Page 1

Lunedì 11 luglio 2011

Giffoni Experience

UNA PARTECIPAZIONE MERAVIGLIOSA di BIAGIO COSCIA

G

irata la boa dei 40 anni, il piccolo grande festival di Giffoni Valle Piana continua a evolversi. Ormai è una macchina mastodontica che si muove con agilità. Sono i numeri a far capire a che punto è il primo festival al mondo per il cinema per ragazzi. Quest’anno 25 mila sono state le richieste per fare parte delle giurie. Cinquemila le stanze d’albergo occupate nelle settimane del festival, tremila i giurati, cinquantuno i paesi stranieri dai quali arriva-

no i componenti della giuria. «E’ un anno speciale - dice il direttore Claudio Gubitosi - e la magia di Giffoni si ripete e si vede dai numeri che sono ormai da capogiro, tamto che ogni volta bisogna aumentare le transenne di protezione per contenere l’affluenza del pubblico. Una partecipazione meravigliosa, stupenda ed "esagerata". Il Giffoni Film Festival è fresco come il pane ed è sempre più giovane. Penso alle 25 mila domande di partecipazione di ragazzi che vogliono far parte delle giurie del festival, e che naturalmente sono in lista di attesa, e guardo ai ragazzi che

Il patron: un’emozione sapere dei ragazzi in arrivo da 51 nazioni

❜❜

arriveranno da 51 nazioni diverse e che verranno in Campania, a fare la loro prima esperienza nella nostra regione. Per questo dico fresco come il pane e non buono come una merendina, perché si può vedere in ogni parte del mondo che il Gff è una esperienza che non ha eguali: lo dico da padre e come umile servitore di questa idea. E’ incredibile che a 41 anni una idea nata negli anni ’70 sia sempre più desiderata, amata e accettata. E’ un’esperienza planetaria che vive e cresce con le sue solide radici in Campania e in un piccolo paese». CONTINUA A PAGINA 5


2

Lunedì 11 Luglio 2011 Corriere del Mezzogiorno

NA

La manifestazione Link è il tema scelto per la quarantunesima edizone

GFF ciak, parte il viaggio Nuovi Paesi e tantissime sezioni in concorso sino al 21 luglio i protagonisti saranno i ragazzi

U

n giorno ancora è sarà ufficialmente tempo di Giffoni film festival. La rassegna cinematografica per giovani più famosa a mondo apre i battenti della 41sima edizione portando dentro nuovi Paesi e coinvolgendo ancora più ragazzi. Tante le novità, le proiezioni, gli ospiti nazionali e internazionali, le anteprime, i concerti e tanto altro ancora. Undici giorni (fino al 21 lu-

Elements + 3 Forme diverse e contenuti differenti per 21 cortometraggi animati provenienti da 15 nazioni (tra cui felici ritorni come la Russia e l’Iran da tempo assenti dalla selezione del Gff in formato breve). La maggior parte delle storie mirano al divertimento e al sorriso (lacci magici, un leone che russa, una mucca in cerca di amici), altre raccontano le paure di ogni bambi-

no, la ricerca dell’affetto dei grandi, l’amicizia e il rapporto sempre speciale tra bambini (o adulti illuminati) e animali. Elements + 6 Lungometraggi. Il tema che ricorre più spesso è la ricerca di un genitore assente (anche se solo per un periodo) . A questo tema principe si affiancano i temi cari all’infanzia, l’amicizia che è l’unica vera forza anche contro i peggiori bulli, i cattivi di ogni risma e il potere incarnato da un ministro o da un tiranno dal sapore orientale, poco importa. Elements + 6 Cortometraggi. Il tema dominante è la difficile ricerca dell’amicizia, perché non è sempre facile trovare qualcuno con cui giocare, superare la timidezza, evitare i bulli, riuscire a fare un gol. Altri temi sono poi la difesa dell’ambiente e le soluzioni possibili e il rapporto padre-figlio molto più importante di qualsiasi regno nel secondo corto iraniano in competizione «Me, the king and my daddy».

glio) intensi e fitti di iniziative che coinvolgeranno non meno di 150mila persone.

La recente visita del presidente Napolitano

I film Negli undici giorni del Festival, i giovani giurati si troveranno a visionare e giudicare pellicole accattivanti e di grande impatto emotivo. Le sezioni competitive sono: «Elements +3» (dai 3 ai 5 anni), «Elements +6» (dai 6 ai 9 anni), «Elements +10» (dai 10 ai 12 anni), «Generator +13» (dai 13 ai 15 anni), «Generator +16» (dai 16 ai 17 anni), «Generator +18» (dai 18 anni in su). Le sezioni non competitive sono invece: «Italia 150» (in collaborazione con la fondazione Centro sperimentale di cinematografia cineteca nazionale, una rassegna di film italiani che raccontano importanti momenti storici del nostro paese), «Reload» (i migliori film per ragazzi già usciti nelle sale e riproposti per il pubblico del festival nell’accogliente atmosfera di un giardino all’aperto) e «Parental control» (per tutti i genitori che frequentano il festival, una rassegna speciale che racconta loro il mondo della famiglia, non sempre in maniera rassicurante. Film già distribuiti in Italia, che non possono mancare alla propria esperienza di spettatori), «Short links» (8 cortometraggi animati per raccontare legami di ogni genere) e «Right Links» (4 corti selezionati in collaborazione Amnesty International).

Gubitosi e i suoi ragazzi

Temi dei film in concorso La diversità, l’incomunicabilità, la ricerca dell’amicizia vera, la violenza fisica e psicologica tra coetanei, sono solo alcuni dei temi che verranno trattati nei film in concorso.

Elements + 10 Lungometraggi. Nei film della sezione compaiono i turbamenti di un’adolescenza che sembra arrivare troppo presto, che impone ai protagonisti la fatica della ricerca della propria identità. È il caso soprattutto dei film norvegesi «Totally true love» e «Liverpool goalie», dell’olandese «My grandpa is a bankrobber» e del danese «Lost in africa». Mentre i thriller «The secret letter» e «Snowmen raccontano» del rapporto speciale e delicato che c’è tra padri e figli. I due film, in maniera diver-

Sono i bambini e gli adolescenti i protagonisti del festival in qualità di (attenti) giurati e critici dei film proiettati in anteprima In platea saranno loro, come accade da 41 anni, i primattori della rassegna

sa, svelano la necessità dei ragazzi di conoscere la verità, sempre e ad ogni costo, per costruire un rapporto sincero con i genitori. Infine «David e Kamal» racconta in maniera delicata, ma allo stesso tempo crudele, il rapporto impossibile tra due bambini, uno israeliano e uno arabo-israeliano, che si consuma in un giorno drammatico per le strade assolate di Gerusalemme. Elements +10 Cortometraggi. Dominante il tema della differenza che separa dagli altri e va superata. I ragazzi non vogliono essere diversi ma condividere esperienze, affetti, emozioni ma non sempre i grandi comprendono. Curiosamente due dei protagonisti hanno problemi di udito ma in entrambi i casi una coetanea riuscirà ad entrare nel loro mondo (Que personne ne sache!, the ball). In «Weightless» il protagonista deve convincere sua madre che stare su una sedia a rotelle non significa non saper nuotare. La protagonista di «Teamwork» ricorda il giorno in cui non avere la madre accanto, come tutti gli altri, non le fece comprendere l’estrema generosità della nonna. Mentre Jeanine ha il serissimo problema di due genitori hippy che non hanno nessuna intenzione di imporsi e imporle

schemi. Infine i due esplosivi protagonisti di «Le maillot de Cristiano» che vorrebbero tanto realizzare un sogno comune ai propri coetanei, ovvero, avere le maglie del loro idolo Cristiano Ronaldo. Generator +13 Lungometraggi. Le relazioni pericolose. Ecco la chiave per decodificare la selezione della sezione. Di relazione pericolosa, ma allo stesso tempo feconda e necessaria, tratta il film tedesco «Wunderkinder» che, sullo sfondo del conflitto russo-tedesco della seconda guerra mondiale e dell’ascesa nazista, propone l’amicizia tra una ragazzina tedesca e due prodigi della musica, suoi coetanei ma di religione ebraica. Relazione tormentate anche quelle che vivono i due protagonisti della pellicola inglese «Toast» e in quella americana «The art of getting by», interpretati entrambi dall’enfant prodige (ormai grandicello)Freddie Highmore. Nel primo (una storia vera) il giovane Nigel dovrà vedersela con una matrigna che non riesce a digerire e che affronterà a colpi di piatti prelibati in una guerra culinaria che avrà come vittima sacrificale il padre di lui. Nella pellicola americana, invece, George rifiuta ogni tipo di relazione con gli altri fino al


3

Corriere del Mezzogiorno Lunedì 11 Luglio 2011

NA

nato dai compagni un ragazzo si rifugia in un sinistro mondo virtuale, dove molti giovani dediti alla cultura emo rifiutano il mondo reale scegliendo di perdersi negli sconfinati, remoti e nascosti mondi che popolano il web, i social network e i videogiochi online. In questo luogo sconfinato eppure asfissiante, questi giovani fuggitivi creano legami profondi tra loro, si innamorano, vivono in modo diverso tutte quelle esperienze che rifuggono, che hanno paura di affrontare, o che gli vengono completamente negate nella vita reale che tanto li spaventa (Suicide room). Nelle impietose e violente strade del Queens una ragazza fa del suo meglio per sopravvivere alla cruda realtà del ghetto, lotta per tenere insieme la sua disastrata famiglia mentre la vita scolastica è resa sempre più difficile dal bullismo femminile che imperversa. Per sopravvivere la ragazza prima dolce e gentile sembra non avere altra scelta se non quella di trasformarsi da vittima in carnefice (Yelling to the sky).

momento in cui incontra una ragazza con cui troverà più di un link in comune. Toni da commedia ma con momenti drammatici nel film sudafricano Spud. Sentirsi rifiutato dagli altri, la difficoltà di costruire relazioni con i propri coetanei, voglia di «collegarsi» al gruppo e frustrazione nel non riuscirci: ecco come il piccolo John, protagonista della pellicola, si linka al suo Mondo. Molti punti di contatto rispetto a quest’ultimo film, ma con un’ottica molto più virata verso il dramma, nell’israeliano «The flood». Ancora un ragazzino che si sente diverso rispetto agli altri, incapace di relazionarsi non solo ai suoi coetanei, ma anche alla sua famiglia segnata dal grave handicap del fratello maggiore e alla propria cultura, quella ebraica (Kaddish for a friend). Esiste una relazione più pericolosa e drammatica di quella che ogni essere umano tesse con la Morte? Quando poi a dover fronteggiare la propria fine è un ragazzino di 11 anni malato terminale di leucemia, allora il link tra vita e morte diventa un cortocircuito emozionale che non può lasciare indifferenti. È il film «Ways to live forever», tratto dal premiato romanzo di Sally Nicholls, che narra la storia di Sam, ragazzino che di fronte ad un destino segnato non si arrende e va in cer-

ca di risposte alle domande più terribili e difficili riguardo ciò che c’è dopo l’esistenza. Generator + 13 Cortometraggi. Particolarmente interessante dal punto di vista geografico la selezione 2011 che abbandona in parte le sponde europee per esplorare un Medio Oriente così vicino eppure così lontano: Tasnim dall’Israele nel quale una bambina scopre improvvisamente di non essere più considerata tale, «Bekas» coprodotto da Svezia e Iraq con due travolgenti giovani protagonisti che sognano di essere adottati da Superman, e Al Nai dalla Giordania nel quale ritroviamo ancora due bambini separati da un campo minato e dal filo spinato al confine con Israele. Mentre sul fronte europeo Maurizio Crozza e suo figlio sono i protagonisti di «Soltanto uno scherzo» in cui un padre reagisce contro l’insensatezza del gesto compiuto dal figlio; dalla Norvegia Jenny cerca in tutti i modi di diventare una del gruppo e smettere di osservare da una distanza di sicurezza i suoi compagni. Infine, ancora dall’Italia lo splendido rapporto tra nonno (Toni bertorelli) e nipote di Pizzangrillo.

