Page 1

copia omaggio

Speciale ECO-BABY

Cosleeping • Fasce • Attività 0-1 • Massaggio bebè


La rivista

per mamma, papa’ e bambini a Torino e dintorni

Non perdere neanche una copia

ABBONATI!

11 numeri a soli 21,90 euro invece di 33 euro

LA RIV ISTA PE R LE FA MI

Torino -

3 euro

settembre 2013

pannolini - compiti - gite

MARZO 2014

feste - parchi - bici

GL IE

corsi - ludoteche

E

9 - Poste

Italiane SpA -

Spedizione

in a.p.

- DL 353/2

003 (conv.

In L. 27/02

/04 n.

46) art.

1, comma

DE L PIE MO NT

3 anno numero

Hambur ger

Mensile,

piscine - cascine - teatro

Mensile, numero 8 anno 8 - Poste Italiane SpA - Spedizione in a.p. - DL 353/2003 (conv. In L. 27/02/04 n. 46) art. 1, comma 1, DR CB Torino - 3 euro

alimentazione sana

1, DR CB

La riviSta pEr LE famigLiE dEL piEmontE

• Pap à • Ma mme imp renditr ici • Om eopatia

La spesa • Cheese • Educazione digitale • Speciale corsi

abbonati su www.giovanigenitori.it

• risparmi il 40% sul prezzo di copertina • ricevi la rivista comodamente a casa tua • hai diritto a uno sconto per gli eventi organizzati da Giovani Genitori • diventi parte attiva per creare un futuro più baby friendly

MODALITà DI PAGAMENTO

• con carta di credito sul sito www.giovanigenitori.it • versamento sul c/c postale 71791446 intestato a Espressione srl, via Vanchiglia 18 - Torino • bonifico bancario sul c/c 71791446 intestato a Espressione srl, via Vanchiglia, 18 - Torino - IBAN: IT56L0760101000000071791446 Servizio abbonamenti: tel. 011 19703036 - fax 011 19708082 - abbonamenti@giovanigenitori.it


COPIA OMAGGIO

Speciale ECO-BABY

Cosleeping • Fasce • Attività 0-1 • Massaggio bebè

Ecobaby 2014

20

26

32

6. La posta

50. esami La displasia all’anca

8. Sfida

B

10. News

54. viaggi Dove andiamo in vacanza?

12. Baby friendly

B

56. alimentazione . Il ghiottone . Profumo di quinoa

20. tendenze Ti porto con me

60. in città . Tate in fattoria

13. World corner

26. nuovi genitori Family Activity 0-1 32. riposo L’importante è dormire 38. baby care Il pannolino giusto

44

. Associazioni e maternità 62. Salute . Allergie e omeopatia pediatrica . Lo faccio da solo! . La ferita del cesareo . Le Banche del latte . Il massaggio infantile . Yoga bimbo e mamma

44. viviamo così Quante mamme ti dà la vita

. Contraccezione dopo il parto

50

54

71. Soldi

e diritti

I documenti per i bebè 72. Slow

Food

La salute dei bambini a ritmo slow 74. eco baby . Ri-giocattoli . Il pongo fatto in casa . Dado autoprodotto . Genitori Antismog 79. close up . Bebè sempreverdi . YouTube per i cuccioli . App per genitori B 82. Raffa


Care lettrici e cari lettori, questo che avete in mano è un numero speciale della rivista Giovani

La rivista per le famiglie del Piemonte

Genitori, tutto dedicato ai bebé - quelli che sono appena arrivati o quelli che stanno per arrivare – ed è un omaggio per voi mamme e papà verdissimi,

Speciale Ecobaby 2014 Direttore RESPONSABILE Luisa Tatoni CAPO REDATTORE Elena Brosio

informati e consapevoli.

Redazione Mario Bettas Valet, Alice Quaglino, Marta Vitale

L’attenzione all’ecologia è una caratteristica comune ai nuovi genitori.

Art director Catia De Bacco

Quando arriva un bimbo il mondo naturale assume una nuova importanza

grafica Cinzia Pampo

e si apre un panorama di scelte delicate e importanti. Nuove attitudini

GENERAL MANAGER Giorgio Pulini

prendono piede e nuovi dubbi si affacciano: è meglio usare la fascia o il

MARKETING Luciana Martellucci, Federica Petey Mautino, Valentina Vottero

passeggino? È importante che il cotone sia organico? Meglio la cameretta o il cosleeping?

AMMINISTRAZIONE Fabiana Vino

Su queste pagine troverete tante risposte grazie alla testimonianza di famiglie che hanno già vissuto queste esperienze. A scrivere sono mamme e papà, nel tradizionale stile di Giovani Genitori, l’unico giornale che parla alle famiglie di Torino e del Piemonte. Vi invi-

Hanno collaborato a questo numero Giovanna Brosio, Michele Brosio, Sandra Cangemi, Laura Ciacci, Chiara Demagistris, Isa Di Re, Stefano Frassetto, Francesca Galdini, Silvia Garda, Alessandro Iacomuzio, Annalisa Leone, Marilena Massaro, Ilaria Martina, Sabrina Marzo, Grazia Oberto, Silvana Quadrino, Daniela Re, Renato Rolando, Tatiana Zarik Illustrazioni e fotografie iStockphoto Illustrazione di copertina Grmarc

tiamo a conoscerci: la rivista si riceve solo in abbonamento, ma è possibile chiederne una copia omaggio dal sito www.giovanigenitori.it. Happy green baby!

Ringraziamo per la preziosa collaborazione Carlotta e Lucia, Marco Portinaro Ispirazione Luca Bernardelli Ufficio pubblicità marketing@giovanigenitori.it Telefono: 011 19913127 - Fax: 011 19708082 Edizioni Espressione Via Vanchiglia, 18 - 10124 Torino www.espressione.it Stampa La Terra Promessa Via E. Fermi, 24 - Novara

www.giovanigenitori.it www.facebook.com/giovanigenitori www.twitter.com/giovanigenitori

Valentina

Cinzia

Luciana

Luca

Elena

L’editore è a disposizione per assolvere diritti eventualmente non corrisposti Autorizzazione del Tribunale di Torino n.5969 del 22/4/2006 - Iscrizione al Roc n. 14333 ISSN 1828-9738

Catia

Mario

Marta

Fabiana

Luisa

Federica

ABBONATI a

Non perdere neanche una copia!

11 numeri a soli 21,90 euro invece di 33 euro Puoi abbonarti su www.giovanigenitori.it con bonifico bancario - IBAN: IT56L0760101000000071791446 o con un versamento sul c/c 71791446 intestato a Espressione srl Servizio abbonamenti: tel. 011 19703036 - fax 011 19708082 - abbonamenti@giovanigenitori.it

Giorgio Alice


Illustrazione di Jérémy Clapin

Un dentino?... Prova l’omeopatia! Da qualche giorno il tuo bambino ha bisogno di mordere tutto? Le sue guance sono rosse e le gengive gonfie? Allora non c’è dubbio: spunta un dentino! Con l’omeopatia puoi aiutare il tuo bambino a superare questa difficile prova. I medicinali omeopatici si presentano in forme orali molto adatte al bambino: granuli o piccole monodosi liquide senza conservanti, pratiche da somministrare sia in casa che fuori. Parlane con il tuo pediatra e con il tuo farmacista, sapranno prescriverti e consigliarti i medicinali omeopatici adatti.

Laboratoires Boiron, leader mondiale dell’omeopatia. www.boiron.it


La posta

Le vostre

lettere

Vuoi scrivere anche tu a Giovani Genitori? Invia una mail a redazione@giovanigenitori.it

scriviamo in pieno. Hai

braccio sul sedile ante-

il suo peluche profuma di

dieci bambini coinvolti

ragione, soprattutto

riore del passeggero: se

bellezza… E se per caso

in un incidente stradale,

quando dici che l’unione

esplode l’airbag si procu-

qualcuno trovasse un or-

sei muoiono o restano

fa la forza. Su, mettia-

ra un trauma gravissimo

setto che sembra un topo,

feriti gravemente perché

mo le cinture ai nostri

al volto o al torace. Male

perso alla Mandria il 9

non indossano le cinture

bambini, non faccia-

lasciare i bambini slegati

marzo, ex bianco ormai

di sicurezza o non sono

moci intimorire, non

nei sedili posteriori: una

grigio, con un orecchio

seduti sul seggiolino,

lasciamoci impigrire.

frenata brusca può por-

grande e l’altro picco-

come prevede il codice

Dopo il ferimento della

tare il bimbo a sfondare

lo, coraggioso e fedele

della strada. Ho provato

bimba di 6 anni colpita

il parabrezza come un

(è stato abbracciato alla

a sbirciare dentro le

dalla violenza dell’airbag

proiettile. Tutti insieme:

sua piccolina per tre volte

auto: è vero. Bambini

mentre era tenuta in

allacciamo le cinture e

in una sala operatoria

sempre liberi, probabil-

braccio dal padre sul

guai a chi protesta.

durante operazioni molto,

mente a causa di genitori

sedile del passeggero,

non pigri, ma stressati

i medici dell’ospedale

dalla fretta e dai capricci.

Regina Margherita hanno

Senza pensare che così

lanciato un allarme che

Buongiorno, vorrei fare

e risponde al nome di

esponiamo i figli a un

non si può non sotto-

un piccolo appello ai ge-

Kico... ecco, è il nostro

pericolo reale. Posso

scrivere. Otto incidenti

nitori: quando trovate un

amico magico e manca

farmi ambasciatrice

automobilistici su dieci

orsetto sgualcito, sporco

tanto alla nostra bambi-

della sicurezza? Eddai,

si verificano in città, ma

e vissuto, non lasciate

na e a noi. Scriveteci che

leghiamo ‘ste cinture. Se

è proprio nel tragitto

che il vostro bambino lo

corriamo a prenderlo!

lo fa l’amica, il compa-

da casa o scuola o da

porti a casa, ma datelo

giardik@libero.it

gno di classe, la vicina

casa alla palestra che

ai responsabili del luogo

di casa, lo farò anch’io

abbassiamo la guardia,

che state visitando, per-

Come restare indiffe-

più volentieri. Ciao GG, vi

convinti che poca strada

chè con molta probabilità

renti? Tutti alla Madria

voglio bene! Katia

significhi un rischio

è un amico magico di un

a cercare Kico. E poi

minore. Pericolosissimo

altro bambino. La magia-

il parco è splendido in

anche tenere il bimbo in

amicizia tra un bimbo e

questa stagione!

Ho letto che su

Grande Katia, sotto-

6 | Giovani Genitori | Ecobaby 2014

molto rischiose!), con il nome Marta ricamato su WANTED KICO

un braccio, che vi sorride


Sfida

Togliere il

• Aspettare un momento di calma

ciuccio

piatta: non provare a toglierlo in concomitanza con l’inserimento a scuola, l’arrivo di una sorellina, un periodo di stress sul lavoro. • Non pretendere tutto in una volta. Si inizia a toglierlo la mattina, poi

C’è un modo, il più possibile indolore, di dare l’addio al ciuccio?

Non tutti i bebè lo vogliono, le mam-

il pomeriggio e dopo un bel periodo

me più fanatiche dell’allattamento

di transizione (ciuccio solo la sera)

lo vedono come un rivale, qualcuno

si prova a toglierlo del tutto.

pensa che sia tanto brutto estetica-

• Tentare di coordinarsi con gli

mente. Eppure è una grandissima

amichetti del cuore: se la bimba

invenzione, il ciuccio: tranquillizza i

con cui nostro figlio gioca il po-

piccoli, li calma, li gratifica e insegna

meriggio va sempre in giro con il

loro ad addormentarsi senza neces-

ciuccio, come pensare di eliminar-

sariamente nutrirsi al contempo. Una

lo? Si corre il rischio di transazioni

gran risorsa nei primi anni, che però

clandestine e scambi di ciucci di

si rivela un boomerang al momento

contrabbando.

di dirgli addio. Perché molti bimbi

• Alcuni bimbi apprezzano una pic-

dimostrano grande attaccamento nei

cola cerimonia d’addio: si lancia il

confronti dell’amichetto al silicone

ciuccio in un ruscello di montagna,

e i genitori iniziano a dubitare: devo

lo si lascia a una fatina del ciuccio

proprio toglierlo? Farà davvero così

che magari porterà un regalino;

male? E ci sarà un modo per dire

insomma inventare insieme un

addio al ciuccio il più possibile indo-

piccolo rituale di distacco.

lore? Qualche consiglio:

Infine, se abbiamo aspettato i 4 anni,

• Non bruciare le tappe, ovvero, non

tutti i bambini intorno l’hanno tolto

farlo troppo presto tanto per farlo –

e ciononostante il nostro kid non ne

e poi magari si finisce con il ricor-

vuole sapere, non disperiamo e aspet-

rere al biberon di latte per dormire

tiamo fiduciosi: il baratto ciuccio -

e non si sa cosa sia meglio.

telefonino funzionerà di sicuro!

Il ciuccio di Nina Un delizioso libro di Christine Naumann Villemin: Nina non vuole mai separarsi dal suo adorato ciuccio e pensa che se lo terrà anche quando sarà grande. Una storia adorabile da leggere insieme quando il tema del distacco dal ciuccio si impone in casa nostra.

8 | Giovani Genitori | Ecobaby 2014


TAPPOROSSO. LATTE PIEMONTESE.

Per freschezza, bontà e sicurezza

la qualità è Centrale.


News

Occhio allo

zucchero

Esiste un cibo colpevole di indurci ad abbuffate e pasti esagerati? Pare che lo zucchero sia finito di nuovo sul banco degli imputati. Lo afferma uno studio pubblicato sulla rivista The american journal of clinical nutrition. Gli esperti hanno offerto a cento giovani un frappé al cioccolato preparato con diverse concentrazioni di grassi e zuccheri. Mentre i partecipanti assaporavano il frappé, il cervello è stato monitorato con la risonanza magnetica. Ad attivare i circuiti del piacere, quelli che inducono comportamenti edonici e incontrollati, quasi una droga che induce a chiedere dosi sempre maggiori di cibo, erano i frappé più ricchi di zuccheri.

La musica combatte la fatica

In Svezia si invecchia meglio

La musica fa bene al cuore, si sa, ma

Qual è il paese dove si invecchia me-

“fare” musica permette di sopportare

glio? La Svezia, secondo gli esperti

Nascere in piedi

meglio ogni tipo di fatica. Uno studio

di HelpAge International che hanno

Il parto in piedi è meno

dell’Università di Gand (Belgio) ha

creato il Global AgeWatch Index,

frequente rispetto a quelli

dimostrato che corpo e psiche reagi-

un indice che misura la sicurezza

tradizionali o quelli in

scono positivamente al dolore e allo

economica, il servizio sanitario,

acqua, ma è possibile. Si fa

sforzo se questi sono accompagnati

l’ambiente, il livello di educazione

nell’ospedale San Giovan-

dalla musica. Meglio se la musica è

e la possibilità di lavorare. Lo scopo

ni di Dio di Salerno, dove

“fatta” piuttosto che ascoltata, come

della classifica è incoraggiare le

una donna, ricoverata nel

d’altronde testimoniano tradizioni

nazioni a rendersi conto di quanto

reparto delle gravidanze

antichissime: la creazione di accordi

fanno per gli over 60, un segmento

a rischio, ha scelto questo

musicali permette di diminuire la

di popolazione in rapidissimo au-

tipo di tecnica dando alla

percezione della fatica e del dolore.

mento. Oggi ha più di 60 anni l’11%

luce un bimbo del peso di

I risultati di questo studio trovano

della popolazione mondiale, ma nel

3,475 chilogrammi. “Una

applicazione non solo nello sport,

2030 le pantere grigie saliranno al

sorpresa inaspettata in un

ma anche in medicina, per esempio

16%. Svezia e Norvegia, sono i paesi

Sud con una sanità spesso

nell’uso terapeutico della musica per

migliori per invecchiare, seguiti da

in difficoltà”, ha detto la

superare i dolori, un tema ancora

Germania, Olanda e Canada. L’Italia

neo mamma.

poco studiato.

è al 27esimo posto.

10 | Giovani Genitori | Ecobaby 2014


News

Papà Blues Anche i papà possono soffrire del baby blue, quel periodo di tristezza cui vanno incontro molte donne dopo il parto. Anzi. Tra problemi al lavoro, dubbi sul proprio ruolo genitoriale e rapporti interpersonali, i neo papà sono una fascia a rischio. A rivelarlo è una ricerca effettuata studiando lo stato di 2740 neo papà da Rebecca Giallo, ricercatrice del Murdoch Children’s Research Institute, che ha spiegato che i papà sono a rischio non solo durante il primo anno di vita del bambino, ma anche lungo tutta la prima infanzia.

Omeopatia, mon amour

in maniera dettagliata, allargando il

dare dei soldi per fare una cosa natu-

Alle donne italiane piace l’omeopatia.

campo di indagine al temperamento

rale come nutrire il proprio figlio.

Oltre il 70% ha avuto un’esperienza

del paziente, al suo grado di reattivi-

positiva, soprattutto per le malattie

tà, all’emotività e all’atteggiamento”.

influenzali o per rafforzare le difese

Come mangia il mondo Oxfam è una confederazione di 17

maniera adeguata. Sono questi alcuni

Gran Bretagna: buoni spesa per l’allattamento

dei risultati della ricerca condotta

Un premio di 200 sterline alle

Con la ricerca “GoodEnough to eat”

dall’Osservatorio Nazionale sulla

mamme che scelgono di allattare al

ha provato a confrontare quanto è

salute della Donna (O.N.Da). “La me-

seno: è un progetto dell’Università di

ricca, nutriente, sana e accessibile

dicina omeopatica – spiega Stefania

Sheffield, in Gran Bretagna per cam-

l’alimentazione in 125 paesi. L’Italia

Piloni, medico ginecologo e docente

biare l’approccio verso l’allattamento

si trova all’ottavo posto. “Un piazza-

all’Università di Milano - è un metodo

e per prevenire problemi di salute. Il

mento deludente per un paese che

diagnostico e terapeutico basato

sistema sanitario inglese, secondo gli

fa del mangiar bene un tratto forte

sulla ‘legge dei simili’, che cura il

studiosi, risparmierebbe 40 milioni

dell’identità nazionale - commenta

malato con sostanze in diluizione

di sterline in una zona dove solo una

Elisa Bacciotti, direttrice di Oxfam

per riprodurre i sintomi caratteristici

donna su quattro allatta fino alla

Italia -. L’Italia potrebbe essere al

dello stato patologico. Ma è anche

sesta settimana. Il contributo viene

primo posto, ma sempre più persone

una ‘medicina del racconto’, perché il

erogato in buoni spesa, ma c’è chi lo

fanno fatica a mangiar sano e far

medico raccoglie informazioni e dati

critica, considerando diseducativo

quadrare il bilancio.

immunitarie. Tuttavia meno di una su cinque si ritiene informata in

organizzazioni non governative che lavorano in più di 100 paesi per fronteggiare povertà e ingiustizia.

Ecobaby 2014 | Giovani Genitori | 11


Baby friendly

Baby, bimbo, bimba e genitori

La pizzeria sul laghetto

Avanti frutta!

