Page 1

ZIONE DISTRIBU ITA GRATU

www.lo-strillone.it

Mosciano S.A. (Te) tel. 085 8071089

Mosciano S.A. (Te) tel. 085 8071089

www.euromobiliarreda.it

www.euromobiliarreda.it

MENSILE D ’ ATTUALITÀ, POLITICA, CULTURA E SPORT ANNO 3° - N. 24 - Febbraio 2013

roulette russa all’italiana Elettori con il voto in canna La legge elettorale: una vera porcata! pag. 6 di Dario Avolio Tutte le liste da pag. 7 a pag. 9

ELI costruzioni

srl

AZIENDA CERTIFICATA

di Marcattilii Ottavio

Via Milano, 6 - 64023 Mosciano S. A. (Te) - Tel. 085.8062424 - Fax 085.8069762


Editoriale 2 Con il voto in canna...

comm. resp.: Paolo Di Sabatino

così la parola passa ora a noi elettori che, a cavallo di questo “porcellum” falsamente odiato dagli schieramenti che ci hanno governato negli ultimi anni, siamo chiamati a scegliere con quale “cartuccia” vogliamo “spararci” quest’ultima dose di speranza nel futuro. Non sarà facile, vista la situazione e visti i precedenti. Ma abbiamo il dovere quantomeno di provarci: ci meritiamo una classe dirigente migliore. Se la meritano l’Italia ed i nostri figli. Se lo meritano i giovani, i disoccupati, i malati, gli imprenditori strozzati, le famiglie, i deboli, i servitori onesti dello Stato (e ce ne devono essere, per la miseria!), le persone che si guadagnano da vivere nel rispetto delle regole. Se lo meritano tutti quegli uomini e quelle donne che svolgono ogni giorno, onorevolmente, il loro ruolo di genitori, di figli, di lavoratori e di cittadini. E se lo merita anche il concetto stesso di “politica”, che dovrebbe tornare ad esprimere il massimo concetto di rispettabilità e di servizio verso la comunità, una parola di altissima valenza morale, piuttosto che una parolaccia che oggi facciamo fatica addirittura anche solo a pronunciare. Che dire? Pretendiamo credibilità e onestà. Non facciamoci abbindolare dalle televendite o dalle promesse facili, e prendiamoci le nostre responsabilità. Noi de Lo Strillone, nel nostro piccolo, non possiamo far altro che provare a fornirvi qualche strumento in più per farvi la VOSTRA idea. E’ il nostro voto. E’ una parte del futuro che ci aspetta. Prendiamo un bel respiro... e premiamo il grilletto.

1 2

LA TUA SCELTA CIVICA 6 PUNTI PER NON TORNARE INDIETRO

SPrEAd AI MInIMI LIVELLI = PIù FUTUro E MEno TASSE Grazie al Governo Monti da novembre 2011 lo spread è calato di oltre 300 punti: ogni 100 punti valgono 20 miliardi di risparmio sul debito pubblico italiano.

MEno CASTA = MEno CoSTI E MEno TASSE SUL LAVoro

3

Riduzione dei costi della politica pari a 12 miliardi di euro durante i 13 mesi del governo Monti. Per il futuro si propone di tagliare il 50% del numero dei parlamentari. Riduzione e riequilibrio dei carichi fiscali per non gravare più sui deboli e sul ceto medio.

4

VALorIzzArE IL PATrIMonIo CULTUrALE ITALIAno E LE SUE ECCELLEnzE

5 CAMBIA E FAI

PEr non TornArE IndIETro Grazie al Governo Monti il Paese salvo dall’orlo del fallimento. Futura crescita basata su finanze pubbliche sane. Italia a testa alta nel mondo grazie alla credibilità e autorevolezza recuperate da Monti.

6

Scelta strategica di puntare sulla cultura, integrando arte e paesaggio, turismo e ambiente, agricoltura e artigianato, all’insegna della sostenibilità.

ABBASSArE LE TASSE E rIdUrrE L’IMU Dal 2013 il 75% delle famiglie con almeno due figli a carico non dovrà pagare l’IMU e il 50% delle abitazioni principali non sarà soggetta a imposte. Già da quest’anno meno tasse a favore di anziani soli e famiglie. Riduzione IRAP e IRPEF dal 2014.

InTEgrITà MorALE Grazie a Scelta Civica nelle liste ci sono donne e uomini rappresentanti della società civile che non sono mai stati parlamentari, né condannati o soggetti a processi penali in corso, animati da uno spirito di servizio e da un orientamento riformatore e liberale.

giuliosottanelli.it www.sceltacivicaabruzzo.it

L’ITALIA CHE SALE

L’immagine della nostra copertina di questo mese forse è un po’ forte, ma rende l’idea della situazione in cui ci troviamo ad affrontare questa tornata elettorale, disincantati e con poca fiducia nel futuro. Inutile negare che esiste una sensazione di malessere diffuso, quasi di fastidio, nei confronti della politica, dei partiti e soprattutto, dei personaggi che hanno fatto la politica nazionale degli ultimi anni. Non ci sentiamo più rappresentati, fatichiamo a trovare qualcuno in cui riporre la nostra fiducia, eppure siamo chiamati ancora una volta a farlo. Dobbiamo sforzarci per riconoscere nel panorama politico valori di riferimento e differenze chiare che guidino la nostra scelta alle urne, castrati da questa legge elettorale. Anche le idee stesse di destra, di sinistra e di centro, sembrano ormai fuse in una poltiglia difficilmente riconoscibile, frullate da vecchi e nuovi media, dentro a un bibitone insapore e difficile da digerire. I continui scandali, il mal costume diffuso, le bugie riciclate e quelle di stato, hanno inevitabilmente finito per coprire il lavoro di chi (ce ne sarà pur qualcuno!!) ha lavorato per salvare il salvabile. Ma c’è davvero tanto da fare, e gli anni che ci attendono si preannunciano gravidi di sacrifici, di scelte difficili, di coperte corte e di priorità da scegliere con assoluta attenzione. Mai come ora, avremo bisogno di persone equilibrate ma coraggiose, finalmente oneste, carismatiche e capaci. E di CRISTIAN QUARANTA

