Il mio Diario delle Emozioni

Page 1

1 Mariagrazia BertarinI • Gianluca Agnello • Valentina Falanga

Ai bambini e ai ragazzi, esattamente come agli adulti, può capitare di sentirsi strani. Anche le persone intorno se ne accorgono e fanno un sacco di domande: Che cos’hai?

Perchè non parli?

Bertarini Mariagrazia ello Gianluca Agn a ng Valentina Fala

Dimmi che cosa c’è?

diario delle

il mio

diario

EMOZIONI

delle

EMOZIONI

Pochi, però, sanno spiegare che cosa sta loro succedendo, la maggior parte si chiude nel proprio silenzio, semplicemente perché non sa descrivere quello che sta provando. Ecco perché riconoscere le proprie emozioni è importante, dà la possibilità di stare bene con se stessi e stare bene con gli altri e un diario è il modo migliore per pensare alle emozioni, parlare con se stessi in tutta tranquillità e prepararsi a vivere nel mondo.

il mio

In questo primo diario faremo conoscenza con le emozioni primarie, quelle più forti e che provano tutte, ma proprio tutte le persone del mondo a qualsiasi età: felicitàa, tristezza, sorpresa, paura, rabbia, disgusto.

€ 6.90 O I1 RI N -9 IA O 33 D ZI -41 IO O 468 M EM88IL LE 78EL 9 D ISBN il mio diario_1.indd 1-3

1

Questo volume sprovvisto del talloncino a fianco è da considerarsi campione gratuito fuori commercio

09/03/20 16:01


IL MIO DIARIO DELLE EMOZIONI 1 Responsabile editoriale: Mafalda Brancaccio Coordinamento redazionale: Valentina Dell’Aprovitola Redazione: Valentina Dell’Aprovitola, Nadia Negri Responsabile di produzione: Francesco Capitano Progetto grafico: A COME APE studio, di Alessia Zucchi Impaginazione: EICON srl – Torino Copertina: A COME APE studio, di Alessia Zucchi Ricerca iconografica: Mariagrazia Bertarini, Valentina Dell’Aprovitola Referenze iconografiche: Shutterstock, iStock, archivio Spiga Stampa: T ecnostampa - Pigini Group Printing Division Loreto – Trevi 20.83.269.0 È assolutamente vietata la riproduzione totale o parziale di questa pubblicazione, così come la trasmissione sotto qualsiasi forma o con qualunque mezzo, senza l’autorizzazione della casa editrice ELI. Produrre un testo scolastico comporta diversi e ripetuti controlli a ogni livello, soprattutto relativamente alla correttezza dei contenuti. Ciononostante, a pubblicazione avvenuta, è possibile che errori, refusi, imprecisioni permangano. Ce ne scusiamo fin da ora e vi saremo grati se vorrete segnalarceli al seguente indirizzo: redazione@elionline.com

Tutti i diritti riservati © 2020 ELI • La Spiga Edizioni info@elilaspigaedizioni.it

il mio diario_1.indd 4-6

09/03/20 16:01


Felicità

Che felicità!...................................................................................................... 2 Le parole della felicità....................................................................... 3 Un’idea felice.................................................................................................. 4 I modi di dire................................................................................................... 5 Le azioni della felicità........................................................................6 Felicità a colpo d’occhio................................................................8 Perché sei felice?......................................................................................9 Contagio!......................................................................................................... 10 La felicità e i cinque sensi.......................................................... 11 RACCONTO Il mio giorno di vera felicità.................................................... 12 Il giorno in cui ho regalato felicità................................ 14

Tristezza

Che tristezza!.............................................................................................16 Le parole della tristezza..............................................................17 Blue Monday................................................................................................18 I modi di dire............................................................................................... 19 Le azioni della tristezza............................................................. 20 Tristezza a colpo d’occhio....................................................... 22 Perché piangi?.........................................................................................23 Perché sei triste?................................................................................. 24 La tristezza e i cinque sensi................................................. 26 Che bello piangere!............................................................................27 RACCONTO Il mio giorno di vera tristezza............................................ 28 A tu per tu con la tristezza.................................................30

