Page 1

F

OTOGRAFANDO TORINO Magazine

Numero Diciotto Giugno 2012

Evento passato: III° Book fotografico “On air” 10 domande a... Kitty Gallannaugh Elena Kalis Rita Romano Approfondimenti: Nikolay Glazunov La foto del mese: Fotografando Torino Appuntamenti del mese

Cercate “Fotografando Torino Magazine” su Facebook

fotografando torino magazine


Rimani aggiornato con noi Contattaci: info@fotografandotorino.it www.fotografandotorino.it www.fotografandotorino.it/magazine Seguici:

FTm Magazine di fotografia, immagine, arte DIRETTORE EDITORIALE Stefano Scaramuzzo REDATTORE Davide Melchionna PROGETTO GRAFICO Marie Hackbarth

Guardaci:

Hanno collaborato a questo numero: Massimiliano D’Urso Stefania Patrì CONTATTI info@fotografandotorino.it redazione@fotografandotorino.it

Powered by:

Questo mensile non rappresenta una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato con cadenza periodica né è da considerarsi un mezzo di informazione o un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62/2001. Finito di editare il 29 maggio 2012. Fotografando Torino Magazine è pubblicato mensilmente online tramite il portale Issuu.com

2 FOTOGRAFANDO TORINO MAGAZINE GIUGNO 2012


As acit, quia excearum eum nem qui occum iscil ipitae. Lore ressus ipitatia plignis et inumque as voluptatiur mil im quidell igendis aut fuga. Enienit, sapero etur? Qui blaboriae eum quiam ut lique volum hiliquam eum sitatem. Et quae. Nam, quo tendaec abore, a ipideli tatiamet lique dolupta vollit re voluptatas re, officimus, tem que ne lam, quiae voloreiur arit quam quia voluptam ipsunt ommolupid exceris eosam excepero dis et uteces et es modi dollendus rerspernat. Dam facculpa quam quibus aruptat emporro ilicia quam, ea ad qui sinciaerci dellacea aut unt. Mendipsunt utem rest qa ipsandam hiciusd aniatur asi tores es earum cuscium labo. Et aut quam, sit, illaut facerit omnimil maximusam voloriatust eum niae. Ene sitaeperrum quidebitium volor aut unt, sus eos illabor eperis re, illandi as ex explacc aboresequat quostistotat re, utem arcid qui tem eiusandisti doleseq uideles accus reribus mo tem hilia numque volupit aut odipici quiae esequi aspelibus modiore stestis con nihilis ra parciditinus quae cusa vidit hillab ium quat aut aliquas eaquibus doloreperum veliquo torem ni nume pror sit, sum, endigendus eic tem que exce

Scopri il nuovo sito di fotografando torino: ptat volut hillab is quam eariat animust evelisitiori re rem sus non commos esto dipi

t auda niam ipitinu llateca ecAs acit, quia excearum eum nem qui occum iscil ipitae. Lore ressus ipitatia plignis et inumque as voluptatiur mil im quidell igendis aut fuga. Enienit, sapero etur? Qui blaboriae eum quiam ut lique volumt aligendus dipsame pliquatet, nobis ea verum fuga. Nest, aceste idita dolupient harum quatur accatur, verorum esentiam fugiaec tatate dolupturio conectia ipsandam hiciusd aniatur asi tores es earum cuscium labo. Et aut quam, sit, illaut facerit omnimil maximusam voloriatust eum niae. Ene sitaeperrum quidebitium volor aut unt, sus eos illabor eperis re, illandi as ex explacc aboresequat quostistotat re, utem arcid qui tem eiusandisti doleseq uideles accus reribus mo tem hilia numque volupit aut odipici quiae esequi aspelibus modiore stestis con nihilis ra parciditinus quae cusa vidit hillab ium quat aut aliquas eaquibus doloreperum veliquo torem ni nume pror sit, sum, endigendus eic tem que exceptat volut hillab is quam eariat animust evelisitiori re rem sus non commos esto dipit auda niam ipitinu llateca ec

www.fotografandotorino.it www.fotografandotorino.it/magazine 3 FOTOGRAFANDO TORINO MAGAZINE GIUGNO 2012


CONTENUTI In copertina: fotografia di Elena Kalis

5 7/9

Appuntamenti Editoriale

Evento passato III° Book fotografico “On air” Dieci domande a...

