__MAIN_TEXT__

Page 1

FESTA DELLA BRUNA

a

M a t e r a

2

lu g l io

628a edizione

16 giugno - 10 luglio

2017

Arcidiocesi di Matera-Irsina

Comune di Matera

Provincia di Matera

REGIONE BASILICATA REPUBBLICA ITALIANA

UNIONE EUROPEA


FESTA DELLA BRUNA Quadro dei Pastori


Si rivolge un sentito ringraziamento a S.E. Prefetto, al Sig. Questore, alle Autorità Civili e Militari, all’Associazione dei Cavalieri, alla Confraternita dei Pastori della Bruna e alle Forze dell’ordine, in modo particolare a: Polizia di Stato, Carabinieri, Guardia di Finanza, Vigili del Fuoco, Corpo Forestale, Polizia Penitenziaria, Polizia Locale di Matera, Polizia Provinciale, Guardie Ecozoofile, Croce Rossa Italiana, le Associazioni di Protezione Civile AEOPCA e ANPS, Ente Parco della Murgia Materana, AGESCI Matera, ASM Servizio Veterinario di Matera, che consentiranno, come nelle passate edizioni, il regolare svolgimento delle manifestazioni. Si ringraziano i cittadini materani, gli imprenditori e i commercianti che, aderendo al piano Marketing dell’Associazione, hanno contribuito alla realizzazione della “FESTA”.


Foto C. Garzone

Basilica Cattedrale


Mons. Antonio Giuseppe CAIAZZO Arcivescovo di Matera-Irsina


P

arlare di devozione o venerazione verso la Vergine Santa, Maria, significa prendere coscienza che Dio ha scelto questa sua creatura come abitazione per incarnarsi e farsi uomo. Consideriamo allora che la prima devozione verso la Madonna viene proprio da Dio che si è consegnato completamente a lei. Dice l’Arcangelo Gabriele: “Non temere, Maria, perché hai trovato grazia presso Dio. Ed ecco, concepirai un figlio, lo darai alla luce e lo chiamerai Gesù. Sarà grande e verrà chiamato Figlio dell’Altissimo; il Signore Dio gli darà il trono di Davide suo Padre e regnerà per sempre sulla casa di Giacobbe e il suo regno non avrà fine… Lo Spirito Santo scenderà su di te e la potenza dell’Altissimo ti coprirà con la sua ombra. Perciò colui che nascerà sarà santo e sarà chiamato Figlio di Dio” (Lc 1,26-35). Gesù diventa il primo devoto di sua Madre e dall’alto della croce l’affida all’evangelista Giovanni: “Ecco tua Madre!” ma nello stesso tempo a lei viene affidata la Chiesa: “Ecco tuo figlio!” (Gv 19,25-27). L’evangelista conclude: “E da quell’ora il discepolo l’accolse con sè”. Devozione che si perpetua nel tempo, attraversando la storia, in ogni luogo della terra. L’arte, la letteratura, la musica danno a Maria, accanto al Figlio, un posto d’eccellenza. Viene dipinta o scolpita da tutti gli artisti - già nelle catacombe nel iii secolo troviamo le prime immagini: si tratta di icone, statue, sculture, affreschi. Non mancano mosaici o vetrate istoriate. Nel campo letterario, nelle sue diverse espressioni, ha una collocazione unica e inimitabile: nella poesia, nella prosa, nei canti, nelle opere sinfoniche Maria ha continuato nel tempo a mostrare l’opera di Dio nella sua vita attraverso l’incarnazione del Verbo. A titolo esemplificativo ricordiamo “Il Canto alla Vergine” di Dante Alighieri che è una delle maggiori espressioni dell’arte come omaggio a Maria. Il “Si” di Maria, Madre di Dio e Madre nostra, diventa il “Si” di ogni credente che a lei si affida perché sia portato a Gesù per essere suo, completamente suo. Dietro la storia della Madonna della Bruna c’è la storia del popolo materano: un popolo pronto a lottare contro ogni avversità. Un popolo che, sentendosi particolarmente protetto dalla sua Madonna, ha saputo rialzare sempre la testa e ricostruire là dove gli altri o la forza della natura avevano distrutto, lasciando solo morte, sgomento, macerie e povertà. La devozione dei materani verso la Madonna ha sicuramente contributo a far risorgere la nostra città ponendola all’attenzione mondiale. La Città di Maria, già patrimonio dell’umanità per le sue peculiarità storiche, artistiche, archeologiche e antropologiche, si avvia a celebrare e vivere un momento magico come Capitale Europea della cultura nel 2019! La nostra Madonna della Bruna in cammino sulle vie del mondo precede noi suoi figli che continuiamo il nostro pellegrinaggio terreno, certi del suo sostegno, della sua protezione, del suo amore di Madre, guardando fiduciosi verso la gloria eterna. Alla Madonna della Bruna, ancora una volta, affidiamo la nostra città, le nostre comunità, i nostri amministratori, le nostre famiglie, i nostri giovani, i nostri ammalati, i tanti senza lavoro, i delusi e i dolenti a causa delle ferite che la vita ha loro procurato. Vi abbraccio e benedico. † Don Pino Arcivescovo di Matera-Irsina


La Festa: un evento per confermarci nella Pietà Mariana

L

a festa della Madonna della Bruna è, per Matera, l’evento che ogni anno arriva puntuale per confermarla nella Pietà Mariana. Essa è manifestata, nell’arco dell’anno, in tanti modi ed esaltata in occasione di questa ricorrenza. Tante tradizioni, nel corso del tempo, sono cambiate o addirittura scomparse nella vita di questa città, ma la festa in onore della Sua Madonna è rimasta. Il ripetersi puntuale della sua celebrazione è come se ci tenesse legati al passato, non sempre piacevole a ricordare. I nostri padri anche nei momenti di grande difficoltà economica e sociale non hanno mai trascurato di onorare la Vergine Maria. Essi hanno sempre vissuto la fede aiutati da Colei che ci indica e ci consegna il Figlio, proprio come la vediamo dipinta nell’affresco della Madonna della Bruna, presente nella nostra Basilica Cattedrale. Potremmo dire che Maria è stata ed è la strada privilegiata per arrivare alla meta della nostro credere: conoscere, amare e servire Cristo Gesù, morto, risorto e vivo nella Sua Chiesa. Papa Francesco, in visita a Fatima lo scorso mese di maggio, ha ricordato quanto Paolo VI aveva affermato: se vogliamo essere cristiani, dobbiamo essere mariani, cioè dobbiamo riconoscere il rapporto essenziale, vitale e provvidenziale che unisce la Madonna a Gesù e che apre a noi la via che a Lui ci conduce. Quanto affermato dal Sommo Pontefice mi richiama alla mente il motto episcopale di un nostro Arcivescovo, scomparso da alcuni mesi: Mons. Antonio Ciliberti (Arci-

vescovo di Matera- Irsina 1993/2003): Ad Jesum per Mariam - A Gesù per Maria. Nel ricordo di questo Pastore, che mi ha ordinato sacerdote durante il novenario della festa del 1997, possiamo fare memoria e ringraziare Dio per il cammino che la nostra comunità ha svolto nel cercare di preparare e celebrare, nel migliore dei modi la nostra Patrona. Come non rammentare la compattezza che il presule riuscì a creare, coinvolgendo le istituzioni e il popolo in occasione dell’ incendio del carro trionfale, atto vandalico contro la serenità non solo di quella edizione, ma anche di quelle future. Questa coesione ci auguriamo possa manifestarsi anche quest’anno e negli anni successivi, sperando che l’interesse collettivo prevalga su quello di parte. La preparazione che ci ha visti impegnati dallo scorso mese di ottobre con La festa della Bruna tutto l’anno e che si è intensificata, in questi ultimi giorni, con il novenario, ha certamente posto i presupposti per vivere una festa di grande coinvolgimento all’insegna della fede, della cultura e dell’identità propria della nostra comunità, la quale saprà esprimerla con quella gioia che si avverte sempre più crescente con l’avvicinarsi della ricorrenza. Auguri, buona e Santa Festa a tutti.

Don Vincenzo Di Lecce Parroco della Cattedrale Delegato Arcivescovile per i festeggiamenti


Don Vincenzo Di Lecce Foto A. Sansone


MUSEUM

ALCUNE INSTALLAZIONI ESEGUITE MARTA Museo Nazionale Archeologico di Taranto - Museo Teatro Romano di Verona Museo Diocesano Matronei Altamura - Cattedrale di Santa Maria Assunta Musei Archeologici Nazionali di Adria, Este e Fratta Polesine di Padova Musei Reali di Torino - Museo Civico di Belluno


L’ARTE di CUSTODIRE


Foto A. Di Gennaro

Il Comitato Esecutivo dell’Associazione Maria SS. della Bruna con Mons. Antonio Giuseppe Caiazzo e Don Vincenzo Di Lecce il 2 febbraio 2017. (da sinistra a destra) MimÏ Andrisani, Ernestina Soda, Mons. Antonio Giuseppe Caiazzo,Bruno Caiella, Antonio Nicoletti, Don Vincenzo Di Lecce, Giovanni Santantonio, Franco Lionetti.


Matera è...

