Page 1

i-greece-U la guida essenziale per la Grecia

Summer Edition 2019 | issue #1

Elafonissos la sabbia infinita

Assos Serenate della vecchia Grecia

Donoussa il blues dell’Egeo | Intrevista «Ouzo amaro e canella ateniese» | Kalamata La festosa città della danza e delle olive | Karpathos come… «Pathos» | Santorini l’ isola dei sei sensi | Prossima Fermata Grecia Nord


Santorini Villas Vourvoulos Santorini R e s e r vat i o n : + 3 0 6946 24 30 71 | 2286 023566

santorinivillas.gr


i-greece-U

Summer Edition 2019 | issue #1

editoriale

Staff Eccola nelle vostre mani la prima pubblicazione di “i-greece-U”. Titolo semplice, che vuole rinfrescarvi con la fresca e magica aria estiva della Grecia. Il nostro team, composto di giornalisti, fotografi, designers e curatori - tutti veri viaggiatori - ha lavorato su questo progetto con il motivo di narrare il panoroma della cultura greca all’amico italiano.

La Grecia sta cambiando. Registra nel 2019 un forte segnale d’ un sviluppo turistico. Aeroporti rinnovati, velocissime rotte marittime, collegamenti terreni attraverso autostrade che collegano l’entroterra greca. I prodotti greci ottengono per la prima volta la certificazione di genuinità e arrivano freschi a tavola. Beh... Piu moderna che mai ed al picco turistico tuttavia, la Grecia mantiene le immagini che davano i libri di Henry Miller e di Gabriele D’Annunzio. Il viaggiatore italiano, oltre alla tipica ospitalita’ greca, incontrera’ tutto quello che spera. Sicuramente con quasi 14 mila km di costa da esplorare trovera’ la sua meta preferita.

Direttrice Responsabile Kallisto Gounari

Redazione

Chryssa Ravani, Irene Fostiropoulou, Dimitris Plemmenos, Olia Pagoni, Stelios Xenikalakis, Dimitris Moutafidis, Roula Konstantopoulou, Maria Fotopoulou.

Fotografi

Katerina-Eleonora Rassia, Stelios Kritikakis, Manolis Varouhas, Giorgos Kouvaris

Progetto Grafico - Atelier

Manina Dourali, facebook: Groovy GraphX

Curatori Editoriali

Pasquale Marzotta, Antonio Braio, Anna Prisco-Rascato

Area annuncio INTERAD A.E.

Copyright i-greece-U www.i-greece-u.com Contatto: contact@i-greece-u.com

Stampa

Grafisystem Via dei Gladioli N.6 - Lotto A/3 Modugno 70026 Bari Italia grafisystem.it

Il speciale sarà distribuito a titolo gratuito con La Gazzetta del Mezzogiorno

E questa e’ una promessa!

Kallisto Gounari

Copertina

Sikinos Sunset, foto di Katerina Eleonora Rassia - kaeler photography

4 Caro Diario: Un luogo da amare, Simos Camping nell’ isola di Elafonissos____________ 5 Secreto: Assos, serenate della vecchia Grecia ______________________________ 6 Naxos: La più grande isola delle Cicladi ________________________________ 7 City Break: Kalamata, la festosa città della danza e delle olive_____________ 12 Road Trip: Olympia Odos, senza dubbio l’ autostrada più affascinante ______ 14 Prossima Fermata: Grecia Nord ___________________________________ 16 Santorini: L’ isola dei sei sensi _____________________________________ 18 Pesonaggio: Patrizio Nissirio, οuzo amaro e canella ateniese _____________ 22 Backpacker: Donoussa, il blues dell’ Egeo _____________________________24 Karpathos: Come… «Pathos» __________________________________________ 26 Ios: L’ amante che non ti annoia mai ______________________________________ 28 Editor’s Choice: Archipelago _______________________________________________ 30

Esperienza Naturale: Sui “passi” di Balos, a Creta_____________________________________

i-greece-U

3


Naturale

esperienza

*Balos e anche un nome di una danza di creta

Sui “passi” di

Balos Creta *

Alla scoperta della meravigliosa laguna di Creta L’odore di zolfo è ben percepibile. Un vero miracolo della natura. Annoverata ogni anno tra le mete turistiche più popolari. Si parla della meravigliosa Laguna di Balos, ma Balos è quello che vedi, niente di più. Noi non intendiamo descrivere la bellezza di questo luogo, ma ci limiteremo a fornirvi alcune preziose informazioni utili a goderne al meglio. Di Kallisto Gounari Foto: Manolis Varouhas

S

e ti trovi in questa zona di Creta, devi visitare questo posto unico al mondo. La prefettura di Chania conosce bene le potenzialità turistiche della Laguna del lato nord-ovest ed organizza visite guidate con partenza da diversi punti dell’isola. Si effettuano escursioni in barca e 2 escursioni a piedi, una per amatori e una per esperti di trekking. Scegliendo la soluzione amatoriale bisogna guidare per 7 km, circa 40 minuti, su una strada sterrata, pagando un ingresso di € 1 a persona. L’ultimo chilometro si percorre a piedi. E questa è la parte più bella: sarà un’esperienza unica in quanto la vista dalla discesa è mozzafiato.

Le foto non rendono giustizia allo spettacolo offerto dalla natura. A differenza di quanto si creda, non è il tramonto il momento migliore della giornata, per visitare Balos: è, infatti, a mezzogiorno che i raggi del sole cadono perpendicolari e i colori si presentano in tutta la loro maestosità. Non temere il caldo: l’acqua della laguna ti offrirà il refrigerio di cui hai bisogno. Come per tutte le destinazioni turistiche, cosi anche per Balos, si consiglia di visitarla “fuori stagione”, da Ottobre a Maggio, in modo tale da poter godere della meravigliosa spiaggia di sabbia e conchiglie, lontano dalla calca estiva.

La laguna marina di Βalos si trova nei pressi del bellissimo Akrotiri di Gramvousa, vicino alla città di Kissamos nella prefettura di Chania. I traghetti partono quotidianamente dal porto di Chania, con tariffe a partire da 25€.

4

i-greece-U

To Mikio Mikio in cretese significa piccolo.

In effetti, in un pittoresco stretto viale di Chania, il piccolo “Mikio” ha solo pochi tavoli sempre pieni e una carina terrazza! Ma ha porzioni enormi e lo confermano le numerose recensioni. Giorgia, la simpaticissima propietaria e l’anima del ristorante, si assicura personalmente della freschezza dei prodotti e nelle quantità. Ad esempio, se siete 2 persone, la varietà di carne che vi delizierà sarà per 4! T: (+30)694 586 1641 i: Skoufon 24, Chania facebook: To Mikio


Caro

Diario

Un luogo da amare: nell’isola di Elafonissos Un’ esperienza di vita Era l’estate del 2007, la sabia esotica dava l’aria di trovarsi nel deserto ed effettivamente lo era! Eravamo a Simos. Diventammo ben presto amici di quel luogo. Di i-greece-U Team

N

essuno sospetterebbe che questo vasto paesaggio, al di là delle ombreggiate dune sabbiose, ospiti una vera e propria oasi dotata di ogni comfort. Il Simos Camping, forte della reputazione di Campeggio più bello del paese, rappresenta di per sé stesso un validissimo motive per visitare l’isola. Simos Camping è cresciuto con noi. Ricco di alberi e lussureggiante vegetazione, ha conquistato il favore dei suoi visitatori, come ampiamente dimostrato dalle numerose recensioni positive. Ciò nonostante è rimasto ai “confine turistici” dell’isola, fedele ai nostri ricordi giovanili.

