Page 1

y(7HB8C4*NLNKKN( +{!"!/!?!%

0.50¤

Mercoledì 23 Luglio 2008

Direttore Enzo Cirillo

il Napoli Schermo e pennello

Anno V V N°1 N° 1 www.ilnapoli.sm www.epolis.com

Me

23

Luca Barbareschi

Grandi uomini Il cinema ma anche la pittura per i più piccoli giurati di Giffoni: in piazzetta l'artista Vallifuoco lavora insieme ai bambini. P. 11

■■

«Lamiacorsa inpolitica peraiutare ilcinema acrescere» ■ ■ L'attore, produttore e

deputato incontra i giurati del Gff: presenta il film “Someone to run with”. P. 5

In scena Entusiasmo per Siani ■ ■ Folla di ragazzi e cori da

stadio per il giovane attore napoletano doc. P. 7

Meg vuole Amarcord ■ ■ La Ryan, giovedì al Gff, ha

chiesto di vedere il capolavoro di Fellini. P. 3

Il popolo della notte ■ ■ Reportage su Giffoni quando calano le ombre: mode e modi dei giurati. P. 2

Cristina D’Avena e il Prof. Dix ti aspettano al Dixan Village.

Appuntamento con il divertimento il 24-25-26 luglio.


2

oni IliNapoli 23 Luglioo 2008

Giffoni

loveGieffeeffe

ra reale e realit on solo, attori, cantanti registi e produttori si trova no al festival ma anche chi prova a proporsi per trovare un parte in un piccolo film

L altra s umatura. ll'imbrunire la valle si trasforma in un set dove la gente comune diventa protagonista

r no i a Gi oni ra a i i a ma i iura i ur ano udano u a o alle iana il tramonto il termometro che annuncia l'altra festa: tra sfilate e corse in mezzo al fiume di gente

Ma quelli della doppia effe sfidano la fame pur di arriva re per primi nella zona dedicata ai concerti e alla musica L S GFF

Nicola Pisu nicola.pisu epolis.sm ■ La notte del Giffoni, paese, comincia al tramonto. Mentre nella cittadella del cinema i giurati bambini stanno per concludere la loro giornata “lavorativa”, nella Valle Piana inizia il rito della moltiplicazione degli abitanti. Come per magia nella strada principale inizia a crearsi la colonna di auto e scooter che non vogliono perdersi neppure un secondo della sfilata. Già, la sfilata. Non di attori o cantanti ma di ragazze della porta accanto o dei paesi vicini che, orgogliose, mostrano l'ultimo acquisto oppure l'accessorio che fa la differenza: dai veli ai cappelli, passando per le borsette all'ultima moda.

AM N LAS IA ormai spazio alle luci artificiali che colorano di nuove sfumature l'ingresso alla cittadella. Valle Piana di Giffoni, ormai, è un catino ricolmo di anime e tacchi. Tacchi vertiginosi, che sfidando la gravità e l'asfalto non sempre perfetto, fanno fatica a stare in piedi. Il pericolo è dietro l'angolo: oplà. E il tacco di una ragazza molto alta che sta per affrontare i primi due gradini della casa del cinema cede. Fa crac. Lei, non si scompone e estrae dalla borsa brasiliana altre scarpe: basse? No, no. Lucide, nere, con fiocchetto e un tacco ancora più vertiginoso. Questo è anche Giffoni, paese. Che non si ferma mai. Le pizzerie a qualsiasi ora sono pronte, alla velocità della luce, a servire tranci di cibo, recuperando dai posti più improbabili, centimetri e angoli per non deludere l'altro popolo del Gff. Ma, intanto, sul palco iniziano i primi suoni. C'è chi gioca d'anticipo e occupa tutta la prima fila e chi invece preferisce portarsi la sedia da IL

3 gni sera un concerto dal vivo con gli idoli della giuria che si ritrova il suo mito a pochi centimetri

tutta una uestione di pass più importante del telefonino Il uadrato magico

Perdere il cellulare è ammesso tra il popolo della doppia effe («Anche perché -dice -Marco si può tranquillamente rinunciare»), ma dimenticare o peggio non trovare più i pass per entrare alla cittadella del cinema e nella zona dedicata agli spettacoli e ai concerti è l'in■■

cubo dei giurati bambini ma anche di quelli più grandi. Senza il prezioso cartoncino colorato, quadrato o rettangolare poco importa, diventa impossibile accedere ai sogni e alle aspettative del popolo del Giffoni festival. «Io dormo - svela Marta, 15 anni, di Napoli - con il pass sempre appiccicato al collo».

casa. E, infine, ci sono quelli della doppia effe. Loro, sono i protagonisti insieme ai cantanti che in questi giorni si sono esibiti sul palco che guarda la montagna. IE INI infatti, hanno il privilegio di stare vicini, vicini ai loro idoli. Praticamente suonano con loro, cantano con loro, sudano e si divertono. Tanto, tanto. E il concerto, anzi, qualsiasi esibizione si trasforma in una festa collettiva. Dove Caparezza e Giulio, sedici anni, si ritrovano uniti e felici nel cantare insieme le rime baciate. Oppure I

Fabri Fibra che con la sua energia oltrepassa le transenne e lascia il microfono a quelli dell'ultima fila. Che apprezzano e lasciano da parte l'invidia nei confronti dei più fortunati. Ma su quel palco azzurro che di notte diventa ancora più reale la giuria di qualità non perde tempo. Applaude, salta, suda tanto, e si scambia qualche bacio e abbraccio. In fondo, la notte è ancora piccola per quelli della doppia effe. E tra genitori impegnati nella sorveglianza discreta e teen-ager pronti a scappare c'è sempre un bodyguard a risolvere la situazione. ■


ele ono 081.1 8.0 .22

sms 3 0.1 12. 0

i oni Il Napoli o 2008 23 Luglio

e mail it o li iln ooli. o

3 .

