Page 1

POSTE ITALIANE S.P.A. – SPEDIZIONE IN ABBONAMENTO POSTALE – D.L. 353/2003 (CONV. IN L. 27/02/2004 N.46) ART. 1, COMMA 1 NO/SP/1052/2017 DEL 15.05.2017 - ANNO I - Supp. annuale al Nr. 37 del bimestrale ITALIA PER VOI - SET/OTT 2018

2018 EDITION

Guida sul Lifestyle nelle Baie del Levante

Levanto Bonassola Framura Deiva Marina Moneglia Riva Trigoso Sestri Levante ¤ 5,00 ITA

Guida sul Lifestyle nelle Baie del Levante

• ENG


PARK HOTEL ARGENTO Via Sant'Anna s.n. Levanto (SP) +39 0187 801223 info@parkhotelargento.com www.parkhotelargento.com

P

ark Hotel Argento, has been recently built, it is situated in a strategic position to visit the coast, it has a non heated outdoor swimming pool with jacuzzi area, a spa with sauna, Turkish bath, emotional showers, unguarded free outdoor parking, a garage with fee is also available on request. The rooms are big and bright and have every type of comfort. The restaurant offers excellent dishes of local and international cuisine.


P

arc Hôtel Argento, de construction récente, position stratégique pour visiter la côte. Piscine extérieure non chauffée avec hydromassage, centre bien-être SPA avec sauna, bain turc et parcours douche émotionnelle, parking extérieur gratuit non surveillé, garage payant sur demande. Les chambres sont spacieuses, lumineuses et de tout confort. Le restaurant sert une délicieuse cuisine locale et nationale.

PARK HOTEL ARGENTO Levanto

WELLNESS CENTER

Facebook:

@wellnesscenterparkhotelargento


A4

Nancy

Legend | Légende A26

Strasbourg

Motorway | Autoroute

A31

Troyes

Main Road | Route principale

A5

Chaumont Croisières A5 Terminale

Terminal Cruise

A19

Colmar Friburgo A35

Airport | Aéroport

Langres

Pass | Col de montagne

Mulhouse

Vesoul

A31

51

A6

Basilea Dijon Besançon

A38

A3

22

A36

Zu

16 A1 2

Lucerna

A6 A36

Berna

A5 A1

A6 Thun

A6 12

A39 A1

Losanna A9 A1

Macon

Sion

A40 A71

Vichy

A40

A6

A9

Ginevra

Zermatt

A89

Chamonix-Mont Blanc

A42

A46

A89

A41

Lyon

Clermont-Ferrand

Domodossola

Aosta

A432 A46

A72

A43

A43

A47

Saint-Étienne

A5

Chambéry

A26

A48

Vercelli

A41 A7

A43

Grenoble

A4

Torino

A32

A49 A51 A75

A55

Asti A33 A6

Gap

A7

Alba A33

Cuneo

S A10

Avignon Nimes

Montpellier

4 Baie del Levante icons

Albenga Alassio Cervo Imperia Sanremo Ventimille

A51

A9 A7

A54

Aix-en Provence

A8

Cannes

Nice


Stoccarda

Inglostadt

A7 A8

A3

A92

A9

Augusta

A8

A81

A96

Golfo A96 Paradiso

A8

Rosenheim

A8

A95

A1 A8

Salisburgo

Golfo del Tigullio

A7

RIVA TRIGOSO SESTRI LEVANTE BA MONEGLIA IE D DEIVA MARINA EL FRAMURAA12 LE VA BONASSOLA NT LEVANTO E Innsbruck

Costanza A7 A14

A1

A94

Monaco di Baviera

A7

urigo

Eastern Liguria Ligurie du Levant A93

A13

A53

Cin que Ter re

A12 A3

A10

A13

A4

Merano A13

2

Livigno

Bolzano

Cortina d’Ampezzo

Biasca Bellinzona

A22

Sondrio

Locarno 2

a

A23

Belluno

Trento

Lugano Varese

Aeroporto Friuli Venezia Giulia

Pordenone A28

Como

Bergamo

A9 A51

A8

Malpensa

Treviso Brescia

A4

Milano

A4

A1

Cremona

A54 A7

A21

Venezia

A4

Montichiari

Lodi Pavia

Verona

A4

Trieste

A31

Vicenza

A35 A58

Novara

A4

A27

Padova

A21

Mantova

Rovigo

A22

Alessandria A26

A1

Parma

A7

Reggio Emilia

Ferrara RA8

A13

Modena

A15

Bologna Imola A1

A12

Pisa Livorno

Pistoia A11

A14

Forlì

Carrara Massa Viareggio Lucca

EASTERN BAYS

Ravenna A14DIR

Pontremoli

La Spezia

a

A9

A13

Piacenza

Genova A12 Albissola Portofino Savona

A4

Prato

Cesena

Rimini Riccione A14

Firenze Ancona A1

Baie del Levante icons

5


Levanto

R Trademark deposited by: ITALIA PER VOI S.R.L. All rights reserved. Any reproduction or use of copies is prohibited. Editorial Staff: 19124 - LA SPEZIA - I Via Vittorio Veneto 255 italiapervoi@legpec.it Authorization of the courthouse in La Spezia on 09/02/2012 nr. 116/12 Iscrizione ROC: N° 22857 Managing director: Guido Martinelli Graphics and layout: Sara Fornesi AdvertisemWent: Maria Grazia Dallagiacoma Administration: Giorgetti Gino Circulation: 20.000 copies

Socials & International Fairs: Erika Giorgetti Printed in Italy: Arti Grafiche Reggiani S.r.l. Diffusion: Hotels and Accomodation, Local exhibitors & kiosk, Postal Subscription, SDA & UPS Couriers, International Fairs. CREDITS: Editorials: Samira Giorgetti Photos: Gino Giorgetti Erika Giorgetti Uff. Stampa Comune di Levanto Associazione Occhio Blu Alessandro Benedetti Sasha - Fotografo ProLoco Deiva Marina ProLoco Moneglia Le Cinque Erbe - D. Vettori

Delivered on request by mail subscription or SDA courier minimum 10 copies each shipment, price for each copy 5,00 Euros (Vat included). Payment can be done with bank transfer to the bank account of ITALIA PER VOI S.R.L. c/o FinecoBank Roma IBAN code: IT41Y0301503200000003450483

Sommario|Contents Le Baie del Levante The "Eastern Bays"

8 9

Natura Nature

26 27

Enogastronomia Food and wine

44 53

Lifestyle e Tempo Libero Lifestyle and Free Time

60 61

Eventi e Luoghi d'Interesse Events and Places of interest

70 71

@baiedellevanteicons issuu.com/baiedellevanteicons @baiedellevanteicons

6 Baie del Levante icons

Moneglia


Sestri Levante

Riva Trigoso

Deiva Marina Bonassola

Framura

Baie del Levante icons

7


8 Baie del Levante icons

Moneglia Sestri Levante

Riva Trigoso

Le "Baie del Levante" Per definizione, si dice della Liguria che sia un territorio aspro e montagnoso, uno stretto crocevia di sentieri a fronte del suo mare burbero, ma pescoso. In parte è vero, ma è anche vero il contrario: infatti, dove finiscono le Cinque Terre, il territorio della Liguria di levante prosegue addolcendosi, e formando un crocevia non più di sterrati, profondissime ripe e vitigni giallo paglierino, bensì di anse, spiagge e, alternandosi tra scogliere e calette, baie da sogno. Identifichiamo questo gradito intermezzo di terre, meritevole, ma non ancora del tutto parco di riconoscimenti, degli stessi riconoscimenti av livello internazionale come le Cinque Terre, col nome di Baie del Levante. Nella provincia di La Spezia, superato il contrafforte tipico dei Cinque Villaggi arroccati sul mare che il mondo invidia alla regione, l’ultimo

Agenzia Immobiliare "Lucia"

segmento di lussureggiante riviera spezzina si compone di alcuni borghi di cui facilmente si può riconoscerne la fama, complice la qualità delle acque e la ricca cucina: Levanto, Bonassola, Framura e Deiva Marina. Proseguendo ulteriormente e tutto a occidente, tenendoci Deiva Marina come ideale spartiacque tra due comuni – e due distinte province –, il limite ultimo del nostro incanto territoriale, con la dirittura d’arrivo per la Baia delle Favole e la Baia del Silenzio a Sestri Levante, comprende Riva Trigoso e Moneglia, appunto sotto il comune Genova. A pensarci, tutte queste divisioni lasciano interdetti, eppure proiettano non soltanto le qualità di ciascun posto, nella mente di chi segue su una cartina geografica ideale il percorso, ed aiutano altresì a immaginare quel contrasto tanto sospirato, da chi, della Liguria, sa vedere solo grotte e masti rocciosi. [continua a pagina 12]

Cod.: SIMONETTA

BONASSOLA, LOC. SAN GIORGIO

Piccola casa indipendente con splendida vista mare. Una camera soggiorno/cottura, bagno, giardino e posto auto.

Small detached house for sale wonderful sea view one bedroom living room with kitchenette bathroom garden parking. A.P.E./C.E.P.: G Cod.: TEALDO

€ 200.000 BONASSOLA

Vendesi appartamento composto da tre camere da letto, soggiorno, cucina, bagno, ripostiglio, terrazzo e giardino.

di Beccari Lucia Via F.lli Rezzano, 11 - Bonassola (SP)

Flat for sale three bedrooms, living room, kitchen bathroom closet terrace, garden.

+39 0187.813244 luciabe@libero.it www.bonassolavacanze.com

A.P.E./C.E.P.: G

€ 430.000


Baie del Levante icons

Deiva Marina

Framura

Levanto Monterosso al Mare

Bonassola

The "Eastern Bays" It is commonly said that Liguria is a rough and mountainous territory, a narrow crossroad with trails facing the rough fishy sea. This is partly true, but also the opposite is true, in fact where the territory of the Cinque Terre ends, the land becomes easier to cross, leaving behind steep slopes and straw yellow vineyards, in fact we find coves and beaches alternated to cliffs and dreamy bays. We identify this pleasant interlude of lands, worthy, yet still not fully acknowled, like the neighbouring Cinque terre, with the name Baie del Levante - Eastern Bays In the province of La Spezia beyond the typical spur of the Five Villages, clung to the rocks overlooking the sea, a place envied by the whole world, the last lushy part of the riviera Spezzina

Cod.: MARINI

A.P.E./C.E.P.: G Cod.: SPEDINI

A.P.E./C.E.P.: E

9

BONASSOLA

shows some well known villages, appreciated for their seasides and the excellent cuisine: Levanto Bonassola, Framura and Deiva Marina. Going west, Deiva Marina divides the provinces of La Spezia and Genoa, as it is the last village of this charming territory, a starting point to reach the Bay of Fables and the Bay of Silence in Sestri Levante, a municipality that includes Riva Trigoso and Moneglia, both in the province of Genoa. If we think about all these areas we might be surprised by the many qualities of each place, and following the route on a map, it could help people to imagine the various differences that Liguria has to offer, in fact it is not just a place with coves and rocky dungeons. [continued on page 12]

Cod.: TOSCANI

BONASSOLA

Vendesi appartamento ristrutturato, di 60mq, con due camere, soggiorno/cottura, bagno, balcone, ripostiglio, cantina e posto auto.

Appartamento ristrutturato, a 50 mt dalla spiaggia, composto da due camere, soggiorno, cucina, bagno e piccolo ripostiglio.

Renovated flat for sale. 60 sqm. two bedrooms living room with kitchenette, bathroom, balcony, closet, cellar, parking.

Renovated flat for sale, at 50 mts from the beach. two bedrooms, living room, kitchen, bathroom, small closet.

€ 350.000 BONASSOLA, LOC. COSTELLA

A.P.E./C.E.P.: G Cod.: BERNARDIN

€ 380.000 BONASSOLA, LOC. SCERNIO

Vendesi casa in pietra di 100mq composta da due camere, soggiorno, cucina, due bagni, terrazzi con splendida vista mare.

Vendesi appartamento con splendida vista mare, composto da tre camere, sala, cucina, tre bagni, balcone, due posti auto e cantina.

Stone house for sale 100 sqm two bedrooms living room kitchen two bathrooms terraces with amazing sea view.

Flat for sale with amazing sea view, three bedrooms, living room, kitchen, three bathrooms, balcony, two parkings, cellar.

€ 430.000

A.P.E./C.E.P.: G

€ 495.000


The “Eastern Bays” Les “Baies du Levant” Monte Domenico Libiola

Camposoprano

Lemeglio

Mez

GENOVA VENTIMIGLIA

Trigoso

LAVAGNA

SESTRI LEVANTE

MONEGLIA

DEIVA MARINA

RIVA TRIGOSO

Download the map Télécharger la carte

LIGURIA Savona

Genova

The “Eastern Bays” Les “Baies du Levant”

La Spezia

Imperia 10 Baie del Levante icons


Legend | Légende

Maritime line | Ligne maritime

Motorway | Autoroute

Equipped beach Plage équipée

“Via del Mare”

Main Road | Route principale Secondary Road Route secondaire

Station Gare

Railway line | Ligne ferroviaire

Passo del Bracco

Free beach Plage libre

Cycle and pedestrian lane “Maremonti” Piste cyclable et piétonne “Maremonti”

Blue Flag Drapeau Bleu

BRUGNATO LA SPEZIA PISA

Piazza Chiappa

zzema

A A

CINQUE TERRE MONTEROSSO AL MARE

Montale Legnaro

Reggimonti FRAMURA

Fornaci

Montaretto BONASSOLA

Legend | Légende

CINQUE TERRE MONTEROSSO AL MARE

LEVANTO

Campsite Camping

Tourism Office Office de Tourisme

Swimming pool Piscine

Museum Musée

Stables Centre équestre

Church considerable Eglise remarquable

Cave Grotte

Tennis

Castle Château

Marine Cave Grotte Marinet

Golf course Terrain de Golf

Archaeological site Site archéologique

Fishing Pêche

Market Marché

Historical monument Monument historique

Sailing club Club de voile

Local and biological products

Mine Carrières

Park Parc

Shopping center Centre Commercial

Surfing Surf Diving Plongée

Produits locaux et biologiques

Baie del Levante icons

11


La valle di LEVANTO, in effetti, la si considera come porta d’ingresso – o di uscita, secondo il punto di vista – per arrivare alle Cinque Terre. Prima – o dopo – degli approdi di Monterosso al Mare, una conca naturale si dipana formando ampi litorali di sabbia ghiaiosa, da Punta Mesco a Punta Levanto, creando la Baia di Levanto. Questa fetta di paradiso, formato dai terrazzamenti della valle che scivolano nello spiaggione, ha subito, soprattutto dal dopoguerra in avanti, una rapida crescita economica, pur restando, e lo si può ammirare nella conurbazione intorno alla chiesa di Sant’Andrea - con la tipica facciata a bande alterne - o nelle strette via dei Forni e via Gari-

baldi, sedi delle botteghe d’un tempo o delle migliori ville, il classico comune medievale dotato di una zona vecchia e un’altra nuova, diventando anche un’affermata stazione balneare, molto cara a milanesi ed emiliani. Le iniziative culturali sono tante: la buona cucina rappresentata da focaccerie, ristorantini, bistrot e hotels, e la sua pista ciclopedonale “Maremonti”, che la collega a Bonassola e Framura, ed è una chiave di volta per spostarsi nelle aree limitrofe, a cui le montagne, e la vasta fascia collinare, strizzano l’occhiolino. Il litorale è caratteristico, e vi soffia un vento generoso che risulta ideale per chi ama la pratica del surf, del windsurf e del bodyboard. Se si dovesse tracciare un confine preciso di cosa sa e può fare Levanto per il turista, senza dubbio la predisposizione del posto sarebbe una: dare ospitalità. E’ il luogo ideale per trascorrere un periodo di vacanza lungo e privilegiato, i negozi di specialità tipiche (e personalità carismatiche che ti

The valley in LEVANTO is in fact as an entry gate to and from the Cinque Terre. Before or after the moorings in Monterosso al Mare, a natural bay streatches creating wide sandy and pebble beaches, from Punta Mesco to Punta Levanto, the so caled Baia di Levanto. This slice of heaven, is shaped by terraces that cover the valley towards the big beach, we must say that it has changed in time, particulary after WWII, thanks to an economic growth, yet keeping its classical middle age village look, with its old and new part and the usual conurbation around the main church of Saint Andrea, that has the typical facade with alternated stripes, and the narrow streets such as Via dei Forni and Via Garibaldi, where tourists can find the oldest shops and the best villas; it has become an

appreciated beach resort, so dear to people from Milan and Emilia Romagna. Many are the cultural initiatives: a good cuisine represented by focacciarie, restaurants, bistrots and hotels, its pedestrian and cycle path "Maremonti", that connects Bonassola to Framura, is the right keystone to move in the neighbouring areas, to which mountains and the broad hills wink. The coastline is characteristic, a generous wind blows every day, making it an ideal place for those who love surfing, windsurfing and bodyboarding. If we want to state exactly what Levanto can do for a tourist, we could certainly say that hospitality comes first. This is the ideal place for a long priviledged holiday, with shops that sell local specialities (run by charming people who are willing to teach the art of pesto sauce), and particular gifts, an area equipped with swimming

12 Baie del Levante icons


P

insegnano l’arte del pesto genovese) o di articoli da regalo, il complesso con le piscine, gli stabilimenti, la natura che esplode di colori nel Parco Nazionale delle Cinque Terre praticamente attiguo, riproposti in chiave quasi “rustica” dalle realtà di Montale e Casella sulle alture, concorrono nel farti amare la movida levantese. Le vedute del bonassolese, attraversate principalmente dalla SP39, ben allacciata con La Spezia e la stessa Levanto, e confinante con i comuni di quest’ultima, ad oriente, e la piccola Framura, ad occidente, quando le colpiscono la calda luce del tramonto ti trascinano in un vortice di emozioni.

