Issuu on Google+

Mensile, numero 10 anno 8 - Poste Italiane SpA - Spedizione in a.p. - DL 353/2003 (conv. In L. 27/02/04 n. 46) art. 1, comma 1, DR CB Torino - 3 euro

LA RIvIstA peR Le fAMIGLIe deL pIeMonte

Il Ristorantino di GG • Magia • Attività 0-2 • Brunch

novembre 2013


I mille orti in Africa sono uno dei nostri sogni più grandi. Finora ne sono stati adottati 850. Ma entro fine anno vogliamo sognare ancora più forte. Vogliamo realizzare 100 orti in Africa in 100 giorni. Per farlo ci serve il tuo contributo perché, se seminiamo insieme, euro dopo euro, il raccolto sarà ricco e straordinario.

Sostieni la grande sfida di Slow Food! Perché 100 orti in 100 giorni sono un passo importante verso un futuro migliore.

Visita ora il nostro sito e scopri come sostenere il progetto

www.100x100orti.org


Novembre 2013

16

22

28

6. La posta

40. weekend Il brunch in città

8. News

B

10. Sfida

42. casa La cameretta

12. City corner 13. World corner 14. Baby friendly

B 16. nuovi genitori Family Activity 0-2 22. magia Torino misteriosa 28. boys & girls Libertà e identità di genere 34. viviamo così La Torino di Cristina

40

44. in città Il Ristorantino di GG 46. sport Minibasket: forti e veloci 48. Salute . I sogni dei bambini . L’eco-ciclo 51. Soldi e diritti La patria potestà

42

52

58. Zona verde . Facciamo uno spaventapasseri . Minerali inorganici e organici 60. close up . Guardiamo il buio al Xké . Giochi intelligenti in formato App . Planes . Double Face . L’autunno caldo dell’arte contemporanea . Artissima per bambini

B 68. Spettacoli 72. Cultura 76. Attività

52. alimentazione . Un buon pane in tavola . Pan di zucca 56. Slow Food La festa dell’Orto in Condotta

80. Sagre B 81. Bimbi 82. Raffa


il ristorantino di gg Cosa succede alle mense scolastiche torinesi? Pare che a mettere KO i pranzi dei 30 mila bambini siano stati finora, soprattutto, i furgoncini utilizzati per distribuire i pasti, male organizzati e non coordinati con gli orari delle scuole. Certo, i trasporti sono una delle voci su cui la Città di Torino ha ri-

La rivista per le famiglie del Piemonte

Novembre 2013 / Anno 8 - Numero 10 Direttore reSPoNSABiLe Luisa Tatoni CAPo reDAttore Elena Brosio reDAzioNe Alice Quaglino, Mario Bettas Valet Art DireCtor Catia De Bacco

sparmiato di più, ma a un mese dall’apertura delle scuole, la situazione non

grAfiCA Cinzia Pampo

sembra migliorare e non soltanto per l’inadeguata distribuzione. Genitori ci

geNerAL MANAger Giorgio Pulini MArKetiNg Luciana Martellucci, Federica Petey Mautino, Valentina Vottero

hanno scritto indignati per le cosce di pollo crude servite nelle scuole elementari o per la mezza banana offerta a merenda nelle materne, di fronte a maestre imbarazzate a giustificare la riduzione delle porzioni voluta dalla novella austerity. Caos e cattiva organizzazione si sono verificati anche per colpa dei rincari e per l’attivazione del borsellino elettronico. Spiace che le mense servano piatti indigesti e spiace che siano stati disattesi i principi ispiratori che la Città di Torino aveva promesso (filiera corta, miglioramento della qualità, riduzione degli sprechi). Consapevoli che i tempi sono cambiati e che non prenderne atto è un atteggiamento irresponsabile, uguale responsabilità si attende ora dalle istituzioni. Che

AMMiNiStrAzioNe Fabiana Vino Autorizzazione del Tribunale di Torino n.5969 del 22/4/2006 - Iscrizione al Roc n. 14333 ISSN 1828-9738 Hanno collaborato a questo numero Alessandro Iacomuzio, Francesca Baldereschi, Giovanna Brosio, Michele Brosio, Tiziana Fabbiano, Federica Ferraresi, Ugo Finardi, Stefano Frassetto, Francesca Galdini, Karin Gavassa, Marina Gellona, Brunella Manzardo, Ilaria Martina, Sabrina Marzo, Annalisa Porporato, Claudia Rinaldi, Renato Rolando, Marta Vitale, Franco Voglino, Tatiana Zarik

siano fornite spiegazioni chiare, che si veda limpidezza dell’operato, che

Illustrazioni e fotografie iStockphoto, courtesy Zonarte, Davide Bellucca

si mostri capacità nel risolvere i problemi. Il minimo, insomma, che ci si

L’editore è a disposizione per assolvere diritti eventualmente non corrisposti

aspetta da buoni amministratori.

illustrazione di copertina Vladstudio

E passiamo alle cose belle: sempre in tema di cibo, lettrici e lettori saranno lieti di sapere che riparte uno degli appuntamenti più gustosi della

ringraziamo per la preziosa collaborazione Cristina e Ugo, Marco Portinaro ispirazione Luca Bernardelli

stagione-baby: il Ristorantino di GG. Con la partecipazione dei Maestri

Licenza Attribution-NonCommercial-ShareAlike 2.0 Italy

del Gusto di Torino e provincia e di Slow Food, domenica 24 novembre vi invitiamo a un grande e amichevole pranzo pensato apposta per le famiglie con bambini. L’idea che anima il Ristorantino è avvicinare i giovani palati al cibo buono, pulito e giusto, con prezzi a misura di famiglia. Il luogo prescelto è la bellissima Cascina Falchera. Prenotazione indispensabile con priorità per gli abbonati a GG. Vi aspettiamo tutti! La redazione

Abbonamenti Un anno di Giovani Genitori a solo 21,90 euro! L’abbonamento permette di ricevere la rivista a casa tutti i mesi, con articoli, notizie e appuntamenti per tutta la famiglia. L’abbonamento si fa su www.giovanigenitori.it o chiamando lo 011 19703036. IBAN IT56L0760101000000071791446 - Poste Italiane cc postale 71791446 intestato a Espressione srl redazione Via Vanchiglia 18, 10124 Torino Tel. 011 19913127 - redazione@giovanigenitori.it Ufficio pubblicità marketing@giovanigenitori.it Telefono: 011 19913127 - Fax: 011 19708082 edizioni Espressione Via Vanchiglia, 18 - 10124 Torino www.espressione.it

www.giovanigenitori.it www.facebook.com/giovanigenitori www.twitter.com/giovanigenitori

Stampa Alma Tipografica Via Frabosa, 29/B 12089 Villanova Mondovì (CN) testata associata Associazione Nazionale editoria Periodica Specializzata

Valentina

Cinzia

Luciana

Luca

Elena

Catia

Mario

Luisa

Federica

Giorgio Alice


La posta

Le vostre

lettere

Vuoi scrivere anche tu a Giovani Genitori? Invia una mail a redazione@giovanigenitori.it

 Cari GG, ho letto l’articolo su Venezia e senza pensarci un secondo ho prenotato un appartamento in città. Sabato eravamo di fronte ai cancelli della Biennale e devo dire che

ne “musicale”? Mio figlio di

con bebè (sia la domenica

non ho mai visto una

termine. Li chiamereste mai

sei anni vorebbe imparare a

mattina che, se non ricordo

mostra d’arte più bella. I

così i vostri bambini? Perché

suonare la chitarra elettrica.

male, un pomeriggio o sera

bambini si sono divertiti,

lo usate sul giornale?

Ci sono corsi a Torino?

con film “normali”, cioè non

soprattutto all’Arsenale che

Daniela

Grazie, Lea

appositamente per bambini)

è spazioso e spettacolare. E

non esiste più? Graaaazie.

poi ovviamente è bellissimo

Orietta

passeggiare per Venezia. Un

“Gagni”, che brutto

Cara Daniela, in piemon-

Ciao Lea, trovi notizie su

tese “gagno” è il bambino

ogni tipo di corsi sul nuovo

piccolo e, per estensione, il

sito di Giovani Genitori,

Ciao Orietta, su www.giova-

cosa ci consigliate?

bimbetto un po’ pestifero,

dov e c’è una sezione

nigenitori.it, nella sezione

Livia

quel che porta tribulassion.

specifica dedicata ai “Corsi

“Cosa fare”, oppure sulla

Lo usiamo così, affettuo-

e Lab”, che comprende

nostra pagina Facebook si

Cara Livia, grazie! Aspet-

samente, perché si sa che

musica, arte, sport, cucina,

trovano gli appuntamenti

tiamo sempre idee, spunti

ogni mamma ama i suoi

lingue e teatro. Speriamo

di “Cinema con bebè”.

e suggerimenti da lettrici e

gagni, e va ‘sti gagni, se

di averti aiutata, buona

Il prossimo è domenica

lettori: scriveteci dove siete

son forti!

chitarra al cucciolo!

10 novembre alle ore 11

andati, che posti vi sono

con “Nat e il segreto di

piaciuti e dove vi hanno

weekend fantastico. Adesso

Eleonora”, una bella storia

trattato bene: GG vi aspetta

 Buongiono, potete

 Ciao! Ma quella splen-

sui libri e la lettura. Buona

per condividere le vostre

aiutarmi per un’informazio-

dida iniziativa di Cinema

visione da GG!

storie!

6 | Giovani Genitori | Novembre 2013


News

musica

La combatte la fatica

La musica fa bene al cuore, si sa, ma “fare” musica permette di sopportare meglio ogni tipo di fatica. Uno studio dell’università di Gant (Belgio) e del Max Planck Institute di Lipsia (Germania) ha dimostrato che corpo e psiche reagiscono positivamente al dolore e allo sforzo se questi sono accompagnati dalla musica. Meglio se la musica è “fatta” invece che ascoltata, come d’altronde testimoniano tradizioni antichissime: la creazione di accordi musicali permette di diminuire la percezione della fatica e del dolore. I risultati di questo studio trovano applicazione non solo nello sport, ma anche in medicina, per esempio nell’uso terapeutico della musica per superare i dolori, un tema ancora poco studiato.

Nascere in piedi

Multe con lo sconto

Il parto in piedi è meno

Forse vi è capitato di prendere una multa e di poter beneficiare delle novità

frequente rispetto a quelli

introdotte dal “decreto del fare”, che riduce del 30% l’importo della sanzione.

tradizionali o quelli in acqua,

Per usufruire della “multa formato ridotto” bisogna pagare la sanzione entro

ma è possibile. Si fa nell’o-

5 giorni (anziché 60) dalla notifica. La riduzione non vale sempre: è l’agente

spedale San Giovanni di Dio

che la segnala sul verbale. Sono infatti escluse le sanzioni che prevedono la

di Salerno, dove una donna,

confisca del veicolo o la sospensione della patente.

ricoverata nel reparto delle gravidanze a rischio, ha scelto

Niente legge anti-sculaccioni

questo tipo di tecnica dando

La Francia non pensa di adottare una legge specifica che vieti la sculacciata:

alla luce un bimbo del peso

secondo il quotidiano Liberation, il ministero degli Esteri transalpino in rispo-

di 3,475 chilogrammi. “Una

sta all’esposto di Approach, una organizzazione non governativa britannica

sorpresa inaspettata in un

per la protezione del bambino, ha fatto sapere che il codice penale che punisce

Sud con una sanità spesso

tutte le violenze sui minori è sufficiente. Di parere contrario alcuni esponenti

in difficoltà”, ha detto la neo

politici, medici e ricercatori che da mesi moltiplicano le iniziative in favore di

mamma.

una legge contro le punizioni corporali.

8 | Giovani Genitori | Novembre 2013


News

Milano, mense e problemi

A Milano, come a Torino le mense scolastiche sono nell’occhio del ciclone. è stato servito un pasto a base di pasta integrale e tofu, il formaggio ricavato dai semi di soia. Secondo un sondaggio del Codacons, l’80% dei bambini non lo ha mangiato e dunque la società che ha in gestione il servizio di ristorazione dovrebbe rimborsare il pasto alle famiglie. Il Codacons ha dato il via a un’azione collettiva davanti al giudice di pace. “Non è la prima volta che accade - ha commentato il presidente del Codacons Marco Donzelli. Se le mozzarelle blu possono anche essere considerate un episodio limite (furono servite nel 2012 e la causa era l’anomala proliferazione di un batterio non dannoso per l’uomo), così non è per i piatti non graditi dai bambini: dal tortino di patate alla pasta al merluzzo. E quando i pasti sono buoni, le porzioni sono misere, come nel caso dei sette ravioli serviti a bimbi di 10 anni”.

Mettersi in proprio Avete in mente di aprire una piccola azienda? La Provincia di Torino organizza un corso gratuito per futuri imprenditori. Sono previsti due incontri, il 12 e il 19 novembre, durante i quali si troverà risposta alle domande sugli adempimenti burocratici necessari per aprire un’attività, sull’importanza del business plan, su come accedere ai finanziamenti e a quali servizi rivolgersi. Le iscrizioni si ricevono presso il Centro Interculturale della Città di Torino, che sarà anche sede del corso, in corso Taranto 160 oppure online (www.comune.torino.it/intercultura). Per informazioni tel. 011 4429740.

Novembre 2013 | Giovani Genitori | 9


Sfida - Solo se necessario: sono

non si lavano bene le mani

quei genitori che applica-

si prendono ogni malanno,

no il metodo “pulizie di

dal raffreddore all’odioso

Pasqua” anche ai figli: il

vermetto. Insomma, dove

bagno si fa quando il nero

sta il giusto mezzo?

sotto le unghie inizia a

Gli esperti concordano che

lasciare una traccia. Ne

è meglio fare il bagno la

risultano bambini zozzi e

sera per sfruttarne appieno

Son tutti belli i bambini del

felici, guardati male dai

l’effetto distensivo. Quanto

mondo, ma la sporcizia non

genitori del primo gruppo.

alla frequenza è una

giova a nessuno. Passati

- Ogni bagno è una lotta:

questione di scelte: non

i mesi estivi in cui docce

tocca i genitori di quei

è necessario lavarli tutti

rinfrescanti sono all’ordine

piccoli che detestano l’ac-

i giorni, ma è consigliato

del giorno, con l’arrivo

qua o che si ribellano per

dopo che hanno fatto sport

dell’autunno le famiglie

gusto. Ogni volta devono

o sguazzato nel fango. Per

oscillano tra vari atteg-

rincorrere anguille sgoccio-

la pulizia sono raccoman-

giamenti rispetto al tema

lanti per la casa, riacchiap-

dati prodotti delicati come

igiene e cura del corpo.

parli mentre sgusciano

l’amido di riso o gli oli

- Sempre e in ogni caso:

via, bloccarli in quattro

specifici. Lo shampoo non

sono quei genitori che ogni

per tagliare le unghie. Ne

serve tutti i giorni e sono

giorno sottopongono i figli

risultano bagni multipli,

da preferire quelli che

a strigliata e ripassata,

perché anche i grandi dopo

non fanno tanta schiuma:

acqua, abbondante sapone,

tanto sudare sentono il

indice di componenti

unghie e capelli compresi.

bisogno di un’immersione

eccessivamente sgrassanti.

Ne risultano bambini su-

nell’acqua calda.

Poi, un giorno, spunta il

perigienizzati che covano

Inoltre, rispetto all’igie-

primo pidocchietto, e allora

future ribellioni ad alto

ne, circolano le teorie

addio prodotti sofficemente

tasso batterico.

più disparate: i bambini

emollienti, testoline profu-

- Rilassante e riscaldante: il

soffrono di allergie perché

mate e cute delicata. Ma è

bagnetto è più un sistema

sono troppo puliti. Però se

un’altra storia.

Bambini

puliti

La sfida del prossimo numero è: “Brico Natale” Scriveteci consigli, trucchi e strategie a: redazione@ giovanigenitori.it

per calmare bambini nervosi o infreddoliti che

di Elena Brosio

un metodo di pulizia.

Consigli dei lettori

Efficace in entrambi i casi:

Mara “Sono mamma di due scatenati bambini poco aman-

ne risultano bambini più

ti dell’acqua: abbiamo risolto la questione trasformando

o meno puliti a seconda

la vasca da bagno in un mini acquario, con pesciolini di

del temperamento e del

gomma, granchetti e barchette galleggianti: ora il bagno

riscaldamento di casa.

con Nemo è richiestissimo!”.

10 | Giovani Genitori | Novembre 2013


DOMENICA 24 NOVEMBRE ore 11

incontra un progetto di Camera di commercio di Torino,

e Laboratorio Chimico Camera di Commercio Torino

TORINO E PROVINCIA

Il pranzo più babyfriendly con gli artisti del sapore e i laboratori creativi in cascina

Parteciperanno i Maestri:

CASCINA FALCHERA

Strada Provinciale di Cuorgnè, 109 - Torino Tel. 011 3742302 | www.cascinafalchera.it

Prenotazione indispensabile allo 011 3742302


City corner

Curiosando in città e dintorni alla ricerca di cose belle

il gioco della

gallina

Per giocare tutti insieme attorno a un tavolo a uno dei giochi più tradizionali e amati, per imparare la stagionalità di frutta e verdura e uno stile di vita sostenibile mimando, disegnando e ridendo come pazzi. Questi gli scopi del nuovo gioco di Eataly sviluppato da Lo Scarabeo in collaborazione con Slow Food Italia. Acquistabile online su http://shop.eataly.it

La pirouette La buona notizia per tutti gli appassionati della danza - e non solo - è che c’è una nuova bella scuola a Torino, in zona Mauriziano. Propone corsi di danza classica, moderna, contemporanea e hip-hop, ma anche danza creativa per i bambini più piccoli. Dedicati agli adulti danza gym,

La linea gialla

fisiotraining e Pilates.

La collana per donne incinte si chiama

Prezzi competitivi per la

La linea gialla: una linea di demarca-

stagione 2013-14.

zione tra la pancia della mamma e il mondo, rappresentata da due piedini

LA Pirouette

in attesa del loro turno, desiderosi di

Via Savonarola, 6

venire al mondo. I gioielli sono made

Torino

in Turin e si possono ordinare su www.

Tel. 011 5819592

maritadesign.it. Per info: info@marita-

www.lapirouette.it

design.it.

12 | Giovani Genitori | Novembre 2013


Il massimo in

formato mini Ricerca dell’originalità, amore per i bambini e rispetto per l’ambiente sono i tre punti di partenza di Mini&Maximus “Vogliamo che i vostri

World corner

Curiosando qua e là per il mondo andiamo alla scoperta del pianeta famiglia

bambini abbiano le t-shirt più cool quando giocano ai giardinetti”. E per collezioni sempre diverse e creative, ogni stagione sono selezionati diversi artisti che contribuiscono con i loro disegni e le loro idee. www.miniandmaximus.com

Mai più senza coprisellino Ci vogliono piccole grati-

Cappellino animalier Il trend della stagione in fatto di berretti sono le decorazioni animali: davvero deliziosi quelli di AmiAmigos, con una netta predilezione per il Totoro Hat fatto all’uncinetto. Li realizza Kyoko, una mamma giapponese che vive negli Stati Uniti e si possono acquistare su Etsy: www.etsy.com/shop/AmiAmigos

ficazioni per mantenersi fedeli alla bicicletta quando le temperature si abbassano, come ad esempio, un bel coprisellino invernale. Oltre alle tradizionali e colorate versioni impermeabili, il sito spagnolo Biciholandesas ne vende uno fantasticamente pelliccioso, ideale per ammortizzare e scaldare al costo di 7,50 euro. www.bicisholandesas.com

Novembre 2013 | Giovani Genitori | 13


Baby friendly

Giochi intelligenti

Bon appétit, bebé!

Il riparatutto

Il gioco prima di tutto: da 3 Civette

Un po’ bistrot un po’ piola: a

Una piccola officina in cui si aggiusta

sul Comò se ne trovano in legno,

due passi da piazza Statuto e via

tutto: dalle bici ai passeggini, dalle

totalmente naturali e con pitture

Garibaldi c’è un grazioso locale

carrozzine ai carretti. Il gentilissimo

all’acqua, ma non mancano quelli

dal menu franco-piemontese

proprietario si chiama Alberto e ha

in cartone ecologici, i giochi di abi-

con antipasti ben curati, raclette

la passione delle bici da quando era

lità e di società, piccoli strumenti

perfetta, pasta e torte fatte in casa,

bambino. Il negozio è aperto da un

musicali, peluche e doudou, caril-

fonduta, pierrade, con prodotti

annetto ed è davvero baby friendly:

lon, bacchette magiche, accessori

freschi del Paniere della Provincia

pit-stop allattamento garantito in

moda, zainetti a forma di gufo (e

di Torino. Atmosfera retrò con un

ogni orario e musica classica tutto il

non solo), cartoleria colorata e di-

tappeto musicale jazzy, morbido e

giorno. Alberto è anche un papà, per

vertente. Il tutto di marche testate

flessuoso come la luce delle can-

cui nel negozio non mancano mai ca-

e di provenienza Nord Europa.

dele ai tavoli, seggiolone e ampia

ramelle, libri per bambini, un triciclo

Adattissimo a genitori sostenibili

toilette per cambio baby. Relax a

speciale e... i suoi bimbi, che spesso

e green e a bimbi svegli da 0 a 12

pranzo, cena e ottima conveniente

gli tengono compagnia. (Marta Vitale)

anni.

merenda (da lunedì a venerdì, sabato aperto a cena).

