Issuu on Google+

NOTIZIE PER L’iNDUSTRIA

Periodico d’informazione per l’impresa di Confindustria Firenze


SOMMARIO Numeri Utili

RELAZIONI INDUSTRIALI E AFFARI SOCIALI

5 LAVORO / CCNL Laterizi e Manufatti cementizi, adempimento contrattuale(1) per l’assistenza sanitaria. CCNL Tessili vari e del cappello, informativa sul rinnovo del contratto 2013. PREVIDENZA / Inps, on line il modulo telematico per l’assunzione di giovani. 7 IMMIGRAZIONE / Quote di ingresso in Italia per corsi di formazione e tirocini di cittadini extracomunitari.

CENTRO STUDI

9 Quaderni di appunti Economici N°1 “La Grande Impresa fiorentina e la crisi economica”.

ECONOMIA E DIRITTO D’IMPRESA

10 INTERNAZIONALIZZAZIONE / Master executive sui paesi di Nord Africa e Medio Oriente. INNOVAZIONE / Confindustria Firenze per le Start-up. FINANZA / Debiti PA, ricognizione e aggiornamento dati MEF.

AMBIENTE SICUREZZA ENERGIA QUALITÀ

13 AMBIENTE / Sistri, precisazioni da parte del ministero su alcuni dubbi interpretativi. CONAI: riduzione del contributo ambientale per gli imballaggi in carta e cartone; variazione del contributo per gli imballaggi in plastica; modalità di presentazione della modulistica, dal 1 gennaio 2014 solo “on line”. 16 SICUREZZA / Biocidi ovvero pesticidi e non solo, nuovo Regolamento UE. Incontro con la ASL 10 sull’esposizione a polveri di legno. Rilevamento dei fabbisogni formativi e addestrativi dei lavoratori in tema di salute e sicurezza. Reach, convegno di approfondimento sul regolamento. 21 ENERGIA / Decreto agevolazioni degli oneri di sistema, l’Autorità pubblica le modalità di iscrizione al registro per le imprese energivore. Confindustria presenta al Convegno Smart Energy Project lo studio Smart Energy sull’uso efficiente dell’energia. Emissions Trading, nuova delibera sugli impianti di incenerimento rifiuti.

MARKETING e rapporti associativi

26 I nuovi Soci. Le nostre Convenzioni, ultime novità. Membership Card.

EDUCATION FormaZIONE COSEFI (consorzio servizi formativi Imprese)

31 COSEFI I prossimi corsi Piani Formativi per la Sicurezza nei Luoghi di Lavoro. COMUNICARE È UN’IMPRESA? Dal “gioco” improvvisato allo studio della comunicazione. La redazione del piano industriale pluriennale. Una visione di medio-lungo periodo per l’industria ed il terziario. Rischi professionali da agenti chimici: Gas tossici e ammoniaca. EXECUTIVE MASTER “MED” – STUDI MEDITERRANEI. Un percorso di eccellenza

Inaugurazione della nuova sede della Sezione Territoriale Empolese Valdelsa presso azienda Var Group, Empoli 4 ottobre 2013


Notizie per l’Industria Periodico di Confindustria Firenze Progetto grafico: DNA Associazione Culturale Notizie per l’Industria n° 8, Settembre 2013 Numero chiuso il 25 Ottobre 2013 Registrazione Tribunale di Firenze n. 3637 del 26.11.1987 Direttore Responsabile: Sandro Bonaceto in copertina: palazzo Gualfonda, particolare della corte interna.

relazioni industriali e affari sociali fax 0552707204 .232

Paola Fabbrini

segreteria

.260

Nadia Ristori

previdenza, affari sociali, dirigenti

.247

Paola Sini

previdenza (martedì/giovedì pomeriggio)

.343

Roberto Righi

previdenza, affari sociali e immigrazione

.277

Veronica Rovai

alimentari, terziario, trasporti, servizi, varie

.232

Paola Fabbrini

calce e gesso, cartotecnici, chimica, edili, editori, farmaceutica, grafici, laterizi, manufatti in cemento, plastica/gomma, ceramica

.271

Giorgio Pizzuti

metalmeccanici, legno, agenti e rappresentanti

.238

Raffaella Santoro

commercio, turismo, mense, vetro, agenti e rappresentanti, privacy

.219

Enrica Masi

autotrasporti, sanità, immigrazione, privacy

.323

Stefania Acciaioli

calzature, paglia, tessile abbigliamento, lavanderie, pelletterie, vetro

057174040

apprendistato e tirocini

Leopoldo Viviani

.277

Veronica Rovai

politiche di sviluppo, distretti industriali e reti d’impresa

.242

Agostino Apolito

RELAZIONI INDUSTRIALI AFFARI SOCIALI

segreteria

.256

Lidia Rosi

credito e finanza d’impresa, incentivi

.290

Santina Ferri

ECONOMIA E DIRITTO DI IMPRESA

internazionalizzazione, proprietà industriale, marchi e brevetti

.344

Angelo Arcuri

diritto d’impresa, normativa fiscale

.241

Enrico Dragoni

normativa doganale (mercoledì 9/18-giovedì 9/13)

.201

Fernando De Vita

normativa i.v.a. (martedì/giovedì pomeriggio)

.201

Vincenzo Padelletti

innovazione e sviluppo

.239

Francesca d’Amico

rapporti con enti di controllo e P.A., protocolli ambientali/energetici, prevenzione incendi, eventi accidentali e infortuni

.267

Pietro Bartolini

ambiente, ciclo acque, aria, rifiuti e bonifiche, rumore esterno, ecolabel, igiene degli alimenti, alimenti

.268

Luana Berbeglia

FOCUS

ambiente, acqua, aria, IPPC

.306

Sara Andrei

sicurezza e salute, prevenzione sui luoghi di lavoro, TARSU, TIA, MUD

.236

Giacomo Borselli

CENTRO STUDI

sicurezza e salute, documentazione normativa e statistica, medicina del lavoro, formazione di sicurezza

.285

Antonio Cammarano

qualità, sistemi di gestione, certificazione di processo e di prodotto, enti di certificazione e laboratori di prova

.206

Aurelia Leoni

energia, allacciamento utenze e qualità di rete, contratti, gruppi di acquisto, convenzioni

.286

Catia Tarquini

punto UNI/punto CEI consultazione, indirizzo applicativo, vendita norme UNI/CEI e altre norme internazionali

.206

Aurelia Leoni

CEF consorzio energia firenze assistenza e orientamento, gestione e relazioni interne ed esterne

.286

Catia Tarquini

service assistenza tecnica e fatturazione consorziati

.294

Francesco Baldini

LEGENDA COLORI AREE

AMBIENTE SICUREZZA ENERGIA QUALITÀ VITA ASSOCIATIVA

economia e diritto d’impresa fax 055281616

GRUPPO GIOVANI IMPRENDITORI MARKETING E RAPPORTI ASSOCIATIVI EDUCATION FORMAZIONE COSEFI

ambiente, sicurezza, energia, qualità e operations fax 0552707204

marketing e rapporti associativi fax 0552707338 sviluppo nuovi associati

Teodoro Pacetta Francesco Bellitta

convenzioni, business community e rapporti associativi

.224

Sara Balli

analisi e monitoraggio servizi, rapporti associativi

.272

Carmen Venturino

.211

Luca Bennati

.202

Sonia Porcù Edoardo Meoni

area fiorentina nord

.263-055890020

Massimo Manzini

empolese valdelsa

.224-057174040

Sara Balli

mugello valdisieve

.245

Simona Di Giacomo

chianti

.229

Simona Di Giacomo

valdarno

.224

Sara Balli

amministrazione associati, contributi

CONFINDUSTRIA FIRENZE via Valfonda, 9/11 50123 Firenze centralino 0552707.1 fax 055292043 e-mail diretta: nome.cognome@confindustriafirenze.it

.291 .341

rapporti associativi territoriali

fax 055283094

fax 055281616


comunicazione e stampa

S.A.I.F srl elaborazione paghe e contributi fax 0552707252 . 374

Furio Massi

ufficio stampa

.419

Simona Bandino

comunicazione digitale

.417

Bernardo Mannelli

Comunicazione associati

amministrazione del personale Confindustria Firenze

.282 .216

Mario Dabraio

.228 Massimo Bandini

.227

Arianna Farina

.417

Bernardo Mannelli

.213 Matteo Caiani

.240

Maria Migliori

.418

Francesca Zanobini

.243 Patrizia Carapelli

.295

Angela Poggiali

.225 Paolo Puglioli

.223

Alessio Poggiali

servizi generali

sezioni merceologiche

fax 0552707292

ricezione, centralino, spedizioni

coordinamento sezioni merceologiche

Patrizia Caporali

.264 Paola Andreini

.220

Rosanna Miniati

.200

Stefano Artoni

Francesca d’Amico

.200

Giuseppe Focardi

.200

Francesco Marchiani

.238

Raffaella Santoro

case di cura, farmaceutica, fornitori sanitari e ospedalieri, centri diagnostici

.290

Santina Ferri

chimica-plastica-gomma, ceramica-vetro

.285 Antonio Cammarano Angelo Arcuri

industria alberghiera, trasporti, editori-grafici

.208

Carla Benvenuti

ANCE firenze

.249

Francesca Viviani

energia

.286

Catia Tarquini

alimentare

.220

Tina Angelone

COSEFI - formazione, orientamento, ricerca, promozione servizi, fondimnpresa e fondirigenti formazione al mercato e voucher fax 0552707207 conto formazione fondimpresa e fondirigenti

territoriali area fiorentina nord

Riccardo Polidori

.200

Tina Angelone

metalmeccanica

abbigliamento-paglia e cappello, calzature, pelletteria, legno-arredo .344

.262

Massimo Manzini

empolese valdelsa

.263-055890020

Sara Balli

mugello valdisieve

formazione finanziata fax 0552707325

.207

Cinzia Paoli

.324

Maria Rosaria Cariello

.328

Benedetta Ceccherini

.311

Barbara Morandi

.319

Francesca Lorenzi

.224-057174040 .245

Simona Di Giacomo

.234

Viviana Bugatti

chianti

.229

Simona Di Giacomo

.339

Valentina Sandri

valdarno

.224

Sara Balli

.329

Marilena Fiore

fax 055281616

comitato piccola industria, gruppo giovani imprenditori

.239

Francesca d’Amico

confidi imprese toscane soc. coop

fax 055281615

direttore

.231

Silvia Puliti

crediti (istruttoria e gestione fidi, controgaranzie)

.280

Federica Filippeschi

.266

Letizia Bartali

.221

Rosalba Calandriello

.346

Andrea Ferravante

direzione fax 055292043 Sandro Bonaceto

direttore assistente presidenza segreteria organi

.269

Valeria Greco

assistenti direzione

.229

Simona Di Giacomo

.269

Silvia Benedetti

.289

Grazia Sanvitale

assistente presidenza risorse umane

.274

Stefania Rinaldo

ufficio acquisti e logistica

.330

Barbara Sacchi

sistemi informativi

.273

Piero Pieri

comitato multinazionali

.220

Tina Angelone

sistema camerale e altre associazioni imprenditoriali

.211

Luca Bennati

organizzazione, personale, amministrazione e finanza revisione interna

.310

Maria Paola Simi

.210

Monica Giovannetti

.321

Chiara Sodi

legale e contenzioso

.258

Maria Angelica Tiesi

marketing

.244

segreteria

ebit, turismo - ente bilaterale industria toscana

.345

Leonardo Bandinelli

segreteria ASSIFER - Associazione Industrie Ferroviarie Federazione ANIE - Confindustria

centro studi .255

Francesco Butini

.263

Massimo Manzini

gestione amministrativa e finanziaria fax 0552707292 .309

Silvia Perini

amministrazione enti di sistema e consorzi

.305

Marylene Renucci

amministrazione Confindustria Firenze

.226

Eleonora Bastiani

amministrazione Gualfonda, Co.Se.Fi

.334

Sara Bavecchi

amministrazione SAIF

.283

Rita Anichini

Segreteria Firenze Donatella Cipriani tel. 055.27.07.315 - fax assifer-firenze@anie.it