Loc. Palazzetto, Levanto (SP), ITALY Tel. + 39 0187.808589 Mob. + 39 338.8635803 info@costamorroni.com

O

ur small hamlet inaugurated in 2011, is located on the hill where once was a mulberry tree cultivation; it has 11 independent apartments with kitchenette, garden and private balcony. We have an open air swimming pool, BBQ, laundry, free parking and shuttle service. Pets are welcome.

N

otre petit village, ouvert en 2011, se dresse sur une colline plantée de mûriers; composé de 11 appartements indépendants avec kitchenette, jardin et terrasse privée. Piscine en plein air, barbecue, service de buanderie, parking et navette gratuite. Les animaux domestiques sont les bienvenus.

pools, beach resorts, and we must not forget its nature, with the same colours that can be found in the National Park of the Cinque Terre, so close to this area, and in the poems written by Montale and Casella; all this will help us to enjoy better the movida in Levanto. The area in Bonassola is mainly crossed by the SP39 road, well connected to La Spezia and Levanto, it borders to the east with Levanto and to the west with the small village of Framura, its hills are touched by the warm sun at sunset and we are sure that your emotions will be dragged far away. [continued a pag 15]

Levanto, the beaches and the promenade "LaPietra"

Baie del Levante icons

13


Bonassola, panoramic view of the village and the beaches

Il locale di

riferimento a Bonassola. Dalla colazione al dopo cena potrete gustare ottimi gelati artigianali, una grande varietĂ di liquori pregiati, dal rum caraibico ai migliori whisky scozzesi. E inoltre, a disposizione dei clienti, una vasta scelta di vini.

A reference point

in Bonassola. From breakfast to after dinner, you can taste excellent homemade ice creams, a great variety of fine liquors, such as Caribbean rum and the best Scottish whiskies. There is also available a wide range of wines.

14 Baie del Levante icons

Via Fratelli Rezzano, 22 Bonassola (SP) Tel. +39 347.6162802 barbierimirco54@gmail.com


Forse più agreste ma nello stesso tempo più elitaria rispetto a Levanto, ma “meno” movimentata, BONASSOLA ha una storia antica, che si pensa risalga, grazie a certi ritrovamenti di una strada costruita dall’uomo, a ben prima della dominazione romana. Gli abitanti ne sono gelosi, ma condividono volentieri tavola e patrimoni, dalle bellezze paesaggistiche del golfo e della pineta sconfinata, cresciuta irta sopra il cucuzzolo del Monte Rossola - sede delle ex cave e di ex raduni di streghe - ai panorami disciolti in un mare ricco, ed aggrappati alle nuvole quasi mai invadenti sino all’abbraccio che tocca, a guardare bene, quasi Portofino. Indimenticabile la tavolozza di madre natura al Salto della Lepre, uno scorcio che fa di sé tappa obbligata sul sentiero, di nuovo, tra Bonassola e Framura. La cultura turistica del secondo paesino in provincia di La Spezia, dunque, si incentra indubbiamente sulla balneazione, ma in primis attinge a piene mani dalla presenza di numerosi edifici storici o di pregio architettonico.

[continua a pagina 16]

BONASSOLA is perhaps more rural than Levanto, but at the same time shows an elite touch, less lively but with an ancient history to remember, it is believed that it origins started well before the Roman domination, as there are some remains of an ancient road. The inhabitants are jealous of their treasures but willing to share their cuisine and heritage, the beautiful landscapes of the gulf and the endless pine groves, cover Mount Rossola, the former location of the mine, people think it was a gathering place for witches, the view from here of the rich sea clung to the discreet clouds that almost reach Portofino, is really stunning. The colour board of mother nature in Salto della Lepre (Hare jump) is unforgettable, a landmark on the trail between Bonassola and Levanto. We can say that the touristic culture of this second village, located in the province of La Spezia, is undoubtly based on its beach resorts, but at the same time benefits of the presence of many historic buildings, with great architectonic value. [continued on page 17]

Baie del Levante icons

15


Ed eccoci arrivati, in punta di piedi, giacché la litoranea trafficata se la corre distante, al comune sparso e vagamente impressionista di FRAMURA. Non poi così vagamente: perché dalle vie pedemontane accidentate e sassose – ma comunque praticabili e tutte sotto il patronato del CAI – si giunge a un centro storico e alla facciata di case ligure dai colori gitani, che si gettano in mare tra riflessi dardeggianti, per poco pirateschi, complice la torre carolingia d’avvistamento e le barche tirate in secca, di cui un pittore soltanto può davvero conoscerne le tinte giuste. I rossi, i rosa pastello, gli ocra delle murature, e la ruggine dei tetti d’ardesia, spiccano e mettono in risalto la costa pulitissima, azzurro cielo. A Framura il treno compie una fermata, il che è splendido per chi, da Levanto altrettanto ben servita, vuole cimentarsi nel tour completo dei tre borghi. Come a dire, se le Cinque Terre sono una realtà affermata e ben concepita nel loro insieme, il trittico di Levanto, Bonassola e Framura lo è, con un modo simile ma distinto, a sua volta. E questo dal momento che Castagnola, Costa, Setta, Ravecca e infine Anzo lambita dal mare, frazioni appunto di Framura, coronano la vacanza staccando la spina da qualsiasi velleità mondana. Il turista sarà da solo, lui, la municipalità gentile, l’odore di salsedine e il frinire dei grilli, la sera, tra i pini d’Aleppo e la boscaglia. [continua a pagina 19]

16 Baie del Levante icons


The Watch Tower of Costa, hamlet of Framura

We finally reach on tiptoes the munipality of FRAMURA, far from the crowded roads, spread along twenty kilometres, it has a sort of impressionist allure. From the rugged and stony trails, well signalled by CAI, we reach the historic centre with the typical gispy coloured Ligurian facades, that go as far as the sea. Sparkly shades of the time when the village was attacked, luckily only for short periods, by the pirates, thanks to its Caroligian sighting tower and the boats taken ashore Only a painter would know the right colours to depict such landscape, red, pastel pink, yellow ochre used on walls, and the rusty slate roofs, stick out and enhance the clear coast and the blue sky. Trains stop in Framura, as well as in Levanto, which is wonderful and convenient for people who want to make a complete tour of the three villages. The Cinque Terre are a well established reality, but we can say that the three villages of Levanto, Bonassola and Framura have a similar identity, even if very different. The hamlets Castagnola, Costa, Setta, Ravecca and Anzo by the sea, complete the possible choices for a holiday in complete relax, away from the lively nightlife. Tourists will be welcomed warmly, and will be able to enjoy the scent of saltiness and the chirping of crickets in the evening, among Aleppo pines and woods. [continued on page 19]

Baie del Levante icons

17


Piazza I. Zinara 9 - 19013 - Deiva Marina (SP) Tel./Fax +39 0187 825420 Mob. +39 347 4254154 www.immobiliarelafavorita.it • ag.la.favorita@virgilio.it

Cod.: 01 FRAMURA Villetta su due piani e garage da riattare. Vero affare. Composta da tre camerette, ampia zona giorno, servizi, terrazza. Immersa nel verde silenzioso vicino al torrente Val Deiva. For sale, villa on two floors and garage, to be renovated. Real bargain. Three bedrooms, big living area, bathroom, terrace. Located in a quiet area near the stream Val Deiva, surrounded by vegetation. A.P.E./C.E.P.: G 392,23 € 60.000

Cod.: 03 DEIVA MARINA Appartamento in palazzo d'epoca di mq. 160 con 4 camere, ampio soggiorno, cucina spaziosa e 2 balconi. Vista mare e monti. Possibilità di divisione in n. 2 unità. A 100 m dal mare, centralissimo. Prezzo trattabile. 160 sqm flat inside a period building, 4 bedrooms big living area and spacious kitchen two balconies. Sea and mountain view. Possibility to create two estates. At 100 metres from the sea right in the centre. A.P.E./C.E.P.: N.D. € 530.000

DEIVA MARINA

Cod.: 04

Appartamenti di varie metrature a partire da € 100.000 in zona mare. Mono - bi e trilocali nel contesto del perimetro comunale di Deiva Marina. Flats of various dimensions by the sea, prices from €. 100.000,00 - Studio flats, two or three room flats located in the municipality of Deiva Marina

Planimetria piano seminterrato

Ingresso Box

Cod.: 02

DEIVA MARINA

Zona Asilo - Nuovi box pertinenziali con possibilità di detrazione fiscale ai sensi della L. 449/97. Varie metrature. Near the play school - New garages with the possibility of tax relief according to L.449/97. Various sizes. A.P.E./C.E.P.: FREE

Call Agency

Piazza I. Zinara, 9 - Deiva Marina (SP) - Italia Tel +39 0187.825420 • Mob. +39 349.2903430 ag.la.favorita@virgilio.it • www.immobiliarelafavorita.it 18 Baie del Levante icons

Deiva Marina, panoramic view of the village and of the beaches


DEIVA MARINA è il punto d’incontro che vi potreste aspettare tra Genova, antica e frenetica, e La Spezia, più raccolta ma all’avanguardia. Arrivati, dopo Framura, a Punta Apicchi, la costa già la si intravede ed è ancora sotto l’egida del comune di La Spezia. Ci sono però le torri d’avvistamento, legame indissolubile con il genovese, che diventano il simbolo di una cultura enogastronomica tutta di mare per un fiorente commercio di pesca, come pure i villaggi satelliti, retaggio spezzino, che salgono fino al Passo del Bracco, frazioni a cui possiamo accostare campeggi eco friendly ed agriturismi a conduzione famigliare. Ad ovest guarda alle coltivazioni di Moneglia, mentre ad est si perde nelle fitte macchie di Framura e dei comuni di Carro e Carrodano, già borghi dell’Alta Val di Vara. C’è uno scotto da pagare, per godere delle bellezze di questa fetta di Liguria – ammesso che non vogliate perdervi nelle curve dei sentierini che si dipanano dalla Statale Aurelia -: un senso unico alternato passante per alcune vecchie gallerie, niente più che tunnel ferroviari, regolate da un semaforo a tempo. Se ne perde poco, di tempo, ovvio, ma pensate alla emozione di poter fermare l’auto e, incuneati tra le dorsali dell’Alta Via dei Monti Liguri, lasciare che il mondo si fermi, un attimo solamente, guardando il mare a tanto così …ai tuoi piedi. Le belle giornate e gli splendidi tramonti sono sempre presenti a Deiva Marina. La conseguenza vede uno scenario tra promontori di falesie, alternato a spiaggette (quella di Fornaci se la spartisce con Framura), e uno spiaggione di mezzo chilometro, nuovamente in odore di vista di Portofino, di contro alle sugherete e ai piccoli villaggi di Mezzema, Piazza e Passano, il soggiorno che ogni turista dall’estero si aspetta. Deiva Marina resta comunque un borgo ligure di dimensioni modeste, riposa, tolto il periodo di alta stagione, arroccato dentro la zona del paese vecchio, andando verso l’interno e l’entroterra, fiorito attorno alla chiesa di Sant’Antonio Abate e il suo meraviglioso sagrato, e la Marina, sede di alberghi, stabilimenti e della passeggiata recente, asfaltata e sviluppata lungo linee geometriche. Una curiosità: Deiva è comodissima se vi preme raggiungere in breve tempo la Val Fontanabuona, famosa per le cave di ardesia e il suo artigianato locale. [continua a pagina 20]

DEIVA MARINA is the typical gathering place that you are bount to find in this region, located half way from the ancient and lively Genoa and from La Spezia, a smaller town yet à l'avant garde. The sighting towers are a true bond with the town of Genoa, as well as its culinary culture, based on sea food, thanks to its fairly rich trade in fish; the neighbouring villages in the province of La Spezia spread up to Passo del Bracco, where eco friendly campsites and family run agritourisms are many to choose. Deiva Marina borders to the west with Moneglia and to the est with the thick vegetation of Framura, and the municipalities of Carro and Carrodano, that are part of an area called Alta Val di Vara. There is a price to pay to enjoy the beauties of this part of Liguria, providing you don't want to get lost along its windy trails that start from Via Aurelia, a one way road that passes through old railway tunnels, timed by a traffic light. You won't lose much time, and above all think about the emotions you will feel while crossing Alta Via dei Monti Liguri, let the world rest just for a moment and enjoy the view of the sea, so close to you...right at your feet. The beautiful days and stunning sunsets are always there in Deiva Marina. A scenario with promontories and cliffs alternated to small beaches ( the beach called Fornaci is shared between Deiva and Framura), it is a long beach, about a kilometre, close to Portofino, the cork trees, and the small villages of Mezzema, Piazza and Passano, the right stay that every foreign tourist expects. Deiva Marina is a Ligurian hamlet of modest dimensions, that lays perched in the old part of the village, inland, built mainly around the church of Saint Antonio Abate, and its marvellous churchyard, the Marina where we can find hotels, beach resorts and the newly paved and extended promenade, with its geometric lines. One curiosity: Deiva is very convenient, if you want to reach in a short time Val Fontanabuona, a place famous for slate mines and its local craftsmen. [continued on page 20]

Baie del Levante icons

19


Sputato fuori, ed il senso resta letterale, dalle gallerie della ferrovia dismessa, prima al buio e poi accecato sotto un sole caldissimo, l’eroe vacanziero approda a dove una baia “preziosa”, persa nell’abbraccio di monti boscosi e di ulivi, collega in pochi minuti la Riviera di Levante al Tigullio che fa capolino. Monilia, ovvero MONEGLIA - i romani faticarono non poco nel conquistarla, salvo poi annetterla al loro principale stradario – è quel dolce abbraccio che prende in carico turisti, braccianti e oliandoli senza fare discriminazione alcuna, ma va considerato, nonostante porti alto lo stendardo del turismo esperienziale, a tutti gli effetti un borgo marinaro, di pescatori. Punta Moneglia, ancora una omonimia, e Punta Rospo, ripe su cui il saliscendi di

vegetazioni spinose e pinete senza età si contende la terra fertile, coronano gli ultimi insiemi di fasce coltivabili ad alberi grigi e contorti, ricchezza del luogo, e campanili che a guardarli paiono sospesi tra gli alberi, costruzioni impossibili. Uno dei Borghi più Belli d’Italia, Bandiera Blu dal ’90, incuneato nella parte più orientale di Genova – La Spezia si carica del dolce sapore di un ricordo –, Moneglia, con la frazioncina di Lemeglio, valorizza e colora le propaggini della Val Petronio. Continuiamo col dire, di tale bellissima e verde cartina tornasole patria di frantoi e ricettività d’elite, che si dedica con passione all’agricoltura, e da millenni alla coltivazione dell’ulivo, e che il parziale isolamento dato dalla tratta di scavatori delle montagne, ha mantenuto d’un blu cobalto i flutti e i fondali, rendendoli meta ultima per gli amanti delle immersioni. Vi troviamo tratti di spiaggia libera, libera attrezzata e privata, si-

Our holiday hero would litteraly stick out of the former and dark railway tunnels, struck by the hot sun rays, but finally reaching a precious bay, surrounded by thick woods and olive groves, and connected in a few minutes to Tigullio. Monilla is MONEGLIA, it took some time for the Romans to conquer it, then it was included in their main road map. The village hugs and pampers warmly tourists, workers without making any difference at all, but we have to consider that despite they keep up their high standards, this place remains a fishermen village. Punta Moneglia and Punta Rospo are steep slopes with thorny vegetation and ageless pine groves that struggle

against the fertile land, where terraces show grey twisted trees, the trus richness of this place with the bell towers that look if they are hung among trees,. It is one of the most beautif villages in Italy, awarded with the Blue Flag since 1990, Moneglia and the small hamlet Lemeglio enhances and colours the lands of Val Petronio. We continue our story telling you about this beautiful green land, full of olive mills and elite accomodations, dedicated with passion to agriculture and for millenia to the cultivation of olive trees; the partial isolation of the excavators in the mountains, has helped to maintain intact the blue cobalt sea bottom, a sought after destination for skilled divers.

20 Baie del Levante icons


lenziosi meandri che ancora oggi vengono protetti dalla torre-castello di Villafranca, una costruzione non soltanto favolistica, strappata alla roccia e fusa con lei, di più. L’origine dell’abitato pare che venga fatta risalire addirittura allo sbarco degli Arcadi, giunti, lasciatosi dietro il Peloponneso, con l’intento di fondare nuove colonie e di stampo simile alla madrepatria. Quindi, è un’ospitalità a tratti “ellenica” che troverete qui, distinta, pulita e contenta di condividere le ricchezze, purché in maniera decorosa e sempre attenta all’ambiente.

Appartamenti Cielo e Mare

[continua a pagina 22]

Flats Cielo e Mare are located in Lemeglio, at 2 kms from the

town centre, all have a charming sea view. All flats are meant for people just like us, that have planned them, and know how to leave a dream. They all have a terrace, garden or balcony. There is a swimming pool for the guests on the terraced roof.

La résidence « Cielo et Mare » située à Lemeglio, fraction à

2 km de Moneglia possède une magnifique vue sur la mer. Ses appartements sont réservés à ceux qui aiment rêver, comme nous qui les avons projetés et créés. Les logements sont munis de terrasse, balcon, jardin et piscine entre ciel et mer sur la terrasse du dernier étage.