Giffoni ggi l anteprima di ■ ■ Stasera alle

. la sala ruffaut ospiter la'nteprima di “ amp roc ”, pellicola di Matthew iamone. un isney hannel riginal Movie in chiave musical,

203

amp oc interpretato dall'attrice emi Lovato s the bell rings e dal cantante oe onas. l film stato liberato nel circuito televisivo sa il giugno .

1

hare di Il mio grosso grasso matrimonio greco su Canale

hare di ad Compan rotocolo raga in onda su ai no

Personaggi in arrivo e curiosit

“ marcord” per Meg la bionda madrina chiededivedereilfilm e si prepara per il Gff q oiimmaginatela

mentreinfilailsuodvd nellettoreegusta ilcapolavoroimmortale

■ Cresce l'attesa per la star del Giffoni, edizione . Meg yan, la madrina romantica fa già parlare di s . Arriverà solo domani, ma il team del festival sta già organizzando l'accoglienza nel minimo dettaglio. Le prime voci la raccontano interessata ai contenuti della ermesse e in particolare a quel prezioso programma che raccoglie i gioielli della cinematogra-

fia italiana, pensati per i ragazzi di gen lab pro ect. Tra tutti i titoli, da “Il orpasso” di Dino isi a “I soliti ignoti” di Mario Monicelli, pare che la fidanzata d'America abbia chiesto di poter vedere “Amarcord” di Federico Fellini, pellicola dal titolo evocativo -dal dialetto romagnolo a m'arcord , ossia io mi ricordo - diventato un topos citato, in lingua italiana, in quasi tutto il mondo. Non delude Meg, bellissima, talentuosa, colta e appassionata, scrive le prime battute del suo film romantico, quello che “girerà” in terra campana, stimolando l'immaginario di tutto il pub-

L

R SS

Music

oncept

tasera doppio live arrivano ria e i inle

n costante ascesa di popolarit e sempre pi nel cuore di giovani che ne hanno decretato il successo sono i Finley. Semplicisticamente definiti una band per adolescenti, sono in realt un gruppo di giovanissimi che riescono a scaricare sul pubblico la loro energia musicale fresca e potente. orneranno sul nostro palco oggi, a due anni dal loro esordio a Giffoni. rima di loro si esibir Syria, un artista che dopo tre anni di meditata distanza dalla scena, si rimessa in gioco ed tornata con un album maturo, diverso e dalla vocazione indie, “ n altra me”. enerdì sar la volta degli fterhours, considerati da buona parte della critica la migliore roc band italiana. ■■

3Meg

an

blico del Gff. embra che lo staff del festival si stia muovendo per permettere all'attrice di vedere il capolavoro felliniano durante il suo breve soggiorno nel bel paese del cinema. ervirà una copia sottotitolata, voi immaginatela mentre infila il suo dvd nel lettore e gusta quel

film immortale che racconta di noi, di un sogno, di una imini onirica, delle feste paesane degli anni Trenta, della donna procace alla ricerca di un marito, dei signori di città. Delle storie di quell'antico borgo che nel il Maestro dei Maestri regal al mondo intero. ■

www.dixanperlascuola.it

Insieme per realizzare i sogni nati tra i banchi di scuola. Dixan per la Scuola è un progetto dedicato alla comunità scolastica italiana che da 8 anni coinvolge le scuole dei primi tre ordinamenti in un percorso didattico di approfondimento incentrato su tematiche di forte attualità. Dixan per la Scuola si avvale della consolidata partnership con il Giffoni Film Festival, di cui è uno dei principali sponsor, per trasformare la scuola in un’esperienza di vita ricca di riflessione e di fantasia.

Scuola


oni Il iNapoli 23 Luglioo2008

on e ion ri er l L oli A

u

li it

ele ono 081.1 8.0 .200

Il programma di MERCOLEDI’ 23 LUGLIO 2008 SALA TRUFFAUT - CITTADELLA DEL CINEMA

VILLAGGIO MERCEDES NARNIA - PIAZZA FRATELLI LUMIE

Y GEN (y gen lab project) BLIND by Tamara van den Dop (The Netherlands/Bulgaria/Belgium, 2007, 98’)

17:30

14:30

FREE TO FLY HEART OF FIRE - by Luigi Falorni (Germany/Austria/Italy/France, 2008, 94’)

18:00

18:30

Y GEN LAB LA MAESTRA TELEVISIONE - meeting with PIPPO BAUDO

19:30

DISNEY CHANNEL PRESENTA CAMP ROCK - by Matthew Diamone (USA, 2008, 90’)

10:00

CINEMA VALLE 09:00/11:30

FIRST SCREENS A DAY OF LITTL GIRL by Jong-hyeck Ahn (South Korea, 2007, 9’20’’) THE TEN LIVES OF TITANIC THE CAT by Grethe Bøe-Waal (Norway, 2006, 90’)

15:00

KIDZ FRODE AND ALL THE OTHER RASCALS by Niels Chr. Bubber Meyer (Denmark, 2008, 80’) Premiazione concorso Telefono Azzurro - Interviene Ernesto Caffo – Presidente

20:00

TROUBLED GAZE ZOE’ - by Giuseppe Varlotta (Italy, 2008, 92’) con la partecipazione di Francesco Baccini, Serena Grandi, Bebo Storti

CONVENTO SAN FRANCESCO POW-WOW a cura di Paolo Biamonte e Mariolina Simone (riservato ai giurati Giffoni Music Concept) 16:30 con SYRIA 17:00 con FINLEY AULE CITTADELLA DEL CINEMA 18:00

