La Cantina Despar

Page 1

CANTINA Le nostre etichette selezionate


SOMMARIO

INTRODUZIONE

PIEMONTE

LOMBARDIA

VENETO

1

4

7

10 13

PAG.

La nostra Cantina Vite Vigna e Vino Dallo scaffale al bicchiere

LANGHE

PAG.

Barolo DOCG Barbera d’Asti DOCG Langhe DOC Nebbiolo

FRANCIACORTA

PAG.

Franciacorta Brut DOCG Franciacorta Satén DOCG Franciacorta Rosé DOCG

VALDOBBIADENE

PAG.

Valdobbiadene Superiore Cartize Prosecco Superiore Valdobbiadene DOCG Extra Dry

VENETO

PAG.

Amarone della Valpolicella DOC Valpolicella Ripasso DOC Superiore Soave Classico DOC Bardolino DOC


LE NOSTRE ETICHETTE SELEZIONATE

ALTO ADIGE

FRIULI VENENZIA GIULIA

17

22 27 32 35

PAG.

Gewürztraminer DOC Lagrein DOC Pinot Nero DOC Sauvignon DOC Lago di Caldaro DOC

PAG.

Ribolla Gialla DOC Ribolla Gialla Brut Friulano DOC Sauvignon DOC Collio Refosco Peduncolo Rosso Pinot Grigio Friuli DOC

TOSCANA

SARDEGNA

PAG.

Brunello di Montalcino Chianti Classico Chianti Riserva Chianti Bio Vernaccia San Gimignano Bolgheri DOC

PAG.

Cannonau Vermentino

SICILIA

PAG.

Nero d'Avola DOC Etna Rosso DOC Frappato Terre Siciliane IGP Syrah DOC BIO Nerello Mascalese DOC Cerasuolo di Vittoria DOCG Carricante DOC Insolia DOC Grillo DOC Catarratto DOC Zibibbo DOC BIO


INTRODUZIONE

CANTINA DESPAR

La Nostra Cantina

VIAGGIO NELL’ANIMA DEI NOSTRI TERRITORI

Nel tempo, abbiamo imparato che un viaggio attraverso l’Italia è un’esperienza che regala sempre emozioni infinite grazie ai territori così affascinanti e diversi della nostra penisola. Il vino è uno dei prodotti che meglio manifesta queste unicità. Lo stesso vitigno coltivato a mezza collina nelle Langhe piemontesi o in terrazzamenti a quote superiori della Valtellina dà vita a prodotti dalle caratteristiche organolettiche profondamente differenti, nonostante alla base ci sia lo stesso grappolo. Quello che accomuna tutti i vini italiani è quindi avere un’anima, l’anima del territorio che ha dato loro origine. La valorizzazione di questa anima spinge Despar, da oltre 60 anni, ad essere una presenza attiva e propositiva di ogni territorio in cui è presente. Per questo, la nostra cantina è prima di tutto una selezione di produttori capaci di rappresentare al meglio l’anima dei loro territori,

1

con prodotti unici per qualità e caratteristiche. Assieme ai nostri fornitori, abbiamo attivato un progetto di filiera preciso e rigoroso: dalla definizione dei mappali in cui sorgono i vigneti che producono i vini della nostra selezione, fino alla certificazione dei processi di lavorazione in vigna e in cantina al fine di assicurare la totale osservanza dei disciplinari IGT, DOC e DOCG. Il tutto sempre nel pieno rispetto del territorio e della sua natura. Il viaggio nelle anime dei nostri territori di eccellenza vitivinicola comincia da questa guida. Una guida in continua evoluzione perché i territori da esplorare e le anime da trovare sono davvero tante. In questa guida troverete i vini che Despar ha selezionato negli anni e che sono distribuiti in esclusiva nei punti vendita Despar, Eurospar e Interspar. Buon viaggio.


Vite Vigna e Vino

1 2 3 4

Parte da qui il racconto del vino. Le tre V, vite - vigna - vino, caratterizzano questo mondo e rappresentano il fulcro centrale su cui un produttore basa la propria competenza e professionalità. Il compito di Despar è quello di controllare e certificare la filiera di azioni che vengono operate dai produttori per garantire al consumatore un prodotto di qualità, sicuro e figlio della tradizione di un territorio. Lo facciamo avendo sempre presenti quattro punti fondamentali:

CARATTERISTICHE Un buon vino ha origine da due elementi fondamentali: il vitigno e il terroir. Con quest’ultimo termine francese si indica l’insieme di elementi geologici, fisici e climatici del territorio che determinano le caratteristiche del grappolo.

FILIERA La filiera vitivinicola è l’insieme di controlli e certificazioni che segue il processo di coltivazione del grappolo d’uva fino alla produzione e alla maturazione del vino. Significa poter controllare e verificare ciò che viene fatto in vigna fino al periodo di maturazione dell’uva; come viene effettuata la vendemmia ed ogni singola azione che si compie in cantina: dalla pigiatura fino alla conservazione e maturazione del vino. Questo controllo permette ad ogni singola bottiglia di poter “raccontare” la sua storia dalle origini fino al momento in cui viene acquistata.

CONTROLLO Perché una filiera possa garantire al consumatore la qualità certificata bisogna che venga attivata una rigorosa fase di controlli. I vini della filiera Despar beneficiano di specifiche a cui i produttori devono attenersi attraverso la disponibilità di ricevere osservatori qualificati che possano verificare la completa adesione del processo produttivo alle regole previste.

SELEZIONE La nostra missione è quella di soddisfare la richiesta di qualità e convenienza da parte dei nostri Clienti. Una delle strade che perseguiamo è la ricerca e la valorizzazione di collaborazioni con piccole cantine locali, capaci di offrire filiere controllate e prodotti che difficilmente potrebbero raggiungere i consumatori se non supportati dalla nostra organizzazione. Il risultato è una selezione di prodotti che provengono dai più importanti territori italiani votati da sempre alla viticoltura di eccellenza. 2


INTRODUZIONE

CANTINA DESPAR

Dallo scaffale al bicchiere IL RUOLO ATTIVO DEL CONSUMATORE

LEGGERE L'ETICHETTA

L'etichetta di una bottiglia è come se fosse la sua carta d’identità. Sono sette le indicazioni obbligatorie per legge che devono comparire: denominazione del vino, nome dell’imbottigliatore, paese di produzione, grado alcolico, quantità, presenza o meno di solfiti e lotto. Per dare un quadro più esaustivo si possono trovare anche altre informazioni: categoria del vino (DOC, DOCG, IGT, DRY), nome di fantasia e numero di bottiglie prodotte. Spesso nella retro etichetta si trovano anche indicazioni riguardo la modalità di conservazione, gli abbinamenti e le caratteristiche organolettiche.

COME CONSERVARE

Attenzione a come sono conservate le bottiglie. Verificare che non siano tenute vicino a fonti di calore o luce troppo forte. La conservazione in casa, per chi non dispone di cantina, va cercata nel punto più fresco o dove c’è la minore escursione termica tra estate e inverno. La temperatura deve oscillare tra i 12°-14° C.

COME SERVIRE

Per i grandi vini è d’obbligo l’uso di bicchieri trasparenti e mai colorati. Il colore del vino è un elemento importante e va visto bene. I bicchieri possono essere a forma di tulipano per servire i bianchi, a calice di media grandezza per i rossi giovani, ampi e panciuti da consentire ossigenazione, per i vini invecchiati.

BOLLICINE

3

BIANCO SECCO

BIANCO DOLCE

BIANCO STRUTTURATO

ROSATO

ROSSO LEGGERO

ROSSO STRUTTURATO

DESSERT


Langhe, Roero, Monferrato rappresentano il giardino naturale del Piemonte. Il vino ha recitato e recita una parte strategica dell’economia dell’intera regione. La zona del Barolo continua a regalare annate interessanti e decisamente promettenti per il futuro. Tra le nuove generazioni e i tradizionalisti il risultato, seppur differente da caso a caso, è rivolto verso l’eccellenza. Il Nebbiolo del Roero, altra passerella che porta verso Alba, punteggia la collina di vigne e i suoi castelli ricchi di storia. Il confinante Astigiano è terra di grandi Barbere. Un unicum dovuto ai terreni poveri e tufacei, ideali per far crescere vini ricchi di carattere e vigore.

