Issuu on Google+

Giovedì 2 Aprile 2009 Anno XII - Numero 90 Euro 1,00

QUOTIDIANO DI POLITICA ECONOMIA E CULTURA

COSENZA

SOVERATO

CATANZARO

VIBO VALENTIA

SPORT - CALCIO

Si sfiora la rissa per la Vallecrati

Convocato d’urgenza il consiglio comunale

Esami venduti anche per sesso?

Pet coke arriva il “no” della Capitaneria

SECONDA DIVISIONE L’editoriale

Riunione dei dipendenti ma la situazione degenera

La maggioranza porta all’odg nuove alienazioni di beni

Le sconcertanti rivelazioni di alcuni studenti universitari

Prima battaglia vinta per cittadini e associazioni

Un finale avvincente con le calabresi tutte in corsa

di Oreste Parise > Pag 24

di Carmela Mirarchi > Pag 21

> Pag 18

di Maurizio Bonanno > Pag 30

di Valter Leone > Pag 38

PESCE D’APRILE Nessun petrolio, il nostro oro nero siamo noi e la nostra capacità di sfruttare bene un territorio eccezionale

È la natura la nostra grande ricchezza Cultura, qualità e innovazione per combattere degrado, arretratezza e miseria Il Pesce d’aprile come occasione gioiosa per ricordare una battaglia storica del Domani: la difesa della nostra terra, dei suoi prodotti, delle sue bellezze. Spendere e consumare calabrese come tutala della nostra tradizione, come modo per sostenere la nostra economia e il nostro sviluppo. Un modo per dimostrare che il petrolio è qui ma che non tutti lo sanno vedere.

CROTONE Danno erariale per 23 milioni CROTONE — Anomalie gestionali sul “reddito minimo di inserimento”: riguardano il Comune di Isola Capo Rizzuto per un danno erariale di circa 23 milioni di euro.

di Francesco Ciampa > Pag 31 di Massimo Tigani Sava > Pag 18

REGGIO C.

IL PUNTO

Coniugi in manette

Cambiare si può, anche in Calabria

REGGIO CALABRIA — Richie-

devano risarcimenti ed indennizzi per incidenti mai verificati. Due coniugi reggini sono così finiti in manette per frode.

di Guido Talarico

Per il nostro pesce d’aprile abbiamo usato il petrolio come simbolo sfrontato dell’opulenza. In una terra sottosviluppata abbiamo utilizzato l’esca della facile ricchezza per ricordare a tutti che le cose possono cambiare, che la natura è già stata amica con noi, che già sediamo su un enorme giacimento di petrolio che si chiama natura. Come vi spiega Massimo Tigani Sava, nel servizio a pag. 15, questa è la nostra ricchezza. Sta a noi saperla ben impiegare e trasformare questa terra se non in un paradiso almeno in un posto migliore. Un pesce d’aprile anche per invitarvi a reagire, ad essere “affamati e folli” come dice Steve Jobs. Un invito che abbiamo già fatto nostro offrondovi da ieri un giornale nuovo, arricchito, completo, impegnato ancora di più a fare un’informazione indipendente e di qualità. Perchè anche in Calabria se si vuole si può.

di Angela Latella > Pag 32

LA FOTO DEL GIORNO

LAMEZIA T.

Gioca 5 euro e ne vince 500mila La fortuna bacia una rivendita di Sellia Marina

Pdl, intervista a Muraca

SELLIA MARINA — Con un biglietto di soli 5 euro ne ha portati a casa 500mi-

la. E’ successo a Sellia Marina e la notizia é arrivata al gestore della tabaccheria solo da due giorni. «Una vincita strepitosa, la massima che si può ottenere con il “Prendi Tutto”» ha dichiarato, festeggiando. di Maria Teresa Folino > Pag 21

LAMEZIA TERME — «Il Congres-

so del Pdl ha evidenziato la piena sintonia di Berlusconi con il Paese». Lo spiega Luigi Muraca, uno dei coordinatori locali del Pdl. di Claudia Vellone > Pag 22

REGGIO C. SPETTACOLI - BATTIATO A CATANZARO CATANZARO — Un nome che non ha bisogno di presentazioni quello del big Franco Battiato, uno spettacolo che ha registrato il tutto esaurito in ogni ordine di posto così come sottolineato dal promoter Maurizio Senese della Esse Emme Musica. Per l’occasione uno speciale riconoscimento è stato consegnato dall’orafo Michele Affidato.

di Rita Macrì > Pag 42

REGIONE

Piano Casa, Incarnato: la Calabria è soddisfatta CATANZARO — L’accordo tra Stato e Regioni sul piano casa è stato raggiunto e la Regione Calabria si alza soddisfatta dal tavolo delle trattative. L’assessore Luigi Incarnato, che rappresentava la Calabria, non ha nascosto il suo entusiasmo, soprattutto per aver rilanciato l’esigenza di azioni mirate a risolvere l’emergenza abitativa per le fasce deboli della popolazione: «Abbiamo fatto capire al Governo - dice Incarnato che dopo quest'accordo, che stimola gli investimenti dei proprietari degli immobili, bisogna reperire le risorse sia per costruire nuove case per chi non si puo' permettere di comprarne una, sia dare un contributo per il pagamento degli affitti delle famiglie a basso reddito». L’accordo è stato raggiunto nel rispetto delle diverse competenze tra Stato ed enti locali. «Ciò - ha sottolineato Incarnato - ha portato anche al giusto ridimensionamento degli interventi dei privati che non potranno essere realizzati né nei centri storici, nè nelle aree sottoposte a vincoli ambientali».

di Alessandro Caruso > Pag 15

Il questore si presenta REGGIO CALABRIA — «La Questura reggina è ben strutturata e quindi è un posto ambito». Il discorso di presentazione del nuovo questore, Carmelo Casabona.

di Antonio Latella > Pag 33

L’INTERVENTO

Il fondatore di Apple: «Siate affamati siate folli» di Steve Jobs

Sono onorato di essere qui con voi oggi in occasione della consegna delle vostre lauree in una delle migliori università al mondo. A dir la verità, io non mi sono mai diplomato al college, e questa è la cosa più vicina a una laurea che mi sia mai capitata. Oggi voglio raccontarvi tre storie della mia vita. (..) La mia terza storia parla di morte. Quando avevo 17 anni lessi una citazione che più o meno diceva così: «Se vivrai ogni giorno come se fosse l'ultimo, sicuramente prima o poi avrai ragione». Mi colpì molto e da allora, negli ultimi 33 anni, mi sono guardato ogni mattina allo specchio e mi sono chiesto: «Se oggi fosse l'ultimo giorno della mia vita, vorrei fare quello che sto per fare oggi?». segue a pag. 2


2 Giovedì 2 Aprile 2009 il Domani

D2.0 DALLA RETE AL DOMANI L’idea

Il meglio del web calabrese

Il meglio del web nazionale

Steve Jobs: «Seguite il vostro cuore»

Paolo Pulici: «Se ci fa paura anche l’Irlanda...»

Manuele d’amore: scoppia il fenomeno su YouTube

Stasera la nostra Nazionale affronta l’Irlanda. Che partita sarà? «Se abbiamo paura dell’Irlanda, quando andiamo ai Mondiali cosa facciamo? Una volta si giocava senza grossi patemi, se i nostri vanno in campo con la giusta convinzione possono farcela». Trapattoni allena l’Irlanda. Che ne pensa della globalizzazione che riguarda gli allenatori? «Il Trap ha sempre avuto questa grossa idea di allenare da altre parti, penso che per lui sia una grossa soddisfazione».

In contrarsi e lasciarsi su Facebook. Manuele è un giovane cantante neomelodico di Napoli. Ha conosciuto la ragazza su Facebook. Manuele però scopre proprio attraverso Facebook di essere stato tradito. Il tutto è diventato il soggetto di un videoclip, «Lasciarsi su Facebook», che sta spopolando su YpuTube e su Facebook dove ha raccolto rispettivamente 20 mila e 100 mila visualizzazioni a meno di 40 ore dal lancio. In realtà, il video èstato creato da una web-agency specializzata in marketing virale:Manuele D’Amore non è un cantante ma un attore e la storia è completamente inventata.

tratto da melitoonline.it

tratto da Corriere.it

Musaba, un laboratorio d’arte nell’Aspromonte

La sindrome di Diogene colpisce le e-mail

Il MuSaBa, parco Museo Santa Barbara creato dagli artisti Nik Spatari e Hiske Maas, è sorto su un ex complesso monastico e su una ex chiesa del 1100 e ospita l’opera murale tridimensionale "Sogno di Giacobbe", un parco d’arte con giardini ed orti mediterranei, numerose opere monumentali e architettoniche, una foresteria, una biblioteca, un laboratorio, un centro informatico e l’ex stazione utilizzata come ufficio. I due ideatori, alla fine degli anni ‘60, decisero di lavorare ad un progetto globale in cui la produzione dell’arte avesse dei precisi punti di riferimento storici ed ambientali e scelsero di farlo a Santa Barbara, una grangia certosina del decimo secolo ricca di fascino ma completamente in rovina, situata a sud est del centro abitato di Mammola, nella Vallata del Torbido in provincia di Reggio Calabria.

Quando il virtuale assomiglia fin troppo alla realtà. Prendete le caselle postali: stracolme di pubblicità e inserzioni, a fare volume finché non ci rendiamo conto che arrivata ora di fare pulizia. La stessa cosa, a quanto pare, accade pure con le e-mail al punto che si parla già di sindrome di Diogene, il termine con il quale si indica la malattia che annovera alcuni sintomi come l’abitazione trasformata in una vera discarica per sporcizia, la totale trascuratezza e disinteresse per la pulizia sia dell’abitazione che personale, l’accumulo senza regole di qualunque materiale o oggetto anche inservibile. A darne notizia è stato il quotidiano spagnolo El Pais, secondo il quale si tratta della tendenza compulisva di molti utilizzatori di mail ad accumulare tutta la posta ricevuta e inviata nelle loro caselle.

E ogni qual volta la risposta è «no» per troppi giorni consecutivi, capisco che c’è qualcosa che devo cambiare.(..) Ricordarsi che dobbiamo morire è il modo migliore che io conosca per evitare di cadere nella trappola di pensare che abbiamo da perdere. Non c’è ragione per non seguire il vostro cuore. Più o meno un anno fa, mi è stato diagnosticato un cancro. (..) di tipo incurabile e mi dissero che avevo un’aspettativa di vita non superiore ai 3-6 mesi. La sera tardi è arrivato il risultato della biopsia (::). Ero sedato, ma mia moglie mi ha detto che quando i medici hanno osservato le cellule al microscopio hanno cominciato a piangere, perché è saltato fuori che si trattava di un cancro molto raro e curabile con un intervento chirurgico. Ho fatto l’intervento e adesso, per fortuna, sto bene. (..) Posso parlarvi adesso con un po’ più di cognizione di causa rispetto a quando la morte era per me solo un concetto astratto e dirvi: nessuno vuole morire. Nonostante tutto, la morte è la destinazione che condividiamo. Nessuno gli è mai sfuggito. È così che deve essere, perché la morte è con tutta probabilità la più grande invenzione della vita. È l’unico evento che modifica la vita stesso. Spazza via il vecchio per far posto al nuovo. Adesso il nuovo siete voi, ma un giorno non troppo lontano da oggi diventerete gradualmente il vecchio e verrete spazzati via. Mi dispiace essere così drammatico, ma è la pura verità. Il vostro tempo è limitato, per cui non lo sprecate vivendo la vita di qualcun’altro. Non fatevi intrappolare dai dogmi, ossia non vivete seguendo le deduzioni del pensiero delle altre persone. Non lasciate che il rumore delle opinioni altrui offuschi la vostra voce interiore. E più importante ancora, abbiate il coraggio di seguire il vostro cuore e il vostro intuito. In qualche modo, essi sanno cosa volete realmente diventare. Tutto il resto è secondario. Quando ero ragazzo, c’era una rivista incredibile che si chiamava "The Whole Earth Catalog" (..). Nella quarta di copertina del numero finale c’era una fotografia di una strada di campagna di prima mattina. Sotto la foto c’erano le parole: «Siate affamati. Siate folli.», il loro messaggio di addio. Siate affamati, siate folli. È ciò che ho sempre augurato a me stesso. E oggi, che vi laureate per cominciare una nuova vita, lo auguro a tutti voi. Siate affamati. Siate folli.

La foto del giorno

tratto da Il Blog di Comuni-Italiani.it tratto da Libero-news.it

Rende: Successo per il festival della Soppressata DOP

Venticinque anni fa moriva Marvin Gaye

Il 1 aprile 1984 moriva a Los AngeLa prima edizione del Festival della les, ucciso dal padre, l’artista più Soppressata Dop ha riscosso un granrivoluzionario degli anni Settanta, de successo di pubblico. Migliaia di viTratta da Repubblica.it il principe della Motown, la celesitatori a Rende, per scoprire i mille sabre casa discografica di Detroit: pori della soppressata dop . Un’iniziatiUna statua di Vladimir Lenin è stata danneggiata da Marvin Gaye. Cantò la politica, va promossa e organizzata dalla Pro un’esplosione a San Pietroburgo, nella stessa piazza in l’economia, l’ambiente, l’amore e Loco di Rende, in collaborazione con cui il dittatore arrivò dalla Germania il 3 aprile ’17. L’ordile guerre, lottò contro il sistema e la Coldiretti di Cosenza e il Centro gno, di potenza pari a 300 gr di tritolo, ha creato un buco per i diritti degli afro-americani, Commerciale Metropolis di Rende, con di circa 1 m di diametro sulla statua. aprendo la strada ad illustri eredi, il Patrocinio del Comune di Rende, deltra i quali Stevie Wonder. La sua la Provincia di Cosenza e della Regione musica, contaminata da un po’ di Calabria. Più di trenta stand dei maggiori produttori del tersoul e un po’ di funky, denunciò le ingiustizie e i soprusi. ritorio hanno animato un vero e proprio festival. tratto da calabresi.net tratto da unita.it

Matitate - Il meglio di ieri

Dadaumpa Da Il Manifesto

Da Repubblica

Dicono che una signora bene di Reggio Calabria abbia concesso ad un professionista bene di Roma un appuntamento galante in un hotel di charme di Taormina. Pare che il marito di lei, un noto avvocato di Reggio, appresa fortuitamente la notizia non l’abbia presa proprio bene..

il Domani

Editore

Direzione Guido Talarico Massimo Tigani Sava Orlando Rotondaro (responsabile) Redazione Francesco Pungitore (caposervizio) Maurizio D’Agostino (proto) *** redazione@ildomani.it catanzaro@ildomani.it roma@ildomani.it sport@ildomani.it appuntamenti@ildomani.it tel. 0961.996802 | fax 0961.903801/927 www.ildomani.it

T&P Editori srl Guido Talarico Amministratore Giuseppe Gangale (pubblicità) Benedetta Geronzi (marketing) Cesare Marullo (finanza) Carlo Taurelli Salimbeni (revisione e controllo) Franco Arcidiaco (distribuzione) Silvana Di Silvestro (personale) Direzione, Redazione e Amministrazione loc. Serramonda - Zona Industriale Marcellinara (Cz) regi. Trib. n. 64 del 15-7-1997 La testata fruisce dei contributi statali diretti di cui alla Legge 7 agosto 1990 , n. 250

Pubblicità

Centro stampa

Il Sole 24 Ore Spa System

Stabilimento Tipografico De Rose contrada Pantoni - Marinella 87040 Montalto Uffugo (Cs) tel. 0984-934382

Direzione generale: Anfrea Chiapponi Direzione amministrativa: via Monterosa, 91 - 20149 Milano Coordinamento Area Calabria Mediatag Spa loc. Serramonda - Zona Industriale Marcellinara (Cz) tel. 0961.996802 attendere e comporre il 4 fax 0961.903421/784 info@mediatag.it Tariffe a modulo: 46 mm x 19 h. Commerciale euro 103,00 - Occasionale euro 114,00 - Legale Sentenze Appalti euro 129,00 - Corsi di Formazione euro 129,00 - R.P.Q. euro 78,00 - Necrologie euro 77,00 cad. Economici euro 0,62 a parola. Supplemento Colore: + 40%.

Services e partnership Lumsa (Roma) - Graphic Coop (Siena) Guido Talarico Editore Spa (Roma) - Italpress (Palermo) - Lapresse (agenzia fotografica - Torino) Il Velino (Roma) - Manolibera - Settimio News Il Cristallo sas - AT Press - Ediratio Media Services - Città del Sole sas Speaker Network


4 Giovedì 2 Aprile 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

Primo piano

Salva l’autonomia delle regioni

Berlusconi: 100 insediamenti urbani, uno ogni capoluogo

Da Nord a Sud nuove case per chi non ce l’ha Mutui con rate più basse degli affitti per favorire le giovani coppie

Berlusconi nel corso della conferenza stampa a Palazzo Chigi

Piano per l’edilizia Siglato l’accordo ROMA - Il piano per l’edilizia è cosa fatta: dopo l’accordo di ieri l’altro di tutti i governatori, ieri il testo frutto del lavoro congiunto di governo, regioni e enti locali, è stato definitivamente ratificato in Conferenza Unificata e subito dopo è stato varato dal Consiglio dei ministri con grande soddisfazione di tutti, del premier Berlusconi in particolare. È stato un percorso lungo e faticoso che proprio martedì sembrava doversi arenare; poi in nottata la svolta, grazie anche alla mediazione del ministro per i Rapporti con le regioni, Raffaele Fitto. Nell’accordo siglato si da il via agli ampliamenti entro determinati paramentri, si fissano regole contro il lavoro nero, si da mandato alle parti di compiere uno studio di fattibilità per un nuovo

Chiara Scalise

piano casa da attuare con risorse pubbliche e private e destinato ai più disagiati. Le regioni entro 90 giorni dovranno emanare leggi regionali che recepiranno l’accordo siglato. Il governo invece entro 10 giorni dovrà emanare un decreto legge concordato con le autonomie, sulla semplificazione di alcune procedure di competenza esclusiva dello Stato. «Sul decreto legge siamo già al lavoro - ha detto Fitto subito dopo il cdm - in questi 10 giorni saranno definiti i dettagli». Le regioni con questo piano portano a casa un risultato importante: la loro autonomia è salva. Le loro competenze non saranno scavalcate perchè gli interventi che si faranno dovranno sottostare alle regole previste dagli strumenti urbanistici esistenti e le leggi le faranno le regioni.

ROMA - Oltre cento New Town, una per ogni capoluogo di provincia: il premier Silvio Berlusconi rinnova la promessa fatta in campagna elettorale di costruire nuovi insediamenti urbani per dare un tetto a chi non ce l’ha. Soprattutto alle giovani coppie che così, dice, potranno mettere su famiglia. Il giorno dell’intesa tra governo e regioni sulle nuove misure per l’edilizia privata, il Cavaliere ringrazia le istituzioni locali e rilancia quello che definisce «Il vero grande piano casa». Il Pd intanto attacca: «il governo commenta il segretario Dario Franceschini - ha fatto una totale marcia indietro». Per sbloccare davvero il settore, insistono i Democratici, si dovrebbe puntare sull’allentamento del patto di stabilità interno in grado di sbloccare oltre 18 miliardi di euro per i comuni. Di soldi però ne muoverà parecchi anche il piano ’famiglie’, così co-

La ricchezza delle famiglie italiane BENI REALI

5.570 miliardi di euro

À FINANZIARIE

8.512

60%

3.652 miliardi di euro

miliardi di euuuro*

28%

82% 54,5%

fabbricati, impianti, macchinari, terreni, oggetti di valore

45,5%

case titoli di (bond, abitazione azioni, bot, cct...)

altro (depositi bancari e postali, contanti...) CALCOLO DI SCAJOLA

Valore delle case

4.567

miliardi di euro

se il 10% di chi ha casa investe per un ampliamento dal 5 al 35% si metterebbero in moto investimenti per 50-60 miliardi

*9.222 miliardi meno 710 miliardi di passività (mutui, credito al consumo, debiti commerciali)

me il Cavaliere ha soprannominato le misure per l’ampliamento delle abitazioni: se solo il 10% degli italiani, spiega, decidessero di mettere mano alle loro abitazioni a gi-

rare sarebbero tra i 60 e i 70 miliardi, circa quattro punti di pil. Miliardi sono anche però quelli che servono per l’operazione ’New Town’. Per mettere insieme le ri-

ANSA-CENTIMETRI

sorse necessarie sono già allo studio alcune soluzioni, a partire dalla vendità degli immobili pubblici. Anche in questo caso però ’people first’: l’obiettivo, afferma Ber-

Il Ragioniere Generale dello Stato, Mario Canzio in commissione Bilancio al Senato affronta i nodi del bilancio

“La spesa pubblica è stata ridotta all’osso”

Chiesta la supervisione non solo delle spese ma anche delle entrate dello Stato Corrado Chiominto

ROMA - I tagli hanno inciso profondamente sulle risorse delle amministrazioni pubbliche e ora la quota del Bilancio che può essere manovrata si è ridotta al lumicino: nel 2011 sarà di soli 18 miliardi, il 3,4% dei 750 miliardi che compongono la spesa pubblica, la metà del 7,3% del 2008. Il Ragioniere Generale dello Stato, Mario Canzio in commissione Bilancio al Senato affronta i nodi del bilancio pubblico e ammette che anche per la Ragioneria le riduzioni di risorse hanno comportato qualche problema. «Le disponibilità della Ragioneria si sono ridotte di circa il 30 e 40% e già ci troviamo nella difficoltà di fare fronte ai nostri compiti istituzionali», dice Canzio chiedendo di mettere risorse per il funzionamento della banca dati sui bilanci locali che la Ragioneria si candida a gestire. Il Ragioniere ammette che qualche flessibilità maggiore è auspicabile. Il Bilancio dello Stato è troppo rigido e l’adozione di manovre correttive ha ridotto la quota veramente gestibile. La maggior parte dei 750 miliardi di euro è già impegnata in spese inderogabili. Rimane solo una piccola parte ancora

I margini di manovra

Consumatori più attenti e meno spreconi

750

Fondi spesi dalle Pubbliche amministrazioni nel 2008 (bilancio dello Stato)

miliardi di euro

Margine di manovra delle P.a. (al di fuori degli oneri inderogabili e delle spese già impegnate per legge) IN MILIARDI DI EURO

54,8

25

18

QUOTA SUL BILANCIO STATALE

7,3%

2008

2009

2011

Fonte: Ragioneria Generale dello Stato

gestibile: è il margine di manovra che nel 2008 era attorno al 7,3%, e si è ulteriormente ridotto con le ultime manovre correttive: quest’anno sarà di soli 25 miliardi, pari al 4,6%, per arrivare ai 18 miliardi del 2011 (il 3,4%). In pratica, a forza di ridurre la spesa pubblica si sta arrivando al-

4,6%

3,4%

%

ANSA-CENTIMETRI

l’osso. Bene allora la possibilità prevista dal progetto di riforma delle procedure sui conti pubblici - di rimodulare le poste all’interno di nuovi capitoli chiamati «missioni» può allora contribuire a migliorare la gestione. Ma, proprio mentre sembra avvicinarsi l’approvazione del disegno di legge de-

Il 70% degli italiani ha diminuito gli acquisti ROMA - La crisi sta trasformando il consumatore, che con meno soldi in tasca sta imparando a spendere meglio, in modo più attento e senza sprechi. Oltre la metà degli italiani lamenta di non arrivare a fine mese, il 70% dice di aver ridotto gli acquisti, l’80% afferma di comprare solo se necessario e il 90% ritarda le spese. È quanto emerge da un sondaggio condotto dall’Ipsos su un campione di mille persone, presentatodal Consumers’ Forum, l’associazione che riunisce organizzazioni di consumatori e aziende. Secondo l’indagine le difficoltà economiche preoccupano molto gli italialega sul federalismo fiscale, uno dei nodi da affrontare riguarda la differenziazione di regole di bilancio degli enti territoriali, che rendono difficile una gestione omogenea. «Il governo unitario della finanza pubblica ha come premessa necessaria la confrontabilità dei dati di bilancio delle differenti

ni, ma il 90% si dice comunque felice. C’è quindi un’apparente contraddizione tra il 73% di chi ritiene che in futuro si vivrà peggio e un altro 75% convinto che per stare meglio si dovrebbe consumare meno. La realtà, forse, è che il consumatore non affronta la crisi disperandosi ma evolvendosi. Paolo Barberini, presidente di Federdistribuzione, conferma la trasformazione del consumatore, sempre più cosciente e critico. Il mondo della distribuzione, secondo Barberini, non rimane indifferente: «aumentano i discount» e «il 28% dei prodotti che vendiamo è in offerta». amministrazioni - afferma Canzio - Ciò è particolarmente rilevante per le Regioni e le Province autonome i cui bilanci sono classificati con modalità tra loro non omogenee, che non consentono l’agevole raccordo delle informazioni rilevate». C’è poi una quota «non trascurabi-

C’è una quota non trascurabile della spesa che sfugge ai controlli della Ragioneria e che vale oltre il 3%dei conti pubblici

le» della spesa che sfugge ai controlli della Ragioneria e che vale «oltre il 3%» dei conti pubblici, circa 17,8 miliardi di euro. Oltre alla Presidenza della Repubblica, alle Camere, alla Corte Costituzionale e alla Presidenza del Consiglio, sfuggono al monitoraggio della Ragioneria anche le autorità indipendenti e le Agenzie pubbliche (50,2 milioni), le Università (8.094,6 milioni) e le Agenzie Fiscali (3.742,4 milioni) per le quali Canzio chiede di «considerare l’opportunità di prevedere forme di conoscenza» da parte della Ragioneria, anche «attraverso la previsione di propri rappresentanti negli organi interni di revisione». Questo vale ancora di più per l’Agenzia delle Entrate e per Equitalia (la società che cura le riscossioni per conto dello Stato) per le quali viene chiesto «un controllo degli atti» anche «ai fini di una corretta contabilizzazione dei dati» perchè, «come rimarcato più volte dalla Corte di Conti mancano efficaci strumenti di controllo sulla gestione delle entrate e sulla effettiva riscossione delle somme accertate». Come dire: la Ragioneria chiede di poter avere la supervisione non solo delle spese ma anche delle entrate dello Stato.


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Giovedì 2 Aprile 2009 5

Primo piano

Dall’opposizione la richiesta di intervenire anche sul caro canone

Esclusi condomini e centri storici

Ampliamenti dal 20 al 35% ma nel rispetto delle regole L'intesa sul piano-casa

Secondo i calcoli del governo se solo il 10% degli italiani decidessero di mettere mano alle loro abitazioni a girare sarebbero tra i 60 e i 70 miliardi, circa quattro punti di Pil Numeri importanti per far ripartire l’economia

Il Governo emanerà un decreto con le linee essenziali; le Regioni avranno 90 giorni di tempo per emanare le norme di attuazione Ampliamento In caso di integrale demolizione del volume e ricostruzione, se sono utilizzate tecniche delle abitazioni di bioedilizia o fonti di energia rinnovabile fino a

fino a

+20%

+35%

DEMOLIZIONE

RICOSTRUZIONE

I limiti

lusconi in conferenza stampa al termine del Consiglio dei ministri che ha dato il via libera all’accordo con le regioni, è quello di mettere a punto strumenti finanziari fles-

sibili e che possano consentire ai futuri proprietari di pagare mutui con rate più basse degli affitti che chiede il mercato. «Senza arrivare a forzare - rassicura il premier - la

vendita nei confronti delle famiglie che li occupano e non avessero la possibilità di pagare un mutuo». Il progetto di costruire tanti nuovi insediamenti urbani si ag-

Grazie agli incentivi le quattroruote tornano a marciare

Il mercato dell’auto va

giunge dunque al piano per l’edilizia popolare e al piano per l’edilizia privata: tre interventi che servono da stimolo per il settore delle costruzioni, centrale secondo il premier per la ripresa economica. Anche se, ammonisce il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, occorre fare attenzione alle possibili conseguenze. Per fare fronte a quella che viene definita l’emergenza abitativa manca però ancora un intervento sugli affitti: a chiedere con forza un passo in questa direzione è il Partito democratico, che punta a discutere in Parlamento una propria proposta di legge e che introduce la cosiddetta cedolare secca al 20%. Si tratta di un intervento che è allo studio anche del governo e che garantendo una tassazione uniforme degli introiti provenienti dall’affitto delle seconde case dovrebbe favorire l’emersione del nero facendo, a regime, far entrare anche nuove risorse nelle casse dello Stato.

Le possibilità d'ampliamento riguardano solo l'edilizia residenziale

Restano esclusi i centri storici e le aree protette

L'accordo in extremis Un tavolo Stato-Regioni verificherà quali misure adottare per l'edilizia pubblica ANSA-CENTIMETRI

ROMA - Saranno possibili ampliamenti di volumetrie di abitazioni residenziali uni-bi familiari entro il limite del 20% «o comunque di volumetria non superiore ai 1000 metri cubi» per un incremento complessivo massimo di 200 metri cubi «fatte salve diverse determinazioni regionali che possono promuovere ulteriori forme di incentivazione volumetrica», e ampliamenti del 35% della volumetria esistente nel caso di interventi straordinari di demolizione e ricostruzione di edifici «con finalità di miglioramento della qualità architettonica esistente, di riduzione sensibile dei consumi energetici e di utilizzo di fonti energetiche rinnovabili». Tali interventi non possono riferirsi ad edifici abusivi, condomini, centri storici e aree protette. Questi i punti essenziali dell’accordo siglato questa mattina in Conferenza Unificata a Palazzo Chigi fra governo, regioni e enti locali, e che si trova integralmente sul sito www.ansa.it. Inoltre le Regioni si impegnano ad approvare entro 90 giorni proprie leggi ispirate a questi obiettivi, anche se le leggi regionali possono prevedere gli ambiti nei quali questi interventi sono esclusi o limitati: e questo soprattutto nel caso di aree di particolare pregio ambientale o paesaggistico. La disciplina introdotta da queste leggi regionali avrà una validità temporalmente definita e comunque non superiore ai 18 mesi dalla loro entrata in vigore.

Le vendite di Fiat Group Automobiles Vetture nuove immatricolate marzo 2009

rispetto a marzo '08

69.882

+6,8% Quota di mercato italiano a marzo

sa di omologazione dopo la trasfor- Per tutti i marchi del Lingotto il mazione da alimentazione a benzi- trend è in ascesa. Il brand Fiat tota32,62% ROMA - Grazie agli ecoincentivi il na a gpl o metano. lizza quasi 55mila vetture (+3,5%) mercato dell’auto in Italia torna in In questo contesto Fiat, che su gpl e e aumenta la quota al 25,5% dal +1,79 saldo positivo a metano propone precedente 24,6%. Il marchio Lanmarzo (+0,2%, a Per Fiat a marzo un’ampia offerta, cia registra oltre 9.300 immatricolaVetture nuove immatricolate 214.218 unità) dopo in Italia +6,08% torna a ingranare la zioni (+6,6%) e si attesta al 4,4% di rispetto a gen-mar '08 gen-mar 2009 quattordici mesi di marcia nei volumi quota rispetto al precedente 4,1%. 173.737 -16,15% perdite e consente a rispetto allo (+6,08% i volumi Alfa Romeo continua infine la sua Fiat di recuperare stesso mese 2008 con 69.882 vetture corsa da inizio anno e mette a segno Quota di mercato italiano terreno nelle immaimmatricolate) e un aumento di vendite del 35,5%, nel primo trimestre tricolazioni (+6,1%) e salire nella nella quota che raggiunge il 32,6%, per un totale di oltre 6.000 vetture, 32,25% quota al 32,6%. È ancora un recupe- 1,8 punti percentuali in più su mar- oltre ad incrementare la quota dal +1,15 ro timido (gli incentivi sono in vigo- zo 2008. Ottima la raccolta ordini, 2,1% al 2,8%. re solo dal 7 febbraio) ma molto +59%. Che gli incentivi stiano dando linfa ANSA-CENTIMETRI promettente (boom di ordini a marzo del 36%) e dove la parte del leone la fanno le motorizzazioni a gpl e Ancora ritocchi al maxiemendamento, viene assorbito anche il decreto sulle quote latte metano, particolarmente agevolate dagli incentivi statali. La richiesta di queste alimentazioni registra un’impennata, rispetto ad un anno fa, del 323,78% per il gpl e del ROMA - Dal rimborso parziale per i possessori piccoli obbligazionisti di Alitalia attraverso stabilimenti balneari avevano promesso per 102,94% per il metano, portando le di Bond Alitalia, rimasti a secco dopo il com- l’emissione di titoli di Stato con scadenza 2012. quest’anno di non aumentare i prezzi di ombrelnuove immatricolazioni rispettivamissariamento della società, al superamento L’importo dell’aiuto non potrà superare i loni, lettini e cabine. mente a 19.728 e 12.796 unità. dei vincoli per la realizzazione di centrali elettri- 100.000 euro e l’importo preso a riferimento Delocalizzazione Gli aiuti alle imprese previLa quota di mercato del gpl quindi che meno inquinanti, come quella di Porto Tol- sarà pari al 50% del valore dei titoli «determina- sti dal decreto legge incentivi potranno essere secondo i dati diffusi dall’Unrae le. Il maxi-emendamento al decreto incentivi, to sulla base del prezzo medio di borsa nell’ulti- concessi solo alle aziende che «si impegnano a passa al 9,2%, dal 2,2% di marzo sul quale il governo ha messo la fiducia, intro- mo mese di negoziazione». Bisognerà presenta- non delocalizzare al di fuori dei Paesi membri 2008, e quella del metano al 5,97% duce altre novità nel decreto incentivi, che già re una domanda entro 90 giorni con la rinuncia dello Spazio Economico europeo la produzione dal 2,95%. In crescita anche le ibricontiene le norme che vanno dalla rottamazio- a qualsiasi pretesa e iniziativa verso la vecchia dei beni». de (+19,51%) arrivate a 479 unità. ne delle auto agli ammortizzatori sociali per i Alitalia ora commissariata. Fondi Bei Le imprese che hanno avuto accesProprio questo boom delle eco-moprecari. Con il maxi-emendamento viene assor- Meno vincoli per centrali a carbone Via ai so ai fondi per la realizzazione di opere infratorizzazioni avrebbe in realtà conbito nel testo anche il decreto sulle Quote Latte vincoli burocratici per convertire i vecchi im- strutturali potranno rivolgersi direttamente alla sentito - notano alcuni esperti interche ritorna al testo originario e dal quale salta- pianti inquinanti per la produzione di elettrici- Banca europea di investimenti per finanziare pellati dall’Ansa - dati ancora migliono due diversi fondi previsti: il primo di solida- tà in nuove strutture a carbone pulito che garan- l’intervento. ri sul mercato dell’auto in Italia a rietà con 110 milioni, il secondo per finanziarie tiscano un dimezzamento delle emissioni inqui- Pensioni, 40 anni effettivi Salta, perchè marzo, nell’ordine di un aumento l’istituto di sviluppo agroalimentare con 150 nanti. inammissibile, la norma che introduceva i condelle vendite del 2%, se non fosse milioni nel biennio 2009-2010. Spiagge, stop a moratoria canoni Salta la tributi figurativi ai fini del conteggio al tetto slittata di qualche giorno l’immatriBond Alitalia, mini rimborso Il governo moratoria ai rincari dei canoni di concessione dell’anzianità massima contributiva fissato a 40 colazione presso la Motorizzazione stanzia 100 milioni per rimborsare, a metà, i delle spiagge, in base alla quale i gestori degli anni. Ora valgono i contributi reali. di alcune categorie di vetture in atteCristina Latessa

Pieno rispetto di tutti i programmi urbanistici

Mini rimborso per i piccoli azionisti Alitalia

A febbraio il mercato dell’auto aveva segnato una flessione del 24,45%, a 165.289 unità

al mercato lo testimonia anche un rapporto dell’Aci che indica in 147.071 le auto acquistate fino al 31 marzo grazie ai nuovi ecoincentivi. Rispetto a febbraio gli acquisti con ecoincentivi sono aumentati dell’82,3%. Le auto più acquistate con ecoincentivi - evidenzia l’Aci - sono la Fiat Panda (14.863 immatricolazioni), seguita dalla Ford Fiesta (10.025) e Fiat Grande Punto (8.215). La Fiesta (la vettura estera più venduta in Italia) appunto continua a far sorridere Ford, in testa anche a marzo nella classifica dei marchi esteri più venduti in Italia con oltre 22.000 vetture immatricolate. Il podio dei marchi esteri si completa con Volkswagen (12.649 unità, -8,82%) e la rediviva Toyota (12.320 unità, +20,30%). Per gli addetti ai lavori, a cominciare dai concessionari, l’inversione di trend del mercato italiano si deve tutta agli incentivi e l’effetto si vedrà a regime ad aprile e soprattutto a maggio. Il Centro Studi Promotor segnala che la crescita di vendite interessa quasi esclusivamente le vetture che possono usufruire di incentivi ma nella seconda metà dell’anno vi potrebbe essere una ripresa della domanda anche per i modelli attualmente non incentivati. L’Unrae evidenzia vendite ancora in sofferenza nel comparto delle aziende e noleggio (a marzo, rispettivamente, -29,3% e -22%), a causa di una fiscalità onerosa e di un turismo frenato dalla crisi.


6 Giovedì 2 Aprile 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

Economia

Cresce la fiducia E gli italiani progettano acquisti

Colf e professori sono i mestieri pagati peggio

Inflazione e Pil a picco Oggi la decisione della Bce sui tassi

FIRENZE - Cresce la fiducia degli italiani, che sembrano intravedere la fine del tunnel; crescono anche il risparmio e le intenzioni di acquisto. In calo, invece, l’auto dopo il dato positivo di febbraio. Lo rileva l’osservatorio mensile di Findomestic relativo al mese di marzo rispetto allo stesso mese del 2008. Si è evidenziato il grado di soddisfazione più elevato dall’inizio della rilevazione (ottobre ’07) e cresce la previsione di risparmio su base annua. Per quanto concerne le intenzioni di acquisto a tre mesi il 38% dice di voler effettuare viaggi e vacanze, più 8 punti rispetto allo marzo 2008. Crescono l’abbigliamento sportivo assieme alle moto. Gli acquisti di case sono stazionari mentre vanno male i settori delle auto nuove e usate.

ROMA - Sono i lavoratori delle pulizie i meno pagati in Italia, seguiti da quelli dell’agricoltura e dagli impiegati nelle scuole private: a fare la mappa delle retribuzioni in Italia è l’Istat che per il 2008 calcola che siano sempre i magistrati i lavoratori con la busta paga più pesante (oltre 110.000 euro medi all’anno) seguiti dai giornalisti (46.508) mentre l’area meglio pagata resta quella del credito e assicurazioni con 36.427 euro l’anno. Sono ben pagati anche a causa dei rischi in cui incorrono gli elicotteristi (56.387 euro la retribuzione media) e i lavoratori del trasporto aereo (33.001). Nella pubblica amministrazione la busta paga media è stata pari nel 2008 a 26.034 euro con un picco per le forze dell’ordine di 32.174 euro.

ROMA - Con l’inflazione in caduta libera e la disoccupazione in ripresa si profila una ulteriore riduzione dei tassi di interesse nell’area dell’euro, secondo le attese prevalenti tra gli analisti per la riunione del Consiglio direttivo della Banca centrale europea, oggi a Francoforte. Un altro mezzo punto in meno con cui il principale riferimento per il costo del danaro scenderebbe a un nuovo minimo storico, l’1 per cento. All’esame anche la possibilità di intraprendere altre misure espansive a favore della crescita, oltre a quelle già in atto, tramite strumenti non convenzionali di politica monetaria.

G20 a Londra Gordon Brown e Obama: “Le banche sono la priorità” Berlusconi ridimensiona il vertice: “Le decisioni vere saranno prese al G8”

I grandi cercano un piccolo accordo Arresti e feriti negli scontri di ieri Fabrizio Finzi

LONDRA - I grandi in ordine sparso impegnati in una corsa contro il tempo, costretti a dribblare diktat e paletti, avvertimenti e minacce, ma comunque lanciati verso un accordo che oggi ci sarà. Un accordo al ribasso, un piccolo accordo, ma comunque un’intesa che non può mancare e oggi sarà probabilmente presentata come un successo. Questo è il fermo-immagine della vigilia dell’atteso G20 anticrisi di Londra. Il primo ministro Gordon Brown, in conferenza stampa con il presidente Usa Barack Obama, ha detto che non si uscirà dalla crisi se non verranno «ripulite» le banche. «E’ uno dei test per misurare il successo di questo vertice - ha detto Brown». Una fotografia che il premier Silvio Berlusconi ha di fatto confermato assicurando che oggi saranno sicuramente prese delle decisioni «opportune» ma che molto resterà da fare fino al G8 sotto presidenza italiana. Sarà a luglio, alla Maddalena, che saranno varate le regole vere, «il nuovo codice dei comportamenti finanziari ed economici», ha assicurato Berlusconi. Una linea questa che lo colloca fuori dagli schieramenti forti

Eurolandia: record negativo

Ventitre persone finite in manette per i disordini nella capitale inglese

Disoccupati in aumento: 13 milioni

Silvio Berlusconi; a destra le manifestazioni di protesta di ieri a Londra

che si stanno delineando in vista della battaglia negoziale di oggi: l’Italia infatti non sembra schierata nè sul fronte franco-tedesco, nè su quello anglo-britannico. E’ stata comunque una vigilia di tensione, con la City della capitale assediata per ore e ore, una filiale della bank of Scotland attaccata,

diversi scontri e 23 fermati. I londinesi hanno seguito con sconcerto le immagini delle proteste, a volte vivaci, ma perlopiù civili, degenerate per l’assalto di una ventina di incappucciati. Il popolo di Londra poco aveva a che vedere con quello dell’ormai lontano G8 di Genova, così come gli

agenti britannici - rigorosamente disarmati - sembravano distanti secoli da quelli in tenuta antisommossa visti nelle strade di Genova nel 2001. Dal punto di vista politico la scena ieri è stata rubata dal duo Merkel-Sarkozy che si è presentato particolarmente aggressivo e suffi-

Oggi quattro cortei di protesta invaderanno la City fino alla Banca d’Inghilterra

I cavalieri dell’apocalisse assediano Londra

Migliaia di manifestanti Il tavolo dei partecipanti Paesi del G20 Paesi non membri del G20 sfileranno per le strade C.F. Kevin L. I. Lula De Kirchner Rudd da Silva distinti da quattro colori: rosso, verde, argento e nero Arabia Saudita Argentina

LONDRA - Come i Quattro Cavalieri dell’Apocalisse: uno rosso contro la guerra, uno verde sui cambiamenti climatici, uno argento contro i ’crimini’ della finanza ed il quarto nero contro la proprietà privata. Saranno così articolati i cortei di migliaia di manifestanti che invaderanno oggi la City di Londra, convergendo sulla Banca d’Inghilterra per una grande protesta in vista del summit del G20. Il premier Gordon Brown ha dichiarato che «qualsiasi atto violento o intimidatorio non verrà tollerato» e che la polizia agirà «in fretta contro qualsiasi minac-

Re Abdallah

Australia

Brasile

Giappone

Gran Bretagna

Taro Aso

Gordon Brown Robert Zoellick

Abhisit Vejjajiva

Organizzazioni internazionali Stephen Hu Lee Harpe Jintao Myung-bak

Canada India

Manmohan Singh Dominique Strauss-Kahn

Cina

Corea del Sud Indonesia

Nicolas Sarkozy

Angela Merkel

Francia

Germania

Sudafrica

S. B. Yudhoyono Mario Draghi

Kgalema Motlanthe J. M. Durao Barroso

Spagna Asean J. L. R. Zapatero

Banca Mondiale

Fmi

Forum di Stabilità Finanziaria

UE

Olanda

Nepad

Onu

Wto

Turchia

Stati Uniti

UE

Jan Peter Balkenende

Meles Zenawi

Ban Ki-moon

Pascal Lamy

R. T. Erdogan

Barack Obama

Mirek Topolanek

cia a proprietà e persone». I manifestanti inizieranno la loro marcia alle 11 divisi in quattro gruppi. Verso le 12 dovrebbero aver raggiunto la loro destinazione, la Banca d’Inghilterra, per una ma-

nifestazione sotto lo slogan ’Financial Fools Day’ (Pesce d’aprile della finanza). Nell’Excel, il grande centro congressi nelle Docklands (periferia est di Londra) dove si incontreranno i lea-

Italia Silvio Berlusconi Messico Felipe Calderon Russia Dmitri Medvedev

ANSA-CENTIMETRI

der mondiali gli ambientalisti di Campaign for Climate Change, vedrà arrivare con un gigantesco blocco di ghiaccio rappresentante l’emergenza dei cambiamenti climatici.

cientemente unito da far parlare gli analisti di un rinato asse francotedesco. La bozza delle conclusioni del G20 «non è sufficiente», le nuove regole del sistema finanziario mondiale vanno varate ora e qui e non sono «negoziabili». Condizioni che sono sembrate macigni sulla strada già tortuosa dell’intesa e che il presidente francese ha appesantito reiterando la minaccia di lasciare il tavolo in assenza di «decisioni concrete». Eppure la giornata era cominciata non male, con il presidente americamo Barack Obama - al suo debutto sulla scena europea - molto in sintonia con il padrone di casa, il premier britannico Gordon Brown: bisogna «agire subito» e guardare ai punti che «ci uniscono piuttosto che a quelli che ci dividono perchè non possiamo trovare un’intesa su tutti i punti», aveva detto profeticamente il presidente americano. Anche Gordon Brown ha riconosciuto che i negoziati sono tutt’altro che chiusi e che si aspettava dei round «duri». Il presidente di turno del G20 ha attaccato le banche sottolineando che è proprio giunta l’ora di «ripulirle». «E’ uno dei test per misurare il successo di questo vertice: gli altri sono - ha spiegato Brown - il no al protezionismo, la creazione delle basi per un’economia a basse emissioni, il sostegno ai più bisognosi». Questo vertice, ha concluso, è «molto importante, perchè il mondo si riunisce per agire di fronte a questo momento senza precedenti della finanza globale».

BRUXELLES - Nuovo aumento della disoccupazione nella zona euro il cui tasso sale per l’undicesimo mese consecutivo e, a febbraio 2009, raggiunge quota 8,5%. Secondo i dati di Eurostat, l’ufficio di statistica della Ue, il mese di febbraio ha aggiunto 319.000 disoccupati in Eurolandia che ha raggiunto così i 13,486 milioni di senza lavoro, il tasso più alto dal maggio 2006. Stessa dinamica anche nella Ue-27, dove il tasso di disoccupazione a febbraio 2009 è stato del 7,9%, vale a dire 478.000 disoccupati in più su gennaio, che portano il numero dei non occupati nei 27 a 19,156 milioni. Nel febbraio 2008 il tasso era al 6,8%: in un anno alla Ue si sono aggiunti 3,019 milioni di disoccupati e nella zona euro 2,125 milioni. Tra i Paesi più colpiti dalla carenza di lavoro la Spagna (15,5%), Lettonia (14,4%), Lituania (13,7%) e Irlanda (10%), gli stessi che hanno registrato anche l’incremento più forte del tasso di disoccupazione che in un anno è aumentato, rispettivamente, del 6%, 8%, 9% e 6,8%. Mentre i meno toccati dalla crisi dell’occupazione sono Olanda (2,7%), Austria e Cipro (4,5%). Per l’Italia l’ultimo dato disponibile è quello del IV trimestre del 2008, con un tasso al 6,9%. Tra febbraio 2008 e febbraio 2009 nella zona euro la disoccupazione maschile è passata dal 6,5% al 8,1%, mentre quella femminile è salita dall’8,2% all’8,9%. Nell’Ue a 27 invece, gli uomini senza lavoro sono passati da 6,2% a 7,8%, e le donne da 7,4% a 8%. Per gli economisti è preoccupante il costante deteriorarsi della situazione occupazionale, perchè gli ultimi sei mesi hanno prodotto la maggior parte dei 2 milioni di disoccupati dell’ultimo anno. E per i sindacati si va verso tempi peggiori: a fine 2009 la disoccupazione in Europa si avvia a superare il 10%, col rischio di arrivare a 7-8 milioni di disoccupati in più.


il Domani Giovedì 2 Aprile 2009 7

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

Borsa

Il Mibtel in crescita dello 0,93% a 12.974 punti

0 51 67 3 15 278 9.933 25 14 75 236 23 26 1.398 17 8 19 2.854 58 136 2.897 73 2 4 16 15 168 196 90 580 60 176 18 518 0 8 60 70 237 209 2.533 108 2.211 709

76,47 0,00 2,36 +0,82 6,56 +1,38 100,09 +0,09 2,45 +0,78 1,48 +0,42 3,60 +10,20 5,28 +1,42 22,49 -0,67 1,36 -1,49 2,55 -4,46 35,27 -1,54 40,73 +0,45 2,46 +2,04 2,51 -2,78 114,93 -0,05 0,49 +1,76 1,02 -0,63 4,57 -2,26 3,51 +0,95 3,64 -0,11 0,47 -1,13 6,33 +4,98 4,35 0,00 4,38 +0,48 9,24 -0,53 0,60 -6,57 4,94 +0,96 87,37 +0,60 0,41 -0,26 0,27 +3,58 3,82 +3,25 22,11 +2,80 31,68 +5,07 21,00 0,00 1,71 +3,56 28,23 +2,50 101,48 +0,08 2,94 -1,66 0,18 -6,24 3,21 -2,62 0,63 -0,41 8,41 +0,44 4,65 +1,69

0,58 1,14 9,00 4,50 52,45 1,25 0,77 3,20 0,50 0,58 2,99 16,00 8,35 0,32 1,43 0,33 4,21 64,89 1,33 12,22 1,66 0,05 1,49 3,22 11,43 4,30 4,25 9,34 3,98

76,10 2,38 6,59 100,01 2,46 1,48 3,75 5,49 23,23 1,35 2,54 35,55 40,80 2,49 2,55 113,79 0,48 1,03 4,62 3,58 3,79 0,47 6,33 4,35 4,40 9,27 0,60 4,96 87,49 0,42 0,28 3,90 22,58 32,76 21,00 1,74 28,95 101,75 2,91 0,18 3,26 0,64 8,70 4,77

0,00 +1,82 +0,53 +0,01 +0,41 +0,27 +8,38 +6,60 +2,33 -2,32 +3,25 -0,17 +1,62 +0,91 +2,62 -1,05 -1,44 -1,15 -3,80 +2,21 +1,07 +1,71 +4,63 -0,06 -0,06 -1,44 -4,40 +1,07 +0,26 +1,20 -0,71 +5,27 +5,02 +4,90 0,00 +3,08 +5,20 +0,28 -1,60 -5,09 -1,44 -0,08 +3,02 +3,98

0,00 2,38 6,56 100,10 2,45 1,48 3,75 5,49 23,23 1,36 2,54 35,55 40,80 2,50 2,55 113,79 0,48 1,03 4,60 3,57 3,75 0,46 6,33 4,35 4,36 9,28 0,60 4,99 87,49 0,42 0,28 3,89 22,58 32,90 0,00 1,74 28,95 101,55 2,91 0,19 3,24 0,64 8,69 4,71

4,80 1,99 2,48 1,60 0,20 4,87 0,40 2,40 29,91 18,84 1,00 0,30 2,93 2,12 1,77 0,90 0,15 0,75 0,78 0,63 1,23 0,35 99,64 27,47 3,08 8,49 2,02 6,19 0,26 0,71

+0,58 +3,06 -1,39 +0,31 -2,89 +1,88 +0,13 -1,74 +3,24 +6,62 +7,53 -0,49 +2,53 +1,44 -0,56 -5,59 +7,44 -2,60 +0,64 0,00 +1,49 +1,01 +0,14 -0,43 -0,56 +1,74 +0,12 +1,48 +4,37 +1,43

4,80 1,99 2,48 1,60 0,20 4,84 0,40 2,38 29,91 18,75 1,00 0,30 2,87 2,16 1,72 0,90 0,15 0,75 0,78 0,63 1,23 0,35 99,57 27,49 3,09 8,49 2,03 6,17 0,26 0,71

25 60 5 32 83 970 9 20 3 318 35 4.250 11 278 4 9 240 33 486 18 47 43 18 31 698 21 46 793 6 10

4,80 1,96 2,49 1,56 0,20 4,80 0,40 2,39 29,57 18,44 0,99 0,30 2,85 2,13 1,74 0,90 0,15 0,75 0,78 0,62 1,19 0,35 99,56 27,27 3,03 8,36 2,04 6,08 0,26 0,70

334 133 9 19 296 197 0 18 4 10 94 77 52 602 10 19 1.500

1,04 +0,59 4,64 -2,50 19,12 +0,18 0,94 +2,80 6,37 -3,06 4,14 -1,99 36,16 0,00 0,99 -0,69 3,93 +0,29 1,38 -1,23 0,97 +1,30 30,95 +3,90 9,45 +1,74 17,25 +3,72 1,98 +1,24 3,96 +2,41 5,33 +17,33

1,03 0,00 4,63 -3,50 19,15 +0,21 0,95 +1,34 6,43 -1,31 4,18 -0,48 36,10 0,00 1,00 -0,20 3,93 0,00 1,39 -0,86 1,00 -0,25 31,08 +1,70 9,57 +2,46 17,50 +3,98 1,99 +4,19 4,09 +5,35 5,60 +13,59

1,04 4,60 19,15 0,95 6,40 4,23 0,00 1,00 3,94 1,40 0,98 31,08 9,57 17,23 1,99 3,97 5,55

20,65 0,82 1,32 1,00 10,06 0,80 3,32 3,54 16,91 14,44 3,66 9,52 0,82 4,45 0,36 4,56 0,09 2,33 0,30 0,09 7,62

20,70 0,84 1,32 1,02 10,13 0,78 3,35 3,58 16,90 14,55 3,70 9,60 0,83 4,50 0,37 4,67 0,10 2,38 0,30 0,10 7,84

20,70 0,83 1,32 1,01 10,01 0,78 3,30 3,55 16,90 14,54 3,70 9,60 0,83 4,50 0,37 4,67 0,10 2,37 0,30 0,00 7,72

5 942 13 161 63 47 7 9.934 17 14.606 562 1.248 64 13 29 265 447 146 98 0 651

-0,56 +0,26 +0,82 -0,38 -5,37 +2,36 +0,49 -0,65 +2,42 +4,14 +7,57 -0,73 +0,14 +1,71 -0,34 -5,09 +5,62 -2,29 +0,95 -1,48 +0,68 +1,03 +0,02 +0,22 +1,06 +2,64 +0,53 +0,61 +3,06 +2,52

0,58 -1,63 1,14 +0,09 9,11 +1,17 4,45 +3,25 52,60 +0,23 1,25 +5,85 0,77 -1,78 3,20 +1,27 0,50 -0,40 0,59 -1,67 3,02 +2,90 16,00 +2,89 8,35 -4,95 0,32 +1,91 1,43 +2,00 0,32 +0,31 4,24 -0,24 64,69 +1,19 1,33 +1,83 12,26 +2,51 1,62 -6,57 0,05 +18,45 1,49 -1,72 3,23 +4,19 11,45 +0,62 4,30 -0,92 4,25 -1,16 9,40 +3,81 3,97 -1,43

+0,20 +1,81 +1,42 -0,79 -0,15 +1,74 -1,88 -1,14 -2,04 +0,05 -0,28 +2,52 -0,71 +2,05 -2,24 +1,81 +1,72 +0,55 +1,99 0,00 +1,05

+0,44 +2,45 +1,23 -2,31 -2,41 +0,06 -1,47 -1,04 -0,65 -0,48 +0,34 +2,40 -0,48 +3,45 +2,52 +3,20 +0,11 +1,06 -1,30 0,00 +3,23

Giornata di forti acquisti per il titolo del Banco popolare Bene pure Unicredit MILANO - A un’ora dalla chiusura dei mercati azionari europei i dati economici statunitensi hanno fatto virare al rialzo tutti gli indici continentali, fino a quel momento in negativo, e anche Piazza Affari ha potuto archiviare una seduta in rialzo: l’indice Mibtel ha chiuso in crescita dello 0,93% a 12.974 punti, lo S&P/Mib in aumento dell’1,08% a quota 16.047. Bene Banco popolare e Unicredit Giornata di forti acquisti per il titolo del Banco popolare, che ha chiuso in crescita dell’8,38% a 3,75 euro. Molto bene anche Unicredit, salita del 6,28% a 1,32 euro, aiutata anche da ipotesi su una razionalizzazione delle banche controllate. Tra i bancari si segnalano in positivo anche Ubi banca (+3,19% a 8,56 euro), Mediobanca (+1,41% a 6,48) e Banca popolare di Milano, che ha chiuso in crescita dell’1,07% a 3,79 euro una giornata passata quasi interamente in negativo. Debole invece Intesa SanPaolo, limata dello 0,97% a 2,05 euro, mentre tra gli assicurativi Generali ha perso l’1,16% a 12,75 euro. Acquisti su Telecom Insensibile alla svalutazione della quota Benetton nella holding di controllo Telco, Telecom Italia in Piazza Affari ha chiuso in crescita del 5,25% sopra la soglia psicologica di un euro, esattamente a 1,022. In positivo Fiat e Pirelli Più incertezza rispetto alla vigilia su Fiat, per la quale gli operatori attendono gli sviluppi del caso-Chrysler: il titolo comunque ha chiuso in crescita dello 0,76% a 5,31 euro

Le chiusure delle Borse Dow Jones New York *

+1,27

Nasdaq New York *

+0,97

Parigi

+1,15

Londra

+0,75

Milano

+0,93

Amsterdam

+1,71

Zurigo

+1,78

Francoforte

+1,13

Tokyo

+2,99

Hong Kong

*dati di metà giornata

-0,42 ANSA-CENTIMETRI

dopo una giornata quasi tutta passata in terreno negativo. Piatta Pirelli, salita dello 0,06%, mentre la controllata e molto volatile Pirelli Real Estate è schizzata del 10,90%

a 3,56 euro. Seduta in positivo per il settore editoriale: Rcs è cresciuta dell’1,57% a 0,679 euro, Il Sole 24 Ore del 2,49% a 1,85 euro, Mondadori dello 0,75% a 2,35 euro.

Minori incassi fiscali per 2mila milioni

Peggiorano i conti dello Stato Nove miliardi in più in 3 mesi ROMA - Il fabbisogno del settore statale del mese di marzo 2009 è risultato pari, in via provvisoria, a circa 14.500 milioni, superiore di circa 2.800 milioni rispetto a quello registrato nel mese di marzo del 2008, pari a 11.700 milioni. Lo comunica il ministero dell’Economia in una nota aggiungendo che nei primi tre mesi del 2009 si è registrato complessivamente un fabbisogno di circa 29.700 milioni, superiore di circa 9.000 milioni a quello dell’analogo periodo 2008, pari a 20.790 milioni. Il fabbisogno del mese di marzo 2009, rispetto allo stesso mese del 2008 - spiega il Tesoro - sconta minori incassi fiscali per oltre 2.000 milioni e una dinamica più accentuata dei pagamenti delle amministrazioni statali, anche per effetto dell’accelerazione dei rimborsi fiscali da parte dei concessionari della riscossione - e dei prelievi dalla tesoreria statale da parte delle amministrazioni locali. Il saldo del mese registra, inoltre, erogazioni di quota del «bonus famiglia».

MIDEX

0,57 -0,52 1,14 -0,70 9,04 +0,91 4,31 -1,95 51,68 +4,05 1,24 +5,29 0,77 -1,61 3,16 +0,84 0,49 -0,14 0,59 -1,38 2,86 -0,32 15,51 +0,81 8,36 -4,82 0,32 +1,05 1,41 +2,15 0,32 +0,04 4,13 -2,07 63,05 +0,90 1,31 -0,16 12,03 +2,15 1,70 -3,65 0,04 +15,79 1,50 -0,58 3,18 +3,08 11,23 +0,22 4,31 -0,34 4,20 -3,21 9,02 +0,27 3,92 -2,29

Piazza Affari chiude bene grazie ai dati economici Usa

VAR % PREZZO P. RIF ULT

16.870 (+3,25)

12.974 (+0,93)

ALL STARS

57 2.433 1.120 6 373 74 3 67 104 62 96 13 2 89 13 38 2.094 81 266 1.270 194 1.419 56 204 5.068 1.466 376 25 362

PREZZO RIF

MIBTEL

A A.S. ROMA A2A ACEA ACEGAS-APS ACOTEL GROUP ACQUE POTABILI ACSM-AGAM ACTELIOS AEDES AEFFE AEGON AEROPORTO FIRENZE AHOLD KON AICON ALCATEL-LUCENT ALERION ALLEANZA ASS ALLIANZ AMPLIFON ANSALDO STS ANTICHI PELLETTIERI ARENA ASCOPIAVE ASTALDI ATLANTIA AUTOGRILL SPA AUTOSTRADA TO-MI AXA AZIMUT B B INTERM-15 CV 1,5% BANCA GENERALI BANCA IFIS BANCA IFIS 04-09 CV BANCA INTERMOBILIARE BANCA ITALEASE BANCO POPOLARE BANCO SANTANDER BASF BASICNET BASTOGI SPA BAYER BB BIOTECH BCA CARIGE BCA CARIGE R BCA CARIGE-13CV 1,5% BCA FINNAT BCA MPS BCA POP DI SPOLETO BCA POP ETRUR-LAZIO BCA POP MILANO BCA PROFILO BCO BILBAO VIZ ARG BCO DESIO BRIA RNC BCO DESIO BRIANZA BCO SARDEGNA RISP BEGHELLI BENETTON GROUP BENI STA 2011 CV2,5% BENI STABILI BIALETTI INDUSTRIE BIESSE BMW BNP PARIBAS BOERO BARTOLOMEO BOLZONI BONIFICHE FERRARESI BP-10 CV 4,75% BREMBO BRIOSCHI BULGARI BUONGIORNO BUZZI UNICEM BUZZI UNICEM RNC C CAD IT CAIRO COMMUNICATION CALTAGIRONE CALTAGIRONE EDIT CAMFIN CAMPARI CAPE LIVE CARRARO CARREFOUR CATTOLICA ASS CDC CELL THERAPEUTICS CEMBRE CEMENTIR HOLDING CENTRALE LATTE TO CERAMICHE RICCHETTI CHL CICCOLELLA CIR-COMP IND RIUNITE CLASS EDITORI COBRA COFIDE SPA COMUNE MI-A2A 09 CV CR BERGAMASCO CREDEM CREDIT AGRICOLE CREDITO ARTIGIANO CREDITO VALTELLINESE CRESPI CSP INT IND CALZE D D’AMICO DADA DAIMLER DAMIANI DANIELI & C DANIELI & C RISP NC DANONE DATA SERVICE DATALOGIC DE’LONGHI DEA CAPITAL DEUTSCHE BANK DEUTSCHE TELEKOM DIASORIN DIGITAL BROS DMAIL GROUP DMT E E.ON EDISON EDISON R EEMS EL.EN ELICA EMAK ENEL ENGINEERING ENI ENIA ERG ERG RENEW ERGO PREVIDENZA ERGYCAPITAL ESPRINET EUROFLY EUROTECH EUTELIA EVEREL GROUP EXOR

NR PREZZO VAR % UFF P. UFF CONTR

S&P/MIB

TITOLO

TITOLO

8.168 (+1,18)

16.047 (+1,08)

TITOLO

EXOR PRV EXOR RSP EXPRIVIA F FASTWEB FIAT FIAT PRIV FIAT RISP FIDIA FIERA MILANO FILATURA DI POLLONE FINARTE CASA D’ASTE FINMECCANICA FMR ART’E’ FONDIARIA-SAI FONDIARIA-SAI R FORTIS FRANCE TELECOM FULLSIX G GABETTI GAS PLUS GDF SUEZ GEFRAN GEMINA GEMINA RISP PORT NC GENERALI ASS GEOX GEWISS GR EDIT L’ESPRESSO

NR PREZZO VAR % UFF P. UFF CONTR

PREZZO RIF

VAR % PREZZO P. RIF ULT

536 68 150

4,95 5,46 0,90

+3,03 -4,16 +3,61

5,03 5,61 0,89

-0,20 -0,27 +3,01

416 19.997 709 1.280 19 32 0 18 4.563 17 2.049 349 230 6 2

15,31 5,18 2,98 3,56 3,98 4,21 0,36 0,15 9,55 3,89 8,66 7,05 1,35 17,26 1,71

+0,90 -0,59 -0,74 -3,06 -1,72 +3,50 0,00 -1,64 +2,85 +3,03 +1,08 -0,44 -1,74 +1,57 +1,60

15,37 5,31 3,05 3,62 4,05 4,10 0,38 0,15 9,83 3,98 8,90 7,12 1,40 17,36 1,71

+0,20 +0,76 +1,16 -1,77 +0,94 -1,44 0,00 -3,10 +4,91 +6,06 +1,14 -0,42 +2,20 +1,64 +1,60

25 15 3 9 305 16 9.986 914 10 392

0,68 6,63 25,19 2,12 0,30 0,55 12,50 4,73 2,53 0,80

+1,41 -0,96 -2,00 +0,59 +1,54 -0,69 -2,43 +0,83 +0,23 +2,36

0,67 6,63 25,22 2,13 0,30 0,54 12,75 4,77 2,55 0,81

+1,51 -0,60 -1,87 +2,65 +1,20 -2,96 -1,16 +1,38 +1,80 -1,28

TITOLO

5,06 GRANITIFIANDRE 5,61 GRUP MINERALI MAFFEI 0,90 GRUPPO COIN H 15,40 HERA 5,31 I 3,04 I GRANDI VIAGGI 3,60 I.M.A 4,05 IGD 4,10 IL SOLE 24 ORE 0,00 IMMSI 0,15 IMPREGILO 9,86 IMPREGILO RP 3,98 INDESIT COMPANY 8,82 INDESIT COMPANY RNC 7,10 ING GROEP 1,40 INTEK 17,36 INTEK R 0,00 INTERPUMP GROUP INTESA SANPAOLO 0,67 INTESA SANPAOLO RSP 6,60 INVEST E SVILUPPO 25,22 INVEST SVILUPPO MED 2,13 IPI 0,30 IPI AXA 0,54 IRCE 12,75 IRIDE 4,79 ISAGRO 2,50 IT HOLDING 0,81 IT WAY

NR PREZZO VAR % UFF P. UFF CONTR

PREZZO RIF

VAR % PREZZO P. RIF ULT

7 6 33

2,10 3,82 1,53

+0,32 -0,12 +2,64

2,07 3,82 1,55

-1,66 0,00 +2,11

2,07 3,82 1,54

1.260

1,24

+0,07

1,26

+1,61

1,24

32 113 195 19 250 2.686 22 486 9 75 11 3 434 15.001 1.978 36 1 45 3 12 805 18 0 5

0,88 12,43 0,90 1,81 0,52 2,00 6,51 1,85 2,54 4,22 0,32 0,74 2,66 2,02 1,35 0,08 0,69 1,29 0,22 1,46 0,90 2,97 0,18 3,58

-3,24 +1,75 +0,30 -0,83 +0,68 +2,11 -1,56 -0,76 -1,06 +1,75 -0,99 +2,35 -0,78 +0,83 +0,69 +1,36 +0,08 +0,12 +2,31 +0,65 +0,71 -1,18 0,00 -0,86

0,88 12,59 0,90 1,85 0,53 2,03 6,69 1,88 2,59 4,46 0,32 0,74 2,68 2,05 1,37 0,08 0,69 1,29 0,22 1,51 0,92 2,98 0,18 3,59

-3,86 +3,96 -1,64 +2,49 0,00 +2,39 -2,90 +1,90 +1,47 +8,44 -1,52 +4,86 -2,28 -0,97 -3,25 +2,17 0,00 +0,08 +2,31 +1,41 +1,95 +1,53 0,00 -0,14

0,88 12,46 0,90 1,81 0,53 2,03 6,69 1,87 2,59 4,46 0,32 0,74 2,70 2,06 1,37 0,08 0,00 1,29 0,00 1,47 0,92 2,98 0,00 3,59

ITALCEMENTI ITALCEMENTI RISP ITALMOBILIARE ITALMOBILIARE RNC J JUVENTUS FC K K.R.ENERGY KINEXIA KINEXIA AXA KME GROUP KME GROUP RSP L L’OREAL LA DORIA LANDI RENZO LOTTOMATICA LUXOTTICA GROUP LVMH M MAIRE TECNIMONT MANAGEMENT E C MARCOLIN MARIELLA BURANI F.G MARR MEDIACONTECH MEDIASET S.P.A MEDIOBANCA MEDIOLANUM MEDITERRANEA ACQUE MID INDUSTRY CAPITAL MILANO ASS ORD MILANO ASS RISP PORT MIRATO MITTEL MOLMED MONDADORI EDIT MONDO TV MONRIF MONTEFIBRE MONTEFIBRE R MUNICH RE MUTUIONLINE N NEGRI BOSSI NICE NOKIA CORPORATION O OLIDATA OMNIA NETWORK P PANARIAGROUP PARMALAT PERMASTEELISA PHILIPS PIAGGIO PININFARINA SPA PIRELLI E C PIRELLI E C RISP POR PIRELLI&C REAL E POLIGRAF. S. F POLIGRAFICI EDIT POLTRONA FRAU PPR PREMAFIN FIN HP PREMUDA PRIMA INDUSTRIE PRYSMIAN R RATTI RCS MEDIAGROUP RCS MEDIAGROUP RSP RDB RECORDATI ORD RENAULT RENO DE MEDICI REPLY RETELIT RGINORI AXA RICHARD-GINORI 1735 RISANAMENTO RWE S S.S. LAZIO SABAF SADI SERVIZI INDUSTR SAES GETTERS SAES GETTERS RISP NC SAFILO GROUP SAIPEM SAIPEM RISP CV SANOFI SAP SARAS SAT SAVE SEAT PAGINE GIALLE SEAT PAGINE GIALLE R SEATPG AXA SIAS SIAS-17 CV 2,625% SIEMENS SNAI SNAM RETE GAS SNIA SNIA 3% CV 2010 SO PA F SOCIETE GENERALE SOCOTHERM SOGEFI SOL SOPAF 2012 CV3,875% SORIN STEFANEL STEFANEL RISP NC STMICROELECTRONICS T TAS TELECOM IT MEDIA R TELECOM IT-10 CV1,5% TELECOM ITALIA TELECOM ITALIA MEDIA TELECOM ITALIA R TELEFONICA TENARIS TERNA TISCALI TOD’S TOTAL TREVI FIN IND TREVISAN COMETAL TXT E-SOLUTIONS U UBI BANCA UNI LAND UNICREDIT UNICREDIT RSP UNILEVER UNIPOL UNIPOL PRIV V VIAGGI DEL VENTAGLIO VIANINI INDUSTRIA VIANINI LAVORI VITTORIA ASS VITTORIA-16 CV FIX/F VIVENDI Z ZIGNAGO VETRO ZUCCHI SPA ZUCCHI SPA RISP NC

NR PREZZO VAR % UFF P. UFF CONTR

1.406 422 220 296

7,74 4,01 19,57 14,76

+2,44 +1,40 +1,97 +5,18

47

0,68

-0,59

54 76 106 34 4

0,19 +0,83 2,15 +6,45 0,02 +15,40 0,59 -1,24 0,89 -2,37

PREZZO RIF

VAR % PREZZO P. RIF ULT

7,98 +4,72 4,07 +2,39 20,20 +2,59 16,00 +12,36 0,68

7,93 4,09 20,03 15,10

-0,07

0,68

0,19 +3,01 2,17 +7,83 0,03 +54,70 0,60 -1,24 0,90 -2,23

0,19 2,11 0,02 0,60 0,88

0 115 829 1.627 1.610 1

50,75 1,52 2,25 12,31 11,57 46,68

0,00 +7,06 +2,51 +0,46 +0,24 +1,10

51,14 1,50 2,39 12,41 11,85 46,68

0,00 +4,75 +6,70 +0,24 +1,37 +1,19

0,00 1,50 2,39 12,43 11,83 46,68

702 28 8 119 252 0 3.113 2.243 770 17 0 402 27 6 15 41 302 17 4 88 20 6 5

1,58 0,54 1,13 7,55 4,94 2,01 3,33 6,48 2,56 1,96 14,89 1,74 1,92 4,32 2,77 0,78 2,33 3,34 0,41 0,16 0,21 93,84 3,32

+4,00 +0,37 -3,38 -3,11 -3,44 0,00 -0,01 +2,27 +0,63 +4,59 0,00 +0,06 +0,33 -0,84 +0,85 -4,08 -0,21 -0,03 0,00 -4,11 +2,74 +3,12 +0,01

1,61 0,54 1,13 7,53 4,92 1,96 3,36 6,48 2,61 1,97 14,89 1,74 1,94 4,28 2,79 0,76 2,36 3,47 0,41 0,17 0,22 93,84 3,37

+3,48 -1,28 -1,65 -3,52 -3,43 0,00 -0,07 +1,41 +0,19 -1,01 0,00 +0,63 0,00 -0,52 -0,27 -5,25 +0,75 +1,31 0,00 +0,29 -0,05 +3,12 -0,07

1,61 0,54 1,13 7,46 4,95 0,00 3,36 6,49 2,60 1,97 0,00 1,76 1,94 4,28 2,79 0,76 2,36 3,47 0,41 0,16 0,20 93,84 3,37

7 37 17

0,60 2,07 8,92

+0,08 -1,94 +2,24

0,60 2,04 9,01

0,00 -4,56 +2,85

0,60 2,05 9,01

18 53

0,38 0,29

-2,82 +0,29

0,38 0,28

+2,70 -5,18

0,38 0,28

1 4.234 96 4 228 20 2.496 47 779 9 7 42 3 48 16 27 3.165

1,21 1,52 8,50 11,32 0,97 2,84 0,18 0,20 3,37 10,09 0,34 0,75 49,98 1,00 0,89 7,96 7,55

-0,56 -1,11 +1,87 +2,86 +2,29 +1,97 -0,26 +1,20 +5,13 +1,33 +1,84 +2,17 +4,47 -0,11 -0,75 +1,45 +0,36

1,21 -2,03 1,55 -0,13 8,57 +1,06 11,40 +3,17 1,00 +4,61 2,87 +1,50 0,18 +0,06 0,20 -1,22 3,56 +10,90 10,17 +0,79 0,33 -1,52 0,75 +0,07 50,10 +4,72 1,00 0,00 0,89 -1,11 8,07 +1,13 7,60 +1,27

1,21 1,55 8,55 11,40 1,00 2,87 0,18 0,20 3,59 10,17 0,34 0,75 50,10 1,00 0,89 8,07 7,65

40 116 16 27 388 21 42 38 159 227 346 345 2

0,22 0,67 0,56 2,02 4,11 16,76 0,15 14,85 0,31 0,01 0,16 0,18 52,09

+2,66 -0,67 -2,41 -1,96 +0,91 +9,08 +3,46 +2,79 +7,73 + +9,16 -3,63 -1,07

0,21 +1,99 0,68 +1,57 0,57 +0,36 2,03 +1,25 4,10 0,00 16,75 +8,77 0,15 -2,92 15,00 +1,83 0,33 +15,79 0,01 + 0,16 +16,79 0,18 +0,34 52,00 -1,23

0,21 0,68 0,57 2,03 4,10 16,75 0,15 14,85 0,32 0,01 0,16 0,18 52,00

0,32 -1,36 8,49 +0,17 0,59 +1,03 6,66 -0,49 6,38 +0,19 0,40 -0,68 13,21 -0,61 15,00 0,00 41,43 -0,38 26,15 -1,65 1,94 -2,03 9,50 -0,25 3,66 +1,12 0,92 +41,19 1,00 0,00 4,71 +7,57 3,81 +0,03 79,30 +0,34 42,11 -0,88 2,16 +1,25 4,02 +1,12 0,15 -0,83 90,37 +0,52 0,14 -2,69 28,86 +0,72 1,59 +1,83 0,74 +1,43 2,88 +1,27 79,67 -0,35 0,50 -1,58 0,32 -1,28 2,30 0,00 3,81 +2,15

0,33 +0,62 8,40 -0,36 0,60 +2,39 6,69 -0,22 6,40 0,00 0,40 +1,90 13,43 +0,22 15,00 0,00 41,50 -0,43 26,15 -1,65 1,91 -3,35 9,50 -1,25 3,68 -0,41 1,10 +55,70 1,00 0,00 4,85 +3,19 3,77 -1,31 79,49 +0,53 42,83 +0,92 2,15 -2,27 4,00 -0,93 0,16 +3,10 90,99 +2,24 0,14 +0,63 29,37 +4,48 1,64 +3,93 0,72 -1,50 2,90 -0,09 79,99 -0,01 0,50 -2,45 0,32 +1,91 2,30 0,00 3,88 +2,79

0,33 8,40 0,60 6,64 6,47 0,41 13,35 0,00 41,50 26,15 1,92 9,50 3,68 0,96 0,00 4,85 3,80 79,49 42,83 2,16 4,01 0,16 90,99 0,15 29,37 1,64 0,74 2,87 79,99 0,50 0,32 0,00 3,89

18 42 23 252 152 193 4.575 0 4 1 5.177 2 66 1.690 0 7.357 477 9 21 145 2.628 42 2 33 10 288 71 35 3 82 4 0 3.565 1 14 20 10.605 267 3.544 0 4.274 2.208 2.578 384 22 327 121 12

10,00 0,09 116,50 1,00 0,08 0,79 14,81 7,56 2,33 0,38 32,45 36,52 5,02 0,64 5,86

-0,96 -0,03 +0,02 +4,48 +0,14 +4,30 0,00 -1,09 +0,82 +2,97 +2,20 -0,71 -2,17 -3,57 +1,35

10,00 0,09 116,50 1,02 0,08 0,80 14,81 7,71 2,36 0,39 33,00 37,11 5,00 0,66 5,92

-1,77 -1,16 0,00 +5,25 +0,75 +4,37 0,00 +0,65 +0,43 +0,52 +2,90 0,00 0,00 -0,82 -0,25

0,00 0,09 116,50 1,02 0,08 0,80 0,00 7,69 2,35 0,39 32,83 37,11 5,01 0,66 5,92

3.615 171 29.577 54 0 2.008 1.358

8,27 0,62 1,27 2,36 14,50 0,66 0,43

+1,60 +5,22 +4,65 +1,75 0,00 +0,89 -1,11

8,56 0,62 1,32 2,33 14,49 0,68 0,44

+3,19 +5,94 +6,28 +1,74 0,00 +1,20 -2,24

8,48 0,62 1,31 2,33 0,00 0,67 0,44

259 5 25 12 0 0

0,14 1,49 3,92 3,80 249,00 19,94

-3,24 -0,25 +0,73 -1,53 0,00 0,00

0,15 1,48 3,96 3,82 249,00 19,78

+0,34 -0,67 +1,54 -0,91 0,00 0,00

0,15 0,00 3,94 3,80 0,00 0,00

74 43 0

3,34 0,40 1,43

+0,19 -0,44 0,00

3,33 0,40 1,43

+0,83 -0,37 0,00

3,33 0,40 0,00


8 Giovedì 2 Aprile 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

Attualità

Dopo averla narcotizzata la violentano a turno

Di fronte ai suoi dinieghi l’uomo l’ha picchiata

Arrestata a Milano

Arrestato insieme a padre e fratello Avances spinte dal collega per stupro ai danni di una giovane Resiste e chiama i carabinieri

Vende la figlia e la fa prostituire

CASERTA - Arrestato anche il padre ed il fratello di Vincenzo Maio, già fermato il 30 marzo per avere narcotizzato e poi stuprato una ragazza ucraina di 21 anni. Dalle indagini è emerso il coinvolgimento nello stupro anche di Antonio e Graziano Maio, arrestati per violenza sessuale di gruppo.

