25

Tra gli Allenatori Iachini 1 Pareggi 1 Reja 2 Totale 4

1X

X2

12

1,48 1,38 1,33

Goal/No Goal

Segna sq. casa

Segna sq. ospite

GOAL

NO GOAL

SI

NO

SI

NO

1,75

1,93

1,35

2,80

1,28

3,15

Il Meteo previsto pioggia Temperatura prevista 7° - 9°

Info Match Stadio Rigamonti Inizio 15:00 TV Sky Sport Mediaset Pr.

Lazio in trasferta Ci sta la quarta “X” Il rendimento esterno della Lazio fino a questo punto della stagione viaggia con una certa regolarità, quattro vittorie, altrettante sconfitte e tre pareggi. Simile il ruollino interno del Brescia, cinque vittorie, altrettante sconfitte, due pareggi. Un pareggio offerto a 3,10 è da tentare, visto che i dati ci parlano di una gara all’insegna dell’equilibrio.

All’andata Vittoria e primato. Nella sfida dell’”Olimpico” è un rete di Stafano Mauri, nel finale di primo tempo, a decidere il risultato a favore dei biancocelesti che restano solitari al comando della classifica con due punti di margine su Milan, Napoli e Inter.


6 Domenica 13 Febbraio 2011

CAGLIARI - CHIEVO

Sant’Elia in festa Under/Over in casa Under

Over

6

6

Under/Over fuori casa

Padroni di casa favoriti per la vittoria contro un Chievo in salute e in serie positiva da sei giornate. Buona anche la giocata sul Goal.

Under/Over 1.5 in casa Under

Over

5

7

U

na sconfitta, quella del turno scorso subita per mano della Juventus, che ha interrotto una striscia di due vittorie; è un Cagliari in altalena quello delle ultime giornate ma il margine sulle zone pericolose della classifica per la formazione di Donadoni al momento mantiene sereno lʼambiente. Padroni di casa che però dovranno fare a meno di una pedina importante come Nainggolan, ai box per un infortunio; Lazzari scala a centrocampo, in avanti con Acquafresca spazio a Nenè. Un solo gradino più in basso in classifica per il Chievo di Pioli, in serie positiva da sei giornate anche se affetta da pereggite, ben quattro le “X” allʼinterno di questa striscia positiva di risultati. Con la squalifica di Fernandes pronta una maglia da titolare a centrocampo per Pulzetti, in avanti ballottaggio Moscardelli-Thereau per il ruolo di spalla di bomber Sergio Pellissier. Nonostante le due squadra siano separate da un solo punto in classifica le quote sono favorevoli ai sardi, e un 2,15 per

Under/Over 3.5 in casa Under

Over

8

4

Goal/No Goal in casa Goal

No Goal

5 0

1

7

Somma Gol in casa 1 2 3 4 4+

4

1

2

2

2

4-3-2-1 Agazzi Pisano Canini Astori Ariaudo Biondini Conti Missiroli Cossu Lazzari Acquafresca A disposizione: Pelizzoli; Magliocchetti; Perico; Giorico; Martignoni; Nenè; Ragatzu

Under

Over

6

6

Under/Over 1.5 fuori casa Under

Over

3

9

Under/Over 3.5 fuori casa Under

Over

8

4

Goal/No Goal fuori casa Goal

No Goal

7 0

2

5

Somma Gol fuori casa 1 2 3 4 4+

1

3

2

3

1

4-3-1-2 Sorrentino Sardo Mandelli Cesar Mantovani Pulzetti Rigoni Constant Bogliacino Pellissier Moscardelli A disposizione: Squizzi; Andreolli; Jokic; Guana; N.Frey; Thereau

La quota da provare

Attacchi ok 2 a 1 si gioca a 8.00 Giocare senza lʼassillo delle classifica è un vantaggio per due formazioni che hanno nel reparto offensivo, vista la qualità di giocatori come Pellissier e Acquafresca, la loro arma migliore. Si può assistere ad una gara bella e combattuta. Dovendo consigliare un possibile risultato finale una quota come quella per il 2 a 1, (8,00) è da prendere in considerazione.

1 X 2 1 X 2 1 X 2 1 X 2 1 X 2 2,20 2,80 3,80 2,15 2,90 3,80 2,15 2,95 3,70 2,10 3,00 3,75 2,20 2,90 3,55

Focus

Quote extra Risultato Esatto 1-0

2-0

2-1

Under/Over 3-0

3-1

3-2

4-0

4-1

4-2

4-3

0-1

0-2

1-2

1,5 UNDER OVER

7,00 8,50 8,00 25,0 20,0 25,0 45,0 40,0 40,0 100 10,0 14,0 12,0 0-3

1-3

2-3

0-4

1-4

2-4

3-4

0-0

1-1

2-2

3-3

2,75 1,38

4-4 ALTRO

45,0 40,0 40,0 100 85,0 85,0 150 8,50 5,50 12,0 50,0 250 30,0

2,5 UNDER OVER

1,63 2,10 Somma Gol 1/1 1/X 1/2 X/1 X/X X/2 2/1 2/X 2/2 0 1 2 3 4 4+ 3,5 UNDER OVER 3,35 10,0 25,0 4,50 4,50 7,25 25,0 10,0 7,00 8,50 4,00 2,85 3,50 5,25 4,75 1,20 3,90

Parziale finale

i nostri consigli

1

Goal

1X2 45’ 1

X

Doppia chance 2

2,80 1,90 4,50

I precedenti Tra le Squadre Cagliari Pareggi Chievo Totale incontri

2 3 2 7

Tra gli Allenatori Donadoni 0 Pareggi 0 Pioli 0 Totale 0

1X

X2

12

1,23 1,64 1,37

Goal/No Goal

Segna sq. casa

Segna sq. ospite

GOAL

NO GOAL

SI

NO

SI

NO

1,78

1,90

1,22

3,60

1,45

2,45

Il Meteo previsto Sereno Temperatura prevista 5° - 12°

Info Match Stadio Sant’Elia Inizio 15:00 TV Sky Sport Mediaset Pr.

I numeri ci sono Buono il Goal Cinque sconfitte, tre delle quali arrivate con avversarie del calibro di Inter, Milan e Juventus. Comunque buono il rendimento interno dei sardi, vincenti sei volte in dodici gare. Tre i successi del Chievo nelle dodici trasferte. Buoni i numeri per entrambe in zona gol, può venirne fuori una sfida gradevole, con una giocata sul Goal, quota 1.78, interessante.

All’andata Equilibrio nella sfida del “Bentegodi”. Manca il gol ma non le emozioni. Prima fase della gara favorevole al Chievo che sfiora il vantaggio in un paio di occasioni. Nella ripresa Sorrentino nega ad Acquafresca la gioia del gol. Finisce 0 a 0.


Domenica 13 Febbraio 2011 7

CATANIA - LECCE

Su la testa Under/Over in casa Under

Over

9

3

Under/Over fuori casa

La truppa di Simeone cerca il successo al Massimino per risollevarsi In caso di 3 punti i siciliani opererebbero il sorpasso sui pugliesi

Under/Over 1.5 in casa Under

Over

4

8

L

ecce 24 punti, Catania 23. Uno scontro salvezza a tutti gli effetti e, a questo punto della stagione, la posta in palio comincia a essere davvero alta. Finora la “cura” Simeone non ha sortito gli effetti sperati. Dallʼarrivo del “Ciolo” in poi, gli etnei hanno conquistato un solo punto in 4 giornate. E se non segna Maxi Lopez, sono guai. Bisognerà attendere ancora per vedere allʼopera il tandem tutto sudamericano con Bergessio. Il biondo attaccante argentino giostrerà quindi, ancora una volta, come unico terminale offensivo, supportato dal trio Gomez-Ricchiuti-Schelotto (con Lodi in aggiunta). Il Lecce si presenta al Massimino reduce dal pesante 2-4 rimediato dal Palermo delle meraviglie. Fuori casa, nel periodo, i pugliesi si sono comunque ben comportati. Resta da verificare la tenuta difensiva: quella dei giallorossi resta infatti la retroguardia più battuta del torneo (43 reti al passivo) e fuori casa ha sempre incassato almeno una rete. Le premesse per una “fiesta” siciliana, quindi, sembrano esserci.

