Sea & Green Liguria - Summer 2022

Page 1

COPERTINA OK.qxp_Layout 1 11/07/22 11:28 Pagina 1

SUMMER 2022


COPERTINA OK.qxp_Layout 1 11/07/22 11:28 Pagina 2

Avanti veloce. Insieme, sulla stessa rotta.

Messaggio pubblicitario con finalità promozionale.


SEDICESIMO 1 copia.qxp_Layout 1 10/07/22 13:08 Pagina 1


SEDICESIMO 1 copia.qxp_Layout 1 10/07/22 13:09 Pagina 2


SEDICESIMO 1 copia.qxp_Layout 1 10/07/22 13:09 Pagina 3


SEDICESIMO 1 copia.qxp_Layout 1 10/07/22 13:09 Pagina 4


SEDICESIMO 1 copia.qxp_Layout 1 10/07/22 14:37 Pagina 5

SEA&GREEN 2022/1

CONTENTS SUMMER 2022 CONTENUTI ESTATE 2022 Elisabetta Canalis: “My California is called Liguria” 12 Elisabetta Canalis: «La mia California si chiama Liguria» Rubens in Love 18 Rubens in Love Tigullio goes wild for the discreet 12-foot dinghy 27 Dinghy 12’, il fascino discreto che appassiona il Tigullio Vernazza, a dreamy town where everything is miniature 32 Vernazza, borgo da sogno dove tutto è in miniature Bordighera's green magic cast a spell on Monet 38 Bordighera, la magia verde che incantò anche Monet “Singer-songwriters will soon have a house by the sea,” Ilaria Cavo: 44 says Ilaria Cavo «Ora i cantautori avranno una casa al mare» A jewel suspended in the blue 52 Un gioiello sospeso nel blu Maifredi: My theater from dawn to dusk 60 Maifredi, il mio teatro dall’alba al tramonto Sciacarée Outdoor Festival. A plethora of open-air events Sciacarée, l’Outdoor in festa. Nel Parco delle Alpi Liguri, in the nature reserve "Parco delle Alpi Liguri" 65 un’estate con tanti appuntamenti nella natura Excelsior Palace Portofino Coast: Excelsior Palace Portofino Coast: 70 the luxury of glamorous living il lusso di vivere glamour Train-window Liguria. The Tenda line La Liguria dal finestrino. La “Ferrovia delle meraviglie” 79 and the Genoa-Casella line offer unique experiences e il trenino di Casella per un’esperienza unica Ben van Berkel: “Be more daring if you want to be happy” 84 Ben van Berkel: “Osate di più e sarete davvero felici” Serafini parties with treasures sourced at Philosophy 91 Un Serafini da party con il tesoro di Philosophy Free, intriguing and flirty. Womenswear offers liberty 97 Libere, intriganti e maliziose. La moda femminile riscopre la libertà The perfect song for Caparezza: a dark sea at dusk 104 Caparezza,la canzone perfetta è un mare al tramonto Portofino, where glamour makes a successful series 110 Portofino, dove il glamour fa la fortuna di un serial Camogli, the town as scenery for Blanca and Govi 116 Camogli, da “Blanca” a Govi, quando il borgo si fa set The old-fashioned seduction of sweets at cafes in Liguria 121 Quando la seduzione passava per i dolci dei Caffè liguri The golf-player's dream: to help others 127 Il golf da sogno? Se aiuta gli altri Record number of Blue Flags for Liguria's beaches 133 77 volte Blu. Record per le spiagge liguri SUVs and nature: it's true love 138 SUV e natura, grande amore Culture goes digital, and we're loving it 145 La cultura è digitale. E ci piace così The Salt Roads: where once were bandits 150 Le Vie del Sale, ieri i predoni oggi le mountain bike now there are mountain bikes The rebirth of Borgo Castello 156 La rinascita di Borgo Castello

Publisher | Editore Massimiliano Monti Edizioni Liguri S.r.l. via XX Settembre, 41/3 Tel. +39 010 5532701 amministrazione@edizioniliguri.it

Ufficio pubblicità via XX Settembre, 41/3 Tel. +39 010 5532701 redazione@edizioniguri.it

Production & Creation | Produzione & Ideazione Renato Tortarolo Gabriele Sanlazzaro

Editor | Direttore Paolo Lingua

Art Direction & Layout | Direzione artistica & Impaginazione Rolando Cassinari

5

Translations | Traduzioni Wendy Wheatley Printed by | Stampato da Giuseppe Lang – Arti Grafiche Via Romairone, 66 16163 Genova (IT)


SEDICESIMO 1 copia.qxp_Layout 1 10/07/22 13:09 Pagina 6

Save the date

Genova

22-27 settembre 2022 salonenautico.com


SEDICESIMO 1 copia.qxp_Layout 1 10/07/22 13:09 Pagina 7

SEA&GREEN 2022/1 -

We'vesetoff: smooth sailing ahead Si riparte, la rotta è tracciata Massimiliano Monti Sole administrator of the Edizioni Liguri publishing house and the Telenord television station Amministratore unico delle Edizioni Liguri e del gruppo televisivo Telenord

L

L’

iguria as the center of the world is the region's mission. To be the attractive place where it all happens. We have set off for a summer full of song and gorgeous sunsets on the Ligurian Sea, the bluest waters of Italy. Sea&Green Liguria is ready. e new issue published by Edizioni Liguri is fresh from the press and eager to take on another sizzling summer. is will be a revitalized season, and we're in for some smooth sailing – the record-breaking numbers say so: 10 million and 371 thousand tourists decided to visit Liguria in the last 6 months of 2021. Sea&Green is a calling card that will be moving from hand to hand, from home to home, from Italy to abroad, show-ing Liguria's natural beauty, excellent amenities, artistic culture, stories, voices and faces. e glossy pages of this issue include an exclusive interview with Elisabetta Canalis, who tells us why she loves this land and this sea. e upcoming Casa dei Cantautori, a museum of singer-songwriters, is explained by the councilor for culture and entertainment, Ilaria Cavo. e routes of the ancient Salt Roads, the game of golf played for charity, the 77 Blue Flags marking our clean beaches, and the paintings of Rubens – all are subjects found in the summer 2022 magazine. Sea&Green gives stimulus to bike rides through the green hills of the inlands with views of the sea, sky and history. It features a preview of the unique new Waterfront development, the talk of the town, where great architecture and sustainability marry city to sea. Some say this will be the new Miami. More probably, it is the magnificent new Liguria, opening up and moving ahead, a land that welcomes visitors in all seasons of the year.

ombelico del mondo, la Liguria. Questa è la missione della nostra regione, diventare sempre più centrale è attraente. Partiamo da qui, questo è il primo spunto, un’intramontabile canzone per l’estate e i tramonti sul Mar Ligure, il più blu d’Italia. Sea&Green Liguria è pronta. La nuova edizione della rivista di Edizioni Liguri è fresca di stampa e si prepara ad affrontare una nuova estate rovente. Sarà la stagione di un nuovo rilancio, la rotta è tracciata, lo intuisci subito dai suoi record, 10 milioni e 371 mila turisti che solo negli ultimi sei mesi del 2021 hanno deciso di visitarla. Sea&Green è una vetrina che passerà di mano in mano, di casa in casa, in Italia e all’estero, per mostrare della Liguria bellezze, eccellenze, artisti, storie, volti e voci. Tra le pagine patinate di questo nuovo numero troverete un’intervista esclusiva a Elisabetta Canalis che vi racconterà perché ama questa terra e questo mare, troverete il progetto della Casa dei Cantautori nel racconto dell’assessore regionale alla Cultura, Ilaria Cavo. E poi ancora i percorsi dell’antica Via del Sale, il golf che va in buca per beneficenza, le 77 Bandiere Blu che sventolano sulle nostre spiagge, le tele di Rubens. Con Sea&Green potrete pedalare sulle piste ciclabili alla scoperta di un entroterra unico, tra verdi colline, mare e cielo, storia. Potrete vivere l’anteprima di un progetto unico come quello del Waterfront, dove grande architettura e sostenibilità uniscono la città al mare. Ne parlano ovunque, questo è già un gran segnale. Sarà la nuova Miami, suggeriscono. O probabilmente sarà “solo” la magnifica Liguria che ha saputo aprirsi e ripartire. Una terra che sa accogliere, in tutte le stagioni dell’anno.

7

EDITORIAL EDITORIALE


SEDICESIMO 1 copia.qxp_Layout 1 10/07/22 13:09 Pagina 8


SEDICESIMO 1 copia.qxp_Layout 1 10/07/22 13:09 Pagina 9

SEA&GREEN 2022/1 -

Record-breaking Liguria Una Liguria da record Giovanni Toti President of the Liguria Region Presidente della Regione Liguria

I

L

ncreasingly, our region is able to satisfy the tastes, preferences and expectations of everyone. Naturally, the sea plays a paramount role, with beaches and cliffs that offer a breath-taking array of landscapes edged by crystalline waters. Liguria has again been confirmed as the queen of Blue Flags for clean coast-lines – it has 77 of them flying, a national record. But we mustn't forget the magnificent inlands with their rich natural and cultural heritage, valleys and fairy-tale hamlets, ancient traditions and inimitable culinary flavors. Liguria offers history, art cities, high-level gastronomy and wine, events and happenings for all ages, and dozens of opportunities to enjoy open-air sports. And the program runs year round. Not just in the summer, but 365 days per year thanks to an enviable climate that is mild and sunny. In 2021, Liguria succeeded in attracting record numbers of visitors. In 6 months, from June to December, 10 million and 371 thousand tourists chose our region for their vacation. Over 5 million came in July and August alone. e year 2022 is the year of the definitive reopening. e numbers recorded until now (reservations and forecasts) speak of a fully booked summer thanks to not only the influx of Italians, but the return of foreigners. For the month of July, reservations have already outnumbered the ones for 2019 before the pandemic, meaning that up to 90% of all available places are occupied. ese numbers certify how once again, Liguria is the most coveted destination, a place that absolutely should not be missed.

a nostra regione è sempre di più la meta capace di soddisfare i gusti, le preferenze e le aspettative di tutti. Naturalmente il mare gioca la parte del leone, tra spiagge e scogliere che offrono paesaggi mozzafiato su acque cristalline: la Liguria si è confermata ancora una volta regina delle Bandiere blu, con 77 vessilli, record nazionale. Ma non si può dimenticare il magnifico e ricchissimo entroterra, culla di vallate e borghi da fiaba, di tradizioni antiche e sapori inimitabili. E poi cultura, città d’arte, una proposta enogastronomica di altissimo livello, appuntamenti ed eventi capaci di coinvolgere tutte le fasce d’età, decine di opportunità per praticare sport all’aria aperta, non solo in estate ma 365 giorni l’anno grazie a un clima invidiabile, mite e soleggiato. Nel 2021 la Liguria è stata capace di far registrare numeri da record, con un vero e proprio boom di turisti: sono stati 10 milioni e 371 mila i turisti in sei mesi, da giugno a dicembre che hanno scelto la nostra regione per le loro vacanze, più di 5 milioni solo a luglio e ad agosto. Questo 2022 è l’anno della definitiva ripartenza: i numeri registrati finora, le prenotazioni e le previsioni parlano di un’estate da tutto esaurito, grazie non solo alle presenze degli italiani, ma anche al ritorno degli stranieri. Per questo mese di luglio le prenotazioni hanno già superato quelle dello stesso periodo del 2019, prima della pandemia, con punte fino al 90% dei posti disponibili già occupati. Numeri che certificano, ancora una volta, come la Liguria sia la meta più ambita, il luogo in assoluto da non perdere.

9

EDITORIAL EDITORIALE


SEDICESIMO 1 copia.qxp_Layout 1 10/07/22 13:09 Pagina 10

L’

esperienza nel campo dell’edilizia, la competenza nello scegliere e selezionare oggetti d’antiquariato, la passione per l’arredamento in ogni sua forma fanno di Farris House l’azienda giusta per progettare e sviluppare qualun o delle tua casa, Farris House mette a disposizione un e arredatori in grado di accompagnare il cliente nella creazione di ambienti funzionali e di gusto. Studiamo ogni aspetto dell’ambiente che ci viene sottoposto, cerchiamo sempre di far vivere la storia che ha da raccontare fondendola con uno stile moderno e che si adatti alle esigenze del cliente senza mai tralasciare il design e le nostre radici.

T

!! # " " $ " " ## " " " " " " " " "


SEDICESIMO 1 copia.qxp_Layout 1 10/07/22 13:09 Pagina 11

# " Viadotto Rebora 2, Recco (Genova) | 0185 723407 | info@farrishouse.com

faarrishouse.com


SEDICESIMO 1 copia.qxp_Layout 1 10/07/22 13:09 Pagina 12

Elisabetta Canalis

“My California is called

Liguria”

Canalis endorses the region in a new ad

«La mia California si chiama

Liguria»

Un nuovo spot come testimonial della Regione Renato Tortarolo lisabetta Canalis is again the face of a testimonial advertisement for Liguria, with a new clip for the summer set in Santa Margherita and Portofino. The president of the region, Giovanni Toti, explains the choice. "The first video with Canalis aired during the Sanremo Festival of Italian Song. It was watched by an average ten million spectators, a sign that Liguria is becoming increasingly cool." Born in Sassari, Sardinia, the 43-year-old showgirl whose career began on the television program Striscia la Notizia has since moved on to Hollywood-style glamour. Her story exemplifies how to retain a simple life while remaining a celebrity on social media and the subject of popular adulation.

E

12

ancora Elisabetta Canalis la testimonial della Liguria, con un nuovo spot per l’estate girato fra Santa Margherita e Portofino. Come ricorda Giovanni Toti, presidente della Regione, «al Festival di Sanremo, un primo video aveva avuto un ascolto medio di dieci milioni di spettatori. Segno anche che la nostra terra sta diventando sempre più cool». E qui viene il bello. Perché questa showgirl, 43 anni, sassarese, lanciata da Striscia la Notizia, promossa al glamour hollywoodiano, ha una storia esemplare: come ritrovare una vita semplice, pur rimanendo una celebrity fra social e adulazione popolare.

È


SEDICESIMO 1 copia.qxp_Layout 1 10/07/22 13:09 Pagina 13

Elisabetta Canalis chats about Italian female dignity | Elisabetta Canalis, dignità femminile italiana

There is a photo of you practicing kick-boxing. Is sport inherently important, or does it make you more seductive? «It's good for me, so I look better. One is the consequence of the other».

Elisabetta, una foto la ritrae mentre fa kick-boxing. Lo sport è importante di per sé o per diventare più seducenti? «A me fa bene. Quindi mi sembra di avere un aspetto migliore. Diciamo che sono l’uno la conseguenza dell’altro».

You have been called a "masterpiece of a woman". Does that offend you? «No, other descriptions would be more offensive. I think it's a nice compliment, perhaps a bit exaggerated».

L’hanno definita “un capolavoro di donna”. Si è offesa? «No, offensive sono altre considerazioni. Penso che sia un complimento carino, magari un po’ esagerato».

What exceeds the limit for a woman? «The same things as for everybody. Gender doesn't make a difference. Every interaction must maintain a certain level, otherwise it's not even worth talking to each other».

Quand’è che si supera il limite per una donna? «Quando succede per qualsiasi persona. Al di là del sesso. La verità è che in ogni confronto va mantenuto un certo livello. Altrimenti non vale neanche la pena di parlarsi».

13


SEDICESIMO 1 copia.qxp_Layout 1 10/07/22 13:09 Pagina 14

Do you sustain equality of the sexes in every way? «That is such a topical subject. It's practically the only thing you hear about».

Quindi lei sostiene la parità di genere in tutti i sensi… «È un tema molto attuale, praticamente si parla solo di questo».

You live in Los Angeles, but when you think of Liguria does Portofino come to mind? «Maybe more Santa Margherita, which I adore. To tell the truth, I haven't been to Portofino much. I know Sanremo and other places better. Part of my family comes from Genoa, you know».

Lei vive a Los Angeles ma se pensa alla Liguria le viene in mente Portofino? «Forse più Santa Margherita, che mi piace da morire. E a Portofino, devo dire la verità, sono stata poche volte. Mentre Sanremo e altri posti li ho conosco meglio. Non dimentichi, poi, che parte della mia famiglia è originaria di Genova».

What part of California reminds you of Liguria? «The parts that resemble the Mediterranean coast, like Laguna Beach and Dana Point, both south of Los Angeles, and Malibu, which everybody knows. When spring comes and everything is in bloom, the colors and light are similar to the ones in Liguria. The only difference is that a seal might emerge from the Pacific».

Qual è la California che le ricorda di più la nostra terra? «Quella che somiglia di più alla costa mediterranea. Quindi Laguna Beach per non dire Dana Point, che sono più a sud della città degli angeli. Potrei anche dirle Malibù, che conoscono tutti. Quando viene primavera e tutto fiorisce, ci sono colori e luci molto simili a quelli liguri. L’unica differenza può essere una foca che emerge dal Pacifico».

Is it more fun being elegant in Santa Margherita or on Rodeo Drive or in Santa Monica? «Rodeo Drive is not elegant at all. People go there to take self-

È più divertente essere eleganti a Santa Margherita o a Rodeo Drive piuttosto che a Santa Monica? «Rodeo Drive non è elegante per nulla. Ci si va per farsi i selfie

14


SEDICESIMO 1 copia.qxp_Layout 1 10/07/22 13:09 Pagina 15

SEA&GREEN 2022/1 -

PEOPLE PERSONE

ies in luxury automobiles. Everything is boorish and hypocritical. The scene could be replicated anywhere on the planet. That said, if you're on a ten-day vacation, Rodeo Drive is ideal for a souvenir photo».

su auto di lusso. Tutto molto cafone e ipocrita. È uno scenario che può essere replicato in qualsiasi parte del pianeta. Detto questo, se si è in vacanza per dieci giorni, Rodeo è l’ideale per una foto ricordo».

So Santa Margherita is the clear winner? «Absolutely. But I could be prejudiced, because I love Italy so much».

Quindi Santa Margherita stravince? «Assolutamente, sì. Ma sarò di parte, a me l’Italia piace moltissimo».

What have you taught your six-year-old daughter? «To not take herself too seriously. Fortunately, she is growing up in two different cultures, and she is able to understand certain subtleties of Italian humor. I hope that one day she will feel freer and more fulfilled precisely for having seen reality from two very different points of view».

Cosa ha insegnato a sua figlia che ha appena sei anni? «A non prendersi troppo sul serio. Fortunatamente sta crescendo fra due culture ma coglie certe sottigliezze dell’umorismo italiano. Spero che un giorno si senta più libera e completa proprio per aver potuto guardare la realtà da due punti di vista così diversi».

Your compatriots might not understand this advantage. «That's because we are too self-critical. It should be possible for every one of us to spend time abroad, compare notes, and live in another country. It's enriching and it opens your mind. Then we might appreciate Italy a bit more».

Non credo che i suoi connazionali comprendano una fortuna simile… «Perché siamo troppo autocritici. In realtà, dovrebbe essere concesso a ciascuno di noi di poter passare del tempo all'estero, confrontarsi e vivere in un altro Paese. Ci arricchisce e ci apre la mente. A quel punto ameremmo l'Italia un po’ di più».

Speaking of Liguria, are you still in touch with the television producer Antonio Ricci? «Certainly. I am on excellent terms with him and his family. If it hadn't been for Striscia la Notizia, we would not even know each other». You worked at the Sanremo Festival. «Yes, it was one of the greatest experiences of my life. I attended it one and a half times». When was the half? «After participating in the 2011 event with Gianni Morandi and Belen Rodriguez, I went back with her the year after to substitute the Czech model Ivana Mrazova, who had fallen ill». What was so special about the double experience? «Nothing is better than spending time in an unfamiliar place to prepare a show. By coincidence, I went back six years later to work on the program Sanremo Young. That's when I discovered these places».

Laguna Beach in Orange County, California – famous for its rugged beauty and art community Laguna Beach, Orange County, California, è nota per la bellezza selvaggia e la comunità artistica

At home do you sing in Italian with your daughter? «Yes, especially songs by Giorgia and Loredana Bertè, which are not especially easy to sing». Patriotism is all fine and well, but do you agree that the finest spectacle in the past year was the Super Bowl LVI halftime show with Dr. Dre, Snoop Dogg, Kendrick Lamar, 50 Cent, Eminem and Mary J. Blige? «You're preaching to the converted. That was a different planet. But I'd never compare them to our talents like Francesco

A proposito di liguri, sente mai Antonio Ricci? «Certo. Sono in ottimi rapporti con lui e la sua famiglia. Se non fosse stato per Striscia, io e lei non ci conosceremmo nemmeno». Lei è stata anche al Festival di Sanremo… «Sì, una delle più belle esperienze della mia vita. Però ho fatto un festival e mezzo». Da dove spunta l’altra metà? «Dopo aver partecipato all’edizione del 2011 con Gianni Morandi e Belen Rodriguez, ci sono tornata proprio con lei

15


SEDICESIMO 1 copia.qxp_Layout 1 10/07/22 13:09 Pagina 16

l’anno successivo per sostituire la modella ceca Ivana Mrazova, che si era ammalata». E perché le è piaciuta così tanto questa doppia esperienza? «Non c’è nulla di meglio che passare del tempo in un posto che non si conosce, per preparare uno spettacolo. Il caso ha voluto che sei anni dopo ci dovessi tornare per un programma, Sanremo Young, che mi ha fatto scoprire quei posti». A casa con sua figlia canta in italiano? «Sì. Soprattutto Giorgia e Loredana Bertè. Che non sono proprio due artiste facili facili…». Va bene l’amor di patria, ma se le dico che lo spettacolo più bello dell’ultimo anno è stato quello di Dr. Dre, Eminem, Snoop Dogg, Kendrick Lamar, Mary J. Blige e 50 Cent al Super Bowl? «Sfonda una porta aperta. Lì eravamo su un Santa Margherita Ligure is a favorite with the showgirl | Santa Margherita Ligure molto amata dalla showgirl altro pianeta. Però non lo metterei mai a conDe Gregori and Fabrizio De André. Hip-hop and American fronto con i nostri artisti, da Francesco De Gregori a Fabripop are fantastic, but to my taste, Italians are better». zio De André. L'hip hop è stupendo e così il pop americano. Ma per il mio gusto, siamo più bravi noi». Is De André worth more than the scenery of Santa Margherita? «Yes. He fell in love with Sardinia and lived there his whole De André vale più di uno scorcio a Santa Margherita? life. The union between these two parts of Italy is wonderful». «Sì, perché si innamorò anche della Sardegna, al punto di viverci tutta la vita. E questa unione fra le due terre, mi piace Who changes their mind more often, the Italians or the Amerimolto». cans?

Canalis at 43: on set of her second ad for the Liguria region | Canalis, 43 anni, sul set dello spot per Regione Liguria

16


SEDICESIMO 2 copia.qxp_Layout 1 10/07/22 13:20 Pagina 1

SEA&GREEN 2022/1 -

PEOPLE PERSONE

«Every four years, America switches between Democrats and Republicans. Not always automatically, but it's often like that. Italians would need to be a bit more radical and go more in depth with their ideas. In politics, we keep hearing the same old names, even though people say they are dissatisfied».

Cambiamo idea più noi o gli americani? «Ogni quattro anni, l’America si alterna fra democratici e repubblicani. Non è sempre automatico, ma spesso è così. Gli italiani dovrebbero essere un po’ più radicali, andare più a fondo nelle idee. In politica alla fine risentiamo sempre gli stessi nomi, anche se la gente dice di essere insoddisfatta».

Are you seen as a celebrity? «That's a psychologist's question. People ask for autographs and selfies with me, but in a calmer way than before. A few years ago, a day at the beach where I'd go as a child would have been a nightmare. So it's getting better».

Lei è vista come una celebrity? «È una domanda da psicologo. Le posso dire che mi chiedono l’autografo, di fare un selfie ma in modo più pacato di prima. Qualche anno fa, una giornata al mare dove andavo da bambina sarebbe stata un incubo. Quindi va meglio».

How do you steer clear of gossip? «Let's say I have been spared, because I used to live in the middle of it for a quite a while. My life now is that of a very normal person. Not being on television every day helps a lot.».

Come fa a preservarsi dal gossip? «Diciamo che mi ha graziato, perché ci ho vissuto dentro per un bel po’. La mia vita ormai è da persona normalissima. Comunque non apparire tutti i giorni in tv aiuta molto».

Do you miss the red carpet? «Not at all. I'd go with a different attitude now. Everything would be more manageable than before».

Le manca il red carpet? «Per nulla. Ora ci andrei con un’altra testa. Sarebbe tutto diverso, più gestibile di prima».

Dana Point in Orange County, California has similarities with Liguria | Dana Point, nella contea di Orange, California. Così simile alla Liguria

17


SEDICESIMO 2 copia.qxp_Layout 1 10/07/22 13:20 Pagina 2

Rubens in Love the Flemish genius returns home il genio fiammingo torna a casa

Peter Paul Rubens Violante Maria Spinola Serra, around 1606-1607 Oil on canvas, 129,5 x 101 cm Violante Maria Spinola Serra, 1606-1607 circa Olio su tela, cm 129,5 x 101 © The Faringdon Collection Trust, Buscot Park, Oxfordshire


SEDICESIMO 2 copia.qxp_Layout 1 10/07/22 13:20 Pagina 3

SEA&GREEN 2022/1 -

ART&CULTURE ARTE&CULTURA

Peter Paul Rubens Self-portrait, around 1604 - Oil on paper applied to canvas, 49.5 x 39.5 cm Private collection. Long-term loan to the Rubenhuis, Antwerp Peter Paul Rubens - Autoritratto, 1604 circa - Olio su carta applicata su tela, cm 49,5 x 39,5 Collezione privata, long-term loan alla Rubenshuis di Anversa

Anna Orlando Nils Büttner

here was already talk about it in Europe by the mid 16th century. Genoa was becoming a coveted stop for every young Flemish artist who went down to Italy to see and learn. It was said that beyond the thresholds of its mansions and behind the painted facades of its palazzi, treasures were to be found, and special aristocratic families were to be met. Genoese patricians travelled from port to port around the Mediterranean and to the financial centers of Madrid, Piacenza and Antwerp. They bought, they sold, and they supplied soldiers to defend the ambitions of the Spanish crown. The women conducted business while their husbands were absent. And they were elegant, beautiful and modern. To many, including Vincenzo Gonzaga, Duke of Mantua, all this bore a very close resemblance to Eden.

e ne parlava in Europa già a metà Cinquecento. Genova stava diventano una tappa desiderata da ogni giovane artista fiammingo, che scendeva in Italia per vedere e imparare. Si diceva che oltre le soglie delle sue dimore e dietro le facciate dipinte di quei palazzi si celassero tesori e si potessero incontrare famiglie aristocratiche speciali. I patrizi genovesi viaggiavano per i porti del Mediterraneo e verso le piazze finanziare di Madrid, Piacenza e Anversa. Commerciavano e fornivano uomini d’armi per difendere le ambizioni della corona di Spagna. Le donne gestivano le aziende in assenza dei mariti. Ed erano eleganti, bellissime e moderne. Tutto ciò era agli occhi dei più, e anche di Vincenzo Gonzaga Duca di Mantova, qualcosa di molto simile all’Eden.

T

S

19


SEDICESIMO 2 copia.qxp_Layout 1 10/07/22 13:20 Pagina 4

SEA&GREEN 2022/1 -

ART&CULTURE ARTE&CULTURA

Such is the story told at the exhibition "Rubens in Genoa" (6.10.2022 – 22.1.2023) curated by the authors and produced by theCityofGenoa,thePalazzoDucaleFondazioneperlaCultura, and the publishing house Electa. The show is presented thanks tothesupport,participationandsolesponsorshipofRimorchiatori Riuniti. The display is not simply a succession of rooms with paintings on the walls and objects in showcases, but a tale about falling in love, specially conceived to allow visitors to experience the same feelings as Rubens upon discovering the unusual beauty, paradisiacal gardens and limitless hidden luxury.

Questo racconta la mostra “Rubens a Genova”, curata da chi scrive, prodotta da Comune di Genova, Palazzo Ducale Fondazione per la Cultura ed Electa, con il supporto e la partecipazione dello Sponsor Unico Rimorchiatori Riuniti. In programma dal 6 ottobre al 22 gennaio a Palazzo Ducale, non sarà semplicemente un’infilata di stanze con dipinti alle pareti e oggetti nelle vetrine. Vuole essere il racconto di un innamoramento e intende far rivivere le sensazioni di Rubens di fronte a una bellezza insolita, giardini paradisiaci, lusso nascosto ma senza limiti.

Peter Paul Rubens - The Discovery of the Child Erichthonius, private collection | La scoperta di Erittonio, collezione privata

With and for his duke, the painter of the court of Mantua, Peter PaulRubens,visitedGenoaseveraltimesbetween1600and1607. The palazzi he saw and where he was hosted were not just treasure chests, but also a new architectural and cultural model of habitation to propose to the nascent bourgeoisie in his homeland, the Low Countries up north. And so, exactly 400 years ago, the painter self-published the book Palazzi di Genova in Antwerp to illustrate this.

Con il suo duca e per lui, il pittore della corte mantovana Pietro Paolo Rubens si reca a Genova più volte tra il 1600 e il 1607. I palazzi che visita e che lo ospitano non sono solo scrigni, ma anche un nuovo modello architettonico e di cultura abitativa da proporre alla nascente borghesia dei Paesi del Nord, da dove egli veniva. Così, esattamente quattrocento anni fa, il pittore pubblica ad Anversa il volume “Palazzi di Genova” per dimostrarlo.

20


SEDICESIMO 2 copia.qxp_Layout 1 10/07/22 13:20 Pagina 5

The main altar of the Jesuit church in Genoa, showing The Circumcision altarpiece by Peter Paul Rubens L’altar maggiore della chiesa del Gesù a Genova con la pala della Circoncisione di Peter Paul Rubens


SEDICESIMO 2 copia.qxp_Layout 1 10/07/22 13:20 Pagina 6

SEA&GREEN 2021/2 - FASHION

Peter Paul Rubens Saint Sebastian Healed by Angels, private collection San Sebastiano con gli angeli, collezione privata

60


SEDICESIMO 2 copia.qxp_Layout 1 10/07/22 13:20 Pagina 7

SEA&GREEN 2022/1 -

ART&CULTURE ARTE&CULTURA

Silver plaque showing a view of Genoa with boats in the foreground. By a Flemish artist working in Genoa. 17th century. Galleria Nazionale della Liguria at Palazzo Spinola, Genoa Artista fiammingo attivo a Genova, secolo XVII, placca d’argento con veduta di Genova e barcheggio, Genova, Galleria Nazionale della Liguria a Palazzo Spinola

The exhibition is laid out in 15 rooms on the piano nobile of the mansion that used to be the residence of the doges. It features over150worksofart–paintings,tapestries,silver-work,drawings, books and documents. Then there are the clothing and accessories worn four centuries ago. Giving pace to the tale are twentysome paintings by the brilliant talent from Antwerp and at least five different copies of his famous and extremely rare book. All things considered, this can be hailed as the largest Rubens exhibition ever hosted in Genoa. The city has not contained such a large number of his paintings since the late 18th century, when the decline of aristocracy set off a slow, inexorable diaspora of masterpieces to collections around the world. The artwork travelling to Genoa comes from Italian and European museums and from the houses and vaults of several fortunate and very discreet collectors. It joins the Genoese works that will not be displaced, in accordancewithaprecisecuratorialandculturaldecisiontovalorize thehistoricalcontext.WeinvitevisitorstoentertheJesuitchurch next to Palazzo Ducale, where two altarpieces by Rubens furnish the chancel and a side chapel. With them, Rubens showed a revolutionary new road toward an international baroque that was on a par with the art of his contemporary, Caravaggio.