MILANO - C’è anche una mamma che aveva venduto per 4mila euro la figlia 20enne per farla prostituire, tra i tre arrestati dalla Squadra Mobile di Milano del clan familiare di origine Rom che portava ragazze tra i 17 e i 21 anni dalla Romania per farle prostituire nel nostro Paese.

Vittima un’ucraina 21enne

CESENATICO - Una donna rumena di 25 anni per una notte intera è stata vittima di una serie di tentativi di violenza sessuale e percosse da parte di un marocchino di 28, suo collega di lavoro, che è stato arrestato. La ragazza era andata a casa dell’uomo insieme ad altre persone, ed era rimasta sola con il padrone di casa. L’uomo ha fatto avances molto esplicite, che lei ha rifiutato provando a scappare. Lui l’ha picchiata poi ha tentato di violentarla senza riuscirci.Alle 9 di mattina è riuscita a rifugiarsi in casa da vicini denunciandolo. Dovrà rispondere di tentata violenza sessuale, sequestro di persona, lesioni e rapina.

Prostituta al lavoro

Due tredicenni per mesi hanno subito violenze in cambio di piccoli doni Uno dei due autori è accusato di stalking per pedinamenti e sms continui

Alcuni degli oggetti che i pedofili utilizzavano per adescare le vittime. Uno dei due è accusato anche di stalking: si tratta della prima volta che si ricorre alla legge per molestie nei confronti di minorenni maschi

Attirati nella tana dell’orco con figurine e peluche E costretti a subire abusi GENOVA - Una triste vicende che si sviluppa nello squallido ambiente della pedofilia e vede come protagonisti innocenti due ragazzini che per mesi sono stati attirati nella tana del lupo grazie ai peluches, alle figurine giapponesi di «Yu Gi Oh» e altri giochi per bambini. In casa di uno dei due uomini arrestati per violenza sessuale su minore e induzione alla prostituzione, gli agenti della squadra mobile di Genova hanno trovato centinaia di pacchetti di figurine e pupazzetti, pronti per essere regalati. Per mesi i due ragazzini di 13 e 14

anni vittime di un uomo di 42 anni e di un altro di 51, sono stati costretti a vendere il proprio corpo in cambio di piccoli doni. Le indagini sono partite due mesi fa, dopo le segnalazioni di alcuni abitanti del quartiere Sturla insospettiti dal fatto che i due uomini stavano sempre insieme ai ragazzini. In casa dell’uomo di 51 anni arrestato lo scorso 22 marzo in flagranza di reato, gli agenti avevano piazzato delle complesse apparecchiature tecniche per le intercettazioni audio-video. Hanno iniziato a pedinarlo e a sentire giorno e notte cosa succedeva nell’appartamento

dell’orco. Fino alla domenica di due settimane fa, quando in pieno giorno si è presentata una delle due vittime. Gli agenti hanno fatto irruzione nell’appartamento un attimo prima che si consumasse l’ennesima violenza. Martedì sera, invece, è stato arrestato il secondo uomo. Per lui le accuse sono di violenza sessuale su minore, induzione alla prostituzione e stalking. È la prima volta che viene applicata la nuova legge introdotta lo scorso 23 febbraio per un caso come questo. Una delle vittime, infatti, aveva deciso di smettere di fre-

quentare l’uomo e aveva provato a sfuggire alle sue attenzioni. Ma l’uomo di 42 anni aveva inizia-

to a pedinarlo, a seguirlo sotto casa e a scuola, a tempestarlo di telefonate e messaggi dove minaccia-

va di raccontare tutto. I due uomini arrestati non si conoscono tra di loro. Il primo arrestato fa l’operaio, mentre il secondo non ha mai lavorato e vive grazie all’aiuto delle persone del quartiere. Le indagini, coordinate dal pubblico ministero Alessandro Bogliolo, proseguono. Secondo gli investigatori diretti dal dott. Gaetano Bonaccorso, infatti, dietro i due episodi potrebbe esserci un ampio giro di pedofilia e potrebbero essere diversi i minorenni coinvolti. In casa di uno degli arrestati è stato sequestrato anche un computer che verrà analizzato per scoprire se sono stati registrati anche dei filmati degli incontri con le vittime o se oltre agli abusi ci sarebbe inoltre un giro di pedo-pornografia.


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Giovedì 2 Aprile 2009 9

Attualità

L’ivoriana di 25 anni ha dato alla luce il bebè in un ospedale di Napoli

“Denunciata dopo il parto” L’incubo di un’immigrata NAPOLI - Torna a far discutere il pacchetto sicurezza del governo: a far esplodere la miccia la vicenda di una donna ivoriana che ha raccontato a un quotidiano di essere stata denunciata alla polizia dall’ospedale napoletano Fatebenefratelli dove era andata per partorire. La protagonista della storia si chiama Kante ed è in Italia da due anni, da quando un commando delle milizie governative della Costa d’Avorio ha ucciso suo marito. Al suo arrivo nel nostro Paese ha chiesto lo status di rifugiato politico che non ha ancora ottenuto. La donna, 25 anni, si è presentata lo scorso 5 marzo al Fatebenefratelli con le doglie: da lì parte il fax alla polizia da cui scaturiscono l’intervento degli agenti e le polemiche di queste ore. «Il giorno del parto racconta la donna - in ospedale mi hanno chiesto i documenti ma non è bastata la fotocopia del passaporto e la richiesta di soggiorno ormai scaduta e così per oltre dieci giorni mi hanno tenuta separata dal mio bambino». La donna, infatti, sostiene di non aver potuto allattare il piccolo Abou, dimesso con lei solo dopo

La donna sostiene di non aver potuto allattare il piccolo E’ subito polemica La donna ivoriana ha partorito all’ospedale di Napoli e subito sono divampate le polemiche Il sindaco di Napoli si è detta indignata per la vicenda: oggi sono previsti presidi davanti all’ospedale

dieci giorni, quando la questura di Napoli ha confermato l’identità della madre. Diversa la versione fornita dall’ospedale e affidata a una nota. «L’ospedale - si fa presente - non ha in alcun modo e in nessun momento proceduto alla denuncia della puerpera, ma ci si è attivati ai sensi degli obblighi relativi al riconoscimento del nascituro sanciti dall’articolo 250 del Codice Civile». In

particolare ci si fa rifà a una circolare che impone al direttore sanitario di garantire l’identificazione della madre, in mancanza di un valido documento di riconoscimento, anche facendo ricorso alle autorità. «In ogni caso - si sottolinea - la puerpera ha potuto, da subito, allattare al seno il proprio bambino. E in nessun modo le è stato impedito di vedere o allattare il neonato». Il pri-

mario di Ginecologia, Pietro Iacobelli, ricorda inoltre che la donna ha esibito solo la fotocopia di un passaporto scaduto. Quanto basta per rispolverare la polemica sul pacchetto sicurezza del governo con il Pd che parla di medici spia chiedendo la cancellazione delle norme e la maggioranza che respinge le accuse di xenofobia. Il ministro dell’Interno Roberto Maroni replica escluden-

do che l’episodio possa essere collegato al provvedimento in via di approvazione. «Mi sembra abbastanza singolare - ha sottolineato - attribuire l’accaduto a un provvedimento che è ancora in itinere. Non mi risulta peraltro che sia stato un medico a fare la segnalazione». La Regione ha disposto un’ispezione e chiederà all’ospedale Fatebenefratelli una relazione sull’episodio così come il Co-

Battela testa contro il palo In coma portiere di15 anni

IMPERIA - Un portiere di 15 anni, abitante nella provincia di Savona, è in coma da ieri pomeriggio, dopo aver urtato violentemente la testa contro un palo della rete che difendeva durante una partita di calcio al campo sportivo di San Bartolomeo al mare, in provincia di Imperia. Il giovane non si è sentito male subito, ma qualche minuto dopo, quando è uscito dal campo e si è recato sotto la doccia. E’ stato lì che ha perso i sensi. I suoi compagni di squadra lo hanno disteso su una lettiga dello spogliatoio. Quindi, sono sopraggiunti i soccorritori della Croce d’Oro di Cervo e dell’automedica. Il giovane era incosciente: non rispondeva agli stimoli verbali e neppure a quelli dolorosi. Trasportato all’ospedale di Imperia, il ragazzino ha ripreso conoscenza per qualche istante, all’arrivo dei medici del pronto soccorso; dopodichè è di nuovo tornato in coma. Le sue condizioni sono gravi.

mune di Napoli. «Gli annunci sulle nuove normative generano una confusione pericolosissima per la salute dei migranti e dell’intera comunita» sottolinea il presidente della Regione Antonio Bassolino, mentre si dice sdegnata il sindaco di Napoli Rosa Iervolino. Oggi, dalle 16, presidio dinanzi all’ospedale napoletano con sindacati di base, studenti e immigrati.

I randagi di Modica trasferiti a Milano

Il soccorso di alcuni clandestini nei giorni scorsi

Il barcone con i clandestini diretti in Italia era naufragato al largo della Libia

Nessuna speranza per i dispersi in mare TRIPOLI - Le ricerche per recuperare superstiti dopo il naufragio al largo della Libia di una barca con a bordo 257 clandestini sono praticamente terminate. Lo ha indicato il responsabile locale dell’Oim, non lasciando di fatto speranze di trovare sopravvissuti. Secondo fonti ufficiale libiche, il bilancio di questo naufragio è per il momento di almeno 21 morti, 23 superstiti e più di 200 dispersi. Ma il capo missione in Libia dell’Oim (Organizzazione internazionale delle emigrazioni), Laurence Hart, ha indicato che «le operazioni di ricerca (sono) probabilmente terminate». «I guardacoste stanno esplorando la zona in cui è avvenuto il naufragio. Ma non hanno trovato nulla», aveva in precedenza dichia-

rato un responsabile del ministero degli Interni, «Le ricerche sono difficili». Il responsabile aveva inoltre smentito notizie di stampa che riferivano di decine di corpi ritrovati. «Oltre ai 21 cadaveri ripescati il giorno del naufragio, nessun altro corpo è stato ritrovato», aveva detto, aggiungendo che il bilancio era di 23 superstiti e oltre 200 dispersi nel naufragio della barca che trasportava 257 immigrati clandestini. Hart ha confermato che non ci sono novità nelle ricerche. L’agenzia ufficiale libica Jana, che cita fonti del ministero degli Interni, ha chiarito che la «barca si è ribaltata per le avverse condizioni climatiche». D’altra parte, più di 350 clandestini a bor-

do di una barca in difficoltà al largo delle coste libiche sono stati tratti in salvo lunedì dai guardacoste, secondo l’Oim e il ministero degli Interni libico. Nel tentativo di arginare il fenomeno dei viaggi di clandestini verso l’Europa, che spesso finiscono in tragedia, Tripoli e Roma hanno raggiunto un accordo per il pattugliamento congiunto delle acque che entrerà in vigore il 15 maggio. Ieri un’altra tragedia legata all’immigrazione. Un albanese è annegato nel fiume Sesia nel tentativo di sfuggire ai carabinieri che lo avevano intercettato durante un furto. E’ accaduto a Varallo (Vercelli) dove tre ladri avevano compiuto un furto di denaro in un punto di ristoro della Società Bocciofila in frazione Crevola.

L’emergenza in un’interrogazione presentata da alcuni deputati del Pd

Balzano Prota si è tolto la vita sparandosi un colpo di pistola

ROMA - Dati allarmanti dalla Società italiana inoltre colpita da epatite virale da Hcv e il di medicina e sanità penitenziaria. Li segnala- 25% positivo al test per l’infezione da tubercono sei deputati del Pd, con in testa Maria losi. I parlamentari chiedono quindi una veriAntonietta Farina Coscioni, fica su queste informazioni e in un’interrogazione presenta- Sono tremila i detenuti sulla situazione denunciata affetti da hiv ta martedì alla Camera. Neldalla Società italiana di medil’atto, rivolto in particolare al cina e sanità penitenziaria e E la tubercolosi ministro della Giustizia, Aniniziative per connon è certo da meno sollecitano gelino Alfano, e al ministro trastare una così allarmante sidel Welfare, Maurizio Sacconi, è in evidenza tuazione. Un altro allarme arriva dal Sindacail dato dei circa tremila detenuti affetti da Hiv to autonomo di polizia penitenziaria: nel giro e ben il 15% in fase di Aids conclamata. Il di tre anni si arriverà a quota 100mila detenu38% dell’intera popolazione detenuta sarebbe ti, contro una capienza di 43.182 posti.

MILANO - L’avvocato Pasquale Balzano sto l’autopsia. Balzano Prota, 64 anni, napoProta, noto penalista del foro di Milano, si letano d’origine ma milanese d’adozione, è ucciso sparandosi un colpo di pistola. Da durante il periodo di ’Mani pulite’, ha assiquanto si è saputo il corpo stito tra gli altri l’ex comandel legale è stato trovato nel- Aveva assistito politici dante dei vigili urbani Eleue rappresentanti la sua abitazione attorno alterio Rea, l’ex vice presidenle 12.30 di ieri dai Vigili del delle forze dell’ordine te della Metropolitana Milafuoco. L’avvocato, che laGiovanni Aldo Moro, durante Tangentopoli nese, scia un figlio, avrebbe lal’allora parlamentare del sciato anche un biglietto indirizzato alla Psi Renato Massari e il maresciallo della sua attuale compagna. Il pm Claudio Git- Guardia di Finanza Agostino Landi e altri tardi ha aperto un’inchiesta, come atto do- personaggi minori coinvolti in vicende levuto, per far luce sulla vicenda e ha dispo- gate a tangenti.

Epatite e aids popolano le nostre carceri Suicida un ex avvocato di mani pulite

MILANO - Inizia una nuova vita a Milano e provincia per quattordici cani che facevano parte della pattuglia dei randagi di Modica, finiti su tutte le cronache dopo l’aggressione e l’uccisione, da parte di altri randagi, di un bambino di dieci anni (azzannato alla testa e a una gamba, il piccolo è deceduto poco prima di essere trasportato in elicottero dall’ospedale di Modica al Cannizzaro di Catania). L’unico destino per gli animali sembrava l’uccisione, invece, dopo lo stop agli abbattimenti deciso dal sottosegretario alla Salute, Francesca Martini, i quattordici cani avranno un’altra possibilità. Oggi arriveranno all’aeroporto di Linate: alcuni sanno già dove andare, visto che sono stati adottati a distanza; mentre per gli altri si apriranno i cancelli di un canile dove potranno essere visitati assieme agli altri trovatelli che già vi risiedono da eventuali famiglie desiderose di accogliere un cane in casa. Tra gli animali che sbarcheranno a Milano ci sono anche Jerry, diventato il simbolo dei randagi: Flipper, un cane che arriva con un’infezione a una zampa, quattro cucciolini e 2 cuccioli tipo pastore tedesco. Arriveranno accompagnati da Valentina Raffa, la responsabile della sezione di Ragusa dell’Oipa (Organizzazione internazionale protezione animali), che sul territorio ragusano è praticamente l’unica a prodigarsi per far fronte a innumerevoli emergenze.


10 Giovedì 2 Aprile 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

Attualità

“Perplessità” sul carcere per i responsabili di violenze

La Corte dei Conti relativa al Governo

ROMA - Il Csm critica il decreto cosiddetto antistupri, in via di conversione alla Camera, che prevede anche le ronde di cittadini e l’estensione del tempo di permanenza degli immigrati nei Centri di identificazione ed espulsione da due a sei mesi. Il parere dell’organo di autogoverno della magistrature solleva poi "perplessità" sul carcere obbligatorio per i responsabili di violenze sessuali. Il discusso decreto è stato varato dal governo lo scorso febbraio.

ROMA - La Corte dei Conti punta l’indice contro la spesa sostenuta per i ’consulenti-tecnici’ del governo impiegati nelle cosiddette ’strutture di missione’: quelle istituite presso la presidenza del Consiglio per svolgere compiti particolari e realizzare specifici programmi. Si tratta quasi sempre di ’doppioni’ dei ministeri che sforano i tetti di spesa e non sono affatto temporanee, come invece stabilisce il decreto legislativo che le previde nel 1999. Nella relazione si invita il governo «ad applicare scrupolosamente la normativa vigente».

Decreto sicurezza: Csm critica le ronde

Spesa dei consulenti: “E’ fuori controllo”

I giuidici del Csm

Palazzo Chigi, sede del Governo

Rappresentanti dei genitori, insegnanti di ruolo, precari con decenni di insegnamento, studenti, presidi confermano la «profonda preoccupazione» dell’opposizione

Firme Pd per salvare i precari della scuola Franceschini: “Governo dica sì o si troverà davanti ad un muro” ROMA - Bloccare il licenziamento di 132.000 precari della scuola, reintrodurre il tempo pieno e dare il via libera alla ristrutturazione edilizia degli istituti scolastici: sono alcune delle proposte che il Partito democratico chiede al Parlamento di discutere entro maggio. Per sostenere questi e altri desiderata (dai libri gratuiti per i dieci anni dell’obbligo alla valutazione delle scuole e dei docenti) ha lanciato una petizione popolare. Primo a firmarla il segretario Dario Franceschini al termine di un incontro, aperto alla stampa, promosso dal partito con genitori, studenti, insegnanti e presidi per sentire da chi nella scuola lavora tutti i giorni quali sono i problemi reali dopo i tagli voluti dal Governo e dal ministro Gelmini. Rappresentanti dei genitori, insegnanti di ruolo, precari con decenni di insegnamento alle spalle, stu-

“In Italia una delle più grandi emergenze educative che ci siano in Europa”

Incostituzionale trasferirli se ci sono rischi per donna

Consulta boccia la legge 40 No a limite dei tre embrioni

ROMA - La Corte Costituzionale ha dichiarato l’ illegittimità dell’ art. 14 comma 2, della legge 18 febbraio 2004, n. 40, dice una nota della Consulta, «limitatamente alle parole ’ad un unico e contemporaneo impianto, comunque non superiore a tre embrioni. La Corte ha anche dichiarato incostituzionale il comma 3 dello stesso articolo «nella parte in cui non prevede che il trasferimento degli embrioni, da realizzare non appena possibile, debba essere effettuato senza pregiudizio della salute della donna». La Consulta ha infine dichiarato inammissibili difetto di rilevanza nei giudizi principali le questioni di legittimità costituzionale degli articoli 6, comma 3, e 14, commi 1 e 4. Sono denti, presidi hanno confermato nei loro interventi la «profonda preoccupazione» dell’opposizione. «Hanno tagliato anche - ha osservato Giuseppe Fioroni, responsabile educazione del Pd - quel minimo di risorse indispensabili per una

La Corte Costituzionale ha dichiarato l’illegittimità dell’art. 14 della legge 18 n. 40

molto dubbi gli effetti della sentenza della Consulta sulle pratiche che devono essere adottate nei centrì, afferma Eugenia Roccella. Il sottosegretario al Welfare con delega alla Bioetica ha anche annunciato l’emanazione

parvenza di autonomia scolastica e per la loro sopravvivenza gli istituti sono costretti a chiedere il contributo dei genitori». «Abbiamo in Italia una delle più grandi emergenze educative che ci siano in Europa», ha aggiunto l’ex ministro dell’Istru-

di «nuove linee guida». Per Luca Volontè (Udc) «urge un intervento deciso e fermo di tutti gli organi costituzionali per impedire questo saccheggio etico della Consulta nei confronti delle leggi che difendono la vita umana».

zione elencando i «danni» arrecati dal governo Berlusconi alla scuola italiana «per la quale si profila una morte annunciata per asfissia»: dal maestro unico («meno dell’1% dei genitori ha scelto le 24 ore» e «la loro idea di tempo pieno è un lun-

go doposcuola») alla chiusura delle piccole scuole. «Negano l’evidenza», a cominciare dalla crisi economica, ha denunciato con forza Franceschini dopo aver sottolineato come anche nel recente vertice progressista in Cile tutti i Paesi ab-

Il voto all’unanimità con 237 sì, nessuno contrario e una sola astensione

Il provvedimento passa all’esame della Camera Il primo di iniziativa parlamentare, rispetto ai decreti e ai ddl finora approvati al Senato

Usura, arriva il via libera del Senato Dl nato per aiutare famiglie e aziende C’è principio “sovraindebitamento” Mutui per imprese protestate Corrado Sessa

ROMA - Il Senato ha approvato all’unanimità con 237 sì, nessun voto contrario e una sola astensione un provvedimento di iniziativa parlamentare contro l’usura e l’estorsione che è considerato adatto a questi tempi di crisi con il rischio di esposizione debitoria di famiglie e piccole imprese che potrebbero cadere nelle mani dei cosiddetti «cravattari». È un provvedimento che passa ora all’esame della Camera ed è il primo di iniziativa parlamentare, rispetto ai decreti e ai disegni di legge finora approvati a Palazzo Madama. Nasce dalla fusione di due disegni di legge di iniziativa dei senatori Roberto Centaro e Stefano De Lillo (entrambi del Pdl) sui cui testi ha lavorato la commissione portando un testo bipartisan. Il provvedimento antiusura è considerato importante perchè introduce, per la prima volta in Italia, il concetto del sovraindebita-

Usura: si va verso le norme anti-cravattari

mento consentendo una procedura che porti a comporre il contrasto tra il debitore e il creditore attraverso le camere di commercio, avvocati, commercialisti e notai, considerati come soggetti impegnati nella direzione conciliativa. «La composizione delle crisi da sovraindebitamento - dice De Lillo - servirà a risolvere quei contrasti che in caso contrario potreb-

bero portare i debitori nelle mani degli usurai». Nel disegno di legge per sovraindebitamento si intende una situazione di perdurante squilibrio economico fra le obbligazioni assunte e il patrimonio disponibile per farvi fronte. Si tratta, in sostanza, di una crisi di liquidità che può spingere l’indebitato verso gli usurai e il disegno di legge introduce uno strumento specifi-

biano riconosciuto come priorità l’investimento sull’educazione. «Berlusconi si è accorto - ha dichiarato il leader del Pd - che nei prossimi due anni si perderanno 20 milioni di posti di lavoro nei paesi Ocse, ma non si è accorto che già quest’anno 370.000 lavoratori italiani lo hanno perso, senza pensare ai precari che perdendo il lavoro passeranno a reddito zero. Tra questi ci saranno anche i precari della scuola, con l’aggravante che la loro ’espulsione dal mondo della scuola’ si tradurrà nell’attuazione della riforma Gelmini con il suo taglio al tempo pieno, e cioè ’un servizio per le famigliè». «L’Esecutivo si fermi, rinunci a una operazione sbagliata. Se andrà avanti con i tagli, anche negando che esistono, troverà - ha promesso Franceschini - un muro nell’opposizione e una grande mobilitazione pacifica del mondo della scuola».

co, modellato sulla falsa riga di quello fallimentare-concorsuale, per risolvere la situazione. Altro punto qualificante della legge è l’erogazione di mutui da concedere agli imprenditori vittime dell’usura con un’apposito fondo di solidarietà. L’articolo 1 del ddl prevede, infatti, che l’erogazione si consentita anche all’imprenditore dichiarato fallito previo parere fa-

vorevole del giudice delegato al fallimento, a condizione, ovviamente, che non abbia riportato condanne per reati che riguardino proprio l’usura o delitto contro il patrimonio. Il ddl aumenta anche le multe per i colpevoli di usura e rende impossibile per i reati di usura ed estorsione il ricorso al patteggiamento in modo da evitare uno sconto di pena. L’Aula del

Senato ha anche approvato una serie di emendamenti che «proteggono» chi è colpito da usura o da estorsione nella fase processuale. Un emendamento del Pd garantisce alla persona offesa dal racket l’incidente probatorio che aiuta a formare la prova immediatamente per evitare successive intimidazioni che in genere la criminalità organizzata esercita durante il processo. Un emendamento del Pdl equipara il processo a quelli che riguardano i minori per cui ci sono norme che consentono di tenere il dibattimento a porte chiuse, di estendere il meccanismo che impedisce di reiterare le testimonianze e l’uso di strumenti, come il cosidetto vetrospecchio e altre apparecchiature che impediscono il contatto diretto tra la vittima e l’usuraio. Il ddl esalta anche il ruolo delle associazioni no-profit nella prevenzione dell’usura ed introduce un vincolo di destinazione dei fondi dei consorzi fidi che ricevono contributi dallo Stato. Il Senato ha infine approvato un ordine del giorno che impegna il governo a salvaguardare i cittadini dalle «finte finanziarie» considerate uno strumento delle organizzazioni criminali per riciclare le ingenti somme derivanti da attività illecite.


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Giovedì 2 Aprile 2009 11

Attualità

All’India di Roma uno spettacolo tratto da “Le ceneri di Gramsci”

Se Pier Paolo incontra Antonio a teatro

Incrocio tra due anime diverse ma accomunate dalla stessa attrazione per la vita proletaria

Virgilio Sieni e Sandro Lombardi in scena

ROMA - L’eredità culturale di Pasolini è ancora viva, in letteratura come in teatro. E fino all’8 aprile al Teatro India di Roma va in scena "Le Ceneri di Gramsci", da una raccolta di undici poemetti di Pier Paolo Pasolini. Ideato e interpretato da Sandro Lombardi e Virgilio Sieni, lo spettacolo vede il materializzarsi della fantasia, del sogno soggiaciuto nell'opera di Pasolini, quello di essere, in qualche modo, fratello di Gramsci. Dunque Gramsci e Pasolini sintetizzati in un incontro, incrocio austero tra due realta' lontane ma accomunate dall'attrazione per la vita proletaria, per la sua natura, la sua coscienza, la sua

Parola e danza che mostrano l’attualità ancora viva di un messaggio

allegria. Ambientato nel Cimitero degli Inglesi a Roma, davanti alla tomba di Gramsci, lo spettacolo mette sulla scena non solo la recitazione ma anche la danza che incontra il testo.

La Procura di Roma potrebbe avviare inchiesta sull’omicidio dell’intellettuale italiano I dubbi nascono da dichiarazioni e inchieste giornalistiche che aprono scenari inediti

Pasolini, un caso riaperto Si richiede l’analisi scientifica dei reperti conservati

“Non l’ho ucciso io”

Le versioni di Pino “La Rana”

Mimmo Ferrara

ROMA - Ancora dubbi sulla morte di Pier Paolo Pasolini, soprattutto sui mandanti dell’omicidio avvenuto ormai quasi trentaquattro anni fa. E’ stata aperta una nuova inchiesta sulla morte dell’intellettuale italiano, ucciso nella notte tra il 1 e il 2 novembre del 1975 all’Idroscalo di Ostia. L’istanza di riapertura delle indagini preliminari depositata il 27 marzo scorso dall’avvocato Stefano Maccioni e dalla criminologa Simona Ruffini è stata assegnata dal procuratore della Repubblica di Roma Giovanni Ferrara al pm Diana De Martino. «Adesso ci auguriamo - ha affermato il penalista - che il magistrato incaricato decida di accogliere la nostra istanza richiedendo al più presto la riapertura delle indagini al giudice per le indagini preliminari, considerata la necessità di fugare quanto prima i dubbi emersi a seguito delle varie dichiarazioni rese da Pino Pelosi il 12 settembre dello scorso anno e pubblicate nel libro “Profondo Nero” e soprattutto dalle indagini svolte dal pm di Pavia, Vincenzo Calia, in merito alla morte di Enrico Mattei». Per il delitto di Pasolini è stato condannato, in via definitiva, Pino Pelosi. In passato diverse istanze per la riapertura delle indagini, dopo alcuni accertamenti, erano state archiviate. La dottoressa Ruffini ha spiegato: «Appare quasi paradossale che prima di porre definitivamente la parola fine su questa inchiesta non si sia proceduto a svolgere i necessari accertamenti tecnici scientifici sui reperti custoditi presso il museo criminologico di Roma, come peraltro sostenuto anche dal comandante del Ris dell’Arma dei Carabinieri Luciano Garofano». Quello che è stato richiesto agli investigatori, può essere riassunto in due punti, ha spiegato l’avvocato Maccioni: «analizzare compiutamente quanto contenuto nelle indagini svolte dal pubblico ministero Vincenzo Calia in relazione alla morte di Enrico Mattei, in particolare quanto

Per il delitto di Pasolini (sopra) è stato condannato in via definitiva Piero Pelosi

emerso con riferimento al manoscritto “Petrolio” di Pier Paolo Pasolini e al libro “Questo è Cefis” di Giorgio Steimetz; ovvero la te-

si secondo la quale lo scrittore ucciso sarebbe venuto a conoscenza dei mandanti dell’omicidio Mattei indicandoli nel pro-

prio romanzo “Petrolio”; ed accertare pertanto se sussista un collegamento tra gli assassinii di Mattei, De Mauro e Pasolini». E

poi «effettuare le necessarie indagini scientifiche sui reperti conservati nel museo criminologico di Roma».

ROMA - Arrestato il 2 novembre del 1975, Pelosi il giorno stesso confessa l'omicidio. Il giovane dichiara di aver incontrato Pasolini la notte del 1 novembre presso la stazione Termini, prima accettando e poi rifiutando un rapporto sessuale con lo scrittore che vistosi respinto avrebbe reagito violentemente. A questo punto, secondo Pelosi, sarebbe scattata la sua reazione violenta. Condannato per omicidio nei tre gradi del processo Pelosi se la cava con una condanna a nove anni.Ne scontera' soltanto sette,uscendo in semiliberta'. Il colpo di scena 30 anni dopo: Pelosi clamorosamente cambia versione dei fatti. E dice: "Non fui io ad uccidere Pasolini", rilanciando una pista investigativa sull’uccisione da parte di un gruppo di persone. Fino alle dichiarazioni raccolte nel libro “Profondo nero”. Lo scorso 15 marzo è stato arrestato a Roma per spaccio.

Nel libro inchiesta “Profondo nero” Pelosi conferma che si trattò di un omicidio politico premeditato

Un’unica mano dietro tre morti eccellenti? Gli autori mettono in relazione il caso Pasolini con il destino tragico del petroliere Enrico Mattei e del giornalista De Mauro

Il cadavere di Pier Paolo Pasolini trovato all’Idroscalo di Ostia il 2 novembre 1975. Per l’omicidio è stato condannato Pino Pelosi che in seguito si è detto innocente

L’istanza di riapertura sull’omicidio Pasolini era stata richiesta nei giorni scorsi (e poi accolta) anche sulla base di varie dichiarazioni rese da Pino Pelosi il 12 settembre dello scorso anno e pubblicate nel volume “Profondo Nero” edito da Chiarelettere a firma di Peppino Lo Bianco e Sandra Rizza. Nell’inchiesta Lo Bianco e Rizza delineano sullo sfondo dell’Italia degli anni Settanta una rete di potere eversivo che fa riferimento a Eugenio Cefis, ritenuto dai servizi segreti il vero fondatore della P2, che secondo gli autori sarebbe in qualche modo coinvolto nelle morti di tre persone in qualche

nio Cefis, indicato come il vero fondatore della P2 e il «grande manovratore» del potere più oscuro. Pelosi non incontrò casualmente il regista quella sera; c’era un appuntamento fissato esattamente una settimana prima. Pelosi ha rivelato che tra quei cinque c’erano i due fratelli Borsellino, Franco e Giuseppe, morti da tempo di Aids. Il nome dei due non è nuovo. Sono rimasti nell’ombra gli altri tre (anche se uno potrebbe essere, nonostante le smentite di Pelosi, Giuseppe Mastini, detto Jhonny lo Zingaro), e soprattutto che si trattò di una trappola premeditata.

modo scomode, Eugenio Mattei, il petroliere dell’Eni che sfidò le multinazionali, il giornalista De Mauro che scriveva la sceneggiatura pe run film di Rosi proprio su Mattei e appunto Pasolini. Nel libro Pino Pelosi conferma - per la prima volta con

nomi e cognomi - che quello di Pasolini fu un omicidio politico La notte tra il 1 e il 2 novembre del 1975 furono in 5 a massacrare di botte lo scrittore che aveva denunciato i retroscena del potere e che stava lavorando al romanzo “Petrolio” dedicato a Euge-


12 Giovedì 2 Aprile 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

Cronache in breve Spara alla figlia ma non la colpisce TORINO - Litiga con la figlia e le spara, ma sbaglia la mira. Tragedia sfiorata, martedì sera a Rochemolles. La giovane, 19 anni, è scappata con la madre, 46 anni, che l’ha salvata disarmando il marito e chiamando i carabinieri. L’uomo, Renato R., 57 anni, è stato arrestato. Un diverbio come tanti, prima tra moglie e marito, poi anche con la figlia. Le voci si alzano di colpo, le parole non si controllano, e scoppia la violenza.

L’atto dimostrativo è stato messo in scena da un’associazione di giovani russi I militanti hanno tirato le calzature contro i ritratti di Bush e altri politici

Bill Gates: 33 milioni contro la tubercolosi PECHINO - La Bill & Melinda Gates Foundation investirà 33 milioni di dollari in un piano di lotta alla tubercolosi lanciato in collaborazione col governo cinese. Lo ha annunciato ieri Bill Gates a Pechino. Il fondatore della Microsoft ha lanciato l’allarme sulla diffusione della Mdr-Tbc, una nuova forma di morbo resistente alle medicine tradizionali. Il nuovo programma è centrato sul miglioramento delle diagnosi e sullo snellimento delle cure.

Tokyo: via sigarette dalla metropolitana TOKYO - Avanza anche in Giappone, come avvenuto in altri Paesi industrializzati, la lotta al fumo: l’operatore ferroviario nipponico ed ex monopolista statale Japan Railways (Jr) impone il bando totale delle sigarette in circa 200 stazioni dell’area metropolitana di Tokyo. Il divieto riguarda tutte le stazioni che si trovano in un raggio di 50 chilometri dalla centralissima Tokyo Station, coprendo quindi tutta l’area della capitale e alcune zone limitrofe.

Rimproverato dai genitori scompare da casa SANT’ELPIDIO A MARE - Un ragazzo di 15 anni si è allontanato da casa dopo essere stato rimproverato dai genitori e di lui non hanno più notizie da 48 ore. I genitori ne hanno denunciata la scopmarsa ieri. Si chiama Simone Paoletti ed è nato nel 1994.

E’ un ospizio modello Ma senza autorizzazioni NAPOLI - È una casa di riposo per anziani modello, pulita e con tutti i confort. L’unico problema è che opera senza le prescritte autorizzazioni. La scoperta è stata fatta dai carabinieri della Stazione di Avellino che hanno ispezionato la struttura insieme a militari del Nas di Salerno. Denunciato il rappresentante legale.

MILANO - Seguivano i tifosi con al polso orologi preziosi, in particolare Rolex, fuori dallo stadio di San Siro e glieli portavano via utilizzando alcuni trucchi o minacciandoli con una pistola. Oggi i rapinatori, quattro napoletani che mettevano a segno i loro colpi “in trasferta” a Milano, sono stati condannati dal gup di Milano Federica Centonze a pene che vanno dai 6 ai 10 anni di reclusione. La banda arrivava nei pressi dello stadio a bordo di furgoni, su cui venivano caricati motorini rubati, usati poi per le rapine. Il presunto capo della banda, Ciro Forte, 59 anni, è stato condannato a 7 anni e 6 mesi di reclusione, mentre a 10 anni è stato condannato Pasquale Cigliano, 43 anni. Gli imputati erano stati arrestati nell’agosto scorso e sono stati condannati anche al risarcimento di 10 mila euro a favore di uno dei derubati.

Muore Alfonsin Lutto in Argentina BUENOS AIRES - È morto a 82 anni l’ex presidente Raul Alfonsin, che dal 1983 guidò la prima fase della delicata transizione dell’Argentina dalla dittatura militare che fece 30mila desaparecidos alla democrazia. Colpito da un paio d’anni da cancro ai polmoni con metastasi ossea, l’ex presidente aveva avuto nelle ultime ore un forte attacco di broncopolmonite, che non è riuscito a superare.

Ristoratori evasori in Versilia VIAREGGIO - Una verifica fiscale condotta dalla guardia di finanza di Viareggio in due ristoranti della Versilia ha portato alla scoperta di ricavi non contabilizzati e di redditi non dichiarati per oltre un milione e mezzo di euro e a un’evasione dell’Iva calcolata in circa 240.000 euro. I due locali hanno sede uno a Forte dei Marmi e l’altro a Viareggio e avevano sempre dichiarato all’erario cifre poco credibili.

Rubavano Rolex a tifosi Arrestati in quattro

Troppo fumo dal bar Famiglia risarcita A canestro con le scarpe e il ritratto di Bush, prendendo spunto dal gesto del giornalista iracheno Al Zaidi

Protesta a colpi di scarpe

MOSCA - Gli iscritti all’organizzazione giovanile russa “Nashi” hanno messo in scena una protesta pacifica nel centro di Mosca. Gli attivisti hanno giocato a pallacanestro usando le scarpe al posto del pallone e hanno tirato le calzature in faccia ai ritratti di alcuni politici come l’ex presidente degli Stati Uniti George W. Bush, il presidente ucraino Viktor Yushchenko e quello della Georgia Mikheil Saakashvili. La protesta ha preso lo spunto dal gesto compiuto da Muntazar al

Zaidi, il giornalista iracheno che lanciò le sue scarpe contro George W. Bush. Il lancio avvenne il 14 dicembre scorso durante l’ultima conferenza stampa in Iraq di Bush da presidente degli Stati Uniti. Al Zaidi, 30 anni, con il suo gesto è diventato una sorta di ‘eroe’ per molti iracheni e molti arabi. Per quell’episodio il giornalista iracheno è stato condannato a tre anni di carcere, dopo aver rischiato una condanna fino a 15 anni.

ROMA - La Cassazione ha confermato 10.000 euro di risarcimento in favore di una famiglia fiorentina che abitava sopra un bar frequentato da persone che fumavano molte sigarette fuori dal locale impedendo alla famiglia di aprire le finestre di casa e di vivere liberamente nel loro appartamento. In sostanza la Suprema Corte - respingendo il ricorso del bar “Il Piccolo Caffe” ha convalidato il diritto, per la famiglia in questione composta da padre, madre e una figlia, ad ottenere il risarcimento per «danni esistenziali determinati da immissioni moleste di fumo di sigarette».

Sul bus il telefonino La ricerca di Angela I 350 anni dei granatieri Clonavano le carte al posto del biglietto continua su internet celebrati in francobollo in un supermercato MILANO - Niente più biglietti nè tessere: su autobus, tram e metrò si sale con il telefonino. L’ esperimento parte da Milano dove Telecom e Atm, l’Azienda trasporti milanesi hanno definito un accordo per la sperimentazione di un servizio che consentirà di acquistare titoli di viaggio direttamente attraverso il telefonino e di validarli accostando semplicemente il cellulare alle obliteratrici.

ROMA - Compie 350 anni il Corpo dei Granatieri di Sardegna e le Poste Italiane lo celebrano con un francobollo da 0,60 euro. L’emissione avverrà il 16 aprile prossimo. La vignetta raffigura un Granatiere di Sardegna con l’uniforme in uso nel Seicento, affiancato da una schiera di Granatieri con la divisa attuale. L’annullo speciale primo giorno di emissione sarà apposto a Torino: le prime unità di granatieri infatti furono costituite dai Duchi di Savoia. Fu Carlo Emanuele II nel 1659 a istituire un reggimento delle Guardie da cui trassero origine.

Gratta e vince 2 milioni Ringrazia per lettera BOLOGNA - Vince 2 milioni con un Grattaevinci da 10 euro e, educatamente ma anonimamente, ha mandato una fotocopia alla tabaccheria per dire grazie. La titolare dell’esercizio ha detto: “Non ho idea di chi possa aver comprato il biglietto. Potrebbe avere fatto l’acquisto almeno 2 giorni fa”. Nella fotocopia che comprova la vincita, una scritta a pennarello: “Grazie”, mentre la busta era indirizzata a penna, con “grafia tremolante”: o l’emozione, dunque, o una mano incerta, magari anziana.

Una foto della piccola

NAPOLI - È da oggi online www.angelacelentano.com, il nuovo sito dei genitori di Angela Celentano, la bambina scomparsa nel 1996 sul Monte Faito, quando aveva tre anni. Online ci sono le foto e i video dei primi tre anni di Angela, ma anche le ricostruzioni di come la ragazza potrebbe essere oggi. Le pagine sono in sei lingue (italiano, inglese, tedesco, spagnolo, francese e russo) ma chiunque può contribuire ad ampliarlo offrendosi come traduttore.

Ruba barre di bronzo Operaio arrestato TARANTO - Con l’accusa di aver rubato quattro barre in bronzo, del peso di circa un quintale l’una, nello stabilimento Ilva di Taranto dove lavora, un operaio è stato arrestato dai carabinieri. Il valore complessivo della refurtiva è di tremila euro. Mario Paradiso è stato bloccato da una pattuglia che aveva notato che la sua auto marciava lentamente e aveva la parte posteriore della carrozzeria abbassata.

PERUGIA - Alcune apparecchiature elettroniche per la clonazione di bancomat e carte di credito sono state individuate all’interno dei Pos, gli apparecchi per il pagamento elettronico, di un supermercato della periferia di Perugia della polizia postale. Il titolare è risultato estraneo all’attività illecita e ha fornito agli investigatori una collaborazione definita «preziosa».

Vademecum per anziani contro truffe e raggiri AREZZO - Ad Arezzo furti e raggiri ai danni degli anziani sono in grande crescita. Così, su idea del questore Felice Ferlizzi ha preso il via il progetto «Anni d’argento» che ha lo scopo di mettere in guardia gli anziani e invitarli a tenere sempre comportamenti che li mettano al riparo da rischi di truffe e raggiri di vario tipo. Ieri è stato presentato un opuscolo contenete regole e consigli per ridurre il rischio di essere vittime di malintenzionati. Il vademecum, una trentina di pagine in tutto, riporta casistiche reali e suggerisce il comportamento adatto.


AsteInfoappalti

13 www.aste.eugenius.it ::

Giovedì 2 Aprile 2009 TRIBUNALE DI CATANZARO Cancelleria esecuzioni Immobiliari IL GIUDICE DELL’ESECUZIONE Dott. Giuseppe Cava nella procedura esecutiva n.43/2004 R.G.E. ha disposto procedersi alla vendita senza incanto dei seguenti beni: Lotto n.1 - Quota ideale di 1/5 della proprietà di terreno in Gagliato in catasto al foglio 14 mapp.4,9 - prezzo base euro 455,00. Lotto n.2 - Quota ideale di 1/5 della proprietà di terreno in Gagliato in catasto al foglio 17 mapp. 40,39 - prezzo base euro 225,00. Lotto n.3 - Quota ideale di 1/7 della proprietà di terreno in Gagliato in catasto al foglio 3 mapp. 182 - prezzo base euro 367,00. Lotto n.4 - Quota ideale di 1/5 della proprietà di locale magazzino in Gagliato in catasto al foglio 8 mapp. 239 sub 1 prezzo base euro 1.140,00. Lotto n.5 - Quota ideale di 1/5 della proprietà di appartamento in Gagliato in catasto al foglio 8 mapp. 239 sub 2 - prezzo base euro 2.919,00. Lotto n.6 - Quota ideale di 1/5 della proprietà di appartamento in Gagliato in catasto al foglio 8 mapp.238 - prezzo base euro 4.568,00. Lotto n.7 - Quota ideale di 1/5 della proprietà di locale magazzino in Gagliato in catasto al foglio 8 mapp. 173 - prezzo base euro 585,00. Lotto n.9 - Quota ideale di 1/5 della proprietà di locale magazzino in Gagliato in catasto al foglio 8 mapp. 248 sub 1000 prezzo base euro 798,00. Lotto n.10 - Quota ideale di 1/7 della proprietà di appartamento in Gagliato in catasto al foglio 8 mapp. 653 sub 6 - prezzo base euro 3.487,00. Lotto n.11 - Piena proprietà di terreno con sovrastante fabbricato sito in Gagliato in catasto al foglio 8 particella 714 - prezzo base euro 73.864,00. Gli immobili, venduti nello stato di fatto e di diritti in cui si trovano, sono meglio descritti nella relazione di stima consultabile in cancelleria. L’udienza di vendita ex art.572 c.p.c. è fissata per il giorno 3/6/2009 ore 9,30. Nella medesima data è fissata l’udienza ex art.569 c.p.c. in caso di mancanza di offerte d’acquisto. Ogni offerente per essere ammesso alla vendita dovrà depositare in cancelleria, entro le ore 12,00 del giorno antecedente la vendita, una busta sigillata recante la data della vendita e il nome del giudice e contenente domanda di partecipazione (secondo lo stampato fornito dalla stessa Cancelleria) in bollo, fotocopia del documento d’identità nonché un assegno circolare non trasferibile intestato a “Tribunale di Catanzaro proc. N.43/2004” di un importo pari al 10% del prezzo base o del prezzo offerto - a titolo di deposito cauzionale. L’offerente, depositando offerta, dichiara di conoscere lo stato degli immobili. In caso di gara tra più offerenti l’aumento minimo è fissato in euro 3.000,00 per tutti i lotti. L’aggiudicatario dovrà versare in Cancelleria il prezzo di acquisto dedotta la già versata cauzione - entro il termine di sessanta giorni dalla data di aggiudicazione. Le spese di trasferimento restano a carico dell’aggiudicatario. Si dispone, a cura del creditore procedente, la notifica della presente ordinanza ai creditori non comparsi ex art.498 c.p.c. entro il termine di quarantacinque giorni prima della scadenza del termine fissato per la presentazione delle offerte d’acquisto. Si dispone altresì che l’ordinanza e la perizia vengano pubblicate entro il termine suddetto, oltre che nelle forme di legge, anche mediante le seguenti inserzioni: www.aste.eugenius.it Il Domani Catanzaro, 26 marzo 2009 °°°°°°°°°° Prima sezione civile Il Giudice dell’esecuzione, Dott.ssa Maria Carmela Andricciola, nel procedimento n. 136/02 R.G.E. con ordinanza del 25 febbraio 2009 ha disposto procedersi alla vendita senza incanto dei seguenti beni: LOTTO N. 1:. Terreno in Amaroni, loc. Guercia, sup. mq 2260, sul quale insiste un fabbricato rurale di due piani fuori terra, in catasto al foglio 1, p.lla 362. Prezzo euro 18.438,00 LOTTO N. 2: Terreno in Amaroni, loc. Guercia, sup. mq. 2740, soggetto a servitù per passaggio linea elettrica in favore dell’Enel spa, in catasto al foglio 1, p.lla 361. Prezzo euro 23.290,00 LOTTO N. 3: MAGAZZINO IN Amaroni, via Largo Italia n. 7, composto da un unico vano al piano terra, sup. mq 21, in catasto al foglio 5, p.lla 635. Prezzo euro 9.818,00 LOTTO N. 4: Terreno in Girifalco, loc. Dominati, sup. mq 3480, in catasto al foglio 27, p.lla 30. Prezzo euro 35.496,00 LOTTO N. 5: Terreno in girifalco, loc. Dominati, sup. mq 9820, in catasto al foglio 27, p.lla 212. Prezzo euro 100.164,00 LOTTO N. 6: Quota pari a 1/2 di Terreno in Girifalco, loc. Corrente di Sopra Bosco Fornoso, sup. mq 750, in catasto al foglio 34 p.lla 200. Prezzo euro 3.825,00 Gli immobili, venduti nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano, sono meglio descritti nella relazione di stima consultabile nella Cancelleria di questo Tribunale. L’offerente, depositando offerta, dichiara di conoscere lo stato dell’immobile. Ogni offerente dovrà depositare in cancelleria la propria offerta in busta chiusa unitamente ad un assegno circolare intestato Tribunale di Catanzaro proc. n. 200/91 portante un importo pari al 10% del prezzo proposto a titolo di cauzione, restando a carico del procedimento le spese di trasferimento. L’udienza per la deliberazione sulle offerte ex art. 572 c.p.c. e per l’eventuale gara tra gli offerenti ex art. 573 è fissata in data 27.5.2009. Aumento minimo in caso di gara euro 1000,00 per i lotto 1,2,4, euro 500,00 per i lotti 3 e 5 e euro 2.000 per il lotto 6. L’aggiudicatario, dovrà versare il prezzo di acquisto, dedotta la già versata cauzione, entro il termine di giorni sessanta dalla data di aggiudicazione in cancelleria. Dispone che la presente ordinanza venga pubblicata per estratto, oltre che nelle forme di legge, mediante inserzione sul quotidiano “Il Domani”, nella rivista Aste e sul sito www.aste.eugenius.it almeno 45 giorni prima del termine per la presentazione delle offerte. TRIBUNALE DI LAMEZIA TERME N.3/2008 Reg. Es. Imm. AVVISO DI VENDITA IL PROFESSIONISTA DELEGATO NOTAIO DOTTOR MARIO BILANGIONE presso ASSOCIAZIONE NOTARILE PROCEDURE ESECUTIVE DI LAMEZIA TERME Piazza della Repubblica - Lamezia Terme nella Procedura Esecutiva proposta da IRFIS - MEDIOCREDITO DELLA SICILIA S.p.A. visto il provvedimento di delega alla vendita emesso dal Giudice dell’Esecuzione del Tribunale di Lamezia Terme in data 13 marzo 2009 ai sensi dell’art. 591 bis c.p.c.; Ritenuto necessario fissare la vendita dei beni pignorati visto l’art. 569 c.p.c AVVISA che in data 27 maggio 2009 alle ore 10,00, nel Palazzo di Giustizia di Lamezia Terme, Piazza della Repubblica, piano primo seminterrato, presso i locali dell’Associazione Notarile, si terrà la vendita senza incanto della piena proprietà dei seguenti beni immobili e mobili (raggruppati in un unico lotto) e precisamente: LOTTO UNICO: Compendio industriale destinato all’imbottiglia-

ASTEINFOAPPALTI

È UN

PROGETTO

mento di acque minerali, della sup. commerciale di circa 10.765,55 mq, ubicato in località “Camarda” del Comune di Polia (VV) lungo la strada SP 46 composto da più corpi di fabbrica intersecati dalla predetta strada e precisamente da un corpo di fabbrica, a più elevazioni destinato all’imbottigliamento; un corpo di fabbrica, a più elevazioni, destinato a deposito e uffici; da n.° 2 cabine elettriche; da un locale deposito attrezzi; da un locale termico; da n.° 5 tettoie di protezione dei macchinari aziendali; da n.° 2 Tettoie adibite a deposito e a stoccaggio merci. Detto complesso industriale in parte è censito al Catasto Fabbricati del medesimo comune sul foglio di mappa n.° 1 particelle: 409, località Camarda, piano T-S1-S2-S3-S4, cat.D/7, rendita euro 25.528,00 351/352, località Carmarda, cat.D/7, rendita euro 8.072,22 in parte dovrà essere da accatastato. La particella 409 identifica in corpo di fabbrica ove si svolge l’attività di confezionamento e stoccaggio dell’acqua imbottigliata. La particella 351 identifica lo stabilimento di imbottigliamento. La particella 352 identifica una cabina elettrica. Si precisa che i relativi oneri delle unità non accatastate e non condonate rimangono a carico dell’aggiudicatario. Il descritto complesso comprende i seguenti macchinari e attrezzature: Soffiatrice Siapi EA 45 con relativi stampi; Soffiatrice Krupp corpoplast B 60 con relativi stampi; Riepitrice procomac, Ozosteril procomac; saturatore procomac; Decassettatrice Berchi; Incassettatrice Berchi; Lavacasse Procomac; Lavabottiglie RI.VI.; Etichettatrice Krones Canmatic; Fardellatrice Zmbelli; Codificatore Linx 4800; Discensore per fardelli T.C.M.; Manigliatrice Comag Hn 100/2; Palettizzatore Acmi Rapsar P 135; Macchina avvolgitrice (fasciatore) Tosa Mod 121; nastri trasportatori ad aria Conv-Air procomac e nastri trasportatori a catena procomac; Compressore NEA 3V1 da 430 Nm/h a 40 bar, Compressore NEA 3V1 da 660 Nm/h a 40 bar munito di essiccatore, di serbatoio di accumulo e di cilindro II fasi; compressore Bottarini GBV 70 a 7 bar compreso serbatoio di accumulo ed essiccatore di aria; Gruppo elettrogeno mec Energia da 600 KW con serbatoio di alimentazione da 10.000lt; Caldaia a vapore biklim con serbatoio di alimentazione da 5.000 lt. Sono inclusi altresì le seguenti attrezzature utili per lo svolgimento dell’attività: n.° 3 transpallet manuali da 2.550 kg; n.°1 transpallet manuale da 1400 kg; n.° 3 carrelli elevatori elettrici Toyota FBME 25 da 15 quintali; n.° 1 carrello elevatore malavolta Om da 15 quintali; n.° transpallet elettrico Armanni da 12 quintali; n.° 1 idropulitrice; n.° 1 lavabottiglie manuale; N.°1 trapano da tavolo Optimum; n.° molatrice Optimum SM 200; n.° 2 carrelli in ferro; n.° 4 silos in acciaio inox da 50 mc; n.° 2 cisterne in acciaio inox da 500 lt. Prezzo base: euro 1.604.552,36 (euro unmilioneseicentoquattromilacinquecentocinquantadue virgola trentasei) già detratte le spese relative al condono edilizio. Si precisa che detta cifra non è comprensiva degli oneri derivanti dalla concessione governativa per lo sfruttamento delle acque minerali e di quelli derivanti dall’uso delle attrezzature facenti parte dell’impianto, ma ubicate in porzioni di terreno non compresi nella vendita. AVVISA ALTRESÌ Che nelle ipotesi in cui: non siano proposte offerte di acquisto entro il termine stabilito; le offerte non siano efficaci ai sensi dell’art. 571 c.p.c.; si verifichi una delle circostanze previste dall’art. 572, comma 3, c.p.c.; la vendita senza incanto non abbia luogo per qualsiasi altra ragione; avrà luogo la vendita con incanto dei medesimi beni nelle seguenti date e luoghi: 17 giugno 2009 alle ore 10,00, Palazzo di Giustizia di Lamezia Terme, piazza della Repubblica, presso i locali dell’Associazione. LOTTO UNICO Prezzo base: euro 1.604.552,36 (euro unmilioneseicentoquattromilacinquecentocinquantadue virgola trentasei) Cauzione: euro 160.455,24 (euro centosessantamilaquattrocentocinquantacinque virgola ventiquattro) Aumento minimo: euro 80.227,62 (euro ottantamiladuecentoventisette virgola sessantadue) - In tale udienza, a differenza della prima, per aggiudicarsi i beni sarà necessario effettuare almeno un rilancio del prezzo. - I beni vengono posti in vendita nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano, senza alcuna garanzia per evizione, molestie e pretese di eventuali conduttori; con gli accessori, dipendenze, pertinenze, servitù attive e passive esistenti e diritti proporzionali sulle parti dell’edificio che devono ritenersi comuni a norma di legge (ed eventuale regolamento di condominio). - I beni di cui sopra sono meglio descritti nella relazione di stima a firma dell’esperto ing. Giovambattista Chirillo, che può essere consultata dall’offerente, ed alla quale si fa espresso rinvio anche per tutto ciò che concerne l’esistenza di eventuali oneri e pesi a qualsiasi titolo gravanti sui beni e consultabile sul sito internet www.aste.eugenius.it, sul mensile “Aste Infoappalti”del mese antecedente la vendita e sul quotidiano “Il Domani”. E’ possibile chiedere un finanziamento pari al 70/80% del prezzo base agli Istituti di credito che hanno aderito all’intesa con il Tribunale di Lamezia Terme, ossia: Banca Carime, San Paolo IMI-Banco di Napoli, Banca Popolare di Crotone, Monte dei Paschi di Siena, Banca di Catanzaro. I mutui saranno garantiti da ipoteca da iscrivere sullo stesso immobile posto in vendita. Maggiori informazioni potranno essere chieste alle banche interessate. - Se l’offerente non diviene aggiudicatario, la cauzione verrà immediatamente restituita dopo la chiusura della gara, salvo che lo stesso non abbia omesso di partecipare alla medesima, personalmente o a mezzo di procuratore speciale, senza documentato e giustificato motivo: in tale caso la cauzione è restituita solo nella misura dei 9/10 (nove decimi) dell’intero e la restante parte è trattenuta come somma rinveniente a tutti gli effetti dall’esecuzione. In caso di dubbi sulla sussistenza dei motivi giustificati per la mancata partecipazione alla gara, l’offerente si rivolgerà al Giudice, che disporrà in merito alla restituzione dell’intera cauzione o respingerà la relativa domanda. - A norma dell’art. 46 DPR 06/06/2001 n. 380 l’aggiudicatario, qualora l’immobile si trovi nelle condizioni previste per il rilascio del permesso di costruire in sanatoria, dovrà presentare a proprie esclusive spese domanda di permesso in sanatoria, entro 120 giorni dalla notifica del decreto di trasferimento. - Sono a carico dell’aggiudicatario tutte le spese per il trasferimento degli immobili nonché quelle relative alla cancellazione della trascrizione del pignoramento e di tutte le formalità con i relativi compensi spettanti al professionista delegato per le operazioni successive alla vendita, come liquidati dal G.E.. Custode giudiziario del bene è il dottor commercialista Massimo Durante, con studio in Lamezia Terme alla via G. Marconi n.47/a, cui tutti gli interessati all’acquisto potranno rivolgersi per visitare il bene. La pubblicità, le modalità di presentazione delle domande e le condizioni della vendita sono regolate dalle «Condizioni generali in materia di vendite immobiliari delegate» allegate al presente avviso. Lamezia Terme, lì 25 marzo 2009 il notaio delegato dottor Mario Bilangione CONDIZIONI GENERALI IN MATERIA DI VENDITE IMMOBILIARI DELEGATE Quanto alla vendita senza incanto: le offerte di acquisto dovranno essere presentate in busta chiusa contenente domanda di partecipazione in carta legale, entro le ore 12,00 del giorno 22 maggio 2009. Sulla busta dovranno essere indicate le sole generalità di chi presenta l’offerta, che può anche essere persona diversa dall’offerente, il nome del professionista delegato, la data della vendita e il numero della procedura. Nessuna altra indicazione - né il bene per cui è stata fatta l’offerta o altro - deve essere apposta sulla busta; il termine di versamento del saldo prezzo, nonché degli ulteriori oneri, diritti e spese conseguenti alla vendita è di 60 giorni dalla aggiudicazione.

A CURA DELLA

MEDIATAG

l’offerta dovrà contenere: - il cognome, nome, luogo e data di nascita, codice fiscale, domicilio, stato civile, recapito telefonico del soggetto cui andrà intestato l’immobile (non sarà possibile intestare l’immobile a soggetto diverso da quello che sottoscrive l’offerta), il quale dovrà anche presentarsi alla udienza fissata per la vendita. Se l’offerente è coniugato e in regime di comunione legale dei beni, dovranno essere indicati anche i corrispondenti dati del coniuge. Se l’offerente è minorenne, l’offerta dovrà essere sottoscritta dai genitori previa autorizzazione del giudice tutelare; se l’offerente agisce quale legale rappresentante di altro soggetto, dovrà essere allegato certificato del registro delle imprese da cui risultino i poteri ovvero la procura o l’atto di nomina che giustifichi i poteri; - i dati identificativi del bene per il quale l’offerta è proposta; - l’indicazione del prezzo offerto, che non potrà essere inferiore al prezzo minimo indicato nell’avviso di vendita, a pena di esclusione; - l’espressa dichiarazione di aver preso visione della perizia di stima. all’offerta dovrà essere allegata una fotocopia del documento di identità dell’offerente, nonché un assegno circolare non trasferibile intestato al sottoscritto Notaio, per un importo pari al 10 per cento del prezzo offerto, a titolo di cauzione, che sarà trattenuta in caso di rifiuto dell’acquisto. Ove l’offerta riguardi più lotti ai sensi dell’articolo precedente, potrà versarsi una sola cauzione, determinata con riferimento al lotto di maggior prezzo. Nessuna somma sarà richiesta, in questa fase quale fondo spese: L’offerta presentata è irrevocabile. L’offerente è tenuto a presentarsi all’udienza sopra indicata di persona, o a mezzo di mandatario munito di procura speciale. I procuratori legali possono fare offerte per persone da nominare. In caso di aggiudicazione, l’offerente è tenuto al versamento del saldo prezzo e degli oneri, diritti e spese di vendita nel termine indicato in offerta, ovvero, in mancanza, entro 60 giorni dalla aggiudicazione mediante due distinti assegni circolari non trasferibili intestati al sottoscritto Notaio, uno quale differenza prezzo di aggiudicazione e uno pari al venti per cento del prezzo stesso quale presumibile importo per spese. In caso di inadempimento, la aggiudicazione sarà revocata e l’aggiudicatario perderà tutte le somme versate. in caso di più offerte valide, si procederà a gara sulla base della offerta più alta. Il bene verrà definitivamente aggiudicato a chi avrà effettuato il rilancio più alto. la vendita avviene nello stato di fatto e di diritto in cui i beni si trovano, con tutte le eventuali pertinenze, accessioni, ragioni ed azioni, servitù attive e passive; che la vendita è a corpo e non a misura; che eventuali differenze di misura non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo; che la vendita forzata non è soggetta alle norme concernenti la garanzia per vizi o mancanza di qualità, né potrà essere revocata per alcun motivo. Conseguentemente l’esistenza di eventuali vizi, mancanza di qualità o difformità della cosa venduta, oneri di qualsiasi genere - ivi compresi, ad esempio, quelli urbanistici ovvero derivanti dalla eventuale necessità di adeguamento di impianti alle leggi vigenti, spese condominiali dell’anno in corso e dell’anno precedente non pagate dal debitore -, per qualsiasi motivo non considerati, anche se occulti e comunque non evidenziati in perizia, non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo, essendosi di ciò tenuto conto nella valutazione dei beni. l’immobile viene venduto libero da iscrizioni ipotecarie e da trascrizioni di pignoramenti. Se esistenti al momento della vendita, eventuali iscrizioni e saranno cancellate a spese e cura dell’aggiudicatario; ogni onere fiscale derivante dalla vendita sarà a carico dell’aggiudicatario. per tutto quanto qui non previsto si applicano le vigenti norme di legge. Quanto alla vendita con incanto, ferme le disposizioni sopra indicate, se compatibili, valgono le norme di cui agli artt. 576, 580, 584 e 585 c.p.c. Gli offerenti dovranno dichiarare la propria residenza nel Circondario del Tribunale di Lamezia Terme o eleggere domicilio in Lamezia Terme. Quanto alla vendita con incanto: Ogni offerente dovrà depositare presso l’Associazione Notarile Procedure Esecutive presso il Tribunale di Lamezia Terme entro le ore 12,00 del giorno 12 giugno 2009, busta chiusa contenente domanda di partecipazione in carta legale. La domanda dovrà contenere: a) - se persona fisica: - cognome, nome, luogo e data di nascita, codice fiscale, domicilio e residenza, stato civile, recapito telefonico del richiedente; in caso lo stesso sia coniugato, il suo regime patrimoniale, con indicazione - qualora coniugato in regime di comunione legale - delle generalità del coniuge. Alla domanda dovranno essere allegate copie fotostatiche di un valido documento di identità e de codice fiscale (anche del coniuge se in regime di comunione legale). Qualora detta persona fisica dovesse partecipare in qualità di titolare di omonima ditta individuale, dovrà essere indicata la partita IVA e all’offerta dovrà essere altresì allegata una recente visura camerale della ditta stessa. b) - se società o ente: dati identificativi, inclusa la partita IVA e/o codice fiscale, recapito telefonico, nonché nome, cognome, luogo e data di nascita del legale rappresentante. Alla domanda dovranno essere allegati sia una recente visura camerale (dalla quale risulti lo stato della società o ente ed i poteri conferiti all’offerente in udienza) sia copia fotostatica di un valido documento di identità di detto offerente. c) - assegno circolare non trasferibile pari al 10% (dieci percento) del prezzo base d’asta, a titolo di cauzione, intestato al sottoscritto professionista delegato. Si precisa che in caso di mancata aggiudicazione, detto assegno sarà restituito immediatamente. Offerte in aumento di un quinto: A norma dell’art. 584 c.p.c., avvenuto l’incanto, possono ancora essere fatte offerte di acquisto entro il termine perentorio di 10 giorni dalla gara, ma esse non sono efficaci se il prezzo offerto non supera di 1/5 (un quinto) quello raggiunto nell’incanto. Pertanto l’aggiudicazione diverrà definitiva decorsi 10 giorni senza offerte in aumento. Divenuta definitiva l’aggiudicazione dovrà essere versta nei sessanta giorni successivi la differenza del prezzo di aggiudicazione mediante assegno circolare non trasferibile intestato al sottoscritto Notaio nonché il venti per cento del prezzo di aggiudicazione sempre mediante assegno circolare non trasferibile intestato a me sottoscritto Notaio quale presumibile importo per spese. Tali offerte potranno essere depositate presso l’indirizzo sopra indicato, nelle forme di cui all’art. 571 c.p.c., prestando cauzione per una somma pari al doppio della cauzione versata per la partecipazione all’incanto. In caso di presentazione di tali offerte, verrà indetta una gara secondo le previsioni di cui all’art. 584 c.p.c.. Se nessuno degli offerenti in aumento partecipa alla gara indetta a norma dell’art. 584, comma 3, c.p.c., l’aggiudicazione diventa definitiva e verrà pronunciata a carico degli offerenti (salvo che ricorra un documentato e giustificato motivo) la perdita della cauzione, il cui importo è trattenuto come rinveniente a tutti gli effetti dall’esecuzione. Ogni domanda di restituzione della cauzione dovrà essere indirizzata dagli offerenti al Giudice dell’Esecuzione. °°°°°°°°° R.E. n.44/2002 Il Giudice dell’Esecuzione dott. Brancaccio ALL’UDIENZA DEL 14.01.2009, ha fissato la vendita all’incanto dei beni di cui alla procedura sopra indicata, per la data del 27 maggio 2009, stabilendo la pubblicazione di cui alle modalità di vendita già formulate a scioglimento della riserva del 14 giugno 2007 che di seguito si trascrivono con le modalità relative alla vendita all’incanto. “Letti gli atti del procedimento; preso atto dell’istanza di vendita formulata dal creditore procedente; rilevato che custodi dei beni pignorati sono gli esecutati; considerato che la natura del bene, costituito da un appartamento destinato ad abitazione degli esecutati, unitamente alla caren-

Per informazioni 0961 996802

za di elementi probatori da cui poter evincere il concreto pericolo di un deterioramento del cespite nelle more della definizione della procedura di vendita induce a ritenere che la sostituzione dei debitori con un terzo quale custode giudiziario non abbia, allo stato, utilità, ex art. 559, comma 4 c.p.c., come novellato dalle leggi 80/2005, 263/2005 e 51/2006, fermo restando l’obbligo degli stessi di rendere il conto di gestione, ex artt. 560 e 593 c.p.c.; ritenuto di poter condividere e prendere a fondamento del prosieguo della procedura le conclusioni della relazione dell’esperto, in ordine sia all’individuazione del compendio immobiliare che alla stima del relativo valore di mercato; ravvisate, pertanto, le condizioni di procedere ai sensi degli artt. 569, 571 e 576 c.p.c., come novellati dalle leggi 80/2005, 263/2005 e 51/2006, al prezzo base di euro 62.000,00, alla vendita coattiva del seguente bene: lotto unico - “appartamento per civile abitazione sito in Lamezia Terme, composto da cucina-soggiorni, camera da letto, bagno e ripostiglio con annesso giardino e spazio verde comune, dalla superficie commerciale di mq.72,00, riportato nel NCEU di tale comune al foglio 9, p.lle 404, sub 1, part.659 e part.577”, evidenziato, quanto all’eventuale, successiva vendita agli incanti, che: - Essa deve aver luogo al prezzo sopra indicato di euro 62.000,00; - Le offerte in aumento, a pena di inammissibilità, non devono essere inferiori a euro 3.000,00; - Ogni concorrente, per essere ammesso all’incanto, deve presentare istanza di partecipazione, in regola con il bollo, recante, a pena di inefficacia, l’indicazione del numero di r.g.e. della procedura, il bene o il lotto cui l’istanza stessa si riferisce, le proprie generalità (nome, cognome, luogo e data di nascita, codice fiscale, residenza, stato civile e, se coniugato, regime patrimoniale fra i coniugi); - All’istanza di partecipazione deve essere allegata copia di valido documento di identità del concorrente e, se necessario, valida documentazione comprovante i poteri o la legittimazione dello stesso (ad es. procura speciale o certificato camerale); - In caso di dichiarazione presentata da più soggetti, deve essere indicato colui che abbia l’esclusiva facoltà di formulare eventuali offerte in aumento; - Con l’istanza di partecipazione, da presentarsi in busta chiusa, senza segni di riconoscimento, deve essere depositato assegno circolare non trasferibile, intestato alle “Poste Italiane S.p.A.”, tramite cui effettuare il versamento della cauzione (ed in conto prezzo di aggiudicazione), in ragione di un decimo del prezzo base d’asta; - All’esterno della busta vanno annotati, a cura del cancelliere ricevente, il nome, previa identificazione, di chi materialmente provvede al deposito, il nome del giudice dell’esecuzione e la data fissata per la vendita; le buste saranno aperte all’udienza stabilita per l’incanto alla presenza degli offerenti, ove comparsi; - In ogni caso, le spese del trasferimento cedono a carico dell’aggiudicatario, cui restano riservate le attività ed i costi per la cancellazione delle formalità; FISSA, NEL CASO IN CUI LA VENDITA SENZA INCANTO NON ABBIA LUOGO, - Per la presentazione presso la Cancelleria delle Esecuzioni Immobiliari dell’istanza di partecipazione agli incanti, termine fino alle ORE 13,00 DEL GIORNO 26 MAGGIO 2009, con le modalità e per il prezzo minimo di cui sopra; - Per il giorno 27 MAGGIO 2009, ore 9.30 e segg., la vendita ai pubblici incanti dell’immobile sopra meglio indicato e meglio descritto nella relazione dell’esperto in atti, cui si fa espresso riferimento, con le modalità e per il prezzo base di cui innanzi; STABILISCE ALTRESI’, CHE LA VENDITA AVVIENE ALLE SEGUENTI CONDIZIONI, SIA QUALORA VI SI FACCIA LUOGO SENZA INCANTO, SIA QUALORA VI SI FACCIA LUOGO CON INCANTO: - Gli immobili vengono posti in vendita nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano, così come identificati, descritti e valutati dall’esperto nella relazione, con ogni eventuale servitù attiva e passiva inerente e quote condominiali relative; - La vendita è a corpo e non a misura; eventuali differenze di misura non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo; la vendita forzata non è soggetta alle norme concernenti la garanzia per vizi o mancanza di qualità, né potrà essere revocata per alcun motivo. Conseguentemente l’esistenza di eventuali vizi, mancanza di qualità o difformità della cosa vendita, oneri di qualsiasi genere- ivi compresi, ad esempio, quelli urbanistici ovvero derivanti dalla eventuale necessità di adeguamento di impianti alle leggi vigenti, spese condominiali dell’anno in corso o dell’anno precedente non pagate dal debitore- per qualsiasi motivo non considerati, anche se occulti e comunque non evidenziati in perizia, non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo, essendosi di ciò tenuto conto nella valutazione dei beni; - L’aggiudicatario dovrà versare la differenza del prezzo (detratta del prezzo di aggiudicazione la cauzione di cui sopra) entro un termine massimo di 60 giorni dalla data di aggiudicazione mediante assegno circolare non trasferibile intestato a “Poste Italiane S.p.A.”, in mancanza, si provvederà a norma dell’art. 587 c.p.c.; - Soltanto all’esito degli adempimenti precedenti, della produzione di aggiornati certificati catastali e di aggiornati certificati relativi alle iscrizioni e trascrizioni effettuate sul bene nonché del pagamento delle spese di trasferimento da parte dell’aggiudicatario, per come liquidate dalla Cancelleria, sarà emesso il decreto di trasferimento, ai sensi dell’art.586 c.p.c.; DISPONE, QUANDO ALLA PUBBLICITA’ IN FUNZIONE DELLA VENDITA, CHE: - Su impulso del procedente, sia predisposto l’avviso di vendita, da pubblicare all’albo dell’Ufficio; - A cura, rischio e spese (rimborsabili ex art. 2770 cod.civ.) del medesimo soggetto, sia data pubblicità: in ogni caso, per una sola volta, della presente ordinanza, escluse le note, su di un quotidiano di informazione a diffusione locale a scelta del creditore, pubblicità da effettuarsi almeno quarantacinque giorni prima del termine delle offerte o della data dell’incanto; in ogni caso, per una sola volta della presente ordinanza, escluse le note,sulla rivista periodica “Aste Info Appalti”, pubblicità da effettuarsi almeno quarantacinque giorni prima del termine delle offerte o della data dell’incanto; in ogni caso, per una sola volta, della presente ordinanza, escluse le note, e della relazione di stima dell’esperto sul sito Internet www.aste.eugenius.it, almeno quarantacinque giorni prima del termine delle offerte o della data dell’incanto; - Il creditore procedente possa, inoltre, dare pubblicità della presente ordinanza, a sua cura ed ove lo ritenga opportuno: - a sue spese (rimborsabili ex art. 2770 cod. civ.), con pubblicità muraria, da effettuarsi nei Comuni di Lamezia Terme e di ubicazione degli immobili, almeno quarantacinque giorni prima del termine delle offerte o della data dell’incanto; - La pubblicità muraria e l’ulteriore pubblicità prescelta sono dichiarate sin d’ora non necessarie ai fini dell’esperibilità della vendita; - Della prova della pubblicità elettronica e a mezzo stampa - da depositarsi in cancelleria almeno dieci giorni prima delle vendite- sia fatto carico al creditore procedente o surrogante; AVVERTE Fin d’ora le parti che, ove all’udienza fissata per la celebrazione dell’incanto, questo non abbia luogo per qualunque motivo, si riserva di applicare immediatamente - e cioè a quella stessa udienza- l’art.591 cod. proc. civ., senza alcun rinvio intermedio o ulteriore, in quello stesso contesto sentendo le parti e provvedendo sulla disposizione dell’amministrazione giudiziaria o sulla fissazione di una nuova vendita. DA’ ATTO Di non disporre, allo stato, la sostituzione del custode per le motivazioni innanzi espresse; Il Giudice dell’Esecuzione Dott. Alessandro Brancaccio” QUALSIASI ALTRA INFORMAZIONE PUO’ ESSERE RICHIESTA DIRETTAMENTE ALLA CANCELLERIA ESECUZIONI IMMOBILIARI DEL TRIBUNALE DI LAMEZIA TERME.


