Issuu on Google+

Venerdì 1 Maggio 2009 Anno XII - Numero 119 Euro 1,00

QUOTIDIANO DI POLITICA ECONOMIA E CULTURA

COSENZA

COSENZA

CETRARO

LAMEZIA TERME

Europee, per Mancini candidatura blindata

Udc sempre di più ago della bilancia

Incidente stradale muore un 13enne

Mazzei: emendamento per le vittime dell’usura

Il gioco ad incastro nei 18 della lista Pdl

Un sondaggio rivela: ci sarà il ballottaggio

Il ragazzo stava tornando da una partita di calcio

Non abbiamo avuto nessun appoggio dal sindaco

di Domenico Martelli > Pag 28

di Oreste Parise > Pag 28

di Emilia Manco > Pag 30

di Antonio Cannone > Pag 25

BUON 1°MAGGIO A TUTTI L’appuntamento con i lettori è per Domenica 3 Maggio

La Procura generale di Catanzaro ha chiesto il rinvio a giudizio per 98 persone: da Loiero a Chiaravalloti, da Adamo a Gentile, ad Abramo

Why Not, politica sotto scacco Il Governatore: «Un provvedimento affrettato. Non si può accettare con serenità questa palese ingiustizia» CATANZARO — La Procura generale di Catanzaro ha chiesto il rinvio a giudizio per 98 persone sulle 106 che nei mesi scorsi avevano ricevuto l’avviso di conclusione dell’inchiesta Why not. Per altre sette è stato deciso lo stralcio con l’invio degli atti alla procura di Milano, mentre un indagato è morto. La Procura ha anche chiesto l’archiviazione per alcuni reati di imputati per i quali è stato comunque chiesto il rinvio a giudizio per altri illeciti. E’ il caso del presidente della Regione Agazio Loiero e del suo predecessore, Giuseppe Chiaravalloti, per i quali è stata chiesta l’archiviazione per l’associazione a delinquere, ma il rinvio a giudizio per gli altri reati ipotizzati nell’avviso di conclusione delle indagini.

VIBO VALENTIA Truffa alla 488, a giudizio cinquantotto imprenditori VIBO VALENTIA — Cinquantotto imprenditori vibonesi sono stati rinviati a giudizio dal gup del tribunale di Vibo Valentia Lucia Monaco con l’accusa, a vario titolo, di truffa aggravata per il conseguimento di erogazioni pubbliche, malversazione ai danni dello Stato, reati fiscali. > Pag 33

‘NDRANGHETA A Milano maxi processo alle cosche CATANZARO — Milano capitale della ’ndrangheta? Il quadro più volte offerto dagli investigatori suggerisce risposta affermativa. E ieri il pm della Dda di Milano Celestina Gravina ha chiesto il rinvio a giudizio per 68 persone accusate di far parte del gruppo ricondotto a Onorato.

di Francesco Ciampa > Pag 18

di Francesco Ciampa > Pag 19

IL FATTO DEL GIORNO L’IDEA

Innovazione e flessibilità: l’unica cura possibile di Emanuele Baldacci

La crisi finanziaria avviatasi a metà del 2007 e tuttora in corso ha raggiunto il suo apice verso la fine dello scorso anno. Nei primi mesi del 2009 i principali indicatori finanziari si sono andati stabilizzando, sia pure a livelli anomali rispetto a quelli precedenti alla crisi, e la volatilità dei prezzi di mercato è diminuita. Tuttavia le difficoltà non sono finite. È ora la volta dell’economia reale: gli indicatori globali indicano un forte calo della crescita economica e del commercio internazionale con implicazioni durature per il sistema produttivo che avevamo conosciuto finora. Quali sono le conseguenze strutturali di questa tempesta? Dopo un cataclisma naturale (come quelli che spesso avvengono nei paesi caraibici ed in alcune parti dell’Asia) si contano i danni arrecati alle infrastrutture e la priorità immediata diventa quella di ricostruire materialmente strade, scuole e case per poter riprendere le attività quotidiane. Spesso però la tempesta ha danneggiato le strutture produttive portanti dell’economia e quindi la crescita economica futura potrebbe essere a rischio nonostante l’attività di ricostruzione possa dare un aiuto alla ripresa economica nel breve termine. > Pag 2

Quarantena per chi arriva dal Messico Il Governo italiano: elevata trasmissibilità del virus

FEDERALISMO FISCALE

Allarme influenza suina. Il sottosegretario alla Salute Ferruccio Fazio ha detto: «Chi torna dal Messico, rimanga a casa sette giorni». Fazio ha spiegato che la “quarantena” consigliata a chi rientra dal Messico è giustificata dall’elevata trasmissibilità del virus e dall’assenza di immunità della popolazione. Da domani scattano i controlli alle frontiere.

ROMA — Il ddl sul federalismo fiscale è stato approvato dal Senato ed è stato salutato con grande soddisfazione dagli esponenti calabresi dei partiti Udeur e Movimento per l’Autonomia.

LA CALABRIA AL VINITALY E SOL 2009/11

REGIONE

Olio, territorio e cultura: un sistema che sa di buono

Piano di risanamento a maggioranza. No del Prc

Esce oggi un nuovo speciale dedicato al mondo dell’extravergine di oliva e alle aziende che hanno rappresentato la Calabria al Sol di Verona, parallelamente al Vinitaly. Un viaggio, quello del Domani, ricco di contenuti e riflessioni su un settore strategico per lo sviluppo dell’intera regione.

REGGIO CALABRIA — Il consiglio regionale ha approvato a maggioranza la proposta di legge della Giunta regionale per il risanamento del deficit della sanità. Al momento del voto, con una dichiarazione di voto ha espresso il proprio orientamento contrario il capogruppo del Prc De Gaetano.

di Rosalba Paletta > Pag 44

di Ludovico Casaburi > Pag 16

Plauso di Udeur ed Mpa

di Alessandro Caruso > Pag 17


2 Venerdì 1 Maggio 2009 il Domani

D2.0 DALLA RETE AL DOMANI L’idea

Modificare il sistema produttivo di Emanuele Baldacci La risposta a questi problemi in casi come questo può comportare la necessità di modificare profondamente il sistema produttivo: quello che si produce e come lo si fa. Per analogia anche nella crisi attuale, dopo che sarà passato il tempo della necessaria ricostruzione del sistema finanziario pesantemente colpito dalle persistenti turbolenze dei mercati attraverso gli interventi eccezionali messi in campo dalle autorità monetarie e dai governi ed i relativi interventi di stimolo dell’economia reale che ha subito gli effetti della crisi, bisognerà chiedersi se le modalità che hanno permesso al sistema economico di crescere ininterrottamente per quasi un decennio sono ancora alide ed efficaci e come le imprese dovranno posizionarsi per il nuovo mondo che verrà. La crescita eccezionale dell’economia mondiale che abbiamo sperimentato è stata figlia di due fattori che hanno operato congiuntamente: la rivoluzione tecnologica che ha ridotto i costi del trasferimento di merci e servizi e la liberalizzazione degli scambi commerciali e dei servizi finanziari (ma anche un flusso maggiore di idee e culture). La combinazione di questi fattori ha profondamente trasformato il modo di produrre merci e servizi su scala globale con il risultato che nuove economie hanno assunto un ruolo importante sia comepiattaforma manifatturiera, sia come produttori di servizi in qualche caso ad alto valore aggiunto. Oggi questi paesi rappresentano una quota maggioritarianella crescita della domanda aggiuntiva e marciano velocemente verso la convergenza nei livelli di reddito con le economie più mature. [..]La frammentazione della filiera produttiva e la sua dislocazione su scala globale ha sostituito come modello produttivo quello più tradizionale basato sulla divisione del lavoro tra paesi. In quest’ultimo sistema il grosso delle interazioni tra paesi avveniva attraverso flussi di export e solo alcune grandi imprese operavano cross border sotto forma di multinazionali. Nel nuovo sistema, invece, sempre più l’origine delle merci che arrivano in un punto vendita di qualsiasi parte del globo è complessa, essendo frutto di fasi di lavorazione e input che provengono da paesi diversi. tratto da fondazionefarefuturo.it

Il meglio del web calabrese

Il meglio del web nazionale

“Strade Blu, Tour Motociclistico nella Marca Turistica Crotonese”

Il dipartimento di giustizia su Google

Nei giorni scorsi i dirigenti del Moto Club Ugo Gallo Crotone hanno definito il programma del III° Motoincontro Regionale "Strade Blu, Tour Motociclistico nella Marca Turistica Crotonese", manifestazione a carattere turistico culturale, riservata esclusivamente alle Moto d’Epoca, che avrà luogo a Crotone Domenica 10 Maggio 2009. La manifestazione è organizzata dal Moto Club Ugo Gallo. I dirigenti del club, Fabio Gallo, Albino Fanele, Alfonso Gaetano e Alessandro Leto, unitamente al delegato provinciale F.M.I., Massimo Gallo, hanno stilato il programma dell’evento che si aprirà alle ore 9.00 con il raduno dei motociclisti e le iscrizioni presso il Bar Noce. tratto da calabrianotizie.it

Inciampa in un supplemento di indagine e valutazione uno dei più famosi progetti di Google, quello della biblioteca universale. Sotto esame è l’accordo tra il motore di ricerca e gli editori che l’anno scorso ha segnato la cessazione delle ostilità legali tra le due parti dopo il lancio del progetto nel 2004. La pace aveva un prezzo, non proibitivo per Google: 125 milioni di dollari a saldo di quanto già copiato e messo on line, oltre ad un accordo di "revenue sharing", di partecipazioe ai ricavi, sulle vendite future.Il Dipartimento di giustizia degli Stati Uniti vuole verificare se non vi siano problemi di posizione dominante nel progetto più carismatico di sempre e in particolare se l’accordo non consegni un potere pressocché esclusivo nel segmento di mercato. tratto da webnews.it

Nasce a Reggio Calabria un sistema informativo archeologico

La Twitter mania dura un mese, lascia il 60% degli utenti

Secondo la società Nielsen Online, che misura il traffico su internet, Pieghevoli, brochure, un interessante volume ed alcuni totem il 60 per cento degli utenti di Twitter - noto servizio online con cui è e pannelli informativi da collocare nei siti simbolo della citt°: possibile condividere un breve messaggio con altri utenti - ha abbanqueste in sintesi le linee guida del progetto "Sistema informatidonato un mese dopo l’iscrizione. Una sentenza senza appello, emervo per le aree archeologiche di Reggio Calabria", nato per una sa da una ricerca sul successo a lungo termine dell’ultimo famoso sovalorizzazione e maggiore conoscenza, da attuare sia con cial network usato da celebrità come la conduttrice Tv a stelle a strimetodi tradizionali che innovativi, del patrimonio cittadino e sce, Oprah Winfrey, e la pop star Britney Spears. "Il tasso di mantenidella carta archeologica geodifferenziata, per la cui stesura le mento dell’audience di Twitter, o la percentuale di utenti di un certo basi erano già state gettate nell’ambito dell’Accordo di Promese che ci sono ancora il mese successivo, è di circa il 40 per cento". gramma Quadro "Beni e Attività cultuCome a dire: il restante 60 per cenrali per il territorio della Regione to saluta e ringrazia, senza farsi più Calabria". Lo strutturato progetto è stavedere. Creato tre anni fa come un to presentato a Palazzo San Giorgio servizio internet in grado di perdall’assessore ai Beni Culturali Antomettere agli utenti di scambiarsi e nella Freno, dal Soprintendente Arleggere brevi messaggi da 140 cheologo della Calabria Caterina Grecaratteri, Twitter è stato recenteco, dal dirigente del settore Manutenmente investito da un’ondata di zione e Lavori Pubblici del Comune popolarità inarrestabile, da quando Marcello Cammera e dalla docente unicelebrità come il giocatore di baversitaria Francesca Martorano cui sket Shaquille O’Neal o lo stesso l’Ente si è affidato per la realizzazione presidente degli Stati Uniti, Barack dell’intera opera. Se il volume raccoObama, lo hanno usato e ne sono glie, con dovizia di particolari, tutta la diventati loro malgrado importanti documentazione sui siti archeologici testimonial. Come nel caso dell’atdel territorio, i pannelli, creati in due tore Ashton Kutcher, che ha sfidato strutture differenti (una classica e l’alla Cnn, scommettendo che avrebbe tra tridimensionale) e collocati in punti raggiunto quota un milione di sostrategici per la storia della città, garanstenitori su Twitter prima del gitiranno a reggini e turisti spiegazioni Tratta da ilGiornale.it gante informativo, o sua moglie, sui luoghi e mostreranno loro immagini Arance imbottite di cocaina - Trovate all’aeroporto di Fiul’attrice Demi Moore, che avrebbe storiche. I depliant invece sono stati micino arance "ripiene" di cocaina. Il corriere era un arziladdirittura impedito a una donna in redatti, come i pannelli d’altronde, anlo settantaseienne. Aveva con se 5mila dosi di cocaina California di suicidarsi grazie al siche in lingua inglese, elaborati in riferiper un valore di 5 milioni di euro to. E sempre secondo i dati diffusi mento a venti siti e contengono testi e da Nielsen Online, il sito avrebbe scatti anche inediti. Totem multimeregistrato 7 milioni di visite a febdiali, dotati del sistema ‘touch screen’ braio di quest’anno contro le per una concreta interrogazione della 475.000 di febbraio dell’anno scorso e si imporrebbe come vero e Carta e di facile navigazione, rappresentano un vero e proprio proprio fenomeno del momento insieme a Facebook e pochi altri. viaggio nella storia di Reggio, approfondendone sia i periodi tratto da repubblica.it che la tipologia dei reperti. tratto da tafter.it

La foto del giorno

Matitate - Il meglio di ieri

Dadaumpa Da Corriere.it

Da Unita.it

Why not. In italiano perchè no. Già, perchè no? I colpevoli dentro, gli innocenti fuori. Parta subito un processo rapido e giusto...

il Domani

Editore

Pubblicità

Centro stampa

Direzione Guido Talarico Massimo Tigani Sava Orlando Rotondaro (responsabile) Redazione Francesco Pungitore (caposervizio) Maurizio D’Agostino (proto) *** redazione@ildomani.it catanzaro@ildomani.it roma@ildomani.it sport@ildomani.it appuntamenti@ildomani.it tel. 0961.996802 | fax 0961.903801/927 www.ildomani.it

T&P Editori srl

Il Sole 24 Ore Spa System

Stabilimento Tipografico De Rose contrada Pantoni - Marinella 87040 Montalto Uffugo (Cs) tel. 0984-934382

Guido Talarico Amministratore Giuseppe Gangale (pubblicità) Benedetta Geronzi (marketing) Cesare Marullo (finanza) Carlo Taurelli Salimbeni (revisione e controllo) Franco Arcidiaco (distribuzione) Silvana Di Silvestro (personale) Direzione, Redazione e Amministrazione loc. Serramonda - Zona Industriale Marcellinara (Cz) regi. Trib. n. 64 del 15-7-1997 La testata fruisce dei contributi statali diretti di cui alla Legge 7 agosto 1990 , n. 250

Direzione generale: Andrea Chiapponi Direzione amministrativa: via Monterosa, 91 - 20149 Milano Coordinamento Area Calabria Mediatag Spa loc. Serramonda - Zona Industriale Marcellinara (Cz) tel. 0961.996802 attendere e comporre il 4 fax 0961.903421/784 info@mediatag.it Tariffe a modulo: 46 mm x 19 h. Commerciale euro 103,00 - Occasionale euro 114,00 - Legale Sentenze Appalti euro 129,00 - Corsi di Formazione euro 129,00 - R.P.Q. euro 78,00 - Necrologie euro 77,00 cad. Economici euro 0,62 a parola. Supplemento Colore: + 40%.

Services e partnership Lumsa (Roma) - Graphic Coop (Siena) Guido Talarico Editore Spa (Roma) - Italpress (Palermo) - Lapresse (agenzia fotografica - Torino) Il Velino (Roma) - Manolibera - Settimio News Il Cristallo sas - AT Press - Ediratio Media Services - Città del Sole sas Speaker Network


4 VenerdĂŹ 1 Maggio 2009 il Domani

Il Domani dĂ  spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, societĂ , sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

PRIMO PIANO "MMB DBTB UPSJOFTF J GPOEJ EFMMnBNNJOJTUSB[JPOF 6TB FE JM  EFMMnJNQSFTB *M -JOHPUUP DPOEJWJEFSÂť DPO %FUSPJU J QJBOJ EFMMnBVUP QVMJUB FE FDPOPNJDB

'JBU$ISZTMFS 0CBNB VGGJDJBMJ[[B UVUUP 1JĂ” DBSJ DBSCVSBOUJ USBTQPSUJ F BMJNFOUBSJ

-nJOGMB[JPOF UPSOB B TBMJSF -B TUJNB QFS BQSJMF Ăƒ  

$SJTUJBOP %FM 3JDDJP

L’inflazione in Eurolandia Variazione % annua dei prezzi al consumo 5

4

3

Area Euro 4,0 4,0 3,6 3,3

3,7

Italia (indice armonizzato europeo) 4,2

3,9 3,6

4,0 4,0 3,8 3,7 3,6

3,2

0,6

2,7 2,4

2

2,1

1,1 1,4 1,5 1,1

1,6 1

o4J Ăƒ SFBMJ[[BUP TBMWBUBHHJP EFDJTJWP DPO JM DPOUSJCVUP EJ UVUUF MF QBSUJp

1,1

1,2 0,6

0 APR MAG GIU LUG AGO SET OTT NOV DIC GEN FEB MAR APR 2008 2009 Fonte: Eurostat/Istat (stima flash) ANSA-CENTIMETRI

ROMA - L’inflazione torna a salire ad aprile, dopo sette mesi di tendenza al rallentamento, registrato a livello tendenziale. Archiviati i picchi della scorsa estate, quando i prezzi al consumo hanno toccato un +4,1%, sia a luglio sia ad agosto, e i successivi raffreddamenti che hanno portato l’indice all’1,2% di marzo, aprile ha invece riproposto un rialzo, per quanto lieve, dell’inflazione, stimata all’1,3% dall’Istat, rispetto ad un anno fa. Un livello che comunque resta basso, mentre nella zona euro, dopo il calo record di marzo, l’inflazione è risultata stabile allo 0,6%, ai minimi di sempre, secondo la stima flash diffusa da Eurostat. Tornando all’Italia, su base mensile i prezzi al consumo sono aumentati dello 0,3%, segnando l’incremento congiunturale piÚ sostenuto dall’agosto scorso. A spingere la crescita sono in particolare gli aumenti dei prezzi di carburanti e trasporti, ma anche dei beni alimentari, i cui prezzi - comunque in una dinamica di rallentamento a livello tendenziale - continuano a mantenere un segno positivo.

WASHINGTON - Il presidente Barack Obama ha inaugurato la sua agenda post-100 giorni annunciando con grande soddisfazione un accordo tra Fiat e Chrysler che infonde nuova vita alla morente compagnia automobilistica americana. L’inquilino della Casa Bianca ha voluto annunciare di persona l’accordo, circondato da cinque ministri del suo governo e dalla intera ’task force’ dell’auto, sottolineando che nel giro di un mese sono stati superati ostacoli che sembravano insormontabili. Obama ha detto di essere certo che la Chrysler emergerà da questo accordo - che prevede un periodo breve di bancarotta della compagnia - piÚ forte e piÚ competitiva. La Fiat ha dimostrato di poter produrre quelle automobili ’pulite’ ed efficienti nel consumo che sono il futuro della industria automobilistica - ha detto Obama, annunciando l’accordo nel foyer della Casa Bianca -. Come parte di questa intesa la Fiat ha accettato di trasferire alla Chrysler tecnologia d’avanguardia del valore di miliardi di dollari che aiuteranno la Chrysler a produrre negli Usa auto dal consumo e dal motore efficienti. Il presidente Obama non ha nasco-

"OOVODJP EJ 0CBNB DIF IB WPMVUP BM TVP GJBODP DJORVF NJOJTUSJ EFM HPWFSOP 6TB

sto la sua soddisfazione per un accordo che infonde nuova vita ad una compagnia come la Chrysler, diventata un’icona della industria americana dell’auto e una fonte di orgoglio per generazioni di lavoratori americani: la Chrysler ha contribuito a fare del XX Secolo il ’Secolo Americano’. Il presidente americano ha ribadito che l’amministrazione Usa non ha alcuna intenzione di gestire compagnie automobilistiche e che intende ridurre al massimo il suo intervento nella industria dell’auto non appena le circostanze lo per-

metteranno. Obama ha sottolineato che l’accordo è stato raggiunto con successo solo perchÊ vi sono stati sacrifici senza precedenti da parte delle varie parti in causa, a cominciare dai sindacati. Sono sacrifici che Obama ha citato ad esempio al resto dell’ America in un momento, superato il traguardo simbolico dei primi 100 giorni di presidenza, in cui la sua amministrazione è impegnata a sgomberare le macerie della recessione e ricostruire l’America. Sono momenti difficili per l’indu-

stria dell’auto americana e per gli americani in generale - ha detto ieri Obama - ma sono certo che, se il nostro Paese saprà agire con lo stesso spirito di condivisione dei sacrifici mostrato in questa occasione, allora vedremo non solo la rinascita della nostra industria dell’auto, ma anche della nostra intera economia. La promessa di rinascita della Chrysler per Obama è quindi il simbolo di una speranza ancora piÚ ampia: rimettere in moto non solo Detroit ma anche il resto dell’America.

#FSMVTDPOJ GB VOP TQPU QFS MB NPSUBEFMMB F JOEJDB MB TUSBEB EFMMnFTUFSP -n*TUBU BUUFTUB JM EBUP DSJUJDP EJ GFCCSBJP 1FS Mn6F  NJMB QPTUJ QFSTJ B NBS[P

-BSJDDIF[[BOPOWJFOFEBMMBGJOBO[B $BMP PDDVQBUJ OFMMnJOEVTUSJB o"HHSFEJSF J NFSDBUJ TUSBOJFSJ 4PQSBUUVUUP &TU JOEJB F $JOBp MB SJDFUUB EFM QSFNJFS

/FMMF GBCCSJDIF MB SJEV[JPOF Ăƒ EFMMn EFM QFSTPOBMF BUUJWP 1FS MB $JH Ăƒ 

ROMA - L’Italia uscirà dalla crisi prima e meglio e per farlo occorre avere maggiore fiducia nella possibilità di aggredire i mercati stranieri. Il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, nel giorno dell’accordo fra Fiat e Chrysler, parlando davanti alla platea di Coldiretti, sottolinea che l’apertura verso l’estero è un ingrediente fondamentale per lasciarsi alle spalle le difficoltà economiche di questi mesi. Difficoltà che rischiano di essere acuite dalla nuova influenza che, a causa dell’effetto domino, mette sotto scacco anche gli allevatori. Per rassicurare i consumatori ecco allora che Berlusconi raccoglie la sfida e davanti alle telecamere mangia un pezzetto di mortadella (foto). Buono, davvero buono, mima con i gesti il Cavaliere, che per l’occasione si improvvisa anche cameriere e serve alla platea salame e prosciutto su un vassoio d’argento. Il made in Italy non si deve arrendere e anzi deve andare a bussare alle porte dei Paesi stranieri, insiste dunque il presidente del Consiglio. Soprattutto di quelli dell’Est - dice - dalla Federazione

ROMA - A febbraio l’occupazione nelle grandi imprese ha registrato il peggior calo dal 2001 segnando un -1% al lordo della cassa integrazione mentre la cig segna un’impennata (+320%) portando il calo dei posti di lavoro al netto della cassa al -3,2%. Ăˆ quanto risulta dai dati dell’Istat diffusi ieri secondo i quali è l’industria a registrare il calo piĂš consistente con un calo dell’8% tendenziale al netto della cig e un calo del 2% al lordo della cassa. Anche per i servizi si registra una variazione tendenziale negativa (-0,7% al netto della cig e -0,5% al lordo) segnando il quinto risultato mensile negativo dopo anni di variazioni positive. Nei primi due mesi del 2009 il calo dell’occupazione nelle grandi imprese rispetto allo stesso periodo del 2008 è stato dell’1,8% al lordo della cig e del 7,4% al netto della cassa. I dati si riferiscono alle imprese con piĂš di 500 addetti (aziende che coprono il 20,4% del totale dei dipendenti). Rispetto a gennaio il calo dei posti di lavoro è stato dello 0,6% al netto della cig e dello 0,2% al lordo della cassa. Alle

russa all’India e alla Cina. LÏ gli italiani possono stare sicuri di trovare interesse, simpatia e in molti casi anche amore, assicura il premier. Il governo da parte sua è orgoglioso di aver mantenuto gli impegni e promette di fare altrettanto nel prossimo futuro. PerchÊ, dice ancora una volta il premier, la gente non ne può piÚ delle chiacchere, vuole i fatti. E noi continuiamo a voler fare i fatti. Un esempio? L’intervento tempestivo in Abruzzo, quello incisivo per risolvere

l’emergenza rifiuti. A favore dell’Italia non finisce solo il paragone con i Paesi europei, ma anche quello con l’America: Negli Stati Uniti chi perde il posto si trova nella disperazione. Noi abbiamo la fortuna di avere famiglie risparmiatrici e un sistema bancario solido. Ma purchÊ le banche continuino a fare il loro mestiere, perchè la vera ricchezza - è la convinzione di Berlusconi - non si fa con la finanza, ma con il lavoro e il sudore della fronte.

I dati nelle grandi imprese Rilievi sulle aziende con oltre 500 dipendenti

Occupazione al lordo C.i.g. servizi

febbraio 2009 / febbraio 2008

gen-feb 2009 / gen-feb 2008

-1,0 *

-0,9 **

-0,5 -2,0

-0,3 -1,8

-7,4

-4,3

industria

-11,3 +0,6

-6,2 -0,9

Costo del lavoro

-6,8

-4,1

servizi

-10,8 +1,1

-5,8 -0,8

industria Retribuzione lorda per dipendente servizi

industria *-3,2 al netto Cig **-2,9 al netto Cig Fonte: Istat

notizie negative sul fronte dell’occupazione in Italia si sono aggiunte quelle diffuse ieri sull’Europa a 16 da Eurostat. A marzo, secondo l’Istituto, la disoccupazione in Eurolandia si è attestata all’8,9% contro l’8,7% di febbraio con 419.000 senza lavoro in piÚ. Nell’Ue-27 si è registrato un tasso di disoccupazione all’8,3% rispetto all’8,1% del mese precedente con 626.000 disoccupati in piÚ. Finchè non si esce dal tunnel della crisi economica - ha commentato il numero

ANSA-CENTIMETRI

uno della Cisl, Raffaele Bonanni i dati sul lavoro saranno sempre negativi. Ne sono la logica conseguenza. I dati dell’Istat - sottolinea il segretario confederale della Cgil Fulvio Fammoni - confermano i gravissimi effetti della crisi sull’occupazione. Di fronte a questi ennesimi dati negativi non è consentito dire come fa il governo che tutto il possibile è stato già fatto, che il peggio è passato. Non serve nascondere la gravità della crisi e occorre fare molto di piڝ.


Il Domani dĂ  spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, societĂ , sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani VenerdĂŹ 1 Maggio 2009 5

PRIMO PIANO 4JMWJP #FSMVTDPOJ MP IB BOOVODJBUP JO $POTJHMJP EFJ NJOJTUSJ *M TPUUPTFHSFUBSJP -FUUB IB GSFOBUP EFWF QBSMBSOF DPO JM 2VJSJOBMF

#SBNCJMMB NJOJTUSP HJBMMP DPO JM $PMMF -B DPOTVMUB[JPOF TVMMB MFHHF FMFUUPSBMF

3FGFSFOEVN JM  HJVHOP * QSPNPUPSJ OPO DJ TUBOOP

4FHOJ B TJOJTUSB BM EFQPTJUP EFMMF GJSNF

ROMA - Ăˆâ€™ ufficiale: per i referendum elettorali si vota il 21 giugno. La data è stata individuata dal Consiglio dei ministri, con una decisione che ha suscitato una nuova critica da parte dei responsabili del Comitato Referendario. Intanto, il Pdl mette in chiaro che, se dovesse passare il sĂŹ, è intenzionato a non modificare la legge che uscirĂ  dal referendum, come invece sostengono i dirigenti del Pd. Sul fronte Democrat il segretario Dario Franceschini sta studiando l’idea di puntare a un ritorno del Mattarellum, il precedente sistema uninominale, ma Massimo D’Alema rilancia il sistema tedesco. Il Consiglio dei ministri ha ÂŤidentificatoÂť nel 21 giugno la data in cui svolgere i tre referendum elettorali, che mirano ad attribuire il premio di maggioranza non alla coalizione ma al partito che prende piĂš voti, e ad eliminare la possibilitĂ  delle candidature in piĂš circoscrizioni. SpetterĂ  ora al capo dello Stato indire i comizi elettorali e il referendum stesso.

/PNJOBUJ WJDF $BTUFMMJ 6STP F 3PNBOJ 'B[JP JO BUUFTB ROMA - Promozioni in arrivo nel governo. Ad annunciarle è stato Silvio Berlusconi che nel corso del Consiglio dei ministri ha detto di voler far avanzare Michela Vittoria Brambilla, attuale sottosegretario al Turismo, al rango di ministro. Insieme a lei saliranno di grado, diventando viceministri, altri tre sottosegretari: Adolfo Urso (Sviluppo Economico con delega al commercio estero), Roberto Castelli (Infrastrutture con delega all’Expo 2015 e reti ferroviarie internazionali) e Paolo Romani (Sviluppo Economico con delega alle comunicazioni). Non è ancora chiaro se le promozioni saranno seguite dalla nomina di nuovi sottosegretari, con conseguente allargamento della squadra di governo. Berlusconi, però, ha piÚ volte detto di non voler superare le attuali sessanta unità. All’annuncio del Cavaliere in cdm ha fatto seguito la precisazione Gianni Letta, che da sempre tiene i rapporti con il Quirinale: dell’eventuale rinnovamento dell’esecutivo il premier ne parlerà con Giorgio Napolitano, ha detto il sottosegretario alla presidenza del Consiglio facendo riferimento alle prerogative del Capo dello Stato nella nomina dei ministri. Al di là delle formalità istituzionali, però, è da tempo che si parla della promozione di alcuni mem-

.JDIFMB #SBNCJMMB TPUUPTFHSFUBSJP BM 5VSJTNP EJWFOUFSÂť NJOJTUSP

bri del governo. Stupisce, tuttavia, che fra i promossi non figuri il nome di Ferruccio Fazio, attuale sottosegretario alla Salute. Nel frattempo, Stefano Saglia è stato nominato nuovo sottosegretario allo Sviluppo Economico al posto dello scomparso Ugo Martinat. Qualcuno nella maggioranza mette perfino in dubbio che alla fine la rossa di Lecco riuscirà davvero ad ottenere la poltrona di ministro: Berlusconi lo ha annunciato anche per rispondere al pressing della Brambilla, ma non è detto

che alla fine lo faccia davvero, ha spiegato un ministro chiedendo di restare anonimo. Altri esponenti della maggioranza, invece, credono che davvero Brambilla l’abbia spuntata e ci aggiungono un pizzico di malizia: Ce la farà, anche se questo creerà un pò di attriti nel Pdl visto che in molti non la vedono di buon occhio, spiega un dirigente del Popolo della libertà. Qualcuno nella maggioranza, infine, sostiene che annunciandolo in Consiglio Berlusconi abbia anche voluto rispondere alle polemiche

sulle cosiddette ’candidate velinè che, fra l’altro, hanno scatenato l’ira di sua moglie. ÂŤĂˆâ€™ il suo modo di dire che nella gestione del governo non accetta condizionamentiÂť, spiega un esponente di peso della maggioranza. Di show girl, ma per ironizzare e per attaccare l’opposizione, ha parlato anche Berlusconi. Prima scherzandoci sopra, poi per attaccare l’opposizione. ÂŤScusate se non non ho portato le velineÂť, è la battuta con cui il premier apre il suo intervento davanti ai delegati dell’assemblea della Coldiretti.

/JFOUF WFMJOF EPQP MP TGPHP EFMMB TJHOPSB #FSMVTDPOJ NB JM MFBEFS 1E EJDF JM QSFNJFS WJWF JO VO NPOEP JSSFBMF DIF OF TB EFMMF EPOOF OPSNBMJ

&GGFUUP 7FSPOJDB TVJ OPNJ 1EM B 'SBODFTDIJOJ OPO CBTUB "ODPSB CVGFSB TVMMF DBOEJEBUVSF QSFTFOUBUF QFS MF &VSPQFF ROMA - E alla fine ne rimase solo una: Barbara Matera, sarà lei l’unica candidata del Pdl a venire dal mondo dello spettacolo. I vertici del Pdl negano con forza che nella scelta dei nomi abbia pesato lo sfogo di Veronica Lario che ha attaccato senza mezzi termini le indiscrezioni di questi giorni definendo alcune candidature ciarpame senza pudore. Ma si capisce che qualche cautela in piÚ nella composizione delle liste ci sia stata. Non abbiamo cambiato neanche un nome, ma considerata la provenienza di quella dichiarazione abbiamo doverosamente messo la lente d’ingrandimento sui cosiddetti ’riempitivi’, spiega infatti Ignazio La Russa, lasciando intendere che la scelta finale delle candidature è stata condizionata dall’atto di accusa della signora Lario. Non a caso, si racconta in ambienti della maggioranza, le liste sono state chiuse alle due del mattino. Ma nel presentare alla stampa i candidati, i tre coordinatori hanno decisamente negato che fosse necessario depennare qualche

.BSPOJ DPOUFTUB MB NPEJGJDB DIF OF BUUFOVB MB TFWFSJUÂť

&n QPMFNJDB JO NBHHJPSBO[B TVMMB OPSNB CMPDDBBQQBMUJ ROMA - La norma sugli appalti contenuta nel ddl sicurezza, cosÏ come è stata modificata nelle commissioni Affari Costituzionali e Giustizia della Camera, continua a dividere Lega e Pdl, ma riceve parere favorevole dal Pd. Roberto Maroni (foto), nel Consiglio dei ministri di ieri, è tornato a chiedere il ripristino della norma nella sua versione originaria. E comunque avrebbe insistito sulla necessità di porre la fiducia sul provvedimento per evitare sorprese: nome: C’è stata una campagna di disinformazione, farcita di falsità palesi e si sono fatte polemiche sull’inserimento delle cosiddette veline: è tutto falso, ha attaccato Sandro Bondi. In qualche modo, però, La Russa riconosce che alcuni dei nomi usciti

nei giorni passati non erano del tutto inventati: Quando si preparano le liste si raccoglie tutto e il contrario di tutto, ha detto, bollando come spocchioso razzismo l’idea di scartare chiunque a priori in ragione del lavoro che fa. In ogni caso, ha aggiunto il

ministro della Difesa, i curricula delle candidate dimostrano che nulla di quanto scritto alla fine sia arrivato: per questo, ha aggiunto, chiedo alla stampa di mettere fine a questo gossip. Chi trova qualcosa da ridire sulle liste Pdl è il segretario del Pd

una necessità che sarà valutata nei prossimi giorni. La misura della discordia in origine prevedeva che per impedire ad un imprenditore di partecipare ad una gara d’appalto bastasse anche un semplice indizio comunicato da un Pm in un procedimento a terzi. Con la modifica,per estromettere da un appalto un imprenditore servirà qualcosa di piÚ di un semplice indizio e cioè un imputazione per favoreggiamento e falsa testimonianza dell’interessato. Franceschini: Le donne vivono con fastidio - ha detto ieri in un comizio a Pistoia - l’idea rappresentata in tv in queste ore secondo cui le donne si presentano in politica non per le loro qualità e competenze ma in base alla loro bellezza. Al presidente del

-BSB $PNJ OFMMB TFEF EFM 1PQPMP EFMMB -JCFSUÂť JO WJBMF .PO[B B .JMBOP

Consiglio - ha aggiunto Franceschini - vorrei dire che dovrebbe girare per il Paese, dovrebbe venire qui in treno e ascoltare da vicino cosa pensano le donne italiane. Cosa può sapere un miliardario che viaggia in elicottero da una villa all’altra, delle donne italiane, della loro fatica e dei loro sogni? Il mondo di Berlusconi è un mondo di lustrini, di ricchezza che cade dall’alto dove conta la popolarità ed essere famosi. E ancora: Guardate come sono fatte le liste del Pdl: a parte i nomi famosi, su 75 candidati 21 sono parlamentari nazionali quindi tutti incompatibili. Perchè sono state fatte cosÏ? Perchè attraverso un meccanismo di opzioni e rinunce sono state ricreate le liste bloccate. Franceschini ha poi ribadito che non si dovrebbe candidare alle Europee chi sa che il giorno dopo darà le dimissioni . Ci dispiace - ha aggiunto - che l’abbia fatto anche Di Pietro. Non è un attacco ma un rammarico perchè non ha fatto una scelta di coraggio e credibilità.


6 VenerdĂŹ 1 Maggio 2009 il Domani

Il Domani dĂ  spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, societĂ , sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

ATTUALITĂ€

(MJ VMUJNJ TFHOBMBUJ B .BTTB F VO UVSJTUB BNFSJDBOP B 1FSVHJB

La mappa del contagio Morti Casi accertati Casi sospetti 1 - MESSICO 8 97 2 - USA 1

9 - SVIZZERA 1 26

14 - COLOMBIA 59

10 - IRLANDA 1 2

20

2.498

10

5

109 3

3 - CANADA 19

26

11

21 - SUD COREA 5

18 - BELGIO 7

22 - HONG KONG 4

4

17 8

24 -FRANCIA 2

21 25 22

11 - OLANDA 1

7 - GERMANIA 3

12 - AUSTRIA 1

8 - ISRAELE 2 2

13 - AUSTRALIA 114

25 - GIAPPONE 1 26 - PORTOGALLO 1

14

6 - NUOVA ZELANDA 3 111

*OUBOUP BM OVNFSP WFSEF EFM .JOJTUFSP EFM 8FMGBSF TPOP BSSJWBUF PMUSF NJMB DIJBNBUF

18 7 24 9 12

1

5 - GRAN BRETAGNA 8 73

*O *UBMJB TPOP VOB EFDJOB J DBTJ TPTQFUUJ

23 - SUD AFRICA 2

19

2

4 - SPAGNA 84 13

17 - ITALIA 10

16 23 15

13

15 - CILE 24

19 - DANIMARCA 5

16 - BRASILE 20

20 - SVEZIA 5

6

TOTALE 9

258

3.055

ANSA-CENTIMETRI

"ODPSB OFTTVO DBTP EJ JOGMVFO[B EB OPJ

ROMA - Il ministero della Salute rassicura ancora la popolazione italiana ribadendo che non ci sono casi confermati di influenza suina in Italia. In Toscana intanto ci sono due nuovi casi sospetti, a Grosseto e Massa, si tratta di adulti tornati negli ultimi giorni dal Messico. Un turista americano di 58 anni è stato invece ricoverato a titolo precauzionale all’ospedale di Assisi. Il ministero fa inoltre sapere che dal giorno della sua attivazione (28 aprile) alle ore 18 del 29 aprile sono giunte al numero 1500 di pubblica utilità dello stesso ministero oltre 16.000 chiamate di cittadini che hanno chiesto informazioni e aggiorna-

menti in merito alla nuova influenza umana A/H1n1. Attualmente presso il call center ÂŤ1500Âť prestano servizio 20 medici, coinvolti in turnazione, e sono attive 12 postazioni.

* NJOJTUSJ EFMMB TBMVUF 6F DPMMBCPSB[JPOF QFS TWJMVQQBSF JM WBDDJOP OFTTVOP TUPQ BJ WPMJ * DPOUBHJBUJ OFM NPOEP TPOP TBMJUJ B  MnBMMFSUB EFMMn0NT SFTUB TFNQSF BM HSBEP  TV 

&VSPQB VOJUB DPOUSP JM WJSVT 0HOJ TUBUP NFNCSP QPUS QSFOEFSF NJTVSF QSFWFOUJWF BODIF TV TQPTUBNFOUJ LUSSEMBURGO - Aumenta nel mondo il numero dei casi della nuova influenza, mentre i governi cominciano ad organizzarsi per affrontarla. Se il nuovo virus sara' mite o aggressivo nessuno, al momento, puo' prevederlo. Tuttavia il numero delle persone colpite cresce: in 24 ore sono aumentate da 148 a 257, secondo i dati ufficiali forniti ieri dall' Organizzazione Mondiale Sanita' (Oms). Tuttavia, per il vicedirettore dell'Oms, Keiji Fukuda, ''non ci sono elementi che suggeriscano che ci si debba muovere alla fase di allerta sei'', quella che corrisponde alla pandemia. Sempre l'Oms ieri ha dato un nome alla nuova influenza: si chiama A/H1N1. Delle misure per affrontarla hanno discusso ieri i ministri della Salute dell'Unione Europea, nel Consiglio straordinario che si e' riunito a Lussemburgo, nell'ambito di una strategia di risposta comune. I ministri - per l’Italia il sottosegretario Ferruccio Fazio - hanno deciso di rafforzare il coordinamento a livello europeo nella lotta alla possibile pandemia in stretta cooperazione con la Commissione europea ed il Centro comunitario di controllo delle malattie (Ecdc), e sotto l’egida dell’Organizzazione mondiale della sanità (Oms). I ministri, in particolare, hanno deciso di cooperare in stretto contatto con l’industria farmaceutica per facilitare lo sviluppo di un vaccino pilota che protegga dal virus A/H1N1 nei tempi piÚ brevi possibili, facendo in questo modo delle aperture all’idea di una strategia comune per i vaccini. Non è stata accolta, invece, la proposta francese di introdurre norme coercitive per bloccare i viaggi dall’Ue verso il Messico per l’opposizione di diversi paesi tra cui la Spagna e la Germania. Tuttavia, un compromesso è stato raggiunto nelle conclusioni finali in cui l’Ue invita gli stati membri a prendere tutte le misure appropriate - se necessario anche nei confronti dei viaggi - per assicurare un’efficiente protezione dei cittadini, sulla base di consultazioni a livello europeo e considerando l’evoluzione della situazione. Si e' attivata ieri anche

-nJOWJUP EJ 'B[JP

$IJ UPSOB EBM .FTTJDP B DBTB  HJPSOJ

* NJOJTUSJ FVSPQFJ IBOOP EFDJTP EJ DPPQFSBSF DPO MnJOEVTUSJB GBSNBDFVUJDB QFS GBDJMJUBSF MP TWJMVQQP EJ VO WBDDJOP QJMPUB

la Federazione internazionale della Croce rossa e della Mezzaluna rossa (Ficr), che da Ginevra ha annunciato disposizioni immediate per aiutare le societa' nazionali e i loro

milioni di volontari nel mondo a rafforzare al piu' presto i programmi di preparazione, controllo e assistenza per l'emergenza della nuova influenza. Nel Paese finora piu' col-

pito dall'influenza, il Messico, il governo ha ipotizzato che l'emergenza sanitaria potrebbe durare anche tre mesi, e si prevede che provochera' un calo pari allo 0,5% nel Pil.

Negli Stati Uniti il vicepresidente Joe Biden ha suggerito agli americani di evitare luoghi chiusi come gli aerei per contenere il contagio del virus influenzale H1N1.

ROMA - Il sottosegretario alla salute Ferruccio Fazio invita i cittadini che rientrano dal Messico a rimanere a casa per sette giorni a partire dalla data di rientro in Italia. Il sottosegretario sottolinea nella nota che questo virus sembra avere le caratteristiche di una elevata trasmissibilità anche se il relativo decorso clinico sembra essere piuttosto benigno, con sintomi non piÚ gravi di una normale influenza stagionale. A causa però dell’elevata trasmissibilità e dell’assenza di immunità da parte della popolazione - continua la nota si invitano con effetto immediato tutti i cittadini che rientrano dal Messico e che lavorano in ambienti chiusi e a contatto con la collettività, con particolare riguardo alle popolazioni scolastiche, di rimanere a casa per sette giorni a partire dalla data di rientro dal Messico.

-B WJSPMPHB $BQVB MBWPSB BMMnJEFOUJLJU EFMMn")/ o7FSJGJDIJBNP MF TVF NVUB[JPOJ F J QSPGJMJ HFOFUJDJp

4J DFSDBOP J TFHSFUJ EFMMnJOGMVFO[B NVUBOUF 0HOJ TFRVFO[B Ăƒ DPOGSPOUBUB DPO MF BMUSF QSFTFOUJ JO VOB CBODB EBUJ NPOEJBMF QFS SJDPTUSVJSF MnBMCFSP HFOFBMPHJDP F DSFBSF MnBOUJEPUP ROMA - ÂŤOra dobbiamo scoprire le sue carteÂť, solo cosĂŹ potremo sapere se e quanto il virus della nuova influenza sarĂ  aggressivo: per la virologa Ilaria Capua la partita contro il virus A/H1N1 va giocata rapidamente per riuscire ad arginare la prima pandemia dell’era globalizzata. Con il suo gruppo del Laboratorio di riferimento di Fao e Oie sull’aviaria, che dirige presso l’Istituto Zooprofilattico delle Venezie, Capua è costantemente in contatto con gli altri ricercatori internazionali che studiano il virus: ÂŤstiamo lavorando per verificare mutazioni e profili geneticiÂť. A

$PO JM TVP HSVQQP EFM -BCPSBUPSJP EJ SJGFSJNFOUP EJ 'BP F 0JF TVMMnBWJB SJB BMMn*TUJUVUP ;PPQSPGJMBUUJDP EFMMF 7FOF[JF $BQVB Ăƒ JO DPOUBUUP DPO HMJ BMUSJ SJDFSDBUPSJ JOUFSOB[JPOBMJ

mano a mano che il virus A/H1N1 viene isolato nelle persone colpite dalla nuova influenza, ogni sequenza genetica viene depositata nella banca ad accesso libero voluta dalla stessa Capua. Quando le sequenze sono depositate nella banca, ven-

gono confrontate con le altre già presenti in questo archivio globale dell’influenza. Questo la settimana scorsa ha permesso di ricostruire l’albero genealogico del nuovo virus, mostrando che è un puzzle di virus suini, aviari e umani. Il nuovo passo -

dice Capua - è tracciare l’itinerario dell’epidemia, capire come il virus si muove e come cambiaÂť. Lo si può immaginare come un giocatore al quale siano state distribuite carte rosse e blu. Ma per sapere se ha in mano degli assi o dei due vanno scoperte le carte. I virologi lo fanno sequenziando il materiale genetico del virus. Ăˆ come srotolare dei nastri e disporli ordinati uno accanto all’altro per osservare somiglianze e differenze. ÂŤAl momento - osserva - i virus isolati finora sono molto simili fra loro, ma il virus può cambiare facilmenteÂť.


Il Domani dĂ  spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, societĂ , sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani VenerdĂŹ 1 Maggio 2009 7

ATTUALITĂ€

5SBGGJDP JOUFOTP QFS JM QPOUF EFM QSJNP NBHHJP

* QSJNJ EJWJFUJ DPO MB OVPWB TUBHJPOF CBMOFBSF

-n*UBMJB TJ NFUUF JO WJBHHJP 4USBEF EB CPMMJOP SPTTP

4QJBHHJB WJFUBUB QFS 'JEP $SFTDF SJTDIJP BCCBOEPOP

ROMA - Primo esodo primaverile sulle autostrade italiane: con il ponte del primo maggio in molti si metteranno in auto per passare qualche giorno di vacanza fuori porta. Oggi, favorito da bel tempo sull’intera Penisola, il traffico andrà acquisendo livelli rilevanti: in Lombardia, verso i Laghi sull’A8/A9, in A4 verso Brescia e in A1, in uscita da Milano; in Liguria, verso le riviere; in Toscana verso la Versilia; nel Lazio, a Roma est per la manifestazione del Primo Maggio. I mezzi pesanti non potranno circolare, dalle 8 alle 22.

ROMA - Dal primo maggio al via la stagione balneazione con le ordinanze locali che stabiliscono l’uso degli arenili e quindi anche i divieti. E per i cani si apre il periodo a rischio abbandono. Quasi inesistenti le spiagge libere che prevedono un angoletto attrezzato e riservato a fido. Ancora esigui, anche se in aumento, gli stabilimenti privati che accettano cani. In generale però le spiagge sono off limits per gli amici a quattro zampe perchè vige un divieto. Ma la materia resta di competenza di Regioni e Comuni.

4UPQ BMMB DJSDPMB[JPOF EFJ NF[[J QFTBOUJ

1PDIJ HMJ TUBCJMJNFOUJ DIF BDDFUUBOP J DBOJ

*M NFSDBOUJMF JUBMJBOP OVPWBNFOUF BUUBDDBUP EBJ DPSTBSJ BM MBSHP EFMMB DPTUB BGSJDBOB -B OBWF IB FWJUBUP MnBCCPSEBHHJP EPQP VO JOTFHVJNFOUP EVSBUP VOnPSB F NF[[P

+PMMZ 4NFSBMEP J QJSBUJ OPO EFTJTUPOP -B OBWF BTTBMUBUB EBJ QSFEPOJ B DPMQJ EJ NJUSB F CB[PPLB /FTTVO GFSJUP B CPSEP GENOVA - Non hanno desistito i pirati che mercoledÏ avevano attaccato la portacontainer italiana Jolly Smeraldo, della compagnia genovese Ignazio Messina: ieri alle 5.50 un barchino con cinque-sei uomini armati di mitra e bazooka ha ripreso l’inseguimento della nave che si è protratto per un’ora e venti minuti con vari tentativi di abbordaggio. Il comandante Domenico Scotto Di Perta ha nuovamente ordinato di procedere alla massima velocità ed a zig zag. Anche stavolta le manovre hanno avuto successo, nonostante i predoni del mare abbiano sparato piÚ volte, riuscendo a colpire il cassero in diversi punti. Nessuno a bordo è rimasto ferito. La Jolly Smeraldo ha dovuto fare nuovamente tutto

*M DPNBOEBOUF 4DPUUP %J 1FSUB o/PO DJ TFOUJBNP GVPSJ QFSJDPMPp

.BSHIFSJUB #POJWFS UFOUB VO BDDPSEP JO 4PNBMJB

*M EFTUJOP EFMMB #VDDBOFFS JO NBOP B VOnJOWJBUB TQFDJBMF ROMA - Margherita Boniver, recentemente nominata dal ministro Frattini ’inviato speciale per le emergenze umanitarie’, si recherà oggi in Somalia, nel quadro delle azioni del governo italiano intese a favorire una positiva e rapida soluzione della vicenda dell’equipaggio del Buccaneer, sequestrato dai pirati al largo delle coste somale lo scorso 11 aprile. Lo rende noto un comunicato della Farnesina. Boniver, nel corso della sua missione che si protrarrà fino domenica, incontrerà il vice primo ministro e ministro delle Finanze del governo federale transitorio somalo, Sharif Hassan Sheikh Aden, e il ministro degli Esteda sola: naviga infatti in pieno Oceano Indiano e le navi militari che pattugliano il golfo di Aden, piÚ a nord, sono molto lontane. La noti-

-B QPSUBDPOUBJ OFS +PMMZ 4NFSBMEP Ăƒ TUBUB EJ OVPWP BUUBDDBUB EBJ QJSBUJ BM MBSHP EFMMB 4PNBMJB

ri, Mohamed Abdullahi Omaar. Per il 27 maggio è invece previsto un vertice internazionale al Cairo per combattere l’emergenza pirateria, con la partecipazione di esperti mi-

zia dell’arrivo di una nave militare tedesca, appresa ieri dalla compagnia armatrice a Genova, non è stata purtroppo confermata. Stavolta

litari e civili di vari Paesi, dagli Stati Uniti a varie nazioni europee e arabe (Egitto incluso), societĂ  di assicurazione come i Lloyds e membri del governo di transizione somalo.

ci hanno fatto sudare - ha commentato il comandante Scotto Di Perta purtroppo non ci sentiamo ancora fuori pericolo. Proseguiamo la navi-

gazione verso Jeddah, in Arabia Saudita, dove contiamo di arrivare il 6 maggio. Nella sede della Ignazio Messina, a Genova, è giunta

(MJ JOUFSWFOUJ OFDFTTBSJ JO VOP TUVEJP EFMMB 1SPUF[JPOF DJWJMF EFM 

*NNBHJOJ EnBSDIJWJP EFM UFSSFNPUP 6O VPNP EBWBOUJ BM DVNVMP EJ NBDFSJF EJ VOB QJB[[B EJTUSVUUB EBMMF GPSUJ TDPTTF OFMMB DJUUÂť EJ 0OOB

5SB MF NBDFSJF TQVOUB JM EPTTJFS JHOPSBUP 1FS TBMWBSF Mn"RVJMB TFSWJWBOP  NJMJPOJ 6OB MJTUB EJTBUUFTB EBHMJ FOUJ MPDBMJ /PO DnFSBOP J TPMEJ QFS MnBEFHVBNFOUP -VDB 1SPTQFSJ

PESCARA - Uno studio commissionato dalla Protezione Civile abruzzese aveva definito nel 2006 una serie di interventi necessari per l’adeguamento strutturale di edifici strategici e scuole, rendendoli noti agli enti proprietari degli immobili: una lista, ampiamente disattesa, soprattutto per la mancanza di fondi. Secondo il dossier per adeguare il solo Comune dell’Aquila sarebbero stati necessari almeno 347 milioni di euro, di cui 87 milioni per le 76 scuole aquilane. Per adeguare i 63 edifici ed opere strategiche tra le quali alcune strutture crollate o danneggiate nel sisma dello scorso 6 aprile, come l’ospedale San Salvatore, la Casa dello Studente e il Palazzo Carli - occorrevano almeno 254,8 milioni di euro; per 19 ponti e due viadotti servivano invece 5,8 milioni di euro. Si tratta di somme esorbitanti - che crescono in modo esponenziale se si vuole adeguare il resto della regione - visto che il bilancio annuale del Comune dell’Aquila - che ha la competenza per l’edilizia scolastica di elemen-

-B NBHHJPS QBSUF EFHMJ FEJGJDJ DSPMMBUJ QSFTFOUF OFMMB MJTUB

tari e medie inferiori - che ammonta a 140 milioni di euro, di cui 60 per opere pubbliche; stesso discorso per la Provincia dell’Aquila - che invece deve provvedere alle scuole superiori - che ha un bilancio di 76 milioni di euro, dei quali 75 per le spese ordinarie. L’ex assessore ai Lavori Pub-

blici della Giunta Del Turco, Mimmo Srour non solo conferma di aver conosciuto e studiato il documento, ma di averne anche dato comunicazione agli enti locali competenti. 347 milioni per L’Aquila? A me risulta che secondo il dossier solo per i 1.300 plessi scolastici abruzzesi servivano

una mail dalla Jolly Smeraldo con la quale il comandante ha fatto rapporto alla compagnia. Svariati sono stati i tentativi di abbordaggio, durante i quali i pirati hanno sparato colpi mitra ed anche di bazooka. I 23 uomini di equipaggio della Jolly Smeraldo si sono messi ai posti di manovra per contrastare con gli idranti i tentativi di avvicinarsi. La nave è stata fatta rollare per provocare ondate e rendere piÚ difficile l’accosto del barchino. I pirati hanno desistito ed hanno invertito la rotta. Dal ponte di comando una seconda imbarcazione è stata vista in lontananza affiancarsi al barchino dei predoni del mare, forse per rifornirla. Quindi entrambe sono sparite anche dagli schermi radar.

500 milioni... immaginatevi il resto. Forse anche per questo non tutti i Comuni interessati ci hanno risposto anche perchè la stragrande maggioranza dei complessi scolastici abruzzesi risalgono a prima del 1966 e non si aveva neanche l’idea di norme antisismiche.

L’ex governatore d’Abruzzo Ottaviano Del Turco ignorava invece l’esistenza del dossier. Forse la cosa non era di mia competenza dice Del Turco, finito agli arresti nel luglio 2008 per una indagine sulla sanità abruzzese - ma non ne sapevo davvero niente. Figuratevi che la mia casa era vicino al

Duomo ed è completamente crollata, cosÏ come è crollato il tetto della mia stanza alla Regione. Non c’avrei dormito se avessi saputo che non erano a norma. Se avessi saputo il contenuto del dossier e avessi avuto i poteri non avrei fatto telegrammi al Governo, ma certe strutture le avrei chiuse io. La risposta del Comune dell’Aquila è affidata alle parole dell’assessore al Bilancio Ermanno Lisi: Il bilancio del Comune è normalmente sui 130-140 milioni di euro l’anno di cui 60 per le opere pubbliche. Ma oggi siamo letteralmente a... zero. Pensavamo di vendere degli immobili, di accendere mutui, ma il patrimonio del comune è terremotato, ben poco è rimasto in piedi. Quindi anche se avessimo a suo tempo recepito il dossier, come avremmo potuto fare fronte agli impegni?. Secondo il vicepresidente del Consiglio regionale, Giorgio De Matteis - che era assessore regionale ai Lavori Pubblici quando fu commissionato lo studio - il dossier però potrebbe essere molto utile per la ricostruzione. Lo studio elaborato ha riguardato tutti i Comuni abruzzesi ed è attualmente disponibile sul sito della Regione Abruzzo sotto le voci ’Sistema informativo per la gestione degli edifici e delle opere infrastrutturali strategichè (Sigeois) e ’Sistema informativo per l’edilizia scolastica’.


8 VenerdĂŹ 1 Maggio 2009 il Domani

Il Domani dĂ  spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, societĂ , sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

ATTUALITĂ€ "SSFTUBUP B (FOPWB JM NBOJBDP EFHMJ TUVQSJ JO USFOP

5SPWBUP JM DBOF EFMMB WFEPWB EJ .JMBOP NB SFTUB NJTUFSP TVMMnPNJDJEJP

(JPWBOJ CVMMJ B TDVPMB SJTTB F DPMUFMMJ GSB FOOJ

GENOVA - Artigiano genovese di 40 anni appena uscito dal carcere è stato arrestato per aver molestato diverse studentesse che viaggiavano in treno tra Genova e Busalla.

MILANO - Proseguono le indagini per l’omicidio di Maria Teresa Procacci. Intanto è stato ritrovato il cane Carlino della vedova, vicino al luogo dell’omicidio.

ROMA - Lo studente romeno della scuola media Giovanni Falcone che ieri ha accoltellato a Roma un suo coetaneo è stato arrestato con l’accusa di tentato omicidio.

$SPMMBUB VOnBSDBUB EFMMP TUPSJDP QPOUF DIF DPMMFHB &NJMJB F -PNCBSEJB *M QPOUF IB USBTDJOBUP OFMMnBDRVB RVBUUSP WFUUVSF NB OPO DJ TPOP NPSUJ $PQBTJS TVM GFOPNFOP EFMMB USBUUB VNBOB

1FS 3VUFMMJ Ăƒ VOB NJOBDDJB BMMB TJDVSF[[B

ROMA - Una minaccia per la nostra sicurezza; una intollerabile violazione dei diritti umani che riguarda nel mondo milioni di nuovi schiavi, soprattutto donne e bambini: Francesco Rutelli, presidente del Comitato parlamentare per la sicurezza della Repubblica, ha illustrato cosÏ la relazione trasmessa mercoledÏ alle presidenze delle Camere, sulla tratta degli esseri umani. Un fenomeno questo, tra le prime tre forme di reddito per mafie e criminalità nel mondo insieme al traffico di droga e di armi - ha argomentato Rutelli - che va colpito e combattuto con la collaborazione internazionale. L’aspetto piÚ drammatico del mercato transnazionale riguarda i minori: Un numero crescente di bambine e bambini, sono sfruttati da queste mafie e tenuti in soggezione e dobbiamo liberarli. L’Italia, spiega Rutelli, è un paese particolarmente vulnerabile perchè luogo di transito di forti flussi migratori. Insomma, quello della tratta è un problema di sicurezza prioritario. Di qui le nove proposte del Copasir che auspica sforzi maggiori del governo in materia di cooperazione internazione e accordi tra polizie. Secondo l’Organizzazione internazionale per le migrazioni sono 1 milione gli esseri umani vittime di questo traffico ogni anno nel mondo, 500mila solo in Europa.

4GJPSBUB MB USBHFEJB 6OP EFJ RVBUUSP BVUPNPCJMJTUJ Ăƒ JO QSPHOPTJ SJTFSWBUB PIACENZA - La grande piena del Po aveva appena attraversato l’alveo compreso tra Piacenza e il Lodigiano quando è crollato lo storico ponte tra Emilia e Lombardia lungo la via che prende il nome da Marco Emilio Lepido. Un’arcata, nella sponda nord, sulla quale nel 2008 era intervenuta l’Anas con lavori di consolidamento, ha ceduto, piegandosi nell’acqua come fosse la porta di una botola, e trascinando con sè quattro automobili: i quattro guidatori se la sono cavata con ferite, uno solo è grave. Si può parlare davvero di tragedia evitata. Ăˆ successo alle 12.50 di ieri. Fortunatamente non c’era molto traffico sul ponte, l’unico che collega le due regioni, oltre a quello autostradale e a quello, adiacente, delle Ferrovie. Le vetture coinvolte sono scivolate lungo la pendenza che si è venuta a creare, nonostante i freni a mano tirati. Il piĂš grave è risultato Marco Grandini, 27 anni, di Codogno (Lodi) ma residente a Caselle Landi. Ăˆ stato drammatico il suo salvataggio. Il giovane stava male ma ha resistito aggrappato al finestrino del suo mezzo, prima di essere salvato dai vigili del fuoco. Ha riportato un forte trauma toracico con fratture costali multiple ed è ricoverato nel reparto di rianimazione del Polichirurgico di Piacenza. Ăˆ in prognosi riservata, ma non versa in pericolo di vita. Gli altri tre feriti hanno riportato lesio-

*M DFEJNFOUP EJ VO QJMPOF EJ VO QPOUF TVM 1P IB QSPWPDBUP MB DBEVUB EJ QBSUF EFMMB TUSVUUVSB OFM GJVNF -JODJEFOUF Ăƒ BWWFOVUP B 4BO 3PDDP BM 1PSUP TVMMB TUBUBMF 

ni lievi per le quali sono stati presi in cura all’ospedale di Codogno, due sono stati presto dimessi. Mentre una folla enorme di curiosi si è precipitata sulle due rive, creando parecchi disagi ai mezzi

di pronto intervento, è scattata immediata la macchina dei soccorsi, con gli elicotteri a scavalcare la massa di persone e di macchine che si è creata in un’arteria, la Statale n.9, strategica per il tra-

sporto locale. Le riunioni si sono succedute, pensando al dopo immediato, e al dopo a lungo termine: come ricostruire il ponte (si è pensato anche a un Ponte Bailey, quello del genio militare britanni-

co con cui gli alleati sostituivano i ponti distrutti dai tedeschi, ma la luce tra i due piloni superstiti è troppo lunga) e come alleggerire i disagi. Con l’accesso senza pedaggio in autostrada, ad esempio. In-

(BSMBTDP -B EFDJTJPOF EFM HVQ 4UFGBOP 7JUFMMJ BSSJWB EPQP  PSF EJ DBNFSB EJ DPOTJHMJP

4MJUUB MB TFOUFO[B PSEJOBUB TVQFSQFSJ[JB

"MCFSUP 4UBTJ BMMnVTDJUB EFMMnBVMB

VIGEVANO - Parla di significative incompletezze d’indagine il gup Stefano Vitelli nel provvedimento con cui ieri ha disposto una super perizia nell’ ambito del processo con rito abbreviato che vede imputato Alberto Sta-

si, per l’omicidio della fidanzata Chiara Poggi. Il giudice, nel disporre i vari accertamenti tra i quali quelli che riguardano il pc di Alberto Stasi e la cosiddetta sperimentazione virtuale che riguarda il percorso compiuto dall’ imputato la mattina del delitto quando scoprÏ il corpo di Chiara, nel suo provvedimento ha scritto: Emergono, inoltre, alcune significative incompletezze di indagine che per la loro potenziale rilevanza devono essere oggetto di un approfondimento istruttorio. Slitta, insieme alla sentenza sull’omicidio di Chiara Poggi anche la decisione sul rinvio a giudizio di Stasi per le accuse di pedopornografia. La decisione del gup di disporre ulteriori perizie vuol dire che tutto quello che è stato fatto

finora ha portato ad una serie di elementi che il giudice ritiene debbano essere sottoposti a ulteriore vaglio per i contrasti che ci sono tra le tesi dell’accusa e quelle della difesaÂť. Ăˆ il parere di Giuseppe Colli, uno dei legali insieme al prof. Angelo Giarda di Alberto Stasi. ÂŤI dubbi che noi abbiamo inculcato nel giudice ha aggiunto - ora dovrebbero essere risoltiÂť. Colli ha spiegato che la decisione con cui il giudice ha disposto le nuove perizie è molto precisa ed articolata. ÂŤCi sarĂ  un nuovo sopralluogo in casa, al quale Alberto non dovrebbe partecipare - ha precisato Colli -, e saranno sentiti di nuovo i testimoniÂť. Una udienza si svolgerĂ  il 13 maggio con il conferimento degli incarichi a diversi collegi peritali.

tanto si studiano anche le cause del disastro: perchè è vero che è coinciso con la piena, ma i 7.51 metri delle scorse ore sono poca cosa rispetto ai 10.51 della clamorosa piena del 2000. E allora riemergono vecchie questioni. I sopralluoghi Anas tra il 2003 e il 2006, che portarono a ritenere irrinunciabili interventi su un ponte ammalorato. Ma che partirono solo nel 2008 e che si sono conclusi solo sulla parte alta della struttura, mentre in quella nell’alveo non sono mai terminati. E viene in mente l’esposto del 2006 del presidente del Gommone Club, l’architetto Ezio Trasciatti, che segnalò la presenza di una fessura, proprio nell’arcata crollata, cosÏ grande che una coppia di piccioni vi aveva nidificato. Lavori fatti, in effetti, ma a singhiozzo, protestano in molti, anche perchè a Piacenza da anni si litiga su dove e come fare un secondo ponte. Il cedimento, secondo il primo sopralluogo della Protezione civile, non ha riguardato il pilone, ma l’impalcato, ovvero la struttura che regge l’arcata lungo i suoi 50 metri. A chiarire saranno le inchieste della magistratura e dell’Anas, che ha detto che la causa è la piena. Secondo il docente del politecnico di Milano Piergiorgio Malerba i lavori al limite hanno contenuto i danni. Ora bisogna ricostruire bene un ponte che ha compiuto 100 anni l’anno scorso.


Il Domani dĂ  spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, societĂ , sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani VenerdĂŹ 1 Maggio 2009 9

ATTUALITĂ€

6O VPNP B CPSEP EJ VO WFJDPMP USBWPMHF JO WFMPDJUÂť MB QBSBUB EFMMB SFHJOB En0MBOEB -B GFTUB TJ USBTGPSNB JO VO JODVCP 5SB MF QFSTPOF JOWFTUJUF  NPSUJ F  GFSJUJ

4GSFDDJB JO BVUP DPOUSP JM DPSUFP SFHBMF 1FS HMJ BHFOUJ VO HFTUP WPMPOUBSJP -B QSPDVSB QBSMB HJ EJ BUUFOUBUP AMSTERDAM - In Olanda una giornata di festa, quella tradizionalmente dedicata alla regina, si è tramutata in tragedia. Un uomo, a bordo di una Suzuki Swift nera, è piombato sulla folla che assisteva alla parata dei reali ad Apeldoorn, una cittadina al confine con la Germania ad un centinaio di chilometri dall’Aja, lasciando sul selciato 5 morti e 13 feriti, di cui 5 gravi. Solo per poco non ha centrato l’autobus scoperto su cui aveva preso posto tutta la famiglia reale, dalla regina Beatrice al principe GuglielmoAlessandro, erede al trono, con la moglie Maxima. Mancavano dieci minuti a mezzogiorno ed il corteo reale era ormai vicino al castello, sede estiva della dinastia OrangeNassau, quando i sorrisi, la musica e i colori della festa che accompagnava la parata hanno lasciato il posto alle grida, ai rumori e alla corsa frenetica dei poliziotti, alla paura dipinta sulla faccia della gente e di tutta la famiglia reale. GuglielmoAlessandro e Maxima, con le mani davanti al volto, sembravano stravolti e terrorizzati. L’autore del gesto, Kart T., un olandese di 38 anni, rimasto anch’egli ferito gravemente nell’auto usata come un’arma lanciata a piÚ di 80 chilometri orari, dopo aver superato tutte le barriere

"MDVOF WJUUJNF EFMMnBVUPNPCJMJTUB DIF JFSJ OFMMB DJUUBEJOB EJ "QFMEPPSO IB VDDJTP DJORVF QFSTPOF EVSBOUF MB GFTUB EFMMB SFHJOB

ha finito la sua corsa contro un’inferriata di protezione di un monumento. Agli agenti che per primi lo hanno estratto dalla macchina, ha detto solo di aver compiuto quel gesto consapevolmente. La procura olandese, poco dopo, lo ha accusato, oltre che di omicidio, di aver voluto attentare contro la famiglia

reale. Con sè tuttavia non aveva nè armi nè esplosivi. Arrestato e piantonato in ospedale, l’uomo è stato sottoposto ad un intervento chirurgico ed è in pericolo di vita. Tra le sue vittime, oltre ai cinque morti, sei uomini, quattro donne e tre bambini di 16, 15 e 9 anni che sono rimasti feriti. Nelle prime ore segui-

te alla tragedia, gli investigatori hanno cercato di capire meglio i motivi del gesto: perquisizioni sono state fatte negli appartamenti abitati dall’uomo negli ultimi tempi. Ai giornali locali, il proprietario di una delle case ha raccontato che il trentottenne aveva perso il lavoro di guardia notturna. Ma la descrizione che ne viene fatta è quella di una persona tranquilla, che dedicava il tempo libero allo studio. Anche il procuratore Ludo Goossens, a capo delle indagini, ha spiegato che l’uomo non aveva precedenti penali, nè era mai stato in cura per motivi psichici. Difficile, dunque, al momento capire i motivi che lo hanno indotto a mettere in atto una simile follia. Con chiarezza, il procuratore, nel corso di una conferenza stampa, con il sindaco di Apeldoorn Fred de Graaf, ha comunque escluso ogni possibile collegamento con il terrorismo. L’ipotesi era stata avanzata subito dopo l’incidente, per l’intervento sul posto degli uomini del Coordinamento nazionale contro il terrorismo. Tutte le feste organizzate per la ricorrenza, che si celebra dal 1949 nel giorno del compleanno della defunta regina Giuliana madre di Beatrice, sono state annullate. Le bandiere sono state vistate a lutto.

.BTTBDSP OFMMn"[FSCBJHJBO  WJUUJNF

&OUSB OFMMnVOJWFSTJU F TQBSB TVHMJ TUVEFOUJ MOSCA - La polveriera caucasica scoppia questa volta in Azerbaigian con una strage senza apparenti spiegazioni nelle capitale Baku. Un giovane georgiano armato di pistola ha sparato su studenti e insegnanti nell’università dell’industria petrolifera della città causando 17 vittime, sette feriti e togliendosi poi la vita una volta circondato dalle forze di polizia. L’uomo si chiamava Ferdi Gadirov, 28 anni, di origini azere. Armato di una semiautomatica e di tre caricatori, ha iniziato il suo folle tiro al bersaglio poco dopo l’inizio delle lezioni. Tra i morti almeno tre stranieri, un siriano e due sudanesi. Il motivo della strage resta poco chiaro. Le prime testimonianze avevano parlato 6OB EFMMF WJUUJNF EFMMn"UFOFP di una rissa tra universitari azeri e stranieri sfociata in sparatoria, definendo studente anche l’autore del gesto. Dal villaggio georgiano di Dashtep i parenti di Gadirov hanno però chiarito che l’uomo, senza precedenti, figlio di un insegnante di lettere, era disoccupato e circa un mese fa aveva annunciato di voler andare a Baku dicendo di aver trovato un lavoro grazie a un amico. Gli zii del giovane hanno raccontato di una famiglia conflittuale, parlando di un Gadirov ombroso: rientrato in paese aveva passato un mese praticamente senza mai uscire di casa.

3JFOUSP BOUJDJQBUP QFS J TPMEBUJ CSJUBOOJDJ PQFSB[JPOJ DPODMVTF JFSJ

4WFOUBUB FTQMPTJPOF B TDVPMB

1SPHFUUBOP PNJDJEJP EFM QSFTJEF GFSNBUJ

-B HVFSSB Ăƒ GJOJUB JOHMFTJ WJB EBMMn*SBR 1BUSJ[JP /JTTJSJP

LONDRA - Finita la guerra, si torna a casa. Le truppe britanniche in Iraq - circa 3.700 effettivi - hanno concluso ieri le operazioni di combattimento nel Paese con un mese di anticipo sul calendario, avviando un rientro piÚ rapido in patria. Si chiude cosÏ un capitolo drammatico della storia recente del Regno Unito, un intervento costato la vita a 176 militari, che ha lacerato la coscienza della nazione e lasciato un’ombra sulla vicenda politica di Tony Blair, che andò alla guerra accanto a George W. Bush contro la volontà della maggioranza dei britannici. Il ministro della Difesa, John Hutton, è volato a Bassora per partecipare a una cerimonia in memoria dei 176 caduti, accanto al muro che ricorda le 234 persone tra civili e militari che hanno perso la vita sotto il comando britannico della regione, tra cui le vittime italiane della strage di Nassirya, ma anche americani, olandesi, romeni e danesi. Le unità britanniche hanno effettuato ieri mattina il loro ultimo servizio di pattuglia attorno alla base della coalizione a Bassora, prima di passarne il comando agli americani. Poco dopo i militari Usa hanno ricevuto formalmente il comando di cessare le operazioni nel sud dell’ Iraq. Quando verrà la scritta la storia di questa campagna - ha detto Hutton durante la cerimonia - diremo dei soldati britannici: Hanno fatto un lavoro magnifico�. La campagna d’Iraq della Gran

#BOEJFSB BNNBJOBUB *M QSFNJFS #SPXO SFOEF PNBHHJP BJ NJMJUBSJ TDPNQBSTJ Bretagna è durata 2.232 giorni, piÚ delle guerre mondiali. I civili morti nella zona di Bassora in seguito all’intervento del 2003 e alle violenze settarie scatenate dalla guerra sono stati, secondo l’Iraq Body Count, organizzazione che conta le vittime, tra i 3.302 e i 3.766. Nell’ultimo anno, la sicurezza nella regione di Bassora è migliorata notevolmente, grazie anche a un maggior impegno delle forze irachene, anche se la tensione non è

del tutto sfumata. Nel Paese resteranno 400 militari britannici, principalmente con compiti di addestramento, mentre nel Golfo persico resterĂ  un servizio di pattugliamento della Royal Navy. A Londra il premier, Gordon Brown, ha reso omaggio al sacrificio dei militari britannici e ha elogiato i progressi fatti dall’Iraq. “La Gran Bretagna e l’Iraq iniziano oggi una partnership a lungo termine tra egualiâ€?, ha affermato il primo ministro in una conferenza stampa con il suo omologo iracheno, Nouri al-Maliki “Ieri - ha proseguito Brown - è finito il capitolo della missione di combattimento in Iraq. La bandiera della ventesima Brigata corazzata è sta-

ta ammainata, mentre terminano i pattugliamenti a Bassora, e le nostre truppe si preparano al ritiro. Ieri l’Iraq è la storia di un successo. E molto lo dobbiamo al lavoro dei militari britannici. La nostra missione non è sempre stata facile, e molti hanno detto che

sarebbe fallita. La Gran Bretagna può essere orgogliosa di ciò che lascia in quei luoghiâ€?. “Ci sono persone in Iraq che vogliono che il governo fallisca - ha notato alMaliki - ma le nostre forze armate sono pronte a far fronte a questa sfidaâ€?.

/FM TVE EFMMB 'SBODJB VOB EJUUB JOWFDF EJ MJDFO[JBSF J TVPJ EJQFOEFOUJ OF TJTUFNB DFOUP JO VOnBMUSB GBCCSJDB

"[JFOEF JO DSJTJ TJ oQSFTUBOPp HMJ PQFSBJ

4UJQFOEJP QJFOP QFS HMJ PQFSBJ JO DSJTJ

PARIGI - Prestare i propri operai ad un’azienda che ne ha bisogno per non licenziarli o metterli in cassa integrazione: a questa inedita soluzione anti-crisi hanno pensato due ditte del

sud della Francia. CosÏ a partire dal mese di illegale. In tempi normali. In situazione di crisi giugno un centinaio di operai della Inoplast, invece tutto può diventare possibile per evitare che fabbrica componenti di automobili a Saint- il peggio: la direzione dipartimentale del lavoro Desirat, un paesino dell’Ardeche, potrebbero dell’Ardeche ha infatti già dato il suo ok ed una prestare i loro servizi per qualche mese alla riunione tra le parti interessate è prevista per il prossimo 4 maggio per studiare Irisbus (società detenuta dalla 6OnBMUFSOBUJWB bene il progetto. Tutto inizia Iveco), uno dei piÚ grossi fabbricanti di autobus in Francia, BMMB DBTTJOUFHSB[JPOF con la crisi economica che la Inoplast sta subendo come del che fino a settembre ha biso-nJOJ[JBUJWB QBSUJS resto tante altre fabbriche in gno di manodopera supplemenEBM NFTF EJ HJVHOP Francia, dove esplode ogni giortare. Quest’ultima ha inoltre sede nella stessa regione, a Annonay, a solo una no la rabbia degli operai e dove le minacce di quindicina di chilometri dall’altra. Cosa che licenziamenti e chiusure sono all’ordine del rende il prestito piÚ facile. Che una fabbrica giorno. Di qui l’idea di fornire un centinaio dei presti letteralmente i propri impiegati a un’al- propri operai qualificati che quindi continuetra non si era mai visto. Anzi in realtà la cosa è rebbero a percepire uno stipendio pieno.

WASHINGTON - Due studenti americani di una scuola del Maryland sono stati fermati ieri mattina dalla polizia con l’accusa di tentata strage, e di tentato omicidio nei confronti del preside della loro scuola, la Spingbrook High School di Montgomery. I due giovani, di diciassette e diciotto anni, avevano programmato di far esplodere contro l’uomo un ordigno artigianale, riempito con chiodi e sassi, che è stato trovato dalla polizia a casa di uno dei ragazzi, assieme a un dettagliato progetto di come si sarebbero dovuti svolgere gli eventi. Secondo quanto ricostruito dalle prime indagini delle autorità, i due intendevano gettare la bomba dentro l’ufficio del preside, colpire con un analogo ordigno un consigliere della scuola, disinnescare l’allarme antincendio, provocare delle fughe di gas in tutto il campus, e scatenare cosÏ un gigantesco incendio. Nelle settimane passate i due ragazzi si erano già cimentati nella costruzione di diversi ordigni, e per provare le varie tecniche di allestimento, avevano perforato le tubature del gas dello spogliatoio dell’istituto scolastico. Resta da accertare il motivo che ha spinto i due giovani ad elaborare un tale progetto diabolico a danno della loro scuola. I due studenti sono già sospettati d’aver appiccato altri tre incendi nell’istituto, l’ultimo dei quali martedÏ della scorsa settimana.


10 VenerdĂŹ 1 Maggio 2009 il Domani

Il Domani dĂ  spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, societĂ , sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

BORSA

*M .JCUFM DIJVEF BQSJMF DPO VO QFSGPSNBOUF   0,85 -1,08 1,26 +1,42 9,46 +1,31 5,24 +4,55 73,19 +4,41 1,48 +0,14 0,84 +2,55 3,95 +0,09 0,65 +0,27 0,63 +0,89 3,85 +16,64 15,12 +1,84 8,44 +2,18 0,37 -0,47 1,95 +1,91 0,39 -1,42 5,14 +3,12 71,06 +2,31 1,86 +7,63 12,13 +1,24 1,39 +4,04 0,05 -2,02 1,51 +0,21 4,09 +1,54 13,47 +1,06 5,87 -0,13 5,49 +1,09 12,32 +8,17 5,35 +2,04

0,89 +4,59 1,25 +0,97 9,44 -0,26 5,30 +4,74 72,30 +0,96 1,49 +2,34 0,86 +6,11 3,90 -2,26 0,65 +2,53 0,63 -0,71 4,00 +19,51 14,82 -3,39 8,44 +2,12 0,38 +1,76 1,95 +1,46 0,39 -1,25 5,11 +2,82 71,29 +0,55 1,94 +11,50 12,11 +0,58 1,41 +7,33 0,05 -1,51 1,52 +0,46 4,15 +2,47 13,43 -0,15 5,79 -2,53 5,50 +0,64 12,53 +9,24 5,35 +2,49

0,89 1,26 9,47 5,50 72,22 1,45 0,86 3,93 0,65 0,64 3,99 14,81 8,44 0,37 1,95 0,39 5,12 71,29 1,93 12,09 1,41 0,05 1,51 4,14 13,45 5,83 5,48 12,53 5,28

2 626 100 0 37 159 5.659 58 28 584 30 57 30 1.013 12 3 147 4.371 15 177 3.668 536 6 9 264 56 162 624 114 588 299 155 22 732 0 17 42 39 666 196 2.315 744 2.724 542

82,31 +0,37 3,39 +2,96 7,42 -0,55 100,09 0,00 2,80 +0,71 1,49 +0,02 5,00 +1,06 7,24 +5,16 28,55 +8,07 1,60 +5,74 2,41 +2,22 37,72 +1,45 44,51 -0,58 2,79 +0,15 3,35 -0,34 125,59 -0,94 0,49 +1,37 1,23 +0,83 5,38 +2,09 4,45 +0,35 4,44 +2,18 0,69 +0,78 8,19 +10,54 4,23 -0,90 4,38 -0,39 10,52 +2,63 0,77 +0,32 5,95 +1,51 90,95 +0,57 0,48 +1,59 0,37 +10,28 4,53 -0,52 27,14 +2,88 40,85 +6,06 22,00 0,00 1,75 +0,60 33,55 +1,64 101,70 +0,04 4,56 +0,35 0,21 +4,59 3,92 +0,20 0,71 +3,60 11,28 +4,80 6,20 +2,10

82,00 -0,55 3,39 +2,19 7,39 -2,12 100,05 0,00 2,81 +0,63 1,49 -0,07 5,03 +1,93 7,32 +4,57 28,47 +6,87 1,62 +6,58 2,40 +1,59 37,55 +1,29 44,79 +0,88 2,79 0,00 3,39 +1,04 127,00 +2,12 0,49 -0,20 1,22 -1,05 5,36 +2,59 4,47 +0,11 4,44 +2,60 0,70 +2,65 8,40 +13,36 4,27 -0,23 4,39 -0,23 10,57 +2,62 0,77 +0,52 6,04 +4,14 91,40 +1,22 0,48 +1,81 0,34 -5,69 4,54 +0,44 26,79 +0,15 41,38 +5,27 22,00 0,00 1,74 -0,97 33,90 +2,73 101,75 -0,04 4,55 +1,11 0,21 +1,54 3,90 -0,76 0,71 +1,58 11,20 +0,09 6,20 +0,81

82,00 3,38 7,38 0,00 2,81 1,49 5,03 7,32 28,47 1,61 2,40 37,55 44,79 2,78 3,39 127,00 0,48 1,23 5,36 4,46 4,43 0,70 8,40 4,27 4,42 10,50 0,78 6,01 91,40 0,49 0,35 4,49 26,79 41,50 0,00 1,73 33,90 101,75 4,56 0,21 3,90 0,70 11,21 6,20

83 380 58 247 159 982 14 210 7 270 17 1.368 31 516 17 14 406 304 1.448 250 225 186 19 67 403 34 56 597 31 64

5,69 +0,87 2,34 +0,53 2,61 +2,07 1,77 +0,90 0,27 +1,72 5,17 +1,50 0,41 -2,17 2,70 +2,37 30,92 +0,99 24,56 +2,44 1,34 +2,90 0,30 +1,21 3,39 +1,37 2,72 +2,96 2,04 +1,28 0,92 -3,12 0,20 +21,67 0,94 +1,97 0,99 +5,32 0,76 +9,29 1,99 -1,51 0,41 +1,30 99,56 -0,01 26,51 -0,21 3,85 +0,54 10,95 +5,75 2,09 -1,20 5,99 +2,34 0,25 +1,00 0,77 +4,45

5,69 +1,16 2,31 +1,43 2,65 +3,11 1,77 -1,12 0,28 +5,77 5,13 0,00 0,40 -3,98 2,72 +1,49 30,63 +0,03 24,30 -0,69 1,36 +3,03 0,29 +1,04 3,45 +2,99 2,75 +3,97 2,02 -1,34 0,92 -3,11 0,22 +35,10 0,92 -5,15 0,99 +3,97 0,75 +7,70 1,96 -1,11 0,39 -2,13 99,59 -0,01 26,41 -0,34 3,81 -1,74 11,15 +11,50 2,07 -2,36 5,96 +0,68 0,26 +2,97 0,78 +6,16

5,69 2,31 2,63 1,76 0,27 5,13 0,40 2,72 30,63 24,35 1,39 0,29 3,45 2,73 2,02 0,92 0,22 0,93 0,99 0,74 1,97 0,40 99,59 26,69 3,82 11,15 2,08 5,98 0,26 0,78

452 591 15 118 487 510 25 39 27 47 98 143 50 344 395 576 442

1,19 +1,00 6,71 +9,44 27,74 +3,08 1,10 -2,78 8,81 +4,94 5,32 +4,80 36,65 -4,34 0,96 +2,65 3,94 +0,85 1,78 -2,77 1,27 +0,96 41,62 +2,95 9,20 +0,35 16,62 +1,94 2,65 +3,83 4,85 +13,27 6,47 +0,16

1,21 6,66 27,20 1,08 8,67 5,27 36,25 0,98 3,91 1,82 1,28 41,74 9,23 16,85 2,60 4,65 6,32

+2,20 +2,46 +1,80 -3,57 +1,40 +1,35 -5,35 +6,52 -1,76 +0,06 +1,19 +1,48 +1,37 +3,37 +1,17 +1,09 -2,47

1,20 6,64 27,20 1,11 8,74 5,39 36,21 0,98 3,92 1,84 1,27 41,72 9,23 16,70 2,64 4,50 6,41

25,92 0,94 1,20 1,40 11,26 0,92 3,26 4,18 17,55 16,46 4,68 11,78 0,91 0,71 5,90 0,10 2,96 0,33 0,09

25,80 0,96 1,18 1,35 11,20 0,91 3,18 4,13 17,42 16,45 4,55 11,76 0,91 0,69 5,64 0,10 2,95 0,33 0,10

+1,61 +4,40 -1,09 -5,54 +0,90 -1,72 -1,85 +1,91 -1,86 +1,54 -0,66 +0,17 0,00 -6,04 -0,44 +0,85 -0,17 +0,61 0,00

25,80 0,96 1,18 1,37 11,20 0,91 3,20 4,16 17,50 16,48 4,52 11,78 0,91 0,69 5,60 0,10 2,95 0,33 0,00

+3,72 +3,18 +2,39 -1,43 +1,62 -0,42 +0,79 +3,81 +0,15 +2,29 +3,62 +0,67 +0,76 -4,35 +6,57 +2,89 +0,61 -0,31 0,00

*OUFTB 4BOQBPMP SBDDPHMJF DPOTFOTJ JM HJPSOP EnBTTFNCMFB #FOF J CBODBSJ MILANO - In una seduta complessivamente abbastanza scarna di scambi, l’attenzione si è concetrata soprattutto sul nuovo Btp decennale che ha dominato ieri non solo il mercato Mts, ma anche il Mot, dicono i dealer. Ieri il Tesoro ha collocato tramite la riapertura per gli specialisti altri 1,374 miliardi del nuovo decennale, portando l’emissione totale del settembre 2019 a quasi sette miliardi. “E’ andato a ruba, non solo perchè i Btp in generale, come altri periferici, in questo momento hanno molto appeal per gli investitori, ma in particolare perchè il rendimento di questo titolo continua a offrire 11-14 punti base sopra quello dell’attuale benchmark marzo 2019â€? dice uno specialist. Nel mercato titoli, Piazza Affari ha chiuso aprile con un nuovo rialzo segnando, per la prima parte dell’anno, il record degli scambi giornalieri per un controvalore di oltre 3,6 miliardi di euro. Il Mibtel, che ha segnato un progresso dell’1,19% a 15.191 punti, si è riportato sui livelli di fine 2008. Bene anche lo S&P/ Mib salito dell’1,44% a 19.177 punti. Ondata di vendite su Fiat, con il mercato in attesa dell’annuncio ufficiale dell’accordo con Chrysler, giunto poi a Borsa chiusa. Il titolo del Lingotto ha finito col cedere il 5,94% a 7,51 euro. Dalle sale operative hanno sottolineato come Fiat in Piazza Affari nell’ultimo mese abbia guadagnato circa il 50 per cento. Scambi fiume, dunque, per oltre 93

Le chiusure delle Borse Dow Jones New York *

+0,16

Nasdaq New York *

+1,20

Parigi

+1,38

Londra

+1,29

Milano

+1,19

Amsterdam

+1,13

Zurigo

+1,42

Francoforte

+1,38

Tokyo

+3,94

Hong Kong

+3,77

*dati di metĂ  giornata

ANSA-CENTIMETRI

milioni di pezzi passati di mano, pari a circa l’8,5 per cento del capitale. Tra i protagonisti di seduta, nel giorno dell’assemblea, Intesa Sanpaolo (+5,98% a 2,43

euro). Nei finanziari ben comprate anche Mediolanumm (+4,65% a 3,48 euro), Mediobanca (+4,4% a 8,78 euro) e Bpm (+2,6%).