Generator +16 Lungometraggi.Viaggio tra le vite degli adolescenti di oggi, in quello che sembrerebbe il luogo più pericoloso al mondo, c’è un adolescente coraggioso, tenace, che cerca di sfruttare uno straordinario talento calcistico per salvare la famiglia dalla povertà e soprattutto per tirare via il proprio fratello dalla vita criminale e da un destino infausto che sembra già segnato. Questa è la storia raccontata nel film «Hermano». E c’è il giovane che si strugge per riprendersi la propria libertà e sfuggire all’impietosa violenza che regna sull'infernale isola-prigione in cui è stato mandato a scontare la sua pena. Deve confrontarsi con il regime brutale adottato dal direttore del carcere e dalle guardie, trovando sostegno e speranza negli altri detenuti, ragazzi perduti, suoi compagni di sventura (KIng of devil’s island). Altrove c’è una storia che sembra in qualche modo collegata. Un ragazzo che ha appena finito di scontare la sua pena sta lasciando il carcere per tornare nel mondo libero. Dopo aver vissuto tutta l’adolescenza da recluso, senza legami familiari, privo di qualunque esperienza, fuori dalla prigione si sente perso e deve scoprire da solo come guadagnare il timone della propria esistenza

(Breathing). Toni più sereni e molto spazio per il sorriso nella vicenda di Simon, che ha la sindrome di Asperger (disturbo pervasivo dello sviluppo imparentato con l’autismo) e per vivere relativamente sereno ha bisogno di inventare misteriosi e folli schemi matematici che gli permettono di mettere insieme il mondo delle relazioni sociali, di superare le proprie idiosincrasie e di strutturare il legame con i suoi familiari. Simon ha bisogno di individuare il segreto equilibrio che regola il mondo. Quando suo fratello maggiore viene abbandonato dalla fidanzata, Simon decide che è fondamentale scoprire qual è la formula del perfetto legame amoroso (Simple Simon). Sulla stessa scia di umorismo raffinato, con pregiati e intelligenti espedienti narrativi, c’è la storia di un ansioso adolescente che disperatamente cerca l'amore di una cinica, piromane e straordinariamente complicata compagna di scuola, e nel frattempo, tra surreali fantasie scaturite dalle sue ossessioni cinematografiche, in una serie di rocamboleschi ed esilaranti eventi, cerca anche di rimettere in sesto il tragico rapporto amoroso dei suoi genitori (Submarine). Un’altra storia ci racconta quanto possa essere difficile l’adolescenza. Umiliato a scuola ed emargi-

Generator + 16 Cortometraggi. Forti i temi presenti nei corti della sezione nel quale è molto presente il tema della violenza fisica e psicologica tra coetanei (Somethng fishy, tiro a vuoto, angelo o la pasqua di salvo), una violenza spesso immotivata che sfugge facilmente al controllo. Sul versante femminile incontriamo le bambine del finlandese «Burungo» che pensano alla prostituzione come possibile mezzo di guadagno, la quattordicenne di «This is forever» che si trova ad affrontare un cambiamento definitivo della propria vita e la protagonista di 13 che deve fare i conti con il nuovo compagno di suo padre. Generator +18 Il difficilissimo mestiere del genitore e i conflitti dei figli con la loro famiglia sono le chiavi di lettura di questa selezione. Genitori che devono affrontare lutti e tragedie (Beautiful boy) o con l’arduo compito di confessare ad una figlia ancora non adolescente la verità sulla sua adozione. (The year dolly parton was my mom). Nel film «Neds», diretto dal regista Peter Mullan, Leone d’oro a Venezia per il film «Magdalene», si narra di figli che si ribellano a tutto e a tutti. In «Our day will come», che tra i protagonisti annovera un demoniaco Vincent Cassell, si racconta di un ragazzo che, incapace di costruire un rapporto con la madre e la sorella, decide di scappare di casa. «Outbound» parla delle vicende di una giovane madre che prova a conquistare l'affetto del proprio figlio con il quale ha trascorso pochissimo tempo poiché condannata a stare in galera. Unico lungometraggio italiano in concorso il film di Giorgio Molteni «Oggetti smarriti», con protagonista Roberto Farnesi. Un uomo si ritrova per la prima volta nella sua vita a dover tentare di fare il padre. Quando finalmente decide di accettare l'incarico, inspiegabilmente sua figlia scompare. Generator + 18 Cortometraggi. In questa sezione si è scelto, ancora una volta, di mescolare fiction e animazione per gettare uno sguardo sul panorama internazionale dell'animazione che sempre più propone intriganti prodotti destinati al pubblico adulto e capaci di rinnovare profondamente stili e forme narrative. Non mancano racconti brevi italiani che hanno già raccolto un discreto successo ma che ci piace proporre, soprattutto, al pubblico internazionale presente a Giffoni. Sono opera di giovani registi e interpretati da attori già noti e amati dal pubblico italiano: Cose naturali (di Germano Maccioni con Roberto Herlitzka), La colpa (di Francesco Prisco con Gianmarco Tognazzi). Verso Sud Tutta concentrata su Salerno e provincia la sezione di quest’anno con due cortometraggi e un lungometraggio: «Il bambino di inchiostro» (il link tra diverse forme d'arte e di racconto), «Una fortuna da ricordare» (il legame familiare la cui ricchezza e forza va ricordato ogni giorno), «Al destino non chiedere quando» (una ragazza divisa tra due mondi, è legata alla famiglia adottiva ma viene rapita dalla madre naturale che ne reclama la proprietà).

Raffaele Nespoli © RIPRODUZIONE RISERVATA


4

Lunedì 11 Luglio 2011 Corriere del Mezzogiorno

NA

Le anteprime Spazio anche al debutto di un ventiduenne italiano Andrea Buglione, regista di «Almeno tu nell’universo»

Tutto il buon cinema che verrà In esclusiva «Honey 2» con Katerina Graham, ma anche un esilarante film con Jim Carrey e i pinguini Attesa per il trailer di Greggio e «Grease» in karaoke

L

a 41esima edizione del GFF sarà inaugurata dall'anteprima esclusiva dell'ottavo e ultimo film della saga del famosissimo maghetto nato dalla penna di J.K. Rowling, «Harry Potter e i doni della morte - parte 2» distribuito dalla Warner. Nella pellicola Harry, Hermione e Ron tornano a Hogwarts per trovare e distruggere gli ultimi Horcrux di Lord Voldemort, ma quando questi scopre la loro missione, comincia la battaglia più grande mai vista, e la vita dei tre ragazzi non sarà mai più la stessa. Il 13 luglio, invece, sarà la volta di «Phineas Ferb - Viaggio nella seconda dimensione», il primo Disney Channel Original Movie nato dalla serie tv di successo Phineas & Ferb in onda sul canale tv Disney XD e che farà il suo debutto il prossimo ottobre sullo stesso canale. I due fratellastri per mano del Dottor Doofenshmirtz vivranno un'incredibile avventura in un universo parallelo dove conosceranno e si alleeranno con i loro doppi per combattere un'epica battaglia. Il 14 luglio l'attenzione è tutta per «Honey 2», pellicola della Universal che uscirà nelle sale italiane il 5 agosto. L'eredità di Jessica Alba, protagonista del primo film, viene raccolta da Katerina Graham che interpreta Maria, ragazza con un passato difficile alle spalle che, grazie alla passione per il ballo, riuscirà a trasformare un gruppo di ragazzi indisciplinati in eccellenti ballerini di streetdance per poi ritrovare anche se stessa. Domenica 17 toccherà invece a «Prom» il nuovo teen movie della Disney che arriverà nelle sale cinematografiche italiane ad agosto. Nel film vengono raccontate alcune storie d'amore tra coppie di giovani che frequentano un liceo americano. Tutte queste storie si intrecciano tra loro mentre sullo sfondo si avvicina l'attesissimo momento del Prom, il ballo di fine anno, un evento a cui non si può rinunciare. Prom racconta il delicato passaggio dall'adolescenza alla vita adulta. Lunedì 18 la 20th Century Fox presenterà la commedia «I pinguini di mr Popper» interpretata da un esilarante Jim Carrey. La pellicola, che arriverà nei cinema italiani il 12 agosto, racconta la storia di Tom Popper (Jim Carrey), un uomo d'affari, separato da Amanda (Carla Gugino), che ha due figli e vive in un lussuoso e moderno appartamento a Park Avenue. La sua vita scorre abbastanza tranquilla, fino a quando gli arriva un curioso regalo dall'anziano padre. Martedì, poi, la pellicola distribuita dalla Warner/Sony, «Il signore dello zoo» con Kevin James, che verrà anticipato rispetto all'uscita nelle sale prevista per il 5 agosto. Una commedia divertente ma anche profonda. Gli animali dello Zoo Franklin adorano Griffin Keyes, il loro guardiano dal cuore d'oro. Ma Griffin non è altrettanto felice: trovandosi più a suo agio con un leone che con una donna, decide che l'unico modo per far entrare una ragazza nella sua vita è lasciare lo zoo. Temendo di perdere il loro amato guardiano, gli animali decidono di svelargli il loro più grande segreto: possono parlare e inizieranno così a svelargli tutti i trucchi per corteggiare una donna prendendo ad esempio il

Primissima visione Tre sequenze di tre dei film che saranno proiettati in anteprima a Giffoni Valle Piana: dall’alto, «Honey 2» con Katerina Graham al posto di Jessica Alba; «Prom», il nuovo e atteso teen movie della Disney e «I pinguini di mr Popper» interpretato da un quantomai esilarante Jim Carrey

mondo animale. Infine si chiude con «Almeno tu nell’universo», opera prima del ventiduenne Andrea Biglione e che sarà presentato alla platea della Cittadella del Cinema il prossimo 20 luglio. Da un soggetto di Luciano Martino e di Luca Biglione e con musiche originali di Paolo Jannacci, il film segue le storie di Marco e Andrea, ventenni, molto amici ma molto diversi tra loro. Sarà l'amore a cambiare entrambi. «Almeno tu nell'universo» è distribuito da Keyfilms e sarà nelle sale italiane il 26 agosto. Non solo anteprime, però, nel programma giffonese. Trailer, teaser e proiezioni speciali arricchiranno ancora di più questa quarantunesima edizione. Si parte l'11 luglio con la Maratona di Harry Potter: 18 ore di film in attesa dell'ultimo capitolo della saga tratta dal romanzo della Rowling. Venerdì 15 luglio sarà invece proiettato «Un italiano a Hollywood», il documentario del giornalista Rai Tonino Pinto, da anni amico e mentore del festival, su Dino De Laurentiis. Il 16 luglio Giffoni si veste d'oriente: «Kung fu Panda 2», distribuito dalla Universal, sarà proiettato nella sala Truffaut della Cittadella del Cinema. La proiezione sarà preceduta da una spettacolare esibizione organizzata dagli atleti della nazionale italiana di Kung Fu che faranno una dimostrazione degli stili di combattimento degli animali, in particolare quello della gru, della mantide, della scimmia, della tigre e del serpente, in compagnia, ovviamente, del panda Po. Il giorno seguente sarà la volta di «Box Office 3D: il film dei film» con il trailer ufficiale e la clip di alcuni minuti della pellicola della Moviemax diretta e interpretata da Ezio Greggio, nelle sale italiane il 9 settembre. Scritto con Fausto Brizzi e Marco Martini, Greggio si diverte a parodiare come Mel Brooks alcuni dei successi cinematografici degli ultimi anni, facendo il verso a «Il Codice da Vinci», «Il Gladiatore», «Il Signore degli Anelli», «The Fast and the Furious», «Harry Potter», «Twilight» e «Avatar». Nel cast, oltre a Ezio Greggio, Gigi Proietti, Antonello Fassari, Maurizio Mattioli, Enzo Salvi, Anna Falchi e una partecipazione straordinaria: Gina Lollobrigida. Il 20 luglio una favola avvincente catturerà gli spettatori. Si tratta de «Lo Schiaccianoci» (teaser 15 minuti), film distribuito da M2 Pictures che racconta le avventure della piccola Mary, una bambina di 9 anni il cui noioso Natale si riempie di emozioni in seguito all'arrivo dello zio Albert, che le dona uno schiaccianoci magico. La notte di Natale, lo Schiaccianoci prende vita e accompagna Mary in un mondo di fate, dolci, e giocattoli che si animano. Questo regno fantastico è minacciato dal malvagio Re Topo e dalla sua perfida madre. Quando lo Schiaccianoci è preso in ostaggio, Mary e i suoi amici giocattoli dovranno svelare il segreto del Re Topo per salvare lo Schiaccianoci e il suo regno. A concludere, il 21 luglio, Grease: dopo 33 anni dall'uscita nelle sale, la Nexo Digital propone uno dei cult del cinema americano finalmente sul grande schermo in una versione ancora inedita in Italia con un karaoke vivace e mai invasivo che invita tutti i fan a cantare assieme a Sandy e a Danny nei momenti più appassionanti del film. © RIPRODUZIONE RISERVATA


5

Corriere del Mezzogiorno Lunedì 11 Luglio 2011

NA

Cosmopolita «Ci hanno chiamato in Corea, poi in Iran, Polonia, Malta e Romania. E ora anche in Brasile a San Paolo»

La creatura di Gubitosi SEGUE DALLA PRIMA

Come si evolve il festival? «Per affrontare il 2011 è bello capire da dove veniamo. Già dallo scorso mese di settembre siamo stati a Seul in Corea, poi in Iran, in Polonia, a Malta e in Romania e anche in 30 città italiane e siamo pronti per l’anno prossimo per sbarcare in Brasile a San Paolo. Ma la cosa da notare è che non siamo noi a chiedere di andare in certi posti ma sono gli altri che ci chiamano, il sindaco di San Paolo ha chiesto l’esperienza di Giffoni per i suoi ragazzi. Verrà qui il direttore generale del turismo e della cultura a firmare questo protocollo d’intesa con il Gff e sarà una delle esperienze più interessanti per una nazione che è candidata ad diventare una superpotenza con un tasso di crescita altissimo e allo stesso tempo dalla cultura vivace e interessante. Giffoni esporta la nostra l’esperienza. Arriviamo al 2011 non con un programma ma con tanti programmi in un mosaico generale di un cartellone che in realtà non lo è. Organizzare un cartellone alla fine è facile. Si mettono insieme un po’ di cose ed è fatta. Ma il nostro è qualcosa di più complesso che include molte forme artistiche e molti aspetti sociali: l’ecologia, le faccende locali inserite in un discorso internazionale, è una coesione, un mosaico dove piccole e grandi cose vivono la loro specificità nel conteso di un’armonia generale». I ragazzi delle nuove generazioni, spesso considerati un po’ superficiali, hanno coscienza del festival e della sua evoluzione? «Quando qualche giorno fa ho incontrato una parte dei giurati in un cinema stracolmo, vedevo le loro facce, le loro espressioni e mi chiedo, come ogni volta, cosa li lega a questa esperienza e mi chiedo anche come si permette qualcuno di dire che le ultime generazioni sono formate da ragazzi apatici e depressi. Forse il Giffoni Film Festival, sarebbe più utile agli adulti che ai ragazzi, sarebbe uno strumento per chi vuole veramente capire come sono i ragazzi oggi, cosa pensano, come vivono e quali sono le loro aspirazioni e qual è la loro reazione di fronte ad un certo tipo di offerta culturale. E quella che è al Gff è solo la punta di un iceberg formato di ragazzi che non sono allo sbando ma "sbandati" dagli adulti che non sono capaci di comprenderli, quando invece andrebbero capiti, amati e rispettati. Giffoni è questo e quindi dico che parlare di un festival del cinema non è mai un cosa che mi soddisfa in pieno. Rimane una esperienza di vita eccezionale non si spiegherebbe altrimenti il comportamento di ragazzi che a 23 e 24 anni potrebbero avere altri ideali e obiettivi, rincorrono l’esperienza del Gff tutto l’anno scrivendoci e richiedendoci a gran voce di costruire per loro un futuro». Ma a un certo punto dovranno pur rinunciare al festival... «Dopo dovranno prendere una loro strada. Noi abbiamo fornito gli strumenti per capire il mondo e per poterlo guardare con occhi diversi. Quello che abbiamo fatto anche con la loro collaborazione, è capire realtà difficili come potrebbero essere la separazione dei genitori, la perdita di un amico, la morte, la malattia perché il Gff alla fine è una cosa reale, è vera e quello che accade ai ragazzi è una maturazione reale e profonda. E il dettaglio fondamentale che va messo in evidenza è che non è fiction, non è falso non è il luogo dove tu vai e fai qualcosa, ma è il luogo dove c’è qualcosa. Io sono certo, e qui la domanda la vorrei fare a tutti, che non esiste una cosa analoga in tutto il mondo. C’è un’altra manifestazione dove un paese si fa territorio e vive una esperienza così?». Con la «media valley» ci sarà una spinta occupazionale? «Con il Giffoni Media Valley i cambiamenti saranno ancora più radicali. Una settimana fa è arrivata la comunicazione ufficiale dalla Regio-