S0rpresa

Che sorpresa!............................................................................................32 Le parole della sorpresa.............................................................33 Invenzione a sorpresa!..................................................................34 I modi di dire...............................................................................................35 Bella o brutta?....................................................................................... 36 Che paura le sorprese!................................................................ 38 Le sorprese spezza-noia ........................................................ 39 Che spavento!......................................................................................... 40 Sorpresa a colpo d’occhio....................................................... 41 Si vede dalla faccia............................................................................ 42 La sorpresa e i cinque sensi...................................................43 RACCONTO Che sorpresa, quella volta!.................................................... 44 Ho fatto una bellissima sorpresa!................................. 46

Paura

Che paura!.................................................................................................... 48 Le parole della paura..................................................................... 49 Le azioni della paura...................................................................... 50 I modi di dire............................................................................................... 52 Una paura per uno non fa male a nessuno!.............53 La paura salvagente........................................................................ 54 Help! Aide! Hilfe! Aiutooo!.......................................................... 55 Paura e scacciapaura................................................................... 56 La paura si sente!..................................................................................57 Paura a colpo d’occhio............................................................... 58 Molto piacere, Signora paura............................................60 La paura e i cinque sensi............................................................61 RACCONTO Il mio giorno di vera paura..................................................... 62 Il giorno in cui ho fatto paura a…................................. 64

Rabbia

Che rabbia!.................................................................................................. 66 Le parole della rabbia.................................................................... 67 Le azioni della rabbia..................................................................... 68 I modi di dire .............................................................................................70 Rabbia a colpo d’occhio..............................................................71 Non lo sopporto proprio!...........................................................72 La quiete dopo la tempesta.................................................74 Scusa!.....................................................................................................................75 Non so perché. O forse sì........................................................ 76 La rabbia e i cinque sensi.......................................................... 77 RACCONTO Che rabbia, quel giorno!............................................................ 78 Anche io ho fatto arrabbiare.......................................... 80

Disgust0

Che disgusto!............................................................................................ 82 Le parole del disgusto.................................................................. 83 Che schifo!.................................................................................................... 84 Disgusto che va, disgusto che viene....................... 85 Le azioni del disgusto................................................................... 86 Disgusto a colpo d’occhio....................................................... 87 Perché fai quella faccia?.......................................................... 88 Il disgusto e i cinque sensi...................................................... 89 Paese che vai, disgusto che trovi............................... 90 Il disgusto che piace....................................................................... 92 RACCONTO Che disgusto!............................................................................................ 94 “COMPITI” PER LE VACANZE.......... 96

Diario delle emozioni 4_01-47.indd 1

09/03/20 13:10


Felicità

Che felicità! Sono felice: sempre. spesso. qualche volta.

. . . è à t i Felic Sono felice quando

mai.

Quando sono felice vorrei che… i miei cari mi dicessero i miei amici mi dicessero i miei insegnanti mi dicessero

Tre persone che vorrei vedere sempre felici sono...

2 Diario delle emozioni 4_01-47.indd 2

09/03/20 13:10


Le parole della felicità

I sinonimi DI “felicità” sono:

Felicità

Ho cercato sul dizionario il significato di “felicità” e vuol dire

ivo

deriva dal sosta e h c o nt v i t t e g .... L’ag ità” è ................................... ...................................... ic “fel o

I CONTRARI DI “felicità” sono:

o men iù p o n n a h e aggettivi ch i questi sono: i lt o m o n o s Ci to. Cinque d a ic if n ig s o s lo stes 1 2

tensità. in a s s e t s la i no tutt Ma non han ine risulta: d r o in o t t e Se li m

3 4 5

1 2

Gli aggettivi che hanno un significato contrario sono:

3 4 5

3 Diario delle emozioni 4_01-47.indd 3

09/03/20 13:10


Felicità

Un’idea felice

Eccezionale! Ho scoperto che non solo una persona può essere felice, ma anche un’idea, una scoperta o una risposta.

portate in e e t r e p o c s o n Le patate furo a prima l l e n o r r a iz P cisco Europa da Fran Ande le e l l e d s io d in . Gli metà del 1500 in Europa a m i, n n a 0 0 0 ià da 5 coltivavano g mentali a n r o e t n ia p e iderat vennero cons nel 1773 lo o S i. n n a i t l r mo e velenose pe Augustin e in to n A , e s e franc un farmacista felice to l o m a e d ’i be u n Parmentier, eb tazione n e im l a l’ l e n e odurl gione a t e riuscì a intr n ia p a n u ò e rmentier cr a P . a n ia id t o u q i armati t a d l o s e r ia v ce in di patate e fe onto. m a r t l a a b l a l’ dal a sorvegliarla cibo molto n u e l r e d n e r per Bastò questo a rubare iò c in m o c lo o pop desiderato. Il uindi a q e e t t o n a l nte le patate dura consumarle.