There are some free beaches, equipped free beaches and private beaches, silent areas, well protected by the tower castle of Villafranca, a fairy tale like building, merged with the rocks. The origin of the built up area dates back to the landing of the Arcadi, a tribe that came from the Pelopponese, to build new colonies similar to the ones they had in their own country. There are some traces of this Hellenic past, the inhabitants will be willing to share theese local treasures, yet careful to protect the precious environment. [continued on page 23]

Moneglia, panoramic view of the beaches and the village

+39 0185 490042 www.appartamentigiada.it info@appartamentigiada.it

Baie del Levante icons

21


Riva Trigoso, view of the beach and of "Borgo dei Pescatori - Fishermen village"

Esaurita Moneglia, prossima al bagnasciuga isolato, ovvero alla fetta di scogli e nidi di gabbiani aggrappati lungo l’arco delle gallerie, una aggregazione rocciosa ci viene regalata dal mare. Per poco in qualità di scoglio unico, pressoché sorda ai cambiamenti, guardandola può tornare in mente quel tentativo di ammansire le Seychelles piuttosto selvaggio. In cima, qualcuno ci ha posto una croce: si tratta dell’Asseu. L’Asseu indica il limite entro il quale sono cresciuti gli approdi balneari di Riva Levante e Riva Ponente, e cioè della conurbazione stabile a mare di RIVA TRIGOSO. Riva conta parte della costa, Trigoso sale in collina, lo hanno pensato come nome composito una volta che la ferrovia ha unito le due realtà. Divisa da un imponente complesso della Fincantieri – presenza ingombrante ma che niente toglie alla qualità delle acque –, e per lo spiaggione di Borgo Renà, la località odierna è stata, a lungo, avamposto dei pirati. Sorvoliamo su uno dei maggiori e meglio gestiti cantieri navali italiani, attivo già nell’Ottocento, e concentriamoci sulla calma e le piccole stradine di un borgo inondato di sole, concepito per gli innamorati e per la torma di spiriti solitari, votati all’avventura, giunti qua magari a casaccio, in cerca di Sestri Levante, ed invece finiti proprio laddove il Petronio s’è scelto la foce. Dall’ampio golfo si dipanano strutture ricettive di tutto rispetto, i principali esercizi commerciali li mantiene Trigoso. [continua a pagina 24] Riva Trigoso, "Renà" beach and the rock "Asseu"

22 Baie del Levante icons


After Moneglia we find rocks and seagul nests all along the tunnels, this area looks like a unique rock, where someone once placed a cross, called the Asseu, to indicate the moorings of Riva Levante and Riva Ponente, Riva is by the coast while Trigoso develops along the hill, the name has become one, that is RIVA TRIGOSO when the railway joined the two realities. Riva Trigoso is divided in two parts by the imposing Fincantieri shipyard, its presents hasn't influenced the quality of the waters and the big beach in Borgo RenĂ , that was a pirat outpost in the past. We won't

go into details about one of the best managed Italian shipyards, active since the nineteenth century, and we will concentrate on the small alleys of this hamlet, always blessed by the warm sun, an ideal place for lovers and lonely people, who wish to experiment adventure, probably arrived here by chance, looking for Sestri Levante, instead they end up at the mouth of the Petronio. We can find well recommended accomodations, in this wide gulf, whereas the main shops are located in Trigoso. [continued on page 25]

Baie del Levante icons

23


Sestri Levante, view of the "Baia del Silenzio"

SESTRI LEVANTE, Città dei Due Mari, cara a H. C. Andersen, sogna dei fantasmi di ricchi fasti mercantili, lunga e stretta sulla piana alluvionale del torrente Gromolo. Saliti verso nord sin dentro al Parco Naturale Regionale di Portofino sparso nei dintorni o cercatone l’idillio rappresentato dagli approdi – il porticciolo di Sestri Levante è davvero capiente – in quella di Punta Manara, ben protetta dall’uomo e dagli agenti atmosferici a sud, incontriamo il suo nucleo, il nocciolo di una scorza fatta con antiche case di pescatori e dominato dal promontorio roccioso della baia. E il cuore arcaico di Sestri si profonde in scorci e colori che una favola, o tutt’al più un pittore, mica solo impressionista, stavolta, possono dare: Sestri Levante è una favola romantica. Baia del Silenzio e della Baia delle Favole risultano nomi, sigle leziose che diamo a una morale, un insegnamento; la vista dal Portobello, la facciata proprio legata alla Baia del Silenzio, è il simbolo per eccellenza di quanto vogliamo farvi comprendere. Perché Sestri Levante, non a caso, si definisce come “perla” del Tigullio Orientale. Troppi gioielli…, superata la Riviera di Levante… Vezzo giusto saranno l’andirivieni notturno giovane e fresco, la cucina a chilometro zero ed i ristoranti per ogni tasca, i trascorsi di città d’arte e di cultura, a testimonianza dei quali certi nomi altisonanti echeggiano nelle leggende e suonano come Visconti, o Fieschi. Piovono centri diving e portali d'ardesia. Comodo da raggiungere col treno, in automobile, in aereo, preventivando lo scalo a Genova, la dimensione del borgo di Sestri Levante vi catapulta dalle ricche colazioni a base di focaccia e schiumoso cappuccino agli ombrosi angoli del Convento dei Cappuccini.

24 Baie del Levante icons


SESTRI LEVANTE the town with two seas, so dear to H.C. Andersen, dreams of the ghosts of the wealthy merchantile vessels that once touched their sea, it develops along the alluvional plain of the stream Gromolo. If we climb the hills leading north, we reach the Natural Regional Park of Portofino, that covers a huge area. Sestri Levante has a big mooring in Punta Manara, well protected by men and weather conditions. The heart of the built up area is here, where the ancient fishermen houses are, overlooking the rocky promontory of the bay. The ancient heart of Sestri Levante bears glimples and colours just like a fairy tale, or those that a painter could draw on a canvas: Sestri Levante is like a romantic fairy tale, with its two bays, the Bay of Silence and the Bay of Fables and their charming harbour, a symbol par excellence of what this place is, most of all we would like to make you understand that this is the eastern gem of Tigullio, an area with so many treasures .. after the Eastern Riviera. Why not choose a place like this where young people gather at night, and if you want to a good meal, the cuisine uses local products, and there are convenient restaurants for all pockets, the echo of the legends of its artistic and cultural past can be found in the slate portals, that bear famous names such as Visconti and Fieschi. Sestri Levante can be easily reached by train or car, and if you come from abroad, Cristoforo Colombo airport in Genoa is your destination. This village offers many attractive solutions, starting from a rich breakfast with focaccia and capuccino, or shady corners like the Convent of Capuccini suitable for a rest, and if you are sporty there are many diving centres in the area, ready to let you experiment a new adventure.

Baie del Levante icons

25


View of the sea water in Bonassola

Landscape seen from a path in Bonassola

Natura Cullati dalla brezza, ci facciamo largo in un mondo che si popola di mestieri dimenticati e macchia mediterranea, inerpicata, quest’ultima, tra sentieri che scalano gradinate rocciose e pendenze a prima vista impossibili da praticare, e ovunque vediamo faggete, boschi di castagno, di carpino e noccioli, in corrispondenza della vicinanza al mare sfumano cime frastagliate, le cosiddette pinete dell’Aleppo, specchiate nel profondissimo fondale. Le Baie del Levante, poste strategicamente dove le Cinque Terre e il Golfo del Tigullio vengono a incontrarsi, non per caso, sono una delle zone più spettacolari della Liguria, un punto ideale da cui attingere ai percorsi via mare e contemporaneamente esplorare monti e colline, alle porte di due grandi capoluoghi, Genova e La Spezia. Figlie della Riviera di Levante, foriera di una natura incontaminata e spesso selvaggia, il loro massimo è l’entroterra, ricco di testimonianze storico culturali e flora e fauna di indubbio pregio (alcuni esemplari sono direttamente monitorati dall’Osservatorio Regionale Ligure), carta vincente secondo chi del turismo balneare ha già seguito tutte le lezioni “made in” solitaria. I prezzi, oltre che la gestione degli ospiti, quando si tratta di campeggiare a pochi passi da mulattiere o nei residence consueti degli agriturismi a conduzione famigliare, risultano davvero competitivi, e molti esercizi aggiungono spazi e infrastrutture in un ambiente pet friendly, comodi per spostarsi anche col treno. Un ulteriore riconoscimento, assegnato in base a criteri rigidi, ad esempio la qualità dell’accoglienza turistica e l'attenzione alla salute delle acque, racconta di quanto sia facile, da Framura a Fiumaretta, in provincia di La Spezia, visitare località a cui spetta, puntuale, il fior fiore delle Bandiere Blu. [continua a pagina 30]

26 Baie del Levante icons


Nature Lulled by the breeze, we make our way in a world crowded by forgotten crafts and scented Mediterranean maquis that covers paths, rocky staircases and steep slopes, at first sight impossible to cross. We can see beech woods, chestnut woods, hornbeams and hazel trees everywhere, and near the coast Aleppo pine groves reflect their image in the very deep sea bed. THE EASTERN BAYS are located strategically where Cinque Terre and Golfo del Tigullio meet, in one of the most spectacular areas of Liguria, an ideal place with sea routes, hills and mountains to discover, very close to the towns of Genoa and La Spezia. The Eastern Bays harbinger an untouched wild nature, especially going inland, where the area is also rich in history and culture. Flora and Fauna are undoubtly valuable (some species are monitored by the Regional Ligurian Observatory) a winning card for those who have already tried seaside tourism on their own. The management of the customers and the prices applied for campsites and family run agritourisms are really competitive, besides many of them offer outdoor areas and pet friendly accomodation, also easy to be reached by train. This area has also been given a further acknowledgment for the quality of hospitality and the attention to keep its waters clean and healthy, all this tells us how easy it is to visit places in the province of La Spezia, that have obtained the Blue Flag.

.BAZAR. ---

Via Fratelli Rezzano 16 - Bonassola (SP) Tel. +39 0187.814440

Articoli da subacqueo, tutto per la pesca, da quella amatoriale a quella al tonno. Concessionario MARES, CRESSI SUB e SEAC

---

Scuba items and fishing equipment for both amateurs and experienced tuna anglers. MARES, CRESSI SUB and SEAC dealer

---

[continua a pagina 31]

Baie del Levante icons

27


Hiking Map | Carte des randon 17 7

Barac 8

6 14

13

Tagliamento

8

644C Bracco

Me S. Saturnino

Camposoprano

Comeglio

S. Lorenzo 18

++ SVA

SESTRI LEVANTE

M. Castello 266 mt

Littorno

M. Moneglia 521 mt

Trigoso

++

SVA

SVA

M. Comunaglia 433 mt

MONEGLIA

SVA

RIVA TRIGOSO

Punta Moneglia

Lemeglio Monte Crocetta 445 mt

Punta Rospo

Punta Baffe

Punta Manara

Path | Chemins de randonnée SVA

AV5T 545 548 549 550 551 570 571 572 573 574 575 576 577 591 631 641 642 644 645 646

Sentiero Verde Azzurro Monterosso - Bonassola Bonassola - Moneglia Moneglia - Sestri Levante San Nicolao - Termine Monte Piano - Pian del Monio Monte Bardellone - Corneto Bardellone - Cassana Monte Bardellone - Faggiona Sant’Antonio - Casale Montale - Fontona Scogliera Tuvo - Monte Focone Levanto - Sella di Bagari Levanto - Sella di Bagari Piè di Fontona - Colla di Gritta Albero d’Oro - Campodonia San Gottardo - Lerici Levanto F.S. - Orologio Termine - Semaforo Foce dei Vaggi - Quattro Strade Castagnola SVA - Mezzema Anello delle Streghe Deiva Marina - Baracchino San Lorenzo - Baracca Deiva Marina (Sfinge) - Piazza

28 Baie del Levante icons

650

4h 20m 7h 40m 6h 5h 1h 40m 1h 40m 1h 15m 1h 30m 1h 30m 2h 10m 2h 05m 1h 05m 1h 10m 1h 35m 2h 05m 30m 2h 25m 2h 20m 1h 45m 1h 15m 30m 2h 1h 05m 30m

651 652 653 654 655 656 657 658 659 660 661 662 663 664 665 666 670 671 671V 675 676 xx

641

Casale

Crova

CAVI DI LAVAGNA

Monte Incisa 513 mt

Framura (Setta) - Monte S. Agata Costa - Case Serro Costa - Ghiaia Costa - Torrente Castagna Pietre Rosse - Rovereto Mulino Bellolio - Foce dei Vaggi Rocca du Ciappon (SVA) - Spiaggetta Monte Mogge - Boscaccio Panaceto - Boscaccio Pian del Lago - Ferriere Vandarecca - AV5T Montaretto - Bonassola Bonassola - Levanto Bonassola - Colletto Bonassola - Scernio 664 - Colletto (AV5T) Reggimonti - Cavalà San Gottardo - Montale Vallesanta - Colletto Costa delle Streghe Dosso - Foce di Dosso (AV5T) Foce di Lavaggiorosso - Valle Carbonetta Moneglia - Monte S. Nicolao Moneglia - Monte Moneglia

2h 40m 40m 25m 40m 1h 05m 25m 20m 25m 1h 20m 1h 10m 1h 30m 1h 05m 45m 1h 35m 1h 05m 2h 05m 1h 45m 40m 40m 40m 3h 30m 1h 35m

DEIVA MARINA


nées 548 AV5T

cchino

545

631

Monte S. Nicolao 847 mt

549

658 659

657 645

577

650

676

Piazza

644 ezzema

652 642

A

Castagnola

646 Palestra di roccia

652

Monte Serro 421 mt 651

650

Costa

FRAMURA

675 576

666

660

Reggimonti

660 SVA

551 AV5T

Monte Guaitarola 755 mt AV5T

661

SVA

670 Lavaggiorosso

Montaretto

656 Fornaci

Monte Persico 543 mt

655

654 653

550

663 664

665

BONASSOLA

Carpeneggio

661 Salto della Lepre

671

Legnaro 570 Montale 575

577 671V

574 591

573

Colla dei Bagari 360 mt

SVA

572

662 Punta Levanto

AV5T

LEVANTO

571

MONTEROSSO SVA

S. Antonio Punta Mesco

++

Moneglia - Casarza Ligure Bivio M. Moneglia - Punta Moneglia Casarza Ligure - Ca Bianca Moneglia - Torre di Punta Baffe Riva Trigoso - Monte Comuneglia Riva Trigoso - Monte Moneglia Sestri Levante - Punta Manara

(via Cappelletta Sant’Anna)

2h 05m 30m 2h 05m 2h 35m 2h 2h 1h

Sestri Levante - Punta Manara

50m

San Bartolomeo (Trigoso) - M. Castello Colle Mandrella - Case Ginestra S. Margherita F. L. (camping) - M. Tregin S. Stefano al Ponte - M. Capenardo S. Anna - Monte Costello S. Margherita F. L. (camping) - Venci Anello S. Vittoria S. Vittoria (chiesa) - Campomoneto basso Azaro - Colle di Isciolli Monte Capenado - Azaro Monte Capenado - Baixin Loto - Baixin Moneglia - Bracco

50m

(via Case Mandrella)

25m 5h 2h 30m 1h 30m 50m 2h 30m 1h 20m 2h 1h 20m 1h 1h 10m

Download the map Télécharger la carte

Legend | Légende Inhabited areas | Centres urbains Railway line | Ligne ferroviaire Path | Sentiers de randonnées Maritime line | Ligne maritime Tourist route | Itinéraire touristique Average hikers | Randonneurs moyens Experienced hikers | Randonneurs expérimentés

Baie del Levante icons

29


Levanto l’hanno ricavata da un litorale sviluppato ad arco per circa un chilometro, oggi come un tempo si perde in lunghissimi e deliziosi spiaggioni di sabbia e ghiaino, presieduti dagli scogli delle cale a mezza costa dove i punti più ripidi restano esclusivamente ai margini. Alcuni tratti di spiaggia sono attrezzati, e pure bene, ma non sarà un problema, con le imbarcazioni e le canoe che si trovano a noleggio, raggiungerne altri che vivono di ecosistemi unici, insiemi di baie e anse meno riparate. Grande, qui, è l’interesse paesaggistico e ambientale. Le Cinque Terre, sempre raggiungibili a piedi, attraverso i sentieri snodati sulla costa o verso l’interno. Resta a disposizione la ciclovia pedonabile tra Levanto e Framura, tutta uno scintillio di mare e frinire di grilli, ottenuta dalla vecchia ferrovia in disuso ed una delle protagoniste degli 876 chilometri di “Rete Ciclabile Ligure”. Se voleste provare le emozioni che regalano il diving e le immersioni nella Liguria di Levante, non abbiate timore di contattare i molti operatori e titolari di scuola, ciascuno con pluriennale esperienza. Lo specchio d’acqua annesso al Parco di Punta Mesco è a un tiro di sasso, secche e fondali richiamano gli appassionati. Esiste, per chi ne fa richiesta, la possibilità di prendere i brevetti. Voli in circolo di poiane che cacciano, stagliate sul cielo della periferia, le ragazze di La Spezia di rientro dai bagni, affaccendate dietro l’obliteratrice, e sporadiche visite di lupi dall’Appennino, sia mai ci si attardasse fiancheggiando costoni di serpentino verde e sentieri rurali, disegnano i contorni di una cittadina, approssimatasi l’ora del tramonto, perfettamente adattata alla propria impronta naturalistica, ambita fermata per coloro che amano la cucina “slow” e le specialità di mare così come di terra. L’autentica attrattiva di Levanto, tuttavia, è la zona marina prospicente al Parco Nazionale delle Cinque Terre, ovvero la fetta di Tirreno coinvolta dalla sua giurisdizione e da quella del Santuario dei Cetacei… presso i posti che vi si affacciano, mano sul binocolo, perché balene e delfini aspettano. [continua a pagina 32]

Levanto, a wave

30 Baie del Levante icons


View of the sea from the cycle lane "Maremonti"

LEVANTO has an arc shaped coast of about a kilometre long, it has always had sandy and gravel beaches, with rocks and coves halfway the steep slopes. Some beaches are well equipped with deck chairs and sun umbrellas, and it won't be a problem to rent a boat or a canoe to reach unique ecosystems, bays and less sheltered coves. Here there is a great interest and attention to its landscapes and environment. The Cinque terre can be reached on foot throught the paths along the coast and inland, There is a cyclepath that connects Levanto to Framura, it was a former railway tunnel, now it is part of 876 kilometres of “Rete Ciclabile Ligure" (Ligurian Cycle net). If you want to feel the emotions while diving in the Eastern Liguria, don't be afraid to contact the many experts of the diving schools of the area. The stretch of water that is part of the Park Punta Mesco, is a stone's throw, here shallows and the sea bottom attract keen divers. There is also the possibility to follow proper courses and obtain a diving certification. Buzzards flying up high in the sky, girls from La Spezia on their way back home from the beach, wolves that seldom hunt in the Appennines, this is a possible scenario if we hang out till sunset along green ridges and rural paths, it is the right place for people who love slow food cuisine, sea food and land specialities. The real charm in Levanto is the seafront close to the National Park of the Cinque Terre, and that part of sea where there is the Sanctuary of Cetaceans, you should take your binoculars, as whale and dolphins are easy to spot. [continued a page 35]

La Picea Pizza Mundial rinomata nella sua zona per l'utilizzo di farine macinate a pietra, come si usava un tempo, con impasti ad alta digeribilitĂ e prodotti freschi e genuini: dalla burrata al pesto e tanti altri. Pizze da asporto e consegne a domicilio.