La catena francese Kiabi ha diversi

Pizza e pesce sono le specialità della

In pieno centro a Torino non mancate

negozi in cui trovare un po’ di tutto

casa, assieme alle costate fiorentine,

una visita merendoira da Mescé, dove

per tutta la famiglia. Graziosissima

alle grigliate di pesce e ai dolci di sta-

tutto, dall’allestimento del punto ven-

la moda bimbo, da 0 a 16 anni, con

gione. Bellissima l’atmosfera: tanto

dita alla scelta delle materie prime, è

prezzi convenienti e design casual e

legno, vista sul laghetto, sul giardino,

improntato alla riduzione dell’impatto

sportivo. Le formule premiano l’ac-

sulle papere, sui maialini vietnamiti.

ambientale. Nel menu ci sono succhi,

quisto multiplo (la seconda maglietta

Gentilezza e grande accoglienza per

centrifugati, frullati e frappè di frutta

costa la metà, la terza ancora meno)

i bambini, cui è riservata una sala

al naturale o unita a latte, latte di

ed è un ottimo invito a fare shopping

gioco interna (nei weekend c’è anche

riso o frozen yogurt. Goduria per i

con le amiche. Ci sono accessori

l’animazione) e i giochi all’esterno. Ci

più piccoli, gli “arrotolati”, ovvero

per la cameretta, abiti premaman,

sono il menu baby e tanta attenzione

crespelle dolci e salate di farina di riso

abbigliamento per uomo e donna,

per vegetariani e celiaci. Ottimo per

con marmellata o frutta, le macedonie

lingerie. Occhio alle promozioni.

le cerimonie, i compleanni e le pizze

e gli spiedini di frutta caramellata, da

Comodissimo il servizio che permette

di fine anno.

personalizzare con guarnizioni, anche

di fare la spesa online e ritirare tutto al negozio più vicino.

per celiaci. Ristoparco Armonia Strada degli Scavi, 18 – Lago di Ore-

Mescé

Kiabi

stilla – Castiglione Torinese (TO)

Via San Dalmazzo, 4 – Torino

Collegno, San Mauro Torinese e

Tel. 011 9607308 / 348 1727709

www.walkingfood.it

Moncalieri (TO) Tel. 011 6892757 – www.kiabi.it

12 | Giovani Genitori | Ecobaby 2014


Baby friendly

Conoscete locali che dedicano attenzione alle famiglie? Segnalate i vostri preferiti a: redazione@giovanigenitori.it

Gufetti decò

La torta di pannolini

Belle e funzionali

Se vi capita di entrare in una casa

Una morbida culletta rosa tutta fatta

È lo spazio del bebè prima e del

dove fanno capolino Snoopy o gufetti

di… asciugamani e pannolini! Le torte

bambino poi, la cameretta: sceglier-

viola o pescatrici di stelle in qualche

di pannolini, regalo sempre gradito

la bene è doveroso e sono tante le

angolo di cameretta, sappiate che di lì

ai neo genitori, si evolvono in forme

considerazioni da fare al momento

è passato il pennello magico di Laura

speciali: la moto, la slitta, il cesto, la

dell’acquisto. È importante che, oltre

e Marco, due giovani torinesi laureati

torta di cupcake. Bravissima Manuela

ad essere bella, sia comoda e funzio-

in Conservazione dei Beni Culturali.

che unisce l’utile al dilettevole e con-

nale. Da Max Camerette se ne trova

La loro B&B Restauri è una bottega

feziona in modo originale tutti i primi

un vasto assortimento, accompagnato

che realizza con passione creazioni

regalini rendendoli piccoli capolavori.

dai preziosi consigli di chi nel campo

artistiche, restaura dipinti murali

Composizioni personalizzabili da

dell’arredamento per famiglie ha una

e opere d’arte e crea originali deco-

scegliere in negozio per realizzare la

lunga esperienza. Bellissimo il design

razioni d’interni. Quindi se volete

propria torta a sorpresa.

tutto nordico dei lettini e dei seggio-

che una giraffa da cartoon si affacci

loni Stokke, che crescono insieme al

sul lettino o un gattino stilizzato e

Piccoli Capricci Vincent

bambino. In negozio si trova inoltre

sapientone aiuti il bimbo nell’angolo

Via Cuneo, 51 - Nichelino (TO)

un’area per intrattenere i piccoli con

compiti… ora sapete chi può dar loro

Tel. 011 6472670

un tappeto e tanti giochi.

vita e colore!

Facebook: Piccoli-Capricci-vincent Max Camerette

B&B RESTAURI

Via Sansovino, 60 D – Torino

Via Maria Vittoria, 31 G - Torino

Numero verde 800 903719

Cell. 339 1597871 - www.bbrestauri.it

www.maxcamerette.it

Ecobaby 2014 | Giovani Genitori | 13


Baby corner Curiosando in città e dintorni alla ricerca di cose belle per i più piccoli

Un dolce

ondeggiare Kangoo è una super culla-amaca sospesa per bebè che oltre a far dondolare il piccolo lo avvolge morbidamente, come se fosse ancora nel ventre materno. In 100% cotone ecologico e lavabile, è dotata di una chiusura su entrambe le estremità e di una cintura di sicurezza. La sua forma rispetta la naturale curvatura della spina dorsale del piccolo e la rende ideale dalla nascita fino ai 9 mesi circa. Dell’azienda tedesca Amazonas, si può acquistare online su www. saltafrontiere.it.

Baby essentials Cotone proveniente da coltivazioni biologiche, colori a zero impatto ambientale e privi di metalli pesanti. I body-kimono

Tisana relax

da 0 a 9 mesi di Filobio

Durante l’allattamento le neo mamme devono bere, bere e ancora bere.

sono i regalini preferiti

La tisana al finocchio è quella più indicata in questo periodo, ed è anche

dalle creature in arrivo!

deliziosa, dolcificata con un cucchiaino di miele. Le tisane di Aboca sono

Sono prodotti a Grinzane

molto aromatiche, perché a base di piante

Cavour, in provincia di

accuratamente selezionate; le

Cuneo da www.filobio.it.

bustine sono realizzate con un innovativo sistema a chiusura annodata che evita l’uso di collanti e punto metallico. www.aboca.com

14 | Giovani Genitori | Ecobaby 2014


Baby corner

Le prime

scarpette Sono morbide e colorate, 100% naturali: si adattano al piedino senza costringerlo e lasciandolo libero. Leggere, sicure, delicate sulla pelle, le scarpine Bobux sono perfette dalla nascita ai primi passi. Si trovano a Torino da Fior di Bimbo Bio in via Mazzini 37 F. www.fiordibimbobio.com

Gioielli per la dentizione Un accessorio stiloso che intrattiene i bimbi: i Gumigem sono gioielli da masticare perfetti per il periodo della dentizione, ma non solo. Sicuri, mor-

Ecopulizia

bidi, flessibili e lavabili, piacciono alle mamme

Gli agridetergenti Brillor sono prodotti per la pulizia della casa a base

perché sono belli e ai

di estratti naturali. Sgrassatutto, pavimenti, lavastoviglie, piatti, bucato

bambini perché non è un

e milleusi, tutti ecologici, a base di erbe spontanee della Valchiusella o

problema se ci giocano e

delle piante coltivate in Cascina Meira: ecocompatibili e sani per l’uomo

li mordicchiano. Si trova-

e per l’ambiente.

no a Torino da The Milk

www.cascinameira.com

Bar in piazza Bodoni 7 G, www.gumigem.it.

Ecobaby 2014 | Giovani Genitori | 15


Baby corner

Dolcezze e

sartoria

Luna e latte Tra gli accessori per l’allattamento, NUK pre-

Un mondo tutto al femminile, dove si sferruzza, si cuce, si riparano i vestiti, si

senta il tiralatte elettrico

creano oggetti bellissimi per bebé, si preparano catering speciali. L’Associa-

Luna. Comodo grazie al

zione Nahual, che si occupa dell’inclusione e del reinserimento lavorativo di

cuscinetto in silicone

donne italiane e straniere in difficoltà, fa cose così belle che scaldano il cuore.

adattabile al seno, facile

Da visitare, da frequentare e da conoscere. A Torino in via Nizza 20 bis,

da usare con una mano,

cell. 329 8197186, www.nahual.it.

efficace nell’estrazione e a due fasi (anche per estrazioni delicate). Per-

Coccole soft

fetto per quelle mamme

Ingredienti naturali e bio sono alla base della linea

che devono tornare al

bimbo di Helan: prodotti per il bagnetto e la pro-

lavoro e non vogliono ri-

tezione della cute adatti fin dai primi mesi, come

nunciare a dare il proprio

l’amido di riso, il detergente delicato Bagnetto

latte al bebè. www.nuk.it

Totale, la pasta per il cambio del pannolino e l’olio detergente. Si trovano presso l’erboristeria della dottoressa Elena Rabbione in corso Italia 40 a Gassino Torinese (TO), www.erboristeriartbdottoressarabbione.it.

16 | Giovani Genitori | Ecobaby 2014


Baby corner

Creativity

made in Torino Francesca è una giovane mamma torinese che sta trasformando la sua grande passione in un lavoro: realizza bellissime t-shirt per bambini dipinte a mano o con tessuti applicati, gioielli originali, bavaglini, borse e molto altro. Tutto di ottima qualità, tutto fatto a mano, tutto made in Turin. Le creazioni di Francesca si possono ordinare su Etsy, oppure contattando direttamente Francesca tramite freinch@hotmail.com. www.etsy.com/shop/freinch

I giochi di Oskar&Ellen Giochi morbidi e colorati che stimolano la creatività e l’immaginazione: “Ho avuto l’idea di questi giochi durante viaggi lunghi in aereo con i bambini: non ne riuscivo a trovare che fossero educativi, silenziosi e tranquilli, ma anche facili da portare dietro” - racconta Petra Rigby Jinglöv, mamma di Oskar ed Ellen e creatrice di questi bellissimi giocattoli. Che troviamo a Torino da Au Petit Bonheur, in via Principe Amedeo 35.

Un soffice carillon Il più tenero dei carillon è la pecorella di Chicco. In morbido peluche, tirando l’anello colorato produce una ninnananna che tranquillizza il bebè. Si trova nei punti vendita Chicco. www.chicco.com

Ecobaby 2014 | Giovani Genitori | 17


Baby corner

Creatività

musicale è dimostrato che suonare uno strumento porta mille benefici e proprio per avvicinare anche i più piccini alla musica c’è Kikou Music di Djeco, un coloratissimo giardino in solido legno e caldo feltro con un set completo di strumenti musicali: xilofono, tamburo, cimbali, triangolo e guiro. Proposto da Stupeficium, negozio di modellismo e giochi didattici, in via Pollenzo 69 a Bra (CN). Acquistabile online su www.stupeficium.com.

Design e funzionalità Il nuovo portabiberon termico di Quaranta Settimane è in acciaio inossidabile per garantire la massima igiene e resistenza, mentre l’esterno è in morbido silicone con una maniglia sagomata che lo rende facile da trasportare in sicurezza. In più, cresce con il bambino e grazie ai suoi

Una mini favola

due contenitori per la

Dedicata ai piccoli da 0 a 2 anni, Fable Baby and Nursery è una delicata

pappa, diventa thermos

collezione creata da due cugine dalla mano di fata provenienti da Mel-

durante lo svezzamento.

bourne, in Australia. Accessori e abbigliamento per la prima infanzia, in

Disponibile in tre abbi-

tessuti organici, delicati, semplici e dal gusto un po’ retrò, come quando

namenti di colore: verde

il corredino lo facevano a mano nonne e zie.

e rosso, rosa e viola e

www.etsy.com/shop/fablebaby

azzurro e arancione, www.40settimane.it.

18 | Giovani Genitori | Ecobaby 2014


Baby corner

Cucciolo e

Mamma

La linea Cucciolo e Mamma è nata vent’anni fa “felice di venire alla luce e piena di una vitalità che non pensavamo di avere. È piaciuta da subito, continua a piacere e, sarà un caso, ma... fa nascere bellissimi bambini”, racconta Maria, titolare di Daymons, linea con ingredienti bio e tutta italiana, realizzata con una cura e una dedizione uniche. Il laboratorio con spazio vendita si trova a Torino in via Rocciamelone 11 A, www.daymonsnaturalerbe.it.

È qui la festa? L’ha creato una mamma, il sito Le Feste di Emma, e lo si riconosce dalla cura con cui ha selezionato i prodotti in vendita online. Vi si trova tutto quello che serve per rendere allegri e originali i festeggiamenti di nascita, battesimo o per la prima candelina: piattini, posate e bicchieri coordinati, scatoline per confetti,

Protezione è serenità

tutti in fantasie carinissi-

I fornelli sono sempre molto attraenti per i piccoli e perciò un pericolo

me, ma anche palloncini

concreto: basta davvero poco per scottarsi una manina o tirarsi addosso

a forma di ciuccio o pie-

una pentola. La protezione fornelli HF è uno speciale dispositivo, molto

dino, nuvolette pendenti,

funzionale, che si adatta a ogni tipo di cucina in modo semplice e garan-

festoni delicati e tanto

tisce sicurezza totale. Per godersi la cucina in tutta tranquillità.

tanto altro.

Per saperne di più:

www.lefestediemma.com

www.cucinasicura.com.

Ecobaby 2014 | Giovani Genitori | 19


Tendenze

porto

Ti con me Il contatto ravvicinato con i bambini fino a 9 mesi dopo il parto

di Silvia Garda

È vero che la nascita di un bimbo coincide con la fine della gestazione, ma dopo i nove mesi mamma e cucciolo si separano solo metaforicamente. Il periodo che segue, e che si preparano ad affrontare si chiama esogestazione e comprende i nove mesi che trascorrono dopo la nascita, una fase in cui il bambino, seppur separato dal corpo materno, è in tutto e per tutto dipendente, per il cibo, per la cura e per lo scambio affettivo. Numerose tradizioni culturali mantengono un contatto ravvicinato col piccolo: si pensi alle mamme africane che si infagottano i bambini tenendoli stretti durante lo svolgimento di tutte le attività quotidiane. Anche qui ha preso piede questa modalità di relazione e i bambini, dall’abituale carrozzina e passeggino, sono tornati a contatto con gli adulti attraverso le fasce e gli altri supporti ergonomici. Va sfatato un preconcetto: portare i bambini in fasce non

20 | Giovani Genitori | Ecobaby 2014


Ecobaby 2014 | Giovani Genitori | 21


Tendenze

significa utilizzare un mezzo alternativo al passeggino e neppure inventare uno stratagemma per avere le mani libere. è un modo diverso di intendere il rapporto genitore-figlio: i genitori che scelgono di portare sono definiti “ad alto contatto”, una vicinanza che solitamente non si esaurisce con il portare in fascia, ma prosegue nelle ore notturne con il cosleeping e l’allattamento al seno.

Le consulenti del portare

portareipiccoli.it), una scuola nata

sua voce e di ritrovare il battito del

dall’associazione creata nel 2002 da

cuore che lo ha accompagnato nei

Per sostenere queste scelte un po’

Esther Weber, pioniera della materia

nove mesi dell’attesa”.

controtendenza sono nati movi-

in Italia. La seconda è “Scuola del

menti e gruppi online di aiuto tra

portare” (www.scuoladelportare.it).

genitori ed esperti. Prende piede

Sarah Cinquini, istruttrice certifica-

Non solo nei primissimi mesi

anche una nuova figura, quella

ta, formatrice e dal 2012 presidente

Portare il proprio bambino vuol dire

della consulente per il portare.

dell’Associazione Portare i piccoli,

restituire al piccolo quel senso di

Analogamente alle consulenti per

sostiene da sempre l’importanza

sicurezza e contenimento che per

l’allattamento, questi “angeli del

di portare i bambini in fascia.

nove mesi ha provato, cullato nella

portare” aiutano le mamme, i papà

“Per nove mesi il bimbo è stato un

pancia della propria mamma. Anche

e tutte le figure della nuova famiglia

tutt’uno con la mamma – dice Sarah

chi non è pratico di questa tecnica

e insegnano a trovare il supporto

- contenuto, cullato e protetto nel

può facilmente vedere come un

ideale evitando acquisti sbagliati,

grembo, dove le sue esperienze e i

bambino si acquieti e rilassi quando

spiegano come portare rispettando

suoi ricordi sono legati esclusiva-

è contenuto in un abbraccio avvol-

la fisiologia del bambino per non

mente al contatto con lei. Quando il

gente. Ridargli un confine, far sen-

incorrere in posture sbagliate,

bambino nasce passa da uno spazio

tire che non esiste spazio estraneo

permettono ai genitori di incontrarsi

ristretto ma elastico a uno vuoto e

tra il suo corpo e quello del genitore

per lo scambio, sempre utile, di

freddo. Portare vuol dire restituire

è uno degli aspetti fondamentali di

esperienze e informazioni.

al bambino lo spazio limitato, caldo

questa pratica.

Sono due le scuole attive a livello

e avvolgente più adatto a lui. La

Portare in fascia è fondamentale

nazionale che garantiscono la for-

consuetudine del portare risponde

anche per favorire lo sviluppo visivo

mazione necessaria per ottenere il

a questa esigenza del bambino:

del piccolo, specialmente nei primi

certificato di consulente del portare.

la fascia gli permette di stare a

mesi, quando la distanza ottimale

La prima è “Portare i piccoli” (www.

contatto con la mamma, di sentire la

per la messa a fuoco è 20-25 cm,

22 | Giovani Genitori | Ecobaby 2014


Tendenze

ovvero la distanza tra il suo viso e quello del genitore nel momento dell’allattamento o delle coccole. “I benefici del portare non si esauriscono nei primissimi mesi – continua Sarah Cinquini -. Anche andando avanti, migliorando le capacità motorie e sensoriali del bambino, la possibilità di accoccolarsi accanto al genitore serve al bambino per rilassarsi e sperimentare la base sicura da cui ripartire per scoprire il mondo sulle sue gambe”.

La fascia Per portare accuratamente il bambino bisogna trovare il supporto più adatto alle proprie esigenze. Ne esistono di tre tipologie: i supporti non strutturati, quelli semistrutturati e quelli strutturati. Al primo gruppo appartengono le fasce. La fascia altro non è che una lunga striscia di tessuto resistente. “Si consiglia di iniziare con una fascia in cotone 100% con tessitura a saia o diagonale – spiega Sarah -, che conferisce al tessuto elasticità, permette di avvolgere e fasciare il corpo del bambino e di chi porta in maniera ottimale perché si tira bene senza schiacciare”. Com’è la fascia ideale? “Deve avere una lunghezza che può variare dai 2 ai 5 metri e una larghezza di almeno 70 cm. Questo supporto permette di portare il bimbo dai primi giorni fino ai 3 anni circa: prima davanti, poi sul fianco e sulla schiena”.

BabyWrap. L’abbraccio più caldo che c’è dopo l’attesa. Scopri BabyWrap. La fascia per portare bambini da 0 a 15 Kg. Fatta bene per far star bene te e il tuo bambino. 40settimane.it

Ecobaby 2014 | Giovani Genitori | 23


Tendenze

Le posizioni variano a seconda

Le regole base

dell’età e dello sviluppo del bambi-

Bisogna assicurarsi che il supporto

no. Cambiando la posizione cambia

garantisca una protezione idonea

anche il modo in cui il bambino

della testa del bambino, almeno fino

può relazionarsi col genitore e col

a che non sarà in grado di reggerla in

mondo circostante. “Quando è sul

autonomia. La posizione più adatta va

petto della mamma il messaggio è

scelta in base al peso. È fondamentale

‘io ti proteggo’, sul fianco ‘dialoghia-

mettere in atto comportamenti che

mo’, sulla schiena ‘tu mi segui’”. La

non creino rischi né per il genitore né

fascia è il supporto più indicato dal-

per il piccolo, perciò si consiglia sem-

le consulenti, poiché si adatta alla

pre di evitare la fascia in macchina,

crescita del bambino e lo segue dalla

in bici o in acqua, di prestare atten-

nascita per anni. Analogamente alla

al gruppo dei semistrutturati è la

zione ai movimenti del bambino, alla

fascia rigida c’è quella elastica, che

fascia Ring, un tessuto di circa due

respirazione, di evitare di piegarsi se

però ha un tessuto più cedevole ed

metri, opportunamente cucito alle

questo comporta il rischio di caduta e

è consigliata fino ai 7 kg di peso. A

estremità, che si regola tramite due

regolare il vestiario del bebè conside-

questo punto la mamma o il papà

anelli di metallo. Indicata dai tre

rando il calore prodotto dal contatto

potrebbero sentire la necessità di

mesi di vita, permette di portare il

con il corpo del genitore.

sostenere il bambino con le mani e

bimbo sul fianco fino ai 2-3 anni.

