Ferramenta 2000 Ev. n.51/2022

Page 1

EVOLUTION

0 200

SETTEMBRE 2022

N. 51 - Settembre 2022 - Poste Italiane s.p.a. - Spedizione in Abbonamento Postale - 70% - LO/MI

Copia venduta solo in abbonamento

www.ferramenta2000.net

UNA VITA PER LE VITI

100%

MADE

IN

www.mustad.it

I T A LY



THREADED ROD

IN

CE

19

93

RESINA EPOSSIDICA PURA

Coming soon 11/2022

Coming soon 03/2023

info@blumorgana.it

ANCORANTE CHIMICO AD ALTE PRESTAZIONI PER CALCESTRUZZO

sistemi di fissaggio

®

SISTEMI DI FISSAGGIO ETA

w w w . b o s s o n g . c o m Z.I. 2 - Via E. Fermi, 49/51 - 24050 Grassobbio (BG) Tel +39 035 3846 011 - info@bossong.com

ETA

ONG

MAN

SS

UF

TUR E D BY BO

RESIN MADE IN

S

E-PLUS

AC

OPTION 7 - 1 SEISMIC C1-C2 ETAG 020 - 014 FIRE

EAD 330499-01-0601

POST INSTALLED REBAR

EAD 330087-01-0601

EAD 330499-01-0601

ETA - 22/0469

EAD 330087-01-0601

ETA - 22/0468


SOMMARIO

settembre

2022 Rubriche e servizi

ANTEPRIMA Eisenwarenmesse

IL SETTORE TORNA AD INCONTRARSI A COLONIA La cifra dell’edizione 2022 sarà il format ibrido, ma questa non è certamente l’unica novità annunciata dagli organizzatori. Tra le altre, è da segnalare l’Area eCommerce, che vedrà i 30 espositori offrire un quadro delle soluzioni disponibili nei diversi settori, perché sempre di più la sfida è riuscire a trarre quanto di meglio ha da offrire la combinazione tra fisico e digitale

7 Editoriale 10 Cover Story: Mustad

30 SPECIALE Anteprima Eisenwarenmesse

30

16 News 24 I protagonisti: Rica Lewis 28 Mercato Bossong

DOSSIER cassette e carrelli portautensili

Il mercato premIa la fascIa dI prodotto premIum

75 Parliamo di...Catene

La qualità del prodotto e la reputazione del marchio sono i due fattori di successo nei confronti dei player della distribuzione e anche degli utilizzatori finali. Senza contare che puntare su un prodotto alto di gamma è, ancora una volta, l’unica strategia percorribile da chi vuole sottrarsi alle dinamiche competitive incentrate sul prezzo che caratterizzano la fascia medio bassa del mercato

78 Parliamo di...Corde e funi

Per il comparto delle cassette e dei car-

Marketing Fervi Group. “Il mercato sta

semestre risulta essere in contrazione

relli portautensili i primi sei mesi dell’an-

subendo delle contrazioni escludendo

rispetto al pari periodo del 2021, ma

no sono stati abbastanza impegnativi e

ciò che è impattato dal Bonus 110%

appare in crescita rispetto al 2019, ul-

caratterizzati da un andamento tutt’altro

che sembra avere una coda più lun-

timo anno “normale” prima della pan-

che lineare che in gran parte è dovuto

ga” osserva Lucci prima di spiegare

demia”. Nonostante il bilancio dei primi

al complicato contesto internazionale.

che ad avvantaggiare la sua azienda

sei mesi sia stato positivo per la sua

A preoccupare le aziende del settore

è “un portfolio di prodotti molto ampio

azienda, Simone Guglielmini, Sales

sono le prospettive da qui a fine anno.

che ci permette di lavorare in maniera

Manager Italia di GT Line riconosce

“Per quanto riguarda il nostro seme-

costante dedicandoci in modo diverso

che “sarebbe potuto essere ancora

stre, essendo quotati, è tutto alla luce

a prodotti specifici per settori diversi,

migliore se la catena di fornitura non

del sole: abbiamo chiuso bene, con

riducendo in questo modo l’impatto

fosse stata colpita da tutti gli eventi che

una risposta che definirei “importante”

negativo del mercato”. Offre una dop-

conosciamo. La domanda segue l’eco-

da parte dei clienti, soprattutto consi-

pia lettura dei risultati ottenuti Maurizio

nomia che per fortuna è ancora in fase

derando la vasta famiglia del Gruppo”

Verna Business Development Manager

di rimbalzo del post-Covid. Non ho no-

dichiara Ermanno Lucci, Direttore

di Grupa Topex. “In generale il primo

tato significative variazioni di crescita

52

52 DOSSIER Cassette e carrelli portautensili

DOSSIER viti e bulloni

IL TREND È POSITIVO E TUTTI I CANALI NE BENEFICIANO Da inizio anno il mercato si è mantenuto dinamico grazie all’effetto traino dei bonus e delle agevolazioni fiscali. Grazie all’ampiezza della gamma proposta e alla flessibilità nel soddisfare le nuove richieste della clientela le aziende del comparto sono riuscite a contenere gli effetti delle note criticità sulle materie prime

Un primo semestre caratterizzato da una buona vivacità e da una domanda sostenuta. Questa la fotografia del comparto offerta dalle aziende intervistate nell’ambito di questo dossier. Óscar Cañas, Export Manager di Index spiega che “durante il primo semestre dell’anno il mercato italiano ha mostrato molta dinamicità, l’impulso creato dagli incentivi governativi per l’edilizia e l’espansione della domanda post Covid hanno senza dubbio contribuito a creare nuove interessanti opportunità. La nostra azienda durante questo periodo

hanno reso meno conveniente impor-

come in tutti i settori, la difficoltà in al-

è riuscita a cavalcare con successo le

tare i prodotti fastener dal Far-East e

cuni momenti di reperibilità della merce

nuove opportunità che il mercato ha

l’incertezza di alcuni settori di sbocco,

si è fatta sentire, ma avendo una vasta

fornito, arricchendo la propria gamma

come l’automotive ed il settore elettro-

gamma prodotti, abbiamo potuto sosti-

con nuovi articoli e incrementando la

nico sempre per le problematiche di

tuire l’articolo mancante con prodotti

propria quota di mercato in Italia e nel

fornitura”.

similari e con prestazioni similari, come

resto del mondo”.

Ivan Vanini, Marketing Manager di Pa-

ad esempio nelle viti”.

“Il trend generale del mercato è in sa-

nozzo rileva che “uno dei fattori di svi-

lita”, anche secondo Andrea Togni,

luppo è stato l’incremento delle richieste di articoli fuori standard, mentre tra

Assecondando un trend trasversale a

le criticità citerei sicuramente l’aumento

tutti i settori, anche in questo comparto

incremento di fatturato e un aumento

dei costi delle materie prime”, prima

l’incidenza del canale online è in cresci-

dei volumi prodotti”. Parla del primo

di concludere “ci riteniamo comunque

ta. “La strategia distributiva di Index”

semestre 2022 come di “un periodo fre-

soddisfatti per come si è chiuso il primo

afferma Óscar Cañas “prevede la ven-

netico” Marco Bossari, Amministratore

semestre”. Parla di “risultati che sono

dita attraverso diversi canali tradiziona-

di Milanoviti, secondo cui è stato “ca-

stati oltre le aspettative”, Roberto Ba-

li. Tra questi possiamo annoverare le

ratterizzato da diverse problematiche

razza, Target Manager di RothoBlaas.

ferramenta e le imprese di fornitura in-

riguardanti gli approvvigionamenti del-

“Abbiamo puntato da subito molto sulla

61

L’online è un canale in crescita

Export di Inoxdadi che spiega “nel nostro caso specifico registriamo un

dustriale, i magazzini edili, i distributori

la materia prima (ritardi nelle forniture

diversificazione dell’offerta, cercando

di materiale termoidraulico e ovviamen-

ed incertezza del prezzo di acquisto),

di creare solide basi aumentando il mix

te la grande distribuzione. In parallelo,

il costo dell’energia elettrica. l’aumento

prodotto all’interno dei nostri clienti non

in linea con le nuove necessità di rapi-

della domanda a livello europeo, con-

vendendo solo viti, ma proponendo

dità e flessibilità di acquisto dei clienti,

nessa alle problematiche Covid-19 che

altre gamme prodotto. Logicamente,

abbiamo attivato la vendita attraverso

61

DOSSIER Viti e bulloni

APPROFONDIMENTO

LA QUALITÀ PAGA SEMPRE ANCHE NEI NASTRI ADESIVI Declinato in tante varietà in funzione della destinazione d’uso, il nastro adesivo è il tipico materiale da consumo che non può mancare nella dotazione dei professionisti e anche degli utilizzatori privati. E proprio l’ampiezza e la varietà delle tipologie oggi disponibili è uno degli elementi che giocano a favore del canale delle ferramenta Una cassetta degli attrezzi che non contiene almeno un rotolo di nastro

fantomatica cassetta degli attrezzi sia

da elettricista, per idraulico, ad uso

presente più di un tipo di nastro adesi-

industriale, isolante, resistente ai raggi

adesivo rappresenta una vera e propria

vo. Negli ultimi anni le aziende del set-

UV….).

rarità. La varietà degli ambiti nei qua-

tore hanno infatti veicolato sul mercato

Al netto delle differenze tra un tipo e

li trova applicazione questo materiale

prodotti sempre più evoluti, performanti

l’altro di nastro adesivo sono però due I

di consumo è infatti talmente ampia e

e differenziati nei materiali, nelle dimen-

requisiti che questo prodotto è sempre

variegata da posizionarlo come dota-

sioni e nelle caratteristiche in base allo

chiamato a soddisfare: robustezza e

zione standard per qualsiasi bricoleur

scopo per cui sono stati pensati e agli

semplicità d’utilizzo. L’analisi dei crite-

e, ovviamente, per artigiani e profes-

ambiti di utilizzo a cui sono destinati (in

ri con cui l’utilizzatore acquista questo

sionisti. Anzi, nel caso di questi ultimi

carta, telato, in alluminio… da imbal-

articoli ripropone una distinzione già

è abbastanza probabile che in questa

laggio, per mascheratura, riparazione,

osservata anche per altre categorie

70 APPROFONDIMENTO Nastri Adesivi

70

OSSERVATORIO PERMANENTE

Umbria e Marche

lo scenario di base pag. 91 il sistema imprenditoriale pag. 92 i grossisti pag. 93 lo scenario dei rivenditori pag. 94 la GdS pag. 95

L’OSSERVATORIO PERMANENTE incentra la propria analisi sull’osservazione del tessuto imprenditoriale e distributivo regionale, con una particolare attenzione alle nuove tendenze, all’andamento dei fatturati, ai problemi e alle possibili soluzioni, ad eccellenza, armonia e creazione di valore aggiunto. Fonte privilegiata resta la voce diretta delle aziende a fondamento del settore, distinguendo fra imprese produttrici, distributive e commerciali, dettaglianti, grossisti e GDS. L’obiettivo è offrire una fotografia rappresentativa di tutta la filiera. Aree territoriAli Umbria

PrinciPAli tendenze evolutive Rallentamento della ripresa dell’attività industriale sia nel mercato estero che in quello interno Incremento dell’attività edilizia

Perugia

Diminuzione del comparto manifatturiero

terni

Leggero calo dell’attività produttiva

Marche

Incertezza del quadro produttivo nel mercato interno, Contributo delle esportazioni, Ripresa del settore delle costruzioni

Ancona

Stazionarietà dell’attività manifatturiera per il contributo delle esportazioni

Ascoli Piceno

Tenuta del settore produttivo grazie soprattutto all’export

Fermo

Stabilità dell’attività manifatturiera per il miglioramento delle ragioni di scambio

Macerata

Stazionarietà del comparto produttivo per le maggiori esportazioni

Pesaro e urbino

Stagnazione del settore manifatturiero sostenuto dall’export

Fonti: Banca d’Italia, Confindustria Emilia - Romagna, CCIAA, InfoCamere, Intesa San Paolo, Unioncamere Emilia - Romagna

88

4

88 OSSERVATORIO Marche e Umbria


5


COLOPHON

settembre

2022

n Direzione, Redazione, Amministrazione: Via Palmanova 213 20132 - Milano Centralino: 0266988424 n Direttore Responsabile Camilla Galimberti camilla.galimberti@edizionitecniche.it

Le aziende della ferramenta che conta

n Redazione Ferramenta redazione.ferramenta@edizionitecniche.it n Collaboratori Giovanni Carlini, Antonio Rana, Marilena Del Fatti Agent321, Confcommercio n Comitato di redazione Giovanni Bellitti, Maurizio Benini, Dario Casiraghi, Ezio Chies, Marco Fabrizio n Impaginazione Laura Longoni n Stampa Villa Tipografia - Via Puecher - 23884 - Sirone (LC) n Ufficio traffico Tel. 02-66988424 ufficio.traffico@edizionitecniche.it n Promozione e Sviluppo Marisa Luisi pr@edizionitecniche.it n Digital Marketing portali@edizionitecniche.it n Servizio abbonamenti Tel. 0266988424 abbonamenti@edizionitecniche.it n Abbonamento per anno 2022

Abbonamento per aziende: 28,62 euro + 22,38 euro per le spese postali = 51 euro Abbonamento digitale: 25 euro

CATALOGHI by

SICUREZZA SUL LAVORO

by

2000 2000

Resto Europa 94 Euro Altri Continenti 94 Euro + spese di spedizione del Paese di competenza Costo di copertina 1,42 Euro

Speciale

Speciale

EVOLUTION

postali = 38 euro

SicUReZZa SUl laVORO Speciale Web

cataloghi 2021 Speciale Web

EVOLUTION

Abbonamento promozionale per i punti vendita: 15,62 euro + 22,38 euro per le spese

n Abbonamenti annui Italia Scala sconti: per raggruppamenti di abbonamenti 1000-2000-4000-8000 e oltre. Sconto incondizionato da trattarsi con ufficio abbonamenti. n Aut. Trib. di Milano n. 83 del 14.03.2018 Registrazione ROC 31428 Manoscritti e foto non si restituiscono n Concessionaria per la pubblicità: E.T. s.r.l. Via Palmanova 213 - 20132 - Milano

11

1

GaRDeN Nelle FeRRaMeNTa Speciale Web

Speciale GARDEN NELLE FERRAMENTA

2000

Il responsabile del trattamento dei dati raccolti in banche dati di uso redazionale è il direttore responsabile a cui, presso il Servizio Cortesia, ci si può rivolgere per i diritti previsti dal D.Lgs 196/03. - Via Palmanova 213 - 20132 Milano Centralino: 0266988424

EVOLUTION

by

n Garanzia di riservatezza per gli abbonati L’Editore garantisce la massima riservatezza dei dati forniti dagli abbonati e la possibilità di richiederne gratuitamente la rettifica o la cancellazione scrivendo a: E.T. - Responsabile Dati - Via Palmanova 213 - 20132 - Milano. Le informazioni custodite nell’archivio elettronico dell’Editore verranno utilizzate al solo scopo di inviare agli abbonati la testata e gli allegati, anche pubblicitari, di interesse pubblico (legge 675/96 tutela dati personali).

Diritti Riservati, copy rivista Ferramenta Evolution

11

sfogliabile su www.ferramenta2000.net

Organo ufficiale dell’Unione distributori italiani bulloneria

La rivista interattiva è sfogliabile al sito www.ferramenta2000.net

seguici su 6

Euroimpianti Firenze è partner di FerramentaEvolution


EDITORIALE

Negozio fisico e online possono coesistere

Camilla Francesca Galimberti Il direttore

Gli ultimi anni sono stati sicuramente un periodo difficile per il settore del commercio al dettaglio. La pandemia ha causato numerosi blocchi della produzione e, soprattutto, un ribasso generale nelle vendite. Stando ai dati che circolano, possiamo dire che i negozi fisici siano stati quelli più penalizzati. Oltre che dalle restrizioni causate dal Covid-19, i negozi sono stati ostacolati negli ultimi anni anche dalla presenza di numerosi centri commerciali che hanno portato sempre più spesso i negozietti di provincia verso la chiusura. Non solo piccoli negozi, ma anche un paio di grandi marchi hanno deciso di chiudere numerosi punti vendita in giro per il mondo per puntare sulle vendite online. Una mossa che non ha di certo messo in ginocchio le due aziende, anzi: entrambe hanno visto migliorare i propri affari con questo cambiamento strategico. D’altronde non è un segreto il fatto che l’e-commerce sia riuscito a crescere in modo esponenziale proprio durante l’emergenza sanitaria. Quest’ultima ha accelerato, seppur bruscamente, la digitalizzazione delle aziende e delle realtà più strutturate che hanno quindi messo a disposizione varie soluzioni di vendita virtuale per i propri clienti riuscendo così a gestire al meglio tutte le norme di sicurezza imposte dal governo. A mio parere è un’opportunità che non va sottovalutata.

7


COVER STORY

Un Marchio Moda Italiano in Ferramenta!

Industrie Ottiche Italiane presenta il nuovo marchio GMV, brand di moda italiano nato negli anni ’80 e conosciuto oggi in tutto il mondo.

Montatura da Donna

Scopri Scopritutti tuttiiimodelli, modelli,iicolori colorieegli gliespositori espositorisu suwww.ioi.it www.ioi.it


PREZZI CONSIGLIATI AL PUBBLICO

€ 10,90

MODELLO BLUE BLOCK

€ 12,90

SCOPRI LE STRAORDINARIE PROMOZIONI DI LANCIO Invia una mail a info@ioi.it oppure telefona al numero 011 5534021

Lenti Blue Block

Industrie Ottiche Italiane Corso Fiume 4 - 10133 Torino - Italy info@ioi.it | tel. +39 011/553.40.21


COVER STORY

Mustad 1912 - 2022 una vita per le viti Una filosofia incentrata sul concetto del miglioramento continuo, un Made in Italy reale e non di facciata e il controllo totale del processo produttivo. Questi i valori ai quali si è ispirata l’azienda nei suoi 110 anni di storia e sui quali intende fondare anche il suo futuro percorso di sviluppo

Correva l’anno 1912, quando a Pinerolo in provincia di Tori-

lo dell’elettrodomestico, dell’illuminazione, dell’elettronica/

no la famiglia Mustad decideva di acquistare un’azienda per

elettrotecnica, della meccanica e dell’automotive per il quale

produrre chiodi per i ferri da cavallo con processo di forgia

vanta inoltre la certificazione IATF-16949:2016 e ISO 9001.

a caldo. Nasceva così la O. Mustad & Figlio. 110 anni dopo

A garantire la presenza dei suoi prodotti sugli scaffali delle

quella che nel frattempo è diventata la Mustad SpA, è ricono-

più significative aziende della distribuzione è invece il solido

sciuta come uno dei più importanti produttori europei di viti

rapporto instaurato nel tempo con alcuni tra i più qualificati

cementate. I dipendenti sono diventati 110, le unità produtti-

grossisti italiani e esteri.

ve sono due, una si trova sempre a Pinerolo e l’altra è a Ba-

10

langero, entrambe in provincia di Torino. Qui sono dislocate

I valori fondanti della visione di Mustad: il Made in Italy

150 macchine automatiche controllate da sistemi avanzati ed

Mustad ha attraversato oltre un secolo di storia dell’Italia re-

innovativi che assicurano una capacità produttiva di milioni

stando sempre fedele alla propria identità di azienda solida

di pezzi senza derogare a quella qualità che negli anni ha

e ancorata al proprio Paese sia come mercato di riferimento

consentito a Mustad di conquistare la fiducia dei tanti clienti

che come centro nevralgico della propria produzione.

in Italia e all’estero. Nel settore delle soluzioni speciali per ap-

“Mustad”, spiega Luca Molè, Sales Manager, “ha puntato da

plicazioni industriali annovera oggi tra i propri clienti alcune

sempre e con grande determinazione su un vero Made in

delle più importanti industrie in settori strategici come quel-

Italy, mantenendo la produzione in Italia anche quando i suoi


competitor trovavano più conveniente delocalizzare e sele-

le normative e dell’ambiente. Questo approccio ha portato a

zionando per i propri approvvigionamenti di materie prime

risultati importanti come nel caso del trattamento antifrizione

una rosa di fornitori italiani ed europei con i quali nel tempo ha

Lubex® che, diminuendo l’attrito tra la vite e il materiale nel

instaurato una collaborazione solida e basata sulla reciproca

quale è avvitata, riduce in modo sensibile lo sforzo di avvita-

soddisfazione”. Una scelta che si è rivelata particolarmente

mento e l’usura degli utensili e delle macchine.

premiante negli ultimi due anni quando l’azienda si è trovata

Risorse importanti sono state destinate anche al miglioramen-

a fare i conti, come tutti gli operatori economici di tutti i mer-

to dei servizi. Mustad intende il servizio come qualcosa che

cati, con la tempesta perfetta sulle materie prime innescata

va oltre la semplice disponibilità del materiale e rapidità delle

dalla Pandemia e aggravatasi dopo lo scoppio della guerra

consegne e riguarda anche aspetti come un’ampiezza degli

russo-ucraina. “Le difficoltà di approvvigionamento hanno

assortimenti atta a coprire le necessità in continua evoluzione,

colpito anche noi”, non ha difficoltà ad

l’attività di consulenza sia per via telematica sia presso i clienti

ammettere Molè, prima di osservare che

da parte di tecnici specializzati per risolvere o razionalizzare le

“la nostra strategia di puntare sul Made in

esigenze di fissaggio e l’eventuale studio di prodotti specifici

Italy, basandoci su una filiera di approv-

su misura. Tutto questo nella consapevolezza che il presup-

vigionamento delle materie prime molto

posto per garantirsi la soddisfazione del cliente è far sì che

corta e di investire su un magazzino

un prodotto in apparenza così semplice come la vite possa

sempre ben fornito ci ha consentito

sempre svolgere al meglio la “funzione” che gli è propria. In un

di continuare a evadere gli ordini in

processo produttivo molto complesso come quello della vite

modo abbastanza regolare assicu-

questo rappresenta una vera e propria sfida.

rando ai nostri clienti forniture senza interruzioni”.

I valori fondanti della visione di Mustad: il totale controllo

Il forte legame tra l’azienda, l’Italia e la provincia di Torino in

del processo produttivo

particolare trova conferma anche in due importanti riconosci-

Una sfida che l’azienda affronta forte del fatto che ha il pieno

menti: il marchio di Impresa storica ottenuto il 10 novembre

controllo di tutto l’articolato iter che porta alla produzione di

del 2019 in quanto azienda operante continuativamente per

una vite, progettando e realizzando internamente anche l’u-

oltre 100 anni dando prova di una grande capacità di inven-

tensileria necessaria. Tutte le fasi della produzione, dalla tra-

tare, innovare e contribuire allo sviluppo e alla storia econo-

filatura del filo d’acciaio, allo stampaggio a freddo della testa

mica del torinese, e il riconoscimento di “Marchio Storico di

e alla rullatura del filetto, al trattamento termico, a quello di

Interesse Nazionale” concesso lo scorso 15 Febbraio 2021

finitura e di lubrificazione, sono realizzate all’interno da per-

dall’Ufficio Italiano Marchi e Brevetti (UIBM) al marchio Pa-

sonale continuamente formato in modo che possa sempre

nelvit® perché in uso da oltre 50 anni, anche se le continue

disporre delle competenze atte a garantire il requisito finale

evoluzioni tecniche gli hanno consentito di essere sempre al

che da una vite ci si aspetta: l’affidabilità.

passo con i tempi e di soddisfare le esigenze di un mercato

Ma come è organizzato esattamente il ciclo produttivo?

in costante cambiamento. “Siamo particolarmente orgogliosi di entrambi i riconoscimenti”, dichiara Molè. “Sanciscono date fondamentali della nostra storia e sono per noi fonte di grande motivazione a far progredire la Mustad nel solco della produzione italiana di qualità”. I valori fondanti della visione di Mustad: il miglioramento continuo La filosofia aziendale basata sul miglioramento continuo è diventata la mentalità di tutti i dipendenti Mustad e nel tempo è stata applicata integralmente al processo produttivo, indipendentemente dalla vite prodotta e dal suo destinatario. I continui investimenti per implementare le più innovative metodologie di lavorazione hanno consentito all’azienda di continuare a far evolvere la propria organizzazione, i propri

Il punto di partenza è un rotolo di filo di acciaio al carbonio

processi produttivi e la propria gamma di prodotti in modo

di alta qualità, del quale si conoscono tutte le caratteristiche

da restare al passo con l’evolversi nei diversi settori delle esi-

chimiche e meccaniche. L’acciaio viene trafilato e ricotto per

genze tecniche dei suoi clienti, sempre però nel rispetto del-

affinarne il diametro e conferirgli la malleabilità necessaria

11


COVER STORY per le operazioni di stampaggio a freddo. Il filo quindi viene caricato su macchine stampatrici ad alta velocità che in sequenza ne tagliano degli spezzoni che, trattenuti da una matrice, vengono deformati

ciali forni ad atmosfera controllata con l’aggiunta di carburi

per ottenere ciò che si chiama “ri-

e nitruri che aumentano la durezza e la tenacità del metallo.

battino” ovvero uno spezzone di filo

Alla fine del processo la vite viene fatta raffreddare repentina-

avente già la testa e l’impronta della

mente per conferirle le caratteristiche di durezza superficiale

vite.