Il programma? Ampio, quest’anno più del solito

❜❜

Il fondatore e presidente del Gff: «Ogni anno sembra un miracolo» ne che il governo ha sbloccato i fondi e quindi si può fare la gara di appalto. Sui posti di lavoro non posso dare numeri precisi, ma piuttosto, a parte le persone che ci dovranno lavorare, è un posto dove si potrà fare impresa. Una struttura del genere non si regge se non lavora e genera una produzione. I ragazzi che escono

dalle masterclass potranno avere una opportunità e si dovrà entrare nella rete produttiva e si lavorerà per vivere. Dalle colonne sonore ai disegnatori, dai servizi alle teconologie. Non sarà un museo ma sarà una cosa viva, sarà un’industria vera e propria». Lo stato ha capito la valenza del Gff? «Io questo non lo posso dire, non lo so, ma il fatto che siano stato sbloccati 20 milioni di euro e la regione è pronta con una prima parte dei finanziamenti credo sia già una risposta». In un momento di crisi generale sembra che il settore degli ospiti rimane un punto di forza... «Ogni anno sembra un miracolo e se guardiamo il parterre di quest’anno è sempre più forte la presenza di esponenti di primo piano del mondo del cinema e della televisione. Evidentemente qui c’è una energia diversa e molte star non vengono qui a fare passerella ma ad avere un incontro con i ragazzi e le masterclass. Perché qui si parla del nuovo progetto con il Brasile ma anche di Nisida, dal disinquinamento del fiume Sarno con un cartone animato alle manifestazioni della provincia di Salerno per il 150 ani dell’Unità d’Italia, dai soldati che sono in Afganistan che arriveranno con un gruppo di bambini di quel territorio, a Telefono Azzurro». In questa edizione sembra più forte la presenza della Campania. «E’ un programma molto ampio e pieno di cose ma che quest’anno, più del solito, contiene molto Sud e moltissima Campania. La sala delle conferenza sarà allestito dall’assessorato all’Agricoltura della regione Campania. Io mi rendo conto di dove viviamo e di quello che succede. Sarebbe stupido negarlo, ma io dalla mia parte devo poter dire che c’è anche dell’altro. In un periodo dove le iniziative culturali sono sempre di meno le richieste di accredito per questa edizione del festival sono aumentate. Abbiamo difficoltà per sistemare tutti. Dai giurati ai giornalisti accreditati. Tutti gli alberghi sono pieni, forse perché attorno c’è il vuoto. Una cosa che mi preoccupa e che dimostra che chi viene al Gff sa quello che trova». Come mai? «Quando io vado in altre parti del mondo mi sembra che tutto passi e invece qua tutto resta. E’ una sorta di vissuto che contamina che esplode d’estate ma che si trasmette tutto l’anno con quello che dicono ragazzi alle loro famiglie, il passaparola fortissimo». Quanti sono quest’anno i giurati? «Sono 3300. Non c’è esempio analogo al

mondo. Le giurie dei festival cinematografici sono fatte in media da 15 persone». Sembra tutto funzionare benissimo, in una regione dai mille problemi? «Lo so bene, ma il Gff non è un problema è una risorsa per questa regione. Siamo in un’area che ha altre risorse incredibili ma che sono schiacciate o bloccate, incatenate dalle emergenze. Potremmo essere i primi in ogni settore e dovremo esserlo. Non bisogna mai scoraggiarsi». Tutte luci e nessun ombra? «Anche noi non siamo immuni da veder ridotta la nostra attività. Abbiamo corso questo rischio per problematiche legate ai finanziamenti pubblici. La nostra fortuna è che siamo in grado di avere nel nostro bilancio soltanto in 40 per cento di finanziamento pubblico, il resto lo troviamo noi in giro per l’Italia tra sponsor e altre cose. E potrei dire "Benvenuti al Sud" perché abbiamo tra i nostri finanziatori molti comuni del Nord con aziende che sono in quei comuni con i quali abbiamo stretto accordi commerciali come San Donà di Piave, Sacile a Podenone, tutti amministrati dalla Lega Nord, che comunque hanno un grande amore e un rispetto per il Gff. I loro sindaci vengono a trovarci e le loro aziende hanno già investito e sono pronte a rifarlo. Ci sono multinazionali che ci seguono attentamente come è facile per noi avere la sponsorizzazione di garandi brand. E’ la fortuna di Giffoni. Ma, purtroppo, secondo me non si può in piena estate per problemi burocratici e un assurdo "ping pong" tra Bruxelles, Roma e Napoli far bloccare e chiudere tante iniziative. Il decreto che ci assegna i finanziamenti regionali e quindi europei, lo abbiamo visto firmato solo poche ore fa! Ma perché non si investe in cultura? Da settembre si dovrebbe già programmare andando a Bruxelles, si rimoduli tutto e si faccia una programmazione seria fino al 2020 eliminando tutta la burocrazia». E’ stata una lunga attesa? «La mia lotta silenziosa è durata cinque mesi. A Napoli ci avevo messo le tende ma avevano le mani legate perché i finanziamenti erano bloccati da Roma. Io ha avuto la fortuna di aver incontrato l’assessore Miraglia che come me la lavorato per poter risolvere i problemi, ma non mi sembra corretto. La telefonata che ho ricevuto da Caldoro qualche giorno fa, mi ha emozionato e con lui ho potuto confrontarmi sui problemi. Ma vivere uno stress del genere con un programma che si ingrandiva sempre di più è stato complicato. Abbiamo 50 emittenti televisive in arrivo, Mediaset che ha raddoppiato il tempi di trasmissione in diretta e stare in attesa sul filo fino a poche ore dall’inizio è veramente terribile. E' un problema di organizzazione. Si dovrebbe programmare da settembre e risolvere i problemi entro dicembre. A gennaio tutti devono sapere quello che accadrà con precisione e professionalità. Potremmo produrre molto di più. Il Gff non è un problema per la Regione Campania, ma una grande risorsa che andrebbe programmata con cura. Il problema è il tempo, non i finanziamenti. Noi occupiamo più di 5000 camere d’albergo e con i finanziamenti già pronti da mesi abbiamo avuto l’ok solo poche ore fa per ridicole questioni burocratiche. Ma così è difficilissimo essere professionali e sono costretto ad andare personalmente a parlare con gli albergatori». Alla fine tutto funzionerà... «Ci sono tre "M" che ci seguono. La magia che ha il festival. Il mistero che da anni circonda il successo del festival, che è tale anche per me. Il miracolo che fa funzionare tutto». © RIPRODUZIONE RISERVATA

Accordi con i comuni del Nord: ci amano e ci rispettano

❜❜


6

Lunedì 11 Luglio 2011 Corriere del Mezzogiorno

NA

In giro per il mondo

Famosi Gli ospiti della manifestazione

Tutte le stelle del GFF

La star

Attori e cineasti impegnati a Giffoni Alcuni di loro terranno lezioni che abbracceranno ogni tipo d’arte

La fascinosissima attrice americana Hilary Swank, due volte premio Oscar con il film «Boys don’t cry» e, nel 2005, con «Million Dollar Baby», per la regia di Clint Eastwood

Tanti gli ospiti nazionali ed internazionali che faranno parte di questa quarantunesima edizione del Giffoni Film Festival. Ad aprire la rassegna cinematografica, domani, ci sarà il vulcanico presentatore tv e autore di programmi di successo, Paolo Bonolis con l’attrice napoletana Valeria Golino. Il 13 luglio sarà la volta dell’attore, regista e produttore cinematografico statunitense, Edward Norton protagonista, tra l’altro, de «La 25a ora» (per la regia di Spike Lee) e di «Red Dragon». Lo stesso giorno spazio anche all’effervescente Luciana Littizzetto. Giornata intensa di incontri, poi, il 14 luglio con l’attore e regista teatrale Lluís Homar, splendido interprete soprattutto nelle mani di un maestro come Pedro Almodovar. E con la fascinosissima attrice americana Hilary Swank, due volte premio Oscar con il film «Boys don’t cry» e nel 2005 con «Million Dollar Baby», per la regia di Clint Eastwood. Sempre il 14, i giurati incontreranno lo sceneggiatore e montatore statunitense Michael Brandt, autore di film come «Quel treno per Yuma» con Russel Crowe e «Wanted» con Angelina Jolie. Risate assicurate, invece, il 15 luglio con il trio Aldo Giovanni e Giacomo, mentre, a seguire, ci sarà la testimonianza della moglie di Dino De Laurentiis, Martha, che ricorderà la vita e le tante meravigliose opere cinematografiche del marito. Sempre il 15 a Giffoni ci sarà anche Barbara De Rossi. Sabato 16 luglio, invece, sarà la volta dell’attore e cantautore romano Matteo Branciamore, dell’attrice Valentina Lodovini (protagonista del film campione di incassi, «Benvenuti al Sud»), dell’attore teatrale e cinematografico Remo Girone e del geniale fotografo milanese Oliviero Toscani. Il 17 luglio sarà il turno di Daniele Liotti, Ezio Greggio e Maurizio Casagrande, mentre il 18 Katie Saunders (giovane protagonista del teen-movie «Tre metri sopra il cielo»), Emanuela Tittocchia e Roberto Farnesi. A seguire la vulcanica Paola Cortellesi e Antonella Ferrari. Il 19 luglio aprirà la giornata Vittoria Puccini insieme con Ascanio Celestini, mentre il 20 calcheranno il palco del Gff il regista russo Andrej Konchalovsky, Rocco Papaleo e Donatella Finocchiaro. Il 21 luglio uno degli attori più amati d’Italia, Lino Banfi, chiuderà la 41ma edizione del Giffoni film festival. Fra le iniziative speciali, torna il Giffoni Masterclass. Una «classe scelta» di circa 100 ex-giurati del festival e aspiranti attori, registi, scrittori tra i 18 e i 23 anni farà parte, per il quarto anno consecutivo, di questa sezione. Gli incontri, che si terranno in una suggestiva ex fabbrica di rame riconvertita in spazio per eventi culturali ed attività creative, porteranno i giovani di Masterclass a produrre, in gruppi, un elaborato finale (un cortometraggio che scriveranno, dirigeranno e monteranno nei giorni del festival). Gli ospiti di questa edizione (Konchalovsky, Brandt, Toscani, Bonolis, la Littizzetto, la De Laurentiis, Celestini e Willwoosh) terranno delle lezioni che abbracceranno ogni forma d’arte, dal cinema alla tv, dal teatro alla musica. Gli «ex giurati» del Festival, dunque, avranno l’opportunità di incontrare e confrontarsi con personalità importanti per discutere con loro di regia, fotografia, creatività, pubblicità e comunicazione. Non solo cinema. Anche tanta musica, come tradizione, a Giffoni e, soprattutto, danza. Per contatto il secondo anno di fila, infatti, Il Gff conferma il suo amore per questa disciplina e lo fa attraverso il Giffoni Danza grazie al quale i ragazzi saranno a contatto con uno dei più grandi maestri sulla scena mondiale: Amedeo Amodio. Domani si aprirà con la rassegna di scuole di danza provenienti da tutta la provincia di Salerno a cura dell’associazione Promodanza. Il 12, 13 ed il 14 luglio lezioni di danza con docenti di grande prestigio: Elisabetta Terabust, Liliana Cosi e Dominic Walsh. Grande spazio alla forma-

zione di giovani talenti attraverso il progetto «Verso la Scena». In questo ambito, infatti, verrà realizzata da parte dei giovanissimi ballerini (Tina Principe, Annachiara Pirozzi, Federico Ronga, Rita De Martino, Alessandro Staiano, Raffaele Diligente, Livia Petillo, Vincenzo De Rosa), una coreografia appositamente creata per loro dal coreografo di fama internazionale. Il lavoro del maestro Amodio sarà presentato nella serata del 13 luglio durante il Giffoni Gala nel corso del quale si esibiranno anche diversi nomi della grande danza nazionale e internazionale: Giuseppe Picone, Anbeta Toromani e Alessandro Macario, testimonial di Giffoni Danza, Stefania Figliossi e Hektor Budlla. Ma come seguire il festival in tv? Oltre agli speciali servizi di Rai, Sky, Lira TV, radio, siti web, agenzie di stampa e numerosi network televisivi internazionali, Mediaset, con tutte le sue reti, propone una serie di appuntamenti, film, rubriche e iniziative speciali. Da domani a venerdì 22 luglio, Canale 5 dedica al festival una striscia quotidiana, condotta da Michela Coppa (in onda alle ore 10.50, tranne sabato 16 e domenica 17 luglio alle ore 13.35, dopo il Tg5). Sempre su Canale 5 ha preso il via da lunedì 13 giugno, Ragazzi al cinema, la rassegna di film in concorso nelle precedenti edizioni del Giffoni film festival. Da lunedì 11 a venerdì 15 luglio, Italia 1 si trasforma ogni mattina dalle ore 8.00 in GiffUno, Cartoni in Festival, un ciclo di film d’animazione dedicato ai più piccoli. Inoltre non mancherà la consueta striscia quotidiana informativa, Giffoni il sogno continua, in onda fino a venerdì 22 luglio (esclusa domenica 17) alle ore 12.20, in testa a Studio Aperto. Su Retequattro, da oggi a venerdì 15 luglio, in seconda serata, torna Anni Ribelli, un ciclo di film per veri cinefili.