Una volta giunto il momento di andar via, sarà come aver conosciuto l’intera isola. Imperdibili le acque azzurro-verdi della spiaggia, un ambiente naturale unico e pittoresco.

Nel dettaglio:

“Il Simos Camping si trova a soli 50 metri da una delle spiagge più belle del Mediterraneo” Luminoso, posto all’interno di una meravigliosa area protetta, offre spiagge magnifiche, con il loro mare smeraldo, la sabbia bianca e le dune dorate alte fino a dieci metri. Non programmare il tuo ritorno: Simos Camping è il posto perfetto dove rilassarsi e liberarsi dalle cattive abitudini della vita quotidiana. Il paese principale, Elafonisso, è pulito, accogliente, con ampie zona d’ombra. La parola d’ordine è il rispetto, nei confronti dell’ambiente e dei visitatori

Come Arrivarci:

Barca, ogni 30 minuti da Neapoli ed Elafonissos / 5€ a persona T: (+30) tel: +30 27340 22 672 i: simoscamping.gr

i-greece-U

5


Secreto

Assos

Serenata della vecchia Grecia Se crediamo che i nomi non siano casuali, il villaggio di pescatori sul mare di 90 residenti potrebbe per definizione essere l’asso di Cefalonia!

Di Chryssa Ravani Foto: i-greece-U

A

forma di anfiteatro, sul punto più stretto della penisola di Erissos e dotato di un paesaggio di eccezionale bellezza. Insieme alla sua eredità di isola ionica protetta, con le sue case che affondano all’ombra di pini e cipressi che toccano le acque turchesi del mare, giustifica pienamente il suo nome. Nonostante sia bella e molto vicina alla famosa spiaggia di Myrtos, Assos, a differenza della turistica Fiscardo, mantiene un profilo basso. Nelle poche taverne, perfettamente armonizzate con la sua immagine scenica, troverai pesce fresco, preparato con le ricette tipiche di Cefalonia e bottiglie di vino Robola a buon prezzo. Mentre camminate, vi consigliamo di andare alla ricerca delle benedizioni delle vecchie famiglie nobili registrate nel Libro d’Oro del 1799. Concludete con una passeggiata notturna intorno al porto o sedete in un cantuccio appartato. Sicuramente avrete modo di ascoltare una serenata cantata da un giovane innamorato. Sul lato opposto, è situata la fortezza di Cefalonia, comodamente raggiungibile a piedi. Costruito nel 16 ° secolo, durante la prima dominazione veneziana, con un’eccellente architettura militare e un’immagine possente, ancora oggi fa sfoggio dei retaggi dell’antica gloria. Trascorri un pomeriggio sul sentiero tortuoso. A parte i resti malinconici, Assos sembra impressionante da lì, così come lo Ionio.

6

i-greece-U

La bella taverna Anait (così si chiama la sua proprietaria) attirerà facilmente la tua attenzione. Si trova vicino al mare e ha una vista incredibile! Tradizionale, pittoresca, adatta alle famiglie e con molti piatti deliziosi offre una buona esperienza.Troverete sapori greci e mediterranei di qualità, in un ambiente amichevole. Si consiglia di provare pesce fresco e vini locali a dei prezzi convenienti. Presente un vasto elenco di famosi cocktail e di aperitivi.

T: (+30) 2674051251


Naxos

la piĂš grande isola delle Cicladi

i-greece-U

7


Ti trovi dinanzi d’ un paradiso cosi fertile che risulta quasi autosufficiente, è qualcosa di veramente speciale. di Dimitris Moutafidis foto: i-greece-U

L’arrivo a Naxos

N

axos si presenta cosi, con la sua antica Portara - l’imponente porta di marmo cui da risultare il logo di National Geographic - e la vista di un delizioso castello medievale sopra la città. In quest’ angolo del Mar Egeo troverai veramente di tutto: rovine di tutte le epoche, un sacco di storia, gente amichevole, paesaggi incantevoli e del cibo meraviglioso. Oltrepassando l’onnipresente profumo di mare e arrivando all’interno dell’isola, troverete borghi medioevali isolati, non toccati dal tempo, come Tripodes, Filoti, Halki e Apeiranthos, che vi invitano ad esplorare la loro bellezza. Vallate verdi, monasteri abbandonati e chiese venerabili davanti ad alte torri come la Torre di Bazeos (un monastero della Croce Vera. Tantissime le attività culturali, come il Festival di Naxos (ogni anno a luglioagosto) e, quasi banalmente, ancora più numerose le spiagge: i meravigliosi tappeti sabbiosi di Naxos ti regaleranno una vacanza da sogno. Infine, è importante ricordare la cospicua presenza di siti di interesse archeologicoculturale, dominati da giganteschi Kouroi - statue di uomini giovani - sdraiati allo scoperto.

8

i-greece-U

Cosa fare a Naxos I Kouroi

Le sculture più imponenti di Naxos sono le colossali statue di giovani uomini - da cui deriva il nome arcaico di Kouros. Poste a riposo per secoli nello stesso punto, uno affacciato sulla costa di Apollona, l’altro in un giardino a Melanes, sembrano attendere ancora che i loro creatori vengano a finire il lavoro. Di gran lunga una delle attrazioni più popolari dell’isola

La Hora di Naxos

Tracce di moltissime civiltà passate Tracce di moltissime civiltà passate arricchiscono la città principale dell’isola, la più importante delle quali è la gigantesca Portara, che rappresenta tutto ciò che rimane di un enorme tempio dedicato ad Apollo, mai completato! La Hoa di Naxos sfoggia l’eredità dei nobili Veneziani e dei Franchi che conquistarono le isole greche come bottino di guerra durante la Quarta Crociata. Cammina attraverso i vicoli stretti nella parte più antica della città fino alla fortezza e penserai di essere tornato nel Medioevo! Di ritorno sul lungomare, invece del solito caffè, potresti provare un kitro, liquore tipico di Naxos a base di agrumi.


Creta tra le montagne di Naxos

Sono passati più di dieci secoli senza modifiche sostanziali alle case di Apeiranthos (o T’Aperathou), ma anche alle strade acciottolate, agli accenti e i costumi e le abitudini quotidiane. In questo gioiello tra i villaggi di montagna dell’isola, i locali parlano ancora il greco nell’idioma dei loro antenati cretesi, stabilitisi nel villaggio secoli fa. Meraviglie locali d’altri tempi, i vicoli lastricati di marmo, gli archi, le torri veneziane e le case di pietra a due piani. Ma tu, da vero Naxiotis (uno nato sull’isola) ormai, sai sederti in uno dei vecchi kafeneion e gustare un po’ di questa civiltà incontaminata.