(necessaria per forare e filettare anche i materiali più duri) e

Nella fase di stampaggio della te-

di durezza a cuore, per garantire elevata elasticità alle solle-

sta viene impresso su di essa il

citazioni dell’avvitamento.

logo aziendale che ne garantisce il riconoscimento e la rintracciabilità anche dopo che è stata impiegata. La fase successiva è quella della filettatura, per mezzo di macchine rullatrici in grado di realizzare per deformazione (e non per asportazione di truciolo) le complesse e variegate geometrie del filetto; infatti, per ogni materiale dove la vite dovrà essere avvitata, esiste un diverso profilo di filettatura adatto a quel materiale. A questo punto la vite viene sottoposta al trattamento di carbonitrurazione. Si tratta di una tra le fasi più critiche dell’intera produzione perché è quella che conferisce le caratteristiche meccaniche (di durezza e tenacità) grazie alle quali la vite può essere utilizzata senza rischio di rottura. La vite viene sottoposta ad una fase di riscaldamento in spe-

A questo punto la vite è pronta per essere sottoposta al trattamento di finitura che ha un duplice scopo, protettivo contro la ruggine ed estetico. E proprio per soddisfare le sempre maggiori esigenze in termine di resistenza alla ruggine, Mustad ha sviluppato trattamenti protettivi quali il Chromiting®, il Silverplus® ed il Neroplus® che garantiscono resistenze fino a 15 volte maggiori rispetto ai trattamenti standard, nel pieno rispetto dell’ambiente. Dopo la finitura, le viti vengono lubrificate con il trattamento Lubex®. Questo trattamento di specifica formulazione ed esecuzione Mustad garantisce all’utilizzatore di poter avvitare con uno sforzo fino al 50% inferiore rispetto ad una vite standard. Questo permette di avvitare con maggior

LE TAPPE DI UNA STORIA DI SUCCESSO

di viti autofilettanti per materiali metallici affianca quella già affermata di viti da legno.

1912 La nascita. La famiglia Mustad acquista l’azienda a Pinerolo, in provincia di Torino, per produrre chiodi per i ferri da cavallo con processo di forgia a caldo. L’azienda prende il nome di “O. Mustad & Figlio”.

1967 Il primo forno di carbonitrurazione. Le viti autofilettanti di nuova generazione necessitavano di un processo produttivo decisamente più complesso. Ai reparti di stampaggio venne affiancato il primo forno per il trattamento termico di carbonitrurazione.

Interni dello stabilimento di Pinerolo agli inizi del 900

1924 La prima grande evoluzione. Il processo di produzione di chiodi da cavallo si trasforma da forgiatura a stampaggio a freddo. 1928 Le prime viti da legno. La produzione dei chiodi viene affiancata da una gamma di viti per il legno. Si tratta di viti in ferro con taglio cacciavite.

12

Lo stabilimento Balangero in una foto del 1930

1933 Ampliamento a Balangero. La capacità produttiva non è più sufficiente per rispondere alle esigenze del mercato. Viene acquistato un altro stabilimento a Balangero, sempre in provincia di Torino, la “Viterie e Trafilerie Riunite”. 1944 La Guerra, distruzione e ricostruzione. Durante la seconda Guerra mondiale, lo stabilimento di Balangero fu dato alle fiamme e completamente distrutto. Venne ricostruito nel 1947. 1952 Le prime viti autofilettanti. La produzione

1976 Termina la produzione dei chiodi da cavallo. 1977 Le prime rullatrici. I torni, finora usati per la filettatura delle viti, vennero sostituiti dalle più performanti rullatrici, macchine in grado di realizzare filettature senza asportazione di truciolo sfruttando la tecnologia dello stampaggio a freddo. L’impiego di queste macchine, precise e veloci, permise di sviluppare le prime viti speciali che l’industria cominciava a richiedere.


facilità e minor consumo di energia, nonché ridurre il consumo degli utensili ed il rischio di rottura delle viti. L’ultima fase è quella del confezionamento ed etichettatura. Le confezioni, realizzate in cartone a doppio kraft sono dotate di una apertura frontale a cassetto, richiudibile dopo il prelievo del prodotto. L’etichetta, di colore diverso in base alle differenti famiglie di viti, riporta una immagine del prodotto contenuto dalla scatola e tutte le informazioni di impiego, necessarie all’utilizzatore finale. Sull’etichetta viene stampato il numero di lotto che permette, anche a distanza di tempo, di rintracciare le documentazioni di processo e di collaudo di quello specifico lotto di produzione dalla prima all’ultima fase. Le confezioni vengono successivamente alloggiate in un imballo più grande che ne facilita l’immagazzinamento ed il maneggio oltre a preservarne l’integrità durante la fase di trasporto. La visione del futuro dell’azienda “La sfida che ci attende” risponde Luca Molè quando lo sollecitiamo a parlare del futuro di Mustad, “è costruire un futuro solido al fianco della nostra clientela continuando a sviluppare prodotti utili al mercato, ma con la visione chiara di rimanere produttori italiani al 100%. Per tutto ciò che è stato e che sarà, riteniamo doveroso ringraziare la nostra clientela che ci ha sostenuto, stimolato, spronato a dare il meglio per far si che oggi possiamo festeggiare questo importante traguardo che è allo stesso tempo un nuovo punto di partenza per il nostro futuro”.

Gli anni 80 Il grande sviluppo industriale. In questi anni grandi investimenti furono sostenuti per adattare il processo produttivo e la gamma prodotti alle esigenze dei grandi utilizzatori industriali. Le viti per legno vengono sostituite dalle più performanti viti per pannelli truciolari, che beneficiavano di trattamento termico e che possono essere avvitate con avvitatori elettrici. Il taglio a cacciavite viene sostituito dall’impronta a croce Phillips e Pozidrive. 1990 Il trattamento di lubrificazione Lubex® . In questi anni viene sviluppato e applicato su scala industriale il trattamento di lubrificazione Lubex® che, applicato su viti per legno e per metallo, permette di ridurre le coppie di avvitamento abbassando il coefficiente di attrito della vite. 1996 Conseguimento della certificazione ISO

LA QUALITÀ DELLE VITI È CERTIFICATA Il marchio Mustad stampato sulla testa di tutte le viti è una “firma” a garanzia di qualità, affidabilità e sicurezza. Tutti i lotti di produzione sono sottoposti al sistema di controllo SPC (Statistical Product Control). I numeri di lotto stampati sulle etichette consentono la totale rintracciabilità di ogni fase produttiva. Le numerose certificazioni ottenute dell’azienda sono la migliore testimonianza degli elevati standard qualitativi da essa assicurati: – Certificazione Lloyd’s come Produttore di viti ISO 9001: 2015 (n. LRC 10144819) IATF 16949: 2016 (n. 0336614) specifico Automotive. – Garanzia di Prodotto Europeo EIFI (n. E1013). – Riconoscimento AQP (Assicurazione Qualità Prodotto) conferito dalle aziende del settore Automotive che la autorizza alla consegna diretta in linea produttiva senza ulteriori controlli di accettazione (Free-Pass). – Certificazione diretta del Sistema Qualità da parte di primarie aziende di diversi settori: elettrodomestico, meccanica, costruzioni, serramenti, etc. – Marcatura CE relativa agli elementi di assemblaggio per la realizzazione di strutture portanti in legno, secondo la norma EN 14592:2009 (conferita dal CSTB Centre Scientifique du Bâtiment di Parigi). – DDP (Dichiarazione Di Prestazione) secondo regolamento europeo delle costruzioni 305/2011.

9000. 1997 Termina la produzione delle viti per legno. 2000 Una firma su ogni vite. Tutte le viti vengono “firmate” sulla testa con lo stampaggio del logo aziendale, a garanzia di qualità e provenienza del prodotto anche dopo il suo utilizzo. 2003 Conseguimento della certificazione ISO/ TS 16949 specifica per il settore Automotive. 2012 Conseguimento della marcatura CE sulla gamma di viti per costruzioni in legno. 2017 Trattamenti di finitura ecologici e ad alte prestazioni. Completata l’evoluzione tecnica dei trattamenti di finitura per garantire resi-

stenze alla corrosione sempre maggiori ed il rispetto delle norme ambientali in continuo aggiornamento.

Certificato di Approvazione Si certifica che il sistema di gestione di:

MUSTAD S.p.A. Via S. Anna 59/21, 10070 Balangero - TO, Italia è stato approvato da Lloyd's Register Quality Assurance per conformità alle seguenti norme: IATF 16949:2016 (esclusa la progettazione)

Gilles Bessiere - Area Technical Manager Emesso da: Lloyd's Register Quality Assurance Italy Srl in nome e per conto di: Lloyd's Register Quality Assurance Limited Data di emissione corrente: 2 Ottobre 2018 Data di Scadenza: 1 Ottobre 2021 N. Identificativo Certificato: 10138541 Numero certificato IATF: 0336614 Numeri di Approvazione: IATF 16949 – 0030072-001 Lo scopo di questo certificato si applica a: Produzione di viti autofilettanti.

Lloyd's Register Group Limited, its affiliates and subsidiaries, including Lloyd's Register Quality Assurance Limited (LRQA), and their respective officers, employees or agents are, individually and collectively, referred to in this clause as 'Lloyd's Register'. Lloyd's Register assumes no responsibility and shall not be liable to any person for any loss, damage or expense caused by reliance on the information or advice in this document or howsoever provided, unless that person has signed a contract with the relevant Lloyd's Register entity for the provision of this information or advice and in that case any responsibility or liability is exclusively on the terms and conditions set out in that contract. Emesso da: Lloyd's Register Quality Assurance Italy Srl, Via Cadorna, 69 20090 Vimodrone Italy in nome e per conto di: Lloyd's Register Quality Assurance Limited, 1 Trinity Park, Bickenhill Lane, Birmingham B37 7ES, United Kingdom Page 1 of 1

2018 Conseguimento della certificazione IATF 16949 specifica per il settore Automotive 10 novembre 2019: Ottiene il Marchio Impresa Storica 2020: Online il nuovo sito Internet www. mustad.it 2021 Il 15 Febbraio il marchio Panelvit ottiene dall’Ufficio Italiano Marchi e Brevetti (UIBM) il riconoscimento di “Marchio Storico di viene Interesse Nazionale”.

13


La scheda

A.P.FER EXPO…ricomincia da 10! Dopo due anni di interruzione forzata, l’evento torna, con la sua 10° edizione che si svolgerà l’1 e il 2 ottobre prossimo presso la Cascina Triulza (MI)

A.P.Fer EXPO, quest’anno in programma il 1 e 2 Ottobre, si propone tradizionalmente come momento di incontro per i protagonisti del settore ferramenta e sicurezza della filiera tradizionale. Le precedenti edizioni avevano visto una crescita significativa dell’evento, sia in termini di partecipanti (espositori e visitatori) che per quantità di contenuti offerti. Nel 2019, A.P.Fer EXPO era giunto alla sua 9° edizione e aveva riscosso il consenso unanime di tutti gli intervenuti.

“La pandemia ha imposto a tutti di rinunciare a momenti di aggregazione come gli eventi…” ci spiega Alberto Pezzarossa, Responsabile Commerciale di A.P.Fer “ma, nel frattempo, abbiamo continuato a lavorare con impegno per fornire lo stesso valore aggiunto con modalità più adatte all’emergenza. Allentatisi i vincoli che avrebbero fortemente condizionato l’accesso all’evento e alla fruibilità dei contenuti, siamo finalmente pronti ad accogliere e soddisfare le numerose richieste di adesione, pervenuteci sia dai fornitori, desiderosi di misurare la qualità dei propri prodotti proponendosi ad un pubblico selezionato e competente, sia dai clienti, fortemente interessati alle novità di settore e alle opportunità di aggiornamento e formazione da noi proposte.” A.P.Fer EXPO, riparte dun-

14

que con la sua decima edizione e le adesioni sono pervenute subito numerose. Tra gli espositori confermati per A.P.Fer Expo 2022 citiamo: Silca, Colla 21, Defence System, Dierre, Disec, Ingco, Krino, Mottura, Opera, Securemme, Sice, Avidsen, Bosch, Iseo, Ambrosol, Antipanic, Assa Abloy, Century, Italchimici, Locinox, Molital, Polypool, Varta, WD40, Zippo, Marcopolo, Mr. Magnus, Omec, OMV, Tecfi, Tormek. Novità di questa edizione, la scelta di svolgere l’evento a Cascina Triulza (Milano), location decisamente caratteristica e funzionale, in posizione davvero strategica sia per chi arriva dalla città (in auto o con la metropolitana-linea rossa), sia per gli ospiti che giungeranno da fuori provincia e fuori regione. I contenuti, fiore all’occhiello delle precedenti edizioni, saranno, anche quest’anno, elemento chiave dell’evento. Oltre al consueto focus sulle anteprime e i prodotti più performanti del settore sicurezza, la due-giorni prevede, infatti, di presentare importanti aggiornamenti sulle gamme specifiche per ferramenta e colorifici e la possibilità di toccare con mano novità di prodotto di assoluta attualità: le più recenti linee di cilindri di sicurezza, le proposte di assortimento di utensileria, i

chiudicancello, i defender di ultima generazione, i dispositivi per la duplicazione di chiavi auto, tanti prodotti per rinnovare le offerte da banco, ma anche soluzioni di comunicazione su più livelli per i punti vendita. Non mancheranno, inoltre, imperdibili approfondimenti sulle nuove tecniche di manipolazione presenti sul mercato e sulle opportunità offerte dagli incentivi fiscali in essere (almeno fino a fine anno) per aprire o sviluppare la propria attività nel settore della ferramenta. L’evento, come sempre, è pensato per i clienti A.P.Fer e rivolto a ferramenta, centri sicurezza, colorifici ed utensilerie. “Non vediamo l’ora di accogliere i nostri Clienti all’evento… stiamo studiando iniziative ad hoc e curando tutti gli aspetti: contenuti e formazione in primis, ma anche offerte personalizzate, condizioni di acquisto esclusive (riservate ai partecipanti), gadget, sorprese e diverse postazioni di rinfresco, attive per tutta la durata dell’evento, per festeggiare insieme la possibilità di incontrarsi nuovamente.” conclude Alberto Pezzarossa.

La partecipazione all’evento è gratuita, previa registrazione e riconferma da parte di A.P.Fer. www.apfer.it


1 - 2 ottobre 2022 A.P.FER EXPO non è una fiera. È l’evento su misura rivolto ai dettaglianti di ferramenta e sicurezza, con contenuti selezionati accuratamente: un concentrato di opportunità professionali.

 NOVITÀ E ANTICIPAZIONI DI SETTORE DEI MIGLIORI BRAND PER AMPLIARE I PROPRI  FORMAZIONE ORIZZONTI PROFESSIONALI OPPORTUNITÀ DI BUSINESS a  NUOVE E PROPOSTE ESCLUSIVE

10

EDIZIONE

MOTTURA

ASSA ABLOY

La partecipazione all’evento è gratuita, previa registrazione, e riservata a FERRAMENTA, CENTRI SICUREZZA, COLORIFICI, UTENSILERIE

www.apfer.it 15


NOTIZIE in breve Rivit presenta il nuovo catalogo 10 Fasteners&Tools La decima edizione del Catalogo Fasteners&Tools nasce all’insegna del rinnovamento e del dinamismo: un unico catalogo, 550 pagine tecniche, tutte le soluzioni Fasteners&Tools Rivit per il fissaggio della lamiera. Il nuovo catalogo rivela un grande impegno nel presentare al meglio le soluzioni Rivit e soprattutto nel renderle fruibili alla lettura e alla ricerca. Una nuova grafica per rappresentare un passaggio importante nella presentazione della gamma dei prodotti dedicati alla lavorazione della lamiera: dai rivetti ai bulloni a strappo, dalle fascette alle chiusure a leva, senza dimenticare rivettatrici e utensili per la posa. Semplicità nella ricerca dei prodotti adatti alle diverse esigenze, tutte le informazioni disponibili in modo chiaro e immediato con i dati tecnici e le applicazioni che illustrano velocemente le caratteristiche degli articoli. La gamma completa dei fissaggi Rivit è disponibile sul sito www.rivit.it e accedendo all’Area download è possibile scaricare i cataloghi.

Cromology: innovazione e tradizione si fondono nella nuova mazzetta colori per esterno Ideata appositamente per le facciate esterne delle strutture urbane, la nuova mazzetta colori lanciata da Cromology è composta da 333 tonalità di colore, dalle più chiare a quelle più scure. La scelta nasce dal fatto che l’azienda prevede un cambio di rotta negli

Brico Ok la prossima apertura è a Salsomaggiore Continua a crescere la rete di punti vendita facenti capo a Brico Ok. Dopo il punto vendita aperto a Castellarano in provincia di Reggio Emilia a inizio agosto, il gruppo nato nel 1995 dall’unione di alcuni imprenditori indipendenti si sta preparando per la prossima apertura che è a Salsomaggiore in provincia di Parma e sta selezionando le candidature per alcune figure da inserire nello staff. A quanto risulta dal suo sito sono attualmente in corso le selezioni per la posizione di Vice Direttore di punto vendita (il candidato deve avere tra 30 e 35 anni e almeno 1 anno di esperienza in GDO/GDS). 16

orientamenti che guidano la scelta delle colorazioni per le facciate. I grigi e i beige e, in generale i colori desaturati e neutri che sono andati per la maggiore negli ultimi dieci anni saranno sempre meno selezionati, mentre gli arancioni e i gialli di tonalità media (in tutte le loro declinazioni di saturazione) diventeranno presto le nuove tendenze. Cromology ritiene anche si si tratterà di un’evoluzione graduale che non in tutte le regioni italiane avrà la stessa velocità. Nella mazzetta sono state previste tonalità intermedie proprio per poter gestire questa transizione. “Nella nostra mazzetta colori”, fa sapere l’azienda “le nuove tendenze saranno graduali e rispettose della tradizione, fondendole con i colori più attuali e consoni alle facciate per esterni, come per quei toni tipici dei palazzi antichi dei nostri centri storici, con tonalità più innovative, che meglio si sposano alle necessità architettoniche estetiche cromatiche della società contemporanea”.


Iseo Ultimate Access Technologies inaugura il nuovo hub di ricerca e sviluppo Iseo Ultimate Access Technologies annuncia di aver completato i lavori relativi al suo nuovo Hub di Ricerca e Sviluppo a Pisogne. La struttura ha l’obiettivo di rispondere alle esigenze del mercato dell’Access control italiano e mondiale, che continua a registrare un trend molto positivo, confermando la sua resilienza, con proiezioni di crescita media annuale sino al 2027 del +8,73%. Il nuovo centro di ricerca corporate ha richiesto un investimento di circa 1,5 milioni di euro ed è situato accanto alla sede centrale internazionale. Ha un’estensione complessiva di 700 mq tra laboratori ed uffici e permetterà all’azienda di migliorare gli ambienti di lavoro in cui si sviluppano nuove idee e soluzioni. L’azienda, infatti, prevede di stanziare oltre 37 milioni di euro di investimenti industriali sino al 2025 e di incrementare di quasi il 30% i propri dipendenti nel mondo. “In futuro”, ha dichiarato Roberto Gaspari, amministratore delegato di Iseo Ultimate Access Technologies, “lo sviluppo del mercato legato alle innovazioni e alle soluzioni per l’Access control sarà influenzato anche dalla forte crescita del settore IoT che, solo nelle applicazioni Safety & Security delle abitazioni, è stimato a 20 miliardi di dollari nel 2030 ed a oltre 17 miliardi di dollari nelle applicazioni

business. In particolare, lo sviluppo del mondo IoT è intrinsecamente legato al più specifico mercato della Smart Home, che continuerà ad espandersi nei prossimi anni, senza dimenticarci cha anche il settore della sicurezza accessi meccanici di alta gamma è in continua crescita”.

17


NOTIZIE in breve Back To Work di Eso arriva nei punti vendita Würth e Würth Modyf Nell’anno in cui festeggia il suo venticinquesimo anniversario Würth Modyf, l’azienda internazionale di abbigliamento e scarpe da lavoro personalizzabili, prosegue nel suo percorso verso un concreto obiettivo di sostenibilità e partecipa al progetto di recupero sostenibile di Eso per la raccolta e il recupero di vecchie scarpe da lavoro che, trasformate in materia prima seconda, possono diventare pavimentazione in iniziative di riqualificazione del territorio. Grazie al progetto ESO, ha infatti aggiunto un ulteriore strumento che renderà le scarpe da lavoro a fine ciclo vita delle preziose risorse da recuperare e utilizzare in un’ottica di circolarità dei prodotti. Attualmente lo smaltimento delle calzature esauste avviene nel secco indifferenziato, andando ad aumentare il volume di rifiuto in discarica con conseguenti danni per l’ambiente. La raccolta e l’avvio al recupero di ESO invece, permette di recuperare da subito materia prima seconda riciclabile per altri scopi. La raccolta delle scarpe avverrà grazie al posizionamento di contenitori ESObox back to work all’interno dei quasi 300 punti vendita Würth & Würth Modyf. I clienti potranno gettare le loro vecchie scarpe da lavoro e, dopo la trasformazione in materia prima seconda, contribuire alla messa in opera di pavimentazioni per giardini e/o piste di atletica leggera. Per incentivare i clienti a partecipare a questa azione, Würth Modyf ha offerto loro per il mese di agosto uno sconto di 15 euro sull’acquisto di un nuovo paio di scarpe da lavoro. “Siamo felici che Modyf abbia aderito al progetto Eso: un ulteriore passo di un percorso verso la sostenibilità che sta contraddistinguendo l’azienda” afferma Norman Atz, Direttore Comunicazione e Pubblicità Würth Italia. “L’attenzione verso la sostenibilità, e l’impegno a far sì che questo possa tramutarsi in azioni concrete, è da sempre uno dei pilastri che contraddistingue il Gruppo Würth e per questo supportiamo con entusiasmo progetti e iniziative come questi, che possono dare un contributo tangibile alla sostenibilità, in tutte le sue forme.”

Pennelli Cinghiale porta il made in Italy negli Emirati Arabi L’azienda mantovana sbarca nel Golfo con il nuovo brand Pinti Paint, nuovi prodotti creati ad hoc per il mercato arabo e un ufficio di rappresentanza a Dubai con una presenza all’interno della piattaforma Digital Export B2B grazie ad un nuovo accordo con la Camera di Commercio Italiana negli Emirati Arabi. Pennelli Cinghiale ha infatti aderito al nuovo progetto camerale “Italian Yellow Directory in the Gulf”, per rafforzare la propria presenza in un mercato strategico in cui l’amore per il Made in Italy è sempre più sentito e la propensione all’acquisto di prodotti italiani sempre più forte. Con il brand Pinti Paint e i suoi prodotti pensati per il mondo arabo aprirà il mercato verso cinque stati target, Emirati Arabi, Arabia Saudita, Bahrain, Kuwait e Oman. “La zona del Golfo ha potenzialità immense per un’azienda come la nostra” ha dichiarato il Direttore Commerciale Davide Bertocchi. “L’erosione climatica operata dal mare, dalle tempeste di sabbia e dalle altissime temperature a quella latitudine rendono necessaria una manutenzione costante degli edifici e delle costruzioni. La qualità dei nostri prodotti, disegnati apposta per queste geografie, è una delle risposte migliori”. L’articolo di punta della gamma Pini Paint è Super Cool, la vernice che grazie al suo altissimo valore SRI (Solar Reflection Index) > 107, riflette la luce solare e riduce la temperatura della superficie consentendo un risparmio e un basso impatto ambientale. La formula sviluppata dal team di Ricerca & Sviluppo di Pennelli Cinghiale e certificata da un laboratorio italiano indipendente, crea una barriera al trasferimento di calore grazie alle sue speciali nanosfere cave, proteggendo la casa dal deterioramento delle finiture causato dai raggi UV. Come gli altri prodotti Pinti Paint anche questa vernice è priva di metalli pesanti e ha un bassissimo contenuto di VOC. 18


NEW

CODE LA SOLUZIONE PER I PIÙ ESIGENTI CHIAVI PUNZONATE E CHIAVI AUTO.

TAGLIO CHIAVI E INCISIONE CON UN UNICO MORSETTO

SISTEMA DI CODIFICA INTUITIVO E FACILE DA UTILIZZARE

ARCHIVIAZIONE DATI SU CLOUD

ErrebiCLOUDPRO

Scopri di più su: errebispa.com

Registrati per i video tutorial: etraining.errebispa.com

19


NOTIZIE in breve Online il nuovo sito di Pavanello Serramenti È online il nuovo sito web nel quale l’azienda di Rovigo ha voluto trasporre la perfezione della forma e la massima funzionalità dei suoi infissi. “Il nostro infisso”, afferma Marco Pavanello, Responsabile Marketing e Vendite, “non nasce come elemento singolo, ma interagisce con lo spazio in cui viene inserito per contribuire a creare il senso di benessere che tutti ricerchiamo negli ambienti, soprattutto in quelli domestici. L’idea alla base del nuovo sito è proprio quella di esprimere, attraverso le immagini, come i serramenti siano in grado di disegnare gli spazi con la loro luce. Da qui anche la massima attenzione che abbiamo messo nel progetto per la User Experience, vale a dire l’esperienza che vive chi lo visita”. Il nuovo sito è stato infatti pensato per rendere più semplice e gradevole la fruizione da parte del cliente finale, che può non solo ritrovare le informazioni più importanti sui prodotti dell’azienda, ma può anche farsi ispirare dai progetti già realizzati nella sezione Realizzazioni e rispondere a ogni suo dubbio nella sezione FAQ, dedicata alle domande più frequenti. “Abbiamo voluto un sito più vicino ai valori del nostro

brand”, prosegue Marco Pavanello “che sapesse anche esprimere quanto sia importante per noi rinnovarci sempre interpretando le esigenze del pubblico. In un momento in cui il nostro comparto sta andando bene, e anche la nostra azienda sta facendo ottimi numeri, è importante investire nel miglioramento di tutto quello che possiamo offrire ai nostri clienti. E la comunicazione online è sicuramente un elemento fondamentale nel dialogo tra impresa e pubblico”.