-nJOEJDF 4UPYY  B   -POESB QSPUBHPOJTUB

3JNCBM[P EJ QSJNBWFSB OFMMn6F "[[FSBUF MF QFSEJUF EFM  MILANO - Il mese di aprile si è chiuso con un deciso colpo di reni per le principali borse europee, che hanno azzerato, dopo la corsa di Tokyo e sulla scia del rialzo di Wall Street, le perdite registrate da inizio anno. L’indice paneuropeo Euro Stoxx 600 ha segnato un rialzo finale dell’1,5%, dopo aver guadagnato anche il 2%, portandosi dell’1,87% al di sopra del valore di inizio anno. I vari listini sono stati spinti dai risultati delle trimestrali, migliori delle attese, diffusi dai grandi gruppi industriali, interpretati dagli investitori come un segnale inequivocabile che l’economia reale si sta riprendendo. Era giĂ  avvenuto nelle prime ore del mattino a Tokyo, con la produzione industriale giapponese cresciuta per la prima volta in sei mesi e l’utile annuale messo a segno da Honda. Nel Vecchio Continente, invece, la scintilla è scoccata a Londra, dove è stato diffuso un indice sulla fiducia dei consumatori che ha raggiunto il livello piĂš alto da un anno a questo parte. Sul fronte dei conti, sugli scudi Basf (+7,37%) a Francoforte.

MIDEX

307 4.721 878 47 411 135 38 156 119 149 92 13 1 155 29 137 3.085 116 842 988 156 155 135 374 4.814 2.414 290 160 679

38 1.439 24 550 84 93 39 17.168 31 18.824 930 1.103 47 175 453 332 184 81 0

#PSTB WJUBMF EPNJOBUB EBJ #UQ 1SFTF EJ CFOFGJDJP TV 'JBU  

VAR % PREZZO P. RIF ULT

18.900 (-0,03)

15.191 (+1,19)

ALL STARS

PREZZO RIF

MIBTEL

NR PREZZO VAR % UFF P. UFF CONTR

S&P/MIB

TITOLO

A A.S. ROMA A2A ACEA ACEGAS-APS ACOTEL GROUP ACQUE POTABILI ACSM-AGAM ACTELIOS AEDES AEFFE AEGON AEROPORTO FIRENZE AHOLD KON AICON ALCATEL-LUCENT ALERION ALLEANZA ASS ALLIANZ AMPLIFON ANSALDO STS ANTICHI PELLETTIERI ARENA ASCOPIAVE ASTALDI ATLANTIA AUTOGRILL SPA AUTOSTRADA TO-MI AXA AZIMUT B B INTERM-15 CV 1,5% BANCA GENERALI BANCA IFIS BANCA IFIS 04-09 CV BANCA INTERMOBILIARE BANCA ITALEASE BANCO POPOLARE BANCO SANTANDER BASF BASICNET BASTOGI SPA BAYER BB BIOTECH BCA CARIGE BCA CARIGE R BCA CARIGE-13CV 1,5% BCA FINNAT BCA MPS BCA POP DI SPOLETO BCA POP ETRUR-LAZIO BCA POP MILANO BCA PROFILO BCO BILBAO VIZ ARG BCO DESIO BRIA RNC BCO DESIO BRIANZA BCO SARDEGNA RISP BEGHELLI BENETTON GROUP BENI STA 2011 CV2,5% BENI STABILI BIALETTI INDUSTRIE BIESSE BMW BNP PARIBAS BOERO BARTOLOMEO BOLZONI BONIFICHE FERRARESI BP-10 CV 4,75% BREMBO BRIOSCHI BULGARI BUONGIORNO BUZZI UNICEM BUZZI UNICEM RNC C CAD IT CAIRO COMMUNICATION CALTAGIRONE CALTAGIRONE EDIT CAMFIN CAMPARI CAPE LIVE CARRARO CARREFOUR CATTOLICA ASS CDC CELL THERAPEUTICS CEMBRE CEMENTIR HOLDING CENTRALE LATTE TO CERAMICHE RICCHETTI CHL CICCOLELLA CIR-COMP IND RIUNITE CLASS EDITORI COBRA COFIDE SPA COMUNE MI-A2A 09 CV CR BERGAMASCO CREDEM CREDIT AGRICOLE CREDITO ARTIGIANO CREDITO VALTELLINESE CRESPI CSP INT IND CALZE D D’AMICO DADA DAIMLER DAMIANI DANIELI & C DANIELI & C RISP NC DANONE DATA SERVICE DATALOGIC DE’LONGHI DEA CAPITAL DEUTSCHE BANK DEUTSCHE TELEKOM DIASORIN DIGITAL BROS DMAIL GROUP DMT E E.ON EDISON EDISON R EEMS EL.EN ELICA EMAK ENEL ENGINEERING ENI ENIA ERG ERG RENEW ERGYCAPITAL ESPRINET EUROFLY EUROTECH EUTELIA EVEREL GROUP

9.315 (+0,87)

19.177 (0)

TITOLO

EXOR EXOR PRV EXOR RSP EXPRIVIA F FASTWEB FIAT FIAT PRIV FIAT RISP FIDIA FIERA MILANO FILATURA DI POLLONE FINARTE CASA D’ASTE FINMECCANICA FMR ART’E’ FONDIARIA-SAI FONDIARIA-SAI R FORTIS FRANCE TELECOM FULLSIX G GABETTI GAS PLUS GDF SUEZ GEFRAN GEMINA GEMINA RISP PORT NC GENERALI ASS GEOX GEWISS

NR PREZZO VAR % UFF P. UFF CONTR

1.580 959 185 189

10,31 6,37 7,63 1,17

-1,46 -0,84 +3,14 +0,26

PREZZO RIF

9,67 6,25 7,57 1,18

VAR % PREZZO P. RIF ULT

-7,73 -3,99 -0,66 0,00

9,86 6,28 7,57 1,18

1.581 49.713 1.650 1.799 403 451 50 18 6.634 6 3.253 769 807 13 5

18,27 +2,39 7,77 -2,89 4,48 -3,26 4,74 -2,90 5,47 -5,97 4,29 +3,63 0,43 +10,12 0,16 +1,54 10,91 +0,14 4,94 -0,10 12,68 +3,10 8,58 +0,95 1,92 +8,13 16,99 +1,50 1,70 -1,40

18,22 +2,65 7,52 -5,94 4,40 -4,81 4,64 -5,36 5,35 -3,95 5,10 +23,71 0,46 +16,62 0,16 +2,58 10,73 -2,01 4,94 -0,15 12,68 +2,92 8,50 0,00 1,87 +4,60 17,00 +1,43 1,67 -0,89

18,26 7,56 4,40 4,65 5,40 4,76 0,44 0,16 10,70 4,94 12,71 8,51 1,88 17,00 1,67

46 5 4 48 458 23 11.855 2.398 103

0,88 6,82 27,71 2,19 0,39 0,77 15,65 6,56 2,79

0,87 -1,25 6,80 -0,44 27,60 +3,60 2,20 +0,57 0,39 -0,64 0,80 +10,95 15,48 +2,31 6,46 -3,58 2,80 0,00

0,87 6,80 27,60 2,20 0,39 0,80 15,54 6,50 2,76

+0,20 +0,04 +4,35 +0,47 +1,81 +3,15 +3,11 -1,50 +2,20

TITOLO

GR EDIT L’ESPRESSO GRANITIFIANDRE GRUP MINERALI MAFFEI GRUPPO COIN H HERA I I GRANDI VIAGGI I.M.A IGD IL SOLE 24 ORE IMMSI IMPREGILO IMPREGILO RP INDESIT COMPANY INDESIT COMPANY RNC ING GROEP INTEK INTEK R INTERPUMP GROUP INTESA SANPAOLO INTESA SANPAOLO RSP INVEST E SVILUPPO INVEST SVILUPPO MED IPI IRCE IRIDE ISAGRO IT HOLDING IT WAY

NR PREZZO VAR % UFF P. UFF CONTR

611 135 8 89 1.717 67 88 268 49 239 3.673 10 1.396 49 266 81 22 212 15.721 2.032 38 0 20 6 1.420 175 0 13

1,07 2,47 3,63 2,53

+0,85 +1,37 -0,58 +0,23

1,55

-0,77

0,95 +1,54 13,44 -0,10 1,05 -1,57 2,27 +1,34 0,70 +4,61 2,20 +0,55 9,56 +1,84 3,93 +1,15 5,87 +13,70 7,08 +13,72 0,39 +0,48 1,03 -1,31 3,24 +0,41 2,41 +5,76 1,65 +5,01 0,08 -2,59 0,63 0,00 1,30 -0,62 1,64 +1,75 1,16 +3,12 3,23 +5,19 0,18 0,00 3,60 +0,54

PREZZO RIF

VAR % PREZZO P. RIF ULT

1,07 2,47 3,67 2,50

+1,80 +0,82 +2,80 -1,96

1,07 2,47 3,67 2,52

1,53

-2,36

1,54

0,94 +0,75 13,42 +0,52 1,02 -4,41 2,24 +1,01 0,72 +7,89 2,17 -1,36 9,58 -0,21 3,82 +1,06 5,75 +6,48 7,32 +11,76 0,38 -0,52 1,04 +3,50 3,24 0,00 2,44 +5,98 1,70 +6,92 0,08 -2,12 0,63 0,00 1,30 -0,38 1,65 +1,85 1,12 -2,35 3,19 +2,41 0,18 0,00 3,66 +0,55

0,96 13,40 1,02 2,24 0,72 2,18 9,58 3,82 6,00 7,30 0,38 1,04 3,26 2,43 1,68 0,08 0,00 1,29 1,65 1,12 3,19 0,00 3,66

TITOLO

ITALCEMENTI ITALCEMENTI RISP ITALMOBILIARE ITALMOBILIARE RNC J JUVENTUS FC K K.R.ENERGY KINEXIA KME GROUP KME GROUP RSP L L’OREAL LA DORIA LANDI RENZO LOTTOMATICA LUXOTTICA GROUP LVMH M MAIRE TECNIMONT MANAGEMENT E C MARCOLIN MARIELLA BURANI F.G MARR MEDIACONTECH MEDIASET S.P.A MEDIOBANCA MEDIOLANUM MEDITERRANEA ACQUE MID INDUSTRY CAPITAL MILANO ASS ORD MILANO ASS RISP PORT MIRATO MITTEL MOLMED MONDADORI EDIT MONDO TV MONRIF MONTEFIBRE MONTEFIBRE R MUNICH RE MUTUIONLINE N NEGRI BOSSI NICE NOKIA CORPORATION O OLIDATA OMNIA NETWORK P PANARIAGROUP PARMALAT PERMASTEELISA PHILIPS PIAGGIO PININFARINA SPA PIRELLI E C PIRELLI E C RISP POR PIRELLI&C REAL E POLIGRAF. S. F POLIGRAFICI EDIT POLTRONA FRAU PPR PREMAFIN FIN HP PREMUDA PRIMA INDUSTRIE PRYSMIAN R RATTI RCS MEDIAGROUP RCS MEDIAGROUP RSP RDB RECORDATI ORD RENAULT RENO DE MEDICI REPLY RETELIT RICHARD-GINORI 1735 RISANAMENTO RWE S S.S. LAZIO SABAF SADI SERVIZI INDUSTR SAES GETTERS SAES GETTERS RISP NC SAFILO GROUP SAIPEM SAIPEM RISP CV SANOFI SAP SARAS SAT SAVE SEAT PAGINE GIALLE SEAT PAGINE GIALLE R SIAS SIAS-17 CV 2,625% SIEMENS SNAI SNAM RETE GAS SNAMRG AXA SNIA SNIA 3% CV 2010 SO PA F SOCIETE GENERALE SOCOTHERM SOGEFI SOL SOPAF 2012 CV3,875% SORIN STEFANEL STEFANEL RISP NC STMICROELECTRONICS T TAS TELECOM IT MEDIA R TELECOM IT-10 CV1,5% TELECOM ITALIA TELECOM ITALIA MEDIA TELECOM ITALIA R TELEFONICA TENARIS TERNA TISCALI TOD’S TOTAL TREVI FIN IND TREVISAN COMETAL TXT E-SOLUTIONS U UBI BANCA UNI LAND UNICREDIT UNICREDIT RSP UNILEVER UNIPOL UNIPOL PRIV V VIAGGI DEL VENTAGLIO VIANINI INDUSTRIA VIANINI LAVORI VITTORIA ASS VITTORIA-16 CV FIX/F VIVENDI Z ZIGNAGO VETRO ZUCCHI SPA ZUCCHI SPA RISP NC

NR PREZZO VAR % UFF P. UFF CONTR

2.214 637 521 480

9,40 4,82 28,90 18,02

PREZZO RIF

+0,75 +4,86 +6,66 +3,66

9,21 4,83 28,89 18,50

VAR % PREZZO P. RIF ULT

-3,11 +2,71 +2,12 +4,40

9,25 4,82 28,88 18,45

120

0,70

+0,14

0,70

-1,97

0,70

36 39 73 23

0,18 2,11 0,66 1,09

-0,39 +0,56 +0,15 +2,03

0,17 2,11 0,65 1,09

-1,48 +1,44 -2,97 +0,09

0,17 2,08 0,67 1,09

0 9 561 3.022 2.479 5

52,51 1,56 3,21 15,92 14,04 57,22

0,00 -0,54 -0,29 -1,26 +1,15 +0,86

52,51 1,56 3,22 15,61 14,04 57,40

0,00 -2,20 -0,16 -3,16 +0,29 +1,18

0,00 1,56 3,21 15,50 13,95 57,40

1.917 428 128 731 254 21 5.402 4.293 2.062 34 0 687 102 6 33 19 772 21 34 98 40 6 53

1,53 0,66 1,53 4,90 5,55 3,00 4,29 8,66 3,41 2,26 16,00 2,32 2,34 4,30 2,61 1,19 2,77 4,79 0,46 0,16 0,16 99,84 4,19

+4,59 -0,90 +0,38 +0,61 +1,60 -3,78 +2,14 +3,28 +4,43 -2,76 0,00 +4,64 +2,51 +1,27 +5,61 +0,69 +1,47 +1,35 -0,68 +2,23 +1,16 +4,05 -3,42

1,56 0,66 1,50 4,94 5,60 2,91 4,28 8,78 3,49 2,24 16,00 2,34 2,35 4,32 2,60 1,18 2,77 4,80 0,45 0,16 0,17 105,00 4,11

+6,05 -1,72 -3,29 +3,57 +2,75 -6,43 +0,65 +4,40 +4,65 -1,11 0,00 +2,41 +3,41 +2,31 +1,17 -0,76 +0,91 +0,42 -2,17 +0,06 +3,19 +6,71 -4,42

1,57 0,65 1,50 5,00 5,53 2,97 4,31 8,80 3,45 2,20 0,00 2,33 2,32 4,32 2,60 1,18 2,77 4,80 0,45 0,16 0,17 105,00 4,24

9 117 96

0,60 2,35 10,92

+0,01 +0,59 +6,39

0,60 2,32 10,93

0,00 -2,83 +4,00

0,60 2,34 10,93

57 0

0,48 0,30

-0,77 0,00

0,46 0,30

-3,46 0,00

0,47 0,00

58 2.848 182 3 1.204 125 2.795 56 321 45 11 182 0 113 1 231 3.710

1,38 1,53 10,35 13,65 1,35 4,67 0,30 0,30 4,51 13,25 0,38 0,84 57,82 0,97 0,94 8,82 9,33

+1,64 +0,46 +1,35 +3,44 +4,00 +1,35 -0,32 +0,52 +0,69 +2,16 +2,43 +3,45 0,00 +1,38 +0,52 -4,99 +3,19

1,38 1,51 10,40 13,77 1,28 4,62 0,30 0,30 4,44 13,58 0,38 0,83 57,82 0,98 0,94 8,73 9,29

0,00 -1,05 +2,06 +4,32 -3,32 +0,71 -2,46 +1,67 -1,33 +3,19 +0,79 +0,97 0,00 +1,62 +0,53 -4,17 +0,76

1,31 1,53 10,44 13,77 1,27 4,65 0,30 0,30 4,45 13,58 0,38 0,83 0,00 0,97 0,94 8,88 9,29

62 160 49 19 888 28 53 42 215 218 572 6

0,22 0,88 0,65 2,54 4,37 24,32 0,19 15,05 0,45 0,12 0,23 55,19

-1,05 -0,21 -0,78 +5,45 +0,97 +8,62 +1,98 +0,19 -3,67 +0,64 +1,85 +2,51

0,23 0,88 0,65 2,52 4,38 24,60 0,19 15,15 0,44 0,12 0,23 55,30

-1,61 +0,11 0,00 +1,51 +1,21 +9,82 -1,75 +0,33 -1,12 +0,41 -4,66 +2,37

0,23 0,88 0,65 2,51 4,37 24,60 0,19 14,94 0,44 0,12 0,23 55,30

38 185 60 439 160 445 7.583 2 33 0 1.207 11 52 4.995 12 343 29 36 951 8.442 9.082 72 4 53 16 125 370 42 9 353 24 0 6.340

0,39 11,31 0,50 8,35 6,89 0,44 16,25 16,96 44,08 29,57 2,23 8,64 4,09 0,20 0,58 4,27 84,96 51,45 2,88 3,01 0,60 0,16 90,00 0,17 38,73 1,41 1,07 3,28 80,59 0,75 0,35 2,43 5,05

+3,37 +6,97 +1,73 -2,20 -1,28 +0,15 +3,11 +2,79 +2,39 0,00 +1,02 -0,57 +1,94 +0,09 -1,69 +3,47 +0,35 +2,80 +5,63 +1,94 +7,20 +1,25 -0,11 -1,28 +6,87 +1,82 +7,56 +5,48 +0,36 -2,63 -2,20 0,00 +1,82

0,37 11,13 0,50 8,25 6,89 0,44 16,37 16,96 44,15 29,45 2,23 8,59 3,98 0,20 0,58 4,28 84,70 51,80 2,80 3,00 0,58 0,16 90,00 0,17 39,74 1,40 1,08 3,32 80,75 0,76 0,35 2,43 5,01

+1,08 +1,92 +0,71 -3,79 -1,36 -0,80 +3,28 +2,79 +2,08 0,00 +0,68 -0,58 +0,51 -2,46 -1,69 +3,19 -0,34 +1,35 +0,54 +1,44 +5,45 -0,18 -0,44 0,00 +8,67 -0,36 +7,77 +5,56 +0,94 -0,26 -2,78 0,00 -0,20

0,37 11,15 0,50 8,26 6,88 0,44 16,30 0,00 44,15 0,00 2,22 8,59 4,12 0,20 0,00 4,34 84,80 51,80 2,81 3,01 0,43 0,16 90,00 0,17 39,74 1,40 1,10 3,26 80,75 0,76 0,35 0,00 5,01

24 14 76 9.064 264 3.009 13 6.136 4.346 4.813 1.113 36 574 484 57

16,54 0,10 116,96 0,97 0,09 0,69 14,61 9,69 2,43 0,40 38,89 38,64 7,31 0,91 6,94

+2,70 -1,99 -0,03 +2,03 -0,98 -1,97 -0,96 +1,13 +1,24 +0,47 -3,03 +1,29 +0,22 +4,40 0,00

16,50 0,10 116,95 0,96 0,09 0,68 14,84 9,66 2,44 0,38 39,00 38,64 7,20 0,86 6,88

-0,90 +4,12 -0,08 +0,68 +0,35 -1,31 -1,07 +0,89 +1,35 -2,04 -1,56 +0,73 -1,37 -1,37 -1,08

16,50 0,10 116,95 0,97 0,09 0,68 14,85 9,65 2,44 0,39 39,38 38,64 7,23 0,87 6,88

3.675 137 29.709 56 1 2.035 1.247

10,55 0,56 1,88 2,63 15,37 0,95 0,63

+2,88 +1,14 +1,14 +1,75 +3,08 +1,70 +2,69

10,50 0,55 1,87 2,64 15,37 0,95 0,64

0,00 -0,63 +0,48 +2,82 +2,95 0,00 +2,75

10,50 0,56 1,88 2,64 15,37 0,95 0,63

87 7 50 64 0 8

0,14 1,47 4,32 4,72 249,00 20,54

-1,04 +1,24 +1,96 -0,72 0,00 +2,12

0,14 1,47 4,27 4,70 249,00 20,75

-0,14 +1,24 -1,04 -0,63 0,00 +2,12

0,14 0,00 4,26 4,61 0,00 20,75

269 112 1

3,63 0,42 1,38

+1,51 -0,65 0,00

3,62 0,42 1,38

+1,69 +0,24 0,00

3,62 0,42 1,38


Il Domani dĂ  spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, societĂ , sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani VenerdĂŹ 1 Maggio 2009 11

CRONACHE IN BREVE "NQMFTTP EBWBOUJ BM DBTUFMMP 8JOETPS

-B DFMFCSF BUUSJDF EJ o4FY BOE UIF DJUZp BTQFUUB EVF HFNFMMF NB JM QBODJPOF OPO DnĂƒ %PQP WBSJ UFOUBUJWJ JOTJFNF BM NBSJUP IB TDFMUP MB NBUFSOJUÂť TV DPNNJTTJPOF

LONDRA - Gita al castello di Windsor ’a luci rosse’ per una coppia sbronza di trentenni inglesi, che si sono ’appartati’ in pieno giorno sotto le mura della residenza di sua maestà Elisabetta II - che nel giorno in questione risiedeva proprio al castello - e hanno dato inizio all’atto sessuale, completamene nudi. Il tutto davanti ad un plotone di turisti giapponesi armati di video camere.

TUSCANIA (VITERBO) - Un immobile da adibire a supermercato è stato sequestrato dai carabinieri a Tuscania, in provincia di Viterbo. Tre persone sono state denunciate per abusi edilizi. Si tratta del proprietario della strutture, dell’ amministratore e del geometra della società commerciale, ritenuti responsabili di aver aumentato abusivamente la cubatura del fabbricato di circa 1000 metri cubi e di aver anche cambiato arbitrariamente la destinazione d’uso da artigianale a commerciale. Il supermercato, in località Campospilla, lungo la strada provinciale Tarquiniese, avrebbe dovuto iniziare l’attività nei prossimi giorni. Il sequestro è stato eseguito dai carabinieri della compagnia di Tuscania in collaborazione con i colleghi della stazione di Cellere.

.JOBDDJBUB EBMMnFY 4J CBSSJDB JO DBTB EMPOLI - Minacce di morte, offese, anche violenza fisica e un coltello puntato all’addome da parte del suo ex fidanzato. Ăˆ quanto avrebbe sopportato negli ultimi sei mesi una donna di 41 anni che la notte di mercoledĂŹ è stata anche costretta a barricarsi in casa a Empoli insieme all’amico che la stava ospitando, perchè l’ex compagno voleva entrare nell’abitazione. L’uomo, un operaio quarantenne, è stato poi arrestato dai carabinieri di Empoli.

4QPTB B PUUP BOOJ /P[[F BOOVMMBUF ROMA - Era stata costretta dal padre a sposarsi con un uomo di 50 anni in cambio di una dote. Lei, una bambina saudita di appena otto anni, non si era neanche resa conto che era stata data in sposa. La madre però aveva presentato una domanda di divorzio al tribunale. Divorzio che le è stato concesso solo ora, dopo otto mesi dalle nozze, chiudendo una vicenda che ha provocato numerose critiche dalle associazioni dei diritti umani.

1BSJHJ DPNF 7FOF[JB 7BQPSFUUJ TVMMB 4FOOB PARIGI - Parigi come Venezia, dovrebbe dotarsi di vaporetti: lo ha proposto l’ex ministro della Cultura francese Renaud Donnedieu de Vabres per il quale i vaporetti sarebbero la miglior soluzione per accompagnare i turisti da un museo all’altro visto che la maggior parte dei grandi musei della capitale si trova in prossimità della Senna. Innoviamo per rendere Parigi ancora piÚ attraente, scrive il ministro sul suo sito internet.

4J GJMNBWBOP EVSBOUF GVSUJ "SSFTUBUJ JO PUUP B #SFTDJB 4BSBI +FTTJDB 1BSLFS MB $BSSJF EJ o4FY BOE UIF DJUZp BMMB DFSJNPOJB EFHMJ 0TDBS B -PT "OHFMFT

" TDVPMB JO 1BLJTUBO /JFOUF KFBOT NB UVOJDIF ISLAMABAD - Uno storico istituto scolastico femminile di Lahore (Pakistan) ha vietato alle allieve di portare jeans o altri vestiti attillati. Il divieto è stato imposto per il timore di possibili attentati terroristici. D’ora in poi le ragazze dovranno vestire con abbigliamento orientale come ’shalwar qameez’ (comoda tunica con maniche lunghe), ampi pantaloni o, ovviamente, la tradizionale ’dupatà.

"MMnBTUB DPQJB PSJHJOBMF EFM UFTUP EJ %BSXJO LONDRA - La casa d’aste Keys metterà in vendita una copia della prima edizione della Origine delle Specie di Charles Darwin, l’opera che nel 1859 introdusse il concetto di evoluzione per selezione naturale. La copia (ne furono stampate 1250) dovrebbe fruttare almeno 40mila euro.

.JOBDDF B OFHP[JBOUJ QFS TPMEJ F NFSDF HSBUJT FIRENZE - Minacciavano e picchiavano negozianti della zona San Lorenzo, per farsi consegnare soldi, portare via merce o telefonare senza pagare. I carabinieri hanno arrestato per estorsione due pachistani di 31 e 20 anni. In base a quanto ricostruito, i due prendevano di mira market e internet point gestiti da connazionali.

4FRVFTUSBUP NBSLFU QFS BCVTJ FEJMJ[J

*ODJOUB DPO VO WJUJOP DPTÇ Un’attrice al top della carriera vuole un secondo figlio, scopre che non ci riesce e si rivolge a un’altra donna perchè resti incinta al suo posto. Potrebbe essere il copione di un film di Hollywood o di una puntata di Sex and The City: è invece la storia vera di Sarah Jessica Parker. La Carrie Bradshaw del piccolo schermo sta per diventare mamma di due gemelle con l’aiuto di un “utero in affittoâ€?. ÂŤSarah e il marito Matthew Broderick sono al settimo cielo.

"SOFTJ EB TDBTTP F SFGVSUJWB JO BVUP GFSNBUB QFS DPOUSPMMP PERUGIA - Una persona è stata arrestata ed altre due sono state sottoposte a fermo, in seguito ad un controllo stradale che ha portato al sequestro di arnesi da scasso e oggetti rubati. L’uomo arrestato era alla guida di un’auto, fermata per un controllo dal quale è emerso che il veicolo non era coperto da polizza assicurativa. Poi nel bagagliaio è stato trovato un piede di porco e in un appartamento cellulari e altri oggetti.

7FJDPMP SVCBUP SJUSPWBUP DPO GPSJ EJ QBMMPUUPMB FIRENZE - Indagini di squadra mobile e polizia scientifica sono in corso a Firenze su una vettura rubata ritrovata mercoledÏ con due fori di proiettile e macchie, che sembrano di sangue, sul sedile posteriore. L’auto è stata notata dal proprietario, che aveva denunciato il furto nel marzo scorso. I fori sarebbero stati causati da un’arma da fuoco corta. Un foro compare sul sedile posteriore, l’altro sul paraurti posteriore. All’interno dell’auto sono stati trovati anche parte di un’ogiva di una cartuccia e cinque mozziconi di sigaretta.

Ci hanno provato varie volte senza successo e hanno concluso che la maternità su commissione era l’alternativa migliore per far crescere la famiglia, ha dichiarato una portavoce della coppia. La Parker ha 44 anni, Broderick 47: sono sposati da 12 anni e hanno già un bambino di sei anni, James. Le gemelle sono un figlio in piÚ di quando si aspettassero, ha detto un amico a Star, il rotocalco da supermercato che ha fatto lo scoop della gravidanza per procura.

/FTTVO  OĂ„ 

Estrazioni del 30/04/2009 BARI

85

75

26

78

20

CAGLIARI

83

90

80

27

23

FIRENZE

64

19

4

54

77

GENOVA

44

45

61

83

39

MILANO

28

89

3

42

18

NAPOLI

89

1

2

65

6

PALERMO

85

65

7

22

41

ROMA

77

74

32

68

48

TORINO

78

48

66

82

37

VENEZIA

47

46

37

42

62

NAZIONALE

22

14

85

8

89

Jolly

Super Star

77

85

89

47

22

28

64

65

ANSA-CENTIMETRI

4VQFSFOBMPU UP "J  

  FVSP BJ  

  FVSP B  

 4VQFS TUBS /FTTVO  BJ  

  BJ  

  BJ  

  FVSP BHMJ  

  FVSP BHMJ     FVSP

BRESCIA - Costerà cara a una banda diladri l’abitudine di fotografarsi e riprendersi con videocamere nei luoghi in cui mettevano a segno i colpi. Filmati e fotografie sono infatti stati trovati e sequestrati dalla squadra mobile della Questura di Brescia durate un’indagine su una serie di furti con bottini anche d’ingente valore. Sono finiti in carcere in 8 con l’accusa d’ associazione a delinquere finalizzata al furto, alla ricettazione e allo sfruttamento della prostituzione. Sono tutti albanesi tranne un italiano residente in provincia di Bergamo. Partivano in auto, correndo come pazzi in autostrada. Poi una volta razziate case e garage, utilizzando del narcotico sulle vittime.

7JPMFOUBWB NJOPSJ F HJSBWB WJEFP RECANATI (MACERATA) - Violentava minori sotto minaccia: con questa accusa i carabinieri di Recanati hanno arrestato un cinquantenne. Le indagini, coordinate dal pm di Macerata Claudio Rastrelli, sono scaturite dalla denuncia presentata dai genitori di un undicenne. Le perquisizioni e i sequestri di computer e penne usb hanno consentito di rinvenire foto e filmati girati dall’uomo stesso mentre praticava le violenze.

$JORVF USBQJBOUJ JO VOB TPMB OPUUF PALERMO - Eccezionale maratona di interventi mercoledÏ nell’istituto Mediterraneo per i Trapianti e Terapie ad Alta Specializzazione (Ismett) di Palermo. Sono stati eseguiti tre trapianti di fegato e due di rene. Un vero tour de force che è stato possibile grazie a tre donazioni che si sono rese disponibili nel giro di poche ore. La macchina dei trapianti siciliana si è dimostrata impeccabile: la serie di trapianti delle passate 24 ore è, infatti, un evento eccezionale non solo per la Sicilia ma in generale per i centri di trapianto.


AsteInfoappalti

12

il Domani

Venerdì 1 Maggio 2009 TRIBUNALE DI LAMEZIA TERME AVVISO DI VENDITA DI BENI IMMOBILI procedura esecutiva n°.3/1997 R.G.E. si rende noto che il giorno 17.06.2009 ore 12.00 nella sala delle pubbliche udienze di questo Tribunale, avanti al Giudice delle Esecuzioni, si procederà alla vendita all’incanto dei beni immobili elencati in calce alle seguenti condizioni: prezzo base: euro 12.160,00 per il primo lotto euro 1.600,00 per il secondo lotto Coloro che intendono partecipare all’incanto dovranno depositare nella Cancelleria di questo Tribunale almeno quattro giorni prima del giorno fissato per l’incanto il 10% del suddetto prezzo base a titolo di cauzione, nonché altro 20% a titolo di deposito per il presumibile importo delle spese di trasferimento. L’aumento minimo da apportare all’offerta è, sin d’ora, fissato nella misura del 5% del prezzo base d’asta; entro il termine di sessanta giorni da quando l’aggiudicazione sarà divenuta definitiva (settanta giorni dalla vendita) l’aggiudicatario dovrà versare, nelle forme dei depositi giudiziari, il prezzo di aggiudicazione, detratto l’importo già versato a titolo di cauzione. Per gli immobili su cui grava mutuo fondiario, ai sensi del TU delle leggi in materia bancaria e creditizia (D. Lgs. n.385/93) l’aggiudicatario, entro il termine di sessanta giorni dall’aggiudicazione definitiva (settanta giorni dalla vendita), dovrà pagare all’Istituto mutuante quella parte del prezzo che corrisponde al credito dell’Istituto stesso in capitale, accessori e spese, salvo che non preferisca accollarsi, in conto prezzo di aggiudicazione, il residuo capitale del mutuo fondiario relativo all’immobile aggiudicato. In tal caso, in ottemperanza all’art. 41 comma 5 del Testo Unico in materia bancaria e creditizia (d. Lgs. n. 385/93), l’aggiudicatario dovrà: a) pagare all’istituto mutuante, nel termine di quindici giorni dalla data di aggiudicazione definitiva, le rate scadute, gli accessori e le spese, dichiarando di volere profittare del mutuo stesso; b) depositare, entro il termine di sessanta giorni dall’aggiudicazione definitiva, nelle forme dei depositi giudiziari, l’eventuale differenza del prezzo di aggiudicazione, ottenuta detraendo dal prezzo di acquisto la cauzione prestata, l’importo del versamento effettuato all’istituto mutuante nonché l’eventuale ammontare del residuo capitale accollato; c) depositare in Cancelleria, al fine del trasferimento, idonea ed aggiornata certificazione, concernente l’immobile sub-astato ed attestante le risultanze delle Visure catastali e dei registri immobiliari. L’aggiudicatario dovrà provvedere a sua cura e spese alla voltura catastale dell’immobile trasferitogli, fermi restando gli obblighi di legge imposti alla parte debitrice. Maggiori informazioni potranno essere assunte presso la Cancelleria delle Esecuzioni Immobiliari del Tribunale Ordinario di Lamezia Terme. Elenco beni immobili: PRIMO LOTTO: n° 1 appartamento, in un edificio di maggiore consistenza, sito al terzo piano fuori terra, con soprastante copertura piana, composto da 2 vani e accessori, in località Ginepri a Lamezia Terme (ex Comune di S. Eufemia Lamezia), distinto con l’interno 14 scala “D”; - identificato in Catasto al foglio di mappa 23 p.lla 289 sub 102 Sezione Censoria di S. Eufemia, in corso di costruzione; - superficie commerciale, pari a mq 47,20 SECONDO LOTTO: n° 1 posto auto, sito al piano seminterrato di un fabbricato di maggiore consistenza, in località Ginepri a Lamezia Terme (ex S. Eufemia Lamezia), - identificato in catasto al foglio di mappa 23 p.lla 289 sub 157 Sezione Censoria di S. Eufemia, categoria C/6, classe 1, consistenza mq 19, rendita catastale euro 20,61. Lamezia Terme, Il Cancelliere (C/1) Bruna Bernardi °°°°°°°°° AVVISO DI VENDITA DI BENI IMMOBILI procedura esecutiva n°.29/1995 R.G.E. richiesta da MPS SpA si rende noto che il giorno 17.06.2009 alle ore 12.00 nella sala delle pubbliche udienze di questo Tribunale, avanti al Giudice delle Esecuzioni, si procederà alla vendita all’incanto dei beni immobili elencati in calce di proprietà come sopra alle seguenti condizioni: prezzo base: euro 41.885,10 per il primo lotto euro 34.269,59 per il secondo lotto euro 38.500,40 per il terzo lotto euro 27.288,75 per il quarto lotto euro 27.711,83 per il quinto lotto ogni concorrente, per essere ammesso all’incanto, dovrà depositare nella Cancelleria di questo Tribunale almeno quattro giorni prima della data fissata per l’incanto le seguenti somme: primo lotto: 10% prezzo base per cauzione e 20% prezzo base per spese secondo lotto:10% prezzo base per cauzione e 20% prezzo base per spese terzo lotto: 10% prezzo base per cauzione e 20% prezzo base per spese quarto lotto: 10% prezzo base per cauzione e 20% prezzo base per spese quinto lotto: 10% prezzo base per cauzione e 20% prezzo base per spese l’aumento minimo da apportarsi alle offerte è di euro 5.112,92 per il primo lotto euro 4.183,30 per il secondo lotto euro 4.699,76 per il terzo lotto euro 3.331,15 per il quarto lotto euro 3.382,79 per il quinto lotto l’aggiudicatario dovrà provvedere a Sua cura e spese alla voltura catastale dell’immobile trasferitogli. Entro il termine di sessanta giorni da quando l’aggiudicazione sarà divenuta definitiva (sessanta giorni dalla vendita) l’aggiudicatario dovrà depositare, nelle forme dei depositi giudiziari, il prezzo di aggiudicazione, detratto l’importo già versato a titolo di cauzione. Maggiori informazioni in cancelleria. Elenco beni immobili: lotto Individuazione catastale e superficie utile netta Superficie utile lorda (in mq) Superficie utile netta (in mq) Valore finale (arrotondato) Lotto 1 Comune di Sant’Eufemia, folgio n°9, particelle n° 838, 1/2 piano terra (mq. 31,5), 1/2 corte (mq. 67,5) p. primo mq. 83+15,60 di balconi 270 di corte, 45 piano terra 83 di appartamento, 26 di balconi 197,6 198.000.000 Lotto 2 Comune di Sant’Eufemia, folgio n°9, particelle n° 838, 1/2 piano terra (mq. 38,5), 1/2 corte (mq. 25) e secondo (mq. 83+15,60 di balconi) 100 di corte, 55 di porticato, 83 di appartamento 26 di balconi 162,10 162.000.000 Lotto 3 Comune di Sambiase Foglio n°76, particelle n° 889: piano terra e primo 212 182,80 182.000.000 Lotto 4 Comune di Sambiase Foglio n° 76 part.lla n° 889: Piano secondo 118 + 18 mq balconi 128,80 129.000.000 Lotto 5 Comune di Sambiase Foglio n°76, particella n° 889 sub 5 (mq. 130,60) 118 + 21 di balconi 130,6 131.000.000 Lamezia Terme Il Cancelliere (C/1) Bruna Bernardi °°°°°°°° AVVISO DI VENDITA DI BENI IMMOBILI procedura esecutiva n°.10/1995 R.G.E. richiesta da Banca di Credito Cooperativo del Lametino Sc a Rl si rende noto che il giorno 17 giugno 2009 ore 12.00 nella sala delle pubbliche udienze di questo Tribunale, avanti al Giudice delle Esecuzioni, si procederà alla vendita all’incanto dei beni immobili elencati in calce alle seguenti condizioni:

ASTEINFOAPPALTI

È UN

PROGETTO

prezzo base: euro 13.221,28 per il primo lotto prezzo base: euro 39.663,87 per il secondo lotto ogni concorrente, per essere ammesso all’incanto, dovrà depositare nella Cancelleria di questo Tribunale almeno quattro giorni prima della data fissata per l’incanto. primo lotto: euro 1.322,12 per cauzione e euro 2.644,25 per spese secondo lotto: euro 3.966,38 per cauzione e euro 7.932,77 per spese l’aumento minimo da apportarsi alle offerte è di euro 1.032,91 per il primo e di euro 2.582,28 per il secondo lotto. L’aggiudicatario dovrà depositare il prezzo di aggiudicazione, dedotta la cauzione già prestata, nelle forme dei depositi giudiziari, entro trenta giorni dall’avvenuta vendita e dovrà provvedere a sua cura e spese alla voltura catastale dell’immobile trasferitogli. Maggiori informazioni in cancelleria. Elenco beni immobili: PRIMO LOTTO: unità immobiliare posta al piano terra di un fabbricato a tre piani fuori terra sito nel comune di Serrastretta, contrada “Montagnola”, fraz. Accaria; adibita a garage di mq. 88,39; in NCEU del predetto comune al foglio 28, particella 79, sub 3; presenta irregolarità edilizie sanabili a spese dell’aggiudicatario, entro 120 giorni dal trasferimento, mediante il pagamento di una somma di lire 2.000.000 circa, già detratte dal prezzo base d’asta. SECONDO LOTTO: appartamento posto al secondo piano di un fabbricato a tre piani fuori terra sito nel comune di Serrastretta, contrada “Montagnola”, fraz. Accaria; composto da tre stanze da letto, una cucina, un bagno padronale e un bagno di servizio, della superficie netta calpestabile interna di mq. 130.52, più mq. 36.52 di balconi; in NCEU del predetto comune al foglio 28, particella 79, sub 8; presenta irregolarità edilizie sanabili gratuitamente a cura dell’aggiudicatario, entro 120 giorni dal trasferimento. Lamezia Terme, Il Cancelliere (C/1) Bruna Bernardi °°°°°°°°°° AVVISO di VENDITA di BENI IMMOBILI si rende noto che il giudice dell’esecuzione nella procedura 62/94 ORDINA Per il giorno 24 giugno 2009, ore 12.00, la vendita all’incanto dei seguenti beni immobili: lotto uno: “casa sita in via Diaz del Comune di Cortale, numero civico 10, individuata in catasto al foglio 18, p.lla 278279, sub 4-5, piano primo e secondo, consistenza 7,5 vani catastali; locale in via Diaz n. 12 del Comune di Cortale, individuato in catasto al foglio 18, p.lla 279, sub 4, piano terra, consistenza 2 vani catastali”; lotto due: “magazzino e terreno siti in località Goneo del Comune di Cortale, individuati in catasto al foglio 16, p.lla 345, consistenza 394 mq. (è compreso il terreno al foglio 16, ex p.lle 320 e 321, ora corte del fabbricato”; lotto tre: “magazzini siti in via Andrea Cefaly del Comune di Cortale, individuati in catasto al foglio 18, p.lla 307, sub 3, piano terra, consistenza mq. 89; p.lla 307, sub 5, piano seminterrato, n. civico 24, consistenza 31 mq”; lotto quattro: “appartamento sito in via Andrea Cefaly nel Comune di Cortale, individuato in catasto al foglio 18, p.lla 305, sub 6, piano primo, consistenza 4,5 vani catastali, accessibile per il tramite di un vano scala appartenente per 1/2 agli esecutati e riportato in catasto al foglio 18, p.lla 305, sub 7”: lotto cinque: “appezzamento di terreno sito in Cortale, località Fornello, esteso per mq. 6560, riportato nel NCT di detto comune al foglio 16, p.lla 197; lotto sei: “appezzamento di terreno sito in Cortale, località Cintreca, esteso per mq. 1.960, riportato nel NCT di detto comune al foglio 22, p.lle 181, 193 e 194; lotto sette: “appezzamento di terreno sito in Cortale, località Fornello, esteso per mq. 1.528, riportato nel NCT di detto comune al foglio 16, p.lla 417; lotto otto: “appezzamento di terreno sito in Cortale, località Tre Croci - Pilò, esteso per mq. 2.055, riportato nel NCT di detto comune al foglio 23, p.lle 88 e 801; lotto nove: “appezzamento di terreno sito in Cortale, località Spanò, esteso per mq. 4.366, riportato nel NCT di detto comune al foglio 24, p.lle 88, 87, 92, 160, 89 e 90”; lotto dieci: “appezzamento di terreno sito in Cortale, località Pilò, esteso per mq. 2.455, riportato nel NCT di detto comune al foglio 23, p.lla 803; STABILISCE 1. Gli immobili vengono posti in vendita nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano, così come identificati, descritti e valutati dall’esperto nella relazione, con ogni eventuale servitù attiva e passiva inerente e quote condominiali relative. 2. La vendita è a corpo e non a misura; eventuali differenze di misura non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo; la vendita forzata non è soggetta alle norme concernenti la garanzia per vizi o mancanza di qualità, né potrà essere revocata per alcun motivo. Conseguentemente l’esistenza di eventuali vizi o mancanza di qualità o difformità della cosa venduta, oneri di qualsiasi genere - ivi compresi, ad esempio, quelli urbanistici ovvero derivanti dalla eventuale necessità di adeguamento di impianti alle leggi vigenti, spese condominiali dell’anno in corso e dell’anno precedente non pagate dal debitore -, per qualsiasi motivo non considerati, anche se occulti e comunque non evidenziati in perizia, non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo, essendosi di ciò tenuto conto nella valutazione dei beni. 3. Il prezzo base d’asta è di euro 56.488,00 per il lotto n. 1, di euro 78.138,00 per il lotto n. 2, di euro 43.630,00 per il lotto n. 3, di euro 26.773,00 per il lotto n. 4, di euro 14.400,00 per il lotto n. 5, di euro 2.800,00 per il lotto n. 6, di euro 3.440,00 per il lotto n. 7, di euro 16.800,00 per il lotto n. 8, di euro 3.600,00 per il lotto n. 9, di euro 5.600,00 per il lotto n. 10, 4. Ogni concorrente, per essere ammesso all’incanto, deve presentare, entro le ore 13,00 del 23 giugno 2009, nella Cancelleria delle Esecuzioni Immobiliari, istanza di partecipazione, in regola con il bollo, recante, a pena di inefficacia, l’indicazione del numero di r.g.e. della procedura, il bene o il lotto cui l’istanza stessa si riferisce, le proprie generalità (nome, cognome, luogo e data di nascita, codice fiscale, residenza, stato civile e, se coniugato, regime patrimoniale fra i coniugi). All’istanza di partecipazione deve essere allegata copia di valido documento di identità del concorrente e, se necessario, valida documentazione comprovante i poteri o la legittimazione dello stesso (ad es. procura speciale o certificato camerale). In caso di dichiarazione di partecipazione presentata da più soggetti, deve essere indicato colui che abbia l’esclusiva facoltà di formulare eventuali offerte in aumento. 5. Con L’istanza di partecipazione, da presentarsi in busta chiusa, senza segni di riconoscimento, devono essere depositati distinti assegni circolari, intestati alle “Poste Italiane s.p.a.”, tramite cui versare le rispettive, seguenti somme: - a titolo di cauzione, euro 5.649,00, per il lotto n. 1; euro 7.814,00 per il lotto n.2, euro 4.363,00 per il lotto n. 3; euro 2.677,00 per il lotto n. 4, euro 1.440,00 per il lotto n. 5, euro 280,00 per il lotto n. 6, euro 344,00 per il lotto n. 7, euro 1.680,00 per il lotto n. 8, euro 360,00 per il lotto n. 9, euro 560,00 per il lotto n. 10; - quali presumibili spese di vendita, euro 11.298,00 per il lotto n. 1; euro 15.628,00 per il lotto n. 2; euro 8.726,00 per il lotto n. 3; euro 5.354,00 per il lotto n. 4, di euro 2.880,00 per il lotto n. 5, di euro 560,00 per il lotto n. 6, di euro 688,00 per il lotto n. 7, di euro 3.360,00 per il lotto n. 8, di euro 720,00 per il lotto n. 9, di euro 1.120,00 per il lotto n. 10; 6. All’esterno della busta vanno annotati, a cura del cancelliere ricevente, il nome, previa identificazione, di chi materialmente provvede al deposito, il nome del giudice dell’esecuzione e la data dell’udienza fissata per la vendita; le buste saranno

A CURA DELLA

MEDIATAG

7.

8.

9.

10.

aperte all’udienza stabilita per l’incanto alla presenza degli offerenti, ove comparsi; La misura minima dell’aumento da apportare all’offerta, a pena di inammissibilità, è pari ad 3.000,00 per il lotto n. 1, ad euro 4.000,00 per il lotto n. 2, ad euro 2.500,00 per il lotto n. 3, ad euro 1.500,00 per il lotto n. 4, ad euro 800,00 per il lotto n. 5, ad euro 150,00 per il lotto n. 6, ad euro 200,00 per il lotto n. 7, ad euro 1.000,00 per il lotto n. 8, ad euro 200,00 per il lotto n. 9, ad euro 300,00 per il lotto n. 10. Il pagamento del prezzo di aggiudicazione, dedotta la cauzione già prestata, deve essere effettuato dall’aggiudicatario nella Cancelleria delle Esecuzioni Immobiliari entro il sessantesimo giorno dalla data di aggiudicazione, mediante assegno circolare intestato alle “Poste Italiane s.p.a.”. Soltanto all’esito dell’adempimento precedente, della produzione di aggiornati certificati catastali e di aggiornati certificati relativi alle iscrizioni e trascrizioni effettuate sul bene nonché del pagamento delle spese di trasferimento da parte dell’aggiudicatario, cui restano riservate le attività e i costi per la cancellazione delle formalità, sarà emesso il decreto di trasferimento, ai sensi dell’art. 586 c.p.c.; La pubblicità dell’incanto deve essere effettuata almeno trenta giorni prima del 24 giugno 2009 tramite: - Affissione, da parte della predetta Cancelleria, nell’albo di questo Tribunale, di un avviso contenente tutti i dati riportati nella presente ordinanza; - Inserzione, a cura del creditore procedente o surrogante, per almeno una volta, del bando di gara sul quotidiano di informazione locale “Il Domani”, sulla rivista “Aste - Info appalti”e sul sito internet www.aste,eugenius.it;

°°°°°°°°°° AVVISO DI VENDITA DI BENI IMMOBILI PIGNORATI EX ART.569 COMMA 3 CPC SI RENDE NOTO Che il Giudice dell’Esecuzione nella procedura esecutiva immobiliare n° 87/1995 RGE, promossa da MPS con ordinanza emessa all’udienza in data 03.12.2008 ha disposto la vendita con incanto del lotto numero cinque, nello stato di fatto e di diritto in cui si trova per l’udienza del 26.06.2009 lotto n. 5 - “Fabbricato in Lamezia Terme - Sambiase - via Mantenga, di tre piani fuori terra, al piano seminterrato vi sono due locali, un servizio igienico, un’autorimessa, la scala di accesso ai piani superiori; al piano rialzato vi sono un soggiorno, una cucina, un bagno ed il vano scala; al primo piano vi sono tre vani, due bagni ed il vano scale; al secondo piano vi sono due locali comunicanti, il vano scala, un balcone ed un ampia superficie terrazzata, per una superficie residenziale complessiva di mq. 183; è in buono stato ed è dotato di impinato idrico - sanitario, elettrico e di riscaldamento; ne costituisce pertinenza il giardino circostante di circa di mq. 112, detto fabbricato, edificato su terreno riportato in NCT al foglio di mappa 85, particelle 1141 e 1152 è in corso di definitivo accatastamento; presenta alcune difformità urbanistiche sanabili entro 120 giorni dalla notificazione del decreto di trasferimento mediante il pagamento della somma di £.8.000.000 (pari a euro 4.131,66) circa, già detratta dal prezzo base d’asta; Valore euro 149.134,16 SI RENDE ANCORE NOTO CHE IL GE HA STABILITO CHE LA VENDITA AVVIENE ALLE SEGUENTI CONDIZIONI: VENDITA CON INCANTO - essa deve aver luogo ai prezzi sopra indicati; - le offerte in aumento, a pena di inammissibilità, non devono essere inferiori a euro 1.549,37 per il lotto n. 5 - ogni concorrente, per essere ammesso all’incanto, deve presentare istanza di partecipazione, in regola con il bollo, recante, a pena di inefficacia, l’indicazione del numero di r.g.e. della procedura, il bene o il lotto cui l’istanza stessa si riferisce, le proprie generalità (nome, cognome, luogo e data di nascita, codice fiscale, residenza, stato civile e, se coniugato, regime patrimoniale fra i coniugi); - all’istanza di partecipazione deve essere allegata copia di valido documento di identità del concorrente e, se necessario, valida documentazione comprovante i poteri o la legittimazione dello stesso (ad es. procura speciale o certificato camerale); - in caso di dichiarazione di partecipazione presentata da più soggetti, deve essere indicato colui che abbia l’esclusiva facoltà di formulare eventuali offerte in aumento; - con l’istanza di partecipazione, da presentarsi in busta chiusa, senza segni di riconoscimento, deve essere depositato assegno circolare non trasferibile, intestato alle “Poste Italiane s.p.a.”, tramite cui effettuare il versamento della cauzione (ed in conto prezzo di aggiudicazione), in ragione di un decimo del prezzo base d’asta; - all’esterno della busta vanno annotati, a cura del cancelliere ricevente, il nome, previa identificazione, di chi materialmente provvede al deposito, il nome del giudice dell’esecuzione e la data dell’udienza fissata per la vendita; le buste saranno aperte all’udienza stabilita per l’incanto alla presenza degli offerenti, ove comparsi; - in ogni caso, le spese del trasferimento cedono a carico dell’aggiudicatario, cui restano riservate le attività ed i costi per la cancellazione delle formalità; - per la presentazione presso la Cancelleria delle Esecuzioni immobiliari dell’ istanza di partecipazione agli incanti termine fino a quattro giorni prima della data fissata per l’incanto; - per il giorno 26 giugno 2009, ore 12.00 e segg. la vendita ai pubblici incanti dell’immobile sopra indicato e meglio descritto nella relazione dell’esperto in atti, cui si fa espresso riferimento, con le modalità e per il prezzo base di cui innanzi; SI AVVISA, ALTRESÌ, CHE LA VENDITA AVVIENE ALLE SEGUENTI CONDIZIONI, SIA QUALORA VISI FACCIA LUOGO SENZA INCANTO, SIA QUALORA VI SI FACCIA LUOGO CON INCANTO: - gli immobili vengono posti in vendita nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano, così come identificati, descritti e valutati dall’esperto nella relazione, con ogni eventuale servitù attiva e passiva inerente e quote condominiali relative; - la vendita è a corpo e non a misura; eventuali differenze di misura non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo; la vendita forzata non è soggetta alle norme concernenti la garanzia per vizi o mancanza di qualità, né potrà essere revocata per alcun motivo. Conseguentemente l’esistenza di eventuali vizi, mancanza di qualità o difformità della cosa venduta, oneri di qualsiasi genere - ivi compresi, ad esempio, quelli urbanistici ovvero derivanti dalla eventuale necessità di adeguamento di impianti alle leggi vigenti, spese condominiali dell’anno in corso e dell’anno precedente non pagate dal debitore - per qualsiasi motivo non considerati, anche se occulti e comunque non evidenziati in perizia, non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo, essendosi di ciò tenuto conto nella valutazione dei beni; - l’aggiudicatario dovrà versare la differenza del prezzo (detratta dal prezzo di aggiudicazione la cauzione di cui sopra) entro un termine massimo di 60 giorni dalla data di aggiudicazione mediate assegno circolare non trasferibile intestato a “Poste Italiane s.p.a.” in mancanza, si provvederà a norma dell’art. 587 c.p.c.; - soltanto all’esito degli adempimenti precedenti, della produzione di aggiornati certificati catastali e di aggiornati certificati relativi alle iscrizioni e trascrizioni effettuate sul bene nonché del pagamento delle spese di trasferimento da parte dell’aggiudicatario, per come liquidate dalla Cancelleria, sarà emesso il decreto di trasferimento, ai sensi dell’art. 586 c.p.c.; Lamezia Terme, lì IL CANCELLIERE (C/1) Bruna Bernardi °°°°°°°°°° AVVISO DI VENDITA DI BENI IMMOBILI procedura esecutiva n° 71/1989 R.G.E. richiesta da Banca MPS SpA si rende noto che il giorno 24 giugno 2009 ore 12.00 nella sala delle pubbliche udienze di questo Tribunale, avanti al Giudice delle Esecuzioni, si procederà alla vendita all’incanto dei beni

Per informazioni 0961 996802

www.aste.eugenius.it ::

immobili elencati in calce alle seguenti condizioni: prezzo base: euro 16.923,25 per il primo lotto prezzo base: euro 17.980,96 per il secondo lotto ogni concorrente, per essere ammesso all’incanto, dovrà depositare nella Cancelleria di questo Tribunale almeno quattro giorni prima della data fissata per l’incanto. primo lotto: euro 1.692,32 per cauzione e euro 3.384,65 per spese secondo lotto: euro 1.798,06 per cauzione e euro 3.596,19 per spese l’aumento minimo da apportarsi alle offerte è di euro 2.065,83 per il primo e di euro 2.194,94 per il secondo lotto. L’aggiudicatario dovrà provvedere a sua cura e spese alla voltura catastale dell’immobile trasferitogli. Entro il termine di sessanta giorni da quando l’aggiudicazione sarà divenuta definitiva (settanta giorni dalla vendita) l’aggiudicatario dovrà versare nelle forme dei depositi giudiziari il prezzo di aggiudicazione, detratto l’importo già versato a titolo di cauzione. Maggiori informazioni in cancelleria. ELENCO BENI IMMOBILI: PRIMO LOTTO: fondo agricolo ubicato in località “Margi” agro di Lamezia Terme-Nicastro catastalmente censito al NCT alla partita 14232 - foglio 64, particella 173, vigneto di 1^, superficie complessiva di Ha.1.23.90. Interamente coltivato a vigneto allevato a tendone SECONDO LOTTO: fondo agricolo sito in località “Acanto”agro di Lamezia Terme-Sambiase. Individuato catastalmente alle partite 13738 e 16138, foglio 64 e costituito dalle particelle 149-150-151-152-401-402-403, vigneto di 1^, superficie totale di Ha. 1.31.74. Intermante coltivato a vigneto allevato a tendone L’aggiudicatario dovrà provvedere a sua cura e spese alla voltura catastale dell’immobile trasferitogli, fermi restando gli obblighi di legge imposti alla parte debitrice. Lamezia Terme, Il Cancelliere (C/1) Bruna Bernardi °°°°°°°°°° AVVISO DI VENDITA DI BENI IMMOBILI procedura esecutiva n° 113/1994 R.G.E. richiesta da MPS SpA si rende noto che il giorno 24.06.2009 alle ore 12.00 nella sala delle pubbliche udienze di questo Tribunale, avanti al Giudice delle Esecuzioni, si procederà alla vendita all’incanto dei beni immobili elencati in calce di proprietà de debitor alle seguenti condizioni: prezzo base: euro 72.973,15 ogni concorrente, per essere ammesso all’incanto, dovrà depositare nella Cancelleria di questo Tribunale almeno quattro giorni prima della data fissata per l’incanto le seguenti somme: euro 10% del prezzo base d’asta per cauzione e 20% del prezzo base d’asta per spese L’aumento minimo da apportarsi all’offerta è di euro 2.065,82 L’aggiudicatario dovrà depositare il prezzo di aggiudicazione, dedotta la cauzione già prestata, nelle forme dei depositi giudiziari, entro sessanta giorni da quando l’aggiudicazione sarà divenuta definitiva (settanta giorni dalla vendita). L’aggiudicatario dovrà provvedere a sua cura e spese alla voltura catastale dell’immobile trasferitogli. Maggiori informazioni in cancelleria. ELENCO BENE IMMOBILE: Fabbricato in agro dell’ex Comune di Nicastro, ora Lamezia Terme, alla Contrada Titta Nicotera, composto di un salone, due camere, cucina, due bagni e quattro ripostigli al piano terra, con annessa corte; e di quattro camere, due bagni, un ripostiglio, veranda e soffitta al primo piano. L’intero fabbricato, con annessa corte, confina con strada comunale, torrente Fiumarella e rastante proprietà della parte mutuataria, riportato nel NCEU al foglio 44, particella 314 sub 2 e 314 sub 1, c.da Titta Nicotera, Piano Terra e Primo piano, int. 1, partita n. 8738, e sorge sul terreno da distinguere in catasto al foglio 44, particelle: 314/b, are 1,60, R.D. £10,00, R.A. £.3,68; 315/b, are 6,60, R.D. £,54,45, R.A. £. 9,24 e 316/b, are 7,80, R.D. £.7,41, R.A. £.2,65 Lamezia Terme lì IL CANCELLIERE (C/1) f.to Bruna Bernardi °°°°°°°°°° AVVISO DI VENDITA Procedura n. 28/1988 R.G.E. Tribunale di Lamezia Terme Il professionista delegato dr.ssa commercialista Puteri Chiara con studio in Lamezia Terme Via Mdonna della Spina n° 4, nella procedura esecutiva promossa da Banca Commerciale Italiana s.p.a.. Visto il provvedimento di delega alla vendita emesso dal Giudice dell’Esecuzione del Tribunale di Lamezia Terme in data 20/02/2008 e depositato il 21/02/2008 ai sensi dell’art. 591 bis c.p.c; Visto il provvedimento del G.E di autorizzazione a nuovo incanto del 01/07/2008 con fissazione di un prezzo base inferiore di  a quello indicato nella precedente vendita; Visto il provvedimento del G.E. di autorizzazione a nuovo incanto del 12/11/2008 con fissazione di un prezzo base inferiore di un ulteriore quarto rispetto a quello indicato nella precedente vendita; Visto il provvedimento del G.E. di autorizzazione a nuovo incanto del 14.04.2009 con fissazione di un prezzo base inferiore di un ulteriore quarto rispetto a quello indicato nella precednete vendita; ritenuto necessario, pertanto fissare la vendita dei beni pignorati; visto l’ art. 569 c.p.c. AVVISA che nella data e nel luogo sotto indicati si terrà la vendita senza incanto dei seguenti immobili: LOTTO 1 Magazzino posto al piano terra (primo fuori terra) del fabbricato sito in via Monzabano, 21, Lamezia Terme. L’immobile presenta un accesso carrabile posto sulla facciata principale del fabbricato e di un accesso posteriore tramite porta interna all’atrio di ingresso al fabbricato. Il magazzino, e’ censito al N.C.E.U. del Comune di Lamezia Termesezione di Nicastro-al foglio 26, part. 590 sub 3, zona cens. 1, Cat. C/2, Classe 2, consistenza 44 mq, Rendita euro 170,43, Piano T.La superficie non residenziale è di mq 43, 35; la superficie complessiva (pari alla superficie utile più il 60% della superficie non residenziale), ai fini della sanatoria edilizia, è pari a 26,01 mq; la superficie interna lorda (principale) è pari a 49,85 mq; la superficie commerciale del magazzino (considerando la Superficie Catastale calcolata secondo i “criteri generali”del DPR 138/98 e arrotondata al metro quadrato) è pari a 50 mq. L’immobile fa parte di un fabbricato privo di Concessione Edilizia/Permesso di Costruire, per cui si rende necessario il ricorso alla L. 47/85 e s.m.i. sul condono edilizio. Esso può essere sanato (in base al combinato disposto dell’articolo 40, c. 6, della legge n. 47/85, nonché dell’articolo 46, c. 5, del D.P.R. n. 380/01) entro 120 giorni dalla notifica del decreto di trasferimento dell’immobile emesso dal giudice dell’esecuzione immobiliare. Le spese di condono ammontano a euro 1.097,86 di cui euro 483,59 per oblazione ed euro 614,27 per oneri concessori, fatta salva l’eventuale applicazione, da parte del comune di Lamezia Terme, degli interessi decorrenti dalla data ultima di presentazione dell’istanza di sanatoria ex lege n. 47/85 (anno 1986), ovvero l’eventuale applicazione di diversi prezzi unitari (in virtù della normativa relativa alla sanatoria e al condono edilizio successivi alla L. 47/85). Prezzo base: euro 22.739,96 (euro ventiduemilasettecentotrentanove virgola novantasei). LOTTO 2 Locale parzialmente adibito a cucina rustica e locali di servizio (composto da due sotto-unità immobiliari poste a differente quota dal piano stradale e collegate da scala interna) posto al piano terra/rialzato (primo fuori terra/intermedio) del fabbricato sito in via Monzabano 21, Lamezia Terme. L’unità immobiliare e’ censita al N.C.E.U. del Comune di


AsteInfoappalti

13 Venerdì 1 Maggio 2009 Lamezia Terme-sezione di Nicastro- al foglio 26, part. 590 sub 4, in corso di costruzione, Piano T. Complessivamente ha superficie utile è pari a 53,26 mq; la superficie non residenziale è di 35.51 mq; la superficie complessiva (pari alla superficie utile più il 60% della superficie non residenziale), ai fini della sanatoria edilizia, è pari a 74,57 mq; la superficie interna lorda (principale) è pari a 61,25 mq; la superficie interna lorda degli accessori è pari a 41,42 mq; infine, la superficie commerciale (considerando la Superficie Catastale calcolata secondo i “criteri generali”del DPR 138/98 e arrotondata al metro quadrato) risulta pari a 82,00 mq. L’immobile fa parte di un fabbricato privo di Concessione Edilizia/Permesso di Costruire, per cui si rende necessario il ricorso alla L. 47/85 e s.m.i. sul condono edilizio. Esso può essere sanato (in base al combinato disposto dell’articolo 40, c. 6, della legge n. 47/85, nonché dell’articolo 46, c. 5, del D.P.R. n. 380/01) entro 120 giorni dalla notifica del decreto di trasferimento dell’immobile emesso dal giudice dell’esecuzione immobiliare. Le spese di condono ammontano a euro 2.269,57 di cui euro 1.386,39 per oblazione ed euro 883,18 per oneri concessori, fatta salva l’eventuale applicazione, da parte del comune di Lamezia Terme, degli interessi decorrenti dalla data ultima di presentazione dell’istanza di sanatoria ex lege n. 47/85 (anno 1986), ovvero l’eventuale applicazione di diversi prezzi unitari (in virtù della normativa relativa alla sanatoria e al condono edilizio successivi alla L. 47/85). Prezzo base: euro 33.636,28 (euro trentatremilaseicentotrentasei virgola ventotto). LOTTO 3 Appartamento (compresi soffitta praticabile e corte esterna) posto al piano primo (secondo fuori terra) del fabbricato sito in via Monzabano 21, Lamezia Terme. Esso è composto da ingresso, corridoio, 3 camere da letto, due servizi igienici, salone e cucina; dal salone e dalla cucina è possibile accedere tramite portafinestra ad un balcone prospiciente la via Monzabano. Al momento del sopralluogo, il vano sottotetto, di circa 145 mq, accessibile mediante la scala comune, risulta praticabile e adibito a locale di sgombero e stenditoio con copertura in ferro e sovrastante manto di tegole. L’unità immobiliare come sopra descritta, e’ censita al N.C.E.U. del Comune di Lamezia Terme-sezione di Nicastro- al foglio 26, part. 590 sub 5, in corso di costruzione, Piano T-1-2. Allo stato la corte esterna risulta di 175 mq circa e costituisce parte della maggiore area sulla quale insiste il fabbricato censita al N.C.T. foglio 26, partt.2821 (di are 01.96, derivante da frazionamento del 09/09/1975 n. 1489.900/1978 in atti dal 23/01/1995, DV 1489/78, R.D. euro 1,47 R.A. euro 0,76) e 2829 (di are 01.99, derivante da frazionamento del 09/09/1975 n. 1489.900/1978 in atti dal 23/01/1995, DV 1489/78, R.D. euro 1,49 R.A. euro 0,77). La superficie utile dell’appartamento è pari a 100,79 mq, la superficie non residenziale (compresi locale sottotetto e balcone) è pari a 161,58 mq; la superficie complessiva (pari alla superficie utile più il 60% della superficie non residenziale), ai fini della sanatoria edilizia, è pari a circa 197,74 mq; la superficie interna lorda è di circa 120,95 mq; la superficie lorda degli accessori è di 43.58 mq; infine, la superficie commerciale dell’appartamento (considerando la Superficie Catastale calcolata secondo i “criteri generali”del DPR 138/98 e arrotondata al metro quadrato) risulta pari a 146.00 mq (compresa la corte esterna). L’immobile fa parte di un fabbricato privo di Concessione Edilizia/Permesso di Costruire, per cui si rende necessario il ricorso alla L. 47/85 e s.m.i. sul condono edilizio. Esso può essere sanato (in base al combinato disposto dell’articolo 40, c. 6, della legge n. 47/85, nonché dell’articolo 46, c. 5, del D.P.R. n. 380/01) entro 120 giorni dalla notifica del decreto di trasferimento dell’immobile emesso dal giudice dell’esecuzione immobiliare. Le spese di condono ammontano a euro 5.766,64 di cui euro 3.676,44 per oblazione ed euro 2.090,20 per oneri concessori, fatta salva l’eventuale applicazione, da parte del comune di Lamezia Terme, degli interessi decorrenti dalla data ultima di presentazione dell’istanza di sanatoria ex lege n. 47/85 (anno 1986), ovvero l’eventuale applicazione di diversi prezzi unitari (in virtù della normativa relativa alla sanatoria e al condono edilizio successivi alla L. 47/85). Prezzo base: euro 71.479,70 (euro settantunomilaquattrocentosettantanove virgola settanta). LOTTO 4 Vani adibiti a magazzino siti nel centro storico di Lamezia Terme al vicolo II Blaschi nn. 2 e 4, raggiungibili dalla via Colosimo (traversa di via d’Ippolito). Detti beni sono attualmente censiti al N.C.E.U. di Lamezia Terme - sezione di Nicastro- al Foglio 21 part. 11 sub 14, Zona Cens. 1, Cat. A/5 (ultrapopolare), Classe 1, Vani 1, Rendita euro 28.41, via Blaschi n. 2, Piano 1, e sub 15, Zona Cens. 1, Cat. A/5 (ultrapopolare), Classe 1, Vani 1, Rendita euro 28.41, via Blaschi n. 4, Piano T Allo stato i cespiti sopra descritti risultano nella disponibilità di terzi. La superficie interna lorda dei magazzini è di circa 45.00 mq e la superficie commerciale (considerando la Superficie Catastale calcolata secondo i “criteri generali”del DPR 138/98 e arrotondata al metro quadrato) è pari a 45.00 mq. Prezzo base d’asta: euro 9.492,19 (euro novemilaquattrocentonovantadue virgola diciannove). PER TUTTI I LOTTI: I beni di cui sopra sono meglio descritti nella relazione di stima a firma dell’ing.Giovanni Antonio Astorino che deve essere consultata dall’acquirente e cui si fa espresso rinvio anche per tutto cio’ che concerne l’esistenza di eventuali oneri, pesi e difformita’ edilizie ed urbanistiche a qualsiasi titolo gravanti sui beni. La stessa e’ consultabile presso lo studio del professionista delegato dal lunedi’ al venerdi’ dalle 16 alle 17 previo avviso telefonico e sul sito internet www.aste.eugenuis.it. Data dell’esame delle offerte: 01 luglio 2009 alle ore 17,00 Luogo di esame delle offerte: Studio commerciale del professionista delegato Dr.ssa Commercialista Puteri Chiara sito in Via Madonna della Spina nr.4 (ex via dei Mille,260) Lamezia Terme (telefono 0968/28036 fax 0968 400268) AVVISA ALTRESI’ Che nell’ipotesi in cui: - non siano proposte offerte d’acquisto entro il termine stabilito; - le offerte non siano efficaci ai sensi dell’art. 571 c.p.c.; - si verifichi una delle circostanze previste dall’art. 572, comma 3 c.p.c.; - la vendita senza incanto non abbia luogo per qualsiasi altra ragione; avrà luogo la vendita con incanto dei medesimi beni o dei beni residui dalla vendita senza incanto nella seguente data e luogo: LOTTO 1 come sopra descritto. Prezzo base: euro 22.739,96 (euro ventiduemilasettecentotrentanove virgola novantasei). Rilancio minimo: euro 2.000,00 (duemila virgola zero zero euro) LOTTO 2 come sopra descritto. Prezzo base: euro 33.636,28 (euro trentatremilaseicentotrentasei virgola ventotto). Rilancio minimo: euro 2.000,00 (diconsi duemila virgola zero zero euro) LOTTO 3 come sopra descritto. Prezzo base: euro 71.479,70 (euro settantunomilaquattrocentosettantanove virgola settanta). Rilancio minimo: euro4.000,00 (diconsi quattromila virgola zero zero euro) lOTTO 4 come sopra descritto. Prezzo base d’asta: euro 9.492,19 (euro novemilaquattrocentonovantadue virgola diciannove). Rilancio minimo: euro 1.000,00 (mille virgola zero zero euro) Data dell’incanto 08 luglio 2009, ore 17,00 Luogo di esame delle offerte: Studio commerciale del professionista delegato Dr.ssa Commercialista Puteri Chiara sito in Via Madonna della Spina n.4 (ex via dei Mille,260) Lamezia Terme (telefono 0968/28036 fax 0968 /400268) In tale udienza a differenza della prima, per aggiudicarsi i beni sarà necessario effettuare almeno un rilancio del prezzo dell’im-

ASTEINFOAPPALTI

È UN

PROGETTO

il Domani

porto sopra indicato. Si avvisa in ogni caso che la vendita dei beni avviene nello stato di fatto e di diritto in cui i beni si trovano, con tutte le eventuali pertinenze, accessori, ragioni ed azioni, servitù attive e passive; che la vendita è a corpo e non a misura; che eventuali differenze di misura non potranno dar luogo a nessun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo; che la vendita forzata non è soggetta alle norme concernenti la garanzia per vizi o mancanza di qualità, né potrà essere revocata per alcun motivo.La pubblicità, le modalità di presentazione delle offerte e le condizioni di vendita sono regolate come segue: QUANTO ALLA VENDITA SENZA INCANTO: - a norma dell’art. 571 c.p.c ognuno, tranne il debitore, è ammesso a offrire per l’acquisto dell’immobile pignorato personalmente o a mezzo di procuratore legale anche a norma dell’art. 579, ultimo comma c.p.c.; - le offerte di acquisto dovranno essere presentate in busta chiusa entro le ore 13 del 30 giugno 2009. Le stesse potranno essere presentate presso lo studio del suindicato professionista delegato dal lunedì al venerdì negli orari di ufficio. Nessuna annotazione dovrà essere apposta sulla busta. Sulla predetta busta dovranno essere annotate, a cura del professionista ricevente o di suo delegato, il nome di chi materialmente provvede al deposito, il nome del Giudice dell’Esecuzione, quello del professionista delegato e la data fissata per l’esame delle offerte; - l’offerente deve presentare presso lo studio del professionista delegato una dichiarazione, in regola con il bollo, che dovrà contenere, a pena di inefficacia,l’indicazione del numero di RGE della procedura, del prezzo offerto che non potrà essere inferiore al prezzo minimo indicato nell’avviso di vendita, l’identificazione del bene e del lotto cui si riferisce l’offerta e ogni altro elemento utile alla valutazione di questa, comprese le generalità dell’offerente (nome, cognome, luogo e data di nascita, codice fiscale, residenza, stato civile e, se coniugato, regime patrimoniale fra i coniugi, recapito telefonico) (non sarà possibile intestare l’immobile a soggetto diverso da quello che sottoscrive l’offerta), il quale dovrà anche presentarsi alla udienza fissata per la vendita, oltre a copia di valido documento di identità dell’offerente e anche del coniuge se in comunione legale;se l’offerente è minorenne, l’offerta dovrà essere sottoscritta dai genitori previa autorizzazione del giudice tutelare; - qualora detta persona fisica dovesse partecipare in qualità di titolare di omonima ditta individuale dovrà essere indicata anche la partita IVA e all’offerta dovrà essere allegata una recente visura camerale della ditta stessa;se società o ente: dati identificativi, inclusa la partita IVA e/o codice fiscale, recapito telefonico, nonché nome, cognome, luogo e data di nascita del legale rappresentante;alla domanda dovranno essere allegati sia una recente visura camerale (dalla quale risulti lo stato della società o ente e i poteri conferiti all’offerente in udienza) sia copia fotostatica di un valido documento di identità e, se necessario, valida documentazione comprovante i poteri o la legittimazione (es.procura speciale);in caso di dichiarazione presentata da più soggetti, l’indicazione di quello, tra questi, che abbia l’esclusiva facoltà di formulare eventuali offerte in aumento; - l’espressa dichiarazione di aver preso visione della perizia di stima; - all’offerta dovrà essere allegata una fotocopia del documento di identità nonché un assegno circolare non trasferibile intestato al professionista delegato sott.ssa Puteri Chiara, a titolo di cauzione, per un importo non inferiore al decimo del prezzo offerto, pena l’inefficacia. Detta somma sarà trattenuta in caso di rifiuto dell’acquisto e in caso di mancata aggiudicazione, detto assegno sarà restituito immediatamente; - l’aggiudicatario potrà ottenere per l’acquisto dei beni posti all’asta mutui a tassi e condizioni economiche prestabiliti da ogni singola banca aderente al c.d. protocollo ABI, rivolgendosi direttamente alle agenzie o filiali di banche il cui elenco risulta reperibile presso il professionista delegato e presso il sito ABI; - in caso di più offerte valide, si procederà a gara sulla base dell’offerta più alta, a norma dell’art. 573 c.p.c.; il bene verrà definitivamente aggiudicato a chi avrà effettuato il rilancio più alto; - la validità e l’efficacia dell’offerta d’acquisto è regolata dall’ art. 571 comma 2 c.p.c.; - l’offerta è irrevocabile per 120 giorni dalla sua presentazione ai sensi dell’art. 571 comma 3 c.p.c.; - le modalità di vendita senza incanto sono regolate dagli artt. 572 e seguenti c.p.c.; - il termine di versamento del saldo del prezzo, nonché di ulteriori oneri, diritti e spese conseguenti alla vendita come quantificati dal professionista delegato è di 60 giorni dalla aggiudicazione mediante il deposito su un libretto di deposito postale o bancario nominativo intestato alla procedura e vincolato all’ordine del Giudice, presso la MPS S.p.A.- Agenzia di Lamezia Terme; - in caso di inadempimento l’aggiudicazione sarà revocata e l’aggiudicatario perderà tutte le somme versate; le spese di trasferimento del bene sono a carico dell’aggiudicatario cui restano riservate le attività e i costi per la cancellazione delle formalità; nonché sono a carico dell’aggiudicatario ed in aggiunta al prezzo di aggiudicazione, il pagamento delle somme necessarie per la sanatoria degli abusi - e quindi quelle dovute a titolo di oblazione e di canoni concessori e quant’altro. Gli offerenti dovranno dichiarare la propria residenza nel Circondario del Tribunale di Lamezia Terme o eleggere domicilio in Lamezia Terme. QUANTO ALLA VENDITA CON INCANTO: - a norma dell’art. 579 c.p.c ognuno, tranne il debitore, è ammesso a offrire per l’acquisto dell’immobile pignorato personalmente o a mezzo di procuratore legale anche a norma dell’art. 579, ultimo comma c.p.c.; - le offerte di acquisto dovranno essere presentate in busta chiusa entro le ore 13 del 07 luglio 2009. Le stesse potranno essere presentate presso lo studio del professionista delegato dal lunedì al venerdì negli orari di ufficio. Nessuna annotazione dovrà essere apposta sulla busta. Sulla predetta busta dovranno essere annotate, a cura del professionista ricevente o di suo delegato, il nome di chi materialmente provvede al deposito, il nome del giudice dell’Esecuzione, quello del professionista delegato e la data fissata per l’esame delle offerte; - l’offerente deve presentare presso lo studio del professionista delegato una dichiarazione, in regola con il bollo, che dovrà contenere, a pena di inefficacia,l’indicazione del numero di RGE della procedura, del prezzo offerto che non potrà essere inferiore al prezzo minimo indicato nell’avviso di vendita, l’identificazione del bene e del lotto cui si riferisce l’offerta e ogni altro elemento utile alla valutazione di questa, comprese le generalità dell’offerente (nome, cognome, luogo e data di nascita, codice fiscale, residenza, stato civile e, se coniugato, regime patrimoniale fra i coniugi, recapito telefonico) (non sarà possibile intestare l’immobile a soggetto diverso da quello che sottoscrive l’offerta), il quale dovrà anche presentarsi alla udienza fissata per la vendita, oltre a copia di valido documento di identità dell’offerente e anche del coniuge se in comunione legale; e in caso di dichiarazione presentata da più soggetti, l’indicazione di quello, tra questi, che abbia l’esclusiva facoltà di formulare eventuali offerte in aumento; se l’offerente è minorenne, l’offerta dovrà essere sottoscritta dai genitori previa autorizzazione del giudice tutelare;- qualora detta persona fisica dovesse partecipare in qualità di titolare di omonima ditta individuale dovrà essere indicata anche la partita iva e all’offerta dovrà essere allegata una recente visura camerale della ditta stessa; se società o ente: dati identificativi, inclusa la partita IVA e/o codice fiscale, recapito telefonico, nonchè nome, cognome, luogo e data di nascita del legale rappresentante. Alla domanda dovranno essere allegati sia una recente visura camerale (dalla quale risulti lo stato della società o ente e i poteri conferiti all’offerente in udienza) sia copia fotostatica di un valido documento di identità di detto offerente e, se necessario, valida documentazione comprovante i potei o la legittimazione (es.procura speciale o certificato camerale); - l’espressa dichiarazione di aver preso visione della perizia di stima;