23

Ecco la mostra: una quindicina di sale al piano nobile della dimora che fu residenza dei dogi per oltre 150 opere d’arte. Dipinti, arazzi, argenti, disegni, libri e documenti. E poi abiti e accessori indossati quattro secoli fa. Per scandire il racconto, oltre venti dipinti del genio di Anversa e almeno 5 diversi esemplari del suo celebre e rarissimo libro. A conti fatti, la si può annunciare come la più grande mostra su Rubens mai fatta a Genova, con un numero di sue opere in città che non vi era più stato dalla fine del Settecento; da quando, cioè, la crisi dell’aristocrazia sancì una lenta inesorabile diaspora di capolavori verso le collezioni di tutto il mondo. Le opere in viaggio verso Genova escono dai musei italiani ed europei e dalle case e caveau di alcuni fortunati e riservatissimi collezionisti. E si aggiungono a quelle genovesi che non si sposteranno, per una ben precisa scelta curatoriale e culturale che vuole valorizzare il contesto. Invitiamo i visitatori a recarsi nella chiesa del Gesù, proprio accanto al Ducale, dove due pale di Rubens arredano l’altar maggiore e una cappella laterale e con le quali egli indica la via per un barocco internazionale nuovo e rivoluzionario, al pari dell’arte del suo contemporaneo Caravaggio.


SEDICESIMO 2 copia.qxp_Layout 1 10/07/22 13:20 Pagina 8

We suggest that visitors go to the Galleria Nazionale di Palazzo Spinola to admire the Portrait of Giovanni Carlo Doria on Horseback (1606), in which a Genoese gentleman daringly allows his portraitist to immortalize him as he advances toward the spectator as if breaking through the canvas, pretending to forget that until then, only kings and emperors were portrayed on horseback, not noblemen, not even ones as rich as Doria. At the show, effigies of women regale enchantment. Veronica Spinola Serra with a pair of pearl earrings in the shape of grape clusters is seen in a painting by a Flemish artist who was already in town when Rubens arrived, Guilliam van Deynen. Her sister Violante is seen in a canvas detached from the walls of the Buscot Park house in Oxfordshire, Britain. It shows how Rubens' talent makes art history take a sudden leap forward, ahead of the times. There will be the full-bodied nudes painted by the Flemish artist – inherent signs of opulence and abundance mixed with irresistible temptation. A sense of amazement is given by the rooms dedicated to Water and Fire, part of the sequence of four rooms for the four elements, along with Earth and Air. Susanna, Venus, Ceres, nymphs and goddesses deliver a cornucopia of nudes that do not disturb, but delight. Suggeriamo di andare alla Galleria Nazionale di Palazzo Spinola ad ammirare il ritratto equestre di Gio. Carlo Doria, dove un genovese lascia che il suo ritrattista osi immortalarlo mentre cavalca verso chi guarda, come a sfondare la tela, fingendo di dimenticare che a cavallo, fino ad allora, venivano ritratti soltanto re e imperatori. Non certo un nobile cittadino, per quanto ricco fosse. In mostra, l’incanto lo regalano le effigi femminili: Veronica Spinola Serra con un paio d’orecchini di perla a grappalo d’uva, in un dipinto realizzato da un fiammingo che era già in città quando vi giunge Rubens, Guilliam van Deynen. La sorella Violante in una tela staccata dalle pareti della residenza inglese di Buscot Park, nell’Oxfordshire, che palesa come la genialità di Rubens fa fare alla storia dell’arte un repentino balzo in avanti, oltre il tempo. Vi saranno le forme piene dei nudi dipinte dal fiammingo: segnali di per sé stessi di opulenza e abbondanza, mista a irresistibile tentazione. Come non stupirsi nelle sale dedicate all’Acqua e al Fuoco nella sequenza di quattro ambienti per altrettanti elementi, dopo Terra e Aria. Susanna, Venere, Cerere, ninfe e dee per un tripudio di nudi che non turbano ma seducono.

Peter Paul Rubens Deianira Listens to Fame. Galleria Sabauda, Turin Deianira presta ascolto alla Fama, Torino, Galleria Sabauda

24


SEDICESIMO 2 copia.qxp_Layout 1 10/07/22 13:20 Pagina 9

SEA&GREEN 2022/1 -

Peter Paul Rubens Hercules in the Garden of the Hesperides. Galleria Sabauda, Turin Ercole nel giardino delle Esperidi Torino, Galleria Sabauda

25

ART&CULTURE ARTE&CULTURA


SEDICESIMO 2 copia.qxp_Layout 1 10/07/22 13:20 Pagina 10

insieme facciamo cose straordinarie


SEDICESIMO 2 copia.qxp_Layout 1 10/07/22 13:20 Pagina 11

Tigullio goes wild for the discreet 12-foot dinghy Dinghy 12’, il fascino discreto che appassiona il Tigullio Giuliano Luzzatto he dinghy is a 3.65-meter sail-boat, just over 1 meter wide. It was born in 1913 in the UK when the English solicitor and amateur boat designer George Cockshott enteredadesigncompetitionbythe Boat Racing Association, which wished to come up with a small boat that could popularizesailingasasport.Thecompactsizewouldbelessexpensive than the large sailing-boats commonly raced with back then.

T

27

l Dinghy, imbarcazione lunga tre metri e mezzo e larga poco più di uno, nasce nel 1913 dal progetto dell’inglese George Cockshott. Avvocato, appassionato di progettazione nautica, vince il concorso indetto dalla Boat Racing Association per creare una deriva di piccole dimensioni che potesse rendere popolare la pratica della vela come sport, perché economicamente più accessibile rispetto alle grandi barche da regata diffuse ai tempi.

I


SEDICESIMO 2 copia.qxp_Layout 1 10/07/22 13:20 Pagina 12

Da allora la storia del Dinghy 12’ è costellata di successi, inaugurata dalla partecipazione della barca alle Olimpiadi già nel 1920 in Belgio e poi nel 1928 in Olanda. Oggi il Dinghy 12’, dopo oltre cent’anni, è riuscito a mantenere il suo fascino intatto, diventando un’icona della cultura sportiva marinara. Questa deriva, che si è evoluta passando dalla classica costruzione in legno alla vetroresina, permette un’attività dall’impatto ambientale quasi azzerato che, abbinata all’economicità e alla facilità di manutenzione, può rispondere alla ricerca di purezza e di contatto diretto con il mare, diventando così simbolo di uno stile di vita pulito ed essenziale. Uno spirito puramente Corinthian contraddistingue i dinghisti tra i quali vige un forte senso di appartenenza e amicizia. Fra i cultori del Dinghy 12’ gli imprenditori Giorgio Falck e Attilio Carmagnani, poi il “signore della vela” il genovese Beppe Croce con i figli Carlo e Gigi, il due volte bronzo olimpico (Mosca ‘80 e Los Angeles ‘84 sulla Star) Dodo Gorla, il velaio Vittorio d’Albertas, il portofinese Paolo Viacava, il genovese Francesco Rebaudi, senza dimenticare Ubaldo Bruni da Palermo, padre di Checco, oggi timoniere di Luna Rossa. E molti altri velisti che desiderano continuare a navigare con stile su un piccolo yacht dalla bellezza senza tempo. Una curiosità: nel 2006 il Dinghy 12’ è stato inserito nel Phaidon Design Classics tra i 999 oggetti. In Italia il Dinghy 12’ arriva, proprio a Genova, nel 1931 grazie al marchese Emilio Nicolò Reggio che, affascinato dalla tecnicità e al

Ever since, the story of the 12-foot dinghy has been a success. It was selected for the Olympic Games in 1920 in Belgium and in 1928 in The Netherlands. Flash forward to today, and the dinghy has maintained its enduring appeal, becoming an icon of surface watersportswhosematerialhasevolvedfromclassicwoodtofiberglass, offering outdoor activity with next to zero impact on the environment. Combined with affordability and easy maintenance, it responds to a search for purity and direct contact with the sea, becoming a symbol of a clean, back-to-basics lifestyle. The spirit is one of Corinthian races, and dinghy sailors share a strong sense of belonging and friendship. In Italy, 12-foot dinghy enthusiasts of the past include the industrialists Giorgio Falck and Attilio Carmagnani; Beppe Croce, the Genoese "gentleman of sailing", and his sons Carlo and Gigi; the Olympic bronze medalist Dodo Gorla (Moscow 1980 and Los Angeles 1984) who competed with a Star dinghy; the sail-maker Vittorio d'Albertas; Paolo Viacava from Portofino; Francesco Rebaudi from Genoa; and Ubaldo Bruni from Palermo, who is the father of "Checco" Bruni, the helmsman of Luna Rossa. There are many others who wish to continue sailing in style on a diminutive yacht of timeless beauty. Fun fact: in 2006, the 12-foot dinghy was included in Phaidon Design Classics, a three-volume compilation of 999 objects. The class arrived in Italy in 1931, precisely in Genoa, introduced by Marchese Emilio Nicolò Reggio. Fascinated by its technical

Experience and a love of the sea make it easy to be a dinghy enthusiast | Esperienza e amore per il mare, due condizioni da Dinghy

28


SEDICESIMO 2 copia.qxp_Layout 1 10/07/22 13:20 Pagina 13

SEA&GREEN 2022/1 -YACHTING&SAILING

performance and minimal upkeep, he had one made for his son as a practice boat by Nicolò Depangher from Koper, Slovenia. It was named “Pierino” and numbered ITA 1. After some vicissitudes, the Classe Italiana Dinghy 12’ was established again in 1969, but not until 1980 was it recognized anew by the Italian Sailing Federation. In the same years, to attract newcomers and old hands alike, the class developed rules that made it possible for the classic version with an all-wood hull to compete at equal level with identically shaped boats made of fiberglass. In Italy, the class is currently guided with great enthusiasm by Francesca Lodigiani. A number of events take place on Italian seas and lakes, hosted by prestigious and long-standing sailing clubs such as the Yacht Club Italiano at its summer location in Portofino.

tempo stesso dalla semplicità di conservarla, ne fa costruire uno come barca scuola per il figlio da Nicolò Depangher di Capodistria. Lo battezza “Pierino”, con il numero ITA 1. Dopo varie vicissitudini, la Classe Italiana Dinghy 12’ è rifondata nel 1969, ma è solo nel 1980 che è nuovamente riconosciuta dalla Federazione Italiana Vela. Sempre in quegli anni la classe, per richiamare nuovi e vecchi adepti, sviluppa un regolamento che possa far gareggiare a pari livello le imbarcazioni classiche, esclusivamente in legno, con quelle moderne con forma identica ma scafo in vetroresina. Guidata con grande passione dal segretario Francesca Lodigiani, la Dinghy 12’ è attiva con diversi appuntamenti ospitati sui nostri mari e laghi in prestigiosi e storici circoli velici, fra cui lo Yacht Club Italiano, nella sua sede estiva di Portofino.

Speed is promoted by the 12-foot dinghy’s streamlined hull | La linea affusolata e veloce di un Dinghy 12’

The "Pierino" is still owned by the Reggio family. In the meantime, Portofino, Santa Margherita Ligure, Rapallo and generally speaking the whole of Liguria have become the chosen homeland of the 12-foot dinghy fleet. One of the most popular regattas is the Trofeo Bombola d’Oro, and its 25th edition was held in 2022. Affectionately called il bombolino, the race was invented by the dinghy aficionado and busi-

29

Oggi “Pierino” è ancora di proprietà della famiglia Reggio mentre Portofino, Santa Margherita Ligure, Rapallo e, più in generale, tutta la Liguria sono diventate nel tempo patrie d’elezione per questa flotta. Fra le regate più frequentate troviamo il Trofeo Bombola d’Oro, giunto nel 2022 alla 25^ edizione e amichevolmente chiamato “il bombolino”. Voluto dall’imprenditore Roberto Sestini, patron della


SEDICESIMO 2 copia.qxp_Layout 1 10/07/22 13:21 Pagina 14

Sailing dinghies ply the waters off the Portofino lighthouse | Dinghy 12’ sullo sfondo del Faro di Portofino

nessman Roberto Sestini, the chairman of Siad, an industry founded by his forebears. The Trofeo takes place in the Marconi gulf between Portofino and Santa Margherita, where numerous contestants participate every year. In May 2022, the "walnut shells" returned as per tradition for a regatta blessed with practically perfect weather – breezy on day one, and three trials won by the Regatta Committee. Saturday turned windy, almost to the maximum of 16 knots that the small-scale dinghy can take, but two trials took place nonetheless. Sunday, the final day, offered good conditions, and after seven trials, Francesco Rebaudi, at ease in any weather, won the 2022 trophy on board "Kinnor". A handful of points behind him was the specialist Vincenzo Penagini, who always comes in as one of the first, giving his adversaries a run for their money. He won the category Master 65. Vittorio d'Albertas, the cup-holder, came in third with "Behemoth". From fiberglass to wood: the Trofeo Siad – Bombola d’Argento reserved for classic boats went to Alberto Patrone with "Damine", as it did in 2019 and 2021. Next were Andrea Falciola with "Absolutely Free" and Fabio Mangione with “Samurai”. The winners of the Trofeo Challenge Giovanni Falck were the local team Q Friends for having best all-round results. Q Friends are from Circolo Vela Santa Margherita Ligure: Francesco Rebaudi, Vittorio D’Albertas and Filippo Jannello – who had already won the 2021 regatta. Closing the ceremony was the Style and Elegance prize, in memory of Corrado Cohen. This year's honor went to Patricia Surendonk from The Netherlands on board her gorgeous classic dinghy, "Hydra".

30

società Siad, anche lui amante di questa classe, si svolge nel Golfo Marconi, tra Santa Margherita e Portofino, dove richiama ogni anno un alto numero di concorrenti. I “gusci di noce” sono tornati come da tradizione a maggio del 2022 per un’edizione che ha beneficiato di condizioni meteo praticamente perfette. Dopo le ariette del primo giorno, con tre prove portate a casa dal Comitato di Regata, il sabato è stato ventoso, quasi al culmine della “scala-dinghy” che ha un limite a 16 nodi, ma si sono svolte comunque due prove che hanno impegnato i regatanti. Buone le condizioni anche domenica, giornata conclusiva. Al termine delle sette prove, Francesco Rebaudi, a suo agio in ogni condizione atmosferica a bordo del “Kinnor”, si è aggiudicato il trofeo 2022. A una manciata di punti seguiva lo specialista Vincenzo Penagini, sempre stato fra i primi dando filo da torcere ai diretti avversari, primeggiando nella categoria Master 65. Terza piazza per Vittorio d’Albertas, detentore del titolo con il suo “Behemoth”. Dalla vetroresina al legno: il Trofeo Siad-Bombola d’Argento riservato alle barche classiche è andato ad Alberto Patrone con “Damina”, come nel 2019 e nel 2021, seguito da Andrea Falciola con “Absolutely Free” e Fabio Mangione con “Samurai”. Il Trofeo Challenge Giovanni Falck, per la squadra che ha ottenuto il migliore piazzamento nella classifica generale è stato vinto dal team locale dei “Q Friends” del Circolo Vela Santa Margherita Ligure composto da Francesco Rebaudi, Vittorio D’Albertas, Filippo Jannello già vincitori dell’edizione 2021. A chiudere la cerimonia di premiazione il premio Style & Elegance, in palio per ricordare Corrado Cohen: quest’anno è andato in Olanda tra le mani di Patricia Surendonk a bordo del suo bellissimo Dinghy Classico “Hydra”.


SEDICESIMO 2 copia.qxp_Layout 1 10/07/22 13:22 Pagina 15

Italian Summer

Rubellite ct. 18,72 diamanti taglio a brillante ct.1,11 diamanti taglio navette ct. 0,75

dell’acqua bartolone HIGH JEWELRY Since 1949

Paolo Bartolone Member of World Diamond Bourses A Genova in Via Roma 24r e in Via Sestri 138r


SEDICESIMO 2 copia.qxp_Layout 1 10/07/22 13:22 Pagina 16

Vernazza,

a dreamy town where everything is miniature Vernazza, borgo da sogno dove tutto è in miniatura

Monica Bottino aundry hung to dry in the sun flaps like flags on clothes lines strung between the narrow, colorful houses that seem to hold one another upright. They are interrupted only by minuscule alleys and the awkward steps of ancient stone that invite visitors to climb up in search of beautiful views of the sea. At the top, dominating the gulf, stands Castello Doria, a medieval fort whose tower is called Torre Belforte.

L

32

panni stesi al sole sventolano come bandiere sulle corde del bucato, tirate tra case colorate e strette, quasi a sorreggersi l'una con l'altra. Sono interrotte solo da minuscoli vicoli o scomode scalinate di pietra millenaria, che invitano i visitatori ad arrampicarsi, per scoprire suggestivi scorci di mare. In cima, a dominare il golfo, c'è il Castello Doria, la fortezza medievale con Torre Belforte. Vernazza, borgo della Liguria di Levante, la seconda delle Cinque

I


SEDICESIMO 3.qxp_Layout 1 10/07/22 13:26 Pagina 1

SEA&GREEN 2022/1 - TRAVEL LEVANTE

Nocturnal view of Vernazza, one of the Cinque Terre Una veduta notturna di Vernazza, Cinque Terre A picture-perfect town | Un borgo che sembra disegnato

Vernazza, a village on the eastern Riviera di Levante, the second of the five Cinque Terre for people coming from France, looks drawn by an artist. It is where Enrico Casarosa, the director of the animated movie Luca (2021, Disney/Pixar), found inspiration for the story's setting. In the film, the piazzetta, the church of Santa Margherita di Antiochia, and the fishing-boats are recognizable. In real life, the town is crossed by the pedestrian street Via Roma, paved with sandstone, which leads from the train station, higher

Terre per chi arriva dalla Francia, sembra disegnata da un artista. Qui ha preso ispirazione Enrico Casarosa, già candidato all'Oscar, creatore del film di animazione "Luca", prodotto da Pixar Animation Studios con Walt Disney Pictures. Nel computer-generated animation ci sono infatti la piazzetta, la chiesa di Santa Margherita di Antiochia, le barche dei pescatori. Nella realtà, via Roma, solo pedonale, lastricata di arenaria, l'attraversa dalla stazione ferroviaria - a monte - fino a piazza Marconi,

33


SEDICESIMO 3.qxp_Layout 1 10/07/22 13:26 Pagina 2

up, to Piazza Marconi, which opens onto the inlet. These few dozen meters are peppered with shops, bars and restaurants, all packed together down to the last centimeter. Outdoor tables are positioned to occupy as much space as possible, almost stealing it from the passers-by. Tourists come here from all over Europe. French, Spaniards, Dutch and Germans. The Americans are the friendliest, say the shopkeepers, some of whom sell precious objects. "They don't haggle like we do in Europe. They buy everything and

che si apre sull'insenatura: poche decine di metri punteggiate da negozi, bar e ristoranti ricavati al centimetro, con i tavolini ad occupare più spazio possibile, quasi a rubare il passaggio ai turisti. Ne arrivano da ogni parte d'Europa: francesi, spagnoli, olandesi, tedeschi. Gli americani sono i più simpatici. «Non trattano sul prezzo, come siamo abituati a fare noi europei: comprano tutto e sono sempre entusiasti» assicurano nei negozietti che vendono anche oggetti preziosi.

The church of Santa Margherita di Antiochia | La chiesa di Santa Margherita di Antiochia

they're always enthusiastic." It is easy to find unique gifts here. "Our town has a population of 400," says the Mayor of Vernazza, Francesco Villa, wading through a group of tourists. "But from March to Christmas, the number goes up to 10,000. We are used to it and we enjoy it. Limiting the number of people that may enter the town would be a real problem." Yet restrictions are being clamored for by those who dislike the invasion, despite the fact that it brings wealth. Vernazza is so small that a traditional hotel would not fit.

34

Perché qui si è comunque certi di trovare qualcosa di unico. «Siamo quattrocento residenti» dice il sindaco Francesco Villa, che si fa largo tra un gruppo di turisti «ma da marzo a Natale saliamo anche a diecimila. Ci siamo abituati e ci piace. Il numero chiuso da noi sarebbe veramente un guaio». Eppure è invocato da chi non sopporta l'invasione turistica, che però porta ricchezza. Vernazza è così piccola che un hotel tradizionale non ci starebbe nemmeno.


SEDICESIMO 3.qxp_Layout 1 10/07/22 13:26 Pagina 3

SEA&GREEN 2022/1 - TRAVEL LEVANTE

And it isn't needed, because whoever owns a house here can rent E non servirebbe, visto che chi possiede una casa la mette a redit out easily, making income off single rooms or small dwellings. dito con facilità, affittando stanze o piccoli alloggi. Fino agli anni Things were different until the 1960s. Everything changed when Sessanta non era così. Vernazza was discovered by the brilliant, loose-living theater di- Tutto cambiò quando arrivò Aldo Trionfo: regista geniale e sregorector Aldo Trionfo, who collaborated with Luchino Visconti. lato, collaboratore di Luchino Visconti, si innamorò del borgo fino Trionfo fell in love with the town and turned it into a gathering a farlo diventare un punto di ritrovo di artisti, da Gino Paoli a Faplace for creative types such as Gino Paoli, Fabrizio De André, brizio De André, Dario Fo e molti altri che facevano l'alba nella casa Dario Fo and many others who stayed up all night in Trionfo's di pietra vista mare, che ancora si scorge da piazza Marconi. Oggi stone house, which commands a view of the sea. The house can quei vip non ci sono più, o sono molto più discreti. I traghetti, instill be seen from Piazza vece, funzionano a pieno Marconi. Today, such VIPs regime e sono una delle are no longer around, or due opzioni per raggiunthey are much more disgere Vernazza, l'altra è il creet. The ferries, howtreno. Chi vuole scoprire ever, are in full swing. They Vernazza arriva con le are one of the two options scarpe comode e i bastonto get to Vernazza. The cini da trekking, anche per other is by train. Those percorrere, pagando un wishingtodiscoverthetown biglietto all'Ente Parco o come with comfortable focon una Cinque Terre otwear and trekking poles, Card, il sentiero Azzurro che corre a mezza costa e because by paying the park la collega a ovest a Monteauthority for a ticket, or by rosso e a est a Corniglia e a acquiring a Cinque Terre Card, you can walk for 11 Manarola, undici chilomekilometers on the Azzurro tri a picco sul mare. Altri trail that runs halfway up percorsi consentono di arthe hill overlooking the sea rivare fino a Portovenere, the entire way, from Monmentre la Via dell'Amore, terosso in the west to Corun tratto panoramico tra niglia and Manarola in the Manarola e Riomaggiore è east. Other paths lead to chiusa dopo una frana e si Portovenere, but the Via prevede che riaprirà a dell'Amore, a panoramic estate 2024. stretch between Manarola Da non perdere, poi, la viand Riomaggiore will be sita alla chiesa di Santa closed because of a landMargherita di Antiochia, slide until summer 2024. affacciata sulla scogliera. A must-see is the church of La "chiesa al contrario" la Santa Margherita di Antiochiamano qui, perché si entra dall'abside per trochia, perched on the rocks. varsi l'altare maggiore alle They call it "the backward spalle. Ciò perché quando church" here, because you The small beach in the center of Vernazza | La piccola spiaggia del centro di Vernazza enter from the apse, with fu costruita, intorno al the main altar behind you. This is because back in 1200 when it 1200, il paese si sviluppava dall'altra parte; solo in seguito, con il was built, the town was laid out in the other direction. Not until tombamento del torrente Vernazzola le abitazioni migrarono. Alla the torrent Vernazzola was buried could houses spread the other chiesa è legata una leggenda: prima della sua costruzione gli abiway. Legend has it that before the church was built, inhabitants tanti trovarono sulla spiaggia un cofanetto con le ossa di un dito found a chest on the beach with the bones of a finger of Saint Mar- di santa Margherita. Lo portarono in collina, dove volevano edifigaret. They brought it up the hill, where they wanted to build a care una cappella. chapel. But mysteriously, the chest returned to the beach. It was Ma misteriosamente il cofanetto tornò sulla spiaggia. Un segno an unmistakable sign of Margaret's wishes, and led to her status inequivocabile del volere della santa, chiamata anche oggi a proas the village's patron saint. tezione del borgo.

35


SEDICESIMO 3.qxp_Layout 1 10/07/22 13:26 Pagina 4

Il Museo Marittimo più Grande del Mediterraneo Scopri il Galata Museo del Mare e immergiti in un’avventura unica: ti aspettano una galea a grandezza naturale, due terrazze panoramiche con vista sul Porto Antico, l’unico sottomarino italiano visitabile in mare e molto altro!

# SA

LIABORDO

Per tutte le informazioni visita il nostro sito: galatamuseodelmare.it #galatamuseodelmare #saliabordo


SEDICESIMO 3.qxp_Layout 1 10/07/22 13:26 Pagina 5


SEDICESIMO 3.qxp_Layout 1 10/07/22 13:26 Pagina 6

38


SEDICESIMO 3.qxp_Layout 1 10/07/22 13:26 Pagina 7

Bordighera's green magic cast a spell on Monet Bordighera, la magia verde che incantò anche Monet Monica Bottino

e pars rempli d'ardeur, il me sembre que je vais faire des choses épatantes," writes Claude Monet to his artdealer friend Paul Durand-Ruel from the train station in Paris just before leaving for Bordighera on 17 January 1884. The father of impressionism was soon bewitched by the colors that welcomed him in Liguria – they influenced his art from then on. He was not the only one to feel the enchantment. Nestled along the coast between Ventimiglia and Sanremo, 15 kilometers from the French border, Bordighera is still a destination for the wealthy, cultured and refined. Monet was so moved by the scenery that he lingered throughout the spring, staying in several villas immersed in lush gardens along the Via Aurelia. One was Villa Bischoffsheim, built and owned by the naturalized French banker and philanthropist Raphaël Bischoffsheim, who had fallen in love with this seaside gem and immediately began investing and making plans to improve the city. He commissioned the French architect Charles Garnier to build the villa, which was completed in 1875.

“J

o l'impressione che farò cose meravigliose”. Scrive così Claude Monet, nel 1884, in una lettera rivolta all'amico mercante d'arte Paul DurandRuel, poco prima di partire per Bordighera. Il padre dell'Impressionismo resterà abbagliato dai colori che lo accolgono in Liguria e che segneranno per sempre la sua arte. Non è il solo. Incastonata sul mare, fra Ventimiglia e Sanremo, a 15 chilometri dal confine francese, oggi come allora è meta di un turismo ricco, colto, raffinato. Capace di emozionarsi al punto da sceglierla per vivere una primavera infinita nelle ville a ridosso dell'Aurelia, immerse nella vegetazione lussureggiante dei giardini. Come Villa Bischoffsheim, ora Villa Etelinda, del banchiere e filantropo francese Raphaël che a fine Ottocento, innamorato di questa perla sul mare, inizia subito a investire e fare progetti. La villa viene disegnata dall’architetto Charles Garnier, progettista dell’Opéra di Parigi. Più tardi verrà acquistata dalla regina Margherita di Savoia che ha già scelto Bordighera, dove morirà, come il posto dello spirito dove passare buona parte dell’anno.

“H

39


SEDICESIMO 3.qxp_Layout 1 10/07/22 13:26 Pagina 8

Bordighera seen from the hills | Bordighera vista dalla collina

Garnier was working on the Paris Opéra at the same time, and had built his own villa in Bordighera two years before. Villa Bischoffsheim, now named Villa Etelinda, was bought by the Queen of Italy, Margherita of Savoy, who was so charmed by the setting that she spent a good part of the year there. She died in Bordighera in 1926. Since then, the town has deepened its attractiveness for tourism while becoming a magnet for international culture thanks to personalities such as the British pastor and mathematician Clarence Bicknell (1842-1918), who discovered the prehistoric rock engravings on Mont Bégo, across the border with France, leading to their systematic study and the establishing of the Bicknell Museum in Bordighera.

Intanto, la cittadina ha sviluppato la sua vocazione turistica diventando, allo stesso tempo, meta ambita dalla cultura internazionale, grazie a personaggi come il pastore matematico inglese Clarence Bicknell, cui si devono la scoperta e lo studio sistematico delle incisioni rupestri sul Monte Bego, lungo il confine con la Francia, e al quale viene dedicato un museo. E se ieri erano aristocrazie italiana, inglese e tedesca a permettersi le dimore più belle, oggi prevalgono le dinastie imprenditoriali. Qui il segreto naturalmente non è solo il clima. Fondamentale il lavoro dell'amministrazione che, nel tempo, ha mostrato attenzione al territorio, realizzando infrastrutture e percorsi di accoglienza turistica a 360 gradi, dal mare alla collina fino al Monte Nero, sul quale, ad esempio, si sta realizzando una

Characterful Bordighera Alta | La caratteristica Bordighera Alta

40


SEDICESIMO 3.qxp_Layout 1 10/07/22 13:26 Pagina 9

SEA&GREEN 2022/1 - TRAVEL PONENTE

While those who could afford the most beautiful villas in the past were the Italian, English and German aristocracies, today most are members of business dynasties. Naturally, the secret is not just the climate. Fundamental work by the town administration has focused efforts on enhancing its territory, building infrastructure and all types of sightseeing routes, from the sea to the hills all the way to Monte Nero, where a new set of trails for mountain bikers is being built. The town has been awarded the Blue Flag by the Foundation for Environmental Education, which signals that stringent criteria for beaches with safe, clean water and the diffusion of environmental information have been met. No wonder the real estate market here knows no slumps, with prices being as high as 10,000 euros per square meter. One of the most prestigious rehabilitation efforts is the renewaloftheAngstHotel,built in 1887 as a highly exclusive destination. Itisbeingconvertedintoluxury apartments most of which have already been optioned. The Mayor of Bordighera, Vittorio Ingenito, explains how one of the town's strong suits is security. "Our video surveillance system is very modern, appreciated by natives and tourists alike. Also important are the infrastructural improvements underway, like the new boardwalk," says InVilla Etelinda genito. A long-awaited project is the last segment of the Aurelia Bis, an alternative road to the busy Via Aurelia, planned for completion in 2024. The Bis will give twice the traffic capacity to a 47-kilometer stretch where 300,000 residents live, not counting tourists or quick getaways by the neighboring French who like to stop by for a gourmet meal at one of the many restaurants offering good value for money. But this is not all. The administration has invested 118,000 euros to promote knowledge of the Pelagos Sanctuary for Mediterranean Marine Mammals among youth, because just a few miles off the coast, sightings of awe-inspiring sperm whales and dolphins are common, but their habitat is at risk. Last but not least, Bordighera is home to the International Exhibition of Humor. After a 22-year hiatus, the fair is returning (6– 28.8.2022) to give locals and foreigners a laugh with exhibitions and special conferences with humorists.

rete dedicata alle mountain bike. Oggi in questa cittadina premiata con la Bandiera Blu, riconoscimento che va alle località che uniscono il mare pulito all'eccellenza dei servizi turistici realizzati nella sostenibilità ambientale, il mercato immobiliare non conosce crisi, con quotazioni che arrivano a 10 mila euro al metro quadro. Tra le operazioni di riqualificazione più prestigiose c'è quella che riguarda l'ex Hotel Angst, una delle destinazioni più esclusive nell’Europa che si affacciava al ‘900, e che sarà riconvertito in lussuosi appartamenti, già in buona parte opzionati. «Uno dei punti di forza di Bordighera - osserva il sindaco Vittorio Ingenito - è la sicurezza: il nostro sistema di videosorveglianza è modernissimo, apprezzato

da turisti e residenti. Ma sono importanti anche gli interventi infrastrutturali in corso, come la realizzazione della nuova passeggiata a mare». Atteso da tempo, è in via di realizzazione anche l'ultimo tratto del progetto dell'Aurelia Bis, per raddoppiare la viabilità costiera in un punto dove, su 47 chilometri, si muovono 300 mila residenti, senza contare i turisti. Anche quelli del "mordi e fuggi", come i francesi che sconfinano volentieri per una cena gourmet in uno dei tanti ristoranti che offrono un elevato rapporto qualitàprezzo. Ma non è tutto. L'amministrazione ha investito 118 mila euro per promuovere tra i più giovani la conoscenza del Santuario dei Cetacei, perché a poche miglia dalla costa ci si può facilmente imbattere in un branco di delfini o in un capodoglio, animali meravigliosi il cui habitat, tuttavia, è sempre a rischio. Bordighera, infine, è anche "Salone Internazionale dell'Umorismo", la rassegna che quest'estate, dopo 22 anni, dal 6 al 28 agosto, tornerà a far sorridere residenti e turisti con mostre e speciali incontri con i protagonisti.