10/11

Kitty Gallannaugh

12/13

Elena Kalis

14/15 Rita Romano

Approfondimenti

16/18

Foto del mese

Nikolay Glazunov

22 23

LEGAL & DISCLAIMER Il copyright delle immagini e dei testi presenti su FTm è di proprietà esclusiva dei rispettivi Autori. FTm è un free magazine distribuito digitalmente in formato elettronico: la sua diffusione o ridistribuzione non costituisce reato, anzi è il mezzo con il quale far conoscere FTm e le opere in esso pubblicate. Tuttavia, la riproduzione anche parziale di tutto ciò che in esso è contenuto, senza il consenso esplicito dei detentori dei diritti, è severamente vietata e punibile a norma di legge. FTm viene controllato attentamente prima di essere distribuito, tuttavia può contenere errori sfuggiti a tale controllo. Ci scusiamo anticipatamente per qualsiasi problema derivante da queste inaccuratezze. La redazione di FTm non può comunque in nessun modo essere ritenuta responsabile per qualsiasi danno provocato, direttamente o indirettamente, dalle informazioni contenute nel magazine.

Recensioni

19 Libri

20 Film

21 Attrezzatura 4 FOTOGRAFANDO TORINO MAGAZINE GIUGNO 2012


EDITORIALE

T

empo fa parlammo della chiusura del sito di fotoritocco online, Picnik. Intitolavano il loro comunicato ufficiale con la frase: “Tutte le cose belle devono finire”. Non c’è frase migliore che potrebbe rappresentare e descrivere questo momento. Dopo una decisione sofferta e ragionata, dopo aver discusso con una parte dei partecipanti del gruppo, abbiamo deciso di sospendere tutte le attività del gruppo Fotografando Torino, iniziando da questo stesso magazine. Le diverse esigenze, gli impegni irrimandabili di ciascuno, la perdita di un’organizzazione stabile e duratura, hanno fatto sì che il progetto FO.TO. sia diventato ingestibile con questi termini e queste modalità. Abbiamo preferito che l’avventura finisca qui, prima che le rotture diventino irrecuperabili e in modo che, a tutti - speriamo, rimanga il bel ricordo di un anno e mezzo pieno di emozioni positive. Per noi è così. Abbiamo vissuto tante belle giornate, piene di fotografia e di amicizia, di legami nati e consolidati, di nuove conoscenze, sia personali che tecniche. Un Grazie a tutti è inevitabile. Il mese scorso, si è svolto il III° Book fotografico “On air” presso il maneggio gestito dalla nostra amica e modella Marta, nei pressi di Castelnuovo Don Bosco (AT).

Tutti i dettagli e le fotografie li trovate nell’articolo. Come sempre, nella sezione approfondimenti vi parliamo di novità fotografiche e suggerimenti per migliorare la tecnica. In questo numero vi parliamo del fotografo russo Nikolay Glazunov. In questo numero, abbiamo sottoposto alle fatidiche “10 domande...” l’amica del gruppo, Rita Romano e le fotografe Kitty Gallannaugh ed Elena Kalis. La foto del mese, invece, è una foto di gruppo di Fotografando Torino. Un modo per ringraziare tutti i nostri amici. Nelle ultime pagine il calendario, aggiornato con gli eventi più interessanti del mese. Buona lettura e buona luce! Per l’ultima volta...