Un’avventura culinaria

Naxos diventerà la patria adottiva dei buongustai! I suoi straordinari prodotti locali ne fanno un tesoro sconosciuto per i viaggiatori. La prima cosa da provare, i formaggi di Naxos, molto apprezzati dai greci, come la graviera (simile alla groviera), il kefalotiri, chiamato arseniko (maschile). Da non perdere le patate, preferibilmente fritte: il loro gusto e la loro consistenza superlativa provengono dal terreno sabbioso dell’isola, ricco di potassio. Per terminare il pasto, niente meglio di un bicchiere di kitro, un liquore distillato dalle foglie del cedro (citrus medica), disponibile in tre versioni, verde, giallo e trasparente. *Dimitris Moutafidis Fondatore e Direttore delle Vendite della agenzia Be a Greek www.beagreek.com

Miele e Cannella

Questo locale, nascosto in una collina della Chora, all’entrata settentrionale del Castello, è uno dei luoghi più accoglienti e lo capirai una volta che lo visiterai. Il suo nome significa Miele e Cannella. Nel bellissimo cortile godrete di dolci fatti a mano, snack raffinati e fantastici cocktail! Qui si respira aria artistica poiché nel 1900 l’edificio era la residenza del poeta della famiglia propietaria Kioulafis. Un ambiente magico e amichevole che accoglie turisti americani e non solo durante tutto l’anno, anche a Natale!

www.melikaikanela.com (+30) 2285026565 Pradouna Naxos i-greece-U

9


bar Naxos

Indubbiamente la terrazza più bella di Naxia Chora. Atmosfera estiva e vista sul porto, un ambiente elegante e minimal con musica lounge: il Βar 5 20, posto all’interno del Vecchio Mercato della Chora di Naxos, ci sorprenderà quest’anno! Nuovi cocktail aromatici e originali, serviti nel guscio di fantastiche conchiglie! Dotata di una modernissima cucina “a vista”, vi darà l’opportunità di vedere coi vostri occhi lo chef all’opera. Menù ricchissimo e a buon prezzo. Tutti i prodotti utilizzati da 5 20 sono assolutamente “Made in Greece”! Anche qui avrete a disposizione 520 modi diversi per soddisfare tutte le vostre esigenze, dal caffè mattutino al dessert a cena!

520 Bar - Naxos

T: (+30) 2285 027271 Facebook: 520 cocktail bar restaurant


Giannis Taverna

Yannis Tavern

Un nuovo ritrovo possiamo trovare nella campagna di Naxos! La Taverna Yannis con un’autentica cucina greca, basata sulle ricette tradizionali di Naxos. Tutte le carni sono di allevamenti scelti con grande cura e attenzione dal Monte Naxos e con verdure direttamente prese dall’orto accanto per poter servire dei piatti genuini e freschi. Consigliamo la varietà di carni. un ricco menu di antipasti. tutto accompagnato di sera da una allegra festa con musica e violini. La sua cucina basata su ricette tradizionali con ingredienti locali in una versione più moderna soddisferà i tuoi gusti.

Nella deliziosa frazione di Halki, la Taverna Giannis è una vera esperienza cicladica che completa il pittoresco quadro della piazza, sotto il fresco del platano, regalando un ambiente spettacolare anche di notte!. È quello che si chiede durante una vacanza a Naxos. I menu offrono un buon rapporto qualità-prezzo in quanto le porzioni sono di qualità ed abbondanti tutto accompagnato dall’amore , la passione per il buon cibo e l’esperienza del signor Yannis Vamvakopoulos. L’elenco offre molte opzioni, ma si consiglia carne cotta con mirtilli rossi.

Info: T.: (+30) 2285033023 Halki, Naxos Facebook: Giannis Tavernanistavern.gr

Info: T.: (+30) 2285032294 Damalas, 2 klm dal Halki, di fronte Shell, Naxos, yannistavern.gr


Break

City

Kalamata La festosa città della danza e delle olive All’ombra del monte Taigeto, alle spalle del Golfo di Messenia, Kalamata attende i visitatori durante tutto l’anno per una bellissima esperienza di viaggio. E’ la terra dell’eccellente olio d’oliva che l’ha resa celebre in tutto il mondo. Di Dimitris Plemmenos Foto: Stelios Kritikakis

L

a splendida capitale di Messinia si estende lungo un litorale sabbioso di 3 km. Ricca di taverne, caffè e viali nascosti, è il luogo ideale per accogliere i visitatori di tutte le età, in qualsiasi periodo dell’anno. Posta in posizione strategica, in pochi minuti consente di godere sia delle sue acque di cristallo che delle montagne lì attorno. A pochi kilometri ad est si trovano i villaggi di Mani e verso ovest le bellezze di Pylos e Triphylia, dove è possibile effettuare magnifiche escursioni. Immancabile è la visita all’affascinante sito dell’ Antica Messinia, situato a 36 km dalla città, nei pressi dell’aeroporto. Per gli amanti della storia locale, un tour per rivivere gli eventi della rivoluzione greca iniziati da Kalamata il 23 marzo 1821 passando per la piccola chiesa storica dei Santi Apostoli, situata nel Centro Storico. Sicuramente un’area ricca di vita notturna tutto l’anno. In virtù del terreno pianeggiante, è possibile esplorare la città di Kalamata comodamente a piedi o in bicicletta, dal castello alla spiaggia, passando dal centro storico fino alla piazza

12

i-greece-U


centrale e al parco ferroviario. Il castello risale al periodo bizantino, ma la sua forma attuale è in gran parte dovuta alla ricostruzione dei Franchi, fortemente voluta dal principe Geoffrey I ‘Villehardouin nei primi anni del 13° secolo. La città ha alcuni musei, in particolare il Museo Archeologico e la Collezione di costumi greci “Victoria Karelia”. In città c’è anche l’ imponente Dance Hall, di nuova costruzione, che ogni Luglio ospita il Festival Internazionale Di Danza di Kalamata ( kalamatadancefestival.gr) e che vanta

annualmente la partecipazione di noti artisti, spesso provenienti anche dall’Italia.

Come si raggiunge L’aeroporto “Capitano Vassilis Konstantakopoulos” è il gateway internazionale di Messinia. E collegato con più di 25 città europee, tra le quali Bergamo e Pisa. La nuova autostrada garantisce un viaggio comodo e sicuro da e per Atene entro in due ore e mezzo.

Kentrikon

Nel cuore di Kalamata, vicino al municipio, “Kentrikon”, il vecchio refettorio, si distingue per l’architettura e per il mettere in evidenza le tradizioni e i gusti messiniani. Con le sue decorazione d’interni retrò e un verdeggiante giardino di stile architettonico, lo adorerai. Goditi il tuo caffè al mattino nella sua fresca rugiada, a mezzogiorno e alla sera le sue fantastiche prelibatezze con musica dal vivo in una cornice meravigliosa.