Linda Todaro

fax 0552382731

ANCE toscana . 314

Silvia Gori

fax 055281616 .237

vicedirezione

Paolo Bagnai Oscar Marchese

055280096

055.27.07.293


S. A. I. F. Servizi Confindustria Firenze

L’ALTERNATIVA MIGLIORE ALLA TUA AMMINISTRAZIONE E GESTIONE DEL PERSONALE SAIF, forte dell’esperienza accumulata in anni di attività a servizio delle imprese, arricchisce il consolidato servizio di Elaborazione Paghe e Contributi offrendo una gamma di prestazioni complete relative all’Amministrazione e Gestione del Personale. Oltre all’assistenza all’azienda negli adempimenti mensili (schede dipendenti, liquidazione cedolini paga, riepiloghi paghe e scarico cedolini, ecc.) e annuali (Modello CUD, Autoliquidazione premio INAIL, Accantonamento TFR, ecc.), SAIF mette a disposizione la sua esperienza nei nuovi Servizi Consulenziali a Ticket in materia di: Contrattualistica, permettendo all’impresa di essere sempre aderente alle più recenti prescrizioni legislative in tema di nuovi contratti di lavoro, assunzione di Apprendisti, Avviamento di Disabili, contratti di Soggiorno di Extracomunitari, Collaboratori a Progetto; Previdenziale / Assicurativa, supportando l’azienda nella gestione dei Fondi Previdenza Complementare e nei ricorsi amministrativi verso INPS e INAIL e fornendo consulenza pensionistico-contributiva, Analisi della vita assicurativa-previdenziale, supporto nella gestione dei Lavoratori domestici; Contabilità del personale, ad esempio tramite il calcolo dei Costi Industriali, l’effettuazione di proiezioni sui costi dei dipendenti e la fornitura di supporto all’azienda per la contabilità del personale. LLA TUA AMMINISTRAZIONE E GESTIONE DEL PERSONALE SAIF: LA GAMMA COMPLETA PER L’AMMINISTRAZIONE E LA GESTIONE DEL PERSONALE

ELABORAZIONE PAGHE Esempi:

Scheda dipendenti Cedolini paga Riepiloghi paga per centro di costo Modello CUD

CONSULENZA CONTABILE Esempi:

Calcolo Costi Industriali Proiezioni Costi dipendenti Consulenza per la Registrazione in contabilità

Per informazioni:

STESURA CONTRATTI INDIVIDUALI Esempi:

Avviamento Apprendisti, Disabili, Extracomunitari Contratti a Progetto

CONSULENZA PREVIDENZIALE ASSICURATIVA Esempi:

Gestione Fondi Previdenza Complementare Ricorsi amministrativi verso INPS e INAIL

Patrizia Caporali – tel. +39 055.2707282 – fax +39 055.2707252 – e-mail: patrizia.caporali@confindustriafirenze.it


RELAZIONI INDUSTRIALI AFFARI SOCIALI

LAVORO aggiornamento CCNL Laterizi e Manufatti cementizi, adempimento contrattuale (1) per l’assistenza sanitaria Premessa Il nuovo articolo 55bis (Assistenza sanitaria obbligatoria), riprendendo quanto già previsto dal CCNL 9.9.2010, prevede che venga istituita una Commissione Tecnica Paritetica che ha il compito di individuare il Fondo sanitario al quale i dipendenti delle aziende che applicano il CCNL, possano aderire. Quota e adempimenti da parte delle aziende Lo stesso articolo 55bis fissa la quota di contribuzione a carico dell’impresa a 6,00 euro mensili per ciascun dipendente che aderirà al Fondo che, come detto, sarà individuato alla conclusione dei lavori della Commissione a quella data. Dal momento che la Commissione non è stata, ad oggi, attualmente costituita, è previsto che le aziende provvederanno comunque ad accantonare in bilancio dall’ottobre 2013 l’importo di cui sopra per la totalità dei dipendenti, in attesa di comunicazioni dalle Parti stipulanti. Resta inteso che una volta individuato il Fondo di assistenza sanitaria integrativa l’adesione dei lavoratori sarà volontaria e, quindi, si dovranno versare unicamente gli importi relativi ai soli aderenti. Novità Infine, specifichiamo che gli accantonamenti in bilancio effettuati a partire dall’aprile 2012 e relativi ad una quota di 5,00 euro mensili sulla base del nuovo articolo 55bis previsto dall’intesa del 24.6.2013, non sono più esigibili e vanno stralciati dalla contabilità. Note (1) Rif. accordo interconfederale tra Confindustria, CGIL, CISL e UIL del 18 aprile 2012.

Contatto Giorgio Pizzuti tel. 055 2707271, giorgio.pizzuti@confindustriafirenze.it

aggiornamento CCNL Tessili vari e del cappello, informativa sul rinnovo del CCNL 2013 Premessa Venerdì 4 ottobre 2013, presso la sede della Federazione a si è tenuto il primo incontro con i rappresentanti delle organizzazioni sindacali di settore Femca Cisl, Filctem Cgil e Uiltec Uil per la trattativa di rinnovo dei CCNL, già scaduto il 31 marzo 2013. Richieste e contenuti In apertura dell’incontro il Presidente ed i membri della delegazione imprenditoriale hanno richiesto ai Sindacati un chiarimento in merito alla totale assenza di risposte alle comunicazioni ufficiali inviate dalla Federazione 5


Tessilivari negli ultimi mesi. Hanno poi avanzato la richiesta di procedere ad una contrattazione che renda il CCNL uno strumento più moderno e aggiornato nella forma e nei contenuti, non limitandosi alle tematiche prettamente contrattuali ma ponendo tra gli obiettivi quello di ottenere il riconoscimento delle specificità delle aziende che mantengono la produzione in Italia da parte degli interlocutori istituzionali. I rappresentanti delle Organizzazioni Sindacali hanno sottolineato come, nonostante il lungo periodo di tempo intercorso tra la presentazione della Piattaforma rivendicativa (presentata nell’autunno 2012) e l’avvio delle trattative, allo stato attuale non vi siano modifiche alle richieste che vengono avanzate da parte dei lavoratori. Non si è però analizzato nei dettagli alcun punto specifico del documento, preferendo esprimere il proposito di trovare punti di convergenza e una modalità comune di affrontare tutte le problematiche legate alla crisi internazionale ed all’assenza di una politica di sostegno alle imprese che ha caratterizzato i governi degli ultimi anni. I Sindacati hanno dimostrato una moderata disponibilità ad affrontare la discussione in merito alle necessità espresse dalle Imprese, richiedendo alla Federazione TessiliVari di formalizzare le proprie proposte per il rinnovo contrattuale.

Contatto Leopoldo Viviani tel. 0571 74040, leopoldo.viviani@confindustriafirenze.it

PREVIDENZA aggiornamento Inps, on line il modulo telematico per l’assunzione di giovani L’INPS comunica, con circolare n. 138 del 27 settembre 2013 che, a decorrere dal 1° ottobre 2013 è accessibile dal sito INPS (www.inps.it) il modulo telematico “76-2013” per inoltrare la domanda preliminare di ammissione al beneficio e chiedere la prenotazione provvisoria dell’incentivo. Approfondimenti e istruzioni Su www.confindustriafirenze.it/LAvoroe Previdenza/gestione rapporti di Lavoro, è scaricabile la circolare che fornisce anche le istruzioni operative per la compilazione dei moduli.

Contatto Paola Sini tel. 055 2707247, paola.sini@confindustriafirenze.it

6


RELAZIONI INDUSTRIALI AFFARI SOCIALI

IMMIGRAZIONE aggiornamento Sanatoria 2012, comunicazioni dallo Sportello Unico per l’Immigrazione di Firenze Il 1° agosto 2013 è stato rinnovato il contratto Trasporto Merci, Logistica e Spedizioni scaduto il 31 dicembre 2012.

Contenuto I datori di lavoro e i lavoratori riceveranno, al domicilio indicato nella domanda, la convocazione per presentarsi allo Sportello Unico per l’Immigrazione presso la Prefettura di Firenze (in Via A. Giacomini 8). La comunicazione sarà inviata ai datori di lavoro per raccomandata e ai lavoratori con lettera semplice, circa 20 giorni prima della data prevista per l’appuntamento. E’ quindi importante che sui campanelli delle abitazioni siano indicati correttamente i cognomi per poter consentire il corretto recapito delle lettere. Nota importante Lo Sportello Unico Immigrazione è impegnato nella trattazione delle richieste e nel ricevimento degli utenti e pertanto il call center non riesce a garantire la puntualità della risposta. Le informazioni sullo stato della pratica possono essere consultate online sul sito del Ministero. In evidenza Si ricorda che dalla data di entrata in vigore del decreto legislativo 16 luglio 2012, n. 109 (9 agosto 2012) e fino alla definizione del procedimento di regolarizzazione instaurato, sono sospesi i procedimenti penali e amministrativi sia nei confronti del datore di lavoro che nei confronti del lavoratore straniero. Se datore e lavoratore si presentano al SUI nel giorno indicato e viene accertato il possesso dei requisiti mediante l’esame della documentazione presentata, è possibile sottoscrivere il contratto di soggiorno e la richiesta di permesso di soggiorno. I reati e gli illeciti amministrativi saranno estinti. Se le parti non si presentano alla convocazione, la sospensione dei provvedimenti penali e amministrativi cessa e verranno applicate le sanzioni previste nei confronti dei datori di lavoro e dei lavoratori. Impossibilità di presentarsi alla convocazione Nel caso il datore di lavoro sia impossibilitato a sottoscrivere il contratto di soggiorno presso lo Sportello Unico per l’Immigrazione può essere sostituito da coniuge, figli, o altri parenti in linea retta o collaterale fino al 3° grado che dovranno compilare il “modulo impedimento” e presentarlo al momento della convocazione. Approfondimenti Sul sito dello Sportello Unico (www. immigrazione.regione.toscana.it )è possibile consultare la scheda dettagliata. “Convocazione per l’emersione del lavoro irregolare”. “Domande e Risposte” relative alle ultime disposizioni in materia di attesa occupazione. Contatto Stefania Acciaioli tel. 055 2707323, stefania.acciaioli@confindustriafirenze.it 7


CENTRO STUDI

Quaderni di appunti Economici N°1 “La Grande Impresa fiorentina e la crisi economica” Nasce un nuovo percorso di approfondimento economico: i “Quaderni”.

Il Centro Studi di Confindustria Firenze elaborerà periodicamente analisi e approfondimenti che riguarderanno gli aspetti della vita economica e sociale del nostro territorio. I Quaderni, partendo da dati statistici, tenteranno di fornire chiarimenti a fenomeni trascorsi e dare risposte ad alcune domande che ci poniamo sul futuro. Una serie di sintetiche pubblicazioni che potranno offrire spunti per nuove idee. Leggi la prima edizione on line su www.confindustriafirenze.it/area soci/Studi e ricerche o direttamente apri il link Quaderni. Contatto - Centro Studi Confindustria Firenze Francesco Butini tel. 0552707255, francesco.butini@confindustriafirenze.it Massimo Manzini tel. 0552707263, massimo.manzini@confindustriafirenze.it 9


INTERNALIZZAZIONE

Master executive sui paesi di Nord Africa e Medio Oriente

Contenuti Confindustria Firenze, in collaborazione con l’Ateneo Fiorentino, organizza un master executive, che si propone di fornire alle aziende gli strumenti necessari per cogliere le straordinarie opportunità di business offerte dai Paesi del Nord Africa e del Medio Oriente. Termini e scadenze Il master inizierà il 27 novembre 2013 e si concluderà il 19 marzo 2014, per una durata complessiva di 80 ore. Il corpo docente sarà costituito da esperti del sistema Confindustria, esponenti del mondo universitario e professionisti con una consolidata esperienza nei mercati dell’area mediterranea. Per partecipare al master, è necessario compilare ed inviare la scheda d’iscrizione (scaricabile da www. confindustriafirenze.it/Internazionalizzazione) entro il 20 novembre 2013 al seguente indirizzo e-mail : cinzia.paoli@ confindustriafirenze.it In dettaglio Su www.confindustriafirenzer.it/Internazionalizzazione, la presentazione del master. Contatto Angelo Arcuri tel. 055 2707344, angelo.arcuri@confindustriafirenze.it

INNOVAZIONE

Confindustria Firenze per le Start-up Nasce il Comitato Start-up di Confindustria Firenze, al fine sostenere concretamente la crescita delle start-up ad alto contenuto tecnologico Contenuto All’interno di Confindustria Firenze si creerà un ambiente ideale di orientamento e consulenza: obiettivo primario del Gruppo è di favorire i neo imprenditori nelle complesse attività di gestione e organizzazione dell’impresa aprendo gli uffici alle richieste degli startupper e creando una rete di collaborazione con tutti gli operatori sul territorio (incubatori, acceleratori, business angels, banche). Termini e adesioni L’adesione è gratuita per due anni: basterà formalizzarla semplicemente con la sottoscrizione di una manifestazione d’interesse. L’azienda potrà contare sul tutoraggio di un funzionario di riferimento che raccoglierà le sue istanze e lo aiuterà a risolvere i suoi problemi e far fronte alle sue necessità.