AsteInfoappalti

14 www.aste.eugenius.it ::

Giovedì 2 Aprile °°°°°°°°° AVVISO DI VENDITA DI BENI IMMOBILI PIGNORATI EX ART.569 COMMA 3 CPC SI RENDE NOTO Che il Giudice dell’Esecuzione nella procedura esecutiva immobiliare n°.1/2008 R.G.E., promossa da Chiodo Velia, con provvedimento del 25.2.2008 ha disposto la vendita con incanto dei quattro lotti di seguito indicati, nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano, per l’udienza del 27.05.2009: lotto uno - “immobile per civile abitazione, piano terra, sito in Soveria Mannelli, via S. Andrea, n. 6, riportato nel NCEU di detto comune al foglio 10, p.lla 334, sub 2, cat. A/3, classe 2, composto da camere da letto, due bagni, angolo cottura, sala da pranzo, soggiorno e terrazzo di pertinenza, per una superficie utile complessiva di mq. 96,40” prezzo base d’asta euro 54.035,75; lotto due - “locale magazzino sito in Soveria Mannelli, via S. Andrea, n. 6, riportato nel NCEU di detto comune al foglio 10, p.lla 334, sub 4, cat. C/2, classe 1, composto da un unico ambiente di mq. 49” prezzo base d’asta euro 19.775,00; lotto tre - “immobile per civile abitazione, primo piano, sito in Soveria Mannelli, via S. Andrea, n. 6, riportato nel NCEU di detto comune al foglio 10, p.lla 334, sub 5, cat. A/3, classe 2, composto da due camere da letto, un bagno, angolo cottura, sala da pranzo, soggiorno, salotto, per una superficie utile di mq. 115, completo di balconi per mq. 45, con ingresso indipendente e area di pertinenza di mq. 54” prezzo base d’asta euro 60.141,00; lotto quattro - “lastrico solare sopraelevato, sito in Soveria Mannelli, via S. Andrea, n. 6, riportato nel NCEU di detto comune al foglio 10, p.lla 334, sub 6, composto da un unico ambiente non rifinito di mq. 115, completo di balconi per una superficie di 50,20 mq.” prezzo base d’asta euro 21.340,00; SI RENDE ANCORA NOTO CHE IL G.E. HA STABILITO CHE LA VENDITA AVVIENE ALLE SEGUENTI CONDIZIONI: VENDITA CON INCANTO - essa deve aver luogo al prezzo sopra indicato di euro 54.035,75 per il lotto n. 1, di euro 19.775,00 per il lotto n. 2, di euro 60.141,00 per il lotto n. 3, di euro 21.340,00 per il lotto n. 4; - le offerte in aumento, a pena di inammissibilità, non devono essere inferiori a euro 2.500,00 per il lotto n. 1, ad euro 900,00 per il lotto n. 2, ad euro 2.900,00 per il lotto n. 3, ad euro 1.000,00 per il lotto n. 4; - ogni concorrente, per essere ammesso all’incanto, deve presentare istanza di partecipazione, in regola con il bollo, recante, a pena di inefficacia, l’indicazione del numero di r.g.e. della procedura, il bene o il lotto cui l’istanza stessa si riferisce, le proprie generalità (nome, cognome, luogo e data di nascita, codice fiscale, residenza, stato civile e, se coniugato, regime patrimoniale fra i coniugi); - all’istanza di partecipazione deve essere allegata copia di valido documento di identità del concorrente e, se necessario, valida documentazione comprovante i poteri o la legittimazione dello stesso (ad es. procura speciale o certificato camerale); - in caso di dichiarazione di partecipazione presentata da più soggetti, deve essere indicato colui che abbia l’esclusiva facoltà di formulare eventuali offerte in aumento; - con l’istanza di partecipazione, da presentarsi in busta chiusa, senza segni di riconoscimento, deve essere depositato assegno circolare non trasferibile, intestato alle “Poste Italiane s.p.a.”, tramite cui effettuare il versamento della cauzione (ed in conto prezzo di aggiudicazione), in ragione di un decimo del prezzo base d’asta; - all’esterno della busta vanno annotati, a cura del cancelliere ricevente, il nome, previa identificazione, di chi materialmente provvede al deposito, il nome del giudice dell’esecuzione e la data dell’udienza fissata per la vendita; le buste saranno aperte all’udienza stabilita per l’incanto alla presenza degli offerenti, ove comparsi; - in ogni caso, le spese del trasferimento cedono a carico dell’aggiudicatario, cui restano riservate le attività ed i costi per la cancellazione delle formalità; - per la presentazione presso la Cancelleria delle Esecuzioni immobiliari dell’istanza di partecipazione agli incanti termine fino alle ore 13.00 del giorno 26 maggio 2009, con le modalità e per il prezzo minimo di cui sopra; - per il giorno 27 maggio 2009, ore 9.30 e segg. la vendita ai pubblici incanti dell’immobile sopra indicato e meglio descritto nella relazione dell’esperto in atti, cui si fa espresso riferimento, con le modalità e per il prezzo base di cui innanzi; SI AVVISA, ALTRESÌ, CHE LA VENDITA AVVIENE ALLE SEGUENTI CONDIZIONI, SIA QUALORA VISI FACCIA LUOGO SENZA INCANTO, SIA QUALORA VI SI FACCIA LUOGO CON INCANTO: - gli immobili vengono posti in vendita nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano, così come identificati, descritti e valutati dall’esperto nella relazione, con ogni eventuale servitù attiva e passiva inerente e quote condominiali relative; - la vendita è a corpo e non a misura; eventuali differenze di misura non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo; la vendita forzata non è soggetta alle norme concernenti la garanzia per vizi o mancanza di qualità, né potrà essere revocata per alcun motivo. Conseguentemente l’esistenza di eventuali vizi, mancanza di qualità o difformità della cosa venduta, oneri di qualsiasi genere - ivi compresi, ad esempio, quelli urbanistici ovvero derivanti dalla eventuale necessità di adeguamento di impianti alle leggi vigenti, spese condominiali dell’anno in corso e dell’anno precedente non pagate dal debitore - per qualsiasi motivo non considerati, anche se occulti e comunque non evidenziati in perizia, non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo, essendosi di ciò tenuto conto nella valutazione dei beni; - l’aggiudicatario dovrà versare la differenza del prezzo (detratta dal prezzo di aggiudicazione la cauzione di cui sopra) entro un termine massimo di 60 giorni dalla data di aggiudicazione mediate assegno circolare non trasferibile intestato a “Poste Italiane s.p.a.”; in mancanza, si provvederà a norma dell’art. 587 c.p.c.; - soltanto all’esito degli adempimenti precedenti, della produzione di aggiornati certificati catastali e di aggiornati certificati relativi alle iscrizioni e trascrizioni effettuate sul bene nonché del pagamento delle spese di trasferimento da parte dell’aggiudicatario, per come liquidate dalla Cancelleria, sarà emesso il decreto di trasferimento, ai sensi dell’art. 586 c.p.c.; Lamezia Terme, lì IL CANCELLIERE (C/1) Bruna Bernardi TRIBUNALE DI LOCRI CANCELLERIA ESECUZIONI IMMOBILIARI SI RENDE NOTO che il Giudice dell’esecuzione, Dr. DAVIDE LAURO, letti gli atti della Procedura Esecutiva n. 108/92 promossa da FINANZIARIA GENERALE SpA ORDINA LA VENDITA CON INCANTO DEI SEGUENTI BENI IMMOBILI: ORDINANZA del 30.10.2001 e 01.02.2008 LOTTO UNICO: “Unità immobiliare costituita da un fabbricato per civile abitazione ad un piano fuori terra con adiacente garage sito nel Comune di Camini, alla via Venere n. 19, riportata nel NCEU alla partita 1000164, foglio di mappa 2, particella 401 sub 1, cat. A/2, classe U, vani 7, mq. 141,75, r. £. 840.000, in ditta...(omissis)....” PREZZO BASE DEL LOTTO Euro 65.590,03 DEPOSITO PER CAUZIONE “ 6.559,00 DEPOSITO PER SPESE “ 9.838,50 L’incanto avverrà, con il prezzo sopra indicato, all’udienza del 07.05.2009, ore 9,00, davanti a sé nella presente sede. STABILISCE PER LA VENDITA LE SEGUENTI CONDIZIONI: Ogni offerente dovrà depositare in Cancelleria entro le ore 12,00 del giorno amtecedente l’incanto,, unitamente all’istanza di partecipazione all’incanto, una somma pari al 25% del prezzo base (10% per cauzione e 15% per prevedibile importo delle spese di procedura e trasferimento della proprietà) mediante consegna in Cancelleria di

ASTEINFOAPPALTI

È UN

PROGETTO

assegni circolari non trasferibili intestati all’offerente. Le offerte in aumento non potranno essere inferiori ad Euro 3.098,74. L’aggiudicatario dovrà depositare entro il termine di 60 giorni dall’incanto il prezzo di aggiudicazione detratta la cauzione versata con le stesse modalità di cui sopra. Sito Internet sul quale è pubblicata la relazione di stima: www.aste.eugenius.it Custode Giudiziario: avv. Giuseppe Oppedisano (Tel. 0964.380751) Maggiori informazioni potranno essere acquisite presso la Cancelleria Esecuzioni Immobiliari di questo Tribunale. Rinvia per il prosieguo all’udienza del 07.05.2009 ESTRATTO CONFORME PER USO PUBBLICITA’. Addì, 11 marzo 2009 IL CANCELLIERE °°°°°°°°°° CANCELLERIA ESECUZIONI IMMOBILIARI SI RENDE NOTO che il Giudice dell’esecuzione, Dr. DAVIDE LAURO, letti gli atti della Procedura Esecutiva n. 14-1987 promossa da IGC SpA ORDINA LA VENDITA CON INCANTO DEI SEGUENTI BENI IMMOBILI: Ordinanza del 02.06.2006 LOTTO 1: “Terreno in località Favaco del Comune di Stignano, riportato nel Catasto terreni al foglio 20, part. 50 (mq. 3.549), con sovrastante fabbricato a due piani fuori terra” Prezzo base (terreno e fabbricato) Euro 195.210,00 Cauzione: Euro 19.521,00 - Spese: Euro 29.281,50 LOTTO 2: “Terreno in località Viti del Comune di Placanica, riportato nel Catasto terreni al foglio 35, part. 57/b e 85 (complessivi mq. 8.650)” Prezzo base (terreno e fabbricato)Euro 51.900,00 Cauzione: Euro 5.190,00 - Spese: Euro 12.975,00 L’incanto avverrà, con il prezzo DA RIBASSARE DI 1/5 + 1/5, all’udienza del 04.06.2009, ore 9,00, davanti a sé nella presente sede. STABILISCE PER LA VENDITA LE SEGUENTI CONDIZIONI: Ogni offerente dovrà depositare in Cancelleria, sino all’inizio effettivo dell’udienza di vendita, unitamente all’istanza di partecipazione all’incanto, una somma pari al 25% del prezzo base (10% per cauzione e 15% per prevedibile importo delle spese di procedura e trasferimento della proprietà) mediante consegna in Cancelleria di N. 2 assegni circolari non trasferibili intestati all’offerente. Le offerte in aumento non potranno essere inferiori al 3% del prezzo base, eventualmente ribassato. L’aggiudicatario dovrà depositare entro il termine di 60 giorni dall’incanto il prezzo di aggiudicazione detratta la cauzione versata con le stesse modalità di cui sopra. Sito Internet sul quale è pubblicata la relazione di stima: www.aste.eugenius.it Custode Giudiziario: dr.ssa Manuela CHERUBINO (Tel. 347.1261165). Maggiori informazioni potranno essere acquisite presso la Cancelleria Esecuzioni Immobiliari di questo Tribunale e/o presso il Custode Giudiziario. Rinvia per il prosieguo all’udienza del 04.06.2009. ESTRATTO CONFORME PER USO PUBBLICITA’. Addì, 28 gennaio 2009 IL CANCELLIERE °°°°°°°°° CANCELLERIA ESECUZIONI IMMOBILIARI SI RENDE NOTO (ai sensi del combinato disposto dagli artt. 490 e 570) che il Giudice dell’Esecuzione Dr. DAVIDE LAURO, letti gli atti della Procedura Esecutiva n. 41/2003 promossa da BANCA NAZIONALE DEL LAVORO SpA, DISPONE procedersi alla vendita dei beni immobili indicati nella parte descrittiva dell’allegata ordinanza di vendita alle condizioni ivi previste nei punti da 1. a 28. DESCRIZIONE DEGLI IMMOBILI: LOTTO 1: SOSPESO CON ORDINANZA DEPOSITATA IL 24.04.2008 LOTTO 2: “Piena proprietà del terreno sito in Locri (RC), loc. Santo Stefano, di circa 1.282 mq., riportato nel catasto al foglio 11, p.lla 364” PREZZO BASE: Euro 19.230,00 - CAUZIONE: 10% DEL PREZZO PRINCIPALI CONDIZIONI DI VENDITA CON INCANTO (Per le condizioni complete vedere l’ordinanza di vendita del 28.07.2007 - punti da 1 a 28 - riportata di seguito al presente avviso) Ove si debba procedere ai sensi degli artt. 571, 572 e 573 cpc, il pubblico incanto avverrà all’udienza del 22.05.2009, con il prezzo riportato nell’ordinanza di vendita alle seguenti condizioni: - ciascun offerente, tranne il debitore e tutti i soggetti per legge non ammessi alla vendita, dovrà depositare, sino all’inizio effettivo dell’udienza di vendita, unitamente all’istanza di partecipazione all’incanto (non in busta chiusa), una somma pari al 10% del prezzo base d’asta sopraindicato a titolo di cauzione, mediante consegna in Cancelleria di assegni circolari NON TRASFERIBILI intestati all’offerente; - le offerte in aumento non potranno essere inferiori al 3% del prezzo base; - se l’offerente non diviene aggiudicatario, la cauzione è restituita nella misura stabilita dall’art. 580 cpc; - l’aggiudicatario, invece, dovrà versare il saldo e l’importo delle spese secondo quanto previsto per la vendita senza incanto, ferma restando la decadenza di cui all’art. 587 cpc in caso di mancato deposito. IL SITO INTERNET SUL QUALE E’ PUBBLICATA LA RELAZIONE DI STIMA è: www.aste.eugenius.it - Custode Giudiziario: dr.ssa Antonietta BOVA (tel. 0964.629420). Maggiori informazioni potranno essere acquisite presso la Cancelleria Esecuzioni Immobiliari di questo Tribunale e/o presso il custode giudiziario. ESTRATTO CONFORME PER USO PUBBLICITA’. Locri, 04 marzo 2009 ORDINANZA DI VENDITA TRIBUNALE DI LOCRI Sezione Civile - Esecuzioni R.Es. Imm.: 41/2003 IL GIUDICE DELL’ESECUZIONE, ..... OMISSIS...., ORDINA ai debitori di fornire al nuovo custode il rendiconto dell’attività svolta fino ad oggi, nonché ogni documento necessario al fine di adempiere compiutamente l’incarico affidatogli; - DISPONE PROCEDERSI ALLA VENDITA DEGLI IMMOBILI SU DESCRITTI; - STABILISCE per la vendita, che avverrà senza incanto e, successivamente, nei soli casi previsti nuovo testo dell’art. 569 cpc, con il metodo dell’incanto, alle seguenti condizioni: 1) L’immobile pignorato sarà posto in vendita, a corpo, nella consistenza indicata nella perizia di stima (dell’Arch. M. RASPA) che deve intendersi qui per intero richiamata e trascritta, anche con riferimento alla condizione urbanistica del bene; 2) ognuno, tranne il debitore, è ammesso a offrire per l’acquisto dell’immobile pignorato personalmente o a mezzo di procuratore legale, anche per persona da nominare (art. 579 cpc, ultimo comma); 3) entro le ore 12,00 del giorno antecedente la vendita, l’offerente deve presentare, anche a mezzo di persona diversa, nella cancelleria delle esecuzioni immobiliari DOMANDA IN BOLLO per partecipare alla vendita senza incanto, contenente A) l’indicazione del prezzo che si intende offrire (che, a pena di efficacia, non può essere inferiore al prezzo base suindicato, salve eventuali e successive riduzioni); B) la data della vendita e la procedura cui si riferisce; C) le generalità (compreso il codice fiscale) proprie e - se in regime di comunione legale del coniuge; D) l’indicazione della volontà di avvalersi, ove ne sussistano i presupposti, dei benefici fiscali per la prima casa; E) le indicazioni circa il tempo (comunque non superiore a 60 giorni dalla aggiudicazione, limite che si riterrà implicitamente

A CURA DELLA

MEDIATAG

4)

5)

6)

7)

8)

9)

10)

11) 12)

13)

14)

15) 16)

17)

18)

19)

20)

21) 22)

23)

ricollegato nel massimo, alla mancata indicazione di un termine diverso), il modo del pagamento e ogni altro elemento utile alla valutazione dell’offerta; F) la dichiarazione di aver letto la relazione di stima (consultabile sull’apposito sito internet o presso la cancelleria esecuzioni) e di averne compreso il contenuto ed, inoltre, di conoscere lo stato dell’immobile; G) copia di valido documento di identità del soggetto che sottoscrive l’offerta; H) in caso di offerta presentata per conto e per nome di una società, certificato della Cancelleria Commerciale dal quale risulti la costituzione della società ed i poteri conferiti all’offerente in udienza nonché l’indicazione della partita IVA: I) la dichiarazione di residenza o l’elezione di domicilio nel comune nel quale ha sede il Tribunale competente per l’esecuzione (art. 174 disp. att. cod. proc. civ.), pena l’effettuazione delle comunicazioni presso la cancelleria dello stesso ufficio; L) la sottoscrizione dei genitori esercenti l potestà e l’autorizzazione del giudice tutelare ove l’offerente sia un minore; l’offerta deve essere inserita in una busta chiusa, al cui esterno il cancelliere annoterà esclusivamente: A) il nome del giudice dell’esecuzione o del professionista delegato che provvederà alla vendita; B) la data fissata per l’esame delle offerte: C) i dati della persona che materialmente ha provveduto al deposito; non sarà consentito annotare nessun altro elemento, e specialmente quelli che possono condurre ad identificare il bene per il quale l’offerta è prestata; l’offerta deve essere accompagnata dal deposito della cauzione, pari alla decima parte dl prezzo offerto, da versare tramite assegni circolari NON TRASFERIBILI intestati all’offerente, che a cura dell’offerente stesso, dovranno essere inseriti nella medesima busta; l’offerta non sarà considerata efficace: A) se perviene oltre il termine appositamente indicato; B) se è inferiore al prezzo base, eventualmente ribassato; C) se l’offerente non presta cauzione, con le modalità e nella misura appena indicate; l’offerta si considera irrevocabile ad eccezione delle ipotesi in cui: A) il giudice, in presenza di più offerte valide, disponga la gara tra gli offerenti (art. 573 cpc); B) il giudice, nonostante le offerte, ordini l’incanto (es. art. 572 cpc); C) siano decorsi centoventi giorni dalla sua presentazione e la stessa non sia stata accolta; l’offerente (od il procuratore legale a norma degli artt. 571 e 579 c.p.c.) dovrà presentarsi il giorno fissato presso il Tribunale di Locri, sala delle pubbliche udienze, ore 9,00 e ss., per assistere all’esame delle offerte; l’udienza di vendita è fissata per il giorno 23.11.2007, e si terrà presso il Tribunale di Locri, sala delle pubbliche udienze, ore 9,00 e ss.; ivi si procederà all’esame delle singole offerte, ai sensi degli artt. 572 (per l’ipotesi in cui vi sia una sola offerta) e 573 cpc (ove vi siano più offerte); in presenza di più offerte valide, alla stessa udienza si inviteranno gli offerenti alla gara di cui all’art. 573 cpc, ove le offerte in aumento non potranno essere inferiori al 3% DEL PREZZO BASE. in caso di mancata aggiudicazione, l’importo versato a titolo di cauzione verrà restituito alla chiusura delle operazioni di vendita; in caso di aggiudicazione, l’offerente dovrà, nel termine di gg. 60 dall’aggiudicazione, depositare il residuo prezzo, detratto l’importo della cauzione già versato, in un libretto di deposito postale intestato alla Procedura e vincolato all’ordine del Giudice dell’Esecuzione; in caso di aggiudicazione, inoltre, l’offerente dovrà versare nel medesimo libretto di deposito (intestato alla Procedura e vincolato all’ordine del Giudice dell’esecuzione), e nello stesso termine, l’importo complessivo delle spese collegate alla vendita, che saranno all’uopo comunicate dalla cancelleria e che saranno necessarie per l’emanazione del decreto di trasferimento; il mancato versamento del prezzo residuo nei termini indicati comporterà la decadenza dall’aggiudicazione e la perdita della cauzione, ed esporrà l’aggiudicatario inadempiente alle conseguenze di cui all’art. 587 co II cpc (richiamato dall’art. 574, III co., cpc); maggiri informazioni potranno essere acquisite presso la cancelleria del Tribunale di Locri; la presente ordinanza dovrà essere affissa almeno 45 giorni prima del termine fissato per la presentazione delle offerte, all’Albo del Tribunale di Locri per tre giorni continui a cura della Cancelleria - nel rispetto del combinato disposto degli artt. 490 e 570 cpc e dovrà contenere: A) gli estremi identificativi del bene previsti nell’art. 555 cpc; B) il valore dell’immobile determinato a norma dell’art. 568 cpc; C) il sito Internet sul quale è pubblicata la relativa relazione di stima; D) il nome ed il recapito telefonico del custode nominato in sostituzione del debitore, con l’avvertimento che maggiori informazioni possono essere fornite dalla cancelleria del Tribunale o dal predetto custode; la stessa ordinanza, sempre 45 giorni prima del termine per la presentazione delle offerte, dovrà essere pubblicata sia mediante manifesti murali da affiggersi nei Comuni di Locri, Gerace e Siderno (invitanto all’uopo il creditore ad allegare copia di n. 1 manifesto murale; fattura relativa alle spese di stampa dei manifesti murali e fattura relativa alle spese di affissione dei manifesti murali) nonché mediante pubblicazione per una volta su PROGETTO ASTE (quotidiano Il Domani + periodico Aste + Internet Eugenius), a cura di uno dei creditori, del debitore o del custode se diverso; in particolare: A) fatture e copie dei manifesti murali dovranno essere depositate in Cancelleria, fino all’udienza di vendita; B) l’attestato di avvenuta pubblicazione sul PROGETTO ASTE dovrà essere inviato mediante fax direttamente dalla società che gestisce il servizio (Mediatag s.p.a.) presso la Cancelleria del Tribunale, al n. 0964.20732; ove si debba procedere all’incanto, e cioè per il caso in cui non siano proposte offerte d’acquisto entro il termine stabilito, ovvero per il caso in cui le stesse non siano efficaci ai sensi dell’art. 571, ovvero per il caso in cui si verifichi una delle circostanze previste dall’art. 572, terzo comma, ovvero per il caso, infine, in cui la vendita senza incanto non abbia luogo per qualsiasi altra ragione (es.: gara in aumento non tenuta per mancanza di adesioni, art. 573 cpc), si fissa fin d’ora per l’udienza del 03.04.2008 il pubblico incanto, che avverrà secondo quanto previsto nei punti che precedono, ad eccezione di quanto appresso specificato; ciascun offerente, tranne il debitore e tutti i soggetti per legge non ammessi alla vendita, dovrà depositare, sino all’inizio effettivo dell’udienza di vendita, unitamente all’istanza di partecipazione all’incanto (non in busta chiusa), una somma pari al 10% del prezzo base d’asta sopraindicato a titolo di cauzione, mediante consegna in Cancelleria - Ufficio Esecuzioni Immobliari - di assegni circolari NON TRASFERIBILI intestati all’offerente; la domanda di partecipazione all’incanto dovrà riportare le complete generalità dell’offerente, l’indicazione del codice fiscale e, nell’ipotesi di persona coniugata, il regime patrimoniale prescelto ed i dati del coniuge; in caso di offerta presentata per conto e per nome di una società, dovrà essere prodotto Certificato della Cancelleria Commerciale dal quale risulti la costituzione della società ed i poteri conferiti all’offerente in udienza nonché l’indicazione della Partita IVA; in tale istanza dovrà essere anche indicato se l’offerente intende avvalersi delle agevolazioni previste per l’acquisto della prima casa; le forme di pubblicità sono le stesse previste per la vendita senza incanto, con la differenza che il termine di 45 giorni deve essere calcolato a ritroso dalla data dell’incanto; se l’offerente non diviene aggiudicatario, la cauzione è immediatamente restituita dopo la chiusura dell’incanto, salvo che lo stesso non abbia omesso di partecipare al medesimo, personalmente o a mezzo di procuratore speciale, senza documentato e giustificato motivo; in tal caso la cauzione è restituita solo nella misura dei nove decimi dell’intero e la restante parte è trattenuta alla procedura in vista della futura distribuzione; l’aggiudicatario, invece, dovrà versare il saldo e l’importo delle spese secondo quanto previsto ai punti 12 e 13, ferma restando la decadenza di cui all’art. 587 cpc in caso di mancato

Per informazioni 0961 996802

deposito; ad incanto avvenuto, potranno essere presentate in Cancelleria offerte di acquisto entro il termine di giorni dieci, ma non saranno efficaci se il prezzo offerto non sarà superiore di almeno 1/5 superiore rispetto a quello raggiunto in sede d’incanto (art. 584 cpc) e se l’offerta non sarà accompagnata dal deposito di una somma pari al 10% del maggior prezzo nella stessa indicato, da imputarsi a cauzione; 25) le offerte in aumento andranno effettuate in Cancelleria con le firme di cui all’art. 571 cpc (cfr. punti 2, 3 e 4), prestando cauzione per una somma pari al doppio della cauzione versata per partecipare all’incanto; 26) su tali offerte il giudice, verificatone la regolarità, indìce la gara, cui possono partecipare, oltre gli offerenti in aumento e l’aggiudicatario, anche gli offerenti al precedente incanto che, entro il termine appositamente fissato abbiano integrato la cauzione nella misura di cui al punto 24); 27) se nessuno degli offerenti in aumento partecipa alla gara indetta a norma del terzo comma, l’aggiudicazione diventa definitiva, ed il giudice pronuncia a carico degli offerenti di cui al primo comma, salvo che ricorra un documentato e giustificato motivo, la perdita della cauzione, il cui importo è trattenuto come rinveniente a tutti gli effetti dell’esecuzione; 28) alla medesima udienza fissata per l’incanto, ove lo stesso vada deserto, si procederà a valutare le istanze di assegnazione eventualmente depositate, oppure ad adottare i provvedimenti di cui all’art. 591 cpc (amministrazione giudiziaria o nuovo esperimento di vendita); FISSA Entro 45 giorni dalla data fissata per il deposito delle offerte di acquisto il termine entro il quale la presente ordinanza deve essere notificata, a cura del creditore che ha chiesto la vendita, ai creditori iscritti e non comparsi, ove presenti. Si comunichi, anche al custode. LOCRI, 28 luglio 2007 F.to IL GIUDICE DELL’ESECUZIONE Dott. DAVIDE LAURO 24)

°°°°°°°°°° CANCELLERIA ESECUZIONI IMMOBILIARI SI RENDE NOTO che il Giudice dell’esecuzione, Dr. DAVIDE LAURO, letti gli atti della procedura Esecutiva n. 59/87 promossa da CARICAL ORDINA LA VENDITA CON INCANTO DEI SEGUENTI BENI IMMOBILI: Ordinanza del 28.10.2008 LOTTO 1: In Marina di Gioiosa Jonica, piena proprietà di n. 6 locali con destinazione deposito-magazzino, in catasto al foglio 17, part. 171, sub 1, Cat. C/2 Cl. 1 rendita Euro 393,33 via Piero Gobetti, piano PT PREZZO BASE DEL LOTTO: Euro 107.500,00 - DEPOSITO PER CAUZIONE: 10% del prezzo - DEPOSITO PER SPESE: 15 % del prezzo LOTTO 2: In Marina di Gioiosa Jonica, piena proprietà di n. 1 locale con destinazione commerciale, in catasto al foglio 17, part. 171, sub 2, Cat. C/1 Cl. 3, consistenza 69 mq., rendita Euro 393,33 via Piero Gobetti, piano PT PREZZO BASE DEL LOTTO: Euro 73.000,00 - DEPOSITO PER CAUZIONE: 10% del prezzo - DEPOSITO PER SPESE: 15 % del prezzo LOTTO 3: In Marina di Gioiosa Jonica, piena proprietà di n. 1 locale con destinazione commerciale, in catasto al foglio 17, part. 171, sub 3, Cat. C/1 Cl. 4 consistenza 32 mq., rendita Euro 520,59 via Piero Gobetti, piano PT PREZZO BASE DEL LOTTO: Euro 36.000,00 - DEPOSITO PER CAUZIONE: 10% del prezzo - DEPOSITO PER SPESE: 15 % del prezzo LOTTO 4: In Marina di Gioiosa Jonica, piena proprietà di n. 1 locale con destinazione commerciale, in catasto al foglio 17, part. 171, sub 4, Cat. C/1 Cl. 4 consistenza 29 mq., rendita Euro 471,78 via Piero Gobetti, piano PT PREZZO BASE DEL LOTTO: Euro 37.000,00 - DEPOSITO PER CAUZIONE: 10% del prezzo - DEPOSITO PER SPESE: 15 % del prezzo LOTTO 5: In Marina di Gioiosa Jonica, piena proprietà di appartamento al piano 1° costituito da ingresso, disimpegno, cucina, bagno, salone-pranzo, n. 2 camere, ripostiglio ed un piccolo locale (6,30 mq) attualmente adibito a studio e n. 2 balconi in catasto al foglio 17, part. 171, sub 5, Cat. A/3 Cl. 2 consistenza 6 vani., rendita Euro 291,28 via Piero Gobetti, piano T-1 PREZZO BASE DEL LOTTO: Euro 100.750,00 - DEPOSITO PER CAUZIONE: 10% del prezzo - DEPOSITO PER SPESE: 15 % del prezzo LOTTO 6: In Marina di Gioiosa Jonica, piena proprietà di appartamento al piano 2° costituito da ingresso, n. 2 disimpegni, cucina, tinello, n. 2 bagni, salone-pranzo, n. 2 camere, ripostiglio ed un piccolo locale (4,25 mq) attualmente adibito a studio e n. 2 balconi in catasto al foglio 17, part. 171, sub 6, Cat. A/3 Cl. 2 consistenza 7,5 vani., rendita Euro 364,10 via Piero Gobetti, piano T-2 PREZZO BASE DEL LOTTO: Euro 93.000,00 - DEPOSITO PER CAUZIONE: 10% del prezzo - DEPOSITO PER SPESE: 15 % del prezzo LOTTO 7: In Marina di Gioiosa Jonica, piena proprietà di appartamento al piano 2° costituito da ingresso, corridoio, disimpegno, cucina, n. 2 bagni, salone-pranzo, n. 3 camere, ripostiglio in catasto al foglio 17, part. 780, sub 17, Cat. A/2 Cl. 2 consistenza 8 vani., rendita Euro 537,12 scala C, interno 8 Via Lepanto, piano 2° PREZZO BASE DEL LOTTO: Euro 109.900,00 - DEPOSITO PER CAUZIONE: 10% del prezzo - DEPOSITO PER SPESE: 15 % del prezzo LOTTO 8: In Marina di Gioiosa Jonica, piena proprietà di appartamento al piano 2° costituito da ingresso, corridoio, disimpegno, cucina, n. 2 bagni, salone-pranzo, n. 3 camere, ripostiglio in catasto al foglio 17, part. 780, sub 18, Cat. A/2 Cl. 2 consistenza 8 vani., rendita Euro 537,12 scala C, interno 7 Via Lepanto, piano 2° PREZZO BASE DEL LOTTO: Euro 107.800,00 - DEPOSITO PER CAUZIONE: 10% del prezzo - DEPOSITO PER SPESE: 15 % del prezzo LOTTO 9: In Marina di Gioiosa Jonica, piena proprietà di 1 lastrico solare, in catasto al foglio 17, particella 780, sub “!, scala C, via Lepanto, piano 4° PREZZO BASE DEL LOTTO: Euro 7.140,00 - DEPOSITO PER CAUZIONE: 10% del prezzo - DEPOSITO PER SPESE: 15 % del prezzo L’incanto avverrà, con il prezzo sopra indicato, all’udienza del 22.05.2009, ore 9,00, davanti a sé nella presente sede. STABILISCE PER LA VENDITA LE SEGUENTI CONDIZIONI: Ogni offerente dovrà depositare in Cancelleria sino alle ore 12,00 del giorno anteriore alla vcendita, unitamente all’istanza di partecipazione all’incanto, una somma pari al 10% del prezzo base per cauzione e 15% per prevedibile importo delle spese di procedura e trasferimento della proprietà, mediante consegna in Cancelleria di n. 2 assegni circolari non trasferibili intestati all’offerente. Le offerte in aumento non potranno essere inferiori al 3% del prezzo base, eventualmente ribassato. L’aggiudicatario dovrà depositare entro il termine di 60 giorni dall’incanto il prezzo di aggiudicazione detratta la cauzione versata con le stesse modalità di cui sopra. Sito Internet sul quale è pubblicata la relazione di stima: www.aste.eugenius.it Custode Giudiziario: Avv. STEFANIA PERRONE FILARDI (Tel. 0964.20141) Maggiori informazioni potranno essere acquisite presso la Cancelleria Esecuzioni Immobiliari di questo Tribunalee/o presso il custode giudiziario. Rinvia per il prosieguo all’udienza del 22.05.2009. ESTRATTO CONFORME PER USO PUBBLICITA’. Addì, 24 febbraio 2009 IL CANCELLIERE


CALABRIA il Domani

www.ildomani.it

Giovedì 2 Aprile 2009

Col pesce d’aprile abbiamo usato la ricchezza come metafora per sottolineare le potenzialità della Calabria

Il petrolio c’é, basta saperlo vedere Consumare e spendere calabrese, uno stile di vita per tutelare le tradizioni e la nostra economia di Massimo Tigani Sava La Calabria ha il proprio "petrolio". È un petrolio che ha i colori puliti della natura. Quando, nel giugno di due anni fa, lanciammo dalle pagine di questo giornale la campagna d’informazione denominata "Consuma e Spendi Calabrese", avevamo in mente un grande progetto di cambiamento e di sviluppo per una regione tanto bella e affascinante, quanto umiliata e sottoutilizzata. Come quasi sempre accade, le cose più semplici e lineari non vengono perseguite con la dovuta passione e determinazione. Si preferisce, soprattutto quando a prevalere sono gli istinti meno nobili, avviarsi lungo le strade dell’irrazionalità, della confusione, dello sfruttamento cieco e devastante. Per decenni quella parte della politica che anziché pensare alla collettività ha preferito puntare sulle clientele, sugli sperperi e sulla sopraffazione, ben sostenuta da un’altra consistente fetta di opinione pubblica poco propensa a imitare i modelli delle aree più emancipate e affermate d’Europa, ha deturpato una natura meravigliosa, ha cementificato interi tratti di costa, ha calpestato le spesso ingenti risorse finanziarie disponibili, ha corrotto la mentalità di tanti. Ma questo modo di fare, che possiamo sintetizzare nel concetto di "Calabria da dimenticare", tanto pernicioso quanto gli effetti drammatici del crimineorganizzato,sièmacchiato di una colpa ancora più grave: è stato cieco, assurdamente cieco. Tanto cieco da non vedere che con i propri stessi piedi calpestava il "pe-

Solo se la Calabria migliore, riuscirà a mettersi in rete, a comunicare, a diventare soggetto propulsore delle scelte strategiche, usciremo dalle tenebre che ancora ci avvolgono

Ulivi di Calabria, una delle nostre grandi risorse

trolio", un petrolio che non sapeva estrarre e utilizzare per far vivere meglio tutti, dando lavoro e sicurezza. La Calabria dispone di tre patrimoni immensi, che voglio qui di seguito elencare schematicamente. a) Un paradiso naturale fatto di lunghe coste baciate da mari ancora abbastanza puliti, di foreste e boschi estesi, di montagne e colline lussureggianti, di angoli letteralmente incontaminati, proprio perché il mancato sviluppo industriale (una fortuna, se ci pensiamo bene) ha tutelato inconsapevolmente i tesori più preziosi. Siamo ricchi di paesaggi mozzafiato, di campagne che ci parlano di salute, di un clima straordinariamente mite e accogliente; b) Il grande libro della storia. La Calabria, attraverso i suoi immensi bacini culturali, storici e artistici ci consente di leggere tutte le pagine di quella manciata di milleni che sintetizza la storia dell’Occidente. Le sue chiese, i suoi castelli, le sue torri, i suoi centri storici, i suoi monumenti, le vicende di personalità dall’altissimo ingegno propongono una visione ampia, articolata e inimitabile di tutte le tappe principali della storia dell’uomo occidentale dalle origini ai giorni nostri; c) Agroalimentare ed enogastronomia d’eccellenza e quasi sempre di ottima qualità. I nostri cibi, i nostri piatti, le nostre pietanze sono frutto di stratificazioni mil-

lenarie che hanno generato prodotti davvero particolari e capaci di scatenare sensazioni intense. E tanto più sono semplici e "casalinghi", quanto più sono saporiti, buoni, salutari. Dai vini all’olio extravergine d’oliva, dai salumi ai latticini, dalla pasta ai prodotti da forno, dai sott’oli ai dolciumi, alle infinite specialità e tipicità di un mondo antico in cui le tradizioni migliori sono rimaste al riparo da ogni tentativo di omologazione, di standardizzazione, di appiattimento. Se, anziché farci soffocare, come purtroppo assai di frequente è accaduto, dalla sterile gestione del potere fine a se stessa, da una visione distorta della gestione della cosa pubblica, dall’inseguimento di assetti politico-sociali che non hanno privilegiato in alcun modo la meritocrazia e l’intraprendenza, la passione e la voglia di fare, l’orgoglio e il senso dell’appartenenza, avessimo saputo, peraltro senza sforzi sovrumani, esaltare, condividere e mettere a frutto le ricchezze e il "petrolio" di cui disponiamo, oggi la Calabria non avrebbe nulla da invidiare alla Svizzera. Quando due anni fa, scrivendo un articolo di prima pagina su questo giornale, lanciai l’idea del "Consumare e Spendere Calabrese", quale primo e se vogliamo anche istintivo tentativo di riappropriarsi di un identità e del diritto di disegnare il proprio desti-

Luigi Incarnato: "Ci sarà un incremento di lavoro con entrate fiscali anche per lo Stato".

Piano Casa al via. Ora soldi per edilizia popolare di Alessandro Caruso CATANZARO – L’accordo tra Stato e Regioni sul piano casa è stato raggiunto e la Regione Calabria si alza soddisfatta dal tavolo delle trattative. L’assessore Luigi Incarnato, che rappresentava la Calabria, non ha nascosto il suo entusiasmo, soprattutto per aver rilanciato l’esigenza di azioni mirate a risolvere l’emergenza abitativa per le fasce deboli della popolazione: “Abbiamo fatto capire al Governo - dice Incarnato che dopo quest’accordo, che stimola gli investimenti dei proprietari degli immobili, bisogna reperire le risorse sia per costruire nuove case per chi non si puo’ permettere di comprar-

ne una, sia dare un contributo per il pagamento degli affitti delle famiglie a basso reddito”. L’accordo è stato raggiunto nel rispetto delle diverse competenze tra Stato ed enti locali in osservanza delle disposizioni costituzionali sulla ripartizione delle materie normative. “Ciò -ha sottolineato Incarnato- ha portato anche al giusto ridimensionamento degli interventi dei privati che non potranno essere realizzati né nei centri storici, nè nelle aree sottoposte a vincoli ambientali e paesaggistici. Comunque, dalle stime che abbiamo fatto, ci sarà un buon incremento di lavoro per l’edilizia, con entrate fiscali anche per lo Stato se verrà tutelata sia la sicurez-

za nei cantieri sia la vigilanza erariale”. L’unica nota dolente di questa giornata è quella relativa all’accantonamento della proposta delle Regioni di impegnare l’incremento dell’Iva. Essa sarà, invece, incassata in vista di un ulteriore piano casa. “Ci auguriamo che il Governo ci ripensi -ha detto Incarnato-, perchè il maggiore gettito Iva che entrerà nelle casse dello Stato, se verrà investito sia nell’edilizia agevolata a favore delle categorie svantaggiate, sia nell’incentivazione dell’edilizia privata per la riqualificazione delle aree degradate, permetterà il raggiungimento di due obiettivi: calmierare lo scontento sociale e fungere da manovra anticrisi”.

no, trovai sostegno soltanto nell’editore di questo giornale, l’amico Guido Talarico che ne intuì la portata e la forza offrendomi tutto lo spazio e la "logistica" di cui avessi bisogno. Continuammo, quindi, con l’aiuto di alcuni intelligenti compagni di viaggio e nonostante le solite critiche meschine e strumentali di qualche parassita incallito, a lanciare i nostri messaggi, nella consapevolezza di essere nel giusto e di aver individuato l’unica strategia possibile per reagire alle altrettanto legittime esigenze di un Nord che vuole difendere a denti stretti i propri diritti e le conquiste derivate da generazioni e generazioni di sacrifici. Una risposta positiva e dignitosa, quindi, e non un atteggiamento scioccamente difensivo, lagnoso e vittimista. Non abbiamo bisogno di elemosine e di solidarietà accattona, ma dobbiamo rivolgere lo sguardo verso noi stessi per capire cosa possiamo fare per costruire la nostra rinascita, per allontanarci dalla condizione di cronico sottosviluppo che ci umilia e ci frena. Sono enormemente contento, quindi, che Guido Talarico, nel tentativo, avviato ieri, di ridare energia al Domani avviando una certo non facile azione di rilancio, abbia deciso di ripartire dal concetto che quasi esattamente due anni fa posi al centro dell’attenzione sfidando oscurantismi e resistenze, miopie e critiche stumentali di quanti scommettono non sul cambiamento e sulla modernità, non sulla possibilità di modellare una Calabria europea, ma sul permanere di ataviche condizioni di miseria, prima umana e poi economica, che giustificano tutto e tutti: ignoranza, indolenza, arrendevolezza, ruberie, insuccessi, mancanza d’impegno, attaggiamenti furbeschi e dilatori, attendismi e lamenti, metodi postfeudali nella gestione della res publica. I veri nemici della Calabria non vivono nella Padania, ma ci respirano affannosamente accanto. Solo se la Calabria migliore, tanto diffusa quanto assurdamente disarticolata, riuscirà a mettersi in rete, a comunicare, a diventare soggetto propulsore delle scelte strategiche, avremo la speranza di uscire dalle tenebre che ancora ci avvolgono. Guardiamo,

Popolari Udeur, Intrieri presidente consiglio nazionale CATANZARO - L’ex parlamentare Marilina Intrieri è stata eletta presidente del consiglio nazionale dei Popolari Udeur. «La proposta spiega una nota - avanzata dall’OnorevoleClementeMastellaè stataaccolta, all’unanimità, dall’Assemblea». Marilina Intrieri, deputata dell’Ulivo nella XVa Legislatura, ex Consigliere regionale della Calabria, ha iniziato il suo impegno politico nella DC, divenendo poi capogruppo alla Regione Calabria del Partito Popolare Italiano che poi si trasformò in CDU, dopo l’insanabile frattura nel partito di Buttiglione. Nel 1997, in Calabria, Marilina Intrieri guidò i Cristiano Sociali confluendo nei Democratici di Sinistra verso il progetto dell’Ulivo. Marilina Intrieri si è detta contenta e disponibile alla nuova sfida che l’Onorevole Mastella ha deciso di affrontare «per una reale azione di riforme e cambiamento del Paese che, a partire dal Mezzogiorno, non può non passare da una battaglia per la legalità alla trasparenza».

Minacce di morte a De Magistris e Alfano in Abruzzo Minacce di morte a Luigi De Magistris e Sonia Alfano, candidati alle Europee per l’Idv, e per il presidente di Società Civile Abruzzo Leo Nodari, sono apparse oggi sui muri del teatro di Mosciano S.Angelo (in provincia di Teramo) dove domani, venerdi 3 aprile, si svolgerà un libero incontro coi i cittadini, sui temi della moralità e della legalità. Sull’episodio stanno già indagando i carabinieri della compagnia di Giulianova. Le scritte minacciose comunque non fermano - spiega in una nota proprio Società Civile - gli incontri del pm dell’inchiesta Why not De Magistris e Sonia Alfano, figlia di un giornalista ucciso dalla mafia, in Abruzzo. Sempre venerdi il magistrato e la Alfano saranno a Pescara al teatro S.Andrea con l’ex candidato alla Regione Abruzzo Carlo Costantini (Idv) e il senatore Alfonso Mascitelli (Idv) per un incontro con i cittadini.


16 Giovedì 2 Aprile 2009 il Domani

CALABRIA Firmato dalla Regione un Protocollo per rilanciare lo sviluppo energetico Le iniziative delle Pari Opportunità

Il 6 e 7 aprile la Ciarletta Loiero: "Sorgerà a Saline Joniche il più importante stabilimento della Apinovaenergia" è con la Carfagna

La Calabria apre alle rinnovabili di Alessandro Caruso La Calabria punta sullo sviluppo energetico e lo fa partendo dalle fonti rinnovabili. È stato sottoscritto ieri a Roma dal presidente Agazio Loiero e dall’amministratore delegato di Apinòvaenergia, Mauro Sartori, un Protocollo di Intesa avente come oggetto la realizzazione di un Polo energetico dell’energia in Calabria. Obiettivo dell’accordo avviare il percorso per ospitare alcuni insediamenti produttivi nel settore delle energie rinnovabili, con una potenzialità occupazionale di circa 1000 unità. Il progetto preliminare prevede investimenti per 500 milioni di euro per la realizzazione di un impianto per la produzione di silicio cristallino; una filiera fotovoltaica per la produzione di fette, celle e moduli; una filiera eolica per la produzione di componenti di turbine e per il relativo assemblaggio; un impianto fotovoltaico diviso in varie zone distinte al fine di realizzare impianti di diversa tecnologia; una turbina eolica. A queste realizzazioni industriali potranno eventualmente essere aggiunti: un centro test e certificazione pannelli fotovoltaici; un elet-

Il progetto prevede investimenti per 500 milioni di euro per la realizzazione di un impianto per la produzione di una filiera eolica e un impianto fotovoltaico diviso in varie zone

Sartori e Loiero alla firma del protocollo

trolizzatore per la produzione di idrogeno da utilizzare come fuel per la produzione di energia; un parco a tema dotato di attrattive ludiche e di un centro visite capaci di abbinare divertimento ed educazione scientifica ambientale; progetti di ricerca e innovazione nel settoredell’energia;unprogramma di formazione per il personale. I luoghi che Apinòvaenergia ha individuato come i più consoni per localizzarvi sono i siti industriali dismessi di Saline Joniche (ex Officine Grandi Riparazioni delle Ferrovie dello Stato – OGR), di Lamezia Terme (ex Area SIR) e dell’area industriale di Crotone. La Regione Calabria si impegna a utilizzare, d’intesa con il Governo nazionale, specifici accordi di programma quadro in materia di infrastrutture, ricerca e innovazione, sviluppo locale, sicurezza e legalità, ambiente e riuso di siti inquinati nell’ambito delle dotazioni finanziarie comunitarie e nazionali stanziate per gli interventi a favore delle aree sottoutilizzate. Oltre a questo procederà a rendere

disponibili le più opportune forme di sostegno (contributi in c/capitale, in c/interessi, sgravi fiscali, etc..) per la realizzazione degli investimenti produttivi, per l’acquisizione di servizi reali, per le attività di ricerca e sviluppo e per la formazione, nell’ambito delle risorse del POR Calabria FESR 2007/2013, del PAR Calabria FAS 2007/2013 e del POR Calabria FSE 2007/2013. La Regione concorrerà anche all’attivazione di uno o più contratti di programma (parere vincolante per l’inoltro delle proposte al CIPE), ritenendolo fin d’ora coerente e compatibile con i programmi di sviluppo locale della Regione, con carattere di priorità. Per realizzare questo ambizioso programma Apinòvaenergia effettuerà la verifica della fattibilità degli investimenti, includendo la valutazione tecnico-economica dei siti e quella in merito alla disponibilità e al tipo di finanziamenti erogati. Successivamente al buon esisto di queste verifiche la società procederà alla redazione del Piano di sviluppo industriale, necessario alla

concreta realizzazione del Polo tecnologico dell’Energia in Calabria, con l’articolazione complessiva dei tempi e delle modalità dell’investimento. Soddisfatto il presidente Loiero: “E’ un investimento importante –ha dichiarato - che si realizzerà in un contesto di crisi economica globale, ma proprio perché concentrato sul settore dell’innovazione tecnologica legata all’energia esso non dovrebbe subire contraccolpi nei prossimi anni. Siamo soddisfatti – ha aggiunto - che il più importantedegliinsediamentiproduttivi di Apinòvaenergia sorgerà a Saline Joniche, con circa 700 lavoratori occupati. Interpreto come positivo viatico – ha concluso - il fatto che la presenza della società in Calabria nel settore delle biomasse abbia permesso di progettare un’espansione così rilevante ed innovativa”. L’amministratore delegato di Apinòvaenergia, Mauro Sartori, gli ha fatto eco: "La Calabria - ha detto - ha una giusta collocazione nel bacino mediterraneoper avviare iniziative legate alla produzione di energie rinnovabili. Del resto in Italia non c’è ancora uno stabilimento con una catena completa della filiera produttivadel silicio cristallino per il fotovoltaico".

Per realizzare questo programma saranno effettuate verifiche della fattibilità degli investimenti includendo la valutazione La questione irrisolta tecnico economica dei siti e quella in merito ai finanziamenti erogati

Tripodi: "Dove sono i soldi per le scuole di specializzazione?"

Le novità riguardano la facoltà della Giunta di definire con lo Stato il rientro del debito

Pronta la legge per ripiano sanitario del disavanzo 2008 CATANZARO - La proposta di legge sul ripiano del disavanzo di esercizio per l’anno 2008, già approvata dalla Giunta, passa ora all’approvazione del Consiglio. Sono tante le novità introdotte da questo importante atto, soprattutto per quanto riguarda il delicato intervento nel settore della sanità. Sono tre gli articoli di cui si compone la proposta di legge, ma dai tecnicismi del testo della bozza normativa si evincono i punti di maggiore interesse. Il primo articolo riguarda la copertura del disavanzo di esercizio per il 2008. Il second, diviso in sei commi, parla dell’accordo per il rientro dai disavanzi. Mentre il terzo fissa i termini per l’entrata in vigore della legge. Ma i contenuti di maggiore interesse sono quelli del secondo articolo. Le principali novità riguardano la facoltà della Giunta di definire, proporre, stipulare, attuare, monitorare e rimodulare con lo Stato l’accordo per il rientro dai disavanzi dal servizio sanitario, al fine di pervenire al risanamento strutturale dei servizi sanitari regionali, anche attraverso la ristruttura-

zione dei debiti contratti. L’accordo consta di una parte organizzativa, che mira a una riqualificazione del servizio sanitario calabrese, in conformità ai principi di efficienza, efficacia ed economicità e nel rispetto dei livelli essenziali di assistenza. Contiene anche una parte finanziaria con cui si provvede alla copertura dei disavanzi antecedenti al 31 dicembre 2007. Alla luce di ciò, i direttori generali della aziende sanitarie e ospedaliere, sulla base delle verifiche già fatte dall’advisor nominato dal Ministero, dovranno effettuare l’accertamento e il riconoscimento dei debiti esistenti alla data del 31 dicembre 2007 e potranno, eventualmente, stipulare appositi atti di transazione o di autorizzazione alla cessione del credito a terzi, “prevedendo una congrua rateizzazione delle rivenienti obbligazioni pecuniarie. Gli atti relativi al riconoscimento del debito dovranno essere comunicati alla Procura ed alla Sezione di controllo della Corte dei Conti. Per quanto riguarda il rientro dei disavanzi antecedenti il 31 dicembre 2007 l’accordo destina alle aziende sanitarie e ospedaliere le risorse

provenienti dall’incremento dell’addizionale regionale all’imposta sul reddito delle persone fisiche e dell’aliquota dell’imposta regionale sulle attività produttive. A queste si aggiungono le quote di manovre fiscali già adottate e le risorse delle misure fiscali da attivarsi sul territorio regionale, come l’applicazione di ticket sui farmaci e sull’erogazione di certe prestazioni sanitarie, che la Giunta, con proprio regolamento, è autorizzata a introdurre o rimodulare. Non è tutto. I soldi dovrebbero arrivare anche da altre operazioni

CATANZARO – Proseguono le attività di raccordo tra il Ministero delle Pari Opportunità e le sue rappresentative sui territori regionali. La consigliera regionale di Parità della Calabria Maria Stella Ciarletta ha fatto sapere che parteciperà alla Rete nazionale delle consigliere e dei consiglieri di Parità che si terrà a Roma il 2 e il 3 aprile. Lo rende noto l’Ufficio Stampa della Giunta regionale. La Rete, presieduta dalla consigliera nazionale di Parità Alessandra Servidori, analizzerà le attività espletate dalle consigliere e dai consiglieri di Parità nei rispettivi territori. L’importanza di questo appuntamento è confermata dalla partecipazione prevista del Ministro del Lavoro Maurizio Sacconi, oltre, naturalmente, a quella del Ministro per le Pari Opportunità Mara Carfagna. In tale occasione, la presenza dei due esponenti del Governo, insieme ad altri rappresentanti istituzionali esperti in materia di lavoro, occupazione femminile e pari opportunità, consentirà di monitorare l’operato delle consigliere di Parità attraverso letture di ampio respiro che considerino le specificità dei singoli territori inserendoli nel contesto nazionale. Questa iniziativa rientra nel piano del Ministero della Carfagna di restituire dignità e dare significato ai programmi delle organizzazioni che operano da sempre con l’obiettivo di promuovere la parità sociale, il rispetto dei diritti delle minoranze e la tuteladei soggetti indifesi.

che sono state previste e annoverate all’interno del progetto di legge. Queste altre risorse dovranno pervenire da appositi mutui, con oneri a carico della Regione; inoltre, dall’assegnazione di quote di finanziamento integrativo, dalle economie di scala, conseguenti all’attuazione dell’Accordo, dalle sovvenzioni aggiuntive dello Stato, dall’attribuzione dei fondi statali “non ancora assegnati per il raggiungimento degli obiettivi del piano sanitario nazionale, dall’esercizio delle azioni di responsabilità per danno erariale e da ogni altra fonte che potrà essere individuata dalla Giunta”. Questo intervento risponde alla necessità di mettere mano a uno dei principali problemi che affliggono da tempo la politica calabrese e che spessoha costituito uo specchio della cattiva gestione della cosa pubblica regionale: l’amministrazione del settore della sanità. Riparare gli errori commessi in passato potrebbe significare molto per le sorti della Regione. A.C

REGGIO CALABRIA – L’onorevole Tripodi va all’attacco sul problema dei finanziamenti alle scuole di specializzazione: “E’ veramente paradossale che questa Giunta regionale possa solo immaginare di non finanziare le scuole di specializzazione universitarie della Facoltà di Medicina e Chirurgia. E allora, dove sono finiti i roboanti programmi del Presidente e dei vari assessori alla sanità che si sono succeduti nel tempo?” E’quanto si chiede il consigliere regionale Udc, Svp e Autonomie, che aggiunge: “Non erano proprio loro ad attestare che i saperi calabresi dovevano essere messi in condizione di potersi formare e impegnarsi in questa regione? E ciò a maggior ragione in un campo, quello della sanità, dove le competenze vanno incentivate e formate continuamente al fine di poter rispondere a quelle esigenze di salute che è doveroso assicurare nella propria terra ai cittadini calabresi. Ancora - continua Tripodi - non era per caso lo stesso presidente della Giunta ad affermare in più occasioni che la sanità calabrese, nel recente passato, avrebbe dovuto elevare il livello di prestazioni sanitarie? Certamente, la domanda nasce spontanea: è questa la risposta che si intende dare, penalizzando le scuole di specializzazione, che sono il serbatoio di formazione e di crescita dei nostri giovani laureati? E i cittadini calabresi, a cui il Presidente Loiero teneva tanto, che fine hanno fatto?”.


il Domani Giovedì 2 Aprile 2009 17

CALABRIA Banche e usura: la denuncia di un imprenditore reggino Nuova iniziativa dell’assessorato Urbanistica

«La Calabria è condizionata Bambini calabresi, da un “cartello delle banche”» adottate un paesaggio CATANZARO - «In Calabria esiste un cartello bancario finalizzato all’illecito arricchimento ai danni di imprese e cittadini attraverso l’applicazione di interessi usurai e la distorsione del libero mercato». È questa la sentita e gravissima denunciadell’imprenditorediRizziconi, in provincia di Reggio, Domenico De Masi, denuncia fatta all’Autorità garante della concorrenza e del mercato, al Comitato interministeriale per credito e risparmio, a Consob e Banca d’Italia. Dalle forti accuse mosse dall’imprenditore è scaturito un processo su una presunta usura compiuta proprio ai suoi danni da alcuni istituti di credito. Nel dettaglio, De Masi ha parlato di «appropriazione indebita di ingenti soldi pubblici, destinati ad una regione ad obiettivo 1, in ritardo di sviluppo e l’impoverimento di un territorio già in grandissime difficoltà. In relazione a tali comportamenti, e anche da quanto emerso dalla sentenza del Tribunale di Palmi, gli istituti di credito hanno riportato, nei loro bilanci, ricavi frutto di attività illecite». In Calabria, sostiene ancora l’imprenditore De Masi, «vi è la totale assenza dal mercato delle banche internazionali, e quindi di un sistema competitivo e concorrenziale. La Calabria è diventata per il sistema bancario nazionale l’Eldorado dei ricavi, un territorio ideale dove vi è il monopolio in cui si può fare quel che si vuole». In uno dei passaggi cruciali della denuncia di De Masi si legge: «L’ingente debito causato dagli illegali tassi applicati, la stretta creditizia e l’usura divengono la drammatica via crucis dell’imprenditore alla quale è sempre più difficile sottrarsi. E tale sistema quindi ha portato le banche ad: 1) essersi appropriate illegalmente di ingentissimi importi erogati dalla Comunità Economica Europea e dai vari Governi nazionali e locali per le politiche di sostegno e sviluppo, in quanto la Regione Calabria è identificata quale area ad

obiettivo 1, quindi con priorità di erogazioni comunitarie (...); 2) aver, quindi, causato la mortalità ed i fallimenti dei progetti di sviluppo, le attese e speranze di imprenditori che hanno impegnato tutto il patrimonio per la creazione di nuove imprese che, a causa di tali comportamenti, sono fallite finendo per privare l’imprenditore anche dei propri beni; 3) aver impedito la crescita dell’occupazione per come previsto nei finanziamenti e contributi pubblici concessi. (...) Non possono dimenticarsileultimeindaginidella magistratura che hanno comprovato quanto da tempo segnalato dagli scriventi in riferimento all’impoverimento delle imprese e dei cittadini che, spesso, usurati dagli istituti di credito, finiscono poi nelle braccia di gente senza scrupoli ed anche del sistema illecito creato dalla ‘ndragheta (...). La presente lettera-denuncia, andando oltre gli aspetti e le responsabilità giuridico legali, vuole anche essere un monito, un richiamo ad una presa di coscienza generale del problema creditizio ed alle drammatiche conseguenze che ha avuto ed ha nella realtà economica e produttiva».

bilità consapevole verso il legame indissolubile che unisce a più livelli una comunità con i luoghi in cui risiede, quindi con il paesaggio, far prendere coscienza che il territorio calabrese rappresenta un patrimonio e come tale va tutelato, preservato e migliorato. Informazioni e chiarimenti possono essere richiesti alla Regione Calabria,dipartimentoUrbanistica e Governo del Territorio, Settore 3, Programmazione e Politiche del Territorio - Pianificazione territoriale, viale Isonzo, 414 – 88060 S. Maria di Catanzaro, telefono 0961/854001 e fax 0961/789261. Data l’importanza dell’iniziativa, l’assessorato confida in una partecipazione più ampia possibile di tutte le scuole elementari e secondarie di primo grado calabresi.

A.Fo.R. Azienda Forestale della Regione Calabria

Lu.Cas.

Il 4 aprile a Roma la manifestazione CGIL

Giovani democratici contro la crisi Con una dichiarazione congiunta, Luigi Guglielmelli e Marco Vallone, rispettivamente segretario regionale e presidente regionale dei Giovani democratici, hanno fatto sapere che il movimento di cui sono portavoce sarà presente alla manifestazione del 4 aprile prossimo indetta a Roma dalla CGIL, al fine di protestare contro l’attuale condotta del Governo in merito alla situazione di crisi vigente. «La crisi c’è, e il governo? Con questo slogan - riferiscono i Giovani democratici - si può sintetizzare l’assenza di politiche del Governo idonee a contrastare la grave crisi economica che attraversa il paese. Noi pensiamo che si debba ripartire dalle persone - prosegue l’appello

«In Calabria, sostiene De Masi, «vi è la totale assenza di banche internazionali, e quindi di un sistema competitivo e concorrenziale. La Calabria è diventata l’Eldorado dei ricavi per il sistema bancario»

CATANZARO - A soli tre mesi dal convegno “La nuova cultura dell’urbanistica entra nella scuola” organizzato dall’assessorato calabrese all’Urbanistica e al Governo del Territorio e dal Coordinamento scolastico provinciale di Reggio Calabria, viene promosso il bando di concorso “Adotta un Paesaggio. Il Paesaggio in Calabria percepito dalle bambine e dai bambini”. In particolare il bando, già pubblicato nella sezione dedicata all’urbanistica del sito della Regione e in corso di pubblicazione sul Burc, intende trasmettere il significato del termine “paesaggio”secondo quanto definito dall’art. 1 della Convenzione europea del Paesaggio che recita: «Paesaggio designa una determinata parte di territorio, così come è percepita dalle popolazioni, il cui carattere deriva dall’azione di fattori naturali e/o umani e dalle loro interrelazioni» e, allo stesso tempo, offrire fin dalla scuola primaria e secondaria di primo grado spunti operativi tesi alla crescita di individui capaci di sentirsi soggetti responsabili all’interno di contesti ambientali che oggi sono spesso afflitti da forme di criticità di vario genere. Il bando di concorso è indirizzato a sviluppare attività che possano contribuire a far nascere nei giovani allievi delle scuole elementari e delle scuole secondarie di primo grado, una sensi-

- dal lavoro, dall’innovazione e dalla ricerca. Negli USA Obama sta affrontando la crisi indirizzando il paese verso un nuovo modello produttivo compatibile con l’ambiente ed ispirato all’innovazione; in Italia il Governo pensa di far ripartire il paese dal cemento e dall’ampliamento delle ville di Porto Cervo e Portofino. Noi abbiamo il dovere di difendere le persone dalla povertà, i giovani dalla precarietà, gli anziani dalla solitudine, gli studenti dalla repressione, per questo condividiamo la piattaforma proposta dalla CGIL per la grande manifestazione del 4 aprile a Roma e annunciamo la nostra partecipazione alla stessa». Lu.Cas.

L’A.FO.R. ribadisce che il trasporto collettivo degli Operai Idraulico-Forestali sarà attuato senza esclusione territoriale alcuna e che la mancata attuazione di tale servizio comporterà la sospensione dell’attività lavorativa nelle località dove non sarà possibile attivare il servizio stesso per qualunque impedimento non imputabile all’azienda. Il Commissario Liquidatore


il Domani

CATANZARO

Giovedì 2 Aprile 2009

Redazione: loc. Serramonda - Z.I. Marcellinara (Cz) - tel. 0961.996802 | fax 0961.903801 - E-mail: catanzaro@ildomani.it | www.ildomani.it

IL CASO Si allarga il cerchio nell’ambito dell’inchiesta della Procura sulle irregolarità nel conseguimento delle lauree di giurisprudenza

Anche sesso in cambio di esami? Il particolare è emerso nel corso dell’interrogatorio di alcuni studenti sentiti per ricostruire le modalità di “vendita” E’ stato pubblicato il bando per l’appalto concorso di aggiudicazione dei lavori di ampliamento

Il secondo lotto del Palazzo di Giustizia CATANZARO — Si concretizza la realizzazione del secondo lotto del Palazzo di Giustizia, struttura ritenuta fondamentale per il buon funzionamento delle complesse attività giudiziarie nel Capoluogo di regione. E’ stato, infatti pubblicato il bando per l’appalto concorso di aggiudicazione dei lavori di Ampliamento del Palazzo di Giustizia di Catanzaro 2° lotto corpo “D”; importo a base d'asta euro 8.561.391,41. Il termine di scadenza delle domande è stato fissato al prossimo primo luglio

alle ore 12, l’apertura delle buste delle offerte è prevista per giorno sei luglio. Il bando è disponibile anche sul sito del Comune all’indirizzo: www. comunecatanzaro. it. Nel darne notizia, l’assessore Tassoni ha sottolineato come l’avvenuta pubblicazione del bando «un passo importante per giungere alla realizzazione di una importante opera il cui procedimento amministrativo, in passato, aveva registrato inspiegabili ritardi». «Si tratta di un intervento vitale - ha

concluso Tassoni - per garantire quei livelli minimi di efficienza delle strutture logistiche del Palazzo di Giustizia spesso causa di disservizi». La pubblicazione del bando è stata salutata con soddisfazione dal sindaco Rosario Olivo che ha sottolineato come con la realizzazione dell’importante infrastruttura: «Viene rafforzata la centralità di Catanzaro quale polo giudiziario di eccellenza nella Regione. Ruolo che sarà ulteriormente esaltato con l’istituzione della scuola di Magistratura».

CATANZARO — Ci sono anche delle presunte attenzioni sessuali per superare gli esami nell’ambito dell’inchiesta della Procura della Repubblica di Catanzaro sulle irregolarità nel conseguimento delle lauree di giurisprudenza nell'Ateneo del capoluogo calabrese. Il particolare è emerso nel corso dell’interrogatorio di alcuni studenti sentiti per ricostruire le modalità di vendita degli esami della facoltà di giurisprudenza. Al momento però gli accertamenti compiuti non hanno portato a trovare riscontri sulla circostanza.

L’inchiesta, coordinata dai sostituti procuratori Salvatore Curcio e Paolo Petrolo, è iniziata nel 2007 ed ha portato già al sequestro di 63 lauree ed alla condanna a tre anni di reclusione per un funzionario dell'Ateneo Magna Grecia di Catanzaro, Francesco Marcello, accusato di aver ricevuto somme di denaro in cambio della falsificazione dei libretti universitari. Ieri Marcello è stato interrogato per alcune ore dal sostituto procuratore Salvatore Curcio. Sul contenuto dell'interrogatorio viene mantenuto il massimo riserbo.

martedì sera dagli agenti della squadra mobile e dell'ufficio controllo del territorio che hanno effettuato alcune perquisizioni domiciliari nella zona dell'Aranceto di Catanzaro, dove è presente una forte presenza di cittadi-

ni di etnia rom, nei confronti di persone da tempo sottoposte a servizi di osservazione. Dopo le formalità di rito, l'arrestata è stata associata nella casa circondariale di Castrovillari a disposizione del magistrato competente.

CATANZARO — «Con ordinanza del 19 marzo 2009, nel procedimento promosso dalla Cisl medici, difesa dall’Avv. Floriana Malacrino, il Giudice del Lavoro del Tribunale di Catanzaro ha condannato l’Azienda Ospedaliera “Mater Domini” di Catanzaro per la condotta tenuta in merito all’adozione “dell’atto aziendale” da parte del Direttore Generale (delibera n. 295 del 17.10.2008), ordinando l’immediata cessazione della condotta antisindacale suddetta ed il pagamento delle spese del giudizio». E’ quanto si legge in una nota di della segreteria provinciale della Cisl medici. «La Cisl medici - prosegue la nota esprime soddisfazione per l’accoglimento del ricorso sulla violazione dell’obbligo di consultazione e concertazione prima dell’emissione dell’atto organizzativo contestato, peraltro già bocciato nel merito dalla Giunta Regionale per le plurime violazioni della normativa di riferimento, poiché tale dispositivo rappresenta un precedente importante, anche per le altre Aziende Sanitarie. Non c’è stato dubbio quindi che la condotta omissiva posta in essere nei confronti della Cisl medici dall’Azienda “Mater Domini”, dife-

L’Atto aziendale sarebbe stato adottato senza l’osservanza delle prescritte procedure di consultazione e di concertazione

In particolare, nei tre anni di gestione dell’ex Direttore Buttiglieri il disavanzo accumulato è di oltre 30 milioni di euro, senza contare i debiti, con i relativi costi, maturati nei confronti della dirigenza medica per la mancata attribuzione del trattamento accessorio e non previsti nei rispettivi esercizi di competenza. Infatti, è la stessa Direzione a non avere costituito nei tre anni di durata dell’incarico oltre il fondo per la retribuzione di risultato anche i fondi necessari per la corresponsione degli emolumenti legati alle condizioni di lavoro e per la retribuzione di posizione, negando al personale medico il trattamento previsto contrattualmente. La Cisl medici - si legge infine nella nota ritiene indispensabile ripristinare la cultura delle regole, della legalità e della trasparenza dei comportamenti. Auspica che al più presto la nuova Direzione cominci ad applicare gli istituti contrattuali finora disattesi al fine di contemperare l’interesse del personale medico al miglioramento delle condizioni di lavoro e della professionalità con l’esigenza di migliorare l’efficienza e l’efficacia dei servizi sanitari destinati alla collettività».