Under/Over 3.5 in casa Under

Over

11

1

Goal/No Goal in casa Goal

No Goal

6 0

1

6

Somma Gol in casa 1 2 3 4 4+

3

5

2

1

0

4-3-2-1 Andujar Potenza Silvestre Spolli Marchese Schelotto Ledesma Lodi Gomez Ricchiuti Maxi Lopez A disposizione: Kosicky; Augustyn; Sciocca; Llama; Martino; Pesce; Morimoto

Under

Over

6

6

Under/Over 1.5 fuori casa Under

Over

3

9

Under/Over 3.5 fuori casa Under

Over

7

5

Goal/No Goal fuori casa Goal

No Goal

4 0

0

8

Somma Gol fuori casa 1 2 3 4 4+

3

3

1

4

1

4-3-2-1 Rosati Donati Gustavo Ferrario Brivio Munari Vives Giacomazzi Olivera Mesbah Corvia A disposizione: Benassi; Rispoli; Bertolacci; Piatti; Grossmuller; Jeda; Chevanton

La quota da provare

Catania avanti al 45’ Vale 2.40 volte la posta Stavolta il Catania non può fare calcoli. Fin da subito, Maxi Lopez e soci dovranno chiarire che al Massimino i padroni sono loro. Almeno questʼoggi. Ipotizzabile una partenza sprint per la squadra di Simeone, accompagnata magari da un vantaggio già al termine della prima frazione di gioco. Basta guardare la quota (2.40) per capire che lʼ1 primo tempo è ipotesi da provare.

1 X 2 1 X 2 1 X 2 1 X 2 1 X 2 1,80 3,25 4,75 1,80 3,25 4,75 1,75 3,30 5,00 1,82 3,25 4,50 1,83 3,25 4,40

Focus

Quote extra Risultato Esatto 1-0

2-0

2-1

Under/Over 3-0

3-1

3-2

4-0

4-1

4-2

4-3

0-1

0-2

1-2

1,5 UNDER OVER

6,00 7,00 7,50 15,0 15,0 25,0 35,0 35,0 45,0 100 12,0 18,0 15,0 0-3

1-3

2-3

0-4

1-4

2-4

3-4

0-0

1-1

2-2

3-3

2,75 1,38

4-4 ALTRO

60,0 45,0 45,0 150 100 100 200 9,00 7,00 13,0 65,0 300 20,0

2,5 UNDER OVER

1,63 2,10 Somma Gol 1/1 1/X 1/2 X/1 X/X X/2 2/1 2/X 2/2 0 1 2 3 4 4+ 3,5 UNDER OVER 2,85 11,0 28,0 3,75 5,00 9,00 22,0 11,0 9,00 9,00 4,00 3,00 3,35 5,00 4,75 1,20 3,90

Parziale finale

i nostri consigli

1

Over

1X2 45’ 1

X

Doppia chance 2

2,40 2,05 5,00

I precedenti Tra le Squadre Catania Pareggi Lecce Totale incontri

2 6 0 8

Tra gli Allenatori Simeone 0 Pareggi 0 De Canio 0 Totale 0

1X

X2

12

1,16 1,93 1,31

Goal/No Goal

Segna sq. casa

Segna sq. ospite

GOAL

NO GOAL

SI

NO

SI

NO

1,82

1,85

1,15

4,35

1,55

2,20

Il Meteo previsto Sereno Temperatura prevista 4° - 13°

Info Match Stadio Massimino Inizio 15:00 TV Sky Sport Mediaset Pr.

Al Massimino L’Over vale 2.10 Il Catania non si distingue certo per gare da più di due reti. E questo è bene chiarirlo subito. Per l’occasione, tuttavia, visto l’avversario (incassa gol a raffica), la tendenza potrebbe invertirsi. L’ipotesi che il match del Massimino sia all’insegna dell’Over 2,5 paga oltre il doppio della posta ed è soluzione da tentare con discreta fiducia.

All’andata Si giocò nel lunch time e il match, a dire la verità, non fu un esempio di spettacolo. Al Lecce bastò una rete di Corvia, nel primo tempo, per mettere in ghiaccio i tre punti. Nella ripresa, infatti, nulla o quasi. LecceCatania finì 1-0.


8 Domenica 13 Febbraio 2011

CESENA - UDINESE

Magie.. senza Mago Under/Over in casa Under

Over

10

2

Under/Over fuori casa

Il Cesena di Ficcadenti medita il colpaccio contro l’Udinese dei terribili folletti Di Natale e Sanchez. Mancherà il “Mago” Jimenez

Under/Over 1.5 in casa Under

Over

6

6

A

l Manuzzi arriva una delle squadre più in forma del campionato. E questo è un dato di fatto. Solo lʼInter, negli ultimi 6 turni, ha fatto più punti (uno) della squadra friulana che, curiosamente, è stata anche lʼunica in grado di infliggere il ko a Leonardo, da quando il brasiliano siede sulla panchina nerazzurra. La differenza tra le due squadre è ulteriormente certificata dal distacco in classifica: Di Natale e compagni hanno 19 lunghezze in più rispetto al Cesena, ora al penultimo posto della classifica. Ma ci sono gare in cui le motivazioni possono fare la differenza. Quelle che la squadra di Ficcadenti a provato a far valere contro avversarie a lei superiori (Roma, Inter, Milan e Napoli). Vero che Giaccherini e soci hanno sempre lasciato sul campo i 3 punti, ma anche impressioni positive. E oggi, con il contributo del neo acquisto Rosina (in luogo dello squalificato Jimenez), potrebbe arrivare la scossa tanto attesa. Le quote indicano (chiaramente) favorita lʼUdinese: ma per chi è a caccia di sorprese…

Under/Over 3.5 in casa Under

Over

11

1

Goal/No Goal in casa Goal

No Goal

4 0

1

8

Somma Gol in casa 1 2 3 4 4+

5

4

1

0

1

4-3-1-2 Antonioli Ceccarelli Felipe Von Bergen Lauro Sammarco Colucci Parolo Rosina Bogdani Giaccherini A disposizione: Calderoni; Pellegrino; Santon; Caserta; Appiah; Budan; Malonga

Under

Over

5

7

Under/Over 1.5 fuori casa Under

Over

3

9

Under/Over 3.5 fuori casa Under

Over

9

3

Goal/No Goal fuori casa Goal

No Goal

7 0

1

5

Somma Gol fuori casa 1 2 3 4 4+

2

2

4

0

3

4-3-3 Belardi Benatia Zapata Domizzi Isla Pinzi Inler Asamoah Armero Sanchez Di Natale A disposizione: Koprivec; Coda; Pasquale; Cuadrado; Abdi; Corradi; Denis

La quota da provare

Udinese a secco Rischio d’alta quota Per chi cerca premi più elevati, ecco unʼopzione da prendere in considerazione. LʼUdinese va a segno da 11 turni di fila. Davvero una serie fortunata ma, inevitabilmente, prima o poi dovrà interrompersi. Qualora la saracinesca di Antonioli dovesse abbassarsi a tal punto da rispedire al mittente ogni assalto di Di Natale e compagni.. Attenzione al No per il Segna Goal squadra ospite.

1 X 2 1 X 2 1 X 2 1 X 2 1 X 2 3,40 3,25 2,10 3,50 3,20 2,10 3,40 3,20 2,15 3,35 3,20 2,15 3,60 3,20 2,04

Focus

Quote extra Risultato Esatto 1-0

2-0

2-1

Under/Over 3-0

3-1

3-2

4-0

4-1

4-2

4-3

0-1

0-2

1-2

1,5 UNDER OVER

9,00 12,0 10,0 35,0 30,0 30,0 100 75,0 75,0 150 7,50 9,00 8,50 0-3

1-3

2-3

0-4

1-4

2-4

3-4

0-0

1-1

2-2

3-3

3,00 1,32

4-4 ALTRO

25,0 20,0 25,0 55,0 45,0 45,0 100 9,00 6,50 12,0 50,0 250 30,0

2,5 UNDER OVER

1,70 2,00 Somma Gol 1/1 1/X 1/2 X/1 X/X X/2 2/1 2/X 2/2 0 1 2 3 4 4+ 3,5 UNDER OVER 6,50 11,0 25,0 6,50 5,00 4,25 25,0 11,0 3,35 9,00 4,00 2,85 3,25 5,50 5,00 1,25 3,50

Parziale finale

i nostri consigli

1/1

Over

1X2 45’ 1

X

Doppia chance 2

4,15 2,00 2,75

I precedenti Tra le Squadre Cesena Pareggi Udinese Totale incontri

4 4 0 8

Tra gli Allenatori Ficcadenti 0 Pareggi 0 Guidolin 1 Totale 1

1X

X2

12

1,67 1,26 1,31

Goal/No Goal

Segna sq. casa

Segna sq. ospite

GOAL

NO GOAL

SI

NO

SI

NO

1,75

1,93

1,40

2,60

1,23

3,50

Il Meteo previsto nubi sparse Temperatura prevista 8° - 12°

Info Match Stadio Manuzzi Inizio 15:00 TV Sky Sport Mediaset Pr.