5 FOTOGRAFANDO TORINO MAGAZINE GIUGNO 2012

Fotografando Torino


As acit, quia excearum eum nem qui occum iscil ipitae. Lore ressus ipitatia plignis et inumque as voluptatiur mil im quidell igendis aut fuga. Enienit, sapero etur? Qui blaboriae eum quiam ut lique volum hiliquam eum sitatem. Et quae. Nam, quo tendaec abore, a ipideli tatiamet lique dolupta vollit re voluptatas re, officimus, tem que ne lam, quiae voloreiur arit quam quia voluptam ipsunt ommolupid exceris eosam excepero dis et uteces et es modi dollendus rerspernat. Dam facculpa quam quibus aruptat emporro ilicia quam, ea ad qui sinciaerci dellacea aut unt. Mendipsunt utem rest qa ipsandam hiciusd aniatur asi tores es earum cuscium labo. Et aut quam, sit, illaut facerit omnimil maximusam voloriatust eum niae. Ene sitaeperrum quidebitium volor aut unt, sus eos illabor eperis re, illandi as ex explacc aboresequat quostistotat re, utem arcid qui tem eiusandisti doleseq uideles accus reribus mo tem hilia numque volupit aut odipici quiae esequi aspelibus modiore stestis con nihilis ra parciditinus quae cusa vidit hillab ium quat aut aliquas eaquibus doloreperum veliquo torem ni nume pror sit, sum, endigendus eic tem que exce

ptat volut hillab is quam eariat animust evelisitiori re rem sus non commos esto dipi

t auda niam ipitinu llateca ecAs acit, quia excearum eum nem qui occum iscil ipitae. Lore ressus ipitatia plignis et inumque as voluptatiur mil im quidell igendis aut fuga. Enienit, sapero etur? Qui blaboriae eum quiam ut lique volumt aligendus dipsame pliquatet, nobis ea verum fuga. Nest, aceste idita dolupient harum quatur accatur, verorum esentiam fugiaec tatate dolupturio conectia ipsandam hiciusd aniatur asi tores es earum cuscium labo. Et aut quam, sit, illaut facerit omnimil maximusam voloriatust eum niae. Ene sitaeperrum quidebitium volor aut unt, sus eos illabor eperis re, illandi as ex explacc aboresequat quostistotat re, utem arcid qui tem eiusandisti doleseq uideles accus reribus mo tem hilia numque volupit aut odipici quiae esequi aspelibus modiore stestis con nihilis ra parciditinus quae cusa vidit hillab ium quat aut aliquas eaquibus doloreperum veliquo torem ni nume pror sit, sum, endigendus eic tem que exceptat volut hillab is quam eariat animust evelisitiori re rem sus non commos esto dipit auda niam ipitinu llateca ec

TWITTER.COM/FOTOTORINO

6 FOTOGRAFANDO TORINO MAGAZINE GIUGNO 2012


S

i è svolto Domenica 13 Maggio, il III° Book fotografico “On air”. Dopo il successo dei primi due, che si sono svolti in collina a Torino e presso Almese, il III° Book si è tenuto presso il Maneggio “Pony Club del Lago” della nostra amica e modella Marta, nei pressi di Castelnuovo Don Bosco, in provincia di Asti. Il book ha avuto un tema libero, ogni fotografo ha lavorato direttamente con la propria modella ed è stato responsabile dell’allestimento, dell’organizzazione e della gestione del proprio set fotografico. Il maneggio dispone di un enorme spazio verde, di un laghetto (dotato di barca e pontile) e di molti animali presenti al suo interno: cavalli, pony e ciuchi. Al book hanno partecipato Angelo, Davide, Erika, Irene, Massimiliano e Stefano e le modelle che hanno posato per noi sono state Alessia, Laura, Marta, Michela, Rita, Roberta e

Valentina. Il book fotografico è durato tutto il giorno ed è stato un lavoro lungo e faticoso, sia per i fotografi sia per le loro modelle, ma anche caratterizzato da momenti piacevoli, passati in compagnia. Il tempo è stato favorevole, con addirittura un bellissimo sole tiepido nell’ora di pranzo, che ha permesso di realizzare le fotografie migliori, dato che il cielo è stato grigio per tutto il giorno. Ringraziamo tutti gli amici e le amiche che hanno partecipato a questa ultima attività del gruppo, soprattutto l’amica Marta per la disponibilità di concederci il suo maneggio. Chi volesse conoscere o passare presso il Maneggio: Frazione Morialdo 48, 14022 Castelnuovo Don Bosco - (AT), cell. 3807580530 tel: 0119927517 email: info@scuderiadellago.it, http://www.scuderiadellago.it/.

