Page 1

Domenica 01 Maggio 2011

Anno XIV - Numero 119

Euro 1,00

QUOTIDIANO DI POLITICA ECONOMIA E CULTURA Poste Italiane S.p.A. -- Spedizione in abbonamento postale - D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n. 46) art. 1, comma1. Aut. CBPA-SUD/CZ/326/09

PRIMO MAGGIO

’NDRANGHETA

Napolitano: un appello per la coesione, preoccupato per i giovani senza lavoro

AUGURI Ai nostri lettori. Domani, come tutti i giornali, non ci saremo. A martedì

Arrestato a Sondrio il latitante crotonese Francesco Crivaro

a pag » 4

a pag » 8

Virulento attacco contro l’Italia, paragonata agli aguzzini fascisti: ma la nostra regione è la più esposta dopo la Sicilia e Lampedusa

Libia minacciosa: e noi siamo sotto tiro Anche se gli esperti ritengono che il colonnello dittatore non disponga di missili capaci di raggiungerci IL COMMENTO

Giovanni Paolo II: l’alba nuova per l’umanità

«Tra noi e l’Italia è guerra aperta», ha detto il colonnello. «Il governo italiano attua L’INTERVENTO la stessa politica fascista e coloniale dei tempi dell’occupazione: ha ucciso i nostri figli nel 1911, all’epoca della colonizzazione, e ora lo fa di nuovo nel 2011

L’ampliamento dell’offerta di voli ALESSANDRO RUSSO occasione per tutti Dedicata al pittore catanzarese a pag » 7

IL PAPA DELLA GENTE

di Antonio Ciliberti Arcivescovo dei Catanzaro

l’esposizione Rocco Guglielmo

Era il 16 di ottobre del 1978, quando, con Giovanni Paolo II sorgeva un’alba nuova per la storia dell’umanità e della Chiesa al grido di "non abbiate paura, spalancate le porte a Cristo"! Con la tempra del lottatore, il 22 di quello stesso mese, diede inizio alla sua missione apostolica, orientata al rinnovamento della Chiesa e dell’umanità. Erede del Concilio Ecumenico Vaticano II, che contempla la Chiesa come "mistero di comunione", Egli, nella linea della continuità, si adoperò dal di dentro a purificarla, perché fosse senza macchia né ruga la sposa bella di Gesù Cristo, e l’intera umanità l’accogliesse come sacramento di salvezza. Dopo 27 anni di pontificato, la Chiesa di Cristo è più bella che mai, nonostante i suoi limiti e il peccato dei suoi figli.

Otto basiliche aperte tutta la notte per il Papa beato Un’ampolla di sangue in un reliquiario a forma di rami di ulivo, che sale i gradini di Piazza San Pietro, nelle mani della suora che lo ha accudito per 27 anni e di quella miracolata grazie alla sua intercessione: sarà uno dei momenti più intensi della celebrazione di oggi, nel corso della quale Giovanni Paolo II sarà dichiarato beato. La reliquia, contenuta in una provetta medica, sarà collocata nella parte alta del manufatto (alto circa 40 centimetri).a pag » 5

segue a pag » 2

È dedicato ad Alessandro Russo (Catanzaro, 1953) il terzo appuntamento espositivo proposto dalla fondazione Rocco Guglielmo. L’esposizione propone il lavoro degli ultimi trent’anni di pittura dell’artista calabrese, docente dell’accademia di Belle arti di Catanzaro. Il progetto rientra nel ciclo di mostre dal titolo Territorio, natocon l’obiettivodiapprofondire e valorizzare i migliori artisti calabresi contemporanei.La mostra, a cura di Gianluca Marziani, direttore artistico della fondazione Rocco Guglielmo, si divide in due sezioni: al primo piano del complesso di San Giovanni si trovano i quadri degli anni Ottanta e Novanta (ritratti, maschere, scene)... a pag 26

CATANZARO Il viaggio nei quartieri di Salvatore Scalzo: stiamo restituendo orgoglio alla città a pag » 13

COSENZA Paolini: ci saranno 1000 nuovi posti di lavoro, appello ai giovani universitari a pag » 19

CROTONE L’assessore regionale Pugliano: rifiuti, la protesta dei sindaci è stata propaganda a pag » 22

di Alessandro Niccolò vicepresidente Consiglio regionale

L’ampliamento dell’offerta di voli da e per l’Aeroporto dello Stretto, con Roma, Milano ed altre importanti città europee, segna una concreta inversione di tendenza per la crescita ed il futuro di questa nostra importante infrastruttura. Sugli assi più portanti in funzione dello sviluppo ed i trasporti vi è la massima attenzione del Presidente Scopelliti, il quale è fortemente impegnato, con tutta la maggioranza di centrodestra, a costruire uno straordinario programma di interventi di ristrutturazione di impianti e servizi in grado di riagganciare le dinamiche di ripresa economica, a partire dal turismo, e, nel contempo, in grado di supportare e soddisfare una sempre crescente domanda di trasporto aereo, a fronte delle difficoltà che si riscontrano per il gommato e la ferrovia. Oggi, Reggio e Messina sono strettamente legate da medesimi interessi, aspirazioni, che trovano saldatura nel necessario recupero di efficienza e funzionalità dell’Aeroporto dello Stretto. La forte concorrenza tra i diversi vettori del comparto aereo poggia sul basso costo dei biglietti, soprattutto per il medio e corto raggio. E oggi, tenuto conto delle proteste in nord Africa e Medio Oriente, ci sono le condizioni per i nostri operatori turistici di intercettare fette di mercato di viaggiatori nordeuropei, che devono cambiare meta per le condizioni di belligeranza. La Calabria può diventare una risposta, per la sua natura, il suo clima, la sua proverbiale accoglienza.


2

il Domani Domenica 01 Maggio 2011

D2 - LETTERE, RUBRICHE, INTERVENTI IL COMMENTO di Antonio Ciliberti, Arcivescovo Giovanni Paolo II: l’alba nuova per l’umanità Infatti, da ogni angolo del mondo, per merito di questo Papa, ad essa si guarda come al grembo di una madre operosa in cui gli uomini si riconoscono fratelli. Davvero essa è il sacramento di unità per i popoli di tutta la terra! Fu un uomo vero, dalla tempra robusta, dall’intelligenza vivida e dalla volontà forte. Personalità poliedrica ed armoniosamente acculturata: fu uno sportivo intrepido e scalatore gagliardo, poeta raffinato ed attore provetto, sottile filosofo e teologo apprezzato. Lavoratore indefesso, sperimentò la gioia sofferta della fatica dell’umile operaio, lottò contro gli uomini per fare la volontà di Dio. Sulla ricchezza di tanta umanità, irruppe l’onnipotenza dello Spirito per modellare il capolavoro del suo amore. Karol, chiamato alla sequela di Cristo, di Lui fu riproposizione incarnata. Per questo il Signore lo volle successore di Pietro, suo Vicario in terra. Giovanni Paolo II ha scardinato muri invalicabili, segni paurosi di antitetiche e contraddittorie ideologie, ha

DAL VOSTRO INDIGNATO

sradicato dall’animo di tanti popoli atavici preconcetti e, irradiando la luce del Vangelo, ha lasciato chiaramente intravedere a tutti che l’umanità è la grande famiglia dei figli di Dio. Per ricompattare nell’unità il popolo di Dio, Egli ha percorso per 29 volte il giro virtuale del mondo, effettuando più di 100 viaggi apostolici nei quali non solo ha indicato Gesù Cristo come l’unico Salvatore, ma lo ha reso visibile attraverso la sua testimonianza. Egli ha distribuito la ricchezza del Vangelo nel mondo attuale, educando i giovani a credere col fare. In 85 anni Di giovinezza spirituale ha intrecciato con essi un feeling inscindibile che lega la nuova umanità alla speranza. E la speranza per i "papaboys" non è soltanto l’attesa di un domani migliore, ma la certezza che quel domani e già nell’oggi della storia, perché Cristo in essa ha fatto irruzione, ed essi ce l’hanno vivo del cuore. La sua beatificazione ci riempie il cuore di vera gioia!

Foto LaPresse

Fu un uomo vero, dalla tempra robusta, dall’intelligenza vivida e dalla volontà forte. Personalità poliedrica ed armoniosamente acculturata: fu uno sportivo intrepido e scalatore gagliardo, poeta raffinato ed attore provetto...

di Carlo Bassi

Damose da fa’... nun se famo conosce Più che a indignarsi, il vostro oggi pensa a nascondersi. Per la vergogna. È dura la duplice veste di giornalista e di semplice cittadino. Ma quando, da semplice cittadino, capita di dover salire e scendere sui mezzi pubblici o frequentare stazioni, e si allibisce, si pensa con sollievo di avere almeno a disposizione una modesta rubrichetta. Dopo essere arrossito per la vergogna sul trenino della Roma Nord stamani, diretto come al solito in redazione, mi sono chiesto come sia possibile riempirsi la bocca e le pagine dei giornali di paroloni in sintonia con le grandi celebrazioni per la beatificazione di Giovanni Paolo II. Un milione di pellegrini? Beh, speriamo che trasfigurati dalla grandiosità mistica dell’occasione, non abbiano avuto il tempo per notare quanto poco orgoglio o semplicissimo senso del dovere abbiano animato gli addetti alle pulizie. Vagoni assolutamente indecenti, pienti di cartacce, lattine, sacchetti di patatine, ancora più del solito. E nelle stazioni, anche peggio. A piazza Euclide, dove transitano migliaia di turisti al giorno per la presenza di almeno tre grossi alberghi, non c’era un metro di pavimento libero... Se è vero che sono stati mobilitati duemila poliziotti per garantire l’ordine, non si poteva mobilitare anche qualche decina di spazzini in più per assicurare un minimo di decoro? Nel ringraziare il sindaco Gianni Alemanno per i simpatici manifesti con un sorridente Giovanni Paolo II che pronuncia la famosa frase in romanesco «Damose da fa’, semo romani...», gli suggeriamo che avrebbe potuto far aggiungere: «... e soprattutto nun se famo conosce...». Almeno quando in giro ci sono un milione di pellegrini.

Grande curiosità ha suscitato la decapottabile sulla quale William e Kate sono stati immortalati subito dopo le nozze, con tanto di giocosi barattoli, come vuole la tradizione della "gente normale". Per gli appassionati si trattava di una bellissima Aston Martin DB6 Volante MkII del 1969, prestata dal padre, il Principe Carlo. Ce ne sono solo 38 esemplari al mondo


Domenica 01 Maggio 2011 il Domani

3

PRIMO PIANO

Sanità, Gallo: «Serve investire nella radioterapia oncologica»

L'ospedale Pugliese Ciaccio

di Cesare Giraldi REGGIO CALABRIA - Plausi e convincimenti. Il piano di investimenti per la modernizzazione e l’adeguamento tecnologico della sanità calabrese, predisposto dal governatore Giuseppe Scopelliti, continua a suscitare consenso all’interno della sua maggioranza. Come dimostrano gli apprezzamenti di Gianluca Gallo: «La strada tracciata appare convin-

cente. Occorre ora guardare oltre, e aggiungere un altro tassello al mosaico della sanità calabrese, potenziando ulteriormente la rete territoriale dei centri di radioterapia». Il vicecapogruppo consiliare regionale dell’Udc ha commentato così il piano di investimenti per la sanità calabrese, con cui il presidente della giunta regionale Giuseppe Scopelliti, intende procedere allo sviluppo funzionale ed all’innovazione tecnologica delle aziende ospeda-

Gallo: «La strada tracciata appare convincente. Occorre ora guardare oltre e aggiungere un altro tassello al mosaico della sanità calabrese, potenziando i centri di radioterapia»

liere di Cosenza, Catanzaro e Reggio Calabria. Uno dei principali punti del piano che ha in particolare riscosso l’approvazione di Gallo è quello relativo al potenziamento di alcuni reparti del polo sanitario catanzarese Pugliese Ciaccio: «Tra gli stanziamenti annunciati – osserva l’esponente centrista – ve n’è anche uno da più di 8 milioni, destinato al miglioramento della radioterapia oncologica dell’azienda ospedaliera “Pugliese Ciaccio” di Catanzaro. Si tratta di una misura che risponde all’atto di indirizzo approvato all’unanimità su mia proposta, nelle settimane passate, dalla terza commissione consiliare, e che va ora resa ancor più efficace mediante un più incisivo e specifico piano di interventi». Gallo da conoscitore delle deficienze del comparto sanitario, soprattutto in riferimento della situazione catanzarese, ha aggiunto le sue considerazioni in relazione agli obiettivi da conseguire nel breve termine, in linea con l’indirizzo generale e tecnico tracciato dalle scelte del commissario regionale alla Sanità: «La Calabria dispone di solo tre centri di radioterapia oncologica, con personale insufficiente e macchinari vetusti. Pertanto lunghissime sono le liste d’attesa per una patologia che non aspetta tempo e che fa perciò lievitare il tasso di emigrazione sanitaria. Per ques-

to, la Regione deve adoperarsi anzitutto per garantire, anche tramite progetti-obiettivo, il personale indispensabile per assicurare i turni di lavoro presso i centri esistenti, accorciando in tal modo le liste d’attesa». Conclude il vicecapogruppo dell’Udc: «Le azioni progettuali presentate dal presidente Scopelliti vanno in questa direzione. A

«La Calabria dispone di solo tre centri di radioterapia oncologica, con personale insufficiente. Pertanto sono lunghissime le liste d’attesa per una patologia che non aspetta tempo» completamento del percorso intrapreso, una volta approvato il piano di rientro, dovranno essere destinati ulteriori, consistenti finanziamentiperl’aggiornamento delle apparecchiature di radioterapia. Contestualmente, dovrà essere valutata la necessità di istituire ulteriori centri, atteso che l’odierno rapporto tra popolazione e centri di radioterapia oncologica è, nella nostra regione, inferiore del 50% rispetto alla media nazionale».


4

il Domani Domenica 01 Maggio 2011

ITALIA Nel discorso ai leader sindacali il Presidente chiede di por fine alle lacerazioni e snocciola dati preoccupanti

Primo Maggio: appello di Napolitano all’unità di Roberto Carli ROMA - Alla vigilia della festa dei lavoratori, un’occasione che porta quest’anno più del solito anche a considerazioni amare, visto l’andamento dei dati sull’occupazione, il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, ha ricevuto al Quirinale i segretari generali di Cgil, Cisl, Uil e Ugl, Susanna Camusso, Raffaele Bonanni, Luigi Angeletti e Giovanni Centrella, accompagnati dalle rispettive segreterie. Il Capo dello Stato ha brevemente salutato le delegazioni sindacali, prima dell’inizio della cerimonia ufficiale per la celebrazione della Festa del lavoro. E ha rivolto loro un appello a ritrovare quell’unità che, ricorda, è stata importante per la storia della Repubblica e ha dato risultati positivi. «Le lacerazioni portano solo al peggio». «La nostra storia - a partire dal 1944 e nonostante periodi di rottura e divisione - ci dice quel che l’unità sindacale ha dato ai lavoratori, alla democrazia, al paese. La rinuncia a sforzi pazienti di ritessitura quando si producano lacerazioni e diventinoindispensabilideiripensamenti, può portare solo al peggio, dal punto di vista del peso e del ruolo

del lavoro e delle sue rappresentanze». «Amici delle organizzazioni sindacali. Permettetemi di esprimervi - ha detto il presidente - preoccupazione crescente dinanzi al tradursi di contrasti che tra voi possono sempre sorgere e di motivi di competizione, che non debbono stupire, in contrapposizioni di principio, in reciproche animosità e diffidenze, in irriducibili ostilità». «I miei appelli accolti con ipocrisia istituzionale». Napolitano ha lanciato un ennesimo appello alla consapevolezza delle dure sfide che ci attendono, per il pareggio del bilancio del 2014 e per creare le condizioni della ripresa economica e dell’occupazione. Il capo dello Stato lamenta che i suoi appelli siano accolti quasi con fastidio o "ipocrisia istituzionale". «Sembra quasi talvolta - ha detto -

«Indubbiamente allarma il dato relativo ai giovani tra 15 e 29 anni, il dato dei quasi due milioni di giovani fuori da ogni tipo di occupazione»

che l’accogliere oppure no, il far propri sinceramente oppure no quei miei richiami, o comunque si vogliano definirli, sia una questione di galateo istituzionale o un eserciziodiipocrisiaistituzionale. Ma è ai fatti e alle conseguenti responsabilità che sempre meno si potrà sfuggire senza mettere a repentaglio quel qualcosa di più grande che ci unisce, quel comune interesse nazionale che non è un ingannevole simulacro, e senza finire per pagare prezzi pesanti in termini di consenso». Mezzogiorno e disoccupazione, soprattutto giovanile, e disavanzo pubblico: questi i temi citati da Napolitano nella celebrazione del Primo maggio. Su questi temi, dice, i dati sono per certi versi drammatici. Richiedono interventi, ma il presupposto, sottolinea, «è certamente l’avvio di un nuovo clima di coesione sia politica sia sociale». «Indubbiamente allarmano i dati relativi ai giovani tra 15 e 29 anni - ha detto Napolitano - Il dato dei quasi due milioni di giovani fuori da ogni tipo di occupazione, ormai fuori dal ciclo educativoenoncoinvoltinemmeno in attività di formazione o addestramento. Quest’area, definita con l’acronimo Neet, è composta di circa 700.000 disoccupati e in misura quasi doppia di inattivi».

Sposini in coma farmacologico dopo l’intervento sull’emorragia cerebrale ROMA - Le condizioni di Lamberto Sposini, ricoverato in terapia intensiva al policlinico Gemelli "sono buone" e il conduttore televisivo «risponde agli stimoli dolorosi». La prognosi rimane riservata. È quanto riferisce il bollettino del policlinico Gemelli sulle condizioni del giornalista che rimarrà in coma farmacologico Al capezzale di Sposini si per almeno altre 48 ore sono subito precipitati la dopo l’intervento chirurgico per bloccare figlia Francesca, la l’emorragia cerebrale. compagna Sabina Donadio, Sposini è seguito dallo staff medico del policlicolleghi e amici, tra i quali nico universitario, coordai professori Garimberti, Mimun, Mentana dinato Giulio Maira e Roberto Proietti. La notte è passata in modo tranquillo per Lamberto Sposini, ricoverato da venerdì pomeriggio al Gemelli in seguito a una vasta emorragia cerebrale che lo aveva colpito intorno alle 14 poco prima di andare in onda a ;La vita in diretta. Il decorso postoperatorio, secondo quanto si è appreso, è ’’regolare’’. Nessuna variazione clinica di rilievo è stata rilevata nelle condizioni del giornalista che sarà tenuto in coma farmacologico almeno fino a lunedì. Solo successivamente pot-

ranno essere valutati gli effetti. L’ equipe chirurgica che l’ha operato è stata guidata dal professor Giulio Maira, luminare della neurochirurgia, richiamato al Gemelli mentre era diretto a Firenze. Visibilmente scossa, la Venier aveva annunciato al pubblico il malore di Sposini, minimizzando. In realtà era apparsa subito chiara la gravità della situazione, ma forse Mara non lo sapeva. Al capezzale di Sposini si sono subito precipitati la figlia Francesca, la compagna Sabina Donadio, colleghi e amici, tra i quali Paolo Garimberti, Clemente Mimun, Enrico Mentana (che gli ha dedicato l’edizione serale del Tg La7), Mauro Mazza, Massimo Giletti, Luciano Onder; Mara Venier, Emilio Carelli e Bruno Vespa. La notizia è immediatamente rimbalzata anche sul web, dove si moltiplicano i messaggi di solidarietà e incoraggiamento: ’Forza Lamberto Sposini’, ’rimettiti presto’, ’non mollare’, ’una preghiera per Lamberto Sposini’. Non mancano però gli atti di sciacallaggio. Dopo pochi minuti dalla diffusione della notizia, Sposini risultava su Wikipedia «morto in seguito a un malore»: immediatamente la pagina è stata bloccata dai gestori dell’enciclopedia on line che hanno applicato il filtro di emer-

LAMPEDUSA Nuovi massicci arrivi: partiti dalla Libia come si temeva LAMPEDUSA - Nuovi sbarchi a Lampedusa di profughi provenienti dalla Libia. Un’imbarcazione con 288 persone è giunta nella notte nella riserva naturale dell’Isola dei conigli, mentre un secondo barcone con altri 500 extracomunitari è stato avvistato a circa dieci miglia dalla costa. Poco prima di mezzanotte nel porto di Lampedusa erano arrivati altri 612 profughi, tra i quali 62 donne e dodici bambini. Gli extracomunitari, in gran parte provenienti da Paesi dell’Africa sub sahariana come Somalia ed Eritrea ma anche da Pakistan e Tunisia, sono tutti in buone condizioni di salute. Alle operazioni di soccorso, rese particolarmente difficoltose dalle cattive condizioni del mare, hanno partecipato quattro motovedette della Guardia Costiera e due pattugliatori della Guardia di Finanza oltre alla nave militare San Giorgio. Le condizioni meteo nel Canale di Sicilia sono però peggioramento con previsioni di mare forza 5-6. Un barcone con oltre 500 profughi a bordo, secondo quanto hanno riferito gli stessi extracomunitari, ha lanciato l’Sos con un telefono satellitare.L’imbarcazione si trova a circa 40 miglia da Lampedusa, in acque di competenza maltese. L’allarme è stato girato alle autorità di Malta. Nei giorni scorsi il sindaco di Lampedusa aveva chiesto il ritiro dei militari dall’isola in quanto, a suo dire, «l’emergenza è terminata». Le condizioni meteo nel Canale di Sicilia sono però peggioramento con previsioni di mare forza 5-6. «Giovedì sono iniziati i bombardamenti italiani, venerdì dalla Libia sono arrivati 800 profughi: bombe uguale a clandestini, come ha scritto la Padania, e si sta verificando», aveva detto il ministro dell’Interno, Roberto Maroni, parlando degli ultimi sbarchi di profughi dalla Libia a Lampedusa. Cab


Domenica 01 Maggio 2011 il Domani

ITALIA La Capitale totalmente presa da tre giorni di celebrazioni ed eventi religiosi

Tutta la festa per il Beato Wojtyla,vera notte bianca di Michela Mancini CITTÀ DEL VATICANO - Gli occhi di tutto il mondo puntati sulla Capitale, vestita a festa per celebrare Giovanni Paolo II. Un milione di pellegrini si sono riversati nella strade di Roma, impegnati in moltissime cerimonie e iniziative per ricordare quel Papa che cambiò il mondo moderno. Amato dai fedeli di ogni parte del mondo ma lodato anche dai laici che hanno trovato il lui un vero uomo di pace. Sono tre le celebrazioni che costituiscono il programma religioso della beatificazione di Giovanni Paolo II, nelle tre giornate da ieri 30 aprile al 2 maggio: la veglia al Circo Massimo che si è svolta ieri sera, la messa di beatificazione in Piazza San Pietro presieduta da papa Benedetto XVI di quest’oggi, la messa di ringraziamento del 2 maggio, sempre in Piazza San Pietro, celebrata dal cardinale segretario di Stato Tarcisio Bertone. La veglia, che ha tenuto sveglia la Capitale la scorsa notte si è tenuta al Circo Massimo dalle 20.00 alle 22.30, è stata artico-

lata in due parti. La prima una ’’celebrazione della memoria’’ in compagnia delle parole e dei gesti di Giovanni Paolo II, con la conduzione della giornalista Safiria Leccese. Animata dal Coro della Diocesi di Roma e dall’Orchestra del Conservatorio di Santa Cecilia, diretta da mons. Marco Frisina. È stata portata in processione l’immagine di Maria Salus Populi Romani, accompagnata dai gruppi delle parrocchie. Sul palco poi si sono alternate le testimonianze di alcuni stretti collaboratori del Papa, l’ex portavoce Joaquin Navarro-Valls, l’ex segretario particolare card. Stanislao Dziwisz, e quella della suora francese Marie Simon-Pierre, la cui guarigione ritenuta miracolosa ha aperto al via per la beatificazione. È seguita la visione di in alcuni filmati di papa Wojtyla in momenti significativi del pontificato. Quindi è stato cantato il ’’Totus Tuus’’, composto per i 50 anni di sacerdozio del Pontefice. La seconda parte

è stata incentrata sulla recita del Rosario in collegamento con cinque santuari mariani sparsi nel mondo: quello di Lagniewniki a Cracovia, quello di Kawekano a Bugando (Tanzania), quello di Nostra Signora del Libano, quello di Santa Maria di Guadalupe a Città del Messico, quello di Fatima. Poi è stato eseguito l’inno del beato Giovanni Paolo II, ’’Aprite le porte a Cristo’’, composto da mons. Frisi-

La scorsa notte otto chiese del centro romano sono rimaste aperte per accogliere i fedeli in preghiera in una vera e propria ’’notte bianca’’ in onore di Giovanni Paolo II

La messa di domani sarà la prima celebrata in onore del nuovo beato, con la partecipazione anche del Coro di Varsavia e dell’Orchestra Sinfonica di Wadowice

na, mentre il cardinale vicario Agostino Vallini ha presentato in sintesi la personalità spirituale e pastorale del beato. Nella parte finale, in collegamento video dal Palazzo Apostolico, Benedetto XVI ha recitato l’orazione finale e ha poi impartito la benedizione a tutti i partecipanti. La scorsa notte otto chiese del centro di Roma, poste sul tragitto fra il Circo Massimo e Piazza San Pietro, sono rimaste aperte per accogliere i fedeli in preghiera in una vera e propria ’’notte bianca’’ in onore di Wojtyla. La solenne messa di beatificazione in Piazza San Pietro sarà celebrata alle 10.00 di questa mattina, preceduta da un’ora di preparazione, con preghiere comuni dedicate alla Divina Misericordia, tanto cara al Papa polacco. La messa presieduta da Benedetto XVI saràanimata dalla Cappella Musicale Pontificia e dal Coro della Diocesi di Roma, insieme all’Orchestra di Santa Cecilia. Al termine della cerimonia di beatificazione, sulla facciata della basilica si scoprirà l’arazzo che raffigura il nuovo beato. Finita la cerimonia, prima il Papa con i cardinali, poi le delegazioni ufficiali e infine il ’’serpentone’’ dei fedeli potranno sfilare e pregare davanti al feretro contenente le spoglie del beato, posto all’interno della basilica davanti all’Altare della Confessione. La messa di ringraziamento del 2 maggio, alle 10.30, sarà la prima celebrata in onore del nuovo beato, con la partecipazione anche del Coro di Varsavia e dell’Orchestra Sinfonica di Wadowice e chiuderà il ciclo delle liturgie dedicate alla beatificazione.

San Pietro nelle grandi occasioni

Sul quotidiano La Padania la mozione: termine temporale alle azioni militari

Crisi libica: i sei punti "imprescindibili" della Lega di Michela Mancini ROMA - La Lega non molla sulla Libia e propone una mozione di sei punti pubblicata in anteprima ieri dal quotidiano del Carroccio La Padania . Umberto Bossi conferma l’intenzione di non volere aprire la crisi all’interno della maggioranza sulla questione libica, ma la mozione - che potrebbe sembrare un’apertura condizionata alle scelte del governo - si articola in sei punti "imprescindibili". Un documento a cui hanno lavorato lo stesso Senatùr, Roberto Maroni, Roberto Calderoli, Giancarlo Giorgetti e che secondo Bossi «porrà fine alle ostilità». Roberto Calderoli, ministro per la Semplificazione legislativa e coordinatore delle Segreterie della Lega Nord ha dichiarato: «La mozione della Lega Nord parla di pace, di diritti civili, di stabilità, di fine dei bombardamenti, di diplomazia - e non a caso Gheddafi ha appena proposto un "cessate il fuoco" - e dice no ad azioni di terra, ad aumenti di tasse e/o ad esodi di massa. La nostra

mozione è la più equilibrata e completa e tutti dovrebbero votarla: non solo gli alleati di maggioranza ma anche le forze di opposizione che diversamente negherebbero i valori della sinistra storica. Per questo è un appello rivolto a tutti». Primo punto della mozione: «Intraprendere immediatamente una decisa e forte azione politica sul piano internazionale finalizzata ad una soluzione per via diplomatica della crisi libica che ristabilisca condizioni di stabilità, pace e rispetto dei diritti umani ponendo fine alla fase militare e ai bombardamenti». Dopo l’inno alla risoluzione diplomatica arrivano le rogne. Secondo e terzo paletto. «Escludere per il futuro qualunque nostra partecipazione ad azioni di terra sul suolo libico». Una condizione non poco rilevante. Seguita dalla imprescindibile necessità di mettere un punto di fine alle azioni militari. La Lega chiede al Governo di impegnarsi «a fissare un termine temporale certo, da comunicare al Parlamento, entro cui concludere le azioni mirate contro specifici obiettivi militari selezionati sul territorio libi-

co, di cui in premessa, che comunque debbono attuarsi nel totale rispetto dell’art. 11 della Costituzione ed esclusivamente come strumento di difesa ad azioni ostili, reali, concrete». Nella mozione spunta anche la pressione fiscale, più onerosa per i cittadini con l’inasprirsi del conflitto. Per cui il Caroccio avanza la ferma richiesta di «non determinare aumenti della pressione tributaria finalizzati al finanziamento della missione in oggetto, operando nell’ambito degli stanziamenti ordinari per la difesa». Non poteva mancare la materia immigrazione: indispensabile la collaborazione con « i Paesi alleati rispetto alle ondate migratorie in essere, all’asilo dei profughi e al contrasto dell’immigrazione irregolare». La crisi libica è ancora una volta al primo posto nei pensieri di Bossi, intervenuto venerdì a Milano durante la festa dei giovani padani organizzata al castello Sforzesco. Rivolto alla folla ha confermato la sua contrarietà ai bombardamenti. «Non conosco missili intelligenti, quando si parla di missili intelligenti e

sono stati presi dai russi io qualche dubbio ce l’ho». Poi l’attacco all’opposizione: «Alla sinistra non gliene frega niente della guerra, gli interessa solo fare cadere il governo, noi siamo contrari alla guerra per un altro discorso». Sulla crisi di governo i leader leghista non vuole strappi. E così a un militante che dalla platea gli ha urlato «bisogna mandare a casa Berlusconi», Bossi ha risposto: «Va pian». Cautela. Niente colpi di testa. Intanto Silvio Berlusconi, intervenuto telefonicamente a un convegno Pdl a Gubbio, tranquillizza i suoi. «La nostra coalizione non corre rischi». Ha poi spiegato: «La Lega sta preparando una mozione per quanto riguarda il nostro doloroso impegno in Libia. È un problema questo che ha creato qualche scombussolamento e qualche fibrillazione, ma che stiamo assolutamente superando. Già ci sono le loro dichiarazioni che non hanno mai pensato di creare problemi alla nostra maggioranza». Il dibattito parlamentare sulla missione in Libia si svolgerà alla Camera martedì 3 maggio.