Anche a me è capitato di avere un’idea felice. È successo quando

Secondo me la scoperta più felice del mondo è stata

fatta da nel

4 Diario delle emozioni 4_01-47.indd 4

09/03/20 13:10


I modi di dire

Felicità

Solo due tra queste frasi sono modi di dire. Ci penso e le segno con ✗.

Felice co me un re.

Felice co me un a vo ngol a.

. Felice co me un a Pa sq ua

Diario delle emozioni 4_01-47.indd 5

Felice co me un a zu cc a.

Felice co me un’allo do la.

Felice co me un a ra na.

5 09/03/20 13:10


Felicità

Le azioni della felicità

La cosa più bella del mondo è che siamo tutti, ma proprio tutti, diversi e anche se qualcuno ha un gemello o una gemella, qualche piccola differenza tra i due sicuramente c’è. Quindi ognuno di noi sente le emozioni in modo diverso. A qualcuno la felicità fa bloccare il respiro, ad altri fa scattare una molla invisibile sotto i piedi per cui saltano e saltellano e non si fermano più. Altri ancora ridono, cantano o ballano o... piangono. No, non è una cosa strana. Quando proviamo un’emozione molto forte, può succedere di avere una reazione che non corrisponde allo stato d’animo che proviamo. In un momento di grande felicità può infatti succedere di scoppiare a piangere. Questo accade perché l’emozione che proviamo è così forte che non riusciamo a controllarla, al punto da avere una reazione opposta.

Nel 2015 la Oxford University Press ha eletto come parola dell’anno questa emoji, perché è stata la più usata nei telefoni cellulari di tutto il mondo.

Ho visto piangere dalla felicità

È successo quando

A me non è mai accaduto. A me è successo quando

6 Diario delle emozioni 4_01-47.indd 6

09/03/20 13:10


Felicità

Quando sono felice mi viene voglia di: saltellare.

ridere.

ballare.

mangiare.

cantare.

correre.

La parte del corpo in cui sento la felicità è... Quando sono felice mi succede che

Secondo me, se ne accorgono anche gli altri, perché

Camminare a tre metri da terra.

Avere le pigne in testa.

Quando vedo qualcuno felice

Fare salti di gioia.

Piangere di gioia.

Leggendo le espressioni a lato, sicuramente non significa “essere molto felice”!

Sprizzare felicità da tutti i pori.

7 Diario delle emozioni 4_01-47.indd 7

09/03/20 13:10


Felicità

Felicità a colpo d’occhio

La felicità si manifesta nello stesso modo sul viso di tutte le persone del mondo.

Guardo allo specchio il mio viso felice. Lo descrivo e lo disegno. Le sopracciglia sono Gli occhi sono Il naso è La bocca è I muscoli della mascella sono I muscoli del collo sono

8 Diario delle emozioni 4_01-47.indd 8

09/03/20 13:10


Perché sei felice?

Felicità

Le ragioni della felicità sono tante e molto diverse tra loro.

Secondo me, in questo caso che

è successo

La bambina è felice perché

ccesso che In questo caso, invece, è su

Il bambino è felice perché

9 Diario delle emozioni 4_01-47.indd 9

09/03/20 13:10


Contagio!

Felicità

? a s o i g a t n o c è à t i c i l e f La a in cui

Ricordo quella volt Insieme a Stavamo Quando Allora Alla fine Se ci ripenso

10 Diario delle emozioni 4_01-47.indd 10

09/03/20 13:10


La felicità e i cinque sensi

Felicità

Se la felicità si potesse annusare, avrebbe

Se la felicità si potesse ascoltare, avrebbe

l’odore/il profumo di

un suono

Se, invece, si potesse guardare, avrebbe la forma di e sarebbe di color

La canzone della felicità è

perché

Se immagino un paesaggio felice, penso a

Se la felicità si potesse mangiare, avrebbe il sapore di

ed è un sapore

Se dovessi cucinare il piatto della felicità sarebbe E lo cucinerei per

La prima volta l’ho mangiato

11 Diario delle emozioni 4_01-47.indd 11

09/03/20 13:10


Felicità Quando è stato?