Febbraio 2013 e-mail: redazione@lo-strillone.it


3 GIULIO CESARE SOTTANELLI: NOI I VERI RIFORMISTI Febbraio 2013 e-mail: redazione@lo-strillone.it

Sp e c ial e E l e zio n i

Altro importante candidato locale è Giulio Cesare Sottanelli; ex amministratore del Comune di Roseto ed ex vice presidente della provincia, ora si candida per la prima volta alla Camera con Scelta Civica per Monti. Lo abbiamo ascoltato. In sintesi, il percorso che, lasciato il PD, lo ha portato a questa candidatura. Ho lasciato il Partito democratico in silenzio, dimettendomi dalla carica di consigliere provinciale circa due anni fa per dedicarmi al progetto della Banca del Vomano. Ma anche perchè non vedevo più nel partito quella spinta di cambiamento che mi ha sempre animato, la stessa spinta che ha fatto emergere Matteo Renzi ma purtroppo non è stata raccolta. Nel 2009 ho iniziato il mio percorso con Italia Futura Abruzzo, l’associazione fondata da Montezemolo che presiedo a livello regionale. Poi con altre associazioni, come le Acli, la Comunità di Sant’Egidio e la Cisl, abbiamo dato vita a questo movimento popolare, riformista e liberale che ha sposato l’agenda del presidente Mario Monti. Perchè con Monti? Perchè è l’unica scelta responsabile e possibile oggi nel panorama politico italiano: senza di lui avremmo rischiato, dopo vent’anni, di essere ancora schiacciati da un bipolarismo che ci ripropone gli stessi leader da una parte e dell’altra. Mario Monti ha salvato l’Italia dal default risollevando il paese dall’orlo del baratro nel quale si trovava a novembre 2011. Non dimentichiamo che eravamo ad un passo dal non potere pagare gli stipendi ai dipendenti pubblici e le pensioni: con Monti vogliamo portare avanti questo percorso, per tornare a far crescere il paese, dando lavoro a chi lo cerca e a chi lo ha perso e per dare ai giovani un futuro basato sul merito. Quali sono le prospettive sia in caso di vittoria che di sconfitta della sua coalizione? Noi siamo certi che gli italiani sapranno riconoscere il lavoro e gli sforzi fatti, oltre che la serietà e l’integrità morale di Mario Monti e dei suoi candidati. Non si faranno abbindolare da chi ci di Vincenzo Moretti

MENSILE D ’ ATTUALITÀ, POLITICA, CULTURA E SPORT

ha portato al ridicolo a livello mondiale. In caso contrario, cioè se dovessero prevalere formazioni populiste, come quella di Grillo, io credo che il nostro paese sarebbe in forte difficoltà per la credibilità nei confronti della comunità internazionale e degli investitori che ci considerebbero poco affidabili e sceglierebbero di investire altrove con gravi ripercussioni per imprese e lavoratori. Accetterebbe un’alleanza con una coalizione in cui è presente SEL? Non credo sia questo il momento di parlare di alleanze, adesso è il momento per gli italiani di fare la loro scelta, purtroppo la legge elettorale non aiuta e sono stati gli stessi partiti a non averla voluta modificare. Noi vogliamo creare il nuovo fronte riformista e della responsabilità e saremo al centro del nuovo progetto politico che si ispira al partito popolare europeo. Quali benefici può portare a una realtà locale come quella di Roseto la presenza di un proprio rappresentante in Parlamento? Io stento a ricordare qualche provvedimento importante per il territorio che i nostri parlamentari siano riusciti a portare a casa negli ultimi vent’anni, a differenza di quello che accadeva in passato quando chi ci rappresentava a Roma è stato in grado di portare sul territorio infrastrutture importanti e imprese. Io credo che sia questo il compito di ogni parlamentare: rendere conto agli elettori e al territorio e lavorare per portare dei benefici. E’ questo quello che io farò per Roseto e per l’Abruzzo. I cittadini sono stanchi della politica anche e soprattutto per i privilegi di cui gode la cosiddetta ‘casta’ della politica. Come giudica questa problematica? Prendiamo molto seriamente questo problema e infatti tra i primi provvedimenti che intendiamo varare con il nuovo governo c’è proprio il dimezzamento del numero dei parlamentari. Crediamo inoltre che tutto lo Stato debba rivedere la sua struttura e i suoi costi: purtroppo molti decreti del governo Monti che andavano in questa direzione, come la riduzione delle province o la non cumulabità delle pensioni d’oro, non sono ratificati dai partiti in Parlamento, ma lo faremo con il nostro programma riformatore.


S p e c ial e E l e zio n i 4 “L’IMPEGNO POLITICO È UN SERVIZIO DA RENDERE ALLA COLLETTIVITÁ” MENSILE D ’ ATTUALITÀ, POLITICA, CULTURA E SPORT

Il nostro viaggio elettorale prosegue con un’intervista ad Emilia Di Matteo, moscianese DOC e candidata alla Camera dei Deputati nelle file della lista Rivoluzione Civile. Nel 2009 è divenuta consigliere comunale, ora è candidata alla Camera dei Deputati. Che effetto le fa pensare di poter decidere il futuro dell’Italia? Non posso nascondere che quando ho avuto notizia della candidatura ho avuto un attimo di sgomento, sia per l’onore concessomi che per l’onere di dover rappresentare a Roma l’Abruzzo e gli abruzzesi. Rimango dell’idea che l’impegno in politica deve essere temporaneo e inteso come servizio da rendere alla collettività rappresentata. È con questo spirito che ho svolto il mio ruolo di consigliere di opposizione al comune di Mosciano Sant’Angelo, ed è con lo stesso spirito che affronterò il ruolo che l’elettore vorrà assegnarmi con il suo voto, con il fine ultimo di dare risposte concrete a un territorio e ad una popolazione che sta pagando duramente gli effetti della crisi globale. Un punto del programma di Rivoluzione Civile in cui si riconosce particolarmente. Provengo da una famiglia di artigiani e commercianti e considero le piccole e medie imprese l’elemento di forza dell’economia nazionale. Nell’ultimo anno sono state chiuse circa 1000 imprese al giorno, mentre i nostri governanti decidevano come tartassarli e come utilizzarne i proventi per salvare le attività fallimentari di Banche, di Società a capitale pubblico e dello stesso Stato. Incentivarle è fra le nostre priorità, perché consideriamo che lo Stato ha il dovere di aiutare con sgravi fiscali questo tessuto imprenditoriale essenziale per il rilancio dell’economia, in favore di imprese che investono in innovazione, ricerca, tecnologia e occupazione giovanile. Tre buoni motivi per votare Rivoluzione Civile. di luca lattanzi