M

atera è la Festa della Bruna: questo l’incipit del programma della 628a edizione dei festeggiamenti in onore di Maria SS. della Bruna, in cui l’elemento copulativo è intenzionalmente utilizzato per sottolineare un’identità antica e solenne tra la città e la sua Festa, simbolo ed icona stessa della nostra comunità, che riconosce in essa una delle sue espressioni più compiute e caratterizzanti. Matera è città millenaria, località di frontiera, ma anche snodo primario e strategico per le diverse umanità che l’hanno lungamente e continuativamente abitata per oltre due millenni; città di contrasti, di polarità sfuggenti e frammentate che si risolvono dando vita, ogni volta, a nuovi ed inaspettati equilibri. Una città che è da sempre sintesi mirabile ed armonicamente riuscita tra uomo e natura, culla di civiltà e tradizioni che si sono combinante e stratificate nel tempo e nello spazio, restituendole un’immagine dalla fisionomia chiara e marcatamente riconoscibile. Matera, infatti, è innanzitutto Città di Maria e, in questa identificazione, si coglie il senso stesso della festa che è, a sua volta, imago Civitatis, esaltazione dell’immagine della città e fulcro della sua identità civile e religiosa. Il 2 Luglio Matera rende omaggio alla Madonna della Bruna e in questo tributo celebrativo, dai connotati insoliti e spettacolari, si declinano le diverse anime di una coscienza civica e religiosa che, dialetticamente, si ricompone nel preciso richiamo a valori condivisi e ad un comune senso di appartenenza. Un’appartenenza che si esprime innanzitutto nella riappropriazione di questi spazi senza tempo, testimoni privilegiati e custodi silenti di questa sacralità originaria, ma anche espressione di un’identità comunitaria che esprime, con gioiosa pienezza, in forma ritualizzata e solenne,

la propria carica devozionale, in maniera non sporadica e residuale, ma autentica ed integrale. Ma la Festa è anche recupero di una memoria collettiva che, seguendo il dettato della tradizione, conserva pressoché intatte le tracce di un passato sempre emergente, che si ripropone ogni anno come ciò che, nella ciclica ripetitività dell’evento festivo, si compie, ma non può dirsi mai completamente compiuto. E in questa continua e rinnovata attesa di nuovi inizi si consuma il rito della Festa, forza aggregante e catalizzatrice che, nelle sue condotte variamente modulate, richiama ad una dimensione essenziale della nostra vita comunitaria, rintracciabile nella rete di legami e di relazioni che trovano nella Fede l’emblema identitario di un’intera comunità. Matera, dunque, è città dei Sassi; città delle Chiese rupestri; città millenaria; città patrimonio UNESCO; città Capitale Europea della Cultura 2019; città con radicate tradizioni; città dell’accoglienza; città dalle infinite e insospettate declinazioni, ma soprattutto città della FESTA DELLA BRUNA, con le sue mutevoli espressioni di spiccata e pacata religiosità alternate ad animosa ed irrefrenabile gioia collettiva. In ragione di questo intimo connubio tra Matera e la sua Festa, legate da un rapporto di reciproca ed ancestrale complementarietà, spero, unitamente al Comitato Esecutivo, di aver onorato al meglio Maria SS. della Bruna e la città a Lei votata, ed auguro, a quanti avranno modo di popolare le strade e le piazze della nostra meravigliosa città in occasione dei festeggiamenti, di vivere queste giornate di festa con lieta ed intensa partecipazione.

V. Domenico Andrisani Presidente Associazione Maria SS. della Bruna


Foto C. Garzone

Basilica Cattedrale - 2 luglio 2016


IL GIORNO DELLA FESTA “DELLA BRUNA” «Ioz’t Stacchicc, ma g’ a la pr’cssion du past’r All’alba si sveglia la città perché la festa comincerà. Alla “chiamata” i pastori in processione portano il quadro in ogni rione tra “gli spari” che rincorrono le persone e le preghiere cantate in devozione

«Stacchicc ma g’ sis a la Chiesa Motr’»

A Mezzogiorno i cavalieri col mantello Scortano la Madonna fino a Piccianello. Carrozze e “Cavalcata” guidati dal Generale attraversano la piazza principale. Tra piume colorate ed elmi argentati Madonna e Bambinello vengono da tutti ammirati

«Stacchicc mo o assì u’ cuorr»

Posano la Madonna sul carro di cartapesta e al Tramonto continua la grande festa. Lo splendido corteo passa sotto l’illuminazione che addobba la città come da tradizione. Dopo “i tre giri” al suono di tromba finale la Madonna torna al suo posto in Cattedrale.

«Stacchicc ma g’ b’dà u’ strozz du cuorr»

è notte, il cocchiere “in mezzo alla fontana” il carro riporta e lo consegna per l’atto finale alla folla assorta. Ragazzi baldanzosi e fieri assaltano il manufatto e chi ne prende un pezzo è molto soddisfatto. Con botti e razzi nel cielo si conclude il più bel giorno dell’anno e nonno e nipotino incantati col naso all’insù stanno OHOHOHOOOOH! «A mogghj a mogghj a quonn cj van»

La FESTA della BRUNA con gli occhi dei bambini 4° Concorso letterario POETI IN FESTA Riservato agli alunni delle Scuole Primarie di Matera 1° classificato: Lavoro Classe IV A Istituto Comprensivo ex S.M. Torraca - Plesso Marconi Insegnanti: Chiara Paolicelli, Maria Antonietta Scazzariello, Grazia Saponara


Icona della Madonna della Bruna: Altare dedicato a Maria SS. della Bruna, nella Basilica Cattedrale di Matera

“Io sono la via, la verità e la vita Nessuno viene al Padre se non per mezzo di me” (Gv 14,6) La madre dice ai servi: “Fate quello che vi dirà” (Gv 2,5)


Lettura dell’icona Maria SS.ma della Bruna


Sasso Caveoso 2 luglio 2016 Foto C. Garzone

I

La Processione dei pastori

l massimo delle manifestazioni in onore di Maria SS. della Bruna si concentra il 2 luglio, giorno ricco di avvenimenti, di movimento, di partecipazione di popolo e turisti. Il vasto programma ha sempre inizio con la Processione dei pastori, che rimane tuttora in vita, anche se non esistono più pastori e Massari. Nel lontano passato, poiché le entrate della Cappella della Bruna non bastavano per organizzare e sovvenzionare la festa, ciò che si attuava sicuramente era la Processione dei pastori. Essendo una Processione devozionale, poche erano le spese di cui aveva bisogno. Era organizzata da una Confraternita di pastori costituitasi, per un particolare culto verso la Vergine, il 5 aprile 1698 con rogito stipulato dal Notaio Tommaso Sarcuni nella Chiesa di S. Sofia, sede della Confraternita degli artigiani, alla presenza di Deputati nominati dal Capitolo e di rappresentanti della Fratellanza o Congregazione, che aveva preso l’avvio l’anno precedente in Cattedrale. Una sua principale incombenza era quella di aver cura dell’altare della Madon-

na. Con i ricavi di una masseria di pecore creata elemosinando per la città e gestita a proprie spese, che veniva amministrata dal Procuratore maggiore della Cappella della Bruna e rendeva i conti al solo Capitolo, il Sodalizio faceva fronte ai costi della festa e dotava le fanciulle povere della Città. Nell’Ottocento il Procuratore della Cappella fece partecipare alla Processione dei pastori per le parrocchie e le principali chiese dei Sassi, due tamburi e poi due violini, che accompagnavano l’effigie della Madonna della Bruna dipinta su rame e posta sotto un baldacchino, comunemente indicata come il Quadro dei pastori, esposta attualmente alla venerazione dei fedeli nella Chiesa di S. Francesco d’Assisi ed affidata alla nuova Confraternita subentrata all’antica. Ai concittadini rivolgo l’invito ad accrescere la devozione mariana e l’augurio di vivere, con gioia eserenità, la 628a edizione della Festa della Patrona della nostra Città e della Diocesi. Emanuele Calculli Priore della Confraternita “I Pastori della Bruna”


F.lli Di Lena

FRUTTA & Verdura Ingrosso e dettaglio SS 99 - Uscita Zona Commerciale 1 - 75100 Matera Cell. 328 4340921