Il Nebbiolo rappresenta il top enologico del Piemonte. Acino di media grandezza. Dà luogo a Barolo e Barbaresco. Ottimi da invecchiamento. I biotipi più conosciuti sono Lampia, Michet e Rosé. Si coltiva anche in Valtellina con il nome di Chiavennasca. La Barbera è originaria del Monferrato, considerata ostica per la sua acidità, negli ultimi decenni ha meritato un posto di primo piano nel panorama enologico. Grazie a un buon lavoro in vigna è stata completamente rivalutata. È il vitigno più coltivato nel mondo. Verbania

Biella

Novara

Vercelli

Torino

Asti

Alessandria

Alba

Cuneo

4


PIEMONTE - LANGHE

CANTINA DESPAR

Barolo DOCG

VIGNAIA BAUDUCCO Il Barolo, definito anche “Il Re dei Vini, Il Vino dei Re" è uno dei più importanti vini italiani, le cui vigne si estendono a sud-ovest della città di Alba, il cuore pulsante delle Langhe, nonchè la più rinomata zona vitivinicola del Piemonte. È un Vino di grande struttura, dal colore rosso granato brillante, il suo profumo è intenso, netto, con sentori floreali che ricordano la rosa e la viola nei vini giovani; col trascorrere del tempo prevalgono sentori di frutta, quali la ciliegia sciroppata e la prugna cotta. Caratteristico per il suo sapore asciutto, pieno, robusto, ma egualmente vellutato, armonico ed avvolgente.

NOME ETICHETTA: Vignaia Bauducco ETTARI: 3 PRODUZIONE BOTTIGLIE: 15.000* LUOGO: Barolo-La Morra (CN) TERRENO: marne grigio-blu, venature limo-argillose ALTITUDINE: 450 mt s.l.m. AFFINAMENTO: 36 mesi in botti di rovere VITIGNO: 100% Nebbiolo COLORE: granata con sfumature aranciate ALCOOL: 13,5% vol. *Numero indicativo in funzione delle vendemmie 5


PIEMONTE - LANGHE

CANTINA DESPAR

Barbera d’Asti DOCG VIGNAIA BAUDUCCO

Il colore è rosso rubino, il profumo è intenso e persistente: prevalgono la ciliegia, la prugna, le bacche scure, che evolvono in sentori di confettura di frutta. Il gusto risulta pieno, di grande calore ed armonico. NOME ETICHETTA: Vignaia Bauducco ETTARI: 7 PRODUZIONE BOTTIGLIE: 15.000* LUOGO: Agliano Terme (AT) TERRENO: calcareo ALTITUDINE: 360 mt s.l.m. AFFINAMENTO: minimo obbligatorio previsto per legge VITIGNO: 100% Barbera COLORE: rosso rubino ALCOOL: 13,5% vol. *Numero indicativo in funzione delle vendemmie

Langhe DOC Nebbiolo VIGNAIA BAUDUCCO

Il colore è rosso rubino con riflessi granati di media intensità. Al naso è evidente il sentore di frutta fresca, ciliegia, con note floreali di viola. Al palato è strutturato, corposo, piacevolmente tannico e fresco. NOME ETICHETTA: Vignaia Bauducco ETTARI: 2 PRODUZIONE BOTTIGLIE: 15.400* LUOGO: Monteu Roero (CN) TERRENO: risalente al Pliocene, fondo di mare con presenza di sedimenti fossili, argillo-sabbioso ALTITUDINE: 330 mt s.l.m. AFFINAMENTO: minimo obbligatorio previsto per legge VITIGNO: 100% Nebbiolo COLORE: rosso con riflessi aranciati ALCOOL: 13,5% vol. *Numero indicativo in funzione delle vendemmie 6


Gioco di colline dedicate alle bollicine a Nord di Brescia, tra la pianura e il lago d’Iseo. Da Erbusco a Gussago il particolare microclima fa sì che l’estate non sia mai troppo calda e l’inverno mai troppo rigido. Tra monasteri, castelli e dimore storiche la Franciacorta con le sue cantine è una concreta realtà dell’economia italiana. La DOCG riconosce il valore di queste bollicine e del territorio che consente di realizzare varie tipologie: Brut, Extra Brut, Satén, Rosè, Millesimato, Riserva. Qualità consolidata grazie a un disciplinare ferreo stilato dal Consorzio di Franciacorta che non ammette deroghe a iniziare dal lavoro in vigna sino all’affinamento.

Sondrio

Lo Chardonnay è il vitigno principe. Accanto a lui Pinot bianco e Pinot nero. Grande adattabilità ai terreni e al clima. È la spina dorsale di vini inimitabili per carattere e longevità. Il Pinot nero produce invece una delle uve più bizzarre e affascinanti. Questi vitigni hanno dato grande dignità alle bollicine di Franciacorta. L’affinamento varia a seconda delle tipologie dai 25 ai 40 mesi in bottiglia. Curiosità: l’Extra Brut ha un dosaggio di zuccheri inferiore a sei grammilitro, più secco è invece il “non dosato” o “pas dosé”. Il Satén, creato esclusivamente con uve a bacca bianca, ha pressione inferiore a cinque atmosfere rispetto al Brut. Lecco

Varese

Bergamo

Como

Milano

Brescia

Lodi

Pavia

7

Cremona

Mantova


LOMBARDIA - FRANCIACORTA

CANTINA DESPAR

Franciacorta Brut DOCG CONTE DEL DOSS

È il primo ed unico spumante Brut italiano DOCG che viene prodotto esclusivamente mediante la tecnica della rifermentazione in bottiglia, secondo cui con l’aggiunta di un misto di sciroppo zuccherino e di lieviti attivi, si formano naturalmente le gradevolissime bollicine. Il colore del Franciacorta è paglierino, talvolta con bagliori lucenti e riflessi dorati o verdognoli. Il perlage è finissimo e persistente, e caratterizzato da una spuma ricca. Il profumo è fruttato, delicato, ampio e complesso, che richiama i sentori di frutti di bosco e mele acerbe.

NOME ETICHETTA: Conte Del Doss ETTARI: 21 PRODUZIONE BOTTIGLIE: 300.000* LUOGO: Cazzago San Martino (BS) TERRENO: morenico-sassoso ALTITUDINE: 300 mt s.l.m. AFFINAMENTO: 18 mesi VITIGNO: Chardonnay, Pinot Bianco COLORE: giallo paglierino con riflessi verdognoli ALCOOL: 12,5% vol. *Numero indicativo in funzione delle vendemmie 8


LOMBARDIA - FRANCIACORTA

CANTINA DESPAR

Franciacorta Satén DOCG CONTE DEL DOSS

Dal colore brillante, paglierino chiaro con bagliori lucenti; perlage finissimo, persistente; l’odore è fruttato con sentori di frutti di bosco, talvolta di mela acerba. Il sapore è secco, con sensazioni di frutta e, in alcune produzioni, si coglie una gradevole nota amarognola. NOME ETICHETTA: Conte Del Doss ETTARI: 21 PRODUZIONE BOTTIGLIE: 300.000* LUOGO: Cazzago San Martino (BS) TERRENO: morenico-sassoso ALTITUDINE: 300 mt s.l.m. AFFINAMENTO: 24 mesi VITIGNO: 100% Chardonnay COLORE: giallo paglierino ALCOOL: 12,5% vol. *Numero indicativo in funzione delle vendemmie

Franciacorta Rosé DOCG CONTE DEL DOSS

Dal colore rosa delicato e dal gusto morbido, con ritorni fruttati è ideale come aperitivo, ma offre anche grande versatilità: dagli antipasti leggeri a creme di verdure, carni bianche e pesce saporiti.

NOME ETICHETTA: Conte Del Doss ETTARI: 21 PRODUZIONE BOTTIGLIE: 300.000* LUOGO: Cazzago San Martino (BS) TERRENO: morenico-sassoso ALTITUDINE: 300 mt s.l.m. AFFINAMENTO: 24 mesi VITIGNO: 70% Chardonnay, 30% Pinot Nero COLORE: rosa-bronzo ALCOOL: 12,5% vol. *Numero indicativo in funzione delle vendemmie 9


Il territorio di Conegliano Valdobbiadene è un susseguirsi di lievi pendii collinari. Patria del Prosecco che dal 2010 può vantare la DOCG con la dicitura Superiore. La zona si estende dalla provincia di Treviso, a 50 chilometri da Venezia e 100 dalle Dolomiti. Storia e attualità di queste bollicine che originano un bere moderno, informale, allegro e considerato in tutto il mondo. Una escalation che continua a crescere e fa coincidere il successo con il 1876, anno in cui venne fondata la prima scuola enologica d’Italia a Conegliano. In essa venne studiata la tecnica di spumantizzazione e la migliore forma di coltivazione per la vitivinicoltura in questa parte del Nord-Est italiano.