Differenze inventariali nel DIY nell’ultimo biennio furti e taccheggi sono le cause principali Lo studio La Sicurezza nel Retail in Italia 2021, realizzato da Crime&tech, spin-off dell’Università Cattolica del Sacro Cuore, con il supporto di Checkpoint Systems Italia e la collaborazione del Laboratorio per la Sicurezza, ha indagato per il settore del Fai-da-te l’andamento, e quindi anche l’impatto della pandemia, sullo shrinkage e fatto emergere un aumento rispetto all’anno precedente (+ 1,67%), dato che ha posizionato la categoria di retail tra le più colpite dal fenomeno, insieme a Supermercati, Ipermercati e Discount. Se furti e i taccheggi sono tra le cause principali delle differenze inventariali per il Fai-da-te, con un valore medio della refurtiva pari a 21 euro, lo studio ha evidenziato anche quali siano i cosiddetti hot products per il comparto, ovvero quella tipologia di merce che risulta più a rischio di furti a causa di alcune caratteristiche, come la facilità di trasporto e l’occultabilità, il valore, l’appetibilità per il consumatore e la rivendibilità. Al primo posto dei prodotti più rubati si sono classificati per numero di pezzi le lampadine, seguite dalle pile e dalle spine e prese elettriche. Da un punto di vista invece di valore economico della merce, i prodotti più soggetti a taccheggi sono risultati essere invece gli elettroutensili, gli utensili manuali e gli apparecchi per riscaldamento/raffreddamento delle abitazioni. Secondo quanto riportato dai rispondenti alla survey c’è stata una certa omogeneità tra giorni della settimana rispetto agli altri settori merceologici nel verificarsi di eventi criminali, con una leggera prevalenza del weekend. Tuttavia nel caso specifico del Fai-da-te, oltre al sabato e alla domenica, anche il lunedì sembrerebbe essere stato uno dei giorni di picco dei furti.

20


GUARDA IL VIDEO SCOPRI CONDTROL

Corso Torino 35/1A - 16129 Genova - ITALY Tel. +39 010 543 201 - Fax. +39 010 566 059 E-mail vendite@ullmann.it - Web www.ullmann.it

21


DAL MERCATO

XGT, novità per la gamma a batteria Makita Nata con l’intento di soddisfare le necessità delle figure professionali più esigenti, la linea continua ad espandersi. L’azienda annuncia infatti il 40V Max XGT, un nuovo sistema cordless di maggiore potenza

Le novità

La nuova gamma 40Vmax XGT di Makita va ad affiancare la gamma di utensili 18V LXT, che conta circa 250 macchine. Lanciata lo scorso anno, la gamma XGT (neXt Generation Technology) ha raccolto subito il consenso degli utenti professionali che necessitano di strumenti dai connotati specialistici in termini di potenza e prestazioni. Tanto che questa serie di prodotti è in costante aumento e arriverà a sfiorare i 100 articoli entro la fine dell’anno.

Batterie 40Vmax L’elemento base è rappresentato dalle batterie 40Vmax, utilizzate anche in coppia per generare una potenza pari ad 80Vmax (40Vx2). Portano le prestazioni degli utensili al livello ed oltre dei pari modelli a filo o a scoppio, assicurano un’autonomia elevata e offrono la scelta tra il modello da 2,5 Ah, da 4,0Ah e quello da 5,0 Ah, capacità che verranno presto superate da nuovi modelli da 8,0 Ah. A chi ha necessità di un’autonomia ancora superiore Makita offre, inoltre, una batteria a zaino (PDC1200A01 - capacità 33,5Ah). Il Led indicatore della carica consente di monitorarne lo stato in qualsiasi momento. Abbinate ai caricabatterie DC40RA, basati su un sistema di ricarica ottimizzato con due ventole di raffreddamento per il mantenimento costante della temperatura delle celle, assicurano una carica completa in soli 28/50 minuti. Resistono agli urti e alle condizioni ambientali difficili con presenza di acqua e polvere.

22

Gli ultimi prodotti inseriti in ordine di tempo sono: - i Tassellatori SDS-Plus (HR009G e HR008G), nati per assicurare affidabilità nelle lavorazioni gravose. - le Smerigliatrici Angolari 125 mm con attacco X-Lock (GA041G, GA044G e GA047G). Grazie ad una ergonomia ricercata il corpo macchina può essere controllato in sicurezza dall’operatore. Il sistema di aggancio rapido del disco garantisce sicurezza, rapidità e ottimizzazione del tempo impiegato per il cambio disco. - il seghetto alternativo (JV001G) adatto per le situazioni in cui l’obiettivo è rendere il lavoro preciso, rapido e sicuro. Con il solo cambio lama, taglia acciaio, legno, materiali plastici e compositi, garantendo sempre performance al top. - la pialla (KP001G), che assicura prontezza di intervento e precisione nelle lavorazioni di manutenzioni ordinarie e straordinarie ed è capace di sostenere qualsiasi necessità applicativa con attenzione alle polveri derivate, in quanto adatta per essere collegata ad unità esterna di aspirazione. - gli Aspiratori a Zaino (VC008G e VC009G) che, leggeri, compatti, potenti ed ergonomici, calzano perfettamente sull’uomo che può muoversi in sicurezza in qualsiasi ambiente. È anche possibile collegare l’aspiratore a moltissime macchine per gestire le polveri derivate.


Allarme di Confcommercio: 120 mila le impese messe a rischio da inflazione e caro energia Non si arresta la corsa sfrenata dei prezzi delle materie prime energetiche e dell’inflazione, con il forte aumento di quest’ultima peraltro dovuto per l’80% proprio all’impennata del prezzo dell’energia. Confcommercio stima che, tra le imprese del terziario all’incirca 120mila sono a rischio chiusura da qui ai primi sei mesi del 2023 e 370mila i posti di lavoro in bilico. Tra i settori più esposti, il commercio al dettaglio (in particolare la media e grande distribuzione alimentare che a luglio ha visto quintuplicare le bollette di luce e gas), la ristorazione e gli alberghi che hanno avuto aumenti tripli rispetto a luglio 2021, i trasporti che oltre al caro carburanti (+30-35% da inizio pandemia ad oggi) si trovano ora a dover fermare i mezzi a gas metano per i rincari della materia prima. Complessivamente, la spesa in energia per i comparti del terziario nel 2022 ammonterà a 33 miliardi di euro, il triplo rispetto al 2021 e più del doppio rispetto al 2019 (14,9 miliardi). Commentando questi dati il presidente di Confcommercio, Carlo Sangalli, ha osservato: “i costi dell’energia sono, ormai, da vera emergenza. Il nuovo Governo dovrà dare risposte immediate accelerando soprattutto su Recovery Fund energetico europeo e fissazione di un tetto al prezzo del gas. È vitale tagliare drasticamente il costo dell’energia per tutte le imprese, anche quelle non ‘energivore’ e ‘gasivore’. In caso contrario si rischia di vanificare la ripresa economica di questi ultimi mesi”.

Sonepar Italia acquisisce CioffiRenato Lo scorso 27 luglio Sonepar Italia, azienda del Gruppo internazionale Sonepar operante nella distribuzione di materiale elettrico in Italia con 160 punti vendita in 17 regioni, ha ratificato l’accordo per l’acquisizione della società CioffiRenato, azienda storica del mercato della distribuzione di materiale elettrico all’ingrosso e al dettaglio che opera nella provincia di Lecce. Con la sede e il punto vendita presente a Casarano, e una filiale a San Cesario di Lecce, 17 dipendenti e 2 agenti, serve tutti i comuni della provincia, ed ha chiuso il 2021 registrando un fatturato di circa 10 milioni di euro. A seguito di questa acquisizione Sonepar Italia, già presente in Puglia con 6 punti vendita, potenzia la sua presenza in regione che, come il presidente e AD Sergio Novello, Presidente e AD di Sonepar Italia ha definito come “una regione chiave, molto importante e trainante per tutta la divisione Sud”. Novello ha anche ricordato che “da qualche anno abbiamo investito per strutturare il centro distributivo di Modugno (BA) che serve in maniera capillare ed efficiente tutte le province”. Nell’operazione di acquisizione, Sonepar Italia è stata assistita da STPG Scouting Capital Advisors, che ha agito in qualità di advisor finanziario, con un team guidato dall’Executive Director Attilio Conta. Per quanto riguarda l’advisory legale, è stata affiancata dallo Studio Legale Pavia & Ansaldo.

23


I PROTAGONISTI

Le donne al centro con “Unlimited Woman” di Rica Lewis® Workwear La nuova collezione autunno-inverno del brand di abbigliamento da lavoro avrà al suo interno una linea tutta al femminile. Questo nella convinzione che la parità di genere passa anche attraverso la possibilità di avere il giusto abbigliamento da lavoro Avere pari opportunità significa prima di tutto essere messo

Lewis® che con il brand Rica Lewis® Workwear concilia stile

nella condizione di esprimersi nel migliore dei modi. È un

e prestazioni, proponendo un vasto assortimento di abbi-

concetto molto meno teorico di quanto possa apparire a pri-

gliamento da lavoro che va dai pantaloni ai bermuda, dalle

ma vista, che non include solo la parità di genere e riguarda

t-shirt ai gilet, assicurando sempre il massimo comfort. La

ogni ambito. Nel mondo del lavoro, avere pari opportunità

vasta offerta permette ad artigiani e professionisti, ma anche

significa sentirsi a proprio agio nello svolgere il proprio me-

a chi dedica parte del proprio tempo libero al fai da te, di

stiere, anche per quanto concerne il modo di vestirsi.

essere vestiti in maniera adeguata da ogni punto di vista:

Una necessità di cui è ben consapevole l’azienda Rica

abiti perfetti per svolgere al meglio le proprie attività, ma allo stesso tempo con uno stile curato, in grado di gratificare anche l’occhio. Ora Rica Lewis® Workwear è pronta a fare un ulteriore passo in avanti, sempre nell’ottica di offrire pari opportunità, in questo caso garantendo anche alle donne la possibilità di indossare capi pensati per loro quando sono al lavoro. A partire da ottobre, nella collezione autunno/inverno, infatti, sarà proposta una linea d’abbigliamento da lavoro al femminile.

24


“Unlimited Woman Workwear”, ovvero illimitatamente donna. Questo il nome del progetto che permette a Rica Lewis® Workwear di compiere un ulteriore passo in avanti, contribuendo a far sì che una donna non abbia limiti sul lavoro, anche dal punto di vista dell’abbigliamento, poiché d’ora in poi potrà contare su capi pensati per garantire la totale praticità dei movimenti e che la faranno sentire libera, a suo agio e bella. Così il responsabile commerciale di Rica Lewis®, Walter Mughini spiega le ragioni che hanno portato all’ulteriore sviluppo del brand Rica Lewis® Workwear: «Il progetto nasce grazie alla nostra consolidata esperienza nel jeans e in generale nell’abbigliamento che hanno come nostri punti focali la “vestibilità”, la “comodità”, la “qualità” e lo “stile”. Queste nostre caratteristiche si sposano perfettamente con un prodotto dedicato al mondo femminile. Questo progetto ci permette di accompagnare la donna in ogni suo ambito, non tralasciando la femminilità dei capi e la sicurezza nell’indossarli». “L’assortimento è composto da un “total look”, prosegue il responsabile commerciale di Rica Lewis®”. per soddisfare tutte le esigenze delle donne che si vogliono sporcare le mani. Con i nostri capi si possono

affrontare i più svariati ambienti di lavoro. I materiali utilizzati, poi, rappresentano il connubio ideale tra tecnicità e praticità. Abbiamo pertanto portato una grande innovazione nel mondo del workwear, andando a coprire anche quel settore di mercato che ad oggi ci mancava”. Nello specifico, la collezione autunnale proporrà due jeans da lavoro multitasche, una rain jacket in diversi colori, un gilet e una t-shirt a manica lunga anche essa in due colori. “Betty” è il pantalone da lavoro denim work in tessuto stretch Fiberflex® confortevole e resistente, pensato apposta per una donna allo stesso tempo professionale, sicura ed energica. È in grado di garantire una vestibilità femminile e moderna, arrotondata sui fianchi, gamba dritta e appena sagomata sul ginocchio. Pensato per permettere i movimenti con facilità pur rimanendo aderente, il pantalone “Betty” ha pratiche e ampie tasche davanti e dietro; tasche laterali porta-metro e porta-martello e un tascone laterale con velcro. Robustezza e solidità sono garantite da un cavallo rinforzato e cuciture a triplo ago, con un ulteriore rinforzo per quelle di arresto.

25


DAL MERCATO

Tuttosegnaletica

Il partner per la sicurezza sul lavoro Negli ultimi anni l’azienda ha affiancato alla produzione di segnaletica la commercializzazione di una vasta gamma di prodotti che le consentono di soddisfare tutte le necessità legate alla prevenzione degli infortuni negli ambienti di lavoro Tuttosegnaletica è un marchio giovane, ma il suo staff tecnico è sul mercato della sicurezza dagli inizi degli anni ’80 come azienda produttrice di segnaletica. Il proprio marchio la identifica oggi come una delle più importanti realtà nel settore della segnaletica aziendale, di sicurezza, stradale e ADR in Italia. Nel corso degli anni, alla produzione di segnaletica, si è associata la commercializzazione di una vasta gamma di prodotti per soddisfare tutte le necessità legate alla sicurezza negli ambienti di lavoro. Tra le categorie trattate attrezzature per l’emergenza ed il primo soccorso, articoli per la sicurezza sui cantieri, segnaletica e dispositivi per il trasporto di merci pericolose. Utilizzando i migliori sistemi informatici di gestione del magazzino e della clientela, l’azienda offre in tempo reale il punto della situazione sulla disponibilità degli articoli e sullo stato di avanzamento dell’ordine. Tuttosegnaletica ha dato la possibilità di selezionare gli articoli desiderati direttamente dallo shop on-line, che può vantare una disponibilità di ben oltre 15 mila prodotti e più di 10 milioni di visite con un tasso di gradimento superiore al 90%. Una volta completata la registrazione sul sito, il cliente potrà visualizzare i prezzi a lui riservati, con una scontistica specificatamente associata alla categoria di cliente. L’eCommerce Tuttsegnaletica.it è stato certificato con sigillo di qualità da Trusted Shop. Inoltre, sempre a maggior sicurezza per il cliente, per ordini inferiori a 2.500 euro è prevista anche la protezione acquisti. L’azienda ha anche intrapreso importanti collaborazioni con protagonisti del mercato elettronico italiano. Tra questi Victualia.it, piattaforma per la compravendita B2B di prodotti e servizi specializzato nella fornitura aziendale. La produzione La capacità produttiva è di oltre 5.000 cartelli al giorno. Il catalogo eCommerce Il Catalogo, che viene costantemente aggiornato, conta 15.000 referenze dei migliori marchi.

26

Personalizzazioni L’azienda produce anche segnaletica e cartelli personalizzati in vari formati, grafica, dimensioni e materiali. Puntualità e velocità nel servizio Un’efficace sistema di approvvigionamenti, l’efficiente logistica, l’ampia disponibilità di magazzino e il fatto che la maggior parte dei prodotti è sempre in stock e immediatamente disponibile assicura una rapida evasione di ogni ordine e elevati livelli di servizio. Consulenza Tecnico-Normativa Sui propri prodotti l’azienda assicura un servizio di assistenza e un’attività di informazione e supporto ai clienti. Elevata qualità dei materiali Gli inchiostri utilizzati in stampa serigrafica e digitale contengono pigmenti che possiedono un’elevata resistenza alla luce, garantendo una maggiore durata del segnale anche all’esterno e in condizioni estreme. Scontistica e prezzi dedicati Tutti i clienti possono ricevere scontistiche esclusive e vantaggiose condizioni d’acquisto. Basta registrarsi!

Per informazioni: tuttosegnaletica@gmail.com / 0586/829005


27


MERCATO

ANTISISMICA, GREEN E AMICA DELL’ARTE BOSSONG LANCIA E-PLUS La superresina epossidica offre una risposta ancora più esaustiva alle specifiche esigenze degli operatori del settore e si pone nel solco di quei valori - rispetto dell’ambiente, sicurezza e massimizzazione degli obiettivi di consolidamento strutturale - che da sempre caratterizzano l’azienda Ancorante chimico bi-componente epossidico puro sen-

aspettativa, come ogni prodotto dell’azienda bergamasca è

za stirene, questa la descrizione dell’ultimo arrivato in casa

solito offrire.

Bossong: si chiama E-Plus ed è l’ultima evoluzione del ca-

Una service life di 100 anni, tanto per iniziare: addirittura il

postipite Epox degli anni ‘90. Un nome breve per racchiude-

doppio rispetto ai 50 anni standard, parametro che rende

re trent’anni di ricerca e sviluppo nel settore degli ancoranti

questa resina ideale per le grandi opere. E poi l’applicazio-

chimici, essenziale abbastanza da non aver bisogno d’altro

ne con foro allagato testata anche sotto acqua, resistenza

(se non di quel “plus”) per lasciar intuire prestazioni oltre ogni

al fuoco fino ad un massimo di R24, la naturale capacità di penetrare delle porosità e nelle parti cave grazie al mix vincente di fluidità e aderenza raggiungendo anche i due metri e mezzo di profondità di estrusione, l’assenza di espansione e di ritiro, la possibilità di utilizzo su muratura piena, legno e ovviamente calcestruzzo, in una forbice di temperatura che ne permette l’applicazione anche a 50°C, l’elevato grip sulle superfici levigate come un foro carotato, rappresentano alcuni dei principali vantaggi del prodotto. Senza contare le numerose certificazioni ottenute, che garantiscono risultati eccellenti sotto diversi punti di vista: in ambito ambientale, perché tutti gli ancoranti chimici Bossong sono qualificati secondo il protocollo LEED relativo alla certificazione del contenuto di COV (composti organici volatili) ottenendo la massima qualifica Leed e A+ del regolamento francese. In ambito EOTA la resina è approvata per l’ancoraggio in calcestruzzo in accordo a EAD 330499-01-0601 e EAD 330087-01-0601. Ma soprattutto in ambito sismico, dove le prestazioni, raddoppiate rispetto al prodotto attuale fino ad ottenere la massima qualifica C2 per M12 e M24, rappresentano il fiore all’occhiello di questa nuova formula 3:1, in grado di reagire al meglio a movimenti tellurici importanti, così anche per i ferri da ripresa Rebar con diametri certificati sismici dal 12 al 32 mm. Nato per completare le esigenze degli operatori del settore,

28


Andrea e Michele Taddei, rispettivamente Amministratore Delegato e Direttore Commerciale fotografati nel reparto produttivo dell’azienda.

nel solco di quella politica di rispetto dell’ambiente, sicurezza

prodotto al mondo ad ottenere la certificazione antisismica

e massimizzazione degli obiettivi di consolidamento struttu-

C2 per il fissaggio con barre filettate standard, è la prova

rale che da sempre rappresentano il tratto distintivo di Bos-

tangibile del successo di questo approccio. Una scelta vin-

song, E-Plus è l’ultima frontiera di un percorso che ha origini

cente, che apre all’azienda nuove opportunità nel mondo

lontane. Tra gli anni ‘60 e ’70 l’azienda si distingue per una

dell’edilizia qualificata, ma anche la possibilità di intervenire

produzione di chiodi a sparo e chiodatrici per fissaggio su

nel campo dei beni culturali. La forza degli ancoraggi Bos-

calcestruzzo, poi tasselli e ancoraggi meccanici. La svolta

song, conquistata in sessant’anni d’esperienza grazie a una

verso l’ancoraggio chimico è voluta da Luciano Taddei, fon-

spiccata propensione per l’innovazione e a competenze tec-

datore di Bossong SpA Italia e dottore in chimica, e segna

niche di primo livello, si mette così al servizio della bellezza

un cambio di rotta deciso e fortunato. La formulazione e il

universale.

riempimento di questi ancoranti chimici bicomponenti per il

Un vanto per l’azienda, che trova soddisfazione e mercato

fissaggio di elementi metallici nel calcestruzzo e nella mura-

in Italia e in tutto il mondo partendo da una base solida e

tura con resine epossidiche, poliesteri e vinilesteri decreta il

dalla volontà di investire. L’inaugurazione del nuovo centro

successo mondiale dell’azienda.

logistico permette di ridisegnare completamente la logistica

Decisivo si rivela il confronto con l’ente di certificazione eu-

aziendale: al suo interno si è sviluppato un magazzino com-

ropea EOTA nato agli inizi del nuovo millennio, che convalida

pletamente automatizzato e connesso con tutte le nuove tec-

i prodotti su scala europea e internazionale ma, allo stesso

nologie più avanzate, facendo spazio nella sede principale

tempo, obbliga l’azienda a mettersi al passo con standard

all’incremento delle linee produttive anche queste connesse

sempre più alti e a confrontarsi con uno scenario competitivo

con tecnologie 4.0. e con robotica di ultima generazione. In

allargato. Bossong, chiamata a nuove sfide, le affronta pun-

ultimo, ma non per importanza, i 1.250 mq. di pannelli foto-

tando tutto su ricerca e innovazione, nella consapevolezza

voltaici - che forniscono all’azienda quasi 200.000 kWh all’an-

che ogni investimento l’avvicina sempre più alle leadership

no con una potenza di circa 200 kW - sono la prova con-

di mercato.

creta dell’impegno dell’azienda per la riduzione dell’impatto

E-Plus, così come il precedente Epoxy21, sviluppato in se-

ambientale, in un’ottica di economia circolare a vantaggio

guito al devastante terremoto de L’Aquila del 2009 e primo

dell’intera comunità.

29


ANTEPRIMA Eisenwarenmesse

IL SETTORE TORNA AD INCONTRARSI A COLONIA La cifra dell’edizione 2022 sarà il format ibrido, ma questa non è certamente l’unica novità annunciata dagli organizzatori. Tra le altre, è da segnalare l’Area eCommerce, che vedrà i 30 espositori offrire un quadro delle soluzioni disponibili nei diversi settori, perché sempre di più la sfida è riuscire a trarre quanto di meglio ha da offrire la combinazione tra fisico e digitale

30


Finalmente! Dopo i rinvii e le cancellazioni conseguenti alla pandemia, il prossimo 25 settembre prenderà il via a Colonia l’edizione 2022 dell’Eisenwarenmesse. Stando alle anticipazioni oltre alla folta partecipazione di aziende tedesche ed europee - le italiane dovrebbero sfiorare quota 150 - la fiera vedrà la partecipazione anche un buon numero di espositori extraeuropei. “Stiamo assistendo a sviluppi sorprendenti nel mercato europeo come l’enorme aumento degli spazi espositivi per la Turchia”, dichiara Matthias Becker, Direttore di Eisenwarenmesse. “Germania, Europa meridionale e orientale e Paesi Bassi avranno come al solito una forte presenza. E anche per l’India i livelli di prenotazione sono stabili”. Come emerge chiaramente anche dalle interviste alle aziende protagoniste di questa Anteprima, questa edizione dell’Eisenwarenmesse è particolarmente attesa perché offre la prima importante occasione per tutti gli attori di questo mercato di tornare ad incontrarsi e a confrontarsi dal vivo.