3 CIVETTE SUL COMò

OFFICINA BICI di Alberto Monasterolo

Via Saluzzo, 106 B - Torino

LE FANFARON

Via Oropa, 61- Torino

Tel. 011 7900734

Via Piave, 5 D - Torino

Cell. 329 3382939

http://3civette.com

Cell. 339 3247746

bici.officina@gmail.com

www.fanfaron.it

www.facebook.com/OfficinaBiciTorino

14 | Giovani Genitori | Novembre 2013


Baby friendly

Conoscete locali che dedicano attenzione alle famiglie? Segnalate i vostri preferiti a: redazione@giovanigenitori.it

Dal giocattolaio magico

imparare nel verde

Appuntamento in biblioteca

Quanto ci piace la filosofia di Giocar Giocar-

La Radichetta è un progetto di

Tra i luoghi speciali a misura di

pensandO, piena di gioia e fantasia.

educazione ambientale portato

bambino a Torino e dintorni, c’è

“Quando si sceglie un gioco - dicono

avanti con passione da tre educa-

senz’altro lo spazio lettura per

Orietta e Giovanni, giocattolai e

tori: Arianna, Ivano e Davide. Offre

bambini della biblioteca di Mon-

genitori - si fornisce al bambino il cibo

laboratori creativi, passeggiate nel

calieri: diviso tra la sala lettura

per la mente. I giocattoli servono per

territorio, divertimento e coinvolgi-

dedicata ai più grandi e quella per

imparare e crescere: non possiamo

mento alla scoperta dell’acqua, della

i piccolini con morbidi tappeti, cu-

demandare alla tv la scelta”. Bello

biodiversità, degli animali, dei rifiuti.

scini, divani, sedia a dondolo e una

dunque curiosare tra gli scaffali alla

Nei laboratori, pensati per bambini

magica “capanna” di legno dove

ricerca del regalo perfetto tra giochi

dall’asilo nido alle medie, si impara a

rifugiarsi per leggere e giocare.

scelti con intelligenza e sensibilità.

fare la carta, si costruisce un bastone

Non manca neppure il fasciatoio!

Imperdibili i giocattoli scientifici, le

da giocoleria, si fa una bambola con

Riprendono a novembre gli appun-

Sylvanian Families e la linea della

materiali di recupero. L’offerta è ri-

tamenti dei Nati per Leggere (sa-

Magia. Bellissimi i giochi da tavolo per

volta alle scuole, ma è perfetta anche

bato alle 10.30) e del Martedì dei

l’iPad. E i prezzi sono più che buoni.

una festa di compleanno alternativa e

Ragazzi (alle 17), tutti a ingresso

green. Da provare!

libero. Il calendario completo degli

gioCArPeNSANDo

appuntamenti si trova sul sito.

Via Caduti per la Libertà, 10 B

LA rADiCHettA

Chivasso (TO)

Arci Bazura - via Belfiore, 1 - Torino

BiBLioteCA CiViCA ArDuiNo

Tel. 011 9173384

progettoradichetta@gmail.com

Via Cavour, 31 - Moncalieri (TO)

www.giocarpensando.it

http://progettoradichetta.blogspot.it

www.comune.moncalieri.to.it/biblio

Novembre 2013 | Giovani Genitori | 15


Nuovi genitori

Family

Activity 0-2 Alla scoperta del meglio tra le proposte del territorio dedicate ai piccolissimi di Ilaria Martina

Con il freddo dell’autunno arriva il momento di trovare modi per intrattenere i bambini e divertirsi insieme


Nuovi genitori

Non è vero che le attività più interessanti sono rivolte solo ai bambini dai tre anni in su: in città e nei dintorni sono moltissime le proposte per i più piccini, tra sport, lingue e creatività. A iniziare dai sempre più popolari corsi di acquaticità tanto amati dai piccini: l’acqua sostiene, accoglie e culla, il bimbo ritrova le sensazioni vissute nel ventre materno, si rilassa, in piacevole compagnia di mamma o papà. A Torino, il Centro Sportivo SAFA 2000 (www.safa2000. it) propone corsi di acquaticità che si rivolgono ai bambini dal terzo mese di vita fino ai due anni compiuti (con un’ulteriore suddivisione interna per garantire la massima omogeneità per età, tra i bambini sotto e sopra l’anno), in una piscina in cui la temperatura è di circa 32°. Il corso Water Workout firmato MammaFit presso il centro Fisio&Lab (www.fisioelab.it) è adatto alle mamme che vogliono fare qualche esercizio mentre fanno acquaticità con il bimbo.

e tenersi in forma al Goga Migoga

crescita armoniosa del bambino. Il

MammaFit (www.mammafit.it)

(www.gogamigoga.it): dedicati

corso è diviso per fasce di età: 6-18

propone a Torino e in provincia

ai più piccoli i corsi di Psicomo-

mesi; 18-36 mesi.

corsi di ginnastica con il passeg-

tricità, che aiutano il bambino a

Chi ama la danza sarà lieto di

gino e con il marsupio, un’attività

sviluppare una consapevolezza del

sapere che il CH4 Sporting Club

di tonificazione adatta alle donne

proprio corpo in relazione ad altri

(www.ch4sportingclub.it) propone

nel post parto, dai 40 giorni di vita

individui e all’uso degli oggetti. La

il laboratorio ludico-creativo

del bimbo.

coordinazione e l’equilibrio sono le

”Mamma portami a ballar”: per

Sono molte le attività per divertirsi

tappe successive, importanti per la

ballare al ritmo di tamburi, svilup-

Novembre 2013 | Giovani Genitori | 17


Nuovi genitori

pare “giocando” la simbologia del

proposti percorsi settimanali

ne e la batteria; non è una scuola

movimento e imparare insieme

di Musicainfasce®, per bimbi

di batteristi, ma un “allenamento

un nuovo alfabeto, il linguaggio

dalla nascita fino ai due anni.

all’orecchio musicale”: le lezioni

del corpo. Adatto ai piccoli dai

Si svolgono in piccoli gruppi di

si svolgono con delle basi in sot-

2 anni con le loro mamme. Per i

bambini accompagnati da un

tofondo e l’insegnante mostra ai

piccolissimi dai 2 ai 6 mesi “Danza

adulto e guidati da un insegnante

bambini come andare a tempo.

in fasce”, un laboratorio di danza

e da un’educatrice. Cantando

creativa mamma-bimbo presso The

per loro, gli insegnanti offrono ai

Lingue baby

Milk Bar (www.themilkbar.it): raf-

piccoli la possibilità di arricchire

Sono sempre di più i genitori che

forza la relazione con il bebè attra-

con la musica il loro patrimonio

cercano di avvicinare i figli, sin

verso il contatto danzato: “danzare

espressivo, in una atmosfera di

da piccolissimi, al contatto con

con il proprio bambino è come fare

divertita partecipazione (www.

una seconda lingua, soprattutto

una coccola in movimento...”.

santapelagia.it).

all’inglese. E sono perciò sempre

Ancora sport per i più piccoli al

Presso l’associazione no profit

di più i corsi dedicati proprio ai

Baby Gym (www.babygym-to.

CIRMAC (www.cirmac.org) si può

bebè con il duplice beneficio di

com), che si propone di avvicinare

partecipare a una lezione di prova

avvicinare il piccolo a una nuova

i bambini allo sport e alle prime

gratuita di risveglio musicale de-

lingua e rinfrescare la competen-

parole d’inglese. Vi possono

dicato ai bebè fino a un anno, un

za dei genitori.

partecipare i piccolissimi a partire

percorso di sviluppo della musica-

La scuola di lingue First Words

dai 4 mesi.

lità e della creatività musicale.

(www.firstwords.it) propone un

Molto popolare tra i piccoli il cor-

corso per bimbi da 0 a 3 anni, con

so della Baby Drum School presso

uno dei genitori che interagisce di-

l’Associazione Liceo Musicale di

rettamente con il bambino seguen-

I primi anni di vita sono fonda-

Rivarolo Canavese, a partire dai

do le istruzioni dell’insegnante,

mentali per lo sviluppo dell’attitu-

due anni. Obiettivo delle lezioni

cantando canzoncine e giocando. In

dine musicale: per questo motivo,

è avvicinare i bambini al ritmo,

questo modo il bambino si avvicina

presso Il Nido della Musica, sono

tramite gli strumenti a percussio-

alla lingua straniera sollecitando,

Primi passi tra le note

18 | Giovani Genitori | Novembre 2013


Nuovi genitori

nel contempo, i sensi, le emozioni,

strocche, per iniziare a giocare con

ciazione.happybaby@gmail.com,

la motricità, l’autostima e rafforzan-

una nuova lingua, trasmettendone

tel. 333 1612050) propone il sabato

do il legame con il genitore. L’Albe-

al piccolo la musicalità. Cat in a hat

mattina, presso l’asilo nido L’isola

ro di Antonia (www.alberodianto-

- per genitori e bimbi da 13 mesi

che non c’è, Baby English, 0-3 anni

nia.eu), offre Family English, corsi

a 36 mesi: canzoni e filastrocche,

con mamma e papà, per entrare

suddivisi per fasce di età: Lullabies

ma anche manipolazione di oggetti

in contatto con la nuova lingua in

- per neonati 0-12 mesi + neo mam-

e materiali diversi. L’Associazione

un momento che coinvolge tutta la

me: canzoncine, ninnenanne, fila-

Happy Baby a Rivalta (mail: asso-

famiglia.


Nuovi genitori

Le attività per i più piccini coinvolgono tutta la famiglia

Creatività e cultura A Rivoli, da Fantasia Bimbi (www. fantasiabimbi.it), i cuccioli fino ai tre anni, accompagnati da un adulto, possono partecipare a laboratori di manipolazione sensoriale oppure a laboratori di cucina per i più piccoli. Un altro originale laboratorio è Inserimento materna, pensato per bambini dai 12 mesi ai 3 anni con un adulto: un graduale avvicinamento alle attività e ai ritmi tipici della scuola dell’infanzia, per aiutare genitori e bimbi ad affrontare con serenità l’inserimento, con la guida di una simpatica ed esperta animatrice. Nel mese di novembre presso la ludoteca L’Albicoccola di via Monfalcone 51 a Torino, i bimbi sono accompagnati alla scoperta dei suoni, degli strumenti musicali e coinvolti nella creazione degli

per realizzare cupcake colorati e

propria idea di sé, misurandosi

stessi, mentre il laboratorio di di-

decorati dalle fantasiose mani dei

con i personaggi. La libreria Il

cembre sarà dedicato alla creazione

piccoli pasticceri e dei loro genitori.

mondo delle meraviglie in via San

di addobbi natalizi.

In città sono molte le librerie e le

Massimo 53 a Torino, propone ogni

Magasì (www.magasi.it) ogni

biblioteche che propongono letture

mercoledì delle letture ad alta voce

mattina accoglie i bimbi dai 2 anni

per bimbi nella fascia d’età 0-3

per i più piccoli. Presso la biblio-

con il laboratorio Giocolorando e

anni: la lettura è infatti fondamen-

teca di Collegno, in corso Francia

propone ai più golosi un corso di

tale sin dalla più tenera età, leggere

275, sono due gli appuntamenti a

cucina creativa con Liliam Buffet

aiuta a crescere, a elaborare la

novembre per i più piccoli (0-36

20 | Giovani Genitori | Novembre 2013


Nuovi genitori

mesi), il 7 novembre alle 17, Emozioni piccine, dal gioco con libri ed emozioni, il 21 novembre alle 17, letture animate di storie a cura della psicologa Chiara Lovera. Infine, per avvicinare i piccolissimi all’emozione del cinema, è pensato apposta per loro Cinema con Bebè, realizzato dal Museo Nazionale del Cinema e Giovani Genitori (www. giovanigenitori.it): luci soffuse per evitare il buio totale che spaventa i baby, volume ridotto, fasciatoio in bagno, scaldabiberon, ma, soprattutto, un’atmosfera piacevole e rilassata, di grande tolleranza nei confronti di qualche pianto o strillo. Insomma, molto baby cool!


Magia

torino

misteriosa incontrano i triangoli della magia bianca (Torino-Lione-Praga) e della magia nera (Torino-LondraSan Francisco), ma nessuno potrà negare che cose all’apparenza nor-

Scuole di illusionismo e di stregoneria, tour tra maghi e fantasmi, passeggiate alle porte dell’inferno. Torino è la città più magica del mondo

mali, come un museo, una chiesa, una piazza o una fontana siano in realtà piene di esoteriche sorprese. Vogliamo provare a guardare la città con gli occhi dell’occulto?

A diventar maghi Una delle scuole magiche più antiche della città si trova in via Santa Chiara: è il CADM, Circolo

di Luisa Tatoni

22 | Giovani Genitori | Novembre 2013

Nell’antichità furono Paracelso e

amici della magia, un’associazioun’associazio

Nostradamus, oggi sono Arturo

ne non a scopo di lucro impegnata

Brachetti, Marco Berry, Ale-

a conservare e diffondere l’arte

xander e il conte Maramaldo di

magica. “Beninteso, qui si tutela,

Cartoon Magic. Torino, la città più

preserva e impara la nobile e

misteriosa del mondo, è abitata da

meravigliosa arte della prestigia-

maghi dell’antichità e da modermi

zione - spiegano al Circolo - il cui

maestri dell’illusionismo. Nessuno

obiettivo è stupire e divertire il

potrà mai provare l’aura magica

pubblico. Il nostro è uno dei cir-

che qui trova il suo vertice, dove si

coli più prestigiosi, è stato fucina


Magia

di grandi campioni di magia e ha una delle più grandi biblioteche magiche al mondo, con più di 5000 volumi, seconda solo alla biblioteca di Londra”. Il CADM ha una scuola di magia, i cui corsi sono aperti a grandi e piccini. “Come nell’atletica leggera, quando si impara la magia prima si prova un po’ di tutto e poi ci si specializza. Qui si impara illusionismo, mentalismo, escapologia, manipolazione e cartomagia, sul palco e in close-up, cioè a distanza ravvicinata, perché più si è vicini al pubblico più è difficile ingannarlo”. Ai bambini fa bene: sviluppa il pensiero laterale, richiede intelligenza emotiva e aumenta la sicurezza di sé. E poi fare magia è un po’ come praticare lo zen: esistono solo due regole. Regola numero uno: pratica, pratica, pratica. Regola

scuola di magia Blink di Dronero.

Palazzo Reale. Qui, un tempo, veni-

numero due: obbedisci alla regola

Ha sede nell’ala ovest del teatro

va esposta la Sacra Sindone e qui

numero uno.

cittadino e ospita corsi, spettacoli e,

si intersecano le “linee telluriche

Ogni ultimo venerdì del mese,

il sabato pomeriggio, laboratori ma-

e geomantiche” che attraversano

nel tardo pomeriggio, le sale del

gici per bambini (www.trabuk.it).

il sottosuolo e forniscono energia

CADM ospitano un incontro con

alla città. Le apprezzavano già gli antichi druidi, i cui riti magici si

occasione per curiosare e, chissà,

A passeggio nella magia bianca

iscriversi ai corsi. Meglio consul-

Il punto più positivo di Torino,

te come le Grotte Alchemiche, una

tare prima il sito www.amicidel-

il cuore dell’energia buona che

delle quali si raggiungerebbe attra-

lamagia.it o guardare la pagina

pervade la città, è piazza Castello,

verso passaggi segreti che partono

Facebook.

precisamente là dove congiungono

da Palazzo Madama.

Ai maghetti e prestigiatori cuneesi

lo sguardo le statue dei Dioscuri, i

Più facile trovare la fortuna sul

si rivolge invece la nuovissima

cavalieri all’ingresso del cortile di

busto di Cristoforo Colombo che

i maestri del circolo: è una buona

24 | Giovani Genitori | Novembre 2013

tenevano nelle grotte poi conosciu-


si trova sotto i portici attigui a Palazzo Reale: la leggenda dice che toccargli il dito porti fortuna ed è questa la spiegazione da dare ai bambini che chiedono perché la statua è scura mentre la mano brilla. Altro luogo di grandissima forza esoterica è ovviamente il Museo Egizio, dove sono custoditi i papiri del libro dei morti di Kha, una raccolta di testi funerari perfettamente conservati e supermagici: chi non ha provato un brivido, visitando lo statuario, alzi la mano. Scendendo verso via Po, attraversiamo il ponte Vittorio Emanuele I e raccontiamo ai bambini che c’è


Magia

nascosto un tesoro: nella prima pietra, sotto il pilone centrale, sono conservate 88 monete d’oro e un metro lineare d’argento. Sono lì per proteggere il ponte e chi lo attraversa. La Gran Madre, poi, è talmente ricca di leggende che viene difficile contarle tutte. La più famosa riguarda la statua della Fede (la donna velata con il calice in mano) che poserebbe lo sguardo sul punto in cui è custodito il Sacro Graal. Ma visto che il Graal è difficile da trovare, torniamo fino in piazza San Carlo, dove sul marciapiede davanti al Caffè Torino c’è un grande toro dorato che è un po’ il simbolo della città e che la tradizione dice porti bene calpestare, soprattutto nella zona degli

per la celebrazione della messa.

be in piazza Statuto nel punto

attributi. I bambini si divertono un

Il boia portava sfortuna e una

in cui si trova il piccolo obelisco

mondo, la fortuna è assicurata.

antica tradizione dice che quando i

dell’astrolabio Beccaria, nel giar-

panettieri si rifiutarono di sfornare

dino di fronte al monumento del

A passeggio nella magia nera

il pane per lui, nel 1391 interven-

Frejus. Già il monumento si dice

ne il duca Amedeo VIII di Savoia,

porti male (l’angelo sulla sommità

Piazza Statuto è considerata il

ordinando di prepararlo con la

sarebbe nientemeno che Luci-

“cuore nero” della città, contrap-

celebre frase: “O accettate il boia

fero), ma peggio ancora va alla

posto a piazza Castello. Qui sorse

come cliente o diventerete clienti

fontana nel centro della piazza:

uno dei numerosi patiboli che

del boia”. I panettieri, però, non

qui c’è un accesso che conduce al

operarono in tempi ben più bui. Il

si rassegnarono e cominciarono a

sistema fognario e al suo snodo

boia abitava in zona, in via Bonelli,

consegnare al boia il pane capo-

principale. Leggende e credenze

e i suoi cimeli sono conservati

volto in segno di disprezzo. Da qui

vogliono che questo sia anche

nella chiesa della Misericordia che

pare prenda origine la superstizio-

il punto di ingresso di una delle

fa angolo con via Garibaldi. Non

ne che dice porti male servire in

tre Grotte Alchemiche e c’è chi

è facile vederli, perché la chiesa

tavola il pane rovesciato.

dice che sia addirittura la porta

apre solo la domenica mattina

Il vertice della magia nera cadreb-

dell’Inferno.

26 | Giovani Genitori | Novembre 2013


Magia

A conoscere fantasmi e streghe Farsi guidare per Torino magica è facile. A far

Diventata famosa per il tour Torino Magica, talvolta

conoscere fantasmi ed ectoplasmi locali ci sono le

proposto anche in versione famiglia per genitori

guide dell’agenzia Barburin, che organizzano un

con bambini dai 6 ai 12 anni, l’agenzia Somewhere

tour segreto e solitamente inaccessibile nei luoghi

accompagna tutti i giovedì e sabato in un percor-

in cui avvengono fatti inspiegabili. Durante la visita

so curioso e inquietante alla scoperta di enigmi,

accadono fenomeni straordinari: è consigliata a chi

magie e fantasmi, con partenza da piazza Statuto.

non ha troppa paura.

Da poco si è aggiunto anche il tour “Torino Gialla”,

I tour si ripetono ciclicamente: il prossimo, sui

per scoprire un secolo di delitti, misteri insoluti

“Fantasmi”, partirà sabato 9 novembre da piazza

e clamorosi casi di cronaca nera: dagli studi di Lom-

Castello e si concluderà con un’apericena al Caffé

broso all’enigma di Diabolich, dall’assassinio di via

Cabiria del Museo del Cinema. Altri appuntamenti

della Zecca al macabro quiz della Bela Rinin, sullo

sono fissati il 24 novembre con “Il Mistero dei Tem-

sfondo di “Profondo Rosso”.

plari” e il 30 novembre con “Le Streghe a Torino”.

Informazioni su www.somewhere.it

Informazioni su www.barburin.com e al numero

e al numero 011 6680580.

011 853670.


