Page 1


Anno 16 - n.91

FURETTOMANIA INFORMA

GENNAIO FEBBRAIO 2015

PERIODICO BIMESTRALE DI INFORMAZIONE MUSTELIDE riservato ai soci di Furettomania ONLUS

GENNAIO FEBBRAIO 2015 LA PROSSIMA USCITA

10 MARZO NOVITA' PARTNERSHIP FM ONLUS Gimborn, grande realtà internazionale, si è resa sensibile al tema delle adozioni promosse da Furettomania ONLUS!

pag. pag. pag. pag. pag. pag. pag. pag. pag. pag. pag. pag. pag. pag. pag. pag. pag.

2 SOMMARIO-REDAZIONE-DIRETTIVO NEWS 3 EDITORIALE 6 FORSE NON TUTTI SANNO CHE... 11 DICA POT POT 15 PARENTI MUSTELIDI 17 MOLTO RUMORE PER NULLA 19 CONDIVISO CON VOI 20 GRAN BAZAR 21 FOCUS ON: LO STAFF&I SOCI RACCONTANO 28 BRICOFERRET 29 ADOZIONI 31 IL PONTE DELL'ARCOBALENO 34 IL FUROSCOPO 37 PASSAPAROLA: IL PROSSIMO EVENTO 39 PASSAPAROLA: LA CAMPAGNA DEL MESE 40 VOLONTARI IN FM 41 RESPONSABILI FM-CARTA AZZURRA SERVIZI

Direzione e Supervisione: Consiglio Direttivo Furettomania ONLUS Capo Redattori: Ariela Trovato e Patrizia Puccetti Collaboratori di Redazione: Lo Staff e i Soci Impaginazione e Grafica: Patrizia Puccetti Spedizioni web: Gaia Franzoso Hanno collaborato a questo numero Kiumars Khadivi Dinboli, medico veterinario

FurettoMania Informa Edizioni Furettomania ONLUS Via Petrarca n.12 21012 Cassano Magnago (Varese)

Silvia Pizzi, Biologa Università degli Studi di Parma, volontaria FM ONLUS e Simona Turelli socia FM ONLUS

2


Anno 16 - n.91

FURETTOMANIA INFORMA

GENNAIO FEBBRAIO 2015

Il volontariato di Sisifo

Per chi non avesse dimestichezza con la mitologia greca…

articolo, è successa una cosa che mi ha dato molto da riflettere.

Sisifo è un personaggio mitologico che fu punito dagli dei per averli sfidati: per l’eternità Sisifo dovrà spingere un masso enorme dalla base alla cima di un monte; ogni volta che Sisifo ha raggiunto, raggiunge e raggiungerà la cima tuttavia il masso inevitabilmente rotolerà nuovamente ai piedi del monte e Sisifo dovrà ricominciare da capo.

Una mia parente (non frequentazione quotidiana,

Per l’eternità, inutilmente, senza soluzione. A casa mia in maniera più prosaica si dice: “svuotare il mare con un colabrodo”. Detto questo…

da ma

neanche una di quelle che vedi una volta all’anno), ha deciso di prendere un cane. L’argomento è venuto fuori durante una cena: la parente in questione aveva già vagheggiato l’idea del cane, ma non credevo che si sarebbe concretizzata. A suo tempo avevo fornito la mia disponibilità per contattare delle associazioni su Firenze (ne conosco alcune) e dintorni e magari di fare da garante per un’adozione.

Circa un mese fa rispetto ad adesso, ora che state leggendo questo

La parente non si era più fatta sentire ed io avevo creduto che il progetto del cane si fosse arenato.

3

di Ariela Trovato Consigliere Direttivo FM ONLUS

Sono venuta invece a sapere che la cosa era andata avanti e xxx (così chiameremo la mia parente per tutela della privacy) aveva visitato un paio di canili, dove non aveva trovato quello che stava cercando. Lei infatti desiderava un cucciolo di Pinscher. Non ho molta simpatia per le razze di cani piccole, che spesso tendono ad avere attitudini un po’ nevrotiche (non se ne abbiano a male i proprietari di cani piccoli, la mia è una generalizzazione) ed in particolar modo il Pinscher per mia esperienza tende ad essere un abbaiatore compulsivo.


Anno 16 - n.91

FURETTOMANIA INFORMA

Ho quindi introdotto il discorso della tempra di questa razza e avrei voluto portare xxx a ragionare su un’adozione di un meticcio, ma mi è stato risposto che il Pinscher è molto carino, a pelo corto (e la gente pensa che speli meno, ma non è necessariamente vero) e di dimensioni contenute per cui facilmente trasportabile ed accudibile (xxx ha una certa età ed un cane di più grandi dimensioni potrebbe darle qualche problema di gestione pratica). Mi è stato detto che cuccioli abbandonati presso i canili hanno spesso genitori ignoti e quindi non si può conoscere la stazza che avranno una volta cresciuti.

ed ho cercato un’adozione.

su

GENNAIO FEBBRAIO 2015 internet

Ed ecco, spunta su un’altra provincia una cucciola simil-Pinscher di nove mesi. Ho spiegato in breve come funziona l’adozione (colloquio, obblighi, controlli, eventuale staffetta) e sottolineato la gratuità (già, perché xxx non voleva spendere le cifre esose chieste dai negozianti e dagli allevatori). Al che xxx ha guardato la foto, ha commentato che la canina era molto bellina e poi ha aggiunto: “però nove mesi di età sono tanti!” A quel punto la mia mascella si è schiantata al suolo. Il giorno dopo xxx è andata a comprare un Pinscher (di razza pura? Boh) da un privato, trovato tramite un annuncio lasciato su una bacheca di un centro sociale; nell’annuncio si chiedevano se non erro duecento euro, ma xxx si era ripromessa di offrirne cento, prendere o lasciare.

In effetti la razza di un cane “garantisce” alcune caratteristiche e su questo non potevo discutere.

Il cucciolo è arrivato nella nuova casa e sarà di sicuro amato e coccolato.

È stato poi aggiunto che xxx desiderava il cucciolo per poterlo abituare a suo piacimento, come per esempio a fare i bisogni in casa su una traversina per non doverlo portare fuori. E qui ho iniziato ad alterarmi, perché un cane deve poter uscire per socializzare, fare esperienze ed essere equilibrato. Ma credendo comunque di poter dare casa ad un abbandonello, ho glissato

Boxer, pagato fior fiore di euro e poi risultato compromesso da una fortissima displasia, perché erano stati fatti riprodurre i genitori con a loro volta forte displasia ma certificati truccati) è un necessario preambolo alle riflessioni che si sono maturate nel corso di queste settimane…

Questo imbarazzante outing sulla mia famiglia (già vissuto in maniera simile quando un’altra mia stretta parente decise di comprarsi un

4

Al di là del primo furetto e di un’oca canadese, i miei animali sono stati adottati. Anzi, quando vivevo in campagna, cani e gatti ci capitavano nel cortile e mia nonna semplicemente aumentava le razioni di cibo. Con Furettomania ONLUS ho iniziato il volontariato e credo di essere diventata piuttosto infervorata a riguardo. E poi nella mia cerchia familiare succedono queste cose (immaginatevi Ariela a correre lungo il bagnasciuga brandendo un grosso colabrodo) e mi chiedo: se la mia famiglia non capisce quello che dico, con che speranza posso “convertire” il prossimo, che pensa fermamente che in allevamento gli animali sono più belli, più sani, più buoni? Che addirittura lo predica ai quattro venti?


Anno 16 - n.91

FURETTOMANIA INFORMA

Scoramento. Deve essere quello che prova ogni volta Sisifo quando nei pressi della cima il masso gli scivola dalla presa e rotola inesorabilmente verso il basso. Magari anche passandogli sul callo dell’alluce. Così sono entrata in una sorta di crisi mistica chiedendomi dove fosse la soluzione: noi volontari non facciamo abbastanza informazione? Le immagini su Facebook di animali sofferenti non scuotono abbastanza i cuori? È sbagliato il nostro approccio?

mazzo ci si fa per un minimo risultato. Armati di colabrodo e come scudo chiacchiere in cui ci si sfoga, ci si conforta e si spartisce lo sconforto. Se penso ai cani nei canili che d’estate muoiono di colpi di calore (e non è un bel modo di andarsene) e di inverno congelano, se penso ai furetti che aspettano un’adozione mentre i mesi passano senza che nessuno si faccia avanti.

Siete voi adottivi, che vi fate vivi, che mi mandate aggiornamenti, che mi date la voglia di ripartire. Perché se è vero che la nostra arma è il colabrodo e il nostro scudo è l’indignazione, il carburante siete voi. A dispetto di tutti i milioni di persone che non capiscono e soprattutto non vogliono capire, voi siete il pensiero che ripaga, perché rendete reale il fatto che esiste il rovescio della medaglia. Voi che andate oltre le apparenze di un pelo impeccabile e di una dentatura smagliante, voi che sapete che anche i vecchietti danno affetto ed allegria, voi che sapete che oltre la mordacità si cela l’amore.

Il fatto è che, signori e signore, la soluzione non esiste. Il volontario per sua masochista ed eroica vocazione si vota ad una causa persa in partenza, perché combatte contro mulini a vento e l’unico modo per non cadere nell’empasse è di tenere sempre ben a mente che la sua arma è il colabrodo e tale resterà; il colabrodo ed i suoi compagni volontari che come lui sanno che

GENNAIO FEBBRAIO 2015

Se penso ai gatti, ai conigli, ai cavalli… Il dolore, la frustrazione sono talmente grandi che mi paralizzano.

Voi che sapete che ciò che avete adottato di seconda mano è stata un’occasione che pensavate di aver dato all’animale… Ed invece è stato l’animale che l’ha data a voi.