Via Marconi 2 luglio 2016 - ore 20.00 Foto C. Garzone

I Cavalieri di Maria SS. della Bruna

I

Cavalieri che dedicano la loro esistenza alla Madonna Maria SS. della Bruna, esistono da più di 5 secoli e traggono la loro origine, secondo quanto racconta la tradizione, dagli armigeri del conte Carlo Tramontano padrone della contea di Matera. Nei secoli, il costume e l’armatura dei Cavalieri ha avuto diverse trasformazioni. L’attuale è composto da un elmetto di latta argentata o dorata con piumaggio colorato bianco e rosso, bianco e blu; bianco e verde; da una corazza anch’essa di latta argentata o dorata; da una lancia con bandierina bianca orlata di fettuccina rossa con una croce al centro anch’essa rossa; da un mantello riccamente ricamato con fili dorati e argentati, ornato di brillantini e stras luccicanti; da un pantalone bianco con fettuccina rossa ai lati delle gambe; da guanti bianchi, colletto di pizzo merlettato bianco, ed infine scarpe bianche, argentate o dorate. Questa divisa dei Cavalieri, nella stragrande maggioranza dei casi, è preparata in casa dalle mamme, dalle sorelle, dalle zie, tutte impegnate affinchè il loro Cavaliere sia il più bello e il più ammirato. Gli elmi e le corazze vengono confezionate dagli stessi Cavalieri o da ex cavalieri che

si dedicano alla loro costruzione. Anche il cavallo del Cavaliere viene addobbato e bardato di tutto punto, con il mantello colorato ed intonato al mantello del Cavaliere, con bellissimi fiori colorati lungo tutti i finimenti. Prima della partecipazione alla festa, nella casa del Cavaliere fra tutti i parenti c’è un impegno e una partecipazione solidale, quasi sacrale, e profondamente sentita. Sono delle emozioni che non si possono spiegare con le parole, ma che intimamente toccano i materani e tutti gli amanti della festa dedicata alla Madonna della Bruna. I cavalieri rinnovano da tantissimi anni questa dedizione alla Madonna e alla festa di Maria SS. della Bruna con grande passione, con spirito di sacrifìcio e grande devozione, adottando ad ogni fine festa, seppur stanchissimi, Cantico motto dei devoti e degli appassionati della festa della Bruna: “a moghgh a moghgh all’onn c ven”. Sono felici e sorridenti per la loro partecipazione e salutano dal loro magnifico cavallo la folla delirante e applaudente. Antonio Paolicelli

Presidente Associazione Cavalieri della Bruna


RIZZI dal 1945 Selezione di Vini e Formaggi tipici lucani • Sala degustazione • di Rizzi Emanuele Via E. Duni, 2 - 75100 Matera Tel. 0835 312058 - Cell. 328 4626742 emanuele-rizzi@virgilio.it - www.lalatteriamatera.it


Piazza Vittorio Veneto Deposizione corona di alloro Monumento dei Caduti 1° luglio 2016 Foto C. Garzone


Via Riscatto 2 luglio 2016

Foto C. Garzone


service

Service Center


Utensileria Macchine utensili ed elettriche Macchine movimento terra Carrelli Elevatori e telescopici Attrezzature edili Attrezzature tecniche per metanodotti ed acquedotti

Via Marconi (presso Le Botteghe) - 75100 Matera Cell. 333 4995800


L’incoronazione della statua della Madonna della Bruna

D

opo il Concilio di Trento (15451563), l’impulso dato dai vescovi alla devozione popolare incentivò il diffondersi in tutto il mondo cattolico della pia pratica di incoronare immagini della Madonna e del Bambino Gesù che fossero caratterizzate da una certa antichità del culto, da una spiccata venerazione da parte dei fedeli e da un certo numero di miracoli. Figura determinante nella diffusione di questa pratica fu il conte Alessandro Sforza Pallavicini, che con testamento del 3 luglio 1636, redatto dal notaio parmense Giulio de Lunati, donò al Capitolo della Basilica di San Pietro in Vaticano un cospicua somma di danaro al fine di realizzare tante corone in metallo prezioso da appor-

re sul capo delle immagini della Vergine e del Bambino ritenute appunto più antiche e miracolose. Il testamento, aperto a seguito della morte del Pallavicini avvenuta il 20 agosto 1638, fu però preceduto da una lettera dell’8 settembre 1637, inviata al Capitolo di San Pietro, in cui il conte specificava «che sempre le Corone stiano su la testa a quelle Sante Imagini, a quali saranno applicate» senza tener conto del possibile pericolo di furto nella convinzione «che nissuna Corona che Nostra Signora m’habbi gratia, che le sia posta in testa sin’hora è stata rubbata da alcuno». Nel 1842 il Sottintendente di Matera Giambattista Chiarini, memore dell’inco-


ronazione dell’immagine della Madonna del Ponte avvenuta nel 1833 nella Cattedrale di Lanciano, sua città d’origine, sollecitò i canonici Francesco Paolo Volpe e Raffaele Martemucci ad avviare le pratiche da inoltrare al Capitolo Vaticano per l’ottenimento dello stesso riconoscimento per la Madonna della Bruna. Grazie all’azione dello stesso Sottintendente e dell’Arcivescovo Antonio Di Macco, trascorse alcune settimane necessarie per l’espletamento dell’istruttoria secondo le prescrizioni dell’«Ordo servandus in tradendis coronis aureis quae donantur a Capitulo Sancti Petri ex legato domini comitis Alexandri Sfortiae ad coronandas Imagines miraculosas Deiparae Virginis», contenente il cerimoniale per l’incoronazione, il 30 ottobre 1842 giunsero da Roma le due corone in oro e argento. L’Arcivescovo Di Macco, in accordo con il Capitolo della Cattedrale, stabilì come data per il solenne rito il successivo 2 luglio 1843. Nei mesi che precedettero l’evento fu progetta-

to e realizzato per la Cattedrale un sontuoso baldacchino sormontato da una corona in bronzo dorato, posta sulla seconda colonna del lato nord della navata centrale e utilizzato ancora oggi per l’intero periodo della festa patronale. Le intense celebrazioni dei primi tre giorni di luglio del 1843, presiedute dall’Arcivescovo di Bari mons. Michele Basilio Clary, furono accuratamente descritte dal barone Giovanni Battista Firrao nella sua “narrazione descrittiva” pubblicata a Bari nello stesso anno: «Era il Duomo magnificamente tapezzato, le sue Gotiche colonne da ben adatte iscrizioni guernite; l’ondeggiar degli Ostri e de’ variopinti saj, ‘l fulgore de’ ceri a mille doppj bellamente disposti, ne rendevan l’aspetto magnifico ed imponente… Nelle ore pomeridiane del primo dì festivo [1 luglio] si dava luogo alla solita popolar processione ordinatamente distribuita, e che in un Carro trionfale il simulacro della Beata Vergine da fuori l’abitato al Maggior Duomo conduceva… un fuoco artificiato


dava termine alla festività di quel giorno». La mattina del giorno successivo, il 2 luglio, nel corso del solenne pontificale, l’Arcivescovo Di Macco, in qualità di Delegato del Capitolo Vaticano, incoronò le immagini della Madonna e del Bambino. Nella stessa cerimonia il Sindaco, Giovanni Malvezzi, donò a nome della Città un “grosso cero” in segno di particolare devozione. Nel pomeriggio si svolse un’altra solenne processione con le immagini coronate per le principali vie del centro città e infine, il 3 luglio, a conclusione delle celebrazioni, si alternarono brani eseguiti dall’orchestra a spettacoli pirotecnici. Purtroppo alcuni decenni dopo, contraddicendo l’affermazione del Pallavicini riguardo il possibile furto, le due corone furono trafugate e si tornò ad utilizzare quelle originali risalenti alla seconda metà del 700. Marco Pelosi

Documento storico 16 giugno 1787.


La processione del carro trionfale

L

a documentazione storica sulla festa di Maria Ss. della Bruna non consente con assoluta certezza di stabilire se a seguito dell’introduzione nei festeggiamenti del carro trionfale, realizzato per la prima volta nel 1690 dai “maestri” Leonardo Traietto e Domenico Antonio Caputo e dal Canonico Calculli, la processione si svolgesse nelle ore pomeridiane. È invece certo che con Real Dispaccio del 10 dicembre 1768, Ferdinando IV di Borbone stabilì che le processioni, per ragioni di ordine pubblico, potessero svolgersi solo nelle ore mattutine. Tuttavia, in casi particolari e con approvazione da parte delle autorità civili, era consentito svolgere le processioni nelle ore pomeridiane. I cittadini di Matera inviarono a Carlo De Marco, Segretario di Stato di Grazia e Giustizia e degli Affari

Ecclesiastici, già Uditore della Provincia di Matera, formale richiesta per l’ottenimento dell’autorizzazione allo svolgimento della processione con il carro nelle ore pomeridiane. La risposta affermativa del Segretario di Stato giunse il 16 giugno 1787 con una lettera indirizzata all’Udienza di Matera. Nel 1835, l’emanazione di un’ulteriore disposizione regia ribadiva il divieto di effettuare processioni “dopo pranzo”; l’Arcivescovo di Matera il 27 aprile 1836 ottenne una seconda approvazione dal Marchese D’Andrea, Ministro degli Affari Ecclesiastici, che autorizzava lo svolgimento della processione vespertina dando continuità ad una tradizione che è giunta sino ai nostri giorni. Marco Pelosi


Spettacolo pirotecnico 2 luglio 2016 Foto C. Garzone

www.asfodelomatera.com


Piazza Vittorio Veneto Il Carro dopo lo strappo 2 luglio 2016 Foto C. Garzone

www.fiorincentro.com


Generale dei Cavalieri Angelo Raffaele Tataranni Piazza Vittorio Veneto - 2 luglio 2016 Foto C. Garzone


GUIDA Via del Corso, 82 Matera info@gioielleriaguida.it

di Giovanni Taratufolo via Conversi, 78 - 75100 Matera tel. e fax 0835 388385 - cell. 347 6315137 www.ristoranteossidiseppia.it info@ristoranteossidiseppia.it

Via Riscatto, 9/10 - 75100 Matera Tel./Fax 0835 344097 lemonacelle@hotmail.com www.lemonacelle.com


Festa della Bruna 2017: cultura bene comune

La comunità dei credenti viveva unanime e concorde, e quelli che possedevano qualcosa non lo consideravano come proprio, ma tutto quello che avevano lo mettevano insieme”: questo passo degli Atti degli Apostoli (4-32) ci dona l’immagine di un gruppo di persone che ha fatto una scelta chiara, che molto difficilmente potrà essere incrinata sia da fattori esterni che da fattori interni alla medesima. Il racconto provoca in noi un sentimento di pace, come fosse una inquadratura che non solo cristallizza qualcosa accaduto duemila anni fa, ma che soprattutto lo riporta fino a noi, attraversando i secoli ma soprattutto gli stili di vita, e che li sublima nella propria unicità. Qualcosa di simile, nella sua fallacità terrena, ma con una forza davvero unica, ci viene restituito ogni anno nel corso della SS. Festa della Madonna della Bruna, grazie alla maestria di chi disegna, progetta e realizza il Carro, che è insieme motore e risultato di un processo partecipato e condiviso dall’intera comunità locale.