Infine, anche se sembra quasi

questo è l’indice che il supporto non

Per la maggior parte dei genitori è

ovvio sottolinearlo, è necessario

è più adatto.

una seconda fascia e in commercio

individuare il supporto più idoneo,

ne esistono di prodotte con lo stesso

assicurandosi che abbia un tessuto

tessuto della fascia lunga”.

traspirante, che sia colorato con

Il Mei Tai e la fascia Ring

colori atossici (fondamentale poiché

Al secondo gruppo, quello dei

Il marsupio

spesso i bimbi si ritrovano a ciuccia-

supporti semistrutturati, appartiene

Il terzo gruppo, quello dei supporti

re le fasce), che la seduta sia ampia,

il Mei Tai. “Il Mei Tai permette di

strutturati, comprende i marsupi

la legatura sicura e non cedevole,

portare il bimbo davanti, sul fianco

ergonomici che garantiscono una

che il peso possa essere distribuito

e poi sulla schiena a partire dai tre

corretta divaricazione delle gambe

accuratamente per evitare fastidi sia

mesi – dice Sarah Cinquini -. Questo

del bebè. “Il pannello tra le gambine

al portatore che al portato e che non

modello, che si ispira alla tradizione

deve essere abbastanza largo, circa

vi siano frammenti metallici o altre

asiatica, consiste in un pezzo di

30 centimetri, per permettere lo sca-

parti ingeribili. “Il prodotto deve es-

stoffa quadrata con quattro lunghe

rico del peso sul sederino anziché

sere innanzitutto di qualità – spiega

bende, cucite in corrispondenza de-

sui genitali del bimbo – dice Sarah

Licia Negri di Mhug (www.mhug.it)

gli angoli, che servono per allacciare

-. Il marsupio si può utilizzare dopo

-, lavorato in maniera corretta e trat-

il bimbo intorno al corpo del genito-

il quarto mese di vita, non prima

tato con prodotti non tossici. Questa

re. Un altro modello che appartiene

perché il pannello non è regolabile”.

cura e continua ricerca è alla base

24 | Giovani Genitori | Ecobaby 2014


Portami, papà Non solo mamme canguro: anche i papà sono bellissimi con fasce e marsupi. Il papà di Berenice è un “portatore” dal giorno delle dimissioni dall’ospedale. I lati positivi? Un contatto così forte e simbiotico da avvicinarsi a quello con la sua mamma. “Mi sento veramente beato a guardare e a stare a stretto contatto con Berenice, non so nemmeno cosa voglia dire una relazione diversa”.

della collaborazione tra Mhug e l’ospedale di Moncalieri (TO) con cui sono state studiate fasce adatte ai bimbi nati prematuri. Supporti in fibra di bambù, atossici e confortevoli, sono stati realizzati su consiglio dei medici e sono disponibili solo in reparto. Portare i bambini prematuri è infatti, laddove possibile, un ottimo metodo per aiutare lo sviluppo di questi cuccioli”.

Sviluppiamo la cultura Un movimento attivo nell’ambito del portare è Mammarsupio, nato dalla cooperativa Focus (www. focuscoop.it), che divulga l’arte e la cultura del portare organizzando incontri con mamme, consulenti, pedagogisti e psicologi per esplorare tutti i lati di questa metodologia, da quelli più pratici a quelli più teorici, che hanno a che fare con l’affettività e l’ambito sentimentale nella relazione ad alto contatto. Tanti spunti si trovano anche sul sito www.40settimane.it, un portale nato dall’iniziativa di mamme intraprendenti e, naturalmente, portatrici.

Ecobaby 2014 | Giovani Genitori | 25


Nuovi genitori

Family

Activity 0-1 Alla scoperta del meglio tra le proposte del territorio dedicate ai piccolissimi di Ilaria Martina


Nuovi genitori

Da qualche anno a Torino e dintorni è tutto un fiorire di corsi e iniziative adatti anche ai piccolissimi nel loro primo anno di vita: attività piacevoli e rilassanti, divertenti e stimolanti da fare con la mamma, con il papà o con chi abbia voglia di portarli con sé a scoprire gentilmente il mondo.

Acqua bebè I corsi di acquaticità sono molto gettonati fra i genitori e i bimbi gradiscono: l’acqua sostiene, accoglie, culla; il piccolo ritrova le sensazioni che ha vissuto nel ventre materno, si rilassa, si fonde ancora una volta al genitore. A Torino nel Centro Sportivo SAFA 2000 (www. safa2000.it) è possibile iscriversi a un corso di acquaticità come primo approccio all’acqua. A chi si rivolge? A tutti i bambini dal terzo mese di vita in poi. La temperatura dell’acqua nella vasca è di circa 32°. Dopo 40 giorni dal parto e mamme che vogliono unire l’utile al dilettevole possono iscriversi al corso Water Workout firmato MammaFit presso

dal bambino: nella bella stagione

insegna ai genitori a massaggiare i

il centro Fisio&Lab. L’attività è al

l’attività si svolge nei principali

propri cuccioli in acqua, un piace-

contempo acquaticità per i bimbi e

parchi di Torino e provincia, mentre

vole momento da condividere anche

acquagym soft per neo mamme con

con l’arrivo del freddo si svolge al

con i fratellini più grandi (www.

esercizi per gambe, glutei e addo-

chiuso (www.mammaf.it).

ilmulinodelbenessere.it).

minali. Sempre MammaFit propone

Relax acquatico per tutta la famiglia

per tutto l’anno i corsi di ginnasti-

presso il Mulino del Benessere di

Movimento e danza

ca con il passeggino, l’ideale per

Villastellone (TO) che propone il

Al Goga Migoga mamme e bambini

ritrovare la forma senza separarsi

meraviglioso watsu bebè: il corso

possono trovare molte attività per

Ecobaby 2014 | Giovani Genitori | 27


Nuovi genitori

divertirsi e tenersi in forma. Dedicati

tanti per lo sviluppo dell’attitudine

cadenza settimanale e si svolgono

ai più piccini i corsi di psicomotrici-

musicale nel bambino. Per questo

in un’atmosfera informale che

tà – a partire dai 6 mesi: piacevoli e

motivo presso Il Nido della Musica

permette ai bambini di esprimere

utili, perché insegnano al bambino a

a Torino vengono proposti percorsi

in modo spontaneo e naturale le

sviluppare una consapevolezza del

settimanali di Musicainfasce® dalla

loro risposte agli stimoli musica-

proprio corpo in relazione agli altri e

nascita fino ai due anni. I bambini

li. L’accompagnatore adulto ha

all’uso degli oggetti. La coordinazione

sono accompagnati da un adulto e

l’occasione di imparare attività

e l’equilibrio sono i passi successivi,

divisi in piccoli gruppi guidati da

musicali che col tempo formano

sempre importanti per la crescita del

un insegnante e da un’educatrice,

un importante repertorio di gioco

piccolo (www.gogamigoga.it).

in una atmosfera di divertita par-

da rivivere con il bambino a casa

Chi ama ballare e non vuole

tecipazione. Cantando per loro, gli

(www.musicaebambini.it).

rinunciarvi dopo l’arrivo del bebè

insegnanti offrono ai piccoli la pos-

trova una soluzione ideale da The

sibilità di arricchire con la musica

In lingua

Milk Bar, in centro a Torino. La

il loro patrimonio espressivo (www.

Sono sempre più i genitori desi-

danza in fasce - dai 2 ai 6 mesi - è

ilnidodellamusica.it).

derosi di avvicinare i propri figli,

un laboratorio di danza creativa

A Chieri e ad Asti l’insegnante

fin da piccolissimi, al contatto con

mamma-bimbo: danzare con il

Monica Martini propone corsi di

una seconda lingua, spesso l’in-

proprio piccolo è come una coccola

MusicaMi, rivolti a bambini da 0

glese. Vengono incontro a questa

in movimento (www.themilkbar.it).

a 24 mesi. I cuccioli vengono ac-

esigenza molti corsi la cui utilità

Ancora attività dedicate ai più pic-

compagnati da un adulto (genitore,

non sta solo nel primo approccio

coli presso Baby Gym, che combina

nonno o baby sitter) oppure negli

per il piccolo, ma anche in un bel

movimento per i bimbi dai 4 mesi

asili nido è prevista la partecipa-

ripasso per i genitori.

con le prime parole d’inglese (www.

zione delle educatrici. I corsi si

La scuola di lingue First Words

babygym-to.com).

fondano sulla Music Learning Theo-

propone un corso per bimbi da 0

ry di Edwin E. Gordon e vengono

a 2 anni alla presenza di un geni-

Armonie musicali

svolti da un’insegnante accreditata.

tore, che interagisce direttamente

I primi anni di vita sono i più impor-

Gli incontri di MusicaMi hanno

con il bambino seguendo le istru-

28 | Giovani Genitori | Ecobaby 2014


Nuovi genitori

zioni dell’insegnante, cantando

L’Albero di Antonia offre Family

al piccolo la musicalità (www.

canzoncine e giocando. In questo

English, corsi suddivisi per fasce

alberodiantonia.eu).

modo il bambino si approccia

di età, naturalmente anche per i

L’Associazione Happy Baby a

naturalmente alla lingua straniera

più piccoli. Lullabies è dedicato ai

Rivalta propone presso l’asilo nido

sviluppando, nel contempo, i pro-

piccolissimi (0-12 mesi) più neo

L’isola che non c’è Baby English,

pri sensi, le emozioni, la motricità,

mamme: propone canzoncine,

0-2 anni con mamma e papà, un’at-

l’autostima e rafforzando il legame

ninna nanne, filastrocche e primi

tività che coinvolge tutta la fami-

con il genitore (www.firstwords.it).

giochi in lingua, trasmettendone

glia in un primo piacevole contatto

C’è un luogo dove il tempo è benessere… ... dove le future mamme e le coppie in dolce attesa possono praticare incontri di acquaticità prenatale. WATSU BEBÈ per la famiglia, di gruppo e privato, una preziosa occasione per accompagnare i bimbi alla scoperta di sé e della relazione con gli altri. Attraverso il gioco i cuccioli sviluppano la propria intelligenza, la socialità nonché le abilità motorie. L’acqua della piscina riscaldata contiene “I SALI DELLA VITA” con i benefici delle acque termali di tipo alcalino e magnesiaco.

IL TUO BENESSERE E QUELLO DEL TUO BAMBINO

SONO AL CENTRO DELLE NOSTRE ATTIVITÀ www.ilmulinodelbenessere.com - via Molino, 21 Villastellone (TO) Tel. 011 9619446 - info@ilmulinodelbenessere.it


Nuovi genitori

Le attività per i più piccini coinvolgono piacevolmente tutta la famiglia

con la nuova lingua (associazione. happybaby@gmail.com).

Mum&Baby Il massaggio del neonato è un’ antica tradizione presente in culture di molti paesi: da qualche tempo è stata riscoperta e si va diffondendo anche da noi. Si tratta di una bellissima attività da svolgere con il proprio cucciolo: in città e in tutta la regione si trovano molte proposte, offerte sia dalle Asl che dalle varie associazioni che seguono la maternità. L’evidenza clinica e recenti ricerche hanno confermato l’effetto positivo del massaggio sullo sviluppo del bambino a diversi livelli. Per chi dopo aver partorito scopre di essere una mamma canguro, ma non sa ancora quale fascia scegliere e come indossarla c’è un corso

E mentre le mamme sono in giro,

la spesa, stirare, lavare, riordinare

base proposto da The Milk Bar. Si

di corsa, fra un corso di massaggio

e nel prendersi cura dei bambini.

passano in rassegna i vari modi di

e uno di fitness, cosa possono fare

Un’iniziativa utile e simpatica per

portare i bambini nella fascia e ne-

i papà? “L’Uomo Perfetto”, quello

aiutare gli uomini a districarsi tra

gli altri supporti, per i primi mesi

che ogni donna desidera è il primo

panni, pappe, pannolini e camicie

di vita e anche dopo, con i vantaggi

e unico corso che si rivolge agli

da stirare! Il corso è un’idea regalo

e i benefici che ne derivano, con

uomini, con l’obiettivo di farli

originale per i neo e futuri papà e si

insegnanti qualificate nel settore

diventare autonomi nella gestione

svolge anch’esso presso The Milk

del babywearing.

della casa, nel cucinare, pulire, fare

Bar a Torino in via Bodoni 7 G.

30 | Giovani Genitori | Ecobaby 2014


La primavera arriva con le problematiche delle allergie aiutiamoci con i rimedii che la natura stessa ci offre!! • fitoterapia ed erbe officinali • vasto assortimento di alimenti biologici (tofu + seitan freschi) • cosmesi vegetale • spezie • incensi • pastiglie leone • the aromatizzati • infusi di frutta • alimenti adatti a celiaci e/o intolleranze alimentari Su prenotazione PANE BIOLOGICO cotto a legna dell’Agriforneria di Chiesanuova (TO) e PA PAN DOLCE AL CIOCCOLAT PAN TO per ricche colazioni CIOCCOLATO

COCCOLE PER NOVE MESI

9 mesi di attesa... un’occasione per prendersi cura di sè prima e dopo la nascita... naturalmente con Helan

CORSO ITALIA, 40 - GASSINO T.SE | TEL. 011 9813114 LUNEDÌ 15.30/19.30 | DA MARTEDÌ A SABATO 9/12.30-15.30/19.30

www.erboristeriaricercatradizionebenessere.it


L’importante è

dormire

Dormire insieme nel lettone? Sì, no, qualche volta. La dolcezza del cosleeping

32 | Giovani Genitori | Ecobaby 2014

di Silvia Garda


Riposo

Il contatto prolungato produce effetti positivi sui piccoli e sui grandi

Quando si parla di cosleeping si

capire qual è il metodo giusto da

parla di sonno condiviso, cioè di

applicare.

notti trascorse tutti insieme nel lettone o nella stessa stanza. Sono

Fa bene ai genitori

molti i dubbi, le critiche e le paure

I genitori che praticano il coslee-

nei confronti di questo metodo

ping sono definiti “ad alto contat-

educativo. La polemica è sempre

to”, inteso in tutti i sensi: emotivo,

aperta. Farà bene? Farà male? Si

fisico ed empatico. Sono genitori

può far sempre o solo qualche

che hanno uno scambio elevato

volta? Sono tanti i libri che suppor-

con i propri bambini, un contatto

tano favorevolmente il coslee-

fisico ed emozionale e che spesso

ping. C’è “Besame Mucho. Come

sono identificati come mamme

crescere i vostri figli con amore”,

e papà canguro. Proprio come i

di Carlos Gonzales, oppure “Sono

marsupiali, le mamme canguro

qui con te, l’arte del maternage”

tengono i propri cuccioli vicini con

di Elena Balsamo o ancora “E se

le fasce, i marsupi, li allattano al

poi prende il vizio”, di Alessandra

seno anche per periodi prolungati

Bortolotti. Tante anche le tesi con-

oltre lo svezzamento, condividono

trarie, in primis il temutissimo (da

il sonno e tendono ad avere un

molti genitori) Eduard Estivill con

contatto concreto e costante con

il suo testo “Fate la nanna” che ne-

i propri figli. I motivi? Il contatto

gli anni sessanta era considerato

prolungato produce effetti positivi

una vera e propria Bibbia, o Tracy

non solo sui più piccoli, ma anche

Hogg con “Il linguaggio segreto

sui grandi. Le mamme, in partico-

dei neonati”, in cui si propongono

lare, sarebbero meno soggette al

metodi che dovrebbero aiutare sia

“baby blue”, quel periodo fisiologi-

i genitori sia i bambini a trovare

co di difficoltà post parto che può

presto una propria indipendenza

sfociare in fenomeni depressivi

e quindi un’armonia di ritmi,

anche forti. Ma cos’è il cosleeping?

orari e routine. Sta alle famiglie

Ne parliamo con Paola Orso Gia-

Ecobaby 2014 | Giovani Genitori | 33


Riposo

cone, fondatrice dell’associazione MOM’s - mamme online, mamma di Lucia, 15 mesi, in attesa di un maschietto che arriverà a marzo, fiera e orgogliosa mamma canguro che pratica il cosleeping.

Noi lo abbiamo fatto Paola, come ti sei avvicinata al dormire insieme? “Quando ero in dolce attesa non avevo la più pallida idea di cosa volesse dire diventare mamma – risponde Paola -. Avevo una infarinatura su tutto e, come la maggior parte delle persone, ho preparato la cameretta con il lettino, credendo che Lucia avrebbe dormito lì. Ma quando è nata aveva già le idee chiare! Malgrado il taglio cesareo cui sono stata sottoposta, sono riuscita a far partire subito e bene l’allattamento (ancora adesso continuo ad allattarla) e il fatto di averla accanto la notte ci permetteva di riposare tutti, senza neanche svegliare il papà. Al primo accen-

di aiutarli a prendere sonno più

perché presto arriverà il fratellino

no di pianto da fame aveva il seno

facilmente e serenamente. Inoltre

e questa volta non abbiamo dubbi

a disposizione, poteva poppare e

sentire il suo respiro, il suo calore

su dove dormirà”.

poi riaddormentarsi, rendendo il

e intravedere il suo viso, rende me

sonno più semplice e sereno anche

e il suo papà felici. Ora abbiamo at-

Al momento giusto

a me. Questa pratica, iniziata quasi

trezzato la camera con un side-bed

Il cosleeping porta dei vantaggi?

per comodità, si è trasformata in

(abbiamo adattato il lettino toglien-

“Oltre a facilitare l’allattamento a

una meravigliosa abitudine per

do una sbarra, lo abbiamo legato al

richiesta, perché la produzione di

tutti. Nei bambini fino ai tre anni

lettone e adeguato l’altezza dei ma-

prolattina, l’ormone che promuove

i risvegli notturni sono fisiologici,

terassi con un piccolo rialzo). Lo

la lattazione, è più stimolata di

dormire tutti insieme permette

abbiamo fatto per avere più spazio,

notte, e oltre al fatto di poter dor-

34 | Giovani Genitori | Ecobaby 2014


Riposo

mire senza alzarsi quando il bambino si sveglia, con il cosleeping si previene la Sids, la sindrome da morte in culla, perché il respiro del bambino si sincronizza con quello della mamma e il contatto e i movimenti materni facilitano piccoli risvegli fisiologici. Per noi è stato naturale, abbiamo seguito il nostro istinto e il nostro amore, pensando che tutti i cuccioli di mammifero dormono con la mamma e che non dovremmo aver fretta di staccarci da loro per renderli ‘indipendenti’ a 4 mesi. E finire poi a rimpiangere i nostri bambini quando sono grandi e le coccole non le vogliono più!”.


Riposo

Le critiche

vengono ‘insegnati’ il distacco

male aiuterà il piccolo a diventare

Non tutti sono d’accordo con i ge-

e l’autonomia precoci, il non

un adulto più sicuro. Ah, quasi di-

nitori che praticano il cosleeping:

stare troppo in braccio per evitare

menticavo, la critica più divertente

quali sono le principali critiche

vizi e anche il dormire tutta la

è che non avrò più intimità con il

che hai ricevuto? “Le critiche

notte, senza risvegli e separati. La

mio compagno! Vi ho già detto che

sono grossomodo le stesse che

mamma deve rientrare presto al

sono incinta del nostro secondo

vengono indirizzate ai genitori che

lavoro e deve staccarsi dal bimbo

bambino?”.

adottano uno stile di accudimento

per essere produttiva, come se

ad alto contatto, cioè quei genitori

la maternità fosse un periodo di

che scelgono di portare avanti

malattia. Le critiche sono dunque:

Raramente una mamma sbaglia

un metodo educativo basato su

lo vizi troppo, non sarà indipen-

È un bene? È un male? Cosa

un legame fisico molto stretto col

dente, a 18 anni dormirà ancora

consigliare ai genitori che vogliono

bambino. Chi pratica il coslee-

nel lettone e così via. Io non ci rido

avvicinarsi al cosleeping? “Di

ping spesso sceglie di portare il

su. So che i bisogni di contatto

fare di testa propria e ignorare

bambino nella fascia, di allattare al

del bambino vanno soddisfatti, so

le critiche, che tanto arriveranno

seno a richiesta e anche, appunto,

che non sono capricci o vizi, come

qualsiasi scelta faremo. Ogni fami-

di condividere il sonno. Quella

volere un nuovo gioco o un nuovo

glia deve trovare il suo equilibrio e

attuale è una società dove invece

vestito. Un accudimento prossi-

non esistono regole fisse. Nessun

36 | Giovani Genitori | Ecobaby 2014


Riposo

manuale insegna a crescere un bambino; si devono seguire i bisogni dei propri figli e le nostre sensazioni. Non esistono mamme buone o mamme meno buone, esistono semmai mamme insicure e poco informate, specialmente sull’allattamento al seno, che va a braccetto con il cosleeping. È provato che una madre che dorme lontana dal

MOM’s - mamme online

suo cucciolo si sveglia molte volte

L’associazione no profit MOM’s è attiva nell’alto Canavese, nell’E-

per controllare ‘se respira’. Già si

porediese e a Torino. Si propone di mettere in contatto mamme e

capisce che dormire separati crea

bambini, di organizzare attività, incontri ludico/educativi e gite.

un’ansia nella madre. Seguendo

MOM’s si raggiunge sul sito www.momsmammeonline.blogspot.it e

il proprio istinto e le proprie

sul gruppo Co Sleeping - il sonno condiviso, molto attivo su Facebo-

sensazioni raramente una mamma

ok, dedicato proprio alla condivisione del lettone.

sbaglia”.