Ma poi ricevo qualche telefonata, una foto via e-mail, un sms di aggiornamento.

Grazie.

5


Anno 16 - n.91

FURETTOMANIA INFORMA

GENNAIO FEBBRAIO 2015

Il furetto in PubMed Novità dalla letteratura scientifica ufficiale

A cura di Silvia Pizzi, Biologa Università degli Studi di Parma

"Il furetto è un carnivoro stretto che richiede alti livelli di proteine e grassi nella dieta"

volontaria FM ONLUS

Questo è la traduzione letterale del primo punto chiave di un articolo pubblicato a settembre sulla rivista scientifica "Veterinary Clinics of North America: Exotic Animal Practice", intitolato Ferret Nutrition e firmato dalla Dott.ssa Veterinaria Cathy Johnson Delaney. Finalmente una revisione ufficiale sull'alimentazione del furetto ed i suoi fabbisogni nutrizionali. Vi riassumerò alcuni punti chiave della pubblicazione, in particolare:  l'anatomia e fisiologia del furetto sono adattati ad una dieta esclusivamente carnivora  vi sono diverse patologie legate ad una inadeguata alimentazione del furetto  sono definite alcune accortezze alimentari per furetti in particolari condizioni (in crescita, con insulinoma, anziani)

6


Anno 16 - n.91

FURETTOMANIA INFORMA

GENNAIO FEBBRAIO 2015

L'adattamento ad una dieta ESCLUSIVAMENTE a base di carne si riflette principalmente su due sistemi del furetto: il tratto gastrointestinale e la dentatura. L'intestino del furetto è molto corto (mancano il cieco e la valvola ileo-colica) e semplice, praticamente un tubo che va dallo stomaco al retto e in cui il cibo passa troppo velocemente perchè l'assorbimento sia efficiente. Per avere un'idea, il piccolo intestino è lungo 5 volte il corpo di un furetto, mentre quello del gatto è 8-10 volte. Il tempo di transito intestinale è 3 ore per un furetto (anche un'ora sola nei cuccioli). Anche la concentrazione di alcuni enzimi dell'epitelio intestinale, utili per l'assorbimento dei nutrienti, è particolarmente bassa nel furetto rispetto ad altre specie (ad esempio la lattasi, e questo fa sì che le feci del furetto siano particolarmente molli dopo l'assunzione anche di piccole quantità di latte). In comune con altri mustelidi, i furetti secernono spontaneamente l'acido cloridrico come adattamento al tipo di alimentazione basata su piccoli pasti frequenti con cibo, invece che con un pasto abbondante come accada in altri predatori. Ecco perché i nostri furetti si creano scorte nascoste di cibo. Queste particolarità anatomiche hanno ricadute cliniche: 

il digiuno pre-intervento può durare 4 -6 ore, ma 3 sono sufficienti (soprattutto per cuccioli o furetti in crescita un digiuno prolungato può rendere l'animale irritabile)

i furetti con insulinoma vanno incontro a severa ipoglicemia se a digiuno per più di 1-2 ore (se è necessario un digiuno più lungo lo svuotamento gastrico rimane garantito se si somministra un supplemento concentrato)

all'esame ecografico o radiografico la presenza di cibo nello stomaco dopo 4-6 ore di digiuno può indicare la presenza di blocchi da boli di pelo o altro materiale estraneo

la flora batterica intestinale è veramente scarsa nel furetto, probabilmente a causa delle piccole dimensioni del grosso intestino (10 cm): in effetti furetti trattati per lunghi periodi con antibiotici ad ampio spettro non sembrano mostrare conseguenze intestinali (es diarrea)

Per quanto riguarda la dentatura, il furetto adulto porta 34 denti, con un sovrasviluppo dei denti carnassiali (4° premolare mascellare) atti a dilaniare ed una riduzione con cambio di funzione dei molari atti a sminuzzare. La mancata occlusione fra molari mandibolari e mascellari nel fondo della bocca, ove la muscolatura è più potente, sembra un adattamento a spezzare le ossa più che a macinare il cibo, funzione più "naturale" dei molari. Un'altra particolarità adattativa dei furetti è la sovrapposizione e l'interdigitazione delle arcate mandibolare e mascellare che impedisce il movimento laterale della mandibola, generalmente utilizzato per sminuzzare il cibo di origine vegetale, ma che in questo caso permette un netto movimento dorsoventrale necessario ai molari, premolari e denti carnassiali per dilaniare i tessuti. L'articolazione temporo-mandibolare lega saldamente la mandibola al cranio per evitare di perdere la forza del morso durante la predazione. I canini formano una chiusura salda quando la bocca è chiusa. E' probabile che il passaggio da una dieta basata su prede intere all'uso di crocchette possa avere effetti deleteri sulla specifica dentatura del furetto: le crocchette sono friabili ed abrasive e possono portare ad alterazioni strutturali alla dentatura ma anche alla sottostante ossatura di supporto. In sunto: la dentatura del furetto non è fatta per triturare crocchette.

7


Anno 16 - n.91

FURETTOMANIA INFORMA

GENNAIO FEBBRAIO 2015

Una dieta basata sulle prede intere o una dieta bilanciata per carnivori basata su carne fresca o liofilizzata sarebbe la più appropriata ed è utilizzata in molte aree del mondo con grande successo. Prede come pulcini, topi e ratti sono disponibili in molte zone come dieta per rettili e possono essere utilizzate per i carnivori. Se un proprietario non desidera seguire al 100% una dieta a prede intere dovrebbe almeno occasionalmente considerare l'utilizzo di queste come premio o arricchimento ambientale. Le feci di un furetto nutrito a prede intere sono solide, compatte e meno odorose.

Per compensare l'inefficienza del tratto digerente, il furetto necessita di una dieta concentrata, con alta percentuale di proteine e scarse fibre, mentre la principale fonte di calorie deve essere costituita da grassi, che una volta metabolizzati rilasciano il doppio di energia rispetto a proteine e carboidrati. Sono state testate diete con contenuto di grassi sino al 40% senza danni apparenti, ma in genere si considera sufficiente un apporto di grassi fra il 15 e il 30%. Nonostante alcuni furetti siano stati nutriti costantemente con alti livelli di grasso, la maggior parte di questi possono mangiare quanto vogliono senza diventare obesi. Mediamente un furetto consuma sino a 10 pasti al giorno. Normalmente in inverno incrementano il cibo ingerito almeno del 30%, aumentando lo strato di grasso sottocutaneo. L'obesità stagionale non è dannosa e deve essere considerata normale. In primavera il furetto riduce la quantità di cibo e riprende la forma allungata. Se il fotoperiodo non varia stagionalmente, questi cambiamenti fisiologici non avvengono. I furetti richiedono un livello di proteine più elevato della maggior parte degli animali, probabilmente per l'inefficienza del loro processo digestivo o per la richiesta di particolari aminoacidi sottorappresentati piuttosto che per una più alta richiesta a livello cellulare. Una dieta di base per furetti adulti richiede un contenuto di proteine pari al 3035% derivanti da carne di prima qualità e non da cereali. I cuccioli non sviluppano correttamente se la dieta contiene meno del 30% di proteine. Nei riproduttori, il tasso di concepimento, la numerosità della cucciolata e la sopravvivenza dei cuccioli aumenta se la percentuale proteica viene aumentata sino al 35-40%. La qualità delle proteine è importante tanto quanto la concentrazione. Le proteine nei cibi di alta qualità hanno una digeribilità pari all'85-90%, mentre è inferiore al 75% nelle formulazioni da supermercato: un cibo con il 30% di proteine digeribili al 75%, in realtà contiene solo il 21% di proteine assimilabili, principalmente da cereali. La dieta di un carnivoro obbligato deve contenere prevalentemente proteine e grassi animali, infatti in furetti in crescita, in gestazione o che allattano sono riportate frequenti infezioni e malattie metaboliche.

8


Anno 16 - n.91

FURETTOMANIA INFORMA

GENNAIO FEBBRAIO 2015

La proporzione di carboidrati è più alta in diete a base di cereali che in quelle a base di carne. I cereali sono utilizzati per dare consistenza alla crocchetta. Alte concentrazioni di proteine vegetali portano ad urolitiasi (calcolosi delle vie urinarie), inoltre la durezza delle crocchette può portare ad un consumo eccessivo dei denti ed a patologie dentali. L'unica fonte naturale di carboidrati per i mustelidi è il contenuto del tratto digerente delle prede. I cani sono in grado di utilizzare i carboidrati come fonte energetica tollerando diete contenenti più del 60% dei carboidrati; i gatti, che hanno intestino più corto, invece risentono di diete con più del 40% di carboidrati. I furetti, con un tratto digerente ancora più corto, per la deficienza di enzimi digestivi e per la scarsa flora batterica intestinale, sono ancora meno abili a metabolizzare sufficiente energia dai carboidrati. Attenzione a controllare nell'alimento quelli che sono gli estrattivi inazotati (E.I. o N.F.E./ nitrogen-free extract) che corrispondono nei tenori analitici ai carboidrati solubili o digeribili (amido, zuccheri semplici) che vanno sommati ai carboidrati solubili indicati come fibre [ndr- non è obbligatorio indicare questa componente nei cibi commerciali secondo la nostra normativa]. La fibra attrae acqua nel lume intestinale, aumentando il volume delle feci ed eventualmente dando un benefico effetto lassativo se serve, e conferendo un senso di pienezza, che è alla base dei cibi dietetici "light" formulati per la perdita di peso, che inducono comunque nel furetto una deficienza di proteine/calorie. Semplicemente i furetti non riescono a mantenere il loro bilancio energetico mangiando cibo a bassa densità di nutrienti. Nonostante questo, alcuni furetti trovano molto appetibili alcuni cibi ad alto contenuto di cereali o fibre, come la frutta o premietti a base di cereali ricoperti di zuccheri, ma non traggono da essi alcun beneficio nutrizionale.