Valeria Golino, attrice campana di caratura internazionale: aprirà il festival

In cattedra

L’originale attore Ascanio Celestini Anche lui sarà a Giffoni nella doppia veste di ospite e d’«insegnante»

Luciana Littizzetto: famosi i suoi duetti con Fabio Fazi trasmissione che anche il prossimo anno sarà presen


7

Corriere del Mezzogiorno Lunedì 11 Luglio 2011

NA

A sinistra, Edward Norton protagonista, tra l’altro, de «La 25a ora» (per la regia di Spike Lee) e di «Red Dragon» A destra, l’attore e regista teatrale Lluís Homar, splendido interprete di Almodovar

Il fotografo Oliviero Toscani, reduce da performances napoletane

Martha De Laurentiis ricorderà la vita e le opere cinematografiche del marito Dino

Comicità

Rocco Papaleo, attore reduce dal successo come regista di «Basilicata Coast to Coast»

o a «Che tempo che fa», te nella programmazione di Rai 3

Paola Cortellesi sarà fra le sicure protagoniste del Giffoni film festival

Ezio Greggio, atteso a Giffoni come il trio Aldo Giovanni e Giacomo

Il regista russo Andrej Konchalovsky sarà anche in cattedra per il Giffoni Masterclass

Paolo Bonolis apre la rassegna. Il presentatore tv sarà protagonista anche del Giffoni Masterclass


8

Lunedì 11 Luglio 2011 Corriere del Mezzogiorno

9

Corriere del Mezzogiorno Lunedì 11 Luglio 2011

NA

NA

Il Festival minuto per minuto... LUNEDI' 11 LUGLIO

Cineteca Nazionale)

SALA TRUFFAUT CITTADELLA DEL CINEMA MARATONA HARRY POTTER

LA GIURIA INCONTRA 19:00 YARI GUGLIUCCI 20:00 GENERATOR +18 NEDS di Peter Mullan (UK/Francia/Italia, 2010, 124')

Dalle 14:00 alle 02:30 Warner Bros Italia presenta I primi 5 capitoli della saga di HARRY POTTER (Versione italiana - ingresso libero fino ad esaurimento posti)

MARTEDI' 12 LUGLIO SALA ALBERTO SORDI CITTADELLA DEL CINEMA MARATONA HARRY POTTER Dalle 09:00 alle 14:00 Warner Bros Italia presenta Il 6˚e 7˚capitolo della saga di HARRY POTTER (Versione italiana - ingresso libero fino ad esaurimento posti)

ANTICHE RAMIERE 15:00 MASTERCLASS

PAOLO BONOLIS CITTADELLA DEL CINEMA 18:00 Cerimonia Apertura 41a edizione

COMPLESSO MONUMENTALE DI SAN FRANCESCO 10:00 Apertura Mostra: "LINKCOLORS" 11:00 MASTERCLASS

ARTISTI DELLA MOSTRA "LINKCOLORS" ANTICHE RAMIERE 15:00 MASTERCLASS

LUCIANA LITTIZZETTO DIXAN VILLAGE-PIAZZA UMBERTO I 17:30 ANIMAZIONI E MUSICA GIFFONI VILLAGE - VIA ALDO MORO 19:00 Laboratori e animazioni CHIESA COMPLESSO MONUMENTALE DI SAN FRANCESCO 20:00 Concerto del Conservatorio Musicale

Harry Potter: A Kind of Magic

di Salerno "G. Martucci"

Compagnia dei Folli (Ascoli Piceno)

GIARDINO DEGLI ARANCI 21:00 SPETTACOLO TEATRALE

SALA TRUFFAUT CITTADELLA DEL CINEMA LA GIURIA INCONTRA: 16:00 VALERIA GOLINO (Red Carpet) LA GIURIA INCONTRA: 17:00 PAOLO BONOLIS (Red Carpet) ANTEPRIMA 19:00 Warner Bros Italia presenta

HARRY POTTER E I DONI DELLA MORTE PARTE II (in 3D) di David Yates (UK/USA, 2011) (Versione Originale con sott. in italiano proiezione riservata alla Giuria +13 - stampa invitati) 21:30 Warner Bros Italia presenta

HARRY POTTER E I DONI DELLA MORTE PARTE II (in 3D) di David Yates (UK/USA, 2011) (Versione Originale con sott. in italiano priorità Giuria +16 - pubblico su prenotazione e fino ad esaurimento posti)

CHIESA COMPLESSO MONUMENTALE DI SAN FRANCESCO 20:00 Concerto del Conservatorio Musicale di Salerno "G. Martucci"

GIARDINO DEGLI ARANCI 21:00 GIFFONI DANZA Promo Danza - Rassegna dedicata alle associazioni di danza del territorio

Compagnia Teatro Pirata di Jesi (AN) presenta: BU BU SETTETE! Fammi ridere che io non ho paura (dai 4 anni) 22:30 RELOAD - IL RAGAZZO CON LA BICICLETTA di Jean-Pierre and Luc Dardenne (Belgio/Francia/Italia, 2011, 87') (Versione italiana)

ARENA ALBERTO SORDI CITADEL OF CINEMA 22:30 CONCERTO - ALMAMEGRETTA

"Silvia Roncaglia legge Lumpi Lumpi" con accompagnamento musicale di

PHINEAS AND FERB: ACROSS THE SECOND DIMENSION di Dan Povenmire, Jeff Marsh (UK/USA, 2011) (Versione italiana - priorità Giuria +6, stampa e accreditati - ingresso pubblico fino ad esaurimento posti)

SALA TRUFFAUT CITTADELLA DEL CINEMA 10:00 GENERATOR +16 SIMPLE SIMON di Andreas Öhman (Svezia, 2010, 90') 14:30 GENERATOR +13 THE ART OF GETTING BY di Gavin Wiesen (USA, 2011, 84')

GIOVEDÌ 14 LUGLIO SALA ALBERTO SORDI CITTADELLA DEL CINEMA 10:00 ELEMENTS +6

SANTA'S APPRENTICE di Luc Vinciguerra (Francia/Australia/Irlanda, 2010, 80') a seguire: Patto dell'Agro S.p.A. presenta "Netes Agente di Fiume" in Missione Fiume Sarno 14:30 ELEMENTS +10 SNOWMEN di Robert Kirbyson (USA, 2010, 86') PREVIEW / ANTEPRIMA 19:00 Universal Pictures Italia presenta HONEY 2 di Bille Woodruff (USA, 2011) (Versione Originale con sott. in italiano ingresso libero fino ad esaurimento posti)

SALA TRUFFAUT CITTADELLA DEL CINEMA 10:00 GENERATOR +16

YELLING TO THE SKY di Victoria

Concorso per cortometraggi realizzati dalle Scuole. Presentazione Progetto EducArte a cura del Ministero della Giustizia - Dipartimento per la Giustizia Minorile 14:00 MYGIFFONI (medie) Concorso per cortometraggi realizzati dalle Scuole 14:30 GENERATOR +13 - THE FLOOD di Guy Nattiv (Israele, 2011, 100') LA GIURIA INCONTRA 17:00 HILARY SWANK (Red Carpet) LA GIURIA INCONTRA 18:00 LLUIS HOMAR (Red Carpet) 21:30 GIFFONI DANZA Spettacolo di gala

SALA VALLE 10:15 PARENTAL CONTROL DOMANI ACCADRA' di Daniele Luchetti (Italia, 1988, 92') (in collaborazione con la Cineteca Nazionale) 14:45 PARENTAL CONTROL NOI CREDEVAMO di Mario Martone (Italia/Francia, 2009, 170') 18:00 150esimo anniversario

dell'Univtà d'Italia LA GIURIA INCONTRA 17:00 LUCIANA LITTIZZETTO (Red Carpet) LA GIURIA INCONTRA 18:00 EDWARD NORTON (Red Carpet) 21:30 GIFFONI DANZA Spettacolo di gala

SALA VALLE 10:15 PARENTAL CONTROL

IL RAGAZZO CON LA BICICLETTA di Jean-Pierre and Luc Dardenne (Belgio/Francia/Italia, 2011, 87') (Versione italiana) 14:45 PARENTAL CONTROL SENSO di Luchino Visconti (Italia, 1954, 123') (in collaborazione con la

LO SCOIATTOLO IN GAMBA Musiche di Nino Rota - Libretto di Eduardo De Filippo 22:30 RELOAD UN GELIDO INVERNO di Debra Granik (USA, 2010, 100')

ARENA ALBERTO SORDI CITADEL OF CINEMA 22:30 CONCERTO

VENERDÌ 15 LUGLIO

Video Report dei principali eventi organizzati nella Provincia di Salerno. Presenzierà sua eccellenza il Prefetto. Saranno presenti i Sindaci del percorso garibaldino rievocato con la Maratona dell'Univtà d'Italia LA GIURIA INCONTRA 19:00 LLUIS HOMAR 20:00 GENERATOR +18 OUTBOUND di Bogdan George Apetri (Romania, 2010, 87')

ANTICHE RAMIERE 15:00 MASTERCLASS

ANDREY KONCHALOVSKIY

DIXAN VILLAGE PIAZZA UMBERTO I 17:30 ANIMAZIONI E MUSICA

DIXAN VILLAGE PIAZZA UMBERTO I 17:30 ANIMAZIONI E MUSICA

GIFFONI VILLAGE - VIA ALDO MORO 19:00 Laboratori e animazioni CHIESA COMPLESSO MONUMENTALE DI SAN FRANCESCO 20:00 Concerto del Conservatorio Musicale di Salerno "G. Martucci"

GIARDINO DEGLI ARANCI 21:00 SPETTACOLO TEATRALE Teatro Eidos (BN) presenta:

PULCINELLA E IL MISTERO DEL CASTELLO (dai 5 anni) 22:30 RELOAD

DIARIO DI UNA SCHIAPPA di Thor Freudenthal (USA, 2010, 94')

ARENA ALBERTO SORDI CITADEL OF CINEMA 22:30 CONCERTO

RAIZ MERCOLEDÌ 20 LUGLIO

MARTEDÌ 19 LUGLIO

10:00 ELEMENTS +6

SALA ALBERTO SORDI CITTADELLA DEL CINEMA

LILLY THE WITCH- THE JOURNEY TO MANDOLAN di Harald Sicheritz

LA GIURIA INCONTRA 17:00 BARBARA DE (Red Carpet) 19:00 ELEMENTS +3

15:00 MASTERCLASS

ASCANIO CELESTINI

(ingresso gratuito)

SALA ALBERTO SORDI CITTADELLA DEL CINEMA

(Germania/Spagna/Austria, 2011, 90') 14:30 ELEMENTS +10 THE SECRET LETTER di Simone van Dusseldorp (Olanda, 2010, 85') a seguire: Agenzia delle Entrate presenta "Io Vado Resti" di Stefano Orro (Italia, 2011, 13')

15:00 MASTERCLASS

(ingresso gratuito)

DOLCENERA VIRGINIO

(ingresso gratuito)

10:00 ELEMENTS +6

FILM FUORI CONCORSO 14:30 ELEMENTS +10

DAVID & KAMAL di Kikuo Kawasaki (Israele/USA/Giappone, 2010, 78')

Tu

LA GIURIA INCONTRA 17:00 ANTONELLA (Red Carpet) 19:00 ELEMENTS +3

(ingresso gratuito)

MYGIFFONI (superiori)

ANTEPRIMA 17:00 Disney Pictures Italia presenta

Conservatorio Musicale di Salerno "G. Martucci" presenta:

ARENA ALBERTO SORDI CITADEL OF CINEMA 22:30 CONCERTO FOJA

ROSSI

SALA TRUFFAUT CITTADELLA DEL CINEMA 10:00 GENERATOR +16 SUBMARINE di Richard Ayoade (UK/USA, 2010, 97') LA GIURIA INCONTRA 12:15 WILLWOOSH e il cast di "Freaks" (Red Carpet) 15:30 GENERATOR +13 TOAST di S.J. Clarkson (UK, 2010, 96') LA GIURIA INCONTRA 18:00 ALDO GIOVANNI E GIACOMO (Red Carpet)