Per il Cesena somma gol “2” Guardando i risultati delle partite del Cesena, si riscontra una notevole ricorrenza del “2” con riferimento alla Somma Goal. Sono ben 10 le gare in cui si è assistito a un simile esito, quattro delle quali negli ultimi 4 turni. Anche l’Udinese, da un paio di giornate a questa parte, “chiama” il 2. In vista del match del Manuzzi, è un’opzione da provare.

All’andata Correva la sesta giornata di campionato e le polveri degli attaccanti friulani erano ancora decisamente bagnate. Fu decisiva una rete del difensore Benatia (allo scadere) per regalare il successo, comunque meritato, all’Udinese.


Domenica 13 Febbraio 2011 9

SAMPDORIA - BOLOGNA

Tempo di riscatto Under/Over in casa Under

Over

7

4

Under/Over fuori casa

Blucerchiati a caccia di un successo che manca da 5 giornate contro un Bologna reduce dal prezioso successo sul Catania

Under/Over 1.5 in casa Under

Over

5

6

G

uai a sbagliare ancora. La Sampdoria attraversa un momento di vera crisi ma, anche in circostanze del genere, i mezzi per riscattarsi ci sono tutti. Lʼundici di Di Carlo ospita il Bologna con lʼunico obiettivo di tornare al successo, affidandosi ai gol di Maccarone e uno tra Biabiany e Macheda (autore del gol vittoria dellʼItalia Under 21 contro i pari età inglesi). A centrocampo, accanto a Palombo, tornerà dopo la squalifica il giovane Poli mentre in difesa (altra buona notizia) Di Carlo dovrebbe ritrovare Gastaldello. Quasi la formazione tipo. Discorso opposto per il Bologna. Out Garics ed Ekdal per infortunio, più gli squalificati Britos e Della Rocca: pedine importanti nello scacchiere felsineo che costringeranno Malesani a ridisegnare la formazione. Si punta forte, ovviamente, su capitan Di Vaio, i cui contropiedi saranno lʼarma principale del Bologna in questo match. Ma contro la fame di punti della Sampdoria potrebbe anche non bastare. Lʼ1 dei blucerchiati paga il doppio della posta: non è scontato ma ci può stare.

Under/Over 3.5 in casa Under

Over

11

0

Goal/No Goal in casa Goal

No Goal

4 0

4

7

Somma Gol in casa 1 2 3 4 4+

1

2

4

0

0

4-4-2 Curci Zauri Martinez Lucchini Ziegler Mannini Palombo Tissone Guberti Biabiany Maccarone A disposizione: Da Costa; Perticone; Poli Dessena; Koman; Zaza; Macheda

Under

Over

7

5

Under/Over 1.5 fuori casa Under

Over

2

10

Under/Over 3.5 fuori casa Under

Over

7

5

Goal/No Goal fuori casa Goal

No Goal

7 0

1

5

Somma Gol fuori casa 1 2 3 4 4+

1

5

0

2

3

4-3-1-2 Viviano Moras Portanova Esposito Rubin Perez Mudingayi Casarini Ramirez Meggiorini Di Vaio A disposizione: Lupatelli; Morleo; Siligardi; Buscè; Mutarelli; Gimenez; Paponi

La quota da provare

Risultato esatto Si punta sul 2-0

1 X 2 1 X 2 1 X 2 1 X 2 1 X 2 2,05 3,10 3,75 2,00 3,20 3,85 2,05 3,10 3,80 2,10 3,10 3,60 2,09 3,00 3,70

Quanto manca il successo alla Sampdoria. Oggi non importa come e quanto: lʼimperativo è vincere, a qualsiasi costo. Dovendo ipotizzare un possibile risultato esatto, puntiamo sul 2-0. Un risultato che, per gli amanti delle statistiche, manca alla Samp dalla prima di campionato: in quellʼoccasione Palombo e compagni superarono la Lazio, grazie alle reti di Cassano (rigore) e Guberti.

Focus

Quote extra Risultato Esatto 1-0

2-0

2-1

Under/Over 3-0

3-1

3-2

4-0

4-1

4-2

4-3

0-1

0-2

1-2

1,5 UNDER OVER

6,50 7,50 8,00 18,0 18,0 25,0 40,0 35,0 40,0 100 10,0 15,0 12,0 0-3

1-3

2-3

0-4

1-4

2-4

3-4

0-0

1-1

2-2

3-3

2,75 1,38

4-4 ALTRO

50,0 45,0 45,0 100 90,0 90,0 150 8,50 6,50 14,0 65,0 300 25,0

2,5 UNDER OVER

1,60 2,15 Somma Gol 1/1 1/X 1/2 X/1 X/X X/2 2/1 2/X 2/2 0 1 2 3 4 4+ 3,5 UNDER OVER 3,15 11,0 25,0 4,00 5,00 7,50 25,0 11,0 7,25 8,50 4,00 2,85 3,25 5,50 5,00 1,20 3,90

Parziale finale

i nostri consigli

1

Under

1X2 45’ 1

X

Doppia chance 2

2,65 2,00 4,50

I precedenti Tra le Squadre Sampdoria 18 Pareggi 11 Bologna 11 Totale incontri 40

Tra gli Allenatori Di Carlo 1 Pareggi 1 Malesani 1 Totale 3

1X

X2

12

1,23 1,75 1,32

Goal/No Goal

Segna sq. casa

Segna sq. ospite

GOAL

NO GOAL

SI

NO

SI

NO

1,82

1,85

1,20

3,75

1,50

2,30

Il Meteo previsto pioggia Temperatura prevista 9° - 10°

Info Match Stadio Luigi Ferraris Inizio 15:00 TV Sky Sport Mediaset Pr.

Match tirato Aria di No Goal I numeri dicono che la Sampdoria guida la classifica degli esiti No Goal in campionato, in compagnia del Bari: 15 per entrambe. In ben 12 occasioni sono stati proprio i blucerchiati a rimanere a secco di reti. Anche il Bologna non scherza in fatto di No Goal (11). Con queste premesse, una di loro potrebbe non gonfiare la rete avversaria.

All’andata Un gol per tempo e, il 3 ottobre scorso, al Dall’Ara, finì in parità. Ad aprire le marcature fu il bolognese Portanova ma.. nella sua porta. Al suo compagno di reparto, Britos, il compito di rimettere le cose a posto nella ripresa.


10 Domenica 13 Febbraio 2011

JUVENTUS - INTER

Mezzo passo falso Under/Over in casa Under

Over

2

9

Under/Over fuori casa

Dopo i tre punti di Cagliari la Juve misura le sue ambizioni contro l’Inter. Bianconeri determinati a fermare la marcia dei nerazzurri

Under/Over 1.5 in casa Under

Over

0

11

T

empo di grandi sfide, tempo di derby dʼItalia. Juventus-Inter è il posticipo domenicale della 25esima giornata di serie A, match che può dire molto sulle ambizioni future di entrambe le squadre. La Juventus per ritrovare la convinzione nei propri mezzi; lʼInter per suonare lʼottava sinfonia della gestione Leonardo e far sentire il fiato sul collo ai cugini rossoneri. I tre punti, in una partita del genere, hanno un peso importantissimo. Anche e soprattutto per il morale. Quello che la Vecchia Signora ha ritrovato dopo il successo di Cagliari, grazie ai gol dei nuovi acquisti: Matri e Toni. LʼInter non potrà contare su Milito (fuori per circa un mese) ma il tandem Etoʼo-Pazzini, con lʼassistenza del ritrovato Sneijder, offre ottime garanzie. Va sottolineato che lʼInter, sotto la gestione di Leonardo, ha raccolto 7 vittorie e una sconfitta (contro lʼUdinese). Di fronte a una Juventus concentrata e determinata, potrebbe essere arrivato il momento di dividere la posta. AllʼOlimpico di Torino non si passa: il pareggio ci può stare.