Il fabbisogno calorico dei furetti è stimato fra le 200 e 300 calorie (kcal) per kg di peso corporeo. Per quanto riguarda le richieste di singoli microelementi non è mai stato stabilito in studi scientifici appositi. Nel lavoro sono analizzati in tabella i tenori analitici di alcuni cibi commerciali specifici per furetto e ritenuti adeguati attraverso un test basato sulla capacità riproduttiva e sulla crescita dei cuccioli: Marshall Premium Ferret, Purina High Density Ferret Lab Diet 5L14, Mazuri Ferret, Totally Ferret Active Show & Pet Formula. Altri cibi premium per gatti, per furetto o per visoni con tenori ed ingredienti simili ci si aspetta siano adeguati per riproduttori e più che adeguati per furetti da compagnia. Ancora poco si sa degli aminoacidi ritenuti limitanti nel furetto. Metionina ed arginina sono limitanti nella dieta di molti animali e probabilmente anche nel furetto. In genere un animale mangia abbastanza cibo per garantirsi il corretto apporto di aminoacidi limitanti, anche se questo significa assumere 2 o 3 volte di più del necessario degli altri aminoacidi, che, se in eccesso, vengono eliminati dai reni. Questo nel furetto succede sicuramente dato l'alto indice di azoto ureico nel sangue (Blood Urea Nitrogen o BUN in lingua inglese) in furetti comunque sani, ma è provato che sotto il 30% di proteine le condizioni di salute del furetto peggiorano. Deficit di taurina sono risultati associati alla cardiomiopatia dilatativa ed alla degenerazione retinica nei gatti. Per quanto nei furetti non sia stata dimostrata una simile associazione, l'autrice sottolinea di aver utilizzato taurina come supplemento in furetti con cardiomiopatia dilatativa e di aver osservato un miglioramento delle loro condizioni. Per questo si consiglia di utilizzare diete commerciali integrate con taurina. Un acido grasso essenziale per il furetto sembra essere l'acido arachidonico, presente solo nei tessuti animali. L'olio di pesce è un'ottima fonte di acido arachidonico. Diete a base di carne in genere non sono deficienti né in taurina né in acido arachidonico. Per quanto riguarda minerali e vitamine, non ci sono studi specifici sul furetto, ma molti sono stati condotti sul visone le cui esigenze appaiono simili a quelle di altri animali, fra cui il gatto, per cui si può considerare che il furetto abbia lo stesso fabbisogno. I cibi commerciali per furetto o per gatto di qualità premium forniscono un apporto adeguato di vitamine e minerali.

9


Anno 16 - n.91

FURETTOMANIA INFORMA

GENNAIO FEBBRAIO 2015

Per brevità segnalo solo alcuni casi interessanti di deficienze legate a specifiche diete o condizioni: - Rapporto calcio: fosforo Latte e carne incluse le ossa sono fonti bilanciate di calcio e fosforo, mentre la parte del muscolo o il fegato o i cereali non apportano sufficiente calcio. Una dieta a base di solo carne (nel senso di muscolo, bistecca) porta a deficienza di calcio ed anomalie muscolari. Furetti nutriti con cibi commerciali premium non vanno incontro a deficit di minerali a meno di non essere sottoposti a trattamenti farmacologici prolungati (es tretracicline). - Sovradosaggi di vitamina A (es. dieta esclusiva a base di fegato crudo o utilizzo regolare di supplementi vitaminici concentrati) inducono anomalie scheletriche nei gatti e probabilmente anche nei furetti. - Deficit di vitamina E sono associati al consumo di grassi in eccesso (es somministrazione di acido linoleico, integratori oleosi), a diete esclusive con cibo commerciale a base di pesce o carne di cavallo, o con pesce fresco o carne cruda ricca di grasso rancido. Il fabbisogno di vitamina D dipende dalla quantità di calcio e fosforo assunto con la dieta e dalla durata di esposizione alla luce UV-B: fenomeni di rachitismo e sviluppo scheletrico anormale sono associati a deficit di vit D in furetti poco esposti alla luce, come accade alla maggior parte dei furetti domestici. - La concentrazione di tiamina (vit B1) può risultare insufficiente in furetti nutriti principalmente con uova crude, mentre in un allevamento in Nuova Zelanda è stato segnalata una patologia legata al deficit di tiamina in animali nutriti con pesce contaminato da tiaminasi; i sintomi erano anoressia, letargia, difficoltà respiratoria, convulsioni, segni alleviati dalla somministrazione di complessi di vitaminaB. Dosi eccessive possono dare morte per depressione respiratoria.

I furetti necessitano approssimativamente di acqua in quantità pari a tre volte il peso di cibo secco assunto e si raccomanda che abbiano acqua fresca da bere costantemente a disposizione. I furetti preferiscono bere da una ciotola piuttosto che da un beverino a goccia e dovrebbe essere data loro la possibilità di farlo almeno una volta al giorno, perché il mancato consumo di una adeguata quantità di acqua potrebbe limitare il consumo di crocchette. Liberamente tradotto e riassunto da Johnson-Delaney CA, Ferret Nutrition. Vet Clin North Am Exot Anim Pract. 2014 Sep;17(3):449-470. doi:10.1016. Curiosità: l'autrice firma gli articoli indicando come istituzione di riferimento Washington Ferret Rescue & Shelter, ovvero un "furettile" di cui è direttore sanitario, oltre a collaborare come consulente per l'Oregon Tiger Sanctuary e il Pacific Primate Sanctuary. L'autrice ha praticato medicina veterinaria degli uccelli ed esotici per più di 33 anni, è una ricercatrice e relatrice di fama internazionale, soprattutto per i suoi studi sulle sindromi endocrine dei furetti. Nel 2003 le è stato conferito il riconoscimento di Veterinario per Esotici dell'anno (Exotic DVM of the Year Award). E' autrice ed editori di diversi manuali di medicina degli animali da compagnia esotici (Exotic Companion Medicine Handbook for Veterinarians ; British Small Animal

Veterinary Association Manual of Exotic Pets ). E' membro di numerose associazioni veterinarie specialistiche.

10


Anno 16 - n.91

FURETTOMANIA INFORMA

GENNAIO FEBBRAIO 2015

Il dilemma della digestione dei furetti

A cura del Dr. Kiumars Khadivi-Dinboli Medico Veterinario, Milano

Il furetto è un carnivoro stretto e possiede un sistema digestivo molto semplificato. Il tubo digerente è composto da uno stomaco del tutto simile al cane, un intestino tenue di circa 2 metri con un duodeno che misura circa 10 cm. E' presente un intestino crasso estremamente ridotto di soli 10 cm mentre non è presente un cieco. Proprio per l'intestino molto corto anche la durata della digestione si riduce notevolmente e in sole 3-4 ore si compie l'intero processo digestivo. Il processo digestivo si limita

quindi prevalentemente ai grassi e alle proteine facilmente digeribili e si tratta di una digestione a base enzimatica. Un intestino a rapido passaggio e un metabolismo molto veloce fa si che il furetto debba mangiare frequentemente e per questo motivo dovrebbe avere sempre del cibo a disposizione. Inoltre un digiuno di 4-6 ore é totalmente sufficiente in caso si vogliano effettuare analisi ematiche o anestesie che richiedono il digiuno. La velocità del passaggio e la scarsa

11

digestione influenzano notevolmente sia il colore che la consistenza delle feci che rispecchiano quindi il cibo assunto. L’attività rapida del sistema digerente fa si che le alterazioni e le patologie gastro-intestinali siano velocemente manifeste. Una volta di fronte ai segni clinici delle patologie gastro-intestinali bisogna individuare l'eziologia per poter scegliere la terapia o il tipo di intervento più adatto.


Anno 16 - n.91

FURETTOMANIA INFORMA

Il blocco intestinale, o meglio la sindrome da blocco intestinale, è una delle maggiori cause di patologie intestinali, dopo la gastro-enterite batterica, che interessa il furetto. Il motivo principale di un’occlusione o una sub-occlusione del tubo digerente è l’ingestione di corpi estranei di varie specie da parte dell’animale. I corpi

estranei facilmente si impegnano nell’intestino tenue e, a seconda della forma e della dimensione che hanno, possono causare un blocco intestinale completo. Inoltre il corpo estraneo può impegnarsi anche a livello dell’esofago o del piloro, anche se con minore probabilità, causando delle occlusioni o sub-occlusioni nel primo

12

GENNAIO FEBBRAIO 2015

tratto del tubo digerente. Inoltre anche una proliferazione della parete GI oppure una compressione da parte di masse addominali possono portare ad un blocco intestinale. I sintomi sono: vomito e nausea, anoressia, disidratazione (che può raggiungere livelli molto gravi), feci mucose o assenti, ipotermia, ecc...


Anno 16 - n.91

FURETTOMANIA INFORMA

GENNAIO FEBBRAIO 2015

Gastroenterite eosinofilia: a differenza degli altri animali e dell'uomo nel furetto questa patologia sembra che abbia origini prettamente autoimmuni e non è influenzata dagli alimenti. Si tratta di un'infiltrazione degli eosinofili nelle mucose, sottomucose e la fascia muscolare dello stomaco e del primo tratto intestinale. Inflammatory bowl desease (IBD): in italiano malattia infiammatoria cronica intestinale. Si tratta di un'infiammazione intestinale di eziologia non certa, si pensa che possa trattarsi di intolleranza alimentare, reazione allergica o autoimmune. Allergia e intolleranza alimentare: sempre più frequente, causa diarrea e malassorbimento cronico e persistente. Si pensa che glutine usato nella lavorazione degli alimenti possa svolgere un ruolo nell’insorgenza del disturbo.