5


6

il Domani Domenica 01 Maggio 2011

ECONOMIA Istat: 533.000 posti persi in 2 anni, oltre la metà nel Mezzogiorno

La decisione finale sul decreto ministeriale che stabilisce il "decalage" delle tariffe per il fotovoltaico slitta a martedì

Rinnovabili, Sviluppo e Ambiente cercano l’accordo di Gaia Mutone ROMA – Il decreto ministeriale contenente le nuove tariffe per il fotovoltaico avrebbe dovuto essere firmato venerdì, ma, dopo lo stop della Conferenza delle Regioni di giovedì, i due ministeri incaricati di definire il testo dovranno trovare un nuovo accordo. La definizione dei nuovi incentivi era stata prevista da un decreto legislativo dei primi di marzo, il quale dava tempo ai ministri Stefania Prestigiacomo e Paolo Romani di firmare il provvedimentoapplicatiil 30 aprile. I due ministeri dovranno Ivo entro due ministeri avevanodecisolafirstabilire anche se gli ma per venerdì, anincentivi saranno erogati che nel caso in cui le avessero solo con l’allacciamento Regioni espresso un parere negativo (il parere effettivo dell’impianto delle Regioni non è alla rete elettrica infatti vincolante), ma con le resistenze della Conferenza unificata il ministero dell’Ambiente ha fatto qualche passetto indietro recependo gli emendamenti con i quali si propone la modifica dell’attuale bozza di provvedimento e rinviando sostanzialmente tutto al prossimo Consiglio dei ministri di martedì prossimo. Sviluppo economico e Ambiente saranno chia-

mati ad una difficile mediazione soprattutto perché propongono due modelli diversi di gestione degli incentivi. Mentre il ministero di Romani vorrebbe che l’incentivo in conto energia ai pannelli fotovoltaici fosse conteggiato dal momento in cui i dispositivi cominciano effettivamente a immettere i chilowattora nella rete elettrica, cioè all’entrata in esercizio, anche il ministro Prestigiacomo vorrebbe che gli incentivi si pagassero a partire dall’allacciamento, ma, in ogni caso, entro due mesi dalla certificazione che dimostra che l’impianto è stato completato ed è pronto a produrre. Che sia o no allacciato alla rete. Secondo il ministero dell’Ambiente, infatti, poiché è necessario tutelare maggiormente chi si è impegnato con un mutuo o un project financing e che rischia di trovarsi scoperto per i ritardi nell’allacciamento. Proprio i tempi di allacciamento, operazione che spetta alle società locali di distribuzione in bassa tensione (in genere l’Enel distribuzione) o in alta tensione per le grandi centrali (Terna), negli ultimi mesi si sono significativamente allungati. Dilatandosi i tempi il ministero teme che, con lo scatenarsi della cosa all’allacciamento, si vengano a creare delle "discrezionalità" e che gli impianti più piccoli vengano discriminati, con il rischio di non riuscire a rientrare nel conto energia attuale e di dover slittare a quello successivo e meno favorevole pur avendo programmato investimenti a diverse condizioni.

Primo maggio: caos sulle aperture di Fabio Amendola

ROMA – Solo oggi si saprà come andrà a finire. Una cosa è certa: molto probabilmente la festa del Primo Maggio non sarà più la stessa. E sì perché da festa "sacra" per i lavoratori, per una ragione o per un’altra, per alcuni sarà una normale giornata dietro al bancone. Il dibattito sull’opportunità o meno di mantenere i negozi aperti è rimasto vivo fino alla vigilia della festa e ha animato lo scontro tra sindaci e tra questi e i sindacati. Dopo la Confcommercio, che nei giorni scorsi aveva chiesto di «evitare polemiche ideologiche», ad intervenire ieri è stata la Confesercenti, che ha bollato come «inutile» lo scontro in atto sollecitando l’avvio di un dibattito a più ampio respiro: «Sarebbe più opportuno - si legge in un comunicato stampa - rimettere con i

piedi per terra la questione delle aperture festive, compreso il Primo Maggio, alla luce di quanto già previsto e senza forzature». A Milano e in tutta la Toscana, dove dopo la proposta lanciata dal sindaco di Firenze Matteo Renzi le commesse hanno dichiarato lo stop, si è arrivati allo sciopero, ma non mancano le polemiche anche nelle altre città: a Roma - sotto assedio da diversi giorni poiché oltre al tradizionale concerto di San Giovanni, ci sarà la beatificazione di Papa Wojtyla - il presidente della Confcommercio di Roma e Lazio, Cesare Pambianchi, ha già invitato i titolari dei negozi a prendere provvedimenti contro chi non si recherà al lavoro oggi. Forse la prima cosa che servirebbe in un giorno di festa è la serenità. Per tutti quanti.

ROMA – La crisi economica ha avuto effetti consistenti sull’occupazione ma soprattutto sulla mappa del mercato del lavoro: negli ultimi due anni - secondo quanto emerge dai dati dell’Istat sulla media del 2010 - in Italia sono stati persi 533 mila posti di lavoro (da 22.405.000 occupati si è passati a 21.872.000) con un vero e proprio tonfo nell’industria (l’80% dei posti persi nel complesso). La notizia importante, però, è che oltre metà dei posti persi rispetto al 2008 (280 mila) era al Sud. Il calo è arrivato comunque, sottolinea l’Istituto nazionale di statistica, dopo una crescita molto sostenuta nel decennio precedente, con un aumento di tre milioni di oc- L’aumento degli cupati in Italia tra il 1997 e il 2008. Un altro dato da evi- occupati stranieri ha denziare è che l’aumento decontenuto il calo degli gli occupati stranieri ha contenuto il calo di quelli ita- italiani: +330mila gli liani: nella media del 2010 il calo di 533 mila occupati ri- stranieri e -863.000 i spetto al 2008 - secondo lavoratori italiani quanto emerge dai dati Istat - è il risultato di un aumento di 330 mila occupati stranieri a fronte di una riduzione di 863 mila lavoratori italiani. Va anche ricordato, tuttavia, che gli occupati regolari stranieri, durante la crisi economica, sono passati dai 1.751.000 del 2008 a 2.081.0000 nella media 2010 anche grazie alla sanatoria del 2009. Nel contesto attuale, il vero allarme riguarda i giovani il cui tasso di disoccupazione è cresciuto ancora a marzo: il 30% dei giovani, quasi uno su tre, è senza lavoro. La disoccupazione maschile è in aumento dello 2,1% (+23 mila unità) rispetto al mese precedente, e dell’1,3% nei dodici mesi. Il numero di donne disoccupate cresce dell’1,8% rispetto a febbraio (+17 mila unità), ma diminuisce del 6,6% su base annua.


Domenica 01 Maggio 2011 il Domani

ESTERI Discorso del raìs alla tv di Stato: «Il mio amico Berlusconi ha commesso un crimine. Non c’è democrazia»

Gheddafi: «Porteremo la guerra in Italia» di Gaia Mutone TRIPOLI – Gheddafi non perdona e, nel suo discorso alla tv di Stato, mette una pietra sopra la presunta "amicizia" tra il popolo libico e quello italiano. I toni sanno molto di déjà vu e non promettono nulla di buono. «Tra noi e l’Italia è guerra aperta», ha detto il colonnello in mattinata. «Il governo italiano attua la stessa politica fascista e coloniale dei tempi dell’occupazione: ha ucciso i nostri figli nel 1911, all’epoca della colonizzazione, e ora lo fa di nuovo nel 2011. Pensavamo di trattare con una nazione civile, ma con mio rammarico - ha affermato il colonnello - in questa ricorrenza invece di festeggiare la chiusura di questo triste capitolo ci troviamo oggi con un nuovo colonialismo italiano»,haproseguitoGheddafi, affermando che nel 2008 l’Italia «ha fatto le sue scuse e ha detto che (il colonialismo, ndr) è stato un errore che non si sarebbe ripetuto, ma ora sta facendo lo stesso errore». Il riferimento è ovviamente alla nuova fase dell’impegno militare nel Paese africano e ai raid aerei che l’Italia ha cominciato a condurre sulla Libia nell’ambito dell’operazione Nato contro il regime. «Con rammarico prendiamo atto che l’amicizia

tra i due popoli è persa - ha concluso Gheddafi - e che i rapporti economici e finanziari sono stati distrutti. Mi sono rattristato quando ho sentito oggi i figli del popolo libiconei loro discorsi minacciare di trasferire la guerra in Italia. Hanno detto che orami è una guerra tra noi e l’Italia perché l’Italia ammazza i nostri figli adesso nel 2011 come ha fatto nel 1911. Quindi i libici hanno ragione in quel che dicono e io non posso porre un veto sulle decisione dei libici che vogliono difendere la loro vita e la loro terra e trasferire la battaglia nei territori nemici». L’attacco violento è in primo luogo all’ex amico Belusconi: «Autorizzando i bombardamenti italiani sulla Libia avete commesso un crimine - dice il rais rivolgendosi all’Italia mentre celebra il 96/o anniversario della

Fonti della Farnesina: «Tali minacce consolidano ulteriormente l’impegno e la determinazione dell’Italia nella protezione dei civili libici contro il regime»

battaglia di Gardabiya contro gli italiani -, l’ha commesso il mio amicoBerlusconi,l’hacommesso il Parlamento italiano. Ma ci rendiamo conto che non esiste un Parlamento in Italia, né tanto meno la democrazia. Solo l’amico popolo italiano vuole la pace». «Dov’è il Trattato di amicizia? Dov’è il divieto di aggressione contro la Libia da parte dell’Italia?». Stessi toni anche da Saif al-Islam, figlio del Colonnello, «La storia si ripete, l’Italia ritorna con i suoi alleati occidentali a bombardare la Libia e a distruggere Misurata», ha detto. Tolti gli interessi economci, però, se e in che modo il regime del colonnello fare effettivamente delle rappresaglie è piuttosto incerto, soprattutto perché nella stessa giornata della condanna al nostro Paese arriva anche l’appello alla negoziazione per il "cessate il fuoco" alle forze Nato (delle quali l’Italia fa parte). Invito che cozza non poco con quanto detto in precedenza. «La Libia è pronta già da ora ad un cessate il fuoco, ma che non sia unilaterale. Siamo stati i primi ad accogliere un cessate il fuoco, ma l’attacco dei crociati Nato non si è fermato» ha detto il Colonnello. E ancora, nel suo discorso fiume: «Noi non li abbiamoattaccati,néabbiamool-

Offerta amnistia agli insorti. Il regime prende il controllo del porto a Misurata TRIPOLI – E intanto sul campo continua la battaglia, mediatica e militare. Il governo di Muammar Gheddafi ha annunciato di aver ripreso il controllo del porto di Misurata, minacciando di attaccare qualunque nave cerchi di forzare il blocco, e ha offerto agli insorti, che ormai da due mesi combattono nella città, un’amniLe autorità tunisine stia a condizione che dehanno messo in guardia pongano le armi «entro il 3 maggio». contro il rischio «di una Il figlio del colonnello, Seif al Islam, tanto per pericolosa escalation creare un clima favoremilitare» dopo gli vole alla diplomazia, ha sconfinamenti dei lealisti intantoribadito:«Nonci arrenderemo mai, che la Nato ci bombardi 40 giorni o 40 anni». La lotta tra lealisti di Gheddafi e insorti sta mettendo a dura prova anche l’equilibrio dei confini. È infatti molto alta la tensione tra Libia e Tunisia, dopo che alcune decine di soldati del colonnello sono sconfinati in terririo tunisino nel tentavano di riconquistare il posto di frontiera di Dehiba-Wazin, controllato dagli insorti libici. I lealisti sono stati affrontati dalle forze di sicurezza tunisine che, al termine di un conflitto a fuoco, li hanno

fermati, disarmati e rimpatriati dopo alcune ore di interrogatorio. Da confermare la morte di una donna tunisina a seguito degli scontri tra le due parti, ma di certo ciò non ha impedito alle autorità tunisine di mettere in guardia sul rischio «di una pericolosa escalation militare». «Colpi sparati in un’area densamente popolata in territorio tunisino sono una violazione dell’integrità territoriale e una violazione della sicurezza dei residenti della regione», ha scritto in una nota il ministero degli Esteri tunisino, che ha anche convocato l’ambasciatore libico a Tunisi. Il portavoce del governo libico, Mussa Ibrahim, ha addossato ai ribelli la colpa della violazione del confine, affermando di «rispettare» la Tunisia e di aver avviato un coordinamento con Tunisi per evitare un «disastro» alla frontiera. Tutto ciò mentre l’assedio a Misurata continua. Il generale di brigata britannico Rob Weighill ha denunciato che i lealisti continuano ad impiegare bombe a grappolo e che «le navi Nato hanno intercettato piccole imbarcazioni che piazzavano mine attorno al porto. Questo gesto è il segnale - secondo Weighill - che Gheddafi non intende rispettare le leggi internazionali e i diritti civili e vuole impedire l’arrivo nel porto di navi con aiuti umanitari».

trepassato i loro confini: perché allora ci stanno attaccando?». Poi rivolto alla Coalizione: «Paesi che ci attaccate, fateci negoziare con voi». La risposta dei diretti interessati non si fa attendere. «Servono fatti, non parole. Le operazioni della Nato proseguiranno ha dichiarato un alto funzionario dell’Alleanza - fino a quando gli attacchi e le minacce contro i civili non finiranno». E a rendere improbabile una mediazione sono anche le bombe cadute su Tripoli

e lanciate dalle forze Nato proprio nei pressi degli studi della tv dove stamattina il leader libico stava rilasciando l’intervista. Un’occasione prontamente colta dalla propaganda del regime: «Un edificio adiacente alla sede di al-Jamahiriya è stato bombardato mentre Muammar Gheddafi stava tenendo il suo discorso: questo significa che l’obiettivo era lo stesso leader della rivoluzione», ha affermato l’emittente dopo le dichiarazioni del Colonnello.

SIRIA Il regime invade Deraa con i tank. Scontri a fuoco sin dall’alba AMMAN – Nonostante tutto la battaglia contro il regime del presidente siriano Bashar Assad va avanti. I manifestanti non si arrendono e protestano contro quello che, di fatto, e nonostante le riforme democratiche promesse, rimane il governo dell’oppressione. Tuttavia la resa del regime pare molto lontana dal verificarsi. Ieri, all’alba, almeno una quindicina di carri armati è entrato nella città di Deraa, 120mila abitanti e diventata ormai simbolo della rivolta, dove è scoppiato un intenso scontro a fuoco. Scopo della sanguinaria irruzione, impedire i funerali delle decine di manifestanti uccisi venerdì dalla polizia. Secondo secondo quanto ha riferito da al-Jazeera, però, circa 300 soldati avrebbero abbandonato le fila dell’esercito, per schierarsi al fianco dei manifestanti. «Sin dall’alba, sentiamo un pesante scambio di colpi di arma da fuoco in città, ma non capiamo esattamente da dove», ha riferito un abitante contattato telefonicamente. Secondo altri residenti, gli scontri si concentrerebbero a ridosso del confine con la Giordania. «Ho visto più di 15 carri armati arrivati dall’autostrada che porta a Damasco e diretti verso quell’area», ha detto ancora la fonte riportata dall’Ansa e dalla Reuters. I militari fedeli al regime hanno preso il controllo della moschea di Omar uccidendo quattro persone. Secondo un cittadino di Deraa, l’operazione è durata 90 minuti, durante i quale li truppe hanno usato granate e mitragliatrici pesanti. Almeno sei le vittime, tra queste tre donne e il figlio dell’imam della moschea, uccisi da un carro armato che ha colpito la loro casa vicino alla moschea. Gli Stati Uniti, che hanno deciso prime sanzioni contro la Siria, «sono convinti che le azioni deplorevoli del paese contro il proprio popolo richiedano una forte risposta internazionale». Per la Casa Bianca Bashir Assad deve «cambiare atteggiamento subito».

7


8

il Domani Domenica 01 Maggio 2011

IN CALABRIA

Caligiuri: frequenza master rimborsi per 8 milioni di euro di Alessandro Pardi CATANZARO - L’assessore regionale alla Cultura Mario Caligiuri ha commentato la pubblicazione del bando per finanziare la partecipazione a master di secondo livello e dottorati di ricerca, secondo la formula del "master and back". «La Regione - ha detto - investe otto milioni di euro per rimborsare la frequenza dei master universitari in modo da favorire maggiori opportunità di lavoro e formare la classe dirigente. Nello stesso tempo, metteremo in contatto le nostre imprese con i migliori laureati, favorendo il rientro dei cervelli per contribuire allo sviluppo della Calabria». Il presidente della Regione Giuseppe Scopelliti, che ha promosso questa innovativa iniziativa, ha subito annunciatounprotocollod’intesa con Confindustria, Unioncamere e le Associazioni produttive per favorire l’occupazione reale dei laureati che usufruiranno di tali contributi. A riguardo verrà allestito da parte dell’Assessorato alla Cultura un apposito portale internet per favorire questo specifico

milioni di euro. E’ prevista la presentazione telematica delle domande sul portale dell’Assessorato alla Cultura www. regione. calabria. it/istruzione. Per ogni informazione, è attivo l’indirizzo mail altaformazione@regcal. it ed una pagina sul sito sarà dedicata alle domande più frequenti.

«La Regione investe otto milioni di euro per rimborsare la frequenza dei master universitari in modo da favorire maggiori opportunità di lavoro e formare la classe dirigente»

incrocio tra domanda ed offerta. Al bando emanato dalla Regione possono partecipare i laureati residenti in Calabria con età fino a 35 anni e con un reddito familiare non superiore a 80 mila euro lordi. Le domande verranno valutate in base al curriculum del candidato, considerando il voto di laurea, l’età, le pubblicazioni scientifiche, la conoscenza della lingua straniera e le esperienze

professionali. Il rimborso finanziabile è fino a ventimila euro, elevabili di altri seimila per gli studenti disabili. Tali importi consentiranno anche la frequenza dei master più prestigiosi delle Università italiane e straniere. Entro il prossimo mese di maggio il bando verrà pubblicato sul Bollettino Ufficiale della Regione e sarà efficace fino al completo esaurimento della somma di 8

IN BREVE Arrestato a Sondrio il latitante crotonese Crivaro SONDRIO - Un altro importante colpo è stato messo a segno dalle forze dell’ordine in Lombardia contro la ’ndrangheta. La polizia di Milano e Sondrio ha catturato, infatti, la notte scorsa, il latitante Francesco Crivaro, 48 anni, originario della provincia di Crotone ma da anni residente in Lombardia. Lo ha comunicato La Questura di Milano. Crivaro, ricercato dallo scorso anno, è indagato per associazione mafiosa e reati in materia di stupefacenti. Il latitante calabrese, sfuggito all’arresto la scorsa estate nell’ambito della maxioperazione denominata "Crimine" contro la ’ndrangheta, che aveva sferrato un duro colpo all’associazione mafiosa, grazie agli oltre 300 arresti in Lombardia e in altre regioni del Nord, è stato catturato in Valtellina dai poliziotti della Squadra Mobile di Sondrio con i colleghi della Mobile di Milano. Francesco Crivaro, residente a Erba (Como), è stato fermato in una località fra Morbegno e Sondrio. L’uomo era colpito da ordinanza di custodia cautelare in carcere per diverse e gravi imputazioni.

A.C

COMUNICATO PREVENTIVO ai sensi e per gli effetti della Delibera n. 80/11/CSP dell’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni, pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n. 73 del 30 Marzo 2011 relativamente alle disposizioni di attuazione della disciplina in materia di comunicazione politica e di parita’di accesso ai mezzi di informazione relative alle campagne per le elezioni provinciali e comunali fissate per i giorni 15 e 16 maggio 2011 e per gli eventuali ballottaggi del 29 e 30 maggio la cui redazione è in Loc.tà Serramonda di Marcellinara km.12.300 - 88040 Marcellinara (Cz) Telefono 0961.996802 – Fax 0961.903801

DICHIARA la propria disponibilità a pubblicare sulla predetta testata e/o allegati ad essa messaggi politici elettorali - nei tempi e nei limiti previsti dal sopraindicato provvedimento dell’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni - alle seguenti condizioni:

Tariffe Edizione Regionale M o dulo c ad .: 25,00 + IVA 4% (ART.7 LEGGE 90/04) B/N 35,00 + IV A 4% (AR T.7 LEGGE 90/04) C OL.

Pagina in ter a ultima c olor e 1500,00 + IVA 4%

(ART.7 LEGGE 90/04)

Pagina in ter a in ter na c olor e 1300,00 + IV A 4% (AR T. 7 LEGGE 90/04)

Finestr ella pr ima pagina c ad .: 200,00 mini + IVA 4% (ART.7 LEGGE 90/04) 300,00 max + IV A 4% (AR T. 7 LEGGE 90/04)

Pagina in ter a in ter na b/n 1000,00 + IV A 4% (AR T. 7 LEGGE 90/04)

Tariffe elettorali sul Web Medium Rectancle 362 x 248 rotazione

Medium Rectancle 362 x 248 rotazione

25% al giorno nelle pagine web provinciali Sezione Territorio Pagamento : Prenotazione : Presentazione del materiale

€ 25,00 an ticipa to ; en tr o le or e 12:00 del t : en tr o le or e 15:00 del t

25% al giorno nelle pagine web provinciali Home page

er zo gior no pr ec eden te la da ta di r ichiesta p er l ’uscita ; er zo gior no pr ec eden te la da ta r ichiesta p er l ’uscita .

Tutte le richieste di informazioni potranno altresì essere inviate alla concessionaria di pubblicità: IL SOLE 24 ORE S.p.A. System Comunicazione Pubblicitaria

Coordinamento Area Calabria Mediatag S.p.A. Località Serramonda – 88040 Marcellinara(CZ) - Tel.0961/996802 Fax 0961/903421 – 903784 - Tel.0984/429477 – Tel.e Fax 0984/391711

Presso le redazioni sopra indicate è disponibile,su richiesta,il documento analitico concernente le condizioni di prenotazione degli spazi e le tariffe per l’accesso.

€ 40,00


Domenica 01 Maggio 2011 il Domani

9

IN CALABRIA to Stefano Fassina ad entrare nel merito delle indicazioni del partito, criticando quelle che a suo giudiziosonoleinsufficientipolitiche economiche del governo nazionale. «Siamo in un quadro molto complicato - ha spiegato con una situazione complessa in Europa e negli Usa. Nessun governo ha la bacchetta magica ha detto - ma occorre individuare delle proposte per il superamento di questa fase. A quattro anni dall’esplosione della crisi economica, il governo ha invece pensato che fosse sufficiente andare avanti mettendo qualche pezza alla spesa pubblica, in attesa della ripresa. Il capitolo delle riforme è stato invece rimosso». Secondo Fassina, al contrario, l’Italia ha bisogno di uno shock riformista: «Servono riforme - ha detto - per sostenere la crescita. I dati raccontano un Paese che anche nelle regioni più ricche scivola rispetto agli altri paesi europei. Il governo - ha proseguito Fassina - propone una prospettiva di crescita di poco inferiore al 2% e affida tale prospettiva a interventi di taglio della spesa e di aumento delle imposte. Ma rigore e abbattimento del deficit - ha detto Fassina - vanno attuati in una strategia che punti alla crescita». Riforma della pubblica amministrazione, puntando su maggiore efficienza e minore spesa, e politiche fiscali mirate all’aumento della pressione sulla rendita a vantaggio di

Lavoro, il Pd avvia il confronto e critica le politiche del governo LAMEZIA TERME - La conferenza nazionale per il lavoro è vicina e il Pd calabrese non perde tempo per formulare spunti e proposte da portare all’attenzione degli esperti che sio confronteranno nel capoluogo ligure. Fisco, lavoro, imprese, spesa pubblica, infrastrutture sono stati, infatti, i temi di cui si è discusso a Lamezia Terme, nella sede del Partito democratico calabrese venerdì, durante l’incontro fra i vertici del partito, il mondo produttivo regionale, le forze sindacali, in occasione della giornata dedicata al lavoro. Alla presenza di Stefano Fassina, responsabile del dipartimento Welfare del partito, e del commissario regionale, il senatore Adriano Musi, sono stati illustrati i contenuti del documento elaborato dal Pd in vista della conferenza nazionale per il lavoro che si terrà a Genova il 17 e 18 giugno prossimi. «Un documento - ha spiegato il senatore Musi - elaborato grazie al contributo delle regioni e dei territori e sul quale era doveroso un confronto con chi opera quotidianamente confrontandosi con i

Adriano Musi

temi dell’economia. Molte delle nostre proposte sono distanti - ha aggiunto Musi - dai contenuti delle misure predisposte dal governo in tema di lavoro, rilancio delle infrastrutture, di scelte in materia di spesa pubblica, di turismo, di politiche industriali. C’è l’esigenza - ha spiegato ancora Musi - di essere capaci di disegnare le prospettive del Paese nel medio termine, indicando ad esempio le prospettive per i giovani di inserirsi nel mondo del lavoro». È sta-

COMUNI

Fassina, responsabile economico del Pd: «Servono scelte anticicliche. Per il lavoro è necessario che il Paese torni a crescere. Non ci sono alternative»

C ATO PR EVENTI

famiglie e lavoratori, sono due punti cardine della proposta economica del Pd. «Cose fatte già - ha detto il responsabile nazionale del dipartimento Economia - in molti Paesi europei, anche guidati da governi conservatori». Il Pd,inoltre, secondo Fassina, chiede il ripristino di misure varate durante la passata legislatura, come il credito d’imposta per il lavoro e il Sud. «Si tratta - ha chiarito - di strumenti che hanno funzionato e che sono stati abbandonati». Per questo il Pd chiede anche un allentamento dei vincoli per la spesadegli enti locali, fondamentale, per Fassina, allo scopo di riavviare l’economia. Lo scorso anno la spesa pubblica è stata ridotta di 12 miliardi. «Servono scelte anticicliche. Per il lavoro - ha aggiunto - è necessario che il Paese torni a crescere. Non ci sono alternative». Sulle proposte del Pd sono intervenuti diversi esponenti del mondo sindacale, imprenditoriale e agricolo presenti alla riunione. «Considero questo confronto - ha poi detto Adriano Musi - come un appuntamento istituzionalizzato,acadenzaperiodica. Il confronto con chi opera, si tratti di lavoratore o imprenditore, è essenziale affinché la politica affronti i problemi e formuli proposte». La giornata dedicata dal Pd al lavoro è proseguita con direttivi provinciali e incontri sul territorio dedicati al tema.

VO

Rcaevm alo itl pagern ferpn eiedrum ponp g n io d 1o ien ag 2r3uilrtgn2o011

G 9eC D 8b1eaA /np lod1ieraàC l./tum elzff o’riSatdnPirletznap igdleuseocnralA ,znisi

al cui

nom cn fioarcnd m ieaop siàtacesdilznraidurecioanizntpeiol

red azione è in Loc.t à Serram on da di M arc ilel nara km . 3102.

D CIH AI

- 8040

M arc lel nai ra (C z) - Telefono 096916.802

– Fax 096013.80

1

RA

tspevrim itliem nteinem pieaisdnrfdeasigrilagtailoe/aetspedartelup slueacrbàib tlipsdolbipan oiraprl escog:enuzideC lnieaotlm G nlea-nlrp osziucp ard vntizreàm A d itiuo’tredlnoetl Tarif fe Ed ozn iie M odoul B/ N COL . Finets

cad.: 25 ,00 + IVA 4% (A RT. 7 LE G GE 90/4 35 ,00 + IVA 4% (A RT. 7 LE G GE 90/4 re all

p rima pn agai 20 0,00 m ni 300, max

Reg on ial Pangai

) )

cad.: + IVA 4% (A RT. 7 LE G GE 90/4 + IVA 4% A( RT. 7 LEGGE 90/4

Pangai Pangai

) )

e interam itual co ol re 1500,0 0 + IVA 4% (A RT. 7 LEGGE 90/4 intera interna co ol re 1300,0 0 + IVA 4% (A RT. 7 LEGGE 90/4 intera interna bn/ 1000, + IVA 4% A( RT. 7 LE G GE 90/4

) ) )

w otTsiff au ireEotb lairl Meudm iReac32tn€eo642x5 ar0ctl8zniogp ,0% erina:o-g lw eileosb tir Meudm iReac32tneo642xarctl85zniogp% erina:og lw eilHeo-bm4 p€e0ag,-0e P a g a m e n to : P r e n o t a z io n e : Presentazi one del m at eria el : Tut te el richie ste di ni forma zio ni p ot ranno LI SOLE 24 ORE System Comuni Presso le redazi oni os pra ndi

S. p.A . caozn ie

Pu atb cib il

a npciit ato; del terzo ogi rno p recede nte al data di riaecthsi e n tro el ore 012: entro el ore 015: del terzo ogi rno p recede nte al data riaecthsi tal reìs es re invi ate alla con cessi on aria di p ubbàtciil : ria

per tl’ucis a; per tl’ucis a.

Coordinam ento A rea Ca al b ria M edi atag S. p.A . Loca àtil Serramonda – 8040 M arce naill ra(C Z) - Tel . 09619/680 Fax 09619/03421 – 903784 - Tel. 0984/2947 – Tel . e Fax 09843/9171

cate è sdi p on bi le, su ric hies ta, il docum ento anal iti co concerne nte el con dizion i di preno tazi one degl i psazi

2 1 e el tariffe p er l’access o.


il Domani

|

AsteInfoappalti

10

Domenica 1 Maggio 2011

TRIBUNALE DI CATANZARO Prima sezione civiie Procedura esecutiva n. 49/06 R.G.Espr. Il Giudice dell'esecuzione dott. Giuseppe Cava, visti gli arrt. 569 e ss. c.p.c. e vista la richiesta di vendita, Dispone la vendita senza incanto del compendio pignorato di seguito descritto: lotto 1 "fabbricato sito in Chiaravalle c.le contrada Sorbia in catasto al fg. 40 part 827" al prezzo base di euro 89.397,42 fissa per la presentazione delle offerte d'acquisto il termine del 21/06/2011 ore 12.00; fissa per la deliberazione sull'offerta e per l'eventuale gara tra gli offerenti, con rialzo minimo non inferiore a euro 4.000,00, l'udienza del 22/06/2011 ore 9.30; dispone che le offerte d'acquisto siano presentate in busta chiusa unitamente ad un assegno circolare intestato "Tribunale di Catanzaro Procedura n.49/06" portante una somma pari al decimo del prezzo proposto da imputare a cauzione. L'immobile, meglio descritto nella relazione tecnica consultabile in cancelleria sarà venduto nello stato di fatto e diritto in cui si trova ivi compresa la situazione di conformità degli impianti in relazione alle prescrizioni di cui al DM n. 37/08, che si intenderà conosciuto dall'aggiudicatario. L'aggiudicatario dovrà versare il prezzo d'acquisto, dedotta la cauzione, entro il termine perentorio di sessanta giorni dall'aggiudicazione. Le spese di trasferimento saranno a carico dell' aggiudicatario: Dispone che il creditore procedente provveda entro il termine di quarantacinque giorni prima della scadenza del termine fissato per la presentazione delle offerte alla notifica della presente ordinanza ai creditori di cui all'art 498 cpc non comparsi nonché alla pubblicazione della stessa e della relazione di stima mediante inserimento nel sito internet www.aste.eugenius.it e diffusione sul quotidiano "Il domani" con avvertimento che in ipotesi di mancato adempimento delle formalità pubblicitarie la procedura sarà dichiarata improcedibile per difetto di interesse ad agire in executvis. Manda alla cancelleria di provvedere all'avviso previsto dagli artt. 490 e 570 c.p.c Dispone che nella pubblicità sia omessa l'indicazione dei debitore.