10:15 PARENTAL CONTROL

UN GIORNO DELLA VITA di Giuseppe Papasso (Italia, 2011, 85') 14:45 PARENTAL CONTROL UN ALTRO MONDO di Silvio Muccino (Italia, 2010) 20:00 GENERATOR +18 BEAUTIFUL BOY di Shawn Ku (USA, 2010, 101') a seguire: RIGHT LINKS - SHORTS AMNESTY INTERNATIONAL Eclissi di Fine Stagione di Vito Palmieri (Italia, 2011, 14') (R) di Julie Rembauville, Nicolas Bianco-Levrin (Francia, 2011, 12'40'') Tutto Calcolato di Alessio De Leonardis (Italia, 2011, 15')

SALA TRUFFAUT CITTADELLA DEL CINEMA 22:30 CONCERTO CAPONE & BUNGTBANGT (ingresso gratuito)

SABATO 16 LUGLIO SALA ALBERTO SORDI CITTADELLA DEL CINEMA 10:00 ELEMENTS +6

STANLEY'S TIFFIN BOX di Amole Gupte (India, 2011, 95') 14:30 ELEMENTS +10

THE LIVERPOOL GOALIE di Arild Andresen (Norvegia, 2011, 85') LA GIURIA INCONTRA 17:15 MATTEO BRANCIAMORE (Red Carpet) 19:00 ELEMENTS +3

ELIAS AND THE TREASURE OF THE SEA di Lise I. Osvoll (Norvegia, 2010, 77')

ANTICHE RAMIERE

SALA TRUFFAUT CITTADELLA DEL CINEMA

15:00 MASTERCLASS

10:00 GENERATOR +16

MARTHA DE LAURENTIIS

KING OF DEVIL'S ISLAND di Marius

17:00 WORKSHOW

Holst (Norvegia, 2010, 120') a seguire: Premiazione concorso EDIPOWER - Missione Centrale 14:30 GENERATOR +13 WAYS TO LIVE FOREVER di Gustavo Ron (Spagna/UK, 2010, 91')

CAPONE & BUNGTBANGT DIXAN VILLAGE PIAZZA UMBERTO I 17:30 ANIMAZIONI E MUSICA GIFFONI VILLAGE - VIA ALDO MORO 19:00 Laboratori e animazioni

(Versione italiana - priorità Giuria +6, stampa e accreditati, inviti) 21:30 Universal Pictures Italia presenta KUNG FU PANDA 2 (in 3D) di Jennifer Yuh (USA, 2011, 90') (Versione italiana - pubblico su prenotazione via email - info@giffoniff.it - e fino ad esaurimento posti)

SALA VALLE 10:15 PARENTAL CONTROL CAMICIE ROSSE di Goffredo Alessandrini (Italia, 1952, 92') - in collaborazione con la Cineteca Nazionale 14:45 PARENTAL CONTROL IN UN MONDO MIGLIORE di Susanne Bier (Danimarca, 2010, 113') 20:00 GENERATOR +18

THE YEAR DOLLY PARTON WAS MY MOM di Tara Johns (Canada, 2011, 96') 22:30 RIGHT LINKS - SHORTS AMNESTY INTERNATIONAL Hai in Mano il Tuo Futuro di Enrico Maria Artale (Italia, 2011, 14')

ANTICHE RAMIERE 15:00 MASTERCLASS

WILLWOOSH DIXAN VILLAGE PIAZZA UMBERTO I 17:30 ANIMAZIONI E MUSICA GIFFONI VILLAGE - VIA ALDO MORO 19:00 Laboratori e animazioni

CHIESA COMPLESSO MONUMENTALE DI SAN FRANCESCO 18:30 Readings d'Autore in

LA GIURIA INCONTRA 17:00 EZIO GREGGIO (Red Carpet) a seguire:

collaborazione con Edizioni EL

TEASER PREVIEW

di Salerno "G. Martucci"

Moviemax Italia presenta BOX OFFICE 3D di Ezio Greggio (Italia, 2011) (Versione italiana - proiezione riservata alle giurie)

GIARDINO DEGLI ARANCI 21:00 SPETTACOLO

"Pierdomenico Baccalario legge Lo Spacciatore di Fumetti" 20:00 Concerto del Conservatorio Musicale di Salerno "G. Martucci"

GIARDINO DEGLI ARANCI 21:00 SPETTACOLO Musica oltre le Differenze

FERRARI

Pickels in a Pickle di Steffen Schaeffler (Germania, 2011, 8'50'') A Star in the Backyard di Danielle Divardin (Brasile, 2010, 6'54'') Big Wash di Kassandra Wellendorf (Danimarca, 2010, 3') Gloria, Meets a Real Owner di Joshua Held (Italia, 2010, 3'30'') Tora Chan di Davide Como, Claudia Cutrì, Stefano Schide, Valerio Gori (Italia, 2010, 5'50'') Koyaa the Extraordinary di Kolja Saksida (Slovenia, 2011, 3') Attract di Bo-Ra Kim, Yoon-Yi Kim, Yi-Jhin Shin, Mi-Won Seo (Corea del Sud, 2010, 7'18'') Votazioni a seguire: GFF AWARDS 2011 (Elements +3)

TIGERS AND TATTOO di Karla von Bengtson (Danimarca, 2010, 42')

SALA VALLE

Ineke Houtman (Olanda, 2011, 90')

GIARDINO DEGLI ARANCI 21:00 SPETTACOLO

Concerto degli studenti del Conservatorio di Musica "G. Martucci" di Salerno 22:30 RELOAD UN GIORNO DELLA VITA di Giuseppe Papasso (Italia, 2011, 85')

a seguire:

MY GRANDPA, THE BANKROBBER di

di Salerno "G. Martucci"

GIARDINO DEGLI ARANCI 21:00 SPETTACOLO Viaggio nel mondo di Walt Disney

MERCOLEDÌ 13 LUGLIO

A CAT IN PARIS di Jean-Loup Felicioli, Alain Gagnol (Francia/Belgio/Olanda/Svizzera, 2010, 64') 14:30 ELEMENTS +10

CHIESA COMPLESSO MONUMENTALE DI SAN FRANCESCO 20:00 Concerto del Conservatorio Musicale

Anna Palumbo 20:00 Concerto del Conservatorio Musicale di Salerno "G. Martucci"

Mahoney (USA, 2011, 99')

10:00 ELEMENTS +6

GIFFONI VILLAGE - VIA ALDO MORO 19:00 Laboratori e animazioni

collaborazione con Edizioni EL

Conservatorio Musicale di Salerno "G. Martucci"

SALA ALBERTO SORDI CITTADELLA DEL CINEMA

DIXAN VILLAGE PIAZZA UMBERTO I 17:30 ANIMAZIONI E MUSICA

CHIESA COMPLESSO MONUMENTALE DI SAN FRANCESCO 18:30 Readings d'Autore in

SPECIAL EVENT 19:00 UN ITALIANO A HOLLYWOOD di Tonino Pinto (Italia, 2010, 70') Con la partecipazione di MARTHA DE LAURENTIIS

ARENA ALBERTO SORDI CITADEL OF CINEMA 21:30 Marching Jazz Band -

ALFREDO ANCORA

GIFFONI VILLAGE - VIA ALDO MORO 19:00 Laboratori e animazioni

LA GIURIA INCONTRA 18:00 VALENTINA LODOVINI (Red Carpet)

MICHAEL BRANDT

Concerto degli studenti della Scuola di Musica "Magnificat" di Gerusalemme

SPECIAL EVENT

DIXAN VILLAGE PIAZZA UMBERTO I 17:30 ANIMAZIONI E MUSICA

ARENA ALBERTO SORDI CITADEL OF CINEMA

19:00 Universal Pictures Italia presenta KUNG FU PANDA 2 (in 3D) di Jennifer Yuh (USA, 2011, 90')

CHIESA COMPLESSO MONUMENTALE DI SAN FRANCESCO 20:00 Concerto del Conservatorio Musicale

Night for Aura: il Sociale del Giffoni Experience - Melodie Napoletane con Angelica Sepe - Cabaret di Enzo Costanza - Premio Aura-Giffoni 2011 al Prof. Giuseppe Profiti - Presidente Ospedale Pediatrico Bambin Gesù - Aura per l'Honduras - immagini e parole da una terra lontana - Esibizione degli Sbandieratori Città di Cava de' Tirreni 22:30 RELOAD

IN UN MONDO MIGLIORE di Susanne Bier (Danimarca, 2010, 113')

ARENA ALBERTO SORDI CITADEL OF CINEMA 22:30 CONCERTO

CO' SANG (ingresso gratuito)

DOMENICA 17 LUGLIO SALA ALBERTO SORDI CITTADELLA DEL CINEMA 10:00 ELEMENTS +6

LIFE IS WONDERFUL di LooLoo Lu (Taiwan, 2010, 78') a seguire: MYGIFFONI (elementari) Concorso per cortometraggi realizzati dalle Scuole 14:30 ELEMENTS +10 TOTALLY TRUE LOVE di Anne Sewitsky (Norvegia, 2010, 83') LA GIURIA INCONTRA 17:00 DANIELE LIOTTI (Red Carpet) 19:00 ELEMENTS +3 Mouse for Sale di Wouter Bongaerts (Belgio, 2010, 4'15'') Trevor di Matthieu Saghezchi (Francia, 2010, 3'11'') Sugar Land di Babak Nazari (Iran, 2010, 13'16'') Rumours di Frits Standaert (Belgio/Francia, 2011, 7'30'') Mobile di Verena Fels (Germania, 2010, 6') Mouches a Feu di Marion Bulot (Francia, 2010, 5'52'') My Dear Deer di Raphael Wahl (Germania, 2010, 3.40'')

PROM di Joe Nussbaum (USA, 2011, 104') (Versione italiana - priorità Giuria +13, inviti ingresso pubblico fino ad esaurimento posti)

DI SAN FRANCESCO 20:00 Concerto del Conservatorio Musicale

The Tiger di Janis Cinermanis

di Salerno "G. Martucci"

(Lettonia, 2010, 8')

SALA VALLE

GIARDINO DEGLI ARANCI 21:00 SPETTACOLO

SALA TRUFFAUT CITTADELLA DEL CINEMA

Serata Dixan per la Scuola Teatro dell'Osso di Lioni (AV) presenta: "NRG

10:00 GENERATOR +16 BREATHING di Karl Markovics (Austria, 2011, 93') 15:30 GENERATOR +13 WUNDERKINDER di Marcus O. Rosenmüller (Germania, 2011, 96')

10:15 PARENTAL CONTROL CORPO CELESTE di Alice Rohrwacher (Italia, 2011, 98') 14:45 PARENTAL CONTROL ALLONSANFÀN di Paolo e Vittorio Taviani (Italia, 1974, 110') - in collaborazione con la Cineteca Italiana LA GIURIA INCONTRA 19:00 MAURIZIO CASAGRANDE 20:00 GENERATOR +18 LOST AND FOUND di Giorgio Molteni (Italia, 2011, 83') 22:30 SHORT LINKS Un Supereroe in Affido di Andrea W. Castellanza (Italia, 2011, 15'15'') Così Come Sono di Daniele Santonicola (Italia, 2010, 19') Manfred di Arjen Klaverstijn (Olanda, 2010, 3') Wilson & Wilson di Willeke Beekmans (Olanda, 2010, 3') Paperman di Richard Kelly (Irlanda, 2010, 5') Bricks di Frodo Kuipers (Olanda, 2010, 4' 35'') Lost in Space di Frodo Kuipers (Olanda, 2010, 1') Evermore di Philip Hofmänner (Svizzera, 2010, 6'15'') Holy Chicken of Life and Music di Nomint (Francia, 2010, 3')

The Man Who Still Believed in Stork di Ralf Kukula (Germania, 2010, 8')

Things You'd Better Not Mix Up di

TG che però si pronuncia Energy TG" Con la partecipazione di CRISTINA D'AVENA 22:30 RELOAD UN ALTRO MONDO di Silvio Muccino (Italia, 2010)

ARENA ALBERTO SORDI CITADEL OF CINEMA

LA GIURIA INCONTRA 18:00 PAOLA CORTELLESI (Red Carpet)

22:30 CONCERTO

ANTEPRIMA

24 GRANA

19:00 20th Century Fox Italia presenta

(ingresso gratuito)

I PINGUINI DI MISTER POPPER di

LUNEDÌ 18 LUGLIO

Mark Waters (USA, 2011, 95') (Versione italiana - priorità Giuria +13, stampa, accreditati, inviti) 21:30 20th Century Fox Italia presenta I PINGUINI DI MISTER POPPER di Mark Waters (USA, 2011, 95') (Versione italiana - priorità Giuria +16 ingresso pubblico su prenotazione e fino ad esaurimento posti)

SALA ALBERTO SORDI CITTADELLA DEL CINEMA 10:00 ELEMENTS +6

FUCHSIA THE MINI-WITCH di Johan Nijenhuis (Olanda, 2010, 85') 14:30 ELEMENTS +10 LOST IN AFRICA di Vibeke Muasya (Danimarca, 2010, 90') a seguire: Premiazione contest Telefono Azzurro ZAC Zona Anti-Cyberbullismo Presentazione Progetto "Positano Città

dei Bambini - Festival della Creatività" LA GIURIA INCONTRA 17:00 ROBERTO FARNESI

Joost Lieuwma (Olanda, 2010, 2'10'')

KATY SAUNDERS EMANUELA TITTOCCHIA

Pierre and the Spinach Dragon

ANTICHE RAMIERE

di Helene Tragesser (Germania, 2010, 4'6'')

15:00 MASTERCLASS

(Red Carpet) 19:00 ELEMENTS +3

SALA TRUFFAUT CITTADELLA DEL CINEMA LA GIURIA INCONTRA 17:00 OSPITE A SORPRESA (Red Carpet)