IL MIO GIORNO DI VERA FELICITÀ Tutto è cominciato…

Dove?

Con chi eri?

Che cosa è successo?

Che cosa ti ha reso felice?

12

RACCONTO

Diario delle emozioni 4_01-47.indd 12

09/03/20 13:10


Che cosa hai sentito?

FelicitĂ

Che cosa hai fatto? Che reazione fisica hai avuto?

Come ha reagito chi era con te?

La sua reazione ti ha fatto piacere?

Dopo qualche ora come ti sentivi?

Quella sera, prima di dormire, che cosa hai pensato?

RACCONTO Diario delle emozioni 4_01-47.indd 13

13 09/03/20 13:10


Felicità

IL GIORNO IN CUI HO REGALATO FELICITÀ

Chi hai reso felice?

Ho regalato un momento di felicità...

Quando?

Dov’eri?

Che cosa hai fatto? Era una cosa preparata prima oppure è accaduto tutto per caso?

Se era una cosa preparata, che cosa ti ha spinto a farlo?

14

RACCONTO

Diario delle emozioni 4_01-47.indd 14

09/03/20 13:10


Che reazione ha avuto la persona

FelicitĂ

che hai reso felice?

Che cosa pensi che abbia provato? E tu, che cosa hai provato?

Lo rifarai? Ti aspetti che quella persona contraccambi? Ti piacerebbe che qualcuno facesse la stessa cosa per te? Quella sera, prima di dormire, che cosa hai pensato?

RACCONTO Diario delle emozioni 4_01-47.indd 15

15 09/03/20 13:10


a z z e t a s i z z Che tristezza! TTrriste

Tristezza è...

Sono triste: sempre. spesso. qualche volta. mai.

Sono triste quando

Tre persone che non vorrei mai vedere tristi sono...

Quando sono triste vorrei che‌ i miei cari mi dicessero

i miei amici mi dicessero

i miei insegnanti mi dicessero

16 Diario delle emozioni 4_01-47.indd 16

09/03/20 13:10


Le parole della tristezza

Tristezza Ho cercato sul dizionario il significato di “tristezza” e vuol dire

I sinonimi di “tristezza” sono:

I I CONTRAR sono: za” di “tristez

he deriva dal s c o v i t ostan t ... ....... tivo . ’L agge . . . . . . ..... “tristezz ........... . . . . . . . . . . . . . . a” è .............................. Ci sono molti aggettivi che hanno più o meno lo stesso significato. Cinque di questi sono:

Ma non hanno tutti la stessa intensità. Se li metto in ordine risulta:

1

1

2 3

2 3

4 5

4 5

Gli aggettivi che hanno un significato contrario sono:

17 Diario delle emozioni 4_01-47.indd 17

09/03/20 13:10


Tristezza

Blue Monday

Qualche anno fa lo psicologo dell’Università di Cardiff, Cliff Arnall, ha svolto una ricerca per scoprire quale fosse il giorno più triste dell’anno e lo ha identificato con il terzo lunedì del mese di gennaio, quando si ritorna alla vita di sempre, dopo la lunga pausa delle vacanze natalizie. Lo studio non ha un valore scientifico, ma sicuramente il tempo uggioso di gennaio non aiuta a essere allegri. Per me è il giorno più triste della

Per me, il mese più triste dell’anno è

settimana è perché

perché

Certo, anche il tempo influisce sul mio umore. Ecco come mi sento quando…

18 Diario delle emozioni 4_01-47.indd 18

09/03/20 13:10


I modi di dire

Tristezza

Esistono diversi modi di dire sulla tristezza. Ma che cosa significano? Ci penso e segno con una ✗. a” vuol dire: “Ave re le la cr ime in ta sc

piangere quando si vuole ottenere qualcosa. iangere molto facilmente, anche per cose p di poco conto. trattenere le lacrime e… metterle in tasca. dire: “S premere la cr ime” vuol

fingere di piangere. avere un moscerino in un occhio. piangere tantissimo. od rillo” vuol dire: “Pia ng ere la cr ime di co cc

f ingere di pentirsi dopo aver commesso una cattiva azione. piangere dopo aver mangiato troppo. piangere in continuazione.

... Ma i coccodrilli piangono davvero?