TRIBUNALE CIVILE DI LAMEZIA TERME AVVISO DI VENDITA DI BENI IMMOBILI In danno di proc. nr.31/05 R.G.E., SI RENDE NOTO che il giorno 22.06.2011 alle ore 9:30 e segg. nella sala delle pubbliche udienze di questo Tribunale, avanti al G.E., si procederà alla vendita con incanto del seguente bene immobile, alle seguenti condizioni: prezzo base lotto unico: euro 27.379,69 ELENCO BENI IMMOBILI lotto unico: immobile per civile abitazione sito in Lamezia Terme, località Ginepri, residence Lamezia Golfo, riportato al NCEU di Lamezia Terme al foglio 23, part.lla 184 sub 52, cat A/3, vani 4, superficie 75,09 mq circa. - le offerte in aumento, a pena di inammissibilità, non devono essere inferiori al 3% del prezzo base; - è fissato, per la presentazione presso la Cancelleria delle Esecuzioni Immobiliari delle istanze di partecipazione alla vendita ai pubblici incanti del compendio immobiliare sopra indicato e meglio descritto nella relazione dell'esperto in atti, alla quale si fa espresso richiamo, quale parte integrante e sostanziale della presente ordinanza, termine fino alle ore 13.00 del 21.06.2011, con le modalità e per il prezzo minimo di cui innanzi; - ognuno, ai sensi dell'art. 579, comma 1, c.p.c., tranne il debitore, è ammesso a formulare offerte all'incanto personalmente, a mezzo di mandatario munito di procura speciale o di procuratore legale, anche a norma dell'art. 579, comma 3, c.p.c. (il procuratore legale dovrà, in ogni caso, essere munito di mandato speciale risultante da atto pubblico o scrittura privata autenticata, non essendo sufficiente l'ordinario mandato alle liti; nell'ipotesi di cui al citato art. 579, comma 3, il mandato speciale risultante da atto pubblico o scrittura privata autenticata dovrà essere depositato contestualmente alla dichiarazione del nominativo della persona, da effettuarsi nel termine di cui all'art. 583, comma 1, c.p.c.) - ogni concorrente, per essere ammesso all'incanto, deve presentare istanza di partecipazione, in regola con il bollo, recante, a pena di inefficacia, l'indicazione del numero di r.g.e. della procedura, il bene o il lotto cui l'istanza stessa è riferita, il prezzo proposto, le proprie generalità (nome, cognome, luogo e data di nascita, codice fiscale, residenza/domicilio, stato civile e, se coniugato, regime patrimoniale fra i coniugi; in caso di comunione legale dei beni, occorrerà indicare anche le generalità del coniuge non offerente, al fine di poter trasferire ad entrambi, pro quota, il bene, in caso di aggiudicazione; nell'ipotesi di acquisto a titolo personale da parte di un coniuge in regime di comunione dei beni, occorre produrre, oltre alla dichiarazione di quest'ulti-

mo, ex art. 179, comma 1, lett. f, cod. civ., quella del coniuge non acquirente di cui al secondo comma della medesima disposizione normativa), l'espressa dichiarazione di aver preso visione della perizia di stima; - l'istanza, nel caso di presentazione da parte di un minorenne, dovrà essere sottoscritta dai genitori, previa autorizzazione del giudice tutelare, da depositare in copia conforme; - in caso di istanza presentata congiuntamente da più soggetti, deve essere indicato colui che abbia l'esclusiva facoltà di formulare eventuali offerte in aumento; - non sarà possibile trasferire l'immobile a soggetto diverso da quello che sottoscrive l'istanza; - all'istanza di partecipazione deve essere allegata copia di valido documento di identità del concorrente e, se necessario, valida documentazione comprovante i poteri o la legittimazione dello stesso (ad es. procura speciale o certificato camerale in caso di società); - con l'istanza di partecipazione, da presentarsi in busta chiusa, senza segni di riconoscimento, deve essere depositato assegno circolare non trasferibile, intestato alle "Poste Italiane s.p.a.", tramite cui effettuare il versamento della cauzione (ed in conto prezzo di aggiudicazione), in ragione di un decimo del prezzo base d'asta; - all'esterno della busta vanno annotati, a cura del cancelliere ricevente, il nome, previa identificazione, di chi materialmente provvede al deposito, il nome del giudice dell'esecuzione e la data dell'udienza fissata per la vendita all'incanto; - le buste saranno aperte all'udienza stabilita per l'incanto alla presenza degli istanti, la cui comparizione è necessaria ai fini dell'aggiudicazione, che sarà disposta secondo le prescrizioni dell'art. 581 c.p.c.; la mancata partecipazione all'incanto, personalmente o a mezzo di procuratore speciale, senza documentato e giustificato motivo, comporterà l'incameramento di 1/10 della cauzione, che, di contro, sarà immediatamente restituita dopo la chiusura dell'incanto, ove l'offerente, regolarmente presente, non divenga aggiudicatario; nel caso di una sola istanza di partecipazione, occorrerà comunque apportare un rialzo minimo, ex art. 581, comma 2, per conseguire l'aggiudicazione provvisoria; - a norma dell'art. 584 c.p.c., infatti, avvenuto l'incanto, possono essere presentate offerte di acquisto entro il termine perentorio di dieci giorni dalla gara, ma esse non sono efficaci se il prezzo offerto non supera di 1/5 quello raggiunto nell'incanto; l'aggiudicazione, pertanto, diverrà definitiva ove, decorsi dieci giorni, non siano state presentate offerte in aumento; - tali offerte potranno essere depositate presso la Cancelleria, nelle forme di cui all'art. 571 c.p.c., prestando cauzione per una somma pari al doppio della cauzione versata per la partecipazione all'incanto. In caso di presentazione di tali offerte, verrà indetta una gara secondo le previsioni di cui all'art. 584 c.p.c.. Se nessuno degli offerenti in aumento partecipa alla gara indetta a norma dell'art. 584, comma 3, c.p.c., l'aggiudicazione diventa definitiva e verrà pronunciata a carico degli offerenti (salvo che ricorra un documentato e giustificato motivo) la perdita della cauzione, il cui importo è trattenuto come rinveniente a tutti gli effetti dall'esecuzione; - in ogni caso, le spese del trasferimento cedono a carico dell'aggiudicatario, cui restano riservate le attività ed i costi per la registrazione e trascrizione del decreto nonché per la cancellazione delle formalità pregiudizievoli gravanti sugli immobili acquistati; - è possibile, per i partecipanti alle aste, ottenere mutui a tassi e condizioni economiche prestabiliti da ogni singola banca aderente protocollo "ABI" per la concessione di mutui agli aggiudicatari; l'elenco delle banche aderenti all'iniziativa per il Tribunale di Lamezia Terme è reperibile presso la Cancelleria; - gli immobili vengono posti in vendita nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano, così come identificati, descritti e valutati dall'esperto nella relazione, con ogni eventuale servitù attiva e passiva inerente e quote condominiali relative; - la vendita è a corpo e non a misura; eventuali differenze di misura non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo; la vendita forzata non è soggetta alle norme concernenti la garanzia per vizi o mancanza di qualità, né potrà essere revocata per alcun motivo. Conseguentemente l'esistenza di eventuali vizi, mancanza di qualità o difformità della cosa venduta, oneri di qualsiasi genere - ivi compresi, ad esempio, quelli urbanistici ovvero derivanti dalla eventuale necessità di adeguamento di impianti alle leggi vigenti, spese condominiali dell'anno in corso e dell'anno precedente non pagate dal debitore - per qualsiasi motivo non considerati, anche se occulti e comunque non evidenziati in perizia, non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo, essendosi di ciò tenuto conto nella valutazione dei beni; - l'aggiudicatario dovrà versare la differenza del prezzo (detratta dal prezzo di aggiudicazione la cauzione di cui sopra) entro un termine massimo di sessanta giorni dalla data di aggiudicazione mediante assegno circolare non trasferibile intestato a "Poste Italiane s.p.a." (qualora il procedimento si fondi su credito fondiario e l'aggiudicatario non intenda avvalersi della facoltà di subentrare nel contratto, all'assegno circolare sarà sostituito, ex

www.astepress.it | www.aste.eugenius.it | www.astecalabria.it www.asteinfoappalti.it | www.asteannunci.info

art. 41, comma 4, D.Lgs. 1 settembre 1993, n. 385, il pagamento diretto alla banca creditrice, nei limiti del credito azionato per capitale, interessi e spese con collocazione privilegiata, entro lo stesso termine e detratto un accantonamento per spese nella misura che sarà indicata dal g.e.); in mancanza, si provvederà a dichiarare la decadenza dall'aggiudicazione, a norma dell'art. 587 c.p.c.; - soltanto all'esito degli adempimenti precedenti, della produzione di aggiornati certificati catastali e di aggiornati certificati relativi alle iscrizioni e trascrizioni effettuate sul bene nonché del pagamento delle spese di trasferimento, da effettuarsi contestualmente a quello della differenza del prezzo di aggiudicazione, nella misura del 20% di quest'ultimo, sarà emesso il decreto di trasferimento, ai sensi dell'art. 586 c.p.c.; Lamezia Terme, °°°°°°°°°° Ufficio Esecuzioni Immobiliari Il Giudice dell'Esecuzione, Dott.ssa Adele Foresta, nella procedura esecutiva immobiliare n. 142/96 R.G.E. promossa da BNL S.p.A. contro omissis ORDINA vendita all'incanto del seguente immobile: Lotto n. 1): immobile in Decollatura - Fraz. Adami (CZ) - Via Carducci N.C.E.U. foglio 10 part. 31 Cat. A6 Classe 2 Consistenza 3,5 vani. Costituito da un piano terra, composto da due vani comunicanti adibiti a magazzino, di mq 43,87 e da un piano primo di mq 43,87 composto da due vani, non comunicante con il sottostante piano terra a cui si accede da altra proprietà. Prezzo Euro 8.844,16. L'immobile periziato nella relazione di stima in atti, pignorato ai danni di omissis, è venduto nello stato di fatto e di diritto in cui si trova anche in relazione alla vigente normativa urbanistica. FISSA Vendita all'incanto per il giorno 22.06.2011 alle ore 12.00 presso il Tribunale di Lamezia Terme STABILISCE Quanto segue: 1) coloro che intendono partecipare all'incanto dovranno depositare nella cancelleria di questo Tribunale, almeno quattro giorni prima del giorno fissato per l'incanto, il 10% del prezzo base d'asta a titolo di cauzione, nonché altro 20% a titolo di deposito per il presumibile importo delle spese di trasferimento. L'aumento minimo da apportare all'offerta è, sin d'ora, fissato nella misura del 5% del prezzo base d'asta; 2) entro il termine di sessanta giorni da quando l'aggiudicazione sarà divenuta definitiva (sessanta giorni dalla vendita) l'aggiudicatario dovrà versare, nelle forme dei depositi giudiziari, il prezzo di aggiudicazione, detratto l'importo già versato a titolo di cauzione; 3) per gli immobili su cui grava mutuo fondiario, ai sensi del Testo Unico delle leggi in materia bancaria e creditizia (D.Lgs n. 385/93, l'aggiudicatario entro il termine di sessanta giorni dall'aggiudicazione definitiva, (sessanta giorni dalla vendita), dovrà pagare all'Istituto Mutuante quella parte del prezzo che corrisponde al credito dell'istituto stesso in capitale, accessori e spese,salvo che non preferisca accollarsi, in conto prezzo di aggiudicazione, il residuo capitale del mutuo fondiario relativo all'immobile aggiudicato. In tal caso, in ottemperanza all'art. 41 comma 5 del Testo Unico delle Leggi in materia bancaria e creditizia (DL n. 385/93), l'aggiudicatario dovrà: a) pagare all'istituto mutuante, nel termine di quindici giorni dalla data dell'aggiudicazione definitiva, le rate scadute, gli accessori e le spese, dichiarando di volere profittare del mutuo stesso, b) depositare, entro il termine di sessanta giorni dall'aggiudicazione definitiva, nelle forme di cui al punto 1), l'eventuale differenza del prezzo di aggiudicazione, ottenuta detraendo dal prezzo di acquisto la cauzione prestata, l'importo del versamento effettuato all'istituto mutuante, nonché l'eventuale ammontare del residuo capitale accollato ; c) depositare in cancelleria, ai fini del trasferimento, idonea ed aggiornata certificazione, concernente l'immobile sub-astato ed attestante le risultanze, delle visure catastali e dei registri immobiliari; 4) la presente ordinanza dovrà essere pubblicata entro il termine di venti giorni prima della data dell'incanto per estratto e per una volta su un quotidiano di informazione locale scelto, dal creditore procedente, tra quelli aventi maggiore diffusione nel circondario di questo Tribunale oppure in alternativa, sulla rivista del mese anteriore alla vendita; 5) l'aggiudicatario dovrà provvedere a sua cura e spese alla voltura catastale dell'immobile trasferitogli, fermi restando gli obblighi di legge imposti alla parte debitrice. 6) Maggiori informazioni potranno essere assunte presso la cancelleria delle Esecuzioni Immobiliari del Tribunale Ordinario di Lamezia Terme. Lamezia Terme, 09.03.2011 Il Giudice dell'Esecuzione (Dr.ssa Adele Foresta) °°°°°°°°°° AVVISO DI VENDITA DI BENI IMMOBILI In danno di proc. nr. 46/2004 R.G.E., SI RENDE NOTO

AsteInfoappalti è un Progetto a cura della Mediatag Spa coordinamento area Calabria

che il giorno 22.06.2011 alle ore 9:30 e segg. nella sala delle pubbliche udienze di questo Tribunale, avanti al G.E., si procederà alla vendita con incanto del seguente bene immobile, alle seguenti condizioni: prezzo base lotto unico: euro 29.657,00 ELENCO BENI IMMOBILI lotto unico: immobile per civile abitazione sito in Lamezia Terme, località Ginepri, con superficie utile di 112 mq, riportato al NCEU di Lamezia Terme al foglio 23, part.lla 183 sub 24, posto nel corpo di fabbrica 1/C, piano 1° scala B, interno 3 b. - è fissato, per la presentazione presso la Cancelleria delle Esecuzioni Immobiliari delle istanze di partecipazione alla vendita ai pubblici incanti del compendio immobiliare sopra indicato e meglio descritto nella relazione dell'esperto in atti, alla quale si fa espresso richiamo, quale parte integrante e sostanziale della presente ordinanza, termine fino alle ore 13.00 del 21.06.2011, con le modalità e per il prezzo minimo di cui sopra - le offerte in aumento, a pena di inammissibilità, non devono essere inferiori al 3% del prezzo base d'asta; - ognuno, ai sensi dell'art. 579, comma 1, c.p.c., tranne il debitore, è ammesso a formulare offerte all'incanto personalmente, a mezzo di mandatario munito di procura speciale o di procuratore legale, anche a norma dell'art. 579, comma 3, c.p.c. (il procuratore legale dovrà, in ogni caso, essere munito di mandato speciale risultante da atto pubblico o scrittura privata autenticata, non essendo sufficiente l'ordinario mandato alle liti; nell'ipotesi di cui al citato art. 579, comma 3, il mandato speciale risultante da atto pubblico o scrittura privata autenticata dovrà essere depositato contestualmente alla dichiarazione del nominativo della persona, da effettuarsi nel termine di cui all'art. 583, comma 1, c.p.c.) - ogni concorrente, per essere ammesso all'incanto, deve presentare istanza di partecipazione, in regola con il bollo, recante, a pena di inefficacia, l'indicazione del numero di r.g.e. della procedura, il bene o il lotto cui l'istanza stessa è riferita, il prezzo proposto, le proprie generalità (nome, cognome, luogo e data di nascita, codice fiscale, residenza/domicilio, stato civile e, se coniugato, regime patrimoniale fra i coniugi; in caso di comunione legale dei beni, occorrerà indicare anche le generalità del coniuge non offerente, al fine di poter trasferire ad entrambi, pro quota, il bene, in caso di aggiudicazione; nell'ipotesi di acquisto a titolo personale da parte di un coniuge in regime di comunione dei beni, occorre produrre, oltre alla dichiarazione di quest'ultimo, ex art. 179, comma 1, lett. f, cod. civ., quella del coniuge non acquirente di cui al secondo comma della medesima disposizione normativa), l'espressa dichiarazione di aver preso visione della perizia di stima; - l'istanza, nel caso di presentazione da parte di un minorenne, dovrà essere sottoscritta dai genitori, previa autorizzazione del giudice tutelare, da depositare in copia conforme; - in caso di istanza presentata congiuntamente da più soggetti, deve essere indicato colui che abbia l'esclusiva facoltà di formulare eventuali offerte in aumento; - non sarà possibile trasferire l'immobile a soggetto diverso da quello che sottoscrive l'istanza; - all'istanza di partecipazione deve essere allegata copia di valido documento di identità del concorrente e, se necessario, valida documentazione comprovante i poteri o la legittimazione dello stesso (ad es. procura speciale o certificato camerale in caso di società); - con l'istanza di partecipazione, da presentarsi in busta chiusa, senza segni di riconoscimento, deve essere depositato assegno circolare non trasferibile, intestato alle "Poste Italiane s.p.a.", tramite cui effettuare il versamento della cauzione (ed in conto prezzo di aggiudicazione), in ragione di un decimo del prezzo base d'asta; - all'esterno della busta vanno annotati, a cura del cancelliere ricevente, il nome, previa identificazione, di chi materialmente provvede al deposito, il nome del giudice dell'esecuzione e la data dell'udienza fissata per la vendita all'incanto; - le buste saranno aperte all'udienza stabilita per l'incanto alla presenza degli istanti, la cui comparizione è necessaria ai fini dell'aggiudicazione, che sarà disposta secondo le prescrizioni dell'art. 581 c.p.c.; la mancata partecipazione all'incanto, personalmente o a mezzo di procuratore speciale, senza documentato e giustificato motivo, comporterà l'incameramento di 1/10 della cauzione, che, di contro, sarà immediatamente restituita dopo la chiusura dell'incanto, ove l'offerente, regolarmente presente, non divenga aggiudicatario; nel caso di una sola istanza di partecipazione, occorrerà comunque apportare un rialzo minimo, ex art. 581, comma 2, per conseguire l'aggiudicazione provvisoria; - a norma dell'art. 584 c.p.c., infatti, avvenuto l'incanto, possono essere presentate offerte di acquisto entro il termine perentorio di dieci giorni dalla gara, ma esse non sono efficaci se il prezzo offerto non supera di 1/5 quello raggiunto nell'incanto; l'aggiudicazione, pertanto, diverrà definitiva ove, decorsi dieci giorni, non siano state presentate offerte in aumento; - tali offerte potranno essere depositate presso la Cancelleria, nelle forme di cui all'art. 571 c.p.c., prestando cauzione per una somma pari al dop-

Info 0961 996802


il Domani

|

AsteInfoappalti

www.astepress.it | www.aste.eugenius.it | www.astecalabria.it

11

www.asteinfoappalti.it | www.asteannunci.info

Domenica 1 Maggio 2011 pio della cauzione versata per la partecipazione all'incanto. In caso di presentazione di tali offerte, verrà indetta una gara secondo le previsioni di cui all'art. 584 c.p.c.. Se nessuno degli offerenti in aumento partecipa alla gara indetta a norma dell'art. 584, comma 3, c.p.c., l'aggiudicazione diventa definitiva e verrà pronunciata a carico degli offerenti (salvo che ricorra un documentato e giustificato motivo) la perdita della cauzione, il cui importo è trattenuto come rinveniente a tutti gli effetti dall'esecuzione; - in ogni caso, le spese del trasferimento cedono a carico dell'aggiudicatario, cui restano riservate le attività ed i costi per la registrazione e trascrizione del decreto nonché per la cancellazione delle formalità pregiudizievoli gravanti sugli immobili acquistati; - è possibile, per i partecipanti alle aste, ottenere mutui a tassi e condizioni economiche prestabiliti da ogni singola banca aderente protocollo "ABI" per la concessione di mutui agli aggiudicatari; l'elenco delle banche aderenti all'iniziativa per il Tribunale di Lamezia Terme è reperibile presso la Cancelleria; - gli immobili vengono posti in vendita1 nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano, così come identificati, descritti e valutati dall'esperto nella relazione, con ogni eventuale servitù attiva e passiva inerente e quote condominiali relative; - la vendita è a corpo e non a misura; eventuali differenze di misura non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo; la vendita forzata non è soggetta alle norme concernenti la garanzia per vizi o mancanza di qualità, né potrà essere revocata per alcun motivo. Conseguentemente l'esistenza di eventuali vizi, mancanza di qualità o difformità della cosa venduta, oneri di qualsiasi genere - ivi compresi, ad esempio, quelli urbanistici ovvero derivanti dalla eventuale necessità di adeguamento di impianti alle leggi vigenti, spese condominiali dell'anno in corso e dell'anno precedente non pagate dal debitore - per qualsiasi motivo non considerati, anche se occulti e comunque non evidenziati in perizia, non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo, essendosi di ciò tenuto conto nella valutazione dei beni; - l'aggiudicatario dovrà versare la differenza del prezzo (detratta dal prezzo di aggiudicazione la cauzione di cui sopra) entro un termine massimo di sessanta giorni dalla data di aggiudicazione mediante assegno circolare non trasferibile intestato a "Poste Italiane s.p.a." (qualora il procedimento si fondi su credito fondiario e l'aggiudicatario non intenda avvalersi della facoltà di subentrare nel contratto, all'assegno circolare sarà sostituito, ex art. 41, comma 4, D.Lgs. 1 settembre 1993, n. 385, il pagamento diretto alla banca creditrice, nei limiti del credito azionato per capitale, interessi e spese con collocazione privilegiata, entro lo stesso termine e detratto un accantonamento per spese nella misura che sarà indicata dal g.e.); in mancanza, si provvederà a dichiarare la decadenza dall'aggiudicazione, a norma dell'art. 587 c.p.c.; - soltanto all'esito degli adempimenti precedenti, della produzione di aggiornati certificati catastali e di aggiornati certificati relativi alle iscrizioni e trascrizioni effettuate sul bene nonché del pagamento delle spese di trasferimento, da effettuarsi contestualmente a quello della differenza del prezzo di aggiudicazione, nella misura del 20% di quest'ultimo, sarà emesso il decreto di trasferimento, ai sensi dell'art. 586 c.p.c.; Lamezia Terme,

TRIBUNALE DI LOCRI CANCELLERIA ESECUZIONI IMMOBILIARI SI RENDE NOTO (ai sensi del combinato disposto dagli artt. 490 e 570 c.p.c.) che il Giudice dell'Esecuzione Dr. DAVIDE LAURO, letti gli atti della Procedura Esecutiva n. 42/2005 promossa da BANCA ANTONIANA POPOLARE VENETA SpA DISPONE procedersi alla vendita dei beni immobili indicati nella parte descrittiva dell'allegata ordinanza di vendita alle condizioni ivi previste nei punti da 1. a 28. DESCRIZIONE DEGLI IMMOBILI: LOTTO 1: "Diritto di piena proprietà su un fabbricato ubicato in via Pola n. 12 di cui al foglio di mappa n. 11, particella catastale n. 450/2, piano terra, Cat. A/6, un vano, consistenza al netto dei muri pari a circa mq. 19,40" PREZZO BASE: Euro 8.000,00 - CAUZIONE: 10% DEL PREZZO LOTTO 2: "Diritto di piena proprietà su un fabbricato ubicato in via Bari s.n.c., di cui al foglio di mappa n. 11, particella catastale n. 477/5, piano terra, due vani, della consistenza al netto dei muri pari a circa mq. 20,66" PREZZO BASE: Euro 10.000,00 - CAUZIONE: 10% DEL PREZZO LOTTO 3: "Diritto di piena proprietà su un fabbricato ubicato in via Bari al n. 21, di cui al foglio di mappa n. 11, particella catastale n. 475, piano primo, due vani, della consistenza al netto dei muri pari a circa mq. 29,00" PREZZO BASE: Euro 16.000,00 - CAUZIONE: 10% DEL PREZZO PRINCIPALI CONDIZIONI DI VENDITA CON INCANTO (Per le condizioni complete, vedere

l'ordinanza di vendita del 05.07.2007 - punti da 1 a 28 - riportata di seguito al presente avviso) Ove si debba procedere ai sensi degli artt. 571, 572 e 573 cpc, il pubblico incanto avverrà all'udienza del 24.06.2011, con il prezzo riportato nell'ordinanza di vendita alle seguenti condizioni: - ciascun offerente, tranne il debitore e tutti i soggetti per legge non ammessi alla vendita, dovrà depositare, sino all'inizio effettivo dell'udienza di vendita, unitamente all'istanza di partecipazione all'incanto (non in busta chiusa), una somma pari al 10% del prezzo base d'asta sopraindicato a titolo di cauzione, mediante consegna in Cancelleria di assegni circolari NON TRASFERIBILI intestati all'offerente; - le offerte in aumento non potranno essere inferiori al 3% del prezzo base; - se l'offerente non diviene aggiudicatario, la cauzione è restituita nella misura stabilita dall'art. 580 cpc; - l'aggiudicatario, invece, dovrà versare il saldo e l'importo delle spese secondo quanto previsto per la vendita senza incanto, ferma restando la decadenza di cui all'art. 587 cpc in caso di mancato deposito. IL SITO INTERNET SUL QUALE E' PUBBLICATA LA RELAZIONE DI STIMA è: www.aste.eugenius.it Maggiori informazioni potranno essere acquisite presso la Cancelleria Esecuzioni Immobiliari di questo Tribunale e/o presso il custode giudiziario. ESTRATTO CONFORME PER USO PUBBLICITA'. Locri, 15 marzo 2011 - ORDINANZA DI VENDITA TRIBUNALE DI LOCRI Sezione Civile - Esecuzioni R.Es. Imm.: 42/2005 IL GIUDICE DELL'ESECUZIONE, … OMISSIS …, ORDINA ai debitori di fornire al nuovo custode il rendiconto dell'attività svolta fino ad oggi, nonché ogni documento necessario al fine di adempiere compiutamente l'incarico affidatogli; - DISPONE PROCEDERSI ALLA VENDITA DEGLI IMMOBILI SU DESCRITTI; - STABILISCE per la vendita, che avverrà senza incanto e, successivamente, nei soli casi previsti nuovo testo dell'art. 569 cpc, con il metodo dell'incanto, alle seguenti condizioni: 1) L'immobile pignorato sarà posto in vendita, a corpo, nella consistenza indicata nella perizia di stima da intendersi qui per intero richiamata e trascritta, anche con riferimento alla condizione urbanistica del bene; 2) ognuno, tranne il debitore, è ammesso a offrire per l'acquisto dell'immobile pignorato personalmente o a mezzo di procuratore legale, anche per persona da nominare (art. 579 cpc, ultimo comma); 3) entro le ore 12,00 del giorno antecedente la vendita, l'offerente deve presentare, anche a mezzo di persona diversa, nella cancelleria delle esecuzioni immobiliari DOMANDA IN BOLLO per partecipare alla vendita senza incanto, contenente A) l'indicazione del prezzo che si intende offrire (che, a pena di efficacia, non può essere inferiore al prezzo base suindicato, salve eventuali e successive riduzioni); B) la data della vendita e la procedura cui si riferisce; C) le generalità (compreso il codice fiscale) proprie e - se in regime di comunione legale del coniuge; C) L'indicazione della volontà avvalersi, ove ne sussistano i presupposti, dei benefici fiscali per la prima casa; D) le indicazioni circa il tempo (comunque non superiore a 60 giorni dalla aggiudicazione, limite che si riterrà implicitamente ricollegato nel massimo, alla mancata indicazione di un termine diverso), il modo del pagamento e ogni altro elemento utile alla valutazione dell'offerta; E) la dichiarazione di aver letto la relazione di stima (consultabile sull'apposito sito internet o presso la cancelleria esecuzioni) e di averne compreso il contenuto ed, inoltre, di conoscere lo stato dell'immobile; F) copia di valido documento di identità del soggetto che sottoscrive l'offerta; G) in caso di offerta presentata per conto e per nome di una società, certificato della Cancelleria Commerciale dal quale risulti la costituzione della società ed i poteri conferiti all'offerente in udienza nonché l'indicazione della partita IVA: H) la dichiarazione di residenza o l'elezione di domicilio nel comune nel quale ha sede il Tribunale competente per l'esecuzione (art. 174 disp. att. cod. proc. civ.), pena l'effettuazione delle comunicazioni presso la cancelleria dello stesso ufficio; I) la sottoscrizione dei genitori esercenti la potestà e l'autorizzazione del giudice tutelare ove l'offerente sia un minore; 4) l'offerta deve essere inserita in una busta chiusa, al cui esterno il cancelliere annoterà esclusivamente: A) il nome del giudice dell'esecuzione o del professionista delegato che provvederà alla vendita; B) la data fissata per l'esame delle offerte: C) i dati della persona che materialmente ha provveduto al deposito; non sarà consentito annotare nessun altro elemento, e specialmente quelli che possono condurre ad identificare il bene per il quale l'offerta è prestata; 5) l'offerta deve essere accompagnata dal deposito della cauzione, pari alla decima parte del prezzo offerto, da versare tramite assegni circolari NON TRASFERIBILI intestati all'offerente, che a cura dell'offerente stesso, dovranno essere inseriti nella medesima busta; 6) l'offerta non sarà considerata efficace: A) se perviene oltre il termine appositamente indicato; B) se è inferiore al prezzo base, eventualmente