Boys & girls

identità

Libertà e di genere

Parole magiche, parole critiche per diventare grandi. Intervista a Ferdinanda Vigliani Quale immagine del femminile e del maschile emerge dalle narrazioni in cui siamo immersi? Forme culturali e relazioni personali sono i due cardini nello sviluppo dell’identità di genere

di Marina Gellona

28 | Giovani Genitori | Novembre 2013

All’angolo tra via Rossini e corso

bastioni dei Giardini Reali, chiusi

San Maurizio, incastrati tra gli

da troppo tempo. Chissà se, seduti

odori del traffico del centro che

sulle poche panchine, avete mai

rendono l’aria pesante, ci sono i

alzato lo sguardo sui due villini

giardinetti dove tante e tanti di noi

che si affacciano tra la via e il

hanno portato i figli a sgranchirsi

corso, gemelli. Su uno di loro una

le ginocchia tra altalene, scivoli

bella targa dice: “AvrahKaDabra

e altri piccoli giochi sotto l’alto

– ludoteca”. L’espressione araba

profilo della Mole, tra le note delle

che dà il nome al centro significa

prove dell’Auditorium RAI e i

“io creerò come parlo” ed è la


Boys & girls

parola magica per antonomasia. In effetti questo spazio ha qualcosa di magico, come lo è l’istituzione di cui fa parte, ITER, Istituzione Torinese per un’Educazione Responsabile, ente comunale che mette a disposizione di scuole e individui, risorse luoghi e progetti per la crescita dei nostri figli come individui più liberi. Crescere figli liberi di essere se stessi, autonomi e sereni, è (o dovrebbe essere?) il sogno di ogni genitore, ed è la magia che ciascuno di noi vorrebbe saper fare, nel tempo. Ma torniamo ai villini dei Giardini Reali. Su quello di fronte alla ludoteca non compare alcuna targa e ci sono una serie di graffiti che a definirli metropolitani si usa un eufemismo. è lì che ho appuntamento con Ferdinanda Vigliani, autrice di testi e formatrice sulle tematiche di genere, co-fondatrice del centro che ha sede in questo secondo villino: il Centro Studi Pensiero Femminile, nato a Torino nel 1995 per conservare e

che di quel piccolo gruppo hanno

promuovere la cultura delle donne.

fatto parte. Tra acquisti e donazio-

“La storia del gruppo fondatore

ni private oggi la biblioteca conta

viene da lontano, dice Ferdinanda

4000 titoli ed è la più importante

Vigliani, dai primi anni Settanta

biblioteca specializzata nella sag-

del secolo scorso e da un piccolo

gistica femminista del Piemonte”.

gruppo di autocoscienza ispirato

Si respira, in questo spazio colmo

al pensiero di Rivolta Femminile. I

di libri, la voce di un pensiero

primi testi che trovano posto negli

critico che continua a esercitare la

scaffali sono offerti dalle donne

sua parola magica per creare con-

Libri, film, parole e immagini sono il nutrimento dell’immaginazione

Novembre 2013 | Giovani Genitori | 29


Boys & girls

sapevolezza, in consonanza con lo spirito della ludoteca dirimpettaia e con il gioco libero nei giardini e

Pensare per stereotipi: mamma in cucina e papà in poltrona con il giornale

giardinetti a pochi passi. Con Ferdinanda Vigliani ci interessa proprio esplorare il tema della libertà nella crescita delle bambine e dei bambini che diventeranno donne e uomini e che come tali, grazie a modelli, discorsi, esempi, cominciano a pensarsi. Nella società in cui crescono i nostri figli, di che cosa è importante essere consapevoli come genitori per un libero sviluppo dell’identità di genere, dei percepirsi e immaginarsi femmine e maschi nel presente e da grandi? Almeno due sono i cardini senza i

giornalini, riviste ci danno parole

solo. E chiederci se stiamo fornen-

quali non possiamo aprire la porta

e forme per costruire un’immagine

do alle bambine e ai bambini delle

a una crescita libera dei nostri

di noi, per farci immaginare ciò

buone parole per immaginarsi,

bambini e bambine: da un lato le

che possiamo diventare, per aprire

dirsi, diventare se stessi.

forme culturali (comunicazione

delle possibilità, per creare consa-

mediatica, cultura, prodotti di

pevolezza, dare voce a emozioni,

Mi faresti un esempio di imma-

consumo) e dall’altro le relazioni

contraddizioni, complessità. Chi

gini, parole poco costruttive e

personali tra adulti e bambini,

racconta qualcosa ha una respon-

che tarpano le ali di un pensiero

educatori, genitori, insegnanti e

sabilità etica, veicola una pluralità

libero sull’identità di genere?

singoli individui in crescita. Le

di significati, crea vocabolari,

Guarda, alcuni anni fa abbiamo

forme culturali mi stanno partico-

definisce questioni. Risvegliare

condotto una ricerca dal titolo

larmente a cuore perché ciascuno

l’attenzione su quale “immagine”

“Quante donne puoi diventare?”

di noi, piccoli e grandi, ha bisogno

del femminile e del maschile emer-

che prevedeva interviste a bam-

di strutture mentali, modelli,

ge dalle narrazioni in cui siamo

bini e bambini dai 7 ai 10 anni

immagini per pensarsi e pensare

immersi è utile per leggere con

e l’analisi di 500 albi illustrati

la realtà. Le fiabe, i miti, le storie,

uno spirito critico le strutture di

per giovani lettori da 0 a 10 anni.

l’arte, la narrazione storica, libri,

pensiero proposte dai media e non

Ti racconto solo alcuni risultati,

30 | Giovani Genitori | Novembre 2013


Boys & girls

significativi, emersi durante la ricerca. In percentuali considerevoli questi albi vedevano una distinzione di ruoli tra madre e padre che erano riconducibili a stereotipi, e quindi a forme di pensiero della realtà e della differenza, sessisti. Dico sessisti perché prevedevano un solo modello possibile di femminilità, “a servizio” e con grembiule da cucina e zuppiera da portare in tavola e di un solo modello maschile possibile, “in poltrona”, che legge il giornale o torna da un lavoro fuori casa. E, nel mostrare ai bambini e alle bambine l’immagine, decontestualizzata, di un orso con il


Boys & girls

grembiule (e senza nessun altro tratto caratterizzante che potesse ricondurre chiaramente a un femminile o a un maschile) o in poltrona a leggere il giornale, la maggior parte di loro indicava senza esitazione chi fosse il papà e chi la mamma. Capisci che cosa vuol dire “pensare per stereotipi”? Poi, attraverso le interviste con i bambini e le bambine, emergevano realtà personali, familiari più complesse, certamente, con papà impegnati nei lavori di casa e mamme lavoratrici fuori casa in equilibrio e con uno scardinamento di ruoli fissi e sclerotizzati che fa ben sperare rispetto alla presenza di modelli di riferimento meno rigidi e più liberi di pensiero. Ma libri, film, parole e immagini sono

senza poter uscire, agire, esserci

ragazzini dall’altra parte, possono

un nutrimento fondamentale della

nel sociale.

avere da soli fiducia e forza per

nostra immaginazione e se non

immaginarsi, tanto più che dav-

sono un buon nutrimento, anche

Prima parlavi dell’importan-

vero siamo immersi in un mondo

l’immaginazione, e soprattutto

za della relazione come altro

di significati in cui prevalgono

l’immaginazione di se stessi, per-

cardine di una crescita libera

immagini ancora fortemente carat-

de ampiezza e possibilità e, in una

dell’identità di genere.

terizzate in termini sessisti, poco

parola, libertà. E, senza libertà, i

Sì, la relazione tra donna adulta e

liberi e poveri di possibilità. Una

desideri non si possono esprime-

bambina e tra l’uomo e il bambino

volta abbiamo intervistato alcune

re, sentire, e muovere la nostra

è fondamentale per quel delicato e

scienziate donne che svolgevano

azione nel mondo. è impressio-

magico processo che porta all’im-

un lavoro di ricerca in un ambito

nante la quantità di “bambine

maginare se stessi proiettando

per lo più maschile. Pur dichia-

alla finestra” che sono presenti

un desiderio profondo verso un

rando che la loro appartenenza di

in questi albi illustrati, piccole

progetto, un agire, un percorso di

genere non le aveva ostacolate nel-

figure femminili malinconiche e

crescita. Senza questo passaggio,

la professione, hanno riconosciuto,

immobili che guardano scorrere il

difficilmente le bambine e poi le

per lo più, l’importanza dell’inco-

mondo sulla soglia tra casa e città,

ragazzine, ma anche i bambini e i

raggiamento delle loro insegnanti

32 | Giovani Genitori | Novembre 2013


Boys & girls

donne, alle scuole medie o al liceo,

Esco dal Centro studi sul Pensiero

per intraprendere studi e carriera

Femminile gettando un ultimo

scientifiche: “ho sentito che potevo

sguardo al villino gemello, alla

farlo, l’ho visto nello sguardo spro-

scritta blu e gialla in campo bianco

nante e nelle parole alleate della

della ludoteca AvrahKaDabra, e

mia professoressa”.

penso all’importanza delle parole

Autorizzare il desiderio dei nostri

(e delle immagini) per creare

figli, il desiderio di diventare ciò

se stessi. Io creerò come parlo.

che l’immaginazione più libera e

I nostri bimbi e le nostre bimbe

più vicina a loro stessi indica, è il

cresceranno grazie alle parole,

nostro compito essenziale e più de-

alle narrazioni e alle relazioni in

licato, quello che possiamo fare in

cui potranno esprimere i propri

famiglia, a scuola, sviluppando nei

desideri, le paure e immaginarsi grandi, donna, uomo, a fare ciò

ragazzi uno spirito critico grazie alla lettura condivisa di libri, alla

giochi, sport e giocattoli che possa-

che hanno voglia di fare, anche se

visione di film o alla scelta libera e

no essere nostri complici in questo

questo romperà schemi di genere o

non condizionata da frasi del tipo

accompagnamento a diventare

di altro tipo. E l’aria di via Rossini

“è da femmina, è da maschio”, di

grandi.

sembra meno irrespirabile.


Viviamo così

La Torino di Cristina Cristina racconta la sua città, in compagnia di Ugo, Ernesto e del coniglio Giulio

Ugo, 46 anni Cristina, 40 e qualcosa Ernesto, quasi dieci anni

34 | Giovani Genitori | Novembre 2013

“Google è utilissimo. Cerchi le

far ridere. Cristina è brava in tutte

istruzioni per sostituire da sola il

e tre le cose, un’icona del sense

cavo della lavatrice e in due secon-

of humour torinese, travolgen-

di trovi l’articolo: ‘Muore folgorato

te, ironica e autoironica, con lo

cercando di cambiare da solo il

stile sobrio e discreto del locale

cavo della lavatrice’. In altri due

snobismo alla rovescia. C’è chi la

secondi trovi il numero di telefono

conosce perché è stato ospite nel

del tecnico”. C’è chi è simpatico,

suo Bed & Breakfast, Aprile, aperto

chi ha senso dell’umorismo, chi sa

una decina d’anni fa assieme a


Viviamo così

Ugo, in pieno centro a Torino (“il nome lo abbiamo scelto perché ci piacciono i fiori, ma anche perché è facile da dire in tutte le lingue”). E chi la conosce da sempre, come amica, come compagna di scuola, come mamma incontrata ai giardini (“Hai presente l’area giochi di via Bellezia? Noi lo chiamiamo il giardino di Erode, perché chi l’ha disegnato chiaramente odiava i bambini, è una piattaforma che fa da sfiatatoio ai fumi del parcheggio sottostante. E come se non bastasse, è tutto circondato da cespugli spinosi”). Il profilo Facebook di Cristina non ha tanti like quanti “L’Articolato sistema di valori del pensionato piemontese”, ma poco ci manca, perché i suoi commenti sono un

siamo conosciuti attraverso di lui;

stauro e bioediliza) è sempre stato

appuntamento quotidiano con

Grunf aveva un circolo Arci, era

appassionato di case antiche, gli

i casi e le vicende di Ernesto, 9

il capodanno del 2000, alle 4 di

piaceva abitare qui. Negli anni ’90

anni, iscritto alla multietnica scuo-

mattina sono passata e l’ho trovato

la zona era diversa, c’era il bar dei

la primaria Sclopis, oppure le vi-

che ballava sulla pista. A quei

calabresi, le case vuote e diroccate,

cende del B&B, o la vita quotidiana

tempi abitavo da sola ed ero una

molte delle quali occupate abusiva-

del non-predatore (e perciò amato)

supersingle convinta. Il tre genna-

mente. I proprietari muravano

coniglio Giulio, che deve il nome

io mi ha invitato a cena e il giorno

le porte e gli occupanti le riapri-

non dall’omonimo personaggio dei

dopo mi ha dato le chiavi di casa,

vano a picconate. Un giorno c’è

fumetti, ma a Giulio Tremonti, ex

che io ho guardato con superiorità

stata una retata proprio in questo

ministro dell’economia, con cui

dicendo: “Scusa, cosa vuoi che me

palazzo e Ugo, tornando a casa,

condivide il vizio di rosicchiare il

ne faccia?”. È risaputo che il desti-

ha trovato la polizia che portava

rosicchiabile.

no non si scrive, perciò Cristina

via un gruppo di ragazzi ivoriani,

si è ritrovata in breve a vivere con

altissimi, nerissimi, tutti amma-

Da single a mamma

Ugo nel Quadrilatero. “Ugo stava

nettati. Erano i nostri vicini di casa

“Ti ricordi Grunf che cantava nei

lì dal ’91, era praticamente l’unico

abusivi, e noi non li avevamo mai

Sardanapali? Ecco, Ugo e io ci

italiano. Per il lavoro che fa (re-

visti. Una situazione irreale”.

Novembre 2013 | Giovani Genitori | 35


Viviamo così

Mi stupisco, passeggiando per Torino, di questo Duomo bianchissimo e della bellezza del Centro più periferiche. E il cambiamento continua, perché quelli che hanno comprato casa quando il Quadrilatero era di moda, oggi hanno messo su famiglia, per cui sono tornati i bambini e alla fine l’ambiente rimane sempre molto misto, in continua evoluzione e mutamento, con momenti più alti e momenti più bassi, come questi anni dove si percepisce l’impoverimento e la difficoltà di tutti”. Com’è essere una mamma? Torino ti sembra cambiata?

casa di Beppe, lo storico venditore

“Ad avere un figlio mi diverto da

“Io vedo la città con gli occhi

di patate e cipolle, che è rimasta

matti. Non posso neanche dire di

dei turisti che arrivano al Bed &

tale e quale, o di via Bonelli, dove

aver perso qualcosa della vita di

Breakfast e che dicono invariabil-

si dice abitasse il boia, che poi

prima: Ernesto è arrivato quando

mente: “Sapevo che Torino è bella,

quando moriva veniva seppellito

avevo trentasette anni ed ero già in

ma non pensavo fosse così bella”.

sotto la torre di Sant’Agostino, a

quella fase in cui la sera fa piacere

È difficile dare un parere; rispetto

due passi da qui. Fa impressione,

andare a letto presto. Avremmo

a dieci anni fa la città è certo mi-

per noi che siamo cresciuti nella

voluto fare il poker, quattro ma-

gliorata, ti ricordi quando in giro

Torino industriale, vedere che

schi più Ugo per giocare a calcetto,

per le strade non c’era neanche

avanza la gentrification, quel

invece ne è venuto fuori uno solo

un cane? Adesso che vivo qui mi

processo secondo il quale i quar-

e per di più tennista. La vita da

stupisco, passeggiando, di questo

tieri decadenti del centro vengono

mamma, col lavoro che faccio, mi

duomo bianchissimo, della bellez-

recuperati dai nuovi inquilini

permette di non delegare quasi

za dei palazzi, delle viuzze strette

della middle class (la nuova gentry

niente, riesco ad accompagnarlo a

e affascinanti, di via Santa Chiara,

appunto) e gli originari abitanti

scuola, lo posso seguire. Il Bed &

di via delle Orfane dove a fianco

vengono ‘rimossi’ in senso lato

Breakfast dà lavoro soprattutto nei

degli appartamenti di design c’è la

e letterale e destinati alle zone

weekend, per cui ho i pomeriggi

36 | Giovani Genitori | Novembre 2013


Viviamo così

liberi, ma difficilmente riusciamo

vivere nelle emergenze (“Sono in

sono meravigliosi. Tre mesi fa

a organizzare una domenica tutti

ritardo, lo passi a prendere tu?”).

è arrivato un astronauta che ci

insieme sulla neve, anche se la

Poche parole che imparo per piace-

ha portato magliette e cappellini

cosa non disturba perché la do-

re, perché mi piace salutare nella

della Nasa e ci ha fatto vedere le

menica Ernesto gioca a tennis col

lingua giusta, perché è divertente,

foto di quando gioca al computer

papà e onestamente sono così esal-

anche se poi i genitori stranieri

fluttuando senza gravità. Poi è

tati che non è il caso di cambiare.

parlano benissimo l’italiano”.

arrivato un vulcanologo, seguito dai bramini indiani che medita-

Ernesto va a scuola alla Federigo

Il Bed & Breakfast, un sogno di tanti

vano sul terrazzino, e poi registi,

che rischiava di chiudere e che è rimasta aperta anche grazie all’im-

“L’ho detto, impegna, posso muo-

terrorizzato dagli ospiti inglesi

pegno dei genitori. È una scuola

vermi poco durante la settimana,

che io cerco di usare come pun-

multietnica, piena di vita, di quel-

perché gli ospiti vanno seguiti, e

golo per fargli parlare la lingua,

le, per intendersi, dove le mamme

poco anche durante i weekend,

ma è felice quando arrivano altri

e i papà vanno a dare il bianco

è come essere legati sempre

bambini. Giusto ieri ci siamo mes-

nelle aule. Chiacchierando con le

a un elastico un po’ corto. Per

si a fare i compiti con un ospite

altre mamme sto imparando un po’

me è comunque bello: mi piace

di prima elementare. Beh, erano

di arabo, l’essenziale per soprav-

avere gente in casa e gli ospiti

pure difficili”.

Sclopis, una primaria bellissima

attori, tanti scrittori. Ernesto è


Viviamo così

I Post di Cristina “Di cattivo umore e occhio spento al bar della scuola, leggi l’articolo in cronaca locale: ‘Commando di vegani attacca la festa degli arrosticini abruzzesi e molisani’... e fa subito allegria”. “Mamma sei dolce, mamma sai cantare, mamma sai cucinare... Ernesto, che filastrocca dolce mi hai scritto, grazie”. “Lo so mamma, è bella. Anche se non sono riuscito a scriverla in rima, e certe cose che dice non sono vere”. “Oggi c’è la riunione di classe.

no...” “Buono mamma. Sai cosa

Farò la cacca sul banco minaccian-

mi ricorda? L’odore che ha papà

do di ritirare Ernesto da scuola,

quando torna a casa sudato.”

oggi non la dovevo usare!”. “Pronto mamma, mi son fatto prestare il telefono dall’allenato-

prenderò in ostaggio la rappresentante, poi di botto dichiarerò:

“Oh sai Ernesto, mia cugina deve

re...”. “Ooh tesoro mio come stai

mi piace questa classe, rinnovo la

andare a Lourdes coi nonni, è

al campo estivo, mi chiami per-

fiducia alle insegnanti! E il preside

una barba tremenda...” “ Vabbè

ché ti manco?”. “Mah veramente

dovrà dire: è una grande!”.

Tommy, magari vanno a chiedere

mamma, ti volevo dire che qui

la grazia.” “A me mi han portato

vendono la fontina d’Aosta della

“Volevo sapere, il vostro B&B ha

l’anno scorso, e io ho chiesto la

fattoria, cosa dici, ne ordino un

degli spazi comuni per i nostri

grazia di non andarci mai più”.

pezzo?”.

gnora?”. “Mah, nel senso che noi

“Dopo il nubifragio che ha fatto

“Mamma, io e Ismail possiamo

stiamo in camera e loro per conto

cadere un tot di alberi in tutta

guardare un po’ il computer? Ti

proprio a giocare... tipo con voi”.

la città. L’uomo più simpatico

porto su la spesa per le scale”.

dell’universo abita in corso Val-

“Ok, ma solo dopo le sette e per

“Ernesto ho comprato un ammor-

docco ed è quello che stamattina

mezz’ora”. “Va bene. Allora la

bidente nuovo per la biancheria,

mi fa: “La vede quell’auto lì

spesa te la porto su solo per due

ti piace? Annusa un po’ che buo-

sotto? È la mia. Vabbè, ma tanto

piani”.

4 bambini?”. “In che senso, si-

38 | Giovani Genitori | Novembre 2013


Weekend

brunch

Il in città

Una domenica mattina tra cibo, bimbi e relax

di Elena Brosio

Il cibo mette di buon umore, così

città sono davvero tanti, eccone una

proiezioni e laboratori creativi. Il lo-

come mette di buon umore lo stare

selezione tra i nostri preferiti.

cale è luminoso e curato, affaccia sul verde del Giardino delle Meraviglie,

seduti intorno a una tavola imbandita insieme ai bimbi. Senza fretta,

Mangia + Baby

in cui si può mangiare nella bella sta-

però, prendendosi tutto il tempo per

Parola d’ordine: relax. La formula

gione. Il brunch costa 28 euro per gli

assaporare il cibo, chiacchierando e

brunch proposta dal Ristorante

adulti, bevende incluse, e 5 euro per

rilassandosi. Il brunch domenicale,

Torpedo al Lingotto ha nel servizio

i bambini fino a 10 anni – per tutto

con la sua abbondanza di portate e i

di animazione per bambini il suo

novembre sconto del 10% riservato

suoi tempi allungati è un bel modo di

punto di forza. Mangia + Baby si

agli abbonati di Giovani Genitori.

illuminare il grigio novembrino. E poi

svolge la domenica mattina a partire

Ristorante Torpedo

è molto adatto alle famiglie, perché

dalle 12.30 nel periodo da ottobre a

Via Nizza, 262 – Torino

anticipa l’orario del pranzo, placando

giugno: i genitori possono assaporare

Tel. 011 6642000

strategicamente fami e nervosismi,

in tutta tranquillità le numerose e

perché le proposte sono sfiziose e ac-

gustose proposte dolci e salate del

Domenica al Circolo

cattivanti, sempre diverse, da spiluc-

buffet mentre i bambini vengono in-

Ha tutto un altro sapore il brunch

care e mordicchiare, e perché non c’è

trattenuti in uno spazio loro dedicato

gustato nelle sontuose sale del

da aspettare, ma è informale e veloce.

da personale qualificato. Il program-

Palazzo Graneri della Roccia dove

I locali che propongono il brunch in

ma di animazione comprende giochi,

ha sede il Circolo dei Lettori. Le

40 | Giovani Genitori | Novembre 2013


Weekend

sale sono molto belle, l’ambiente è

io in bagno. Il sabato e la domenica è

na così: su un grande tavolo sono

soffusamente tranquillo, dunque più

aperto dalle 10.30, i prezzi variano a

disposte torte dolci e, da una certa

adatto a bambini posati che riescono

seconda di quel che si prende.

ora, anche salate; si mangia tra le 10

a stare seduti con un libro in mano

Pai Bikery

e le 12, poi inizia l’evento, l’atmo-

e un panino nell’altra senza patirci

Via Cagliari, 18 D – Torino

sfera è accogliente, con poltroncine

troppo. Il buffet di Barney’s propone

Tel. 011 0360106

e divanetti. Piace a grandi e piccoli, così come piacciono i prezzi (da 4,5

una bella varietà di piatti salati freddi e caldi, accompagnati da acqua e

Il brunch popolare

a 7 euro). Il brunch non avviene però

caffè americano, dolce e macedonia.