Picea Pizza Mundial is well known in its neighbourhood for the use of stone- ground flours, as it was done in the past, the doughs are very easy to digest and the products used are fresh and genuine... starting from burrata, pesto and many other products. Pizza take away and home delivery.

Via della Concia, 18 Levanto (SP) Tel. +39 0187.802063 lapicea@hotmail.it www.pizzerialapicea.info nuovo punto vendita new sales point Via Zoppi, 5 - Levanto (SP) Baie del Levante icons 31


Nel borgo di BONASSOLA a breve distanza, qualche mano generosa è scesa con l’idea di fonderlo alle terrazze coltivate, come l’orto botanico in prossimità della Madonnina della Punta, e l’interno di Villa Peverati. Bonassola e Framura, pur restandosene più nascoste, sono rette da un turismo il quale, da sé, sostenta la municipalità: contro una costa rocciosa alta e discontinua, cui vanno aggiunte le piccole insenature, tante graziose calette e anfratti sommersi all’arrivo puntuale della marea, oltre a grotte e stretti passaggi a picco sulle onde, entrambi i paesini non sono estranei allo stradario dei CAI e all’alta stagione turistica. Ampi sterrati digradano incrociandosi, e offrono habitat che fingono d’essere oasi di pace. E a proposito di pace, vale una visita la baietta seminascosta e scenografica di Portopidocchio a Framura. Una comoda passerella vi permette di arrivarci.
La spiaggia di Bonassola invece è ampia e riposante e i ritmi, scegliendo il paese, sono quelli di una volta, ossia un insieme di fattori che contribuisce a lasciare il turista riposato, ben pasciuto e, come diceva Hemingway, convinto di dover tornare a un luogo “indimenticabile”. Percorrendo il sentiero che conduce al borgo vero e proprio, la strada viene colorata di giallo: sospettiamo siano la crespolina ligure, e i limoni, i bei e succosi limoni di Bonassola, colti a mano e maturati senza alcun impiego di fertilizzanti o prodotti chimici. Ad ogni modo, se amate le camminate, il posto adatto per voi sarà senza dubbio la circoscrizione di FRAMURA. Il territorio degli antichi borghi lo irrorano, infatti, numerosi sentieri, e a percorrerli ci si muove in un’atmosfera magica, a momenti inviolata. La città scomparsa di Vigo e i resti di un poderoso castellaro testimoniano una parte risibile della storia primigenia di Framura (Eugenio Montale per primo ne cantava i meriti), votata, grazie anche alla mitezza del clima, a “coltivare” il relax, la quiete e il silenzio, patrimoni inconsistenti eppure di importanza fondamentale, vigilati dagli incredibili promontori della Punta del Carlino e di Punta Apicchi. I comuni di Carro e Carrodano, a pochissima distanza da Levanto come dai piccoli centri, rifulgono tra un cespuglio di corbezzolo e i sentori delle zone fluviali in vista della Val di Vara, acquitrini e piacevoli tratti coperti di ontani segnano un limite con le tonalità prospere del pino d’Aleppo, presente un po’ ovunque. [continua a pagina 36]

Bonassola, the sea water

32 Baie del Levante icons


View of the coast of the Eastern Bays from a footpath

View of the coast of Eastern Bays from "Salto della Lepre"

Baie del Levante icons

33


Sunset in Bonassola

Bonassola, panoramic view of the village and the coast

34 Baie del Levante icons


Footpath to "Salto della Lepre"

View of the coast of Eastern Bays

In the village of BONASSOLA, located at a close distance from Levanto, the area looks as if it has merged with the cultivated terraces, this is another place worth to visit, as well as the botanical garden near Madonnina della Punta and Villa Peverati. Bonassola and Framura are more sheltered than other villages, and live thanks to tourims, the coast shows high cliffs with small submerged coves when the tides arrive, other coves and narrow paths overlook the sea and waves, both villages are well marked on CAI maps, well frequented during the high season. Wide dirt roads and slopes offer a peaceful heaven. It is worth to mention the semi hidden bay Portopidocchio in Framura, there is a walkway to reach this area. The beach in Bonassola is wide and relaxing, there are so many opportunities in the village if you need accomodation, traditional cuisine, this is an unforgettable place as Hemingway used to say.

Following the path that takes to the village, we see yellow juicy lemon trees and cotton lavender, lemons are grown without pesticides and hand picked when ripe. In any case if you like walking, the right place for you is FRAMURA, its territory has many ancient charming hamlets to discover, and the trails will make you feel its magical and untouched atmosphere. The remains of the former town Vigo and its castle, show part of the ancient history of Framura (the poet Eugenio Montale was the first one to enchant its merits), thanks to its mild climate, you can relax in a quiet, peacefull place, overlooked by the promontories of Punta del Carlino and Punta Apicchi. At a short distance the villages of Carro and Carrodano shine among strawberry tree bushes, close to Levanto and other small centres, not so far from the fluvial area of Val di Vara; marshes and alders delimit the area and lush Aleppo pines are practically everywhere. [continued on page 36]

Baie del Levante icons

35


Deiva Marina, panoramic view of the village and the coast

DEIVA MARINA, piccolo centro balneare ma d’eccellenza rinomata in quanto a ricettività alberghiera, aggiunge all’offerta del trekking e della pennica pomeridiana sport e attività più specifiche, quali pesca dagli scogli e d’altura, surf-casting, equitazione, vela e windsurf. Intorno alle pendici che orbitano sulla rada, scopriamo una eccezionale diversità di specie animali e vegetali autoctone, perché l’ambiente biforca, mostrandoci fasce di pino marittimo, cespugli di ginestra, macchie di borragine, mirto, timo, elicrisio e rosmarino da una parte, abbarbicati lungo l’arenile lungo e stretto e lo stesso molto soleggiato, riparato dai venti; lasciata indietro la spiaggia e proseguendo verso l’entroterra i crocicchi e le salite conducono il viaggiatore al parco naturale "MonteSerro-Punta Mesco", nel quale il paese è inserito, e, dalla diversa parte, gli ombrosi boschi di castagno e le sugherete tengono alto il tenore di una cartolina pensata per i versanti montani, entro cui tassi, volpi e cinghiali si rincorrono e scavano tane. Sulle pendici di monte Serro (421 m. s.l.m.), situato tra Deiva e Framura, troviamo la ricchezza degli ambienti di transizione; ecco muoversi verso di noi scene di vita nuovamente fluviale, effetto delle pendenze e dei dislivelli che raccolgono e ridistribuiscono le acque delle precipitazioni. Terminate le strade sterrate, i percorsi panoramici conducono a Moneglia. [continua a pagina 38]

DEIVA MARINA is a small seaside place with excellent hotels, campsites, trekking trails and areas suitable for sports such as fishing, surf-casting, horse riding, sailing and windsurf. Near the roadstead there are exceptional plant species and animals, maritime pines, broom bushes, borage, myrtle, thyme, elicriso and rosemary, while on the other side we find a long beach, sheltered from the winds; if we go inland we will reach the Natural Park "Monte-Serro-Punta Mesco", of which the village is part, shady chestnut woods and cork trees depict the magnificent mountains where badgers, foxes and wild boards dig their burrows. On the slopes of Mount Serro (421 metres above the sea level) located between Deiva Marina and Framura, we find the typical rich environments, after the small roads you will find some panoramic landscapes on your way to Moneglia, that can be easily reached after some tunnels by car. [continued on page 39]

36 Baie del Levante icons


The campsite is 3 km from the sea. It is the ideal starting point for daily trips by train to Cinque Terre, with free shuttle bus service to/from the railway station. Facilities: Pitches for tents and caravans, accomodations, swimming pool, restaurant, internet point, WiFi area.

Le camping se trouve à 3 Km de la mer. Il est un parfait point de départ pour visiter en train les Cinq Terres, avec service navette gratuite de/jusqu’à la gare. Services: bungalows et chalets et emplacements pour tentes et caravanes, hébergement, piscine, restaurant, internet point, zone WiFi.

Località Ronco - Deiva Marina (SP) Tel. +39 0187.824174 camping@valdeiva.it www.valdeiva.it

Camping Deiva Marina, swimmig pool in a campsite

Between Cinque Terre and Portofino Baie del Levante icons

37


View of the coast near Moneglia

Fatto crescere in qualità di giardino, al centro di un’insenatura fra il mare ed i colli, l’abitato di MONEGLIA arriva sfolgorante superate le poche gallerie, praticabili esclusivamente con l’auto. Spiaggette di pietra e tuffi dei bagnanti a ridosso dei percorsi carrabili sono ambasciatori di una natura a portata di sguardo, come sempre rigogliosa, arrampicata dalle scogliere protese sul mare e poi su, fin inoltrandosi dentro le foreste profumate di gelso e infiorescenze di ranuncolacee del passo del Bracco. E’ la chimica del terreno che, assieme ad aree ancora poco battute, crea condizioni favorevoli ad una profusione di macchia mediterranea, ed, al contempo, di molti endemismi vegetali e non. Pendii verticali tra Punta Rospo, a levante, e Punta Moneglia, a ponente, vengono conservati per merito di una attenta politica ambientale. Moneglia guadagna la Bandiera Blu, e ne ha ben donde: la spiaggia principale forma una coperta di grana fine, circondata da una diga di rocce, in stile caraibico, e i fondali volentieri si prestano alla scoperta, cristallini e puliti. Nella dependance data dalle colline, la coltivazione dell'ulivo è molto diffusa, e ha permesso la nascita di diversi frantoi la cui gestione si basa sull’affiatamento di clientela ed attività, abitudine collaudata, di tipo esperienziale. Nonostante la costa prevalentemente rocciosa, una moltitudine di nuclei frazionali riesce a resistere al passare del tempo. Podesterie, vie impolverate che tagliano in due l’assetto delle case, raccontano così l’evolversi di un territorio comunque antropico, plasmato dal lavoro dell'uomo e cresciuto con e assieme a lui. Nella parte più interna di Moneglia, i caratteristici strapiombi cedono il passo a versanti boscosi, soprattutto nelle vicinanze del torrente Petronio, e la vegetazione da irta e colorata diventa riparia; le valli incassate a picco sulle falesie scorrono giungendo all’Oasi di Punta Manara, orbitante d’intorno gli scenari di Sestri. [continua a pagina 40]

38 Baie del Levante icons

Olive trees in Moneglia


Moneglia, view of the village and the beaches

Pebble beaches where divers and swimmers enoy their time protected by dirt roads, the lush vegetation that covers the rocks that lead towards the sea, scented woods with mulberry trees and buttercups cover Passo del Bracco, nature is all around us. The soil and the unbeaten routes are favourable to the growth of Mediterranean Maquis, the steep slopes between Punta Rospo on the east and Punta Moneglia on the west, are well protected by a carefull environmental policy. MONEGLIA has received the Blue Flag for its waters with merit, its main beach is covered with thin pebbles, surrounded by a Caribbean style dam of rocks, the cristal blue sea bed is ready to be discovered. The hills are suitable for the cultivation of olive trees, which is a quite popular activity in this area, in fact this has lead to the creations of several mills. Despite the fact that rocks are predominant on the coast, many hamlets have remained unchanged in time, dusty roads and podesterie tell us a lot about the development of this antropic territory, shaped by the work of men. In the inner part of Moneglia the slopes give way to woods, especially near the stream Petronio, where we can find a lush, thick, coloured vegetation; the valleys built in the cliffs go as far as the oasis Punta Manara near Sestri Levante. [continued on page 41]

Baie del Levante icons

39


The tower of "Punta Baffe"

Ma, prima di raggiungere Sestri Levante, i sentieri che corrono lungo il golfo prolungano la natura di RIVA TRIGOSO. Ci si muove lo stesso nell’area posta a tutela delle foreste di leccio, l’euforbia arborea solletica senza interruzione i nostri sensi, eppure, qualcosa sta cambiando: scalini di arenaria chiara rappresentando ora i terrazzamenti, le ombre si concedono alle sugherete e ai pini neri. I punti panoramici del Salto del Cavallo e delle alture dell’Incisa, tornando indietro a Moneglia, sviluppano piani dove alcune specie floristiche vivacemente colorate riempiono gli occhi della loro bellezza, tutto l’anno. Il cantiere navale, scesi al borgo di pescatori e al comodo litorale (uno dei due principali) di Borgo Renà, fornisce un contrasto interessante se confrontato con la veduta della madonnina sotto Punta Baffe. Questa piscina naturale, capitati ai piedi del mare, si considera spiaggia libera. [continua a pagina 42]

Panoramic view of the beaches in Riva Trigoso

40 Baie del Levante icons


View of the coast near Riva Trigoso from "Punta Baffe"

Before we reach Sestri Levante, the paths that go along the gulf show the same vegetation that is in RIVA TRIGOSO, holm oak woods, euphorbia that tickes our senses, but we notice that something is changing, as there are some light sandstone steps in the terraces, shady cork trees and black pine groves. The panoramic areas of Salto del Cavallo and Incisa look back to Moneglia, coloured flowers will fill your eyes throughout the year. In the fishermen village Borgo RenĂ , the shipyard and the coast provide an interesting contrast if compared to Madonnina under Punta Baffe. This natural swimming pool is considered a free area. [continued on page 43]

Baie del Levante icons

41


La famigerata Punta Manara, che in effetti detiene una certa fama per via della torre di avvistamento – ora rudere –, promuove e sensibilizza l’animo dell’artista creando un naturale belvedere, e sotto di esso, altri terrazzamenti coltivati ad ulivi, ma eccoci arrivare, finalmente, in dirittura di SESTRI LEVANTE. Una rete europea di conservazione lavora sodo e tutela la biodiversità del litorale sestrese, noto per la presenza di SIC in grande numero. Il nostro viaggio ha raggiunto la veduta panoramica dei Casolari Mandrelli ossia abitazioni coloratissime e sparpagliate a mezza costa. Ville, orti e scalinate dalla forte pendenza trasformano la natura, e il souvenir fatto città: conquista la struggente Baia del Silenzio e la superba passeggiata a mare della Baia delle Favole, affollatasi, senza deturpare una nuova e soffice mezzaluna di sabbia bianca, e il locale andirivieni dentro la cornice di un quadro, di carrugi frequentatissimi e affollati bistrot. Nell’insenatura che comprende i “due mari”, i mattinieri vengono a prenderci il sole, o a leggere, scrivere, i giovani agognano restare per la sera: la Baia del Silenzio, protetta ad ovest dal massiccio di Punta Manara, a ragione la si annovera tra le spiagge più belle non solo della regione, ma dell’intero paese. La seconda, Baia delle Favole, viene caratterizzata da un ampia zona balneabile, che va dal porticciolo turistico alle gallerie di Sant’Anna, verso Lavagna. Una prateria di Posidonia si srotola sul fondale dell’ultimo tratto di costa, e le sedute di snorkeling sono all’ordine del giorno. Costanti, le uscite con gommoni e natanti, dirette ai promontori di Portofino – indimenticabile lo scorcio alla Cala dell’Oro – e Santa Margherita Ligure, sede della riserva marina. Oltre al territorio cittadino, la bellezza si diffonde dai borghi limitrofi, il cui intento resta la massima salvaguardia dell’ambiente e dei tradizionali mestieri liguri. Appiedati, cominciando l’escursione in mezzo ai soliti oliveti, ai castagneti, ai giardini delle ville, superati i substrati di calcare e qualche agrumeto, nel tempo libero salite alle fasce terrazzate che guardano verso il Golfo del Tigullio, o scoprite la storia legata alla Valle dei Mulini. 42 Baie del Levante icons

Olive trees in Sestri Levante


Saracen tower of "Punta Manara"

View of Sestri Levante and the coast from "Punta Manara"

The notorious Punta Manara with its watch tower, promotes the souls of artists, creating a natural belvedere, under which we find terraces with olive groves, and then we finally reach SESTRI LEVANTE. A European network works hard to maintain the biodiversity of the coast in Sestri, in fact we find many SIC (Site of Community Interest) along the coast. Our journey reaches the panoramic view Casolari Mandrelli, where coloured houses spread halfway from the coast, but we also find villas, vegetable gardens and steep steps that transform nature, till we get to the stunning promenade and the Bay of Fables, a half moon sandy bay, often crowded as well as the alleys with the many shops and bistrots. In the inlet that includes the "two seas", morning people come here to sunbathe or read, while young people prefer the lively night life. The Bay of Silence is protected on the west side by Punta Manara, deserves to be considered as one of the most beautiful beaches not only of the Region, but of the whole country. The Bay of Fables has a large bathing area that stretches from the small tourist port to the tunnels in Sant'Anna, towards Lavagna. Posidonia covers the whole sea bed of this last stretch of coast, where snorkeling lovers spend their days. People crowd the sea with rubber dinghies and boats, to reach the promontories in Portofino, not to be missed is Cala dell'Oro and Santa Margherita Ligure, home of the Marine Reserve. Besides the village, beauty can be found in the neighbouring hamlets, that are careful about the safeguard of the environment and of the ancient Ligurian craftsmen. We can start our trip on foot among olive groves, chestnut woods, admiring the gardens of the villas or the citrus groves, we can go up the terraces that overlook Golfo del Tigullio, and discover the history of the Valley of the Mills.