7)

8)

9)

10)

11) 12)

13)

14)

15) 16)

17)

18)

19)

20)

ribassato; C) se l'offerente non presta cauzione, con le modalità e nella misura appena indicate; l'offerta si considera irrevocabile ad eccezione delle ipotesi in cui: A) il giudice, in presenza di più offerte valide, disponga la gara tra gli offerenti (art. 573 cpc); B) il giudice, nonostante le offerte, ordini l'incanto (es. art. 572 cpc); C) siano decorsi centoventi giorni dalla sua presentazione e la stessa non sia stata accolta; l'offerente (od il procuratore legale a norma degli artt. 571 e 579 c.p.c.) dovrà presentarsi il giorno fissato presso il Tribunale di Locri, sala delle pubbliche udienze, ore 9,00 e ss., per assistere all'esame delle offerte; l'udienza di vendita è fissata per il giorno 23.11.2007, e si terrà presso il Tribunale di Locri, sala delle pubbliche udienze, ore 9,00 e ss.; ivi si procederà all'esame delle singole offerte, ai sensi degli artt. 572 (per l'ipotesi in cui vi sia una sola offerta) e 573 cpc (ove vi siano più offerte); in presenza di più offerte valide, alla stessa udienza si inviteranno gli offerenti alla gara di cui all'art. 573 cpc, ove le offerte in aumento non potranno essere inferiori al 3% DEL PREZZO BASE. in caso di mancata aggiudicazione, l'importo versato a titolo di cauzione verrà restituito alla chiusura delle operazioni di vendita; in caso di aggiudicazione, l'offerente dovrà, nel termine perentorio di gg. 60 dall'aggiudicazione, depositare il residuo prezzo, detratto l'importo per cauzione già versato, in un libretto di deposito postale intestato alla Procedura e vincolato all'ordine del Giudice dell'Esecuzione; in caso di aggiudicazione, inoltre, l'offerente dovrà versare nel medesimo libretto di deposito (intestato alla Procedura e vincolato all'ordine del Giudice dell'esecuzione), e nello stesso termine, l'importo complessivo per le spese collegate alla vendita, che saranno all'uopo comunicate dalla cancelleria e che saranno necessarie per l'emanazione del decreto di trasferimento; il mancato versamento del prezzo residuo nei termini indicati comporterà la decadenza dall'aggiudicazione e la perdita della cauzione, ed esporrà l'aggiudicatario inadempiente alle conseguenze di cui all'art. 587 co II cpc (richiamato dall'art. 574, III co., cpc); maggiori informazioni potranno essere acquisite presso la cancelleria del Tribunale di Locri; la presente ordinanza dovrà essere affissa almeno 45 giorni prima del termine fissato per la presentazione delle offerte, all'Albo del Tribunale di Locri per tre giorni continui a cura della Cancelleria - nel rispetto del combinato disposto degli artt. 490 e 570 cpc e dovrà contenere: A) gli estremi identificativi del bene previsti nell'art. 555 cpc; B) il valore dell'immobile determinato a norma dell'art. 568 cpc; C) il sito Internet sul quale è pubblicata la relativa relazione di stima; D) il nome ed il recapito telefonico del custode nominato in sostituzione del debitore, con l'avvertimento che maggiori informazioni possono essere fornite dalla cancelleria del Tribunale o dal predetto custode; la stessa ordinanza, sempre 45 giorni prima del termine per la presentazione delle offerte, dovrà essere pubblicata sia mediante manifesti murali da affiggersi nei Comuni di Staiti e Brancaleone (invitanto all'uopo il creditore ad allegare copia di n. 1 manifesto murale; fattura relativa alle spese di stampa dei manifesti murali e fattura relativa alle spese di affissione dei manifesti murali) nonché mediante pubblicazione per una volta su PROGETTO ASTE (quotidiano Il Domani + periodico Aste + Internet Eugenius), a cura di uno dei creditori, del debitore o del custode se diverso; in particolare: A) fatture e copie dei manifesti murali dovranno essere depositate in Cancelleria, fino all'udienza di vendita; B) l'attestato di avvenuta pubblicazione sul PROGETTO ASTE dovrà essere inviato mediante fax direttamente dalla società che gestisce il servizio (Mediatag s.p.a.) presso la Cancelleria del Tribunale, al n. 0964.20732; ove si debba procedere all'incanto, e cioè per il caso in cui non siano proposte offerte d'acquisto entro il termine stabilito, ovvero per il caso in cui le stesse non siano efficaci ai sensi dell'art. 571, ovvero per il caso in cui si verifichi una delle circostanze previste dall'art. 572, terzo comma, ovvero per il caso, infine, in cui la vendita senza incanto non abbia luogo per qualsiasi altra ragione (es.: gara in aumento non tenuta per mancanza di adesioni, art. 573 cpc), si fissa fin d'ora per l'udienza del 03.04.2008 il pubblico incanto, che avverrà secondo quanto previsto nei punti che precedono, ad eccezione di quanto appresso specificato; ciascun offerente, tranne il debitore e tutti i soggetti per legge non ammessi alla vendita, dovrà depositare, sino all'inizio effettivo dell'udienza di vendita, unitamente all'istanza di partecipazione all'incanto (non in busta chiusa), una somma pari al 10% del prezzo base d'asta sopraindicato a titolo di cauzione, mediante consegna in Cancelleria - Ufficio Esecuzioni Immobiliari - di assegni circolari NON TRASFERIBILI intestati all'offerente; la domanda di partecipazione all'incanto dovrà riportare le complete generalità dell'offerente, l'indicazione del codice fiscale e, nell'ipotesi di persona coniugata, il regime patrimoniale prescelto ed i dati del coniuge; in caso di offerta presentata per conto e per nome di una società, dovrà

AsteInfoappalti è un Progetto a cura della Mediatag Spa coordinamento area Calabria

essere prodotto Certificato della Cancelleria Commerciale dal quale risulti la costituzione della società ed i poteri conferiti all'offerente in udienza nonché l'indicazione della Partita IVA; in tale istanza dovrà essere anche indicato se l'offerente intende avvalersi delle agevolazioni previste per l'acquisto della prima casa; 21) le forme di pubblicità sono le stesse previste per la vendita senza incanto, con la differenza che il termine di 45 giorni deve essere calcolato a ritroso dalla data dell'incanto; 22) se l'offerente non diviene aggiudicatario, la cauzione è immediatamente restituita dopo la chiusura dell'incanto, salvo che lo stesso non abbia omesso di partecipare al medesimo, personalmente o a mezzo di procuratore speciale, senza documentato e giustificato motivo; in tal caso la cauzione è restituita solo nella misura dei nove decimi dell'intero e la restante parte è trattenuta alla procedura in vista della futura distribuzione; 23) l'aggiudicatario, invece, dovrà versare il saldo e l'importo delle spese secondo quanto previsto ai punti 12 e 13, ferma restando la decadenza di cui all'art. 587 cpc in caso di mancato deposito; 24) ad incanto avvenuto, potranno essere presentate in Cancelleria offerte di acquisto entro il termine di giorni dieci, ma non saranno efficaci se il prezzo offerto non sarà superiore di almeno 1/5 superiore rispetto a quello raggiunto in sede d'incanto (art. 584 cpc) e se l'offerta non sarà accompagnata dal deposito di una somma pari al 10% del maggior prezzo nella stessa indicato, da imputarsi a cauzione; 25) le offerte in aumento andranno effettuate in Cancelleria con le firme di cui all'art. 571 cpc (cfr. punti 2, 3 e 4), prestando cauzione per una somma pari al doppio della cauzione versata per partecipare all'incanto; 26) su tali offerte il giudice, verificatone la regolarità, indìce la gara, cui possono partecipare, oltre gli offerenti in aumento e l'aggiudicatario, anche gli offerenti al precedente incanto che, entro il termine appositamente fissato abbiano integrato la cauzione nella misura di cui al punto 24); 27) se nessuno degli offerenti in aumento partecipa alla gara indetta a norma del terzo comma, l'aggiudicazione diventa definitiva, ed il giudice pronuncia a carico degli offerenti di cui al primo comma, salvo che ricorra un documentato e giustificato motivo, la perdita della cauzione, il cui importo è trattenuto come rinveniente a tutti gli effetti dell'esecuzione; 28) alla medesima udienza fissata per l'incanto, ove lo stesso vada deserto, si procederà a valutare le istanze di assegnazione eventualmente depositate, oppure ad adottare i provvedimenti di cui all'art. 591 cpc (amministrazione giudiziaria o nuovo esperimento di vendita); FISSA Entro 45 giorni dalla data fissata per il deposito delle offerte di acquisto il termine entro il quale la presente ordinanza deve essere notificata, a cura del creditore che ha chiesto la vendita, ai creditori iscritti e non comparsi, ove presenti. … OMISSIS … Si comunichi, anche al custode. LOCRI, 5 luglio 2007 F.to IL GIUDICE DELL'ESECUZIONE Dott. DAVIDE LAURO °°°°°°°°°° CANCELLERIA ESECUZIONI IMMOBILIARI SI RENDE NOTO che il Giudice dell'esecuzione, Dr. DAVIDE LAURO, letti gli atti della Procedura Esecutiva n. 3/03 promossa da BANCA ANTONIANA POPOLARE VENETA SpA, ORDINA LA VENDITA CON INCANTO DEI SEGUENTI BENI IMMOBILI: ORDINANZA DEL 04.12.2005 LOTTO 1: Immobile situato in Gerace, località Trunchi, costituito da un fondo rustico e da due fabbricati rurali, individuato in catasto al foglio n. 25, particelle: - n. 160: 1/4 della piena proprietà del fabbricato rurale (mq. 290) a un piano fuori terra, di cui attualmente esistono solo le pareti in muratura di pietrame (in precarie condizioni statiche); - n. 158: 1/6 della piena proprietà su di un terreno incolto, di circa 200 mq.; - n. 159: 1/6 della piena proprietà su di un terreno coltivato ad uliveto, di circa 13.470 mq., sul quale insiste un rudere di) 9.10 x 9.80 m; - n. 164: 1/6 della piena proprietà su di un terreno incolto di circa 3.025 mq; - n. 164 porz. BB: 1/6 della piena proprietà su di un terreno coltivato ad uliveto, di circa 1.525 mq; - n. 172: 1/6 della piena proprietà su di un terreno incolto di circa 1.525 mq.; Prezzo base del lotto: Euro 9.211,70 Deposito per cauzione: Euro 921,17 Deposito per spese: Euro 1.381,76 LOTTO 2: Quota indivisa di 1/2 sulla piena proprietà di un locale adibito a bar-pasticceriagelateria, facente parte dell'unità immobiliare a tre piani fuori terra con lastrico solare, sita in Locri, via G. Matteotti, riportato nel NCEU al foglio 27, particella 278, sub 3, Cat. C/1, cl. 4, mq. 82,00; con annessa corte, catastalmente riportata alla particella 700 del medesimo foglio; Prezzo base del lotto: Euro 62.133,50 Deposito per cauzione: Euro 6.213,35 Deposito per spese: Euro 9.320,03 LOTTO 3: Quota indivisa di 1/2 sulla piena proprietà di un appartamento posto al primo piano (più due vani posti al piano terra), dell'unità immobiliare a tre piani fuori terra con

Info 0961 996802


il Domani

| AsteInfoappalti

www.astepress.it | www.aste.eugenius.it | www.astecalabria.it

12

www.asteinfoappalti.it | www.asteannunci.info

Domenica 1 Maggio 2011 lastrico solare, sita in Locri, via G. Matteotti, riportato nel NCEU al foglio 27, particella 278, sub 5, Cat. A/2, cl. 2, vani 7 con annessa corte, catastalmente riportata alla particella 279 del medesimo foglio; Prezzo base del lotto: Euro 56.808,75 Deposito per cauzione: Euro 5.680,88 Deposito per spese: Euro 8.521,31 LOTTO 4: Quota indivisa di 1/2 sulla piena proprietà di un appartamento posto al secondoo piano (più due vani posti al piano terra),dell'unità immobiliare a tre piani fuori terra con lastrico solare, sita in Locri, via G. Matteotti, riportato nel NCEU al foglio 27, particella 278, sub 7, Cat. A/2, cl. 2, mq. 115,30 calpestabili; Prezzo base del lotto: Euro 46.173,75 Deposito per cauzione: Euro 4.617,37 Deposito per spese: Euro 6.926,06 LOTTO 5: Quota indivisa di 1/2 sulla piena proprietà di un lastrico solare facente parte dell'unità immobiliare a tre piani fuori terra con lastrico solare, sita in Locri, via G. Matteotti, riportato nel NCEU al foglio 27, particella 278, sub 8, mq. 140 calpestabili; Prezzo base del lotto: Euro 30.138,00 Deposito per cauzione: Euro 3.013,80 Deposito per spese: Euro 4.520,70. L'incanto avverrà, con il prezzo DA RIDURRE DI 1/5+1/5 (ad esclusione del terzo lotto che è senza riduzione del prezzo base), all'udienza del 24.06.2011, ore 9,00, davanti a sé nella presente sede. STABILISCE PER LA VENDITA LE SEGUENTI CONDIZIONI: Ogni offerente dovrà depositare in Cancelleria, sino alle ore 12,00 del giorno antecedente la vendita, unitamente all'istanza di partecipazione all'incanto, una somma pari al 10% del prezzo base per cauzione e 15% per prevedibile importo delle spese di procedura e trasferimento della proprietà, mediante consegna in Cancelleria di n. 2 assegni circolari non trasferibili intestati all'offerente. Le offerte in aumento non potranno essere inferiori al 3%. L'aggiudicatario dovrà depositare entro il termine di 60 giorni dall'incanto il prezzo di aggiudicazione detratta la cauzione versata con le stesse modalità di cui sopra. Sito Internet sul quale è pubblicata la relazione di stima: www.aste.eugenius.it Custode Giudiziario: Avv. CINZIA FILIPPONE (Tel. 0964.384144). Maggiori informazioni potranno essere acquisite presso la Cancelleria Esecuzioni Immobiliari di questo Tribunale. Rinvia per il prosieguo all'udienza del 24.06.2011. ESTRATTO CONFORME PER USO PUBBLICITA'. Addì, 31 marzo 2011 IL CANCELLIERE °°°°°°°°°° CANCELLERIA ESECUZIONI IMMOBILIARI SI RENDE NOTO che il Giudice dell'Esecuzione, DR. DAVIDE LAURO, letti gli atti della Procedura Esecutiva n. 23/97 promossa da CARICAL ORDINA LA VENDITA CON INCANTO DEI SEGUENTI BENI IMMOBILI: (ORDINANZE DEL 24.4.2002, 20.10.2004) 1° LOTTO - VENDUTO 2° LOTTO - VENDUTO 3° LOTTO - Terreno sito nel Comune di Sant'Ilario dello Jonio località Piccirillo, riportato nel NCT alla partita 3110 foglio di mappa 2 particella 252 uliveto di 2° classe di are 00.33.85; in ditta … comproprietario, … comproprietaria. Prezzo base del lotto euro 5.330,00 Deposito per cauzione euro 533,00 Deposito per spese euro 799,00 4° LOTTO - DA RIDURRE DI 1/5+1/5+10% Fabbricato a due piani fuori terra oltre piano seminterrato costituito da due unità immobiliari sito nel Comune di Sant'Ilario dello Jonio località Piccirillo, riportato nel NCEU alla partita 1000377 foglio di mappa 2 particella 253 sub 2

cat. A/4 classe 2° vani 12,5 e sub 3 in corso di costruzione, in ditta … comproprietaria, … comproprietario, … comproprietario. Prezzo base del lotto euro 132.419,00 Deposito per cauzione euro 13.241,90 Deposito per spese euro 19.863,00 L'incanto avverrà, con il prezzo con il prezzo DA RIDURRE DI 1/5 + 1/5 + 1/5, all'udienza del 07/07/2011 ore 9.00, davanti a sé nella presente sede, ed in secondo esperimento in data --- alle stesse condizioni e con le stesse modalità. Stabilisce per la vendita le seguenti condizioni: Ogni offerente dovrà depositare in Cancelleria entro le ore 12.00 del giorno antecedente l'incanto, unitamente all'istanza di partecipazione all'incanto, una somma pari al 10% del prezzo base per cauzione e 15% del prezzo base per prevedibile importo delle spese di procedura e trasferimento della proprietà, mediante consegna in Cancelleria di N. 2 assegni circolari non trasferibili intestati all'offerente. Le offerte in aumento non potranno essere inferiori al 3%. L'aggiudicatario dovrà depositare entro il termine di 60 giorni dall'incanto il prezzo di aggiudicazione detratta la cauzione versata con le stesse modalità di cui sopra. Maggiori informazioni potranno essere acquisite presso la Cancelleria Esecuzioni Immobiliari di questo Tribunale. Rinvia per il prosieguo all'udienza del 07/07/2011. Estratto conforme per uso pubblicità. Locri, 31.03.2011 Esatte: Euro 14,62 per bollo - Euro 10,62 per diritti Il Cancelliere

D)

E)

F)

TRIBUNALE DI PAOLA AVVISO DI VENDITA IMMOBILIARE CON INCANTO Espropriazione immobiliare N. 14/92 promossa da: INTESA GESTIONE CREDITI SPA IL DOTT. FILIPPO MAGURNO NOTAIO IN DIAMANTE Delegato, ai sensi dell'art.591 bis cpc, dal Giudice dell'esecuzione del Tribunale di Paola, con ordinanza del 26 ottobre 2005 e notificata in pari data RENDE NOTO CHE A) Il giorno 25 MAGGIO 2011 alle ore 11,00 PRESSO IL SUO STUDIO IN DIAMANTE, Corso Vittorio Emanuele - Galleria San Biagio si procederà alla VENDITA CON INCANTO E CON ULTERIORE RIDUZIONE DI UN QUINTO DEL PREZZO BASE D'ASTA, DEGLI IMMOBILI SOTTO DESCRITTI. B) Tutte le attività che ai sensi degli artt. 576 e segg. c.p.c. debbono essere compiute in cancelleria o davanti al giudice dell'esecuzione o dal cancelliere o dal giudice dell'esecuzione, saranno effettuate dal Notaio delegato presso il proprio studio in Diamante al Corso Vittorio Emanuele snc. C) Ogni offerente esclusivamente il giorno precedente l'incanto entro le ore 12.00 dovrà presentare la propria domanda di partecipazione, in carta legale con l'indicazione completa dei propri dati anagrafici, codice fiscale e del regime patrimoniale di cui alla legge 151/75, presso lo studio del notaio incaricato e contestualmente depositare il 10% del prezzo base d'asta per cauzione e il 20% del prezzo base per acconto spese presumibili di trasferimento, mediante due distinti assegni circolari non trasferibili intestati al Notaio delegato. Se offerente è una persona fisica dovrà allegare alla domanda fotocopia di un documento di identità e del codice fiscale ed estratto per riassunto dell'atto di matrimonio o un certificato di stato libero; se Società o persona giuridica, certificato del registro delle imprese per la verifica dei poteri; se cittadino straniero, non facente parte della Comunità europea, certificato di cittadinanza ed eventualmente permesso o carta di soggiorno per la verifica della condizione di reciprocità. In

G)

H)

caso di intervento a mezzo rappresentante volontario si dovrà allegare originale o copia autentica della procura speciale notarile; in caso di avvocato che presenti offerta per persona da nominare, la riserva di nomina dovrà essere effettuata nell'istanza di partecipazione all'incanto. L'incanto si svolgerà secondo le modalità di cui all'art. 581 c.p.c. e in caso di asta deserta ogni creditore entro 10 giorni può fare istanza di assegnazione a norma dell'art. 589 c.p.c.. Nel termine perentorio di giorni 10 dall'aggiudicazione provvisoria, sarà possibile fare altre offerte di acquisto purchè di importo superiore di almeno 1/6 il prezzo già raggiunto nell'incanto. Tali offerte vanno fatte a norma dell'art. 571 c.p.c. ed alla gara che si aprirà potrà partecipare anche l'aggiudicatario provvisorio senza presentare nuove domande o prestare cauzione. Il credito azionato dall'Istituto Bancario procedente è un credito fondiario, sicchè, ai sensi dell'art. 41 comma 5 della nuova Legge Bancaria (D.Lgs. 1/09/1993 n. 385), l'aggiudicatario ha la facoltà di subentrare, senza autorizzazione del Giudice dell'Esecuzione, nel contratto di finanziamento fondiario, purchè entro quindici giorni dalla data di aggiudicazione definitiva (venticinque giorni dall'incanto) paghi al creditore fondiario le rate scadute, gli accessori e le spese; l'aggiudicatario definitivo che non intenda avvalersi della facoltà di subentrare, a norma dell'art. 41 5° della citata legge, nel contratto di finanziamento, dovrà: a) versare direttamente all'Istituto di credito fondiario, entro il termine di giorni venti dalla data in cui l'aggiudicazione diviene definitiva,la parte del prezzo corrispondente al complessivo credito dello stesso. A tal fine l'Istituto di credito dovrà far pervenire, presso lo studio del notaio delegato, entro cinque giorni dall'aggiudicazione definitiva (quindici giorni dall'incanto) la nota di precisazione del suo credito, indicante la somma che dovrà essere versata dall'aggiudicatario, con il dettaglio del capitale, rate scadute, interessi e spese, nonché, trattandosi di vendita in lotti, la quota proporzionale del credito riferita a ciascun lotto; indicando, altresì, le modalità di versamento. b) depositare nel termine di giorni 30 dall'aggiudicazione definitiva presso il Notaio delegato l'eventuale eccedenza del saldo prezzo di aggiudicazione sul credito fondiario, dedotta la cauzione già versata, nonché l'eventuale saldo delle spese di cui all'art. 591 bis n.5 cpc. (di registrazione, trascrizione, catastali, cancellazione trascrizioni pignoramenti e iscrizioni ipotecarie, onorario al Notaio), mediante distinti assegni circolari non trasferibili intestati allo stesso Notaio. In caso di inadempienza, decadrà dal diritto e perderà la cauzione a titolo di multa con l'obbligo di pagare la differenza di cui alla 2^ parte dell'art. 587 cpc. c) depositare, altresì, nel predetto termine di giorni 30 dall'aggiudicazione definitiva, attestazionequietanza dell'importo versato all'Istituto di credito. E' data la possibilità, per i partecipanti all'asta, di ottenere mutui ipotecari per un importo fino ad un massimo del 70-80% del valore dell'immobile (come stimato nella perizia) a tassi e condizioni economiche prestabiliti da ogni singola banca. Le banche aderenti all'iniziativa sono: 1) Banca Monte Paschi di Siena Spa, filiale di Paola (Direzione di Reggio Calabria - Settore Prodotti Retail - viale Calabria Angolo Vico S. Anna,89131 Reggio Calabria, tel. 0965353465/478/468; 2) Unicredit Banca Spa, Agenzia Unicredit di Cosenza, 127 ang. Tagliamento, Corso Mazzini. I partecipanti alla aste, sono, pertanto, invitati a contattare le sedi delle agenzie o filiali come sopra indicate. Altre banche aderenti all'iniziativa sono consultabili sul sito dell'ABI (http:www3.abi.it/AsteImm/). Il presente avviso sarà notificato, a mezzo ufficiale giudiziario ai creditori iscritti e non intervenuti ai sensi dell'art. 498 c.p.c..e resterà affisso per tre giorni consecutivi all'albo del Tribunale di Paola e sarà pubblicizzato mediante l'affissione murale

AsteInfoappalti è un Progetto a cura della Mediatag Spa coordinamento area Calabria

nel comune dove sono ubicati gli immobili e la pubblicazione sulla edizione domenicale de quotidiano " Il Domani della Calabria", nonchè sul mensile "Aste" e sul sito internet www.aste.eugenius.it; IMMOBILI IN VENDITA I LOTTO - Nel Comune di TORTORA (CS): Complesso turistico-alberghiero in Via Sirimarco,47, composto da n. 7 corpi di fabbrica, realizzati sui lati estremi dell'appezzamento di terreno su cui sorge l'intera struttura immobiliare e al centro del quale è ubicato un ampissimo spazio destinato a verde comune e ritrovo, con annesse piscine e piantumato con alberi di altro fusto. Nel corpo centrale, contraddistinto con il numero "1" sono situati i servizi comuni al complesso turistico (reception, sala ristorante, bar, cucina, camere albergo ecc.); con il numero "2" è indicato il corpo di fabbrica destinato a impianti tecnologici e servizi ed il residence con numerazione delle camere "600"; con il numero "3" è indicato il corpo di fabbrica destinato a residence e suddiviso in quatto lotti, con camere che vanno dalla numerazione "200" a quella "500"; con il numero "4" è indicato il corpo di fabbrica destinato a residence con numerazione delle camere " 100"; con il numero "5" è indicato il corpo di fabbrica destinato a magazzini; con il numero "6" è indicato il corpo di fabbrica destinato a deposito ed impianti; con il numero "7" è indicato il corpo di fabbrica ancora incompleto. Censito nel N.C.E.U alla partita catastale 1589, in ditta al debitore esecutato, foglio 47, particella n. 177, via Sirimarco 47, piano T-1-2-3-4-1/ST, z.c. 1, Cat. D/2, rendita euro 87.943,00 00. PREZZO BASE D'ASTA EURO 1.194.692,00 OFFERTA MINIMA DI AUMENTO EURO 10.000,00 In relazione alla legge 47/85 e successive modifiche e integrazioni, risulta - giusta attestato rilasciato dall'Ufficio Tecnico - Area Urbanistica del Comune di Tortora in data 22/02/2008 - che l'intero complesso immobiliare oggetto di vendita è stato realizzato in virtù delle seguenti autorizzazioni rilasciate dal medesimo Ente: 1) nulla osta per esecuzioni di lavori edili n 13/68 del 16/04/1968 e n. 52/70 del 22/12/1970; 2) assenso preliminare per la costruzione rilasciato il 24/6/71; 3) nulla osta per l'esecuzione di lavori edili n. 19/71 del 3/08/71, n.39/73 del 16/06/73, n.44/73, n. 45/73 e n. 46/73 del 13/07/73; 4) concessione per l'esecuzione di lavori edili n. 3767 del 14/06/1989 (pratica edilizia n. 53/89); 5) concessione edilizia gratuita n. 5678 del 27/7/94 (pratica edilizia n.67); 6) autorizzazione edilizia n. 66 (prot. N. 1928 U.T) del 25/07/2000; 7) licenza di agibilità rilasciata il 25 luglio 1973; In ogni caso l'aggiudicatario potrà, ricorrendone i presupposti, avvalersi delle disposizioni di cui all'art. 46 del vigente T.U. sull'edilizia di cui al D.P.R. 6/6/2001 n. 380 e dell'art. 40, VI comma, della citata legge 47/85 e di ogni altra norma vigente. I beni pignorati sopra descritti, costituenti l'intero complesso turistico- alberghiero non risultano gravati da formalità pregiudizievoli per le quali non sia possibile ottenere l'ordine di cancellazione Essi sono posti in vendita nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano e per come meglio descritti nella consulenza tecnica di ufficio redatta a cura dell'Ing. Francesco Cauteruccio che potrà essere consultata presso lo studio del Notaio delegato al quale potranno chiedersi direttamente maggiori informazioni telefonando ai numeri 0985/81760-87561). Il debitore o il custode consentiranno la visita del compendio posto in vendita nei tre giorni antecedenti l'incanto, dalle ore 16,30 alle ore 18.30, salvo diverso orario da concordarsi con il Notaio delegato. Diamante lì 11 aprille 2011 IL NOTAIO Dott. Filippo Magurno

Info 0961 996802


Domenica 01 Maggio 2011 il Domani 13

CRONACHE CATANZARO - «Il primo maggio non è semplicemente una celebrazione, ma deve essere una vera e propria festa che parta da quello che è il principio fondante della Costituzione Italiana e della nostra democrazia, l’articolo 1 "L’italia è una Repubblica fondata sul lavoro". Qualcuno purtroppo in questi anni ha tentato anche di modificare questo principio fondamentale dimenticando che il lavoro è ciò che dà dignità all’uomo e lo rende autonomo nelle proprie scelte». Questa la nota del sindaco di Catanzaro Rosario Olivo in vista della festa del primo maggio. «D’altra parte anche la Bibbia richiama il lavoro come mezzo per la realizzazione dell’uomo e per il raggiun-

Olivo: il 1° maggio parta dalla nostra Costituzione gimento della libertà e della dignità. Ancor di più in questo giorno il pensiero va ai giovani, costretti talvolta a confrontarsi con forme di lavoro precario che qualcuno vorrebbe chiamare flessibile ma che in realtà non dà nessuna sicurezza per il futuro, un futuro a cui gli adulti, in questo più che in altri giorni, sono chiamati a pensare e costruire in maniera responsabile» conclude Rosario Olivo.

di r.c .

Prosegue il Viaggio nei quartieri del candidato del centrosinistra, ieri visita al mercato

Scalzo: stiamo restituendo orgoglio alla città, nasce laboratorio politico CATANZARO - Ombrellino in mano e tanta voglia di incontrare le persone. Così, ieri mattina, Salvatore Scalzo si è avventurato per le vie del consueto mercatino rionale di Catanzaro nord, incontrando i commercianti e la cittadinanza, fermandosi a chiacchierare e discutere con tantissima gente. «E’ una bellissima emozione - ha detto Scalzo - scoprire una Catanzaro che si sta nuovamente interessando alla politica. Era necessario scendere tra la gente per capirne le esigenze e per metterci la faccia in una campagna elettorale che mi appassiona ogni giorno di più. Sono davvero entusiasta per i riscontri che ottengo dalle persone, sintomo che il lavoro che stiamo svolgendo è apprezzato da tutti i cittadini». In riferimento alle sollecitazioni arrivate direttamente dai cittadini in questo secondo giorno di "Viaggio nei Quartieri", Scalzo ha aggiunti: «E’ magnifico vedere che pian piano stiamo restituendo orgoglio a

questa città. E lo dico con dati alla mano, perché i giornali nazionali s’interessano a Catanzaro non per fatti di cronaca ma per la nascita di un laboratorio politico che può servire come base all’intero Paese. Ne ho avuto la riprova a Roma, qualche giorno fa: oltre alle grandi città come

Cimino: Educandato per uffici del Comune

Roma, Milano e Napoli, solo Catanzaro ha avuto la possibilità di prendere la parole. E’ una testimonianza concreta che quanto sta avvenendo sui nostri tre colli, è qualcosa di grande». Carmela Mirarchi

CATANZARO - «L’Educandato, con questo nome che già in parte esprime il fascino della storia cittadina, è un palazzo molto bello. Di una bellezza rafforzata dalla sua posizione nel cuore antico della Città e, ancora più strategicamente, dall’area di maggiore influenza politico-istituzionale in cui si trova» si legge in una nota di Framceo Cimino. «A un metro da Palazzo De Nobili e a poche centinaia da quello della Regione, della Provincia, della Prefettura e di Giustizia continua -. Avendo partecipato all’approvazione del suo piano d’acquisto, conosco le obbligate destinazioni d’uso cui esso è sottoposto. Sono le stesse che mi vennero mosse quando ho avanzato una diversa proposta d’utilizzo, che mi permetto, ancora oggi, e dopo la deliberazione di Giunta dell’altro ieri, di riproporre. Se ne faccia il secondo palazzo della Città, dove allocare tutti gli uffici attualmente sparsi in più edifici privati e che, oltre al disagio e alla disomogeneità burocratica, comportano un costo elevato per gli affitti. E’ da tempo che parliamo di Cittadella della municipalità, questa è l’occasione per realizzarla. Ci vuole inventiva e coraggio, questo è vero. Spero che arrivino insieme» conclude Franco Cimino.