A CURA DELLA

MEDIATAG

- all’offerta dovrà essere allegata una fotocopia del documento di identità (anche del coniuge se in comunione legale); - nonché un assegno circolare non trasferibile intestato al medesimo professionista, Dr.ssa Puteri Chiara, a titolo di cauzione, per un importo pari al decimo del prezzo proposto, pena l’inefficacia. Per offrire all’incanto e’ necessario avere prestato la cauzione. Se l’offerente non diviene aggiudicatario la cauzione e’ immediatamente restituita dopo la chiusura dell’incanto salvo che lo stesso non abbia omesso di partecipare al medesimo personalmente o a mezzo di procuratore speciale senza documentato e giustificato motivo. In tal caso la cauzione e’ restituita solo nella misura dei nove decimi dell’intero e la restante parte e’ trattenuta come somma rinveniente a tutti gli effetti dall’esecuzione; - l’aggiudicatario potrà ottenere per l’acquisto dei beni posti all’asta mutui a tassi e condizioni economiche prestabiliti da ogni singola banca aderente al c.d. protocollo ABI, rivolgendosi direttamente alle agenzie o filiali di banche il cui elenco risulta reperibile presso il professionista delegato e presso il sito ABI; - la validità e l’efficacia dell’offerta d’acquisto è regolata dall’ art. 571 comma 2 c.p.c.; - l’offerta è irrevocabile per 120 giorni dalla sua presentazione ai sensi dell’art. 571 comma 3 c.p.c.; - le modalità di vendita all’ incanto sono regolate dagli artt. 581 e seguenti c.p.c.; - il termine di versamento del saldo del prezzo, nonché di ulteriori oneri, diritti e spese conseguenti alla vendita è di 60 giorni dalla aggiudicazione mediante il deposito su un libretto di deposito postale o bancario nominativo già acceso, intestato alla procedura e vincolato all’ordine del Giudice, presso la MPS S.p.A.- agenzia di Lamezia Terme; - in caso di inadempimento l’aggiudicazione sarà revocata e l’aggiudicatario perderà tutte le somme versate; - le spese di trasferimento del bene sono a carico dell’aggiudicatario cui restano riservate le attività e i costi per la cancellazione delle formalità; nonché sono a carico dell’aggiudicatario ed in aggiunta al prezzo di aggiudicazione, il pagamento delle somme necessarie per la sanatoria degli abusi e quindi quelle dovute a titolo di oblazione e di canoni concessori e quant’altro. OFFERTE IN AUMENTO DI UN QUINTO: a norma dell’art. 584 c.p.c., avvenuto l’incanto possono ancora essere fatte offerte d’acquisto entro il termine perentorio di dieci giorni dalla gara, ma esse non sono efficaci se il prezzo offerto non supera di 1/5 (un quinto) quello raggiunto nell’incanto. Pertanto, l’aggiudicazione diverrà definitiva decorsi dieci giorni senza offerte in aumento. Tali offerte potranno essere depositate presso lo studio del professionista delegato, nelle forme di cui all’art. 571 c.p.c., prestando cauzione per una somma pari al doppio della cauzione versata per la partecipazione all’incanto. In caso di presentazione di tali offerte, verrà indetta una gara secondo le previsioni di cui all’art. 584 c.p.c.. Se nessuno degli offerenti in aumento partecipa alla gara indetta a norma dell’art. 584, comma 3, c.p.c., l’aggiudicazione diventa definitiva e verrà pronunciata a carico degli offerenti, salvo che ricorra un documentato e giustificato motivo, la perdita della cauzione, il cui importo è trattenuto come rinveniente a tutti gli effetti dall’esecuzione. Ogni domanda di restituzione della cauzione dovrà essere indirizzata dagli offerenti al professionista delegato. Sono a carico dell’aggiudicatario tutte le spese per il trasferimento degli immobili nonché quelle relative alla cancellazione della trascrizione del pignoramento e di tutte le formalità con i relativi compensi spettanti al professionista delegato per le operazioni successive alla vendita, come liquidati dal G.E. Sono ovviamente a carico dell’aggiudicatario ed in aggiunta alle somme di cui all’aggiudicazione i costi per il pagamento dell’oblazioni e dei canoni di concessione. Per gli immobili su cui grava mutuo fondiario ai sensi del Testo Unico delle leggi in materia bancaria e creditizia (D.lgs. 1993 n. 385) l’aggiudicatario entro il termine di sessanta giorni dall’aggiudicazione definitiva dovrà pagare all’istituto mutuante quella parte del prezzo che corrisponde al credito dell’istituto stesso in capitale, accessori e spese, detratto un eventuale accantonamento per spese di procedura a carico della massa nella misura che sara’ indicata dal professionista delegato, salvo che non preferisca accollarsi in conto prezzo di aggiudicazione il residuo capitale del mutuo fondiario relativo all’immobile aggiudicato. In tal caso in ottemperanza all’art. 41 del Testo Unico delle leggi in materia bancaria e creditizia (D.lgs. 1993 n. 385) l’aggiudicatario dovrà a) pagare al mutuante nel termine di 15 giorni dalla data di aggiudicazione le rate scadute gli accessori e le spese dichiarando di volere profittare dl mutuo stesso; b) depositare entro il termine di sessanta giorni dall’aggiudicazione definitiva nelle forme di cui al precedente capo l’eventuale differenza del prezzo di aggiudicazione ottenuta detraendo dal prezzo di acquisto la cauzione prestata, l’importo del versamento effettuato all’istituto mutuante nonché l’eventuale ammontare residuo del capitale accollato; c) depositare in cancelleria ai fini del trasferimento idonea ed aggiornata certificazione concernente l’immobile subastato ed attestante le risultanze delle visure catastali e dei registri immobiliari. Si specifica che tutte le attività che ai sensi dell’art. 571 c.p.c. e seguenti c.p.c. devono essere compiute in cancelleria o davanti al Giudice dell’Esecuzione, o dal cancelliere o dal Giudice dell’Esecuzione sono eseguite dal professionista delegato presso il suo studio. Il presente avviso verrà pubblicato mediante affissione all’Albo del Tribunale di Lamezia Terme, sul quotidiano Il Domani della Calabria edizione regionale,sul mensile Asteinfoappalti, e sul sito internet www.aste.eugenius.it. Tra l’avvenuta pubblicità di cui sopra e la vendita senza incanto dovrà decorrere un termine non inferiore a quarantacinque giorni. Lamezia Terme 21 aprile 2009 Il Professionista Delegato Dr.ssa Chiara Puteri °°°°°°°°°° AVVISO DI VENDITA Procedura n. 54/1998 R.G.E. Tribunale di Lamezia Terme Il professionista delegato dr.ssa commercialista Puteri Chiara con studio in Lamezia Terme Via Madonna della Spina n°4 (ex via dei Mille,260) nella procedura esecutiva promossa da Monte dei Paschi di Siena s.p.a.. Visto il provvedimento di delega alla vendita emesso dal Giudice dell’Esecuzione del Tribunale di Lamezia Terme in data 05/07/2007 e depositato il 09/07/2007 ai sensi dell’art. 591 bis c.p.c; visto il provvedimento del G.E. di autorizzazione a nuovo incanto del 24/01/2008 con fissazione di un prezzo base inferiore di  rispetto a quello indicato nella precedente vendita; visto il provvedimento del G.E. di autorizzazione a nuovo incanto del 01/07/2008 con fissazione di un prezzo base inferiore di  a quello indicato nella precedente vendita; visto il provvedimento del G.E. dell’11/11/2008 di autorizzazione alla vendita con incanto dei residui lotti B e C alle medesime condizioni; visto il provvedimento del G.E. di autorizzazione a nuovo incanto del 14/04/2009 relativo ai residui lotti B e C con fissazione di un prezzo base inferiore di  a quello indicato nella precedente vendita; ritenuto necessario fissare la vendita dei beni pignorati; AVVISA che nella data e nel luogo sotto indicati si terrà la vendita senza incanto dei seguenti immobili: LOTTO B Fondo rustico sito in Lamezia Terme, localita’ Palazzo, destinato ad azienda di allevamento di bestiame con relative strutture aziendali e fabbricati rurali esteso complessivamente per ha 28.04.00, costituito dai terreni riportati nel vigente catasto dei terreni del Comune di Nicastro come segue: - foglio 66 particelle 16, 18, 26, 34, 35, 36, 62, 67, 68, 70, 72, a confine con strada comunale Daniele, strada comunale Lenza, canale Bragò, proprietà Nicolò Lucia, proprietà Talarico Pietro e con accesso anche da strada comunale

Per informazioni 0961 996802

www.aste.eugenius.it ::

Palazzo e strada consorziale Bufalo.In dettaglio: n.1 - foglio 66, part.16, qualità fabbr. rurale, sup. are 34.10. n.2 - foglio 66, part.18, qualità seminativo, classe 2, sup. ha 3.02.10, reddito dom. euro124,82, reddito agr. euro31,20 n.3 - foglio 66, part.26, qualità canneto, classe u, sup. are 23.50, reddito dom. euro23,67, reddito agr. euro9,71 n.4 - foglio 66, part.35, qualità orto irrig., classe 1, sup. are 42.40, reddito dom. euro125,91, reddito agr. euro59,12 n.5 - foglio 66, part.34, qualità orto irrig., classe 1, sup. are 18.80, reddito dom. euro55,83, reddito agr. euro26,22 n.6 - foglio 66, part.36, porz. a, qualità semin. irrig., classe 2, sup. ha 3.94.70, reddito dom. euro152,88, reddito agr. euro71,35 n.6 - foglio 66, part.36, porz. b, qualità orto irrig., classe 1, sup. ha 4.38.00, reddito dom. euro1300,70, reddito agr. euro610,76 n.7 - foglio 66, part.62, qualità semin. irrig., classe 2, sup. ha 4.47.90, reddito dom. euro173,49, reddito agr. euro80,96. n.8 - foglio 66, part.67, qualità semin. irrig., classe 2, sup. ha 4.75.60, reddito dom. euro184,22, reddito agr. euro85,97. n.9 - foglio 66, part.68, qualità semin. irrig., classe 2, sup. ha 1.23.00, reddito dom. euro45,74, reddito agr. euro22,23. n.10 - foglio 66, part.70, qualità semin. irrig., classe 2, sup. ha 4.66.50, reddito dom. euro180,70, reddito agr. euro84,32. n.11 - foglio 66, part.72, qualità vigneto, classe 2, sup. are 80.70, deduz. a3, reddito dom. euro98,78, reddito agr. euro41,68. A: casa colonica in disuso: Consiste in un rudere completamente distrutto delle dimensioni di 10*20 m2. B: fabbricato rurale per civile abitazione: 143,60 m2 *3 C: fabbricato per civile abitazione: 173,64 m2 * 2 = D: vecchia stalla a stabulazione fissa: * 520,84 m2 E: abitazione salariato fisso: 197,80 m2 F: capannone in fase di ristrutturazione: 562,10 m2 G: Stalla a stabulazione libera: 650,00 m2 + 390,00 m2 + 200,00 m2 + 66,00 m2 + 120,00 m2 I: n°3 silos verticali Arvestore L: capannone adibito a stalla: 630,50 m2 M: stalla ingrasso: 780,00 m2 N: fienile in disuso: 42,34 m2 S: n°2 silos orizzontali: 173,37 m2 Il fabbricato C, secondo quanto indicato dal CTU a pag.8 della relazione, presenta difformita’ nella suddivisione planimetrica; inoltre tutto un primo piano risulta inesistente nel progetto presentato ed approvato dal Comune di Nicastro. Per tali difformita’ non risulta essere stata presentata alcuna richiesta di condono. Prezzo base: euro 431.016,19 (diconsi eurouro quattrocentotrentunomilasedici virgola diciannove) LOTTO C Fondo rustico sito in Lamezia Terme, localita’ Palazzo, destinato ad impianto ittico e fabbricati rurali complessivamente esteso per ha 30.22.99 costituito dai terreni riportati nel vigente catasto dei terreni del Comune di Nicastro al foglio 69 particelle 1, 3, 5, 6, 8, 10, 11, 12, 13, 14, 18, 19, 20, 23 e al foglio 70 particelle 17, 69, 72, 74, 76, 78, 80, 82, 84, 87, 89, 94 a confine con canale Bragò, strada comunale Lenza, fiume S.Ippolito, F69P2- proprietà Vescio, fiume Amato, proprietà Pileggi Pasquale, proprietà Serianni Davide e Serianni Massimiliano Gianfranco e proprietà Nicolò Lucia.In dettaglio: n.1 - foglio 69, part.10, qualità agrumeto, classe 2, sup. are 33.40, reddito dom. euro159,69, reddito agr. euro52,36 (n.b. superficie indicata erroneamente in catasto ha.1.01.38) n.2 - foglio 69, part.13, qualità fabbricato rurale, sup. are 04.70. n.3 - foglio 69, part.20, qualità semin. irrig., classe 2, sup. are 52.50, r.d. euro20,34, reddito agr. euro9,49 n.4 - foglio 69, part.23, qualità semin. irrig., classe 2, sup. are 16.70, r.d. euro6,47, reddito agr. euro3,02. n.5 - foglio 70, part.17, qualità seminativo, classe 2, sup. ha 1.24.70, r.d. euro51,52, reddito agr. euro12,88. n.6 - foglio 69, part.1, qualità semin. irrig., classe 2, sup. ha 8.29.00, r.d. euro321,11, reddito agr. euro149,85. n.7 - foglio 69, part.5, qualità seminativo, classe 2, sup. ha 1.56.00, r.d.euro64,45, reddito agr. euro16,11 n.8 - foglio 69, part.6, qualità seminativo, classe 2, sup. ha 3.95.10, r.d. euro163,24, reddito agr. euro40,81. n.9 - foglio 69, part.8, qualità seminativo, classe 2, sup. ha 6.29.50, r.d, euro260,09, reddito agr. euro65,02. n.10 - foglio 69, part.18, qualità semin. irrig., classe 2, sup. ha 2.14.40, r.d euro83,05, reddito agr. euro38,75. n.11 - foglio 69, part.11, qualità agrumeto, classe 2, sup. ha 2.72.90, r.d.euro429,87, reddito agr. euro140,94. n.12 - foglio 69, part.12, qualità agrumeto, classe 2, sup. are 80.40, r.d euro126,65, reddito agr. euro41,52. n.13 - foglio 69, part.14, qualità agrumeto, classe 2, sup. are 22.30, r.d. euro35,13, reddito agr. euro11,52. n.14 - foglio 70, part.69, qualità agrumeto, classe 2, sup. are 04.30, r.d. euro6,77, reddito agr. euro2,22 n.15 - foglio 70, part.72, qualità agrumeto, classe 2, sup. are 04.20, r.d euro6,62, reddito agr. euro2,17 n.16 - foglio 70, part.74, qualità agrumeto, classe 2, sup. are 04.10, r.d euro6,46, reddito agr. euro2,12 n.17 - foglio 70, part.76, qualità agrumeto, classe 2, sup. are 03.40, r.d euro5,36, reddito agr. euro1,76 n.18 - foglio 70, part.78, qualità agrumeto, classe 2, sup. are 02.80, r.d. euro4,41, reddito agr. euro1,45 n.19 - foglio 70, part.80, qualità agrumeto, classe 2, sup. are 02.30, r.d euro3,62, reddito agr. euro1,19 n.20 - foglio 70, part.82, qualità agrumeto, classe 2, sup. are 01.80, r.d. euro2,84, reddito agr. euro0,93 n.21 - foglio 70, part.84, qualità agrumeto, classe 2, sup. are 01.50, r.d euro2,36, reddito agr. euro0,77 n.22 - foglio 70, part.87, qualità agrumeto, classe 2, sup. are 01.49, r.d euro2,35, reddito agr. euro0,77 n.23 - foglio 70, part.89, qualità agrumeto, classe 2, sup. are 02.00, r.d euro3,15, reddito agr. euro1,03 n.24 - foglio 70, part.94, qualità agrumeto, classe 2, sup. are 40.40, deduz. a3, r.d euro63,01, reddito agr. euro20,86 n.25 - foglio 69, part.3, qualità semin. irrig., classe 2, sup. are 91.90, r.d euro35,60, reddito agr. euro16,61 n.26 - foglio 69, part.19, qualità semin. irrig., classe 2, sup. are 31.20, r.d euro12,09, reddito agr. euro5,64 X- fabbricati abbandonati Nella particella 3 del foglio 69, risultano due fabbricati in completo stato di abbandono, che distano tra di loro 12m, dalle seguenti caratteristiche: 5 Primo corpo: edificio di 5,50m*15,50 6 Secondo corpo: edificio di 9,50m*5,50m Y: Capannone adibito a ricovero macchine agricole Nella particella 13 del foglio 69, risulta presente un capannone di 12,40m*20,00m adibito al ricovero di mezzi agricoli e di fieno. W: fabbricati in prossimità del fiume amato In prossimità del fiume Amato, e precisamente nella particella 14 del foglio 69, sono presenti alcuni fabbricati ad uso agricolo, e precisamente tre, di cui due destinati ad uso zootecnico ed uno ad uso abitativo che presenta n°6 vani + 2 servizi al piano terra e una camera ed un servizio al primo piano. Dalle planimetrie catastali tali fabbricati non risultano esistenti. Abitazione: 332,00 m2 Fienili: 200,00 m2 Prezzo base: euro 250.361,44 (diconsi duecentocinquantamilatrecentosessantuno virgola quarantaquattro). PER TUTTI I LOTTI: I beni di cui sopra sono meglio descritti nella relazione di stima a firma dell’ing.Crisenzia Bilotta che deve essere consultata dall’acquirente e cui si fa espresso rinvio anche per tutto cio’ che concerne l’esistenza di eventuali oneri, pesi e difformita’ edilizie ed urbanistiche a qualsiasi titolo gravanti sui beni. La stessa e’ consultabile presso lo studio del professionista delegato dal lunedi’ al venerdi’ dalle 16 alle 17 previo avviso telefonico e sul sito internet www.aste.eugenuis.it. Data dell’esame delle offerte: 1 luglio 2009 alle ore 15,00 Luogo di esame delle offerte: Studio commerciale del professionista delegato Dr.ssa Commercialista Puteri Chiara sito in


AsteInfoappalti

14

il Domani

Venerdì 1 Maggio 2009 Madonna della Spina n° 4, Lamezia Terme (telefono 0968/28036 fax 0968 400268) AVVISA ALTRESI’ Che nell’ipotesi in cui: - non siano proposte offerte d’acquisto entro il termine stabilito; - le offerte non siano efficaci ai sensi dell’art. 571 c.p.c.; - si verifichi una delle circostanze previste dall’art. 572, comma 3 c.p.c.; - la vendita senza incanto non abbia luogo per qualsiasi altra ragione; avrà luogo la vendita con incanto dei medesimi beni o dei beni residui dalla vendita senza incanto nella seguente data e luogo: LOTTO B come sopra descritto. Prezzo base: euro 431.016,19 (diconsi eurouro quattrocentotrentunomilasedici virgola diciannove) Rilancio minimo: euro 22.000,00 (diconsi eurouro ventiduemila virgola zero zero euro) LOTTO C come sopra descritto. Prezzo base: Prezzo base: euro 250.361,44 (diconsi eurouro duecentocinquantamilatrecentosessantuno virgola quarantaquattro). Rilancio minimo: euro 13.000,00 (diconsi eurouro tredicimila virgola zero zero euro) Data dell’incanto 8 luglio 2009 alle ore 15,00 Luogo di esame delle offerte: Studio commerciale del professionista delegato Dr.ssa Commercialista Puteri Chiara sito in Via Madonna della Spina n°4 (ex via dei Mille,260, Lamezia Terme) (telefono 0968/28036 fax 0968 /400268) In tale udienza a differenza della prima, per aggiudicarsi i beni sarà necessario effettuare almeno un rilancio del prezzo dell’importo sopra indicato. Si avvisa in ogni caso che la vendita dei beni avviene nello stato di fatto e di diritto in cui i beni si trovano, con tutte le eventuali pertinenze, accessori, ragioni ed azioni, servitù attive e passive; che la vendita è a corpo e non a misura; che eventuali differenze di misura non potranno dar luogo a nessun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo; che la vendita forzata non è soggetta alle norme concernenti la garanzia per vizi o mancanza di qualità, né potrà essere revocata per alcun motivo.La pubblicità, le modalità di presentazione delle offerte e le condizioni di vendita sono regolate come segue: QUANTO ALLA VENDITA SENZA INCANTO: -a norma dell’art. 571 c.p.c ognuno, tranne il debitore, è ammesso a offrire per l’acquisto dell’immobile pignorato personalmente o a mezzo di procuratore legale anche a norma dell’art. 579, ultimo comma c.p.c.; -le offerte di acquisto dovranno essere presentate in busta chiusa entro le ore 13 del 30 giugno 2009. Le stesse potranno essere presentate presso lo studio del suindicato professionista delegato dal lunedì al venerdì negli orari di ufficio. Nessuna annotazione dovrà essere apposta sulla busta. Sulla predetta busta dovranno essere annotate, a cura del professionista ricevente o di suo delegato, il nome di chi materialmente provvede al deposito, il nome del Giudice dell’Esecuzione, quello del professionista delegato e la data fissata per l’esame delle offerte; - l’offerente deve presentare presso lo studio del professionista delegato una dichiarazione, in regola con il bollo, che dovrà contenere, a pena di inefficacia,l’indicazione del numero di RGE della procedura, del prezzo offerto che non potrà essere inferiore al prezzo minimo indicato nell’avviso di vendita, l’identificazione del bene e del lotto cui si riferisce l’offerta e ogni altro elemento utile alla valutazione di questa, comprese le generalità dell’offerente (nome, cognome, luogo e data di nascita, codice fiscale, residenza, stato civile e, se coniugato, regime patrimoniale fra i coniugi, recapito telefonico) (non sarà possibile intestare l’immobile a soggetto diverso da quello che sottoscrive l’offerta), il quale dovrà anche presentarsi alla udienza fissata per la vendita, oltre a copia di valido documento di identità dell’offerente e anche del coniuge se in comunione legale;se l’offerente è minorenne, l’offerta dovrà essere sottoscritta dai genitori previa autorizzazione del giudice tutelare;- qualora detta persona fisica dovesse partecipare in qualità di titolare di omonima ditta individuale dovrà essere indicata anche la partita IVA e all’offerta dovrà essere allegata una recente visura camerale della ditta stessa;se società o ente: dati identificativi, inclusa la partita IVA e/o codice fiscale, recapito telefonico, nonché nome, cognome, luogo e data di nascita del legale rappresentante;alla domanda dovranno essere allegati sia una recente visura camerale (dalla quale risulti lo stato della società o ente e i poteri conferiti all’offerente in udienza) sia copia fotostatica di un valido documento di identità e, se necessario, valida documentazione comprovante i poteri o la legittimazione (es.procura speciale);in caso di dichiarazione presentata da più soggetti, l’indicazione di quello, tra questi, che abbia l’esclusiva facoltà di formulare eventuali offerte in aumento; - l’espressa dichiarazione di aver preso visione della perizia di stima; - all’offerta dovrà essere allegata una fotocopia del documento di identità nonché un assegno circolare non trasferibile intestato al professionista delegato dott.ssa Puteri Chiara, a titolo di cauzione, per un importo non inferiore al decimo del prezzo offerto, pena l’inefficacia. Detta somma sarà trattenuta in caso di rifiuto dell’acquisto e in caso di mancata aggiudicazione, detto assegno sarà restituito immediatamente; - l’aggiudicatario potrà ottenere per l’acquisto dei beni posti all’asta mutui a tassi e condizioni economiche prestabiliti da ogni singola banca aderente al c.d. protocollo ABI, rivolgendosi direttamente alle agenzie o filiali di banche il cui elenco risulta reperibile presso il professionista delegato e presso il sito ABI; - in caso di più offerte valide, si procederà a gara sulla base dell’offerta più alta, a norma dell’art. 573 c.p.c.; il bene verrà definitivamente aggiudicato a chi avrà effettuato il rilancio più alto; - la validità e l’efficacia dell’offerta d’acquisto è regolata dall’ art. 571 comma 2 c.p.c.; - l’offerta è irrevocabile per 120 giorni dalla sua presentazione ai sensi dell’art. 571 comma 3 c.p.c.; - le modalità di vendita senza incanto sono regolate dagli artt. 572 e seguenti c.p.c.; - il termine di versamento del saldo del prezzo, nonché di ulteriori oneri, diritti e spese conseguenti alla vendita come quantificati dal professionista delegato è di 60 giorni dalla aggiudicazione mediante il deposito su un libretto di deposito postale o bancario nominativo intestato alla procedura e vincolato all’ordine del Giudice, presso la MPS S.p.A.- Agenzia di Lamezia Terme; - in caso di inadempimento l’aggiudicazione sarà revocata e l’aggiudicatario perderà tutte le somme versate; le spese di trasferimento del bene sono a carico dell’aggiudicatario cui restano riservate le attività e i costi per la cancellazione delle formalità; nonché sono a carico dell’aggiudicatario ed in aggiunta al prezzo di aggiudicazione, il pagamento delle somme necessarie per la sanatoria degli abusi - e quindi quelle dovute a titolo di oblazione e di canoni concessori e quant’altro. Gli offerenti dovranno dichiarare la propria residenza nel Circondario del Tribunale di Lamezia Terme o eleggere domicilio in Lamezia Terme. QUANTO ALLA VENDITA CON INCANTO: - a norma dell’art. 579 c.p.c ognuno, tranne il debitore, è ammesso a offrire per l’acquisto dell’immobile pignorato personalmente o a mezzo di procuratore legale anche a norma dell’art. 579, ultimo comma c.p.c.; - le offerte di acquisto dovranno essere presentate in busta chiusa entro le ore 13 del 7 luglio 2009. Le stesse potranno essere presentate presso lo studio del professionista delegato dal lunedì al venerdì negli orari di ufficio. Nessuna annotazione dovrà essere apposta sulla busta. Sulla predetta busta dovranno essere annotate, a cura del professionista ricevente o di suo delegato, il nome di chi materialmente provvede al deposito, il nome del giudice dell’Esecuzione, quello del professionista delegato e la data fissata per l’esame delle offerte; - l’offerente deve presentare presso lo studio del professionista delegato una dichiarazione, in regola con il bollo, che dovrà

ASTEINFOAPPALTI

È UN

PROGETTO

contenere, a pena di inefficacia,l’indicazione del numero di RGE della procedura, del prezzo offerto che non potrà essere inferiore al prezzo minimo indicato nell’avviso di vendita, l’identificazione del bene e del lotto cui si riferisce l’offerta e ogni altro elemento utile alla valutazione di questa, comprese le generalità dell’offerente (nome, cognome, luogo e data di nascita, codice fiscale, residenza, stato civile e, se coniugato, regime patrimoniale fra i coniugi, recapito telefonico) (non sarà possibile intestare l’immobile a soggetto diverso da quello che sottoscrive l’offerta), il quale dovrà anche presentarsi alla udienza fissata per la vendita, oltre a copia di valido documento di identità dell’offerente e anche del coniuge se in comunione legale; e in caso di dichiarazione presentata da più soggetti, l’indicazione di quello, tra questi, che abbia l’esclusiva facoltà di formulare eventuali offerte in aumento; se l’offerente è minorenne, l’offerta dovrà essere sottoscritta dai genitori previa autorizzazione del giudice tutelare;- qualora detta persona fisica dovesse partecipare in qualità di titolare di omonima ditta individuale dovrà essere indicata anche la partita iva e all’offerta dovrà essere allegata una recente visura camerale della ditta stessa; se società o ente: dati identificativi, inclusa la partita IVA e/o codice fiscale, recapito telefonico, nonchè nome, cognome, luogo e data di nascita del legale rappresentante. Alla domanda dovranno essere allegati sia una recente visura camerale (dalla quale risulti lo stato della società o ente e i poteri conferiti all’offerente in udienza) sia copia fotostatica di un valido documento di identità di detto offerente e, se necessario, valida documentazione comprovante i potei o la legittimazione (es.procura speciale o certificato camerale); - l’espressa dichiarazione di aver preso visione della perizia di stima; - all’offerta dovrà essere allegata una fotocopia del documento di identità (anche del coniuge se in comunione legale); - nonché un assegno circolare non trasferibile intestato al medesimo professionista, Dr.ssa Puteri Chiara, a titolo di cauzione, per un importo pari al decimo del prezzo proposto, pena l’inefficacia. Per offrire all’incanto e’ necessario avere prestato la cauzione. Se l’offerente non diviene aggiudicatario la cauzione e’ immediatamente restituita dopo la chiusura dell’incanto salvo che lo stesso non abbia omesso di partecipare al medesimo personalmente o a mezzo di procuratore speciale senza documentato e giustificato motivo. In tal caso la cauzione e’ restituita solo nella misura dei nove decimi dell’intero e la restante parte e’ trattenuta come somma rinveniente a tutti gli effetti dall’esecuzione; - l’aggiudicatario potrà ottenere per l’acquisto dei beni posti all’asta mutui a tassi e condizioni economiche prestabiliti da ogni singola banca aderente al c.d. protocollo ABI, rivolgendosi direttamente alle agenzie o filiali di banche il cui elenco risulta reperibile presso il professionista delegato e presso il sito ABI; - la validità e l’efficacia dell’offerta d’acquisto è regolata dall’ art. 571 comma 2 c.p.c.; - l’offerta è irrevocabile per 120 giorni dalla sua presentazione ai sensi dell’art. 571 comma 3 c.p.c.; - le modalità di vendita all’ incanto sono regolate dagli artt. 581 e seguenti c.p.c.; - il termine di versamento del saldo del prezzo, nonché di ulteriori oneri, diritti e spese conseguenti alla vendita è di 60 giorni dalla aggiudicazione mediante il deposito su un libretto di deposito postale o bancario nominativo già acceso, intestato alla procedura e vincolato all’ordine del Giudice, presso la MPS S.p.A.- agenzia di Lamezia Terme; - in caso di inadempimento l’aggiudicazione sarà revocata e l’aggiudicatario perderà tutte le somme versate; - le spese di trasferimento del bene sono a carico dell’aggiudicatario cui restano riservate le attività e i costi per la cancellazione delle formalità; nonché sono a carico dell’aggiudicatario ed in aggiunta al prezzo di aggiudicazione, il pagamento delle somme necessarie per la sanatoria degli abusi e quindi quelle dovute a titolo di oblazione e di canoni concessori e quant’altro. OFFERTE IN AUMENTO DI UN QUINTO: a norma dell’art. 584 c.p.c., avvenuto l’incanto possono ancora essere fatte offerte d’acquisto entro il termine perentorio di dieci giorni dalla gara, ma esse non sono efficaci se il prezzo offerto non supera di 1/5 (un quinto) quello raggiunto nell’incanto. Pertanto, l’aggiudicazione diverrà definitiva decorsi dieci giorni senza offerte in aumento. Tali offerte potranno essere depositate presso lo studio del professionista delegato, nelle forme di cui all’art. 571 c.p.c., prestando cauzione per una somma pari al doppio della cauzione versata per la partecipazione all’incanto. In caso di presentazione di tali offerte, verrà indetta una gara secondo le previsioni di cui all’art. 584 c.p.c.. Se nessuno degli offerenti in aumento partecipa alla gara indetta a norma dell’art. 584, comma 3, c.p.c., l’aggiudicazione diventa definitiva e verrà pronunciata a carico degli offerenti, salvo che ricorra un documentato e giustificato motivo, la perdita della cauzione, il cui importo è trattenuto come rinveniente a tutti gli effetti dall’esecuzione. Ogni domanda di restituzione della cauzione dovrà essere indirizzata dagli offerenti al professionista delegato. Sono a carico dell’aggiudicatario tutte le spese per il trasferimento degli immobili nonché quelle relative alla cancellazione della trascrizione del pignoramento e di tutte le formalità con i relativi compensi spettanti al professionista delegato per le operazioni successive alla vendita, come liquidati dal G.E. Sono ovviamente a carico dell’aggiudicatario ed in aggiunta alle somme di cui all’aggiudicazione i costi per il pagamento dell’oblazioni e dei canoni di concessione. Per gli immobili su cui grava mutuo fondiario ai sensi del Testo Unico delle leggi in materia bancaria e creditizia (D.lgs. 1993 n. 385) l’aggiudicatario entro il termine di sessanta giorni dall’aggiudicazione definitiva dovrà pagare all’istituto mutuante quella parte del prezzo che corrisponde al credito dell’istituto stesso in capitale, accessori e spese, detratto un eventuale accantonamento per spese di procedura a carico della massa nella misura che sara’ indicata dal professionista delegato, salvo che non preferisca accollarsi in conto prezzo di aggiudicazione il residuo capitale del mutuo fondiario relativo all’immobile aggiudicato. In tal caso in ottemperanza all’art. 41 del Testo Unico delle leggi in materia bancaria e creditizia (D.lgs. 1993 n. 385) l’aggiudicatario dovrà a) pagare al mutuante nel termine di 15 giorni dalla data di aggiudicazione le rate scadute gli accessori e le spese dichiarando di volere profittare dl mutuo stesso; b) depositare entro il termine di sessanta giorni dall’aggiudicazione definitiva nelle forme di cui al precedente capo l’eventuale differenza del prezzo di aggiudicazione ottenuta detraendo dal prezzo di acquisto la cauzione prestata, l’importo del versamento effettuato all’istituto mutuante nonché l’eventuale ammontare residuo del capitale accollato; c) depositare in cancelleria ai fini del trasferimento idonea ed aggiornata certificazione concernente l’immobile subastato ed attestante le risultanze delle visure catastali e dei registri immobiliari. si specifica che tutte le attività che ai sensi dell’art. 571 c.p.c. e seguenti c.p.c. devono essere compiute in cancelleria o davanti al Giudice dell’Esecuzione, o dal cancelliere o dal Giudice dell’Esecuzione sono eseguite dal professionista delegato presso il suo studio. Il presente avviso verrà pubblicato mediante affissione all’Albo del Tribunale di Lamezia Terme, sul quotidiano Il Domani della Calabria edizione regionale,sul mensile Asteinfoappalti, e sul sito internet www.aste.eugenius.it. Tra l’avvenuta pubblicità di cui sopra e la vendita senza incanto dovrà decorrere un termine non inferiore a quarantacinque giorni. Lamezia Terme 21.04.2009 Il Professionista Delegato Dr.ssa Chiara Puteri °°°°°°°°°° Ufficio Esecuzioni Immobiliari Avviso di Vendita di Beni Immobili ex art. 569 comma 3 c. p. c. Procedura Esecutiva Immobiliare n° 117/98 R. E. Si Rende Noto che il G. E. nella procedura n°117/98 R. E., con ordinanza del 18/3/2009, ha disposto la vendita senza incanto in unico

A CURA DELLA

MEDIATAG

www.aste.eugenius.it ::

lotto del seguente bene immobile nello stato di fatto e di diritto in cui si trova: Lotto n. 2 - “Locale seminterrato adibito a magazzino-deposito, con superficie commerciale di mq 252 e annessa corte di mq 1175. Catastalmente censito al foglio n. 79 del Comune di Decollatura, particella 187, sub. 1105, categoria c\2, classe I”; Valore del bene euro 104.975,00, ridotto di 1/4 euro 78.731,25 e ulteriormente ridotto di 1/4: euro 59.048,43. Gli interessati a presentare offerta d’acquisto possono esaminare il bene in vendita chiedendo di accedere all’immobile, previa preventiva comunicazione scritta al debitore-custode, nei giorni e nelle ore indicati dal combinato disposto ex artt. 519 e 147 c.p.c.. FISSA la vendita senza incanto per il 24/6/2009 ore 9,30 e seg. presso il Tribunale Ordinario di Lamezia Terme e, per il caso che la predetta vendita non abbia eventualmente esito, in via sussidiaria, la vendita con l’incanto per l’8/7/2009 ore 9,30 e seg. stesso luogo, al prezzo base d’asta come sopra indicato. Ogni concorrente per essere ammesso all’incanto deve presentare istanza di partecipazione, in regola con il bollo, recante, a pena d’inefficacia, l’indicazione del numero di R.G.E. della procedura, il bene, o il lotto cui l’istanza stessa si riferisce, le proprie generalità (nome, cognome, luogo e data di nascita, codice fiscale, residenza, stato civile e, se coniugato, regime patrimoniale fra i coniugi). All’istanza di partecipazione deve essere allegata copia di valido documento di identità del concorrente e, se necessario, valida documentazione comprovante i poteri o la legittimazione dello stesso (ad es. procura speciale o certificato camerale). In caso di dichiarazione di partecipazione presentata da più soggetti deve essere indicato colui che abbia l’esclusiva facoltà di formulare eventuali offerte in aumento. Con l’istanza di partecipazione da presentarsi in busta chiusa senza segni di riconoscimento deve essere depositato l’assegno circolare non trasferibile intestato a “Poste Italiane S.p.A.”, tramite cui effettuare il versamento della cauzione in ragione di un decimo del prezzo base d’asta. In ogni caso le spese di trasferimento cadono a carico dell’aggiudicatario, cui restano riservate le attività ed i costi per la cancellazione delle formalità. L’offerta d’acquisto è irrevocabile salvo che il Giudice ordini l’incanto, siano decorsi 120 giorni dalla sua presentazione e la stessa non sia stata accolta. Il termine ultimo per presentare istanza di partecipazione nella Cancelleria delle Esecuzioni del Tribunale di Lamezia Terme è entro e non oltre le ore 13,00 del giorno 23/6/2009 per la vendita senza incanto ed entro e non oltre le ore 13,00 del giorno 7/7/2009 per la vendita con incanto. Le offerte in aumento, a pena d’inammissibilità, non devono essere inferiori ad euro 1.800,00. L’immobile viene posto in vendita nello stato di fatto e di diritto in cui si trova, così come identificato, descritto e valutato dall’esperto nella relazione. L’aggiudicatario dovrà: a) versare la differenza del prezzo di aggiudicazione detratta la cauzione entro un termine massimo di 60 giorni dalla data di aggiudicazione mediante assegno circolare non trasferibile intestato a “Poste Italiane S.p.A.”; b) depositare idonea ed aggiornata certificazione ipo-catastale concernente l’immobile posto in vendita ed attestante le risultanze delle visure catastali e dei registri immobiliari nonché il pagamento delle spese di trasferimento da parte dell’aggiudicatario per come liquidate dalla Cancelleria. L’aggiudicatario dovrà provvedere a proprie spese alla voltura catastale dell’immobile trasferitogli, alla sanatoria e/o condono di eventuali irregolarità urbanistiche entro 120 giorni dalla notifica del decreto di trasferimento. Il creditore procedente provvederà ad inserire l’avviso di vendita sul sito Internet www.aste.eugenius.it, per una sola volta, su di un quotidiano di informazione a diffusione locale a scelta, per una sola volta, sulla rivista “Aste Giudiziarie”. Ulteriori informazioni potranno essere chieste in Cancelleria. Lamezia Terme 1 aprile 2009 IL CANCELLIERE F.to Bruna Bernardi

essere presentate presso lo studio del suindicato professionista delegato dal lunedì al venerdì di ogni settimana, negli orari d’ufficio. Nessuna annotazione dovrà essere apposta sulla busta. Sulla predetta busta dovranno essere annotate, a cura del professionista ricevente o di suo delegato, il nome di chi materialmente provvede al deposito, il nome del Giudice dell’esecuzione, quello del professionista delegato e la data fissata per l’esame delle offerte; - l’offerente dovrà presentare presso lo studio del professionista delegato una dichiarazione, in regola con il bollo, contenente - a pena di inefficacia -: l’indicazione del numero di RGE della procedura, del prezzo offerto - che non potrà essere inferiore al prezzo minimo indicato nell’avviso di vendita -, l’identificazione del bene e del lotto cui si riferisce l’offerta ed ogni altro elemento utile alla valutazione di questa, comprese le generalità dell’offerente (nome, cognome, luogo e data di nascita, codice fiscale, residenza, stato civile e, se coniugato, regime patrimoniale tra i coniugi), oltre a copia di valido documento d’identità dell’offerente e, se necessario a valida documentazione comprovante i poteri o la legittimazione (es. procura speciale o certificato camerale); in caso di dichiarazione presentata da più soggetti, l’indicazione di quello, tra questi, che abbia l’esclusiva facoltà di formulare eventuali offerte in aumento; - l’espressa dichiarazione di aver preso visione della perizia di stima; - all’offerta, dovrà essere allegata una fotocopia del documento d’identità, nonché un assegno circolare non trasferibile intestato al professionista delegato - avvocato Alessandro Cortese -, a titolo di cauzione, per un importo non inferiore al decimo del prezzo base d’asta come sopra determinato, pena l’inefficacia. Detta somma sarà trattenuta in caso di rifiuto dell’acquisto; - l’aggiudicatario potrà ottenere per l’acquisto dei beni posti all’asta mutui a tassi e condizioni economiche prestabiliti da ogni singola banca aderente al cd. protocollo ABI, rivolgendosi direttamente alle agenzie o filiali delle banche il cui elenco risulta reperibile presso il professionista delegato e presso il sito ABI; - la validità e l’efficacia dell’offerta d’acquisto è regolata dall’art. 571, comma 2, c.p.c.; - l’offerta è irrevocabile per 120 giorni dalla sua presentazione ai sensi dell’art. 571, comma 3, c.p.c.; - le modalità di vendita all’incanto sono regolate dagli artt. 581 e seguenti c.p.c.; - il termine di versamento del saldo del prezzo, nonché di ulteriori oneri, diritti e spese conseguenti alla vendita è di 60 giorni dall’aggiudicazione mediante il deposito su un libretto di deposito postale o bancario nominativo, intestato alla procedura e vincolato all’ordine del Giudice, presso la MPS SpA - agenzia di Lamezia Terme; - in caso di inadempimento l’aggiudicazione sarà revocata e l’aggiudicatario perderà tutte le somme versate; - le spese di trasferimento del bene sono a carico dell’aggiudicatario cui restano riservate le attività e i costi per la cancellazione delle formalità. - OFFERTE IN AUMENTO DI UN QUINTO: a norma dell’art. 584 c.p.c., avvenuto l’incanto, possono ancora essere fatte offerte d’acquisto entro il termine perentorio di dieci giorni dalla gara, ma esse non sono efficaci se il prezzo offerto non supera di 1/5 (un quinto) quello raggiunto nell’incanto. Pertanto, l’aggiudicazione diverrà definitiva decorsi dieci giorni senza offerte in aumento. Tali offerte potranno essere depositate presso lo studio del professionista delegato, nelle forme di cui all’art. 571 c.p.c., prestando cauzione per una somma pari al doppio della cauzione versata per la partecipazione all’incanto. In caso di presentazione di tali offerte, verrà indetta una gara secondo le previsioni di cui all’art. 584 c.p.c.. Se nessuno degli offerenti in aumento partecipa alla gara indetta a norma dell’art. 584, comma 3, c.p.c., l’aggiudicazione diventa definitiva e verrà pronunciata a carico degli offerenti, salvo che ricorra un documentato e giustificato motivo, la perdita della cauzione, il cui importo è trattenuto come rinveniente a tutti gli effetti dall’esecuzione. Ogni domanda di restituzione della cauzione dovrà essere indirizzata dagli offerenti al professionista delegato. Lamezia Terme, 11.03.2009 Il Professionista Delegato avv. Alessandro Cortese

°°°°°°°°°° AVVISO DI VENDITA Procedura n. 54/96 Registro Esecuzioni Immobiliari L’avv. Alessandro Cortese con studio legale in Piazzetta Nicastro n. 18 di Lamezia Terme, professionista delegato nella procedura esecutiva emarginata, su impulso di Banca Popolare di Crotone S.p.A e Monte dei paschi di Siena S.p.A., - visto il provvedimento di delega alla vendita emesso dal Giudice dell’Esecuzione del Tribunale di Lamezia Terme in data 06.06.2007 ai sensi dell’art. 591 bis c.p.c.; - ritenuto necessario fissare, ai sensi dell’art. 591 c.p.c., una nuova vendita dei beni pignorati; - visti gli artt. 569 e 576 c.p.c., AVVISA che in data 19 GIUGNO 2009, ore 17. presso lo studio legale del professionista delegato, sito in Piazzetta Nicastro n. 18, piano 2°, di Lamezia Terme (Telefono 0968.201407) si procederà alla vendita con incanto dei seguente immobile: LOTTO UNICO: Immobile per civile abitazione, catastalmente individuato al foglio 20 particella 358 sub 50 dell’ex Comune di Nicastro, posto ai piani sesto e settimo (settimo e ottavo fuori terra) di un fabbricato di maggiore consistenza, ubicato in Lamezia Terme alla Via XX Settembre, costituito da ampio ingresso-salone, n. 5 camere, un ripostiglio e n. 2 bagni al piano sesto (settimo fuori terra) e da n. 4 camere, un bagno, un ripostiglio e lavanderia al piano settimo (ottavo fuori terra), avente inoltre n. 4 balconi al piano sesto ed un ampio terrazzo al piano settimo, della superficie complessiva lorda di 437 mq. e 123.80 mq. di balconi e terrazzo. L’immobile presente delle difformità rispetto alla concessione edilizia per le quali è possibile ottenere la sanatoria mediante la presentazione di Permesso di Costruire in Sanatoria, o in alternativa Denuncia di Inizio Attività in Sanatoria (D.I.A.), effettuando il pagamento di un’oblazione fissa di euro 516,00. PREZZO BASE: euro 997.800,00 (Euro novecentonovantasettemilaottocento/00). RILANCIO MINIMO: euro 49.900,00 (euro quarantanovemilanovecento/00). L’immobile risulta attualmente occupato dal debitore. Per aggiudicarsi i beni sarà necessario effettuare almeno un rilancio del prezzo dell’importo sopra indicato. I beni di cui sopra sono meglio descritti nella relazione di stima a firma dell’Ing. Basilio Mazzei del 14.02.2007, che deve essere consultata dall’offerente, ed alla quale si fa espresso rinvio anche per tutto ciò che concerne l’esistenza di eventuali oneri e pesi a qualsiasi titolo gravanti sui beni. La stessa è consultabile presso lo studio del professionista delegato dal lunedì al venerdì dalle ore 17 alle ore 19, previo avviso telefonico, e sul sito internet www.aste.eugenius.it. Si avvisa, in ogni caso, che la vendita avviene nello stato di fatto e di diritto in cui i beni si trovano, con tutte le eventuali pertinenze, accessioni, ragioni ed azioni, servitù attive e passive; che la vendita è a corpo e non a misura; che eventuali differenze di misura non potranno dal luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo; che la vendita forzata non è soggetta alle norme concernenti la garanzia per vizi o mancanza di qualità, né potrà essere revocata per alcun motivo. La pubblicità, le modalità di presentazione delle offerte e le condizioni della vendita sono regolate come segue. - A norma dell’art. 579 ognuno, tranne il debitore, è ammesso a offrire per l’acquisto dell’immobile pignorato personalmente o a mezzo di procuratore legale anche a norma dell’art 579, ultimo comma, c.p.c.; - le offerte di acquisto dovranno essere presentate in busta chiusa entro le ore 13 del 18 GIUGNO 2009. Le stesse potranno

°°°°°°°��°° AVVISO DI VENDITA Procedura n. 51/96 Registro Esecuzioni Immobiliari Il professionista delegato AVV. ALESSANDRO CORTESE con studio legale in Piazzetta Nicastro n. 18 di Lamezia Terme, nella procedura esecutiva promossa da Intesa Gestione Crediti S.p.A, - visto il provvedimento di delega alla vendita emesso dal Giudice dell’Esecuzione del Tribunale di Lamezia Terme in data 05.04.2007 ai sensi dell’art. 591 bis c.p.c.; - visto il provvedimento, datato 29.01.2008, con cui il Giudice dell’Esecuzione ha autorizzato la fissazione di nuove vendite con riduzione di un quarto del prezzo base d’asta, ai sensi dell’art. 591, comma 2, c.p.c.; - visto il provvedimento, datato 17.10.2008, con cui il Giudice dell’Esecuzione ha autorizzato la fissazione di nuove vendite con una ulteriore riduzione di un quarto del prezzo base d’asta, ai sensi dell’art. 591, comma 2, c.p.c.; - ritenuto necessario fissare, ai sensi dell’art. 591 c.p.c., una nuova vendita dei beni pignorati; - visti gli artt. 569 e 576 c.p.c. AVVISA che in data 26 GIUGNO 2009, ore 17. presso lo studio legale del professionista delegato, sito in Piazzetta Nicastro n. 18, piano 2°, di Lamezia Terme (Telefono 0968.201407) si procederà alla vendita con incanto dei seguenti immobili: LOTTO n. 1: Terreno, sito in S. Eufemia Lamezia Loc. Persicara, accatastato nel N.C.T. di Lamezia Terme, foglio di mappa 35 part.lla 221 - sem irr. - are 9.60 - cl.1 - redd. dom. euro 6,20, redd. agr. euro 1,74, e part.lla 222 - sem irr. - are 1.90 - cl.1 - redd. dom. euro 1,23, redd. agr. euro 0,34. PREZZO BASE: euro 2.124,00 (euro duemilacentoventiquattro/00). RILANCIO MINIMO: euro 106,00 (euro centosei/00). LOTTO n. 2: Immobile ad uso abitativo, sito in S. Eufemia Lamezia Loc. Persicara, realizzato in assenza di concessione edilizia intorno al 1987, non accatastato ricadente nel terreno allibrato nel N.C.T. di Lamezia Terme, foglio di mappa 35 part.lla 221 - sem irr. - are 9.60 - cl.1 - redd. dom. euro 6,20, redd. agr. euro 1,74. Lo stesso di mq.110,00, occupa il piano terra di un immobile composto da due piani f.t. Il suddetto immobile abusivo può essere sanato applicando quanto previsto dalla legge 47/85, art. 40 comma 6 e dall’art. 8-bis comma 4 del D.L. 146/85, convertito nella legge 298/85, e dalle più recenti leggi 724/94 e 326/2003. L’istanza va presentata al Comune di Lamezia Terme dall’aggiudicatario della vendita, entro i 120 giorni successivi alla notifica emessa dall’autorità giudiziaria. Per tale abuso, applicando la L.326/03, tabella C, è previsto il versamento di un oblazione pari ad euro 100/mq per gli immobili ad uso residenziale, e di euro 55,00 per l’anticipazione degli oneri concessori (tabella D), per cui si avrà: superficie pari a mq.86,35 (sup. utile resid.) + mq.17,16x0,60 (sup. utile non resid.) = mq. 96,65. Calcolo oblazione: mq. 96,65 x euro 100,00 = euro 9.665,00 Calcolo anticipazione oneri concessori: mq. 96,65 x euro 55,00 = euro 5.315,75 Totale spese condono = euro 14.980,75 Le suddette spese sono già detratte dal valore di stima dell’immobile. PREZZO BASE: euro 22.510,82 (euro ventiduemilacinquecentodieci/82). RILANCIO MINIMO: euro 1.125,00 (euro millecentoventicinque/00). LOTTO n. 3: Immobile ad uso abitativo, sito in S. Eufemia Lamezia Loc. Persicara, realizzato in assenza di concessione edilizia intorno al 1987, non accatastato ricadente

Per informazioni 0961 996802


AsteInfoappalti

15 il Domani

Venerdì 1 Maggio 2009 nel terreno allibrato nel N.C.T. di Lamezia Terme, foglio di mappa 35 part.lla 221 - sem irr. - are 9.60 - cl.1 - redd. dom. euro 6,20, redd. agr. euro 1,74. Lo stesso di mq.110,00, occupa il primo piano di un immobile composto da due piani f.t. Il suddetto immobile abusivo può essere sanato applicando quanto previsto dalla legge 47/85, art. 40 comma 6 e dall’art. 8-bis comma 4 del D.L. 146/85, convertito nella legge 298/85, e dalle più recenti leggi 724/94 e 326/2003. L’istanza va presentata al Comune di Lamezia Terme dall’aggiudicatario della vendita, entro i 120 giorni successivi alla notifica emessa dall’autorità giudiziaria. Per tale abuso, applicando la L.326/03, tabella C, è previsto il versamento di un oblazione pari ad euro 100/mq per gli immobili ad uso residenziale, e di euro 55,00 per l’anticipazione degli oneri concessori (tabella D), per cui si avrà: mq.85,65 (sup. utile resid.) + mq.21,60 (sup. utile non resid.) = mq. 107,25 Calcolo oblazione: mq. 107,25 x euro 100,00 = euro 10.725,00 Calcolo anticipazione oneri concessori: mq. 107,25 x euro 55,00 = euro 5.898,75 Totale spese condono = euro 16.623,75 N.B.: Le suddette spese sono già detratte dal valore di stima dell’immobile. PREZZO BASE: euro 27.211,64 (euro ventisettemiladuecentoundici/64). RILANCIO MINIMO: euro 1.360,00 (euro milletrecento sessanta/00). LOTTO n. 4: Immobile uso sgombero/stalla, sito in S. Eufemia Lamezia Loc. Persicara, realizzato intorno al 1950, non accatastato ricadente nel terreno allibrato nel N.C.T. di Lamezia Terme, foglio di mappa 35 part.lla 221 - sem irr. - are 9.60 - cl.1 - redd. dom. euro 6,20, redd. agr. euro 1,74. Lo stesso di mq.110,00, occupa il piano terra di un immobile composto da due piani f.t. L’immobile distinto con in lotto n. 4, essendo stato realizzato prima del 1957, non è soggetto a condono. PREZZO BASE: euro 14.062,50 (euro quattordicimilazerosessantadue/50). RILANCIO MINIMO: euro 703,00 (euro settecentotre/00). Tutti gli immobili risultano attualmente occupati dal debitore. Per aggiudicarsi i beni sarà necessario effettuare almeno un rilancio del prezzo dell’importo sopra indicato. I beni di cui sopra sono meglio descritti nella relazione di stima a firma dell’Arch. Anna Maria Scavelli del 17.04.2006, che deve essere consultata dall’offerente, ed alla quale si fa espresso rinvio anche per tutto ciò che concerne l’esistenza di eventuali oneri e pesi a qualsiasi titolo gravanti sui beni. La stessa è consultabile presso lo studio del professionista delegato dal lunedì al venerdì dalle ore 17 alle ore 19, previo avviso telefonico, e sul sito internet www.aste.eugenius.it. Si avvisa, in ogni caso, che la vendita avviene nello stato di fatto e di diritto in cui i beni si trovano, con tutte le eventuali pertinenze, accessioni, ragioni ed azioni, servitù attive e passive; che la vendita è a corpo e non a misura; che eventuali differenze di misura non potranno dal luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo; che la vendita forzata non è soggetta alle norme concernenti la garanzia per vizi o mancanza di qualità, né potrà essere revocata per alcun motivo. La pubblicità, le modalità di presentazione delle offerte e le condizioni della vendita sono regolate come segue. - A norma dell’art. 579 ognuno, tranne il debitore, è ammesso a offrire per l’acquisto dell’immobile pignorato personalmente o a mezzo di procuratore legale anche a norma dell’art 579, ultimo comma, c.p.c.; - le offerte di acquisto dovranno essere presentate in busta chiusa entro le ore 13 del 25 GIUGNO 2009. Le stesse potranno essere presentate presso lo studio del suindicato professionista delegato dal lunedì al venerdì di ogni settimana, negli orari d’ufficio. Nessuna annotazione dovrà essere apposta sulla busta. Sulla predetta busta dovranno essere annotate, a cura del professionista ricevente o di suo delegato, il nome di chi materialmente provvede al deposito, il nome del Giudice dell’esecuzione, quello del professionista delegato e la data fissata per l’esame delle offerte; - l’offerente dovrà presentare presso lo studio del professionista delegato una dichiarazione, in regola con il bollo, contenente - a pena di inefficacia -: l’indicazione del numero di RGE della procedura, del prezzo offerto - che non potrà essere inferiore al prezzo minimo indicato nell’avviso di vendita -, l’identificazione del bene e del lotto cui si riferisce l’offerta ed ogni altro elemento utile alla valutazione di questa, comprese le generalità dell’offerente (nome, cognome, luogo e data di nascita, codice fiscale, residenza, stato civile e, se coniugato, regime patrimoniale tra i coniugi), oltre a copia di valido documento d’identità dell’offerente e, se necessario, di valida documentazione comprovante i poteri o la legittimazione (es. procura speciale o certificato camerale); in caso di dichiarazione presentata da più soggetti, l’indicazione di quello, tra questi, che abbia l’esclusiva facoltà di formulare eventuali offerte in aumento; - l’espressa dichiarazione di aver preso visione della perizia di stima; - all’offerta, dovrà essere allegata una fotocopia del documento d’identità, nonché un assegno circolare non trasferibile intestato al professionista delegato - avvocato Alessandro Cortese -, a titolo di cauzione, per un importo non inferiore al decimo del prezzo base d’asta come sopra determinato, pena l’inefficacia. Detta somma sarà trattenuta in caso di rifiuto dell’acquisto; - l’aggiudicatario potrà ottenere per l’acquisto dei beni posti all’asta mutui a tassi e condizioni economiche prestabiliti da ogni singola banca aderente al cd. protocollo ABI, rivolgendosi direttamente alle agenzie o filiali delle banche il cui elenco risulta reperibile presso il professionista delegato e presso il sito ABI; - la validità e l’efficacia dell’offerta d’acquisto è regolata dall’art. 571, comma 2, c.p.c.; - l’offerta è irrevocabile per 120 giorni dalla sua presentazione ai sensi dell’art. 571, comma 3, c.p.c.; - le modalità di vendita all’incanto sono regolate dagli artt. 581 e seguenti c.p.c.; - il termine di versamento del saldo del prezzo, nonché di ulteriori oneri, diritti e spese conseguenti alla vendita è di 60 giorni dall’aggiudicazione mediante il deposito su un libretto di deposito postale o bancario nominativo, intestato alla procedura e vincolato all’ordine del Giudice, presso la MPS spa - agenzia di Lamezia Terme; - in caso di inadempimento l’aggiudicazione sarà revocata e l’aggiudicatario perderà tutte le somme versate; - le spese di trasferimento del bene sono a carico dell’aggiudicatario cui restano riservate le attività e i costi per la cancellazione delle formalità. - OFFERTE IN AUMENTO DI UN QUINTO: a norma dell’art. 584 c.p.c., avvenuto l’incanto, possono ancora essere fatte offerte d’acquisto entro il termine perentorio di dieci giorni dalla gara, ma esse non sono efficaci se il prezzo offerto non supera di 1/5 (un quinto) quello raggiunto nell’incanto. Pertanto, l’aggiudicazione diverrà definitiva decorsi dieci giorni senza offerte in aumento. Tali offerte potranno essere depositate presso lo studio del professionista delegato, nelle forme di cui all’art. 571 c.p.c., prestando cauzione per una somma pari al doppio della cauzione versata per la partecipazione all’incanto. In caso di presentazione di tali offerte, verrà indetta una gara secondo le previsioni di cui all’art. 584 c.p.c.. Se nessuno degli offerenti in aumento partecipa alla gara indetta a norma dell’art. 584, comma 3, c.p.c., l’aggiudicazione diventa definitiva e verrà pronunciata a carico degli offerenti, salvo che ricorra un documentato e giustificato motivo, la perdita della cauzione, il cui importo è trattenuto come rinveniente a tutti gli effetti dall’esecuzione. Ogni domanda di restituzione della cauzione dovrà essere indirizzata dagli offerenti al professionista delegato. Lamezia Terme 11.03.2009 Il Professionista Delegato Avv. Alessandro Cortese

ASTEINFOAPPALTI

È UN

PROGETTO

TRIBUNALE DI LOCRI CANCELLERIA ESECUZIONI IMMOBILIARI SI RENDE NOTO che il Giudice dell’Esecuzione, Dr. DAVIDE LAURO, letti gli atti della Procedura Esecutiva n. 169/93 promossa da MONTE DEI PASCHI DI SIENA SpA, ORDINA LA VENDITA ALL’INCANTO DEI SEGUENTI BENI IMMOBILI LOTTO 1: Quota pari a 4/21 dei seguenti terreni agricoli ricadenti nelle seguenti particelle ubicate nel Comune di Cirella di Platì: - Part. 201 - Foglio di mappa 7 di 2220 mq., seminativo arborato classe 1; - Part. 206 - Foglio di mappa 7 di 710 mq., seminativo irriguo arborato classe 2; - Part. 231 - Foglio di mappa 7 di 580 mq., querceto; - Part. 19 - Foglio di mappa 9 di 500 mq., seminativo irriguo arborato classe 2; - Part. 20 - Foglio di mappa 9 di 2300 mq., seminativo arborato classe 2; - Part. 40 - Foglio di mappa 9 di 420 mq., seminativo irriguo arborato classe 2; - Part. 174 - Foglio di mappa 9 di 7850 mq., uliveto, classe 2; - Part. 175 - Foglio di mappa 7 di 56 mq., fabbricato rurale, completamente rimosso; - Part. 148 - Foglio di mappa 28 di 2170 mq., seminativo classe 3; - Part. 141 - Foglio di mappa 27 di 6540 mq., seminativo,classe 3; Quota pari a 4/21 dei seguenti fabbricati ricadenti nelle seguenti particelle ubicate nel Comune di Cirella di Platì: - Part. 633 sub 1 foglio 11, Cat. C1, 32 mq. seminterrato facente parte del fabbricato della particella 633 sub 2 foglio di mappa 11; - Part. 633 sub 2, foglio di mappa 11 - Cat. A/3, 240 mq., fabbricato destinato a civile abitazione a due piani fuori terra; - Part. 632 - Foglio di mappa 11 - Cat. A/3, mq. 33, terreno libero di costruzione accorporato alla precedente particella; Quota pari a 4/21 dei seguenti terreni agricoli ricadenti nelle seguenti particelle ubicate nel Comune di Careri: - Part. 183 - Foglio di mappa 11 di mq. 1870, seminativo arborato classe 4; - Part. 457 - Foglio di mappa 11 di mq. 1300, seminativo arborato classe 4; Quota pari a 8/30 dei seguenti terreni agricoli ricadenti nelle seguenti particelle ubicate nel Comune di Cirella di Platì: - Part. 11 - Foglio di mappa 8 di 9730 mq. seminativo, classe 3; - Part. 36 - Foglio di mappa 8 di 2950 mq. seminativo classe 3; Prezzo base d’asta: Euro 6.956,47 - Deposito per cauzione 10% del prezzo - Deposito per spese 15% del prezzo LOTTO 2: Quota pari a 1/2 dei seguenti fabbricati rurali ricadenti nelle seguenti particelle ubicate nel Comune di Ciminà in località Fego Camuti come segue: - Part. 73 - Foglio di mappa 27 di 18000 mq., seminativo irriguo, classe 2; - Part. 74 - Foglio di mappa 27 di 43710 mq., pascolo arborato classe 1; - Part. 77 - Foglio di mappa 27 di 25480 mq., pascolo arborato classe 1; - Part. 145 - Foglio di mappa 27 di 8100 mq. seminativo irriguo classe 2; - Part. 154 - Foglio di mappa 27 di 30500 mq., seminativo irriguo classe 2; - Part. 163 - Foglio di mappa 27 di 1920 mq. Fico d’India, classe 1; - Part. 164 - Foglio di mappa 27 di 2550 mq. seminativo irriguo classe 2; - Part. 146 - Foglio di mappa 27 di 5570 mq. uliveto classe 2; - Part. 181 - Foglio di mappa 27 di 54835 mq. uliveto classe 2; Quota pari a 1/2 dei seguenti fabbricati rurali ricadenti nelle seguenti particelle ubicate nel Comune di Ciminà in località Fego Camuti come segue: - Part. 182 - Foglio di mappa 27 di 165 mq. Cat. C/2; - Part. 76 - Foglio di mappa 27 di 370 mq.; Prezzo base d’asta: Euro 28.421,30 - Deposito per cauzione 10% del prezzo - Deposito per spese 15% del prezzo LOTTO 3: Quota pari a 4/21 del seguente terreno agricolo ricadente nella seguente particella ubicata nel Comune di Ardore come di seguito precisato: - Part. 511 - Foglio di mappa 31 di 4830 mq. uliveto classe 1; Prezzo base d’asta: Euro 997,10 - Deposito per cauzione 10% del prezzo - Deposito per spese 15% del prezzo LOTTO 4: I terreni agricoli ricadenti nelle seguenti particelle ubicate nel Comune di Ardore Marina come di seguito precisato: - Part. 12 - Foglio di mappa 28 di 2020 mq. uliveto classe 3; - Part. 13 - Foglio di mappa 28 di 790 mq. uliveto classe 3; Prezzo base d’asta: Euro 2.467,20 - Deposito per cauzione 10% del prezzo - Deposito per spese 15% del prezzo LOTTO 5: Appartamento ricadente nelle seguenti particelle ubicate nel Comune di Ardore Marina iscritto al NCEU come: - Part. 503 sub 7, foglio di mappa 40, Cat. A/3, appartamento lato nord di mq. al secondo piano senza ascensore con 3 stanze, bagno, wc, cucina, soggiorno, terrazza coperta e balconi. Facente parte di un fabbricato a tre piani f.t. + seminterrato e mansarda destinato a civile abitazione; Prezzo base d’asta: Euro 22.305,30 - Deposito per cauzione 10% del prezzo - Deposito per spese 15% del prezzo LOTTO 6: Appartamento ricadente nelle seguenti particelle ubicate nel Comune di Ardore Marina iscritto al NCEU come: - Part. 503 sub 7, foglio di mappa 40, Cat. A/3, appartamento lato sud al secondo piano senza ascensore con 3 stanze, bagno, wc, cucina, soggiorno, terrazza coperta e balconi. Facente parte di un fabbricato a tre piani f.t. + seminterrato e mansarda destinato a civile abitazione; Prezzo base d’asta: Euro 26.702,98 - Deposito per cauzione 10% del prezzo - Deposito per spese 15% del prezzo LOTTO 7: Appartamento ricadente nelle seguenti particelle ubicate in contrada Colarrò nel Comune di Ardore Marina iscritto al NCEU come: - Part. 149 sub 3, foglio di mappa 28, Cat. F/3, appartamento lato sud di mq. 160 ancora in corso di costruzione al primo piano senza ascensore, in proprietà indivisa. Facente parte di un fabbricato a tre piani f.t. + seminterrato destinato ad abitazione civile condonato; Prezzo base d’asta: Euro 18.190,21 - Deposito per cauzione 10% del prezzo - Deposito per spese 15% del prezzo LOTTO 8: Appartamento ricadente nelle seguenti particelle ubicate in contrada Colarrò nel Comune di Ardore Marina iscritto al NCEU come: - Part. 149 sub 6, foglio di mappa 28, Cat. F/3, appartamento rifinito lato nord di mq. 160 con 3 stanze, cucina, soggiorno, doppi servizi, disimpegno e ripostiglio al primo piano senza ascensore, in proprietà indivisa. Facente parte di un fabbricato a tre piani f.t. + seminterrato destinato ad abitazione civile condonato; Prezzo base d’asta: Euro 31.868,54 - Deposito per cauzione 10% del prezzo - Deposito per spese 15% del prezzo LOTTO 9: Appartamento ricadente nelle seguenti particelle ubicate in contrada Colarrò nel Comune di Ardore Marina iscritto al NCEU come:

A CURA DELLA

MEDIATAG

- Part. 149 sub 7, foglio di mappa 28, Cat. F/3, appartamento rifinito lato sud di mq. 160 con 3 stanze, cucina, soggiorno, doppi servizi, disimpegno e ripostiglio al piano terra senza ascensore, in proprietà indivisa. Facente parte di un fabbricato a tre piani f.t. + seminterrato destinato ad abitazione civile condonato; Prezzo base d’asta: Euro 36.615,88 - Deposito per cauzione 10% del prezzo - Deposito per spese 15% del prezzo LOTTO 10: Appartamento ricadente nelle seguenti particelle ubicate in c.da Colarrò nel Comune di Ardore Marina iscritto al NCEU come: - Part. 149 sub 8, foglio di mappa 28, Cat. F/3, appartamento rifinito lato sud di mq. 160 con 2 stanze, cucina, soggiorno, bagno, disimpegno al seminterrato senza ascensore, in proprietà indivisa. Facente parte di un fabbricato a tre piani f.t. + seminterrato destinato ad abitazione civile condonato; Prezzo base d’asta: Euro 13.793,06 - Deposito per cauzione 10% del prezzo - Deposito per spese 15% del prezzo LOTTO 11: Appartamento ricadente nelle seguenti particelle ubicate in contrada Colarrò nel Comune di Ardore Marina iscritto al NCEU come: - Part. 149 sub 9, foglio di mappa 28, Cat. A/2, appartamento rifinito lato nord di mq. 160 con 3 stanze, cucina, soggiorno, doppi servizi, disimpegno e ripostiglio al piano terra sopraelevato senza ascensore, ma con riscaldamento autonomo, in proprietà indivisa. Facente parte di un fabbricato a tre piani f.t. + seminterrato destinato ad abitazione civile condonato; Prezzo base d’asta: Euro 36.898,88 - Deposito per cauzione 10% del prezzo - Deposito per spese 15% del prezzo LOTTO 12: Appartamento ricadente nelle seguenti particelle ubicate in contrada Colarrò nel Comune di Ardore Marina iscritto al NCEU come: - Part. 149 sub 6, foglio di mappa 28, Cat. F/3, appartamento rifinito lato nord di mq. 160 con 3 stanze, cucina, soggiorno, doppi servizi, disimpegno e ripostiglio al primo piano senza ascensore, in proprietà indivisa. Facente parte di un fabbricato a tre piani f.t. + seminterrato destinato ad abitazione civile condonato; Prezzo base d’asta: Euro 31.868,54 - Deposito per cauzione 10% del prezzo - Deposito per spese 15% del prezzo LOTTO 13: Appartamento ricadente nelle seguenti particelle ubicate in contrada Colarrò nel Comune di Ardore Marina iscritto al NCEU come: - Part. 149 sub 10, foglio di mappa 28, Cat. C/6, appartamento rifinito lato nord di mq. 160 con 2 stanze, cucina, soggiorno, bagno, disimpegno al seminterrato senza ascensore, in proprietà indivisa. Facente parte di un fabbricato a tre piani f.t. + seminterrato destinato ad abitazione civile condonato; Prezzo base d’asta: Euro 10.957,53 - Deposito per cauzione 10% del prezzo - Deposito per spese 15% del prezzo LOTTO 14: - Part. 149 sub, non ancora accatastata, foglio di mappa 28, appartamento a mansarde ancora in corso di costruzione lato sud, scala A, di mq. 160, al secondo piano senza ascensore, in proprietà indivisa. Facente parte di un fabbricato a tre piani f.t. + seminterrato destinato ad abitazione civile condonato; Prezzo base d’asta: Euro 12.950,22 - Deposito per cauzione 10% del prezzo - Deposito per spese 15% del prezzo LOTTO 15: - Part. 149 sub, non ancora accatastata, foglio di mappa 28, appartamento a mansarde semirustico lato nord, scala B, di mq. 160, con due stanze, bagno, wc, soggiorno e cucina, al secondo piano senza ascensore, in proprietà indivisa. Facente parte di un fabbricato a tre piani f.t. + seminterrato destinato ad abitazione civile condonato; Prezzo base d’asta: Euro 15.264,54 - Deposito per cauzione 10% del prezzo - Deposito per spese 15% del prezzo LOTTO 16: I terreni agricoli ricadenti nelle seguenti particelle ubicate nel Comune di Ardore Marina, iscritto al NCEU come: - Part. 88 - Foglio di mappa 24 di 3280 mq., uliveto classe 3; - Part. 89 - Foglio di mappa 24 di 1680 mq., uliveto classe 4; - Part. 90 - Foglio di mappa 24 di 1000 mq., vigneto classe 2; - Part. 130 - Foglio di mappa 24 di 740 mq., vigneto classe 2; - Part. 131 - Foglio di mappa 24 di 1330 mq., seminativo arborato, classe 2; - Part. 132 - Foglio di mappa 24 di 380 mq., seminativo irriguo arborato classe 2; - Part. 125 - Foglio di mappa 24 di 1900 mq., seminativo arborato classe 2; - Part. 126 - Foglio di mappa 24 di 540 mq., vigneto classe 2; - Part. 121 - Foglio di mappa 24 di 1970 mq., seminativo classe 3; - Part. 122 - Foglio di mappa 24 di 1120 mq., vigneto classe 2; - Part. 127 - Foglio di mappa 24 di 1500 mq., seminativo arborato classe 2; - Part. 128 - Foglio di mappa 24 di 500 mq., seminativo arborato classe 3; - Il fabbricato rurale allo stato di rudere ricadente nella seguente particella ubicata nel Comune di Ardore Marina iscritta al NCEU come: Part. 129, foglio di mappa 24, mq. 210, ente urbano. Prezzo base d’asta: Euro 8.197,66 - Deposito per cauzione 10% del prezzo - Deposito per spese 15% del prezzo L’incanto avverrà, CON IL PREZZO DA RIDURRE DI 1/5, all’udienza del 04.06.2009, ore 9,00, davanti a se nella presente sede. STABILISCE PER LA VENDITA LE SEGUENTI CONDIZIONI: Ogni offerente dovrà depositare in Cancelleria, sino alle ore 12,00 del giorno anteriore all’udienza di vendita, unitamente all’istanza di partecipazione all’incanto, una somma pari al 10% del prezzo base per cauzione e 15% per prevedibile importo delle spese di procedura e trasferimento della proprietà, mediante consegna in Cancelleria di n. 2 assegni circolari non trasferibili intestati all’offerente. Le offerte in aumento non potranno essere inferiori al 3% del prezzo base eventualmente ribassato. L’aggiudicatario dovrà depositare entro il termine di 60 giorni dall’incanto il prezzo di aggiudicazione detratta la cauzione versata con le stesse modalità di cui sopra. Maggiori informazioni potranno essere acquisite presso la Cancelleria Esecuzioni Immobiliari di questo Tribunale. RINVIA PER IL PROSIEGUO ALL’UDIENZA DEL 04.06.2009. ESTRATTO CONFORME PER USO PUBBLICITA’. Locri, 22 aprile 2009 IL CANCELLIERE °°°°°°°°°° CANCELLERIA ESECUZIONI IMMOBILIARI SI RENDE NOTO che il Giudice dell’Esecuzione, Dr. Davide Lauro, letti gli atti della Procedura Esecutiva n. 30/89 promossa da INTESA GESTIONE CREDITI SPA. ORDINA LA VENDITA CON INCANTO DEI SEGUENTI BENI IMMOBILI: LOTTO UNICO “diritti di 1/2 indiviso sul terreno sito in Placanica, località S. Tommaso, individuato nel NCEU del medesimo comune al foglio 30 part. 291/b, nonché sul piano seminterrato e lastrico solare non ancora censiti” Prezzo base d’asta: euro 33.000,00 Deposito per cauzione: euro 3.000,00 Deposito per spese: euro 4.950,00

Per informazioni 0961 996802

www.aste.eugenius.it ::

L’incanto avverrà, con il prezzo sopra indicato, all’udienza del 02.07.2009 ore 9,00, davanti a sè nella presente sede, ed in secondo esperimento in data —— alle stesse condizioni con le stese modalità. Stabilisce per la vendita le seguenti condizioni: Ogni offerente dovrà depositare in Cancelleria sino all’inizio effettivo dell’udienza di vendita, unitamente all’istanza di partecipazione all’incanto, una somma pari al 25% del prezzo base (10% per cauzione e 15% per prevedibile importo delle spese di procedura e trasferimento della proprietà) mediante consegna in Cancelleria di assegni circolari non trasferibili intestati all’offerente. Le offerte in aumento non potranno essere inferiori a: 3% del prezzo base eventualmente ribassato L’aggiudicatario dovrà depositare entro il termine di 60 giorni dall’incanto il prezzo di aggiudicazione detratta la cauzione versata con le stesse modalità di cui sopra. Maggiori informazioni potranno essere acquisite presso la Cancelleria Esecuzioni Immobiliari di questo Tribunale. Rinvia per il prosieguo all’udienza del 02.07.2009. Estratto conforme per uso pubblicità. Locri, 18.02.2009 Esatte: euro 14,62 per bollo - euro 6,20 per diritti IL CANCELLIERE TRIBUNALE DI VIBO VALENTIA SEZ. ESECUZIONI IMMOBILIARI Il Giudice dell’esecuzione, letti gli atti della procedura esecutiva n. 42/86 R.G. Es. promossa da Banca Nazionale del Lavoro c/… ORDINA la vendita con incanto all’udienza del 16/06/2009, dei beni immobili pignorati distinti nei seguenti lotti: Lotto n.1: fabbricato sito nel Comune di Vazzano C.da Giardino composto da tre piani fuori terra ancora in corso di costruzione. In catasto al fg. 18 p.lla 592 sub 2 PT in corso di costruzione, 592 sub 3 P.1 vani 8 A/3, 592 sub 4 P.2 in corso di costruzione. Prezzo base d’asta euro 89.068,50 Lotto n.2: capannone adibito ad uso stalla, per una superficie pari a mq 500 e fienile di mq 350, sito nel Comune di Vazzano C.da Giardino. In catasto al fg. 18 p.lle 488 e 480. Prezzo base d’asta euro 115.360,00 Lotto n.3: terreno edificabile sito nel Comune di Vazzano C.da Giardino rientrante in zona di completamento B e spazi pubblici attrezzati. In catasto al fg 18 p.lla 538 mq 5250, 480 di mq 100 e 453 di mq 1200 per i terreni edificabili in zona B, e la rimanente part. 453 di mq 5290 per i terreni in zona S.P.A.. Prezzo base d’asta euro 163.390,40 Lotto n.4: terreno agricolo in media collina località Giardino, in catasto alla fg. 18 p.lla 479 di mq 12.530, 480 di mq 2710, 488 di mq 6940, 538 di mq 9687, 252 di mq 2180. Prezzo base d’asta euro 60.276,04 Lotto n.5: terreno agricolo collinare sito nel comune di Vazzano. In catasto al fg. 21 p.lla 180 in parte in località Mandra per mq 7030, al fg. 24 in località Pietra p.lle 51,52,99 e 100. Prezzo base d’asta euro 9.097,52 Stabilisce per la vendita le seguenti condizioni: Le offerte in aumento non potranno essere inferiori ad euro 1.000,00 Ciascun offerente dovrà depositare entro le ore 11 del giorno precedente la vendita, unitamente all’istanza di partecipazione all’incanto, una somma pari al 25% del prezzo base da versarsi mediante deposito su un libretto bancario di cui 10% a titolo di cauzione e 15% a titolo di spese. Entro 30 gg. dall’aggiudicazione definitiva l’aggiudicatario dovrà depositare il prezzo di aggiudicazione dedotta la cauzione, su un libretto bancario intestato alla procedura con vincolo al G.E. Maggiori informazioni potranno essere acquisite presso la Cancelleria del Tribunale. °°°°°°°°°° UFFICIO ESECUZIONE IMMOBILIARE Procedura esecutiva immobiliare n. 62/02 Promossa da BANCA NAZIONALE DEL LAVORO SPA AVVISO DI VENDITA CON INCANTO Si rende noto che il G.E. con ordinanza del 18.11.2008 ha ordinato procedersi alla vendita con incanto alle modalità seguenti dei beni così individuati: “LOTTO IN VENDITA: appartamento per civile abitazione sito in Gerocarne alla Via Carmine n. 56, composto da tre camere, cameretta, cucina, bagno. Si trova al primo piano, interno 5 di un fabbricato su due livelli, superfice pari a 102,00 mq. Riportata in Catasto al foglio di mappa 19, p.lla 304 sub. 5, cat. A/3, classe 1, vani 5, rendita euro 183,34. La vendita avrà luogo all’incanto il giorno 16.6.2009 ore di rito avanti al G.E. nella sala delle pubbliche udienze, alle seguenti condizioni: Il prezzo base d’asta è di euro 17.839,49 Le Offerte minime in aumento non potranno essere inferiori ad euro 500,00. Ciascun offerente entro le ore 11,00 il giorno precedente alla vendita dovrà depositare in Cancelleria domanda e versare il 25% del prezzo base (10% per cauzione e 15% in conto spese, mediante deposito su libretto bancario intestato alla procedura). Le spese di trasferimento e di cancellazione delle ipoteche saranno a carico dell’aggiudicatario. L’aggiudicatario entro il termine di 30 giorni da quando l’aggiudicazione diverrà definitiva dovrà versare il prezzo di aggiudicazione, detratto l’importo della cauzione, su libretto ordinario di risparmio, vincolato al Giudice dell’esecuzione, presso la Banca di Roma - Capitalia - Filiale di Vibo Valentia. Se ricorrono i presupposti e previa autorizzazione del G.E., il pagamento dovrà avvenire in tutto o in parte direttamente in favore dell’Istituto di Credito Fondiario, ai sensi della speciale normativa fondiaria, (l’Istituto entro quindici giorni dall’aggiudicazione dovrà allegare chiaro e dettagliato conteggio ex art. 2855 c.c.) Maggiori informazioni potranno essere richieste al Cancelliere del Tribunale - Ufficio Esecuzione Immobiliare di Vibo Valentia Il Cancelliere C2 (dott.ssa Liliana Addesi) °°°°°°°°°° UFFICIO ESECUZIONI IMMOBILIARI Procedura di espropriazione immobiliare n°.35/1994 R.G.E. si rende noto che il G.E., con ordinanza emessa in data 13.01.2009 ha disposto la vendita del bene di seguito elencato. quota pari a 1/2 indiviso della piena proprietà di un appartamento per civile abitazione sito nel comune di Nicotera alla Via Foschea, piano primo, composto da n. 5 vani principali, compresa cucina e servizi e box. L’appartamento è riportato nel NCEU del comune di Nicotera al foglio 18, p.lla 42 sub 1, cat A/4, classe 2, vani 5. il box è riportato in NCEU al foglio 18, p.lla 452, sub 1, mq. 10,00. prezzo base euro 38.970,00 La vendita avrà luogo all’udienza del 23.06.2009 ore di 11.00. Le offerte in aumento non potranno essere inferiori a euro 500,00. Ogni offerente per poter essere ammesso all’incanto dovrà depositare in cancelleria, entro le ore 11 del giorno prima dell’udienza fissata per l’incanto, il 25% del prezzo base d’asta (10% per cauzione e 15% in conto spese, mediante deposito su libretto bancario intestato alla procedura, vincolato al GE). L’aggiudicatario dovrà, entro sessanta giorni da quando l’aggiudicazione sarà divenuta definitiva, versare il prezzo di aggiudicazione, detratto l’importo della cauzione. Ulteriori informazioni presso la cancelleria delle esecuzioni del Tribunale di Vibo Valentia. Vibo Valentia 14.01.2009 Il Cancelliere C2 f.to dott.ssa Liliana ADDESI


CALABRIA il Domani

Venerdì 1 Maggio 2009

www.ildomani.it

Sanità, duro attacco congiunto di Abramo e Traversa al presidente della Regione

Ieri il dibattito sul Piano deficit sanità in Consiglio Regionale

«Loiero ammetta il fallimento»

Adamo: «La legge sul piano di rientro è di grande qualità»

«Eredità pesante? Al governo regionale non sono bastati 4 anni per porre rimedio ai “presunti” guasti» di Ludovico Casaburi ROMA - L’ex presidente della Provincia di Catanzaro Michele Traversa e l’ex sindaco di Catanzaro Sergio Abramo hanno espresso tutta la loro insoddisfazione riguardo alle parole del governatore Agazio Loiero in merito alla questione Polo Oncologico e più in generale sul "caso sanità" ormai noto - dopo quanto andato in onda nella trasmissione Report - a tutto il Paese. Gli onorevoli, in una lettera congiunta inviata a tutti gli organi stampa, fanno infatti sapere che il presidente Loiero «avrebbe dovuto trovare argomenti più robusti, il presidente Loiero, per ricostruire le vicende del Polo Oncologico Calabrese. Ma, evidentemente, non li aveva a disposizione e del resto, non avrebbe potuto averli. Un fatto è certo: di fronte all’opportunità di vedere istituito in Calabria, a Catanzaro, un polo oncologico di eccellenza, destinato a diventare Irccs, dalle nostre rispettive postazioni di sindaco e presidente della Provincia, avremmo sottoscritto non una ma dieci intese interistituzionali - tutt’oggi siamo convinti che quell’obiettivo vada perseguito, perché utile alla Calabria e ai calabresi». «Dalle parole del presidente Loiero proseguono - al contrario, sembrerebbe quasi che abbiamo procurato un danno alla regione. Ma è lo stesso Loiero a smentirsi, nel momento in cui riconosce che si tratta di un importante luogo di cura, di cui la Calabria aveva bisogno. Insomma, una contraddizione che tradisce la

«Il presidente Loiero, ormai, non può più utilizzare l’arma spuntata dell’eredità pesante ricevuta e ancor meno può nascondersi dietro le “incrostazioni” del sistema-Calabria, invocate davanti alle telecamere e che in 4 anni non è riuscito nemmeno a scalfire. A meno che, visti i risultati ottenuti, non sia disposto a dichiarare il fallimento della sua esperienza di governo»

Sergio Abramo e Michele Traversa

difficoltà di trovare scusanti a ciò che tutta l’Italia ha visto in tv. E quando si è in difficoltà, il modo più semplice per uscirne è tirare in ballo la “pesante eredità ricevuta”. Un’eredità del governo regionale di centrodestra, datata, come ricorda lo stesso Loiero, novembre 2004: pochi mesi prima, dunque, che egli diventasse presidente della Regione con un mandato popolare assai ampio. Nessuno può dire che qualità di lavoro e che risultati avrebbero prodotto i vertici di prima nomina del polo oncologico. Il rettore dell’ateneo, Venuta, è infatti prematuramente scomparso. Sugli altri, di nomina regionale, si è abbattuta la mannaia dello spoil system, voluto dal presidente Loiero e dalla sua maggioranza, uscita dalle urne ad aprile 2005. Quattro anni, dunque, non sono bastati al governo regionale e al suo presidente per porre rimedio ai “presunti” guasti, dei quali, entrambi, devono avere avuto contezza immediata, proprio grazie ai vertici di nuova nomina e presumibilmente di provata fiducia e competenza. A meno che, i criteri di selezione dei nuovi responsabili di nomina regionale del polo oncologico siano stati dettati da obiettivi diversi dal risanamento di quegli stessi “presunti” guasti e soprattutto dalla messa a regime della struttura. Non è un’interpretazione maliziosa dei fatti, la nostra, ma un dubbio legittimo e fondato che sorge leggendo la polemica, per niente velata, tra due ex assessori della giunta

Loiero proprio sui criteri di nomina e selezione dei vertici del polo. Un dubbio che diventa sconcerto leggendo i commenti del presidente della fondazione “Campanella” alle dichiarazioni rese in video dal direttore amministrativo. Il presidente Loiero, dunque, guardi in casa propria e interroghi se stesso per trovare risposte e giustificazioni a ciò che l’Italia ha visto in tv ma che i calabresi,invece,vedonoquotidianamente. Vedono e sentono, perché sui temi della sanità, i calabresi da 4 anni ascoltano solo verbi declinati al futuro: faremo, risaneremo, programmeremo…,vedonopianisanitariscritti, cancellati, riscritti ma comunque non approvati, mentre cresceva e cresce il deficit senza alcun beneficio per i cittadini. Vedono, i calabresi, l’assenza di un piano sociale che instauri un sistema di servizi efficiente al posto dell’attuale, indebitato fino all’osso e che fa acqua da tutte le parti, mentre permane un criterio di distribuzione delle risorse senza regole certe e del tutto discrezionale. Il presidente Loiero, ormai, non può più utilizzare l’arma spuntata dell’eredità pesante ricevuta e ancora meno può nascondersi dietro le “incrostazioni” del sistema-Calabria, invocate davanti alle telecamere e che in 4 anni non è riuscito nemmeno a scalfire. A meno che, visti i risultati ottenuti, non sia disposto a dichiarare di fronte all’elettorato calabrese, il fallimento della sua esperienza di governo».