CATANZARO — «Negli ultimi tem-

POLITICA Il consigliere provinciale Franco Longo dopo i tanti interventi politici chiede concretezza al sindaco

pi e negli ultimi giorni, sempre di più, colpiscono gli annunci a sensazione e gli articoli, seppur monchi nel contenuto e confusi nella sostanza (non si citano fatti, date, non si fa riferimento ad alcun documento), che hanno come attori sempre i soliti personaggi, della maggioranza dell’amministrazione comunale, che millantando annunciano da protagonisti, con enfasi, l’avvio di nuove opere (in altro comunicato li ho definiti “sbloccatori”) ed il proliferare di lavori, per tutta la città, di cui gli stessi sarebbero artefici, se non addirittura i padri». Inizia così una nota del Consigliere Provin-

CRONACA Gli agenti della Squadra mobile hanno trovato nell’abitazione della 42enne circa 100 grammi di eroina

Droga, arrestata una donna rom CATANZARO — Aveva nella sua abitazione circa 100 grammi di eroina, occultati in diversi punti, e un bilancino di precisione: per questo è finita in manette la 42enne Rita Bevilacqua. L'operazione è stata portata a termine

«Mater Domini condannato per antisindacalità» sa in tale vertenza dal legale esterno, Antonello Talerico, ha determinato una lesione del diritto all’immagine e al rispetto delle funzioni dell’organizzazione sindacale che sono state limitate dal mancato adempimento degli obblighi normativamente previsti in una materia di interesse generale dei dipendenti. Infatti - spiega la Cisl medici nella nota -, il Giudice ha rilevato l’esistenza di una situazione di sostanziale incertezza nel libero esercizio dei diritti e delle prerogative sindacali anche nella tesi difensiva secondo la quale “le prerogative sindacali non potevano trovare concreta attuazione” se non nell’ambito della disciplina dell’adottando Atto aziendale; tesi, questa, che ha reso edotto il Giudice su come l’Azienda abbia disconosciuto “di fatto” la sussistenza di precisi obblighi legali e contrattuali in tema di relazioni sindacali. Assunto ciò, pertanto, il Giudice del Lavoro ha dichia-

rato l’antisindacalità della condotta tenuta dall’Azienda Mater Domini per aver adottato l’Atto aziendale senza l’osservanza delle prescritte procedure di consultazione e concertazione e, per ciò che più interessa, ha ordinato alla medesima Azienda “di uniformarsi, nell’ambito della procedura per la nuova adozione dell’atto aziendale, al contenuto delle disposizioni di cui agli artt. 6 e 9 D. L. vo 165/01 e 6 e 25 Ccnl Dirigenza Medica 2002-2005”. Più chiaro di così! Sicuramente - continua - il periodo in cui la dott. ssa Buttiglieri ha diretto l’Azienda è stato caratterizzato dall’assenza di imparzialità e di efficienza nella gestione aziendale, come peraltro evidenziato già largamente dalla Commissione ministeriale Serra-Riccio, e di trasparenza sull’adozione degli atti deliberativi dal momento che gli istituti contrattuali legati alle relazioni sindacali sono stati continuamente ignorati e le nove condanne per attività antisindacale ne

sono la prova. Certamente un vero primato! Alla luce delle violazioni testé evidenziate, della bocciatura reiterata dell’atto aziendale e di tutte le altre azioni non corrette poste in essere dalla ex Direzione Generale appare veramente grottesca l’autoreferenzialità manifestata sulla stampa locale a difesa del suo operato. Come fuori luogo sono state le esternazioni del suo legale, avv. Talerico, sul bilancio. Altro che unico manager ad aver raggiunto il pareggio! La delibera citata nell’articolo apparso sulla stampa, la n. 1046 del 23.12.2008 adottata dalla G. R., riguarda solo la presa d’atto del bilancio economico preventivo predisposto in via provvisoria dall’Azienda, necessario per permettere la gestione ordinaria, e non già del bilancio consuntivo che viene fatto entro il 30 aprile a chiusura dell’esercizio. Quest’ultimo non è stato ancora redatto ma sembra che solamente nel 2008 si ipotizzi un disavanzo di circa 15 milioni di euro.

«Depuratore di Bellino, necessario vigilare» ciale Franco Longo. «E’ accaduto così - continua la nota -, anche per la vicenda della costruzione del nuovo depuratore e di alcuni tratti di collettori fognari, in particolare, quello di Località Bellino, in cui addirittura tali personaggi, sparandola grossa, hanno annunciato un prossimo incontro risolutivo, addirittura con il Presidente della Regione! Ciò che è strano è che la Commissione Lavori Pubblici, di fronte a tali bou-

tade, che creano delle facili aspettative, per una parte dei cittadini e delle disillusioni per altri, non senta il bisogno di intervenire per fare un minimo di chiarezza. In ciò al contrario occorre dare atto, dell’intervento equilibrato dell’assessore ai Lavori Pubblici Antonio Tassoni, che correttamente ha redarguito i buontemponi citati, e nell’ambito del programma delle manutenzioni ordinarie e straordinarie da avviare sull’inte-

ro territorio comunale ha parlato di “trasparenza e corretta informazione amministrativa e quindi politica”. A breve - conclude Longo -, nell’ambito della fase finale del complesso iter amministrativo, dovrebbe (il condizionale è d’obbligo) essere indetto il bando di gara e successivamente l’aggiudicazione dell’appalto. Il Sindaco, quindi in tale delicata e cruciale fase, dovrà nella sua veste istituzionale, vigilare attenta-

mente, affinchè tale nuova possibilità, e tale ghiotta opportunità, non sfugga e non sfumi ancora una volta, deludendo le aspettative di tutta la città ed anche di quei cittadini, che magari, aspettano l’agognata opera per ottenere la concessione di una licenza edilizia per mettere su casa (cosa allo stato impossibile), in modo da chiudere la vicenda depurazione che permetterà ancora di più, che in passato di poter godere di acque azzurre e di un mare cristallino. Spero di aver dato il mio contributo per una corretta e veritiera informazione ed invito i cittadini, soprattutto quelli di Bellino a diffidare dai soliti “falsi profeti».


il Domani Giovedì 2 Aprile 2009 19

CATANZARO CITTÀ AREA URBANA L’intervento del capogruppo del Pd alla Provincia, Enzo Bruno: «Non ha voluto convocare neanche il consiglio»

«Assordante il silenzio della Ferro» «L’ente intermedio rischia di risultare incapace di coordinare iniziative straordinarie» CATANZARO — «La vicenda dell’ area urbana Catanzaro - Lamezia Terme, da giorni alimenta un dibattito che ha coinvolto la politica, le associazioni e le amministrazioni interessate, tranne la provincia di Catanzaro e in particolare il suo presidente Wanda Ferro, il cui silenzio appare decisamente assordante, proprio nel momento in cui i comuni si stanno mobilitando, convocando rispettivi consigli comunali e proprio nel momento in cui il governo nazionale, di centro-destra, ha palesato grande sensibilità rispetto all’istituzione di Reggio Calabria, come “città metropolitana”- cosa che naturalmente non può che suscitare in noi soddisfazione - in tale contesto, appare assai strano che la provincia risulti totalmente estranea alla vicenda, in-

capace di coordinare le iniziative, cioè di svolgere il ruolo che come ente le compete, anche alla luce del redigendo piano territoriale di coordinamento provinciale che è in fase di elaborazione» si legge in una nota del capogruppo alla Provincia del Pd, Enzo Bruno. «Sarebbe dunque opportuno prosegue - che il Presidente prendesse subito l’iniziativa, anche in considerazione del fatto che è esponente di spicco di un partito che è forza di governo e dovrebbe dunque attivarsi per il raggiungimento di un obiettivo di fondamentale importanza per il territorio; anche in considerazione del fatto che l’area urbana interessa il capoluogo di regione. Il Presidente, dovrebbe dunque, in modo celere, avviare il confronto fra Provincia, Comuni di Ca-

tanzaro e Lamezia e soprattutto, con la Regione Calabria, al fine di raggiungere un obiettivo prioritario, rispetto al quale le passerelle possono decisamente aspettare. Il presidente si è mostrato insensibile alla richiesta avanzata, dieci giorni or sono, come gruppo consigliare Pd, relativa alla convocazione di un consiglio dedicato esclusivamente alla questione, al quale devono essere invitati a partecipare i sindaci delle città di Catanzaro e Lamezia e di tutti i paesi interessati. L’efficienza di un ente non si misura sull’ordinaria amministrazione - continua -, né sulle iniziative estemporanee, volte a segnare la contingenza, bensì sulle scelte strategiche, capaci di incidere sullo sviluppo del territorio, come l’ area urbana Catanzaro - Lamezia».

AREA URBANA Rifondazione comunista sulle “mancanze” degli esponenti cittadini del centro destra

«Sconcertati dall’asservimento del Pdl» CATANZARO — «Con l’approvazione

del federalismo fiscale al Senato è ritornata al centro del dibattito politico la questione delle “Città metropolitane”. Fa scandalo, in questo ambito, il conferimento di status di “città metropolitana” a Reggio Calabria attraverso l’approvazione da parte della Camera della legge delega al Governo in materia di federalismo fiscale». E’ quanto si legge in una nota degli esponenti di Rifondazione comunista: Gianluca Cortese, Danilo Gatto, Eugenio Occhini e Pino Commodori. «Possiamo affermare - proseguono - e non certo per spirito campanilistico che una città di meno di 200.000 abitanti, un Governo serio, non l’avrebbe mai considerata città metropolitana. Quello che lascia sconcertati è

l’asservimento del PdL Catanzarese a cominciare dall’aspirante candidato a Sindaco del capoluogo nonché Presidente del “suo” Parco dell’agraria, Michele Traversa. Altrettanto sconcertante è l’afasia del Pd catanzarese rispetto al ruolo della città. Noi - continuano -, molto più seriamente e responsabilmente, rimaniamo fermi alla proposta che deve attribuire un ruolo importante e decisivo per lo sviluppo del territorio provinciale e per il pieno svolgimento del ruolo regionale, all’area centrale Jonio-Tirreno, che parta dai tre principali comuni: Catanzaro, Lamezia Terme e Soverato. Noi proponiamo di istituire una “Conferenza Metropolitana” per avviare da subito la strutturazione dell’ Area vasta del Catanzarese con fun-

zioni di cerniera e raccordo per l’intero tessuto regionale che valorizzi nel contempo le diverse risorse e vocazioni territoriali. L’area vasta per quanto ci riguarda, è un disegno urbanistico territoriale che si sostanzia solo se riesce a realizzare una nuova governance. Nel suo divenire ci sono tanti centri e tante città. C’è bisogno di trasformare la periferia e la periferia della periferia in città, in luoghi in cui possa esserci partecipazione, senso di appartenenza, senza pensare all’istituzione di nuovi enti. Ecco il decentramento, ecco lo sviluppo dell’area vasta. Per fare ciò - concludono è necessario avviare un processo di partecipazione. La città è cultura, la città è conflittualità, la città è anche un elemento che fa evolvere».

LOCALI EX STAC Carmine Gallippi (Mpa) sottolinea che l’iniziativa migliorerà il centro storico

«Sì alla destinazione commerciale» CATANZARO — «In riferimento al dibattito creatosi negli ultimi giorni sulla questione del bando per l’ex Stac, crediamo fermamente che l’indirizzo commerciale sia idoneo ed opportuno per un locale che di fatto occupava già una destinazione simile negli anni passati» si legge in una nota di Carmini Gallippi, coordinatore cittadino dell’Mpa. «La nostra città - prosegue , necessità di iniziative atte ad un incremento delle attività commerciali e non solo, soprattutto nell’area centra-

le. Il lento e incessante spopolamento del centro storico è dovuto anche alla mancata crescita, in termini economici, di un'area troppo spesso sottovalutata. Il bisogno di non fare morire il centro urbano attraverso la sopravvivenza di soli uffici è evidente. Con l’apertura di nuovi centri commerciali, più o meno vicini alla città, c’è bisogno di puntare in maniera comune e diretta al rafforzamento di un'area che già vive momenti difficili. Piazza Matteotti è ormai solo un’area di passaggio, il

luogo di ritrovo cui era una volta sembra un ricordo sbiadito. Dunque - conclude -, sosteniamo fortemente l’iniziativa dell’amministrazione comunale, la quale siamo certi che darà frutti insperati ridando vita ad un luogo che troppo spesso è stato dimenticato. Contribuiamo in maniera comune a fare rinascere il centro urbano, premiamo iniziative che non possono fare altro che migliorare lo stato attuale delle cose, promuoviamo proposte che giovino ai nostri concittadini».

Catanzaro in breve... Riunione del Pd Oggi presso la sede di via Gulli riunione sul turismo alla presenza di Argirò, Costa, Iaconantonio, Lucchetti e Curcio. Pd Giovani, nominato il direttivo Il partito democratico giovanile della provincia di Catanzaro continua, dopo l’elezione del segretario provinciale Roberto Iozzi e quella del Presidente Alessandra Tassone, il suo lavoro di formazione del gruppo dirigente che dovrà impegnarsi nel radicamento sul territorio, attraverso la formazione dei circoli. Inoltre dovrà mostrarsi capace di saper stimolare e coinvolgere le nuove forze fresche e pulite della provincia e formare quella che sarà la classe dirigente di domani. Proprio per questo Roberto Iozzi ieri ha ufficializzato il nuovo esecutivo, che avrà il compito di far crescere il movimento giovanile. Un organo ristretto che sarà formato dallo stesso Segretario provinciale il quale sarà affiancato da due Vice- Segretari Luca Giovannone, responsabile Comunicazione, ed Aldo Rose, Organizzazione. Giuseppe Palaia sarà il responsabile dei temi economici, lavoro turismo ed eventi: Giovanna Menniti, sarà responsabile della scuola, cultura ed ambiente: Luigi Affatati università ed alta formazione: Pietro Viapiana responsabile dei circoli e politiche del territorio: Federica Cantafio Gallo, si occuperà di associazionismo, politiche accesso pari opportunità. Oltre all’esecutivo è stato nominato Angelo Soluri come Tesoriere. Infine per affrontare nella maniera più incisiva ed efficace possibile il segretario Iozzi ha voluto nominare, cosa del tutto nuova, due coordinatori di zona, Pietro Frustagli nella zona Jonica ed Emanuele Mazza nella zona della Presila, al fine di ottenere un maggior radicamento su questi due importanti territori. Nominato l’esecutivo, il gruppo già ha fissato degli obbiettivi che dovranno essere affrontati con una certa celerità, dalla formazione dei Circoli all’organizzazioni di manifestazione di interesse che toccano differenti tematiche, volte ad una maggiore sensibilizzazione dei temi più urgenti e della quale la nostra Regione ha bisogno. (Luca Giovannone) UrsinI sulle borse di studio di Medicina «Una decisione regionale assurda che merita risposte adeguate da parte di tutti: giovani medici, studenti universitari, politici di ogni schieramento, sindacati, cittadini e mezzi di comunicazione». E’ il commento di Vincenzo Ursini, nella qualità di rappresentante catanzarese della Federazione dei Sindacati Indipendenti (Fsi), alla nota diffusa nei giorni scorsi dal vicepresidente della Giunta calabrese che sostanzialmente ha confermato il mancato finanziamento da parte della Regione Calabria di 17 borse di specializzazione per gli studenti della Facoltà di Medicina dell’Università Magna Graecia. «Da quest’anno e per sempre, 17 giovani calabresi neolaureati con il massimo dei voti, dovranno fare le valigie e programmare altrove il loro futuro. Che senso ha finanziare con 26,5 milioni di euro, - aggiunge Ursini - corsi intensivi per l’azzeramento dei deficit di competenza per le matricole, borse per la partecipazione a master e dottorati di ricerca, viaggi-studio all’estero per l’apprendimento delle lingue e contributi per la mobilità di giovani ricercatori. se poi ai giovani di sicuro talento non si dà la possibilità di specializzarsi nella propria regione, facendo concludere loro il naturale processo formativo? Siamo all’assurdo! In Calabria si finanziano corsi per gli studenti che presentano lacune evidenti in alcune materie e non ci si preoccupa di chi si laurea con il massimo devi voti, spesso con grandi sacrifici da parte della famiglia». «Mi piacerebbe conoscere, - continua l’esponente sindacale della Fsi - i risultati raggiunti nel corso del 2008 dopo aver speso 26,5 milioni di euro. Quanti giovani ricercatori sono tornati veramente nella nostra regione e con quali prospettive? Quello che sostiene il vice presidente della Giunta, quando dice che la missione principale del sistema scolastico e universitario regionale è formare cervelli e teste ben fatte, prima ancora di preoccuparsi della loro eventuale fuga, è più che vero. Ma da calabrese attento - prosegue Vincenzo Ursini - mi chiedo e chiedo ai nostri rappresentanti istituzionali, se “formare cervelli” vuol dire sostenere, anche con gettoni di frequenza, studenti svogliati che già nulla avevano prodotto di buono nel corso dei loro precedenti studi superiori. Dove sono - chiede Ursini - i nostri rappresentanti istituzionali? I consiglieri regionali di opposizione? Quelli di maggioranza che non condividono tali decisioni? E i nostri deputati e senatori?


20 Giovedì 2 Aprile 2009 il Domani

CATANZARO CITTÀ LAVORO NERO Ieri riunione della Commissione provinciale del settore alla Camera di Commercio. Situazione critica in città

«Ristabilire un criterio di legalità» Capellupo: «Nasceranno delle convenzioni per salvaguardare la soglia minima della retribuzione» Catanzaro in breve Progetto per la riscoperta della Calabria Le scuole cittadine alla scoperta della storia, dei monumenti, delle tradizioni e dell’arte della loro città. Questo si prefigge un progetto realizzato dall’Assessorato al Turismo del Comune di Catanzaro, guidato da Roberto Talarico. L'iniziativa, cominciata ieri, proseguirà per tutto il mese di Aprile, grazie a quattro guide specializzate che accompagneranno gli studenti catanzaresi in questa “full immersion” tra i vicoli, le chiese, i palazzi e i contenitori culturali del Capoluogo di Regione. Il servizio è stato affidato all’Amc - azienda municipale ai trasporti- che offrirà il servizio di mobilità alle scuole che hanno richiesto la visita nel centro storico cittadino. Mentre le guide sono della Largot Calabria, Libera Associazione Regionale delle Guide Turistiche. Saranno, quindi, migliaia i giovani catanzaresi che vi prenderanno parte e, grazie a questa iniziativa, potranno avere contezza dell’importante storia della loro città e del patrimonio storico-artistico che custodisce. Il percorso sarà articolato e variegato. Riguarderà la storia dei colli della città, la visita nelle chiese più importanti, i caratteristici vicoli chiamati dai catanzaresi “coculi”, il teatro Politeama e il museo Archeologico Provinciale (il primo ad essere inaugurato in Calabria alla fine dell’800). Molteplici le motivazioni che hanno spinto l’Assessorato al Turismo a realizzare questa iniziativa: la conoscenza delle origini di Catanzaro e delle civiltà che si sono succedute nei secoli, oltre a quelle educative tendenti ad abituare gli studenti all’utilizzo dei mezzi di trasporto pubblici; autobus particolarmente accattivanti anche per il colore giallorosso della loro carrozzeria. Questa, iniziativa, è propedeutica a una successiva che sarà organizzata dall’Assessorato al Turismo “Guida Turistica per un giorno”. Scuola e precari «Gli scatti di anzianità spettano anche ai precari. Lo ha stabilito il giudice del lavoro di Tivoli con una sentenza depositata il 13 marzo scorso (911). E destinata a creare scompiglio» si legge in una nota dell’associazione scuola unita. «La pronuncia è infatti una delle prime di un giudice nazionale italiano dopo la sentenza Della Corte di Giustizia Europea che ha affermato che non può esservi disparità di trattamento, giuridico ed economico, tra i lavoratori precari e quelli assunti a tempo indeterminato, neppure quando tali disparità siano sancite dalla Legge o dal Ccnl. Gli aumenti di stipendio per l’anzianità di servizio spettano anche ai lavoratori precari. Nel nostro ordinamento sono molti gli esempi di disparità nel calcolo dell’anzianità di servizio tra lavoratori assunti a tempo determinato e quelli assunti stabilmente. La sentenza del giudice del lavoro di Tivoli, segue quella del Giudice del lavoro di Roma che ha condannato il ministero al riconoscimento dell’anzianità maturata da un’insegnante precaria, ed alle spese di giudizio». Spettacolo teatrale di Penny Petrone Nell’ambito dell’offerta inerente la Programmazione delle attività culturali dell’Ardis (Agenzia Regionale Diritto allo Studio Universitario) Catanzaro per l’anno 2008/2009, mercoledì 08 Aprile 2009 alle ore 21,00 presso il teatro Masciari di Catanzaro va in scena lo spettacolo musico - teatrale “Penny Petrone” una storia di emigrazione calabrese - di Francesca Prestia, con la partecipazione dei musicisti: Sergio Uccello chitarra, Francesco Vescio chitarra e mandolino, Luciano Spagnolo violino, Salvatore Fiorentino violoncello e lira calabrese, Andrea Bressi organetto e chitarra battente, Marcello Galera tamburello, attori: Stefania Pascali e Mario Maruca. Scenografie di Manuela Corapi, luci ed effetti sonori Mediterraneo Service. Produttore Esecutivo Domenico Marino. L’evento, presentato dall’antropologo dell’Università della Calabria Cesare Pitto, ripercorre il vissuto doloroso e traumatico di chi si trova a vivere tra due mondi: quello, calabrese, di origine ed appartenenza che ti manda via e quello di arrivo che ti accoglie ma non riesce ad accettarti pienamente. La cantastorie Francesca Prestia, con musiche originali e popolari, racconta questa partenza e questo ritorno e tutto ciò che vi sta in mezzo, rileggendo ancora una volta altre pagine di storia del popolo calabrese. L’appuntamento è un ulteriore opportunità che l’Ardis offre agli studenti per promuovere l'approfondimento storico e culturale della propria terra d’appartenenza.

CATANZARO — «La lotta al lavoro nero non si limita alla tutela dei lavoratori italiani, ma si estende alchea tutti coloro i quali arrivano dai paesi dell'est o che fanno parte del bacino di immigrati arrivati da noi per trovare miglior fortuna». Lo si legge in una nota della commissione provinciale per l'emersione del lavoro sommerso di Catanzaro, presieduta da Filippo Capellupo e riunitasi alla Camera di commercio. «La commissione», si legge in una nota, «ha deciso di contattare tutte le imprese del territorio provinciale e concludere delle convenzioni finalizzate a salvaguardare le soglie della retribuzione economica dei lavoratori comunitari e non affinché non si crei un perverso meccanismo di concorrenza basato su paghe che vadano troppo al ribasso rispetto al lavoro e alle professionalità utilizzate». La commissione ha discusso anche di sicurezza. Fo-

calizzando la propria attenzione sugli episodi che in quest'ultimo periodo hanno interessato il capoluogo, il presidente Capellupo ha affermato: «Il fatto che Catanzaro fosse considerata un'isola felice per molto tempo, ha forse creato un meccanismo per il quale si è creduto che la città potesse rimanere indenne da alcuni episodi e soprattutto, probabilmente ha fatto abbassare la soglia di attenzione, tanto che forse qualcuno, dal canto suo, ha potuto pensare di penetrare nel territorio catanzarese e avvelenarlo con episodi criminosi. Ecco perché va urgentemente ristabilito un criterio di legalità, partendo dalla quotidianità e dalle regole certe il cui rispetto deve essere imprescindibile». La commissione, durante l'incontro, ha inoltre approntato le strategie di collaborazione con la commissione regionale, presieduta da Benedetto Di Iacovo,

«collaborazione che deve segnare l'inizio di un nuovo percorso». Si è discusso della possibilità di studiare un sistema di premialità per le imprese che impiegano lavoro regolare, un sistema che incentivi, che induca, chi agisce secondo un sistema irregolare a mettersi in regola. Il gruppo di lavoro, che vedrà impegnati soggetti istituzionali come gli enti di previdenza, sarà coordinato da Giuseppe Napoleone. La commissione si preoccuperà anche dell'apertura di un sito, la cui gerenza sarà affidata a Mario Bonacci. Il sito sarà uno spazio dove chiunque potrà trovare notizie aggiornate e potrà colloquiare in tempo reale con gli esperti. L'ultimo dei punti discussi dalla commissione ha riguardato il partenariato con il Comune di Catanzaro sul progetto presentato nell'ambito dei finanziamenti Pon e che ha come oggetto la lotta al lavoro irregolare.

POLITICA La nota dell’avvocato Palaia, incaricata del patrocinio dell’assessore davanti alla Corte dei Conti

«Non esiste l’incompatibilità di Granato» CATANZARO — «In merito alle dichia-

presentanza o di coordinamento di ente, istituto o azienda soggetti a vigilanza in cui vi sia almeno il 20 per cento di partecipazione rispettivamente da parte del comune o della provincia (..); colui che ha lite pendente, in quanto parte di un procedimento civile od amministrativo, rispettivamente, con il comune o la provincia; colui che, per, fatti compiuti allorché era amministratore o impiegato, rispettivamente, del comune o della provincia ovvero di istituto o azienda da esso dipendente o vigilato, è stato, con sentenza passata in giudicato, dichiarato responsabile verso l'ente, istituto od azienda e non ha ancora estinto il debito; colui che, avendo un debito liquido ed esigibile, rispettivamente, verso il comune o la provincia ovvero verso istituto od

azienda da essi dipendenti è stato legalmente messo in mora. Il procedimento in corso - continua - non configura la sussistenza di una lite pendente tra il suddetto amministratore ed il comune di Catanzaro, lite che peraltro genererebbe l’incompatibilità delle sole figure tassativamente menzionate dalla norma. Giova ulteriormente evidenziare che l’avv Francesco Granato - conclude -, chiamato dalla Corte dei Conti, come innumerevoli altri Amministratori e Funzionari comunali degli anni ’90, a rispondere di presunti danni conseguenti alle lungaggini di un esproprio, ha motivatamente contestato e respinto gli addebiti della Procura della stessa Corte, Organo che tutt’ora non si è espresso sulla responsabilità di alcuno».

COMUNE La Giunta ha approvato la proposta dell’assessore al Personale

tori a proseguire le attività di progetto fino al prossimo 30 aprile. Di conseguenza, l’amministrazione comunale di palazzo De Nobili ha confermato i lavoratori Lpu e Lsu nelle rispettive attività, compreso le modalità di utilizzo, fino al prossimo 30 aprile. Con lo stesso atto l’esecutivo ha demandato al dirigente del settore personale e organizzazione, Saverio Molica, la relativa previsione finanziaria nell’esercizio 2009.

razioni apparse sulla stampa locale circa le quali sussisterebbe l’incompatibilità dell’avvocato Francesco Granato alla carica di assessore comunale è utile precisare che nessuna norma del nostro Ordinamento, ed in particolare l’articolo 63 del decreto legislativo 18 agosto 2000, n. 267, convalida l’ipotesi della incompatibilità alla carica» si legge in una nota dell’avv. Anna Palaia, incaricata del patrocinio dell’assessore Granato innanzi alla Corte dei Conti di Catanzaro. «La norma suddetta, infatti, prevede esclusivamente che non può ricoprire la carica di sindaco, presidente della provincia, consigliere comunale, provinciale o circoscrizionale, l'amministratore o il dipendente con poteri di rap-

Proroga per Lpu e Lsu CATANZARO — La giunta comunale

ha approvato la proroga dell’attività dei lavoratori Lpu e Lsu. La proposta è stata presentata dall’assessore al personale, Francesco Granato e, prende atto che la giunta regionale si

è impegnata a sottoporre al Consiglio, bilancio 2009, la modifica del termine previsto dall’art 1 della legge regionale 14/2008, fissando lo stesso al 31 dicembre 2009, ed ha invitato gli enti utilizzatori dei lavora-


il Domani Giovedì 2 Aprile 2009 21

CATANZARO PROVINCIA E SOVERATO SELLIA MARINA A darne notizia é il titolare del bar tabacchi sulla 106, Santo Andali

Porta a casa 500mila euro col gratta e vinci SELLIA MARINA — Con un biglietto di soli 5 euro ne ha portati a casa 500mila. E’ successo a Sellia Marina, nei giorni scorsi, forse un mese fa, ma la notizia é arrivata al gestore della tabaccheria solo da due giorni. «Una vincita strepitosa, la massima che si può ottenere con il “Prendi Tutto” - ha commentato il titolare del bar tabacchi del distributore Q8, Santo Andali. - Non conosco il nome del fortunato vincitore ma sono soddisfatto che nella mia tabaccheria e soprattutto nella

I festeggiamenti per la vincita

zona di Sellia Marina ci sia stata una tale vincita. Dopo tanti anni, in cui in altri comuni si sono verificate vincite consistenti, come quella di due anni fa a Botricello, dove sono stati portati a casa 100mila euro, ora é toccato al nostro comune». Probabilmente non si conoscerà mai il nome del fortunato vincitore e, forse, neanche il suo comune di residenza. Il signor Andali spiega, infatti, che la sua ricevitoria essendo situata sulla statale 106 é una zona di passaggio. «Comunque - com-

menta - il gestore - siamo qui ad aspettare. Magari un giorno troveremo sotto la porta un biglietto di ringraziamento». La storia della vittoria nella tabaccheria ha avuto l’effetto di suscitare tanto fermento e curiosità tra i clienti che, ieri, hanno visto la copia del “Diploma della Fortuna” inviata dal Monopolio di Stato al signor Santo Andali, il quale la ha affissa, con orgoglio, nella sua tabaccheria. Maria Teresa Folino

SOVERATO In occasione dell’inaugurazione della nuova sede del Pd si è aperto un confronto serio e chiarificatore

«Non c’è nessuna alleanza con Mancini» Pietro Amato: «Tutelare il progetto comune fuori dagli interessi personali» SOVERATO — «Il Partito Democrati-

co è nato e coloro che ne fanno parte ne hanno accettato statuto e regolamenti». È questo il messaggio ribadito dal Pd nel corso dell’incontro tenuto a Soverato in occasione dell’inaugurazione della nuova sede di via Trento e Trieste. Alla riunione hanno preso parte Caterina Corea, Pietro Amato, Giuseppe Soriero, oltre ai democratici del luogo, Nicola Salatino ed i consiglieri comunali Francesco Severino e Vincenzo Giorla. L’incontro è stato introdotto dal coordinatore Salatino, che ha fissato la linea programmatica del Pd di Soverato. Diversi gli interventi nel corso del dibattito, da Domenico Tirinato ad Irma Petrella, da Domenico Calderoni ad Antonio Piperata, tutti indirizzati

all’unità ed al superamento di polemiche sterili. Il capogruppo Severino ha invece confermato l’apertura del Pd a tutti coloro che desiderano farne parte. «Non è vero che noi stiamo intraprendendo un’alleanza con il sindaco Mancini - ha detto Severino perché la nostra azione politica è di contrasto all’attuale amministrazione comunale. Serve essere seri oltre che costruttivi e se faremo politica in questo senso saremo pronti anche a compiere passi indietro, pur di dare un segnale di forte responsabilità, mettendo da parte le polemiche degli ultimi giorni, confrontandoci all’interno di questa sede ed uscendo compatti per essere davvero incisivi». Parole queste condivise e ribadite da Giorla. «Il Pd - ha detto il consigliere

comunale -, ha un progetto e su di esso dobbiamo essere capaci di convenire. Ora c’è il partito e quindi siamo obbligati a dare risposte concrete ai cittadini per guadagnare la loro fiducia». Amato, ha ribadito ancora una volta il valore del progetto comune. «Ero venuto qui - ha detto - per dare un contributo al percorso politico da intraprendere, per sollecitare i cittadini a partecipare a questo nostro grande progetto democratico. Questo si deve fare se vogliamo essere credibili. Le polemiche scaturite dal fatto che sia nato un gruppo consiliare del Pd anche a Soverato non sono condivisibili, per il semplice fatto che non si tratta di una scelta». A conclusione del dibattito è intervenuto il segretario provinciale Corea.

SOVERATO All’ordine del giorno anche la cessione a terzi di aree e fabbricati e la determinazione del loro costo

Sessione urgente del consiglio comunale SOVERATO — Il prossimo 6 apri-

le 2009 avrà luogo una sessione straordinaria del consiglio comunale di Soverato. La prima convocazione dell'assise cittadina è fissata per lunedì prossimo alle ore 15 e 30, mentre una eventuale seconda convocazione avrà luogo mercoledì 8 aprile alle 15 e 30. Diversi i punti che il consiglio tratterà durante l'importante seduta della prossima settimana. Tra i quelli fondamentali sicuramente la questione delle aree e i dei fabbricati da destinare a residenza, attività produttiva e terziaria da cedere in proprietà o in diritto di superficie nel corso dell'esercizio finanziario 2009. Sarà anche affrontata la problematica

relativa alla determinazioni di questi stessi e al loro valore economico. Secondo punto all'ordine del giorno la determinazione dell'aliquota per l'anno 2009 dell'addizionale comunale all' Irpef. Tra i punti anche: 1) La determinazione dell'aliquota Ici dell'anno 2009. 2) La determinazione di scopo, prevista dalla legge finanziaria 2007 per finanziare sino al 30% della spesa sostenibile per la realizzazione di opere pubbliche. Grazie a questa imposta il Comune potrà in parte coprire spese relative: opere di trasporto pubblico urbano, opere viarie, opere significative di arredo urbano e di maggior decoro dei luoghi, opere di realizzazione di

parcheggi pubblici, opere di restauro, opere relative a nuovi spazi per venti ed attività culturali, opere di manutenzione e realizzazione dell'edilizia scolastica. 4) Esame di approvazione del bilancio di previsione di esercizio 2009, relazione previsionale e programmatica, bilancio pluriennale esercizi 2009/2011, programma triennale dei lavori pubblici. 5) esame di approvazione dei verbali delle sedute precedenti. 6) Deliberazione del Corto dei Conti sezionale giurisdizionale per la Regione Calabria n.134/2009. Valutazione del consiglio comunale. Carmela Mirarchi

Provincia in breve... San Mango, rapina alle poste Tre persone armate di mazze di ferro hanno compiuto una rapina nell'ufficio postale di San Mango d'Aquino. Dopo aver minacciato gli impiegati i tre si sono fatti consegnare il denaro custodito all'interno delle casse. Il bottino della rapina ammonterebbe a circa 40 mila euro. I rapinatori sono fuggiti con un'automobile a bordo della quale c'era un quarto complice. Il mezzo, dopo un inseguimento con i carabinieri, è stato abbandonato nelle campagne di San Mango d'Aquino. Torre di Ruggiero, contratto d’appalto E’ stato siglato il contratto d’appalto tra il Comune di Torre di Ruggiero e l’impresa di costruzioni di “Salvatore Fristachi” di Satriano avente ad oggetto la realizzazione dell’impianto della rete fognaria nel quartiere di Contrada Logge nel quale risultano residenti circa ottocento cittadini. I lavori avranno inizio nei prossimi giorni e comunque entro il mese di aprile e dureranno diversi mesi. L’opera da realizzare è stata finanziata dall’Assessorato Regionale ai Lavori Pubblici che in tal modo ha manifestato sensibilità alle varie istanze e richieste del Sindaco avv. Giuseppe Pitaro, il quale nel manifestare a proprio nome e a nome dell’Amministrazione Comunale tutta apprezzamento e soddisfazione per i lavori che stanno per avere inizio, lavori e interventi che erano peraltro stati inseriti all’interno del programma elettorale dell’attuale maggioranza politica, ha affermato che: «con la realizzazione di tali lavori l’Amministrazione Comunale di Torre di Ruggiero eliminerà finalmente un “gap” storico di natura ambientale, infrastrutturale e di civiltà». Stalettì, lettere anonime «Non mi sono mai nascosto. Per questo vorrei che anche queste persone avessero il coraggio di firmarsi. Ho sempre agito democraticamente e operato nel rispetto della legge. Queste persone non meritano di essere cittadini della nostra comunità». Il sindaco di Stalettì, Pantaleone Narciso, destinatario, nei giorni scorsi, di una lettera anonima, di cui ha voluto rendere noto il tenore, chiudendo i lavori dell’ultima riunione del consiglio comunale. Nella missiva si farebbe riferimento a vicende legate al Prg e a presunti abusi edilizi perpetrati sul territorio comunale, con tanto di nomi e cognomi dei presunti responsabili degli abusi. Per il primo cittadino, le lettere anonime sono inutili, in quanto basta recarsi in municipio, «dove tutti possono acquisire informazioni». «Si è voluto solo buttare fango - ha affermato Narciso - sulla mia amministrazione, con gravi diffamazioni, per cui darò mandato ad un legale per sporgere regolare querela contro ignoti. Noi abbiamo lavorato e stiamo lavorando nel pieno rispetto delle leggi. Ma ritengo che nessuno deve permettersi di infangare le istituzioni: noi non ci riconosciamo in questi metodi». Il consigliere di minoranza Gregorio Aversa ha espresso solidarietà sottolineando che «l’anonimo gesto va condannato perché riprende antichi metodi di vendette da parte di persone che vivono nel buio». (Salvatore Taverniti)


22 Giovedì 2 Aprile 2009 il Domani

LAMEZIA TERME CITTÀ POLITICA Luigi Muraca sul congresso del partito: «Ha dato il via alla semplificazione politica. Giusta la scelta del coordinatore regionale Scopelliti»

«Il Pdl ha lanciato un segnale forte» «L’Italia sarà una nazione sempre più moderna grazie ad un rinnovamento della classe dirigente» LAMEZIA TERME — A qualche gior-

no dal termine del congresso nazionale per la costituente del Popolo della Libertà, abbiamo fatto alcune domande all’avvocato Luigi Muraca, coordinatore Pdl di Lamezia Terme. Cosa è emerso dall’ultimo congresso del Pdl? «Il Congresso del Pdl ha evidenziato la piena sintonia di Berlusconi con il Paese, la sua capacità di capire e traslare in proposte di governo i bisogni degli italiani, è stato inoltre un Congresso che ha definitivamente aperto la strada verso un’Italia bipolare, in cui ci saranno due grandi forze, una di sinistra e l’altra di centro, a contendersi il successo alle urne». Qual è il contributo più importante emerso dal dibattito? «E’ stato un Congresso che ha spazzato via le alchimie politiche, che ha dato un contributo importante alla semplificazione politica ed è giusto che vinca la competizione elettorale chi saprà offrire agli elettori la migliore classe dirigente e la migliore proposta sui temi che stanno a cuore agli italiani. Sotto questo aspetto, il governo in carica è stato tempestivo ed efficace sui provvedimenti economici, LAMEZIA TERME — La ricetta di Col-

diretti per sostenere le imprese. Se ne è discusso lo scorso 3 marzo a Lamezia Terme, nel corso di un convegno cui hanno partecipato il presidente regionale dell’organizzazione, Pietro Molinaro, il direttore Angelo Milo e il direttore nazionale di CreditAgri, Roberto Grassa. “Politiche anticrisi per l’agricoltura e l’agroalimentre made in Calabria”. Questo il tema di discussione, particolarmente articolato. «Migliorare la competitività, rafforzare le filiere, investire nella cooperazione, facilitare l’accesso al credito, lottare contro gli sprechi e le inefficienze»: su queste basi si è innescato un proficuo confronto. «L’anticipo delle Riforme legislative, e più in generale strutturali, che hanno profondamente interessato il settore agricolo ed agroalimentare - hanno dichiarato i relatori presenti - hanno creato per alcuni versi una barriera poiché hanno innescato alti contenuti professionali ed imprenditoriali, che hanno fatto venir fuori le qualità, le risorse e le ricchezze che sono proprie dell’agricoltura. Non vogliamo “piangerci addosso” ma elaborare proposte ed offrire un progetto per la Calabria, con l’impegno di conti-

to della classe dirigente ne trarrà giovamento anche la Calabria, dove una Giunta Regionale dedita esclusivamente alla clientela e all’autopromozione del Presidente Loiero ha messo in ginocchio la nostra regione». Quali indicazioni sono emerse dal congresso per la Calabria? «Anche in questo senso il Pdl ha lanciato un segnale forte e chiaro indicando nel Sindaco di Reggio Calabria Giuseppe Scopelliti il Coordinatore Regionale. Si tratta di una nomina autorevole che premia un amministratore illuminato che dà lustro alla Calabria. Proprio durante il Congresso, durante un incontro tra delegati calabresi per discutere alcune tesi congressuali inerenti lo sviluppo economico del Mezzogiorno, l’On. Pino Galati, pienamente soddisfatto dell’indicazione di Scopelliti, ha affermato che anche in Calabria inizia ad avanzare la meritocrazia e che, in quadro di rinnovamento della classe dirigente e di superamento della tragica esperienza Loiero, la gestione del partito del Sindaco di Reggio può portare la nostra regione ad una fase di rilancio».

Giacomo Muraca nominato responsabile elettorale Udc LAMEZIA TERME — «Nel ringraziare il comitato regionale tutto, ed in modo particolare l’amico Mario Tassone, e gli amici Talarico, Pilieci, Trematerra. Gino e Michele, Occhiuto, Tripodi, Stillitani, il commissario di Catanzaro Dionisi, che accogliendo la proposta dell’amico Franco Talarico, hanno sostenuto la mia nomina a responsabile regionale all’elettorale dell’Udc» si legge in una nota di Giacomo Muraca. «Nel ringraziare - prosegue -, tutti i miei sostenitori, confermo la mia disponibilita’ sin da subito, per come ho sempre umilmente fatto, al segretario regionale, ed al partito. L’incarico che mi accingo a ricoprire, è di enorme importanza, perché seguendo le linee tracciate dal segretario Cesa, e dal nostro leader Casini, che hanno nettamente inquadrato il n/s partito in una posizione di centro, le alleanze future, potranno avere ampio respiro, sia a destra che a sinistra, in sinergia con l’ideologia democratica. Caratteristiche essenziali, su eventuali alleanze, saranno basate sulla moralità degli uo-

mini, sulla capacità di interagire con il territorio, e in ultimo sui programmi che si intendono realizzare per lo sviluppo di questa regione, sempre penalizzata dall’immobilismo. La nostra posizione è aperta al confronto con tutte le forze democratiche, pur rimanendo noi nell’aria di centro, sosterremo tutto ciò che è importante per la regione, e per i nostri territori, sia che venga da destra che da sinistra, ma anche sostenendo le iniziative volte allo sviluppo, non ci faremo fagocitare, né da uno schieramento né dall’altro. Il mio impegno sarà costante e fruttoso, affinché il nostro partito, possa essere di esempio, per coerenza e rispetto delle istituzioni. Un invito - conclude - a tutti i nostri sostenitori ed a tutti gli iscritti, e quello di incominciare sin da oggi a lavorare, in vista delle prossime tornate elettorali, che vedranno interessate le provincie di Cosenza e Crotone, e vari comuni nella regione Calabria, nonché le elezioni europee, con l’amico Gino Trematerra, per un risultato eccezionale per il nostro partito».

Un interessante convegno sulle politiche anticrisi per l’agricoltura e l’agroalimentre made in Calabria

che si configura nello stesso tempo in un nuovo modello snello e semplice da monitorare e valutare. Non è mancato un accenno alla necessità di creare uno strumento in grado di agevolare la ricomposizione fondiaria. «Una norma che contenga e disciplini tali finalità è necessaria per favorire la dismissione del patrimonio fondiario ex Arssa nonché, la compravendita della proprietà privata». Considerando, infine, che l’agroalimentare calabrese è costituito quasi esclusivamente da Cooperative e Consorzi scarsamente patrimonializzati per Coldiretti è necessario sostenere il consolidamento delle rispettive quote di mercato favorendo così anche il miglioramento della capacità di esportazione dei prodotti di qualità “Made in Calabria” e nel contempo rafforzare la capacità di realizzazione dei Pif previsti dal PSr 2007/2013. Tali aiuti per la ricapitalizzazione saranno sottoposti a regime di De Minimis, riconoscendone il ruolo essenziale per la crescita qualitativa, sostenibile e competitiva del settore agro-alimentare e delle aree rurali del territorio regionale». [Nei prossimi giorni un ampio servizio]

Luigi Muraca

sull’ordine pubblico, sulla giustizia, sulle infrastrutture, sull’efficienza nella Pubblica Amministrazione (Brunetta è stato portato in trionfo), sugli ammortizzatori sociali, sui temi eticamente sensibili e per questo incrocia i favori e la fiducia del Paese». In un momento di crisi così grave, è ottimista? Che idea ha del futuro? «L’Italia sarà una Nazione sempre più moderna e da un rinnovamen-

Claudia Vellone

La ricetta di Coldiretti per le imprese nuare ad investire. Servono: Tempi, Regole, Certezze e Risorse adeguate alle esigenze di sviluppo». Le politiche anticrisi richiedono: «riduzione dei costi indiretti per le imprese semplificazione amministrativa e trasparenza. Un prerequisito essenziale per sostenere la crescita, è la semplificazione ed il funzionamento della Pubblica Amministrazione regionale. In chiave anticiclica, è necessario intervenire e, in questo caso dare attuazione alle previsioni normative contenute all’interno della legislazione regionale. Molto spesso, le imprese, a causa di procedure non allineate, soffrono pesantemente in termini di tempo e costi». Tra i temi affrontati è emersa come «improcrastinabile» la ripartenza dei servizi dell’Arssa «con la contestuale riqualificazione degli stessi rivolti all’agricoltura e all’agroalimentare calabrese. Servizi Specializzati, Sperimentazione e Divulgazione devono essere garantiti alle imprese agricole ed agroalimentari per sup-

Pietro Molinaro

portare le azioni di sviluppo e di ammodernamento del comparto, varate con la Programmazione Comunitaria 2007/2013. Ciò premesso, bisogna dotarsi di una struttura capace di realizzare in maniera efficace

la crescita e lo sviluppo del settore primario. La “nuova struttura” che esercita la propria competenza in attuazione delle direttive generali di attività impartite dall’Assessorato Regionale Agricoltura che realizza programmi di attività raccogliendo la domanda che emerge dalle imprese. Domanda che deve trovare un luogo privilegiato in una “governance” che si impegni a realizzare programmi e progetti di assistenza e di servizi coerenti. Ad esclusione dei Servizi, le dismissioni individuate nelle linee guida della Giunta Regionale necessitano di tempi più lunghi e pertanto devono essere sganciati dal percorso sopra individuato, é realizzate attraverso una gestione Commissariale che riteniamo possa essere Unificata per Arssa/Afor». Un elemento di novità e di discontinuità sta nel dotare il patrimonio forestale di un piano di gestione chiaro e organizzativamente funzionale rispetto alla sostenibilità economica in grado di ridurre la spesa pubblica e


il Domani Giovedì 2 Aprile 2009 23

LAMEZIA TERME CITTÀ Il consigliere regionale Egidio Chiarella: «Necessario puntare su questo importante strumento di sviluppo sociale ed economico»

«Distretto agro-alimentare a Lamezia!» «Ho chiesto all’assessore all’agricoltura Pirillo l’organizzazione di un tavolo di concertazione» LAMEZIA TERME — «Le modifiche

e le integrazioni approvate in questi giorni, in consiglio regionale, alla legge istitutiva dei distretti agroalimentari, non lasciano più spazio ad equivoci e ad alibi, in direzione dell'istituzione del distretto del lametino. E' un'occasione per la politica regionale di dimostrare l'interesse per il nostro comprensorio, vista la sfiducia della nostra comunità, che si sente abbandonata. Mi auguro che i soggetti che governano il nostro territorio e le associazioni di categoria, sappiano puntare su questo importante strumento di sviluppo sociale ed economico, lasciandosi alle spalle le chiacchiere e le divisioni». Lo afferma, in una nota, Egidio Chiarel-

Egidio Chiarella

la, consigliere regionale del Pd, il quale si dice «convinto, dopo anni che conduco questa importante battaglia di sviluppo socio economico, che sia giunto il momento di stringere i tempi per l'espletamen-

to delle azioni conseguenti, in grado di porre le basi reali per l'istituzione del distretto agroalimentare di qualità di Lamezia Terme. Per queste ragioni ho già chiesto all'assessore all'agricoltura della Regione Calabria, Mario Pirillo, l'organizzazione di un tavolo di concertazione con i soggetti attuatori lametini, rinnovando la richiesta, inoltrata allo stesso assessore nel novembre 2007, che mi rispose subito, rassicurandomi del suo impegno indirizzato a valorizzare, sostenere e promuovere il consolidamento e lo sviluppo di sistemi produttivi locali, attraverso l'individuazione di uno dei più importanti distretti agro-alimentari calabresi, come quello del lametin».

POLITICA Alle elezioni europee si tornerà agli storici falce al martello

Presentato ieri il simbolo della lista unitaria Pdci Prc LAMEZIA TERME — «Per cambiare

il mondo c’è bisogno dei Comunisti. Senza i Comunisti non ci sarà un futuro né una Sinistra in Italia». Con questa considerazione Nino De Gaetano e Michelangelo Tripodi, rispettivamente segretari regionali di Rifondazione Comunista e Comunisti Italiani, hanno concluso la conferenza stampa di presentazione del nuovo simbolo per le prossime elezioni europee della lista unitaria Pdci, Prc, Consumatori uniti e Socialismo 2000, nonché le proposte politiche che saranno alla base della loro campagna elettorale. La sfida della politica nuova dalle radici profonde, che ritorna alla ribalta con il suo simbolo storico della falce e del martello, emblema dei lavoratori e della povera gente, che vuole oggi guardare al futuro in modo moderno e innovativo. E nel nome della modernità e della storia del partito, quattro saranno i punti cardini per rilanciare la Sinistra nel Paese e in Europa. «Attivare tutte le politiche di opposizione alle disastrose logiche che hanno condannato l’Europa ad una crisi che stanno pagando soprattutto i giovani, i lavoratori precari e i disoccupati; contrastare a fondo l’attuale governo che sta utilizzando i fondi europei di Calabria, Sicilia, Puglia e Basilicata per dare maggiore risorse al nord; rilanciare l’economia su tutto il Paese ponendo un freno alla precarietà e alla disoccupazione; dare una risposta forte al partito Democratico che su tante leggi non ha fatto, o non l’ha saputo fare, opposizione per evitare questa emorragia di tagli che ha messo in ginocchio l’intero Paese e massacrato definitivamente la Calabria». Quattro intenti fondamentali, ma anche “quattro parole chiave” che accompagneranno, a detta di Tripodi e De Gaetano, una linea politica che nei sondaggi li vede già favoriti con un buon 4% di consensi. Percentuale che si cercherà di incrementare ulteriormente e che sarà da stimolo alle tante battaglie che si svilupperanno proprio questi mesi per accrescere la fiducia degli elettori e per «porre fine ad una politica berlusconiana che

La conferenza stampa di presentazione del simbolo

POLITICA La riunione si è svolta lo scorso 31 marzo

Nella IV Circoscrizione nuove opere pubbliche LAMEZIA TERME — Leone Augusto, in qualità di presidente della IV Circoscrizione, rende noto che martedì 31 marzo presso la sede di Via Dunant si è riunito il Consiglio della Circoscrizione con all’odg il parere sul Bilancio dell’anno finanziario 2009 ed il programma triennale delle opere pubbliche ad esso collegato. «Il Consiglio, segretaria verbalizzante la dott. ssa Elisa D’Ippolito - si legge in una nota -, ha approvato il documento contabile ed il programma di opere pubbliche a maggioranza con cinque voti favorevoli e tre contrari di consiglieri della minoranza, i quali, pur avendo valutato positivamente l’inserimento delle opere nei programmi comunali, non le ha ritenuti sufficienti per i bisogni del territorio. Il parere favorevole è stato motivato dal fatto che sono state quasi totalmente accolte le proposte approvate dal Consiglio di Circoscrizione nella seduta del 12 dicembre 2008 in cui si indicavano quali priorità per l’anno 2009: il completamento della rete delle acque bianche lungo Via dei Bizantini, via Lanzino, via G. Amendola, via degli Uliveti, contr. da Richetti, contr. da Lagani; la ristrutturazione di via Foderaro per la quale è previsto un finanziamento aggiuntivo di 1.500.00 euro a completamento del progetto già approvato; impianti di illuminazione di varie contrade; la qualificazione dell’area a verde Sportivo di contrada Donna Mazza; il completamento del parco fluviale e la riqualificazione delle aree di contrada Scinà; il completamento della viabilità di accesso al centro urbano e la realizzazione del sottopasso fra Via Berlinguer e Gen. Della Chiesa; costruzione bretella stradale che collega via Mascagni con

Leone: «Sono interventi programmati da Speranza e collegati ad altre opere» la S. P. delle Rose». Leone ritiene che «si tratti di interventi ben programmati dall’amministrazione Speranza e ben collegati ad altre opere già realizzate (rotatorie e messa in sicurezza di Via del Progresso, canalizzazione delle acque bianche e sistemazione della parte inferiore di Via dei Bizantini..), che possono nell’insieme costituire un chiaro punto di partenza per la riqualificazione del territorio urbano a valle del rilevato ferroviario».

La strada 105 chiusa al traffico per lavori urgenti LAMEZIA TERME — La strada pro-

vinciale 105: Ss. 18 direzione Terme di Caronte, dal chilometro 1+300 al chilometro 1+450, resterà ancora chiusa al traffico fino per la messa in opera della rete metallica e la realizzazione di un muro di contenimento al piede del costone. Diversi gli interventi per il miglioramento delle arterie dell’intera provincia. Importanti in particolare le attività di messa in sicurezza delle strade.

APPUNTAMENTI Si parte oggi nella sala conferenze della ex As n. 6

Il corso di formazione sull’audit «Per cambiare il mondo c’è bisogno dei Comunisti. Senza i Comunisti non ci sarà un futuro» non permette l’equo sviluppo tra nord e sud del Paese». Una “politica al massacro” secondo i rappresentanti della nuova lista, che si sta traducendo in tagli e povertà con un trend negativo che nel mi-

gliori dei casi si traduce in retribuzioni ferme al 1993. Da qui l’appello accorato al cambiamento per non permettere il divario tra ricchi e poveri, per difendere il territorio e per ridare risorse alle categorie danneggiate dall’attuale politica europea. Nuova linfa e nuovi respiri in tutto il Paese così come in Calabria dove in tutte e cinque le province, e quindi anche su Cosenza e Crotone, si cercherà di fare “una campagna di attacco” per formare una lista unitaria e, entro il 2010, arrivare ad una alleanza larga per vincere le elezioni e governare la regione “salvandola dalle mani di Berlusconi”. Antonietta Bruno

LAMEZIA TERME — Inizierà oggi nella sala conferenze della ex As n. 6, il corso di formazione su “L’audit: uno strumento per il governo clinico, destinato a medici e infermieri dell’Asp di Catanzaro. L’audit è un’attività di ricognizione e controllo della pratica professionale finalizzata a verificare l’applicazione, l’adeguatezza e l’aderenza di un processo o organizzazione a stabilite procedure, istruzioni operative, standard ed altri requisiti funzionali. Tale metodo viene utilizzato per valutare accuratamente ogni evento avverso o disfunzione organizzativa, al fine di individuare, attraverso tutti gli operatori interessati, le soluzioni al fenomeno incidentale. L’audit è dunque uno degli strumenti principali per la gestione del rischio clinico e serve a fornire indicazioni per il miglioramento in termini di efficienza ed efficacia, due risultati che insieme determinano l’appropriatezza, vero campo di azione nella pratica professionale. Nel comples-

so e articolato mondo della sanità, non solo il perseguimento della efficienza economica, ma anche un’adeguata e rigorosa attenzione alla efficacia delle cure, costituisce uno degli obiettivi imprescindibili per il miglioramento continuo della qualità. Il corso di aggiornamento, che rientra nella programmazione annuale delle attività di competenza dell’unità operativa Formazione e qualità dell’Asp di Catanzaro, diretta dalla dr. ssa Clementina Fittante, avrà la durata di due giorni e si svolgerà con il contributo del dr. Franco Bifulco, medico specialista in Igiene e Medicina preventiva - Organizzazione dei servizi ospedalieri, già direttore sanitario di alcuni ospedali del Lazio e dell’Emilia Romagna, con particolari riconoscimenti in ambito sanitario e numerose esperienze in qualità di docente in corsi di formazione nelle aziende sanitarie del Lazio e della Calabria, nonché relatore in vari congressi e autore di svariate pubblicazioni.


Pag. 24

il Domani

Concessionaria esclusiva di pubblicità telefono 0961996802 fax 0961903421

COSENZA

Giovedì 2 Aprile 2009

Redazione: loc. Serramonda - Z.I. Marcellinara (Cz) - tel. 0961.996802 | fax 0961.903801 - E-mail: catanzaro@ildomani.it | www.ildomani.it

Concessionaria esclusiva di pubblicità telefono 0961996802 fax 0961903421

Riunione dei dipendenti ieri con i dirigenti dell’Azienda, ma la situazione degenera e devono intervenire i carabinieri

Si sfiora la rissa per la Vallecrati La presenza di due consiglieri comunali all’incontro “scalda” eccessivamente l’ambiente ne sono stati costretti ad abbandonare l'aula per evitare che la situazione degenerasse. Vallecrati Spa come è noto versa in una profonda crisi finanziaria che impedisce alla società di poter assicurare il pagamento degli stipendi con la conseguente esasperazione del personale. Il cambiamento del vertice della società non è stato sufficiente a produrre una decisa inversione di tendenza, stante la difficoltà dei comuni di pagare i servizi di raccolta e smaltimento dei rifiuti affidati alla società. Si è prodotto un corto circuito che provoca disservizi e squilibri gestionali, aggravati dalla politica del fai-da-tè decisa dal comune di Rende, che non solo aggrava i problemi di liquidità della società, ma provoca malumori nel capoluogo e nel resto dei comuni dell'hinterland consorziati Il

COSENZA — Ieri al municipio di Co-

senza doveva svolgersi l'ennesimo incontro tra una delegazione della Vallecrati con i dirigenti comunali per trovare una soluzione ai mancati pagamenti da parte del Comune, che costituiscono da soli circa la metà degli introiti della società. L'incontro però è saltato perché nell'aula sono intervenuti una cinquantina di operai esasperati perché da mesi non rivevono lo stipendio e due consiglieri comunali, Michelangelo Spataro e Gianluca Greco, la cui presenza è apparsa come un tentativo di strumentalizzazione politica della protesta. Ne è scaturita una lite, conclusa senza conseguenze, anche per il pronto intervento di carabinieri e agenti della Digos, ma i due rappresentanti dell'amministrazio-

sindaco, a nome dell'Amministrazione comunale ha manifestato la sua ferma disapprovazione dell'accaduto ed ha voluto esprimere la solidarietà sua e dell'esecutivo ai due consiglieri. Il ritorno alla normalità richiede la rimozione delle cause della profonda crisi della società. Alcune sere fa alcuni operai della Vallecrati avevano impedito ad un mezzo della Calabria Maceri di raccogliere i rifiuti nella zona di Commenda di Rende. Appare alquanto strano che una delle principali società che detengono significative quote della Vallecrati spa svolga lo stesso servizio per conto di uno solo dei comuni del Consorzio, creando una evidente situazione di disparità. Oreste Parise

Il sindaco Perugini raggiante dopo l’esame del bilancio di previsione 2009 Del problema se n’è discusso ieri in un incontro al Comune

«Marzo è stato un mese decisivo, è andata bene» COSENZA — Bilancio comunale di previsione 2009 approvato martedì e sindaco soddisfatto. E per questa mattina Salvatore Perugini ha convocato una conferenza stampa in cui spiegherà come e in che modo sarà attuata la nuova politica economica cittadina. «Marzo per la città di Cosenza è stato un mese molto importante dal punto di vista della vita amministrativa», spiega Salvatore Perugini, «poiché sono stati approvati dall'esecutivo comunale due documenti fondamentali: il 24 il Piano strategico e il 31 il bilancio 2009». Quest'ultimo documento, ricordiamo, prevede la conferma dell'accordo con la Vallecrati e le cooperative B, nessun aumento di tasse e caccia agli evasori. Visto che l'evasione fiscale ammonta a poco più di 45 milioni di euro. «Bilancio approvato con 24 voti a favore», aggiunge il primo cittadino, due astensioni e 7 voti contrari. Un fatto positivo che dimostra che il documento è stato gradito da una grande parte della maggioranza consiliare, nonostante le critiche che erano state avanzate nei giorni pre-

Salvatore Perugini

cedenti. Ma nella politica come nella vita contano poi gli atti e non le parole. Quindi posso dire che è stato fatto un buon lavoro». Tuttavia, come già accennato, è palese il problema della riscossione dei tributi. Ancora Perugini: «Per

molto tempo la politica delle entrate economiche è stata trascurata, il mio esecutivo, invece, ha potenziato notevolmente il contrasto all'evasione fiscale. Voglio precisare che non si vogliono aumentare le tasse. Ma bisogna fare di tutto affinché ognuno paghi il suo giusto tributo perché per avere i servizi occorre che anche i cittadini diano una mano». Su Vallecrati e cooperative il sindaco chiarisce che «in una situazione di grave difficoltà nazionale e locale siamo riusciti a rispettare il Patto di stabilità, a garantire tutti i servizi, a far sì che non si perdessero posti di lavoro. Tutto ciò è stato fatto nonostante ci siano problemi relativi a fondi che il governo ancora non ci ha restituito». Molto critico, invece, il capogruppo consiliare dell'Udc, Sergio Nucci. «Certo - dice - il bilancio è stato approvato. Ma la maggioranza sta perdendo pezzi, si sta sfaldando e non è escluso che in vista delle prossime elezioni provinciali, qualche consigliere col Pdl». Ma questo è un altro discorso... A.P.

Mancini: addio monsignor Bilotto Cosenza è in lutto

Ipg, i vescovi calabresi fanno quadrato attorno a Nunnari

COSENZA — «Monsignor Lorenzo Bi-

COSENZA — I vescovi della Calabria,

lotto è stato un grande protagonista del decennio della rinascita di Cosenza»: così Giacomo Mancini, del Pdl, ricorda il Vicario generale della diocesi cosentina deceduto nei giorni scorsi. «Il suo ruolo - aggiunge - è stato determinante per definire e realizzare un'azione comune tra il sindaco Mancini ed il vescovo Trabalzini prima e il vescovo Agostino poi. Senza le lungimiranti analisi e senza la paziente capacità di mediazione di monsignor Bilotto - continua Mancini- non si sarebbe mai ottenuta quella collaborazione virtuosa tra Comune e Curia che tanti risultati positivi, soprattutto grazie alla dedizione dei nostri parroci, ha raggiunto in quegli anni durante i quali è stata conquistata una importante crescita».

riuniti in assemblea ordinaria a Catanzaro, hanno approvato un documento «in seguito agli attacchi - si legge nella nota che è stata diffusa - contro la Chiesa in genere e contro la persona di Salvatore Nunnari, in merito alla vicenda del Papa Giovanni». I vescovi esprimono «la piena e totale solidarietà al confratello Arcivescovo di Cosenza» e ricordano che «l'istituzione del Papa Giovanni è sorta per una intuizione di amore da parte di un uomo di Chiesa, il compianto Don Giulio, il quale, nonostante alcuni errori di gestione, ha risposto con carità cristiana a dei bisogni degli ultimi, che nessuna istituzione voleva accogliere nelle proprie strutture». I vescovi, inoltre, «condannano senza mezzi termini la cattiva gestione portata avanti al

Papa Giovanni; riconoscono che l'arcivescovo Nunnari e la Chiesa cosentina non sono responsabili di questa situazione, anzi, sono parte lesa in tutta la vicenda. Essi hanno fatto di tutto - si fa rilevare - per difendere i malati e salvaguardare i posti di lavoro; respingono, pertanto, le accuse mosse alla Chiesa. Un uomo di Chiesa che sbaglia - si fa rilevare - non coinvolge tutta la Chiesa che, in quanto tale, è abituata ad altre sensibilità ed impegno sociale a favore degli ultimi». Poche righe da parte della Curia di Calabria per ricordare a tutti, qualora qualcuno se ne fosse dimenticato, che la Chiesa sa fare quadrato in fretta quando tira una brutta aria. E chi ha sbagliato “singolarmente” ne risponderà di par suo e non solo a Dio, come avverrà di qui a poco.

Soluzioni targate Cisl per l’Ente Fiere in crisi I dipendenti verranno dirottati in altri uffici? COSENZA — Un nuovo, moderno e

polifunzionale quartiere fieristico a Cosenza. La storia non è fresca di giornata, sappiamo bene quanto e come se ne è discusso nei mesi scorsi fino ad arrivare alle immancabili polemiche velenose a proposito del finanziamento che sta dietro la nuova location. Ieri mattina se ne è occupata la segreteria provinciale della Cisl e il suo segretario Paolo Tramonti, in un incontro che si è tenuto a Palazzo dei Bruzi con il sindaco, Salvatore Perugini, il commissario straordinario regionale per l'Ente autonomo Fiere Cosenza, Francesco Savastano, l'assessore al Personale del Comune, Carlo Salatino, la dirigente del settore Personale Annarita Pellicori ed una rappresentanza dei dipendenti dell'Ente Fiere. Nel corso della riunione si è congiuntamente condivisa la necessità per la città di Cosenza di avere un nuovo quartiere fieristico e che pertanto, si legge in una nota «è indispensabile accelerare i tempi sia della bonifica del sito ove attualmente insistono le cupole geodetiche,

sia dell'individuazione, nel territorio comunale, di un'idonea area alternativa sulla quale far sorgere la nuova struttura. Si ritiene infatti qualificante e strategico per la città realizzare quanto già in programma per la valorizzazione delle attività economiche e produttive locali e nazionali, nel quadro delineato dal Piano strategico recentemente approvato dai Comuni di Cosenza e di Rende, in un momento caratterizzato da una crisi economica e finanziaria che tocca tutto il Paese, in cui devono essere intraprese tutte le iniziative che puntino concretamente al rilancio dei settori produttivi». Durante l'incontro è stato inoltre affrontato il tema della tutela e salvaguardia dei livelli occupazionali esistenti, seriamente minacciati dall'attuale situazione che costringe l'Ente Fiere. A questo proposito la Cisl avanza l'ipotesi di consentire l'utilizzazione di parte del personale in amministrazioni eventualmente interessate sia pure collateralmente, ma di questo se ne dovrà riparlare con gli enti principali a partire dalla Regione.

Concessionaria esclusiva di pubblicità tel. 0961.996802 fax 0961.903421-903784 Sede legale: località Serramonda di Marcellinara - Sede operativa: via Milelli 1 c/o Centro Artigianale “Le Botteghe”


il Domani Giovedì 2 aprile 2009 25

COSENZA Le “porte girevoli” da uno schieramento all’altro di buona parte dei consiglieri consentirebbero al centrodestra di far cadere il sindaco

Perugini in piedi fa gioco al Pdl? Ma invece l’amministrazione comunale regge perché va bene così più o meno a tutti COSENZA — Il bilancio è passato perché

ci sono spese in giro da completare e nessuno di questi tempi se la sente di rimanere senza soldi in portafoglio ma la riflessione politica è un’altra. Non si vede alla luce del sole e la devi andare a cercare sotto il tavolo. Con il passaggio di Giacomo Mancini nel Pdl l’assetto complessivo del consiglio comunale ha subito un primo smottamento micidiale, esponendo in pratica l’aula a un giro di valzer da una parte all’altra dell’emiciclo da far invidia ad una sala da ballo. Non sono poche le battute ironiche e dal retrogusto velenoso circa la perdita di pezzi da parte di Perugini al ritmo di un paio al giorno. In progress, in un crescendo di desolazione apparente che sfiora il paradosso in riva al Crati. Con il secondo ceffone all’aula poi, la candidatura di Pino Gentile per la presidenza della Provincia, s’è creata un’atmosfera surreale perché al trasversalismo tipico cosentino s’è aggiunta la doppia esigenza di apparati di Pd e Pdl di non andare velocemente al doppio voto per Comune e Provincia in un colpo solo.

La questione è più o meno sintetizzabile così. Il centrodestra, se solo lo volesse davvero, avrebbe i numeri domani mattina per far cadere la giunta di Salvatore Perugini ma non accade e solo i più distratti in città possono ingoiare le spiegazioni che quotidianamente vengono fornite, ora mettendo in luce un miracolo ora un altro. Ma non sta in “cielo” la buona sorte di Perugini quanto nelle stanze che contano e che sono tutte di questo mondo. Al Pdl che è in gara per la corsa provinciale e che dopo anni di ripensamenti ha finalmente deciso di metterci una faccia sui manifesti non va giù che si faccia cadere Palazzo dei Bruzi di questi tempi. Proprio ora e proprio quando equilibri complicati sono stati messi in ordine, in uno schieramento e nell’altro. Il che apre lo scenario ad una doppia chiave di lettura, buona (e anzi cattiva) sia per capire che aria tira nel Pd quanto nel Pdl. Il centrodestra che “conta” in città non vede come funzionale aprire in questo momento una gara intestina per l’individuazine del candidato a sindaco. La qualcosa innervosirebbe l’ambiente,

Palazzo dei Bruzi

distoglierebbe l’attenzione dalla corsa per la Provincia, in qualche modo creerebbe pure qualche gelosia di troppo. Meglio aspettare allora anche perché la nomination che “corre” in città nel centrodestra per la poltrona del dopo Peru

gini crea scompiglio assai al Pd vecchio stampo e questo non viene giudicato complessivamente un buon affare, oggi come oggi. In un partito e nell’altro. In altre parole lo status attuale garantisce una buona dose di quieto vivere e di tra-

sversalismo funzionale a pezzi del Pd e a pezzi del Pdl e così si tiene sulla brace Salvatore Perugini ma non per salvare lui quanto piuttosto per far scorrere l’acqua del Crati sotto i tavoli di sempre. È pratica secolare a Cosenza ma stavolta c’è un concorrente in più che farebbe bene a tenere gli occhi bene aperti. È Mario Oliverio, il candidato del Pd alla presidenza della Provincia. In teoria dovrebbe fare il tifo in curva per ogni ostacolo che supera Perugini ma se legge più attentamente in controluce la partita dovrebbe chiedersi come mai il Pdl lo preferisce in piedi, il Comune. E non piuttosto a gambe all’aria. E dovrebbe chiedersi al contempo come mai lo stesso Pdl di questi tempi preferisce come tornaconto tenersi il Pd che passa il convento a Palazzo dei Bruzi piuttosto che tornare al voto per il nuovo sindaco. Poi, solo dopo averci riflettuto attentamente, Oliverio sarà in grado di darsi le giuste risposte che non per forza devono essere a questo punto aderenti al clima pasquale. Domenico Martelli

I consiglieri del Pdl: la moglie del costruttore è un giudice del Tribunale che ha in mano inchieste “pesanti” Il senatore del Pd Bruno: che ne è del centenario di Telesio?

«Ombre nere sull’albergo dello svincolo A3» «Presi in giro da Bondi...» COSENZA — «Raccogliamo il grido di in-

dignazione proveniente da molti cosentini residenti nella zona dello svincolo autostradale di Cosenza, sconvolti dalla possibilità che l'amministrazione comunale possa acconsentire alla realizzazione di un albergo con una volumetria sproporzionata tanto da essere stato già definito il mostro dell'autostrada». Un intervento durissimo questo dei consiglieri del Pdl al Comune di Cosenza. La vicenda è contorta e la conoscono in pochi ma tra gli addetti ai lavori la “cosa” circola e fa anche scalpore. Un colosso di cemento starebbe per vedere la luce, sottoforma di albergo, nei pressi dello svincolo A3 a sud di Cosenza. Per farlo “partorire”, il progetto, il consiglio comunale avrebbe anche lasciato passare come buona una seduta bordlerline in aula con

il silenzio assordante e per molti mesi di buona parte dell’opposizione. Oggi il “risveglio” invece della minoranza sull’argomento, cosa che peraltro mette in luce altri inquietanti particolari sulla vicenda. «Ogni giorno che passa- continua la nota - emergono particolari inquietanti che lasciano trapelare cointeressenze tra ben noti settori dei partiti, ben individuate parti delle istituzioni cittadine ed anche precisi settori della magistratura. Infatti da molte parti- hanno continuato i consiglieri del Pdl- si sostiene che un congiunto del titolare dell'impresa che ha avviato la pratica per la realizzazione dell'hotel sia un magistrato del Tribunale di Cosenza che è stato chiamato a giudicare su vicende che riguardano assessori in carica della giunta comunale a cui spetta la competenza di definire tempi e

modalità della pratica urbanistica. Se le notizie che circolano a Cosenza con sempre maggiore insistenza e con sempre più dettagliate informazioni trovassero conferma ufficiale- hanno proseguito i consiglieri del Pdl- la comunità sarebbe di fronte ad uno scandalo di proporzioni enormi. Pertanto è doveroso che l'amministrazione comunale - hanno concluso i consiglieri del Pdl- ad iniziare dal primo cittadino contribuiscano ad interrompere la diffusione di illazioni, e con solerzia si impegnino urgentemente a fare piena luce sulla vicenda ed a fornire tutti i chiarimenti utili per fare chiarezza sugli interessi che sono dietro a quello che ormai a Cosenza tutti chiamano il mostro dell'autostrada». Non allora resta che rimanere in attesa di “chiarificatrici” notizie in merito.

COSENZA — Chi l’avrebbe mai detto che Bernardino Telesio sarebbe diventato oggetto di contesa politica, lui che dall’alto della statua guarda tutti dall’alto. In relazione al quinto centenario dalla nascita il governo avrebbe dovuto amanare un decreto confezionato per l’occasione ma a tutt’oggi non ve ne è traccia. Lo ricorda in giro a tutti gli altri il senatore del Pd Franco Bruno che esorta il senatore Gentile a «chiedere a Bondi il rispetto degli impegni assunti dallo stesso ministro con la città di Cosenza. Rammento infatti che grazie alle interrogazioni presentate dall'onorevole Calipari alla Camera dei deputati e da me al Senato della Repubblica, anche a seguito del sollecito dello stesso senatore Gentile e il ricorso al Tar presentato dal Comune e dall'Unical, il ministro si era impegnato ad emanare un nuovo de-

creto per la ricorrenza del quinto centenario della nascita del filosofo Bernardino Telesio, con la scelta di Cosenza come sede del Comitato nazionale per le celebrazioni. A tutt’oggi, però, non è stata assunta alcuna decisione e mentre l'anno del quinto centenario è ormai iniziato, la città di Cosenza e l'Università della Calabria sono di fatto nell'impossibilità di procedere all'attuazione dell'impegnativo e qualificatissimo progetto presentato. Un po’ la stessa situazione - continua Bruno - che si sta verificando per i quaranta milioni di euro da destinare all'emergenza frane in Calabria che il governo Berlusconi, tramite il sottosegretario Letta, si è impegnato a destinare nella regione. Ancora non si è visto un solo euro. Alla faccia dell'emergenza continua... ».

Spunta un suo appoggio alla candidatura di Pino Gentile

Il ritorno di Donnici a destra? COSENZA — Chi prova a seguirne i

movimenti ne rimane spesso disrientato ma in politica si sa, bisogna aggiornare i dati quotidianamente e con i tempi che corrono quello che lasci oggi non lo trovi certo domani. Parliamo di Beniamino Donnici, parlamentare europeo un tempo in quota Idv poi naufrago del centrosinistra e oggi con i circoli di Agorà in pista. Il suo mandato continentale è in scadenza ma qualche carta se la vuole giocare lo stesso ovviamente però non prima d’aver cambiato definitivamente schieramento. L’occasione gliela offre la corsa per la Provincia di Cosenza, come è noto assai cruciale per gli equilibri politici del presente e del futuro. E Beniamino Donnici, stupendo un po’ tutti gli addetti ai lavori non foss’altro che per le esternazioni del recente passato in senso contrario, decide di appoggiare ufficialmente la candidatura di Pino Gentile. «La candidatura alla presidenza della Provincia di Cosenza di Pino Gentile, per l'esperienza amministrativa, la conoscenza del territorio e il consolidato consenso personale appare tanto forte ed autorevole, quanto vincente» dice Donnici. «Dopo 35 anni di ininterrotta gestione del centrosinistra - ha aggiunto ancora l’eurodeputato - in questa provincia si registra più stagnazione e pigrizia che innovazione e qualità. Per rendersi con-

to di quanta diffusa sia l'esigenza di un cambiamento, basta girare per i territori e parlare con i cittadini. Si tratta, pertanto, di saperla cogliere ed interpretare aggiungendo all'esperienza del candidato presidente quegli elementi di novità e discontinuità assolutamente necessari». «Se questi segnali ci saranno - ha concluso l'eurodeputato - i comitati per la Calabria ormai presenti in quasi tutti i comuni della provincia e i tanti nostri amici sapranno determinarsi di conseguenza». Per quanto riguarda le elezioni europee Donnici ha glissato. «Ma non posso escludere sorprese», ha affermato sibillino. E nemmeno noi visto che è tutto in movimento in uno schieramento e nell’altro. Ora si tratta di vedere se al sasso tirato nello stagno dall’eurodeputato farà seguito un ammiccamento vero e proprio da parte di qualche colonnello ufficiale del Pdl, magari in grado di garantire in qualche modo a Beniamino Donnici che non tutte le vie della politica sono finite, oggi come oggi. In ballo può rientrare una nomination per l’Europa così come per il consiglio regionale e perché no, anche per altro ancora. Lui il suo “pacchetto” lo ha messo a disposizione, per chi non l’avesse capito. Dipende ora dai silenzi che arriveranno da parte del Pdl. Se saranno assordanti non se ne farà nulla.