Febbraio 2013 e-mail: redazione@lo-strillone.it

Rivoluzione Civile mette in discussione il pareggio di bilancio e il Fiscal Compact, per cui andremo incontro a 20 anni di tagli alla spesa sociale da 40 miliardi di euro l’anno. Per noi il patto deve essere rimodulato al fine di dare ossigeno alle imprese e alle famiglie in difficoltà, dando concretezza ai principi di equità e di solidarietà che hanno contraddistinto le politiche sociali portate avanti dagli Stati europei dal dopoguerra ad oggi. Al centro delle nostre politiche ci sono i giovani e gli studenti, per cui consideriamo prioritario il giusto sostegno alla Scuola Pubblica e all’Università, oltre alla valorizzazione del patrimonio culturale e artistico. L’ultimo regalo del ministro Profumo è un nuovo Decreto sul diritto allo studio, che rimodula i criteri per l’accesso a borse di studio, alloggi e altri servizi. Per il Ministro, uno studente di Lecce con Isee pari a 16.000 euro non può rimanere a studiare nella propria regione, perché al Sud potrebbe accedere alle borse di studio solo chi ha un Isee inferiore a € 14.300, mentre per le regioni del Nord il limite è fissato a Isee € 20.000. È necessario che Monti e i suoi Ministri facciano un passo indietro: a causa loro molti giovani il prossimo anno dovrebbero dover lasciare l’università. Il terzo tema è senz’altro la difesa dell’ambiente: va cambiato l’attuale modello di sviluppo arginando il consumo del territorio, tutelando il paesaggio, evitando la costruzione di centrali a biomasse, archiviando progetti come la TAV in Val di Susa, valorizzando l’agricoltura di qualità, tutelando le biodiversità e difendendo i diritti degli animali. Tale politica porterebbe alla creazione di posti di lavoro attraverso un piano per il risparmio energetico, lo sviluppo delle energie rinnovabili, la messa in sicurezza del territorio, oltre a favorire politiche industriali che innovino l’apparato produttivo per una riconversione ecologica dell’economia. Dobbiamo tenere bene in mente che questa terra non ci è stata lasciata in eredità dai nostri padri, ma ci è stata data in prestito dai nostri figli.


Febbraio 2013 e-mail: redazione@lo-strillone.it

S p e c ial e E l e zio n i

MENSILE D ’ ATTUALITÀ, POLITICA, CULTURA E SPORT

5

PARLA L’ASSESSORE PAOLO GATTI: “I NOSTRI VALORI? QUELLI DI SEMPRE: MERITOCRAZIA, CONFRONTO E SOPRATTUTTO PRESENZA SUL TERRITORIO”

Protagonista nell’attuale Giunta regionale Chiodi, il teramano Paolo Gatti si propone anche per la Camera con la neonata formazione Fratelli d’Italia. Ecco cosa ci ha detto in merito alla sua nuova esperienza. ‘Fratelli d’Italia’, un partito all’esordio, quali sono state le motivazioni di questa coraggiosa scelta? E’ un percorso di coerenza, il PDL nel quale sono entrato nel 2008 doveva essere il grande partito di centrodestra, contenitore delle anime liberali e moderate italiane. Non è stato così. Abbiamo lottato dentro il partito per cercare di far prevalere i valori democratici del confronto e la meritocrazia. Anche attraverso un congresso nel quale abbiamo plasticamente dimostrato la nostra visione diversa rispetto ai “padroni” del partito. Abbiamo creduto alla prima alla fase di ringiovanimento con la segreteria Alfano e poi alla scelta delle primarie. Andate perse anche quelle speranze abbiamo ritenuto di voltare pagina per coerenza con i nostri valori che non sono cambiati. Abbiamo gettato un seme per farne nascere un luogo dove far crescere un nuovo centrodestra. Un partito più democratico, più meritocratico, più sinceramente ancorato alla rappresentanza dei territori. Quali sono le prospettive per la prossima legislatura, sia in caso di sconfitta che di vittoria della sua coalizione? Al di là dei contenuti programmatici che le diverse forze politiche oggi presentano agli italiani, spero che la prossima sia una legislatura costituente. Il sistema democratico italiano deve essere assolutamente ammodernato: dalla legge elettorale che ridia la possibilità ai cittadini di scegliere davvero i propri rappresentanti, a una forma di governo più incisiva nel determinare atti legislativi di immediata applicazione, dalla riduzione dei parlamentari al di arianna mazzitti

superamento del bicameralismo perfetto. Occorre uno Stato moderno e più efficiente. Perché un cittadino dovrebbe votare centro destra? Perché dall’altra parte non c’è una proposta di governo coerente. Siamo di nuovo alla proposta di un governo arcobaleno. Monti e Bersani di fatto si promettono ogni giorno di voler governare insieme, il che significa un governo con dentro anche Fini e Vendola. Ecco, si capisce bene che sarebbe la riedizione del governo Prodi del 2006: ingovernabilità, distinguo ideologici su tutto, dalla politica economica e fiscale alle azioni di politica estera, dall’energia ai diritti civili. Del resto gli elettori di centrodestra non pensano neanche minimamente di dare il loro voto al centrosinistra. Stanno solo riflettendo se astenersi o dare un messaggio di protesta. Bene, con la nascita di Fratelli d’Italia diamo a queste donne e questi uomini la possibilità di votare a testa alta ancora centrodestra. Candidati presentabili e puliti e soprattutto del territorio. Nessun paracadutato, nessun ripescato! La stanchezza dei cittadini verso i privilegi della cosiddetta ‘casta’ ha portato al trionfo dell’anti politica. Come giudica queste problematiche? I cittadini hanno fatto bene a lanciare messaggi chiari alla classe dirigente. Non tutti i partiti hanno compreso la lezione però. Il caso MPS è emblematico di cosa voglia dire essere una “casta” ancorata anche al potere bancario. Ma nel momento della scelta del governo occorre anche chiedersi se il voto di protesta alla fine non aiuti i soliti noti a poter proseguire indisturbati nelle loro attività di commistione fra questioni private e soldi dello Stato. Credo che la nostra proposta politica sia la migliore per garantire la fine di questa fase. Merito, democrazia, territorio, per ridare un senso positivo alla politica. Per questo ho scelto di candidarmi come capolista, per questo dico a ciascun abruzzese, nonostante il porcellum, votando Fratelli d’Italia puoi scegliere il tuo deputato.