«Contratto sanità per oltre 570.00 lavoratori: bene la posizione delle Regioni»

Cisl Fp applaude la Conferenza delle Regioni CATANZARO - «La CISL FP condivide la posizione del Presidente della Conferenza delle Regioni Vasco Errani sul rinnovo del contratto della sanità degli oltre 570.000 lavoratori pubblici e 150.000 della sanità privata». La Conferenza delle Regioni ha infatti dato il via all’Aran per stringere i tempi sulla conclusione del contratto del comparto sanità del personale per il biennio economico 2008-2009, e anche per convocare al più presto le parti. È stata poi confermata la definizione di risorse aggiuntive regionali destinabili alle parti variabili del salario, rispettando sempre i termini del Patto della Salute. Nel contempo è stata confer-

mata la volontà delle Regioni di arrivare alla rapida e positiva conclusione del contratto Aiop relativo al biennio 2006-2007. Ha espresso soddisfazione il segretarioprovincialeAntonioBevacqua, che ha detto: «Il contratto è scaduto nel dicembre 2007 e la disponibilità di un ulteriore investimento di risorse da parte delle regioni permette di far decollare e concludere rapidamente la trattativa all’ARAN. Il rinnovo permetterà di valorizzare l’impegno e la professionalità di migliaia di professionisti che prestano la loro attività nel sistema sanitario nazionale; inoltre si potrà avviare in tutti gli ospedali una specifica contrattazione aziendale».

REGGIO CALABRIA - «Quella di oggi è un’autentica prova di maturità e responsabilità istituzionali: la legge per il rientro dal disavanzo della sanità può definirsi come il provvedimento più avanzato e di qualità che abbia mai prodotto una regione italiana». Lo ha detto nel corso del suo intervento in sede di dibattito sul piano di rientro del deficit della sanità il capogruppo del Pd Nicola Adamo. «IldisegnopropostodallaGiunta regionale integrato dalle proposte emendative del Gruppo del Pd configura norme efficaci dal forte carattere riformista. È prevalsa nel Consiglio regionale una linea che assume il piano di rientro come una opportunità per razionalizzare e qualificare il servizio sanitario ed avvicinarlo sempre più alle domande di cura del cittadino. Non ’lacrime e sangue’, ma rigore per elevare la qualità e l’efficienza. La stessa attivazione di misure fiscali aggiuntive avviene in maniera socialmente equa, tutelando le fasce sociali più deboli. Ma ancora più importante, non si chiedono sacrifici alle tasche dei calabresi percopriredebitipregressisenza dare in cambio un miglioramento del servizio». «Alla luce di questa legge - ha sostenuto Adamo - si potrà pervenire, subito dopo il Piano di rientro, ad un nuovo Piano sanitario che cancella le sacche di malasanità e potenzia i servizi ospedalieri e territoriali. La legge è rigorosa anche per l’attivazione di effi-

«Alla luce di questa legge - ha sostenuto Adamo si potrà pervenire, subito dopo il Piano di rientro, ad un nuovo Piano sanitario che cancella le sacche di malasanità e potenzia i servizi ospedalieri e territoriali»

Nicola Adamo

cienti controlli sulle prestazioni e sulle gestioni aziendali. Insomma, con questa legge la Calabria può alzare la voce anche a Roma. Infatti, sarebbe ora che il Governo nazionale invece di minacciare commissariamentidalsaporeelettoralistico, si assumesse le proprie responsabilità riconoscendo alla Calabria quanto le è dovuto». «Oggi - ha concluso - alla Calabria viene corrisposta la quota pro-capite più bassa d’Italia. Mentre per altre Regioni lo Stato si è fatto carico quasi per intero di ripianare i disavanzi con spesa aggiuntiva e straordinaria, ad oggi il Governo nazionale per la Calabria non ha assunto alcun impegno finanziario». Precedentemente, dopo gli interventi di Antonio Acri (Pd), che ha difeso l’attività del Centro oncologico di Germaneto, «di cui bisogna valutare attentamente - ha detto - i dati e l’assistenza finora fornita a centinaia di calabresi affetti da gravi patologie che lì si fanno curare efficacemente», e quello, a nome dei gruppi dell’opposizione, del consigliere Francesco Galati che ha chiesto che la proposta di legge sul Piano di rientro licenziata dalla Giunta fosse assegnata alla Commissione competente, i consiglieri di centrodestra hanno abbandonato l’aula in segno di protesta a causa della bocciatura della proposta. Lu.Cas.


il Domani Venerdì 1 Maggio 2009 17

CALABRIA Elio Belcastro e Marilina Intrieri applaudono l’ingresso della riforma

Annunciata per il 5 maggio una conferenza stampa

Mpa e Udeur sono soddisfatti Giustizia fatta per Donnici, per il ddl su federalismo fiscale che non si ricandiderà di Alessandro Caruso ROMA - «Con l’attivazione del fondo perequativo la riforma federalista farà bene soprattutto al Sud», lo ha dichiarato l’onorevole Marilina Intrieri, presidnte del Consiglio nazionale dell’Udeur. Soddisfazione, dunque, per l’Udeur in relazione all’approvazione da parte del Senato del ddl sul federalismo fiscale. «Il fondo di perequazione - ha aggiunto - servirà infatti per finanziare le spese e le funzioni fondamentali delle autonomie locali. I meccanismi di finanza regionale e locale dovranno necessariamente essere adeguati razionalizzando i centri di spesa, che garantiranno così maggiore trasparenza e sufficienteinformazioneaicittadini.Tutto ciò - ha concluso - è un validissimo antidoto per la lotta alle infiltrazioni mafiose negli uffici pubblici e nelle istituzioni, vera piaga delle regioni povere del Sud». Quest’ultimo particolare è confermato quasi giornalmente, come ha specificato la Intrieri, dalle brillanti operazioni che le forza dell’ordine e la magistratura portano avanti. Le fa eco l’onorevole Elio Belcastro, deputato del Movimento per l’Autonomia, partito che non ha mai nascosto le sue istanze filofederaliste. «Il via libera del Parlamento alla legge sul federalismo fiscale - ha detto Belcastro - rappresenta per gli italiani una conquista importante, un nuovo modo governare il territorio e di intendere la politica». Appa-

re soddisfatto, dunque, il deputato del Mpa, e fiducioso che questa riforma possa davvero segnare una chiave di volta nella storia e nello sviluppo del Mezzogiorno. Ma non se tutto questo non sarà accompagnato da un opportuno ricambio della classe dirigente: «Perché questi propositi possano essere pienamente soddisfatti è indispensabile che venga proposta una nuova classe dirigente in grado di amministrare le regioni nel migliore dei modi, restituendo agli italiani una nazione lontana da logiche clientelari e criminali e indirizzata verso il perseguimento di obiettivi condivisi per il benessere dei cittadini». Federalismo come opportunità, dunque, e come ricetta per rilanciare regioni arretrate come la Calabria che hanno accusato, finora, i contraccolpi di una burocarzia opprimente e di una gestione macchinosa, e che continuano vedere in riforme come questa delle minacce: «Approdiamo speranzosi e propositivi - porsegue Belcastro - a questa nuova tappa di un percorso impegnativo che ci condurrà verso una Italia diversa, fuori dalle logiche centraliste, più attenta al Territorio e ai suoi bisogni. Il Federalismo conclude il Parlamentare dell’Mpa rappresenterà un’opportunità di progresso e sviluppo ma dovrà essere attuato e coordinato da strutture e uominiinnamoratidelnostroPaese, per evitare il rischio di subirne conseguenze negative».

Elio Belcastro

Elio Belcastro: «Il federalismo fiscale sarà un’opportunità di progresso e sviluppo ma dovrà essere attuato e coordinato da uomini innamorati del nostro Paese, per evitare il rischio di conseguenze negative»

L’assessore Guagliardi si è visto con gli amministratori locali delle province di Reggio e Catanzaro

Sistemi turistici, proseguono gli incontri

Damiano Guagliardi

CATANZARO - Proseguono gli incontri dell’assessore regionale al Turismo, Damiano Guagliardi con i sindaci dei Comuni della provincia di Catanzaro e Reggio Calabria, per la costituzione dei Sistemi turistici locali (Stl) e per la discussione generale sul Piano regionale triennaledellosviluppoturisticosostenibile. «Gli incontri - ha detto Guagliardi - che seguono quelli avuti con le amministrazioni locali della provincia di Crotone e Vibo Valentia, hanno lo scopo di avviare la costruzione del nuovo modello di organizzazione dell’offerta turistica calabrese e della sua promozione». I Sistemi turistici locali, per come

previsto dalla nuova legislazione regionale, che ha integralmente recepitoquellanazionale,sonopropedeutici all’approvazione del Piano regionale triennale dello Sviluppo turistico sostenibile, senza il quale la spesa comunitaria del Por Calabria 2007-2013 ha difficoltà a partire. Dopo aver concluso l’iter amministrativo di attuazione della legge regionale, capo I e II, si è ora in fase di elaborazione del Piano regionale triennale che dovrà essere sottoposto per l’approvazione alla Giunta regionale. C.G

Crivello, omicida del reggino Zaffino, da dieci giorni si rifuta di mangiare

Il killer di Fiumicino in sciopero della fame ROMA - Proseguono gli sviluppi sulla vicenda legata all’omicidio di Domenico Zaffino, il calabrese trovato morto a Fiumicino alla metà di aprile, dando vita a un giallo, durato qualche giorno, di cui si sono occupate le cronache calabresi. Da dieci giorni, infatti, il suo carnefice, in carcere, rifiuta il cibo per protestare contro il fatto che ancora è tenuto in stato di isolamento. La protesta è di Bruno Crivello, 43 anni originario di Trapani, che il 20 aprile scorso si era costituito a Roma alle forze dell’ordine: secondo le accuse Crivello è responsabile della morte di Domenico Zaffino, 59 anni originario di Reggio Calabria, trovato senza vita il 15 aprile in un dirupo

lungo il Tevere. «Il mio assistito - ha detto il legale di Crivello, avvocato Giacinto Canzona - si è costituito e ha ammesso, parzialmente, le sue responsabilità. Continua a rimanere in isolamento e ha cominciato lo sciopero della fame. Presenterò al gip un’istanza per chiedere quantomeno la revoca dell’isolamento, convinto che il giudice ci darà ragione». Zaffino fu ucciso la sera di Pasquetta dopo una lite con Crivello. Secondo quanto si è appreso, i due si erano conosciuti due giorni prima (Crivello cercava un’abitazione dove soggiornare); la furia omicida sarebbe nata per alcuni apprezzamenti fatti da Zaffino alla compagna dell’assassino. Secondo quanto accertato,

l’uomo fu ucciso accoltellato nel letto del suo appartamento, colpito alla testa e all’altezza dello sterno; il corpo fu poi avvolto tra le coperte, messo nella sua stessa auto e lasciato sul greto del fiume. Crivello poi tornò in casa di Zaffino e si mise nel letto dove lo aveva accoltellato. Solo dopo il ritrovamento del corpo da parte di una ditta di manutenzione del letto fluviale del Tevere si era deciso ad andare dalle forze dell’ordine per presentare la sua versione dei fatti, per sviare le indagini. Ma un interrogatorio dettagliato e minuzioso lo aveva messo alle strette, facendo emergere la verità e aprendogli le porte del carcere. C.G

Sembra conclusa la querelle che ha coinvolto gli onorevoli Donnici e Occhetto relativa alla contesa per lo scranno nell’europarlamento. Dopo un continuo parapiglia la Corte di Giustizia ha definitivamente accantonato le polemichepronunciandosiconuna sentenza che riconosce e conferma i diritti di Donnici: «Mi verrebbe da dire, c’è un giudice a Lussemburgo. È una sentenza storica, che farà giurisprudenza. Adesso qualcuno dovrà risarcire il gravissimo danno da me subito e auspico che ciò avvenga non più nelle aule di Giustizia ma in quelle stesse sedi politico-istituzionali che portano il peso di questa grave responsabilità e dalle quali mi aspetto un atto di resipiscenza operosa». Lo ha dichiarato, con grande soddisfazione, l’eurodeputato Beniamino Donnici, rendendo nota la pronuncia della sentenza di merito della Corte di Giustizia della Comunità europea, Quarta Sezione, composta dal sig. K. Lenaerts, presidente, dai sigg. T. von Danwitz relatore, E. Juhász, G. Arestis e J. Malenovský, giudici, sig. M. Poiares Maduro, avvocato generale, sig.ra M. Ferreira,cancelliere. La Corte ha definitivamente annullato, come richiesto dall’onorevole Donnici, la decisione del Parlamento europeo del 24 maggio 2007, che aveva reinsediato nel suo ruolo l’onorevole Achille Occhetto, dopo le sentenze passate in giudica-

La Corte di Giustizia della Comunità europea ha definitivamente annullato, come richiesto da Donnici, la decisione del Parlamento europeo che aveva reinsediato nel suo ruolo l’onorevole Achille Occhetto

Beniamino Donnici

to del Consiglio di Stato e della Corte di Cassazione italiane, che avevano già dato ragione alle tesi di Donnici. Il PE è stato condannato anche al pagamento delle spese. Donnici aveva già ottenuto, il 15 novembre del 2007, il pronunciamento favorevole, in via cautelare, del Tribunale europeo di prima istanza che aveva « sospeso l’efficacia » della decisione del PE, in attesa del giudizio di merito, oggi puntualmentearrivata,addirittura prima della conclusione della legislatura. Adesso la questione è chiusa, ma si porterà senza dubbio qualche strascico. Se non altro perchè a giugno si terranno le prossime elezioni europee ed eventuali dissidi di questo genere potrebbero avere ricadute sugli equilibri politici interni. Per il prossimo 5 maggio, a Strasburgo, durante l’ultima assemblea plenaria della legislatura, l’On Donnici ha fissato una conferenza stampa su quest’argomento e per presentare il bilancio dell’attività svolta durante il mandato parlamentare e illustrare i progetti poltici futuri. Questo incontro è rivestito di una grande importanza dal momento che l’onorevole Beniamino Donnici ha deciso di non ripresentare la sua candidatura per le prossime europee che si voteranno il 7 giugno. A.C

Servizio a cura della Mediatag settore pubblicità legale

ENTI PUBBLICI E ISTITUZIONI Gli annunci sono presenti sul portale telematico www.aste.eugenius.it

AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE DI VIBO VALENTIA SETTORE VII - STAZIONE UNICA APPALTANTE TEL. 0963-997274 - FAX 0963-997282

ESTRATTO BANDO DI GARA A PROCEDURA APERTA STAZIONE APPALTANTE: Amministrazione Provinciale di Vibo Valentia - Stazione Unica Appaltante - Via C. Pavese - tel. 0963/997274 - Fax 0963/997282 OGGETTO: Lavori di realizzazione aree per parcheggi e collegamenti veloci - Comune di Tropea. PROCEDURA DI GARA: Aperta, ai sensi dell’art. 3 comma 37, art. 55 comma 5 e art. 11 del D. Lgs. 103/06 così come modificato dal D.L. n. 152/2008, da esperire ai sensi dell’art. 82 comma 2 lettera a) del citato Decreto. CRITERIO DI AGGIUDICAZIONE: prezzo più basso, inferiore a quello posto a base di gara ai sensi dell’art. 86 commi 1-3-5 D.Lgs. 163/06 così come modificato dal D.L. n. 152/2008. Importo dei lavori a base di gara: euro 1.051.126,16 oltre euro 32.509,06 per oneri di sicurezza non soggetti a ribasso. Categoria prevalente: OG4 - importo euro 863.648,10 Categoria scorporabile: OG3 - importo euro 219.987,12 TERMINE DI PRESENTAZIONE E DATA DI APERTURA DELLE OFFERTE: Termine presentazione offerte: 26 maggio 2009 alle ore 12,00. Apertura offerte ed esame documenti: seduta pubblica presso sede Amministrazione sita in via C. Pavese alle ore 10,00 e seguenti del giorno 27 maggio 2009. Requisiti di partecipazione Per partecipare alla gara i concorrenti devono essere in possesso dei seguenti requisiti: -attestazione di qualificazione, rilasciata da una SOA regolarmente autorizzata, in corso di validità che documenti il possesso della qualificazione in categorie e classifiche adeguate ai lavori da assumere, ai sensi del comma 2, dell’art. 3 del medesimo DPR n. 34/2000. Possono partecipare alla gara i soggetti di cui all’art. 34 del Dlgsvo 163/2006 costituiti da imprese singole o da imprese che intendano riunirsi o consorziarsi nel rispetto di quanto previsto dagli artt. 35-36-37-38 del Dlgsvo 163/2006 e s.m.i. Tempo utile per l’esecuzione dei lavori: giorni 548 (cinquecentoquarantotto). Il bando e disciplinare di gara sono disponibili sul sito internet: www.provincia.vibovalentia.it e sul sito internet della regione Calabria. Vibo Valentia, lì 24/04/2009 IL DIRIGENTE (Dott.ssa Edith Macrì)


18 Venerdì 1 Maggio 2009 il Domani

CALABRIA OPERAZIONE METALLICA Nuovi sviluppi per l’indagine sulla organizzazione capeggiata da Pepé Onorato e ritenuta affiliata alla ’ndrangheta

La Dda milanese chiede 68 rinvii a giudizio Da un bar di Piazza Loreto la regia del racket delle estorsioni e dell’usura CATANZARO — Milano capitale della ’ndrangheta? Il quadro più volte offerto dagli investigatori suggerisce risposta affermativa. Altrettanto emerge dalla maxi-operazione “Metallica”, che vede la Dda milanese concentrata su un gruppo, capeggiato da Pepé Onorato, ritenuto affiliato alla ’ndrangheta attiva su più fronti in Lombardia. Il 14 febbraio scorso le indagini si conclusero con l’arresto, a Pellaro, del latitante Paolo Latella su ordinanza eseguita dagli uomini della Dia di Reggio Calabria. E ieri il pm della Dda di Milano Celestina Gravina ha chiesto il rinvio a giudizio per 68 persone accusate di far parte del gruppo ricondotto a Onorato. Gli indagati sono accusati, a vario titolo, di associazione mafiosa, estor-

sione, ricettazione, riciclaggio e usura. Ad Antonio Ausilio e al collaboratore di giustizia Luigi Cicalese, presunti appartenenti all'organizzazione, viene contestato anche l'omicidio volontario premeditato e aggravato dell’avvocatessa Maria Spinella. Il collaboratore, difeso dall’avvocato Paola Bonelli, in numerosi interrogatori e in 4 giorni di incidente probatorio avrebbe chiarito le responsabilità dei due nell’omicidio. Il movente, secondo quanto raccontato dal pentito, starebbe in un intreccio di motivi sentimentali e professionali. Ausilio, infatti, avrebbe rimproverato all’avvocatessa di averlo difeso male in un processo per usura e la stessa avvocatessa avrebbe avuto anche una relazione sentimentale con la moglie di Ausilio.

L’udienza preliminare nei confronti dei sessantotto avrà inizio martedì davanti al gup Giuseppe Gennari, nell’aula bunker del carcere di San Vittore. Al giudice il compito di vagliare una corposa indagine, che ha permesso di ricostruire la struttura dell’organizzazione, che si sarebbe servita di Antonio Ausilio e Oresto Trovato per lo spaccio di cocaina e di Emilio Capone e Vincenzo Pangallo per la gestione del denaro da ripulire. La regia degli affari nell’“ufficio” del gruppo: un base tra via Padova e Piazzale Loreto. Tanti i modi che sarebbero stati adottati per fare quattrini: usura e “recupero crediti” ma anche pestaggi per convincere gli imprenditori a pagare il “pizzo”.

Ex Why Not, il centrodestra: «Stabilizzateli» «Decine e decine di lavoratori ex Why Not, fra cui tanti giovani che non superano le seicento euro mensili, aspettano da tempo che venga applicata la legge approvata dal Consiglio regionale nel 2008: le chiediamo, ancora una volta, di fare presto e subito perché tanti padri di famiglia vivono sull'orlo della disperazione». Lo scrivono al Presidente Loiero i capigruppo di Fi, Pino Gentile; An, Alberto Sarra; Udc, Michele Trematerra; Psi, Francesco Galati; Popolari e Liberali verso il Pdl, Gianpaolo Chiappetta; Popolari e Liberali, Giovanni Nucera; La Destra, Pasquale Senatore. «Abbiamo più volte e pubblicamente chiesto - si legge nella nota - al governo regionale di dare attuazione alle misure approvate dall’assemblea all’unanimità, per sottrarre dalla disperazione centinaia di persone che hanno, peraltro, una valida formazione e che guadagnano veramente poco Aspettiamo ancora che si muova qualcosa - si legge sempre nel comunicato - e non possiamo più accettare il silenzio che aggrava la situazione del precariato calabrese».

Francesco Ciampa

CATANZARO — Riceviamo e

DIRITTO DI REPLICA L’Asu interviene per il professore della “Mazzini”

«Questa organizzazione sindacale, nell’interesse del professor Alfredo Morrone allo scopo di fare conoscere ai docenti, famiglie, alunni della scuola, ai lettori di questo giornale ed alla opinione pubblica, la totale estraneità del docente ai fatti che lo hanno visto coinvolto in alcuni processi ed in una campagna di stampa denigratoria risultati poi inesatti ed infondati in quanto il professor Morrone a differenza di quanto riportato negli articoli di cui sopra è stato prosciolto da tutte le accuse ivi contenute avendo anche ricevuto per iscritto in data 12 Gennaio 2004 le scuse del dirigente scolastico dr. Gregorio Pansino – nella cui scuola si sarebbero verificati i fatti poi accertati essere inesistenti - il quale nell’articolo del “il Domani” del 12 Novembre 2002 sosteneva “potevo solo segnalare le nefandezze dei docenti al MIUR”, a nostro parere circostanza ed azione gravissima ed

“Infondate le accuse contro Alfredo Morrone”

pubblichiamo:

“Campagna di stampa denigratoria: totale estraneità del professore alle accuse mosse contro di lui”

inaudita proveniente da parte di un Dirigente Scolastico da evitare sia per ragioni di etica che di opportunità in quanto per norma pattizia i docenti e gli studenti sono degli “affidati” al Dirigente Scolastico e non costituiscono mai una controparte. Riteniamo la reintegrazione odierna del prof. Morrone sul posto di docente di Educazione Fisica-Att. Mot. alla Scuola Media “Mazzini” (di Catanzaro, ndr) un suo diritto legittimo che la Giustizia - quale vigile custode delle garanzie costituzionali in uno stato di diritto e nella quale abbiamo sempre confidato e continueremo a confidare in quanto la nostra azione sindacale è rivolta alla difesa sempre e soprattutto dei più deboli ed indifesi - ha confermato e riconosciuto rendendo dignità al docente prof. Alfredo Morrone - ottimo professionista e sindacalista - conosciuto non solo in città e maggiormente più importante è stata ripristinata la legalità violata in modo che la scuola possa continuare il suo percorso di formazione colle-

gialmente con serenità a tutela di tutto il corpo docente e degli studenti primariamente che sono i primi fruitori e di diritto deputati ad essere garantiti e seguiti nella loro formazione globale quali futuri cittadini responsabili all’insegna dei principi fondamentali della legalità e della democrazia. Il professor Morrone è stato già destinatario di ingenti rimborsi per pagamento di spese legali per diecine di migliaia di euro che costituiscono un danno erariale di cui si interesserà anche la Corte dei Conti, per il ristoro dei danni provocati esistono invece ancora pendenti azioni civili oltre quelle legali che presto saranno messe in atto per il risarcimento del danno biologico, patrimoniali e vari patiti dallo stesso docente. Per quanto attiene i danni provocati al sindacato A. S. U. di cui lo stesso prof. Morrone riveste la carica di Segretario Nazionale sono in corso azioni a tutela e difesa all’immagine del sindacato A. S. U. Più volte - proprio per evitare nelle scuole simili situazioni -

sono state richieste visite ispettive superiori non ancora effettuate ed ovviamente visite ispettive da realizzare a cura di Ispettori che non possono essere dichiarati “incompetenti” per sentenza come in effetti si è già verificato; non si conoscono tuttavia le motivazioni che inducono - sulle richieste dell’A. S. U. - all’inerzia il Direttore Generale del MIUR USR-Calabria e non vogliamo mai pensare che tale comportamento possa essere collegato, ricondotto e dovuto al fatto che il prof. Morrone sia stato reintegrato sul posto occupato alla SM “Mazzini” da un docente che

“Il suo reintregro è un diritto che la giustizia ha riconosciuto rendendo dignità al docente”

sembra essere proprio il fratello del Direttore Generale, perché se così fosse allora cominciamo a spiegarci e darci ragione del perché il Direttore Generale minaccia di chiamare le Forze dell’Ordine ogni qualvolta che il prof. Morrone si reca nei suoi uffici come in effetti ha arbitrariamente ed incautamente fatto anche il 28 Agosto 2008 facendo intervenire - senza valide motivazioni e con spreco di risorse umane e finanziarie - la Polizia di Stato del cui atto - ritenuto antisindacale - ci siamo lamentati ed abbiamo riferito con comunicazione scritta al signor Questore di Catanzaro ed al Ministro competente. Pertanto questa Associazione Scuola Unita a seguito dei fatti sopra esposti e menzionati chiede in base al DIRITTO di Replica che venga pubblicato il contenuto integrale della presente nota a chiarimento ed esclusione che il professor Alfredo Morrone sia nella sua qualità di Docente che nella sua veste di Segretario Nazionale dell’Associazione Scuola Unita è risultato totalmente estraneo al teorema accusatorio impostato e consumatosi presso la Scuola Media “G. Mazzini” di Catanzaro e di cui anche agli articoli di stampa citati che il cronista ha ritenuto di dovere pubblicare». Il segretario coordinatore regionale dell’Asu (Associazione Scuola Unita) professore Vincenzo De Fazio


il Domani Venerdì 1 Maggio 2009 19

CALABRIA INCHIESTA WHY NOT Dopo l’avviso di conclusione indagini arriva la massiccia richiesta di rinvio a giudizio

La Procura vuole il processo per 98 Per sette gli atti vanno a Milano. Per Loiero e Chiaravalloti chiesta solo una parziale archiviazione di Francesco Ciampa CATANZARO — Un’altra bufera sui tanti notabili coinvolti nella inchiesta Why Not. Dopo l’avviso di conclusione indagini, la Procura generale di Catanzaro ha chiesto il rinvio a giudizio per 98 persone sulle 106 che nei mesi scorsi avevano ricevuto l’avviso. Stando ai pm titolari dell’inchiesta che fu di Luigi De Magistris, a giudizio dovrebbero andare in pratica quasi tutti: per 7 dei 106 è stato deciso lo stralcio con l’invio degli atti alla procura di Milano, mentre un indagato è morto. L’inchiesta che fa tremare la Calabria prende le mosse da una ipotesi di base: una montagna di finanziamenti pubblici orientata e/o gestita, a vario titolo, da un sodalizio, “un comitato d’affari” fatto di professionisti, imprenditori e partecipato, all’insegna della trasversalità, dalla politica che conta. Dall’avviso di garanzia per l’allora vicepresidente della Giunta regionale Nicola Adamo (ora capogruppo Pd alla Regione) e per sua moglie Enza Bruno Bossio, passando all’iscrizione nel registro degli indagati dell’ex responsabile della Compagnia delle Opere calabrese Antonio Saladino, fu tutto un susseguirsi di avvisi. E oggi nella lista da sottoporre al giudice dell’udienza preliminare ci sono imprenditori, funzionari regionali, consiglieri regionali in carica o ex, assessori regionali in carica o ex. Ci sono anche l’attuale presidente della Regione Agazio Loiero e il suo predecessore Giuseppe Chiaravalloti: per loro è stata chiesta l’archiviazione per l’associazione a delinquere, ma resta la richiesta di rinvio a giudizio per gli altri reati ipotizzati. Tra gli indagati figura anche la suCATANZARO — I nomi delle persone

indagate in "Why not", e già destinatarie dell'avviso di conclusione delle indagini emesso dai sostituti procuratori generali di Catanzaro Domenico De Lorenzo ed Alfredo Garbati, e dai sostituti procuratori della Repubblica Salvatore Curcio e Antonella Lauri (nuovi titolari del caso dopo che fu sottratto al pm titolare Luigi de Magistris), sono 106. I destinatari del provvedimento - in cui erano elencati 47 capi d’accusa - sono stati: Sergio Abramo, 55 anni, di Catanzaro; Nicola Adamo, 52, Cosenza; Carmine Aloisio, 35, Isola Capo Rizzuto (Crotone); Silvana Aluffi, 57, Alessandria; Mario Alvaro, 60, Saracena (Cosenza); Pasquale Anastasi, 57, Rizziconi (Reggio Calabria); Pietro Andricciola, 69, Lamezia Terme (Catanzaro); Domenico Basile, 56, Vibo Valentia; Gianpaolo Bevilacqua, 40, Lamezia Terme; Peppino Biamonte, 60, S. Pietro Apostolo (Catanzaro); Gianluca Bilotta, 39, Mendicino (Cosenza); Raffaele Bloise, 48, Mormanno (Cosenza); Armando Borghi, 59, Cantù; Vincenza Bruno Bossio, 51, Grimaldi (Cosenza); Rosario Caccuri Baffa, 67, Cosenza; Renzo Caligiuri, 68, Celico (Cosenza); Rosario Calvano, 65, Celico; Francesco Capocasale, 53, Dipignano (Cosenza); Ernesto Caselli, 52, Diamante (Cosenza); Giorgio Cevenini, 63, S: Giorgio a Cremano (Napoli); Giuseppe Chiaravalloti, 74, Satriano (Catanzaro); Pasquale Citrigno, 53, Cosenza; Eugenio Luigi Conforti, 45, Cosenza; Nicola Costantino, 43, Reggio Calabria; Franco Nicola Cumino, 68, Corigliano Calabro; Aldo Curto, 64, Catanzaro; Mariangela De Grano, Vibo Valentia; Francesco De Grano, 41, Vibo Valentia; Nadia Di Donna, 30, Cosenza; Giovanni Dima, 49, Corigliano Calabro; Gennaro Ditto, 32,

La rabbia del governatore: «Una palese ingiustizia» CATANZARO — «Non ho mai

Giuseppe Chiaravalloti

Agazio Loiero

perteste Caterina Merante, che con le sue dichiarazioni diede il via all’inchiesta aperta dall’allora pm De Magistris. “Why Not” tocca le varie appartenenze politiche ma anche più livelli istituzionali. Tra gli indagati: gli assessori regionali Luigi Incarnato dello Sdi e Mario Pirillo del Pd; il consigliere regionale ed imprenditore Sergio Abramo (ex sindaco di Catanzaro), candidato del centrodestra alle presidenza della Regione nelle elezioni del 2005; il consigliere regionale Fi Giuseppe Gentile (ora candidato alla presidenza della Provincia di Cosenza); l’ex assessore alla sanità Giovanni Luzzo, già dell’Udc; il consigliere regionale di An Franco Morelli; l’ex parlamentare dell’Udeur Ennio Morrone; il consigliere regionale di Fi Antonio Pizzini; il consigliere regionale di An, Antonio Sarra; l’ex consigliere regionale dell’Udc Dioniso Gallo; l’ex assessore regionale all’ambiente dei Verdi Diego Tommasi, e l’ex assessore regionale dell’Udeur Pasquale Maria Tripodi; l'ex consigliere regionale Domenico Basile, di An, attuale parlamentare europeo. I reati ipotizzati, a vario titolo, van-

no dall’associazione per delinquere all’abuso d'ufficio e alla turbata libertà degli incanti; dalla truffa alla truffa aggravata per il conseguimento di erogazioni pubbliche; dalla frode nelle pubbliche forniture al peculato; dalla corruzione per atti contrari ai doveri di ufficio all'istigazione alla corruzione; dall’estorsione alla falsità ideologica commessa da pubblico ufficiale in atti pubblici. La più grave accusa che figura nell’inchiesta: l’ipotesi di associazione a delinquere, è contestata innanzittutto ad Antonio Saladino, ritenuto l’indagato principale di “Why not”. Oltre che per Loiero e Chiaravalloti, anche rispetto ad altri indagati la Procura ha chiesto la parziale archiviazione di reati. Mentre pende davanti al gup la richiesta di mandare in soffitta la posizione dell’ex premier Romano Prodi, che secondo la Procura generale non ha fatto parte del gruppo che l’ex pm De Magistris definì “comitato di San Marino”. Ora per tutti si attende la data dell’udienza preliminare, quando gli indagati potranno difendersi tentando di liberarsi dalle maglie di questa pesante inchiesta.

contestato le decisioni della magistratura inquirente che, sia pure pubblica, è sempre un parte del processo. Questa volta, però, non ce la faccio e chiedo scusa a tutti, e le respingo con tutte le mie forze, perché si tratta di un provvedimento affrettato, firmato da magistrati sulla cui serenità qualche dubbio potrebbe affiorare, il cui iter ha avuto una strana e improvvisa impennata, visto che fino a ieri ci sono stati interrogatori di indagati e forse altri sono ancora da fare». Così il presidente della Regione Calabria Agazio Loiero, in una nota giunta in serata in redazione, ha commentato le richieste di rinvio a giudizio nella inchiesta Why not. «Mi chiedo - ha aggiunto Loiero - come sono stati costruiti in fretta e furia alcuni capi d’accusa nel presupposto che dovevano avere solo un valore formale, accuse in cui, sia chiaro, non mi ritrovo. Ho chiesto di essere ascoltato rinunciando a consultare i faldoni dell’inchiesta proprio perché non ci può essere nulla di illegittimo che io possa avere mai fatto. Alla fine di un lungo interrogatorio nel quale è apparsa solare (e non solo a me) la mia estraneità ai fatti d’indagine, mi trovo ora una richiesta di rinvio a giudizio

sulle spalle in questo clima di fuggi fuggi generale che aleggia sul Palazzo di Giustizia di Catanzaro e che configge con la tradizione luminosa di responsabilità, di equilibrio e di terzietà della magistratura catanzarese». «Sappiamo tutti - ha proseguito Loiero - cosa è accaduto in questa indagine che ha stritolato gli stessi magistrati che oggi firmano il provvedimento e mi domando se hanno potuto essere sereni come è loro richiesto». «Mi chiedo ancora - ha detto Loiero - quale fiducia si possa avere di una giustizia amministrata in questa maniera ondivaga per cui ogni indagato che pur dovrebbe rispondere individualmente delle proprie responsabilità, viene giudicato in un contesto di equilibrismo inaccettabile per cui un profilo di indagato viene agganciato automaticamente a un altro». Il presidente della Regione ha quindi concluso: «So bene che in queste occasioni bisogna tenere i nervi saldi, ma non si può accettare con serenità d’animo una palese ingiustizia. Attendo fiducioso, atteggiamento che ho sempre tenuto nel corso di questo calvario che ha segnato il percorso della mia presidenza, il giudizio di un giudice terzo».

La lunga lista degli indagati: Frammenti storici dell’inchiesta un fiume di nomi eccellenti che “agitò” politica e magistratura Paola (Cosenza); Nicola Durante, 41, Catanzaro; Alfonso Esposito, 57, Diamante (Cosenza); Maria Teresa Fagà, 65, Agrigento; Saverio Fascì, 58, Melito Porto Salvo (Reggio Calabria); Giuseppe Fragomeni, 65, Bianco (RC); Antonio Michele Franco, 47, Melito Porto Salvo (RC); Giancarlo Franzé, 49, Reggio Calabria; Roberto Fusco, 74, Castellammare di Stabia (Na); Dionisio Gallo, 53, Strongoli (Crotone); Mariano Gallucci, 83, Montalto Uffugo (Cs); Nicola Garagozzo, 49, Lamezia Terme; Antonio Gargano, 69, Amalfi; Antonino Giuseppe Gatto, 47, Serrata (RC); Francesca Gaudenzi, 49, Cosenza; Raffaele Giannetti, 60, Roma; Giuseppe Gentile, 64, Cosenza; Fiorino Gimigliano, 43, Cosenza; Mario Gimigliano, 74, Petrizzi (Catanzaro); Luigi Incarnato, 43, Cosenza; Emilio Innocenzi, 52, Roviano; Emilia Intrieri, 57, S. Pietro in Guarano (Cs); Giovanni Lacaria, 44, S. Giovanni in Fiore (Cs); Antonio Alessandro La Chimia, 62, Lamezia Terme (Cz); Fabiano Lavorato, 63, Rosario (Rc); Domenico Lemma, 61, Staiti (Rc); Pier Luigi Leone, 53, Roma; Rocco Leonetti, 61, Mormanno (Cs); Giuseppe Antonio Maria Lillo, 52, Lamezia Terme (Cz); Agazio Loiero, 68, Santa Severina (Kr); Tommaso Loiero, 56, Santa Severina (Kr); Francesco Lucifero, 74, Crotone; Gianfranco Luzzo, 68, Nicastro (Cz); Pietro Macrì, 44, Vibo Valentia; Marino Magari, 51, Castiglione Cosentino (Cs); Clara Magurno, 61, Maierà (Cs); Rolando Manna, 53, Cosenza; Pasquale Marafioti, 58, Se-

minara; Rosalia Marasco, 56, Cosenza; Antonio Mazza, 58, Miglierina (Cz); Caterina Merante, 39, Catanzaro; Gianbattista Minoia, 60, Lacchiarella (Mi); Michele Montagnese, 63, Cinquefrondi (VV); Vincenzo Gianluca Morabito, 33, Lamezia Terme (Cz); Francesco Morelli, 50, San Benedetto Ullano (Cs); Giuseppe Ennio Morrone, 62, Cosenza; Luigi Muraca, 44, Lamezia Terme (Cz); Giuseppe Nola, 64, Cassano Ionio (Cs); Giuseppe Pascale, 44, Salerno; Renato Pastore, 64, Asmara; Aldo Pegorari, 64, Catanzaro; Salvatore Perugini, 57, Cosenza; Mario Pirillo, 63, Amantea (Cs); Antonio Pizzini, 57, Paola; Filomeno Pometti, 73, Corigliano Calabro (Cs); Filippo Postorino, 60, Campo Calabro (Rc); Cesare Carlo Romano, 65, Bova Marina (Rc); Antonio Saladino, 54, Nicastro (Catanzaro); Francesco Saladino, 44, Catanzaro; Saverino Saladino, 33, Lamezia Terme (Cz); Cristina Sanesi, 32, Prato; Alberto Vincenzo Antonio Sarra, 42, Reggio Calabria; Sabatino Savaglio, 43, Cosenza; Mario Scardamaglia, 50, Lamezia Terme (Cz); Fabio Schettini, 52, Roma; Rinaldo Scopelliti, 59, Cittanova; Lucia Sibiano, 46, Vico Equense; Francesco Maria Simonetti, 66, Gioiosa Ionica (Rc); Spataro Michelangelo, 49, Cosenza; Diego Tommasi, 47, Cosenza; Pasquale Maria Tripodi, 51, Montebello Jonico (Rc); Renzo Turatto, 52, Padova; Luigi Vacca, 75, San Basile (Cs); Antonio Viapiana, 47, Catanzaro; Luciano Vigna, 36, Cosenza; Domenico Vizzone, 59, Rosarno (Rc).

CATANZARO — L’inchiesta “Why not”, avviata dall’allora sostituto procuratore di Catanzaro Luigi de Magistris, puntava a svelare un presunto comitato d'affari “coperto”, un sodalizio complesso, in cui precisi ruoli sarebbero stati rivestiti da imprenditori, professionisti e pubblici amministratori, finalizzato a ottenere e gestire illecitamente finanziamenti pubblici, per milioni di euro, sborsati dalla Regione Calabria, dallo Stato, dall’Ue. Nel settembre del 2006, all’allora vice presidente della Regione Calabria, Nicola Adamo, ed a sua moglie Enza Bruno Bossio venne notificato un avviso di garanzia. Associazione a delinquere, abuso d'ufficio, truffa furono le ipotesi inizialmente formulate da De Magistris. Nell’ottobre 2006 il pm emise altri 21 avvisi di garanzia. Nel febbraio 2007 De Magistris indagò Antonio Saladino, ex responsabile per la Calabria della Compagnia delle opere. Nel luglio 2007 sul registro delle notizie di reato venne iscritto il nome dell’allora presidente del Consiglio Romano Prodi (per cui è stata presentata una richiesta di archiviazione). L’ipotesi a carico del premier era quella di abuso d'ufficio in concorso, e fa riferimento al periodo in cui era impegnato a Bruxelles. Giorno 14 ottobre del 2007 anche il ministro della Giustizia Clemente Mastella venne iscritto nel registro degli indagati, per le ipotesi di truffa, finanziamento illecito ai partiti e abuso d'ufficio (la sua posizione è stata archiviata il primo aprile 2008). Lo stesso Guardasigilli - che già aveva inviato gli ispettori a Catanzaro - chiese al Consi-

glio superiore della magistratura l’immediato trasferimento dal capoluogo calabrese e l'avvio di un procedimento disciplinare a carico di De Magistris. Il Csm non agì in via cautelare, non ravvisando alcuna urgenza, ma il procedimento si concluse il 18 gennaio con il trasferimento di De Magistris di sede e di funzioni. Intanto, giorno 19 ottobre 2007, il procuratore genarale facente funzioni a Catanzaro, Dolcino Favi, avocò l'inchiesta Why not. Con il pm De Magistris fuori sede Why not venne assegnata a un sostituto procuratore e due sostituti procuratori generali, coordinati dal pg appena insediatosi, Vincenzo Iannelli. Nel febbraio 2008, su disposizione dei tre pm Pierpaolo Bruni, Domenico De Lorenzo e Alfredo Garbati, vennero eseguite nuove perquisizioni e sequestri, anche nelle abitazioni e negli uffici regionali del presidente della regione Calabria Agazio Loiero. Al governatore calabrese vennero contestati corruzione e voto di scambio in riferimento alle elezioni regionali del 2005. A luglio 2008 il settimanale Panorama diffuse la notizia che il pm Bruni aveva chiesto di essere sollevato da Why not (uscirà dal pool a novembre 2008). Tutto viene complicato da ciò che i media battezzarono “guerra tra le Procure”. La vicenda, alla fine, ha portato tutti davanti al Csm. Tre magistrati della Procura di Salerno - il procuratore capo Luigi Apicella, i sostituti Grabriella Nuzzi e Dionigio Verasani - e due di Catanzaro - il procuratore generale Iannelli, ed il sostituto Alfredo Garbati - sono stati trasferiti di sede e di funzioni.


il Domani

CATANZARO

Venerdì 1 Maggio 2009

Redazione: loc. Serramonda - Z.I. Marcellinara (Cz) - tel. 0961.996802 | fax 0961.903801 - E-mail: catanzaro@ildomani.it | www.ildomani.it

RIAPERTURA DEL CORSO Il consigliere comunale Domenico Tallini invita il sindaco a rivedere la sua posizione

«Adesso si rischia il caos più totale» «Questa decisione renderà ancora più difficile la vita dei commercianti e dei cittadini residenti» CATANZARO — «Secondo l’orientamento della Giunta Comunale guidata dal Sindaco Olivo, presto verrà riaperto al traffico il tratto di Ztl che dal Cavatore porta fino al Convitto Galluppi. Una decisione, quella di riaprire al transito parte di Corso Mazzini, ancora una volta presa unilateralmente e senza il minimo confronto, un’ulteriore mortificazione in spregio al ruolo del consiglio comunale atteso che, lo stesso consiglio comunale, deve ancora determinarsi in merito ad una mozione d’indirizzo presentata a seguito delle numerosissime segnalazioni e lamentele provenienti dai commercianti e dai cittadini residenti nell’area del centro storico». Lo sostiene, in un intervento, il Consigliere Comunale Domenico Tallini. «Il nuovo orientamento della giunta comunale continua - che, da quanto è dato sapere, pare sia dettato solo ed esclusivamente dal “buon senso” non è frutto, invece, delle pressioni degli ultimi giorni esercitate dagli operatori commerciali e dalle associazioni di categoria? Ma se tale decisione è frutto del buon senso, allora perché non discutere in consiglio comunale la mozione d’indirizzo già all’attenzione del-

la Presidenza del Consiglio? Dietro questo provvedimento, si palesa tutta la schizofrenia, l’incapacità e l’approssimazione con cui viene amministrata la nostra città. La stessa schizofrenia e approssimazione dimostrata da taluni esponenti di Associazioni cittadine che oggi ricoprono ruoli istituzionali importanti e che, da un lato, annunciano la riapertura al transito su corso Mazzini, dall’altro, come nel gioco delle tre carte, si oppongono per il tramite di sigle ed associazioni a loro legate a doppio filo boicottando, attraverso la stampa, la mozione d’indirizzo che prevedeva appunto la riapertura in via sperimentale di corso Mazzini. La Mozione nello specifico impegnava il Sindaco, l’Assessore al Traffico e la Polizia Municipale a rimodulare l’ordinanza che istituisce l’isola pedonale ed in particolare prevedeva: la riapertura al traffico su corso Mazzini, più precisamente il tratto che va dal Cavatore al Mignon Bar, in un senso unico di marcia e in giorni e orari prestabiliti (ad esempio prevedendo la chiusura al traffico durante i giorni festivi e i fine settimana); il potenziamento del numero delle navette di collegamen-

to, nelle fasce orarie commerciali tra le aree parcheggio e il centro storico; il prolungamento, in giorni prestabiliti, dell’orario di chiusura della Funicolare fino alle ore 23:00; un distaccamento/presidio dei vigili urbani all’interno dell’area del centro storico ad esempio c/o i locali del San Giovanni prospiciente l’inizio dell’isola pedonale; agevolazioni fiscali e contributi per quelle categorie maggiormente colpite a seguito della riqualificazione di corso Mazzini; ottimizzare l’efficienza dei parcheggi esistenti e dettagliare un nuovo piano parcheggi attraverso l’individuazione di nuove aree da destinare a tale scopo; riqualificazione di piazza Matteotti prevedendo abbattimento della “Meridiana” per consentire la realizzazione di una carreggiata per consentire la circolazione delle auto in direzione Viadotto Kennedy; utilizzare la restante parte di piazza Matteotti (dalla Meridiana al Cavatore) per realizzare un terminal (arrivi e partenze) di Circolari con pensiline adeguatamente attrezzate. Considerato che la scelta di pedonalizzare Corso Mazzini, contenuta nel progetto stesso riqualificazione del centro storico,

voluto dall’amministrazione Abramo, doveva realizzarsi soltanto ad ultimazione dei lavori e dopo aver completato il parcheggio “Bella Vista”, potenziato quello del “Musofalo”, adeguato ed ottimizzato quello del “Politeama”(oggi chiuso), e soltanto dopo aver realizzato un nuovo parcheggio, come quello di Carlo V, progetto definitivamente accantonato perché escluso dal Psu con un colpo di mano dall’Assessore Regionale all’Urbanistica Michelangelo Tripodi. Queste ed altre indicazioni contenute nella mozione d’indirizzo, se fossero state accolte in tempo debito, ci proietterebbero in una fase avanzata della sperimentazione e probabilmente non saremmo piombati nella crisi profonda in cui oggi versa il nostro centro storico. Siamo certi che questa decisione renderà ancora più difficile e caotica la vita dei commercianti e dei cittadini residenti, vista la scarsità dei servizi e dei posteggi disponibili, ma renderà altresì complicata la collaborazione con quella parte dell’opposizione a cui spesso, soprattutto ultimamente, il Sindaco si è rivolto per affrontare e superare la difficile fase amministrativa».

CATANZARO — Come valorizzare dal

Un incontro si è svolto alla presenza dell’assessore provinciale all’Agricoltura Nicolantonio Montepaone

zo degli scooter per eseguire lo sci acquatico. Giuseppe Mancuso, dell’Associazione Golf ha stimolato l’istituzione di un campo di golf, lo sci di fondo con pattini e rotelle, spiegando che più servizi esistono più le persone sono portate ad andare in montagna. Raffaele Viscomi, in rappresentanza dell’Acli Ambiente Anni Verdi, ha richiamato l’attenzione sulla necessità di una concertazione allargata, per poi creare uno staff tecnico insieme alle istituzioni per canalizzare meglio gli interventi. Carmine Lupia, nella qualità di Presidente della Cooperativa Segreti Mediterranei, nel confermare la disponibilità ha fatto risaltare il fatto che per far sviluppare un territorio è necessario prima conoscere quello che è presente, al fine di farlo rispettare e migliorarlo. L’assessore Montepaone nel chiudere i lavori ha invitato il delegato al turismo del Comune di Taverna Scalzo a partecipare alla riunione provinciale con l’Uncem.

punto di vista turistico e ambientale il lago Passante è stata la filosofia di fondo di una riunione che è tenuta nei saloni dell’Amministrazione Provinciale di Catanzaro. Ad interrogarsi sui due punti fondamenti per la lo sviluppo del lago Passante il gruppo di lavoro costituitosi lo scorso 23 marzo. L’incontro si è svolto alla presenza dell’Assessore Agricoltura Nicolantonio Montepaone e del Dirigente delle Politiche Agricole, Tommaso Di Girolamo, dell’Amministrazione Provinciale. Durante i lavori sono state analizzati le varie proposte prospettate per la valorizzazione turistico - ambientale del lago Passante. Santo Scalzo, consigliere del Comune di Taverna con delega al turismo, promotore dell’iniziativa nel ringraziare tutti gli intervenuti ha delineato gli interventi da effettuare per la valorizzazione del lago Passante, attraverso: la realizzazione di una pista ciclabile, lungo il perimetro del lago, in sinergia con il Comune di Sorbo San Basile, Ed inoltre l’ attuazione di un ponte mobile per l’attracco delle imbarcazioni senza motore. Per Scalzo bisognerebbe incoraggiare la pesca sportiva, la vela e il canottaggio e costruire un parco biodivertimento, comprensivo di tutte le attrezzature, un centro di equitazione, un campetto di calcio nelle vicinanze del lago e poi la realizzazione di un cordone ecologico con il Repentino. Scalzo, poi, ha riferito che il Comune di Taverna ha già predisposto un progetto esecutivo che può essere realizzato con una somma di 300.000,00 di euro. Dal canto suo l’assessore Montepaone nel ringraziare il consigliere Scalzo e gli altri intervenuti, ha fatto presente all’assemblea che esiste un protocollo di intesa tra la Provincia e il Presidente dell’Uncem Vincenzo Mazzei per sostenere lo sviluppo della montagna, evidenziando che, attualmente, l’aiuto che la Provincia e la sua struttura può dare è quello relativo alla progettualità degli inter-

Domenico Tallini

«Il consiglio comunale deve ancora determinarsi in merito ad una mozione d’indirizzo presentata»

Valorizzare il turismo sul lago Passante venti, in quanto sia il Psr 2007/2013 (Piano di Sviluppo Rurale) che il Fep (Fondo Europeo sulla Pesca) sono gestiti direttamente dalla Regione. Montepaone, quindi, ha invitato i componenti del gruppo di lavoro a presentare le loro proposte d’integrazione del progetto e che siano in linea con la sostenibilità della montagna. Nel dichiararsi tutti d’accordo sulla proposta Scalzo al fine di sviluppare la valorizzazione turistico ambientale del lago Passante, no sono mancati suggerimenti da parte del comitato. Iritano, rappresentante del Cai (Centro Alpino Italiano) ha evidenziato che poche sono le persone che amano la montagna, anche perché, ha spiegato, questa mancando di servizi essenziali ne sfavorisce

l’incremento e l’amore per la stessa montagna. Il Cai, dal canto suo, ha fatto presente che sull’intero territorio Nazionale sta organizzando dei corsi delle oasi. Proponendo di promuovere un marketing di tutta la Sila piccola da distribuire su larga scala per far conoscere le tipicità delle zone. Il Presidente provinciale della Barca a Vela, ha proposto la creazione una scuola di vela, a costo zero, purché si realizzasse una struttura per il lavaggio delle barche. Alla scuola di vela dovrebbero partecipare gli alunni delle scuole medie del territorio, per poi estenderla all’esterno. Mentre Davide Carnevali dell’Associazione Wind Passion, insegnate di vela e direttore sportivo della Barca a Vela ha messo a dispo-

Furto aggravato, 3 georgiani arrestati dalla polizia a Lido CATANZARO — Tre georgiani di 35, 36 e 37 anni, sono stati arrestati dai poliziotti del commissariato di Catanzaro Lido con l’accusa di furto aggravato in due esercizi commerciali. Si tratta di Paata Labadze, Davit K'Ik'Na Velidze, e Konstantine Kovziridze, finiti in manette in tarda serata, alle 22 circa dopo che gli agenti li hanno sorpresi con della merce risultata rubata. Si trattava di una macchina fotografica sottratta dalla vetrina del negozio “Nero computer”, a Catanzaro Lido, e di due i-pod presi dagli scaffali del “Mediaworld” che si trova all'interno del Centro commerciale "Le Fontane", e portati fuori den-

tro ad una busta di alluminio per evitare di far scattare l’allarme antitaccheggio. Uno stratagemma spesso usato per riuscire a sfuggire ai controlli degli esercizi commerciali. I tre uomini, difesi dall'avvocato Vitaliano Gallo, sono comparsi ieri in tribunale a Catanzaro, per il giudizio direttissimo. Il giudice Emanuela Folino ha convalidato gli arresti e poi li ha rimassi in libertà, disponendo a loro carico l'obbligo di presentazione alla Polizia giudiziaria. Il processo è stato rinviato al 2 luglio. L’attività degli agenti di Catanzaro Lido, intanto, prosegue particolarmente intensa sul fronte della lotta alla micro criminalità.

sizione la sua esperienza professionale, stipulando però convenzioni con Enti pubblici o operatori turistici della montagna. Antonio Debilio, presidente provinciale Fipsas ( Federazione Italiana Pesca Sportiva e Attività Subacquea) che rappresenta 22 Società ha proposto che la caffetteria sia realizzata al centro nevralgico del lago. Dal canto suo Franco Colosimo, presidente del Gal ( Gruppo Azione Locale) Valle del Crocchio nell’evidenziare l’importanza del lago ha messo a disposizione la struttura per l’esperienza maturata nella progettualità. Giuseppe Paone dell’Associazione Insegna l’Etica, nell’evidenziare che per portare turismo è necessario spesso scontrarsi con l’ambiente, ha proposto l’utiliz-


il Domani Venerdì 1 Maggio 2009 21

CATANZARO CITTÀ COMUNE Molto importanti le pratiche su cui si è incentrata l’attenzione dell’esecutivo. Numerosi gli argomenti in discussione

Diritto allo studio, approvato il piano Deliberata la proroga dei lavoratori Lsu ed Lpu fino al 30 giugno prossimo CATANZARO — Piano diritto allo studio, progetto di mediazione linguistica e culturale, promozione delle pari opportunità nelle scuole primarie e secondarie di primo grado del Comune, bozza di regolamento del coordinamento delle associazioni femminili, schema di convenzione per la realizzazione di un servizio organico di supporto agli audiolesi, sono alcune delle pratiche su cui si è incentrata l’attenzione della giunta. L’esecutivo, presieduto dal sindaco Rosario Olivo, assistito dalla segretaria, Teresa Mansi, ha anche licenziato due perizie proposte dal settore gestione del territorio, la proroga del lavoratori Lsu e Lpu ed alcune proposte del settore avvocatura.

Pubblica istruzione Su proposta dell’assessore Danilo Gatto, l’esecutivo ha approvato il progetto in rete “Teniamoci per mano” predisposto dal settore diretto da Giuseppina Casalinuovo, che mira al conseguimento di risultati produttivi nella formazione didattica ed educativa degli alunni stranieri. «Il progetto - ha spiegato l’assessore Gatto - prende spunto dal fatto che l’estendersi dei fenomeni migratori sul territo-

rio comunale, nonché la progressiva crescita della presenza di alunni stranieri nelle scuole materne, elementari e medie, ci hanno indotto a programmare ipotesi di intervento nel settore al fine di facilitare l’ingresso di studenti stranieri nelle scuole e supportare, contestualmente, le istituzioni scolastiche sia nella fase di accoglienza che in quella formativa». Il progetto è stato trasmesso alla Provincia per il relativo finanziamento. Trasmesso all’ente intermedio anche il piano per il diritto allo studio che comprende proposte progettuali di qualificazione dell’offerta formativa predisposte dagli istituti scolastici, richiesta di interventi per il sostegno all’handicap trasmessi dalle Direzioni didattiche e dalle scuole secondarie; sostegno agli immigrati; spese per la refezione scolastica, richieste contributi servizi abitativi per il convitto annesso all’istituto tecnico agrario. Pari opportunità Su proposta dell’assessore Tommasina Lucchetti, la giunta ha dato il via libera a tre delibere proposte dal settore diretto da Giuliano Siciliano e comprendono: l’appro-

vazione bozza di regolamento del coordinamento delle associazioni femminili «strumento - ha sottolineato l’assessore Lucchetti - necessario per disciplinare i programmi, le iniziative e le attività di pregnante interesse per la cittadinanza e per la collaborazione con le altre associazioni ed istituzioni». Approvato lo schema di convenzione tra il Comune e la sezione provinciale Ens per la realizzazione di un servizio organico di supporto agli audiolesi che si relazionano con la pubblica amministrazione ed il protocollo d’intesa tra Comune, Ufficio scolastico regionale, Ufficio scolastico provinciale ed Università Magna Graecia, per la promozione delle pari opportunità e della diffusione di una cultura di genere nelle scuole primarie e secondarie di primo grado del Comune Capoluogo di regione. Personale Sentita la relazione dell’assessore alle risorse umane e professionali, Francesco Granato, l’esecutivo ha approvato due proposte presentate dal dirigente del settore, Saverio Molica. La prima riguarda il pagamento delle competenze del mese

di aprile spettante ai lavoratori Lsu e Lpu, impegnati in progetti del Comune, la seconda delibera comprende la proroga degli stessi lavoratori fino al 30 giugno prossimo. La proposta di delibera è stata adottata in rispetto della nota n°16338 del 28 aprile scorso con la quale la Regione ha invitato gli enti utilizzatori dei lavoratori Lsu e Lpu a proseguire le attività stabilite dalla convenzione fino al prossimo 30 giugno. Lavori pubblici Su proposta dell’assessore ai lavori pubblici, Antonio Tassoni, la giunta ha licenziato due perizie proposte dal settore gestione del territorio diretto da Carolina Ritrovato. Una di sessanta mila euro per lavori di pronto intervento su immobili comunali, l’altra perizia di circa sessantuno mila euro per la realizzazione della copertura dei campi di bocce ubicati all’interno del parco genziana nel quartiere Mater Domini. Affari generali Approvate, infine, sei proposte del settore avvocatura diretto da Gabriella Celestino, relazionate dall’assessore Aldo Stigliano Messuti.

PRIMO MAGGIO Il sindaco Rosario Olivo scrive alla cittadinanza ricordando le basi etiche e politiche della ricorrenza odierna

Il valore del lavoro a fondamento di una società libera di Rosario Olivo* CATANZARO — Nella ricorrenza

del primo maggio, giornata storica dai molteplici e grandi significati, che cade quest’anno in un momento particolare della vita del Paese, sia per una crisi economica dura e dalle prospettive incerte, sia per una difficoltà di numerose, tante famiglie monoreddito che non arrivano a fine mese, l’Amministrazione Comunale di Catanzaro, sensibile alle questioni del lavoro e della coesione sociale, rivolge ai lavoratori e alle organizzazioni sindacali che li rappresentano, un messaggio di partecipazione, di solidarietà e di sostegno alle iniziative previste.

Inoltre, l’Amministrazione Comunale, cogliendo questa occasione di una giornata che è si di festa ma anche di riflessione e di proposta, ritiene di dover sottolineare il valore del lavoro a fondamento di una società libera, civile, egualitaria, contro la tendenza della ricerca del danaro facile e, spesso, dell’arricchimento illecito. Utilizziamo ancora questa occasione per rinnovare la nostra solidarietà a tutti quelli che lottano per difendere il proprio posto di lavoro, per uscire dal precariato, ai giovani che sono alla ricerca di una prima occupazione che consenta loro di progettare la propria vita.

Rosario Olivo

La nostra ambizione è quella di operare con le scelte quotidiane nonché con quelle strategiche al fine di creare i presupposti di una città forte sul piano economico e culturale, per uno sviluppo duraturo, ma anche di offrire un contributo concreto e diretto con le stabilizzazioni dei precari che, a vario titolo, lavorano per l’Amministrazione Comunale. Ci riferiamo agli 80 lavoratori dell’Amc, ai 70 Lpu in via di stabilizzazione, ai precari della Catanzaro Servizi e a quelli del progetto Urban. Si tratta alla fine dell’intera operazione, di oltre 300 lavoratori che potranno contare sulla stabilità del lavoro che rende più sicuri e più liberi. *Sindaco di Catanzaro

IN BREVE Bollette Per un disguido di Postel gli utenti del servizio idrico hanno ricevuto, nei giorni scorsi, una doppia fattura riferita al canone 2007 dell’acqua. Lo ha reso noto l’Ufficio tributi di palazzo de Nobili chiarendo che il Comune è estraneo all’errore e che Postel chiarirà lo sbaglio inviando una lettera di scuse agli interessati. Indagini Iscr Il direttore per i Beni e le Attività culturali, Istituto Superiore per la Conservatoria ed il Restauro, Caterina Bon Valsassina, ha risposto alla lettera del sindaco Rosario Olivo, indirizzata al Segretario Generale del Ministero per i Beni culturali, con la quale, il Primo cittadino, chiedeva chiarimenti sull’indagine compiuta dall’Iscr sulle problematiche sismiche del patrimonio monumentale della Calabria, inclusa la città di Catanzaro. Indagine apparsa su alcuni quotidiani locali. Nella lettera di risposta il direttore Bon Valsassina chiarisce che «lo studio di cui si tratta è una indagine di tipo statistico estesa su grandi quantità di edifici (circa 1200 per la Calabria). L’indagine comprende la raccolta di alcuni dati morfologici relativi alle strutture e altri sull’uso dei manufatti, il cui insieme permette una valutazione comparativa sul rischio in senso lato. Le informazioni su cui si basa la valutazione sono di carattere anche tecnico, ma i risultati hanno valore statistico in quanto la definizione delle caratteristiche dell’edificio non è supportate da indagini strumentali puntuali né da saggi. Il lavoro - prosegue la nota del Ministero - ha lo scopo di fornire un primo quadro della situazione dei beni che consenta poi di procedere, ove occorra e sia ritenuto opportuno da parte degli organi competenti e responsabili, ad analisi di secondo livello e successivamente ad analisi puntuali».


22 Venerdì 1 Maggio 2009 il Domani

CATANZARO CITTÀ CATANZARO — Il presidente della Re-

gione Calabria Agazio Loiero ha dato mandato al dirigente dell’avvocatura Antonio Baudi, di valutare l’opportunità di proporre ricorso al Tar del Lazio contro la decisione, assunta dal Ministero dell’Istruzione di sopprimere le sedici scuole di specializzazione mediche dell'Università Magna Graecia di Catanzaro, accorpandole in maniera “coatta” alle Università di Napoli Federico II e Bari. «Condivido la preoccupazione espresse da tanti calabresi e dal mondo accademico - ha detto Loiero - e avevo già sollecitato l'attenzione del ministro Gelmini sul grave danno per la Calabria. E' un atto inaccettabile che penalizza i giovani laureati dell’ateneo Magna

Il Presidente Loiero ha dato mandato al dirigente dell’avvocatura Antonio Baudi

Scuole di specializzazione la Regione ricorrerà al Tar Grecia e che cercheremo di contrastare con determinazione in tutte le sedi istituzionali». L'intervento del governo regionale era stato sollecitato anche dal rettore Francesco Saverio Costanzo che, in una lettera al pre-

sidente, ha espresso preoccupazione per la ripercussione che l'accorpamento delle scuole di specializzazione mediche all'Università di Napoli e Bari avrebbe sull'intera regione. Il ricorso al Tar del Lazio anche da parte

della Regione, come ha sottolineato lo stesso rettore, rafforza quello dell'Università di Catanzaro, unica in Calabria con facoltà di medicina, che si è affidata agli avvocati Giuseppe Iannello e Alfredo Gualtieri.

Agazio Loiero

CRONACA Professionista processato per avere fatto pagare prestazioni a pazienti da lui operati nella clinica Villa Sant’Anna di Catanzaro

Truffa e concussione, oculista assolto La Corte d’appello ha prosciolto anche altri due medici precedentemente condannati CATANZARO — La seconda sezione

penale della Corte di Appello di Catanzaro (presidente Esposito, giudici a latere Ferraro e Marchianò) ha assolto, «perché il fatto non sussiste», Antonino Rocco Francesco Mancini, medico oculista di cinquant’anni di Taurianova. Mancini era accusato di truffa aggravata e concussione in concorso per avere fatto pagare prestazioni a pazienti da lui operati nella clinica Villa Sant’Anna di Catanzaro. Dopo un lungo processo in primo grado Mancini venne condannato per concussione solo per alcuni episodi mentre per altri il Tribunale di Catanzaro ritenne di qualificare il reato come truffa aggravata che risultò prescritta. Avverso la sentenza interposero appello i difensori del dr.

Mancini, Nunzio Raimondi e Giuseppe Macino. Dopo una lunga discussione in Corte di Appello, nella quale il Procuratore Generale Dolcino Favi aveva richiesto di derubricare anche i residui due episodi di concussione in truffa e dichiararli prescritti e la trasmissione degli atti alla Regione per interrompere la convenzione con Villa Sant'Anna ed all'Ordine dei Medici per i provvedimenti disciplinari nei confronti di tutti i medici imputati, i difensori dell'imputato hanno sostenuto la totale estraneità del loro assistito a tutti i fatti a lui ascritti. La Corte ha accolto l'appello ed ha mandato assolto l'imputato con ampia formula. L'indagine era stata condotta dal Pm Luigi De Magistris, aveva portato alla sbarra

molti professionisti. Al termine dell'udienza, Raimondi e Macino hanno dichiarato: «Si conclude oggi, con una sentenza esemplare, il lungo calvario di un professionista eccellente, inutilmente trascinato in un processo per lui assai motificante e con imputazioni odiose. Ad una indagine sin da principio errata ha fatto seguito una sentenza di primo grado davvero ingiusta, riparata, invero, dal verdetto finalmente chiaro della Corte di Appello di Catanzaro». La Corte d'appello ha assolto anche altri due medici accusati di concussione, Arturo Pegorari e Gregorio Paglianiti, in servizio alla Asl. I due medici erano stati condannati a due anni ed otto mesi di reclusione e sono stati assolti perché il fatto non sussiste.

Il sindaco, Rosario Olivo, ha incontrato nel suo studio di palazzo de Nobili Raffaele D’Ambra

Un meeting del consorzio “Il Corso” CATANZARO — Il sindaco, Rosario Olivo, ha incontrato nel suo studio di palazzo de Nobili, il presidente del consorzio “Il Corso”, Raffaele D’Ambra, quest’ultimo, accompagnato dal consulente del Consorzio, Antonio Curcio, rappresentante della società Gdoc Retail Consultant. Scopo dell’incontro promosso dal presidente D’Ambra, quello di illustrare al Primo cittadino le linee su cui si muoverà il meeting che il Consorzio ha in programma nel prossimo mese di maggio. Il colloquio è stata anche l’occasione per una presa d’atto della recente decisione della Giunta di aprire a tempo determinato una porzione di corso Mazzini in attesa che l’Amministrazione di

palazzo de Nobili procede a garantire alcuni servizi tra i quali le aree di parcheggio. D’Ambra si è detto d’accordo sulla decisione adottata ribadendo come l’iniziativa del Parco commerciale all’aperto, rappresenta «una concreta risposta per la riqualificazione del centro storico e per una ripresa socio economica della Città». Il Primo cittadino ha rassicurato il presidente del Parco sottolineando che «Il provvedimento, che avrà valenza fino alla ripresa delle attività scolastiche, ha, sostanzialmente, due finalità: la prima, garantire una maggiore accessibilità al centro storico in un momento di grave crisi del sistema commerciale presente lungo l’arteria princi-

pale della città; la seconda, utilizzare i mesi estivi per completare l’insieme di opere e di servizi assolutamente necessari per perseguire la pedonalizzazione del corso, strategia che resta prioritaria nell’agenda dell’Amministrazione comunale». D’Ambra ha anticipato al Sindaco che al meeting parteciperà la dott: ssa Codato dell’Agecc, Associazione nazionale Centro commerciali naturali, ed il dott Umberto Morzini della società internazionale Dtz. «Il Consorzio “Il Parco” insieme alle altre iniziative messe in cantiere dall’Amministrazione - ha concluso - potranno certamente dare una linfa nuova al commercio del centro storico e quindi al rilancio dell’intera Città».

Il Tribunale del riesame ha concesso gli arresti domiciliari a Claudio Francesco Chiaravalloti

Operazione antidroga quarta scarcerazione CATANZARO — Il Tribunale del riesa-

me di Catanzaro ha concesso gli arresti domiciliari a Claudio Francesco Chiaravalloti, 21 anni, di Catanzaro, uno dei sette giovani coinvolti nell'operazione antidroga della Guardia di finanza portata a termine lo scorso 16 aprile. Con lui salgono a quattro, dunque, gli indagati che hanno potuto lasciare il carcere di Siano. Lo stesso gip Camillo Falvo, che ha firmato l'ordinanza di custodia cautelare in carcere per i presunti pusher, aveva infatti già

concesso i domiciliari a Marco Spallino, 30 anni, nato a San Giorgio a Cremano (Na) ma residente a Catanzaro (con un provvedimento confermato al riesame), e ad Andrea Forte, 22 anni, nato a Roma ma residente a Catanzaro, cui poi il collegio ha dato il solo obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria. Per espressa pronuncia del riesame, infine, sono rimasti in carcere Armando Fiorentino, 22 anni, di Catanzaro, e Carlo Alberto Borromeo, alias "Charly", 21 anni, nato a Bologna

ma residente a Catanzaro. Gli altri due finiti in manette sono Stefano Spiridetti, alias "il Negro", 29 anni, di Catanzaro; e Giuseppe Rotundo, 29 anni, di Catanzaro, al quale il gip ha pure già concesso i domiciliari. L'inchiesta, portata avanti da circa due anni dai Baschi verdi di Sellia Marina (Cz), e della Compagnia di Catanzaro Lido, coinvolge allo stato undici indagati, ma per altre quattro persone (due donne e due uomini) il gip non ha emesso le misure cautelari richieste.

Inchiesta sulla pedofilia «Incredulità e stupore» CATANZARO — Il Comitato Di-

rettivo del Centro Calabrese di Solidarietà di Catanzaro «ha appreso con stupore e incredulità» sottolinea una nota «la notizia del coinvolgimento del Dr. Gianni Merando, già volontario e componente del Direttivo del Centro, in indagini per pedopornografia e possesso di marijuana». «Incredulità - prosegue il comunicato - destata dalla lunga testimonianza di appassionato impegno civile e sociale di Gianni Merando che contrasta, in modo eclatante, con la gravità delle accuse mosse per traffico di materiale pedopornografico e per il possesso di droghe». «Il Comitato Direttivo - prosegue - ritiene evidente e indiscutibile ribadire che l’eventuale responsabilità nei fatti contestati a Merando è personale, e non riguarda in alcun modo il Centro Calabrese di Solidarietà, che anzi da questo episodio coglie l’esigenza di un rilancio forte dell’impegno etico e sui valori, nell’esperienza di prevenzione e di recupero della devianza e della tossicodipendenza, senza se e senza ma, pur nella doverosa e cristiana condivisione delle difficoltà e dei limiti che caratterizzano l’operato dell’uomo, che sbaglia e sceglie di redimersi in un percorso di solidarietà. Rilancio dell’impegno contro tutte le dipendenze, da ogni tipo di droga

e dell’impegno verso la costruzione di una società fondata sui valori assoluti del rispetto della Persona e della giustizia sociale». «Il Comitato Direttivo - evidenzia il documento - conferma la piena fiducia nell’operato della Magistratura, pur chiedendo alla stessa Autorità Giudiziaria un particolare impegno di accelerazione delle indagini, innanzitutto invocando, a gran voce ed in modo inequivocabile, giustizia per le reali vittime dei reati di pedopornografia nel rispetto della sacralità dell’infanzia». «L’incredulità conclude la nota - dovuta alla duratura e profonda relazione con il Dr. Merando ci porta alla sospensione del giudizio fino alla chiusura delle indagini, e nel frattempo ad esprimere la nostra totale solidarietà umana ad un professionista e volontario che tanto ha dato al Centro, ancor più oggi, nel momento della difficoltà e, innanzitutto, delle responsabilità». «Doveroso - infine - è infatti l’impegno di una associazione di volontariato e di una comunità terapeutica di ispirazione cristiana impegnata sempre al fianco degli ultimi e di chi ha sbagliato, delle vittime innocenti e dei colpevoli, perché essi sentano in modo tangibile l’amore del Signore espresso sempre, soprattutto nei confronti degli ultimi, dei rifiutati e dei condannati».


il Domani Venerdì 1 Maggio 2009 23

CATANZARO CITTÀ Nella Parrocchia della Sacra Famiglia si è svolto il progetto, patrocinato dalla Provincia, che l’Anps sta portando avanti con la Questura

Incontro sulla legalità al Corvo Tante le domande sulla sicurezza del quartiere e delle zone limitrofe a sud della città CATANZARO — Si è tenuto domenica scorsa presso la Parrocchia Santa Famiglia di Catanzaro un incontro di educazione alla legalità ed educazione stradale rivolto ai giovani che frequentano il catechismo e frequentano la scuola elementare di primo grado. L’incontro rientra nell’ambito del progetto di educazione alla legalità che l’Associazione Nazionale della Polizia di Stato di Catanzaro sta portando avanti su tutto il territorio provinciale, con la Questura di Catanzaro ed con la collaborazione del Compartimento della Polstrada di Catanzaro ed il patrocinio della Amministrazione Provinciale di Catanzaro. All’importante manifestazione hanno partecipato oltre cinquanta ragazzi con i loro familiari accompagnati dal Parroco Don Achille Gigliotti e dai catechisti, che hanno preso parte attiva all’incontro facendo anche domande sulla sicurezza ed ordine pubblico nel quartiere Corvo e nelle zone limitrofe di Pistoia, Aranceto, Fortuna e Catanzaro Lido. A queste domande ha risposto il Dirigente del Commissariato di Catanzaro Lido dott. Giacomo Cimarrusti che ha portato il saluto del Questore di Catanzaro dott. Arturo De felice e ha dato la sua disponibilità e quella della Questura per rendere più sicuri i quartieri a sud della città di Catanzaro, non solo nei momenti di repressione ma anche nei momenti di prevenzione e di educazione nelle scuole, nelle parrocchie e nelle associazioni. Per quanto riguarda

Alcuni momenti dell’incontro a cui erano presenti i bambini della zona

l’educazione stradale sono intervenuti, in rappresentanza del dott. Vincenzo Ortolano Dirigente del Compartimento della Polstrada della Calabria, l’Ispettore Spina e l’Assistente Ciccarese che hanno rappresentato alcuni mezzi in dotazione alla Polstrada ed in particolare l’etilometro ed il laser per il controllo della velocità dei mezzi di trasporto. Inoltre hanno dato menzione delle regole di comportamento del codice della strada ed hanno ricordato ai ragazzi presente che rispettando le regole della strada si rispetta sia la vita propria che la vita altrui. Il Presidente Provinciale dell’Associazione Nazionale della Polizia di Stato Emilio Verrengia che era coadiuvato dal Consigliere Se-

zionale Sost. Comm. Salvatore Tomaselli ha ringraziato tutti i partecipanti per l’entusiasmo e l’attenzione per l’iniziativa, il Compartimento della Polstrada di Catanzaro. Verrengia, inoltre, ha risposto ad alcune domande fatte dai genitori dei ragazzi sulla questione sicurezza ed ordine pubblico nella zona sud di Catanzaro ed ha sottolineato positivamente l’impegno profuso dal Questore di Catanzaro e dal Ministero dell’Interno per potenziare gli organici sia della Polizia di Stato che dei Carabinieri, così da innalzare il livello di sicurezza che chiedono i cittadini. A fine manifestazione il dott Cimarrusti ha consegnato un gagliardetto dell’Anps a Don Achille Gigliotti.


24 Venerdì 1 Maggio 2009 il Domani

CATANZARO PROVINCIA E SOVERATO SOVERATO I militari della Compagnia dei carabinieri hanno eseguito numerose perquisizioni domiciliari nel comprensorio

Territorio al setaccio, trovate armi e munizioni Rinvenuto un fucile cal. 22 di fabbricazione russa smontato in tre parti e avvolto in una busta di plastica SOVERATO — Territorio al setaccio. I militari della Compagnia di Soverato hanno eseguito numerose perquisizioni domiciliari alla ricerca di armi e munizioni illecitamente detenute. Nello specifico i Carabinieri di Badolato, diretti dal Luogotenente Pietro Quaresima, nelle prime ore di ieri, nell’ambito dei servizi finalizzati al controllo del territorio hanno rinvenuto all’interno di due casolari abbandonati una scatola contenente una pistola clandestina cal. 7,65 con relativo caricatore e matricola punzonata, in ottimo stato di conservazione nonché un fucile cal. 22 di fabbricazione russa

smontato in tre parti e avvolto in una busta di plastica per renderlo impermeabile. Il tutto è stato sequestrato. Sono in corso le indagini al fine di stabilire chi siano i proprietari degli stabili, ove le predette armi sono state rinvenute, nonché se le stesse appartengano a gruppi criminali che insistono nel territorio del Soveratese. Le stesse verranno inviate al Ris di Messina per gli accertamenti di rito. Prosegue, pertanto, l’attività preventiva e repressiva della Compagnia di Soverato tendente a evitare che si verifichino situazioni pregiudizievoli per l’ordine e la sicurezza pubblica.

SELLIA MARINA

OLIVADI — Nella piazza centrale

OLIVADI La sede “storica” della sinistra cittadina ha ospitato la presentazione pubblica

delle attese giovani «ai quali - secondo Caterina Corea -, occorre dare spazio e chance per costruire un futuro in Calabria ed evitare ancora fughe di forza lavoro e di cervelli. Ma per affrontare al meglio e trovare soluzione a tutto ciò, necessita unità e compattezza di pensiero; forza e coraggio per riportare le argomentazioni in piazza, alla luce del sole, alle orecchie e alle labbra della popolazione ed Olivadi è espressione di tale volontà, di tale coraggio». Un desiderio di “ritorno alla politica di squadra” è stato espresso anche dall’ex sindaco De Narda. Confermato l’appoggio alla lista Corradino da parte del Partito Democratico a tutti i suoi livelli, il Segretario Provinciale Caterina Corea ha concluso i lavori con l’augurio di un buon lavoro di campagna elettorale per un’auspicata vittoria.

del comune di Olivadi, la sede “storica” della sinistra cittadina ha ospitato la presentazione pubblica della candidatura a sindaco del professore Francesco Corradino, che ha funto anche da moderatore dell’evento. Ospiti dell’incontro il Segretario provinciale Caterina Corea, il Consigliere regionale Piero Amato e il Consigliere Provinciale Enzo Bruno. Massiccia, composta e compatta la partecipazione di iscritti e simpatizzanti a conferma del radicamento territoriale del Partito Democratico nel comune di Olivadi. Nel suo intervento di apertura il candidato a sindaco ha denunciato come «la politica degli ultimi decenni ha subito cambiamenti, dalla costruzione e l’insegnamento dei politici all’interno delle sezioni si è passati a votare volti, che sembrano essere calati dall’alto: la

CURINGA — La prof. ssa Maria

Sorrenti sarà candidata alla carica di Sindaco per la prossima tornata elettorale amministrativa del 6 e 7 giugno 2009. «E’ con profondo spirito di cambiamento che il Pd ed il Prc ed altre associazioni, operanti sul territorio - è scritto in una nota - intendono congedare l’Amministrazione uscente, con una critica decisa ma altresì propositiva, facendo tesoro degli errori e dei ritardi ad Essa addebitati. La nuova coalizione propone tra i punti salienti del programma politico la soluzione dei bisogni più immediati e rivolti al sociale con risposte di-

Francesco Corradino candidato a sindaco ragione è forse da intendere nell’assenza, oggi, di quelle figure di patronato che i partiti rivestivano nel passato». Quando - nelle parole di un ex sindaco - «la politica si viveva quotidianamente nelle piazze, ci si imbeveva delle conoscenze dei maestri delle sezioni; si cresceva nutrendoci di speranze per un futuro proiettato al meglio». Gli altri ospiti non sono stati insensibili al richiamo nostalgico ma senza indulgervi. Così per Piero Amato «i tempi cambiano e trovo nella globalizzazione, nel superamento delle vecchie e radicali ideologie la giustificazione di tale cambiamento della politica». Né ha mancato di dire la sua sull’argomen-

Katia Corea

to il Segretario provinciale Caterina Corea per la quale «in un momento di cambiamento, quale quello che la politica ha vissuto negli ultimi tempi, necessitava la formazione di un nuovo progetto per cui ora si possono costruire le fondamenta! Questo progetto è il Partito Democratico!». Per il Segretario Provinciale, sulla scia del suo omologo nazionale, «è ora il tempo che ci sia un ritorno al radicamento sul territorio, nei circoli di partito, luogo di confronto di idee e di maturazione di un pensiero comune all’insegna dei principi dello Statuto». Ma l’amarcord non ha monopolizzato l’incontro. Si è così affrontato il tema dei problemi e

CURINGA Pd, Prc e altre associazioni intendono congedare l’Amministrazione uscente

Maria Sorrenti in lizza punta al cambiamento rette alle esigenze e richieste dei cittadini e una gestione più puntuale del quotidiano con l’attenzione rivolta indistintamente a tutte le categorie, dai giovani agli anziani ai bisogno-

si. Le problematiche enumerate costituiscono priorità strategica e benché demandino ad una fase programmatica più dettagliata costituiscono gli obiettivi di riferimento per il

miglioramento delle condizioni di vita della popolazione e la crescita economica e sociale della comunità di Curinga». «L’intento maggiore - commenta il Candito a Sindaco Maria

E’ stato scarcerato Domenico Mangone, 23enne, parrucchiere incensurato di Sellia Marina, finito in cella in esecuzione di un'ordinanza di custodia cautelare con le accuse di spaccio di droga, aggravato perché commesso nei confronti di minorenni, ed inoltre di lesioni gravi e minacce per impedire ad uno dei ragazzi di sporgere denuncia. A consentire al giovane di lasciare il carcere di Siano è stato il giudice per le indagini preliminari di Catanzaro, Antonio Rizzuti, che, accogliendo la richiesta dell'avvocato Enzo De Caro, ha concesso a Mangone gli arresti domiciliari in un comune diverso.