R EGIONE CALABRIA D IPARTIMENTO ATTIVITÀ PRODUTTIVE

U NIONE E UROPEA

MANIFESTAZIONE DI INTERESSE

PER L’ISCRIZIONE ALLA COSTITUENDA BANCA DATI DELLE IMPRESE CALABRESI INTERESSATE ALLA INTERNAZIONALIZZAZIONE Il Dipartimento Attività Produttive della Regione Calabria, attraverso lo SPRINT Sportello regionale per l’internazionalizzazione delle imprese - intende dotarsi di una banca dati delle imprese interessate ad incrementare la quota di export commerciale e produttivo finalizzata alla costruzione di un Osservatorio dell’internazionalizzazione, strumento indispensabile per sostenere in maniera più efficace il tessuto imprenditoriale regionale. Pertanto, le imprese che operano sui mercati esteri o quelle potenzialmente interessate, possono presentare domanda di iscrizione alla banca dati regionale finalizzata ad informare e selezionare le aziende interessate a partecipare alle attività di promozione internazionale promosse dalla Regione Calabria. L’iscrizione è gratuita ed è condizione di priorità per la partecipazione alle attività programmate dall’Amministrazione Regionale per promuovere l’internazionalizzazione del sistema economico-produttivo calabrese. La domanda di iscrizione e la relativa documentazione sono consultabili sui siti www.regione.calabria.it/sviluppo/ e www.sprintcalabria.it. Le istanze possono essere inoltrate via e-mail (infosprint@regcal.it) o via fax al numero 0961/856439. Per ulteriori informazioni, contattare: Dipartimento Attività Produttive Unità centrale Sprint Viale Cassiodoro, Pal. Europa Tel.0961/760628 e-mail: infosprint@regcal.it IL DIRIGENTE Dott. Francesco Simonetti

IL DIRIGENTE GENERALE Ing. Antonio Martini


26 Giovedì 2 Aprile 2009 il Domani

COSENZA TIRRENO Scalea Nel popoloso quartiere i condomini della zona hanno pensato bene di recidere oltre 20 piante e di rimuovere le radici

Taglio selvaggio di pini a parco Soeve I fusti abbattuti erano presenti da circa 30 anni e davano un tocco particolare al quartiere Scalea – Gli alberi condominiali sono un bene di tutti i cittadini ma, a Scalea, sembra che non tutti lo sanno. Nei giorni scorsi gli inquilini di un intero parco “So.e.ve.” hanno deciso il taglio di oltre venti pini e la rimozione delle radici. Non si può cancellare il verde di quegli alberi dalla folta chioma che tanto ci danno respiro e ci allietano ospitando colonie di uccellini cinguettanti soprattutto in questa stagione appena iniziata e che però possono diventare una sfortuna, soprattutto se si tratta di conifere. Perché, queste piante, pur se “sempreverdi” hanno la muta degli aghi. E sono proprio gli aghi e le pigne del pino che rappresentano una pericolosa insidia per la tenuta di gronde e pluviali. Insomma, quando i rami degli alberi sporgono, la caduta delle foglie o degli aghi è un vero problema che minaccia l’ostruzione delle gronde e dei canali di scarico dei lastrici, provocando poi le infiltrazioni. Proprio per questo motivo i condomini del parco “So.e.ve.” hanno deciso di procedere al taglio di oltre venti alberi. Forse non tutti erano d’accordo su questa decisione perchè gli alberi da abbattere erano maestoSanta Maria del Cedro – Il Comitato civico costituitosi contro la nuova discarica a S. Maria del Cedro non demorde e, nell’organizzare un altro incontro pubblico per sabato prossimo, continua a sperare che qualcosa ancora si possa fare per scongiurarne la realizzazione. Quando i progetti preliminare e definitivo, approvati in giugno e agosto 2008, sono arrivati in Regione, infatti, l’autorità regionale competente ha imposto al Comune di S. Maria del Cedro alcune prescrizioni, cui occorre adeguarsi. L’inizio dei lavori è ancora lontano, dopo l’adeguamento si dovranno ripresentare i progetti, bandire la gara, dare l’incarico, ecc. Qualcuno auspica pure che, dovendosi fare le elezioni amministrative il prossimo giugno, la

Scalea: apposti i sigilli ad una vasta area

Impianto gpl abusivo sequestro della GDF Scalea – I finanzieri del Nucleo mobile della Tenenza di Scalea hanno portato a termine un sequestro di gas propano liquido presso un impianto di commercializzazione abusivo sito a Praia a Mare, in località Fosse. Sono stati individuati e sequestrati 7.812 kg di combustibile e i sigilli sono stati apposti anche all’area di 3mila metri quadri nella quale erano presenti le 516 bombole che contenevano il Gpl, mentre il responsabile della gestione e dell’uso dell’impianto abusivo, un 40enne F.M., è stato denunciato alla Procura della Repubblica di Paola. Le fiamme gialle hanno accertato che, oltre alle violazioni delle norme specifiche in materia è stato recato un serio pericolo per i residenti delle abitazioni vicine al deposito illegale. I finanzieri sono arrivati ad eseguire l’ingente sequestro al termine di una intensa attività info-investigativa, volta a mettere in evidenza le violazioni in materia di vendita di gas propano liquido, fenomeno pos-

to ad una super attenzione non solo per quanto concerne l’aspetto economico, ma anche e soprattutto per la tutela degli abitanti che vivono nei pressi dei depositi non a norma, che a volte sono ignari della vicinanza ad un pericolo così elevato in quanto privo delle più elementari norme di sicurezza e sprovvisto di tutte le autorizzazioni rilasciate dagli organi preposti. In questo caso le bombole erano detenute in totale dispregio della normativa in materia. L’elevata professionalità dei militari della Guardia di Finanza oltre a consentire l’individuazione dell’attività abusiva ha sventato ogni possibile rischio per la sicurezza della popolazione residente nelle vicinanze del deposito e ha permesso di individuare il deposito abusivo ubicato tra l’altro in una zona ricca di vegetazione e nelle immediate adiacenze di un ruscello e di una lussureggiante pineta.

S. Maria del Cedro Il comitato non demorde e organizza un altro incontro pubblico per sabato

co, a S. Maria del Cedro. Sono oltre 600 gli iscritti al gruppo, un risultato notevole, frutto di un tam tam tra “amici” all’interno del social network del momento. La promotrice ha presentato la causa come un “problema sociale”, e non sbaglia, perché, prima ancora che economica o ecologica, la difesa di un territorio è un fatto che investe la vita e il futuro dei singoli come della collettività. Niente discariche né nella valle dell’Abatemarco né altrove: questa la direzione indicata, insieme alla buona pratica della raccolta differenziata. L’opposizione a nuovi impianti di smaltimento di prima categoria, assicura il comitato, non è né un pretesto preelettorale.

Alcuni fusti tagliati

si, hanno oltre 30 anni e abbelliscono il condominio. Oltretutto nei cortili c’è il posto, per parcheggi, superiore al numero degli appartamenti, ma nulla è stato fatto per fermare “l’abbattimento” del verde e lo stravolgimento del giardino. L’amministratore condominiale, forte del parere positivo della maggioranza dei condomini, ha dato l’incarico a una ditta per il taglio delle piante, senza tenere conto dell’inestimabile patrimonio che

costituisce il verde. Qualcuno però si è accorto dello scempio denunciando l’amministratore alla locale stazione carabinieri di Scalea. Gli alberi dei giardini condominiali sono un bene di tutti i cittadini e per tagliarli non basta la decisione della maggioranza dei padroni di casa, ma conta anche il parere negativo dei condomini in minoranza. Emilia Manco

Uniti contro contro la la discarica Uniti discarica giunta uscente potrebbe non essere riconfermata e quella nuova, come ha già pubblicamente garantito, non proseguire su questa strada. I chiarimenti del sindaco Fazio in una riunione a Pastena, la contrada di S. Maria fortemente impegnata contro la discarica, non sono stati convincenti e gli abitanti del luogo continuano a lamentare la latitanza e la sordità degli altri enti locali. “In qualche modo bisogna pur fronteggiare l’emergenza”…, si commenta nelle sedi

istituzionali ma, secondo fonti regionali, si ipotizza per l’anno prossimo la fine dell’emergenza rifiuti in Calabria! Mentre, secondo Legambiente, negli ultimi 15 anni cinque regioni italiane, tra cui la nostra, sono state commissariate senza aver ottenuto risultati apprezzabili. Tutto questo disarcionando il parere delle popolazioni e ottenendo, invece, come nel caso di S. Maria, il parere del Nucleo Via, dell’Arpacal, quello favorevole con prescrizioni della Provincia

di Cosenza, delle Conferenze dei Servizi, e, adesso, anche della Regione Calabria. Una materia insostenibile, che non ha accolto il favore neanche di tutta la maggioranza: l’assessore Pietro Adduci, infatti, avendo votato contro e collocandosi, di fatto, sulla linea della minoranza, immediatamente è stato destituito dall’incarico. Anche su Facebook da tempo è apparso un gruppo che si oppone con determinazione alla costruzione della discarica nella bella vallata dell’Abatemar-

e.m.

Tania Paolino


il Domani Giovedì 2 Aprile 2009 27

COSENZA JONIO Corigliano - Malumori e divisioni negli alleati per la scelta del Pd

Rossano - Il centrodestra contrario alle scelte in materia di comunicazione

Elezioni, il centrosinistra si spacca su Aldo Algieri

L’opposizione rilancia e accusa "Sperpero di denaro pubblico"

Corigliano - Nulla di fatto, martedì sera, nella riunione che ha visto riunito il centrosinistra coriglianese per la scelta del candidato a sindaco. Il Partito democratico ha proposto all’unanimità il nominativo di Aldo Algieri, noto imprenditore e già vice-sindaco durante l’amministrazione comunale guidata dal diessino Giovanni Battista Genova. Ma la discussione è stata tutt’altro che pacifica. Nulla da eccepire sulla persona, ma la sinistra non sembra aver gradito molto questa candidatura avanzata dal Pd. Algieri ha infatti ricevuto il placet dei Verdi e di Italia dei Valori, mentre il Partito Socialista si è detto neutrale ed ha invocato una scelta unitaria e condivisa e la sinistra radicale, cioè Prc, Pdci e movimenti Città Aperta e Centro Storico, hanno, per tutta risposta, riproposto la candidatura

Una situazione che sta mettendo in difficoltà anche le altre forze politiche in vista delle future alleanze

Corigliano

dell’ex sindaco Armando De Rosis. Ma anche sul nominativo di De Rosis, espressione del movimento Città Aperta, si sono registrate frizioni, sia da parte del Pd che dei Verdi, di Idv e dei Socialisti. La coalizione si è dunque aggiornata ad oggi pomeriggio, alle 17, per vedere come uscire da questa complicata matassa. A detta degli osservatori politici, la situazione venutasi a determinare non porterebbe alcun beneficio al centrosinistra ed un’eventuale forzatura del Pd

potrebbe voler provocare la “rottura” del tavolo di coalizione. Sarebbe quindi auspicabile, secondo ambienti vicini al centrosinistra, la ricerca di una soluzione più “morbida”, ossia di un metodo di scelta più consono alle esigenze di tutte le componenti dello schieramento. Insomma una situazione che non lascia presagire alcunchè di buono, considerato che metterebbe in discussione anche le future e possibili alleanze con gli altri alleati di coalizione.

Rossano - Opposizione all’attacco dell’amministrazione Filareto. Il centrodestra, infatti, stigmatizza, in un comunicato stampa, la politica attuata dall’esecutivo in materia di comunicazione istituzionale.“Oltre 60 mila euro all’anno, se non molto di più, per raccontare aria fritta ai rossanesi e per far ridere tutto il territorio. Ecco quanto spende Filareto, senza alcuna utilità ma, soprattutto, sulla pelle dei rossanesi. Sarebbe, questa, la somma risultante tra compenso per ufficio stampa, inserzioni settimanali sul “Municipale”, presenza mediatica monopolistica del sindaco sulle tv locali (senza alcuna garanzia del diritto di replica alle opposizioni) e, adesso, anche la ri-edizione del mensile “La Città”. Mancano, ovviamente, a questo computo tutte le altre spese comunque rientranti nella competenza del settore comunicazione. Uno scandalo senza precedenti – sostengono dal centrodestra – e senza analoghi nel territorio! Il presunto “sindaco degli invisibili”, che ama guardarsi allo specchio e che non trova i soldi per portare Rossano alla Bit, nel tentativo di sfuggire alla sua reale condizione politica ed amministrativa di fantasma, trova però i fondi e somma costi a costi, solo per aumentare a dismisura la presenza mediatica, sua personale e della giunta. L’unico risultato prodotto è la moltiplicazione della spesa pubblica e per di più soltanto per ripetere notizie di

Rossano

ordinaria amministrazione, per altro già dette e ripetute sulla stampa e sulle tv. Questo si chiama sperpero di denaro pubblico, ancor più censurabile poiché, guarda caso, quest’ultima “novità” spunta fuori a poche settimane dalle provinciali. “La Città” nasce, come ricorda solo parzialmente il Comune, negli anni ’90. Ma non si dice esattamente quando e su iniziativa di chi. Lo dice l’opposizione: dell’allora sindaco Caputo che, con quella scelta, allora pionieristica assieme ad altre, avviava un nuovo metodo di dialogo, prima inesistente, tra cittadini ed ente”.

Trebisacce - Il partito si pone come elemento di novità nel quadro tradizionale del sistema locale Corigliano - Sotto accusa Loiero e la Regione Calabria

"Calabria riformista" scioglie le riserve Il porto nell’incuria Alla Provincia il candidato è Marco Verri attacco della Straface Trebisacce - Sarà Marco Verri il candidato al collegio di Trebisacce della lista “Calabria Riformista” alle prossime elezioni provinciali. La decisione è stata ufficializzata dallo stesso Verri, presidente della Pro Loco che, come egli stesso ha precisato, si è autosospeso dall’incarico nel rispetto di quanto previsto dallo statuto. "Sono orgogliosodiquestacandidaturaall’interno di Calabria Riformista – ha aggiunto Marco Verri – Ho aderito a questo ambizioso progetto che ha come componente fondamentale l’amore per il territorio,perlanostraterra.Iononsono nato qui, ma ho eletto a mia patria la Calabria e di questi luoghi sono innamorato. Il cuore, la passione, sono il

valore aggiunto che Calabria Riformista mette in campo, perché c’è una differenza sostanziale tra chi usa la politica e che, come noi, la politica vuole farla". Nel corso dell’iniziativa è stato sottolineato che Calabria Riformista si pone come elemento di novità nel quadro tradizionaledelsistemapartitico.Quella condotta da Calabria Riformista sarà una campagna elettorale sobria, misurata e concreta. Non imbratteremo i muri delle strade, delle città, dei nostri centri storici con manifesti elettorali. Invece che sperperare denaro in manifesti impiegheremo quanto risparmiato nelle adozioni a distanza. Trebisacce

Corigliano - “L’inchiesta del Tgr Rai Calabria sui Cantieri Nautici del Porto di Corigliano fornisce l’esatta dimensione dello stato di incuria in cui versa l’importante infrastruttura portuale”. E’ quanto sostiene in una nota il consigliere provinciale del PdL, Pasqualina Straface.“Le telecamere di Pino Nano hanno descritto la situazione di stallo che si deve attualmente registrare per il Porto di Corigliano Calabro. Una infrastruttura nella quale opera la più importante flotta peschereccia del Mezzogiorno insieme a quella di Mazara del Vallo – sottolinea Pasqualina Straface, che è candidata a Corigliano Calabro per il PdL alla carica

di sindaco – ma dove i pescatori trovano scarso supporto logistico nella loro attività”. “Il Porto di Corigliano Calabro fonda ancora la sua attività sul passato, grazie al lavoro e all’impegno dell’attuale Parlamentare calabrese Giovanni Dima, anche quale assessore regionale sino al 2005. Da allora però sono stati vanificati sia i finanziamenti destinati che le opere infrastrutturali. Il rilancio del Porto di Corigliano Calabro e della sua flotta, rientra nel programma del Centrodestra per le prossime amministrative comunali. Oggi qualunque altra rassicurazione da parte della Regione Calabria risulta tardiva ed ipocrita”.

Marcata denuncia dell’Udc di Cariati all’amministrazione comunale guidata da Sero

Aumenti imposte e Tarsu, polemica a Cariati Cariati - “Non c’è peggior sordo di chi non vuol sentire!” Esordisce così il segretario dell’Udc di Cariati, Domenico Liguori, commentando gli ultimi proclami dell’amministrazione comunale che “tutto fa meno che rispondere seriamente ai quesiti che puntualmente poniamo nell’interesse della chiarezza e della trasparenza. Un’amministrazione che dichiara di non temere il confronto e poi puntualmente ignora i nostri diversi inviti a sostenere un dibattito pubblico con possibilità di contraddittorio, sul tema del bilancio.

Cari amministratori, quell’invito è ancora valido!” Il responsabile del settore economico dell’Udc, Francesco Cosentino, candidato nel collegio di Cariati per le prossime elezioni provinciali, ribadisce che sono stati aumentati, “in modo poco chiaro, inopportuno e per molti versi illegittimo, i tributi inerenti acqua, Tarsu ed Ici (in particolare per le aree fabbricabili) senza un corrispondente miglioramento di servizi o della creazione di nuovi. Questi aumenti, come si legge dalle delibere comunali, registrano incrementi che van-

no dal 21% al 93%. A titolo di esempio, per una bolletta di acqua con un consumo di 300 mc, nel 2009 i cariatesi dovranno sborsare circa 280 euro contro i circa 214 euro del 2008, 66 euro in più, pari ad un aumento del 30%. E trattasi di acqua ai limiti della potabilità!” “Questo aumento del costo dell’acqua – dichiarano dall’Udc – contrasta con quanto previsto dal Cipe che ha deliberato che l’incremento dei servizi di acqua, fognatura e depurazione, possono essere effettuati sulla base del rispetto di determinati requisiti e

nella misura massima del 5%. Perciò, ad oggi, per la Corte dei Conti nessuna modifica è possibile. Per quanto riguarda l’aumento della Tarsu, l’assessore Strafaci ci spieghi quale Indice Istat ha utilizzato, perché non esistono variazioni Istat così elevate. La verità e che la Tarsu viene aumentata per far pagare ai cittadini il costo di servizi previsti sulla carta ma, in realtà, mai espletati come quelli della raccolta differenziata. A tal proposito chiediamo come è stato utilizzato il parziale finanziamento dei 101.386,60 euri to-

tali che la Regione Calabria avrebbe dovuto stanziare al nostro comune per il progetto della raccolta differenziata e che avrebbe dovuto avere come obiettivo la riduzione della Tarsu e non il suo aumento. A tal proposito, ci piacerebbe anche sapere una volta per tutte, se il debito di 700.000 euro del comune di Cariati nei confronti della Sibaritide, dichiarato esistente realmente dallo stesso presidente della società sulla stampa locale, secondo il nostro sindaco esiste e se si perché non risulta in bilancio”.


30 Giovedì 2 Aprile 2009 il Domani

VIBO VALENTIA - CITTÀ Un’ordinanza vieta lo sbarco e la movimentazione del combustibile nell’area portuale. Enti locali e Asp concordano

Petcoke, il no della Capitaneria di Porto Prima battaglia vinta per cittadini e associazioni protagonisti di azioni di protesta VIBO VALENTIA — La civile batta-

glia degli abitanti di Vibo Marina sembra sortire gli effetti voluti, addirittura con una tempistica tale da destare meraviglia. Una meraviglia in positivo, stavolta! Come si ricorderà, semplici cittadini lì residenti ed altri costituitisi in associazione (in tal senso si segnala in particolare l’intensa attività portata avanti dal movimento “Comune Porto Santa Venere”, associazione che, nata per tentare l’autonomia amministrativa di Vibo Marina, da tempo si caratterizza per una serie di iniziative anche dedicate ai temi ambientali) si sono attivati con un’opera di sensibilizzazione a proposito dello sbarco di petcoke, che periodicamente si verifica sul territorio. Il petcoke è utilizzato come combustibile dalla cementeria che da un lustro opera a Vibo Marina e l’attività di sensibilizzazione sul tema, rivendicando la necessità di un puntuale controllo del suo uso ha condotto in questi mesi a risultati insperati: maggiore controllo degli enti preposti alla tutela e maggiori accortezze sul suo trattamento; ha portato a risultati significativi con il sostegno del Coordinamento delle associazioni; all’avvio di una flebile discussione in seno al Consiglio Comunale, grazie all’interessamento del consigliere Pino Gambardella; ad un monitoraggio da parte dell’assessorato regionale all’Ambiente, all’avvio di una indagine da parte della Procura vibonese. Ora, quella che può considerarsi

Tropea, energia e tutela dell’ambiente: Comune e Confindustria a confronto

Cementeria che utilizza il Petcoke

una svolta con l’ordinanza della Capitaneria di Porto di Vibo Marina con la quale viene emesso il “divieto di sbarco e movimentazione sotto qualsiasi forma del materiale denominato “Pet Coke” nel locale ambito portuale”. Il provvedimento, spiegano alla Capitaneria di Porto di Vibo Marina, scaturisce da una “attività istruttoria avviata dopo un periodo sperimentale di qualche mese, al fine di vagliare le eventuali problematiche emerse in esito al traffico marittimo in questione, ed ha visto coinvolti Enti ed Amministrazioni territoriali titolari di funzioni amministrative e/o tutorie in materia ambientale e di salute pubblica, quali: Provincia, Comune, Azienda sanitaria provinciale, Arpacal - Dipartimento Provinciale; acquisendo anche il qualificato parere del consulente chimico del Porto”. Dopo alcuni lavori preliminari, infatti, pochi giorni fa (il 27 marzo scorso) presso la stessa Capita-

neria di Porto, si è svolta la Conferenza dei Servizi finale nella quale all’unanimità tutti gli intervenuti hanno espresso parere negativo in merito allo sbarco e movimentazione del “Pet Coke” nel porto di Vibo Marina per “motivi di criticità ambientale connesse alle attuali tecnologie, attrezzature e sistemi di sbarco”. Durante la stessa conferenza sono emerse problematiche tecniche ed operative connesse all’ormeggio delle navi che trasportano il prodotto in questione, nonché di sicurezza portuale dovute alla congestione durante lo sbarco, delle banchine, delle aree carrabili e delle strade in ambito portuale ed immediatamente limitrofe, soprattutto in considerazione della vicinanza di un deposito costiero di oli minerali. Da qui la decisione di opporre divieto di sbarco e di movimentazione di pet-coke. Maurizio Bonanno

I Democratici guardano di nuovo al Pdm e non solo. La voglia di autonomia ricade sulla Giunta

Il Pd, Sammarco e le correnti VIBO VALENTIA — Quanto consumatosi durante l’ultima seduta del Consiglio comunale, se fossimo in un contesto politico che risponda alle più elementari regole del confronto democratico, avrebbe dovuto provocare un terremoto capace di scrollare la Giunta ed il sindaco Sammarco. Sullo sfondo il “dramma politico” che sta vivendo il Pd della provincia, che, dopo una sontuosa campagna di tesseramento, non riesce a celebrare (unico caso in Italia!) il suo congresso con relativa nomina di segretario e gruppo dirigente, invischiato in una scandalosa bagarre dalla quale nemmeno politici navigati, come Loiero e Minniti (giusto per fare qualche nome) riescono a trovare una via d’uscita. E così, la granitica e numericamente inattaccabile maggioranza che regge il sindaco Franco Sammarco, si è dipanata in mille rivoli (che nemmeno le vecchie correnti di democristiana memoria!), con il pericolo che una loro confluenza, inevitabilmente conflittuale, potrebbe provocare una tale piena del fiume da inondare sindaco e giunta. È successo, infatti, che in piena seduta consiliare Giuseppe De Grano (un passato politico diviso tra Pci, Pds, Ds, Pd, compresa una precedente esperienza come assessore provinciale con presidente Bruni) abbia preso la parola per annunciare che un gruppo di consiglieri finora parte del gruppone Pd si dissociava andando a riformare il vecchio Pdm (quel partito creato qualche tempo fa da Loiero e Bruni, poi confluito nel nuovo Pd). Il concetto, tortuoso ma chiaro, in sintesi è questo: per il momento non lasciano il Pd, non lasciano la maggioranza che regge il sindaco, ma si di-

chiarano autonomi rispetto alla stessa maggioranza. A fare parte di questo gruppo, che, dunque, si dissocia ma non troppo, sono oltre a De Grano: Matteo Cataudella, Antonino Rocco, Francesco Piperno, Santino Gurzillo, Bruno Greco, Antonio Scriva. Ma non basta, perché non mancano i distinguo rispetto a questo annuncio. Cioè, capita che tra questi 7 consiglieri che stanno ancora nella maggioranza ma si dichiarano autonomi, vi sia qualcuno che si dichiara “autonomo rispetto a questo gruppo di autonomi”! Bruno Greco, infatti, da qualche giorno ha annunciato la sua intenzione di lasciare il Pd per mantenere una “posizione equidistante tra destra e sinistra” (preludio ad un passaggio nell’Udc?). Antonio Scriva, già esponente dei Socialisti poi migrati nel Pd, annuncia a sua volta la volontà di “autonomia” rispetto al neonato gruppo Pdm in consiglio comunale ed al partito ufficiale (ovviamente il Pd). Ed infine, rimane da scoprire quali sono le intenzioni di altri due consiglieri, Michele Petullà e Domenico De Luca) strategicamente assenti nel corso dell’ultima seduta consiliare. Fin qui è chiaro il caos che incombe sulla maggioranza ed il sindaco Sammarco? Perché, se si è riusciti a fare una mappa del consiglio comunale così rivisitato, ora bisogna passare ad analizzare le ripercussioni politiche nell’esecutivo! Perché l’aplomb con il quale il sindaco Sammarco ha registrato le scosse telluriche della sua maggioranza, non possono nascondere una, sia pur minima, preoccupazione. Perché non può rimanere indifferente il disegno della giunta rispetto ai nuovi equilibri consiliari. Infatti, i 10 assessori che fanno parte

dell’esecutivo Sammarco hanno - inevitabilmente! - dei riferimenti politici, al punto da apparire fortemente squilibrata la giunta oggi in carica, alla luce degli ultimi sommovimenti consiliari. Proviamo a capirci qualcosa. Il gruppone del Pd, registra almeno tre “anime”: quella dei vecchi Ds che hanno in giunta gli assessori Enzo Insardà e Antonio Iannello (che però gli ex Ds da tempo disconoscono caricandolo in quota al sindaco); quella dei “Riformisti” che, contano 5 consiglieri, hanno un solo assessore, Contartese; quella degli ex Margherita hanno a loro volta un assessore, Enzo Romeo. Il rinato Pdm, con cinque consiglieri più uno (Greco) ha invece in giunta tre assessori: il vicesindaco Antonino Daffinà, Pasquale Barbuto e Giuseppe Mirabello. I “Socialisti”, che sono nel Pd ma in consiglio hanno Scriva che si è dichiarato “autonomo”, hanno un assessore: Carmelo Aiello. Rimane, poi, da conteggiare Giovanni Colace, assessore a suo tempo nominato dagli ex Udeur, del leader locale Marco Talarico, confluiti, sia pure con una loro precisa autonomia (tre i consiglieri che siedono a Palazzo Luigi Razza), nel Pd vicino al presidente della Provincia, De Nisi. Per completezza di informazione, ricordiamo che il partito socialista (che non fa parte del Pd) conta, a sua volta, un assessore, Fusca. Capito il caos che impera nel centrosinistra vibonese? Compresa la bagarre che si dimena intorno al sindaco Sammarco? Può una città essere governata in questa babele? Ma. Bo.

VIBO VALENTIA — In un clima sereno e cordiale, si è tenuto presso l’amministrazione comunale di Tropea, un incontro tra il presidente della sezione Energia e Ambiente di Confindustria Vibo Valentia, Domenico De Lorenz o ed il sindaco di Tropea, Antonio Euticchio. L’iniziativa si inserisce in un contesto di attività già avviate dalla sezione Energia e Ambiente, mirate ad una sensibilizzazione della salvaguardia ambientale, con particolare riferimento al risparmio energetico ed alla tutela del territorio, per condividere azioni e strategie volte a supportare “l’ambiente” in un comune ad alta densità turistica come Tropea e a promuovere programmi finalizzati all’attivazione della logica “impatto zero” da parte degli enti deputati a favorire le politiche ambientali. È stata evidenziata l’importanza di «un sistema di impianti fotovoltaici che interessi anche le scuole e non solo, impianti di depurazione altamente efficienti a totale garanzia del rispetto delle norme vigenti ed un programma di interventi idrogeologici mirato a preservare la cittadina tirrenica da problemi di carattere meteorologico». Sono state queste le tre priorità esaminate e condivise e che verranno quanto prima sviluppate per un processo di risanamento ambientale stabile e duraturo. Il presidente De Lorenzo ha dichiarato che è «assolutamente necessario guardare ad un sistema di relazioni

Tra le priorità: impianti fotovoltaici depurazione e un programma di interventi idrogeologici maturo e condiviso con gli enti locali, al fine di poter collaborare alla realizzazione di un partenariato che possa curare e salvaguardare l’ecosistema del nostro territorio». «È infatti nostra intenzione - ha aggiunto De Lorenzo programmare analoghi tipi di intervento di supporto, anche con altri comuni della provincia». Il sindaco Euticchio da parte sua, ha sostenuto come queste iniziative siano ormai «improcrastinabili per il Comune di Tropea e per alcune di esse sarà previsto anche un concorso di idee che possano proficuamente contribuire al successo di quello che sarà programmato». «Siamo inoltre onorati - ha concluso il sindaco - di portare avanti questa forma di collaborazione con Confindustria che, siamo certi, potrà dare i risultati sperati». Ma. Bo.

Cuochi vibonesi, la “Matteo Malerba” inaugura il programma del 2009

Cuochi della “Matteo Malerba”

VIBO VALENTIA — Ostinatamente im-

pegnata a promuovere il territorio e la sua gastronomia, a valorizzare le professionalità e ad alimentare... peccati di gola, l’associazione provinciale cuochi vibonesi “Matteo Malerba” ha inaugurato il calendario delle iniziative per il 2009, organizzate con il coordinamento del presidente Aurelio Raniti, del segretario Costantino Loiacono e dei componenti del direttivo. Obiettivo, come spiega Raniti, «porre in risalto le grandi potenzialità che, sul piano culinario ed enogastronomico, caratterizzano la nostra provincia, ma anche per veicolare le conoscenze e gli esempi professionali in un circuito più vasto affinché diventino patrimonio comune». I cuochi vibonesi hanno scelto di iniziare dalla pasticceria, affidandosi ad un’icona del settore a livello regionale e nazionale, il maestro Ignazio Comito, che a beneficio degli associati ha tenuto due lunghe e prelibate lezioni nell’ambito dello speciale “Corso di dolce al cucchiaio”. Nell’intensa due giorni il maestro Comito ha spiegato l’importanza della scelta dei

prodotti per un dolce sublime, l’accuratezza nella preparazione, i segreti per colpire dritti al cuore e alla gola, lo stile nel realizzare composizioni che stuzzichino la fantasia «perché - dice il palato è ciò che conta, ma anche l’occhio vuole la sua parte». E gli aderenti all’Apcv “Matteo Malerba” hanno imparato alcuni dei segreti per una irresistibile pasticceria di qualità, approfittandone anche per scambiarsi opinioni e conoscenze. Nei prossimi giorni i cuochi vibonesi concluderanno questo ciclo di studio partecipando al “Corso di zucchero artistico” che sarà guidato dal maestro Giuseppe Piperno, al “Corso artistico di pasta pane”, diretto dal maestro Nicola Stratoti, e al “Corso di piatti freddi estivi” e al “Corso di intaglio di verdure” che saranno presieduti dal maestro Antonio Ramondino. Il presidente Aurelio Raniti ha voluto ringraziare «quanti si sono impegnati per difendere le tradizioni enogastronomiche senza però rinunciare anche all’innovazione». M. B.


il Domani Giovedì 2 Aprile 2009 31

CROTONE Comune di Isola Capo Rizzuto nel mirino. La Guardia di finanza segnala alla Corte dei conti e alla Procura un buco ingiustificato nelle casse dell’ente

Redditi di solidarietà, danno erariale per 23 milioni Gli inquirenti sottolineano “la sostanziale mancata attuazione degli obiettivi sociali” CROTONE — Milioni e milioni di euro per offrire un sostegno a chi non riesce ad arrivare alla fine del mese, a quelli definiti in gergo tecnico “soggetti economicamente svantaggiati”, persone che forse, non hanno ricevuto, magari non tutti di loro, gli aiuti materiali tanto sperati. II quadro delle anomalie gestionali sul “reddito minimo di inserimento” segnalate dal nucleo di Polizia tributaria della Guardia di finanza di Catanzaro alla Corte dei conti e alla Procura di Crotone, riguarda il Comune di Isola Capo Rizzuto e tredici persone, tra sindaci, commissari, segretari comunali e funzionari dell’ente ritenute responsabili di un danno erariale per circa 23 milioni di euro. Le indagini delle Fiamme gialle coordinate dal procuratore regionale della Corte dei conti per la Calabria Cristina Astraldi, riguardano fondi per 35 milioni di euro erogati dal ’98 al 2002 (con gestione protratta fino al 2007) e, secondo i dettami di legge, da destinare a cittadini residenti al comune di Isola Capo Rizzuto esposti alla povertà e all’esclusione sociale. Dei 35 milioni, quasi 23, secondo il quadro di indagine, sarebbero contrassegnati della gestione irregolare, al punto che “attesa la mancata esibizione della gran parte della documentazione richiesta dai finanzieri non è

Un momento della conferenza stampa a Catanzaro

stato possibile individuare con sicurezza neppure l’effettiva destinazione degli importi mancanti”. Di più, per gli inquirenti ne è derivata “la sostanziale mancata attuazione degli obiettivi solidaristici” previsti dalla legge. I particolari dell’indagine sono stati illustrati ieri mattina a Catanzaro con una conferenza stampa alla presenza, tra gli altri, del comandante regionale della Guardia di finanza Gaetano Giancane, che, d’accordo con il procuratore Astraldi, ha definito l’operazione investigativa portata avanti dal Nucleo provinciale di polizia tributaria diretto dal colonnello Castriglianò

«un importante messaggio per i cittadini». Ma veniamo all’indagine. Le irregolarità si fonderebbero intanto sul ricorso reiterato alle anticipazioni di cassa (le risorse statali venivano anticipate dal Comune) “in carenza dei requisiti di legge e in difformità delle procedure previste”. La legge impone ai Comuni che le anticipazioni di cassa vengano adottate sulla base di puntuali deliberazioni della Giunta comunale che autorizzino espressamente l’impiego delle somme vincolate. In più l’ammanco di somme vincolate deve essere colmato con tempestività reintegrando le risorse impegnate con

l’anticipazione. A Isola Capo Rizzuto però non sarebbe andata proprio così. E infatti, dai controlli effettuati presso il comune del Crotonese risulta che “spesso non sono state neanche esibite ai finanzieri le delibere della Giunta comunale e le ulteriori conseguenti documentazioni”. Il risultato è che non è stato possibile capire quanto davvero anticipato e quanto reintegrato nelle casse dell’ente. In sostanza “in ordine alla gestione del contributo pubblico si è rilevato un buco non giustificato dall’ente locale” per 22 milioni 754 mila euro. Come se non bastasse, gli elenchi dei soggetti aventi diritto al reddito minimo di inserimento “non erano compilati correttamente”: in molti casi erano sprovvisti delle quietanze che dovevano essere sottoscritte da coloro che “avrebbero” ritirato le somme. Oltre al danno la beffa. Le difficoltà nel ricostruire la gestione amministrativo-contabile dei fondi, ha dilatato i tempi tecnici del controlli al punto che su una parte del danno erariale cade il rischio della prescrizione. La vicenda però, oltre che alla magistratura contabile, è stata rappresentata alla Procura del tribunale ordinario di Crotone, che potrà stabilire l’eventuale rilevanza penale dei fatti. Francesco Ciampa

Omicidio Cavallo

A giudizio Corrado Il giudice dell'udienza preliminare distrettuale di Catanzaro ha rinviato a giudizio Andrea Corrado, 20 anni, di Crotone: dovrà rispondere dell’omicidio di Giuseppe Cavallo, 27 anni, ucciso nel primo pomeriggio del 25 marzo 2008 nella frazione Papanice di Crotone in risposta all’agguato, avvenuto solo due giorni prima, nel quale era stato assassinato il boss Luca Megna e sono rimaste ferite la moglie e la figlioletta di appena 5 anni.

Spaccio di droga

Denunciati anche minori Due persone tratte in arresto dai carabinieri di Crotone e dello squadrone “Cacciatori” Calabria di Vibo, con l’accusa di detenzione a fine di spaccio di stupefacenti. Per lo stesso reato denunciati a piede libero due minorenni, di 16 e 17 anni. I militari durante un servizio ad Acquabona hanno sequestrato circa 200 grammi di droga. In manette sono finiti Francesco Bevilacqua, di 40 anni, e Domenico Ruberto, di 39 anni.


Pag. 32

REGGIO il Domani

Concessionaria esclusiva di pubblicità telefono 0961996802 fax 0961903421

Giovedì 2 Aprile 2009

Redazione: loc. Serramonda - Z.I. Marcellinara (Cz) - tel. 0961.996802 | fax 0961.903801 - E-mail: catanzaro@ildomani.it | www.ildomani.it

Concessionaria esclusiva di pubblicità telefono 0961996802 fax 0961903421

CRONACA Antonino Caracciolo e Clelia Cutrì sono accusati di far parte di una “rete” di specialisti in fenomeni fraudolenti a danno delle compagnie

Coniugi in manette per frode assicurativa L’indagine, oltre ai domiciliari per la coppia, ha portato alla denuncia a piede libero di altre 47 persone REGGIO CALABRIA — Richiedevano risarcimenti ed indennizzi per incidenti che in realtà non si erano mai verificati. Due coniugi reggini sono così finiti in manette con l’accusa di frode assicurativa. Antonino Caracciolo e Clelia Cutrì non sono nuovi a questo tipo di truffe. La coppia, infatti, era già nota alle forze dell’ordine per il loro vizietto di frodare le assicurazioni. Marito e moglie, secondo gli uomini della Polizia Giudiziaria della Procura e della Compagnia Carabinieri di Reggio Calabria, che hanno condotto le indagini per circa due anni, sono accusati di far parte di una “rete” di specialisti in fenomeni fraudolenti a danno delle compagnie assicurative. L’indagi-

Antonino Caracciolo

ne, oltre all’arresto dei due coniugi (finiti ai domiciliari), ha portato alla denuncia a piede libero di altre 47 persone. Secondo quanto accertato dai carabinieri, Caracciolo e Cutrì agivano assieme ad un noto avvocato di Reggio, T. G. di 66 anni, e ad alcuni periti assicurativi - A. A. e C. G. di 62 e 60 anni. In particolare il gruppetto - grazie all’impiego di strumentazione informatica che produceva falsa documentazione, certificazione medica, attestati di rischio, polizze e contrassegni - formulava e documentava richieste di risarcimento ed indennizzi per sinistri che in realtà non si erano mai verificati e o che invece si erano verificati con modalità diverse da quel-

le descritte nei modelli Cai e Cid. Ciò per indurre le compagnie assicurative a rilasciare polizze a costi più bassi rispetto alle condizioni previste. Il sodalizio, nei modelli di denuncia, inseriva dati anagrafici di persone estranee ai fatti, ricavati attraverso l’archivio che la coppia deteneva per via della loro professione. I carabinieri sono risaliti alla truffa dopo aver chiesto chiarimenti in merito ad alcuni incidenti stradali alle persone che li avevano provocati, i quali tuttavia avevano negato di esserne stati coinvolti. Da qui l’indagine, che ha svelato la frode assicurativa messa in atto dal sodalizio criminoso. Angela Latella

Clelia Cutrì

IL FATTO Il presidente del Consiglio regionale Bova, ha ricevuto ieri il comandante dell’Italia sud-occidentale della GdF L’EVENTO Sabato prossimo nella Sala Biblioteca dell’Archivio di Stato

Il generale Michelacci a palazzo Campanella Un “ponte” per l’Ungheria REGGIO CALABRIA — Il presidente

del Consiglio regionale della Calabria, on. Giuseppe Bova, ha ricevuto ieri a palazzo Campanella il comandante interregionale dell’Italia sudoccidentale della Guardia di Finanza, generale Mauro Michelacci. L’incontro si è svolto nell’ambito della visita in riva allo Stretto dell’alto ufficiale, insediatosi nello scorso mese di gennaio al vertice del comando di Palermo, che ha giurisdizione su Sicilia e Calabria. Il generale Michelacci, accompagnato in Consiglio regionale dal comandante provinciale reggino, colonnello Alberto Reda, si è soffermato sulle funzioni di polizia economico-finanziaria svolte dalla Guardia di Finanza, che rappresentano il “core business” del Corpo. In particolare, sono stati rimarcati i risultati conseguiti in Calabria non solo nell’azione di contrasto ai fenomeni elusivi e di evasione tributaria, ma anche e soprattutto i successi conseguiti nella più vasta attività di contrasto alla criminalità organizzata in campo patrimoniale. Il presidente Bova ha espresso il proprio apprezzamento per il proficuo lavoro che, quotidianamente, le Fiamme Gialle svolgono sul territorio. «La vostra professionalità - ha detto il massimo responsabile del-

L’on. Bova e il generale Michelacci

L’alto ufficiale si è insediato a gennaio al vertice del comando di Palermo, che ha giurisdizione su Sicilia e Calabria

l’Assemblea calabrese al Comandante – ha consentito di ottenere risultati assai importanti in una realtà come la nostra, in cui le forze criminali esercitano un potere economico fortissimo. La Guardia di Finanza, certamente, continuerà a garantire il massimo impegno in un contesto come quello calabrese, in cui il forte bisogno di sicurezza e legalità non può non coniugarsi con i diritti di libertà che appartengono a ciascuna e ciascuno di noi».

REGGIO CALABRIA — Sabato 4 aprile alle ore 11 nella Sala Biblioteca dell’Archivio di Stato di Reggio Calabria si terrà un incontro di studi su “Gli aiuti ungheresi al popolo reggino in occasione del terremoto del 1908”. Lappuntamento rientra in un percorso atto al recupero della memoria storica ed indirizzato a consolidare ulteriormente le fondamenta di quel ponte culturale che unisce il territorio alla terra magiara, prefiggendo così un programma a vasto raggio atto ad approfondire i legami tra le due aree. Cento anni fa, esattamente nel marzo del 1909 si costituiva a Budapest una Fondazione atta agli aiuti umanitari nei confronti dei sopravvissuti al terremoto del 28 dicembre del 1908 che aveva portato morte e distruzione nell’area dello Stretto. Nel corso della conferenza, alla quale interverranno il Direttore dell’Archivio di Stato di Reggio Calabria Lia Domenica Baldissarro, verranno presentati i risultati delle ricerche archivistiche di Gianni Aiello presidente del Circolo Culturale “L"Agorà”, relativi agli aiuti che giunsero in quell’occasione dal territorio stato magiaro. Vista l’importanza dell’argomento, l’incontro ha ricevuto l’Alto Patronato dell’Ambasciata della Repubblica di Ungheria, e, tra l’altro, nel corso della gior-

nata di studi di sabato prossimo si prevede la presenza del Console Onorario della Repubblica di Ungheria prof. ssa Adelayde Sotyi Santamaria. Quindi Reggio Calabria e l’Ungheria, due terre lontane unite virtualmente da un "ponte" che poggia sulle fondamenta della multiculturalità , che si chiama "à? rpà dâ??: un Centro studi attivo a far data dal 2005 è in città, nato per ravvicinare concretamente Reggio e lUngheria per riallacciare i rapporti storico culturali con lo Stato magiaro. L’attività della valorizzazione delle proprie radici è sempre segno distintivo dello statuto del Circolo Culturale "L’Agorà", e sulla stessa scia sono improntate le attività del nuovo Centro studi che guarda all’Ungheria e alla sua storia. Ma il laboratorio di ricerca è anche un valido strumento di confronto, che nel contempo crea una "agorà", raffrontandosi, quindi, come avveniva nel mondo egeo, dove nell’antica piazza si commisuravano diverse culture e modi di pensiero. Quindi uno scambio culturale che si pone comeè confronto fra culture anche se geograficamente lontane, vicine per le varie vicissitudini che il popolo ungherese e quello italiano e nella fattispecie quello meridionale e reggino in particolare hanno affrontato nel corso dello scorrere del tempo.

L’INTERVENTO Nuccio Pizzimenti (Fi) sul Bilancio di previsione e Piano Triennale delle opere pubbliche

«Per Torre Nervi stanziati un milione e mezzo di euro» REGGIO CALABRIA — Nuccio Pizzimenti, presidente del gruppo consiliare di Forza Italia verso il Pdl al “Centro Storico” del Comune di Reggio Calabria, interviene sul Bilancio di previsione e Piano Triennale delle opere pubbliche 2009-2011 esprimendo «un plauso all’ Amministrazione Comunale guidata dal Sindaco Giuseppe Scopelliti per lo stanziamento di un milione e mezzo di euro per gli interventi di ecoqualificazione della “Torre Nervi”». Nuccio Pizzimenti ritiene che «Reggio aspira ad essere città turistica e non si poteva permettere il lusso di lasciare abbandonato a sé stesso la “Rotonda Nervi”, (mi permetto di usare questa defini-

zione poiché intravedo nella “Torre Nervi”) la riproduzione della famosa rotonda sul mare ormai demolita da anni. Una politica di respiro corto non giovava alla città ed all’incantevole torre “Nervi” da sempre in abbandono. Evidenti sono i segni del suo deterioramento. Il programma operativo di Reggio “città turistica”, portato avanti egregiamente dall’Amministrazione Scopelliti, non poteva fare a meno di pensare alla valorizzazione della struttura punto d’eccellenza della nostra città». Nuccio Pizzimenti mette in evidenza «i lidi sul lungomare Italo Falcomatà, che rappresentano una delle tante felici intuizioni

dell’Amministrazione Comunale ed in particolare del Vice Sindaco Giuseppe Raffa. Oggi è stato il momento giusto per pensare al futuro di una struttura, il cui stato di semiabbandono, più volte e da più parti denunciato, cozza incredibilmente con l’esistenza dei lidi limitrofi (gestiti da privati), disposti lungo tutta la via Marina e divenuti, negli ultimi anni, punto di riferimento per bagnanti e turisti». Nuccio Pizzimenti conclude la nota stampa con un auspicio «importante sarà il dissequestro dei gazebo sul lungo mare per il rilancio dell’intera area. Non posso che augurami di avere buone notizie in questi giorni».

Concessionaria esclusiva di pubblicità tel. 0961.996802 fax 0961.903421-903784 Sede legale: località Serramonda di Marcellinara


il Domani Giovedì 2 Aprile 2009 33

REGGIO CALABRIA CITTÀ REGGIO CALABRIA — Un banale litigio per confini territoriali stava per trasformarsi in tragedia. Accecato dall’ira, infatti, un uomo ha preso a bastonate il cognato. Con l’accusa di tentato omicidio è finito in manette un manovale di Cannavò, Antonio Nicolò di 61 anni, il quale, al culmine di una lite, ha colpito ripetutamente con un bastone di legno Francesco Nicolò, di 63 anni. La vicenda si è verificata nel pomeriggio di martedì. Ad intervenire sono stati i militari della stazione di

CRONACA Un manovale di Cannavò, Antonio Nicolò di 61 anni ha colpito con un legno il parente Francesco Nicolò

Bastona il cognato per confini territoriali Cannavò, a seguito della segnalazione di un’aggressione alla centrale operativa del comando provinciale dell’Arma. Quando sono giunti in Contrada Sant’Oliva, i militari hanno prestato i primi soccorsi alla vittima, che aveva diverse ferite sanguinanti alla testa ed al volto. E’ stato lo stesso

Francesco Nicolò a raccontare ai carabinieri che a ridurlo in quelle condizioni era stato il cognato, il quale lo aveva preso a bastonate dopo l’ennesima lite per questioni di confine. Chiesto l’intervento dei sanitari del 118, che hanno prestato le prime cure, la vittima è stata trasportata al

pronto soccorso degli ospedali Riuniti di Reggio Calabria. I carabinieri, una volta repertata e sequestrata l’arma usata per le percosse, hanno rintracciato Antonio Nicolò, arrestandolo con l’accusa di tentato omicidio. Ang. Lat.

Antonio Nicolò

L’INTERVISTA Il nuovo questore Carmelo Casabona, successore di Santi Giuffrè, discute con la stampa della linea che sarà perseguita

«Continuità contro la ‘ndrangheta» «La metodologia sarà quella usata con mafia e camorra. Tutti hanno lo stesso obiettivo: l’illecito arricchimento» REGGIO CALABRIA — «E’ la prima

volta che sono a Reggio ma ho già un’idea del territorio. Sono particolarmente motivato perché la Questura reggina è ben strutturata e quindi è un posto ambito, ha già ottenuto dei successi e non c’è che dare continuità». Quarantadue parole che condensano il discorso di presentazione del nuovo questore di Reggio Calabria, Carmelo Casabona. Il successore di Santi Giuffrè colpisce per la sua semplicità con cui si propone nel suo primo contatto pubblico (quello con i giornalisti) e per il linguaggio altrettanto semplice ed accessibile. Un approccio più che positivo, nel contesto di una futura ed importante collaborazione tra chi lotta i delinquenti e chi è chiamato ad informare l’opinione pubblica. «Ognuno – prosegue - svolgerà il proprio ruolo, per quanto mi riguarda metterò a disposizione la mia esperienza nel confronto sulle strategie e non sull’operatività che rimarrà ai funzionari. Riguardo la lotta al crimine mafioso, ci sarà da conoscere i personaggi ma la metodologia sarà quella usata con mafia e camorra. Tutti hanno lo stesso obiettivo: l’illecito arricchimento, esercizio del potere sul territorio, condizionamento dello stesso territorio e i contatti internazionali». Niente preamboli nel giorno del suo insediamento, perché il dott. Casabona, proveniente da Caserta, chiede subito che gli vengano REGGIO CALABRIA — «E’ un mo-

mento molto critico e particolare per il nostro Paese: domanda e offerta di lavoro fanno fatica ad incontrarsi, lo Stato decide di non fare investimenti sulle infrastrutture, i lavoratori non hanno più la possibilità di poter mantenere il proprio posto di lavoro, il precariato continua ad aumentare». Paolo Brunetti, Presidente della IV Circoscrizione, e Carmelo Versace, capo gruppo del Pd sempre alla IV Circoscrizione rafforzano la loro posizione in merito allo sciopero che si terrà al Circo Massimo il prossimo 4 aprile. «Così che risulta davvero incomprensibile - proseguono in una nota i due rappresentanti reggini della IV REGGIO CALABRIA — L’Arci Co-

mitato Territoriale di Reggio Calabria aderisce alla manifestazione nazionale promossa dalla Cgil per il 4 aprile a Roma al Circo Massimo. Le ripercussioni della crisi economica sui giovani sono sotto gli occhi di tutti e soprattutto le vivono pesantemente i giovani del sud italia. L’Arci aderisce alla manifestazione nazionale della Cgil di sabato 4 aprile e si mobilita per

Il nuovo questore Carmelo Casabona

formulate le domande. Niente preamboli. Fin dalla prima risposta, il neo questore batte un tasto che già altre volte è stato toccato dai suoi predecessori: la collaborazione con gli organi dello Stato in rapporto alla mentalità radicata nel corpo sociale. «E’ uno degli obiettivi più importanti che il Governo sta portando avanti. E’ fondamentale accorciare le distanze. La gente deve rendersi conto che deve collaborare. E’ la mentalità che va cambiata. Negli altri paesi europei c’è una maggiore attenzione dei cittadini che si sentono partecipi. In Germania, ad esempio, non ci sono auto della polizia che girano sul territorio perché i cittadini segnalano responsabil-

Il tavolo della conferenza stampa

«La gente deve rendersi conto che deve collaborare. E’ la mentalità che va cambiata» mente ogni fatto o anche il semplice sospetto. In Italia si lamentano invece se non vedono la volante. Non possiamo essere sempre al posto giusto al momento giusto e basterebbe solo una se-

gnalazione. Occorre cambiare l’atteggiamento culturale e modo di fare. Soprattutto nel meridione, lo Stato è stato sempre visto come lontano, quasi come nemico. Dobbiamo capire che lo Stato siamo tutti noi. E’ giusto reclamare diritti ma ci sono anche doveri come quelli di collaborare ed evitare magari un reato». Figlio di un Sud, spesso dimenticato e guardato con sospetto da altre realtà geografiche, il nuovo questore di Reggio Calabria, spera «di partire nel modo giusto», dice con voce ferma e grande determinazione. «E lo farò - sostiene - con quella che è la mia passionalità nel lavoro. Avendo svolto attività prevalentemente al Sud sono consape-

Alla manifestazione capitolina organizzata dalla Cgil alcuni rappresentanti della IV Circoscrizione

Un forte “sì” allo sciopero del 4 aprile circoscrizione - lo scellerato accordo siglato tra Governo e Confindustria». Ragione per la quale, il presidente della Quarta Circoscrizione, Paolo Brunetti, ed il capogruppo del Pd in seno allo stesso Consiglio, Carmelo Versace, si schierano convintamente a favore dello sciopero organizzato dalla Cgil per il prossimo 4 aprile al Circo Massimo. «Con la speranza che sabato a Roma - continuano - si svolga una delle più significative manifestazioni degli ultimi tempi,

«Risulta incomprensibile lo scellerato accordo siglato tra Governo e Confindustria» in grado di far capire gli errori fino ad oggi commessi dal Governo Berlusconi e da Confindustria. E’ chiaro che la crisi economica continui a mostrare i suoi imponenti effetti, nei molteplici campi, ma, di certo, non è possibile pensare che

ne paghino le conseguenze sempre e comunque i lavoratori. Dall’accordo emergono lati assolutamente discutibili. Aspetti sui quali, per altro, non è stata ascoltata la voce dei diretti interessati: pensiamo al limite posto sul diritto allo sciopero, al finto potere d’acquisto dei salari inferiori paradossalmente all’inflazione. Crediamo sia doveroso dare maggiori speranze ai tanti lavoratori e pensionati, che vedono sempre di più l’aggravarsi delle loro situazioni. Il sostegno

Il Comitato Territoriale sta raccogliendo i nominativi di coloro che vorranno andare a Roma in pullman con il sindacato

Anche l’Arci al corteo del Circo Massimo permettere una presenza significativa al corteo raccogliendo i nominativi di coloro che vorranno andare a Roma in pullman con la Cgil. Il sindacato chiama alla mobilitazione poiché, come esprime in un proprio comunicato, «il mon-

do è attraversato da una crisi drammatica, tutti i governi si mobilitano, il Governo italiano pensa ad altro. Un governo che non decide è un governo che vuole scaricare i costi della crisi su lavoratori e lavoratrici, sui pensionati, sui giovani. E’ la ri-

sposta sbagliata. Nella crisi servono più tutele sociali, non meno. Futuro sì, indietro no. Giù le mani dai salari, pensioni, libertà e diritti. Insieme per costruire un futuro diverso, più democratico, più giusto e solidale». Infatti la disoccupazione sta au-

vole delle difficoltà che si incontrano in questi territori. Sono anche convinto che riusciremo a dare delle risposte adeguate e continueremo a darle perché già so che proseguiremo su questa strada. Questa è la quarta questura che mi appresto a guidare, quindi, credo di avere una buona esperienza nel settore della pubblica sicurezza». Carmelo Casabona, rispondendo alla domanda di un cronista, confessa di non conoscere la ‘ndrangheta rispetto alle altre criminalità che in tutti questi anni al servizio dello Stato ha avuto la possibilità di combattere. «Questo è normale - evidenzia Casabona perché chi svolge polizia giudiziaria sa benissimo che ci si incontra in queste realtà criminali. La mafia si incontra con la ‘ndrangheta, la camorra con la sacra corona unita: questi contatti ci sono sempre stati e, in un modo o nell’altro, me ne sono comunque occupato. Dire poi che sono un perfetto conoscitore della ‘ndrangheta, sarebbe ipocrisia. Non è così, dovrò ancora approfondire. Su questo non ci sono dubbi e lo faremo presto». Il nuovo questore della città dello Stretto, sempre conversando con i giornalisti, garantisce che la sua azione sarà una continuità con il recente passato «perché fino ad oggi si è lavorato benissimo. Quindi non potrò fare altro che agevolare questo percorso». Antonio Latella

che intendiamo offrire alla Cgil attraverso la manifestazione di sabato prossimo è forte ed incisivo, affinché ai nostri governanti arrivi un messaggio chiaro e fondato su buoni principi e validi propositi. Il nostro non sarà un modo come tanti per dire un semplice “no” al Governo Berlusconi - concludono -, ma soprattutto uno stimolo a modificare un modus operandi a nostro giudizio sbagliato; ed è proprio questo lo spirito che ci vedrà partire alla volta della capitale venerdì sera. Invitiamo coloro che ancora non hanno aderito alla manifestazione ad affrettarsi, facendo pervenire la propria disponibilità presso la Cgil reggina: la posta in gioco è l’avvenire dell’Italia». mentando a livelli vertiginosi, così come il ricorso alla cassa integrazione. Una grande quantità di lavoratori e cittadini non può accedere ad alcuna misura di sostegno e milioni di famiglie, anche di ceto medio, stanno affrontando un periodo drammatico. Una società più equa è la condizione per una società più libera dalla paura dalla competizione per la sopravvivenza, dalla guerra fra poveri.


34 Giovedì 2 Aprile 2009 il Domani

REGGIO CALABRIA CITTÀ COMUNE/1 Le consigliere appartenenti al Popolo delle Libertà della commissione Pari Opportunità sulla qualifica di “Città Metropolitana”

«La speranza di un futuro di sviluppo» «Una tangibile dimostrazione che la politica possa concretizzare azioni a favore della comunità» REGGIO CALABRIA — «Non si può

non riconoscere ed apprezzare il sinergico e trasversale impegno di tutte forze politiche locali, capeggiate dall’instancabile e appassionata dedizione del sindaco della città, Giuseppe Scopelliti e dalla sensibilità del presidente del Consiglio Regionale Giuseppe Bova». Le consigliere appartenenti al Popolo delle Libertà della commissione Pari Opportunità del comune di Reggio Calabria, in una nota, nell’esprimere la loro soddisfazione per l’approvazione dell’emendamento alla Camera che attribuisce alla città di Reggio Calabria la qualifica di Città Metropolitana, sottolineano «l’unione convergente di forze che ha prodotto un risultato capace di dare ad una popolazione stanca e delusa, impotente e abbandonata al proprio destino, la speranza di un futuro di sviluppo. Ma, soprattutto, ha fornito una tangibile dimostrazione – spiegano in un comunicato - di come, ancora oggi, uomini e donne deontologicamente fedeli al proprio mandato istituzionale e capaci di sormontare gli steccati della sterile, litigiosa contrapposizione e dei veti partitici, a vantaggio del dialogo costruttivo, la politica possa concretizzare azioni a favore della comunità, onorando la sua originaria e nobile vocazione di “Arte di governare le società». Le componenti la commissione, di cui è presidente Annamaria

primaria per la successiva conurbazione con la dirimpettaia Messina e la costituzione dell’Area metropolitana dello Stretto. Un’aggregazione fisiologica, nei fatti esistente da sempre, di due aree divise e unite dal mare nella buona e nella cattiva sorte, costituenti un’unica e speculare area paesaggistica. Le due città “cenerentola” delle rispettive regioni, sostenendosi vicendevolmente, potranno recitare un ruolo nuovo, diverso e inaspettato sul palcoscenico nazionale: riscattare lo sviluppo e l’economia delle proprie città dall’insuccesso e dal discredito collettivo, assicurando ai propri figli un futuro dignitoso, degno di essere programmato e vissuto nelle proprie terre». «La concretizzazione di queste possibilità – concludono - passa, però, dalla maturità e dalla lungimiranza che la classe politica e la popolazione calabrese sapranno dimostrare nella circostanza, dalla capacità di mettere da parte azioni volte a rivendicazioni partitico-strumentali e a deprecabili diatribe campanilistiche, sostenendo invece unitariamente e con orgoglio l’approvazione definitiva del decreto in Senato. Solo attraverso questa condivisione sarà possibile inaugurare una nuova stagione di sviluppo che aiuterà tutti i calabresi ad uscire dalle difficoltà esistenziali che il gap economico del momento impone».

re. Della Città metropolitana si parla da tantissimo tempo. Ricordo il progetto di legge che il presidente Bova presentò nella passata legislatura. Quello stesso testo fu da me riproposto, come primo atto della mia attività di consigliere regionale, il 17 maggio 2005: la decisione di depositare quell’articolato prima di qualunque altro fu dettata dalla volontà di spiegare ai calabresi quanto fosse fondamentale per noi la questione dell’Area metropolitana, tanto da farne il primo obiettivo del nostro mandato di eletti dal popolo. Tornando al grande successo ottenuto la scorsa settimana alla Camera dei Deputati, merita di essere apprezzato il modo di operare scelto dal PD, la cui strategia si è rivelata vincente. Il testo di legge già approvato al Senato non prevedeva l’Area metropolitana di Reggio Calabria. Il PD ha colto l’occasione del passaggio alla Camera, ha pensato e scritto un apposito emendamento e lo ha messo a disposizione della deputazione nazionale e delle altre forze politiche, che hanno dimostrato di avere a cuore le sorti di questa città e di quest’area. E’ stata perseguita la strada del confronto franco, aperto, democratico e costruttivo. Lo abbiamo fatto, ponendo al centro l’interesse superiore della nostra comunità e, questa volta, lo abbiamo fatto tutti assieme. La caduta di stile di qualche singolo parlamentare che, forse, in Calabria non ha mai messo piede, non inficia il risultato ottenuto grazie al gioco di squadra. Adesso però dobbiamo guardare avanti. Questa è un’occasione che non possiamo lasciarci sfuggire. L’Area metropolitana rappresenta uno straordinario strumento di sviluppo non solo per Reggio e per gli altri comuni che si affacciano sullo Stretto, ma per tutto il comprensorio di questa provincia. A cominciare dalla Locride, che potrà mettere a disposizione di questo nuovo sistema locale le sue preziosissime risorse: quelle naturalistiche, ambientali, culturali, professionali. L’istituenda Città metropolitana darà a questo comprensorio dell’attuale provincia di Reggio l’opportunità di non sentirsi più periferico, ma di riscoprire un suo nuovo protagonismo, assumendo un ruolo importante per un territorio che si candida a diventare una delle capitali del Mediterraneo».

LA REAZIONE Massimo Covello, segretario regionale del Comitato Regionale Cgil Calabria, sulla visita del ministro Maroni

immigrati, per predisporre interventi concreti ed efficaci». «Comprenda il Ministro Maroni afferma ancora Covello - che la Calabria con Riace prima, ed oggi anche con Caulonia e Stigliano ha offerto un modello di accoglienza ed integrazione anche alternativo a centri disumanizzanti come i Cpt di Lamezia e di Crotone. Non si cerchino scorciatoie ai fallimenti delle politiche sicuritarie. I centri di Crotone e di Lamezia Terme, aldilà degli interessi diretti di chi li gestisce, hanno già oggi condizioni difficili di gestione e di garanzia dei diritti degli ospiti e non possono essere destinati a veder aumentate le già inadeguate capacità. Serve una politica assolutamente nuova in materia di accoglienza e di integrazione. Serve - conclude -una moratoria sulla Bossi – Fini e l'avvio concreto di un piano di riconoscimento delle tutele e dei diritti di cittadinanza ai migranti».

La presidente Annamaria Rosato

«Una condizione basilare e primaria per la successiva conurbazione con la dirimpettaia Messina» Rosato, pongono «l’attenzione sull’importanza che Reggio, ponte strategico di congiuntura con le diverse realtà del Mediterraneo, sia confermata “città metropolitana”, condizione basilare e

Due rumeni in manette in riva allo Stretto REGGIO CALABRIA — Rumeno in

REGGIO CALABRIA — «Se verrà

confermato l'impegno di 200 mila euro annunciato dal Ministero dell'interno, potremo dire che finalmente il Governo si è accorto delle condizioni inumane in cui si trovano a vivere centinaia di immigrati a Rosarno e a San Ferdinando nella Piana di Gioia Tauro». A dichiararlo è Massimo Covello, segretario regionale del Comitato Regionale Cgil Calabria. «Sono state tantissime in questi anni le denunce e le proposte che la Cgil ha fatto a tutti i suoi livelli - prosegue il sindacalista -, fino a quelle concretizzatesi nella Prima Conferenza Regionale sui migranti svoltasi nei giorni scorsi proprio a Rosarno; nonché le prese di posizione di tante Istituzioni, a partire dalla Giunta Regionale nella persona del Presidente Loiero. Ora ci aspettiamo che la Prefettura di Reggio Calabria, a cui è stato demandato il compito della gestione dei finanziamenti, nel pre-

«Per divenire una capitale del Mediterraneo» REGGIO CALABRIA — «Fa bene alla salute della nostra comunità il dibattito che si è aperto, dallo scorso mese di gennaio, sull’Area metropolitana dello Stretto. Fa bene anche che se ne continui a parlare oggi, ad alcuni giorni di distanza dall’approvazione, da parte della Camera, di un apposito emendamento al disegno di legge sul federalismo fiscale». Questo il commento dell’Assessore regionale al Personale, Liliana Frascà, sull’Area metropolitana di Reggio Calabria. «La partita non si è ancora conclusa - prosegue il rappresentante regionale -. Il provvedimento deve tornare all’esame del Senato e, successivamente, si terranno altri delicati passaggi amministrativi e referendari. Non è dunque il momento di abbassare la guardia o di dividersi. Anzi, proprio in questa fase, tutti quanti dovrebbero avvertire la necessità di rinserrare le fila e fare massa critica. I tranelli sono dietro l’angolo: lo ha dimostrato il fronte trasversale dei parlamentari del Nord che, anche grazie al sostegno di una componente assai rilevante del mondo dell’informazione, ha cercato di boicottare l’approvazione del testo sull’Area metropolitana di Reggio Calabria. In quest’ambito, risultano del tutto fuori luogo alcune prese di posizione di chi, invece di porre l’accento sulle straordinarie prospettive che si aprono al nostro territorio, alimenta la confusione sul tema del federalismo fiscale che, in sé, con l’Area metropolitana non c’entra proprio nulla. Viceversa, è stata una mossa di grande abilità e lungimiranza politica quella del presidente del Consiglio regionale, on. Giuseppe Bova, che ha sollecitato il sindaco di Reggio ad inserire la questione dell’Area metropolitana nella partita della possibile trasferta dei Bronzi di Riace al G8. Non si è trattato, come sostiene in maniera assai imprecisa qualcuno, di un mero “scambio”, ma di un’occasione per chiedere che questo territorio fosse dotato di un livello istituzionale in grado di valorizzare, in maniera sistematica, le sue risorse culturali. Peraltro, gli stessi Bronzi difficilmente verranno spostati da qui per la loro intrinseca fragilità e per l’altissimo rischio che ne deriverebbe. Sull’Area dello Stretto non è neanche il caso di farne una questione di primogenitu-

CRONACA Dumitru Fasola, di 23 anni, accusato di furto mentre L. I. di 24 anni di resistenza a pubblico ufficiale

manette per furto. Dumitru Fasola, di 23 anni, è stato trovato in possesso di merce non pagata all’interno di un centro commerciale di Reggio Calabria. Il cittadino extracomunitario aveva fatto scattare l’allarme antitaccheggio all’interno del locale. A seguito di una segnalazione alla centrale operativa della questura reggina, il personale di una Volante ha provveduto a controllare il giovane e, dopo un’accurata perquisizione, è stato trovato in possesso di alcuni capi di abbigliamento, alcune apparecchiature elettroniche ed altri oggetti, nascosti all’interno del marsupio. Fasola è stato arrestato e giudicato per direttissima.

COMUNE/2 Il parere dell’assessore regionale al Personale, Liliana Frascà

Ed un altro giovane cittadino rumeno è stato arrestato dal personale di una volante, nel corso di un’altra richiesta d’intervento. L. I. di 24 anni è stato ammanettato perché, ubriaco, infastidiva gli avventori di un locale ubicato nella centrale via Melacrinò della città dello Stretto. Ad avvisare la polizia è stato lo stesso proprietario del locale. Il giovane, all’atto dell’identificazione, ha opposto resistenza ed è stato accompagnato negli uffici della Questura, dove è stato denunciato in stato di libertà per resistenza a pubblico ufficiale ed inosservanza di un provvedimento dell’Autorità Giudiziaria. Dumitru Fasola

An. Lat.

«Il Governo si è accorto degli immigrati nel Reggino?» «Ora ci aspettiamo che la Prefettura convochi anche le forze sociali per predisporre interventi concreti» disporre le azioni necessarie voglia convocare non solo il sistema Istituzionale locale, ma anche le forze sociali, e tutta la rete di associazioni che da tempo si sono battuti per dare dignità e diritti ai lavoratori

La visita a Reggio del Ministro dell’Interno Roberto Maroni


il Domani Giovedì 2 Aprile 2009 35

REGGIO CALABRIA CITTÀ LA CERIMONIA Per iniziativa del Prefetto Francesco Musolino si è insediato ieri il “Tavolo di consultazione territoriale”

Investimenti per il Pon Sicurezza Le risorse destinate alla Calabria sono un terzo di un miliardo e trecento milioni di euro REGGIO CALABRIA — C’è una novità nel contesto della programmazione del Pon Sicurezza: il “Tavolo di consultazione territoriale” che, ieri pomeriggio, si è insediato a Reggio Calabria, per iniziativa del Prefetto Francesco Musolino. Alla riunione ha preso parte il prefetto Nicola Izzo, vice capo della polizia ed autorità di gestione del Pon Sicurezza. La cerimonia, svoltasi presso il salone delle conferenze dell’Amministrazione Provinciale, è stata preceduta da un vertice presso l’ufficio territoriale del governo alla presenza dei prefetti delle province della regione. All’insediamento del “Tavolo”, tra gli altri, hanno preso parte i rappresentanti delle organizzazioni sindacali, il presidente di Confindustria Calabria, Umbro De Rose, il presidente dell’Union Camere della Calabria, Paolo Abramo, altri esponenti delle associazioni di categoria e rappresentanti degli enti locali. Il tavolo di consultazione – ha detto il prefetto di Reggio Calabria, Francesco Musolino - «è la novità che ha voluto il prefetto Izzo e che noi abbiamo sposato con entusiasmo oltre che con spirito di disciplina. Già dal primo incontro verificheremo l’importanza della scelta». Quello di ieri, come ha sottolineato Musolino (coordinatore calabrese del Pon Sicurezza 2007 – 2013) «è un primo passaggio di tipo generale, perché, nel prosieguo, gli altri saranno di carattere tecnico che si consumeranno, direi, quasi quotidianamente». Numerosi, al momento, sono i progetti presentati, come ha sottolineato il vice capo della polizia Nicola Izzo (che «riguardano in particolare i collegamenti tra le forze dell’ordine, progetti di video sorveglianza, il porto di Gioia Tauro, la costruzione di qualche caserma per le forze di polizia, quindi, altri progetti che, man mano che andiamo a avanti, stiamo esaminando e portando ad approvazione». Il Pon sicurezza prevede, per le quattro regioni dell’obiettivo 1, un investimento di un miliardo e trecento milioni di euro, di cui un terzo riservato alla Calabria. Il prefetto Izzo ha spiegato ai giornalisti il significato della scelta della sede di un ente locale (la pro-

COMUNE Il Consiglio ha approvato il primo punto dei lavori

Riconosciuto il rischio-amianto per i lavoratori dell’ex “Omeca” Al vaglio l’assunzione di 150 nuovi vigili urbani Il tavolo dei relatori e, sotto, la platea che ha preso parte alla riunione

vincia) per l’insediamento del “Tavolo di consultazione territoriale”: sottolineare il raccordo con il territorio. Perché quello della sicurezza - per il dott. Izzo - «è un fenomeno delicato sul quale siamo impegnati quotidianamente e per questo riteniamo che il territorio debba essere più vicino nella proposta di nuovi progetti, di nuove iniziative del Pon e, quindi, avere un ascolto migliore. Il tutto, ovviamente, coordinato dal prefetto del capoluogo di regione che fa un po’ da regia di tutto il complesso sistema del piano». Le risorse destinate alla Calabria sono un terzo di un miliardo e trecento milioni

di euro. «Quello della sicurezza – evidenzia da parte sua Francesco Musolino- è un fenomeno delicato sul quale siamo impegnati quotidianamente e queste risorse, che non sono da valutare solo dal punto di vista economico, quanto soprattutto per le ricadute in termini di sicurezza, sono risorse importanti che servono per completare il ciclo». Quello di ieri - sempre per il prefetto di Reggio , rappresenta l’avvio di una proficua collaborazione tra autorità di gestione ed attori locali con la creazione di un rapporto bidirezionale.

CULTURA Domani la presentazione del volume di Luigi Ferlazzo Natoli

L'autore si sofferma sulla instancabile attività di Pugliatti sia nel campo più propriamente giuridico, con la fondazione della Scuola Giuridica messinese, “imperniata sulle qualità di Maestro di Pugliatti, uomo dalle grandi doti umane e dal valore scientifico poliedrico”, che in quello artistico e letterario, dalla collaborazione alle riviste letterarie "La nave", "Solaria", "Fiera Letteraria", "Circoli", "Il Secolo nostro", fino al Teatro Sperimentale di Messina col "Teatro di Regia" e allo studio della musica cui dedicù due importanti saggi: L'interpretazione musicale e Canti primitivi. Pugliatti, rileva l'Autore, non volle mai abbandonare Messina, nonostante gli inviti e le sollecitazioni che gli venivano da più parti, ma anzì si impegno a favorire nella città peloritana un risveglio culturale intenso che aveva come punto di incontro la libreria dell'"O. s. p. e. " (Organizzazione siciliana di propaganda editoriale) diretta da Antonio Saitta, libraio-poeta, sita prima in via Nicola Fabrizi e poi in Piazza Cairoli, che ospitava anche la Galleria d'Arte "Il Fondaco", fucina di iniziative culturali che videro in Pugliatti, con Saitta e Vann'Antù, una delle figure di spicco.

