Issuu on Google+

CHE CALENDARIO! Tutti gli spettacoli dedicati ai pi첫 piccoli a pag. 79

Speciale Teatri 2013

i principali appuntamenti della provincia di Fermo

ANTEPRIMA NAZIONALE AL TEATRO DELL'AQUILA

e ancora... Le stagioni teatrali di

MACERATA E CIVITANOVA

25.0 La r 00 ivist C a

OPI E G ufficia RAT le UIT E


Via Mazzini n. 1 Porto Sant’Elpidio (FM) Tel. 0734 900238 info@ristoranteilgambero.net - www.ristoranteilgambero.net


Andrea Compagnucci e Carlo Scheggia (Esserci Comunicazione), editori della rivista

S

iamo ad un bivio: la crisi morde ed è necessario un cambiamento. Ci vuole coraggio, quello legato ai processi di trasformazione, quello che spinge a trovare nuove soluzioni. Come italiani i momenti di difficoltà ci hanno sempre aiutato a dare il massimo e a raggiungere notevoli risultati. Ci siamo. La Provincia di Fermo, lo dice anche l’assessore provinciale alla cultura Buondonno in questo numero, risponde mettendo in rete i teatri del territorio, cercando di sostenere con meno fondi a disposizione la proposta culturale, grazie ad una gestione coordinata. Un primo passo, sicuramente. Come Gruppo Esserci Comunicazione abbiamo curato il settore comunicazione e marketing del Macerata Opera Festival 2012, esperienza illuminante che ci ha fatto conoscere da vicino

Anno

tutte le problematiche dei teatri italiani. Lo Stato sta finanziando sempre meno la cultura ed occorre coinvolgere il mondo delle imprese. Ma non con questa privatizzazione fittizia che abbiamo sotto gli occhi: ci vuole una vera e propria politica fiscale, rigorosa ma lungimirante. Incentivi, deducibilità, “tax credit” sono le parole che gli imprenditori vorrebbero sentire di fronte ad un investimento culturale, magari corposo. E i privati dovrebbero essere all’interno dei processi gestionali dei teatri. Non vedo un’altra strada davanti a noi. È il momento di decidere. Adesso.

Zero

Carlo Scheggia Esserci Comunicazione

Il gruppo Esserci nel 2012 ha curato il settore comunicazione e marketing del Macerata Opera Festival e di Popsophia |3


I.P.

P

unto di riferimento di tendenza per la moda, Il Porto Shopping Center dal 2007 è il luogo ideale anche per la scelta dei regali natalizi. Numerosi i motivi per arrivare a Porto San Giorgio. Al suo interno troviamo: OVS leader nel mercato italiano dell’abbigliamento nel fashion retail. Collezioni di qualità a prezzi competitivi. Lotto Sport Shops negozio aziendale gestito direttamente da Lotto Sport Italia. Storica azienda fondata nei primi anni ’70 che grazie all’innovazione, al design italiano, alla qualità ed alla passione per lo sport, oltre che uniti ad un servizio sempre più attento nei confronti del cliente, le hanno permesso di affermarsi come una delle aziende leader a livello internazionale anche nel lifestyle e tempo libero. Dimostrazione è il grande successo dell’ultima collezione invernale che ha come testimonial il funambolico Vittorio Brumotti di Striscia la notizia.

4 |

Walk Safari calzature uomo, donna e bambini. Storico marchio aziendale del Calzaturificio Elisabet unisce l’eccellente artigianalità alla continua ricerca, grazie alla passione e dedizione dei fratelli Vallasciani. Pharmasport parafarmacia con personale professionale e giovane vanta una vasta gamma di prodotti delle migliori marche: dagli integratori alimentari ai prodotti da cosmesi. Centro scelto da tutti gli sportivi. Ottica Monti - benessere visivo - vanta un esperienza pluriennale nel campo dell’ottica. In questi anni ha messo sempre a disposizione dei propri clienti esperienza, cortesia e professionalità unite all’utilizzo delle più moderne tecnologie. Al suo interno il personale specializzato offre gratuitamente test visivi ed applicazione di lenti a contatto, nonché un vasto assortimento di montature vista e sole delle migliori marche.


Sommario

42

24 Fermo

Al Teatro dell'Aquila arriva Frankenstein Junior. Preparatevi a ridere con l'opera di Mel Brooks

56

Macerata

Un cartellone per tutti i gusti: dagli spettacoli di prosa a quelli per bambini

Sant'Elpidio a Mare

34

Musica e teatro al Lauro Rossi. In anteprima il nuovo concerto di Musicultura

Porto San Giorgio

Il genio di Ezralow lancia il programma invernale di Civitanova Danza

Civitanova Marche

49

Fate, streghe e guerriere, una stagione che attraversa tutte le arti


www.chemagazine.it

Speciale Teatri 2013 Rivista ufficiale della stagione Teatricomuni Numero 4 Anno VI - distribuzione gratuita Testata registrata n. 534/06, Tribunale di Macerata Direttore responsabile: Carlo Scheggia Coordinatore editoriale: Andrea Compagnucci Art director: Marco Piancatelli Coordinatore di redazione: Mirko Procaccini Editore: Esserci s.a.s. Via Gramsci, 42 - 62100 Macerata Tel. 0733 280230 - www.essercicomunicazione.it Iscrizione al ROC n. 14382 Grafica e concessionaria di pubblicità: Kryos Viale XX Settembre, 59 - 62010 Mogliano (MC) Tel. 0733 557383 - www.dentroleidee.it

L'INTERVISTA Teatricomuni

p. 20

FERMO Prosa Teatro ragazzi Stagione sinfonica

p. 25 p. 30 p. 33

MACERATA Prosa Appassionata

p. 42 p. 46

CIVITANOVA Prosa Danza

p. 49 p. 53

Stampa: Bieffe s.r.l. - Recanati (MC) Redazione: Carlo Scheggia, Andrea Compagnucci Hanno collaborato: Veronica Antinucci, Sara Francia, Alessio Ruta, Emanuela Sabbatini

PORTO SAN GIORGIO p. 56 MONTEGIORGIO p. 63 PORTO SANT'ELPIDIO p. 69

Si ringraziano: Enrico Bartoli, Loretta Bentivoglio, Andrea Braconi, Alessandra Levantesi, Chiara Levantesi, Sara Maccari, Barbara Mancia, Marta Paraventi, Isabella Parrucci, Valentina Sbriccoli, Stefania Sciamanna, Monica Simoni, Fabio Tiberi, Andrea Trettaccone, Silvia Vagnoni, Cristiano Veroli Un ringraziamento speciale a Susanna Renzi

SANT'ELPIDIO A MARE p. 34

Crediti fotografici: Lorenzo Ceva Valla (cop, p. 5, 24), Masiar Pasquali, Massimo Achilli (5), Fabio Falcioni (13), Alfredo Tabocchini (15, 16, 46, 47), Roberto Coggiola (17), Fabio Lovino (25), Michele Ballarini, Marco Caselli Nilmar (29), Serena Serrani (31), Julia Wesely (33), Stylaz (34), Gianluca Saragò (39), Laura Arlotti, Simona Cagnasso (43), Bruno Calicchio (50), Maila Iacovelli, Fabio Zayed (51), Puskel Zsolt (53), Claudio Bugatti (55), Beatrice Pavasini, Ivano Trabalza (56), Samuele Pellecchia (57), Pino Ninfa (60), Riccardo Crimi (61), Stylaz (63), Raffaella Cavalieri, Francesca Pagliai (64), Marina Spironetti (69), Angelo Trani (73) Dove non indicati, foto inviate dai relativi organizzatori CHE CALENDARIO! Tutti gli spettacoli dedicati ai più piccoli a pag. 79

È possibile riprodurre, copiare e modificare i testi attribuendone la paternità a Esserci Comunicazione. Non è consentito usare quest’opera per fini commerciali Questo numero è stato chiuso il 17 novembre. L’editore non è responsabile di eventuali variazioni di programma

Speciale Teatri 2013

25.0 La riv 00 ist

COPI a uf E GR ficia ATUI le TE

MONTEGRANARO AMANDOLA PETRITOLI

p. 72 p. 77 p. 77

CALENDARIO TEATRO RAGAZZI

p. 79

i principali appuntamenti della provincia di Fermo

ANTEPRIMA NAZIONALE AL TEATRO DELL'AQUILA

Rivista realizzata senza contributi pubblici e ancora... Le stagioni teatrali di

MACERAT MACERA TA T A E CIVIT CIVIT TANOVA ANOVA

In copertina: Frankenstein Junior (foto Lorenzo Ceva Valla)


sedute seduteimbottite tavoli tavolibassi cucine e contenitori accessori

www.henrytimi.com


L

a meeting & event industry, ossia l'industria dei convegni e degli eventi, è una componente fondamentale del comparto turistico italiano. Secondo una ricerca condotta da FederCongressi & Eventi (la federazione delle Associazioni italiane operanti nel settore congressuale e incentive), la meeting industry rappresenta infatti il 21% del fatturato turistico nazionale con un giro di affari di 23 miliardi di euro. Dopo un lustro caratterizzato da dati dal segno negativo, il settore MICE, così chiamato fra gli addetti ai lavori, ha finalmente ripreso a crescere segnando, nell'ultimo anno, un aumento sia della dimensione e della durata media dei congressi sia del numero dei partecipanti. Un quadro positivo che fa riflettere su due punti. Uno: come il comparto congressuale e incentive giochi un ruolo strategico per il rafforzamento di un territorio sul mercato turistico.

Due: come per una regione poliedrica come le Marche sia assolutamente necessario strizzare l'occhio all'enorme potenziale del turismo congressuale. Una possibile ricetta? Accorciare la distanza tra soggiorno business e soggiorno leisure organizzando l'offerta in un sistema capace di sfruttare le peculiarità del proprio territorio. Un esempio? Centro congressi fronte mare o sala meeting in aperta campagna. E dopo la riunione? Giro degli outlet o visita ai luoghi del Lotto finendo con un buon bicchiere di vino, Verdicchio o Lacrima, a seconda che si preferisca pesce o tartufo. Il tutto organizzato in ogni dettaglio da un professionista sempre a disposizione. Insomma un soggiorno

di lavoro che vesta i panni della vacanza grazie ad un po' di relax subito a portata di mano.