Sì, i coccodrilli piangono, ma per lubrificare il bulbo oculare e facilitare il movimento della seconda palpebra, quella che usano quando sono in acqua. 19 Diario delle emozioni 4_01-47.indd 19

09/03/20 13:10


Tristezza

Le azioni della tristezza A che cosa serve piangere?

Anch’io, almeno una volta, ho finto di piangere. È successo quando

Il pianto serve a espellere la tensione emotiva in eccesso. Infatti, le maggiori cause del pianto sono lo stress e la tristezza! Meglio piangere di rabbia che tirare un piatto contro un muro: le lacrime servono a stare meglio e a sfogarsi senza far male a nessuno. Inoltre, il pianto ha anche un altro scopo: alcuni studiosi hanno notato che le lacrime attirano le attenzioni delle persone che ci sono vicine. Per questo, a volte, si finge di piangere!

Ho finto di piangere perché Questo è il disegno della mia lacrima vista al microscopio! Perché Il mio comportamento è servito/ non è servito a Alla fine, penso che

20 Diario delle emozioni 4_01-47.indd 20

09/03/20 13:11


Quando sono triste mi viene voglia di: piangere.

ridere.

dormire.

mangiare.

fare sport.

ascoltare musica.

Tristezza

La parte del corpo in cui sento la tristezza è… Quando sono triste mi succede che

Secondo me, se ne accorgono anche gli altri, perché

Quando vedo qualcuno triste

La persona a cui non riesco mai a nascondere il minimo accenno di tristezza è Il fatto che se ne accorga sempre mi

21 Diario delle emozioni 4_01-47.indd 21

09/03/20 13:11


Tristezza

Tristezza a colpo d’occhio

Anche la tristezza si manifesta nello stesso modo sul viso di tutte le persone del mondo.

Guardo allo specchio il mio viso triste. Lo descrivo e lo disegno. Le sopracciglia sono Gli occhi sono Il naso è La bocca è I muscoli della mascella sono I muscoli del collo sono

22 Diario delle emozioni 4_01-47.indd 22

09/03/20 13:11


Perché piangi? Tristezza Le cause della tristezza sono tante e molto diverse tra loro.

Secondo me, in questo caso è successo che In questo caso, invece, è successo che La bambina è triste perché

Il bambino è triste perché

23 Diario delle emozioni 4_01-47.indd 23

09/03/20 13:11


PerchĂŠ sei triste?

Tristezza

Se

m e, o nd o c

sta p e n sa n d o:

S

Per consolarla le direi:

e

m e, o nd o c

sta p e n sa n d o:

Per consolarlo gli direi:

24 Diario delle emozioni 4_01-47.indd 24

09/03/20 13:11


Tristezza ond c e S

o me, sta p e n san d o:

Per consolarla le direi:

m e, o nd o c Se

sta p e n sa n d o:

Per consolarlo gli direi:

25 Diario delle emozioni 4_01-47.indd 25

09/03/20 13:11


Tristezza

La tristezza e i cinque sensi

Se la tristezza si potesse annusare, avrebbe

Se la tristezza si potesse ascoltare, avrebbe

l’odore/il profumo di

un suono

Se, invece, si potesse guardare, avrebbe la forma di e sarebbe di color

La canzone della tristezza è perché

Se la tristezza si potesse mangiare, avrebbe il sapore di Se immagino un paesaggio triste, assomiglia a quello di questo mio disegno.

A proposito! Ho scoperto che le cipolle fanno piangere perché... quando vengono tagliate, rilasciano un enzima irritante.

26 Diario delle emozioni 4_01-47.indd 26

09/03/20 13:11


Che bello piangere! Il film era una storia d’amore in costume: entusiasmante, straziante. A un certo punto la mamma cominciò ad asciugarsi gli occhi con l’indice. - Ma Vanessa, è solo un film! - le disse il papà. - Lo so, ma che ci posso fare se mi commuove così? La mamma si alzò, andò in cucina a prendere i fazzolettini di carta e ne porse uno a Bloom. - Beh, insomma, adesso vi mettete a piangere tutte e due? - disse il papà, stupito. - Credevo che fosse una bella idea guardare un film. - Sì, sì, papà, hai fatto benissimo. È un film bellissimo. Bloom e Vanessa iniziarono a soffiarsi rumorosamente il naso e ad asciugarsi gli occhi, rossi e pieni di lacrime. Il papà, per tutta risposta, tuffò una mano nella ciotola di popcorn. Bloom corse a rannicchiarsi sul divano, accanto alla mamma. - Che bello. Che bella storia d’amore!