Destinazione ideale per una pausa

tutte le domeniche, chiamare dunque

Costa 15 euro per gli adulti e non

ristoratrice dopo una passeggiata o

per verificare e prenotare.

ha un prezzo fisso per i bambini

un giro in bici al Valentino, Pane e

Luna’sTorta

(dipende da quel che mangiano). Il

Caffè propone un brunch imbattibile

Via Belfiore, 50 - Torino

brunch inizia alle 12.30 e si svolge

nel rapporto qualità-prezzo. Costa

Tel. 011 6690577

tutte le domeniche in cui è aperto il

infatti 5 euro (consumazione esclusa)

www.lunastorta.eu

Circolo. La prenotazione è racco-

e propone un bell’assortimento dolce

mandatissima.

e salato. Dalle pizze e focacce – le

Barney’s - Circolo dei

preferite dei bambini – alle torte

Cupcake per principesse

Lettori

salate, verdure grigliate, affettati

Toni confetto, tazzine decorate

Via Bogino, 9 – Torino

e piatti salati vari. Gli amanti del

di rose, pois alle pareti: il locale

Tel. 011 4323700

dolce trovano frutta e crostate, torte

aperto da poco in centro a Torino sarà

www.circololettori.it

e brioche. In più c’è un bancone con

molto amato da tutte le bambine che

giornali da sfogliare. Il brunch si

attraversano la fase principessa. La

Colazione su due ruote

svolge la domenica dalle 8 alle 13.

specialità di Sweet&Lab sono cupca-

GD pane e caffè

ke e torte di ispirazione pannosa

Il ritrovo domenicale ideale per le

Via Tiepolo, 8 D, angolo corso

e cremosa, adatte per la merenda.

famiglie che amano le biciclette è Pai

Dante – Torino

Inoltre, la domenica mattina propone

Bikery, ciclofficina e torteria in Van-

Tel. 011 6598688

un brunch in stile americano, con pancake e toast, uova con pancetta,

chiglietta. Strategicamente vicino alla pista ciclabile che costeggia la Dora, è

Colazione tra i libri

yogurt, spremuta d’arancia e caffè

un locale aperto di recente, dall’atmo-

Caffè, torte e libri nel cuore di San

americano. Costa 15,90 euro per

sfera piacevolmente berlinese, con

Salvario: è un po’ diverso il brunch

gli adulti, data l’abbondanza delle

torte meravigliose e prezzi friendly:

di Luna’sTorta, perché abbina alla

porzioni per i bambini si consiglia

a colazione si possono gustare torte

colazione della domenica un appunta-

di prendere una piccola cosa e farsi

dolci e salate, succhi biologici, spre-

mento culturale - presentazioni di

aiutare da loro a finire tutto.

mute fresche e caffè – e nel weekend

libri, reading, piccoli spettacoli (per

Sweet&Lab

anche i pancakes. I genitori dei bimbi

il calendario e la descrizione degli

Via Principe Amedeo,39 – Torino

più piccoli apprezzeranno il fasciato-

eventi consultare il sito). Funzio-

Tel. 011 6642000

Novembre 2013 | Giovani Genitori | 41


Casa

La

cameretta

Arredare è raccontare una storia. Consigli per adattare la casa all’arrivo di un bebè

di Tiziana Fabbiano

Architetto e interior designer www.architetto-contemporaneo.it

42 | Giovani Genitori | Novembre 2013

Luogo che riunisce e accoglie la

Un’idea che concilia emozioni,

famiglia, la casa non sempre è

low cost e sostenibilità è arredare

pronta ad accogliere al meglio

raccontando una storia. Magari

l’arrivo di un figlio: a volte manca

proprio quella dei genitori, o della

proprio lo spazio fisico (dove

famiglia in senso più ampio. Si

ricavare lo spazio per la cameret-

inizia scegliendo e preferendo

ta?), altre volte non si sa da dove

il recupero e la reinvenzione di

iniziare per adattare, arredare

oggetti e arredi già in possesso

e decorare. E la stessa situazio-

invece di acquistarne di nuovi. Gli

ne si ripresenta con l’arrivo di

ambienti in cui si stratificano stili

un secondo o terzo figlio: come

ed epoche sono più vivaci e per-

conciliare lo spazio di un bambino

mettono di risparmiare senza ca-

magari già grande con quello di

dere nel banale. Se in casa non c’è

un nuovo nato? Non importa se si

nulla che valga la pena di essere

tratta di una cameretta extralarge

recuperato, si trovano oggetti belli

o dell’angolo ricavato nella stanza

e interessanti nei mercatini o nei

dei genitori, quel che conta è che

negozi dell’usato, come i vecchi

il luogo che accoglierà il piccolo

banchi di scuola di legno tutt’uno

trasmetta calore, comunichi emo-

con la sedia o l’armadio della

zioni e gioia.

nonna, che possono diventare il


Casa

fulcro di un racconto speciale.

forte sopra la culla o il lettino. Se

Trovata un’ispirazione, un pezzo

si scelgono lampade da terra o da

di arredo portante, si passa alle

tavolo, bisogna studiare bene la

pareti: nella camera di un piccolo

loro posizione ed evitare materiali

si può osare con il colore – non il

delicati perché il bambino potreb-

solito bianco! - con la carta o con

be tirarle e ribaltarle.

le decorazioni, come gli adesivi da

È importante creare anche uno

parete o la carta adesiva colorata,

spazio tutto suo per i giochi, con

sempre seguendo il filo della sto-

mordidi cuscini e tappeti, anche

ria da raccontare. Un suggerimen-

se poi il più delle volte ci si ritro-

to è quello di scegliere i colori con

va con pupazzi e macchinine in

cura, pensare se si vuole giocare

ogni angolo.

ton sur ton o se si preferiscono i

Avere una casa bella e organizza-

contrasti accesi.

ta è possibile solo se ci si inter-

Anche l’illuminazione è fonda-

roga prima del suo arrivo su cosa

mentale nella camera di un bebè:

serve e dove mettere tutto ciò che

meglio evitare le luci a soffitto

occorre; insomma, se si organizza

o posizionarle con attenzione

lo spazio per tempo invece che

per non correre il rischio che il

aspettare che siano gli eventi a

piccolo sia infastidito dalla luce

trasformarlo come capita.

Corso base di design per genitori Negli spazi di The Milk Bar di piazza Bodoni 7 G a Torino, Tiziana Fabbiano propone un corso per aiutare tutti i genitori a rapportarsi con il loro spazio domestico: trovare, adattare o ricavare lo spazio giusto, preparare il “piano casa” per renderla a misura di bambino, i cambiamenti relazionali tra la famiglia e lo spazio, come realizzare l’ambiente che vorremmo in modo semplice e low cost. Il corso inizia a novembre e si svolge il sabato pomeriggio. Cell. 392 4875619, info@ architetto-contemporaneo.it.

Novembre 2013 | Giovani Genitori | 43


In città

il

Ristorantino di GG

Domenica 24 novembre in cascina Falchera

Riparte questo mese, a grande richie-

divertirsi e gustare in tutta calma le

sta, il Ristorantino di GG. La novità

portate del pranzo. Vi aspettiamo al-

CASCiNA fALCHerA

dell’edizione 2013-14 è la partecipa-

lora domenica 24 novembre, a partire

Strada Provinciale Cuorgnè, 109

zione dei Maestri del Gusto di Torino

dalle 11. Prenotazione indispensabile

Torino

e provincia: saranno loro a fornire le

e raccomandatissima entro mercoledì

Tel. 011 3742302

materie prime - ogni volta diverse ma

21, allo 011 3742302.

www.cascinafalchera.it

sempre nel segno dell’eccellenza che i bravi cuochi del ristorante rielaboreranno in menu vari e appetitosi, adatti a grandi e piccini. Il tutto in un’atmosfera di serena convivialità, allietata da laboratori creativi e intrattenimenti. Il primo appuntamento della stagione 2013-14 si svolgerà nei bellissimi spazi di Cascina Falchera, un antico casale diventato cascina urbana a misura di bambino, con il suo giardino, l’orto e gli animali. E proprio per godersi il verde del bellis-

i Maestri del gusto di torino e provincia Nasce nel 2002 il progetto Maestri del Gusto, grazie alla Camera di commercio di Torino, al suo laboratorio chimico e a Slow Food, con lo scopo di valorizzare il patrimonio enogastronomico di Torino e provincia, selezionando il meglio dell’offerta del territorio. Partecipano al Ristorantino del 24 novembre il salumificio Nadia, il pastificio Virgilio, l’azienda agricola Il Frutto Permesso, il birrificio Parsifal, l’apicoltore Mario Bianco, il cioccolatiere A. Giordano, la gelateria Alberto Marchetti e il casaro Cascina Fontanacervo. Per maggiori informazioni e per scoprire chi sono i Maestri, dove si trovano e cosa producono, visitate il sito www.maestridelgustotorino.com.

simo parco e i laboratori in tranquillità, l’appuntamento è di mattina, così c’è il tempo per curiosare in cascina,

44 | Giovani Genitori | Novembre 2013

Ringraziamo la Camera di commercio di Torino per il sostegno a questa iniziativa.


Hai già pensato ai regali di Natale? Anche quest’anno scegli Giovani Genitori! Vieni a scoprire tutte le novità su www.giovanigenitori.it


rubriche

Sport

Minibasket: forti e veloci

La pallacanestro mette in contatto diretto con l’avversario, senza reti divisorie: un impatto senza fronzoli verso le sfide

aspettano in genere i 12 anni per passare all’agonismo. Da piccoli l’importante è muoversi e l’attività ludico-motoria può essere generica, ma va sottolineato il valore aggiunto educativo del gioco di squadra, che permette ai bambini di imparare a socializzare, un’opportunità che, spiace dirlo, è sempre più rara nel nord Italia, per il numero crescente di figli unici e per il lungo tempo che i bambini trascorrono da soli tra

Sono più di 10 mila i bambini piemontesi che giocano a basket

di Tatiana Zarik

46 | Giovani Genitori | Novembre 2013

“In Piemonte ci sono oltre 20 mila

le mura di casa”.

giocatori di pallacanestro, di cui

La vastità della realtà piemontese è

10 mila bambini”. Questi i numeri

stimolante anche dal punto di vista

più eclatanti del basket regionale

della multiculturalità che è bene

presentati da Giorgio Mapelli,

conoscere fin da piccoli, così come è

presidente del Comitato regionale

formativo confrontarsi con coetanei

della FIP, la Federazione Italiana

dell’altro sesso in un contesto ludi-

Pallacanestro.

co, regolato e paritario. Nel miniba-

“Secondo il rapporto presentato al

sket si gioca tutti insieme. “Fino alla

Coni vantiamo 195 società affiliate,

terza media, le femmine sono spes-

651 squadre, 131 centri di mini-

so più brave dei maschi e questo

basket e un totale di 7.578 partite

genera meccanismi di competizione

giocate”. Sono dati inaspettati per

positiva, che favoriscono la costru-

gli standard italiani, soprattutto

zione di un’autostima più forte e

considerando che si riferiscono al

di un maggiore e profondo rispetto

Piemonte, sportivamente e affet-

reciproco”. “Non a caso - puntualiz-

tuosamente considerata la “regione

za Giorgio Mapelli - nel minibasket

roccaforte” della Juventus e del

non c’è la figura dell’allenatore, ma

calcio.

dell’istruttore. Non dimentichiamo

Quali sono i vantaggi del basket

che oltre all’agonismo, il basket ha

fin da piccoli e quali le peculiarità

una funzione sociale”.

piemontesi? Risponde Francesco

Sul piano strettamente fisico,

Notaro, responsabile regionale

attraverso l’attività propedeutica

per il minibasket: “L’età ideale per

si familiarizza con la fisicità e si

cominciare a giocare è 8 anni. Si

acquisisce il senso dello spazio. Si


rubriche

Sport

usano meglio gli occhi, si impara ad

bambini scoprono il lato infantile

reti divisorie. Questo impatto così

allargare il campo visivo e questo

dei genitori che diventano anche

netto e senza fronzoli verso le sfide

aspetto influisce positivamente, per

compagni di giochi, e tra tutti si

aiuta tantissimo nella vita. Far parte

esempio sulla capacità di lettura o

instaura una maggiore complicità.

di una squadra dà forza e responsa-

sulla velocità in matematica.

I genitori, parallelamente, sono

bilizza”.

E i genitori? “I genitori sono fonda-

messi nella condizione di vivere

Non è pericoloso giocare. “I

mentali - spiega Francesco Notaro

la fatica e la tensione dei figli e ca-

genitori possono stare tranquilli

-. È importante che capiscano

piscono quanto può essere amaro

– dice Giorgio Mapelli -. Nonostan-

qual è l’atteggiamento giusto per

un rimprovero di troppo per una

te le dimensioni di un campo di

aiutare i figli a vivere serenamente

prestazione scadente o un errore”.

basket siano decisamente inferiori

l’attività sportiva. Lo sport deve

“Consiglio il basket a tutti e a tutte

rispetto a quelle in altri sport, per

essere divertimento, mai una forza-

– dice Roberta Patrignani, capitano

ogni partita, fin dagli esordienti, ci

tura. Creiamo spesso occasioni di

della Libertas Moncalieri - e non

sono ben due arbitri a garantire il

incontro, dalle classiche ‘pizzate’

ritengo che influisca negativamente

controllo”. “E poi il basket espone

alle partite dove vengono a giocare

sulla femminilità. Anche noi donne

meno ai raffredori – sorride Fran-

anche i genitori. Questo tipo di

abbiamo un lato battagliero. La

cesco Notaro -. Si gioca e si guarda

coinvolgimento è positivo e favori-

pallacanestro ci mette direttamente

indoor, sempre al caldo e senza

sce un buon rapporto familiare. I

in contatto con l’avversario, senza

pioggia!”.


rubriche

Salute

I

sogni

Erode. Anche la psicoanalisi e più recentemente le neuroscienze si sono occupati dell’importanza dei

dei bambini Una finestra sul mondo interiore dei nostri piccoli

sogni per la vita psichica. Quando sogniamo, nella fase REM di sonno, il cervello utilizza gli stimoli accumulati durante la veglia per creare scene oniriche che aiutano il soggetto a elaborare situazioni difficili ed eliminare ciò che di superfluo intossica il buon funzionamento del cervello. Dal punto di vista psicolo-

Il mondo onirico aiuta a elaborare situazioni difficili

di Francesca Maria Collevasone

48 | Giovani Genitori | Novembre 2013

Gentile dottoressa,

gico, invece, il sogno è una finestra

le scrivo per chiederle un consi-

sul nostro mondo interiore: veniamo

glio: mio figlio di 6 anni si sveglia

a contatto con gli istinti, i desideri,

spesso di soprassalto nella notte

le paure. I sogni costituiscono so-

mentre sogna che un lupo cattivo

prattutto una compensazione degli

lo insegue e lui scappa terroriz-

atteggiamenti unilaterali che assu-

zato nel bosco. Cosa significa

miamo nella vita di tutti i giorni: a

questo sogno ricorrente e come

una “brava persona” capiterà spesso

devo comportarmi di fronte alla

di sognare tigri, personaggi cattivi

sua agitazione notturna?

che esprimono tutta l’aggressività

Grazie e saluti, Alessandra

e la cattiveria che non si permette durante il giorno.

Cara mamma, approfitto del suo

Per i bambini vale lo stesso

messaggio per affrontare un argo-

discorso: i sogni possono essere

mento tanto interessante quanto

una ripetizione di scene quotidiane

misterioso, quello dei sogni. Il

(litigio con un amichetto, la maestra

mondo dei sogni ha sempre affasci-

e la scuola), oppure semplicemente

nato l’uomo in ogni epoca e cultura:

un tentativo di drenare un eccesso

nell’antichità i sogni erano utilizzati

di tensione accumulata durante il

in senso profetico. Nei testi sacri si

giorno. È importante condividere

narra di personaggi che in sogno

i personaggi e le scene fantastiche

hanno trovato la soluzione per molti

dei loro sogni perché questo ci

problemi quotidiani: si pensi al

avvicina al loro mondo e ci per-

sogno di Giuseppe di Nazareth di

mette di seguirne lo sviluppo come

abbandonare il paese per fuggire da

spettatori silenziosi ma presenti. A


rubriche

Salute

seconda dell’età cambiano i tipi di sogni: nei primi tre anni di vita emergono sogni di appagamento di desideri corporei e di turbamento rispetto a sensazioni forti che il bimbo non è riuscito a elaborare durante il giorno; a partire dai 4 anni iniziano i sogni di avventura dove bene e male, vita e morte si confrontano. Questo è un periodo molto interessante della vita onirica del bambino, in quanto nei sogni emergono gli aspetti ambivalenti della sua personalità: i personaggi selvaggi e cattivi gli permettono di esprimere in forma simbolica le sue tendenze aggressive, i sensi di colpa, le paure. È il caso del lupo e della strega cattivi che fanno da alter ego della personalità mite del bambino. Nel periodo che va dai 7 anni fino alla preadolescenza dominano invece scene quotidiane dove il bambino tenta di elaborare i vissuti relazionali che caratterizzano il rapporto con la scuola, la famiglia e gli amici. Con l’adolescenza, sono le espressioni del corpo, della sessualità nascente e della conquista della propria identità a fare da protagonisti nel teatro onirico. Che dire degli incubi? Nessun timore, in quanto il “brutto sogno” – che pure spaventa così tanto il bambino - ha una funzione positiva per la crescita: è infatti l’espressione simbolica di tutte le emozioni che turbano il bambino, ma al tempo stesso una purificazione da esse. È importante che i genitori rispondano al sentimento di terrore del piccolo con un atteggiamento di accoglienza e con le coccole che lo aiuteranno a riaddormentarsi. Se l’adulto non si spaventa di fronte all’agitazione del bambino, gli trasmette sicurezza e lo aiuta a trovare una via espressiva alle sue paure e turbamenti. Una delle cose più utili da fare il giorno seguente, è prendere un foglio di carta, dividerlo in due e disegnare con lui nella prima parte il sogno brutto e nella seconda un finale positivo diverso, in cui entrino in campo nuovi personaggi. Questo consente al bambino di sviluppare dentro di sé una soluzione al problema che il sogno tentava di risolvere attraverso la messa in campo di aspetti nuovi e potenzialità nascoste che successivamente potranno esprimersi anche nella vita diurna.

Novembre 2013 | Giovani Genitori | 49


rubriche

Salute

eco-ciclo

L’

comune). Si abbattono anche i rischi

Come funziona la coppetta mestruale, facile ed ecologica

assorbenti interni: con la coppetta

della Sindrome da shock tossico che si presentano con l’utilizzo degli mestruale, fino a ora, non è stato registrato alcun caso. Cosa bisogna sapere per scegliere bene la coppetta mestruale? In commercio se ne trovano di svariate marche, materiali, taglie, colori,

di Ilaria Martina

morbidezze e dimensioni. Per il massimo comfort, la coppetta non deve

Buongiorno, scrivo per chiedere

raccoglie il fluido mestruale. Questo

destare fastidi a livello vaginale (in

un consiglio: sento parlare molto

dispositivo femminile riserva molti

pratica non la si deve percepire) e

della coppetta mestruale, ho

vantaggi: primo fra tutti l’economici-

deve “tenere” circa 3/4 ore con uno

diverse amiche che la utilizzano.

tà, in quanto il costo può variare da

svuotamento medio ogni 4/6 ore.

Mi piacerebbe provarla perché mi

10 ai 35 euro, ma la durata nel tem-

Per le prime prove consiglio sempre

sembra di capire che ci sono molti

po è molto lunga (da 5 a 10 anni). La

di indossare un salvaslip, così da

vantaggi. Io sto ancora allattando

coppetta è ecologica e ha bassissimo

regolarsi nell’utilizzo.

e ho partorito da un anno, volevo

impatto ambientale rispetto agli

La coppetta è di facile manutenzio-

sapere se ci sono delle controin-

assorbenti usa e getta che contribui-

ne: le accortezze sono di sterilizzarla

dicazioni. Tutte le donne possono

scono all’inquinamento e sono di

prima dell’inizio della mestruazione

utilizzarla? Si può tenere tutto il

difficile smaltimento.

(basta farla bollire in acqua per

giorno? E di notte? Posso sostitui-

Praticità e comodità rendono la

cinque minuti), sciacquarla a ogni

rla completamente agli assorbenti

coppetta usufruibile anche dalle

svuotamento e saltuariamente lavar-

esterni e interni che utilizzo?

adolescenti: l’inserimento e l’utilizzo

la con del sapone neutro non aggres-

Grazie per le informazioni.

(riportato sul foglietto illustrativo)

sivo. Può essere tranquillamente

Giada

è di immediato apprendimento. Da

usata sia di giorno che di notte e,

tenere presente che è il dispositivo

come detto, va a sostituire i comuni

Buongiorno Giada,

per le mestruazioni più sano per la

assorbenti interni o esterni.

grazie della domanda, molto attuale.

fisiologia femminile, in quanto non

Le controindicazioni sono poche:

Le risponde Chiara Maria Taliano,

rilascia sostanze, né va ad assorbi-

generalmente se ne sconsiglia l’uso

ostetrica libero professionista di

re muchi vaginali che potrebbero

nelle settimane successive al parto

Alba (www.ostetricachiarataliano.it).

alterare il PH e la flora batterica

o a un intervento per via vaginale.