41


SEDICESIMO 3.qxp_Layout 1 10/07/22 13:27 Pagina 10


SEDICESIMO 3.qxp_Layout 1 10/07/22 13:27 Pagina 11


SEDICESIMO 3.qxp_Layout 1 10/07/22 13:27 Pagina 12

Ilaria Cavo, the Regione Liguria council member for culture and entertainment Ilaria Cavo, assessore a Cultura e spettacolo della Regione Liguria

Renato Tortarolo n abbey. The sea. Songs that have gone down in history. Profound gratitude for the fleeting, brilliant, rebellious talents who gave us a genre, an approach to life, and some unforgettable music. These are the ingredients for La Casa dei Cantautori in Genoa, poised to present universal ideas and sophisticated melodies in the enigmatic beauty of a convent. Ilaria Cavo, the councilor for culture and entertainment for the region of Liguria, talks about this unique experiment, slated to open in two years.

A

44

n’abbazia. Il mare. Le canzoni che hanno fatto la Storia italiana. Con profonda gratitudine per artisti sfuggenti, geniali, ribelli che crearono uno stile, un modo di essere, spesso musica indimenticabile. Nascerà a Genova la Casa dei Cantautori: idee universali e melodie sofisticate racchiuse nell’enigmatica bellezza di un convento. Ilaria Cavo, assessore a cultura e spettacolo di Regione Liguria, racconta un esperimento unico al mondo. Che vedrà la luce fra due anni.

U


SEDICESIMO 3.qxp_Layout 1 10/07/22 13:27 Pagina 13

SEA&GREEN 2022/1 -

ART&CULTURE ARTE&CULTURA

“Singer-songwriters will soon have a house by the sea,” says Ilaria Cavo Genoa tells the great story of the music that changed Italy

Ilaria Cavo: «Ora i cantautori avranno una casa al mare» Nasce a Genova il grande racconto in musica che ha cambiato l’Italia

What is La Casa dei Cantautori? «A national initiative that recognizes Genoa as the cradle of a genre of music. A few years ago, I proposed the idea with Professor Margherita Rubino to Dario Franceschini, Italy's culture minister. He supported the plan from the start, and confirmed it when his assignment as minister was renewed. La Casa does not have the presumption to satisfy all the curiosity and expectations of this vast field, but it is certainly the right place to start telling the story».

Che cos’è la Casa dei Cantautori? «Intanto è un progetto nazionale che riconosce a Genova la nascita di questo stile. Come Regione, l’ho proposto alcuni anni fa, con la professoressa Margherita Rubino, al ministro della cultura Dario Franceschini. Che l’ha sempre sostenuto, confermandolo quando è tornato a coprire la stessa carica. La Casa non avrà la presunzione di soddisfare tutte le curiosità e le attese in un campo così vasto. Anche temporalmente. Certamente è il posto ideale per cominciare questo racconto».

45


SEDICESIMO 3.qxp_Layout 1 10/07/22 13:27 Pagina 14

Che parte proprio da Genova. Which began in Genoa. «Sì, ma non ho mai pensato sol«Yes. The idea was never to merely tanto a uno spazio dove esporre exhibit the guitars, manuscripts chitarre, manoscritti e ricordi and memories of the ‘Genoese dei “genovesi”. Quindi Gino school’ – singer-songwriters like Paoli, Fabrizio De André, Luigi Gino Paoli, Fabrizio De André, Tenco, Umberto Bindi, Bruno Luigi Tenco, Umberto Bindi, Bruno Lauzi e Ivano Fossati. Dori Lauzi and Ivano Fossati. Ghezzi si è sempre raccomanDe André's widow Dori Ghezzi statdata che Faber non fosse solo, ed her wish for him to be surroundin un angolo così suggestivo. ed by colleagues in this enchanting Dovevano esserci tutti, liguri e Rendering of the space dedicated to Fabrizio De André place. Everyone had to be there, Il rendering dello spazio dedicato a Fabrizio De André non. E si doveva capire perché from Genoa and beyond. The aim is così pochi talenti avessero influenzato tanti colleghi». to show how a handful of talents influenced so many other musicians». Come è potuto accadere? «L’abbazia di San Giuliano risponderà da sola a questa How did that happen? domanda. È a un chilometro da Boccadasse, dove Paoli «The abbey of San Giuliano will answer that question. It lies immaginava “La gatta” e altri capolavori. E dove Tenco one kilometer from Boccadasse, where Gino Paoli conceived e De André si confrontavano. La Gatta and other masterpieces, and where Luigi Tenco and In direzione opposta, a due chilometri, c’erano i “quatDe André used to discuss music together. tro amici al bar” dov’è nato tutto. Two kilometers in the opposite direction, there were the quatProbabilmente tanta creatività era ispirata dal porto, tro amici al bar, four friends at the bar, where everything

From left, Dori Ghezzi, the widow of Fabrizio De André; Paolo Masini from the Ministry of Culture; Ilaria Cavo from the Liguria council; and Professor Margherita Rubino Da sinistra Dori Ghezzi, vedova di Fabrizio De André; Paolo Masini del MiC; l’assessore Ilaria Cavo e la professoressa Margherita Rubino

46


SEDICESIMO 3.qxp_Layout 1 10/07/22 13:27 Pagina 15

The abbey of San Giuliano in Genoa will become La Casa dei Cantautori | L’abbazia di San Giuliano, a Genova, che ospiterà la Casa dei Cantautori

began (also the name of a song by Paoli). All this creativity was probably inspired by the port, the big ships coming in with influences from other continents». So this will be less like a museum and more of a trip down memory lane? «Yes, a path through all the memorabilia, musical instruments, famous mannerisms, unmistakable signs of greatness and doubt. Thanks to multimedia content, visitors will be immersed in very diverse kinds of existence».

dalle grandi navi che soffiavano contaminazione dagli altri continenti». Quindi non sarà un museo, ma un viaggio? «Sì, una rotta fra reperti, strumenti musicali, vezzi da artista, segni inequivocabili di grandi slanci e altrettanti dubbi. Grazie anche alla multimedialità che può immergerti in tante esistenze così diverse e lontane». Più dei nomi, che saranno esposti, cosa l’ha già commossa? «La possibilità di vedere, in un cono di luce, il mandolino di “Crêuza de mä”, la chitarra di Faber o quelle di Ivano Fossati. In quel momento ho immaginato cosa proverà chi ama davvero la canzone d’autore. E non intendo solo gli italiani ma anche gli stranieri, visto che è uno stile universale».

Besides the names, what moves you most about the display? «Seeing in a cone of light the mandolin that was played on the song Crêuza de mä by De André, plus his personal guitar, and the guitars owned by Ivano Fossati. That's when I was able to imagine the excitement of visitors who really love this musical genre. Not just Italian visitors, but foreigners too, seeing how every country has its own version of this phenomenon».

Però noi viviamo nel contemporaneo. Ci sarà spazio anche per autori più legati alle nuove generazioni? E a tutte le declinazioni di una lingua italiana che è letteratura?

But what about the new generations? Will there be space for contemporary singer-songwriters and their wide-ranging literary use of the Italian language? «La Casa will be a bridge from the past leading visitors to the infinite possibilities of today and to-

«Immagino un ponte con il passato, che porti il visitatore nelle infinite possibilità di oggi. E di domani. Ci sarà un collegamento con il Rap. Le connessioni fra cantautori di latitudini distanti, sul piano culturale, saranno potenti.

47


SEDICESIMO 3.qxp_Layout 1 10/07/22 13:27 Pagina 16

The cloister of the abbey of San Giuliano | Il chiostro dell’abbazia di San Giuliano

morrow. It will show the connection with rap, and the strong links with singer-songwriters from culturally distant latitudes in Italy. In addition to the main exposition, which will be in perennial movement with lyrics, music and images, there will be an area for live concerts, and educational workshops where music-related trades will be taught». Do you remember the precise moment when the idea for La Casa dei Cantautori was born? «Yes, at the 2015 World Expo in Milan. I was there with Margherita Rubino for an evening dedicated to Giorgio Gaber. The idea came to Dori Ghezzi. We spoke about De André and she said that she'd like to commemorate him with something more than a museum. I promised to try, and I did. More than only memories, it needed to include a vision of the future. Not just in song and poetry, but by finding a new way to make culture come alive». Will La Casa be visited by foreigners? Is the program international in scope? «One step at a time. We are currently finishing the design. A foundation has been established to guide the entire undertaking. Naturally, a big marketing operation will follow. La Casa will be an opportunity for Genoa, which already has hubs for visitors in the Porto Antico wharf area and in the network of museums downtown. La Casa is interesting for investments by the Liguria region. The new museum will attract tourism to the seashore of Boccadasse, a part of the city as yet without substantial cultural attractions».

48

Ed è prevista, oltre alla grande esposizione in perenne movimento fra parole, musiche e immagini, un’area dedicata a concerti dal vivo e a laboratori dove si imparino i mestieri legati all’attività musicale». Ricorda il momento preciso in cui è nata quest’idea? «Sì, a Expo 2015. Eravamo a Milano con Margherita Rubino per una serata dedicata a Giorgio Gaber. L’idea venne a Dori Ghezzi, si parlava di Faber e lei disse che le sarebbe piaciuto qualcosa di più di un museo per ricordarlo. Promisi che ci avrei provato, e l’ho fatto. Più che la memoria, sarebbe stata vincente una visione di futuro. Non solo affidata alle canzoni e alla poesia. Ma a un modo nuovo di rendere ogni giorno più viva la cultura». La Casa sarà visitata anche da stranieri? Avete pensato a un progetto internazionale? «Un passo alla volta. Ora va conclusa la progettazione. Intanto è nata una Fondazione che sarà il soggetto operativo di tutta questa impresa. Naturalmente ci sarà una grande operazione di marketing. E la Casa rappresenterà una grande chance per Genova che ha un punto nevralgico nel Porto Antico e in tutto il polo museale del centro storico. Molto prezioso e interessante per Regione Liguria e i suoi investimenti. Questa nuova realtà, però, attirerà un nuovo turismo, nell’area di Boccadasse, quindi sul mare, in una parte della città dove sostanzialmente manca una proposta culturale».


SEDICESIMO 4.qxp_Layout 1 10/07/22 14:10 Pagina 1

QUANDO LA CANZONE DIVENTA LETTERATURA Riccardo Cocciante

Paolo Conte

Bruno Lauzi

Annalisa

Franco Califano

Franco Battiato

Francesca Michielin

Lucio Dalla

Umberto Bindi

Gino Paoli

Marco Mengoni

Tiziano Ferro

Francesco De Gregori

Cesare Cremonini

Luigi Tenco

Elisa

Luciano Ligabue

Carmen Consoli

Giordana Angi

Fabrizio De André

Ivano Fossati

Lucio Battisti

Enzo Jannacci

Vasco Brondi

Malika Ayane

Ultimo

Giorgio Gaber

Paola Turci

Roberto Vecchioni

Diodato

Claudio Baglioni

Max Gazzé

Francesco Guccini

Caparezza

Antonello Venditti

Pino Daniele

Madame

Francesco Bianconi

Sergio Endrigo

Gianna Nannini

Luca Carboni

Ermal Meta

Daniele Silvestri

Rino Gaetano

Max Pezzali

Enrico Ruggeri

Jovanotti

Vasco Rossi

Federico Zampaglione

PAROLE E IDEE CHE HANNO CAMBIATO L’ITALIA

Edoardo Bennato


SEDICESIMO 4.qxp_Layout 1 10/07/22 14:10 Pagina 2

2


SEDICESIMO 4.qxp_Layout 1 10/07/22 14:10 Pagina 3

243 2 243x330 43 3x3 330 30 rapa 3 rrapallo lo iindd ndd dd 1

2 /05/21 26 26/05/21 5/21 1 12:50


SEDICESIMO 4.qxp_Layout 1 10/07/22 14:10 Pagina 4

Panoramic rendering of one of the Scafi apartment buildings, designed to resemble transparent ships Il rendering, con vista panoramica, di uno degli Scafi, residenze che ricordano navi trasparenti

troll among trees and admire a view of the sea next to buildings that have gone down in the history of modern architecture. You'll be able to do this in less than two years, as soon as the Waterfront di Levante, a redevelopment of the former Fiera di Genova area, is finished. Thirty years after reclaiming the Porto Antico wharf area, the capital of Liguria is rehabilitating another part of its territory. The old barriers that have been limiting access to the zone since the 1960s will come down.

asseggiarefraglialberi,guardareilmareeavereintorno alcuni degli edifici che hanno fatto la storia dell’architettura moderna. Potremo iniziare a farlo fra meno di due anni, alla conclusione del progetto Waterfront di Levante che riqualifica l’area dell’ex Fiera di Genova. Il capoluogo ligure, trent’anni dopo l’apertura del Porto Antico, sta riconquistando un'altra parte del suo territorio. Cadranno le vecchie barriere che dagli anni Sessanta hanno regolato l’accesso all’area.

S

P

52


SEDICESIMO 4.qxp_Layout 1 10/07/22 14:11 Pagina 5

A jewel suspended in the blue Un gioiello sospeso nel blu Everything will be open, and instead of asphalt, there will be water. Renzo Piano, native son and star architect, is behind both the Porto Antico and the Waterfront di Levante, an urbanistic revolution that will deliver a new style of life to the future. Here, people will live between the Palasport and the Blue Pavilion by Jean Nouvel. The former is a covered arena, round in plan, built in 1962 and designed by a group of architects led by Leo Finzi. It was the first large tensile structure in Europe,

Sarà tutto aperto e al posto dell’asfalto ci sarà il mare. Per il Porto Antico così come per il Waterfront di Levante sono il pensiero e la mano di Renzo Piano a firmare una rivoluzione urbanistica che consegna al futuro un nuovo stile di vita. Si potrà abitare fra il Palasport e il Padiglione Blu di Jean Nouvel. Da una parte l’edificio a pianta rotonda, un’arena coperta inaugurata nel 1962 a firma di un gruppo di progettisti guidati da Leo Finzi, la prima grande tensostruttura realizzata in Europa per ospitare al coperto

53


SEDICESIMO 4.qxp_Layout 1 10/07/22 14:11 Pagina 6

made to host indoor sports events, but it also hosted some memorable concerts, such as the Beatles. The latter building is the Genoa Trade Fair Pavilion B, a competition won by Ateliers Jean Nouvel and inaugurated in 2009, similar to a blue wave frozen in motion at the water's edge. In between, the Scafi ("the hulls") are being erected, two apartment buildings named after their resemblance to transparent ships. Their rounded form, without sharp corners, is light and ready to absorb the colors of the sky, sea and park being laid out a stone's throw away.

gli eventi sportivi, usata anche per concerti memorabili come il tour dei Beatles. Dall’altra il Padiglione di Jean Nouvel, inaugurato nel 2009, un’onda blu affacciata sul mare. Al centro sorgeranno gli Scafi, due residenze così chiamate perché ricordano due navi trasparenti. Sono di forma stondata, senza spigoli, leggere e pronte ad assorbire i colori del cielo, dell’acqua e del parco urbano che sorgerà a pochi metri di distanza. Subito dietro

Terraced balconies surround the Scafi | Un terrazzo degli Scafi

54


SEDICESIMO 4.qxp_Layout 1 10/07/22 14:11 Pagina 7

The two Scafi as they will be built, with a dock to moor boats I due Scafi, come saranno, con gli attracchi per le barche

The park, located right behind the line marking the front of the Scafi, is a 16-thousand-square-meter garden where tall trees will grow immersed in Mediterranean scrub. Inhabitants of the residential complex will be able to leave the house and jump into their boat or car. In accordance with the most contemporary concepts, the development features communal spaces for working, socializing and children's play.

la linea segnata dal fronte degli edifici, infatti, sta per nascere un giardino di circa 16 mila metri quadrati, dove gli alberi ad alto fusto cresceranno immersi nella macchia mediterranea. Chi dimora agli Scafi potrà uscire di casa e muoversi con la barca oppure con l’automobile. Seguendo i più moderni concetti dell’abitare, avrà a disposizione spazi comuni per lavorare, incontrarsi, giocare con i bambini.

55


SEDICESIMO 4.qxp_Layout 1 10/07/22 14:11 Pagina 8

Stores will be hosted in the external ring of Palasport, which has been lightened by the studied removal of parts. This creates a big circular balcony for pleasant shopping with views of the marina, the Foce neighborhood, Corso Italia and the Portofino promontory in the distance. The Waterfront di Levante will be the most natural way to go from the districts of eastern Genoa to the old city center – from Foce to Porto Antico. It is a privileged spot, because it lies very close to downtown and the train station. Connected directly to the autostrada and airport without any traffic lights, it is the perfect place to feel centrally located without ever missing the horizon.

Oltre ai negozi che sorgeranno nell’anello esterno al Palasport, alleggerito da una serie di studiati abbattimenti, in modo da creare un grande balconata circolare per un gradevole shopping con vista sul porto, la Foce, corso Italia e il monte di Portofino in lontananza. Il Waterfront di Levante diventerà la congiunzione più naturale per spostarsi dai quartieri del levante genovese al centro storico, passando dalla Foce al Porto Antico. Un luogo privilegiato perché molto vicino al centro della città, alla stazione ferroviaria, e che sarà collegato direttamente alla rete autostradale e all’aeroporto senza neppure incrociare un semaforo. Un posto perfetto per sentirsi al centro senza mai perdere di vista l’orizzonte.

These pages: interiors of the twin buildings | Sopra e a destra, interni dei due edifici gemelli

56


SEDICESIMO 4.qxp_Layout 1 10/07/22 14:11 Pagina 9

The partnership in charge of bringing this ambitious project to completion is composed of CDS Holding (a leading Italian real estate developer), and Orion European Real Estate Fund V (an investment vehicle sponsored and managed by Orion Capital Managers), a private equity real estate investment firm that manages 5 billion euros of assets worldwide, of which 1.5 are in Italy. In all, the Waterfront di Levante is predicted to be a 250-millioneuro investment. Attention for ecology means adopting innovative technology. The area's design follows the European Union's criteria for Nearly Zero-Energy Building. It is the first housing development in Liguria to receive LEED certification for respecting local biodiversity.

La partnership che sta portando a compimento questo ambizioso progetto è composta da CDS Holding, uno dei leader in Italia nello sviluppo Real Estate, e Orion European Real Estate Fund V, un veicolo di investimento promosso e gestito da Orion Capital Managers (fondo di private equity real estate che gestisce assets per 5 miliardi di euro a livello globale, di cui 1,5 in Italia). Il Waterfront di Levante prevede un investimento complessivo di circa 250 milioni di euro. La cura e l’attenzione per l’ambiente hanno condotto all’adozione di tecnologie innovative: l’area è stata progettata secondo il criterio NZEB (Nearly Zero Energy Building) e con la prima certificazione LEED di residenze in Liguria, per rispettare la biodiversità del luogo.

waterfrontdilevante.com

57


SEDICESIMO 4.qxp_Layout 1 10/07/22 14:11 Pagina 10

F.LLI RAZETO&CAASARETO FABBRICAZIONE OTTONAMI •HARD FABBRIC DWARE WARE MANUFACTURES MANUF

QUADRA ALED

Since the ffoundation oundation in 1920 F. F.lli Razeto e Casareto S.p.a. designs and makes exclusive marine locks, doors’ and cabinets’ accessories, with special consideration to designers’ and boat owners’ needs. Well known for for its stylish and ar artistic products, the Italian acturer has celebrated its 100th anniversary with a very manuffactur modern product called Quadraled.. Designer Giangi Razeto describes the Innovation as “luminous intelligent antimicrobial handles , providing safety with an eye to beauty.” Quadraled, a door handle which lights up in critical conditions to address people to safe escape routes and can be used as a luminous signage on the door to give emergency or management inffor ormation. The integrated proprietary system allows door handles to interact with fire detection systems or other external systems via Modbus. Wired with Bus485 , the system carries network signal throughout Quadraled is a the building and power to each door handle.. Quadr truly smart handle which also featur features esi anti microbial system whose efffe fectiveness against Corona Virus has been ffound ound and certified by the virology Lab of the University of Modena and Reggio Emilia. This is an excellent combination of opportunities to introduce in the Gulf regions the new lines of antimicrobial handles and the new integrated system of intelligent luminous handles that lend themselves not only to use in the marine environment but also in the furnishing sector of public and private interiors.


SEDICESIMO 4.qxp_Layout 1 10/07/22 14:11 Pagina 11

F.LLI RAZETO&CASARETO FABBRICAZIONE OTTONAMI •HARDWARE WARE MANUF UFACTURES

QUADRALED Fin dalla ffondazione ondazione nel 1920 F.lli Razeto e Casareto S.p.a. progetta e realizza accessori di bordo con particolare attenzione alle esigenze dei progettisti e degli armatori. Ben noto per i suoi prodotti eleganti e artistici, il produttore italiano ha celebrato il suo 100° anniversario con un prodotto molto moderno chiamato Quadraled. Il designer Giangi Razeto descrive l’innovazione come “maniglie antimicrobiche frono sicurezza con un occhio alla intelligenti luminose, che offfr bellezza”.. Quadraled è una maniglia che si illumina in condizioni critiche per indirizzare le persone verso vie di fuga sicure, può essere utilizzata come segnaletica luminosa sulla porta per for fornire inffor ormazioni di emergenza o di gestione. Il sistema proprietario integrato consente alle maniglie delle porte di interagire con sistemi di rilevazione incendi o altri sistemii esterni tramite Modbus. Cablato con Bus485, il sistema trasporta il segnale di rete in tutto l’edificio e l’alimentazione a ciascuna a m maniglia della porta. Quadraled è una maniglia davvero intelligente telligente che pr presenta anche il sistema antimicrobico Esi, la cui efficacia contro il Corona Virus è stata trovata e certific cata dal Laboratorio di virologia dell’Università di Modena e Reggio Emilia. Si tratta di un’ottima combinazione di opportun nità per introdurre nelle regioni del Golffo o le nuo nuove linee di maniglie antimicrobiche e il nuovo sistema integrato di maniglie luminose minose intelligenti che si prestano non solo all’utilizzo in ambiente em marino ma anche nel settore dell’arredamento di interni pubb blici e privati.


SEDICESIMO 4.qxp_Layout 1 10/07/22 14:11 Pagina 12

Maifredi: My theater from dawn to dusk The creator of the Teatro Pubblico Ligure has an entire region for a stage

The Roman amphitheater of Luni is one of the special locations used by the theater director and producer Sergio Maifredi Anfiteatro romano di Luni una della location più iconiche per il regista e produttore Sergio Maifredi

Renato Tortarolo ne legacy of Ligurian culture, especially in Genoa, is migration. In other words, bringing local traditions abroad. Back in the 17th century, this went very well. The aristocracy financed practically the entire known world. Later on, Genoa and Liguria birthed important talents such as the Nobel Prize winner Eugenio Montale, the singer-songwriters Gino Paoli, Fabrizio De André and Luigi Tenco, the actors Vittorio Gassman and Paolo Villaggio, the architect Renzo Piano and the great theater impresario Ivo Chiesa. The Genoa-born Sergio Maifredi, 56, belongs on this list. He is different for believing that theater can and should be staged in natural and historical surroundings of immense beauty, in order to attract an international audience. His brainchild is the

O

60

no dei miti della cultura ligure, specialmente genovese, è la migrazione. Ovvero portare le tradizioni all’estero. Nel Seicento funzionò benissimo. Gli aristocratici finanziavano praticamente il mondo conosciuto. In seguito, Genova e la Liguria hanno dato nomi importanti come il premio Nobel Montale, Gino Paoli e Fabrizio De André, Vittorio Gassman e Paolo Villaggio, Luigi Tenco e Renzo Piano. Per non dire della grande lezione teatrale di Ivo Chiesa. Il caso di Sergio Maifredi, 56 anni, genovese, rientra in questo range. Con una differenza, ha sempre pensato che il teatro si fa anche e soprattutto in scenari naturali e storici di immensa bellezza. Questo per attrarre un pubblico anche internazionale. La sua creatura è il Teatro Pubblico Ligure, del quale è

U


SEDICESIMO 4.qxp_Layout 1 10/07/22 14:11 Pagina 13

SEA&GREEN 2022/1 -

ON STAGE SUL PALCO

Maifredi, il mio teatro dall’alba al tramonto Il creatore del Teatro Pubblico Ligure ha un’intera regione per palcoscenico

Teatro Pubblico Ligure, of which he is presidente, soprattutto deThe Italian actor Moni Ovadia (left) with Sergio Maifredi director and demiurge. This summer's miurgo. Il programma di queMoni Ovadia e Sergio Maifredi program includes Sophocles's Ajax, sta estate e dei prossimi mesi Ovid's Metamorphosis, and Cervantes' Don Quixote. The combination prevede, ad esempio, un “Aiace” di Sofocle, “Metamorfosi” of classic literature and unique settings has a phantasmagorical ef- di Ovidio, “Don Chisciotte” di Cervantes. Mettere insieme fect. letteratura classica e location uniche nel loro genere, crea Maifredi, why do you seem so European compared to your Italian un effetto fantasmagorico. colleagues? «Perhaps because of my life story. I graduated from the University of Genoa, went to the Accademia dei Filodrammatici theater school in Milan, did a five-year apprenticeship, and worked for twelve years as a stage director and deputy director of Teatro della Tosse in Genoa. I was interested in contemporary dramaturgy. But seeing how nothing lasts forever, I had a renaissance

Maifredi, perché lei sembra più europeo di tanti colleghi? «Forse per la mia storia. Laurea all'Università di Genova, Accademia a Milano, cinque anni di apprendistato e dodici al Teatro della Tosse a Genova come regista e vice direttore. Mi interessavo di drammaturgia contemporanea. Ma tutto finisce. E nel 2007 sono rinato con un teatro tutto mio. Mi era rimasta una lezione, i maestri

61


SEDICESIMO 4.qxp_Layout 1 10/07/22 14:11 Pagina 14

Corrado d’Elia in the theater show Argonauti – Un canto per Recco | Corrado d’Elia in “Argonauti. Un canto per Recco”

in 2007 when I got my own theater. I abided by a lesson I had learned: the classic masters are good, but the theater context must expand beyond what is conventional».

vanno bene ma i contesti teatrali non devono essere solo convenzionali».

How did you get the idea to stage spectacles all around Liguria? «Because in Puglia, public theater is really interesting. In the Campania region, too. I directed the one in the city of Barletta, Puglia and began thinking of Liguria as a stage. In Genoa, there were many venues, but along the coast and in inland towns, there were archeological sites and beautiful natural settings just waiting for us».

Come le è venuto in mente di portare spettacoli in giro per la regione? «Perché in Puglia c’è un teatro pubblico molto bello. Anche in Campania, se è per questo. Io dirigevo quello di Barletta e volevo pensare la Liguria come un palcoscenico. A Genova c’erano sin troppe strutture, mentre comuni costieri, dell'entroterra, siti archeologici e bellezze naturali e architettoniche erano lì ad aspettarci...».

One of your first projects was dedicated to the famous Swiss clown Grock. «Yes. He married a girl from Imperia and turned the city into an international jet-set destination. He valorized this area before we did. I love the idea of nomadism, but do not wish to step on anyone's feet, so I look for places where there is not too much competition and where I can portray metaphoric travels and real travels».

Ma uno dei primi progetti lo ha dedicato a Grock, il famoso clown svizzero… «Sì, aveva sposato una ragazza di Imperia e ci aveva portato il jet-set internazionale. Aveva valorizzato il territorio prima di noi. Mi piaceva l'idea di nomadismo. Io non vado a pestare i piedi ad altri, cerco posti dove non ho molta concorrenza e posso rappresentare viaggi metaforici, anche reali…».

Where have you staged such travels? «At Villa Grock in the beginning. Then at the Luni archeolo-

E dove li ha rappresentati questi viaggi? «All’inizio a Villa Grock. Poi al sito archeologico di Luni.

62


SEDICESIMO 4.qxp_Layout 1 10/07/22 14:11 Pagina 15

SEA&GREEN 2022/1 -

gical site, then the stair to the sea in Pieve Ligure, which has three natural amphitheaters hewn in the rock hovering on the water's edge. Then at the fortress of Castelfranco in Finale Ligure, and at the cloisters of Santa Caterina in the same town. On the eastern Riviera, we performed at the Roman villa in Varignano Vecchio in the village of Le Grazie in Portovenere. The first time I saw the villa, I was so touched by the mosaics».

ON STAGE SUL PALCO

Poi agli scali a mare di Pieve Ligure, tre anfiteatri naturali fra rocce e mare. La fortezza di Castelfranco e i chiostri di Santa Caterina a Finale Ligure. A Levante, la villa romana del Varignano Vecchio, alle Grazie, Portovenere. La prima volta che l’ho vista mi sono commosso per i suoi mosaici». Ma la sua peregrinazione non si è fermata… «Abbiamo lavorato anche alla necropoli preromana di Ameglia, poi a Riomaggiore dove abbiamo creato il 5 Terre Art Festival - Albe e Tramonti. Spettacoli in cinque monasteri, dal sorgere al tramonto del sole. E naturalmente Sori dove ormai da otto anni abbiamo creato un percorso di teatro di comunità».

But your pilgrimage did not end there. «We also worked at the pre-Roman necropolis in Ameglia in the province of La Spezia, and in Riomaggiore where we established the 5 Terre Art Festival - Albe e Tramonti. These were spectacles in five monasteries, held from dawn to dusk. And naturally, we have a setting in Sori, where we have been staging a community theater program for eight years now».

Come reagiscono i turisti italiani e stranieri a queste esplosioni d’arte a sorpresa? «Direi molto bene visto che ormai è un pubblico itinerante, pronto a seguirci spostandosi letteralmente da un capo all’altro. Io li chiamo gli spettatori ideali. E poi questi spettacoli sono dei test. Se funzionano per una platea esigente come la nostra, hanno buone possibilità di funzionare negli altri festival italiani».

How do Italian and foreign tourists react to the explosions of surprising events? «Very well. By now the audience is itinerant, ready to follow us from one end of the region to the other. I call them the ideal spectators. The plays are tests. If they work for a public that is as demanding as ours, they have a good chance to work at other Italian festivals».

Le è servito lavorare all’estero? «Sì, dal 2005 al 2012 ho lavorato a Poznań, in Polonia, dove ho portato Antonio Tabucchi, “Sei personaggi in cerca d'autore” di Luigi Pirandello, Luigi Goldoni e “Lo sceicco bianco” di Federico Fellini».

Was it useful to work abroad? «Yes. From 2005 to 2012, I worked in Poznan, Poland, where I staged Antonio Tabucchi and Six Characters in Search of an Author by Luigi Pirandello. I directed pieces by Luigi Goldoni and The White Sheik by Federico Fellini».