10


ECONOMIA E DIRITTO D’IMPRESA

Approfondimenti Su www.confindustriafirenze.it/Innovazione d’Impresa: il progetto in dettaglio e la scheda per la manifestazione di interesse. Contatto Francesca d’Amico tel. 055 2707239, francesca.damico@confindustriafirenze.it

FINANZA aggiornamento Debiti PA, ricognizione e aggiornamento dati MEF

Contenuto Il 24 settembre 2013 il MEF ha rilasciato dati aggiornati sullo stato di attuazione del DL 35/2013. Da quanto pubblicato sul sito del MEF emerge che sono stati pagati debiti nei confronti dei creditori per 11,3 miliardi. Si registra dunque un incremento dell’ammontare dei pagamenti di 4,1 miliardi rispetto al dato comunicato il 4 settembre 2013. Si tratta del 57% dei 20 miliardi stanziati dal DL 35 per l’anno 2013. Si ricorda, tuttavia, che con il DL 102/2013 (DL IMU) tali risorse sono state incrementate di 7,2 miliardi. Inoltre Il Governo ha anticipato, nell’ambito della Nota di aggiornamento, l’intenzione di elevare a 50 miliardi le risorse complessivamente stanziate per il pagamento dei debiti della PA. Considerazioni Con riferimento all’ammontare dei debiti pagati, il comunicato stampa diramato dal MEF, mette comunque in evidenza come lo stesso dato potrebbe essere inferiore all’ammontare dei pagamenti realmente effettuati. Non sono infatti disponibili informazioni sull’impiego degli spazi finanziari delle Regioni mentre l’impiego degli spazi finanziari dei Comuni è parziale e ricostruito grazie a un’indagine campionaria dell’ANCI. Si registra comunque un progresso significativo nel pagamento dei debiti sanitari delle Regioni. In relazione a questi ultimi, i dati comunicati il 4 settembre non rilevavano alcun pagamento. Al 24 settembre risultano invece pagamenti per 3,9 miliardi. Approfondimenti Si rinvia, per approfondimenti, alle tabelle disponibili sulla sezione del sito del MEF http://www.mef.gov.it/primo-piano/ article_0118.html, con l’occasione segnaliamo che permane il ritardo con cui alcune Regioni (Calabria, Campania e Sicilia per quanto riguarda i debiti non sanitari e Sicilia e Sardegna per quanto attiene quelli sanitari) stanno provvedendo alla definizione del contratto con il MEF per l’ottenimento dell’anticipazione finanziaria necessaria per estinguere i loro debiti verso le imprese. Nei restanti casi le Regioni che hanno chiesto e ottenuto anticipazioni di liquidità hanno effettuato i pagamenti previsti (in diversi casi i pagamenti risultano integralmente effettuati). Vi preghiamo di farci pervenire segnalazioni di situazioni anomale rispetto a quanto rappresentato dal Ministero, quindi se siete incorsi in una PA che a tutt’oggi non ha effettuato pagamenti forniteci indicazioni per poter fare approfondimenti. Contatto Santina Ferri tel. 055 2707290, santina.ferri@confindustriafirenze.it 11


PUBBLICITA’ INTERA Attiva la convenzione tra il Comune di Firenze e Centro Factoring SpA per il sostegno all’accesso al credito dei propri fornitori attraverso la cessione pro soluto dei crediti a favore di banche od intermediari finanziari autorizzati. Nel mese di giugno 2012 il Comune di Firenze e Centro Factoring SpA hanno firmato una convenzione diretta a disciplinare le condizioni economiche da applicare ai fornitori del Comune stesso, che effettueranno la cessione pro soluto dei crediti “certificati” vantati nei confronti del Comune e connessi a spese di investimento. La relativa delibera di giunta risale all’Ottobre 2010; nel settembre 2011 la Giunta Regionale della Toscana ha approvato lo schema di protocollo d’intesa tra Regione Toscana, associazioni degli EE.LL. toscani, Unioncamere Toscana e sistema bancario; l’accordo è stato poi sottoscritto nell’ottobre 2011; lo schema di convenzione-tipo è stato approvato nel giugno 2012. La convenzione consente alle imprese di ottenere un immediato smobilizzo dei crediti per far fronte ai propri impegni finanziari a condizioni particolarmente vantaggiose. Con essa Centro Factoring si rende disponibile a sottoscrivere con le imprese fornitrici di opere o servizi rientranti nelle “Spese di investimento”, contratti di cessione pro soluto per un importo minimo annuo per fornitore pari a 500.000 €. I crediti devono essere “certificati”, ovvero il Comune, su richiesta del creditore, in base alla normativa vigente, deve certificare che il credito è “certo, liquido ed esigibile”. La cessione deve essere formalizzata mediante Atto Pubblico al Comune che dovrà inviare a Centro Factoring un’accettazione esplicita. La convenzione ha una durata di un anno, salvo ulteriori proroghe.

Maggiori informazioni sul sito del comune di Firenze http://www.comune.fi.it/opencms/export/sites/retecivica/comune_firenze/credito_fornitori.htm

Centro Factoring SpA Sede e Direzione Generale Via Leonardo da Vinci, 22 – Firenze Tel. 055 46801 12


AMBIENTE SICUREZZA ENERGIA QUALITÀ

AMBIENTE aggiornamento Sistri, precisazioni da parte del ministero su alcuni dubbi interpretativi Pubblicata la circolare esplicativa del Ministero dell’ambiente che definisce e chiarisce alcune delle modalità di avvio del sistema ed i destinatari soggetti al SISTRI.

Premessa Dopo le varie false partenze, dal 1 di ottobre il SISTRI parte ufficialmente obbligando molte imprese ad attivarsi con le chiavette USB e la gestione elettronica dei rifiuti nonché a gestire i trasporti con la nuova scheda SISTRI. I contenuti della circolare ministeriale ricalcano quanto segnalato in precedenti circolari interpretative da noi proposte e sono state condivise con gli indirizzi del Comitato Tecnico di Confindustria. Tuttavia nella pubblicazione emergono anche alcune divergenze su importanti punti che stanno penalizzando chi da subito è stato chiamato ad adottare il sistema. Del resto se la partenza parziale vede esclusi per ora fino al 3 marzo i produttori, dai contatti si evidenzia un limitato numero di criticità di non poca importanza, poiché nel frattempo le imprese, specialmente quelle che operano nel settore del recupero, del trasporto, della gestione interna e del trattamento hanno diverse difficoltà da rimuovere sia di tipo operativo che di tipo interpretativo. Le novità operative La nota pubblicata sul sito del SISTRI dal dicastero dell’Ambiente evidenzia molte novità. Riportiamo di seguito una breve sintesi: • i produttori iniziali di rifiuti pericolosi che trasportano i propri rifiuti dovranno applicare il Sistri dal 3 marzo (e non dal primo ottobre), a prescindere dai limiti quantitativi (30kg/giorno). • I nuovi produttori di rifiuti, sono i soggetti che sottopongono i rifiuti pericolosi ad attività di trattamento ed ottengono nuovi rifiuti diversi da quelli trattati, per natura o composizione; tali soggetti sono tenuti ad iscriversi sia nella categoria gestori che in quella dei produttori ed a versare il contributo per ciascuna categoria di appartenenza.

• Fino al 3 marzo 2014, i produttori iniziali di rifiuti speciali pericolosi che non aderiscono su base volontaria al

SISTRI, adempiono ai propri obblighi con le modalità appresso precisate: 1) i produttori iniziali comunicano i propri dati, necessari per la compilazione della “Scheda SISTRI - AREA MOVIMENTAZIONE”, al delegato dell’impresa di trasporto che compila anche la sezione del produttore del rifiuto, inserendo le informazioni ricevute dal produttore stesso; una copia della “Scheda SISTRI - AREA MOVIMENTAZIONE”, firmata dal produttore del rifiuto, viene consegnata al conducente del mezzo di trasporto. Una copia della “Scheda SISTRI - AREA MOVIMENTAZIONE” rimane presso il produttore del rifiuto, che è tenuto a conservarla per cinque anni; 2) il gestore dell’impianto di recupero o smaltimento dei rifiuti in tali ipotesi è tenuto a stampare e trasmettere al produttore dei rifiuti stessi la copia della Scheda SISTRI - AREA MOVIMENTAZIONE completa, al fine di attestare l’assolvimento dell’obbligo; 3) in caso di temporanea indisponibilità del sistema da parte del Trasportatore, la compilazione della scheda di movimentazione (area trasportatore ed area produttore) è a cura del gestore.

13


• I trasporti di rifiuti effettuati da soggetti non iscritti al SISTRI o per i quali il SISTRI non sia ancora operativo

devono essere accompagnati dal formulario di trasporto secondo quanto prescritto dall’articolo 193 del decreto legislativo 3 aprile 2006, n.152.

• Nei casi di conferimento di rifiuti da parte del trasportatore di propri rifiuti speciali, non iscritto al SISTRI o

per i quali il SISTRI non sia ancora operativo, per i quali sia previsto l’utilizzo del formulario di trasporto, il soggetto che riceve il rifiuto provvede a riportare il codice del formulario nel campo “Annotazioni” della propria registrazione cronologica. Per una lettura puntuale si rimanda al testo della nota(su www.confindustriafirenze/ambiente), che però va evidenziato che nonostante sia pubblicata sul sito SISTRI, non riporta né in intestazione né firma del Dicastero dell’Ambiente. Le imprese, considerato il riavvio sperimentale esteso fino al 31 dicembre 2013, sono inviate a segnalare puntuali disservizi e problematiche riscontrate.

Contatti Pietro Bartolini tel. 0552707267, pietro.bartolini@confindustriafirenze.it Luana Berbeglia tel. 0552707268, luana.berbeglia@confindustriafirenze.it

aggiornamento Riduzione del contributo ambientale CONAI per gli imballaggi in carta e cartone Il Consiglio di Amministrazione di CONAI (Consorzio Nazionale Imballaggi) con la Delibera del 10 settembre 2013 ha deciso di ridurre ulteriormente il contributo ambientale per gli imballaggi in carta e cartone

Il CONAI ha deciso di ridurre ulteriormente il contributo ambientale per gli imballaggi in carta e cartone che passerà dal 1° ottobre 2013, da 6 euro a 4 euro a tonnellata. L’aliquota da applicare sul valore complessivo delle importazioni (in euro) passerà da 0,04% a 0,03% per i prodotti non alimentari imballati. Resteranno invece invariati il contributo mediante il calcolo forfetario sul peso dei soli imballaggi delle merci importate (peso complessivo senza distinzione per materiali) pari a 31 euro/tonnellata e l’aliquota da applicare sul valore complessivo delle importazioni (in euro) pari a 0,07% per i prodotti alimentari imballati. Iniziative di Confindustria Firenze Il comunicato si inserisce nelle attività divulgative/informative del Progetto Green Economy.

Contatti Giacomo Borselli tel. 055 2707236, giacomo.borselli@confindustriafirenze.it Luana Berbeglia tel. 055 270268, luana.berbeglia@confindustriafirenze.it

14


AMBIENTE SICUREZZA ENERGIA QUALITÀ

aggiornamento Variazione del contributo ambientale CONAI per gli imballaggi in plastica Il Consiglio di Amministrazione di CONAI (Consorzio Nazionale Imballaggi) ha deciso di aumentare il contributo ambientale per gli imballaggi in plastica a partire dal 1 gennaio 2014.