“La coppetta mestruale è un piccolo

normale, con il rischio di portare

Non si adatta bene all’uso dell’anello

contenitore che viene inserito in

infezioni o irritazioni (come accade

contraccettivo, ma si può usare con

vagina durante le mestruazioni e

talvolta con gli assorbenti di uso

la spirale e il diaframma.

50 | Giovani Genitori | Novembre 2013


rubriche

Soldi e diritti

La patria

potestà Diritti e doveri dei genitori nei confronti dei figli

nell’interesse dei figli, per intenderci quelle attinenti alla loro istruzione, educazione e salute (si rivolgono al Giudice Tutelare in caso di disaccordo), e la esercitano separatamente per quello che riguarda le questioni di ordinaria amministrazione.

di Francesca Galdini - Avvocato

Da ultimo, con l’entrata in vigore della legge 219/2012, ossia quella

Sono molto antiche le origini dell’isti-

Questo concetto era ispirato ai

che ha uguagliato lo status di figlio

tuto della patria potestà. Nel diritto

principi espressi dall’articolo 30

naturale a quello di figlio legittimo,

romano era inteso come il potere che

della Costituzione (“È dovere e diritto

si sono superati quelli che si possono

il pater familias esercitava su tutti

dei genitori mantenere, istruire ed

ormai considerare antichi retaggi: si

i membri della famiglia: sui figli e

educare i figli, anche se nati fuori

è abolito il concetto di potestà genito-

tutti i discendenti in linea maschile,

dal matrimonio”) e dal Codice Civile

riale e lo si è sostituito con quello di

nonché sulle figlie (con riguardo a

che racchiude in sé tutti i diritti e i

responsabilità genitoriale.

queste ultime solo fino a quando non

doveri attribuiti ai genitori affinché

L’attenzione del legislatore si è foca-

si sposavano, momento in cui lette-

favoriscano una crescita dei figli il

lizzata non più sul potere del genitore

ralmente passavano sotto il potere

più possibile sana e armoniosa.

e sul corrispondente stato di sogge-

del pater familias cui apparteneva il

Detta potestà, di fatto, consiste nel

zione del figlio, bensì sull’impegno

marito). L’intento era quello di con-

potere (diritto e dovere) dei genitori

che ciascun genitore deve assumere

servare il patrimonio familiare: era

di rappresentare legalmente il mino-

nei confronti dei propri figli.

necessario che fosse sotto il controllo

re e di amministrare i suoi beni: en-

Il rapporto genitore-figlio, in buona

di una sola persona per evitarne

trambi i genitori ne sono titolari ma,

sostanza, viene visto dalla prospetti-

l’eccessiva frammentazione e, quindi,

se uno dei due è deceduto o ha un

va del figlio: si deve avere cura di tut-

la dispersione.

impedimento temporaneo o definitivo

te le sue esigenze fino al raggiungi-

Venendo a un’epoca più recente,

(per esempio, una condanna penale

mento dell’indipendenza economica

con la riforma del diritto di famiglia

che comporti la perdita o la sospen-

e anche il genitore che non esercita

del 1975, le figure del padre e della

sione dell’esercizio della potestà)

direttamente la responsabilità genito-

madre sono state equiparate sia

l’altro la esercita in via esclusiva.

riale ha il compito di vigilare sull’ope-

per quanto riguarda i diritti sia per

Entrambi i genitori ne mantengono la

rato dell’altro, avendo naturalmente

quanto riguarda i doveri: si è comin-

titolarità anche in caso di separa-

sempre ed esclusivamente riguardo

ciato a parlare pertanto di potestà

zione e divorzio: adottano congiun-

a quello che è l’interesse preminente

genitoriale.

tamente le decisioni più importanti

del figlio.

Novembre 2013 | Giovani Genitori | 51


rubriche

Alimentazione

Un buon in tavola

pane

Non tutto il pane è uguale. Impasti, farine e gusti diversi dal principe degli alimenti portano nutrienti essenziali

Meglio il pane integrale e le farine multicereali. Pani di kamut, enkir o soia sono particolarmente adatti per lo sviluppo

di Giorgio Pulini

52 | Giovani Genitori | Novembre 2013

Olio, verdure e pane integrale.

permettono di studiare, di pensare,

La dieta mediterranea, con i suoi

di giocare, di crescere. Sono come

alimenti più importanti, migliora

il carburante per l’automobile!”.

davvero la salute. Di verdure e

Quanto pane deve mangiare un

olio sappiamo ormai molto, ma del

bambino? “I nutrizionisti rac-

pane? Saperlo scegliere è importan-

comandano di assumere una

te, soprattutto da quando anche in

porzione di carboidrati a ogni

Italia sono arrivati i pani a cassetta

pasto. Per un bambino (parliamo

che si trovano sugli scaffali dei

di età compresa fra i 4 e i 12 anni)

supermercati, morbidi, sempre

una porzione significa dai 40 ai 60

freschi, ma conservati e industriali.

grammi. Le quantità di farinacei

Perché il pane fa bene? Lo abbiamo

necessarie dipendono però dall’at-

chiesto a Laura Icardi, biologa

tività fisica e quindi dal fabbisogno

e consulente nutrizionista delle

energetico individuale. I quantita-

panetterie Delper. “I farinacei con-

tivi possono essere maggiori se un

tengono molti carboidrati - spiega

bimbo si muove molto”.

Laura Icardi -, cioè zuccheri com-

Integrale è meglio? “Se il bambino

plessi sotto forma di amido. In più,

non apprezza le fibre e i colori scu-

se sono integrali apportano fibre

ri, non forzatelo a mangiare pane

e, in misura diversa, vitamine del

di segale o integrale, si può otte-

gruppo B e magnesio. I carboidrati

nere lo stesso apporto con farine

forniscono energia all’organismo,

tipo buratto, cioè un tipo di farina


rubriche

Alimentazione

che conserva la parte nobile del tegumento, il cruschello. Oppure si possono usare cereali naturalmente più ricchi di fibra, come il grano kamut o l’enkir. Si può provare a trasformare in gioco la caccia ai semini che ci sono nel pane: semi di lino, girasole, zucca e fiocchi d’avena sono fonti perfette di Omega 3, vitamine del gruppo B, vitamina E, minerali importanti come ferro, zinco, oltre che fosforo, selenio, magnesio, potassio, fitocomposti antiossidanti e naturalmente moltissime fibre”. Il pane preparato con l’enkir, a detta di alcuni nutrizionisti, è particolarmente indicato perché ha un basso contenuto di glutine. Vero? “Sì, l’enkir è un cereale antico, le cui farine di colore giallo sono particolarmente gustose. Può essere adatto per ridurre l’esposizione al glutine nei bambini e ragazzi con predisposizione familiare a sviluppare intolleranza. Sempre in ambito di allergie e intolleranze, conviene evitare i pani che contengono latte. Se il bimbo è intollerante al glutine c’è anche il pane di soia. La soia fornisce acidi grassi essenziali che proteggono il sistema cardiovascolare (gli Omega 3), è una buona fonte di vitamine (E e B9) e di minerali (ferro e potassio), non contiene glutine e può essere anche assunta dai celiaci”. Multicereale è meglio? “Un pane multicereale integrale, con il suo sapore ricco e persistente e l’aspetto decisamente piacevole all’occhio, si fa apprezzare anche dai più piccoli e consente, in un’unica porzione, di apportare nell’alimentazione quotidiana ben sette ingredienti nobilissimi, alcuni dei quali difficilmente presenti sulle tavole moderne. C’è il grano duro e il grano tenero, ma ci sono anche il farro integrale con il suo bagaglio di fibre, vitamine e oligoelementi; la segale, difficile da far apprezzare in purezza ai bambini, ma qui ben nascosta e utile per il suo benefico apporto di lisina. Ci sono gli aminoacidi essenziali, necessari per il buon funzionamento dei muscoli, che favoriscono il metabolismo dei grassi, la costituzione di ossa e cartilagini, anticorpi ed enzimi, nonché la fissazione del calcio nella ossa. L’orzo, poco consumato, è impor-

Novembre 2013 | Giovani Genitori | 53


rubriche

Alimentazione

tante per le proprietà diuretiche,

particolarmente rapido: soprattutto

nismo. Un aiuto in questa fase può

disintossicanti, decongestionanti e

in questo momento, un’alimenta-

anche arrivare dalla lievitazione

digestive. Il grano saraceno è una

zione inadeguata può compromet-

naturale che rende i pani molto più

poligonacea ricca di ferro, zinco,

tere la crescita. Occorre aumentare

digeribili. Per le fanciulle, il ferro

selenio e antiossidanti. Il mais

il consumo di nutrienti pregiati:

è presente in tutti gli sfarinati,

infine ha un elevato contenuto di

proteine, ferro, calcio e vitamine

ma lo è in maggiore quantità nei

amminoacidi essenziali e quindi

A, C e D. I cereali contribuiscono

macinati integrali. Per il calcio è

un elevato valore biologico ed è

facilmente a questo. Le ragazze

senz’altro un aiuto la segale. Se si

fondamentale perché svolge una

necessitano di maggiori apporti di

comincia ad avere qualche scrupo-

funzione plastica di formazione dei

calcio e ferro: se nella loro alimen-

lo vegetariano (succede spesso tra

tessuti del corpo”.

tazione non c’è abbastanza calcio

gli adolescenti) il contenuto elevato

Cereali riscoperti di recente, come

alimentare, le ossa rischiano di

di lisina della segale ne fa un com-

l’enkir, il kamut e il farro sono

calcificarsi poco. Le conseguenze

ponente importante. La lisina è un

molto più ricchi di proteine vegetali

non si vedono subito, ma quando

aminoacido essenziale, che con la

del frumento tradizionale. “Questo

saranno grandi ed entreranno in

vitamina C, forma la L-carnitina,

apporto non è da sottovalutare.

menopausa correranno un rischio

un biochimico che permette al

Pensiamo alla merenda di scuola,

di osteoporosi. Allo stesso modo,

tessuto del muscolo di usare più

dove è difficile portare e conservare

l’inizio del ciclo mestruale fa

efficientemente l’ossigeno, miglio-

altre fonti di proteine fresche”.

aumentare la richiesta di ferro, la

rando la tolleranza allo stress, il

cui carenza può portare ad anemie.

Adolescenza e alimentazione

metabolismo dei grassi. Ha anche

Una ragazza anemica si stanca più

un effetto anti-fatica.

facilmente e non riesce ad affronta-

Poi la lisina entra nella composi-

L’alimentazione degli adolescen-

re bene gli impegni della vita. Du-

zione del collagene, la proteina

ti merita qualche precisazione.

rante l’adolescenza si ribadisce con

fibrosa che costituisce le ossa,

“Questa fase della crescita – spiega

maggior forza l’importanza delle

le cartilagini e gli altri tessuti

la biologa Laura Icardi - è carat-

farine integrali e multicereali e

connettivi; favorisce la formazione

terizzata da rapidi cambiamenti

l’importanza dell’uso dei semi, che

di anticorpi, ormoni (come quello

fisiologici ed è un’età particolar-

sono sempre preziosi per l’apporto

della crescita) ed enzimi, è inoltre

mente delicata anche da un punto

di micronutrienti. Cereali come

necessaria allo sviluppo e alla

di vista nutrizionale. Intorno ai 12

kamut, enkir e soia possono contri-

fissazione del calcio nelle ossa e

anni per le ragazze e intorno ai

buire all’elevata richiesta proteica

nella sintesi della cheratina, pro-

13 per i ragazzi, l’accrescimento è

senza appesantire il giovane orga-

teina base di unghie e capelli”.

54 | Giovani Genitori | Novembre 2013


rubriche

Alimentazione

Un pane dolce ma non troppo, delicatamente speziato e perfetto per la colazione. Piace ai bambini perché si strappa con le mani

Pan di zucca

di Michele Brosio

Ingredienti

Preparazione

superficie infarinata: con un matta-

Per la pasta:

Preparate l’impasto mescolando

rello stendetelo in un rettangolo di 30

450 gr di farina

farina, zucchero, lievito e sale in una

x 50 cm circa. Spennellate il rettan-

55 gr di zucchero di canna

ciotola. Intiepidite il latte, aggiun-

golo di pasta con il burro e spolverate

una bustina di lievito secco

getevi il burro e mescolate fino a

con lo zucchero speziato.

attivo o un cubetto di lievito

quando sarà completamente sciolto.

Con una rotella per la pizza (o un

fresco

Aggiungete il latte e burro, la zucca,

coltello affilato) tagliate la pasta in

mezzo cucchiaino di sale

la vanillina e le uova al composto di

sei lunghe strisce di circa 5 cm di lar-

50 gr di burro

farina e mescolate fino a ottenere una

ghezza. Impilate le strisce una sopra

60 ml di latte intero

pasta di consistenza elastica ma non

l’altra e tagliatele in sei sezioni di pa-

150 gr di purè di zucca

troppo compatta (se necessario ag-

sta “impilata”. Imburrate uno stampo

1 bustina di vanillina

giungere un po’ di farina). Trasferite

da plum-cake e adagiatevi i pacchetti

2 uova, a temperatura

l’impasto in una ciotola leggermente

di pasta. Ricoprite lo stampo con un

ambiente

unta e lasciate lievitare - lontano da

canovaccio e lasciate lievitare nuova-

Per il ripieno:

correnti d’aria - per un’ora circa, fino

mente per una mezzora abbondante.

40 gr di burro

a quando avrà raddoppiato il suo

Cuocere in forno già caldo a 180° C

200 gr di zucchero

volume. Nel frattempo mescolate

per 30-35 minuti, o fino a quando

2 cucchiaini di cannella

zucchero e spezie in una ciotola e fate

raggiunge un bel colore marrone

un pizzico di noce moscata

sciogliere il burro a bagno maria.

dorato: il dolce è pronto per essere

mezzo cucchiaino di zenzero

Trasferite l’impasto lievitato su una

strappato!

Novembre 2013 | Giovani Genitori | 55


rubriche

Slow Food

La festa dell’ in Condotta

Orto

Protagonista di quest’anno è il formaggio

di Davide Ghirardi L’11 novembre torna in tutta Italia

no in omaggio un poster illustrato

laboratori di cucina in cui si prepa-

la festa nazionale dell’Orto in Con-

da Cinzia Ghigliano dedicato a tre

reranno ricette a base di formaggio.

dotta, giunta alla sesta edizione. Il

presidi Slow Food (il Bitto storico,

E poi, spazio alla creatività di ogni

tema della festa, individuato dall’uf dall’uf-

il Cacioricotta del Cilento, il Fiore

scuola e di ogni Condotta Slow Food

ficio educazione di Slow Food,

Sardo dei pastori) e risponderanno

nel mettere a punto nuove idee.

diventa il fil rouge su cui lavorare

alla domandona del giorno. Inoltre,

L’Orto in Condotta, anche in questa

durante tutto l’anno scolastico:

ogni classe potrà arricchire il menu

occasione, si rivela uno strumento

tema di quest’anno è il formaggio

della giornata con altre iniziative:

didattico innovativo, che educa i

(tributo all’edizione di Cheese),

alcuni inviteranno un pastore o un

bambini a scoprire il piacere del

mentre l’anno scorso era la frutta.

casaro in classe per conoscere me-

cibo, al valore della biodiversità e

Alla festa del 2012 avevano parteci-

glio questi nobili mestieri, altre re-

al rispetto dell’ambiente attraverso

pato oltre 9.000 bambini prove-

altà organizzeranno un laboratorio

il rapporto diretto con la terra. Il

nienti da 429 classi delle scuole

del gusto con formaggi locali, altre

progetto nasce a scuola ma coinvol-

dell’infanzia, primarie e secondarie

classi produrranno a scuola il burro

ge le famiglie e tutta la comunità

di primo grado di tutta Italia.

partendo dalla panna e sbattendolo

locale (esperti, artigiani, produttori

Quest’anno le scuole con i 467 orti

in una bottiglia o il formaggio con

e chef), crea ponti tra culture e

scolastici aderenti alla rete di Slow

una vera e propria esperienza di

generazioni con il coinvolgimento

Food si cimenteranno la mattina

caseificazione. In qualche località

dei nonni “ortolani” e rappresenta

con i giochi enigmistici e gli indo-

ci sarà, nel pomeriggio, il coinvolgi-

uno strumento per conoscere il

vinelli del quaderno “Giochiamo in-

mento delle famiglie con una festa

territorio, i suoi prodotti e le ricette.

sieme con il formaggio”, riceveran-

nel cortile della scuola oppure con

Si viene così a creare una vera e

56 | Giovani Genitori | Novembre 2013


rubriche

Slow Food

SCuoLA DeLL’iNfANziA LA gABBiANeLLA

propria Comunità dell’apprendimento. L’Orto in Condotta è collegato con la rete mondiale degli orti Slow Food, dagli antesignani Edible School Garden ai nuovi arrivati Mille Orti in Africa, e dialoga online attraver attraverso il social network Grow the Planet.

Congresso Slow Medicine Scegliere con saggezza: perché fare di più non significa fare meglio. Si svolge a Torino il 29 e 30 novembre il Congresso Nazionale di Slow Medicine, per una medicina sobria, rispettosa, giusta: più attenta alla qualità degli interventi, più vigilante sui rischi di sprechi e di inter interventi non appropriati, più vicina alle esigenze dei malati e dei loro familiari. L’evento inizia il pomeriggio del 29 novembre nelle enoteche, nei bar e nelle pasticcerie di San Salvario con momenti di incontro sui temi della medicina slow (e la partecipazione agli incontri è aperta a tutti). Il congresso si svolge invece sabato 30 novembre nella Sala del Piccolo Regio, per iscriversi al congresso o per maggiori informazioni: www.slowmedicine.it.

Novembre 2013 | Giovani Genitori | 57


rubriche

Zona verde

Facciamo uno

spaventapasseri di Marta Vitale Per creare un bello spaventapasseri

rati sono perfetti. Per iniziare serve

nissimo, meglio se spaiati, colorati

autunnale non è necessario un

una canna di bambù di circa tre

e fantasiosi.

campo di grano dorato o un orto

metri, da cui si ricavano due pezzi,

Lo spaventapasseri sta prendendo

baciato dal sole, con i pomodori

uno di 1,2 metri di lunghezza e l’al-

forma ma non ha ancora la testa. La

e gli zucchini pronti per essere

tro di 1,8. Anche due vecchi manici

si può realizzare riempiendo una

raccolti. Il pupazzo “tutto paglia”

di scopa o del legno di recupero

federa con la paglia, disegnando la

rende colorati e allegri giardini e

vanno benissimo, basta rispettare

faccia con pennarelli, bottoni per

balconi, orti e terrazzi nei mesi

le misure indicate. Incrociate la

gli occhi e dei fili per la bocca. O

freddi, “custodendo” accuratamente

metà più corta a circa 30 cm dalla

con un bottiglione di plastica per

semi e semini in attesa della nuova

cima di quella più alta e legate

l’olio o il vino, in questo caso avrà

primavera.

insieme i due pezzi con dello spago,

anche il collo!

Lo spaventapasseri fai da te

con una legatura salda e robusta.

Tocco finale: i capelli, da applicare

autunno-inverno deve sfidare fred-

Collocate sullo “scheletro” costruito

per esempio con la colla a caldo.

do e umidità: è dunque opportuno

una vecchia camicia, idealmente

Riccioli di lana corti o lunghe trecce

attrezzarlo con una bella “testa”

a quadri, quindi imbottite usando

di lana? Ora lo spaventapasseri è

impermeabile, eventualmente

paglia, foglie secche, stracci o carta

pronto per essere posizionato in

proteggerlo con un grande cappello

di giornale. Per creare le mani, si

balcone o in giardino e non scorda-

che rimanga ben saldo e che non

infilano dei guanti all’estremità

tevi di dargli un nome!

faccia colare pioggia e neve sull’in-

del lato corto fissandoli bene con

Queste sono le misure per un

freddolito ometto!

elastici o spago.

grande spaventapasseri da orto

La ricerca dei vestiti può essere

Si passa poi a infilare un vecchio

e da giardino, ma se ne possono

una caccia al tesoro tra i vecchi

paio di pantaloni, da imbottire ben

costruire anche di più piccolini per

bauli della soffitta o armadi di casa

bene e legare in due punti, in fondo

il balcone, utilizzando spiedini, pic-

: camicioni oversize, cappello fuori

e in vita: ecco le gambe! Per i piedi

coli bastoni in legno o gli stecchini

moda o pantaloni arditamente colo-

due calzini imbottiti andranno be-

del ghiacciolo.