Il posto più bello in cui è stato? «Il Teatro Romano di Ventimiglia. Averlo visto da studente ginnasiale, stretto tra ferrovia e via Aurelia, e improvvisamente ritrovarmelo a ospitare un “Odisseo migrante mediterraneo”, interpretato da Giuseppe Cederna, mi emozionò moltissimo».

What is the best place you have been to? «The Teatro Romano in Ventimiglia, which I visited as a high school student. It lies wedged between the Via Aurelia and the railway. Then all of a sudden, I found myself directing the play Odisseo migrante mediterraneo starring Giuseppe Cederna. That was really exciting».

Dove le piacerebbe fare uno spettacolo? «La spiaggia dei Balzi Rossi a Ventimiglia. Con la sua alba magica».

What location do you still aspire to use? «The Balzi Rossi beach at Ventimiglia, for its magical dawn».

The actor Giuseppe Cederna is a great proponent of the Teatro Pubblico Ligure and its changing locations Giuseppe Cederna, uno degli attori più legati alle peregrinazioni del Teatro Pubblico Ligure

63


SEDICESIMO 4.qxp_Layout 1 10/07/22 14:12 Pagina 16


SEDICESIMO 5.qxp_Layout 1 10/07/22 13:44 Pagina 1

Sciacarée Outdoor Festival A plethora of open-air events in the nature reserve "Parco delle Alpi Liguri"

Sciacarée, l’Outdoor in festa Nel Parco delle Alpi Liguri, un’estate con tanti appuntamenti nella natura Seven towns, seven weekends, fourteen days, and one hundred events – a good many of which are free. The Sciacarée Outdoor Festival takes place in the regional nature reserve "Parco delle Alpi Liguri". The seven towns hosting events until 7 August 2022 are Cosio d’Arroscia, Montegrosso Pian di Latte, Mendatica, Rezzo, Pigna, Rocchetta Nervina and Triora. In the Brigasc dialect of the Ligurian language, Sciacarée is the name of the Monte Saccarello chain of mountains, the highest of Liguria. Its peaks include the Bertrand, Missun, Saccarello, Frontè, Garlenda, Marta, Pietravecchia, Grai, Toraggio, Monte Monega, Ceppo, Toraggio and Bignone. Its valleys include the Roia, Argentina and Arroscia.

Foto Archivio Agenzia In Liguria

Settelocalità,setteweek-end,quattordicidate,uncentinaiodieventi,buonapartedeiqualigratuiti.Sonoinumeri di “Sciacarée”, il Festival dell’Outdoor nel Parco Naturale Regionale delle Alpi Liguri. Cosio d’Arroscia, Montegrosso Pian di Latte, Mendatica, Rezzo, Pigna, Rocchetta Nervina, Triora, sono le settelocalitàdelParcodelleAlpiLigurichefinoal7agosto ospiteranno l’iniziativa. Sciacarée è il nome in brigasco della Catena del Saccarello,lepiùaltemontagnedellaLiguria,checomprende tra gli altri Bertrand, Missun, Saccarello, Frontè, Garlenda,Marta,Pietravecchia,Grai,Toraggio,MonteMonega, Ceppo, Toraggio, Bignone, e le valli Roia, Argentina e Arroscia.

107


SEDICESIMO 5.qxp_Layout 1 10/07/22 13:44 Pagina 2

Alessandro Piana, vice-president of Liguria's tourism agency, and Liguria's councilor for agriculture, parks and territorial marketing Alessandro Piana, vice presidente e assessore regionale all'Agricoltura, Parchi e Marketing Territoriale

This year marks the first time the Sciacarée Outdoor Festival is held. It is organized by the "Agenzia Regionale per la Promozione turistica in Liguria". Alessandro Piana is the agency's vice-president, as well as the Liguria region's councilor for agriculture, parks and territorial marketing. "The festival is an integrated offer of gastronomic specialties, local wines and the history of our villages, all with the aim of authenticity. Hence the Brigasc name," says Piana. The territory of the seven towns translates to a beautiful route through greenery, tethered by the heroic agricultural feats that produce some of the area's excellent foods. Unique climate conditions favor the growth of grapes, olives and basil, which have all received the European Union geographical indication "Protected Designation of Origin". Piana continues: "Because they are appreciated all over the world, these products are the focus of the territorial marketing project named 'Food Ambassador by Liguria'. The area where the Sciacarée is hosted, the Parco delle Alpi Liguri, was recently certified as a location where sustainable tourism is practiced." The festival has organized a program of events for each town on each of the seven weekends. Hiking, biking, e-biking, canyoning and cliff climbing are planned, along with guided visits to ancient villages, food tastings of regional cuisine, introductory lessons to sports, moments of relaxation, music, and activities for children and families. The approach is meant for everyone to come to the towns of the nature reserve and enjoy themselves outdoors. In many cases, the activities continue throughout the year. www.sciacaree.it

66

«LaprimaedizionedelFestivalOutdoorrealizzatoconAgenziain Liguria-spiegailvicepresidenteeassessoreregionaleall'Agricoltura,ParchieMarketingTerritorialeAlessandroPiana-creaun'offerta integrata, che comprende le eccellenze enogastronomiche elastoriadeinostriborghisottoilsegnodell’autenticità,comedimostra il richiamo al termine brigasco Sciacarée». Un percorso di bellezza nel verde, in cui è trainante l’agroalimentare, espressione di una agricoltura eroica e di una forza competitiva data dalla sommatoria di unicità ed elevata qualità: vini, olio ebasilico,tuttirigorosamentecertificatiDOP.Prodottiche–continuaPiana«rappresentanoiltridentedipuntadelleeccellenzeliguri, apprezzate in tutto il mondo, e riunite nel progetto di marketing territoriale Food Ambassador by Liguria. C’è poi la tutela del Parco Naturale Regionale delle Alpi Liguri, in un contesto che, da alcuni mesi, si fregia del titolo di territorio certificato per il turismo sostenibile». Per ogni località, per ogni week-end, Sciacarée è un calendario di eventi:trekking,biking,e-biking,canyoning,arrampicateinfalesia, ma anche semplici passeggiate nei borghi e attività gastronomiche,iniziazionialleattivitàsportive,momentidirilassamento,musica, attività per bambini e famiglie, per consentire a chiunque di venire nelle località del Parco a provare le esperienze outdoor. Si tratta di esperienze che spesso vengono ripetute continuativamente durante l’anno. www.sciacaree.it


SEDICESIMO 5.qxp_Layout 1 10/07/22 13:44 Pagina 3

The ancient Pigna is an enchanting and historical village on the Western Riviera Pigna, Val Nervia, una delle località più suggestive e ricche di storia del Ponente Ligure

Triora in the Argentina valley has a history of folklore, having been the site of witch trials in the 16th century Triora, in valle Argentina, ha una storia molto popolare legata ai processi per stregoneria nel ‘500

The magnificence of the Ligurian Alps La magnificenza delle Alpi Liguri


SEDICESIMO 5.qxp_Layout 1 10/07/22 13:44 Pagina 4

Palazzo Pallavicino - Atrio

PALAZZO PALLAVICINO A FOUNDATION WORTHY OF A MUSEUM

Palazzo Pallavicino - Scalone

Palazzo Pallavicino is a diamond that takes light. Located in Piazza Fontane Marose in Genoa, it was built in the mid-sixteenth century and Prince Domenico Pallavicino, its current owner, has decided, with Fondazione Pallavicino Onlus, directed by Vittorio Sgarbi, to open it to the public offering an intense programme of visits, exhibitions, and art publications. Numerous treasures are kept here, including paintings, sculptures, tapestries, and precious furnishings dating back to the period between the 16th and 19th centuries. <I convinced the prince to bring the original paintings and furnishings back to the palazzo> explains Sgarbi <suggesting a few small changes in the layout to enhance masterpieces like “Giuseppe explains dreams” by Bernardo Strozzi. His generosity will allow everyone to admire them>. The palazzo, as rich as a museum, is part of the Palazzi dei Rolli system, a Unesco World Heritage Site since 2006. <It owes its exceptional nature> says Anna Orlando, the City Council advisor for the art and cultural heritage <to the fact that the property has never been divided up over the centuries, remaining a private home. It has belonged to the Pallavicino family since 1836, when Marquis Domenico I, an ancestor and namesake of the current owner, bought it. The presence of two piani nobili is another distinctive feature of the most illustrious dwellings». Among the first events scheduled for autumn-winter 2021-2022, an exhibition of masterpieces belonging to Vittorio Sgarbi’s personal collection: «The exhibition space on the first piano nobile will be opened to the public after freeing it to be offered to the visitors». And now Palazzo Pallavicino is on the map of international tourism.


SEDICESIMO 5.qxp_Layout 1 10/07/22 13:45 Pagina 5

Palazzo Pallavicino Atrio e scalone

PALAZZO PALLAVICINO UNA FONDAZIONE CHE VALE UN MUSEO Palazzo Pallavicino è un diamante che prende luce. Situato in piazza Fontane Marose, a Genova, e costruito a metà Cinquecento, per volontà dell’attuale proprietario, il principe Domenico Pallavicino, e della Fondazione Pallavicino Onlus diretta da Vittorio Sgarbi, apre al pubblico con un programma intenso di visite, esposizioni, pubblicazioni d’arte. Custodisce numerosi tesori, fra dipinti, sculture, arazzi e preziosi oggetti di arredo dal Cinquecento all’Ottocento. <Ho convinto il principe a riportare dipinti e arredi originali nel palazzo> spiega Sgarbi <suggerendo qualche piccola variazione nell’allestimento per valorizzare capolavori come “Giuseppe spiega i sogni” di Bernardo Strozzi. La sua generosità permetterà a tutti di ammirarli>. Il palazzo, ricco come un museo, fa parte del Sistema dei Rolli, dal 2006 patrimonio dell’Umanità Unesco. <La sua eccezionalità> osserva Anna Orlando, advisor per arte e patrimonio culturale del Comune <si deve al fatto che la proprietà non è mai stata divisa nei secoli, restando sempre una casa privata. È dei Pallavicino dal 1836, quando la comprò il marchese Domenico I, antenato e omonimo dell’attuale padrone di casa. La presenza di due piani nobili è un altro segno distintivo delle dimore più illustri». Fra I primi appuntamenti per l’autunno-inverno 20212022, una mostra di capolavori della collezione personale di Sgarbi: «Sarà inaugurato lo spazio espositivo al primo piano nobile, liberato per offrirlo ai visitatori». E posizionare così Palazzo Pallavicino sulla mappa del turismo internazionale.

Palazzo Pallavicino - Secondo piano nobile


SEDICESIMO 5.qxp_Layout 1 10/07/22 13:45 Pagina 6

EXCELSIOR PALACE PORTOFINO COAST:

the luxury of glamorous living EXCELSIOR PALACE PORTOFINO COAST:

il lusso di vivere glamour

70


SEDICESIMO 5.qxp_Layout 1 10/07/22 13:45 Pagina 7

Roberta Schira he Excelsior Palace in Rapallo opened in 1901, and immediately became a destination of the beau monde discovering the Gulf of Tigullio. It was the only five-star luxury hotel on the Portofino coast. Celebrities such as Rita Hayworth, Marilyn Monroe, the Duke of Windsor and his wife Wallis Simpson stayed here in the past, and more recently George Clooney and Bruce Springsteen. Lying six kilometers from Portofino, the hotel looks out over the Gulf of Rapallo. In the first half of the 20th century, its halls hosted the signing of treaties and diplomatic agreements. The amenities of what today is named Excelsior Palace Portofino Coast include two outdoor infinity-edge swimming pools, 119 vintageappointed rooms with paintings and high-quality furniture, a presidential suite with a 150-square-meter terrace and Jacuzzi, and an art gallery in the foyer. An elevated walkway connects the hotel to its cliffside area on the sea.

T

Excelsior Palace Hotel di Rapallo, nato nel 1901 e diventato da subito meta del bel mondo che scopriva il Tigullio, è l’unico 5 stelle “lusso” della Costa di Portofino. Vi hanno soggiornato grandi nomi storici, da Rita Hayworth a Marilyn Monroe, dal Duca di Windsor a Wallis Simpson, fino a George Clooney e Bruce Springsteen. Dista sei chilometri da Portofino e a oriente si affaccia sulla baia di Rapallo. Nelle sue sale, nella prima parte del Novecento, vennero firmati trattati e accordi diplomatici. I punti di forza di quello che oggi si chiama Excelsior Palace Portofino Coast? Due piscine esterne a sfioro, 119 camere, tutte d’epoca, con dipinti e arredi pregiati, la suite presidenziale con terrazza di 150 mq e idromassaggio, la hall, vera e propria galleria d’arte. Un passaggio sopraelevato collega il corpo dell’Hotel all’area a picco sul mare.

L’

The Beach Club at Excelsior Palace Hotel Il Beach Club di Excelsior Palace Hotel

71


SEDICESIMO 5.qxp_Layout 1 10/07/22 13:45 Pagina 8

Aldo Werdin has been the director and general manager since 2002. He is also the president of Unione Gruppi Albergatori del Levante. "Despite the difficulties of the past few years, we have succeeded in completing many projects, including the restoration of the original frescoes from 1901. The renewal of the facade has emphasized the hotel's classic style while inserting it perfectly in the splendid natural surroundings. By night, a skillfully designed play of light turns the Excelsior into a shimmering gem on the coastline, a unique display. We have given our approach to ecology a complete overhaul, using innovative technology and materials. The junior suites now have three inward-opening French windows with faux balconies that offer full enjoyment of the enchanting view of the gulf. In preparation for the creation of a new wellness center, the spa's entrance and dressing rooms were revamped to guarantee maximum comfort. Our Beach Club offers new terrac-

Aldo Werdin - dal 2002 direttore e amministratore delegato, oltre che presidente dell’Unione Gruppi Albergatori del Levante - spiega: «Nonostante le difficoltà degli ultimi due anni, siamo riusciti a realizzare tanti progetti; il restauro degli affreschi originali del 1901 e il rifacimento della facciata, perfettamente inserita nella splendida cornice naturale che ci circonda, hanno impreziosito il carattere classico dell’Hotel. Nelle ore serali, grazie al gioco di luci sapientemente progettato, l’albergo brilla sulla Costa, affermandosi come gioiello unico nel suo genere». Continua il direttore: «Il nostro cuore green ha conosciuto un rinnovamento totale, utilizzando tecnologie e materiali innovativi. Le Junior Suite sono ora dotate di tre porte finestre, con affaccio alla francese, da cui godere appieno l’incantevole panorama sul Golfo. In vista della creazione del nuovo Centro Benessere, l’accesso alla spa e i camerini sono stati ristrutturati per garantire massimo com-

Panoramic view of the hotel | Veduta panoramica dell’hotel

72


SEDICESIMO 5.qxp_Layout 1 10/07/22 13:45 Pagina 9

SEA&GREEN 2022-1 - LUXURY HOTELS

ing furnished with sun lounges. The central nucleus of the hotel has received two state-of-the-art elevators. This is not all; many projects will be completed during the coming months – a new wellness center will offer 500 square meters of total relaxation; the Eden Roc lounge and restaurant is becoming larger and more comfortable, meaning it can be used during the winter months; and the eighth floor is being equipped with an exclusive honeymoon suite and an avant-garde sky bar. In a word, the cordial service we offer our highly discerning guests ranges from small day-to-day courtesies, to the constant improvement of every aspect of hospitality," says Werdin. In summer, lunch is served on the terrace of the Eden Roc perched over the sea, or at the Lord Byron, both of which serve Ligurian fish and meat dishes, homemade pasta such as the classic pansoti or trofie, a fresh-fish catch of the day, and a large platter of fried sea-

fort alla clientela. Un nuovo terrazzamento, con lettini prendisole, è disponibile al nostro Beach Club. E nel corpo centrale dell’Hotel sono stati installati due nuovi ascensori di ultima generazione. Ma non ci fermiamo qui: tanti progetti saranno terminati nei prossimi mesi. Il nuovo Centro Benessere, 500mq di totale relax, l’Eden Roc Lounge and Restaurant - più grande e più confortevole, da poter utilizzare anche nei mesi invernali - e l’ottavo piano: lì sorgerà l’esclusiva Honeymoon Suite e un avanguardistico Sky Bar. Insomma, la cura nei confronti dei nostri esigentissimi clienti varia dalle piccole attenzioni quotidiane sino al costante miglioramento di ogni aspetto dell’accoglienza». In estate si può pranzare, su una terrazza a picco sul mare, all’Eden Roc oppure al Lord Byron: entrambi propongono cucina ligure di mare e di terra. In carta non mancano le paste fresche, come i classici pansoti o le trofie, infine il pescato del giorno e il gran fritto di

A relaxing moment with sea-view | Un momento di relax lussuoso con vista mare

The restaurant overlooking the gulf | Il ristorante affacciato sul golfo

73


SEDICESIMO 5.qxp_Layout 1 10/07/22 13:45 Pagina 10

food. The poolside Sporting Bar offers a more informal setting, perfect for a snack or cocktail. The Yachting Bar, open year round from 4pm to 1am, features wood-paneled walls and an interior resembling the cabin of a luxury yacht. Golfers and tennis players will be delighted to know that the hotel is a stone's throw away from the famous Rapallo Golf and Tennis Club. The Excelsior organizes boating trips, hiking excursions, water sports and much more. One of the most exclusive experiences is a sunset tour in a captained private boat to the protected waters off San Fruttuoso, complete with romantic aperitif.

mare. Sporting Bar, a bordo piscina, ha invece un’impostazione più informale: è perfetto per uno spuntino o un cocktail. Lo Yachting Bar, con le pareti rivestite in legno e un arredo che sembra la cabina di uno yacht di lusso, è aperto tutto l’anno, dalle 16 all’una di notte. Per gli appassionati: l’Hotel è a poca distanza dal celebre Rapallo Golf & Tennis Club e organizza escursioni in barca, tasting class, trekking, sport acquatici e tanto altro. Una delle esperienze più esclusive? Il tour in barca privata con capitano, al tramonto, per immergersi nelle acque protette di San Fruttuoso e aperitivo romantico.

For the ecology-minded, there is a guided tour of a sustainable ecofarm with a walk along the honey path to the bee garden, the butterfly wood and the wine road. The tour includes a picnic aperitif in the vineyard to enjoy local produce. For people interested in cooking, mini-courses teach how to make pizza and focaccia in a wood-fueled oven.

Per gli amanti del verde, ecco la visita guidata a una eco-farm sostenibile con passeggiata sul sentiero del miele, nel giardino delle api, nel bosco delle farfalle e sulla strada del vino. Previsto il pic nic aperitivo in vigna, con prodotti locali. E per chi ama provarsi ai fornelli, sono aperti mini-corsi di cucina per preparare la pizza e la focaccia, cotte nel forno a legna.

74


SEDICESIMO 5.qxp_Layout 1 10/07/22 13:45 Pagina 11


SEDICESIMO 5.qxp_Layout 1 10/07/22 13:45 Pagina 12

The best spas feature wellness made by Dimhora Dimhora. Il benessere preferito dalle migliori strutture ricettive. he hospitality sector is in constant evolution, making it very important to remain abreast of guests' tastes. Wellness centers have discerned a new market demand, one that Dimhora satisfies on a daily basis. After a long period staying at home and rethinking priorities such as the balance between work and life, many people have chosen to invest in quality-of-life improvements. A day at the sea, a vacation, a family outing are now considered the paramount luxuries of good living. Forward-thinking hotels and spas are doing whatever they can to offer customers enhanced wellness experiences, from installing whirlpools in the rooms to

T

n un settore in costante cambiamento come quello dell’ospitalità, è importante anticipare i gusti delle persone. Proprio come quelle strutture che, attente ai cambiamenti, hanno saputo cogliere una nuova esigenza del mercato. Una nuova esigenza che qui a Dimhora possiamo osservare ogni giorno. Infatti, dopo un lungo periodo che ha portato le persone a stare in casa e ripensare le proprie priorità, come l’equilibrio tra vita e lavoro, sono molti quelli che scelgono di investire sulla propria qualitàdi vita. Anche quando si tratta di concedersi una giornata al mare, una vacanza, un’esperienza insieme alla famiglia: mai come ora si èdisposti a concedersi dei lussi per il proprio benessere.

I


SEDICESIMO 5.qxp_Layout 1 10/07/22 13:45 Pagina 13

building relaxation courts in outdoor areas. The Covo di Nord-Est beach club in Santa Margherita Ligure, a longstanding hub of la dolce vita, has installed the Dimhora Jacuzzi model Saint Tropez to pamper guests. With room for eight people, its whirlpool jets are among the most powerful of the Dimhora range. This is just one example of the many wellness projects executed by Dimhora for firstclass hotels and clubs in Italy and abroad. The focus at Dimhora is making wellness dreams come true at home, too. The product line includes large whirlpools, countercurrent swimming pools, Jacuzzi tubs and saunas. The broad range makes it easy to choose the ideal features for specific situations, while expert consultants offer professional guidance and after-sales customer care.

È così che molte strutture lungimiranti hanno scelto di investire sull’esperienza benessere dei loro clienti: c’èchi ha creato delle nuove aree Spa, chi ha inserito vasche idromassaggio nelle camere, chi ha allestito aree relax nei propri spazi esterni. Quest’ultimo èil caso del Covo di Nord-Est, locale storico fin dai tempi della Dolce Vita, che ha scelto Dimhora per offrire ai propri ospiti il meglio dell’esperienza idromassaggio. Si tratta della nostra minipiscina Saint-Tropez, l’eccellenza delle Spa, che consente di immergersi fino a 8 persone e godere del sistema idromassaggio tra i piùpotenti nel catalogo Dimhora. Questo èsolo un esempio dei tanti progetti benessere che abbiamo creato insieme alle migliori strutture ricettive in Italia e all’estero. Dimhora infatti nasce per realizzare il sogno di benessere delle persone: che si tratti di un progetto per la casa o per il settore dell’ospitalità, troverai un mondo di offerta che comprende mini-piscine, nuoto-controcorrente, vasche idromassaggio e saune. Un catalogo ricco tra cui èfacile scegliere l’arredo ideale grazie alla guida esperta delle nostre consulenti e al nostro customer-care, sempre vicino oltre le attese.


SEDICESIMO 5.qxp_Layout 1 10/07/22 13:45 Pagina 14

24 243x330 43x 3x33 3x 30 0 as a astoria astoria. storia.iindd st ndd ndd 1

08/07/22 08/07/22 8/07/22 07/22 7//22 2 17:51


SEDICESIMO 5.qxp_Layout 1 10/07/22 13:45 Pagina 15

Train-window Liguria The Tenda line and the Genoa-Casella line offer unique experiences

La Liguria dal finestrino La “Ferrovia delle meraviglie” e il trenino di Casella per un’esperienza unica

Popular and diminutive, the scenic train from Genoa to Casella | Il popolarissimo trenino di Casella

They are leisurely, fun, easy and unique. Liguria's two historical railway lines treat visitors to a unique look at the region's mountainous inland countryside. The Tenda line, which opened in 1928, runs from Cuneo in the Piedmont region of Italy, through France to Nice (121 kilometers) or through France and Italy to the seaside town of Ventimiglia (99 kilometers, reopened in 2018). The Tenda line was voted a favorite national attraction in 2020 by members of the Fondo Italiano Ambiente. The scenery en-

Slow, divertenti, facili e soprattutto unici: sono i due treni storici della Liguria, funzionanti, che offrono uno spaccato davvero unico della Liguria. Il primo è al confine tra Costa Azzurra, Piemonte e Liguria: parte da Cuneo e arriva a Ventimiglia, attraversando un mondo di confine bellissimo e unico. Nel 2020 è stato il più votato “Luogo del Cuore”, concorso indetto dal Fai a livello nazionale. Il secondo treno parte dalla city di Genova e arriva a Casella. «Sono molto affezionato a queste due linee ferroviarie stori-

79

7:51 7 :51 51


SEDICESIMO 5.qxp_Layout 1 10/07/22 13:45 Pagina 16

compasses the plains of the Piedmont, the natural parks of the Mercantour and the Maritime Alps, and the French and Italian Rivieras. The Genoa-Casella line, which opened in 1929, runs from the capital of Liguria to the village of Casella, 24 kilometers north. Giovanni Berrino, the Liguria region's councilor for tourism, is highly enthusiastic about the two vintage train lines. "They are two splendid examples of how attractive Liguria is – not only for its clean blue waters, but also for the inimitable green sea of hills that can be admired from the train windows. I'd like to invite everyone to try these beautiful experiences, even people who are not outdoor

Giovanni Berrino, Liguria's councilor for tourism Giovanni Berrino, assessore regionale al turismo

80

che, fulgidi esempi di come la Liguria sia attrattiva e attraente non solo per il suo stupendo e inimitabile mare blu ma anche per il suo straordinario mare verde che si può ammirare dal finestrino dei due treni: due esperienze che invito tutti a provare, amanti dell’outdoor e non – racconta Giovanni Berrino, Assessore Regionale al Turismo che ci fa un po’ da guida - con il Piemonte e la Région Sud, abbiamo lavorato perché la Ferrovia delle Meraviglie potesse ripartire dopo la devastante tempesta dell'ottobre 2020. Sul trenino di Casella posso dire che la linea è utile ai pendolari e piace ai turisti. Grazie alla collaborazione con Amt, nel 2016, dopo diversi anni di stop, siamo riu-


SEDICESIMO 6.qxp_Layout 1 10/07/22 15:28 Pagina 1

These pages: the train from Cuneo to Ventimiglia and Nice offers extraordinary panoramas | Due immagini della linea che unisce Cuneo a Ventimiglia e Nizza, con panorami inaspettati

types," says Berrino. "We worked with the Region of Piedmont and the French Région Sud Provence-Alpes-Côte-d'Azur to rehabilitate the Tenda line after the devastating storm in October 2020. As for the Genoa-Casella line, it is loved by commuters and tourists alike. Thanks to collaboration with the Azienda Mobilità e Trasporti in Genoa, the railway was back up and running in 2016 after three years of suspension due to landslides." The Genoa-Casella train is a piece of railway history. Its narrowgauge tracks climb up hills with slopes that rise 45 meters every 1000 meters of distance. It departs from central Genoa and reaches the heart of the Apennine Mountains by crossing the watersheds of three valleys, the Valbisagno, the Valpocevera and Valle Scrivia. The itinerary is lush with greenery and ancient villages that are as romantic and old-fashioned as the train's compartments, whose furnishing honors the line's 1929 inauguration. The trip connects the blue of the sea with the green of the hills in 55 minutes.

sciti a farlo ripartire». La ferrovia Cuneo – Ventimiglia – Nizza, pensata e realizzata quasi due secoli fa, unisce l’Italia alla Francia, il Piemonte alla Liguria, i monti al mare, la pianura alla costa. Oltre cento chilometri di emozioni durante i quali scorrono dal finestrino la pianura piemontese, le coste della Liguria di ponente e della Costa Azzurra francese, i parchi naturali delle Alpi Marittime e del Mercantour. Il trenino di Casella è un pezzo di storia delle ferrovie, per un percorso unico con binari che si inerpicano sulle colline con pendenze del 45 per mille. Parte dal centro di Genova e arriva nel cuore dell’Appennino dopo aver percorso lo spartiacque di tre vallate: la Valbisagno, la Valpocevera e la Valle Scrivia. Un itinerario tra il verde e antichi paesi: romantico e unico, come i vagoni che ancora ricordano lo stile del 1929, anno di inaugurazione. Il viaggio dura 55 minuti: un binario tra l’azzurro del mare e il verde dell’entroterra.

81


SEDICESIMO 6.qxp_Layout 1 10/07/22 15:28 Pagina 2


SEDICESIMO 6.qxp_Layout 1 10/07/22 15:29 Pagina 3


SEDICESIMO 6.qxp_Layout 1 10/07/22 15:29 Pagina 4

Ben van Berkel:

“Be more daring if you want to be happy”Genoa as seen by the Dutch starchitect

Ben van Berkel:

“Osate di più e sarete davvero felici”

Genova vista dall’archistar olandese

Monica Bottino everal of his buildings are already considered classics of contemporary architecture. The geography of their locations is vast: the Mercedes-Benz Museum in Stuttgart, the Erasmus Bridge in Rotterdam, the Singapore University of Technology and Design. In Hangzhou, China, the mixed-use development Raffles City is a 400,000-square-meter complex for living, working and leisure that is open 24/7. Dutchman Ben van Berkel, 65, the co-founder with Caroline Bos

S

84

lcune delle sue opere sono già ritenute classici dell'architettura contemporanea. E il perimetro geografico è vasto: il museo Mercedes-Benz a Stoccarda, l'Erasmus Bridge di Rotterdam, l'Università di Tecnologia e Design a Singapore. E l’urban hub Raffles City a Hangzhou, in Cina: 400 mila metri quadrati di residenze, uffici e spazi per il tempo libero aperti 24 ore su 24, ogni giorno. L'olandese Ben van Berkel, 65 anni, co-fondatore con Caroline

A


SEDICESIMO 6.qxp_Layout 1 10/07/22 15:29 Pagina 5

Erasmus Bridge, Rotterdam, 1990

of UNStudio in 1988, is one of the biggest architects in the world. His offices in Amsterdam, Shanghai, Hong Kong and Frankfurt employ 300 professionals who supervise active construction sites on three continents. The team's strong point is the imprint that van Berkel has been giving to it since the beginning: everything must promote our well-being, be sustainable, respectful of the environment and contain cultural values that can benefit future generations.

Bos di UNStudio, è oggi uno dei più grandi architetti al mondo. Nelle sue sedi, fra Amsterdam e Shanghai, Hong Kong e Francoforte, lavorano 300 professionisti, che seguono cantieri aperti in tre continenti. Il punto di forza di questo team è l'impronta che van Berkel ha voluto dare all'inizio: tutto dev’essere funzionale al nostro benessere, quindi sostenibile, attento all'ambiente, portatore di valori culturali che possano favorire le generazioni future.