Baby care

Il

pannolino

giusto

Quali sono i pannolini migliori? Ce lo raccontano quattro famiglie

di Isa di Re

Dai lavabili agli ecologici, da quelli di marca al potty training

38 | Giovani Genitori | Ecobaby 2014


Baby care

I lavabili Bastano 24 pannolini, dei modelli giusti Cristina, Attilia e Carlo hanno rispettivamente 38 anni, 12 mesi e 42 anni. Cristina è architetto, Carlo alterna ricerca economica e sociale e consulenza. Tutti e tre sono esperti di pannolini lavabili: ne hanno provati più di trenta tipi e alla fine hanno capito che non si tratta solo di prendere o lasciare, ma di scegliere il pannolino lavabile giusto. “È iniziato per caso - raccontano Carlo e Cristina -. Eravamo incuriositi dai pannolini lavabili, ma tutti ce ne parlavano male. La tesi più diffusa era: fanno bene all’ambiente, ma che fatica! Il classico modo di pensare in cui la retorica ambientalista non è supportata dai fatti. Quando siamo andati a chiedere informazioni, abbiamo incontrato persone poco preparate, che provavano a offrirci i pochi modelli in vendita come unica soluzione possibile”. A sbloccare la situazione sono stati due amici conosciuti durante l’Erasmus, tedeschi che vivono nel Galles. “Il loro approccio era completamente diverso. Ci hanno spiegato che non esiste ‘il pannolino lavabile’, perché sono tante le marche e i modelli sul mercato. Ce ne hanno spediti tipi diversi e un

Ecobaby 2014 | Giovani Genitori | 39


Baby care

I materiali assorbenti sono mol-

Usa-e-getta, ma ecologici

tissimi e comprendono lana cotta,

Ilaria ha scelto di coniugare assor-

spugna e panno. “Noi ci siamo

benza e ambientalismo, risparmian-

attestati sulla spugna, che però ci

do cloro e sbiancanti

mette almeno 24 ore ad asciugare

Ilaria, 30 anni, ha lasciato Milano

ed è pensata per le nazioni in cui

dove aveva un lavoro da pr nel

si usa l’asciugatrice. Esistono poi

mondo della moda per trasferirsi a

moltissimi modelli di pannolini

Torino con la piccola Alice a fianco

pocket che hanno una tasca in cui

del suo compagno.

inserire il materiale assorbente; i

“Quando ero incinta, ero sicura e

indossare”.

più arditi, californiani, prevedono

convinta che avrei utilizzato solo

libricino ciclostilato ricevuto in un

il riutilizzo di stracci e calze usate.

i pannolini lavabili. Poco dopo

negozietto inglese, che spiegava

Sono molto buoni i Bumgenius!

l’arrivo di Alice, tuttavia, il tempo

come funzionano”.

(www.babipur.co.uk) e gli “all-

dedicato ad allattamento, piccole

Carlo e Cristina si sono innamorati

in-one”, i tutto-in-uno, in cui il

coliche e nanna mi ha costretto a

dei pannolini lavabili. “I migliori

materiale assorbente è integrato

cambiare idea, perché non riuscivo

sono in due pezzi - dice Carlo -,

alla mutandina impermeabile e a

più a seguire anche il lavaggio

con la mutandina esterna imper-

volte è sintetico, per cui si asciuga

dei pannolini. Così ho provato i

meabile e un pannolino interno

in meno di un’ora. A chi vuole

pannolini ecologici. Ho trovato i

assorbente. Noi ci siamo trovati

provare, consigliamo di comprarne

Moltex in un negozio che vende

benissimo con i Baby BeeHinds

uno e vedere se funziona, variando

prodotti biologici: sono biodegra-

(www.babybeehinds.com.au), nei

l’assortimento perché è importan-

dabili e più naturali di molti altri

modelli Bamboo Nappy e Hemp

te avere modelli superassorbenti

in commercio, non sono sbiancati

Nappy. Ma sono ottimi anche i Po-

per la notte e modelli leggeri da

e non contengono cloro, per cui

polini (tedeschi) e i famosi vecchi

usare in casa. La scorta necessaria,

ho pensato che fosse la soluzione

Ciripà, un pochino più laboriosi da

secondo noi, è di 24 pannolini”.

che faceva al caso mio. Non volevo

Pannolini lavabili: una scelta che fa bene all’ambiente

40 | Giovani Genitori | Ecobaby 2014


Baby care

Un negozio ed un luogo di incontro dedicato a gravidanza, allattamento e maternità

che il sederino della mia bambina fosse a contatto con troppe sostanze chimiche, oltre naturalmente al discorso di sostenibilità ambientale, da non sottovalutare. Mi sono trovata molto bene subito, sia come vestibilità, sia come tenuta. Alice non ha mai avuto il sederino arrossato. Certo, i pannolini ecologici sono un po’ più cari degli altri e questo è il loro punto debole, però sono sicura di aver risparmiato molto in creme lenitive da arrossamento”. Ilaria usa i pannolini ancora adesso, ma li alterna al metodo dell’educazione al vasino. “Stiamo seguendo il metodo della ‘Elimination Communication’, ma lo facciamo solo quando siamo in casa tranquille: la lascio con dei pantaloni, senza pannolino, per farle acquisire maggiore consapevolezza del suo corpo, senza fretta e con molto rispetto dei suoi tempi”.

I pannolini di marca Preferiti da Silvia, che li regala ancora agli amici neo genitori Silvia ha 34 anni, ha conosciuto Simone, che viene da

THE TH HE M MILK ILK BAR P PROPONE abiti per la maternità e l’allattamento, accessori, marsupi ergonomici, fasce, Mei Tai, prodotti per l’igiene a base vegetale, idee regalo tra cui bavaglini da spalla, mussoline, fasciatoi portatili, ...

(BUONI REGALO PERSONALIZZATI)

E TROVI ANCHE corsi e iniziative tra cui yoga e gravidanza workout, mammaFit, danza mamma-bambino, massaggio infantile...

(UN PENSIERO ORIGINALE: REGALA UN’ATTIVITÀ) BABY PIT STOP a disposizione cuscino allattamento, scalda biberon, fasciatoio attrezzato e giochi.

Latina, durante una vacanza in Spagna. Esattamente nove mesi dopo il matrimonio è nato Tommaso, che ormai ha quasi 5 anni. Dopo altri diciassette mesi è arrivata Benedetta, quasi la fotocopia del fratello. “Con due bimbi, pannolini ne abbiamo fatti andare eccome - racconta Silvia -. Io ho tifato sempre e solo per quelli di marca, mentre mio marito ha cercato di rifilarmi di tutto. Per me i pannolini di marca sono gli unici che tengono veramente. Non so se è una mia fissa o no, ma con gli altri pannolini mi ritrovavo sempre con i body sporchi. Siamo andati alla ricerca delle migliori offerte e spesso abbiamo comprato i convenienti scatoloni multipacco”. Tra i vari modelli in commercio Silvia non ha mai trovato una grande differenza, né ha mai avuto grandi problemi di arrossature. “Solo qualche piccolo episodio

The Milk Bar Via Bodoni 7G - Torino Tel. 011 7633558

www.themilkbar.it Ecobaby 2014 | Giovani Genitori | 41


Baby care

Una strada inusuale: educare all’uso del vasino fin dai primi mesi

regalo: lo scatolone multipacco. Ovviamente di marca! Magari è un regalo poco romantico, ma sempre apprezzato!”.

Senza pannolino Barbara: l’educazione precoce al vasino Barbara, imprenditrice, è mamma di Velvet. In casa hanno scelto di seguire una strada inusuale: eliminare o ridurre al minimo l’uso dei pannolini, attraverso un percorso che ha preso piede solo da poco tempo, l’educazione precoce al vasino. “Abbiamo deciso di seguire il metodo della ‘Elimination Communication’ o Potty Training. Si tratta di crescere senza pannolino o, per meglio dire, educare all’uso del vasino fin dai primi mesi di - racconta -, superato velocemente

che qui, in città, manca comple-

vita. Ho scoperto questo metodo

con le creme. A volte viene da

tamente: lo spazio e l’aria aperta.

grazie al mio compagno - racconta

pensare che i Ciripà creerebbero

Sapendo che vivono in mezzo a

Barbara - e l’ho trovato subito

meno problemi alla pelle dei bimbi

tanta serenità, noi riusciamo a sop-

molto interessante, a parte le pri-

e tra l’altro si risparmierebbe non

portare la lontananza. Nel mezzo

me perplessità. Dopo il parto ero

poco, ma tra figli e marito, casa, la-

del giardino, con il caldo estivo, la

molto stanca per i nuovi ritmi che

voro e compagnia, sarebbe un po’

mitica suocera si è presa la briga

Velvet ci imponeva e ho comin-

utopistico pensare di lavare cinque

di togliere i pannolini a tutti e due,

ciato a usare i pannolini ecologici,

o sei volte al giorno i pannetti e

quando avevano all’incirca due

ma dopo i primi mesi ho iniziato a

averne a disposizione altrettanti

anni (Tommaso qualcosa in più,

tenere Velvet senza pannolino in

pronti all’uso”.

Benedetta qualcosa in meno)”.

casa, con delle ghettine di spugna.

A togliere il pannolino è stata la

I pannolini girano comunque anco-

Notavo che ci dava segnali molto

nonna. “D’estate i bimbi vanno in

ra per casa. “Mio marito e io siamo

chiari, con il viso e con il corpo.

vacanza da lei a Latina, anche per

molto pratici e spesso agli amici

Quando mi accorgevo che stava

lunghi periodi. Ci vanno volentieri,

che hanno avuto un bambino ci

per fare la cacca la portavo subito

perché hanno a disposizione ciò

presentiamo con il nostro prezioso

in bagno sul wc, mentre per la

42 | Giovani Genitori | Ecobaby 2014


Baby care

Strada degli Scavi, 18 Castiglione Torinese Tel. 011 9607308 - Cell. 348 1727709 ristoparcoarmonia@gmail.com

pipì la portavo in bagno vicino al bidè. Lo facevo più o meno una volta all’ora, creando una certa ritualità. Giorno dopo giorno, osservando mia figlia, ho notato che era sempre più consapevole di quel che accadeva nel suo corpo. Iniziava a comprendere da sola che a ogni stimolo segue un effetto. Dopo qualche settimana ha iniziato a fare pipì e cacca soltanto in bagno. Verso i dieci mesi abbiamo introdotto il vasino, con alcuni giochi e bambola al seguito”. Adesso, all’età in cui più o meno gli altri bambini cominciano a essere svezzati dal pannolino, Velvet chiede di essere portata in bagno, anche quando la famiglia è fuori casa. “Sono molto contenta - continua Barbara - perché è importante che il bambino conosca il proprio corpo. L’utilizzo prolungato dei pannolini ritarda tale consapevolezza. C’è inoltre un notevole risparmio economico, non si inquina l’ambiente e soprattutto abbiamo

RISTORANTE CON ANIMAZIONE venerdì e sabato a cena domenica a pranzo e cena VENERDÌ SERA musica dal vivo per adulti NUOVO SPAZIO COPERTO 70 mq per animazione bambini FESTE DI COMPLEANNO con animazione a 9.90 euro tutto compreso (buffet - torta) La domenica e per le feste di compleanno si può fare (a richiesta) IL GIRO A CAVALLO

fatto di Velvet la protagonista attiva del suo percorso. L’educazione precoce al vasino è stata semplice e naturale”.

RISTORANTE ADATTO A CERIMONIE: COMUNIONI, BATTESIMI, MATRIMONI, ...

Ecobaby 2014 | Giovani Genitori | 43


Viviamo così

Quante mamme ti dà la vita La storia di Carlotta e Lucia attraverso l’affido. Il percorso di una bambina e delle sue tre mamme


Viviamo così

C’era una volta Lucia, una bambina nata dall’amore di Michele e Giovanna, voluta e desiderata come tutte le bambine, bella e dolce, meravigliosa e speciale. Purtroppo i genitori avevano problemi. Ce la mettevano tutta (ma proprio tutta!) a fare bene il loro lavoro, ma spesso si trovavano in difficoltà, combinavano pasticci e, senza volerlo, rischiavano di fare del male a Lucia. Si rivolsero ai parenti, all’assistente sociale, alla psicologa. Tutti cercarono di sostenerli, ma le difficoltà diventavano sempre più grandi. Un giorno, visto che proprio le cose non funzionavano, fu proposto alla mamma di andare in una comunità. Giovanna accettò. Era come stare in una grande casa: ci abitavano le mamme con i bimbi e in più c’erano le educatrici, che

sciuto Carlotta, le raccontarono la

E si innamorò. In pochissimi giorni,

aiutavano e sostenevano, spiegando

storia di Lucia e le chiesero se voleva

con l’aiuto dei suoi amici, organizzò

come prendersi cura dei piccoli e in

farle da mamma per un po’. Non si

la casa per accogliere la bambina e

qualche caso proteggendoli anche, se

sapeva quanto e come: sarebbe stata

mentre faceva spazio in casa, apriva

una mamma stava così male da non

mamma per tutto il tempo di cui ci

uno spazio dentro di sé per quella

riuscire a farlo.

fosse stato bisogno. Carlotta ci pensò

piccina che all’improvviso era com-

Durante il soggiorno in comunità

(Carlotta pensava sempre molto)

parsa nella sua vita.

Giovanna si accorse che qualcosa

e alla fine decise di rispondere di

Carlotta viveva sola. Non aveva né

non andava. Si sentiva confusa. Si

sì. Fu così che Lucia e Carlotta si

marito né figli, non era una mamma.

fece portare dal dottore per farsi

incontrarono.

La vita era andata così. Un giorno

curare e lasciò Lucia alle educatrici,

La prima volta che Carlotta vide

aveva sentito il desiderio di prender-

chiedendo che qualcuno si occupasse

Lucia, notò i suoi occhi tristi e vuoti.

si cura di una bimba o di un bimbo e

della piccola, perché lei proprio non

Era una bimba sola e disorientata,

aveva deciso di presentarsi alla Casa

ce la faceva.

che si strinse alla sua mano come un

dell’Affidamento, dove cercavano

Lucia da sola non poteva rimanere.

naufrago alla zattera. Carlotta sentì

adulti disponibili ad accogliere, per

L’assistente sociale e la psicologa,

attraverso la stretta di quella manina

il tempo necessario, i bimbi le cui

che nel frattempo avevano cono-

calda tutto il bisogno e il desiderio.

famiglie sono in difficoltà.

Ecobaby 2014 | Giovani Genitori | 45


Viviamo così

Carlotta sapeva che non era facile prendersi cura di una bimba nata dalla pancia di un’altra mamma ste. Con lei poteva calmarsi quando era agitata o arrabbiata, da lei poteva avere risposte alle mille domande e curiosità di bambina. Dopo qualche mese che vivevano insieme, quando Lucia si sentiva ormai abbastanza sicura, Carlotta la portò alla materna. Lucia amava giocare con gli altri bambini e ora che stava meglio era pronta per la scuola. In quel periodo Lucia cominciò a rivolgersi a Carlotta chiamandola mamma. Tutti i bimbi della scuola avevano una mamma. Per diventare mamma affidataria,

immaginò che dovesse sentirsi molto

Entrambe sapevano che la mamma

Carlotta si preparò a lungo, perché

sola e cercò di starle vicina il più

di Lucia era mamma Giovanna, ma

sapeva che non era facile prendersi

possibile, per insegnarle la fiducia e

era talmente forte per la bimba il

cura di una bimba nata dalla pancia

aiutarla a superare, poco per volta,

bisogno di pronunciare quella pa-

di un’altra mamma. Quando Lucia ar-

le paure.

rola e le veniva così naturale chia-

rivò, Carlotta decise che per qualche

I primi tempi non furono facili,

mare “mamma” la persona che ogni

mese non sarebbe andata al lavoro:

Carlotta e Lucia passavano tan-

giorno si prendeva cura di lei…

voleva dedicarsi totalmente a Lucia.

tissimo tempo insieme, cercando

Carlotta inizialmente si sentì un po’

La portò a casa, le preparò un lettino

di conoscersi e di fare amicizia,

a disagio, temeva che Giovanna ne

e lo mise nella sua stessa camera,

giocando e parlando, a volte anche

soffrisse, ci pensò, si confrontò con

perché sapeva che la bimba non

litigando, arrabbiandosi, chiedendo

le amiche e con la psicologa e sentì

aveva mai dormito da sola e avrebbe

scusa, piangendo.

in cuor suo che Lucia poteva con-

avuto paura.

E mentre il tempo passava, si creò

tinuare a chiamarla così, facendo

La piccola Lucia era fragile a quel

tra loro un legame forte e sicuro.

attenzione che nessuno si confon-

tempo, i suoi occhietti parevano

Lucia cominciò a sentire Carlotta

desse e si dimenticasse di mamma

smarriti nel nulla, si turbava e spa-

come una persona da cui poteva farsi

Giovanna. E infatti né Lucia né

ventava per le cose nuove. Carlotta

coccolare, consolare quando era tri-

Carlotta la dimenticarono mai.

46 | Giovani Genitori | Ecobaby 2014


Viviamo così

Lucia cominciò a dire alle amichette che aveva due mamme. E loro si stupivano e sembravano non capire, ma Lucia cresceva serena e cominciava a sentirsi davvero tanto amata. Ogni settimana, Carlotta accompagnava Lucia a incontrare mamma Giovanna e papà Michele. Con loro c’era sempre Maria, un’educatrice che aiutava bambini e genitori a incontrarsi e a stare bene, anche quando c’erano delle difficoltà.

e se le avessero chiesto di tenerla

zii di Lucia, zia Marisa e zio Guido,

Mentre Lucia cresceva tranquilla,

con sé per sempre, avrebbe detto

volevano essere la sua famiglia, fu

il giudice cercava una soluzione

immediatamente di sì, senza pen-

molto felice, anche se in un angolo

per lei, perché si doveva trovare

sarci neanche un minuto, ma sapeva

del cuore era triste, perché avrebbe

una famiglia dove potesse stare per

che questo non era possibile. Lucia

sentito tanto la mancanza di quella

sempre. Carlotta voleva molto bene

aveva bisogno di una mamma e di un

bimba meravigliosa che avrebbe

a Lucia, la amava con tutto il cuore

papà e quando Carlotta seppe che gli

amato per sempre.

Come posso fare per vivere al meglio la gravidanza e il parto ? Di cosa avrò bisogno per occuparmi serenamente del mio bambino?

Come sarebbe bello se avessi una donna attenta e disponibile accanto a me!

Contatti: Olga Pasin doula e psicologa Cell. 333 6423849 olga.pasin@mammadoula.it www.olgapasin.it Sara De Maria doula e psicologa Cell. 392 3014654 sara@mammadoula.it www.sarademaria.it


Viviamo così

L’affido è una scelta solidale di genitorialità sociale

ma lo facciamo in senso lato: non ci sono vincoli, non è richiesto il matrimonio, né un certificato, non c’è età per la primogenitura in caso di figli né vincoli di età. Può proporsi una coppia, ma anche un single o una persona anziana. I nonni sono anzi risorse importanti, perché spesso sono in grado di offrire cura e supporto senza mettersi in competizione con la famiglia d’origine”. Ci sono abbastanza famiglie affidatarie? “No, purtroppo. Scrivetelo chiaramente: abbiamo bisogno di

“Abbiamo bisogno di famiglie”

rimane aperto. Non va confuso con

nuove famiglie. A Torino ci sono

l’adozione e questi tredici anni di

trenta bambini in lista di attesa e

È dal 2000 che a Torino opera la

lavoro sono serviti a farlo conoscere,

manca chi sia disposto ad acco-

Casa dell’Affidamento; un progetto

a rendere le famiglie consapevoli e

glierli”.

innovativo e di grande valore sociale

più disposte a collaborare”. Accetta-

Quali sono i bimbi che si trovano nei

che ha dato ottimi risultati, con più

re un bimbo in affido significa aiu-

percorsi di affidamento? “Difficile

di mille famiglie coinvolte, un terzo

tarlo, ma anche aiutare la famiglia

generalizzare: ogni storia è a sé,

delle quali giunte felicemente al

in difficoltà. “L’affido è una scelta

anche se in genere sono bimbi molto

termine del percorso.

solidale – continua Piera Dabbene -

provati da storie familiari dure, a

Ne parliamo con Piera Dabbene, re-

chi si offre aderisce a quello che

volte capaci di cogliere immedia-

sponsabile della Casa per la Città di

io chiamo il senso della genitoria-

tamente gli aiuti, altre volte così

Torino. La prima domanda è: cosa si

lità sociale, cresce un figlio altrui

fragili da aver bisogno di essere

intende per affidamento familiare?

sviluppando e sostenendo collettiva-

ricostruiti. Anche le età sono diver-

“È l’accoglienza temporanea nella

mente le funzioni educative”.

se, si va dai neonati agli adolescenti

propria casa di un bambino o bam-

Genitorialità sociale è un termine

e la Città di Torino sostiene anche i

bina, di una ragazza o un ragazzo, il

che ci piace molto. Chi può diventa-

giovani oltre la maggiore età, perché

cui legame con la famiglia di origine

re affidatario? “Parliamo di famiglie,

sappiamo bene che a 18 anni un

48 | Giovani Genitori | Ecobaby 2014


Viviamo così

ragazzo non sempre ha la maturità e la capacità di portare avanti la sua vita in maniera autonoma”. La Casa dell’Affido attua politiche sociali all’avanguardia: tra le novità c’è per esempio il tentativo di sviluppare affidamenti omo-culturali, coinvolgendo famiglie della stessa cultura. Novità anche il progetto di solidarietà “Bambini Ri-denti”, lanciato assieme alla società per gli Asili notturni Umberto I, che ha aperto il proprio ambulatorio orto-

nico 28, è aperta per informazioni

dontico alle cure dentarie gratuite

e colloqui dal lunedì al venerdì. Si

per i piccoli in affidamento.

possono richiedere informazioni e

Siete interessati? La Casa dell’Affi-

fissare appuntamenti telefonando

damento è un servizio del comune

al numero verde 800 254444 o su

di Torino, si trova in via San Dome-

www.comune.torino.it/casaffido.