Il CONAI ha deciso di aumentare il contributo ambientale per gli imballaggi in plastica dagli attuali 110 euro/ton a 140 euro/ton a decorrere dal 1 gennaio 2014. L’aumento avrà effetto anche sulle procedure forfetarie/semplificate, con la stessa decorrenza, in particolare: • il contributo mediante calcolo forfetario sul peso dei soli imballaggi delle merci importate (peso complessivo senza distinzione di materiale) passerà dagli attuali 31,00 a 37,00 euro/ton; • le aliquote da applicare sul valore complessivo delle importazioni (in euro) passeranno da 0,07% a 0,08% per i prodotti alimentari imballati, e da 0,03% a 0,04% per i prodotti non alimentari imballati. L’aumento è la conseguenza della: diminuzione dei ricavi da contributo ambientale che si lega al calo delle quantità di imballaggi in plastica immessi al consumo, lo sviluppo della raccolta differenziata anche nel sud del Paese con il conseguente aumento dei rifiuti di imballaggio ritirati e selezionati, il peggioramento del mix qualitativo. Questo andamento sta negativamente influendo sui risultati economici del Consorzio COREPLA, che alle attuali condizioni economiche registrerà, pertanto, nel 2013 e negli anni a venire rilevanti disavanzi. Iniziative di Confindustria Firenze Il comunicato si inserisce nelle attività divulgative/informative del Progetto Green Economy.Co Contatti Giacomo Borselli tel. 055 2707236, giacomo.borselli@confindustriafirenze.it Luana Berbeglia tel. 055 270268, luana.berbeglia@confindustriafirenze.it

aggiornamento Modalità di presentazione della modulistica al CONAI, dal 1 gennaio 2014 solo “on line” Il Consiglio di Amministrazione di CONAI (Consorzio Nazionale Imballaggi) ha ritenuto di rendere obbligatoria la presentazione della modulistica (rendicontazioni periodiche da parte dei consorziati) solo attraverso la modalità “on line”, a partire dal 1 gennaio 2014. Come è noto la presentazione delle dichiarazioni periodiche del contributo ambientale al CONAI, può avvenire per posta, per fax e “on line”. Lo strumento “on line” risulta oggi il più utilizzato dalle aziende in quanto presenta molti vantaggi in termini economici e di tempo. Con questa premessa CONAI ha ritenuto rendere obbligatoria tale modalità a partire dal 1 gennaio 2014, con le consuete tempistiche:

• per le dichiarazioni del contributo ambientale (moduli 6.1, 6.2, 6.3, 6.10, 6.14 e 6.17) di competenza 15


dell’anno 2014: mensili (dal 20 febbraio 2014), trimestrali (dal 20 aprile 2014), annuali (dal 20 gennaio 2015);

• per le richieste di rimborso (procedura ordinaria ex-post con modulo 6.6) o di esenzione (procedura

semplificata ex-ante con modulo 6.5) che perverranno nell’anno 2014, a consuntivo dell’anno 2013.

Iniziative di Confindustria Firenze Il comunicato si inserisce nelle attività divulgative/informative del Progetto Green Economy.

Contatti Giacomo Borselli tel. 055 2707236, giacomo.borselli@confindustriafirenze.it Luana Berbeglia tel. 055 270268, luana.berbeglia@confindustriafirenze.it

SICUREZZA aggiornamento Biocidi ovvero pesticidi e non solo, nuovo Regolamento UE Settori interessati Il tema é di interesse per i seguenti settori:chimico farmaceutico,tessile (tendaggi, lenzuola, arredo, materassi, imbottiti), legno (mobili in legno puro e mobili imbottiti, ecc,turismo/ospitalità, settore ospedaliero, lavanderie industriali, vernici (vernici antimuffa, agricolo, agroalimentare, igiene della casa, cura della persona. Premessa Il tema dei biocidi non è nuovo, la vecchia Direttiva 98/8/CE sui biocidi, recepita dal DPR 392/98 sui pmc disinfettanti, insetticidi e ratticidi per uso domestico e civile, ne è un esempio. Questo modo di procedere per Direttiva ed a cascata il recepimento con la norma nazionale rallentava il libero e corretto scambio delle merci e non garantiva l’utilizzatore finale per la mancata simultanea applicazione della norma a livello europeo. Pertanto si è deciso di sostituire la Direttiva con un Regolamento. Novità Riguardo al nuovo Regolamento UE/528/2012, che è entrato in vigore dal 1° settembre 2013, relativo ai biocidi e dell’eventuale etichettatura da apporre sui prodotti che sono composti od hanno trattamenti a base di queste sostanze, giova ricordare che il riferimento normativo era quindi esistente nelle norme italiane, ed oggi si riallinea a livello europeo ed anche è ricollegato all’insieme delle normative che ricadono nel grande tema REACH. Tutto ciò è regolato dalla UE, a cascata da norme nazionali e, a livello di struttura tecnica di supporto ai lavori della Commissione, dall’ECHA. Miscele di biocidi sono soggetti a CLP, con potenziale verifica della classificazione. La classificazione delle sostanze biocide sono state fino ad oggi registrate dal Ministero della Salute. Approfondimento Preme sottolineare che il temine biocida è un temine da addetti ai lavori, anche se la legislazione europea e

16


AMBIENTE SICUREZZA ENERGIA QUALITÀ

italiana non riconosce il termine pesticida in quanto generico e diretto a tutti quegli organismi ed agenti patogeni dannosi, ma trova la sua specificazione nell’indicazione dei prodotti specifici: • insetticidi, anticrittogamici, nematocidi, acaricidi, afidicidi e altro. Al contrario la Direttiva definisce precisamente il significato di biocida, di prodotto fitosanitario e di prodotto antiparassitario. Il termine utilizzato in agronomia è agro farmaco o fitofarmaco. • Biocidi, a basso rischio, eventualmente in dosi blande, possono però essere utilizzati per trattamenti preventivi e presenti in dosi blande anche per prodotti che vengono a contato con persone ed animali. In questo caso si parla di materiali trattati. ll regolamento sui biocidi si applica: • ai biocidi, agli articoli e materiali trattati con biocidi e ai principi attivi. Per una lista dei prodotti interessati si rimanda all’allegato V del Regolamento. CONDIZIONI PER L’AUTORIZZAZIONE DEI BIOCIDI Per l’autorizzazione dei biocidi è necessario soddisfare le seguenti condizioni: • i principi attivi sono approvati per il tipo di prodotto pertinente; • il biocida, se usato come previsto dall’autorizzazione, è sufficientemente efficace, non ha effetti inaccettabili sugli organismi bersaglio, sulla salute dell’uomo o degli animali o sull’ambiente; • le proprietà fisiche e chimiche del biocida sono state giudicate accettabili per garantire un uso e un trasporto adeguati del prodotto; • se del caso, sono stati stabiliti limiti massimi di residui per alimenti e mangimi riguardo ai principi attivi contenuti in un biocida; • in caso di impiego di nanomateriali in detto prodotto il rischio per la salute umana, la salute animale e l’ambiente è stato valutato in modo distinto. Contatto Pietro Bartolini tel. 055 2707267, pietro.bartolini@confindustriafirenze.it

in sintesi Incontro con la ASL 10 sull’esposizione a polveri di legno La ASL 10 di Firenze ha presentato le conclusioni dell’indagine 2011 - 2013 sull’esposizione a polveri di legno effettuata nelle aziende operanti nella Provincia di Firenze.

Premessa L’esposizione alle polveri di legno dei lavoratori costituisce un rischio che i datori di lavoro devono valutare con attenzione, per evitare l’insorgere di gravi patologie quali, tra le altre, quelle tumorali al naso. Come noto la polvere di legno dura è stata classificata come cancerogena dallo IARC fin dal 1995. In Provincia di Firenze operano nel 17


settore della lavorazione del legno numerose aziende, alcune, anche, che operano in settori merceologici diversi, prevalentemente di piccole e medie dimensioni che, dopo un’opportuna analisi, sono state visitate da ispettori della ASL 10 a scopo preventivo e di controllo dell’esposizione a polveri di legno dei lavoratori occupati in determinate lavorazioni. I risultati emersi nel corso dei sopralluoghi sono stati illustrati il 30 settembre 2013 in una riunione presso il Dipartimento della Prevenzione a cui hanno partecipato rappresentanti della ASL e di alcune categorie imprenditoriali. Contenuto degli interventi ASL 10 – ha presentato il lavoro di indagine svolto presso circa 460 aziende operanti in Provincia di Firenze. L’indagine si è svolta in tre anni. Il primo anno sono state inviate delle check – list alle aziende selezionate. L’anno successivo sono iniziati gli interventi ispettivi il cui scopo è stato quello di costruire un algoritmo per l’assegnazione di un punteggio ad ogni singola azienda. Il punteggio ottenuto dalle aziende, a dimostrazione della buona qualità generale, è stato sempre sufficiente. Quindi si è arrivati alla sintesi del lavoro svolto che ha evidenziato che qualche problema emerge a livello di imprese artigiane e non nelle aziende più strutturate. Le maggiori deficienze riguardano la manutenzione di impianti e macchinari e la percezione, da parte dei lavoratori, del rischio di esposizione a polveri di legno, nel senso che spesso è emersa la convinzione di essere in sicurezza e di avere rispettato le normative di riferimento mentre in realtà ciò non si è verificato. In qualche caso le aziende hanno chiuso tra il 1° e il 2° anno di durata dell’indagine, ma tutte le aziende visitate hanno un impianto di aspirazione anche se, in qualche caso, è gestito in maniera insufficiente. Sono stati inoltre effettuati dei campionamenti individuali su circa 300 persone. Qualche patologia è stata riscontrata e quindi è stato predisposto un protocollo sanitario specifico per l’esposto che è stato messo a disposizione dei medici competenti delle aziende interessate. CNA – ha richiesto l’invio delle slides di presentazione dell’indagine nel convegno. Nelle piccole e piccolissime realtà, dove vi è una scarsa percezione e valutazione del rischio di esposizione a polveri di legno, è stato evidenziato come nel settore dell’industria del legno vi sia una mentalità attenta alle tradizioni, ma anche soggetta ad invecchiamento per l’inesistenza di un ricambio generazionale. Confindustria Firenze – ha chiesto di fare il punto con la ASL in un confronto in Associazione, al fine di predisporre un intervento integrativo degli altri previsti al convegno. Per il convegno sarà reperita una testimonianza aziendale. Scenari futuri La ASL 10 indica la data del 28 ottobre 2013 mattina (in via Righi a Sesto Fiorentino) per lo svolgimento del convegno e consegna ai partecipanti una bozza del programma degli interventi previsti. In merito chiede alle parti datoriali presenti di indicare con sollecitudine i nominativi dei propri rappresentanti che interverranno prima di pubblicizzare l’iniziativa e ipotizza due interventi a testa (uno per ogni Associazione Datoriale e la testimonianza aziendale). Iniziative di Confindustria Firenze Il comunicato si inserisce nelle attività informative/divulgative del Progetto Assicura Sicurezza Insieme. Contatto Antonio Cammarano tel.055 2707285, antonio.cammarano@confindustriafirenze.it

opportunità Rilevamento dei fabbisogni formativi e addestrativi dei lavoratori in tema di salute e sicurezza Premessa L’art. 37 del D.Lgs. 81/2008, i successivi accordi Stato Regioni e le altre disposizioni specifiche per le diverse figure professionali prevedono la formazione e, in alcuni casi, anche l’addestramento, in materia di salute e sicurezza, 18


AMBIENTE SICUREZZA ENERGIA QUALITÀ

dei lavoratori. Il D.Lgs. 81/2008 e s.m.i. prevede che l’inadempienza alle vigenti disposizioni in tema di formazione e addestramento dei lavoratori su salute e sicurezza, a carico dei datori di lavoro e dei dirigenti, è sanzionata penalmente. Confindustria Firenze ha attivato, per le aziende che lo richiedono, un rilevamento di tali fabbisogni formativi. L’opportunità di Confindustria Firenze Per venire incontro alle esigenze manifestate dalle aziende associate Confindustria Firenze, tramite SAIF S.r.l., propone un servizio sul campo che, a seguito di un audit, offre assistenza per individuare le modalità di adempimento, concordando con le figure di responsabilità le migliori soluzioni per le imprese. Le possibili conseguenze della mancata formazione La mancata conformità al dettato legislativo degli adempimenti formativi è sanzionata penalmente a carico del datore di lavoro e/o dei dirigenti. Pertanto è necessaria l’identificazione dei corsi necessari al mantenimento delle condizioni di conformità legislativa. Scenari futuri Le aziende interessate possono contattare gli uffici dell’Area Ambiente, Sicurezza, Energia, Qualità & Operations (Pietro Bartolini 0552707267 e-mail pietro.bartolini@confindustriafirenze .it Antonio Cammarano 0552707285 e-mail antonio.cammarano@confindustriafirenze.it) per eventuali chiarimenti. Contatti Pietro Bartolini tel.055 2707267, pietro.bartolini@confindustriafirenze.it Antonio Cammarano tel.055 2707285, antonio.cammarano@confindustriafirenze.it