Un processo che solo in minima parte siamo stati in grado di riprodurre nel corso della candidatura a capitale europea della cultura, che è tuttavia fortemente debitrice di una cultura della collettività, del bene comune, della condivisione dei saperi, delle azioni. Nel 2019 festeggeranno i 630 anni della Festa, e l’anno della capitale. Qualcosa di imperituro della prima saremo abili - speriamo - a immettere con umiltà nel secondo. L’auspicio è che gli anni che stiamo vivendo non siano una parentesi, ma una radice, e che tutti si possa essere sempre più capaci di adoperarci per un progetto di comunità - credente e laica - che non trovi speranza nell’interesse individuale, ma in un progetto di vita aperto a tutti, coraggioso, umile e felice. Paolo Verri Direttore Fondazione Matera Basilicata 2019


1° Concorso di Fumetto riservato agli alunni del Liceo Artistico Statale “C. Levi” di Matera 1° Classificato: NOVIELLO ANNAPINA - Classe IV B Insegnante prof. Antonio Sorrento


IMPRESA DI PULIZIE Robil Multiservice di Roberto Zimmari Via dell’Ariete, 5 - 75100 Matera robilmultiservice@libero.it Cell. 339 7967586

di Pioggia Paolo e Antonio snc

Via I° Maggio, 16 - 75100 Matera Tel. 0835 385022

Via delle Beccherie, 38 - 75100 Matera Tel. 0835 335081


Via Duomo 2 luglio 2016

Foto C. Garzone


Via Marconi 2 luglio 2016 - ore 20.00 Foto C. Garzone

Software House www.latraccia.it

Via Dante, 14 - MATERA


Concept Leo Stano

SATISFY YOUR EGO

Modello Mylene ® modello registrato

TAIPEI • SINGAPORE • HANOI • BRUXELLES • PARIGI LOS ANGELES • NEW YORK • LAGOS • DUBAI TEL AVIV • MILANO • LONDON • MOSCOW • PRAGUE MALAGA • DUBLIN • WARSAW • KIEV • VILNIUS ALGERI • CIPRO • MUMBAI • HONG KONG • MANILA


SOLENNE NOVENARIO DI MARIA SS. DELLA BRUNA - 628a EDIZIONE 23 GIUGNO - 1° LUGLIO 2017 Interverranno: Mons. Antonio Giuseppe Caiazzo Mons. Salvatore Ligorio Mons. Antonio Staglianò Mons. Nunzio Galatino Mons. Gianfranco Todisco Mons. Giovanni Intini Mons. Francesco Sirufo Mons. Marcello Semeraro

Piazza San Francesco d’Assisi Venerdì 23 giugno Mons. Antonio Giuseppe Caiazzo Arcivescovo Matera-Irsina ore 18.00 Santo Rosario e Santa Messa Parrocchie: Cattedrale, S. Giuseppe Artigiano Gruppi e Movimenti: Associazione Maria SS. della Bruna, Confraternita “I Pastori della Bruna”, Associazione Cavalieri di Maria SS. della Bruna, Unitalsi, Scout Agesci - Matera


Basilica Cattedrale

Domenica 25 giugno

Sabato 24 giugno

Mons. Antonio Staglianò Vescovo di Noto

Mons. Salvatore Ligorio Arcivescovo Metropolita Potenza-Muro Lucano- Marsico Nuovo Presidente Conferenza Episcopale di Basilicata ore 19.00 Santo Rosario e Santa Messa Parrocchie: Maria SS. dell’Addolorata, San Pio X, Maria Madre della Chiesa Gruppi e Movimenti: Apostolato della Preghiera, Movimento Rinnovamento nello Spirito

NUOVA FORD

KUGA

ore 19.00 Santo Rosario e Santa Messa Parrocchia: Rettoria Santa Lucia Gruppi e Movimenti: Adorazione Perpetua, Movimento Comunione e Liberazione, CISOM - Matera

Impossibile resistere alla nuova Ford Kuga.

HOW KUGA ARE YOU? Provala da Auto Brindisi - Matera Prenota il tuo Test Drive Tel. 0835 385558 VENDITA Via Gravina, 3 - MATERA - Tel. 0835 385558

www.fordautobrindisi.com

Auto Brindisi

C Ford AutoBrindisi


Lunedì 26 giugno

Mercoledì 28 giugno

Mons. Nunzio Galatino Segretario Generale della Conferenza Episcopale Italiana

Mons. Giovanni Intini Vescovo di Tricarico

ore 19.00 Santo Rosario e Santa Messa Parrocchie: S. Agostino, S, Pietro e Paolo al Sasso Caveoso, Rettoria S. Francesco da Paola, S. Giovanni Battista, S. Giovanni da Matera (Borgo Venusio) Gruppi e Movimenti: Milizia dell’Immacolata di S. Massimiliamo Kolbe, Movimento dei Focolarini, Ordine Secolare dei Minimi, Serra Club

Martedì 27 giugno Mons. Gianfranco Todisco Amministratore Apostolico di Melfi-RapollaVenosa ore 19.00 Santo Rosario e Santa Messa Parrocchia: S. Giacomo Gruppi e Movimenti: Associazione Amici della Grotta di Lourdes, Movimento Famiglia e Vita, Centro Sportivo Italiano

ore 19.00 Santo Rosario e Santa Messa Parrocchie: S. Rocco, Maria SS. Immacolata, Santa Famiglia Gruppi e Movimenti: Ordine Secolare Francescano, Cammino Neocatecumenale, Centro Aiuto alla Vita, Ordine Secolare Carmelitano

Giovedì 29 giugno Mons. Francesco Sirufo Arcivescovo di Acerenza ore 19.00 Santo Rosario e Santa Messa Parrocchie: Maria SS. Annunziata, Cristo Re, S. Antonio Gruppi e Movimenti: Associazione “Figli in Cielo”, Confraternita di Gesù Flagellato, Comunità terapeutica “Casa dei Giovani”, Gruppo Volontario “Vincenziane”, Ordine Francescano Secolare (Cristo Re), Associazione Nazionale S. Paolo - Italia (A.N.S.P.Q.)


Venerdì 30 giugno Mons. Marcello Semeraro Vescovo di Albano ore 19.00 Santo Rosario e Santa Messa Parrocchie: S. Paolo Apostolo, S. Agnese, S. Vincenzo de Paoli Gruppi e Movimenti: Movimento di Spiritualità Vedovile Speranza e Vita, Azione Cattolica

OTTAVARIO MARIA SS. DELLA BRUNA Con la partecipazione di alcune comunità parrocchiali dei Comuni appartenenti alla Diocesi.

Basilica Cattedrale

ore 19.00 - Recita Santo Rosario ore 19.30 - Celebrazione Santa Messa

Lunedì 3 luglio Sabato 1° luglio

Comunità parrocchiale di Irsina

Mons. Antonio Giuseppe Caiazzo Arcivescovo Matera-Irsina

Martedì 4 luglio

ore 19.00 Santo Rosario e Santa Messa Parrocchia: Cattedrale Gruppi e Movimenti: Gruppi di preghiera S. Pio, ACLI, Associazione Maria SS. della Bruna, Confraternita “I Pastori della Bruna”, Associazione Cavalieri Maria SS. della Bruna

Comunità parrocchiale di Ferrandina

Mercoledì 5 luglio Comunità parrocchiale di Montescaglioso

Giovedì 6 luglio Comunità parrocchiale di Miglionico

Venerdì 7 luglio Comunità parrocchiale di Pomarico

Sabato 8 luglio Comunità parrocchiale di Grottole

Domenica 9 luglio Parrocchia Cattedrale Matera


Peregrinatio del Bambino Gesù Sabato 24 giugno ore 10.00 Accoglienza della Sacra Immagine di Gesù Bambino alla Residenza Mons. Brancaccio di Matera e momento di preghiera

Lunedì 26 giugno ore 9.00 Accoglienza della Sacra Immagine di Gesù Bambino nella Cappella dell’Ospedale Madonna delle Grazie di Matera e momento di preghiera