La vita e l’opera di Pugliatti REGGIO CALABRIA — La vita e l’o-

pera di Salvatore Pugliatti è al centro del volume di Luigi Ferlazzo Natoli “Nel segno del destino/Vita di Salvatore Pugliatti”, pubblicato da Rubbettino, che sarà presentato, nel corso di un incontro promosso dall'Associazione Culturale Anassilaos, domani alle ore 17,30 presso il Salone dei Lampadari di Palazzo San Giorgio con l'intervento del Sindaco Giuseppe Scopelliti, del Prof. Vincenzo Panuccio e del Prof. Michele Salazar e la partecipazione dell'Autore, Prof. Luigi Ferlazzo Natoli, Preside della Facoltà di Economia dell'Università di Messina. Nel volume, arricchito da un regesto cronologico, un esteso apparato bibliografico e una biografia parallela arricchita da numerose immagini fotografiche oltrechè dalla testimonianza delle figlie di Pugliatti, Teresa e Paola, l'Autore ripercorre la tappe più significative della vita dello studioso siciliano, un itinerario spirituale e culturale che tocca aspetti importanti della vita artistica, lette-

raria, culturale e sociale non soltanto di Messina ma dell'intero Paese nei primi venti anni della seconda metà del 20° secolo. L'autore ricorda i primi anni di Pugliatti, gli studi presso l'Istituto Tecnico "A. M. Jaci" di Messina e ildiploma in ragioneria, il lavoro di ragioniere presso una ditta privata a Reggio Calabria e poi a Messina, gli studi da autodidatta per conseguire quella licenza liceale che gli doveva aprire le porte dell'università di Messina dove conseguì la laurea in giurisprudenza nel 1925. Tra gli amici di Pugliatti nomi che hanno dato contributi fondamentali alla cultura e alla letteratura italiana e che costituivano la cosiddetta “brigata”: Giorgio La Pira, Antonino Giuffrè, Salvatore Quasimodo che, lavorando a Reggio, attraversava lo stretto per incontrare l'amico, e il poeta Vann'Antù. Ferlazzo ricostruisce l'iter accademico di Pugliatti che lo portù fin dal 1934 a presiedere la Facoltà di Giurisprudenza di Messina e dal 1957 a ricoprire, per diciotto anni, la carica di Rettore.

Ant. Lat.

REGGIO CALABRIA — Il Consiglio comunale di Reggio Calabria ha approvato un ordine del giorno, inserito al primo punto dei lavori della seduta in programma ieri a Palazzo San Giorgio, per il riconoscimento del “Rischio-Amianto” per i lavoratori dello stabilimento ex Omeca di Torre Lupo. Il documento, sul quale ha relazionato in aula il consigliere Paolo Anghelone, firmatario con l'assessore al Lavoro Candeloro Imbalzano e il collega consigliere Massimo Ripepi, «impegna il Consiglio comunale ad assumere le urgenti e necessarie iniziative politiche nei confronti dei Ministri interessati per far inserire lo stabilimento ex Omeca tra le imprese beneficiarie del “Rischio-Amianto”, a cui sono stati esposti decine di lavoratori reggini. Si sollecita altresì la rappresentanza parlamentare a predisporre un emendamento ad hoc nell'ambito della proposta di legge in discussione alla Camera». L'ordine del giorno è così passato con un solo voto contrario. Affrontato, inoltre, il secondo dei sette punti da trattare in aula, riguardante una proposta di deliberazione sul “progetto sicurezza del Comune di Reggio Calabria”. E’ stato il consigliere Bruno Ferraro, primo firmatario del documento, a relazionare in aula. La proposta è suddivisa in otto punti e prevede «l'assunzione di almeno 150 vigili urbani anche attraverso i proventi delle multe, con incremento delle assunzioni stagionali; l'istituzione di 30 vigili di quartiere nelle 15 Circoscrizioni cittadine e l'istituzione del turno di lavoro notturno; l'organizzazione e la programmazione delle fasce orarie e delle zone più a rischio attraverso una conferenza semestrale di servizio e l'inserimento in bilancio di apposito finanziamento per commercianti e imprese per l'installazione di sistemi di sicurezza nella loro attività; convenzioni con le associazioni interessate per il pattugliamento notturno del territorio e per il controllo nelle scuole e l'istituzione della figura dell'assistente civico; il potenziamento del sistema di illuminazione pubblica; l'istituzione della delega alla Legalità; la sottoscrizione di un protocollo d'intesa con organizzazioni sindacali e Ispettorato del Lavoro per garantire la correttezza contributiva e previdenziale e la sicurezza nei luoghi di lavoro per gli appalti del Comune di Reggio Calabria». E sul progetto sicurezza si sono susseguiti numerosi intereventi. Il consigliere Minniti ha affermato che «è necessario rimuovere il problema partendo dall’origine dei fatti criminosi. Anche l’occupazione degli alloggi, che si è verificata nelle abitazioni del Viale Europa, è un problema di legalità. Per parlare di questo delicato argomento, avremmo dovuto inserire, all’interno della discussione,

elementi più importanti». Della bontà della proposta di Ferraro è invece convinta il consigliere Monica Falcomatà che ha affermato che il documento non fa altro che raccogliere le istanze della comunità. «Quello della sicurezza è un problema sentito – ha proseguito Falcomatà – e la proposta di Ferraro mi sembra ottima per il raggiungimento del risultato». Per Massimo Canale invece, quella prospettata in aula non è una buona soluzione. «Non credo che l’assunzione di 150 vigili urbani possa eliminare il problema degli incendi notturni alle autovetture e non si può finanziare la loro assunzione con i proventi delle multe. La sicurezza deve nascere all’interno delle case dei reggini». Dello stesso avviso Seby Romeo che ha analizzato la proposta punto per punto motivando le ragioni della sua convinzione: «La sicurezza non è solo una questione di ordine pubblico». Subito dopo è intervenuto Massimo Ripepi: «Sarebbe opportuno – ha affermato il Consigliere Comunale – coinvolgere le associazioni presenti sul territorio perché possano dare il proprio apporto alla tutela della legalità». Sul secondo punto (“Progetto Sicurezza”) è anche intervenuto il consigliere Beniamino Scarfone, il quale ha sottolineato: «Questo è un ordine del giorno che dà un forte indirizzo, un segnale su quello che è il problema sulla sicurezza in città, dove ci sono degli elementi di criticità anche se minori rispetto a realtà territoriali più grandi». Subito dopo Giuseppe Agliano, che ha evidenziato, annunciando il suo appoggio alla proposta presentata, «l’impegno assunto dall’Amministrazione comunale nel percorso che guarda alla legalità e che si indirizza su diversi aspetti tra i quali anche la questione dei beni confiscati: quest’ordine del giorno, quindi, vuole ulteriormente dare alla città la percezione che il Civico Consesso intende fornire un sostegno al contrasto di determinati fenomeni». E’ toccato, dunque, ad Antonino Zimbalatti il quale, tra l’altro, ha aggiunto: «E’ un atto di civiltà potenziare la pubblica illuminazione, ma nell’ambito della prevenzione ritengo che non sia solo questo il modo per risolvere alcune problematiche». «Dopo gli attacchi strumentali ricevuti dalla proposta che stiamo discutendo – ha dichiarato il consigliere Giuseppe Plutino – vorrei ribadire che non ritengo banale nessuno degli otto punti di cui consta il progetto: chi pensa diversamente forse non conosce a fondo i disagi che possono vivere i cittadini. Il Piano è frutto delle istanze che provengono dalla nostra comunità e rappresenta un argomento di rilevante importanza». Concluso l’intervento del consigliere Plutino la seduta si è sciolta per mancanza del numero legale.


36 Giovedì 2 Aprile 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

Sport

MORTO L’EX CALCIATORE

L’AMAREZZA DI IBRA

L’Inter dice addio a Enea Masiero il primo titolo di Helenio Herrera

L’attaccante: “Scambierei subito lo scudetto con la Champions”

Keane pareggia il gol iniziale di Iaquinta: a Bari finisce 1-1 Italia in dieci fin dall’inizio per il cartellino rosso a Pazzini Un “futuro” da 20 milioni di euro Ma l’agente non conferma le voci

Totti domenica in campo contro il Bologna, Vucinic infortunato

La Spagna nel futuro del brasiliano Maicon

Francesco Totti nella clinica Villa Stuart

Il Real Madrid corteggia Maicon tramite fax

Pericolo ginocchio scampato Il capitano ritorna

ROMA - «Secondo il dottore Maicon potrà giocare ultima partita di campionato, per festeggiare». Non è finita la stagione del brasiliano dell’Inter, gravemente infortunatosi con la sua nazionale. Lo ha detto Josè Mourinho alla trasmissione Chiambretti Night di Italia1. Continuano a rincorrersi le voci sul futuro di Maicon: dal Brasile arrivano alcune dichiarazioni di Mario Rosi, consigliere di Maicon che avrebbe rivelato di un’offerta ufficiale da parte del Real Madrid all’Inter (si dice tra i 15 e i 20 milioni di euro), già arrivata via fax sulla scrivania di Moratti. Voci che, però, non vengono confermate da Antonio Caliendo, agente del giocatore: «Mario Rosi non lo sento da un po’ di tempo. Se questo fax è arrivato io non ne sono a conoscenza».

ROMA - Distrazione al gluteo per Vucinic che martedì è rientrato a Roma dopo aver dovuto dare forfait nella nazionale del Montenegro per il problema riscontrato dopo gli accertamenti a cui è stato sottoposto. Ieri la Roma ha reso noto che «il calciatore è stato sottoposto ad una risonanza magnetica, che ha evidenziato una minima lesione distrattiva del muscolo grande gluteo destro». Il montenegrino salterà la partita di domenica contro il Bologna, mentre ci sarà Totti. Ieri il capitano è stato sottoposto a visita dal professor Mariani che, dopo i miglioramenti al ginocchio destro, ha dato il via libera al n.10 per tornare ad allenarsi con il gruppo. Intanto la società festeggia la nascita di Livia, la primogenita della presidente Rosella Sensi e di Marco Staffoli.

L’Irlandaciriportaaterra Il vantaggio in classifica sul Trap resta invariato Italia (4-3-3): Buffon 7; Zambrotta 6,5, Cannavaro 6,5, Chiellini 6,5, Grosso 7; Brighi 6, De Rossi 6, Pirlo 7 (1’ st Palombo 5,5); Pepe 6,5 (10’ pt Dossena 5,5), Pazzini sv, Iaquinta 7 (46’ st Quagliarella sv). A disp. Amelia, Motta, Gamberini, Rossi. Ct Lippi 6 Irlanda (4-4-2): Given 5; McShane 5, O’Shea 5, Dunne 6, Kilbane 6; Keogh sv (22’ pt Folan 5), Andrews 5,5 (10’ st Gibson 5,5), Whelan 6, S. Hunt 6,5; Doyle 5,5 (18’ st Kelly 5,5), Keane 7. A disp. Kiely, Foley, N. Hunt, Miller. Ct Trapattoni 6 Arbitro: Stark (Germania) 5 Marcatore: 10’ pt Iaquinta (It), 43’ st Keane (Ir) Espulso: al 3’ pt Pazzini (I) per gioco scorretto Ammoniti: Grosso, McShane, Iaquinta, De Rossi Recupero: 2’ e 3’ Spettatori: 50.000 circa BARI - STrap. L’Irlanda toglie all’Ita-

Fabio Grosso e McShane lottano per il controllo della palla

Da Di Natale a Mutu, infermerie colme in pochi giorni

Nazionali all’insegna del cerotto Brutte notizie dai club in campo ROMA - Da Di Natale a Mutu passando per Maicon, Vucinic, Lavezzi e Milito. Partono sani e tornano rotti. È il destino di molti giocatori impegnati in questi giorni con le rispettive Nazionali nelle gare valide per le qualificazioni ai prossimi Mondiali sudafricani del 2010. Vana quindi la speranza dei club di appartenenza di svuotare l’infermeria in concomitanza con la sosta del campionato. È il caso della Roma, che ormai convoca i giocatori alla clinica Villa Stuart invece che a Trigoria. Molto più pesante il prezzo pagato dall’Inter al Brasile: il terzino Maicon contro l’Ecuador si è infatti lesionato il retto femorale della coscia destra mentre crossava. Le brutte notizie provenienti dal Sudamerica hanno toccato pure Napoli e Genoa, visto che anche

gli argentini Lavezzi e Milito si sono fermati per problemi muscolari. Il primo si è infortunato in allenamento e ha subito una contrattura; il secondo invece si è procurato una lesione al bicipite femorale della coscia destra che potrebbe fargli saltare il finale di stagione. Destino sfortunato anche per l’attaccante azzurro Antonio Di Natale, che si è fatto male da solo al 7’ minuto di Montenegro-Italia. Per l’attaccante dell’Udinese scongiurata l’operazione ma stagione finita e tanti saluti a serie A e coppa Uefa. Problemi infine anche per l’attaccante della Fiorentina Adrian Mutu. Il numero 10 ha saltato la sfida Romania-Austria per un problema al ginocchio sinistro e «dopo il suo ritorno a Firenze sarà sottoposto a intervento chirurgico».

La situazione nel Gruppo 8 Punti

Italia Irlanda Bulgaria Cipro Montenegro Georgia

14 12 7 4 3 3

Giocate

6 6 5 5 5 7

La prima si qualifica direttamente per Sudafrica 2010

I PROSSIMI INCONTRI

0 6

giugno

0 5

settembre

Bulgaria-Irlanda Cipro-Montenegro Bulgaria-Montenegro Cipro-Irlanda Georgia-Italia

0 9

Montenegro-Cipro Italia-Bulgaria

1 0

Cipro-Bulgaria Irlanda-Italia Montenegro-Georgia

settembre ottobre

1 4

ottobre

Italia-Cipro Bulgaria-Georgia Irlanda-Montenegro ANSA-CENTIMETRI

lia il pezzettino di Sudafrica che già s’era messa in classifica. All’88’, quando era finita una partita lacerata dall’arbitro, e l’Irlanda se ne stava spiaccicata sulla carta scarabocchiata da giorni di vigilia sovraccarica. Lippi-Trap, Davide e Golia, Italia-Irlanda: 1-1. Dopo 90 minuti in

dieci contro undici, 80 in vantaggio. Gatto Trap non è nel sacco. Non sia mai detto, dopo un match del tutto inatteso. Bari fischia Lippi, Stark fischia il nulla, il Trap fischia nel vuoto. Il fatto è che nessuno ci capisce molto per un bel po’. Dopo tre minuti l’arbitro espelle

Pazzini perchè vede un gomito alto su O’Shea e tanto sangue (pare un effetto scenico...). Profondo rosso, roba da matti per i replay. Un pesce d’aprile, magari, visto che nessuno ci crede. Solo che lo scherzetto lo fa l’Italia ferita. Al 10’ Pirlo lancia Grosso a sinistra, affondo mondia-

le, Iaquinta servito basso: gol. Non segnava, lo juventino, appunto dal Mondiale tedesco. Tre anni. Sorpresa: azzurri in dieci e in vantaggio, l’Irlanda è dribblata. Perchè la nazionale del Trap dovrebbe fare il gioco, attaccare, vincere persino. E invece non ci si raccapezzano, sem-

Il pubblico invoca Cassano e ricopre di fischi Marcello Lippi plicemente non doveva andare così nemmeno per loro. Il primo tempo è una specie di infinito traccheggio irlandese: come si attacca? Qualcuno ha uno schema? Keane va a prendersi il pallone a metà campo cercando di strappare l’iniziativa alla noia di quel paio di robusti mediani - e nulla più - che il Trap ha sistemato lì in mezzo. Non molto, mentre l’asse mondiale funziona pur negli stenti: ancora Pirlo per Grosso in profondità, stavolta il cross è alto, Given liscia ma Pepe non trova la porta. Ci prova Hunt, sì, e il tiro di controbalzo ha anche qualche opportunità di far male, se non fosse che in porta c’è Buffon. Lippi nell’intervallo disegna la sua ripresa di granito. Fuori Pirlo e Pepe, dentro Palombo e Dossena. Buffon mette a terra Hunt, quasi sul fondo: un falletto, ma il rigore sarebbe stato esagerato. All’88’ Keane si ritrova tra i piedi un pallone sporcato da un rimpallo volante e lo butta dentro.


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Giovedì 2 Aprile 2009 37

Sport

La procura antidoping del Coni deferisce il ciclista spagnolo Coinvolto nello scandalo delle sacche di sangue alterate

Valverde tradito dal Dna Rischia due anni di stop

Alonso impavido a Sepang “E’ il mio circuito preferito”

ROMA - La tappa d’esordio a Melbourne se l’è aggiudicata la Brawn GP sul circuito di Melbourne, con una doppietta che ha rivoluzionato i valori in pista rispetto al passato. Ma Fernando Alonso, protagonista in Australia di una gara in chiaroscuro, cerca maggiore gloria domenica prossima a Sepang sul circuito malese, il suo preferito. «Si tratta di una pista particolare per me, lì ho vinto due volte e probabilmente è il mio circuito preferito, dove ho sempre disputato grandi gare». Secondo Alonso in Malaysia sarà particolarmente importante fare attenzione alle gomme per le temperature molto alte. La Toyota invece ha deciso ieri di rinunciare al ricorso contro la retrocessione di Jarno Trulli dal terzo al 12esimo posto, stabilito domenica scorsa. Il pilota abruzzese era stato penalizzato a causa di un sorpasso operato ai danni della McLaren di Lewis Hamilton in regime di safety car.

Il corridore al centro dell’Operacion Puerto avrebbe violato il codice Wada ROMA - Arriva il deferimento, Alejandro Valverde rischia due anni di stop. La procura antidoping del Coni non ha dubbi: dopo aver riavviato l’inchiesta collegata alla cosidetta ’Operacion Puerto’, l’ufficio presieduto da Ettore Torri ha chiesto il rinvio a giudizio sportivo per il corridore spagnolo. Si tratta dell’ultima tappa della vicenda nata dallo scandalo doping spagnolo e sul quale la procura del comitato olimpico aveva deciso di fare ulteriore chiarezza. La procura contesta al ciclista della Caisse d’Epargne la violazione dell’articolo 2.2 del Codice Wada, quello relativo all’uso o al tentato uso di sostanze e metodi vietati. Infatti per il procuratore Torri il nome in codice ’Valv-Piti’- che venne trascritto dal dottor Eufemiano Fuentes, l’uomo al centro dell’Operacion Puerto - corrisponde a quello di Alejandro Valverde. E la prova sarebbe arrivata dall’esame del Dna dopo un test sangueurine fatto sul corridore il 21 luglio 2008 in occasione dello sconfinamento in Italia - con l’arrivo di tappa a Prato Nevoso, Piemonte - da parte della carovana del Tour de France. Il Dna del campione prelevato in Italia coinciderebbe con quello delle sacche (quella contraddi-

F1 A caccia di riscatto dopo Melbourne

Contratto rescisso, Ruggeri: “Dispiaciuto”

Vieri fa le valigie e lascia l’Atalanta Alejandro Valverde in una foto d’archivio del 14 settembre 2008 durante la Vuelta di Spagna

stinta con il numero 18) sequestrate al dottor Fuentes nell’ambito dell’ Operacion Puerto: un’operazione che venne alla luce il 23 maggio di tre anni fa e che è considerata il più grande scandalo di doping legato al traffico di sacche di sangue con i valori alterati. Una bufera che si è abbattuta finora su circa una cinquantina di corridori. In Italia, hanno già pagato Ivan Basso (due anni di

Conquista l’argento a Torino

squalifica) Michele Scarponi, vincitore della Tirreno-Adriatico 2009, fermato 18 mesi. In Germania invece furono coinvolti Jan Ullrich e Jorg Jaksche. Per Valverde la situazione si era cominciata a complicare già il 19 febbraio scorso, quando si era presentato al Foro Italico, rispondendo alla convocazione della Procura del Coni: in quell’occasione al ciclista spagnolo era stato notificato l’av-

viso di garanzia dai Nas. Nonostante «la certezza» da parte della procura antidoping che il sangue prelevato a Prato Nevoso e quello contenuto nella sacca numero 18 appartengano entrambi a Valverde, il ciclista spagnolo si è sempre dichiarato innocente anche nell’interrogatorio di febbraio. Con il deferimento però dovrà difendersi ora davanti al Tribunale nazionale.

Basket Siena fuori se cade ancora contro il Panathinaikos

BERGAMO - Addio, Atalanta ingrata. Bobo Vieri è andato via e ha voltato le spalle a fischi e contestazioni. In maniera istintiva e improvvisa, alla sua maniera. «Qui non gioco più», ha detto ai compagni prima di salutarli. Sono stati fatali gli ultimi insulti ricevuti sabato a Bellinzona nell’amichevole che ne segnava il ritorno in campo dopo l’infortunio. È stato lo stesso Vieri a chiedere la rescissione del contratto alla società, che ha acconsentito. Vieri chiude l’esperienza atalantina con 9 presenze e 2 gol. Spiazzato il presidente Alessandro Ruggeri: «Sono dispiaciuto, non so cosa farà adesso».

“Se vinco correrò nudo a Monaco” L’Italia dei tuffi La Montepaschi tenta l’impresa Calcio Toni “baratta” i vestiti ringrazia Sacchin Oggi l’ultimo appello per i quarti con la Champions MONACO DI BAVIERA - Una corsa nudo per le strade del centro di Monaco. A tanto arriverebbe Luca Toni se il Bayern Monaco dovesse vincere la Champions League. «La finale di Roma è il mio obiettivo - ha detto l’attaccante dei bavaresi e della nazionale italiana in una intervista - Non ho vinto molti titoli nella mia carriera e se il trofeo dovesse arrivare a Monaco lo prometto: attraverserò nudo la Marienplatz».

Pianigiani ottimista: “Tirerò fuori dalla squadra qualcosa di straordinario”

Christopher Sacchin argento a Torino

TORINO - E’ iniziato bene il cammino degli azzurri agli Europei di Tuffi di Torino in svolgimento alla piscina Monumentale. Nella finale del trampolino da 1 metro Christopher Sacchin ha conquistato la medaglia d’argento con 418,55 punti. La gara è stata vinta dall’ucraino Illya Kvasha con 420,90. Terzo il tedesco di origini ucraine Pavlo Rozemberg con 405,20. «Finalmente - racconta il carabiniere della Bolzano Nuoto - la medaglia d’argento, dopo i tre bronzi consecutivi ai Mondiali di Melbourne 2007 e agli Europei di Budapest 2006 ed Eindhoven 2008. Ho approcciato la gara con tranquillità, ma nei primi tuffi non sono riuscito ad esprimere la mia potenza e ho lasciato quei due punti e mezzo che mi dividono da Kvasha, campione uscente». Tra poco più di cento giorni si apriranno i Mondiali di Roma. Sacchin è chiamato a difendere il bronzo. Piccola delusione dalla piattaforma femminile. Brenda Spaziani, terza sino al terzo tuffo, ha sporcato il quarto tentativo, sbagliato il quinto ed è finita ottava con 287,70 punti; decima e mai in corsa per il podio Noemi Batki con 276,50 punti. Sul podio la russa Yulia Koltunova.

SIENA - Una vittoria per continuare a sperare, per «fare l’impresa» come vuole Simone Pianigiani. Oggi si gioca gara4 dei quarti di finale dell’Eurolega di basket e, per lasciare aperto ogni discorso di qualificazione, in campo dovrà scendere una Montepaschi Siena «speciale, se vogliamo giocarcela contro squadre di questo tipo». I campioni d’Italia sono sotto 2-1 nella serie con i greci del Panathinaikos. Dopo il pareggio ottenuto con la vittoria all’Oaka in gara2, sono crollati sul parquet di casa, battuti 72-53 dopo una partita in cui Siena è stata «dominata fisicamente» per stessa ammissione del suo coach. L’ultima sconfitta interna di Siena in partite ufficiali risaliva al 19 dicembre del 2007: nono turno di Eurolega, 69-66 contro i russi del Cska Mosca di Ettore Messina. Sono stati appena 53 i punti segnati contro i greci: Henry Domercant, tanto per citare uno dei giocatori di Siena, non ha fatto meglio di uno 0/3 da due e 2/4 da tre. Insomma, Siena deve fare decisamente meglio di così per di-

Arrestato per aver aggredito una donna

Botte nel night club Manette per Cissè Nicholas del Panathinaikos gabba Stonerook del Siena

ventare «speciale, come i nostri tifosi» e cercare di fare l’impresa, «come ad Atene». Pianigiani non è certamente il volto della felicità. Ma la fiducia c’è, eccome. «Dobbiamo essere speciali se vogliamo giocarcela contro squadre di questo tipo - ha ribadito - Abbiamo fatto un’impresa a Atene, cercheremo di farne un’altra. Per noi gara4 sarà durissi-

ma, ma proverò a tirar fuori dalla squadra ancora qualcosa di straordinario perchè Siena se lo merita». Questo il programma di gara4 dei quarti di finale: oggi Real MadridOlympiacos Pireo (1-2 nella serie) Tau Ceramica Vitoria-Regal Barcellona (2-1) Montepaschi Siena-Panathinaikos (1-2). Il Cska Mosca è già qualificato alla Final 4.

LONDRA - Il centravanti del Sunderland Djibril Cissè (a destra nella foto) è stato arrestato con l’accusa di aggressione nei confronti di una donna. La presunta violenza è avvenuta all’interno di un locale di lap-dancing a Newcastle, Diamonds. Arrestato dalle forze dell’ordine verso le tre di mattina, Cissè è stato quindi rilasciato in attesa di accertamenti. In prestito dal Marsiglia, l’attaccante francese è sposato dal 2005 con un ex parruchiera, Jude Littler. Nè il giocatore nè il Sunderland per il momento hanno rilasciato dichiarazioni.


38 Giovedì 2 Aprile 2009 il Domani

SPORT Il giocatore amaranto non ha dubbi: adesso bisogna solo vincere...

S E R I E

A

REGGINA

REGGIO CALABRIA — Chi sosti-

tuirà l’infortunato Corradi? Nevio Orlandi le sta studiando tutte. In questi giorni di lavoro, il tecnico della Reggina sta valutando ogni possibilità che riguarda l’erede momentaneo del bomber senese, infortunato ormai da due settimane. In attesa di un suo recupero, che non avverrà prima di almeno due tre settimane, il mister dovrà optare per un’alternativa altrettanto valida in grado di gonfiare, possibilmente, la rete avversaria nelle prossime due gare interne del campionato. Partite, come ripetuto spesso negli ultimi tempi, che decideranno gran parte del futuro della squadra calabrese. La scelta di Orlandi potrebbe ricadere su uno tra Stuani e Rakic, con quest’ultimo che ieri è stato provato in partitella. La decisione del tecnico non giungerà prima della rifinitura di sabato mattina, anche perché ci sono ancora tre allenamenti a disposizione, che si svolgeranno tutti a porte chiuse a cominciare da oggi pomeriggio. Per la gara con il Genoa, Orlandi dovrà fare a meno di Barillà e Valdez, che martedì sono stati squalificati dal giudice sportivo per una giornata. Rientra invece dopo lo stop di una domenica Cirillo. Ai due allenamenti di ieri non hanno preso parte Marino, che è febbricitante, Corradi (infortunato), e i nazionali Barreto, Carmona, Di Gennaro ed Hallfredsson. Hanno invece svolto attività differenziata Barillà, Valdez, Cascione, Costa e Campagnolo. Fabio Ceravolo ieri ha fatto il punto della situazione. «Con la sosta del campionato - ha spiegato - abbiamo avuto la possibilità non solo di migliorare qualche aspetto tatti-

2ª D I V I S I O N E

Fabio Ceravolo: «Contro il Genoa gara fondamentale» co, ma soprattutto di ricaricare le batterie. Dopo una fase dedicata alla parte fisica, adesso ci concentreremo sulla tattica. Pensiamo già al Genoa. La partita di domenica per noi sarà fondamentale. Ma anche quella successiva. Il nostro futuro passa dalle prossime due gare casalinghe». Per continuare a credere nella salvezza, la Reggina dovrà necessariamente vincere sia la gara con il Genoa che quella con l’Udinese. Per far ciò occorrono secondo Ceravolo «personalità e voglia di fare. Al di là dei tatticismi, il mister - ha proseguito - ci chiede di metterci cuore, corsa e di avere più voglia degli altri. Solo così saremo in grado di raggiungere i nostri obiettivi. Devono prevalere il senso di appartenenza, l’attaccamento alla maglia, la determinazione e la voglia di emergere. La Reggina si è sempre distinta per questi suoi principi. Il mister ci esorta ad essere così quando la domenica scendiamo in campo». Parte anche da Ceravolo la richiesta di aiuto al pubblico amaranto. «L’anno scorso - ha concluso l’attaccante calabrese - ci abbiamo messo del nostro, ma il pubblico ha fatto la sua parte dandoci una mano nelle ultime cinque partite, quelle decisive ci hanno permesso di raggiungere una salvezza meritata. Confidiamo nel loro supporto per poter tagliare questo traguardo anche quest’anno».

A MICROFONO APERTO di Antonio Latella

NEVIO E LO SCALPELLINO DI LAZZARO ensando a Nevio Orlandi ci viene in mente mastro Saro, scalpellino della pietra di Lazzaro. Quella di Capo d’Armi, tanto compatta quanto preziosa e ricercata. Ci sembra di vedere quella vecchia figura che fa parte della nostra infanzia e della prima gioventù: mani callose e occhi rossi per la polvere. Un uomo simile ad una quercia: caparbio e senza ripensamenti. Mastro Saro rimaneva lì dalla prima mattinata fino a qualche ora prima del tramonto a martellare quella pietra per renderla, come nei suoi desideri di artigiano, bella e, pertanto, ricercata per essere utilizzata per i marciapiedi delle strade, oppure come colonna di una villa patrizia. Lo stesso comportamento di quell’uomo di Lazzaro, dal volto consumato dal sale, lo vediamo nel trainer della Reggina, il cui lavoro, fatto con serietà ed impegno, mira a lavorare le sue pietre: molte ancora grezze, altre da rimodellare. Lavora senza soste il buon Nevio, ma le sue pietre, purtroppo, resistono a tutti gli sforzi per renderli utili alla causa. Per certi veri, il mister assomiglia a mastro Geppetto, il quale appare costretto a rivedere alcune parti del suo capolavoro, a causa dei “capricci” della sua opera d’arte, diventata, come per incanto, animata.

P

Il monito di Toscano: lottare fino alla fine

COSENZA — Un velo di amarezza nelle parole del tecnico del Cosenza all’arrivo in sala stampa. Come dargli torto e come non sottoscrivere l’affermazione secondo cui le sconfitte del Cosenza in questa stagione si assomigliano tutte. In ogni occasione in cui gli avversari di giornata dei lupi hanno portato a casa i tre punti, si è visto sempre lo stesso cliché. Noicattaro, Gela, Atessa e Scafati hanno in comune risultato e prestazione super da parte degli avversari. Al Cosenza poco si può imputare: lo sanno i tifosi che hanno visto le partite in trasferta sugli spalti dei piccoli stadi delle formazioni ospitanti o che hanno seguito le partite in tv o per radio. Lo sanno i tifosi ed è ben chiaro a tutto lo staff tecnico che il Cosenza ha fatto il suo dovere ma che dinanzi a certe prestazioni nelle quali gli avversari danno tutto poco si può fare. «La Scafatese ha fatto poco per meritare i tre punti mentre i miei ragazzi hanno avuto diverse occasioni da gol e il loro portiere si è superato in alcune di queste, come nell’intervento su Musacco quasi allo scadere dei novanta minuti. La verità è che in ogni occasione in cui è il Cosenza a presentarsi su un terreno di gioco gli avversari moltiplicano le forze e amplificano la voglia di stu-

La metafora di mastro Saro e di mastro Geppetto, nel caso della Reggina, sta ad indicare che anche il più bravo scalpellino o il più geniale degli ebanisti fallisce il lavoro se la materia prima non è di qualità. E l’organico che il patron ha messo a disposizione di Orlandi non è mica di qualità. Anzi, tutt’altro. E così mastro Nevio, fino ad ora, ha fatto quello che ha potuto. Da buon “artigiano” ce l’ha messa tutta: ha affilato con puntiglio gli scalpelli, si è dotato di martello pesante e, soprattutto, non ha risparmiato energie nell’assestare colpi decisi all’arnese usato per modellare le “pietre”. Pardon, i calciatori. Come mastro Saro, anche Orlandi intravede la fine della giornata e guarda il sole in controluce, mentre cerca i monti Peloritani per nascondersi. Ma lui è caparbio, la sua metà lombarda e l’altra metà reggina, lo stanno aiutando a non mollare e a sperare ancora nel miracolo. Colpo dopo colpo, spera che anche la pietra più dura possa assumere la forma da lui voluta: quella da collocare nella colonna che dovrà ancora reggere la trave maestra di una squadra che, ove dovesse crollare, cancellerà dieci anni di storia ed altrettanti di sacrificio della società, dei tifosi e della città.

Angela Latella

Il tecnico rossoblù amareggiato per la sconfitta di Scafati

COSENZA

Fabio Ceravolo

IL COMMENTO ALLA SECONDA DIVISIONE DI VALTER LEONE

Play-off e play-out, si annuncia “Il campionato non è ancora finito...” un gran finale per chi ama il calcio S

Il tecnico del Cosenza, Mimmo Toscano

pire». Poi un frecciatina per i suoi atleti: «Pensare che il campionato fosse stato chiuso nella partita contro il Gela è stato un errore. Bisogna lottare fino alla fine e questa squadra, che ha un grande carattere, dovrà sudarsi la vittoria fino a che la matematica non gliela avrà consegnata. La professionalità che i ragazzi hanno sempre dimostrato pagherà anche questa volta». Lodi e piccole critiche: «Galantucci non mi ha convinto, dopo aver colto la traversa non ha fatto ciò che speravo e mi aspettavo: certo però l’occasione fallita deve averlo condizionato. Mi sono piaciuti Musacco e Occhiuzzi. A Barcellona, contro l’Igea Virtus (considerata da molti una ammazza grandi) ritroveremo sia Danti che

Polani che hanno fatto molto bene quando sono stati impiegati entrambi in avanti». Chi sa che la sconfitta contro la Scafatese, dunque, non possa essere utile più che indolore. Le sconfitte fanno sempre male soprattutto quando arrivano sempre nello stesso modo: 1 a 0, squadra avversaria chiusa a riccio a difendere il risultato e Cosenza che sbatte contro un muro. Vedremo ma se il campionato prima, riprendendo le parole di Toscano a fine partita contro il Gela, era “socchiuso”, non molto è cambiato dopo questa battuta d’arresto. Il Cosenza in qualunque caso dovrà sudarsi la vittoria finale con davanti un calendario comunque ostico. Infine una battuta sulle decisioni del giudice sportivo: squalifica di un turno sia per De Rose che per Moschella che hanno rimediato entrambi un cartellino giallo di troppo. Domenica ancora due assenti forzati per squalifica ma dovrebbero recuperare ed essere al 100% sia Occhiuzzi che Parisi. Inoltre solita ammenda di 300,00 euro per i fumogeni accesi nel settore ospiti dai supporter silani. Infine anche all’Igea Virtus mancherà un calciatore ossia Scopelliti. Carmelo Grandinetti

i annuncia un gran finale. Alla faccia di chi sosteneva fino a poche settimane fa che i giochi erano chiusi. Ma avete dato uno sguardo alla classifica? Intrigante, soprattutto per quel che concerne la salvezza. Procediamo per ordine: escluse le prime sei della classifica (Cosenza, Catanzaro e Gela sempre in lotta per il primato; Andria, Pescina VdG e Cassino a contendersi gli altri due posti per i playoff), le altre sedici si giocheranno la salvezza. Dai 33 punti del terzetto formato da Barletta, Noicattaro e Scafatese ai 28 punti della Val di Sangro, al momento la prima nella griglia dei playout, ci sono otto squadre racchiuse nel fazzoletto di cinque punti. E basta dare uno sguardo al calendario per rendersi conto di quanto sarà duro il percorso di queste formazioni che porterà all permanenza in Seconda divisione. Basta soffermarsi sul Melfi, indubbiamente la squadra che in questo girone di ritorno sta tenendo il passo della battistrada Cosenza. I lucani di Palumbo, nonostante i loro 32 punti, dovranno fare i conti con un calendario da brividi nelle ultime sette partite: domenica scontro diretto casalingo con il Noicattaro, la trasferta di Catanzaro, quindi altra sfida fratricida con l’Isola Liri davanti al proprio pubblico, viaggio ad Andria dove troverà una squadra che insegue un posto nei playoff,ancoraincasaconilBarlettanon

del tutto fuori dalla mischia, visita al San Vito di Cosenza alla penultima giornata e chiusura a Melfi con l’Igea Virtus dove i punti in palio potrebbero valere la salvezza. Insomma, un bel grattacapo. Anche quel “meglio non farsi del male” a cui si è assistito su diversi campi nelle ultime giornate, potrebbe rivelarsi un boomerang per molti. E proprio i tanti scontri diretti previsti nelle prossime sette partite, potrebbero rivelarsi una insperata ancora di salvataggio anche per la Vigor Lamezia che da più parti danno già per spacciata ma che, conti alla mano, se riuscirà a ottenere il massimo dei punti nella quattro gare in programma al “D’Ippolito” con Barletta,IgeaVirtus,AversaNormannaeScafatese potrebbe davvero agguantare i playout sul fotofinish e giocarsi la permanenza in Seconda divisione nella velenosa coda del campionato. E’ chiaro che un ruolo chiave spetta di diritto anche alle sei squadre che stazionano nella parte alta della graduatoria e che mirano ad altri obiettivi. Infatti nelle restanti 74 partite che dovranno giocare le dodici formazioni ancora non del tutto fuori dalla lotta per evitare i playout e la retrocessione diretta, in ben 26 gare entreranno in gioco Cosenza, Catanzaro, Gela, Andria, Pescina VdG e Cassino. Signori, si annuncia davvero un gran finale. Per chi ama giocare a calcio senza bluff!


il Domani Giovedì 2 Aprile 2009 39

SPORT 2ª D I V I S I O N E

L’INTERVISTA Dopo la riconquista della piazza d’onore Pasquale Berardi non si arrende...

«Pensiamo ancora al primo posto» CATANZARO

CATANZARO — Decisamente un bel Catanzaro quello visto lunedì sera al “Ceravolo” nel posticipo con l’Andria. Perfetti nella prima frazione di gioco, durante la quale sono maturate le due segnature della giornata, i “giallorossi” di Nicola Provenza si sono resi protagonisti di una prestazione volitiva al cospetto di un avversario, per la verità, mai entrato in partita, grazie anche ai meriti dell’undici catanzarese, che, avuto un ottimo approccio iniziale, è andato sempre in crescendo, fino a comandare il gioco. Se mai l’unica vera preoccupazione per Gimmelli e compagni è venuta dalla nebbia che, a sette minuti dal termine, ha accolto lo stadio cittadino, con l’arbitro che ha sospeso la gara per oltre quindici minuti, per poi riprenderla regolarmente, una volta diradatasi la coltre bianca. Uno dei protagonisti del match contro i pugliesi, Pasquale Berardi, che, in mezzo al campo, con le sue geometrie, ha dettato i tempi del gioco, non disdegnando di portarsi in avanti, tanto è che un suo preciso stacco di testa ha consentito alla squadra di portarsi in vantaggio. «Venivamo, per tanti aspetti, da un periodo sotto tono – ha specificato il centrocampista centrale catanzarese -, ma credo che la squadra all’unisono ha dimostrato di essere un gruppo compatto, composto, oltre che da veri uomini, da validi calciatori. Abbiamo iniziato ad un gran ritmo, con grande concentrazione, oltre che con la massima determinazione, chiudendo in pratica la gara, dopo la prima mezzora di gioco. Quello che del resto avevo ribadito alla vigilia dell’incontro e che tutti quanti auspicavamo. Possiamo allora parlare di un grande Catanzaro, che nel corso del primo tempo, ha giganteggiato in campo, fornendo una prestazione veramente ottimale, sia sul piano

“Fino a quando la matematica non darà ragione al Cosenza, faremo di tutto per tentare l’aggancio”

Il centrocampista giallorosso, Pasquale Berardi

della fisicità, che del gioco. Chiaramente nella seconda parte della gara ci siamo limitati a controllare la stessa, anche se, in qualche occasione, abbiamo spinto in avanti. In ogni caso ero convinto

che lunedì sera il Catanzaro avrebbe fornito una prestazione valida, riscattando magari qualcuna altra precedente, non all’altezza della situazione, ricordando anche che la squadra era redu-

ce dalla cocente sconfitta subita nell’ultimo turno di campionato, prima della sosta, pronta quindi a rispondere sul campo a qualche critica sorta a seguito della battuta di arresto. E’ evidente che ora non dobbiamo assolutamente abbassare l’intensità mentale, proseguendo invece sulla strada intrapresa contro l’Andria, che è poi quella giusta e che certamente porterà la squadra ad affrontare gli ultimi sette incontri con una certa tranquillità e quindi con spirito battagliero». Un Catanzaro che ha dimostrato, finalmente, di non essere Caputo dipendente? «Non vi è dubbio che Max (Caputo, ndc) è un elemento basilare per l’economia del gioco, in particolare per quel che concerne il reparto avanzato. Grazie alle sue marcature il Catanzaro ha conseguito successi importanti, ma il fatto che lunedì sera contro l’Andria, pur non andando a segno, la squadra è riuscita ugualmente a centrare l’obiettivo dei tre punti, stà a significare che, a parte il citato Max, ci sono altri calciatori, altrettanto bravi, che vanno in gol». Come Pasquale Berardi alla terza segnatura stagionale? «In verità potevo anche siglare una doppietta, alla luce che una precedente deviazione di testa sull’assist di Mangiacasale è uscita fuori di pochi centimetri. E’ stato comunque il preludio al gol, perché qualche minuto dopo sono andato in rete, colpendo sempre la sfera di testa. Un gol pesante, perché, sulle ali dell’entusiasmo, grazie ad un veloce contropiede di Iannelli, siamo poi pervenuti al raddoppio, chiudendo in pratica il match. Una vittoria, possiamo ribadire, ampiamente meritata, con tutta la squadra in campo che ha rispettato in pieno i dettami del tecnico e che alla fine ha potuto gioire per il successo ottenuto. Vorrei evidenziare la

prova di Francesco Montella, che ha dimostrato di essere un ottimo calciatore, oltre che decisivo nelle due marcature, mettendo prima al centro un perfetto cross, sul quale, con grande rabbia, ma con altrettanta determinazione, mi sono buttato e, nell’immediatezza, conquistando palla sula tre quarti del campo e lanciando in maniera impeccabile Iannelli. Considerato che Francesco la passata stagione giocava nel campionato di Eccellenza, lo stesso ha davvero compiuto passi da gigante, tanto da meritarsi il plauso di tutti noi e non solo». Un Catanzaro che è ritornato con merito ad occupare la seconda posizione in graduatoria. «Importantissima, a condizioni che la stessa si consolidi sino al termine del campionato. Ciò non significa che abbiamo abbandonato l’idea di agganciare il primo posto. Tutto altro! Diciamo che fino a quando la matematica non darà ragione al Cosenza, faremo di tutto per tentare un eventuale aggancio. In ogni caso, in questi ultimi impegni che ci separano sino al termine del campionato, dovremmo mettere più punti nel carniere, senza quindi dare peso ai risultati degli altri». La tua uscita anticipata dal campo? «Ho accusato dei crampi; del resto lo avevo comunicato al mister già dieci minuti prima. In questi frangenti di difficoltà, mi sembra giusto non rischiare, considerato che a disposizione ci sono tanti compagni di squadra meritevoli di giocare e che durante la settimana si allenano con la stessa intensità. Purtroppo si scende in campo in undici, anche se la forza del Catanzaro, come spesso ripetuto, è costituita dal gruppo, al quale va riconosciuto una grande serietà, oltre che una forte professionalità». Mario Mirabello

NOTIZIARIO Verso il match di domenica in casa della Val di Sangro

Oggi a Giovino prove generali in vista della trasferta abruzzese CATANZARO — Doppia seduta d’allenamento, ieri, per la truppa giallorossa. Come dire, pian pianino, messa in archivio la gran bella prova offerta contro l’Andria, entra nel vivo la preparazione in vista del match di domenica col Val di Sangro. Preparazione che, oggi pomeriggio, in occasione della consueta amichevole infrasettimanale (probabilmente sul rettangolo verde del PoliGiovino), registrerà un momento importante. Mister Provenza, infatti, inizierà a studiare la probabile formazione anti-Val di Sangro. C’è da trovare il sostituto dello squalificato Francesco Montella e da valutare le condizioni di Antonio Montella che potrebbe (finalmente) trova posto in panchina. Per quanto concerna la doppia seduta del mercoledì, in mattinata, Gimmelli e compagni hanno svolto una robusta razione atletica basata sulla potenza (in palestra) e sulla velocità (in campo). Il solo Pippa ha lavorato a ritmo ridotto. Nel pomeriggio, parte tattica e tecnica. Mister

Mister, Nicola Provenza

Provenza ha fatto provare ai suoi ragazzi diversi movimenti con o senza palla. Per quanto concerne lo stato di salute dell’Fc Catanzaro, buone notizie in questo senso. Pare, infatti, che la

società ha provveduto, alla data del 31 marzo, a presentare presso la Lega Pro la certificazione degli emolumenti verso i propri tesserati a tutto dicembre 2008, così come previsto dall’articolo 85 Noif. I club calcistici devono far pervenire alla Lega italiana calcio professionistico, secondo le modalità dalla stessa stabilite, entro la data di chiusura di ciascun trimestre, la documentazione attestante l’avvenuto pagamento degli emolumenti dovuti ai tesserati, lavoratori dipendenti e collaboratori addetti al settore sportivo con contratti ratificati relativi al trimestre precedente. La Lega italiana calcio professionistico, entro trenta giorni dalla chiusura di ciascun trimestre, deve certificare alla Co. Vi. So. C. l’avvenuto pagamento degli emolumenti dovuti ai tesserati, lavoratori dipendenti e collaboratori addetti al settore sportivo con contratti ratificati relativi al trimestre precedente. Vittorio Ranieri

Biglietti ospiti Val di Sangro–Catanzaro Si rende noto che, in ottemperanza alla normativa vigente, relativa alla vendita dei biglietti ai tifosi della squadra ospite, saranno disponibili, da venerdì 03/04 p. v., dalle ore 10 in poi, presso il “Bar Amalfi” di Catanzaro, via A. Turco, 6 (0961-745135) i tagliandi del settore ospiti relativi alla gara Val di Sangro-Catanzaro di domenica 05/04/2009, ore 15. Il costo unitario è di 10,00 euro + 1,50 di prevendita. Scadenza prevendita alle 19:00 di sabato 04/04/2009. Si fa presente che, essendo la capienza dello stadio “Monte Marcone” di Atessa inferiore ai 10.000 posti, non è necessaria la nominatività dei biglietti. Inoltre si invitano i sostenitori dell’Fc Catanzaro a non recarsi allo stadio se sprovvisti di biglietto, ed informa altresì che nel giorno della gara restera’ chiuso il botteghino ospite.


40 Giovedì 2 Aprile 2009 il Domani

SPORT 2ª D I V I S I O N E VIGOR LAMEZIA

Mister Pierini proverà lo schieramento da opporre ai pugliesi nel match di domenica al “D’Ippolito”

Oggi il test anti-Barletta Il tecnico punta sul rientro di Cacciaglia. Dubbi sulle condizioni di Ragatzu e Angotti

LAMEZIA TERME — Prosegue la preparazione della Vigor Lamezia in vista dell’importante gara di domenica contro il Barletta allo stadio “D’Ippolito”. Un match da vincere a tutti i costi come ha dichiarato il tecnico, Danilo Pierini. Non ci sono alternative: la Vigor dovrà scendere in campo con un solo obiettivo, la conquista dei tre punti. Come detto ieri, il punto conquistato a Vibo Valentia nel derby del Tirreno contro la Vibonese, va accettato perché muove la classifica e lascia più o meno invariate le speranze di agguantare i play-out. E’ chiaro che dal prossimo turno in avanti, la squadra allenata dovrà ottener il massimo. Soprattutto nella restanti quattro gare casalinghe. Tre delle quali nel solo mese di aprile. Con la parentesi esterna della sfida dell’11 aprile, vigilia di Pasqua, in casa del Noicattaro. Dopo il Barletta e la gara con la compagine dell’ex Di Muro, i lametino avranno due match oltremodo fondamentali in casa con Igea Virtus e Aversa Normanna. Insomma, quattro gare al cardiopalma. Tuttavia, si

A sinistra, l’attaccante biancoverde, Michele Sergi. Sopra, il tecnico della Vigor Lamezia, Danilo Pierini.

pensa a un match per volta. Ergo, domenica bisogna sconfiggere i barlettani e pensare positivo per il prosieguo del campionato. Sergi e compagni dovranno scendere in campo concentrati al massimo per cercare fin da subito di dare un senso alla disperata rincorsa verso il penultimo posto. Non ci sono più scusanti. La squadra ha l’obbligo morale verso i tifosi e verso la città tutta, di crederci fino in fondo e lottare con i denti fino al novantesimo e oltre. Notiziario. Dopo la doppia seduta di ieri, oggi il consueto test infrasettimanale del giovedì allo stadio provinciale “Carlei”. Un’occasione importante per comprendere le condizioni fisiche di Ragatzu e Angotti. Come segnalato anche ieri, per la gara contro i pugliesi, Pierini potrà contare su tutti gli effettivi, visto che nessun giocatore biancoverde è stato appiedato dal giudice sportivo. Rientrerà anche Cacciaglia dopo aver scontato un turno di squalifica. Oggi, dunque, arriveranno indicazioni attendibili sullo schieramento che Pierini opporrà al Barletta. r. s.

Il cammino verso i play-out a sette giornate dalla fine del campionato Di seguito le gare che dovranno disputare Vigor Lamezia e Isola fino alla fine della stagione regolare. Le due formazioni sono separate da cinque lunghezze e, ad oggi, sono le maggiorni candidate alla retrocessione diretta. Domenica prossima allo stadio “Guido D’Ippolito” si gioca Vigor Lamezia-Barletta, mentre la compagine laziale affronterà in casa la Vibonese.

Isola Liri punti 24 VIBONESE

PESCINA VdG

Melfi

MONOPOLI

Cassino

GELA

Catanzaro

Vigor Lamezia punti 19 BARLETTA

Noicattaro

IGEA VIRTUS

AVERSA NORMANNA

Gela

SCAFATESE

Monopoli

In maiuscolo le gare interne CATANZARO — Sono stati individuati e denunciati dalla polizia i responsabili dell’aggressioneavvenutanelcorsodelderby Catanzaro-Vigor Lamezia, disputato lo scorso 22 febbraio, all’interno dell’area destinata al transito degli spettatori, ai danni di un giovane catanzarese ventenne (identificato in A. I. E.). Due individui, sconosciuti alla vittima, pretendevano di accedere allo stadio, subito dopo l’intervallo tra i due tempi di gioco, attraverso il varco corrispondente alla porta carraia, riser-

2ª D I V I S I O N E

Derby con la Vigor Lamezia, denunciati per aggressioni due giovani catanzaresi vato all’ingresso degli automezzi di servizio e alle forze dell’ordine. Il malcapitato si trovava sul luogo dell’aggressione in quanto fino a qualche attimo prima aveva prestato ausilio al padre il quale, a sua volta, svolge compiti di

pratica collaborazione con la società Fc Catanzaro e, nel tentativo di spiegare ad entrambi l’impossibilità di consentirgli di rientrare (attesa la vigenza del regolamento d’uso afferente all’impianto sportivo), era stato minacciato e percosso. Gli auto-

ri della violenza, dopo il raid, del tutto incuranti, si erano allontanati indisturbati, dirigendosi verso l’ingresso della curva ovest, confondendosi fra il pubblico. Personale della squadra tifoserie della Digos avevaportatoimmediatosoccorsoallavittima, con la collaborazione dei sanitari del servizio di emergenza presente al “Ceravolo” avviando l’attività investigativa. Si ècosìpervenutiallaindividuazioneeidentificazione degli aggressori che, conseguentemente, sono stati deferiti alla pro-

cura della Repubblica di Catanzaro, in concorso, per minacce, lesioni personali e per violazione alle norme che disciplinano la corretta fruizione degli impianti sportivi. Si tratta di D. M. 28 anni, e R. G. 34. entrambi catanzaresi. La loro posizione è stata oggetto di valutazione da parte del questore che, attraverso l’Ufficio misure di prevenzione della Divisione anticrimine, ha irrogato loro la misura di divieto di accesso ai luoghi in cui si svolgono le competizioni sportive per 3 anni. (Agi)

Dopo le recenti prestazioni non proprio convincenti tra i rossoblù c’è ottimismo sul prosieguo del torneo...

VIBONESE

VIBO VALENTIA — Perché continuare a

dire che la Vibonese a due punti dalla quintultima e non ricordare invece che è a tre punti di un gruppetto di sei squadre che stanno appena una posizione di classifica in sù? E’ la solita storia del bicchiere mezzo pieno o mezzo vuoto. Del pensare positivo e non lasciarsi abbattere. E’ un problema di filosofia di vita. E di mentalità. Il punto è che, mezzo pieno o mezzo vuoto che sia, il bicchiere è certamente a metà e questo non deve essere considerato soddisfacente, perché a Vibo Valentia si vuole brindare scolandosi per intero il contenuto e lo si vuole abbondanteperfesteggiareallagrande. Galfano, però, intende professare ottimismo e lo fa a ben ragione, anche perché – finalmente! – ha potuto notare il ri-

Vibonese, si punta su un rinnovato spirito di squadra torno dei tifosi allo stadio e questo lo considera un fatto importantissimo ed uno stimolo in più per fare meglio e rendere soddisfatti quanti hanno deciso di riappropriarsi della squadra. Significativa, in tal senso, la frase che ha voluto riservare loro: «Adesso che sono tornati, li ringrazio», una frase semplice, certo, ma importante e carica di significato da trasferire ai suoi giocatori. Intanto, sul fronte allenamenti la situazione appare buona. Iadaresta può tornare a disposizione avendo scontato la squalifica, le

condizioni di Pirrone vanno recuperandosi al meglio sotto il diretto controllo del preparatore atletico Carlo Lico ed Orefice, che domenica era uscito anzitempo per infortunio, ha dato prova di aver assorbito l’incidente inserendosi nel gruppo di testa sin dal primo istante. Romane fuori solo Marangon che deve scontare ancora una domenica di riposo forzato. Rimane, comunque, il problema di recuperare la migliore condizione di non pochi giocatori. Contro la Vigor sono apparsi sotto to-

L’esperto centrocampista della Vibonese Giovanni Ruscio.

no soprattutto Melis e anche Polito, mentre ha sorpreso la partita di Ruscio, apparso un po’ scarico, certamente meno “tosto” del solito, a conferma che anche per lui serve una dose ulteriore di allenamento fisico perché la carica agonistica che sa trasmettere diventa strategica in questa fase del campionato.

Dunque, rinnovato spirito di squadra e recuperata voglia di fare bene: questi gli elementi caratterizzanti in vista della difficile trasferta contro l’Isola Liri, da dove si “deve” tornare portando a casa punti importanti. Maurizio Bonanno


Pag. 41

APPUNTAMENTI il Domani

Giovedì 2 Aprile 2009

TEATRO - MUSICA - CULTURA - CONVEGNI - DANZA - ARTE - LIBRI - SOCIETÀ

CATANZARO Tutto pronto al Teatro Politeama per uno degli eventi internazionali più prestigiosi della stagione 2008/2009

Bothanica, lo spettacolo dei Momix In prima mondiale in Italia, sarà presentato venerdì 3 e sabato 4 aprile nel capoluogo calabrese CATANZARO — Tutto pronto al Teatro Politeama di Catanzaro per uno degli eventi internazionali più prestigiosi della stagione. Inizia domani l'allestimento per "Bothanica", il nuovo spettacolo dei Momix in prima mondiale in Italia, che sarà presentato venerdì 3 e sabato 4 aprile nella splendida cornice del magnifico Teatro del capoluogo calabrese all'interno della Stagione ufficiale 2008/2009 della Fondazione Politeama. Ben quattro autoarticolati trasporteranno le scene, i costumi e le luci. Oltre cinquanta i tecnici specializzati a lavoro. La celeberrima compagnia americana di ballerini-illusionisti diretta da Moses Pendleton è tornata dopo trent'anni a presentare un suo nuovo spettacolo in prima mondiale nel nostro Paesea e questa volta pure la Calabria, grazie alla "Fondazione Politeama", si è assicurata il prestigioso e storico evento. "In questi anni - hanno detto i vertici della Fondazione - abbiamo presentato eventi unici e di altissimo spessore intercettando anche molte stelle del panorama internazionale. Bothanica dei Momix rientra tra quelli che ac-

quisteranno un sapore indimenticabile per un teatro divenuto in pochi anni uno dei principali palcoscenici della scena culturale italiana. I Momix presenteranno il nuovo straordinario spettacolo a base di incredibili coreografie ed effetti ispirati alla natura. Il mondo di immagini surreali create dai Momix, facendo interagire corpi umani, costumi, attrezzi, giochi di luce, evocherà quadri meravi-

gliosi delle quattro stagioni. Il geniale coreografo questa volta porta il pubblico, dopo il notturno ed alieno Sun Flower Moon, in un viaggio dentro una natura meravigliosa ed affascinante fortemente minacciata dalle costanti incursioni dell’uomo. Con il suo usuale ed ineguagliabile linguaggio visuale e coreografico, suggestivo e seducente, guiderà gli spettatori in trepidanti mondi nascosti costantemente

in fermento, addentrandosi fino ad esplorare la sessualità delle api o l'algida voluttuosità di creature arcane. Stupefacenti ed emozionanti, Pendleton ed i suoi Momix offrono una vera sequenza di creazioni uniche inebrianti e struggenti, sottolineando la bellezza e la meraviglia di un mondo da preservare. Per questo straordinario evento, curato in esclusiva regionale petr la "Fondazione Politeama" da Ruggero Pegna, so-

no ancora disponibili gli ultimi cento biglietti presso la biglietteria del Teatro, prenotabili allo 0961.501818. I due spettacoli di venerdì e sabato sono davvero un'occasione imperdibile per il pubblico calabrese che raramente può assistere ad un evento di tale spessore artistico in prima mondiale. La compagnia, infatti, dopo l'Italia porterà "Bothanica" in tutto il resto del mondo.

Us and Them, omaggio ai Pink Floyd

Il Centro Storico di Catanzaro conferenza promossa dal Rotary

COSENZA — Venerdì 3 aprile

CATANZARO — “Il Centro Storico di

COSENZA Domani il secondo appuntamento della stagione Concertistica 2009 organizzata dall’Associazione Culturale Jonica

2009, alle ore 20,30 – secondo appuntamento della stagione Concertistica 2009 organizzata dall’Associazione Culturale Jonica in collaborazione con il Comune di Cosenza con lo spettacolo che vedrà protagonista la pianista romana Rita Marcotulli con una superband per un progetto-tributo ai Pink Floyd dal titolo “Us and Them”. «Us and Them dei Pink Floyd spiega una nota -era già stata proposta da Rita Marcotulli nel 2006 in "The Light Side of the Moon" e probabilmente proprio da lì è nata l’idea (e la sfida) di riproporre la musica del celeberrimo gruppo britannico. La Marcotulli ha arrangiato alcuni brani famosi e meno del gruppo. Per l’occasione la pianista romana (attiva compositrice e interprete del panorama europeo che vanta collaborazioni con importanti artisti di varia estrazione musicale, da Billy

Cobham a Pino Daniele, da Ambrogio Sparagna a Enrico Rava, da Dewey Redman a Maria Pia De Vito), ha costituito un gruppo “atipico” (come quelli visti decine di volte a Roccella Jonica durante il Festiva Jazz), nella fattispecie un quartetto jazz classico (con l’inglese Andy Sheppard ai sax, Giovanni Tommaso al contrabbasso e Alfredo Golino alla batteria), a cui sono stati aggiunti strumenti e musicisti meno legati al jazz (la chitarra elettrica di Fausto Mesolella degli Avion Travel, il basso elettrico di Matthew Garrison, attuale bassista di Pino Daniele e figlio di Jimmy Garrison che fu il contrabbassista di John Coltrane, le percussioni e gli electronic sounds di Michele Rabbia, e la voce di Raiz, ex cantante degli Almamegretta). Il risultato è conturbante: gli arrangiamenti, intelligentemente dosati e al tempo stesso mantenuti "aperti", non stravolgono gli originali, né nello spirito né nel

sound, riuscendo ugualmente a diversificarsi e imprimere alla materia preesistente una impronta personale e originale ricca di inaspettati punti di fuga (culminanti spesso negli assolo di un ispiratissimo Andy Sheppard, ottimamente valorizzati dal lavoro della Marcotulli). I brani sono stati scelti da periodi diversi: così i pezzi più psichedelici e innovativi (Astronomy Domine, Set the Controls For The Heart Of The Sun) si annodano con quelli di matrice più folk-rock (Cirrus Minor, Cryng Song, Goodbye Blue Sky) e con quelli del pop più celebrato (Us and Them, Money). E' condivisibile quanto detto nelle note di copertina dell’album: "E’ jazz? Si, anche. E’ rock? Si, certo. Più di ogni altra cosa questo è un insieme di suoni, ritmi, improvvisazione e scrittura definita in continuo divenire. Una sorta di esperanto in musica, libero e coinvolgente. Lo si potrebbe definire jazz psichedelico mediterraneo».

PRAIA A MARE I suoi quadri saranno esposti, da sabato prossimo fino al 3 maggio, presso il Museo Comunale

La mostra di Thomas Diego Armonia PRAIA A MARE — Sabato, 4 aprile, alle

ore 19, il Museo Comunale di Praia a Mare apre con una inaugurazione d'eccezione, la mostra dell'artista Thomas Diego Armonia italiano di nascita e parigino d'adozione, che ha fatto dell’arte un mezzo di esclusività grazie ad un connubio rarissimo tra pittura, moda, oro e storia antica e che resteranno nel Museo fino al 3 di maggio. Alla prima, interverranno il critico d'arte Carlo Andreoli, l'avvocato Luca Branchicella e il professore Giovanni Moscara.

I suoi quadri sono in bella mostra anche in un prezioso catalogo Donnamare “sulle rive della bellezza” redatto dall cooperativa Mondocultura Athena. Un percorso artistico che fa rivivere il disegn nella sua interezza – afferma euforica il presidente di Mondocultura Antonella Palladino deus ex machina della mostra che in questa importante impresa non è sola, coadiuvata da Claudia Sarubbo insegnante di storia dell'Arte. «L'arte di Thomas Diego Armonia è la sintesi di una ri-

cerca di equilibrio fra abito, gioiello, storia valorizzando il volume della donna dice soddisfatto Pietro De Paola assessore alla cultura del Comune di Praia che patrocinia questa importante mostra. Avere un artista di fama internazionale - afferma il primo cittadino Carlo Lomonaco - mi riempie d'orgoglio. La mostra dell'artista Armonia, insieme alla nostra positiva partecipazione alla Borsa Internazionale del Turismo, appartiene ad un momento magico che la mia città vive».

Catanzaro dal passato al presente” è il titolo suggestivo di una conferenza promossa ed organizzata del Rotary Club Catanzaro Tre Colli, presieduto dell'Ing. Quintino Jirillo, nel contesto del programma di attività previste per l'anno 2009. L’evento, che vedrà la partecipazione di illustri e qualificati relatori che si soffermeranno su aspetti economici, tecnici, urbanistici, storici, di costume ed arte, verrà introdotto dal Dott. Giuseppe Speziali e si svilupperà con gli interventi dell’Ing. Domenico Angotti, dell’Avv. Gianni Bruni, della Prof. ssa Francesca Romana Lecce, con il coordinamento della Dr. ssa Marina Pecoraro. L’iniziativa si propone di ripercorrere, in una rivisitazione vir-

tuale anche con l’ausilio di immagini, la storia e le trasformazioni intervenute nel Centro Storico di Catanzaro, centro vitale dell’arte e della cultura cittadina, ma anche testimone delle vicende di costume, politica, economia e cronaca quotidiana della Città, in un excursus che dal passato giunge ai nostri giorni per trovare nuovi stimoli di riflessione ed incrociare le nuove aspettative di una comunità in continua evoluzione. L’appuntamento è previsto per oggi alle ore 17,30 presso la sede di Confindustria di Catanzaro in Via Eroi 1799, n. 23, con invito esteso a tutta la cittadinanza che vorrà presenziare ad un evento di qualificata importanza.


42 Giovedì 2 Aprile 2009 il Domani

APPUNTAMENTI CALABRIA CATANZARO Dopo il concerto al grande cantautore é stata consegnata, dall’orafo Michele Affidato, un’opera interamente realizzata a mano

Tutto esaurito per Franco Battiato Soddisfatto per la riuscita dell’evento, il promoter della Esse Emme Musica, Maurizio Senese naggio, il maestro orafo di Crotone Michele Affidato, meritevole di aver contribuito a rendere migliore l’immagine della nostra Calabria nel mondo: «Michele Affidato ha consegnato al cantante un’opera interamente realizzata a mano, raffigurante un tempio dove spiccano alcune maschere apotropaiche, simbolo di ricchezza e fortuna. Di sicuro un personaggio come il maestro crotonese contribuisce a valorizzare la nostra Calabria, una terra ricca di immensi tesori proprio a partire dai grandi artisti come Michele Affidato». Di Maurizio Senese il maestro Affidato ha invece puntualizzato: «Lo seguo in tutti i suoi tour e mi fa piacere pre-

CATANZARO — Un nome che non

ha bisogno di presentazioni quello del big Franco Battiato, uno spettacolo che ha registrato il tutto esaurito in ogni ordine di posto così come sottolineato dal promoter Maurizio Senese della Esse Emme Musica: «Sono soddisfatto di questo grande successo ottenuto nella città capoluogo di regione. Catanzaro ha risposto con grande entusiasmo ad un appuntamento al quale, credo, si dovesse essere presenti. Ci dispiace che moltissime persone non siano riuscite a comprare il biglietto in tempo e quindi a non essere qui al Politeama per un concerto che potrebbe essere irripetibile. Per me è stato un onore organizzare

un evento che ha visto in scena un mostro sacro della musica come Francesco Battiato; era uno dei tasselli più preziosi che mancavano al mio puzzle professionale». «Vedo il 2009 come un anno di

Alcuni momenti insieme a Francesco Battiato

successi - ha aggiunto Senese - e mi riferisco ai concerti già realizzati come quello di Biagio Antonacci al teatro “Rendano” di Cosenza o quello di Luca Carboni al “Cilea” di Reggio Calabria. Il

prossimo appuntamento resta fissato al 6 aprile proprio al “Cilea” dove sarà di scena la grande Ornella Vanoni». Infine Maurizio Senese ha voluto porre l’accento sulla figura di un grande perso-

miare gli artisti da lui scelti per esibirsi nella nostra regione. E’ una grande persona, meritevole di impegnarsi parecchio per promuovere il territorio, realizzando eventi che riscuotono un bel suc-

cesso». A proposito del premio Michele Affidato ha precisato: «L’ho realizzato in argento e raffigura un tempio, ad indicare i fasti dell’antica Magna Grecia, un vanto sia per la Calabria che per la vicina Sicilia, terra di Francesco Battiato. Sono state inserite tre maschere apotropaiche in oro che gli antichi greci ritenevano simbolo di protezione e successo. E’ questo l’augurio che vorrei fare al cantautore siciliano attraverso la mia creazione; Battiato mi ha regalato bei momenti che conservo gelosamente nel bagaglio dei miei ricordi fin da giovanissimo». La musica di Francesco Battiato ha incantato i teatri italiani grazie ad un lungo tour che

lo ha portato qui a Catanzaro dopo aver riempito i palcoscenici e le platee storiche come il “Massimo” di Palermo, “l’Europa Auditorium” di Bologna, “l’Auditorium della Conciliazione” a Roma. Numerosissime sono state le sale che hanno ospitato il grande cantautore siciliano, noto per la sua estrema originalità ed ecletticità, abile a spaziare nei suoi pezzi tra romanticismo, musica sperimentale, d’avanguardia, non tralasciando l’opera lirica, la musica etnica, quella leggera, il rock progressivo. Una spiritualità profonda quella di Francesco Battiato, protagonista di una fuga costante dalla vita mondana e da una visibilità esasperata, ammirevole per essere riuscito con successo a costruirsi un proprio percorso artistico riconoscibile e di aver dato raffinatezza, eleganza e sobrietà alla sua musica. Rita Macrì


il Domani Giovedì 2 Aprile 2009 43

APPUNTAMENTI CALABRIA CATANZARO Ieri, presso il salone dell’Istituto Tecnico “Scalfaro”, sono state recitate alcune sue poesie dall’attrice Adele Fulciniti e da Eugenio Conforto

I magici racconti di Maria Angotti La critica si è sempre espressa in termini lusinghieri di vasto riconoscimento e di lodi di Franco Brescia CATANZARO — Maria Angotti è una

“bimba” con il cuore e l’anima che vagano nello stupendo splendore del giardino del fantastico, dove regna costante il senso della felicità, dell’amore, della pace, dell’amicizia, ma anche profumi meravigliosi, colori ineguagliabili, suoni paradisiaci, alberi meravigliosi, luoghi incantevoli. Questo giardino non contiene cattiveria, invidia, fame, disperazione e tutte le altre realtà non tanto piacevoli che sconvolgono la vita del reale. Maria è sempre allegra e la mattina, quando si sveglia, canta la gioia e la speranza. Questa visione è stata trasferita in poesie e racconti, laddove gli uomini e le donne si amano e si aiutano vicendevolmente, dov’è alto il senso della famiglia e il desiderio di stare insieme, dove gli animali parlano e raccontano ed il lupo sta insieme con l’agnello e il leone con il cerbiatto. Ma, nelle opere della Angotti vige anche il senso del dovere, del sentimento del particolare amore materno che lo lega indissolubilmente ai propri figli, per sempre. E, poi tanto altro. La critica che si è soffermata sulle opere angottiane si è sempre espressa in termini lusin-

ghieri, appaganti, di vasto riconoscimento e di lodi. Basti per tutte ricordare quella espressa ad introduzione della raccolta di alcuni racconti: “L’isola meraviglia” che traduce l’anima del contenuto e della stessa scrittrice: «Sono passati molti secoli da quando Esopo iniziò ad affascinare gli antichi greci donando alla scrittura la strategia didascalica e attribuendo agli animali pensieri e condotte trasferibili nel contesto umano. Fedro continuò sull'esempio di Esopo e conferì alla morale spessore ancora più significativo. Segni diacronici allontanano la nostra epoca da quella dei favolisti antichi, ma il senso della favola perdura. Le pagine originate dalla "fluida penna" di Maria Angotti se pure pensate per l'infanzia, offrono occasione di riflessione per lettori che prediligono contenuti significativi ed icastici, manifestati attraverso l'idea, la narrazione e l'insegnamento. Maria Angotti ci invita ad entrare nell'immaginario promuovendo messaggi educativi senza tempo C'era una volta... ” La scrittrice “bimba” è adulta ed è madre di due figli, di cui uno giudice; è dottore in Giurisprudenza e per professione ha svolto per un trentennio l’attività di insegnante. Que-

sto mondo fantastico la possiede da sempre anche se la sua vena poetica si è manifestata solo da un decennio. Le sue opere hanno ricevuto premi apicali in concorsi nazionali e internazionali a man bassa e menzionarli tutti resta impossibile. Basti, quindi, ricordare i premi ottenuti al concorso letterario europeo “Miguel de Cervantes” a Barcellona; nello stesso anno a Venezia al concorso letterario internazionale “San Marco”. Nel 2004 la Fiera del Libro di Torino si è aperta con la presentazione del suo secondo libro di poesie “La mia voce 2”, libro che ha ottenuto ottimo consenso di pubblico e di critica. La casa editrice La Versiliana ha sostenuto che questo libro ha qualificato il suo stand presente alla Fiera e che tutti si sono riversati a comprarlo e di averne quindi venduto tutte le copie. Tra gli acquirenti, il vice-presidente del consiglio del tempo, l’attuale Presidente della Camera Gianfranco Fini e il presidente del Senato Pera. E poi si ricorda il premio ottenuto a Vienna al concorso letterario europeo città di Vienna; il secondo premio al concorso europeo del 2005 “Città di Lisbona”; e, infine, che nel 2005, alla Fiera del Libro di Torino, con tre poesie ine-

COSENZA La presentazione del libro si terrà domani presso il Salone delle Conferenze di Palazzo Arnone

I discursi da vrascera, poesie Calabresi COSENZA — Domani a Cosen-

za, alle ore 17.30, presso il Salone delle Conferenze di Palazzo Arnone, sede della Soprintendenza BSAE della Calabria e della Galleria Nazionale di Cosenza, sarà presentato il volume di poesie, disegni e musiche di Francesco Pallone dal titolo I discursi da vrascera – Poesie Calabresi (Nuova Editoriale Bios). «L’iniziativa - spiega una nota sarà introdotta da Fabio De Chirico, Soprintendente per i Beni Storici, Artistici ed Etnoantropologici della Calabria, che ha condiviso la necessità della riscoperta e della valorizzazione delle antiche tradizioni che contraddistinguono in maniera mirabile la nostra Regione. Interverrà, inoltre, Nella Mari, storico dell’arte direttore coordinatore della Soprintendenza Bsae della Calabria, che pre-

senterà il volume ponendo l’attenzione sul ruolo strategico che riveste il ricco patrimonio etnoantropologico della Calabria con particolare riguardo alla poesia in vernacolo. I lavori saranno condotti da Francesco Errante, noto per la sua poliedricità e calabresità. Le conclusioni saranno tratte da Ernesto Corigliano, avvocato, politico e giornalista. Daranno un tocco di originalità e di presenza scenografica agli austeri locali di Palazzo Arnone la proiezione dei disegni e le musiche presenti nel testo che saranno eseguite da un ensemble di rilievo costituito da Giuseppe Pallone (mandolino e mandòla), Checco Pallone (chitarra classica e tamburo a cornice) e Maria Rosaria Bianco (voce). Poeta-ingegnere originario di Mangone, Francesco Pallone in questa nutrita raccolta delle sue poesie, tutte in

dialetto, ripercorre, attraverso il filtro suggestivo ed evocativo della vrascera, il braciere, elemento aggregante, scrigno della memoria e spazio fisico attorno al quale vive e agisce la comunità-paese, riti di una Calabria legata alla sua storia e al senso della famiglia nella tradizione di ieri e nel mutamento repentino dell’oggi. Francesco Pallone ama fare arte a 360 gradi: così nel volume sono racchiuse le partiture musicali di due romanze, sotto il titolo E musiche e papà dedicate al padre, intenditore e maestro di musica, e di venti canzoni raggruppate sotto il titolo di Cantamunille sunannu. Sparsi ancora nel volume trentotto disegni, schizzi e bozzetti, dettati dalla visione di luoghi assai cari e di particolare bellezza al fine di eternare fontane, viuzze, alberi secolari di Mangone e Cerisano».

dite, è stata presentata come scrittrice europea contemporanea. Ma l’Angotti non si racchiude solo nel suo mondo. Ella si inserisce nella platea culturale cittadina divenendone assidua frequentatrice e interviene nel corso dello sviluppo delle varie conferenze. Fa anche parte dell’”Associazione del Politeama” di cui sono presidente, che tratta vaste tematiche culturali tra cui quelle concernenti il teatro. Ama anche il teatro e lo frequenta e, per di più, si è spesa anche nel ruolo di attrice. Si presenta, in ogni occasione, con la sua figura semplice, serena, materna. Non fa intravedere il calore che, certo, entro la tiene viva, rigogliosa. Ieri, al salone dell’Istituto Tecnico “Scalfaro” di Catanzaro sono state recitate alcune sue poesie dall’attrice Adele Fulciniti e dal dr. Eugenio Conforto. Il prof. Luigi La Rosa si è soffermato a commentare le opere di Maria, nelle quali predominanti sono due filoni: quello contro ogni forma di violenza e quello dell’amore, un amore che arriva lieve come una carezza e ravviva ciò che tocca, oppure arriva con l’invito a vivere “non soffocare la vita” ripete spesso in una sua poesia “se vuoi cantare, canta; se vuoi ridere, ridi; se vuoi amare, ama. E’ la

vita, è la vita”. E’ così la serata è trascorsa in una dolce e sorridente atmosfera, suggerita anche dalle intemperanze di Serafina, protagonista di una delle poesie “La ballata di Serafina”. Nel commentare la poesia e le opere angottiane, per La Rosa si è aperta anche l’occasione per discernere di poesia che è lo strumento dell’anima, il canto dolce e appassionato delle persone sensibili, che vogliono stare inserite nell’umanità con profondità di percezione e di sentimento per tramutare in parole il sentire accompagnate dalla musica che straripa dallo scrigno nascosto strapieno di trasporto e di dolcezza. La poesia di Maria Angotti accumula questi elementi che eleva la poesia ad arte nobile, che è data solo ad eletti di possederla per poi donarla agli altri, senza chiedere nulla in cambio. Solo per la gioia di dare. E’ anche questo il mondo fantasioso dei poeti. Questo mondo che viene raggiunto forse di più nell’età pacata, quando gli orizzonti sono più vicini, ma che rende sempre giovani. Non a caso sulla tomba di Omero, che si spense vecchio, v’è scritto: “ Omero morì giovane perché era un poeta”. La sala era gremita e gli applausi sono stati scroscianti.