14

il Domani Domenica 01 Maggio 2011

CRONACHE CATANZARO - Riunione venerdì sera a Catanzaro, presso la sede regionale di "Noi Sud", ubicata in Via Alberti, tra i coordinatori provinciali della lista "Noi Sud / Pri", Mario Cilurzo e Silvestro Raso. All’incontro erano presenti diversi candidati e dirigenti dei due partiti, tra i quali Lanfranco Calderazzo, Claudio Giorno, Nicola Ranieri e Massimo Massara. Per la lista "Noi Sud / Pri" la cui "unione" pare sia stata confermata anche per le successive tornate elettorali, è necessario "un grande impegno comune" che possa consentire all’asse Catanzaro-Lamezia «di diventare il fulcro del dibattito politico regionale». «Urge - è stato sottolineato da più parti - ridare dignità politica alla provincia di Catanzaro, cosa che potrà avvenire con un sindaco come Michele Traversa", persona dotata di "sensibilità e arguzia", che saprà certamente "riprendere le redini dell’economia locale, pro-

Incontro dei coordinatori provinciali Noi Sud e Pri grammando uno sviluppo equilibrato di tutti i settori». Più che approfondito l’intervento di Lanfranco Calderazzo. «Ci siamo candidati - ha detto, tra l’altro il noto legale catanzarese - per garantire alla città una amministrazione trasparente che punti soprattutto su grandi progetti. Molti si sono dimenticati che Catanzaro è una città di mare, più ancora di Reggio Calabria ed in tale ottica vanno programmate iniziative di grande respiro che possano dare visibilità nazionale all’intero territorio». Hanno quindi preso la parola

altri candidati, quali Luca Ciliberti, Carlo Maria Comito e Tommasino Papaluca. Per la lista "Noi Sud - Pri", quindi, l’esperienza delle amministrative di Catanzaro è un primo passo per attivare una vera azione congiunta di recupero dell’intera provincia «da molti anni - hanno commentato in molti - mortificata e depauperata».

V.U.

Per il gruppo: ove accertata, sarebbe una grave violazione della normativa vigente

Nomine in campagna elettorale esposto dei consiglieri del Pdl CATANZARO - I consiglieri del gruppo del Popolo della Libertà al Comune di Catanzaro hanno presentato ieri mattina un esposto al prefetto del capoluogo per denunciare «una situazione che, ove accertata, costituirebbe una grave violazione della normativa vigente, oltre a rappresentare un ingente danno per i candidati alla competizione elettorale. Sembrerebbe - scrivono i consiglieri comunali nell’esposto - che l’Amministrazione Comunale di Catanzaro, dopo la pubblicazione del decreto di indizione dei comizi elettorali, lungi dal limitarsi ad adottare solo gli atti urgenti ed improrogabili, abbia invece provveduto alla nomina triennale di organi amministrativi e contabili nonché all’assunzione di personale in varie società partecipate, abbia conferito incarichi fiduciari, abbia infine riconosciuto mansioni e ruoli superiori all’interno della stessa amministrazione. In tali ipotesi - si legge nell’esposto -, il Comune nelle proprie scelte, non avrebbe operato sulla base di una prudente

valutazione comparativa tra la rilevanza e l’urgenza dell’interesse pubblico da tutelare con l’emanazione dell’atto e l’esigenza di non precludere o comunque vincolare le scelte discrezionali degli organi neoeletti, soprattutto in relazione a provvedimenti, quali quelli adottati, di particolare impatto sulla vita della collettività locale». Nell’esposto viene citato l’art. 38 del D.Lgs n. 267/2000, secondo cui : "I Consigli durano in carica sino all’elezione dei nuovi, limitandosi, dopo la pubblicazione del decreto di indizione dei comizi elettorali, ad adottare gli atti urgenti e improrogabili". Nell’esposto è sottolineato come il Ministero dell’Interno ha avuto modo di chiarire quale sia l’estensione da riconoscere alla nozione di "atti urgenti ed improrogabili", e cioè quella rappresentata da scadenze fissate improrogabilmente dalla legge e/o il rilevante danno per l’Ente che deriverebbe da un ritardo nel provvedere.

I consiglieri spiegano quindi che, tutti gli atti relativi a nomine di organi amministrativi, assegnazioni di incarichi fiduciari, assunzione di personale, riconoscimento di ruoli e mansioni superiori all’interno dell’amministrazione, «qualora posti in essere dall’Amministrazione comunale di Catanzaro, dopo la pubblicazione del decreto di convocazione dei comizi, sarebbero totalmente privi dei requisiti di urgenza ed improrogabilità prescritti dalla normativa". I consiglieri del gruppo Pdl hanno pertanto chiesto al prefetto di Catanzaro "una immediata ed efficace azione di accertamento della denunciata situazione e l’adozione di tutti gli atti consequenziali diretti a garantire la par condicio fra le forze politiche che parteciperanno alle elezioni amministrative».

r.c.

Cgil: il primo maggio non si deve toccare CATANZARO - «Non toccate il primo maggio. La festa dei lavoratori è oggi più che mai una ricorrenza attuale per il forte valore simbolico e politico che questa giornata racchiude». Lo si legge in un comunicato della Cgil di Catanzaro-Lamezia in cui si fa riferimento anche a «forti pressioni da parte dei grandi Centri Commerciali che spingono gli operatori commerciali dei loro locali a tenere aperti i propri negozi, non tenendo in alcuna considerazione quanto stabilito dalla legge. Invitiamo le Istituzioni preposte a vigilare perché ciò non si verifichi. Non è possibile - continua la Cgil pensare che l’interesse economico possa prevalere sempre e comunque sulla dignità ed i diritti dei lavoratori e sul rispetto della legalità». «È importante festeggiare il Primo Maggio, perché è importante ricordare ai lavoratori quale è la loro grande forza se la solidarietà e la collettivizzazione dei bisogni si coniugano in proposte e battaglie per migliorare le condizioni del lavoro. Per questo il Primo Maggio - conclude - sarà per la Cgil di Catanzaro anche un’occasione per ricordare l’appuntamento di venerdì 6 maggio, lo Sciopero Generale che, come è noto, culminerà nella Manifestazione davanti alla Diga del Melito per chiederne lo sblocco dei lavori. Invitiamo i cittadini, i lavoratori e pensionati a partecipare alle tante manifestazioni che si terranno in occasione nei comuni della provincia di Catanzaro».

r.c.


Domenica 01 Maggio 2011 il Domani 15

CRONACHE Uno dei punti chiave del programma di Michele Traversa, candidato sindaco

«La rinascita della città parte dal turismo e da Lido» di Carmela Mirarchi CATANZARO - «La rinascita della città parte dallo sviluppo turistico e dal rilancio del quartiere marinaro: è questo un punto chiave del programma di Michele Traversa». E’ quanto scrive il Comitato Elettorale per Michele Traversa Sindaco, richiamando l’idea di "Catanzaro Città di Mare" cui è dedicato un intero capitolo del programma elettorale del centrodestra. «Catanzaro - spiega il Comitato - è una città di mare, e deve finalmente considerare questa immensa risorsa naturale come il volano della sua economia. Il quartiere marinaro, per la sua posizione strategica al centro del golfo di Squillace, dovrà essere quindi il motore economico dell’intera città, e la nuova amministrazione dovrà puntare in maniera prioritaria alla piena realizzazione delle sue potenzialita’ turistiche. In questo senso, assume una straordinaria rilevanza l’idea di realizzare un nuovo porto turistico alla foce dell’Alli. Il porto esistente spiega il Comitato -, da ultimare nel più breve tempo possibile, assolverà alla sua naturale funzione peschereccia, dando risposta alle aspettative legittime dei lavoratori del settore che vivono da decenni uno stato di gravedisagio. Tuttavia,

pur avendo le potenzialita’ per una frequentazione di pescherecci e imbarcazioni da carico, l’attuale porto non ha le caratteristiche e non e’ inserito in un contesto tale da consentire un adeguato sviluppo turistico del quartiere. A questa funzione sarà destinato il nuovo porto canale da realizzare alla foce dell’Alli, in un contesto come quello di Giovino, oggi libero da vincoli urbani e quindi pianificabile, nel quale esistono ampi spazi per sviluppare, nel pieno rispetto delle specificità ambientali e paesaggistiche, attività di tipo alberghiero e turistico e iniziative a servizio del porto. Occorre considerare, infatti,che tra i porti turistici di Roccella Jonica e Le Castella, ci sono oltre 100 chilometri di costa privi di un approdo per la nautica da diporto, indispensabile se si vuole puntare a potenziare l’offerta turistica del territorio. Attorno al porto canale, infatti, si dovra’ formare un vero e proprio polo economico e amministrativo, per le svariate attività produttive indotte dalla navigazione anche di piccolo cabotaggio. Basti pensare a tutta la rete di servizi da offrire ai diportisti attorno alla struttura portuale: dai posti barca ai collegamenti terrestri con le località turistiche interne, dagli esercizi commerciali

Traversa: F. Betania, dalla Regione risposte concrete

per gli approvvigionamenti alle attività artigianali per i servizi di manutenzione e riparazione, dai servizi di noleggio delle imbarcazioni al rimessaggio invernale, alla cantieristica navale di piccolo tonnellaggio, alle officine per la manutenzione delle imbarcazioni.Catanzaro seguirà quindil’esempio dei tanti paesi del Mediterraneo che, impegnando grandi risorse nella portualità, sono riusciti a catalizzare i flussi turistici e a generare floride economie. Con larealizzazione del porto turistico, saranno favorite le attività sportive legate alla nautica: dalla vela al diving, alla pesca sportiva. Ma anche progetti volti a favorire la conoscenza dell’ambiente, del territorio e del mare da parte dei giovani e a promuovere la conservazione del patrimonio costiero e marino. La vocazione turistica-balneare di Catanzaro Lido dovrà poi essere valorizzata con il ripascimento dell’arenile, il potenziamento dei servizi, l’incentivazione delle attività commerciali, e con interventi strutturali come la realizzazione del nuovo depuratore, il prolungamento del lungomare e la valorizzazione del grande parco costiero di Giovino».

Comitato elettorale per Michele Traversa Sindaco: il quartiere marinaro dovrà essere il motore economico dell’intera città e la nuova amministrazione dovrà puntare all sue potenzialità turistiche

CATANZARO - «Dalla Giunta regionale della Calabria arriva una decisione importante che consente di risolvere le gravi problematiche che investono Fondazione Betania e dare finalmente una risposta ai lavoratori». Lo afferma l’on. Michele Traversa, esponente del Pdl e candidato sindaco per il capoluogo di regione, esprimendo un plauso per l’approvazione da parte della Giunta Scopelliti della delibera riguardante il «regolamento attuativo sulle strutture residenziali per soggetti con minorazioni fisiche, psichiche e sensoriali: centri socio riabilitativi per disabili. Un provvedimento di cui io stesso ho sollecitato l’approvazione - spiega il candidato sindaco del centrodestra, on. Michele Traversa - per dare tranquillità alle famiglie dei tanti lavoratori della struttura, rimasti per mesisenza stipendio, ed in una non più sostenibile situazione di incertezza e precarietà. Con la decisione della Giunta regionale, si potrà guardare con fiducia al futuro di una struttura che svolge un ruolo importantissimo nella città di Catanzaro e nell’intera regione, e dei lavoratori che, nonostante le difficoltà, hanno continuato ad operare con grande professionalità e abnegazione per garantire cure e assistenza ai degenti».

r.c.

Rizza: «La Pineta di Giovino sia una priorità della nuova amministrazione» CATANZARO - «Partire dalle eredità dei padri per costruire il futuro dei nostri figli. E’ stato questo il concetto che il giorno della presentazione della mia candidatura ho voluto trasmettere ed è su questa strada che vorrei costruire il mio percorso politico condiviso con i tanti che il questi giorni incontro e con cui mi confronto». E’ quanto dichiara, a quindici giorni dal voto, Roberto Rizza, candidato per il rinnovo del consiglio comunale da indipendente nella lista di Alleanza di Centro. «Buttare il bambino con tutta l’acqua sporca significa distruggere e mai conservare, - dice Roberto Rizza - come purtroppo spesso in questa città è stato fatto, conservare e

valorizzare invece è il presupposto per crescere e migliorare. E questa è sempre una scelta politica. Ma la differenza tra una scelta politica semplice e una scelta politica lungimirante sta proprio nella capacità di non abbandonare al proprio destino ciò che non si è materialmente creato. Ecco perché ci sono angoli, pezzi della nostra città che sono stati riqualificati in cui si è investito senza che ci sia stata una successiva programmazione. Penso in maniera particolare alla Pineta di Giovino. Un progetto portato avanti con tenacia, il cui sviluppo ad un certo punto si è arenato. La pineta costituisce non solo un polmone verde per il quartiere marinaro

ma è un’area dalle enormi potenzialità che vanno dallo sport, al turismo alle attività ricreative. Un’area che, adeguatamente attrezzata e messa a sistema, può diventare un preziosissimo angolo a servizio della comunità. Il primo passo da fare è certamente quello della messa in sicurezza dell’area perché diventi fruibile in piena libertà da parte di tutti. Va poi portato a termine il progetto di riqualificazione iniziato qualche lustro addietro. Aree attrezzate per bambini, famiglie e sportivi, ma anche percorsi per anziani e accesso agevole per i portatori di handicap. La pineta di Giovino - conclude Roberto Rizza, giovane candidato al consiglio comu-

nale nella coalizione del centrodestra deve duplicare altri esempi vincenti presenti in città diventando un punto di riferimento per tutti».

r.c.


16

il Domani Domenica 01 Maggio 2011

CRONACHE CATANZARO - E’ l’8 maggio la data prescelta per la prima edizione dell’evento di beneficenza " In concerto per la vita", iniziativa promossa dall’Associazione 106 "Tommaso Monterossi" in collaborazione con l’Amministrazione Provinciale di Catanzaro e con l’Anas. "In concerto per la vita", un titolo esemplificativo scelto per rendere fruibile con semplicità il messaggio di speranza e di concretezza che l’Associazione 106 "Tommaso Monterossi" ha deciso di "cantare" a squarcia gola a quanti hanno a cuore il diritto alla vita e al viaggiare in sicurezza su una delle strade più pericolose d’Italia. E’ conosciuta con il no-

In concerto per la vita, per la ristrutturazione della statale 106 me di "strada della morte" la Strada Statale 106 che a troppi è costata vita,dolori e sofferenze. Affinchè si possa mettere freno al tasso di mortalità e di incidentalità sulla statale ionica l’Associazione 106 ha deciso di diventare protagonista e di scendere in campo nella battaglia che pretende che essa diventi "la strada della vita" nella piena consapevolezza che i fondi a disposizione non sono sufficienti, quanto meno

nell’immediatezza, a garantire la sicurezza nella viabilità su una strada strategica anche per lo sviluppo economico della nostra Calabria. Con l’intento di accumulare una somma da destinare ad opere di strutturazione e manutenzione della S.S. 106 è nata l’iniziativa "In concerto per la vita" che ha messo "in concerto" appunto istituzioni, associazioni, giovani e band locali verso un unico grande obiettivo orientato

al diritto alla vita, ad una guida consapevole e responsabile ed ad il diritto a viaggiare sicuri. Finalità quest’ultime che l’Associazione 106 "Tommaso Monterossi" ha deciso di "far sentire" attraverso la musica ed i testi di quattro tra le band locali emergenti: Eman & Kuanito & Rebeldia & Maddawg , Quarto Bra., Meat for dogs e Neraluce. La musica made in Calabria unita per la vita dunque per un processo di

sensibilizzazione costante che veicola un messaggio di speranza attraversounospettacolomusicale, una campagna anti-alcool alla guida e la creazione di un fondo inteso quale elemento simbolico ed allo stesso tempo concreto dell’impegno e della responsabilità che l’Associazione 106 "Tommaso Monterossi" ha e vuole continuare ad avere per meritare la rappresentanza e la fiducia di tanti cittadini che hanno il diritto e la pretesa di viaggiare sicuri. L’appuntamento è per l’8 maggio alle ore 20.30 al Gran Teatro "Le Fontane". r.c.

Tentata violenza, chiesta condanna per l’ex dirigente scolastico di Cropani di Anna Bolle CROPANI - E’ di tre anni di reclusione la pena richiesta dalla pubblica accusa al tribunale collegiale del capoluogo calabrese nei confronti di Pietro Catanzaro, di Cropani, imputato nella sua qualità di dirigente scolastico per tentata violenza e concussione continuata e finalizzata ad ottenere "favori sessuali" da parte di un’insegnante dell’istituto che dirigeva. Il sostituto procuratore Alberto Cianfarini ha concluso la propria requisitoria sollecitando il collegio a condannare l’uomo, per il quale ha quantificato la pena in

tre anni con concessione di tutte le attenuanti del caso. Il processo proseguirà il primo luglio, quando la parola passerà al legale dell’insegnante che sarebbe stata vittima dei tentati abusi, costituita partecivile e rappresentata dall’avvocato Natalina Raffaelli, edi nfine al difensore dell’imputato, l’avvocato Pietro Funaro, prima della sentenza. Nella richiesta di rinvio a giudizio che descrive le accuse contro l’ex preside - confermate nel corso del

dibattimento da un teste che ha riferito di aver sentito l’imputato dire all’insegnante che lo ha denunciato «se non sei compiacente con me ti faccio fare la supplenze» - si legge che «il dottor Pietro Catanzaro, in qualità di dirigente scolastico dell’Istituto Comprensivo di Cropani, con violenza ed abusando della propria autorità, tentava di costringere l’insegnante a compiere e a subire atti sessuali contro la sua volontà». Accuse, queste, ricostruite dopo indagini durate più di due anni, e sfociate, il 30 aprile 2010, nel decretodel giudice dell’udienza preliminare Emma Sonni che ha di-

sposto il rinvio a giudizio di Catanzaro imputandolo di tentata violenza sessuale, maltrattamenti commessi nei confronti di un’insegnante a lui sottoposta e di concussione perchè, secondo l’accusa, «sempre nella qualità di incaricato di pubblico servizio, abusando dei suoi poteri, mediante l’adozione di provvedimenti dal contenuto pregiudizievole nei confronti dell’insegnante, e comunque abusando della sua qualità, ossia tenendo nei con-

fronti della stessa insegnante una condotta discriminatoria e prevaricatrice, compiva atti idonei diretti in modo non equivoco a

costringere e/o indurre la predetta a concedergli indebitamente favori di tipo sessuale, evento non verificatosi per cause indipenden-

ti dalla propria volontà, segnatamente a cagione dei reiterati dinieghi della persona offesa».


Domenica 01 Maggio 2011 il Domani 17

CRONACHE Nella chiusura è risultato un avanzo di amministrazione pari a 993.156 euro

Comune, la Giunta approva il bilancio consuntivo del 2010 di Mario Mirabello LAMEZIA TERME - La Giunta comunale di Lamezia Terme, su proposta dell’assessore al Bilancio Aldo Ferrise, ha deliberato in merito al bilancio consuntivo dell’anno 2010 dell’Ente che dovrà ora, previo parere del collegio dei revisori, essere sottoposto all’attenzione del Consiglio comunale per l’approvazione. Bilancio consuntivo che chiude con un avanzo di amministrazione pari a 993.156 euro. La giunta ha inoltre deliberato in merito alla proposta di destinazione di tale avanzo da sottoporre al Consiglio comunale, così ripartito: 550.000 euro da destinare alla copertura delle previstespesenecessarieperorganizzare nella maniera migliore lo storico evento della visita del Papa prevista per il prossimo mese di ottobre; 150.000 euro da destinare alla copertura delle prime spese necessarie per la bonifica e lo sgombero del campo rom in ossequio al noto provvedimento della Procura della Repubbli-

ca; 243.156 euro quali fondi non vincolati. «Le previsioni di destinazione di parte dell’avanzo - hanno spiegato dall’amministrazione - e cioè la visita del Papa e la questioneromdevonoessereconsiderate e classificate nella categoria di spese "una tantum" e quindi irripetibili, ragione per cui viene legittimata l’eventuale applicazione di parte dell’avanzo. Dalla lettura del bilancio emerge inoltre una sofferenza di fondo delle casse comunali per quanto concerne una crisi di liquidità che ha determinato una anticipazione di cassa da parte del Tesoriere di circa 6 milioni di euro riferita alla data del 31/12/2010. Ciò è l’effetto di una serie di cause concomitanti che hanno costretto il comune ad anticipare delle risorse in attesa di ricevere le previste entrate». In particolare il riferimento è agli oltre 1,7 milioni che l’ente ha anticipato per le spese di gestione del Tribunale e che alla data di riferimento il Ministero della Giu-

stizia non aveva ancora corrisposto. Circa altri 2,7 milioni di euro il comune li accredita dal Ministero degli Interni per trasferimenti già deliberati ma non ancora erogati. Inoltre l’Ente accredita oltre 1,8 milioni di euro dalla Regione Calabria per le anticipazioni fatte per suo conto relative a spese ed oneri che dovranno essere incassati nel corso del 2011. «La cronicità della carenza di liquidità ha spiegato l’assessore Ferrise -è determinata dalla lentezza nell’attività di riscossione daparte di Equitalia dei ruoli esecutivi già trasmessi dall’Ente. Tale ridotta incisività nell’attività diriscossione da parte del concessionario rappresenta un’annosaquestione che l’Amministrazione comunale sta affrontando energicamente sia sollecitando continuamente Equitalia sia studiando concretamente soluzioni alternative che potrebbero garantire risultati migliori e più efficaci».

Soveria M., opera teatrale degli studenti ispirata al giudice Scopelliti SOVERIA MANNELLI - Quaranta alunni delle scuole medie Rodari di Soveria Mannelli e Carlopoli si esibiranno domani sul palco del Teatro Lendi di S. Irpino, in provincia di Caserta, in "Nino, che silenzio stasera" del regista Gregorio Calabretta. Si tratta della prima rappresentazione pubblica dell’opera ispirata all’esempio di legalità del giudice Antonino Scopelliti, ucciso dalla mafia a Campo Calabro, di cui ricorre il ventennale della scomparsa. L’attività teatrale è inserita nel progetto "Legali al Sud", finanziato dall’Unione Europea con fondi Por Fse e prevede la partecipazione alla XIII edizione del Festival Nazionale di Teatro per le scuole "PulciNellaMente" di S. Arpino. r.c.


18

il Domani Domenica 01 Maggio 2011

CRONACHE Manifestazioni a Cosenza e Rende alla presenza di Giovanardi e Quagliariello

I vertici del Pdl in Calabria per Occhiuto e Palazzo di Carmela Mirarchi COSENZA - «Si risolverà bene». Lo ha detto a Cosenza Carlo Giovanardi, sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, facendo riferimento alle divisioni tra Berlusconi e Bossi sull’intervento militare dell’Italia in Libia. «Questo perché - ha continuato Giovanardi - molte ragioni le ha Berlusconi così come molte le ha anche Bossi. Credo, comunque, che un punto di incontro si possa trovare. Berlusconi e Bossi, a mio parere, in realtà la pensano allo stesso modo e quindi sono certo che il problema si supererà facilmente». Giovanardi ha partecipato ieri ad un’iniziativa del centrodestra di sostegno ai candidati a sindaco di Cosenza e Rende, Mario Occhiuto e Innocenzo Palazzo. «C’é un vecchio adagio alpino che recita così: barcollo ma non crollo». Così il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, Carlo Giovanardi, rispondendo a Cosenza ad una domanda sulla stabilità del Governo. «C’é un grande fermento internazionale. Sta succedendo di tutto - ha aggiunto Giovanardi - eppure il Governo è lì che, nonostante tutto, opera e continua a farlo a mio giudizio anche bene. E sono certo che lo farà fino alla fine della legislatura, anche perché l’oppo-

Negli interventi dei due esponenti del Pdl toccati temi internazioni ma anche quelli relativi agli equilibri all’interno della maggioranza di Governo

sizione è assai contraddittoria. Non c’é un’idea di governo e mi sembra che siano gli uni diversi dagli altri». Giovanardi, rispondendo ad una domanda sul gruppo dei Responsabili, ha detto che «al di là della facile ironia, è gente che ha lavorato bene. Il gruppo è stato

discussione franca e pacata. La realtà di questo Governo è ben diversa da quella del Governo precedente e anche dell’opposizione precedente. Ci sono, comunque, delle sfumature e dei problemi che vann chiariti» ha detto Gaetano Quagliariello, vicepresidente dei senatori del

determinante ed é giusto che abbia un ruolo». «Penso che sia un momento difficile a livello internazionale che il governo sta affrontando con la serietà che il momento richiede». Ha detto a Cosenza, a margine di una manifestazione elettorale, il vicepresidente dei senatori del Pdl, Gaetano Quagliariello. «Il vero problema, ed è un problema epocale - ha aggiunto - è quello che si pone a livello internazionale in un’area del mondo importante . E’ scoppiata una febbre democratica che ha messo in dubbio i vecchi equilibri ed i vecchi regimi che erano di contenimento. Questa febbre è però aperta a soluzioni differenti. Un Paese come l’Italia - ha concluso Qauagliariello - deve muoversi nel quadro di una responsabilità internazionale e di un’alleanza che è sperimentata. E all’interno di questo quadro deve difendere i suoi legittimi interessi nazionali. Con la Lega i rapporti in questi anni si sono basati sulla

Pdl. «Credo che la mozione della Lega ha aggiunto - sia un passo che va nella giusta direzione, ma i problemi si chiariscono all’interno del governo. Mi sembra che le divisioni che sono scoppiate nell’opposizione siano molto più radicate perché non si tratta di sfumature, ma di prospettive di fatto. Queste divisioni riguardano anche il Pd, che è il principale partito d’opposizione. Ed è significativo, in questo senso, quanto sostiene oggi Veltroni sul Foglio: immaginiamoci quale sarebbe la situazione dell’Italia se oggi ci fosse un altro Governo a gestire questa situazione. Se se ne rendono conto i nostri avversari - ha concluso Quagliariello noi abbiamo materia ulteriore per essere responsabili e dimostrare che questo è il Governo migliore che il Paese può avere anche in una contingenza così difficile. In ogni caso il Governo porterà a termine la legislatura».

COSENZA - «Ho appreso dalla lettura dei giornali del vile atto intimidatorio ai danni del candidato a sindaco di Cosenza Salvatore Pichierri. Gli esprimo pubblicamente la mia massima solidarietà e nel contempo manifesto l’immenso sdegno provato nell’apprendere di questo criminoso gesto di lasciare davanti alla sua segreteria politica pesci mozzati con un messaggio minatorio chiaramente teso a fargli abbandonare l’impegno in atto per le amministrative». A dichiararlo è il candidato sindaco di Cosenza Mario Occhiuto. «A Pichierri, al suo movimento Democrazia Mediterranea ed ai tanti giovani candidati nelle sue liste - prosegue il candidato a sindaco del centrodestra Mario Occhiuto - va il mio sostegno morale e l’invito a non ritirare la candidatura. Spero che le forze dell’ordine riescano a far luce sull’accaduto per sgombrare ogni dubbio da eventuali collegamenti con la campagna elettorale in corso che, io personalmente, ho voluto improntare all’insegna dei contenuti e non dei veleni o degli scontri con gli avversari. Sono fra l’altro reduce da uno strano furto nella mia segreteria ed - conclude - esorto pertanto Pichierri a non farsi intimorire da azioni come quella appena subita».

r.c.

Usura, quattro fratelli ai domiciliari

Udc e Pld non saranno in consiglio COSENZA - I gruppi consiliari del Pdl e dell’Udc non hanno preso parte ieri pomeriggio ai lavori del Consiglio comunale che ha discucco il consuntivo del bilancio 2010. Lo riferiscono, in una nota, i presidenti dei due gruppi consiliari, Vincenzo Adamo e Massimo Commodaro. «In questi cinque anni di amministrazione Perugini - aggiungono - abbiamo rappresentato, insieme ad altri gruppi e consiglieri comunali, l’unica vera opposizione, non facendo mai mancare, in consiglio comunale e fuori di esso, la nostra voce critica sull’operato di un’amministrazione i cui pessimi risultati sono sotto gli occhi di tutti. Anche questa sera, attraverso la

Occhiuto: sdegno per l’intimidazione a Salvatore Piccheri

nostra assenza motivata, continuiamo a dimostrare a quella parte della città che ci ha votato, e che oggi è divenuta maggioritaria, che la nostra azione di ferma ed intransigente opposizione non subisce arretramenti. La maggioranza che ha sorretto Perugini in questi anni ora lo abbandona, solo ora che volge al termine questa consiliatura, solo ora che incombe una nuova tornata elettorale. Noi non ci prestiamo, saremo sempre e comunque all’opposizione, nelle enunciazioni e nei fatti, fino all’ultimo secondo di questa negativa esperienza amministrativa». r.c.

COSENZA - Nella serata di venerdì i carabinieri del Comando Stazione di Roggiano Gravina (Cosenza) hanno trattoin arresto, e posto ai domiciliari, due fratelli del luogo, accusati di usura aggravata e tentata estorsione ai danni di un professionista quarantenne. La vittima, in difficolta’economiche, si sarebbe rivolta ai due per avere dei contanti. I due fratelli le prestano circa 20.000 euro, con la clausola diavere pero’ l’interesse del 30% all’anno. All’impossibilità della donna di rispettare l’accordo,inizianominacceepressioni. Poi la donna decide di rivolgersi ai militari, le cui indagini avrebbero confermato quanto denunciato dalla vittima.

Nei prossimi giorni si terrà l’interrogatorio di garanzia dei due fratelli.

r.c.