Ospitalità Palazzo Gualfonda …il sito perfetto per i tuoi eventi…

Nella prestigiosa cornice di Palazzo Gualfonda, storica sede di Confindustria Firenze nel

centro cittadino, in posizione strategica tra la Stazione di Santa Maria Novella ed il Palazzo dei Congressi, un’importante occasione per le Aziende Associate per ospitare riunioni, meeting, workshop, conferenze stampa, incontri con gruppi di clienti

Per info su modalità e prezzi Marketing & Rapporti Associativi 055/2707 224 sara.balli@confindustriafirenze.it

19


in sintesi Reach, convegno di approfondimento sul regolamento L’unità UTTAMB – ESP dell’Enea ha organizzato un convegno in videoconferenza sul tema dei rapporti spesso difficili tra registrante ed utilizzatore a valle nell’ambito del Regolamento Reach. Organizzatore Tipo evento Argomento Data e ora

ENEA - Unità UTTAMB Convegno in videoconferenza REACH - I rapporti tra registrante e utilizzatore a valle 17 Settembre 2013

Premessa Il 17 settembre 2013 l’unità UTTAMB – ESP dell’Enea ha organizzato in videoconferenza un convegno per analizzare, grazie al contributo di rappresentanti dell’Agenzia Europea delle Sostanze Chimiche (ECHA) e dell’Enea stessa, le maggiori problematiche relative ai rapporti tra registrante ed utilizzatore a valle nell’ambito del Regolamento Reach. In sintesi sono stati evidenziati: • I casi in cui l’utilizzatore a valle non trova l’uso della sostanza chimica pericolosa tra quelli dichiarati dal registrante; • La necessità di migliorare le informazioni lungo la catena di approvvigionamento; • Gli esempi concreti di arnesi e attrezzature, utili alla definizione e realizzazione dello scaling, come supporti concreti per gli utilizzatori a valle; • Le criticità e le potenzialità delle schede di sicurezza. Sintesi del contenuto degli interventi Il convegno si è aperto con una relazione dell’Agenzia Europea per le Sostanze Chimiche (ECHA) che ha illustrato i contenuti della “Nuova linea guida ECHA per gli utilizzatori a valle”. In particolare sono stati trattati: La definizione ed il contenuto degli scenari di esposizione della sostanza chimica/preparato pericolosa/o; La metodologia della comunicazione e dell’informazione, da parte del fabbricante/importatore lungo la catena di approvvigionamento, per quanto riguarda l’uso della sostanza chimica pericolosa (CSA) attraverso la corretta interpretazione delle schede di sicurezza (SDS) da parte dell’utilizzatore a valle; Le principali novità contenute nelle schede di sicurezza per le sostanze registrate; Le responsabilità degli utilizzatori a valle, intesi anche come formulatori, per quanto riguarda la verifica degli usi e delle condizioni d’uso della sostanza chimica e/o preparato utilizzata/o; La definizione ed i limiti di applicazione dello Scaling (1); L’attività dell’Agenzia Europea per le Sostanze Chimiche nei confronti degli utilizzatori a valle. La seconda relazione, sempre da parte dell’ENEA, ha illustrato un’applicazione pratica dello Scaling. L’obbiettivo consiste nella realizzazione di un metodo generalizzato di costruzione di vari strumenti di Scaling in grado di coprire tutti gli scenari di esposizione possibili. In pratica partendo dalla scelta di un modello di valutazione esistente, da cui estrarre l’identificazione e la caratterizzazione delle variabili dipendenti e indipendenti, si costruisce lo strumento di Scaling che viene ,poi, validato rispetto al modello di riferimento. La terza relazione, sempre da parte dell’ENEA ha riguardato i rapporti intercorrenti tra registrante e utilizzatore finale di una sostanza pericolosa e/o di un preparato, con particolare riferimento ai problemi rilevati in tema di informazioni su: Usi e condizioni di uso della sostanza chimica pericolosa/preparato a valle; Formulatori di miscele; gli utilizzatori industriali; gli utenti professionali l’ECHA. E‘emerso un problema di fondo e cioè che la Comunità Europea ha invitato l’ECHA e l’industria a risolvere i problemi rilevati per le schede di sicurezza estese, che rappresentano uno strumento centrale nella gestione del rischio. In merito la road map è risultato lo strumento individuato da ECHA e industria per rispondere all’invito della Commissione Europea. La road map prevede cinque aree di intervento, secondo un piano di azione che dovrà concludersi nel 2018. L’ultimo intervento, una testimonianza aziendale, ha illustrato le criticità delle schede di sicurezza rilevate dagli ispettori durante il sopralluogo in azienda. E’ stato puntualizzato che 20


AMBIENTE SICUREZZA ENERGIA QUALITÀ

l’attività ispettiva, in particolare nella gestione delle schede di sicurezza, è regolamentata dall’Accordo Stato Regioni e Province Autonome del 29/10/2009, che detta le linee di indirizzo per controllare l’attuazione del Regolamento Reach. In base a tale Accordo gli Ispettori, in sintesi, verificano: La completezza dei dati riportati sulle schede di sicurezza; Che l’allegato alla scheda di sicurezza contenga la sintesi degli scenari di esposizione; La corrispondenza delle informazioni contenute sia nella scheda di sicurezza sia nelle etichette applicate sulle confezioni di sostanze e miscele. E’ stato evidenziato come un classico esempio di errore è relativo, spesso, all’inadeguata identificazione dei pericoli di una sostanza chimica pericolosa/preparato. Altro errore tipico rilevato dagli ispettori è relativo al controllo dell’esposizione alla sostanza chimica pericolosa/preparato con dispositivi di protezione individuale inadeguati. Infine sono stati esaminate alcune criticità degli scenari di esposizione. Note (1) Scaling: metodo matematico che dimostra quando un utilizzatore a valle opera nelle condizioni d’uso della sostanza chimica pericolosa/ preparato descritte nello scenario di esposizione del suo fornitore.

Contatto Antonio Cammarano tel.055 2707285, antonio.cammarano@confindustriafirenze.it

ENERGIA

aggiornamento Decreto agevolazioni degli oneri di sistema,: l’Autorità pubblica le modalità di iscrizione al registro per le imprese energivore Confindustria propone alla Cassa Conguaglio per il Sistema Elettrico di dare maggiori chiarimenti alle imprese tramite un’area FAQ nel portale web. Premessa Ritorniamo al tema tanto atteso concernente la riduzione degli oneri generali di sistema della tariffa elettrica per le aziende energivore prevista dall’Art. 39 del decreto sviluppo. Finalmente lo scorso venerdì 4 ottobre l’Autorità per l’Energia Elettrica ed il Gas ha pubblicato la delibera 437/2013/R/eel che definisce le modalità operative per la costituzione e l’aggiornamento dell’elenco delle imprese energivore, nonché per la prima applicazione della raccolta delle dichiarazioni annuali previste dall’art. 6, comma 3, del decreto interministeriale 5 aprile 2013. Al fine di condividere in anteprima le modalità attuative e operative che la Cassa Conguaglio per il Sistema Elettrico (CCSE) sta articolando per la creazione e gestione del suddetto registro, Confindustria ha effettuato un incontro in cui CCSE ha presentato e condiviso gli aspetti principali. Vantaggi Per poter accedere alle agevolazioni previste per le imprese energivore il decreto del 5 Aprile 2013 definisce come aziende a forte consumo energetico quelle che soddisfano i seguenti requisiti: • abbiano utilizzato nell’anno solare 2012, per lo svolgimento della propria attività, almeno 2,4 GWh di energia elettrica oppure almeno 2,4 GWh di energia diversa dall’elettrica; • il rapporto tra il costo effettivo del quantitativo complessivo dell’energia (Elettrica + Gas) utilizzata nell’anno solare 2012 per lo svolgimento della propria attività ed il fatturato dell’anno 2012, sia uguale o superiore al 3%. Tuttavia la Delibera 437/2013/R/eel prevede che, ai sensi dell’art. 3 del decreto del 5 Aprile 2013, ai fini della rideterminazione degli oneri generali di sistema per la fornitura di energia elettrica, possono accedere a tale rideterminazione solo le

21


imprese con utilizzo annuo di energia elettrica pari almeno a 2,4 GWh e, contemporaneamente, un’incidenza del costo dell’energia elettrica utilizzata, rispetto al fatturato, non inferiore al 2%. Precisazioni e chiarimenti Nell’incontro tra Confindustria e la CCSE è emersa l’esigenza di stilare una raccolta dei possibili quesiti di chiarimento che verranno posti dalle Aziende/Associazioni e creare sul sito della CCSE, nell’apposita area dedicata al registro, una parte dedicata alle FAQ, in modo da poter mettere a fattor comune le problematiche cui si potrebbe andare incontro in fase di compilazione e le relative soluzioni. Il calendario previsto dalla CCSE per l’espletamento della procedura e messa a regime del registro delle imprese energivore prevede le seguenti scadenze: 11/10/13 delibera della CCSE, 21/10/13 apertura applicazione web per la registrazione, 30/11/13 chiusura termini per l’iscrizione . Entro il 31/12/13 saranno emanati altri provvedimenti da parte dell’AEEG per il completamento delle disposizioni attuative. Successivamente al 31/12/13 saranno emanati ulteriori provvedimenti, da parte dell’AEEG, per completare le modalità operative ed estendere la raccolta dati anche agli altri prodotti energetici. Iniziative di Confindustria Firenze Confindustria Firenze attraverso gli imprenditori associati delegati partecipa ai GdL del Comitato Tecnico Energia di Confindustria coinvolto nel tema di grande interesse. Sono a disposizione delle aziende interessate i materiali trasmessi in occasione dell’incontro tra Confindustria e la CCSE. Gli uffici del Servizio Energia dell’Area Ambiente Sicurezza Energia Qualità & Operations di Confindustria Firenze sono a disposizione degli associati interessati ad approfondimenti ed a consulenze specifiche per la presentazione della domanda di agevolazione. Contatto Catia Tarquini tel. 0552707286, catia.tarquini@confindustriafirenze.it

in sintesi Confindustria presenta lo studio Smart Energy sull’uso efficiente dell’energia Organizzatore Tipo evento Argomento Data e ora

Confindustria Convegno Efficienza Energetica 01 Ottobre 2013

Risultati dello studio Lo studio RSE commissionato da Confindustria promuove a pieno l’efficienza energetica, che si traduce in crescita della produzione industriale, in aumento dell’occupazione e nel taglio dei costi della bolletta energetica nazionale. Contesto Lo scorso 1 ottobre si è tenuto il Convegno “Smart Energy project”, in cui è stato presentato lo studio commissionato da Confindustria e realizzato con la collaborazione scientifica di RSE – Ricerca sul Sistema Energetico – che analizza, con un nuovo approccio, il tema dell’efficienza energetica e delinea i vantaggi economici e ambientali di un sistema energetico realmente efficiente. L’adozione di uno scenario “Best Avalilable Technologies”, cioè basato sull’uso di tecnologie avanzate porterebbe a considerare le politiche per l’efficienza energetica non solo in una logica di 22