Piazza M. Bianco, 1 - Matera - Tel. 0835 330598

Mercoledì 28 giugno ore 9.30 Accoglienza della Sacra Immagine di Gesù Bambino presso la Comunità Terapeutica “Casa dei Giovani” Contrada Rondinelle - Matera e momento di preghiera

Giovedì 29 giugno ore 10.00 Accoglienza della Sacra Immagine di Gesù Bambino alla Casa Circondariale di Matera e momento di preghiera

Sabato 1° luglio ore 18.30 Piazza San Francesco d’Assisi Accoglienza della Sacra Immagine di Gesù Bambino e affidamento dei bambini alla Madonna


PROGRAMMA DEI FESTEGGIAMENTI Venerdì 16 giugno ore 20.30 Piazza San Francesco d’Assisi Musical “ME L’ASPETTAVO…” ispirato alla vita di Padre Pino Puglisi, a cura della Parrocchia Maria SS. Addolorata

Sabato 17 giugno Giornata Regionale dei Giovani, con il patrocinio del Comune di Matera ore 18.00 Piazza Vittorio Veneto Accoglienza dei Giovani provenienti dalle Diocesi di Basilicata ore 20.30/24.00 Concerto “Amazing Life” a cura del Servizio Pastorale dei Giovani

Domenica 18 giugno ore 20.30 Piazza San Francesco d’Assisi Prima estrazione Premi Minori VII° Lotteria Maria SS. della Bruna ore 21.00 Concerto a cura dell’ Associazione Musicale “Armonia” Voce solista M° Cettina URGA, con il coro polifonico “Totus Tuus” e band

Lunedì 21 giugno ore 18.30 Vico Case Nuove / Via Ridola Inaugurazione Edicola Votiva, restaurata da Orca srl, a cura di CORAZZA Assicurazioni

ore 20.30 Piazza S. Francesco d’Assisi Concerto della Big Band del Conservatorio E. R. Duni di Matera

Venerdì 23 giugno ore 19.30 Piazza San Francesco d’Assisi Inizio del Solenne Novenario Processione della Sacra Immagine di Maria SS. della Bruna, presieduta da S.E. mons Antonio Giuseppe Caiazzo, accompagnata dal Capitolo Cattedrale e dal Concerto Bandistico Città di Matera (dir. Nunzio V. Paolicelli) Intronizzazione della Sacra Immagine di Maria SS. della Bruna nella Basilica Cattedrale ore 21.30 Piazzetta del Carro Trionfale (Rione Piccianello) Benedizione impartita da S.E. Mons. Antonio Giuseppe CAIAZZO del Carro Trionfale, realizzato dall’artista artigiano Andrea Sansone ore 22.30 Spettacolo pirotecnico della ditta “Pirotecnica MORSANI srl” - RIETI Esposizione del Carro Trionfale al pubblico dal 23 Giugno al 1° Luglio (mattina ore 9.30 - 12.30; pomeriggio-sera ore 17.30 - 22.00)


Costruiamo, ristrutturiamo

Via Taranto, 7C - 75100 Matera


Sabato 24 giugno Giornata degli Anziani ore 20.30 Piazza San Giovanni XXIII, antistante Chiesa S. Pio X Intrattenimento con la band “La Zanzarita” Presenta: Max Diele del gruppo MUDù

Domenica 25 giugno ore 21:00 Piazza Vittorio Veneto Concerto Classe Musica d’insieme dell’Istituto Comprensivo “P. Minozzi N. Festa” di Matera

26-30 giugno Festa del quotidiano “AVVENIRE”

Giovedì 29 giugno ore 8.30 - 13.00 / 15.30 - 19.00 Via don Luigi Sturzo angolo Via Dante Raduno dei Cavalli per cancello Veterinario

ore 19.30 Raduno dei Cavalieri in Piazzetta don Luigi Sturzo - Chiesa San Paolo con corteo per: Via Nazionale, Via Annunziatella, Via XX Settembre, Via Lucana, Via Roma, a seguire per Via XX Settembre fino incrocio Via Gattini ore 21.00 Accensione Luminarie, con luci e suoni della Premiata Ditta Antonio SANTORO da Alessano (LE)

Venerdì 30 giugno ore 8.30 – 13.00 / 17.30 – 20.00 Giro per le vie Cittadine del Gran Concerto Bandistico città di Conversano (BA) ore 20.30 – 24.00 Piazza Vittorio Veneto Servizio di Orchestra Gran Concerto Bandistico Città di Conversano (BA) Direttore M° Susanna PESCETTI

Sabato 1° luglio ore 8.30 - 13.00 / 17.30 - 20.00 Giro per le vie cittadine del Gran Concerto Bandistico Città di Rutigliano (BA)

Via Lucana, 59 angolo Via A. Persio Matera


ore 8.30 - 13.00 Via Don Luigi Sturzo angolo Via Dante Raduno dei cavalli per cancello veterinario ore 9.30 Casa Municipale Incontro del Comitato Esecutivo dell’Associazione Maria SS. della Bruna con le Autorità Civili e Militari e con i Sindaci dei Comuni dell’Arcidiocesi ore 10.00 via Don L. Sturzo (Chiesa di S. Paolo) Raduno dei Cavalieri e sfilata per le vie cittadine del Centro Storico (da Via Nazionale a Piazza Sedile) ore 10.00 Corteo del Comitato e delle Autorità dalla Casa Municipale a Piazza V. Veneto accompagnato da n° 8 cavalieri Onore ai Caduti con deposizione della Corona di alloro da parte del Comitato Esecutivo dell’Associazione Maria SS. della Bruna ore 10.30 - 11.00 Corteo da Piazza Vittorio Veneto a Piazza Duomo

www.epitech-srl.it - info@epitech-srl.it

ore 11.00 Basilica Cattedrale Incontro di S.E. Mons. Antonio Giuseppe CAIAZZO e del Capitolo Cattedrale con il Comitato Esecutivo dell’Associazione Maria SS. della Bruna, le Autorità Civili e Militari, con offerta floreale alla Santa Patrona dell’Arcidiocesi da parte del Sindaco di Matera ore 12.30 Corteo del Comitato e delle Autorità da Piazza Duomo alla Casa Municipale, accompagnato da n° 8 Cavalieri ore 13.00 Spettacolo pirotecnico (batterie) sul piazzale antistante la Casa Municipale ore 18.00 Piazza Vittorio Veneto Accoglienza Sacra Immagine di Gesù Bambino e trasferimento in Piazza S. Francesco d’Assisi per l’affidamento dei bambini alla MADONNA ore 20.30 - 24.00 Piazza Vittorio Veneto Servizio d’orchestra del Gran Concerto Bandistico Città di Rutigliano (BA) Direttore M° Pierangelo ORSINI

Via Cererie, 1 - 75100 Matera - Tel. 333 3347673


radiotorista lucano di Matera Marcosano Eustachio serbatoi

-

Riparazioni radiatori - saldatura in tig alluminio scambiatori - marmitte - cerchi in lega Fornitura di qualsiasi tipo di radiatore e marmitte

Via dell’Agricoltura - Zona Paip 2 75100 Matera Tel. 0835 263863 Cell. 328 6895119 - 360 438097

New Interni di Antonio Colucci

RIFINITURE INTERNI APPLIcazioni: - Parquet - Pavimenti in PVC - Cartongesso - Controsoffitti

Via Basento, 5/6 75100 Matera Cell. 339 1107864 colucci.mt@alice.it


Domenica 2 luglio “Festa” di Maria SS. della Bruna ore 4.30 Basilica Cattedrale Processione dei Pastori con il Quadro di Maria SS. della Bruna Sosta in Piazza San Francesco d’Assisi con celebrazione Santa Messa Al termine: Diana con lancio di Bombe da Murgia Timone e, continuazione della Processione accompagnata dalla bassa musica città di MOLA (BA) e dal Concerto Bandistico città di Matera, con il seguente percorso: _ Via San Francesco, Via Ridola, Vico Case Nuove (sosta di preghiera), Via E. Duni, Via Lucana (sosta di preghiera), Via Ridola, Via Casalnuovo fino all’innesto

di via B. Buozzi, Via Buozzi, Piazza San Pietro Caveoso (sosta di preghiera), Via Madonna delle Virtù (Porta Pistola), Via S. Antonio Abate, Via D’Addozio (Chiesa Sant’Agostino - sosta di preghiera), Via Santo Stefano, Via Cererie (Chiesa dell’Immacolata - sosta di preghiera), Piazza Marconi, Via Annunziatella (Madonnina - sosta di preghiera) - Via XX Settembre _ ore 9.00 - Chiesa San Francesco da Paola: celebrazione Santa Messa _ ore 10.30 - Arrivo Basilica Cattedrale Durante il percorso fuochi pirotecnici a sorpresa, laddove autorizzati ore 8.15 Via Nazionale presso Q8 Raduno 1° drappello dei Cavalieri e partenza per prelevare il trombettiere, il porta vessillo e il Vice Generale; il