Baie del Levante icons

43


@LeCinqueErbe

@LeCinqueErbe

Enogastronomia

@LeCinqueErbe

44 Baie del Levante icons

Il concetto alla base della gastronomia locale è duplice: cerca di trarre il meglio sia dalla terra, col grande patrimonio dell’orto e delle erbe spontanee, sia dal pescato. Abbiamo parlato di quanto possano essere dislocati numerosi frantoi oleari, ma non va dimenticata la presenza del numero infinito di cooperative, cantine e di tutti quei i caseifici o macellai all’ingrosso tali da generazioni. Al riguardo, la gastronomia della Riviera di Levante è povera di carne e va cercata in pochissime ricette poiché il terreno non favorisce l’allevamento; la Liguria, parimenti, è considerata la “patria” dell’olivo, e nel Levante si raccoglie il frutto di questa magnifica pianta e che si fregia della denominazione Riviera Ligure di Levante DOP. Ogni piatto mantiene la semplicità d’altri tempi, fermo a quando le acciughe venivano fritte in grandi pentoloni e i funghi colti a mano solo durante la stagione adeguata, e dentro ceste altissime. La cucina dell’entroterra gode, infatti, di una produzione totalmente agreste e mai massiva, grazie ai frutteti e agli orti, e la raccolta delle erbe aromatiche, cui accennavamo, non manca di insaporire primi e secondi piatti. Padrone indiscusso, il basilico non soltanto condisce la celebre salsa adoperata da Genova in poi come etichetta comanda, il “pesto”, ma lo ricordiamo nel minestrone “prebuggiun”, un autentico insieme di salute. Bietola e verza primaticcia comprese. In buona sostanza, delicatezze e piatti tipici della zona, cari, anche se talvolta in modi rivisitati, all’intera regione, confidano nell’Appennino e nei suoi pascoli da un lato, e dall’opposto si affidano alle grandi baie del Tirreno, popolate da ricciole, orate, tonni e pesce da paranza. Le due tradizioni, contadina e marinara, incontrano la semplicità


@LeCinqueErbe

Più di 60 anni di impegno e qualità Offriamo svariate qualità di pane fragrante e di Focaccia, Pizza in diversi formati, Torte salate e dolci, specialità locali e una scelta di salumi e formaggi con la quale, magari, accompagnarli. La migliore qualità al giusto prezzo.

For more than 60 years commitment and quality at your service della focaccia, companatico per eccellenza – verso lo spezzino lascia il posto a ricette che prevedono l’uso dei testi, o alla pasta fritta –, e della proposta vitivinicola, apprezzata in tutto il mondo. Riviera di Levante, infine, fa rima con torte salate, verdure ripiene e pastifici che creano magie, “pansotti” e salsa di noci acquisti obbligati se passate dalle parti di Sestri, “corzetti” e “testaroli” giù fino alla Val di Magra, locali maestà del gusto. Levanto realizza grandi prelibatezze con la “fugassa”, e detiene un significativo primato nell’ambito dello slow food. Cipolle e patate della frazione di Pignone le conoscono bene, quelli che ci abitano, e il vino proprio della cittadina, il Colli di Levanto, corposo e persistente quando rosso, è un toccasana per mandare giù formaggi sapidi e cacciagione. Il formaggio pecorino stagionato, qui, parla da sé. “Gattafin”, stuzzicanti ravioloni ripieni di erbe selvatiche e bietole, “panissa”, testo di farina di ceci tagliato a quadri e poi fritto, costellano i menù delle trattorie. Ma non bisogna scordarsi del mare pescoso, e della ricchezza data dalle acciughe, fondamentali nella cucina di Levanto, oltre che di Bonassola e Framura, e soprattutto a Riva Trigoso, vedremo a seguire perché. Marinate, salate, in “bagnun”, sott’aceto, fritte, ripiene, con pomodoro e pan grattato. Antipasto semplice e croccante, le frittelline di bianchetti, “gianchetti” detto come si dovrebbe, cucinate con parsimonia dopo l’applicazione di regole ferree a protezione del novellame di pesce, contano su una pastella leggera, ottenuta da uova, farina, un po' d'acqua, prezzemolo e aglio tritati fini. Piatto invernale ma sempre proposto è lo stoccafisso, servito in umido con le patate, fritto, in antipasto e in diversi primi. La “cima” alla genovese, con pancia di vitello ripiena, e col ripieno composto da carne trita, battuto di sedano e carote, uova, pisellini e dall’immancabile

We offer a great variety of fragrant bread and Focaccia, Pizza in different ways, Savoury Pies and cakes, local specialities and a choice of salami and cheese to add to your snacks. The best quality at the right price.

Via Dante, 25 - Levanto (SP) +39 0187.808579 panificioraso@libero.it Baie del Levante icons

45


@LeCinqueErbe

©Daniela Vettori

@LeCinqueErbe

46 Baie del Levante icons

maggiorana, se la gioca bene ovunque. Sempre a Levanto, gustate i golosi semifreddi al limone,il limoncino e la “spongata” sarzanese d’adozione, non abbiate paura di affacciarvi alle botteghe del gusto e dei prodotti tipici, e inoltratevi tra i sentieri di Carro in Val di Vara a poca distanza, chiedendo del miele di castagno, dal leggero sapore affumicato, o di quello alla melata di bosco, balsamico e dolcissimo. In termini culinari, Bonassola e Framura attingono dalla tradizione dell’arte marinara, la quale fa leva su ingredienti semplici e abbondante olio di oliva, frutta, verdura e ortaggi di stagione, le carni rosse provengono dalle malghe della Val di Vara. La cucina è bio e genuina. Frittelle di baccalà, con borragine e maggiorana, i “tagiain”, con il pesto, tantissimo pesce azzurro, pasta lavorata in casa e primi sapidi ricchi in legumi o riso dimostrano quanto la ruralità sia patrimonio dei borghi. La “burrida” di pesce, abbondante di molluschi e impreziosita dal rosso


Arte della pastA Via Jacopo da Levanto, 10 - LEVANTO (SP) +39 0187.808330

dei pomodori, la zuppa di “muscoli”, la “capponada” di acciughe e la “mesciua” invernale, minestra densa a base di ceci, fagioli cannellini, lenticchie e grano farro, sono alcuni dei capisaldi. Nella scelta dei vini vi aiuteranno le cantine e i produttori locali, cui si deve la creazione del migliore oro levantino, sotto l’approvazione dell’IGP e del DOP. I vini da pasto che accompagnano ogni sapore saranno bianchi, secchi e corposi, di rado in questa parte di costa si usano i rossi; al contrario, lo Sciacchetrà (presidio slow food), vino passito e liquoroso degno risultato della fermentazione di uve vermentino, bosco e albarola, che parla quasi, consapevole di un retrogusto mandorlato, risulta un unico fine pasto o da accompagnare a spizzicherie varie. Antichissimo, tale nettare sopraffino lo si strappava da una coltivazione “alla greca”, ed oggi non è cambiato nulla. Boccaccio, Petrarca, Giosuè Carducci tra i molti che ne cantavano le lodi fin dai fasti che furono.

Since 1975, in the heart of Levanto, every day Elsa and Silvia prepare fresh pasta, gastronomy and typical Ligurian cuisine.

Dal 1975, nel cuore del centro di Levanto, Elsa e Silvia preparano ogni giorno pasta fresca, gastronomia e piatti della cucina tipica ligure

@LeCinqueErbe

Baie del Levante icons

47


©Daniela Vettori

48 Baie del Levante icons

Nella carta dei dolci tradizionali, dalla parte ancora spezzina, menzione al castagnaccio, fatto con farina delle stesse e ricoperto di una crosta morbida, pinoli e uvetta ci tostano sopra, a volte ciuffetti di rosmarino… il bucellato, a base di farina, uova, zucchero, latte, burro, e con essenza di limone e fior d'arancio, le frittelline di mele, e poi il pandolce, dove il marsala irrora il tutto assieme all’olio d’oliva, l’uvetta, i pinoli e le noci raddensano la pastella e concludono il resto. Una goduria. Deiva Marina tiene molto alla proposta dei primi. C’è una ragione se la si considera una succursale del pesto e della focaccia. Moneglia, più discreta, punta sui ripieni, chiamando a sé il turista con ravioli di carne magra e il solito novellame di pesce. Fanno parte della tradizione gastronomica locale “trofie”, “trenette” e “testaroli”, verdi di salsa, ritroviamo in ambedue i “pansotti”, ripieni di erbe e ricotta. In qualsiasi panetteria recuperate facilmente l’autentico companatico ligure, generoso il servizio e la consumazione dedicata alle torte di verdura, chiamate non a caso “Torte Verdi”; ecco la borragine, le biete, le erbette di campo, i carciofi riadattati ad impasto fragrante. Nei secondi provate l’astice, e ogni ghiottoneria a braccetto col pesce azzurro del Mediterraneo. L’entroterra si rende finalmente interessante e compaiono più specifici piatti a tema di carne: una faraona ripiena qui, una polenta coi porri là, fino all’agnello in fricassea. L'extravergine ottenuto dai frantoi monegliesi cercatelo a denominazione di origine protetta "Riviera di Levante", Razzola, Pignola e Lavagnina saranno frazioni da tenere vivamente in considerazione per un acquisto. Riva Trigoso torna racchiusa tra i porticcioli e le baie e come i pescatori che vi abitano, vive di paranza e reti belle piene. Le cozze sono un must, gamberi, scampi, chiocciole e cicale di mare fanno la loro figura in leccornie prime, seconde e quasi terze. Riva Trigoso, sopra ogni altro borgo


S

ince 1976 we have provided your meals with our fresh pesto, prepared with high quality ingredients, dop genoese pesto, first choice pine nuts, 30 months seasoned parmigiano reggiano cheese, dop extra vergin olive oil, garlic and salt. You can find all the typical Ligurian products in our shops: pasta, anchovies, olive oil, jam, honey, wines and liquors, Italian excellences such as truffle and balsamic vinegar. We will be glad to invite you to our pesto experience, a demonstration of how pesto is made using a mortar, accompanied by local wines tasting, to take home part of our land and the Ligurian tradition.

C'

est depuis 1976 que nous rendons agréable vos repas avec notre pesto génois frais préparé avec des ingrédients de première qualité: basilic génois AOP, pignons de première choix, Parmigiano Reggiano 30 mois d’assaisonement, huile d’olive extra vierge de la région Ligurie AOP, ail et sel. Dans nos magasins, vous trouverez tous les produits typiques du terroir comme pâtes, anchois, huile, confitures, miel, vins et spiriteux, truffe et vinaigre balsamique qui sont points forts de la tradition Italienne. Nous serons hereux de vous accueillir dans notre "Pesto Experience” pour une démonstration du pesto fait au mortier avec une dégustation des vins locaux afin de vous ramener un souvenir inoubiable de notre pays et de la terre de Ligurie.

Il Laboratorio del Pesto

La Nicchia Pest..ifera

Via Dante, 16 - Levanto (SP)

Corso Italia, 16 - Levanto (SP)

+39 0187.807441 www.illaboratoriodelpesto.it

+39 0187.1581709 moniaromano@libero.it Baie del Levante icons

49


– probabilmente anche di Monterosso – può vantare una fama particolare… l’acciuga del posto tornerà alla memoria e al palato più e più volte, fritta o liscia al naturale, ma in particolare nella variante del summenzionato “bagnun”, grondante il pomodoro, maestranza la cipolla e il pane spugnoso che riempie, una ricetta come la si cucinava a bordo dei leudi genovesi, con il fornello a carbonella. Non perdete la sagra organizzata in suo onore, ogni mese di luglio. Dalle scuole del Sestrese, il sapere degli chef ci regala piatti tradizionali contadini rivisitati in chiave moderna, senza accantonare stagionalità e controlli di filiera. Dalle valli, invece, il sapere di bovari e fattori passa l’esame regalandoci sperimentazioni di salame di cinghiale, prosciutto e un particolare altro salame “del Parco”, prodotto tradizionale della Val d'Aveto. Nei ristoranti a tema è d’uopo vendere conserve, prodotti di gastronomia locali, articoli da cucina e distillati, il polpo, i totani e le

@LeCinqueErbe

@LeCinqueErbe

50 Baie del Levante icons


@LeCinqueErbe

mille specialità da asporto fritte o arrostite se la rosolano sprigionando profumi decisamente invitanti. Lo stoccafisso e il baccalà riprendono i loro ruoli di fiore all’occhiello, le preparazioni di una presenza conosciuta, la “burrida” di pesce, e di sughi, ricette in umido e l’intramontabile “cappon magro”, piatto top e indeclinabile, saziano e sono rigorosamente a km zero. Due parole per chiudere: Sestri Levante ama e promuove una secolare cultura del gelato artigianale, dolce e non, vi esortiamo a provare il pànera, dalle note di caffè e latte, o più audaci, tuffate il cucchiaino in una coppetta al mascarpone, ma bella grande. La produzione del gelato artigianale, in particolare, è degna di nota anche nei borghi Deiva Marina e Moneglia grazie all’estro e all’abilità di maestri gelatieri che curano la qualità e la provenienza delle materie prime del prodotto unitamente alla sua creazione e conservazione originando gusti unici che resteranno ricordi e simboli delle vacanze trascorse in questo lembo di liguria.

Baie del Levante icons

51


ŠDaniela Vettori

52 Baie del Levante icons


Food and wine There is a double concept at the base of the local gastronomy: it tries to get the best out of both land and sea, using the great products of the vegetable gardens, wild herbs, and daily catch. We have talked about the many olive oil mills of the area, but we must not forget the presence of various cooperatives, wine cellars, cheese factories and ancient wholesale butchers. In this regard, the cuisine of the Eastern Riviera uses little meat, in fact it can only be found in few recipes, as the land does not favour livestock. Liguria is considered the "homeland" of olive trees, in the Eastern area where the fruit of this magnificent plant is harvested, it boasts the certification Riviera Ligure di Levante PDO. Each dish has maintened the simplicity of the past, when anchovies used to be fried in big pans, and mushrooms were hand picked only in the right season, using very tall baskets. The cuisine of the inland areas, benefits in fact of the rural production, thanks to orchards, vegetable gardens,

and aromatic herbs, which we have already mentioned, they increase the taste of main and second courses. Basil can be considered the master of the ingredients, it is not only used to make the famous Ligurian pesto sauce, so popular in Genoa as is the rest of the Region, but it is also an ingredient of the soup called "prebuggiun", a true healthy dish, that uses chard and early spring cabbage. We can find delicatessen and typical dishes, with slight differences according to where they are made, recipes depend on the ingredients of the pastures of the Appenines, and the big bays of the Ligurian Sea, rich in kingfish, gilthead breams and small fish called paranza. The paesant and seafaring traditions meet the simple focaccia, a perfect snack, so popular in the province of La Spezia, but we can find other recipes that use testi or fried dough called sgabei, not to mention the well appreciated wines. Riviera di Levante means also savoury pies, stuffed

@LeCinqueErbe

Baie del Levante icons

53


ŠDaniela Vettori

@LeCinqueErbe

@LeCinqueErbe

54 Baie del Levante icons

vegetables and pasta factories that make wonders such as pansotti with walnut sauce especially in the area of Sestri Levante, or corzetti and testaroli, that can be considered as local treasures in the Magra Valley. In LEVANTO there is a great production of focaccia, called in local dialect "fugassa", it holds a significant record in the slow food sector. Onions and potatoes grown in the hamlet of Pignone, are well appreciated by those who live here, the local wine, Colli di Levanto, full-bodied and persistent red wine, are a cure all, to taste with savoury cheese and game. Another popular local product is aged pecorino cheese . "Gattafin" are yummy fried ravioli stuffed with wild herbs and chard, another good dish is panissa, made with a chickpea flour dough, cut in squares and then fried; these are the typical dishes that can be found in the menus of the local trattorie. We must not forget the sea so rich in fish, and the many anchovies, a key ingredient of the cuisine in Levanto, BONASSOLA and Framura, but most of all in Riva Trigoso. Anchovies can be marinated, salted, "in bagnum" with vinegar, fried, stuffed, cooked with tomatoes and bread crumbs. A quick and crispy starter are "gianchetti" fritters, whitebait fritters, quite rare to find as there are strict rules to protect the species, are made with a light dough with eggs, flour, water and finely chopped garlic and parsley. Stockfish is a winter dish, it can be served stewed with potatoes, or fried. Cima alla Genovese is another tasty dish, it is a meat pocket stuffed with minced meat, celery, carrots, eggs, peas and the unmissable majoran that is often used in other recipes. As desserts in Levanto we must taste the delicious lemon semifreddos, limoncino and "spongata" Sarzanese, do not be afraid to pop in the shops to taste


O STERIA C ANTARANA Piazza Colombo, 8 - Levanto (SP) •

+39 0187.1581863

osteriacantarana@gmail.com www.osteriacantarana.it

L

'osteria, di recente apertura, è ubicata in un luogo dove si sono susseguite diverse attività fin dalla fine dell'Ottocento e prende il nome dalla omonima valle in cui si trovava il Porto Medioevale di Levanto. La cucina propone piatti del territorio, con materie prime sia di mare che di terra, pane e alcune paste preparate artigianalmente con farine scelte. Grande selezione di vini, italiani e del territorio, che accompagnano i piatti proposti.