Belluno

Il Glera è vitigno locale rustico e vigoroso, che produce acini giallo dorati e con una percentuale Venezia dell’85% circa costituisce la spina dorsale del Prosecco. Per la restante percentuale sono utilizzate uve Verdiso, Bianchetta, Perera, Glera Lunga, varietà presenti da secoli lungo i pendii delle colline di Conegliano Valdobbiadene. La produzione della DOCG è di 135 quintali per ettaro. La novità consiste nell’introduzione del “Rive”, che evidenzia in etichetta il nome del comune o frazione di origine delle uve, valorizzando le sottozone. Al vertice qualitativo resta la storica sottozona del “Superiore di Cartizze”. Treviso

Vicenza

Verona

Padova

Rovigo

10


VENETO - VALDOBBIADENE

CANTINA DESPAR

Valdobbiadene Superiore di Cartizze DOCG FILÀR TRAMIÒL

All’interno degli 8000 ettari dell’area D.O.C.G. Conegliano Valdobbiadene troviamo il Cru denominato Cartizze, il quale, grazie alla sua particolare esposizione a sud permette un costante soleggiamento. Colore giallo paglierino brillante, perlage fine e persistente. Profumo ricco e caratteristico di frutta fresca e fiori bianchi. Si sposa naturalmente con i sapori tipici del suo territorio d’origine e ottimo sempre con piatti freschi e portate di pesce. Insuperabile come accompagnamento a pasta frolla, crostate alla frutta, dessert con creme, pasticceria secca, dolci al cucchiaio. Sempre più presente come raffinatissimo aperitivo, ormai diffuso a livello internazionale.

NOME ETICHETTA: Filàr Tramiòl ETTARI: 2 PRODUZIONE BOTTIGLIE: 20.000* LUOGO: area Valdobbiadene Conegliano TERRENO: collinare calcare di media struttura ALTITUDINE: 250-400 mt s.l.m. AFFINAMENTO: in acciaio VITIGNO: 100% Glera COLORE: giallo paglierino scarico ALCOOL: 11,5% vol. *Numero indicativo in funzione delle vendemmie 11


VENETO - VALDOBBIADENE

CANTINA DESPAR

Prosecco Superiore Valdobbiadene DOCG Extra Dry FILÀR TRAMIÒL

Il Prosecco Superiore di Valdobbiadene DOCG è presente da più di due secoli nella fascia collinare della provincia di Treviso compresa tra le cittadine di Conegliano e Valdobbiadene fino alle Prealpi. Colore giallo paglierino chiaro, vivo e brillante, è ricco di profumi di frutta, mela e pera che sfumano nel floreale. Al palato è morbido e al tempo stesso asciutto grazie ad un’acidità vivace.

NOME ETICHETTA: Filàr Tramiòl ETTARI: 7 PRODUZIONE BOTTIGLIE: 100.400* LUOGO: Susegana - Località Collalto (TV) TERRENO: argilloso e medio impasto siliceo ALTITUDINE: 140 mt s.l.m. AFFINAMENTO: fermentazione in autoclave per un mese VITIGNO: 100% Glera COLORE: giallo paglierino ALCOOL: 11,5% vol. *Numero indicativo in funzione delle vendemmie 12


VALPOLICELLA Non bisogna fare molta strada per entrare in questa zona a Nord-Ovest di Verona, tra le più vocate per la produzione di vino. Poco distante dalla Villa Acquistapace, realizzata dal Palladio, si trovano Fumane, Marano, Negrar dove oggi hanno sede le più importanti cantine produttrici di Amarone. L’ Amarone con il marchio “Classico” non è esibito dai produttori a Est di Verona, nella cosiddetta “Valpolicella allargata”, nell’area di Mezzane, Illasi, Grezzana. Tutti figli dell’uva Corvina, uva autoctona locale, presente almeno con il 40 per cento nei vini prodotti. BARDOLINO Affacciato sul lago di Garda, protetto dai venti, che tuttavia favoriscono la crescita dell’uva, Bardolino è posto nella parte Sud-orientale del lago di Garda. Il tratto che porta verso Peschiera è ricco di vigne e cantine, ville palladiane e monumenti. Il vino che si produce è leggero e poco strutturato ed è tutelato dalla DOCG. Un lungo elenco di uve lo compongono: Corvina veronese, Rondinella, Molinara e Negrara. Se il Bardolino viene vinificato in bianco è chiamato Chiaretto. La zona è definita “Classico” per le uve prodotte a Bardolino, Affi, Costermano, Cavaion Veronese, Garda e Lazise. SOAVE Soave deve essere piaciuta agli antichi romani che la edificarono per la sua invidiabile posizione collinare, oggi circondata da vigneti e importanti ville patrizie. A Nord del fiume Adige insieme a Monteforte d’Alpone nascono i vini che si fregiano della dicitura “Classico”, i bianchi della DOC e della DOCG nel caso del Soave “Superiore”. Una distinzione necessaria per differenziarsi dalle vigne di pianura dove ancora è praticata viticoltura massificata. Belluno

AMARONE Il vitigno autoctono Corvina caratterizza l’Amarone Treviso della Valpolicella, che trova in terreni ciottolosi, Vicenza collinari e ventosi il suo habitat ideale, con i meno Venezia Verona Padova noti Molinara, Rondinella e Corvinone. Il vino rosso che si ottiene ha profumi di prugna e trama fitta Rovigo di tannini. Adatto all’appassimento e impiegato anche nella produzione del Recioto. Il suo alter ego è il vitigno Garganega, bizzarro e vigoroso che nelle ultime stagioni è riuscito a esprimere grande personalità nei vini bianchi dell’area Soave. Adatto all’appassimento è utilizzato nella produzione di Recioto di Soave e Gambellara. 13


VENETO

CANTINA DESPAR

Amarone della Valpolicella DOC TENUTA TOSINORI

L’Amarone o anche il “re” della Valpolicella è il vino rosso veneto più prestigioso e noto sull’intero mercato mondiale. Dai vitigni Corvina, Rondinella e Molinara nascono le uve che compongono questo eccezionale vino, che oggi coprono l’intera fascia collinare della provincia di Verona. L’Amarone della Valpolicella presenta generalmente un alto tasso alcolico ( dai 14° ai 16° ) e un colore rosso rubino intenso, con riflessi granati. Il profumo è molto accentuato, caratteristicamente speziato, al palato ha un sapore pieno, vellutato, robusto.

NOME ETICHETTA: Tosinori ETTARI: 3,3 PRODUZIONE BOTTIGLIE: 7.000* LUOGO: Mezzane di Sotto (VR) TERRENO: argillo-calcareo ALTITUDINE: 280 mt s.l.m. AFFINAMENTO: botti di rovere medie e grandi dimensioni per circa 3 anni più sei mesi in bottiglia VITIGNO: 50% Corvina, 30% Corvinone, 15% Rondinella, 5% Cabernet COLORE: rosso carico ALCOOL: 15% vol. *Numero indicativo in funzione delle vendemmie 14


VENETO

CANTINA DESPAR

Valpolicella Ripasso DOC Superiore TENUTA TOSINORI

Il Ripasso, unico nel panorama nazionale, ottenuto dalla vinificazione di uve autoctone, Corvina e/o Corvinone e Rondinella, è caratterizzato da una ben precisa tecnica enologica: un metodo che riesce ad estrarre, alla fine della fermentazione dell’Amarone, tutti gli zuccheri residui di detto procedimento. Il colore è rosso rubino con riflessi granato. Ha il profumo di confettura di ciliegia, con note di spezie, caffè e cacao. Dal sorso morbido, fresco, piacevole ed elegante, ha la giusta sapidità ed è di buona persistenza. NOME ETICHETTA: Tosinori ETTARI: 3,2 PRODUZIONE BOTTIGLIE: 15.000* LUOGO: Illasi (VR) TERRENO: argillo-calcareo ALTITUDINE: 210 mt s.l.m. VINIFICAZIONE: caratteristica la tecnica del “ripasso” sulle vinacce dell’Amarone nel mese di febbraio successivo alla vendemmia AFFINAMENTO: 12-18 mesi in botti di medie e grandi dimensioni più 6 mesi in bottiglia VITIGNO: 55% Corvina, 25% Corvinone, 15% Rondinella, 5% Croatina COLORE: rosso granato ALCOOL: 13,5% vol. *Numero indicativo in funzione delle vendemmie 15