7 FOTOGRAFANDO TORINO MAGAZINE GIUGNO 2012

GRAZIE!


8 FOTOGRAFANDO TORINO MAGAZINE GIUGNO 2012


x

9 FOTOGRAFANDO TORINO MAGAZINE GIUGNO 2012


10 domande a... Kitty Gallanaugh Sono una fotografa di 21 anni, che vive a Londra, Inghilterra. Mi piace catturare le emozioni e l’innocenza; cose che sono giovani e senza tempo. Spero di allargare i confini della fotografia di moda e di raggiungere sempre i miei sogni. * traduzione di Stefano Scaramuzzo

1) Quando e come ti sei avvicinata alla fotografia? Sono cresciuta in una famiglia artistica, trovavo ispirazione ovunque. Iniziai a fotografare quando avevo circa 5 o 6 anni, c’erano piccole istantanee della mia giovane vita. A 13 anni iniziai a sperimentare la fotografia digitale e imparare a modificare con i colori e i filtri. Con il tempo, a 17 anni inizia a lavorare come freelance e così è tutt’oggi! 2) Chi è che ti ha ispirata? Tutto è un pò di ispirazione, dalla musica alla poesia, storie e profumi. L’ispirazione è senza fine in questo mondo, basta una mente molto aperta per vederne un pò.

3) Qual è il tuo artista preferito? Tim Walker, assolutamente. Il suo lavoro “dreamlike” è una costante fonte di motivazione e nostalgia. Penso sia un pioniere nel campo della fotografia e tutti potremmo imparare molto dal suo modo di creare bellissimi capolavori. 4) Qual è la tua ottica preferita? Penso sempre che il tentativo di scegliere un pezzo di attrezzatura preferito sia come chiedere ad una madre di scegliere qual è il suo figlio preferito! Per me, è impossibile dirlo. Sono tutti brillanti nelle loro differenti vesti, amo il mio macro per il nuovo mondo che mi permette di vedere attraverso di essa, ma amo anche il mio obiettivo zoom per i luoghi per possono prendermi quando mi alzo in piedi. 5) Qual è il tuo soggetto preferito? Amo fotografare le persone, le possibilità con le persone sono infinite. Ognuno è coì diverso e può dare qualcosa di nuovo, fresco e differente all’obiettivo. 6) Quali effetti ha la fotografia nella tua vita, privata e non? La amo, mi ha posseduta. Vivo nella fotografia, non smetto mai. Se andiamo al supermercato, devo portare la macchina fotografica. m

10 FOTOGRAFANDO TORINO MAGAZINE GIUGNO 2012


Se andiamo alla stazione ferroviaria, la mia macchina fotografica viene con me. L’amo, non voglio mai perdere un momento.

7) Quali sono i tuoi progetti fotografici futuri? Quest’anno ho intenzione di lavorare ad alcune grandi campagne ed editoriali nonché di portare avanti, nel mio tempo libero, arte stravagante. Nulla è scolpito nella pietra, ma sto cercando di renderli più solidi! 8) Dilemma eterno: Nikon o Canon? Penso che entrambi siano buoni a modo loro. Non ho mai usato considerevolmente una Nikon perciò non posso giudicarla per le sue qualità. Ho sempre usato Canon, i loro modelli mi hanno servito bene e mi sento più a mio agio ad usare questo marchio. 9) Che consiglio daresti a chi ama fotografare? Non mollare mai. A volte può essere difficile, ma bisogna continuare ad andare avanti ogni singolo giorno. Provare cose nuove e essere abbastanza coraggiosi di allargare i propri confini. Ma, soprattutto, fotografare ciò che ci appasiona. 10) Fai un saluto alla rivista. “Ciao!” Vorrei parlare un italiano fluente, è così amabile! Per ora, però, hello! Grazie per questa meravigliosa piccola intervista, è stato un assoluto piacere [: Kitty