Domenica 01 Maggio 2011 il Domani 19

CRONACHE Il candidato sindaco ha presentato il suo programma e si è rivolto agli universitari

Paolini: i mille posti di lavoro saranno una realtà di Carmela Mirarchi COSENZA - «I mille posti di lavoro non sono un espediente elettorale, ma saranno realtà. Costruiremo a Cosenza il Villaggio dell’Innovazione che sarà realizzato nell’ex azienda Mancuso&Ferro del Centro Storico. Ci rivolgiamo ai tanti giovani che escono dalle Università: costituite il vostro studio associato di architetti,ingegneri,comunicatori,avvocati, web master. Noi vi daremo la sede, la connessione a Internet, i servizi essenziali di accompagnamento e supporto per quel che riguarda l’amministrazione e la nascita di queste forme imprenditoriali. Queste aziende abbatteranno i costi. La proposta che facciamo ai giovani è: piuttosto che passare 2-3 anni tra stage, forme di lavoro sottopagato, contratti atipici, scommettete su voi stessi. A ciò si aggiungeranno la costituzione di tre società pubbliche: Cosenza Servizi, Cosenza Mobilità, Cosenza Salute, economicamente indipendenti e capaci di offrire servizi innovativi ed efficienti». Il candidato a sindaco Enzo Paolini spiega così come Cosenza avrà 1000 nuovi posti di lavoro. La presentazione del programma elettorale non è stata una mera enunciazione di promesse, il candidato a sin-

daco ha dimostrato praticamente come cambierà il volto della città. Su un maxischermo è stato proiettato il nuovo portale del Comune, dove il cittadino diventa utente protagonista. Inoltre, per ogni opera che sarà realizzata sono stati enunciati costi e tempi di realizzazione. Enzo Paolini ha spiegato come renderà competitiva la città di Cosenza dal punto di vista della mobilità (metropolitana leggera, piste ciclabili), della sostenibilità con la realizzazione dei nuovi cinque parchi urbani, della cultura con la realizzazione

«Costruiremo a Cosenza il Villaggio dell’Innovazione che sarà realizzato nell’ex azienda Mancuso&Ferro del Centro storico. Ci rivolgiamo ai tanti giovani che escono dalle Università: costituite il vostro studio associato»

nell’ex deposito della Ferrovia della Calabria di un Centro delle solidarietà e delle nuove culture. Spazio anche per il risparmio energetico con l’installazione di impianti fotovoltaici sugli edifici comunali, sulla riduzione dello spreco dell’acqua e la riduzione della tarsu grazie alla raccolta differenziata. «Il programma che presentiamo alla città di Cosenza è frutto di un ascolto di diversi soggetti sociali, culturali, dei quartieri, delle professioni, del mondo artigianale, commerciale ed imprenditoriale che operano nella città ed è frutto - ha dichiarato il candidato a sindaco - dell’apporto di competenze e contributi finalizzati a disegnare la migliore Cosenza di sempre. La nostra idea è rilanciare il ruolo guida della città di Cosenza in Calabria, di valorizzare la sua propulsione culturale, innovativa, moderna, motore di un processo di crescita e di trasformazione del territorio. Una città -ha sottolineato il candidato a Sindaco - nella quale tanti giovani possano trovare la gioia di vivere e opportunità di lavoro qualificato e creativo. Una città inclusiva nella quale le periferie ed i quartieri popolari diventino il centro di una nuova crescita di servizi qualificati e di formazione».

La presentazione del programma elettorale non è stata una mera enunciazione di promesse, il candidato a sindaco ha dimostrato praticamente come cambierà il volto della città

COSENZA - Nel programma presentato dal Paolini il candidato parla di: «Una città che realizzi un servizio sanitario qualificato - ha proseguito - per la tutela della salute di tutti i cittadini e che, in questo quadro, punti a rilanciare come priorità assoluta, la funzione dell’ospedale regionale dell’Annunziata come struttura nella quale realizzare servizi e prestazioni di eccellenza come spetta alla città capoluogo della più grande provincia della Calabria. Saremo aperti al dialogo, ma intransigenti verso atteggiamenti di chiusura quali quelli che stiamo registrando ai danni della nostra città - ha specificato ancora il candidato a sindaco - da parte di chi ha la responsabilità del governo della Regione, a partire dal suo Presidente, on. Scopelliti. Cosenza per rinascere deve riappropriarsi con determinazione della sua funzione che storicamente ne ha fatto una realtà dinamica, culturalmente avanzata, politicamente all’avanguardia"."Abbiamo titoli sufficienti e grande volontà di spendere tutte le nostre energie in questa direzione.Altri, - ha concluso Paolini che sono funzionali e sottomessi ad un disegno che vorrebbe la nostra città subalterna e marginale ad una concezione "reggiocentrica" della Calabria, non so se hanno titoli e coraggio per dire la stessa cosa».

r.c.

Furto inerti, arrestato un uomo a Crosia

Presentato il nuovo volume di Bruni COSENZA - Lo sciamano è uno scrittore? Quanta cultura sciamanica c’é nel linguaggio e nella formazione dell’ultimo romanzo di Pierfranco Bruni? Un interrogativo che è stato posto più volte nel corso della presentazione avvenuta nell’elegante Terrazzo della Casa Editrice Pellegrini di Cosenza. Con successo il romanzo di Pierfranco Bruni dal titolo "La bicicletta di mio padre" edito in una sobria edizione della Pellegrini ha suscitato interesse ed ha innescato una discussione sia letteraria che estetica, sia mitico - simbolica sia religiosa e filosofica. "La bicicletta di mio padre". Un titolo che sembra richiamare un’immaginerealista,quasioggettuale,

«Rilanciare il ruolo dell’ospedale dell’Annunziata»

ma il profilo è uno scavo in quell’antropologia dell’anima che ha fatto dire ai relatori che il romanzo si innova costantemente proprio nel taglio lirico metafisico. Per la presentazione sono stati chiamati a discutere il critico letterario Alberico Guarnieri, attento conoscitore della storia della letteratura europea, la scrittrice Katia Misitano, autrice di studi su Dante, il giornalista della Rai Pasqualino Pandullo, preciso impaginatore del rapporto tra letteratura e società. I lavori sono stati condotti dal capo ufficio stampa della Pellegrini Antonietta Cozza. r.c.

ROSSANO- Il personale del Comando Stazione di Rossano durante un servizio di prevenzione e repressione dei reati ambientali, ha tratto in arresto un uomo, G.C. di 44 anni di Rossano, per furto di materiale inerte. L’uomo è stato bloccato dopo un breve inseguimento in nel comune di Crosia a bordo di un autocarro carico di materiale inerte diprovenienza furtiva prelevato dall’alveo del fiume Trionto ed in particolare nella località "Fiumara Trionto". L’uomo è stato notato, nonostante le pessime condizioni del tempo, mentre prelevava il materiale dall’alveo del fiume dagli uomini del Corpo Forestale

che lo hanno dopo poco bloccato dopo una breve fuga a bordo dell’automezzo, posto in seguito sotto sequestro, sull’argine del fiume Trionto. Particolare attenzione viene posta sul territorio da parte degli uomini della Stazione di Rossano che continuano nel lavoro di tutela del proprio territorio sotto le direttive del Comando Provinciale di Cosenza in particolare verso le problematiche ambientali che vedono in prima linea il Corpo Forestale dello Stato.

r.c.


20

il Domani Domenica 01 Maggio 2011

CRONACHE Sono stati diversi e molto interessanti gli interventi e le proposte per la città

Forum con Massimo Canale sul sistema dei trasporti reggini di Monica Dea REGGIO CALABRIA - Si è tenuto al Centro Servizi L’Acquario il forum "Quale idea di mobilità?". Anche in questa occasione Massimo Canale ha allestito un dibattito intorno ad uno dei nodi cruciali per il destino di Reggio Calabria: il sistema dei trasporti. Il forum si è caratterizzato per l’elevato spessore tecnico degli interventi, in primis quello del prof. Domenico Gattuso. Il suo intervento è stato approfondito e illuminante. La colonna portante del suo edificio tematico è un’idea semplice e suggestiva: l’equosostenibilità. Il Prof. Gattuso ha posto l’attenzione a opere costose ma la cui utilità appare dubbia: il primo pensiero va al Tapis Roulant, tanto voluto dall’attuale amministrazione, poco utilizzato proprio perché posto in una zona non strategica. Nello specifico, il Prof. Gattuso ha suggerito la creazione

di una linea di autobus "a cinghia", in per collegare il centro con le periferie. L’intervento della prof.ssa Nadia Postorino si è incentrato invece sulla necessità di considerare i trasporti come un vero e proprio sistema. Il mal funzionamento dei trasporti ha causato una spiccata pre-

Il forum si è caratterizzato per l’elevato spessore tecnico degli interventi, in primis quello del professor Domenico Gattuso. Il suo intervento è stato approfondito. La colonna portante è un’idea semplice: l’equosostenibilità

ferenza da parte dei cittadini per l’auto privata. Ciò ha aumentato il traffico, peggiorando la situazione della mobilità. Particolarmente interessante è stato anche l’intervento dell’Ing. Enzo Filardo, amministratore unico dell’Atam, che ha plaudito al percorso civico e culturale di Massimo Canale e ha sottolineato la pienezza di contenuti espressi in forum come questo. Secondo Filardo è in gioco la sfida tra un modello di socialità e un modello di individualismo, che deve essere vinta dal primo.Ultimi interventi quelli di Alessia Stellitano, studentessa di Architettura, che ha diretto una critica all’RFI per la riduzione progressiva degli investimenti nello Stretto, e Letizia Cardile, esponente della Cgil, la quale ha auspicato l’istituzione di round table permanenti tra la futura giunta, Trenitalia e gli addetti ai lavori del trasporto pubblico.

Rifiutano di fare da padrini, coniugi perseguitati DELIANUOVA - Il rifiuto di fare da padrini di battesimo alla figlia di una trentenne è costato caro ad una coppia di coniugi di Delianuova. L’autrice degli atti persecutori è stata arrestata dai carabinieri del centro aspromontano: Caterina Princi, 32 anni, dovrà rispondere del reato di stalking. L’arresto della giovane è il secondo atto di una storia che nel gennaio scorso aveva già fatto scattare le manette ai polsi della donna e, nel febbraio successivo, una condanna a sei mesi di carcere inflittale dai giudici del tribunale di Palmi. I fatti però erano iniziati nel 2008, quando, dopo il rifiuto del "Sangiovanni", la Princi ha messo in atto le sue persecuzioni: con telefonate; con lettere dal contenuto ingiurioso e minaccioso e con incursioni presso l’esercizio commerciale della coppia. rc


Domenica 01 Maggio 2011 il Domani 21

CRONACHE Il destino dei dipendenti agita molte persone in attesa di ottenere garanzie

Nucera a Bovalino per dare sostegno ai lavoratori dell’Afor di Marco Di Meo BOVALINO - Le questioni pendenti degli enti Afor e Arssa, entrambi impegnati nel settore agricolo calabrese ed entrambi con un futuro incerto, sono entrate nel dibattito preelettorale. Il destino dei dipendenti, del resto, agita molte persone, in attesa di trovare un interlocutore affidabile per ottenere maggiori garanzie. Questi temi sono stati al centro dell’incontro che si è svolto due giorni fa a Bovalino tra Giovanni Nucera, segretario questore del Consiglio regionale della Calabria, la candidata al Consiglio provinciale di Reggio Calabria per i Popolari liberali la dottoressa Polimeno e gli operai dell’Afor. «Il quadro delineato dalla giunta regionale - ha affermato il segretario regionale dei "Popolari e Liberali" con la recente illustrazione delle linee programmatiche su cui verterà la proposta di riordino del settore agricolo-forestale che prevede l’accorpamento di Afor e Arssa è un passo di notevole importanza anche perché si inserisce perfettamente all’interno di un percorso già avviato da tempo attraverso tutta una serie di iniziative e proposte di legge riguardanti proprio la valorizzazione del comparto boschivo ed agricolo calabrese». Non ultima, ha ricordato Nucera, il progetto di

legge regionale di sua iniziativa concernente la tutela e valorizzazione del patrimonio e dell’economia forestale. In quel testo si ribadisce, fra le altre cose, l’assoluta centralità della conservazione attiva dell’elemento territoriale, con tutti i valori e le funzioni che è in grado di esprimere, attraverso il mantenimento di un’economia vitale legata alla montagna e al bosco. «In tal senso ha poi precisato Nucera, l’indirizzo tracciato dal governo regionale deve necessariamente procedere in maniera convinta e senza esitazioni,nelladirezionedellavalorizzazione delle risorse umane, del pieno rispetto dei livelli occupazionali, del rilancio del piano di riorganizzazione della forestazione calabrese, del recupero dell’industria boschiva. Se questi sono i presupposti di garanzia e di proposta per dare nuovo impulso ad un settore di vitale importanza per la Calabria - ha aggiunto non esiteremo ad appoggiare l’iniziativa avviata dalla giunta». Il consigliere regionale è inoltre intervenuto in merito alla situazione del fabbricato di proprietà

dell’Afor di Brigà a Bovalino che, come è stato ribadito «non può certo rimanere un rudere, ma occorre predisporre quanto prima una destinazione appropriata alle funzioni che tramite quella struttura è possibile svolgere». Nucera è poi ritornato sul punto centrale che caratterizza tutta la questione del settore forestale calabrese: il patrimonio costituito dal personale idraulico-forestale rispetto al quale, ha auspicato: «è quanto mai opportuno che la politica delle risorse umane non venga delegata alle province ma resti nelle mani della Regione, a garanzia dei lavoratori stessi. Per questi ultimi infatti è doveroso continuare nell’azione di miglioramento delle condizioni lavorative, attraverso una più razionale e idonea organizzazione del lavoro e soprattutto, nel pieno rispetto del più generale quadro dei diritti che spettano a questi lavoratori». D’accordo con lui anche la sua candidata Polimeni, che ha espresso, tra l’altro, pieno sostegno ai dipendenti dell’Afor.

«Il quadro delineato dalla giunta regionale è un passo di notevole importanza anche perché si inserisce all’interno di un percorso già avviato da tempo»

La strada giusta, ciclisti ricevuti a Palazzo San Giorgio dal consigliere Antonio Pizzimenti

REGGIO CALABRIA - Ricevuti ieri mattina a Palazzo San Giorgio i ciclisti partiti da Marsala, in occasione della manifestazione "La strada giusta". Ad accoglierli il Consigliere Comunale Antonio Pizzimenti che, in qualità di padrone di casa, ha porto loro il saluto della città di Reggio Calabria. La manifestazione nasce da un’iniziativa del Comune di Chiaravalle, in occasione delle celebrazioni per l’Unità d’Italia, e consiste in una staffetta ciclistica partita da Marsala, città simbolo dell’unificazione grazie allo sbarco dei Mille. L’itinerario unisce due luoghi simbolo dell’Unità d’Italia da Sud a Nord, da Marsala a Torino, prima capitale d’Italia. «Una lodevole iniziativa - sono state le parole del Con-

sigliere Antonio Pizzimenti - ulteriore occasione per ricordare l’importanza di questo anniversario che rievoca valori che non vanno assolutamente dispersi ma, al contrario, tutelati e tramandati di generazione in generazione. Il 150esimo celebra un periodo di gradi ideali, un’epoca in cui si guardava al futuro con ottimismo e coraggio. L’Italia unita, l’Italia indivisibile; perché il BelPaese, con le sue diversità e peculiarità costituisce una ricchezza per tutti. E’ per questo che accolgo con gioia i ciclisti volontari che hanno deciso farsi portatori di questi valori fondamentali da Nord a Sud della Penisola e sono felice che la città di Reggio Calabria sia rientrata tra le tappe della manifestazione». Spinta

Rapina un’anziano 27enne messinese arrestato di Marco Viola VILLA SAN GIOVANNI - Personale della Compagnia di Villa San Giovanni ha dato esecuzione ad una ordinanza di custodia cautelare del Gip di Reggio Calabria. nei confronti di Salvatore Curro’27 anni, originario di Messina. I fatti risalgono al 3 marzo scorso, quando il Currò, già sottoposto agli arresti domiciliari presso la comunità di recupero "Cereso" di Sant’Alessio in Aspromonte era evaso dalla stessa comunità facendo perdere le sue tracce. Per questo reato il Currò era stato nuovamente tratto in arresto diverse ore dopo la fuga. Le indagini poste in essere dai militari della Compagnia di Villa San Giovanni ed in particolare dalle Stazioni di Santo Stefano in Aspromonte e di Calanna, hanno permesso di ricostruire le concitate fasi di tale fuga. Cosi si è riusciti a risalire al fatto che il fuggitivo, immediatamente dopo aver lasciato la comunità presso la quale era ristretto, aveva raggiunto a piedi l’abitato di Laganadi, dove aveva rapinato un’autovettura ad un anziano residente che era stato malmenato e minacciato pesantemente dopo essere stato sbalzato fuori dall’auto. Ricostruiti tutti i movimenti del Currò, i militari dell’Arma hanno raccolto inconfutabili indizi di reità a carico dello stesso, da cui lo scaturire della misura restrittiva da parte dell’Autorità Giudiziaria. L’arrestato, dopo le formalità di rito, è stato associato presso la casa circondariale.

promotrice dell’iniziativa la convinzione che l’unità d’Italia sia un vincolo fondamentale della nostra Carta Costituzionale da valorizzare e celebrare per far rivivere i valori di libertà, progresso e democrazia, che hanno ispirato i Padri Costituenti e che guidano, ancora oggi, il nostro paese. «Si tratta di un vero e proprio messaggio di unità affidato a gruppi di ciclisti che attraversano l’Italia in bicicletta - ha concluso Pizzimenti -; l’iniziativaconiuga,accantoaivalori evocati dalla Ricorrenza, anche quelli non meno encomiabili dello sport».Infine, il Consigliere ha firmato la Carta d’identità della Città che una delegazione di ciclisti recapiterà al Presidente della Repubblica.


22

il Domani Domenica 01 Maggio 2011

CRONACHE L’assessore regionale all’Ambiente replica a Greco: solo fandonie e corbellerie

Pugliano: rifiuti, protesta dei sindaci è stata propaganda di Carmela Mirarchi CROTONE - «Il mio predecessore, il professore Silvio Greco ha fatto una rappresentazione distorta della realtà sull’emergenza rifiuti in Calabria». E’ quanto ha affermato ieri l’assessore regionale all’Ambiente Francesco Pugliano nel corso di una conferenza stampa da lui convocata nella sala Azzurra del palazzo della Provincia di Crotone, per «confutare la mistificazione della realtà, le fandonie e le corbellerie dette nell’ultima settimana» secondo Pugliano da esponenti del centrosinistra regionale edella provincia di Crotone a proposito della situazione critica del ciclo dei rifiuti in Calabria. «Greco - ha aggiunto Pugliano tre giorni fa ha firmato una nota nella quale sostiene che questo governo regionale di centrodestra sta mettendo in crisi la Calabria. Perchè non ha dato seguito a quello che il precedente governo regionale ed il precedente ufficio del commissario avevano cercato di programmare. E cioè nulla. Greco parla di

«Mi chiedo come mai il precedente esecutivo Loiero non abbia pensato di vedere come curare il principale problema dell’emergenza rifiuti in Calabria che è il contenzioso con la società Veolia che si è gonfiato sotto il governo Loiero»

Arlacchi a sostegno di Vallone: gli elettori ascoltino i programmi dei candidati

incontri quindicinali tra lui, l’ex presidente Loiero, i presidenti delle Province ed il commissario. Non ho trovato alcuna traccia di questi incontri. E non c’è traccia di pianificazione». «In questi incontri di cui parla il professore Greco mi chiedo come mai il precedente esecutivo Loiero non abbia pensato di vedere come curare il principale problema dell’emergenza rifiuti in Calabria che è il contenzioso con la società Veolia - ha affermato ancora Pugliano - .Un contenzioso che si è gonfiato sotto il governo Loiero e quindi anche sotto l’egida di quel commissario Sottile che esalta oggi Greco. Un accordo transattivo tra Regione Calabria, Ufficio del commissario e società Veolia che chiudeva il contenzioso alla cifra di 21 milioni di euro, non si sa perchè, anche se c’era l’accordo tra le parti, poi nonsia stato siglato. Ed invece questo debito della Regione e dell’Uffico del commissario

CROTONE - Si è tenuta ieri mattina presso la sala "S. Agostino" della Parrocchia di S. Rita una conferenza stampa dal titolo "Legalità e Sviluppo", organizzata dal Partito Democratico di Crotone che ha visto la partecipazione di Pino Arlacchi, eurodeputato del Pd. Tema caldo è stato appunto la legalità, negli ambiti sociali ma anche nella Politica, che veicola la lotta alla criminalità organizzata attraverso azioni di governo centrale e periferico. L’intervento di Arlacchi, a sostegno della candidatura di Vallone ha sottolineato come, soprattutto a Crotone, il Pd abbia lavorato duramente negli ultimi mesi per dare per primo un segnale di trasparenza e legalità a tutti i cittadini che da tempo hanno perso fidu-

nei confronti di Veolia già nel 2010, a poco distanza dall’accordo transattivo mai siglato, da 21 milioni è passato a 100, già riconosciuti a Veolia attraverso lodi arbitrali. Io vorrei chiedere a loro di chi è la responsabilità di questo che per me potrebbe rappresentare un danno erariale». Nel corso della conferenza stampa Pugliano ha bollato come propaganda elettorale la protesta inscenata la settimana scorsa da alcuni sindaci del crotonese, tra i quali quello della città capoluogo di provincia, contro l’ordinanza del commissario delegato sui rifiuti Melandri, revocata peraltro poche ore dopo, che consentiva ai comuni dell’alto Ionio cosentino di smaltire nell’impianto di selezione Veolia di località Ponticelli a Crotone la frazione organica della raccolta differenziata invece che a Siderno. «La Ford sia come quantità sia perchè trattata su una linea a se stante, non impattava minimamente sulla capacità di conferimento di rifiuti solidi urbani dei comuni del crotonese nell’impianto di Ponticelli ha spiegato Pugliano -. Vallone e gli altri sindaci invece hanno fatto una fotografia molto distorta della realtà dicendo che mentre i comuni del cosentino conferivano a Crotone, quelli del crotonese erano costretti a conferire i propri rifiuti ad Alli e Pianopoli. E’ stato anche detto, addirittura, che era tutta una strategia per mettere in difficoltà i comuni crotonesi che voteranno. Per uscire dall’emergenza ha concluso l’assessore regionale all’Ambiente, Francesco Pugliano - è perciò necessario abbattere il muro della contrapposizione politica ad ogni costo. Non si può dire che questa situazione di emergenza è colpa del centrodestra che governa da un anno la Regione e da due la Provincia di Crotone».

cia nella politica e nella giustizia; per esempio con la proposta fatta a tutte le coalizioni di adottare, nella composizione delle liste, criteri di etica e trasparenza, che andassero a mettere fuori tutti gli esponenti che avessero avuto condanne penali. «E’ una proposta che il Partito Democratico ha adottato ma che non tutti gli avversari hanno seguito - ha spiegato Arlacchi - ciò dovrà spingere i cittadini, che tra poco si troveranno a decidere le sorti della città, a riflettere con coscienza e senso critico, per il bene comune, che è la cosa fondamentale». Sono i cittadini infatti secondo Arlacchi i veri protagonisti, su tutti i livelli, da quello politico a quello amministrativo «gli elettori devono ascoltare i candidati, i loro pro-

Domani la Stasi incontrerà Federfarma CROTONE - La vicepresidente della Regione Antonella Stasi - informa una nota dell’Ufficio stampa della Giunta regionale - incontrerà domani alle ore 11,30, a Catanzaro, a palazzo "Alemanni", il Presidente di Federfarma Crotone Adriana Angellieri ed una delegazione di farmacisti della provincia di Crotone al fine di confrontarsi sulle problematiche ed avviare un per-

corso teso a risolvere in tempi brevi le difficoltà della categoria. «Con il Presidente Scopelliti abbiamo già individuato le possibili soluzioni - ha aggiunto al vicepresidente Antonella Stasi - e l’incontro di domani dimostra l’attenzione e la determinazione con cui affrontiamo ogni tipo di problematica senza far passare, inutilmente, tempo prezioso».

r.c.

grammi, le loro idee e anche i loro percorsi umani che gli danno o meno credibilità; votano e poi devono essere pronti a chiedere il conto di quanto spetta alla comunità intera». Strumento imprescindibile per lo sviluppo secondo l’esponente del Pd è la Legalità. «Solo attraverso una lotta comune alla ‘ndrangheta è possibile permettere a Crotone di crescere, ed è dovere morale degli amministratori locali e nazionali quello di adottare tutte le misure per combattere questa piaga». Sulla politica locale Arlacchi ha poi affermato: «Non si può che essere soddisfatti della ritrovata unione del centro sinistra a Crotone, che ha portato a candidature credibili». r.c.


Domenica 01 Maggio 2011 il Domani 23

CRONACHE A fermarli sono stati i carabinieri che hanno notato il sovraccarico del mezzo

Trasportavano rifiuti inquinanti in manette due giovani bulgari di Francesco Zaccaro VIBO VALENTIA - Stavano trasportando oltre 4 quintali di rifiuti speciali a bordo del loro furgone quando sono stati fermati da una pattuglia del Norm della Compagnia Carabinieri di Vibo Valentia nel pieno centro del capoluogo, sulla trafficatissima via Kennedy. Metodi Georgiev, del ’86, e Angel Milanov, del ’82, entrambi di nazionalità bulgara ma residenti da tempo a Curinga, pensavano di aver studiato un metodo infallibile per trasportare rifiuti inquinanti senza dare troppo nell’occhio e senza essere fermati dagli uomini della Benemerita. Infatti i due, evidentemente non nuovi a simili trasporti, si erano premuniti di utilizzare un furgone completamente chiuso e con i pochi vetri oscurati, così da rendere invisibile il carico dall’esterno, e si erano addirittura allacciati la cintura di sicurezza, proprio per passare del tutto inosservati. Peccato che gli uomini della Benemerita hanno notato il sovraccarico del mezzo guardandone semplicemente le gomme le erano visibilmente sc-

hiacciate. I Carabinieri si sono così insospettiti fermando il furgone e chiedendo di aprire il vano di carico. Appena aperto il portellone i militari si sono accorti che tutto il

Appena aperto il portellone i militari si sono accorti che tutto il vasto spazio era completamente ingombro di decine di pneumatici, materassi e parti di veicoli. Il tutto trasportato senza la minima autorizzazione

vasto spazio era completamente ingombro di decine di pneumatici, materassi e parti di veicoli. Il tutto logicamente trasportato senza la minima autorizzazione. Per i due sono così scattate le manette con l’accusa di trasporto illegale di rifiuti inquinanti e, dopo gli atti di rito, sono stati trasferiti nel carcere del capoluogo in attesa delle decisioni della magistratura. Nonostante i continui controlli il trasporto e lo smaltimento illecito di rifiuti continua in tutta la provincia, favorito da imprenditori e commercianti senza scrupoli disposti a tutto pur di risparmiare sui costi di smaltimento. Fortunatamente l’attenta e costante azione di contrasto degli uomini della Compagnia Carabinieri di Vibo Valentia non solo rappresenta un deterrente ma anche un ottimo strumento per punire i trasgressori alle norme sulla tutela dell’ambiente.

Per i due sono scattate le manette con l’accusa di trasporto illegale di rifiuti inquinanti e, dopo gli atti di rito, sono stati trasferiti nel carcere del capoluogo in attesa delle decisioni della magistratura

Minacce al giornalista Comito, la condanna e la solidarietà della politica e delle associazioni

VIBO VALENTIA - «Non ci sono parole, se non quelle di ferma condanna e assoluto rigetto, da pronunciare in riferimento all’intimidazione subita dal giornalista, Pietro Comito, esempio concreto di professionalità e competenza». Lo afferma, in una nota, il presidente della Commissione Sanità della Regione, Nazzareno Salerno. «Al giornalista e ancor prima all’uomo Pietro Comito - prosegue Salerno - va tutta la mia solidarietà, la mia vicinanza e il mio sostegno morale. Sono convinto che chi conduce serie battaglie di democrazia e di civiltà debba avere l’appoggio delle istituzioni e di tutti i calabresi che vogliono

far sì che nella nostra terra prevalgano la legalità, la trasparenza e gli interessi collettivi». «L’ennesimo atto intimidatorio subito dal giornalista Pietro Comito, che da sempre svolge il suo lavoro con professionalità e onestà intellettuale, impone che venga fatta al più presto piena luce affinchè sia assicurata la dovuta tranquillità a quanti operano nel difficile settore dell’informazione nel nostro territorio». Lo afferma Giovanni Russo, vicepresidente del Consiglio comunale di Vibo ValentiaedesponentedelPartito Democratico. «Chi conosce Pietro Comito sa di trovar-

Grasso guiderà la Gerbera Gialla a Limbadi di Lucia Procopio LIMBADI - Domani il Procuratore Nazionale Antimafia Piero Grasso guiderà la manifestazione della "Gerbera Gialla" a Limbadi.All’iniziativa parteciperanno istituzioni e scuole dell’intera provincia vibonese; presente anche una delegazione di studenti della Campania in rete nel progetto "Gerbera Gialla 2011" provenienti in duecento da: Castellammare, Salerno, Agropoli, Contursi, Paestum e Scampia.La "Gerbera Gialla" giunge a Limbadi per segnare l’avvio dei lavori dell’Università dell’Antimafia che, proprio su iniziativa di "Riferimenti", sorgerà nelle case dei Mancuso assegnate all’associazione. Si tratta di due fabbricati e una villa al centro del paese da cui parlerà il Procuratore Piero Grasso, e che sarà aperta quel giorno in anteprima alla visita degli studenti. L’Università verrà realizzata sul modello dei Campus americani, i fabbricati diventeranno residence per l’ospitalità dei ragazzi e nella villa invece, satranno realizzate le aule, alcune di esse multimediali, per le lezioni. L’Università dell’Antimafia, che è la prima a livello nazionale, si avvarrà anche della collaborazione di istituti americani, con il coordinamento di Antonio Nicaso. La manifestazione avrà inizio alle ore 15:30 con un corteo di studenti che partirà dal Municipio di Limbadi . La giornata del 2 a Limbadi anticipa la manifestazione regionale del 3 maggio a Reggio Calabria.

si di fronte un giornalista di frontiera che ha fatto delle sue lucide e coraggiose inchieste sulla criminalità in Calabria la sua attività quotidiana. Compito che Pietro Comito svolge con grande senso di responsabilità. L’ulteriore minaccia di morte se da una parte ha bisogno di essere respinta dall’altra rappresenta un ennesimo invito ad un momento di riflessione. La Cisal è solidale a Pietro Comito».

r.v.