VENETO

CANTINA DESPAR

Soave Classico DOC TENUTA TOSINORI

Colore giallo paglierino, secco, fruttato, in bocca si presenta armonico, di grande corpo ed elegante persistenza. NOME ETICHETTA: Tosinori ETTARI: 4 PRODUZIONE BOTTIGLIE: 38.000* LUOGO: Illasi (VR) e Soave (VR) TERRENO: calcareo-alluvionale ALTITUDINE: 200 mt s.l.m. AFFINAMENTO: evoluzione in cemento o acciaio per 4 mesi circa VITIGNO: 90% Garganega, 10% Trebbiano di Soave COLORE: giallo paglierino ALCOOL: 12% vol. *Numero indicativo in funzione delle vendemmie

Bardolino DOC TENUTA TOSINORI

Colore rosso rubino brillante, è delicatamente fruttato, marasca, fragola, lampone, ribes e spezie (cannella, chiodo di garofano, pepe nero). È dotato di una grande bevibilità e di una straordinaria capacità di abbinamento soprattutto alla classica cucina Italiana. NOME ETICHETTA: Tosinori ETTARI: 8 PRODUZIONE BOTTIGLIE: 46.000* LUOGO: Castelnuovo del Garda (VR) TERRENO: morenico glaciale ALTITUDINE: 65 mt s.l.m. AFFINAMENTO: 3 mesi in bottiglia VITIGNO: 40% Corvina, 35% Rondinella, 15% Corvinone, 10% Molinara COLORE: rosso brillante ALCOOL: 12% vol. *Numero indicativo in funzione delle vendemmie 16


L’Alto Adige è una delle zone vinicole più antiche d’Europa. La coltivazione delle viti è distribuita in un piccolo territorio, capace di originare una incredibile varietà di vini; e questo grazie alle differenze di microclima generate dalla conformazione del territorio: qui trovano posto vigneti a clima fresco che stanno ai piedi delle vette innevate e appezzamenti inondati da un caldo sole di tipo mediterraneo, circondati da uliveti e cipressi nella zona meridionale. La qualità è il mantra che a partire dagli anni '80 del secolo scorso ha guidato i viticoltori altotesini, tanto che oggi oltre il 98% delle zone coltivate sono prodotte da disciplinari DOC.

17

In questo territorio convivono una ventina di vitigni tra autoctoni ed internazionali che danno vita a una grande varietà di vini. Rossi, bianchi, rosati e splendide bollicine, è possibile trovare vini di straordinaria qualità. Autoctoni come Lagrein e Schiava, fino al Pinot nero, che qui si accosta alla denominazione Blauburgunder e che da oltre un secolo si è acclimatato in modo perfetto in queste valli. Tra i bianchi spiccano Sauvignon e Gewürtztraminer, quest’ultimo capace di restituire sia al naso, che al palato l’intera varietà di profumi floreali e fruttati tipici del territorio. Curiosità: questa grande varietà di vini nasce nella zona di coltivazione più piccola d’Italia, meno di 5.500 ettari.


ALTO ADIGE

CANTINA DESPAR

Gewürztraminer Alto Adige DOC OBERLAITEN

È tra i vitigni più antichi della regione, con radici che risalgono al medioevo. Vanta una versatilità straordinaria, con un bouquet fruttato e floreale e una struttura ricchissima. Simbolo dei cosiddetti “vini aromatici” insieme al moscato, il suo carattere unico fa di lui anche un eccellente vino da meditazione. Prodotto dalla cantina Kossler, si presenta di color giallo dorato, al naso troviamo profumo di rose, lychees, chiodi di garofano e noce moscata. In bocca risulta pieno, potente con un elegante finale speziato. Poliedrico al consumo, in quanto accompagna dall’aperitivo al fine pasto, spaziando tra piatti di pesce fresco, crostacei, piatti esotici, fino a poter essere abbinato a formaggi erborinati o piccola pasticceria. NOME ETICHETTA: Oberlaiten ETTARI: 1,5 PRODUZIONE BOTTIGLIE: 15.000* LUOGO: ad ovest di San Paolo al cospetto del gruppo montuoso della Mendola TERRENO: di origine morenica ALTITUDINE: 400-450 mt s.l.m. AFFINAMENTO: fermentazione a temperatura controllata in inox, affinamento per 5-7 mesi sui lieviti fini, senza fermentazione malolattica VITIGNO: Traminer Aromatico (Gewürztraminer) COLORE: giallo dorato ALCOOL: 14% vol. *Numero indicativo in funzione delle vendemmie 18


ALTO ADIGE

CANTINA DESPAR

Lagrein Alto Adige DOC OBERLAITEN

Varietà autoctona, da cui si ricava un vino di grande carattere, con colore rosso intenso e aromi di frutti di bosco e ciliegia, al palato vellutato, impreziosito da una morbida acidità. NOME ETICHETTA: Oberlaiten ETTARI: 1,5 PRODUZIONE BOTTIGLIE: 13.000* LUOGO: a nord del comune di San Paolo TERRENO: alluvionale ghiaioso ALTITUDINE: 300 mt s.l.m. AFFINAMENTO: macerazione e fermentazione in acciaio, affinamento in botti di rovere VITIGNO: Lagrein COLORE: rosso rubino ALCOOL: 12,5% vol. *Numero indicativo in funzione delle vendemmie

Pinot Nero Alto Adige DOC OBERLAITEN

Vino elegante e vellutato, che ricorda sentori di bacche rosse e ciliegie selvatiche, perfetto per ogni occasione. NOME ETICHETTA: Oberlaiten ETTARI: 1,2 PRODUZIONE BOTTIGLIE: 10.000* LUOGO: colline tra Merano e la Val Venosta TERRENO: origine morenica, ciottoloso di medio impasto con matrice argilloso calcarea ALTITUDINE: 400 mt s.l.m. AFFINAMENTO: macerazione e fermentazione in acciaio inox, affinamento in botti di rovere e parte in barrique VITIGNO: Pinot Nero (Blauburgunder) COLORE: rosso rubino ALCOOL: 13,5% vol. *Numero indicativo in funzione delle vendemmie 19


ALTO ADIGE

CANTINA DESPAR

Sauvignon Alto Adige DOC OBERLAITEN

Introdotto in Alto Adige solo alla fine del XIX secolo, oggi copre ampie zone dei versanti orientali e occidentali lungo la Val d’Adige. La zona particolarmente vocata per la coltivazione di questo vino va infatti da Bolzano a Merano, snodandosi tra una delle valli più suggestive dell’Alto Adige. Si presenta di colore giallo con sfumature verdognole. Nel bouquet si riconoscono note di vaniglia, erbe aromatiche, sambuco e ribes rosso. Al palato si presenta corposo, armonico, elegante, fresco ed acidulo, con un retrogusto persistente. I suoi abbinamenti più gettonati sono asparagi, verdure grigliate, pesce e formaggio di capra.

NOME ETICHETTA: Oberlaiten ETTARI: 1,2 PRODUZIONE BOTTIGLIE: 10.000* LUOGO: zona a sud di Merano TERRENO: origine morenica, ciottoloso di medio impasto con matrice calcarea ALTITUDINE: 400-550 mt s.l.m. AFFINAMENTO: fermentazione a temperatura controllata in inox, affinamento per 5-7 mesi sui lieviti fini, senza fermentazione malolattica VITIGNO: Sauvignon COLORE: giallo paglierino ALCOOL: 13,5% vol. *Numero indicativo in funzione delle vendemmie 20


ALTO ADIGE

CANTINA DESPAR

Lago di Caldaro Alto Adige DOC OBERLAITEN

La zona di produzione del vino si trova nei pressi dell’omonimo lago, un territorio che può vantare testimonianze nel campo della coltivazione della vite che risalgono addirittura ai tempi precedenti alla colonizzazione romana. Selezione di uva Schiava che dà un vino leggero tipicamente altoatesino, ricorda nell’aroma la viola e le ciliegie, si caratterizza al palato per la sua morbidezza e per il suo basso tannino e grado alcolico.