Meeting

industry un potenziale ancora da sfruttare

di Sara Francia* * Event planner, si occupa di manifestazioni culturali, corporate e meeting. È stata responsabile della segreteria organizzativa di Tuttoingioco e ora di Popsophia, festival del Contemporaneo. Ha conseguito un master in Event Management e uno in Meeting Management. È membro MPI (Meeting professionals international) e titolare di Esserci Eventi, agenzia specializzata nell'ideazione e organizzazione di eventi culturali, aziendali e associativi.

|9


D

esiderio. Ci sono momenti che non cambieremo per nulla al mondo e non c’è crisi che tenga. A Natale, periodo da sempre dedicato ai regali, agli acquisti ed agli auguri la nostra voglia consumistica spicca il volo. Non parliamo di effimero o di effetti manipolatori della pubblicità, il desiderio consumistico va oltre. È la ricerca di un continuo cambiamento attraverso “esperienze rinnovate”. Si punta al bello. E allora conta l’originalità e l’esclusività. Non si tratta della cifra scritta sullo scontrino, il vero valore è dato dalla cura che si è dedicata. Il bello, lo diceva anche Platone, è ciò che offre all'occhio e alla mente proporzione e armonia. In poche parole quello che gli artigiani del nostro territorio mettono in ciò che fanno. Quella stessa sensibilità e misura che noi

Il

bello non conosce

CRISI

di Kryos mettiamo nell'impaginazione di questa rivista e in quello che creiamo per le aziende che ci affidano la propria immagine. E allora, due consigli. Il primo: per il vostro Natale pensate un po' di più, cercate idee particolari e siate originali in tutto, anche in un semplice biglietto di auguri. Il secondo: non "sciupate" le feste. Marco Piancatelli, art director di CheMagazine! e titolare dello studio Kryos insieme a Mirko Procaccini

| 11


T

uffare il Macerata Opera Festival nel web 2.0, con tutta la sua tradizione e le sue storie di dame, cavalieri, armi, amori e audaci imprese è stato più dolce del previsto. Non c'è linguaggio più universale e attuale di quello dell'Opera lirica. Protagonisti giovani, folli e disperati. Passioni forti, scenografie spettacolari, e musica mozzafiato. #altrochelopera quindi! D'uopo l'hashtag che ho scelto per tutta la stagione lirica (e per il festival OFF), seguita step by step in una social media strategy di massima apertura e condivisione, che ha integrato alla perfezione le informazioni presenti nel nuovo sito internet istituzionale. Da un lato la

#altrochelopera fan page Facebook, pivot tra tutti i social network: Youtube, che ha finalmente messo al centro dell'attenzione le produzioni, la musica, la grande lirica de La Traviata, La Bohème e Carmen, sull'immenso palco dello Sferisterio; Instagram, app di smartphone con la quale ho aggiornato in real time ciò che avveniva sul palco dello Sferisterio e nei momenti salienti. E poi Twitter, con l'hashtag #altrochelopera per gli aggiornamenti rapidi e i live tweet. Infine Tumblr, piattaforma

I tweet, gli hashtag, i post, le foto con gli smartphone entrano nel mondo del nuovo teatro

per il macerataoperablog, nel quale ho raccolto il materiale prodotto dagli studenti del Laboratorio di Scrittura Critica dell'Accademia di Belle Arti di Macerata. Filmati, interviste, clip, backstage, impressioni del pubblico e tutta la passione di una stagione lirica che passerà alla storia. Anche del web 2.0! Vogliamo scommettere che sarà così anche per il mondo del teatro? Alessio Ruta web journalist Esserci Comunicazione twitter.com/#!/alessioruta

| 13


I

duta da Renato Pasqualetti l 2013 è l’anno del dee diretta da Fabio Tiberi, la cennale per la FORM, la FORM è composta per la Fondazione Orchestra maggior parte da valenti Regionale delle Marche. musicisti marchigiani, fra cui Dieci anni che l’hanno molti giovani. Affronta con vista protagonista sui palchi flessibilità il repertorio sia liridei teatri marchigiani e non co, sia sinfonico, solo. Infatti è distinguendosi stata orchestra per una particoprincipale del L'orchestra Festival Snow & marchigiana è lare duttilità sul piano artisticoSymphony di St. un patrimonio interpretativa. Moritz, nel 2005 della nostra Ne sono una è stata invitata grande testimodal Presidente regione nianza i concerti della Repubbligià in programca Carlo Azeglio ma, dall’evento speciale con Ciampi ad eseguire il tradiGino Paoli all’attesissimo apzionale Concerto di Fine Anno puntamento fermano con al Quirinale, e si è esibita a Aleksey Igudesman e Richard Roma, Betlemme e GerusaHyung-Ki Joo. lemme con il Concerto per la Vita e per la Pace. L’attività musicale si collega a quella della Società Filarmonica Marchigiana, fondata nel 1985. Un’esperienza di lunga tradizione che ha consentito la crescita di un complesso orchestrale di grande qualità. Si può affermare che l’Orchestra Filarmonica Marchigiana è una delle eccellenze del patrimonio dei Beni culturali delle Marche. Presie-

Dieci

anni FORMidabili

| 15


| Eventi

Musica senza

fine F

ORM e Gino Paoli insieme. Il cantautore genovese è un interprete di prima qualità che sa sperimentare strade artistiche nuove. Come questa, intrapresa con la FORM, l’Orchestra Regionale delle Marche, una delle 13 Istituzioni Concertistiche Orchestrali italiane (ICO) riconosciute del Ministero per i Beni e le Attività Culturali. Una iniziativa, dal titolo Gino Paoli & FORM, musica senza fine, che affascina il pubblico, ripercorrendo le tappe più significative di

16 |

una lunga carriera. Accompagnato dall’Orchestra Filarmonica Marchigiana e da un trio jazz composto da Rosario Bonaccorso al contrabbasso, Roberto Tarenzi al pianoforte e Pasquale Angelini alla batteria, Paoli interpreta le sue canzoni arrangiate dal M° Stefano Fonzi. Bonaccorso non è nuovo a collaborazioni con Paoli. I due, infatti, nel 2007 lavorarono insieme per il disco Un incontro in jazz, al quale parteciparono anche Roberto Gatto, Flavio Boltro e Danilo Rea. Le strade tra il cantautore e il pianista Rea non si sono divise e nell’ultima estate il sodalizio ha originato un nuovo album. La sintonia tra i due è talmente forte che si parla di una possibile partecipazione alla prossima edizione del Festival di Sanremo. Ora Paoli fa un ulteriore passo in avanti ed incontra anche 35 orchestrali sui palchi dei teatri marchigiani.


Pesaro, Fermo e Fabriano ospitano il grande evento dell'inverno

FORM e Gino Paoli

Riconosciuto come ve e piene di lirismo, insieme nelle Marche uno dei più grandi lasciano spazio alle con 3 date in programma rappresentanti della emozioni, tornando musica leggera itaindietro nel tempo, liana, ha scritto e inma con un linguagterpretato brani indimenticabili, quali Il cielo gio sempre attuale. in una stanza, La gatta, Che cosa c'è, Senza Tre le tappe in calendario: venerdì 30 nofine, Sapore di sale, Una lunga storia d'amore, vembre al Teatro Rossini di Pesaro, nell’amQuattro amici, Ti lascio una canzone, Averti bito della stagione dell’Ente concerti, addosso, Vivere ancora e tanti altri. Inoltre giovedì 6 dicembre al Teatro dell’Aquila di Paoli come interprete ha fatto conoscere Fermo per la stagione musicale del Comule canzoni di Manuel Serrat, Jacques Brel ne e domenica 9 dicembre al Teatro Gentile (la splendida Non andare via è la traduzione di Fabriano (AN), anche questa per la stadi Ne me quitte pas), Piero Ciampi, Leo Fergione musicale del Comune. Con questo ré (Col tempo è la versione di Avec les temprogetto, che si realizza in collaborazione ps), Alain Barrière, Pablo Milanes e Charles con Marche Jazz Network, la FORM entra Aznavour (Devi sapere). nei festeggiamenti del suo decennale, con Le versioni dei brani inseriti nella scaletta una serie di attività previste per il 2013. dei concerti previsti nelle Marche, innovati-

| 17


| Eventi

Happy Museum

Tanti eventi, un’App gratuita e molti sorrisi in più

Valorizzare e promuovere il grande patrimonio culturale della Regione Marche custodito nei suoi 400 musei. Coinvolgere emotivamente i visitatori con modalità divertenti e innovative. Far incontrare generazioni e culture diverse.

S Con la realtà aumentata si può partecipare ad un'innovativa caccia al tesoro all'interno dei musei 18 |

ono gli obiettivi di Happy Museum, il primo Festival dei Musei delle Marche. Obiettivi che il progetto di marketing museale, pensato dalla Regione Marche e sviluppato da Xcomm – Agenzia di Comunicazione Integrata – in collaborazione con GCODE – Azienda di sviluppo software –, vuole raggiungere accettando anche le sfide che la tecnologia oggi impone. Oltre al nuovo portale www. musei.marche.it– una sorta di Wikipedia del patri-

monio artistico e culturale delle Marche– e una pagina ufficiale su Facebook e Twitter, Happy Museum ha infatti anche un’App gratuita per Apple e Android presentata al Lu.Be.C. Lucca Beni Culturali lo scorso ottobre. Un’applicazione mobile che coinvolge l’utente in un vero e proprio viaggio virtuale, grazie alla guida ai musei e agli eventi in calendario e un’innovativa caccia al tesoro che si svolge all’interno dei musei utilizzando la realtà aumentata, un avanzato sistema di grafica interat tiva


Nelle foto alcune esposizioni marchigiane. Sotto quella di Valeriano Trubbiani

che consente di aumentare la realtà che ci circonda con elementi multimediali. Musei a portata di touch, ma anche tanti grandi eventi. Oltre alla mostra Giacomo dei libri – La Biblioteca Leopardi come spazio delle idee organizzata a Casa Leopardi a Recanati in occasione del bicentenario dell’apertura al pubblico della Biblioteca, anche l’antologica di Valeriano Trubbiani De rerum fabula alla Mole Vanvitelliana di Ancona fino al 17 marzo 2013. Centosessanta opere esposte, fra sculture riunite in installazioni, componenti di ambientazioni, pirografie su legno e disegni, fruibili da parte di visitatori vedenti e non che possono quindi essere viste e toccate, così come tutte quelle ospitate nella ricca collezione permanente del Museo Tattile Statale Omero. L’osservazione tattile è, infatti, il principale

canale di conoscenza del museo – da annoverare fra i pochi specializzati a livello

Alla Regione Marche il premio speciale al Best Event Awards 2012

mondiale –, istituito nell’intenzione di colmare un vuoto nel panorama dei servizi culturali per disabili visivi ma anche per permettere a tutti un’esperienza innovativa attraverso suggestioni plurisensoriali extra-visive. I risultati di Happy Museum non si sono fatti attendere: in sei mesi circa 190mila visitatori e un Premio Speciale al BEA Italia 2012 – Best Event Awards, un certificato di qualità ai migliori eventi dell'anno. È stato assegnato alla Regione Marche come Ente pubblico che ha saputo meglio utilizzare e valorizzare l’evento come mezzo di comunicazione. Manuela Barbieri

| 19


| L'intervista

TEATRICOMU La Provincia fa rete L'Amministrazione provinciale di Fermo lancia il progetto che coinvolge 24 teatri del territorio e che punta alla gestione comune delle attività e servizi teatrali. L'assessore alla Cultura Giuseppe Buondonno illustra l'iniziativa.