58 | Giovani Genitori | Novembre 2013


rubriche

Zona verde

Minerali

inorganici e organici

sumate crude. La cottura, così come le lavorazioni industriali, superate determinate temperature, distrugge e riduce drasticamente il corredo vitaminico, provoca la perdita degli enzimi e degli elementi antiossidanti e muta irrimediabilmente la maggior parte dei minerali organici in inorganici. Il corpo umano non è in grado di sintetizzare i minerali e

di Mario Bettas Valet

non è in grado di utilizzare minerali inorganici. I frammenti inorganici

Come si sa abbiamo bisogno, per

tazione nella forma organica, anche

sono espulsi e, se accumulati in

vivere in salute, di assumere quoti-

detta colloidale (piccolissime par-

eccesso, possono causare gravi pro-

dianamente vari minerali.

ticelle in grado di restare sospese

blemi di salute. I depositi di minerali

I minerali utili sono suddivisi in

in una soluzione). In natura siamo

inorganici sono la causa diretta di

macroelementi (il cui fabbisogno

circondati dai minerali inorganici,

numerose patologie gravi, legate alla

giornaliero è superiore a 100

si trovano nella terra e nell’acqua

calcificazione delle arterie (fossi-

milligrammi, come calcio, fosforo,

in grandi quantità, inadatti però al

lizzazione e indurimenti dei vasi

magnesio, potassio, cloro, sodio) e

fabbisogno umano. Come possia-

sanguigni) e di disfunzioni che coin-

microelementi (il cui fabbisogno

mo assumere i minerali organici?

volgono i tessuti e le articolazioni.

giornaliero è inferiore a 100 milli-

Molto semplicemente mangiando in

Lo smaltimento dei minerali affatica

grammi, come ferro, rame, zinco,

abbondanza frutta e verdura cruda,

il corpo e causa un notevole dispen-

fluoro, iodio, sodio e selenio).

uniche fonti dei preziosi minerali

dio di forze vitali. L’assunzione di

Sono molteplici le funzioni che svol-

colloidali.

minerali inorganici attraverso i cibi

gono i minerali per il nostro corpo. Il

Il mondo vegetale è in grado,

cotti è una delle concause, insieme

calcio, per esempio, svolge compiti

attraverso la fotosintesi di plasmare

alla perdita degli enzimi e delle

sia strutturali che attività regola-

i minerali e renderli biodisponibili.

vitamine presenti e intatte nel cibo

trici. Alcuni, come lo zinco, sono

Il mondo animale è incapace di pro-

crudo che attivano la leucocitosi

importanti per l’attività enzimatica

durli da solo: così arrivano le piante

digestiva, cioè una risposta del siste-

e per il corretto funzionamento

in simbiosi perfetta e una sintonia

ma immunitario all’ingestione del

degli ormoni. Nel sangue, invece,

che nessun cibo industriale, raffi-

cibo cotto, ritenuta fisiologica dalla

è indispensabile l’apporto del ferro

nato, omogeneizzato, pastorizzato

medicina convenzionale anziché

per il trasporto dell’ossigeno. Senza

o concentrato, nessun integratore

patologica. Lo dimostrano gli esperi-

non potremmo vivere.

potrà mai sostituire o riprodurre.

menti di Paul Kouchakoff nel 1930:

Necessari alla vita cellulare, devono

Per mantenere intatte le proprietà,

nessun cibo crudo innesca una

essere assunti attraverso l’alimen-

frutta e verdura devono essere con-

reazione del sistema immunitario.

Novembre 2013 | Giovani Genitori | 59


rubriche

Close up

Guardiamo il al Xké

buio

La prima mostra tematica aperta a tutti nello science center cittadino

Cos’è il Xké Imparare la scienza “hands on”, mettendo le mani in pasta per poi riflettere e ragionare su quanto è accaduto. La filosofia che anima “Xké, il Laboratorio delle curiosità” è all’avanguardia e non ha nulla da invidiare ai più prestigiosi musei scientifici nazionali e internazionali,

Buio, luce e ombre magiche: la

luminoso, per approdare all’eclisse

prima mostra temporanea di Xké?

di Luna, allo spazio animato da

è aperta a tutti, adulti e piccini, ol-

stelle, dove vive la notte infinita. La

treché naturalmente alle scuole. La

mostra è aperta fino al 20 dicem-

mostra è un’avventura spettacolare

bre, poi si trasformerà in exhibit

e creativa che tocca arte, letteratu-

inserito nei percorsi espositivi per

ra ed emozioni. Si visita lasciando-

le scuole.

si coinvolgere dalle postazioni, da-

terra e ombre e luci dallo spazio, attraversando il buio della Caverna di Platone, la storia e la natura della luce, le ombre rivelatrici di forme, lo spettro, l’inquinamento

60 | Giovani Genitori | Novembre 2013

printing scientifico avviene tra i 4 e i 12 anni: è questa l’età migliore per stimolare la vocazione scientifica. Come farlo? Libri, spiegazioni e scuola sono importanti, ma quello che prorimentazione in prima persona.

e dai laboratori proposti dai Tutor. il visitatore in ombre e luci dalla

a misura di bambino. L’im-

prio non deve mancare è la spe-

gli esperimenti, dalle suggestioni Pannelli esplicativi accompagnano

con il plus di essere progettata

Xké è un valido aiuto: propone

Xké, il Laboratorio delle Curiosità Via Gaudenzio Ferrari, 1 Torino www.laboratoriocuriosita.it Tel. 011 8129786

laboratori, esperimenti e giochi che stimolano la curiosità, diverte e stupisce accendendo in grandi e piccini il desiderio di sapere e di capire.


rubriche

Close up

Giochi intelligenti in

formato App

Due proposte adatte ai bambini, per stimolare le capacità logiche, divertire e garantire un po’ di pace in casa di Renato Rolando

Word Of Goo

Concepito con un gradiente di

In questo simpatico giochino l’aspi-

Continua la migrazione di bellissimi

difficoltà leggero ma inesorabile, con

rante hairdresser ha a disposizione

giochi storici sul fronte del telefoni-

una grafica inconfondibile, non potrà

sei persone decise a farsi pettinare

no: questa volta è il turno di Word of

che conquistare chiunque si avvi-

i capelli nei modi più disparati,

Goo, della 2d Boy, minuscola softwa-

cini. Disponibile anche in versione

pronte a emettere versi di giubilo

re house pluripremiata per questa

demo con pochi livelli “di assaggio”,

o di sconforto. Potete anche far

prima app presente ormai ovunque.

ha un prezzo più che interessante:

ricrescere i capelli con l’esclusiva

Il gioco, all’apparenza banale,

Android 1,99 euro; Apple (purtroppo

pomata G.R.O.W., un prodotto

consiste in una manciata di pallini,

decisamente più caro) 4,99 euro.

che auspichiamo arrivi presto nel mondo reale.

i Goo, da trasportare dal posto A al posto B rispettando le normali leggi

Toca Hair Salon 2

Alla fine della messa in piega, dopo

fisiche del nostro pianeta. Da questo

Spesso e volentieri il più grande so-

aver dato un ritocco allo stile del

presupposto si scatena il mondo

gno delle bimbe è giocare a pettinare

personaggio con i nastrini, si può

dei Goo, che possono avere fogge e

la mamma. Se siete mamme e siete

fare una foto ricordo. Il giochino, pro-

caratteristiche diverse e che interagi-

stufe di girare per casa con i capelli

vato sull’iPhone, è delizioso. Il costo

scono con l’ambiente pieno di mostri,

cotonati o le treccine, arriva in vostro

oscilla da piattaforma a piattaforma e

abissi e altri ostacoli sul percorso.

aiuto Toca Hair Salon 2.

sta attorno a 1,50 euro.

Novembre 2013 | Giovani Genitori | 61


rubriche

Close up

Planes

African Safari 3D Arriva questo mese sugli schermi italiani African Safari 3D, spettacolare documentario diretto da un grande esperto di animazione

di Mario Bettas Valet

e immagini tridimensionali, già autore di Le avventure di Sammy e Sammy 2 – la grande fuga, il regista belga Ben Stassen. Il film ripercorre, attraverso la macchina da presa e con l’ausilio di sequenze straordinarie, un grandioso viaggio nell’Africa sub sahariana da est a ovest, dall’oceano Atlantico della NaPlanes è il nuovo lungometraggio

camioncino adibito per il trasporto

d’animazione della Walt Disney. Se

della benzina, che lavorano nella

con Cars – Motori Ruggenti la Pixar

stazione di servizio della cittadina,

aveva emozionato i bambini di tutto il

decide di cambiare vita e realizzare il

mondo raccontando la storia e i sogni

suo sogno. Dopo aver ricevuto lezioni

dell’automobile Saetta McQueen, ora

di volo e preziosi consigli per solcare

la Disney ci riprova umanizzando un

i cieli da Skipper Riley, un vecchio

aereoplanino desideroso di cimen-

Corsair della marina ormai in pensio-

tarsi in spericolate acrobazie e sfide

ne, si iscrive alla più grande gara per

aeree.

aerei del mondo, la Wings Around

Il protagonista è Dusty, un piccolo

the World, a cui prendono parte dei

aereo con la paura di volare. Abituato

veri i propri acrobati dell’aria.

ai lavori agricoli, il simpatico Dusty

Armato di coraggio Dusty si ritrova

sogna di diventare un giorno il più

così a sfidare dei veri funamboli

veloce e temuto aereo da competizio-

dell’aria: Ripslinger, El Chupacabra,

ne di tutto il mondo. Timoroso e in-

Ispani, Bulldog, Ned and Zed, Bravo e

consapevole delle sue reali capacità,

Echo. Messo alla prova, il giovane ae-

l’aereo a elica passa le sue giornate

roplano monoelica saprà farsi valere.

a volare e a svolgere mansioni legate

Planes, secondo lungometraggio di

all’agricoltura, come spruzzare ferti-

Klay Hall, è adatto a un pubblico di

lizzanti su enormi campi coltivati. Ma

piccolissimi. Anche i grandi potranno

un giorno, supportato dai suoi amici

apprezzare: indicato soprattutto a chi

Dottie e Chug, un montacarichi e un

ha amato Cars e il suo sequel.

62 | Giovani Genitori | Novembre 2013

mibia fino alla cima innevata del Kilimangiaro. Ricco di immagini suggestive e scenari naturali mozzafiato, il lungometraggio racconta dei leoni impegnati nell’inseguimento delle loro prede, degli elefanti alle prese con il bagno sulle sponde del fiume Okavango, dei pipistrelli di Kansaka e della loro migrazione, la più grande al mondo. Quella firmata da Stassen è un’opera emozionante che immerge lo spettatore, grazie al sapiente uso della tecnologia tridimensionale, nella moltitudine degli ecosistemi del continente nero, nei suoi ambienti unici abitati da animali selvaggi. African Safari 3D è un documentario per tutta la famiglia, in grado di incantare e meravigliare gli occhi di grandi e piccini.


Double

rubriche

Close up

Face

Perché le lingue sono importanti: impariamo con le storie • Ovvero come sboc-

• Questa è una favola

cia l’amore tra due

per bambini delle

esseri completamen-

materne e delle ele-

te diversi: il segreto è

mentari, in inglese e

il sorriso. Declinato in sei lingue.

in italiano, per impa-

IL DRAGO E LA COCCINELLA

rare amicizia, amore e giustizia.

di MariaTeresa Nuzzi

IL MAGO DEI GATTI E IL CANE

illustrazioni di Ilaria Urbinati

MASCHERATO

Adnav – 12,50 euro

di Paola Capitani illustrazioni di Chiara Capitani

• Tante rime,

Mini recensioni

Sarnus – 4,50 euro

filastrocche e

Alessandro, 7 anni

illustrazioni per

• Dal concorso let-

“This is my family!

insegnare ai bimbi

terario: foto e rac-

Ho imparato un po’ di

da 3 a 6 anni i

conti per adulti e

inglese grazie a Giacomo,

numeri, le verdure, le ore in inglese.

ragazzi, in italiano

ma in piscina ho ancora

RHYMES VERSUS RHYMES

e in francese, sulla

paura a tuffarmi. Mica

di Fausta Longato

sono Scaglia, io!”

Il Ciliegio – 10 euro

convivenza uomo - fauna selvatica. LUPUS IN FABULA a cura di Fondation Grand Paradis

GIACOMO & SCAGLIA

Priuli & Verlucca – 19,50 euro

E LA PAURA DELLA

• Una fiaba che

PISCINA

arriva da Haiti,

di Daniela Barbato

raccontata dai

• Insieme a Cat and

illustrazioni di Ilaria

bimbi di un campo

Mouse si curiosa

Urbinati – Adnav

estivo di Port au

nel mondo animale,

12,50 euro

Prince per l’Università Cattolica. Tre

imparando nomi e

amici costruiscono tre case vicino

di Alice Quaglino www.anobii.com/giovanigenitori

pronuncia inglesi

all’oceano... In italiano e francese.

grazie al cd allegato e alle divertenti

IL MAIALE, L’ANATRA E LA

illustrazioni.

FARAONA

MEET THE ANIMALS!

di Graziella Favaro

di Stéphane Husar, Loïc Méhée

illustrazioni di Patrizia La Porta

illustrazioni di Silvia Aimar

Carthusia – 9,50 euro

Curci – 13,90 euro

Novembre 2013 | Giovani Genitori | 63


rubriche

Close up

autunno

L’ caldo dell’arte

contemporanea A un anno e quasi cinque

Karin Gavassa - Curator blog: http://paneciliegia. wordpress.com/

64 | Giovani Genitori | Novembre 2013

Inizia a novembre a Torino il

concentrano infatti inaugurazioni,

momento migliore per godersi e

fiere istituzionali e off, progetti

scoprire i linguaggi della con-

speciali.

temporaneità, tra mostre e fiere.

Dà il via la fiera ormai conosciuta a

Un’occasione per lasciarsi stupire

livello internazionale, Artissima e

e coinvolgere con i più piccoli, in

una serie di eventi in tutta la città:

spazi spesso non convenzionali

l’accensione delle Luci d’artista,

come le storiche arcate dell’ex-MOI

la Notte delle Arti contempora-

(Mercati Ortofrutticoli all’Ingrosso)

nee (sabato 9 novembre) ovvero

in Borgo Filadelfia, la Ex Manifat-

l’occasione per appassionati e sem-

tura Tabacchi in Regio Parco, le vie

plici curiosi di vivere lo Speciale

della nostra città. Anche gli orari si

Autunno 2013 di ContemporayArt

adeguano, con aperture serali e più

Torino Piemonte oltre il consueto

flessibili.

orario di visita, con tante possibilità

Una settimana intensa in cui sce-

di andare in giro per la città durante

gliere il proprio percorso, con pas-

tutta la serata (per info: contempo-

seggino o zaino in spalla, mentre si

rarytorinopiemonte.it).

passeggia o alla scoperta di nuovi

Tra le manifestazioni, Paratissi-

luoghi (decentrati) dedicati all’arte.

ma giunge quest’anno alla nona

Dal primo weekend di novembre si

edizione e si svolge all’ex-MOI in


rubriche

Close up

via Giordano Bruno 181. Mostre,

rivoluzione (5 novembre 2013 – 2

per “vederla” bisognerà trovarsi

musica, eventi speciali dal 6 al 10

febbraio 2014), una personale de-

di fronte alla Fondazione con uno

novembre, in cui sono protagonisti

dicata all’artista che rappresenta il

smartphone e fotografare i venti QR

fashion design, pittura, fotografia,

padiglione cileno alla 55 Esposizio-

posizionati sulla sua facciata.

grafica e illustrazione. E per i più

ne Internazionale d’Arte di Venezia

Appena fuori città, al Castello di

piccoli c’è Parakid’s, un insieme

e artista scelto per l’edizione 2013

Rivoli Museo d’Arte contemporanea

di attività dedicate ai più piccoli

della rassegna Luci d’Artista.

viene premiata Marinella Senatore,

che vivono, studiano, giocano o si

Anticipano di alcuni giorni l’inau-

vincitrice della Borsa per Giovani

trovano a percorrere le strade del

gurazione delle mostre che ci ac-

Artisti Italiani, con il progetto

quartiere di Borgo Filadelfia.

compagneranno durante la stagione

Costruire comunità negli spazi della

Per continuare con i superlativi

invernale la Fondazione Sandretto

Manica Lunga (fino al 6 gennaio):

assoluti, dal 7 all’10 novembre si

Re Rebaudengo (via Modane 16,

coinvolgendo il pubblico, l’artista

svolge Photissima Art Fair (photis-

fsrr.org) che inaugura due mostre:

cerca “di mettere in atto uno scam-

sima.it) in cui espongono gallerie,

Soft Pictures (23 ottobre - 23 marzo

bio affettivo, che passa di storia in

scuole, enti no profit, archivi, negli

2014) che pone al centro il tessuto

storia”. Il racconto stesso diventa

spazi della dismessa Ex Manifattura

come materiale e antiche tecniche

scambio e spesso si costruisce una

Tabacchi.

per lavorarlo, in cui si fondono fun-

situazione di laboratorio aperto,

La Fondazione Merz (via Limone

zione e decorazione, design e arte,

dove chi lavora impara qualcosa e

24, fondazionemerz.org) ospita Al-

tradizione e modernità e A Linking

lo porta con sé: un ottimo modo per

fredo Jaar. Abbiamo amato tanto la

Park (23 ottobre - 12 gennaio 2014):

avvicinarsi all’arte contemporanea.

Novembre 2013 | Giovani Genitori | 65


rubriche

Close up

Artissima per bambini

Attività e laboratori molto coinvolgenti di Brunella Manzardo C’era una volta una Fiera Internazio-

Fiera si è tradotto anche nell’accoglie-

elementi naturali “presi a prestito”

nale, Artissima, che riuniva galleristi

re attività a misura di famiglia, grazie

da opere di artisti, contemporanei e

di tutto il mondo per accogliere i

alla partnership con ZonArte: il net-

non. Un’installazione che si espan-

collezionisti in raffinati stand, dove

work sostenuto dalla Fondazione per

derà nello spazio e sulle pareti, come

presentare e vendere il meglio della

l’Arte moderna e contemporanea CRT

a definire un particolare e curioso

produzione artistica contemporanea.

che riunisce i Dipartimenti Educazio-

erbario verticale.

Oggi, passati venti anni dalla prima

ne delle principali istituzioni dell’arte

Inoltre, grazie alla collaborazione con

edizione, Artissima c’è ancora, si

contemporanea del Piemonte. Nell’a-

Nikon, sono proposti per la prima

svolge all’Oval Lingotto, è tutto

rea Musei in mostra ad Artissima,

volta workshop fotografici, come

questo ma molto di più: nel tempo

ZonArte propone a visitatori grandi

Visioni multiple: con la guida del

è cresciuta e si è trasformata, per

e piccini un ricco programma di

Dipartimento Educazione del Castello

la gioia degli appassionati d’arte.

attività e laboratori coinvolgenti, per

di Rivoli, bimbi e ragazzi di tutte le

Pur mantenendo la sua vocazione

tutta la durata della manifestazione. I

età possono muoversi liberamente

commerciale, è diventata un punto di

temi e gli spunti sono tanti, si spazia

in Artissima, per catturare le proprie

riferimento culturale per l’autunno

dal paesaggio, alla relazione, al

foto della Fiera. Riunite in un’unica

torinese: un luogo di aggregazione e

nutrimento (del corpo e della mente),

composizione, diventeranno un alle-

un catalizzatore di eventi intorno a

sempre in riferimento ai linguaggi

stimento che restituirà punti di vista

cui ruota un mese dell’arte contem-

dell’arte contemporanea, come è nel

differenti in relazione alle diverse

poranea fitto di appuntamenti.

DNA di ZonArte che nasce appunto

altezze dei giovani fotografi. ZonArte

Visitare Artissima con la famiglia è

per favorire l’incontro tra il pubblico

in Artissima è peraltro un program-

per certi versi un’impresa, come per

e l’arte del tempo presente, dentro

ma molto ampio, che comprende

tutte le grandi manifestazioni, ma ne

e fuori dai musei. Piacerà molto ai

anche azioni performative di danza

vale la pena: è un luogo sorprendente

bambini Mangiare la foglia: grande

e teatro, conversazioni con artisti e

e sempre originale che trasmette

workshop collettivo non stop, a libero

molto ancora.

infiniti stimoli. Negli ultimi anni in

accesso, dove ognuno può contribuire

www.zonarte.it

particolare, il carattere “social” della

alla composizione di un puzzle di

www.artissima.it

66 | Giovani Genitori | Novembre 2013


Gli

appuntamenti di novembre

...anche su la nostra newsletter settimanale www.giovanigenitori.it www.facebook.com/giovanigenitori

a cura di Alice Quaglino

Spettacoli

Cultura

Attività

Sagre

DATA APPUNTAMENTO PAGINA

11 novembre

ITER A Caval Teatro...

70

1° novembre

Misteri alla Manta

Uno, due, riciclo | M’ami

78

Bosco, masche e... teste di rapa! 77

75

16 novembre

Acrostici e crostacei a Rivoli

73

2 novembre

Jack e zucche | Palazzo Madama 72

Mamma Cult Museo del Cinema 74

3 novembre

Domenicamattinateatro

68

Il racconto delle antiche mura 74

Kamishibai | MAO

72

17 novembre

Renoir alla GAM

72

Giulio Coniglio... a castagne

77

Impromix al Cecchi Point

76

Lo svago e il pensiero a Collegno 69

Visite a La Fabbrica dei Suoni 75

5 novembre

Incontro Luna di Latte

79

18 novembre

Bambini e medicine | M’ami

79

7 novembre

Spazio creativo a Miradolo

73

19 novembre

Rel/Azioni | Fabbrica delle E

79

Fiera di San Martino a Viù

80

20 novembre

Baby Blues: ormoni?

79

8 novembre

Allattamento e vita quotidiana 79

23 novembre

Twiribò | TRG

68

9 novembre

Antartica e Piter Pan | TRG

68

Merenda Reale a Palazzo Reale 76

Notte al WIMU

76

Sagra dei Puciu a Trinità

80

La mattonella medievale

73

24 novembre

La Bottega delle Storie

70

Libridi

76

Il Ristorantino di GG

44

Lights on the bus

77

Una sorpresa per Natale

78

10 novembre

Cinema con bebè

74

Le Figure dell’Inverno

71

Un sipario tra cielo... a Borgo

70

Domeniche FSRR

75

Animazioni su pellicola

73

1° dicembre

La Gatta Cenerentola

69

La Mela e dintorni a Caprie

80

Grooming Day di Natale

77

Ma che bel castello a Vercelli 75

2 dicembre

SOS compiti

79


e v e n t i

Spettacoli

Spettacoli

fondazione. A novembre: il 3 salgono sul palco la gabbianella e il gatto, come da favola di Sepùlveda; il 10 Officina per la Scena narra

Novembre TRG!

teatrali a cura di Luigina

la storia della straordinaria

Alla Casa del Teatro

Dagostino per bimbi da 7

Pippi e dei suoi amici; il

Ragazzi e Giovani di Torino

anni; prosegue l’attività

proseguono gli spettacoli

creativa per bimbi da 6

per bimbi: in Sala Grande

a 10 anni Il Sabato dei

Sabato 23 e 30 novembre,

mente tratto da Cappuc-

arriva in scena il Piter

Ragazzi; partono i lab di

ore 21

cetto Rosso, con un lupo

Pan di Stilema, metafora

storie e cucina teatrale dei

Domenica 24 novembre e 1°

sensibile e amicone; il 24

della vita e delle figure

Cuochivolanti, da 6 anni.

dicembre, ore 16.30

Il Dottor Bostik / Unotea-

adulte che la popolano;

Accessibile a 4 ruote.

