Issuu on Google+

tecnologia esperienza accuratezza metodo

Gestione Richieste Informazioni (Gerin) regolamento ISVAP n.35 del 26/05/2010

tecnologia esperienza accuratezza metodo

Settembre 2010


tecnologia esperienza accuratezza metodo

Reg. 35 Isvap : Riscontro a richieste di informazioni

• Art. 35 •1) Le imprese forniscono riscontro per iscritto ad ogni richiesta di informazione presentata dal Contraente o dagli aventi diritto in merito al rapporto assicurativo entro 20 giorno dalla ricezione della richiesta • 2) Il riscontro alle richieste concernenti la verifica degli importi delle prestazioni liquidate contiene le indicazioni necessarie per consentire all’interessato l’accertamento della conformità della liquidazione alle disposizioni normative ed alle condizioni di assicurazione


tecnologia esperienza accuratezza metodo

Le necessità delle imprese

Disporre di uno strumento informatico in grado di: • • • • • •

Acquisire le richieste pervenute Gestire l’assegnazione Monitorare l’iter Controllare la scadenza Visualizzare le informazioni storiche Integrare la richiesta con la documentazione necessaria a supporto della risposta da dare al richiedente


tecnologia esperienza accuratezza metodo

La risposta di Cross Data •In sintonia con gli applicativi già sviluppati ed operativi inerenti l’area della “Gestione dei Reclami ISVAP”, è stata predisposta una procedura “AD HOC” con logica di work flow in grado di seguire ed indirizzare l’iter di lavorazione

•La procedura in ambiente WEB è utilizzabile da tutte le unità organizzative coinvolte nel processo


tecnologia esperienza accuratezza metodo

1.

Richiesta d’informazioni: •

2.

La richiesta va inoltrata e smistata all’ufficio ritenuto idoneo a fornire una risposta e quindi a gestirla. Una mail avviserà il destinatario che gli è stata inoltrata una richiesta . Egli, accedendo alla procedura, potrà consultarne il contenuto e l’eventuale documentazione allegata

Gestione/Evasione della richiesta

• 4.

Inserimento da parte dell’operatore delegato all’accoglienza dei dati della “richiesta d’informazioni” in un apposito “form”, con l’associazione di eventuali documenti scannerizzati o file. Ad ogni richiesta verrà assegnato un protocollo automatico su base annua.

Assegnazione della richiesta •

3.

Il flusso operativo

Alla richiesta possono essere allegati file, annotazioni, documenti ecc.

Chiusura

Completata la fase di raccolta del materiale documentativo e predisposta la risposta la richiesta potrà essere chiusa e/o inoltrata all’entità preposta alla chiusura


tecnologia esperienza accuratezza metodo

Controllo dei tempi

• La procedura controlla costantemente il raggiungimento del limite di 20gg per il trattamento, attraverso job silenti in grado di inviare e-mail alle persone che hanno in carico la richiesta ed ai responsabili d’ufficio. • Attraverso l’accesso alla “funzionalità scadenzario” ogni operatore sarà in grado di vedere le richieste che deve evadere e quanto manca al limite imposto dall’Isvap

• Il responsabile d’ufficio potrà consultare tutte le scadenze del suo ufficio • Un responsabile con maggiori permessi potrà consultare ed eventualmente gestire le richieste dell’azienda


tecnologia esperienza accuratezza metodo

Accessibilità

• Le principali funzioni della procedura vengono abilitate per ciascun operatore attraverso una specifica tabella di abilitazione. • In merito alla “visibilità” si prevede l’utilizzo dei tre livelli (“Supervisor”, “Responsabile Ufficio”, “Operatore Normale”).

• Ciascun “Operatore Normale” avrà la possibiltà di visualizzare ed operare sulle richieste ad esso assegnate. • I “Responsabili Ufficio” potranno vedere tutte le richieste assegnate ad uno degli operatori del proprio ufficio. • I “Supervisor” potranno vedere tutte le richieste inserite per la Compagnia.


tecnologia esperienza accuratezza metodo

Comunicazioni via e-mail e report

Le comunicazioni e-mail prevedono: •La segnalazione a tempo della scadenza (lista automatica periodica di tutte le richieste la cui data di scadenza cada entro xx giorni dall’invio) inviata all’operatore che ha in carico la richiesta (ed eventualmente, per conoscenza, al responsabile dell’ufficio)

•La segnalazione dell’assegnazione di una richiesta all’operatore assegnatario (contestuale all’operazione di assegnazione) e per conoscenza al responsabile d’ufficio •

La procedura comprenderà un insieme “minimo” di report/conteggi (da dettagliare in accordo con la Direzione) che consentano di verificare la situazione corrente del DB.


tecnologia esperienza accuratezza metodo

Architettura di sistema ed ambiente di sviluppo

•Architettura del sistema L’applicazione risiede su web server di tipo Microsoft IIS version 5.0 (tool già presente in WIN 2000 Server e WIN XP). Gli utenti si collegheranno all’applicazione mediante MS Explorer (versione minima richiesta 6.0).

•Tecnologie e metodologia di sviluppo sw e db Lo sviluppo del software è realizzato con tecnologia Microsoft ASP (Active Server Pages), per quanto riguarda il modulo di Front office ed il sistema di reporting, e tecnologia VB riguardo al modulo di Back office. Il database utilizzato è Microsoft DBMS SQL.


tecnologia esperienza accuratezza metodo

Modalità di fornitura

La fornitura del prodotto prevede: • • •

Formazione Test operativo Installazione presso il cliente

La disponibilità del prodotto è prevista per la fine del prossimo mese di ottobre


tecnologia esperienza accuratezza metodo

Gestione Richieste d’Informazione (Gerin)


GERIN - Regolamento 35