AMBIENTE SICUREZZA ENERGIA QUALITÀ

contenimento dei costi di innovazione nei processi di consumo di energia, ma anche come volano di sviluppo di attività industriali per il sistema Paese. Osservazioni Stefano Besseghini, Amministratore Delegato di RSE, ha spiegato l’approccio utilizzato nello studio e l’importanza di mettere il sistema energetico al centro dell’obiettivo dell’analisi.Il Vice Presidente di Confindustria, Aurelio Regina, nel suo intervento ha inoltre chiarito che l’obiettivo è quello di riuscire a tradurre i processi di efficientamento in crescita della produzione industriale, in aumento dell’occupazione e nel taglio dei costi della bolletta energetica nazionale. Il riferimento è agli incentivi al fotovoltaico che non si sono tradotti in una crescita industriale italiana in questo settore, cosa che invece può e deve avvenire oggi con l’efficienza energetica. Il metodo proposto dallo studio è più complesso, e da la possibilità di replicare buone iniziative di efficienza energetica e mettere quindi a fattor comune l’efficienza energetica a livello industriale. La ricerca inoltre fornisce interessanti spunti di scenario sulle ricadute generate da un approccio di sistema. Il numero di imprese coinvolte direttamente o indirettamente nella domanda per investimenti per l’efficienza energetica supera, già oggi, le 250.000 unità. L’impatto macroeconomico delle politiche per l’efficienza da qui al 2020 e l’adozione delle policy suggerite dal studio di Confindustria, potrebbero portare ogni anno a una crescita della produzione industriale italiana di oltre 65 miliardi di euro, con un incremento del numero di occupati circa 500.000 unità, con un tasso di crescita medio annuo dell’economia pari allo 0,5% del PIL. Dal punto di vista ambientale infine il risparmio sarebbe di oltre 5,7 miliardi di euro annui – pari al 10% della bolletta energetica nazionale – con minori emissioni di CO2 che porterebbero ad un ulteriore risparmio di 270 milioni di euro. Iniziative di Confindustria Firenze Confindustria Firenze attraverso gli imprenditori associati delegati partecipa ai GdL del Comitato Tecnico Energia di Confindustria coinvolto nel tema di grande interesse. Gli uffici del Servizio Energia dell’Area Ambiente Sicurezza Energia Qualità & Operations di Confindustria Firenze sono a disposizione degli associati interessati ad approfondimenti ed a consulenze specifiche per la realizzazione di interventi di efficientamento energetico. Contatto Catia Tarquini tel. 055 2707286, catia.tarquini@confindustriafirenze.it

aggiornamento Emissions Trading, nuova delibera sugli impianti di incenerimento rifiuti Il Ministero dell’Ambiente esclude dal meccanismo del Emissions Trading alcune tipologie di inceneritori Premessa In tema di Emissions Trading si forniscono alcuni chiarimenti dal GDL Emissions Trading di Confindustria per informare che il Comitato nazionale per la gestione della direttiva 2003/87/CE (Emissions Trading) ha approvato, lo scorso 23 settembre, la deliberazione n. 21/2013 relativa alla comunicazione dei dati da parte degli impianti di incenerimento dei rifiuti, come previsto dall’articolo 2 commi 2 e 3 del Dlgs 30/2013. In dettaglio L’articolo 2, comma 2 del Dlgs esclude dal regime Emissions Trading gli impianti di incenerimento che trattano annualmente, per più del 50% in peso rispetto al totale dei rifiuti trattati, le seguenti tipologie di rifiuti: • Rifiuti urbani • Rifiuti pericolosi 23


Soddisfatto del tuo fornitore?

Taglia i costi dell’energia per tutto il 2013

C’è chi cerca energia per te, gestisce il tuo contratto e le tue fatture, ti costruisce il budget energetico, ti affianca e pensa al tuo futuro contratto di fornitura.

INFORMATI ADESSO!

C.E.F.

Gruppo di Acquisto Energia

Consorzio Energie Firenze

www.confindustriafirenze.it

www.cefenergia.it

CHI SIAMO

CHI SIAMO

Dal 1999 il Consorzio Energie Firenze - CEF - supporta le Aziende nella scelta del miglior contratto di fornitura nel mercato dell’energia elettrica. Il successo ottenuto nel risparmio dei costi dell’energia elettrica (circa il 20% nei primi anni rispetto al mercato vincolato) ha portato CEF a rivolgere alle sue Associate un’assistenza a 360° sul tema energia (gas naturale, risparmio energetico, fonti rinnovabili, finanziamenti, etc..).

I SERVIZI

Ogni anno realizziamo una strategia di acquisto ottimale per la fornitura di energia elettrica e gas naturale, traendo il maggior vantaggio dalle opportunità offerte dal mercato libero e promuovendo fra i consorziati la conoscenza e l’applicazione delle tecniche di energy management con particolare riferimento all’utilizzo razionale dell’energia e delle fonti alternative.

I VANTAGGI

Nato nel 2003 dalla collaborazione delle Associazioni Industriali di Arezzo, Firenze, Livorno, Lucca, Pistoia, Pisa, Prato e di Confindustria Toscana Servizi. Oggi il Gruppo d‘Acquisto Energia è gestito a livello territoriale dalla società di servizi di Confindustria Firenze, SAIF Srl, ed estende a tutte le Piccole e Medie Imprese associate le opportunità del mercato libero dell’energia.

I SERVIZI

Negozia sul libero mercato con i fornitori di energia elettrica e gas naturale le condizioni più convenienti per le imprese aderenti.

I VANTAGGI

Elevato risparmio rispetto alla contrattazione individuale; Completa gestione amministrativa, contabile e legale e sicurezza nella fornitura; Supporto tecnico, controllo periodico della fatturazione e budget energetico aziendale.

A CHI CI RIVOLGIAMO

Risparmio e sicurezza nella fornitura garantiti.

Completa gestione amministrativa, contabile e legale e sicurezza nella fornitura.

A CHI CI RIVOLGIAMO

Aziende con consumi annuali superiori ai 700.000 – 1.000.000 di kWh e/o 500.000 mc.

Piccole e medie aziende con consumi annuali inferiori a 700.000 kWh e/o inferiori a 400.000 mc.

Per maggiori informazioni

Catia Tarquini

Area Ambiente Sicurezza Energia Qualità & Operations Confindustria Firenze

Tel. +39 055.2707286 – e-mail: catia.tarquini@confindustriafirenze.it 24


AMBIENTE SICUREZZA ENERGIA QUALITÀ

• Rifiuti speciali non pericolosi prodotti da impianti di trattamento alimentati annualmente con rifiuti urbani per una

quota superiore al 50% in peso. Il comma 3 tuttavia specifica che, al fine della verifica di queste condizioni, i gestori degli impianti di incenerimento con una potenza termica installata superiore a 20 MW devono trasmettere al Comitato una apposita comunicazione. La delibera in oggetto stabilisce quindi le modalità per effettuare tale comunicazione e riporta il modulo che dovrà essere debitamente compilato dai gestori interessati. Tale modulo dovrà essere verificato da un verificatore accreditato e trasmesso al Comitato via mail entro le ore 12 del 31 ottobre 2013 ad entrambi i seguenti indirizzi: Ras.autorizzazione-et@minambiente.it e inceneritori.ets@mise.gov.it. Il Comitato provvederà quindi a verificare il rispetto delle condizioni di esclusione e procederà, se del caso, alla revoca dell’autorizzazione ad emettere gas a effetto serra ove già rilasciata. Nel caso in cui le condizioni di esclusione non siano verificate il gestore dovrà invece presentare domanda di autorizzazione a emettere gas a effetto serra (nel caso non ne sia già in possesso). La comunicazione è aggiornata ogni anno e rinnovata ad ogni rinnovo del provvedimento di AIA. Approfondimenti Maggiori informazioni nonché la versione telematica del modulo sono disponibili al seguente link: http://www. minambiente.it/pagina/il-campo-di-applicazione-del-sistema-ets-il-iii-periodo-2013-2020-gli-impianti-stazionari#3 Iniziative di Confindustria Firenze Confindustria Firenze attraverso gli imprenditori associati ed i funzionari di competenza partecipa al GdL di Confindustria di riferimento e terrà costantemente aggiornate le imprese associate su questo tema di grande interesse. Contatto Catia Tarquini tel. 055 2707286, catia.tarquini@confindustriafirenze.it

Alpha International Insurance Brokers, specialista nel brokeraggio assicurativo è a disposizione dei Soci Confindustria Firenze per la realizzazione di un check up gratuito sui contratti assicurativi con riferimento a:

Identificazione, analisi e quantificazione del rischio Studio assicurativo sui contratti in corso Redazione finale di un programma di ottimizzazione del portafoglio assicurativo Il check up comprende la valutazione dei contratti di assicurazione in essere come Polizze RC Auto Autocarri (Incendio/Furto e Kasko), Polizze Infortuni, Polizze di Responsabilità Civile, Incendio, Trasporti & Spedizioni , Polizze Fideiussorie e Cauzioni, Polizze di Responsabilità Civile Amministratori, Sindaci e Dirigenti ecc. La relazione conseguente al check up verrà consegnata all’Associato che potrà valutare in piena libertà se affidare la gestione dei contratti ad Alpha Broker senza oneri a carico del cliente ( la remunerazione per l’attività di brokeraggio è completamente sostenuta delle Compagnie assicurative).

RICHIEDI IL TUO CHECK UP ASSICURATIVO GRATUITO compilando il coupon allegato da inviare via mail a marketing@confindustriafirenze.it o via fax allo 055/2707338

INFORMAZIONE SUL SERVIZIO DI INTERESSE _________________________________________________________________________________ __________________________________________________________________________________________________________________________ NOME AZIENDA __________________________________________________________________________________________________________ RIFERIMENTO ____________________________________________________________________________________________________________ E-MAIL __________________________________________________________________________________________________________________

25


I nuovi Soci di Ottobre 2013 Abbigliamento

Alimentari

Centri diagnostici

Attività di catering; food retail di qualità; e-commerce di prodotti toscani

Lavorazione della pelle con fasi di ricamo e pieghettatura

Edilizia e materiali da costruzione

Chimica, Plastica & Gomma

Preparati chimici per il Produzione tessuto non settore tessuto per prodotti conciario per la pulizia Industria Alberghiera

Laboratorio di analisi, diagnostica specialistica e service di laboratorio

BMP COMPANY Società di costruzioni generali specializzata nella bioedilizia

Legno /Arredo

Pelletteria

TAGLIONETTO Produzione di PELLETTERIA minuterie metalliche ed Produzione accessori moda e piccola accessori per pelletterie pelletteria per le griffe

Hotel 4 stelle con 57 camere, Sistemi di illuminazione con piscina, per la nautica e per sala fitness e l’arredamento ristorante interno

Pelletteria

Pelletteria

MORELLI LORENZO SORORE PELLETTERIA Realizzazione e Pelletteria conto terzi, Azienda conciaria con distribuzione cinture, produce borse per specializzazione nel accessori di pelletteria, clienti italiani e stranieri settore calzaturiero stivali camperos Pelletteria

GINO FERRUZZI

FASHION PROJECTS

Produzione di borse e Modelleria esclusiva valigie principalmente per conto di Ralph per Gucci e Ralph Lauren Lauren

MOLINARO GIUSEPPE Produzione borse e valigie per le griffe, in particolare Gucci

Servizi Innovativi e tecnologici

Servizi di traduzione, interpretariato, revisione ed editing

26

Servizi integrati: pulizie, facchinaggio, manutenzione del verde, ristorazione

Progettazione impianti di trattamento acque reflue e di potabilizzazione

Società di brokeraggio assicurativo


MARKETING

MARKETING E RAPPORTI ASSOCIATIVI

Le nostre Convenzioni, i nostri Accordi: le ultime novità

www.confindustriafirenze.it

RICOH www.ricoh.it Ricoh Italia, offre ai Soci Confindustria Firenze l’opportunità di una consulenza gratuita per l’analisi PAY PER PAGE GREEN dei processi di documentali (cartacei ed elettronici) - con un risparmio immediato di 70 € per ogni macchina analizzata – per un miglioramento economico, ambientale e funzionale.

WOLTERS KLUWER www.wki.it Wolters Kluwer Italia, che opera nel mercato dell’informazione professionale, nel software, formazione e servizi con i marchi IPSOA, CEDAM, UTET GIURIDICA e i marchi software OSRA, ARTEL, OA SISTEMI, propone ai Soci Confindustria agevolazioni sull’ acquisto di software per le soluzioni gestionali aziendali (es: ERP di ultima generazione, gestionali per la tesoreria aziendale, ecc).

ALPHA BROKER www.alphabroker.com Alpha International Insurance Brokers, azienda leader nel brokeraggio assicurativo realizza per i Soci Confindustria Firenze un Check-Up sui contratti assicurativi in corso, attraverso l’identificazione, l’analisi e la quantificazione del rischio, ottimizzando il portafoglio assicurativo aziendale.

FINANZA & PROGETTI www.finanzaeprogetti.it Azienda specializzata nell’advisoring finanziario e nella consulenza aziendale opera come società a sostegno delle imprese nel campo del recupero crediti, mediazione creditizia e cessione pro-soluto del credito. Per i Soci Confindustria Firenze check up e screening gratuito del portafoglio crediti.