Grazie all'acidità e al passaggio veloce del contenuto intestinale è molto difficile che i furetti possano essere soggetti alle parassitosi gastro-intestinale comuni (Nematodi o vermi tondi) . In ogni caso è frequente trovarsi in presenza di coccidi ad un esame coprologico, sopratutto in soggetti giovani. I soggetti colpiti possono avere un decorso subclinico oppure presentarsi con dimagrimento, diarrea e prolasso rettale. Oltre ai coccidi bisogna porre attenzione alla giardia che si può trovare in acqua contaminata, feci di animali malati e cibi o oggetti contaminati. Infine bisogna ricordarsi del criptosporidium che ha un decorso subclinico ma che può colpire anche l’uomo (zoonosi). I cestodi, rappresentati dai vermi piatti, o più comunemente “tenia” necessitano di un ospite intermedio (pulci) e possono apparire dopo un’infestazione da ectoparassiti.

Salmonellosi: Si tratta di una malattia poco frequente ma ad alta morbilità e a carattere di zoonosi. I sintomi sono ipertermia, diarrea, che può essere anche emorragica, con anemia e congiuntivite. Il contagio avviene attraverso alimenti contaminati. Campylobacter Jejuni: si pensava che fosse la causa dell’ileocolite proliferativa (PBD) ma ricerche attuali dimostrano che è una malattia batterica a se stante e non sempre causa ileocolite L’ileocolite proliferativa (PBD): Poco frequente in Italia nei furetti, causata da Lawsonia intracellularis, colpisce animali al di sotto dei 14 mesi provoca diarrea cronica con muco verde brillante e striature di sangue, prolasso rettale, difficoltà nel defecare, mucose del colon ispessite, linfonodi aumentati di volume, disidratazione, dimagrimento e cachessia

13


Anno 16 - n.91

FURETTOMANIA INFORMA

GENNAIO FEBBRAIO 2015

Mycobacterium: I furetti sono soggetti a diverse forme di micobatteri; sia quelli a carattere di zoonosi sia quelli atipici. Il contagio avviene mediante alimenti o acqua infetti, contatto oppure sperimentale. Può colpire diversi organi. Quando interessa il sistema digestivo provoca diarrea cronica, dimagrimento, nausea e vomito. Helicobacter mustelae: In animali sottoposti a situazioni di stress provoca ulcere gastriche che possono essere subcliniche, oppure portare al decesso dell'animale per l’interessamento dei vasi principali dello stomaco provocando una grave emorragia gastrica.

Rotavirus: “la malattia dei cuccioli di furetto”, morbilità e mortalità fino a 100% nelle nidiate. Compare nei furetti di 2-6 settimane provocando una diarrea persistente. Nei soggetti adulti provoca una diarrea mucoidale verde transitoria. Paramyxovirus: “il cimurro”, alta morbilità e mortalità negli animali non vaccinati. Oltre ai sintomi vari può provocare una diarrea acuta o intermittente. Othomyxovirus: “Il virus dell'influenza” , tra i vari sintomi può anche causare la dissenteria. Può somigliare al cimurro ma solitamente ha un percorso benigno. Coronavirus: “l’enterite catarrale epizootica (ECE)” Colpisce soggetti adulti che vengono in contatto con animali giovani asintomatici che vengo inseriti nell’allevamento. I primi sintomi della malattia sono una diarrea grave di colore verde fosforescente che persiste di solito 2-4 giorni, successivamente provoca insorgenza di ulcere nel primo tratto intestinale e nello stomaco, in seguito il furetto diventa anoressico e letargico. In soggetti debilitati e immunodepressi può provocare la morte.

Cavità orale Esofago Stomaco Intestino tenue Intestino crasso Ano Fegato

Carcinoma a cellule squamose Fibrosarcoma Altri Leiomioma Adenocarcinoma Tumori del piloro Altri Adenocarcinoma Leiomioma Leiomiosarcoma Altri Carcinoma a cellule squamose Altri

Adenoma epatocellulare Carcinoma epatocellulare Mielolipoma Altri Dotti biliari Adenoma Adenocarcinoma Cistadenoma cistadenocarcinoma Pancreas Adenoma Adenocarcinoma Altri Ghiandole salivari Adenocarcinoma

Il furetto è un animale che è facilmente soggetto a vari tipi di neoplasie. Il tubo digerente e gli organi annessi ad esso non sono naturalmente esenti da queste patologie. In questa sede vengono semplicemente elencate le varie malattie neoplastiche conosciute.

14


Anno 16 - n.91

La Zorilla

FURETTOMANIA INFORMA

GENNAIO FEBBRAIO 2015

Se per caso nelle vostre elucubrazioni vi steste chiedendo quale sia l’anello della catena evolutiva che collega la puzzola europea alla puzzola americana (chiamata più propriamente “moffetta”)… Ebbene, è la zorilla.

Il nome “zorilla” deriva dallo spagnolo “zorillo”, diminuitivo di “zorro”: volpe; invece secondo la classificazione scientifica è Ictonyx striatus, dove il genere Ictonyx comprende solo due specie, cioè due varianti della puzzola striata, o zorilla. La puzzola striata vive nel clima secco delle savane dell’Africa occidentale e meridionale, in zone subsahariane ed è una specie non considerata a rischio di estinzione e con una buona aspettativa di vita (intorno ai tredici anni allo stato selvatico).

di Ariela Trovato Consigliere Direttivo FM ONLUS

La zorilla è lunga dai sessanta ai settanta centimetri, inclusa la coda, ed ha un’altezza alla spalla di circa quindici centimetri: è quindi un animale piuttosto tarchiato, con i suoi sei chili di peso (per i maschi; le femmine, come altrove riscontrato nei mustelidi, hanno stazza minore) e la testa piccola in proporzione (ma con una robusta dentatura tipicamente da carnivoro). Il pelo può presentare variazioni di colore a seconda della regione geografica, ma è solitamente bruno scuro o nero, con striature bianche che partono dalla testa, dalle guance e dalla groppa e si vanno a riunire in prossimità della coda, che è bianca come pure le orecchie. Zampe e piedi sono neri, con pianta del piede ricoperta di pelo e, in alcune sottospecie, presenta quattro dita per arto. Secondo studi di etologia, la mascherina bianca che si viene a creare sul muso ha una funzione intimidatoria verso predatori o antagonisti. È un animale carnivoro, aggressivo e territoriale, notturno e solitario, dotata di un forte istinto di sopravvivenza e di arti innate per sfuggire ai predatori: oltre al ricorrere alle ghiandole perianali come arma chimica, producendosi prima dell’uso in una danza molto simile a quella della moffetta, dove la zorilla batte forte le zampe in terra, volgendo il posteriore verso l’antagonista con la schiena arcuata e la coda alzata: in genere, se l’animale che ha di fronte ha già sperimentato lo spruzzo mefitico (che acceca temporaneamente ed irrita le mucose di naso, occhi e bocca), lo mette in fuga; può inoltre, vista la mala parata, fingersi morta ed essendo un’ottima arrampicatrice sfuggire rintanandosi sugli alberi.

15


Anno 16 - n.91

FURETTOMANIA INFORMA

GENNAIO FEBBRAIO 2015

Marca il territorio con feci. Durante il giorno la si può trovare addormentata in tane ricavate nelle sterpaglia o mentre occupa nascondigli sotterranei di altri animali. Con la sua formula dentale da trentaquattro denti atti a lacerare e sminuzzare la carne, la zorilla viene annoverata tra i mustelidi carnivori (pochi sono, in effetti, quello che non lo sono). La sua dieta include piccoli roditori, serpenti, uccelli (e uova recuperate direttamente dai nidi), anfibi ed insetti. È da notare che ha uno stomaco piuttosto piccolo e non molto dilatabile (contrariamente ad altri mustelidi), per cui le è necessario consumare pasti piccoli ma frequenti. Come detto, la puzzola striata è solitaria e tollera il contatto con altri membri della sua specie solo durante la stagione degli amori. Dopo accoppiamento e fecondazione, la gestazione dura circa quattro settimane, periodo nel quale la madre (il padre non è presente nelle cure parentali) prepara il nido per i nascituri, che vedranno la luce generalmente tra settembre e dicembre nel numero tra uno e cinque. I cuccioli appena nati sono totalmente inetti e vulnerabili, ciechi, sordi e nudi. La madre li nutrirà e li proteggerà strenuamente fino a che non saranno del tutto indipendenti. Le zorille, anche se solitarie, hanno una vasta gamma di suoni di comunicazione: grugniti, ringhi, squittii, urla stridule e urletti modulati per segnalare aggressività, trionfo sull’avversario, paura, eccitazione. Hanno un loro linguaggio anche per salutarsi (una sorta di potpottio ma più quieto e modulato su toni bassi) e uno specifico richiamo utilizzato dai cuccioli per segnalare alla madre se sono in situazione di disagio o di tranquillità. Sulla zorilla, purtroppo, le informazioni non sono estese come per altri mustelidi… Ma comunque qualche link per poter osservare questa bestiola si trova… https://www.youtube.com/watch?v=4RQUR5lLev4 https://www.youtube.com/watch?v=2UsMSWWMVtk

16


Anno 16 - n.91

FURETTOMANIA INFORMA

GENNAIO FEBBRAIO 2015

Un giorno di ordinaria follia pulire la lettiera Che tu abbia furetti giovani, vecchi, femmine o maschi, un fatto è e sarà sempre innegabile. I FURETTI FANNO UN SACCO DI CACCA. Per fortuna sono animali di taglia contenuta, o altrimenti verremmo letteralmente affogati dalle loro deiezioni! In ogni caso, il rito della pulizia della lettiera va affrontato almeno un paio di volte al giorno… Ecco mediamente quello che succede.

di Ariela Trovato Consigliere Direttivo FM ONLUS Controlli i tuoi furetti: stanno ronfando profondamente in un angolo recondito della casa, sommersi da copertine che fungono da isolante acustico. Ti armi di paletta, scottex, spray per pulire, sacchettino dove raccogliere lo sporco, giornali/traversine da sostituire. Ti inginocchi davanti alla lettiera e ti guardi intorno con fare da ladro assicurandoti che i furetti non siano nei pressi e tiri un sospiro di sollievo perché la stanza è vuota. Posi tutto il necessaire a terra e appoggi la paletta sulla lettiera con l’intenzione di prelevare lo sporco. Tutti i furetti di casa si sono improvvisamente materializzati intorno a te, anche quello di dieci anni che oramai non fa che dormire tutto il giorno. Ed inizia il carosello. O la bolgia infernale, a seconda dei punti di vista e del numero di furetti partecipanti. Prendi il primo furetto A che è entrato nella lettiera per fare i suoi bisogni e lo porti in un’altra lettiera.