Le illustrazioni di queste pagine sono gentile concessione di Romina Beneventi, illustratrice, http://blog-aris-blog. blogspot.com

Una bellissima festa? Acquista ONLINE i coordinati d nat dinati dina a tii at tavola e palloncini per il BATTESIMO info@lefestediemma.com

www.lefestediemma.com m


Esami

displasia

La all’anca

Alcuni bebé soffrono di un ritardo fisiologico nella maturazione dell’anca. È una patologia facilmente guaribile

di Tatiana Zarik

50 | Giovani Genitori | Ecobaby 2014

L’anca è un’articolazione comples-

l’eventuale presenza di un partico-

sa, il cui sviluppo influisce sulla

lare disturbo, la displasia dell’an-

capacità di stare in piedi e cammi-

ca, al terzo mese di vita i bambini

nare. Durante la vita intrauterina

sono chiamati a un piccolo control-

e durante i primi anni di vita del

lo ecografico non invasivo.

bambino, l’anca subisce profonde

Diamo subito una buona notizia: la

modificazioni. Per diagnosticare

displasia dell’anca è una patologia


Esami

poco frequente e, nella maggior parte dei casi, facilmente guaribile. Quando capita, però, può portare sgradite complicazioni e disagi per chi ne soffre, a maggior

Dopo la nascita si sottopone il bebè a una valutazione ortopedica completa

ragione se il paziente è un bambino o già un adolescente. I medici di base e gli specialisti intervengono nell’età pediatrica e considerano il controllo dell’anca con la massima attenzione. Subito dopo il parto i genitori sono invitati a sottoporre il bebè a una valutazione ortopedica completa, per diagnosticare in fase precoce eventuali atteggiamenti patologici o malformazioni, che spesso in realtà fanno parte del naturale sviluppo e scompaiono con la crescita senza bisogno di particolari cure. del rivestimento legamentoso che

di predisposizione genetica, anche

La patologia

fascia l’articolazione. Se non viene

se tale anomalia non si trasmette

L’articolazione che lega la gamba

corretta, con il tempo la displasia

obbligatoriamente per ereditarietà

al bacino e permette di compiere i

potrebbe provocare una lussazio-

diretta – sottolinea il professor

movimenti necessari per cammi-

ne della testa del femore, cioè la

Giuseppe Ferrari, primario emerito

nare è composta da due elementi,

fuoriuscita parziale o completa

di Neonatologia e Pediatria presso

la testa del femore, cioè l’estremità

dell’osso dall’acetabolo e la con-

l’Ospedale Mauriziano di Torino –.

sferica dell’osso lungo della coscia,

seguente perdita di contatto tra le

Se mamma e papà, oppure anche

e l’acetabolo, la cavità dell’anca de-

due superfici.

solo uno dei nonni, hanno avuto

stinata a contenerla e farla ruotare

Alcuni studi hanno ipotizzato che

problemi di questa natura, è più

al proprio interno. In circa due o

questa patologia possa essere

probabile che i figli ne soffrano”.

tre neonati su cento, l’incastro non

riconducibile a fattori di rischio di

In generale, la displasia è più

è perfetto e le due parti non col-

tipo meccanico, come la posizione

comune nelle femmine, perché

limano in modo preciso. Di solito

podalica durante la gestazione,

maggiormente predisposte a una

si tratta di un difetto temporaneo,

una scorretta postura intrauteri-

lassità dei legamenti che rende in-

causato da un ritardo fisiologico

na o lo scarso volume di liquido

stabile l’articolazione. Si presenta

di maturazione o dalla debolezza

amniotico. “C’è inoltre una sorta

di solito in un’anca soltanto e nel

Ecobaby 2014 | Giovani Genitori | 51


Esami

65 per cento dei casi interessa il lato sinistro, nel 15 per cento il destro e nel restante 20 per cento è bilaterale.

Alla nascita “Se, soprattutto in passato, una mancata cura di questa anomalia poteva portare in età adulta a difficoltà di deambulazione, lussazioni e gravi artrosi, oggi i genitori possono essere più tranquilli – spiega Enrico Bertino, direttore della Neonatologia dell’Università di Torino –. Entro 24 ore dalla nascita, tutti i neonati vengono sottoposti a una manovra molto semplice, detta di Ortolani-Barlow, che permette di diagnosticare o comunque far presupporre un’eventuale displasia delle anche”.

correttivo sul piccolo appena

Come curarla

Durante una prima indagine si

nato, che ha ancora una struttura

Sarà poi l’ortopedico a valutare

verifica la simmetria delle pieghe

ossea costituita in gran parte di

la cura più adatta: in ogni città

cutanee delle cosce e l’ampiezza

cartilagine. “Tranne situazioni

ci sono centri di riferimento sia

dell’apertura delle gambe. Poi il

molto evidenti, la diagnosi prena-

pubblici che privati a cui rivolger-

medico preme sul bacino del neo-

tale non dà comunque garanzie

si. Al di sotto di un certo grado di

nato, sdraiato a pancia in su, per

di affidabilità – continua Bertino

displasia è possibile la guarigione

sentire se l’articolazione permette

–. Nell’ambito della prevenzione,

spontanea, che si realizza entro i

il giusto movimento oppure se la

intorno al terzo mese ogni bebè

primi mesi di vita nel 60 per cento

testa del femore si sposta facendo

viene sottoposto a un’ecografia

dei casi. Quelli più lievi si correg-

un tipico scatto, segnale di un

di routine, a carico del Servizio

gono utilizzando un cuscinetto o

malfunzionamento. In questo caso

Sanitario Nazionale. Si tratta di un

mettendo due pannolini, in modo

è consigliabile l’intervento di un

esame assolutamente innocuo, che

da tenere le gambe divaricate,

ortopedico che valuti l’entità del

però è meglio anticipare quando

mentre i più significativi possono

problema: quanto prima viene in-

siano presenti fattori di rischio,

richiedere l’applicazione di un

dividuato, tanto più rapido e poco

anche se l’esame obiettivo ha dato

tutore che immobilizzi l’articola-

invasivo potrà essere l’intervento

risultati negativi”.

zione nella posizione corretta o, in

52 | Giovani Genitori | Ecobaby 2014


Esami

situazioni estreme, un intervento chirurgico. L’obiettivo è aiutare il bimbo a non mantenere le ginocchia vicine al corpo, posizione che induce la testa del femore a uscire dalla propria sede, dal momento che muscoli e legamenti sono ancora deboli. “Se si hanno dubbi sulla diagnosi e sul trattamento, può essere utile avere un secondo o un terzo parere – chiarisce ancora Bertino –. L’importante è trovare un dottore con cui sentirsi a proprio agio. La guarigione può richiedere alcuni mesi e può essere stressante dal punto di vista fisico e psicologico, ma poi il bimbo potrà muoversi liberamente e imparerà a camminare seguendo le normali tappe di crescita”.

Essere sereni Quali accorgimenti può prendere la mamma nel dubbio, quando siano presenti fattori di rischio? “Per essere più sereni – prosegue Ferrari – suggerisco ai neo genitori di mettere il piccolo a cavalcioni sul fianco quando lo tengono in braccio e di afferrare sempre una sola gamba alla volta, per esempio durante il cambio di pannolino. Meglio poi utilizzare pannolini voluminosi ed evitare di usare girelli, preferendo seggiolini o seggioloni che mantengano aperte le gambe. Infine, meglio non fargli puntare i piedi o tenerlo in posizione eretta per cercare di farlo camminare, finché il problema non è risolto”. Con un trattamento tempestivo, il risultato è quasi sempre un ritorno alla normalità. “Perché i nostri figli crescano bene, è necessario che pratichino esercizio fisico attraverso il gioco e lo sport. Per i bambini che hanno sofferto di displasia, consiglio attività come il ciclismo, il nuoto, il canottaggio e l’equitazione, mentre di solito si ritiene opportuno, valutando caso per caso, non praticare sci, atletica leggera, tennis, calcio e pattinaggio. Lascerei però la decisione a uno specialista della medicina dello sport e a mamma e papà il compito di sottoporre i figli a controlli periodici”.

Ecobaby 2014 | Giovani Genitori | 53


rubriche

Viaggi

Dove andiamo in

vacanza?

Quando arrivano i bambini, le esigenze cambiano. Ecco gli alberghi “a misura di famiglia”

In Val d’Aosta con l’aria pulita

Al mare con la piscina riscaldata

In una località deliziosa e amica

È tanto bello il mare con i bambini!

dove l’atmosfera è piacevolmente

delle famiglie come Torgnon, c’è un

Ancora più bello se lo si vive in tutto

rilassante e familiare. Le camere lu-

fantastico hotel molto baby friendly,

relax, in un hotel che ha un occhio di

minose possono essere attrezzate con

in cui si gode del calore di casa e del

riguardo per genitori e figli. L’Hotel

culla, fasciatoio, letti con spondine

comfort di una struttura moderna ed

San Giuseppe a Finale Ligure offre

anticaduta, vaschetta per il bagnetto,

efficiente. Le camere sono spaziose e

una sala giochi interna e un’area

scaldabiberon, frigobar, riduttori per

accoglienti, dotate di lettini e spondi-

giochi esterna. In camera troviamo

il wc, all’esterno c’è un’area giochi e

ne, il ristorante propone cucina tradi-

scaldabiberon, spondine, fasciatoi,

sono a disposizione degli ospiti bici-

zionale e gustosa con menu speciali

vaschetta per il bagnetto, materassini

clette con seggiolini e un mini club.

per i piccoli. I bambini vanno matti

e lettini. Al ristorante seggioloni,

Nella saletta Peter Pan le famiglie

per l’area giochi interna, mentre i

menu su misura, orari flessibili e

trovano angolo cottura, frigorifero,

genitori non vedono l’ora di rilassarsi

tante attenzioni. Piscina interna

forno a microonde, sterilizzatore,

nel meraviglioso centro benessere.

riscaldata con vasca bassa.

piccola farmacia pediatrica, tavolini e

In più c’è un parcheggio privato, un

Hotel San Giuseppe

sedie baby. Infine, al ristorante Pesce

parco giochi a soli 100 metri e, nella

Via Silla – Finale Ligure (SV)

Blu ci sono posate baby, seggioloni,

stagione invernale, le piste da sci a

Tel. 019 6816195

menu bimbi e i deliziosi piatti della

due passi.

www.hotelsangiuseppe.com

tradizione ligure.

Hotel Zerbion 

Sono questi i fiori all’occhiello dell’Hotel La Baia a Diano Marina

Hotel La Baia 

Frazione Mongnod, 125 – Torgnon

In riva al mare

Via degli Oleandri, 36 – Diano

(AO)

Tutto il fascino di un hotel in riva al

Marina (IM) 

Tel. 0166 540239 

mare abbinato a ogni comfort baby

Tel. 0183 404515 

www.hotelzerbion.com

friendly che si possa immaginare.

www.hotellabaia.it

54 | Giovani Genitori | Ecobaby 2014


rubriche

Viaggi

tenuti con tante attività divertenti. C’è un’area giochi esterna e una interna, un appetitoso menu enfant e le toilette in miniatura per imparare l’autonomia. C’è l’area riservata ai primissimi bagnetti in mare, ben sorvegliata, e tanta animazione. Si trova a Mentone, perla della Costa Azzurra, vicinissima all’Italia. Plage La Dolce Vita

Non il di A solito negoz C io e VE QUIST O US NDITA AT OB IM BI

15, Promenade de la Mer Mentone (Francia) Tel. 0033 (0) 493354450

In montagna a tutto wellness

www.plageladolcevita.com

In pieno Alto Adige, il Post Hotel è un

In albergo con l’Orso Bo

paradiso per le famiglie. C’è il mini

Sul lungomare di Senigallia, di fronte

club per i piccoli ospiti dai 3 anni. C’è

alla bellissima Spiaggia di Velluto,

la sala giochi con calcetto e playsta-

l’Hotel Bologna è l’ideale per un

tion per i bambini più grandi e una

soggiorno all’insegna del relax. Culle,

sala cinema con lo schermo grande e

lettini, vaschette, fasciatoi, frigo e

una bella scelta di dvd. All’interno c’è

scaldabiberon in camera, il ristorante

una meravigliosa area wellness, con

la Taverna di Capitan Uncino con

sauna e piscina.

seggioloni, cuscini colorati, menu

Post Hotel

“mangia e gioca” e orari flessibili per

Via Sesto, 1 – San Candido (BZ)

pranzo e cena. C’è il baby club “La

Tel. 0474 913133

tana dell’Orso Bo”. Formula estiva

www.posthotel.it

“tutto compreso”: con tariffa unica che comprende spiaggia, ombrellone,

d 83/ ra 1 e i h sc o Pe Cors no nigi) Tori rso Racco ino e co

Sulla spiaggia baby friendly

lettini, bevande, consumazioni in caf-

Le vacanze in riva al mare, si sa,

per i bambini. Gratis fino a 5 anni.

sono quelle che piaccion di più. Sole,

Hotel Bologna

mare, secchiello e paletta, peccato

Lungomare Mameli, 57

1 tel. 011 427323 t www.cera2volte.i

dover stare all’erta. Non alla spiaggia

Senigallia (AN)

info@cera2volte.it

La Dolce Vita, che ha un attivissimo

Tel. 071 7923590 / 800 915200

ORARIO CONTINUATO

mini club dove i bimbi sono intrat-

www.hbologna.net

fetteria e naturalmente tutti i servizi

Ecobaby 2014 | Giovani Genitori | 55

za (tra piaz

Sabot


rubriche

Alimentazione

Il ghiottone Prime pappe con il baby

di Marta Vitale

Gli omogeneizzati alla frutta di Alce Nero Gusto, freschezza e praticità sempre a portata di mano. Frutta proveniente da coltivazioni naturali, raccolta sempre al giusto grado di maturazione e lavorata fresca, come gli omogeneizzati della linea Alce Nero Baby, con 100% di prodotti italiani e 100% di origine biologica. Cinque gusti tra cui il curioso Pera & Yogurt, con pere dei frutteti di Emilia e Toscana e yogurt dell’Alto Adige, con solo latte d’alta montagna. Ma ci sono anche Mela, Pera, Frutta mista (con pere, mele e albicocche) e il Prugna e mela, tutti dolcificati solo con succo concentrato di mela o pera, a seconda dei gusti. Pastorizzazione a circa 100 gradi per assicurare massima garanzia al prodotto. Gluten free e senza aromi aggiunti. Dal 4°-6° mese, secondo il parere del pediatra. DOVE – Nei migliori negozi di alimentazione biologica e presto nella grande distribuzione. www.alcenerobaby.com

La Favola di latte di Nonno Nanni “Favola di latte” Nonno Nanni è la specialità di stracchino morbido, particolarmente cremoso, che più di tutti ricorda il sapore del latte fresco. Contiene fermenti lattici vivi ed è proposta in vaschetta salvafreschezza per un gusto sempre perfetto, come da tradizione della famiglia Nonno Nanni-Lazzarin. Perfetta per il consumo fresco o con i contorni di verdure, Favola di latte regala un sapore fresco e speciale anche alla creme e alle pastine delle prime pappe. DOVE – In tutto il territorio nazionale e all’estero, in negozi specializzati e in ipermercati e supermercati della grande distribuzione. www.nonnonanni.it

56 | Giovani Genitori | Ecobaby 2014


rubriche

Alimentazione

I primi sughetti HiPP I baby sughi HiPP sono la nuovissima gamma di sughetti pensati per condire le prime pastasciuttine. Realizzati con solo ingredienti biologici di altissima qualità secondo ricette semplici e genuine, tolgono i primi sfizi del palato con gusto e molta italianità. Né aromi né sale aggiunto, per garantire una pappa genuina, nutrizionalmente completa ed equilibrata. Disponibili in tre versioni (Baby sugo Pomodoro & mozzarella, Baby sugo Pomodoro & verdure, Baby sugo Ragù di manzo) per imparare fin da piccoli ad apprezzare gusti sempre diversi, sono tutti senza glutine. Consigliati dall’8° mese. DOVE - Su tutto il territorio nazionale, nella grande distribuzione e in farmacia. www.hipp.it

Prosciutto cotto Lenti Alta qualità, morbidezza e gusto rotondo per un prosciutto buono “come una volta”, che nasce in Piemonte, in una terra carica di storie e sapori. Il “Cuore d’Oro” Lenti è perfetto per i piccoli intenditori: aromatizzato e cotto secondo le ricette originali del 1935 di Attilio Lenti, con un decotto di spezie pregiate e aromatiche dosate con cura. Prodotto secondo la tradizione di famiglia, è pensato per rimanere ben impresso nella memoria dei più piccini. Senza lattosio e ingredienti OGM, a basso contenuto di sale, è adatto anche per i bimbi celiaci. DOVE - Nelle migliori salumerie e macellerie e negli ipermercati Coop. www.lenti.it

Olio del frantoio Roi Dai suoi 5000 alberi di olivo di cultivar Taggiasca nell’entroterra di Sanremo la famiglia Boeri ottiene un olio di alta qualità, là dove l’agricoltura è innanzitutto conoscenza del territorio e della sua storia. Dall’oliva Taggiasca, dolce e perciò ideale per i bimbi, spremuta e lavorata a freddo, Roi ottiene olii adatti a tutti i palati: si va da quelli in serie limitata (circa 2000 bottiglie) come il Cru Gaaci, profumato di buccia di mela verde, il Cru Morga, dal gusto deciso, il Cru Riva Gianca, profumato di frutta bianca, al prezioso Carte Noire ottenuto con il metodo tradizionale, al Monocultivar Taggiasca lievemente mandorlato. DOVE - Frantoio e negozio: via Argentina 1 a Badalucco (IM), tel. 0184 408004. L’Olio Roi si trova anche da Eataly e per acquistare online: www. olioroi.com

Ecobaby 2014 | Giovani Genitori | 57


rubriche

Alimentazione

Frutta e verdura di stagione I nostri bimbi meritano il sapore unico della frutta e verdura più fresche, rigorosamente di stagione. Mercatini a Km 0 e vendita diretta in cascina assicurano un piacevole rapporto diretto con i contadini. La frutta e la verdura si rinnovano sui banchi, settimana dopo settimana, così come accade nell’orto e nel frutteto. Tutto secondo natura, seguendo il ritmo delle colture e delle stagioni: fragole in primavera, piselli freschi sul finir della scuola e pomodori baciati dal sole. Per un servizio express, si può scegliere il servizio a domicilio: i box di frutta e verdura arrivano direttamente a casa, con possibilità di personalizzazione della cassetta con i prodotti e le quantità preferite. DOVE - In tutto il territorio nazionale, nei mercati a Km 0 e in vendita diretta. Servizio a domicilio: portaNatura www.portanatura.it – Bioexpress www. bioexpress.it

Yogurt Famù Come fa la mucca? Da un’idea tenerona nasce Famù, con solo latte di alta qualità proveniente esclusivamente da allevatori del cuneese. Perché uno yogurt buono, locale e a un prezzo giusto val bene un dolce muggito! La piccola Cooperativa i Tesori della terra è a Km 0, dalla produzione di cereali e foraggi, nutrimento delle oltre cento mucche, all’uso del latte poi lavorato all’interno del caseificio. Nove gusti da provare uno dopo l’altro: naturale, caffè, malto, pesca, frutti di bosco, ananas, fragola, limone, albicocca, banana. DOVE - Negozio della Cooperativa: via Cian 16 a Cervasca (CN). Tel. 0171 612605. Punti vendita Eataly e Valle Josina. www.itesoridellaterra.eu

Confetture Fiordifrutta Il vero sapore della frutta con succo di mele selvatiche, 100% bio. Sapore fresco e gusto delicato della frutta appena raccolta. La cottura a bassa temperatura consente di mantenere inalterati i sali minerali e le vitamine nonché l’aroma della frutta biologica. Le confetture Fiordifrutta sono squisite semplici, splamate sul pane o accompagnate ai formaggi preferiti. Sono buonissime anche per frullati e gelati, per un break di fresco relax o per guarnire supercrostate alla frutta. Tra i gusti, da provare More di rovo, Albicocche, Fragoline di bosco e Mirtilli neri, tutti senza glutine. DOVE - Su tutto il territorio nazionale. www.rigonidiasiago.com

58 | Giovani Genitori | Ecobaby 2014


rubriche

Alimentazione

Cereale dalle super proprietà nutritive e dall’ottimo contenuto di proteine, la quinoa è perfetta per questo piatto gustoso e semplice, che profuma di Mediterraneo

di Michele Brosio

Profumo di quinoa Ingredienti - 160 gr di quinoa - 1 confezione di passata di pomodoro - 1 cipolla, tagliata fine fine - 1 spicchio d’aglio - parmigiano grattugiato in abbondanza (5 - 6 cucchiai) - 1 mozzarella tagliata a dadini - una dozzina di pomodorini tagliati a metà - qualche foglia di basilico - origano (fresco o secco) - olio d’oliva - sale - aceto balsamico (se gradito)

Preparazione Per prima cosa, cuocere la quinoa

quinoa tostata, la salsa di pomo-

in abbondante acqua salata per

doro, il parmigiano grattugiato,

15-20 minuti (o secondo le istru-

metà della mozzarella, metà dei

zioni riportate sulla confezione,

pomodorini, qualche foglia di ba-

ma lasciandola un po’ al dente).

silico e mezzo cucchiaino di sale.