S

u quali presupposti nasce e si sviluppa questa rete tra i teatri? «Abbiamo costruito una rete di 24 Teatri per avviare un processo di collaborazione tra loro. Il Fermano è una "città-territorio" di 170.000 abitanti, ricca di centri storici, beni culturali e, naturalmente, teatri; è giusto pensare che, seppure con la dovuta gradualità, arrivino ad una collaborazione sempre più stretta, è una delle strategie da mettere in campo per rispondere alle difficoltà sempre maggiori che gli Enti locali hanno per sostenere i teatri e la cultura».

20 |


In senso orario da destra: L'assessore Giuseppe Buondonno, il Teatro La fenice di Amandola, il Teatro delle Api di Porto Sant'Elpidio e il Teatro Alaleona di Montegiorgio

UNI Anche nel Fermano la difficile situazione economica sta creando seri problemi ai Comuni nella programmazione delle loro stagioni teatrali. «È il segno concreto dei danni che sta facendo una politica nazionale di tagli agli Enti locali: qui si rischia una vera e propria desertificazione culturale, che non aiuterà nessuna ripresa del Paese. In questo quadro, tanto la Regione Marche quanto la Provincia di Fermo hanno scelto, invece, nei limiti delle loro possibilità, di continuare ad investire nella cultura favorendo, appunto, progetti di rete; invece di disperdere poche risorse in mille rivoli, abbiano deciso di sostenere, oltre a quella dei teatri, le reti delle biblioteche, dei musei e degli archivi, cioè i principali beni culturali». Cosa c'è nel presente e nel futuro di TeQuanto pesa in tutto questo l'incertezza atricomuni? sul futuro di un Ente come la Provincia? «Teatricomuni prende l’avvio come rete di «Oggi non possiamo ancora sapere con promozione e di gestione cocertezza quale sarà il destino ordinata delle informazioni; delle Province né le loro esatnel suo futuro c’è, però, ante competenze future. Per Tra gli che un coordinamento delle questa ragione abbiamo inobiettivi la attività di gestione dei servizi dividuato tra quelli più grandi produzione teatrali, delle attività di formaun Comune capofila per ciazione scolastiche giovanile scuna rete: nel caso di Teatriteatrale ed una possibile attività di comuni si tratta di quello di coordinata produzione teatrale». Porto Sant’Elpidio. Ciò potrà

| 21


| L'intervista

garantire una autonoma gestione anche qualora le Province non dovessero avere più competenze di politiche culturali». Restiamo sull'aspetto promozionale. «Teatricomuni, oltre alla presente brochure, ha già un sito unitario, una mailing list, una campagna di promozione comune. Sono previste, però, altre attività da sviluppare insieme: la sperimentazio-

22 |

ne di uno spettacolo con supporti audio e video a vantaggio della sensibilità

Il progetto guarda soprattutto agli studenti e ai giovani sensoriale; il bando per la produzione di un reading teatrale destinato soprat-

tutto ai tanti piccoli teatri del Fermano; ulteriori attività di avvicinamento al teatro per gli studenti e i giovani. Abbiamo in animo di programmare anche "abbonamenti di rete" o altre forme di facilitazione per chi si abbona; un'ipotesi potrebbe essere uno o due spettacoli gratuiti negli altri teatri della rete. Ci stiamo lavorando, per superare piccole difficoltà che nell’attuale situazione possono apparire più


In senso orario da sinistra: il Teatro dell'Aquila di Fermo, il Teatro comunale di Porto San Giorgio e il Teatro Pagani di Monterubbiano

grandi. Questo numero di CheMagazine! presenta le belle stagioni teatrali di alcuni Comuni della provincia che voglio ringraziare per il lavoro attento e qualificato di programmazione; so quanto sia difficile per loro continuare a sostenere queste attività».

re sia al Comune di Porto Sant’Elpidio per il lavoro che svolge a vantaggio della rete; sia all’Amat, interlocutore prezioso e costante di ogni esperienza

teatrale marchigiana. Oltre, naturalmente, a tutte quelle realtà che hanno aderito al progetto e che ritengono questo lavoro fondamentale».

Chiudiamo con un invito, doveroso, ai cittadini, veri protagonisti di un territorio che, quasi in controtendenza, mantiene più che accesa la luce sulla cultura e sulle proprie eccellenze. «Colgo questa occasione per rivolgere un invito ai tanti – giovani e non – che non frequentano i teatri ma che leggeranno questo magazine. Lo faccio anche da insegnante: andate al teatro, in quello della vostra città e negli altri; fatevi contaminare da questa passione che ci rende più vivi, che moltiplica la nostra esperienza umana. Uscire la sera per andare al teatro può apparire un sacrificio, ma ne vale la pena. Infine, un ringraziamento particola-

| 23


| Fermo

Fer una grande

Al Teatro dell'Aquila parte la nuova produzione della Compagnia della Rancia Frankenstein Junior

24 |


mo anteprima nazionale

T

eatro sperimentale e sguardo attento ai testi classici. Questa pare essere la mission della nuova stagione del Teatro Dell’Aquila di Fermo. Dopo l’avvio con il Furioso Orlando di Stefano Accorsi, l’appuntamento di sabato 24 novembre alle 21 e in replica domenica 25 alle cinque del pomeriggio, è quello con Frankenstein Junior, spumeggiante nuovissima produzione della Compagnia della Rancia. Diretta dal solito Saverio Marconi, regista guida nel mondo del musical italiano, l’allegra brigata tolentinate si avvale dell’esperienza trentennale di un attore come Giampiero Ingrassia, qui

nei panni di Fredrick Frankenstein. Ed è proprio su trenta candeline che, la principale società di produzione di musical dello Stivale, soffierà con il nuovo anno. Trent’anni di successi messi a segno che fanno della compagnia, non solo l’orgoglio della produzione teatrale marchigiana, ma anche la punta di diamante di un genere capace di appassionare adulti e bambini. Sabato 15 dicembre alle 21, e in replica domenica 16 alle 17, è la volta di Smashed, spettacolo della compagnia britannica The

A sinistra: Il cast di Frankenstein Junior. In senso orario dal basso: una scena dell'opera Un tram che si chiama desiderio, Alessandro Gassman e Isabella Ragonese

| 25


Memore forse dei trascorsi paterni, AlesGandini Juggling (foto sotto). L’arte della sandro Gassman guarda al celebre dramgiocoleria si fa omaggio alla grande danmaturgo inglese del ‘600 e veste i panni di za, quella della coreografa tedesca, madre R III-Riccardo Terzo, martedì 5 e mercoledì 6 del Tanz Theater, Pina Baush. marzo alle 21. La tragedia di Shakespeare, Dalla sperimentazione ad un classico della qui nella traduzione di Vitalino Trevisan, letteratura. Il 19 e il 20 gennaio, Alessanrappresenta il primo confronto di Alessandro Preziosi è Cyrano De Bergerac, l’abile dro Gassman con la direzione di un testo spadaccino dal naso lungo innamorato di Shakespeare. della bella Rossana, capace di alternare Il cartellone si chiude con un classico del alla fredda lama il calore della poesia. teatro ottocentesco, Hedda Gabler del paSi torna a sperimentare con Un tram che dre della drammaturgia moderna, Henrik si chiama desiderio firmato Antonio LaIbsen. A incarnare la donna eternamente tella, di scena il 2 e 3 febbraio rispettivainsoddisfatta e assetata di mente alle 21 e alle 17. La successo è qui la splendicommedia di Tennessee da Isabella Ragonese, volto Williams, viene qui rimastiGassman si cinematografico di Viola di cata dall’eclettico regista mare, Tutta la vita davanti campano e poco rimane confronta con e molte altre pellicole di di quella commedia dolun testo di successo che però si presta ce-amara che tutti ricorShakespeare per sempre volentieri al teatro, diamo, targata Elias Kazan la prima volta suo primo amore. e interpretata da Marlon Brando. Emanuela Sabbatini

| 27


Oltre

la prosa

Musica, danza e monologhi completano il variopinto cartellone del Teatro dell'Aquila

F

ederico Rampini, il Balletto di Roma, Marco Paolini e Tosca sono i protagonisti dei quattro appuntamenti fuori abbonamento. Dopo l’omaggio della cantante romana ai brani e ad alcuni dei film più belli del panorama artistico di tutti i tempi in Zoom – spartito cinematografico, il reporter-nomade della globalizzazione Federico Rampini porta in scena il 4 dicembre Occidente Estremo. Vi racconto il nostro futuro, uno spettacolo-verità costruito con musiche e immagini. Il 24 gennaio la danza attende il pubblico del Teatro di Fermo con The Arena Love, una serata carica di un’energia dirompente con protagonista il Balletto di Roma composta da brani in forma di Gala e da una coreografia esplosiva (che dà il titolo alla serata) di Michele Pogliani. L’ultimo appuntamento, il 5 aprile, è con un amatissimo narratore, Marco Paolini in scena con Itis Galileo. Lo spettacolo «è l’occasione – afferma Paolini – per ragionare di scienza mal digerita sui banchi di scuola, di argomenti ben portati da filosofi, maghi, preti e scienziati circa il modo di immaginare l’universo, di spiegare l’attrito e di far l’oroscopo».