24

il Domani Domenica 01 Maggio 2011

CARTELLONE A Rende “La Giornata Mondiale della Terra” Arte • Cultura • Spettacoli • Convegni • Seminari CATANZARO Presentazione lista candidati “Noi Sud / Pri” Oggi , alle ore 11.30, nella sala delle Culture della Provincia di Catanzaro, la lista “Noi Sud / Pri”, che sostiene il candidato a sindaco Michele Traversa, presenterà i propri candidati. All’incontro, per “Noi Sud”, parteciperanno l’on.le Elio Belcastro, Mario Cilurzo, Ferdinando Cosco,eLanfrancoCalderazzo,mentre il gruppo del Partito Repubblicano sarà rappresentato da Franco Torchia, Silvestro Raso, e Vincenzo Attisani. IncontrocandidatiallacaricadiSindaco della Città di Catanzaro Il 2 maggio , alle ore 10.30, presso la sede sociale (Via Eroi 1799 n° 23), la Confindustria della provincia di Catanzaro, guidata dal presidente ing. Giuseppe Gatto, incontrerà i candidati alla carica di Sindaco della Città di Catanzaro per analizzare ed approfondire i contenuti programmatici dei rispettivi schieramenti politici. Danilo Gatto illustra il resoconto di fine mandato Lunedì 2 maggio , alle ore 17.00, nella sala “Giovanni Frojo” del Conservatorio musicale (ex Istituto Rossi), piazza Francesco Fiorentino, l’assessore alla pubblica istruzione Danilo Gatto, incontrerà i giornalisti per illustrare il resoconto di fine mandato. Incontro con i candidati a sindaco di Catanzaro I presidenti di Confcommercio Pietro Tassone e di 50 & Più Giuseppina Belardinelli giorno 2 maggio , alle ore 17.00, presso la sala conferenze di Confcommercio Catanzaro, piazza Garibaldi, 16, incontreranno i candidati a sindaco per la città di Catanzaro. Coordinatore: Giuseppe Soluri. Inaugurazione locali dell’Agenzia n. 4 di Catanzaro Banca Carime Martedì 3 maggio , alle ore 17.30, si terrà la cerimonia inaugurale dei nuovi locali dell’Agenzia n. 4 di Catanzaro in via A. Lombardi (Area Metroquadro).Sarannopresentialla cerimonia, per incontrare autorità, imprenditori e clienti, Andrea Pisani Massamormile e Raffaele Avantaggiato. La cerimonia inaugurale sarà preceduta dalla benedizione dei locali da parte del Vescovo di Catanzaro S.e. Mons. Antonio Ciliberti. L’Agenzia n. 4 di Catanzaro di Banca Carime è diretta da Vitaliano Gagliardi e fa parte dell’Area Retail di Catanzaro diretta dall’Area Manager Gilda Scarpelli. Convegno Aiga in materia di intercettazioni Un nuovo evento, organizzato dalla sezione catanzarese dell’Aiga (Associazione Italiana Giovani Avvocati). Si terrà infatti il 4 maggio , a Catanzaro, presso la sala delle culture di Palazzo di Vetro, con inizio alle ore 15.00, un convegno dal titolo: "Inter-

I 700 bambini della Direzione Didattica 2° Circolo di Rende, diretta da Maria G. Greco, il 29 aprile hanno festeggiato la Giornata Mondiale della Terra aderendo al progetto “Adotta un alberello “ lanciato da Enel. “Esprimo i miei più vivi complimenti - si legge in una nota di Mario Caligiuri, Assessore Regionale alla Cultura - per l’attività che Enel svolge in collaborazione con l’Ufficio Scolastico Regionale, e che mira a sensibilizzare i giovani sul rispetto all’ambiente e sul risparmio energetico” Nell’ambito del calendario di atti-

vità programmato per La Giornata Mondiale Della Terra per il 2011 - proclamato da Onu Unep, Fao, Enea, Ministero Dell’ambiente, Universita’ La Sapienza , “Anno Internazionale delle foreste” - i bambini delle scuole elementari di Rende hanno dato sfogo alla loro creatività, proponendo brani musicali, realizzando manifesti sul tema della tutela della natura e del risparmio energetico, hanno allestito un buffet a base di cibi e bevande naturali. A fare gli onori di casa il sindaco baby di Rende, Leonardo Cerchiara, attorniato dalla giunta e dal

cettazioni: tecniche ed inutilizzabilità.Orientamentigiurisprudenziali". Il prof. Luciano Romito si soffermerà sull’argomento "Intercettazioni: Linguistica forense", mentre l’avv. Salvatore Staiano tratterà l’argomento "Segreto e intercettazioni". Dal canto suo, il dott. Giuseppe Borrelli approfondirà gli aspetti che attengono al “diritto alla riservatezza delle comunicazioni: nuove tecnologie e prassi". Infine i dottori GiuseppePerriePietroScuterinelcorsodei loro interventi tratteranno, rispettivamente,degli“Effettidellamancata trasmissione degli atti intercettivi al Tribunale del Riesame" e del "Mancato rilascio di copia delle tracce audio delle intercettazioni poste alla base dell’ordinanza cautelare". A moderare i lavori sarà il presidente della locale sezione dell’Aiga, avv. Antonello Talerico

Progetto “Un mare da pulire” Anche quest’anno un esercito di mille studenti crotonesi, per due giorni, ripuliranno spiagge e fondali di CrotoneediIsolaCapoRizzuto.Il2eil9 maggio , torna “Un mare da pulire”, progettopromossodalministeroper l’Ambiente,dallaLeganavalediCrotone,dallaProvincia,dall’Areamarina protetta “Capo Rizzuto” e Capitaneria di porto e sponsorizzato da Sovreco, Salvaguardia ambientale, Akrea e Akros. L’iniziativa si inserisce nel progetto “Applicazione pratica dell’educazione e della conoscenza dell’ambiente marino dell’Amp rivolto alle scuole”, giunto ormai alla sua quinta edizione. Le giornate di pulizia di spiagge e fondali saranno due. La prima, il 2 maggio, a Le Castella. Dalle 9.00 alle 12.00, si occuperanno di togliere i rifiuti nella zona del porticciolo di Le Castella, nella spiaggia di Sovereto e a Capo Rizzuto. La seconda giornata si svolgerà il 9 maggio, sempre dalle 9.00 alle 12.00 a Crotone, anche qui centinaia di ragazzi si occuperanno di ripulire l’area del porto e il tratto di arenile che dalla città va fino al Costa Tiziana hotel.

COSENZA Enrico Letta a Cosenza Enrico Letta, vicesegretario nazionale del Partito Democratico, saràaCosenzail10maggio,asostegno del candidato a sindaco della coalizione di centro-sinistra, Salvatore Perugini. CROTONE Confrontosulprogrammaelettorale Giorno 2 maggio 2011 , alle ore 10.30, a Crotone, presso l’Hotel CostaTiziana,GiusyRegalinoterràuna discussione e confronto con gli attori del territorio sul programma elettorale.

Presentazione lista Pd A causa delle cattive condizioni meteo, non è stato possibile presentare in piazza della Resistenza i candidati del Pd al Consiglio comunale di Crotone. La manifestazione è stata rinviata a martedì 3 maggio , alle ore 19.00, sempre in piazza della Resistenza. I candidati, saranno introdotti dal coordinatore del Partito

baby consiglio comunale quasi tutti allievi del Direzione Didattica 2° Circolo di Rende. Alla presenza dell’on. Sandro Principe – consigliere Regionale calabreseciascun bambino ha adottato uno dei 1000 Kit ecologici che sono stati donati da Enel per impiantare altrettanti alberelli nell’ampio cortile della loro scuola o in altre zone della città con l’obiettivo di concretizzare comportamenti che diano risultati positivi e misurabili in termini di riduzione di emissioni di C02. “La giornata che i nostri ragazzi hanno dedicato alla tutela dell’ambiente- ha detto Maria G. Greco, - è diretta a promuovere una campagna di informazione, di sensibilizzazione ed educazione ambientale per scoraggiare quei comportamenti, a partire dallo spreco di energia, che hanno alterato l’equilibrio della Terra”

DemocraticodiCrotone,NicolaBelcastro, e al termine della presentazione la parola passerà al candidato a sindaco Peppino Vallone. PALMI Terza edizione della Festa dell’Europa L’ 8 e il 9 maggio 2011 , il Comune di Palmi organizza la terza edizione della Festa dell’Europa con il patrocinio del Parlamento europeo e della Rappresentanza in Italia della Commissione europea e il supporto della Ra.Di. s.r.l. Giorno 8 maggio , dalle ore 10.30 alle 12.30, presso la Piazza Primo Maggio di Palmi, gli studenti delle scuole medie potranno partecipare al Quiz Euro "Cervellone". Sarà allestito uno stand "Festaeuropapalmi.it". L’edizione 2011 ha inteso rinnovare il concorso fotografico dal titolo "I Giovani e l’Europa". Alle ore 18.00, presso la Casa della Cultura "Leonida Repaci" di Palmi, avrà luogo la conferenza "L’Europa vista da vicino". La conferenza avrà inizio con un video messaggio (tbc) del vice presidente della Commissione europea, il Commissario per l’industria e l’imprenditoria Antonio Tajani. Giorno 9 maggio alle ore 19.30, sempre presso la Casa della Cultura di Palmi, avrà luogo un concerto di musica classica eseguito dagli artisti premiati al Concorso "Il Cilea d’Oro" REGGIO CALABRIA Seminario “L’art. 709 ter c.p.c.: applicazioni e prassi” Giorno 6 maggio 2011 , alle ore

15.15, presso la Sala Giuditta Levato Palazzo del Consiglio Regionale si terrà il seminario di studi sul tema “L’art. 709 ter c.p.c.: applicazioni e prassi”. Ore 15.15, saluti istituzionali on.le Francesco Talarico; avv. Giovanna Cusumano; avv. Alberto Panuccio. Interventi: avv. Michela Labriola; dott.ssa Simona Carlo. Coordina i lavori: avv. Maria Stella Ciarletta. ROSSANO Sicurezza stradale, impegno per i giovani Educare al rispetto del codice della strada e promuovere, nelle nuove generazioni, maggiore responsabilità ed una nuova cultura della sicurezza stradale. È, questo, l’obiettivo sociale dell’iniziativa, promossa dall’Autoscuola Attadia Isidoro e sponsorizzata dalla Simet Spa. "La festa della sicurezza stradale". È, questo, il titolo dell’eventodisensibilizzazionechesi terrà oggi , dalle ore 9.00 alle ore 12.00, in Via Alessandro Volta, nei pressi della Villa Comunale, allo scalo. SIDERNO Premio Civiltà & Lavoro VII Edizione Tutto pronto per la VII Edizione del Premio Civiltà & Lavoro che si terrà oggi , nella ricorrenza della festa del Lavoro.Alleore10.00ilcorteo,composto da istituzioni, premiati e cittadini, partirà dal Palazzo Municipale alla volta della Villa Comunale sita sul lungomare; all’arrivo verrà posta una corona commemorativa al monumento alle vittime del lavoro. Il corteo e la posa della corona sarà accompagnato dalla banda musicale Città di Siderno Lungomare; seguirà la consegna dei premi Civiltà & Lavoro. Il premio consiste in una targa raffigurante il logo del Comune di Siderno con in calce scritto “Civiltà e Lavoro” ed una pergamena con decreto di conferimento. VIBO VALENTIA Assemblea regionale pensionati Spi Cgil Calabria Giorno 2 maggio , alle ore 10.00, presso l’Hotel 501, si terrà l’assemblea regionale pensionati Spi Cgil Calabria "Welfare, redditi, dignità". Presiede: Vladimiro Sacco. Introduce:FrancoMungari.Interviene:Sergio Genco. Conclude: Carla Cantone CALABRIA Antonio Di Pietro in Calabria In occasione della campagna elettorale per le amministrative in Calabria,ilpresidenteNazionaledell’Italia dei Valori, on. Antonio Di Pietro, nella giornata di lunedì 2 maggio , tornerà in Calabria per un quadruplo appuntamento a sostegno delle liste Idv in Calabria e per la promozione dei referendum.Alle ore 11.00, terrà una conferenza stampa a Crotone. A seguire, alle ore 13.30, sarà a Catanzaro, alle 16.00, a Cosenza per chiudere poi alle 19.00, con Reggio Calabria.


Domenica 01 Maggio 2011 il Domani 25

CARTELLONE Franco Battiato all’Università della Calabria Arte • Cultura • Spettacoli • Convegni • Seminari ALTOMONTE 5° edizione Gran Festa del Pane Tre giornate all’insegna di Cultura, Arte, Folklore e tanto tanto Pane. Tali si preannunciano quelli in programma dal 13 al 15 maggio , ad Altomonte, centro calabrese capace di creare sempre iniziative di successo come la Gran Festa del Pane, evento giunto alla sua 5° edizione. CASTROVILLARI In scena “Cumpà…mu facerisi nu piaciru?” Il 7 ed 8 maggio , sabato e domenica, il teatro Sybaris del Protoconvento Francescano accoglierà una commedia in vernacolo dell’autrice Mena Filpo, grande appassionata di tradizioni e delle consuetudini della sua Castrovillari, che sarà messa in scena dalla Compagnia teatrale dell’Associazioneculturale “AldoSchettini”. L’opera, in due atti, s’intitola “Cumpà…mu facerisi nu piaciru?”. CATANZARO Concerto "Gerbera Gialla" La Polizia di Stato e l’associazione "Riferimenti - Coordinamento Nazionale Antimafia", nell’ambito delle iniziative per la commemorazione delle vittime della criminalità di stampo mafioso, hanno organizzato per lunedì 2 maggio , alle ore 20.30, presso il Teatro Politeama di Catanzaro il concerto "Gerbera Gialla" con l’esibizione della Banda Musicale della Polizia di Stato, in ricordo delle "stragi di maggio". La manifestazione, nel corso della quale saranno conferiti i premi "Gerbera Gialla 2011", ha ricevuto l’adesione della Presidenza della Repubblica e ilpatrociniodellaGiuntaedelConsiglioRegionaledellaCalabria,delComune e della Provincia di Catanzaro,nonchèdellaFondazionePoliteama. Diretta di "Aida" Adol informa che martedì 3 maggio , al Comunale di Catanzaro alle ore 20.00,direttadi"Aida"dalTeatroComunale di Firenze III edizione del Premio “Ugo Libri” Illiceoscientifico“L.Siciliani”diCatanzaro, il Caffè Guglielmo Spa, la Confindustria Catanzaro, la Biblioteca Comunale di Catanzaro, la Cartoleria Talarico, la Zanichelli di Catanzaro,hannoilpiacerediinvitare alla Terza edizione del Premio “Ugo Libri” associato ai 18-esimi CampionatiInternazionalidellaMatematica organizzati dalla Bocconi di Milano, che si terrà il 3 maggio 2011 , alle ore 17.00 presso la sala “Il Cenacolo” dell’istituto tecnico industriale“Scalfaro”diCatanzaro.Intervengono: Angelo Guerraggio. Partecipazione straordinaria di Piero Procopio Incontro su "l’Opera nel Risorgimento" Sabato 7 maggio , alle ore 17.30, nei locali del Circolo Unione di Palazzo Fazzari si terrà un incontro su"l’OperanelRisorgimento",acura

Un evento, con un protagonista indiscusso della musica e dell’arte non solo italiana, che farà felici gli studenti dell’Università della Calabria. E’ l’incontro-intervista, promosso dallo stesso Ateneo di Arcavacata e dal Comitato nazionale per il V centenario della nascita di Bernardino Telesio, che il Maestro Franco Battiato avrà martedì 3 maggio , alle ore 10,30, nell’Aula Magna “Beniamino Andreatta”, con il prof. Nuccio Ordine, docente di Letteratura italiana e firma prestigiosa della pagina culturale del Corriere della Sera. A dare il saluto all’illustre ospite, impegnato in questi giorni nelle prove dell’opera dedicata al filosofo Bernardino Telesio, che andrà in scena il prossimo

6 maggio al Teatro Rendano di Cosenza, saranno il Rettore dell’Università della Calabria, prof. Giovanni Latorre, il Preside della Facoltà di Lettere e Filosofia, Prof. Raffaele Perrelli, e il Prof. Roberto Bondì, Tesoriere del Comitato Nazionale Telesio. L’idea di invitare il Maestro Battiato all’UniCal è nata per caso, durante una delle tante chiacchierate che l’artista siciliano e il docente dell’UniCal, da tempo amici, hanno avuto nei giorni scorsi, a margine delle prove dell’opera che il cantautore e compositore catanese ha realizzato, su libretto di Manlio Sgalambro. "Non potevamo farci scappare l’occasione di ospitare questo straordinario personaggio", afferma Nuccio Ordine, "la cui ori-

dell’Associazione Amici Dell’Opera Lirica “Jussi Björling” (Adol)

martedi 3 maggio alle ore 19.45, presso il Supercinema Modernissimo,Cosenza:Aida-Operainquattro atti. Musica di Giuseppe Verdi. Libretto di Antonio Ghislanzoni. Direttore: Zubin Mehta. Regia: Ferzan Ozpetek. Scene: Dante Ferretti. Costumi: Alessandro Lai. Coreografia: Francesco Ventriglia. Luci: Maurizio Calvesi

2° randone provincia di Catanzaro Il Comune di Catanzaro, la Provincia e l’associazione culturale sportiva Gb Realations organizza il 2° randonnèe provincia di Catanzaro 2011. 150 kilometri nella Provincia di Catanzaro e Vibo, giorno 15 maggio , piazza Prefettura Catanzaro, partenza alla francese dalle ore 7.30 alle ore 8.30. Programma: partenza: piazza prefettura Catanzaro. Controlloerifornimento:SerraSanBruno. Arrivo: ore 16.00/17.00: Piazza Prefettura Catanzaro con premiazione squadre. Info: 339/6982059 - 338/3683675 giovanni.brofferio@tiscali.it Secondo Casting Film "Il Coraggio d’Amare" Il2°castingrelativoallaselezionedegli attori del film “ Il Coraggio d’ Amare, avrà luogo lunedì 16 e martedì 17 maggio 2011 , dalle ore 9.30 alle 13.30 presso il centro polifunzionale calabrese di via Fontana Vecchia,44 ( Catanzaro ). Per partecipare è necessario inviare una mail ad : armoniaecontrasto02@tiscali.it entro e non oltre il 10 maggio 2011. COSENZA II appuntamento della stagione: "La Lirica al Cinema" Secondo appuntamento della stagione: "La Lirica al Cinema" con l’Aida di Giuseppe Verdi in diretta dal Teatro comunale di Firenze,

CROTONE Ricorrenza 1° maggio La Cgil Crotone, Cgil Calabria, presenta "1° Maggio 2011" Festa dei lavoratori a Carfizzi, località Montagnella.Programma:oggi,ore10.00, raduno con Banda Musicale in piazza Tassone; ore 11.00, saluto dei sindaci dei comuni di San Nicola dell’Alto, Pallagorio, Carfizzi. Interviene: Pasquale Aprigliano. Conclude Sergio Genco. Sand gastronomici e gruppi musicali Premiazione “Marchi di qualità del turismo 2011” Presso la sala Milone della Camera di Commercio di Crotone, sita in Via A. De Curtis, 2, lunedì 2 maggio , alle ore 16.30, si terrà la cerimonia ufficiale di premiazione “Marchi di qualità del turismo 2011” Presentazione della Rivista “Art for the Planet " Il liceo scientifico Filolao di Crotone, scuola-partner nel Progetto Comenius multilaterale dal titolo Eco-ARrt, in vista dell’incontro che si accinge a realizzare nella propria

ginalità e vivacità culturale, nonché la sua straordinaria capacità di passare dalla musica sperimentale a quella etnica, al rock progressivo, alla musica leggera e a quella elettronica, combinandoli spesso tra loro in un approccio eclettico, ha saputo manifestarsi in forme di altissimo significato e valore artistico. Battiato – continua Ordine – ha avuto tra i tanti meriti quello di sapere avvicinare l’opera lirica al grande pubblico, senza snaturare le caratteristiche di questa importante espressione artistica ma, allo stesso tempo, rendendosi protagonista di un’opera di divulgazione e di una contaminazione senza precedenti. Non solo la musica, ma anche i testi – conclude Ordine – riflettono i suoi molteplici interessi, tra i quali la filosofia, l’esoterismo e la meditazione orientale, temi che saranno certamente al centro dell’incontro all’Università della Calabria di martedì 3 maggio". Nell’appuntamento all’UniCal, il prossimo 3 maggio, si parlerà certamente anche della nuova opera di Battiato dedicata a Telesio, di cui si stanno ampiamente occupando i media nazionali. Su uno degli ultimi numeri del Venerdì di “Repubblica”, in particolare, Battiato ha definito l’approccio con l’opera su Telesio “un’avventura nuova e interessante”, dichiarando inoltre di essere rimasto subito affascinato, durante la preparazione dell’allestimento, dagli scritti del filosofo cosentino, per la sua incredibile modernità e per alcune delle sue intuizioni che “sembrano provenire dalla fisica quantistica di oggi”.

sede nella settimana 2/9 maggio 2011 con l’accoglienza delle scuole partners di altri Paesi europei,invita alla presentazione della rivista “Art for the Planet” realizzata dagli studentideiPaesipartecipanti.L’incontro si terrà sabato 7 maggio , alle ore 8.30, presso l’Auditorium del Liceo Filolao. LAMEZIA TERME Manifestazione ciclistica Si terrà a Lamezia Terme oggi , la manifestazione sportiva ciclistica, si tratta del 9° Giro ciclistico di Lamezia Terme e del 1° Memorial Otto Campioni Lametini in memoria degli otto ciclisti rimasti uccisi nel terribile incidente del 05/12/2010. Fare informazione per non dimenticare è la priorità assoluta anche degli amici di Lamezia Terme che il oggi, organizzano al mattino una pedalata di 15 km aperta a tutti e nel pomeriggio una gara per amatori Fci. Ci sarà un incontro con gli amministratori locali, le famiglie delle vittime e la delegazione di ciclismosicuro.it per cercare in sinergia di promuovere insieme gli aspetti legati alla sicurezza del ciclismo. MAIDA "Due Mari Cuore di mamma" Giorno 7 e 8 maggio , presso il centro commerciale Due Mari, si terrà la manifestazione "Due Mari Cuore di mamma". Dalle ore 16.00 alle 20.00, presso il laboratorio allestito in galleria, verrà data l’opportunità a

tutti i bimbi di preparare un dolce pensiero per la propria mamma. MORANO CALABRO 140° della nascita di don Carlo De Cardona Amenodiseimesidall’avviodelprocesso di beatificazione del servo di Dio, Carlo De Cardona, la diocesi di Cassano Jonio e la comunità locale lo ricorda mercoledì 4 maggio , alle ore 18.00, in occasione del 140° anniversario della nascita, con una solenne concelebrazione Eucaristica presieduta da S.E. mons. Vincenzo Bertolone. PIANOPOLI Iedizionedel"Pianopoli1°Maggio. Lavoro è Cultura" IlComunediPianopoliePramantha Arte invitano alla prima edizione oggi , del "Pianopoli 1° Maggio. Lavoro è Cultura" sotto la direzione artistica di Maria Rosaria Gallo. "Lavoro è Cultura" è lo slogan scelto per esprimere lo spirito con cui Pianopoli contribuisce alla manifestazione, con un programma che vive di Arte, Teatro e Musica. REGGIO CALABRIA Incontro con i candidati a sindaco Confcommercio e Cna della provincia di Reggio Calabria hanno ritenuto doveroso organizzare un incontro con i candidati a Sindaco della Città ed a presidente della Provincia di Reggio Calabria, al fine di esporre le proposte del mondo delle imprese per lo sviluppo economico e la crescita sociale della Città e dell’intero territorio provinciale. Pertanto si terrà un incontro che avrà luogo lunedì 2 maggio , alle ore 10.00, presso il Salone delle Conferenze della Confcommercio di Reggio Calabria, in via Castello 4. Maratona Antimafia Nell’ambito della giornata della "Gerbera Gialla 2011" organizzata dal Coordinamento Nazionale Antimafia "Riferimenti", istituzionalizzatacomeGiornataRegionaleAntimafia e prevista per il 3 maggio , a Reggio Calabria con la partecipazione del Procuratore Nazionale Antimafia Piero Grasso, si comunica che sono aperte le iscrizioni per la maratona contro la mafia che si correrà dal rione Archi attraversando le vie del Centro di Reggio. Info al numero di telefono 0965-312841 ROSSANO Iniziative organizzate a Rossano Calabro La Pro Loco Rossano la Bizantina invitaaparteciparealleprossimeiniziative organizzate a Rossano Calabro. Oggi , "26^ Corri e cammina città di Rossano" SETTINGIANO Concerto degli Evolution Pink Floyd Oggi , alle ore 23.00, presso L’Orso Cattivo, si terrà il concerto live degli Evolution Pink Floyd (coverband Pink Floyd). Ingresso 5 euro più drink. Info:339/7229717.


26

il Domani Domenica 01 Maggio 2011

IL DOMANI DELLA CULTURA

Alessandro Russo, Barche, 2010

Catanzaro, la mostra Umanità, maschere, luoghi è il terzo appuntamento della fondazione Rocco Guglielmo

Russo, il maestro dei luoghi Maria Luisa Prete È dedicato ad Alessandro Russo (Catanzaro, 1953) il terzo appuntamento espositivo proposto dalla fondazione Rocco Guglielmo. Dopo la mostra inaugurale La costante cosmologica al complesso monumentale di San Giovanni e l’apertura di Gehard Demetz con "Mutterland" - l’età estranea, alla Casa della Memoria, la fondazione presenta Umanità, maschere, luoghi. L’esposizione propone il lavoro degli ultimi trent’anni di pittura dell’artista calabrese, docente dell’accademia di Belle arti di Catanzaro. Il progetto rientra nel ciclo di mostre dal titolo Territorio, nato con l’obiettivo di approfondire e valorizzare i migliori artisti calabresi contemporanei. La mostra, a cura di Gianluca Marziani, direttore arti-

L’esposizione, curata da Gianluca Marziani con catalogo edito da Rubbettino presenta il lavoro degli ultimi trent’anni di pittura dell’artista calabrese stico della fondazione Rocco Guglielmo, si divide in due sezioni: al primo piano del complesso di San Giovanni si trovano i quadri degli anni Ottanta e Novanta (ritratti, maschere, scene), mentre al secondo piano viene presentata la nuova produzione dell’artista. Tema ricorrente nelle opere di Russo sono paesaggi e strutture industriali, visioni tratte proprio dal territorio calabrese. La sua è una pittura in apparenza placida che in realtà sottolinea il disfacimento di alcuni luoghi della sua terra, quindi dirompende, di denuncia forte ma non urlata. Il catalogo della Rubbettino Editore, prevede testi di Gianluca Marziani, Domenico Piraina, Alessandra Redaelli e Luigi Tassoni. "Alessandro Russo - scrive la Radaelli - è un pittore modernissimo dalla sapienza antica. Pochi colpi di pennello assestati con una perizia sbalorditiva gli bastano per raccontare il male oscuro del mondo, la sua fame avida e insaziabile nella

Il progetto rientra nel ciclo di mostre dal titolo Territorio nato con l’obiettivo di approfondire e valorizzare i migliori artisti calabresi contemporanei quale è contenuta, inesorabile, la sua fine. I colori sono materici, ruvidi, di una consistenza pastosa e carnosa che invita a toccarli, a passarvi i polpastrelli, a saggiarne la morbidezza per conservarne qualche traccia sulla pelle". Quindi pittura consistente nella forma e nella sostanza, nel messaggio e nella pratica realizzativa. Il colore parla, spiega con meraviglia dello spettatore, la sofferenza e la disperazione dei luoghi, di un territorio che ha bisogno di riscattarsi e ha trovato nella sensibilità del gesto artistico di Russo la sua valvola di sfogo. Ogni pittura racconta una storia, tra le pennellate vengono tracciati i contorni di una concreta spinta riflessiva. Fino al 31 maggio, complesso monumentale di San Giovanni, Catanzaro. Info: 800609433. La fondazione Rocco Guglielmo è un nuovo progetto per l’arte

Immagini dell'allestimento

Paesaggio industriale, 2010

contemporanea voluto da Rocco Guglielmo, notaio e collezionista appassionato che lancia la sfida di un importante hub culturale sul territorio calabrese. Uno spazio per gli artisti, gli operatori e il pubblico della regione. La fondazione si aggiunge come elemento finora mancante per colmare un vuoto, regalando uno strumento funzionale che stimola conoscenza, cu-

riosità e divertimento. La direzione artistica è stata affidata a Gianluca Marziani, già curatore del premio Terna e direttore di palazzo Collicola arti visive a Spoleto. La fondazione non ha una sede unica ma si muove lungo il territorio calabrese in maniera aperta, cercando spazi adeguati, collaborazioni strategiche, inedite sinergie. Info: www.fondazioneroccoguglielmo.it.


Domenica 01 Maggio 2011 il Domani 27

IL DOMANI DELLA CULTURA

Bob e Nico, Le origini

Dal 5 maggio al 6 agosto a palazzo Pepoli il racconto dei 36 anni di vita della coppia, a cura di Giuseppe Bertolucci

Roberto Benigni e Nicoletta Braschi protagonisti di una mostra a Bologna Giulia Cavallaro Inaugura il 5 maggio la mostra dedicata a Roberto Benigni e Nicoletta Braschi: Bob e Nico, l’evento ideato da Giuseppe Bertolucci, ripercorrerà l’avventura artistica e umana della coppia, in uno straordinario percorso lungo 36 anni. La mostra è ospitata a palazzo Pepoli a Bologna, le cui stanze sono allestite dallo scenografo Giancarlo Basili. Da tempo Benigni e la Braschi desideravano mettere a disposizione il materiale della loro carriera, con lo scopo di raccogliere fondi da destinare all’Istituto romagnolo per lo studio e la cura dei tumori di Medola. Ora finalmente il progetto è in piedi e la storica coppia è al centro di un percorso espositivo ricco di filmati, video, foto, testi, locandine, oggetti di scena e costumi. Il tutto presentato attraverso installazioni pensate ad hoc, presentate come "illuminazioni"

su alcuni dei momenti più significativi vissuti in totale condivisione creativa. Infatti mentre Benigni conquistava prestigio e popolarità nel panorama italiano e internazionale, la Braschi diventava la coprotagonista di tutti i suoi film nonchè sua musa ispiratrice, produttrice e compagna di vita. Bob e Nico è dunque una "full immersion" che coinvolge a trecentosessanta gradi l’universo di Benigni, un viaggio immateriale che, come scrive Bertolucci, «si consuma in un luogo destinato a custodire la memoria della città. E come un gioco tra passato e presente ospita due personaggi simbolo della contemporaneità». In ogni stanza è allestito un tema, partendo dalle prime esibizioni di Benigni, fino ai lavori più recenti, tra cui il premio Oscar La vita è bella. E il pubblico può quasi magicamente avvicinarsi a oggetti di scena, copioni, cimeli ammassati come in

unavecchiasoffitta,regalandosiil piacere della sorpresa e della scoperta. Sono esposti anche alcuni costumi di Nicoletta Braschi e numerosi sono i riferimenti ai maestri di Benigni, da Claudio Abbado a Federico Fellini e Dante. Quest’ultimo è al centro di una intensarappresentazionediBenigni il 20 giugno all’apertura del festival Sotto le stelle del cinema, che dedicherà una rassegna a tutti i suoi film più famosi. Fino al 6 agosto, palazzo Pepoli, via Castiglione 8, Bologna. Info: www.cinetecadibologna.it.