31


ANTEPRIMA Eisenwarenmesse hanno optato per una partecipazione

ci - in questo così come in tutti i merca-

digitale. Il percorso verso un format

ti - a ripensare la propria supply chain

ibrido era stato avviato già in preceden-

con l’obiettivo di avvicinare le proprie

za ed è stato accelerato dal Covid-19.

produzioni o di individuare nuovi forni-

Consentirà agli operatori del settore di

tori. In questa loro ricerca, fanno notare

cogliere tutte le opportunità offerte dal

dalla Koelnmesse, l’Eisenwarenmes-

binomio presenza in fiera e canali digi-

se rappresenta “il luogo perfetto per

tali per sviluppare il nuovo business e

trovare nuovi partner” sia visitando i

per entrare in contatto con una platea

padiglioni della fiera, sia cogliendo le

quanto più ampia possibile di potenziali

opportunità di networking offerte da Ei-

clienti. La piattaforma Eisenwarenmes-

senwarenmesse@home che consentirà

se@home. consentirà anche di guarda-

Matthias Becker

loro di entrare in contatto anche con

re gli eventi persi su richiesta e offrirà

E proprio su questa attesa si fondano le

le aziende, che non potendo per varie

servizi come il Discovery Graph, che

aspettative di Koelnmesse sull’afflusso

ragioni essere fisicamente a Colonia,

suggerisce i contatti in base ai singoli

dei visitatori, ma soprattutto sulla loro qualità e motivazione. Facendo riferimento all’esperienza delle altre Fiere svoltesi dopo la Pandemia, Matthias Becker rileva infatti che “in tutti i settori, stiamo vedendo che coloro che vengono alle nostre fiere hanno obiettivi molto chiari e un forte potere decisionale”. Lo scenario nel quale si svolgerà Eisenwarenmesse è fortemente condizionato dall’evoluzione della Pandemia, ma soprattutto appare trasformato dalle sue ricadute. Il perdurare delle difficoltà sul fronte delle materie prime, dei trasporti marittimi e dell’approvvigionamento di semilavorati e prodotto finito

32

sta inducendo molti operatori economi-


profili. A partire dal 1° agosto gli espositori hanno avuto la possibilità di gestire i propri profili e dal 12 settembre scorso anche i visitatori hanno avuto accesso alla piattaforma. Koelnmesse ha anche trovato una nuova soluzione per i visitatori impossibilitati a recarsi a Colonia: i “Fair Scouts”. Chi lo desidera ha infatti la possibilità di prenotare uno scout che lo accompagna in un tour virtuale del quartiere fieristico o, essendo esperto, esamina i prodotti sulla base di un pre-briefing. L’area eCommerce In un mondo che registra un importante spostamento del business sui canali digitali, Eisenwarenmesse prova a intercettare i nuovi bisogni con l’area eCommerce che è stata affidata alla rock star digitale Michael Atug. Obiettivo degli organizzatori è creare uno spazio che prova a fare il punto su come funziona oggi l’eCommerce e su quali sono gli

aspetti e le necessità che devono essere pesi in considerazione quando si

Il DIY Boulevard

approccia questo canale. Ospiterà 30

Lanciato da Koelnmesse, in collabora-

espositori - tra questi big del calibro

zione con l’associazione Herstellerver-

di eBay, Facebook, DHL, Shopware

band Haus & Garten e.V. con l’edizione

- che presenteranno le loro soluzioni

2016 verrà proposto anche quest’anno.

nei settori ERP, pagamento elettronico,

Si tratta di un’area nella quale le azien-

hosting e ottimizzazione dei motori di

de hanno la possibilità di proporre ai

ricerca.

player della distribuzione idee, progetti e proposte su come migliorare l’esposizione dei loro prodotti in modo da riuscire a massimizzare le vendite. Il DIY Boulevard occuperà un’area di 272 metri quadrati e ospiterà 56 espositori.

 Eisen Award 2022

 International Hardware Fair Italy

Tornerà a svolgersi in presenza l’appuntamento con l’Award organizzato da Eisenwarenmesse - International Hardware Fair e Zentralverband Hartwarenhandel e.V. (ZHH/Central Association of the Hardware Trade) e che premia le novità più rappresentative nelle categorie di innovazione, design/ergonomia e sostenibilità selezionate tra quelle presentate dalle aziende entro il termine del 2 settembre. L’evento con il quale verranno ufficializzati i vincitori è fissato per il 25 settembre alle ore 10.00.

Si svolgerà presso la Fiera di Bergamo il 5 e il 6 maggio 2023 International Hardware Fair Italy, l’evento satellite creato da Koelnmesse e rivolto agli operatori del mercato ferramenta, edilizia, DIY, sicurezza, outdoor, colore ed elettrico. Anche in questo caso il format proposto sarà ibrido: gli incontri fisici in fiera saranno infatti integrati da net-meeting con i distributori da remoto. 33


La scheda

Rosver amplia la propria offerta con l’acquisizione di Siapi Smartech Dal 1° maggio 2022 Siapi Smartech entra a far parte del gruppo Rosver per acquisizione. I prodotti, il personale ed il know-how sono stati trasferiti e integrati nel gruppo; in parte nella sede operativa di Sesto San Giovanni e in parte in quella produttiva Faiot, di Pianezza Con l’ingresso di Siapi Smartech nel gruppo, azienda con più di 90 anni di esperienza nel settore delle mole da rettifica, Rosver mette a disposizione dei suoi clienti: elevata competenza tecnica, flessibilità produttiva e commerciale ed una spiccata capacità di personalizzare i prodotti in base alle specifiche applicazioni. Alle già collaudate ed efficaci soluzioni tecnologiche pronte a magazzino, si aggiunge una tipologia di prodotti “tailor made” con l’obiettivo di fornire le mole più idonee ad ogni singolo cliente, realizzate con cura sartoriale per ottenere il massimo risultato in ogni fase della lavorazione. Nell’ottica di offrire un prodotto/processo che possa dare risultati immediati, è fondamentale raccogliere il maggior numero di dettagli tecnici necessari poi per la definizione del processo più adatto. Uno studio delle necessità del cliente per la sua specifica lavorazione ci consente di

assicurare uno standard qualitativo molto elevato, sicurezza ed affidabilità di utilizzo e l’assoluta riproducibilità nel tempo. Un database di applicazioni costruito negli anni ci consente di attingere a precedenti progettazioni di utensili per le medesime applicazioni, in modo da ridurre i tempi ed i costi delle prove presso i clienti.

I vantaggi delle mole in gomma Ad ampliare ulteriormente la propria gamma, Rosver propone molette con gambo, mole a disco, ad anello e a tazza, lime, placche, cubi e panetti per ravvivare, tutti con impasto gomma. L’utilizzo combinato della gomma sintetica e di quella naturale permette di ottenere un impasto tenace,

resiliente e flessibile. Le mole in gomma ammortizzano il taglio e si adattano alla superficie da lavorare senza danneggiare il pezzo o modificarne la geometria, raggiungendo punti estremamente difficili. Poco rumorose, rilasciano meno polveri rispetto ad altri prodotti e possono essere utilizzate in maniera efficace sia su macchine manuali che automatiche.

Le applicazioni più frequenti Gli impieghi delle mole Siapi Smartech sono molteplici e aumentano periodicamente con la scoperta di nuovi utilizzi possibili: dalla finitura dell’interno delle pentole da cucina alla lucidatura stampi, dall’asportazione dei cordoni di saldatura alla lucidatura del filo metallico, dalla finitura di arredi in acciaio inox alla lucidatura dei gioielli, dalla lavorazione di particolari per macchine del settore farmaceutico ed alimentare alle lavorazioni dei fori, fino al settore nautico. Per ottenere ulteriori informazioni e valutare le nostre soluzioni di finitura per il vostro reparto produttivo, vi invitiamo a contattarci al seguente indirizzo: info@rosver.com e siamo lieti di invitarvi presso il nostro stand alla fiera Eisenwarenmesse di Colonia dal 25 al 28 Settembre 2022.

34


35


ANTEPRIMA Eisenwarenmesse

A COLONIA PER INCONTRARE DI PERSONA FORNITORI E CLIENTI. FINALMENTE!

Nella percezione delle aziende italiane che saranno protagoniste della prossima edizione della fiera la relazione umana, il contatto diretto tra persone, la possibilità di confrontarsi con gli altri operatori del settore, di rinsaldare la relazione con i clienti acquisiti e di entrare in rapporto con i potenziali, la possibilità di far toccare il prodotto e di intercettare le reazioni del proprio interlocutore da uno sguardo saranno il primo importantissimo vantaggio offerto dalla possibilità di tornare ad essere fisicamente presenti in fiera. Una posizione che, va subito precisato, non nasce da un preconcetto nei confronti degli strumenti offerti dalle nuove tecnologie digitali. Tutt’altro. L’impressione è che, nella stragrande maggioranza dei casi, proprio l’esperienza maturata in mesi di videocall, ha favorito una migliore comprensione del potenziale offerto dal mix tra fisco e digitale. Tanto è vero che la scelta degli organizzatori di proporre un format ibrido è accolta con apprezzamento. 36


Il calore del Sole, Ovunque. Giove

Volcano

SunSet

Kebili

Patio

Sole Bianco Grid

Scopri la gamma, sfoglia il catalogo! www.cfgspa.com

37


ANTEPRIMA Eisenwarenmesse ALLFIX Giovanni Gulino, Amministratore Unico

Posizione in Fiera Hall 11.2 - Stand N 015

Edizioni di Eisenwarenmesse alle quali ha partecipato

anche nell’era della digitalizzazione perchè il contatto umano

come espositore.

in presenza resta insostituibile per instaurare nuovi rapporti

È la prima volta che esponiamo. Nel 2019 avevamo parteci-

commerciali o per consolidarne di esistenti. Oltre a questo

pato alla Fastener and Fix a Stoccarda

resta ancora importante avere la possibilità di fare toccare con mano le novità di prodotto e far testare le caratteristiche

I punti di forza di una fiera in presenza e perché è ancora

e le performance degli articoli di punta ai potenziali clienti.

utile investirci nell’era della digitalizzazione e in un mondo iperconnesso dove ormai non si attende più la fiera

Obiettivi della partecipazione alla fiera.

per lanciare le proprie novità.

I nostri obiettivi sono ovviamente di versi. In particolare vo-

Riteniamo che la partecipazione a una fiera sia importante

gliamo rafforzare la nostra presenza sui mercati del Nord Europa dove già siamo in parte presenti da qualche anno. Intendiamo provare ad acquisire nuovi clienti, in particolare distributori esclusivi per alcuni Paesi e far conoscere ai potenziali clienti le tante novità di prodotto che abbiamo inserito nel corso dell’ultimo anno. Scelta degli organizzatori di puntare su un format ibrido: le opportunità per gli espositori. Il format ibrido può essere sicuramente un’opportunità in più per gli espositori anche se non ho abbastanza esperienza a riguardo per poterne dare un giudizio esaustivo.

ARCANSAS PROFILI Luca Laurenti, Direttore commerciale

Posizione in Fiera Hall 11.1 – Stand A 060

Edizioni di Eisenwarenmesse alle quali ha partecipato

Scelta degli organizzatori di puntare su un format ibrido:

come espositore.

le opportunità per gli espositori.

Esponiamo a Colonia per la prima volta.

Arcansas pensa che in un’era di avanzamento digitale preponderante, la possibilità di cercare un ulteriore vantaggio

I punti di forza di una fiera in presenza e perché è ancora

per l’azienda anche derivante da una opportunità digitale sia

utile investirci nell’era della digitalizzazione e in un mon-

assolutamente ben accetta. Inoltre, pensiamo che ciò possa

do iperconnesso dove ormai non si attende più la fiera

aiutarci nell’incrementare la nostra visibilità.

per lanciare le proprie novità. L’Eisenwarenmesse è considerata la capofila delle fiere internazionali della ferramenta. Ritengo quindi che prendervi parte come espositore consenta di aumentare la visibilità e la credibilità dell’azienda. Senza contare il tasso di opportunità che possono crearsi dal parteciparvi. Obiettivi della partecipazione alla fiera. L’azienda intende rafforzare ed accrescere la propria presenza nei mercati europei di riferimento (Area DACH in primis) e vuole farlo aumentando la percezione di branding, aprendo e sviluppando nuovi contatti e rafforzando gli esistenti. Incontrare i clienti in fiera avendo la possibilità di poter illustrare loro le nostre novità è certamente un grande valore aggiunto.

38


PRONTI PER L’USO.

PER TUTTI I PROFESSIONISTI DELLA COSTRUZIONE CANTIERE, INDUSTRIA E FAI DA TE!

Desiderate un’ottima attrezzatura per affrontare le sfide dei lavori in cantiere con tutte le operazioni e le attività da svolgere? Un bravo artigiano professionista come voi sa bene che cosa caratterizza un utensile perfetto – DEVE ESSERE ESATTAMENTE COME VOI! Resistente, robusto, abile nel lavoro di squadra, ingegnoso e sempre migliore, anche di poco. Insomma 4K5. Iniziamo subito! Per maggiori informazioni contattare VEBEX: tel. 02-90.29.72.34 - cell. 335-69.43.334

www.4K5tools.com VEBEX Fatturazione Italia

Via A. Di Dio, 16 - 20010 Ossona (MI) - Tel. 02-90.29.72.34 - Cell. 335-69.43.334 - info@vebex.it 39


ANTEPRIMA Eisenwarenmesse Posizione in Fiera Hall 11.2 – Stand M 002

BOSSONG Michele Taddei, Direttore Commerciale Edizioni di Eisenwarenmesse alle

commento faccia a faccia bevendo in-

quali ha partecipato come espositore.

sieme un caffè sullo stand di una fiera. Il

Abbiamo iniziato a partecipare ad Ei-

visitatore raccoglie in pochi metri quadri

senwarenmesse negli anni ’90 prima in

tutti i suoi maggiori contatti ed evita o

cooperazione con alcune aziende lom-

riduce viaggi in giro per l’Europa.

barde e poi da soli con il nostro stand. A oggi credo avremo mancato solo due

Obiettivi della partecipazione alla fie-

o tre edizioni.

ra. Dare continuità ad una presenza più

I punti di forza di una fiera in presen-

che ventennale in questa fiera e incon-

za e perché è ancora utile investirci

trare i nostri partner sia clienti che for-

nell’era della digitalizzazione e in un

nitori. Come dicevo chi compra coglie

mondo iperconnesso dove ormai non

l’occasione di veder riuniti in diversi

si attende più la fiera per lanciare le

padiglioni gran parte dei suoi fornitori e

proprie novità.

di valutare alternative all’attuale fornito-

Il contatto umano non lo sostituisci con

re. Siamo sempre alla ricerca di nuovi

una video call che certamente serve a

importatori per nuovi mercati o aziende

creare le basi per un incontro in pre-

che desiderano avere prodotti in private

senza. Lo stesso vale per il lancio dei

label.

prodotti che certamente possono esse-

Molto interessante è il business che

re presentati con eccellenti grafiche e

spesso viene dalla fiera stessa, mol-

spiegati fino all’ultimo dettaglio in testi

ti clienti o potenziali tali sono presenti

chilometrici, anche se tutto questo non

con il loro stand nel nostro padiglione o

può sostituire una presentazione e un

in quelli vicini.

Scelta degli organizzatori di puntare su un format ibrido: le opportunità per gli espositori. Se intende una digitalizzazione della fiera per offrire anche una visita virtuale, non credo avrà successo visto le pessime esperienze delle fiere virtuali durante i lockdown. Invece ritengo utili gli avvicinamenti delle fiere nei paesi dai quali vengono i visitatori replicando la fiera presso di loro. Penso ad esempio al mercato mediorientale o asiatico o anche sudamericano. Trovare a casa loro gli stessi espositori di Colonia è senz’altro un vantaggio e un’opportunità per visitare la fiera per chi non ha intenzione di affrontare un viaggio lungo e impegnativo.

DI MARTINO Luca Balbo, Responsabile Commerciale Italia

Posizione in Fiera Hall 10.1 - Stand D020-E021

Edizioni di Eisenwarenmesse alle quali ha partecipato

determinata dalla Pandemia, acquisizione di nuovi contatti,

come espositore.

incontro tra colleghi, reperimento di nuovi fornitore e, ovvia-

Dalle prime edizioni. Storicamente la Di Martino ha sempre

mente, lancio delle novità e presentazione della nostra offer-

investito nella partecipazioni a fiere di rilevanza internaziona-

ta.

le come Eisenwarenesse. Scelta degli organizzatori di puntare su un format ibrido: I punti di forza di una fiera in presenza e perché è ancora

le opportunità per gli espositori.

utile investirci nell’era della digitalizzazione e in un mon-

La digitalizzazione sta offrendo sempre nuove possibilità e

do iperconnesso dove ormai non si attende più la fiera

siamo soddisfatti di come l’organizzazione stia sfruttando e

per lanciare le proprie novità.

sviluppando queste nuove tecnologie.

Crediamo ancora nella relazione “in presenza”. Tanto più dopo anni di contatti da remoto causa pandemia! Incontrare clienti storici e presentare le nostre novità Totally Made in Italy e i plus prodotto dal vivo è più gratificante e coinvolgente rispetto al pur sofisticato “virtuale”. Obiettivi della partecipazione alla fiera. Sono tanti e diversi: rafforzamento della presenza sul mercato estero, incontrare in presenza clienti dopo l’interruzione

40


41


ANTEPRIMA Eisenwarenmesse DISCOTELSISAL Ezio Borroni, Sales Manager Metal Division

Posizione in Fiera Hall 10.2 – Stand G043

Edizioni di Eisenwarenmesse alle quali ha partecipato come espositore. Quella di quest’anno sarà la sesta presenza consecutiva per la nostra azienda. I punti di forza di una fiera in presenza e perché è ancora utile investirci nell’era della digitalizzazione e in un mondo iperconnesso dove ormai non si attende più la fiera per lanciare le proprie novità. Innanzitutto considero questa fiera come la più importante del settore dove sono presenti molti fornitori e competitor. Senza dubbio il principale punto di forza è la grande visibilità e, inoltre, poterli incontrare di persona è molto importante per consolidare i rapporti con clienti abituali, perchè facilita la possibilità di risolvere eventuali problematiche e consente di stabilire nuovi rapporti con più chiarezza e cordialità. Obiettivi della partecipazione alla fiera. L’obbiettivo principale è sicuramente la possibilità di reincontrare di persona numerosi clienti esteri, incontri che per Covid etc nell’ultimo periodo si sono interrotti, e anche di poter

acquisire nuovi clienti/fornitori,visto la grande affluenza che contraddistingue questa fiera e, non ultimo, la possibilità di rafforzare e confermare la nostra presenza sui mercati esteri sia Europei che extra UE. Scelta degli organizzatori di puntare su un format ibrido: le opportunità per gli espositori. Mi trova sinceramente d’accordo la formula ibrida che consente di unire e supportare con le nuove tecnologie il normale e usuale svolgimento delle fiere in presenza.

ECOSERVICE Giuseppe Trisciuzzi, General Manager

Posizione in Fiera HALL 1.11 – Stand C4

Edizioni di Eisenwarenmesse alle quali ha partecipato come espositore. Siamo presenti in qualità di espositori dal 2001. I punti di forza di una fiera in presenza e perché è ancora utile investirci nell’era della digitalizzazione e in un mondo iperconnesso dove ormai non si attende più la fiera per lanciare le proprie novità. Consideriamo estremamente utile investire in una fiera come Eisenwarenmesse per la possibilità di poter incontrare di persona i nostri distributori e clienti presenti nelle varie nazioni. Obiettivi della partecipazione alla fiera. Gli obiettivi principali della nostra presenza a Colonia sono quelli di poter utilizzare questa occasione come vetrina per i nostri prodotti, di poter acquisire nuovi contatti e, come ho detto prima, di incontrare di persona i nostri clienti e distributori. Scelta degli organizzatori di puntare su un format ibrido: le opportunità per gli espositori. La scelta di un format ibrido risulta molto interessante. Ritengo che andrebbe sperimentato nel lungo termine per coglierne al meglio le opportunità e i vantaggi.

42


eFAST Soluzione antipanico motorizzata

CISA eFAST è un maniglione antipanico con apertura motorizzata al quale è possibile applicare molteplici dispositivi per il controllo accesso come una tastiera oppure un lettore di tessere. Le performance della porta antipanico aumentano in modo incisivo, trasformandola in un’entrata efficiente e “intelligente”.

Il sistema di blocco della porta in tre punti diminuisce il rischio di effrazione e rende la chiusura estremamente regolare e silenziosa, ideale per ambienti molto frequentati. La protezione CISA PLUS è realizzata mediante una vernice a polvere antibatterica che impedisce la diffusione di microrganismi pericolosi e la crescita di muffe e batteri.

cisa.com allegion.com

Polaris è l’accessorio di luci al LED abbinabile ai maniglioni FAST touch ed eFAST. Individuare l’uscita di emergenza anche in caso di scarsa visibilità diventa semplice.

43


ANTEPRIMA Eisenwarenmesse Posizione in Fiera Hall 10.1 - Stand K 020

FASANO TOOLS Cinzia Margarito, Content Manager

Edizioni di Eisenwarenmesse alle quali ha partecipato come espositore. La manifestazione è una tra le più importanti vetrine per la nostra azienda che vi partecipa quest’anno per la prima volta. Porteremo in fiera il nostro marchio ed il nostro Made in Italy. I punti di forza di una fiera in presenza e perché è ancora utile investirci nell’era della digitalizzazione e in un mondo iperconnesso dove ormai non si attende più la fiera per lanciare le proprie novità. Le nuove tecnologie ci hanno dato molto, ma ci hanno anche privato di quei

rapporti e contatti umani, che davamo

che “Siamo tornati”. Non abbiamo mai

per scontati e che, soprattutto oggi,

smesso di lavorare, produrre, assumere

sono fondamentali. Abbiamo imparato

ed espanderci. Tuttavia, per colpa del

a organizzare meeting in videochia-

Coronavirus, la nostra crescita è rima-

mata, osservare eventi attraverso uno

sta appannaggio di un pubblico nazio-

schermo e conoscere persone utiliz-

nale e ora, proprio utilizzando il palco

zando uno smartphone. Ci ha aiutato

di Colonia, vogliamo dire al mondo che

ad andare avanti, ma a discapito delle

Fasano Tools c’è. Speriamo anche in

vere sensazioni, delle strette di mano,

una serie di vantaggi quali l’incontro tra

del faccia a faccia, che tanto sono utili

colleghi e collaboratori, l’acquisizione di

nel nostro settore per la riuscita, sia di

contatti e fornitori, il rafforzamento della

approcci di tipo commerciale, che di

nostra presenza a livello Internazionale

mere conoscenze finalizzate a colla-

e ovviamente, il nostro obiettivo è anche

borazioni e crescita reciproca. Adesso

quello di fare branding e portare sem-

più che mai è importantissimo ritornare

pre più in alto il nostro marchio.

a conoscerci di persona, a incontrare i nostri clienti e partner dal vivo. Sentia-

Scelta degli organizzatori di puntare

mo la necessità di scorgere sorrisi ed

su un format ibrido: le opportunità

impressioni reali, non celate o appiattite

per gli espositori.

dal filtro di uno schermo. Desideriamo

Crediamo sia un modo di includere an-

che i nostri prodotti siano toccati con

cora più realtà e consentire agli esposi-

mano e che se ne possa così percepire

tori di mettere in mostra i propri prodotti,

la qualità, la forza e la resistenza.

che spesso sposano entrambe le categorie. L’ospite in fiera può analizzare le

Obiettivi della partecipazione alla fiera.

sue esigenze, con una visione più am-

Il nostro scopo principale è annunciare

pia e completa.

TRE EMME - GEKO Massimiliano Stortini Direttore Commerciale Italia

Posizione in Fiera Hall 11.1 - Stand B036

Edizioni di Eisenwarenmesse alle

Obiettivi della partecipazione alla

quali ha partecipato come espositore.

fiera.

Partecipiamo ad ogni edizione ormai

Fare branding è uno degli obiettivi

dagli anni ‘90.

principali. Presentare le novità di prodotto di questa ultima stagione ed an-

I punti di forza di una fiera in presen-

che incontrare partner commerciali,

za e perché è ancora utile investirci

attuali e potenziali, per sviluppare la

nell’era della digitalizzazione e in un

nostra presenza in Italia ed all’estero.

mondo iperconnesso dove ormai

44

non si attende più la fiera per lancia-

Scelta degli organizzatori di puntare

re le proprie novità.

su un format ibrido: le opportunità

Per aziende come la nostra che fanno dell’innovazione tecno-

per gli espositori.

logica e delle novità di prodotto uno dei propri punti di forza,

Sicuramente è una soluzione valida alle difficoltà di sposta-

avere l’opportunità di spiegare a distributori e clienti le pecu-

mento di alcuni fornitori, soprattutto extra UE. Tuttavia, non

liarità di ogni prodotto è fondamentale. In fiera, viso a viso,

reputiamo sia un format rappresentativo della nostra idea di

non ci sono limiti di battute, tempo, intangibilità del prodotto

fare fiera, intesa come “toccare il prodotto di cui si parla e

stesso.

stringersi la mano per conoscersi e fare accordi”.


EUROCUOIO Ciro Viggiano, Responsabile vendite

Posizione in Fiera Padiglione 10.1 Stand H068

Edizioni di Eisenwarenmesse alle quali ha partecipato come espositore. Questa è la prima volta che esponiamo a Colonia. I punti di forza di una fiera in presenza e perché è ancora utile investirci nell’era della digitalizzazione e in un mondo iperconnesso dove ormai non si attende più la fiera per lanciare le proprie novità. Dal nostro punto di vista esporre in fiera è più importante. E questo per la semplice ragione che far toccare con mano gli articoli è tutta un’altra cosa. Almeno quando, come nel nostro caso, si è produttori. Obiettivi della partecipazione alla fiera. Lo scopo della nostra partecipazione è quello di allargare le vendite dei nostri prodotti nel mondo, portando in alto in Made in Italy. Assieme ai nostri clienti possiamo confrontarci per apportare eventuali modifiche sul prodotto personalizzandolo a proprio piacere. Scelta degli organizzatori di puntare su un format ibrido: le opportunità per gli espositori. Avendo poca esperienza, non saprei dare una valutazione.