Mimis

Mimis Fish Tavern rappresenta da anni l’eccellenza. Lo troverai nel punto più idilliaco del torrente, dove termina la strada di Kitries. Fresco anche nel tardo pomeriggio, offre tavoli vista mare. Perfetto sia per i più romantici, è il paradiso dei buongustai ! La cucina tradizionale mediterranea offre piatti a base di pesce, calamari, polpo alla griglia e stuzzichini, accompagnati da un ottimo olio a produzione familiar. Kitries, tel: 2721058010 Facebook: mimis a Kitries

Artemidos 104, Tel: (+30)2721 086300, i: kentrikonkalamata.gr

i-greece-U

13


Trip

Road

Olympia Odos senza dubbio l’autostrada più affascinante Quante esperienze si possono fare in un percorso di 205 km? La moderna Olympia Odos ha cambiato non solo la strada ma anche gli itinerari di viaggio! Di Olia Pagoni

L

e statitische affermano che la nuova Olympia Odos potrebbe essere votata come uno dei percorsi autostradali più belli del paese. Uno dei progetti autostradali più attesi. Non sarebbe esagerato affermare che la nuova autostrada abbia “svelato” al mondo decine di luoghi e destinazioni lungo il suo percorso. Ma la più grande scommessa che questa ha vinto, riguarda la sicurezza stradale di chi la percorre, la quale risulta facilmente percepibile fin dal primo chilometro, come confermano i premi internazionali derivanti da una netta riduzione degli incidenti stradali su tale tratta. Fin dall’inizio del progetto di concessione, gli incidenti stradali nella zona sono, infatti, diminuiti drasticamente. Le cifre parlano da sole: due incidenti mortali nel 2018

rispetto ai 26 del 2008, incentivano i viaggiatori all’utilizzo dell’autostrada in alternative all’aereo.

“La più grande

scommessa era la sicurezza stradale” Sulla strada

L’amato poeta Pier Paolo Pasolini arrivò in Grecia attraversando un paesaggio arido e tortuoso. Oggi lo stesso percorso è servito da Olympia Odos, lungo la costa che collega la Grecia occidentale con il porto di Patrasso. Questo percorso autostradale

ha aggiunto nuove destinazioni nella mappa greca e internazionale, dando ai viaggiatori, la possibilità di scoprire nuovi luoghi. Una fitta rete di collegamenti, progettata in ossequio ai più recenti standard, tra i quali spiccano i 29 svincoli che garantiscono facile accesso ai siti costieri e montuosi, unendo natura, cultura e divertimento. Di seguito, un breve elenco di soste e destinazioni uniche nel proprio genere, lontane dal turismo di massa. Vale la pena mettersi in viaggio: un test ti convincerà!

Website: www.olympiaodos.gr/en/ Attenzione Clienti: Telefono: +30 22960 95555 (Lunedi-Venredi 08.00-18.00) e-mail: customercare@olympiaoperation.gr

14

i-greece-U


Patrasso

Il Road Trip

Aeroporto di Atene

Corinto

di Olympia Odos

Antica Corinto e Ireon

Ireon deriva dal nome della dea Era. Non sono in molti a conoscere questo posto mistico e sacro: è qui possibile incontrare, su una lontana spiaggia sabbiosa, i resti dell’effige della dea gelosa. Pilastri e pietre sacre ancora oggi dimostrano la dimensione mistagogica del culto mitologico. A poca distanza, è possibile visitare Akrokorinthos, uno dei monumenti più impressionanti della zona.

Uscita 13. Distanza da Patrasso: 127 km. Distanza da Atene: 89km

Teatro Antico di Aigeira

Costruito a 350m di altitudine con vista sul golfo di Corinto, vanta una capienza di 3000 spettatori. I suoi primi riferimenti risalgono ai primi decenni del II sec. a.C. A partire dagli ultimi anni risulta possibile assistere a spettacoli teatrali, concerti, tenuti all’interno del sito archeologico.

Uscita 18. Distanza da Patrasso: 74 km. Distanza da Atene: 150 km

Xylokastro

La tappa migliore per effettuare dei bagni rinfrescanti. La destinazione preferita dalle famiglie e non solo. Le passeggiate partono dalla litoranea, dove durante le notti estive è possibile scegliere tra un’ampia varietà di caffè, cibo e bevande. Puoi esplorare il posto a piedi o in bicicletta. Nella pineta protetta di Pefkia vivono più di ottanta diverse specie di piante.

Uscita 16. Distanza da Patrasso: 94 km. Distanza da Atene: 122 km

Lago Stymfalia

Situato su un altopiano a un’altitudine di 600 metri tra i monti Killini e Olygritos. La leggenda narra che qui, Eracle sconfisse gli uccelli Stinfaliani con l’aiuto della dea Atena. Da non perdere il Stymphalia Environment Museum con il suo acquario aperto ricco di pesci e piante autoctone!

Uscita 16. Distanza da Patrasso: 133 km. Distanza da Atene: 143 km

Note Utili In tutto il percorso autostradale Olympia Odos troverete stazioni di rifornimento e stazioni di ricarica per auto elettriche a Psathopirgos. Cinque stazioni di servizio fornite di parcheggi, WC, telefoni SOS e via dicendo Al contempo, lo staff si prenderà cura dei tuoi bisogni, per assicurarti 7/24 un viaggio comfortevole e sicuro.

OLYMPIA ODOS

Virtual Tour: Assapora il Peloponneso settentrionale attraverso impressionanti panorami, sferici, terrestri e aerei lungo il percorso. L’applicazione offre materiale informativo in inglese, oltre a fotografie.

i-greece-U

15


Prossima Fermata

Nord

Mare é sinonimo di Grecia,ma non sottovalutatene l’entroterra! Fauna selvatica, montagne e valli, paesaggi mozzafiato, sapori unici e prodotti tipici. Scopri l’altro volto del paese, la cultura della Grecia settentrionale, partendo in auto da Salonicco ed Atene.

1 2

Volos Pelion Nord Nella bellissima città costiera di Volos non perdete l’occasione di recarvi presso i famosi ristoranti (Tsipouradika), ricchi di leccornìe (Mezes), rappresentative della cultura del paese. A pochi chilometri da Volos, il monte Pelion, secondo la mitologia casa dei mitici Centauri, creature dal busto umano ed il corpo da cavallo. Chiedete di Makrinitsa, il villaggio più bello della zona! Incantevole tutto l’anno, riunisce a sé il mare e la montagna. AutoGas: 5° km di Autastrada di Larissa-Volos

Paleos Panteleimon di Pieria

Situato ad un’altitudine di 500m., sulle alture del Monte Olimpo, Paleos Panteleimonas è considerato come uno dei borghi più belli della regione, nonchè uno dei migliori esempi di architettura tradizionale Macedone nella Grecia settentrionale. Al Paleos Panteleimon il visitatore gode di una vista mozzafiato sul Golfo di Thermaikos e sulla costa della Pieria meridionale. AutoGas: 1° klm della autostrada di Katerini-Salonicco

Serres

Una volta giunti nella vivace città di Serres, provate il tradizionale dolce “acane” e visitate il meraviglioso lago Kerkini. La prefettura di Serres, la quarta per estensione in Grecia, offre un paessagio naturale ineguagliabile: sorgenti, grotte, canyon, laghi e ruscelli. L’autentico “hamam” turco nel villaggio di Angistros e, naturalmente, il canyon e la grotta di Alistrati, lunga ben 3 chilometri.