Per la tua pubblicità su chiama!!! MENSILE D ’ ATTUALITÀ, POLITICA, CULTURA E SPORT

vi sit sitac ww o int i al w.lo ern et -

Vincenzo 333\2045122 - Luca 340\8342246 - Cristian 347\4916227

stri

llon

e.it


6

MENSILE D ’ ATTUALITÀ, POLITICA, CULTURA E SPORT

S p e c ial e E l e zio n i

Febbraio 2013 e-mail: redazione@lo-strillone.it

la parola all’avvocato:

LA LEGGE ELETTORALE IN ITALIA: UNA VERA “PORCATA” L’espressione massima di democrazia e di sovranità popolare del nostro paese coincide certamente con l’esercizio del diritto di voto garantito costituzionalmente. Per tali ragioni la legge elettorale, che disciplina le modalità di elezione dei nostri rappresentanti politici, dovrebbe essere quanto più imparziale possibile e rispecchiare la reale volontà degli elettori. Come è consuetudine, tuttavia, anche in questo ambito così delicato, il nostro paese ha visto succedersi un’accozzaglia di norme disciplinanti la materia fino ad arrivare all’attuale legge elettorale, n.270 del 21 dicembre 2005, meglio nota come “Legge Porcellum”, così definita dal suo stesso ideatore, l’allora ministro Calderoli. A distanza di quasi 8 anni dalla sua entrata in vigore, può certamente dirsi che appellativo migliore non poteva essere speso per tale legge elettorale che non è assolutamente idonea a garantire una stabilità governativa, tanto che alcuni giuristi hanno anche espresso dubbi di legittimità costituzionale della stessa. Il limite più grande del “porcellum” consiste nella previsione delle c.d. liste bloccate, consentendo all’elettore di votare solo le liste dei candidati ma senza alcuna possibilità di indicare preferenze. Così facendo l’elezione dei candidati non è espressione di sovranità popolare ma è collegata alle scelte e agli accordi interni ai partiti che, ovviamente, sceglieranno sempre gli stessi soggetti più influenti. Altri punti salienti dell’attuale legge elettorale possono così riassumersi: • Previsione di un premio di maggioranza: garantito un minimo di 340 seggi nella Camera dei deputati alla coalizione che ottiene la maggioranza relativa dei voti su base nazionale mentre al Senato su base regionale; • Previsione delle c.d. coalizioni: è prevista la possibilità che più liste si uniscano formando una coalizione, con programma politico e capo della coalizione unici; • Previsione di una soglia di sbarramento alla Camera: per ottenere seggi alla Camera ogni partito

deve ottenere almeno il 4% di voti nazionali e ogni coalizione almeno il 10%; • Previsione di una soglia di sbarramento al Senato: per ottenere seggi al Senato ogni partito deve ottenere almeno l’8% dei voti e ogni coalizione almeno il 20%. Numerosi sono stati i tentativi di modificare l’attuale legge elettorale, anche mediante previsione di diversi referendum abrogativi negli anni 2008-2009 che, tuttavia, non hanno raggiunto il quorum necessario per l’abrogazione. Ci apprestiamo dunque ad esercitare il nostro diritto di voto sempre con lo stesso meccanismo elettorale generatore di incertezza, instabilità e ingovernabilità che ci ha accompagnato negli ultimi anni. Con tali premesse non rimane che sperare di assistere ad una scelta da parte dell’elettorato meno frastagliata possibile e veder stravincere una coalizione su tutte a garanzia della governabilità assolutamente necessaria in questo periodo storico.


1 Roberto Natale 2 Anna Suriani 3 Piero Savini 4 Vincenza Giannantonio 5 Alfonso Di Tullio 6 Daniela Santroni 7 Biagio Castagna

1 Renato Ciminà 2 Roberto Di Masci 3 Raimondo Felici 4 Antonio Grippo 5 Antonella Casu 6 Paola Di Folco 7 Olga Corse

1 Nicoletta Verì 2 Elena Seller 3 Annamaria Cianci 4 Rocco Paolini 5 Ubaldo Cola 6 Sergio Montanaro 7 Piero Di Piero

1 Enza Rosetta Blundo 2 Gianluca Castaldi 3 Massimo Di Renzo 4 Elio Sottanelli 5 Denis Cortellini 6 Gabriele Straccini 7 Rita Pisana Pellegrini

1 Alberto Carlini 2 Giovanni Rosci 3 Massimiliano Stella

1 Silvio Berlusconi 2 Gaetano Quagliariello 3 Paola Pelino 4 Antonio Razzi 5 Federica Chiavaroli 6 Antonietta Passalacqua 7 Elicio Romandini 1 Antonio Tavani 2 Emiliano Di Matteo 3 Luigi Nasuti 4 Graziella Di Campli 5 Caterina Melonio 6 Rosanna Gialloreto 7 Giuseppe Di Rocco 1 Giandonato Morra 2 Sabrina Bocchino 3 Vito Colonna 4 Paolo Damiano 5 Angelo Sarra 6 Bruno Di Ciano 7 Rodolfo Del Vecchio 1 Alfonso Mascitelli 2 Carlo Ciufelli Alicandri 3 Donato Raffaele Ranni 4 Giuseppe D'Ortona 5 Teresa Pezzi 6 Barbara Monaco 7 Marina Mancini 1 Achille Gaspari 2 Luigi Milano 3 Mario Antonio Di Paolo 4 Marcello Mellozzi 5 Paolo Giovannoli 6 Incoronata Ronzitti 7 Rosalba Iezzi 1 Benigno D'Orazio 2 Carmine Nuccio Campli 3 Fabrizio Ciarla 4 Rocco Di Nanno 5 Livio Marinucci 6 Maria Bisegna 7 Florindo Berlingieri 1 Marco Ferrando 2 Carlo Vasile 3 Ottaviano Scipioni 4 Mario Cermignani 5 Chiara Di Stanislao 6 Antonio Cocco 7 Francesco Di Paolo Committente responsabile: Sel Fed. Teramo

1 Stefania Pezzopane 2 Franco Marini 3 Anna Paola Concia 4 Renzo Di Sabatino 5 Angelo Pollutri 6 Francesca Ciafardini 7 Manola Di Pasquale

MENSILE D ’ ATTUALITÀ, POLITICA, CULTURA E SPORT

7

1 Filippo Andreozzi 2 Donato Angelini 3 Paola Di Pietro 4 Antonella Pastore 5 Sabrina Marinucci 6 Giovanni Maj 7 Vittorio Di Biase

1 Eugenio Spadano 2 Aldo Di Bacco 3 Nicola Marchione 4 Ettore Frutti 5 Gherardo Menegazzi 6 Nicola Tarantola 7 Mariagrazia Santini

1 Carlo Masci 2 Enzo Lombardi 3 Berardino Fiorilli 4 Roberto Ruggeri 5 Cristian La Civita 6 Michele Cenci 7 Franco Costantini

1 Fiore Mastrocola 2 Paolo Ferraro 3 Nicola De Santis 4 Massimo Renzetti 5 Italo Tieri 6 Ettore Tumini 7 Aurelia Tursini

1 Giulio Tremonti 2 Roberto Iannarilli 3 Claudio Burrini 4 Gianluca Milillo 5 Domenico Angelosante 6 Feliciano Marcantonio

1 Mirko Iacomelli 2 Pierluigi Carissimi 3 Paolo Antelli 4 Claudio Angelucci 5 Ruperto Cavaliero 6 Aldo Iervese 7 Roberto Veggetti