17


Anno 16 - n.91

FURETTOMANIA INFORMA

GENNAIO FEBBRAIO 2015

Torni e scansi il furetto B che sta artigliando e scavando il rotolo di scottex, lo distrai tirando il primo giocattolo che trovi a portata di mano attraverso la stanza. Aspetti che il furetto C, entrato nella lettiera mentre tiravi il giocattolo, abbia finito di fare i bisogni nella lettiera. Apri il sacchetto. Prendi la paletta e raccogli lo sporco. Levi il furetto A da dentro il sacchetto. Butti lo sporco nel sacchetto. Accartocci i giornali/traversine e stai per buttarli quando ti accorgi che il furetto B è entrato nel sacchetto. Lasci i giornali/traversine nella lettiera, prendi il furetto B e lo vai a pulire. Torni con il furetto B pulito e vedi che il furetto C sta giocando con i giornali/traversine e li ha tirati per terra, insudiciando tutto. Fai dei gesti sclerati con le mani inveendo contro il furetto C, che crede che tu stia giocando e inizia una frenetica danza della guerra dentro la lettiera, spargendone ovunque. Afferri al volo il furetto B, lo aggrovigli con il furetto C e loro iniziano a rincorrersi, ignorando il tuo principio di esaurimento nervoso. Raccogli il giornale, lo cacci dentro al sacchetto e piangendo interiormente guardi il furetto A, che non aveva fatto i bisogni nell’altra lettiera, retrocedere verso un angolo e farla nel punto in cui ci sarebbero dovuti essere i giornali/traversine. Aspetti con un sospiro che abbia finito, gli pulisci le zampe e spruzzi il liquido per pulire in terra. I furetti C e B accorrono a darti una mano, il che si traduce nel trascinare il rotolo di scottex al di fuori della portata del tuo braccio. Mentre tenti di recuperare il rotolo con una mano e di scansare il furetto A con il piede perché non vada a leccare lo spray, perdi l’equilibrio e per sostenerti appoggi una mano in terra. Dentro al sacchetto con lo sporco. Qualunque sia il tuo credo religioso, imprechi di cuore, rinunci ad andare a lavarti le mani e ti pulisci con scottex e spray. I tuoi furetti, tutti, decidono di scalarti la schiena. E di usarla come trampolino di lancio per il tavolo. Con una contorsione da slogarti una spalla riesci ad afferrarli al volo mentre saltano; fortunatamente a quel punto sono presi dalla frenesia della lotta e ti lasciano serenamente terminare di pulire in terra e ripristinare i giornali/traversine. Hai finito il lavoro e ti alzi felice del grado di pulizia ottenuto. Il furetto B entra nella lettiera pulita per fare i suoi bisogni. Contemporaneamente il furetto D arriva a gran corsa e con un potente balzo si aggrappa al sacchetto pieno di sporco che stai trasportando, squarciandolo e rovesciando tutto il contenuto in terra. A questo punto perdi conoscenza. Ripetere più volte al giorno per il numero di lettiere contenute nell’abitazione.

18


Anno 16 - n.91

FURETTOMANIA INFORMA

GENNAIO FEBBRAIO 2015

di Simonetta Gini

L'AGENDA DI RADIO BAU&CO.

Volontaria FM ONLUS

Io ed Angelo siamo stati contattati da Viviana Puzone, Presidente FM ONLUS, perché l'Associazione era stata invitata alla presentazione della BAU AGENDA e, per precedenti impegni lei non poteva presenziare. L’evento si svolgeva presso la casa editrice EIFIS di Milano. Pensavamo una cosa ufficiale e magari un po’ “ingessata”, invece ci siamo trovati nel mezzo di una bellissima festa con tanto di Dj e persone simpaticissime che hanno fatto di tutto per farci sentire a nostro agio. Gli onori di casa li faceva Davide Cavalieri speaker di Radio Bau e amico di Furettomania ONLUS, con lui ci siamo intrattenuti a chiacchierare e a sfogliare la Bau Agenda, dove Furettomania ONLUS è presente al mese di Giugno. L’agenda è molto interessante in quanto tratta diversi argomenti, dagli animali alla cucina Veg (anche il gustoso buffet era Veg) e consigli di bellezza tutti rigorosamente naturali!!! Una bella esperienza, e rappresentare Furettomania ONLUS ci riempie di orgoglio, perché?? Semplice: ci crediamo!!! Simonetta&Angelo

19


Anno 16 - n.91

FURETTOMANIA INFORMA

GENNAIO FEBBRAIO 2015

Disponibile il nuovo Calendario Furettomania ONLUS 2015!!!

Illustrato con le foto vincitrici del concorso fotografico FM tenutosi durante la Carica dei Cercafamiglia a Giugno 2014! Il ricavato delle vendite sarĂ interamente devoluto all'Associazione per la cura dei furetti abbandonati, per richiederlo:

http://www.furettomania.it/shop-online-gadget-fm/ o contattare tesseramenti@furettomania.com 20


Anno 16 - n.91

FURETTOMANIA INFORMA

GENNAIO FEBBRAIO 2015

20° Concorso italiano di Bellezza per Furetti: cronaca di una giornata d’amore per i puzzoloni Ogni puzzolone è bello a mamma sua... L’Associazione Italiana Furetti Furettomania ONLUS, raggiunge la 20ima edizione per il Concorso Italiano di Bellezza per Furetti!

di Simona Turelli socia FM ONLUS

21


Anno 16 - n.91

FURETTOMANIA INFORMA

La gara si è svolta presso la Cascina Grande di Rozzano (MI), domenica 30 novembre 2014 e ha visto una partecipazione oltre le aspettative. Più di 70 i furetti in gara nelle varie categorie che si distinguono per età (junior, adulto e senior), per sesso (maschi interi o castrati, femmine intere o castrate) e per tipologia di pelo (corto o angora). Tantissimi i pelosi premiati con snack, crocche, lettiere, giochini e dolcetti offerti dai partner solidali dell’evento. Ma come si fa a giudicare i nostri amici pelosi e decidere chi premiare? Lo abbiamo chiesto direttamente a due giudici di Furettomania: Rocco Pellegrino e Claudia Segafredo.

GENNAIO FEBBRAIO 2015

Giudici si diventa sicuramente per passione ma è necessario unire una forte professionalità per essere del tutto imparziali (in ogni caso un giudice che abbia furetti propri in gara non potrà giudicarli di persona). Rocco e Claudia raccontano di aver fatto il corso per diventare giudici nei concorsi di bellezza per furetti 5 anni fa ma sottolineano che il primo corso in Italia risale addirittura al 2001. Negli ultimi tredici anni molti giudici italiani sono anche stati invitati all’estero, in località dove maggiore è la presenza di allevamenti di furetti e dunque i concorsi di bellezza hanno un carattere prettamente economico e chi li organizza cerca giudici internazionali competenti ed imparziali.

Ma quali sono i parametri che fanno pendere l’ago della bilancia dalla parte del vincitore? Sicuramente la pulizia e la cura dell’animale, unghie ben tagliate ed orecchie pulite sono la regola. Oltre poi ai paramentri più tecnici di bellezza (non ve li spiego perché non li ho capiti… a me sembrano tutti dei pelosoni così tenerosi!), conta anche il carattere dell’animale... un furetto adulto mordace più anche essere eliminato dalla competizione (con gli Junior si è di manica un po’ più larga...). Se poi qualcuno sfuretta...cose che capitano... e che son capitate anche in questa edizione del Concorso di Bellezza per Furetti!

22


Anno 16 - n.91

FURETTOMANIA INFORMA

GENNAIO FEBBRAIO 2015

Chiedo poi a Rocco e Claudia di parlarmi dell’evento come occasione per trovare nuovi genitori ai furetti in affido all’associazione. Loro, che non vedevano l’ora di liberarsi della sottoscritta (questi giudici che non amano i riflettori!), mi presentano Cristina Avvignano, informatrice di Furettomania per il Piemonte e volontaria dell’associazione dal 2002. L’intento di una manifestazione come questa è certamente quello di raccogliere fondi per l’associazione e passare una giornata divertente con i propri furetti ma è anche quello di trovare casa a quei pelosi che non l’hanno più o che non l’hanno mai avuta. Come Bonnie e Clide, due vecchietti in affido a casa di Cristina, ceduti perché vecchi e malati (in verità Bonnie, nonostante l’età, è un fiore, mentre Clide è malconcio e bisognoso di cure a 360°... ma, come ha detto Cristina “Vanno via solo in coppia, sono insieme e rimangono insieme”).