Under/Over 3.5 in casa Under

Over

5

6

Goal/No Goal in casa Goal

No Goal

10 0

0

1

Somma Gol in casa 1 2 3 4 4+

0

2

3

3

3

4-4-2 Buffon Sorensen Bonucci Barzagli Chiellini Krasic Aquilani Felipe Melo Marchisio Matri Del Piero A disposizione: Storari; Grygera; Grosso; Martinez; Sissoko; Pepe; Toni

Under

Over

5

6

Under/Over 1.5 fuori casa Under

Over

4

7

Under/Over 3.5 fuori casa Under

Over

9

2

Goal/No Goal fuori casa Goal

No Goal

6 0

1

5

Somma Gol fuori casa 1 2 3 4 4+

3

1

4

2

0

4-3-1-2 Julio Cesar Maicon Ranocchia Cordoba Zanetti Kharja Thiago Motta Cambiasso Sneijder Eto'o Pazzini A disposizione: Castellazzi; Materazzi; Natalino; Nagatomo; Obi; Pandev; Coutinho

La quota da provare

Risultato esatto Si distingue l’1-1

1 X 2 1 X 2 1 X 2 1 X 2 1 X 2 2,75 3,30 2,45 2,75 3,25 2,50 2,80 3,20 2,50 2,90 3,15 2,45 2,75 3,20 2,47

Sotto la gestione Benitez lʼInter ha collezionato cinque pareggi: 3 volte è stato 1-1, nelle rimanenti 2 occasioni 0-0. Con lʼarrivo di Leonardo, invece, i nerazzurri non hanno ancora conosciuto il segno “X”. Noi crediamo proprio in questa ipotesi e, traducendola in un possibile risultato esatto, giochiamo lʼ1-1. Opzione presente in lavagna a un interessante …

Focus

Quote extra Risultato Esatto 1-0

2-0

2-1

Under/Over 3-0

3-1

3-2

4-0

4-1

4-2

4-3

0-1

0-2

1-2

1,5 UNDER OVER

8,00 10,0 9,00 35,0 30,0 30,0 75,0 65,0 65,0 100 7,50 9,50 8,50 0-3

1-3

2-3

0-4

1-4

2-4

3-4

0-0

1-1

2-2

3-3

3,90 1,20

4-4 ALTRO

30,0 25,0 25,0 65,0 55,0 55,0 100 10,0 7,00 12,0 50,0 200 30,0

2,5 UNDER OVER

2,00 1,70 Somma Gol 1/1 1/X 1/2 X/1 X/X X/2 2/1 2/X 2/2 0 1 2 3 4 4+ 3,5 UNDER OVER 4,75 11,0 25,0 5,50 5,00 5,00 25,0 11,0 4,00 10,0 4,00 3,00 3,35 5,00 4,50 1,40 2,65

Parziale finale

i nostri consigli

1/1

Over

1X2 45’ 1

X

Doppia chance 2

3,35 2,05 3,15

I precedenti Tra le Squadre Juventus 53 Pareggi 14 Inter 10 Totale incontri 77

Tra gli Allenatori Delneri 1 Pareggi 0 Leonardo 1 Totale 2

1X

X2

12

1,49 1,41 1,31

Goal/No Goal

Segna sq. casa

Segna sq. ospite

GOAL

NO GOAL

SI

NO

SI

NO

1,55

2,25

1,25

3,35

1,22

3,60

Il Meteo previsto pioggia Temperatura prevista 7° - 9°

Juve-Inter da Goal Lo dicono le cifre Bianconeri davanti ai nerazzurri, in due speciali graduatorie. In quella relativa agli esiti Over 2,5 (15 contro 14) e Goal (16 per la Juve, 15 per l’Inter). In entrambe i casi, le due squadre si accomodano alle spalle del Palermo, vero e proprio dominatore. In vista della sfida dell’Olimpico, puntiamo sul Goal. Non si dovrebbe rimanere delusi.

Info Match

All’andata

Stadio Olimpico Torino Inizio 20:45 TV Sky Sport Mediaset Pr.

Solo in due circostanze, in questa stagione, l’Inter ha collezionato partite a reti bianche. Alla prima di campionato, a Bologna, e alla sesta giornata, contro la Juventus. A San Siro i nerazzurri non andarono oltre lo 0-0.


Domenica 13 Febbraio 2011 11

Calcio CLASSIFICA MARCATORI 15 Coralli (4 rig.) (Empoli); Succi (5 rig.) (Padova); Cacia (2 rig.) (Piacenza); 12 Gonzalez (Novara); Bonazzoli (2 rig.) (Reggina); 11 Bertani (Novara); Bianchi R. (2 rig.) (Torino); Abbruscato (1 rig.) (Vicenza); 10 Piovaccari (4 rig.) (Cittadella); 9 Tiribocchi (1 rig.) (Atalanta); 8 Vantaggiato (Padova); Altinier (Portogruaro); Calaiò (3 rig.), Mastronunzio (Siena); 7 Torri (Albinoleffe); Cutolo (Crotone); Lodi (1 rig.) (Frosinone); Dionisi, Tavano (1 rig.) (Livorno); Motta (3 rig.) (Novara); Sansovini (1 rig.) (Pescara); Graffiedi (1 rig.) (Piacenza); Ebagua (Varese); 6 Momentè (2 rig.) (Albinoleffe); Doni (1 rig.) (Atalanta); Ginestra (3 rig.) (Crotone); Sansone (Frosinone); Caridi (2 rig.) (Grosseto); Mazzarani (1 rig.), Pasquato (Modena); Viola (3 rig.) (Reggina); 5 Ruopolo (Atalanta); Surraco (Livorno); Cani (Modena); Di Gennaro (Padova); Cunico (3 rig.) (Portogruaro); Martinetti (Sassuolo); Brienza, Larrondo (1 rig.) (Siena); Iunco, Sgrigna (Torino); Carrozza (Varese); 4 Cristiano, Lupoli (2 rig.) (Ascoli); Dalla Bona (Cittadella); Santoruvo (Frosinone); Guidone (Grosseto); Rigoni (2 rig.), Rubino (Novara); Gerardi (Portogruaro); Missiroli (Reggina); Catellani, Noselli (Sassuolo); Godeas, Marchi E., Testini (2 rig.) (Triestina); Neto Pereira (Varese); 3 Cissè (1 rig.), Foglio, Previtali (Albinoleffe); Giorgi, Moretti (Ascoli); Bonaventura (Atalanta); Gabbiadini, Perna R. (Cittadella); Curiale (Cro tone); Foti (Empoli); Freddi (Grosseto); Iori (1 rig.), Pagano (Livorno); Bellucci (Modena); Porcari (Novara); Cascione, Soddimo (Pescara); Anaclerio, Marchi A. (Piacenza); Bruno (2 rig.), De Falco (1 rig.), Masucci, Troiano (Sassuolo); Reginaldo (Siena); Buzzegoli (1 rig.), Pisano E. (Varese); Baclet (1 rig.), Schiavi (Vicenza); 2 Bombardini, Grossi (Albinoleffe); Djuric, Sommese (Ascoli); Ceravolo (1 rig.), Pettinari (Atalanta); Di Roberto (1 rig.) (Cittadella); Napoli, Tedeschi (Crotone); Fabbrini, Lazzari, Moro D. (Empoli); Cariello, Terranova (Frosinone); Alessandro, Mora, Soncin (1 rig.), Vitiello L. (Grosseto); Perticone (Livorno); Greco G. (1 rig.), Stanco (Modena); Bovo A., El Shaarawy (Padova); Bonanni, Ganci (2 rig.), Gessa, Maniero R., Mengoni, Olivi (Pescara); Bianchi T., Guzman, Piccolo (Piacenza); Cosenza (Reggina); Quadrini (Sassuolo); Bolzoni, Sestu, Terzi, Troianiello (Siena); D'Ambrosio, De Vezze (Torino); Della Rocca, Lunardini (Triestina); Cellini, Dos Santos, Frara (Varese); Alemao, Bastrini, Misuraca (Vicenza); 1 Cocco, Girasole, Martinez L., Piccinni, Sala, Salvi (Albinoleffe); Bonvissuto (1 rig.), Ciofani, Di Donato, Faisca, Feczesin, Gazzola, Marino, Micolucci (Ascoli); Ardemagni, Barreto E., Manfredini, Marilungo, Padoin (Atalanta); Gasparetto, Manucci, Nassi, Nocentini, Scardina, Volpe G. (Cittadella); Abruzzese, De Giorgio, Russotto (Crotone); Marzoratti, Mori, Musacci, Soriano, Stovini (Empoli); Bianco, Biso, De Maio (1 rig.), Stellone (Frosinone); Allegretti, Defendi, Greco, Papa Waigo, Turati (Grosseto); Barusso, Danilevicius (1 rig.), Lambrughi, Luci, Miglionico, Schiattarella (Livorno); Gilioli, Signori, Velardi (Modena); Gigliotti, Marianini, Parola, Scavone (Novara); Crespo J., Gallozzi, Legati, Rabito, Rolando, Vicente (Padova); Alcibiade, Ariatti (Pescara); Rickler (Piacenza); Cristante, Giacobbe, Pià, Schiavon, Scozzarella, Tarana (Portogruaro);

26ª GIORNATA

Serie B Risultati

Atalanta-Siena (g.ven.)