85


SEDICESIMO 6.qxp_Layout 1 10/07/22 15:29 Pagina 6

"I have known Genoa for over 20 years now," says van Berkel. "I've been there many times and I can see how it is changing. Especially along the waterfront, which is a boon to the city and its residents." Eleven years ago, van Berkel won the competition for the redevelopment of the Ponte Parodi quay area. Still today, it remains unbuilt. Like Raffles City, his design for this site combines livable

«Conosco Genova da più di vent'anni» dice «ci sono stato molte volte e vedo come sta cambiando, soprattutto nella zona del waterfront, che è una ricchezza per la città e chi ci vive». Undici anni fa, van Berkel vince il concorso per il recupero di Ponte Parodi, oggi non ancora realizzato. Anche in questo lavoro, ha coniugato spazi comuni vivibili, verdi, con zone commerciali, dove residenti e turi-

public spaces, greenery and commercial zones where residents and tourists could mingle. His continuous research on sustainability brought van Berkel to found UNSense in 2018, a bureau in Amsterdam that builds technologically advanced places to serve the public cause as humane and healthy environments. "I like your city. There's a Dutch writer who has been living in Genoa for years now – Ilja Leonard Pfeijffer. He describes the city's beauty very well. But looking to the future, I think the most important thing is to keep it attractive for young people. Architects, for instance, don't have enough work, so they are leaving. It is fundamental to ensure that Genoa works on its qualities and improves them," says van Berkel. This is where the starchitect suggests looking to the hills behind the city, not just to the seaward side. "There are many beautiful piazze and piazzette, and let's not forget the roofs and parks.

sti potrebbero ritrovarsi insieme. La sua ricerca continua verso la sostenibilità l'ha portato, nel 2018, a fondare UNSense, azienda arch tech con sede ad Amsterdam che progetta soluzioni tecnologiche all'avanguardia, ma rigorosamente «umanocentriche». «Mi piace la vostra città... c'è anche uno scrittore olandese che vive a Genova da diversi anni- Ilja Leonard Pfeijffer - che ne descrive molto bene la bellezza. Credo però che, guardando al futuro, ciò che è più importante sia mantenere la città attraente per le giovani generazioni. Per esempio, gli architetti hanno difficoltà perché non c'è abbastanza lavoro, così se ne vanno. È fondamentale assicurarsi che la città stessa continui a lavorare sulle proprie qualità, migliorandosi». Ed è qui che l'archistar suggerisce di guardarsi anche alle spalle, non privilegiando solo il mare: «Ci sono tante belle piazze e piazzette, e non dimentichiamoci tetti e parchi. Ce ne sono alcuni

86


SEDICESIMO 6.qxp_Layout 1 10/07/22 15:29 Pagina 7

SEA&GREEN 2022/1 - ARCHITECTURE

Some are very pretty, especially when they rise upward and away from the waterfront. Genoa is a city on hills. It could be like the line in the Frank Sinatra song New York, New York, 'And find I'm king of the hill'. There is a lot of traffic, summers are very hot, so it would be nice to have more greenery. That's healthy for people living there."

molto belli, soprattutto quando si procede in salita, lasciando il waterfront. Ecco: Genova è la città sulla collina. Potrebbe essere una canzone di Frank Sinatra, quando in “New York, New York” parla di essere “king of the hill”, re della collina. C’è molto traffico, durante l'estate è molto calda, quindi sarebbe bello avere ancora più verde. Molto salutare per le persone che ci vivono».

Singapore University of Technology and Design, 2010

Quality of life is paramount to him, but van Berkel does not forget that wealth comes from work, commerce and tourism. "In 2004, I evaluated the quantity of tourists coming to the city, specifically the ones visiting the waterfront. The Ponte Parodi pier could generate a flow of 20,000 people per month.Wehaveshownwithprojectsofthistypeonthepromenade that there would be more people coming to the city center and using hotels, restaurants and shops. What I am trying to say is I think you need a new urban vision." With the building of mixed-use architectural projects and public spaces, UNStudio has followed people's natural inclination to congregate. "Genoa is a very social and interactive city. The problem is that it needs a future perspective based on growth. I am not speaking of new buildings, but keeping things alive. It needs to figure out what needs to change and what need to be improved.

Qualità della vita, dunque, sempre al primo posto. Ma van Berkel non dimentica che la ricchezza arriva da lavoro, commercio, turismo: «Nel 2004 ho valutato la quantità dei turisti che vengono in città, soprattutto quelli che visitano il waterfront. Con il progetto di Ponte Parodi si poteva generare un flusso di circa 20 mila persone al mese. Abbiamo dimostrato che, con progetti di questo tipo sul lungomare, ci sarebbe più gente che arriva in centro città e utilizza più alberghi, ristoranti e negozi. Quello che sto cercando di dire è che credo che abbiate bisogno di una nuova visione urbana». Con la realizzazione di progetti architettonici misti di residenzialità e spazi comuni, UNStudio ha seguito la naturale inclinazione delle persone a incontrarsi: «Anche Genova è una città molto sociale e interattiva. Il problema è che ha bisogno di una prospettiva futura basata sulla crescita. Non sto parlando di nuovi edifici, ma di mantenerla viva.

87


SEDICESIMO 6.qxp_Layout 1 10/07/22 15:29 Pagina 8

Raffles City, Hangzhou, Cina, 2008

"For instance, Genoa certainly needs more ideas for mobility. Less carbon dioxide and more clean air. It's also important to not favor one area over another regarding projects, but cultivate a multicentric vision." Right now, the symbol of Genoa is La Lanterna, the tallest lighthouse of the Mediterranean, almost 1,000 years old and still a major attraction. Will contemporary architecture be able to generate monuments that last as long? "Yes, I think it will. A wonderful example is the Guggenheim Museum Bilbao from 1997. They call it the 'Guggenheim effect', where a new museum building has been able to generate a million-tourist inward flux. And suddenly, the city began to grow and improve for residents, too. People love culture, and the Genoese are no different. They love their city and feel culturally connected to her."

88

Bisogna capire cosa si vuole cambiare, cosa si vuole migliorare. Ad esempio, la città ha sicuramente bisogno di più idee sulla mobilità: meno CO2, aria migliore. Assicuratevi inoltre che non si privilegi più un'area di un'altra per i progetti, ma che ci sia una visione multicentrica». Oggi il simbolo è la Lanterna, che dopo mille anni è ancora fra le principali attrattive. L'architettura contemporanea saprà generare monumenti che durino così a lungo? «Sì, credo di sì. Vi faccio un esempio molto bello: il Museo Guggenheim di Bilbao. Lo chiamano “effetto Guggenheim”. Un nuovo edificio museale è stato capace di generare un flusso di un milione di turisti. E, improvvisamente, la città ha cominciato a crescere e migliorarsi anche per i residenti. Alla gente piace la cultura, e i genovesi non sono diversi: amano la propria città e si sentono culturalmente connessi con lei».


SEDICESIMO 6.qxp_Layout 1 10/07/22 15:29 Pagina 9


SEDICESIMO 6.qxp_Layout 1 10/07/22 15:29 Pagina 10


SEDICESIMO 6.qxp_Layout 1 10/07/22 15:30 Pagina 11

Serafini parties with treasures sourced at Philosophy The fashion designer launches his first upcycled capsule collection

Un Serafini da party con il tesoro di Philosophy Lo stilista lancia la sua prima capsule upcycled Luisa Espanet mong up-and-coming Italian fashion designers, Lorenzo Serafini is one of the most renowned. Since 2014, he has been the creative director at Philosophy, a subsidiary of Aeffe. His first collection debuted in February 2015, called Philosophy by Lorenzo Serafini. His ascent to success was rapid. After studying fashion at the Nuova Accademia di Belle Arti in Milan, he led the womenswear line at Roberto Cavalli, and then became creative director at Dolce & Gabbana. Soon after, he held a top position on the creative team for the Dolce & Gabbana women's line.

A

ra gli stilisti italiani in ascesa, Lorenzo Serafini è sicuramente uno dei più affermati. Dal 2014 è direttore creativo di Philosophy del gruppo Aeffe e nel febbraio 2015 ha debuttato con la prima collezione Philosophy di Lorenzo Serafini. Alle spalle una rapida e brillante carriera. Dopo la laurea in Fashion Design alla Naba, Nuova Accademia di Belle Arti di Milano, è alla guida del Womenswear di Roberto Cavalli, diventa quindi responsabile creativo di D&G e poco dopo è ai vertici del team creativo della linea donna di Dolce & Gabbana.

F

91

The capsule collection Philosophy Re-Styled is for a classy woman Philosophy Re-Styled, la donna di classe


SEDICESIMO 6.qxp_Layout 1 10/07/22 15:30 Pagina 12

He recently created his first upcycled capsule collection called Philosophy Re-Styled by Lorenzo Serafini 001. It uses only the company's deadstock. "It's a departure point. I want to forge ahead in this direction. The fundamental point is trying to cut back on waste and give value to what has already been produced. We focus on cocktail and party wear, which is an important element at Philosophy, but I have more ideas buzzing around in my head," says Serafini.

Di recente ha creato la sua prima “capsule upcycled”. Si chiama Philosophy Re-Styled by Lorenzo Serafini 001 e utilizza solo materiale di stock dell’azienda. «È un punto di partenza, la mia idea è di proseguire in questo percorso. Fondamentale cercare di ridurre al minimo gli sprechi e valorizzare quello che è già stato prodotto. Ci siamo concentrati su un look da cocktail e party che rappresenta un elemento decisivo nel mondo Philosophy, ma ho già altre idee da realizzare».

So the collection is unique of its kind? «Its particularity lies in giving a new lease on life to significant clothes from preceding collections by adding new elements. It is essential to work toward a circular economy. Before we created this capsule collection, the practice of upcycling was starting to be an indispensable part of our outfits for VIPs and celebrities. Instead of starting from scratch, we sought to give a new beginning to material that was already available, give models new appearances by altering them. That's when we decided to create everything based on the company's stock».

Quindi una collezione unica nel suo genere? «Credo che la sua peculiarità stia proprio nel ridare vita a capi per me significativi dei lavori precedenti. Ai quali sono stati aggiunti nuovi elementi. Oggi è ormai indispensabile considerare le dinamiche dell’economia circolare. Prima di creare questa “capsule” le pratiche di upcycling stavano iniziando ad avere un ruolo indispensabile nella realizzazione dei nostri capi VIP e celebrities. Piuttosto che partire da zero, stavamo cercando di capire come dare nuova vita a materiali già disponibili e a modelli che, se rivisti, potessero assumere una nuova fisionomia. Da qui abbiamo deciso di creare tutto partendo dallo stock dell’azienda».

Did you want to dress a woman who already loves Philosophy or a woman inLeivolevavestireunadonna terested in sustainability? già abituata a Philosophy o «Seeing the items run the una che ama informarsi sui gamut from pant suits temi della sostenibilità? embellished with fancy «Visto che i nuovi capi spadetails to minidresses ziano da un tailleur arricCreative director Lorenzo Serafini | Lorenzo Serafini, direttore creativo with matching capes chito con dettagli preziosi made from a party dress, and then a sequined number a un miniabito con cappa coordinata, ricavato da un party with bows and sparkles of light, I believe they satisfy all dress, a un modello in paillette con fiocchi e punti luce, penso customers, not just those who are extra care-ful about che soddisfino tutte le nostre consumatrici. E non solo quelle sustainability». molto attente a una moda più sostenibile». Do you think it's right that clothes must last more than one season? «There are timeless items, but then it is also normal to have new clothing several times per year in order to meet customer requirements, so they can reflect the world around them».

92

Pensa che sia giusto che i capi debbano durare più di una stagione? «Ce ne sono senza tempo ma è normale che più volte all’anno ci siano abiti nuovi per incontrare le esigenze dei consumatori e rispecchiare il mondo che li circonda».


SEDICESIMO 6.qxp_Layout 1 10/07/22 15:30 Pagina 13

SEA&GREEN 2022/1 - FASHION

All your collections are for special and glamorous occasions, where dress codes and guidelines are rigorous. Is there really still space for this genre of clothing beyond the red carpet? «Yes, absolutely. All women wish to feel beautiful and elegant at certain moments. They are my inspiration. At the same time, I never think of just one type of femininity, not just the exclusive kind. Philosophy is for different types of people».

Tutte le sue collezioni sono legate a occasioni ufficiali e glamour. Dove si deve rispettare un’etichetta piuttosto rigorosa. Ma c’è davvero ancora spazio per questo genere di abiti, se escludiamo per un attimo i red carpet? «Assolutamente sì. Tutte le donne hanno desiderio, specialmente in alcuni momenti, di sentirsi belle ed eleganti. E, confesso, che sono proprio loro la mia prima fonte d’ispirazione. Allo stesso tempo, non mi piace pensare soltanto a un tipo femminile. Non sono esclusive che mi interessano».

Philosophy Re-Styled upcycles the company’s deadstock | Philosophy Re-Styled utilizza solo materiale di stock dell’azienda

«It is not a question of age, nationality or look, rather it's about attitude. My thoughts are populated by women who are self-assured, independent and fearless, able to pick a brand without being submerged by it».

«Philosophy si rivolge a più modelli, a più generi di persone. Non è una questione di età, nazionalità o look. Semmai di atteggiamento. Nelle mie riflessioni, vivono sempre donne sicure di sé, indipendenti, senza paura. In grado di scegliere i marchi senza esserne sopraffatte».

Is this why you dedicate much time and care to choosing the materials? «Yes, that's right. They are studied and selected with our suppliers, regarding their fiber composition and prints».

È per questo motivo che lei dedica molto tempo e attenzione alla scelta dei materiali? «Sì, è così. Vengono studiati e scelti da zero con i nostri fornitori, sia a livello di composizione che di stampe».

93


SEDICESIMO 6.qxp_Layout 1 10/07/22 15:30 Pagina 14

Soft lines make for sinuous femininity | Linee morbide per una femminilità sinuosa

Do you have any time to yourself? How do you spend it? «My days are rather frenetic, so when the weekend arrives I feel the need to relax. My favorite thing is being immersed in nature listening to good music or reading an interesting book».

Le rimane del tempo libero? E come lo impiega? «Le mie giornate sono piuttosto frenetiche, quindi quando arriva il week end sento il bisogno di rilassarmi. E qui metto insieme due scelte: immergermi nella natura ascoltando buona musica e leggendo libri interessanti».

Are you familiar with Liguria? «I was born and raised on the Riviera Romagnola, on the Adriatic, so that is where my elective affinity lies. But when I moved to Milan many years ago, I began frequenting the Liguria region because of its proximity. The Gulf of Tigullio is one of the spots I love the most, to not say Portofino, which is absolutely magical. The atmosphere is so unique».

Conosce la Liguria? «Sono nato e cresciuto nella Riviera Romagnola, diciamo che è quello il mio mare d’elezione. Però quando mi sono trasferito a Milano, parecchi anni fa, ho iniziato a frequentare la vostra regione, anche per un’ovvia vicinanza. Sicuramente il Golfo del Tigullio è uno dei miei posti preferiti, per non dire, ma lo sappiamo già tutti, che Portofino è davvero magica. Con un’atmosfera unica».

94

2


SEDICESIMO 6.qxp_Layout 1 10/07/22 15:30 Pagina 15

YACHT CLUB SESTRI LEVANTE

Sempre aperte le iscrizioni a nuovi soci Disponibilità di posti barca e altri servizi riservati Attività veliche - Manutenzione imbarcazioni www.ycsestrilevante.it •

243x330 yacht.indd 1

segreteria@ycsestrilevante.it

01/07/22 17:35


SEDICESIMO 6.qxp_Layout 1 10/07/22 15:30 Pagina 16

2022

1992

096 22 096 22 Pag Pag EstateSpettaco EstateSpett ttta acolo x Se Sea&Green a& &G Gre een iindd nd dd d 1

05/07/22 05/07/22 07/22 / 2 08:38 /22


SEDICESIMO 7.qxp_Layout 1 10/07/22 15:34 Pagina 1

SEA&GREEN 2022/1 - FASHION

Free, intriguing and flirty Womenswear offers liberty Libere, intriganti e maliziose La moda femminile riscopre la libertà Luisa Espanet he urge to go out, have fun, feel attractive and seduce is the normal consequence of forced seclusion. Fashion is responding with clothes that accent a woman's femininity. Skirts are short. Maxi dresses are décolleté, close-fitting and slashed with slits. Even the softer silhouettes of dust coats and trench coats manage to be intriguing and flirty. The nude look is back, and lingerie often visible. Even during the day, an explosion of color, sequins, gold, silver and diamonds gives off a festive vibe. Accessories run the gamut – from naughty heels to chic variations of the sneaker and clog; and bags made of wicker or embroidered leather. For men, studied materials and details make for elegance even when the look is sporty and relaxed.

T

oglia di uscire, di divertirsi, di piacere e di sedurre. Normale conseguenza di una forzata clausura. E la moda si adegua con capi che restituiscono in pieno la femminilità alla donna. Le gonne si accorciano e per i lunghi ritornano le scollature audaci, il fasciante, gli spacchi. Perfino le linee morbide riescono a essere intriganti e maliziose, così come lo spolverino o il trench. Il nude look è diffuso e la lingerie è spesso a vista. Esplosione di colori e paillettes, oro, argento e brillanti anche per il giorno. Negli accessori grande libertà di scelta, dal tacco perverso alla variazione chic delle sneakers o dello zoccolo, alla borsa con manico. Per l’uomo ricerca nei materiali e nei dettagli per un’eleganza anche nei look più sportivi e rilassati.

V

97


SEDICESIMO 7.qxp_Layout 1 10/07/22 15:34 Pagina 2

Women’s fashion | Fashion donna Slinky dress by Missoni with shoulder straps, halter neckline and fringed hem. Sequin-sprinkled macrochevron wool-based knit. Spalline a incrocio e orlo sfrangiato per l’aderente abito bain de soleil di Missoni in macro chevron di lana, spolverizzato di paillettes.

Sheer head-to-toe 1980s bodysuit in crystal-studded tulle mesh worn with minimalist sandals and peekaboo leather neck cuff. Burberry. Nudelookanni’80perilbody,completodaipiedialcollo, in rete di cristalli e tulle. È portato con sandalo minimalista e girocollo in pelle con oblò. Tutto Burberry.

Roomy, collarless dust coat worn over cotton pantsuit with floral print from the Biagiotti archive. All Laura Biagiotti.

Tie-belted denim-effect linen and viscose trench coat by Genny with epaulettes, maxi lapels, side vents and slanted flap pockets. Special shine thanks to Lurex.

Ampio e senza collo lo spolverino. È indossato su un tailleur pantalone in cotone con stampe di fiori, che riproducono i disegni degli archivi Biagiotti. Tutto Laura Biagiotti.

Controspalline,maxireversetasche obliqueperiltrenchdiGennyinlino effettodenim,trattatoconunaspalmatura per ottenere effetti lucenti.

One-piece swimsuit by BeGood. The patented fabric, made in Italy by Dermofibra Cosmetics, eliminates fluids and hydrates the skin by means of organic compounds and active ingredients. Costume intero di BeGood in Dermofibra Cosmetics, filato brevettato 100% made in Italy, che drena e idrata la pelle, perchéarricchitodicompostiorganicie principiattivi.

98


SEDICESIMO 7.qxp_Layout 1 10/07/22 15:34 Pagina 3

SEA&GREEN 2022/1 - FASHION

Mini cocktail dress made of draped chiffon by Alberta Ferretti with halter neckline. Peekaboo hips accentuate the waist. Scollo all’americana per il miniabito da cocktail di Alberta Ferretti in chiffon drappeggiato con aperture sui fianchi cheenfatizzanoilpuntovita.

Classic-cut three-quarter-length trench coat with sleeves and cartoonish buttons in the shape of an elephant, lamb, chick, cow, skunk and tiger. Matching trousers. Moschino. Bottonidaicoloripastelloaformadi elefante, agnello, pollo, mucca, puzzola e tigre caratterizzano il trench 3/4, dal taglio classico, coordinato ai pantaloni. Moschino.

Skirt suit with 1970s zebra print. Square-shouldered jacket and mini with matching pumps. Roberto Cavalli. Stampa zebra anni ’70 per il tailleur di Roberto Cavalli con giacca dalle spalle squadrate su miniabito con motivo di drappeggio. Décolleté coordinate.

Long sleeveless tunic with calflength skirt, both in gauze. Belt loops at two heights allow the belt to be worn loose or fitted. Cividini. Intullesialalungablusasenzamaniche sia l’ampia gonna al polpaccio con doppia posizione del passante per portare la cintura morbida o più stretta. Cividini.

99


SEDICESIMO 7.qxp_Layout 1 10/07/22 15:34 Pagina 4

Women's accessories | Accessori donna The platform-sole Sista Mule by AGL is for beach and city. Made of calf-skin leather with ten-centimeter heel and three-centimeter thick fore-foot. Leather sole with non-slip insert.

FortheArtycapucinescollectionbyLouisVuitton,theChineseartistZengFanzhidecoratedtheCapucineshandbag with a self-portrait of Vincent van Gogh, reinterpreted by 700thousandstitchesofembroidery.Madeinalimitededition of 200.

Non solo per il mare, ma anche da città, il sandalo Sista Mule di AGL in pelle di vitello con tacco di 10 cm e plateau anteriore di 3. La suola è in cuoio con inserto antiscivolo.

Inedizionelimitatadi200pezzilaborsaCapucines,collezione ArtycapucinesdiLouisVuitton,conl’autoritrattodiVanGogh rivisitato dall’artista cinese Zeng Fanzhi, con più di 700 mila puntidiricamo.

The Bebe silk satin sandal, ideal for red-carpet events. Platform sole and heel studded with neat lines of rainbow-hued crystals. Giuseppe Zanotti. Ideale per il red carpet il sandalo Bebe in raso di seta con plateau e tacco interamentericopertidicristallimulticolor. Giuseppe Zanotti.

The Paris is a timeless top-handle wicker satchel by Rodo. Calf-skin leather flap with brass closure.

The two-tone boater Magiostrina by Borsalino with flat, medium-width brim embellished by a string of strass. Made in braided straw. Grosgrain hatband.

FormasquadrataperlaParis,borsaiconicadiRodo,inpelledi vitello e midollino, con piccolo manico e fibbia di chiusura in metallo.

Si chiama Magiostrina il cappello di Borsalino in paglia bicolore intrecciata, con cinta in canneté e tesa di misura media bordata con catenella di strass.

100


SEDICESIMO 7.qxp_Layout 1 10/07/22 15:34 Pagina 5

SEA&GREEN 2022/1 - FASHION

Men's fashion | Fashion uomo Classic colonial shape for the Panama Cuenca Pride Star hat by Borsalino. Flat brim. Grosgrain hatband with star pattern. StilecolonialeperilcappellodiBorsalino,modelloPride Stella, in Panama Cuenca con tesa libera e piatta e cinta incannetéconmotivoastella.

Palm Angels and the luxury swimwear brand Vilebrequin have joined forces for the second time. Swim-shorts printed with art deco-inspired Palm Angels monogram. 100% recycled polyamide.

Hempjacketwithmandarincollar.Contrastingbuttons and stitching. Hemp drawstring trousers with patch pockets on the back. Calf-skin sabots. Giorgio Armani. Giacca in canapa con collo guru, bottoni e impunture a contrasto. In canapa anche i pantaloni con coulisse in vita e tasche applicate sul retro. Sandali sabot in vitello. Giorgio Armani.

Light as a feather, a two-button cotton jacket from the Tombolini Zero Gravity collection worn with matching T-shirt and contrasting trousers. Leggera come una piuma la giacca a due bottoni in cotone della collezione Tombolini Zero Gravity. Abbinata alla T-shirt dello stesso colore e ai pantaloni in contrasto.

Fa parte della collezione di PalmAngels,incollaborazione conVilebrequin,brandtopper icostumidabagno,ilpantaloncino in 100% poliammide riciclata con overlogo Palm Angels ispirazione art-déco.

Herringbone twill blazer. Denim vest dyed using the Flow technique to reduce water use. Pleated trousers with cuff. Eleventy.

Perenniallystylishcalf-skin loafers with gold B-monogram buckle. Bally. Sempreattualeilmocassino in vitello con morsetto in metallo che riproduce la B dellogo.DiBally.

101

Blazer in herringbone leggermente elasticizzato, su gilet in denim con tintura Flow che consente un risparmio di acqua e pantaloni con pinces e risvolto. Eleventy.


SEDICESIMO 7.qxp_Layout 1 10/07/22 15:34 Pagina 6

173 21 Doppia pag x Sea&Green 486x330 indd 1


SEDICESIMO 7.qxp_Layout 1 10/07/22 15:34 Pagina 7

30/06/22 3 12:31 12:31


SEDICESIMO 7.qxp_Layout 1 10/07/22 15:35 Pagina 8

The perfect song for Caparezza:

a dark sea at dusk

Caparezza,

la canzone perfetta è un mare al tramonto


SEDICESIMO 7.qxp_Layout 1 10/07/22 15:35 Pagina 9

SEA&GREEN 2022/1 -

PEOPLE PERSONE

Portofino, beautifully chic | Portofino, la bellezza chic

Fabrizio Basso ummer ignites music. People stream to the beaches, piazze and arenas. Balena Festival is coming to the Arena del Mare in Genoa (16–26.7.2022). On 20 July, one of the few Italian performing artists able to turn a concert into a happening, a multisensory experience, will be on stage. Michele Salvemini (48), also known as Caparezza, is presenting Exuvia Estate 2022.

S

Caparezza, what is your approach to vacation? «Usually I go abroad, because contact with different situations stimulates me. I get a break from my world, which recharges me emotionally and cerebrally. My travels inspire many of my songs».

estate accende la musica. Si riempiono spiagge, piazze e arene. Il 20 luglio arriva a Genova, al Balena Festival, Arena del Mare, uno dei pochi artisti capaci di trasformare un concerto in happening, in una esperienza multisensoriale. Michele Salvemini, in arte Caparezza, 48 anni, porterà Exuvia Estate 2022.

L’

Caparezza cosa rappresentano le vacanze? «Premesso che di solito le faccio all’estero, mi stimola entrare in contatto con situazioni diverse. È una pausa dal mio mondo. Sono una ricarica emotiva e cerebrale. Molte canzoni sono ispirate dai miei viaggi».

In Puglia, where you're from, the sea is gorgeous. Here in Genoa, too, you'll have the musical accompaniment of the water. «I love the scenery when it's getting dark. Don't take me for a sociopath. I connect with dusk because I like being suspended between day and night. It reminds me of my own musical crossover».

Lei viene dalla Puglia dove il mare è bellissimo. Ma anche al concerto genovese avrà come strumento aggiunto lo sciabordio dell’acqua… «Io amo questi scenari al crepuscolo. E non mi prenda per sociopatico. Il mio sentire è l’imbrunire e c’è un nesso logico: mi piace la situazione sospesa tra giorno e notte, mi ricorda il mio crossover musicale».

In Liguria, would you like to be 20 years old back when the Genoese school of music was epic? «Yes, but not out of an obsession for 1970s Italian left-wing

A proposito di Liguria, avrebbe voluto avere vent’anni quando la scuola genovese era epica? «Sì, ma non per l’ossessione del cantautorato. E non è

105


SEDICESIMO 7.qxp_Layout 1 10/07/22 15:35 Pagina 10

singer-songwriters, and that's not being snobbish. I would sooner go back to the era of experimentation when Italian culture was placing lyrics at the center of the song. I have never hidden my love for people like Francesco De Gregori and Franco Fanigliulo, although I am more attracted to rock and electronic music. To be sincere, I would like to have been 20 in 1979».

snobismo. Piuttosto all’epoca la sperimentazione della cultura italiana rimetteva il testo al centro della canzone. Non ho mai nascosto il mio amore per artisti come Francesco De Gregori a Franco Fanigliulo, anche se sono più attratto dal rock e dall’elettronica. Per essere del tutto sincero, avrei voluto avere vent’anni nel 1979».

The name Portofino comes from the Latin portus delphini (dolphin's port). Does it bother you that such a beautiful place full of tradition has been overrun by tourists? «I'm not saddened by it. It's part of evolution and change. The region benefits from tourism. I trust that the bent for localism will preserve the town's soul».

Portofino significa Portus Delphini. Non la inquieta un po’ il fatto che un posto così bello e ricco di tradizione abbia una connotazione ormai troppo turistica? «Non mi mette nemmeno tristezza. È parte dell’evoluzione e del cambiamento. Le regioni poi ne beneficiano turisticamente. Per preservarne l’anima confido nella propensione al campanilismo».

How do you feel about the reopening of concerts? «I am rehearsing in Puglia, and we are worried about everything we'll be bringing to the stage. We'll have four additional performers with a background in musicals to give each song some well-defined choreography». How much of your Exuvia album will be part of the new tour? «It will be the lion's share. My audience allows me to not perform nostalgic shows based on my hits. What I call my pièces de résistance will be studded throughout the new songs. There will be a common narrative. I'll be staging my thoughts from the last few years, which are increasingly personal and less about criticizing society, which is what I used to do a lot of». The song Come Prypiat is very direct in its lyrics. It is not a sarcastic complaint, but an apocalyptic story. «It is dedicated to my existential alienation. It's a list of things that remind me of emptiness. Prypiat lies close to Chernobyl, and it's the most famous ghost city of them all. But it's mostly a reference to my frame of mind. The video was made in Italy, in abandoned places that are like us when our certainties leave us».

Come vive la ripartenza dei concerti? «Faccio le prove in Puglia e siamo preoccupati per tutto ciò che porteremo sul palco. Ci saranno anche quattro performer che vengono dal musical per aiutarmi ad ogni canzone con le loro coreografie ben definite». Quanto inciderà l’album “Exuvia” sul nuovo tour? «Farà la parte del leone. Il mio pubblico mi permette di non fare spettacoli nostalgici legati ai miei successi. Quelli che io chiamo i “cavalli da agriturismo” saranno incastonati nelle nuove canzoni. Ci sarà una narrazione comune. Porto in scena il mio pensiero degli ultimi anni, che è sempre più personale e meno rivolto alla critica sociale, mondo che in passato ho frequentato molto». “Come Prypiat” ha un testo diretto, non c’è denuncia ironica ma un racconto apocalittico… «È dedicata al mio spaesamento esistenziale, è un elenco di cose che mi fanno pensare al vuoto. Fra le città fantasma Prypiat, vicina a Chernobyl, è la più celebre in assoluto. Eppure si riferisce soprattutto al mio stato d’animo. Il video è stato girato in Italia, in luoghi abbandonati come le certezze che ci lasciano soli».

Caparezza at 48: his concert in Genoa on 2o July presents the album Exuvia Caparezza, 48 anni, in concerto a Genova il 20 luglio con l’album “Exuvia”

106


SEDICESIMO 7.qxp_Layout 1 10/07/22 15:35 Pagina 11

The enchanting town of Polignano a Mare on the Adriatic Sea in Puglia | Polignano a Mare, l’incanto della Riviera Adriatica

The lyrics mention collective indolence, but at the moment we are seeing great humanitarian mobilization. «I'm a guy from the civic centers where decisive action is taken. You'd go out and march in the streets. Collective indolence, on the other hand, poisons me like radiation in the cities. Growing up, we have less hope and more disillusionment. I pointed an accusing finger when I still could, when there weren't accusatory voices everywhere. The ones we have today are legitimized by social media».

Exuvia is your most introspective, intimate record to date. «I don't know what I see from this vantage point. The tour is the conclusion of a cycle. Knowing that I am building another layer in my relationship with my audience makes me more serene». Your records contain a trilogy of prison, escape and freedom. «I never write in absolute freedom. I need to have a subject to follow, even if it's simply the period I'm in. I do not like comfort zones of any type». Are you going to come back to Liguria this fall? «No, this is the last opportunity to see Exuvia on stage. I promise two hours without a care in the world, where I'll really amaze you. And anyway, you'd never find me in Portofino. I'd rather be in the country under a tree, reading a book».

Nel testo lei parla di indolenza collettiva, anche se siamo in presenza di una grande mobilitazione umanitaria… «Vengo dai centri sociali dove ci si muoveva con decisione. E ci si esponeva con i cortei. L’indolenza collettiva, invece, mi avvelena come le radiazioni nelle città. Crescendo abbiamo meno speranze e più disillusioni. Dobbiamo crescere senza invecchiare male. E in questo siamo vicini all’esistenzialismo. Ho puntato il dito quando potevo farlo, quando non c’erano toni accusatori ovunque, quelli che oggi sono sdoganati dai social». “Exuvia” è il suo disco più introspettivo e intimo… «Non so che cosa vedo da questo punto privilegiato. Il tour è la conclusione di un ciclo. Sapere di poter posare un’altra pietra nel mio rapporto col pubblico, mi rende più sereno». Lei nei suoi dischi ha creato una trilogia fra prigionia, fuga e libertà… «Io non scrivo mai in libertà assoluta. Devo avere un tema da seguire, anche se è semplicemente legato al periodo che sto vivendo. Questo per dirle che non amo comfort zone di nessun tipo». Pensa di tornare in Liguria il prossimo autunno? «No. Questa è l'ultima occasione per vedere “Exuvia” sul palco. Prometto due ore di spensieratezza, dove vi stupirò davvero. E comunque non mi troverebbe mai a Portofino ma in campagna, sotto un albero, a leggere un libro».