NOME ETICHETTA: Oberlaiten ETTARI: 0,5 PRODUZIONE BOTTIGLIE: 5.000* LUOGO: Oltradige TERRENO: di origine morenica di medio impasto ben drenante ALTITUDINE: 400 mt s.l.m. AFFINAMENTO: fermentazione a temperatura controllata in inox, dopo la fermentazione malolattica prosegue la sua maturazione in botti grandi di rovere VITIGNO: Schiava COLORE: rosso granata ALCOOL: 12,5% vol. *Numero indicativo in funzione delle vendemmie 21


In Friuli Venezia Giulia c’è un a piccola cittadina, Cormons, che è totalmente circondata da una delle zone di produzione vitivinicole più famose d’Italia: il Collio. Protetta a nord dalle Alpi Giulie, si distende con esposizione totale verso sud tra colline e dolci pendii fino ad arrivare a respirare l’aria che risale dal mare Adriatico non distante. L’intera regione del Collio è costituita da marne e arenarie stratificate, portate in superficie nell’antichità dai fondali del mare Adriatico. Questo è il motivo per cui le cantine di Cormons possono coltivare vitigni dalle eccezionali caratteristiche, capaci di produrre vini di altissimo pregio, tutti tutelati da DOC e dalla storica presenza del Consorzio di tutela dei vini del Collio che, dal 1964, è custode di queste eccellenze.

I vitigni caratteristici del Collio sono molti sia rossi che bianchi. Ma alcuni spiccano per la loro capacità di produrre uve particolarmente delicate e profumate: Friulano, Sauvignon, Pinot Grigio o la Ribolla Gialla, capace di produrre un vino fermo particolarmente indicato ad accompagnare piatti delicati di pesce o la sua variante Brut, con bollicine fresche, fini e persistenti. Il Refosco dal Peduncolo Rosso è invece uva rossa dalla quale si ricava l’omonimo vino che è considerato il re dei vini rossi friulani. La curiosità: si dice dal peduncolo rosso a causa del pedicello che tiene l’acino unito al grappolo e che diventa rosso ad indicare la precisa maturità dell’uva per una perfetta vendemmia. 22


FRIULI VENEZIA GIULIA

CANTINA DESPAR

Ribolla Gialla DOC Collio TOGUT

Vitigno di antichissima origine, forse era l’antico “Avola” coltivato dai Romani. Da secoli impiantato sulle colline eoceniche del Goriziano, è stato il vitigno più diffuso della zona. Il vino, dal fresco sapore d’acacia, era molto apprezzato dalla nobiltà austriaca e fu anche inviato alla corte dello Zar. È un vino dalle caratteristiche uniche di leggerezza, semplicità ed eleganza. Al naso si apre con un ricco bouquet di limone e banana, arricchito da piacevoli sentori floreali. Al palato risulta sapido e piacevolmente vivace, con un delicato retrogusto agrumato. Perfetto per accompagnare aperitivi ed antipasti, è ideale in abbinamento a piatti a base pesce, risotti e carni bianche.

NOME ETICHETTA: Togut ETTARI: 10 PRODUZIONE BOTTIGLIE: 30.000* LUOGO: Oslavia, San Mauro, Giasbana TERRENO: arenaria e marna ALTITUDINE: 78-80 mt s.l.m. AFFINAMENTO: sosta 6-7 mesi in serbatoi di acciaio inox sui propri lieviti VITIGNO: Ribolla Gialla COLORE: cristallino, giallo girasole con riflessi verdi ALCOOL: 12,5% vol. *Numero indicativo in funzione delle vendemmie 23


FRIULI VENEZIA GIULIA

CANTINA DESPAR

Ribolla Gialla Vino Spumante Brut TOGUT

Un vitigno autoctono, dalle origini antichissime: nel 1100 fu portato in Friuli dalla Cefalonia e dalle isole a sud della Dalmazia da alcuni mercanti veneziani. Si chiama così perché originariamente la ricchezza di acido malico faceva sì che ribollisse. Colore giallo paglierino con perlage fine. Al naso è intenso, fresco e agrumato, con note di salvia fiori bianchi, pera e mela renetta. Al palato si distingue per la cremosità del perlage e la sapidità. È un vino molto beverino quando abbinato con antipasti leggeri, delicate pietanze a base di pesce, minestre, creme e vellutate, gallina, coniglio, faraona al forno, primi piatti a base di verdura e il pesce di acqua dolce. NOME ETICHETTA: Togut ETTARI: 20 PRODUZIONE BOTTIGLIE: 70.000* LUOGO: Farra d’Isonzo, Cormòns, San Lorenzo Isontino TERRENO: calcarei-ghiaiosi ALTITUDINE: 30-50 mt s.l.m. AFFINAMENTO: presa di spuma con il metodo Charmat con permanenza sui lieviti in autoclave per 5-6 mesi e stoccaggio in bottiglia VITIGNO: Ribolla Gialla COLORE: cristallino, giallo girasole con riflessi verdi ALCOOL: 11,5% vol. *Numero indicativo in funzione delle vendemmie 24


FRIULI VENEZIA GIULIA

CANTINA DESPAR

Friulano DOC Collio TOGUT

Vino da aperitivo, da antipasti, si sposa perfettamente anche con il formaggio Montasio e si abbina con efficacia a piatti a base di pesce al forno o marinato. NOME ETICHETTA: Togut ETTARI: 15 PRODUZIONE BOTTIGLIE: 40.000* LUOGO: San Floriano, Dolegna del Collio, Cormòns TERRENO: arenaria e marna ALTITUDINE: 78-80 mt s.l.m. AFFINAMENTO: sui lieviti per 7 mesi in grandi botti ovali di legno di rovere di essenze diverse VITIGNO: Tocai Friulano COLORE: giallo, oro come le mimose, cristallino, con trasparenze di color limone ALCOOL: 13% vol. *Numero indicativo in funzione delle vendemmie

Sauvignon DOC Collio TOGUT

Il Sauvignon è originario della Francia e in Italia fu introdotto nella seconda metà dell’ottocento, in Friuli, ha trovato il suo habitat ideale. Caratterizzato da profumi di peperone arricchiti da piacevoli sentori di pesca matura e eleganti note di noce moscata. NOME ETICHETTA: Togut ETTARI: 18 PRODUZIONE BOTTIGLIE: 40.000* LUOGO: Plessiva, Cormòns, Capriva del Friuli TERRENO: arenaria e marna ALTITUDINE: 78-80 mt s.l.m. AFFINAMENTO: sosta 6-7 mesi in serbatoi di acciaio inox sui propri lieviti VITIGNO: Sauvignon COLORE: giallo dorato con tonalità verdognole ALCOOL: 13% vol. *Numero indicativo in funzione delle vendemmie 25


FRIULI VENEZIA GIULIA

CANTINA DESPAR

Refosco dal Peduncolo Rosso DOC Aquileia TOGUT

Secondo Plinio questo vino nasceva vicino alle foci del Timavo e il suo erede è il Refosco dal Peduncolo Rosso. Dal sapore caldo, sapido, leggermente acido, ideale a tutto pasto. NOME ETICHETTA: Togut ETTARI: 4 PRODUZIONE BOTTIGLIE: 20.000* LUOGO: Aquileia TERRENO: argilloso con detriti marmosi-arenacei ALTITUDINE: 20-50 mt s.l.m. AFFINAMENTO: in grandi botti di rovere per più di 12 mesi VITIGNO: Refosco dal Peduncolo Rosso COLORE: rosso intenso, viola quasi nero ALCOOL: 12,5% vol. *Numero indicativo in funzione delle vendemmie