KIDS IN WONDERLAND / IL POSTO DELLE FAVOLE Laboratori a cura del CIAL (riservato ai giurati)

RE

ANIMAZIONI

DIXAN VILLAGE - PIAZZA UMBERTO I ANIMAZIONI E MUSICA

VIA FRANÇOIS TRUFFAUT 18:00

PROGETTO SICUREZZA STRADALE Corsi di Guida Sicura

GIARDINO DEGLI ARANCI 21:00

KIDS IN WONDERLAND / IL POSTO DELLE FAVOLE Teatro Verde n.o.b. (Roma) ntano: e Eventi Culturali/Teatri Comunicanti (Porto S- Elpidio) prese TRA LE NUVOLE (+ 5 anni)

RELOAD IL 22:30 MIO SOGNO PIU’ GRANDE (+ 12 anni) by Davis Guggenheim (USA, 2007, 93’) ARENA ALBERTO SORDI - CITTADELLA DEL CINEMA 21:00

SOIRE’E GIFFONI 2008 FILMS & FILMMAKERS WANNADANCE? - Performance by Idols – Boing TEASER PREVIEW NIENT’ALTRO CHE NOI by Angelo Antonucci (Italy, 2008) Guests PIERFRANCESCO FAVINO ROBERTO FARNESI GIFFONI MUSIC CONCEPT Concert by: FINLEY SYRIA


ele ono 081.1 8.0 .22

sms 3 0.1 12. 0

i oni Il Napoli o 2008 23 Luglio

e mail it o li iln ooli. o

5 .

Giffoni INEMA E

IBA

I I L S GFF

Luca Barbareschi l e ti l un in ontro re e inten o L ttore e e ut to ieri o ite l i oni er rl re i o eone to run it il tr tto l li ro i ro n gr n e ente ell er e e. di rancesca Boccaletto

A

rriva con un po' di ritardo e, quando finalmente appare all'entrata della cittadella del cinema, telecamere e fotografi gli sono addosso. Non si parla di Mick Jagger, ma di Luca Barbareschi. Una mamma lo osserva mentre scende le scale ed esclama: «Ah Barbareschi, finalmente un bell'uomo». La reazione dei ragazzi invece ha un sapore un po' diverso, qualcuno lo insegue e lo accoglie saltellando, altri non lo riconoscono. Una ragazza della categoria Y Gen che lo aspetta in sala Truffaut insieme agli altri giurati - qualche secondo prima che l'attore

entri per partecipare all'incontro, confida all'amica: «Io non ricordo bene che faccia ha». L'intensa mattinata di Luca Barbareschi inizia così, tra uno scatto e un incontro con i giovani. «Benvenuto onorevole», esordisce Luca Apolito, che riveste il difficile ruolo di coordinatore del dibattito. «Chiamatemi Luca. Sono casualmente onorevole, perchè con la politica spero di combattere affinchè il cinema possa continuare a crescere. E spero di aiutare realtà come il Giffoni Film Festival: il direttore Claudio Gubitosi qui ha realizzato un capolavoro». David Grossman non si è visto e a rac-

anno in lui l'anima artistica convive con quella politica e vogliono capire come sia possibile gestirle entrambe...

3In foto arbareschi con i ragazzi e due immagini dal film omeone to run with

contare il film “Someone to run with” (Qualcuno con cui correre) di Oded Davidoff, tratto dal romanzo omonimo dello scrittore israeliano, ci ha pensato chi il film l'ha portato in Italia. La distribuzione italiana della pellicola è infatti gestita dalla Casanova Entertainment di Barbareschi. La sala del Gff che ospita l'incontro si riempie di voci, applausi e qualche contestazione. Bisogna dirlo, i ragazzi del Gff non hanno paura di esprimere le proprie opinioni e, anche questa volta, fanno domande intelligenti, entrano dentro il film che tanto li ha appassionati. Sanno che in Barba-

reschi l'anima artistica convive con quella politica e vogliono capire come sia possibile gestirle entrambe. La risposta arriva sicura, così come la traduzione che l'attore-onorevole preferisce gestire da sé, parla in italiano e passa all'inglese per agevolare i giovani stranieri: «Non intendo rinunciare allo spettacolo - sottolinea - ma credo di poter mettere la mia esperienza al servizio della politica, per aiutare il cinema e il mondo della cultura a crescere. L’Italia è un Paese che potrebbe vivere di turismo, cinema e beni culturali, invece, la gestione imbecille di questi anni ha fatto sì che il patrimonio sia stato tenuto sotto terra, come un pozzo di petrolio che nessuno vuol scavare». La parola “imbecille” viene usata da Barbareschi anche per definire la televisione dei reality che l'attore condanna insistendo invece sulla qualità di un film come quello di Oded Davidoff, opera che vede la luce «dopo tre anni di fatica» e che raccoglie un cast di qualità, segno importante in un'epoca in cui «si è perso il senso dell’arte, l’eccellenza dello studio, la bellezza dell’accademia». Si discute di cinema e politica, si accendono i toni quando un ragazzo francese, rispondendo a un'affermazione fatta da Barbareschi sulla presunta apoliticità di artisti come Truffaut e Hendrix, contesta ricordando il gesto del chitarrista di Seattle che a Woodstock eseguì il “canto funebre” della bandiera americana. È lo stesso giurato francese poi a introdurre l'argomento Berlusconi... Barbareschi cerca di inserire il gesto di Hendrix “in un contesto rock”, ma non tutti i giurati la pensano come lui. Il dibattito si conclude, non c'è più tempo. Al di là delle polemiche, si ha sempre di più la sensazione che i “giffoniani” abbiano qualcosa da dire e una mente vivace per analizzare la Storia. C'è chi applaude e chi contesta; qui al Gff non ci si annoia, si pensa, si discute. ■

La guida in cucina. Che si mangia oggi?