ANTEPRIMA 21:30 Walt Disney Pictures Italia presenta

OSPITE A SORPRESA DIXAN VILLAGE PIAZZA UMBERTO I 17:30 ANIMAZIONI E MUSICA GIFFONI VILLAGE - VIA ALDO MORO 19:00 Laboratori e animazioni CHIESA COMPLESSO MONUMENTALE

(UK, 2010, 3'11'')

Hoggie and Snip di Magnus Hjerpe (Canada, 2011, 17'32'') Acorn Boy di Dave R?d?ze (Lettonia, 2010, 10') Papa's Boy di L. Lemmety (Polonia, 2010, 3'11'') Swing di Elena Kurkova (Russia, 2009, 8'42'') Perdus di Mark de Winton-Gilbert

SALA VALLE 10:15 PARENTAL CONTROL

PICCOLO MONDO ANTICO di Mario Soldati (Italia, 1941, 106') - in collaborazione con la Cineteca Nazionale 14:45 PARENTAL CONTROL MALAVOGLIA di Pasquale Scimeca (Italia, 2010, 94') LA GIURIA INCONTRA 19:00 REMO GIRONE 20:00 GENERATOR +18

OUR DAY WILL COME di Romain Gavras (Francia, 2010, 90') 22:30 SHORTS - VERSO SUD

10:00 GENERATOR +16 BROTHER di Marcel Rasquin (Venezuela, 2010, 97') 14:30 GENERATOR +13 SPUD di Donovan Marsh (Sud Africa, 2010, 110') LA GIURIA INCONTRA 17:00 ASCANIO CELESTINI (Red Carpet) LA GIURIA INCONTRA 18:00 VITTORIA PUCCINI (Red Carpet)

PREVIEW / ANTEPRIMA 19:00 Warner Bros Italia presenta IL SIGNORE DELLO ZOO di Frank Coraci (USA, 2011, 100') (Versione originale con sott. in italiano priorità Giuria +13, stampa, accreditati, inviti) 21:30 Warner Bros Italia presenta IL SIGNORE DELLO ZOO di Frank Coraci (USA, 2011, 100') (Versione originale con sott. in italiano ingresso pubblico su prenotazione e fino ad esaurimento posti)

SALA VALLE 10:15 PARENTAL CONTROL LA SCUOLA E' FINITA di Valerio Jalongo (Italia, 2010, 85') 14:45 PARENTAL CONTROL MIRAL di Julian Schnabel (UK/Francia/Italia/Israele, 2010, 112') LA GIURIA INCONTRA 19:00 CARLA SIGNORIS 20:00 GENERATOR +18 Da-18 di Martin Groezinger (Germania, 2010, 3'51'') Paths of Hate di Damian Nenow (Polonia, 2010, 10')

Scheherazade and the Kosher Delight di Agnès Caffin (Francia, 2010, 20') Short Life di Adil El Fadili (Marocco, 2010, 15')

Il Bambino di Inchiostro di Attilio

The Lost Town of Switez di Kamil Polak

Bonadies, Davide Scannapieco (Italia, 2011, 10')

(Polonia, 2010, 20') 22:30 VERSO SUD

Una Fortuna da Ricordare di Rudy Di Giacomo (Italia, 2011, 10'45'')

ANTICHE RAMIERE 15:00 MASTERCLASS

AL DESTINO NON CHIEDERE QUANDO di Guido Maria Valletta

SALA ALBERTO SORDI CITTADELLA DEL CINEMA

GIFFONI VILLAGE - VIA ALDO MORO 19:00 Laboratori e animazioni CHIESA COMPLESSO MONUMENTALE DI SAN FRANCESCO 20:00 Concerto del Conservatorio Musicale di Salerno "G. Martucci"

GIARDINO DEGLI ARANCI 21:00 SPETTACOLO TEATRALE Laboratorio Teatrale "La Girandola" dell'Anffas Onlus di Salerno presenta:

"QUELLI CHE… SI EMOZIONANO" 22:30 RELOAD

DIARIO DI UNA SCHIAPPA 2 di David Bowers (USA, 2011, 96')

ARENA ALBERTO SORDI CITADEL OF CINEMA 22:30 CONCERT MADS LANGER (ingresso gratuito)

GIOVEDÌ 21 LUGLIO

10:00 ELEMENTS +6

Carlotta and the Cloud di Daniel Acht (Germania, 2010, 6'41'') Frog Weather di Pauline Kortmann (Germania, 2011, 5'45'') In a Heartbeat di Karolina Lewicka (Islanda, 2010, 7'30'') Me, the King and My Daddy di Azadeh Moezzi (Iran, 2010, 13') Shadow di Loredana Erbetta, Manuela Gualtieri, Irene Piccinato (Italia, 2011, 3') The Number Ten di Daniel Mejia (Italia, 2011, 8') Votazioni a seguire: GFF AWARDS 2011 (Elements +6) 14:30 ELEMENTS +10 Cristiano's Shirt di Vincent Bruno (Belgio, 2011, 16'48'') Jeanine di Reine Sophie (Francia, 2010, 17') Nobody Knows di Lydia Castellano (Francia, 2011, 10'12'') Teamwork di Hong Seo-yun (Corea del Sud, 2010, 11'11'') The Ball di Kaja Roberts (UK, 2010, 11') Weightless di Robert Lundmark, Magnus Johansson (Svezia, 2011, 13') Votazioni a seguire: GFF AWARDS 2011 (Elements +10) SALA TRUFFAUT CITTADELLA DEL CINEMA 10:00 GENERATOR +16 SUICIDE ROOM di Jan Komasa (Polonia, 2011, 110') 15:30 GENERATOR +13 KADDISH FOR A FRIEND di Leo Khasin (Germania, 2011, 93') LA GIURIA INCONTRA 18:00 DONATELLA FINOCCHIARO LA GIURIA INCONTRA 19:00 ROCCO PAPALEO (Red Carpet) 20:30 TEASER PREVIEW M2 Pictures presenta LO SCHIACCIANOCI (in 3D) di Andrey Konchalovskiy (UK/Ungheria, 2010) (Versione originale con sott. in italiano proiezione riservata alla giuria Elements +10, stampa e accreditati) Con la partecipazione di ANDREY KONCHALOVSKIY 21:30 ANTEPRIMA Key Films presenta ALMENO TU NELL'UNIVERSO di Andrea Biglione (Italia, 2011) (Versione italiana - priorità Giuria +16, stampa, accrediti e inviti - pubblico su prenotazione e fino ad esaurimento posti)

SALA VALLE 10:15 PARENTAL CONTROL

SALA ALBERTO SORDI CITTADELLA DEL CINEMA 10:00 GENERATOR +13 Al Nai di Said Najmi (Giordania, 2010, 13'41'') Bekas di Karzan Kader (Svezia/Iraq, 2010, 29') Jenny di Ingvild Söderlind (Norvegia, 2010, 15') Just a Joke di Max Croci (Italia, 2011, 11') Lighthearted Boy di Marco Gianfreda (Italia, 2011, 15') Tasnim di Elite Zexer (Israele, 2010, 11') Votazioni LA GIURIA INCONTRA 17:00 LINO BANFI (Red Carpet) 19:00 GFF AWARDS (Generator +13 e +16)

2011

SALA TRUFFAUT CITTADELLA DEL CINEMA 10:00 GENERATOR +16 13 di Malou Reymann (Danimarca, 2010, 11') Angelo or Salvatore's Easter di Sebastiano Greco (Italia, 2011, 15') Burungo di Dome Karukoski, Pamela Tola (Finlandia, 2010, 13'30'') Empty Shot di Roberto Zazzara (Italia, 2010, 15') Something Fishy di Ben Young (Australia, 2010, 14'41'') This Means Forever di Amanda Kernell (Svezia, 2010, 18') Votazioni LA GIURIA INCONTRA 20:00 LORELLA CUCCARINI (Red Carpet)

SPECIAL EVENT 20:30 Nexo Digital presenta GREASE di Randal Kleiser (USA, 1978, 110') (Versione italiana restaurata e digitalizzata priorità Giuria +13, stampa e accreditati ingresso pubblico fino ad esaurimento posti)

SALA VALLE CONCORSI 10:00 Replica Film Vincitori ELEMENTS +6 15:00 Replica Film Vincitori ELEMENTS +10 17:00 Replica Film Vincitori GENERATOR +13 19:00 Replica Film Vincitori GENERATOR +16 21:00 Replica Film Vincitori GENERATOR +18

DIXAN VILLAGE PIAZZA UMBERTO I 17:30 ANIMAZIONI E MUSICA

DIARIO DI UNA SCHIAPPA di Thor Freudenthal (USA, 2010, 94') 14:45 PARENTAL CONTROL I BACI MAI DATI di Roberta Torre (Italia, 2009) LA GIURIA INCONTRA 19:00 DONATELLA FINOCCHIARO 20:00 GENERATOR +18 Double Happy di Shahir Daud (Nuova Zelanda, 2010, 15') Jody delle Giostre di Adriano Sforzi (Italia, 2011, 13') La Colpa di Francesco Prisco (Italia, 2011, 12') Natural Things di Germano Maccioni (Italia, 2010, 28') Oh, Paris! Di Oleksandr Shmygun (Ucraina, 2010, 8'35'') Votazioni a seguire:

(Italia, 2011, 96'36'')

GFF AWARDS 2011 (Generator +18)

ANTICHE RAMIERE

ANTICHE RAMIERE

GIFFONI VILLAGE - VIA ALDO MORO 19:00 Laboratori e animazioni GIARDINO DEGLI ARANCI 21:00 SPETTACOLO GNAM FEST Programma di Comunicazione ed Educazione Alimentare, a cura della Regione Campania Assessorato all'Agricoltura con lo spettacolo di Burattini

"PULCINELLA E FELICE SCIOSCIAMMOCCA CUSTODI DEL TERRITORIO" Scritto e diretto da Giò Ferraiolo - Teatro di Burattini e Musica

ARENA ALBERTO SORDI CITTADELLA DEL CINEMA 22:30 CONCERTO HOOVERPHONIC (ingresso gratuito)


10

Lunedì 11 Luglio 2011 Corriere del Mezzogiorno

NA

Anteprima Sugli schermi del Giffoni film festival «I doni della morte», poi anche in tutte le altre sale Italiane

L’ultima magia di Harry Potter Dopo un lungo cammino fatto di successi, arriva sul grande schermo l’ultimo capitolo della saga che ha incantato il mondo intero

H

arry Potter sceglie ancora l’esperienza Giffoni, e lo fa per mostrare in anteprima assoluta l’ottavo e ultimo film della saga. Sarà infatti proprio il Giffoni film festival ad ospitare «Harry Potter e i doni della morte», pellicola che domani inaugurerà la 41sima edizione. Il film, diretto da David Yates, uscirà poi nelle sale italiane il 13 luglio distribuito dalla Warner Bros. E il 15 luglio in tutto il mondo. Il festival, che già nel 2009 aveva aperto i battenti con «Harry Potter e il principe mezzosangue» si conferma dunque come luogo ideale per presentare, nello splendore visivo del 3D, il capitolo conclusivo della saga fantasy che con i sette precedenti capitoli ha fatto crescere un generazione di bambini e di ragazzi. E Giffoni, in questa nuova edizione del Festival, diventerà per la festa di apertura la vera e propria capitale italiana di Harry Potter. Infatti, sugli schermi della cittadella del cinema, da stamane, inizia la «Maratona» con tutti i capitoli della saga dedicata a Harry Potter, che andrà avanti fino alla serata di domani. Una splendida occasione per tutti i fan dell’epopea potteriana che potranno godersi 18 ore di proiezione in un giorno e mezzo con la sola sosta notturna per vedere e rivedere i primi sette episodi. E anche in questo capitolo finale le avventure del maghetto promettono di tenere tutti incollati allo schermo sino all’ultimo minuto. La trama Ron ed Hermione organizzano un furto alla Gringott, la banca dei maghi, dove è nascosto uno degli Horcrux rimasti. Benchè lo recuperino, sono costretti a fuggire, e lo fanno in grande stile, liberando un drago dalle segrete della banca. Sul suo dorso viaggiano verso Hogwarts, pronti a distruggere gli ultimi due Horcrux rimasti e sconfiggere definitivamente Lord Voldemort. La battaglia finale ha così inizio e culminerà con il duello definitivo fra il ragazzo che è sopravvissuto e il signore oscuro. Una premiere che segna ancora una volta l’importanza di Giffoni tra i festival di cinema dedicati ai giovani ai quali, da sempre, offre la rara possibilità di incontrare e discutere di cinema e di cultura insieme ai grandi protagonisti del grande e del piccolo schermo. Insomma, ci sono tutti i presupposti perché l’ultimo episodio della saga ottenga risultati eccezionali al botteghino e al banco dei bookmaker: quelli inglesi hanno aperto le giocate sul box office della pellicola offrendo, secondo quanto riferisce Agipronews, a 1,50 la possibilità che il film batta il re-

cord di incassi di 18,32 milioni di sterline nel primo week end (poco più di 20 milioni di euro) mentre a quota 3,00 secondo l’agenzia William Hill c’è il traguardo di un miliardo di pound incassato da qui a fine anno. Nella corsa agli Oscar 2012 i bookie pagherebbero 9 volte la possibilità che «I doni della morte parte II» vinca almeno una delle cinque statuette più ambite (miglior film, regia, attore protagonista, attrice protagonista e sceneggiatura). E per i fan tristi all’idea che questa sia l’ultima apparizione del maghetto di Hogwarts c’è ancora una speranza che l’ideatrice della saga, JK Rowling scriva un altro libro, opzione in lavagna a 6,00. L’ipotesi infatti potrebbe anche stuzzicare la fantasia della Rowling visto il grandissimo successo ottenuto con i tutti i libri pubblicati. Prima di approdare al grande schermo, Harry Potter è esploso infatti come fenomeno letterario in Inghilterra nel 1997, anno di pubblicazione nel Regno Unito del primo episodio della serie del piccolo mago, dal titolo «Harry Potter and the Philosopher’s Stone». Poi, nel 1998, il successo del romanzo passa da nazionale a mondiale: solo in Italia il libro, tradotto come «Harry Potter e la pietra filosofale» e pubblicato con una tiratura iniziale di 20 mila copie, vince nel dicembre dello stesso anno il Premio Cento, riconoscimento dedicato alla letteratura per ragazzi. Di li, l’acquisto dei diritti negli Stati Uniti da parte della casa cinematografica Warner Bros e nel novembre 2001, per la regia di Chris Columbus, la storia di Harry Potter interpretato dall’attore Daniel Radcliffe conquista la platea mondiale. Un bel successo, a conti fatti, se si pensa che tutti i libri della serie hanno venduto un totale di 480 milioni di copie e sono stati tradotti in più di 64 lingue. E forse, a contribuire allo straordinario risultato di Harry Potter c’è il fatto che contrariamente ad altre serie fantasy, i cui protagonisti appartengono generalmente a epoche e mondi immaginari quella del maghetto si caratterizza per essere ambientata nel mondo reale e nei decenni contemporanei, svolgendosi tra il 1981 ed il 2016. In altre parole, il mondo di Harry Potter conviverebbe da sempre con quello ordinario delle persone comuni (che vengono chiamati Babbani) ma da esso si nasconderebbe (dal 1600) per motivi di sicurezza e ordine; non a caso, in Harry Potter si trovano moltissime citazioni della mitologia celtica e greca, dell’alchimia, della criptozoologia e degli stereotipi più classici legati alla concezione magica e fantastica dell’uomo.