Pinot Grigio DOC Friuli TOGUT

Vitigno dalla singolare bacca rosata è una mutazione del Pinot Noir coltivato in Italia da più di un secolo. È tra i vini bianchi più apprezzati per la sua struttura ed eleganza, per il suo sapore asciutto, il suo finissimo bouquet ed il suo sapore gradevolmente morbido. NOME ETICHETTA: Togut ETTARI: 20 PRODUZIONE BOTTIGLIE: 50.000* LUOGO: Farra d’Isonzo, Lucinico TERRENO: calcarei-ghiaiosi ALTITUDINE: 30-50 mt s.l.m. AFFINAMENTO: in acciaio per sei-sette mesi a contatto con i lieviti VITIGNO: Pinot Grigio COLORE: giallo paglia con riflessi ramati e sfumature grigiastre ALCOOL: 13% vol. *Numero indicativo in funzione delle vendemmie 26


Sono i Greci a portare la vite in Toscana. Ma già con gli Etruschi la vite diventa una delle coltivazioni tipiche di questa terra. Pochi sanno che fino al '700 il vino toscano era prevalentemente novello. Si deve a Cosimo III l’introduzione di regole e disciplinari di coltivazione che possono essere considerati gli antesignani dei moderni istituti e disciplinari di produzione. Possiamo quindi affermare che è la Toscana che inizia a regalarci le prime DOC DOC.. La curiosità: nel 2016 il consorzio di tutela del Chianti Gallo nero ha festeggiato i suoi primi 300 anni di “DOC “DOC”” di Cosimo de Medici, facendo di questa denominazione una delle più antiche e tutelate del mondo.

Tra i più coltivati, il Sangiovese resta tra i primi nel panorama italiano per le sue caratteristiche. Acidità e tannini sono molto presenti nel vino che ne scaturisce. Dà il meglio in terreni poco fertili e ricchi di scheletro. L’uva prodotta ha profumi che, a seconda delle zone, spaziano dalla fragola alla viola e alla ciliegia. In Toscana copre il 70% del territorio coltivato a vite. Il Chianti originario nacque nell’ottocento tra le mura del castello di Brolio, proprietà ancora oggi dei Baroni Ricasoli. 27


TOSCANA

CANTINA DESPAR

Brunello di Montalcino DOCG POGGIO RECECCONI

Da tempo immemore la minuscola area di Montalcino, a sud di Siena, lega le sue sorti alla produzione del maestoso Brunello, uno dei vini che il mondo ci invidia. Colore rosso rubino, intrigante e intenso mix di macchia mediterranea e sensazioni floreali di rosa e lavanda, spezie esotiche e dolci a completare il quadro. Ottimo con selvaggina e formaggi stagionati.

NOME ETICHETTA: Poggio Rececconi ETTARI: 2 PRODUZIONE BOTTIGLIE: 5.000* LUOGO: Montalcino, Toscana TERRENO: terreno calcareo con equilibrato contenuto di argilla e scisto, situato a 350 m di altitudine da cui beneficia delle brezze marine portate dalla Maremma ALTITUDINE: 300-400 mt s.l.m. AFFINAMENTO: 24 mesi in botti di rovere da 25 e 50 hl e 6 mesi in bottiglia VITIGNO: Sangiovese COLORE: rosso granato ALCOOL: 14% vol. *Numero indicativo in funzione delle vendemmie 28


TOSCANA

CANTINA DESPAR

Chianti Classico DOCG

POGGIO RECECCONI Nel cuore della Toscana, le dolci colline del Chianti Classico, dal 1996 a marchio DOCG, offrono da sempre vini sopraffini. L’area, sottoposta ad un rigido disciplinare, corre tra le città di Firenze e Siena. I suoi vini si distinguono per l’impareggiabile pienezza e la superba trama tannica. Il vino ha note di succo di ciliegie rosse, ribes nero e more di rovo, pepe nero, alloro e menta. Dal carattere distinto e succulento, freschezza e pienezza di gusto che prosegue al palato, dove l’estratto e la vecchia vigna fanno emergere un tratto ferroso minerale e sapido, con tocchi fumè che esaltano la dolcezza e rotondità di frutto. Il tutto ben assecondato da un tannino ricco e capace di intriganti evoluzioni in futuro. Ideale con arrosti, e formaggi stagionati. NOME ETICHETTA: Poggio Rececconi ETTARI: 5 PRODUZIONE BOTTIGLIE: 30.000* LUOGO: Castelnuovo Berardenga TERRENO: terreno ricco di argilla, calcare e pietrisco ALTITUDINE: 400 mt s.l.m. AFFINAMENTO: 9 mesi in botte di rovere e 6 mesi in bottiglia VITIGNO: 90% Sangiovese, 10% Merlot COLORE: rosso rubino di notevole intensità ALCOOL: 13,5% vol. *Numero indicativo in funzione delle vendemmie 29


TOSCANA

CANTINA DESPAR

Chianti Riserva DOCG POGGIO RECECCONI

La menzione Chianti Riserva si unisce alla ricca collezione delle denominazioni a tema Chianti. Il bouquet è al contempo persistente e delicato, con note decise di erbe aromatiche, sottobosco e spezie dolci. Ottimo con carne e formaggi stagionati. NOME ETICHETTA: Poggio Rececconi ETTARI: 3 PRODUZIONE BOTTIGLIE: 15.000* LUOGO: Chianti, Toscana TERRENO: argilloso sabbioso con ciottoli ALTITUDINE: 250-600 mt s.l.m. AFFINAMENTO: sottoposto ad un invecchiamento di almeno 2 anni, di cui almeno 3 in bottiglia VITIGNO: 95% Sangiovese, 5% Cabernet Sauvignon COLORE: rosso rubino ALCOOL: 13% vol. *Numero indicativo in funzione delle vendemmie

Chianti Biologico DOCG POGGIO RECECCONI

Prodotto secondo il QC&I, organismo riconosciuto dal Ministero dell’Agricoltura. Le uve vengono coltivate seguendo tecniche agronomiche che assicurano il massimo rispetto dell’ambiente, proibendo l’uso di pesticidi sintetici ed erbicidi per il controllo della crescita delle infestanti. NOME ETICHETTA: Poggio Rececconi ETTARI: 4 PRODUZIONE BOTTIGLIE: 20.000* LUOGO: Chianti, Toscana TERRENO: tipico terreno toscano, ricco di argilla, calcare e pietrisco ALTITUDINE: 250-600 mt s.l.m. AFFINAMENTO: 2 mesi in bottiglia VITIGNO: 85% Sangiovese, 15% Merlot COLORE: rosso rubino ALCOOL: 13% vol. *Numero indicativo in funzione delle vendemmie 30


TOSCANA

CANTINA DESPAR

Vernaccia DOCG POGGIO RECECCONI

Oltre le antiche mura di San Gimignano si stendono le superbe colline che donano i frutti della squisita Vernaccia. Regala profumi molto fini ed eleganti, intensi e persistenti. Ideale da abbinare ad antipasti di pesce, minestre, passati e soufflé, sia di verdure che di pesce. NOME ETICHETTA: Poggio Rececconi ETTARI: 4 PRODUZIONE BOTTIGLIE: 16.000* LUOGO: San Gimignano, Toscana TERRENO: argilloso sabbioso con ciottoli ALTITUDINE: 250-350 mt s.l.m. AFFINAMENTO: 2 mesi in bottiglia VITIGNO: Vernaccia di San Gimignano COLORE: giallo oro tenue ALCOOL: 12,5% vol. *Numero indicativo in funzione delle vendemmie

Bolgheri DOCG

POGGIO RECECCONI Ricolmo di profumi di frutti di bosco, etereo e molto strutturato. Vino corposo che deve maturare per anni per trovare un equilibrio eccellente e sviluppare profumi terziari ed eleganza. Si abbina a piatti succulenti come lasagne al forno, risotto al tartufo, polenta al ragù, carne alla griglia, filetto di manzo ai porcini. NOME ETICHETTA: Poggio Rececconi ETTARI: 5 PRODUZIONE BOTTIGLIE: 20.000* LUOGO: Bolgheri TERRENO: origine alluvionale, ricchi di scheletro ALTITUDINE: 80 mt s.l.m. AFFINAMENTO: 12 mesi in barriques VITIGNO: 70% Cabernet Sauvignon, 30% Merlot COLORE: rosso rubino intenso ALCOOL: 13,5% vol. *Numero indicativo in funzione delle vendemmie 31


Uno dei vitigni più importanti di questa terra, il Cannonau, è la varietà più antica che si conosca in tutto il mediterraneo. Estati calde e ventose e inverni miti plasmano i vitigni di questa particolare zona regalando ai grappoli particolari caratteristiche: alti contenuti zuccherini che giunti alla maturazione conferiscono una carica aromatica notevole e una gradazione forte. Come la terra in cui si sviluppa. A testimonianza di questo legame antico con la viticultura, in questa parte della Sardegna vi sono Cantine che fin dai primi anni del secolo scorso hanno ricercato la qualità del loro prodotto attraverso la conservazione e la valorizzazione del territorio, oggi le loro produzioni sono tutte tutelate dai rigorosi disciplinare delle specifiche DOC.