In senso orario dal basso: Il balletto di Roma, Federico Rampini e Marco Paolini

| 29


| Fermo

Domeniche Tre rassegne dedicate ai bambini e ai ragazzi. Previsti anche percorsi didattici

30 |

«

da favola

Non è un paese per vecchi», diceva un celebre film dei fratelli Coen, e quest’anno il cartellone del Teatro dell’Aquila di Fermo sembra essere d’accordo. Due sono le sezioni dedicate ai più piccoli, per un totale

di dieci spettacoli. Quattro le Domeniche da favola. Dopo l’appuntamento dell’undici novembre con Attenti al lupo, in cui il Teatro dell’Aquila si è trasformato nella sede del settimo congresso dell’ALCI – Associazione Lupi Cattivi d’Italia, domenica 9


dicembre, sempre alle 17, il palco diventa il lugubre bosco de La storia di Hansel e Gretel. Cambio di scena il 13 gennaio, con l’allegro Parcopinocchio. Questa serie di spettacoli domenicali si chiude il 24 febbraio alle 17, con Nunsense... le amiche di Maria, un musical in stile Sister act, che promette bene già dal titolo. La seconda sezione che il Teatro dell’Aquila di Fermo dedica ai bambini e ai ragazzi, si intitola Scuola di Platea. Nell’ambito della rassegna Classico Contemporanea, va in scena, martedì 6 novembre alle 21, il Mandragola di Niccolò Machiavelli. Martedì 20 febbraio, invece, la regista Serena Sinigaglia racconta il suo amore per Shakespeare in una conferenzaspettacolo dal titolo Di a da in con su per tra fra Shakespeare Una storia d’amore. La rassegna si conclude martedì 19 marzo alle 21 con The end, uno spettacolo forte quanto necessario, sul fine vita. Nell’ambito del progetto per la produzione di opere liriche introdotte da percorsi didattici, va in scena L’Olandese Volante di Wa-

gner, in replica lunedì 6, martedì 7 e mercoledì 8 maggio. La terza e ultima rassegna, A tutta velocità, prevede due spettacoli: Processo alle verdure e Lo scavo meraviglioso, rispettivamente sul palco fermano mercoledì 23, giovedì 24 e venerdì 25 gennaio, e martedì 29, mercoledì 30, giovedì 31 gennaio e venerdì 1 febbraio.

A sinistra: Parcopinocchio In alto: Serena Sinigaglia sopra: La storia di Hansel e Gretel

Veronica Antinucci

| 31


www.mariobruni.it - Info: +39 0734 890584


R

icco calendario per la stagione co n ce r t i s t i c a di Fermo. Circa trenta gli appuntamenti di una agenda che coniuga assieme letture inedite di panorami pop, jazz e mondo sinfonico, il tutto nella splendida cornice del Teatro dell’Aquila. Brillano i cinque grossi concerti dell’Orchestra Filarmonica Marchigiana. Ad aprire il 2013, l’1 gennaio alle 17 con le musiche di J. Strauss, F. Lehàr, G. Rossini, L. Bernstein, Romolo Gessi dirige il Concerto per il nuovo anno. La Filarmonica regionale è di nuovo sul palco domenica 17 febbraio con Čajkovskij– Milenkovich, questa volta diretta dal maestro Giampaolo Maria Bisanti. Appuntamento imperdibile quello intitolato A little nightmare music, in collaborazione con l’associazione Tam, che vede in scena venerdì 15 marzo alle 21, il violino di Aleksey

STAGIONE SINFONICA Igudesman e il piano di Richard Hyung-ki Joo (foto). Musiche di Mozart, Rachmaninov, Kerr, Strauss, Vivaldi, Bach, Beethoven, Morricone. Incursione nel mondo pop, il 6 dicembre alle 21 con Gino Paoli&FORM. Musica senza fine, in collaborazione con

Marche Jazz Network. L’Orchestra Filarmonica dell’Adriatico, unione dell’orchestra marchigiana con quella abruzzese, chiude la serie di esibizioni della FORM, il 9 aprile, con Verdi Requiem. Emanuela Sabbatini

Lirica: Lucia di Lammermoor

L

ucia di Lammermoor per il secondo appuntamento della stagione lirica. Dopo la Manon Lescaut (foto) andata in scena ad ottobre, sabato 1 dicembre (ore 21) e domenica 2 (ore 17) è la volta del nuovo allestimento dell’opera di Gaetano Donizetti, in coproduzione anche con i Teatri di Jesi, Novara, Ravenna, e il circuito lirico lombardo. La rappresentazione è una rivisitazione della scenografia di Josef Svoboda.

| 33


| Sant'Elpidio a Mare

Risate, grandi nomi ed emozioni. Sono le parole che caratterizzano la stagione di prosa e danza del Teatro Cicconi. In scena dal 5 dicembre Open Day, Viva Verdi, A piedi nudi nel parco, Se devi dire una bugia dilla ancora piĂš grossa, Contemporary Tango e Vite private. Speciale calendario domenicale anche per i ragazzi.

Sant'Elpidio Elpidio Elpidio a Mare

I

l cartellone si apre mercoledĂŹ 5 dicembre con Open Day, commedia dolce-amara scritta da Walter Fontana e diretta da Ruggero Cara. Angela Finocchiaro e Michele Di Mauro vestono i panni di due genitori separati che si ritrovano faccia a faccia

A sinistra: Angela Finocchiaro, protagonista di Open Day

34 |

A destra: Corrado Tedeschi e Benedicta Boccoli compongono il cast di Vite private


realizzare uno spettacolo di qualità. per iscrivere la loro figlia al liceo. Sembra Di tutt’altra natura è Viva Verdi, in scena al facile, ma la realtà è molto diversa: anche Teatro Cicconi giovedì 10 gennaio. Interfirmare un semplice modulo può rivelarsi pretato e diretto da Cesare un pretesto per tirare fuori Bocci, questa pièce è un i vecchi rancori. In un creIl 10 gennaio omaggio a Giuseppe Verdi scendo di follia e di umaun omaggio in occasione del 200° anninità, Open Day è la dimoall'anniversario di versario della sua nascita. Il strazione di come bastino testo di Stefano Genovese, due attori eccellenti e una Giuseppe Verdi nato da un’idea di Paolo sceneggiatura efficace per

| 35


regista Stefano Artissunch si cala nel ruolo Notari e Massimo Zenobi, racconta le trache fu di Robert Redford e Gaia De Laurenme delle opere della trilogia verdiana – Il tiis in quello di Jane Fonda, per interpretare Rigoletto, Il Trovatore e La Traviata – infrauna storia romantica e divertente, ritratto mezzate da alcune delle loro arie più codell’uomo contemporanosciute. Viva Verdi non neo, incapace di gestire è una lezione di musica, dei rapporti, tantomeno ma un viaggio alla scoCast d'eccezione di coppia. perta dell’opera lirica, atper la commedia Se devi dire una bugia traverso notizie, curiosità Se devi dire una dilla ancora più grossa: e note critiche. bugia dilla ancora non è un consiglio ma Martedì 15 gennaio si più grossa il titolo di una divertentorna a sorridere al Teatro tissima commedia degli Cicconi di Sant’Elpidio equivoci, che approda a Mare, con A piedi nudi martedì 6 febbraio a Sant’Elpidio a Mare. nel parco, un classico moderno della comUn cast eccezionale: Antonio Catania è media americana, scritto da Neil Simon e l’Onorevole De Mitri, Miriam Mesturino è portato al cinema nel 1967 da Gene Saks. Il

Sopra: una scena di Se devi dire una bugia dilla ancora più grossa

| 37


In senso orario da sinistra: Kledi Kadiu, Cesare Bocci e una scena di A piedi nudi nel parco

la sua amante, nonché Ufficio stampa dell’opposizione. Insieme a loro, nella bellissima cornice dell’Hotel Palace, Ninì Salerno, Licinia Lentini e Raffaele Pisu. La regia e le musiche originali sono firmate da Gianluca Guidi. Giovedì 7 marzo si cambia ancora una volta registro e alla forza della parola si sostituisce quella della danza. Arriva Il Balletto di Roma con uno spettacolo dal titolo Contemporary Tango, portando con sé un ospite d’eccezione, il ballerino Kledi Kadiu. Le coreografie di Milena Zullo dimostrano, in questa performance, come il tango sia un linguaggio universale, capace di trascendere lo spazio e il tempo. La stagione del Teatro Cicconi si conclude con una delle più note commedie di Noel Coward, Vite Private, domenica 17 marzo. Interpretato da Corrado Tedeschi e Benedicta Boccoli, questo spettacolo ironico ma mai eccessivo, racconta una storia d’amore, anzi due, o forse tre. Tra ritorni di fiamma e matrimoni sbagliati, al pubblico non resta che ridere. Tutti gli spettacoli hanno inizio alle 21.15. Veronica Antinucci

| 39


I NOSTRI MARCHI I NOSTRI MARCHI I NOSTRI I NOSTRI MARCHI MARCHI I NOSTRI MARCHI I NOSTRI MARCHI

NEW FACTORY STORE: NEW9.00 FACTORY Lunedì-Venerdì: - 12.00 STORE: / 14.30 - 19.30 NEW NEW FACTORY FACTORY STORE: STORE: Lunedì-Venerdì: 9.00 - 12.00 / 14.30 - 19.30 Sabato: 9.00 - 12.00 NEW FACTORY STORE: Lunedì-Venerdì: Lunedì-Venerdì: 9.00 9.00 -9.00 12.00 - 12.00 / 14.30 / 14.30 - 19.30 - 19.30 Sabato: -STORE: 12.00 NEW FACTORY Lunedì-Venerdì: 9.00 12.00 / 14.30 - 19.30 Sabato: Sabato:9.00 9.00 - 12.00 - 12.00 Lunedì-Venerdì: 9.00 -9.00 12.00 / 14.30 - 19.30 Sabato: - 12.00 Sabato: 9.00 - 12.00


L

a stagione teatrale del Teatro Cicconi si completa con gli spettacoli per bambini. Quattro i titoli in cartellone che vanno in scena dal 28 novembre al 4 marzo 2013, sempre alle 10. Si parte con Lo scavo meraviglioso di Eventi culturali/teatri comunicanti, la storia di due esploratori che scandagliano il sottosuolo alla ricerca di qualche cosa di sensazionale rilevato dai loro strumenti di superficie, qualche cosa di cui ignorano le dimensioni e la fattezza, qualche cosa che mai nessuno ha misurato prima di allora. Il 28 gennaio 2013

Un

mondo MAGICO è la volta del Teatro dei Colori con una nuova produzione: Colori, immaginare l’immagine. Hansel

e Gretel arriva al Teatro Cicconi in tre repliche, dal 26 al 28 febbraio. Ortoteatro reinterpreta, con pu-

pazzi, burattini e attori, la fiaba classica in chiave moderna. Il programma si chiude il 4 marzo con la compagnia L’uovo che propone I vestiti nuovi dell’imperatore. Il tema della celeberrima fiaba di Hans Christian Andersen è quanto mai attuale nella nostra società in cui troppi preferiscono apparire piuttosto che essere, come il protagonista dello spettacolo che si dedica all’arte dello specchio piuttosto che a quella del governare il suo popolo.