Scrivere un racconto o realizzare un film commovente è proprio un’arte! Provo a scrivere una scena.

Tristezza

Ehi, ehi, questo non vuol dire che i maschi non piangono. Piangono eccome, ma tra le femmine e i film d’amore si sviluppano vere e proprie bombe... d’acqua!!!

catinelle a e im r c la Scena da Il libro più commovente che ho letto è: Titolo Autore

27 Diario delle emozioni 4_01-47.indd 27

09/03/20 13:11


Tristezza Quando è stato?

IL MIO GIORNO DI VERA TRISTEZZA Tutto è cominciato...

Dov’eri?

Con chi eri? Che cosa è successo?

Che cosa ti ha reso triste?

28

RACCONTO

Diario delle emozioni 4_01-47.indd 28

09/03/20 13:11


Che cosa hai provato?

Tristezza

Che reazione hai avuto?

Come ha reagito chi era con te?

La sua reazione ti ha consolato?

Dopo qualche ora, come ti sentivi?

Quella sera, prima di dormire, che cosa hai pensato?

RACCONTO Diario delle emozioni 4_01-47.indd 29

29 09/03/20 13:11


Tristezza

A TU PER TU CON LA TRISTEZZA

Immagina di essere a scuola: nell’intervallo ti accorgi che un amico (o un’amica) è triste. Ti avvicini e chiedi il perché.

Ti risponde subito o devi insistere?

Che cosa ti risponde? Che cosa è successo? Com’è la sua voce mentre racconta?

30

RACCONTO

Diario delle emozioni 4_01-47.indd 30

09/03/20 13:11


Come pensi che si senta?

Tristezza

Da quali altri atteggiamenti o movimenti del corpo te ne accorgi? Tu che cosa provi? In che tono di voce gli parli? Con che volume? Che cosa dici per consolarlo?

Se ti capitasse di essere triste, vorresti che qualcuno si comportasse come ti sei comportato tu?

RACCONTO Diario delle emozioni 4_01-47.indd 31

31 09/03/20 13:11


a s e r p r 0 Che sorpresa! S

. . . è a s e r Sorp

L’ultima volta che ho provato l’emozione della sorpresa è stata: ieri. una settimana fa. un mese fa.

Mi sorprendo quando

Mi sorprendo perché

Le persone che mi sorprendono più spesso sono…

32 Diario delle emozioni 4_01-47.indd 32

09/03/20 13:11


Le parole della sorpresa Ho cercato sul dizionario il significato di “sorpresa” e vuol dire

L’aggettivo che deriva  dal sostantivo “sorpresa” è

S0rpresa

I sinonimi DI “sorpresa” sono:

I CONTRARI DI “sorpresa” sono:

...............................................................................................................

o meno iù p o n n a h gettivi che g a i lt o m o uesti sono: n q i d Ci so e u q in C nificato. lo stesso sig 1 2

intensità. a s s e t s la i t no tut Ma non han ine risulta: d r o in o t t e Se li m

3 4

1

5

2

Gli aggettivi che hanno un significato

3

contrario sono:

4 5

33 Diario delle emozioni 4_01-47.indd 33

09/03/20 13:11


S0rpresa

Invenzione a sorpresa! Molte invenzioni sono avvenute per caso e sono state una sorpresa. Una di queste è il ghiacciolo, inventato in modo del tutto inaspettato. Nell’inverno del 1905, un bambino di nome Frank Epperson dimenticò in giardino un bicchiere di acqua e zucchero con dentro un bastoncino di legno. Con grande sorpresa, il giorno seguente Frank scoprì di aver fatto un’incredibile invenzione: aveva creato il primo ghiacciolo!

Anche a me è capitato di fare una scoperta incredibile. È successo quando

Secondo me, l’invenzione più sorprendente del mondo è stata

fatta da e serve a

34 Diario delle emozioni 4_01-47.indd 34

09/03/20 13:11


I modi di dire

S0rpresa

Non tutti questi modi di dire hanno a che fare con la sorpresa. Ci penso e segno con ✗ solo quelli appropriati.