Il vitigno Vermentino di Sardegna ha origini misteriose e non certe. Chi le fa risalire alla Spagna e poi importate attraverso il sud della Francia in Sardegna. Un vino che viene prodotto nella versione classica ferma, frizzante o spumante. E questo a testimonianza della grande versatilità delle caratteristiche organolettiche. Curiosità: generalmente si accosta il Vermentino di Sardegna a piatti di pesce. In realtà le caratteristiche di questo vino lo rendono eccezionale anche con grigliate di carni bianche o fresche insalate estive. 32


SARDEGNA

CANTINA DESPAR

Cannonau di Sardegna DOC BINNOSTU

La fama di questo vino è attestata da secoli, esistono documenti risalenti al 1500. È un vino possente, strutturato, dotato di tannini poderosi, acidità bassa, calore, toni speziati e un frutto rotondo fatto di prugne e ciliegie. Il clima caldo della Sardegna tende a far maturare i grappoli portandoli ad una concentrazione zuccherina importante. Dà il meglio di sé con i secondi di carne, agnello allo spiedo, formaggi ovini stagionati.

NOME ETICHETTA: Binnostu ETTARI: 2,8 PRODUZIONE BOTTIGLIE: 15.000* LUOGO: Anfiteatro di Maracalagonis TERRENO: calcareo argilloso ALTITUDINE: 200 mt s.l.m. AFFINAMENTO: fermentazione a contatto con le bucce e successiva malolattica VITIGNO: Cannonau COLORE: rosso rubino ALCOOL: 13% vol. *Numero indicativo in funzione delle vendemmie 33


SARDEGNA

CANTINA DESPAR

Vermentino di Sardegna DOC BINNOSTU

Di colore giallo paglierino con riflessi verdognoli e di elevata brillantezza. Il suo profumo è gradevole e delicato, al palato è amabile e sapido, dotato di una buona freschezza e di una media acidità. Di alcolicità contenuta, il Vermentino è il vino adatto alla tavola di tutti i giorni: di buon corpo e di gusto leggermente amarognolo esalta la delicatezza dei piatti a cui si accosta, grazie alla gradevolezza dei suoi aromi molto accentuati, che richiamano in particolar modo i sentori della macchia mediterranea. Il suo gran pregio è proprio un bouquet floreale intenso, che, a seconda della zona di produzione, può evocare note salmastre e sfumature di agrumi.

NOME ETICHETTA: Binnostu ETTARI: 3 PRODUZIONE BOTTIGLIE: 20.000* LUOGO: Anfiteatro di Maracalagonis TERRENO: calcareo argilloso ALTITUDINE: 250 mt s.l.m. AFFINAMENTO: riposo in acciaio su fecce nobili VITIGNO: Vermentino COLORE: giallo paglierino ALCOOL: 12% vol. *Numero indicativo in funzione delle vendemmie 34


Una cosa è certa: la vite in Sicilia è comparsa ben prima dell’arrivo dell’uomo. Sarà anche per questo che proprio da questa regione i Fenici e poi i Romani esportarono in tutte Europa la vite. Possiamo quindi affermare che il vino è nato in Sicilia. Sarà anche per questo che oggi la Sicilia produce 23 DOC, 7 IGT e 1 DOCG su una superficie coltivata di 106.000 ha. Per parlare delle varietà di vitigni presenti in Sicilia ci vorrebbero pagine e pagine. A fine '800 la fillossera distrusse quasi per intero il patrimonio vitivinicolo e si deve arrivare agli anni 60 del '900 per ritrovare la ripartenza della viticoltura moderna. Da allora la Sicilia è diventata una regione capace di produrre vini di altissima qualità e unici.

Oggi i vitigni autoctoni coltivati sono più di 100. Una ventina di questi danno vita a vini di qualità eccezionale. Tra i rossi il Nero d’Avola, un'eccellenza ormai riconosciuta in tutto il mondo, o i meno noti Nerello Mascalese e Frappato. Tra i bianchi l’insuperabile Insolia, il Carricante e il Grillo. La curiosità: da oltre 400 anni, dall’unione di due vitigni autoctoni, Frappato e Nero d’Avola, nasce il superbo Cerasuolo di Vittoria. Un rosso tra i più fini e balsamici di tutta Italia. Certamente molto fa lo iodio che dal profondo Mediterraneo si fissa sulle uve per mesi. 35


SICILIA

CANTINA DESPAR

Nero d'Avola DOC

CAPO TRECUSPI Fino a pochi anni fa era chiamato Calabrese, perché in dialetto siciliano significa di Avola. Le prime fonti scritte che parlano di Calabrese risalgono alla fine del 1500, tuttavia è solo dai primi del 1900 che è diventato Nero d’Avola. Oggi è il re dei vitigni a bacca rossa della Sicilia, grazie alle sue doti di eleganza, sontuosità e carattere. Diffuso per tutta la regione, tranne nella zona dell’Etna, presenta un profumo ampio ed elegante, arricchito da note minerali e di frutti di bosco. Non mancano fiori appassiti, spezie dolci, note terrose molto fini che ricordano liquirizia e rabarbaro e poi il richiamo del mare con iodio, muschio e i tipici profumi di pino ed eucalipto. Perfetto se giovane con preparazioni a base di pesce. Se invece si stappa una bottiglia invecchiata e strutturata l’abbinamento ideale è con lasagne al forno, arancini. NOME ETICHETTA: Capo Trecuspi ETTARI: 20 PRODUZIONE BOTTIGLIE: 13.230* LUOGO: Altopiano Salemi-Marsala TERRENO: medio impasto ALTITUDINE: 250 mt s.l.m. AFFINAMENTO: in acciaio VITIGNO: Nero d'Avola COLORE: rosso intenso con riflessi violacei ALCOOL: 14% vol. *Numero indicativo in funzione delle vendemmie 36


SICILIA

CANTINA DESPAR

Etna Rosso DOC

CAPO TRECUSPI Un possente vino Doc, che nasce ai piedi dell’Etna e deriva dall’unione di due vitigni: il Nerello Cappuccio e il Nerello Mascalese, miscelati fra loro in percentuali diverse. Di un bel rosso carico inframmezzato da note che tendono al porpora, l’Etna rosso già alla vista appare intenso, con sfumature violacee man mano che invecchia. Il profumo, caratteristico e inebriante, ha una nota floreale che si armonizza perfettamente con altre tonalità che richiamano la vaniglia e la fragolina di bosco. E’ un vino di carattere che racchiude i tratti della sua origine vulcanica, esprimendo in bocca mineralità. L’Etna rosso richiede abbinamenti con pietanze robuste e piuttosto saporite: primi piatti rigorosamente conditi con sughi a base di carne oppure con la carne alla griglia o formaggi stagionati e salse. NOME ETICHETTA: Capo Trecuspi ETTARI: 5 PRODUZIONE BOTTIGLIE: 6.048* LUOGO: Etna nord TERRENO: origine vulcanica ALTITUDINE: 600 mt s.l.m. AFFINAMENTO: in botti di rovere VITIGNO: Nerello Mascalaese COLORE: rosso rubino tenue ALCOOL: 13,5% vol. *Numero indicativo in funzione delle vendemmie 37


SICILIA

CANTINA DESPAR

Frappato IGP Terre Siciliane CAPO TRECUSPI

È come se fosse un distillato di terra e cielo: frutti rossi, spezie, erbe aromatiche, olive, rose, fiori, finocchio e note terrose e poi il mare e la terra di Sicilia. È un vino di carattere, gli abbinamenti migliori sono quelli con pietanze a base di carne, pasta al ragù. NOME ETICHETTA: Capo Trecuspi ETTARI: 5 PRODUZIONE BOTTIGLIE: 8.190* LUOGO: Altopiano Salemi-Trapani TERRENO: medio impasto ALTITUDINE: 250 mt s.l.m. AFFINAMENTO: in acciaio VITIGNO: Frappato COLORE: rosso rubino tenue ALCOOL: 14% vol. *Numero indicativo in funzione delle vendemmie