NOVITÀ 12 72 190

KNIPEX Quality – Made in Germany

KNIPEX NexStrip® – Utensile multifunzione per elettricista

Universale 3 in 1: taglio, spelatura e crimpatura! Spelatura precisa dell’isolamento: adattamento automatico delle dimensioni con battuta longitudinale per lavori precisi, ripetibili, con regolazione di precisione Crimpatura perfetta: crimpatura quadra uniformemente, flessibile e veloce per i capicorda, il dispositivo di bloccaggio garantisce la pressione di crimpatura richiesta Taglio sicuro grazie all’impugnatura antiscivolo; maneggevolezza particolarmente comoda grazie all’impugnatura ergonomica bicomponente

2 x 2,5 mm2

Spelatura automatica fino a 10 mm²

Con cesoia a cremagliera per connettori fino a 10 mm²

Compressione su quattro lati per terminali a bussola da 0,25 a 4 mm²

4 mm2

2,5 mm2

0,5 mm2

0,25 mm2

Per maggiori informazioni sulla gamma KNIPEX, si prega di contattare: Giovanna Mini | +49 202 47 94 260 | g.mini@knipex.de

www.knipex.com

45


ANTEPRIMA Eisenwarenmesse GIMAP FUMASI Enrico Gianola, Export Manager Edizioni di Eisenwarenmesse alle

di trasmissione più efficace, qualifica-

sviluppo di nuovi affari in zone deboli,

quali ha partecipato come espositore.

ta e quindi più importante per il lancio

incontrare possibili nuovi collaboratori

Siamo presenti da diverse edizioni. La

delle novità più significative e d evolute.

in zone per noi deboli, fare programmi

fiera rappresenta un’importante fase di

Ovviamente, tutta l’organizzazione com-

di sviluppo con nostri agenti validi, per-

interconnessione diretta fra le fabbriche

merciale deve acquisire gli aspetti tecni-

fezionare l’addestramento sui nuovi pro-

produttrici e le varie figure della filiera,

ci da promuovere efficacemente presso

dotti Fumasi.

dai grandi distributori agli utilizzatori

tutta la filiera degli interessati.

professionali. Eisenwarenmesse nel cor-

Scelta degli organizzatori di puntare

so degli anni è diventata un sempre più

Obiettivi della partecipazione alla fiera.

su un format ibrido: le opportunità per

importante epicentro internazionale per,

La nostra partecipazione ha diversi sco-

gli espositori.

per ogni operatore.

pi: avere un osservatorio tecnico e com-

A nostro avviso eisenwarenmesse@

merciale del settore completo e affida-

home non arriverà ad acquisire l’impor-

I punti di forza di una fiera in presen-

bile, conoscere eventuali nuovi opera-

tanza che la formula della fiera in pre-

za e perché è ancora utile investirci

tori dell’area produttiva e commerciale,

senza ha acquisito e sviluppato nel tem-

nell’era della digitalizzazione e in un

valutare possibili rapporti commerciali

po. Certamente potrebbe essere utile

mondo iperconnesso dove ormai non

con operatori di successo e possibilità

a molti operatori ma non perfettamente

si attende più la fiera per lanciare le

di collaborazione tecnica e commercia-

appropriata a tutti.

proprie novità.

le, incontrare gli operatori già in contat-

Pur in presenza di sempre più incisivi

to con noi, valutare candidati operatori

mezzi di comunicazione delle proprie

commerciali di potenziale collabora-

novità tecnologiche attuabili con diversi

zione futura, fare un punto con l’attuale

strumenti efficaci e diretti, la qualità e il

rete di nostri collaboratori esteri e piani

coinvolgimento diretto dei tecnici futuri

di sviluppo, valutare con gli attuali col-

alle nuove tecnologie si conferma la via

laboratori piani commerciali mirati allo

G.N.C. Tiziano van der Leeuw, Sales Office

46

Posizione in Fiera Hall 10.1 - Stand F021

Posizione in Fiera Hall 11.2 – Stand P038

Edizioni di Eisenwarenmesse alle

possibilità di poterli visitare di perso-

Come già detto, la fiera è per noi prin-

quali ha partecipato come espositore.

na durante l’anno la fiera diventa per

cipalmente un punto d’incontro con i

Abbiamo partecipato a tutte le edizioni

noi un punto d’incontro. Abbiamo così

nostri clienti, ma allo stesso tempo è

dal 1994 in poi. Siamo quasi dei vete-

l’opportunità di salutare tutti e fare co-

un’occasione per farci conoscere spe-

rani!

noscenza con le nuove leve. Il contatto

cialmente verso gli espositori esteri

diretto è sempre importante. Non c’è

dell’area Europa.

I punti di forza di una fiera in presen-

schermo TV che possa rimpiazzarlo.

za e perché è ancora utile investir-

Il contatto diretto fa sì che ognuno sia

Scelta degli organizzatori di puntare

ci nell’era della digitalizzazione e in

sé stesso e possa esprimersi al me-

su un format ibrido: le opportunità

un mondo iperconnesso dove ormai

glio. Solo così possiamo capire bene

per gli espositori.

non si attende più la fiera per lancia-

quali sono le esigenze dei nostri clienti

Il formato ibrido è una doppia soluzio-

re le proprie novità.

e valutare al meglio come possiamo

ne. Chi non ha la possibilità di visitare

Avendo molti clienti e non avendo la

aiutarli. In secondo luogo la parteci-

la fiera o non può esporre può comun-

pazione alla fiera ci permette di capire

que tenersi aggiornato su quali sono

meglio qual è la realtà di ogni azienda.

le novità ed avere tutte le informazioni

Le presentazioni sui siti non ti danno le

necessarie. La tecnologia oramai fa

informazioni che l’essere umano ti può

parte della nostra quotidianità e non

dare.

possiamo più farne a meno. Dobbia-

Obiettivi della partecipazione alla

mo imparare a gestirla al meglio per il

fiera.

bene dell’azienda e di chi la utilizza.


Posizione in Fiera Padiglione: 10.2 – Stand E002

IMA ABRASIVI Enrico Manara, Direttore Commerciale Edizioni di Eisenwarenmesse alle quali ha

poter incontrare molti clienti o futuri di persona avendo la possibilità di trasmettere concetti ancora più precisi che tante

partecipato come espositore. Siamo espositori al 1996. Dopo questa prima

volte solo di presenza danno il massimo.

partecipazione, abbiamo preso parte a tutte le edizioni. Credo siano ormai 14 o 15.

Obiettivi della partecipazione alla fiera. Trovare nuovi clienti sul mercato estero in particolare Asia

I punti di forza di una fiera in presenza e per-

e Sud America, rafforzare il proprio brand dove siamo già pre-

ché è ancora utile investirci nell’era della digitalizzazione e

senti, presentare nuovi prodotti e trovarne eventualmente altri .

in un mondo iperconnesso dove ormai non si attende più la fiera per lanciare le proprie novità.

Scelta degli organizzatori di puntare su un format ibrido: le

È vero, la digitalizzazione permette di raggiungere molti in

opportunità per gli espositori.

tempi brevi, ma il contatto di persona resta ancora importan-

Il nostro giudizio su questa iniziativa è positivo. Credo dia la

te e in una fiera come l’Eisenwarenmesse c’è la possibilità di

possibilità di avere maggiori contatti.

ITALFELTRI Henry Borsato, General Manager

Posizione in Fiera Hall 11.1 – Stand G009 – H009

Edizioni di Eisenwarenmesse alle

le nostre competenze, dove si posso-

Scelta degli organizzatori di puntare

quali ha partecipato come espositore.

no toccare con mano tutti i prodotti che

su un format ibrido: le opportunità per

Siamo stati presenti a 4 edizioni.

spesso richiedono una conoscenza di-

gli espositori.

retta e non solo digitalizzata.

Un format ibrido può essere utile qualora non si possa in qualità di visitatore

I punti di forza di una fiera in presenza e perché è ancora utile investirci

Obiettivi della partecipazione alla fiera.

presenziare fisicamente all’evento. Que-

nell’era della digitalizzazione e in un

Da questo evento le aspettative sono

sto anche se siamo dei forti sostenitori

mondo iperconnesso dove ormai non

sicuramente di: ottenere la massima vi-

della fiera in presenza

si attende più la fiera per lanciare le

sibilità facendo “branding”; sviluppare

proprie novità.

nuove relazioni commerciali e consoli-

Investire in una fiera in presenza è una

dare quelle esistenti; rafforzare la nostra

scelta

per

presenza nel mercato Europeo e scoprire

creare rapporti umani e tangibili, un

nuovi mercati; cogliere l’opportunità per

momento dedicato al prodotto dove ab-

fare team building;lanciare le nostre novi-

biamo l’opportunità di trasmettere tutte

tà, mettere in vetrina tutti i nostri prodotti.

d’obbligo,

fondamentale

MUNDIAL Alfredo Casartelli. Amministratore

Posizione in Fiera Hall 10.1 – Stand G050

Edizioni di Eisenwarenmesse alle quali ha partecipato come espositore. Da 32 anni a questa parte abbiamo esposto a tutte le edizioni della fiera. I punti di forza di una fiera in presenza e perché è ancora utile investirci nell’era della digitalizzazione e in un mondo iperconnesso dove ormai non si attende più la fiera per lanciare le proprie novità. Il contatto diretto col cliente completa l’azione che la digitalizzazione anticipa durante tutto anno. Obiettivi della partecipazione alla fiera. La nostra esperienza è che sicuramente la presenza a questa fiera è un’attività che rafforza il nostro marchio e che ci fa notare da quella clientela che non raggiungiamo in altri modi. Scelta degli organizzatori di puntare su un format ibrido: le opportunità per gli espositori. Resto convinto che la presenza fisica continui a essere la più importante.

47


ANTEPRIMA Eisenwarenmesse Posizione in Fiera Hall 11.1 - Stand A034-A037

KEMPER GROUP Federico Levrieri, Direttore Vendite Italia Edizioni di Eisenwarenmesse alle

restano opportunità e vetrine fonda-

quali ha partecipato come espositore.

mentali per conoscere e farsi ulterior-

Siamo sempre stati presenti, parteci-

mente conoscere.

pando a tutte le edizioni. Obiettivi della partecipazione alla fieI punti di forza di una fiera in presen-

ra.

za e perché è ancora utile investirci

Come negli anni precedenti, i nostri

nell’era della digitalizzazione e in un

obiettivi sono sicuramente quelli di es-

mondo iperconnesso dove ormai non

ser presenti in una vetrina internazio-

si attende più la fiera per lanciare le

nale dove presentare la nostra offerta

proprie novità.

rafforzando la nostra presenza sul mer-

Nonostante la facilità di comunicazione

cato estero, acquisire nuovi contatti e

e di connessione con tutto il mondo,

incontrare quelli ormai consolidati.

resta fondamentale poter incontrare

ha potuto esserci. Con la pandemia sono stati finalmente utilizzati in larga

di persona contatti importanti, nonché

Scelta degli organizzatori di puntare

mostrare concretamente e fisicamente

parte anche i canali online che ci hanno

su un format ibrido: le opportunità

il nostro saper fare. La fiera in presen-

aperto a possibilità di contatto davvero

per gli espositori.

za consente di far toccare con mano il

Penso sia una buona opportunità per

ampie, da cui non si può più tornare

prodotto, e raccontare la nostra profes-

estendere la fiera e tutti i suoi vantaggi

sionalità di persona. Per questo alcuni

oltre la presenza fisica, permettendo di

appuntamenti importanti come questo,

entrare in contatto anche con chi non

indietro. Questo ci permetterà sicuramente di avere una visibilità totale come espositori e di acquisire contatti oltre l’incontro fisico dell’evento.

NETTUNO Francesca Fratus , Responsabile Commerciale Estero

Posizione in Fiera Hall 11.2 - Stand K003

Edizioni di Eisenwarenmesse alle quali ha partecipato

presentare le novità ovunque ti trovi e a chiunque con un click,

come espositore.

ma vedersi e conoscersi di persona è tutt’altra cosa, l’empatia

Siamo presenti come espositori a Eisenwarenmesse dal 2010.

e il feeling che si crea con clienti e fornitori è fondamentale per l’inizio di un business.

I punti di forza di una fiera in presenza e perché è ancora utile investirci nell’era della digitalizzazione e in un mondo

Obiettivi della partecipazione alla fiera.

iperconnesso dove ormai non si attende più la fiera per

Eisenwarenmesse ci permette di far conoscere il brand all’e-

lanciare le proprie novità.

stero e d’incontrare potenziali clienti da tutto il mondo. Rappre-

Una fiera internazionale come Eisenwarenmesse rappresenta

senta anche un’occasione per confrontarsi con gli altri player

tuttora un importante mezzo per presentare le novità di perso-

del mercato e discutere delle novità che presentiamo puntual-

na a clienti e prospects provenienti da Paesi diversi. Da questo

mente ad ogni edizione.

punto di vista l’investimento risulta essere più contenuto, perché con un unico evento raggiungiamo più obiettivi. La digi-

Scelta degli organizzatori di puntare su un format ibrido: le

talizzazione è una grande opportunità per farsi conoscere e

opportunità per gli espositori. In una situazione ancora un po’ incerta a causa della pandemia, questo format offre la possibilità agli espositori di alcuni Paesi come, ad esempio, la Cina di partecipare alla fiera nella versione digitale. Ovviamente con questa modalità non si può avere la percezione dell’andamento del mercato che si avrebbe partecipando fisicamente, ma rappresenta comunque un modo per esserci e presentare le proprie novità online. Dal mio punto di vista la fiera digitale ha molti limiti e non credo sceglierei mai questa opzione, piuttosto investirei in altro.

48


OXYTURBO Simona Maccabiani, Commerciale estero

Posizione in Fiera Hall 10.1 - Stand H69

Edizioni di Eisenwarenmesse alle

nell’era della digitalizzazione e in un

pandemia, entrare in contatto con nuovi

quali ha partecipato come espositore.

mondo iperconnesso dove ormai non

potenziali clienti ed esporre i nostri più

Siamo espositori alla Eisenwarenmesse

si attende più la fiera per lanciare le

importanti prodotti. Quelli nei quali ab-

dal 1984. Abbiamo quindi partecipato a

proprie novità.

biamo riposto i valori guida della nostra

18 edizioni.

Secondo noi i punti di forza di una fiera

azienda: specializzazione, qualità certi-

in presenza sono la visibilità, la valoriz-

ficata, innovazione tecnologica, armonia

I punti di forza di una fiera in presen-

zazione della nostra immagine e il raffor-

ed affidabilità.

za e perché è ancora utile investirci

zamento del marchio. Tuttavia, la cosa più importante é poter accogliere i clienti

Scelta degli organizzatori di puntare

in uno spazio dedicato, sedersi con loro

su un format ibrido: le opportunità per

a tavolino, prendere un caffè avere uno

gli espositori.

scambio diretto per rafforzare ed am-

Il format ibrido é utile per dare ulteriore

pliare le nostre collaborazioni.

visibilità all’azienda ed ai prodotti di punta esposti nella vetrina on-line e per ave-

Obiettivi della partecipazione alla fiera.

re una ulteriore possibilità di conoscere

Gli scopi della nostra presenza a Colo-

nuovi potenziali clienti che, per vari mo-

nia sono innanzitutto incontrare i clien-

tivi, non potranno essere fisicamente in

ti in presenza dopo questi due anni di

fiera.

TELWIN Silvia Spillere, Vicepresidente

Posizione in Fiera Hall 11.2 – Stand K011

Edizioni di Eisenwarenmesse alle

re aggiunto, la possibilità dell’incontro

del mercato; è una consapevolezza

quali ha partecipato come espositore.

fisico con gli operatori del mercato, ri-

che nasce dall’incontro, dal confronto

Per noi è un appuntamento imperdibile

vesta sempre più un ruolo fondamenta-

anche nei momenti più informali della

da decenni, siamo presenti fin dall’edi-

le per completare l’esperienza. Certo,

fiera, una consapevolezza che è diffi-

zione del 1978.

attraverso il canale digitale possiamo

cile interpretare nella comunicazione

veicolare le informazioni e comunicare

digitale, più funzionale ed essenziale.

I punti di forza di una fiera in presen-

più rapidamente con il cliente, ma la

Non dimentichiamo poi che le fiere, so-

za e perché è ancora utile investir-

componente fisica continua ad avere

prattutto una grande e storica come Ei-

ci nell’era della digitalizzazione e in

una valenza unica, soprattutto per se-

senwarenmesse, rimangono collettore

un mondo iperconnesso dove ormai

dimentare i rapporti umani ma anche

della clientela, presente e potenziale,

non si attende più la fiera per lancia-

per vedere e toccare con mano i pro-

che non ha confronti con altre situazio-

re le proprie novità.

dotti.

ni: tutti gli operatori internazionali sono

Eisenwarenmesse era e rimane il pun-

presenti a Colonia, non è un risultato

to di riferimento a livello internazionale

Obiettivi della partecipazione alla

così facile da ottenere, nemmeno con

per il mondo della ferramenta e della

fiera.

le moderne tecnologie digitali.

rivendita specializzata. Sicuramente i

Dare visibilità al brand è un aspetto

canali digitali hanno acquisito un ruolo

sempre importante ma per noi la fiera

sempre più importante nel corso degli

rimane soprattutto punto di incontro

anni, contribuendo a cambiare pro-

con i nostri clienti e con il mercato: si

cedure e tempistiche consolidate non

rafforzano i rapporti umani e diventa

solo nell’ambito della comunicazione

uno spazio in cui discutere in modo più

e del marketing, ma anche in quello

libero e non mediato con gli operato-

commerciale. Questo non significa

ri. Inoltre, vivere la fiera nel suo com-

però che sia venuto meno il ruolo delle

plesso ci consente di cogliere in modo

fiere; al contrario credo che il loro valo-

più ampio quelli che sono gli umori

49


ANTEPRIMA Eisenwarenmesse VIPA Paolo Poppi, General Manager

Posizione in Fiera Hall 11.2 - Stand O28-P29

Edizioni di Eisenwarenmesse alle quali ha partecipato come espositore. Vipa espone in questa importante manifestazione dal 2012. I punti di forza di una fiera in presenza e perché è ancora utile investirci nell’era della digitalizzazione e in un mondo iperconnesso dove ormai non si attende più la fiera per lanciare le proprie novità. In un mercato come quello dei fastener, il rapporto umano e il contatto “diretto” fra cliente e fornitore è ancora fondamentale. Pertanto, la presenza in fiera risulta fondamentale per rafforzare legami che si sono forzatamente rallentati causa pandemia

sentare novità e consolidare i rapporti in essere.

e per farne crescere di nuovi. Scelta degli organizzatori di puntare su un format ibrido: le Obiettivi della partecipazione alla fiera.

opportunità per gli espositori.

Come ho appena detto, il rapporto umano e il contatto “diretto”

Il web offre notevoli possibilità di espansione del mercato e

fra cliente e fornitore resta fondamentale. La fiera è l’occasione

su questo aspetto Vipa crede fortemente col lancio di nuovi

migliore per incontrare in presenza clienti e partners , per pre-

servizi dedicati al mondo business.

VMD Luca Battaglin, Amministratore Delegato

Posizione in Fiera Hall 11.1 – Stand E002

Edizioni di Eisenwarenmesse alle

novità di prodotto o qualsiasi cosa si

ai nostri clienti attuali e ai nuovi che si

quali ha partecipato come espositore.

voglia comunicare la via più rapida ed

presenteranno. Ci proporremo con tut-

VMD Italia è stata presente con pro-

efficiente per farlo la troviamo nel web.

te le nostre novità sia di prodotti che di

prio stand per sei edizioni, la prima nel

Resta inteso che incontrare le persone

progetti. In questa edizione puntiamo

2006.

e magari stringere una mano è diven-

ad un rafforzamento commerciale in

tato un desiderio che indica che que-

ambito europeo.

I punti di forza di una fiera in presen-

sta pandemia sta per essere sconfitta.

za e perché è ancora utile investir-

L’incontro in presenza permette sem-

Scelta degli organizzatori di puntare

ci nell’era della digitalizzazione e in

pre di stabilire relazioni più importan-

su un format ibrido: le opportunità

un mondo iperconnesso dove ormai

ti e permette di capire sfumature e le

per gli espositori.

non si attende più la fiera per lancia-

sensazioni del proprio interlocutore.

La presenza dei visitatori alla fiera deci-

re le proprie novità.

Poche persone impegneranno tempo

derà il successo della manifestazione.

È vero che per ogni informazione, ogni

e risorse per visitare una fiera se non

Resta inteso che ogni nuova soluzione

realmente interessate, per questo pen-

e ogni opportunità deve essere prova-

siamo a meno incontri di cortesia e più

ta e messa a disposizione di chi non

business.

potrà o non vorrà essere fisicamente presente. Questo è un vantaggio sia per l’espositore che per il visitatore. Si

50

Obiettivi della partecipazione alla

deve poi pensare allo scenario politi-

fiera.

co e pandemico, ci potrebbero essere

Fare branding è insito nella presen-

paesi che potrebbero rendere difficile

za in una fiera, ma essere presenti

o impossibile il viaggio a Colonia e in

quest’anno a Colonia vuole essere un

questo caso l’incontro via web rimar-

messaggio di forza e fiducia da dare

rebbe l’unica soluzione.


51


DOSSIER cassette e carrelli portautensili

Il mercato premia la fascia di prodotto premium

La qualità del prodotto e la reputazione del marchio sono i due fattori di successo nei confronti dei player della distribuzione e anche degli utilizzatori finali. Senza contare che puntare su un prodotto alto di gamma è, ancora una volta, l’unica strategia percorribile da chi vuole sottrarsi alle dinamiche competitive incentrate sul prezzo che caratterizzano la fascia medio bassa del mercato

52

Per il comparto delle cassette e dei car-

Marketing Fervi Group. “Il mercato sta

semestre risulta essere in contrazione

relli portautensili i primi sei mesi dell’an-

subendo delle contrazioni escludendo

rispetto al pari periodo del 2021, ma

no sono stati abbastanza impegnativi e

ciò che è impattato dal Bonus 110%

appare in crescita rispetto al 2019, ul-

caratterizzati da un andamento tutt’altro

che sembra avere una coda più lun-

timo anno “normale” prima della pan-

che lineare che in gran parte è dovuto

ga” osserva Lucci prima di spiegare

demia”. Nonostante il bilancio dei primi

al complicato contesto internazionale.

che ad avvantaggiare la sua azienda

sei mesi sia stato positivo per la sua

A preoccupare le aziende del settore

è “un portfolio di prodotti molto ampio

azienda, Simone Guglielmini, Sales

sono le prospettive da qui a fine anno.

che ci permette di lavorare in maniera

Manager Italia di GT Line riconosce

“Per quanto riguarda il nostro seme-

costante dedicandoci in modo diverso

che “sarebbe potuto essere ancora

stre, essendo quotati, è tutto alla luce

a prodotti specifici per settori diversi,

migliore se la catena di fornitura non

del sole: abbiamo chiuso bene, con

riducendo in questo modo l’impatto

fosse stata colpita da tutti gli eventi che

una risposta che definirei “importante”

negativo del mercato”. Offre una dop-

conosciamo. La domanda segue l’eco-

da parte dei clienti, soprattutto consi-

pia lettura dei risultati ottenuti Maurizio

nomia che per fortuna è ancora in fase

derando la vasta famiglia del Gruppo”

Verna Business Development Manager

di rimbalzo del post-Covid. Non ho no-

dichiara Ermanno Lucci, Direttore

di Grupa Topex. “In generale il primo

tato significative variazioni di crescita


POMPE PER VUOTO

Installazione e riparazione di sistemi chiusi: climatizzazione e refrigerazione dell’aria, ventilazione, riscaldamento

Foto: DVP180

COMPATTE E SENZA FILI, ALIMENTATE DA BATTERIE 18V Li-ion

DVP180Z - DVP181ZK. Ideali per creare il vuoto negli impianti di trattamento e condizionamento dell’aria durante l’installazione di unità di sistemi. DVP181ZK adotta il metodo di compressione a doppio stadio, che può generare un livello di vuoto molto più elevato rispetto al metodo di compressione a stadio singolo. Compressione a palette rotanti con tenuta ad olio. Valvola che impedisce il reflusso dell’olio. Utilizzo in luoghi dove non è disponibile energia elettrica. Portata massima: DVP180Z 50 l/min - DVP181ZK 113 l/min.

ACCESSORI IN DOTAZIONE

Valigetta di trasporto, cinghia a tracolla, olio 300 ml, valvola di collegamento con vacuometro, tubo con valvola di chiusura, adattatore 5/16” fem x 1/4” maschio

Scopri di più

Makita S.p.A. con Socio Unico - Direzione e coordinamento Makita Giappone Via Don Luigi Sturzo, 56/58 - 20004 Arluno (MI) - Tel. 0331.524111 - Fax 0331.420285 info@makita.it - www.makita.it

53


DOSSIER cassette e carrelli portautensili

Ermanno Lucci, Direttore Marketing di Fervi Group

Orso Campione. “Dopo un primo trimestre positivo, nonostante le difficoltà di reperibilità delle materie prime e un generale incremento dei costi, il secondo ha esasperato le criticità precedenti ed aggiunto i timori relativi alla congiuntura internazionale, con conseguente GT Line - Design completamente rinnovato per le nuove valigie della gamma Revo21. Le due versioni con e senza ruote, sono ora realizzate in Polipropilene stampato ad iniezione, materiale che garantisce un’ottima resistenza alle sostanze corrosive, agli urti e alle alte e basse temperature.

rallentamento generale”. Orso Campio-

per settore”. Appare di diverso avviso

sivo che ci aspetta nei prossimi mesi”

e, sebbene si possano raccogliere pa-

Samuele Varotto, Titolare di Mistral

e osserva che “il privato soffre moltis-

reri discordanti in merito” e a sostegno

Tools. Dopo aver riferito che “per ora

simo, ma il mercato è sostenuto dalla

della sua affermazione spiega: “posso

siamo in linea con l’anno scorso”, non

forte domanda del settore professiona-

constatare come clienti storicamente

nasconde la sua preoccupazione per i

le”. Il primo semestre 2022 di Stahlwil-

periodici (commesse tecniche e settore

mesi a venire. “L’unica certezza che ab-

le Utensili è trascorso a due velocità

aerospaziale, ad esempio) stiano essi

biamo è lo scenario recessivo/depres-

afferma il suo General Manager Enzo

stessi attendendo approvazioni di voci

ne rileva che “tutto il nostro mercato in assoluto sta vivendo questa situazione

di spesa importanti per procedere agli ordini. Il nostro prodotto, molto tecnico e non hobbistico, vive una domanda calante principalmente nella rivendita despecializzata”. Le caratteristiche da soddisfare per conquistare l’utilizzatore privato Prendendo spunto da alcuni riferimenti fin qui raccolti, abbiamo deciso di provare a sondare i nostri interlocutori sulle differenze che più caratterizzano le due macro famiglie di utilizzatori: il bricoleur e il professionista. Due gli aspetti indagati: i requisiti che il prodotto deve soddisfare e la propensione all’acquisto online. Il primo target ad essere preso in considerazione è Fervi - La ricca gamma di arredi modulari FERVI risponde a tutte le esigenze, dal fai-da-te ai box di scuderia.