Committente responsabile: Sel Fed. Teramo

List e E l e t t o ral i S e n at o

Committente responsabile: Sel Fed. Teramo Committente responsabile: Sel Fed. Teramo

Febbraio 2013 e-mail: redazione@lo-strillone.it


8

MENSILE D ’ ATTUALITÀ, POLITICA, CULTURA E SPORT

List e E l e t t o ral i C ame ra

Febbraio 2013 e-mail: redazione@lo-strillone.it

1 Giovanni Legnini 2 Antonio Castricone 3 Tommaso Ginoble 4 Maria Amato 5 Yoram Gutgeld 6 Vittoria D’Incecco 7 Giovanni Lolli 8 Gianluca Fusilli 9 Stefania Ferri 10 Giovanni D’Amico 11 Camillo D’Alessandro 12 Lorenza Panei 13 Gianna Di Crescenzo 14 Alexandra Coppola

1 Giulio Cesare Sottanelli 2 Percamillo Falasca 3 Alfredo D'Ercole 4 Nicola Benedetti 5 Rosanna Di Gioacchino 6 Laura Ciafardoni 7 Antonio Ieraci 8 Antonio Forlini 9 Artido Scassa 10 Giuseppe Moretta 11 Fabio Ferrante 12 Domenico Di Matteo 13 Maria Elena Cutracci 14 Emiliano Grassi

1 Filippo Piccone 2 Paolo Tancredi 3 Fabrizio Di Stefano 4 Massimo Verrecchia 5 Valeria Misticoni 6 Daniele D'Amario 7 Quintino Liris 8 Francesco Raglione 9 Andrea Parente 10 Luciana Di Marco 11 Manuela Fini 12 Denisso Cupaiolo 13 Massimo Pastore 14 Federico Di Lorenzo

1 Marco Pannella 2 Stefano Frapiccini 3 Orazio Papili 4 Rosa Quasibene 5 Dario Boilini 6 Giulia Cocciante 7 Giuseppina Di Gregorio 8 Alessio Di Carlo 9 Vincenzo Di Nanna 10 Diomira Gattafoni 11 Daniele Palombo 12 Luca Pantaleo 13 Elettra Rinaldi 14 Emma Bonino

1 Gianfranco Fini 2 Daniele Toto 3 Daniela Stati 4 Mirco Velluto 5 Giuseppe La Rana 6 Filippo Sichetti 7 Silvio Tavoletta 8 Renato Ranieri 9 Carmine Cappelletti 10 Roberto Ferraioli 11 Patrizia Toro 12 Mariantonietta Salvati 13 Danila Pompilii 14 Anna Rita Racano

1 Paolo Gatti 2 Alessandro Addari 3 Etelwardo Sigismondi 4 Barbara Tempesta 5 Andrea Buccella 6 Rita Di Nello 7 Antonio De Vincentiis 8 Enrico Marini 9 Roberto Ciccocelli 10 Cristina Di Stefano 11 Elvira Nicolaj 12 Claudia Sciarra 13 Roberta Basilico 14 Ilias Tsilividis

1 Paolo Binetti 2 Giorgio De Matteis 3 Giuseppe Cipolloni 4 Giuseppe Marozzi 5 Tommaso D’Addazio 6 Morena Pasqualone 7 Antonio Iulianella 8 Filippo D’Agostino 9 Graziano Marino 10 Erica Di Censo 11 Andrea Salvati 12 Beth Fairfield 13 Nazareno M. Venturo 14 Chiara Centi

1 Gianluca Vacca 2 Andrea Colletti 3 Daniele Del Grosso 4 Serena Smerilli 5 Silvio Corsi 6 Marco Gallo 7 Ivan Paciocco 8 Marco Sabatini 9 Silverio Marzocchetti 10 Fabio Di Bernardini 11 Gianni Smarrelli 12 Adriano Nasuti 13 Enea Giancaterino

1 Francesco Storace 2 Teodoro Buontempo 3 Luigi D’Eramo 4 Anna Maria Rita Guarracino 5 Massimo Di Giacinto 6 Alessandro Baldati 7 Salvatore Patierno 8 Cristiano Villani 9 Giuliano Brunetti 10 Antonio Di Gianvittorio 11 Tiziano Genovesi 12 Roberto Rosa 13 Andrea Russo 14 Vincenzo Calvisi

1 Nichi Vendola 2 Gianni Melilla 3 Dalia Collevecchio 4 Giovanni Salutari 5 Annalisa Settimio 6 Michele Pezone 7 Silvia Di Salvatore 8 Alfredo Centinaro 9 Maria Pia Graziani 10 Umberto Innocente 11 Valeria Feragalli 12 Patrizio Marino 13 Ilaria Di Francesco 14 Luciana Pallini

1 Antonio Valloreo 2 Giorgio Siringo 3 Luigi Pirozzi 4 Massimo Settembrini 5 Carlo Cauti

1 Antonio Ingroia 2 Carlo Costantini 3 Emilia Di Matteo 4 Ermanno Dovis 5 Paola Angelillis 6 Pamela Caporale 7 Giampiero Riccardo 8 Mariangela Antenucci 9 Enrico Chico Perilli 10 Tiziana Di Tecco 11 Sefora Inzaghi 12 Gabriele Di Bucchianico 13 Barbara Toppi


Febbraio 2013 e-mail: redazione@lo-strillone.it

List e E l e t t o ral i C ame ra

MENSILE D ’ ATTUALITÀ, POLITICA, CULTURA E SPORT

1 Massimo Donadi 2 Donato Renato Mosella 3 Camillo Sulpizio 4 Paolo Palomba 5 Ermanno Giorgi 6 Fausto Napolitani 7 Nicola Sannino 8 Anna Rita De Fulviis 9 Domenico Donatelli 10 Vincenzo Davide 11 Andrea Secone 12 Loredana Toscana 13 Gino Belisari 14 Emanuele Zuffranieri

1 Barbara Mazzali 2 Fabrizio Montepara 3 Giuliana Vespa 4 Giulio Petrini 5 Claudio D'Amone 6 Nicola Mincone 7 Domenico Spagnuolo 8 Salvatore Vitelli 9 Antonino Di Vincenzo 10 Giustino Bruno 11 Gaetano Vitone 12 Andrea Santarone 13 Leo Zagami 14 Marianna Di Valentino

1 Simone Di Stefano 2 Simone Laurenzi 3 Ercole Marchionni 4 Paolo Ardini 5 Stefano Di Battista 6 Manuela Magno 7 Andrea Ciarallo 8 Alberto Di Giandomenico 9 Ivan Novelli 10 Mario Angelucci 11 Roberto Monardi 12 Alessio Di Cuollo 13 Flaviano Tata 14 Silvia Marini