23


Anno 16 - n.91

FURETTOMANIA INFORMA

GENNAIO FEBBRAIO 2015 .

Questi step servono a comprendere, oltre che dalle risposte anche dal comportamento, se il richiedente sia o meno adeguato. Fondamentale è dimostrare di avere pazienza (le volontarie hanno una vita propria, non la passano a guardare la mail di Furettomania ogni 5 minuti!) e disponibilità a spostarsi (il furetto è un animale particolare che ha bisogno di cure specifiche, se non ti sposti per andare a prenderlo dalla volontaria una volta sola sicuramente non ti sposterai quando ci sarà bisogno di andare dal veterinario). La giornata prosegue con le relazioni dei veterinari Kiumars Khadivi Dindoli e Miriam D’Ovidio, rispettivamente sulle patologie gastrointestinali nel furetto e sulla comunicazione attraverso il gioco con i propri animali. In entrambi i casi viene sottolineato come il furetto sia un animale particolare, né un cane né un gatto, ed abbia dunque esigenze e comportamenti particolari.

Non è raro che un furetto venga abbandonato in tarda età ( e viene da chiedersi come fai ad avere un pelosetto in famiglia per anni e poi abbandonarlo nel momento del bisogno... ma forse basta guardare cosa succede spesso ai nonni umani...) ma ancora più frequente è l’abbandono postnatalizio. Cristina mi spiega che il momento di maggior emergenza per gli abbandoni e la ricerca di affidi temporanei, stalli e nuovi genitori è il mese di di febbraio: stanchi del gioco nuovo che gioco non è i padroni si liberano dei propri furetti cedendoli all’Associazione o abbandonandoli in strada. In una giornata come quella del Concorso di Bellezza si può arrivare ad incontrare fino a 20 potenziali nuovi genitori per i pelosi abbandonati. Ma qual è l’iter per l’adozione di un furetto tramite Furettomania ONLUS? Cristina mi spiega il metodo per testare i richiedenti: innanzitutto viene loro chiesto di compilare il questionario di richiesta, successivamente vengono contattati telefonicamente e poi invitati per un incontro presso la casa del volontario (o durante un evento dell’Associazione).

24


Anno 16 - n.91

FURETTOMANIA INFORMA

GENNAIO FEBBRAIO 2015

La giornata dedicata ai furetti, con il pretesto del concorso di bellezza, vuole soprattutto far divertire animali e umani e creare una rete di connessioni tra gli amanti di questi bellissimi pelosetti. Non possono certo mancare, con questi presupposti, le gare di Agility e Stand up! Come si intuisce dal nome, lo Stand up consiste nel rimanere il più possibile in equilibrio sulle zampine posteriori, trionfatore Angus con un tempo strabiliante di 1 minuto e 20 secondi! L’agility ferret (non vi spiego nemmeno cos’è, l’avete vista in salsa canina un sacco di volte!) riserva sempre qualche risata e alle volte ti sembra di sentir dire al furetto di turno “ma che vogliono tutti? Oggi non faccio il mio percorso, sono timido con tutti a guardarmi!”. Di certo non ha perso la concentrazione il vincitore di quest’anno, Pulciotto, che ha realizzato il nuovo record di Agility Ferret con un tempo di soli 7 secondi. Introdotto da quest’anno il premio alla miglior Playpen allestita durante il concorso, vinto da Lisa Cecchini per l’originalità. Sempre rimanendo in tema di originalità, introduco un premio tutto mio (molto apprezzato dalle Insiders del gruppo di Facebook), quello per il fufo più dormiglione, vincitore il mio Skinny, con un tempo di veglia totale nella giornata del concorso di circa 15 minuti!

Si ringraziano i giudici ufficiali di questa edizione del concorso: Viviana Puzone, Angelo Frigerio, Cristina Avvignano e Rocco Pellegrino e gli assistenti Laura Bartolini, Ilaria Salis, Antonio Marinone (n.d.r. devo ammetterlo, la mia velina preferita) e Zelinda Rochira. Grazie ragazzi! Gran bel lavoro! Per sfogliare l'album delle tante fantastiche foto del nostro fotografo ufficiale Alex con il supporto di Barbara:

https://drive.google.com/folderview?id=0B7dKd82f6WIWcmd3dmRBdGJDUk0&usp=drive_web 25


Anno 16 - n.91

FURETTOMANIA INFORMA

26

GENNAIO FEBBRAIO 2015


Anno 16 - n.91

FURETTOMANIA INFORMA

27

GENNAIO FEBBRAIO 2015


Anno 16 - n.91

FURETTOMANIA INFORMA

GENNAIO FEBBRAIO 2015

LE SCIARPE FURETTOSE FM ONLUS

Dopo l'incredibile successo della sciarpa zibellino chiaro quest'anno anche la versione zibellino scuro! Imperdibile anche se si ha già l'altra! Renata, la nostra volontaria dalle mani d'oro si era superata, la sciarpa zibellino chiaro 2014 era davvero adorabile e richiestissima, un eccellente lavoro artigianale che ci ha dato grandi soddisfazioni, tanto impegno per accontentare tutti, ma la nostra Renata ha le mani d'oro e tanta generosità, e per il 2015 ne ha prodotta la versione zibellino scuro, se possibile ancora più bella! Non esitate a prenotarla se volete accaparrarvene una! Il ricavato delle vendite sarà interamente devoluto all'Associazione per la cura dei furetti abbandonati, per richiederla http:/ /www.furettomania.it/shop-online-gadgetfm o contattare tesseramenti@furettomania.com

28


Anno 16 - n.91

FURETTOMANIA INFORMA

GENNAIO FEBBRAIO 2015

Non in tutte le case può esserci un furetto... ma ogni furetto deve averne una!

NAYMA EDGAR

Eri piccolissima e ridotta pelle ossa tanto spaventata da aggrapparti con le unghie quando ti ho presa in braccio e messa sulla spalla , ti sei nascosta sotto i capelli sotto la piega del collo tremante ... Spelacchiata e con la pelle che bruciava di calore protratto in quel pomeriggio di luglio, quante ne avevi passate piccola chi ti ha persa non ti ha più cercata magari non si e' nemmeno accorto che sei scappata forse volevi la libertà o forse cercavi più amore ma la strada non e' stato un buon posto dove andare, tanta paura tanti rumori tanti piedi sconosciuti intorno e niente di buono da mangiare . Poi un Angelo ti ha trovato in mezzo a quella confusione ti ha ripulito e ha chiesto aiuto per te piccolina ... Quante notti hai dormito sotto la piega del mio collo tutta rannicchiata era l'unico posto sicuro che non ti spaventava volevi solo il calore e la protezione di una famiglia tutta per te e ora a distanza di mesi te l'abbiamo trovata , ora inizi una nuova vita, dimentica la strada e la paura ora non c'è più pericolo hai una casa tutta tua e tutti ti vogliono bene ora! Un bacio piccola mia. grazie a Giuseppe e Lorenza che hanno dato fiducia al piccolo squaletto.

29

Ciao Edgar, "2 giorni" mi dissero, il tempo di organizzare per spostarlo. Quella sera uscito dal trasportino spelacchiato con quella pulce che ti correva sulla pelle e quel pancione enorme, uno strazio... 2 mesi son passati insieme a te, dal primo momento comunque hai dato fiducia di nuovo all'uomo che ti ha ridotto così! I tuoi baci non li dimenticherò mai, vederti migliorare di giorno in giorno è stata una gioia e lasciarti bello e dolcissimo lo è stato ancor di più, sarai sempre nel mio cuore piccolo guerriero. Grazie alla tua nuova famiglia per averti accolto, sarai la loro gioia!


Anno 16 - n.91

FURETTOMANIA INFORMA

GENNAIO FEBBRAIO 2015

KIM (LOGAN) LUPINO

Dopo tanto aspettare anche KIM (LOGAN) ha trovato la sua compagna per la vita! Grazie a mamma Cristina! Benvenuta Logan!!! JOHNNY

TUKE

Lupino (Skipper) L'inizio non è Piccola Tuke, rimasta senza la tua stato dei più rosei, ma grazie a Jambo ora non sei più solo e stai sorellina Neve.. strappata da un imparando che gli umani non sono brutto male incurabile. Ma non sei per niente male! Grazie, Monica e rimasta sola.. Paola e Filippo ti famiglia, per esservi fatti sciogliere hanno adottata e reso questo Natale il cuore da questo musetto discolo! un po’ meno triste. Grazie a voi soci, per l’amore che avete messo in questo affido divenuto poi adozione PORTHOS&PANZA del cuore! AGO

Il tenerissimo furettone Johnny ha trovato la sua famiglia in men che non si dica, grazie a Margherita&Stefano per averlo accolto! OLGA&BRICIOLA

A volte le adozioni sono facili, tanto quanto difficili sono le cessioni. Panza e Porthos sono arrivati in affido e Would you believe in a love at first Simonetta e Angelo, i soci a cui sight? Yes, I'm certain that it abbiamo assegnato il caso, non hanno happens all the time (Crederesti avuto dubbi: I due piccolo avrebbero passato il Nalale in Famiglia. La loro, nell’amore a prima vista? Sì, sono sicuro che capita di continuo). definitivamente. Grazie ancora a Simo cit. dalla canzone "With a Little Help e Cif per questo ennesimo, splendido from My Friends" dei mitici atto d’amore! Per le nostre due principesse Olga e Beatles. E Amore a prima vista è Briciola Babbo Natale è arrivato stato per Camilla con Ago, che è prima facendo loro trovare una corsa a prenderlo a Treviso per nuova famiglia e un papà che le ama iniziare una nuova vita insieme, con tanto!!! Grazie Roberto per averle Morgan ad attenderli! Grazie! accolte

30


Anno 16 - n.91

NEVE

Piccola dolce neve...nel poco tempo che sei rimasta con i volontari FM hai potuto conoscere che significa avere una vera famiglia, purtroppo eri davvero tanto malata e anziana. Siamo felici però di averti potuto salvare e donare qualche mese di gioia e serenità. Grazie a Paola e Filippo.