54

quello del privato. Il punto di vista di


La scheda

ABC Smart

Qualità professionale in officina e a Casa Inizia ogni lavoro al meglio, hai tutti gli strumenti che ti servono ABC Smart è la linea di prodotti di alta qualità nata per soddisfare le esigenze di professionisti, artigiani, installatori elettrici, appassionati di motori, manutentori e hobbisti evoluti che cercano un eccezionale rapporto qualità prezzo. Pensati per rendere il lavoro comodo e sicuro, costruiti per garantire prestazioni e durata nel tempo, i prodotti ABC Smart sono contraddistinti da design e colori dedicati. Utensili manuali tra i quali pinze, chiavi dinamometriche, chiavi maschio esagonali e giraviti, nonché assortimenti, cassette e carrelli portautensili sono alcune tra le categorie merceologiche contemplate nella gamma, che va ad arricchire il portfolio di prodotti offerti da ABC Tools.

Assortimento Combinato di 127 Utensili A 3115 7500 Un’intera valigetta in resina sintetica resistente agli urti fornita di chiavi a bussola, inserti bits e molti altri utensili sempre in ordine e ben organizzati in appositi alloggiamenti. L’assortimento ideale che ti consentirà di avvitare e svitare qualunque bullone, perno, dado e vite che incontrerai nel tuo cammino.

Cassetta con assortimenti di 166 utensili N 6894 1000 5 scomparti completi di alloggiamenti in materiale espanso antiolio, ideali per tenere tutti i tuoi utensili sempre in ordine e al sicuro. La nuova cassetta portautensili ABC Smart in robusta lamiera di acciaio verniciata offre anche una doppia impugnatura ribaltabile per un più facile accesso agli scomparti. Chiavi a bussola, giraviti, chiavi combinate, flessometro, chiavi maschio, tronchese, pinze, martelli, inserti bits sono solamente alcuni degli utensili presenti in questo vasto assortimento che soddisferà anche i clienti più esigenti.

Carrello Portautensili Runner N 3192 6000 Il fiore all’occhiello della gamma ABC Smart, interamente in lamiera di acciaio termoverniciata, con dispositivo di sicurezza ANTIRIBALTAMENTO, 4 ruote in polipropilene (2 fisse e 2 girevoli con dispositivo di bloccaggio) vano laterale con porta a serratura e chiusura centralizzata. La nuova edizione del Runner presenta 7 cassetti ad estrazione totale scorrevoli su guide telescopiche ed è disponibile in 3 diverse varianti: vuoto (codice N 3192 6000), con allestimento “Manutenzione” da 255 utensili (codice N 6864 1840) oppure con il nuovissimo allestimento “Automotive” da ben 261 utensili (N 6864 2261).

ABC Tools S.p.A. Viale Europa, 68/70 - 20093 Cologno Monzese (MI) - Italia Tel: +39 02 251111.1 Per scoprire la nuova gamma e consultare i dettagli, caratteristiche tecniche e prezzi di Fax: +39 02 2538379 ciascun prodotto è consigliabile consultare la nuova promozione ABC Smart, disponibile E-mail: info@abctools.it in formato cartaceo presso le utensilerie o digitale al sito web aziendale www. abctools.it. Indirizzo web: www.abctools.it 55


DOSSIER cassette e carrelli portautensili Grupa Topex – La gamma proposta dall’azienda con tre brand principali Neo, Graphite, Topex copre tutte le fasce di prodotto (premium, medio, entry level). Nella foto un prodotto a marchio Graphite.

ne questa possibilità attraverso il nostro canale di vendita”. GT Line “fornisce al mercato una proposta tecnica professionale”, chiarisce Simone Guglielmini. La logica conseguenza è che “al momento questo canale di vendita e questo specifico target di clienti rappresentano solo una potenziale opportunità”. Molto più concrete le opportunità offerte dall’online che per Guglielmini “è ormai di fatto un canale di vendita, da gestire con le politiche specifiche che il digitale richiede”. L’approccio al prodotto cassetta e carrello portautensili del professio-

Maurizio Verna di Grupa Topex è che

rivolto al “fai da te” o all’hobbista. Tutta-

“per il bricoleur il prezzo ha ancora una

via, proprio attraverso le vendite online

certa influenza nella scelta del prodot-

dei nostri partner, in costante incremen-

to e noi cerchiamo di offrire una buona

to, riusciamo a soddisfare una discre-

scelta con prodotti economici, sempli-

ta numerica di clientela privata”. Orso

ci, ma funzionali. Per quanto riguarda

Campione ha così avuto modo di accer-

l’online”, prosegue Verna, ”molti nostri

tare che i privati “sono utilizzatori attenti

clienti sono presenti e ne sfruttano le

alla scelta dei prodotti che usano (sono

potenzialità”. Bricoleur e professionista

spesso professionisti, attivi o meno,

appaiono sempre più allineati sul fronte

che ci conoscono grazie ad esperien-

dei requisiti che guidano la scelta. Sa-

ze lavorative) consapevoli di acquista-

muele Varotto di Mistral Tools rileva

re utensili estremamente performanti e

che “le richieste del Fai da Te ricalcano

fatti per durare, non spendono in pro-

e doppiano quelle dei professionisti”,

dotto: investono. Consapevolmente”.

Anche se constata, “purtroppo il prezzo

Fervi, rivendica Ermanno Lucci, “è

resta ancora il parametro fondamentale

riconosciuta nel target bricoleur e fai-

che connota i due settori”.

da-te come prodotto premium. Que-

Enzo Orso Campione ricorda che

sto è un pò il nostro fiore all’occhiello

Stahlwille Utensili veicola sul merca-

e sicuramente i requisiti maggiormen-

to un “prodotto che solitamente non è

te apprezzati sono l’ampia gamma di prodotti a catalogo (puoi fare tutto con Fervi) e l’interessante rapporto qualità/ prezzo fortemente sbilanciato verso la qualità”. Venendo alla domanda sulla propensione ad utilizzare il canale online Lucci rileva che “la pandemia ha sicuramente accelerato il canale online nel periodo 2020 e 2021, fenomeno che oggi pare rallentare in modo deciso in quanto il bricoleur è una persona molto “manuale” che valuta la qualità dei prodotti “toccando con mano”. Questo approccio ci agevola anche perché,

Maurizio Verna Business Development Manager di Grupa Topex

56

strategicamente, curiamo con attenzio-

nista Quando le abbiamo sollecitate a un’analisi dell’approccio alla categoria da parte di questo target, abbiamo introdotto anche il tema della riconoscibilità della Marca e di quanto essa influisca sulla decisione d’acquisto. Enzo Orso Campione di Stahlwille Utensili constata che “chi arriva alla Qualità “Made in Stahlwille”, difficilmente tornerà indietro: il professionista comprende perfettamente il proprio investimento in prodotti che gli consentono la massima efficienza ed efficacia lavorativa. Eventuali differenze di prezzo, oggi estremamente contenute, sono ampiamente compensate dalle caratteristiche di qualità superiore”. Tre i criteri che più di altri condizionano le scelte di questo target secondo Ermanno Lucci di Fervi Group. “Un professionista è guidato molto dalla sua expertise, dalle prove sul campo e dal brand. In particolare, per questo utilizzatore giocano un ruolo fondamentale la sicurezza di effettuare un lavoro nel modo in cui è abituato a farlo e la certezza di ottenere il risultato. Per questo”, conclude Lucci, “bisogna incentivarli alla prova e permettere loro di testare e utilizzare i prodotti prima di mettersi al lavoro”. La riconoscibilità della marca, dichiara Maurizio Verna di Grupa Topex, “ha un suo peso ancora prima nella scelta


La scheda

GT Line svela alcune delle novità che porterà a Colonia Pronta ad affrontare un contesto che si presenta incerto, ma proprio per questo non privo di opportunità, ad Eisenwarenmesse 2022 l’azienda festeggerà i propri 50 anni di attività presentando diverse novità, tra cui quelle che qui presenta in anteprima

Soluzioni, Qualità e Servizio è la proposizione di valore con la quale cerchiamo quotidianamente di stabilire relazioni di partnership con i nostri clienti sul mercato. Ad oggi possiamo fornire la più ampia offerta commerciale di valigie rigide porta utensili a marchio Gt Line, borse morbide porta utensili a marchio Work Line e valigie a tenuta stagna porta dispositivi Explorer. L’azienda è da oltre 50 anni sul mercato raggiungendo in questo periodo un livello di industrializzazione di prodotto e di processo molto elevato, permettendo una qualità di prodotto molto apprezzata dal mercato. La disponibilità dei pezzi di ricambio è un’ulteriore garanzia nel tempo, aumentando il livello di servizio e di esperienza che il cliente fa con i nostri prodotti. Un’importante novità sarà a breve presentata sul mercato, e fa riferimento al riposizionamento dell’intera famiglia di prodotti Work Line, attività che ha avuto l’obiettivo di

migliorare il livello qualitativo del prodotto, sia dal punto di vista tecnico e, quindi, delle performance attese, che da quello cognitivo, design e colori. Oltre 40 referenze tra zaini, trolley, borse, cestelli e accessori vari, compongono soluzioni adatte per tutti i set-

tori artigianali e industriali che necessitano di porta utensili. Anche la famiglia delle valigie rigide Gt Line ha visto crescere la propria gamma grazie sia al restyling dei modelli Revo21 che con l’inserimento della nuova V-Rock Turtle un articolo top performer, prodotti che allargano ulteriormente le soluzioni possibili per la clientela utilizzatrice, posizionando sempre di più il marchio GT come esclusivo ed affidabile.

Per informazioni:

Pss Compact Bag R nella nuova versione

GT Line srl Via del Lavoro, 9 Loc. Crespellano 40053 Valsamoggia (Bologna) - ITALY Telefono +39 051 65041 vendite@gtline.com

La presenza a Eisenwarenmesse 2022 GT Line sarà presente alla più importate fiera Internazionale di settore (Hall 10.1 Stand: K030) che si terrà a Colonia dal 25 al 28 Settembre 2022. La manifestazione sarà l’occasione per incontrare la propria clientela italiana e internazionale, festeggiando assieme il 50mo della nascita dell’azienda e i risultati assieme ottenuti, mostrando le novità di prodotti e condividendo le strategie per il futuro, che si presenta con qualche elemento di incertezza ma che per questo offrirà molte opportunità.

57


DOSSIER cassette e carrelli portautensili Così interpretiamo l’innovazione

L’innovazione è per noi un elemento importante e imprescindibile che in 10 anni ci ha portato quasi a triplicare il numero di referenze a portfolio, lavorando molto sia sull’ampliamento di gamma che sull’aggiornamento delle feature di prodotto. Del resto, il nostro slogan “Se sai cosa ti serve, ce lo abbiamo. Se non sai cosa ti serve… parliamone” esplicita proprio il concetto di innovazione continua, orientato alla soddisfazione delle esigenze dei nostri clienti. Ermanno Lucci, Direttore Marketing Fervi Group

Per noi è importante migliorare la gamma con nuove soluzioni che portino dei vantaggi all’utilizzatore ed in questo senso non è la ricerca del miglio prezzo in assoluto il nostro obiettivo. Piuttosto, un cerchiamo di offrire buon prodotto ad un prezzo giusto soprattutto se ci rivolgiamo ad un target di utilizzatore esigente. Maurizio Verna Business Development Manager di Grupa Topex

GT Line è una azienda Premium Price, che cerca costantemente di creare valore al mercato per tutti gli stakeholder

attraverso un’ampia gamma di soluzioni porta utensili, con un forte focus sulla qualità del prodotto, facendo del servizio un fattore differenziante. L’innovazione di prodotto è pertanto fondamentale, ricercata sia nei materiali da utilizzare che nei processi da utilizzare. Simone Guglielmini, Sales Manager Italia di GT Line

Stahlwille è sinonimo di innovazione da 160 anni. Siamo leader riconosciuti nella dinamometria: a differenza di tutti i concorrenti, produciamo chiavi che non utilizzano la molla la quale, nel tempo, è fisiologico perda elasticità; con il programma DAPTIQ sviluppiamo la dinamometria stessa connettendola ai sistemi industriali. Altri esempi di costante innovazione sono le nostre più semplici chiavi ad occhio che hanno un profilo specifico che lavora anche su dadi danneggiati oppure il Quick Release per il collegamento dei componenti, in grado di garantire all’utilizzatore di potersi creare il proprio utensile “su misura”. Enzo Orso Campione, General Manager di Stahlwille Utensili

del nostro intermediario piuttosto che

nista con un prezzo giusto”. Il maggior

Pertanto, la notorietà della marca det-

dell’utilizzatore. Noi cerchiamo comun-

rilievo attribuito alla marca è spiegabile

tata dalla costante presenza dei nostri

que di offrire una gamma dedicata di

con il fatto che, sottolinea Simone Gu-

prodotti nei punti vendita è senza dub-

prodotti con alte prestazioni per soddi-

glielmini di GT Line, “i professionisti

bio un elemento grande importanza. La

sfare anche le esigenze del professio-

lo diventano dopo anni di esperienza.

durata dei nostri prodotti nel tempo, la disponibilità dei pezzi di ricambio sono

Stahlwille - Il carrello portautensili TTS 93 è emblematico della qualità “Made in Stahlwille”: resistenza, funzionalità, sicurezza, ergonomia, mobilità.

fattori che incidono positivamente sulla loro affidabilità e, quindi, sulla loro prestazione”. La rilevanza della Gds e della ferramenta Trattandosi di aziende che, come abbiamo visto nelle risposte fin qui fornite, si posizionano nella fascia medio alta del mercato, non stupisce che per i protagonisti di questo dossier il canale di riferimento o comunque quello considerato prioritario è quello della Ferramenta specializzata. “La nostra offerta” ricorda Ermanno Lucci, Direttore Marketing Fervi Group, “nasce prevalentemente per il canale tradizionale e l’assortimento in ambito cassette, valigette e carrelli è stato pensato per soddisfare il bisogno del cliente più esigente che arriva in ferramenta. La GDS è altrettanto importante ma, al momento, tratta prodotti per lo più strategici su cui Fervi è riconosciuta

58


DAL MERCATO

Rosi Emilia Flat

Ultrapiatta e salvaspazio, anche in versione adattatore Disponibile in versione spina piatta e adattatore Emilia Flat è versatile, funzionale e compatta. Progettata per armonizzarsi con qualsiasi tipo di arredamento, rappresenta la soluzione ideale per ambienti domestici e lavorativi

l’adattatore sono disponibili in due versioni, da 10A o 16A, acquistabili nelle classiche colorazioni bianco o nero. L’adattatore Emilia Flat si inserisce facilmente in ogni ambiente ed è progettato pensando proprio alle prese irraggiungibili poste dietro a scaffalature, elettrodomestici, scrivanie. Azzera gli ingombri con un design ergonomico che facilita la vita di ogni giorno ed è perfetto anche per essere portato in valigia o al mare, in camere d’hotel o ovunque ci sia poco spazio a disposizione. Tutti i dispositivi Emilia Flat sono pensati per essere versatili e funzionali, compatti e maneggevoli, per un’esperienza di utilizzo pratica e confortevole e con una particolare attenzione allo stile.

Comodità e compattezza per un’alimentazione elettrica senza ingombro, anche negli angoli più stretti della casa. Nata dalla lunga esperienza Rosi nello sviluppo di materiale elettrico domestico e industriale, Emilia Flat è la spina ultrapiatta a standard italiano che permette di limitare al minimo gli spazi fra mobili e parete, grazie ai suoi soli 6mm di spessore. È disponibile anche nella versione adattatore, con il quale è possibile alimentare i dispositivi della propria casa o dell’ufficio senza l’ingombro di vistosi attacchi elettrici in modo semplicemente invisibile. Dotata di un innovativo sistema di rimozione, comodo e immediato, Emilia Flat consente un disinserimento facilitato e in totale sicurezza. La spina ultrapiatta permette di inserire fino a tre unità in un’unica placca a tre moduli sporgendo solo 6 mm, all’insegna della compattezza. Tramite la perfetta aderenza del cavo alla parete, evita ogni tipo di ingombro e si adatta facilmente a qualsiasi stile di arredamento, grazie al design moderno e innovativo. La spina e

Per maggiori informazioni, consultare i cataloghi aggiornati di tutte le categorie merceologiche sul sito www.rosi.it. ROSI Materiale Elettrico s.r.l. - Via Marabotto 180, 29010 Castelnuovo Fogliani (PC) - Italia Tel. +39 0523 947166 - Fax +39 0523 947480 - info@rosi.it 59


DOSSIER cassette e carrelli portautensili in maniera puntuale. Il posizionamento

le valigette sviluppano numeri maggiori

ovviamente è quello nostro tipico, ov-

rispetto ai carrelli. Con i nostri tre brand

vero, mid-level con un rapporto qualità

principali Neo, Graphite, Topex riuscia-

prezzo che strizza l’occhio al top level”.

mo a coprire tutte le fasce di prodotto

Riconosce nella ferramenta il proprio

(premium, medio, entry level)”. Simone

principale canale di riferimento anche

Guglielmini, Sales Manager Italia di

Maurizio Verna Business Development

GT Line spiega che “i nostri prodotti

Manager di Grupa Topex. “Per noi ri-

sono distribuiti attraverso i canali Fer-

mane prevalente ad oggi il canale tra-

ramenta, Utensileria, Grossisti di ma-

dizionale rispetto alla GDS” dichiara.

teriale elettrico e negozi specializzati

Interpellato in merito all’andamento

nell’idrotermosanitario. La gamma che

della domanda per le diverse tipologie

proponiamo all’interno dei diversi ca-

di prodotto, osserva che “le vendite si

nali si compone di valigie rigide porta

distribuiscono a valore in modo equiva-

utensili a marchio GT Line, borse mor-

lente fra le tre categorie, ma a volume

bide porta utensili a marchio Work Line

Simone Guglielmini Sales Manager Italia GT Line

e valigie a tenuta stagna porta strumentazione con marchio Explorer. Ci rivolgiamo” conclude Guglielmini, “a tecnici professionisti attenti alla propria professionalità e dinamici le cui competenze sono sempre in aggiornamento e che per questo motivo sono sempre alla ricerca della migliore soluzione porta attrezzatura sul mercato, ecco perché si rivolgono alla nostra azienda”. Non riscontra particolare differenze Samuele Varotto, Titolare di Mistral Tools secondo cui “I canali si equivalgono. Personalmente sono convinto che il nostro catalogo sia il più completo in Italia per assortimento di cassette, valigie e valigette in alluminio”. “Non ci rivolgiamo alla GDS e la ferramenta tradizionale incide poco per noi” premette Enzo Orso Campione, General Manager di Stahlwille Utensili, prima di spiegare che la sua azienda “è presente nella ferramenta specializzata e presso i fornitori tecnici industriali, con assortimenti che completano carrelli, trolley e cassette. Oggi, la tendenza è verso la realizzazione di “abiti su misura” per l’utilizzatore, attività nella quale siamo stati pionieri. Il valore prevalente, di conseguenza, è concentrato nei carrelli, da sempre protagonisti delle stazioni di lavoro specializzate. Il nostro”, conclude Enzo Orso Campione, “è un prodotto assolutamente premium. Solitamente nella ferramenta tradizionale e nella GDS sono presenti marchi

Mistral – Il carrello portautensili KRT653002 presenta 8 cassetti, 4 ruote girevoli e ha capacità di carico fino a Kg 70 massimo. La cassettiera è rimovibile.

60

meno tecnici”.


DOSSIER viti e bulloni

IL TREND È POSITIVO E TUTTI I CANALI NE BENEFICIANO Da inizio anno il mercato si è mantenuto dinamico grazie all’effetto traino dei bonus e delle agevolazioni fiscali. Grazie all’ampiezza della gamma proposta e alla flessibilità nel soddisfare le nuove richieste della clientela le aziende del comparto sono riuscite a contenere gli effetti delle note criticità sulle materie prime

Un primo semestre caratterizzato da una buona vivacità e da una domanda sostenuta. Questa la fotografia del comparto offerta dalle aziende intervistate nell’ambito di questo dossier. Óscar Cañas, Export Manager di Index spiega che “durante il primo semestre dell’anno il mercato italiano ha mostrato molta dinamicità, l’impulso creato dagli incentivi governativi per l’edilizia e l’espansione della domanda post Covid hanno senza dubbio contribuito a creare nuove interessanti opportunità. La nostra azienda durante questo periodo

hanno reso meno conveniente impor-

prodotto all’interno dei nostri clienti non

è riuscita a cavalcare con successo le

tare i prodotti fastener dal Far-East e

vendendo solo viti, ma proponendo

nuove opportunità che il mercato ha

l’incertezza di alcuni settori di sbocco,

altre gamme prodotto. Logicamente,

fornito, arricchendo la propria gamma

come l’automotive ed il settore elettro-

come in tutti i settori, la difficoltà in al-

con nuovi articoli e incrementando la

nico sempre per le problematiche di

cuni momenti di reperibilità della merce

propria quota di mercato in Italia e nel

fornitura”.

si è fatta sentire, ma avendo una vasta

resto del mondo”.