Nelle foto: due sequenze di Hansel e Gretel

| 41


| Macer Macerata

Mac N

ove spettacoli da novembre ad aprile compongono il cartellone del Teatro Lauro Rossi di Macerata. Dopo il via a passo di danza con il Balletto Teatro di Torino che ha proposto Didone e Enea, sul palco maceratese arriva Nancy Brilli, interprete de La Locandiera di Goldoni (8 e 9 dicembre). Il 17 e il 18 gennaio Alessandro Preziosi in veste di interprete e regista di Cyrano de Bergerac di Edmond Rostand porta sul palco questa commedia tenera e romantica, tutta puntata sul ritmo. Un regista innovativo come Antonio Latella, invece, firma la regia di Un tram che si chiama desiderio, testo capolavoro di Tennessee Williams in scena il

42 |


Teatro Lauro Rossi

erata Grandi interpreti, maestri della scena, testi classici ed autori contemporanei disegnano un affascinante percorso nello spettacolo dal vivo che tocca anche la danza. 4 e il 5 febbraio con Laura Marinoni e Vinicio Marchioni. Lunetta Savino ed Emilio Solfrizzi sono i protagonisti, il 13 e il 14 febbraio di Due di noi per la regia di Leo Muscato, un maestro della scena, amato dal pubblico maceratese: la storia di tre emblema-

In cartellone Due di noi di Leo Muscato, regista della recente Bohème allo Sferisterio

tiche e paradossali situazioni matrimoniali. Il 28 febbraio e il 1 marzo con Un amore di Swan, spettacolo tratto dalla seconda parte dell’opera Ricerca del tempo perduto di Marcel Proust, Federico Tiezzi porta in scena – grazie all’interpretazione di Sandro Lombardi, Elena Ghiaurov e Iaia Forte – il racconto di un amore che diventa ossessione. Il 14 e il 15 marzo la stagione prosegue con Rosso del glorioso Teatro dell’Elfo. Il testo di John Logan approda – nell’allestimento diretto da Francesco Frongia – per la prima volta sui palco-

A sinistra: Lunetta Savino ed Emilio Solfrizzi, Sopra: Nancy Brilli, Anna Bonaiuto e una scena di Noosfera Titanic

| 43


scenici italiani con protagonisti Ferdinando Bruni e Alejandro Bruni Ocaña. Anna Bonaiuto è l'intensa protagonista il 9 e il 10 aprile dell'appassionato monologo La belle joyeuse dedicato alla principessa Cristina Trivulzio di Belgioioso riconsegnando l’ultimo palcoscenico ad una voce dissonante, aspra, appassionata, a tratti necessaria e illuminante anche per i nostri giorni. Un grande maestro della narrazione come Ascanio Celestini chiude il 14 aprile la stagione con Pro Patria. Senza prigioni, senza processi, in cui il cantastorie romano riesce a far convivere due storie: quella dei Risorgimenti e quella di un detenuto. La stagione è promossa dal Comune di Macerata e dall’AMAT e realizzato con il contributo di Regione Marche e Ministero per i Beni e le Attività Culturali. Il quadro si completa con lo spettacolo a cura di Nessunteatro Noosfera Titanic, di e con Roberto Latini, in prima regionale (6 febbraio), e con il concerto, anche questo in esclusiva, promosso da Musicultura: Ragionar cantando canzoni e canzonette (6 aprile).

In senso orario dal basso: una scena di Un tram che si chiama desiderio, e di Didone e Enea. In alto: Alessandro Preziosi

R

itornano gli Aperitivi Culturali a teatro, organizzati dall’associazione Sferisterio Cultura in collaborazione con il Comune di Macerata e l’Amat. Il fortunato format della stagione lirica viene riproposto anche in inverno, sempre agli Antichi Forni, con contaminazioni culturali sul tema delle “pièces” in cartellone. La filosofia, l’arte, la musica, la letteratura, si confrontano con il grande mondo del teatro insieme ai protagonisti delle serate. Tra gli ospiti Monia Andreani (18 gennaio 2013), Pierfrancesco Giannangeli (5 febbraio), il direttore artistico del Macerata Opera Festival Francesco Micheli (14 febbraio), Quirino Principe (1 marzo) e Matilde Galletti (15 marzo).

Aperitivi Culturali

| 45


| Macerata

La musica sinfonica invade i teatri cittadini e si espande nel territorio provinciale

Appassionata

I

l pianista Michele Campanella ha dato il via alla sesta stagione concertistica maceratese, organizzata dall'associazione Appassionata e composta da quindici appuntamenti all'insegna della più alta qualità artistica. A dicembre arrivano due giovani ma già affermate formazioni: il 4 In senso orario dal basso: Alessandro Lanzoni, Rosarioil Quintetto Bottesini (archi e pianoforte) Giuliani, Fabio Giachino, con la famosa composizione di Schubert Bill Carrothers, Colours JazzLa Trota, e il 14 il Quartetto Prometeo con Orchestra e Fabrizio Bosso, un omaggio al musicista MTM Reunion maceratese Stefano Scodomenica 17 è la volta del danibbio, recentemente A dicembre Giardino Armonico, diretto scomparso. un omaggio dal flautista Giovanni AnPer lo spazio dedicato al tonini, gruppo apprezzato canto, il 15 gennaio si esial musicista e richiesto specializzato bisce il soprano Giovanna maceratese nell'esecuzione con struManci accompagnata da Scodanibbio menti originali della muClaudio Brizi con un presica del Sei-Settecento. Il zioso strumento dell'800, 22 marzo è in cartellone il un Harmonium-Celesta. duo pianistico Marco Sollini e Salvatore Febbraio è particolarmente ricco e inBarbatano, che presentano un programtenso: l'8 appuntamento con la violinima a quattro mani del grande repertosta svizzera Rachel Kolly d'Alba, mentre

46 |


rio romantico. L'11 aprile si esibisce dalla Germania il Trio Atos, giovane formazione con all’attivo un gran numero di riconoscimenti. Chiude la stagione il 19 aprile il pianista Andrea Lucchesini, figura significativa del concertismo internazionale e direttore artistico della Scuola di Musica di Fiesole. Si riconferma il progetto scuola, con il coinvolgimento delle scuole cittadine che allestiranno uno spettacolo incentrato sui titoli della prossima stagione dello Sferisterio, il 26 maggio al Teatro

Don Bosco. L'attività dell’associazione musicale Appassionata si espande anche nel territorio; sono previsti tre appuntamenti in collaborazione con la Provincia di Macerata nei comuni di Urbisaglia (27 dicembre), Montecosaro (27 gennaio) e Corridonia (2 marzo).

| 47


Civitanova I Teatri di Civitanova hanno disegnato un percorso che tocca generi diversi: teatro & cinema (al Rossini), teatro & teatro (all’Annibal Caro) e teatro & libri (al Cecchetti).

L

a stagione invernale civitanovese propone un affascinante viaggio nello spettacolo affidato a scritture teatrali più o meno contemporanee, storie struggenti ed emozionanti con protagonisti grandi interpreti. Il dittico della sezione teatro & cinema si inaugura al teatro Rossini il 13 dicembre con Kramer contro

Kramer, testo teatrale di Avery Corman, autore anche del romanzo da cui fu tratto il celebre film di Robert Benton del 1979 (vincitore di numerosi Oscar) con protagonisti Dustin Hoffman e Meryl Streep. A raccogliere la sfida di un racconto emotivamente complesso che tratta un argomento ancora di grande attualità come quello dell’emancipazione femminile, sono, con forza

La stagione prende il via il 13 dicembre con Kramer contro Kramer

In alto: una scena di Don Giovanni a cenar teco

| 49


| Civitanova Marche e sensibilità, Daniele Pecci e Federica Di Martino, senza dimenticare la bella prova del piccolo Francesco Borgese. Un grande maestro della narrazione come Ascanio Celestini porta in scena l’11 aprile La pecora nera. Elogio funebre del manicomio elettrico, un appassionante monologo – diventato poi anche film – nato da un lungo lavoro sul campo che il narratore/attore romano ha condotto con il suo abituale metodo antropologico, per raccogliere testimonianze di quanti hanno lavorato, vissuto, patito il manicomio. Ad un maestro della scena internazionale, Antonio Latella, è affidata l’apertura della sezione teatro & teatro ospitata all'Annibal Caro. Il 24 febbraio l’appuntamento è con Don Giovanni a cenar teco nel quale Latella rilegge in modo personale la figura archetipa del Don Giovanni di Molière.

50 |


la Letteratura nel 1996. Ballata – Un altro testo di Molière, quein scena al teatro Cecchetti – è sta volta Il misantropo messo un reading elegante, con l’acin scena da Antonio Mingarelli compagnamento musicale di completa la proposta il 21 marAngela Annese al pianoforte. zo. L’opera, con protagonista Il 26 marzo è la volta di Amanuno straordinario Lino Musella, da Sandrelli che interpreta con affronta impietosamente i temi grande passione Oscar e la essenziali del vivere: il rappordama in rosa di Eric-Emmanuel to con gli altri, con la società, Schmitt. Un con il mondo, piccolo capocon la donna lavoro della amata. Il maestro della letteratura, un Ad aprire la narrazione monologo di sezione teatro Ascanio Celestini parole e musi& libri il priporta in scena ca. mo febbraio La stagione dei è l’attrice Licia La pecora nera Teatri di CivitaMaglietta che nova è promosrende omaggio sa dall’assessorato alla Cultura e a Wislawa Szymborska, la poal Turismo del Comune di Civietessa polacca recentemente tanova Marche, in collaborazioscomparsa, una delle più imne con l’Azienda Speciale Teatri portanti e significative voci del di Civitanova e l’AMAT. Novecento e Premio Nobel per

A sinistra in basso: il cast di Kramer contro Kramer. In alto: Licia Maglietta In questa pagina, in senso orario dal basso:; Amanda Sandrelli, Ascanio Celestini e un'immagine che si ispira a Il misantropo

| 51


Danza Civitanova

tutto l'anno

I

l geniale coreografo statunitense Daniel Ezralow ha aperto la sedicesima edizione della rassegna invernale Civitanova Danza tutto l’anno al Teatro Annibal Caro con la prima italiana di Open, il suo nuovo spettacolo. L’11 gennaio è il teatro Rossini ad ospitare uno spettacolo unico, Los Hermanos Macana, con protagonista il tango ballato dai fratelli Macana (Enrique e Guillermo De Fazio), considerati una delle coppie di ballerini più talentuose del panorama "tanguero" internazionale, richiestissimi per film e spettacoli in tutto il mondo, in scena con la Compagnia Argentina di Tango e accompagnati dalla musica eseguita dal vivo.