Per informazioni: tel: 055/2707224

mail: marketing@confindustriafirenze.it

Le convenzioni più gettonate nell’ultimo mese Aethra

Accor

Assicom

Alitalia

Alpha Broker

Barberino Outlet

CentroFactoring Assistance

Compushop

Europcar

Ambulatori della Misericordia

Braccialini

Cribis D&B

Ferrovie dello Stato

GruppoPlanet

Hertz

Klab

Previndustria

Ricoh Shell

Leasys StarHotels

CartaSi Day

American Express

Cathay Pacific Cerved Group

Easyjet

Finanza&Progetti

Eni

Finnair

Lyreco

Misericordia di Firenze

Telecom

Umana

Teatro della Pergola The British Institute of Florence

Erg

Europe Genertel

NiviCredit

VolkswagenGroupFirenze

Wolters Kluwer Welfare Company 27


28


MARKETING

MARKETING E RAPPORTI ASSOCIATIVI

29


www.cosefi.it CHI SIAMO COSEFI è la Business Academy di Confindustria Firenze, struttura nata per incrementare la competitività delle imprese e facilitare il trasferimento di competenze tecniche e manageriali attraverso: >> >> >> >> >>

Risorse umane adeguatamente formate; Progettazione ed erogazione di interventi formativi per potenziare le professionalità aziendali; Realizzazione di mappature aziendali del fabbisogno di competenze; Ricerca di risorse finanziarie per la copertura dei costi di formazione ed innovazione di processo/prodotto; Recruiting e orientamento dei giovani.

LA FORMAZIONE Attività formativa

>> Al Mercato: per l’aggiornamento professionale e la riqualificazione degli occupati attraverso percorsi:  interaziendali: corsi partecipati da dipendenti di più aziende svolti presso la sede di COSEFI;  su commissione: corsi svolti presso la sede aziendale su richiesta dell’impresa e totalmente personalizzati; >> Finanziata: per valutazione le opportunità formative offerte dai finanziamenti pubblici ed ideare e progettare di percorsi “ad hoc”  Aziendali: corsi interamente progettati sugli specifici fabbisogni delle singole aziende;  Interaziendali: corsi partecipati da dipendenti di aziende diverse.

I TEMI RICHIESTI DALLE IMPRESE Ambiente, Sicurezza e Qualità – Logistica e Acquisti – Risorse Umane – Comunicazione e Linguistica – Amministrazione e Finanza – Commerciale, Marketing e Vendite – General Management – Legale – Fisco e Tributi – Export management – Produzione – Information & Communication Technology

FONDIMPRESA E FONDIRIGENTI COSEFI supporta le aziende nella progettazione, realizzazione e rendicontazione di programmi aziendali a costo zero dedicati alla formazione continua di operai, impiegati, quadri e manager di aziende aderenti a Fondimpresa e Fondirigenti.

ED INOLTRE… COSEFI è in grado di assistere le aziende nella:

>> Valutazione, bilancio e sviluppo delle competenze dei lavoratori; >> Partecipazioni a bendi e gare d’appalto europee, nazionali, regionali e provinciali per la richiesta di finanziamenti; >> Gestione delle procedure amministrative e di rendicontazione dei progetti. Per maggiori informazioni contattaci

Via Valfonda, 9 – 50123 Firenze (FI) Tel. +39 055.2707207 – Fax +39 055.2707217 e-mail: cosefi@confindustriafirenze.it

COSEFI è agenzia formativa accreditata dalla Regione Toscana (cod. FI0111) e con sistema di gestione certificato ai sensi della norma ISO 9001:2008 e del D.Lgs 231/01

30

n° 220596


EDUCATION FORMAZIONE COSEFI

COSEFI, i prossimi corsi Piani Formativi per la Sicurezza nei Luoghi di Lavoro. Ai sensi del D.M. 16.1.1997 e del D.Lgs. 81/2008 e s.m.i. D.Lgs. 106/2009 Modulo A : modulo base per lo svolgimento della funzione di R.S.P.P. e di A.S.P.P. (Responsabili e Addetti Servizio prevenzione e protezione) Modulo C : modulo di specializzazione per le sole funzioni di R.S.P.P. (Responsabili Servizio prevenzione e protezione) data di avvio: 05 Novembre 2013 area: Sicurezza

PRESENTAZIONE

Formazione obbligatoria per R.S.P.P. e A.S.P.P

OBIETTIVI

Le competenze che saranno acquisite al termine del percorso sono le seguenti: Formare ed informare il personale addetto alla sicurezza in relazione alle norme previste dal D.M. 16.1.1997 e ai sensi del D.Lgs. 81/08 e successive modifiche e integrazioni D.Lgs. 106/2009.

DESTINATARI

Responsabili e Addetti al servizio di prevenzione e protezione (in possesso del diploma di scuola media secondaria superiore).

PROGRAMMA

Modulo A Modulo A1 – Presentazione e introduzione:L’approccio alla prevenzione; L’organizzazione e i sistemi di gestione; Il sistema legislativo/ Modulo A2 – I soggetti coinvolti: soggetti del sistema di prevenzione; Il sistema pubblico della prevenzione/ Modulo A3 – La valutazione dei rischi:I criteri e gli strumenti per l’individuazione dei rischi;Il documento di valutazione dei rischi/ Modulo A4 – I tipi di rischio: La classificazione dei rischi in relazione alla normativa; Il rischio incendio ed esplosione/ Modulo A5 – I rischi specifici dell’attività lavorativa 1, La valutazione di alcuni rischi specifici in merito alla relativa normativa di salute e sicurezza/ Modulo A6 – I rischi specifici dell’attività lavorativa 2, La valutazione di alcuni rischi specifici in merito alla relativa normativa di igiene del lavoro/ Modulo A7 – Le ricadute aziendali della valutazione del rischio; -Le ricadute applicative e organizzative della valutazione del rischio. E’ previsto un test di accertamento delle conoscenze acquisite Modulo C Modulo C1 – I sistemi di gestione per la sicurezza; L’organizzazione ed i sistemi di gestione/ Modulo C2 – L’ergonomia e la comunicazione; Il sistema delle relazioni e della comunicazione; I rischi di natura ergonomica/ Modulo C3 – Rischi di natura ergonomica/ Modulo C4 – L’importanza della formazione per la sicurezza e la prevenzione; il ruolo dell’informazione e della formazione Sono previste: verifiche intermedie, prove e verifiche finali con valutazione candidati Ad ogni partecipante sarà rilasciato da COSEFI un Attestato di Partecipazione 31


DURATA

28 ore - Percorso per R.S.P.P. e A.S.P.P. (Modulo A) 24 ore - Percorso per R.S.P.P. (Modulo C)

DATE DI SVOLGIMENTO E ORARI

Modulo A - 05, 07, 12, 14, 19, 21, 26 Novembre 2013 Modulo C - 28 Novembre - 03, 05, 10, 12, 17 Dicembre 2013 Modulo (A+C) - 05, 07, 12, 14, 19, 21, 26, 28 Novembre 2013 03, 05, 10, 12, 17 Dicembre 2013 14:00 - 18:00

DOCENTI

Esperti senior del settore.

SEDE

Aula didattica di COSEFI - Confindustria Firenze Via Valfonda n. 9 - Firenze

QUOTE DI ISCRIZIONE

Formarsi con un approccio “lean”! Per il 2013 COSEFI propone agli Associati di Confindustria Firenze eccellenza qualitativa e quote ridotte del 10% su tutti i percorsi formativi a catalogo Singolo Modulo A (per R.S.P.P. e A.S.P.P.) € 650,00 + I.V.A. Aziende aderenti a Confindustria Firenze € 760,00 + I.V.A. Aziende non aderenti a Confindustria Firenze Singolo Modulo C (per R.S.P.P.) € 430,00 + I.V.A. Aziende aderenti a Confindustria Firenze € 540,00 + I.V.A. Aziende non aderenti a Confindustria Firenze Nel caso di partecipazione ad ambedue i moduli A e C (per i soli R.S.P.P.) € 1.000,00 + I.V.A. Aziende aderenti a Confindustria Firenze € 1.150,00 + I.V.A. Aziende non aderenti a Confindustria Firenze

PRESENTAZIONE

32

Comunicare è un’impresa? Dal “gioco” improvvisato allo studio della comunicazione data di avvio: 6 Novembre 2013 area: Comunicazione

La comunicazione è un’azione semplice o complessa? Un atto comunicativo è costituito da alcuni elementi fondamentali, come un soggetto mittente, un destinatario e un messaggio da trasmettere. La performance teatrale è forse il tipo di comunicazione più studiata che esista: volume e tono della voce, linguaggio non verbale, contatto visivo, uso dello spazio, sono fattori che nel teatro non sono mai trattati in maniera casuale. Attraverso il “gioco” dell’improvvisazione teatrale lavoreremo su questi aspetti in maniera diretta, con tecniche che mirano all’esplorazione delle proprie capacità creative e interpretative, per sperimentare direttamente il modo in cui ognuno agisce di fronte a situazioni improvvisate. Infondo, chiunque ogni giorno improvvisa e comunica!


EDUCATION FORMAZIONE COSEFI

OBIETTIVI

Attraverso le tecniche di training teatrale, improvvisazione e scrittura creativa alle esigenze del corso, il partecipante vivrà un’esperienza simile a quella dell’attore che si prepara sul testo teatrale, sperimentando: • l’empatia con l’ambiente e gli altri • la gestione efficacie dello spazio • la consapevolezza della propria personalità • la coscienza dei propri punti di forza • la conoscenza dei diversi canali della comunicazione • lo sviluppo della sicurezza di sé

DESTINATARI

Dedicato a chi vuole parlare in pubblico, a chi aspira a diventare un oratore eccellente, a chi vuole acquisire la capacità di parlare agli altri in modo efficace.

PROGRAMMA

Prima giornata 1) Riscaldamento fisico e risveglio mentale 2) Abbattimento delle barriere di abreazione e formazione del gruppo di lavoro 3) Tecniche di sviluppo della creatività 4) Improvvisazioni mirate alla comunicazione tra più persone Seconda giornata 1) Riscaldamento fisico e risveglio mentale 2) Giochi di interazione 3) Improvvisazioni mirate alla comunicazione tra una persona ed un pubblico 4) Studio e dibattito sui risultati raggiunti e sulle criticità evidenziate Ad ogni partecipante sarà rilasciato da COSEFI un Attestato di Partecipazione

DURATA

8 ore

DATE E ORARI

6 e 13 novembre 2013 14.00-18.00

DOCENTI

Mirko MANETTI. . Laureato in Storia e tutela dei beni artistici all’Università di Firenze, dal 2006 è improvvisatore professionista e partecipa regolarmente come performer a spettacoli in tutta Italia. Nel 2012 partecipa al Campionato Mondiale di Match d’Improvvisazione Teatrale, classificandosi al secondo posto con la Nazionale Italiana. Dal 2007 ha iniziato la sua attività di formatore di improvvisazione teatrale presso la Lega Improvvisazione Firenze e l’associazione culturale Areamista, diventando responsabile didattico in diverse città toscane. Nel 2010 ha iniziato a sperimentare, con successo, le tecniche formative tipiche del teatro e dell’improvvisazione teatrale in altri ambiti, come quello scolastico, assistenziale, psicologico e aziendale.

SEDE

Aula didattica di COSEFI - Confindustria Firenze Via Valfonda n. 9 - Firenze

SCADENZA ISCRIZIONI

30 ottobre 2013

QUOTE DI ISCRIZIONE

Formarsi con un approccio “lean”! Per il 2013 COSEFI propone agli Associati di Confindustria Firenze eccellenza qualitativa e quote ridotte del 10% su tutti i percorsi formativi a catalogo € 200,00 + I.V.A. Aziende aderenti a Confindustria Firenze € 300,00 + I.V.A. Aziende non aderenti a Confindustria Firenze Il corso, per motivi didattici, prevede un numero di iscritti non superiore a 15 persone. Il percorso formativo può essere realizzato in forma “residenziale” presso la sede dell’azienda con un preventivo personalizzato. 33


La redazione del piano industriale pluriennale Una visione di medio-lungo periodo per l’industria ed il terziario

data di avvio: 13 novembre 2013 area: General Management, Finanza aziendale

PRESENTAZIONE

Regole per la definizione e la rappresentazione dei risultati economico finanziari di medio lungo periodo al fine di supportare l’azienda in progetti di sviluppo, ristrutturazione e risanamento.