11 FOTOGRAFANDO TORINO MAGAZINE GIUGNO 2012


10 domande a... Elena Kalis Elena Kalis nasce a Mosca (Russia). Negli ultimi 12 anni, vive su una piccola isola delle Bahamas con suo marito e due bambini. E’ specializzata in fotografia subacquea e, al momento, lavora come fotografa freelance, tranne quando si dedica ai suoi progetti personali. Le sue immagini sono state usate per libri, magazine e copertine di cd, e sono apparse su magazine cartacei e pubblicazioni online. * traduzione di Stefano Scaramuzzo 1) Quando e come ti sei avvicinata alla fotografia? Nel 2005, ho incominciato a sperimentare con la fotocamera digitale e poco tempo dopo con la fotografia subacquea. Vivo alle Bahamas, su una piccola isola, circondata da un’acqua cristallina. La fotografia subacquea fu un passo naturale per me. 2) Chi è che ti ha ispirata? L’Oceano. E’ vasto e multiforme, può essere dolce e giocoso oppure arrabbiato e pericoloso. Cambia continuamente.

3) Qual è il tuo artista preferito? Troppi da menzionare: Connie Imboden, Mario Cravo Neto, Flor Garduno, Gregory Colbert... Potrei continuare per ore. 4) Qual è la tua ottica preferita? Uso le lenti Canon da 24, 28 e 50 mm. 5) Qual è il tuo soggetto preferito? La relazione che le persone hanno con l’acqua, specialmente con l’oceano. Sono affascinata dalla luce sottomarina e dal riflesso, dall’assenza di peso e dalla liquidità e come ogni cosa sembra differente sott’acqua. 6) Quali effetti ha la fotografia nella tua vita, privata e non? I miei figli e i loro amici sono spesso i miei modelli. Abbiamo fatto il progetto di “Alice in Waterland” giocando con gli oggetti di scena in piscina. m

12 FOTOGRAFANDO TORINO MAGAZINE GIUGNO 2012


7) Quali sono i tuoi progetti fotografici futuri? Mi piacerebbe fare più videografia in futuro. 8) Dilemma eterno: Nikon o Canon? Uso una Canon 5D Mark2 ma ogni buona DLSR lo è. Gli strumenti sono importanti ma non tutto. 9) Che consiglio daresti a chi ama fotografare? Fare ciò che interessa. Se si è abbastanza ossessionati dal proprio lavoro allora ci saranno persone che si faranno coinvolgere al meglio e si relazioneranno a questo. Sperimentare. Provare qualcosa di differente. 10) Fai un saluto alla rivista. Sono molto felice di essere nel Magazine di Fotografando Torino, grazie per presentare la mia fotografia alle persone italiane. Elena

13 FOTOGRAFANDO TORINO MAGAZINE GIUGNO 2012


10 domande a... Rita Romano Rita Romano nasce 35 anni fa a Moncalieri. Fin da adolescente inizia ad amare i viaggi e la curiosità di conoscere posti nuovi la porterà a diventare agente di viaggi. Inizia a girare un pò per l’Europa e poi anche nel resto del mondo, tra viaggi personali e viaggi di lavoro non si ferma praticamente più! Ha la passione per la lettura, la musica, la buona cucina, i dolci, i fumetti di Dylan Dog, lo snowboard ed ovviamente la fotografia.

1) Quando e come ti sei avvicinata alla fotografia? Mi è sempre piaciuto scattare, immortalare momenti e farli diventare indelebili. Ho iniziato con una semplicissima macchina a pellicola, sono passata alla compatta, in seguito ad una bridge, e quando ho capito che volevo approfondire e cercare di imparare qualche nozione in più mi sono iscritta al corso di Alice ed Alessandro ed è entrata nella mia vita la reflex! 2) Chi è che ti ha ispirata? Nessuno in particolare. Avendo la passione per i viaggi credo che siano andati di pari passo le mie passioni più grandi: viaggiare e fotografare. E’ un connubio che adoro. Viaggiando si visitano posti unici al mondo, fotografando cerco di portarli per sempre con me, anche a distanza di tempo, quando riguardo i miei scatti. 3) Qual è il tuo artista preferito? Steve Mc Curry! Ritorno sempre al discorso dei viaggi, ma il suo sito con le suo photogallery, i suoi scatti in giro per il mondo. Mi fa impazzire ogni volta che lo guardo!