Un vero e proprio manuale di cucina, pronto a prenderti per mano e condurti nella realizzazione di centinaia di ricette da tutto il mondo.

www.touchgenerations.it


on e ion ri er l L oli A

u

li it

ele ono 081.1 8.0 .200

SPE T TACOL ARE IL MEGLIO DELLA TV PER TUTTA LA FAMIGLIA A SOLI

10+5 CON MEDIASET PREMIUM AVERE IL MEGLIO NON È MAI STATO COSÌ FACILE. CON EASY PAY, TI BASTANO 10 EURO AL MESE PER VEDERE IL MEGLIO DEL CINEMA, DELLE SERIE TV E DISNEY CHANNEL. E SOLO FINO AL 29 AGOSTO, CON SOLI 5 EURO* IN PIÙ AL MESE HAI TUTTO IL MEGLIO DEL CALCIO, PER UN ANNO INTERO. SEMPLICEMENTE STRAORDINARIO.

Per informazioni: 199 303 404 - www.mediasetpremium.it Il costo da telefonia fissa è di 0,03 Euro al minuto, più 0,06 Euro di scatto alla risposta (IVA inclusa). I costi da telefono cellulare variano in funzione del gestore da cui viene effettuata la chiamata.

La scelta giusta.

*Offerta valida per chi attiva la modalità Easy Pay entro il 29/08/2008, previa richiesta di fornitura del servizio ed accettazione delle relative condizioni generali.

oni Il iNapoli 23 Luglioo2008


i oni Il Napoli o 2008 23 Luglio

7 .

Giffoni Il iglio di Napoli. ifo da stadio e consensi da star per l'attore del sud che non si prende mai sul serio

la per lessandro Siani lui il re per quelli del Gff L'attorenapoletanoprotagonistadi“Lasecondavoltanonsiscordamai”rompetutti glischemiesiconcedesenzafiltriairagazzidella ermessecinematografica Nicola Pisu nicola.pisu epolis.sm ■ Alesandro iani sbanca Giffoni paese, ma soprattutto festival. Giornata nuvolosa in quella valle dove tante volte si dimentica il tempo e regna ancora la semplicità. iani lo sabene e col suo buonumore dribbla anche le nuvole.

che non dimentica mai le sue origini fa davvero un effetto energizzante ai ragazzi. Classe ' , iani Alessandro gioca in casa. E si

LA

E NAP LE AN

sente dall'affetto della cittadella. Fascetta da calciatore e camicia bianca il fratello maggiore di alemme e Troisi Non scherziamo si affretta a precisare , mentre cerca di passare in mezzo a bambini e qualche arzilla vecchietta che dispensa baci all'attore. E il iani vorrebbe stare davvero con tutti. Ma gli impegni vanno rispettati. Alessandro iani, prima incontra i giornalisti, scherza con loro parlando dei suoi progetti al cinema di un futuro ruolo da cattivo napoletano , tanto divertente perch i napoletani sono tutto

o i uram n chi non un vero maestro: ostantino e aniele ma anche Milo... nvece il mio mito mio nonno»

tranne che cattivi , poi accenna al libro per Mondadori “ cose da non fare a Napoli” che lo riempie di entusiasmo e che parlerà di un a realtà diversa da quella raccontata in “Gomorra”. i fa intervistare dalle televisioni, dedica tempo a tutti e sorride. empre. tringe mani e fa autografi. E sorride. Ancora. I A IN SALA Truffaut e ad accoglierlo c'è un pubblico da stadio. na vera e propria ovazione per una ragazzo cresciuto sotto il Vesuvio e che su un palco è davvero disarmante. P IA

3 lessandro iani sorride e raccoglie il caldo abbraccio del popolo del festival del cinema di Giffoni

Ma soprattutto crea subito quell'empatia con i ragazzi che sembrano davvero tutti pazzi per iani Alessandro. MAN E iniziano a raffica da parte dei giurati: Conosci Vincenzo usso? chiede Luca. Pausa e poi da qui l'attore inizia a ricamare e declamare una vera e propria storia su questo presunto usso. Ma è un frate , replica a fine risposta che è diventata uno spettacolo. ho nello sho , quello di un ragazzo davvero normale che passa con disinvoltura dalla risata a piccole pillole di saggezza. Ognuno di voi - dice con quell'accento inconfondibile - ha dei piccoli sogni da realizzare. Provateci, poi se va male pazienza . andra da Caserta chiede: Quali suono i tuoi miti? ... E, lui serafico risponde. Mio nonno... boato e risate . Ma poi iani ritorna per un attimo solo un secondo derio e tuona: o sicuramente chi non è un mio maestro: Costantino e poi Alessandro e ancora: Milo del.... e le mani dei giurati battono forte . Va da s . ■ LE

O

AT UI

IB

ER

GR

AM

BINI

• NUM

•

Senza di te Telefono Azzurro non c’è

O T O R I S E R VAT

A

Linea gratuita riservata a bambini e adolescenti fino a 14 anni per segnalare abusi, disagi e difficoltà

Linea gratuita, attiva 24h su 24 ed accessibile Linea istituzionale per adolescenti a chi vuole dai 14 ai 18 anni, adulti, segnalare situazioni di disagio famiglie per segnalare problemi

Sempre più bambini sono maltrattati, abbandonati, vittime di abusi. Sempre più bambini hanno bisogno di Telefono Azzurro. Per affrontare quest’emergenza abbiamo bisogno di te. Aiutaci con una donazione sul conto corrente postale 550400, oppure rivolgendoti all’infoline 800.090.335. Senza di te l’infanzia in difficoltà resterà senza voce. Aiuta i bambini, aiuta Telefono Azzurro.

www.azzurro.it


oni Il iNapoli 23 Luglioo2008

GFF Escursioni. Tra boschi suggestivi e paesaggi mozzafiato sulle orme di Giustino Fortunato

Fascino e natura sui monti picentini

Alcune immagini di passeggiate in mezzo alla natura sui numerosi percorsi nei dintorni di Giffoni. Numerose le possibilità di uscite guidate su sentieri con diversi livelli di difficoltà.