Raffaele Nespoli © RIPRODUZIONE RISERVATA


11

Corriere del Mezzogiorno Lunedì 11 Luglio 2011

NA

Note dal vivo Molti i gruppi, dai Foja ai Co Sang, passando per i 24 Grana e gli Almamegretta

A sinistra, Capone & Bungt Bangt, sul palco il 15 luglio con il loro concerto ecologico A destra, i Foja Sotto, in senso orario, Raiz e gli Almamegretta, i 24 Grana e i Co Sang

Non solo film N E’ musica

on solo cinema, come ormai tradizione, al Giffoni film festival, ma anche musica. Per questa 41ma edizione della storica kermesse gli appuntamenti cinematografici saranno affiancati da una parte musicale; sul palco della Cittadella il Festival ripropone, anche per la musica, il tema scelto: Link, ovvero la corrispondenza, di rete (non solo internettiana), di condivisione, di ponte, volta ad approfondire il concetto di globalizzazione, ad ammirare l’intricato gioco di rimandi tra le cose. Artisti provenienti dalle più disparate realtà locali s’intrecceranno così con i big della musica nazionale ed internazionale, per creare quel collegamento che, tramite la musica, unisce ed emoziona in ogni parte del mondo: un melting polt culturale. Si parte il 12 luglio con la Marching jazz band, per poi proseguire con il dub e il reggae degli Almamegretta (13 luglio) che della contaminazione culturale ed etnica hanno fatto il loro credo, seguiti il giorno dopo (15 luglio) dalla loro storica voce Raiz. Il 15 luglio è la volta del sound tribale dei Capone & Bungt Bangt, il primo gruppo italiano «a impatto zero» in tournèe con «l’Eco music live». L’ensamble infatti ha recentemente pubblicato il nuovo singolo «Il ballo del pornopof» che affronta i temi dell’inquinamento. «Proponiamo nel giorno dei concerti — ha spiegato Maurizio Capone — veri e proprio live act che iniziano la mattina con momenti ludico-didattici per stimolare la creatività e il senso di responsabilità. Ripuliremo le città che toccheremo. Prima del live tutto il raccolto, dopo esser stato posizionato sotto il palco e differenziato, sarà ritrasformato in strumenti musicali». L’hip pop e la denuncia sociale dei Co’ Sang saranno i protagonisti del concerto del 16 luglio a cui faranno seguito le note malinconiche del rock dei 24 Grana (17 luglio) che proporranno dal vivo anche i brani tratti dal nuovo lavoro discografico «La stessa barca», (la Canzonetta/Sintesi 3000, distribuzione Self) prodotto e registrato presso gli studi «Electrical audio» di Chicago da uno dei guru della scena indipendente internazionale, Steve Albini, già a lavoro con artisti e band cult come l’ex

Led Zeppelin Robert Plant, i Nirvana, Pixies, PJ Harvey, The Stooges, Mogwai, Gogol Bordello, Low. Poi, una delle band più interessanti del nuovo panorama musicale partenopeo, i Foja, approderanno sul palco della Cittadella del Festival il 19 luglio. La band (Ennio Frongillo, chitarra, Giovanni Schiattarella, batteria, Giuliano Falcone, basso), capitanata da Dario Sansone ha recentemente dato alle stampe l’album di debutto «Na storia nova» (prodotto dal chitarrista Fabrizio Fedele) che ha piacevolmente stupito pubblico e critica e al quale hanno partecipato anche: Renato Minale dei 24 Grana, Ciro Tuzzi e Arcangelo Caso degli Epo, Irvin Vairetti degli Ansiria, Alessio Sollo e Marco Caligiuri dei The Collettivo, Raffaele Giglio e Fabio Renzullo dei The Gentlemen’s Agreement, Ruben Iardino dei Mamasan, Libera Velo e Antonio Alfano. Il 20 luglio è la volta del soffice pop-rock del cantante danese Mads Langer che presenterà il suo terzo album «Behold», uscito lo scorso maggio e anticipato dal singolo «Microscope». Chiusura come sempre ad effetto con la musica degli Hooverphonic (21 luglio), band belga salita alla ribalta nel 2000 con il singolo «Mad about you» che con il suo ultimo lavoro discografico, «The night before», ha già raggiunto il prestigioso traguardo del disco di platino. Discograficamente attivi dal 1996, anno in cui pubblicarono il primo album «A new stereophonic sound spectacular», la band recentemente dopo l’abbandono nel 2008 della cantante storica Geike Arnaert. ha aggiunto nella propria line-up la voce di Noémie Wolfs. «The night before» è il loro settimo disco, un lavoro in cui le atmosfere orchestrali ispirate alle colonne sonore di grandi compositori come John Barry e Ennio Morricone incontrano sonorità pop ed elettroniche. Ancora musica al Giffoni, questa volta classica, tutti i giorni eseguita dai giovani allievi del Conservatorio di Salerno. Tra gli eventi speciali, inoltre, si inserisce anche il concerto organizzato dall’istituto Magnificat di Gerusalemme presente con il coro Jasmeen composto da 25 ragazze arabe adolescenti.

Carmine Aymone © RIPRODUZIONE RISERVATA

Artisti nazionali e impegnati, tutti i concerti del Giffoni film festival


12

Lunedì 11 Luglio 2011 Corriere del Mezzogiorno

NA

ActionAid L’organizzazione internazionale indipendente è impegnata nella lotta alle povertà e all’ingiustizia

Il sociale oltre lo schermo I pazienti del Bambin Gesù faranno parte della giuria del Gff

G

iovani giurati d’eccezione al Giffoni film festival, alcuni piccoli pazienti dell’ospedale pediatrico Bambino Gesù, grazie alla loro sensibilità di critici cinematografici in erba, saranno chiamati a decretare i vincitori dell’atteso festival dei ragazzi, edizione 2011. Questa e molte altre sono le iniziative sociali che si terranno in occasione del Festival di Giffoni, un bel modo per lanciare un segnale forte alle nuove generazioni. A presiedere la speciale giuri giuria dei piccoli pazienti del Bambin Gesù sarà proprio il 15enne che il 30 settembre 2010 ha ricevuto il primo trapianto di cuore artificiale permanente e che ha espresso il desiderio, immediatamente esaudito da Giffoni, di diventare giurato del festival. Questa è solo l’ultima delle tante iniziative che caratterizzano la collaborazione tra Giffoni film festival, associazione Aura e ospedale pediatrico Bambino Gesù, avviata lo scorso novembre per mettere fiction e realtà al servizio della salute con nuovi strumenti, eventi e opportunità per migliorare la qualità di vita dei piccoli degenti. Da novembre 2010 ad oggi il mondo del cinema e in par-

ticolare Giffoni film festival si è unito infatti all’esperienza del Bambin Gesù attraverso la prima stagione dei «Giffoni Movie Days» nelle ludoteche dell’ospedale pediatrico, punto di riferimento a livello internazionale per la ricerca e la cura di bambini e ragazzi. Due incontri al mese con la visione di pellicole della Walt Disney e di alcuni dei film più belli dell’albo d’oro del Giffoni accompagnata da una delegazione del Festival che ha coinvolto i piccoli pazien-

ti/spettatori in giochi di animazione, percorsi didattici e creativi con un protagonista indiscusso, il cinema. La collaborazione triennale, pensata come un percorso condiviso che coinvolge il pubblico internazionale del

Festival di Giffoni, pazienti e personale sanitario, prevede anche la realizzazione di un documentario sull’ospedale che insieme a altri cortometraggi e film appositamente selezionati, diventerà la base per un innovativo format di

Safe School, a scuola di sicurezza A scuola di sicurezza è il progetto realizzato dalla Regione in collaborazione con il Gff, che consiste nella realizzazione di uno storyboard per uno spot sociale sulla sicurezza

educazione continua in medicina per i professionisti sanitari. Per di più, al Giffoni film festival 2011, per la prima volta ci sarà anche una delegazione di ragazzi afgani. Il Festival in questi mesi ha collaborato infatti con le autorità afgane per favorire la partecipazione dei ragazzi in giuria. Un modo per avvicinare la cultura afgana a quella italiana, anche alla luce del fatto che il nostro paese è impegnato da anni con un proprio contingente in una missione di pace. In

collaborazione con il comando del contingente italiano a Herat, una delegazione di militari incontrerà i ragazzi di Masterclass per raccontare, attraverso video e report, la propria esperienza personale e di vita. In più, ActionAid, organizzazione internazionale indipendente impegnata da più di 30 anni nella lotta alle cause della povertà e dell’ingiustizia sociale, sarà presente al Festival per promuovere presso le nuove generazioni un link speciale di solidarietà, in-

teso come legame tra persone, comunità e progetti di sviluppo sulla base di un impegno condiviso tra Nord e Sud del mondo. ActionAid assegnerà il premio «Unire le persone contro l’ingiustizia: dipende da me» all’opera cinematografica in concorso che con maggiore efficacia abbia proposto i temi della passione per la giustizia e dell’impegno nella lotta alla povertà, con lo scopo di incoraggiare e valorizzare le produzioni cinematografiche che dimostrino sensibilità alle tematiche di solidarietà internazionale. Altra iniziativa sarà poi quella voluta dalla direzione regionale per la Campania, in collaborazione con la sede Inail di Salerno che ha sottoscritto un protocollo d’intesa con il Giffoni film festival per realizzare congiuntamente progetti rivolti ai bambini finalizzati alla promozione della cultura della sicurezza negli ambienti di vita, casa, lavoro. L’istituto sarà presente alla 41esima edizione del Giffoni film festival, con uno spazio espositivo «dedicato», all’intero del quale saranno realizzate una serie di attività tra cui laboratori ludico-didattici dedicati ai ragazzi e alle famiglie. A partire dal mese di settembre, poi, tutte le scuole primarie della Campania saranno invitate a partecipare al progetto «Safe School, a scuola di sicurezza», realizzato in collaborazione con il Gff, che consiste nella realizzazione di uno storyboard per uno spot sociale sulla sicurezza.

Raimondo Nesti © RIPRODUZIONE RISERVATA

L’iniziativa

La storia di Aura, la solidarietà del festival Un’associazione per realizzare progetti mirati in diversi settori no-profit L’associazione sociale del Giffoni film festival, Aura, è presieduta da Alfonsina Novellino, moglie del patron della manifestazione, Claudio Gubitosi. Ma come nasce Aura?

La data

Che serata il 16 luglio

di ALFONSINA NOVELLINO

Sabato 16 luglio «Night for Aura», melodie napoletane con Angelica Sepe, cabaret di Enzo Costanza ed altro. Premio Aura-Giffoni 2011 al professor Giuseppe Profiti presidente dell’Ospedale Pediatrico Bambin Gesù.

La storia di Aura, il sociale del Gff, inizia il 20 novembre 2004. Mi sono da sempre resa conto che la realtà che ci circonda racchiude in sé mille sfaccettature diverse - racconta la Novellino - e non è fatta solo di benessere, successo e ricchezza, ma anche di sofferenza, di emarginazione, di solitudine e povertà.