drappello da Via Nazionale raggiungerà Palazzo Lanfranchi in Via Ridola per scortare il Generale fino a Piazza Vittorio Veneto ore 8.30 Via Caravelli Raduno 2° drappello dei Cavalieri per prelevare un Vice Generale da Via Caravelli e un Vice Generale da Via Gravina. Il drappello raggiungerà Piazza Vittorio Veneto ore 8.30 - 13.00 / 17.00 - 19.30 Giro per le vie cittadine Gran Complesso bandistico Città di Mottola (TA) ore 9.00 Palazzo Lanfranchi Vestizione del Generale dei Cavalieri Angelo Raffaele Tataranni

ore 10.20 Piazza Vittorio Veneto Arrivo del primo drappello dei Cavalieri e del Generale, che assume il comando dell’intera Cavalcata ore 11.00 Basilica Cattedrale Solenne Celebrazione Eucaristica presieduta da S.E. Mons. Antonio Giuseppe CAIAZZO, concelebrata dal Capitolo Cattedrale e dal Presbiterio Diocesano ore 12.30 Trasferimento della Sacra Immagine di Maria SS. della Bruna, dalla Basilica Cattedrale alla Chiesa di Maria SS. dell’Annunziata (Rione Piccianello)


ore 17.00 Chiesa Maria SS. dell’Annunziata Celebrazione Santa Messa. Al termine trasferimento della Sacra Immagine alla Piazzetta del carro trionfale e collocazione sul Carro Trionfale ore 18.30 Piazza Duomo Accompagnamento da parte dei Cavalieri da Piazza Duomo alla Chiesa di Maria SS. dell’Annunziata (Rione Piccianello) di S.E. Mons. Antonio Giuseppe CAIAZZO ore 19.30 Solenne Processione di Maria SS. della Bruna sul Carro Trionfale, presieduta da S.E. Mons. Antonio Giuseppe CAIAZZO e partecipata dal Capitolo Cattedrale, dal Clero Cittadino, dal Comitato Esecutivo e dalle Autorità, con la caratteristica

Cavalcata in costume, con il seguente ordine: - Bassa Musica di MOLA (BA) - Cavalcata in costume - Banda Musicale di Matera - Autorità Civili e Militari - Comitato - Clero - Carro Trionfale ore 20.00 - 24.00 Piazza Vittorio Veneto Servizio d’orchestra Gran Complesso bandistico Città di Mottola (TA) Direttore M° Rocco PELLEGRINO ore 22.00 Piazza Duomo Rituale dei “Tre giri del Carro Trionfale” e reposizione della Sacra Immagine di Maria SS. della Bruna nella Basilica Cattedrale


ore 22.30 Consegna del Carro Trionfale al popolo per il rituale “STRAZZO” in Piazza Vittorio Veneto ore 00.30 Murgia Timone Spettacolo pirotecnico della ditta Pirotecnica Morsani srl - Rieti

Lunedì 3 luglio ore 9.00 - 13.00 Giro per le vie cittadine Concerto bandistico lirico-sinfonico “Fumarola” - Città di Martina Franca (TA) ore 18.00 - 24.00 Piazza Vittorio Veneto Gran Galà della Lirica Servizio d’orchestra del concerto liricosinfonico - Città di Martina Franca (TA),

con la partecipazione del coro “Santa Cecilia” di Roma (circa 40 voci),e con: Carmen Deponte (soprano), Claudia Corcione (soprano), Pasquale Bottiglieri (tenore) e Antonio Guida (baritono) Direttore M° Pasquale AIEZZA

7 luglio ore 21.00 - 24.00 Piazza San Giovanni Music Stone Academy e Stone Lab Finalissima - Riservato a 5 categorie di cantanti: Kids, Juniores, Over17 “Editi”, Over17 “Inediti”, Over17 “Lirico-Pop” con giuria di chiara fama (Mogol, Vince Tempera, Luca Pitteri)


Via Dante ang. Bizantini - 75100 Matera Fabrizio 340 4819544 - Michele 347 3070909

I° Recinto San Giacomo 10 75100 Matera +39 329 9787880 +39 393 9246962 www.isassiditeopista.com

Via G. Gattini - 75100 Matera Tel. 0835 336405

Via Lucana, 198 - 75100 Matera Tel. 0835 1851857 - Cell. 345 6853487

Esposizione lapidi - Sculture - Mosaici Costruzione e rivestimenti cippi Manutenzione cippi e cappelle Zona Pantano - 75100 Matera Tel./Fax 0835 333993 - Cell. 329 2937694 - 347 6811248 f.llidicuia@gmail.com


Sabato 8 luglio ore 20.30 Piazza San Giovanni Seconda estrazione premi minori della VII Lotteria Maria SS. della Bruna ore 20.45 Estrazione dei 20 premi della VII Lotteria Maria SS. della Bruna ore 21.15 Romanza in Concerto Grande show con le voci di 3 tenori: Francesco ZINGARIELLO, Francesco PANNI, Nicola MALAGNINI Direttore, pianista e arrangiatore: Angelo NIGRO Ensamble: tastiere, basso, chitarra, batteria e sax

Conclusione dei festeggiamenti Domenica 9 luglio ore 11.00 Basilica Cattedrale Celebrazione Santa Messa ore 17.30 – 22.00 Giro per le vie cittadine Concerto Musicale “Città di Matera”

ore 19.00 Basilica Cattedrale Celebrazione Eucaristica presieduta da S.E. Mons. Antonio Giuseppe Caiazzo ore 20.00 Processione dalla Sacra Immagine di Maria SS. della Bruna per le vie del centro cittadino, presieduta da S.E. Mons. Antonio Giuseppe Caiazzo e partecipata dal Capitolo Cattedrale, dal Clero Cittadino, dal Comitato Esecutivo e dalle Autorità ore 23.00 Murgia Timone Spettacolo pirotecnico della ditta “Pirotecnica Morsani srl” di Rieti

Lunedì 10 luglio ore 9.00 Basilica Cattedrale Celebrazione Eucaristica presieduta dal S.E. Mons. Antonio Giuseppe Caiazzo e conclusione dei festeggiamenti ore 21.30 Piazza S. Francesco d’Assisi Concerto inaugurale del Festival Duni


Via Annunziatella, 91 75100 Matera Tel. 338 3096615

MERCURIO D’ORO Targa al merito del lavoro

specializzata in riparazioni strutturali con assistenza meccanica / elettronica Via delle Comunicazioni (Paip 2) - 75100 MATERA tel/fax 0835.381453 - cell. 328.6484884 www.carrozzeriapoti.it

info@carrozzeriapoti.it

PIZZERIA - ROSTICCERIA Forno a legna - Pizza da asporto Consegna a domicilio Via G. Pentasuglia, 39 - 75100 MATERA - tel. 0835.335434

Lattonerie e relativi accessori Canne fumarie - Lattoneria industriale Canali per condizionamento Via dell’Artigianato, 24 - 75100 Matera Tel. 0835 261464 www.sasaniello.it - info@sasaniello.it


Manifestazioni Collaterali maggio - luglio Giochi della Bruna 2017 Organizzati dal Centro Sportivo Italiano Comitato Provinciale di Matera Tornei sportivi di calcio A5, volley, tennis, pallacanestro. Categorie esordienti, giovanissimi, allievi, juniores, open, mista. Località: Parrocchia S. Giacomo Parrocchia S. Giuseppe - Parco degli Ulivi - Campo Macamarda - Palazzetto Via Lanera

18 - 24 giugno Piazza Vittorio Veneto Torneo Internazionale “MINIBASKET IN PIAZZA” organizzato dalla “PIELLE Matera”, coordinatore: Sergio Galante Finale: Piazza Vittorio Veneto ore 20.30 del 24 giugno 2017

1 - 9 luglio Piazza S. Giovanni ex Ospedale S. Rocco Mostra “La Bruna: umanità di una Festa” a cura di Cardium Camerlingus C.P. Unesco Matera Esposizione video-fotografica e pezzi in cartapesta di carri trionfali a cura di Nino Vinciguerra orari apertura 10.00 - 13.00 / 15.00 - 21.00

Prezzi imbattibili sul GPL!!!

di Giuseppe Dell’Orco

S.S. 7 km 563,700 Matera › GPL › Diesel › Benzina S.P. › Snack Bar › Tabacchi › Punto di incontro Cripta del Peccato Originale


Dermocosmesi - Alimenti senza glutine - Prova pressione Autoanalisi del sangue - Holter pressorio C.U.P. (prenotazioni visite specialistiche)

Via Don Luigi Sturzo, 55/A - 75100 Matera Tel. 0835 264428 - www.farmacistore.com

Agriturismo Torre Spagnola C.da Torre Spagnola - 75100 Matera Tel. 0835 339214 www.torrespagnola.it

C.da Torre Spagnola - 75100 Matera


“Q” SERVICE srl Via Dante, 38 - 75100 Matera Tel. 0835 336871 www.sefimmatera.com info@sefimmatera.com

VIA SAN PARDO 65/67

F.LLI LISURICI RISTORANTE

DEGUSTAZIONE PRODOTTI TIPICI LOCALI

VIA DANTE, 101 MATERA NORD

VIA DELLE ARTI ZONA PAIP 1 - MATERA

VIA FIORENTINI, 54 SASSO BARISANO

Via Fiorentini, 54/56 - Sassi - Matera - Tel. 0835 240344 Cell. 345 8728376 • E-mail: info@happyhour-matera.it