Sorrenti - è la pura volontà di voler creare una coalizione seria che miri ai principi di trasparenza e chiarezza, basata sulle qualità e capacità che i candidati potranno mettere al servizio dell’organizzazione comunale. Ogni candidato, in particolare, opererà a livello territoriale ed avrà un ruolo e una responsabilità ben precisa nei confronti di quella contrada, frazione o rione». Da qui, dunque, la nota con la quale si ufficializza che la prof. ssa Maria Sorrenti sarà candidata alla carica di Sindaco per la prossima tornata elettorale amministrativa del 6 e 7 giugno 2009.


il Domani Venerdì 1 Maggio 2009 25

LAMEZIA CITTÀ LAMEZIA TERME — All’indomani dell’ultima riunione de Consiglio comunale lametino convocato per l’approvazione del Bilancio di previsione, si registra una nota critica di Raffaele Mazzei del Pdl, il quale ricorda di aver presentato «per conto della Popolo della Libertà numerosi emendamenti ai regolamenti approvati dalla Giunta municipale. Abbiamo approvato, senza riserva alcuna, il regolamento per il riconoscimento delle agevolazioni per i tributi locali in favore delle imprese che hanno sporto denuncia nei confronti di atti estorsivi compiuti ai loro danni, considerandolo un importante strumento di solidarietà sociale ed economica per gli imprenditori e per le loro famiglie. Ma tante riserve - puntualizza Mazzei - sono emerse nel corso delle commissioni consiliari e nella seduta consiliare tant’è che abbiamo sentito il dovere politico di proporre un emendamento a sostegno degli imprenditori vittime dell’usura e del racket. Anche perché, a nostro parere, per stimolare gli imprenditori a denunciare fatti estorsivi occorre necessariamente aumentare il sostegno economico e la sicurezza sociale degli stessi e delle loro famiglie. Infatti, all’articolo 3 del suddetto regolamento, che prevedeva, a beneficio delle vittime, l’esonero dal pagamento di Ici, Tarsu, Tosap e dell’imposta comunale sulla pubblicità, è stato proposto un emendamento aggiungendo ai tributi teste citati anche l'esonero dal pagamento dei contriLAMEZIA TERME — Il sindaco di Lamezia Terme Gianni Speranza, secondo una nota dell’Amministrazione civica «sta continuando a chiedere con una serie di atti al commissario per l’emergenza ambientale Goffredo Sottile e a tutti gli uffici preposti, come ha anticipato anche al quotidiano Repubblica, che non si esproprino i vigneti dell’azienda Statti per la costruzione della discarica, nemmeno nella pic-

COMUNE/1 Il consigliere del Pdl Raffaele Mazzei ricorda di aver presentato un emendamento anti-racket e accusa la Giunta

«Sosteniamo le vittime dell’usura» “Non abbiamo avuto nessun appoggio. Invitiamo il sindaco a rivedere la sua posizione” buti Inps (dipendenti ed autonomi), premi Inail, addizionale comunale e regionale Irpef. L’esonero dal pagamento dell’imposta comunale sugli immobili (Ici) e la Tarsu e la Tosap e dell’imposta comunale sulla pubblicità, non rappresentano uno stimolo importante per gli imprenditori vessati tali da incoraggiarli alla denuncia ed all’emersione. L’emendamento, però non ha ricevuto l’accoglimento contabile, perché a parere del sindaco e degli uffici non ci sarebbe

la copertura finanziaria e politico evidentemente perché secondo qualche autorevole esponente della sinistra in Consiglio comunale la nostra proposta era talmente importante e seria che avrebbe esaltato il grande senso di responsabilità e l’acume politico della Pdl. Per l’onore del vero il sindaco si è impegnato a rivedere la posizione dell’Amministrazione. Attendiamo con impazienza la rivisitazione del regolamento promessa (...). La lotta alla cri-

minalità - osserva altresì Mazzei non ha prezzo, l’Amministrazione deve prenderne atto, gli imprenditori e le loro famiglie non devono essere lasciati soli (...). Un’altra proposta di emendamento importante, è stata presentata dal sottoscritto e ha riguardato l'esonero dal pagamento della tassa rifiuti solidi urbani Tarsu per le giovani coppie che convolano in matrimonio nel 2009 e che hanno un’età inferiore ai 35. Tali coppie saranno esentati dal pagamento per un periodo di 6 anni (...). Con la nostra proposta - conclude Mazzei - abbiamo voluto alleviare il gravame tributario alle giovani coppie in linea con quanto il Governo Berlusconi ha fatto in sede nazionale eliminando il pagamento dell'Ici per la prima casa. Ci corre l'obbligo di ringraziare tutti i consiglieri comunali che hanno votato favorevolmente la nostra proposta di emendamento dimostrando sensibilità e senso di responsabilità».

LAMEZIA TERME — Si colma finalmante un vuoto importante al vertice della procura della Repubblica presso il Tribunale di Lamezia Terme, terza città della Calabria. E’ di ieri, infatti, la notizia della nomina da parte del Consiglio superiore della magistratura del nuovo procuratore, Salvatore Vitello. La nomina, secondo quanto deliberato, è stata decisa ieri all’unanimità dal Plenum del Csm. Vitello è statoPubblico ministero a Roma e si è occupato, tra l’altro, di inchieste sul terrorismo, sui pacchi bomba a Roma, sugli anarchici, di Telekom Serbia e del caso Welby.

Antonio Cannone

r. l.

DISCARICA Dietrofront di Gianni Speranza che si rivolge al commissario per l’emergenza ambientale, Sottile

rifiuti della regione, ora però la Regione deve farsi carico della situazione che si è venuta a creare a Lamezia», ha continuato Speranza. Nel momento in cui si è prospettata la costruzione di una discarica più piccola del progetto iniziale, Speranza ribadisce «che la sua volontà, e cioè che si possa evitare l’esproprio dei vigneti della famiglia Statti, e che venga ridotta la quantità di rifiuti in arrivo a Stretto».

Sequestrata dalla Finanza merce contraffatta Gli uomini del Nucleo di polizia tributaria della Guardia di Finanza di Catanzaro, nel corso di un controllo eseguito nei confronti di una ditta individuale gestita da uomini di nazionalità cinese operante nel territorio lametino, hanno proceduto al sequestro di circa 1.500 articoli e capi di abbigliamento, palesemente contraffatti, riportanti marchi tra le più rinomate case di moda, quali “Burberry”, “Alviero Martini”, “Hello Kitty”, “Prada”, “Gucci” e “D&G”. Inoltre, nei locali adiacenti al punto vendita, sono state rinvenute, circa 150 placche metalliche recanti i loghi “Prada” e “D&G”, pronte per essere applicate su articoli di pelletteria. I responsabili dell’esercizio commerciale sono stati denunciati alla competente Autorità giudiziaria.

«Non si esproprino i vigneti dell’azienda Statti» cola parte che indica la soluzione proposta in questi giorni». Accanto a questo, Speranza «chiede che i rifiuti che non provengano da Lamezia o dal Lametino, vengano conferiti in altri siti, per consentire così

un allungamento dei tempi della vasca attuale, prima che si esaurisca a gennaio 2010. Fin dal principio della vicenda – ha dichiarato ancora Speranza – ho cercato una mediazione e una soluzione condivisa.

COMUNE/2 Il responsabile aziendale della Uil-Flp lancia strali all’indirizzo dell’Amministrazione

Contratto decentrato, j’accuse di Ruberto LAMEZIA TERME — «Un’Amministra-

zione che si è sempre proposta a difesa della legalità e della trasparenza, e, che, in modo spaccatamente autoreferenziale, si è prodigata, attraverso i mass media di apparire come un baluardo insormontabile per chi volesse minare tali valori, all’interno dell’Ente razzola malissimo, gestendo il personale con metodi decisamente padronali e in barba alle più elementari regole di corrette relazioni sindacali». Così, il responsabile aziendale della Uil-Fpl, Bruno Ruberto, in merito alle procedure per la definizione del contratto decentrato 2008. «Contratto - aggiunge - che contempla le spettanze da destinare ai lavoratori. Ebbene, nonostante gli impegni presi per concretizzare il tutto nei primi

due mesi dell’anno 2008, così da evitare di procedere, more solito, a consuntivo, registriamo ancora una volta il colpevole ritardo dell’Amministrazione e, soprattutto, ignoriamo quando “gli strenui difensori dei lavoratori” decideranno di convocarci. A distanza di un anno stiamo ancora aspettando! Tutto in stand by, allora? Nemmeno per sogno! Ecco apparire, tramite le ormai arcinote email, l’ennesimo ordine di servizio, a firma del direttore generale, che dispone, con decorrenza 1 maggio 2009, il trasferimento di personale da un settore all’altro, senza, ovviamente, la dovuta informativa. Questo atto assume particolare rilievo in quanto svuota, di fatto, un settore – più precisamente dei Servizi informativi - che, solo po-

co tempo addietro, addirittura per un provvedimento del Giudice del lavoro, era stato debitamente strutturato, in virtù di una mirata mobilità e della accertata professionalità (...). E che dire del depauperamento dell’organico dei Vigili urbani, diventato ancora più critico sotto la gestione del comandante Caputo, già di per sé sottodimensionato rispetto alle leggi vigenti, con la consueta mobilità interna ed esterna? (...). Auspichiamo, assieme alle altre sigle sindacali, alla luce di una situazione a dir poco allarmante e soprattutto in relazione alla problematica contrattuale, un’assemblea dei lavoratori, con la presenza, se del caso, degli altri soggetti coinvolti, che, in passato, per la verità, hanno brillato per la loro assenza».

Non l’ho voluta io la discarica in quel posto, ma è comunque necessaria una nuova vasca per scongiurare il pericolo di un caso Campania e perché la città non vada in tilt. Lamezia Terme si è fatta carico dei

Salvatore Vitello nuovo procuratore della Repubblica

Primo Maggio/1

Il Pd e la Festa per l’occupazione femminile In occasione della Festa del Lavoro, il Pd farà una campagna di mobilitazione per sostenere la proposta di legge presentata da Dario Franceschini insieme alla senatrice Vittoria Franco sull’occupazione femminile. Questo quanto reso noto da Chiara Macrì, segretario cittadino del Pd. «Tra le iniziative - evidenzia - noi come Pd di Lamezia vogliamo presentare per il Primo Maggio la proposta di legge sull’occupazione femminile e la condivisione e conciliazione tra cura e lavoro. Saremo presenti dalle ore 11,00 nell’area pedonale del corso Nicotera per promuovere l’iniziativa e far prendere coscienza alla nostra gente della situazione drammatica in cui versa l’intera Europa per l’occupazione femminile».

Primo Maggio/2

Al Politeama in scena “Fumiere” L’Amministrazione comunale ricorda che oggi, Festa del Lavoro, andrà in scena alle 21al teatro Politeama, “Fumiere–storia imprevista e abbagliante”, il dramma teatrale sull’uccisione dei due netturbini, Pasquale Cristiano e Francesco Tramonte, assassinati nella notte del 24 maggio del 1991.


26 Venerdì 1 Maggio 2009 il Domani

LAMEZIA CITTÀ Parte il progetto dedicato al maestro Sebastiano Guzzo e che mira a creare una rete tra gli istituti del territorio e gli enti locali

Laboratorio per l’educazione musicale Cersosimo: «Così si contrasta la dispersione scolastica». Il sindaco: «Lavoriamo per la messa in sicurezza» LAMEZIA TERME — Si propone, si ritiene valido, si accetta e parte a Lamezia il primo Laboratorio per l’educazione musicale intitolato al maestro Sebastiano Guzzo e che mira a creare una rete tra le scuole del territorio e le istituzioni locali, regionali e scientifiche. Un progetto finanziato dai Por Calabria per un ammontare di 100mila euro, equamente distribuiti tra le due scuole proponenti, la “Francesco Fiorentino” diretta da Rosanna Bilotti e l’istituto comprensivo “Saverio Gatti” della dirigente Manuela Scandurra, e utilizzati per realizzare uno strumentario, acquistare tastiere, batterie, impianti audio e informatica e per insonorizzare l’aula adibita al progetto, e alle quali si affiancheranno in questa prima esperienza educativa, il 4°Circolo didattico della dirigente Teresa Goffredo e il 2° Circolo del dirigente Carlo Cristiano. Quattro scuole lametine, che per due volte a settimana garantiranno specifiche lezioni per avvicinare i ragazzi alla musica ma soprattutto per utilizzare il linguaggio universale del suono, per aiutare studenti ed adulti a socializzare tra loro e a condividere interessi comuni. Questo principalmente l’obiettivo del progetto che, come dicevamo, parte da due scuole cittadine dalle forte criticità per via delle presenza di alunni rom e di diversa etnia, di iscritti rifugiati politici e di allocazioni, la “Saverio Gatti” in particolare, nel vicino campo nomadi di Scordovillo e in una zona periferica della città dove diffusa è illegalità, per cui, istituti dove forte si sente la dispersione scolastica e difficile diventa la

Il tavolo dei relatori e a lato gli strumenti del laboratorio

scolarizzazione, e che è stato sposato appieno dalla Regione Calabria e dal vicepresidente Cersosimo che ha fortemente contribuito affinchè questo progetto vedesse finalmente la luce. Tra gli attori principali coinvolti, un ruolo fondamentale ce lo hanno poi l’Amministrazione comunale di Lamezia ed il suo assessorato, la Lamezia Multiservizi che contribuirà con a garantire i collegamenti tra i quattro istituti, il Conservatorio Statale di Musica “F. Torrefranca” di Vibo Valentia e l’Istituto Musicale “S. Guzzi” di Lamezia Terme che, con docenti propri, garantiranno coordinamento e supervisione. Un scommessa alla scolarizzazione, queste, del progetto musicale, sulla quale puntano molto, come sottolineato anche dalla loro presenza durante la giornata inaugurale dei laboratori, tutti i primi attori. Primi tra questi, la dirigente della “F. Fiorenti-

no”, Bilotta, che si è a lungo soffermata sui punti di forza di una scuola che in quanto “agenzia di formazione” si è aperta anche al Centro territoriale permanente per l’educazione degli adulti. Scommessa da vincere anche per tutti gli altri dirigenti scolastici, Scandurra, che ha focalizzato l’attenzione sulla criticità del territorio e sull’alternativa ai giochi interattivi; Cristiano che ha espresso il suo pensiero di arrivare in un futuro prossimo a costruire una città dei bambini, e della Goffredo che ha parlato di grande opportunità e momento di crescita per tutti coloro che frequenteranno i nuovi laboratori musicali. A scendere più nel dettaglio di quella che sarà la formazione musicale, il direttore dell’Istituto musicale “Guzzo”, Aurelio Pollice che assieme al direttore del Conservatorio Vibonese, Antonella Barbarossa, assente quest’ultima alla conferen-

«Approvare la sospensione del pagamento dell’Ici per i proprietari di terreni all’interno della perimetrazione Api»

La richiesta del consigliere Cosentino LAMEZIA TERME — Il consigliere comunale Cosentino Giuseppe nell’ultimo consiglio ha chiesto al Consiglio Comunale di «approvare la sospensione del pagamento dell’Ici per tutti i proprietari di terreni all’interno della perimetrazione Api fino alla data di approvazione in Consiglio Comunale del piano Api, sia al fine di dare concreto aiuto ai proprietari che stanno resistendo alle sempre più pressanti richieste di alienazione

da parte di faccendieri e sia per fare recuperare quel senso di sfiducia e di smarrimento verso le istituzioni che sta sempre di più crescendo». Secondo Cosentino: «Una inadeguata distribuzione del carico impositivo (tributario e fiscale) nonché una iniqua riscossione delle tariffe comporta un aggravio indiscriminato delle tasse a carico di tutti i cittadini». La richiesta in consiglio nasce dalla considerazione che «il Co-

mune di Lamezia Terme ha predisposto il regolamento che disciplini in via generale tutte le entrate proprie del Comune sia tributarie che patrimoniali» e dal fatto che «è stato richiesto di inserire nella previsione dei lavori pubblici la strada di piano necessaria, per dare parità di opportunità a tutti i comparti evitando di fare discriminazioni tra comparti serviti già da strade esistenti e comparti non serviti da strada».

za stampa di presentazione, curerà la formazione. Docenti qualificati che, assieme ai genitori, ai colleghi insegnanti e alle istituzioni, dovranno garantire il servizio ma anche l’educazione ed il rispetto per gli strumenti messi loro a disposizione. A disposizione dei partecipanti, come dicevamo, anche la Lamezia Multiservizi rappresentata ieri dal già docente della “F. Fiorentino” nonché presidente della Lamezia Multiservizi, Fernando Miletta, anch’esso particolarmente soddisfatto di una iniziativa che per la prima volta, crea una rete concreta di sinergie comuni. E questo lo si fa attraverso la musica. Unico linguaggio compreso da tutti. Per la parte istituzionale, a dire la loro, il sindaco Gianni Speranza, che ha lodato l’impegno delle dirigenti scolastiche e del Corpo insegnanti, e indirizzato l’attenzione alle positività delle scuole. Il suo pensiero, è però anche andato alle criticità che hanno classificato la scuola “Giacomo Leopardi” tra le peggiori d’Italia per quel che riguarda la sicurezza. «Su questa scuola - ha detto il sindaco - si stanno facendo tutti i lavori di sistemazione e messa in sicurezza e a breve sarà aperta per dare al settore ed alla città la giusta risposa. L’appello però, è quello che voi possiate adottare questo istituto affinchè cammini di pari passo anche con i progetti in atto». Stesso desiderio di innovazione, è stato espresso dall’assessore comunale al Ramo, Milena Liotta che, approfittando della presenza del vicepresidente della Giunta regionale, Cersosimo, ha posto l’accento sulla riforma Gelmini e sugli effetti ne-

gativi che questi provvedimento avranno sulla realtà Lametina e Calabrese. Realtà difficile e che non possono godere, al contrario di tante regioni del nord, dei benefici degli ammortizzatori sociali. In tal senso, la Liotta ho chiesto sostegno al rappresentante regionale, affinchè anche da noi si possano creare quelle opportunità di crescita e garantire a tutti “libri e pane”. A chiudere i lavori, è toccato ovviamente al vicepresidente Cersosimo che nell’occasione ha parlato nella triplice veste di insegnante, genitore e rappresentante istituzionale. Inquadrando la scuola quale “unico presidio della comunità locale”, ha auspicato in una apertura dei laboratori a tutti poiché sono questi gli strumenti per arrivare ad educare meglio contrastare la dispersione scolastica. Cersosimo, riconoscendo in molti istituti il fattore discriminante, ha evidenziato l’importanza di riuscire a livellare le differenze, riaffermare il gusto del bello e dello stare insieme. “Noi siamo insegnanti” a de aggiunto poi “e in quanto tali, dobbiamo insegnare non cercando di cambiare a tutti i costi il contesto, ma incominciando a cambiare le abitudini”. Concludendo, Cersosimo ha poi indicato gli impegni della Giunta e l’apertura a “laboratori aperti a ragazzi ed adulti, alla promozione di bandi e iniziative scolastiche quali potrebbero essere i campi scuola, i forni a scuola, l’apertura alla filiera verso i neonati, nonché piani anticrisi con finanziamenti (circa 80 mila euro) per la costruzione di nuovi istituti scolastici. Antonietta Bruno


il Domani

Venerdì 1 Maggio 2009

COSENZA

Service a cura di Ediratio e AT Press - E-mail: redazione@ildomani.it | www.ildomani.it

Diventa paradossale ogni giorno di più il clima politico cosentino alle prese con la campagna elettorale per amministrative ed europee. Continuano le lettere minatorie

In crescita minacce e solidarietà Dopo la missiva “minacciosa” ad Oliverio quelle ai consiglieri comunali Ciacco e Frammartino, di recente passati con Idv COSENZA — Continuano ad arrivare

Conferenza stampa del centrodestra sul sindacato ispettivo degli atti

lettere minatorie a Cosenza, un vero e proprio stillicidio. Qualche giorno fa è toccato a Mario Oliverio; ieri è stata la volta di due consiglieri comunali di Cosenza, Antonio Ciacco e Mimmo Frammartino. Immediatamente è scattata la catena dei bollettini di solidarietà. A cominciare dal segretario regionale di Italia dei Valori, Aurelio Misiti, il partito cui sono recentemente approdati i due rappresentanti comunali. «Esprimo ai tre uomini politici e amministratori cosentini la più fraterna solidarietà a nome del partito Idv Calabria e mio personale. I partiti democratici, in particolare Idv e il Pd, che collaborano attivamente in tantissimi enti locali e nella stessa Regione, non saranno intimiditi da chi agisce con la violenza per fini criminosi per ottenere vantaggi da un arretramento della buona politica nella gestione della cosa pubblica. In particolare gli esponenti di Italia dei valori non arretreranno di un millimetro nell'attività di contrasto alla malavita organizzata e per l'affermazione di una politica della legalità che faccia uscire la regione Calabria dalle difficoltà economiche e sociali in cui ancora versa. Facciamo appello alla cittadinanza, alle Forze dell'ordine, alla magistratura, ai giovani e alle donne di Calabria perchè si uniscano in questa battaglia di civiltà che è la premessa di ogni sviluppo sia culturale che civile di questo territorio. Siamo certi che la risposta dei calabresi sarà positiva e sconfiggerà tutte le tentazioni di lassismo se non di complicità verso queste forze eversive che infestano il Mezzogiorno d'Italia». «A Ciacco è stato vivamente consigliato di non vedere e non sentire», scrive Maurizio Feraudo, capogruppo di Idv alla Regione. «A chi ha scritto la lettera non posso che rispondere che Ciacco continuerà a vedere e sentire e che continuerà a fare il suo lavoro in modo serio e onesto». Anche il sindaco di Cosenza ha diffuso uno nota nella quale dichiara: «Ogni giorno siamo costretti ad aggiornare l'elenco delle intimidazioni subite da persone impegnate attivamente e generosamente nella politica e nell'amministrazione della cosa pubblica. Come alcuni gravi precedenti dimostrano, sono fatti che non devono essere sottovalutati, sia perchè turbano la vita dei destinatari di minacce, insulti e violenze e dei loro familiari, sia perchè hanno il chiaro obiettivo di seminare confusione, pro-

Mario Oliverio

Mimmo Frammartino

vando a creare ed alimentare un clima torbido in cui gli autori ed i loro eventuali mandanti si trovano, evidentemente, a loro agio. Mentre, dunque, esprimo grande solidarietà e vicinanza nei confronti dei consiglieri comunali Antonio Ciacco e Mimmo Frammartino per le volgari intimidazioni di cui sono stati fatti oggetto insieme ad altre persone cui vanno la mia stima e la mia simpatia, affermo con forza che il continuo tentativo di incutere paura e di diffondere veleni non farà arretrare di un solo passo coloro che si spendono nell'impegno quotidiano al servizio della città, un impegno che nasce dalla libera scelta dei cittadini, espressa attraverso l'esercizio del diritto di voto». «La vigliaccheria di chi agisce nell'anonimato e non ha argomenti e coraggio per uscire allo scoperto - sottolinea il sindaco - non merita altra attenzione che quella delle forze dell'ordine e della magistratura. Siamo e saremo sempre più determinati nel respingere intimidazioni e violenze. Coloro che da tempo operano per inquinare la vita politica e sociale di Cosenza non l'avranno vinta: con noi che agiamo a viso aperto e nella trasparenza delle regole, che amiamo la democrazia e la partecipazione, otterranno l'effetto contrario». Il gruppo comunale del Pd sostiene che «oggi è necessario andare oltre le petizioni di principio per assumere come irrinunciabile barriera identificativa l'affermazione della cultura dei diritti e delle regole, quella che il sindaco Salvatore Perugini e la sua maggioranza stanno coerentemente praticando. Non saranno i professionisti della barbarie ad im-

porci i loro ritmi. Al contrario, da oggi il nostro impegno al servizio della città sarà ancora più intenso e determinato». Pietro Filippo, presidente del consiglio comunale, dichiara che «il ripetersi di questi episodi di criminale intolleranza suscita inquietudine e interrogativi, ai quali mi auguro possano dare presto risposte certe gli organi preposti alla sicurezza, per la tranquillità dei diretti interessati e dell'intera comunità cosentina». Pietro Medaglia, a nome dell'Assemblea Provinciale del Pd, invita a continuare l'impegno nelle istituzioni, e rivolto al Presidente Oliverio che «tutto il Partito Democratico ti è vicino e ti sostiene con lealtà e convinzione, nella competizione elettorale che sicuramente ti riporterà alla guida dell'amministrazione provinciale». Sembra giusto ed opportuno stare a fianco dei rappresentanti istituzionali che sono oggetto di intimazioni, ma bisogna chiedersi se l'eccessiva attenzione che viene riservata a qualsiasi episodio anche marginale non possa costituire un incentivo per atti emulativi e distogliere l'attenzione sui reali problemi politici della città. Il consiglio comunale di Cosenza risulta stravolto nella composizione politica per un enorme fenomeno di trasmigrazione degli eletti da un gruppo all'altro. Un fenomeno che ha un evidente risvolto etico-morale, oltre che costituire una turbativa dell'attività amministrativa. Un'amministrazione eletta con un ampio consenso, che godeva all'inizio della consiliatura di una solida maggioranza si trova oggi appesa ad un esile filo numerico.

Cosenza nelle guide turistiche prestigiose della Baedeker

Lunedì la lista di Chiappetta e domani di “Sinistra e Libertà”

COSENZA — La città di Cosenza con il

COSENZA — Si presenta lunedì al ci-

suo centro storico sarà molto presto inserita nella collana delle famose guide Baedeker. «La Baedeker - si legge in una nota del Comune - ha mandato in avanscoperta qualche settimana addietro il giornalista Andreas Schlueter, che a Cosenza ha incontrato anche l'assessore comunale al Turismo Maria Rosa Vuono con il cui aiuto ha potuto ammirare, restandone molto colpito, tutta la bellezza del centro storico. Rientrato in patria, Schlueter ha confermato all'assessore l'intenzione della Baedeker di realizzare, l'anno prossimo, una guida sulla Calabria, dove Cosenza troverà il giusto posto. Il giornalista ha quindi preannunciato il suo ritorno nella città per il mese di giugno, chiedendo il supporto informativo delle strutture».

nema Modernissimo, alle ore 16,30, la lista di Gianpaolo Chiappetta e di Pino Galati a sostegno di Pino Gentile per la presidenza della Provincia di Cosenza. L’appuntamento è particolarmente atteso perché proprio Chiappetta, emissario indiscusso di Galati in provincia di Cosenza, è accreditato di un buon seguito che in un primo momento lo aveva anche portato a prendere in considerazione l’ipotesi di una sua diretta candidatura per la presidenza, cosa che ha fatto prima della scesa in campo di gentile. Domani invece, a mezzogiorno, nella sala riunioni della federazione del Partito socialista, sita in Via Adige, 29, conferenza stampa di presentazione ai cittadini ed agli elettori della provincia di

L’ira del Pdl: Mario Oliverio interrogato non risponde Barile: non hanno mai risposto alle nostre interrogazioni COSENZA — Polemiche elettorali o

o.p.

Cosenza di “Sinistra e Libertà”, il nuovo progetto politico a cui hanno dato vita il Partito socialista, i Verdi, Sinistra democratica, Movimento per la sinistra e Unire la sinistra. Alla conferenza stampa parteciperanno i componenti dell'ufficio politico che dirige Sinistra e Libertà nella provincia di Cosenza, composto da Gianni Papasso, Fernando Pignataro (candidato al Parlamento Europeo), Mimmo Talarico, Franco Monaco, Antonio Curcio. Interverranno, inoltre, Franz Caruso ed Eva Catizone candidati entrambi al Parlamento europeo, Luigi Incarnato, assessore regionale ai Lavori pubblici, Diego Tommasi, presidente Asi di Cosenza, militanti e dirigenti dei soggetti politici che hanno dato vita a Sinistra e Libertà.

semplici denunce? In entrambi i casi, questa mattina, i consiglieri dell'opposizione di centrodestra alla Provincia di Cosenza, hanno sollevato un problema di democrazia sostanziale, nel corso di una conferenza stampa svoltasi nella sala convegni dell'Holiday Inn. L'accusa, rivolta a Mario Oliverio, presidente uscente della Provincia, ricandidato con il centrosinistra per le prossime elezioni, è di scarsa trasparenza politica. Insomma, Oliverio non avrebbe risposto a nessuna delle interrogazioni rivoltegli dall'opposizione negli ultimi 10 mesi. Durante la conferenza, a cui hanno partecipato Gianfranco Ponzio, Domenico Barile, Piercarlo Chiavetta, Mario Russo (Pdl) e Antonio Pucci (Destra), è stato distribuito un fascicolo a uso della stampa, contenente i testi di cinque interrogazioni, di cui tre a risposta orale in aula e due a risposta scritta. Non è solo polemica elettorale, quella dei consiglieri, che, comunque, precisano che nel "programma elettorale di Pino Gentile uno degli impegni forti sarà quello della trasparenza sostanziale, con possibilità anche per i cittadini di visionare gli atti deliberativi e le determine dirigenziali sul sito dell'ente" (cosa che, a dir loro, oggi non accade e non è mai accaduta). Ma è una denuncia rivolta alla cittadinanza. Nelle interrogazioni consegnate alla stampa c'è di tutto: dalle consulenze a tecnici esterni alle variazioni di bilancio, dalla vicenda dell'ex palazzo Carime acquistato dalla Provincia per collocarvi i propri uffici- alla gestione della comunicazione istituzionale. E poi c'è una lettera al Prefetto, in cui i gruppi di minoranza "rappresentano a Sua Eccellenza Ill.ma le ormai quotidiane difficoltà che gli stessi incontrano all'interno degli Uffici dell'Ente per accedere agli atti amministrativi necessari al corretto svolgimento del proprio mandato istituzionale". Un dibattito a distanza, quello

Mimmo Barile

di oggi. Ai consiglieri riuniti nell'Holiday inn Oliverio ha risposto indirettamente dal consiglio provinciale convocato ieri per deliberare il consuntivo: le risposte erano in maggior parte a forma scritta. Secondo l'opposizione, invece, "il problema non è quello della risposta scritta oppure orale, ma che questi non rispondono proprio. È un problema di mancanza di trasparenza e di democrazia, oltre che uno dei modi per impedire all'opposizione di svolgere il proprio ruolo". E vengono citati, a sostegno, due elementi: anche la Commissione di controllo e garanzia mai voluta da Oliverio e la mancata elezione del Difensore civico. A furia di chiedere, qualche riposta l'opposizione l'avrà. In attesa, è stata rivolta pure una missiva ai ministri Renato Brunetta e Roberto Maroni. Intanto, Oliverio interrogato, secondo loro, non risponde. O forse, ha risposto sin troppo. Proprio con i silenzi di cui lo si accusa. Saverio Paletta

MEDIATAG RICERCA SU COSENZA Per il lancio di nuovi prodotti editoriali su Cosenza e provincia selezioniamo

AGENTI PUBBLICITARI (ambosessi) per la seguenti zone:

Cosenza città, Cosenza area Jonio, Cosenza area Tirreno Inviare dettaglio curriculum a info@mediatag.it. Trattamento economico di sicuro interesse.

• • •

Costituirà titolo preferenziale possedere una laurea in marketing, scienze delle comunicazioni o relazioni sociali. L’anticipo provvigionale sarà in grado di soddisfare le candidature più qualificate. Inquadramento Enasarco

Per un appuntamento selettivo gli interessati possono inviare il proprio curriculum al seguente indirizzo di posta elettronica:.......................................................... info@mediatag.it oppure al numero di fax: ............................................................................................. 0961.903421 o per posta indirizzata a: ..... MEDIATAG SPA - Loc. Serramonda 88040 Marcellinara (Cz) I dati contenuti nel curriculum verranno trattati esclusivamente ai fini della selezione del personale. La presente ricerca è estesa a persone di entrambi i sessi ai sensi della legge 903/77


28 Venerdì 1 Maggio 2009 il Domani

COSENZA COSENZA — Una discreta conoscezna della lingua inglese la si consiglia a tutti di questi tempi ma per Giacomo Mancini, da qualche ora almeno, è diventata una priorità assoluta. Meglio non perdere altro tempo. La giri e la rigiri come vuoi la lista dei super 18 dei candidati del Pdl nella circoscrizione centromeridionale ma alla fine ne vieni fuori sempre con il giovane griffato cosentino spedito dritto a Bruxelles. E vediamo come e perché. Dei 18, intanto, 4 sono cosiddetti incompatibili. Berlusconi a parte, che tutti sanno che mestiere fa, è il caso di Paola Pelino, Giovanna Petrenga e Maria Elena Stasi. Sono parlamentari tutte e tre e sanno assai bene che stanno in lista insieme al premier per portare acqua con i secchi al mulino azzurro. Scendiamo quindi a 14 concorrenti per così dire potenziali e cioè che hanno teoricamente possibilità di venire eletti per il Parlamento europeo. Di fatto però non è così perché fuori dai denti e dalle liturgie formali della politica sanno tutti bene che il giovane Giuseppe Pedà (subentrato per la retromarcia di Foti) e Luciana Scalzi sono in lista chi per farsi le ossa con il voto e chi per rendere un servizio “militare” al partito. Stesso compito, più o meno onorevole ma comunque da assolvere, che tocca ad Erminia Mazzoni e alla bandiera prefettizia rappresentata da Franco Malvano. Scendiamo quindi a 10 “reali” concorrenti, se per reali si intende quelli con chances concrete di gareggiare per il seggio continentale e non tanto quelli presenti in lista con spirito per così dire decorativo. E qui comincia un’altra partita, tutta un’altra partita. Fatta salva la regola evangelica del voto con preferenza, che obbliga tutti a portare in cassa il più alto bottino di voti individualmente considerato, si può tuttavia fare un ragionamento distensivo per gli azzurri applicati all’Europa. Nelle ultime consultazioni politiche di aprile di un anno fa il Pdl ha preso il 38%, numero che se riconfermato varrebbe nella circoscrizione centromeridionale ben 9 seggi. Parliamo tuttavia di un anno fa, ad azzurri vittoriosi sì ma

A conti fatti il giovane cosentino è da considerare “blindato” all’interno del listone azzurro di 18 concorrenti

Perché Mancini è in Europa Tra incompatibili e candidati cosiddetti “di servizio” alla fine ce la faranno tutti gli altri La campagna elettorale su Facebook del candidato dell’Mpa

Gli “amici” di Orlandino CASTROLIBERO — Orlandino Gre-

Giacomo Mancini con un piede e mezzo in Europa

niente a che vedere con il vento che pare spirare di questi tempi. Gli ultimi sondaggi non sono molto lontani dal 42-43% al Popolo delle libertà, quoziente che garantirebbe per la circoscrizione un bottino minimo di 10 se non proprio 11 deputati. Se va male insomma la “forbice” azzurra in Europa ne porta 9 di deputati al Parlamento se va invece alla grande, cioè se si sfonda il muro del 42%, 11. In mezzo, dove spesso si rifugia la verità, la cifra tonda di 10 deputati che poi sono quelli realmente in gara nel listone berlusconiano, a parte incompatibili e coreografici militari di partito. Tutti eletti, in teoria. Aspiranti e debuttanti e persino Barbara Matera, uno di quei volti in minigonna che hanno tanto fatto arrabbiare la signora del premier. Ce la fa-

rebbe anche Umberto Pirilli che pure è stato tirato per i capelli all’ultimo e non sono molti quelli che lo considerano ancora capace di raccogliere una barca di voti. Giacomo Mancini in Europa, dunque. E non è tutto perché il suo potrebbe in realtà essere l’unico volto conterraneo tra i due blocchi in grado di farcela. Scongiuri a parte, e voti socialisti e futuristi che senza confessarglielo apertamente i generali del Pdl gli faranno comunque arrivare da altre regioni, il giovane cosentino dal cognome d’oro è ad un passo dal volo per Bruxelles. Quello vero. Per brindare però c’è sempre tempo, prima c’è il voto. E soprattutto c’è l’inglese da imparare... d.m.

co candidato alla presidenza della Provincia di Cosenza è già in piena campagna elettorale. In questo periodo, come si può immaginare, le giornate sono più intense che mai, la responsabilità istituzionale, che sente più di ogni altra cosa, porta il candidato del Movimento per l'autonomia ad impegnarsi ancora di più nel Comune di Castrolibero, nel quale ricopre la carica di primo cittadino, senza allontanarsi ma dedicandosi con ancora più slancio per non tradire in alcun modo la fiducia che i cittadini di Castrolibero gli hanno dato. Le serate sono invece dedicate alle prossime elezioni provinciali, si visita qualsiasi luogo della provincia per raccogliere il punto di vista di ogni singolo territorio. Da un programma accettato ad un programma partecipato in tanti gli chiedono quale sia il programma del Mpa per le prossime elezioni ed a tutti Orlandino Greco dice che «esso sarà il frutto di tutti questi incontri, perchè solo chi vive un territorio può conoscerne fino in fondo i suoi problemi e le sue potenzialità. Il nostro programma sarà l'insieme di tutte le proposte raccolte ed inserite in una visione globale per la Provincia di Cosenza. È per questa ragione che in-

Orlandino Greco

vito tutti ma soprattutto i miei 1.080 amici ed amiche di Facebook e gli oltre 600 iscritti a questo gruppo a scrivermi le vostre idee, le vostre proposte, i problemi da risolvere. In qualsiasi luogo voi viviate, contattate i candidati del Mpa e trasferitegli le vostre idee per la Provincia di Cosenza. È venuto il tempo - conclude Orlandino Greco - in cui i cittadini non debbano limitarsi ad accettare un programma scritto da altri, ma siano loro in prima persona a scriverlo e realizzarlo». Emilia Manco

Un sondaggio nazionale darebbe Oliverio in netto vantaggio ma non al punto da evitare il ballottaggio Con 22 voti a favore il consiglio dà via libera al documento economico

Lo Scudo di Roberto Occhiuto sempre più ago della bilancia

Provincia, passa il rendiconto finanziario dell’esercizio 2008

COSENZA — Se dovessimo cre-

COSENZA — Con 22 voti a favore della maggioranza, il consiglio Provinciale di Cosenza, riunitosi sotto la presidenza di Leonardo Trento, ha approvato questa mattina, il rendiconto di gestione per l'esercizio finanziario 2008. Assente l'opposizione, mentre Franco Corbelli, pur avendo preannunciato il suo voto favorevole, al momento della votazione si è dovuto allontanare dall'aula per urgenti motivi personali di famiglia. Grande soddisfazione ha espresso il presidente dell'ente Mario Oliverio in merito poiché con il rendiconto viene presentata una situazione economico-finanziaria di solida e sana gestione amministrativa, cosa per nulla scontata, considerati tagli provenienti dalla finanza statale. «Abbiamo condotto un'amministrazione trasparente, all'insegna della massima legalità e rispetto delle regole, che sempre devono caratterizzare la gestione della cosa pubblica, ed abbiamo rispettato il patto di stabilità non facendo registrare debiti fuori bilancio, né ricorrendo ad anticipazioni di cassa, anzi riportando un avanzo di amministrazione di 2 milioni e 200 mila euro». Così ha detto il presidente intervenendo sull'argomento e sottolineando il risultato di un'azione amministrativa, frutto di una gestione oculata che ha consentito realizzazioni importanti in vari settori su tutto il territorio provinciale, soprattutto per l'edi-

dere ai sondaggi le prossime elezioni provinciali a Cosenza vedrebbero come protagonista indiscusso Roberto Occhiuto. Pur con tutte le cautele del caso e avvertendo che qualche volta le previsioni sono state completamente sbagliate, un sondaggio commissionato da un partito che non intende renderlo pubblico, darebbe Oliverio al 45%, Gentile 38% e Occhiuto 12%, venendo a costituire l'ago della bilancia. Molto più defilata risulta la figura di Orlandino Greco che ancora soffre di una scarsa visibilità al di fuori dell'area urbana cosentina e della mancanza di una strutturazione sul territorio del movimento autonomista. In questa fase la politica di smarcamento dai due candidati maggiori che costituisce il punto centrale della comunicazione elettorale di Roberto Occhiuto lo sta premiando. Un risultato come quello prefigurato dal sondaggio avrebbe un qualcosa di clamoroso poiché sarebbe un successo senza precedenti per l'Udc e verrebbe a consegnare a Occhiuto la patente di leader non solo locale. Il gioco dei posizionamenti dei maggiorenti politici e degli schieramenti tradizionali non gli consentirà di andare molto più in là, anche perché non sembra che l'elettorato sia pronto ad una completa rivoluzione abbandonando i riferimenti storici. Qualora questo dovesse essere il risultato delle urne, l'esito

Roberto Occhiuto

finale del ballottaggio sarebbe legato agli scenari che si apriranno all'alba della chiusura delle urne. Tutto lascia prevedere che il cavaliere possa fare l'en plein in tutta Italia ed il vento di centro destra dovrebbe continuare anche nella tornata amministrativa del prossimo anno quando sarà in gioco il destino del governo nazionale. Non vi è dubbio che la politica delle alleanze locali sia strettamente legato agli accordi nazionali. Tuttavia, anche le vicende personali possono essere determinanti e qualche segnale di insofferenza per il trattamento riservatogli da parte di Forza Italia quando si vide costretto ad abbandonare il partito. In una recente intervista dichiara

la sua assoluta equidistanza tra destra e sinistra. «Sono due facce della stessa medaglia. Cambia il colore politico, ma non le questioni». È proprio questa posizione di equilibrio che gli sta assicurando un buon successo di immagine, mentre le proposte programmatiche trovano una minore rispondenza nel pubblico poco abituato a confrontarsi sui programmi. Tuttavia, l'idea di una provincia leggera, concentrata su poche attività come la formazione professionale, i centri impiego ed il ciclo integrato delle acque e l'istituzione di un Assessorato per l'Ambiente ed il marketing territoriale, lo confermano come un politico giovane in grado di elaborare idee innovative. C'è da dire che proprio l'Udc è il partito che meno si è avvantaggiato delle trasmigrazioni che hanno premiato in primo luogo l'Mpa, poiché costituisce una nuova formazione che ha cercato di aggregare consensi e scontenti, l'Idv che si avvantaggia della politica aggressiva del suo leader, rimasto a rappresentare l'unica trincea antiberlusconiana. Anche il Pdl ha tratta vantaggio di una campagna acquisti molto proficuo. Tutto questo giro di valzer ha scompaginato i vecchi equilibri della politica cosentina, per cui nessuno è più sicuro di poter contare sulle alleanza anche trasversali consolidate. Oreste Parise

Oliverio: siamo fieri di quanto fatto in questi anni lizia scolastica, per la moderna impiantistica sportiva ad essa collegata, per la viabilità: settori in cui la Provincia ha investito 264.496.561, 52 euro di fondi del proprio Bilancio. «Siamo fieri degli investimenti operati che si sono tradotti in opere e realizzazioni, impegnando già il 90% dei fondi previsti, e di tutto ciò daremo puntuale e dettagliata articolazione fra pochi giorni con il Bilancio di fine mandato, ritenendo doveroso portare all'attenzione dei cittadini la verifica tra gli impegni assunti e gli obiettivi perseguiti. La Corte dei Conti ha confermato, anche quest'anno, il buon andamento di governo del nostro ente, rimane un ente solido e con una gestione trasparente. Ci riempie d'orgoglio il consolidato rapporto con tutto il territorio provinciale, la fitta rete di relazioni intervenute, e le tante iniziative portate avanti -ha continuato il presidente Mario Oliverio, che hanno fatto di questo ente un punto di riferimento per quanto riguarda tutti i settori di attività, dai Trasporti, dove abbiamo fatto registrare come prima Provincia in Italia l'approvazione del Piano dei Trasporti, all'Ambiente dove abbiamo prodotto un'azione incisiva, alla Cultura, al Turismo, ed in tutti i campi della vita sociale. Anche nel settore Sanità, dove non abbiamo specifiche competenze, abbiamo condotto iniziative rispondenti ai bisogni delle comunità».


il Domani Venerdì 1 Maggio 2009 29

COSENZA COSENZA — Un appostamento

secondo tutte le regole. Da telefilm americano, quasi. Se non fosse per lo scenario dell'azione, via Acri, una zona del centro storico. Sono le prime ore del mattino di ieri. I poliziotti della squadra mobile della questura di Cosenza, diretta da Fabio Ciccimarra, circondano un palazzo. È questione di minuti: il tempo necessario per bloccare ogni via di fuga. Poco dopo irrompono. Per Giovanni Aloise, un ventiduenne con precedenti penali, latitante dallo scorso dicembre, non c'è nulla da fare. Non gli resta che arrendersi e consegnarsi senza alcuna resistenza, a Francesco Carrozzino, ispettore, e ai sovrintendenti Pietro Deni, Giuseppe Mirabelli, Angelo Rubino e Ippolito Bozzo, gli esecutori dell'arresto, coordinato da Francesco Biondi, ispettore capo. Le manette sono scattate ai polsi del giovane dopo una serie di ricerche e di appostamenti. La svolta è arrivata mercoledì sera. Quando alcuni agenti vedono una familiare di Aloise entrare nella palazzina in cui il ragazzo si nascondeva. È il punto di arrivo di una lunga ricerca, fatta secondo i metodi tradizionali. Cioè, circoscrivendo progressivamente l'area in cui si sospettava che il giovane potesse nascondersi. Una ricerca iniziata alcuni mesi fa con la latitanza di Aloise, di cui sono stati ricostruiti gli spostamenti. Poi, una lunga serie di servizi di osservazione, che hanno ristretto, procedendo per cerchi concentrici, l'area sospettata. Da un gruppo di palazzine "attenzionate", grazie ai pedinamenti e agli appostamenti, alla fine si è arrivati a individuare quello giusto. L'inaccortezza della parente del ragazzo, ha dato l'indicazione che gli agenti aspettavano per passare all'azione. Giovanni Aloise non è solo quel che si dice una persona semplicemente "nota" alle forze dell'ordine. Pur-

Pregiudicato è stato arrestato dal gruppo anticrimine della squadra mobile di Cosenza

In manette Giovanni Aloise Si nascondeva nel centro storico per sottrarsi ad un ordine di cattura del Tribunale di Paola

Giovanni Aloise

toppo per lui, era conosciuto bene pure dalla magistratura di Paola. In particolare dall'Ufficio esecuzioni penali, che, per firma del procuratore Giordano, aveva revocato la sospensione condizionale della pena. Aloise, sebbene giovane, aveva iniziato la sua "carriera" nel 2004, quando era ancora minorenne (aveva solo diciassette anni), facendosi accusare di una

rapina aggravata compiuta a Belvedere Marittimo. Ma non finisce qui. Se la rapina compiuta era una certezza, a suo carico si sono accumulati, nel corso di questi anni, pure altri indizi, che ricondurrebbero, a loro volta, ad altri reati contro il patrimonio. E questa volta, proprio a Cosenza. Di un altro reato a suo carico si ha certezza: spaccio di stupefacenti, commesso nel 2007. Per questi motivi, il Tribunale ha quindi deciso di revocare la sospensione condizionale della pena. La recidiva e il sospetto di altre recidive hanno quindi orientato la Procura di Paola, competente per territorio sul reato di rapina, ad irrogare ad Aloise una pena di quattro anni. Proprio per evitare la carcerazione, il ragazzo si era reso irreperibile da dicembre. Adesso Giovanni è nella Casa circondariale di Cosenza, a disposizione dell'autorità giudiziaria, che deciderà dove fargli scontare i quattro anni a cui aveva tentato di sottrarsi. Saverio Paletta

Rapina a Paola arresto a Livorno per due cittadini stranieri

Beccati in trasferta COSENZA — Non erano nuovi a reati violenti. Edgars Lutinskis, cittadino lettone di 27 anni, e Jiri Hudecec, un ceco di 28 anni, sono stati fermati martedì scorso a Livorno, nei pressi di un semaforo, dopo aver compiuto atti di libidine a danno di una giovane romena. Gli uomini della squadra mobile della questura di Livorno sapevano benissimo chi fossero i due. In base ai loro precedenti, verificatisi a Rapallo, nel 2003, e a Paola, nel 2006. Precedenti che gli erano costati un ordine di carcerazione: i reati commessi a Rapallo erano rapina aggravata e lesione, violenza sessuale ed atti osceni, per una pena di cinque anni. Quelli commessi a Paola, erano di rapina aggravata e lesioni, per una pena di tre anni e un mese di reclusione. Sul capo dei due stranieri pendeva già un ordine di carcerazione. Per questo, al fermo è seguito immediatamente l'arresto, grazie ad una segnalazione effettuata dalla squadra di Polizia giudiziaria della divisione anticrimine della Questura di Cosenza, ai colleghi della Questura livornese. I due, sbrigate le formalità di rito, sono stati associati alla casa circondariale di Livorno. Sempre nella tarda mattinata di ieri i milita-

La questura di Cosenza

ri della stazione carabinieri di Cosenza nord hanno tratto in arresto, per detenzione di sostanza stupefacente ai fini di spaccio, Ennio Mango, 49 anni, di Cosenza. L'uomo, a seguito di una perquisizione presso la propria abitazione, è stato trovato in possesso di 400 grammi di eroina, oltre che di un bilancino di precisione e materiale vario per il confezionamento delle dosi. L'arrestato è stato associato alla casa circondariale di Cosenza. r.c.

Il sindaco Perugini: è una sana abitudine e contiamo così di avvicinare i ragazzi alla città Nuova riunione del comitato tecnico-scientifico “Alarico 2010”

Iniziano i preparativi A scuola a piedi. Parte lunedì per commemorare Alarico la “camminata” per due istituti Proposto il gemellaggio con la Spagna e la Svezia COSENZA — Speedy Gonzales, Millepiedi e Pinocchio: i nomi accattivanti indicano i percorsi lungo i quali procederanno gli alunni di due istituti cittadini di Cosenza per raggiungere scuola a piedi ed imparare cosi' ad apprezzare quella che dovrebbe essere una sana abitudine per tutti. Parte lunedi' 4 maggio il progetto Piedibus 2009, dopo il successo della edizione sperimentale dello scorso anno. Voluto e organizzato ancora una volta dall'Assessorato ai Trasporti, il progetto e' stato presentato alla stampa dal Sindaco Salvatore Perugini, dall'Assessore Agostino Conforti, dalla Dirigente del Settore Trasporti Filomena Redavide, dal responsabile del progetto Antonio Munno, dal Comandante della polizia municipale Gianpiero Scaramuzzo. Due le scuole interessate: la "De Matera" di via Aldo Moro e la "Plastina" di via Roma, per un totale di 45 bambini. "Sarebbero stati molti di piu' - ha detto l'assessore Conforti- ma all'entusiasmo degli scolari e degli insegnati non e' corrisposto altrettanto fervore da parte dei genitori, pochi dei quali hanno accettato il ruolo, indispensabile, di accompagnatori. E' un peccato, perche' tante altre scuole si sarebbero unite volentieri all'iniziativa, che ha aspetti positivi indubbi, riconosciuti da tutti, tranne che da qualcuno che si attarda a fare polemiche politiche incomprensibili. A questi dico: confrontiamoci sulle

Salvatore Perugini

idee e, se sono buone, riconosciamolo e lavoriamo insieme per realizzarle." I vantaggi del progetto sono stati efficacemente sintetizzati dalla dirigente Redavide: "Insegnando loro ad andare a piedi, ai giovanissimi si da' un messaggio preciso su come comportarsi per salvaguardare la salute e rispettare l'ambiente. Inoltre, si offrono i primi rudimenti di educazione stradale e civica. Lo sforzo organizzativo e' per la struttura comunale notevole, ma proficuo e gratificante." Dal punto di vista della sicurezza, il progetto viene seguito, come gia' lo scorso anno dai vigili urbani "che -ha detto il Comandante- offrono la loro assistenza con entusiasmo. Piedibus,

del resto, si inserisce nel discorso di sicurezza stradale preventiva che stiamo conducendo". "I nostri figli -ha concluso il Sindaco- pagano lo scotto del modo di vivere di noi genitori. Pur appartenendo ad una generazione che a scuola andava a piedi, abbiamo dimenticato questa sana abitudine, sacrificandola alla fretta e all'esigenza di raggiungere rapidamente i nostri molteplici impegni. Il progetto Piedibus si propone un'inversione di tendenza e percio' va sostenuto. Ci impegneremo perche' cresca il coinvolgimento dei genitori e perche' ad un numero sempre piu' cospicuo di bambini sia offerta la possibilita' di recuperare momenti preziosi per la salute e per la socialita'. Contiamo su questo aiuto, ma siamo pronti, se necessario, ad andare avanti comunque, con la struttura a nostra disposizione, che molto si sta prodigando. E a chi fa interrogazioni di cui non si capisce il senso, rispondo che tutti i progetti che vanno in direzione di un miglioramento della qualita' della vita vanno perseguiti". Antonio Munno ha dato conto dei percorsi. Speedy Gonzales parte da Piazza Cappello e ha le sue "fermate" in piazza Skandeberg, via Misasi, angolo via Miceli, capolinea la scuola di via Roma. Qui arriva anche il secondo percorso, il Millepiedi che parte da piazza Europa e procede con tappe a via Tobagi, piazza Loreto, Largo Perugini, piazza Bilotti.

COSENZA — Conto alla rovescia per un anniversario importante. Ci si riferisce al milleseicentesimo anniversario del sacco di Roma fatto dai goti di Alarico. Il primo impatto violento della civiltà latina con i barbari dopo secoli di dominio. È tornato a riunirsi a Cosenza il comitato tecnico-scientifico "Alarico 2010", presieduto da Dario Antoniozzi, che ha già inviato alla Consulta dei comitati nazionali presso il Dipartimento per i beni ed istituti culturali, il progetto di massima per le celebrazioni del sedicesimo centenario della morte di Alarico. In apertura di lavori l'assessore alla cultura Salvatore Dionesalvi ha ringraziato per la sua presenza e per il prezioso contributo che porterà al gruppo di lavoro l'avv. Ernesto D'Ippolito, mentre sul fronte comunale il comitato si avvarrà anche della collaborazione di Raffaele Stancati e della Dirigente del settore cultura Maria Rosaria Mossuto come punti di collegamento tra il comitato e l'amministrazione comunale. Al termine della riunione, il Comitato ha formalizzato l'istanza al sindaco Perugini affinché si dia corso immediato a due iniziative che facciano da preludio alle celebrazioni del prossimo anno: l'intitolazione al re visigoto di un tratto del Lungo Busento che comprenda la confluenza dei fiumi; l'installazione, sempre in corrispondenza della confluenza, di

un grande masso di pietra locale cui apporre nelle due facce contrapposte due targhe in bronzo recanti il testo bilingue del famoso canto di von Platen tradotto in poesia da Carducci. Intanto si lavora anche al reperimento di ulteriori fondi. Per questo il presidente Antoniozzi incontrerà venerdì prossimo a Roma il sottosegretario ai beni culturali Francesco Giro, per verificare la fattibilità complessiva del progetto attingendo anche ad uno dei fondi nazionali di riserva, mentre il prof. Pietro De Leo prenderà contatto con gli Istituti italiani di cultura all'estero per l'eventuale accesso a finanziamenti specifici della Farnesina. Sul fronte delle proposte, Francesco Posteraro, Segretario della Camera dei Deputati, ha suggerito di integrare il programma presentato al Ministero con una iniziativa di gemellaggio culturale che coinvolga le città di Tolosa e Toledo - il regno di Tolosa fu il primo esempio di regno barbarico in territorio romano che, subita la scissione, conservò ai visigoti la parte spagnola trasferendo la capitale a Toledo - e con la città svedese di Göteborg, che nella sua stessa radice e' testimonianza di antico insediamento di popolazioni barbariche. Nel chiudere la riunione, Dionesalvi ha espresso grande compiacimento "per la passione e l'impegno che tutti i componenti la Commissione stanno profondendo.


30 Venerdì 1 Maggio 2009 il Domani

TIRRENO COSENTINO SCALEA I lavori di ampliamento che stanno interessando l’area rischiano di far superare il limite consentito di distanza dalle civili abitazioni

Cimitero troppo vicino al centro abitato A pochi metri sono presenti due scuole, un supermercato e il Consorzio di bonifica. Le responsabilità di Russo SCALEA – Realizzare altri 1.144 lo-

culi al fine di sopperire le esigenze che ci saranno per i prossimi venti anni. La proposta di ampliamento del cimitero comunale è stata formulata dalla società centro servizi funerari Tarallo affidataria del servizio cimiteriale dal 26 aprile 2006. La proposta interessa un’area adiacente all’attuale area cimiteriale che, per naturale stato dei luoghi, non potrebbe essere utilizzata per scopi diversi e permette la realizzazione di 1.144 loculi sufficienti a sopperire tutte le esigenze per almeno altri venti anni. La giunta comunale, dopo la proposta, ha approvato l’ampliamento del cimitero comunale. Si da il caso che anche a Scalea il Comune potrebbe commettere abusi edilizi. Il cittadino si chiede, quando la pubblica amministrazione commette abusi edilizi è buona cosa che si autopunisca o magari gli conviene attendere che gli organi inquirenti preposti se ne accorgano? A Scalea succede anche questo. Il 7 gennaio di quest’anno sono iniziati i lavori di ampliamento del complesso cimiteriale che invade l’area dell’adiacente plesso scolastico, lavori autorizzati con convenzione n° 827 del 18 dicembre 2008, proprietario il Comune di Scalea, impresa di costruzione Uniedil di Scalea. Lavori che non potevano essere autorizzati senza violare le leggi di polizia mortuaria di cui al D.P.R. n° 285 del 10 settembre 1990. Infatti, l’articolo 57 del menzionato decreto prescrive che FUSCALDO — Candidature alla provincia ancora molta confusione. Otto gli sfidanti locali. Si prevede la scesa in campo di Mirella Cavaliere. Il fervore politico che si è instaurato nel paese conferma che per le prossime elezioni provinciali si preannuncia una campagna elettorale accesa e dura, sebbene una parte dei politicanti, i cosiddetti veterani, abbia deciso di starsene buona e non stuzzicare “l’uditorio”, e cercare, nel silenzio, di recuperare il tempo perduto. La trama delle candidature al Collegio Provinciale FuscaldoCetraro, infatti, al di là delle indiscrezioni dei giorni scorsi, che potrebbero non trovare riscontro con la realtà, s’infittisce sempre di più, e c’è chi, senza scrupoli, pur di mettersi in corsa, ha cambiato facilmente casacca rinnegando gli accordi presi, il tutto in nome del “Dio” potere. La migra-

to si verrà a trovare a m. 22,10 dalla palestra scolastica, m. 30,47 dalla scuola media, m. 36,56 dal supermercato Despar, m. 36,65 dal Consorzio di Bonifica, m. 46,03 e 46,81 da civili abitazioni e m. 48,60 dalla scuola elementare. Quest’area scolastica che doveva essere uno dei punti qualificanti dell’assetto urbano del Comune di Scalea in questi ultimi anni è Come si vede, il cimitero è circondato da civili abitazioni stata particolarmente assanell’ampliamento dei cimiteri esilita, nonostanstenti, l’ampiezza della fascia di rispetto non può essere inferiore a te le trascorse amministrazioni abcento metri dai centri abitati nei co- biano fatto apprezzabili sforzi per muni con popolazione superiore ai proteggerla a vantaggio dell’istruventimila abitanti ed a cinquanta zione. L’Amministrazione Zito metri per gli altri comuni. Di conse- emanò apposite delibere contro inguenza, il comune di Scalea avendo terventi che non fossero a servizio popolazione inferiore a ventimila scuola. Successivamente l’Amminiabitanti è tenuta al rispetto della di- strazione Pezzotti deliberò la sistestanza dei prescritti cinquanta me- mazione delle aree scolastiche per tri. Orbene, come si può osservare l’atletica e lo sport. dallo stralcio planimetrico qui riprodotto, l’autorizzato ampliamenEmilia Manco

CETRARO — Un morto e cinque

feriti gravi è il bilancio del grave incidente avvenuto ieri sera a Cetraro lungo la strada statale 18. A perdere la vita, Davide Andreoli, un giovane di tredici anni di Guardia Piemontese che viaggiava a bordo di una fiat Multipla grigia guidata dal mister che aveva accompagnato la squadra, tutta composta da ragazzi appartenenti alla scuola calcio di Cittadella del Capo, ad un allenamento e stava facendo ritorno a casa. L’incidente è avvenuto intorno alle ore 18 all’altezza dell’innesto per raggiungere il locale nosocomio. Sicuramente a causa del maltempo, forse una pozzanghera, i pneumatici che perdono aderenza sull’asfalto, due autovetture, una Fiat Multipla ed una Opel Corsa sono rimaste coinvolte in un forte impatto avvenuto sulla strada statale 18 all’altezza dello svincolo per l’ospedale cittadino. L’impatto è stato inevitabile e la polstrada si è messa subito al lavoro per accertare le cause dell’accaduto, sembrerebbe che la pioggia sia stata all’origine la causa, il motivo che ha prodotto il fenomeno dell’aquaplaning, il galleggia-

Provinciali, sono otto gli sfidanti locali zione verso aree politiche che sembrano garantire maggiore successo personale di certo non sarà indolore, perché i nuovi arrivati non potranno avere, né pretendere, grandi spazi di movimento, né soprattutto credibilità, dal momento che i loro comportamenti non si dimostrano garanzia di un’azione politica corretta e duratura nel tempo. Probabilmente in questi giorni si assisterà a molte fughe di questo tipo, sintomo di una scarsa convinzione di base, ma soprattutto di comportamento opportunistico, che vede diversi “politici” fare i conti per valutare i vantaggi che potrebbero loro derivare dall’accostarsi a gruppi fino a ieri nemi-

ci, ed oggi improvvisamente tanto desiderabili. Intanto, nel paese c’è chi continua a dispensare consigli “gratuiti”, una sorta di vademecum per i cittadini da consultare per le prossime elezioni, un nuovo “catechismo” da seguire con devozione, zeppo di suggerimenti da tenere presenti al momento della votazione, come se non fosse evidente che la misura è ormai colma e la gente non intende più seguire i “fantasisti” dell’ultima ora, dietro i quali spesso si nascondono trappole per ingabbiare voti. Sta di fatto che, allo stato attuale, regna una notevole confusione e incertezza, poiché i partiti si stanno studiando a vicenda, ed i no-

Innocenzo Scarlato

Scalea informa attraverso internet Comune di Scalea che si affianca a quello istituzionale. Si tratta di un portale che ingloba contributi testuali, fotografici, video e audio. Una sorta di centro di informazione dell’attività dell’amministrazione comunale. L’indirizzo è www.scaleainforma.info. L’idea è nata con l’obiettivo di raggiungere i giovani e le famiglie che hanno un collegamento internet e che ogni giorno anche fuori dalla cittadina vogliono sapere cosa accade. Non un giornale cartaceo, ma un sistema digitale in grado di essere raggiunto da tutto il mondo. L’iniziativa è stata fortemente

Incidente, muore a tredici anni

FUSCALDO E’ prevista la scesa in campo di Mirella Cavaliere e di Innocenzo Scarlato

SCALEA E’ on line il nuovo sito del Comune tirrenico. Una home page ricca di testi, foto, video e file audio

SCALEA — E’ on-line il sito del

CETRARO Davide Andreoli tornava da una partita di calcio. Cinque i feriti

voluta dalla maggioranza a guida Russo, con il particolare interessamento degli assessori Giuseppe Forestieri e Raffaele De Rosa. «Sono soddisfatto per la realizzazione del sito di informazione del Comune di Scalea – ha detto il sindaco Mario Russo -. Darà la possibilità a tutti i cittadini, anche a quelli che vivono fuori, di poter essere informati sulle attività principali. Ci sarà anche la possibilità di poter comunicare e interagire. un nuovo approccio con le moderne tecnologie per rendere il Comune sempre più vicino ai cittadini». L’assessore Giuseppe Forestieri: «Era necessario – ha detto

Forestieri – poter avviare una simile iniziativa che con l’inserimento di opportunità multimediali dà la possibilità ai cittadini di assistere in maniera viva all’attività della nostra amministrazione». «Sono certo – ha detto l’assessore Raffaele De Rosa – che questo rappresenta solo l’inizio di una migliore comunicazione con i cittadini. Con l’andar del tempo il portale diventerà un certo punto di riferimento per i cittadini di Scalea, ma anche per i villeggianti e per chi vive fuori dalla nostra cittadina». AtPress

mento sulla strada di un veicolo in movimento. Sul posto sono prontamente giunti gli agenti della polizia stradale di Scalea con l’ausilio della volante di Cetraro per effettuare i rilievi, i sanitari del 118 intervenuti per soccorrere i cinque feriti mentre non c'è stato nulla da fare per il 13enne deceduto sul colpo. Il corpo dell’adolescente, figlio di un ex calciatore, rimasto a terra vicino all'auto è stato trasportato presso l’obitorio dell’ospedale di Cetraro. Sulla dinamica dell’incidente, le cause e le eventuali responsabilità indaga la polizia stradale di Scalea, coordinata dal pm di turno della procura di Paola. Da anni ormai si chiede un adeguamento della strada soprattutto in termini di segnaletica, sia verticale che orizzontale, e di illuminazione, in particolare nelle vicinanze degli innesti che rappresentano uno dei punti più pericolosi dell’arteria dove il traffico è sempre più sostenuto. L’ennesima morte sulla strada che apre numerosi interrogativi sulla sicurezza che questa arteria offre agli automobilisti. emi.man.

minativi che in questo momento circolano potrebbero, per una strategia comune, non essere quelli effettivi, ed il panorama politico potrebbe riservare qualche sorpresa. Fra i tanti, il candidato che maggiormente sembra godere di appagata “tranquillità”, salvo colpi di scena, è l’assessore Innocenzo Scarlato, il quale può vantarsi dell’appoggio della maggioranza che governa il paese, al di là del “tradimento” di qualche consigliere che ha rinnegato l’impegno sottoscritto, mentre indiscrezioni parlano di una possibile scesa in campo di Mirella Cavaliere, attuale consigliere di minoranza ed ex presidente del Consiglio Comunale di Fuscaldo, unica presenza femminile fra gli otto candidati locali. Sicuramente nel prosieguo ne vedremo delle belle, non ci resta che aspettare. Francesco Samà

IN BREVE S. MARIA del C. - Oggi la cicloturistica internazionale Oggi il via la Manifestazione cicloturistica internazionale. Dal primo al tre maggio, infatti, la Riviera dei Cedri assumerà, grazie al ciclismo, un connotato internazionale, offrendo ai suoi visitatori un evento che prevede diverse specialità. La prima giornata ospiterà una manifestazione cicloturistica internazionale a squadre, aperta a tutte le categorie di cicloamatori e cicloturisti di tutti gli Enti/FCI in regola con il tesseramento 2009, con premiazione finale delle prime dieci associazioni sportive classificate. Si partirà da S. Maria del Cedro e, dopo aver attraversato i Comuni di Scalea e S. Nicola Arcella, si arriverà a Tortora, e ritorno.La mattinata della seconda giornata dedicherà la pedalata al malato oncologico, aperta a tutti coloro che possiedono una bicicletta, con in omaggio una maglietta ricordo per tutti i partecipanti. Nel pomeriggio si svolgerà una gara a cronometro individuale, con premiazione finale dei primi tre classificati per ogni categoria.La terza giornata prevede, infine, una gara a circuito, in un percorso lungo 10 Km da ripetere 7 volte, con premiazione finale dei primi tre classificati per ogni categoria. Anche le serate comprendono manifestazioni musicali e stand gastronomici di prodotti tipici locali in Piazza delle Palme. Tania Paolino


il Domani Venerdì 1 Maggio 2009 31

TIRRENO COSENTINO BELVEDERE M.MO Giovanni Aloise era stato ritenuto colpevole del reato compiuto nel 2004 in riva al Tirreno

Rapina aggravata, 22enne in manette A tradire il giovane la presenza di un familiare all’ingresso della palazzina dove si era rifugiato BELVEDERE – Giovanni Aloise

era ritenuto colpevole di una rapina aggravata commessa a Belvedere Marittimo nell’agosto del 2004, a tradire il giovane latitante l’ingresso, nella palazzina dove si rifugiava, di un familiare. Ieri mattina la squadra mobile della Questura di Cosenza ha tratto in arresto Giovanni Aloise, 22enne, originario di Cosenza, con precedenti penali contro il patrimonio e la persona è stato rintracciato in un abitazione di via Acri nel centro del capoluogo. Erano da tempo sulle sue tracce i poliziotti della sezione antirapina, coordinata dall’ispettore capo Francesco Biondi, nel tentativo di localizzare il luogo ove l’uomo si nascondeva. Dallo scorso gennaio l’uomo si era sottratto ad un provvedimento di carcerazione emesso dalla Procura della Repubblica di Paola, a firma del procuratore capo Bruno Giordano che, nel revocargli i benefici della sospensione condizionale della pena ne aveva disposto la carcerazione dovendo espiare una pena di quattro anni. Il giovane ritenuto colpevole di una rapina aggravata commessa a Belvedere Marittimo nell’agosto del 2004, quando ancora minorenne, nonché per il reato di spaccio di sostanze stupefacenti nel marzo 2007, lo scorso dicembre si era reso irreperibile facendo perdere le

Giovanni Aloise

Dal marzo del 2007 si era reso irreperibile Agli agenti non ha opposto resistenza

proprie tracce. Da allora gli investigatori, non escludendo il suo coinvolgimento in altri episodi delittuosi contro il patrimonio commessi a Cosenza, avevano iniziato un lento lavoro per ricostruire i suoi spostamenti e attraverso un lavoro certosino sono riusciti a circoscrivere l’area in cui localizzare il latitante per poi localizzare alcuni edifici che venivano interessati da servizi di osservazione. Ieri la svolta quando in una delle palazzine osservate vi fa ingresso una familiare del latitante. Dopo poco l’irruzione dei poliziotti. Davanti agli ispettori il giovane non ha opposto alcuna resistenza ed è stato associato presso la casa circondariale di Cosenza a disposizione dell’autorità giudiziaria. Emilia Manco

DIAMANTE Il pensiero di Rifondazione Comunista va ai morti sul lavoro. Il caso ancora irrisolto di Ago

Il Prc ricorda l’amico Cristian Marra DIAMANTE – Le celebrazioni del Primo maggio a Diamante riaprono nella cittadina una ferita, quella della tragica e prematura morte di Cristian Marra, Ago per gli amici, 32 anni, morto sul lavoro. Molti lo ricordano ancora quando distribuiva gli inviti per gli incontri politici e magari rifletteva sull'opportunità di rimanere a vivere e a lavorare in Calabria, spesso in una situazione di precarietà nella retribuzione e nel doversi inventare un lavoro che non c'è, e quando c’è lo si ottiene per concessione, sapendo di averlo “rubato” ad altri. Il Prc, a un anno di distanza dalla sua scomparsa, dopo aver aspettato tutto questo tempo per rispetto della sua immagine, della sua fa-

miglia, dei suoi cari e anche della situazione emotiva che ogni concittadino ha vissuto amaramente e intensamente in prima persona con il dolore nel cuore, chiede adesso pubblicamente che si faccia luce sulla vicenda. “È la prima volta che Ago viene annoverato tra i morti sul lavoro a Diamante – scrive in un documento il Prc - e, visto il velo di mistero con cui finora è stata coperta la sua morte e leggendo sull’Olmo la dichiarazione dell’assessore Battista Maulicino che lo ricorda come l’ultima morte bianca a Diamante, vogliamo anche noi uscire dal silenzio con l’attenzione e la delicatezza che questa morte merita, ponendo delle domande a tutte le isti-

tuzioni che tutelano i diritti dei lavoratori vivi ma anche morti”. “Come è morto Cristian Marra? L’autopsia è stata effettuata e qual è il risultato? E’ in corso un’indagine della magistratura e dell’Inail per un risarcimento alla famiglia? Cristian lavorava nel rispetto delle leggi antinfortunistiche?”. Domande pesanti quelle che chiudono il comunicato, e ancora: “Non vogliamo sollevare polemiche, polveroni o strumentalizzazioni su un evento doloroso, chiediamo solamente che venga fatta chiarezza e giustizia almeno in questa commemorazione del 1° Maggio a Diamante”. Tania Paolino

TORTORA L’evento, alla sua seconda edizione, è organizzato dalla omonima associazione locale

Un primo maggio dedicato alle morti bianche TORTORA — Torna la “Festa del 1°

maggio tortorese”, l’evento culturale e musicale organizzato dall’Associazione 1° Maggio Tortora con il quale, due anni fa, è iniziata l’avventura del gruppo. Il sodalizio ha scelto di dedicare la manifestazione alle vittime del lavoro, alle cosiddette morti bianche. Media partner ufficiale dell’evento: Rete 3, la neonata emittente televisiva di Praia a Mare. La vera novità di questa edizione è però la scelta della location: da piazza Stella Maris, infatti, la Festa “trasloca” in uno dei luoghi-simbolo della cittadina altotirrenica: Torrenave, sito archeologico di forte interesse per la comunità. La manifestazione si apre alle ore 17 con

l’atterraggio sul palco di un pilota di parapendio: un modo per “conquistare” simbolicamente Torrenave. L’evento prosegue con la presentazione del libro “Calabria brucia” di Francesco Mauro Minervini, edito da Ediesse. Il volume propone racconti e descrizioni impietose di una realtà locale dominata dalla ‘ndrangheta. La Calabria degli incendi selvaggi, della criminalità, della noia degli abitanti oppressi da un’afa che è innanzi tutto cappa sociale. Inizia, finalmente, il concerto vero e proprio: protagonisti i gruppi locali emergenti, il tutto rigorosamente all’insegna del rock. Gino Rotondaro, presidente dell’Associazione 1° Maggio Tortora: “No-

nostante le difficoltà e le mancate autorizzazioni – spiega – la Festa si farà. Un successo confermato anche dal moltiplicarsi di iniziative simili alla nostra in molti paesi del circondario. Abbiamo così contribuito ad anticipare l’inizio della stagione estiva a maggio, con ricadute positive in termini di turismo e di commercio”. Insomma tanti motivi in più per ricordare le tanti morti bianche nel giorno della festa dei lavoratori. Morti spesso dimenticate e che flagellano e interessano giornalmente l’Italia e di cui purtroppo anche il nostro territorio è interessato. Martino Ciano

Paola, arrestati due stranieri PAOLA – Martedì scorso gli agenti della polizia di stato della Questura di Livorno, su segnalazione effettuata nella stessa giornata dalla squadra di polizia giudiziaria della divisione anticrimine della Questura di Cosenza, hanno tratto in arresto due cittadini stranieri, entrambi pregiudicati. Si tratta del 27enne Lutinskis Edgars nato in Lettonia e Hudecek Jiri, 28enne nato nella Repubblica Ceca. I due giovani, colpiti da ordine di carcerazione, il primo relativo ad una condanna a tre anni ed un mese di

reclusione per i reati di rapina e lesioni mentre il secondo relativo ad una condanna a cinque anni per i reati di rapina, lesioni, violenza sessuale ed atti osceni. Entrambi, avevano commesso tali reati a Paola nel 2006 e a Rapallo nel 2003, sono stati bloccati dopo aver commesso atti di libidine ai danni di una giovane romena nei pressi di un impianto semaforico della cittadina toscana. Dopo le formalità di rito sono stati associati presso la casa circondariale di Livorno. emi.man.

Paola, fusto sospetto sulla spiaggia PAOLA – Ancora un ritrovamento

di fusti sospetti sulle spiagge calabresi. Ancora un ritrovamento che porta alla memoria imbarcazioni affondate piene di rifiuti tossici. Un fusto dal contenuto ignoto e' stato ritrovato ieri mattina sul litorale sud della spiaggia di Paola. Sul posto sono intervenute le forze dell'ordine e i nuclei speciali del Vigili del Fuoco. Sono stati loro ad esaminare il contenuto del fusto sospetto. Nel primo pomeriggio e' intervenuto il nucleo speciale dei Vigili del Fuoco di Cosenza per esaminare il fusto spiaggiatosi sull'arenile sud, tra Paola e San Lucido.

Si tratta di un fusto di colore blu, pieno ed ermeticamente chiuso. I Vigili del Fuoco non hanno rilevato tracce di sostanze batteriologiche o di radiazioni. Il fusto non ha alcuna perdita esterna e nessuna scritta identificativa. E' stato sequestrato dalla Guardia Costiera ed affidato in custodia al Comune di Paola, che lo dovra' stoccare in un luogo idoneo fino a quando l'Arpacal, l'Agenzia regionale per l'ambiente, non lo aprira' per esaminarne anche il contenuto. Bisognerà aspettare alcune settimane per avere l’esito delle analisi.

Amantea, 1° jamboree degli scout AMANTEA – Da domani al 3 maggio

si terra' ad Amantea il 1° Jamboree degli scout Agesci (Zona CosenzaTirrenica). Lo comunica la curia cosentina. I 18 gruppi della diocesi, dai lupetti ai rover, accompagnati dai capi si ritroveranno per una tre giorni in stile scout sulle orme di san Paolo per un incontro "di mille sorrisi". Saranno oltre mille spiega una nota - i ragazzi e i giovani per quello che e' stato definito 'evento unico' nella storia dello scoutismo cattolico cosentino. Le diverse realta' si stanno preparando da mesi per questa esperienza che Baden Pawell, il fondatore, ha definito "marmellata di colori", esperienza di diversita' nella comunione dell'unico corpo che prima della Associazione e' la stessa Chiesa. Le attivita' di 'invasione' della cittadina tirrenica pevedono

- si legge inoltre - momenti dedicati alle singole branche e momenti comunitari; per l'arrivo nella cittadina sono stati organizzati alcuni treni speciali che muoveranno dalla stazione di Cosenza dove si ritroveranno nelle prime ore del mattino gli scout dei diversi gruppi. Un momento di testimonianza e di festa sara' vissuto nel corso del concerto "Gruppo Immagini" che e' interamente composto da scout. La messa solenne sara' celebrata domenica mattina nella villa comunale della grotta di Lourdes. L'Arcivescovo, monsignor Salvatore Nunnari, nel suo messaggio augurale, ha sottolineato che "lo scoutismo e' una grande opportunita' che attraverso il gioco, l'azione, l'avventura, il contatto con la natura, la vita di gruppo ed il servizio degli altri viene offerta".

IN BREVE SAN MARCO ARGENTANO - Giornata mondiale della libertà di stampa: incontro al teatro urbano Domenica prossima si celebra la giornata mondiale della libertà di stampa. Il 3 maggio alle ore 10.30, nel Teatro Urbano II di San Marco Argentano, con la partecipazione di prestigiosi giornalisti calabresi e di Annalisa Venditti, giornalista collaboratrice di programmi televisivi Rai e docente alla Pontificia Università Urbaniana di Roma, sarà celebrata con un incontro sul tema “La libertà di stampa” e la tutela della persona la Giornata mondiale della libertà di stampa. All’incontro, moderato da Silvio Rubens Vivone, interverranno, Filippo Veltri, responsabile Ansa Calabria, Arcangelo Badolati, caposervizio Gazzetta del Sud, Attilio Sabato, direttore Teleuropa e Giuseppe Soluri, presidente dell’ Ordine dei giornalisti della Calabria. Presiederà i lavori Adriano Ritacco, referente del Comitato Promotore Club Unesco di San Marco Argentano, che così illustra l’iniziativa “In questa giornata della libertà di stampa 2009 noi esortiamo i decisori di ogni livello a fare tutto ciò che è in loro potere per vegliare affinché i giornalisti possano compiere il loro lavoro senza intralci né timori, noi domandiamo insistentemente ai giornalisti di osservare le regole della loro professione al più elevato livello, di rifiutare di prestare i loro talenti ai mercanti di odio e di rispettare in ogni circostanza il principio di imparzialità. Domandiamo insistentemente alla Comunità Internazionale nel suo insieme di difendere e proteggere questo diritto fondamentale della persona umana.


32 Venerdì 1 Maggio 2009 il Domani

IONIO COSENTINO CORIGLIANO La comunicazione è stata data dai responsabili della formazione giovanile nel corso di una conferenza stampa a Palazzo Garopoli

“Ariella” punta tutto sulla Straface «Avvieremo un’ispezione per verificare le responsabilità della grave crisi finanziaria del Comune» CORIGLIANO – “Crediamo in Pa-

squalina Straface, protagonista indiscussa della vita politica comunale e provinciale, sempre attenta e vicina alle istanze della popolazione coriglianese e pronta a denunciare le problematiche del territorio, ma soprattutto ad indicarne le soluzioni concretamente attuabili”. Così “Ariella in Movimento”, la formazione giovanile guidata da Adriano Primavera, che ufficialmente sostiene il candidato a sindaco della coalizione di centrodestra, Pasqualina Straface. “Abbiamo deciso di schierarci al suo fianco – spiegano dall’associazione - perché siamo fermamente fiduciosi nella sua competenza, nella sua determinazione, nella sua volontà di cambiamento. Con lei e con l’intera coalizione di centrodestra desideriamo mettere in pratica un progetto di sviluppo del nostro quartiere, rione Ariella, e dell’intero centro storico di Corigliano”. La notizia è stata data ieri nel corso di una conferenza stampa che si è tenuta presso Palazzo Garopoli a Corigliano centro, alla quale hanno partecipato numerosi giovani. La necessità di digitalizzare la macchina comunale e di puntare sull’informatizzazione dell’ente e sul risparmio energetico, è stata evidenziata da Cosimo Servidio. “Adriano Primavera e tutti i giovani di “Ariella in Movimento” – ha spiegato Pasqualina Straface – desiderano dare un contributo a questa nostra città dopo il CASSANO — Rifondazione Comu-

nista f dal mese di novembre dello scorso anno, ha dato vita a una iniziativa politica tesa a creare i presupposti affinché nella città delle terme il centro-sinistra si potesse costituire come una coalizione senza divisioni e personalismi, forte di una proposta politico-programmatica capace di dare vita ad una svolta socio-economica all’intero comune. A causa delle difficoltà del Partito Democratico è stato possibile cominciare a incontrarsi tutti assieme solo da febbraio in poi. Dagli incontri è scaturita la linea di affidare al PD il compito di indicare il candidato a sindaco nella persona di Francesco Arcidiacono. Successivamente quest’ultimo ha dato vita, d’accordo con le forze politiche della coalizione a degli incontri bilaterali con le stesse dove, per quanto ci riguarda, ci si è confrontati sulle proposte programmatiche e sulle linee politiSPEZZANO ALBANESE — L'Associa-

zione Teatrale "Il Sipario" presenta il prossimo sabato, 2 maggio alle ore 21.00, al Cinema Teatro Italia di Spezzano Albanese, la prima dell'opera teatrale inedita “Jeta” (Una vita). Ideatore e autore del testo è l'attore Demetrio Corino, il quale ha pensato di realizzare un momento di riflessione sullo scorrere della vita usando interamente i dialoghi in lingua arbëreshe. Durante lo spettacolo, le scene verranno animate da canzoni e poesie, sempre in lingua arbëreshe, che trattano di alcuni temi della realtà calabrese, in generale, e spezzanese in particolare. Alcune delle rime declamate sono opera della poetessa Anna Maria Basile. Sarà un viaggio a ritroso nel tempo che, grazie all'utilizzo di mimi, tornerà alla vita di questi due anziani personaggi. Un'opera da vedere e da gustare attraverso il leggiadro spirito degli attori de “Il Sipario”. Alcune note dell'autore sull'opera: La vita e la morte rappresentano un ciclo

CORIGLIANO Aperto confronto con il candidato a sindaco del Pd, Algieri

Linea comune con i sindacati CORIGLIANO — Il candidato a

Questa città si propone come laboratorio politico, culturale ed economico della Piana di Sibari. Nel nostro programma, infatti, è contenuta l’idea di attuare un partenariato socioeconomico permanente di tutta la Sibaritide”. Parole di plauso e di stima nei confronti di Aldo Algieri sono state pronunciate dai segretari provinciali di Cgil, Cisl e Uil. “L’idea di avviare una stagione dell’ascolto partendo proprio dalle parti sociali – hanno dichiarato Bonadies, Tramonti e Lento – non può che farmi immensamente piacere. Con Algieri abbiamo trovato numerosissimi punti programmatici di convergenza, dalla proposta di rivedere i contratti di lavoro per migliorare la qualità della vita alla possibilità offerta agli ultra-quarantenni privi di occupazione di realizzare stages. A lui riconosciamo il merito di puntare sul lavoro e sui giovani, che riteniamo essere una condizione indispensabile per il governo della città di Corigliano e per avviare un progetto di sviluppo per l’intero comprensorio”.

CASSANO Il partito ricorda le responsabilità assunte in fase di accordi elettorali con l’area di centrosinistra

nistra che si è svolta lunedì 27 aprile, dove abbiamo ribadito la nostra costernazione per come sono andate le cose e, dopo aver ascoltato gli interventi del candidato a sindaco e dei rappresentanti dei partiti, abbiamo deciso di non aderire, con nostro grande rammarico, a una coalizione che ci appare sempre più divisa e confusa. Martedì sera, certi di aver agito con responsabilità e di aver fatto tutto il possibile per la causa del centro–sinistra, presso la sezione del Partito in piazza Paglialunga è stata convocata l’assemblea delle compagne e dei compagni, dei simpatizzanti e dei componenti della lista di Rifondazione per le elezioni comunali del prossimo 6 e 7 giugno, dopo la quale, sarà organizzata una conferenza stampa in cui renderemo pubbliche le nostre deliberazioni.