107


SEDICESIMO 7.qxp_Layout 1 10/07/22 15:35 Pagina 12


SEDICESIMO 7.qxp_Layout 1 10/07/22 15:35 Pagina 13


SEDICESIMO 7.qxp_Layout 1 10/07/22 15:35 Pagina 14

Portofino,

where glamour makes a successful series Portofino,

dove il glamour fa la fortuna di un serial Tiziana Leone he allure of history – romanticized for consumption by a broad public accustomed to the intriguing vicissitudes of the British crown, but perhaps less attuned to Italian circumstance – has found an extra agent in our country: "locality". Who cares if the pastel colors are slightly patinated and contrived by foreign authors, misleading the international spectator. After all, Italy thrives on deeply rooted stereotypes that readily attract tourists, leaving them amazed at the sight of its ravishing beauty. So it happens that Hotel Portofino, a TV series broadcast on Sky Italia, in which Natascha McElhone plays the role of Bella Ainsworth, the daughter of a wealthy industrialist who moves to Liguria's eastern Riviera to open a hotel, suffers from an overly

T

110

l fascino della Storia, romanzata a uso e consumo di un grande pubblico abituato alle vicende dell’intrigante corona inglese e un po’ meno a quelle italiane, ha trovato nel nostro Belpaese un attore in più, il territorio. E pazienza se le tinte color pastello, e vagamente patinate, tratteggiate da autori stranieri inducano in errore lo spettatore internazionale. In fondo l’Italia vive di stereotipi molto radicati, in grado di attirare il turista e lasciarlo poi stupito davanti a una bellezza inaspettata. Capita così che “Hotel Portofino”, serie in onda su Sky, interpretata da Natascha McElhone nel ruolo di Bella Ainsworth, figlia di un ricco industriale che si trasferisce nella Riviera ligure di Levante per aprire un hotel, sconti un po’ quello stile eccessivamente anglicizzato, pur se spennellato dall’intramontabile fascino della Riviera.

I


SEDICESIMO 7.qxp_Layout 1 10/07/22 15:35 Pagina 15

SEA&GREEN 2022/1 - CIAK

Ambientata nell’Italia degli anni ’20 che vive l'ascesa di Benito Mussolini, la serie unisce il thriller al melò, si infila tra Rapallo, Genova e Portofino e prende in prestito per le riprese il Golfo del Quarnaro nell’Istria Nord- Orientale, più economico e ben adattabile allo stile ligure, inserendo poi nel cast volti decisamente italiani come quelli di Daniele Pecci, Lorenzo Richelmy, Rocco Fasano e Pasquale Esposito. Potere del piccolo schermo che, in un mondo sempre più global, cerca disperatamente il local, per trasportare lo spettatore in una realtà più circoscritta, meglio se antica e di un certo rango. Si prenda “Belgravia”, altra serie di mano inglese, quella di Julian Fellowes, già creatore del successo “Downton Abbey”: ambientato nella Londra dell’Ottocento, i protagonisti si muovono nell’elegante e ricco quartiere che porta lo stesso nome. In un gioco di rimandi, gli intrighi e la passioni, racchiusi in una sola area della capitale, sullo sfondo di eventi che partono dalla battaglia di Waterloo del 1815, seguendo una narrazione che scorre tra libri e finzione.

A Very British Scandal television mini-series starring Claire Foy and Paul Bettany “A Very British Scandal”, serial tv con Claire Foy e Paul Bettany

anglicized style, although it does paint a picture of the enduring attractiveness of the Italian Riviera. Set in Italy during the 1920s against the historical backdrop of the rise of Fascism under Benito Mussolini, the drama series blends thriller with melodrama as the story travels to Rapallo, Genoa and Portofino, borrowing some locations from Kvarner Bay (the Istrian Peninsula’s northeastern coast), which is less expensive and just as adaptable to the Ligurian way of life, helped along by the decidedly Italian appearances of some of the cast – Daniele Pecci, Lorenzo Richelmy, Rocco Fasano and Pasquale Esposito. In an increasingly globalized world, the small screen desperately seeks out the local dimension in order to transport spectators to a more circumscribed situation, preferably in a bygone era and involving the upper class. See Belgravia, another series created by British hands – those of Julian Fellowes, who is also the creator

111


SEDICESIMO 7.qxp_Layout 1 10/07/22 15:35 Pagina 16

of the wildly successful series Downton Abbey. Set in 19th-century London, the characters of Belgravia inhabit the affluent, elegant district by the same name. The cocktail of cross-references, intrigue and passions is enclosed in one single area of the capital, with events starting from the Battle of Waterloo in 1815. The tale flows along by mingling books and fiction, and spectators are left to guess what is true. The question is destined to remain without an answer, says Tom Cullen, who stars in the new American-British series Becoming Elizabeth, a period drama that explores the fascinating and mysterious youth of Elizabeth Tudor before she ascended the throne as Queen Elizabeth I in the 16th century. "History is fundamental at school; it surrounds us always," says Cullen. "I'm from Wales and I grew up with castles and ancient manors. We perceive history as a constant presence, but it remains an interpretation, because no one will ever know what really happened."

Oliver Dench stars in the TV series Hotel Portofino “Hotel Portofino”, una della star è Oliver Dench

The interpretation of historical facts is the departure point for costume dramas whose success depends on the amount of romantic sensationalism that the screenwriters manage to distribute throughout all episodes. Precisely this was accomplished in the rigorous series The Crown, about Queen Elizabeth II, which portrays Diana as a kind of slave within the claustrophobic walls of Windsor Castle. The Brits are not the only ones to have

112

Allo spettatore il dubbio su cosa sia vero. Una domanda destinata a restare senza risposta, come spiega anche Tom Cullen, protagonista di un altro period drama “Becoming Elizabeth” che esplora l'affascinante e misteriosa giovinezza della regina più iconica del mondo britannico, vissuta nel ‘500, ben prima di indossare la corona. «La Storia è una materia fondamentale a scuola, ci circonda sempre. Io sono del Galles e sono cresciuto fra castelli e antichi manieri: la percepiamo come una presenza costante, ma è comunque un’interpretazione, perché nessuno può dire mai davvero cosa sia successo». L’interpretazione di fatti storici è dunque il punto di partenza dei drammi in costume, sulla cui riuscita pesa certamente il quantitativo di melò che gli sceneggiatori distribuiscono lungo tutte le puntate. Persino nella rigorosa “The Crown”, la serie su Elisabetta II, che dipinge Diana come una sorta di “schiava” tra le mura claustrofobiche di Windsor.


SEDICESIMO 8.qxp_Layout 1 10/07/22 15:40 Pagina 1

Scene from Hotel Portofino with Natascha McElhone | Una scena da “Hotel Portofino”. Al centro, Natascha McElhone

received a revised version of their past. The Swedish monarchy experienced a transposition in the Netflix series Young Royals, about the life of Prince Wilhelm, a young rebel relishing all the flavors of life far removed from the obligations of the court. In his role, many saw a similarity with Prince Harry before his encounter with Meghan, but more Nordic and less British. It is a far cry from the understatement of A Very British Scandal, an Amazon/BBC mini-series that recounts the vicious divorce in 1963 between a duchess and duke, Margaret Whigham and her husband Ian Campbell. Their separation was so replete with false accusations, secret recordings, corruption and explicit photographs as to inflame public opinion at the time. While sex is the driving motif underpinning this umpteenth period drama, the feminist revolution in a misogynistic England stuck in the Medieval climate of witch-hunting is its perfect counterbalance.

Ma non solo i britannici scontano una versione riveduta e corretta del loro passato. Anche la corona svedese ha avuto la sua trasposizione in tv con “Young Royals”, serie Netflix incentrata sulla vita del Principe Wilhelm, un giovane ribelle che assapora tutte le sfumature di un’esistenza lontana dagli obblighi di palazzo. In lui molti hanno intravisto l’ombra di un Harry ante-Meghan, con un’impronta più nordica e meno british. Nulla a che vedere con l’understatement di “A Very British Scandal”, la serie prodotta dalla BBC sulla brutale separazione tra la Duchessa Margaret Campbell e suo marito il Duca Ian Campbell: un divorzio talmente burrascoso che infiammò l’opinione pubblica negli anni ’60, con false accuse, registrazioni segrete, corruzione e foto esplicite. Se il sesso è lo sfondo su cui si basa questo ennesimo period drama, la rivoluzione femminista in una Inghilterra misogina e calata in un clima medioevale da caccia alle streghe, è il suo perfetto contraltare.

113


© Simona Ghizzoni

stagione 22 —23

SEDICESIMO 8.qxp_Layout 1 10/07/22 15:40 Pagina 2

comune di genova

regione liguria

Con il sostegno di

Con il contributo di

TEATRO NAZIONALE DI GENOVA Direttore Davide Livermore Teatro Ivo Chiesa Teatro Eleonora Duse Teatro Gustavo Modena Sala Mercato

P -seagreenliguria indd 1

HUMAN

pride

23/06/22 15:00


SEDICESIMO 8.qxp_Layout 1 10/07/22 15:40 Pagina 3

A BRIGNOLE HA RIAPERTO NUOVO E ANTICO Lo storico albergo costruito dai Marchesi Serra nel 1860 ha riaperto i battenti in una veste a quattro stelle,, tr tra modernità, eleganza e dettagli vintage. Situato in piazza Brignole,, punto str strategico di accesso al cuore pulsante della città,, a due passi dalle vie dello shopping, l’Albergo Astoria ha riaperto lo scorso 1° ottobre in tutto il suo nuovo splendore di 4 stelle “de charme”. La ristrutturazione ha donato all’Astoria unaa nuova anima caratterizzata dall’essenziale modernità dellle linee, restituendo respiro ed eleganza agli spazi ma conser servando elementi architettonici di molto impatto come l’antico ascensore e lo scalone libertyy,, e inserendo inser ad arte suggestivi dettagli vintage. L’esperienza di un soggiorno all’Astoria ha il saporre di una contemporaneità che guarda al futuro: le settantaa camere, dalle classic alle suite,, sono innanzitutto confforrtevoli e tranquille,, con spazi ben or organizzati e tutte le dottazioni di un boutique hotel che fa fa dello stile e della modern modernità il suo marchio distintivo. fre alla propria clientela un certoo numero Il nuovo Astoria offfr di pacchetti a tema,, dalla scoper scoperta della città e dei suoi monumenti a quella della Genova degli artisti e di De D Andrè, oltre ad una offffer erta speciale “Salone Nautico”” e un’altr altra,, più ampia,, cche allarga l’esplorazione all’intera Liguria e alle sue bellezze.

AS REOP PENED TO ITS GUESTS, G N TRADITTION AND INNO OV VA ATION A TION The hisstoric hotel built by the Marquises Ser Serra in 1860 has reopen ned its doors in a four-star four-star guise,, aamidst modernityy,, elegancce and vintage details. Locatedd in Piazza Brignole,, a strategic str point nt of access to the beatingg heart of the cityy,, a stone’s stone’ throw frrom the shopping streets,, the Astoria Hotel reopened last October 1st in all its neew w 4-s 4-star star “de charme”” splendor. splendor The ren novation has given the Astoria a new soul characterized by the essential modernity of the lines,, restoring r breath and elegancce to the spaces but retaining architectural elements of greaat impact such as the ancient lift and the liberty staircasse,, and artfully ar inserting suggestive vintage details. The exper ex xperience of a staayy at the Astoria has the f laavvor of a contem mporary that looks to the future:: the se seventy rooms, from cllassic to suites,, ar are above all comffor ortable and quiet, with well-organized w spaces and all thee amenities of a boutique hotel that style and modernity its hallmar hallmark. The new Astoria offffer ers its customers a cer ertain number of themed packages,, from fr the discovery off the city and its monuments to that of the Genoa of artists and De Andrè,, as well as a special “Salone Nautico”” offfer andd anotherr,, wider , which extends extends the exploration to the whoole of Liguria and its beauties.

Piazza Brignole 4,, 1622 Genova Geno tel.. 010 455 61 25 • inffo@astoriagenova.it o@astor

www w.astor .astoriagenova.it

5:00

243x330_astoria2.indd 243x330 astoria2 indd 1

30/06/22 14:19


SEDICESIMO 8.qxp_Layout 1 10/07/22 15:40 Pagina 4

Camogli, the town as scenery for Blanca and Govi Camogli, da “Blanca” a Govi, quando il borgo si fa set Eliana Quattrini ithout changing, Camogli is looking to the future. Automobiles may neither enter the town nor drive along the seafront, which is accessed only on foot or by boat. A colorful string of 19th-century houses looks out over the sea, the beach, the jetty protecting the harbor, the Dragonara castle, the Santa Maria Assunta basilica, and the hills that encircle the promontory of Portofino and dip down suddenly at Punta Chiappa. Th e locals have always been far-sighted. Two centuries ago, Camogli was a major shipping hub, nicknamed la città dei mille velieri ("city of a thousand sailing ships"). Today, the town remains linked to tradition.

W

amogli si è lanciata nel futuro senza cambiare. Le automobili non entrano nel borgo, non transitano sul lungomare, che si percorre solo a piedi o si raggiunge in barca. Una palazzata ottocentesca di case colorate guarda il mare, la spiaggia, il molo a riparo del porto, il castello della Dragonara, la basilica di Santa Maria Assunta, le colline che abbracciano il promontorio di Portofino per digradare, all’improvviso, su Punta Chiappa. Qui hanno sempre saputo guardare lontano. Due secoli fa diventò una delle maggiori potenze armatoriali definita, non a caso, “la città dei mille velieri”. Oggi conferma il suo legame con la tradizione.

C

A mirror makes for a play of seaside reflections | Gioco di riflessi fra specchio e mare

116


SEDICESIMO 8.qxp_Layout 1 10/07/22 15:40 Pagina 5

SEA&GREEN 2022/1 - TRAVEL LEVANTE

Rough waves wash over the Santa Maria Assunta basilica | Una mareggiata sulla Basilica di Santa Maria Assunta

"The Camogli of the future is focused on culture and environmental concern," says Mayor Francesco Olivari. "We express cultural values at our theater called Teatro Sociale, at the Festival della Comunicazione, the Sagra del Pesce, the Stella Maris celebration, and the Barcheggio event. Regarding ecology, we are working to make the regional nature park of Portofino become a national park. It is a protected area constituted of the municipalities of Camogli, Santa Margherita and Portofino, and we want to extend it. This is a battle we are currently waging." The aim is to safeguard a unique piece of natural heritage as a source of health and wealth. The 5,200 residents know this well. The population doubles in the summer, when they rent their second homes to vacationers.

«La Camogli del futuro» spiega il sindaco Francesco Olivari «dovrà puntare ancora di più su ambiente e cultura. Valori che esprimiamo nel Teatro Sociale, nel Festival della Comunicazione, nella Sagra del Pesce, nella celebrazione della Stella Maris e nel Barcheggio. Sul fronte ambientale ci stiamo impegnando perché il Parco Naturale Regionale di Portofino, un’area protetta costituita dai Comuni di Camogli, Santa Margherita e Portofino, diventi nazionale, anche ampliandone i confini. Questa è la nostra battaglia». Un progetto che vuole tutelare un patrimonio unico, fonte di salute e ricchezza. Lo sanno i cinquemila duecento residenti, numero che raddoppia nella stagione estiva, con le seconde case che si aprono ai villeggianti.

117


SEDICESIMO 8.qxp_Layout 1 10/07/22 15:40 Pagina 6

The Stella Maris religious celebration dates back to 1400 | Un momento suggestivo di Stella Maris, festa religiosa che risale al 1400

Tourists are joined by Ligurians from nearby towns and the city of Genoa, to whom Camogli has always been an ideal spot for a beach trip, an outdoor table on the promenade, focaccia, gelato, fresh fish and ferries to the San Fruttuoso abbey, an 8th-century monastery nestled in a small cove on the beach. The town is given a certain sheen by the Italian television series Blanca, whose titular protagonist, an aspiring policewoman played by Maria Chiara Giannetta, lives in a seafront house in Camogli, a choice of setting worth more than many an advertisement. Camogli hosts the yearly Festival della Comunicazione, which attracts thousands of visitors interested in fathoming the dynamics governing the uninterrupted stream of information flowing through the world. Conceived and directed by Rosangela Bonsignorio and Danco Singer, the festival uses ideas by the semiotician Umberto Eco. Since 2014, prominent guests have included Furio Colombo, Monica Maggioni, Marco Paolini and Piero Angela. The coming edition (8–11.9.2022) will explore the concept of freedom. Another important landmark is the Teatro Sociale built by the burghers in the heyday of commerce, and inaugurated on 30 September 1876. After World War II, decline led to its closure. But in 2016, 140 years after its founding, the playhouse reopened after meticulous restoration. With Giuseppe Acquaviva at its helm, it debuted to great acclaim I maneggi per maritare una figlia, a classic example of Genoese dialectal theater, starring Tullio Solenghi and

Turisti a cui si aggiungono liguri dai comuni vicini e anche da Genova, per i quali Camogli è sempre stata il posto ideale dove trovare una spiaggia, un tavolino sulla passeggiata, focaccia, gelato, pesce fresco e traghetti in partenza, fra l’altro, per l’abbazia di San Fruttuoso, incastonata dall’VIII secolo in fondo a una baia. Un certo glamour arriva da “Blanca”, serie tv della Rai. Che proprio sul lungomare immagina l’abitazione della protagonista, l’aspirante poliziotta che dà il nome alla storia, interpretata da Maria Chiara Giannetta. Un’ambientazione che vale più di molti spot. Camogli si accende ogni anno con il Festival della Comunicazione, che richiama migliaia di visitatori con l’ambizione di spiegare le dinamiche che governano un mondo attraversato da un flusso ininterrotto di informazioni. Ideato e diretto da Rosangela Bonsignorio e Danco Singer, nel segno del semiologo Umberto Eco, dal 2014 porta ospiti di primo piano come Furio Colombo, Monica Maggioni, Marco Paolini e Piero Angela. La prossima edizione si terrà dall’8 all’11 settembre e ruoterà intorno al concetto di libertà. Un altro importante punto di riferimento per la cittadina è il Teatro Sociale, una sala costruita dalla borghesia nel pieno fulgore dei commerci e inaugurato il 30 settembre 1876. Dal secondo dopoguerra è stata crisi sino alla chiusura. Ma nel 2016, a 140 anni dalla nascita, è stato riaperto, dopo un accurato restauro. Oggi è guidato dal sovrintendente Giuseppe Acquaviva e ha visto debuttare “I maneggi per maritare una figlia”, un classico del teatro dia-

118


SEDICESIMO 8.qxp_Layout 1 10/07/22 15:40 Pagina 7

The San Fruttuoso abbey is one of the Riviera’s magical spots | San Fruttuoso, uno dei posti magici della Riviera

Elisabetta Pozzi in the roles that once belonged to the actors Gilberto Govi and his wife Rina. Another entertaining event is the Sagra del Pesce in May, when the gigantic frying pan hanging on a wall at the town's entrance is transported to the piazza on the harbor and set atop a bonfire. The pan's 4-meter diameter (with 6-meter handle) holds 3 thousand liters of oil in which 3 tons of fish are fried, 30 thousand portions of which are served in a few hours. The first Sunday in August is when the Festa della Stella Maris is held, a celebration that goes back to 1400. The star of the sea is the Virgin Mary, invoked by fishermen to protect them from the sea's fury. The highlight is when thousands of biodegradable floating candles are sent out to sea in her honor. It is the closing moment of a day that starts with a cannon blast announcing the departure of the "Dragun" escorted by other boats to carry the parish priest to Punta Chiappa where Mass is celebrated. Named after the Dragonara castle, the "Dragun" is a colorful vessel made from an old lifeboat to symbolize the two-masted sciabecco rowboat typical of Camogli's past. The ancient Barcheggio, relaunched in 2019, is typical Ligurian amusement that has received a comeback under the historian Farida Simonetti, who took inspiration from a 17th-century silver plaque preserved at the National Gallery of Palazzo Spinardi in Genoa where she was the director for many years.

lettale, con Tullio Solenghi ed Elisabetta Pozzi nei ruoli che furono di Gilberto Govi e della moglie Rina. Il successo è stato grandissimo. Un’altra attrazione da proporre ai turisti è la Sagra del Pesce, a maggio, con il gigantesco padellone che viene staccato da un muro all’entrata del paese e portato sulla piazza del porticciolo dov’è acceso il fuoco. Un diametro di quattro metri, con un manico lungo sei, per far friggere in tremila litri d’olio tre tonnellate di pesce. Servendo in poche ore sino a trentamila porzioni. La prima domenica di agosto si tiene la Festa della Stella Maris, che risale al 1400. La stella del mare è la Madonna, che i pescatori pregavano per sopravvivere alla furia delle onde. Il momento più toccante è la posa in acqua di migliaia di lumini biodegradabili in suo onore. Così si conclude una giornata iniziata con un colpo di cannone per annunciare la partenza del Dragun che, scortato da altre barche, porta il parroco a Punta Chiappa dove viene celebrata la funzione religiosa. Il Dragun è una mitica imbarcazione, uno sciabecco a due alberi simbolo di Camogli, che prende il nome dal castello della Dragonara. Nel 2019, poi, è stato rilanciato il Barcheggio, un antico intrattenimento tipico dei liguri, tradizione rispolverata da Farida Simonetti ispirandosi a una placca d’argento secentesca, conservata nella genovese Galleria di Palazzo Spinola di cui è stata lungo direttrice.

119


SEDICESIMO 8.qxp_Layout 1 10/07/22 15:40 Pagina 8

P ! ,

& ! & $ & ! " !& ! # ! ! # ! ! ! # & ! ! ! " # ! ! ! " ! ! ! ! ! ! ! ! , " !& $ & " ! ! ! " ! , & ! ! ! ! , ! ! % " # ! ! $ & ! " $ ! # ! " ! ! # ! ! , # # % ! # ! # ! ! ! # $ ! ! $ ! ! " ! ! ! ! !

P ! ,

) " !( ! ! ! " ## !"!! # ' " ! ! " ! " " ! "!!" ! ! , ! + ! " !( ! , ! " !! "! ' " " ! ! # !( !"!! " ' ! , " ! * " # ! " !( ! "' " # ! "! # ' !! # !( !" ! ! , " ! # # ! ! ' ' ! # ! * ! ! ! ' " ! ! $ "

!" ' ! ! % $$ !" & %

% # !" ' ! "

comuneporrtofinomare.it

243x330 portofino mare indd 1

26/05/21 13:57


SEDICESIMO 8.qxp_Layout 1 10/07/22 15:41 Pagina 9

The old-fashioned seduction of sweets at cafes in Liguria Quando la seduzione passava per i dolci dei Caffè liguri Roberta Schira

121

3:57


SEDICESIMO 8.qxp_Layout 1 10/07/22 15:41 Pagina 10

Genoa

Genova

Some places acquire extra charm with the passing of time. This Alcuni posti acquistano un fascino speciale con il passare del has happened to Caffè degli Specchi in Genoa, where since 1908 tempo. È così per il Caffè degli Specchi a Genova dove fin dal 1908 patrons have been able to enjoy the lively comings and goings to si può ammirare il vivace viavai dei vicoli e il Palazzo Ducale comoPalazzo Ducale along the narrow streets while comfortably sea- damente seduti al tavolino. Fra i suoi tratti unici, sicuramente la ted at a table. Unique features include a vaulted ceiling tiled with volta piastrellata in tessere di maiolica color crema, gli specchi, gli cream-colored majolica, a multitude of mirrors and period fur- arredi d’epoca. Negli anni ’20 fu ritrovo di artisti e poeti come Dino Campana e Camillo Sbarbaro, niture. In the 1920s, artists and quindi un livello molto alto della poets such as Dino Campana cultura italiana. Negli anni ’70, and Camillo Sbarbaro frequenpoi, ospita una scena del film ted the cafe, representing a “Profumo di donna” di Dino Risi, very high level of Italian culcon Vittorio Gassman. La seture. In 1974, Scent of a quenza, fra l’altro, mostra una diWoman directed by Dino Risi vertente contrattazione fra una and starring Vittorio Gassman prostituta e l’assistente di Gasincluded an amusing scene filsman. Inutile dire, che il Caffè med here, during which a proentrò subito nell’immaginario stitute drives a bargain with collettivo. Oggi si servono cockGassman's assistant. This was The Pietro Romanengo confectionery shop at Via Soziglia 74, Genoa tail, baguette maison e il brunch the moment that imprinted Genova, Pietro Romanengo, via Soziglia, 74-76/R dalle 9 alle 15, ma si possono conthe cafe on Italy's collective consciousness. Today, the coffee-house serves brunch from 9am sumare piatti caldi sino alle 21.30. Sempre a Genova, la Confetteria Romanengo racconta un pezzo di to 3pm, cocktails, sandwiches and warm dishes until 9:30pm. Confetteria Romanengo is another piece of Genoese history. Storia. Fondata da Pietro Romanengo nel 1870, in via Soziglia, diFounded in 1870 by Pietro Romanengo on Via Soziglia, it became venta ancora più famosa con un secondo negozio in via Roma. Giueven more famous when a second shop opened on Via Roma. seppe Verdi, molto goloso, l’apprezzava per i frutti canditi. Ma le

Caffè degli Specchi at Salita Pollaiuoli 43, Genoa | Genova, Caffè degli Specchi, Salita Pollaiuoli 43/R

122


SEDICESIMO 8.qxp_Layout 1 10/07/22 15:41 Pagina 11

SEA&GREEN 2022/1 -

Giuseppe Verdi, who had a sweet tooth, appreciated the candied fruit. These and other specialties – sugared almonds, candy, chocolates, pralines, petits-fours, fruit pastries and meringues – are even known abroad. From May to September, petals and ripe fruit are candied or turned into preserves, jellies and syrups, all prepared according to jealously guarded ancient recipes. The marrons glacés and perfectly candied violets are legendary.

CAFES IN LIGURIA CAFFÈ LIGURI

altre specialità, confetti, caramelle, cioccolatini, violette, praline, petit-fours, paste al frutto e meringhe sono conosciute ormai anche all’estero. Da maggio a settembre, frutta matura e petali diventano canditi, confetture, gelatine e sciroppi preparati secondo le antiche e gelosamente custodite ricette di casa. Leggendari i marron glacé e le violette dalla canditura perfetta.

Gran Caffè Defilla at Corso Garibaldi 4, Chiavari | Chiavari, Gran Caffè Defilla, Corso Garibaldi, 4

Chiavari

Chiavari

The Gran Caffè Defilla in downtown Chiavari, whose allure dates back to 1900, is Liguria's largest. Its 15 windows open onto the porticoes of Piazza XX Settembre and Corso Garibaldi. One could practically go from breakfast to after-dinner without leaving the premises. Hundreds of prestigious wine labels are selected by Sergio Rossi, who has been the sommelier since the 1980s. The Defilla is a bar, a shop, patisserie, and wine-house with a kitchen that serves stewed stockfish and borage-filled ravioli – symbols of local tradition. The Liberty-style rooms with plaster decorations, wood floors, mirrors and precious chiavarina chairs have hosted the likes of Rita Hayworth, Alberto Sordi, Totò, Gino Paoli and the presidents of the Italian Republic Antonio Segni and Sandro Pertini. In different eras, the cafe animated the city's society life and culture, thanks to its proximity to the splendid Teatro

Il Gran Caffè Defilla nel centro di Chiavari, che fa risalire il suo appeal al 1900, con le sue quindici vetrine è il più grande della Liguria. Sotto i portici di piazza XX Settembre e corso Garibaldi, si può passare in pratica dalla colazione al dopocena, affidandosi a centinaia di prestigiose etichette selezionate dal sommelier Sergio Rossi, alla guida dagli anni Ottanta. Il Defilla è bar, negozio, pasticceria, enoteca con cucina, dove è possibile scegliere fra stoccafisso in umido o ravioli di borragine, simboli della tradizione locale. Le sale liberty con stucchi, parquet, specchi e le preziose sedie “chiavarine”, hanno visto Rita Hayworth, Alberto Sordi, Totò, Gino Paoli e i presidenti della Repubblica Antonio Segni e Sandro Pertini. In epoche diverse, il caffè ha animato vita culturale e mondana della città, per la contiguità con lo splendido Teatro Cantero che ospitava

123


SEDICESIMO 8.qxp_Layout 1 10/07/22 15:41 Pagina 12

Cantero, where comedies, operas and cinematographic premières would take place. Before and after shows, a stop at the Defilla was de rigueur, sometimes to end the evening to the notes of a chamber orchestra. The pastry department produces such delicacies as pandolce genovese and the famous chocolate-covered Sorrisi di Chiavari. There is not a refined tourist who would decline bringing a box of them home. The habit is increasingly in vogue.

commedie, opere liriche e prime cinematografiche. Prima e dopo gli spettacoli, il Defilla era tappa obbligata, magari per finire la serata sulle note di un’orchestrina. Il reparto pasticceria, fra altre delizie come il pandolce genovese, produce i famosi “Sorrisi di Chiavari” al cioccolato. Non c’era turista raffinato che non ne volesse portare una scatola a casa. Abitudine che sta riprendendo quota.

Caffè Pasticceria Balzola at Piazza Matteotti 26, Alassio | Caffè Pasticceria Balzola at Piazza Matteotti 26, Alassio

Alassio

Alassio

Alassio is visited for its shops, photogenetic spots like the Muretto di Alassio, and Caffè Balzola, founded in 1902. It is said that this was the first café chantant in Italy in the 1920s, where the tenors Tito Schipa and Beniamino Gigli performed. The Russian writer Maxim Gorky used to sit in the 18th-century Venetian-style room and socialize with poets and colleagues from the large English community in Alassio. The founder Rinaldo Balzola was the head pastry chef of the House of Savoy, so Gabriele D’Annunzio and Eleonora Duse frequented the cafe for the fine treats he had learned to make in Turin from Gustavo Pfatisch. Balzola even won over the kings of Italian sweets – Angelo Motta and Gioacchino Alemagna. The place is known for its exquisite Baci di Alassio, patented in 1919. Currently run by the fourth generation, Balzola is still interpreting the spirit of contemporary times.

Fra negozi rinomati e angoli fotografatissimi come il Muretto, spicca il Caffè Balzola, fondato nel 1902. Si può dire che in Italia il format “caffè concerto” sia nato qui negli anni ’20, con artisti come Tito Schipa e Beniamino Gigli. Lo scrittore russo Maksim Gorki sedeva nella sala Settecento veneziano, intrattenendosi con poeti e colleghi della nutrita colonia inglese di Alassio. Con le sue raffinatezze, imparate a Torino da Gustavo Pfatisch, il capo pasticcere di Casa Savoia Rinaldo Balzola attirò nel locale Gabriele D’Annunzio e Eleonora Duse. E convinse pure i re italiani del dolce, Angelo Motta e Gioacchino Alemagna. Squisiti i “Baci di Alassio”, brevettati nel 1919. Oggi, alla quarta generazione, Balzola sa ancora interpretare lo spirito contemporaneo.

124

S


SEDICESIMO 8.qxp_Layout 1 10/07/22 15:41 Pagina 13

Senza titolo-1 1

24/05/21 09:24


SEDICESIMO 8.qxp_Layout 1 10/07/22 15:41 Pagina 14


SEDICESIMO 8.qxp_Layout 1 10/07/22 15:41 Pagina 15

Annika Sörenstam, eight-time Rolex Player of the Year, with Lorena Ochoa, 2004 Annika Sörenstam, otto volte Rolex Player of the Year, con Lorena Ochoa, 2004

The golf-player's dream: to help others Il golf da sogno? Se aiuta gli altri Federica Rossi n golf, many stories of solidarity prove that winning is not the only thing that counts. Perhaps not everyone is aware of how impressive the financial reports of charity are, especially in the United States. The image of a sport organizing tournaments with the aim of donating hundreds of millions of dollars to good causes is of great impact. Such generosity contributes in an essential way toward golf being recognized as a positive force, even by those who do not play it.