Via San Francesco, 9 - 75100 Matera Tel. 0835 330734 www.camerlingo.com - info@camerlingo.com

Via delle Fiere, 5 - Zona Paip 2 - 75100 Matera Tel. 0835 387742 - Fax 0835 387083 giposas@fastwebnet.it

SS 407 BASENTANA BIVIO BERNALDA, SNC 75012 BERNALDA (MT) INFO LINE 0835 549178

Pizzeria - Rosticceria d’asporto Contattaci per: -

cerimonie battesimi cresime comunioni compleanni

Via Dante ang. Via dei Bizantini 75100 Matera Tel. 0835 261729 www.onetheoriginal.it Si consiglia la prenotazione per i giorni festivi

AGENZIE • COMMERCIO INGROSSO E DETTAGLIO DI MATERIALE IDRICO TERMICO • SANITARIO • EDILE PER IRRIGAZIONE ACQUEDOTTISTICA • DEPURAZIONE

Uffici e Deposito: Contrada La Vaglia 36/BIS - 75100 Matera Tel. e Fax 0835 336605 idroplast@tiscali.it


Prot. n. 36514/2017 Ordinanza n. 190/2017 COMUNE DI MATERA

Matera, 24/5/2017 IL SINDACO

Premesso: - che il prossimo 2 luglio 2017 si svolgerà la 628^ edizione della festa patronale in onore di Maria SS. della Bruna; omissis ORDINA nei giorni 29 giugno, 1, 2 e 9 luglio c.a., lungo tutte le aree pubbliche, aperte al pubblico o di uso pubblico del territorio comunale interessate dal percorso della cavalcata in costume e del Carro trionfale, e vietato a chiunque di compiere qualsiasi gesto e/o tenere comportamenti che potrebbero irritare gli animali ed in particolare è fatto divieto di: 1. avvicinarsi agli animali; 2. attraversare, sostare e procedere tra i cavalli e i muli; 3. percorrere a piedi il percorso della sfilata nelle immediate vicinanze dei cavalli, dei muli, e del Carro trionfale, con esclusione del personale autorizzato; 4. interrompere, impedire, rallentare e arrecare intralcio al procedere della sfilata dei cavalieri e del Carro trionfale, con qualsiasi mezzo, salvo che per cause d’urgenza e/o forza maggiore; È fatto obbligo al pubblico che assiste alla sfilata di utilizzare i marciapiedi e le aree appositamente delimitate durante i cortei, ottemperando scrupolosamente alle disposizioni delle Autorità di Pubblica Sicurezza e degli organizzatori. A tal fine il tradizionale assalto al carro - da svolgersi secondo tradizione millenaria nella Piazza Vittorio Veneto - luogo a ciò destinato - deve intendersi quale atto volontario compiuto a rischio esclusivo del singolo partecipante. È fatto obbligo ai cavalieri: 1. di procedere al passo, per raggiungere il percorso della sfilata, durante la stessa e al rientro presso i luoghi di ricovero; 2. di adottare ogni prudenza e cautela necessaria a salvaguardare l’incolumità dei partecipanti e del pubblico; 3. di attenersi scrupolosamente alle disposizioni impartite dalle Forze dell’Ordine, dagli organizzatori e dal veterinario; 4. di segnalare immediatamente al personale preposto alla sicurezza, eventuali inconvenienti di qualsiasi natura che possano causare pericolo o danni alle cose, alle persone e al benessere dell’animale. Lungo i percorsi impegnati dal cavalieri, dai cortei con il simulacro di Maria SS. della Bruna e il Carro Trionfale è vietato il transito e la sosta a tutti i veicoli a trazione animale, condotti da persone non accreditate dal Comitato promotore del festeggiamenti o dall’Associazione dei Cavalieri della Madonna della Bruna. DISPONE 1. Fatta salva diversa disposizione di legge che i trasgressori siano assoggettati alla sanzione amministrativa pecuniaria di importo variabile da Euro 25,00 a Euro 500,00 come stabilito dall’art. 7 bis, comma 1 bis, del D.Lgs. 267/2000; omissis DEMANDA agli Agenti tutti della Forza Pubblica e alla Polizia Locale l’incarico di fare osservare il disposto della presente ordinanza.


... DEVI SAPERE CHE ... L’Associazione Maria SS. della Bruna rivolge un calaroso invito alla cittadinanza materana, ai turisti e visitatori affinchè osservino i seguenti suggerimenti: 1) 2) 3) 4) 5)

raccogliersi in preghiera durante i momenti religiosi della “festa”; avere un comportamento consono ed adeguato all’evento; osservare la distanza di sicurezza dai cavalli e dai muli; non toccare gli animali, né avvicinarsi agli stessi; utilizzare i marciapiedi e le aree appositamente delimitate durante i cortei; 6) non attraversare, né sostare, né procedere tra i cavalli durante i cortei; 7) evitare le aree con maggiore concentrazione di folla e, nel caso, utilizzare le vie di deflusso; 8) non scavalcare le transenne posizionate su indicazione delle Forze dell’Ordine e di Pubblica Sicurezza; 9) non accentrarsi, nelle fasi dello “strazzo” del Carro, in Via del Corso e Piazza Vittorio Veneto, soprattutto da parte di minori, anziani, cardiopatici, donne in gravidanza ecc.; 10) visionare lo “strazzo” del Carro sui maxischermi appositamente collocati in Piazza San Francesco d’Assisi, Piazza Vittorio Veneto e Via XX Settembre (angolo Villa Comunale); 11) ottemperare scrupolosamente alle disposizioni delle Autorità di Pubblica Sicurezza, ricordando che il loro lavoro è volto alla incolumità tua e dei tuoi cari e non al proprio protagonismo; 12) ricordare che lo “strazzo” anticipato del Carro Trionfale prima della Chiesa di Santa Lucia è un reato legalmente perseguibile; 13) rispettare scrupolozamente le distanze di sicurezza previste per legge dalle aree di sparo; 14) osservare le disposizioni sulla pubblica e privata incolumità, di cui all’ordinanza del Sindaco di Matera, n. 190 del 24/5/2017, a lato riportata.

BUONA FESTA A TUTTI


Comitato soci promotori S.E. Mons. Antonio Giuseppe Caiazzo Arcivescovo Diocesi Matera - Irsina Avv. Raffaello de Ruggieri Sindaco di Matera Dr. Francesco De Giacomo Presidente Provincia di Matera Dr. Angelo Tortorelli Presidente C.C.I.I.A.A. di Matera Dr. Bruno Caiella Segretario Consiglio di amministrazione Dr. Vito Domenico Andrisani Presidente Don Vincenzo Di Lecce Delegato Arcivescovile – Vice Presidente Mons. Pierdomenico Dicandia Presidente Capitolo Cattedrale Mons. Biagio Colaianni Rappresentante Clero Cittadino Avv.ssa Maria Teresa Vena Rappresentante del Comune di Matera Dr. Francesco De Giacomo Presidente Provincia di Matera Rag. Franco Di Benedetto Rappresentante C.C.I.A.A. Dr.ssa Ernestina Soda Segretaria Comitato esecutivo V. Domenico ANDRISANI Bruno CAIELLA Francesco LIONETTI Antonio NICOLETTI Giovanni SANTANTONIO COORDINATRICE Ernestina SODA Segreteria Francesco STAFFIERI Responsabile Enzo FABRIZIO

Servizio organizzativo manifestazione Nicola Spagnuolo Addetto stampa Ing. Michele Cancelliere Servizio socio-culturale Dott.ssa Maria Maddalena Frangione Prof.ssa Rosa Di Sirio Prof.ssa Porzia Rossetti

Soci sostenitori Giovanni Andrisani, Domenico Casamassima, Maria Maddalena Frangione, Bruna Giasi, Angelo Zimmari Soci effettivi Rosa Andrisani, Vito Salvatore Carlucci, Nicola Casamassima, Luciano Colella, Bruna Papapietro, Eustachio Sabino Soci aderenti Rosalba Adago, Cosimo D. Ambrosecchia, V. Domenico Andrisani, Vito N. Antonelli, Giacinta Appio, Esterina Bianco, Peppe Caggiano, Bruno Caiella, Michele Cancelliere, Lidia Carbone, Leonardo Carlucci, Giuseppe Ciuffreda, M. Pina Coretti, Michele Di Lecce, Giovanni V. Di Marzio, Rosa Di Sirio, Fabio Eramo, Vincenzo Fabrizio, Francesco Fontana, Vito Fontana, Giuseppe Lascaro, Angelo Linsalata, Francesco Lionetti, Giuseppe Loperfido, Vito Loschiavo, Matteo P. Marchitelli, Claudia Massari, Angela Mazzone,