Pablo Picasso era infelicemente sposato e aveva 45 anni quando vide nel 1927 in una via di Parigi, la diciassettenne Marie-Therese Walter. Ne nacque un vero e proprio "Amourfou" che una mostra, allestita alla Gagosian gallery di New York fino al 25 giugno e curata da John Richardson, illustra attraverso 90 dipinti, disegni e sculture. Un periodo creativo febbrile per l’artista che con la Walter ebbe «l’amore più duraturo della sua vita». Lo racconta al "Washington post" lo stesso Richardson, che ha dedicato 60 anni della sua vita al pittore spagnolo pubblicando una biografia di tre volumi alla quale sta per aggiungersi un quarto. In cosa consisteva l’appeal che la Walter esercitò per anni su Pi-

casso? «Lei era estremamente remissiva – spiega Richardson – lo sosteneva e non era stupida. Capiva le sue esigenze e lo perdonava sempre perché sapeva che lui le apparteneva». Differentemente dalla prima moglie del pittore, la ballerina russa Olga Kokhlova, molto meno tollerante. Per nascondere la sua relazione con la Walter agli occhi della moglie, Picasso ritraeva l’amante con le sembianze di frutta e ciotole nelle nature morte. Alla mostra della Gagosian sono esposte due tele nelle quali la Walter è ritratta come incrocio tra una donna e un polpo o un calamaro. Nel 1928 il pittore spagnolo affittò una casa per la moglie e il figlio a Dinard, in Bretagna, e sistemò la Walter in un campo estivo poco lontano. Dal loro rapporto nacque una figlia, Maya. Il loro amore fu talmente intenso

Pablo Picasso alla Gagosian di New York l’amore eterno del pittore per la giovane Marie Walter Flavia Montecchi

Installazioni pensate ad hoc presentate come "illuminazioni" sui momenti più significativi vissuti in condivisione C'era una volta il cinema

che, secondo quanto racconta Richardson, per volontà di Picasso, una statua della donna fu messa sulla sua tomba. Lei, quattro anni dopo la morte di Picasso, 1973, si impiccò nel garage della sua casa di Juan-le-Pins, in Francia.

Pablo Picasso, Marie-Therese Walter, s. d.

Una mostra che svela il rapporto tra i due attraverso i dipinti raffiguranti la donna, morta suicida a 4 anni di distanza dal genio spagnolo


28

il Domani Domenica 01 Maggio 2011

IL DOMANI DELLA CULTURA Sarà pronta per le Olimpiadi del 2012: è la torre più alta d’Europa, firmata dall’archistar Renzo Piano Il primo disegno del futuro grattacielo è stato schizzato sul tovagliolo di un ristorante di Berlino nel 2000

“The shard”, nasce una città nel cielo di Londra con piazze, uffici e hotel Ilaria Mele La leggenda vuole che il primo disegno del futuro grattacielo più alto d’Europa sia stato schizzato da Renzo Piano sul tovagliolo di un ristorante di Berlino, un giorno del 2000. A quel bozzetto ne seguirono molti altri: per trasformare l’idea in concetto e il concetto in forma ci sono voluti nove anni. Ora l’edificio è in fase di ultimazione, pronto per incastonarsi nello "skyline" di Londra e prendere il suo posto d’onore fra le architetture contemporanee, svettando sul "London eye" e sulla "Swiss Re tower" di sir Norman Foster. "The shard" sorgerà nel quartiere di London bridge, al centro di una delle aree più affollate e transitate della capitale inglese, per cui è previsto un ampliamento e un potenziamento della rete di trasporti metropolitani, come il gruppo Sellar, patrono di quest’imponente iniziativa, ha sottolineato. L’edificio nascerà su un sito di forma irregolare, al posto del "Southbank tower building" demolito nel 1970, ed è destinato a un uso polifunzionale: una pubblica piazza (indicata in italiano anche nei siti ufficiali dello "Shard", a simboleggiare non solo il luogo fisico, ma anche lo spazio dell’unione, del ritrovo, dell’integrazione), uffici, un hotel a cinque stelle della catena Shangri-La, ristoranti, residenze e una terrazza panoramica aperta al pubblico, a cui si potrà accedere separatamente. Lo "Shard" raccoglie una sfida non da poco per un gratta-

Per trasformare l’idea in concetto e il concetto in forma ci sono voluti nove anni. Ora l’edificio è in fase di ultimazione e svetta sul London eye

cielo alto 306 metri: coniugare stabilità e leggerezza, essere - nelle parole del suo progettista Renzo Piano - «una città verticale, una città nel cielo». Lo fa con una facciata trasparente, scomposta in più falde inclinate, «che ricordano le vele delle navi all’ancora sul Tamigi». Queste vele di vetro, inclinate l’una verso l’altra senza però toccarsi, oltre a «dissolvere la struttura nel cielo», secondo le intenzioni del progettista sono l’escamotage strutturale per far respirare l’edificio, progettato come esempio di sostenibilità: secondo un tema caro alla poetica dell’architetto genovese, i piani sono illuminati con la luce naturale e i "giardini d’inverno" contribuiscono al microclima interno. Per tutte le informazioni è possibile consultare il sito: http://the-shard.com.

Renzo Piano torre, "The shard", Londra

Termini Imerese, in vendita la casa-studio di Filippo Sgarlata Prevista una pubblica piazza indicata in italiano anche nei siti ufficiali a simboleggiare non solo il luogo fisico, ma anche lo spazio dell’unione

Emma Martano

L'abitazione dello scultore

Renzo Piano

A Termini Imerese è stata messa in vendita la casa-studio di Filippo Sgarlata. Artista della prima metà del novecento di rilevanza internazionale, considerato il maggior medaglista che la Sicilia abbia avuto nei tempi moderni. La creatività spontanea e l’amore per l’arte si manifestano a Sgarlata fin dai primi anni di vita. Inizia così a studiare e viaggiare. Roma, l’Italia, ma anche gli Stati Uniti, Provvidence, dove Sgarlata arriva nel 1929, dopo aver vinto il concorso per un monumento a Giuseppe Garibaldi. Di ritorno in Italia nel 1932, l’artista decide di fermarsi a Termini Imerese. Ed è in quegli anni che edifica il suo studio, poco fuori la città murata lungo la strada che conduce a Caccamo. L’atelier lo descrive Pippo Rizzo, il maggior esponente del Futurismo pittorico siciliano, a seguito di una visita: «In un grande ambiente che sa di

cantiere e studio insieme, colmo di statue e bassorilievi, medaglie e ritratti, cavalletti e attrezzi di lavoro accanto a una vecchia automobile e una non meno vecchia motocicletta. Al muro un fucile da caccia». Oggi la casa-studio potrebbe diventare un museo. Dopo l’annuncio della vendita, infatti,l’associazioneSicilianticaha scritto al sindaco di Termini Imerese, al soprintendente ai Beni culturali,all’assessoreprovinciale e a quello regionale ai Beni culturali sollecitando l’acquisto dell’immobile per trasformarlo in uno spazio dove poter esporre le opere del grande scultore. L’acquisto, secondo l’associazione, rappresenterebbe:«Un’occasione formidabile per la crescita culturale della città», visto che, al momento, le opere dello sculture sono grossolanamente accatastate in due stanzette del piccolo museo civico siciliano.


Domenica 01 Maggio 2011 il Domani 29

IL DOMANI DELLA CULTURA

Incontro d’estate, un inedito racconto di Truman Capote Dall’autore di Colazione da Tiffany, un segreto romanzo giovanile mai pubblicato prima Margherita Criscuolo In libreria per i tipi di Garzanti, Incontro d’estate (138 pagine, 15 euro) è il primo romanzo di Truman Capote, rimasto segreto durante la vita del controverso autore che non volle mai pubblicarlo. A vent’anni dalla sua morte, nel 2004, complice una scoperta fortuita, Incontro d’estate ("Summer crossing") è riemerso tra le sue carte nel vecchio appartamentodiBrooklyn.Capote lo scrisse da giovanissimo, lo iniziò intorno al 1943 quando aveva 19 anni, e lo continuò a più riprese, prima di Colazione da Tiffany (1958) e di A sangue freddo (1966), anche se la protagonista, Grady McNeil, ha molto in comune con la caparbia Holly Golightly, interpretata nell’omonimo film del 1961, "Breakfast at Tiffany’s", da Audrey Hepburn. L’eroina del romanzo è una ragazza di 17 anni capricciosa e vivace, soprattutto intollerante alle regole e all’etichetta che le impartiscono i ricchi genitori. Così, una volta che i suoi partono per l’Europa, e lei rimane sola a Manhattan nel lussuoso appartamento sulla Quinta avenue, si sente finalmente libera di vivere la sua "love story" con Clyde Manzer, il ragazzo segreto, giovane veterano di guerra che lavora come parcheggiatore. E con l’estate che avanza cresce anche il loro amore che, sbocciato come una semplice attrazione, diventa sempre più forte. Capote lo racconta con leggerezza, con una prosa avvolgente e semplice. Così, ad esempio, è descritto l’episodio in cui la ragazza scopre che Clyde è

Massimo Canorro Batman in versione rockstar con una Napoli ultramoderna a fare da cornice. Realizzata dal fotografo Matteo Linguiti, l’immagine rappresenta perfettamente Comicon, il salone internazione del fumetto allestito nelle sale di Castel Sant’Elmo e negli spazi della mostra d’Oltremare fino al primo maggio. Mai come quest’anno, infatti, questo festival (giunto alla tredicesima edizione) concilia fu-

La locandina

La copertina del romanzo

ebreo: «"E pensi che per me sia un problema? Perché in realtà non lo è, sai... ". "Tu sei qualcosa per me, Clyde, e anche più di qualcosa. Solo che non riesco quasi a rendermene conto perché noi due sembriamo non parlare mai della stessa cosa". Poi si bloccò; la pressione degli occhi di Clyde rendeva fraudolento il linguaggio, e

qualunque fosse il fine che loro due stavano perseguendo pareva che lui fosse il solo a comprenderlo. "Ma certo, baby", disse, "come vuoi tu". E le comprò un altro palloncino; il precedente si era raggrinzito come una mela. Il nuovo palloncino era molto più bello, bianco e a forma di gatto, con gli occhi e un paio di baffi viola».

Grady si innamorerà sempre di più di Clyde e sarà portata a compiere una serie di scelte decisive per la sua vita. Incontro d’estate è un libro che merita di esser letto. Per chi non conosce Capote sarà la prima, anche in ordine cronologico, di una serie di scoperte. Per chi invece già lo apprezza, sarà l’ennesima conferma.

Edito dalla "Penguin press", il volume non è stato autorizzato

Harrper Lee ripudia la sua autobiografia La scrittrice vincitrice del premio Pulitzer con Il buio oltre la siepe, si è detta estranea al lavoro scritto dalla giornalista statunitense Marja Mills

Il fumetto incontra la musica

Camilla Mozzetti «Con quel libro non ho niente a che fare». Chiare e concise le parole di Harper Lee, 85 anni, leggendaria autrice de Il buio oltre la siepe, che ha spiegato la sua estranietà totale alla stesura del libro scritto dalla giornalista Marja Mills. La Harper ha rotto, così, il suo decennale silenzio per prendere le nette distanze dalla pubblicazione del volume che l’editore Penguin press ha lanciato come una sorta di autobiografia autorizzata della scrittrice statunitense vincitrice del premio Pulitzer con il romanzo del 1960 che denunciava il razzismo e la segre-

La scrittrice in una foto del 1961

gazione razziale nell’America degli anni Trenta, portato al cinema dal regista Alan J. Pakula con l’interpretazione di Gregory Peck nel ruolo di Atticus Finch. Con un comunicato diffuso dallo studio legale "Barnett, Bugg, Lee and Carter" di Monroeville, in Alabama, la scrittrice ripudia il libro e smentisce ogni tipo di autorizzazione da parte sua. «Contrariamenteallerecentinotizie diffuse, non ho partecipato volentieri a nessun libro scritto o da scrivere di Marja Mills. Né ho mai autorizzato un tale lavoro. Eventuali reclami in caso contrario sono falsi», ha detto Harper Lee nella dichiarazione che porta la sua firma.

metto, fotografia, cinema e musica. Dunque l’incontro tra le arti caratterizzerà da qui in poi tutte le edizioni di Napoli Comicon. Nell’edizione 2011 è il binomio fumetto-musica a farla da padrone; basti pensare a La nona. Sinfonie nell’arte fumettistica, mostra clou che indaga la relazione tra le due arti, presentando sia musicisti prestati alla nona arte sia viceversa, per poi evidenziare la storica - e mai ostruita - via che passa attraverso le cover dei dischi. Focus sulla mostra dedicata al genio di Aldo Gennaro, autore milanese classe 1938, protagonista del fumetto italiano, e sulla rassegna La biblioteca di Guido Crepax, che presenta quattro grandi classici - Lo strano caso del dottor Jekyll e di mister Hyde, I racconti del mistero, Il giro di vite di Henry James e le Memorie di Casanova - che indagano il rapporto tra letteratura e fumetto.Con Echi di tamburo Comicon rende invece tributo a Stefano Tamburini, creatore di "Ranxerox", a venticinque anni dalla sua scomparsa. Proseguendo sulla relazione tra musica e fumetto ecco "Comic on cover", mostra-evento dedicata alla "cover art", che propone una serie di copertine di album create da disegnatori e illustratori. Ma Comicon Napoli è anche incontri, proiezioni e sedute di autografi. Info: www.comicon.it.


il Domani Domenica 1 Maggio 2011 31

SPETTACOLI-TV CANALE

20:35 - TELEGIORNALE Rai Tg Sport 20:40 - GIOCO Affari Tuoi 21:30 - RUBRICA Speciale Porta a Porta Altro appuntamento condotto da Max Giusti, il comico romano noto al grande pubblico per le sue originali imitazioni di personaggi legati al mondo dello spettacolo, dello sport, della politica e dell’attualità. Anche questa serata guiderà 20 concorrenti nell’ “insidioso” percorso tra i pacchi che si snoda idealmente lungo tutta la penisola.

23:35 - RUBRICA Speciale Tg1 - di attualità 00:40 - TELEGIORNALE TG1 - NOTTE 01:05 - RUBRICA Testimoni e Protagonisti Ventunesimosecolo: Massimo Ranieri - di attualità 02:20 - RUBRICA Sette note - di musica 02:40 - RUBRICA Cosi' è la mia vita ... 03:10 - TELEFILM Mille e una notte - Fiction 05:15 - VIDEOFRAMMENTI DA DA DA 05:45 - NEWS Euronews

ITALIA 06:20 - TELEVENDITA Media shopping 06:35 - SITUATION COMEDY Zanzibar 07:00 - NEWS Super partes 07:45 - CARTONI ANIMATI Hi! hamtaro 08:00 - CARTONI ANIMATI Jewelpet 08:25 - CARTONI ANIMATI Spongebob 08:45 - CARTONI ANIMATI Ben 10 09:05 - CARTONI ANIMATI Ben 10 09:30 - CARTONI ANIMATI Yu gi oh! 5d's 09:55 - CARTONI ANIMATI Beyblade metal fusion 10:25 - CARTONI ANIMATI Naruto shippuden 10:50 - CARTONI ANIMATI Cattivik 11:00 - TELEFILM Aaron stone 11:55 - TELEGIORNALE Studio aperto 12:00 - SPORT Grand Prix - Campionato mondiale motociclismo 13:05 - SPORT Guida al campionato 14:00 - Campionato mondiale motociclismo 14:50 - SPORT Grand Prix - Fuori giri 15:30 - SPORT Grand Prix - Campionato mondiale motociclismo 16:30 - FILM Il bambino d'oro - con Eddie Murphy, Charlotte Lewis, Charles Dance - regia di Michael Ritchie (USA) - 1986 18:20 - CARTONI ANIMATI Tom & Jerry 18:28 - Studio aperto - Anticipazioni 18:30 - TELEGIORNALE Studio aperto 18:58 - NEWS Meteo 19:00 - Ritorno al futuro - con M. J. Fox, C. Lloyd, C. Glover - regia di R. Zemeckis (USA) - 1985 21:25 - 10.000 A.C. - con S. Strait, C. Belle, C. Curtis - regia di R. Emmerich (USA) - 2008 23:25 - REALITY SHOW Uman - Take control! Speciale televoto 23:50 - FILM TV Terrore sott'acqua - Thriller - con L. D. Phillips, K. Swanson, Coolio - regia di C. Robert Carner (USA) - 2003 01:50 - FILM Best - con J. Lynch, I. Bannen, J. Flynn - regia di M. Mcguckian (GB) - 2000 03:35 - TELEVENDITA Media shopping 03:50 - SITUATION COMEDY Via Zanardi, 33 04:40 - TELEVENDITA Media shopping 04:55 - Finchè c'è ditta c'è speranza 05:15 - Finchè c'è ditta c'è speranza

06:00 - RUBRICA Fuori orario. Cose (mai) viste 07:15 - TELEFILM La grande vallata 08:30 - FILM Roma - con Raf Vallone, Lucia Bosè, Massimo Girotti - regia di Giuseppe De Santis (Italia) - 1987 09:50 - RUBRICA Appuntamento al cinema - di cinema 09:55 - TELEFILM Agente Pepper 10:45 - EVENTO Speciale TG3: Manifestazione Sindacale a Marsala 11:00 - RUBRICA TGR Estovest 12:00 - TELEGIORNALE TG3 12:25 - RUBRICA TeleCamere - di politica 12:55 - RUBRICA Racconti di vita 13:25 - RUBRICA Passepartout - di cultura 14:00 - TELEGIORNALE TG Regione 14:15 - TELEGIORNALE TG 3 14:30 - RUBRICA In 1/2 h - di attualità 15:00 - TELEGIORNALE TG 3 L.I.S. 15:05 - EVENTO Anteprima Concerto Primo Maggio 16:00 - EVENTO In diretta da Piazza San Giovanni a Roma CGIL CISL UIL presentano Concerto del Primo Maggio 17:00 - FILM La truffa che piaceva a Scotland Yard - con Warren Beatty, Susannah York, Eric Porter - regia di Jack Smight (Gran Bretagna) - 1966 18:55 - PREVISIONI DEL TEMPO Meteo 3 19:00 - TELEGIORNALE TG 3 19:30 - TELEGIORNALE TG Regione 20:00 - EVENTO In diretta da Piazza San Giovanni a Roma CGIL CISL UIL presentano Concerto del Primo Maggio 00:00 - TELEGIORNALE TG 3 00:10 - TELEGIORNALE TG Regione 00:15 - RUBRICA TeleCamere - di politica 01:05 - TELEGIORNALE TG 3 01:10 - PREVISIONI DEL TEMPO Meteo 3 01:15 - RUBRICA Appuntamento al cinema 01:20 - RUBRICA Fuori orario. Cose (mai) viste 02:45 - FILM La` il cielo e la terra si univano... regia di Anna Lajolo e Guido Lombardi

06:00 - TELEGIORNALE Prima pagina 07:55 - NEWS Traffico 07:57 - NEWS Meteo 5 08:00 - TELEGIORNALE Tg5 - Mattina 08:51 - SHOW Le frontiere dello spirito 09:42 - TELEGIORNALE Tgcom 09:45 - ATTUALITÀ Speciale Tg5 13:00 - TELEGIORNALE Tg5 13:39 - NEWS Meteo 5 13:40 - SHOW Domenica 5 18:50 - GIOCO Chi Vuol essere milionario 20:00 - TELEGIORNALE Tg5 20:39 - NEWS Meteo 5 20:40 - SHOW Paperissima sprint 21:10 - SHOW Il senso della Vita - 6a puntata 00:30 - NEWS Terra 01:30 - TELEGIORNALE Tg5 - Notte 02:21 - NEWS Meteo 5 notte 02:22 - SHOW Paperissima sprint Per la terza volta alla conduzione la brasiliana più simpatica della Tv italiana: Juliana Moreira, affiancat a dal pupazzo Gabibbo. Gag inedite si alterneranno a una selezione di filmati esilaranti provenienti da tutto il mondo: video amatoriali con protagonisti bambini, animali, piccoli incidenti domestici, matrimoni, imprese sportive e molto altro. La prima edizione di Paperissima Sprint risale al 1990 e nasce su Italia 1 come uno speciale di Paperissima.

02:43 - FILM Il grande volo - con Elijah Wood, Lorraine Bracco, Adam Baldwin - regia di Richard Donner (USA) - 1992 05:31 - TELEGIORNALE Tg5-notte-replica 05:44 - NEWS Meteo 5 notte 05:45 - TELEVENDITA Media shopping 06:00 - TELEGIORNALE Prima pagina 07:55 - NEWS Traffico

RETE 06:25 - TELEGIORNALE Tg4 night news 06:45 - TELEVENDITA Media shopping 07:00 - TELEVENDITA Media shopping 07:15 - NEWS Super partes 08:20 - MINISERIE Anno domini 09:20 - DOCUMENTARIO Magnifica Italia 10:00 - NEWS S. Messa 11:00 - RUBRICA Pianeta mare 11:25 - TELEGIORNALE Anteprima Tg4 11:30 - TELEGIORNALE Tg4 - Telegiornale 11:54 - NEWS Meteo 11:58 - TELEGIORNALE Tg4 - Telegiornale 12:15 - RUBRICA Melaverde 13:35 - RUBRICA Pianeta mare 14:07 - RUBRICA Donnavventura 14:30 - TELEFILM Suor Therese 16:16 - NEWS Vie d'Italia - Notizie sul traffico 16:25 - FILM Il tassinaro - con Alberto Sordi, Marilu' Tolo, Anna Longhi - regia di Alberto Sordi (Italia) - 1983 18:50 - TELEGIORNALE Anteprima Tg4 18:55 - TELEGIORNALE Tg4 - Telegiornale 19:19 - NEWS Meteo 19:23 - TELEGIORNALE Tg4 - Telegiornale 19:35 - TELEFILM Il ritorno di Colombo 21:30 - TELENOVELA Tempesta d'amore 22:25 - TELENOVELA Tempesta d'amore 23:20 - SPORT Contro campo posticipo 23:30 - SPORT Contro campo 01:35 - NEWS Tg4 night news 01:56 - EVENTO Vintage parade 8 - Musica 02:53 - FILM Tutto l'amore che c'è - con Damiano Russo, Francesco Cannito, Michele Venitucci - regia di Sergio Rubini (Italia) - 2000 04:25 - SITUATION COMEDY Casa Vianello 04:50 - SHOW Come eravamo 05:15 - NEWS Tg4 night news 05:35 - RUBRICA Peste e corna e gocce di storia 05:40 - TELEFILM Delta team

06:00 - Tg La7/meteo/oroscopo/traffico 06:55 - RUBRICA Movie Flash 07:00 - RUBRICA Omnibus 07:30 - TELEGIORNALE Tg La 7 09:50 - RUBRICA m.o.d.a. 10:35 - TELEFILM Ultime dal cielo 11:35 - FILM Non abbiate paura - La vita di Giovanni Paolo II - con Thomas Kretschmann, Bruno Ganz, - regia di Jeff Bleckner (USA) - 2005 13:30 - TELEGIORNALE Tg La7 13:55 - DOCUMENTARIO L' ultimo gattopardo - Ritratto di Goffredo Lombardo 16:00 - TELEFILM Cuore d'Africa 17:55 - RUBRICA Movie Flash - di cinema 18:00 - Lo sceriffo e il bandito - con K. Douglas, J. Coburn - regia di Steven Hilliard Stern 20:00 - TELEGIORNALE Tg La7 20:30 - RUBRICA In Onda - di attualità 21:30 - Il gattopardo - con B. Lancaster, A. Delon, C. Cardinale - regia di L.Visconti 00:50 - TELEGIORNALE Tg La 7 - Informazione 01:00 - RUBRICA Movie Flash - di cinema 01:05 - RUBRICA Bookstore - di cultura 01:55 - FILM Colpo di mano a Creta - con Dirk Bogarde, Marius Goring - regia di Michael Powell, Emeric Pressburger (GB) - 1957 03:50 - RUBRICA La7 Colors

1

Carlo Conti conduce una nuova puntata del quiz show più amato dagli italiani. Anche questa volta il conduttore sarà circondato dalle bellissime "professoresse". I telespettatori potranno giocare a "Chi l'ha detto?", un gioco telefonico nel quale dovranno indovinare chi ha pronunciato una frase celebre.

06:00 - TELEFILM La complicata vita di Christine 06:35 - SITUATION COMEDY 7 Vite 07:00 - RUBRICA Cartoon Flakes Weekend - per ragazzi 07:01 - CARTONI ANIMATI Le nuove avventure di Braccio di Ferro 07:20 - TELEFILM Gargoyles 07:40 - RUBRICA Art Attack 08:05 - CARTONI ANIMATI Yes! Pretty Cure 5 Gogo 08:30 - CARTONI ANIMATI Spike Team 08:55 - TELEFILM Victorious 09:20 - RUBRICA Social King 10:10 - RUBRICA Ragazzi c'è Voyager 10:40 - RUBRICA A come Avventura 11:30 - SHOW Mezzogiorno In famiglia 13:00 - NEWS TG 2 GIORNO 13:30 - NEWS TG 2 Motori 13:40 - PREVISIONI DEL TEMPO Meteo 2 13:45 - RUBRICA Quelli che aspettano... 15:40 - SHOW Quelli che il calcio e... 17:05 - RUBRICA Rai Sport Stadio Sprint 18:00 - TELEGIORNALE TG2 L.I.S. 18:05 - RUBRICA Rai Sport 90° minuto 19:05 - RUBRICA RaiSport. Numero 1 19:35 - TELEFILM Squadra Speciale Cobra 11 20:30 - NEWS TG2 - 20.30 21:00 - TELEFILM N.C.I.S. 21:45 - TELEFILM Hawaii Five - 0 22:35 - RUBRICA RaiSport. La Domenica Sportiva 01:00 - NEWS TG 2 01:20 - RUBRICA Protestantesimo - di religione 01:50 - TELEFILM Justice 02:35 - PREVISIONI DEL TEMPO Meteo 2 02:40 - TELEFILM Kevin Hill 04:00 - RUBRICA Secondo canale 04:15 - RUBRICA Università Telematica Internazionale UniNettuno - di didattica 04:16 - RUBRICA Storia Medievale - di didattica 05:00 - RUBRICA Creatività e comunicazione pubblicitaria - di didattica 05:45 - RUBRICA Secondo canale

CINEMA

06:00 - RUBRICA QUELLO CHE - di attualità 06:30 - RUBRICA Mattina in famiglia 07:00 - TELEGIORNALE TG 1 08:00 - TELEGIORNALE TG 1 09:00 - TELEGIORNALE TG 1 L.I.S. 09:05 - RUBRICA Eurovisione 12:30 - RUBRICA A sua immagine 13:30 - TELEGIORNALE TELEGIORNALE 14:00 - SHOW Domenica In l'Arena 15:50 - SHOW Domenica In - Amori 16:15 - SHOW Domenica in....onda 16:30 - TELEGIORNALE TG 1 18:50 - QUIZ L'Eredità 20:00 - TELEGIORNALE TELEGIORNALE

06:40 Oceani 08:05 Braveheart - Cuore impavido 11:05 Non abbiate paura - La vita di... 12:40 Happy Family 14:20 Mission: Impossible 16:15 Oceani 17:45 Il Signore degli Anelli - Speciale 18:05 Braveheart - Cuore impavido 21:00 Sky Cine News - Robert Pattinson 21:10 La nostra vita 23:00 Il missionario 00:35 Mission: Impossible 02:25 Gamer 04:00 Fuori controllo 05:55 Remember me

07:00 - NEWS News 07:05 - RUBRICA Il Tempo Della politica 07:30 - MUSICA Only Hits 08:00 - SHOW I used to be fat 09:00 - SHOW Made Special 10:00 - SHOW Disaster Date 11:00 - SHOW Paris Hilton Dubai BFF 12:00 - SHOW Pimp my ride 12:30 - SHOW The Road to World Stage 13:00 - REPORTAGE Il Testimone 14:00 - Vita segreta di una teenager americana 15:00 - TELEFILM Jersey Shore 16:00 - NEWS MTV News 16:05 - MUSICA Mtv World Stage 17:00 - NEWS MTV News 17:05 - MUSICA Hitlist Italia 18:00 - NEWS MTV News 18:05 - MUSICA Hitlist Italia 19:00 - NEWS MTV news 19:05 - NEWS Speciale MTV News 20:00 - REPORTAGE Il testimone Vip 21:00 - NEWS MTV news 21:05 - TELEFILM Reaper 23:00 - TELEFILM True Blood 00:00 - TELEFILM Dead Set 02:00 - MUSICA Only Hits 04:00 - MUSICA Only Hits 05:45 - TELEGIORNALE News

LA NOTRA VITA Un film di Daniele Luchetti. Con Elio Germano, Raoul Bova, Isabella Ragonese, Luca Zingaretti, Stefania Montorsi. Genere: Drammatico Durata: 98 min. ITALIA/FRANCIA 2010. Claudio è un operaio edile trentenne che lavora nei cantieri della periferia romana e vive con la moglie Elena e i due figli, in attesa del terzo. Gran lavoratore e marito devoto e innamorato, rimane sconvolto e impreparato dalla morte che raggiunge la donna, proprio mentre sta dando la vita al piccolo Vasco. Incapace di fronteggiare il dolore, si mette in testa di dover risarcire i figli, dandogli tutte quelle cose che, se non altro, si possono comperare. Si infila così in un affare più grosso di lui, dalle ripercussioni economiche e morali.


il domani  

Edizione del 01 Maggio 2011

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you