Ivan Vanini, Marketing Manager di Pa-

gamma prodotti, abbiamo potuto sosti-

“Il trend generale del mercato è in sa-

nozzo rileva che “uno dei fattori di svi-

tuire l’articolo mancante con prodotti

lita”, anche secondo Andrea Togni,

luppo è stato l’incremento delle richie-

similari e con prestazioni similari, come

Export di Inoxdadi che spiega “nel

ste di articoli fuori standard, mentre tra

ad esempio nelle viti”.

nostro caso specifico registriamo un

le criticità citerei sicuramente l’aumento

incremento di fatturato e un aumento

dei costi delle materie prime”, e conclu-

L’online è un canale in crescita

dei volumi prodotti”. Parla del primo

de “ci riteniamo comunque soddisfatti

Assecondando un trend trasversale a

semestre 2022 come di “un periodo fre-

per come si è chiuso il primo seme-

tutti i settori, anche in questo comparto

netico” Marco Bossari, Amministratore

stre”. Parla di “risultati che sono stati

l’incidenza del canale online è in cresci-

di Milanoviti, secondo cui è stato “ca-

oltre le aspettative”, Roberto Baraz-

ta. “La strategia distributiva di Index”

ratterizzato da diverse problematiche

za, Target Manager di Holz Technic,

afferma Óscar Cañas “prevede la ven-

riguardanti gli approvvigionamenti del-

il marchio di Rothoblaas che propone

dita attraverso diversi canali tradiziona-

la materia prima (ritardi nelle forniture

prodotti per l’edilizia in legno al cana-

li. Tra questi possiamo annoverare le

ed incertezza del prezzo di acquisto),

le della distribuzione e ai suoi clienti.

ferramenta e le imprese di fornitura in-

il costo dell’energia elettrica, l’aumento

“Abbiamo puntato da subito molto sulla

dustriale, i magazzini edili, i distributori

della domanda a livello europeo, con-

diversificazione dell’offerta, cercando

di materiale termoidraulico e ovviamen-

nessa alle problematiche Covid-19 che

di creare solide basi aumentando il mix

te la grande distribuzione. In parallelo,

61


DOSSIER viti e bulloni

Milanoviti - L’azienda è specializzata nella produzione di: viti autofilettanti, viti trilobate, viti per plastica, viti HI-LO, viti automaschianti, viti autoperforanti, viti autoraschianti, viti truciolari, viti metriche, dadi, rondelle, grani, anelli, barre, rivetti, inserti filettati, fastener.

nali ben conosciuti nel settore”. Anche

dotto che facesse alta rotazione e quin-

Panozzo ha approcciato il mondo della

di con poco tecnicismo”, afferma Ro-

vendita online. Ivan Vanini conferma

berto Barazza di Holz Technic. “Ora

infatti che “tra i nostri canali distributivi

notiamo che alcuni player stanno am-

ci sono anche i siti e-commerce” e sot-

pliando l’offerta inserendo prodotti non

tolinea: “non esiste una tipologia spe-

solo per il fai da te ma anche per il pro-

cifica di viti e bulloni adatti all’online”.

fessionista, Lo si può fare solo se il for-

Dopo aver spiegato che i canali distri-

nitore ha una rete vendita che supporta

butivi presidiati da Holz Technic “sono

nella spiegazione del prodotto e dà la

le rivendite” e aver riconosciuto che sta

giusta formazione per venderli”. Óscar

notando “che molti dei nostri clienti fan-

Cañas di Index rileva “la necessità per

no vendita on line dei nostri prodotti sui

i clienti di nuove soluzioni espositive

loro siti”, Roberto Barazza spiega che

che possano essere più flessibili ed at-

a suo parere, “la vendita on-line non è

trattive. In tal senso Index ha lavorato

in linea con le nuove necessità di rapi-

ancora decollata per quanto riguarda

nell’ultimo anno allo sviluppo di un nuo-

dità e flessibilità di acquisto dei clienti,

le viti, perché il cliente finale preferisce

vo concetto innovativo di espositori per

abbiamo attivato la vendita attraverso

ancora acquistare in negozio. Non si

migliorare l’esperienza di acquisto del

alcuni marketplace. Questo, ovviamen-

tratta di comprare un libro di cui cono-

te, salvaguardando la competitività del-

sci già il nome e quello è, ma di trovare

la nostra struttura distributiva principa-

la vite giusta, per il fissaggio giusto, per

le”. Cañas conclude sottolineando che

il materiale giusto e, quindi, qui entrano

“la domanda proveniente dall’online è

in scena il rivenditore e la sua esperien-

in continua crescita anche per il mon-

za nel consigliare il prodotto giusto”.

do dei sistemi di fissaggi, ed è dunque

Marco Bossari, Amministratore di Mi-

fondamentale per le aziende in questo

lanoviti spiega: “siamo fornitori a livello

settore essere preparate ed adattarsi

industriale, ovvero dei produttori in vari

a questa evoluzione tecnologica”. An-

settori (elettrico, elettronico, automoti-

drea Togni ricorda che Inoxdadi vei-

ve, mobili e arredi, etc) e per i grandi

cola i propri prodotti “nei seguenti ca-

distributori. Non ci affacciamo diretta-

nali: rivenditori, distributori, grossisti e

mente al singolo utilizzatore”.

ferramenta”. Riguardo all’online la sua idea è che “possa essere un veicolo

I trend della domanda espressa dal

per aumentare la distribuzione dei no-

mondo Diy

stri prodotti. A breve avremo un nostro

Le aziende che vantano una focaliz-

e-commerce sul sito aziendale. Nello

zazione su questo mercato rilevano

specifico la bulloneria standard si pre-

uno sposamento verso il prodotto con

sta ad essere venduta online in quanto

un maggior contenuto tecnico. “Il DIY

cliente finale e incrementare la profitta-

corrispondente a standard internazio-

storicamente ha sempre voluto un pro-

bilità del punto vendita. In particolare

Roberto Barazza, Target Manager del marchio Holz Technic

la nuova soluzione proposta consente un utilizzo ottimale degli spazi, un assortimento custom per ogni punto vendita, un packaging attrattivo e colorato che da evidenza ai prodotti più rilevanti e non per ultimo, un amplia offerta di differenti formati e quantità”. Ivan Vanini di Panozzo riscontra una maggiore tendenza a inoltrare “ordini con lotti di materiali sempre più piccoli, per evitare di fare magazzino”. A suggerire questa Index - Nella nuova gamma di fissaggio dedicata ai Sistemi di Isolamento Termico (ETICS), da segnalare il prodotto AIS-C. Si tratta di un tassello con chiodo in poliammide per il fissaggio meccanico di pannelli isolanti provvisto di certificazione ETA.

62

prudenza contribuisce forse l’incertezza che domina tutti i settori economici.


FACILE FARE CENTRO CON VIPA

Dal 1970 leader nella fornitura di viteria e bulloneria. 5 sedi nel mondo, magazzini diffusi sul territorio, oltre 75.000 articoli disponibili nell'ampio magazzino automatizzato. vipaspa.it

Fasteners systems 63


DOSSIER viti e bulloni tradizionale alla vendita online. Infatti.

librio pre pandemia e una filiera produt-

durante questo periodo i clienti finali

tiva un po’ più stabile il gap tra i due

hanno dirottato la maggior parte degli

canali si è ridotto notevolmente lascian-

acquisti al canale web, sicuramente

do nuovamente spazio di crescita per

già ampliamente utilizzato dalle grandi

entrambi”. Questo, però, non è l’unico

catene DIY. Oggi, con il rientro all’equi-

fattore di cambiamento. “I grandi di-

Marco Bossari, amministratore di Milanoviti

Vendite in crescita per Grande Distribuzione Specializzata e Ferramenta Almeno in parte i buoni riscontri ottenuti da questi due canali dipendono dal riequilibrio rispetto al canale online avvenuto dopo la riapertura e il graduale ritorno alla normalità. Óscar Cañas di Index ricorda che “tra il 2020 e il 2021 la crisi pandemica ha bloccato la maggior parte delle attività tradizionali, incentivando un rapido sviluppo della grade distribuzione specializzata, più preparata rispetto alla ferramenta

Holz Technic - La gamma completa di viti per l’edilizia in legno e il fai da te dedicata al canale della distribuzione e ai suoi clienti.

Le tipologie di viti e bulloni a catalogo Index, produttore e fornitore industriale di sistemi di fissaggio, è impegnato in continui investimenti in nuovi prodotti, omologazioni, processi produttivi e mezzi tecnologici. L’azienda, in continua evoluzione, ha recentemente ampliato la propria gamma di prodotti con l’introduzione della gamma di sistemi di installazione e fissaggi per pannelli fotovoltaici o la gamma di fissaggi e accessori per sistemi di isolamento termico. Queste novità si aggiungono alle oltre 10.000 referenze di prodotto che l’azienda ha come specialisti in tasselli, viti, bulloni, staffe e sistemi di installazione. Óscar Cañas, Export Manager di Index

Commercializziamo da molti anni articoli di minuteria in plastica, elementi per sistemi di fissaggio, articoli per la protezione di filetti, flange oltre a tappi per chiusura fori, tubi e arredo, connettori e molti altri articoli tecnici in plastica. Ivan Vanini, Marketing Manager di Panozzo

La nostra gamma si concentra principalmente sul fissaggio del legno. Inizia con le viti da carpenteria in legno dalle classiche a testa svasata a quelle a testa larga, prosegue 64

con le viti a testa piccola, viti strutturali per edifici in legno, viti per esterno e terrazze dove possiamo vantare una gamma che soddisfa tutte le esigenze per costruire una terrazza in legno in qualsiasi tipologia di ambiente. Stiamo implementando la gamma delle viti per metallo e per coperture e relativi accessori. Per quanto riguarda le viti da legno abbiamo sviluppato anche nuove viti con rivestimento C4 EVO con alte prestazioni di resistenza alla corrosione. Il nostro target cliente sono i magazzini edili, le ferramenta, le rivendite di legname e ci stiamo approcciando anche alla grande distribuzione professionale. Roberto Barazza, Target Manager del marchio Holz Technic

Milanoviti si propone come produttore e rivenditore di viti, dadi, rondelle e sistemi di fissaggio offrendo una gamma completa di prodotti standard e speciali (a disegno); offre inoltre sistemi avanzati di gestione dello stock, come il kanban, in un ruolo di partnership con i propri clienti. L’azienda è certificata ISO 9001:2015. Marco Bossari, Amministratore di Milanoviti


La scheda

Panozzo Srl

Quando serve un fornitore affidabile Una solida esperienza nell’offerta di articoli di minuteria in plastica, elementi per sistemi di fissaggio, articoli per la protezione di filetti, flange oltre a tappi per chiusura fori, tubi e arredo, connettori e molti altri articoli tecnici in plastica. Questo il valore aggiunto che l’azienda di Merate garantisce ai propri clienti Chi ha inventato i sistemi di fissaggio? Come si è giunti alla progettazione di elementi così tanto piccoli ed estremamente funzionali da diventare, nel corso degli anni, così fondamentali nella nostra quotidianità? Sebbene questi piccoli articoli di minuteria restino quasi sempre nascosti alla nostra vista, viti, rondelle, dadi e bulloni…sono ciò che, letteralmente, tengono insieme molti prodotti che quotidianamente utilizziamo. Pensiamo a tavoli, sedie, armadi oltre a computer, elettrodomestici, automobili, ma anche edifici, scale, ponti, insomma, tutto ciò che ci circonda, perché ognuno di questi elementi necessita di rimanere saldamente unito alle rispettive parti che lo compongono. L’origine di questi tanto piccoli, quanto spesso, sottovalutati elementi di fissaggio, affon-

Accessori tubi e arredo

Protezione filetti

da le proprie radici nella lontana Grecia. Nel corso della storia, poi si sono susseguiti innumerevoli studi, esperimenti, cambiamenti ed evoluzioni che ci hanno portato ad avere la possibilità di scegliere, perché la giusta valutazione è fondamentale al fine di poter garantire il miglior risultato in termini di stabilità, resistenza e sicurezza. La straordinaria invenzione della plastica, ha permesso una vera e propria rivoluzione anche in questo settore. La minuteria in plastica rappresenta da anni la migliore soluzione in molteplici ambiti industriali e settori applicativi in quanto risulta più leggera, economica e, in molti ambiti, spesso più sicura. Le viti in plastica insieme a dadi e rondelle oltre ai fasteners, rivetti e molta altra minuteria, hanno come funzione principale quella di essere degli elementi di unione ma, ad ogni modo, necessitano attenzione nella scelta, sia al fine di non andare ad intaccare l’integrità delle due parti che si vogliono unire, sia sotto il profilo estetico in quanto anch’essi, pur essendo considerati “elementi di fissaggio” devono spesso avere un’estetica congeniale e conforme al manufatto in cui vengono applicati. Per gli esperti del settore certamente non risulta poi così complicato scegliere tra le mille soluzioni che si trovano in commercio, ma sicuramente affidarsi ad un fornitore competente e affidabile può fare la differenza.

Assemblaggio

Noi di Panozzo Srl commercializziamo da molti anni articoli di minuteria in plastica, elementi per sistemi di fissaggio, articoli per la protezione di filetti, flange oltre a tappi per chiusura fori, tubi e arredo, connettori e molti altri articoli tecnici in plastica. Il nostro team di esperti è a completa disposizione per qualsiasi consiglio o suggerimento per permettervi di trovare la soluzione più adatta a ogni tipo di lavoro sia che siate dei professionisti, che semplici appassionati di bricolage. Sul nostro sito www.panozzosrl.com è possibile visualizzare l’intera gamma di articoli trattati, richiedere una quotazione e/o una campionatura gratuita per sperimentare, prima di qualsiasi acquisto, la validità dei nostri prodotti.

Chiusura tubi

Chiusura fori

65


DOSSIER viti e bulloni stributori da noi serviti si caratterizzano

Panozzo – L’azienda distribuisce un’ampia e articolata gamma di articoli di minuteria in plastica

per un volume di affari in crescita e per la richiesta sempre maggiore in termini di consulenza e competenza nell’offrire soluzioni destinate ai loro clienti”, spiega Marco Bossari di Milanoviti secondo cui “la crescita del settore è probabilmente legata a sbocchi di mercato interessanti grazie anche alle energie che si sono liberate in termini di investimenti (come gli incentivi) ed anche per aver sostituito partner commerciali del Far-East con partner europei”. Roberto Barazza del marchio Holz Technic riferisce: “non abbiamo notato grandi scostamenti di volumi in questo primo semestre tra la ferramenta tradizionale e la grande distribuzione. Penso sia dovuto al fatto che comunque il mercato nei primi sei mesi, in generale, ha avuto un andamento positivo in tutti i settori e, quindi, i volumi sia per il professionale che per il fai da te sono stati buoni. La redditività non è cambiata anche se i prezzi sono aumentati.” Andrea

Così viene interpretata l’innovazione di un prodotto maturo come le viti e i bulloni Nel panorama italiano viti e bulloni rappresentano sicuramente un settore tradizionale e maturo ma le possibilità di innovazione sono moltissime, soprattutto per stare al passo con requisiti sempre più stringenti da parte di industria ed edilizia. In tal senso Index sta investendo molto nel migliorare i processi produttivi per creare prodotti di qualità sempre più elevata e per ottenere le certificazioni più prestigiose del settore. Secondo i dati che abbiamo a disposizione, nel futuro la richiesta di prodotti certificati sarà uno dei driver più importanti di questo mercato. Óscar Cañas, Export Manager di Index

Gli standard internazionali esistono da molto tempo ed in un certo senso siamo forse arrivati ad una situazione di sviluppo quasi completo. Il quadro cambia se si considerano i materiali in cui i fastener vengono realizzati. In questo caso il mercato sta conoscendo nuovi materiali dettati da nuove esigenze in termini di resistenze meccaniche e fisiche. La nostra azienda si rivede molto in questo aspetto di ricerca e sviluppo, che ci porta ad essere spesso precursori del mercato per alcuni materiali speciali. Andrea Togni, Export di Inoxdadi

Sì, sono un prodotto maturo, ma comunque in evoluzione,. Infatti partendo dal presupposto che sono un prodotto 66

indispensabile, il loro campo di applicazione è così vario che non si po’ prescindere dall’innovazione. In tale senso Milanoviti si inserisce come partner per la produzione di articoli a disegno, su specifica del cliente. Agli attori presenti sul mercato è richiesta sempre una maggiore competenza tecnica ed anche la lungimiranza nello studiare e proporre soluzioni ed alternative ai fabbisogni del cliente. Marco Bossari, Amministratore di Milanoviti

Interpretiamo l’innovazione con la sperimentazione di nuovi materiali e ricerca di un rapporto prezzo/prestazioni sempre più interessante. Ivan Vanini, Marketing Manager di Panozzo

Concordo che si tratta di un prodotto maturo, anche se la nostra azienda basa la propria storicità sull’innovazione dei materiali e la ricerca costante di nuove geometrie per facilitare il lavoro del cliente finale. Tutto questo grazie al nostro reparto tecnico interno che sviluppa e concretizza le richieste che arrivano dal mercato attraverso la nostra forza vendita. Bisognerà anche adattare la vite alle nuove tipologie di legno che sempre più si diversificano sul mercato. Roberto Barazza, Target Manager del marchio Holz Technic


NON SIAMO NUMERI

600+ VITI AUTOPERFORANTI

Lo sappiamo, i numeri non sono tutto, ma possono diventare memorabili per raccontare il successo di un’azienda e il valore dei suoi prodotti. Scoprili tutti su www.nonsiamonumeri.it

67


DOSSIER viti e bulloni Togni di Inoxdadi si dichiara conten-

B2B che dà la possibilità ai clienti di in-

to “dei risultati ottenuti nel canale del-

tegrarsi con i sistemi informativi interni

la ferramenta tradizionale che ci vede

e consente di creare una relazione biu-

protagonisti da poco meno di 50 anni.

nivoca e real time tra l’azienda e i clienti

I volumi sono in crescita, spinti da una

migliorando e facilitando lo scambio di

forte domande del mercato trainato dal

dati ed informazioni. Per quanto riguar-

settore costruzioni/energetico”.

da le attività di marketing invece, oltre

Ivan Vanini, Marketing Manager di Panozzo

al lancio di un nuovo concept di display GDS e Ferramenta: le attività a sup-

espositivo dedicato per la grande di-

porto delle aziende

stribuzione, si sta lavorando al lancio di

Óscar Cañas, Export Manager di In-

numerosi nuovi prodotti”. Ampio il ven-

dex riferisce che “nel 2022 l’azienda

taglio di attività descritto da Andrea To-

ha pianificato diverse attività per ac-

gni, Export di Inoxdadi. “Inviamo rego-

compagnare lo sviluppo del mercato

larmente newsletter alla clientela ed ai

cendo anche tutta una nuova strategia

Italiano. Per prima cosa sono analizzati

potenziali clienti e facciamo inserzioni

di packaging e sistema espositivo,

i processi interni per migliorare e velo-

e articoli su riviste di settore. A questo

pensata per rendere più chiaro e ac-

cizzare il tasso di risposta verso i clienti

aggiungiamo la partecipazione a fiere

cattivante ogni prodotto del marchio,

e, in parallelo, a livello di innovazione, è

ed eventi e il presidio dei social media”.

per far sì che sugli scaffali di ogni ri-

stata sviluppata una nuova piattaforma

Il supporto su cui si concentra Marco

vendita spicchi la soluzione migliore

Bossari, Amministratore di Milanoviti

per costruzioni di appassionati e pro-

consiste nella “competenza nell’indivi-

fessionisti. Tanti gli argomenti inseriti, di

duare il prodotto corretto, offrendo lotti

facile comprensione, a colpo d’occhio:

congruenti alle richieste”. Ivan Vanini,

dai sistemi costruttivi a quelli espositivi,

Marketing Manager di Panozzo riferi-

infografiche e spunti per rendere sem-

sce che “a livello di attività di marke-

plice la comprensione e l’utilizzo dei

ting utilizziamo i nostri social. Inoltre

prodotti, per una consultazione rapida

sul nostro sito www.panozzosrl.com è

per rivenditori e clienti, che lascia spa-

possibile visualizzare l’intera gamma di

zio alle soluzioni pratiche, spostando

articoli trattati”.

la tecnica online. Il servizio lo danno in

“Oltre a quanto già offerto fino ad oggi

prima linea i nostri collaboratori dipen-

per supportare il rivenditore con diver-

denti sul territorio che si interfacciano

si supporti marketing” annuncia infine

con il cliente, fanno formazione, siste-

Roberto Barazza, Target Manager del

mano lo scaffale e ci mettono la faccia

marchio Holz Technic ”stiamo introdu-

in ogni occasione”.

Oscar Canas, Export Manager Index

InoxDadi - L’azienda offre una vasta gamma di prodotti, dalla bulloneria in acciaio inox, all’ottone, all’alluminio e alcune leghe di acciaio, alle superleghe e al titanio.

68


DAL MERCATO

Bot Lighting

Nuove plafoniere a led shot Le soluzioni luminose salva-spazio Oltre a essere una perfetta soluzione salva spazio per piccoli ambienti, i quattro nuovi modelli a marchio Shot si inseriscono sia in contesti classici che moderni e permettono un notevole risparmio energetico La giusta scelta dell’apparecchio di illuminazione è fondamentale per ottenere la soluzione più efficace dal punto di vista visivo ed energetico. A tal proposito le plafoniere a LED sono il prodotto ideale, perché oltre ad essere eco-sostenibili grazie all’utilizzo di LED di ultima generazione che permettono un notevole risparmio energetico, sono la perfetta soluzione salva spazio per i piccoli ambienti. Bot Lighting propone quattro nuovi modelli di plafoniere a marchio SHOT dalle linee essenziali e compatte che possono essere inserite sia in contesti classici che moderni. La caratteristica principale che le accomuna è il CCT selezionabile che permette all’utente finale di scegliere tra due o tre temperature di colore differenti a seconda delle necessità e al venditore di avere più prodotti in uno, con notevole risparmio di spazio e tempo per lo stoccaggio delle merci. La linea CHLOE IP20 è disponibile nelle versioni “Round” e “Squared” con base in metallo e diffusore in tecnopolimero bianco; la plafoniera può essere installata sia a soffitto che a parete, ideale per sottoscala, garage, corridoi. La linea ERIKA nelle due versioni “Round” e “Squared” grazie all’ IP54 può essere installata anche all’esterno; è realizzata in tecnopolimero anti UV con elevata resistenza agli urti. Facile e versatile l’installazione sia a soffitto che a parete grazie alla staffa in metallo di fissaggio. È ottima per illuminare terrazze, ambienti pubblici, e sportivi. La linea GIADA IP65 in policarbonato si caratterizza per l’efficienza fino a 115lm/W e l’alta resistenza agli urti IK10, è dotata inoltre di ghiera bloccabile con brugola antivandalismo. È disponibile nelle versioni con kit di emergenza e con sensore a microonde, inoltre è munita di tre diverse cover che ben si adattano allo stile circostante. La linea OVIEDO in policarbonato con IK8 è disponibile nella versione “Round” e “Oval”. Il grado di protezione IP65 e la versione con il sensore crepuscolare, la rendono adatta anche per le installazioni all’esterno, sia a soffitto che a parete. È dotata di un anello di copertura bianco o nero a seconda delle esigenze estetiche. In perfetto equilibrio tra tradizione e modernità con il loro design “minimal”, le plafoniere Bot Lighting soddisfano qualsiasi tipo di richiesta, confermando così la loro polivalenza e praticità di utilizzo.

Per informazioni: www.botlighting.it 69


APPROFONDIMENTO

LA QUALITÀ PAGA SEMPRE ANCHE NEI NASTRI ADESIVI Declinato in tante varietà in funzione della destinazione d’uso, il nastro adesivo è il tipico materiale da consumo che non può mancare nella dotazione dei professionisti e anche degli utilizzatori privati. E proprio l’ampiezza e la varietà delle tipologie oggi disponibili è uno degli elementi che giocano a favore del canale delle ferramenta

70

Una cassetta degli attrezzi che non

fantomatica cassetta degli attrezzi sia

da elettricista, per idraulico, ad uso

contiene almeno un rotolo di nastro

presente più di un tipo di nastro adesi-

industriale, isolante, resistente ai raggi

adesivo rappresenta una vera e propria

vo. Negli ultimi anni le aziende del set-

UV….).

rarità. La varietà degli ambiti nei qua-

tore hanno infatti veicolato sul mercato

Al netto delle differenze tra un tipo e

li trova applicazione questo materiale

prodotti sempre più evoluti, performanti

l’altro di nastro adesivo sono però due I

di consumo è infatti talmente ampia e

e differenziati nei materiali, nelle dimen-

requisiti che questo prodotto è sempre

variegata da posizionarlo come dota-

sioni e nelle caratteristiche in base allo

chiamato a soddisfare: robustezza e

zione standard per qualsiasi bricoleur

scopo per cui sono stati pensati e agli

semplicità d’utilizzo. L’analisi dei crite-

e, ovviamente, per artigiani e profes-

ambiti di utilizzo a cui sono destinati (in

ri con cui l’utilizzatore acquista questo

sionisti. Anzi, nel caso di questi ultimi

carta, telato, in alluminio… da imbal-

articolo ripropone una distinzione già

è abbastanza probabile che in questa

laggio, per mascheratura, riparazione,

osservata anche per altre categorie


COLLE E NASTRI SENZA RIVALI Scopri la nostra gamma

Qualità premium • Le colle ed i nastri Gorilla sono studiati per offrire la massima tenuta, resistenza e durata.* • La caratteristica principale di questa gamma di prodotti è la sua versatilità.

Personalità • Gorilla aggiunge personalità a una categoria ormai matura. • Ciò significa che i prodotti risaltano, dentro e fuori dallo scaffale, spingendo i clienti ad acquistarli.

Marketing innovativo • La gamma Gorilla è supportata da continue e mirate campagne di marketing. • In questo modo, le colle ed i nastri Gorilla sono sempre nella mente dei consumatori.

Numero 1 negli Stati Uniti l’obiettivo è essere numero 1 anche in Italia

*Le caratteristiche prestazionali variano in base al prodotto

Prova i prodotti Gorilla per la loro straordinaria resistenza

For the Toughest Jobs on Planet Earth

it.gorillaglue.com

+44 (0)1257 241 319 eusales@gorillaglue.com 71


APPROFONDIMENTO “Il giudice più inflessibile è il professionista che dal nastro adesivo si attende performance di qualità e comunque tali da non compromettere la sua prestazione” di prodotto nell’approccio all’acquisto tra artigiani e professionisti in genere e utilizzatori occasionali o privati. Una distinzione che si fonda sul livello di consapevolezza e competenza dell’acquirente. Il giudice più inflessibile è il professionista che da un certo prodot-

duato anche un rivenditore di fiducia da

esattamente quale problema vogliono

to si attende performance di qualità e

cui acquistarlo. Nella stragrande mag-

risolvere, ma non quale sia il prodot-

comunque tali da non compromettere

gioranza dei casi anche il Faidateista e,

to più adatto per le loro esigenze. Per

la sua prestazione. Sa esattamente di

in generale, l’utente privato hanno un

questo, quando possibile, si affidano al

quale tipo di nastro ha bisogno e per

punto vendita al quale sono abituati a ri-

consiglio del rivenditore, ma anche alle

questo presta grande attenzione alle

volgersi. Nonostante una certa frequen-

indicazioni riportate sulla confezione.

caratteristiche ed è più propenso a fi-

za di utilizzo dei vari tipi di nastro ade-

Come ben sanno le aziende del settore

delizzarsi alla Marca di cui ha già spe-

sivo, però, questi utilizzatori continuano

che, non a caso, dedicano molti sforzi a

rimentato l’affidabilità sul fronte sia del

a mostrarsi più sensibili alle lusinghe

cercare di fornire sul pack del prodotto

risultato sia dell’ottimizzazione dei tem-

del prezzo cosiddetto “conveniente”. E

e ovviamente sul catalogo le informa-

pi. Non solo, molto spesso ha già indivi-

questo per il semplice fatto che sanno

zioni, le più esaustive possibili, sul tipo di supporto e di adesivo utilizzato, sulle temperature e sullle caratteristiche di utilizzo di ogni tipo di nastro adesivo. In molti casi gli investimenti sono destinati anche alla realizzazione di pieghevoli esplicativi ed espositori auto esplicativi ed impattanti da mettere a disposizione dei punti vendita e di filmati, fotografie e schede tecniche da pubblicare online. Nel caso dei nastri più tecnici risvolti all’utente più professionale, alcune aziende mettono a disposizione anche tecnici specializzati e giornate di

“Le aziende del settore investono importanti risorse in un continuo affinamento della gamma con l’obiettivo di proporre soluzioni ad hoc per i diversi ambiti di applicazione ” 72


La scheda

La gamma di tappi, cappucci, impugnature, nastri, tubi e reti di qualità diventa sempre più ampia Il fiore all’occhiello della gamma è X-Treme Tape, un nastro non adesivo per riparazioni rapide, che è efficace da -50°C fino a +260°C Tappi, cappucci, impugnature, nastri, tubi e reti. È questa la gamma che Mocap, azienda che da 35 anni realizza articoli di qualità in vinile stampato, plastica stampata a iniezione e gomma stampata a iniezione per diverse esigenze di protezione, mascheratura e finitura di prodotto. Ultimamente, l’azienda ha ampliato la propria offerta, aggiungendo le famiglie dei cappucci e tappi in polietilene, che comprendono cappucci e tappi conici, tappi conici con linguetta a estrazione, cappucci flangiati, cappucci diritti, tappi in

lamiera, cappucci e tappi all’estremità delle tubazioni.