TWIRIBò (Sala Grande -

tro si ispirano a Pierino

da 5 anni)

e il lupo per “mettere in

in contemporanea in Sala

CUCINA TEATRALE

17 c’è uno spettacolo di Coltelleria Einstein libera-

Piccola Onda Teatro pro-

Sabato 9 e 23 novembre,

pone l’avventuroso viaggio

ore 15.30

Sabato 30 novembre, ore

in legno. Anticipazione di

dell’esploratore Shackleton

IL SABATO DEI RA-

16.30 e ore 21

dicembre: il 1° arrivano a

verso l’Antartide; ci sono

GAZZI

Domenica 1° dicembre, ore

teatro baracca e burattini

musica” le loro marionette

15.30 e ore 17.30

di Oltreilponte Teatro con

Olivia in Twiribò per riflet-

Sabato 9 e 16 novembre,

SAREBBE BELLO

una fiaba sulla crescita e la

tere su un mondo sosteni-

ore 21

(Sala Piccola - da 6 anni)

fiducia in sé. Con aperitivo

bile (e il 24 con l’acquisto

Domenica 10 e 17 novem-

del biglietto si sostiene

bre, ore 16.30

Casa del Teatro Ragazzi

unico 5 euro, ogni cinque

l’Ong Cifa in occasione del-

A PROPOSITO DI PITER

e Giovani

biglietti acquistati uno è in

la Giornata Mondiale dei

PAN (Sala Grande - da 3

Corso Galileo Ferraris, 266

omaggio.

Diritti dei Bambini); infine

anni)

Torino

poi le acrobazie di Milo e

a cavallo tra novembre e dicembre Il Dottor Bostik

Sabato 9 e 16 novembre,

ci offre uno spettacolo per

ore 21

narratrice e oggetti anima-

Domenica 10 e 17 novem-

ti, una visione di speranza

bre, ore 16.30

e di cambiamento. Costo: 9/8 euro adulti, 6 euro fino

pre-spettacolo. Costo: posto

Tel. 011 19740280

Domenica 3 novembre,

www.casateatroragazzi.it

ore 11 LA GABBIANELLA E IL GATTO (da 4 anni)

ANTARTICA (Sala Piccola

Assemblea domenica

- da 10 anni)

Assemblea Teatro propone

Domenica 10 novembre, ore

le sue Domenicamattina-

10 e ore 11.30

a 12 anni. Tempo di corsi da TRG!

Sabato 16 e 30 novembre,

teatro all’Agnelli di Torino

PIPPI CALZELUNGHE

Ci sono tanti laboratori

ore 15.30

nel ventennale della sua

(da 3 anni)

68 | Giovani Genitori | Novembre 2013


e v e n t i

Spettacoli

Domenica 17 novembre, ore 11 CAPPUCCETTO ROSSO E IL LUPO SOLITARIO (da 5 anni) Domenica 24 novembre, ore 11

i palloncini e le domande

HO VISTO IL LUPO

dei bimbi nello spettacolo

(da 3 anni)

di Assemblea Teatro. Entrambi consigliati da 3

Domenica 1° dicembre,

anni in su.

ore 11

Ingresso unico a 5 euro.

LA GATTA CENEREN-

Per i papà e le mamme,

TOLA

inoltre, c’è una interes-

(da 5 anni)

sante programmazione parallela ma serale sia a

Teatro Agnelli - via Paolo

Collegno che a Cantalupa

Sarpi, 111 – Torino

(per date e orari consultare

Assemblea Teatro,

il sito).

tel. 011 3042808 www.assembleateatro.com

Domenica 3 novembre, ore 16 LA CASETTA DELLA

Lo svago e il pensiero

PIMPA

Piccoli amanti del teatro, a

Domenica 17 novembre,

Collegno potete sbizzar-

ore 16

rirvi con la rassegna di

DOVE VANNO A FINIRE

domeniche spettacolari “Lo

I PALLONCINI

svago e il pensiero” a cura della Compagnia Assem-

Auditorium Giovanni Arpino

blea Teatro. Il 3 novembre

Via Bussoleno, 50

va in scena la Pimpa

Collegno (TO)

di Liberipensatori Paul

Assemblea Teatro,

Valery e domenica 17 a

tel. 011 3042808

gran richiesta… ecco a voi

www.assembleateatro.com

Novembre 2013 | Giovani Genitori | 69


e v e n t i

Spettacoli

Teatro Massaia rassegna di spettacoli tea-

Teatro da sogno

trali per famiglie al Tea-

Un sipario tra cielo e terra

tro Massaia: si comincia

a cura de Il Melarancio e

alle 16 con una merenda

il suo calendario di spetta-

e poi… si alza il sipario!

coli per bimbi e ragazzi a

Domenica 3 Circolo

Borgo San Dalmazzo. Il 3

La Tosse a Genova

Bloom porta in scena un

Stilema/Unoteatro narrano

A novembre inizia la rasse-

viaggio alla scoperta di

la storia fantastica eppur

gna La Tosse in Famiglia al

laghi, fiumi, acqua ed

reale di un baby palloncino

Teatro della Tosse di Geno-

ecologia; il 24 si parla di

con la testa tra le nuvole;

va: il primo spettacolo, per

cioccolato, di una fabbrica

il 10 viene proposto da Il

tutti, è domenica 17 con il

e, grazie a Tita Giunta

Melarancio “E venne la

concerto per bolle di sapo-

e Ilenia Speranza, ogni

notte...” dove si intrecciano

ne giganti di e con Michele

bimbo diventa protagoni-

le storie del fantasma della

Cafaggi, tra clownerie,

sta. Accessibile a 4 ruote.

neve, dell’uomo-lupo, della

pantomima e musica; il

Costo: 8 euro adulti, 6

strega, del cavallo selvag-

24 Kosmocomico Teatro

euro bimbi da 3 a 12

gio. Costo: 5 euro adulti,

presenta l’avventura di

anni, gratis sotto i 3 anni.

4 euro sotto i 10 anni,

un’ocarina pigra che “ha

Speciali agevolazioni per

gratuito sotto i 3 anni.

zero anni”, con canti,

La Bottega delle Storie è la

ITERteatro Due spettacoli per i bimbi da 3 a 8 anni e le loro famiglie al Laboratorio teatrale A Caval Teatro…, a cura di ITER. Gradita la prenotazione. Ingresso gratuito con la tessera annuale Caleidoscopio che costa 10 euro a bimbo, 5 euro per il secondo fratello. Lunedì 11 novembre, ore 17 DAL CIELO Lunedì 25 novembre, ore 17 LE PIETRE A Caval Teatro... Via Nuoro, 20 C - Torino Per informazioni: tel. 011 4420596, labcaval@comune. torino.it

Per informazioni: Compagnia Il Melarancio, cell. 339 1277798 www.melarancio.com

balli e musica dal vivo.

famiglie. Domenica 3 novembre, ore

Precedono gli spettacoli

Domenica 3 novembre, ore

17.30

laboratori per i bambini,

16.30

STORIA DI UN PALLON-

alle ore 15. In più al Teatro

CINO

della Tosse c’è uno Spazio

(da 3 anni)

Bimbi con giochi, libri e

ACQUADUEò

animazione baby. Costo: 8

Domenica 24 novembre, ore 16.30

Domenica 10 novembre,

euro adulti, 6 euro fino a

STORIA AL CIOCCO-

ore 17.30

12 anni; carnet a 50 euro

E VENNE LA NOTTE...

con dieci ingressi per gli

(da 5 anni)

spettacoli pomeridiani

LATO

della domenica.

Teatro Cardinal Massaia Via Sospello, 32 - Torino

Auditorium Ex Officine

Per informazioni: tel. 011

Bertello

Domenica 17 novembre,

257881

Via Vittorio Veneto, 19

ore 15 - GIRA GIRA LA

www.teatromassaia.it

Borgo San Dalmazzo (CN)

GIRANDOLA / LAB

70 | Giovani Genitori | Novembre 2013


e v e n t i

Spettacoli

ore 16 - OUVERTURE

originale di Carlo Collodi

DES SAPONETTES

e quello ribelle di Carmelo Bene. Da 3 anni in su (e

Domenica 24 novembre,

non è una bugia!). Biglietto

ore 15 - STILISTI PER UN

unico a 5 euro.

GIORNO / LUDOTECA

I disegni dei vostri bimbi,

ore 16 - PICCOLO PASSO

portati a teatro, possono

(da 4 anni)

partecipare al concorso Disegna le Figure, per

Teatro della Tosse - Fonda-

tre abbonamenti gratuiti

zione Luzzati Onlus

(stagione 2014/2015).

Piazza Renato Negri, 6/2 Genova

Domenica 3 novembre,

Per informazioni e prenota-

ore 16

zioni: tel. 010 2470793

AZZURRA BALENA

www.teatrodellatosse.it

Tecnica utilizzata: spettacolo con attori e pupazzi

Teatro in inverno

Domenica 10 novembre,

Le Figure dell’Inverno

SALTAPICCHIO

questo mese: il 3 ci sono

Tecnica utilizzata: spetta-

una balena di cartapesta,

colo con attore e pupazzi

ore 16

un grande mare blu, pupazzi in gommapiuma

Domenica 24 novembre,

e un viaggio pieno di av-

ore 16

venture, a cura della Com-

PINOCCHIO

pagnia Habanera; il 10

Tecnica utilizzata: spetta-

Gufobuffo mette in scena

colo con attori, pupazzi e

brevi storie surreali colme

ombre

di animali fantastici, alieni, fantasmi, principesse

Teatro Educatorio della

e ranocchi; domenica 24

Provvidenza

tutti a vedere il Pinocchio

Corso Govone, 16 - Torino

della Bottega Teatrale,

Cell. 347 7627706 / 327

ispirato a quello poetico

1935708

di Luigi Comencini, quello

www.labottegateatrale.it

Novembre 2013 | Giovani Genitori | 71


e v e n t i

Cultura

Cultura

Hallow Madama Con l’avventura della zucca Jack sia sabato 2 sia domenica 3 si fa un percorso al museo di Palazzo Madama scoprendo leggende e tradizioni legate a Halloween. Dolcetti a sorpresa finali. Accessibile a 4 ruote. Costo attività: 3 euro adulti + ingresso, 5 euro bimbi. Sabato 2 e domenica 3 novembre, ore 15.30 JACK E LE CINQUE PICCOLE ZUCCHE Palazzo Madama Piazza Castello – Torino Tel. 011 5211788 www.palazzomadamatorino.it

NOTE DI COLORE

Renoir alla GAM

Domenica 17 novembre,

Fino al 23 febbraio 2014

ore 15

alla Galleria d’Arte Moder-

CHAPEAU RENOIR!

MAO da favola

na di Torino c’è la mostra

Il 3 novembre il Museo

sul pittore impressionista

Domenica 24 novembre,

d’Arte Orientale è

Renoir dalle collezioni del

ore 15

dedicato ai bimbi da 4

Musée d’Orsay e dell’O-

LA VITA è UN MAZZO

a 11 anni: alle 15.30,

rangérie: in suo onore il

DI FIORI

dopo una visita guidata

Dipartimento Educazione

nelle sale del Giappone,

propone attività a tema

GAM – Galleria d’Arte

arriva il kamishibai, il

per le famiglie. Il 3 si visi-

Moderna

tradizionale teatrino di

ta la sezione sui paesaggi

Via Magenta, 31 – Torino

legno, con la voce di Miss

e poi i bimbi possono sbiz-

Tel. 011 4429546/7

Wonka e le immagini

zarrirsi a dipingerne di

www.gamtorino.it

della fiaba Il Ricco luma-

loro sulle note di Debussy;

chino di risaia. Meglio

il 17 in laboratorio si crea-

prenotare. Accessibile

no, provano e scattano foto

Borgo di fiabe

a 4 ruote. Costo: 3 euro

con cappelli in stile Belle

Quale migliore location

adulti + ingresso, 5 euro

Epoque; il 24, dopo aver

se non il Borgo Medievale

bimbi.

visionato i dipinti floreali

per ascoltare la fiaba di un

di Renoir, si realizzano

principe coraggioso narra-

Domenica 3 novembre,

originali bouquet con un

to dalla voce di una dama?

ore 15.30

workshop creativo. GAM

Il 3, dunque, tutti i bimbi

RACCONTIAMO UNA

può anche organizzare

da 3 a 5 anni ad ascoltare

FAVOLA ATTRAVER-

Pomeriggi Speciali per

racconti, con in dono un

SO IL KAMISHIBAI

gruppi di bimbi e loro

magico talismano contro

amici con un percorso

il raffreddore. Il 9 e 23 no-

MAO – Museo d’Arte

tematico e un laboratorio a

vembre si passeggia per il

Orientale

tema Renoir. Da prenota-

borgo, schede da colorare

Via San Domenico, 11

re. Accessibile a 4 ruote.

in mano, per conoscere e

Torino

Costo: 7 euro bimbi +

riprodurre le mattonelle

Per informazioni:

ingresso famiglie.

che decoravano case e botteghe medievali (da

tel. 011 5211788 www.maotorino.it

72 | Giovani Genitori | Novembre 2013

Domenica 3 novembre,

4 a 11 anni). Consigliata

ore 15

la prenotazione. Costo: 3


e v e n t i

Cultura

euro adulti, 5 euro bimbi.

se ne rielaborano i ritratti.

per “costruire comunità”.

Prenotazione obbligatoria

Costo: 4 euro a persona,

con almeno due giorni

Domenica 3 novembre, ore

entro le ore 17 del giorno

gratuito per titolari di Car-

di anticipo. Accessibile

15.30

precedente.

ta Abbonamento Musei.

a 4 ruote. Costo attività: 4 euro a bimbo; costo

IL PRINCIPE RAFFREDOgni giovedì dal 7 novem-

Sabato 16 novembre,

ingresso: 2,50 euro adulti,

bre, ore 15 (11 - 14 anni) e

ore 15.30

gratuito bimbi.

Sabato 9 e 23 novembre,

ore 17 (6 - 10 anni)

Domenica 17 novembre,

ore 15.30

SPAZIO CREATIVO!

ore 15

Domenica 3 novembre, ore

ACROSTICI E CROSTACEI

16.30

Sabato 16 novembre,

LA MAGIA DEGLI EF-

DATO

LA MATTONELLA MEDIEVALE

ore 15.30

Museo d’Arte Contempora-

FETTI SPECIALI (8 - 12

Borgo Medievale

ALLA SCOPERTA DEI

nea – Castello di Rivoli

anni)

Viale Virgilio, 107

VOLTI DI LORENZO

Piazzale Mafalda di Savoia

Torino

LOTTO

Rivoli (TO)

Domenica 10 novembre,

Tel. 011 9565213

ore 16.30

www.castellodirivoli.org

ANIMAZIONI SU PELLI-

Tel. 011 5211788 www.borgomedievaleto-

Castello di Miradolo

rino.it

Via Cardonata, 2 – San Secondo di Pinerolo (TO)

Creativo Miradolo

Tel. 0121 502761 www.fondazionecosso.it

A San Secondo di Pinerolo

COLA (5 - 8 anni)

Finalmente domenica!

Domenica 17 novembre,

Per trascorrere un pome-

LA COLONNA SONORA

riggio divertente e spen-

DEL FILM... (8 - 12 anni)

ore 16.30

c’è il bellissimo Castello di

Parole a Rivoli

sierato tutte le domeniche

Miradolo che accoglie le

Nell’ambito della mostra

di novembre alle 16.30

Domenica 24 novembre,

famiglie per attività baby

“Marinella Senatore.

il Museo del Cinema

ore 16.30

friendly sempre molto in-

Costruire Comunità” al

organizza attività ludico-

STORIE CON LE OM-

teressanti: dal 7 novembre

Castello di Rivoli Museo

didattiche dedicate ai

BRE (5 - 8 anni)

il giovedì c’è uno spazio

d’Arte Contemporanea da

bambini dai 5 ai 12 anni,

riservato al disegno, alla

non perdere i due pome-

dove scoprire ogni volta

Museo Nazionale del

pittura, alla sperimenta-

riggi di Weekend’Arte con

una sezione diversa del

Cinema

zione con colori e mate-

workshop di collage su se-

museo. I genitori possono

Via Montebello, 20

riali diversi; il 16 c’è un

rigrafia alla Andy Warhol:

visitare le collezioni del

Torino

lab aperto a tutti dedicato

si pensano acrostici con

museo per tutta la durata

Tel. 011 8138564/5

alla mostra in corso su Lo-

le parole ispirate dall’arte

dell’attività o assistere al

(lunedì – venerdì, dalle 9

renzo Lotto e, prendendo

di ogni tempo in un

laboratorio. Prenotazione

alle 18)

spunto dalle sue pitture,

divertente gioco collettivo

telefonica obbligatoria

www.museocinema.it

Novembre 2013 | Giovani Genitori | 73


e v e n t i

Cultura

Novembre vede un appuntamento irrinunciabile per

Mamma Cult e la Mole

le famiglie al Cinema Massimo. Giovani Genitori

Sabato 16 novembre le

no di personaggi e storie

e Museo Nazionale del Cinema propongono il film

mamme vanno in visita

legati al Forte. Alle 19 cena

animato di Dominique Monfery: Nat appassionerà

alla Mole Antonelliana, mo-

con polenta e spezzatino

tutti i bimbi in sala! La rassegna durerà fino a maggio

numento simbolo di Torino

o polenta concia e dolci a

andando a incrociarsi e a collaborare con i principali

e sede del Museo del Cine-

volontà (13 euro a persona,

festival che si terranno a Torino. Le proiezioni sono a

ma. Tra le emozioni della

gratuito sotto i 4 anni). Da

volume ridotto e luci soffuse; a disposizione fascia-

storia del cinema e quelle

prenotare. Costo: ingresso

toi, scalda-biberon, pannolini e passeggini parking.

date dal panorama sulla

10 euro a persona, gratuito

Accessibile a 4 ruote. Costo: 3 euro a persona con

terrazza raggiungibile con

sotto i 7 anni; ingresso +

una riduzione sull’ingresso al Museo Nazionale del

l’avveniristico ascensore

cena 23 euro a persona.

Cinema, gratuito fino a 3 anni; oppure a 3,50 euro con

della Mole. Accessibile a 4

prevendita su www4.anyticket.it

ruote. Con merenda finale.

Sabato 16 novembre, ore 21

Prenotare.

iL rACCoNto DeLLe

Cinema con bebè

mano, guidati da figuranti in costume che racconta-

ANtiCHe MurA Sabato 16 novembre, ore 10 MuSeo DeL CiNeMA

Forte di Fenestrelle

Via Montebello, 20

Via del Forte

Torino (ritrovo)

Fenestrelle (TO)

12 euro a persona, gratuito

Per informazioni:

bimbi + ingresso 9 euro

tel. 0121 83600

adulti, 2,50 euro bimbi

www.fortedifenestrelle.com

Per informazioni e prenotazioni: torino@mammacult.it www.mammacult.it

Misteri alla Manta

Domenica 10 novembre, ore 11

Ecco un’occasione per vive-

NAt e iL Segreto Di eLeoNorA

re Halloween tra le sale del

originali di quelle favole che la zia era solita raccon-

forte a novembre

targli. Nonostante non sappia ancora leggere e sia

Il Forte di Fenestrelle

Italiano. La Compagnia

pacifico di natura, vive un’avventura mozzafiato per

e Progetto San Carlo vi

Torino Teatro il 1° e il 2 no-

salvare i personaggi dei libri di Eleonora.

invitano al percorso no-

vembre fa visitare l’antico

vembrino lungo le mura: si

maniero con storie oscure

Cinema Massimo - via Verdi, 18 - Torino

sgattaiola di sera tra sale e

e misteriose di personaggi

www.museocinema.it - www.giovanigenitori.it

cortili, torcia e peluche alla

che qui soggiornarono

Nat riceve in eredità un’intera biblioteca con i testi

74 | Giovani Genitori | Novembre 2013

Castello della Manta, bene del FAI - Fondo Ambiente


e v e n t i

Cultura

nel Trecento; a seguire

della Fondazione Sandretto

laboratorio per bimbi con

e il 17 novembre perché

prodotti in degustazione

Re Rebaudengo, workshop

l’illustratrice Valentina

ci sono le divertenti visite

(10 euro adulti, 5 euro da

per bimbi da 3 a 10 anni

Biletta e la danzatrice

musical-guidate a Boves

4 a 14 anni, iscritti FAI e

aperti anche ai loro geni-

Barbara Martinoli; in più

nel parco tematico La Città

residenti). Ci sono poi due

tori. Il 24 si visita insieme

il 1° dicembre c’è il doppio

di Cumabò per bimbi da 3

appuntamenti in castello,

la mostra in corso e poi si

appuntamento con il

a 7 anni e all’Atlante dei

ovvero due percorsi con

va in laboratorio per un

percorso guidato per geni-

Suoni per ragazzi da 8 anni

assaggi di arte, la musica +

approccio attivo e ludico

tori “Abitare l’Arte” sugli

in su, e a Venasca si spe-

il laboratorio di doppiaggio

con l’arte contemporanea.

arredi del museo e con

rimentano suoni, rumori

de La Fabbrica dei Suoni e

Accessibile a 4 ruote.

quello per i bimbi da 5 a

e movimento nel percorso

golosità del territorio (15

Costo: 5 euro a bimbo, 3

11 anni dedicato al Natale

della Fabbrica dei Suoni

euro adulti, 10 euro da 4

euro per figli di titolari

+ laboratorio e merenda.