Un nuovo progetto di residenza segna il 17 febbraio la terza tappa di Civitanova

Danza tutto l’anno. La compagnia Luna Performing Project presenta, al termine

di una residenza al Teatro Annibal Caro, un dittico firmato da Fernando Suels Mendoza, uno dei danzatori più noti del Tanztheater Wuppertal di Pina Bausch. I Lost Something On The Hill, brano di grande intensità presentato al pubblico di Civitanova Danza, è nato proprio come un omaggio alla mitica coreografa. Completa la serata You and Eye, un solo creato per Alessio Kgi Giaccaglia, danzatore di break dance in un inedito brano al suo debutto. Il 10 marzo (teatro

In senso orario dal basso: il duetto Tao Te, un balletto di Daniel Ezralow, Los Hermanos Macana e un momento di Hasta Dónde?

| 53


In scena anche Cappuccetto Rosso in versione young

re l’attività dei professionisti e Cecchetti) l’offerta di danza scoprire nuovi talenti. guarda anche al pubblico dei Un dittico di spessore internabambini con Cappuccetto Roszionale conclude la stagione so di Ersilia Danza uno spettail 24 maggio al Teatro Annibal colo dedicato a loro, ma non Caro. Hasta Dónde? è il titosolo, che nasce dal desiderio lo del brano presentato dalla di dare nuovi significati ad una compagnia di Sharon Fridman, delle fiabe europee più antiche formazione spagnola guidata e raccontate di tutti i tempi. Lo dal coreografo di origini israspettacolo è preceduto da una eliane in scena lettura della favocon questa cola in biblioteca. reografia basata Il 6 aprile al Teatro Il 6 aprile sull’improv viAnnibal Caro è la sazione. Ferenc volta di Sotto a chi serata Fehér presenta danza!, una serata dedicata ai al pubblico di Ciin cui protagonisti nuovi talenti vitanova Danza sono i lavori seledella danza Tao Te, un duetto zionati nell’ambiper danzatori (in to dell’omonima scena lo stesso piattaforma della Ferenc Fehér con Ákos Dózsa) danza professionale marchiche si rifà al leggendario saggiana. L’iniziativa promossa dal gio cinese Tao Te Ching – La via Comune di Civitanova Marche della virtù di LaoTze. e dall’AMAT, intende monitora-

Di fianco: Cappuccetto Rosso Sopra: lo spettacolo I Lost Something On The Hill

| 55


| Porto San Giorgio

Sotto: una scena de La Traviata Sopra: Monica Guerritore interpreta Oriana Fallaci A destra: Lella Costa

A

pertosi l’8 novembre con lo spettacolo di Lella Costa, il cartellone, con il consueto appuntamento delle 21.15, procede con il fuori abbonamento di giovedì 13 dicembre, Sul ritorno della vecchia signora

testo di Friedrich Dürrenmatt, qui nella riduzione curata dagli allievi del Teatro Proscenio. Il 31 gennaio invece è la volta di Assoluzione di un amore di Jean Cotì per la regia di Stefano Tosoni. Una storia nella storia, vite private che si intrecciano su di un sfondo movimentato e caotico, i cui contorni sfumano in

Porto 56 |


un passato che oscilla tra ricordo nostalgico, violenza critica e idealismo esasperato. Gli anni sono quelli che vanno dal ‘67 al ’77, un decennio controverso e travagliato. La storia del nostro Paese è anche la storia di Angelica, una brava ragazza di provincia che scopre l'università, il movimento studentesco, il

sesso e l'amore per chi a questo mondo sembra appartenere da sempre e capirlo meglio di lei. Angelica uccide e si lascia uccidere da un’idea. Non si può parlare di donne senza toccare il personaggio classico di Violetta. E infatti venerdì 22 febbraio, la compagnia Artemis Danza e la coreografa Monica Casadei presentano Traviata. Dal personaggio operistico alla scottante narrazione di una donna in carne ed ossa, il passo pare breve. Lunedì 22 aprile, Monica Guerritore racconta la storia della scrittrice Oriana Fallaci in Mi chiedete di parlare.... La pièce, scritta dalla stessa Guerritore, porta al centro della scena la figura di questo personaggio enigmatico e controverso, che ha lasciato una profonda traccia nella cultura italiana e che ancora oggi fa di-

scutere. Una vera indagine che vuole togliere il velo ai cliché e ai pregiudizi che ruotano attorno a una delle più grandi giornaliste e scrittrici del Novecento. La stagione di prosa si chiude il 2 e il 3 maggio con un doppio appuntamento fuori abbonamento. La compagnia Odd Couple New Production, dell’attore e regista Stefano de Bernardin presenta una rivisitazione della famosa opera di Neil Simon, qui intitolata invertendone i termini La coppia strana. È alla comicità che è invece dedicata la tre giorni del 27, 28 e 29 dicembre. Si intitola Marche tube 2.0, l’evoluzione della specie la sketch comedy di e con Piero Massimo Macchini e Michele Gallucci, una improvvisazione targata Improvvivo.

Emanuela Sabbatini

San Giorgio È un tema tutto al femminile quello che attraversa la nuova stagione del teatro comunale. Fate, streghe e guerriere, questi i tre volti di donna per narrare, tra incanto e terrore, la storia del mondo del teatro.

| 57


TRA RACCONTI E FAVOLE

S

e gli adulti hanno l’imbarazzo della scelta, lo stesso può dirsi per l’offerta culturale dedicata ai bambini. La domenica alle 17 infatti, viene messo in scena uno spettacolo per ragazzi. Dopo l’avvio del 18 novembre, il secondo appuntamento è il 2 dicembre con Storie appese a un filo del Teatro del Canguro di Anco-

na. L’anno nuovo si apre con La storia di Pierino e il lupo del Tib Teatro di Belluno, di scena il 13 gennaio. Si torna nelle Marche, domenica 27 con Lo scavo meraviglioso, dei Teatri Comunicanti di Porto Sant’Elpidio. Il 17 febbraio è la volta di Re Leone va

in pensione della compagnia La Mansarda, Teatro dell’Orco di Caserta. Il 24 la compagnia Il Teatro dei Vaganti di Verona porta in scena Il lupo e i sette capretti. Si chiude a marzo con due appuntamenti. Il 3 con I vestiti nuovi dell’imperatore del Teatro Stabile dell’innovazione de L’Aquila e il 17 con I tre nasoni della Compagnia teatrale Prometeo di Bolzano.

Emanuela Sabbatini

| 59


| Porto San Giorgio

Fabrizio Bosso, Luciano Biondini, Paolo Fresu, Daniele di Bonaventura sono solo alcuni degli eccellenti artisti che si esibiscono a Porto San Giorgio

60 |

L

resta in aree di operetta venerdì 8 a musica passa da Porfebbraio con Chez Maxime. Si chiuto San Giorgio e lo fa de il 9 marzo con gli strumentisti in grande stile. Dopo dell’Orchestra di Santa Cecilia alle l’apertura il 23 novembre con il trio Plutino e prese con le musiche di Čajkovskij. Petrella, si prosegue l’8 Anche alla parola è dedicato molto dicembre con Travels, spazio. Due cicli di incontri di apincontro tra il trombettista Fabrizio profondimento pomeridiano alle 17 Bosso e il fisarmonicista Luciano vengono riservati alla storia e filosoBiondini. Il 15 alle 17, è invece la volfia del teatro e all’arte con particolata del concerto di Santa Cecilia. Il re riferimento al tema della stagione: grande jazz torna il 16 con la tromFate, streghe e guerriere. ba di Paolo Fresu e il bandoneon di Alle arti sceniche vengono destinati Daniele Di Bonaventura. Due invece gli incontri del sabato tenuti dal dii concerti per festeggiare il Natale rettore artistico del teatro comunae l’anno nuovo. Il 26 alle 17 il Coro le Cesare Catà e Luigi Maria Musati. Polifonico della città L’1 dicembre si indaga dà vita al Concerto di L’incredibile storia di una Natale, mentre l’1 genFata: Ondine di Jean GiIn cartellone naio si attende il Conradoux. Il 26 gennaio è una grande certo di Capodanno. la volta di Tra le braccia Il 5 alle 21.15 la soprafemminili della follia: Il stagione no So Eun Jean e il padre di Strindberg. Due musicale baritono Giampiero gli appuntamenti dedi jazz Ruggeri, si esibiscono dicati a Shakespeare. Il nel Concerto lirico. Si 2 febbraio con La voce


arti

Il regno delle

delle streghe del Macbeth e il 13 aprile con Ofelia, Giulietta e l’amore micidiale. A fare da frammezzo sabato 16 marzo l’incontro su Oreste dell’Alfieri: Elettra, Clitennestra, la vendetta. All’arte è invece riservato il giovedì pomeriggio. Gli incontri patrocinati dal FAI, iniziano il 20 dicembre con Nunzio Giustozzi che introduce al tema Una sensuale perdizione: la donna dei simbolisti. Un balzo indietro nella storia dell’arte con l’appuntamento tenuto da Catà il 24 gennaio Primavera e le altre: simboli e misteri

neoplatonici di Sandro Botticelli. Si approda in Messico il 21 febbraio con Daniela Simoni che narra L’inquieta forza visionaria di Frida Kahlo: biografia per immagini. Il 14 marzo è la volta di Simona Nicheli, mentre il 4 aprile Giuseppe Capriotti ci porta nel mondo mistico di Maghi e magie nella pittura del Rinascimento. Chiude il 18 Francesca Coltrinari con Un mestiere fatale: donne artiste del Rinascimento.

Tutti gli eventi sono collegati al tema Fate, streghe e guerriere

Emanuela Sabbatini

A sinistra: Paolo Fresu e Daniele di Bonaventura A lato: Fabrizio Bosso e Luciano Biondini Sopra: Gianluca Petrella

| 61


Teatro

A

l grido di “Il teatro è vivo” si a ccende la nuova stagione del teatro Domenico Alaleona di Montegiorgio. Cinque appuntamenti, tre dei quali in assoluta esclusiva regionale e una novità, le Domeniche a teatro, serie di

Alaleona spettacoli pensati appositamente per i più piccoli. Sul cartellone 20122013, spiccano tanti nomi di interesse nazionale, tutti impegnati a narrare il tema dei temi: la coppia. Dal dramma della gelosia,

Montegiorgio alla classica commedia degli equivoci, dall’analisi dei sentimenti e delle dinamiche di coppia alla resa dei conti, quella che si fa con quel che resta dell’amore.

| 63


| Montegiorgio

Ad aprire la stagione sabato primo dicembre, una esclusiva regionale, Otello di Shakespeare. A vestire i panni del Moro di Venezia, Massimo Dapporto diretto dalla regia di Nani Garella per un un dramma d’amore, in cui il protagonista si trova preda di un sentimento tanto potente da fargli perdere la ragione.