4) Qual è la tua ottica preferita? Non ne ho una in particolare, dipende da cosa devo fotografare e mi piace provarne di diverse. 5) Qual è il tuo soggetto preferito? Le persone, i visi ripresi in momenti spontanei. Parti del corpo che mi trasmettono qualcosa. Possono essere piedi di una ballerina classica, mani che suonano un pianoforte, due occhi profondi. 6) Quali effetti ha la fotografia nella tua vita, privata e non? Mi piace fotografare in compagnia, quindi socializzare, conoscere nuove persone. Direi che questo è un bell’effetto. 7) Quali sono i tuoi progetti fotografici futuri? Continuare a partecipare agli eventi del gruppo Fotografando Torino. 8) Dilemma eterno: Nikon o Canon? Ho sempre usato Canon, quindi.... continuo per la mia strada!! :-)

14 FOTOGRAFANDO TORINO MAGAZINE GIUGNO 2012

m


9) Che consiglio daresti a chi ama fotografare? In realtĂ sono io che avrei bisogno di consigli! 10) Fai un saluto alla rivista. Ciao a tutti! Siete proprio mitici! Rita

15 FOTOGRAFANDO TORINO MAGAZINE GIUGNO 2012


Nikolay glazunov

N

ikolay Glazunov è un fotografo russo che crea straordinari ritratti. In questa particolare serie, chiamata Alexandra, sperimenta con proiezioni di arte del 19° secolo e altre proiezioni di luce su un muro e incorpora una figura femminile in ogni scena.

Combinando lo spazio, i colori dei quadri e le scene con modelle reali, Glazunov confonde la distinzione tra reale e finzione. Come risultato di questa astrazione, l’osservatore è costretto a creare una narrazione che definisce questa complicata combinazione di tempo e spazio.

16 FOTOGRAFANDO TORINO MAGAZINE GIUGNO 2012

x


17 FOTOGRAFANDO TORINO MAGAZINE GIUGNO 2012


18 FOTOGRAFANDO TORINO MAGAZINE GIUGNO 2012


Se ti abbraccio non aver paura

Tre volte all’alba

Il verdetto di un medico ha rivoltato il mondo. La malattia di Andrea è un uragano, due uragani, sette tifoni. L’autismo l’ha fatto prigioniero e Franco è diventato un cavaliere che combatte per liberare suo figlio. Un cavaliere che non si arrende e continua a sognare. Hanno viaggiato per anni in cerca di cure: tradizionali, sperimentali, spirituali. Partono adesso per un viaggio diverso, senza bussola e senza meta. Insieme, padre e figlio, uniti nel tempo sospeso della strada. Sbeffeggiano l’oceano dall’alto, tagliano l’America in moto, si perdono nelle foreste del Guatemala. Per tre mesi la normalità è abolita, e non si sa più chi è diverso. Per tre mesi, è Andrea a insegnare a suo padre ad abbandonarsi alla vita. Andrea che accarezza coccodrilli, abbraccia cameriere e sciamani. E semina pezzetti di carta lungo il tragitto, tenero Pollicino che prepara il ritorno mentre suo padre vorrebbe restare in viaggio per sempre.

Si incontreranno per tre volte, ma ogni volta sarà l’unica, e la prima, e l’ultima. Tre storie. Tre incontri. Tre episodi in cui scivolano personaggi che si incrociano, per sfasature temporali, in età diverse, sullo sfondo della hall di un hotel. L’albeggiare che annuncia, per tre volte, l’insistenza di un sentimento.