0-0

Arbitro: Guida Crotone-Albinoleffe

0-1

Arbitro: Corletto Marcatore: 6’ pt Torri Empoli-Ascoli

1-0

Arbitro: Tommasi Marcatore: 34’ pt Moro Frosinone-Cittadella

1-1

Arbitro: Stefanini Marcatori: 10’ st Piovaccari (C, rigore), 33’ st Bianco (F) Modena-Reggina

1-2

Arbitro: Giacomelli Marcatori: 40’ pt Greco (M, autorete), 7’ st Viola (R), 21’ st Greco (M, rigore) Padova-Triestina

0-1

Arbitro: Doveri Marcatore: 43’ st Marchi Pescara-Varese

1-0

Arbitro: Nasca Marcatore: 13’ st Sansovini (rigore) Piacenza-Grosseto

4-0

Arbitro: Palazzino Marcatori: 8’ pt e 20’ pt Cacia, 9’ st Rickler, 40’ st Graffiedi (rigore) Portogruaro-Livorno Nicolas Viola l’autore del vantaggio della Reggin

2-0

Arbitro: Gallione Marcatori: 13’ st Cristante, 30’ st Al-

PROSSIMO TURNO - 27ª GIORNATA

AND.)

28ª GIORNATA

18/02 20:45 Grosseto 19/02 15:00 Reggina Sassuolo Triestina Livorno Albinoleffe Torino Siena Ascoli Cittadella 21/02 20:45 Varese

(1-0) (1-1) (2-0) (2-2) (4-1) (2-0) (2-0) (0-1) (2-1) (1-0) (1-0)

25/02 19:00 Padova 21:00 Livorno 26/02 15:00 Pescara Empoli Frosinone Vicenza Atalanta Modena Portogruaro Crotone Novara

Empoli Atalanta Crotone Modena Novara Padova Pescara Piacenza Portogruaro Vicenza Frosinone

Totale

Classifica Squadre Punti ATALANTA 51 SIENA 49  NOVARA 48  VARESE 43  REGGINA 38  EMPOLI 36  PESCARA 35  TORINO 35  PADOVA 35  LIVORNO 35  VICENZA 35  GROSSETO 31  ALBINOLEFFE 31  CROTONE 30  MODENA 30  CITTADELLA 28  SASSUOLO 28  PIACENZA 28  PORTOGRUARO 28  TRIESTINA 26  ASCOLI*6 24  FROSINONE 24 

AND.

G 26 26 25 26 26 25 25 25 26 26 26 26 26 26 26 26 26 26 26 26 26 26

V 15 13 13 11 10 8 9 9 8 9 10 8 8 6 6 6 7 6 7 5 7 5

N 6 10 9 10 8 12 8 8 11 8 5 7 7 12 12 10 7 10 7 11 9 9

P 5 3 3 5 8 5 8 8 7 9 11 11 11 8 8 10 12 10 12 10 10 12

Piacenza Ascoli Albinoleffe Cittadella Grosseto Reggina Sassuolo Siena Torino Triestina Varese

(2-2) (1-5) (1-2) (2-3) (2-0) (3-2) (0-2) (2-0) (2-1) (3-0) (3-1)

tinier Vicenza-Sassuolo Arbitro: Bagalini Marcatori: 1’ st Catellani (S), 31’ st Abbruscato (V) NOVARA-TORINO DOMANI ORE 20.45 Arbitro: Ciampi

in casa F 32 41 45 31 31 29 27 29 38 34 28 26 32 24 27 29 27 35 24 20 26 25

S 18 21 21 17 28 23 26 31 31 33 31 34 42 28 34 33 31 40 37 31 32 38

G 14 13 12 12 13 13 13 13 14 12 13 13 12 13 14 12 12 14 13 13 12 14

V 9 11 8 7 6 5 7 7 8 4 7 5 5 5 4 4 4 5 5 3 4 3

N 4 2 4 5 6 6 3 3 4 4 4 6 4 4 8 4 3 4 4 5 5 6

P 1 0 0 0 1 2 3 3 2 4 2 2 3 4 2 4 5 5 4 5 3 5

1-1

fuori F 20 28 27 19 15 16 18 19 26 17 16 16 19 14 15 17 15 25 14 9 14 14

S 7 7 8 4 6 9 13 15 12 17 8 10 17 10 14 14 16 22 16 11 14 17

G 12 13 13 14 13 12 12 12 12 14 13 13 14 13 12 14 14 12 13 13 14 12

V 6 2 5 4 4 3 2 2 0 5 3 3 3 1 2 2 3 1 2 2 3 2

N 2 8 5 5 2 6 5 5 7 4 1 1 3 8 4 6 4 6 3 6 4 3

P 4 3 3 5 7 3 5 5 5 5 9 9 8 4 6 6 7 5 8 5 7 7

F 12 13 18 12 16 13 9 10 12 17 12 10 13 10 12 12 12 10 10 11 12 11

S 11 14 13 13 22 14 13 16 19 16 23 24 25 18 20 19 15 18 21 20 18 21


12 Domenica 13 Febbraio 2011

LegaPro Dopo il ko interno con la Lucchese il Cosenza cerca il riscatto a Pisa (toscani sconfitti dalla Juve Stabia nell’ultimo turno). “X” possibile.

Nocerina in fuga Lamezia da X Le quote Better

I risultati P1B - 22ª giornata FOGGIA SIRACUSA TERNANA COSENZA VIAREGGIO JUVE STABIA GELA ATLETICO ROMA ANDRIA

BARLETTA BENEVENTO CAVESE LUCCHESE NOCERINA PISA LANCIANO FOLIGNO TARANTO

0-2 1-0 1-1 2-4 0-1 1-0 1-1 1-2 0-0

PROSSIMO TURNO - 23ª giornata

13/02 14:30 FOLIGNO LANCIANO PISA LUCCHESE FOGGIA NOCERINA CAVESE BARLETTA BENEVENTO

ANDRIA ATL.ROMA COSENZA GELA JUVE STABIA SIRACUSA TARANTO TERNANA VIAREGGIO

La capolista Nocerina può allungare ulteriormente sul lʼAtletico Roma, di scena a Lanciano. Cosenza impegnato a Pisa, contro una squadra assai propensa ai pareggi: ben 10 per i toscani, appena uno in meno rispetto al Lanciano primatista in fatto di “X”. Un punto potrebbe anche risultare gradito ai calabresi. In Seconda Divisione (girone C) Vibonese e Catanzaro (la cui situazione di classifica si fa sempre più complicata) cercano un pò di ossigeno tra le mura amiche mentre il Lamezia sfida lʼAversa in trasferta. S fida ad alta quota tra Pomezia e Neapolis: i numeri dicono Under 2,5.

data ora

pal.

n

v

13/02 13/02 13/02 13/02 13/02 13/02 13/02 13/02 13/02 13/02 13/02 13/02 13/02 13/02 13/02

7495 7495 7495 7495 7495 7495 7495 7495 7495 7495 7495 7495 7495 7495 7495

62 63 64 65 66 67 68 69 70 96 97 100 101 102 103

1B 1B 1B 1B 1B 1B 1B 1B 1B 2C 2C 2C 2C 2C 2C

14:30 14:30 14:30 14:30 14:30 14:30 14:30 14:30 14:30 14:30 14:30 14:30 14:30 14:30 14:30