Supplemento al ©

Distribuito con il Corriere della Sera non vendibile separatamente

Marco Demarco direttore responsabile Maddalena Tulanti vicedirettore Francesco Durante redattore capo redazione campana

Carmine Festa redattore capo centrale Editoriale del Mezzogiorno s.r.l Ernesto Cesàro presidente Nicola Putignano vicepresidente Giorgio Fiore amministratore delegato

Ed è per questo che ho dato vita a questa bretella del Gff, che ha l’obiettivo di sviluppare e sostenere al meglio le iniziative del Giffoni film festival e realizzare progetti mirati in diversi settori no-profit e di utilità sociale, come l’assistenza sociale, la promozione di eventi culturali, lo sviluppo di campagne nazionali ed internazionali, la beneficenza, progetti a favore di minori a rischio e tanto altro ancora. Tanti i progetti finora realizzati: dalle giornate di cinema interamente dedicate ai ragazzi di Scampia alle visite in diverse case di riposo, dall’organizzazione di convegni medici in collaborazione con le Asl locali alle

Sede legale: Vico II S. Nicola alla Dogana, 9 80133 Napoli - Tel: 081.7602001 Fax: 081.58.02.779 Reg. Trib. Napoli n. 4881 del 17/6/1997 © Copyright Editoriale del Mezzogiorno s.r.l. Tutti i diritti sono riservati. Nessu-

na parte di questo quotidiano può essere riprodotta con mezzi grafici, meccanici, elettronici o digitali. Ogni violazione sarà perseguita a norma di legge. Stampa: Sedit Servizi Editoriali srl Via delle Orchidee, 1 - 70026 Z. I. Modugno - Bari - Tel. 080.585.74.39

giornate di animazione nei reparti pediatrici degli ospedali della provincia di Salerno. Nel 2005, Aura ha realizzato un reportage sulle storie di bambini affetti da una rara malattia. Dal 2006, invece, si sta lavorando ad una iniziativa di rilievo internazionale: Aura Pro Africa. Il progetto vede impegnata l'associazione e i frati cappuccini di Giffoni Valle Piana in una serie di attività a favore dei ragazzi della Repubblica Democratica del Congo. E, ancora, abbiamo realizzato lo scorso anno un’antologia di contributi di firme prestigiose della politica, della medicina, della comunicazione, della letteratura, dell’arte e dello spettacolo,

Rcs Produzioni spa. Via Ciamarra, 351 - 00169 - Roma Tel. 06. 68.82.8917 Sped. in A.P. - 45% - Art.2 comma 20/B Legge 662/96 - Filiale di Napoli Diffusione: m-dis Distribuzione Media Spa - Via Rizzoli, 2- 20132 Milano - Tel. 02.25821

Pubblicità: Rcs Pubblicità, Vico II San Nicola alla Dogana, 9 - 80133 Napoli Tel. 081.497.77.11 Fax 081. 497.77.12 Tariffe pubblicitarie (più IVA) - a modulo: Finanziaria € 142; Politica € 80 - €

che si sono cimentati sull’"Amore" in tutte le sue forme e che ha visto la partecipazione, tra gli altri, del Cardinale Crescenzio Sepe. A giugno dello scorso anno, poi, una delegazione di medici e noi di Aura siamo partiti alla volta dell'Albania per sostenere il progetto "Aiutiamo le aquile a volare", mentre nel corso della quarantesima edizione del Gff abbiamo ospitato una delegazione di ragazzi palestinesi e brasiliani arrivati direttamente da Rocinha, la più grande favela del Sud America e abbiamo organizzato una giornata per i ragazzi diversamente abili della Cooperativa Sanatrix Nuovo Elaion di Eboli».

110 colore; Legale sentenze € 142; Ricerche di personale € 100; Commerciale € 104; Occasionale € 129; Posizione prestabilita più 20%; Ultima pagina più 25%

Proprietà del Marchio: ©

RCS Quotidiani S.p.A. Distribuito con il Direttore responsabile: Ferruccio de Bortoli


13

Corriere del Mezzogiorno Lunedì 11 Luglio 2011

NA

Partecipazione Anche i partner del festival hanno voluto creare eventi dedicati ai piccoli

Belle iniziative «sponsorizzate» Dai laboratori ecologici alle crociere tematiche, ecco le novità (tutte pensate per i ragazzi) che caratterizzeranno il Giffoni film festival

P

er questa nuova edizione del Giffoni film festival anche gli sponsor hanno voluto organizzare delle belle iniziative dedicate ai più giovani.

Alitalia La Compagnia di bandiera arriva al festival in qualità di Official carrier, sempre con l’intento di rappresentare nel mondo lo stile e l’eccellenza italiana attraverso l’espressione creativa. Per questo Alitalia ha scelto il cinema contemporaneo per promuovere l’immagine di azienda innovativa e moderna e, allo stesso tempo, ricca di tradizione e di grande riconoscibilità in tutto il mondo. Grazie ai suoi nuovi collegamenti (Salerno, Roma e Milano), attivi da dicembre, la compagnia sarà il vettore di riferimento per tutti gli ospiti che dovranno raggiungere il Giffoni film festival. Cucine Arrex Nella Cittadella di Valle Piana, Arrex Le Cucine inizia il suo viaggio nella kermesse campana, con tante iniziative e attività rivolte ai ragazzi (e non solo). Due i punti espositivi, uno più ludico con una cucine interamente funzionante, all’interno del Villaggio Giffoni, l’altro puramente espositivo, nella zona dedicata al buffet serale. Arrex Le Cucine condivide la filosofia Giffoni,

L’immagine della nave da criciera «Msc Splendida» che salperà nelle acque del Meditterano portando con se alcuni fortunati ragazzi del Giffoni film festival

giurie, alle star, al pubblico. Il link tra Chupa Chups e il festival del cinema per ragazzi dura da 11 anni e anche quest’anno sarà presente nelle attività di ogni giorno grazie all’originale laccetto porta-badge nel quale inserire l’esclusivo pass dell’evento. Dixan per la scuola Gli alunni vincitori dell’undicesima edizione di Dixan per la scuola saranno ospitati a Giffoni Valle Piana come ospiti d’onore della serata di premiazione a loro dedicata. Durante la serata di domenica (17 luglio) infatti il Giardino degli Aranci si vestirà dei colori vivaci del mondo dei più piccoli. Sul palcoscenico verrà rappresentato uno spettacolo a metà tra il teatrale e la rappresentazione video che metterà in luce i problemi legati alle diverse tematiche dell’energia e le soluzioni fantasiose trovate dai nostri fedeli alunni. Un vero e proprio telegiornale energetico pieno di spunti, idee fantasiose e bizzarre per un futuro più sicuro e rinnovabile. Erreplast e Sri per l’ambiente Si consolida la partnership tra Erreplast e Sri con Giffoni Experience. Le due aziende campane, leader nei sistemi di valorizzazione dei rifiuti da imballaggio, saranno presenti, per il secondo anno consecutivo, alla Cittadella del Cinema.

e sostiene il progetto diffondendo l’esperienza anche nella propria regione (Friuli Venezia Giulia), dove è già in programma un gemellaggio, patrocinato da Claudio Gubitosi, con la città di Sacile, dove si creerà un Festival in «miniatura». Banca della Campania Un sodalizio che continua ormai da 6 anni. Anche per il 2011 Banca della Campania ha realizzato la «Giffoni film card», la carta di credito con l’immagine del Giffoni Experience disponibile per il pubblico. Inoltre assegnerà il Grifone di Cristallo al miglior film della sezione Generator +16, selezionato da una giuria composta da personalità di spicco del tessuto politico, istituzionale ed artistico della Campania.

Coca Cola porta al Festival di Giffoni Valle Piana «Un impatto da contenere», mostra itinerante e interattiva dedicata al tema del riciclo e della raccolta differenziata, rivolta ai ragazzi e ai loro genitori

Fila Giotto Anche quest’anno Fila stimola la creatività di giurati e ospiti con laboratori ed iniziative ideate per il pubblico di tutte le età. Tema di quest’anno del festival è Link, legame, collegamento, relazione tra il mondo del cinema e quello dei ragazzi. E Fila ne ha creati diversi di link con i giovani per animare le giornate a Giffoni, ma non solo. Per l’occasione propone il concorso LinkCipit. Crea una storia che Fila». Altro premio speciale quello «Giotto super be be». La

Lecca lecca per i piccoli, caffè per i più grandi

Consorzio Imballaggi Alluminio La partecipazione di CiAl al Festival prevede diverse iniziative e occasioni di incontro, tutte dedicate alla tutela dell’ambiente e in particolar modo al riciclo dell’alluminio. Ci sarà, tra l’altro, una giuria ambiente e un premio Grifone di Alluminio per il miglior film con tematiche ambientali;e ancora un mega pannello di lattine, e la consegna della bicicletta realizzata con 800 lattine di bevande. Coca Cola Coca Cola Hbc Italia rinnova anche quest’anno l’eco-partnership con Giffoni Experience, e lo fa con «Un impatto da contenere», mostra itinerante e interattiva dedicata al tema del riciclo e della raccolta differenziata, rivolta ai ragazzi e ai loro genitori. Chupa chups Chupa Chups arriva al Giffoni per portare la giusta dose di energia ai bimbi delle

Da sinistra, una coloratissima festa Chupa chups e un frame dal celebre spot del caffè interpretato da Gigi Proietti

Alitalia ha scelto il cinema contemporaneo per promuovere l’immagine di azienda innovativa e moderna e, allo stesso tempo, ricca di tradizione e di grande riconoscibilità in tutto il mondo. Grazie ai suoi nuovi collegamenti -Salerno, Roma e Milano-, sarà il vettore di riferimento per gli ospiti del GFF

giuria dei piccoli cinefili, Elements+3, giudicherà i corti selezionati dalla direzione artistica del Festival e premierà quello più bello, quello che li ha fatti ridere di più o che semplicemente gli è piaciuto di più. E ancora, con il Filangolo ci sarà uno spazio permanente all’interno del Giffoni Village dove giurati e non, potranno giocare, imparare, conoscere, scambiare pareri e creare importanti link utilizzando tutti i prodotti Fila grazie a un «palinsesto» di attività coordinate da animatori ed educatori. Con la «Caccia al Link» tutti i giorni al Filangolo, dalle 18 in poi, i ragazzi ospiti di Giffoni possono dedicarsi a una divertentissima caccia al tesoro. Kimbo Dopo aver marcato il campo nel 2010 allestendo al Festival una postazione per la degustazione del caffè, Kimbo torna quest’anno a Giffoni in qualità di sponsor principale con una serie di iniziative che mirano da un lato ad attivare il link tra l’azienda e il Festival, dall’altro a lasciare un segno

concreto per i cittadini e il territorio. Con il Kimbo Lab i ragazzi avranno un vero e proprio eco-laboratorio creativo, accessibile tutti i giorni della manifestazione (11-21 luglio 2011) dalle 11 alle 13 e dalle 17 alle 22. Qui i giovani giurati, gli ospiti vip e tutti gli spettatori grandi e piccoli potranno dare sfogo alla propria creatività, ridando vita a quei materiali che hanno fatto parte della catena di produzione Kimbo. In più d’intesa con il direttore del Festival Claudio Gubitosi, ed il Presidente Carlo Andria, Kimbo donerà alla Città di Giffoni un parco giochi composto di cinque giostre per bambini. Msc Crociere Al Giffoni anche Msc propone una bella iniziativa consentendo di aprire un fronte di attività nuovo ed affascinante, la prima Giffoni Cruise. Si tratta di una crociera tematica nel Mediterraneo che consentirà a tutti gli ospiti di rivivere, in un contesto particolare ed unico come la Msc Splendida, una nuova modalità di Giffoni Experience. Morconia print La comunicazione strategica, dall’individuo all’impresa, riveste un’importanza quanto mai significativa in una società in cui la rete, le connessioni, i link non sono più solo le strade su cui viaggiano idee, emozioni, rappresentazioni, ma esse stesse diventano i luoghi dell'essere e del fare Sabox formaperta L’edizione 2011 del Giffoni conferma, dopo l’edizione del 2010, il legame del festival cinematografico dedicato ai ragazzi con un materiale riciclato, riciclabile e sostenibile. Ci sarà infatti una realizzazione innovativa ed ecologica, capace di trasmettere una nuova concezione del riciclo, destinato alla realizzazione di arredi, nuovi oggetti di design e allestimenti: la seconda vita del cartone. Per il Giffoni film festival 2011 Formaperta ha creato arredi e scenografie per tutti i luoghi sensibili della manifestazione, dalla sala stampa alla sala conferenze e la sala lounge, dalla sala Truffaut, alla sala Sordi e la Master Class fino al prestigioso photo call per la passerella del red carpet, oltre all’allestimento del Giffoni Village.

Raffaele Nespoli © RIPRODUZIONE RISERVATA


14

LunedĂŹ 11 Luglio 2011 Corriere del Mezzogiorno

NA

Scatti Il successo di un’iniziativa vincente attraverso le foto

Una storia di 41 anni

De Niro, il mito Robert De Niro, ricevuto dal patron Claudio Gubitosi negli anni Settanta

Danny, che vita Danny De Vito, attore comico noto a grandi e piccini

Katy Katy Bathes, una della attrici piĂš festeggiate dai ragazzi al Giffoni film festival, al quale ha recentemente preso parte


15

Corriere del Mezzogiorno Lunedì 11 Luglio 2011

NA

Maestro Truffaut François Truffaut, maestro del cinema, a Giffoni

Meryl, una regina a Giffoni Meryl Streep, regina fra le attrici internazionali, è stata fra le star più amate del Giffoni film festival

Registi impegnati, testimonial e attrici sexy In alto, il grande regista sociale Ken Loach e l’attore John Voight, quest’ultimo testimonial del Gff anche all’estero. Sotto, Meg Ryan, recentemente al festival, ed Eva Mendes, una fra le attrici più sexy approdate a Giffoni

Sexy Jessica

Frizzante Juliette, fascinosa Claire

Jessica Biel, fra le più sexy dello star-system

Juliette Lewis, sin da giovanissima attrice di successo internazionale. Non per questo, però, ha perso di freschezza. Piace moltissimo ai ragazzi. Sotto, la bella Claire Danes


16 NA

LunedĂŹ 11 Luglio 2011 Corriere del Mezzogiorno

GFF 2011 - Speciale del Corriere del Mezzogiorno  

Lo speciale della 41esima edizione del Giffoni Film Festival

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you