RETTIFICA Catanzaro, Ospedale online tv In merito al comunicato stampa pubblicato sull’edizione di ieri de “Il Domani”, segnaliamo come sia stato erroneamente riportato il giorno della messa in onda della trasmissione “Ospedale online tv” sulle frequenze di Telejonio. La trasmissione, infatti, andrà in onda oggi (e non l’1 aprile), alle ore 23, sull'emittente Telejonio.

Petronà, “Ricordando Evelyn” sabato 4 a palazzo Colosimo PETRONA’ — “Ricordando Evelyn. Ambiente, donazione e salute”. Sabato 4 aprile, a palazzo Colosimo alle ore 15, si parlerà di donazione del midollo osseo. La manifestazione è organizzata da Admo sede di Petronà in collaborazione con il Corpo forestale dello Stato, del Comune di Petronà e di Fipav Calabria e con il contributo di CsvCatanzaro. Come tema un pensiero di Madre Teresa: “Quello che facciamo noi è come una

goccia nell’oceano, ma se questa goccia non ci fosse all’oceano mancherebbe”. Programma: saluti autorità; prof. Pasquale Iacopino: “Attualità in tema di trapianto”; ing. Vito Nusdeo: “Il volontario Admo”; prof. ssa Pina Davoli: “admo nella scuola: donazione e solidarietà”; don Giorgio Rigoni: “La vita: dono d’amore”. Ci saranno altri interventi e testimonianze sulla leucemia. Coordina Carmine Borelli.


44 Giovedì 2 Aprile 2009 il Domani

APPUNTAMENTI CALABRIA

SEGNALARE A: FAX 0961.903801 - E-MAIL: APPUNTAMENTI@ILDOMANI.IT

Presentazione, su Rai Uno, della prossima Gran Festa del Pane in programma ad Altomonte

“La rosa tatuata” in scena a Castrovillari IL CARTELLONE

Proiezione de “Il diario di un maestro” questa sera a Catanzaro

ALTOMONTE (Cs) - Presentazione festa del pane Sabato 4 aprile 2009, su RaiUno, dalle ore 9.00 alle ore 9.35, nell'ambito dello spazio “Village” della trasmissione televisiva “Sabato & Domenica”, condotto da Gianfranco Vissani andrà in onda il servizio dedicato al Altomonte, con la straordinaria presenza del maestro Carlo Rambaldi, "padre" di E.T., e con i suoi tre premi Oscar. Oltre a presentare uno spaccato delle caratteristiche paesaggistiche e culturali del borgo medievale, verrà lanciato l'appuntamento per la prossima Gran Festa del Pane 2009, che si svolgerà dal 30 aprile al 3 maggio. Per conoscere i dettagli: www.granfestadelpane.com. BADOLATO (Cz) - Processione dei Misteri Dolorosi La Confraternita dell’Immacolata di Badolato Superiore comunica che, come da tradizione secolare, sabato 11 aprile si svolgerà la Processione dei Misteri Dolorosi per le vie del Borgo. Vi prenderanno parte fanciulle vestite da “ Addoloratine” che seguono il Cristo sulla via del Calvario accompagnato da decine di Alabardieri, Centurioni, Giudei, Penitenti(disciplinari), oltre ai numerosi Confratelli dell’Immacolata ed a quelli di S. Caterina. Il tutto accompagnato da canti religiosi tradizionali, attraversando tutte le vie del Borgo. La processione inizierà alle ore 13,00 dalla Chiesa dell’Immacolata con tappa presso il Convento di S. Maria degli Angeli, la Chiesa di S. Caterina, la Chiesa di S. Domenico, la Chiesa Matrice, la Chiesa di S. Nicola, per far poi ritorno alla Chiesa dell’Immacolata dopo circa sette ore e otto chilometri di cammino. BIANCO (Rc) - Memorial Paolo Musolino L'associazione memorial Paolo Musolino, scacchi, cultura e solidarietà benefica organizza il 3° memorial "Paolo Musolino" presso il lido "Le dune bianche" giorno 1, 2 agosto. BOTRICELLO (Cz) - Corsi di cucina Sono aperte le iscrizioni ai corsi di cucina dell’Agriturismo La Casa di Botro. Le lezioni avranno la durata di due ore per una volta alla settimana (sabato) per 5 settimane. Ogni corso sarà composto da 8 corsisti per gruppo. Costo euro 120.00. CARIATI (Cs) - “Eugenio vive” L'Amministrazione comunale di Cariati, città della tarantella, organizza "Eugenio vive" 3ª giornata donazione - Cariati, in ricordo del gesto straordinario di Eugenio Di Dio, domenica 5 aprile, ore 18.00, presso il centro sociale. Saluti: Filippo Sero, sindaco di Cariati; partecipano: Padre Pasquale Pitari, cappellano - ospedale "Puglisi" Catanzaro; Vincenzo Labonia, ref. distretto Cariati Sit (Sistema informativo trapianti); Cataldo Perri, assessore cultura - comune di Cariati; Pellegrino Mancini, coordinatore - centro trapianti regionale; modera: Assunta Scorpiniti, giornalista.

colo è inserito nel cartellone della terza stagione teatrale cassanese, organizzata dall’Amministrazione comunale, in collaborazione con la Regione Calabria, la Provincia di Cosenza e Teatri Calabresi Associati. CASTROVILLARI (Cs) - “La rosa tatuata” Mariangela D’Abbraccio e Paolo Giovannucci saranno i protagonisti de la "La rosa tatuata" di Tennessee Williams, per la regia di Francesco Tavassi. Lo spettacolo, tradotto ed adattato da Masolino D’Amico, andrà in scena venerdì 3 aprile, alle ore 21.00, al Teatro Sybaris per la decima stagione teatrale, organizzata dall’assessorato alle Politiche culturali e da Teatri Calabresi Associati. Francesco Tavassi, che oltre ad essere regista dello spettacolo, ne ha curato anche la scenografia e il disegno luci. Personaggi ed interpreti: Serafina delle Rose, Mariangela D'Abbraccio; Alvaro Mangiacavallo, Paolo Giovannucci; Rosa delle Rose, Dajana Roncione; Juck Hunter, Gabriele Russo; Padre De Leo, Francesco Tavassi; Miss Yorke, Estelle, Bessie, Federica Restani, Flora, Peppina, Jacqueline Ferry; Assunta, Antonietta Rado. Costumi: Maria Rosaria Donadio; musiche originali: Luca Pirozzi; regia, scenografia, disegno luci: Francesco Tavassi; a cura di Domenico Donato (per l’ufficio stampa della X stagione teatrale). CATANZARO - “I lilt you”, campagna volontariato Ha avuto inizio la campagna Volontariato 2009 “I lilt you”, che consiste nella ricerca e nel reclutamento di volontari che possano essere parte integrante della Sezione Provinciale Lilt di Catanzaro. Il volontario è una risorsa preziosa che, ogni giorno, attraverso piccoli gesti contribuisce alla mission Lilt: vincere il cancro attraverso la prevenzione, ma anche prendersi cura del malato oncologico, alleviandone le sofferenze e condividendone la gioia della guarigione. Non servono competenze specifiche, basta avere più di 18 anni e qualche ora di tempo da dedicare per aiutare chi ha bisogno. Ci sono tanti modi per essere volontario Lilt, dall’assistenza al malato, alla diffusione della cultura della prevenzione, all’organizzazione degli eventi, sono tante le possibilità attraverso cui puoi offrire il tuo contributo e donare speranza ed una migliore qualità di vita al malato oncologico. Diventare volontario Lilt è semplice, basta contattare il numero verde 800-998877 dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle ore 17.00 o visitare il sito www.lilt.it oppure telefona al numero 0961725026, dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle ore 12.00 e dalle ore 16.00 alle ore 19.00. Da oggi è anche disponibile il sito ufficiale della sezione provinciale di Catanzaro, raggiungibile all’indirizzo www.liltcz.it. Il portale, realizzato dal webmaster Domenico Concolino, si presenta con una grafica semplice, accattivante ed intuitiva, come una vetrina sulle nostre iniziative e una “web-brochure” che illustra come aiutarci e contattarci. Inoltre, al vecchio indirizzo e-mail si affianca ora: info@liltcz.it.Info: 0961725026 o liltcz@libero.it -3208603557 - lilt.cz.press@gmail.com.

CATANZARO - Stagione Politeama 2008/2009 Di seguito il programma al completo della stagione teatrale 2008/2009 del Politeama che si protrarrà fino all’1 aprile: venerdì 3 e sabato 4 aprile, “Momix - Bothanica”. L’ultiCASSANO ALLO I. (Cs) - “Casa di frontiera” mo capolavoro di Moses Pendleton; giovedì 9 aprile,“LuSabato 4 aprile alle 21,00 Aprustum presenta al Teatro Co- dovico Einaudi”, piano solo; venerdì 17 aprile, “La Seremunale di Cassano allo Ionio “Casa di frontiera”. Lo spetta- na”, con Teresa Salgueiro e Lusitania Ensemble; giovedì23

aprile, “DomenicoCodispoti” in concerto; il 4 maggio, serata d’onore “Tributo ad Armando Trovajoli” con l’.Orchestra e coro del teatro San Carlo di Napoli; l’8 e il 10 maggio,“High School Musical. Il Politeama al Masciari”. Il21 novembre, “Tutto quello che le donne (non) dicono”, di Francesca Reggiani e Walter Lupo. 19 dicembre, “Completamente spettinato” con Paolo Migone; 22 gennaio, “Outlet”, scritto da Cinzia Leone con Paola Cannatello; 14 febbraio , “Per tutti Revolution” di Alessandro Siani e Francesco Albanese con la partecipazione di Lello Musella; 21 marzo, Cose che mi sono capitate di Francesco Freyrie e Eugenio Ghiozzi, con Gene Gnocchi; 1 aprile, recital Il meglio di... con Teresa Mannino e Federico Basso. CATANZARO - Marca, attività per le scuole Fino a maggio all’interno del nuovo museo cittadino si svolgerà un inedito progetto di didattica museale, “La porta magica”, pensato per le scuole del territorio. Si vuole così proporre il Marca come centro educativo permanente attraverso laboratori creativi. Info: lab.mediterreaneo@gmail.com, 338/4216232, 347/5025375. CATANZARO - Corsi di preparazione per l’università Sono aperte le iscrizioni ai corsi di preparazione ai test per l’ammissione al primo anno di Medicina, Odontoiatria, Veterinaria, Farmacia, Professioni sanitarie. Info line Form Service: 0961/792770. CATANZARO - Il venerdì “Gira intorno a te” Ogni venerdì presso il Girasole Country Club, via Lucrezia della Valle 102/3 Catanzaro sono organizzati party a tema sotto la denominazione comune di "Gira intorno a te!". Info: 347/0379298 - Prenotazione tavoli (chiamare dalle ore 16:00) 0961.752545. CATANZARO - “Il Diario di un maestro”, proiezione Per Opera a sud oggi, ore 20,00, in via Fontana Vecchia Catanzaro, Vittorio de Seta presenta “ Il Diario di un maestro”. Continuano, quindi, le proiezioni di “Opera a sud mezzo giorno tra cinema antropologico e documentario etnografico” della Cineteca della Calabria . CATANZARO - Convegno sul centro storico Convegno "il centro storico di Catanzaro dal passato al presente", a Catanzaro presso Confindustria, oggi alle 17:30. Dopo il saluto dell'ing Quintino Jirillo, presidente Rotary Club Catanzaro Tre Colli e l'introduzione che sarà svolta dal dott. Giuseppe Speziali, presidente Confindustria Catanzaro, sono previste tre relazioni che saranno svolte in sequenza dall' ing. Domenico Angotti, responsabile Studio Tecnico Angotti “Trasformazioni urbane a Catanzaro dopo l’Unità d’ Italia e fino alla metà del ‘900”; dall' avv Gianni Bruni, giornalista e storico "Catanzaro scomparsa” e dalla prof.ssa Francesca Romana Lecce, studiosa Storia dell’Arte “Passeggiando per Catanzaro tra passato e presente”. Sono previsti interventi programmati. Coordina la dott.ssa Marina Pecoraro del Rc Catanzaro Tre Colli.


il Domani Giovedì 2 Aprile 2009 45

APPUNTAMENTI CALABRIA

SEGNALARE A: FAX 0961.903801 - E-MAIL: APPUNTAMENTI@ILDOMANI.IT

Incontro pubblico sul “turismo nel quartiere” questo pomeriggio nella Città dei Tre Colli

Progetto “Alba Chiara” a Catanzaro IL CARTELLONE

Presentazione dello spettacolo “Bothanica” al Teatro Politeama

CATANZARO - Spettacolo di cabaret Il Teatro del Carro diretto da AnnaMaria de Luca, in collaborazione con l’assessorato comunale alla Cultura di Catanzaro, presenta lo spettacolo-cabaret "Egreggio ‘Mportuni Catanzaro" presso Auditorium "Casalinuovo", oggi, alle ore 21.00, libero ingresso, con Pino Michienzi e il gruppo Parafonè. Musicisti Sergio Schiavone, Bruno Tassone e Angelo Pisani; luci e fonica Nello Zangari; macchinista Antonio Vatrano; regia Pino Michienzi. CATANZARO - “Turismo nel quartiere”, incontro Oggi, ore 17.30, il circolo Pd via T. Gulli Catanzaro Lido, organizza un incontro pubblico sul turismo nel quartiere. Interverranno: Giuseppe Ioele, presidente commissione sport e turismo Comune di Catanzaro; Antonio Argirò, assessore alla Cultura Comune di Catanzaro; Francesco Curcio, assessore alle Attività produttive Comune di Catanzaro; Lorenzo Costa, assessore all’Ambiente e all'Igiene Comune di Catanzaro; Antonio Tassoni, vicesindaco e assessore ai Lavori pubblici Comune di Catanzaro; on. Pietro Amato, consigliere regionale Pd. CATANZARO - Convegno su “Lavoro e sviluppo” Conevgno su “Lavoro e sviluppo” presso la sede di Confindustria Catanzaro (Via Eroi), oggi alle ore 9.30, con la partecipazione degli assessori regionali Maiolo e Sulla, dell’amministratore delegato di Italia Lavoto, Natale Forlani. CATANZARO - Presentazione antologia L’Associazione culturale Salotto Letterario con sede a Catanzaro, in collaborazione con Il Musagete ed Aljon Editrice, con il patrocinio della Provincia di Catanzaro, presenta l’antologia “Lo sguardo della Sibilla”, a cura di Maria Grazia Scarnecchia (Aljon Editrice). L’evento, coordinato dalla prof.ssa Franca Franco, si svolgerà a Catanzaro, venerdì 3 aprile alle ore 17,30 nella Sala Consiliare della Provincia. Interverranno alla manifestazione Angela Lo Passo, Bonifacio Vincenzi, Maria Grazia Scarnecchia Direttore Editoriale Aljon Editrice. Ospiti della kermesse letteraria saranno Rosa De Franco, Marisa Provenzano, Caterina De Nardi, Anna Maria Farabbi, Cristina Montalto, Sara Moricone, Maria Rosato, Claudia Russo, Marisol Vazquez, autrici della raccolta di racconti.

nali Italiane) sul tema “Deontologia e tecnica del penalista nel- Per motivi indipendenti dall'organizzazione, la rappresenl’esame incrociato”. tazione della commedia "Cicciu u pacciu" presso il Teatro Incanto sito in via G.Rito 11 (Parco dei principi) a Catanzaro Sala, è spostata dal 29 marzo al 5 aprile, rispettivamente alCATANZARO - Fiamma Tricolore, incontri le ore 21,00 e 18,30. Per ulteriori informazioni e biglietti teIl Dipartimento Cultura e Formazione della Segreteria Pro- lefonare ai numeri 334833997 - 3202516302 o collegarsi al vinciale della Fiamma Tricolore, guidato dall’avv. Pino Napo- sito www.associazioneincanto.it; 5 aprile, l'Ass. Cult. Conleone, ha avviato un nuovo ciclo di incontri-convegno a data- fine Incerto in "Racconti dal resto del mondo", drammaturre da venerdì 3 aprileladdove, sempre con inizio alle ore 18.00 gia di E.Bianchi, regia di E.Capicotto;19 aprile,Compagnia presso la sede di via Case Arse, si dibatterà sul tema “Dov’è la teatro Hercules in "A scacammi n'atra", testo di Nino geDestra?....Dov’è la Sinistra?....”. melli, regia di P.Procopio; 1-3-8-10-15-17-22-24 maggio, la compagnia del Teatro incanto in "dui cambari e serbizzi...e u nunnu 'mparaventu", testo di Nino Gemelli, regia di F.PasCATANZARO - “Abbasta ma è masculu” safaro. Orario spettacoli: venerdì ore 21:00, domenica ore Presso il Teatro Hercules - Trav. viale degli Angioini – Rione 18:30.Costo biglietti: intero 8,00 euro, ridotto (studenti uniSala - venerdì 3 aprile ore 21,00 circa, l’associazione Hercu- versitari e ragazzi fino a 12 anni) e "galleria" 6,00 euro. Ables mette in scena la commedia “Abbasta ma è màsculu”, due bonamento a 6 spettacoli in platea 40,00 euro. Per informaatti in dialetto calabrese. Testo e regia Piero Procopio. Oltre al zioni, biglietti e abbonamenti recarsi presso il Teatro Inpoliedrico Piero Procopio sulle tavole potremo rivedere Anto- canto, via G.Rito 11 (parco dei principi) a Catanzaro sala, nella Apa, Vanessa Curto, Tonino Angeletti, Stella Surace, Bia- telefonare al 3348339997 o 3202516302, o collegarsi al sito gio Bianco e Gori Mirarchi. Trucchi e costumi Angela Rotella, www.associazioneincanto.it. Luci e fonica Francesco Iacopino, Direzione di scena Andrea Saccardi. CATANZARO - “Agenzia investigativa” Domenica 5 aprile 2009 (sipario ore 18,30), a Catanzaro – CATANZARO - Diagonal Jazz Trav, viale degli Angioini (rione Sala), presso il Teatro HerL’associazione culturale Vivarium upc di Cz e la Regione Ca- cules ritorna la Compagnia Teatrale Ma chi mo’ ffa’ fa’ di labria - Agenzia al diritto allo studio (Ardis) - nel quadro delle Napoli con “Agenzia investigativa” – Testo Marotta e Ranattività culturali rivolte agli studenti universitari della città, done – Regia di C. Cirillo e A. Scarpato. Prenotarsi per tempresentano “Musiche del contemporaneo: la forma canzone, po. Info 331/8652239. quale propaggine primaverile di Diagonal Jazz”. Il festival catanzarese - che giunge con questa ennesima produzione alla sua XVI edizione - in tale occasione si caratterizza artistica- CATANZARO - “Tributo a Saverio Cefaly” mente incentrando l’attenzione sulla cosiddetta forma Can- Conferenza stampa di apertura della rassegna musicale zone. “Diagonal Jazz XVI ed. spring session, musiche del con- “Reazione a catena. Tributo a Saverio Cefaly” che avrà luotemporaneo. La forma canzone”. Venerdì 3 aprile, Ivan Se- go presso la discoteca People di Catanzaro, in via Conti Ruffo greto trio, Walter Calloni, batteria; Daniele Camarda, basso; Ivan Segreto, tastiere e voce; venerdì 17 aprile, Sabina Meyer alle ore 17,00, domenica 5 aprile. con la partecipazione di Marco Siniscalco in Cruelly Coy; Sabina Meyer, voce; Marco Siniscalco, basso elettrico; giovedì 30 CATANZARO - Pizza-concerto aprile, Dave Burrell, Leena Conquest in Leena Conquest sings the songs of Dave Burrell; Dave Burrell, pianoforte e compo- Per conservare il gusto del bello e rist. Hemingway presensizione; Leena Conquest, voce e danza; presso il complesso tano una pizza - concerto. Soprano: Anna Maria Bagnato; Monumentale del San Giovanni in P.za Garibaldi,1. Inizio con- tenore: Francesco Carmine Fera; vocalist: Brigitte Valenticerti ore 21.30. Ingresso 10,00 euro. Abbonamento ai 3 con- no; pianista: Salvatore Gallo; presso località Giovino ex Tibi Tabo, Catanzaro Lido, domenica 5 aprile, ore 20.30, incerti 25,00 euro. Info e prenotazioni: 360/985949. gresso 15,00 euro. Prenotazioni: 0961/769019.

CATANZARO - Presentazione “Bothanica” "Bothanica", il nuovo spettacolo dei Momix in prima mondiaCATANZARO - Circolo Placanica, attività le in Italia, sarà presentato il 3 e 4 aprile al Teatro Politeama, Il Circolo di Cultura "Augusto Placanica" via Scalfaro, 15/bis all'interno della stagione ufficiale 2008/2009 della FondazioCatanzaro, presenta il programma dell attività marzo-apri- ne Politeama. le 2009. Venerdì 3 aprile, alle ore 18.30, dopo le letture dantesche assemblea e auguri di Pasqua presso la sede del cirCATANZARO - “Reflections”, mostra colo. Il programma del Marca, il Museo delle Arti di Catanzaro, si arricchisce di un nuovo appuntamento espositivo che prende CATANZARO - Approfondimenti penalistici in esame l'opera di uno dei maggiori protagonisti della scena Partito il ciclo di seminari organizzato dalla Camera Penale artistica americana. Sabato 4 aprile, alle ore 18.00, (prosegue di Catanzaro “Alfredo Cantàfora”, dal titolo “Approfondi- sino al 27 settembre) s'inaugura la personale di Alex Katz dal menti penalistici”, valido ai fini dell’assolvimento dell’ob- titolo “Reflections” con una serie di grandi lavori inediti inbligo di formazione professionale continua, così come sta- centrati sui temi cardini della sua ricerca, i ritratti e i paesagbilito dal Regolamento approvato dal Consiglio Nazionale gi. L'esposizione, curata dal direttore del Marca Alberto Fiz, è Forense il 13 luglio 2007. Il corso, anche quest’anno, potrà promossa dalla Provincia di Catanzaro assessorato alla Culcontare sull’apporto di illustri relatori che tratteranno argo- tura con il patrocinio della Regione Calabria, del Ministero per menti di grande attualità e di sicuro interesse per gli addetti i beni e le attività culturali e della Parc, direzione generale per ai lavori. Sarà strutturato in sei incontri che si terranno pres- la qualità e la tutela del paesaggio l'architettura e l'arte conso l’aula magna del Seminario San Pio X di Catanzaro: 3 temporanea. L'esposizione è accompagnata da un ampio caaprile 2009, “L’ascolto del minore: uso dell’evidenza scien- talogo monografico in italiano e inglese edito da Electa con tifica nell’acquisizione e valutazione della testimonianza nel saggi di Alberto Fiz e Vincent Katz. Comprende anche un'inprocesso penale”, prof. avv. Luisella De Cataldo Neuburger tervista a Alex Katz curata da Alberto Fiz oltre a due colloqui (Docente di psicologia giuridica e presidente della Società di Katz ccon Francesco Clemente e Richard Prince. Accanto di Psicologia Giuridica) e Prof. Giuliana Mazzoni (Docente alla mostra di Alex Katz negli spazi progettuali del Marca prodi Psicologia nell’Università degli Studi di Hull, Gran Bre- segue, sino al 19 aprile, Sottovuoto, la personale dei due artitagna); 17 aprile 2009, “Scienza, pseudoscienza e fanta- sti napoletani Perino & Vele con una selezione di oltre 20 opescienza nelle indagini criminalistiche di medicina legale”, re tra sculture, installazioni, disegni e progetti realizzati negli Prof. Dott. Francesco Introna (Professore ordinario di Me- ultimi dieci anni con una serie di nuovi lavori del 2008 propodicina Legale e delle Assicurazioni nell’Università degli Stu- sti in anteprima. Orario: da martedì a domenica 9.30-13.00; di di Bari) e “Difensore e prova tecnica, tra insidie metodo- 16.00-20.30; chiuso lunedì. Ingresso: 3 euro. Info: logiche e suggestioni valutative”, prof. avv. Leonardo Ian- 0961/746797 - info@museomarca.com - www.museomarnone (Presidente della Camera Penale di Trani – Docente di ca.com. Diritto Penitenziario nell’Università degli Studi di Bari); 8 maggio 2009, “Il concorso di persone nel reato” prof. avv. Tullio Padovani (Professore ordinario di Diritto Penale nel- CATANZARO - Seminario di formazione politica l’Università degli Studi e presso la Scuola Superiore S. An- Il secondo ciclo di lezioni del seminario di formazione cultuna di Pisa) e prof. avv. Luigi Fornari (Professore ordinario di rale e politica, organizzato dalla associazione culturale “La raDiritto Penale nell’Università degli Studi “Magna Graecia” gione e il tempo”, prosegue sabato 4 aprile 2009,alle ore 17,00, di Catanzaro); 15 maggio 2009, “Il regime delle impugna- nella Sala dei Concerti del palazzo municipale di Catanzaro. zioni penali, fra legge Pecorella, sentenze della Corte Costi- Il dott. Vincenzo Falcone, sottosegretario alla Presidenza deltuzionale e della Corte di Cassazione e progetti di riforma” la Giunta Regionale, già Segretario Generale del Comitato deldott. Giovanni Canzio (Direttore dell’Ufficio del Massima- le Regioni della Unione Europea, terrà la lezione sul tema: “Dal rio della Corte di Cassazione) e prof. avv. Giovanni Aricò Mec alla Ue. L’Europa nel mercato globale”. (Professore associato di Istituzioni di diritto e procedura penale nell’Università degli studi di Salerno). Il ciclo di incontri si concluderà il 13 giugno, con l’intervento dell’avv. Etto- CATANZARO - Teatro Incanto, programma re Randazzo (responsabile Scuole Unione delle Camere Pe- Il Teatro Incanto di Catanzaro presenta la stagione teatrale '09.

CATANZARO - Masciari d’Essai 2009 Programma Masciari d'Essai 2009. Cineforum: 7 aprile, ore 18.00-20.00-22.00, L'ospite inatteso; 14 aprile, ore 18.0020.00-22.00, Home. Musica d'essai: 3 marzo, ore 17.0018.30, laboratorio sulla chitarra a dodici corde; ore 21.00, concerto di sola chitarra acustica a dodici e sei corde. Ingresso euro 5, Maurizio Angeletti. Teatro d'assai: 1 aprile, ore 21.00, Alle radici di e con Chiara Saiella, regia di Stefano Thermes, ingresso euro 5. Premio Raffaele Romeo il 21 aprile, ore 21.00, ingresso gratuito. Aperitivo tutte le sere dalle ore 19.00. Ingresso proiezioni euro 4; abbonamento euro 30 (l'abbonamento include l'ingresso al concerto e all'evento teatrale). Info: 0961/728390. CATANZARO - Uovo di Pasqua ai bimbi ricoverati La dott.ssa Vanessa Aprile, presidente dell'Associazione di promozione sociale, asilo nido e servizi integrativi, sito in via Molise 11, Santa Maria di Catanzaro, in data 7 aprile 2009, alle ore 11.30, presso l'ospedale Pugliese di Catanzaro, reparto di Oncologia pediatrica. In occasione della Pasqua, con l'intento di regalare un sorriso ai bambini/ragazzi in degenza,con un piccolo gesto d'amore, dona loro un uovo di Pasqua. L'uovo sarà consegnato ad ogni singolo bambino/ragazzo dalle mascotte dell'Associazione Titty e Biricco. CATANZARO - Progetto “Alba Chiara” Martedì 7 aprile, dalle ore 14.30 alle ore 19.30, presso l'auditorium "Mons. C. Pellicanò" - presso Fondazione Betania - Via Molise, 21 - S. Maria di Catanzaro, progetto "Alba Chiara". Programmi di assistenza e di integrazione sociale per donne vittime di tratta (art. 18 del dlgs 286/1998). Relatrici: Giovanna Vingelli e Teresa Benincasa. Per informazioni e prenotazioni al seminario: 347/0049325 - sandra.perfetti@promidea.com. CATANZARO - Presentazione libro L’11 aprile, alle ore 17.00, presso la sede provinciale Unuci Piazza Roma n.XX a Catanzaro, si terrà la presentazione "Amore e reazione" di Hugo. Il nuovo romanzo della collana Florilegio Imprinting. La presentazione del libro sarà arricchita dalla presentazione del trailer ufficiale di promozione del libro "Am+Re", girato dall’attore professionista Loris Fabiani con la regia di Italo Vazzana.


46 Giovedì 2 Aprile 2009 il Domani

APPUNTAMENTI CALABRIA

SEGNALARE A: FAX 0961.903801 - E-MAIL: APPUNTAMENTI@ILDOMANI.IT

“Controllo e benessere degli animali e dei prodotti di origine animale durante il trasporto”, convegno a Catanzaro

“La cena dei cretini” a Chiaravalle IL CARTELLONE

Esibizione della pianista romana Rita Marcotulli al Teatro Rendano

CATANZARO - “Controllo degli animali” Il 15 aprile, alle ore 09.00, presso la struttura Polifunzionale della Polizia di Stato, sita in loc. Cavita di Catanzaro (presso sede Polizia Stradale), sarà tenuto il convegno sul tema "Controllo e benessere degli animali e dei prodotti d’origine animale durante il trasporto”, ove interverranno, oltre alle autorità locali, esperti del settore e della materia.

CATANZARO - Amici della musica L’associazione Amici della musica di Catanzaro presenta la stagione concertistica 2009. Di seguito si riporta l’intero programma delle iniziative: aprile: 16 aprile, ore 21.00, presso auditorium A. Casalinuovo, "Voce e notte" il tenore nella grande tradizione musicale napoletana, Giuseppe Talamo, tenore; Francesco Stillitano, pianoforte; 24 aprile 2009, ore 18.00, presso palazzo de Nobili, Giuseppe Maiorca, pianista. Maggio: 8 maggio, ore 18.00, palazzo de Nobili, musica e poesia, Antonella Attili, attrice; Francesco Stillitano, pianista; Giusy Verbaro Cipollina, poeta; il 13 maggio , ore 21.00, presso il teatro Masciari, concerto di chiusura balletto "Etnika" compagnia mvula sungani.stribuiranno le tradizionali ed intramontabili crespelle.

CATANZARO - Adol, la stagione L'Adol “Jussi Bjorling” presenta il programma 2008/2009 che viene riportato di seguito: il 18 aprile 2009 ore 17,30 presso Circolo Unione incontro su "Grandi Scene da Opere Verdiane". Per ragioni organizzative la prevista messa in scena de "La Serva Padrona" di Pergolesi prevista per il mese di maggio 2009 all'auditorium Casalinuovo avverrà nel prossimo anno sociale, in data da stabilire. CATANZARO - “Ccè ’ncuna cosa cchi on quatra” Teatro Hercules, traversa viale degli Angioini, domenica 19 aprile alle ore 19,30 la Compagnia Teatrale “Theatron” di Gasperina (Cz) presenta “Ccè ‘ncuna cosa cchi on quatra”. Testo e regia: R. Squillacioti. CATANZARO - “Giovani, politica e merito” Il direttivo dell’associazione Il Pungolo per Catanzaro rende noto che lunedì 20 aprile alle ore 17,30 presso la sala convegni del Complesso Monumentale del San Giovanni di Catanzaro si svolgerà l’incontro-dibattito sul tema “Giovani, politica e merito”. All’incontro prenderanno parte Francesco Pitaro (Presidente dell’Assocazione Il Pungolo per Catanzaro), Francesco Delzìo (autore), Carmelo Carabetta (Prof. di Sociologia all’Università di Messina), Wanda Ferro (Presidente della Provincia di Catanzaro), Antonio Argirò (Assessore alla Cultura del Comune di Catanzaro), Florindo Rubbettino (Editore) e Sergio Rizzo (Presidente Anci Calabria Giovani). Il tema dell’incontro è di particolare interesse ed attualità riguardando direttamente le generazioni dei giovani ed il loro rapporto con il mondo della politica e con il criterio del merito.

CATANZARO - “Riabilitrazione della spalla” Venerdì 29 e sabato 30 maggio 2009, a Catanzaro, nella sala

convegni “Casa delle Culture” presso la sede dell’ Amministrazione provinciale, in Piazza dell’Immacolata, si terrà il “Corso di formazione sulla chirurgia e riabilitazione della spalla” rivolto ai medici specialisti in fisiatria, ortopedia, ai medici di medicina generale ed ai terapisti della riabilitazione. CHIARAVALLE C. (Cz) - Stagione teatrale 2009 Programma stagione teatrale 2009 del teatro Tempo Nuovo di Chiaravalle Centrale: sabato 4 aprile, "La cena dei cretini" di Francis Veber; regia di F.Calderoni e S. Douani con Simone Douani, Fulvio Calderoni, Riccardo Graziosi; sabato 18 aprile, "Goodnight Italia" di N. Leonzio, G.Giugliarelli, S.Marino; regia di Lamberto Dorigo con Salvatore Marino, Federica Innocenzi; sabato 9 maggio, "I due gemelli veneziani" di Carlo Goldoni, compagnia Teatrale Tempo Nuovo. CICALA (Cz) - L’Opera Santa Cicala presenta, l' Opera Santa, Passione e Morte di Nostro Signore Gesù Cristo in Piazza San Giacomo, il 10 aprile 2009 ore 15.00. Ingresso libero. CIRO’ (Kr) - Minimaratona della Magna Graecia Domenica 21 giugno 2009 si svolgerà a Cirò Marina, la I MiniMaratona della “Magna Graecia”, corsa amatoriale su strada, organizzata dalla nuova associazione sportiva dilettantistica "Rari Nantes Cirò Marina", nata con l’obbiettivo di organizzare manifestazioni sportive, culturali, formative e ricreative del comprensorio calabrese. La manifestazione sportiva prevede un percorso dai 10km ai 18Km (ancora da definire il chilometraggio esatto). Il giorno della gara è fissato per domenica 21 giugno 2009, in alternativa in caso di maltempo si terrà domenica 28 giugno. Per le iscrizioni e tutti gli aggiornamenti fino ad inizio manifestazione si può visitare il sito www.minimaratona.it. CORTALE (Cz) - Musica con Provenzano dj L ' 8 aprile lo Sthendal club offre la possibilità di trascorrere una notte insieme ad uno tra i più seguiti Dj in Italia, Provenzano dj...!!! Start ore 22.30. Musica House, commerciale, elettrica. Durante la serata verranno distribuiti i gadget di radio m20, musica allo stato puro. Per info e prevendite: Diamonds management 328-3774807. COSENZA - Corsi di cucina, aperte le iscrizioni La Federazione Italiana Cuochi, l’Associazione Provinciale Cuochi Cosentini e Amira, Associazione Maitres Italiani Ristoranti e Alberghi, rendono noto che su www.aiscalabria.blogspot.com e su www.aiscalabria.it sono inserite le programmazioni complete dei corsi proposti per il nuovo anno: finger food, pasta fresca, antipasti di mare, cucina classica e sommelerie. Per informazioni e iscrizioni 3331807088 oppure info@aiscalabria.it" info@aiscalabria.it. COSENZA - “A carte scoperte” Sarà il Gran Caffè Renzelli, il locale che fa parte del circuito dei Caffè storici italiani, ad ospitare la nuova iniziativa del Gruppo Giovani Imprenditori di Cosenza denominata “A carte scoperte: i segreti delle aziende di successo svelati dai pro-

tagonisti, tra un caffè e un’analisi economica”. Il primo incontro, dedicato al caso della Rubbettino Industrie Grafiche ed Editoriali, si terrà oggi alle ore 18.00 proprio presso il Gran Caffè Renzelli sito in Corso Telesio a Cosenza, uno storico ritrovo della città che, da sempre, ospita ed anima caffè letterari e da poco caffè europei. Introdurranno i lavori il Presidente del Gruppo Giovani Imprenditori di Confindustria Cosenza Fortunato Amarelli ed il Presidente di Confindustria Cosenza Renato Pastore, illustrerà il caso aziendale il Presidente della Rubbettino Industrie Grafiche ed Editoriali Florindo Rubbettino, lo commenterà il Professore di Economia e Gestione delle Imprese dell'Università della Calabria Michele Costabile. Modererà il Direttore degli Industriali cosentini Rosario Branda. COSENZA - Associazione Jonica, stagione Una stagione concertistica ricca di grandi artisti, quella organizzata dall’Associazione Culturale Jonica in collaborazione con il Comune di Cosenza. Programma: il 3 aprile al Teatro Rendano si esibirà la pianista romana Rita Marcotulli con una superband per un progetto-tributo ai Pink Floyd dal titolo “Us and Them”. Il 24 aprile, sempre al teatro Rendano, concerto dei Pan Atlantic, uno straordinario quintetto jazz composto da musicisti italiani, francesi, austriaci, danesi e americani, guidati da BOBBY PREVITE e GIANLUCA PETRELLA. Mercoledì 6 maggio in programma l’inusuale mix dello spettacolo TAP OLÈ: un'esplosione di ritmo ed energia dove il virtuosismo e la passionalità della chitarra spagnola sono combinati con la precisione e l'eleganza delle coreografie e la spontaneità dell'improvvisazione.Venerdì 15 maggio, al Teatro “A. Rendano” si esibirà il giovanissimo DANIELE PAOLILLO, vero talento del pianoforte.Mercoledì 3 giugno al Teatro “A. Rendano” ancora un appuntamento con la musica classica: il Trio “CESAR CUI” formato da Iride Varani al flauto, Mariella Veltri al violino e Francesca Infante al pianoforte. Lunedì 15 giugno al Teatro “A. Rendano, LELLO ARENA incanterà il pubblico con ‘O CUNTO D’O SUDATO”, traduzione in chiave partenopea dell’ Histoire du Soldat di Ramuz su musica di Igor Stravinskij con: Lello Arena, Yari Gugliucci, Biancamaria D’amato, Barbara Giordano e l’ orchestra dal vivo “Officina Musicale” composta da otto elementi diretta da Orazio Tuccella. Mercoledì 15 ottobre al Teatro Rendano in scena la formazione rumena dei Taraf de Haidouks che presenta il suo nuovo progetto originale dedicato ai compositori classici che si sono ispirati a temi delle musiche tradizionali: “MASKARADA”. Eseguiranno brani di Bartok, Khachaturian, Ketelbey e Manuel de Falla, "re-tziganizzati" alla propria maniera. Il 25 novembre al teatro Morelli un TRIO LIRICO composto da Vincenzo Nizzaro, baritono; Pamela Chiriaco, soprano e Giuseppe Di Stefano, tenore accompagnati al pianoforte dal m° Amelia Aguglia. Sempre a novembre al teatro Morelli in data ancora da definire andrà in scena l’operetta “MY FAIR LADY” un musical del 1956 di Alan Jay Lerner, autore del libretto su musiche di Frederic Loewe, adattato dall´opera Pigmalione di George Bernard Shaw. Lunedì 21 dicembre al teatro Rendano l’HARLEM GOSPEL CHOIR, uno dei più importanti cori gospel del mondo.Il 27 dicembre arriverà sul palco del teatro Rendano il balletto più rappresentato durante le festività natalizie: “LO SCHIACCIANOCI” su musiche di Tchaikovsky nell’allestimento del Russian State Ballet Of Volga. Tutti gli spettacoli avranno inizio alle ore 20,30. Il costo dell’abbonamento per i 12 appuntamenti è di132 euro.


il Domani Giovedì 2 Aprile 2009 47

APPUNTAMENTI CALABRIA

SEGNALARE A: FAX 0961.903801 - E-MAIL: APPUNTAMENTI@ILDOMANI.IT

Concerto dedicato alla musica del Seicento e del Settecento sabato 4 aprile a Cosenza

Stage di hip hop a Cropani Marina IL CARTELLONE

Giochi sportivi studenteschi in programma fino al 4 aprile a Crotone

COSENZA - Edilmediterranea, quarta edizione Il 3-4-5 aprile il quartiere fieristico Cupole geodetiche di Cosenza ospiterà nella sua area espositiva la quarta edizione di Edilmediterranea. L’ormai consolidato appuntamento conta di replicare il successo della precedente edizione che, forte dei suoi 100 espositori, provenienti da tutta la penisola, e grazie ad una mirata campagna di comunicazione, ha attirato oltre 8.000 visitatori, tra cui: ingegneri, architetti, imprese edili, rivenditori di materiale edile, attestandosi tra le manifestazioni più visitate in ambito regionale. COSENZA - Musica del Seicento e del Settecento Un concerto dedicato alla musica del Seicento e del Settecento con strumenti antichi si terrà sabato 4 aprile alle ore 20,30 a Cosenza nella chiesa di San Domenico. Musiche di Panerai, Uccellini, Corelli, Purcell, Handel, Haydn saranno eseguite da Cristiano Brunella e Antonella Curcio (violini barocchi), Giuseppe Miele (violoncello), Pasqualino De Rose e Tommaso Gerbasi (trombe). Vincenzo Allevato suonerà l’organo custodito nella magnifica cappella del Rosario. L’ingresso è libero. Gli strumentisti si esibiranno riuniti in vari organici, fino all’ensemble composto da due violini, due trombe, violoncello e organo che sarà impegnato nel brano finale del programma, una composizione di Handel. E non manca l’organo solista prescritto per i brani di Panerai, Purcell, Haydn e Anonimo del sec. XVIII. Il concerto si inquadra nel programma di manifestazioni per la XXIV Giornata mondiale della gioventù organizzata dall’Arcidiocesi Cosenza-Bisignano. Nell’occasione, per il Conservatorio di musica di Cosenza è impegnato il dipartimento di musica antica. COSENZA - Presentazione libro Il libro fotografico di Maria Carusi "Immaginando", edito da Rubbettino, sarà presentato sabato 4 aprile, alle ore 18.00, nella Sala degli Specchi del Palazzo della Provincia. Porterà i saluti il presidente della Provincia Gerardo Mario Oliverio. Relazioneranno il redattore della National Geographic Italia Marco Pinna ed il presidente della Fondazione Carical Mario Bozzo. Coordina Ada Tucci Ghi della Fondazione Rubbettino. Sarà presente l'autrice.

COSENZA - Cartellone Teatro Morelli Cartellone teatro Morelli. Teatro: domenica 5 aprile, Tosca D'Aquino "Ogni anno punto e a capo"; Venerdì 17 e giovedì 18 aprile, Vanessa Gravina "Vestire gli ignudi"; Sabato 16 e domenica 17 maggio, Eduardo Siravo, "Miles gloriosus". Musica: Venerdì 6 novembre, Lucio Dalla; Giovedì 3 dicembre, Gianluca Grignani; Lunedì 21 dicembre, opp.22 opp. 23 Harlem gospel; Giovedì 7 e venerdì 8 gennaio, Hair spray. COSENZA - “Cosenza-Serbia 2009” Conferenza Stampa “Cosenza-Serbia 2009” - Meeting di business opportunities alla presenza del vice Primo Ministro e Ministro dell’Economia della Repubblica di Serbia, Mladjan Dinkic, che si terrà presso l’Hotel Holiday Inn il 7 aprile 2009 alle ore 20,30. Seguirà una convention cui parteciperanno rappresentanti di categoria provinciali e regionali, durante una cena conviviale. La convention sarà preceduta da un incontro tra la delegazione serba ed il Consiglio Camerale della Camera di Commercio di Cosenza alle ore 19,30, presso la sede camerale in Via Calabria 33, aperta anche alla stampa. COSENZA - “Premio Federico II” Sarà Nicolas Vaporidis a tenere a battesimo, mercoledì 15 aprile, al Cinema Citrigno di Cosenza, la terza edizione de “La Primavera del Cinema Italiano-Premio Federico II”. Ad ideare la manifestazione l’Associazione culturale “Le Pleiadi”, il suo Presidente, Giuseppe Citrigno e il direttore artistico, Alessandro Russo. Tra i partner ufficiali che danno il loro prezioso contributo alla macchina organizzativa dell’evento: la Provincia di Cosenza, la Fondazione Carical, La Bcc Mediocrati, Confindustria-Cosenza, Agis, la Società Kostner. Con loro anche l’Anec (Associazione nazionale esercenti cinema) che collabora attivamente alla manifestazione, così come la 01 Distribution; affiancati da numerosi partner locali. Una serata, al Citrigno, mercoledì 15 aprile, alle ore 21, dedicata all’ultimo successo cinemotagrafico del giovane attore, “Iago”. Pellicola diretta da Volfango De Biasi (già regista del film “Come tu mi vuoi”) uscita proprio ieri, venerdì 27 marzo, nelle sale italiane.

COSENZA - Moda Movie, XIII edizione La XIII Edizione di Moda Movie dal tema” Femme Fatale” ha preso il via con la selezione dei 15 giovani stilisti che prenderanno parte alla manifestazione che si svolgerà a Cosenza dal 23 al 25 maggio.

CROPANI M. (Cz) - Stage di hip hop La scuola di danza “Time for dancing”, diretta in Cropani Marina dalla coreografa e ballerina Giulia Perri, organizza stage di hip-hop con Maura Paparo di “Amici”, programma televisivo di Maria De Filippi. Per informazioni e adesioni telefonare al numero 3395980519 oppure 3337011799. CROTONE - Giochi sportivi studenteschi La manifestazione d’apertura dei Giochi Sportivi Studenteschi 2009, che quest’anno si terranno fin o al 4 aprile 2009, in Crotone, organizzata dall’Ufficio Scolastico Provinciale – Coordinamento per l’Educazione Motoria, Fisica e Sportiva, in collaborazione con il Coni Provinciale, la Provincia ed il Comune di Crotone, vedrà la presenza di una rappresentanza del Comando Militare Esercito “Calabria” di Catanzaro che accoglierà tutti gli atleti che parteciperanno sfilando con il tricolore Italiano. La manifestazione dei Giochi Sportivi Studenteschi, 2009 Città di Crotone, si snoderà lungo un tracciato che attraversa il cuore del centro storico della città.

CROTONE - Teatro Apollo, stagione 2008/2009 Programma stagione2008/2009 del teatro Apollo di Crotone: oggi e venerdì 3 aprile, Tunnel produzioni, Alessandro Siani "Per tutti revolution" regia di Mimmo Esposito; Sabato 18 e domenica 19 aprile, Roma spettacoli Gianfranco D'Angelo, Ivana Monti "Un giardino di aranci fatto in casa" di Neil Simon, adattamento di Mario Scaletta regia di Patrick Rossi Gastaldi. Fuori abbonamenti: Giovedì 26 e venerdì 27 marzo, teatro stabile di Calabria fondazione teatro Piemonte Europa Marianella Bargilli "Alè calais" di O. Guerrieri, regia di Emanuela Giordano. L’inizio degli spettacoli è previsto alle 20.30. CROTONE - “Applicazione del trust” Il Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Crotone e l’Associazione “Il trust in Italia” organizzano, in collaborazione con il Consiglio Superiore della Magistratura- Ufficio dei Referenti per la Formazione Decentrata Distretto della Corte d’Appello di Catanzaro, e con il patrocinio del Consiglio Notarile di Catanzaro, Crotone, Lamezia Terme e Vibo Valentia, e dell’Ordine dei Dottori Commercialisti e Degli Esperti Contabili della Provincia di Crotone, il Corso di approfondimento professionale “Inquadramento e applicazione del trust nella vita professionale” che si terrà a Crotone presso l’Auditorium dell’Istituto Sandro Pertini venerdì 3 aprile 2009 (15.00 – 19.00) e sabato 4 aprile 2009 (9.00 – 13.00). Il corso, rivolto a Magistrati, Avvocati, praticanti Avvocati, Notai e praticanti Notai, e a tutti gli altri operatori professionali del settore giuridico ed economico, mira a fornire una visione di insieme e pratica circa le molteplici soluzioni offerte dal trust, attraverso l’esperienza diretta di relatori che da anni studiano ed applicano questo strumento con particolare riferimento al diritto di famiglia e delle persone, al diritto societario, al fallimento e alle procedure concorsuali. CROTONE - Progetto Gonxha Si è svolto il terzo appuntamento del Progetto Gonxha, realizzato dall’associazione Meklaie al fine di consentire agli interessati un’esperienza di volontariato in terra di missione. I prossimi appuntamenti saranno il 4 aprile, con il IV incontro del Progetto Gonxha presso sede Meklaie (via T. Campanella, 6, Crotone) alle ore 17.00. CROTONE - Concerto di Pasqua La società Beethoven Acam, il conservatorio "F.Torrefranca" di Vibo Valentia e la Curia Arcivescovile di Crotone in collaborazione con l’associazione Lions Club "Crotone Host" comunicano che domenica 5 aprile, si terrà il concerto di Pasqua dell'orchestra sinfonica gran coro e coro di voci bianche del conservatorio "F. Torrefranca" di Vibo-Catanzaro. Dir.: M° Antonella Barbarossa; dir. coro: M° Tommaso Ziliani - M° Rosario Raffaele; dir. coro di voci bianche: M° Gianfranco Cambareri che eseguirà musiche di: Giulio Tonelli - Giacomo Puccini - Giancarlo Facchinetti - Antonio Vivaldi - Miserachs - G. Battista Pergolesi - Giuseppe Verdi; solisti: soprano - Michela Dimasi; mezzo soprano - Vincenza Nicolino; baritono - Giovanni Zavaglia; presso la basilica cattedrale di Crotone. Inizio ore 20.00. CROTONE - “Quanto è bello pedalare...” Sempre sotto lo slogan "quanto è bello pedalare sotto questo sole tra le vie della propria città" con un cappellino e una t-shirt con il logo della manifestazione 2009, mentre il traffico urbano è limitato alle auto e la sicurezza garantita dalle forze dei vigili urbani e della prociv; le associazioni promotrici delle manifestazioni As Bicincittà, Uisp, As Verde Azzurro, sono in stretto contatto con quelle locali per la miglior riuscita delle iniziative così programmate: a Crotone per il 24 maggio, a Mesorca per il 17 maggio, con il bistrò e tutti i circoli uisp del paese; Ciro’Marina per il 31 maggio, con la collaborazione della

Pro Loco di Nicodemo Martino; con Cotronei per il 2 giugno, Strongoli Marina per il 21 giugno, con la collaborazione con il moto club; invece per Isola Cr e, Cutro, Torretta di Crucoli tra 17 maggio o 31, o altre date in maggio o giugno, con i diversi soggetti storici dell’organizzazione locale.

CROTONE - Torneo mondiale di calcio/5 Il Gruppo sportivo Federazione sindacale di Polizia di Crotone, in collaborazione con la Regione Calabria, la provincia di Crotone, il Comune di Crotone, il Coni e la Camera di Commercio, organizza il Torneo mondiale di calcio a 5 riservato alle forze di polizia e forze armate, che si svolgerà nella città di Crotone dal 16 al 20 settembre. GAGLIATO (Cz) - Via Crucis L'Associazione Culturale Ergon, in data 4 aprile alle ore 18.30 nella Chiesa San Nicola Vescovo di Gagliato, propone di rivivere insieme le tappe della Via Crucis. Per info:associazione_ergon@libero.it. GIZZERIA L. (Cz) - Conferenza sugli investimenti Oggi, alle ore 10. 00, all’Hotel Capo Suvero, conferenza sugli investimenti con delegazione ungherese della Provincia di Nograd. La conferenza è stata organizzata dall’assessore alle politiche di sviluppo della Provincia di Catanzaro, Roberto Costanzo. La delegazione ungherese sarà composta dal presidente dell’assemblea della Provincia di Nograd, Zsolt Beesò, dal vice presidente, Jànos Barna, dal vicesindaco di Balassagyarmat, Gàabor Csach, dal direttore della Facoltà di Salòtarjàn di Budapest, Jòzsef Rozgonyi, dal sindaco di Pàsztò Imre Jànos Sisàk, dal capo notaio provinciale, Làszlò Barta, dal cpo uffcio di Salgòtarjàn, Ildikò Sàndor e dal presidente della Camera di Commercio e Industria , Péter Tordai, GIZZERIA L. (Cz) - Sottoscrizione convenzione Il 3 aprile, alle ore 10. 00, all’Hotel Capo Suvero, sottoscrizione della convezione tra Provincia e delegazione ungherese della Provincia di Nograd. GUARDIA P. (Cs) - Passione Vivente Fervono i preparati per la Passione Vivente che si svolgerà Venerdì Santo, 10 aprile 2009, alle ore 22.00, nel suggestivo centro storico di Guardia Paese. LAMEZIA T. (Cz) - Al Samart... Il Samart avvisa la clientela che apre a pranzo il martedì, mercoledì, giovedì e venerdì con menù di carne e specialità di stocco. Le serate degli spettacoli sono il venerdì con serata live, sabato con il movimiento latino. Il ristorante è aperto anche a pranzo con menù a prezzo fisso.Ulteriori info: 0968/53459. LAMEZIA T. (Cz) - Pesentazione libro Si terrà a Lamezia Terme nell’ex sala consiliare di Sambiase, sabato 4 aprile 2009 alle ore 17.00, su iniziativa dell’Associazione Fimetica., la presentazione del libro in vernacolo di Salvatore De Biase “Juda fhu nu tradituri o miagjljiu amicu du Signuri?”. LAMEZIA T. (Cz) - Stagione teatrale comunale “Dalla pagina alla scena”, “Grandi interpreti fra parole e musica” e “L’arte della commedia”, saranno i tre temi che caratterizzeranno la nuova stagione teatrale promossa dal Comune di Lamezia Terme. Una stagione che va a completare e rafforzare tutta una serie di iniziative culturali intrecciate con i grandi eventi di “Teatro ragazzi”, degli appuntamenti con la musica jazz, di quelli inseriti nella stagione di prosa e in quella concertistica, e che vedranno ufficialmente la luce il prossimo 26 febbraio quando lo storico teatro Politeama di Lamezia, aprirà finalmente i battenti. Programma: la Compagnia attori e tecnici in “Rumori fuori scena” di Michael Frayn il 4 e 5 aprile; Erica Blanc e Gianfelice Imparato in “Niente sesso siamo inglesi” di Anthony Marriot & Alistair Foot il 14 e 15 aprile ed in chiusura di stagione con il teatro del carretto il “Pinocchio” di Carlo Collodi. Si è aperta la campagna abbonamento della stagione teatrale al Politeama che verrà inaugurata il 27 febbraio prossimo con la presenza dell’amatissimo Luca Zingaretti, meglio conosciuto come il commissario Montalbano. Dopo 60 anni circa dall’esordio sancito dalla proiezione del film Oliver Twist e dopo 47 anni dalla chiusura, il Politeama torna a vivere con la piece di Luca Zingaretti “La sirena” dal racconto «Lighea» di Tomasi di Lampedusa. Le operazioni di sottoscrizione degli abbonamenti si svolgeranno al teatro Umberto tutti i giorni dalle 10.00 alle 12.30 e dalle 16.30 alle 19.00. La prevendita abbonamenti è libera. Info: 0968 207278 - biglietteria 339 6933320 - www.comune.lamezia-terme.cz.it,www.teatroalamezia.it.


48 Giovedì 2 Aprile 2009 il Domani

APPUNTAMENTI CALABRIA

SEGNALARE A: FAX 0961.903801 - E-MAIL: APPUNTAMENTI@ILDOMANI.IT

Presentazione dell’evento di beneficenza “Insieme si può” il 4 aprile a Locri

“La nuova colonia” a Lamezia Terme IL CARTELLONE

Concerto del tenore Amerigo Marino oggi a Montepaone

LAMEZIA T. (Cz) - Presentazione libro Presentazione del libro di Salvatore De Biase dal titolo "Juda fhu 'nnu tradituri o...o miagljiu amicu du Signuri?", sabato 4 aprile 2009 alle ore 17 presso l'ex sala consiliare di Sambiase a Lamezia Terme. LAMEZIA T. (Cz) - Stagione teatrale Ricrii Prosegue la stagione teatrale Ricrii. Programma: 4 aprile, "La nuova colonia" Spazio Teatro, regia Gaetano Tramontana. Gli spettacoli si svolgeranno al Teatro Umberto con inizio alle 21.00. Info: www.scenarivisibili.it - info@scenarivisibili.it - 0968/22547 - 392-8249508. Biglietti: Intero euro 12. Ridotto euro 10. Studenti euro 5. Abbonamenti: Intero euro 60. Ridotto euro 50. Studenti euro 25. LAMEZIA T. (Cz) - “Ricordando Evelyn” “Ricordando Evelyn. Ambiente, donazione e salute”. Sabato 4 aprile, palazzo Colosimo ore 15, si parlerà di donazione del midollo osseo. La manifestazione è organizzata da Admo sede di Petronà in collaborazione con il Corpo forestale dello Stato, del Comune di Petronà e di Fipav Calabria e con il contributo di Csv Catanzaro. Come tema un pensiero di Madre Teresa: “Quello che facciamo noi è come una goccia nell’oceano, ma se questa goccia non ci fosse all’oceano mancherebbe.” Programma: saluti autorità; prof. Pasquale Iacopino: “Attualità in tema di trapianto”; ing. Vito Nusdeo: “Il volontario Admo”; prof.ssa Pina Davoli: “Admo nella scuola: donazione e solidarietà”; don Giorgio Rigoni: “La vita: dono d’amore”. Ci saranno altri interventi e testimonianze sulla leucemia. Coordina Carmine Borelli.

LAMEZIA T. (Cz) - Lamezia Jazz Festival E’ partito il Lamezia Jazz Festival, evento organizzato dall’associazione musicale Bequadro di Lamezia Terme con il contributo del Comune di Lamezia Terme e della presidenza della Regione Calabria e di importanti sponsor privati. Quest’anno infatti in pole position c’è “Fiat-Lancia”, c’è il centro commerciale “I due Mari” ed il Grand Hotel Lamezia. La settima edizione del jazz festival lametino, si svolgerà nell’arco di quattro mesi. I dettagli del programma: 17 gennaio alle ore18.00 Concessionaria Fiat-Lancia “G.Tripodi”, ascolto guidato: “Il Tango e Piazzolla”. Sabato 7 febbraio, alle ore 18.00 Concessionaria Fiat-Lancia “G.Tripodi” ascolto guidato: " Be bop: anche per il sax è ora di spiccare il volo”. L’ 1 febbraio, ore 10.00, Yara Records - Catanzaro, Workshop di Basso elettrico - Docente Pippo Matino. 13 febbraioore 22.00 Jazz Club Rua Sao Joao, Egidio Ventura Trio “Latino Vivo!”. Info: 0968/442864 339/8309044; bequadro@bequadro.it.

LOCRI (Rc) - “Insieme si può” Il 4 aprile, alle 17, 30 al teatro Don Bosco del Centro Giovanile Salesiano, presentazione dell’iniziativa “Insieme si può”, evento di beneficenza a sostegno del reparto pediatrico di Locri, Asl 9, organizzato dalla società calcistica Amatori Calcio Locri. L’evento, patrocinato dall’Assessorato alle politiche sociali e Attività Sportive del Comune di Locri, prevede due giornata di aggregazione sociale per raccogliere fondi per l’acquisto di strumenti utili alla salute dei bambini ricoverati presso il reparto pediatrico. Si inaugurerà “Insieme si può” con il concerto de “The 89044”il 4 aprilealle 20,30 al teatro Don Bosco e la settimana successiva, l’11 aprile dalle 15.00, vigilia di Pasqua, si svolgerà presso lo Stadio di Locri, il torneo calcistico quadrangolare di beneficenza. Il torneo vedrà protagoLAMEZIA T. (Cz) - “A me gn’occhi please 2” niste la squadra Amatori Calcio Locri, nonché organizzatrice Domenica 5 aprile, alle ore 21.00, presso l'auditorium del dell’evento, l’As Roccella (campionato di Eccellenza), l’Us Mamagistrale di Lamezia Terme si terrà lo spettacolo teatrale rina di Gioiosa (campionato di promozione) e l’Ac Locri 1909 comico intitolato "A me gn'occhi please 2" con Antonello Co- (campionato di promozione). sta. Costo biglietto euro 10,00. Per info: 0968/419571 338/3030175 - www.italiaeventi.net. LOCRI (Rc) - “Futbolito”, calcio a 5 Per il terzo anno consecutivo l’Associazione giovanile “PortaLAMEZIA T. (Cz) - Appuntamenti Uniter le Giovani”, organizza l’evento sportivo “Campionato di calL'Uniter, Università della terza età e del tempo libero, pre- cio a 5. Città di Locri” denominato Futbolito. La manifestasenta XX Anno Accademico 2008/2009 III Bimestre. Aprile, zione, patrocinata come sempre dall’assessorato alle Politiche ore 17.00: 8 mercoledì: Luigino Longo, ‘U pisùalu, rac- giovanili e sportive della città locrese, vedrà per il 2009 garegcolta di poesie in dialetto sambiasino (conversazione con giare ben 12 squadre che tenteranno di conquistare il titolo dell’autore); 15 mercoledì: Giuliana De Fazio e Tonino Falvo: la terza edizione. Il gruppo di “Portale Giovani” sarà accomFuturi remoti, suoni e colori nell'intorno di un'avanguardia; pagnato per tutto il campionato dalla collaborazione della 17 venerdì: prof. Italo Leone, Alcyone: il riposo del superuo- cooperativa G.o.a.l. (Giovani Operatori Animazione Legalità) mo; 22 mercoledì: prof.ssa Costanza Falvo D’Urso, La Sto- e dalla società “Amatori Calcio Locri”. Quest'anno il torneo è ria: il più celebre e discusso tra i romanzi di Elsa Morante; aperto ad atleti di ogni età, le iscrizioni sono già iniziate e il 5 24 venerdì: prof. Lucio Leone, Sui banchi di scuola nell’an- maggio si inizierà a disputare il campionato a girone unico, tica Roma (con video proiezione); 29 mercoledì: Bruno Tas- dove le prime 8 squadre si qualificheranno per le sfide infuosone, Il Cantastorie. Maggio, ore 17.00, mercoledì 6: prof. cate dei quarti di finale, le vincenti accederanno alle semifinali Antonio Bagnato, Lorenzo Milani: il prete, l’educatore, il e poi alla finale secca. sovversivo; venerdì 8: prof. Daniele Macris, Aspetti di cultura, lingua e civiltà greca di Calabria; mercoledì 13: don Pino Falvo, Chiesa locale e Chiesa Universale; venerdì 15: Fran- MAIDA (Cz) - “Giovedì Premiere” cesco Longo, La poesia canta l’amore, pianoforte: Claudia Warner Village Cinemas Due Mari rinnova l’appuntamento Mancini e Giovanna Muraca voce recitante: Caterina Meni- con l’iniziativa “Giovedì Premiere” e propone, sugli schermi chini e Rosina Paonessa; mercoledì 20: prof. Vincenzo Vil- del multiplex “Due Mari”, una speciale anteprima a scelta tra lella, Giovanni Valentino Gentile, antitrinitario di Scigliano i migliori titoli in uscita nella settimana. Programma: oggi- “Io e avversario di Calvino, decapitato a Berna nel 1566;venerdì & Marley” film commedia che narra le vicende di un piccolo 22: prof. Giovanni Cimino e altri, Genio e follia nella scien- labrador adottato da una giovane coppia nell’attesa di avere za e nell’arte; mercoledì 27, prof.ssa Vittoria Butera, Il pote- un figlio, ed infine -il 9 aprile-, la proiezione del film “Duplire dello sguardo; venerdì 29, assemblea dei soci. Alla fine di city”, spy story che vedrà il ritorno di Julia Roberts nei panni marzo scade il termine ultimo per iscriversi all’Uniter. di un’affascinante spia industriale. Warner Village Cinemas Due Mari vuole così proporre l’opportunità a tutti i suoi spettatori di poter assistere in anteprima nazionale ed in esclusiva LAMEZIA T. (Cz) - Mostra “Oggettinstabili” alla visione di tutte le principali pellicole dei grandi titoli in proDal 6 - 20 giugno, mostra-evento “Oggettinstabili II edi- grammazione per il 2009.

zione Moti urbani stazionimpossibili”. La partecipazione alla mostra-evento prevede la compilazione dell'apposita scheda di iscrizione redatta in lingua italiana contrassegnando tutti i campi indicati: dati anagrafici del singolo partecipante o del gruppo di lavoro, indirizzo cui si desidera ricevere ogni comunicazione relativa alla mostra-evento, recapito telefonico, indirizzo e-mail, sezione cui si partecipa. Per ritenersi ufficializzata l’iscrizione è necessario allegare copia del versamento (in formato jpg) di euro 25 quale contributo alle spese di produzione dell’evento (spedire scheda e ricevuta versamento in formato jpg a info@400kc.eu. Le opere selezionate saranno esposte pubblicamente dal 6 giugno al 20 giuno 2009 a Lamezia - inoltre diventeranno patrimonio della Galleria permanente allestita nel sito www.400kc.eu, avranno notevole visibilità attraverso i canali mediatici e gli Enti istituzionali che collaborano con l’associazione. Al termine dell’evento tutte le opere saranno restituite agli artisti (spedite con corriere Sda alle rispettive sedi con spedizione a carico del destinatario). Info: 338/3985193 - 339/5837077 - info@400kc.eu - caterina@400kc.eu - carlo@400kc.eu.

MAIDA (Cz) - Festa regionale minivolley L'Asd Gss sport, comitato regionale Fipav Calabria, settore Fipav scuola e minivolley Calabria, comitato provinciale Catanzaro organizzano la festa regionale minivolley giorno 25 aprile, presso il centro commerciale Due Mari - Maida. La prima tappa regionale di minivolley e U13. MAIDA (Cz) - Gianni Morandi in concerto Dopo l'apertura con Fiorella Mannoia a Rende ed al Cilea di Reggio, confermato il secondo evento di "Fatti di Musica Radio Juke Box 2009" , la XXIII edizione della rassegna del miglior live d’autore diretta da Ruggero Pegna, dedicata alla "Lotta a leucemie e linfomi dell'Associazione Amena dell'Ospedale Pugliese di Catanzaro, che premia con il "Riccio d'Argento" del celebre orafo Gerardo Sacco i migliori concerti d'autore dell'anno. Il secondo riconoscimento del 2009 andrà a Gianni Morandi che con "Grazie a tutti", il suo imponente nuovo tour prodotto dalla "Ballandi", sarà l’ 8 e il 9 maggio al Teatro Tenda che sarà installato nell'area del Centro Due Mari a Lame-

zia Terme, lungo la superstrada Lamezia/Catanzaro nei pressi dell' uscita di Maida. Avviata la vendita dei biglietti per i concerti di Gianni Morandi del 8 e 9 maggio presso il Teatro Tenda Lottomatica che sarà installato nell'area del Centro Due Mari a Maida, lungo la superstrada Lamezia/Catanzaro. La prevendita dei biglietti al prezzo di euro 40.00 per la poltronissima ed euro 30.00 proseguirà fino ad esaurimento nelle prevendite autorizzate. Previsto anche uno sconto di quattro euro a biglietto per comitive di almeno venti persone, fino ad esaurimento delle disponibilità. I concerti inizieranno alle ore 21.00. Info: 0968.441888 - www.ruggeropegna.it. MONTAURO L. (Cz) - Finale Miss il Domani Sabato 18 aprile, alle ore 21.30, finale del concorso di bellezza "Miss il Domani 2009" sesta edizione, presso la struttura dell'hotel Calalonga a Montauro Lido, organizzato dalla F&V di Franco e Veneranda Arena. Ingresso libero. MONTEPAONE (Cz) - Concerto del tenore Marino La Roma Touring di Francesco Corea comunica che oggialle ore 18.30 si svolgerà presso la chiesa di San Giovanni Battista il concerto del tenore Amerigo Marino. L'evento è patrocinato dall'Amm. comunale di Montepaone.

PAOLA (Cs) - “Paola in scena”, programma Programma stagione teatrale "Paola in scena". 6 aprile, "Quaranta ma non li dimostra" con Luigi De Filippo. La stagione teatrale, a decorrere dal 22 dicembre, prevede due spettacoli al mese, per un totale di otto rappresentazioni. Il costo dell’abbonamento è pari ad euro 120,00 in platea, e ad euro 100,00 in galleria. La prevendita si effettua, tutti i giorni esclusi il mercoledì e il giovedì, al botteghino del teatro Odeon dalle 16.30 alle 21.30 (info 333/494394 – 331/3887161 - www.paolainscena.it). PARGHELIA (Vv) - Accademia Kronos, assemblea L'assemblea regionale di Accademia Kronos Calabria si terrà sabato 25 e domenica 26 aprile, presso il Villaggio Aurum "Sabbie Bianche" di Parghelìa. L'incontro si svolge pochi giorni prima dell'assemblea Nazionale di Roma del 30 aprile. Lorario è il seguente: sabato 25, dalle ore 10.00 alle 13.00, e dalle ore 16.00 alle ore 19.00; domenica 26, dalle ore 9.00 alle ore 12.30; con l’ordine del giorno: presentazione del consiglio Regionale Ak della Calabria, ruoli nazionali, ruoli regionali, funzionamento coordinamento; presenza di Accademia Kronos in Calabria (Sezioni, comitati, delegazioni) e presentazione responsabili - presidenti segretari; costituzione nuove sezioni (modalità, obblighi, programma - tipo delle iniziative); relazione sulle iniziative 2008 e primi mesi 2009 delle sezioni; promozione attività regionali. PRAIA A MARE (Cs) - Inaugurazione mostra Sabato 4 aprile, alle ore 19, il Museo Comunale di Praia a Mare apre con una inaugurazione d'eccezione, la mostra dell'artista Thomas Diego Armonia italiano di nascita e parigino d'adozione, che ha fatto dell’arte un mezzo di esclusività grazie ad un connubio rarissimo tra pittura, moda, oro e storia antica e che resteranno nel Museo fino al 3 di maggio. Alla prima, interverranno il critico d'arte Carlo Andreoli, l'avvocato Luca Branchicella e il professore Giovanni Moscara.