Preriscaldare il forno a 180 gradi.

Versare nella teglia, ricoprire

Strofinare lo spicchio d’aglio su

con i pomodorini e la mozzarella

una teglia. Rivestire di olio d’o-

restanti. Infornare e cuocere

liva. Saltare in padella la cipolla

per 15-20 minuti e terminare la

nell’olio, aggiungere la salsa di

cottura con il grill per un paio di

pomodoro, un pizzico di sale e far

minuti. Lasciare raffreddare fuori

cuocere per qualche minuto.

dal forno per 5 minuti. Servire

In un’altra padella tostare la qui-

dopo aver decorato con le ultime

noa con l’origano per 2 minuti. In

foglie di basilico e, volendo, con

una ciotola capiente, mescolare la

una spruzzata di aceto balsamico.

Ecobaby 2014 | Giovani Genitori | 59


rubriche

In città

Tate in

fattoria

Agritate per bimbi da 3 mesi a 3 anni

Un progetto pilota promosso da Coldiretti Piemonte e coordinato da Cooperativa Linfa Solidale

di Alice Quaglino

60 | Giovani Genitori | Ecobaby 2014

Cosa sono le agritate? Un progetto pi-

Sì, perché le agritate vivono nelle

lota promosso da Coldiretti Piemonte

campagne a due passi dalle città,

di cui si fa portavoce la sua sezione

utilizzano solo prodotti a Km 0 per le

Donne Impresa Piemonte, un’idea

pappe baby, fanno conoscere ai bimbi

intelligente per presidiare il territorio

gli animali e i mestieri della fattoria

rurale (dove è maggiormente eviden-

e li fanno giocare e fare moto in un

te la carenza del servizio per la prima

ambiente sano, sicuro e a contatto

infanzia), per favorire l’occupazione

con la natura.

femminile e per dare vita a una nuo-

Questa nuova figura professionale

va forma di integrazione economica

diventa quindi un punto di riferimen-

alle aziende agricole.

to per i genitori che possono decidere

Così Donne Impresa nella figura della

con lei gli orari di accudimento,

responsabile regionale Graziella Bove-

proprio come si farebbe con un’ami-

ri ha coordinato idee e intenti con gli

ca. A oggi sono quasi una ventina le

Assessorati all’Agricoltura, alle Poli-

agritate piemontesi e ognuna di loro

tiche Sociali e al Lavoro e Formazione

può accogliere al massimo cinque

Professionale, ponendo le basi di una

bambini contemporaneamente per

riqualificazione lavorativa a favore

costruire una relazione affettiva

delle donne e per evitare l’esodo dei

stabile e rispettare al meglio l’unicità

giovani dalle campagne alle città.

di ogni cucciolo: l’idea è quella del

L’agritata è un servizio alternativo di

“gruppo piccolo”, dove ognuno conta

educazione e di cura per i bimbi da

e riceve attenzione costante.

3 mesi a 3 anni, alternativo agli asili

Se volete scoprire dove sono e chi

nido che in Italia sono pochi e costosi

sono le agritate vicine a casa (nelle

e, soprattutto, è una vera tata, profes-

province di Asti, Cuneo e Torino) è

sionalmente formata e costantemente

sufficiente contattare la Cooperativa

aggiornata, che ospita i cuccioli nella

Linfa Solidale al 334 6538866 o

sua casa ovvero nella sua cascina.

tramite info@linfasolidale.it.


rubriche

In città

Associazioni

baby; mamme che credono nelle

e

ma.it - www.vitaminamamma.it

maternità

Incontri, corsi e percorsi

fasce e nei pannolini lavabili. Per informazioni: info@vitaminamam-

La Cicogna A Torino e Grugliasco ci si può affidare al gruppo di ostetriche de La Cicogna che fanno corsi e incontri

La Leche League

sessualità in età adolescenziale alla

incentrati su parto e nascita, ma

Organizza incontri pomeridiani

gravidanza, dalla nascita al corretto

anche sulla coppia neogenitoriale,

gratuiti una volta al mese al The Milk

sviluppo del pavimento pelvico alla

sulla solidarietà tra famiglie, sui nidi

Bar di Torino, ma anche a Bussoleno

menopausa.

in famiglia e sul cibo sano.

e Rivoli. Con le consulenti LLL si

Per informazioni: cell. 329 4087849

La Cicogna - via Catania, 24

fanno libere discussioni su argomenti

www.paolalussoglio.it

e via Principi d’Acaja, 22 – Torino Per informazioni: cell. 349 7744052 -

legati a bebè e allattamento al seno.

www.associazione-lacicogna.it

The Milk Bar - via Bodoni, 7 G – Torino

M’ami

Per informazioni: lattedimamma@

Qui nel “luogo delle mamme” tori-

hotmail.it - www.lllitalia.org

nese ognuna può chiedere consiglio,

La Maternità

fare nuove amicizie, giocare con

Con i professionisti di questa associa-

Luna di Latte

i propri bebè e ascoltare pareri di

zione ci si prepara al parto con i corsi

Due martedì al mese ci sono i gruppi

esperti su nascita e sviluppo dei cuc-

in gravidanza; si segue il post partum

di sostegno gratuiti per l’allattamento

cioli. Gratuito, previa iscrizione.

con attenzione a svezzamento,

al seno di Luna di Latte, a Torino,

Educatorio della Provvidenza - corso

massaggio infantile, musica per bebè,

per futuri e neo mamme e papà che

Trento, 13 – Torino (Circoscrizione 1)

ginnastica e yoga mamma-bimbo.

vogliono incontrarsi e condividere la

Barrito - via Tepice, 23 C – Torino

Associazione La Maternità - via

bellissima esperienza di accudire una

(Circoscrizione 9)

Vincenzo Gioberti, 71 – Torino

nuova vita.

Casa del parco - via Panetti, 1 – Torino

Per informazioni: tel. 011 5807409

Biblioteca Italo Calvino – lungo Dora

(Circoscrizione 10)

- www.lamaternita.it

Agrigento, 94 – Torino

Per informazioni: mami@aslto1

lunadilatte.lungodora@gmail.com

www.mamiluogodellemamme.it

Ostetrica

Vitamina Mamma

(nascita)

E ancora... Doule Torino - www.douletorino.it

e levatrice Lussoglio

Mamme sprint che si incontrano per

Anfaa – www.anfaa.it (adozione-

Percorsi a Torino e dintorni che

parlare e confrontarsi su pappe, al-

affidamento)

danno risalto al corpo femminile,

lattamento e vita quotidiana; mamme

CercaTata - www.babysitter-tata.it/

dalla scoperta della femminilità e

che si scambiano abiti e accessori

piemonte/torino (cercasi tata)

Ecobaby 2014 | Giovani Genitori | 61


rubriche

Salute

Allergie e

omeopatia pediatrica

Esistono diversi tipi di rinite: l’omeopatia li cura con rimedi ad hoc di Marta Vitale

un mondo ricco e vasto, dove si com-

L’inquadramento omeopatico

batte la malattia secondo la “legge

Come metodo clinico terapeutico,

miliarità con la malattia, la modalità

di similitudine” ovvero utilizzando

l’omeopatia prevede una fase di

con cui il bambino si ammala, la sua

una sostanza in grado di curare gli

conoscenza del paziente. “Una visita

costituzione. In base a quest’anam-

stessi disturbi che può provocare,

omeopatica richiede una pre-visita,

nesi particolareggiata, l’omeopata

modificando però il dosaggio.

l’inquadramento omeopatico – spiega

può fare valutazioni differenti nella

Ne parliamo con la dottoressa Ales-

la pediatra Albisetti – cioè una

seconda parte della visita, arrivando

sandra Albisetti, pediatra e medico

discussione approfondita in cui il

a scegliere la terapia più adatta”.

esperto in omeopatia di Cassina

medico cerca di acquisire informazio-

I medicinali omeopatici sono molti,

de’ Pecchi, in provincia di Milano.

ni importanti per consigliare terapie

tutti di origine vegetale, animale o

“Ogni sostanza del regno animale,

efficaci”. Si tratta di un colloquio

minerale. Dunque l’omeopatia ha

vegetale o minerale, somministrata

orientativo che indaga lo stile di vita,

più strade per curare, per esempio,

a un soggetto sano, può indurre un

le prime manifestazioni dei sintomi.

la febbre? “Esattamente. La febbre

quadro clinico preciso, mentre a dosi

“Si studiano e caratterizzano i sinto-

è apparsa in modo improvviso ma

infinitesimali è in grado di rimuovere

mi del paziente, la sua costituzione

senza sudore? Sceglieremo l’aconito.

i sintomi stessi. Questa somministra-

corporea nonché i suoi ritmi biologici

La febbre è accompagnata da con-

zione infinitesimale stimola le difese

(sonno, fame, sete...)”.

gestione e occhi rossi? È più utile la

dell’organismo: il primo a scoprirlo fu

L’analisi approfondita, diversa dalla

belladonna. Se invece sono presenti

il medico tedesco Samuel Hahne-

medicina tradizionale, considera

dolori articolari consiglieremo l’Eupa-

mann, a metà del Settecento”.

anche aspetti che a prima vista non

torium perfoliatum”.

L’omeopatia ha una storia antica ed è

62 | Giovani Genitori | Ecobaby 2014

hanno nulla a che fare con il sintomo. “Si considerano per esempio la fa-


rubriche

Salute

le omeopatico sintomatico accompagnato dall’isoterapia, ovvero da composti desensibilizzanti a base di allergeni diluiti a dosi omeopatiche, oligoterapia a base di manganese e rame ad azione antinfiammatoria e antiallergica, nonché all’uso della gemmoterapia con Ribes nigrum, il nostro ribes nero”.

Avvicinarsi alle cure omeopatiche Come gestire il passaggio dalla medicina tradizionale all’omeopatia? “Normalmente si valuta l’intensità e la gravità della patologia e si Con i bambini non sempre è facile la

caso, il primo passo è tipizzare il

introducono i medicinali omeopatici

fase di raccolta delle informazioni e

soggetto durante la consultazione

più indicati nel caso specifico come

spesso capita che i genitori chiedano

omeopatica”. Facciamo un esem-

una sorta di svezzamento dai farmaci

al pediatra consultazioni telefoniche

pio: le riniti, sempre all’ordine del

tradizionali. Nel caso delle allergie,

urgenti, senza la possibilità di una vi-

giorno dalla primavera in avanti. “Ne

prima di eliminare l’antistaminico, si

sita approfondita. Come ci si comporta

esistono di molti tipi: quando la rinite

inizierà a somministrare al paziente

in questi casi? “Quando risulta diffici-

è acquosa, abbondante e provoca

Histaminum, cercando di diminuire

le la scelta di un medicinale unitario,

arrossamento e naso si hanno ottimi

progressivamente le dosi del farmaco

come nelle consultazioni urgenti, ci

risultati con Allium cepa, ovvero con

di sintesi. Nel caso delle malattie cro-

si avvale di un medicinale composto

la nostra cipolla. In caso la rinite sia

niche, l’obiettivo è la guarigione della

che contiene più rimedi in grado di

poco irritante, ma accompagnata da

malattia. Ciò non è detto che avvenga

stimolare l’organismo a reagire nel

molteplici starnuti, sarà più indicata

sempre prontamente, ma può neces-

modo più corretto e tempestivo”.

Sabadilla, oppure Nux vomica o Apis

sitare tempo affinché l’organismo

se prevale il sintomo di ostruzione

risponda allo stimolo del medicinale

Affrontiamo le allergie primaverili

nasale. In caso di rinite associata

omeopatico studiato ad hoc per quel

a congiuntivite irritante, meglio ricor-

paziente e per quella patologia.

Ci avviciniamo alla primavera e torna

rere a Euphrasia”.

Ovviamente anche in omeopatia

d’attualità il tema allergie. L’omeopa-

Spesso si parla di metodi che

possiamo avere dei casi resistenti o

tia aiuta i soggetti allergici ai pollini?

accompagnano l’omeopatia: ci dice

difettivi, ma fortunatamente molto

“La modalità è sempre la stessa, si

di più? “Nelle allergie l’approccio è

più spesso riusciamo a ottenere bril-

cura con il simile. Anche in questo

multiplo, ci si avvale di un medicina-

lanti guarigioni e miglioramenti”.

Ecobaby 2014 | Giovani Genitori | 63


rubriche

Salute

Lo faccio da

solo!

Il desiderio di autonomia è naturale nei bambini

Lasciate che i bambini sbaglino: è così che si impara

di Sandra Cangemi

Cooperativa Sociale Educativa Praticare il Futuro

64 | Giovani Genitori | Ecobaby 2014

Pensateci un attimo: quante volte

viene rafforzato dall’atteggiamento

vostro figlio vi ha detto “Lo faccio

degli adulti, spesso frettolosi, ansiosi,

da solo” nell’ultima settimana? Se

insoddisfatti. E poi ci meravigliamo

sono parecchie, buon segno: significa

che ci siano tanti bambini tirannici

che rivendica la sua autonomia e ha

ed egocentrici, con scarsa autostima,

fiducia in sé. Il desiderio di autono-

“imbranati” e per nulla desiderosi

mia è naturale nei bambini. Molti

di indipendenza, cosa che spesso

genitori però danno ben poco valore

suscita commenti svalutanti da parte

allo sviluppo dell’intelligenza pratica.

dei genitori, che non si rendono conto

Sia per fretta e praticità, sia perché

di essere all’origine del problema.

siamo convinti che amare sia accu-

Che fare, dunque? Anzitutto essere

dire, sia perché, in qualche modo,

consapevoli delle potenzialità dei

desideriamo che i nostri figli restino

bambini. Per imparare a cammi-

piccoli (per mamma e papà significa

nare e a parlare occorrono tenacia,

continuare a essere indispensabili).

impegno e una quantità di prove,

Facendo le cose al posto loro ci

errori e frustrazioni. I bambini sono

illudiamo di guadagnare tempo; in

attrezzati per affrontare tutto questo:

realtà avere bambini poco autonomi

non togliamo loro gli strumenti. A

ci costa, a conti fatti, un’infinità di

un anno possono provare a mangiare

tempo e fatica in più. Ma, soprat-

da soli, a un paio d’anni a lavarsi e

tutto, inviamo ai figli un messaggio

vestirsi, a tre o quattro anni a fare

ambivalente: “A te ci penso io, sono

i nodi, a usare le forbici, a versarsi

qui per servirti”, ma anche “Tu non

l’acqua, a tagliarsi il cibo, ad aiutare

sei capace di fare da solo”, e infine

a cucinare. L’importante è non inter-

“Crescere non è una cosa deside-

venire automaticamente appena vi

rabile”. Messaggio che in tanti casi

chiedono aiuto (o prima ancora che lo


rubriche

Salute

di quattro anni è perfettamente in grado di asciugare un pavimento o un tavolo. E anche di riempire la brocca per tutta la famiglia o di aiutare a preparare la cena, rendendosi conto in questo modo che anche lui può prendersi cura degli altri. Molti genitori sono condizionati dall’avere in mente un risultato preciso, l’unico accettabile, e non tengono presente che quando si impara il facciano!), ma mettersi le mani dietro

processo è più importante dell’o-

la schiena e invitarli a fare da soli.

biettivo. È chiaro che se il risultato

All’inizio può essere difficile, ma

dev’essere una cena mangiabile,

educare significa pazienza, osserva-

occorre procedere per gradi e affidare

zione e fiducia. Lasciateli provare per

ai bambini compiti inizialmente sem-

tutto il tempo che serve (ovviamente

plici, che possono portare a termine

scegliete un momento in cui non

con risultati accettabili. Se invece

siete di fretta). Se vostro figlio “tenta”

l’obiettivo è, per esempio, costruire

per due secondi di mettersi le scarpe

un gioco, è il bambino che deve

e poi chiede aiuto invitatelo a riprova-

valutare il risultato. Se alla fine non

re. Lasciate che sbagli e se ne renda

è soddisfatto, pazienza: pian piano

conto da solo: è così che si impara.

imparerà a realizzare quello che ha

Non stategli addosso, fatevi un giro

in mente. È importante non esagerare

e date un’occhiata ogni tanto. Potete

né con i complimenti, né con i giu-

fargli vedere come può fare, ma non

dizi negativi. La cosa migliore è non

agite al posto suo e non pensate che il

commentare e invitare loro, invece, a

vostro modo di procedere sia l’unico

dare un giudizio sui risultati ottenuti.

possibile: magari lui ne troverà uno

I vantaggi a lungo termine? Per i

personale che raggiunge ugualmente

genitori più tempo e meno fatica, per

bene l’obiettivo.

i figli più autostima, più autonomia,

Se succede un piccolo guaio (per

più competenze pratiche e manuali,

esempio il pavimento del bagno

più capacità di autovalutarsi, di impe-

si allaga o la brocca dell’acqua si

gnarsi per un risultato, di collaborare

rovescia) evitate commenti o sgridate

con gli altri, di mettersi alla prova e

e invitate l’autore a rimediare da solo,

sperimentare (anche le piccole fru-

mostrandogli come fare. Un bambino

strazioni). Tutto questo è crescere.

Ecobaby 2014 | Giovani Genitori | 65

Torte di pannolini e asciugamani da bagno,

bomboniere,

segnaposto,

idee regalo per tutte

le occasioni

a forma di cupcake, cagnolino, coniglietto e llecca le e cccca c a lecca. e ccca ca

via Cuneo, 51 Nichelino (TO) tel. 011 6472670 Piccoli-Capricci Vincent


rubriche

Salute

La ferita del

riposo e di molta tranquillità; quando

cesareo

La cicatrice va controllata quotidianamente

il bambino dorme è importante che anche la mamma dorma. Non ci si deve sentire in colpa a limitare le visite, soprattutto quelle di cortesia che non sono utili alla gestione domestica o del bambino. L’aiuto di familiari e amici è il miglior investimento che puoi fare per te e il tuo bambino.