Federica Moliterni, F. Saverio Montemurro, Grazia Montemurro, Pasquale Montemurro, Antonio Nicoletti, Saverio Paolicelli, Walter Perrucci, Daniela Plasmati, Porzia Rossetti, Antonio V. Sacco, Giovanni Santantonio, Giovanni Scarola, P. Ernestina Soda, Nicola Spagnuolo, Cinzia Staffieri, Francesco Staffieri, Vito Staffieri, Bruna Stella, Donato Michele Stella, Lucia Stella, Francesco Tralli, Eustachio Vinciguerra, Tommaso Vivilecchia Carro Trionfale Il Laboratorio dei Sogni di Andrea Sansone Auriga Bernardo Chiefa Luminarie artistiche Premiata ditta Antonio Santoro Alessano (LE) Concerti musicali Gran Concerto bandistico Conversano (Ba) Gran Concerto musicale Rutigliano (BA) Gran Concerto lirico-sinfonico Martina Franca (TA) Gran Concerto bandistico Mottola (BA) Ass. Bandistica “F. Paolicelli” Matera Bassa Musica Mola (BA)

Spettacoli musicali “Me l’aspettavo” Musical a cura di Parrocchia “Maria SS. Addolorata” Polifonica “TOTUS TUUS” e Band Voce solista M° Cettina URGA “La Zanzarita Band” a cura della DETODO di Daniele Palumbo Finalissima Stones Talent a cura di Music Stone Academy e Stones Lab Romanza in concerto con i tre tenori: Zingariello, Panni, Maragnini Spettacoli pirotecnici Pirotecnica Morsani srl - Rieti per le batterie Padovano Giovanni - Genzano di Lucania (PZ)

www.festadellabruna.it associazionedellabruna@hotmail.it


.it k .it sa it . n k i t t k i l . n t i cl.ei lin ink. lcserli. ww t r i a e . ss w arlc cel .it it wcwe.l t .csea l.ss s . . k l a w e w a k a 7 n e s i c w www.sacelsrl.it i s w . . w 1 swa ERA . wc lin w.ws ink a w el 8 w w . s c e w 2 . w w l w 0 ww AT 0 w sa .sac w e A . w 3 w c M w wER 35 ww w ax sa T . F a 8 ww ww l A w l in it 0 - MinkFa. x k.itarte .i4t 33 iat cetel l ww .s ar el lla cel - itlina M iltin7k3 @ rlM .it t e i t s t . . k 3 . e i 9 l r o a L e t . k n k a .s43 inace ianck 1 cn.eif a .saa9cce73 i t t k i l n i . i .s1 k. - MATERA ce Zona Ind.leelLainMartella e.81sl 375 t.lsi•na.klie Lwww ietnlsd.l w erLlla M w9w73 aloc.@ c a n s c 5 i l s c a e i I a w l r w w1 li.snsfa .sw-208 w .Ind -ww8137 sita•cne e c a - 0835 c 1973433 -.cs Fax 0835 302817 l e e w.Tel. 0835 307590 s l a r w a d. .lssa l.it0-208 sw 35 atwc•ewRoAn ww sw w. .sa • info@sacelink.it 300 cwew info@sacelsrl.it rlE.ZRoAt . w 8 9 n n w Z i I w r l w 5 w 0 0 s 5 w w - www.sacelink.it .l. TE - 873 wsw aZRoAels5593 cwe AT rl.i08 wwww.sacelsrl.it a - lw ww r w s 0 A n t w 0 w .ista- Mcelas5x 30 e- M rl.5ix 30 ifto@ATE.sa0c0873 r@ l Zo 59 awcw 3 7 slla cel-s8F3a nikn.- M wa5x e.liftso lla .sa0-8F3 lrinl 0 t it0tw .i5 3 fo@ 8F3 sliancikanrtetw.iwte3l3. cecletsella te .istae3l3. 0 ceelilla k.w . i r k asaar ekl.i k3. T4 rl.siatart elliinTnek3l3. awcea. Mnlkiw n.7ik34T .@ l0in83 it inMa iwn7w sM e t 4 w i @ i c l 9 oa salicn73 . fw aTel. nke. La cew19 .eiftlosa M.saacce73 k@ witlse L cealce1 iw . k s n L . n n c tle awc.e19 . a.s375 .•iw lid.l .s3a5 si•nakie L w.s19 lninfod. .w li w s e e k 8 1 w n l . t c i w l w35 •ce I ww 08 iln.i d. w.ws375 i•nkiE eint d. www ac w w . saa Inww-w08 w c l - 0881 cl.eitl AT . w 8 ar I it - 0 0-2 eclesarl In.iwt -w sitaoAna ww . w s 0 s n 3 w l l . 0 r EZR t - 559 a.scaoAn srl 3002 .slsar- M.it asw cweonalsr9l.0 - ew l wwZo 759 sw i a ws EZR ce3l 559 waw cella lsr0l-8F3 cw AT l. 0873 w Z T @ 7 s e a 30 fo@w sac0e75 l.ista- M els5xr 30 t.ifw oA 08 twart acee3l3. el.c 5 in . 3 lsor@la sac8F3a l.ikin- tM w.5sx 30 .riflto.i@ 3 w asscraa M 5 cienf el . 0- slrina itw8F3a liksna w.s734T .@ 8 l s w 3 0 . l l t e . 0it08 .sa ar kw.T4iwte3l3 caecetel intkl3.w clieen L w l. fcoZRoAn .s t 19 siwnaw iitw .w a . e . k . r i l a w Te s s k c 5 l l 3 . . . M 3 n e sMa cnek T4 w t8735 a.nd liinn81k37 t w •wATE w.iw linTe itwwLa el9i 7 fwo.@ s 0 3 l e i i I w a k wa ce-208 rwl. M - iw 30 c 1 iw l 7 o@ c .w w a00 - iteFl3an5x kw tlen La awc.e1s 9 .nitfw s sa linkd.lew.s3a5 .•iw n s l . . A 3 o w59 a rla.c0-8 inin.i e w 5 s k l k 8 . w R n t l . c Z e i I n 3 5 •TE ww w l a e - 0 lesrliln.Indt w - 0w8 cl.eitliA ww .saocna w 873 @saart cew4Tlse.3sl3. acetell nk 0 w c 0 i 0 3 a r . aw3 s ar ewli4Twe3 wZ 59 wsa.sZcaeon lsr9l 0w w .slasa- Ml.iFt3a5x ikn.iftoa Mw.sw 7 o@M e 9 c L r ww 307 w a9c73 e75 swa ll ls 0-8 line tw 1 f s a c @ . n e L a 0 i@ wo .i375 • ile w 1 itnf twart acee3l3. l.ciet d.l kw 35 inf w.5s 3 rflo.M a 8 n 1 T n 4 r s i I 8 s .73 l -208 rll..iitnt d. - w81w375 str•l.Iind s s n w 3 0 l e i l w a @ w08 ce La w l. 9 afcoeoAn sac300 els a I .it -208 rell.ni a - w t 1 . i a w Te e l . sin ZR t 7.3559 aaccRoAn listrl9300 sealscZRoA l.it5930 Te w.nsd.l lin8k35 t w •.ATE w.iw c TE lsr 73 08 w@.ssTEZ cke7.355 swa.A iM w I e 0 wl.w k 0 w 3 . a n 8 n w 0 A o t i wna a0c - lsr - te-l3ia5x n.w sl 30 ow@ M ac5ex 3008 iftw f i . o@ M e i w t i s k x F w w . s o a f . a 5 i c . e c n 8 na itswa8F3a ikn.lla w.-8F3 nwki lla Z w59 actell lssr.la0i l l kw 0 eli te w . .07 .3 linrte w .iet3w w itew l3. r w3w0 o@Msar awc3ewT4e3l sacretelliw . . 3 n e k c l 3 a a k c n34T saM eli7 T4e3 sa M lin734T 7 o@Ma cew 35 inLf a w.sw 3 9 @ a 8 a e a c f 7 9 1 @ c 9 o o L 0 .le w3w5 • ilne La w.s19 itnfo e L.sa5 1 inf.le w.sa5 1 infL l. l d . e i T In 08 l.itnd. w8w35 tr•l.Ind w08w8137 iitt •Ind w088137 i.tit •d.lew a - lsr I t - 0 l.nsi a - w0-2 srrll..na t - w0-2 lrslr.l In t - 08 n l 0 i e a r o . e c 9 s A t 30 eelslZRoA l.i 930 eclesna rl.i 0-2 c n l Z c E r 55 c oA 75 sa o lsr90 .sealEZRo l.i559 30 ww

www.sacelink.it www.sacelink.it

www.sacelink.it www.sacelink.it

www.sacelsrl.it www.sacelsrl.it

Zona Ind.le La Martella - MATERA Tel. 0835 307590 - 0835 1973433 - Fax 0835 302817 info@sacelsrl.it • info@sacelink.it Zona Ind.le La Martella - MATERA www.sacelsrl.it - www.sacelink.it Tel. 0835 307590 - 0835 1973433 - Fax 0835 302817 info@sacelsrl.it • info@sacelink.it www.sacelsrl.it - www.sacelink.it

Profile for Festa della Bruna

Programma Festeggiamenti 2017  

Il programma dei festeggiamenti in onore di Maria SS. della Bruna - Anno 2017 - 628° edizione.

Programma Festeggiamenti 2017  

Il programma dei festeggiamenti in onore di Maria SS. della Bruna - Anno 2017 - 628° edizione.

Advertisement