1 Bruno Mario Di Paolo 2 Lorenzo Valloreia 3 Rocco Menna 4 Franco Di Iulio 5 Achille Cavallo 6 Carlo Ciferni 7 Raimondo Onesta 8 Enzo Giandomenico 9 Raniero Barnabei 10 Angelo Taraborrelli 11 Danilo Radogna 12 Eugenio Pieri 13 Carlo Tagliamonte 14 Federico Di Franco

1 Marco Forconi 2 Bruno Neri 3 Goffredo De Carolis 4 Pierpaolo Angelini 5 Daniele Catini 6 Giovanni Ciasullo 7 Maria Davì 8 Guido Di Giamberardino 9 Maurizio Falcone 10 Michele Fiorita 11 Alessandra Giovina Ianieri 12 Cristian Miccoli 13 Matteo Romanelli

1 Magdi Cristiano Allam 2 Armando Ziccardi 3 Domenico Graziani 4 Luigi Di Cintio 5 Marco Solfanelli 6 Mariella Buonanno 7 Carlo Merlino 8 Erminto Di Crescenzo 9 Francesco Ricci 10 Cesare Scognamiglio 11 Stefano Grossi 12 Bogdan Moraru 13 Raffaele Tassotti

1 Gianpiero Samorì 2 Nicola Tarantini 3 Giancarlo Cerullo 4 Luca Casciere 5 Paola Savini 6 Biagio Consolati 7 Giovanni Tocco 8 Sigismondo Grassi 9 Angelo Carota 10 Giulio Geminiani 11 Cristina Capocasa 12 Alessio Di Prinzio 13 Gianluca Di Virgilio 14 Fabio Di Giangiacomo

1 Fernando Ferrara 2 Mirco Di Michele 3 Enrica Tascione 4 Genesio Pitucci 5 Rinaldo Di Matteo 6 Fabio Parziale 7 Alessandra Lamolinara 8 Omar D’Anastasio 9 Gianni Toma 10 Andra Lupi 11 Ludovica Amiconi 12 Alessandra Properzio 13 Laura Santarelli 14 Veronica Navarra

1 Martina Mancinelli 2 Francesco Di Nardo 3 Ilaria Del Biondo 4 Marco Di Pietrantonio 5 Paola Taverna 6 Giampaolo Zagami 7 Riccardo Spadano 8 Giuliano Benegiamo 9 Alessio Galante 10 Andrea Di Nicolantonio 11 Mattia Parisi 12 Enzo Di Marzo

9


S p e c ial e 10 Election Story MENSILE D ’ ATTUALITÀ, POLITICA, CULTURA E SPORT

E l e zio n i

Febbraio 2013 e-mail: redazione@lo-strillone.it

In attesa delle consultazioni del 24 e 25 febbraio prossimi, ripercorriamo i risultati in provincia di Teramo nelle elezioni del 13/04/2008, dove si impose a livello nazionale la coalizione di centrodestra Esiti elettorali Camera dei Deputati

Esiti elettorali Senato della Repubblica

Fonte Ministero dell’Interno

Cartolibreria aziendale di Fossemò Sandro Per ufficio e professionisti Via Tiziano n.1 64026 Roseto degli Abruzzi (TE) Tel-fax 085 8997100 e -mail pentaufficio@yahoo.it


&

Regione Provincia 11 In Provincia di Teramo ha preso avvio la caratterizzazione ambientale degli stabilimenti balneari: esempio di un Parco, l’Area Marina Protetta, che si muove per valorizzare l’economia locale Febbraio 2013 e-mail: redazione@lo-strillone.it

MENSILE D ’ ATTUALITÀ, POLITICA, CULTURA E SPORT

A Pineto e Silvi si sta concretizzando un nuovo modo di fare turismo, grazie all’attività e alla sensibilizzazione messe in campo dal Parco Marino Torre del Cerrano: tre gestori di stabilimenti balneari hanno scelto di intraprendere la procedura per avere la “Caratterizzazione Ambientale”, nell’ambito del percorso della Carta Europea per il Turismo Sostenibile (conosciuta anche come CETS). Si tratta dei primi (gestori dell’Hotel “Florida” e ombreggio “Onda” a Silvi, del Lido “Nelide” a Pineto) che hanno avviato tale cooperazione nel progetto “Cerrano Torre d’Europa”, che coinvolge su più tavoli tutti i portatori di interesse del comprensorio, che in qualche modo hanno a che fare con il turismo. Partito nell’ottobre scorso con il convegno nazionale tenutosi a Pineto della Biennale Habitat, il progetto “Cerrano Torre d’Europa” vuole sposare il percorso della CETS in un ambito esteso che comprende, oltre l’Area Marina Protetta Torre del Cerrano, anche le Riserve Naturali del Calanchi di Atri e del Borsacchio a Roseto, nonché i territori limitrofi di queste tre splendide aree protette del comprensorio del Cerrano. Il sistema di caratterizzazione ambientale degli stabilimenti balneari si sta rivelando inoltre, lo strumento potenzialmente più utile per attuare una forma di deroga alla Direttiva Bolkestein: in tal modo si crea un rapporto fiduciario tra i balneatori, che vedrebbero così riconosciuti i propri diritti di insistenza, e gli organismi di gestione delle aree protette di riferimento, che manterranno il controllo

sulle attuazioni degli impegni presi al riguardo. Tale progetto, si è concretizzato anche in una proposta di legge appositamente studiata dall’avvocato Benigno D’ORAZIO, Presidente dell’Area Marina Protetta Torre del Cerrano, congiuntamente con il professor Leonardo SALVEMINI, docente di diritto dell’Ambiente al Politecnico di Milano e dalla professoressa Rita Tranquilli LEALI, docente di diritto del Mare all’Università di Teramo; proposta di legge sposata tra l’altro dalla Federparchi, per essere portata a livello nazionale ed estesa a tutte le 30 aree protette nazionali marine ed alle centinaia di Riserve naturali costiere esistenti in Italia. Impegno proficuo per il Parco Marino della Torre di Cerrano a fronte di una gestione attenta ed oculata. Non a caso, nel 2012 è stato premiato dal Ministero dell’Ambiente per gli eccezionali risultati conseguiti: è l’unico Parco in Italia ad aver raddoppiato i fondi ministeriali in un periodo di grandi tagli per tutti, grazie appunto agli standard assoluti di efficienza gestionale. Il Parco marino si candida così a diventare una sorta di modello gestionale delle aree protette. Zone che pure in Abruzzo abbondano e che spesso non sono conosciute come meriterebbero, anche a causa di una politica che non le ha mai agevolate. Basti pensare al Parco nazionale della Costa teatina, che sarebbe dovuto essere realizzato da dieci anni lungo la costa dei trabocchi . In realtà la legge è rimasta inattuata.