 Sono una futura mamma di

Per quanto riguarda la cicatrice:

bimbo che è rimasto in posizione

va controllata quotidianamente; se

podalica. Mi viene prospettato il

diventa più rossa o mostra sintomi

parto cesareo e sono preoccupata

di infezione è opportuno rivolgersi

dal dolore e da come dovrò trattare

all’ostetrica. Accade spesso che i

la ferita, soprattutto nei giorni

bordi della ferita si induriscano; si

immediatamente dopo la nascita.

possono massaggiare ogni giorno per

Cristina

ammorbidirli e usare impacchi di argilla (posta in una garza protettiva)

Tanto riposo, aiuto di familiari e amici: regola d’oro!

di Marilena Massasso – doula (marilena.massasso@libero.it)

66 | Giovani Genitori | Ecobaby 2014

Cara Cristina, il cesareo è un

da cambiare ogni due/tre ore. L’argil-

intervento di chirurgia maggiore

la ha un potere antisettico, antinfiam-

(paragonabile a un’appendicecto-

matorio e cicatrizzante e facilita il

mia) ed è l’unica situazione in cui la

drenaggio sottocutaneo.

paziente appena operata deve occu-

Per prevenire la formazione di

parsi di qualcun altro di molto, molto

cicatrici ipertrofiche o addirittura di

importante (il proprio bambino!)

cheloidi si possono applicare sulla

nelle ore immediatamente successive

cicatrice pomate tipo iarulonidasi,

all’intervento.

farmaci omeopatici al silicio o olio di

Sicuramente l’operazione è un fattore

rosa moscheta. Alimentarsi in modo

debilitante e le cure ospedaliere

sano e bere molti liquidi sono altri

puntano al recupero della mamma

modi per favorire la cicatrizzazione

che dovrà vedere assicurato il suo bi-

(anche quella dell’utero).

sogno di riposo e non essere mai sola

L’attività fisica si può aumentare

nei primi giorni. Il dolore post chi-

progressivamente: indossare la fascia

rurgico è reale: se viene trattato con

post parto quando si cammina riduce

i calmanti necessari, l’evoluzione del

il fastidio e aiuta i muscoli addomi-

cesareo è molto più favorevole. Dopo

nali a tornare al loro posto dopo la

il ritorno a casa, si ha bisogno di

gravidanza.


rubriche

Salute

Le

Banche

latte e farlo portare direttamente alla Banca. Una volta rientrate a casa, si può decidere di andare periodicamente alla Banca a donare in sede o tirare

del latte

il latte a casa e, una volta che si sono riempiti un numero sufficiente di

Donare il latte per aiutare i piccoli newborn

biberon sterili (forniti dall’ospedale), portare il tutto alla sede o prenotare il ritiro con ambulanza. Per le donne che iniziano a donare da subito è suf-

di Silvia Garda

ficiente presentare gli esami del sangue fatti prima del parto; se si inizia

Il latte è il primo e più importante

che ne hanno bisogno.

a donare a più di tre mesi dall’ultimo

alimento per un bambino. Purtroppo

Chi sono questi bimbi? I piccolini

esame del sangue, ne viene chiesto

non sempre le mamme che vogliono

della terapia intensiva neonatale,

uno nuovo, assolutamente gratuito,

allattare riescono a farlo: in questi

per esempio, minilottatori nati pre-

per escludere le principali patologie

casi si può ricorrere al latte artificia-

termine, che per vincere la sfida più

come HIV o epatite.

le, senza sentirsi in colpa o sentirsi

grande, quella di diventare bimbi

Per tirare il latte da donare è neces-

meno “mamme”, perché quello

forti e sani, hanno bisogno di tutta

sario seguire le classiche procedure

che conta non è il nutrimento, ma

l’energia, gli anticorpi e le sostanze

igieniche: lavare accuratamente

l’amore, la cura del bambino, il cuore

nutritive del latte materno. Spesso le

le mani, tenere le unghie corte,

che si mette nel crescere il proprio

mamme di questi cuccioli non hanno

utilizzare tiralatte e biberon steriliz-

piccino. Per molte mamme che hanno

la possibilità di allattarli e per questo

zati, etichettare con nome, data ed

problemi ad allattare, fortuna vuole

è necessario poter ricorrere a un latte

eventuali annotazioni. E congelare

che ne esistano altre che hanno il

materno sostitutivo.

immediatamente il tutto.

“problema” opposto, vale a dire una

Il migliore è quello di neo mamme

produzione superiore alle richieste

nei primissimi mesi del post parto. Il

Dove sono le banche

del proprio bambino. In questi casi il

motivo è che la formula del latte deve

Azienda Ospedaliera Sant’Anna

latte in più che una mamma produce,

essere più vicina possibile al fabbiso-

Via Ventimiglia, 3 – Torino

e che deve tirare per evitare ingorghi

gno del bambino nella sua specifica

Tel. 011 3135070

e mastiti, può diventare una risorsa.

fase di crescita. Solitamente, però, le

bancalatte@cittadellasalute.to.it

In molti ospedali esistono le Banche

banche accettano latte da donne che

del latte (si trovano sul sito www.ai-

allattano bambini fino ai 6/7 mesi.

Presidio Ospedaliero Moncalieri

blud.com tutti le sedi), vere e proprie

Come funziona la donazione? In

Piazza A. Ferdinando, 3 – Moncalieri

banche, simili a quelle del sangue,

ospedale, nei giorni immediatamente

Tel. 011 6930269

dove mamme donatrici mettono a di-

dopo il parto, se arriva subito una

neonatologia.hscroce@aslto5.

sposizione il proprio latte per i bimbi

grossa montata lattea, si può tirare il

piemonte.it

Ecobaby 2014 | Giovani Genitori | 67


rubriche

Salute

Il

massaggio

infantile

ai dolori della dentizione e quando si deve liberare il nasino dal muco. Ci sono anche benefici nella stimolazione del sistema circolatorio, immunitario, digerente e nervoso; varie ricerche affermano infine l’impor-

Coccolare, guardare e stabilire un legame

tanza nello sviluppo del linguaggio e delle capacità di apprendimento. Per imparare la sequenza del

di Marilena Massasso Psicologa - psicoterapeuta insegnante di massaggio infantile AIMI e doula

massaggio del bambino si segue normalmente un gruppo guidato da un insegnante; è anche un momento

 Buongiorno, due mesi fa è

Il massaggio infantile non è una tec-

di incontro con altri genitori, il che

arrivato il mio bambino. Passo le

nica, ma una modalità di relazione,

significa socializzare, rilassarsi e ri-

giornate a guardarlo, a coccolarlo,

un supporto per “sperimentare il

durre i sintomi del baby blues, quella

a stringerlo a me, ad allattarlo.

tocco” e stabilire un legame. È un’ar-

piccola tristezza che sopraggiunge

Non ho mai provato una sensazio-

te profonda e semplice che, come

dopo la nascita.

ne più dolce e coinvolgente. Vorrei

dice Frédérick Leboyer, ostetrico

Per avere informazioni sui gruppi ci

condividere questi sentimenti

e ginecologo francese pioniere del

si può rivolgere ai referenti regionali

con altre mamme. Ho pensato di

parto dolce, aiuta il bambino e lo fa

AIMI (l’Associazione Italiana Massag-

iscrivermi a un corso di massaggio

sorridere alla vita.

gio Infantile). Il massaggio infantile

per bebé. Potete suggerirmi dove

Con il massaggio si rafforza il legame

che viene proposto è stato elaborato

andare e come fare? Francesca

di attaccamento (bonding). Attraver-

da Vimala Schneider Mc Clure che,

so le mani della mamma che sfiorano,

attorno agli anni ‘70, ha fondato

Cara Francesca, tocchi due questioni

accarezzano e toccano, il bambino

l’International Association of Infant

importanti, sia quando parli della

riconosce l’odore dei genitori e riceve

Massage (Iaim); la sequenza propo-

sensazione dolce e coinvolgente che

la conferma di essere ascoltato e

sta si basa sul massaggio tradizio-

provi con il tuo bambino sia quando

amato. Per i genitori si rafforza l’au-

nale indiano, su quello svedese e su

affronti il tema della condivisione con

tostima e la comprensione dei segnali

elementi di riflessologia e di yoga.

altre mamme.

che il bambino manda.

L’AIMI organizza corsi destinati ai

Quando un bambino nasce è impor-

Gli effetti benefici riguardano anche

bambini sino a un anno, perché i

tante e naturale tenerlo accanto a

lo sviluppo fisico, sensoriale ed emo-

primi dodici mesi sono fondamentali

sé, cullarlo, allattarlo, portarlo in

tivo. Le mani della mamma rilassano,

per costruire il legame di attaccamen-

una fascia per soddisfare il bisogno

portano a una migliore qualità del

to. Per maggiori informazioni: AIMI

di relazione e di contatto. In questo

sonno e aumentano il livello degli

- Associazione Italiana Massaggio

modo si crea una continuità con la

ormoni anti-stress. Effetti positivi si

Infantile, tel. 051 397394,

vita prenatale.

notano anche nel sollievo alle coliche,

www.aimionline.it.

68 | Giovani Genitori | Ecobaby 2014


rubriche

Salute

Yoga bimbo e mamma

Prima e dopo la gravidanza

Per prendersi cura di sé senza staccarsi dal proprio piccolo

Lo yoga è ottimo per avvicinarsi

volta in volta ogni parte del corpo

al parto e per riprendersi dopo la

per aumentare la cognizione di

nascita del proprio figlio. La bella

sé. La terza è una fase di transi-

novità è che stanno prendendo

zione in cui la mamma, attraverso

piede i corsi di yoga da fare insie-

movimenti con il bambino, esegue

me ai propri bambini. I corsi sono

posizioni utili al proprio corpo.

dedicati alle mamme e ai piccoli,

Se poi il bambino è tranquillo si

in genere dai 2 ai 7 mesi, quando

possono continuare gli esercizi “a

i bambini sono gestibili e “mano-

misura di adulto”, mantenendo

vrabili”, amano farsi massaggiare e

però sempre il contatto visivo e

non c’è il rischio che si allontanino

tattile con il bambino. Le lezioni du-

gattonando.

rano circa un’ora e sono un’ottima

Durante la lezione si favorisce il

occasione per socializzare con altre

contatto tra la mamma e il bambino

neo mamme.

e l’allattamento al seno, mentre la mamma trova uno spazio in cui può

Dove si fa

ricominciare a prendersi cura di sé

Associazione La Maternità (insegnante

senza staccarsi dal proprio piccolo.

Rossana Caroleo)

Si comincia in genere con un primo

Via Gioberti, 71 – Torino

approccio di “manipolazione” dei

Tel. 011 5807409

bambini vestiti, dove si imparano tecniche di accarezzamento

Centro Daiva Jyoti (insegnante Laura

e si fanno le coccole. La seconda

Bruno)

fase, definita piccolo yoga, è una

Via Tirreno, 151 –Torino  

ginnastica passiva per il bambino,

Tel. 011 3270145/ 339 8757696 

in cui lo si manipola nominando di

 www.daivajyoti.it

Ecobaby 2014 | Giovani Genitori | 69


rubriche

Salute

Contraccezione dopo il

parto

L’allattamento può essere un periodo fertile

totale l’ovulazione, ma non è sempre così. Tra la sesta e la dodicesima settimana dopo il parto si ha una ripresa dei cicli mestruali (per alcune donne più tardi). L’allattamento può dunque essere un periodo fertile e, per non incorrere in gravidanze indesiderate, è utile valutare con il medico l’uso di un contraccettivo. I

di Grazia Oberto - Ginecologa

metodi che si basano sul calcolo dei mento. Questa complessa situazione

periodi fertili sono impraticabili, per

spontaneo o cesareo, sono ad alto

ormonale, assolutamente fisiologica,

la profonda irregolarità ormonale.

rischio di gravidanze non pro-

si ripercuote sullo stato emotivo della

Il diaframma o altri contraccettivi

grammate. In questo periodo i cicli

neo mamma.

ormonali non possono essere ripresi

ormonali non sono stabili per una

Generalmente si ritiene, in maniera

per almeno 8 – 10 mesi dopo il parto.

condizione naturale di riassestamen-

errata, che durante l’allattamento

Esiste poi una contraccezione a base

to: si riducono i livelli di estrogeni,

non sia possibile rimanere incinta.

di solo progestinico compatibile con

progesterone e betaHCG e aumenta

Questa credenza si basa sull’ipotesi

l’allattamento: il farmaco tuttavia va

la prolattina, che favorisce l’allatta-

che la prolattina blocchi in maniera

assunto sotto sorveglianza medica.

VA VA VAVA S LID LISDC LSILDCID SCCO O OO OO O N DE DAEI LDADNEIETLONAATIIOLLENTTOO L 5 L 5ETL E55T ETTT % %TO %%TO TOOR RI RI RII

I mesi successivi al parto, che sia

MAXCAMERETTE COMPIE 36 ANNI e festeggia premiando

con un COUPON per i lettori MAXCAMERETTE COMPIE COMPIE 36 eDIfesteggia premiando MAXCAMERETTE 36ANNI ANNI eSCONTO festeggia premiando di TORINO7 COMPIE econ LA STAMPA in occasione dipremiando Expocasa. MAXCAMERETTE 36 ANNI eDIfesteggia un COUPON SCONTO per i lettori con un COUPON DI SCONTO i lettori di GIOVANI GENITORI

Maxcamerette nasce nel 1978 con una forte Maxcamerette nasce propensione all’ambiente Maxcamerette nasce nel 1978 con una forte Maxcamerette nasce cameretta, diventando nel nel 1978 1978 con con una forte propensione all’ambiente nel una forte tempo specialista di tendenza propensione all’ambiente cameretta, diventando nel propensione all’ambiente nell’habitat dove vivono cameretta, diventando nel tempo specialista di tendenza cameretta, diventando nel e crescono i ragazzi, capace tempo specialista di tendenza nell’habitat dove vivono tempo specialista di tendenza di rispondere alle crescenti nell’habitat dove vivono e crescono i ragazzi, capace nell’habitat dove vivono richieste del mercato, dicrescenti soluzioni ee crescono ii ragazzi, capace di rispondere alle crescono ragazzi, capace versatile ed ergonomiche. di rispondere alle crescenti richieste del mercato, dicrescenti soluzioni di rispondere alle richieste del di versatile ed ergonomiche. richieste del mercato, mercato, di soluzioni soluzioni versatile ed ergonomiche versatile ed ergonomiche.

un COUPON DI SCONTO i lettori di TORINO7 econ LA STAMPA in occasione di per Expocasa. di TORINO7 e LA STAMPA in occasione di Expocasa.

Nella crescita di un bambino servono molte scarpe, di scrivanie ergonomiche una perchè cresce con lui

1000 PROGETTI DATEGLI SPAZIO

ARREDARE IN TORINO – ViaIN Sansovino, 60/d ARREDARE Tel. 011 4552750 TORINO – ViaIN Sansovino, 60/d ARREDARE E-mail: Tel. 011info@maxcamerette.it 4552750 TORINO – Via Sansovino, 60/d ORARI E GIORNI DI APERTURA E-mail: info@maxcamerette.it Tel. 011 4552750 Lunedì: 15.30DI- APERTURA 19.30 E-mail: info@maxcamerette.it ORARI E GIORNI Dal Martedì Sabato: Lunedì: 15.30al 19.30 O RARI E GIORNI DI- APERTURA 9.30Martedì - 12.30 /al 15.30 - 19.30 Lunedì: 15.30 - 19.30 Dal Sabato: Chiuso Lunedì mattina 9.30 - 12.30 /al 15.30 - 19.30 Dal Martedì Sabato: 9.30 - 12.30 / 15.30 - 19.30 Chiuso Lunedì mattina Chiuso Lunedì mattina

MAX CAMERETTE APRE LE SUE PORTE MAX CAMERETTE ANCHE DOMENICA. APRE LE DI SUE PORTE MAX CAMERETTE ScopriLEsul sito le date. ANCHE DI DOMENICA. APRE SUE PORTE www.maxcamerette.it Scopri sul le date. ANCHE DIsito DOMENICA. www.maxcamerette.it Scopri sul sito le date. www.maxcamerette.it

800-903719 800-903719 800-903719


rubriche

Soldi e diritti

documenti

I per i bebè

Carta di identità e passaporto per piccoli viaggiatori

Carta d’Identità Non esiste più l’antica “Carta Bianca”: ora la carta d’identità può essere rilasciata sin dalla nascita. La validità varia in base all’età: è triennale per i minori di 3 anni; quinquennale per i bambini che hanno dai 3 ai 18 anni; decennale per i maggiori di 18 anni. Il documento va richiesto all’anagrafe, in presenza del minore, presentando tre fotografie uguali

State già pensando alle vacanze?

I nuovi passaporti per i bambini

formato tessera. La domanda va

Ora che in famiglia c’è un nuovo

hanno una validità di 3 anni per i

fatta sull’apposito modulo e va

piccolino, bisogna ricordarsi che an-

minori di 3 anni, di 5 anni dai 3 ai

firmata da uno dei genitori; nel caso

che a lui serve un documento! Dal

18 anni.

in cui si richieda la validità per

2012 sono entrate in vigore nuove

Per richiedere il passaporto è neces-

l’espatrio è necessario il consenso

regole: controlliamole insieme,

sario l’assenso di entrambi i geni-

di entrambi.

sapendo però che per la normativa

tori (coniugati, conviventi, separati

Se la mamma o il papà non possono

italiana è necessario che il minore

o divorziati) che devono firmare

presentarsi personalmente all’uf-

abbia i documenti solo in due casi:

presso l’ufficio in cui si presenta la

ficio anagrafe, possono delegare

se guida un ciclomotore o se deve

documentazione. In mancanza di

l’altro genitore alla presentazione

andare all’estero, anche solo per le

questa possibilità, viene richiesto il

del consenso scritto, allegando una

vacanze.

nullaosta del giudice tutelare.

fotocopia del documento d’identità.

Se uno dei due genitori è impos-

Qualora uno dei due genitori non

Passaporto

sibilitato a presentarsi per la

voglia dare consenso, occorrerà

Per cominciare, i minori non

dichiarazione, può allegare una

rivolgersi al giudice tutelare.

possono più essere iscritti nei pas-

fotocopia del documento firmato in

Se il bambino andrà all’estero, ma-

saporti dei genitori. Per viaggiare è

originale e il suo assenso scritto.

gari in paesi lontani, accompagnato

richiesto un documento individuale

Se il minore di 14 anni viaggia

da uno o da entrambi i genitori è

dotato di microchip. A partire dai

con i genitori (anche uno soltanto)

consigliato che alla carta d’iden-

12 anni sono necessarie anche le

non è necessario che al passaporto

tità si alleghi l’estratto di nascita

impronte e la firma digitalizzata.

del minore sia allegata la “dichia-

indicante maternità e paternità. Nel

Tutti i passaporti con durata de-

razione di accompagnamento dei

caso in cui il bambino vada all’este-

cennale, rilasciati prima del 2012,

genitori” richiesta invece se il

ro accompagnato da altre persone è

conservano tuttavia la validità fino

bimbo viaggia con altri adulti, per

necessario richiedere l’autorizzazio-

alla scadenza.

esempio i nonni.

ne alla questura.