Luoghi incontaminati dove si resta stregati da scenari quasi irreali Una giornata nella natura di Giffoni Valle Piana e nell’area dei Picentini è una

esperienza indimenticabile, in particolare vi consigliamo tre itinerari: UN PERCORSO NATURALISTICO - Valle Piana si estende ai piedi del Monte Accelica, il più alto della catena montuosa, con i suoi 2.000 metri circa di altezza, è uno degli ecosistemi più belli ed intatti

dell’Appennino meridionale con il suo paesaggio boschivo dominato da faggete e castagneti ma anche da alberi come il tiglio, l’olmo, il leccio, il carpino e persino la preziosa betulla. Boschi abitati da volpi, lupi dove è facile incontrare durante le passeggiate anche tassi e martori. I paesaggi so-

no letteralmente mozzafiato: cieli dove volano poiane, falchi pellegrini, nibbi e persino gli ultimi esemplari di aquile reali. L’escursionista resta affascinato e stregato, l’aria e’ pura e ricca di essenze, il bosco tra oscurità e spazio concesso al sole mostra tutte le tonalità del verde, il cielo terso

ed azzurro. Luoghi irreali per chi viene dalla città, uno spazio dove riscoprire se stessi e


i oni Il Napoli o 2008 23 Luglio

lasciarsi rapire dall’incanto UN PERCORSO STORICO E PAESA ISTICO - Il Borgo Medioevale di Giffoni Valle Piana è un luogo talmente suggestivo che ha ispirato innumerevoli poeti e scrittori. Uno degli esempi più grandi è senza dubbio quello legato a Giustino ortunato, autore meridionale che ha decantato in tantissime sue opere gli scenari del ud Italia. A lui è dedicato il percorso turistico che attraversa il Borgo Medievale del paese. Il Borgo Medioevale è oggi semiabbandonato ma nello stesso tempo è stato valorizzato e ristrutturato grazie all’opera del Ministero dei Beni ulturali del omune di Giffoni e della omunità Montana dei Picentini. Il Borgo è raggiungibile dal centro di Giffoni Valle Piana prendendo in direzione ieti e proseguendo per l’indicazione erravecchia dopo m di salita, si giunge fin su al Borgo. al Borgo la visuale sui Picentini è eccezionale, è possibile vedere oltre al capoluogo Giffoni anche Montecorvino ovella e le razioni limitrofe. Il Borgo è un susseguirsi di colori antichizzati, con piazzette contornate da Ulivi secolari e gradinate fresche di marmo grigiastro e marrone. erravecchia, è

Escursioni a piedi e a cavallo. Associazione

patrimonio dell’U , ben indicata nei sentieri è storicamente spiegata dai cartelli segnaletici lungo i vari percorsi che si estendono dalla vecchia fortezza. Il sentiero Giustino ortunato è una passeggiata tra il verde dei Monti fino al punto di ristoro fornito dalla omunità Montana, vicino alla vecchia torre di avvistamento. ulla strada di ritorno verso il centro del Borghetto si pu visitare il Palazzo Longobardo, il Palazzo ederico II, ci si pu poi affascinare dinanzi al Palazzo ormanno ed al Palazzo ’Avalos. al successivo palazzo di ant’ gidio e la casa

.

avalieri del Grifone organizza percorsi sull intera catena montuosa dei icentini

del Vecchio rappeto la più caratteristica del Borghetto , si giunge dinanzi alla chiesetta sconsacrata dell’Abate ant’ gidio, da dove inizia un suggestivo sentiero naturalistico denominato entiero della tampella . I PERCORSI A CA ALLO - ei giorni del estival, precisamente il 2 e il 2 , l’Associazione avalieri del Grifone organizza escursioni a cavallo dai Piani del Monte Accelica fino al comune di Acerno, un’occasione unica di attraversare l’intero catena montuosa dei Picentini. antissimi poi, i percorsi e le escursioni di più giorni, che possono es-

sere effettuati in compagnia di questi moderni co -bo , veri e propri specialisti dell’equiturismo. I tre ing seguono itinerari naturalistici, culturali e storici, i percorsi sono studiati per soddisfare le esigenze sia dei novelli cavalieri che di quelli più esperti, ogni grup-

po è sempre guidato da due o tre esperti cavalieri. Al rientro dalle escursioni è poi possibile gustare i prodotti tipici locali all’interno della tenuta Grifone uarter ouse , sede dell’associazione e dimora dei cavalli Mattia A. Carpinelli

ASSOCIAZIONE SOUTH LAND ONLUS Giffoni Valle Piana (SA) – tel e fax: 089/866363 www.south-land.it ASSOCIAZIONE CAVALIERI DEL GRIFONE Giffoni Valle Piana (SA) – tel: 339/7179363 www.cavalieridelgrifone.com