I

127

ono tante le storie di solidarietà che provano come, nel golf, vincere non sia affatto l'unica cosa che conti. Forse non tutti sanno quanto il settore charity abbia bilanci imponenti, specie negli Stati Uniti. L’immagine di uno sport che, più di qualsiasi altro, si mobilita per devolvere centinaia di milioni di dollari in beneficenza è di grande impatto. Questa generosità ha dato un contributo essenziale per riconoscergli un ruolo edificante anche da chi non lo pratica.

S


SEDICESIMO 8.qxp_Layout 1 10/07/22 15:41 Pagina 16

The Mexican golf champion Lorena Ochoa - La campionessa messicana Lorena Ochoa

The Professional Golfers' Association, an American organization that runs the flagship annual series of tournaments known as the PGA Tour, reports that since 1938 it has raised none less than 3.6 billion dollars for charity, setting its record in 2019 with 204.3 million. The first donation was 10,000 dollars raised in 1938 at the Palm Beach Invitational. Since then, the philanthropy of the American circuit has proceeded to support over 3,000 nonprofit organizations per year. In the United States, thousands of fundraising tournaments raise big amounts of money ranging from a minimum of 1,000 dollars to a maximum of 250,000 per event. The Dubai Port World Tour, the major professional tournament in Europe, is also very active in goodwill. The most recent initiative is called Golf for Good, which raises funds every season to help communities where the tournaments are held. It also promotes the sport without regard for social class. Since being launched in July 2020 in the middle of the pandemic, over 1 million euros have been donated to local institutions. Stellar golf champions are just as generous. Behind sky-high earnings and million-dollar sponsorships, they have always proven to be magnanimous, with the less fortunate at heart. Although not all like to flaunt their altruistic gestures, media coverage readily reaches their supporters, which contributes to revealing situations of extreme neediness. Sports fans' interest in specific causes facilitates an approach to those causes, breaking barriers of skepticism that would otherwise keep them hidden.

Il PGA Tour, massimo circuito americano, dichiara che dal 1938 ad oggi sono stati ben 3,6 i miliardi di dollari devoluti in beneficenza, con il record di 204,3 milioni raggiunto nel 2019. La prima donazione, proprio nel ‘38, fu di diecimila dollari al Palm Beach Invitational. Da lì la filantropia del circuito statunitense è proseguita supportando oltre tremila organizzazioni no profit ogni anno. Negli USA, migliaia di gare a sfondo benefico permettono infatti di raccogliere in un anno cifre da capogiro, da un minimo di mille a un massimo di 250 mila dollari per ogni evento. Non è da meno il DP World Tour, massimo circuito professionistico europeo. Sono tante le attività filantropiche intraprese, ultima nata in ordine di tempo è la “Golf for Good”, iniziativa che in ogni stagione raccoglie fondi per supportare le comunità in cui si svolgono i tornei e promuovere il golf, indipendentemente dalla classe sociale. Dal suo lancio a luglio 2020, in piena pandemia, ad oggi, oltre un milione di euro è stato devoluto ai singoli enti locali. E che dire dei grandi campioni? Dietro incassi stellari e sponsorizzazioni milionarie, le stelle del golf mondiale hanno sempre dimostrato di avere un gran cuore. Per quanto non tutti amino dimostrare la propria generosità, è pur vero che la risonanza mediatica coinvolge facilmente i supporter, contribuendo a svelare situazioni di estremo disagio. L’interesse dei propri idoli sportivi verso una determinata causa rende più facile l’approccio di chi li segue a problemi altrimenti nascosti da un muro di diffidenza.

128


SEDICESIMO 9.qxp_Layout 1 10/07/22 15:45 Pagina 1

SEA&GREEN 2022/1 - GOLF

In the group of big golfers up to 50 years old, numerous players have created non-profit foundations. Tiger Woods (1975), the athlete who has contributed more than anyone else to making golf grow on a global level, established the TGR Foundation in 1996 with his father Earl to aid the American community. TGR improves children's health, education and well-being by offering the resources necessary for good results at school and in life. From an American ace to a North Irish star, Rory McIlroy: the Rory Foundation helps children and families throughout the world. In 2017, after his victory in the Irish Open, all his earnings were given to three children's charities, each of which received 317,000 euros. Among the personalities who have changed the game of golf in the past 20 years, the places of honor are taken by the best two women players of all time, Annika Sörenstam (1970) from Sweden and Lorena Ochoa (1981) from Mexico. In 2007, Sörenstam established the Annika Foundation with the goal of

Nella rosa dei big players dai 50 anni in giù sono numerosi quelli che hanno creato fondazioni senza scopo di lucro. Come Tiger Woods, l’atleta che più di chiunque ha contribuito a far crescere il golf a livello globale. La TGR Foundation, aperta nel 1996 con il padre Earl, supporta la comunità americana migliorando salute, istruzione e benessere dei bambini, offrendo le risorse necessarie per avere successo a scuola e nella vita. Da un fuoriclasse americano a uno nordirlandese. È il caso di Rory McIlroy la cui Rory Foundation aiuta bimbi e famiglie in tutto il mondo. Nel 2017, a seguito della vittoria nell’Irish Open, tutti i proventi furono suddivisi fra tre organizzazioni benefiche dedicate all’infanzia, ciascuna delle quali ha ricevuto 317 mila euro. Tra i nomi che hanno cambiato il golf negli ultimi vent’anni il posto d’onore è da attribuire anche a due donne, nonché le migliori giocatrici di tutti i tempi: la svedese Sörenstam e la messicana Lorena Ochoa. Sörenstam, nel 2007, ha creato l’ANNIKA Foundation con lo scopo di insegnare ai bam-

The American champion Tiger Woods Il campione americano Tiger Woods

129


SEDICESIMO 9.qxp_Layout 1 10/07/22 15:45 Pagina 2

encouraging children to embrace healthy, active lifestyles starting with good nutrition and physical exercise. Sörenstam describes it as her way of giving back to a sport from which she received so much. Lorena Ochoa (1981) is another former golf star. After Sörenstam, she was one of the biggest proettes in history. Ochoa's philanthropic foundation in her hometown of Guadalajara supports the education of low-income children and adolescents through academics, sports and cultural activities. The mission of Fundación Lorena Ochoa is to offer both children and adults opportunity for self-fulfillment through golf. Beyond the glamour, the sport imparts honesty, integrity, sport-smanlike conduct, and the value of hard work on the course.

bini l’importanza di uno stile di vita sano, partendo da una corretta alimentazioneedall’attività fisica. Per sua stessa ammissione questo è il suo modo di dare qualcosaincambiodiquanto haricevutosuigreenpiù prestigiosi.Daunaexnumero uno planetaria a un’altra. Lorena Ochoa, classe 1981, dopo Annika Sörenstam è stata una delle più forti proette,leprofessionistedelgolffemminile.Campionessafilantropa, Ochoa ha la sua fondazione a Guadalajara, dov’ènata, per poter garantire istruzione, assistenza e sostegno economico ai bambiniindifficoltà.LamissionedellaLorenaOchoaGolfFoundation è proprio quella di offrire un’opportunità di riscatto, anche per gli adulti, attraverso il golf. Uno sport che, al di là del glamour insegna onestà, integrità, sportività e il valore del duro lavoro sul campo.

Rory McIlroy, the North Irish golfer Rory McIlroy, golfista nordirlandese

130


SEDICESIMO 9.qxp_Layout 1 10/07/22 15:45 Pagina 3

103507&/&3& (3"/%

),.) ( , Èz 0nn0ññ ÈzX! n x z(

XǼ JȸƏȇƳ RȒɎƺǼ ¨ȒȸɎȒɮƺȇƺȸƺً ȇƏɎȒ ƬȒȅƺ !ȒȇɮƺȇɎȒ Ƴǣ ³Əȇ IȸƏȇƬƺɀƬȒ ȇƺǼ æàXX ɀƺƬȒǼȒً lj ǣȇƬƏɀɎȒȇƏɎȒ ɎȸƏ Ǽƺ !ǣȇȷɖƺ Áƺȸȸƺ ƺ ǣǼ JȒǼǔȒ Ƴƺǣ ¨ȒƺɎǣِ nƏɀƬǣƏɎǣ ǣȇƬƏȇɎƏȸƺ ƳƏǣ ȵƏȇȒȸƏȅǣً ƳƏǼǼƏ ȸƏǔǔǔǔǣȇƏɎƺɿɿƏ ƳƺǼ ¨ƏǼȅƏȸǣƏ «ƺɀɎƏɖȸƏȇɎ ƺ ƳƏǼǼƏ ȵȸȒǔƺɀɀǣȒȇƏǼǣɎơ ƳƺǼ ȇȒɀɎȸȒ ɀɎƏǔǔǔǔً ǔƺǼǣƬƺ Ƴǣ ȒɀȵǣɎƏȸƺ ƏȇƬǝƺ ǣ ƬǼǣƺȇɎǣ ȇȒȇ ȸƺɀǣƳƺȇɎǣ ǣȇ ǝȒɎƺǼِ

³! ¨«X (X ¨XÐ ³È ¨ «Á à0z0«0J« z(ِ! x

àǣƏ Jǣɖɀƺȵȵƺ JƏȸǣƫƏǼƳǣ ‫¨ דא׎ח׏ ًד‬ȒȸɎȒɮƺȇƺȸƺ ٢³¨٣ ÁƺǼ‫ ׏דוווו וז׏׎ חבڷ ي‬۴ ȸƺɀƺȸɮƏɎǣȒȇɀ۬ȵȒȸɎȒɮƺȇƺȸƺǕȸƏȇƳِƬȒȅ


SEDICESIMO 9.qxp_Layout 1 10/07/22 15:45 Pagina 4


SEDICESIMO 9.qxp_Layout 1 10/07/22 15:45 Pagina 5

Record number of Blue Flags for Liguria's beaches 77 volte Blu Record per le spiagge liguri eventy-seven is this year's magic number. It refers to the beaches and docks in Liguria where the Blue Flag is flown, a signal of clean water and high-quality services for seaside tourism and boating. This record number of Blue Flags makes Liguria the champion of all Italian regions. Specifically, the four Ligurian provinces offer 63 beaches and 14 docks that meet the stringent criteria of the Foundation for Environmental Education. The evaluation judges pure water, clean coasts, safety and access for all, including green areas, pedestrian zones, bicycle paths and street furniture. Paramount importance is given to sewage purification and efficient waste sorting. Public services and educational environmental information are also key. See blueflag.global for more details.

S

l numero magico è 77. Tante sono le spiagge e gli approdidellaLiguriaincuisventolalabandierablu,simbolo di mare pulito oltre che di servizi di qualità per il turismo balneare e il diportismo. Si tratta di un numero record che conferma la Liguria come prima regione d’Italia per bandiere blu ottenute. Nel dettaglio, tra le quattro province liguri, sono 63 le spiagge e 14 gli approdi che sono stati promossi dalla FEE, la Foundation for Environmental Education. La valutazione dell’organismo europeo tiene conto della qualità del mare, ma anche della presenza diareeverdiepedonali,pisteciclabili,arredourbanocurato, nonché,soprattutto,diunadepurazionefognariaeunaraccoltadifferenziataefficienteodellapresenzadiservizid’utilità, informazione ed educazione dell’ambiente. Ulteriori dettagli sul portale www.feeitalia.org.

I

133


SEDICESIMO 9.qxp_Layout 1 10/07/22 15:46 Pagina 6

List of Blue Flag beaches and docks in each province Camogli - Spiaggia Camogli Camogli - San Fruttuoso Chiavari - Zona Gli Scogli Chiavari - Spiaggia Porto Chiavari - Marina di Chiavari APPRODO Lavagna - Lungomare Moneglia - Levante Moneglia - Centrale Moneglia - La Secca Santa Margherita Ligure - Punta Pedale Santa Margherita Ligure - Zona Milite Ignoto Santa Margherita Ligure - Scogliera Pagana Santa Margherita Ligure - Paraggi Sestri Levante - Baia Portobello Sestri Levante - Baia delle Favole (nord-sud)

Imperia - Spianata Borgo Peri Imperia - Borgo Marina Imperia - Goimperia APPRODO Riva Ligure - Centro Sanremo - Tre Ponti Sanremo - Imperatrice Sanremo - Bussana Sanremo - Baia Capo Pino San Lorenzo al Mare - U Nostromu/ Prima Punta San Lorenzo al Mare - Baia delle Vele San Lorenzo al Mare Marina di San Lorenzo APPRODO Santo Stefano al Mare - Baia Azzurra Santo Stefano al Mare - Il Vascello S. Stefano al Mare - Marina degli Aregai APPRODO Taggia - Arma di Taggia

Province of Imperia Provincia di Imperia

Province of La Spezia Provincia della Spezia

Bordighera - Litorale Bordighera - Porto di Bordighera APPRODO Diano Marina - Diano Marina

Ameglia - Fiumaretta Bonassola - Lato Est e Lato Ovest Framura - Spiaggia La Vallà-Apicchi

Province of Genoa Provincia di Genova


SEDICESIMO 9.qxp_Layout 1 10/07/22 15:46 Pagina 7

Ecco, divisi per provincia, l'elenco delle spiagge e degli approdi con il certificato d'eccellenza. Framura - Fornaci La Spezia - Porto Lotti APPRODO La Spezia - Porto Mirabello APPRODO Lerici - Eco del Mare Lerici - San Giorgio Lerici - Colombo Lerici - Lido Lerici - Fiascherino Lerici - Baia Blu/Marinella Levanto - La Pietra Levanto - Ghiararo Portovenere - Porticciolo di Portovenere APPRODO

Province of Savona Provincia di Savona Alassio - Porto Luca Ferrari APPRODO Albissola Marina - Lido Albisola Superiore - Lido Andora - Marina di Andora APPRODO Bergeggi - Il Faro Bergeggi - Villaggio del Sole Borghetto Santo Spirito - Litorale Ceriale - Spiaggia di Ceriale (nord-sud)

Celle Ligure - Levante Celle Ligure - Ponente Celle Ligure - Cala Cravieu APPRODO Finale Ligure - Spiaggia di Malpasso/ Baia dei Saraceni Finale Ligure - Finalmarina Finale Ligure - Finalpia Finale Ligure - Spiaggia del Porto Finale Ligure - Varigotti Finale Ligure - Castelletto San Donato Loano - Spiaggia di Loano Loano - Marina di Loano APPRODO Noli - Le Cave/ Capo Noli / Zona Vittoria/ Zona Anita /Chiariventi Pietra Ligure - Ponente Savona - Fornaci Savona - Vecchia Darsena APPRODO Spotorno - Lido Varazze - Levante Teiro (Bagni Nautilus-Solaro) Varazze - Ponente Teiro Varazze - Piani d'Invrea Varazze - Arrestra Varazze - Marina di Varazze APPRODO


SEDICESIMO 9.qxp_Layout 1 10/07/22 15:46 Pagina 8

AR92: real luxury is discreet AR92, il vero lusso è discreto

S

ome people want a luxury abode and quality of life. They do not confuse prestige with ostentation; they simply seek a place where living is pleasant. The real estate agent AR92 LandCo. Property caters to such people. With 30 years of experience, the firm employs an international team working across three locations – Genoa, Santa Margherita Ligure and Camogli. Thanks to an exclusive partnership with Savills for the entire Liguria region, AR92 LandCo. Property has been a transnational real estate company for several years now. (Savills is a worldwide property advisor from London with 600 offices and 33,000 employees.) "Our aim for the future is the continued growth of our services in the entire territory of Liguria," says Chris Ostet, the CEO of AR92 LandCo. Property. "Genoa and Liguria as a whole have a large number of heritage villas and residences that satisfy even the most discerning foreign customers. In recent years, Chinese, Australians, Swiss, British and Americans have invested enthusiastically in houses with unique vistas. Places here possess a suitable level of services and an authenticity that is superior to the ephemeral whims of fashion." It is impossible to ignore the uncontaminated charm of Portofino, with villas overlooking the gulf, and a nature park lying behind them. The town of Portofino is not the only gem awaiting discovery. People looking for beauty and calm without giving up luxury are favored with a broad array of offerings. "Our continuous interaction with international clients stimulates us to believe in what we do by seeing the top-grade real estate of Liguria with their eyes, which is why we have the utmost faith in our business," says Ostet. "Our goal is to continue bringing Liguria to the world by way of its historical, natural and artistic riches, and its highly valuable property."

R

esidenze di lusso per chi cerca la qualità della vita e non confonde il prestigio con lo sfarzo. Semplicemente luoghi dove vivere è un piacere. Di questo si occupa la AR92 LandCo. Property, società con trent’anni di esperienza e un team internazionale distribuito fra le sedi di Genova, Santa Margherita Ligure e Camogli. Grazie a una partnership internazionale ed esclusiva per la Liguria con Savills, player mondiale nel Real Estate con sede a Londra, 600 uffici nel mondo e 33.000 dipendenti, AR92 LandCo. Property da diversi anni è diventata una società immobiliare internazionale. «L’obiettivo per il futuro – dichiara Chris Ostet, CEO della società – è continuare a crescere arrivando a coprire tutto il territorio Ligure. Genova e la Liguria vantano un patrimonio di ville e dimore in grado di soddisfare anche i più esigenti clienti stranieri. In questi anni cinesi, australiani, svizzeri, britannici, statunitensi hanno investito con passione in abitazioni dal panorama unico, un’offerta di servizi adeguata e un’autenticità superiore al gusto effimero delle mode». Impossibile ignorare il fascino inalterato di Portofino, con le ville affacciate sul golfo e le spalle appoggiate sul parco naturale. Ma non è questo l’unico tesoro da scoprire e da offrire a chi vuole bellezza e tranquillità, senza rinunciare a niente. «Il continuo confronto con clienti internazionali – continua Ostet – ci dà la carica per credere in quello che facciamo guardando al nostro patrimonio immobiliare territoriale e al nostro business con estrema fiducia. Il nostro obiettivo è quello di continuare a portare la Liguria nel mondo attraverso le sue bellezze storiche, naturali e artistiche e al suo patrimonio immobiliare di altissimo valore».


SEDICESIMO 9.qxp_Layout 1 10/07/22 15:46 Pagina 9


SEDICESIMO 9.qxp_Layout 1 10/07/22 15:46 Pagina 10

Maurizio Donelli

SUVs and nature: it's true love Street bully

turns into tree-hugger

SUVe natura, grande amore Il “bullo” della strada diventa ecosostenibile

gly, dirty and bad. Guilty of traffic jams and accidents. Symbol of social envy. The subject of satire (see the Italian radio DJ Albertino, whose invented alter ego, Marco Ranzani, boasts to his friends about his over-the-top model). What if it were the opposite? Perhaps in the beginning, sport utility vehicles were awkward and polluting. But over time, they became friendly. They pollute less thanks to Euro 6 diesel engines, and are now shifting toward hybrid and electric versions. Today's catalogues offer very many alternatives. Every brand has its own reference model SUV – especially car makers in the pper echelons. One luxury model is the Tesla Model X. Built on the same vehicle platform as the Model S sedan, it is 503 centimeters long, 200 wide and 168 tall. Prices go from 109 thousand euros for the Long Range to 120 thousand for the Plaid version. The former has two engines, gets 580 kilometers out of a full charge, and has a maximum speed of 250 km/h, accelerating from 0 to 100 in 3.9 seconds. Plaid is equipped with 3 electric engines that together offer 1,020 hp. It accelerates from 0 to 100 in 2.6 seconds, has a maximum speed of 262 km/h, and a 547-kilometer range per battery charge.

U

rutti, sporchi e cattivi. Colpevoli di traffico e incidenti. Simboli di invidia sociale. Protagonisti nella satira: il “Ranzani” di Albertino, a Radio Deejay, ne aveva uno esagerato e se ne vantava con gli amici. E se fosse il contrario? Forse all’origine i SUV, sport utility vehicles, erano ingombranti e inquinanti. Con ilpassaredeltempo,però,sonodiventatigentili.Inquinano meno grazie ai motori diesel Euro 6 per poi scivolare verso la transizione ibrida ed elettrica. Il listino oggi offre moltissimealternative.OgnimarchiohailsuoSUVdiriferimento. Soprattutto le case costruttrici di primo livello. Fra quelli di lusso, ad esempio, c’è Tesla Model X. Ingegnerizzata sulla stessa piattaforma della berlina Model S, è lunga 503 cm, larga 200 e alta 168, e ha un prezzo di listino chevada109milaeuroperlaLongRangefinoai119.990per laversionePlaid.Laprima,chehaduemotori,percorre580 kmconunpienodienergia,haunavelocitàmassimadi250 km/h e uno scatto da 0 a 100 in 3,9 secondi. Plaid, equipaggiata con tre motori elettrici per complessivi 1.020 CV, ha uno0-100di2,6,unavelocitàmassimadi262km/heun’autonomia di 547 km.

B

The Tesla Model X, a luxury SUV with elegance and versatility Tesla Model X, SUV di lusso elegante e versatile

138


SEDICESIMO 9.qxp_Layout 1 10/07/22 15:46 Pagina 11

The Lamborghini Urus, razor-sharp lines | Linee come lame per Lamborghini Urus

Then there is the Lamborghini Urus, 511 centimeters long, with lines that cut like a knife. The car has 650 hp of power and shares the same structure as other models from Volkswagen, such as the Audi Q7 and the Porsche Cayenne. Equipped with a biturbo V8 engine, the price of the Urus starts at 227 thousand euros. Interiors are sporty and opulent. Speeds in excess of 300 km/h.

Ecco poi la Lamborghini Urus: lunga 511 cm e dalle linee taglienti come una lama, ha 650 CV e condivide la stessa struttura di altri modelli del Gruppo Volkswagen come Audi Q7 e Porsche Cayenne. È equipaggiata con il V8 biturbo e costa da 227 mila euro. Gli interni sono sportivi e opulenti. Supera la barriera dei 300 km/h.

Hybridpropulsionregalesuswiththeplug-inBentleyBentayga,built on the same vehicle platform as the Urus, but with more of an eye for richness and comfort. Its impressive stance – 514 centimeters – and classic shapes are recognizable, with a decidedly prominent frontgrille.Pricetag:from176thousandeuros.Its330hp3.0-literV6 engine is combined with a 128 hp electric engine for 449 hp combined.With700Newton-metersofcombined-systemtorque.

La propulsione ibrida ci regala la Bentley Bentayga plug-in. Condivide la stessa piattaforma della Urus ma, rispetto a quest’ultima, ha un occhio di riguardo per ricchezza e comfort. Aspetto imponente, 514 cm, e forme classiche, ben riconoscibili con la mascherina anteriore decisamente ampia. Viene proposta da 176 mila euro, e abbina un 3.0 V6 da 330 CV a un motore elettrico da 128 CV per 449 CV e 700 Nm combinati.

The Bentley Bentayga plug-in, a gem of a hybrid sport utility vehicle | Bentley Bentayga plug in, un gioiello dalla propulsione ibrida

139


SEDICESIMO 9.qxp_Layout 1 10/07/22 15:46 Pagina 12

The Mercedes EQS is part of a family of electric-powered vehicles Fluid alines for the model EQC by Mercedes-Benz | Linee fluide per la Mercedes EQC La Mercedes EQS è parte di una famiglia di veicoli propulsione elettrica

Among the most recent arrivals is the Mercedes EQC, distinguished by its particularly fluid body. This first electric SUV by Mercedes is 476 centimeters long. Four-wheel drive. Two individual motors lie one at each axle, giving 408 hp of power. An 80-kWh battery offers a 417-kilometer range when full. Interiors are well finished and technological. From 78 thousand euros.

Tra le ultime arrivate sul mercato poi la Mercedes EQC. Si distingue per una carrozzeria particolarmente fluida. Il primo SUV elettrico della Mercedes è lungo 476 cm, può disporre di trazione integrale, un motore anteriore e uno posteriore, e 408 CV. La batteria da 80 kWh assicura una percorrenza di 417 km. Gli interni sono ben rifiniti e tecnologici. Da 78 mila euro.

Like to put pedal to the metal, even in an SUV? Then the Porsche Cayenne E-Hybrid Coupé is definitely for you. Dynamic lines with a seamless tail-light strip and particularly meticulous interiors. The hybrid version with external rechargeable battery combines a 3.0-liter V6 motor with a 136 hp electric engine integrated in the transmission, making a total of 462 hp. Prices start just below 100 thousand euros.

Vi piace correre anche con un Suv? Fa decisamente per voi la Porsche Cayenne Coupé E-Hybrid. Ha una linea dinamica con coda da coupé e si distingue per interni particolarmente curati. La versione ibrida con batteria ricaricabile all’esterno abbina il V6 da tremila a un motore elettrico da 136 CV, integrato nel cambio, per complessivi 462 CV. Il listino parte da poco meno di 100 mila euro.

The Volvo XC90, a classic offers freedom | Volvo XC90: un classico che regala libertà

140


SEDICESIMO 9.qxp_Layout 1 10/07/22 15:46 Pagina 13

SEA&GREEN 2022/1 -

AUTOS MOTORI

For adventurous types, the plug-in Land Rover Defender is unbeatable. The British car maker's new generation of off-road vehicles revisits the shapes of former versions, and adds refined interiors. The hybrid P400e is based on the long wheel-base of the Defender 110, and uses the plug-in system of the Range Rover and the Range Rover Sport, composed of a 4-cylinder turbo 2.0-liter petrol engine (300 hp) and a 116 hp electric engine. This is contained in the gear-box of the 8-speed automatic transmission, offering a total of 404 hp and 640 Newton-meters of combined torque. Prices begin at 65 thousand euros. A more seductive drive, yet also from Land Rover, is the plug-in Velar with its sinuous, shapely lines. The high-technology dashboard is based on two touch screens. The hybrid plug-in P400e uses the same system as the Defender, and offers 404 hp of combined power. Four-wheel drive, eight-speed automatic transmission, great comfort. From 73 thousand euros.

The adventurous Land Rover Defender plug-in L’avventurosa Land Rover Defender plug in

Per gli amanti dell’avventura è imperdibile la Land Rover Defender plug-in. La nuova generazione di fuoristrada della casa inglese può contare su forme che richiamano quelle di precedenti versioni e su interni raffinati. L’ibrida P400e è basata sulla Defender 110 a passo lungo e utilizza il sistema plug-in di Range Rover e Range Rover Sport, composto dal motore quattro cilindri turbo benzina 2.0 da 300 CV, abbinato all’elettrico da 116 CV, è contenuto nella scatola del cambio automatico a otto marce, per complessivi 404 CV e 640 Nm di coppia. Il listino parte da circa 65 mila euro. Più seducente ma sempre Land Rover, ecco la Velar plug-in con una linea caratterizzata da forme sinuose. Molto tecnologica la plancia, dove spiccano due schermi di tipo touch. La versione ibrida plug-in P400e sfrutta il medesimo sistema della Defender, e può contare su complessivi 404 CV. Trazione integrale e cambio automatico a otto rapporti. La comodità è uno dei suoi punti di forza. Da 73 mila euro. A sinuous design for the Velar plug-in by Land Rover Velar plug in di Land Rover, dal design sinuoso

A great classic with the gift of safety and absolute driving comfort is the Volvo XC90 Phev. With a length of 495 centimeters, this is a SUV that dominates the road. The cabin is luxurious and technological. The hybrid plug-in T8 Twin Engine links a 310 hp 4-cylinder gasoline turbo engine to an 80 hp electric engine connected to the rear wheels. Forty-kilometer range. In conjunction, the engines give 392 hp. From 80 thousand euros.

The Porsche Cayenne E-Hybrid Coupé for speed buffs Porsche Cayenne Coupé E-Hybrid: per chi ama la velocità

141

Ungrandeclassico,cheregalasicurezzaeassolutocomfort di guida è rappresentato dalla Volvo XC90 Phev. Con i suoi 495 cm, è un SUV che domina la strada. L’abitacolo è lussuoso e tecnologico. L’ibrida plug-in T8 Twin Engine abbina il quattro cilindri benzina turbo da 310 CV a un motore elettrico da 80 CV collegato alle ruote posteriori, in grado di percorrere fino a 40 km, per complessivi 392 CV. Da 80 mila euro.


SEDICESIMO 9.qxp_Layout 1 10/07/22 15:46 Pagina 14

The McLaren Artura features a twin-turbo VS coupled with an electric engine La McLaren Artura dispone di un VS biturbo abbinato a un motore elettrico

The Aston Martin DBX, first SUV by the UK car maker | Aston Martin DBX, primo SUV della casa inglese

The Aston Martin DBX, the first SUV by this British car maker, is characterized by the lines of a true supercar with tall wheels. This particularity conceals the vehicles 504-centimeter length. Its 551 hp biturbo V8 motor comes from Mercedes-AMG, and is joined by a 9-speed automatic transmission. All-wheel drive. The cabin is dressed in precious materials such as leather. Prices start at 188 thousand euros.

Si chiama invece Aston Martin DBX il primo SUV della casa britannica e si caratterizza per linee da vera supercar a ruote alte, peculiaritàchenascondeledimensionidellavettura:504cm.Aspingerla c’è il V8 biturbo da 551 CV di origine Mercedes-AMG, abbinato all’automaticoanovemarce.Latrazioneèintegraleel’abitacolopuò contare su materiali pregiati come il pellame. Si parte da 188 mila euro.

The Audi e-tron is a concentrate of futuristic technology. The German brand's first electric SUV has a four-wheel drive powered by two electric engines, one at each axle. The Volkswagen Group MLB platform is derived from the Audi Q8 platform. Available in three different versions: the e-tron 50, with 313 hp and a 71-kWh battery, 300-kilometer range; the e-tron 55, with 360 hp and 95 kWh battery, 400-kilometer range; and the S, with 3 electric motors that give 503 hp. From 0 to 100 in 4.5 seconds. Prices from 85 thousand euros.

Un concentrato di tecnologia e futuro è infine la Audi e-tron. Il primoSUVelettricodellacasatedescapuòcontaresuunatrazione “quattro” assicurata da due motori elettrici, uno per asse. La piattaforma MLB è derivata da quella della Q8. È disponibile in tre diverse versioni: la e-tron 50, che ha 313 CV e batteria da 71 kWh, l’autonomia è di 300 km, la e-tron 55, che dispone di 360 CV e accumulatoreda95kWh,conl’autonomiachearrivaa400km,elaS, con tre motori elettrici per complessivi 503 CV e 0-100 in 4,5 secondi. Prezzi da 85 mila euro.

The Audi e-tron, first electric SUV by the German brand | Audi e-tron primo SUV elettrico del brand tedesco

142

S


SEDICESIMO 9.qxp_Layout 1 10/07/22 15:46 Pagina 15

Senza titolo 3 1

25/05/21 12:18


SEDICESIMO 9.qxp_Layout 1 10/07/22 15:46 Pagina 16


SEDICESIMO 10.qxp_Layout 1 10/07/22 15:51 Pagina 1

A digital installation offers interactive information on a museum's exhibits Installazione digitale per la consultazione dell’esposizione all’interno di un museo

Culture goes digital, and we're loving it La cultura è digitale. E ci piace così irtual tours, augmented reality, increasingly detailed databanks and educational gaming – all are potential applications of digital technology when it comes to the touristic and recreational enjoyment of our cultural heritage. The possibilities are becoming more interesting and sophisticated by the day. In Genoa and Liguria, work conducted by the Liguria Digitale agency has allowed the region to stay abreast of technological progress and multimedia content, which in the past 20 years have radically changed the relationship between citizens (especially the young) and the region's cultural

V

145

our virtuali, realtà aumentata, banche dati sempre più dettagliate, gaming didattico: le potenzialità di applicazione del digitale alla fruizione, turistica e non, dei beni culturali si fanno ogni giorno più interessanti e sofisticate. A Genova e in Liguria l’impegno di Liguria Digitale ha consentito all’azienda regionale di stare al passo del progresso tecnologico, multimediale e non solo, che negli ultimi vent’anni ha cambiato radicalmente il rapporto dei cittadini, soprattutto i più giovani, con il patrimonio culturale. Senza trascurare un’attenzione particolare alle disabilità.