T

he tavern has been recently opened, it is situated in a place where there have been several business activities since the end of 1800, the origin of its name comes from the valley where there was the Medioevall Port of Levanto. The cuisine offers dishes of the territory, fish and meat, bread and some home made pasta prepared with chosen flours. There is a great selection of Italian wines and of the territory that accompany the dishes offered.


@LeCinqueErbe

©Daniela Vettori

56 Baie del Levante icons

the typical products, or follow the paths and reach, at a short distance, the village of Carro in Val di Vara, ask to try their famous chestnut honey, it has a slight smoky flavour, or their balsamic and sweet honeydew. Talking about cuisine the villages of Bonassola and Framura, follow the maritime tradition, which uses simple ingredients such as olive oil, fruit, vegetables of the season, red meat from Val di Vara. A bio, healthy cuisine. Salted cod fritters with borage and marjoram, "tagiain", with pesto sauce, lots of blue fish, home-made pasta and sapid main courses rich in legumes or rice, show how the country life is part of the heritage of these villages. Fish "burrida", plenty molluscs and red tomatoes, "mussles soup", or "caponada" with anchovies, and why not try "mesciua" in winter, it is a thick soup made with chickpeas, cannellini beans, lentils and spelled wheat, these are some of the cornerstones of these villages. When choosing a wine the experts of the wine cellars, or the local producers will provide advice, be sure that here you can find the best white-gold wines made in Levanto. The right table wines to accompany each flavour, will be dry and full-bodied white wines; rarely red wines are used in this part of the coast; Sciacchetrà (Slow Food Presidium), a passito, liqueur wine is produced thanks to the fermentation of Vermentino, Bosco and Albarola grapes, which provide an almond after taste; this liquor is perfect to complete a meal or to accompany various snacks. It is a very ancient nectar, known and loved also by Boccaccio, Petrarca, Giosuè Carducci, just to mention a few. In the list of traditional desserts, in the area of La


Via Dante / Angolo M. Vinzoni, 33 - Levanto (SP) ·

+39 0187.808183

Located right in the centre of Levanto, since 1889

Antica Pasticceria Bianchi, delights its customers with a wide variety of traditional handmade pastries, such as the famous doughnuts, Canestrelli, Rotolo stuffed with jam or chocolate, Pane del Marinaio, Torta di Levanto and many more yummy temptations.

Dans le cœur historique de Levanto, l’ancienne pâtisserie Bianchi, depuis 1889, ravit sa clientèle avec une vaste gamme de créations traditionnelles et artisanales comme les célèbres « Bomboloni », les « Canestrelli », le « Rotolo » garni avec la confiture ou le chocolat, le « Pain du Marinaio », le gâteau de Levanto et des autres goûteux tentations.


@LeCinqueErbe

@LeCinqueErbe

@LeCinqueErbe

58 Baie del Levante icons

Spezia, we must mention castagnaccio, made with chestnut flour, pine nuts and raisins on top, sometimes also rosemary is used as topping ... or bucellato, made with flour, eggs, sugar, milk, butter, and lemon or orange zest; apple fritters, pandolce, with marsala that helps to mix the ingredients well, olive oil, raisins, pine nuts and walnuts, make the dough thiccker. So yummy! DEIVA MARINA cares a lot about its main courses, as here well known products such as pesto sauce, and focaccia are so popular. In MONEGLIA we surely find a more discreet cuisine, that focuses on stuffed food to attract the tourist, ravioli stuffed with lean meat and the usual juvenile fish are just a couple of what you might taste. Part of the local cuisine are "trofie", "trenette" and green "testaroli" with sauce, "pansotti" stuffed with herbs and ricotta cheese. In any bakery you will be able to find the typical Ligurian ingredients and products, vegetable pies, with borage, chard, wild herbs or artichokes for a fragrant filling. As second courses try lobster or any other blue fish from the Mediterranean. Inland we finally find meat dishes such as stuffed guinea-hen, or polenta with leeks and fricassee lamb. Extra virgin olive oil made in Moneglia is a DOP product "Riviera di Levante". The hamlets of Razzola, Pignola and Lavagnina are places to keep in mind if you want to to buy some excellent olive oil. RIVA TRIGOSO gathered around its porticos and bays, lives on the fishermen's daily catch, and their nets full of mussels, a real must as well as shrimps, sea snails and sea cicadas, all true delicases. Riva Trigoso, above every other village - probably even more than Monterosso - boasts a particular reputation ... its yummy local anchovies will be remembered for a


@LeCinqueErbe

long time; they can be fried or eaten with just a drop of lemon juice, or in "bagnun" ", with plenty of tomatoes, onions and spongy bread, that will feel your belly; this was how they were cooked and eaten on board the typical Genoese leudo (fishing boat), cooked using a charcoal stove. Do not miss the festival organized in its honour, every year in July. From the schools in SESTRI LEVANTE comes the knowledge of the local chefs, with their traditional dishes cooked in a modern way, without forgetting the products of the seasons used, all properly checked. In the valleys, instead skilled farmers produce excellent wild boar salami, ham and a particular salami called "del Parco", a traditional product of Val d'Aveto. There are restaurants that offer themed meals, and also sell household items, spirits, preserves, local food products, such as octopus, squid and thousands take-away specialities fried or roasted, that attract customers with their fragrance. Stockfish and salted cod fish are sought after specialities, as well as fish burrida, the sauces, stewed recipes and the everlasting "cappon magro", an unmissable dish, that will fill your stomach, and are all grown and produced locally. Two words to conclude our story, Sestri Levante loves and promotes a centuries-old culture of artisanal ice cream makers, sweet and non sweet tastes to try, we suggest pĂ nera, made with coffee and milk, or if you want to experiment something different, dip your spoon into a big mascarpone cup. The production of artisanal ice cream, in particular, is also worth to mention in the villages of Deiva Marina and Moneglia, thanks to skilled ice cream makers, who take care of the quality and origin of all the ingredients used, creating original, unique tastes that will remind you of your holidays in this amazing part of Liguria.

@LeCinqueErbe

Baie del Levante icons

59


Lifestyle e Tempo Libero Riassumere lo stile di vita nelle Baie del Levante può non essere impresa da poco. Ve ne raccontiamo giusto un assaggio, perchè le attività sono molte e variegate, tante quanto i gusti del gelato artigianale che le unisce da Levanto a Sestri Levante. Ben riparato rispetto alle mareggiate e nel contempo ventilato, il golfo di LEVANTO, la nostra prima scelta, regala pomeriggi indimenticabili sull’acqua e offre diversivi molto piacevoli. La passeggiata a mare è anche uno dei fondamentali punti di ritrovo degli abitanti e dei turisti che visitano la cittadina: nelle serate estive sarà d’obbligo camminare smaltendo la Grappa di Pigato o via via cominciando dipendenze da “tocco di farinata”. Il centro, anch’esso principale attrattiva, risulta pieno di negozietti, locali e di botteghe del gusto, ed apre le danze con quell’esempio mirabile di chiesa gotico-ligure, edificata nel XIII secolo e, come già visto, dedicata al santo patrono della città (festeggiato in novembre), ovverosia Sant’Andrea. L’uscita in barca, a pesca, il diving, il classico boat tour alla scoperta delle cale e di tantissime vedute nascoste, come quelle intorno alla località di Vanderecca, lato Framura, non rappresentano l’unica opzione: da Levanto partono una moltitudine di tracciati di trekking ad ogni livello, percorsi praticabili in mountain bike, discese per downhill, senza dimenticarsi della natura circostante. Facendone una stima, sono quasi ottanta, in totale, i chilometri di sentieri sparpagliati per Levanto, alcuni congiunti ad anello con le Cinque Terre (da Punta Mesco si passa a Monterosso al Mare), altri si diramano fin le comunità agresti di Lavaggiorosso, Montale, Dosso o Groppo. Un tramonto rubato dalle colline di Dosso, da solo, merita il soggiorno. [continua a pagina 62]

Cycle and pedestrian line "Maremonti"

60 Baie del Levante icons

The beach in Levanto


Lifestyle and Free Time A summary of the lifestyle in the Eastern Bays, might not be an easy task. We'll tell you just a few things to give you an idea of the many activities, plenty as well as the ice cream flavours that link Levanto to Sestri Levante. Our first choice is a place well sheltered from the sea storms but at the same time ventilated, the Gulf of LEVANTO. It offers unforgettable afternoons at the beach and many very pleasant activities. The sea promenade is also one of the main gathering places for its inhabitants and tourists during summer evenings, walk up and down to digest Grappa di Pigato, or gradually getting used to the salty yummy flavour of farinata. The town centre is also one of the main attractions in Levanto, it is full of shops, clubs and food shops, there is a wonderful example of Gothic-Ligurian church, built in the thirteenth century, dedicated to Sant'Andrea, the patron saint of the town (the celebrations take place in November). A day by boat, fishing, diving, or the classic boat tour to discover the coves and many hidden areas, such as those around the town of Vanderecca, near Framura, are not the only option: from Levanto you can take one of the various trekking trails, with different difficulties, or using a mountain bike and going down the slopes, without forgetting the surrounding nature. Making an estimate, there are almost eighty miles of trails around Levanto, some of them are connected to the Cinque Terre (from Punta Mesco to Monterosso al Mare), others reach the rural communities of Lavaggiorosso, Montale , Dosso or Groppo. The glimpse of a stolen sunset from the hills of Dosso, deserves a stay in this place. Levanto, view of the "Loggia" and "Piazza del Popolo"

Lavaggiorosso

[continued on page 63]

The beach in Levanto

Montale

Baie del Levante icons

61


Se il vostro amore escursionistico conosce le Cinque Terre e le loro asperità, qui, nelle Baie del Levante, BONASSOLA la saprete generosa fautrice di un certo fascino “ripido e aspro”. Ma che non va a screditare la tranquillità e la cortesia degli abitanti, dei suoi artigiani, delle corti e degli orti, così come del momento per l’aperitivo, inclusa vista mare. Dal 2010, l’ormai affermata pista ciclo-pedonale Levanto-Bonassola-Framura non smette di chiamare famiglie e sportivi in un unico pratico vezzo. La consigliamo, come di consueto, per gli scenari mozzafiato… potrete pedalare a poca distanza da cielo terso e limpidi scorci, calette paradisiache li intervallano e regalano un’esperienza unica del suo genere, introvabile altrove. In località Scà, tra Bonassola e Framura, parlando di calette non dovrete perdervi la “Grotta Azzurra”, cui si arriva solo in barca o in canoa. Doveroso il pit stop a Palazzo Paganetto, per immortalarsi con quell’atmosfera settecentesca e che potrebbe indurvi a riflessioni del calibro di “NULLI CERTA DOMUS”, andate e ne capirete il motivo. Montaretto e Reggimonti fanno eco alle vedute del Monte Brino, e per estensione ad un comune incluso, malgrado il fiorente turismo balneare, nella Comunità Montana della Riviera Spezzina. Quello di Madonnina della Punta è uno dei due promontori, ammantato sia di macchia mediterranea, sia di inflorescenze montane, posto a proteggere la spiaggia e l'abitato di Bonassola. Proprio sulla cima, bellissima e discreta, una piccola chiesetta, più una cappella a dire la verità, arroccata sul mare e raggiungibile a piedi in pochi minuti dal centro, se ne sta lì a chiamare ogni fotografo in erba. La includiamo nei nostri divertimenti consigliati giacché simbolo principe del posto. Il trionfo architettonico della Madonnina, oltretutto, risulta quale meta ideale per le passeggiate sia diurne che notturne. [continua a pagina 64]

Bonassola, the "Grotta delle Streghe - Cave of Witches"

62 Baie del Levante icons

Reggimonti


Bonassola, the Chapel of "Madonnina della Punta"

If your love for hiking already knows the rough area of the Cinque Terre, here, in the Eastern Bays, you will find BONASSOLA, with its charming steep and rugged hills. This won't discredit the tranquillity and kindness of its inhabitants, craftmen, the cosy courtyards and vegetable gardens, you will find the right place for an aperitif with an amazing sea view. Since 2010, the well-established cycle-pedestrian path Levanto-Bonassola -Framura, attracts families and sportsmen, that have the habit of going along this unusual and convenient path, to reach in no time the other villages. As usual, we recommend it for its breathtaking landscapes ... you cycle very close to the clear sky, and at the same time you can see some paradisiac coves, a unique experience in its kind. Talking about coves, we must mention ScĂ , located between Bonassola and Framura, and the stunning "Blue Grotto", which can only be reached by boat or canoe. Palazzo Paganetto is well worth a visit, you will feel the atmosphere of the eighteenth century, and reflect about the words "NULLI CERTA DOMUS", you will understand why . Montaretto and Reggimonti double the views of Monte Brino, and that of a nearby municipality, despite the thriving seaside tourism, they liven this part of the Mountain Community of the Riviera Spezzina. Madonnina della Punta is one of the two promontories, covered with Mediterranean maquis and mountain flowers, placed to protect the beach and the village of Bonassola. Right on top of it there is a beautiful, secluded, small church, to tell the truth it is more like a chapel overlookig the sea, easy to reach on foot as it is within walking distance from the centre, it draws the attention of every budding photographer. We have included it as it is a landmark of the area, moreover the architectural triumph of the Madonnina, an ideal destination for day and night walks. [continued on page 65]

Cycle and pedestrian line "Maremonti"

Montaretto

The Clock Tower

Baie del Levante icons

63


Deiva Marina, the beach

Climbing wall "La Sfinge"

Percorsi i tratti di pista ciclabile, impareggiabile come scenari sul mare, e spostandoci ai piani di Framura, incontriamo Castagnola. Il piccolo borgo dell’entroterra crea un eco con il vicino Passano, tuttavia nel comune di Deiva Marina: qui si trovano i resti dell’antico castello dei Da Passano, distrutto dai genovesi nel 1173. Bonassola e Framura, insieme, sono accomunate da una particolarità, vale a dire la calca che si trova contro il fondale del loro mare, e non parliamo di pesci, nonostante murene, cernie e cefali sappiano già mettersi in posa per conto proprio ma di relitti praticamente intatti che se la dormono sotto i flutti. Citiamo il rimorchiatore “Vittoria”, ad una profondità di circa 40 metri, e il piroscafo “Bolzaneto”, intorno ai 60. Le immagini vanno rubate sotto la guida di sub esperti, senza nessuna improvvisazione. Che FRAMURA sia un borgo costituito da più insiemi di case, e li animasse lo spirito di un giardino all’italiana, forse un po’ pensile, si evince facilmente. Immancabile una uscita mattutina al porticciolo turistico di questo spaccato novecentesco, protetto dal più grande scoglio della Liguria, il Ciàmia, contornato da lembi di terra che pochi conoscono, fermi a una sindrome di Stendhal indotta tra portici, scalinate ombrose e appartamentini vacanze cui si deve la lungimiranza di non essere abbastanza grandi da andarci ad abitare per lunghi periodi, e Framura tutta, sincera e vera, borgo con gli agglomerati di case che gravitano a mezza costa, contornata da lecci, agavi e medievalità diffusa. Cartoline lunari dalla zona di Fornaci, adiacente all’ultima municipalità dello spezzino: DEIVA MARINA. Cosa possiede Deiva, che le altre non hanno? Perché fascino, storia, ghiotta gastronomia, campeggi e gite sul battello, ne abbiamo ovunque in questi borghi delle Baie del Levante, eppure, Deiva si distingue, come quando mangi un piatto squisito che, però, non è né carne né pesce: mutevole centro balneare e soprattutto balneabile. Puoi scommettere di incontrare un gruppo di motociclisti che spegne l’Harley, e sosta, sosta finché non sente riempirsi la pancia di tagliatelle, anziché sprecare benzina e poi sudore sui rilievi del Mezzema-Incisa-Deiva, snodo di sentieri diramati in un territorio ricco della pietra locale, non smette d’essere il serpentino, o vale uguale scambiare due parole con chi broccola il turista coinvolgendolo nel climbing, diretto agli speroni di roccia. O s’è perso perché le castagne alle pendici del San Nicolao non si raccolgono da sole. Deiva Marina vive a metà, divisa tra l’animo dell’avamposto, utile a raggiungere la Val di Vara, la Val Graveglia, la Val Petronio, troppe valli, troppo mare, e quello del pirata lestofante, comunque trés chic, dal momento che non mancano strutture ricettive dotate di wi-fi ed ogni confort. Non male, per un minuscolo, piccolo porto di genti. [continua a pagina 66]