FURETTOMANIA INFORMA

GENNAIO FEBBRAIO 2015

PAN

LYRA

ciao dolce monello, sei arrivato un giorno per la vigilia di Natale per caso, il più bel regalo eri il mio patatone. giocherellone e pieno di vita. sempre premuroso e gentile con la tua sorellina mi manchi tantissimo ti amo infinitamente un giorno spero di poterti riabbracciare lassù la tua mamma Laura

ciao piccola principessa, la mia prima furettina la tua dolcezza è sempre con me eri la tenerezza fatta furetto tutte le notti dormivi accanto a me ed ora il calore del tuo corpicino mi manca terribilmente ti amo infinitamente un giorno spero di poterti riabbracciare lassù la tua mamma Laura

31


Anno 16 - n.91 FIOCCO

Si perde un compagno di vita peloso... poi si fa di tutto per farne felice un altro... e tutto ha un senso... tutto ricomincia... l'amore, quello vero, nn ha fine, cambia e continua... Ciao Fiocco, grazie di tutto quello che ci hai dato. La tua famiglia LUCIFERO

Il furetto piú buono del mondo, ecco come voglio ricordarti! Non ci sono parole per descrivere quello che mi hai dato in questo tempo passato insieme... Adesso sei libero dal male che oggi ti ha portato via da me troppo presto... Ti voglio bene Lucifero, mia Stella del Mattino!

FURETTOMANIA INFORMA PCHAN

GENNAIO FEBBRAIO 2015

DENISE

Da ieri il ponte dell'arcobaleno ha un piccolo tesoro in più, un furetto speciale. Sei arrivato a casa sette anni e mezzo fa, entrando subito nei nostri cuori e facendoci conoscere il magico mondo dei furetti. Sei stato unico e insostituibile, la nostra ombra, capace di farci ridere come dei matti ed emozionare, quando hai combattuto quelle brutte malattie con la forza misteriosa che il vostro minuscolo corpicino possiede. Ieri alla fine il tuo cuoricino ha ceduto, sei voluto volare via, ma lo hai voluto fare tra le nostre braccia...tra le braccia di chi ti ha amato come un figlio. Addio piccolo Pchan...addio puzzolino nostro... MERRY

Buon viaggio Merry...torna a trovare la tua sorellina Safira e i bipedi Giulia e Michele che tanto ti hanno amato! Un abbraccio. 32

Ciao Deni sei arrivata col bacio di buona fortuna ora ci lasci con lo stesso bacio ciao piccola terribol ferrett sei stata con noi quasi 8 anni ora vai piccola vai con i tuoi vecchi compagni un giorno io attraverserò quel ponte e non ci lasceremo mai più . Stefano e Simona

SIDRO

Ciao Sidro, purtroppo te ne sei andato troppo presto ma ricorda sempre che la mamma ti vuole bene. Fai il bravo e non nascondere troppe ciabatte lassù. Ogni tanto torna a trovare nei sogni me e la zia. Non ti scorderemo mai


Anno 16 - n.91

FURETTOMANIA INFORMA PACO

GENNAIO FEBBRAIO 2015

LULU' SPILLO

Un saluto per le mie piccoline: Matilde che se ne è andata il 12 agosto e Lulù che ha voluto raggiungerla il 13 dicembre. Il loro ricordo sarà sempre nel nostro cuore. Maria Pia e Luigi

HARALE

Non è mai giusto quando ve ne andate così all’improvviso..strappati da un male incurabile e contro cui non possiamo neanche lottare. Il nostro abbraccio va a Sara e Cris

Paco ha raggiunto la sua compagna Pallina. Adesso è nuovamente accanto alla sua compagna sia fisicamente che oltre il ponte dell'arcobaleno. Un abbraccio Ramona GEDEONE

...piccolo carrarmatino dolce, ti porterò nel mio cuore sempre e continuerò a darti i mille bacini sulla panzotta mentre giocheremo insieme, un giorno... Cerca Spike, ti starà aspettando. A presto Spillino

NIKA Hai raggiunto la tua Jacky piccolo guerriero. Sei stato tanto coccolato da Sabrina e la sua famiglia. Ora corri sereno sul ponte! MATI

Ciao mia piccola e dolcissima Matitonia, la mamma ti tiene sempre stretta nel suo cuore e non ti dimenticherà mai. 33

Un giorno, e i prossimi che verranno, terribile. Giro per casa e il vuoto è assordante. Non tu scricciolina mia, non era il momento per lasciarmi così. Non è giusto.


Anno 16 - n.91

FURETTOMANIA INFORMA

GENNAIO FEBBRAIO 2015

di

Sibilla Putoria

Ariete

22 marzo - 20 aprile

Furettino dell’Ariete… Niente davvero di cui lamentarti per l’inizio di questo anno! Il tuo morale è alle stelle, sei iperattivo nonostante l’inverno dovrebbe vederti a riposo… Occhio però a non strafare: ricorda che al di là dell’esuberanza che ti regalano gli astri, devi ritagliarti qualche momento per prenderti cura di te stesso, per rannicchiarti nella tua cuccia e lavarti il musino con attenzione e per strusciare la schiena contro del caldo pile!

Toro 21 aprile - 21 maggio

A gennaio, anche se vivi libero per casa, ti sembrerà di stare chiuso in gabbia: è un inizio dell’anno un po’ in sordina; se si un anzianotto è probabile che spunti fuori qualche acciacco momentaneo, che però già da febbraio inizierà a dissiparsi. La routine di queste giornate brevi forse ti rende indolente nel gioco, tuttavia è un buon momento per fare scorta di energie (e grasso!) in attesa della primavera.

34


Anno 16 - n.91

FURETTOMANIA INFORMA Gemelli

GENNAIO FEBBRAIO 2015

22 maggio - 21 giugno

Tutte le tue personalità sono frizzanti e scoppiettanti, tanto che anche se sei uno solo, in casa pare di avere una ciurma di furetti! Questo bimestre scorre leggero, piccolo furetto dei Gemelli e la sua quotidianità fatta di coccole, buon cibo e corse pazze è il miglior balsamo per la tua indole un po’… Mutevole.

Cancro 22 giugno - 22 luglio È probabile che in questi due mesi i tuoi sforzi per raggiungere quel vaso in cima al tavolo vengano costantemente frustrati; forse la cosa potrebbe irritarti e, diciamo, potrebbe scapparci qualche morso più deciso del solito. Ma il mio consiglio è di riflettere su questo, furetto del Cancro: forse c’è un motivo sensato e logico dietro al fatto che quel vaso ti sia stato reso irraggiungibile… Magari per evitare che tu te lo tirassi in testa!

Leone 23 luglio - 22 agosto Sono i piccoli eventi di gennaio e febbraio a catturare la tua attenzione: una stanza che prima era sempre stata chiusa ora la si può esplorare, oppure l’umano ha deciso di lasciare che tu metta le sue ciabatte dove secondo te stanno meglio. La vita trascorre senza tanti sconvolgimenti, anche se forse ti vede un po’ ritroso sul versante coccole…

Vergine 23 agosto - 22 settembre

Va’ dove ti porta l’istinto e dacci sotto con le sfurettate. Vivi senza freni questo gennaio, danza come se non esistesse un domani, salta su quel letto, rotolati nella lettiera! Ti ameranno anche sporco e puzzolente… Poi però vorranno lavarti. Poco male: il phon di inverno è una coccola piacevole.

Bilancia 23 settembre - 22 ottobre Vacci piano, furetto della Bilancia: morigerazione è il consiglio che ti do per questo gennaio. Meno esuberanza, meno salti e più annodarti insieme al tuo compagno furetto. Se sei alle prese con un inserimento che dura da tempo, questo potrebbe essere il momento giusto per sbrogliare i nodi. La ricetta è sempre la stessa: ti salto davanti, mi affrittello per terra e poi ti lecco le orecchie. Le giornate scivoleranno così in un febbraio all’insegna della tranquillità emotiva.

35


Anno 16 - n.91

FURETTOMANIA INFORMA

GENNAIO FEBBRAIO 2015

Sagittario 22 novembre - 20 dicembre Ce la devi mettere tutta: che sia saper uscire da un periodo in cui non ti senti bene, o che sia per aprire il tuo cuore alla nuova famiglia che ti ha preso con sé. Probabilmente non è un momento facile e spezzare la routine ti sembra complicato; ma sei un furetto: da te scaturisce gioia, sappila sfruttare.

Scorpione 23 ottobre - 21 novembre Per te invece la raccomandazione è di non seguire l’intuito; furettino, faresti meglio a fermarti un secondo a riflettere prima di litigare con il grosso, grossissimo cane del vicino, prima di infilare la porta aperta su mondi sconosciuti. A volte, come dice Peter Pan, il meno è più; un passo indietro. Al limite, un passo indietro, coda alta e cacca in un angolo…

Capricorno 21 dicembre - 19 gennaio Lo sbocciare della tua esuberanza che era iniziato con lo scorso bimestre continua in questo inizio di 2015; sei stupito di te stesso, forse tanto da dimenticare che il tuo benessere non è dovuto solo a te stesso e alle crocchette che riesci a nascondere per i tempi a venire. C’è una mano che veglia su di te, ed è una mano che ti ama: non di sola crocchetta vive un furetto.