. Restare a bo cc a ap erta

le. Avere la testa fra le nu vo

re. Ro mpe re le uova nel pa nie

Sg ra na re gli occh i.

Ca de re dal pe ro

da. Ricevere un a do cc ia fred

35 Diario delle emozioni 4_01-47.indd 35

09/03/20 13:11


S0rpresa

Bella o brutta?

Anche i dire, odi d m i o d n rprese o s legge e l e lito ch o e s c i s i D p . a e si c re bell un’altra p m e s o a non son sa è seguita d piacevole e re la sorp che può esser o si parla e, an d emozion ole. Quindi, qu re attenti a a ev o spiac esa bisogna st si tratta: di sorpr are di che tipo specific bella o brutta.

Per me, una bella sorpresa è

Invece, una brutta sorpresa è

Durante la giornata Sara ha avuto sorprese molto diverse. Dalle sue espressioni si capisce che cosa sta pensando!

36 Diario delle emozioni 4_01-47.indd 36

09/03/20 13:11


Pensandoci bene, però, una “bella sorpresa” e una “sorpresa bella” non sono la stessa cosa. E nemmeno una “brutta sorpresa” e una “sorpresa brutta” sono la stessa cosa. Beh, a questo punto è chiaro che saper utilizzare benissimo l’italiano è fondamentale, per non dire Roma per toma! E soprattutto per non fare figuracce!

S0rpresa

Sorpresa bella

Sorpresa brutta

Bella sorpresa

D

N I I RI

Brutta sorpresa

37 Diario delle emozioni 4_01-47.indd 37

09/03/20 13:12


S0rpresa

Che paura le sorprese!

Ci sono persone a cui non piacciono le sorprese. Non quelle brutte, quelle è chiaro che non piacciono a nessuno, ma proprio le belle sorprese. Una di queste persone è il super campione Valentino Rossi, che in un’intervista ha dichiarato:

Le odio. Mi mettono agitazione, soprattutto quelle a fin di bene. Per la mia festa, dopo la vittoria di un Mondiale, non facevano che dirmi: “Vedrai che sorprese”. Mi veniva la nausea. Poi Flavio, del mio fan club, sempre lui quello delle trovate, mi ha preso in disparte e ha detto tutto entusiasta: a fine serata c’è una grande sorpresa per te. Gli ho risposto: “non ti arrabbiare, ma dimmelo ora, perché se no vado via”. Giulia Zonca, La Stampa

Per quanto mi riguarda, le sorprese: non mi piacciono. mi piacciono moltissimo. Ne ho parlato con e abbiamo deciso che ci sono dei motivi per cui a certe persone le sorprese piacciono e ad altre, invece, non piacciono. Motiv i p e r cui le so rp rese p ia cc io

no

Motiv i p e r cui le so rp rese N O N p ia cc io n o

38 Diario delle emozioni 4_01-47.indd 38

09/03/20 13:12


Le sorprese spezza-noia

Il piacere della sorpresa, però, esiste. Qualche volta è il finale di un libro o di un film a regalarci il piacere di una sorpresa. Però, sono molto importanti anche i colpi di scena durante la trama. Se in un racconto o in un film non succede mai niente... ci si annoia!

ilm

ro o il f b i l Il

con il fin

ale più

La storia inizia

S0rpresa

sorprendente è

.. ................................. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . ..........................

A metà storia, o forse verso la

E invece, negli ultimi istanti,

fine, pensavo che

ecco che

Le storie che preferisco sono quelle: in cui si sa fin dalle prime pagine come andrà a finire. che hanno un finale a sorpresa.

39 Diario delle emozioni 4_01-47.indd 39

09/03/20 13:12


S0rpresa

Che spavento!

Lo spavento è un tipo di sorpresa che indica una paura molto forte e improvvisa, data da un momento di pericolo che a noi sembra spaventoso. L’emozione della sorpresa serve a capire e a elaborare le informazioni che provengono dal mondo, così da poter agire nel migliore dei modi. Tutti noi cominciamo a sorprenderci già a tre settimane di vita!