64 Baie del Levante icons


The Church of "Nostra Signora dell'Assunta", in the village of Piazza

After crossing the cycle paths, with their incomparable sea landscapes, moving towards Framura, we come across Castagnola, a small village located inland, similar to the nearby village of Passano, that belongs to the municipality of Deiva Marina, of particular interest are the remains of the ancient castle of the family Da Passano, destroyed by the Genoese in 1173. Bonassola and Framura, have something particular in common, the wrecks on the bottom of the sea, where moray eels, groupers and mullets live free. These wrecks have remained practically lulled by the waves for ages. The tugboat "Vittoria" is at a depth of about 40 metres, while the steamship "Bolzaneto", is at around 60 metres. Photos can be taken, helped by skilled divers, without any improvisation. FRAMURA is a village made up of several groups of houses, liven up like a typical Italian garden, perhaps apparently suspended above the sea. Going out in the morning to the twentieth century marina is inevitable, protected by the biggest rock in Liguria, the CiĂ mia, this rock is surrounded by strips of land that few people know, people are struck by the syndrome of Stendhal, for its porticos, the shady stairways and the small flats, that luckily do not allow to stay for long periods. Framura is a sincere, true, village with the built up area located halfway up the hills, surrounded by holm oaks, agaves and widespread Middle Age allure. The area of Fornaci would look like the moon in a postcard, it is close to the last municipality of La Spezia, DEIVA MARINA. What does Deiva have that the others do not have? It has charm, history, delicious food, campsites and boat trips, but all this can be found in any of the villages of the Eastern Bays, and yet Deiva stands out for its seaside holiday resorts and bathing areas. You might meet a group of motorcyclists getting off their Harley Davidson, aiming to feel their bellies with tagliatelle, instead of wasting fuel and sweat driving on the hills of Mezzema-Incisa-Deiva, a junction with paths spread all along a rich territory, where the local serpentine stones is quite common. It is worth trying to climb the spurs of rock, or walk among chestnut woods, picking the chestnuts along the paths. Deiva Marina lives divided in half, on one side it has the soul of an outpost useful to reach Val di Vara, Val Graveglia, Val Petronio, too many valleys, too many seaside places, and on the other side it is like a naughty pirate, but provided with facilities, wi-fi and comforts. Not bad, for a tiny, small harbour. [continued on page 67]

Baie del Levante icons

65


Moneglia, night view of the beaches and the village

MONEGLIA spezza l’incanto gettato dall’ovest e qualcosa, delle prode fiorite di Ponente, comincia a intravedersi. Pochissimo. In realtà lo spazio fra il mare e la montagna resta ancora esiguo, la pesca sportiva permane delle più rodate attività. Non c’è meraviglia alcuna, nello scoprire come i monegliesi, coloro che rispettano più di ogn’altra cosa la natura, abbiano dato nomi di cose vive (e grazie al cielo mangiabili) alle massime manifestazioni locali: la Festa dell’Olio d’Oliva, il Carnevale della Zucca, rifatto ad una disputa sorta in tempi ormai dimenticati tra due contadini, finita oggi a maschere e burla. Molto oltre la costa e le ex gallerie, ma in linea d’aria una volta che si è superato il Bracco, nei paraggi di Masso, trovate le cave chiuse di Monte Loreto, il più antico sito di estrazione del rame dell'Europa Occidentale. Moneglia richiama bagnanti soprattutto nel corso dell'estate, per via delle sue incantevoli spiagge e la profusione di lidi attrezzati, Punta Rospo, ad ogni modo, nulla invidia alle vedute di verde smeraldo e campanili arroccati sui monti che le animano. L’olio buono è prodotto, su tutti, dalle manovalanze delle colline di San Saturnino, Lemeglio, Campo Soprano e Facciu: vengono spremute olive di qualità Razzola, Pignola, Lavagnina. Lo mettiamo in evidenza, così alla Mostra Mercato del marzo di ogni anno nessuno rischia di sfigurare. [continua a pagina 68]

"Carnevale della Zucca" - Pumpkin Carnival

66 Baie del Levante icons

Lemeglio


MONEGLIA breaks the spell cast by the west and something begins to be seen among the flowers, very little in fact, just glimpses as the area between sea and mountains looks is very small, sport fishing is among the most practiced activities. There is no wonder, in discovering how people from Moneglia, respect nature more than anything else, and have given names referred to nature to the main local events: the Olive oil Festival, the Pumpkin Carnival, that started as a dispute between two farmers, at present it is a proper carnival with masks and pranks. Far beyond the coast and the former railway tunnels, passed Bracco, near Masso, you will find the former quarries of Monte Loreto, the oldest copper mining site in Western Europe. Moneglia attracts swimmers especially in the summer, thanks to its charming beaches, and the equipped areas. Punta Rospo, in any case, has nothing to envy to the emerald green views, and bell towers located on the mountains. Good olive oil is produced by the labourers on the hills of San Saturnino, Lemeglio, Campo Soprano and Facciu. The quality and type of olives available are Razzola, Pignola, Lavagnina, that are then pressed in olive mills, we point out this fact as there is an important Market Show every year in March. [continued on page 69] Party of "Trenette al Pesto"

Baie del Levante icons

67


Punta Baffe congiunge, vestita di una macchia mediterranea indecorosa, Moneglia e RIVA TRIGOSO. I corbezzoli digradano, soppiantando olive ed agrumi, causa di innumerevoli altre sindromi legate all’eccessiva bellezza. D’intorno, non più Valle bensì Parco Regionale dell’Aveto, la coreografia accompagna nella direzione di altri e semidimenticati giacimenti minerari, oppure gira attorno ad interi tratti costellati da santuari mariani, ben lontani dai profili delle case e dalle cime di barca a mollo nella zuppa turchina, subito di fronte al Fincantieri. I vecchi rivani ricordano il procedimento per costruire i leudi, le imbarcazioni assieme a cui partivano vini, oli, formaggi e prodotti facilmente commerciabili. Lo spiaggione di Riva Trigoso e il clima salubre ricevuto in dono dalle Alpi Marittime, presiede a questo punto alle dipendenze di Sestri Levante. Non siamo, qui, a contrattare con i venditori ambulanti, per strappare un pizzo al tombolo fuori confine o lanciarsi in corse al saldo, nella via dedicata allo shopping (per inciso, Via XXV Aprile, o Piazza Aldo Moro), bensì calchiamo il piede ricercando l’atmosfera melò, i sentori di rosmarino che al sole non riesce di bruciare, si pensi alle Rocche di Sant’Anna, scene a strapiombo e un mare da paura, veniamo deferenti nei riguardi di una città ricca, ricca perché l’economia galoppa e ogni fatica sui sentieri, come quelli in zona “Case Ginestra” ci riportano, viene ripagata, SESTRI LEVANTE impegnata socialmente ma mai frenetica, d’estate macchina di mostre d’arte e concerti, protagonista, proprio a giugno, nell’ospitare la rassegna, storico vessillo, dei partecipanti del Premio Andersen. Assolata, un’ultima vallata, casa della pietra ardesia, conduce per mano e dà filo da torcere a quei sentierini poetici verso Chiavari, Lavagna, San Fruttuoso, lo stesso della baia con il Cristo sottomarino, immenso. Giunta l’ora di pranzo, alla disperata cerca di trattorie, Sestri Levante concede l’imbarazzo della scelta. Menu’ economici, fritture di indubbio rispetto, purchè l’auto la si parcheggi in Largo Masi. Com’è, come non è, Sestri Levante si fatica a dimenticarla. Il nucleo storico poggiato, sembra apposta, su un istmo piombato in mare, con terrazzini e bistrot pronti a salpare. La ciurma, te la indicano i giardini pubblici, i crocevia fatti a carruggi, i locali in cui si ascolta musica a tutto volume e si incontrano i giovani, come tra Santa Margherita Ligure e Rapallo. Forza bruta, data dalle mareggiate, e romanticheria, d’un tratto sopraggiunta al soldo dei palazzi signorili, venano le Baie, dalla “B” maiuscola, che sono pezzi di cuore di sabbia fine e conchiglie levigate. A show in Piazza Matteotti during the Andersen Festival

68 Baie del Levante icons

Footpath signs


Sestri Levante, view of the two Bays: "Baia del Silenzio" and "Baia delle Favole"

The bay in Riva Trigoso

The "Leudo", a type of sailboat

Punta Baffe connects with its Mediterranean maquis Moneglia and RIVA TRIGOSO. Strawberry trees can be found on the steep slopes, replacing olive trees and citrus fruits. This area is not a simple valley, but the Regional Park D'Aveto, where half forgotten mines and shrines devoted to the virgin, are located far from the houses and from the placed in front of the shipyard Fincantieri. The old inhabitants of Riva remember how to build the typical boats, that were used to transport wine, olive oil and other products easy to sell. The big beach in Riva Trigoso benefit of the healthy climate, provided by the Maritime Alps. We are not here to go after street vendors and bargains in the streets full of shops (Via XXV Aprile, or Piazza Aldo Moro), instead we are looking for the right atmosphere, the scents of aromatic plants such as rosemary, able to stand under the hot sun without being ruined; think of Rocche di Sant'Anna, a terrific place overlooking the sea, we respect so much this rich city for its rising economy, that every effort made on the trail "Case Ginestra" is rewarded. SESTRI LEVANTE is socially engaged but it is never too hectic, in the summer there are many art exhibitions and concerts, in June, the towns hosts the well known Andersen Prize competition. The last sunny valley where slate stones can be seen all around us, leads us by hand, it has nothing to envy to the poetic little paths in Chiavari, Lavagna, San Fruttuoso where the imposing Cristo degli abissi stands, at the bottom of the sea. At lunch time we won't be desperate looking for restaurants, as Sestri Levante offers a great variety of places. Cheap restaurants, gastro pubs, excellent fried food, as long as the car is parked in Largo Masi. Sestri Levante is a place hard to forgett. Its historic centre is placed on top of an isthmus plunged into the sea, with terraces and bistros ready to sail. The crowds will show you your way round to the public gardens, crossroads and alleys, or the clubs where you can listen to music at full volume, and meet young people, as in Santa Margherita Ligure and Rapallo. The power of the sea storms and the romantic charm of this area, enchants the noble palaces of the town, as well as its precious bays, that merge with nature and become like thin sand hearts and worn away sea shells. Sestri Levante, a beach

Baie del Levante icons

69


Eventi e Luoghi d'Interesse Tanti sono i siti d’interesse da visitare durante il soggiorno nel territorio delle Baie del Levante. Partendo da LEVANTO non possiamo non cominciare con l’edificio che rappresenta il borgo meglio di ogni altra cosa: con facciata in stile gotico ligure, a bande alternate, un po’ marmo di Carrara e un po’ pietra serpentina. Si tratta della bella Chiesa di Sant'Andrea Apostolo, completata nell’insieme da un campanile, innalzato en pendant, e da alcune pale dipinte a raffigurazioni rinascimentali. Antistanti, in linea d’aria, troviamo le mura e l’agglomerato di torri del castello di Levanto, un chiaro modello a cui associare la mastodontica arte militare ligure genovese. Questo complesso catturerà di sicuro il vostro interesse, caratterizzato da un’ampia torre d’osservazione circolare e, nell’insieme, spartano e battuto dai venti, posto salendo di quota, il Castello è protetto dal quadrilatero delle mura. Tesoro del complesso, sono i bassorilievi di scuola genovese, in pietra d'ardesia, che raffigurano l'Annunciazione e San Giorgio. Vox populi vuole che il castello fosse lo snodo di alcuni passaggi interrati, uno uscente sulla spiaggia, proprio sotto di esso, e l’altro sbucato in prossimità della Chiesa dell’Annunziata, dopo aver attraversato tutto il borgo sotto terra. Se ci si inerpica fino a Montale frazione del Comune, la Pieve di San Siro con attiguo campanile è luogo di culto apprezzato dagli abitanti di Levanto, con una curiosa realizzazione data dall’uso di pietra calcarea locale in conci sovrapposti. Madonna della Guardia, ai confini del Borgo, è un santuario, immenso e neoromanico, a croce latina e arieggiato dal porticato esterno. Titola la cittadina della sede della parrocchia omonima, diocesi della Spezia-Sarzana-Brugnato. A fine agosto partono i festeggiamenti mariani, seguiti da processione e pesca di beneficienza. Da non mancare la piazza della Loggia e Villa Agnelli, quest’ultima edificata nei primi anni del XX secolo e famosa per i suoi giardini a ridosso del mare. Via Garibaldi, strada tributo alla città, e che conserva lo stile “smaccatamente” genovese, raggruppa il cuore di case-torri a tema marinaro. Il Monastero delle Clarisse è solo per intenditori: la piazza costellata da dettagli policromi, malgrado fosse di proprietà dell’ordine, oggi, ed assieme all’intero complesso, è divenuta sede municipale, con un mirabile porticato. Luglio, sul finire, ospita un corteo storico e un altrettanto storico torneo di bandiere, con una più solenne processione coi crocefissi liguri, ed uno spettacolo pirotecnico conclude il tutto, per la “Festa del Mare”. Le celebrazioni nascono come ode al patrono dei marinai, praticamente co-patrono di Andrea, San Giacomo. A ottobre di sicuro interesse la Stralevanto, gara podistica della vallata. BONASSOLA, subendo la medesima sorte di paese infestato dai pirati, conserva anch’essa i resti di un castello in pietra, contraddistinto dal grande e sfarzoso orologio pubblico. Tipiche sono pure la chiesa di Santa Caterina d’Alessandria, con la bella facciata barocca, e il torrione, purtroppo fatiscente, dei signori Ardoino. [continued on page 72]

70 Baie del Levante icons

Bonefire for the celebration of San Giovanni Battista in Deiva Marina


Events and Places of Interest There are many places of interest to visit during your stay in the territory of Baie del Levante. Starting from LEVANTO we can not begin without mentioning the building that represents the village better than anything else: it has a Ligurian Gothic style facade with stripes, Carrara marble and serpentine stone ,we're talking about the beautiful Church of Sant'Andrea Apostolo, with its bell tower, raised en pendant, and some alterpieces painted in Renaissance style. In front of it we find the walls and the built up area with the towers of the castle of Levanto, a clear example of majestic Genoese Genoese military art. This complex will certainly capture your interest, it is characterized by an austere, large circular observation tower, beaten by the winds, placed high is the Castle, protected by quadrangular walls. The treasures of the complex are the bas-relief, that belong to the Genoese school, in slate stone, which depict the Annunciation and St. George. Vox populi tells that the castle was the junction of some underground passages, one near the beach, just below it, and the other one near the Church of the Annunciation, that goes under the whole village. If you climb up to the hamlet Montale, Pieve San Siro with its bell tower is a place of worship well appreciated by the inhabitants of Levanto, curiously it was made using overlapped local limestone. Madonna della Guardia, located at the end the village, is a huge Latin cross shaped neoRomanesque sanctuary, with a wide external portico. Titola is the town and premises of the same parish, diocese of La Spezia-Sarzana-Brugnato. At the end of August Marian celebrations take place, followed by a procession and a charity lucky dip. Not to be missed are Piazza della Loggia and Villa Agnelli, the latter was built in the early twentieth century, it has become famous for its gardens, close to the sea. Via Garibaldi is a tribute to the city, it shows a typical Genoese style, gathers the fishermen tower houses, at present it is the premises of the Municipality, with its charming porticos. At the end of July, the town hosts a historical procession, and a historic tournament with flags, a solemn procession with huge Ligurian crucifixes livens the night of the town, at the end fireworks conclude the "Sea Festival". The celebrations started to honour the patron saint of the sailors, practically a co-patron of Saint Andrea, Saint Giacomo. In October a foot race of great interest takes place along the valley, it is called Stralevanto. BONASSOLA underwent the same fate of Levanto as it was attacked by pirates, in the village are the remains of a stone castle, with a large and magnificent clock. Another typical church is that of Santa Caterina d'Alessandria, with its beautiful Baroque façade, unfortunately the tower, that once belonged to Ardoino, is in poor conditions. [continued on page 73]

[Ă suivre]