In questi giorni si stanno concludendo le attività di orientamento scolastico per le iscrizioni al nuovo anno scolastico 2013-2014 che partirà dal mese di settembre del corrente anno. Il nostro istituto ha presentato la sua vasta offerta formativa dei vari indirizzi liceali organizzando attività di OPEN DAY, LABORATORI APERTI, GIORNATE DA LICEALI, dialogando con studenti e genitori e illustrando gli indirizzi di studio (Classico, Scientifico, Scientifico con opzione Scienze Applicate, Linguistico, Scienze Umane, Scienze Umane con opzione Economico-sociale) oltre alle innumerevoli risorse umane e tecniche di cui il Saffo dispone. E’ stato inoltre presentato in pubblici incontri a Pineto e Roseto il nuovo Liceo Scientifico e Liceo delle Scienze Applicate con caratterizzazione Ambientale, in collaborazione con l’Amministrazione Comunale di Pineto e con gli esponenti di Enti e aziende che hanno a cura il territorio e l’ambiente, in vista di una scelta che consentirà ai giovani studenti di terza media di affrontare una didattica aperta al mercato della “green economy” e delle nuove professioni legate alla tutela della vita e dello sviluppo sostenibile. Il Comune di Pineto, inoltre, è impegnato nel reperire risorse per sostenere le fa-

miglie nell’acquisto dei libri e per le spese di viaggio, oltre a borse di studio destinate agli studenti meritevoli. Da questi incontri è risultata una partecipazione attiva e convinta, in uno spirito di aperta condivisione delle aspettative di sana crescita e di studio meditato che è venuto fuori dalle richieste di genitori e studenti. Il nostro istituto intende rimarcare proprio questo aspetto. Al di là dei facili trionfalismi con cui le istituzioni scolastiche usano descrivere i propri meriti, nel nostro istituto si pratica una seria attività didattica che mira a consolidare le conoscenze, la responsabilità e la socializzazione solidale. Il Polo Liceale “Saffo” di Roseto degli Abruzzi può andare orgoglioso dei risultati raggiunti dagli alunni in questi anni che, grazie al loro impegno e al serio lavoro dei docenti, hanno ottenuto riconoscimenti a tutti i livelli: esami di stato, prove Invalsi, olimpiadi, concorsi e premi, certificazioni linguistiche, teatro e sport. Nel solco di una tradizione che ci contraddistingue da sempre: serietà, competenza, conoscenza.

Polo Liceale “Saffo” Serietà, competenza, conoscenza

Staff di Presidenza Polo Liceale Saffo Roseto


12

MENSILE D ’ ATTUALITÀ, POLITICA, CULTURA E SPORT

&

Regione Provincia

Febbraio 2013 e-mail: redazione@lo-strillone.it

Selezioni live del 18° FESTIVAL DELL’ADRIATICO PREMIO ALEX BARONI 2013

Finalmente anche in Abruzzo le “selezioni live” per la 18° edizione del Festival dell’Adriatico. Una ghiotta opportunità per chi vuole mettere in mostra le proprie qualità. La manifestazione nasce nel 1996 come “Voci Nuove” e viene successivamente intitolato al grande Alex Baroni scomparso prematuramente; questa rassegna è riservata a cantautori, interpreti, gruppi e comici e ha il fine di promuovere nuovi talenti emergenti nel difficile mondo dello spettacolo. “Volutamente indipendente”, non è condizionata in alcuna maniera da interessi diretti o indiretti delle Case Discografiche ed ha il chiaro intento di mettere a disposizione un palcoscenico importante dove i giovani possano confrontarsi con le tante proposte e tanti generi musicali dando sfogo a tutto il loro talento. Divenuta ogni anno sempre più importante e sedi vincenzo di frischia

guita, nel 2000 ne risulta vincitrice LINDA VALORI che al Festival di Sanremo 2004 si aggiudica il 3° posto assoluto. Alla manifestazione ha inoltre partecipato il rosetano GIANLUCA GINOBLE, protagonista alla trasmissione “Ti lascio una canzone” condotta da Antonella Clerici nel 2009 e protagonista del trio dei tenori “IL VOLO” con un bellissimo album e tournee mondiale di grandissimo successo. La direzione del Festival dell’Adriatico ha voluto che la conduzione del tour abruzzese dedicato alle “selezioni live” fosse affidata a 2 eclettici personaggi di Roseto degli Abruzzi: Carla Di Pietro e Giancarlo Alberti. Questi ultimi si sono distinti per la organizzazione e conduzione del loro “Sembra Tale e Quale Show” riscuotendo ampio successo di pubblico e di simpatia. Le tre tappe si terranno il 18 febbraio al Risto Pub Ludwig a Roseto degli Abruzzi, il 23 febbraio alla Brasserie Bellevue a Casoli di Atri ed il 9 marzo al Caffè Salotto a Roseto degli Abruzzi.

via Nazionale per Teramo, nr.12 - Mosciano S.A. www.spaziovivo.com Tel: 3384618818


Febbraio 2013 e-mail: redazione@lo-strillone.it

R u bric h e

mangia come parli di serena angelini

Se c' è una cosa che amo del mese di Febbraio sono i dolci. Le frittelle di riso, i cenci, le castagnole di carnevale e l' infinita varietà di cioccolatini e bon bon che si possono regalare per San Valentino..

MENSILE D ’ ATTUALITÀ, POLITICA, CULTURA E SPORT

13

rubrica di Gastronomia direttamente dal blog “Pici e Castagne”

TART U

FI AL M

Ingredienti: panna 250 gr cioccolato fondente 600gr miele 2 cucchiai burro 1 cucchiaio cacao in polvere

IELE

Procedimento: Scaldare la panna con il miele a fuoco basso senza farla bollire. Tritare il cioccolato grossolanamente. Versare la panna calda sul cioccolato. Unire il burro e mescolare fino a che si sarà completamente sciolto. Con una tasca da pasticcere formare tante piccole dosi di impasto e disporle su una placca foderata di cartaforno. Riporre i cioccolatini in freezer per 10 minuti. Col palmo delle mani dare ai cioccolatini una forma tonda. Passare i cioccolatini nel cacao.