Nella pagina precedente: Angela Finocchiaro In alto: Massimo Dapporto in Otello A lato: una scena di Un marito ideale Nella pagina a fianco: Massimo Venturiello e Tosca

64 |

E se la gelosia è uno dei mali più grandi e più comuni degli innamorati, non ci si può certo sottrarre dall’indagare l’aspetto morale della relazione di coppia. E

allora venerdì 21 dicembre Valentina Sperli e Roberto Valerio sono i signori Childern di Un marito ideale di Oscar Wilde, qui in anteprima regionale. Tema centrale


Bambini: un teatro su misura

L

a novità dell’anno a Montegiorgio si chiama Domeniche a teatro, progetto di teatro dedicato ai ragazzi che vede alternarsi su palco del Domenico Alaleona due compagnie. Il gruppo Elsinor di Milano, il 27 gennaio con Artù e Merlino e il 24 febbraio con Cipì manuale di volo. Il 3 marzo invece con Arrivi e partenze, si esibiscono gli attori del Teatro Pirata di Jesi.

Massimo Dapporto veste i panni del Moro di Venezia della commedia è il problema della corruzione politica e dell'integrità dei governanti. Un tema drammaticamente attuale per la nostra società a cui se se aggiunge un altro di carattere privato: un marito, per essere ideale per sua moglie, deve anche impersonare la perfezione morale?

Venerdì 18 gennaio, si riaccendono le luci sull’ultima esclusiva della stagione. Si tratta del Borghese gentiluomo di Molière, una commedia-balletto impersonata da Tosca e da Massimo Venturiello. Satira e commedia si fondono assieme per dimostrare come oltre ogni diversità di ceto sociale, l’amore si manifesti e agisca sempre allo stesso modo, senza alcuna differenza. A quel che rimane di non detto, a quel che fa da tappeto su cui adagiare ricordi, viene dedicato invece Open Day,

In alto: una scena di Cipì manuale di volo Sopra: una scena di Arrivi e partenze

| 65


Nella foto: il cast di Scene da un matrimonio

di scena lunedì 25 febbraio. Scritto da Walter Fontana, diretto da Ruggero Cara e impersonato da Angela Finocchiaro e Michele Di Mauro, la pungente commedia riparte dal punto esatto in cui la coppia scoppia, costringendo gli ex marito e moglie a fare i conti con il loro presente e con il loro passato.

Il tema conduttore delle opere in programma è la relazione a due E ancora si ripercorre lo stato di salute di una relazione d’amore, il prima e il dopo, il singolo e il doppio con Scene da un matrimonio di Ingmar Bergman interpretato da Daniele Pecci e Federica Di Martino. Passato a inizio anno al Teatro India di Roma, uno dei più innovativi della scena della Capitale, il 12 marzo giunge in terra marchigiana, una commedia intensa che riporta la coppia sul piano dell’introspezione e del necessario bilancio emozionale. Emanuela Sabbatini

Arriva la Scugnizza Fuori abbonamento, giovedì 7 febbraio è di scena Scugnizza, della Compagnia Italiana dell’Operetta. Con Umberto Scida e Elena D’Angelo, nei tre atti musicati, la vicenda di un contrasto amoroso, il tutto in salsa partenopea. A partire dall’8 dicembre con Core de Muntijorgio, si susseguiranno altri eventi che puntano a dare voce alle realtà locali.

| 67


Teatro delle

Api C

oncerto imperdibile al Teatro delle Api. Una serata all'insegna del soul, blues ed RnB di una delle migliori interpreti del genere: Linda Valori. Il 30 novembre alle 21 la cantante marchigiana presenta, insieme alla sua band europea, il suo nuovo progetto nato dalle ultime esperienze negli Stati Uniti: Linda sings The Blues. Ospite speciale della serata, ad ingresso grauito,

Serata ad ingresso gratuito in anteprima con Linda e il sassofonista Sax Gordon. La musica torna il 27 dicembre con un atteso concerto di Gospel.

è Sax Gordon, uno dei migliori sassofonisti nel circuito americano. Il 2 dicembre, sempre alle 21, appuntamento al teatro per la presentazione ufficiale del cartellone 2012/13 con il direttore artistico Neri Marcorè e con il curatore del settore musica Gianbattista Tofoni. Dicembre riserva ancora una bella sorpresa con la serata gospel che vede protagonisti Earl Bynum & As We Are feat. Cora “Sister” Armstrong. Il 27 dicembre alle 21.30 Earl Bynum produttore, autore, già conosciuto in Italia come direttore del coro Virginia Mass Choir, torna con la sua storica formazione As We Are e ripresenta la collaborazione con una delle più interessanti voci femminili gospel della East Coast Cora Harvey Armstrong. In senso orario dal basso: Earl Bynum & As We Are feat. Cora “Sister” Armstrong, Linda Valori e Neri Marcorè

| 69


| Porto Sant'Elpidio

Un teatro che guarda verso i bambini è un teatro che guarda al futuro. Porto Sant’Elpidio riserva ben nove spettacoli ai più piccoli con la rassegna A teatro insieme giunta alla ventiquattresima stagione.

Spettacoli per tutta la

D

opo l’avvio dell’undici novembre con Storia tutta d’un fiato a cura dell’Albero Blu, il 9 dicembre è la volta de Il canto di Natale, una delle opere più famose e popolari di Charles Dickens, un racconto fantastico sulla conversazione dell'arido e tirchio Ebenezer Scrooge visitato nella notte di Natale da tre spettri, a cura della Ditta Gioco Fiaba. Si passa quindi al 2013. Il 20 gennaio va in scena Unoteatro Stilema con Storia di un palloncino. Attraverso il personaggio del Palloncino azzurro i bambini diventano protagonisti di un racconto che parla della voglia di libertà, del senso di responsabilità e del filo che lega il mondo ideale dei desideri alla realtà di ciò che si riesce a realizzare. Il 3 febbraio il gruppo Eidos propone Occhiopinocchio. Lo spettacolo, pur trattando solo le tappe più importanti, segue la trama di Collodi e conduce, in modo divertente e frizzante, il

70 |


Nella pagina a fianco, in senso orario dal basso: Storia di un palloncino, Occhiopinocchio ed È arrivato un gommone carico di europei A lato: Storia tutta d'un fiato Sotto: Raperonzola e Hansel e Gretel

famiglia giovane pubblico nel fantastico mondo di Pinocchio. Comicità, videoproiezioni, festosa interazione con il pubblico sono gli ingredienti de Lo scavo meraviglioso, appuntamento targato Eventi Culturali/teatri comunicanti in scena il 24 febbraio. Sesto pomeriggio con il Teatro Verde ed il suo spettacolo Hansel e Gretel, la strada nel bosco, il racconto dei due bambini che, dovendo affrontare le vita da soli, chiedono aiuto agli abitanti del bosco (ed ai bambini in sala). A questi appuntamenti si aggiungono gli spettacoli riservati alle scuole, sempre al Teatro delle Api ma in orario mattutino. In cartellone È arrivato un gommone carico di europei del teatro stabile d’innovazione Elsinor (18 gennaio), Lo scavo meraviglioso, viaggio al centro del teatro a cura di Eventi Culturali/teatri comunicanti (25 febbario) ed infine Raperonzola (5 aprile) a cura di Rosaspina un teatro. La direzione artistica è affidata a Marco Renzi. L’orario degli spettacoli pomeridiani è 17.15.

| 71


| Montegranaro

Teatro

Covatta, Cristicchi e Vergassola sono i protagonisti della stagione 2013

La

I

l primo grande autore a salire sul palco de La Perla è Giobbe Covatta. Venerdì 23 novembre alle ore 21.30, il comico pugliese, napoletano d’adozione, porta a Montegranaro Recital. Più che uno spettacolo, un viaggio attraverso il nostro continente, i suoi abitanti e i suoi territori, senza dimenticare la difesa dei più deboli, punto fermo della vita e della carriera di Giobbe Covatta. Solo un grande comunicatore come lui è in grado di unire comicità ed impegno sociale, senza far prevalere mai l’una sull’altro, ma con l’imperativo di far divertire senza smettere di pensare, perché, si sa, ridere è una cosa seria.

Il freddo è ormai tornato. Si abbandonano gli abiti leggeri e si abbottonano i cappotti e alle arieggiate arene si preferiscono gli accoglienti teatri. Anche il Teatro La Perla di Montegranaro riapre i battenti, e lo fa con una stagione estremamente allettante, merito anche di tre nomi eccellenti. 72 |


Perla Dopo la certezza del sorriso con Giobbe Covatta, giovedì 10 gennaio, sempre alle 21.30, arriva la sorpresa di Mio nonno è morto in guerra di e con Simone Cristicchi. Il cantautore romano, torna in teatro (il suo debutto è stato con Li romani in Russia) dopo aver viaggiato attraverso la musica, la letteratura e la radio. Il monologo che propone al pubblico de La Perla è tratto dal suo ultimo libro, una raccolta di testimonianze orali di vecchi soldati dell’esercito italiano, di partigiani scappati sui monti e di civili coinvolti nella Seconda Guerra Mondiale. Quattordici storie di altrettanti piccoli eroi dimenticati dalla Storia, che riprendono vita attraverso la voce, mai uguale a se stessa, di un artista capace di rendere semplici anche le vicende più complicate. Si torna a ridere di gusto con il terzo ospite del Teatro La Perla di Montegranaro. A chiudere questo ciclo di in-

contri, giovedì 4 marzo alle 21.30, è Dario Vergassola. Il comico spezzino torna in teatro con Sparla con me, dopo il successo televisivo al fianco di Serena Dandini. In questo monologo, Vergassola parla degli italiani attraverso se stesso: dalle battute da bar alla difficile relazione con la suocera impertinente, dai bellimbusti televisivi, facili bersagli del suo sarcasmo, al ricordo di quando da bambino sognava di diventare Robin Hood. Uno spettacolo che non tradisce le aspettative di chi da anni apprezza la sua intelligenza e il suo acume e che segna la degna chiusura di una stagione brillante per il Teatro La Perla di Montegranaro. Veronica Antinucci