Fulvio Ervas

Alessandro Baricco

Feltrinelli, 96 pagine, 21 marzo 2012

Marcos y Marcos, 320 pagine, 12 aprile 2012

19 FOTOGRAFANDO TORINO MAGAZINE GIUGNO 2012


L’amore dura tre anni

Love & secrets

Regia di Frédéric Beigbeder. Con Gaspard Proust, Louise Bourgoin, Frédérique Bel, Joey Starr, Jonathan Lambert. Genere Commedia, produzione Francia, 2011.

Regia di Andrew Jarecki. Con Ryan Gosling, Kirsten Dunst, Frank Langella, Kristen Wiig, Lily Rabe. Genere Drammatico, produzione USA, 2010.

Marc Marronier è un critico letterario di giorno e un cronista mondano di sera con una visione disincantata dell’amore: come molte cose nella vita, secondo Marc, anche l’amore ha una data di scadenza… può durare al massimo tre anni ossia il tempo esatto che ha impiegato il suo matrimonio per andare allo sfascio! Nonostante questo Marc non può evitare di innamorarsi della splendida Alice in attesa che lo scoccare del terzo anno ponga la parola fine anche a questa storia. Con enorme sorpresa, il giorno del terzo anniversario, Marc si risveglia ancora innamorato di Alice e capisce che deve rimettere in discussione tutto ciò che ormai aveva dato per assodato nel suo manuale sull’amore, sul sesso e sui legami affettivi.

Nella New York degli anni ‘80, David Marks, il figlio di un importante magnate del mercato immobiliare sposa una bellissima studentessa lavoratrice, Katie. Insieme se ne vanno dalla città con il desiderio di vivere una vita idilliaca nel Vermont, per poi tornare indietro convinti dal padre di David. Dopo il loro ritorno, Katie torna alla scuola di medicina e comincia a farsi una vita. Ma mano a mano che la vita di Katie diventa sempre più indipendente, David diventa più violento e dispotico. I segreti di famiglia vengono lentamente rivelati mentre Katie sparisce senza lasciare traccia. Anni dopo, quando il miglior amico viene trovato morto, un poliziotto ed un’intraprendente giornalista riaprono insieme il caso. Con David come sospettato principale, gli oscuri segreti della famiglia Marks spalancano la strada ad una scomoda verità.

Frédéric Beigbeder

Stephen Daldry

20 FOTOGRAFANDO TORINO MAGAZINE GIUGNO 2012


CANON SNAP Una foto con due dita! Si chiama Canon Snap.

No, purtroppo non è un prodotto disponibile sul mercato, bensì un concept disegnato da David Münscher per la Canon. L’idea non è scaturita dalla mente di David recentissimamente. Risale almeno al 2006, anno in cui la sua Canon Snap ha vinto il Designtope Design Awards 2006. Canon Snap, cosi’ come pensata, è sempre accesa e può essere utilizzata con solo due dita. L’indice per sorreggerla, il pollice per scattare. Ottima per provette spie.

NIKON AF-S DX MICRO 40MM F/2,8 L’AF-S DX Micro 40mm f/2,8 G è l’obiettivo più economico per entrare nel mondo dei Micro Nikkor, le prestigiose ottiche Nikon progettate per la fotografia a distanza ravvicinata. Osservando il prezzo di vendita particolarmente aggressivo si potrebbe addirittura pensare che le prestazioni non siano confrontabili con quelle dei fratelli maggiori, una sorta di vorrei ma non posso. Gli ingegneri Nikon si sono prodigati nello sviluppo di un’ottica che, se da un lato rinuncia ad alcune soluzioni tecnologiche, come l’impiego di vetri ED, asferici, trattamenti Nano Coating o sistemi VR di riduzione delle vibrazioni, dall’altro offre comunque prestazioni ottiche e una versatilità tipica di un’ottica di classe ben superiore. Non dimentichiamo che i Micro Nikkor del passato, come il leggendario 55mm f/3,5 successivamente proposto in versione Micro-Nikkor 55mm f/2.8, si caratterizzano per uno schema ottico decisamente più semplice rispetto a quello dell’AF-S DX Micro Nikkor 40mm f/2,8 G, e non montavano neppure vetri particolarmente esclusivi, proprio come l’ultimo nato di Nikon. Le premesse quindi sono più che positive e nelle prossime pagine cerchiamo di mettere alla luce ciò di cui è capace questo piccolo Micro Nikkor.