4

3

AutoGas: 3° klm di Autostrada Serres-Salonicco

Kavala

La più bella città dell’area settentrionale! Dalle spiagge fino al centro storico sembra essere dipinta a mano. Perdete tra i vicoli acciottolati, perdetevi tra i monumenti turchi ed egiziani fino a Imaret, con le sue 100 torri. Sperimentate sapori e odori,scoprendo questo meraviglioso gioiello ancora misconosciuto al turismo di massa. AutoGas: 2° klm Chrysoupoli-Kavala

Il testo è una citazione da Coral Gas 16

i-greece-U


Come prepararsi per un RoadTrip perfetto I tempi cambiano rapidamente ma il viaggio in auto mantiene inalterato il suo fascino come nel mitico “On the road” di Jack Kerouac. Oggi, naturalmente, l’autista oltre alla ricerca di nuovi posti e nuove terre da scoprire, pianifica il budget, la ricerca delle colonnine per il carburante, le distanze chilometriche e tante altre utili informazioni. Prima di ingranare la marcia, potete visitare la speciale stazione coralgas.gr dove è possible calcolare il consumo di gas in base alla distanza da percorrere, tenendo conto del prezzo espresso in litri. E’ possibile effettuare una ricerca per trovare la stazione di servizio più vicina al luogo di transito oltre, naturalmente, a poter visualizzare l’intera rete delle stazioni Coral Gas! Per quanto riguarda il carburante, non hai motivo di preoccuparti: Coral Gas ha dimostrato di essere la scelta migliore. Con una quota di mercato del 31% nel GPL è l’agenzia n°1 nella distribuzione di GPL in Grecia, come ampiamente confermato dai dati relative alle vendite.

Consiglio La sua fitta rete non ti lascia mai da solo. Coral Gas dispone di più di 320 stazioni Autogas in tutta la Grecia, sia nella rete urbana che autostrade ed extraurbane. Di questi distributori, 97 sono (Shell - Avin - Cyclon) inseriti in reti autonome, 21 sono invece le Aree di Servizio. Per informazioni piu’ dettagliate, potete consultare la mappa costantemente aggiornata sul sito ufficiale.

Coral Gas fa un ulteriore passo in avanti assicurando pienamente al consumatore la qualità del proprio prodotto. E lo fa adottando un sistema integrato di controllo quantitativo e qualitativo del carburante disponibile nelle sue stazioni di servizio. È molto importante sapere che Coral Gas LPG è l’unico distributore con la tracciabilità delle molecole di carburante a livello nazionale, essendo dotato della tecnologia anti-fatica Authentix. Questo aiuta a garantire l’autenticità del carburante, offrendo la massima qualità al consumatore.

Pensieri Ecologici Coral Gas è, inoltre, molto attenta alle problematiche ambientali, riducendo al minimo il suo impatto e applicando all’intera gamma di attività, dalle strutture, al trasporto fino al cliente finale, le normative richieste dalla ISO 9001:2015.

i-greece-U

17


Santorini

L 'isola dei sei sensi

Santorini (Thira). Isola ineguagliabile ed unica, ricca di contrasti, nata da un’antica eruzione vulcanica, domina le Cicladi. Santorini non è solo una vacanza, ma un’esperienza che avvolge i sei sensi. Di Roula Konstantopoulou foto: Giorgos Kouvaris

18

i-greece-U


... Del Tatto:

... Dell’ udito:

... Della vista:

... Del Gusto:

il paesaggio qui è al fuori dei standard delle Cicladi. A Santorini il bianco e il blu sono in armonia con le rocce nere e rosse della terra. Anche le spiagge dell’isola sono in armonia con il suo particolare carattere vulcanico con sabbia nera, rossa e bianca di Kamari e Vlihada vi permetterà di nuotare in uno scenario unico nel suo genere. i romantici tramonti nella Caldera, i tradizionali villaggi imbiancati, la tipica architettura dell’Egeo a picco sulla scogliera. La famosa Oia, - il più antico tra gli insediamenti Greci giunti fino a noi- lungo la Caldera, scavata profondamente nella roccia lavica, il tutto irradiato dai raggi del sole che le conferiscono l’aspetto di un’opera d’arte.

... Del olfatto:

sulle terrazze nere a gradini, costruite in pietra lavica, i muri di pietra marrone, i vicoli lastricati e le case bianche con le finestre blu del portico. La maggior parte dei villaggi è collegata tra di loro da una rete di sentieri che passano tra vasti vigneti, villaggi e antiche dimore in un percorso senza tempo. E’ qui che avrai modo di assaporare il profumo dalla vecchia, autentica Santorini.

a parte la capitale Fira, con la sua magnifica vista sull’isola di Nea Kameni, meritano una menzione particolare anche gli altri villaggi di Santorini: la torre medievale, Karterades, Emborios, Ammoudi, Perissa, Perivolos, Megalohori, Kamari, Messaria, Monolithos, Imerovigli, il silenzio di Finikia, poco distante da Oia, con la sua Fiera di Matron, nel mese di ottobre. il vino è parte integrante della cultura di Santorini. Le antiche tecniche di coltivazione sono tramandate da migliaia di anni: i vigneti si sviluppano in un ecosistema unico, e vengono coltivati utilizzando una tecnica di potatura unica al mondo, la cui storia è ricca di aneddoti popolari . Prova la varietà Assyrtiko, ricca di intensi aromi pietrosi vulcanici che giungono dale radici al tuo bicchiere, o il dolce “Vinsanto” di fama internazionale (con Asyrtiko e Aidani), col suo tipico aroma di frutta secca e caramellata. L’isola è eccezionalmente ben organizzata con molte cantine, alcune delle quali sono anche musei. Gatronomicamente, sia i ristoranti gourmet di Santorini che le taverne servono prodotti locali come melanzane bianche, pomodori, fave, capperi,

i-greece-U

19


gramada, cetrioli e formaggio verde. Da provare anche i famosi “morsi” di pomodoro e la salsiccia di Santorini!

Sesto senso:

anni. A causa della cenere dell’eruzione del vulcano, i reperti si sono conservati in maniera eccellente: una seconda Pompei!

Sali sui castelli dell’isola e osserva il blu infinito del Mar Egeo. Goditi la vista dall’antica Thira a un’altitudine di 369 m., in posizione strategica per i coloni di Sparta all’inizio dell’VIII secolo a.C. è proprio dalla Dea Spartana Thira, che trae originel’attuale nome dell’isola.

Informazioni privilegiate:

Il periodo migliore per godersi Santorini è al di fuori della stagione turistica

“Sali i castelli

dell’isola e osserva il blu infinito del Mar Egeo” Nel suggestivo sito archeologico di Akrotiri avrai modo di vedere. Si dice che è la più antica civiltà mediterranea, rimasta sepolta dalla lava per 3.400

Santorini tips

Di Irene Fostiropoulou

DA DORMIRE Anemi Villas

Il fantastico hotel grotta Anemi Villas a Oia, combina l’architettura unica della grotta ai più moderni standard in termini di comfort. La decorazione interna riflette questo mix unico e intrigante, facendoti sentire a tuo agio in un ambiente amichevole. Cerca su Anemi Travel per conoscere ulteriori informazioni riguardo quest’isola.