1

oni Il iNapoli 23 Luglioo2008

Giffoni La lettera. Mara arfagna

ari opportunit : « n Festival di grande impegno e di respiro internazionale»

mini ro i G q « ' unaprofonda

sensibilit nellaselezio nedeititoli,soprattutto diquelliperibimbi» ■ Questo il testo della lettera che il ministro per le Pari opportunità Mara Carfagna ha inviato al direttore artistico del Festival, Claudio Gubitosi. Caro Claudio, mi rammarica molto doverti comunicare

che, a causa di impegni pregressi, non mi sarà possibile essere presente sabato luglio alle ore per la cerimonia di chiusura del Giffoni Film Festival. eguo con grande attenzione ed ammirazione tutta l'attività dell'Ente Autonomo Festival Internazionale del Cinema per agazzi e per la Gioventù di Giffoni ed il grande impegno che in questi anni hai profuso per promuovere e sviluppare il cinema per ragazzi, elevandolo a gene-

un mod o re di grande qualità. In questi anni il Festival ha sueprato i confini regionali trasformandosi in un'importante manifestazione di respiro internazionale, grazie anche alla grande sensibilità adoperata nella scelta dei temi proposti e ai nuovi autori ricchi di talento. ono i giovani i veri protagonisti della manifestazione, intono ai quali ruota tutto il confronto tra autori, produttori pubblico e culture diverse, e che

LS

3Il ministro Carfagna

rendono la manifestazione unica al mondo. icuramente più di tutti i Francois Truffaut ha saputo cogliere l'essenza del Giffoni Film Festival quando ha scritto: di tutti i festival del cinema, quello di Giffoni è il più necessario . ono certa che non mancheranno altre occasioni per visitare il Giffoni Film Festival e seguire tutta la produzione destinata ai bambini, ai ragazzi, agli adolescenti. Nel ringraziarti per il gradito invito colgo l'occasione per porgerti i miei più cordiali saluti e augurarti uon lavoro. ■M

C

G

La egione

ra Giffoni progetta l'edizione dei anni Dal prossimo autunno inizieremo a lavorare alla esima edizione del Giffoni Film Festival. Mancano due anni, è vero, ma dobbiamo farne un evento indimenticabile . Ad annunciarlo, a margine di un incontro a Giffoni con i coordinatori dei Festival della Campania, l'assessore al turismo della egione, Claudio Velardi. Il Gff cresce di anno in anno ha sottolineato Velardi - lo dimostra la straordinaria caratura internazionale, le presenze crescenti, la passione dei giovani giurati. La egione Campania è stata sempre vicina alla manifestazione, ma adesso dobbiamo lavorare alla crescita strutturale, e perchè no, programmare con largo anticipo la esima edizione: dovrà essere un evento indimenticabile . Velardi ha poi annunciato un coordinamento tra i festival per evitare sovrapposizioni . ■ ■

Il dato Censire i festival sul portale web rte e turismo

coordinatori dei Festival artistici hanno chiesto e ottenuto un censimento degli eventi da pubblicare sul portale della Regione ampania e su una brochure da diffondere ai turisti. ■■


i oni Il Napoli o 2008 23 Luglio

11 .

Giffoni

“ gni uomo un artista ed egli stesso l'artefice del proprio lavoro ” ose Beu s

Il pittore e i bambini n u

ro nell

i

ett

■ ■ Gennaro

allifuoco è un pittore irpino. Nella piazzetta del Giffoni ilm estival ha dipinto un quadro in diretta . a mostrato ai più piccoli protagonisti del Gff come si miscela il colore, come si passa sulla tela, per ottenere un'opera ricca di sfumature e di suggestioni un angelo nel cielo stellato.

I colori della vita

Larte er re eree ogn re n or rimo approccio con un maestro del pennello per i pi piccoli giurati del GFF: un'esperienza indimenticabile

ella piazzetta Gennaro allifuoco ha realizzato un'o pera ispirata all'edizione del festival. Si tratta di una tela , per metri che raffigura un bambino che vola verso la Luna, indossando una maglia del festival. ■■

oi tante mani, che rappresentano le stelle del cinema. L'opera verr donata al festival. on la prima volta che Gennaro allifuoco presente al Gff: nel l'artista partecip a una mostra collettiva. La realizzazione del

quadro in piazza stata l'occasione per decine di piccoli giurati per avvicinarsi all'arte: uno stimolo in pi in una manifestazione dedicata all'espressione visiva. un momento per farsi fotografare tra stelle e clori.


12

oni Il iNapoli 23 Luglioo2008

on e ion ri er l L oli A

u

li it

ele ono 081.1 8.0 .200

adv: meditazioni.info photo: danieleravenna.it

“Un viaggio indimenticabile e suggestivo in terra di Sicilia...per una proposta da non perdere soltanto per Voi, uno sconto riservato del 50%”

Vi accoglieremo nel Val di Mazara

Proposta Riservata ai lettori “EPOLIS”

SICILIA 2008

Xenios tour operator propone nell’incantevole location del “Val di Mazara”, una vacanza da sogno a “Sette Stelle” coccolandovi nel prestigioso Resort Kempinski Hotel Giardino di Costanza.

Palermo Ariport Trapani Ariport Mazara del Vallo

Per informazioni e prenotazioni • www.xeniostravel.com • welcome@xeniostravel.com • Tel. +39 0923.934222


ele ono 081.1 8.0 .22

sms 3 0.1 12. 0

i oni Il Napoli o 2008 23 Luglio

e mail it o li iln ooli. o

13 .

Giffoni

S S

L

na giornata particolare olti, sguardi, sogni e scherzi: bambine e ragazze vivono il Festival con una intensit che a volte i maschi non riescono a cogliere. L'attesa dell'attore preferito, un gioco col microfono, un lampo nella notte. LS

L e t el ine i negli gu r i eller g Aspettando Meg

an e Serena randi

uante tra le ragaz ze del Giffoni Film Festival faranno del cinema Mol te, poche, chiss . na gior nata alla festa vista con gli occhi delle donne. imbe che posano per una foto ri cordo, una giornalista che scherza con un microfono,

en e e

una ragazza che nella notte della musica attende l'inizio del concerto. da oggi ar rivano anche le protagoniste del cinema. La prima Se rena Grandi, attrice italiana impegnata in ruoli spesso drammatici. oi toccher a Mag Ryan, star di ollywood molto amata anche in talia.