Baie del Levante icons

71


Di colore giallo paglierino, l’Oratorio di Sant'Erasmo domina l'abitato secondo canoni stilistici molto semplici, preceduto dalla scalinata di accesso, alla cui fine si trova un mosaico in pietre locali policrome unite a formare disegni floreali e le cosiddette "greche". Oltre il Paganetto, dei palazzi di Bonassola non si è mai paghi: Vinzoni, Farina e Saporiti, assieme a case-torri i cui archi e portali richiamano epoche ben precise, stratificando la storia del paese, saranno solo alcuni dei nomi da cercare. Anche il borgo a mare, con una fila di case costruite sulla battigia, vagamente settecentesche, a suo modo rappresenta un luogo di interesse con l’abitato sviluppatosi al ritiro del mare, in epoche successive i primi insediamenti delle colline. Fiera merceologica varia a settembre, dedicata alla “Madonna del Rosario”. La cucina tipica e casereccia rivive in periodo pasquale e non attraverso eventi e sagre che arrivano fino a Montaretto una delle frazioni più degne di nota. Svariati i concerti musicali, uno in particolare apre una rassegna ormai “quasi” fissa, "Bonassola, Jazz and More...". Ad agosto, il “Festival Mare Mosso”, con laboratori, incontri e divertimento come non se ne ricordano più, riservato interamente ai bambini. FRAMURA, Borgo più Bello d’Italia, ospita ad Anzo la minuta chiesetta della Madonna della Neve, decorata secondo il gusto neogotico che vigeva allora. Nella frazione di Costa, ritroviamo la Torre di Guardia di epoca carolingia e la chiesetta umile ma ricca di fascino costruita per San Martino, rimaneggiata eppure ancora visibilmente in stile romanico, seminascosta tra le vie. Antichissimo il complesso parrocchiale di San Lorenzo, a Castagnola: entrando si può ammirare la "Deposizione di Gesù" raffigurata dal pittore Luca Cambiaso. Il borgo di Passano, adiacente a quello di Castagnola, conserva invece, sulle colline, i suggestivi ruderi del castello feudale, voluto secondo volontà della Repubblica di Genova e adiacente il luogo in cui doveva trovarsi la fortificazione dei Signori Da Passano. Blocchi di pietra sepolti dalla natura avida, nello spazio antistante le rovine sorgono, ugualmente affascinanti, i ruderi dell'oratorio di San Giovanni Battista. [continued on page 74]

72 Baie del Levante icons


View of the Bay of Bonassola

Levanto, the "Pietra" at the sunset

The pale yellow Oratory of Sant'Erasmo dominates the village, it was built in a simple style, the access is through a stairway, at the end of which is a mosaic in polychrome local stones, placed to form floral designs and the so-called "Greek" fret. Beyond Paganetto the important buildings in Bonassola satisfy every tourist: Vinzoni, Farina and Saporiti, as well as the tower-houses whose arches and portals recall very precise ancient times, the history of the village, shows some important names to remember. Even the area of the village close to the sea, shows a row of houses built on the shoreline, it represents a place of interest with the built up area, where the sea has left place, of a later period are the settlements on the hills. A trade fair dedicated to "Madonna del Rosario", takes place every year in September, while other events and festivals with typical homemade cuisine are held in Easter and other periods, in many areas and also in Montaretto, one of the most noteworthy hamlets. Several musical concerts, one in particular opens the festival "Bonassola, Jazz and More ...". In August, the "Festival Mare Mosso", with workshops, meetings and children entertainment. FRAMURA, the most beautiful village in Italy, hosts in Anzo the small church of Madonna della Neve, decorated in neo-gothic style, popular at the time. In Costa, we find a Carolingian watch tower and a simple but charming church built for San Martino, renovated in Romanesque style, it is not easy to find as it is half-hidden in the streets of the hamlet. The parish complex of San Lorenzo, in Castagnola is very ancient, as you enter you can admire the "Deposition of Jesus" depicted by the painter Luca Cambiaso. In the village of Passano, adjacent to Castagnola, we can see on the hills, the evocative ruins of a feudal castle, built according to the will of the Republic of Genoa and close to the place where the fortification of the Signori Da Passano was built. Blocks of stone covered by vegetation in front of the ruins, do not ruin the charm of the oratory of San Giovanni Battista. The promenade Torsei-La VallĂ recalls the famous Via dell'Amore in the Cinque Terre. The history of Framura can be discovered by booking a free guided tour to San Martino and its tower. The production of typical local products is well appreciated, starting from "Framura bread", meat, sausages, honey and preserves, and of course IGT wines, produced by farms located in the area of the small hamlets. Food and wine tasting tours throughout the summer, "Mangia Borghi - La Festa del Turista" offer wonders to eat; "Feast of Our Lady of the Sea", again in August, with fireworks and live music, an unforgettable night in front of the rocks and the sea. [continued on page 75]

Baie del Levante icons

73


Sul mare, la passeggiata Torsei-La Vallà ricorda la celebre Via dell’Amore delle Cinque Terre. Storia e passato remoto di Framura li potrete conoscere prenotando una visita guidata gratuita a San Martino, e alla relativa torre. Rilevante la produzione di prodotti tipici locali, senza lasciare il borgo sparso, a partire dal “pane di Framura”, per finire con carni, insaccati, miele e conserve, ed ovviamente vini a denominazione I.G.T, prodotti dalle aziende agricole sparse fra il pugno di borghi. Degustazioni e percorsi enogastronomici lungo tutto l’arco estivo, “Mangia Borghi – La Festa del Turista” è affermato ricettacolo di meraviglie buone da mangiare; “Festa della Madonna del Mare”, ancora ad agosto, con spettacolo pirotecnico e musica dal vivo, per una notte indimenticabile davanti allo scoglio che svetta dal mare. DEIVA MARINA nel suo centro storico si manifesta nei dedali di case-torri, archi e facciate tessute da coppi colorati, una profusione di terrazzi e fiori dovunque. Il Borgo nasce e cresce dal nucleo ecclesiastico di Sant’Antonio Abate, piccola parrocchia costruita nel 1730 e preceduta, come spesso accade, da un'ampia scalinata finita dritta contra un mosaico di ciottoli di fiume (il sagrato policromo, per eccellenza, del Levante Ligure). San Giovanni Battista, patrono della cittadina, ha necessariamente un bel daffare a scaldare gli animi. Tra un falò e una ricorrenza, l’oratorio a lui dedicato lo scorgiamo ancora nel centro storico. In località Piani della Madonna, nei dintorni di Piazza, il nostalgico incontro di fede e natura subisce il fascino di un santuario millenario, e stavolta è il caso di Santa Maria Assunta, ricostruita, pare, su volere dei Da Passano, da una cappella ben più vecchia. A Deiva Marina si celebra, proprio a febbraio, un sontuoso carnevale, con sfilata e mascherate lungo tutto Corso Italia: al termine, in Piazza della Posta, bisogna attardarsi ad aiutare i bambini per la rottura della pentolaccia. La festa, patronale, di San Giovanni Battista, cade il 24 giugno, ad agosto vi aspetta quella della Madonna della Guardia, con messa e processione. Settembre propone la “Marcia Podistica dei Sentieri Azzurri”. La Fortezza Monleone, genovese, panoramicissima, domina dall’alto di MONEGLIA e solo il piccolo maniero Fornari, di gusto liberty, stempera l’acchito all’interno del perimetro. L’intera 74 Baie del Levante icons

struttura vive adibita a B&B, approfittatene. Rievoca lo scontro della Meloria, dove i genovesi sconfissero i pisani e il campanile a due colori della chiesa di Santa Croce, dicono esistesse già nel 1033. Dai terrazzamenti, girovagando a ritroso verso la direzione di Deiva Marina, troviamo l’avamposto di Villafranca, magnifica fortezza, che spia il Borgo e sorveglia il relativo parco, saliscendi fra pini e gradoni, un connubio che si traduce in Tigullio, poiché schemi difensivi e rovine storiche, qui, le hanno pensate in comunione all'unanimità. Nel tour guidato, in notturna, doveroso un salto alla Chiesa di Santa Croce, edificio di culto principale e commistione felice tra barocco e romanico, e all’Oratorio dei Disciplinati, non lontano, entro il quale riposano, intatti, cicli pittorici medioevali e diverse pitture rinascimentali. Eventi imperdibili: la “Mostra Mercato dell'Olio d'Oliva”, in collaborazione con il Consorzio Olivicoltori Du Facciù, il lunedì di Pasqua e considerato affermato evento da oltre quarant’anni, il “Palio Marinaro del Tigullio” di fine agosto, una sfida remiera a cui partecipano numerosi equipaggi delle diverse località della costa. A febbraio, il “Carnevale della Zucca”, signore delle sfilate, che rinnova il ricordo della tradizione popolare sul perché Moneglia venga definita, dai borghi limitrofi, il paese della zucca: metafora basata sulla disputa di due contadini che non sapremo mai come andò a finire, abbastanza assimilabile alle storielle campanilistiche tra Ponente e Levante. [continua a pagina 76]


Moneglia, the Oratory of "Disciplinanti", interior

The historic centre of DEIVA MARINA is a maze of tower-houses, arches,coloured facades with tiles, plenty terraces and flowers everywhere. The hamlet grew up around the small parish church of Sant'Antonio Abate, built in 1730, with an impressive wide staircase, a typical mosaic with river pebbles (the polychrome churchyard, par excellence, of the Eastern coast). San Giovanni Battista, patron saint of the town, is celebrated every year on 24 June, with a bonfire. The oratory dedicated to the Saint is located in the historic centre. In Piani della Madonna near Piazza, we find a nostalgic encounter between faith and nature is influenced by the charm of a thousand year old sanctuary, the church of Santa Maria Assunta, apparently rebuilt as per order of the Da Passano family, over an older chapel. A magnificent carnival is celebrated every February in Deiva Marina , with parades, costumes and masks all along Corso Italia: at the end of the event, children gather in Piazza della Posta, to break the pignatta and eat sweets. In August the village celebrates Madonna della Guardia, with mass and procession In September a marathon takes place along the blue trails, it is called “Marcia Podistica dei Sentieri Azzurri". The Genoese Monleone Fortress, dominates from the top of MONEGLIA and only the small Fornari manor house,built in

Moneglia, the castle "De Fornari", detail

Art Nouveau style, changes the look of the yard. The entire structure is at present a Bed and Breakfast, why not take advantage. The battle of Meloria, where the Genoese defeated the Pisans, is remembered by the two-coloured bell tower of the church of Santa Croce, that already existed in 1033. From the terraces, wandering back towards Deiva Marina, we find the outpost of Villafranca, a magnificent fortress, which overlooks the village and guards its park, ups and downs among pines and steps, well explains the area of Tigullio, with its defensive towers and historical ruins. A guided tour at night should include a visit to the Church of Santa Croce, the main religious building of the area. A happy bond of Baroque and Romanic style, worth to mention is the Oratory Disciplinati that is not far away, which hosts medieval period painting and different Renaissance paintings. We must mention some unmissable events: "Mostra Mercato dell'Olio d'Oliva", with the partnership of Consorzio Olivicoltori Du FacciĂš, every year on Easter Monday an important event for over forty years; at the end of August "Palio Marinaro del Tigullio", a rowing competition with the participation of numerous crews from various places on the coast. In February, the "Pumpkin Carnival", the lord of the parades, which remembers a dispute between two farmers, and reminds us why Moneglia is called the village of the pumpkin. [continued on page 77]

Baie del Levante icons

75


Riva Trigoso, Bagnun Festival

RIVA TRIGOSO è piccola, di edifici non ne recupererete molti. Mirabili, comunque sia, e parecchio d’impatto per le dimensioni del borgo, sono le chiese di San Pietro Apostolo e di Santa Sabina, la seconda abbellita da un sagrato a “risseau”. Da non perdere la Torre di Punta Baffe. Di foggia romanica, ci si arriva dopo una piacevole escursione immersi nella natura, salendo dal cimitero dietro i cantieri navali. A luglio, tradizionalmente nel penultimo fine-settimana, la sagra del “Bagnun” mostra ai profani il corretto consumo delle acciughe. Dal 1960, tale esperienza vede il contado intero alle dipendenze di una grande abbuffata, subito dopo la quale si offrono laute porzioni di cucinato, rosso per il pomodoro e dorato di galletta, sulle note di musica, fuoco di spettacoli pirotecnici ed enogastronomia territoriale. Eccoci, infine, ad un sunto dei luoghi migliori, quando transiterete a Sestri Levante. Dieci e lode, tra i monumenti che vale la pena apprezzare, se lo aggiudica Palazzo Rocca, costruito dai marchesi Costaguta nel 1629, nonché casa del Museo Archeologico. Archeologico perché è incentrato sull’archeologia del territorio e sulla storia delle radici di Sestri, dalle migrazioni ai giorni nostri. La basilica di Santa Maria di Nazareth, neoclassica, di stile ba76 Baie del Levante icons

rocco e con un ciclo di quadri seicenteschi dalla pregevole fattura, acceca il visitatore: bianca, poderosa e sicura come i fari sanno fare, mentre la chiesa di San Nicolò, sobria, favorita da un campanile a guglia, un pelo più lontana, sorveglia per davvero, in quanto faro, la veduta marina… remota nell’angolo più remoto del promontorio cittadino, la cosiddetta “isola”, che è comunque raggiungile percorrendo la salita che procede alla sinistra di Santa Maria di Nazareth, nei pressi del Municipio. Attuale, allo stesso modo, la Torre Marconi, dove organizzano visite i Marconisti del Tigullio, presso la quale il Guglielmo Marconi solleticava i principi delle microonde. Raggiunte soglie di livello internazionale, ricco in giuria, programmi e personalità di spicco dello spettacolo, già festival, il “Premio Letterario H. C. Andersen” dedicato alle fiabe insegna, ai ragazzi, come si sogna e si cresce; per assistere al concorso, prenotate prima di giugno e mettendoci largo anticipo. Non dimentichiamo l’olio extravergine d’oliva, protagonista con la tradizionale “Festa dell’Olio Nuovo”. Musica da camera, concerti per pianoforte e classica più d’avanguardia animano le baie della città accompagnando estate e primavera, così, grazie a loro, SESTRI LEVANTE promette serate indimenticabili.


Sestri Levante, Andersen Festival

RIVA TRIGOSO is a small village, you will not find many buildings here, however the size of the village is worthy and the churches of San Pietro Apostolo and Santa Sabina with a "risseau" yard are really charming. Do not miss the tower Punta Baffe, built in Romanesque style, you can get here on foot, from the cemetery behind the shipyards, walking among trees and bushes. In July, traditionally the penultimate weekend, the famous festival "Bagnun", where the inhabitants shows to layman the correct way to eat anchovies. Since the 1960s, this huge event involves the whole town in a feast, big quantities of food is cooked, plenty of red tomato and golden crackers are used. The event is accompanied by live music, fireworks and local food. We have finally come to the end of this list of events, that you must not forget if you pass by in the area of Sestri Levante. The best of the monuments is surely Palazzo Rocca, built by the Marquises Costaguta in 1629, at present it hosts the Archaeological Museum, that focuses on the archeology of the territory and the roots of Sestri, from migrations to present history. The neoclassical basilica of Santa Maria di Nazareth, built in baroque style, has precious seventeenth-century paintings, that will surely impress visitors. The church of San Nicolò is simple, with a steeple bell tower, sligtly distant, guards the sea ... far in the most distant corner of the city promontory, the so-called "island", which can be reached going up the hill from the left side of Santa Maria di Nazareth, near the Town Hall. At the same time, Torre Marconi, is used by radio operators from Tigullio, to organize visits, where Guglielmo Marconi used to experiment the principles of microwaves. The internationally known "Literary Prize H. C. Andersen" boasts a programme full shows, famous people, show men, actors, singers, attract people from everywhere, this event is dedicated to fairy tales, so particulary suitable for children. If you want to take part to the event book an accomodation, well before June. We must not forget the traditional event held for the new extra vergin olive oil, “Festa dell’Olio Nuovo”. Chamber music, piano and classical music concerts, plus avant-garde music to liven the bays of the city, all this will accompany your unforgettable summer and spring evenings in SESTRI LEVANTE. Sestri Levante, Riviera International Film Festival

Baie del Levante icons

77


Levanto, "Festa del mare - Sea Festival", fireworks

78 Baie del Levante icons


L

'Hotel "Al Terra di Mare" è una struttura a basso impatto ambientale costruita nello stile di un borgo ligure e circondata da vigneti e uliveti. L'Hotel offre camere con aria condizionata e Wi-Fi, piscina, garage, servizio navetta, bar e romantiche terrazze con vista mare.

Località Gallona, Levanto (SP)

H

otel "Al Terra di Mare" is an eco friendly hotel, built in the style of a Ligurian hamlet, it is surrounded by vineyards and olive tree groves. The hotel offers air conditioned rooms, Wi-Fi, swimming pool, garage, shuttle service and romantic terraces with sea view.

+39 0187.807672

L

'Hôtel "Al Terra di Mare" est une structure qui s’insère parfaitement au milieu des vignes et des oliviers. Construit dans le style d'un village ligurien, l'Hôtel propose des chambres avec climatisation et Wi-Fi, piscine, bar et romantiques terrasses vue mer, garage et service navette.

www.alterradimare.it

info@alterradimare.it Baie del Levante icons

79


Corso Italia, 25 - Levanto (SP) +39 0187.808157 trattoriacentro@libero.it

R

un for about twenty years by Mr Marco, who is also the chef, the trattoria is situated a few steps away from the beach, in the centre of Levanto. It offers typical dishes of the Ligurian cuisine, a wide variety of fish dishes but also some land dishes. The atmosphere is warm and cosy, there is an indoor garden and a veranda, the staff is kind, nice and careful, the service is quick and professional.

D

irigée depuis vingt ans par Monsieur Marco qui encore aujourd’hui est le chef cuisinier. Le restaurant est situé à quelques pas de la mer au centre de Levanto. Il propose une cuisine typique de la Ligurie avec un assortiment de poissons sans omettre les plats dits de terre. Son ambiance est chaleureuse, conviviale, dispose d’un jardin intérieur et d’une véranda, le personnel est agréable, sympathique et dévoué, le service est rapide et professionnel.

Profile for Italia Per Voi

Baie del Levante ICONS  

Baie del Levante ICONS