T: (+30) 6939226565 www.anemivillas.com

Santorini Villas

Santorini Villas, situato in un edificio del 1547nel villaggio di Vourvoulos, a 2,5 km dalla vivace Fira, offre un ambiente rustico, assieme ad elevate standard qualitativi ed un servizio superlativo. Non farti sfuggire l’occasione di rilassarti nella magnifica piscina di questo hotel., godendo della sua vista mozzafiato sul Mar Egeo.

T: (+30) 22860 23566 santorinivillas.gr

Santorini Mansion

Sito nel bellissimo villaggio di Imerovigli, a Santorini Mansaion troverai una meravigliosa architettura cicladica e un fascino discreto. Magnifica la vista sulla Caldera del vulcano. Le spaziose camere combinano comfort di lusso e calda ospitalità.

T: (+30) 22860 27076 santorinimansion-imerovigli.gr 20

i-greece-U

Meroviglioso

Vista incredibili sulla Caldera, alloggi confortevoli, arredamento di grande effetto, personale disponibile e cordiale, deliziosa colazione: questo è ciò che l’Hotel Meroviglioso ha da offrire ai propri ospiti. Ideale per le famigli, dispone di tutti I comfort, dalla culla per I bambini ai servizi di cucina. Adatto anche ai più esigenti.

T: (+30) 22860 25950 m.merovigliosso.com

DA BERE Vitrin Cafe Creperie

Le belle vacanze sono sempre accompagnate da ottimo cibo e buon caffè. Quindi, se per le vacanze estive se hai scelto Santorini, la perla dell’Egeo, puoi visitare il caffè Vitrin. Un caffè straordinario, con un’eccellente vista su Oia e cibo delizioso. Gustose crêpes, ricche colazioni e dessert sono adatti anche ai vegetariani. Per ulteriori informazioni, si prega di contattare il numero.

T: (+30) 22860 71414 vitrinoia.gr

DA MANGIARE Sunset

Tra i ristoranti più noti dell’isola, a breve distanza dalla spiaggia di Ammoudi, Oia. Fascino discreto, pesce fresco e ambiente affascinante. La sua cucina spazia tra i sapori dando vita a piatti che coniugano tradizione e modernit. Il tutto, a prezzi contenuti. Il propietario, Paraskevas, ha molte storie da raccontare ai propri ospiti. Si richiede prenotazione.

T: (+30) 22860 71614 sunset-ammoudi.gr


Sunset Ammoudi

by Paraskevas

Sunset AMMOUDI SANTORINI by Paraskevas

Ammoudi baia, Oia, Santorini, Greece 84700 info@sunset-ammoudi.gr

Prenotazioni +30 2286071614


Pesonaggio

Ouzo amaro e cannella ateniese Lo scrittore e giornalista Patrizio Nissirio parla del suo rapporto con la Grecia Di Kallisto Gounari Foto: Marta Buso

Tempo d’estate. Atene - Roma in videochiamata. No, questa volta non si parla di notizie, magari serie o drammatiche, si chiacchiera di cose più leggere, e soprattutto si parla in greco. Patrizio Nissirio, responsabile di ANSAmed, il servizio multilingue dell’ANSA sul Mediterraneo, un nonno greco e una famiglia che ha vissuto a Rodi, è un ponte tra le sue due patrie. Autore di tre libri sulla Grecia, ha molte storie da raccontare sulla “sua” Grecia. Hai scritto che “ l’ospitalità dei greci non viene quasi mai intaccata dalla necessità di accogliere un numero enorme di turisti”. E’ questa la tua esperienza personale? “E’ la mia esperienza personale, ma anche quella che ho sentito in moltissimi racconti di amici e conoscenti che hanno viaggiato in Grecia. Personalmente, ricordo un momento

22

i-greece-U

tra i tanti che mi sono capitati. Nel novembre 2013, ero a Rodi per scrivere il mio romanzo ‘Una ballata del mar Egeo’, e decisi di andare a mangiare in una taverna della città vecchi, chiamata Pizanias. La signora mi disse che avevano ormai chiuso, ma che se mi accontentavo, mi avrebbero dato da mangiare quello che stavano cucinando per il loro pranzo. Così mi sistemarono un tavolo al sole e mi servirono triglie fritte, insalata, vino, e vari ‘meze’, i piccoli piatti tipici della cucina greca. Alla fine, quando chiesi il conto, mi dissero, ‘lei è l’ultimo cliente dell’anno, non fa niente, ci paga l’anno prossimo’. Ecco a me una cosa del genere è successa solo il Grecia, e non in un paese dove non si è mai visto un turista, ma in un’isola che ne accoglie centinaia di migliaia ogni anno”. Il tuo libro sulla crisi greca si chiama Ouzo Amaro, un titolo carico di riferimenti nella cultura italiana – con la sua citazione di ‘Riso amaro’ – e in quella greca, dove ricorda il celebre film ‘Amaro’. Cos’è per te la crisi greca? “Ho sempre tentato di raccontare non solo i meccanismi economici e politici della crisi, ma anche e soprattutto i loro effetti sulla vita delle persone. Sui ragazzi che non trovavano lavoro, o se lo trovavano pagava 300 euro al mese, sui negozi che chiudevano, sui pensionati poverissimi. Ora la Grecia sta lentamente uscendo dalla crisi, ma troppi media internazionali continuano a raccontarla come se nulla fosse cambiato. Certo i problemi sono ancora molti, grandi e ci vorrà del tempo, ma la Grecia si sta risollevando e la resistenza dei greci è un esempio di orgoglio e dignità che tutti dovrebbero guardare con rispetto ed ammirazione”.


«Atene, cannella e cemento armato» è il tuo terzo libro che ha a che vedere con la Grecia. Prima che il lettore si avventuri in una passeggiata solitaria attraverso la città, legge la frase provocatoria “Però Atene è brutta”… “E’ la frase che dicono quelli che ad Atene sono stati solo per qualche ora, prima di prendere la nave per qualche isola. Il libro vuole mostrare che non c’è solo un eccesso di cemento armato, che certo non rende la città particolarmente bella, ma anche la personalità di Atene, che si può percepire solo stando con tutti i sensi aperti . Così si entra in un luogo pieno di suggestioni, profumi, immagini di mondi lontani ed esotici, che per me è riassunto dal profumo della cannella, in particolare quella che si sparge sopra i loukoumades, fritti in qualche vecchio locale al centro di Atene. Per raccontare questa città, di cui io sono ovviamente innamorato, ho usato diversi scrittori contemporanei greci, che spesso hanno reso Atene la protagonista dei loro scritti. Basti pensare a Petros Markaris: la sua Atene è in primo piano, co-protagonista accanto al commissario Kostas Charitos”.

Una storia che all’inizio non interessava i media italiani, ma che raccontammo ogni giorno fino a portarla sulle prime pagine. A partire dall’esplosione della borsa di Savvas Xiros al Pireo, che diede inizio alla fine del gruppo. Ricordo che dissi al mio collaboratore Apostolos Athanasopoulos, di dare 10 righe su quella storia, ancora poco chiara. Il giorno dopo, da una nave (eravamo a Rodi per un evento di lavoro), io e la collega Theodora Tongas della AP fummo costantemente al telefono con la polizia. Con la linea che cadeva in continuazione. Una storia straordinaria, quella di 17 Novembre, con i suoi legami politici e familiari tra i membri del gruppo. Drammatica ma anche piena di spunti interessanti per un lettore che non ne sapeva nulla, quello italiano”.