REGGIO C. - Teatro Cilea, stagione 2008/2009 “Pensa ad un grande spettacolo. Vieni al Teatro Cilea”. Questo lo slogan che accompagnerà la nuova stagione del teatro comunale di Reggio, presentata dal sindaco Giuseppe Scopelliti, da Serenella Fraschini, consulente per la lirica, da Geppy Gleijeses, per la prosa e dalla dirigente Luisa Spanò. Nel dettaglio il programma fino al 10 novembre: venerdì 3, sabato 4 e domenica 5 aprile, “I due della Città del sole” (prosa) - “Quaranta ma non li dimostra”; giovedì 9e sabato10 aprile, concerti sinfonici - M° Moranti; mercoledì 15 e giovedì 16 aprile, Candoco dance company London (danza) - Double bill; sabato 18 e lunedì 20 aprile, Werther (lirica); domenica 26, 27e 28 aprile, Teatro stabile di Calabria (prosa) - Ditegli di sì; sabato 9 maggio, serata d’onore: “I più grandi interpreti della danza e della moda”. Per quanto riguarda l’acquisto dei titoli d’ingressofino a sabato l7 novembre, verranno messi in vendita i nuovi abbonamenti; nei giorni 8 e 9 novembre, sarà possibile acquistare gli abbonamenti per la sezione danza e lirica; dal 10 novembre, infine, saranno in vendita i biglietti per i singoli spettacoli di tutta la stagione. La biglietteria resterà aperta dalle 9.30 alle 12.30 e dalle 16.30 alle 19.00.


il Domani Giovedì 2 Aprile 2009 49

APPUNTAMENTI CALABRIA

SEGNALARE A: FAX 0961.903801 - E-MAIL: APPUNTAMENTI@ILDOMANI.IT

Presentazione del trofeo giovanile “Stefano Viola” oggi pomeriggio a Reggio Calabria

Ornella Vanoni in concerto al Cilea IL CARTELLONE

Escursione culturale al museo d’arte di Mammola, domenica 5 aprile

REGGIO C. - Presentazione trofeo giovanile Il Comitato provinciale di Reggio Calabria del Csi comunica che oggi alle ore 18, presso la Sala Assemblea del Coni, si terrà la presentazione del trofeo giovanile “Stefano Viola”. Il torneo verrà impegnate le società sportive della provincia reggina, che si daranno battaglia in campo per raggiungere la qualificazioni alle finali nazionali del CSI, che avranno luogo a Lignano Sabbiadoro (Ud). Interverranno alla presentazione, introdotta e mediata dal presidente provinciale Paolo Cicciù: a fare gli onori di casa il presidente regionale del Coni Mimmo Praticò, mentre per la sempre continua vicinanza del Comune di Reggio Calabria ci sarà il Vicesindaco, Giuseppe Raffa e il dirigente dell’Ufficio Sport, Fabrizio Veneziano. Ospiti della serata il direttore sportivo delle Reggina Calcio, Gabriele Martino e Sergio Campolo, ex calciatore (che ha militato tra le altre in A col Perugia e col Messina) ed adesso allenatore professionista. REGGIO C. - “Sambatello tra memoria e...” “Sambatello tra memoria e nuovi scenari ” sarà questo il tema del tavolo di confronto che si svolgerà venerdì 3 aprilealle ore 17.00 a Sambatello presso la sede del Centro Studi Colocrisi. L’appuntamento vedrà riuniti lo storico Franco Arillotta, l’economista Antonino Gatto, l’urbanista Francesco Morabito, il direttore Antonio Maesano della Coldiretti di Reggio Calabria, Giovanni Barillà ed Oreste Pennestrì per conto delle associazioni “Mons. A. Tommasini” e “Tre Quartieri” nonché Giovanni Giordano del “Forum del Quartiere” di Gallico. Tra gli amministratori invitati hanno già aderito Domenico Idone, Presidente della IX Circoscrizione, e Giuseppe Giordano Presidente del Consiglio Provinciale. A coordinare i lavori del tavolo sarà l’Arch. Alberto Gioffrè. REGGIO C. - Presentazione libro La vita e l’opera di Salvatore Pugliatti è al centro del volume di Luigi Ferlazzo Natoli “Nel segno del destino/Vita di salvatore Pugliatti”, pubblicato da Rubbettino, che sarà presentato, nel corso di un incontro promosso dall’Associazione Culturale Anassilaos, venerdì 3 aprile alle ore 17,30 presso il Salone dei Lampadari di Palazzo San Giorgio con l’intervento del sindaco Giuseppe Scopelliti, del prof. Vincenzo Panuccio e del prof. Michele Salazar e la partecipazione dell’autore, prof. Luigi Ferlazzo Natoli, preside della facoltà di Economia dell’Università di Messina. REGGIO C. - Lectio del professore Cingano Nell’ambito del Premio Anassilaos si terrà il 4 aprile alle 17,30 presso la Sala Convegni del Museo Nazionale di Reggio la lectio del prof. Ettore Cingano sul tema “Eros, maternità, magia e distruzione: Medea dai mille volti” con la partecipazione della dr.ssa Rossella Agostino,funzionario archeologo presso la Soprintendenza alle Antichità della Calabria e della prof.ssa Maria Cannatà, ordinario di Lingua e Letteratura Greca presso l’Università di Messina. REGGIO C. - “Gli aiuti ungheresi al popolo reggino” Sabato 4 aprile alle ore 11,00 nella Sala Biblioteca dell’Archivio di Stato di Reggio Calabria, si terrà un incontro di studi su "Gli aiuti ungheresi al popolo reggino in occasione del terremoto del 1908". Interverranno il Console Onorario della Repubblica di Ungheria prof.ssa Adelayde Sotyi Santamaria, il dott. Giovanni Aiello, presidente del Circolo Cultu-

rale "L’Agorà"- Centro Studi italo-ungherese A’rpàd, la dott.ssa Lia Domenica Baldissarro direttore dell’Asrc. Nell’incontro saranno illustrati i profondi rapporti di solidarietà tra le due popolazioni nella prima metà del XX secolo. In tale occasione saranno esposti documenti che hanno permesso la ricostruzione di questa pagina di storia. REGGIO C. - Trofeo nazionale di ballo La città di Reggio Calabria ospiterà nei giorni4 e 5 aprile 2009 il 9° Trofeo nazionale di ballo “Città dei Bronzi”. L’importante evento è organizzato dalla Associazione sportiva dilettantistica “Lady Francy” sul parquet del Palazzetto dello Sport di largo Botteghelle (spalle gradinata Stadio Comunale) a Reggio Calabria, con il patrocinio del Comune di Reggio Calabria ed il supporto dell’Amministrazione provinciale e della Regione Calabria. Ulteriori dettagli, news, logistica, potranno essere reperiti sul sito calabria.fids.it, mentre per informazioni relative alle iscrizioni è possibile contattare i seguenti numeri telefonici: 339/3005065 - 339/2691767. Le iscrizioni dovranno pervenire, a mezzo fax 0965.893794, non oltre giorno 2 aprile 2009 (giovedì). REGGIO C. - Escursione sul Tracciolino Domenica 5 aprile, escursione sul Tracciolino (Palmi). L'escursione si svolge su un percorso panoramico che ha inizio dal promontorio di S. Elia. Attraversata una pineta si percorrerà a mezza costa il versante tirrenico che unisce geograficamente i territori di Bagnara e Palmi. Dopo il pranzo al sacco la giornata continuerà con un'escursione culturale, guidata da Oreste Kessel Pace, al sito archeologico di S. Fantino e a quanto altro sarà possibile. In serata, per chi lo vorrà, passeggiata per Palmi e pizza da Giosuè. Iscrizioni mart. e giov. ed appuntamento oggi, ore 21.00, per la riunione. REGGIO C. - Accademia Kronos e Club Re Italo Calendario delle attività promosse da Accademia Kronos Calabria e dal Club Unesco Re Italo di Reggio. Aprile: domenica 5, ore 8.00, escursione culturale (Pscs). Gerace + museo d'arte moderna Santa Barbara di Mammola, valorizzazione dei borghi antichi e delle strutture museali locali (MusaBa); giovedì 16, ore 16.00, presso la sala consiliare circoscrizione Santa Caterina, incontro Pscs, proiezione video, programmazione visite; domenica 19, ore 8.00, escursione culturale (Pscs), Gallicianò, area di cultura Grecanica, chiesa ortodossa, conoscenza e valorizzazione tradizioni, arte e culinaria grecanica (Kumelca); lunedì 20, ore 17.00, presso il tipico, riunione club Unesco Re Italo; giovedì 23,ore 18.00, presso il tipico, riunione accademia Kronos; dal 30 aprile al 3 maggio,assemblea nazionale federazione italiana club Unesco Cagliari; maggio: giovedì 7, ore 16.00, presso la sala consiliare circoscrizione Santa Caterina, incontro Pscs su gestione attività di promozione culturale; domenica 7, ore 8.00, escursione naturalistica (Pscs) Aspromonte, Cascate note come “Maesano” sull’Amendolea (“‘u scicciu ra spana”), diga sul Menta itinerario lungo il torrente Amendolea (in pullman fino alla diga, percorso a piedi diga - cascate); domenica 17, ore 8.00, escursione culturale club Unesco Re Italo (Giovani insieme) Palmi ed aree limitrofe (con la collaborazione del Club Unesco di Palmi); domenica 24, ore 8.00, escursione naturalistica (Pscs), Lago Costantino, San Luca (casa natale di Corrado Alvaro), itinerario parco letterario. Percorso a piedi da Pietra Longa (andata) e lungo la Fiumara Bonamico (ritorno), + visita borgo (Club Unesco); giovedì 28, ore 16.00, presso la sala consiliare circo-

scrizione Santa Caterina, riepilogo attività Pscs e incontro con stranieri; giovedì 28, ore 18.00, presso il tipico, riunione accademia Kronos; domenica 31, ore 8.00, escursione culturale naturalistica (Pscs), San Giorgio Morgeto, Castello, borgo, itinerario articolato, incontro con amministrazione comunale e gruppi di volontariato; giugno 2009: domenica 7, ore 8.00, escursione naturalistica culturale (Pscs), Scilla, traversata dello Stretto con barche di pescatori, Ganzirri, Capo Peloro. Visita guidata parco letterario “Horcynus Orca” e centri urbani interni (Club Unesco);mercoledì 17, ore 17.00, presso la sala palazzo storico della provincia, convegno e proiezione video escursioni Pscs; giovedì 25, ore 18.00, presso il tipico, riunione Kronos; venerdì 26, ore 19.30, presso la sala ristoro, conviviale con stranieri (Pscs). REGGIO C. - Ornella Vanoni al Teatro Cilea “Più di me ” è il titolo dell’ultimo capolavoro di Ornella Vanoni, l’artista milanese che in questo ultimo album si vede duettare con i maggiori artisti italiani. La sua nuova tournèe teatrale dal titolo “Piu di me tour 2009” toccherà i maggiori teatri della penisola. Anche la Calabria è pronta ad ospitarla precisamente nella Città di Reggio Calabria nel bellissimo Teatro Cilea il 6 aprile, l’evento sarà organizzato dalla Esse Emme Musica di Maurizio Senese e la Nova Star Italia.I tagliandi che sono già in vendita, sono divisi in quattro ordini di posti, posti: primo ordine euro 48,00 comprende tutta la platea e palchi di primo livello; posti di secondo ordine euro 40,00 palchi di secondo livello, posti di terzo ordine euro 35,00 palchi di terzo livello, e loggione euro 25,00. Tutti i prezzi elencati sono compresi di prevendita. Per ulteriori informazioni contattare i numeri di telefono di rete fissa: 0965/312701- 0961- 761471 - 0965/5936441; o ancora consultare il sito www.essemmemusica.it. REGGIO C. - Psico bar, incontri La cooperativa Imep, Istituto mediterraneo di psicologia che riunisce attorno alla dimensione psicologica professionisti del settore, offre alla cittadinanza reggina una nuova occasione di approfondimento riguardo i temi della Psicologia. La formula è quella originale degli Psico bar. Incontri per discutere, condividere e confrontarsi in un contesto da svago e aggregazione presso Caffè Italia in Via Miraglia n.6 a partire dalle ore 18.30. Di seguito il programma: martedì 7 aprile: “Crimini di famiglia” - Aspetti psicologici e giuridici dei delitti familiari, con la partecipazione della dott.ssa D. Belmondo (psicologa) e della dott.ssa A. Foti (avvocato, giornalista pubblicista); giovedì 16 aprile: “Quando l’amore fa male” - Dipendenza affettiva, gelosia ed ossessioni nelle relazioni di coppia, con la partecipazione del dr G. Romeo (medico, psicologo, psicoterapeuta) e della dott.ssa C. Morabito (sociologa); martedì 28 aprile: “Ho fame di...?” - Il rapporto tra il cibo e le emozioni, con la partecipazione della dott.ssa S. Cordiani (psicologa, counselor adleriano); giovedì 07 maggio: “Ecce homo” - L’autostima ed il rapporto con se stessi, con la partecipazione della dott.ssa A. Rossi (psicologa); 21 maggio: “Alla ricerca dell’adrenalina” La dipendenza da rischio, con la partecipazione della dott.ssa F. Salzone (psicologa). Gli incontri si terranno a partire dalle ore 18.30, presso il Caffè Italia in Via Miraglia n.6 a Reggio Calabria. Psico-bar è ad ingresso libero per tutti . Psico-bar è a cura della dott.ssa Maria Scordo e della dott.ssa Simona Cordiani. Info: 328.1918853/347.9673649 www.cooperativaimep.it - Prenotazioni: urp@cooperativaimep.it.


50 Giovedì 2 Aprile 2009 il Domani

APPUNTAMENTI CALABRIA

SEGNALARE A: FAX 0961.903801 - E-MAIL: APPUNTAMENTI@ILDOMANI.IT

“Volare” di e con Dario D’Ambrosi e Lorenzo Alessandri in scena a San Pietro a Maida

“De Andrè canta De Andrè” a Rende IL CARTELLONE

Festival delle migrazioni e delle culture locali in programma a Riace

REGGIO C. - Storia, letteratura, psicologia... L'associazione “Nuovo Umanesimo”, il circolo culturale “G.Calarco” e l'istituto Mediterraneo di psicologia “ImeP” di Reggio Calabria presentano un ciclo di appuntamenti denominato “Incontri di storia, letteratura e psicologia”. Essi avranno come sede l'accademia della Belle Arti, saranno gratuiti. Al termine del ciclo sarà rilasciato un attestato di frequenza. Di seguito il calendario degli incontri: 15 aprile 2009, ore 17.00-19.00, autore Dostojevskji, relatore parte letteraria dr. S. Mangione, relatore parte psicologica dott.ssa A. Rossi; mercoledì 13 maggio 2009, ore 17.00-19.00, autore Ariosto, relatore parte letteraria prof.ssa C. Sicari, relatore parte psicologica dr. G. Quattrone; mercoledì 10 giugno, ore 17.00 - 19.00, autore Hemingway, relatore parte letteraria prof. G. Lombardo, relatore parte psicologica dott.ssa A. Rossi; mercoledì 15 luglio 2009, ore 17.00 19.00, autore Calogero, relatore parte letteraria dr. S. Mangione, relatore parte psicologica il dottor Paolo Praticò. REGGIO C. - Cgil, Cisl, Uil, iniziativa Le Segreterie Unitarie di Cgil, Cisl e Uil convocano per il giorno 17 aprile alle ore 11,00 l’assemblea generale dei lavoratori delle Comunità Montane presso la sede del Consiglio Regionale della Calabria. A tale manifestazione hanno assicurato il sostegno e la partecipazione l’Uncem Calabria e tutti gli amministratori delle Comunità.

REGGIO C. - Circolo Zavattini, proiezioni Anche quest'anno il circolo del cinema "Cesare Zavattini" organizzerà presso la sede del Cai una serie di proiezioni sulla montagna e sul rapporto tra uomo e ambiente. Le proiezioniavranno luogo alle ore 21.00, presso la sede del club Alpino Italiano sez. Aspromonte in via S. Francesco da Paola, 106 Reggio Calabria. Queste le date in programma: il 21 aprile, martedì 9 giugno. REGGIO C. - “Reggio Calabria film fest” Al via la 5a edizione del “Reggio Calabria film fest retrospettiva sul cinema italiano”. Appuntamento a Reggio Calabria dal 22 al 25 aprileal Teatro Comunale Francesco Cilea. Sarà assegnato il premio "Corto raro" al miglior cortometraggio pervenuto. REGGIO C. - “Italia Nostra”, conversazioni “Dai Paesaggi Sensibili dello Stretto ai Paesaggi Culturali della nostra città”: Italia Nostra di Reggio vuol porre così all’attenzione della cittadinanza, nei prossimi mesi, su tutti gli aspetti positivi dell’archeologia, della storia, della stessa edilizia di Reggio. E lo fa attraverso una serie di conversazioni tenute da soci e da esperti, che si svolgeranno presso la Sala Convegni della Biblioteca Comunale di Via Tripepi, introdotti dal Presidente dell’Associazione protezionista, Arch. Pino Bertone.La prima conversazione, che darà inizio al ciclo, sarà tenuta dall’Arch. Alberto Gioffrè, Socio fondatore di Italia Nostra di Reggio, sul tema del “Recupero dell’edilizia abusiva” (come rinnovare e valorizzare la maglia urbana del degrado): il terzo appuntamento sarà curato dalla Dott.ssa Rossella Agostino, già Presidente della Sezione reggina, sul tema dell’Archeologia e quotidianità della vita. Seguiranno altre conversazioni, sempre di mercoledì, il 20 maggio 2009, il 17 giugno 2009, il 23 settembre 2009, il 21 ottobre 2009, il 25 novembre 2009, per poi riprendere nell’anno successivo. Relatori saranno: il Dott. Franco Arillotta, il Prof. Franco Zagari, l’Ing. Claudio Bertonelli, la Prof.ssa Martorano Costabile, l’Arch. Nino Pellicanò, l’Ing. Giuseppe La face, ma la Conversazione del 21 ottobre sarà imperniata sul libro. RENDE (Cs) - Tappa degli Skiantos Si aggiungono nuove date al tour degli Skiantos: “Il Fogna Tour”. Il gruppo il 16 aprile sarà in scena a Rende.

Segnala un appuntamento a questa rubrica regionale: via mail: appuntamenti@ildomani.it via fax: 0961-903801

RENDE (Cs) - “De Andrè canta De Andrè” Partita la vendita dei biglietti per "De Andrè canta De Andrè" del 15 maggio alle ore 21.15 al Teatro Garden di Rende (Cs), grande omaggio a Fabrizio De Andrè con il concerto del figlio Cristiano che ne eseguirà tutti i maggiori successi, anche attraverso ricordi personali. L'evento fa parte della XXIII edizione di "Fatti di Musica Radio Juke Box", la rassegna del miglior live d'autore ideata e diretta da Ruggero Pegna abbinata alla "Lotta a Leucemie e Linfom" dell' A.m.e.n.a. di Catanzaro (associazione per le malattie ematologiche neoplastiche dell'adulto). RIACE (Rc) - Festival delle migrazioni Riace ha deciso di dar vita alla prima edizione di A – Accoglienza. Festival delle migrazioni e delle culture locali che si svolgerà dal 22 al 24 maggio: un concorso per filmaker aperto a tutti su temi attuali e importanti quali il recupero della memoria, delle tradizioni e della cultura materiale e ancora dell’accoglienza, della solidarietà, della condizione dei profughi e dell’incontro fra culture diverse. Un festival che cerca anche l’interesse dei giovani attraverso una sezione per cortometraggi a tema libero e una su videoclip musicali. Il concorso si articola in quattro sezioni di partecipazione: Cortometraggi a tema libero; Migranti aperto a storie e incontri visti dai migranti e/o dai nativi, in Italia, come in altri paesi, con particolare attenzione al Mediterraneo, nonché a inchieste e reportage sulle dinamiche che si creano nella società, nella politica e nella cultura; Culture locali cultura materiale aperta a film relativi alla ricerca e alla salvaguardia di culture, società, lingue e tradizioni locali, compresa la “cultura materiale”, e il loro rapporto con la modernità; Videoclip Musicali aperta a videoclip musicali a tema libero della durata massima di 6', senza preclusioni di stili o di generi musicali. Gli aspiranti partecipanti dovranno inviare i propri lavori entro il 30 aprile 2009 e troveranno tutte le informazioni sulla iscrizione nel sito www.riaceinfestival.it . L’iniziativa è promossa da: Comune di Riace, Rete Comuni Solidali, Asgi-Associazione Studi Giuridici Immigrazione e Associazione Città Futura Don Giuseppe Puglisi Riace. ROCCA DI NETO (Kr) - “Una ragazza per il cinema” Sabato 4 aprile, alle ore 11.30, presso la sala consiliare del comune di Rocca di Neto (Kr) sarà presentata la XXI edizione del concorso nazionale "Una ragazza per il cinema" moda e fotogenia la cui finale nazionale quest'anno si terrà dal 8 al 13 settembre, nella provincia di Crotone. Oltre al concorso sarà presentata la 1^ edizione del premio Calabria Arte. Seguirà buffet presso la sede dell'accademia della moda "Maria Antonietta".

se i biglietti non verranno ritirati le poltrone verranno rivendute. SAN GIORGIO MORGETO - Escursione L'associazione ambientalistica accademia Kronos Calabria organizza, con il patrocinio del comune di Reggio e con la collaborazione del Club Unesco "Re Italo" di Reggio, un'escursione naturalistica e culturale a San Giorgio Morgeto che si svolgerà in pullman Gran Turismo, domenica 5 aprile, con partenza alle ore 8.00 (raduno) da Piazza Indipendenza (rientro previsto: ore 20.00, stesso luogo). Programma: visita al castello incontro con la città e.. alla ricerca della tomba di Re Italo.. (colazione a sacco individuale). Tutti i servizi (pullman, guide, organizzazione, fornitura materiale divulgativo, informazioni nel corso del viaggio, eventuale proiezione in pullman di filmati sui temi ambientali o di video registrati nelle stessa giornata o di relative foto) sono a totale carico e competenza dell'associazione accademia Kronos Calabria, e quindi sono totalmente gratuiti per tutti i partecipanti. S. MARCO A. (Cs) - “Unesco: patrimonio dell’umanità” Sabato 4 aprile alle ore 10.30, nella sala consiliare di palazzo santa Chiara di San Marco Argentano, si terrà un convegno sul tema “Unesco: patrimonio dell’umanità”. L’iniziativa è moderata da Pinotto Mollo, sindaco della città. SAN PIETRO A M. (Cz) - “Il teatro è vita” E’ al via la II stagione teatrale “Il teatro è vita”. La manifestazione è organizzata dall’associazione “Pier Giorgio Frassati” di San Pietro a Maida in collaborazione con: l’Aido (Associazione Italiana Donazione Organi); l’Atec (Associazione Trapiantati Epatici Calabresi); la Proitalia (Dipartimento Cultura e Donazione Organi), con il patrocinio dell’Amministrazione provinciale di Catanzaro e sostenuta dalla Mediabet. Questi gli appuntamenti previsti: 18 aprile 2009 “Volare” di Dario D’Ambrosi con Dario D’Ambrosi e Lorenzo Alessandri e per finire sabato 30 maggio 2009 “Concerto del Complesso Bandistico Giovanni Paolo II” di San Pietro a Maida”. L’Ingresso è gratuito. SAN PIETRO MAGISANO (Cz) - “L’Opera Santa” Il 5 aprile 2009, presentazione de "L'Opera Santa" Passione e morte di Nostro Signore Gesù Cristo in 9 atti, alle ore 15.00, Piazza V. Emanuele III. Ingresso libero.

SANTA CATERINA (Cz) - “Chi c’è, alzi una mano” La Pro-Loco Santa Caterina e Anlaids onlus organizza “Chi c'è, alzi una mano” giorno 11 aprile, c'è un bonsai per te, a ROSSANO (Cs) - Stagione teatrale, programma Santa Caterina centro capoluogo villa comunale ore 9.30 La città di "Rossano la bizzantina" presenta la stagion 2009 12.30, Santa Caterina Marina piazza Giovanni XXIII. Per presso il teatro San Marco, Teatro per tutti a Teatro. Program- info: 0967/84091 - prolocoscj@libero.it. ma: 17 aprile, Adolfo Adamo in "Serendipity" con Chiara Pavoni; musiche E.Cupellini, C.Rizzuti; scenografia N.Tornello; regia di A.Adamo, (Unica data in Calabria); 22 aprile, compa- SCALEA (Cs) - Global beat moviment gnia Corrado Abbati in collaborazione con associazione in- Il 12 luglio 2009, in località Riva Chiara di Sellia M., seternazionale operetta Trieste con gli allestimenti dell’ente liri- rata al locale Tarantula con i "global beat Moviment" un co teatro G. Verdi Trieste presentano: "Al cavallino bianco" di mix di tarantella, pizzica, ska e reggae. Hans Muller e Erik Charell; musiche di Ralph Benatzky; orchestra dal vivo - direttore Marco Fiorini;adattamento e regia Ogni lunedì sul Domani Corrado Abbati (Unica data in CalabriaCampagna abbonamenti: abbonamento poltronissima, euro 80.00; abbonamento poltrona euro 60.00; abbonamento speciale “Carta Giovani” euro 40.00; speciale abbonamenti famiglia: due abbonamenti interi (poltronissima o poltrona) danno diritto ad un abbonamento omaggio per un figlio di età inferiore a 14 anni. A tutti gli abbonati verrà offerto l’ingresso gratuito per lo spettacolo “Serendipity" del 17 aprile. Biglietti: platea poltronissima euro 20.00; A Teatro con (Se acquisti due biglietti poltronissime) euro 35,00; platea poltrona euro 15.00; A Teatro con (Se acquisti due biglietti poltrona) euro 25,00; galleria euro 10.00; cinque con (Per gruppi di sei) euro 50,00. Acquisto biPer chi compra e vende, chi è a caccia glietti presso il Teatro San Marco tre giorni prima di ogni spetdi occasioni, chi cerca e offre lavoro. tacolo.Biglietti spettacolo “Serendipity” del 17 aprile; platea (posto unico) euro 10.00; galleria (posto unico) euro 5.00. Case, ville, terreni, negozi, garage, auto, Informazioni generali saranno presenti nella rete internet ai moto, accessori, bricolage, dischi, computer, seguenti indirizzi: \n www.rossano.eu - www.generazionefuattrezzi, software, mobili, audio-video tura.com - www.sibarinet.it - www.teatro.org www.jblasa.com; e-mail: ufficio stampa@rossano.eu; Per contatti con la Redazione info@generazionefutura.com; 360/39.56.26; 0983/529.224. Tutti possono usufruire gratuitamente del servizio di prenotavia mail: lapiazza@ildomani.it zione telefonica. La prenotazione bloccherà le poltrone fino via fax: 0961-903801 ad un giorno prima dello spettacolo, trascorso questo tempo

LA PIAZZA

Settimanale di economia locale con servizi sulle imprese e annunci gratuiti


il Domani Giovedì 2 Aprile 2009 51

APPUNTAMENTI CALABRIA

SEGNALARE A: FAX 0961.903801 - E-MAIL: APPUNTAMENTI@ILDOMANI.IT

La sesta edizione del premio letterario “Armando La Torre” in programma a Siderno

Sellia Marina, a Pasquetta beviamo calabrese IL CARTELLONE

“Rumori fuori scena” per la regia di Claudio Rombolà a Soverato

SELLIA MARINA (Cz) - A Pasquetta beviamo calabrese La Pasquetta proposta dall’Agriturismo di Contrada Guido di Sellia Marina si colora di calabresità. L’Agriturismo di Contrada Guido, famoso per le sue atmosfere armoniose che si calano perfettamente nella macchia mediterranea, ha deciso da tempo di sposare i princìpi ispiratori del progetto culturale denominato “Consuma e Spendi Calabrese” portato avanti dall’Associazione “Jonici”. Il menù fisso elaborato per la Pasquetta, a soli 35,00 euro a persona, verrà accompagnato da un’ampia offerta di vini calabresi inseriti in una carta ben articolata ed equilibrata. Un modo tanto semplice, quindi, quanto pregno di significati. Un’azione reale di sostegno all’economia locale e alle produzioni del territorio. Quanti, aderendo all’intelligente proposta dell’Agriturismo di Contrada Guido, decideranno di festeggiare la Pasquetta brindando con vino calabrese, si associeranno quindi ad un modo di pensare e di agire che dimostra amore per la Calabria. Per informazioni e prenotazione (gradita), telefonare al.: 0961.961495.

SOVERATO (Cz) - Dramma sacro Resurrexit Sabato Santo, 11 aprile, ore 16, rappresentazione del dramma sacro Resurrexit, di Ulderico Nisticò per la regia di Tonino Pittelli. Il luogo della rappresentazione è l'area archeologica di Soverato Antica, raggiungibile da Soverato Superiore o dall'ex 106, bivio Turrati.

SOVERATO (Cz) - Teatro del Grillo Ha ufficialmente avuto inizio la stagione 2009 del Teatro del Grillo di Soverato, che da gennaio a fine aprile ospiterà eccellenti compagnie del teatro italiano oltre alla Compagnia della scuola di teatro Spazioscenico e alla Compagnia del Grillo. Programma:concluderà la stagione, a partire da sabato 25 aprile, la nuova produzione della Compagnia del Grillo: “Rumori fuori scena” per la regia di Claudio Rombolà. Una irresistibile storia di teatro nel teatro dove ritmo, equivoci e colpi di scena fanno del testo di Frayn una delle farse più fortunate degli ultimi trent’anni. Costo abbonamento a 5 spettacoli 88,00. Turno A: pomeridiana ore 17.00 o primo giorno di rappresentazione. Turno B: seraSETTINGIANO (Cz) - Booling Center le ore 21.00 o secondo giorno di rappresentazione. Gli abIl Booling Center, aperto durante la settimana tranne il lunedì, comunica le proprie promozioni: martedì e mer- bonati alla stagione precedente possono confermare il pocoledì "Più giochi e meno paghi", giovedì e domenica sto telefonando o lasciando un messaggio al N. 0967 23156 oppure tramite e-mail all’indirizzo di posta elettro"Promozione coppia", sabato "Birillo rosso". nica di seguito riportato "teatrodelgrillo@libero.it". SETTINGIANO (Cz) - All’Orso Cattivo Ogni giovedì: "Toda Joia"!!! presso L'Orso Cattivo a Settingiano. Zona ristorante: Dr. Why - il gioco a quiz per locali (ore 21.00); "Toda Joia" - Dj's: Gianluca Napoli, Tatto and Beat&Love (ore 23.30). Zona pub: balli caraibici: salsa, merengue Y bachata (tutta la sera!). Ingresso: 10 euro (solo 5 euro se segnali la tua presenza sul sito www.movidacommunity.it. SIDERNO (Rc) - Premio “Armando La Torre” E’ indetta la sesta edizione del Premio Letterario Città di Siderno “Armando La Torre” che si articola nelle sezioni di narrativa e saggistica. Il premio, patrocinato dal Comune di Siderno, dalla Regione Calabria e dalla Provincia di Reggio, gode del riconoscimento del Ministero per i Beni e le Attività culturali. Regolamento: narrativa, si partecipa con opere di narrativa scritte in lingua italiana e pubblicate dal 1°gennaio 2008 alla data del presente bando. Ogni autore o Casa Editrice può partecipare con più opere; saggistica: si partecipa con opere di saggistica scritte in lingua italiana e pubblicate dal 1° gennaio 2007 alla data del presente bando. Ogni autore o Casa Editrice può partecipare con più opere, presentando per ognuna di esse cinque copie; giuria: le opere saranno esaminate da una giuria tecnica composta da autorevoli esponenti del mondo della cultura, il cui giudizio è insindacabile ed inappellabile. Per partecipare gli autori e/o le Case Editrici devono fare pervenire le opere, con l’indirizzo ed il recapito telefonico dell’autore e l'indicazione della sezione per la quale concorrono, entro la data del 30 aprile 2009 al seguente indirizzo: Premio letterario Città di Siderno presso Aldo De Leo Via C.Battisti, 75 - 89048 Siderno (Rc). La partecipazione al premio comporta la piena accettazione del presente bando. SIMERI CRICHI (Cz) - Maratona Stracrichi L'associazione volontari italiani sangue Avis comunale di Simeri Crichi organizza la 2ª maratona Stracrichiil 14 giugno, ore 16.00, presso la piazza Martiri a Simeri Crichi. Per info: 368/560945 - 333/9725089.

TAVERNA (Cz) - Opere di Mattia Preti al Museo Due nuovi capolavori di Mattia Preti pertinenti la collezione della Banca di Credito Cooperativo della Sila Piccola si possono ammirare nel Museo Civico di Taverna. Si tratta di un bozzetto ad olio su tela di cm.77x41 raffigurante “San Sebastiano” e di un dipinto di cm.157x122 raffigurante “San Girolamo Penitente”, realizzati entrambi dal Cavalier Calabrese nel ventennio 1680-’90. L’evento consentirà a visitatori e studiosi di apprezzare completamente il corpus delle ventitrè opere pretiane di Taverna conservate (oltre che nella stessa sede museale) nelle Chiese di S.Domenico e S.Barbara. Il prestito, stabilito in forma di deposito, è stato eccezionalmente concesso all’Istituzione Culturale tavernese dal Consiglio di Amministrazione della banca presilana presieduto dal presidente Nicoletta e dal Direttore Cariati. Il museo civico è visitabile tutti i giorni, dal martedì alla domenica, (tranne il lunedì) con orari 9.30-12.30 e 16.00-19.00.

VIBO V. - “Turismo e sviluppo territoriale” Turismo e sviluppo territoriale: se ne discute a Vibo Valentia, sede prescelta per un incontro internazionale tra esperti e responsabili delle politiche di promozione di settore, con particolare riferimento a quelle per il Mezzogiorno d’Italia. Oggi alle ore 10,30 presso il 501 Hotel avrà luogo la Conferenza sul tema “”Lo sviluppo del Marchio “Magna Grecia”: strategie per la promozine del Turismo e del Territorio nel SOVERATO (Cz) - Festa della birra Sud Italia”, organizzata dal Consolato Generale degli Stati Il bar Mario comunica che è in fase terminale la definizione Uniti a Napoli in collaborazione con la Camera di Comdel programma che si terrà in occasioe della seconda Festa del- mercio di Vibo Valentia. la birra- Città di Soverato nei giorni 1-2-3 maggio 2009.All'interno di detta manifestazione si esibiranno gruppi musicali di vario genere, (taranta, pizzica, cover etc..)prestigiatori, caba- VIBO V. - Memorial Gaglioti retisti. L'organizzazione della festa della birra - Soverato 2009 L'Asd Gss sport, comitato regionale Fipav Calabria, settore - comunica che, all'interno della manfestazione, vi sarà l'asse- Fipav scuola e minivolley Calabria, comitato provinciale Vignazione del premio Giorgio Gioviale - dedicato alla memoria bo Valentia organizzano 4° minibeachvolley - 3° memoriale del giovane soveratese deceduto tragicamente più di vent'an- Gaglioti, giorno 24 maggio, al lido Chiringuito di Pizzo Cani fa. Il premio è riservato agli artisti che vorranno esibirsi nei labro (Vv). Inoltre saranno allestite due aree per permettegiorni 1-2-3 maggio come cabarettisti, musicisti e consiste in re ai bambini più piccoli (dai 3 ai 5 anni e non solo) di poter una somma messa a disposizione della famiglia Gioviale e dal- colorare o giocare con la sabbia. l'organizzazione. Per ulteriori informazioni rivolgersi al numero 3280715176 oppure inviare mail a barmario.vs@libe- CALABRIA - Concorso enologico internazionale ro.it. La curiosità degli eno-appassionati per le bottiglie originali da inserire nelle proprie collezioni si unisce in una formula SOVERIA M. (Cz) - “Soveria 2020” di marketing territoriale innovativa con il web. Per l’edizioL'associazione Fiore Di Lino per organizza "Soveria 2020" che ne 2009 de “La Selezione del Sindaco”, il concorso enologisi terrà sabato 4 aprile, alle ore 18.00. "Le proposte del Fiore di co internazionale che elegge il vino-simbolo delle Città del Lino alla Città" è un Study Group. Termina: sabato 4 aprile al- Vino di tutta Italia (dal 22 al 24 maggio, Istituto Agrario di San Michele all’Adige, Trento; info www.selezionedelsinle ore 20.00, presso la Villa Pellico. daco.it), la piccola produzione d’eccellenza italiana sbarca sul web e punta all’e-commerce: per conoscere o acquistaSQUILLACE (Cz) - Visite guidate re le originali bottiglie dell’unica rassegna internazionale L'associazione Largot costituita da guide specializzate che prevede la partecipazione congiunta dell’azienda e del munite di patentino e autorizzate dalla Regione Calabria, comune in cui sono localizzati i vigneti, riservata ai vini offre il servizio di visita guidata alla rassegna espositiva Docg, Doc e Igt con una produzione tra le 1.000 e le 50.000 allestita al Complesso monumentale del San Giovanni bottiglie, basterà un click su www.dilloconilvino.it. Questo Catanzaro dedicata ai pittori del seicento Francesco Coz- è l’obiettivo di un accordo che le Città del Vino hanno sottoza, Gregorio e Mattia Preti info www.calabriaguide.it scritto con il nuovo portale www.dilloconilvino.it che pre0961-34618 333-8002471. Inoltre, la stessa associazio- vede la partecipazione al concorso senza oneri per le azienne, mette tutti i giorni dalle 9.30 alle 12.30, e dalle 15.00 de che si associano al servizio.

alle 18.00, a disposizione le guide turistiche che accompagneranno i visitatori al centro storico di Squillace e al Parco archeologico Scolacium di Borgia. Per ulteriori informazioni contattare i numeri di tel: 0961/34618 368/7376942 - 347/1094691 - 320/0473698 - oppure consultare il sito internet di seguito riportato www.calabriaguide.it.

SOVERATO (Cz) - Al Bar Mario Progamma Bar Mario: ogni mercoldì dott. why; giovedì Isa e il so karaoke; venerdì francysdrag queen; domenica scandlo con tesy voice superkaraoke. Sabato 4 le rivoltele; giovedì 9 Gray in concerto; domenica 12 brillant diguise; lunedì 13 mimmo cavallaro tarantapower; martedì 14 i jumbo sul palazzo cover band rino Gaetano; 1, 2, 3 maggio festa della birra.

SQUILLACE (Cz) - “Via Crucis” A Squillace, venerdì 3 aprile, ore 21, in cattedrale, "Via Crucis", la rappresentazione degli ultimi momenti di vita di Gesù in un video girato a Squillace, su iniziativa delle associazioni "G. Olivadoti", "Teatro Insieme" e "Domus Pacis" e con la partecipazione della schola cantorum "S. Cecilia".

SOVERATO (Cz) - Stagione teatrale Programma della stagione teatrale 2008/09 a Soverato: sabato 4 aprile Tosca D’Aquino “Ogni anno punto e a capo” di Eduardo De Filippo; giovedì16 aprile, Sorelle Marinetti “Non ce ne importa niente regia Max Croci”; sabato 25 aprile Teatro instabile d’Aosta Mimondi regia Marco Chenevier; domenica 3 maggio Giorgio Albertazzi “Lezioni americane “di Italo Calvino.

TAVERNA (Cz) - Largot, visite guidate La Largot, svolge servizio di visite guidate al museo civico, alla chiesa di San Domenico e chiesa di Santa Barbara e alla galleria di arte contemporanea, per associazioni, scuole, fondazioni e gruppi (min 30 pers.). Il servizio sarà effettuato su prenotazione. Info: 0961/34618 368/7376942 - 329/9149079 - 347/8871177 - o visitare il sito www.calabriaguide.it.

AVVISO AI LETTORI Per ottenere la pubblicazione in questa rubrica di appuntamenti riguardanti la cultura, l’arte, lo spettacolo, la convegnistica, e qualsivoglia altro evento, occorrerà che le comunicazioni giungano a questa redazione

ALMENO 48 ORE PRIMA Segnala un appuntamento via mail: appuntamenti@ildomani.it via fax: 0961-903801


52 Giovedì 2 Aprile 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

Speciale

Palazzo reale vendesi: scherzo del re

Torna in volo il Concorde? É una bufala

BRUXELLES - Alberto II, re del Belgio, per aiutare il suo Paese in questo momento, ha firmato un accordo per vendere il Palazzo reale di Bruxelles e i giardini circostanti ai russi, per una somma di 465 milioni di euro. A pubblicare ieri, in prima pagina il pesce d’aprile, è il quotidiano belga La Derniere Heure, con tanto di intervista al presunto compratore che annuncia il progetto di trasformare il Palazzo reale, in un enorme parco di divertimenti e i giardini in un parcheggio. Le reazioni del governo belga? Tutti i ministri accolgono con favore l’iniziativa, visto il momento di difficoltà. L’unico dubbio che resta, conclude il giornale, è la scelta di quale banca belga potrebbe finanziare i lavori.

Guarda un po’! Due Cassano in campo

PARIGI - Il mitico aereo Concorde volerà ancora il prossimo 16 giugno per due ore! È il Museo dell’Aria e dello Spazio (Mae), il più importante museo aeronautico di Francia e uno dei più grandi al mondo, a pubblicare la notizia-scherzo sul suo sito internet. La stampa francese, tra cui l’ Afp che ne aveva chiesto conferma al Museo, l’aveva subito ripresa, ma poco dopo è arrivata la rettiffica: era un pesce d’aprile. Il Concorde avrebbe effettuato un volo di due ore con partenza alle 10 del mattino del 16 giugno, dall’aeroporto di Le Bourget, a nord di Parigi, e atterraggio previsto verso mezzogiorno dopo aver sorvolato i cieli dell’Irlanda.

ROMA - Bari aspetta l’Italia senza il suo figlio prediletto, e lo scherzo salta fuori per forza. Comincia il Tg2, nell’edizione delle 13: intervista a Cassano che dice di essere stato convocato in extremis per Italia-Irlanda. Ma è un imitatore, Gianfranco Butinar, che si prende gioco dei telespettatori. Visto che un Cassano in campo è poco credibile, allora Antenna Sud prova a metterlo in tribuna. L’emittente barese intervista un altro imitatore, Stefano Bucci: «Lippi è un carattere un po’ particolare - dice lo pseudo Cassano - non gli piace avere suggerimenti. Se nessuno avesse parlato di me, forse mi avrebbe convocato».

Le redazioni giornalistiche sono state prese di mira dai burloni Quest’anno, però, il pesce d’aprile spunta soprattutto dal web

L’Italia si conferma paese degli scherzi Da Nord a Sud la burla è protagonista ROMA - Arriva aprile e le preoccupazioni sono tutte per i consueti scherzi che inaugurano questo mese. Una consuetudine alla quale ormai si è abituati e che è, per gli irriducibili burloni un appuntamento imperdibile. Già da oggi, passato il “piccolo tornado” si possono tirare le somme e fare il conto delle vittime dei pesci più famosi al mondo. I Pesci d’Aprile, puntuali come ogni anno, arrivano a cascata nelle redazioni giornalistiche, e, nonostante nelle riunioni del mattino l’avvertimento categorico sia «attenti agli scherzi» a fine giornata non si arriva mai indenni. Era, un pesce d’ aprile, il piano annunciato dal Sappe di ampliamento della cubatura delle carceri italiane per effetto del ’Piano Casa Berlusconi’. Sarà poi lo stesso Sindacato a rivelare la burla: «non ce ne vogliano gli amici della stampa». Ma può anche capitare, che siano proprio autorevoli quotidiani o Tg ad ingannare il loro pubblico. Quest’anno, il pesce d’aprile, però, corre soprattutto on-line: Arriva Cadie, una nuova forma di intelligenza artificiale, è il falso annuncio di Google; mentre YouTube propone video visualizzati al contrario . La testata on line, tgcom ha pubblicato,nella pagina degli spettaco-

Le vittime del primo d’aprile sono sempre più numerose

Il pesce d'aprile

Si studiano le bugie

Siamo tutti contagiati da Pinocchio

L'ORIGINE Nel 1564 Carlo IX di Francia sostituisce il calendario pagano, in cui il primo d'aprile segnava l'inizio dell'anno, con quello gregoriano. I pagani che non si adeguavano alla nuova tradizione erano oggetto di scherzi. L'Italia importa dalla Francia l'uso di festeggiare il pesce d'aprile alla fine del XIX secolo

Lancia il nuovo layout: i video si vedono capovolti e consiglia di girare gli schermi ogni sei mesi come i materassi

Annuncia che traslocherà su Twitter, per cui gli articoli si adegueranno e saranno ridotti a post di 140 caratteri

Tornerà a volare il prossimo 16 giugno per due ore! È il Museo francese dell'Aria e dello Spazio a lanciare la notizia, subito ripresa dalla stampa francese

Lancia "Cadie", sistema avanzato di intelligenza artificiale in grado di creare autonomamente delle pagine web

IL NOME L'espressione 'pesce d'aprile' è forse legata all'astrologia: a fine marzo il Sole lascia il segno dei Pesci per entrare in Ariete

Un simpatico piatto di sushi

li, la notizia di Michael Jackson che, folgorato dalla bravura del vincitore di Sanremo Marco Carta, gli avrebbe chiesto di aprire i suoi attesissimi concerti londinesi. Secolo XIX, invece, lancia una sfida ai lettori pubblicando un’intera pagina a notizie inverosimili, ma tutte vere tranne una.

ANSA-CENTIMETRI

L’autorevole quotidiano britannico Guardian annuncia che, accantonando 188 anni di inchiostro e rotative, è pronto a diventare il primo giornale al mondo a essere pubblicato esclusivamente su Twitter, il popolare servizio di micro-blogging che ha rivoluzionato la comunicazione on-line.

«L’elefante in pietra lavica,simbolo di Catania, crollato in piazza Duomo, ceduto per infiltrazioni d’acqua e erosione». Questa la bufala sparata coem notizia d’apertura da Primalinea Tg, il notiziario dell’emittente Telecolor. Tolentino,una cittadina della provincia di Macerata è stata tappez-

Omelie domenicali troppo lunghe e noiose? Ecco on-line come evitarle

Trovata di un parroco della Diocesi di Verona I suoi consigli per diventare predicatore ad hoc Nel “manuale del predicatore” i consigli per un’omelia al passo con i tempi VERONA - Omelie troppo lunghe, noiose, che fanno sbadigliare il più fervente dei fedeli: per risolvere il problema numero uno dei parroci arriva il manuale del predicatore, proposto da un sacerdote della Diocesi di Verona, don Mario Masina. I consigli per una predica al passo con i tempi, accattivante, sono on line sul sito della Diocesi di Verona, dove un link rimanda all’intervento di Masina, sottotitolato tutto quello che un prete dovrebbe sapere per non annoiare i suoi fedeli. Quelle di Masina sono

Il ‘vademecum’ del perfetto arriva da Verona. A crearlo è stato don Mario Masina

vere e proprie indicazioni operative. Inanzitutto, per una buona omelia bisogna scegliere bene il tema, uno solo, e concentrarsi su di esso. Prima però bisogna docu-

mentarsi con le letture. Quindi va preso un buon commento biblico, preferibilmente il vangelo, «che piace di più». Quanto alla modalità dell’eloquio, cambiare

spesso forma, passando dall’omelia «letta», a a quella «guidata». Poi l’inizio della predica, che può avvenire con una domanda, un racconto, o la citazione di un fatto di cronaca, consiglia Masina. Ma soprattutto il finale: il sacerdote deve già sapere quando e come concludere, perchè spesso proprio il fatto di non saperlo porta a dilazionale la predica. Infine la durata: il buon senso - dice Masina - suggerisce che in condizioni di normale assemblea domenicale, non vada oltre i dieci minuti. Se meno, meglio ancora.

zata di volantini, che annunciavano per ieri la visita del principe Emanuele Filiberto di Savoia e famiglia, con tanto di distribuzione di panini con la porchetta per tutti. In Polonia, invece,il quotidiano Gazeta Wyborcza ha scritto ieri che Il portiere polacco Artur Boruc sarà il capolista del partito dei Kaczynski per il Parlamento europeo. In Russia Novi Izvezia pubblica il clamoroso annuncio dell’avv. Nikolai Alexeiev, uno degli organizzatori del Gay Pride moscovita osteggiato dal sindaco della capitale: quest’anno non solo il primo cittadino ha concesso disco verde ma è prevista la sfilata sull’arteria del Nuovo Arbat di 99 auto blu con sirena, messe a disposizione da alti funzionari gay di varie strutture statali. Smentite arrivate già da due giorni su l’automobile Leko che doveva essere presentata ieri da ’Ikea France’, che in realtà non esiste. Tante le burle organizzate in Trentino, dalla scoperta in val di Fiemme del pesce palla del Lagorai, alla notizia del progetto di far ritornare il fiume Adige nel vecchio alveo attraverso la città, sino alla tinteggiatura colorata. Hanno rischiato grosso due maturi goliardi padovani che, passamontagna in testa per non farsi riconoscere, hanno dato l’assalto al negozio di un amico in piena notte ’armati’ di un grande rotolo di chellophane. Ma sono arrivati i carabinieri per arrestarli. A salvarli l’amico commerciante.

ROMA - Ci sono le bugie dalle gambe corte, quelle dal naso lungo e le bugie del gatto e la volpe: ogni età ha il suo modo di mentire e la sindrome di Pinocchio è diffusa tra tutti i bambini, e forse anche tra gli ’eterni’ bambini. Lo spiega Maria Rosaria Mancinelli, docente di Psicologia dei processi di orientamento all’Università’ Cattolica di Piacenza, in occasione dell’uscita di Pinocchio, il classico della Disney, che dopo 70 anni torna da ieri restaurato e rimasterizzato in dvd e blu ray disc. «Tutti i bambini raccontano bugie, fa parte del processo di sviluppo - spiega la professoressa Mancinelli. In realtà fino ai 5 anni si può parlare di pseudo-bugie, più legate alla fantasia. Verso i 6-8 anni, invece c’è un’evoluzione: i bambini dicono bugie per evitare punizioni, tirarsi fuori da situazioni spiacevoli, non deludere i genitori ma anche per vantarsi. Sono queste le bugie dalle gambe corte e dal naso lungo, quelle che non fanno male a nessuno e sono i bambini stessi a catalogarle in questo modo». Le ricerche attribuiscono colpa delle bugie alla famiglia, non al mondo irreale dei media, a cui ora i bambini sono molto esposti. «Dipende da come sono i genitori, se dicono bugie davanti a loro o se non mantengono le promesse - osserva la professoressa Mancinelli. Le bugie degli adulti, invece, sono quelle ‘del gatto e della volpe’, per fare i furbi, ingannare gli altri. E i bambini non sopportano le bugie degli adulti e se ne accorgono immediatamente». E sembra che sulle mutazioni del naso Collodi avesse ragione. «Negli Stati Uniti - conclude la professoressa Mancinelli - è stato fatto un esperimento sulle reazioni fisiche degli adulti quando si dice una bugia: si dilatano le pareti del naso o si tende a toccarsi il naso. Non si allunga, ma lì accade qualcosa».


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Giovedì 2 Aprile 2009 53

Spettacoli e tv filmintv LA7 08.00 08.20 09.00 09.30 10.00 10.50 11.00 11.25 11.30 12.00 13.30 14.00 14.10 16.15

TG1 (Ultime notizie) TG1 LE IDEE (Attualità) TG1 (Ultime notizie) TG1 FLASH (Ultime notizie) VERDETTO FINALE APPUNTAMENTO AL CINEMA OCCHIO ALLA SPESA (Attualità) CHE TEMPO FA (Ultime notizie) TG1 (Ultime notizie) LA PROVA DEL CUOCO (Gastronomia) TELEGIORNALE (Ultime notizie) TG1 ECONOMIA (Affari) FESTA ITALIANA LA VITA IN DIRETTA

08.00 L’ALBERO AZZURRO 08.20 DIBO DEI DESIDERI (Animazione) 08.35 FANTASMI DETECTIVES (Animazione) 08.55 I LUNNIS (Animazione) 09.15 IL CERCASAPORI (Gastronomia) 09.45 RAI EDUCATIONAL TRACY & POLPETTA (Cultura) 09.55 METEO 2 (Ultime notizie) 10.00 TG2PUNTO.IT (Attualità) 11.00 INSIEME SUL DUE (Attualità) 13.00 TG2 - GIORNO (Ultime notizie) 13.30 TG2 COSTUME E SOCIETÀ (Attualità) 13.55 TG2 MEDICINA 33 (Salute) 14.00 X FACTOR 14.45 ITALIA ALLO SPECCHIO (Attualità) 16.15 RICOMINCIO DA QUI 17.20 LAW & ORDER 18.00 METEO 2 (Ultime notizie) 18.05 TG2 - FLASH L.I.S. (Ultime notizie) 18.10 RAI TG SPORT 18.30 TG2 (Ultime notizie) 19.00 X FACTOR 19.35 SQUADRA SPECIALE COBRA 11 20.25 ESTRAZIONI DEL LOTTO 20.30 TG2 - 20.30 (Ultime notizie) 21.05 ANNOZERO (Attualità) 23.20 TG2 (Ultime notizie) 23.35 I BAMBINI SONO DI SINISTRA (Teatro) 01.05 TG PARLAMENTO (Attualità) 01.15 X FACTOR 01.45 ALMANACCO 01.50 METEO 2 (Ultime notizie) 01.55 APPUNTAMENTO AL CINEMA 02.05 TG2 COSTUME E SOCIETÀ. REPLICA (Attualità) 02.20 LE RAGAZZE DI PIAZZA DI SPAGNA

08.00 RAI NEWS 24 MORNING NEWS (Attualità) 08.15 RAI EDUCATIONAL - LA STORIA SIAMO NOI (Cultura) 09.15 VERBA VOLANT (Tempo libero) 09.20 COMINCIAMO BENE - PRIMA

Ore 23.25 - “Parla con me” In foto la conduttrice Serena Dandini

INCONSCIO E MAGIA (Cultura) CERCANDO CERCANDO GLI ANNI D’ORO GLI OCCHI DI SIMONA - LA POSTA DI RAINOTTE 04.10 I NOSTRI PROBLEMI

CANALE

ITALIA

RETE

TG5 MATTINA (Ultime notizie) MATTINO CINQUE (Attualità) TG5 (Ultime notizie) MATTINO CINQUE (Attualità) FORUM TG5 (Ultime notizie) BEAUTIFUL (Telenovela) CENTOVETRINE (Telenovela) AMICI - LA FINALE POMERIGGIO CINQUE TG5 (Ultime notizie) POMERIGGIO CINQUE CHI VUOL ESSERE MILIONARIO (Spettacolo con giochi) 20.00 TG5 (Ultime notizie)

08.15 08.30 09.00 09.30 11.20 12.15 12.25 13.02 13.40 14.05

16.50 17.00 17.10 17.15 18.50 20.00 20.30 21.10 23.15 23.20 00.55 01.25 01.30 01.35 01.40 02.10 02.40 03.10 04.45 05.15 05.45 06.05 06.10 06.30 06.45 07.00 07.30

TG PARLAMENTO (Attualità) TG1 (Ultime notizie) CHE TEMPO FA (Ultime notizie) LA VITA IN DIRETTA L’EREDITÀ TELEGIORNALE (Ultime notizie) AFFARI TUOI (Spettacolo con giochi) BUTTA LA LUNA 2 TG1 (Ultime notizie) PORTA A PORTA (Attualità) TG1 NOTTE E TG1 LE IDEE (Ultime notizie) CHE TEMPO FA (Ultime notizie) ESTRAZIONI DEL LOTTO APPUNTAMENTO AL CINEMA SOTTOVOCE (Talk show) FUORICLASSE - CANALE SCUOLALAVORO (Cultura) SUPERSTAR IL MARESCIALLO ROCCA 4 DON FUMINO HOMO RIDENS EURONEWS (Ultime notizie) ANIMA GOOD NEWS (Cultura) INCANTESIMO 10 TG1 - CCISS VIAGGIARE INFORMATI (Ultime notizie) UNOMATTINA TG1 (Ultime notizie) TG1 L.I.S. (Ultime notizie)

08.00 08.40 10.00 10.05 11.00 13.00 13.41 14.10 14.45 16.55 17.54 17.59 18.50

Ore 21.05 - “Annozero” Programma di attualità condotto da Michele Santoro 02.50 03.00 03.25 04.00

14.30 15.00 15.50 16.40 17.40 18.00 18.15 18.28 19.00 19.30 19.50 20.05 20.30 21.10

Ore 21.10 - “Grande Fratello” Reality Show con Alessia Marcuzzi 20.31 STRISCIA LA NOTIZIA - LA VOCE DELLA SUPPLENZA (Attualità) 21.10 GRANDE FRATELLO 9 (Reality-TV) 23.30 TERRA! (Attualità) 00.00 MAI DIRE GF 01.01 NONSOLOMODA - GLOBISH NEWS (Moda) 01.30 TG5 NOTTE (Ultime notizie) 02.00 STRISCIA LA NOTIZIA - LA VOCE DELLA SUPPLENZA (Attualità) 02.32 MEDIASHOPPING (Acquisti) 02.45 THE GUARDIAN 03.30 MEDIASHOPPING (Acquisti) 03.42 GRANDE FRATELLO 9 04.13 SQUADRA EMERGENZA (Azione) 05.30 TG5 NOTTE (Ultime notizie) 06.00 TG5 - PRIMA PAGINA (Ultime notizie) 08.00 TG5 MATTINA (Ultime notizie)

22.05 23.04 23.55 01.45 02.10 02.25 02.45 03.05 03.55

EVVIVA PALM TOWN (Animazione) SCOOBY DOO (Animazione) HOPE & FAITH (Sitcoms) ALLY MCBEAL PIÙ FORTE RAGAZZI (Azione) SECONDO VOI (Attualità) STUDIO APERTO (Ultime notizie) STUDIO SPORT DRAGON BALL GT (Animazione) ONE PIECE - TUTTI ALL’ARREMBAGGIO! (Animazione) I SIMPSON (Animazione) SMALLVILLE (Fantascienza) KYLE XY (Fantascienza) MALCOM (Sitcoms) SPONGEBOB (Animazione) SPIDER RIDERS (Animazione) GORMITI (Animazione) STUDIO APERTO ANTICIPAZIONI (Ultime notizie) STUDIO SPORT I SIMPSON (Animazione) CAMERA CAFÉ RISTRETTO (Sitcoms) CAMERA CAFÉ (Sitcoms) LA RUOTA DELLA FORTUNA (Spettacolo con giochi) C.S.I.: SCENA DEL CRIMINE (Poliziesco) C.S.I. NY (Poliziesco) REAL C.S.I - LA VERA SCENA DEL CRIMINE - A SANGUE FREDDO CHIAMBRETTI NIGHT - SOLO PER NUMERI UNO STUDIO SPORT STUDIO APERTO - LA GIORNATA (Ultime notizie) TALENT 1 - PLAYER MEDIA SHOPPING (Acquisti) I SOPRANO MEDIASHOPPING (Acquisti)

Ore 23.55 - “Chiambretti Nigth” Varietà Presenta Piero Chiambretti 04.10 AL CALAR DELLE TENEBRE (Orrore) 05.30 STUDIO SPORT 05.55 STUDIO APERTO - LA GIORNATA (Ultime notizie)

(Italia ‘68) di Giorgio Ferroni Durante l'estate del '42, le truppe di Rommel avanzano in Africa, e costringono alla ritirata l'ottava armata britannica. Montgomery attende il momento favorevole per la controffensiva. Guerra

Rete4 ore 16.00

10.00 COMINCIAMO BENE (Talk show) 12.00 TG3 - RAI SPORT NOTIZIE - TG3 METEO 12.25 TG3 CHI È DI SCENA (Attualità) 12.45 LE STORIE - DIARIO ITALIANO (Attualità) 13.05 TERRA NOSTRA (Telenovela) 14.00 TG REGIONE - METEO (Ultime notizie) 14.20 TG3 (Ultime notizie) 14.50 TGR LEONARDO (Attualità) 15.00 TGR NEAPOLIS (Attualità) 15.10 TG3 FLASH L.I.S. (Ultime notizie) 15.15 TREBISONDA PRESENTA LA TV DEI RAGAZZI (Magazin) 15.20 SERIOUS ANDES 16.00 TG3 GT RAGAZZI (Cultura giovanile) 16.30 MELEVISIONE 17.00 COSE DELL’ALTRO GEO 17.50 GEO & GEO 18.15 METEO 3 (Ultime notizie) 18.20 GEO & GEO 19.00 TG3 (Ultime notizie) 19.30 TG REGIONE - METEO (Ultime notizie) 20.00 BLOB (Attualità) 20.10 AGRODOLCE (Telenovela) 20.35 UN POSTO AL SOLE (Telenovela) 21.05 TG3 (Ultime notizie) 21.10 K-19 (Poliziesco) 23.25 PARLA CON ME (Talk show) 00.00 TG3 LINEA NOTTE (Ultime notizie) 00.10 TG REGIONE - METEO (Ultime notizie) 01.00 APPUNTAMENTO AL CINEMA 01.10 RAI EDUCATIONAL (Cultura) 01.40 LA MUSICA DI RAITRE 02.20 FUORI ORARIO. COSE (MAI) VISTE (Cinema) 02.25 RAINEWS 24 (Ultime notizie) 02.40 NEXT - 1 PARTE (Attualità)

Ore 21.10 - “Butta la luna 2” Fiction con Fiona May nel ruolo di Alyssa

ore 14.00

“La battaglia di El Alamein”

08.10 09.00 10.10 10.30 11.30

“Il capitano dei mari del Sud”

17.15 SE MI LASCI TI CANCELLO (SkyCinemaMania) IL CLUB DI JANE AUSTEN (SkyCinemaPiu24) NORBIT (SkyCinemaHits) 17.20 WAITRESS - RICETTE D’AMORE (SkyCinemaFamily) 17.25 PLUTONIO 239 - PERICOLO INVISIBILE (SkyCinema1) 18.40 LA STORIA DEL GENERALE CUSTER (SkyCinemaClassics) 19.00 DON’T SAY A WORD (SkyCinemaHits) 19.05 ALLA RICERCA DELL’ISOLA DI NIM (SkyCinema1) 19.10 YUPPI DU - VERSIONE RESTAURATA (SkyCinemaMania) 19.15 DIFESA AD OLTRANZA (SkyCinemaFamily) IL BACIO DELLA MORTE (SkyCinemaMax) 19.25 JOHN RAMBO (SkyCinemaPiu24) 21.00 COLPO D’OCCHIO (SkyCinemaPiu24)

(Usa ‘58) di Joseph Pevney Su una nave in partenza per il Messico salgono alcuni passeggeri, tra i quali un’avventuriera (Cyd Charisse). Durante il viaggio l’imbarcazione avrà molti problemi. Avventura

Rete4 ore 23,40

Ore 21.00 - “Irina Palm” Sky Cinema Mania Film con Marianne Faithfull

“Lo straniero senza nome”

(Usa ‘74) di Clint Eastwood Un misetrioso e abile pistolero (Clin Eastwood) ottiene carta bianca per difendere un piccolo villaggio da tre criminali responsabili della morte dello sceriffo. Western

La serie che ha dato la fama a Clooney

Chiude “E.R.” dopo 15 anni

HUNTER (Poliziesco) NASH BRIDGES FEBBRE D’AMORE (Telenovela) MY LIFE (Telenovela) TG4 TELEGIORNALE (Ultime notizie)

21.05 21.15 22.35 22.45

22.50 22.55 23.05 00.15

00.35

09.15 10.10 10.15 10.20 10.25 11.25 11.30 12.30 12.55 13.00 14.00 16.00 16.05 17.05

Ore 20.30 - “Walker Texas Ranger” Telefilm con Chuck Norris 11.40 12.25 13.25 13.30 14.05 15.10 16.00 16.37 16.44 17.54 18.01 18.35 18.45 18.55 19.35 20.30 21.10 22.02 22.09 22.42 22.49 23.35 23.40 00.31 00.38 01.06 01.13 01.30 01.55 02.00 02.40

UN DETECTIVE IN CORSIA RENEGADE ANTEPRIMA TG4 (Ultime notizie) TG4 TELEGIORNALE (Ultime notizie) SESSIONE POMERIDIANA: IL TRIBUNALE DI FORUM WOLFF - UN POLIZIOTTO A BERLINO (Poliziesco) IL CAPITANO DEI MARI DEL SUD (Azione) TGCOM (Ultime notizie) IL CAPITANO DEI MARI DEL SUD (Azione) TGCOM (Ultime notizie) IL CAPITANO DEI MARI DEL SUD (Azione) TEMPESTA D’AMORE ANTEPRIMA TG4 (Ultime notizie) TG4 TELEGIORNALE (Ultime notizie) TEMPESTA D’AMORE WALKER, TEXAS RANGER PARI E DISPARI (Commedia) TGCOM (Ultime notizie) PARI E DISPARI (Commedia) TGCOM (Ultime notizie) PARI E DISPARI (Commedia) I BELLISSIMI DI RETE 4 (Cinema) LO STRANIERO SENZA NOME (Western) TGCOM (Ultime notizie) LO STRANIERO SENZA NOME (Western) TGCOM (Ultime notizie) LO STRANIERO SENZA NOME (Western) TG4 - RASSEGNA STAMPA (Ultime notizie) STASERA A TEATRO PLANET FUNK SPECIAL TV MODA

LOS ANGELES - L’innovativa serie tv "ER" chiude i battenti al termine di questa settimana, dopo 15 anni di sangue, sudore e lacrime che hanno cambiato il modo di fare fiction nella televisione Usa. L’episodio finale di 2 ore, che sarà trasmesso stasera dall’emittente Nbc, conclude una serie che è stata sul punto di non essere nemmeno messa in onda e che ha fatto da trampolino di lancio per le carriere di stelle del cinema, come George Clooney e che ha vinto 22 Emmy Award. "Quindici anni sono davvero tanti per una serie tv. Quindi fermarsi ora è giusto", ha detto Gloria Reuben, che ha partecipato a più di 100 episodi.

curiosità dalla rete Vodafone, ricicliamo anche il telefonino

Il software Skype si rinnova

Vodafone e ecologia con due nuove idee: l'Ecoricarica e il primo negozio di settore tutto orientato all'ecologia. Per ogni ecoricarica acquistata, Vodafone dona un euro al progetto ecologico MyFuture

Due rivoluzionarie innovazioni per Skype: la possibilità di trasferire file da telefono cellulare e quella di inviare sms.

Le radio di Last.fm rimangono gratuite Last.fm annuncia di aver rinviato la trasformazione a pagamento del suo servizio di webradio musicali in streaming.

Arrivano le USB da portachiavi LaCie presenta tre nuove soluzioni per i contenuti digitali: le chiavi USB LaCie itsaKey, iamaKey e PassKey. Così compatte da poter essere agganciate a un portachiavi, e utilizzabili sia su PC che su Mac

19.00 20.00 20.30 21.10 23.05 23.15 00.30 00.50 00.55 01.35

09.00 11.30 12.30 13.30 14.00 14.30 15.00 16.00 16.05 17.00 17.05 18.00 18.05 19.00 19.05 19.30 20.00 20.05 21.00 22.00 22.25 22.30 23.30 01.00 01.30 03.00 05.40

IL RISVEGLIO DELLE TENEBRE (SkyCinemaFamily) HOLLYWOOD PARTY (SkyCinemaClassics) BLIND INJUSTICE - VERITA’ VIOLATE (SkyCinemaMax) IRINA PALM - IL TALENTO DI UNA DONNA... (SkyCinemaMania) MI SPOSO PRIMA IO (SkyCinemaHits) BECOMING JANE - IL RITRATTO DI... (SkyCinema1) SEX CRIMES 2 (SkyCinemaMax) I MAGHI DEL TERRORE (SkyCinemaClassics) MRS. DOUBTFIRE - MAMMO PER SEMPRE (SkyCinemaFamily) METRONOTTE (SkyCinemaMania) PAZZO DI TE! (SkyCinemaHits) BOY GIRL - QUESTIONE DI... SESSO (SkyCinemaPiu24) ANNI RUGGENTI (SkyCinemaClassics) QUEL GRAN PEZZO DELL’UBALDA... (SkyCinemaMax) BORAT (SkyCinemaHits)

OMNIBUS LIFE (Attualità) PUNTO TG (Attualità) DUE MINUTI, UN LIBRO MOVIE FLASH F/X MOVIE FLASH MATLOCK TG LA7 (Ultime notizie) SPORT 7 (Ultime notizie) L’ISPETTORE TIBBS LA BATTAGLIA DI EL ALAMEIN (Guerra) MOVIE FLASH MACGYVER ATLANTIDE - STORIE DI UOMINI E DI MONDI JAG - AVVOCATI IN DIVISA TG LA7 (Ultime notizie) OTTO E MEZZO (Attualità) L’ISPETTORE BARNABY (Poliziesco) SPECIALE SEX & THE CITY VICTOR VICTORIA - NIENTE È COME SEMBRA TG LA7 (Ultime notizie) MOVIE FLASH OTTO E MEZZO (Attualità) QUESTE PAZZE, PAZZE DONNE (Commedia)

PURE MORNING LOVE TEST CHART BLAST ROOM RAIDERS MTV CONFIDENTIAL (Reality-TV) NEXT (Reality-TV) TRL - TOTAL REQUEST LIVE FLASH (Ultime notizie) INTO THE MUSIC FLASH (Ultime notizie) INTO THE MUSIC FLASH (Ultime notizie) CHART BLAST FLASH (Ultime notizie) MTV CONFIDENTIAL (Reality-TV) BEST DRIVER (Spettacolo con giochi) FLASH (Ultime notizie) ROSWELL KEBAB FOR BREAKFAST THE HILLS FLASH (Ultime notizie) CENTRAL STATION SOUTH PARK (Animazione) BRAND: NEW INTO THE MUSIC INSOMNIA NEWS (Ultime notizie)


il Domani Giovedì 2 Aprile 2009 55

LOTTO & SUPERENALOTTO

A CURA DI PASQUALE SANTILIO*

Sono 86 le estrazioni di ritardo per la sorte dell’ambo

Venezia, stop alla cadenza 5 ROMA - In questa occasione, desideriamo proporvi per ogni ruota previsioni mirate e ristrette da seguire solo per due estrazioni, vale a dire quella di giovedì 2 e per sabato 4 aprile.

Come potete osservare dal box che ospita questi pronostici, vi proponiamo per ogni compartimento un ambo ed una cinquina. I numeri che formano l’ambo sono da giocare anche per

ambata; gli stessi si ripetono anche nella cinquina che deve essere seguita per le sorti di ambo, terno, quaterna e cinquina sulla ruota di riferimento. A vostra discrezione, potete

Le previsioni valide per le prossime 2 estrazioni Bari

5-86

Cagliari 7-17

5-16-26-75-86

Napoli

7-17-27-77-87

Palermo 27-67 7-27-67-77-87

37-47 11-37-47-71-87

Firenze 20-90 20-24-60-78-90

Roma

28-38 26-28-31-38-90

Genova 9-18

Torino

33-39 33-39-44-84-89

Milano

9-18-26-31-88

26-31 26-31-44-49-85

Venezia 15-55 5-15-45-55-85

giocare la cinquina di una ruota anche su Tutte solo per terno, quaterna e cinquina. Vi ricordiamo che l’ambo con cinque numeri paga un premio pari a circa 25 volte la cifra giocata, il terno rende 425 volte la somma puntata, la quaterna 16.000 volte e la cinquina poco meno di 6 milioni ciò che abbiamo scommesso. Ogni pronostico è stato elaborato su base statistica, poiché abbiamo raggruppato gli elementi di convergenza tra le serie più ritardate di ogni singola ruota. Il gioco va abbandonato al conseguimento della prima vincita realizzata nei tempi e con le modalità ora indicate.

I numeri su fondo grigio ed in bianco sono da giocare per ambata e ambo secco. Ogni cinquina, invece, va giocata per ambo, terno, quaterna e cinquina.

I dieci numeri più in ritardo BARI CAGLIARI FIRENZE GENOVA MILANO NAPOLI PALERMO ROMA TORINO VENEZIA NAZIONALE TUTTE

N UM. RIT. N UM. RIT. N UM. RIT. N UM. RIT. N UM. RIT. N UM. RIT. N UM. RIT. N UM. RIT. N UM. RIT. N UM. RIT. N UM. RIT. N UM. RIT.

22

25

76

80

81

2

42

28

6

76

66

63

58

56

53

52

50

46

40

19

72

21

89

8

27

33

62

22

41

83

75

73

68

64

55

50

50

49

47

37

58

47

18

52

28

26

83

74

16

76

70

61

49

46

43

42

41

40

35

83

17

16

77

44

9

35

13

15

6

103

77

64

63

58

56

53

51

49

45

27

43

48

70

83

68

17

11

74

21

95

68

60

55

52

47

41

40

38

37

47

42

77

11

48

87

59

53

62

31

68

61

59

56

48

47

44

43

43

41

72

27

57

56

49

66

31

68

88

46

75

71

55

54

50

49

46

44

40

37

57

15

44

51

80

16

34

50

89

43

83

59

48

39

39

38

35

35

35

33

14

59

4

15

84

43

48

2

24

52

49

49

46

46

45

44

41

40

40

35

15

77

58

35

73

61

10

47

67

84

84

72

52

48

48

47

44

40

39

38

37

60

45

62

87

1

70

63

8

46

54

53

48

48

40

38

36

35

34

32

26

31

44

62

66

9

14

25

39

67

7

7

4

4

4

3

3

3

3

3

N UM. FREQ. UM. CAGLIARI FNREQ . N UM. FIRENZE FREQ. N UM. GENOVA FREQ. N UM. MILANO FREQ. N UM. NAPOLI FREQ. UM. PALERMO FNREQ . N UM. ROMA FREQ. N UM. TORINO FREQ. N UM. VENEZIA FREQ. UM. NAZIONALE FNREQ . N UM. TUTTE FREQ.

BARI

ritardate ed altre fortemente scompensate. Per tanto, non sono molti gli spunti statistici a cui far riferi-

Il sistema è valido per il concorso odierno

5-33-38-42-48-78-22

5-33-38-42-48-78-58

5-33-38-42-48-78-76

5-33-38-42-48-78-89

5-33-38-42-48-78-79

5-33-38-42-48-78-18

5-33-38-42-48-78-23

5-33-38-42-48-78-80

5-33-38-42-48-78-8

5-33-38-42-48-78-69

Ogni combinazione è composta da sette numeri e costa euro 3,50. Sono giocate integrali anche dette matematiche.

20

Jackpot previsto di

67

50

78

88

14

38

44

67

72

8

16

16

16

15

15

15

15

15

14

58

73

56

15

47

43

17

30

71

74

18

18

17

16

16

15

14

14

14

14

32

14

29

89

9

33

1

20

48

62 14

17

16

16

16

15

15

14

14

14

68

22

47

64

7

14

74

88

4

5

20

17

16

16

15

15

15

15

14

14

17

16

53

55

82

8

18

24

54

65

17

16

15

15

15

14

14

14

14

14

13

16

23

2

51

64

80

19

20

45

22

18

18

16

16

16

15

14

14

14

35

62

39

61

63

89

30

40

42

54

17

17

15

15

15

15

14

14

14

14

55

20

28

63

53

72

84

74

23

40

18

17

17

17

16

16

16

15

14

14

9

79

19

14

51

75

26

31

46

66

17

17

16

15

15

15

14

14

14

14

27

42

8

22

83

84

18

52

73

74

17

16

15

15

15

15

14

14

14

14

25

27

17

26

33

38

39

15

19

52

19

18

17

17

17

15

15

14

14

14

74

42

88

55

51

46

63

71

52

53

119

118

117

115

114

113

113

112

111

111

29

Cadenze

Fig. R.A. R.S. F.A. F.S.

mento per l’individuazione e la selezione di buoni numeri. In questa circostanza, come potete osservare dal box in questo spazio, abbiamo deciso di proporvi un piccolo sistema composta da 10 giocate di 7 numeri ciascuna per una spesa pari a euro 3,50. Sono combinazioni matematiche dove la sestina composta da 5-33-38-42-48-78 funge da base. Gli altri numeri ruotano nell’ambito del sistema e, come è facile immaginare, alla sortita di almeno tre numeri fissi potremo assicurarci vincite multiple. Per non parlare di esiti straordinari se dovessimo avere la fortuna di centrare quattro o tutte e cinque le fisse da noi previste. Buona fortuna a tutti voi.

IN SESTINA

16

77

17

1 0 2 0 1 7 0 0 1

1 2 3 4 5 6 7 8 9

11 10 9 9 11 8 9 11 9

32 31 19 29 25 24 28 23 23

2315 2286 2321 2352 2268 2315 2359 2331 2321

I ritardi attuali e storici così come le frequenze, di un elemento di ciascuna delle 9 serie figurali, nella sestina.

Decine

53

65

N UM. RIT.

0 1 2 3 4 5 6 7 8

0 0 0 3 3 0 1 1 2

8 13 9 14 11 11 8 11 13

30 30 26 30 24 28 24 27 15

2335 2272 2168 2243 2260 2266 2367 2420 2537

I ritardi attuali e storici, così come le frequenze, di un numero di ciascuna delle 10 decine, nella sestina.

5

22

62 12 87 48

60 66 86

83

58

52

45

38

34

33

26

25

83 66 87 79

90

3

76

51

43

40

16

38.100.000,00 €

I dieci numeri più frequenti IN SESTINA

N UM. FREQ.

88

81

Cad. R.A. R.S. F.A. F.S. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 0

1 0 0 0 1 0 1 6 0 0

12 13 11 13 9 12 10 10 12 12

27 19 26 28 31 15 18 22 20 28

2156 2101 2114 2065 2095 2090 2033 2084 2049 2081

I ritardi attuali e storici così come le frequenze, di un elemento di ciascuna delle 10 cadenze, nella sestina.

Dec. R.A. R.S. F.A. F.S.

I dieci numeri più in ritardo

Così l’ultimo concorso: 4

84

61

Figure

La nostra base è la sestina 5-33-38-42-48-78

2

7

Dieci giocate integrali dal costo di euro 3,50 ciascuna

La cadenza 8 e la figura 6 prossime al traguardo ROMA - Gli ultimi concorsi hanno determinato lo sfaldamento di alcune tra le formazioni tradizionali più

NAZIONALE 16

* Direttore responsabile di SuperLotto

I dieci numeri più frequenti

35

SUPERENALOTTO

ESTRAZIONE N. 39 DEL 31/3/2009 BARI 20 83 36 82 89 CAGLIARI 65 15 28 4 3 FIRENZE 29 4 34 12 76 GENOVA 68 46 49 20 3 MILANO 16 35 78 42 29 NAPOLI 4 36 58 84 24 PALERMO 53 12 81 71 54 ROMA 2 8 36 84 6 TORINO 72 41 1 69 33 VENEZIA 2 65 60 27 16

277 266 263 263 260 260 258 257 256 256

Super

Lotto in edicola lunedì e venerdì



il domani