Squadre Punti Nocerina 51 Atl. Roma 40 Benevento 39 Juve Stabia 35 Taranto 31 Siracusa 31 Lanciano 29 Lucchese 28 Foggia (-2) 28 Cosenza (-2) 25 Andria Bat 25 Viareggio 25 Gela 25 Foligno (-2) 24 Ternana (-2) 23 Pisa 22 Barletta 22 Cavese (-7) 18

GIOCA E VINCI X MILAZZO 1 MATERA X AVERSA O R CON 10 EU RO VINCI 156,75 EU

SQUADRA LANCIANO TERNANA SIRACUSA BARLETTA VIAREGGIO ANDRIA BAT TARANTO PISA LUCCHESE JUVE STABIA CAVESE ATLETICO ROMA FOLIGNO COSENZA BENEVENTO NOCERINA GELA FOGGIA

Ternana Viareggio Taranto Juve Stabia Andria Bat Gela Siracusa Cosenza Atl. Roma Latina Lamezia Melfi Trapani Neapolis Isola Liri

1

X

2

1,90 1,45 2,35 2,10 2,10 1,70 1,50 1,75 2,65 2,35 1,80 2,00 2,30 1,95 2,20

2,90 3,50 2,70 3,15 2,75 3,00 3,35 3,00 2,65 2,70 2,85 2,80 2,75 2,85 2,75

4,25 7,50 3,20 3,20 3,75 5,50 7,00 5,00 2,85 3,15 4,85 3,90 3,15 4,00 3,40

Totale

Pro1B G 22 22 22 22 22 22 22 22 22 22 22 22 22 22 22 22 22 22

UNDER 2,5 GIOCA E VINCI 1 NOCERINA X PISA X LUCCHESE CON 10 EURO RO VINCI 151,20 EU

partite Barletta Benevento Cavese Foggia Foligno Lucchese Nocerina Pisa Lanciano Avellino Aversa Matera Milazzo Pomezia Vibonese

N 6 4 6 5 7 4 11 7 3 9 7 7 4 5 7 10 7 7

P 1 6 5 7 7 9 5 8 10 7 9 9 11 10 9 8 10 9

9 8 5 8 7 6 9 6 7 8 8 9 4 6 5 7 6 1

SQUADRA FOGGIA NOCERINA GELA ATLETICO ROMA FOLIGNO COSENZA BENEVENTO TARANTO PISA LUCCHESE JUVE STABIA CAVESE TERNANA SIRACUSA BARLETTA VIAREGGIO ANDRIA BAT LANCIANO

under over goal no goal 1,50 1,50 1,50 2,85 1,55 1,60 1,60 1,50 1,50 1,55 1,58 1,53 1,50 1,42 1,50

2,30 2,30 2,30 1,33 2,20 2,10 2,10 2,30 2,30 2,20 2,15 2,15 2,30 2,50 2,30

1,90 2,00 1,85 1,30 1,82 1,85 1,95 1,90 1,82 1,82 1,87 1,85 1,85 1,90 1,85

1,75 1,67 1,80 3,00 1,82 1,80 1,70 1,75 1,82 1,82 1,78 1,80 1,80 1,75 1,80

P2C - 18ª giornata NEAPOLIS LAMEZIA MELFI FONDI BRINDISI ISOLA LIRI TRAPANI LATINA

F 37 32 29 27 20 21 22 27 45 22 19 20 23 27 16 21 20 22

S 19 19 21 21 21 23 23 23 43 24 22 24 28 31 27 29 28 24

19 11 11 9 9 9 9 8 8 8 8 8 7 7 7 7 7 6

9 6 7 7 2 4 3 6 3 3 6 4 4 2 3 3 3 4

10 5 4 2 7 5 6 2 5 5 2 4 3 5 4 4 4 2

Squadre Punti Latina (-2) 38 Trapani (-1) 35 Pomezia 31 Aversa 30 Neapolis 30 Avellino 29 Milazzo 28 Lamezia 25 Matera 25 Melfi (-2) 23 Fondi 21 Brindisi (-1) 18 Isola Liri 17 Campobasso 16 Vibonese (-1) 12 Catanzaro (-5) -2

SQUADRA CAMPOBASSO POMEZIA LATINA BRINDISI NEAPOLIS AVERSA MILAZZO VIBONESE ISOLA LIRI CATANZARO TRAPANI MATERA V. LAMEZIA AVELLINO FONDI MELFI

0-2 1-1 4-0 1-2 1-2 1-1 1-0 1-1

PROSSIMO TURNO - 19ª giornata

BRINDISI FONDI ISOLA LIRI LATINA MELFI NEAPOLIS TRAPANI LAMEZIA

Totale G 18 18 18 18 18 18 18 18 18 18 18 18 18 18 18 18

UNDER 2,5

TOT C F

AVELLINO CAMPOBASSO CATANZARO MATERA AVERSA POMEZIA VIBONESE MILAZZO

13/02 14:30 CAMPOBASSO CATANZARO VIBONESE AVELLINO MATERA POMEZIA MILAZZO AVERSA

Pro2C

OVER 2,5

TOT C F 16 7 15 7 15 10 15 7 15 8 15 9 14 5 14 8 14 7 14 6 14 6 13 4 13 9 13 7 13 8 11 4 11 5 3 2

V 15 12 11 10 8 9 6 7 9 6 6 6 7 7 6 4 5 6

I risultati

9 9 6 8 5 6 5 6 8 7 5 4 7 3 5 4

N 7 6 7 6 3 5 4 4 7 4 6 4 5 7 10 3

P 0 2 3 4 6 5 6 7 5 7 7 9 9 8 7 15

F 24 26 16 21 19 24 20 26 20 27 20 12 15 11 14 6

S 10 11 11 14 15 16 16 23 21 21 25 20 23 18 26 31

OVER 2,5

TOT C F 17 16 13 13 13 13 13 12 12 12 11 11 10 10 9 9

V 11 10 8 8 9 8 8 7 6 7 5 5 4 3 1 0

8 7 7 5 8 7 8 6 4 5 6 7 3 7 4 5

SQUADRA FONDI MELFI V. LAMEZIA AVELLINO TRAPANI MATERA VIBONESE ISOLA LIRI CATANZARO LATINA BRINDISI NEAPOLIS AVERSA MILAZZO POMEZIA CAMPOBASSO

TOT C F 9 9 8 8 7 7 6 6 6 5 5 5 5 5 2 1

4 5 2 6 4 4 3 2 2 3 2 4 3 3 0 0

5 4 6 2 3 3 3 4 4 2 3 1 2 2 2 1


Domenica 13 Febbraio 2011 13

Estrazione del 12/02/2011 BARI CAGLIARI FIRENZE GENOVA MILANO NAPOLI PALERMO ROMA TORINO VENEZIA NAZIONALE

90 1 77 29 18 90 19 53 34 71 2

33 32 74 8 88 51 90 37 2 79 29

3 42 69 30 33 21 57 46 64 86 19

16 36 24 20 27 81 86 42 33 6 64

23 5 25 27 86 6 39 40 63 60 39

L’ultima combinazione vincente L’ultima estrazione della Concorso n. 19 di sabato 12/02/2011 settimana ha regalato uno dei “centenari”: il 1 3 19 23 61 78 Jolly 36 64 sulla ruota NazioNumero SuperStar nale. Niente da fare in16 vece per il 32 su Roma MONTEPREMI 3.889.243,37 EURO Nessun 6 Jackpot 16.172.212,47 che, dall’alto dei suoi JACKPOT Nessun 5+1 144 turni di assenza. Ai 43 “5” euro 13.567,13 PROSSIMO CONCORSO Ai 2.984 “4” euro 195,50 resta il numero più atAi 97.327 “3” euro 11,98 18.000.000 EURO teso. A Milano tardava Nella tabella seguente vengono riportati tutti i novanta un ambo “gemello” e numeri in ordine decrescente di ritardo con 33-88 ogni cosa è I numeri più ritardatari tornata al suo posto

LE NOSTRE PREVISIONI PER STASERA Per Ambo 72-73 su Bari e Tutte Per Ambo e Terno 18-32-57 su Roma Per Terno e Quaterna 32-42-67-75 su Firenze Per Terno, Quaterna e Cinquina 5-44-45-54-55-88 su Venezia

N.