Acquario

20 gennaio - 19 febbraio

Se un furetto fosse introspettivo, allora saresti tu; cosa succede? Sei davvero giù di morale e chiuso in te stesso o è semplicemente un’indigestione da troppa carne? Febbraio ti porta una ventata di vitalità e ti fa uscire di nuovo fuori dal guscio

Pesci 20 febbraio - 21 marzo Stranamente, hai voglia di stare per i fatti tuoi: né il tuo umano né i tuoi compagni furetti riescono a darti quello che desideri. Credi che sia tutto finito, che l’amore sia terminato, quel tepore che ti scaldava il cuore… Ah, no, semplicemente la copertina elettrica si è guastata. Come vedi, pensavi fosse non amore ed invece era mancanza di elettricità.

36


Anno 16 - n.91

FURETTOMANIA INFORMA

37

GENNAIO FEBBRAIO 2015


Anno 16 - n.91

FURETTOMANIA INFORMA

GENNAIO FEBBRAIO 2015

Gli eventi di FM ONLUS sono:     

banchi informativi e per adozioni banchi accessoristica ed oggettistica con creazioni dei nostri soci per i furetti e non solo, atti alla raccolta fondi a scopo benefico per la cura e la tutela dei furetti abbandonati interventi di veterinari specializzati nella cura del furetto diffusione materiale informativo sulla corretta gestione e alimentazione del furetto punti di aggregazione e giochi per furetti e i loro amici bipedi e tanto altro ancora!

Location e date potrebbero subire variazioni, maggiori informazioni saranno aggiornate a ridosso degli eventi. Alcuni eventi sono in fase di organizzazione su ed alcuni stand informativi e iniziative dei soci che verranno comunicati di volta in volta che verranno organizzati.

38


Anno 16 - n.91

FURETTOMANIA INFORMA

GENNAIO FEBBRAIO 2015

di Patrizia Puccetti Ufficio Centrale Adozioni FM ONLUS

39


Anno 16 - n.91

Come Socio hai l’occasione di partecipare attivamente all’attività dell’Associazione, aiuta anche tu i furetti abbandonati! Se vuoi contribuire alle attività dell'Associazione come volontario, puoi collaborare anche tu in molti modi, ognuno secondo le proprie possibilità e disponibilità

FURETTOMANIA INFORMA

GENNAIO FEBBRAIO 2015

 inviando a Redazione@furettomania.com articoli della tua esperienza con i furetti, raccontando la tua storia, la tua eventuale esperienza di adozione, suggerendo soluzioni di gestione che hanno migliorato la convivenza coi tuoi furetti o problematiche che hai dovuto affrontare, anche solo mandando una foto particolare che racconti un momento speciale, anche solo con un piccolo commento, ogni condivisione è importante e utile per tutti, non siate timidi, non servono lunghi ed impegnativi articoli, c'è spazio per ogni modalità, anche la sola segnalazione o suggerimento di argomenti di interesse condiviso sui furetti e sui mustelidi tutti e, perché no, qualche volta anche per qualunque altro animale speciale che è più che benvenuto!

 compilando il Modulo di Volontariato che trovi alla pagina: http://www.furettomania.it/dai-unazampa e indicando le tue disponibilità, anche occasionali, che sia per ospitare in affido temporaneo i furetti abbandonati in cerca di casa, che sia per trasportarli dal veterinario per visite di routine o ad esempio chi si sposta periodicamente tra regioni per lavoro o visite a parenti ed amici può cogliere l'occasione per aiutare con un trasferimento di furetti che vanno in adozione o sono da recuperare. Le staffette sono importantissime, e più capillari siamo più potremo aiutare furetti in difficoltà! Una volta compilato il modulo o contattato info@furettomania.com sarai contattato al più presto da un nostro collaboratore per dettagli e spiegazioni.  offrendo la possibilità di esporre nei propri luoghi di lavoro o  preparando o donando oggettistica, relativa frequentazione locandine e brochure ai furetti e non, che sarà utilizzata nella che promuovono le nostre attività o raccolta dei fondi durante le manifestazioni dando la disponibilità per le agevolazioni per la carta azzurra dei o anche offrendo il proprio supporto soci. nell'allestimento e gestione dei banchetti informativi e dei giochi durante le manifestazioni stesse.  per mille altre cose con cui puoi contribuire attivamente alla crescita dell'associazione di cui fai parte! Per ogni domanda, suggerimento o dubbio contatta senza esitazioni info@furettomania.com Ricorda che nel volontariato ogni goccia nel mare è fondamentale!!! GRAZIE!

40


Anno 16 - n.91

FURETTOMANIA INFORMA

LA CARTA AZZURRA DEI SERVIZI Diversi Soci in tutta Italia che posseggono negozi o altre attività, offrono sconti per i Soci di Furettomania che si presenteranno con la tessera valida per l'anno in corso. I Soci interessati ad offrire sconti ed agevolazioni ad altri Soci, possono contattare la Redazione via e-mail a Redazione@furettomania.com. Dai presenti servizi sono escluse tutte le attività inerenti il commercio di animali. L’Associazione precisa che il presente servizio è riservato ai Soci dell’Associazione stessa e dichiara di non percepire alcun compenso per questo servizio. Le agevolazioni offerte verranno comunicate di volta in volta sul Giornalino. •

• •

Dott. Marzia Possenti, medico veterinario esperto in comportamento e in medicina e chirurgia dei piccoli mammiferi, www.arcaveterinaria.it www.traccedellarca.it Dott. Miriam D’Ovidio, medico veterinario, master in medicina del comportamento cognitivo-zooantropologica, istruttore cinofilo, www.arcaveterinaria.it www.traccedellarca.it Visite comportamentali, percorsi riabilitativi e inserimenti sconto ai soci di FM 10% POT POT accessori di Cristina&Andrea. Sconto 10% su tutte le cucce, per info cri.potpot@gmail.com www.thedrinkshop.it Sconto del 5% con il codice PROMOFM2014 . Il buono è cumulabile con le offerte in corso, minimo d'ordine €40,00. Spedizioni in tutta Italia. Giovanna Rosso Limone, consulente di benessere e salute sessuale su Roma: sconto di 20 € su tutti gli acquisti in consulenza. Pe info: www.rossolimone.com giovanna.roma@rossolimone.com Tel: 349 5558709 Facebook: Giovanna Roma Rosso Limone La pasticceria s.a.s. di Benvenuto Emanuele, Piazza Adua, 8/B Biella. Sconto 10%. Per Informazioni: Riccardo, tel. 015-8492685.

Bar Croce Bianca di Aries Emilia, Via dei Pescatori, 1 -Cerro di Laveno Mombello (VA). Sconto 10% sulle consumazioni. Per informazioni: Emilia, tel. 338-7562220.

Polleria girarrosto di Angela Masso Mercato- P.zza Borromini n.48 Torino Tel 347 4900848 Orario: dalle 8 alle 14 Carni tritate (compreso la quaglia intera) o a pezzi secondo le esigenze. Al cantun d’lè fiur (l’angolo dei fiori) Negozio di fiori e piante di Mauro Garelli C.so Casale 192/a - Torino Tel. 011 8980166 Sconto del 10% su tutti gli articoli escluso faxiflora.

Azienda Agrituristica Arcadia Camere, cene, eventi, prodotti biologici. La struttura accetta animali e i furetti sono benvenuti, sconto soci FM 10% su tutti i servizi. Via Cornetta 491 Poggetto di San Pietro in Casale (Bologna) Tel: 051 813176 Cel: 347 9161584 www.arcadia-agriturismo.it arcadia_bb@libero.it

Riservata ai soci di Furettomania ONLUS

41

GENNAIO FEBBRAIO 2015

RESPONSABILI UFFICI FURETTOMANIA E-mail centrale

info@furettomania.com CONSIGLIO DIRETTIVO Viviana Puzone, Presidente, 339/1158668, Ariela Trovato, Consigliere, 334/8586875, Claudio Cermelli, Consigliere 340/5226910, Lisa Cecchini, Consigliere, 329/3291341 Gaia Franzoso,Tesoriere, 333/8911991 Consiglio.direttivo@furettomania.com

Ufficio Tesseramenti e Iscrizioni Gaia Franzoso 333-89119991 Tesseramenti@furettomania.com Ufficio Centrale Adozioni Patrizia Puccetti 335/6678218 Viviana Puzone 339/1158668 Ufficio.adozioni@furettomania.com Ufficio Amministrativo Gaia Franzoso 333-89119991 Amministrazione@furettomania.com Ufficio Anagrafe Simonetta Gini 348 4459969 VivianaPuzone 339-1158668 anagrafe@furettomania.com Ufficio Certificati Claudia Segafredo 338-5430132 Certificati@furettomania.com Ufficio Manifestazioni Manifestazioni@furettomania.com Ufficio Redazione Giornalino: Patrizia Puccetti 335-6678218 Ariela Trovato 334-8586875

Redazione@furettomania.com


Anno 16 - n.91

FURETTOMANIA INFORMA

Questo bimestrale non è pubblicato a scopo di lucro e non intende ledere in alcun modo i diritti d'autore. Eventuali immagini o brani pubblicati, tratti dal web, sono valutati di pubblico dominio e/o ne è stato chiesta la concessione; qualora il loro uso violasse involontariamente diritti d’autore, lo si comunichi alla redazione, che provvederà alla loro pronta rimozione. Grazie

42

GENNAIO FEBBRAIO 2015

Profile for Furettomania ONLUS

01 Gennaio Febbraio 2015  

Pubblicazione bimestrale riservata ai soci di Furettomania ONLUS

01 Gennaio Febbraio 2015  

Pubblicazione bimestrale riservata ai soci di Furettomania ONLUS

Advertisement