“Vedere il cielo

stellato a Monte Athos. Mai visto niente del genere”

Dal 2001 al 2004 sei stato corrispondente dell’ANSA da Atene. Qual è stata l’esperienza professionale che ti ha coinvolto di più? “Sicuramente le Olimpiadi, ma anche la vicenda del gruppo terroristico 17 Novembre, che fu sgominato in quegli anni.

Un’esperienza dei sensi in Grecia? “Vedere il cielo stellato a Monte Athos, dove ci sono pochissime luci. Mai visto niente del genere. Ho avuto il piacere di essere ospite del monastero di Milopotamos e di padre Epifanios, un monaco-chef che ormai ha una notorietà internazionale. Un uomo di spiritualità ma anche molto moderno. Mi venne a prendere col fuoristrada, due cellulari e indossando un paio di RayBan da sole. Quasi una rockstar. La sera cucinò per me ed alcuni suoi confratelli, e poi ci mettemmo fuori dal monastero, su una terrazza che dava sul mare, in silenzio a contemplare le stelle. Un ricordo indelebile”.

i-greece-U

23


Backpacker

Donoussa I blues dell’ Egeo

Terra della rotta marittima “sterile”. In passato, terra di “fuga” per viaggiatori desiderosi di allontanarsi dalla trappola della modernità. Dopotutto,la corrente elettrica, qui, ci è arrivata solo nel 1980. Ma i tempi cambiano ed oggi Donoussa, raggiunta da Blue Star quattro volte a settimana, l’isola, è meta “alla moda”. Di Kallisto Gounari Foto: i-greece-U

24

i-greece-U

U

na manciata di case bianco-azzurre svanisce di fronte di noi firmando l’estate. Al di là della sua popolarità, questo puntino di terra è caratterizzato da un dolce paesaggio collinare puntellato da piccoli porti di pescatori, un ritmo di vita lento e la sensazione di trovarsi al di fuori dal tempo, in un revival “Hippy”.

Posta accanto alla aristocratica Naxos, Donoussa è entrata solo di recente nella mappa turistica. In loco vivono solo 110 abitanti, in prevalenza allevatori. Non è consentito girare in auto, anche in virtù dell’assenza di distributor di carburante; l’unica strada asfaltata forma un anello attorno alla costa. Il piccolo porto di Stavros, situato in una baia sabbiosa e riparata, rappresenta l’unico villaggio abitato. Le case, adornate di gerani e bouganvilles restituiscono un’immagine perfetta della tradizione cicladica. Donoussa vanta diverse spiagge sabbiose, in buona parte accessibili unicamente in caicco o attraverso sentieri sterrati. Freddissime le acque delle due belissime spiagge principali: Kedros e Livadi. Livadi e il regno dei campeggiatori che arrivano sul posto solo con radio e accendini, unica traccia della civiltà… E’ l’Eden del free-camper. Tutto accompagnato dal “meltemi”, vento caldo estivo delle Cicladi. Sull’isola è presente solo un numero limitato di strutture ricettive, che rende necessaria la prenotazione per tempo nei mesi di luglio e Agosto.


Corona Borealis Indipendentemente dal fatto che ti sia appena svegliato o stia per andare a dormire, al mattino ti trovera qui, avvolto dalla densa ombra del bar Corona Borealis. Il luogo perfetto per il primo caffè o l’ultimo cocktail o per un ottimo primo all’ora di pranzo. Nikos offre cocktail unici, mentre dalla cucina si diffonde l’odore inebriante di “polpo ubriaco”, che fonde assieme la tradizione Greca e Messicana. Corona Borealis ha ereditato le “good vibes” di Dionisis, scrittore e propietario, famoso per le sue “notti musicali” che si protraggono fino alle prime luci del mattino. T: (+30) 2285052212, Stavros facebook: Corona Borealis

I Kori tou Mihali

Simadoura Noterete da subito l’amichevole temperamento della proprietaria Chryssa. Terrazza e cortile magnifici con vista sulla croce, atmosfera parrocchiale e sapori unici. “Colazione e antipasto, recita l’insegna: aperto al mattino con omelette, dolci, melanzane e frittelle, a mezzogiorno e cena offre stufati, bouquet di Creta, frittelle, capra su letto di verdure e numerose alter tipicità! T: (+30)694 814 1466, Stavros facebook: Simadoura

Dalla taverna I Koris tou Mihali, posta sopra la spiaggia di Livadi, puoi godere della vista di Keros e Amorgos. Il balcone più bello delle Cicladi ! Nella cucina di Kiriaki (la proprietaria), convolano a nozze i sapori dell’isola: vista l’ampia varietà avrete l’imbarazzo della scelta! Calamari arrostiti, gnocchi di ciambelle, carne di maiale ripiena, torte ripiene, torte cesaree e a chiudere, la segreta riccetta di patate. Provali tutti! T: (+30)2285772322, Mersini

i-greece-U

25


Karpathos come... pathos

Dai canyon rocciosi e dalle ripide montagne del nord, alla dolcezza dei vigneti e frutteti del sud, tradizioni antiche inalterate nei secoli... L’isola di Karpathos una destinazione speciale! Di Irene Fostiropoulou foto: i-greece-u, Irene Fostiropoulou

26

i-greece-U


U

n paesaggio vario che spazia dalla montagna al mare e che incanta i suoi ospiti. È la seconda isola per grandezza del Dodecaneso e per visitarla non basta una vacanza di pochi giorni.

L’esperienza inizia da Pigadia, il porto e capitale dell’isola con i suoi di 3000 abitanti. Sulle affollate strade pedonali troverai hotel, servizi, ristoranti, caffè, edifici in architettura italiana come gli uffici della Provincia e la dogana. Costruito ai piedi del monte Kali Limni, risale all’ epoca antica minoica e dalla collina si scorgono ancora le mura ciclopiche dell’antica cittadella.

Karpathos tips Diafani

Scendendo dall’ Olimpo dovete conosciere Diafani, il bellissimo villaggio di pescatori, semplice e rilassante, con la sua spiaggia tranquilla: lo adorerai fin dal primo minuto! Qui troverete la giusta accoglienza, servizi turistici, autentica ospitalità e un tramonto idilliaco.

Spiagge

Acque cristalline e limpide ovunque. In Kyra Panagia, Amoopi, Agios Nikolaos, Lefkos. La maggior parte delle spiagge sono sabbiose con acque turchesi da sogno. Pigadia , si organizzano piccolo gite lungo le spiagge (Kato Lakos, Kyra Panagia Apella) con pranzo sulla spiaggia.