(da 5 anni in su). Costo: 7

a 14 anni, iscritti FAI e

Carta Abbonamento Musei,

Prenotazione telefonica

euro adulti, 5 euro da 4 a

residenti).

gratuito accompagnatori;

obbligatoria. Costo: 6 euro

15 anni, gratuito sotto i 4

abbonamento annuale a 25

adulti, 5 euro bimbi.

anni.

Venerdì 1° e sabato 2

euro che consente l’ingres-

novembre, ore 19 - 23

so gratuito fino a due bimbi

Domenica 10 novembre,

Domenica 3 novembre,

OMBRE, MISTERI E

per famiglia.

ore 15

ore 15 e ore 17

MA CHE BEL CASTEL-

LA CITTà DI CUMABò

TORMENTI Domenica 24 novembre,

LO... UN POMERIGGIO

L’ATLANTE DEI SUONI

Domenica 10 e 17 novem-

ore 16

DA FAVOLA

Boves (CN)

bre, ore 14 - 17.30

DOMENICHE PER

GALUPERIE

FAMIGLIE

Domenica 1° dicembre,

Domenica 17 novembre,

ore 15.30

ore 15 e ore 17 LA FABBRICA DEI

Castello della Manta

Fondazione Sandretto Re

ABITARE L’ARTE e SE-

Via al Castello, 14 – Manta

Rebaudengo

GUENDO LA COMETA

(CN)

Via Modane, 16 - Torino

Per informazioni e preno-

Per informazioni e prenota-

Museo Borgogna

tazioni: tel. 0175 87822,

zioni: tel. 011 3797631

Via Antonio Borgogna,

La Città di Cumabò /

faimanta@fondoambiente.it

www.fsrr.org

4/6 - Vercelli

L’Atlante dei Suoni - via

Per informazioni: tel.

Moschetti, 15 - Boves (CN)

0161 252764

La Fabbrica dei Suoni -

www.museoborgogna.it

via Marconi, 15 - Venasca

SUONI Venasca (CN)

Domeniche FSRR

Castelli e comete

Proseguono le Domeniche

Il 10 novembre il Museo

per famiglie curate dal

Borgogna di Vercelli

Suoni e rumori

0175 567840

Dipartimento Educativo

organizza uno spettacolo-

Da segnarsi in agenda il 3

www.lafabbricadeisuoni.it

(CN) Per informazioni: tel.

Novembre 2013 | Giovani Genitori | 75


e v e n t i

Attività

Attività

Via Cesare Lombroso, 16 Torino Sabato 30 novembre - ore 14 e ore 18.30 - ART

Merenda Reale

Notte al WIMU

CROSSING ADULTI

Il 9 novembre al Museo

- ore 16 e ore 17 - ART

Questo mese, il 23, a

del Vino di Barolo c’è

Palazzo Reale si va in visita, poi ci si siede a

CROSSING BIMBI

un’occasione speciale

innovazione, si è innamo-

Circolo dei lettori - via

per bambini dai 6 agli 11

rata di Torino e ha portato

Bogino, 9 - Torino

tavola cullati dagli ar-

anni, senza genitori: una

qui i suoi imperdibili labo-

chi del Trio Chiaroscuri

passeggiata notturna con

ratori didattici per bimbi

Per informazioni e iscrizio-

per una Merenda Reale

le torce nell’antico Castello

secondo il Metodo Bruno

ni: cell. 348 0321365, cap.

con cioccolata calda e

paola@libero.it

Falletti e nelle sale del

Munari®: il 9 e il 23 no-

biscotti: torna anche

museo, giochi, una storia

vembre arriva Libridi dove

l’esperta di storia del

della buonanotte e poi tutti

grandi e piccini a partire

galateo Barbara Ronchi

a nanna nel proprio sacco

da 5 anni giocano insieme

Cinema e affido

della Rocca a raccon-

a pelo! Prenotare entro il 7

per costruire libri illeggi-

Cecchi Point di Torino è

tare aneddoti dell’e-

novembre. Costo: 60 euro a

bili o tattili o da indossare

FilmFamily ed è Teatro per

poca (18 euro adulti,

bimbo, 55 euro per titolari

secondo il “principio fare

Ragazzi: teatro il 17 con

15 euro per titolari

Carta Abbonamento Musei

per capire”, con materiali e

uno spettacolo di improv-

di Torino+Piemonte

(colazione del mattino

strumenti sempre diversi

visazione teatrale dove

Card, 12 euro sotto i 12

successivo inclusa).

(36 euro a bimbo); nell’am-

i piccoli spettatori sono

bito di Byhands sabato 30 i

protagonisti di storie e gag

Sabato 9 novembre, ore 21

grandi sperimentano i libri

(3 euro a persona); film

NOTTE AL WIMU

come soggetto d’interpre-

Speciale Affido Familiare

tazione artistica, i bimbi da

il 3 e il 24 novembre e il 1°

WIMU - Museo del Vino

5 anni in su ci giocano in

dicembre (gratuito).

Piazza Falletti, 1 - Barolo

modo da favorire il pensie-

(CN)

ro progettuale creativo (15

- Domenica 3 novembre, ore

Tel. 0173 386697

euro adulti, 10 euro bimbi).

16.30

www.wimubarolo.it

Iscrizione obbligatoria.

IL MIO VICINO TOTORO

anni). Sabato 23 novembre, ore 15 MERENDA REALE® PALAZZO REALE Ufficio del Turismo Torino e Provincia Piazza Castello – Torino

- Domenica 17 novembre, Sabato 9 e 23 novembre,

ore 16.30

Tel. 011 535181

Paola & Munari

ore 16.30

IMPROMIX

www.residenzereali.it

Paola Cappelletti, partita

LIBRIDI

- Domenica 24 novembre,

da Milano, terra di design e

Biblioteca Lombroso 16

ore 16.30

(ritrovo)

76 | Giovani Genitori | Novembre 2013


e v e n t i

Attività

CARTA NEL BOSCO

LEAFIE - UNA STORIA D’AMORE

City Sightseeing

(7 euro adulti, 5 euro fino a

- Domenica 1° dicembre, ore

Piazza Castello angolo via

14 anni)

16.30

Po - Torino (ritrovo)

- Venerdì 8 novembre,

LA PROFEZIA DELLE

Tel. 011 535181

ore 21

RANOCCHIE

www.turismotorino.org/it/

MONTE CERVET IN

busturistico

NOTTURNA

Cecchi Point

(8 euro adulti, 5 euro fino a

Tel. 015 2551831 - www.

Via Antonio Cecchi, 17 –

14 anni)

ilrifugiodegliasinelli.org

Centro visite Parco della

teatro@cecchipoint.it,

A zonzo nel verde

cinema@cecchipoint.it

Per le famiglie con bimbi

Funicolare, 55 – Torino

BricTour a novembre

www.cecchipoint.it

consigliamo le visite, le

Tel. 011 8903667

organizza una breve

passeggiate e le attività

www.collinatorinese.org

passeggiata in piano adatta

Torino

Collina Torinese – strada

ludico-didattiche nel Parco

a famiglie con bambini

Sightseeing Luci d’Artista

della Collina Torinese. Il 1°

anche piccoli, a Villar

novembre si fa un giro nel

Ultimo giorno dell’anno di

(frazione di Ala di Stura).

L’autobus rosso fiammante

bosco, poi si creano oggetti

avvicinamento, cura e coc-

La raccolta delle castagne

City Sightseeing è comodo,

con materiali naturali e si

cole per i centocinquanta

in compagnia di Giulio

bello e alto: proprio non

merendeggia in Halloween

asinelli accolti nel rifugio

Coniglio porta in un bosco

si possono vedere meglio

style; il 3 è il pettirosso

di Sala Biellese. Il 1° di-

che con l’autunno ha cam-

di così le installazioni

a guidare i bimbi nella

cembre c’è l’ingresso libe-

biato colori: dopo pranzo

luminose di Luci d’Artista,

natura e a conoscere i suoi

ro, senza prenotazione, per

arriva il lab manuale, poi

in un tour scintillante tra

abitanti; venerdì 8 c’è poi

tutte le famiglie e i bimbi

castagnata per tutti. Da

le vie di Torino. Prenota-

una escursione notturna

che vogliono divertirsi

prenotare. Costo: 8 euro

zione obbligatoria sul sito

alla scoperta dei suoni e

all’aperto e sperimentare

a persona (5 euro per il

Turismo Torino o presso gli

degli odori di piante, foglie,

l’uso di brusche, striglie e

secondo fratello e gratuito

Uffici di Informazione Tu-

animali.

nettapiedi. Con fasciatoio

per il terzo).

ristica in piazza Castello e

- Venerdì 1° novembre, ore

nei bagni. Accessibile a 4

- Domenica 3 novembre, ore

alla stazione Porta Nuova.

15.30

ruote.

10.30

Accessibile a 4 ruote. Co-

BOSCO, MASCHE E...

- Domenica 1° dicembre, ore

GIULIO CONIGLIO TI

sto: 10 euro adulti, 5 euro

TESTE DI RAPA!

14 - 17

INVITA A CERCARE

bimbi da 5 a 15 anni.

(8 euro adulti, 6 euro fino a

GROOMING DAY DI

CASTAGNE

14 anni)

NATALE

Piazza centrale - Ala di

Ogni sabato e domenica dal

- Domenica 3 novembre, ore

Il Rifugio degli Asinelli - via

Stura (TO) (ritrovo)

9 novembre, ore 17.30

15.30

per Zubiena, 62 – Sala

Cell. 333 7470181

LIGHTS ON THE BUS

UN PETTIROSSO DI

Biellese (BI)

www.brictour.it

Novembre 2013 | Giovani Genitori | 77


e v e n t i

Attività

Mercatino a Vinovo A un mese dal Natale si comincia a pensare ai regali, così l’Ippodromo di Vinovo si trasforma in un mercatino con tante bancarelle e attività per tutti: dalle 10.30 alle 12 si fanno visite guidate alle scuderie e contemporaneamente chi vuole può partecipare a gare con go-kart a pedali; dalle 12.30 alle 14 si pranza con polenta, salsiccia e formaggi; dalle 14.30 tanti giochi e laboratori creativi Bimbissimi’s per bambini dai 6 ai 12 anni. Domenica 24 novembre UNA SORPRESA PER

Incontrarsi a novembre

Scuola delle Doule cui ci si

- Ogni sabato dal 2 novem-

può iscrivere da novembre

bre, ore 14

A Pinerolo arrivano Musica

e il corso di interior design

CORSO BASE DI IN-

in fiaba®, viaggio musicale

per genitori, a migliorare

TERIOR DESIGN PER

per sviluppare la creatività

lo spazio domestico in base

GENITORI

con il gioco simbolico e

alle esigenze della fami-

The Milk Bar Torino

l’utilizzo di parole, musica

glia. Siete curiosi, sì?

via Bodoni, 7 G – Torino

e corpo, e Musica in Cul-

- Sabato 2 e 23 novembre,

Tel. 011 7633558

la®, un percorso per i più

ore 17

www.themilkbar.it

piccoli dove imparare a

MANI E PIEDI / LAB (12

“pensare” musicalmente.

- 24 mesi)

A cura dell’Associazione

- Ogni lunedì

M’ami, il luogo delle mam-

SolMIReSo.

ore 16.30 - DANZA IN

me, propone il 4 e il 25 un

- Ogni mercoledì

FASCE (2 - 5 mesi)

momento di incontro libero

ore 17 e ore 18 (3 – 4 anni)

ore 17.45 - DANZARE LA

e gratuito tra mamme con

ore 19 (4 – 5 anni)

FIABA (2 - 5 anni)

bimbi, l’11 un laboratorio

MUSICA IN FIABA®

- Ogni mercoledì, ore 17 e

per la creazione di giocatto-

- Ogni giovedì

ogni sabato, ore 10.30

li con materiali riciclati

ore 16 (0 – 12 mesi)

LULLABABY (0 - 3 anni)

(gratuito previa iscrizione

ore 17 (13 – 24 mesi)

- Ogni giovedì

entro il 7 novembre) e il

ore 18 (25 – 36 mesi)

ore 15 - DAL LATTE

18 un incontro per genitori

MUSICA IN CULLA®

ALLA PAPPA… ALLA

con bimbi da 0 a 3 anni

Asilo Nido Tabona - via

PASTASCIUTTA

a cura della pediatra Lia

Gianni, 77 – Pinerolo (TO)

ore 17.30 - LETTURA

Lidia Luzzatto che dà indi-

Cell. 347 3175563, info@

ANIMATA

cazioni e raccomandazioni

solmireso.it

- Ogni venerdì

sulle medicine da sommi-

ore 11 - MAMMAFIT

nistrare ai piccoli (gratuito

ore 12 - GRAVIDANZA

previa iscrizione entro il

The Milk Bar vulcano

WORKOUT

14 novembre). Accessibile

di idee, con i suoi corsi

- Sabato 16 novembre,

a 4 ruote.

fitness di Mammafit o la

ore 17

- Lunedì 4 e 25 novembre,

danza anche per bebè, i

LA BOTTEGA DEL LIBRO

ore 16

suoi nuovi lab creativi, le

/ LAB (3 - 5 anni)

SPAZIO DI INCONTRO

letture animate, il play-

- Sabato 30 novembre,

LIBERO MAMME (0 – 3

group in inglese Lullababy,

ore 17

anni)

il corso utile sullo svezza-

ORIGAMI / LAB (da 3

- Lunedì 11 novembre, ore 17

mento e le new entries: la

anni)

UNO, DUE, RICICLO (0

NATALE Ippodromo di Vinovo Via Stupinigi, 167 Vinovo (TO) Tel. 011 3997735 http://bimbissimitorino. blogspot.com

78 | Giovani Genitori | Novembre 2013


e v e n t i

Attività

– 5 anni)

- Mercoledì 13 novembre,

The Milk Bar - via Bodoni, 7

- Lunedì 18 novembre, ore 17

ore 10.30

G - Torino

BAMBINI E MEDICINE:

LA NANNA

Tel. 011 3855739, lattedi-

USO DEI FARMACI

DEL NEONATO

mamma@hotmail.it

Educatorio della Provvi-

Ikea – viale Svezia, 1

denza - corso Trento, 13

Collegno (TO)

– Torino

- Mercoledì 20 novembre,

La Fabbrica delle E,

future mamme sull’allatta-

ore 10

gestita dal Gruppo Abele,

mento al seno. Gratuito.

BABY BLUES: ORMONI?

è “aperta il martedì” per

Martedì 5 e 19 novembre,

Cascina Roccafranca - via

genitori e figli che vogliono

ore 17

Rubino, 45 - Torino

informarsi, confrontarsi e

A chi ha problemi a far

INCONTRI LUNA DI

- Domenica 24 novembre,

giocare. Il 5 tutti al gruppo

rispettare le regole ai

LATTE

ore 15.30

di narrazione per discutere

bambini e a chi ha bisogno

Biblioteca Civica Calvino

PERCORSO NASCITA

insieme di distacchi, lutti,

di strategie per affrontare

Lungo Dora Agrigento, 7G

Centro @Tuttotondo - via

separazioni, 19 ci sono uno

i compiti a casa, l’Associa-

Torino

Belfiore, 11/4 - Nichelino

spettacolo teatrale e una

zione Red Link di Torino

Tel. 011 4420720

Cell. 334 6282318, mami@ aslto1.it

(TO)

conversazione sulle rela-

offre due incontri tematici,

- Mercoledì 27 novembre,

zioni e il 26 un incontro

uno il 4 novembre e l’altro

ore 10

sugli adolescenti e i nuovi

il 2 dicembre. Per vivere

Per la serie “Un mercoledì

PORTARE I PICCOLI

media; alle 19.30 chi vuole

sereni in famiglia. Costo:

da mamme”, Vitamina-

Cartiera - via Fossano, 8 -

può condividere la cena.

15 euro a persona.

Mamma si incontra in Roc-

Torino

- Martedì 5 novembre, ore

- Lunedì 4 novembre, ore

cafranca a parlare di avvio

info@vitaminamamma.it -

20.30

17.30

dell’allattamento o di baby

www.vitaminamamma.it

COME AFFRONTARE I

QUANDO SAPER DIRE

blues, all’Ikea disquisendo

PASSAGGI O I DISTACCHI?

“NO”

di nanna e neonato, da

- Lunedì 2 dicembre, ore

@Tuttotondo con mamme

La Leche League vi

- Martedì 19 novembre, ore

17.30

e papà per capirne di più

aspetta al The Milk Bar l’8

20.30 REL/AZIONI

SOS COMPITI

su gravidanza e parto, in

novembre, per incontrarsi,

Associazione Red Link - cor-

Cartiera per provare i vari

confrontarsi e sciogliere

- Martedì 26 novembre, ore

so Peschiera, 356 – Torino

supporti portabebè.

incertezze sull’allattamen-

20.30

- Mercoledì 6 novembre,

to al seno nel quotidiano.

RELAZIONI 2.0, TRA

ore 10

Gratuito.

REALE E VIRTUALE

Cell. 338 1160881

PRIMI GIORNI E ALLAT-

Venerdì 8 novembre, ore

Fabbrica delle E – corso

In biblioteca, al calduccio,

TAMENTO

17.30

Trapani, 91 B – Torino

con Luna di Latte per

Cascina Roccafranca - via

ALLATTAMENTO E

Tel. 011 3841083, genitorie-

parlarsi tra neo mamme e

Rubino, 45 - Torino

VITA QUOTIDIANA

figli@gruppoabele.org

Novembre 2013 | Giovani Genitori | 79


e v e n t i

Sagre

Sagre

città, area gioco bimbi e

intenso, così questa dome-

parco avventura in frazione

nica la si celebra con tante

Mondrezza. C’è anche una

attività. Si comincia al mat-

navetta da Torino (Porta

tino con la mostra-mercato

Sagra dei Puciu

Susa) che parte alle 9.30

di prodotti locali, un’espo-

In occasione della Fiera di

con ritorno alle 18 circa.

sizione di mele valsusine,

San Francesco Saverio a

Costo navetta + pranzo: 22

mostra di lavori dei bimbi

Trinità ci sono esposizio-

è alla XV edizione la

euro a persona.

delle scuole, arrampicate

ne e vendita di prodotti

fiera più amata di Viù; in

Dal 7 al 10 novembre

nella palestra artificiale

artigianali e agricoli (come

particolare il 10 novembre

Viù (TO)

in piazza San Rocco, gioco

i puciu, ovvero le nespole),

ci sono mostre di presepi,

Tel. 0123 696101, uffici.

popolare MeleVinci, gara

mostra di pittura, teatro,

stand di prodotti tipici e ar-

viu@ruparpiemonte.it

di dolci e menu a tema. Nel

musica, attrazioni per i

pomeriggio degustazioni,

bambini e tanti menu con

Fiera di San Martino

tigianato con attenzione al

www.lamelaedintorni.it

distribuzione di torte, vin

piatti tipici

brulé, frittelle di mele e

Sabato 23 e domenica 24

alle 15.30 caldarroste, vin

La Mela e dintorni

tanta musica!

novembre

brulè e frittelle di mele al

Caprie, in Val di Susa, è

Domenica 10 novembre,

Trinità (CN)

Palatenda. Animazione

famosa per le sue mele dal

dalle ore 10

Tel. 0172 66131

itinerante per le vie della

colore vivace e dal sapore

Caprie (TO)

www.comune.trinita.cn.it

cioccolato, musica e pranzo alle 12 (meglio prenotare),


Ciao a Rebecca, Giulio ed Enrica! Tornate a trovarci! la redazione di GG

Ale e Andrea tanti auguri da mamma e papĂ !

Viola

is turning 10! Al nostro fratellino tanti auguri per il tuo primo compleanno e tanti baci!


LA RIVISTA PER LE FAMIGLIE DEL PIEMONTE

presentano

CINEMA CON BEBÈ Domenica 10 novembre, ore 11

NAT E IL SEGRETO DI ELEONORA

Nat riceve in eredità un’intera biblioteca con i testi originali di quelle favole che la zia era solita raccontargli. Nonostante non sappia ancora leggere e sia pacifico di natura, vive un’avventura mozzafiato per salvare i personaggi dei libri di Eleonora. Adatto a ogni età.

Tornano i film per le famiglie al Cinema Massimo nella rassegna curata dal Museo Nazionale del Cinema e da Giovani Genitori. Le proiezioni sono a volume ridotto e luci soffuse; a disposizione fasciatoi, scalda-biberon, pannolini e passeggini parking. Accessibile a 4 ruote. Biglietto: 3 euro a persona. Con il biglietto del Cinema Massimo, ingresso ridotto al Museo Nazionale del Cinema: genitori 7 euro, gratuito fino a 18 anni.

ACQUISTA ONLINE I BIGLIETTI IN PREVENDITA A

su www4.anyticket.it

3.50 EURO

www.giovanigenitori.it - www.museocinema.it e su

giovani genitori -

giovani genitori -

museo nazionale cinema torino

Cinema Massimo | Via Giuseppe Verdi, 18 - Torino | Tel. 011 813 8574 | www.museocinema.it


NOVITĂ€

RISO NATURAL e RISO CALCIUM Bevande preparate con riso biologico italiano Consistenza leggera e gusto delicatamente dolce 100% vegetali . Senza zuccheri aggiunti* * contiene naturalmente zucchero

Seguici su

LOVE YOUR FUTURE


giovani genitori novembre 2013