OBIETTIVI

Fornire metodologie e strumenti atti alla formulazione di piani industriali, con presentazione di caso pratici.

DESTINATARI

Imprenditori, amministratori, direttori generali, direttori/responsabili amministrativi, direttori di stabilimento.

PROGRAMMA

Introduzione alla redazione di un piano industriale, L’analisi del settore e del mercato, La formulazione delle ipotesi del piano,La rappresentazione delle ipotesi del piano, I documenti del piano industriale. Casi pratici/ Esercitazione. Ad ogni partecipante sarà rilasciato da COSEFI un Attestato di Partecipazione

DURATA

8 ore

DATE E ORARI

13 novembre 2013

DOCENTI

Franco BARDUCCI. Laureato in Ingegneria Meccanica presso la Facoltà di Ingegneria dell’Università di Firenze, è specializzato in sistemi produttivi. Ha ricoperto posizioni apicali in alcune aziende manifatturiere multinazionali italiane ed estere oltre ad aver partecipato, in qualità di supervisore, a numerosi progetti di start-up e ristrutturazioni aziendali e creazione di reti d’impresa.

09.00-13.00 / 14.00-18.00

Alessandro CAPODAGLIO. Dottore di ricerca in Economia Aziendale presso la Facoltà di Economia dell’Università di Macerata e docente a contratto di Pianificazione e Controllo Gestionale presso la Facoltà di Economia dell’Università di Pisa, è specializzato in sistemi di pianificazione e controllo di gestione ed analisi informatizzata degli archivi aziendali a supporto dell’attività di financial audit. Collabora in via continuativa con società di consulenza e revisione di primaria importanza a livello nazionale e internazionale in qualità di esperto nell’ambito della contabilità industriale e dei sistemi informativi. SEDE

Aula didattica di COSEFI - Confindustria Firenze Via Valfonda n. 9 - Firenze

SCADENZA ISCRIZIONI

06 novembre 2013

34


EDUCATION FORMAZIONE COSEFI

QUOTE DI ISCRIZIONE

Formarsi con un approccio “lean”! Per il 2013 COSEFI propone agli Associati di Confindustria Firenze eccellenza qualitativa e quote ridotte del 10% su tutti i percorsi formativi a catalogo € 200,00 + I.V.A. Aziende aderenti a Confindustria Firenze € 300,00 + I.V.A. Aziende non aderenti a Confindustria Firenze Il percorso formativo può essere realizzato in forma “residenziale” presso la sede dell’azienda con un preventivo personalizzato.

Rischi professionali da agenti chimici: Gas tossici e ammoniaca Corso Monotematico per l’aggiornamento quinquennale obbligatorio degli R.S.P.P. e A.S.P.P. ai sensi del D.Lgs. 81/08 e s.m.i. D.Lgs. 106/2009 Interessa i codici ATECO riferiti a tutti i Macrosettori

data di avvio: 25 novembre 2013 area: Sicurezza

PRESENTAZIONE

Ogni attività lavorativa in cui sono utilizzati agenti chimici, o se ne prevede l’utilizzo, in ogni tipo di procedimento, compresi la produzione, la manipolazione, l’immagazzinamento, il trasporto o l’eliminazione ed il trattamento dei rifiuti, è definita come attività che comporta la presenza di agenti chimici. L’attività di prevenzione e protezione riguarda quindi essenzialmente la possibilità dell’esplicarsi di un rischio e quindi di una esposizione del lavoratore all’agente chimico, e non solo la classificazione dell’agente chimico stesso, che permette l’individuazione di un pericolo e la relativa adozione delle misure e dei principi generali di tutela della salute e della sicurezza.

OBIETTIVI

Fornire gli strumenti utili per poter valutare il rischio chimico sui luoghi di lavoro e stabilire i requisiti minimi per la protezione dei lavoratori dagli effetti di agenti chimici presenti (art. 223 del D. Lgs. 81/2008 smi ).

DESTINATARI

R.S.P.P. e A.S.P.P. nominati e operativi che godono e vogliono godere dei crediti professionali e che devono completare l’aggiornamento quinquennale.

PROGRAMMA

Rischi professionali da agenti chimici: generalità, Valutazione del rischio chimico, Tossicologia degli agenti chimici professionali, Sorveglianza Sanitaria per esposti ad agenti chimici, I gas tossici: definizioni e caratteristiche tossicologiche, Riferimenti normativi (R.D 9 Gennaio 1927, n° 147) per autorizzazione ad utilizzare, custodire e conservare gas tossici in magazzini e depositi, Nozioni generali di fisica e chimica, Misure antincendio, Rischio per esposizione ad ammoniaca, Scheda di sicurezza dell’ammoniaca Ad ogni partecipante sarà rilasciato da COSEFI un Attestato di Partecipazione 35


DURATA

4 ore

DATE E ORARI

25 novembre 2013

DOCENTI

Mario MIGLIOLO. Medico Chirurgo, Specialista in Medicina del Lavoro e Medicina dello Sport – INAIL Firenze.

14.00-18.00

Matteo MICHELI. Tecnico della Prevenzione ASL 10 Firenze. SEDE

Aula didattica di COSEFI - Confindustria Firenze Via Valfonda n. 9 - Firenze

SCADENZA ISCRIZIONI

18 novembre 2013

QUOTE DI ISCRIZIONE

Formarsi con un approccio “lean”! Per il 2013 COSEFI propone agli Associati di Confindustria Firenze eccellenza qualitativa e quote ridotte del 10% su tutti i percorsi formativi a catalogo € 100,00 + I.V.A. Aziende aderenti a Confindustria Firenze € 200,00 + I.V.A. Aziende non aderenti a Confindustria Firenze Il percorso formativo può essere realizzato in forma “residenziale” presso la sede dell’azienda con un preventivo personalizzato.

Executive Master “Med” - Studi Mediterranei Un percorso di eccellenza

data di avvio: 27 novembre 2013 area: Manageriale

PRESENTAZIONE

Negli ultimi anni, i Paesi della sponda meridionale ed orientale del Mediterraneo hanno acquisito un ruolo di crescente importanza nel panorama economico internazionale, diventando un punto di riferimento per operatori di tutto il mondo. In considerazione di ciò, Confindustria Firenze ha ideato, in collaborazione con l’Ateneo Fiorentino, un master executive, che si propone di fornire gli strumenti operativi necessari per cogliere le straordinarie opportunità di business offerte dai mercati dell’area.

OBIETTIVI

Il master è finalizzato a : • delineare il quadro socio-economico dei Paesi MENA (Medio Oriente e Nord Africa); • illustrare le opportunità di business per le imprese; • fornire informazioni operative di natura finanziaria, giuridica, doganale e commerciale.

DESTINATARI

L’iniziativa è rivolta alle aziende operanti o interessate ad operare in Nord Africa e Medio Oriente ed a chiunque desideri approfondire la realtà economico-imprenditoriale di quest’area geografica.

36


EDUCATION FORMAZIONE COSEFI

PROGRAMMA

Modulo Cultura e Società Aspetti socio-culturali dell’area mediterranea rilevanti per le imprese Modulo Geopolitica Analisi geopolitica ed apparato istituzionale dei Paesi MENA Modulo Internazionalizzazione di impresa Scenario economico ed opportunità di business. Situazione economica e sistema imprenditoriale dei Paesi MENA: opportunità commerciali e di investimento. Disciplina doganale, Operazioni doganali da/per i Paesi MENA Aspetti di diritto commerciale ed industriale, Normativa societaria, disciplina degli investimenti, contrattualistica, tutela della proprietà intellettuale ed industriale Finanza islamica, Sistema bancario e finanziario dei Paesi MENA, Principi, tecniche e contratti di finanza islamica Tutela assicurativa. Valutazione rischio Paese, condizioni di assi curabilità e strumenti di copertura del rischio correlato ad operazioni export e di investimento Il master sarà arricchito dalle testimonianze di imprenditori ed altri operatori economici (Enti di promozione commerciale, Agenzie di investimenti) con una consolidata esperienza nei Paesi MENA. Il Master si realizza con un minimo di 11 partecipanti. Ad ogni partecipante sarà rilasciato da COSEFI un Attestato di Partecipazione

DURATA

80 ore

DATE E ORARI DI SVOLGIMENTO

27 novembre 2013 - 4, 11 dicembre 2013 8, 15, 22, 29 gennaio - 5, 12, 19, 26 febbraio 2013 - 5, 12, 19 marzo 2014 14.00-18.00

DOCENTI

Esperti senior in ambito universitario, confindustriale, legale

SEDE

Aula didattica di COSEFI - Confindustria Firenze Via Valfonda n. 9 - Firenze

SCADENZA ISCRIZIONI

20 novembre 2013

QUOTE DI ISCRIZIONE

€ 1.100,00 + I.V.A. comprensivi del libro “The Rise of a New Superpower, Turkey’s Key Role in the World Economy and Energy Market”. Per le aziende interessate è previsto, a fine percorso formativo, e su loro espressa richiesta, un follow-up consistente in 3 giornate di consulenza mirata alla realtà aziendale e, soprattutto, alla conoscenza dei Paesi nei quali l’azienda ha intenzione di esportare. Per gli aderenti a Fondimpresa il costo del follow-up potrà essere interamente rimborsato dal Fondo, utilizzando le risorse accantonate sul conto formazione.

Contatti Cinzia Paoli tel. 055 2707.207 Fax 055 2707.217, cinzia.paoli@confindustriafirenze.it, www.cosefi.it

37


L’informazione COMPLETA ed AGGIORNATA sulle tematiche d’impresa rivolta a IMPRENDITORI e DIRIGENTI di azienda

PROMUOVI LLA A TTU UA AA ATTTTIIV VIITTÀ À SSU U

IN - NOTIZIE PER L’INDUSTRIA PER INFORMAZIONI: MARKETING & RAPPORTI ASSOCIATIVI TEL: 38 055/2707341

– 224

MAIL:

marketing@confindustriafirenze.it


EDUCATION FORMAZIONE COSEFI

in collaborazione con

PRESENTAZIONE OBIETTIVI

Crediti verso la Pubblica Amministrazione:

opportunitĂ  e soluzioni Cosa fare in caso di emergenza.

Le competenze che saranno acquisite al termine del percorso sono le

$ "    !   seguenti: Predisporre un’adeguata formazione per la figura prevista dal D.Lgs. 81/2008 relativi crediti vantati dalle imprese possono costie s.m.i., il Responsabile del Pronto Soccorso.

tuire, oggi, una opportunitĂ  grazie alla collaborazione tra Centro Factoring e Confindustria Firenze. Centro Factoring SpA (Factor attivo da oltre 35 anni

con una forte specializzazione nel segmento della Pubblica Amministrazione) propone soluzioni che consentono alle imprese associate a Confindustria Firenze di ottenere benefici tangibili ed immediati. In particolare è possibile:

   $ PFG SGLVJKLG con anticipo del corrispettivo in percentuale predeterminata dei crediti vantati verso la PA PFG SGLMTG IAS CGOPLIAKT con assunzione rischio mancato pagamento da parte del debitore ceduto

 Smobilizzare crediti con incremento disponibilitĂ  liquide    

         sivitĂ   Migliorare il rapporto attivitĂ /passivitĂ  correnti con potenziamento della posizione finanziaria  Incrementare il rating ampliando la capacitĂ  di credito 

    Sostituire costi fissi con costi variabili, tramite

            Concentrare le risorse sul core business  

ACPMISTG CFJLITI A TITGLG LJFIKITIVG: acquisizione crediti vantati verso la PA con determinazione del prezzo effettivo in base alle aspettative di incasso del debitore ceduto. Trasferimento del rischio di credito, di liquiditĂ  e di tasso di interesse;Íž le esposizioni anticipate, una volta decorsi i periodi di stress time              

PJF IKFGFOASIGKI CJKTFG FACTGFIKT SPA#FILIALJ LI FIFJKSJ $# 50132 Firenze Tel. 055-50XX828 Fax 055-5004396 Sede e Lirezione Tenerale Via Leonardo da Vinci, 22 - 50132 Firenze Tel. 055-46801 Fax 055-480591 39


Ricoh Italia Srl - Filiale di Firenze via Arno 102, 50019 Osmannoro, Sesto Fiorentino (FI) Tel: 055.3412111 - Fax: 055.3412127 filiale.firenze@ricoh.it


Notizie per l'Industria