Page 189

Carlo Caoduro

Lavoriamo al fianco di architetti e progettisti, mettendoli nella condizione di fare le scelte progettuali più idonee, nel pieno rispetto della normativa in vigore

di venti o trent’anni dalla loro installazione, mantengono pressoché intatte le loro caratteristiche originarie. Siamo in grado di operare anche in contesti estremamente differenti da un punto di vista ambientale, passando dal caldo dei Paesi Arabi al gelo della Russia e del Kazakistan, senza che le nostre strutture, pur sottoposte a significativi sbalzi termici, risentano in alcun modo di queste condizioni climatiche proibitive. Credo sia questo il segreto che ci permette di competere ai massimi livelli anche con i produttori tedeschi e francesi, da sempre ai vertici del settore». Quale bilancio è possibile trarre dall’ultimo periodo di attività dell’azienda? «Indubbiamente la nostra produzione ha risentito delle problematiche che in questi anni hanno attanagliato il settore edile. Nonostante tutto siamo riusciti a mantenere una posizione di leadership sul mercato, continuando a percorrere la strada della qualità. Purtroppo devo constatare che, anche a

causa del perdurare della crisi economica, il mercato si sta sempre più orientando verso la produzione di manufatti di scarsa qualità, con l’unico obiettivo di ridurre i costi. Questa però è una scelta che nel lungo periodo non può che dimostrarsi fallimentare, in quanto comporta inevitabilmente un aumento dei costi di manutenzione dei sistemi installati, senza tralasciare i rischi che possono derivare, ad esempio, dalla realizzazione di sistemi privi di adeguati requisiti di sicurezza. Noi non ci siamo piegati a questo tipo di logica, e oggi raccogliamo i frutti del nostro lavoro».

Quale approccio utilizzate In apertura, nell’affiancare i vostri com- l’amministratore delegato della Caoduro mittenti, tanto nella parte Spa, Carlo Caoduro progettuale, quanto in quella www.caoduro.it di realizzazione della struttura? «Ci affianchiamo ad architetti e progettisti, instaurando con loro un rapporto di reciproca collaborazione, nella scelta dei materiali, nelle definizioni delle forme e nelle verifiche strutturali. Forniamo tutti i suggerimenti e le indicazioni del caso, mettendo gli operatori nella condizione di fare poi le scelte progettuali più idonee, nel pieno rispetto della normativa in vigore, soprattutto per quel che riguarda gli aspetti mag- ❯❯ VENETO 2012 • DOSSIER • 235

DossVeneto032012  

AGROALIMENTARE............................80 Mario Catania Sergio Marini Franco Manzato Alberto Valente MERCATI ESTERI.........................

Advertisement