La parte del corpo in cui sento la sorpresa è… Beh, precisiamo… A una bella sorpresa reagisco fisicamente, anche senza accorgermene,

A una brutta sorpresa, invece, reagisco I miei emoji per rappresentare la sorpresa sono: E quando mi spavento, mi succede che

bella sorpresa

brutta sorpresa

spavento

40 Diario delle emozioni 4_01-47.indd 40

09/03/20 13:12


S0rpresa Sorpresa a colpo d’occhio Alle origini del genere umano, ogni sorpresa era potenzialmente una minaccia. Lo era sicuramente l’incontro con una tigre dai denti a sciabola, in cerca di cibo, ma anche quello con una grossa preda da cacciare. Dai primi uomini a noi, l’espressione di sorpresa comprende lo spalancarsi degli occhi, per allargare il campo visivo, e l’apertura della bocca, per facilitare una respirazione profonda in caso di fuga o d’inseguimento. Guardo allo specchio il mio viso sorpreso. Lo descrivo e lo disegno. Le sopracciglia sono Gli occhi sono Il naso è La bocca è I muscoli della mascella sono I muscoli del collo sono

41 Diario delle emozioni 4_01-47.indd 41

09/03/20 13:12


S0rpresa

Si vede dalla faccia

Ci capita spesso di pronunciare frasi come “Si vede dalla faccia”, “Non fare quella faccia” oppure di chiedere: “Perché fai quella faccia?”. Ci esprimiamo in questo modo quando siamo convinti di saper leggere perfettamente i volti degli altri. Ma leggiamo davvero tutti le stesse emozioni, dietro a bocche spalancate, sopracciglia inarcate e nasi arricciati?

Faccio una prova. Scrivo le mie impressioni, poi le confronto con quelle di un amico, per vedere quali sono uguali e quali sono diverse.

Se co nd o me, pr im a è su ccesso che…

Se co nd o me, pr im a è su ccesso che…

Po i su cced erà che…

Po i su cced erà che…

42 Diario delle emozioni 4_01-47.indd 42

09/03/20 13:12


La sorpresa e i cinque sensi

S0rpresa

Se la sorpresa si potesse annusare, avrebbe

Se la sorpresa si potesse ascoltare, avrebbe

l’odore/il profumo di

un suono

Se, invece, si potesse guardare, avrebbe

perché

la forma di e sarebbe di color

Se la sorpresa si potesse mangiare, avrebbe il sapore di ed è un sapore Se dovessi cucinare il piatto della sorpresa, sarebbe e insegnerei la ricetta a Se dovessi disegnare la sorpresa, sarebbe così!

43 Diario delle emozioni 4_01-47.indd 43

09/03/20 13:12


S0rpresa

CHE SORPRESA, QUELLA VOLTA!

Quando è accaduto? Era un’occasione speciale oppure un giorno come gli altri? Dov’eri? Con chi eri? Immaginavi che sarebbe successo qualcosa di speciale? Perché?

Quali sono gli eventi che hanno preceduto la sorpresa?

44

RACCONTO

Diario delle emozioni 4_01-47.indd 44

09/03/20 13:12


Di che sorpresa si è trattato?

S0rpresa

Era qualcosa che desideravi da tempo? Speravi e forse un po’ immaginavi che sarebbe successo? Che cosa hai provato? Quale reazione hai avuto? Come ha reagito chi era con te? La sua reazione ti ha fatto piacere? Quella sera, prima di dormire, che cosa hai pensato?

RACCONTO Diario delle emozioni 4_01-47.indd 45

45 09/03/20 13:12


S0rpresa

HO FATTO UNA BELLISSIMA SORPRESA!

Quando è accaduto? Era un’occasione speciale oppure un giorno come gli altri? Per chi hai preparato la sorpresa? Che cosa ti ha spinto a farlo? Racconta le fasi di preparazione della sorpresa. Hai dovuto ricorrere a sotterfugi per tenere nascosta la sorpresa?

46

RACCONTO

Diario delle emozioni 4_01-47.indd 46

09/03/20 13:12


Dov’eri quando l’hai messa in atto?

S0rpresa

Come l’hai messa in atto?

È filato tutto liscio oppure ci sono stati degli intoppi? Quale reazione ha avuto la persona a cui hai fatto la sorpresa? E tu, che cosa hai provato? Lo rifaresti? Ti piacerebbe che qualcuno lo facesse per te? Quella sera, prima di dormire, che cosa hai pensato?

RACCONTO Diario delle emozioni 4_01-47.indd 47

47 09/03/20 13:12


Issuu converts static files into: digital portfolios, online yearbooks, online catalogs, digital photo albums and more. Sign up and create your flipbook.