Rit.

N.

Rit.

N.

Rit.

N.

Rit.

N.

Rit.

N.

Rit.

24 18 80 53 28 2 40 66 33 82 85 57 36 42 60

54 53 50 44 40 39 38 38 37 35 35 31 30 30 28

38 9 48 51 16 56 29 7 74 21 39 14 44 26 73

24 23 23 23 22 20 19 18 18 17 17 16 16 15 15

75 76 31 69 17 34 59 5 77 79 50 87 90 4 88

15 15 14 14 13 13 13 12 12 12 11 11 11 10 10

6 8 67 86 12 13 15 46 27 35 58 64 68 72 22

9 9 9 9 8 8 8 8 7 6 6 6 6 6 5

30 62 70 71 37 45 49 63 25 32 43 52 65 10 11

5 5 5 5 4 4 4 4 3 3 3 3 3 2 2

20 41 55 83 47 54 81 84 89 1 3 19 23 61 78

2 2 2 2 1 1 1 1 1 0 0 0 0 0 0

Sono solo 13 soggetti ma di qualità a dar vita al Gran Premio Sulla scorta delle ultime prestazioni la palma di favorito va al numero 2 dello schieramento: Maharajah, base davvero solida Sfida per 13 a Parigi Maharajah sul trono poi Ready Cash Maharajah-Ready Cash. A Parigi (Vincennes) la tris domenicale rischia di assumere i connotati di un vero discorso a due. Nella contesa può inserirsi Olga Du Biwetz (n.7). Tutti protagonisti che hanno già trovato gloria sul tracciato parigino e pronti a un’ulteriore affermazione.

N. 618 - PARIGI (trotto) - Ippodromo Vincennes - m. 2.100 - Ore 15.08 - Prix “De France” - Euro 400.000,00

N. Cavallo 1 Orlando Sport 2 Maharajah 3 Premiere Steed 4 Nouba Du Saptel 5 Ready Cash 6 Lana Del Rio 7 Olga Du Biwetz 8 Priscilla Blue 9 Quaker Jet 10 Wishing Stone 11 Roc Meslois 12 Pretty Dancer 13 Mondiale Ok

FAVORITI 2 5 7 8 10 6

Maharajah Ready Cash Olga Du Biwetz Priscilla Blue Wishing Stone Lana Del Rio

Metri 2100 2100 2100 2100 2100 2100 2100 2100 2100 2100 2100 2100 2100

Guidatore S. Baude O. Kihlstrom P. Levesque Y. Dreux F. Nivard S. Mollo E. Raffin L. Baudron J.Et. Dubois M. Abrivard P. Belloche Th. Duvaldestin G.P. Minnucci

DA TENER PRESENTE 1 9 3 13 4 12

Orlando Sport Quaker Jet Premiere Steed Mondiale Ok Nouba Du Saptel Pretty Dancer

Ultim. Prest. np-rp 1-2 rp-8 np-12 2DI-1 1-rp 1-3 2-2 4-5 1-1 8-7 np-2 3-7

POSSIBILI SORPRESE 11 Roc Meslois

Valutazione

lll llll lll lll llll llll llll llll lll llll llll lll lll

IL NOSTRO ORDINAMENTO TUTTI I NUMERI TRIS 2 6 4 -

5 1 12 -

7 9 11 -

8 3 -

10 13 -


14 Domenica 13 Febbraio 2011

Rugby Con il match di oggi pomeriggio tra Irlanda e Francia si completa la seconda giornata del Sei Nazioni. Le quote sorridono ai transalpini Guida lʼInghilterra. Dopo un paio di giornate la Nazionale britannica si è già portata in testa alla classifica del Sei Nazioni, dopo il sonante successo ottenuto a spese dellʼItalia per 59 a 13. Per avere una visione completa della graduatoria, bisognerà attendere (non molto) le quattro di oggi. Chi vincerà, tra Irlanda e Francia, agguanterà lʼInghilterra in vetta. Per le quote la missione aggancio è obiettivo più alla portata dei transalpini, il cui successo è offerto a 1.60 contro il 2.35 a disposizione dellʼIrlanda. Una valutazione che si può condividere.

Sei Nazioni

Disfatta Italia Francia favorita Classsifica

QUOTE SNAI

SQUAD.

G.

PT

Inghilterra

2

4

Galles

2

2

Francia

1

2

Irlanda

1

2

Scozia

2

0

Italia

2

0

Ora Pal. Num Partite del 13 febbraio 16:00 1508 317 Irlanda Francia

u 1.80

o 1.85

1 2.35

X 2 22.0 1.60

RISULTATI 1ª GIORNATA GAL-ING 19 - 26 ITA-IRL 11-13 FRA-SCO 34 - 21 2ª GIORNATA ING-ITA 59 - 13 SCO-GAL 6 - 24

QUOTE SNAI

Basket finale Coppa Italia

Una finale nel segno di Siena Era la protagonista più attesa ai nastri di partenza della Final Eight e, alla fine, non ha tradito le attese. Almeno prima dellʼatto conclusivo. La Montepaschi Siena si presenta allʼatto conclusivo della manifestazione con il pre-

ciso compito di mantenere fede a ciò che le riesce meglio: vincere. In semifinale il sestetto di Simone Pianigiani si è sbarazzato della Fabi Shoes Montegranaro con il punteggio di 80 a 67. Lʼennesima dimostrazione di forza

di una corazzata che si prepara a mettere le mani sul trofeo. E sembrano esserci pochi dubbi sul fatto che Stonerook (nella foto) e compagni ci riusciranno.

VOLLEY A1

Classifica

Better - Quote testa a testa 13/02 ORE 18:00 - PAL 7516

PARTITA

Domenica si gioca la 5ª di ritorno Vibo Valentia vola sul campo della Sisley Treviso. Trento sfida Modena

1

2

2 - ANDREOLI LT - COPRA PC

1,83 1,83

3 - YOGA FORLI - RPA PG

2,10 1,63

4 - BRE B CN - PARAD. MONZA

1,23 3,60

5 - SISLEY TV - CALLIPO VV

1,24 3,50

6 - LUBE MC - LANZA VR

1,24 3,50

7 - ROMA - CASTELL GROTTE

1,33 2,90

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14

Squadre Itas Diatec Trentino Bre Banca Lannutti Cuneo Lube Banca Marche Macerata Sisley Treviso Casa Modena Acqua Paradiso Monza Brianza Marmi Lanza Verona M. Roma Volley Tonno Callipo Vibo Valentia RPA-LuigiBacchi.it San Giustino Copra Morpho Piacenza Andreoli Latina BCC-NEP Castellana Grotte Yoga Forlì

Totale Punti Vinte Perse 49 17 0 40 13 4 37 12 5 34 11 6 28 12 5 28 9 8 26 8 9 23 7 10 22 7 10 20 7 10 18 6 11 18 5 12 8 3 14 6 2 15


L’applicazione permette la consultazione sul tuo iPad delle vendite giudiziarie in pubblicità sul magazine Asteinfoappalti, edizione nazionale e Calabria

L’applicazione si può scaricare GRATIS nell’iTunes App Store

cerchi casa? ...prova all’incanto!