14

MENSILE D ’ ATTUALITÀ, POLITICA, CULTURA E SPORT

Rubriche

Febbraio 2013 e-mail: redazione@lo-strillone.it

ANTICORPI ALLA VIDEOCRAZIA

“La televisione influenza il nostro modo di vestire, di parlare, di votare, di pensare. Eppure pochi ne conoscono i segreti, ne percepiscono le trappole”. Giornalista della Rai di Milano, Andrea Riscassi da anni riflette sugli effetti collaterali della televisione sulla democrazia. In Italia, ma anche all’estero, soprattutto in Russia, il regno di Putin che tanto ha a di che spartire con il nostro Paese. Dalle sue riflessioni, dalla sua esperienza, dalle sue lotte (Riscassi è l’animatore dell’associazione Anna Viva dedicata alla memoria di Anna Politkovskaja) nasce ora

L’autore del libro Andrea Riscassi

“Anticorpi alla videocrazia”, un manuale di teorie e tecniche radiotelevisive che ha lo scopo di farci prendere (ancora una volta) coscienza della permeante forza del mezzo televisivo anche nell’era di Internet. Il libro è stato presentato lo scorso 22 gennaio allo spazio Melampo a Milano con Gianluigi Paragone, conduttore de “L’ultima parola” e il critico televisivo Paolo Martini. “Anticorpi alla videocrazia”. Cavallotti University Press, 216 pagine, 17 euro. Per info: www.andreariscassi.it

Benigno D’Orazio capolista al Senato per Intesa Popolare

Formazione che raggruppa dieci movimenti dell’area cattolica e laica e in Abruzzo si caratterizza per essere una lista civica alleata al Pdl

Abruzzese sempre Mandatario elettorale: Giuseppe Balducci

Benigno D’Orazio è un esponente del territorio abruzzese a cui è legato per origini, conoscenza e impegno. Cosa propone per uscire concretamente dalla crisi? Bisogna rilanciare le piccole e medie imprese, anche mediante la costituzione di consorzi. Se l’accanimento fiscale fosse stato attuato nei confronti dei grandi gruppi, forse, tanto denaro non sarebbe andato all’estero. Siamo arrivati all’assurdo: alle imprese vengono negati finanziamenti di importi modesti, laddove altre realtà del sistema economico perpetrano latrocini per milioni di euro. L’ambiente è il tema centrale, non solo della sua campagna elettorale…Il 50 % del territorio abruzzese è stato delimitato a parco: è arrivato il momento di valorizzare questa risorsa in un ottica moderna, come vero motore dello Sviluppo Sostenibile, - agricoltura, commercio, turismo, bioedilizia, ecc. Ho l’onore di presiedere il Parco più efficiente d‘Italia – il Parco marino Torre di Cerrano: è il bigliettino da visita che noi portiamo in questa campagna elettorale. Una priorità essenziale è la ricostruzione dell’Aquila… Propongo il metodo “Cerrano”: tutti insieme, da destra a sinistra, in “lotta” per il bene comune e non per la difesa degli interessi di parte che hanno frenato, insieme alla opprimente burocrazia, l’opera fondamentale della ricostruzione del Capoluogo e simbolo dell’Abruzzo che riparte. Per superare il gap economico tra l’Abruzzo e le altre regioni, che prospetta? Pescara città metropolitana è un modo: ciò farà sì che da subito si possa mettere mano alle grandi infrastrutture, prima fra tutte la Pescara – Roma, eliminando il simbolo dell’arretratezza attuale della nostra regione; dall’Abruzzo in treno occorrono più di 4 ore per andare a Roma, mentre da Milano solo 2 ore e 50. Crede si possano ancora utilizzare gli strumenti di sanatoria? In linea di principio è agevole dire no. In considerazione dell’attuale momento storico, bisogna promuovere condoni e transazioni fiscali per le piccole e medie imprese (non per i grandi gruppi della finanza) per farle ripartire, con impegno delle aziende a proseguire l’attività per un tempo medio-lungo (3-5 anni). Di tutto ciò si gioverebbe l’economia e l’occupazione: imprese che ripartono e assumono giovani con sgravi fiscali e lo stesso Stato che introiterebbe somme altrimenti inesigibili in un contesto di vera e propria “pacificazione” nazionale. E con gli introiti di condono e transazioni fiscali, bisogna finanziare la riduzione delle tasse.

BENIGNO

D’ORAZIO Capolista al Senato SCHEDA GIALLA

VOTA INTESA POPOLARE La Lista Civica degli abruzzesi alleati con BERLUSCONI


Febbraio 2013 e-mail: redazione@lo-strillone.it

Sport

MENSILE D ’ ATTUALITÀ, POLITICA, CULTURA E SPORT

15

SPECIALE CICLISM La squadra è sempre più attiva dal lato sportivo e quello organizzativo

TEAM PRO BIKE TERAMO: I PIÚ TITOLATI D’ABRUZZO Il sodalizio guidato dal teramano Alessio Maddes parte per nuova stagione L'associazione sportiva dilettantistica teramana ‘Team pro bike Teramo’ nasce nel 2004 con l'impegno, la volontà e la passione per il ciclismo della famiglia Maddes, in collaborazione con l'ormai storico campioncino teramano Mario Genovesi. La suddetta società ciclistica è impegnata ad organizzare eventi sportivi anche di prestigio e con i suoi atleti di spicco, partecipa a gare regionali, nazionali ed internazionali con ottimi risultati. Si è appena conclusa la stagione 2012, dove il team Teramano si è distinto come più titolato delle società abruzzesi. Ecco i risultati conseguiti: 6 titoli provinciali (3 su strada, 3 nel ciclocross) 3 titoli regionali 1 titolo italiano con il professor "Moretti" (cronocoppie giornalisti ) Per il secondo anno consecutivo inoltre, il soda-

Da sin.: Maddes, Rosini e Reginaldi

lizio teramano ha vinto l'Abruzzo Cup, classifica dedicata ai migliori team nazionali. Nel 2013 la team pro bike Teramo proverà a ripetersi e perché no, a migliorarsi, grazie al l'impegno di tutti, in particolar modo dei suoi atleti di spicco: Maddes Alessio Maria, Genovesi Mario, Cinoglossi Marco, Rosini Walter, Moretti Vincenzo, Cerqueta Antonio, Reginaldi Luigi, Rotini Lorenzo, Suppa Pietro e alle qualità organizzative della ormai fondamentale pedina Simone Di Ferdinando. A livello organizzativo la società è infatti sempre attiva: il 24 Marzo a Teramo organizzerà la gara di apertura del calendario regionale MTB, ormai per il terzo anno consecutivo e nei prossimi 27 e 28 Aprile due giornate di sport a Villa Marini, Teramo, dove andrà in scena il ciclismo a 360 gradi e non solo. Ma di questo appuntamento parleremo più approfonditamente nel prossimo numero.


Lo Strillone - Speciale Elezioni  

Mensile d'attualità, politica, cultura e sport

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you