Pasqualina Straface

malgoverno delle amministrazioni comunali che si sono succedute nel tempo. Con loro abbiamo trovato numerosi punti di contatto, in primis il recupero e la valorizzazione del borgo antico. Tra le proposte condivise che ci proponiamo di attuare vi è quella di ipotizzare la realizzazione, nei pressi del quartiere Ariella, lato nuova Pretura, di una struttura gradonata con parcheggio multipiano, attrezzato con strutture commerciali e di servizio, su cui si potrebbe attestare un tunnel pedonale e meccanizzato di collegamento con l’area di via Roma, all’altezza del Ponte Canale. Il tutto nell’ottica,

naturalmente, della programmazione dei fondi comunitari”. Poi, l’annuncio della Straface: “Con l’ausilio della Ragioneria Generale dello Stato, avvieremo una ispezione per verificare le responsabilità dello stato di grave crisi finanziaria del Comune, in base a quanto previsto dall’articolo 60 del decreto legislativo 165/2001. Lo sbilanciamento tra spese correnti ed entrate correnti è pari, infatti, a 2 milioni e 500mila euro, per il quale qualcuno avrebbe anche proposto l’eliminazione del fondo svalutazione crediti per 600mila euro”. Antonello Troya

sindaco del centrosinistra, Aldo Algeri ha incontrato i sindacati. Ed è stata subito una linea comune d’intenti. I segretari provinciali delle tre organizzazioni sindacali Orlando Bonadies, Paolo Tramonti, Antonio Lento, hanno raccolto l’invito dell’esponente politico e hanno dato vita ad un confronto presso la segreteria politica di via Nazionale, allo scalo cittadino. Nel pomeriggio, poi, conferenza stampa congiunta per rendere noti i punti di convergenza tra parti sociali e colui il quale si propone alla guida della città con un programma politico ben definito. Sono state gettate le basi per ciò che viene definito un proficuo incontro su linee comuni, atte a risollevare il paese. “Il futuro, la famiglia, il lavoro: sono queste – ha dichiarato Algieri – le basi per dare dignità ad un uomo, e quindi al territorio. L’incontro con le parti sociali è stato molto proficuo poiché dai rappresentanti delle stesse ho ricevuto pieno sostegno, consigli, proposte per la futura azione amministrativa.

Rc si chiama fuori e critica la coalizione che che avrebbero dovuto caratterizzare l’azione politico-elettorale del centro-sinistra. C’è da segnalare, dice ancora Rifondazione Comunista che dopo l’indicazione di Francesco Arcidiacono, i mal di pancia interni al PD e quelli trasversali di altri ci hanno allarmato sin dall’inizio, tanto è vero che "abbiamo chiesto lumi al candidato stesso ottenendo le sue rassicurazioni in merito, rassicurazioni subito dopo confermate dal segretario dei Democratici, Prof. Francesco Tricoci, nella prima riunione di coalizione svoltasi dopo i succitati incontri bilaterali" questo è affermato in un documento a firma di Alessio Agostini, segretario del partito. Fatto sta che da allora in

poi la situazione è diventata, col passare dei giorni, sempre più confusa e poco chiara. È stata sempre Rifondazione a chiedere la convocazione della coalizione perché si mettesse a punto la proposta programmatica, si verificasse la composizione delle liste e quindi l’unità di tutte le componenti del centrosinistra, stabilendo come data ultimativa il 30 marzo. Tutto però taceva e ancora una volta Rifondazione ha chiesto la convocazione della coalizione lo scorso giovedì santo, constatando che la composizione delle liste era ancora in alto mare, mentre di sottoscrivere il programma di cui si era parlato nello specifico negli incontri bilaterali e in generale negli incontri di

coalizione non se ne è nemmeno accennato. Il segretario del PD, parimenti col candidato a sindaco e gli altri partiti, ha continuato ad assicurarci che tutto era a posto e che subito dopo la Pasqua sarebbe stata convocata la coalizione per definire tutto e dare il via alla campagna elettorale. Nei giorni seguenti sono apparse sempre più evidenti le divisioni interne al PD ufficiali e ufficiose, mentre il segretario dei Verdi si è dimesso e cosi ci siamo ritrovati a pochi giorni dalla presentazione delle liste in una situazione in cui regna incertezza, confusione,e spaccature; e ancora una volta è stata Rifondazione. e non altri, a chiedere una convocazione urgente della coalizione di centro-si-

SPEZZANO A. L’associazione “Il Sipario” presenta domani l’opera teatrale “Jeta” al cinema Italia

Una vita in scena, in lingua arbereshe continuo. L’intero universo e la totalità delle forze della natura, si basano su di un principio così semplice eppure così assolutistico. La storia che vi andremo a raccontare racchiude in sé questo primordiale, eppure irrevocabile, principio. L’ambientazione è una Spezzano storicamente collocata in uno spazio temporale che va dai primi del novecento fin quasi ai giorni nostri. Francesco e Isabella sono i protagonisti di questa storia. Attraverso il loro “viaggio” nel tempo, con i loro ricordi, essi ci porteranno in un’altra epoca, rivivremo, insieme a loro, i nefasti della guerra, il dolore della morte, la fame, ma anche le gioie per la nascita di un figlio, o di un nipote, il piacere del fidanzamento susseguito dalla gioia del matrimonio,

Spezzano Albanese

Caterina La Banca

tutto legato insieme con una fune spessa e forte come può essere soltanto quella intrecciata con l’amore. L’amore verso le persone, l’amore verso la vita e l’amore verso Dio e ciò che Egli rappresenta, perché i nostri protagonisti, nonostante la sofferenza vissuta, non si abbandonano mai alle avversità, anzi ne traggono sempre rinnovate forze, nuova linfa vitale per la loro esistenza. Una vita è anche tutto questo. Momenti di gioia e momenti di dolore s’inseguono concatenandosi in un andirivieni di flussi emozionali. Attraverso la loro storia andremo a rivivere un tempo passato composto da giochi, usanze, modi di essere e di vivere di un’epoca antica che, se sotto certi aspetti sembra ormai superata, ad un esame più attento risulta essere non tanto dissimile dal presente, a conferma che nella vita tutto si tramuta, tutto cambia, per poi ritornare a concludere quel cerchio, che da sempre ha fatto da metafora alla vita.


il Domani Venerdì 1 Maggio 2009 33

VIBO VALENTIA E PROVINCIA VIBO VALENTIA — Cinquantotto imprenditori vibonesi sono stati rinviati a giudizio dal gup del tribunale di Vibo Valentia Lucia Monaco con l’accusa, a vario titolo, di truffa aggravata per il conseguimento di erogazioni pubbliche, malversazione ai danni dello Stato, reati fiscali. L’inchiesta è il frutto di un’attività investigativa del comando di Polizia tributaria della Guardia di finanza di Catanzaro, ed aveva già portato il 16 aprile 2007 all’emissione di diversi provvedimenti di tipo cautelare da parte del gip Vincenzo Capomolla ed al sequestro di sei aziende. Riflettori accesi nuovamente quindi sui fondi dei Patti territoriali e della 448, ma anche su imprese e imprenditori insospettabili. L’indagine ha avuto inizio nel gennaio del 2005 dalle Fiamme gialle su presunte azioni fraudolente messe in atto da alcune imprese al fine di beneficiare dei fondi nazionali e comunitari per un ammontare di complessivi 18 milioni di euro. Il

A processo figure importanti dell’economia vibonese. Le indagini della Finanza avevano già portato al sequestro di sei aziende

Truffa alla 488, a giudizio 58 imprenditori Prosciolti Domenico Fuduli, Domenico Gallé e Antonio Michele Bulzomì tutto, l’accusatorio con il ricorso a fatture in tutto o in parte inesistenti, nell’ordine accertato di 30 milioni di euro e a false documentazioni. Secondo la tesi accusatoria, le imprese avrebbero dimostrato “falsamente” di aver sostenuto oneri per realizzare alcuni investimenti al fine di ottenere le erogazioni pubbliche. Il gup ha pertanto deciso il rinvio a giudizio per: Fortunato Mirabello, Pietro Naso, Francesco Durante, Carlo Biagini, Francesco Mirabello, Antonio Bertuca, Maria Provvi-

denza Castagna, Saverio Caminiti, Rocco Violi, Vincenzo Ceravolo, Filippo Alviano, Giovanni Labate, Vincenzo Pugliese, Salvatore Vita, Giuseppe Pugliese, Giuseppe Leonardo Ceravolo, Nazzareno Calafati, Pasquale Vangeli, Marcello Scarmato, Mario Nicolino, Bruno Vena, Giovanna Chiarello, Filly Calafati, Maria Cona Mobrici, Raffaele Greco, Ernesto Temellini, Germano Caviglia, Francesco Mirabello (’67), Giovanni Pietro Ceravolo, Angelo Musumeci, Domenico Strati, Giuseppe Palmieri, Ge-

Intimidazioni a ristoranti lungo la statale 18. Notte da far west su cui indaga la Polizia

Colpi di pistola contro pizzerie

sualdo Pasceri, Giuseppe Galli, Gaetano Ascrizzi, Michele Pannia, Giuseppe Labate, Paolo Loria Andreotti, Rosario Musumeci, Angelina Virginia Merlino, Pasquale Martino, Francesco Schiamone, Giuseppe Di Agazio, Salvatore Ruffa, Vincenzo Carnevale, Caterina Micalizzi, Antonio Violi, Angelina Crudo, Pietro Bertuca, Michele Timpano, Michele Parrello, Francesco Amantea, Luca Francesco Caruso, Giuseppe De Biase, Rosario Gigliotti, Alberto Zeni, Giuseppe Vaianella, Marco Mercatante.

Ex podestà centenario truffato da un falso ispettore dell’Inps

VIBO VALENTIA — Colpi d’arma da fuoco sono stati esplosi ieri notte contro due ristoranti-pizzeria, situati entrambi lungo la statale 18 che da Vibo Valentia porta al bivio per l’aeroporto militare. Un vero e proprio raid notturno del racket estorsivo. Il primo ad essere colpito, probabilmente da un'auto in corsa, lo "Spizzico", una pizzeria a taglio, quando erano circa le 3: sono stati esplosi cinque colpi di pistola di grosso calibro che dopo aver perforato la serranda si sono conficcati all'interno del locale procurando danni anche alle attrezzature. Attirati dagli spari sono intervenuti gli agenti della Sicurtrasport diretti dal luogotenente Baldassare Bruzzano che hanno immediatamente chiesto l'intervento della polizia di Stato. Quasi in contemporanea gli attentatori hanno fatto crepitare le armi contro il ristorante pizzeria "Mery Grace" che si trova accanto e contro cui sono stati esplosi altri cinque colpi di pistola sempre di grosso calibro producendo danni sia alla serranda sia al contenuto. Sul posto, oltre alle volanti della polizia, è intervenuto anche personale della squadra mobile al comando del dirigente Maurizio Lento per le indagini.

La Gdf alla Fiera nautica delle Calabriae

VIBO VALENTIA — Un anziano

VIBO VALENTIA — Sarà un fine settimana di intenso lavoro per Franco Sammarco. Le dimissioni del vicesindaco Tonino Daffinà, che ha pure lasciato la coalizione di maggioranza confluendo nell’Udc, sta provocando una reazione a catena che Sammarco avrebbe voluto volentieri evitare. L’intenzione del sindaco, infatti, era quella di procedere alla sua sostituzione con un’operazione indolore, ma così non potrà essere perché gli equilibri sono inevitabilmente cambiati con il risultato che diventa obbligatorio metter mano ad un vero e proprio rimpasto di giunta. In gioco almeno due questioni fondamentali: come distribuire le deleghe di maggior peso, soprattutto Bilancio, Personale e Urbanistica; a quale gruppo affidare l’onere del vicesindaco, posto rimasto per ora vacante. Oltre a questo, ovviamente ma non più prioritariamente come logica potrebbe suggerire, rimane da discutere il programma delle cose da fare nell’ultimo scorcio di consiliatura, considerato che si andrà alle urne la primavera del 2010 in concomitanza con le elezioni regionali. Ecco perché Sammarco ha avviato una serie di incontri con i partiti ed i gruppi che compongono la sua maggioranza.

Il sindaco di Vibo a confronto col centrosinistra; i dipietristi chiedono uno scatto di reni

La Guardia di Finanza sarà presente domani e fino al 3 maggio alla II Edizione della “Fiera Nautica delle Calabriae”, ospitata in un apposito stand espositivo ubicato lungo la Banchina G. Malta del Porto di Vibo Marina. Il Reparto Operativo Aeronavale di Vibo Valentia ha allestito uno stand nel quale sarà diffuso materiale divulgativo ed informativo sulle funzioni ed i compiti istituzionali della Guardia di Finanza e sulle modalità di arruolamento, verranno proiettati video e filmati inerenti le principali attività del Comparto Navale del Corpo e saranno, altresì, messi in mostra dei modelli in scala, fedeli riproduzioni delle principali unità navali in uso alle Fiamme Gialle, alcuni dei tanti reperti di grande valore storico-archeologico recuperati direttamente in mare o sottratti dalle mani di trafficanti di oggetti d’arte nonché sofisticate tecnologie utilizzate per gli interventi di ricerca e soccorso. Negli spazi prospicienti lo stand della Guardia di Finanza saranno schierati alcuni mezzi speciali di particolare interesse, quali il Laboratorio Mobile del Nucleo Sommozzatori, l’Officina Mobile per gli interventi sulle unità navali ed una autogrù. Lungo la banchina, presso gli ormeggi della Stazione Navale G. di F. di Vibo Valentia, sarà possibile ammirare le varie unità navali in dotazione alla Guardia di Finanza in questa regione, tra le quali degna di nota è il Guardacoste d’altura “G. 85 Fortuna”.

Il 5 maggio gli assessori provinciali al ramo avviano la concertazione con tutti i soggetti interessati

Incontro sui Sistemi turistici locali VIBO VALENTIA — Entra nel vivo la

concertazione per la definizione dei Sistemi turistici locali (Stl), la cui costituzione, secondo la normativa in materia, è promossa dalle Province. A questo scopo, il presidente dell’Amministrazione provinciale di Vibo Valentia Francesco De Nisi, d’accordo con gli assessori al Turismo e alle Attività produttive - rispettivamente Gianluca Callipo e Paolo Barbieri - ha convocato per martedì 5 maggio, nell’auditorium del Sistema bibliotecario vibonese (ore 10,30), un incontro con tutti i soggetti interessati, per intraprendere insieme l’iter che con-

durrà alla nascita degli Stl. La Legge regionale numero 8 del 2008 definisce i Sistemi turistici locali come «aggregazioni di soggetti pubblici e privati rappresentativi che operano per lo sviluppo della filiera economica turistica, attraverso la realizzazione di iniziative di promozione e valorizzazione turistica dei territori, nonché di qualificazione e innovazione dei prodotti e dei servizi turistici locali e del sistema integrato di offerta turistica». Per loro natura, gli Stl devono operare, così come prevede la normativa in questione, «nell’ambito di

contesti turistici omogenei caratterizzati dall’offerta integrata di luoghi, beni culturali ed ambientali, compresi i prodotti tipici dell’agricoltura e dell’artigianato locale, e dalla presenza diffusa di imprese e attività turistiche singole o associate». Da qui la necessità di coinvolgere tutti i soggetti interessati in un percorso concertativo. In particolare, alla riunione di martedì sono stati invitati a partecipare, tra gli altri, i rappresentanti di Comuni, Comunità montane, Camera di Commercio, enti di promozione turistica, università e associazioni di settore.

La sfida di Sammarco: rilanciare la Giunta In attesa dell’incontro più delicato, quello con il composito gruppo del Pd, Sammarco ha ricevuto la delegazione dell’Italia dei Valori, gruppo di nuova formazione grazie all’iniziativa di Michele Furci, già capogruppo Pd, partito lasciato polemicamente. Con Furci, all’incontro col sindaco hanno preso parte il responsabile cittadino Sergio Barbuto ed il coordinatore provinciale Giovanni Bianco. Al termine dell’incontro, IdV ha diramato un comunicato nel quale ha chiarito quelle che ritiene essere le problematiche inerenti il rilancio delle attività amministrative in quest’ultimo anno: l’ulteriore cantierizzazione dell’insieme dei progetti, pari a circa 21 milioni di euro, approvati con il bilancio di previsione per il 2009, in grande misura protesi ad affrontare l’annosa problematica della messa in sicurezza del territorio, per come previsto nelle ordinanze n. 21 e n. 61 del commissario regionale; la necessaria visibilità, con opportune iniziative partecipative della popolazione ed il coinvolgimento propositi-

vo del mondo dell’associazionismo, dei lavori che stanno per essere intrapresi con il finanziamento di circa 6 milioni di euro per la realizzazione del Contratto di quartiere 2 denominato S. Aloe; l’opera di coinvolgimento ed informazione della popolazione delle frazioni per gli importanti lavori pubblici in esecuzione o che stanno per essere appaltati che, dopo decenni, finalmente le daranno pari dignità; la definitiva messa in pratica della raccolta differenziata in tutta la città che, per le condizioni in cui versava la raccolta dei rifiuti è destinata a rivoluzionare la cultura civica della popolazione; un nuovo e moderno piano del traffico in grado di responsabilizzare gli automobilisti, attraverso presenze e azioni programmate di controllo, in grado di prevenire il sistematico non rispetto delle regole prescritte dall’attuale segnaletica; il Piano Strutturale Comunale; il pieno dispiegamento delle idee progettuali, elaborate con il concorso fattivo delle associazioni professionali, sindacali ed imprenditoriali della

Nullità del decreto di rinvio a giudizio e restituzione atti al pm per: Santo e Michele Lico, Caterina Ricciuto e Domenico Buccafurni. Incompetenza territoriale per Mario Antonio Arcidiacono. Incompetenza territoriale per alcuni capi d'imputazione per Filippo Alviano. Prosciolti da ogni accusa: Domenico Fuduli, Domenico Gallé e Antonio Michele Bulzomì, professionisti incaricati da Vibo Sviluppo spa per eseguire i collaudi nello stabilimento Marenostro dei Ceravolo.

città, contenute nel Piano Strategico “Vibo Futura”. I dipietristi vibonesi non rinunciano ad esprimere la loro analisi critica sull’azione politico-amministrativa, che a loro giudizio «ha bisogno di una messa a punto efficace dell’esecutivo che, a causa della mancanza totale di qualsivoglia iniziativa delle forze politiche che all’origine avevano dato vita alla coalizione di centrosinistra, ha finito per rendere del tutto incolore l’azione di taluni settori della Giunta municipale». Ed è questo il punto cruciale, che non potrà non creare ulteriori fibrillazioni alla maggioranza. Perché finora i conti per riequilibrare la giunta comunale partivano dal presupposto che Italia dei Valori avesse rinunciato a chiedere posti nell’esecutivo, ma questo se da un lato viene riconfermato, dall’altro viene contemporaneamente smentito, classica situazione che in politica suggerisce che può accadere tutto ed il contrario di tutto! Italia dei Valori, infatti, riafferma il

dalla veneranda età di cento anni, ex podestà durante il regime fascista, è stato truffato della somma di 800 euro, frutto della pensione che aveva da poco riscosso. L’uomo è stato vittima della truffa messa in atto da un sedicente ispettore dell’Inps che con un pretesto si era fatto aprire la porta di casa dalla badante dell’anziano. Il fatto è avvenuto a Vibo Valentia, dove don Peppino (così lo chiamano tutti affettuosamente) vive. A 22 anni venne nominato Podestà del comune dove è nato e di cui per anni durante il Ventennio fu l’amministratore. A lui si devono la costruzione dell'acquedotto e la lotta alla malaria. L’autore del furto è un giovane sui 30 anni, ben vestito, il quale si è presentato come ispettore dell'Inps chiedendo dei documenti. Approfittando della distrazione dell’anziano, si è impossessato della busta contenente il libretto di pensione con dentro 800 euro, allontanandosi. Non è raro che gli anziani cadano nella rete di truffatori, che approfittano della solitudine in cui spesso precipitano le persone della “terza età” per spillare soldi. Spesso si fa leva sul bisogno psicologico degli anziani di confidarsi e di fidarsi del prossimo.

sostegno al sindaco, ma ritiene pure «necessario un energico rilancio delle attività amministrative». Come? Ecco la risposta: «IdV chiede al sindaco, con una azione di discontinuità, di prendersi tutte le prerogative che consente la legge per nominare un nuovo assessore di alto profilo tecnico e fuori dalle negative logiche delle spartizioni partitiche, rimodulando e rinnovando la dove si rendesse necessario la restante giunta». Dunque, fuori dal linguaggio politichese: sì al rimpasto, no ad un assessore del partito dipietrista, ma sì, per conto di IdV, ad un assessore tecnico. A proposito, giusto per segnalare un particolare, i dipietristi si mobilitano in città e convocano il candidato alle Europee Pino Arlacchi per presentare, domani al Sistema bibliotecario alle ore 10.30, il suo ultimo lavoro “L’inganno e la paura - il mito del caos globale”. Tra gli interventi previsti, quello di Pino Ceravolo, ex sindaco democristiano di Vibo Valentia, già assessore provinciale per conto dei diniani, poi confluito nel Pd attraverso la Margherita. La sua è solo una presenza di interesse culturale, oppure ha un valore politico? Maurizio Bonanno


34 Venerdì 1 Maggio 2009 il Domani

CROTONE CITTÀ E PROVINCIA COMUNE Il Tribunale Amministrativo Regionale della Calabria ha giudicato il ricorso intentato della Cgil contro l’ordinanza sindacale

Decoro urbano, ricorso respinto L'ente ha evidenziato che l'intento era quello di rispondere alle esigenze della collettività locale CROTONE — Il Tribunale Amministrativo Regionale della Calabria ha respinto il ricorso intentato della Cgil per ottenere l'annullamento dell'ordinanza sindacale emessa per prevenire e eliminare gravi pericoli che minacciano la sicurezza urbana. E’ stata quindi accolta dal Tribunale Amministrativo la tesi del Comune di Crotone - rappresentato dall’avvocato Rosa Russo. L'amministrazione comunale ha evidenziato che l'intento era quello di rispondere alle esigenze della collettività locale e mirato a limitare solo e unicamente quei comportamenti che minacciano e compromettono la dignità della persona. Il Comune ha sottolineato, inoltre, come non c'è nessun intento discriminatorio nel-

l'ordinanza né alcun pregiudizio nei confronti degli immigrati in quanto le politiche della amministrazione sono state dirette sempre all'accoglienza e all'integrazione. Il Tribunale Regionale ha, dunque, confermato la legittimità del provvedimento adottato dal Comune di Crotone ed ha respinto la richiesta di sospensiva avanzata dalla Cgil. «La decisione del Tribunale Amministrativo - dichiara il Sindaco Peppino Vallone - conforta il nostro convincimento di aver agito in perfetta coerenza con i principi generali dell'ordinamento e rispetto alle finalità indicate dal legislatore». «Proprio perché fautori di una idea partecipata di comunità, abbiamo inteso avvalerci, nel contesto

istituzionale e normativo più appropriato, dei poteri che la legge assegna ai Sindaci - aggiunge Vallone. - Non si fanno ordinanze o si prendono provvedimenti "contro" qualcuno o qualcosa. Si fanno ordinanze "per" o "a favore" della collettività». Prosegue il Sindaco: «Siamo intervenuti su questo in perfetta sinergia istituzionale con la Prefettura, per sanzionare quei comportamenti che possano arrecare danni ai beni pubblici commessi da chi non ritiene che il vivere civile faccia parte del proprio essere, indipendentemente dal paese di origine. Questa amministrazione è scevra da ideologie di qualsiasi genere. Tutti i suoi passi sono stati sempre guidati dalla attenzione verso tutte

le componenti della società ed in particolare abbiamo sostenuto con convinzione i temi della multiculturalità e della integrazione. Con questo spirito stiamo lavorando per creare concrete possibilità di integrazione su questo territorio. L'esempio del campo slavi di località Cipolla è forse quello più emblematico. Attraverso il costante dialogo con la comunità slava abbiamo portato avanti in questi mesi il progetto che si concretizzerà con la creazione di un villaggio. E così a Crotone, in controtendenza con il resto del paese dove i campi si smantellano, ci sarà un villaggio dotato di servizi ed infrastrutture. Sottolineo comunque positivamente l'attenzione della Cgil sia perché attraverso il ri-

corso ha fatto in modo che fossero chiarite tutte le eventuali perplessità circa la legittimità del provvedimento adottato e sia, naturalmente, perché ci dà l'occasione di ribadire la necessità di continuare a ragionare insieme su una tematica importante e condivisa». «A tal riguardo - aggiunge Vallone - è nostra intenzione incontrare la Cgil per definire comuni percorsi rispetto alle problematiche evidenziate. Rinnoviamo il nostro impegno a potenziare i servizi già in atto e di attivarne altri specifici per favorire l'accoglienza e l'integrazione degli immigrati anche attraverso la collaborazione con le organizzazioni sindacali e del terzo settore» conclude il Sindaco.

COTRONEI Posti sotto sequestro sia un escavatore che tutta l’area interessata dalla cava

Prelevava abusivamente materiale inerte COTRONEI — Aveva prelevato

abusivamente materiale inerte: denunciato il titolare di una ditta. Posti sotto sequestro un escavatore e l’area interessata dalla cava. Nei giorni scorsi gli uomini del Corpo forestale dello Stato nel corso di un controllo del territorio hanno rilevato un’attività estrattiva abusiva. E’ stato denunciato l’imprenditore titolare della ditta di lavorazione del materiale escavato. L’attività illegale era svolta nella località Sigliate nel territorio del comune di Cotronei. Dai rilievi effettuati con l’ausilio delle apparecchiature Gps e applicativo Sim (sistema infor-

mativo della montagna) è stato possibile accertare che l’area oggetto dei prelievi abusivi è di proprietà demaniale. Si tratta di una vecchia cava di sabbia abbandonata oramai da anni e di una porzione di terreno boscato limitrofa, interessata e danneggiata da incendio nella scorsa stagione estiva. E’ stato segnalato all’Autorità giudiziaria il titolare della ditta, B. M. di anni 57 di Cotronei, al quale gli sono stati contestati diversi reati penali: invasione di terreno, furto aggravato, violazione della normativa urbanistico-edilizia per lo scavo di terreno in assenza di permesso, esercizio abusivo di cava e de-

turpamento di bellezze naturali. L’attività è stata svolta dal Comando stazione Petilia Policastro con il supporto del Nipaf (Nucleo investigativo polizia ambientale e forestale), sotto le direttive del Comando provinciale Crotone. Il servizio svolto è mirato alla prevenzione del dissesto idrogeologico, alla tutela delle bellezze naturali e al ripristino della legalità. Da qui dunque il sequestro dell’escavatore e dell’area interessata dalla cava. Il Corpo forestale dello Stato invita i cittadini a segnalare eventuali abusi al numero verde 1515.

PALLAGORIO Intervento degli uomini del Corpo forestale dello Stato, nel corso di un controllo del territorio

Provoca un incendio, denunciato

Papanice ed Apriglianello avranno nuova viabilità

PALLAGORIO — Denunciata una persona per aver cagionato un incendio boschivo in un terreno boscato che annualmente viene interessato da incendi al fine di rinnovare il pascolo a mezzo del fuoco. Nei giorni scorsi, gli uomini del Corpo forestale dello Stato, nel corso di un controllo del territorio, hanno rilevato una grossa colonna di fumo in località Coniselle - Varvarito nel territorio del comune di Pallagorio. Giunti sul po-

CROTONE — E' stato presentato il progetto di riqualificazione dell'asse viario delle frazioni di Papanice ed Apriglianello di Crotone. Erano presenti l'assessore ai lavori pubblici Antonella Rizzo e l'assessore alla viabilità Pantaleone Nicoscia. Erano presenti inoltre i consiglieri Giancarlo Devona e Giuseppe Aracri. Il progetto - spiega una nota - è stato predisposto al fine di migliorare la transitabilità veicolare, ma soprattutto per migliorare la viabilità pe-

sto, dopo aver controllato l’evolversi dell’incendio, le cui fiamme venivano ritardate a causa della vegetazione ancora verde, scorgevano la presenza di una persona, tale C. D. di anni 43 di Pallagorio custode di un allevamento di bovini. Lo stesso è stato deferito all’Autorità giudiziaria contestandogli il reato di incendio boschivo doloso. L’attività è stata svolta dal Co-

mando stazione di San Nicola dell’Alto sotto le direttive del Comando provinciale Crotone. Da qui la denuncia per aver cagionato un incendio boschivo in un terreno boscato che annualmente viene interessato da incendi al fine di rinnovare il pascolo a mezzo del fuoco. Il Corpo forestale dello Stato invita i cittadini a segnalare eventuali principi d’incendio al numero verde 1515.

donale con la messa in sicurezza dei pedoni, nei tratti stradali della popolose contrade di Papanice e di Apriglianello. Le strade in oggetto dell'intervento sono arterie viarie di grande importanza per il traffico veicolare e pedonale che ogni giorno attraversano le località. Attualmente le strade in oggetto hanno dimensione variabile tra i sei ed i dieci metri di larghezza. Sono prive di marciapiedi e di illuminazione pubblica. Ed in gran parte sono sterrate.


REGGIO

1 Maggio Aprile 2009

il Domani

Service a cura di Speaker Network - E-mail: redazione@ildomani.it | www.ildomani.it

Il sottosegretario agli Affari esteri è stato il primo rappresentante di Governo a recarsi in riva allo Stretto dopo il via libera al nuovo status

Stefania Craxi battezza la città metropolitana La soddisfazione di Giuseppe Scopelliti: una chance entusiasmante per il nostro territorio REGGIO CALABRIA — Stefania Craxi madrina della prima uscita di Reggio città metropolitana. Il sottosegretario agli Affari esteri, ieri in riva allo Stretto, è stato il primo rappresentante di Governo a tenere a battesimo la decima metropoli italiana. E nel corso di un incontro con la stampa ha annunciato che proprio da qui parte «una nuova iniziativa finalizzata a rafforzare la cooperazione mediterranea ed il dialogo tra le culture nella regione». Un evento, in programma nell’autunno di quest’anno, che porterà nella più grande polis della Calabria una cinquantina di sindaci di città bagnate dal mare Nostrum. Le prime adesioni sono quelle di Napoli, Genova, Palermo, Bari, Marsiglia, Nizza, Barcellona, Malaga, Atene, Salonicco, Istanbul, Casablanca, Algeri, Alessandria, Tangeri, Tripoli, Bendasi, Porto Said. Ad illustrare le principali caratteristiche della “Prima riunione dei sindaci delle città costiere del Mediterraneo”, anche il sindaco di Reggio Calabria, Giuseppe Scopelliti. Il progetto è stato avviato con il sostegno dei governi italiano e tunisino e sarà co-presieduto dai primi cittadini di Reggio e Tunisi. Le delegazioni si ritroveranno ad ottobre nella città magno-greca sotto il patrocinio dell’Onu e dell’alto rappresentante per l’Alleanza delle Civiltà, Jorge Sampaio, (in collegamento con il Comitato Europeo delle Regioni). «Il convegno internaREGGIO CALABRIA — Il forum di ottobre che porterà a Reggio 50 sindaci di altrettanti Paesi che si affacciano sul Mediterraneo è un progetto lanciato dal Governo italiano che, con il sottosegretario agli Affari esteri, Stefania Craxi, ha scelto la città dello Stretto per la sua baricentricità e per la sua metamorfosi positiva. «L’appuntamento avrà la co-presidenza del sindaco di Reggio e del primo cittadino di Tunisi», ha affermato l’on. Craxi, la quale, davanti ad una folta platea di rappresentanti delle Istituzioni con in testa il prefetto Francesco Musolino, ha spiegato non solo i motivi della scelta della sede del forum, ma anche le finalità di questo appuntamento. E pensando a Tunisi, Sefania Craxi, con la voce quasi velata dall’emozione, ha detto: «Una città, una nazione mediterranea a noi molto vicina ed a me particolarmente cara. A Reggio si riuniranno le più importanti città costiere del Mediterraneo perché noi pensiamo che sia la “city diplomacy” ad affrontare le tematiche, il dialogo interculturale, l’incontro di civiltà, l’integrazione multietnica. Saranno due giorni in cui non saranno trattati solo temi culturali, come l’incontro tra civiltà, ma sarà l’occasione per affrontare i temi socio-economici che ci consentono anche di immaginare livelli importanti di cooperazione tra le due sponde del Mediterraneo». Il sottosegretario agli Affari Esteri ha auspicato «un dialogo ed uno sviluppo condiviso dal basso» ritenuto importantissimo ed in grado anche di «superare quelle barriere che spesso a livello politico non riusciamo ad allontanare. Noi cre-

Craxi e Scopelliti ieri a Reggio Calabria

zionale – ha sottolineato Giuseppe Scopelliti - giunge in un momento altamente significativo per la storia della nostra Reggio alla luce del successo ottenuto con la votazione del Senato che la qualifica definitivamente come Città Metropolitana: status giuridico con cui oggi ci presentiamo a questo appuntamento. Per questo vertice mediterraneo, con nostra grande soddisfazione, è stata scelta proprio Reggio e si configura come un’opportunità

A ottobre si terrà un convegno con le più importanti città del Mediterraneo

straordinaria». Per il primo cittadino «si tratta di una chance entusiasmante che si snoderà su un confronto concreto rispetto a tematiche serie che riguardano i territori, attraverso la creazione di relazioni tra popoli e municipalità anche per cercare di superare, con il dialogo, quelle problematiche che possono generare conflittualità. Già dalle prossime settimane ipotizzeremo i percorsi da attuare per realizzare questo splendido progetto».

«Reggio Calabria da oggi non solo è area metropolitana, ma anche capitale del Mediterraneo. L’idea di organizzare qui questo importante convegno internazionale – ha evidenziato Stefania Craxi – è un progetto lanciato dal Governo e che si propone di riunire tutte le più importanti città costiere all’insegna del dialogo interculturale, dell’incontro tra civiltà, dell’integrazione multietnica: due giorni di confronto su temi socio – economici che ci consente di immaginare un rapporto di collaborazione sullo sfondo del Mediterraneo, considerata grande area di sviluppo». Tante le tematiche che saranno affrontate: il tutto per contribuire alla realizzazione di una cooperazione euro mediterranea che possa realmente promuovere lo sviluppo di questo bacino. L’iniziativa in programma in autunno a Reggio è stata discussa dai delegati di trenta paesi convenuti al secondo Forum dell’Alliance of Civilizations (Unaoc) che si è tenuto ad Istanbul il 6 e 7 aprile scorsi. In quella circostanza il sottosegretario Stefania Craxi ha illustrato i contenuti e le prospettive dell’iniziativa di “city diplomacy”, annunciata in occasione del vertice Euro – Mediterraneo di Parigi del luglio dello scorso anno. In quella sede l’Italia ha offerto la propria disponibilità a dare contenuti alla collaborazione tra le principali città mediterranee. Angela Latella

IL PROGRAMMA L’appuntamento avrà la co-presidenza anche del primo cittadino di Tunisi

Un Forum con cinquanta sindaci diamo che il Mediterraneo sia una grande area di sviluppo ed in essa non ci sono solo profonde radici culturali, ma ci sono ancora le ragioni dello sviluppo dell’Italia. Il nostro sistema di piccole e medie imprese, che in tutto il Mediterraneo ci viene invidiato, richiede un sistema che bene si adatti a quelle regioni. L’Italia è una portaerei stesa nel Mediterraneo e la Calabria, per la sua posizione geografica può essere un hub per il nostro

sistema di piccole e medie imprese”. L’on Craxi, nel corso del suo incontro con i giornalisti, ha evidenziato che quello di ottobre non resterà l’unico momento di visibilità internazionale della metropoli calabrese, perché altre iniziative – ma non ha spiegato quali – renderanno protagonista Reggio. Alla domanda se eventi come il Forum, in qualche modo, potranno contribuire alla pacificazione dell’intera area, il sottosegretario Craxi ha

spiegato che l’appuntamento di ottobre, certamente «porterà un contributo importante e collaterale». Non è mancato – sempre su sollecitazione della stampa- un riferimento all’immigrazione, «tema complesso che dovrà essere affrontato con animo generoso perché si tratta sempre di persone che fuggono dalla fame, dalla disperazione ed in cerca di speranza». Ang. Lat.

Indice prezzi al consumo: +0,2 % a Reggio Più 0,2 per cento rispetto al mese precedente: questa la variazione dell’indice dei prezzi al consumo rilevati a Reggio dall’ufficio statistica. La variazione tendenziale, rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, però è in calo e passa dell’ 1,4 al più 1,3 per cento. A livello congiunturale, le variazioni in aumento più significative si registrano nei capitoli “Trasporti” che registrano il più 1,0 per cento, soprattutto per effetto degli incrementi rilevati su carburanti; trasporti ferroviari e trasporti aerei e sulla voce “altri beni e servizi” (+0,5%), dove si evidenziano, in particolare, le variazioni in aumento sui capitoli “prodotto oreficeria” ed “assicurazioni sui mezzi di trasporto”. Il dato comunicazioni è al più 0,3 per cento, per gli aumenti relativi ad apparecchiature e materiale telefonico e servizi di telefonia. Di più lieve entità gli aumenti registrati su abbigliamento e calzature, mobili, articoli e servizi per la casa, servizi sanitari e spese per la salute, servizi ricettivi e di ristorazione (tutti con un più 0,2 per cento), “generi alimentari e bevande analcoliche, ( più 0,1 per cento). In calo i capitoli “abitazione, acqua, energia elettrica e combustibili” dello 0,8 per cento, a causa delle variazioni in diminuzione sulle tariffe di energia elettrica e gas e “ricreazione, spettacoli e cultura” (-0,7%), principalmente per il calo nelle voci di prodotto manifestazioni sportive e periodici. Restano invariati i capitoli bevande alcoliche e tabacchi e istruzione”. Su base annua le variazioni tendenziali più significative si registrano nei capitoli “bevande alcoliche e tabacchi (+4,9%), “servizi ricettivi e di ristorazione” (+3,1%), e “altri beni e servizi” (+3,1%), “istruzione” (+2,8%), “generi alimentari e bevande analcoliche” (+2,2%), “mobili, articoli e servizi per la casa” (+2,1%). In calo i capitoli “trasporti” (-2,2%) e “comunicazioni” (-0,7%).

MEDIATAG RICERCA SU REGGIO CALABRIA Per il lancio di nuovi prodotti editoriali su Reggio C. e provincia selezioniamo

AGENTI PUBBLICITARI (ambosessi) per la seguenti zone:

Reggio Calabria città Inviare dettaglio curriculum a info@mediatag.it. Trattamento economico di sicuro interesse.

• • •

Costituirà titolo preferenziale possedere una laurea in marketing, scienze delle comunicazioni o relazioni sociali. L’anticipo provvigionale sarà in grado di soddisfare le candidature più qualificate. Inquadramento Enasarco

Per un appuntamento selettivo gli interessati possono inviare il proprio curriculum al seguente indirizzo di posta elettronica: ......................................................... info@mediatag.it oppure al numero di fax: ............................................................................................. 0961.903421 o per posta indirizzata a: .... MEDIATAG SPA - Loc. Serramonda 88040 Marcellinara (Cz) I dati contenuti nel curriculum verranno trattati esclusivamente ai fini della selezione del personale. La presente ricerca è estesa a persone di entrambi i sessi ai sensi della legge 903/77


36 Venerdì 1 Maggio 2009 il Domani

REGGIO CALABRIA CITTÀ REGGIO CALABRIA — «Basta, si è superato il limite. Il movimento giovanile non è un orpello inutile, ma uno strumento fondamentale su cui noi puntiamo». Il coordinatore provinciale reggino del Pd, Giuseppe Strangio non è più disposto ad assistere alla querelle scatenata dopo l’elezione di Domenico Mandarano alla guida del movimento giovanile del suo partito. L’intervento di Strangio, ieri, nel corso di una conferenza stampa, è stato deciso e da arbitro assolutamente imparziale. Ai giornalisti ha consegnato un dossier, dal quale si evince in modo inequivocabile la regolarità dell’elezione di Mandarano, avvenuta con una maggioranza di 17 voti su 33. «La Federazione provinciale - evidenzia Strangio – fino ad ora ha assistito a queste dichiarazioni, se volete, abbastanza grottesche. Adesso che, addirittura, uno dei giovani di questo movimento si è autoproclamato commissario di questo movimento della federazione provinciale reggina, francamente, non si poteva più tacere ed era giusto che prendessimo in mano la situazione». Le carte dicono tutto, anche la sconfitta di una minoranza che, attraverso l’arma del ricorso, tenta di rimettere tutto in discussione. La vicenda caratterizzata da smentite e da dichiarazioni anche del segretario nazionale dei giovani Democratici Fausto Raciti ha creato un forte stato di disagio in seno all’organizzazione, come sostiene il coordinatore

Polemica conferenza stampa del coordinatore provinciale del Partito democratico, Giuseppe Strangio

«Regolare l’elezione di Mandarano» Il dirigente difende le modalità sulla nomina del leader del movimento giovanile del partito contestato. «In effetti è vero - evidenzia Mandarano - Ci sono state polemiche sterili sui giornali di cui potevamo fare a meno in una fase così importante per le giovanili che hanno la necessità di radicarsi sul territorio e nascere come organizzazione forte. Ed è questo che voglio fare: iniziare a lavorare con tutte le componenti dell’organizzazione giovanile per avviare un percorso, fare regole condivise, serie e certe, per poi – dopo sei sette mesi circa – arrivare a fare delle primarie vere, eleggere un segretario e costituire i circoli in modo da radicare sempre di più l’organizzazione sul territorio». La vicenda viene definita da Strangio “molto grave”. E della stessa – dice – «abbiamo informato sia il movimento giovanile nazionale che la segreteria regionale del partito, che ritengo assumerà delle decisioni nei prossimi giorni. Noi oggi abbiamo bisogno di fare questa denuncia, perché ci troviamo di fronte ad un clima assolutamente non buono che

La conferenza stampa del Pd

espone sfavorevolmente il movimento giovanile. Dovevamo assolutamente dire basta. Si è superato il segno. C’è un coordinatore legittimamente eletto ed è Mandarano». Lo stesso coordinatore giovanile,

carte alla mano, è convincente quando afferma che le regole sono state rispettate. «Sì, ne sono sicuro – dice -. Perché i delegati che erano stati eletti con le precedenti primarie erano presenti in 17: sedici hanno votato

per me ed uno si è astenuto. Poi una componente di minoranza ha fatto ricorso a livello regionale che è stato poi rigettato a livello nazionale. Fausto Raciti, infatti, ha confermato ancora una volta che dovrà comandare il coordinatore, il quale deve essere il garante di tutti. Ed io sono disponibile a dialogare con tutti». Quanto ancora durerà questa querelle non è dato sapere. Si ha tuttavia l’impressione che la stessa sia stata ispirata dagli “adulti” o da qualche elemento di peso del partito. Conclude Domenico Mandarano: «E’ probabile che ci sia questo. Voglio caratterizzare l’organizzazione giovanile nella sua autonomia, come sancisce lo statuto: I giovani sono i giovani e vivono in un mondo separato, devono rapportarsi col partito, lavorare con esso ed essere autonomi. Non prendere ordini da personaggi che vivono ed hanno un ruolo importante nei partiti». Antonio Latella

Reggio Città metropolitana Ecco cosa dice la legge...

A colloquio con il presidente, Giuseppe Romeo Filocamo al termine della serata che ha celebrato i 60 anni dalla fondazione

REGGIO CALABRIA — Tutti ne parlano ormai da due mesi, ma pochissimi san-

REGGIO CALABRIA — Abbiamo incontrato il presidente del Rotary Club Reggio Calabria, Giuseppe Romeo Filocamo quando il suo mandato sta volgendo al termine – a luglio consegnerà il collare a Cristoforo Labate- nell’alternanza che è caratteristica propria del Club, come indica il suo simbolo, la ruota dentata, metafora dell’avvicendamento nella continuità. Lo facciamo nell’immediatezza della serata che ha celebrato i sessant’anni dalla fondazione del Club, il più antico del Distretto 2100, dopo quello di Napoli. Presidente, un traguardo prestigioso per un Club Service come il nostro, e lo dico da vecchio rotariano; che sensazioni suscita in te questo avvenimento, oltre al privilegio di essere il presidente del sessantesimo? «Ti ringrazio per questa domanda, che mi consente, da rotariano a rotariano, di esprimere l’orgoglio che ho provato nel traghettare il nostro club oltre quella boa. E’ stata una serata magnifica, all’insegna del come eravamo, ma soprattutto del come saremo. Il Rotary Club di Reggio Calabria, come hai detto bene tu, non solo è il più anziano del Distretto dopo Napoli, ma è il padrino di atri Club della Città e di quello di Palmi. Una responsabilità ed un onore che ci accompagna, consapevoli che il nostro operato è, inevitabilmente, di riferimento per gli altri». A proposito di riferimento, il Rotary come sappiamo annovera tra i suoi soci professionisti e imprenditori, tutti comunque impegnati in prima persona nella società, e sempre in posizioni di eccellenza. Non senti il peso di questa responsabilità, quella di far sì che ciascuno di loro dia il fattivo contributo per la crescita della realtà in cui operano? «Hai toccato il punto fondamentale, quello che riguarda proprio la funzione del Rotary nel mondo in cui viviamo. Ricordo a chi ci legge che siamo oltre un milione e duecentomila, e che per tutti il motto è “Servire al di là di ogni interesse personale”. Una grande responsabilità dunque e grandissimi onore ed impegno». Siamo quasi alla scadenza del tuo mandato. Vogliamo fare un bilancio dell’attività di quest’anno? «Volentieri. Come gai detto siamo quasi alla fine, i progetti non sono tutti completati, ma tante iniziative sono andate in porto. Del sessantesimo abbiamo fatto cenno; la Commissione

no davvero cosa sia. La Città metropolitana di Reggio Calabria, istituita attraverso un’apposita disposizione nella legge sul federalismo fiscale, è un’espressione dal forte “appeal”, soprattutto tra i politici e gli addetti ai lavori. Eppure, a giudicare da alcune infelici esternazioni, c’è da giurare che ben pochi, anche tra i pubblici amministratori, conoscano l’esatta portata di questa sorta di “rivoluzione istituzionale”. La città metropolitana è, innanzitutto, un ente pubblico previsto dalla Costituzione. L’art. 114 della prima legge dello Stato lo colloca subito dopo il Comune e la Provincia. Ma, dal punto di vista concreto, è prevedibile che il nuovo livello amministrativo sostituirà proprio i vecchi enti intermedi. Anche perché le città metropolitane eserciteranno, in linea di principio, le stesse funzioni che oggi spettano alle province, oltre ad una serie di ulteriori competenze che saranno ad esse demandate in via esclusiva. In molti citano la pianificazione territoriale: non è difficile comprendere quale sarà la portata dell’innovazione, se si pensa che i futuri piani paesaggistici saranno gestiti in piena autonomia dalla giunta della città metropolitana. Per intenderci, sarà quest’ultimo organo amministrativo – ad esempio - a stabilire se una determinata area sarà edificabile o sottoposta a vincoli per la salvaguardia dell’ambiente. Tra le altre competenze esclusive del nuovo ente ci saranno anche le reti infrastrutturali (con le prevedibili ricadute economiche) e la valorizzazione dei beni culturali. Tutto qui? Certamente no. Perché queste maggiori funzioni saranno accompagnate da risorse economiche proporzionali. L’altro grande vantaggio che deriverà dall’istituzione della città metropolitana è quello relativo all’ingresso di Reggio in un circuito di località “elette”. A questo livello amministrativo, infatti, saranno destinati maggiori finanziamenti. Ed ogni qual volta si deciderà di attribuire un nuovo beneficio istituzionale alle città metropolitane di Roma, Milano, Torino o Napoli, i riflessi positivi verranno prodotti automaticamente anche in Calabria: perché la legge, salvi casi del tutto eccezionali, è un provvedimento di carattere generale e astratto. Resta da spiegare quali saranno i confini della Città metropolitana di Reggio. In questo momento è pressoché impossibile prevederlo: ogni singolo comune oggi ricadente nel territorio della provincia reggina sarà chiamato a decidere, attraverso un apposito referendum consultivo, se aderire alla Città metropolitana oppure no. In questo secondo caso, lo stesso comune dovrebbe stabilire di aggregarsi ad una delle viciniori province superstiti. Certo, è assai improbabile che i cittadini di qualsiasi comune decidano di legarsi a Catanzaro o Vibo Valentia, se non altro per ragioni di mero tornaconto economico o di potere politico. Ma è pur sempre un’ipotesi che formalmente non può essere esclusa. Si tratta naturalmente di un problema che potrà essere affrontato con calma: tra referendum e decreti attuativi potrebbero passare anche tre anni prima di arrivare al varo vero e proprio dell’Area metropolitana. In riva allo Stretto, naturalmente, l’approvazione definitiva del provvedimento da parte del Senato ha fatto registrare l’esultanza delle massime cariche politico-istituzionali. Il presidente del Consiglio regionale, Peppe Bova, ritiene che “per Reggio e la Calabria sia stato raggiunto un risultato storico, anche se dentro una legge, quella sul federalismo fiscale, sul cui impianto generale è legittimo nutrire profonde riserve e motivatissime preoccupazioni. Per tutti noi, reggini e calabresi, si apre così una grande sfida: quella di dimostrare con i fatti che l’area dello Stretto, con all’interno il grande porto di Gioia Tauro, possa diventare crocevia e riferimento di relazioni, politiche culturali, iniziative, intraprese, traffici commerciali, flussi turistici, che la qualifichino come una delle capitali del Mediterraneo”. Il sindaco di Reggio, Giuseppe Scopelliti, afferma invece che “è stato realizzato un grande sogno, frutto dell’impegno, della dedizione e dell’amore quotidiano verso la nostra terra. Lo consegniamo ai nostri giovani come il vero messaggio di cambiamento di una città martoriata e massacrata nei decenni scorsi. Da oggi, Reggio vivrà una stagione decisamente nuova, con la consapevolezza che quanto si è concretizzato, è il frutto dell’opera di una classe dirigente che crede fortemente nel cammino di rinascita della nostra Reggio”. Ant. Lat.

I successi del Rotary Club reggino

Giuseppe Romeo Filocamo

preposta presieduta da Pino Franco ha prodotto una bellissima pubblicazione con le immagini e i nomi degli uomini che hanno fatto grande il nostro Club, i ricordi e i pensieri dei presidenti che si sono succeduti nel tempo, i loro Consigli Direttivi, i Soci. Non è per piaggeria verso il mio intervistatore, ma devo dire che una della cose di cui vado più fiero è la creazione del nostro sito web. Per la prima volta il Club di Reggio Calabria è in rete, come si dice, e questo merito va ascritto al lavoro della Commissione presieduta da Antonio Latella, che ha messo a disposizione la sua sapienza e la sua esperienza per creare un luogo di dialogo tra i soci, che ci ha reso visibili oltre i confini della città. Il Governatore Guido Parlato, in occasione della sua visita, lo ha molto apprezzato e io spero che diventi sempre più strumento di confronto tra di noi. Le Commissioni hanno svolto un ruolo fondamentale nella realizzazione del programma. Voglio ringraziare i presidenti ed i componenti per la fattiva collaborazione. Le riunioni al caminetto e le conviviali in genere hanno visto la fattiva e massiccia partecipazione; a queste abbiamo sempre abbinato una conversazione tenuta da soci o ospiti di alto profilo, legata al tema rotariano del mese. Si è parlato di famiglia, di globalizzazione, di ambiente, di comunicazione. Abbiamo ricevuto la visita del Console Generale Americano che ha chiesto di incontrare i Rotary della città, stiamo portando avanti l’idea dell’on. Reale per la realizzazione della Colonna San Paolo sulla collina di Pentimele. Abbiamo istituito una borsa di studio da assegnare ad alcuni studenti dell’It per Geometri per la migliore idea progettuale relativa alla sistemazione della collina stessa, legata proprio a quella importante opera che diventerà il simbolo stesso della città. E tante altre ini-

ziative, ancora in itinere, come il contributo per la realizzazione di una biblioteca e ludoteca, questa insieme con il Rotary Roma Sud, nell’ambito della casa di accoglienza per madri in difficoltà intitolata al Canonico Monsignor Salvatore De Lorenzo, che inaugureremo il 13 giugno. Allo stesso monsignor De Lorenzo abbiamo intitolato una strada, grazie al lavoro svolto dal dott. Giuseppe Tuccio quale presidente della commissione toponomastica del Comune; sempre grazie alla collaborazione dell’Amministrazione comunale che ci ha assegnato l’area, abbiamo arricchito la città di una statua, quella all’Amicizia mediterranea, al Cedir». Insomma presidente, molte cose fatte. Non senti un po’ di dispiacere nel dover lasciare dopo tanto impegno? «No, il Rotary è questo, come dicevamo prima. Le cose fatte, e mi piace ricordare il gemellaggio che tra qualche giorno faremo con il Rotary Roma Sud, arricchiscono tutti, esattamente come quelle che troveranno compimento con chi seguirà. E’ la ruota, come dicevamo prima. Questo è il senso del Rotary». So che la raccolta di fondi per la Polioplus, impegno principale del Rotary International, è andata bene anche quest’anno e che un’analoga iniziativa sta per essere fatta per i terremotati dell’Abruzzo. «Certo, a fine maggio ci sarà la proiezione di un film il cui ricavato sarò consegnato proprio al Governatore di quel distretto rotariano. Un piccolo contributo per una grande sofferenza, Noi la conosciamo bene; non potevamo non dare una mano». Dobbiamo chiudere. C’e tempo per un’ultima parola... «Si, ma fammene dire tre. Tre ringraziamenti: a te per lo spazio che ci hai concesso, ai Rotary di Messina per l’entusiasmo e la fattiva partecipazione al progetto rotariano che lo Stretto debba essere sempre più elemento di unione e non di separazione, ai Club della Città (Rotary Nord, Sud, Rotaract, Interact, Inner) e a quello di Palmi, con abbiamo avuto un rapporto di continua, affettuosa e gioiosa collaborazione, nella convinzione condivisa che essere presidenti di club così importanti sia una cosa seria, ma che va affrontata con un sorriso». a. l.


il Domani Venerdì 1 Maggio 2009 37

REGGIO CALABRIA CITTÀ E PROVINCIA ROSARNO Demetrio Costantino, presidente del Cids, parla della vicenda che ha coinvolto il primo cittadino della Piana

«Giustizia per il sindaco Martelli» “C’era in noi incredulità sulle sue responsabilità per i gravi reati contestati a una personalità politica stimata” ROSARNO — «Subito dopo l’arresto

dell’allora sindaco di Rosarno, Carlo Martelli, ci eravamo permessi di esprimere, personalmente e pubblicamente, serie perplessità sulla misura restrittiva adottata nei suoi confronti». Così, Demetrio Costantino, presidente del Cids (Comitato interprovinciale per il diritto alla sicurezza). «C’era in noi prosegue Costantino - incredulità sulle responsabilità per i gravi reati contestati a Martelli – personalità politica stimata – e ipotizzato possibili errori dovuti al mancato approfondimento dell’inchiesta da parte dei magistrati che hanno portato ingiustamente all’arresto. La decisione adottata dai supremi giudici rende giustizia, sia pure tardivamente. Questo fatto – la lunga detenzione in carcere di Martelli – non

vuol dire, però, ora, che deve venir meno la fermezza nella lotta contro l’illegalità e la criminalità. Bisogna essere consapevoli della gravità della situazione e accentuare l’impegno della Direzione distrettuale antimafia per l’individuazione e il perseguimento in sede giudiziaria di soggetti politici, professionali, imprenditoriali, della burocrazia che svolgano in tanti settori illecite attività. C’è, cioè, l’esigenza della necessaria fermezza e, nel contempo, di metodi di procedere garantisti e rispettosi della dignità delle persone per evitare ingiuste restrizioni della libertà e per un periodo così lungo. In questo modo può accrescere il rispetto e la fiducia nei confronti di chi è chiamato ad assolvere l’alta funzione, interpretare e applicare le leggi. E’ ovvio che

quando si verifica una vicenda – come quella riguardante Martelli – non ci sono solo immensi danni verso chi viene colpito, ma le conseguenze dannose sono generali. Per questo le forze politiche devono affrontare i gravissimi problemi oggi sul tappeto relativi alla giustizia insopportabilmente lenta, organici carenti continuamente denunciate nelle Procure, risorse insufficienti, leggi inadeguate per mettere in condizioni i magistrati di potersi dedicare con la dovuta serenità e con l’impegno necessario a portare avanti le inchieste. Occorrono - conclude Costantino indirizzi chiari, scelte incisive, unità e coesione tra istituzioni, Enti elettivi, cittadini e dare slancio alla lotta contro la criminalità, l’illegalità e per un reale cambiamento».

La cerimonia sarà presieduta da monsignor Morosini, vescovo della Diocesi di Locri-Gerace

Ardore, oggi l’incoronazione della “Madonna della grotta”

Il Primo Maggio a Riace RIACE — «Un Primo Maggio doverosamente a Riace, simbolo di quella

Calabria onesta, laboriosa e solidale, che non deve piegarsi al malaffare e alla brutalità e all’arretratezza della criminalità organizzata». Così, in una nota, la segreteria regionale del PdcI, di cui una delegazione guidata dal segretario Michelangelo Tripodi, si recherà questa mattina nel storico borgo della provincia reggina a celebrare la Festa del Lavoro. «Una scelta significativa, non casuale – spiega Michelangelo Tripodi – alla luce di quanto di grave è successo nei giorni scorsi con l’ennesima vile intimidazione al sindaco di Riace, Domenico Lucano, esempio di quella Calabria onesta che tiene ben alti i valori della buona amministrazione, della solidarietà e dell’accoglienza. Valori sacri e fondamentali per una società civile che Domenico Lucano ha trasmesso e continua a trasmettere prodigandosi a favore degli extracomunitari, aprendo le porte del paese che amministra a perseguitati politici e richiedenti asilo. Un grande esempio di solidarietà sociale che si sta traducendo anche in benefici economici per l’intera comunità di Riace. Come Comunisti italiani – aggiunge il segretario regionale del PdCI – saremo quindi a fianco al sindaco, ai cittadini, ai tanti migranti ospitati a Riace, per celebrare al meglio il primo maggio. Una ricorrenza tanto cara a noi comunisti, simbolo di tante battaglie e di tante conquiste ottenute a fianco dei lavoratori e delle fasce più deboli della popolazione. Anni ed anni di lotte e conquiste che mai come ora nella storia della nostra Repubblica vengono messe in discussione dal presidente del consiglio Silvio Berlusconi, stonato direttore d’orchestra di un governo di centrodestra che sta azzerando il diritto al lavoro, demolendo lo stato sociale e democratico, dimostrandosi acerrimo nemico delle fasce più deboli del Paese, del Mezzogiorno e in particolare della Calabria». Ospite delle sezioni locali del PdCI, Michelangelo Tripodi, nel pomeriggio si sposterà prima a Bova Marina e poi a Bagaladi. «Sarà l’occasione per ribadire – sottolinea Tripodi – concetti chiave che da sempre fanno dei Comunisti Italiani strenui difensori del diritto ad un lavoro dignitoso per tutti. Per rilanciare con forza la proposta di legge avviata dal nostro partito a livello nazionale, con migliaia di firme già raccolte in Calabria) a difesa del salario. Per riaffermare la richiesta di una nuova scala mobile attraverso l’istituzione di un meccanismo che ogni anno consenta automaticamente di adeguare stipendi e pensioni al reale costo della vita. Per riproporre a gran voce la lotta alla precarietà iniziando da un salario minimo orario garantito per tutti i lavoratori atipici e che hanno rapporti di lavoro non regolamentati da contratti collettivi e quindi sottoposti a stipendi indecorosi. Un Primo Maggio quindi – conclude il segretario regionale del PdcI – ancora una volta solidale e in mezzo ai lavoratori, ai precari, ai disoccupati, alle tante famiglie che grazie alla politica miope del governo Berlusconi sono sempre più povere. Sviluppo, solidarietà e legalità come parole d’ordine per ribadire e denunciare che sottovalutare la crisi e il degrado sociale ed economico che stiamo vivendo segnerebbe negativamente il futuro democratico dell’intero Paese».

ARDORE — La comunità diocesana di

mune di Ardore, animata da un gruppo di suore, seminaristi e sacerdoti che stanno annunciando il Signore Risorto. La devozione verso la Madonna della Grotta è testimoniata anche dalla partecipazione ai riti del Novenario che si sta svolgendo nella Chiesa Parrocchiale di Bombile, il cui programma è stato predisposto dal Rettore del santuario don Enzo Chiodo e da don Bruno Cirillo. Le manifestazioni sono state concordate con l’Amministrazione comunale di Ardore, guidata dal sindaco Giuseppe Campisi. Nella chiesa dello Spirito Santo di Bombile, frazione di Ardore, si è tenuto un convegno sul tema: “Il Santuario della Grotta. Il futuro fra speranze e attese” con la partecipazione di numerosi esperti, storici, tecnici e rappresentanti politi-

REGGIO CALABRIA — «E’ con grande

ELEZIONI EUROPEE Dal coordinamento provinciale dei giovani del Pdl e da Nuccio Pizzimenti

Locri-Gerace, quella parrocchiale di Bombile e i numerosi fedeli devoti alla “Madonna della Grotta” si stanno preparando allo storico evento dell'incoronazione della statua della Madonna che avrà luogo oggi primo maggio, in occasione del V centenario della sua realizzazione. La cerimonia avrà inizio alle ore 10, 30 e sarà presieduta da monsignor Giuseppe Fiorini Morosini, vescovo della Diocesi di Locri-Gerace. Il cammino di preparazione ’ iniziato il 24 novembre 2008, con la fusione dell'oro offerto dai fedeli per la realizzazione di due corone ad opera dell'orafo crotonese Gerardo Sacco. Tale cammino è stato arricchito in questi giorni con una missione popolare a Bombile e nelle vicine frazioni del co-

gioia che apprendiamo della candidatura alle imminenti elezioni europee di Giuseppe Pedà, di certo una candidatura di prestigio che dimostra ancora una volta il buon lavoro svolto da Pedà in qualità di rappresentante di Forza Italia». Così, il coordinamento provinciale dei giovani di Forza Italia. «Noi giovani della Libertà Pdl non faremo mancare al candidato calabrese il nostro sostegno e

co-istituzionali. Il 28 maggio 2004, alle ore 12,30 una gigantesca frana si staccò dal costone roccioso che sovrasta il Santuario della Madonna della Grotta, a Bombile d'Ardore, meta di migliaia di pellegrini. Il crollo non causò vittime. Si gridò al miracolo. In occasione del cinquecentesimo anniversario della realizzazione della sacra ed artistica effigie, è stato predisposto un programma di manifestazioni civili e religiose che culmineranno oggi, appunto, nello storico evento dell'incoronazione della statua. Circa 700 mila euro sono stati già spesi per il recupero della statua e per la messa in sicurezza dell'area ma serve almeno un altro milione per mettere in sicurezza l'intero costone roccioso e per rendere parzialmente fruibile la zona.

Presente anche una delegazione del Pdci con Michelangelo Tripodi

Plauso per la candidatura di Giuseppe Pedà come in passato il movimento giovanile sarà impegnato nella campagna elettorale. Crediamo sia importante questa ennesima attestazione di stima da parte di Berlusconi nei confronti di una nuova classe dirigente

che di certo sarà protagonista anche nel cambiamento tanto agognato da una regione ormai allo sbando. Facciamo appello a tutte le componenti del Pdl affinché si inizi un discorso serio sul futuro della città e della regio-

ne». E anche Nuccio Pizzimenti, sempre del Pdl plaude alla candidatura di Giuseppe Pedà, vicepresidente nazionale dei giovani imprenditori di Confcommercio, «voluta - evidenzia anche dalla base del partito, guidato

egregiamente dal nostro leader, onorevole, Nino Foti». Pizzimenti, ritiene che «il popolo calabrese è ormai stufo della politica obsoleta. Il futuro è nei progetti concreti. Ritengo che la politica offende sempre chi la mortifica. Il contributo dei giovani in politica sarà una svolta epocale per il riscatto della nostra terra. La candidatura di Pedà, che vanta un lungo attivismo in Forza Italia, darà un contributo importate a questa nobile causa».


38 VenerdĂŹ 1 Maggio 2009 il Domani

Il Domani dĂ  spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, societĂ , sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

SPORT

*- (&/0"/0 $0/5&40

#0.#&3 "--n&45&30

*M QSPDVSBUPSF EFMMnBSHFOUJOP o*M GVUVSP EJ .JMJUP Ăƒ JO *UBMJBp

3JCFSZ o#BZFSO SFTUP TPMP JO $IBNQJPOTp &UPnP HFMB JM #BSĂ‚B o3JOOPWP /PO PSBp

*M $U EFMMn*UBMJB o3FTUP JO /B[JPOBMF Ăƒ RVFTUB MnVOJDB WFSJUÂťp .B QFS MB QBODIJOB Ăƒ JO MJ[[B DPO $POUF 'FSSBSB 4QBMMFUUJ F (BTQFSJOJ

-JQQJ F MnJOUSJHP +VWFOUVT -B DPOGFSNB EJ 3BOJFSJ TFNCSB TFNQSF NFOP TDPOUBUB 5VMMJP 1BSJTJ

TORINO - Juventus-Lecce si giocherà alla presenza dei tifosi e non piÚ a porte chiuse. Lo hanno deciso i giudici dell’Alta Corte di Giustizia sportiva, annullando la squalifica del campo. Una sentenza di sospensione cautelare, che non entra nel merito ma sembra quasi compassionevole con i bianconeri di oggi, in chiara difficoltà, e restituisce loro i tifosi, di cui hanno assai bisogno. Contro i salentini, infatti, Claudio Ranieri e i suoi si giocano davvero tutto: futuro, soldi, onore sportivo, altro che soltanto la faccia. La Juve del campo vuole assolutamente risalire, perchè i giocatori capiscono che si sta rischiando grosso e che con un declassamento europeo sarebbero loro i primi a rimetterci. Ma, al momento, squadra e club sono due corpi separati, uniti solo dal filo

Serie A: la 34ÂŞ giornata PARTITE

ARBITRI

DOMANI 18.00

Rocchi

Bologna-Reggina 20.30

Tagliavento

Inter-Lazio DOMENICA 15.00

Catania-Milan Fiorentina-Torino Juventus-Lecce Palermo-Cagliari Roma-Chievo Siena-Napoli Udinese-Atalanta

De Marco Farina Gava Celi Damato Ayroldi Pierpaoli

20.30

Genoa-Sampdoria

Morganti

CLASSIFICA Inter Milan Juventus Fiorentina Genoa Roma Cagliari Palermo Lazio Udinese Atalanta Napoli Sampdoria Catania Siena Chievo Torino Bologna Lecce Reggina

74 67 65 58 57 52 49 49 47 45 44 42 41 40 37 34 30 29 27 24

ANSA-CENTIMETRI

sottile di un Jean-Claude Blanc che si reca ogni giorno a Vinovo, al capezzale della truppa di Ranieri. Da una parte l’orgoglio di Chiellini, che dice: Non esiste che la Juventus da un mese non vinca. Dobbiamo reagire, subito. Dall’altra i ’rumours’ societari, che avvolgono sempre piÚ nel miste-

ro la questione futuro. Ieri Marcello Lippi ha dichiarato: Non c’è nessuna possibilità che torni alla Juventus. Andare a cena non significa ritornare, ma semplicemente che sono amico di Blanc come di tanti altri dirigenti. Quindi, lo scenario proposto in questi giorni da chi è assai informato, è tutto fasullo? Non è affat-

-B -B[JP Ăƒ DPOWJOUB EJ UFOFSF MnBUUBDDBOUF .FOP DFSUF[[F TV 1BOEFW

-nVMUJNB QBSPMB TV ;BSBUF TQFUUB BHMJ BSBCJ ROMA - In casa Lazio le questioni di campo interessano poco in questi giorni. L’argomento sulla bocca di tutti non ha nulla a che fare con la trasferta di domani sera in casa dell’Inter, tanto meno con la finale di Coppa Italia che il 13 maggio la squadra biancoceleste giocherà all’Olimpico contro la Sampdoria. L’attenzione è tutta concentrata sul futuro di Mauro Zarate, l’attaccante argentino arrivato in prestito a inizio stagione dall’Al Sadd, e ora oggetto del contendere tra il presidente Claudio Lotito e la dirigenza araba. MercoledÏ il patron biancoceleste ha portato avanti la trattativa legando Zarate alla Lazio fino al 2014 con un contratto da 1,5 milioni di euro a stagione, piÚ premi e bonus legati al rendimento. Adesso c’è da convincere l’Al Sadd a cedere il calciatore alla cifra concordata l’estate scorsa, evitando pericolosi giochi al rialzo sul prezzo. Se non si dovesse raggiungere un accordo, le possibilità sarebbero due: ricorrere alla clausola rescissoria presente nel

contratto di Zarate con l’Al Sadd, e che si aggira intorno ai 28 milioni di dollari (oltre 21 milioni di euro), oppure chiamare in causa la Fifa (ma è una soluzione che si vorrebbe evitare). Certo, se la Lazio dovesse ricorrere alla clausola che libera il giocatore, Lotito si troverebbe ad aver pagato Zarate circa 25 milioni di euro, ovvero 5 in piÚ del prezzo pattuito in estate con l’Al Sadd. La Lazio ha fatto i suoi passi - ha spiegato il legale del club biancoceleste Gianmichele Gentile - Ora aspettiamo al massimo per lunedÏ una risposta dall’Al Sadd. Alla trattativa Zarate, però, potrebbe essere legato anche il futuro di Goran Pandev. E’ normale che Zarate guadagni tanto, perchè già guadagnava tanto - ha detto Carlo Pallavicino, agente del macedone, ai microfoni di Radio Radio - mentre Pandev ancora deve fare il salto di qualità dal punto di vista economico. E’ arrivato a un punto focale della sua carriera, deve fare la scelta piÚ intelligente: non può sbagliare.

*OUBOUP Mn"MUB DPSUF BDDPHMJF JM SJDPSTP 1VCCMJDP BMMP TUBEJP EPNFOJDB DPM -FDDF to cosÏ. La Juventus cerca di prendere tempo, dopo il pasticcio del pranzo, in attesa di vedere se ci siano le condizioni per un altro anno con Ranieri, oppure se sia preferibile cambiare subito rotta, puntando su un tecnico giovane (Antonio Conte o Gasperini in pole position) o su uno esperto e molto gradito, come Luciano Spalletti, che difficilmente resterà alla Roma. Nulla a oggi può essere escluso, nemmeno una ’traghettatura’ di Ciro Ferrara per un anno. Ranieri ha assicurato che non si dimetterà. Lippi aspetterà la fine del Mondiale e poi potrebbe riesaminare la situazione, con una nuova rimescolata di carte. Un problema, quello del futuro assetto societario, che tocca da vicino anche i giocatori, soprattutto i piÚ rappresentativi, come Gigi Buffon, che ieri ha dichiarato: Non ho piÚ nemmeno il diritto di prendere un gol, che piovono critiche e si mette in discussione la mia efficienza tecnica. Ho un contratto fino al 2013, voglio capire cosa succede e che squadra avremo, spero ancora piÚ competitiva. E intanto Ranieri raccoglie i cocci e cerca di dare lo scossone decisivo alla squadra e alla stagione: sarà una Juve con esperienza e tasso tecnico elevato, con Camoranesi e Nedved (o Giovinco) sugli esterni e la coppia Del PieroIaquinta, con Amauri pronto a dare il cambio almeno per un tempo allo spompato Del Piero di questo periodo. In difesa dovrebbe rientrare Legrottaglie, a dare un po’ di conforto al tecnico, perchè la coppia Ariaudo-Mellberg ha lasciato perplessi un pò tutti. La curiosità è Cristiano Zanetti: vedremo se riesce a disputare la seconda partita consecutiva senza infortunarsi.

*M EJSJHFOUF EFM .JMBO TVMMB SJNPOUB o*M DBNQJPOBUP Ăƒ DIJVTP QVSUSPQQPp

(BMMJBOJ GB HMJ TDPOHJVSJ F WB BWBOUJ DPO "ODFMPUUJ MILANO - Campionato chiuso, purtroppo per Adriano Galliani secondo il quale i sogni rossoneri di rimonta non poggiano su fondamenta possibili. L’amministratore delegato del Milan rifiuta poi di fare graduatorie di possibilità tra tecnici aspiranti alla panchina rossonera. Chi è in testa tra Allegri, Gasperini e Leonardo? Ancelotti risponde sicuro Galliani. Io non posso essere sorpreso dalla parole del presidente Berlusconi (che avrebbe disegnato un nuovo Milan con un futuro tra Leonardo e Allegri) - ha poi aggiunto - perchè ci parlo tutti giorni. Quello che continuiamo a dire è che di ogni cosa e soprattutto di mercato si parla alla fine del campionato. Sul finale di campionato Galliani ha spiegato che indipendente-

mente da quanti punti farà il Milan, l’Inter farà assolutamente piÚ di otto punti. Non ci sono analogie con la rimonta del ’99 perchè quella era cominciata prima.

*M UFS[JOP EFMMB 'JPSFOUJOB GB TVCJUP NBSDJB JOEJFUSP

1BTRVBM QSJNB BDDVTB F QPJ SJUSBUUB o.FTTB JO EVCCJP MB NJB QSPGFTTJPOBMJUp FIRENZE - Mi hanno accusato di non essere un professionista. Questa l’accusa di Manuel Pasqual, che in sala stampa ha puntato il dito contro l’amministratore delegato della Fiorentina, Sandro Mencucci.

Una frase che ha scatenato le ire del club viola. Il difensore ha espressamente indicato Mencucci come uno che ha messo in dubbio la mia professionalità nei mesi scorsi - le parole di Pasqual - e per me è stata una pugnalata. Pronta la replica della società toscana con un comunicato ufficiale: La Fiorentina dichiara inaccettabili comportamenti simili da un proprio tesserato. La dichiarazione attribuita all’amministratore delegato Sandro Mencucci è assolutamente falsa. La Fiorentina si riserva di assumere azioni disciplinari nei confronti del tesserato. Nel pomeriggio di ieri Pasqual ha subito fatto marcia indietro. Dopo un confronto con l’amministratore delegato Sandro Mencucci ho capito che il messaggio delle parole riportatemi non era veritiero. Per cui mi scuso per questo malinteso.

-FHB EJWJTB JO EVF MB " TJ BGGJEB B #FSFUUB .B JM DPNNJTTBSJP Ăƒ EJFUSP MnBOHPMP

-nBOUJDJQP 7JDFO[B3JNJOJ BQSF MB B HJPSOBUB EJ #

*M DBMDJP JUBMJBOP TJ TQBDDB

#BSJ&NQPMJ BGGJEBUB B #SJHIJ 3J[[PMJ BSCJUSB JM 1BSNB EB USBTGFSUB

MILANO - Peggio (o meglio, dipende dai punti di vista) di cosĂŹ questa giornata del calcio italiano, annunciata per decisiva, non poteva terminare. La Lega si ritrova alla fine divisa in due, con la serie A che se ne va in nome di un calcio ÂŤpiĂš moderno ed europeoÂť, progetto per il quale le big hanno designato Maurizio Beretta, che sembrava alla vigilia destinato a fare il presidente. Il campo di battaglia lasciato dalla giornata in via Rosellini contempla poi una serie B furibonda, per niente rassegnata e che si farĂ  paladina di un calcio che ÂŤdeve rimane-

*M QSFTJEFOUF .BUBSSFTF

re uno sport e non arroganza priva di democrazia; e il ’presidente dell’unità’, Antonio Matarrese, sconfitto ma non domo, e che si augura

che ci sia un ravvedimento contro la disgregazione. Ora il commissariamento è certissimo e ineluttabile. Il commissario sarà nominato entro una ventina di giorni, dopo che il Consiglio federale del 5 maggio prossimo avrà indicato una data ultima per rinnovare la ’governance’. Per la seconda volta nella storia, si riparla per questo compito di Franco Carraro. Come nell’estate del 1977. Che sarebbe stata una giornata thriller lo aveva previsto uno di quelli che ha retto il timone della scissione, Adriano Galliani. Ricordate i tre giorni del Condor?

Si farà fatica a capire chi sta con chi. E, in effetti, alla prima scadenza dell’ordine del giorno, il regolamento predisposto dalla serie A e votato a scrutinio segreto per la prima volta con il sistema del voto ponderato viene battuto nell’urna: contro 21 di B e quattro di A. CosÏ come poco dopo viene impallinato anche il regolamento opposto e inconciliabile predisposto dalla serie B. Non si può andare avanti, la serie A rompe gli indugi: si riunisce in assemblea e, a voto palese, ottiene 19 voti a favore della proposta di scissione. Vota contro il Lecce.

ROMA - Sono stati designati gli arbitri per la 38/a giornata di serie B, in programma domani pomeriggio alle 16. A Brighi il match clou Bari-Empoli, posticipo di lunedĂŹ sera (alle 20,45) che potrebbe regalare la certezza matematica della promozione in serie A ai pugliesi. Queste le designazioni: Albinoleffe-Brescia: Bergonzi; Ascoli-Modena: Baracani; Avellino-Parma: Rizzoli; Bari-Empoli: Brighi; Cittadella-Grosseto: Candussio; MantovaTreviso: Scoditti; Pisa-Ancona: Mazzoleni; Salernitana-Livorno:

Rosetti (nella foto); Sassuolo-Frosinone: Russo; Triestina-Piacenza: Calvarese; Vicenza-Rimini (questa sera alle 20.45): Velotto.


Il Domani dĂ  spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, societĂ , sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani VenerdĂŹ 1 Maggio 2009 39

SPORT

$BMDJP 3BHHJVOUP MnBDDPSEP FDPOPNJDP

$BMDJP *M QPSUPHIFTF EFMMn*OUFS SJCBUUF BM NJMBOJTUB & TVM  NBHHJP OFSB[[VSSP IB MF JEFF DIJBSF o/PO FTJTUFp

.PVSJOIP B HBNCB UFTB o"NCSPTJOJ TUBJ [JUUPp -VDB -BWJPMB

MILANO - La premessa è che non vuole piÚ usare il vocabolario di un mese fa, quando sembrava che in Italia stava per arrivare la bomba atomica. Poi però Josè Mourinho non resiste e risponde duro a Massimo Ambrosini, che si è augurato di vederlo rimangiarsi la frase sugli zero titoli del Milan a fine stagione. Ambrosini non ha grande autorità morale per parlare di queste cose - dice il tecnico portoghese - Lui non ha mai chiesto scusa per aver offeso dieci milioni di interisti. Il riferimento è alla sfilata rossonera per la vittoria della Champions 2007: Ambrosini sollevò uno striscione degli ultrà con pesanti insulti al titolo vinto dai nerazzurri. Detto questo, Mourinho è pronto a chiedere scusa se il Milan, ora a -7, vincerà lo scudetto. Una prospettiva che a cinque giornate dal termine lo Special One definisce teorica e che non lo preoccupa. Tanto da ironizzare piÚ volte sui rigori dati ai rossoneri in campionato. Il record è 18 e sono a 12? Beh, è difficile ma si può ancora fare, dice in sostanza. Quanto alla sindrome del 5 maggio, l’allenatore nerazzurro è tranciante: il 5 maggio non esiste, è solo una fobia. Mourinho lo confonde di proposito con il 15 e con il 25. Il timore che possa ripetersi la beffa dello scudetto perso all’ultima giornata nel 2002 non lo tocca proprio. A due giorni dall’anticipo di San Siro con la Lazio (che mandò ko i nerazzurri sette anni fa dando il titolo alla Juve), l’incontro con i giornalisti diventa l’occasione per un

*M DFOUSPDBNQJTUB MB QSFOEF NBMF o/FTTVOP QVĂ? EBSNJ MF[JPOJ NPSBMJp

"ESJBOP BM 'MBNFOHP .BODB TPMP MB GJSNB

SAN PAOLO - L’ex interista Adriano e il Flamengo hanno raggiunto un accordo verbale per la questione finanziaria, in merito alla possibilità per l’attaccante di giocare nelle file del club già prima del prossimo luglio. Lo ha assicurato Delair Dumbrosck, presidente in carica della società, in una breve intervista concessa all’edizione on line di Uol Deporte. Manca solo la firma del contratto ha precisato il dirigente, che ha anche aggiunto: Stiamo cercando un’impresa che possa contrattare i diritti di immagine di Adriano e utilizzarli a partire da luglio. Ma lui giocherà per il Flamengo già prima. Secondo Uol Deporte, comunque, il procuratore del calciatore Gilmar Rinaldi è ancora cauto in proposito. Certo - ha precisato lui stesso - mi sono riunito con Kleber Leite (vice responsabile del settore calcio del club), ma abbiamo messo a punto solo certi aspetti. Non voglio però fare altri commenti.

'PSNVMB  #VEHFU BOOVP EB  NJMJPOJ

%BMMB 'FEFSB[JPOF MnPL BM UFUUP EFJ DPTUJ

.PVSJOIP B TJOJTUSB SJTQPOEF B UPOP BMMF EJDIJBSB[JPOJ EJ "NCSPTJOJ

grande esorcismo. Mi ricordo del 1/o maggio, del 25 aprile, che in Portogallo ha un altro significato, del 25 dicembre, del 26 gennaio..., snocciola il portoghese. L’Inter deve ricordarsi dei giorni in cui ha vinto i suoi 16 scudetti, è la sua esortazione, di uno che rifiuta di pensare che il mondo interista è pessimista. Forse una parte, aggiunge cauto. Io ricorderò il giorno in cui vinciamo lo scudetto, assicura Mourinho. E quel giorno pensa che sarà il 17 maggio, in casa con il Siena (con cui l’Inter mancò il primo match point nel 2008, ma a cui prese i punti decisivi nel 2007). Se inve-

ce il titolo dovesse arrivare all’ultima giornata, come l’anno scorso, va benissimo: il mio cuore è preparato per grandi emozioni. L’Inter non è in calo, secondo il suo tecnico. In Italia, come in Portogallo, siamo ’resultadisti’, conta solo il risultato, ma per Mourinho la sua squadra ha giocato benissimo per 45’ con il Palermo e per 90’ con la Juve. Con il Napoli meritava il pari. Ora mi aspetto la normalità e la normalità è vincere, mentre dal Milan si aspetta che non lasci un solo punto da qui alla fine. Infine le note personali per i suoi. Ibra non è felice se non vince, anche

in partitella. E a me questo piace molto. Santon invece per un periodo non mi è piaciuto in partita e in allenamento, ecco perchè non è piÚ titolare. Contro la Lazio, assenti Balotelli e Stankovic, forse non ci sarà neanche il ’rombo’. Stupito e amareggiato per le dichiarazioni del tecnico dell’Inter Josè Mourinho, Massimo Ambrosini ha replicato all’allenatore portoghese, spiegando di non accettare assolutamente lezioni di moralità da lui. Due giorni dopo l’episodio dello striscione, chiesi scusa ai calciatori e ai tifosi interisti.

$JDMJTNP 4MJUUB MnBVEJ[JPOF BM $POJ

.PUP *M EVDBUJTUB F MnJUBMJBOP EBOOP MB DBDDJB BMMP TQBHOPMP

3FCFMMJO TPUUP UJSP 1FSRVJTJUJ J TVPDFSJ

4UPOFS F 7BMFOUJOP B UVUUP HBT -B MFQSF -PSFO[P HJPDB JO DBTB %PNFOJDB TJ DPSSF JM (Q B +FSF[ 3PTTJ o4V RVFTUB QJTUB TPOP DPNQFUJUJWPp

*M DJDMJTUB USPWBUP QPTJUJWP BM $FSB B 1FDIJOP

ROMA - L’Ufficio di Procura antidoping del Coni, su istanza presentata dall’avvocato Cecconi, in qualità di difensore di Davide Rebellin - che ha comunicato l’avvenuta presentazione della richiesta delle controanalisi - ha disposto il rinvio dell’audizione dell’atleta, prevista per lunedÏ 4 maggio. Rebellin verrà ascoltato in un giorno ancora da stabilire, comunque successivo al 28 maggio prossimo, data già fissata dal laboratorio di Chatenay Malabry (Francia) per lo svolgimento delle controanalisi. Il corridore veneto, vincitore della medaglia d’argento nella prova su strada di ciclismo, è stato trovato positivo al Cera, il doping di ultima generazione, dopo un controllo effettuato dal Cio alle Olimpiadi di Pechino dell’agosto 2008. Ieri gli la Guardia di finanza di Padova ha effettuato una serie di perquisizioni domiciliari nell’ambito dell’inchiesta sul presunto uso di sostanze dopanti da parte di Davide Rebellin. Le perquisizioni riguardano la casa dei suoceri del ciclista, a Galliera Veneta) e lo studio del medico Enrico Lazzaro, a Montegrotto Terme, già condannato dalla Corte di appello di Venezia a 14 mesi di carcere per la vicenda dello scandalo doping scoppiata nel 2001.