1

oni Il iNapoli 23 Luglioo2008

GFF Diario di Viaggio. Elisabetta Bruscagli

«Il coraggio di inseguire i sogni credendo nel grande cinema» Essere nella giuria del Festival mi ha fatto capire quanto contasse la mia passione Non è facile, in Italia, per i giovani, uscire dagli schemi dettati dalla consuetudine, dall’abitudine, dalla convenienza e decidere non solo di volere qualcosa di diverso, ma di seguire questo desiderio e di realizzarlo. Quando un ragazzo si accorge di voler basare la sua vita, il suo futuro, su una passione come il cinema, la reazione più comune che ottiene è un’alzata di spalle, un sospiro, uno sguardo scoraggiante; perché? I motivi potrebbero essere due: il mondo del cinema è un mondo molto precario, in cui quasi mai basta solo il talento e in cui una persona può perdere co-

sì tanto tempo da accorgersi, quando forse è troppo tardi, che per lui o per lei non c’è semplicemente spazio. Inoltre, e questo è il secondo motivo, la verità è che ciò che continuamente ci viene presentato dai vari media sui retroscena cinematografici è alquanto spaventoso e raccapricciante: purtroppo l’arte di fare film o telefilm non sembra avere più la stessa importanza di un tempo, anzi, sembra che di palcoscenici ce ne sia solo uno e tutti cercano di accaparrarsi quei famosi quindici minuti di fama di cui tutti, prima o poi, dovremmo godere. Per molti è diventato difficile accettare che voler fare cinema non sia un capriccio di un ragazzo o di una ragazza che vogliono attenzione, ma una speranza di cui fare una carriera rispettabile. Il Giffoni Film Festival ha ab-

I ragazzi si trattengono nel prato della Cittadella del Cinema

battuto questa barriera per me cinque anni fa, la prima volta che ho partecipato come giurata. Quell’anno avevo tredici anni, facevo dunque parte della giuria Free

to Fly e non avevo la più pallida idea che la mia abitudine di scrivere dialoghi tra personaggi immaginari contasse realmente qualcosa; pensavo di essere una

ragazzina con una fantasia forse un po’ troppo fervida. Il primo giorno del festival, quell’anno, feci amicizia con un gruppo di ragazzi americani, che condividevano i


i oni Il Napoli o 2008 23 Luglio

15 .

GFF miei stessi interessi e la mia stessa fantasia un po’ troppo fervida; una cosa ci distingueva, però: loro credevano nel loro sogno, sapevano che potevano farne qualcosa di grande. Tra questi ragazzi e ragazze, una faceva parte del teatro della sua scuola: recitava sul palco, dirigeva il teatro dei bambini più piccoli e partecipava anche alla stesura dei testi che rappresentavano durante l’anno. Mi sembrò una cosa stravagante e assolutamente impossibile. Durante quel Festival ebbi la possibilità di parlare e conoscere personaggi come Jon Voight e Ian McKellen, due tra gli attori più bravi dei nostri tempi, e ben presto mi resi conto che anche l’esperienza che stavo vivendo, che Giffoni mi stava offrendo, senza pretendere niente in cambio, se non la condivisione delle mie idee, era piuttosto stravagante. Giffoni, però, non arricchisce noi giurati solo con incontri ravvicinati tra ragazzi, attori e registi, ma la materia prima che Giffoni possiede più di qualsiasi altra città o cittadella in Italia è la pellicola: i film.

Alcune immagini della 38° edizione del Festival

Anno dopo anno, Giffoni presenta a noi ragazzi una scelta di film accuratissima e finalmente si percepisce, nel silenzio della sala, che le paure, i sogni, le emozioni di ogni singolo spettatore sono là, su quello schermo, in bocca a quel personaggio che forse non riusciremmo mai a conoscere nelle grandi sale dietro casa. Tra tutti i film che mi è stato possibile visionare al Festival, uno in particolare ricordo ancora con molto piacere: The Wooden Camera, vincitore del premio della giuria di qualità nel 2004, anno in cui anch’io facevo

parte di tale giuria. In questo film, che si svolge nella periferia di Cape Town, un bambino, Madiba, trova una telecamera nella valigia di un cadavere lasciato cadere da un treno. Mentre l’amico con cui si trovava prende la pistola, Madiba si appropria della telecamera e attraverso di essa riesce a riprendere ed immortalare ogni briciolo di bellezza che lo circonda nel mondo degradato in cui si trova. La telecamera rappresenta così per Madiba la libertà, una fuga dalla prigionia di una vita squallida e senza luce; attraverso le riprese, il protagonista si

rende conto che nonostante tutto, il mondo, anche solo la natura hanno ancora tanto da offrire. Dopo quattro anni come giurata del Giffoni Film Festival, ho imparato tanto a proposito della visione stessa di un film: non bisogna avere alte pretese su ciò che ci viene proposto, un film deve essere visto senza preconcetti, ma con la volontà di seguire il percorso su cui ci hanno portato i realizzatori, interiorizzando fotogramma per fotogramma la storia. Certe volte un film non ha alle fondamenta un messaggio, una lezione di vi-

ta, ma ciò non significa che non sia capace di regalare agli spettatori altrettante emozioni, o che non sia in grado di istigare altrettante riflessioni. Il Giffoni Film Festival è forse l’esperienza migliore che il nostro paese ha da offrire ai suoi ragazzi. Per una settimana all’anno ci è data la possibilità di vivere i nostri sogni, ma soprattutto di condividerli: ciò che rimarrà con me dei miei anni passati a Giffoni saranno infatti non soltanto i film, ma anche le conoscenze che ho fatto, gli scambi di cultura che ho avuto con i miei coetanei da ogni parte del mondo: gli amici americani del primo anno grazie a cui mi sono resa conto che quei dialoghi non dovranno rimanere chiusi in un quaderno per sempre, la ragazza tedesca con cui ho condiviso molto più che un’amicizia di una settimana, e la ragazza di Gerusalemme, che con il suo perenne sorriso, mi ha fatto capire che, per qualcuno di noi, il Giffoni Film Festival non era soltanto cinema, ma anche un momento in cui sperare in un mondo diverso.