Ecobaby 2014 | Giovani Genitori | 71


rubriche

Slow Food

La

salute dei bambini

a ritmo slow

Come prendersi cura dei propri figli in modo sobrio, rispettoso e giusto di Silvana Quadrino, Psicologa, psicoterapeuta della famiglia, cofondatrice di Slow Medicine

Dicono i pediatri: i genitori di oggi

che non favorisce l’incremento delle

o in modo scorretto. E, anche, le

sono troppo ansiosi. Dico io: e ci

difese immunitarie e può essere la

corse al pronto soccorso, che creano

credo! Bersagliati da messaggi minac-

causa di vere allergie. Stesso discorso

intorno al bambino febbricitante un

ciosi che parlano di batteri annidati

per integratori e vitamine: i bambini

clima di agitazione che può renderlo

ovunque o da consigli suadenti sulla

in condizioni normali trovano tutto

eccessivamente ansioso.

necessità di integratori vitaminici. Da

ciò di cui hanno bisogno nei cibi. Cibi

Ma allora chi sono i veri amici slow

articoli angoscianti sulle conseguen-

freschi, non surgelati, verdure e frut-

della salute del bambino? La nostra

ze di un ritardo nel portare al pronto

ta crude, alimentazione equilibrata

risposta è: i genitori e il pediatra. I

soccorso il bambino. Da informazioni

sono la migliore garanzia di crescita

genitori sono una vera scuola di sa-

disorientanti su vaccini, farmaci,

sana: si tratta di abituare i bimbi a ro-

lute per i bambini: possono abituarli

alimenti. Come si fa a non diventare

sicchiare carote invece che succhiare

a nutrirsi bene, a rendere l’ambiente

ansiosi? E soprattutto cosa vuol dire

caramelline vitaminiche.

di vita sicuro ma anche piacevole,

curarli in modo sobrio, rispettoso e

Un altro falso nemico, molto temuto

avvicinandoli al piacere della lettura,

giusto? La regola di Slow Medicine

dai genitori, è la febbre. Non è facile

della musica, all’amore per la natura:

“Fare di più non significa fare me-

spiegare a un genitore spaventato

anche questi fattori di buona salute.

glio” richiede una grande attenzione

che la febbre è la risposta naturale

Possono insegnar loro ad avere

nell’individuare cosa è “nemico”

dell’organismo agli “agenti patogeni”,

fiducia nel proprio corpo e curarlo

della salute dei bambini e cosa non

una risposta sana, che produce anti-

senza eccessi. In questo un pediatra

lo è. Combattere falsi nemici non è

corpi che proteggeranno in futuro il

slow sarà il loro alleato; non riempirà

solo uno spreco di energie e risorse,

bambino. E che è per questo che fino

l’armadietto dei farmaci di pilloline

ma talvolta favorisce la comparsa di

ai 6-7 anni “ne hanno sempre una”:

e suppostine, ma li affiancherà nel

nemici veri. L’esempio tipico è l’abu-

stanno imparando a difendersi! I veri

mestiere più bello del mondo: far

so di prodotti disinfettanti che crea

nemici sono invece gli antibiotici

crescere un bambino sano e sereno.

in casa un ambiente troppo asettico

utilizzati quando non è necessario

www.slowmedicine.it

72 | Giovani Genitori | Ecobaby 2014


1000 mq di esposizione

GIOCATTOLI da tutto il

MONDO

...inoltre VASTO ASSORTIMENTO

di articoli per l’infanzia, cosmetica e abbigliamento delle MIGLIORI MARCHE Corso Peschiera, 291 - Torino - Tel. 011 798101 Tangenziale Ovest Area Carrefour - Vercelli - Tel. 016 1394650 Corso Torino, 123 - Chieri - Tel. 011 9471820

E TANTO ALTRO ANCORA...


rubriche

Eco baby

Ri-giocattoli Piccole e grandi idee per bricolage autoprodotto

cucendo un cappellino. Se si cuce un filo alla testa, annodandolo alle due mani, la bambola diventa un burattino!

Fantoccio

di Daniela Re Cosa c’è di più bello che realizzare

Ecco alcuni giochi realizzati e

un giocattolo insieme ai nostri

pensati per bambini fino ai tre

bambini con i semplici mate-

anni, ma prepararli insieme è un

riali che abbiamo in casa? Ogni

divertimento che si adatta a tutte

genitore sa che spesso i bambini,

le età. Basta poco per creare un fantoccio

soprattutto i più piccoli, nemmeno guardano il giocattolo, perché la

Bambolina steineriana

come questo: una vecchia calza

cosa che li affascina di più è la

a righe imbottita, ago e filo per

scatola! Interveniamo allora, re-

cucire bocca e occhi. Con un vec-

cuperando scatole, stoffe, cartone

chio braccialetto o un anello per

e solletichiamo i piccoli a creare,

le tende sagomiamo il collo, infine

con originalità, giochi divertenti

tagliuzzando l’estremità della

ed ecocompatibili.

calza, ecco spuntare i capelli!

Costruire insieme un ri-giocattolo

Corda sonora

significa stimolare la creatività e

Attività manuale “classica” degli

anche educare alla sana abitudine

asili steineriani, la bambolina si

del riciclo e del riutilizzo.

realizza partendo da un quadrato

I giochi fatti in casa sono semplici

di stoffa e un po’ di lana. Con la

ed economici: basta qualche at-

lana si fa una sfera che sarà la

trezzo, un po’ di manualità, le basi

testa, poi si annoda il centro del

di sartoria e soprattutto un po’ di

quadrato e la si lega; infine si

tempo. Il segreto è tenere da parte

fanno dei piccoli nodi ai quat-

tappi, cartone rigido, plastica,

tro angoli della stoffa. Il nostro

Fissiamo uno spago a un tappo di

vasetti ma anche riviste colora-

fazzoletto si è trasformato in una

sughero, infiliamoci una sessanti-

te, gusci di frutta secca, nastri

bambola con cui giocare. Come si

na di tappi a corona forati e termi-

dei regali, calze spaiate, vecchie

vede dalla foto basta un fazzoletto,

niamo la corda legando l’altro capo

magliette e altri pochi materiali di

ma versioni più elaborate si prepa-

a un secondo tappo di sughero. Poi

recupero.

rano con un quadrato bicolore,

muoviamo la corda.

74 | Giovani Genitori | Ecobaby 2014


rubriche

Eco baby

Chitarra di cartone

ASINTREKKING In Fattoria Roico Una scatola piatta si colora a tempera o con carta decorata, vi si pratica un foro circolare al centro, la si rinforza con scotch di carta agli angoli. Poi si incolla una linguetta a fare da ponte, dove appoggeranno le corde, cioè due semplici elastici.

Sonagli

Il concetto è elementare: in un contenitore si inseriscono piccoli elementi che, scossi, producono rumore. Queste maracas artigianali si costruiscono in vari modi,

Montiglio Monferrato

dal 15 giugno al 6 settembre

per ragazzi dai 6 ai 15 anni Escursioni con asini e cavalli Mountain bike Giochi di ruolo e avventura Laboratori di cucina, di costruzione ripari, di riclarte e compiti delle vacanze Didattica sugli animali Tiro con l’arco di base Cavalcando impariamo l’inglese, con insegnante madrelingua

riciclando vasetti e inserendo al loro interno pietrine o legumi secchi. Una semplice bottiglietta d’acqua riempita di gusci di pistacchi fa rumore ed è un sonaglio divertente per i bambini anche piccolissimi. Si possono recuperare i rotoli della carta igienica, i legumi secchi, le stoffe colorate, pezzi di calze spaiate.

Sconto del 50% sul secondo figlio Prezzi speciali per permanenze più lunghe

Oppure scegliamo scatolette metalliche, riempiamole con i semini, rivestiamole con un foglio di alluminio e incolliamoci sopra un disco di carta colorato. Con un rotolo lungo di cartone (per esempio lo scottex o la carta da regalo) possiamo realizzare un bastone della pioggia, mettendo dentro della sabbia.

Ecobaby 2014 | Giovani Genitori | 75

Per info :

Tel. 0141 906200 Cell. 339 4340816

info@fattoriaroico.it www.fattoriaroico.it


rubriche

Eco baby

pongo

Il fatto in casa Se il vostro bimbo ha la passione per il pongo o le paste da modellare ecco un modo per realizzarlo in casa, con ingredienti naturali e a prova di assaggio. Se per sbaglio viene ingerito non c’è nessun problema, verrà un po’ di sete per via del sale nella ricetta! Questa pasta modellabile è incredibile, si mantiene morbida ed elastica per diversi mesi, a differenza di quelle che si trovano in commercio, ed è facile e veloce da realizzare.

Ingredienti: 100 gr di farina 50 gr di sale fino 100 ml di acqua

Dai 3 ai 36 mesi Aperto tutto l’anno, dal lunedì al venerdì dalle 7.30 alle 18.30 (massima flessibilità) Oltre 500 mq a misura di bambino Personale altamente qualificato

5 gr di cremor tartaro (un tipo di lievito acquistabile nei supermercati o in farmacia) 1 cucchiaino di olio di semi oppure olio d’oliva 1 bustina di vanillina coloranti alimentari

Spazio esterno protetto e attrezzato

Preparazione:

Cucina interna con menu personalizzati

Cuocere tutti gli ingredienti in un pentolino antiaderen-

Pediatra a disposizione delle famiglie

te a fuoco moderato per 2-3 minuti girando continua-

Percorsi di sostegno al ruolo genitoriale

mente con un cucchiaio di legno. Quando il composto si stacca dalle pareti, toglierlo dal pentolino e lavorarlo con le mani per un minuto. Da conservare in sacchetti chiusi o in barattoli a chiusura ermetica.

Corso Trapani, 25 - 29/D - Torino Tel. 333 9456850 - 011 3828974 info@bidibimbi.it - www.bidibimbi.it

Sarà divertente prepararlo con i bambini e può essere un regalo originale per tutti gli amichetti.

76 | Giovani Genitori | Ecobaby 2014


Dado

autoprodotto Utili per insaporire minestre, passati e vellutate, i preparati per brodo, dal dado ai nuovi brik pronti all’uso, a volte contengono ingredienti poco genuini e, soprattutto, pochissime verdure. Il primo ingrediente è il sale seguito da grassi e olii vegetali poco nobili come l’olio di palma. Talvolta c’è il glutammato monosodico, un additivo che esalta il sapore. I dadi bio sono sicuramente migliori dal punto di vista qualitativo, non contengono glutammato, però hanno sempre molto sale e poche verdure. Più economico e sano, il dado fatto in casa si produce procurandosi verdure fresche, erbe aromatiche e spezie: il gusto si personalizza a seconda della stagione e delle abitudini, con l’accorgimento di evitare le patate, i cavoli e le barbabietole.

Ingredienti: 250 gr carote

125 gr prezzemolo

250 gr cipolla

125 gr rosmarino

250 gr sedano

125 gr salvia

125 gr basilico

sale marino

Preparazione: Mettere in una pentola le verdure tritate precedentemente con la mezzaluna, aggiungere un filo di olio di oliva extravergine e coprire con il sale. La quantità di sale da aggiungere dipende dal gusto che intendiamo ottenere (si può iniziare con un quantitativo di sale pari alla metà delle verdure in peso), far cuocere per circa un’ora e poi frullare

Su prenotazione prepariamo tutto il necessario per banchetti di feste e cerimonie torte personalizzate confezioni regalo

il tutto, ottenendo una crema densa. Si conserva in frigorifero per 3 - 4 mesi, oppure più a lungo in freezer in comode

www.pasticceriacombatorino.it

monoporzioni o in piccoli vasetti.

pasticceriacombatorino@email.it Seguici anche su:

Ecobaby 2014 | Giovani Genitori | 77


Sulla Costa Azzurra c’è un LUOGO MAGICO dove i bambini sono i benvenuti! RISTORANTE, BAR E SPIAGGIA APERTI DA APRILE A OTTOBRE

rubriche

Eco baby

Genitori

Antismog

Torino è la città più inquinata d’Italia Come genitori non si può rimanere indifferenti alla questione inquinamento: sono tanti e spaventosi gli studi che evidenziano come l’esposizione alle polveri sottili, sia a breve che a lungo termine, possa causare danni all’apparato cardio-respiratorio. E i bambini sono purtroppo i più vulnerabili. Il sito www.lamiaaria.it fornisce previsioni dell’aria aggiornate e indicazioni su come proteggersi dallo smog: nelle giornate da bollino rosso viene consigliaTrascorrendo una rilassante vacanza con tutta la famiglia, i bambini dai 4 ai 13 anni possono partecipare alle molteplici attività proposte dal miniclub: AREA GIOCHI ESTERNA aperta anche ai più piccini accompagnati dai genitori, AREA GIOCHI INTERNA climatizzata e dotata di impianto TV DVD per trascorrere insiemele ore più calde o… speriamo di no… le giornate di pioggia, PING PONG e CALCETTO per i più sportivi e poi BALLETTI, MERCATINI, MOSTRE DI DISEGNO.

to ai bambini di non praticare attività fisica all’aria aperta,

Naturalmente bagni a go go sotto gli occhi vigili del bagnino e possibilità di fare amicizia con bimbi di tutte le nazionalità: francesi, italiani, olandesi, inglesi per giocare e divertirsi insieme anche se si parlano lingue diverse.

più inquinata d’Italia. Il limite consentito di PM10 viene

Al ristorante è disponibile un gustoso MENU ENFANT e per i più piccoli sono a disposizione SCALDA BIBERON e MICROONDE per preparare pappe e pappine. Al pomeriggio, poi, un attimo di relax per fare merenda tutti insieme al MINI CLUB.

in certe fasce orarie è addirittura sconsigliato uscire. Nonostante la situazione sia critica, molti cittadini non sono consapevoli delle ricadute negative dell’inquinamento sulla salute. O non ci vogliono pensare. È nato a Torino un comitato spontaneo di genitori antismog, per spronare l’amministrazione comunale a mettere in atto misure concrete e tempestive contro l’inquinamento. Secondo i dati Arpa, infatti, Torino è la città sforato troppo spesso. Come prima iniziativa i Genitori Antismog hanno scritto una lettera aperta al sindaco Fassino con la richiesta di provvedimenti radicali, come il blocco del traffico. Nel prossimo futuro si propongono di creare momenti di confronto con altri genitori e sensibilizzare i cittadini sulla questione inquinamento. Consapevoli che sarà una lunga battaglia, ma che i risultati potrebbero esserci, così come è stato con la lotta al fumo nei locali pubblici: l’importante è iniziare con piccoli passi nella giusta direzione.

15, Promenade de la Mer 06500 MENTON info@plageladolcevita.com

Si possono contattare i Genitori Antismog su: Facebook/ Comitato Genitori Antismog Torino.

prenotazioni e informazioni spiaggia

Tel. +33 (0) 493354450 prenotazioni ristorante

78 | Giovani Genitori | Ecobaby 2014


rubriche

Close up

Bebè sempreverdi

Per mamme e papà che ascoltano e seguono ritmi naturali • La visione romantica

• Una bimba appena

e sincera di un parto

nata alla scoperta

naturale a Bali che

della natura, pronta

sa di rito: la filosofia

a realizzarsi come

della levatrice Ibu

persona. Un regalo

Robin Lim e l’esperienza di una

Consiglio GG

per i neo genitori.

mamma rockstar.

IO

MEMORIE DI UN PARTO

di Stina Wirsén

CANTATO

Sonda – 11,90 euro

di Elena Skoko - Phasar - 12 euro • Manuale che appro-

Il dolore diventa un alleato nel parto consapevole

• I bimbi sentono

fondisce in teoria e

e istintivo: ecco come

la musica e il rit-

pratica lo sviluppo del

alleviarlo con posizioni e

mo, e allora per-

cucciolo da 0 a 3 anni,

atteggiamenti che facili-

ché non cullarli

con esercizi benèfici

tano la nascita.

con filastrocche

semplici da applicare.

TRAVAGLIO E PARTO

dal mondo? Dalla Cina al Venezue-

STIMOLAZIONE INFANTILE

SENZA PAURA

la alla Romania...

di Liliana Jaramillo

di Emanuela Rocca – Il

TUTTI GIù PER TERRA

San Paolo – 18 euro

leone verde – 13 euro

di Silvia Forzani, Gianni Tacconella Girotondo - 10 euro

• Per far crescere i figli secondo la ricetta collaudata di Madre

• Cartonato anti-cadute, colori

di Alice Quaglino www.anobii.com/giovanigenitori

vivaci, testo sempli-

Natura, per capire

cissimo e onoma-

come renderli liberi e

topeico, a scoprire

felici. Con istruzioni e casi pratici.

gli abitanti della

SMETTILA DI REPRIMERE TUO

fattoria con i nostri cuccioli.

FIGLIO

IL PICCOLO CONTADINO

di Roberta Cavallo,

di Jean Leroy

Antonio Panarese

illustrazioni di Matthieu Maudet

Uno Editori – 13,90 euro

Babalibri – 11 euro

Ecobaby 2014 | Giovani Genitori | 79


rubriche

Close up

YouTube

web sta totalizzando un numero altissimo di visualizzazioni giornaliere. Stimola l’apprendimento e la

per i cuccioli

fantasia dei bambini con canzoncine, fiabe e filastrocche.

Teletubbies Grazie alle loro storie brevi, pensate per un pubblico di bimbi molto piccoli, Teletubbies è una serie televisiva adatta alla fruizione su web. A Teledi Mario Bettas Valet

tubbieslandia i quattro protagonisti, Tinky Winky, Dipsy, Laa-Laa e Po

Sempre più spesso si sente parlare

ta a prendere confidenza con gli

vivono nella loro abitazione a forma

di YouTube e di come in pochi

oggetti del mondo circostante.

di cupola in mezzo al verde dei prati e delle colline. Il loro linguaggio è

anni stia sostituendo la televisione. Il nuovo media racchiude alcu-

Uki

molto semplificato, ogni battuta è

ni aspetti negativi del più anziano

Uki è il protagonista dell’omonima

ripetuta più volte per facilitare la

schermo televisivo, ma se usato

serie animata già in onda su Rai

visione ai piccolissimi. Le giornate

con moderazione può rappresenta-

YoYo. Tutti i divertenti episodi, per

sono scandite da un sole sorridente

re una valida alternativa anche per

la semplicità e la facilità di fruizione,

e gli episodi vengono arricchiti con

intrattenere i più piccoli.

sono appropriati per i bambini molto

inserti di vita quotidiana di bimbi

piccoli. Nelle storie raccontate Uki,

in cui i piccoli spettatori si possono

Tutitu

piccolo extraterrestre che dorme

facilmente riconoscere.

Tutitu è un colorato cartoon in cui

dentro un fiore, insegna ai piccoli

da una sorta di astronave fuori-

spettatori come si gioca a nascondi-

escono tutti i pezzi per costruire

no, con le bolle di sapone, nella neve,

giocattoli e straordinari macchi-

oppure come divertirsi con la palla. E

nari che producono cioccolato,

poi tutti a nanna.

cucinano o sembrano una cassetta degli attrezzi. Nei brevi sketch

Mother Goose Club

della durata di tre minuti, tutti

In Mother Goose Club sei perso-

questi oggetti si animano a ritmo

naggi si susseguono in un’alter-

di musica. Creata dalla Twist

nanza di animazioni, live action e

Animation, Tutitu è un’animazione

canzoni. Creato da una mamma di

che stimola la fantasia dei bambini

quattro figli, Mother Goose Club è

in modo creativo e originale e aiu-

un prodotto multimediale che sul

80 | Giovani Genitori | Ecobaby 2014


rubriche

Close up

App per genitori Quando la tecnologia aiuta mamma e papà

i momenti più belli, le fotografie, gli aneddoti, le dolcezze. Un diario accessibile da web, smartphone e tablet, che si può condividere con tutti gli amici e i familiari in sicurezza e che da adesso si può anche

Per trovare il pediatra

una modalità tutta nuova. Con lo

stampare. Ci sono anche i consigli

Scelgolasalute

smartphone o il tablet, si paga con

del pediatra! Dal sito www.hibaby.

Un’app che mette a disposizione

carta di credito in qualsiasi luogo e

biz.

l’indirizzario dei pediatri e dei

in qualsiasi momento, poi si stam-

medici di famiglia, suddivisi per

pa la ricevuta che è valida anche

comune e ricercabili anche in ordi-

per la detrazione fiscale. Gratuita,

Ninna nanna per i bambini

ne afabetico. Gratuita, si scarica da

si scarica da www.csipiemonte.it/

Caro bimbo, fai la nanna. Musica

www.csipiemonte.it/app/gallery.

app/gallery.

per il sonno, per il rilassamento

Per conciliare il sonno

e per la cura prenatale: questa Per pagare il ticket

Per tenere il diario

piccola app contiene ninne nanne

Pagamento ticket SSN

HiBaby Diary

dalle melodie classiche e dolci, uti-

Per pagare i ticket sanitari

Un piccolo libro elettronico che

lissime. Si scarica gratuitamente

saltando la coda allo sportello c’è

contiene tutti i dati del bambino,

per Android su play.google.com.

Protegge i NOSTRI BamBIni Il cuore della casa è più sereno

con CUCINA SICURA PRATICO • EFFICACE SI FISSA CON BIADESIVI Cell. 349 3816724 - hf.cucinasicura@gmail.com www.cucinasicura.com


www.kiabi.com

I MUST HAVE DELLA MODA SONO DA KIABI

ABRUZZO - Chieti • PIEMONTE - Collegno - Moncalieri - San Mauro - Rivalta • LOMBARDIA - Corsico Curno - Olgiate Olona - Rescaldina - San Giuliano Milanese - Sesto San Giovanni • VENETO - Mestre - Padova Vicenza • EMILIA ROMAGNA - Bologna - Ferrara - Parma • LAZIO - Fiumicino - Romanina - Torresina


giovani genitori speciale eco baby 2014  

giovani genitori speciale eco baby 2014

Advertisement
Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you