ROMA - Nè Stoner, nè Rossi. Questa volta la lepre da inseguire nel Motomondiale che conta sarà la Yamaha di Jorge Lorenzo, nuovo leader della MotoGp dopo l’ultima gara del Giappone, con un solo punto di vantaggio sull’iridato italiano e tre lunghezze dall’australiano della Ducati. Nella terza prova della stagione a Jerez de la Frontera il campione spagnolo, che potrà contare sull’auto del pubblico di casa tutto per lui, sente di poter ripetere l’exploit di Motegi: Non potrei chiedere di meglio: correre in casa da leader della classifica. Ho trovato un gran feeling in Giappone con la mia M1, soprattutto nelle curve. Ora cercherò di fare attenzione perchè devo ancora imparare molte cose sulle Bridgestone, ma punterò come obiettivo minimo al podio. Sono fiducioso. Se Lorenzo guarda con ottimismo al Gran Premio spagnolo dall’altra parte dei box Yamaha il suo compagno di squadra non è da meno: Siamo partiti con il piede giusto - ammette Ros-

Il Gran Premio di Spagna Jerez Circuit - 3 maggio Orari e TV 125 cc 11.00 250 cc 12.30 MotoGP 14.00 Diretta su Italia 1 ed Eurosport

Lunghezza del circuito 4.423 m

Vincitori 2008 125 cc

250 cc

MotoGP

Corsi

Kallio

Pedrosa

Inaugurato nel 1986

ANSA-CENTIMETRI

si - ma ora è il momento di fare un passo in avanti. Motegi è stata una buona gara, ma abbiamo avuto un paio di problemi che dobbiamo risolvere. Di regola - ricorda il campione del mondo - siamo molto competitivi su questo tracciato, ed è sempre molto divertente correre qui. A credere di far bene nel Gran Premio di Spagna, rovinando magari la festa ai due piloti della Yamaha, è il pilota della Du-

cati Casey Stoner, terzo in classifica generale a soli tre punti dal leader Lorenzo. L’australiano dovrà però misurarsi su un tracciato che storicamente non lo favorisce: A Jerez sicuramente non ho mai fatto cose grandiose - ammette Stoner - ma nei test invernali abbiamo lavorato bene e siamo stati veloci, quindi cercheremo di costruire un fine settimana positivo partendo da lϝ.

ROMA - Dal 2010 le scuderie di Formula Uno potranno decidere di usufruire di un budget annuale fisso di 40 milioni di sterline (oltre 44 milioni di euro) con alcuni vantaggi dal punto di vista delle possibilità di sviluppo soprattutto per quanto riguarda il motore. Lo ha comunicato la Fia, precisando che il tetto di spesa riguarderà i team che non seguiranno integralmente i regolamenti tecnici. I team che adotteranno il nuovo budget avranno delle agevolazioni: la possibilità di adottare ali mobili e un motore che non è soggetto a una revisione limitata.

.PUPSJ -B DPSTB EFMMF BVUP TUPSJDIF

.JMMF NJHMJB En"NFSJDB 1SFTUP VOB UBQQB JO 6TB NEW YORK - Entro il 2012 la Mille Miglia avrĂ  anche una tappa americana. Lo ha dichiarato Alessandro Casali, presidente del comitato organizzatore, intervenendo a New York alla presentazione della 82/a edizione della corsa. La Mille Miglia, che partirĂ  da Brescia il 14, sarĂ  anche a Mosca, Abu Dhabi, Johannesburg e San Paolo. Sono arrivate piĂš di duemila richieste, ma sono state scelte solo 375 vetture.

5FOOJT 0HHJ J RVBSUJ BMMn0QFO EJ 3PNB

%KPLPWJD F 'FEFSFS BWBOUJ TFO[B QSPCMFNJ ROMA - Roger Federer e Novak Djokovic suonano la carica e mettono il loro primo sigillo importante su questa edizione del Masters 1000 di Roma. Lo svizzero si vendica con autorevolezza del ceco Radek Stepanek, che nel 2008 lo aveva eliminato ai quarti. Federer domina 6-4, 6-1 e approda tranquillo ai quarti, dove affronterĂ  il tedesco Mischa Zverev. Quarti raggiunti con ancora piĂš scioltezza dal campione in carica Novak Djokovic: ha piegato Tommy Robredo con un doppio 6-1. Il serbo affronterĂ  Juan Martin Del Potro.


40 Venerdì 1 Maggio 2009 il Domani

SPORT Il difensore amaranto Maurizio Lanzaro parla della gara allo stadio “Dall’Ara”

S E R I E

A

REGGINA

REGGIO CALABRIA — Nevio Orlandi blinda le porte del centro sportivo emiliano che ospita la Reggina. Il tecnico amaranto torna così a fare pretattica, in vista della gara decisiva della stagione. Nessun punto di riferimento all’avversario, che - come gli amaranto - si allena lontano da occhi indiscreti nel ritiro di Forlì. L’allenatore lontano da Reggio lavora con la rosa a sua disposizione per varare la migliore formazione possibile e affinare alcune situazioni tattiche che possano mettere in difficoltà il Bologna e quindi batterlo. La posta in palio è altissima, per questo l´allenatore sta valutando con particolare attenzione le condizioni psicofisiche di ogni singolo calciatore, per mandare in campo i più in forma e soprattutto più motivati. Tra questi dovrebbe esserci anche Maurizio Lanzaro, che rientra dopo aver scontato due turni di squalifica. «Sono contento per come sono andate queste due partite ha spiegato ieri il giocatore -. Contro Atalanta e Juventus, la squadra ha offerto due ottime prestazioni e secondo me meritavamo qualcosa in più soprattutto nell’incontro di domenica scorsa contro i bianconeri». Nella gara contro Del Piero e soci secondo Lanzaro è mancato «un pizzico di concentrazione in più, perché dal punto di vista

2ª D I V I S I O N E

«A Bologna una tapppa fondamentale»

Maurizio Lanzaro

della prestazione ha fatto un’ottima gara. Peccato non tanto per il primo gol, frutto di un rigore che ci poteva anche stare, quanto per la seconda rete subita che è nata da una disattenzione. In questi giorni che precedono la gara col Bologna dobbiamo lavorare per limare alcuni errori». Il difensore ha esaltato in particolare la prestazione di Barillà: «E’ cresciuto e noi veterani lo aiutiamo, dandogli

consigli. Nino si impegna molto nel corso degli allenamenti della settimana. E’ un bravo professionista e secondo me potrà fare delle ottime cose con la maglia della Reggina». Il giocatore campano ha evidenziato poi come lo scontro diretto col Bologna sarà decisivo ai fini della salvezza degli amaranto. «Ci giochiamo più di un pezzetto di serie A. La gara col “Dall’Ara” ricorda per certi versi quella giocata l’anno scorso a Catania, che è stata una tappa fondamentale per il finale di campionato che ci vide conquistare la permanenza in serie A. Il match col Bologna dovrà essere così». Il Bologna, che lotta per lo stesso obiettivo degli amaranto, è un avversario da tenere d’occhio in ogni reparto. «Il collettivo è temibile, ma credo che l’arma in più sia Di Vaio. Domenica scorsa contro il Genoa - ha concluso Lanzaro - i bolognesi hanno fatto una gara attenta, sono stati cinici sotto porta. Sabato dovremo essere attentissimi e dovremo concedere loro poco o nulla».

A MICROFONO APERTO di Antonio Latella

IL FLASHBACK CHE CI SERVE erve un flashback di 365 giorni. Alla Reggina, in cerca di coraggio per affrontare la trasferta di Bologna, la necessaria iniezione di fiducia va fatta ripensando a quanto accaduto un anno fa. Non vogliamo illudere nessuno, noi per primi; ma di questi tempi, nel 2008, la Reggina veniva considerata praticamente retrocessa. La classifica lasciava a desiderare quasi quanto oggi. E all’orizzonte vi erano quattro scontri diretti difficilissimi. Sembrava che un destino cinico e baro avesse deciso per la squadra amaranto, che era la meno in forma tra le pericolanti e si accingeva ad affrontare Parma ed Empoli al “Granillo”, Catania e Cagliari in trasferta. “Una missione impossibile”, sentenziavano i più. L’unico a far cogliere una sfumatura di speranza era Nevio Orlandi, cui non molti per la verità davano credito. E invece il tecnico aveva ragione: una rocambolesca vittoria sui ducali, un blitz al “Massimino”, un capolavoro contro i toscani. Sembrava quasi che i giocatori di Foti avessero risparmiato le energie tutto l’anno per dare il massimo in quella serie interminabile di spareggi. Non sappiamo se

S

la Reggina sia in grado di ripetere quell’impresa. Servono cuore, cervello, gambe, polmoni. Ma anche fortuna e attributi. Sta di fatto che, alla vigilia della gara di Bologna, ci sono potenzialmente tutte le condizioni per salvare la serie A. Le concorrenti, è vero, hanno qualche punto in più. La classifica tuttavia è corta. E sulla carta il calendario potrebbe dare una mano ai calabresi. Tutto passa dal match di domani. Anche un pareggio potrebbe rappresentare una condanna per Cozza e compagni. Il Bologna sa di poter gestire due risultati su tre. Sotto questo profilo sarà fondamentale mettere a punto una strategia di gara che costringa i felsinei a subire l’iniziativa amaranto: è quanto accaduto domenica scorsa con la Juventus, nonostante l’esito del match non sia stato quello sperato. Noi confidiamo in Orlandi: un anno fa, quando la squadra era in preda ad una forma di isteria collettiva, lui predicava la calma dalla panchina. Alla fine ha avuto ragione. Un motivo sufficiente per non mollare neanche stavolta.

Angela Latella

Nel test di ieri battuto per 5-0 il Cetraro, sparring partner in vista del derby col Catanzaro

COSENZA

COSENZA — Seconda giornata di lavoro per il Cosenza nel ritiro di Fuscaldo, in vista dell’atteso derby di domenica allo stadio “Ceravolo” contro il Catanzaro. La società del Cosenza intende ringraziare l’Amministrazione comunale di Fuscaldo per l’ospitalità nella struttura, e in modo particolare l’assessore allo Sport del Comune tirrenico, Paolo Leta, grande uomo di

Cosenza, in grande spolvero la coppia Galantucci-Mortelliti sport e da sempre vicino al Cosenza calcio. Un ringraziamento particolare anche alla società sportiva del Fuscaldo per avere messo a disposizioni tutti gli addetti dell’impianto sportivo per questi giorni di ritiro della squadra. Intanto, è finita 5-0 l’amichevole di ieri pomeriggio con il Cetraro, formazione che milita nel campionato di Prima categoria. Doppietta di Galantucci

nel primo tempo; tripletta di Mortelliti nella seconda frazione di gioco. Ha diretto l’amichevole, l’addetto agli arbitri del Cosenza calcio Dario Gaetano. Ambrosi nel primo tempo e Cosenza nel secondo hanno difeso la porta del Cetraro. Nei primi 45’ il tecnico Toscano ha schierato Morelli, Parisi, Braca e Musacco in difesa; Battisti e De Rose in mezzo al campo; Occhiuzzi,

Danti e Catania alle spalle di Galantucci. Nel secondo tempo davanti al portiere Guizzetti, difesa a quattro con Bernardi, Moschella, Fabio e De Simone; in mezzo al campo la coppia formata da Profeta e Doninelli; quindi Mortelliti, Salandria e Ramora con Polani punta centrale. Riposo precauzionale per Chianello. r. s.

L’attaccante del Cosenza, Galantucci


il Domani Venerdì 1 Maggio 2009 41

SPORT 2ª D I V I S I O N E

L’INTERVISTA Claudio Zaminga parla del derby di domenica contro i cugini rossoblù del Cosenza

«Mille motivi per far bene» CATANZARO

“Giochiamo in casa e non possiamo commettere passi falsi se vogliamo difendere il terzo posto”

CATANZARO — «E’ una partita importante per noi e per il Cosenza. Da parte del Catanzaro c’è tanta voglia di misurarsi con una squadra che non si trova per caso in vetta alla classifica». Claudio Zaminga, oltre ad essere uno dei leader in campo e fuori dell’Fc, è uno specialista dei derby e sa che il profilo basso, in questi casi, è sempre da preferire. «Ne ho giocati alcuni in carriera di questo genere di incontri…», chiosa il “settepolmoni” della mediana catanzarese. In questa stagione, Zaminga, come del resto la sua compagine, ne ha già vinti tre (il riferimento è alle due partite contro la Vigor Lamezia e al match di Vibo Valentia). Senza contare come, in passato, sia stato protagonista di un derby importantissimo

giocato sul rettangolo verde del “Ceravolo” con la maglia della Vigor Lamezia. In occasione, della partita d’andata aveva risposto per le rime alle esternazione del bomber rossoblù Cantoro, ora, però, il tempo delle polemiche sembra passato e ci si concentra esclusivamente al calcio d’inizio di domenica. «Le mie sensazioni? E’ una partita importante per noi e per il Cosenza. Il Catanzaro gioca in casa, ha mille motivazioni e sa che non può permettersi ulteriori passi falsi se vuol difendere il terzo posto. La compagine rossoblù, invece, ha voglia di chiudere il discorso promozione…». Claudio Zaminga lo sa che i tifosi giallorossi non vorrebbero che il Cosenza festeggiasse al “Ceravolo” la pro-

CATANZARO — Per la truppa giallo-

NOTIZIARIO Assente Caputo. Nel test contro gli Allievi Provenza ha schierato insieme i due attaccanti

rossa, quella di ieri è stata la giornata del test sulla palla. Prove tecniche di formazione, quindi, in vista del derby di domenica contro il Cosenza. Sul terreno del “Pala Giovino” il tecnico Provenza, nei due tempi regolamentari disputati contro la formazione “allievi regionali”, allenati da mister Cittadino, (arbitro Bronzino), ha messo in campo, nei primi quarantacinque minuti, il seguente undici: Saraco tra i pali, Francesco Montella e Ciano difensori esterni, con Gimmelli e Di Maio centrali; a centrocampo Corapi e Tomi sulle fasce, Benincasa e Berardi al centro. In avanti, infine, la coppia Iannelli-Antonio Montella. Per quanto concerne la formazione

Claudio Zaminga

mozione? «Lo so bene. Io e i miei compagni cercheremo di fare in modo che ciò non accada. E’ un match importante per mille motivi, non solo per il discorso promozione del Cosenza». Quale può essere l’insidia maggiore per il Catanzaro: la voglia di far bene, l’ansia da derby oppure qualche altro fattore. «Affrontiamo una squadra che rappresenta la rivale storica delle Aquile e non solo. Affrontiamo la prima della classe. Da parte nostra c’è tanta voglia di misurarsi con una squadra che non si trova mica per caso in vetta alla classifica…». Un po’ di rammarico c’è se solo si pensa a quel che poteva essere e non è stato. Magari, domenica al “Ceravolo”,

poteva essere uno scontro-diretto per la conquista della prima piazza. «Considerando le ultime gare che dobbiamo dire. Purtroppo, abbiamo steccato nei momenti decisivi. Ciò, tuttavia, non significa che siamo una squadra scarsa. Con meno errori commessi avremmo potuto parlare d’altro. Nel calcio, poi, non sempre vince il più forte, ma chi commette meno errori. E i rossoblù, sicuramente, hanno sbagliato meno del Catanzaro, anche se c’è da aggiungere che nella partita d’andata non s’è notata una superiorità della capolista… tutt’altro! Comunque è anche vero come, nell’arco del campionato, il Cosenza abbia fatto meglio del Catanzaro». Vittorio Ranieri

Coppia d’attacco, Iannelli-Montella allenatrice, per l’occasione rinforzata da Gaglione e Diarrà, questo lo schieramento: Mancinelli, Quaranta, Bria, Denise, Cavallaro; Martino, Carrozza, Critelli, Gaglione; Diarrà, Gargiulo. Tre le reti messe a segno: al gol di Iannelli, ha fatto quindi seguito la doppietta di Corapi. Nel secondo tempo il tecnico catanzarese ha mantenuto lo stesso 4-4-2 iniziale, schierando, sempre con Saraco tra i pali, Sorrentino ed Armenise difensori laterali, De Franco e Di

Meglio centrali. In mezzo al campo Mangiacasale e Pippa esterni, con Zaminga e Bruno centrali. Il duo d’attacco formato da Falomi e Frisenda. A rete, in questa seconda frazione di gioco, nell’ordine, Falomi, De Franco e Frisenda. Risultato finale, quindi, 60. A parte ha svolto un allenamento differenziale Cardascio, mentre da spettatore, a bordo campo, Max Caputo, che nella serata di mercoledì è stato

sottoposto ad un intervento chirurgico in artroscopia da parte dei dottori De Santis e De Pace, per una lesione osteo condrale al polo inferiore della rotula sinistra. Per l’attaccante giallorosso, che sin dall’inizio della prossima settimana potrà comunque lavorare in palestra, si prevedono tre settimane circa di stop, prima di essere nuovamente a disposizione del tecnico. Mario Mirabello

Mister, Nicola Provenza


42 Venerdì 1 Maggio 2009 il Domani

SPORT 2ª D I V I S I O N E

I tifosi della Vibonese delusi e amareggiati per il distastroso andamento della squadra

VIBONESE

VIBO VALENTIA — In città, quello che più brucia è come è maturata la sconfitta contro il Pescina. Si va al riposo con il doppio vantaggio, nel risultato (2-1) e nel numero dei giocatori (espulso al 44’ un giocatore del Pescina, Giordano); finisce, invece, 4-2 per gli avversari, che hanno giocato tutto un tempo in inferiorità numerica. Le reazioni dei tifosi, soprattutto il gruppo che con grande passione ed entusiasmo, messo a dura prova, stanno provando a rilanciare gli ultras, è di incredulità ed amarezza. Ecco qualche esempio: “ragazzi io sono deluso... non mi sono mai sentito così… ma come si fa a perdere da 2 a 1 a 2 a 4... 11 contro 10... me lo dovete spiegare.... è assurdo… adesso che facciamo? ”. Ed ancora: “lo so, dobbiamo essere uniti, ma mi cadono le braccia e non mi viene la voce per cantare con ’sti 11 gattini... è solo vergognoso! Noi ci possiamo mettere tutta la volontà a cantare e a portare gente, ma…”. Oppure: “In vantaggio 2-1 e con un uomo in più, non si può perdere 4-2 in casa prendendo 3 gol nel secondo tempo. E’ davvero vergognoso! ”. O l’esclamazione “davvero assurdo perdere una partita cosi! ”. Qualcuno, si lascia andare allo sconforto: “non c’è più speranza, io è da tanto che lo dico, non siamo squadra che può vincere i play-out: ormai siamo in serie D! ”. Altri, invece, insinuano sospetti diversi: “di certo qualcosa in società si è rotto: ormai non vanno più d’accordo. Staremo a vedere come andrà a finire”. Altri ancora invocano dialogo e trasparenza: “E poi… invece di fare silenzio stampa, che avessero almeno il coraggio di parlare con i giornalisti e chiedere scusa a tutta la provincia per la figura che stanno facendo”. Per concludere amaramente: “Non c’è attaccamento ai colori rossoblù! ”. Ecco, l’attaccamento ai colori,

D I V I S I O N E VIGOR LAMEZIA

Clima d’attesa per la partita con la Scafatese

Di Mauro

alla maglia: significativo un altro dei concetti raccolti tra i tifosi delusi di questa settimana: “Bisogna riportare gente allo stadio. In Terza categoria, Seconda o Prima; in Eccellenza o in serie D, però con cuore e anima. E vedrete quanta gente verrà allo stadio! ”. E poi, “Con una società rinnovata, con diversi progetti, capaci di riportare gente allo stadio”. Fino ad una domanda che da tempo in tanti si stanno facendo: “Come mai il presidente da tre, quattro partite non viene più allo stadio? E’ inconcepibile! ”. Ed allora, appare significativo un messaggio che da ieri circola in città: i complimenti a Giovanni Cordiano per il campionato vinto

in anticipo: “bello schiaffo morale a quanti lo davano per finito! ” D’altronde, il calcio è fatto anche di simboli e Giovanni Cordiano, vibonese doc, è stato l’ultimo, e per molti versi mitico, capitano della Vibonese fino alla stagione scorsa. Un ragazzo serio, che ha fatto anche sacrifici importanti nel momento cruciale della sua carriera scegliendo di rimanere nella squadra della sua città e raggiungendo l’insperata soddisfazione di esordire tra i professionisti proprio con questa maglia e da capitano. Cordiano, calcisticamente avanti negli anni, è stato giudicato “troppo vecchio” per rimanere ancora nella Vibonese e giusto la scorsa estate gli è stata concessa la possibilità di scegliersi un’altra sistemazione. Coerente con il suo personaggio e la sua serietà, non si è posto il problema di scendere di categoria e di andare in serie D a Brindisi, dove sta concludendo uno straordinario campionato, a titolo personale e con tutta la squadra, celebrando la promozione anticipata proprio nella domenica in cui la sua ex squadra (ed ancora amata, perché quando è stato in città non ha rinunciato a venire allo stadio per vederla e tifare rossoblù) capitolava in maniera così paradossale. Una amara metafora della parabola rossoblu, nella speranza che certe considerazioni fungano da stimolo per ridare forza e coraggio agli attuali uomini che Angelo Galfano ha a disposizione, al punto da provare a tornare da Scafati con una classifica migliore di quella attuale.

L’EDITORIALE di Valter Leone

CAMPIONATO VERSO LA CONCLUSIONE AL CERAVOLO SI GIOCA IL BIG-MATCH I

l campionato di Seconda divisione si avvia alla conclusione. Domenica è in programma la giornata numero trentadue. Altri 270’ da vivere con passione, visto che ancora nessun verdetto ufficiale è arrivato. Il big-match si gioca in Calabria: il derby Catanzaro-Cosenza infiammerà il Ceravolo, anche se, come successo nella gara d’andata, mancherà lo spicchio riservato alla tifoseria ospite. Campanile a parte, è una sfida che si annuncia tirata visto che entrambe le squadre sono a caccia dei rispettivi obiettivi. La formazione di Toscano cerca i tre punti, quelli che darebbero la certezza della promozione in Prima divisione; punti pesanti in palio anche per la squadra di Provenza vogliosa di tornare al successo per difendere il terzo posto e allontanare la minaccia del Pescina VdG. Una domenica speciale, non ci sono dubbi. Il Gela ospita la Vigor Lamezia: i siciliani potrebbero mettere la firma definitiva sul secondo posto e contemporaneamente decretare la retrocessione matematica in serie D dei biancoverdi. Il Pescina VdG, che coltiva il sogno del terzo posto vuole i tre punti controun’Igea Virtus ancora del tutto fuori dalla bagarre playout. Rimanendo nella parte alta della classifica, si annuncia insidiosa la trasferta dell’Andria impegnata sul campo della Val di Sangro, adesso l’unica squadra del girone ad avere inviolato il proprio campo. E’ chiaro che ad Atessa saranno in palio punti pesanti anche in chiave salvezza, visto che gli abruzzesi intendono portare a termine il miracoloso progetto della salvezza.

Infine il Cassino, ancora in piena corsa per un posto nei playoff, dovrà fare bottino pieno nel derby con l’Isola Liri la quale, nonostante i continui passi falsi casalinghi, ha ancora la speranza di evitare la coda che poi deciderà la salvezza. Chi potrebbe festeggiare la permanenza in Seconda divisione già domenica è il Melfi che ospita un Barletta ormai fuori dalla bagarre. Sarebbe, per i lucani, il coronamento di un traguardo dopo uno straordinario girone di ritorno. A caccia del successo pieno anche l’Aversa Normanna che ospita il già salvo Noicattaro: difficile non ipotizzare un successo per l’undici campano che, a questo punto, può diventare la più seria candidata alla salvezza diretta. Scontro diretto MonopoliManfredonia: Gigi De Rosa grazie ai cinque punti conquistati in tre partite ha portato lontano dalle sabbie mobili i biancoverdi, vincendo oggi metterebbe al parola fine ai discorsi salvezza; ma bisognerà fare i conti con i cugini ancora in piena corsa salvezza. Anche in questa circostanza si annuncia un derby molto tirato. Chiudiamo con la Vibonese che andrà a fare visita alla già salva Scafatese. Qui di giri di parole non ne occorrono: Galfano deve vincere e basta. Con tre punti dalla Campania potrebbe seriamente riaprire i giochi salvezza ed evitare la velenosa coda dei playout. Ma riusciranno i rossoblù a dare la svolta decisiva al loro campionato? I recenti risultati direbbero di no, però nel calcio mai nulla può essere dato per scontato. Buon campionato a tutti e appuntamento a mercoledì prossimo.

Maurizio Bonanno

Test contro gli Allievi allo stadio “Carlei”. Filippi e Caruso infortunati

Vigor, Barone ha provato lo schieramento anti-Gela

LAMEZIA TERME — Prove antiGela ieri pomeriggio allo stadio provinciale “Carlei”. Agli ordini di mister, Barone la Vigor Lamezia ha affrontato gli Allievi biancoverdi con una formazione sempre imbottita di giovani. Barone nel primo tempo, quello solitamente più probante, ha schierato tra i pali, il secondo Forte (Panìco ha difeso i legni della formazione Allievi). Quindi, linea difensiva con Di Donato

a destra e Scalise a sinistra. Centrali, Cascone e Bilotta. Mantendendo fede al modulo, 44-2, Barone ha optato per un centrocampo composto da destra e sinistra da Sanso, Lopetrone, Clasadonte e Cavalieri. Coppia d’attacco, Manca-Sergi. A Gela mancherà lo squalificato Rondinelli, mentre qualche dubbio riguarda gli acciaccati, Caruso e Filippi che, comunque, dovrebbero recuperare. Nella pri-

ma parte, di pregevole fattura una tripletta di Manca e un gol di Sergi. Poi, spazio alla solita girandola di quanti (Berretti) sono strati esclusi dall’inizio. Barone, dunque, ha cercato ieri pomeriggio di allestire il migliore organico a disposizione da opporre alla vicecapolista Gela in quella che potrebe essere la partita della retrocessione matematica della compagine biancoverde. Come scritto ieri, appare davve-

ro scontato il risultato a favore dei siciliani di mister Cosco che ogni azzardo diventa pura illusione. Ipotizzare, infatti, una vittoria della Vigor formato più o meno “baby”, è a dir poco impossibile. Tuttavia, si spera che la Vigor Lamezia a Gela riesca a giocare con dignità e uscire dallo stadio “Presti” a testa alta.

CATANZARO — Il consiglio direttivo della Lega nazionale dilettanti della Calabria, ha deliberato le date e le sedi dei due spareggi di Promozione, uno per accedere nel campionato di Eccellenza (quello relativo al Girone B fra Isola Capo Rizzuto e Nuova Gioiese) e l’altro per evitare la retrocessione in Prima Categoria (Girone A tra Corigliano e La Sportiva Cariatese). Entrambe le gare si disputeranno

DILETTANTI Le deliberazioni della Lega Calabria. Si giocheranno il 3 maggio a Lamezia Terme e Acri

r. s.

Promozione, le date degli spareggi domenica 3 maggio, con inizio alle ore 15, 30. Il primo, fra Isola e Gioese, avrà luogo al “Guido D’Ippolito” di Lamezia Terme, il secondo, fra Corigliano e Cariatese, al “Comunale” di Acri. Il Comitato,

nel tentativo di contemperare le varie esigenze di tutte le società interessate, aveva provato a reperire altri campi adeguati in termini logistici e di sicurezza, ma alla fine la scelta è caduta su Lamezia e Acri

per una serie di motivi. Nella sala riunioni del palazzo di via Contessa Clemenza si è tenuto, alla presenza dei massimi dirigenti dei quattro sodalizi menzionati, il sorteggio relativo all’assegnazione

Il difensore biancoverde, Cascone

delle tribune. Su proposta del presidente dell’Isola Capo Rizzuto, immediatamente recepita e accolta dai suoi colleghi presenti e dal presidente Saverio Mirarchi, gli incassi di ambedue le gare saranno interamente devoluti ai sodalizi calcistici dilettantistici dell’Abruzzo, fortemente danneggiati dal terribile sisma dello scorso 6 aprile. r. s.


APPUNTAMENTI il Domani

Venerdì 1 Maggio 2009

TEATRO - MUSICA - CULTURA - CONVEGNI - DANZA - ARTE - LIBRI - SOCIETÀ

CROTONE - A tu per tu con la dolcissima Miss crotonese che sogna di vincere il concorso di bellezza internazionale più importante ed essere incoronata da Doyana Mendoza

Luna Isabella Voce in corsa per “Miss Universe” «E’ importante che più persone possibile mi votino in modo gratuito sul sito www.missuniverseitaly.it» CATANZARO — Nata a Crotone

Luna Isabella Voce il 20 aprile del 1988, dopo aver conseguito la maturità scientifica, si è iscritta al corso di laurea in "Scienze Naturali" presso l'Università della Calabria di Cosenza. Segni particolari: bellissima e dolcissima. Lei si definisce usando queste parole: «Sono una ragazza tranquilla, dolce, sorridente e attiva. Mi piace scrivere, viaggiare, disegnare moda, andare a cavallo e imparare nuove lingue. So parlare l'inglese, il francese, l’olandese ed il tedesco. Ho realizzato alcuni vestiti che ho disegnato e adesso ne sto realizzando un altro, con la speranza di indossarlo, nel caso in cui arriverò alle prefinali di

Luna Isabella Voce

Miss Universo Italia». Il sogno che l'affascinante crotonese vuole realizzare è infatti vincere la selezione via web di “Miss Universe“, che si riconferma come il più ambito e prestigioso concorso di bellezza al mondo, giungendo alla finale prevista per il 23 agosto al Paradise Island, nelle calde Isole Bahamas. La cinquanttotesima edizione di "Miss Universe" si svolgerà infatti presso l’Atlantis Resort e sarà trasmessa in diretta su Nbc. Saranno presenti le più belle Miss di oltre 80 Paesi, tra cui la Miss Universe Italy 2009 le quali si sfideranno per vincere l'ambito titolo di “Miss Universe 2009“. Mi sono iscritta a "Miss Universe" perchè sogno di partecipare ai concorsi di bellezza fin da bambina - ha proseguito Luna - . L'anno scorso, a settembre, ho avuto la fortuna di arrivare come "Miss Deborah Calabria" tra le ultime 60 finaliste di Miss Italia. Dopo aver vinto la selezione regionale al Santa Fè Beach di Catanzaro Lido e la prima finale regionale al villaggio Tucano di Crotone, a Tabiano Terme ho passato la prefinale e alla finale nazionale di Miss Italia sono stata eliminata la penultima serata. A novembre il sogno continua: ho rappresentato l'Italia al terzo concorso di bellezza piu importante del mondo, "Miss International". In Italia purtroppo non è molto conosciuto. Sono "volata" in Cina e in Giappone. Dopo aver affrontato un viaggio lunghissimo durato circa 14 ore, sono approdata a Tokyo. Un paio di giorni dopo siamo, io e le 62 altre Miss provenienti da tutto il mondo, volate da Tokyo in Ci-

I paparazzi intenti a fotografare le Miss in Cina

na, dove abbiamo alloggiato in un hotel da sogno. Le camere da letto erano tutte suite, con due letti "da principessa", un bagno enorme, un corridoio lungo, un salotto e due mega-tv. Ho condi-

La finalissima di “Miss Universe” si svolgerà il prossimo 23 agosto a Paradise Island, Isole Bahamas

Tre iniziative istituzionali sono state promosse a Crotone dall’amministrazione provinciale guidata da Sergio Iritale CROTONE — Oggi alle 10.30 sarà inaugurato il “Ponte sul Neto” in località Corazzo di Scandale alla presenza del presidente della Provincia, Sergio Iritale, e del consigliere provinciale Antonio Barberio. L’Amministrazione provinciale di Crotone ha promosso inoltre sul territorio altre due importanti iniziative istituzionali: la cerimonia per il termine dei lavori di ristrutturazione del Liceo Scientifico “Raffaele Lombardi Satriani” di

“Ponte sul Neto”: ieri e oggi

«Oggi sarà inaugurato alle 10.30 il “Ponte sul Neto” in località Corazzo di Scandale»

Petilia Policastro, che si svolgerà domani alle 16, e la consegna dei lavori di ristrutturazione del cinema teatro “Aurora” in programma per le 16.30 presso il salone San Francesco dei Missionari Ardorini in piazza San Francesco. Oltre al presidente Sergio Iritale, per questi due momenti interverrà anche l’assessore provinciale, Santo Scalise. Ri. Ma.

Luna Isabella Voce

viso la stanza con la Miss francese, anche se la mia migliore amica è stata Miss Perù, con cui parlavo in italiano. L'hotel si chiama "The Venetian", perchè è ispirato totalmente a Venezia ed è il secondo palazzo più grande al mondo, c'è persino lo stadio! Sul terzo piano è sito un centro commerciale, che era proprio uguale a Venezia, con i canali veri tra i negozi e le gondole. Al primo piano c'è il Casinò. La gente ci considerava delle Vip: ci fermavano, ci fotografavano, ci chiedevano autografi; c'erano i paperazzi che ci seguivano ovunque. E' stata un'esperienza bellissima, assolutamente da rifare, forse anche per questa ragione mi sono iscritta a “Miss Universe”; con la speranza di rappresentare di nuovo l'Italia ad un concorso internazionale, ma questa volta conosciuto anche in Italia e... più preparata». Luna ha bisogno di essere votata. Per farlo basta entrare sul sito www.missuniverseitaly.it e seguire le istruzioni riportate nella home-page. Riguardo la sua iscrizione ci ha raccontato: «Mi sono iscritta a Miss Web appena è stato possibile ed ero molto ansiosa di sapere se la giuria mi avesse scelta o no. Prima ero convinta che non mi avessero scelta, perchè sul sito c'era scritto che entro il 9 aprile avrebbero chiamato le finaliste. Invece mi hanno chiamata il giorno dopo, il 10, dicendomi che ero stata scelta co-

me una delle 30 finaliste di Miss Web. Una sorpresa bellissima! Adesso è importante che, entro l'undici maggio, più persone possibile mi votino, perchè le 20 ragazze più votate andranno alle prefinali di Miss Universo Italia, mentre quella che riceve piu voti di tutte, andrà direttamente alla finale nazionale, dove il 30 maggio sceglieranno la reginetta che rappresenterà il nostro Paese al concorso di bellezza più importante del mondo "Miss Universe", appunto, che si terrà il 23 agosto alle Bahamas. Votare è gratuito e si fa tramite il sito www.missuniverseitaly.it. Lo si può fare una volta al giorno, perciò spero tanto che le persone mi votino ogni giorno, ma sarei già felicissima se lo facessero quando ne hanno voglia. Dopo l'11 maggio ci faranno sapere chi andrà alle prefinali; sono già molto ansiosa». Non resta che votare la nostra calabrese entro l'undici maggio e contribuire anche noi con un gesto molto semplice ad esaudire il suo sogno, con l'opportunità di vincere un soggiorno a Riccione, che sarà sorteggiato tra tutti i votanti. La finalissima nazionale si svolgerà il 26 maggio proprio a Riccione. Auguriamo a Luna Voce di essere incoronata “Miss Universe 2009” dalla venezuelana Dayana Mendoza, Miss Universe 2008. Rita Macrì


44 Venerdì 1 Maggio 2009 il Domani

SPECIALE VINITALY - SOL /11 Nel giorno della Festa dei Lavoratori vi proponiamo l’ultimo degli Speciali dedicato ai produttori di extravergine presenti a Verona

Olio, territorio e cultura: un sistema che sa di buono Partecipare al Sol è stato importante per molte ragioni, prima fra tutte: l’immagine VERONA — Con queste colonne

ci avviamo a concludere la rassegna dedicata all’olio extravergine di oliva e alle aziende presenti all’edizione 2009 del Sol, salone internazionale che si svolge a Verona parallelamente al Vinitaly. Le due grandi manifestazioni danno spazio, com’è ormai noto, alle produzioni mondiali, legate appunto al mondo dei vigneti e degli uliveti, aprendole ad un confronto commerciale internazionale. Partecipare è stato per la Calabria importante da più punti di vista: quello dell’immagine, in primo luogo, e quindi visibilità e promozione del prodotto e del territorio: ci siamo presentati bene, ma forse abbiamo anche capito, ai diversi livelli, in quali casi possiamo organizzarci meglio il prossimo anno. In secondo luogo il punto di vista del confronto e dello scambio di esperienze, il chè non può che favorire la modernizzazione e la crescita, sempre più specializzata e professionale, delle nostre imprese: in entrmambi i casi, sia vitivinicolo, sia olivicolo, la disponibilità sul mercato di macchinari modernissimi (a Verona un saggio di tutto questo è stato dato nei padiglioni di Enolitech, dedicati alle tecnologie in campo) non può che contribuire in modo significativo all’aumento della qualità nelle bottiglie. Un terzo aspetto è quello dell’apertura a mercati internazionali, come si diceva, che proprio al Vinitaly rappresenta forse l’opportunità più significativa: l’essere riconosciuto dai buyer di tutto il mondo come appuntamento fisso, vetrina massima del settore, programmabile di anno in anno, e per questo affidabile, è ciò che fa di questa un’esperienza imperdibile per chi voglia trovare nuovi contatti o consolidarne di vecchi. In questo campo l’improvvisazione non paga. Al Vinitaly, fra l’altro, lo abbiamo già detto nel corso di un precedente speciale, il mondo olivicolo ha festeggiato la tanto attesa decisione comunitaria che introduce una novità sulla bottiglia a partire dal prossimo primo luglio. Un’etichetta che dovrà dire una cosa fondamentale ai consumatori: da dove provengono le olive con le quali è stato prodotto l’olio extravergine che acquistano. Accanto all’etichet-

ta bidimensionale, introdotta nel mondo del vino, ma non obbligatoria, anzi ancora limitata alla volontà di pochissimi singoli, l’introduzione di questo obbligo di “documento d’identità” va nella direzione più auspicata: chi acquista un prodotto “made n Italy”, e ancor di più, nell’ottica di un sano federalismo alimentare, “made in Calabria”, deve poter sceglierlo

te, e invece sbagliando. Non è solo un danno di fiducia, pur grave. Si tratta di una scelta dai chiari e forti riscontri economici, culturali, sociali. Lo dimostrano i territori che hanno fatto del consumo interno un cavallo di battaglia delle loro economie: la nostra regione, che ancora non è fra le più ferrate in materia, potrà approfittare di questa introduzione per

Immagine dell’area comune realizzata a Verona dalla Regione Calabria per ospitare tutti gli extravergine di oliva presenti al Sol

in trasparenza, deve essere informato, deve poter comprare prodotti locali, senza essere convinto di farlo, magari meccanicamente e superficialmen-

comprendere il valore del suo extravergine non solo sulla tavola. Scegliere di acquistare olio locale, o altri prodotti della propria regione, vuol dire

interno lordo. «Sono concetti ha spiegato Tigani Sava nel corso della sua permanenza al Vinitaly e al Sol - che dobbiamo riconoscere come strategici:

«Vengo a proporre qui al Sol di Verona ormai da diversi anni il mio prodotto: un olio che ha una storia, che è quella dei Dop della Piana di Lamezia. Quest’anno la crisi si è sentita anche qui, ma non dobbiamo demordere, anzi forse approfittare e rimetterci in corsa perchè come Calabria la strada da fare è tanta, ma promette bene!» Sol 2009: I tesori del sole

Tiziana Filippone

Gino e Nuccio Corigliano

Sol 2009: Frantoio Oleario Stella

una regione che è seconda nel Paese per produzione olearia; che vanta il nostro patrimonio ambientale, paesaggistico e storico, profondamente seganto dall’olivicoltura... una regione così non può non gurdare allo sviluppo che viene dal territorio, sano e duraturo, come al suo futuro. Per fare questo - ha proseguito Tigani Sava - in Italia, come in Calabria, non si può prescindere da una comunicazione seria e mirata, da un supporto decisivo che contribuisca a veicolare concetti forti, di sano federalismo alimentare, lontano dall’autarchia, certamente, ma nell’ottica di una consapevolezza ferma di essere cittadini europei, in grado di proporre modelli propri di sviluppo, che si rifiutano di essere considerati la zavorra del paese, e mettono in campo le loro forze migliori per confrontarsi alla pari, come è successo a Verona». Dalla Calabria sono partite più di venticinque aziende impegnate nella produzione olearia: tutte alla volta del ricco e produttivo Veneto, per portare la testimonianza del proprio prodotto e della propria identità. Nel corso di queste settimane ve le abbiamo presentate, proponendovi alcune riflessioni. Quello che speriamo di aver lasciato nei nostri affezionati lettori è la consapevolezza che

«Per la mia azienda è il primo anno di partecipazione a questo salone, e devo dire che sono soddisfatto: speriamo che i contatti avuti si traducano in ordini. Non mancano i piccoli difetti organizzativi, è una macchina molto grossa, ma ho apprezzato molto gli sforzi, e anche la Calabria ha fatto un buon lavoro» Leone Viola

Sol 2009: Scamo - Antiche macine

«L’olio del nostro frantoio viene prodotto con olive di primissima scelta, in un piccolo paese della nostra regione, che gode dei paesaggi incontaminati e delle atmosfere intatte che siamo ancora in grado di offrire. Contribuiamo a mantenere quest’armonia facendo uso di energia eolica in azienda»

«Siamo qui al Sol per presentare l’olio extravergine di oliva, ottenuto da un insieme di varietà tipiche del nostro territorio. Produciamo anche liquori artigianali, a base di prodotti che caratterizzano la Calabria, come la liquirizia presentata per la prima volta a Chicago undici anni fa» Sol 2009: Collarica

rafforzare l’economia interna. Su questo argomento sta insistendo molto il nostro giornale. In prima linea Massimo Tigani Sava, direttore della testata, impegnato a veicolare, attraverso una costante campagna d’informazione, concetti quali: promozione del territorio, comunicazione, visibilità, valorizzazione del patrimonio calabrese, aumento del prodotto

Domenico Marino

molte fra le differenti realtà conosciute a Verona e raccontate a voi in questi giorni rappresentano il volto moderno della nostra regione; il volto produttivo, appassionato, determinato, che non si rassegna a vivere in una terra in cui nulla è possibile, e lottano per portare sulle nostre soleggiate e bellissime colline lo sviluppo che viene dal lavoro, dalla crescita in qualità, dalla continua volontà di specializzazione e miglioramento. Questo mondo ha bisogno di essere valorizzato, promosso, raccontato e sostenuto atraverso l’azione di ciascuno, piccola o grande che possa sembrare. Questo è un modo per sentirci parte di un sistema, che, per una volta, sa di buono. Rosalba Paletta

(continua)


il Domani Venerdì 1 Maggio 2009 45

APPUNTAMENTI CALABRIA

SEGNALARE A: FAX 0961.903801 - E-MAIL: APPUNTAMENTI@ILDOMANI.IT

Incoronazione della statua della Madonna, in occasione del V centenario della sua realizzazione, a Bombile

“Mediterraneo in arte” a Borgia IL CARTELLONE

“Gran Festa del Pane” fino al 3 maggio in programma ad Altomonte

ALTOMONTE (Cs) - Gran Festa del Pane Ritorna, con la sua terza edizione, la Gran Festa del Pane. E con l’occasione verranno riportate alla memoria le usanze, l’operosità, le tradizioni delle varie culture Regionali, Nazionali ed Internazionali, con l’imprescindibile tutela del territorio come culla antropologica. Altomonte, assieme a tutti gli organizzatori, renderà omaggio anche ad uno dei prodotti simbolo della nostra agricoltura: il grano; con una mostra di trattori e mietitrebbia d’epoca, di un territorio fortemente vocato all'agricoltura e alla cultura del pane tradizionale, si darà così continuità alle memorie locali, con tutto il suo valore simbolico. La presenza della “Città del Pane”, Associazione di cui Altomonte fa parte, porterà nel borgo gli esponenti di spicco della panificazione di tante altre città italiane, che si identificano nell'Arte Bianca. Tutti gli ospiti daranno ampia dimostrazione, a vario titolo, della loro attitudine di specialisti panificatori e faranno da contorno con le specialità proposte dalle eccellenze artigiane della Regione Calabria. In tutto ciò, non mancherà di esaltare anche i pregi del pane sotto il profilo gastronomico. Un’assoluta novità, rispetto alle passate edizioni, è senza dubbio la presenza di Israele e della Palestina, che porteranno con loro non solo il pane e le donne di varie etnie, che insieme lo impasteranno, ma saranno anche i portavoce di un progetto, nato in medio oriente chiamato "Bread for Peace". Fiore all’occhiello di questa edizione saranno gli spettacoli multietnici che animeranno le serate: la "Fondazione Beresheet la Shalom", presenterà il progetto dando un tocco di unicità e proponendo il pane come simbolo di pace, fratellanza e di unione tra i popoli. In occasione di questa terza edizione, saranno ospitati alcuni paesi aderenti all’Associazione Nazionale Città Sloow, guidate da Abbiategrasso. Programma: Gran festa del pane II edizione: fino al 3 maggio. Programma: oggi, ore 9.30, presso la nuova piazza di San Francesco, visita all'esposizione dei trattori d'epoca: si potrà assistere ad una trebbiatura del grano con l'utilizzo di una trebbia dei tempi passati; ore 10.00, centro storico, visita guidata ai "Forni della pace": le donne israeliane, arabe, druse e cristiane produrranno insieme i loro speciali pani della pace; a seguire continua la visita ai vari forni accesi, agli stand gastronomici allestiti per l'occasione, alle mostre e alle esposizioni; i produttori del Parco del Pollino e del parco della Sila, le città aderenti all'associazione nazionale "Città Slow", esporranno e faranno assaggiare le loro specialità e i prodotti d'eccellenza; visitando la manifestazione si incontreranno per i vicoli e le piazzette del Borgo piccoli artigiani; la festa continua ascoltando musiche etniche e spettacoli folkloristici, il tutto accompagnato da gustosi assaggi gastronomici; sabato 2 maggio, ore 10.00, presso palazzo Battaglia, "Museo dell'alimentazione", in collaborazione con poste Italiane, dipartimento di Filatelia, gli appassionati filatelici potranno acquistare le cartoline dei Pani di Calabria, con annullo postale che ricorda il giorno del "Pane della Pace"; ore 16.00, presso sala Razetti, convegno a tema: "Il Pane: un cammino tra i popoli alla ricerca della Pace", interverranno illustri personaggi del mondo della chiesa, esponenti del mondo della cultura e della politica; ore 20.30, presso anfiteatro (ingresso gratuito), in

collaborazione con gli organizzatori della XXII edizione del Festival teatro scuola, l'associazione Beresheet La Shalom presenterà uno spettacolo di straordinaria importanza ed attualità: "Beresheet il principio" con la regia della coreografa Angelica Edna Calò Livne; domenica 3 maggio, ore 10.00, presso palazzo Battaglia, "Museo dell'alimentazione", secondo giorno di annullo postale in collaborazione con Poste Italiane, dipartimento di filatelia, gli appassionati filatelici potranno acquistare le cartoline dei Pani di Calabria; ore 11.00, centro storico, passeggiata tra i vicoli e piazzette alla scoperta dei buoni pani d'Italia, forni accesi per la gioia dei palati più raffinati, degustazioni nel borgo, visita ai vari stand; ore 17.00, presso palazzo Battaglia, "Museo dell'alimentazione", cerimonia di premiazione della 3ª edizione del concorso destinato ai ragazzi delle scuole elementari e medie calabresi (saranno premiate le migliori opere di grafica e componimento); a seguire, durante la notte, musica, balli, degustazione e folklore; ore 23.00, centro storico, chiusura della manifestazione con spettacolo pirotecnico. Per maggiori ragguagli: www.granfestadelpane.com.

BORGIA (Cz) - “Mediterraneo in arte” Fino al 4 maggio, rassegna d'arte contemporanea itinerante "Mediterraneo in arte" presso il parco archeologico di Scolacium a Roccelletta di Borgia. Artisti: Aleph Augusto Ambrosone - Giuseppe Amoroso - Lucio Alfonsi - Enzo Angiuoni - (Lorenzo viscidi) Bluer - Kika Boker Andrea Lacasa - Letizia Caiazzo - Giancarlo Caneva Paolo Contin - Roberto Di Giampaolo Maria Teresa Di Nardo - Carlo Feruglio - Maria Arvelaiz Gordon - Nicola Guarino - Andrea Lacasa - Nadia Lolletti - Marinka - Attilio Melati - Concetta Palmitesta - Serpic - Rosa Spina. In mostra le ceramiche di Michela Angiuoni. Patrocinio: Comune di Borgia - Area-Scolastica, cultura, ricreativa. Presentazione: Lara Caccia, critico e curatore d’arte. Interventi: Domenico Cersosimo, vice pres. della giunta Regionale Pubb. istruzione, assessore per i beni archeologici della Calabria; Domenico Rijllo, sindaco del Comune di Borgia; Riccardo Bruno, assessore alla cultura Comune di Borgia; Maria Grazia Aisa, archeologo direttore coordinatore della soprintentenza per i beni archeologici della Calabria; Lara Caccia, critico d’arte Catanzaro; Lucia Basile, critico d’arte Taranto; Enzo Angiuoni, artista Avellino; Rosa Spina artista Catanzaro. BIANCO (Rc) - Memorial Paolo Musolino Informazioni: 335/8182991 - artespina@libero.it L'associazione memorial Paolo Musolino, scacchi, cultura www.arterosaspina.com. e solidarietà benefica organizza il 3° memorial "Paolo Musolino" presso il lido "Le dune bianche" giorno 1, 2 agosto. BOTRICELLO (Cz) - Aspiranti miss, selezioni La Roma Touirng di Francesco Corea esclusivista per la BOMBILE (Rc) - Incoronazione statua Madonna provincia di Catanzaro 2009, comunica che sono aperte La comunità diocesana, quella parrocchiale di Bombile ed le iscrizioni per tutte le eventuali partecipanti al gran galà i numerosi fedeli devoti alla Madonna della Grotta si stan- di selezione per le aspiranti miss. Tale evento si svolgerà no preparando allo storico evento dell’incoronazione del- il 7 giugno presso il Copacabana di Botricello. Per inforla statua della Madonna che avrà luogo oggi, in occasione mazioni ed iscrizioni contattare il 338-7699009 oppure del V centenario della sua realizzazione. La cerimonia, che scrivere a maria.ciambrone@libero.it. L' iscrizione è inizierà alle ore 10, 30, sarà presieduta da monsignor Giu- gratuita. seppe Fiorini Morosini, vescovo della diocesi di Locri-Gerace. Il cammino di preparazione è iniziato il 24 novembre 2008, con la fusione dell’oro offerto dai fedeli per la realizzazione di due corone ad opera dell’orafo crotonese GePer ottenere la pubblicazione rardo Sacco. Tale cammino è stato arricchito in questi giorni con una missione popolare a Bombile e nelle vicine frain questa rubrica zioni del comune di Ardore, animata da un gruppo di suore, seminaristi e sacerdoti che stanno annunciando il Sidi appuntamenti riguardanti gnore Risorto presente ancora oggi nella sua Chiesa e in la cultura, l’arte, lo spettacolo, questa società complessa. La devozione verso la Madonna della Grotta è testimoniata anche dalla partecipazione ai la convegnistica, e qualsivoglia riti del Novenario che si sta svolgendo nella Chiesa Parrocchiale di Bombile, il cui programma è stato predisposto altro evento, occorrerà che dal Rettore del santuario don Enzo Chiodo e da don Bruno le comunicazioni giungano Cirillo. Per quanto riguarda il resto delle manifestazioni, si è operato in accordo con l’amministrazione comunale di a questa redazione Ardore, guidata dal sindaco Giuseppe Campisi. Tra le rappresentanze civili e quelle religiose, l’intento è unico: la festa sia espressione di fede e di buona socialità. Anche per questo sono state coinvolte tutte le associazioni religiose e Segnala un appuntamento culturali con un intenso programma quotidiano, in cui tutvia mail: appuntamenti@ildomani.it ti si stanno sentendo partecipi, dimostrando che fare festa non è fare cose grandi ma valorizzare le potenzialità del tervia fax: 0961-903801 ritorio.

AVVISO AI LETTORI

ALMENO 48 ORE PRIMA


46 Venerdì 1 Maggio 2009 il Domani

APPUNTAMENTI CALABRIA

SEGNALARE A: FAX 0961.903801 - E-MAIL: APPUNTAMENTI@ILDOMANI.IT

Prosegue la terza edizione de “La Tela di Penelope”, rassegna di cortometraggi, a Castrovillari

Spettacolo-concerto a Catanzaro Lido IL CARTELLONE

Appuntamento con il progetto “Alba Chiara” nella Città dei Tre Colli menti penalistici”, valido ai fini dell’assolvimento dell’obbligo di formazione professionale continua, così come stabilito dal Regolamento approvato dal Consiglio Nazionale Forense il 13 luglio 2007. Il corso, anche quest’anno, potrà contare sull’apporto di illustri relatori che tratteranno argomenti di grande attualità e di sicuro interesse per gli addetti ai lavori. Sarà strutturato in sei incontri che si terranno presso l’aula magna del Seminario San Pio X di Catanzaro: 8 maggio 2009, “Il concorso di persone nel reato” prof. avv. Tullio Padovani (Professore ordinario di Diritto Penale nell’Università degli Studi e presso la Scuola Superiore S. Anna di Pisa) e prof. avv. Luigi Fornari (Professore ordinario di Diritto Penale nell’Università degli Studi “Magna Graecia” di Catanzaro); 15 maggio 2009, “Il regime delle impugnazioni penali, fra legge Pecorella, sentenze della Corte Costituzionale e della Corte di Cassazione e progetti di riforma” dott. Giovanni Canzio (Direttore dell’Ufficio del Massimario della Corte di Cassazione) e prof. avv. Giovanni Aricò (Professore associato di Istituzioni di diritto e procedura penale nell’Università degli studi di Salerno). Il ciclo di incontri si concluderà il 13 giuCATANZARO - Teatro Incanto, programma gno, con l’intervento dell’avv. Ettore Randazzo (responIl Teatro Incanto di Catanzaro presenta la stagione teatrale sabile Scuole Unione delle Camere Penali Italiane) sul te'09. Oggi-3-8-10-15-17-22-24 maggio, la compagnia del Tea- ma “Deontologia e tecnica del penalista nell’esame incrotro incanto in "dui cambari e serbizzi...e u nunnu 'mpara- ciato”. ventu", testo di Nino Gemelli, regia di F.Passafaro. Orario spettacoli: venerdì ore 21:00, domenica ore 18:30.Costo biglietti: intero 8,00 euro, ridotto (studenti universitari e ra- CATANZARO - Giornata di prevenzione gazzi fino a 12 anni) e "galleria" 6,00 euro. Abbonamento a 6 Il Comitato provinciale di Croce Rossa di Catanzaro, su spettacoli in platea 40,00 euro. Per informazioni, biglietti e iniziativa della Croce Rossa Italiana e con il patrocinio del abbonamenti recarsi presso il Teatro Incanto, via G.Rito 11 Ministero della Salute, ha realizzato il 25 aprile presso il (parco dei principi) a Catanzaro sala, telefonare al parco provinciale della Biodiversità una giornata di pre3348339997 o 3202516302, o collegarsi al sito www.asso- venzione contro obesità, diabete, colesterolo e ipertensione. L'iniziativa "Rimisuriamoci CRI 2009" ha avuto, prociazioneincanto.it. prio come lo scorso anno, grande successo e sarà riproposta il prossimo 9 maggio dalle ore 9,00 alle ore 12,00 a CaCATANZARO - Mediterraneo Calabria Bio tanzaro in piazza Prefettura. In quest'occasione la Cri di I° Mediterraneo Calabria Bio dal 4 al 9 maggio, a Catanzaro Catanzaro, con la collaborazione dell'Unità Operativa di Vico I° Poerio (fronte carceri S. Giovanni). Programma: lu- Cardiologia Interventistica dell'Università Magna Græcia nedì 4 maggio,casolare Asa bio, ore 9.00, colazione della ma- e il supporto logistico della Polizia di Stato, invita tutta la cina, pane ed olio bio, con la partecipazione delle scuole; ore cittadinanza a intervenire a digiuno per misurare gratui17.00, bio in città "Asa bio"; 5 maggio, casolare Asa bio, ore tamente i propri parametri (pressione, trigliceridi, glice7.00, colazione bio; ore 9.00, l'oro della natura "il miele" con mia e colesterolo) e scoprire insieme a medici qualificati la partecipazione delle scuole; ore 17.00, bio in città "asa bio"; come prevenire la sindrome metabolica. mercoledì 6 maggio, casolare Asa bio, ore 7.00, colazione bio; ore 9.00, la valle del biologico "prodotti caseari bio", olio d'oliva con la partecipazione delle scuole; ore 17.00, la valle CATANZARO - “Siamo tutti pedoni”, presentazione del biologico "prodotti caseari Bio"; giovedì 7 maggio, caso- L’iniziativa sull’Educazione Stradale “Siamo tutti pelare Asa bio, ore 7.00, colazione bio; ore 9.00, educational io doni”, a Catanzaro il 12 giugno, è stata voluta dalcon prodotti bio; ore 17.00, bio in città "Asa bio"; venerdì 8 l’Amministrazione Provinciale in collaborazione con maggio, bellessere, ore 7.00, colazione bio; ore 9.00, angolo l’Aci di Catanzaro e le associazioni “Vittime della Stradella nuova coscienza le terapie naturali con il dipartimen- da” e “Club degli Alcolisti in trattamento“. La prima to di filosofia dell'università della Calabria; ore 17.00, le te- manifestazione, “Mettici la testa! …In moto indossa il rapie naturali; ore 19.00, happy bio; sabato 9 maggio, bel- casco!”, avrà luogo il 9 di maggio e si concretizzerà nellessere, ore 7.00, colazione bio; ore 9.00, le terapie naturali la premiazione delle dieci migliori idee, su uno slogan "Riflessologia plantare"; ore 18.00, evento bellessere "Asa o un disegno sull’utilizzo del casco alla guida della moto, espresse dai ragazzi del primo biennio delle scuole bio"; ore 19.00, happy bio.

portante per il recupero di una data che nell´epoca contemporanea ritorna alla ribalta, per il valore che assume in un periodo delicato della storia del nostro paese e della nostra regione. La festa del Lavoro, questa è la ricorrenza che il Partito Democratico di Catanzaro Lido intende valorizzare venerdì, con un concerto organizzato dai Giovani Democratici del quartiere, al quale prenderanno parte cinque gruppi rock e cinque artisti solisti: saranno sul palco gli Area 51 Crew, gli Universo Parallelo, gli Over Time, i Controtempo, i Chan Chan, Rino e Giulio e tanti altri ancora. Il concerto si terrà in piazza Dogana dalle 17 e sarà presentato da Francesca Fava, Letizia Mirarchi ed Alessandro Manfredi, anche loro componenti del PD di Lido. Una festa in tutti i sensi. E´ questo l´obiettivo perseguito dagli organizzatori, tra i quali il consigliere regionale Pietro Amato, e dai tanti giovani democratici che a Lido lavorano per costituire un gruppo imCASTROVILLARI (Cs) - “Settimana della Cultura” portante che ha voglia di operare per costruire una base soLa manifestazione “Settimana della Cultura”che que- lida sulla quale poggiare le reali condizioni di un cambiast’anno ha lo slogan “La cultura è di tutti: partecipa an- mento. CASTROVILLARI (Cs) - “La Tela di Penelope” La terza edizione de "La tela di Penepole - La figura femminile nello specchio del Mediterraneo", rassegna di cortometraggi dedicata alla figura femminile, organizzata da "Il teatro della Sirena" di Castrovillari, diretto da Giuseppe Maradei, in collaborazione con la Provincia di Cosenza ha incoronato vincitori, anche quest’anno, due corti ex aequo. Si tratta di "Asade", di Daniele Balboni e "Anna Politkovskaja concerto per voce solitaria", di Ferdinando Maddaloni. La rassegna prosegue con la “sezione film”, iniziata l’8 aprile, in programma sino al 6 maggio 2009, sempre alle ore 21: mercoledì 6 maggio 2009 “Primavera in Kurdistan”, di Stefano Savona, vincitore del Trento Film Festival 2007.

che tu”, ha lo scopo di favorirne la conoscenza e di trasmettere l’amore per l’arte, per i documenti ad una sempre più ampia platea di cittadini. Il tema della mostra esposta nei locali della Sezione di Archivio di Stato di Castrovillari fino al 9 maggio 2009, esclusi i giorni festivi, orario di visita dal lunedì al giovedì ore 9,00-16,00, venerdì-sabato ore 9,00-13,00, vuole far conoscere attraverso i documenti “L’Evoluzione del Territorio del Pollino attraverso la Cartografia”. CATANZARO - Stagione Politeama 2008/2009 Di seguito il programma al completo della stagione teatrale 2008/2009 del Politeama che si protrarrà fino all’1 aprile: il 4 maggio, serata d’onore “Tributo ad Armando Trovajoli” con l’ Orchestra e coro del teatro San Carlo di Napoli; l’8 e il 10 maggio, “High School Musical. Il Politeama al Masciari”. Il21 novembre, “Tutto quello che le donne (non) dicono”, di Francesca Reggiani e Walter Lupo. 19 dicembre, “Completamente spettinato” con Paolo Migone; 22 gennaio, “Outlet”, scritto da Cinzia Leone con Paola Cannatello; 14 febbraio , “Per tutti Revolution” di Alessandro Siani e Francesco Albanese con la partecipazione di Lello Musella; 21 marzo, Cose che mi sono capitate di Francesco Freyrie e Eugenio Ghiozzi, con Gene Gnocchi; 1 aprile, recital Il meglio di... con Teresa Mannino e Federico Basso. CATANZARO - Marca, attività per le scuole Fino a maggio 2009 all’interno del nuovo museo cittadino si svolgerà un inedito progetto di didattica museale denominato “La porta magica”, pensato per le scuole del territorio. Si vuole proporre il Marca come centro educativo permanente attraverso laboratori creativi. Per ulteriori informazioni scrivere una mail all’indirizzo di posta elettronica di seguito riportato: lab.mediterreaneo@gmail.com; oppurecontattare i seguenti numeri telefonici 338/4216232, 347/5025375. CATANZARO - Corsi di preparazione per l’università Sono aperte le iscrizioni ai corsi di preparazione ai test per l’ammissione al primo anno di Medicina, Odontoiatria, Veterinaria, Farmacia, Professioni sanitarie. Info line Form Service: 0961/792770.

CATANZARO - Degustazione gratuita di gelato Sono già a “buon punto” i preparativi per festeggiare Antonio Cosentino “maestro gelataio” catanzarese affermatosi in occasione del Salone Internazionale di Gelateria che si è svolto a Rimini. Al concorso dedicato al gelato gusto nocciola hanno partecipato decine di gelatieri provenienti da tutta Italia e dall’estero. Primo posto alla Gelateria Marron Glacè di A. Cosentino di Catanzaro Lido. L’8 maggio, ore 17,00, nella stessa Gelateria “Il Marron Glacè”, degustazione gratuita del “Gelato Mondiale” gusto dell’anno 2009, sapientemente preparato dal “maestro”.

CATANZARO - Il venerdì “Gira intorno a te” Ogni venerdì presso il Girasole Country Club, via Lucrezia della Valle 102/3 Catanzaro sono organizzati party a tema sotto la denominazione comune di "Gira intorno a te!". Info: 347/0379298 - Prenotazione tavoli (chiamare dalle ore CATANZARO - Amici della musica 16:00) 0961.752545.

L’associazione Amici della musica di Catanzaro presenta la stagione concertistica 2009. Di seguito si riporta l’intero programma delle iniziative: maggio: 8 maggio, ore 18, palazzo de Nobili, musica e poesia, Antonella Attili, attrice; Francesco Stillitano, pianista; Giusy Verbaro Cipollina, poeta; il 13 maggio , ore 21.00, presso il teatro Masciari, concerto di chiusura balletto "Etnika" compagnia mvula sungani.stribuiranno le tradizionali ed intramontabili crespelle.

superiori della provincia. La seconda manifestazione avrà invece luogo la sera del 16 maggio al Politeama che vedrà il concerto della “Rebecca Band”, gruppo noto tra i giovani ed impegnato nel sociale. Nella fattispecie la band proporrà anche alcune canzoni contro l’uso e l’abuso di droga ed alcool, sceneggiate da ballerini-attori, mentre saranno proiettati anche alcuni filmati sugli stessi temi, soprattutto sui loro deleteri effetti legati alla guida, con un intervallo dedicato ad un breve dibattito sul tema.

CATANZARO - Marta sui Tubi Catanzaro Concerti in collaborazione con Barley Arts presenta il 14 maggio presso l’ Hemingway Rock Pub di Catanzaro Lido, l’unica data in Calabria di Marta sui Tubi.

CATANZARO - Seminari del progetto “Alba Chiara” Seminari del progetto “Alba Chiara”. Programmi di assistenza e di integrazione sociale per donne vittime di tratta (art. 18 del dlgs 286/1998). Programma: venerdì 15 maggio 2009, “La tratta di esseri umani per fini di sfruttamento: il fenomeno, le dinamiche, le linee di tendenza a livello internazionale ed il Italia”, relatrice dott.ssa Monica Massari. Venerdì 22 maggio 2009, “Il mercato della prostituzione in-door”, relatrice dott.ssa Monica Massari. Per info CATANZARO - Approfondimenti penalistici CATANZARO - Spettacolo-concerto e prenotazioni al seminario:dott.ssa Rosaria Marsico cell. Anche a Catanzaro Lido il 1° Maggio sarà celebrato con un Partito il ciclo di seminari organizzato dalla Camera Penale 3470049325 - rosaria.marsico@virgilio.it - Sandra Perconcerto. Il 2009 ripropone un appuntamento storico, im- di Catanzaro “Alfredo Cantàfora”, dal titolo “Approfondi- fetti cell. 349.28.454.38 - sandra.perfetti@promidea.com. CATANZARO - “Luci alla ribalta”, mostra La storica sede della galleria Verduci, presenta la mostra "Luci alla ribalta", Marco Lodola; Ugo Nespolo; Giorgio Chiesi; 50 pezzi unici, fino al al 4 maggio. Mostra a cura di: Salvatore Falbo. Realizzazione e progetto mostra: Stefano Falbo. Orari galleria: tutti i giorni dalle 9 alle 12; e dalle 16.30 alle 19.30 - domenica su appuntamento.


il Domani Venerdì 1 Maggio 2009 47

APPUNTAMENTI CALABRIA

SEGNALARE A: FAX 0961.903801 - E-MAIL: APPUNTAMENTI@ILDOMANI.IT

Corso di formazione sulla chirurgia e riabilitazione della spalla il 29 e il 30 maggio a Catanzaro

“I due gemelli veneziani” a Chiaravalle IL CARTELLONE

Sagra del morzello e fagiolata in programma oggi a Cropani Marina

CATANZARO - “Riabilitazione della spalla” Il 29 e il 30 maggio 2009, a Catanzaro, nella sala convegni “Casa delle Culture” presso la sede dell’ Amministrazione provinciale, in Piazza dell’Immacolata, si terrà il “Corso di formazione sulla chirurgia e riabilitazione della spalla” rivolto ai medici specialisti in fisiatria, ortopedia, ai medici di medicina generale ed ai terapisti della riabilitazione. CHIARAVALLE C. (Cz) - Stagione teatrale 2009 Programma stagione teatrale 2009 del teatro Tempo Nuovo di Chiaravalle Centrale: sabato 9 maggio, "I due gemelli veneziani" di Carlo Goldoni, compagnia Teatrale Tempo Nuovo. CIRO’ (Kr) - Minimaratona della Magna Graecia Domenica 21 giugno 2009 si svolgerà a Cirò Marina, la I MiniMaratona della “Magna Graecia”, corsa amatoriale su strada, organizzata dalla nuova associazione sportiva dilettantistica "Rari Nantes Cirò Marina", nata con l’obbiettivo di organizzare manifestazioni sportive, culturali, formative e ricreative del comprensorio calabrese. La manifestazione sportiva prevede un percorso dai 10km ai 18Km (ancora da definire il chilometraggio esatto). Il giorno della gara è fissato per domenica 21 giugno 2009, in alternativa in caso di maltempo si terrà domenica 28 giugno. Per le iscrizioni e tutti gli aggiornamenti fino ad inizio manifestazione si può visitare il sito www.minimaratona.it. COSENZA - Corsi di cucina, aperte le iscrizioni La Federazione Italiana Cuochi, l’Associazione Provinciale Cuochi Cosentini e Amira, Associazione Maitres Italiani Ristoranti e Alberghi, rendono noto che su www.aiscalabria.blogspot.com e su www.aiscalabria.it sono inserite le programmazioni complete dei corsi proposti per il nuovo anno: finger food, pasta fresca, antipasti di mare, cucina classica e sommelerie. Per informazioni e iscrizioni 333-1807088 oppure info@aiscalabria.it" info@aiscalabria.it.

COSENZA - “Calabria 2009-Ricognizione di Pittura” “Il talento, la qualità creativa e lo spirito artistico legati alle radici del Mediterraneo, che si esprimono in modo diffuso e variegato, devono poter trovare, anche attraverso iniziative come quella che inauguriamo questa sera, l’energia per proiettare nel mondo l’immagine reale e veritiera della nostra terra. La tempra che esprimiamo deve diventare ambizione per liberarci dai falsi e negativi stereotipi, restituendo l’identità culturale che ci ha caratterizzato per secoli”. Così il Presidente della Provincia Mario Oliverio ha salutato l’inaugurazione della Mostra “Calabria 2009-Ricognizione di Pittura”, questo pomeriggio, al taglio del nastro presso la Galleria d’Arte Provinciale Santa Chiara sita nella città di Cosenza, in Salita Liceo, che rimarrà aperta al pubblico fino a lunedì 15 giugno prossimo. COSENZA - Associazione Jonica, stagione Una stagione concertistica ricca di grandi artisti, quella organizzata dall’Associazione Culturale Jonica in collaborazione con il Comune di Cosenza. Programma: mercoledì 6 maggio in programma l’inusuale mix dello spettacolo TAP OLÈ: un'esplosione di ritmo ed energia dove il virtuosismo e la passionalità della chitarra spagnola sono combinati con la precisione e l'eleganza delle coreografie e la spontaneità dell'improvvisazione.Venerdì 15 maggio, al Teatro “A. Rendano” si esibirà il giovanissimo DANIELE PAOLILLO, vero talento del pianoforte.Mercoledì 3 giugno al Teatro “A. Rendano” ancora un appuntamento con la musica classica: il Trio “CESAR CUI” formato da Iride Varani al flauto, Mariella Veltri al violino e Francesca Infante al pianoforte. Lunedì 15 giugno al Teatro “A. Rendano, LELLO ARENA incanterà il pubblico con ‘O CUNTO D’O SUDATO”, traduzione in chiave partenopea dell’ Histoire du Soldat di Ramuz su musica di Igor Stravinskij con: Lello Arena, Yari Gugliucci, Biancamaria D’amato, Barbara Giordano e l’ orchestra dal vivo “Officina Musicale” composta da otto elementi diretta da Orazio Tuccella. Mercoledì 15 ottobre al Teatro Rendano in scena la formazione rumena dei Taraf de Hai-

douks che presenta il suo nuovo progetto originale dedicato ai compositori classici che si sono ispirati a temi delle musiche tradizionali: “MASKARADA”. Eseguiranno brani di Bartok, Khachaturian, Ketelbey e Manuel de Falla, "retziganizzati" alla propria maniera. Il 25 novembre al teatro Morelli un TRIO LIRICO composto da Vincenzo Nizzaro, baritono; Pamela Chiriaco, soprano e Giuseppe Di Stefano, tenore accompagnati al pianoforte dal m° Amelia Aguglia. Sempre a novembre al teatro Morelli in data ancora da definire andrà in scena l’operetta “MY FAIR LADY” un musical del 1956 di Alan Jay Lerner, autore del libretto su musiche di Frederic Loewe, adattato dall´opera Pigmalione di George Bernard Shaw. Lunedì 21 dicembre al teatro Rendano l’HARLEM GOSPEL CHOIR, uno dei più importanti cori gospel del mondo.Il 27 dicembre arriverà sul palco del teatro Rendano il balletto più rappresentato durante le festività natalizie: “LO SCHIACCIANOCI” su musiche di Tchaikovsky nell’allestimento del Russian State Ballet Of Volga. Tutti gli spettacoli avranno inizio alle ore 20,30. Il costo dell’abbonamento per i 12 appuntamenti è di132 euro.

COSENZA - Cartellone Teatro Morelli Cartellone teatro Morelli. Teatro: sabato 16 e domenica 17 maggio, Eduardo Siravo, "Miles gloriosus". Musica: venerdì 6 novembre, Lucio Dalla; giovedì 3 dicembre, Gianluca Grignani; Lunedì 21 dicembre, opp.22 opp. 23 Harlem gospel; giovedì 7 e venerdì 8 gennaio, Hair spray.

ra e propria opera moderna, il racconto in musica di un grande amore, cui seguirà un viaggio tra i pezzi storici del repertorio dell’artista. Una formula fortemente innovativa e altamente spettacolare con la quale, per la prima volta, sarà la dimensione live ad anticipare i contenuti di un album ancora inedito: il nuovo doppio cd del musicista, che verrà pubblicato dopo l’estate e che sarà possibile scoprire e ascoltare integralmente nell’esecuzione dal vivo. Una rappresentazione nella quale, grazie ad un super-schermo ciclorama, saranno le grandi immagini a fare da commento alla musica. Immagini inedite, che cinque troupe cinematografiche stanno filmando e che consentiranno di interpretare i passaggi della storia, attraverso una serie suggestiva e incalzante di salti temporali, interazioni fantastiche tra passato e presente. L’organizzazione dell’intero evento è curata dalla Iacobino Team. CROPANI M. (Cz) - Festa del Primo Maggio Una tradizione lunga quaranta anni, capace di trasmettere emozioni e proseguire in un percorso condiviso da decine e decine di persone che negli anni hanno dedicato impegno e passione per questo avvenimento. Il Primo Maggio, Festa dei Lavoratori, a Cropani Marina è soprattutto questo. Un avvenimento storico per la comunità Cropanese, che si ripete anche quest'anno con un programma ricco che intende affiancare momenti di riflessione, storici e ludici in un'unica serata. La piazza di Cropani Marina ospiterà, a partire dalle 19, gli stand con la sagra del morzello e la fagiolata. Alle ore 21 sul palco si alterneranno la musica del gruppo Rotta a Sud e del cantautore Carmine Torchia, oltre alla comicità del cabarettista Paolo Neroni. Alle ore 22 lo spazio politico con la partecipazione del segretario generale della Cgil Calabria, Sergio Genco. Un momento intenso è in programma con la consegna delle targhe ai componenti del comitato della prima edizione della Festa del Lavoro a Cropani Marina, nel 1969, allora denominata Festa dell'Acqua per l'arrivo del prezioso liquido nella comunità. Sono stati loro i promotori che hanno dato il via ad una tradizione che è inserita a pieno titolo nel tessuto sociale e culturale di Cropani Marina e di tutto il comprensorio, a testimonianza di un impegno che caratterizza ideali e principi senza tempo.

COSENZA - Lilt, raccolta fondi Moda Movie non è solo glamour, cinema e spettacolo ma è anche momento di riflessione sulle tematiche sociali. Infatti anche quest’anno per la XIII Edizione, la Lilt (Lega italiana per la lotta contro i tumori di Cosenza) è partnership nel sociale con l’associazione Creazione e Immagine presieduta da Sante Orrico. Per questa edizione l’associazione Creazione e Immagine devolverà un abito realizzato dallo stilista Nino Massa alla Lilt, al fine di raccogliere fondi utili a quest’ultima. La raccolta fondi avverrà tramite una manifestazione, nella quale saranno venduti dei biglietti, che daranno la possibilità di partecipare ad una riffa conclusiva in cui sarà estratto il vincitore dell’abito in oggetto. Inoltre l’abito, sarà presentato in anteprima durante la conferenza stampa che si terrà il 18 maggio nel Salone degli Specchi presso il Palazzo della Provincia di Cosenza, e ufficialmente lo vedremo protagonista della passerella nella CROTONE - Iniziative Oggi e sabato 2 maggio l’Amministrazione provinciale serata conclusiva del 25 maggio al Teatro Rendano. promuove sul territorio tre importanti iniziative istituzionali. Oggi alle ore 10.30 verrà inaugurato il ponte sul COSENZA - Moda Movie, XIII edizione Neto in località Corazzo di Scandale. Sarà presente il La XIII edizione di Moda Movie dal tema” Femme Fata- presidente della Provincia, Sergio Iritale, e il consigliere le” ha preso il via con la selezione dei 15 giovani stilisti provinciale Antonio Barberio. Sabato 2 maggio a Petilia che prenderanno parte alla manifestazione che si svol- Policastro alle ore 16.00 si terrà la cerimonia per il termine dei lavori di ristrutturazione del Liceo scientifico gerà a Cosenza dal 23 al 25 maggio. “Raffaele Lombardi Satriani”. Alle 16.30 avverrà la consegna dei lavori di ristrutturazione del cinema teatro “AuCOSENZA - “Itinerari sperimentali”, gruppo teatrale rora” presso il salone San Francesco dei Missionari ArIl gruppo teatrale “Itinerari sperimentali”, composto da dorini in piazza San Francesco. Per questi due momenti operatori, volontari ed utenti del Centro di Salute Men- interverranno il presidente della Provincia, Sergio Iritatale (Csm) di Cosenza è stato selezionato- mediante con- le, e l’assessore provinciale, Santo Scalise.

corso a cui hanno partecipato le compagnie di teatro del disagio di tutt’ Italia-, per la 4ª Biennale di Teatro Impegnato Nel Disagio Psichico “Treatrò anch’io”. La manifestazione si svolgerà il prossimo 25 maggio presso il Teatro Comunale “P.A. Guglielmi” di Massa. I teatranti porteranno in scena “La Luna in Maschera”, regia di Jerry Mussaro, una rivisitazione della maschera di Pulcinella che diventa pretesto e stimolo per rappresentare l’universalità della condizione umana. Lo spettacolo è stato ideato e realizzato all’interno del Corso di Formazione svoltosi nell’ottobre 2008, attivato da Itinerari Sperimentali, in collaborazione con altre associazioni di volontariato e dalla Formazione Asp Cosenza e finanziato dal Centro Servizi Volontariato (Csv) di Cosenza. COSENZA - Concerto di Claudio Baglioni

Dopo i Negramaro e Roberto Benigni, Piazza XV Marzo (piazza Prefettura), il 29 giugno 2009 ospiterà un big della canzone italiana, Claudio Baglioni. Si chiamerà “Gran Concerto – Qpga”, il nuovo spettacolo live del cantautore romano. Il terzo progetto, ispirato a Qpga, dopo il film e il romanzo, non è un semplice tour, ma una ve-

CROTONE - Giornata dell’Economia L’ 8 maggio, a partire dalle ore 11.00 presso l’Aula Magna dell’Istituto Tecnico Commerciale “A. Lucifero” di Crotone, si terrà la 7° Giornata dell’Economia organizzata dalla Camera di Commercio di Crotone per presentare la fotografia della situazione economica provinciale. L’evento rientra tra le iniziative della “Prima settimana europea delle PMI” (1st European Sme Week ’09), progetto della Commissione europea (Direzione Generale Imprese e Industria) che prevede una serie di eventi organizzati nei territori dell’Unione e finalizzati a rafforzare lo spirito imprenditoriale e a promuovere le politiche dell’Ue e degli Stati membri a favore delle Pmi. Alla presentazione dei principali indicatori economico-sociali del territorio seguirà una tavola rotonda alla quale verranno invitati tutti i candidati alla presidenza della provincia di Crotone per le prossime elezioni amministrative. Per ulteriori informazioni è possibile consultare il sito internet della Camera di commercio, (www.kr.camcom.it) o rivolgersi all’Ufficio Studi della Camera di Commercio di Crotone telefonando al numero 0962.6634.229-215228).


48 Venerdì 1 Maggio 2009 il Domani

APPUNTAMENTI CALABRIA

SEGNALARE A: FAX 0961.903801 - E-MAIL: APPUNTAMENTI@ILDOMANI.IT

Proseguono gli appuntamenti a cura dell’Università della Terza Età e del Tempo Libero nella Città della Piana

“Bicincittà 2009” a Crotone IL CARTELLONE

Spettacolo dei Fichi d’India domani sera a Isca sullo Jonio

CROTONE - “Quanto è bello pedalare...” Sempre sotto lo slogan "quanto è bello pedalare sotto questo sole tra le vie della propria città" con un cappellino e una t-shirt con il logo della manifestazione 2009, mentre il traffico urbano è limitato alle auto e la sicurezza garantita dalle forze dei vigili urbani e della prociv; le associazioni promotrici delle manifestazioni As Bicincittà, Uisp, As Verde Azzurro, sono in stretto contatto con quelle locali per la miglior riuscita delle iniziative così programmate: a Crotone per il 24 maggio, a Mesorca per il 17 maggio, con il bistrò e tutti i circoli uisp del paese; Ciro’Marina per il 31 maggio, con la collaborazione della Pro Loco di Nicodemo Martino; con Cotronei per il 2 giugno, Strongoli Marina per il 21 giugno, con la collaborazione con il moto club; invece per Isola Cr e, Cutro, Torretta di Crucoli tra 17 maggio o 31, o altre date in maggio o giugno, con i diversi soggetti storici dell’organizzazione locale. CROTONE - Bicincittà 2009 Domenica 24 maggio, si svolgerà Bicincittà 2009 più bici per tutti. Bicincittà, come per gli anni passati, rinnova il suo impegno nell'offrire ai cittadini l'opportunità di vivere una giornata diversa, all'insegna dello sport, del vivere sano e della mobilità sostenibile; è una manifestazione rivolta alle famiglie con l'obiettivo di coinvolgere l'intero nucleo familiare, dai bambini agli anziani, offrendo la possibilità di riappropriarsi di spazi urbani quotidianamente invasi dalle automobili, di vivere una giornata diversa, una giornata contro la sedentarietà. Aziende partner: akrea Crotone, per una assistenza nel tenere pulito il villaggio di partenza e arrivo; Cia-confcoltivatori Crotone: con uno stand e assaggi di prodotti locali; Sammontana: con degustazione di un gelato per tutti i partecipanti; Toyota concessionaria di Crotone, con la visita della nuova auto iQ; oltre 50 negozi della città che offriranno dei propri prodotti in omaggio con estrazione; cappellini offerti dalla Banca del Mezzogiorno a tutti i partecipanti. CROTONE - Quiz & Go” Si svolgerà dal 14 giugno al 5 luglio “Quiz & Go”, la più grande caccia al tesoro in automobile che si sia mai svolta sulle strade italiane. La manifestazione, promossa dall’Aci in collaborazione con la Rai e l’Automobile Club di Crotone, si articola in una serie di prove provinciali che daranno accesso a selezioni regionali e alla finale nazionale nel Centro di Guida Sicura Aci di Vallelunga, alle porte di Roma. L’evento, organizzato da “In Lucina Associati” ripropone in chiave moderna l’Autoradioraduno degli anni ’60 e unisce alle emozioni di una gara di regolarità il fascino della riscoperta turistica del territorio crotonese, all’insegna di una nuova cultura della mobilità più sicura e responsabile. “Quiz and Go” è una gara sportiva a punteggio, il cui regolamento è stato scritto da Aci-Csai Commissione Sportiva Automobilistica Italiana. Partecipare è facile. Tutti possono prendere parte all’evento a bordo della propria auto in qualità di piloti, copiloti o accompagnatori. E’ sufficiente formare un equipaggio di almeno due persone dotate di un telefono cellulare. Il giorno della gara arriverà per sms un indovinello con gli indizi della prima delle quattro tappe da completare durante la giornata. Raggiunta la prima tappa, si riceve un nuovo indizio sul cellulare per la destinazione successiva, e così via. Ogni messaggio rappresenta un enigma da risolvere, un territorio da esplorare e una meta da conquistare. Chi risponderà correttamente al maggior numero di quesiti proseguirà nel gioco. Non ci sono limiti di tempo per lo svolgimento della prova: non è una corsa. L’evento si svolge su strade aperte al traffico, nel rispetto delle norme di circolazione e dei limiti di velocità. Le domande del gioco riguardano anche il Codice della Strada e le tecniche di guida sicura. Le iscrizioni dovranno avvenire entro il 13 giugno presso la sede dell’Automobile Club di Crotone, viale Leonardo Gallucci 31-33 in Crotone e nelle sue delegazioni, nelle agenzie

CROTONE - Torneo mondiale di calcio/5 Il Gruppo sportivo Federazione sindacale di Polizia di Crotone, in collaborazione con la Regione Calabria, la provincia di Crotone, il Comune di Crotone, il Coni e la Camera di Commercio, organizza il Torneo mondiale di calcio a 5 riservato alle forze di polizia e forze armate, che si svolgerà nella città di Crotone dal 16 al

20 settembre.

di ogni categoria. Premiazioni: coppe per i primi 6 classificati di ogni categoria; medaglione per i rimanenti; premio al migliore over 60; premio all'atleta più giovane; GERACE (Rc) - Lavori pubblici, conferenza trofeo per gli assoluti. Info: Si terrà il prossimo martedì 5 maggio a partire dalle ore www.bodybuilding.jimdo.com. 11.00 presso i locali della sala consigliare la conferenza stampa indetta dal sindaco Salvatore Galluzzo sullo stato dei lavori pubblici e delle progettualità in corso per il recu- LAMEZIA T. (Cz) - Mostra “Oggettinstabili” pero del centro storico di Gerace. La conferenza si rende Dal 6 - 20 giugno, mostra-evento “Oggettinstabili II necessaria per divulgare e mettere a conoscenza del pub- edizione Moti urbani stazionimpossibili”. La parteblico e dei media lo stato di attuazione dei diversi progetti cipazione alla mostra-evento prevede la compilaziodi recupero del centro storico in atto nel comune di Gera- ne dell'apposita scheda di iscrizione redatta in lingua ce. In particolare il Pis Oreste e le opere a questo collegate, italiana contrassegnando tutti i campi indicati: dati in corso di definizione sugli edifici di culto ed i percorsi bi- anagrafici del singolo partecipante o del gruppo di zantini, il programma di interventi rigenerativi su tre cen- lavoro, indirizzo cui si desidera ricevere ogni comutri della Locride Gerace, Palizzi, Siderno), finanziato sul- nicazione relativa alla mostra-evento, recapito tel’Apq 2006 sul recupero dei Centri storici come previsto del- lefonico, indirizzo e-mail, sezione cui si partecipa. la legge regionale n. 1 dell’11 gennaio 2006, con gli inter- Per ritenersi ufficializzata l’iscrizione è necessario venti operati su area Baglio, Recupero Facciate degli anti- allegare copia del versamento (in formato jpg) di euchi edifici e rifacimento Piazza del Tocco, nonché le opere ro 25 quale contributo alle spese di produzione delin corso per il recupero statico di parte della centro storico l’evento (spedire scheda e ricevuta versamento in formato jpg a info@400kc.eu. Le opere selezionate saranno oggetto delle comunicazioni ai giornalisti. GUARDAVALLE (Cz) - I Terra di Calabria Mercoledì 6 maggio, ore 21,00, in piazza, la Server concerti di Egidio Servello, in occasione della festa patronale sant’Agazio Martire, il gruppo etnico popolare lametino Terra di Calabria proporrà le musiche più caratteristiche del Mediterraneo. Info: 330/583383. ISCA SULLO J. (Cz) - Rassegna di cabaret La 1ª edizione di una rassegna di cabaret all’ Open Space Studios di Isca sullo Jonio. Saranno presenti: sabato 2 maggio 2009 “I Fichi d’India”; sabato 9 maggio 2009, “ Pino e gli anticorpi”; sabato 23 maggio 2009 “ I ditelo voi”; domenica 31 maggio 2009, “Baz” che concluderà la rassegna comica. I biglietti saranno disponibili da mercoledì 22 aprile 2009 nelle prevendite abituali. I posti saranno rigorosamente numerati e si divideranno in due ordini di prezzi, quali euro 20,00 per poltronissima ed euro 15,00 per poltrona e galleria. I prezzi sono compresi di prevendita. Per ulteriori informazioni è possibile telefonare ai numeri: 0967/45165 - 3334121670; oppure consultare i siti internet di seguito riportati www.essemmemusica.it www.openspacestudio.it.

saranno esposte pubblicamente dal 6 giugno al 20 giuno 2009 a Lamezia - inoltre diventeranno patrimonio della Galleria permanente allestita nel sito www.400kc.eu, avranno notevole visibilità attraverso i canali mediatici e gli Enti istituzionali che collaborano con l’associazione. Al termine dell’evento tutte le opere saranno restituite agli artisti (spedite con corriere Sda alle rispettive sedi con spedizione a carico del destinatario). Info: 338/3985193 339/5837077 - info@400kc.eu - caterina@400kc.eu - carlo@400kc.eu.