T


SEDICESIMO 10.qxp_Layout 1 10/07/22 15:51 Pagina 2

Gardens at the Palazzo Reale in Genoa | Giardino di Palazzo Reale

attractions, with specific attention for people with disabilities. Liguria Digitale is busy making tourism portals for the cities of Savona, Imperia and La Spezia, corresponding to three areas for tourism. Since the first release 20 years ago, the design of portals has come a long way. Today's focus is on unity of the region's different territories, meaning a mix of centralized services on a regional level (typically information about the hospitality sector) and information about experiences, events and things to do and see that are managed on a local level. This allows each area to construct its own presentation. The websites Visit Savona (visitsavona.com) and Imperia Experience (imperiaexperience.it) have already taken this direction. The portal for the province of La Spezia is in the development phase. Digital projects for cultural exhibition spaces are moving toward

Liguria Digitale sta realizzando i portali turistici di Savona, Imperia e La Spezia, che corrispondono più o meno ad altrettanti ambiti turistici locali. Dalle prime release di circa vent’anni fa la progettazione è cambiata molto e oggi punta su una visione “federalista” del turismo territoriale, ovvero a un mix tra servizi centralizzati a livello regionale (tipicamente le informazioni sulla ricettività) e informazioni su esperienze e agende di cose da fare e da vedere gestite a livello locale, in modo che ogni territorio possa costruire la propria narrazione. Visit Savona (https://visitsavona.com) e Imperia Experience (https://www.imperiaexperience.it) hanno già preso questa direzione; il portale omologo per la provincia spezzina è in fase di progettazione. Anche i progetti per gli spazi espositivi culturali vanno in una direzione di una maggiore apertura al turista e al visitatore generico. Se

146


SEDICESIMO 10.qxp_Layout 1 10/07/22 15:51 Pagina 3

entriamo oggi nel museo genovese di Palazzo Rosso ci accorgiamo subito di una presenza anche “fisica” degli strumenti digitali che instradano e accompagnano il visitatore. Il museo del polo di Strada Nuova è stato oggetto di un restyling che, oltre a valorizzare e rendere maggiormente fruibili alcuni degli ambienti dello storico palazzo, ha permesso i necessari adeguamenti tecnologici per il cablaggio. Grazie a questa ristrutturazione e grazie ai fondi messi a disposizione da Fondazione Carige, Liguria Digitale e ETT hanno allestito una sala multisensoriale con al centro un plastico per non vedenti che riproduce in scala la Strada Nuova di fine XVI secolo. Il visitatore, muovendosi lungo il plastico, si rende conto della relazione spaziale tra gli elementi e ne fa esperienza grazie agli audio ambientali e illustrativi. Per i palazzi dei Rolli, invece, è stata realizzata una app che a partire da una mappa geolocalizzata riunisce tutte le informazioni, le schede di ogni palazzo e si avvale dell’ausilio alla visita attraverso la realtà aumentata.

increased openness to tourists and generic visitors. When entering the Palazzo Rosso museum in Genoa today, we immediately notice the physical presence of digital tools that guide and accompany visitors. As one of the Strada Nuova Museums, Palazzo Rosso has been restyled to beautify and increase the accessibility of several rooms, as well as allows for technological adjustments for cabling. Thanks to the refurbishment and funds from Fondazione Carige, Liguria Digitale and ETT (a digital strategy firm) have created a multisensory room with at its center an architectural model for blind people representing Strada Nuova in the late 16th century. By moving along the maquette, visitors gain a feel for the spatial relation between the elements. Ambient sound and explanatory audio recordings complete the experience.

147

Frescoed ceiling at Palazzo Angelo Giovanni Spinola. Both palazzi are Rolli palaces Soffitti affrescati del palazzo Angelo Giovanni Spinola, uno dei Palazzi dei Rolli di Genova


SEDICESIMO 10.qxp_Layout 1 10/07/22 15:51 Pagina 4

At the National Museum of Italian Emigration in Genoa, digital displays illustrate the flow of migrants around the world Installazione con totem digitali che rappresenta i flussi mondiali al Museo dell’Emigrazione

As for the Palazzi dei Rolli, they have received an app that uses geolocation to unite all information on each of the palazzi, and enhances visits by means of augmented reality. Lengthy, meticulous reworking has led to the recent new portal of Genoa's museums. Once the old website was archived, all text and picture content was remade. The strict distinction between municipal museums and other types of museum was ignored for being irrelevant to visitor experience. All city museums are presented equally within a browsing system that emphasizes the specificities and highlights of each one. Presentation is to the point and factual, but also enjoyable for the public at large. A wealth of information and picture galleries offer preliminary exploration possibilities in addition to a list of ten things to not miss at each museum. This selection is based on the non-expert's need for an indication of priorities. A chapter about exhibitions and events links to the database run by the website VisitGenoa. A digitalized catalogue-inventory of each museum is in the development phase, to be integrated with the regional Inventario Catalogo Beni Culturali and the national SIGECweb catalogue of cultural heritage. New chapters of in-depth information can be added to the current presentation of the museums. Contributions from Fondazione Compagnia San Paolo are making this initiative possible, along with a multilingual portal and a virtual tour of the recently inaugurated National Museum of Italian Emigration housed at the Commenda di San Giovanni di Pré complex in Genoa. Resources from the Ministry of Culture will be earmarked for an augmented-reality app and a gaming installation for the Museum of Natural History "Giacomo Doria" in Genoa.

Lungo e meticoloso il revamping che ha dato vita, recentemente, al nuovo portale dei musei di Genova. Archiviata la vecchia piattaforma sono stati rifatti tutti i contenuti testuali e iconografici, superando anche la stretta definizione di museo “comunale”, del tutto irrilevante per un visitatore o un turista: tutti i musei di ambito cittadino, comunali e non, sono presentati in una navigazione paritetica che però mette bene in evidenza le specificità e le eccellenze di ogni spazio espositivo. La presentazione è rigorosa, scientifica ma anche gradevole per il visitatore generico. Che ha a disposizione, oltre a contenuti esaurienti e gallerie di immagini per un’esplorazione preliminare, anche suggerimenti sulle “dieci cose da non perdere” per ogni museo: una selezione che viene incontro all’esigenza del visitatore non esperto di un’indicazione di priorità. Per la parte di mostre ed eventi, il portale dialoga con la base dati di VisitGenoa. Con la digitalizzazione e l’inventario catalogo sulle schede dei beni museali, che è in fase di sviluppo e sarà integrata con la catalogazione regionale (ICBC) e nazionale (Sigecweb), sarà possibile agganciare all’attuale presentazione dei musei nuovi percorsi di approfondimento. Questo intervento, insieme con la realizzazione di un portale multilingue e di un virtual tour per il Museo dell’Emigrazione Italiana (recentemente inaugurato alla Commenda di Pré) verranno realizzati anche grazie a un contributo della Compagnia San Paolo. Altre risorse del Ministero della cultura saranno dedicate alla realizzazione di una app di realtà aumentata e un’installazione di gaming per il Museo Doria di Storia Naturale.

148


SEDICESIMO 10.qxp_Layout 1 10/07/22 15:51 Pagina 5

A 12-kilometer, 600-year voyage through 31 rooms, to hear the sound of the waves and get to know the stories of the men who plied it. The Galata Maritime Museum in Genoa is the largest of its kind in the Mediterranean. It tells the history of sailing from the Middle Ages to the present day, from the era of rowing to the big migrations. The exposition unites science, art and activities such as going on board of a reconstructed Genoese galley from the 17th century, entering the Italian Navy submarine Nazario Sauro S-518, or delving into the journey experienced by Italians crossing the Atlantic in the late 19th and early 20th centuries (located in the museum's Memory and Migration section). The museum features over 4,300 objects, 50 multimedia stations, rare historical atlases and a portrait of Christopher Columbus by Ridolfo del Ghirlandaio. The fifth-floor terrace Mirador offers an enchanting view of today's city, after admiring Genoa as painted in 1481 by Cristoforo Grassi. With something for everyone, the Galata Museum is where you can identify with being a sailor, a passenger, an emigrant of the past and of today.

Un viaggio su 12.000 metri e 600 anni, 31 stanze da visitare per sentire il rumore delle onde e conoscere le storie degli uomini che le hanno solcate. Il Galata Museo del Mare di Genova è il più grande centro espositivo marittimo del Mediterraneo. È un viaggio nella navigazione dal Medioevo ai giorni nostri, dall’età del remo a quella delle grandi migrazioni moderne. Unisce scienza, arte ed esperienze da fare in prima persona, come salire sulla galea genovese del ’600 ricostruita, scendere nel sottomarino S-518 “Nazario Sauro”, o rivivere la grande traversata oceanica riprodotta nel Padigl ione MeM, Memorie e Migrazioni. La collezione comprende oltre 4.300 oggetti, 50 postazioni multimedial i, atlanti storici di grande pregio, Cristoforo Colombo ritratto dal Ghirlandaio. Cinque piani per arrivare al Mirador con l’incantevole veduta sulla città oggi, dopo essere passati davanti a quella dipinta da Cristoforo Grassi nel 1481. Un museo adatto a tutti dove immedesimarsi nella vita dei marinai, dei passeggeri e dei migranti di ieri e oggi.


SEDICESIMO 10.qxp_Layout 1 10/07/22 15:51 Pagina 6

The Salt Roads:

where once were bandits now there are mountain bikes

Le Vie del Sale,

ieri i predoni oggi le mountain bike Luca Bonora

alt has always been a precious element. So much so that it was used as currency in ancient times. Salt used to be transported from the coasts to inland cities. The Via Salaria, for instance, was created to connect Rome to the salt flats of the Adriatic Sea. You could be killed for a pack of salt, so the roads traveled to deliver it were changed at the last minute, zigzagging through woods and gulches to avoid bandits and marauders. But around the ninth century, under the Holy Roman Empire, the routes were established once and for all. However, the innumerable alternative routes continued to exist. The salt roads cross Liguria from the west to Tuscany. There are two important trails: from the western Riviera di Ponente, which runs from Ventimiglia up to Monesi to Limone Piemonte. This road is much in favor with mountain bikers. The other is the Via del Sale Lombarda, which runs from Portofino up to Uscio, Torriglia and Varzi in Oltrepò Pavese (Southern Lombardy).

S

l sale è sempre stato considerato un elemento prezioso, tanto da essere usato, nei secoli, come moneta di scambio. Fin dall’antichità veniva trasportato dalle coste alle città dell’entroterra. La Via Salaria, ad esempio, era nata per collegare Roma alle saline dell’Adriatico. Per un sacchetto di sale si poteva anche uccidere, quindi le strade dove veniva fatto passare erano cambiate all’ultimo momento, si inerpicavano fra boschi e pendii, tutto per sfuggire a banditi e predoni. Intorno al IX secolo però, con il Sacro Romano Impero, vennero stabilite una volta per tutte. Ma le innumerevoli varianti praticate prima continuarono a esistere. Le Vie del Sale attraversano la Liguria da ovest alla Toscana. Due i tracciati più importanti: quello di Ponente, che da Ventimiglia sale a Monesi e raggiunge Limone Piemonte, molto battuto dalle mountain bike; e la cosiddetta Via del Sale lombarda, che da Por-

I

A fork in the route over the Passo della Spinarola | Al bivio con il Passo della Spinarola

150


SEDICESIMO 10.qxp_Layout 1 10/07/22 15:51 Pagina 7

SEA&GREEN 2022/1 - TRAVEL LEVANTE

Panoramic view over the Golfo Paradiso | Una veduta panoramica sul Golfo Paradiso

It is slightly over 100 kilometers long, 40 of which are on Ligurian territory. Nowadays, it is traveled in the opposite direction, from Torriglia down to the sea. The main routes lead to the regional park of Portofino, but there is another that leads to Genoa by way of Casella. The signage is red and white, marked with the letters VM, because in this direction the Via del Sale is called the Via del Mare (Sea Road). Not only the name is different, but by descending toward the coast the aromatic scents of Mediterranean scrub and the sea greet you before you can actually see them. This route is divided into two legs, from Torriglia to Uscio (26 kilometers) and from Uscio over the Passo della Spinarola either to Recco (10 km), or Camogli, or Punta Chiappa, or Portofino (20+ km) according to the coastal destination you choose. The renaissance of these Vie came about in 2017, when the Liguria region allocated funds to improve their accessibility. Two nature

tofino sale a Uscio e prosegue per Torriglia, da lì raggiunge Varzi, nell’Oltrepò Pavese: poco più di 100 km, 40 dei quali in territorio ligure. Oggi la si percorre a ritroso, scendendo da Torriglia verso il mare: le principali varianti portano al parco regionale di Portofino ma ce n’è anche una che raggiunge Genova, passando per Casella. La segnaletica è in bianco e rosso con le lettere VM, perché da noi la Via del Sale diventa Via del Mare. Non è una differenza solo di nome, ma concettuale: scendendo verso la costa si è immersi nei profumi della macchia mediterranea e del mare, che si sente già prima di poterlo vedere. Questo percorso si divide in due tappe: da Torriglia a Uscio, 26 km, e da Uscio attraverso il Passo della Spinarola a Recco (una decina di km), Camogli, Punta Chiappa o Portofino (oltre venti km), secondo la destinazione scelta.

151


SEDICESIMO 10.qxp_Layout 1 10/07/22 15:51 Pagina 8

The Salt Road runs through the town of Uscio | Via del Sale, Uscio

parks lie along the way – the Antola on the border of the Piemonte region, and the Portofino park on the sea. In addition, the Club Alpino Italiano in Camogli and several volunteer organizations promote the Via del Mare. Small businesses have sprung up. Sonia Poni is a Milanese woman who came to Liguria in 2007 and fell in love with a 1920s villa in Uscio. She bought the house, refurbished it, turned it into a bed and breakfast called Rifugio Uscio, where guests can even camp in the yard. "I was encouraged by the mayor for having created jobs and given stimulus to green tourism when it was still unfashionable," she says proudly. "In little time, other people opened two more bed and breakfasts. We had awakened the backlands that were depopulating. The villages in the vicinity began opening guest houses on Lake Brugneto and along the River Trebbia." Antonio, a hiker from Lombardy encountered near Torriglia, walked the Salt Road from beginning to end with a rucksack on his back. "It was like entering another dimension," he says. "Few people live in these parts of the Apennines, but many animals do – deer, wolves and wild boars. I even encountered wild horses.

152

La rinascita di queste “vie” è nel 2017, quando Regione Liguria stanzia i fondi per migliorarne la fruibilità. Ad affiancarla i due parchi interessati dal tracciato, quello dell’Antola al confine con il Piemonte e quello di Portofino sul mare, insieme al Cai di Camogli e ad altre piccole realtà di volontariato presenti sul territorio che hanno intuito l’importanza della Via del Mare. Fra queste c’è Sonia Poni, milanese emigrata qui nel 2007. Si innamora di una villa anni ‘20 a Uscio, la compra, la ristruttura e la trasforma in un B&B, il Rifugio Uscio, dove si può anche campeggiare in giardino. «Sono stata premiata dal sindaco per aver creato lavoro e dato impulso al turismo green quando nessuno ancora ci pensava» racconta orgogliosa «in poco tempo, hanno aperto altri due bed & breakfast. Abbiamo risvegliato un entroterra che si stava spopolando e i paesi vicini hanno cominciato ad aprire strutture sul lago del Brugneto e lungo il fiume Trebbia». Una suggestione che ha colpito Antonio, escursionista lombardo deciso a fare l’intera via zaino in spalla: «È come entrare in un’altra dimensione. In quella parte di Appennino vive poca gente ma abbondano gli animali: daini, lupi, cinghiali. Ho incontrato persino cavalli selvaggi».


Photos by Fabrizio Annibali | Foto di Fabrizio Annibali

SEDICESIMO 10.qxp_Layout 1 10/07/22 15:51 Pagina 9

Much of the route is immersed in woods | Uno scorcio di sentiero immerso nel verde

" He recommends the last leg of the route, the one descending from Uscio to the sea in a little over three hours, because it is panoramic and not too physically demanding. Sonia, the b and b owner, says: "This part of Liguria is archaic. The silence and quiet go hand in hand with a deep sense of hospitality. From the Genoa Brignole station there is an hourly bus that drives up to Torriglia in 70 minutes, so there is no need for a car. There are quality pastry shops – this is where the Ligurian canestrello originated, a round, buttery cookie with a hole in the middle. Of course there is also focaccia. Ours is thick, soft, and eaten at breakfast with cappuccino, while the focaccia in Recco is thin and slathered with cheese." Sonia knows the itinerary of the Salt Road by heart, and she illustrates it as if she were looking at a map. Her suggestion is for the more expert hikers to take the detour from the Passo del Gallo to Rapallo, which leads to the Montallegro sanctuary, known for its Marian apparition. From the coast, the sanctuary can be reached by cable car. The view from up there takes in the Gulf of Tigullio all the way to Corsica. As Sonia points out, "Thanks to the Via del Mare, the nature park of Portofino is connected to three regions and four provinces."

Anche lui consiglia l’ultimo tratto, quello che da Uscio scende a mare in poco più di tre ore, perché è il più panoramico e il meno impegnativo. «La nostra è una Liguria arcaica, dove un grande silenzio si accompagna a un profondo senso di ospitalità» riprende Sonia «dalla stazione di Genova Brignole, ogni ora, c’è un autobus che sale a Torriglia in 70 minuti, per cui non c’è il problema di dover recuperare l’automobile. E poi ci sono ottime pasticcerie: qui hanno inventato il canestrello ligure, biscotto rotondo con il buco, ricco di burro. Naturalmente non può mancare la focaccia: la nostra è alta, morbida e si mangia a colazione con il cappuccino, mentre quella di Recco è bassa e al formaggio». Sonia conosce perfettamente l’itinerario e lo racconta come se avesse davanti una mappa. Agli escursionisti più esperti consiglia la deviazione dal Passo del Gallo verso Rapallo che porta al santuario di Montallegro, dove tradizione vuole sia apparsa la Madonna. Ci si arriva anche dalla costa con una funivia e lassù lo scenario abbraccia il golfo del Tigullio sino alla Corsica. «Grazie alla Via del Mare, il parco di Portofino è raggiungibile da tre regioni e quattro province» sorride Sonia.

153


SEDICESIMO 10.qxp_Layout 1 10/07/22 15:51 Pagina 10

Tokyo street food In 200 meters, the Broadside enterprise offers three gastronomic experiences on Via XII Ottobre in Genoa: contemporary sushi, traditional Japanese ramen, and Hawaiian poke. For 12 years now, Lorenzo and Rossella have been enthusiastically continuing the family tradition of serving flavors and philosophies from far away. It was a dream they made come true. There are two eateries, one across the road from the other. Broadside Sushi (Via XII Ottobre 27–31) is all about Japan. Contemporary art hangs on the walls. An open kitchen and sushi counter welcome the eye. Up on the first floor, decked tables surround a glazed wine cellar stocked with bottles from over 250 vineyards worldwide. Not only the original sushi is enjoyed here, but also a revisited version of it, tweaked at length and accurately researched: Genoese sushi. This features cappon maki, maki with octopus and potatoes, Ligurian-style rabbit in teriyaki sauce, and a pansogyoza (a fried Japanese dumpling like a Ligurian pansotto ravioli filled with ricotta and spinach). An entirely different atmosphere is found on the ground floor, at Broadside Ramen, which is like entering a Japanese ramen shop. A Japanese staff prepares the dishes in front of guests. The menu offers ravioli, fried chicken, tako-yaki (octopus dumplings), just like the street food found in Tokyo. Across the way, at Via XII Ottobre 138–140, lies Poke and Bowl Broadside, the first Hawaiian poke restaurant to open in Genoa, back in 2018. Aimed at young people, and perfect for a lunch-break, the list offers over 50 ingredients that can be served over a bowl of rice. Each of the three restaurants offers home delivery. broadsidesushi.it broadsideramen.it pokeandbowl.it


SEDICESIMO 10.qxp_Layout 1 10/07/22 15:52 Pagina 11

Duecento metri e tre esperienze gastronomiche grazie al marchio Broadside, in via XII Ottobre: sushi contemporaneo, ramen della tradizione popolare giapponese e poke hawaiano. Da dodici anni Lorenzo e Rossella rinnovano con passione una tradizione di famiglia per servire in tavola gusti e filosofie che vengono da lontano. Era un sogno e lo hanno avverato. I locali sono due, uno di fronte all’altro. Broadside Sushi (via XII Ottobre 27-31 r. tel. 010/5959368) è dedicato al Giappone. Alle pareti opere d’arte contemporanea. Cucina e banco sushi a vista, si sale al primo piano fra i tavoli imbanditi. Al centro una cantina di vetro con oltre 250 aziende vinicole di tutto il mondo. Qui si gusta non solo il sushi originale ma anche la sua versione rivisitata dopo lunghe e accurate ricerche, il sushi alla genovese. “Cappon maki”, “Maki polpo e patate”, “Coniglio alla ligure in salsa teriaki”, fino al “Panso-gyoza”, un pansotto di pasta giapponese ripieno di magro e fritto. Tutt’altra atmosfera al piano inferiore con Broadside Ramen: è come entrare in una trattoria giapponese dove si mangia ramen. I piatti sono preparati a vista da uno staff nipponico. Tra le proposte, ravioli, pollo fritto, polpette di polpo di Osaka “Tako Yaki”, quel che si mangia per strada a Tokyo. Dall’altro lato della strada, in via XII Ottobre 138-140 r., c’è il Poke and Bowl Broadside (tel. 010/0899380) primo ristorante di poke hawaiano aperto a Genova nel 2018. Rivolto ai giovani e perfetto per la pausa pranzo, offre una scelta di oltre 50 ingredienti con cui condire la ciotola di riso a proprio gusto. Ogni cucina prevede consegne a domicilio su broadsidesushi.it broadsideramen.it pokeandbowl.it


SEDICESIMO 10.qxp_Layout 1 10/07/22 15:52 Pagina 12

Theofrebirth Borgo Castello La rinascita di Borgo Castello orgo Castello has always been a fascinating destination. Perched on a hillside rising from the sea where the inlands start, it is the most ancient settlement in the town of Andora. The monumental complex is composed of the Paraxo castle, which is the medieval home of the Clavesana family, and the church of Saint Giacomo and Saint Filippo. Visited by thousands of hikers, Borgo Castello is a landmark that signals Andora to motorists approaching the western Riviera di Ponente on the autostrada. Connected to the surrounding area by a network of trails with sea-views, the complex is immersed in a unique landscape a few minutes away from the four-star landing-place Marina Resort and the beautiful sandy beaches of Andora.

B

156

orgo Castello è da sempre una meta affascinante. Arroccato nel primo entroterra, è il più antico insediamento di Andora. Il complesso monumentale formato dal Paraxo, l'antico castello dei Clavesana e dalla Chiesa dei SS Giacomo e Filippo è meta di migliaia di escursionisti ed è il consolidato simbolo di Andora per coloro che arrivano a Ponente in autostrada. È collegato al territorio da una rete di sentieri con vista sul mare, è immerso in uno scenario unico, ed è anche a pochi minuti dal locale approdo turistico Marina Resort a 4 stelle e dalle belle spiagge di sabbia andoresi. È un borgo che attende da anni di essere ripopolato: quel che resta dell'antico abitato medioevale è sottratto alla vista dalla fitta mac-

B


SEDICESIMO 10.qxp_Layout 1 10/07/22 15:52 Pagina 13

SEA&GREEN 2022/1 - TRAVEL PONENTE

Aerial view of Andora. Borgo Castello lies to the far right, behind the Capo Mele promontory | Veduta aerea di Andora. Borgo Castello è all’estrema destra dietro il promontorio di Capo Mele

For many years, the hamlet has been waiting for repopulation. The remains of the medieval village are hidden by the lush growth of Mediterranean scrub, which also conceals a significant archeological park. Borgo Castello is now on the verge of a rebirth. The goal is to become an unmissable attraction for future visitors of Liguria by offering real and virtual experiences that will animate the entire area. The town's ancient routes and original architecture will be rehabilitated, the gardens of yesterday will flower once more, and vegetables will be cultivated. The place will come alive with people living, working and welcoming tourists. Offerings will include cultural and recreational activities, farm-related experiences and art

chia mediterranea che cela anche un parco archeologico di grande pregio. Borgo Castello oggi è candidato alla rinascita e a divenire un polo attrattivo imprescindibile per chi in futuro visiterà la Liguria, dove reale e virtuale saranno al centro di esperienze che animeranno l'intero abitato. Gli spazi urbani ritroveranno gli antichi percorsi e l'architettura originaria, rifioriranno giardini antichi e si tornerà a coltivare gli orti, a vivere, a lavorare e ad accogliere turisti offrendo loro esperienze culturali e ludiche a contatto con la realtà agricola o proponendo importanti mostre d’arte. I visitatori potranno però entrare in un’altra dimensione ed epoca attraverso l'uso della realtà aumentata e delle tecniche tipiche dei videogiochi. L'obiettivo

157


SEDICESIMO 10.qxp_Layout 1 10/07/22 15:52 Pagina 14

exhibitions. Visitors will enter a different space-time dimension through the use of augmented reality and technology used in video games. Although ambitious, the plan was supported from the very beginning by the Mayor of Andora, Mauro Demichelis. He is now about to give citizens the possibility to inhabit the town's oldest vestiges. Borgo Castello has been selected for a pilot project of urban, cultural, social and economic regeneration with funds from the Italian government’s National Recovery and Resilience Plan. In particular, the pilot project is called "Remembering the past to build the future" and falls under the Plan's category "M1C3 Turismo e Cultura 4.0". It was approved after stringent examination by a pool of specialized civil servants from Regione Liguria, and is now under consideration by the Ministry of Culture for a subsidy of 20 million euros. "I immediately understood that Andora has what it takes to qualify. Approved urban-planning procedures and agreements with solid, qualified partners both public and private proved that our intentions were innovative, touristically attractive, and ensured social and economic development. Plus, our project could be implemented within the time frame requested," says Mayor Demichelis. "The municipal officials efficiently prepared the entire technical side. We enhanced consolidated urbanplanning procedures to create a truly innovative proposal. We established a dialogue with private individuals, farmers, social workers and cultural workers. Long-standing relations cultivated over shared intentions found in the government's call for proposals an opportunity to make plans become reality. Vittorio Sgarbi, a Parliament member, has always spoken highly of Borgo Castello. He and his foundation Cavallini

This page: the Paraxo castle of Andora. Opposite page: the church of Saint Giacomo and Saint Filippo, part of the castle complex Il Paraxo, castello di Andora, qui e in alto a sinistra. In alto destra la Chiesa dei SS Giacomo e Filippo

158

era ambizioso, ma il sindaco di Andora, Mauro Demichelis ci ha creduto fin da subito ed oggi è ad un passo dal ridare agli andoresi la possibilità di tornare a vivere nel nucleo abitativo più antico. Borgo Castello, selezionato come progetto pilota di Rigenerazione urbana, culturale, sociale ed economica - Fondi del PNRR - Componente M1C3 Turismo e Cultura 4.0. con il progetto “Ricordare il passato per costruire il futuro”, dopo il severo esame di un pool di tecnici di Regione Liguria ora è al vaglio del Ministero della Cultura per l'erogazione di 20 milioni di euro. «Strumenti urbanistici approvati, accordi con partner solidi e qualificati sia privati che pubblici, hanno dimostrato che il nostro progetto era innovativo, attrattivo turisticamente, assicurava uno sviluppo economico e sociale ed era attuabile nei tempi imposti dal bando» ha dichiarato il sindaco Mauro Demichelis «ho compreso subito che Andora aveva le carte in regola. I funzionari comunali hanno predisposto efficacemente tutta la parte tecnica: gli strumenti urbanistici già approvati sono stati potenziati per creare qualcosa di davvero innovativo. Parallelamente si è avviato un dialogo con privati, aziende agricole, operatori sociali e culturali. Una serie di relazioni coltivate da tempo, condivisione d'intenti, hanno trovato nel bando l'opportunità di far divenire reali progetti pensati da tempo.


SEDICESIMO 10.qxp_Layout 1 10/07/22 15:52 Pagina 15

Sgarbi have given us their support. Reputable entrepreneurs have declared their willingness to collaborate toward the reclamation of traditional agriculture. The University of Genoa, the Chamber of Commerce of the Rivieras of Liguria, social workers and hospitality professionals are other important stakeholders supporting a project that will create about 100 jobs in the sectors of culture, farming and technology." After the structural and functional renewal of the historical and rural heritage, the Paraxo castle will become a high-level art hall. Visitors will be able to enjoy the archeological route thanks to augmented reality. By donning visors, they will enter the site's story in three dimensions. The agricultural park and botanical gardens will offer the same type of technological experience, along with the opportunity to work the land physically for a few days and enjoy a real taste of traditional ways of farming. Pierluigi Vinai, the director of the Liguria chapter of the Associazione Nazionali Comuni Italiani (also named Anci for short, a national confederation of local authorities), expresses his satisfaction of the proposal: "The Liguria Region and the Anci conducted meticulous research and selection to respond to the ministry's National Recovery and Resilience Plan. This was rewarded and appreciated at a governmental and European level."

L'onorevole Vittorio Sgarbi, che ha avuto da sempre parole di apprezzamento verso Borgo Castello, ha espresso la sua disponibilità insieme alla Fondazione Cavallini Sgarbi. Imprenditori consolidati hanno accettato di collaborare per il recupero dell'agricoltura tradizionale. L'Università di Genova, la Camera di Commercio Riviere di Liguria, gli operatori sociali e le imprese ricettive sono altri attori importanti che sostengono una progettualità che creerà circa 100 posti di lavoro nei settori culturali, agricoli e tecnologici». Con il recupero strutturale e funzionale del patrimonio storico e rurale, il Castello diverrà un polo espositivo d'arte di pregio. I visitatori godranno del percorso archeologico anche grazie alla tecnologia della realtà aumentata: indossando semplici visori, entreranno nel racconto della storia in 3D. Eguale esperienza sarà offerta nel Parco agricolo e dal Giardino botanico, sempre che, al virtuale, non si preferisca l’esperienza di lavorare davvero la terra per qualche giorno e godere dei veri sapori dell’agricoltura tradizionale. Il direttore generale di Anci Liguria Pierluigi Vinai ha espresso grande soddisfazione «perché l’accurato lavoro di ricerca e selezione che Regione e Anci hanno condotto per rispondere al Ministero nell’ambito del PNRR è risultato vincente ed apprezzato a livello governativo ed europeo».

159


SEDICESIMO 10.qxp_Layout 1 10/07/22 15:52 Pagina 16


COPERTINA OK.qxp_Layout 1 11/07/22 11:28 Pagina 2

Avanti veloce. Insieme, sulla stessa rotta.

Messaggio pubblicitario con finalità promozionale.


COPERTINA OK.qxp_Layout 1 11/07/22 11:28 Pagina 1

SUMMER 2022