Diario di Viaggio. Antonio Basei

«Un’esperienza che cambia il modo di vedere i film» Giffoni non è solo cinema, è incontrare diverse culture, relazionarsi agli altri Ho partecipato al Giffoni Film Festival l’anno scorso nell’edizione 2007. In primo luogo devo dire che è stata, assolutamente, una grande esperienza. Vivere lontano da casa, conoscere gente mai vista prima, entrare veramente nel mondo del cinema, sono le cose che subito mi vengono alla mente pensando a Giffoni.

Ora ricordo ancora alla perfezione ogni piccolo dettaglio, ogni ragazzo e ragazza conosciuti, ogni lacrima per dei film che ti fanno riflettere. Inesorabilmente quando torni alla realtà, a casa, vedi il mondo cinematografico da un’ altra angolazione. Più realistica, soprattutto critica. Ho cominciato a tralasciare certi generi, imparato a chiedermi quale può essere il film più consono ai miei stati d’animo e alla mia voglia di conoscere. Guardare un film non diventa più passare una serata, o meglio, quando si vuole veramen-

te vedere del cinema non lo è. È stata un’esperienza che ripeterei subito, anche ora e sono sicuro ci tornerò prima o poi. Giffoni non è solo cinema, è relazionarsi, incontrare altre culture, altri stili, altre persone. Ed è forse questa la sua arma vincente, fa incontrare i giovani. Li mette insieme, fa si che pensino e riflettano sui veri temi, del mondo e della vita… non mancano poi le occasioni di svago, concerti, incontri con gente vip! Non manca nulla, neppure una casa dove tornare a dormire e mangiare, ove trovi delle persone fantastiche che ti

Roberta Capua al Giffoni Film Festival edizione 2007

ospitano senza troppi problemi, Diventi per due settimane loro figlio. Ti senti coccolato, allegro e in compagnia. Ora mi manca tutto questo, una volta passato vorresti ricominciasse.

È una “bombardata” di emozioni, diventi più maturo, riesci a confrontarti con gente che non conosci assolutamente… parli più lingue, impari che basta fare un passo e ti trovi davanti una svedese, un greco, una israeliana e un americano. Se c’e’ un ricordo che rimarrà indelebile nella mia mente è quando davanti a Carlo Verdone abbiamo fatto un provino… e vederlo lì, così come se nulla fosse parlare con me, mi ha fatto rimanere a bocca aperta. Quando sei lì però tutto è più facile, ti senti libero, ti senti a casa.


1

oni Il iNapoli 23 Luglioo2008

Anteprime

L Di ne rri

i ni on ui t il oglien t r

l i oni ro

■ ■ Un'altra grande anteprima

per il giovane popolo del Gff. Questa sera tutti in sala Truffaut per la proiezione del film “Camp rock”.

■ ■ Cori da stadio e incontenibile entu-

siasmo. Ieri i ragazzi hanno accolto Alessandro Siani. Un incontro con i giurati da “tutto esaurito”. P.7

ggi

ariabile

22 3 MIN

MA

ielo sereno in mattinata con possibile arrivo di nuvole nel pomeriggio e in serata

■■

3 LL M L M M

La tv è una spugna che spreme il succo della società Pippo Baudo presentatore a Napoli al Nepal3 L italiano scomparso

■ ■ Stefano De Goudron, il

napoletano di anni dato per scomparso dai suoi familiari dopo essersi recato da Londra ad Amsterdam, sarebbe partito per hatmandu, la capitale del Nepal, a metà mese. Sarebbe stato rintracciato e starebbe bene. Lo hanno reso noto ieri fonti diplomatiche secondo le quali si pu parlare di “cessato allarme”. orte dei Marmi Picasso

3

e hirico e soci

■ ■ Ci saranno anche opere

di Picasso, De Chirico, Magritte e Basquiat alla prima edizione di Arteforte, la mostra-mercato versiliana che aprirà al pubblico il luglio. Lo riporta una nota diffusa dagli organizzatori Gabriele e Domenico Monteforte e il mercante d’arte Claudio Biondani. Arteforte si svolgerà fino al luglio al Palazzetto dello sport di Forte dei Marmi (Lucca) con il patrocinio del Comune, e ospiterà le principali gallerie d’arte di tutta Italia. Moda e star

3

La colle ione di ustin

■ ■ Justin Timberlake, re del

pop e apprezzato attore cinematografico, ha deciso di fare il suo ingresso nel mondo della moda. Con l'amico Tracey Ayala ha creato il marchio William ast, nome nato incrociando il nome del nonno di Justin e il cognome del nonno di Tracey. La collezione sarà presentata il ottobre a Los Angeles. inema e guai

3

Bale arrestato e rilasciato ■ ■ Christian Bale,

anni, l'attore britannico che veste i panni di Batman ne “Il Cavaliere Oscuro”, è nei guai. È stato arrestato a Londra all’indomani della prima europea del film a Leicester Square - con l’accusa di è stato arrestato per aver dato in escandescenze mentre si trovava in compagnia della madre e della sorella. È stato rilasciato su cauzione.

Speciale E-Polis del 23 luglio  

Speciale E-Polis del 23 luglio

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you