21 FOTOGRAFANDO TORINO MAGAZINE GIUGNO 2012


FOTOGRAFANDO TORINO: foto di gruppo

(La foto è stata scelta tra quelle inviate al gruppo di Fotografando Torino)

22 FOTOGRAFANDO TORINO MAGAZINE GIUGNO 2012


Appuntamenti Dal 19 Maggio, mostra fotografica “Giovani per la Legalità” c/o Centro Interculturale - corso Taranto 160, Torino **** Fino al 24 Giugno, mostra fotografica “Henri Cartier-Bresson. Photographe” c/o Palazzo Reale - piazzetta Reale 1, Torino Tutte le informazioni: http://www.piemonte.beniculturali.it/index.php?option=com_content&view=article&id=351&catid=35

23 FOTOGRAFANDO TORINO MAGAZINE GIUGNO 2012


As acit, quia excearum eum nem qui occum iscil ipitae. Lore ressus ipitatia plignis et inumque as voluptatiur mil im quidell igendis aut fuga. Enienit, sapero etur? Qui blaboriae eum quiam ut lique volum hiliquam eum sitatem. Et quae. Nam, quo tendaec abore, a ipideli tatiamet lique dolupta vollit re voluptatas re, officimus, tem que ne lam, quiae voloreiur arit quam quia voluptam ipsunt ommolupid exceris eosam excepero dis et uteces et es modi dollendus rerspernat. Dam facculpa quam quibus aruptat emporro ilicia quam, ea ad qui sinciaerci dellacea aut unt. Mendipsunt utem rest qa ipsandam hiciusd aniatur asi tores es earum cuscium labo. Et aut quam, sit, illaut facerit omnimil maximusam voloriatust eum niae. Ene sitaeperrum quidebitium volor aut unt, sus eos illabor eperis re, illandi as ex explacc aboresequat quostistotat re, utem arcid qui tem eiusandisti doleseq uideles accus reribus mo tem hilia numque volupit aut odipici quiae esequi aspelibus modiore stestis con nihilis ra parciditinus quae cusa vidit hillab ium quat aut aliquas eaquibus doloreperum veliquo torem ni nume pror sit, sum, endigendus eic tem que exce

ptat volut hillab is quam eariat animust evelisitiori re rem sus non commos esto dipi

t auda niam ipitinu llateca ecAs acit, quia excearum eum nem qui occum iscil ipitae. Lore ressus ipitatia plignis et inumque as voluptatiur mil im quidell igendis aut fuga. Enienit, sapero etur? Qui blaboriae eum quiam ut lique volumt aligendus dipsame pliquatet, nobis ea verum fuga. Nest, aceste idita dolupient harum quatur accatur, verorum esentiam fugiaec tatate dolupturio conectia ipsandam hiciusd aniatur asi tores es earum cuscium labo. Et aut quam, sit, illaut facerit omnimil maximusam voloriatust eum niae. Ene sitaeperrum quidebitium volor aut unt, sus eos illabor eperis re, illandi as ex explacc aboresequat quostistotat re, utem arcid qui tem eiusandisti doleseq uideles accus reribus mo tem hilia numque volupit aut odipici quiae esequi aspelibus modiore stestis con nihilis ra parciditinus quae cusa vidit hillab ium quat aut aliquas eaquibus doloreperum veliquo torem ni nume pror sit, sum, endigendus eic tem que exceptat volut hillab is quam eariat animust evelisitiori re rem sus non commos esto dipit auda niam ipitinu llateca ec

24 FOTOGRAFANDO TORINO MAGAZINE GIUGNO 2012

Profile for Fotografando Torino

Numero Diciotto  

Numero Diciotto - Mese di Giugno 2012

Numero Diciotto  

Numero Diciotto - Mese di Giugno 2012

Profile for fotowalk

Recommendations could not be loaded

Recommendations could not be loaded

Recommendations could not be loaded

Recommendations could not be loaded