Syrah DOC Biologico CAPO TRECUSPI

Caratterizzato da intensi profumi di pepe e cioccolato e ancora da mirtilli, frutti di bosco, ribes, spezie, tabacco, con finale di liquirizia, rabarbaro e cacao. Data la sua natura speziata, calda e tannica il Syrah è uno dei vini migliori per la carne alla griglia e al bbq. NOME ETICHETTA: Capo Trecuspi ETTARI: 20 PRODUZIONE BOTTIGLIE: 8.190* LUOGO: Altopiano Salemi-Marsala TERRENO: medio impasto ALTITUDINE: 250 mt s.l.m. AFFINAMENTO: in acciaio VITIGNO: Syrah COLORE: rosso rubino tenue ALCOOL: 14% vol. *Numero indicativo in funzione delle vendemmie 38


SICILIA

CANTINA DESPAR

Nerello Mascalese DOC CAPO TRECUSPI

È il vitigno a bacca rossa re dell’Etna, anzi il mitico vulcano siciliano è il suo trono! Leggiadro, salato, minerale, dalla media acidità, ma con tannini setosi e spiccati toni balsamici e di macchia mediterranea, con note fruttate che spaziano dalla liquirizia ai frutti di bosco. Pare ci sia in sottofondo un certo profumo lunare, di terra bruciata, è quasi più una sensazione che si percepisce sul palato. Bere Nerello Mascalese è una grande esperienza, è come fare un tuffo in Sicilia, i pini, le rocce, il mare, il sole che brucia la pelle cosparsa di sale, questi sono i suoi sapori e i suoi profumi. Oggi il Nerello Mascalese è uno dei vini rossi italiani più affascinanti, particolari e dotati di eleganza. Ideale l’abbinamento con carne alla brace, stufato, tagliolini ai porcini, arrosti di maiale, cucina indiana o thai, carbonara, ravioli di erbette alla parmigiana, risotto al tartufo, tagliatelle ai porcini e riso alla cantonese. NOME ETICHETTA: Capo Trecuspi ETTARI: 5 PRODUZIONE BOTTIGLIE: 8.190* LUOGO: Altopiano Salemi-Trapani TERRENO: medio impasto ALTITUDINE: 250 mt s.l.m. AFFINAMENTO: in acciaio VITIGNO: Nerello Mascalaese COLORE: rosso rubino tenue ALCOOL: 13,5% vol. *Numero indicativo in funzione delle vendemmie 39


SICILIA

CANTINA DESPAR

Cerasuolo di Vittoria DOCG CAPO TRECUSPI

Prodotto nella zona di Ragusa, precisamente a Vittoria è l’unica DOCG siciliana. A livello gustativo per la vicinanza del mare si riescono a percepire caratteristiche di mineralità e sapidità. Al naso sentori di ciliegia e frutti rossi come lamponi, mirtilli e frutta sotto spirito. Ottimo con piatti siciliani classici di pesce come tonno, carne alla griglia. Determinate annate acquisiscono maggior struttura grazie all'affinamento in barrique.

NOME ETICHETTA: Capo Trecuspi ETTARI: 18 PRODUZIONE BOTTIGLIE: 10.000* LUOGO: Vittoria (Ragusa) TERRENO: argilloso-sabbioso ALTITUDINE: 220 mt s.l.m. AFFINAMENTO: 6 mesi in barrique 1 mese in bottiglia VITIGNO: 60% Nero d'Avola, 40% Frappato COLORE: rosso rubino ALCOOL: 13,5% vol. *Numero indicativo in funzione delle vendemmie 40


SICILIA

CANTINA DESPAR

Carricante DOC CAPO TRECUSPI

Caratterizzato da profumi di frutta gialla, fiori, miele, liquirizia, selce, di mare, minerali, ed erbe aromatiche. Al palato è salato, molto strutturato, alcolico, ma sorretto da una spalla acida. Da abbinare a piatti di pesce, legumi, carni bianche, anatra, formaggi stagionati o cremosi. NOME ETICHETTA: Capo Trecuspi ETTARI: 2 PRODUZIONE BOTTIGLIE: 7.914* LUOGO: Collinare TERRENO: calcareo-gessoso ALTITUDINE: 400 mt s.l.m. AFFINAMENTO: in acciaio VITIGNO: Carricante COLORE: giallo paglierino ALCOOL: 12,5% vol. *Numero indicativo in funzione delle vendemmie

Insolia DOC CAPO TRECUSPI

I profumi minerali sono di rocce, selce, pietra focaia con delicati sentori di agrumi, fiori come ginestra e mimosa, pesca, albicocca e mela. È un grandissimo vino da aperitivo: fresco, salato, elegante, mai troppo caldo o prepotente; è ottimo se servito da solo o con salumi, finger food. NOME ETICHETTA: Capo Trecuspi ETTARI: 20 PRODUZIONE BOTTIGLIE: 8.190* LUOGO: Collinare TERRENO: calcareo-gessoso ALTITUDINE: 350 mt s.l.m. AFFINAMENTO: in acciaio VITIGNO: Insolia COLORE: giallo paglierino ALCOOL: 12,5% vol. *Numero indicativo in funzione delle vendemmie 41


SICILIA

CANTINA DESPAR

Grillo DOC

CAPO TRECUSPI Il Grillo domina tutta la produzione bianca della zona tra Marsala e Trapani, nella Sicilia occidentale. È un vino generoso, avvolgente con sentori di ginestra e biancospino, profumi di pino e susina, fiori e ancora frutta e sale. Al palato la freschezza prende i sapori degli agrumi e si mescola al ricordo del mare. È però un vino dalla struttura molto importante, con un grado alcolico alto e di buona la persistenza. Si abbina ad antipasti di pesce e molluschi, a primi piatti con condimenti di pesce e verdure, a secondi di pesce e crostacei. Può anche accompagnare uova e salumi non troppo saporiti, carni bianche ed alcuni piatti della cucina orientale.

NOME ETICHETTA: Capo Trecuspi ETTARI: 20 PRODUZIONE BOTTIGLIE: 13.182* LUOGO: Collinare TERRENO: calcareo-gessoso ALTITUDINE: 400 mt s.l.m. AFFINAMENTO: in acciaio VITIGNO: Grillo COLORE: giallo paglierino ALCOOL: 13% vol. *Numero indicativo in funzione delle vendemmie 42


SICILIA

CANTINA DESPAR

Catarratto DOC CAPO TRECUSPI

I suoi profumi sono intensi, in bocca è fresco, vellutato, sapido e persistente. Nello stesso tempo è un vino di struttura, corpo imponente, il finale affumicato, con toni di malto e resina di pino. Si abbina con piatti sostanziosi, anche con carne di maiale. NOME ETICHETTA: Capo Trecuspi ETTARI: 20 PRODUZIONE BOTTIGLIE: 8.160* LUOGO: Collinare TERRENO: calcareo-gessoso ALTITUDINE: 400 mt s.l.m. AFFINAMENTO: in acciaio VITIGNO: Catarratto COLORE: giallo paglierino ALCOOL: 12,5% vol. *Numero indicativo in funzione delle vendemmie

Zibibbo DOC Biologico CAPO TRECUSPI

Il vino di Pantelleria, la splendida isola ad ovest di Trapani. Introdotto sull’isola dagli Arabi intorno all’anno mille, è un vino vellutato e prezioso, dotato di grande piacevolezza e bevibilità. Ideale con tutti i dolci a base di frutta secca, miele, marzapane, con i con formaggi stagionati ed erborinati. NOME ETICHETTA: Capo Trecuspi ETTARI: 10 PRODUZIONE BOTTIGLIE: 7.842* LUOGO: Collinare TERRENO: calcareo-gessoso ALTITUDINE: 400 mt s.l.m. AFFINAMENTO: in acciaio VITIGNO: Zibibbo COLORE: giallo paglierino chiaro ALCOOL: 12,5% vol. *Numero indicativo in funzione delle vendemmie 43