LOCRI (Rc) - “Futbolito”, calcio a 5 Per il terzo anno consecutivo l’Associazione giovanile “Portale Giovani”, organizza l’evento sportivo “Campionato di calcio a 5. Città di Locri” denominato Futbolito. La manifestazione, patrocinata come sempre dall’assessorato alle Politiche giovanili e sportive della città locrese, vedrà per il 2009 gareggiare ben 12 squadre che tenteranno di conquistare il titolo della terza edizione. Il gruppo di “Portale Giovani” sarà accompagnato per tutto il campionato dalla collaborazione della cooperativa G.o.a.l. (Giovani Operatori Animazione Legalità) e dalla società “Amatori Calcio Locri”. Quest'anno il torneo è aperto ad atleti di ogni età, le iscrizioni sono già iniziate e il 5 maggio si inizierà a disputare il campionato a giroLAMEZIA T. (Cz) - Al Samart... ne unico, dove le prime 8 squadre si qualificheranno per Il Samart avvisa la clientela che apre a pranzo il martedì, le sfide infuocate dei quarti di finale, le vincenti accedemercoledì, giovedì e venerdì con menù di carne e specialità ranno alle semifinali e poi alla finale secca. di stocco. Le serate degli spettacoli sono il venerdì con serata live, sabato con il movimiento latino. Aperto anche a LOCRI (Rc) - “Cantieri culturali”, rinvio pranzo con menù a prezzo fisso. Info: 0968/53459. L’Amministrazione comunale della Città di Locri rende noto che a causa del persistere delle condizioni di malLAMEZIA T. (Cz) - Appuntamenti Uniter tempo le date della manifestazione “Cantieri culturali”, L'Uniter, Università della terza età e del tempo libero, pre- previste dal 20 al 22 aprile, subiscono un rinvio. L’evensenta XX Anno Accademico 2008/2009 III Bimestre. Mag- to si svolgerà nelle seguenti date: 8, 9, e 10 maggio presgio, ore 17.00, mercoledì 6: prof. Antonio Bagnato, Loren- so la corte del Palazzo di Città Locri. zo Milani: il prete, l’educatore, il sovversivo; venerdì 8: prof. Daniele Macris, Aspetti di cultura, lingua e civiltà greca di Calabria; mercoledì 13: don Pino Falvo, Chiesa loca- LOCRI (Rc) - Giro turistico delle Calabrie le e Chiesa Universale; venerdì 15: Francesco Longo, La Dal 29 maggio al 2 giugno si svolgerà il “Giro Automobipoesia canta l’amore, pianoforte: Claudia Mancini e Gio- listico delle Calabrie – Coppa Presidente della Repubblivanna Muraca voce recitante: Caterina Menichini e Rosi- ca”. La manifestazione è stata presentata a Catanzaro na Paonessa; mercoledì 20: prof. Vincenzo Villella, Gio- presso la sala riunioni del Palazzo della Provincia, prevanni Valentino Gentile, antitrinitario di Scigliano e av- sente il Sindaco della Città di Locri che plaude all’iniziaversario di Calvino, decapitato a Berna nel 1566; venerdì tiva che vede, tra le tappe una proprio a Locri il pome22: prof. Giovanni Cimino e altri, Genio e follia nella scien- riggio del 1 giugno, quando le Auto d’Epoca sosteranno za e nell’arte; mercoledì 27, prof.ssa Vittoria Butera, Il po- in Piazza dei Martiri dove cinquanta anni fa, nell’ultima tere dello sguardo; venerdì 29, assemblea dei soci. Alla fine edizione del giro, le auto si fermarono per effettuare il di marzo scade il termine ultimo per iscriversi all’Uniter. rifornimento, quando il “pit stop” si effettuava con le taniche di benzina e imbuto. LAMEZIA T. (Cz) - Gran prix nazionale Fisiodinamic palestre, Csen centro sportivo educativo nazionale, Wabba Italia, e il Comune di Lamezia Terme organizzano Grand prix nazionale "Città di Lamezia Terme" XIII edizione, domenica 24 maggio, presso l'auditorium comunale - Lamezia Terme ore 14.30, pesatura - ore 17.30, inizio gara, ingresso gratuito. Categorie in gara: uomini hp: Juniores Hp, Hp-6 Kg, Hp-3 Kg, Hp0Kg, Hp+3Kg; uomini body building: fino 75 kg, fino 82,5kg, fino90kg, oltre 90kg, juniores, over 40, over 50; donne: fitness, shape, fashion. I partecipanti dovranno essere tesserati Wabba-Csen per l'anno in corso. Qualificati ai campionati italiani i primi 6

Segnala un appuntamento a questa rubrica regionale: via mail: appuntamenti@ildomani.it via fax: 0961-903801


il Domani Venerdì 1 Maggio 2009 49

APPUNTAMENTI CALABRIA

SEGNALARE A: FAX 0961.903801 - E-MAIL: APPUNTAMENTI@ILDOMANI.IT

L’ottava edizione del concorso nazionale per giovani musicisti in programma a Paola

Gianni Morandi in concerto a Maida IL CARTELLONE

Giornate nazionali della Gerbera Gialla il 3 e il 4 maggio a Reggio

LOCRI (Rc) - “Giugno locrese” Al via la 43esima edizione del “Giugno Locrese”. Nei prossimi giorni sul sito del Comune si potrà accedere ai bandi. Il concorso culturale si richiama alle edizioni precedenti. Per l’edizione 2009 del Giugno Locrese sono previste le categorie di poesia in lingua e in vernacolo; la categoria della “estemporanea di pittura”; la categoria del concorso fotografico.Confermato anche il premio “Umberto Ferraro” con le cinque sezioni: Politica, Cultura, Giustizia, Imprenditoria, Giornalismo. La serata conclusiva sarà condotta dalla giornalista Anna La Rosa, e si svolgerà domenica 28 giugno 2009 nel corso di una serata ufficiale che sarà tenuta nella corte del Palazzo di Città. MAIDA (Cz) - Gianni Morandi in concerto Dopo l'apertura con Fiorella Mannoia a Rende ed al Cilea di Reggio, confermato il secondo evento di "Fatti di Musica Radio Juke Box 2009" , la XXIII edizione della rassegna del miglior live d’autore diretta da Ruggero Pegna, dedicata alla "Lotta a leucemie e linfomi dell'Associazione Amena dell'Ospedale Pugliese di Catanzaro, che premia con il "Riccio d'Argento" del celebre orafo Gerardo Sacco i migliori concerti d'autore dell'anno. Il secondo riconoscimento del 2009 andrà a Gianni Morandi che con "Grazie a tutti", il suo imponente nuovo tour prodotto dalla "Ballandi", sarà l’ 8 e il 9 maggio al Teatro Tenda che sarà installato nell'area del Centro Due Mari a Lamezia Terme, lungo la superstrada Lamezia/Catanzaro nei pressi dell' uscita di Maida. Avviata la vendita dei biglietti per i concerti di Gianni Morandi del 8 e 9 maggio presso il Teatro Tenda Lottomatica che sarà installato nell'area del Centro Due Mari a Maida, lungo la superstrada Lamezia/Catanzaro. La prevendita dei biglietti al prezzo di euro 40.00 per la poltronissima ed euro 30.00 proseguirà fino ad esaurimento nelle prevendite autorizzate. Previsto anche uno sconto di quattro euro a biglietto per comitive di almeno venti persone, fino ad esaurimento delle disponibilità. I concerti inizieranno alle ore 21.00. Ulteriori informazioni: 0968.441888 - www.ruggeropegna.it. PAOLA (Cs) - Concorso per giovani musicisti VIII concorso nazionale Giovani musicisti “Città di Paola” – Premio San Francesco di Paola 2009. Luogo e date di svolgimento: Paola (Cs), dal 30 maggio al 6 giugno 2009. Iscrizioni: entro il 15 maggio. Riservato a : pianoforte – pianoforte a 4 mani – archi – fiati – chitarra – arpa – percussioni – fisarmonica – canto lirico - mus. da camera in qualsiasi formazione - cori polifonici e di voci bianche – solisti, ensemble e orchestre Scuole Medie ad Indirizzo Musicale –- Progetti speciali Scuole - Musica e teatro – Musica leggera: cantanti - strumentisti (tastiera, chitarra el., basso, batteria) solisti e gruppi. Senza limiti di età. Montepremi: euro 5.000 - oltre ai premi di categoria Premi speciali per pianisti, chitarristi, clarinettisti – Concerti presso diverse Associazioni Musicali – Selezione ruoli “Nozze di Figaro” per la rappresentazione in forma di concerto – Frequenza gratuita Stage presso il I Corso Biennale di Canto Moderno con il M° Antonio Fratto in collaborazione con Luca Jurman. Informazioni: tel. e fax: 0982/585567 – 585655 www.associazionestillo.it/concorso.html - l.stillo@associazionestillo.it. PETRONA’ (Cz) - I Maggio in musica L’Amministrazione comunale di Petronà organizza il I maggio 2009 in musica. Al concerto promosso dall’assessorato alla Cultura parteciperanno, in piazza Muraca ore 17, dieci band: The bitter of the boss; Garden road; Uscita stereo; Nemesis; Stonehenge; Full moon fever; Loca Petro; Stato puro; Arsura; Angus Mac. PLATANIA (Cz) - Gita a Gerace e a Stilo Oggi, festa di San Giuseppe Artigiano e dei lavoratori, più di cento fedeli della Comunità San Michele Arcangelo di Platania, effettueranno una gita a Gerace e a Stilo, due graziose e storiche cittadine degne di interesse per le loro bellezze monumentali e paesaggistiche. I numerosi pellegrini, accompagnati dal parroco Don Pino Latelli e dalla responsabile dell'ufficio parrocchiale per la pastorale del tempo libero, turismo e sport Maddalena Cimino, partiranno alla volta di Gerace e Stilo a bordo di due pullman granturismo intorno alle ore sette. La prima parte della giornata sarà dedicata alla celebrazione della Santa Messa officiata da Don Pino nella monumentale Catte-

drale di Gerace. Al termine del rito, il numeroso gruppo di Platania si soffermerà a visitare la splendida e immensa Cattedrale, risalente al 1045 che consta di tre navate, ciascuna delle quali è abbellita da 13 colonne provenienti, secondo gli studiosi, dai templi della vicina Locri. Successivamente visiterà il caratteristico centro storico della città soffermandosi sui suoi princ pali monumenti. Per avere il colpo d'occhio della città e per godere di un suggestivo panorama, i visitatori platanesi raggiungeranno il Baglio, nome con cui gli abitanti chiamano lo spazio antistante al Castello della città: da qui ammireranno un paesaggio naturale di incantevole bellezza, straordinario per i colori e per la varietà delle forme orografiche. Scendendo poi lungo la via Catello ammireranno la Chiesa di San Francesco e le vicine Chiese di San Giovannello e del Sacro Cuore e la Piazza del Tocco, vero e proprio salotto dove gli abitanti sono soliti riunirsi nel tempo libero per godere dell'aria aperta. Quindi il gruppo di fedeli della parrocchia di Platania raggiungerà Stilo, nel versante meridionale delle serre e qui avranno modo di visitare quello che unanimamente è considerato uno dei monumenti più noti e meglio conservati dell'arte bizantina: la famosa Cattolica di Stilo.Il gruppo platanese raggiungerà Pizzo per concludere la giornata, dulcis in fundo, con la visita nel Castello e sorbire un gelato della famosa produzione locale. PRAIA A MARE (Cs) - Mostra Il Museo Comunale di Praia a Mare apre alla mostra dell'artista Thomas Diego Armonia italiano di nascita e parigino d'adozione, che ha fatto dell’arte un mezzo di esclusività grazie ad un connubio rarissimo tra pittura, moda, oro e storia antica e che resteranno nel Museo fino al 3 di maggio 2009. REGGIO C. - Tour Music Fest C’era una volta “un disco per l’estate” poi il “Festival Bar”, tutte manifestazioni estive e itineranti ma con una componente di musica “affermata a livello internazionale”. Nasce nel 2006 l’idea di dare vita a un festival itinerante, dedicato alle nuove sonorità e che potesse raggiungere tutti gli artisti sparsi lungo la penisola, ammortizzando i costi per i singoli cantanti e musicisti…il Tour Music Fest.18 tappe nella prima edizione, 24 nella seconda, 25 alla terza. Più di 4000 artisti provenienti da tutta Italia, una giuria finale presieduta da Mogol e che si avvale della partecipazione di persone del calibro di Giampaolo Rosselli (Sony Bmg), Luca Pitteri, Franco Fasano, Robert Steiner, Massimo Bonelli (Cni Music), Radio Lattemiele e circa 6000 km percorsi: questi i numeri e i nomi del Tour Music Fest, che nel giro di due anni è riuscito a farsi conoscere attraverso una diffusione e un passaparola d’eccezione diventando un evento impedibile per giornalisti, critici, addetti ai lavori e semplici curiosi. E se erano già di rilievo i tradizionali premi con il tour accanto ai big, la produzione del videoclip, la borsa di studio al Cet di Mogol e lo scambio con i festival europei, con il 2009 arriva la grande novità: in collaborazione con la Rusty Record il premio discografia. Il vincitore vedrà infatti prodotto e distribuito il suo album in tutta Italia, trovando una visibilità altrimenti quasi impossibile. Quest’anno il festival Nazionale della Musica Emergente si lega a due partner degni di nota e votati alla musica: Match Music e Radio Lattemiele. Se infatti, la radio nazionale che fa ogni giorno piu’ di un milione di ascoltartori trasmettera’ i brani dei vincitori 2009, l’emittente Sky diretta da Morgan seguirà e manderà in onda la finale del Tour Music Fest… Il Tour Music Fest si apre ancora una volta a tutti i generi legandosi a festival internazionali che in passato hanno avuto come protagonisti ska, rock, folk ma anche la migliore musica britannica all’insegna del Reggae e del pop. Per saperne di più è possibile consultare il sito internet: www.tourmusicfest.it.

(con la collaborazione del Club Unesco di Palmi); domenica 24, ore 8.00, escursione naturalistica (Pscs), Lago Costantino, San Luca (casa natale di Corrado Alvaro), itinerario parco letterario. Percorso a piedi da Pietra Longa (andata) e lungo la Fiumara Bonamico (ritorno), + visita borgo (Club Unesco); giovedì 28, ore 16.00, presso la sala consiliare circoscrizione Santa Caterina, riepilogo attività Pscs e incontro con stranieri; giovedì 28, ore 18.00, presso il tipico, riunione accademia Kronos; domenica 31, ore 8.00, escursione culturale naturalistica (Pscs), San Giorgio Morgeto, Castello, borgo, itinerario articolato, incontro con amministrazione comunale e gruppi di volontariato; giugno 2009: domenica 7, ore 8.00, escursione naturalistica culturale (Pscs), Scilla, traversata dello Stretto con barche di pescatori, Ganzirri, Capo Peloro. Visita guidata parco letterario “Horcynus Orca” e centri urbani interni (Club Unesco);mercoledì 17, ore 17.00, presso la sala palazzo storico della provincia, convegno e proiezione video escursioni Pscs; giovedì 25, ore 18.00, presso il tipico, riunione Kronos; venerdì 26, ore 19.30, presso la sala ristoro, conviviale con stranieri (Pscs). REGGIO C. - “Il Primo Maggio non si scorda mai” Cgil, Cisl e Uil ripropongono l’appuntamento unitario dal titolo “Il Primo Maggio non si scorda mai”. REGGIO C. - Giornata nazionale per l’Epilessia La Lice (Lega Italiana contro l’Epilessia), domenica 3 maggio 2009 organizza l’ottava edizione della “Giornata Nazionale per l’Epilessia”. Il sottoscritto quale coordinatore regionale calabrese, ha scelto di organizzare la giornata per la Calabria, a Reggio Calabria in piazza San Giorgio. L’epilessia colpisce un italiano su 100, è una malattia cronica che insorge a qualsiasi età ed è caratterizzata dal ripetersi di crisi epilettiche. Il fine di tale manifestazione nazionale è quella di diffondere la conoscenza di una malattia che ancora fino a poco tempo fa veniva associata a qualcosa di demoniaco, di inspiegabile e soprattutto era considerata un fenomeno da nascondere, stigmatizzata con marchio di infamia per le persone che ne erano affette.

REGGIO C. - Giornata delle Gerbere Gialla Si svolgeranno a Reggio Calabria il 3 e 4 maggio, le giornate nazionali della Gerbera Gialla ,organizzate dal coordinamento nazionale antimafia Riferimenti. Le giornate che sono alla XVII edizione hanno l'adesione del Presidente della Repubblica; testimonial d'eccezione ,come ogni anno il Procuratore Nazionale Antimafia Piero Grasso. Era il 1992, quando a Reggio Calabria è nata la Gerbera Gialla con la prima manifestazione antimafia della città,una città allora senza voce e senza diritti ,dove veniva anche negata l'esistenza del fenomeno mafioso.In quella occasione fu chiesta verità e giustizia per l'assassinio dell'ingegnere Gennaro Musella,fatto saltare in aria dalla ndrangheta il 3 maggio 1982,le cui indagini erano state chiuse contro ignoti. Il 3 maggio p.v,la gerbera ritorna a reggio Calabria col suo messaggio di riscatto.La città .infatti intitolerà a Gennaro Musella la via dove è stato ucciso. Il programma delle giornate prevede un concerto della banda musicale della Polizia di Stato al Teatro Cilea di Reggio Calabria, la sera del 3 maggio, dedicato nel ricordo di Musella alle vittime delle stragi di maggio,da Portella delle Ginestre a Capaci,da Impastato ai Georgofili,da Congiusta alla piccola Mariangela Ansalone. La giornata del 4 maggio è caratterizzata dalla presenza di migliaia di studenti provenienti da tutta la Calabria e da delegazioni di Veneto, Campania, Sicilia, Sardegna, Lazio, Lombardia, Toscana, presenti anche numerosi familiari di vittime da Giovanni Impastato ad Adriana Musella presidente di Riferimenti,da Tina REGGIO C. - Accademia Kronos e Club Re Italo montinaro moglie del caposcorta di Falcone a CongiuCalendario delle attività promosse da Accademia Kronos sta.Una delegazione anche dei familiari delle vittime delCalabria e dal Club Unesco Re Italo di Reggio. Aprile: fino la Campania,regione dove Musella era nato e vissuto prial 3 maggio, assemblea nazionale federazione italiana club ma di trasferire la sua attività in Calabria. Unesco Cagliari; maggio: giovedì 7, ore 16.00, presso la sala consiliare circoscrizione Santa Caterina, incontro Pscs Segnala un appuntamento su gestione attività di promozione culturale; domenica 7, ore 8.00, escursione naturalistica (Pscs) Aspromonte, Caa questa rubrica regionale: scate note come “Maesano” sull’Amendolea (“‘u scicciu ra spana”), diga sul Menta itinerario lungo il torrente Amenvia mail: appuntamenti@ildomani.it dolea (in pullman fino alla diga, percorso a piedi diga - cascate); domenica 17, ore 8.00, escursione culturale club via fax: 0961-903801 Unesco Re Italo (Giovani insieme) Palmi ed aree limitrofe


50 Venerdì 1 Maggio 2009 il Domani

APPUNTAMENTI CALABRIA

SEGNALARE A: FAX 0961.903801 - E-MAIL: APPUNTAMENTI@ILDOMANI.IT

Proseguono il 13 maggio gli incontri di storia, letteratura e psicologia nella Città dello Stretto

Concorso di interpretazione musicale a Reggio IL CARTELLONE

Omaggio a “Checchina Polimeni” presso la chiesa San Giorgio al Corso

REGGIO C. - Anassilaos giovani sport Martedì 5 maggio, ore 18,00 Sala San Giorgio al Corso, Anassilaos Giovani Sport. In memoria della “Grande Torino” la squadra di calcio pluricampione d'Italia nel 60° Anniversario della Tragedia di Superga (4 maggio 1949). Intervento del Dr. Francesco Palamara con videoproiezioni. Mercoledì 6 maggio ore 19,00 Chiesa San Giorgio al Corso, congiuntamente con il Centro Femminile di Reggio Calabria (Cif) e il Centro Internazionale Scrittori della Calabria (Cis) “Omaggio a Checchina Polimeni” nel 9° Anniversario della scomparsa. Saluti Don Antonio Santoro, Parroco di San Giorgio al Corso; Stefano Iorfida, Presidente Associazione Culturale Anassilaos, Loreley Rosita Borruto, Presidente CIS Calabria,: Interverventi Franca Brandolino Foti, Presidente Centro Studi “Checchina Polimeni” e Giovanna Ferrara, Presidente CIF di Reggio Calabria. Venerdì 8 maggio ore 18,00 Salone Provincia di Reggio Calabria, congiuntamente con la Provincia di Reggio Calabria, assessorato alla Cultura, e il Centro internazionale Scrittori della Calabria promuovono un incontro sul tema “Mario La Cava/il pensiero moderno della Calabria” che si terrà venerdì 8 maggio presso il Salone della Provincia di Reggio Calabria-Piazza Italia alle ore 18,00. Porteranno i saluti Santo Gioffre’, assessore alla Cultura della Provincia di Reggio Calabria, Stefano Iorfida, Presidente Associazione Culturale Anassilaos, Loreley Rosita Borruto, Presidente CIS Calabria, Maria Quattrone, Dirigente Scolastico Liceo Classico “T. Campanella” Reggio Calabria e Franco Arcidiaco, Editore della “Città del Sole”. Interverranno Pasquale Amato, Professore di Storia dei Partiti e Movimenti Politici presso Università di Messina, Milly Curcio, Giornalista e saggista, Luigi Tassoni,Professore di Semiotica e Letteratura Italiana presso l’ Università di Pécs (Ungheria). Modererà Francesca Neri, Docente e studiosa di Letteratura Italiana. Martedì 12 maggio ore 18,00 Sala San Giorgio al Corso, Anassilaos Giovani Sport. Nel Centenario del Giro d’Italia, in collaborazione con l’Associazione Nazionale Atleti Olimpici e Azzurri d’Italia di Reggio Calabria, incontro sul tema “Calabria e Calabresi al Giro d’Italia” (1909/2009) con l’intervento di Pasquale Nucara, Presidente della Sezione reggina dell’ l’A.N.A.O.A.I di Reggio Calabria e Alessio Tympani, Responsabile Sport Associazione Anassilaos. Venerdì 15 maggio ore 21,00 sala San Giorgio al Corso, invito alla lettura dei testi della Letteratura Universale. Anna Maria Immesi legge il “Principe delle maree” (The Prince of the tides) di Conroy Pat. Martedì 19 maggio, ore 18,00, Sala San Giorgio al Corso, Reggio Calabria nei secoli XVII e XVIII. Immagini e documenti. A cura dell’Arch. Salvatore Giacco e del Dr. Salvatore Saffioti. Venerdì 22 maggio ore 21,00 Sala San Giorgio al Corso, centenario del Futurismo (1909/2009). Incontro sulla pittura e sulla scultura futurista. Con l’intervento del Prof. Carmelo Tenio, Docente di Arte e artista. Sabato 23 maggio ore 17,30 Chiesa San Paolo alla Rotonda , presentazione della cartolina realizzata dall’Associazione Culturale Anassilaos in occasione della chiusura dell’Anno Paolino e della Inaugurazione della Mostra filatelica dal titolo “Sulle orme di San Paolo”, promossa per l’anno Paolino 2008 – 2009, che si terrà a Reggio Calabria, dal 23 al 31 maggio 2009, all’interno

del Santuario di San Paolo alla Rotonda. La cartolina riceverà lo speciale annullo filatelico a cura del Rotary Club Service di Reggio. Martedì 26 maggio, ore 18,00 Sala San Giorgio al Corso, “La chimica dell’acqua” . Interviene la Prof.ssa Paola De Salvo. Introduce il Dr. Francesco Cardone, chimico e studioso di chimica. Responsabile Associazione Anassilaos. Giovedì 28 maggio ore 18,00 Sala Giuditta Levato, Consiglio Regionale della Calabria. Congiuntamente con il CIS Calabria presentazione del saggio di Francesco Cardone Atomi Elementi Molecole - Storia della Chimica da Dalton alle nanostrutture (Laruffa Editore) con l’intervento del Prof. Angelo Liguori, Università della Calabria, e della Prof.ssa Francesca Neri, Docente Liceo Classico “T.Campanella” di Reggio Calabria. Venerdì 29 maggio ore 21,00 Sala San Giorgio al Corso, alla scoperta del dialetto. Incontro sul tema “ Spunti per una corretta grafia di alcuni termini dialettali” Interviene il Prof. Domenico Antonio Sgrò, poeta dialettale e studioso del dialetto. REGGIO C. - Psico bar, incontri La cooperativa Imep, Istituto mediterraneo di psicologia che riunisce attorno alla dimensione psicologica professionisti del settore, offre alla cittadinanza reggina una nuova occasione di approfondimento riguardo i temi della Psicologia. La formula è quella originale degli Psico bar. Incontri per discutere, condividere e confrontarsi in un contesto da svago e aggregazione presso Caffè Italia in Via Miraglia n.6 a partire dalle ore 18.30. Di seguito il programma: giovedì 07 maggio: “Ecce homo” - L’autostima ed il rapporto con se stessi, con la partecipazione della dott.ssa A. Rossi (psicologa); 21 maggio: “Alla ricerca dell’adrenalina” - La dipendenza da rischio, con la partecipazione della dott.ssa F. Salzone (psicologa). Gli incontri si terranno a partire dalle ore 18.30, presso il Caffè Italia in Via Miraglia n.6 a Reggio Calabria. Psico-bar è ad ingresso libero per tutti . Psico-bar è a cura della dott.ssa Maria Scordo e della dott.ssa Simona Cordiani. Per ulteriori informazioni è possibile contattare i numeri telefonici di seguito riportati: 328.1918853/347.9673649; oppure consultare il sito internet www.cooperativaimep.it - Per le prenotazioni, invece, scrivere all’indirzzo di posta elettronica: urp@cooperativaimep.it.

ria dr. S. Mangione, relatore parte psicologica il dottor Paolo Praticò. REGGIO C. - “Italia Nostra”, conversazioni “Dai Paesaggi Sensibili dello Stretto ai Paesaggi Culturali della nostra città”: Italia Nostra di Reggio vuol porre così all’attenzione della cittadinanza, nei prossimi mesi, tutti gli aspetti positivi dell’archeologia, della storia, della stessa edilizia di Reggio. E lo fa attraverso una serie di conversazioni tenute da soci e da esperti, che si svolgeranno presso la Sala Convegni della Biblioteca Comunale di Via Tripepi, introdotti dal Presidente dell’Associazione protezionista, Arch. Pino Bertone.La prima conversazione, che darà inizio al ciclo, sarà tenuta dall’Arch. Alberto Gioffrè, Socio fondatore di Italia Nostra di Reggio, sul tema del “Recupero dell’edilizia abusiva” (come rinnovare e valorizzare la maglia urbana del degrado): il terzo appuntamento sarà curato dalla Dott.ssa Rossella Agostino, già Presidente della Sezione reggina, sul tema dell’Archeologia e quotidianità della vita. Seguiranno altre conversazioni, sempre di mercoledì, il 20 maggio 2009, il 17 giugno 2009, il 23 settembre 2009, il 21 ottobre 2009, il 25 novembre 2009, per poi riprendere nell’anno successivo. Relatori saranno: il Dott. Franco Arillotta, il Prof. Franco Zagari, l’Ing. Claudio Bertonelli, la Prof.ssa Martorano Costabile, l’Arch. Nino Pellicanò, l’Ing. Giuseppe La face, ma la Conversazione del 21 ottobre sarà imperniata sul libro. REGGIO C. - Interpretazione musicale, concorso E’ pronta a partire la seconda edizione del concorso nazionale di interpretazione musicale “Città di Reggio Calabria”, bandito dall’“Accademia del tempo libero” col patrocinio del Comune. Il concorso si svolgerà dall’1 al 7 giugno 2009 presso l’Auditorium “Il Cipresseto”, sede dell’“Accademia”.

REGGIO C. - Circolo Zavattini, proiezioni Anche quest'anno il circolo del cinema "Cesare Zavattini" organizzerà presso la sede del Cai una serie di proiezioni sulla montagna e sul rapporto tra uomo e ambiente. Le proiezioniavranno luogo alle ore 21.00, presso la sede del club Alpino Italiano sez. REGGIO C. - Storia, letteratura, psicologia... Aspromonte in via S. Francesco da Paola, 106 RegL'associazione “Nuovo Umanesimo”, il circolo cultu- gio Calabria. Queste le date in programma: 9 giugno rale “G.Calarco” di Reggio Calabria e l'istituto Medi2009. terraneo di psicologia “ImeP” di Reggio Calabria presentano un ciclo di appuntamenti denominato “Incontri di storia, letteratura e psicologia”. Essi avranno come sede l'accademia della Belle Arti, saranno gratuiti. Al termine del ciclo sarà rilasciato un attestato di frequenza. Di seguito il calendario degli incontri: 13 maggio 2009, ore 17.00-19.00, autore Ariosto, relatore parte letteraria prof.ssa C. Sicari, relatore parte psicologica dr. G. Quattrone; mercoledì 10 giugno 2009, ore 17.00 - 19.00, autore Hemingway, relatore parte via mail: appuntamenti@ildomani.it letteraria prof. G. Lombardo, relatore parte psicologivia fax: 0961-903801 ca dott.ssa A. Rossi; mercoledì 15 luglio 2009, ore 17.00 - 19.00, autore Calogero, relatore parte lettera-

Segnala un appuntamento a questa rubrica regionale:


il Domani Venerdì 1 Maggio 2009 51

APPUNTAMENTI CALABRIA

SEGNALARE A: FAX 0961.903801 - E-MAIL: APPUNTAMENTI@ILDOMANI.IT

“La libertà di stampa e la tutela della persona”, incontro domenica 3 maggio a San Marco Argentano

Premio “Armando La Torre” a Siderno IL CARTELLONE

Stage di canto con Gabriella Scalise a Sant’Andrea Apostolo dello Jonio

REGGIO C. - Pallavolo: Italia-Stati Uniti Il 19 giugno sarà una data importante per la città di Reg gio Calabria, che proprio a due giorni dall’inizio dell’estate tornerà sotto i riflettori della pallavolo mondiale ospitando il big match tra l’Italia e la nazionale degli Stati Uniti campione olimpica in carica, valido per l’edizione 2009 della World League. Ventidue gli azzurri convocati per la manifestazione da coach Anastasi, che intende aprire un nuovo ciclo dopo il quarto posto conquistato nell’ultima Olimpiade. Solo quattro sono infatti gli atleti reduci dall’esperienza di Pechino, vale a dire Vermiglio, Birarelli, Gavotto e Martino. A questi vanno aggiunti i rientranti Cernic, Sintini, Lasko, Savani, Manià e Sala. L’elenco dei convocati è completato da Saitta, Travica, Cazzanica, Buti, De Togni, Fortunato, Piscopo, Della Lunga, Maruotti, Parodi, Zaytsev e Bari. Tanti volti nuovi dunque, che proprio nella World League muoveranno i primi passi in nazionale. E la città dello Stretto sarà sicuramente pronta ad accogliere i loro beniamini nella sfida al sestetto statunitense, che si disputerà al PalaPentimele. RENDE (Cs) - Presentazione libro Martedì 5 maggio, ore 16.30, presso la sala multimediale della biblioteca "Ezio Tarantelli" Università della Calabria ponte Bucci, Campus di Arcavacata-Rende (Cs), l'istituto calabrese per la storia dell'antifascismo e dell'Italia contemporanea, biblioteca "Ezio Tarantelli" e Fondazione Rubbettino invitano alla presentazione del volume di Luigi Ambrosi "La rivolta di Reggio. Storia di territori, violenza e populismo nel 1970" Rubbettino 2009. Intervengono: Vittorio Cappelli, docente di storia contemporanea - Unical; Pietro Fantozzi, docente di sociologia politica - Unical; coordina Giuseppe Masi, direttore dell'Icsaic. Saranno presenti l'autore e l'editore. RENDE (Cs) - “De Andrè canta De Andrè” Partita la vendita dei biglietti per "De Andrè canta De Andrè" del 15 maggio 2009 alle ore 21.15 al Teatro Garden di Rende (Cosenza), grande omaggio a Fabrizio De Andrè con il concerto del figlio Cristiano che ne eseguirà tutti i maggiori successi, anche attraverso ricordi personali. L'evento fa parte della XXIII edizione della rassegna "Fatti di Musica Radio Juke Box", la rassegna del miglior live d'autore ideata e diretta da Ruggero Pegna abbinata alla "Lotta a Leucemie e Linfom" dell' A.m.e.n.a. di Catanzaro (associazione per le malattie ematologiche neoplastiche dell'adulto). RIACE (Rc) - Festival delle migrazioni Riace ha deciso di dar vita alla prima edizione di A – Accoglienza. Festival delle migrazioni e delle culture locali che si svolgerà dal 22 al 24 maggio: un concorso per filmaker aperto a tutti su temi attuali e importanti quali il recupero della memoria, delle tradizioni e della cultura materiale e ancora dell’accoglienza, della solidarietà, della condizione dei profughi e dell’incontro fra culture diverse. Un festival che cerca anche l’interesse dei giovani attraverso una sezione per cortometraggi a tema libero e una su videoclip musicali. Il concorso si articola in quattro sezioni di partecipazione: Cortometraggi a tema libero; Migranti aperto a storie e incontri visti dai migranti e/o dai nativi, in Italia, come in altri paesi, con particolare attenzione al Mediterraneo, nonché a inchieste e reportage sulle dinamiche che si creano nella società, nella politica e nella cultura; Culture locali cultura materiale aperta a film relativi alla ricerca e alla salvaguardia di culture, società, lingue e tradizioni locali, compresa la “cultura materiale”, e il loro rapporto con la modernità; Videoclip Musicali aperta a videoclip musicali a tema libero della durata massima di 6', senza preclusioni di stili o di generi musicali. Gli aspiranti partecipanti dovranno inviare i propri lavori entro il 30 aprile 2009 e troveranno tutte le informazioni sulla iscrizione nel sito www.riaceinfestival.it . L’iniziativa è promossa da: Comune di Riace, Rete Comuni Solidali, Asgi-Associazione Studi Giuridici Immigrazione e Associazione Città Futura Don Giuseppe Puglisi Riace. ROSSANO (Cs) - Master in Politiche ambientali Dall’1 al 19 giugno la Città di Rossano sarà sede del master universitario di secondo livello in “Politiche ambientali e territoriali per la sostenibilità e lo sviluppo” detto

Eco-Polis, organizzato dall’Università di Ferrara e dall’U- SETTINGIANO (Cz) - All’Orso Cattivo niversità della Calabria. Ogni giovedì: "Toda Joia"!!! presso L'Orso Cattivo a SAN MARCO A. (Cs) - Libertà di stampa, incontro Domenica 3 maggio, alle ore 10,30, nel Teatro Urbano II di San Marco Argentano (Cosenza), con la partecipazione di prestigiosi giornalisti calabresi e di Annalisa Venditti, giornalista collaboratrice di programmi televisivi Rai e docente alla Pontificia Università Urbaniana di Roma, sarà celebrata con un incontro sul tema “La libertà di stampa e la tutela della persona. La Giornata mondiale della libertà di stampa”. All’incontro, moderato dallo scrivente, interverranno, infatti, oltre alla già citata Venditti, Filippo Veltri, responsabile Ansa Calabria; Arcangelo Badolati, caposervizio Gazzetta del Sud; Attilio Sabato, direttore Teleuropa e Giuseppe Soluri, presidente Ordine dei giornalisti della Calabria. Presiederà i lavori Adriano Ritacco, referente del Comitato Promotore Club Unesco San Marco Argentano.

Settingiano. Zona ristorante: Dr. Why - il gioco a quiz per locali (ore 21.00); "Toda Joia" - Dj's: Gianluca Napoli, Tatto and Beat&Love (ore 23.30). Zona pub: balli caraibici: salsa, merengue Y bachata (tutta la sera!). Ingresso: 10 euro (solo 5 euro se segnali la tua presenza sul sito www.movidacommunity.it. SIBARI - Settimana della Cultura

Il Ministero per i beni e le attività culturali, in collaborazione con tutti i suoi istituti, promuove la Settimana della Cultura, quest’anno giunta all’XI edizione con lo slogan "la cultura è di tutti, partecipa anche tu". In questo contesto Silvio Vigliaturo - che da anni ha una solida collaborazione con l’Unical ed è, insieme a Gerardo Sacco e Santo Versace, testimonial nel mondo dell’ateneo calabrese - espone una collezione di sculture in terracotta e una serie di installazioni e opere in vetro presso il Museo Nazionale Archeologico della Sibaritide, che raccoglie tutte le testimonianze materiali della Sibaritide dall’età protostorica all’età romana, ed in particolare il ricco e glorioso passato di quella che fu una delle più importanti poleis della Magna Grecia: Sybaris. Mostra: Kleombrotos - Vigliaturo, una lettera dal passato, presso il museo nazionale archeologico della Sibaritide, località Casa Bianca, a Sibari (CS); vernissage: fino al 31 maggio. Info: 0981/79391-2 - www.museovigliaturo.it.

SAN PIETRO A M. (Cz) - “Il teatro è vita” E’ al via la II stagione teatrale “Il teatro è vita”. La manifestazione è organizzata dall’associazione “Pier Giorgio Frassati” di San Pietro a Maida in collaborazione con: l’Aido (Associazione Italiana Donazione Organi); l’Atec (Associazione Trapiantati Epatici Calabresi); la Proitalia (Dipartimento Cultura e Donazione Organi), con il patrocinio dell’Amministrazione provinciale di Catanzaro e sostenuta dalla Mediabet. Questi gli appuntamenti previsti: sabato 30 maggio 2009 “Concerto del Complesso bandistico Giovanni Paolo II” di San Pietro a Maida”. L’Ingresso è gratui- SIDERNO (Rc) - Premio “Armando La Torre” to. E’ indetta la sesta edizione del Premio Letterario Città di Siderno “Armando La Torre” che si articola nelle sezioni SAN VINCENZO LA COSTA - Convegno di narrativa e saggistica. Il premio, patrocinato dal CoMpa Movimento per le auotnomie, organizza presso la sa- mune di Siderno, dalla Regione Calabria e dalla Provinla consiliare, ore 17.00, di oggi, il convegno “Città di stato. cia di Reggio, gode del riconoscimento del Ministero per Organizzazione e servizi: il senso della misura”. Interver- i Beni e le Attività culturali. Regolamento: narrativa, si ranno: Franco Cavaliere, segr. Mpa S.V. La Costa; Pierino partecipa con opere di narrativa scritte in lingua italiana Fallico, ass. bilancio Comune di S. Vincenzo; Mimmo Leo- e pubblicate dal 1° gennaio 2008 alla data del presente netti; Pasquale Naccarato; Orlandino Greco, vice segreta- bando. Ogni autore o Casa Editrice può partecipare con più opere; saggistica: si partecipa con opere di saggistirio nazionale dell'Mpa. ca scritte in lingua italiana e pubblicate dal 1° gennaio 2007 alla data del presente bando. Ogni autore o Casa Editrice può partecipare con più opere, presentando per SANT’ANDREA APOSTOLO (Cz) - Stage di canto L'associazione artistico musicale "Sound Academy" e la ognuna di esse cinque copie; giuria: le opere saranno esaSchola Cantorum "Officium" di S. Andrea Apostolo dello Jo- minate da una giuria tecnica composta da autorevoli esponenti del mondo della cultura, il cui giudizio è innio organizzano, per il 9 e 10 maggio, uno stage di canto sindacabile ed inappellabile. Per partecipare gli autori con Gabriella Scalise, docente di canto nella trasmissione e/o le Case Editrici devono fare pervenire le opere, con televisiva Amici di Maria De Filippi. Programma: sabato 9 l’indirizzo ed il recapito telefonico dell’autore e l'indicamaggio: ore 9.00, arrivi e registrazione dei partecipanti; zione della sezione per la quale concorrono, entro la daore 9.30, inizio lezioni; ore 12.30, pausa pranzo; ore 15.00, ta del 30 aprile 2009 al seguente indirizzo: Premio letteprosecuzione lezioni fino alle 19.30; domenica 10 maggio: rario Città di Siderno presso Aldo De Leo Via C.Battisti, ore 9.00, inizio lezioni; ore 12.30, pausa pranzo; ore 14.30, 75 - 89048 Siderno (Rc). La partecipazione al premio prosecuzione lezioni fino alle 17.30. Lo stage prevede i se- comporta la piena accettazione del presente bando. guenti costi: euro 70,00 iscrizione corso, oppure euro 100,00 iscrizione corso più n. 1 pensione completa presso il Villaggio Ventaclub "Nausicaa". Chi vorrà pranzare o ce- SIMERI CRICHI (Cz) - Gara automobilistica nare presso il Villaggio Ventaclub "Nausicaa" potrà farlo, La scuderia Aspromonte di Reggio Calabria del preprevia prenotazione, al costo di euro 15,00 (menù complet). sidente Lello Pirino, organizza il 6° Slalom Simeri Per informazioni: 380/3250993 - www.unavoceperlojo- Crichi che si disputerà domenica 17 maggio. La parnio.it. tenza avverrà nei pressi del Castello di Simeri alle ore

SCALEA (Cs) - Global beat moviment Il 12 luglio 2009, in località Riva Chiara di Sellia M., serata al locale Tarantula con i "global beat Moviment" un mix di tarantella, pizzica, ska e reggae. SCILLA (Rc) - “Giro d’Europa a nuoto” La prima tappa del “Giro d' Europa a nuoto per un mondo senza barriere e senza frontiere”, domenica 3 maggio 2009, vedrà impegnato Salvatore Cimmino nello spazio di mare che divide la Sicilia dalla Calabria nel difficile tratto di mare da Messina a Scilla per realizzare la simbolica unione tra Scilla e Cariddi.

SETTINGIANO (Cz) - Booling Center Il Booling Center, aperto durante la settimana tranne il lunedì, comunica le proprie promozioni: martedì e mercoledì "Più giochi e meno paghi", giovedì e domenica "Promozione coppia", sabato "Birillo rosso".

10.00, e dopo circa 3 Km. è previsto l’arrivo a Simeri Crichi. La gara nazionale automobilistica di Slalom si disputa grazie alla collaborazione dell'intera Amministrazione comunale con in testa il sindaco Saverio Loiero ed il fattivo interessamento di Francesco Scorzafava, pilota locale, che si sta prodigando per la buona riuscita dell'evento. La manifestazione si avvarrà anche della collaborazione dell'Amministrazione provinciale di Catanzaro e della Regione Calabria. La direzione della gara è stata affidata al competente ed esperto avv. Franco Colosi. Iscrizioni aperte fino alle ore 20.00, del 11 maggio 2009, tel/fax 0965/651565 - 338/2016286 - scuderiaspromonte@yahoo.it; verifiche sportive giorno 16 maggio, ore 15.30/19.30 e 17 maggio, ore 7.30/8.30, delegazione comunale Simeri; verifiche tecniche giorno 16 maggio, ore 16.00/20.00, e 17 maggio, ore 8.00/9.00, delegazione comunale Simeri; ricognizione ufficiale del percorso 17 maggio, ore 10.00; verifiche tecniche - post gara officina Catizone - Simeri; premiazione Piazza Foibe; fine gara del 17 maggio (ore 15.00 circa).


52 Venerdì 1 Maggio 2009 il Domani

APPUNTAMENTI CALABRIA

SEGNALARE A: FAX 0961.903801 - E-MAIL: APPUNTAMENTI@ILDOMANI.IT

La terza edizione del memorial Gaglioti in programma il 24 maggio a Vibo Valentia

“Vinciamo la vita” a Soverato IL CARTELLONE

Esposizione di due nuove opere di Mattia Preti al Museo Civico di Taverna

SIMERI CRICHI (Cz) - Maratonina Stracrichi L'associazione volontari italiani sangue Avis comunale di Simeri Crichi organizza la 2ª maratonina Stracrichi il 13 giugno, ore 16.00, presso la piazza Martiri a Simeri Crichi. Per ulteriori informazioni: 368/560945 333/9725089.

mangione – Gara a premi per chi mangia più panini; ore 19.30, Tesy Voice - Gara di Superkaraoke e Superpremio; ore 20.30, sagra della trippa; ore 21.00, finale del Festival Di Cabaret - Ospite Francesco Addeo e il Suo Cabaret Magico; ore 22.00, concerto di Mimmo Cavallaro ( Tarantapower).Per ulteriori informazioni rivolgersi al

numero 3280715176 oppure inviare mail a barmario.vs@libero.it. SOVERATO (Cz) - Al Bar Mario Progamma Bar Mario: ogni mercoldì dott. why; giovedì SOVERATO (Cz) - “Vinciamo la vita” Isa e il so karaoke; venerdì francysdrag queen; domenica scandlo con tesy voice superkaraoke. Oggi, 2, 3 maggio Il 2 maggio, giornata nazionale del malato oncologico. Il Comune di Soverato e l' Asp di Catanzaro, presentafesta della birra. SOVERATO (Cz) - Mercatino del venerdì Oggi si farà il mercatino , lo ha comunicato Renzo Pironaci, responsabile provinciale della Cicas , sindacato dei commercianti aree pubbliche, il quale rende noto che nonostante sia un giorno festivo, venerdì 1 maggio si svolgerà regolarmente il tradizionale mercatino del venerdì, meta di passeggio e di acquisti di abituali visitatori che arrivano da tutto il comprensorio. SOVERATO (Cz) - Slow food, inziative culturali

no la manifestazione teatrale: " Vinciamo la vita". Teatro Comunale di Soverato ore 17,30. In collaborazione con la Federazione Italiana delle Associazioni di Volontariato in Oncologia. Programma: saluto delle autorità. Introduce: dr. Maurizio Rocca,direttore sanitario dell'Asp di Catanzaro. Interviene: avv. Concetta Stanizzi, commissario Sez. Prov. di Catanzaro Lega Italiana per la lotta contro i Tumori. Presentano l’iniziativa: dr. Roberto Porciello, direttore Uo Oncologia del P.O. di Chiaravalle Centrale; dr Giuseppe Roccia, direttore Uo Riabilitazione del P.O. di Chiaravalle Centrale. Conduce: Vincenzo Iozzo, direttore Telejonio. Interventi canori e musicali: Rocco Ienco , Cantastorie della tradizione culturale calabrese. Roberto Porciello, Canzoni d'autore. Lettura "percorsi di vita" di pazienti neoplastici. Interverrà: Ernesto Schinella. Parteciperanno: on.le Wanda Ferro, presidente della Provincia di Catanzaro; dr Raffaele Mancini, sindaco di Soverato; ing. Nino Bruno, sindaco di Chiaravalle Centrale; dr Pietro Morabito, direttore generale dell' Asp di Catanzaro; dr Antonio Belcastro, direttore generale Azienda Ospedaliera Mater Domini di Catanzaro Fondazione T. Campanella " Centro Oncologico d'eccellenza"; dr Enzo Ciconte , presidente Ordine dei Medici di Catanzaro; prof.Maurizio Iocco, direttore Uo Riabilitazione Policlinico Universitario Magna Graecia di Catanzaro. Aderiscono: Fidapa Sezione di Soverato, Ammi Soverato, Biblioteca delle donne di Soverato, Soroptimist International Club- Soverato, Associazione Medici Cattolici Italiani Sezione Catanzaro-Squillace. Comitato organizzativo: dott.ssa Valeria Teti, dirigente medicodirezione sanitaria P.O. di Chiaravalle Centrale; dr Roberto Porciello, direttore U.O.- Oncologia del P.O. di Chiaravalle Centrale; dr Giuseppe Roccia, direttore U.O.- Riabilitazione del P.O. di Chiaravalle Centrale. Per Info: direzione sanitaria Ospedale "San Biagio" Chiaravalle Centrale Tel./Fax 0967.999196 dirsan.chiaravalle@libero.it.

L’associazione Slow food di Soverato promuove una serie di iniziative culturali rivolte alla conoscenza e valorizzazione delle caratteristiche culturali e sociali del territorio e si pone l’obiettivo di promuovere iniziative rivolte all’acquisizione di strumenti di conoscenza del "gusto" da parte di cittadini sempre più attenti e numerosi. Tra queste azioni rientra il progetto in corso presso l’istituto alberghiero di Soverato che pone l’accento sulla necessità che i futuri operatori del settore enogastronomico diventino i depositari della cultura e della tradizione del territorio. Gli incontri di educazione sensoriale e alimentare, con presentazione dei prodotti calabresi (Olio, formaggio, miele, vino, salumi), hanno un contributo economico di compartecipazione concesso dall'assessorato alla pubblica istruzione della Provincia di Catanzaro. Gli incontri sono articolati in 5 moduli, uno per ogni prodotto, curati dagli esperti Slow Food e si tengono nell’istituto alberghiero Ipssar di Soverato durante le attività didattiche di valorizzazione della cucina tradizionale. In questa esperienza sono coinvolte alcune classi del corso serale, coordinate dal professore Raffaele Colosimo, docente di scienza dell’alimentazione. La programmazione è così articolata: presentazione e discussioni preliminari in aula: aprile. Presentazione con proiezioni presso la sala biblioteca dell'ipssar: Conclusione: martedì 5 maggio, ore 17.00-20.00: presentazione dei prodotti, incontri con i produttori, laboratori del SOVERATO (Cz) - Stagione teatrale gusto. Programma della stagione teatrale 2008/09 a Soverato: domenica 3 maggio 2009 Giorgio Albertazzi “Lezioni americane “di Italo Calvino. SOVERATO (Cz) - Festa della birra Il bar Mario comunica che è in fase terminale la definizione del programma che si terrà in occasioe della seconda Festa della birra- Città di Soverato nei giorni oggi2-3 maggio 2009. All'interno di detta manifestazione si esibiranno gruppi musicali di vario genere, (taranta, pizzica, cover etc..)prestigiatori, cabaretisti. L'organizzazione della festa della birra - Soverato 2009 - comunica che, all'interno della manfestazione, vi sarà l'assegnazione del premio Giorgio Gioviale - dedicato alla memoria del giovane soveratese deceduto tragicamente più di vent'anni fa. Il premio è riservato agli artisti che vorranno esibirsi nei giorni 1-2-3 maggio come cabarettisti, musicisti e consiste in una somma messa a disposizione della famiglia Gioviale e dall'organizzazione. Programma:

oggi, apertura ore 17.00; ore 17.30, Dr. Why – Gioco a Quiz Interattivo - in gara i quartieri di Soverato ; ore 18.30 , Festival Di Cabaret - Ospiti Iduecò... (Duo Cabarettistico Calabrese); ore 20.30, sagra della melanzana – Piatto unico a base di melanzane; ore 21.00, ironia e cabaret con le Drag Queen (Francys); ore 22.00, concerto Dei Marasà. Sabato 2 maggio, ore 17.30, finale regionale del Dr. Why – Gioco a Quiz Interattivo; ore 19.00, Mago Florius (spettacolo di Magia e Cabaret); ore 20.00, sagra del panino con la salsiccia; ore 20.30, festival di cabaret - Ospite Cesare Gallarini (Comico e autore, collabora ai testi con Aldo, Giovanni e Giacomo e I Fichi D’India); ore 22.00, concerto degli Ariacorte (Pizzica Salentina). Domenica 3 maggio, ore 17.30, Il Fantastico mondo dei Bambini – Festa con maschere e gadgedts per i bambini; ore 18.30, festa del

SOVERATO (Cz) - Teatro del Grillo Ha ufficialmente avuto inizio la stagione 2009 del Teatro del Grillo di Soverato, che da gennaio a fine aprile ospiterà eccellenti compagnie del teatro italiano oltre alla Compagnia della scuola di teatro Spazioscenico e alla Compagnia del Grillo. Programma:concluderà la stagione, a partire dal 21 maggio (data modificata rispetto a quella prevista in primo momento di sabato 25 aprile), la nuova produzione della Compagnia del Grillo: “Rumori fuori scena” per la regia di Claudio Rombolà. Una irresistibile storia di teatro nel teatro dove ritmo, equivoci e colpi di scena fanno del testo di Frayn una delle farse più fortunate degli ultimi trent’anni. Costo abbonamento a 5 spettacoli 88,00. Turno A: pomeridiana ore 17.00 o primo giorno di rappresentazione. Turno B: serale ore 21.00 o secondo giorno di rappresentazione. Gli abbonati alla stagione precedente possono confermare il posto telefonando o lasciando un messaggio al N. 0967 -23156 oppure tramite e-mail all’indirizzo di posta elettronica di seguito riportato "teatrodelgrillo@libero.it". SOVERIA M. (Cz) - “Peccati di birra” La Rosa nel bicchiere, agriturismo, ristorante tipico, country club, presenta £Peccati di Birra”, sabato 9 maggio. Propone un menù di prodotti gastronomici con abbinamento di birre artigianali di qualità. Costo della cena euro 35,00 birre incluse. E' gradita la prenotazione. Info: 0968/666668

- 349/6886589 - info@larosanelbicchiere.it.

SQUILLACE (Cz) - Visite guidate L'associazione Largot costituita da guide specializzate munite di patentino e autorizzate dalla Regione Calabria, offre il servizio di visita guidata alla rassegna espositiva allestita al Complesso monumentale del San Giovanni Catanzaro dedicata ai pittori del seicento Francesco Cozza, Gregorio e Mattia Preti info www.calabriaguide.it 0961-34618 3338002471. Inoltre, la stessa associazione, mette tutti i giorni dalle 9.30 alle 12.30, e dalle 15.00 alle 18.00, a disposizione le guide turistiche che accompagneranno i visitatori al centro storico di Squillace e al Parco archeologico Scolacium di Borgia. Per ulteriori informazioni contattare i numeri di tel: 0961/34618 - 368/7376942 - 347/1094691 320/0473698 - oppure consultare il sito internet di seguito riportato www.calabriaguide.it. TAVERNA (Cz) - Largot, visite guidate La Largot, svolge servizio di visite guidate al museo civico, alla chiesa di San Domenico e chiesa di Santa Barbara e alla galleria di arte contemporanea, per associazioni, scuole, fondazioni e gruppi (min 30 pers.). Il servizio sarà effettuato su prenotazione. Info: 0961/34618 - 368/7376942 - 329/9149079 347/8871177 - o visitare il sito www.calabriaguide.it. TAVERNA (Cz) - Opere di Mattia Preti al Museo Due nuovi capolavori di Mattia Preti pertinenti la collezione della Banca di Credito Cooperativo della Sila Piccola si possono ammirare nel Museo Civico di Taverna. Si tratta di un bozzetto ad olio su tela di cm.77x41 raffigurante “San Sebastiano” e di un dipinto di cm.157x122 raffigurante “San Girolamo Penitente”, realizzati entrambi dal Cavalier Calabrese nel ventennio 1680-’90. L’evento consentirà a visitatori e studiosi di apprezzare completamente il corpus delle ventitrè opere pretiane di Taverna conservate (oltre che nella stessa sede museale) nelle Chiese di S.Domenico e S.Barbara. Il prestito, stabilito in forma di deposito, è stato eccezionalmente concesso all’Istituzione Culturale tavernese dal Consiglio di Amministrazione della banca presilana presieduto dal presidente Nicoletta e dal Direttore Cariati. Il museo civico è visitabile tutti i giorni, dal martedì alla domenica, (tranne il lunedì) con i seguenti orari 9.3012.30 e 16.00-19.00. TERRANOVA SAPPO M. (Rc) - Mostra Oggi a Terranova Sappo Minulio (Rc) sarà inaugurata una mostra organizzata dalla Città di Terranova con il sostegno economico dell’assessorato alla Cultura della Provincia di Reggio Calabria “Terranova e la Calabria. Stampe settecentesche di Pompeo Schiantarelli…. E non solo”. L’inaugurazione, prevista per le ore 19,30, sarà preceduta da un convegno al quale prenderanno parte il Sindaco di Terranova Sappo Minulio arch. Salvatore Foti e il dott. Santo Gioffrè, assessore provinciale alla Cultura, il prof. Rocco Liberti, che relazionerà sul tema “Terranova prima e dopo del “Grande Flagello” e il Prof. Agostino Formica con un intervento su “L’inedita Società Agricola Operaja di Teranova S.M. (1887-1897)”. I lavori saranno coordinati da Giovanni Russo, Presidente del Centro Studi Polistenesi. La mostra rimarrà aperta al pubblico nei giorni successivi fino al 4 maggio 2009. In serata (ore 21.00) lo “Storico Complesso Bandistico Città di Polistena”, diretto dal Maestro Prof. Pino Russo, eseguirà uno scelto complesso con musiche del compositore e maestro terranovese Domenico Barreca (18481922), già capomusica della Fanfara militare del 21° Reggimento Fanteria per quattordici anni e quindi della “Banda Civica della Città di Catania” per ventisette anni. VIBO V. - Memorial Gaglioti L'Asd Gss sport, comitato regionale Fipav Calabria, settore Fipav scuola e minivolley Calabria, comitato provinciale Vibo Valentia organizzano 4° minibeachvolley 3° memoriale Gaglioti, giorno 24 maggio, al lido Chiringuito di Pizzo Calabro (Vv). Inoltre saranno allestite due aree per permettere ai bambini più piccoli (dai 3 ai 5 anni e non solo) di poter colorare o giocare con la sabbia.


il Domani Venerdì 1 Maggio 2009 53

APPUNTAMENTI CALABRIA

SEGNALARE A: FAX 0961.903801 - E-MAIL: APPUNTAMENTI@ILDOMANI.IT

Sarà presentata a Roma l’11 maggio l’iniziativa “Moda Movie” in programma a Cosenza

Fiera nautica a Vibo Valentia IL CARTELLONE

Tournèe teatrale dei Fichi d’India al Palamilone di Crotone

VIBO V. - Fiera nautica, seconda edizione Al via i preparativi per la seconda edizione della Fiera Nautica delle Calabrie, l’unica di genere realizzata nella regione, che anche quest’anno avrà luogo nell’area Portuale di Vibo Marina da oggi al 3 maggio. VIBO V. - Premio di laurea “Enzo Barbuto” È trascorso quasi un anno, da quando nell’agosto del 2008 veniva prematuramente a mancare il Geom. Enzo Barbuto. Con l’intento dunque di ricordarlo, il Gruppo Giovani Imprenditori Edili e Confindustria Vibo Valentia, organizzano la prima edizione del premio di laurea “Enzo Barbuto”, destinato a valorizzare la tesi che meglio sviluppa le tematiche dell’impegno etico e della responsabilità sociale dell’impresa. L’iniziativa intende infatti premiare l’elaborato capace di far emergere il valore di un nuovo modello di impresa che sappia coniugare risultati aziendali con benefici sociali, buone pratiche in materia di impegno etico e responsabilità dell’impresa. Il concorso è rivolto ai laureati degli Atenei della Regione Calabria che abbiano conseguito il diploma di laurea di 2° livello negli anni 2007/2008 e prevede l’assegnazione di un premio in denaro del valore di 2.500 euro, ovvero il sostenimento dei costi per un periodo di stage presso una delle aziende associate Ance e Confindustria Vibo Valentia, della durata di sei mesi. Il bando è consultabile sul sito dell’Associazione all’indirizzo: www.confindustriavv.it e la domanda di partecipazione al concorso dovrà essere inviata entro il 19 giugno 2009 alla Segreteria organizzativa del Premio c/o Confindustria Vibo Valentia – Viale Affaccio IV trav.n. 6 – 89900 Vibo Valentia.

lo delle Città del Vino di tutta Italia (dal 22 al 24 maggio, Istituto Agrario di San Michele all’Adige, Trento; info www.selezionedelsindaco.it), la produzione d’eccellenza italiana sbarca sul web e punta all’e-commerce: per conoscere o acquistare le originali bottiglie dell’unica rassegna internazionale che prevede la partecipazione congiunta dell’azienda e del comune in cui sono localizzati i vigneti, riservata ai vini Docg, Doc e Igt con una produzione tra le 1.000 e le 50.000 bottiglie, basterà un click su www.dilloconilvino.it. Questo è l’obiettivo di un accordo che le Città del Vino hanno sottoscritto con il nuovo portale: www.dilloconilvino.it. Questo portale prevede la partecipazione al concorso senza oneri per le aziende che si associano al servizio. CALABRIA - Tournèe teatrale dei Fichi d’India Quattro le date in Calabria della lunga tournèe teatrale di Bruno Arena e Massimo Cavallaro, in arte “I Fichi d’India”. Programma:oggi al Palamilone di Crotone e il 2 maggio al polifunzionale Open Space di Isca Marina. Per informazioni www.essemmemusica.it. CALABRIA - Premio Sharo Gambino In occasione del primo anniversario della scomparsa dello scrittore Sharo Gambino, l’associazione culturale “Il Brigante” ha istituito il “Premio Sharo Gambino” promosso dall’assessorato al Turismo della Regione Calabria, che promuove le Arti, la Letteratura e il Giornalismo. Le premiazioni si svolgeranno in cinque Comuni, cari all’autore, che hanno aderito prontamente all’iniziativa. Pino Michienzi, AnnaMaria De Luca e il Teatro del Carro, rappresenteranno: oggi a Torre di Ruggiero e 2 maggio a Nardodipace saranno interpretate invece le poesie e i racconti del grande autore, con titolo “Cè fame anche di Cristo”.

CALABRIA - Concorso enologico internazionale La curiosità degli eno-appassionati per le bottiglie originali da inserire nelle proprie collezioni si unisce in una formula di marketing territoriale innovativa con il web. ROMA - Presentazione Moda Movie 2009 Per l’edizione 2009 de “La Selezione del Sindaco”, il con- L’associazione Creazione e Immagine organizza la confecorso enologico internazionale che elegge il vino-simbo- renza stampa nazionale di presentazione del progetto Mo-

da Movie 2009. Lo stile della Femme Fatale. Anche quest’anno, la Confartigianato - Federazione Nazionale della Moda ospiterà, la presentazione ufficiale alla stampa nazionale. La conferenza stampa avrà luogo giorno 11 maggio presso la sede nazionale della Confartigianato Federazione Nazionale della Moda, in via S. Giovanni Laterano, 152- Roma alle ore 11:00.

MILANO - Spettacolo-dibattito L’associazione socio-culturale “Tutti per Crucoli”, in collaborazione con la Feiacc (Federazione italiana associazioni e circoli calabresi) e l’Associazione culturale Calabro-lombarda, organizza per sabato 9 maggio 2009, alle 20.30 presso l’Auditorium di via Natta 11- Milano ( a 100 metri MM. Lampugnano) lo spettacolo dibattito dal titolo: “Briganti, Brigantaggio e Camicie Rosse”. Programma dettagliato: Cataldo Russo: I protagonisti si raccontano; Claudio Sambiase: L’unità d’Italia vista attraverso la musica folk. Dibattito: Prof. Giovanni Palmieri: Bugie e mezze verità sull’Unità d’Italia; dott. Giuseppe Romeo: Il costo per il Sud dell’Unità d’Italia; dott. Amedeo Vilardo: Associazionismo calabrese nel Nord Italia; sig. Salvatore Tolomeo: Consultore all’emigrazione per la Regione Calabria e presidente dell’Assoc. CalabroLombarda.

Segnala un appuntamento a questa rubrica regionale: via mail: appuntamenti@ildomani.it via fax: 0961-903801


Il Domani dĂ  spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, societĂ , sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani VenerdĂŹ 1 Maggio 2009 55

SPETTACOLI E TV GJMNJOUW PHHJ 3FUF PSF  08.00 08.20 09.00 09.30 10.00 10.50 11.00 11.25 11.30 12.00 13.30 14.00 14.10 16.50

TG1 (Ultime notizie) TG1 LE IDEE (AttualitĂ ) TG1 (Ultime notizie) TG1 FLASH (Ultime notizie) VERDETTO FINALE APPUNTAMENTO AL CINEMA OCCHIO ALLA SPESA (AttualitĂ ) CHE TEMPO CHE FA TG1 (Ultime notizie) LA PROVA DEL CUOCO (Gastronomia) TELEGIORNALE (Ultime notizie) TG1 ECONOMIA (Affari) FESTA ITALIANA TG PARLAMENTO (AttualitĂ )

0SF   o* 3BDDPNBOEBUJp $POEVDF 1VQP *O GPUP &MJ[BCFUI ,JOOFBS 17.00 TG1 (Ultime notizie) 17.10 LUNA: IL GRANDE SPIRITO (Dramma) 18.50 L’EREDITÀ 20.00 TELEGIORNALE (Ultime notizie) 20.30 AFFARI TUOI (Spettacolo con giochi) 21.10 I RACCOMANDATI 23.15 TG1 (Ultime notizie) 23.20 TV 7 (Attualità) 00.20 L’APPUNTAMENTO - SCRITTORI IN TV 00.50 TG1 NOTTE E TG1 LE IDEE (Ultime notizie) 01.20 CHE TEMPO FA (Ultime notizie) 01.25 APPUNTAMENTO AL CINEMA 01.30 SOTTOVOCE (Talk show) 02.00 RAI EDUCATIONAL (Cultura) 02.35 SUPERSTAR 03.05 OVERLAND 11: ITALA - LA GRANDE SFIDA 04.00 DON MATTEO 6 04.50 ZORRO 05.10 HOMO RIDENS 05.45 EURONEWS (Ultime notizie) 06.10 INCANTESIMO 10 06.30 SABATO & DOMENICA

08.00 MATT & MASON (Animazione) 08.10 LOLA E VIRGINIA (Animazione) 08.25 I MIEI AMICI TIGRO E POOH (Animazione) 08.55 LE AUDACI INCHIESTE DI MISS PRUDENZA (Animazione) 09.15 TGR - MONTAGNE (Natura) 09.45 RAI EDUCATIONAL TRACY & POLPETTA (Cultura) 09.55 METEO 2 (Ultime notizie) 10.00 TG2PUNTO.IT (AttualitĂ ) 11.00 INSIEME SUL DUE (AttualitĂ ) 13.00 TG2 - GIORNO (Ultime notizie) 13.30 TG2 COSTUME E SOCIETĂ€ (AttualitĂ ) 13.50 TG2 SĂŒ VIAGGIARE 14.00 ITALIAN ACADEMY 2 15.00 AZZURRO TRICOLORE (AttualitĂ ) 17.20 LAW & ORDER 18.00 METEO 2 (Ultime notizie) 18.05 TG2 - FLASH L.I.S. (Ultime notizie) 18.10 RAI TG SPORT 18.30 TG2 (Ultime notizie) 19.00 PILOTI (Sitcoms) 19.30 SQUADRA SPECIALE COBRA 11 20.30 TG2 (Ultime notizie) 21.05 E.R. MEDICI IN PRIMA LINEA 22.40 TG2 (Ultime notizie) 22.55 L’ERA GLACIALE (Talk show) 01.05 TG PARLAMENTO (AttualitĂ ) 01.15 ITALIAN ACADEMY 2 01.50 METEO 2 (Ultime notizie) 01.55 APPUNTAMENTO AL CINEMA 02.00 TG2 COSTUME E SOCIETĂ€. REPLICA (AttualitĂ ) 02.15 UNA STRANA COPPIA DI KILLER 03.00 CRONACA NERA BIANCA E ROSA (AttualitĂ ) 03.35 TG2 SĂŒ VIAGGIARE - REPLICA (Viaggiare)

0SF   o&3 .FEJDJ JO QSJNB MJOFBp *O GPUP .BVSB 5JFSOFZ

08.00 RAI NEWS 24 MORNING NEWS (AttualitĂ ) 08.15 RAI EDUCATIONAL - LA STORIA SIAMO NOI (Cultura) 09.15 VERBA VOLANT (Tempo libero) 09.20 TOTĂ’ STORY (Commedia)

0SF   o$PODFSUP EFM QSJNP NBHHJPp $POEVDF 4FSHJP $BTUFMMJUUP 11.05 ARSENIO LUPIN 12.00 TG3 - RAI SPORT NOTIZIE - TG3 METEO 12.25 TG3 CIFRE IN CHIARO (Affari) 12.45 GEO & GEO 13.05 TERRA NOSTRA (Telenovela) 14.00 TG REGIONE - METEO (Ultime notizie) 14.20 TG3 - METEO 3 (Ultime notizie) 14.50 TGR LEONARDO (AttualitĂ ) 15.00 TGR NEAPOLIS (AttualitĂ ) 15.10 TG3 FLASH L.I.S. (Ultime notizie) 15.15 ANTEPRIMA CONCERTO PRIMO MAGGIO (AttualitĂ ) 16.00 CONCERTO DEL PRIMO MAGGIO 18.55 METEO 3 (Ultime notizie) 19.00 TG3 (Ultime notizie) 19.30 TG REGIONE - METEO (Ultime notizie) 20.00 CONCERTO DEL PRIMO MAGGIO 21.00 TG3 (Ultime notizie) 00.00 TG3 LINEA NOTTE (Ultime notizie) 00.10 TG REGIONE - METEO (Ultime notizie) 01.00 APPUNTAMENTO AL CINEMA 01.10 RAI EDUCATIONAL - ECONOMIX (AttualitĂ ) 01.40 APRIRAI (Cinema) 01.50 FUORI ORARIO. COSE (MAI) VISTE (Cinema) 01.55 IL DISTRETTO DI TIEXI 07.00 DRAGO (Animazione) 08.00 IL VIDEOGIORNALE DEL FANTABOSCO (Intrattenimento)

03.40 VIDEOCOMIC 04.05 RILETTO 04.15 NET.T.UN.O. - NETWORK PER L’UNIVERSITÀ OVUNQUE (Cultura) 05.45 QUASI LE SETTE (Attualità)

ITALIA

RETE

TG5 MATTINA (Ultime notizie) SCAMBIO DI IDENTITĂ€ (Commedia) TG5 (Ultime notizie) SCAMBIO DI IDENTITĂ€ (Commedia) FORUM TG5 (Ultime notizie) BEAUTIFUL (Telenovela) PICCOLE DONNE (Dramma) IL MAMMO (Sitcoms) TG5 (Ultime notizie) MATRIMONIO PER PAPĂ€ (Commedia) CHI VUOL ESSERE MILIONARIO (Spettacolo con giochi) 20.00 TG5 (Ultime notizie)

08.15 BENTORNATO TOPO GIGIO (Animazione) 08.30 GADGET E GADGETTINI (Animazione) 09.00 WILLY IL PRINCIPE DI BEL AIR (Sitcoms) 09.25 XENA PRINCIPESSA GUERRIERA (Fantasia) 10.20 BAYWATCH 11.15 SUPERCAR 12.15 SECONDO VOI (AttualitĂ ) 12.25 STUDIO APERTO (Ultime notizie) 13.02 STUDIO SPORT 13.40 DRAGON BALL GT (Animazione) 14.05 DETECTIVE CONAN (Animazione) 14.30 I SIMPSON (Animazione) 15.00 SVITATI (Commedia) 15.57 TGCOM (Ultime notizie) 16.03 SVITATI (Commedia) 16.40 TOM E JERRY: IL FILM (Animazione) 17.22 TGCOM (Ultime notizie) 17.28 TOM E JERRY: IL FILM (Animazione) 18.28 STUDIO APERTO ANTICIPAZIONI (Ultime notizie) 19.00 STUDIO SPORT 19.15 SCUOLA DI POLIZIA (Commedia) 20.12 TGCOM (Ultime notizie) 20.18 SCUOLA DI POLIZIA (Commedia) 21.10 U.S. MARSHALS - CACCIA SENZA TREGUA (Azione) 22.07 TGCOM (Ultime notizie) 22.13 U.S. MARSHALS - CACCIA SENZA TREGUA (Azione) 22.45 TGCOM (Ultime notizie) 22.51 U.S. MARSHALS - CACCIA SENZA TREGUA (Azione) 23.45 LA FORTEZZA: SEGREGATI NELLO SPAZIO (Fantascienza) 00.42 TGCOM (Ultime notizie) 00.48 LA FORTEZZA: SEGREGATI NELLO SPAZIO (Fantascienza)

08.35 NASH BRIDGES (Poliziesco) 09.45 TOTĂ’, PEPPINO E... LA DOLCE VITA (Commedia) 10.36 TGCOM (Ultime notizie) 10.43 TOTĂ’, PEPPINO E... LA DOLCE VITA (Commedia)

0SF   o$IJ WVPM FTTFSF NJMJPOBSJPp $POEVDF +FSSZ 4DPUUJ 20.31 STRISCIA LA NOTIZIA - LA VOCE DELLA SUPPLENZA (Attualità) 21.11 IL 7 E L’8 (Commedia) 23.30 MATRIX (Attualità) 01.30 TG5 NOTTE (Ultime notizie) 02.00 STRISCIA LA NOTIZIA (Attualità) 02.32 MEDIASHOPPING (Acquisti) 02.45 THE GUARDIAN 03.30 MEDIASHOPPING (Acquisti) 03.42 TG5 NOTTE (Ultime notizie) 04.13 SQUADRA EMERGENZA 05.30 TG5 NOTTE (Ultime notizie) 06.00 TG5 - PRIMA PAGINA (Ultime notizie) 08.00 TG5 MATTINA (Ultime notizie)

0SF   o4USBOBNPSF F QPJp *M NFHMJP EJ 4USBOBNPSF 1SFTFOUB &NBOVFMB 'PMMJFSP 11.30 11.40 12.25 13.25 13.30 14.05 15.10 15.47 15.54 17.04 17.11 18.40 18.45 18.55 19.35 20.30 21.10 23.30 23.35 00.35 00.42 01.13 01.20 02.00

0SF   o64 .BSTIBMTp 'JMN EJ 4UVBSU #BJSE *O GPUP 5PNNZ -FF +POFT 01.40 02.35 02.45 03.45

POKER1MANIA STUDIO SPORT GRAND PRIX TALENT 1 - PLAYER

La sera dell'inaugurazione, scoppia un incendio in un grattacielo di 138 piani. C'è sotto una squallida speculazione. La tensione dello spettacolo è attutita dalle storie private dei vari protagonisti, un folto cast di buoni attori. &TCOOCVKEQ

3FUF PSF 

CANALE 08.00 08.41 10.01 10.08 11.00 13.00 13.41 14.12 16.30 17.00 17.06 18.50

o-nJOGFSOP EJ DSJTUBMMPp %JTBTUSJ BOOJ m

02.25 04.05 04.10 04.50 06.10 06.30 07.10 07.40

TG4 TELEGIORNALE (Ultime notizie) UN DETECTIVE IN CORSIA RENEGADE ANTEPRIMA TG4 (Ultime notizie) TG4 TELEGIORNALE (Ultime notizie) SESSIONE POMERIDIANA: IL TRIBUNALE DI FORUM L’INFERNO DI CRISTALLO (Azione) TGCOM (Ultime notizie) L’INFERNO DI CRISTALLO (Azione) TGCOM (Ultime notizie) L’INFERNO DI CRISTALLO (Azione) TEMPESTA D’AMORE ANTEPRIMA TG4 (Ultime notizie) TG4 TELEGIORNALE (Ultime notizie) TEMPESTA D’AMORE WALKER, TEXAS RANGER STRANAMORE E POI... I BELLISSIMI DI RETE 4 (Cinema) PERICOLOSAMENTE INSIEME (Poliziesco) TGCOM (Ultime notizie) PERICOLOSAMENTE INSIEME (Poliziesco) TGCOM (Ultime notizie) PERICOLOSAMENTE INSIEME (Poliziesco) TG4 - RASSEGNA STAMPA (Ultime notizie) CUORI ESTRANEI (Dramma) PESTE E CORNA E GOCCE DI STORIA BLUE MURDER (Poliziesco) FEBBRE D’AMORE (Telenovela) TG4 - RASSEGNA STAMPA (Ultime notizie) WEST WING - TUTTI GLI UOMINI DEL PRESIDENTE MEDIASHOPPING (Acquisti) VITA DA STREGA (Fantasia)

o1FSJDPMPTBNFOUF JOTJFNFp

17.00 SPIDERWICK - LE CRONACHE (SkyCinemaPiu24) 17.10 IDIOCRACY (SkyCinemaMania) 17.15 I SIMPSON - IL FILM (SkyCinemaFamily) 17.40 THE BUTTERFLY EFFECT 2 (SkyCinemaMax) 17.45 BOY GIRL - QUESTIONE DI... SESSO (SkyCinema1) GIORNI FELICI (SkyCinemaClassics) 17.55 DOPPIA IPOTESI PER UN DELITTO (SkyCinemaHits) 18.40 TUTTA LA VITA DAVANTI (SkyCinemaPiu24) ACROSS THE UNIVERSE (SkyCinemaMania) 19.05 UNA CALIBRO 20 PER LO SPECIALISTA (SkyCinemaClassics) UNA PAROLA PER UN SOGNO (SkyCinemaFamily) 19.15 THE CONTRACTOR - RISCHIO SUPREMO (SkyCinemaMax)

Trama intricatissima per un thriller giudiziario che si regge quasi completamente sulla prova dei due protagonisti coadiuvati da un ricco stuolo di caratteristi di rango. Bella colonna sonora. Memorabile Redford che balla il tip tap. 6JTKNNGT

$BO PSF 

o*M  F Mnp $PNJDJUÂť NBEF JO 4JDJMJB Brillanti e piĂš che convincenti in questa commedia degli equivoci con meccanismi plautini di scambio di neonati e qui pro quo a catena, il duo siciliano dimostra che la comicitĂ  non fa flop quando va sul grande schermo. %QOOGFKC

*O QJB[[B 4BO (JPWBOOJ MnBUUFTP DPODFSUP

7BTDP NVTJDB F TPMJEBSJFUÂť

0SF   o1BSMBNJ EnBNPSFp $PO 4JMWJP .VDDJOP 4LZ $JOFNB  19.30 EMPIRE (SkyCinema1) IL BACIO CHE ASPETTAVO (SkyCinemaHits) 21.00 SHILOH - UN CUCCIOLO PER AMICO (SkyCinemaFamily) SUPERHERO-IL PIU’ DOTATO FRA I SUPEREROI (SkyCinemaPiu24) NON PENSARCI (SkyCinema1) WILLY WONKA E LA FABBRICA DI CIOCCOLATO (SkyCinemaClassics) SIGNS (SkyCinemaMax) ROLLING STONES’ SHINE A LIGHT (SkyCinemaMania) 21.15 LE VERITA’ NEGATE (SkyCinemaHits) 22.35 PROSPETTIVE DI UN DELITTO (SkyCinemaPiu24) 22.45 AMORE IN SCIOPERO (SkyCinemaFamily) I MISERABILI (SkyCinemaClassics) 22.50 BUFFY L’AMMAZZAVAMPIRI (SkyCinemaMax) 22.55 HUMAN TRAFFICKING. LE SCHIAVE... (SkyCinema1) 23.05 IL DOLCE E L’AMARO (SkyCinemaHits)

10.15 10.20 10.25 11.25 11.30 12.30 12.55 13.00 14.00

ROMA - Sono grato all’1 maggio perchè mi offre la possibilità di restituire un pò di quello che ho avuto, non viviamo un buon periodo e quindi per me questo è il momento della solidarietà. Vasco Rossi PGNNC HQVQ EQP %CUVGNNKVVQ è la star del concerto di piazza San Giovanni: oggi suonerà per 50 minuti, ma nello stesso tempo è il testimonial della campagna della raccolta di fondi destinati a borse di studio per gli orfani dei morti sul lavoro. Di solito la beneficenza è una cosa che si fa privatamente, ma in questo caso ho deciso di rendere pubblica la mia offerta (la cifra è 100 mila euro) per stimolare la gente a partecipare alla raccolta, ha detto.

DVSJPTJUÂť EBMMB SFUF (PPHMF GB EB HVJEB USB J EBUJ QVCCMJDJ

%JTFHOJ EJ 7FOF[JB HSBUJT JO SFUF

’Google Pubblic Data’ è la nuova applicazione di Google per guidare nelle informazioni pubbliche. Con un ’clic’ è possibile conoscere il numero dei disoccupati o la situazione demografica di una zona.

Le opere grafiche che le tradizioni di Venezia realizzate dall’artista Fabrizio Olivetti in 20 anni sono da ieri scaricabili dal sito del Comune.

3FDPSE EJ WFOEJUF PO MJOF QFS "QQMF Tagliato il traguardo del miliardo di applicazioni scaricate da AppStore grazie al successo dell’iPhone 3G e alle vendite dell’iPod Touch.

-nJOGMVFO[B TVJOB WB TVM XFC Google ha realizzato un sistema di tracciamento per l’influenza messicana, basato su quello in uso negli USA per localizzare le zone maggiormente colpite da un’eventuale epidemia.

16.00 16.05 17.05 19.00 20.00 20.30 21.10 23.30 00.35 00.55 01.00 03.00 03.40 04.40 04.45 06.00

DUE MINUTI, UN LIBRO MOVIE FLASH F/X MOVIE FLASH MATLOCK TG LA7 (Ultime notizie) SPORT 7 (Ultime notizie) L’ISPETTORE TIBBS HANKY PANKY - FUGA PER DUE (Commedia) MOVIE FLASH RELIC HUNTER LA GAIA SCIENZA JAG - AVVOCATI IN DIVISA TG LA7 (Ultime notizie) OTTO E MEZZO (Attualità) TETRIS (Talk show) V-ICTORY TG LA7 (Ultime notizie) MOVIE FLASH 25 ORA - IL CINEMA ESPANSO (Cinema) OTTO E MEZZO (Attualità) ALLA CORTE DI ALICE DUE MINUTI, UN LIBRO CNN - NEWS (Ultime notizie) TG LA7 - METEO - OROSCOPO TRAFFICO (Ultime notizie)

09.00 A DOUBLE SHOT AT LOVE (RealityTV) 10.00 10 OF THE BEST 11.00 INTO THE MUSIC 12.00 CHART BLAST 13.00 THE FABOULOUS LIFE OF 14.00 MTV CONFIDENTIAL (Reality-TV) 14.30 ROOM RAIDERS 15.00 TRL - TOTAL REQUEST LIVE 16.00 LOVE TEST 17.00 LOVELY COMPLEX (Animazione) 18.00 FLASH (Ultime notizie) 18.05 CHART BLAST 19.00 FLASH (Ultime notizie) 19.05 MTV THE MOST 20.00 FLASH (Ultime notizie) 20.05 ALL ACCESS 21.00 STASERA NIENTE MTV 22.30 MTV MOVIE AWARDS... AND THE WINNER IS 23.00 FLASH (Ultime notizie) 23.05 MTV WORLD STAGE 00.00 SOUTH PARK (Animazione) 00.30 BRAND: NEW 01.30 INTO THE MUSIC 03.00 INSOMNIA 05.40 NEWS (Ultime notizie) 07.00 WAKE UP



il Domani