16 Doemnica 13 Febbraio 2011

LE PARTITE DI OGGI Quote BETTER ORA 12.00 12.15 12.30 12.30 13.00 13.30 13.30 13.30 14.00 14.00 14.15 14.30 14.30 14.30 14.30 14.30 14.30 14.30 14.30 14.30 14.30 14.30 14.30 14.30 14.30 14.30 14.30 14.30 14.30 14.30 14.30 14.30 14.30 14.30 14.30 14.30 14.30 14.30 14.30 14.30 14.30 14.30 14.30 14.30 14.30 14.30 14.30 14.30 14.30 14.30 14.30

PARTITE TENERIFE FEIRENSE ZWOLLE KARDEMIR K. DUNDEE UTD DUSSELDORF A. BIELEFELD KARLSRUHER IRAKLIS KERKYRA QPR BARLETTA BENEVENTO CAVESE FOGGIA FOLIGNO LUCCHESE NOCERINA PISA LANCIANO COMO GUBBIO LUMEZZANE PAGANESE PAVIA PERGOCREMA SORRENTO SUDTIROL CANAVESE FERALPISALO SACILESE SANREMESE SAVONA TRITIUM VALENZANA CHIETI FANO GIACOMENSE GIULIANOVA POGGIBONSI SAN MARINO SANGIOVAN. AVELLINO AVERSA N. MATERA MILAZZO POMEZIA VIBONESE NAC BREDA RODA JC NIJMEGEN

1 RAYO VALL. 2.40 AROUCA 2.20 GA EAGLES 1.50 KASIMPASA 1.55 CELTIC GLASG. 5.00 INGOLSTADT 1.70 BOCHUM 4.25 HERTHA B. 3.50 ASTERAS TRIP. 2.15 PANSERRAI. 1.67 NOTT. F. 2.15 TERNANA 1.90 VIAREGGIO 1.37 TARANTO 2.35 JUVE STABIA 2.10 ANDRIA BAT 2.10 GELA 1.57 SIRACUSA 1.50 COSENZA 1.65 ATL. ROMA 2.65 SPEZIA 2.95 ALESSANDRIA 1.80 CREMONESE 2.25 SPAL 3.35 SALERNITANA 2.55 BASSANO 2.45 MONZA 1.50 RAVENNA 2.30 ENTELLA 1.85 MONTICHIARI 1.65 CASALE 1.90 MEZZOCORONA 2.15 RODENGO S. 2.00 RENATE 1.55 SAMBONIF. 2.35 BELLARIA 1.80 CARRARESE 3.40 CROCIATI N. 1.70 L'AQUILA 2.40 GAVORRANO 1.85 PRATO 2.00 CELANO 2.00 LATINA 2.35 V. LAMEZIA 1.80 MELFI 2.00 TRAPANI 2.30 NEAPOLIS 1.95 ISOLA LIRI 2.20 HEERENVEEN 2.60 AJAX 4.50 EXCELSIOR 1.45

X 3.10 3.00 3.75 3.60 3.70 3.50 3.70 3.25 3.00 3.45 3.20 2.90 3.85 2.70 3.15 2.75 3.15 3.35 3.20 2.65 2.20 2.95 2.70 2.90 2.65 2.65 3.35 2.70 2.85 3.00 2.85 2.85 2.85 3.25 2.75 2.85 2.75 3.00 2.75 2.85 2.85 2.80 2.70 2.85 2.80 2.75 2.85 2.75 3.30 3.50 4.00

2 2.75 3.20 5.75 5.50 1.60 4.50 1.70 2.00 3.30 4.75 3.15 4.25 8.50 3.20 3.20 3.75 6.50 7.00 5.25 2.85 2.95 4.75 3.40 2.10 2.95 3.10 7.00 3.30 4.50 5.75 4.25 3.35 3.85 6.25 3.10 4.85 2.20 5.25 3.00 4.50 3.85 3.90 3.15 4.85 3.90 3.15 4.00 3.40 2.45 1.70 6.50

U 1.77 1.57 2.20 1.95 1.95 1.82 1.85 1.85 1.43 1.50 1.65 1.50 2.00 1.50 2.85 1.55 1.60 1.60 1.50 1.50 1.55 1.55 1.55 1.55 1.55 1.50 1.63 1.50 1.50 1.45 1.45 1.50 1.50 1.53 1.53 1.48 1.45 1.58 1.45 1.48 1.53 1.50 1.55 1.58 1.53 1.50 1.42 1.50 2.25 2.25 2.30

O 1.87 2.15 1.55 1.70 1.70 1.82 1.80 1.80 2.50 2.30 2.02 2.30 1.67 2.30 1.33 2.20 2.10 2.10 2.30 2.30 2.20 2.20 2.20 2.20 2.20 2.30 2.05 2.30 2.30 2.45 2.45 2.30 2.30 2.15 2.15 2.35 2.45 2.15 2.45 2.35 2.15 2.30 2.20 2.15 2.15 2.30 2.50 2.30 1.53 1.53 1.50

ORA PARTITE 15.00 ESKISEHIR. BURSASPOR 15.30 FC COLONIA MAINZ 16.00 W. INNSBR. SALISBURGO 16.00 BELENENSES PENAFIEL 16.00 OLIVEIRENSE AVES 16.00 GRASSHO. THUN 16.00 FC LUCERNA XAMAX FC 16.00 YOUNG BOYS FC ZURIGO 16.00 ANTALYASPOR MANISASPOR 16.15 LARISSA OLYMP. VOLOU 16.15 XANTHI ATROMITOS 16.30 DE GRAAFSC. GRONINGEN 17.00 RENNES NIZZA 17.00 VALENCIE. BREST 17.00 BOLTON EVERTON 17.00 P. DE FERRE. MARITIMO 17.00 NAVAL ACADEMICA 17.00 RIO AVE PORTIMON. 17.00 VARZIM FATIMA 17.00 COVILHA ESTORIL 17.00 GIL VICENTE FREAMUNDE 17.00 HERCULES SARAGOZZA 17.00 MALAGA GETAFE 17.00 LEVANTE ALMERIA 17.00 R. SOCIEDAD OSASUNA 17.00 CORDOBA CELTA 17.00 GIMNASTIC SALAMANCA 17.30 W. BREMA HANNOVER 18.00 ST.D LIEGI GENK 18.00 STA. CLARA LEIXOES 18.00 ANKARAGUCU BESIKTAS 18.30 PANATHINAIK. AEK ATENE 19.00 MONA. M. UAG TECOS 19.00 UNAM PUMAS CHIVAS GUAD. 19.00 D. LA CORUNA VILLARREAL 19.15 BENFICA V. GUIMARAES 20.00 COBRELOA UNIV. DE CHILE 20.30 KV KORTRIJK GENT 21.00 ALL BOYS RACING CLUB 21.00 LILLE TOLOSA 21.00 ESPANYOL REAL MADRID 21.15 BRAGA FC PORTO 22.30 AUDAX IT. COBRESAL 23.10 BOCA JRS GODOY CRUZ

Editore Infospazio srl Viale de Filippis 107 - CATANZARO Tel. 0961.77.16.04 Direttore Resposabile Terri Boemi

1 2.85 2.30 3.40 2.10 2.05 1.95 1.70 2.25 2.20 1.95 2.35 3.00 1.50 1.90 2.55 2.10 2.60 1.95 1.85 2.40 2.00 2.00 2.10 2.30 2.00 3.10 2.10 1.75 2.20 2.30 4.25 1.67 1.70 2.00 3.35 1.27 2.65 3.00 2.40 1.45 7.50 4.00 1.75 1.53

X 2 U 3.15 2.30 1.65 3.20 3.05 1.70 3.30 2.00 1.67 3.10 3.30 1.60 3.10 3.45 1.65 3.30 3.50 2.00 3.55 4.30 2.30 3.30 2.85 2.05 3.15 3.00 1.75 3.10 3.75 1.50 3.00 2.90 1.43 3.25 2.20 2.20 3.70 7.00 1.60 3.20 4.00 1.55 3.25 2.70 1.80 3.10 3.40 1.55 3.00 2.65 1.60 3.20 3.75 1.50 3.20 4.00 1.80 2.90 2.95 1.65 3.10 3.60 1.65 3.35 3.65 1.73 3.35 3.35 1.90 3.30 3.00 1.80 3.35 3.65 1.70 3.20 2.15 1.77 3.20 3.20 1.60 3.75 4.25 2.15 3.20 3.00 1.82 3.00 3.00 1.55 3.35 1.75 1.78 3.45 4.75 1.63 3.45 4.25 1.80 3.25 3.30 1.70 3.35 2.10 1.73 4.85 10.00 1.95 3.15 2.40 2.15 3.20 2.20 1.90 3.10 2.75 1.65 3.85 7.50 1.77 4.50 1.40 2.25 3.30 1.85 1.75 3.30 4.20 2.30 3.65 5.75 1.75

O 2.02 2.00 2.00 2.10 2.02 1.67 1.50 1.63 1.90 2.30 2.50 1.55 2.10 2.20 1.87 2.20 2.10 2.30 1.85 2.02 2.02 1.95 1.78 1.88 2.00 1.87 2.10 1.60 1.82 2.20 1.87 2.05 1.85 1.95 1.95 1.70 1.58 1.75 2.02 1.88 1.55 1.90 1.50 1.90

Stampa Stabilimento tipografico De Rose Contrada Pantoni - Marinella 87040 - Montalto Uffugo CS Autoriz. richiesta il 13/01/11

il domani  

Edizione del 13 Febbraio 2011

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you