Nella pagina a fianco: Dario Vergassola A lato: Smone Cristicchi Sopra: Giobbe Covatta

| 73


la fase della lucidatura - act of polishing

Per “Lanciotti de’ Verzi” la qualità non deve essere un concetto astratto, ma l’effettiva soddisfazione del cliente nel calzare le sue creazioni... tutte Made in Italy.

w w w.lanciot tideverzi.it

recapiti

orari di apertura

c/o “Il Castagno” - Casette D’Ete Sant’Elpidio a Mare (FM) T. 0734.871839

CASETTE D’ETE dal lunedì alla domenica 10.00-19.30

c/o Parco Commerciale "Arcobaleno" Uscita A14 Val Vibrata Colonnella (TE) T. 0735.395174

COLONNELLA lunedì 13.00-21.00 (orario continuato) dal martedì alla domenica 9.00-21.00 (orario continuato)


Note d'autore

N

on solo parole nell’inverno di Montegranaro ma anche tanta musica. Cinque appuntamenti domenicali, due al Teatro La Perla e tre all’Auditorium Officina delle Arti, per la XVIII Stagione Concertistica, curata dall’associazione Amici della Musica di Montegranaro. Dopo il primo evento del 18 novembre con l’Ottetto a Fiati dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia, domenica 9 dicembre, alle 17.15, l’intima cornice dell’Auditorium Officina delle

Arti accoglie i solisti della Scala di Milano, Danilo Rossi (viola) e Luisa Prandina (arpa), per un omaggio a Schubert, Ravel e Piazzolla. La stessa location è stata scelta per ospitare il concerto lirico del 6 gennaio. Alle ore 17.15, il soprano Soeun Jeon e il baritono Giampiero Ruggeri, accompagnati al pianoforte da Cesarina Compagnoni, interpretano le arie di Verdi, Rossini e Donizetti. Il penultimo appuntamento coinvolge un’eccellenza della nostra regione, la FORM. Domenica 3 febbraio alle 17.15, l’Orchestra Filarmonica Marchigiana porta a Montegranaro le musiche di Salieri, Strauss e Mendelssohn. Per l’occasione, sul palco del Teatro La Perla, anche Francesco Di Rosa (oboe solista) e Alessio Allegrini, cornista di fama internazionale, scoperto a soli 23 dal Maestro Muti che lo volle come Primo Corno Solista alla Scala. La stagione si chiude domenica 10 marzo con il Sestetto d’archi Stradivari. Dalle 17.15 gli strumentisti dell’Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia, eseguono le musiche di Schoenberg e Čajkovskij, presso l’Auditorium Officina delle Arti. Veronica Antinucci

A lato: Francesco Di Rosa Sopra: Sestetto d'archi Stradivari

| 75


Amandola Teatro La Fenice

I

l Teatro La Fenice si prepara per ospitare il tradizionale appuntamento del Canto Festival. Il 6,7 e 8 dicembre arrivano ad Amandola i vincitori di concorsi lirici internazionali italiani e i musicisti più talentuosi del circuito. Tra i partecipanti si segnalano Rosanna Lo Greco, Tullia Maria Mancinelli, Pervin Chakar, Taisiya Ermolaeva, Alessio Potestio, Veronika Pogrebna, Antonio di Matteo, Edoardo Milletti, Chiara Margarito e Monica Boschetti, che si esibiscono il 7 dicembre. Gran finale, l’otto, con il Galà lirico che vede in scena tutti i vincitori del Canto Festival. Ospite d’eccezione Eugenia Braynova.

T

eatro dialettale e opera lirica car at teriz z ano il cartellone del Teatro dell’Iride di Petritoli. Il 24 novembre, alle 21, la Compagnia La Nuova di Belmonte Piceno porta in scena Li sòrdi fa ji l’acqua per ne-nzù, mentre il 15 dicembre è la volta del gruppo Gli O'Scenici con Io, Alfredo e Valentina. Il programma si chiude in bellezza il 29 dicembre, sempre alle 21, con la Carmen di Georges Bizet, tra le opere più rappresentate e celebri nel mondo.

Petritoli

Teatro dell'Iride

Sopra: La premiazione del Canto Festival edizione 2011 In alto: il Teatro dell'Iride

| 77


Calendario teatro

ragazzi

NOVEMBRE GENNAIO MERCOLEDÌ 28

DOMENICA 06

Teatro Luigi Cicconi | ore 10.00

Teatro Comunale | ore 17.00

● LO SCAVO

MERAVIGLIOSO

● LA STORIA DI UN PUNTO

DOMENICA 13 Teatro dell'Aquila | ore 17.00

● PARCOPINOCCHIO

Teatro Don Bosco | ore 17.00

● LO SCAVO

MERAVIGLIOSO

Teatro Comunale | ore 17.00

● PIERINO E IL LUPO

DICEMBRE DOMENICA 02 Teatro Comunale | ore 17.00

● STORIE APPESE A UN FILO

DOMENICA 09 Teatro dell'Aquila | ore 17.00

● LA STORIA DI HANSEL E GRETEL

Teatro delle Api | ore 17.15

● CANTO DI NATALE

LEGENDA

● Fermo ● Macerata ● Montegiorgio ● Monte Urano ● Pedaso ● Petritoli ● Porto San Giorgio ● Porto Sant'Elpidio ● Sant'Elpidio A Mare ● Servigliano

MARTEDÌ 15 Teatro Arlecchino | ore 10.00

● LO SCAVO

MERAVIGLIOSO

MERCOLEDÌ 16 Teatro dell'Iride | ore 10.00

● LO SCAVO

MERAVIGLIOSO

VENERDÌ 18 Teatro delle Api | ore 10.00

● È ARRIVATO

UN GOMMONE CARICO DI EUROPEI

DOMENICA 20 Teatro Comunale | ore 17.00

MERCOLEDÌ 23 Centro Congr. S. Martino | ore 10.00

● PROCESSO

ALLE VERDURE

GIOVEDÌ 24 Centro Congr. S. Martino | ore 10.00

● PROCESSO

ALLE VERDURE

VENERDÌ 25 Centro Congr. S. Martino | ore 10.00

● PROCESSO

ALLE VERDURE

DOMENICA 27 Teatro Don Bosco | ore 17.00

● HANSEL E GRETEL

Teatro Comunale | ore 17.00

● LO SCAVO

MERAVIGLIOSO

Teatro Alaleona | ore 17.00

● ARTÙ E MERLINO

LUNEDÌ 28 Teatro Luigi Cicconi | ore 10.00

● COLORI, IMMAGINARE L'IMMAGINE

MARTEDÌ 29 Centro Congr. S. Martino | ore 10.00

● LO SCAVO

MERAVIGLIOSO

● BETTY L'APETTA

MERCOLEDÌ 30

● STORIA DI UN

Centro Congr. S. Martino | ore 10.00

Teatro delle Api | ore 17.15

PALLONCINO

MARTEDÌ 22 Teatro Comunale | ore 10.00

● PROCESSO

ALLE VERDURE

● LO SCAVO

MERAVIGLIOSO

GIOVEDÌ 31 Centro Congr. S. Martino | ore 10.00

● LO SCAVO

MERAVIGLIOSO

| 79


| Calendario teatro ragazzi

FEBBRAIO

MARZO

VENERDÌ 01

DOMENICA 03

Centro Cong. S. Martino | ore 10.00

Teatro Comunale | ore 17.00

● LO SCAVO

● I VESTITI NUOVI

MERAVIGLIOSO

DELL'IMPERATORE

Teatro Alaleona | ore 17.00

● ARRIVI E PARTENZE

DOMENICA 03 Teatro Comunale | ore 17.00

● IL GIRO DEL MONDO

LUNEDÌ 04

Teatro delle Api | ore 17.15

Teatro Luigi Cicconi | ore 10.00

● OCCHIO PINOCCHIO

● I VESTITI NUOVI

DELL'IMPERATORE

DOMENICA 17

DOMENICA 10

Teatro Comunale | ore 17.00

● RE LEONE VA IN

Teatro delle Api | ore 17.15

● HANSEL E GRETEL

PENSIONE

DOMENICA 24

LUNEDÌ 11

Teatro dell'Aquila | ore 17.00

Teatro Arlecchino | ore 10.00

● NUNSENSE

Teatro Don Bosco | ore 17.00

● RAPERONZOLA

Teatro Valdaso | ore 17.00

● ACQUA ALTA,

ALLA RICERCA DEL TAPPO DEL MONDO

Teatro Comunale | ore 17.00

● IL LUPO E

I SETTE CAPRETTI

Teatro Alaleona | ore 17.00

● CIPÌ MANUALE DI VOLO

Teatro delle Api | ore 17.15

● LO SCAVO

MERAVIGLIOSO

LUNEDÌ 25 Teatro delle Api | ore 10.00

● LO SCAVO

MERAVIGLIOSO

MARTEDÌ 26 Teatro Luigi Cicconi | ore 10.00

● HANSEL E GRETEL

MERCOLEDÌ 27

● HANSEL E GRETEL

DOMENICA 17 Teatro Comunale | ore 17.00

● I TRE NASONI

VENERDÌ 22 Teatro Comunale | ore 10.00

● LA BELLA E LA BESTIA

Teatro Luigi Cicconi | ore 10.00

● HANSEL E GRETEL

GIOVEDÌ 28 Teatro Luigi Cicconi | ore 10.00

● HANSEL E GRETEL

APRILE VENERDÌ 05 Teatro delle Api | ore 10.00

● RAPERONZOLA

MAGGIO LUNEDÌ 06 Centro Congr. S. Martino | ore 9 e 11

● L'OLANDESE VOLANTE

MARTEDÌ 07 Centro Congr. S. Martino | ore 9 e 11

● L'OLANDESE VOLANTE MERCOLEDÌ 08

Centro Congr. S. Martino | ore 9 e 11

● L'OLANDESE VOLANTE

80 |


via D. Alighieri 107/111 62012 Civitanova Marche (MC) tel 0733/774150 fax 0733/810423 www.gazzani.net info@gazzani.net


Nelle Marche ci sono più di 400 musei dove trovare cultura, arte e curiosità uniche al mondo. 400 musei, 400 buoni motivi in più per venire a trovarci. E venire a divertirti.

Abbiamo scoperto oltre 400 motivi per venire nelle Marche.

seguici su

Appuntamenti e iniziative su

www.musei.marche.it Scarica la App per Apple e Android


Speciale Teatri 2013 // CheMagazine!