Enogastronomia I pittoreschi villaggi di Karpathos Tuttavia, la vera Karpathos è nascosta nei suoi pittoreschi villaggi, che tradizionalmente resistono alla rapida crescita del turismo sull’isola. Da non perdere una visita alle chiese paleocristiane sull’isola, come Agia Fotini Karpathos ed i musei archeologici di Karpathos Arkasa e il museo Folklore Menetes Othos . Costruito tra le colline del Profeta Elia, il più famoso di tutti, l’Olimpos è un viaggio nel tempo. Come un vivace museo popolare è anche insediamento medievale del VII sec. Le donne, le Olympitisses, indossano costumi colorati e luminosi e con il loro dialetto dorico antico lasciano il segno su quest’ isola speciale accogliendo i turisti del villaggio. Le due feste più importanti della zona sono quelle di San Giovanni a Vrukunda (29/8) e di Panayia, patrono dell’Olimpo (15/8).

Tra i piatti famosi di Karpathos, non solo il pesce fresco: la cucina dei Carpazi comprende, infatti, un’ampia varietà di pane, di tutti i tipi (di cipolle, rucola, focacce fagioli tritati ecc) Dovete provare la tipica specialità di “makarounes” fatta con farina e acqua. Per dessert è il baklava carpatico, le pastiglie e naturalmente gustosi dolci al cucchiaio.

Karpathos ha collegamenti diretti con il Pireo, Creta, Rodi e altre isole del Dodecaneso e delle Cicladi. Voli diretti dal Aeroporto di Atene

Anemoessa Nel pittoresco passeggio di Diafani, si trova il meraviglioso ristorante Anemoessa. Si distingue per il suo design confortevole ed elegante, dentro e fuori sul terrazzo. Affacciato

sul mare e sul villaggio, offre lettini e non si vorrà abbandonare facilmente questo posto. La cucina impeccabile è una combinazione di gastronomia e tradizione con sorprese del menu,

poiché la propietaria Εναggelia ha curato tutti i piatti vegetariani e senza glutine con maestria. Si parte dalla colazione alla cena. Tel: (+30) 2245051020, Diafani, Karpathos

i-greece-U

27


Ios

l’amante che non ti annoia mai

L’isola delle 365 chiese e dei ‘365 bar’, come dicono scherzando i locali, rappresenta un tipo di paradiso privo di vegetazione.

I

Di Maria Fotopoulou foto: i-greece-U

colori dominanti della paletta di Ios le cupole ad arco, le case bianche in sono il rosso, come il sangue che scorre calce con i cortili pieni di fiori da dove, negli uomini di ogni nazionalità e di spesso, sale l’odore di cibo appena ogni età (anche se nelle ore tarde sono i sfornato; arrivato a Piazza Primavera potrai più giovani ad impadronirsi della scena); ammirare sorgere tredici imponenti mulini a il bianco delle case che assomigliano a vento, tradizionale simbolo del paesaggio tante piccole mandorle sgusciate l’una delle Cicladi. Appena scesa la notte i vicoli vicina all’altra e il blu si riempiono di musica, l’isola del cielo e del mare che indossa i suoi abiti da festa ti abbracciano come Il cuore di Ios e il Paese si trasforma nella vecchi amici e ti liberano regina della serata, offrendoti batte a ritmi diversi lunghe e indimenticabili notti di dalla preoccupazione dei pensieri negativi. regalandoti una sfrenato divertimento. Circondata da Sikinos, cima del Chora c’è la Paros, Iraklia e Santorini, delle esperienze Sulla chiesa ‘Panaghia Gkremiotissa’ Ios assorbe beneficamente le correnti mai ferme delle di viaggio più che deve il suo nome (gkremòs = scogliera) alla roccia su sue vicine. cui è costruita. Lo sguardo intensa. Dal porto, percorrendo i si distende dalle scogliere suoi larghi gradini arriverai selvatiche, si posa sul porto fino al Chora. Là potrai osservare nel tondo e va, infine, verso l’orizzonte centro minuscoli negozietti, passeggiare infuocato al tramonto, facendo affondare su e giù, incontrare spensierati e rilassati tutte le preoccupazioni nelle acque viaggiatori, camminare sui “lastrici”, il dell’Egeo. nome con cui gli abitanti indicano gli antichi vicoletti rimasti intatti nel tempo; Il cuore di Ios batte a ritmi diversi potrai sentirti parte e vivere la storia e la regalandoti una delle esperienze di viaggio tradizione cosmopolita dell’isola. Ammirerai più intensa.

28

i-greece-U

Cosa fare a Ios Gite culturali Visitando il teatro ‘Odisseas Elitis’, il museo del pittore Giannis Yetis e della scultrice Gabriella Simosi e il sito archeologico di Skarkos, potrai fare un tuffo nella cultura greca. Il teatro emana una sensazione di sacralità e di ammirazione con l’imponente marmo greco delle gradinate che si unisce alla luce del cielo e al blu turchese del mare.

Le Spiagge Tra le più famose ci sono Milopotas, Kalamos e Magkanari con le loro acque cristalline e la sabbia dorata. Quella di Koumbara è indicata per chi cerca un po’ di privacy e sano relax.


Koumbara, Ios una esperienza... alla mattina alla sera si può sostare qui, una veranda sul mare in un posto meraviglioso, decorata di fiori freschi e colori naturali. Ha preso il nome della omonima spiaggia. I piatti sono tutti fatti a mano e con ingredienti genuini. Tutto il giorno vi goderete di un bel bagno rilassandovi sui lettini e sorseggiando un caffè o un bel cocktail. La giornata può terminare con una meravigliosa cena a base

di pesce freschissimo e deliziosi antipasti. Un tavolo Mediterraneo per tutti i gusti. Potete trovare piatti tipici greci tsipouro, raki, ouzi una cantina ben fornita di vini tipici per i pasti o la cena. Situata sulla spiaggia di Koumbara dell’isola di Ios una delle più famose dell’isola, la taverna Koumbara è di stile rustico con arredi tradizionali sul lungomare di sabbie dorate, avvolta in un’atmosfera cordiale e amichevole piena di sorrisi è pronta ad accogliere il viaggiatore

Info: Koumbara, Ios, koubara-ios.com T: (+30) 22860 91 699

i-greece-U

29


Choice

Editor’s

Archipelago La fotografia fa parte della serie ARCHIPELAGO fimata del forografo greco, Stratos Kalafatis.

L’ idea della serie fotografica Archipelagos è inziata nella 10 edizione della Biennale di Architettura di Venezia. La mostra è presentata alla Galleria di Nikiti in Calcidica ed è una produzione della Fondazione di Cultura del Banco Nazionale di Grecia. In automno la mostra sarà presentata anche in Italia. Il lavoro di Archipelagos è pubblicata da Edizioni AGRA.

www.stratoskalafatis.com 30

i-greece-U


santorini mansion

Merovigliosso Apartments

Imerovigli, Santorini, Cyclades 84700 tel: +30 22860 25950 fax: +30 22860 28295 alt: +30 6942908578 +306949617392

Imerovigli, Santorini, Cyclades 84700 tel: +30 22860 25950 fax: +30 22860 28295 alt: +30 6942908578 +306949617392

www.santorinimansion-imerovigli.gr

www.merovigliosso.com


Anemi House and Villas Oia Santorini

anemivillas.com

Profile for La Gazzetta del Mezzogiorno

i-greece-U  

La guida essenziale per la Grecia - Summer Edition 2019

i-greece-U  

La guida essenziale per la Grecia - Summer Edition 2019