Vari processi Per compressione, Mocap produce in gomma Epdm cappucci e tappi conici e la stessa linea di prodotti in silicone per l’industria dei trattamenti speciali. Per estrusione, invece, realizza reti tubolari di protezioni in Ldpe, tubi per imballaggi della serie Cleartec in Petg e il nastro in silicone X-Treme Tape. Per immersione produce poi gran parte del-

Nastro in Silicone Autoagglomerante

la propria gamma di cappucci e manopole per protezione e finitura rettangolari o rotonde. Infine, per iniezione realizza tappi e cappucci in Ldpe, PP e nylon.

Dura Anni

Un nastro extraresistente

Resistente UV

Senza colla

In Usa, Cina e Regno Unito La sede centrale e produttiva di Mocap per l’estrusione in silicone e in plastica è in Missouri, negli Stati Uniti. L’azienda è presente anche nel Regno Unito, in Telford, Shropshire, con una sede produttiva per il vinile e l’estrusione di plastica Petg, e in Cina, a Guangdong, con una sede produttiva per l’iniezione in PP, Ldpe/Hdpe e nylon.

260° C

Resistente all’olio

3X Allungabile

-50° C

Isolante

15000 V/mm

Specialisti nello stampaggio - stampaggio a iniezione della plait.xtremetape.eu info@mocap.it +39 035 0460169 Mocap è un’azienda specializzata in stica; numerosi processi di stampaggio e, - stampaggio a iniezione della gomnello specifico: ma; - stampaggio per immersione del - estrusione della gomma; vinile; - estrusione dei tubi in plastica.

Tra i prodotti più innovativi di Mocap c’è il nastro X-Treme Tape, in silicone autosigillante e autoagglomerante, perfetto per riparazioni rapide. Sviluppato in origine negli Stati Uniti per applicazioni militari, XTreme Tape è stato testato in condizioni ambientali estreme. Versatile e semplice da usare, resiste, oltre che alle alte e alle basse temperature, anche a pressione, tensione, umidità, corrosione e agenti contaminanti. I severi test a cui è stato sottoposto hanno mostrato che gli standard di X-Treme Tape sono addirittura superiori a quelli militari. Perciò, è indicato come nastro di riparazione di impianti idraulici, prese d’aria, condotti, tubi flessibili, ma anche per impugnature sportive, manici di utensili, fasci e impacchi di cavi e su imbarcazioni. Inoltre, in auto è utile anche per coprire i tubi di un radiatore del motore che perde. Oltre che in diversi colori, X-Treme Tape è disponibile in 1’’ e 1-1/2’’ di larghezza e in rotoli di 10 e 36 piedi di lunghezza.

Per informazioni: www.mocap.it 73


APPROFONDIMENTO formazione presso la propria sede o sui punti vendita. Il nastro adesivo: un prodotto in continuo divenire Le aziende che operano in questo segmento di mercato continuano a investire in ricerca & sviluppo. Più che all’in-

“L’assortimento proposto dalle ferramenta nei propri punti vendita fisici è in generale rappresentativo della varietà di soluzioni disponibili”

novazione in senso stretto del prodotto,

e al rafforzamento e al consolidamento della propria posizione sul mercato. L’attenzione verso le tematiche ambientali rappresenta un’altra frontiera per i brand che operano in questo settore. Un impegno che trova concreta attuazione nella proposta di nastri adesivi realizzati utilizzando materie prime rinnovabili, in carta o cartone provenienti

il loro impegno è rivolto all’affinamento

vere particolari problematiche sia nel

da fonti sostenibili e riciclabili e anche

continuo della gamma, anche con l’in-

settore del fai da te, che dell’industria,

in bioplastica biodegradabile e com-

serimento di alcune referenze per così

alla messa a punto di un pack capace

postabile derivata dalla trasformazione

dire “di nicchia” in modo da recepire

di catturare l’attenzione del cliente, al

degli zuccheri presenti in mais, barba-

tutte le esigenze dei consumatori of-

perfezionamento in termini di sempli-

bietola, canna da zucchero e altri mate-

frendo valide soluzioni atte e a risol-

cità e velocità delle modalità d’utilizzo

riali naturali e rinnovabili. Il negozio fisico resta il canale distributivo di riferimento E proprio il moltiplicarsi delle tipologie di nastri veicolati sul mercato è uno degli elementi che giocano a favore della Ferramenta. Essendo impostati sul servizio e sulla consulenza questi punti vendita sono infatti in grado di indirizzare i clienti, quando lo richiedono, sul prodotto più adatto per le loro esigenze. Dopo una rapida ricognizione sui siti e-commerce di alcune ferramenta l’impressione di chi scrive è che in questo canale la categoria dia il meglio di sé nel punto vendita fisico. Online la segmentazione dell’offerta è spesso approssimativa e comunque tale da non consentire a quel famoso utente privato che non ha una specifica competenza di individuare con certezza, tra le tante disponibili, la soluzione per lui più indicata. Al contrario, l’assortimento proposto dalle ferramenta nei propri punti vendita fisici è in generale rappresentativo della varietà di soluzioni disponibili. Avendo colto la crescente varietà degli ambiti d’utilizzo per i quali esiste un nastro adesivo specifico, questi rivenditori mostrano una buona propensione ad inserire le più recenti novità. In questo sono motivati anche dal fatto che pur essendo un materiale di consumo anche il nastro adesivo ha beneficiate dell’effetto traino dei bonus su settori come l’edile, l’elettrico e l’idraulica.

74


Parliamo di...catene

Acquistare italiano è più che essere “chic”

Walter Cortiana Responsabile Commerciale di 3C Catene ricorda alla Ferramenta Tradizionale perché conviene puntare sul prodotto nazionale - la filiera corta garantisce qualità, sicurezza di prodotto e consegne più veloci - e la invita a mettere il suo cliente nella condizione di conoscere la provenienza delle catene in vendita Azienda artigiana alla seconda gene-

andamento degli ordini. Da aprile in-

getici e delle materie prime che han-

razione, 3C Catene si trova a Lecco,

vece c’è stata una flessione generale

no frenato gli acquisti in generale da

famoso e riconosciuto distretto italiano

degli ordinativi e poca vivacità da parte

parte di tutti i settori e di tutti i clienti.

del filo metallico, ed è specializzata

dei clienti nelle richieste. Molto proba-

Le aziende in questo periodo ordinano

nella produzione di catene in metallo

bilmente alcuni fattori esterni hanno in-

sul venduto o solo se estremamente

di piccole dimensioni. Attualmente è il

fluito su questa situazione. Tra gli altri

necessario. Anche il pessimo clima so-

maggiore produttore nazionale di cate-

ricordo l’aumento folle dei costi ener-

ciale, politico, sanitario ed economico

ne saldate da 1,30 a 3,90 mm di diametro, in ferro e acciaio inox. Abbiamo chiesto a Walter Cortiana, Responsabile commerciale ed esponente con il fratello Luca della seconda generazione alla guida dell’azienda, di fare il punto sulle strategie con cui 3C Catene punta a confermare il trend di crescita degli ultimi anni. Come ha performato il mercato in Italia nel primo semestre di quest’anno? Distinguerei tra il primo e il secondo trimestre. Fino al 31 marzo infatti abbiamo avuto una continuazione dell’ottimo 2021 sia in termini di fatturato che di

75


Parliamo di...catene che viviamo in Italia non aiuta di certo

del 2022 è praticamente la fotocopia

mo esattamente i maggiori costi sui

a favorire l’ottimismo e la serenità di im-

del 2021. Bisogna però sempre tenere

prezzi di vendita proprio per permettere

prenditori e consumatori per far riparti-

conto della quota export di alcuni clienti

loro di praticare prezzi concorrenziali e

re l’economia. E se tutti, o tanti, stanno

che vendono all’estero le nostre catene

di mantenere le loro quote di mercato.

alla finestra attendendo momenti mi-

e, quindi, fanno scendere la quota reale

Triste è stato invece notare come alcuni

gliori, è chiaro che il mercato non può

del mercato italiano. È difficile in que-

fornitori abbiano applicato sui loro listi-

che essere piatto e che gli investimenti

sto caso avere dei dati certi, ma credo

ni costi ben superiori a quelli ricevuti,

e i consumi non sono la priorità.

che, tenendo conto di questo fattore,

gonfiando i prezzi a loro vantaggio con

Il settore agricoltura per noi è stato

la quota del mercato italiano per le no-

utili a bilancio impressionanti.

quello che ha trainato maggiormen-

stre catene si aggira intorno ad un 65-

Stiamo comunque affrontando il pro-

te le vendite mentre la ferramenta è

70%. l’Italia rimane quindi un mercato

blema per evitare pesanti ripercussio-

quella che ha evidenziato le maggiori

strategico anche se negli anni abbiamo

ni sui risultati aziendali rimodulando il

flessioni. Però se tracciamo un bilancio

notato una contrazione dei consumi

magazzino e abbassando il livello di

al 30/06/22 possiamo comunque espri-

di alcune linee di prodotto, come ad

scorte senza però penalizzare la velo-

mere una valutazione positiva: il fat-

esempio la catena nichelata e ottonata

cità di consegna ai clienti. La volatilità

turato è in linea con lo stesso periodo

in scatole.

delle materie prime degli ultimi mesi ci

del 2021 e i costi tutti sotto controllo. Il

ha fatto riflettere su cosa potrebbe suc-

problema è relativo alla seconda par-

Il perdurare della scarsa disponibilità

cedere oggi in caso di riduzione repen-

te dell’anno, che non può che destare

e della corsa al rincaro delle materie

tina dei costi di acquisto con alti volumi

qualche incertezza e preoccupazione.

prime sono una criticità che sta con-

di merci presenti a magazzino prodotte

Credo che il periodo post ferie estive

dizionando i vostri risultati di vendi-

nei mesi scorsi a costi più elevati. Il

sarà fondamentale per capire se il mer-

ta? Come le state affrontando?

mercato non lo recepirebbe positiva-

cato potrà ripartire oppure avremo an-

Per quanto riguarda le materie prime

mente e sarebbe un disastro!

cora mesi “grigi” nella visione a breve

fino ad oggi abbiamo avuto il proble-

- medio termine.

ma dei rincari dei prezzi, ma non quel-

Come interpreta la vostra azienda

lo della loro reperibilità e disponibilità.

l’innovazione di prodotto?

Quanto incide il mercato italiano sul

Considerato il significativo aumento

Parlare di innovazione di prodotto a

totale delle vostre vendite? Ci sono

che, anche nella prima parte del 2022,

riguardo delle catene non è facile. Se

state variazioni significative rispetto

si è riscontrato per filo, gas ed energia

penso agli ultimi 20 anni è raro trovare

al 2021?

elettrica, trattamenti esterni e packa-

un grado di innovazione significativo

La percentuale del mercato italiano ri-

ging, non abbiamo potuto far altro che

riscontrato sul prodotto per la catena

mane costante negli anni e si assesta

trasferire i costi sui listini prezzi. I nostri

commerciale. Nonostante questo ab-

sul 78-80% rispetto alle vendite com-

clienti ci conoscono e sanno che noi

biamo apportato nel corso degli anni

plessive. Il dato del primo semestre

non ci speculiamo sopra, che ribaltia-

diverse innovazioni di processo che hanno dato i seguenti risultati : - una produzione di catena sempre più di alta qualità (e soprattutto costante) per forma, dimensioni e carico di lavoro; - un prezzo sempre più competitivo rispetto alla qualità offerta dalla concorrenza (sia estera che italiana) in quanto ci costruiamo da sempre macchinari ed attrezzature al nostro interno e produciamo 35.000 mt al giorno di catena; - un prodotto sostenibile, con un bassissimo impatto ambientale che utilizza poche risorse energetiche e produce pochissimi rifiuti rispetto ai quantitativi prodotti. E con l’assenza di fumi in atmosfera e di scarichi nel terreno. È dif-

76


ficile trovare un catenificio con le nostre caratteristiche e certificato ambientalmente come il nostro. Noi ci crediamo in questo grande valore della sostenibilità e proprio per questo abbiamo appena intrapreso un progetto di efficientamento energetico che ci vedrà, entro 6-9 mesi, essere indipendenti dal gas per il riscaldamento e in grado di produrre internamente il 70% circa del nostro fabbisogno di elettricità. Per quanto riguarda l’ampiezza della gamma di catalogo, abbiamo inserito da qualche anno la produzione di maglie singole saldate che possono essere fornite con i diametri da 2,40 a 3,90 mm e nelle stesse finiture disponibili per le

prezzi ottimi, tempi di consegna rapidi

molta richiesta per questa tipologia di

catena. Forse però la vera innovazione

e senza costi occulti per inefficienze nel

prodotto. Sempre in ferramenta sono

è la nostra flessibilità verso le richie-

processo di acquisto. Siamo in grado di

richieste anche le scatolette di catena

ste dei clienti che oggi sempre di più

fornire ordini di diverse migliaia di euro,

nichelata, ottonata e bronzata. Matasse

necessitano di avere il prodotto subito

ma anche di poche centinaia di metri

di 25 mt all’interno di una pratica scato-

pronto per essere utilizzato. Quindi, lo

di catena. Possiamo inoltre personaliz-

la funzionale allo stoccaggio in magaz-

spezzone di catena della lunghezza

zare il prodotto con il brand del cliente.

zino. Queste finiture sono adatte esclu-

e finitura desiderate e accessoriate di

Questi due aspetti sono molto impor-

sivamente per ambienti interni.

minuterie alle estremità. Abbiamo infatti

tanti per il mercato e, quindi, il nostro

un catalogo ma molto spesso il merca-

target per la ferramenta tradizionale è

Un suggerimento alle ferramenta tra-

to ci richiede prodotti personalizzati e

formato sia grandi grossisti che da di-

dizionali per aumentare le vendite?

quindi ci siamo organizzati per soddi-

verse realtà più piccole.

sfare molte delle richieste che ci pervengono.

Quello che si nota, girando per le ferramenta tradizionali (ma soprattutto

Quali sono le tipologie di catene che

nelle catene della Grande Distribuzio-

ritenete più adatte per la Ferramenta

ne Specializzata), è la mancanza dell’

Quanto sono rilevanti a livello strate-

Tradizionale e per quale motivo?

indicazione di provenienza del prodot-

gico, di volumi di vendita e anche di

Le catene più adatte, e anche le più

to. Tante sono ancora le catene che si

redditività, la Grande Distribuzione

richieste, per il settore ferramenta tradi-

vedono nei negozi e che solo i tecnici

Specializzata e la Ferramenta tradi-

zionale sono la catena genovese zinca-

sanno riconoscere come prodotti di im-

zionale?

ta in bobine e in scatole. La confezione

portazione mentre sarebbe bello valo-

Siamo da sempre specializzati nella

dipende dalla tipologia di esposizione

rizzare le catene “Made in Italy” come

produzione di catene in ferro e acciaio

in negozio: se è presente un esposito-

punto forte di qualità del prodotto. Il

inox con diametri da 1,30 a 3,90 mm.

re la bobina di catena è più funzionale

consumatore consapevole ha diritto di

Pertanto non produciamo tutta la gam-

perché viene infilata nella barra per lo

sapere dove è stata prodotta la catena

ma delle catene e, quindi,direttamente

svolgimento della catena. La scatola

che sta acquistando e spesso le infor-

nella GDO non siamo mai entrati perché

ha meno esigenze di stoccaggio, può

mazioni che ci sono sulla targhetta vici-

quel tipo di mercato necessita della for-

essere appoggiata su uno scaffale e la

no al prezzo sono solo parziali o addirit-

nitura completa di tutti i tipi di catene,

catena fuoriesce e scorre dall’apposito

tura non corrette. Quindi le ferramenta

ma anche di corde e cavi, di minuterie

foro presente nella scatola. Entrambe le

che comperano le catene da produttori

in filo ecc. Il canale della ferramenta

confezioni si prestano per la vendita a

Italiani potrebbero valorizzarle meglio

tradizionale invece è sempre stato im-

metraggio al consumatore. Produciamo

come brand “Made In Italy”. Di questi

portante e i clienti acquistano diretta-

e vendiamo molto anche la linea di ca-

tempi acquistare Italiano non è più solo

mente da noi perché vogliono andare

tena DIN 5685 sia a maglia lunga che a

chic. La filiera corta garantisce qualità,

“alla fonte”, da chi produce direttamen-

passo corto, ma quasi esclusivamente

sicurezza di prodotto e consegne più

te con qualità “Made in Italy”, trovando

per il mercato estero; in Italia non c’è

veloci. Pensiamoci….

77


FOCUS corde e funi

Innovazione e qualità Così si conquista il mercato

La scarsa disponibilità e la corsa al rialzo dei prezzi stanno modificando alcune dinamiche di un mercato - i clienti acquistano solo sul venduto, fanno notare le due aziende da noi intervistate - che è comunque riuscito a minimizzare le ricadute negative e ad attestarsi su valori pari o leggermente superiori a quelli dello stesso periodo dell’anno scorso. Consapevoli che la qualità del prodotto è il primo fattore di competitività le aziende stanno investendo sulla propria organizzazione e sulla propria struttura per garantirsi la possibilità di continuare ad innovare la propria offerta restando fedeli agli standard a cui da sempre la loro clientela è abituata. Anche per le aziende di questo settore quello della sostenibilità è ormai un tema ineludibile da affrontare sia investendo per ridurre il proprio impatto ambientale sia andando ad inserire articoli sostenibili nei materiali utilizzati e biodegradabili . 78


La scheda

Lamberti Cordami Since 1890 linked to the quality Our items, characterized by the use of the best raw materials and the utilization of latest machinery, allow us to be consistely present on a market that requires quality levels higher and higher, while preserving flexibility that enables us to meet the individual needs of our customers loads are not negligible while the needle one for general uses, satisfying the right compromise between quality and price.

More info:

About us Born as simple artisan reality, our company became an industry in 1964 after the coming of synthetic fibres. The long experience acquired with the production of handmade product, together with manufacturing processes’ mechanization and standardization have made Lamberti Cordami Srl a leader in the sector of braided ropes, ropes and twines.

Product Our items, characterized by the use of the best raw materials and the utilization of latest machinery, allow us to be consistely present on a market that requires quality levels higher and higher, while preserving flexibility that enables us to meet the individual needs of our customers. This versatility has allowed us to operate successfully in a sector as diversified as the hardware. Furthermore, we also cater to other areas, no less important, as nautical, fishing, construction, curtains, packaging, and industrial and food sector. Everything following ISO 9001 and ISO 45001 standards, which testify to the continuous quality control which all our items are subjected to.

Braided Ropes Braided rope is the most required product for hardware sector, made by medium tenacity polyester. Furthermore, depending on the use required, we produce two different kinds that differ in manufacturing technique. In fact, one is produced by 8/12/16/18/24/32/36 spindles braiding machines, the other one by 4/6/8 needle braiding machines. This last one is of excellent quality because it equally in accordance with same quality standards that characterize all our products. Doubtless, the handling and the resistance to atmospheric agents, which allows the characteristics of the product to persist even in hostile conditions, are the main characteristics of these two items. The only difference between the two braided ropes is the price, which includes, in a directly proportional manner, the reduction of breaking loads. For these reasons, we recommend the spindle-braided rope for those cases where the breaking

Lamberti Cordami Srl Via Delle Arti e dei Mestieri 84013 Cava De’ Tirreni - Salerno - Italy TEL. 0039 089 461417 - 345334 FAX 0039 089 465231 P.IVA 03156980652 www.lamberticordami.com e-mail: info@lamberticordami.com Representative Office Dubai Office48 Burj Gate, 10th Floor, room #1001, Downtown. Tel.: +971.4.3216260 Fax.: +971.4.321.61.99 Email: info@iicuae.com Why choose us? - Pre and post sales assistance - High quality standards - Professionality and commercial reliability - Competitive prices - Delivery reliability - Flexibility - Centuries-old experience


FOCUS corde e funi IL PUNTO DI VISTA DI LAMBERTI CORDAMI Lamberti Giovanni, Amministratore Unico piamo continua ricerca e sviluppo di materiali sostenibili che possano essere utilizzati in sostituzione graduale di quelli attuali. Quanto sono rilevanti a livello strategico, di volumi di vendita e anche di redditività la Grande Distribuzione Specializzata e la Ferramenta tradizionale? Avete notato una variazione nell’incidenza di questi due canali sul vostro giro d’affari? Sicuramente i volumi di vendita della GDS sono di natura rilevante per un’azienda, anche se a scapito di un prezzo a volte molto risicato con margini ridotti ed un rischio più alto. La Ferramenta tradizionale, invece, con consumi più modesti consente un margine più alto Un bilancio dell’andamento del mer-

Sicuramente, come per tutti, la scarsa

cato in Italia nel primo semestre.

disponibilità delle materie prime e l’in-

È stato caratterizzato da un rallenta-

cessante crescita dei costi sta influen-

mento generale della domanda in tutti i

do moltissimo sulle vendite e sui loro

settori dovuto all’incertezza dei mercati,

risultati in quanto l’acquisto da parte

alla scarsa reperibilità delle materie pri-

della clientela avviene solo ed esclu-

me con la conseguente ed incessante

sivamente sul venduto evitando di

crescita dei prezzi. Per quanto riguarda

mettere a magazzino materiale a costi

la nostra azienda il bilancio è presso-

così elevati. Per quanto ci riguarda c’è

ché stazionario grazie alla nostra pre-

stata tutta la massima collaborazione

senza in diversi settori oltre a quello

con i nostri clienti, cercando di mediare

della ferramenta, nautica, pesca, agri-

i prezzi di acquisto con il materiale in

coltura, industria, edilizia e arredamen-

giacenza e apportando il minimo au-

to, alimentare, etc.

mento possibile.

Quanto è strategico per la vostra

Come interpreta la vostra azienda

azienda il mercato italiano? Quanto

l’innovazione di prodotto?

incide sul totale delle vostre vendite

La nostra politica di sempre è miglio-

in questa categoria di prodotto?

rare costantemente la qualità dei nostri

Per noi il mercato italiano incide per il

prodotti, con la ricerca di nuovi mate-

70% circa ed è certamente rilevante

riali e nuove tecnologie al passo con i

per la nostra azienda rimanendo pres-

tempi attraverso l’implementazione di

soché costante rispetto al 2021.

macchinari all’avanguardia di ultima generazione. Inoltre, essendo partico-

80

Come state affrontando il perdurare

larmente sensibili alle problematiche

della scarsa disponibilità e della cor-

ambientali, abbiamo realizzato già nel

sa al rincaro delle materie prime?

2011 un impianto fotovoltaico e svilup-

e la frammentazione del rischio. L’incidenza sul nostro giro di affari, come già detto in precedenza, risulta essere più o meno costante anche se siamo alla continua ricerca di nuovi clienti legati ad una certa qualità al ragionevole prezzo. Quali sono le tipologie di corde e funi che ritenete più adatte per la Ferramenta Tradizionale e per quale motivo? Nella vostra esperienza come sta affrontando la categoria questo canale? Il prodotto che maggiormente viene richiesto per il settore ferramenta è la treccia realizzata in poliestere media tenacità, detta anche tenacità tessile. Inoltre, a seconda del tipo di utilizzo richiesto, produciamo due diverse tipologie che si differenziano per la tecnica di realizzazione. Infatti, una viene prodotta con trecciatrici a 8/12/16/18/24/32/36 fusi, l’altra, invece, con trecciatrici a 4/6/8 aghi fino al mm. 10. Anche quest’ultima di ottima qualità in quanto ugualmente conforme agli stessi stan-


dard qualitativi che caratterizzano tutti i nostri prodotti. Tra le caratteristiche principali di questi due articoli spicca, senza alcun dubbio, la notevole maneggevolezza e la resistenza agli agenti atmosferici, la quale consente il perdurare delle caratteristiche del prodotto anche in condizioni ostili. L’unica differenza è rappresentata dal prezzo, il quale comporta, in maniera direttamente proporzionale, la riduzione dei carichi di rottura. Per tali motivi, si consiglia la treccia a fusi per quelle applicazioni dove i carichi di rottura sono di entità non trascurabile e la treccia ad aghi per usi generali, soddisfacendo il giusto compromesso qualità-prezzo. In questo periodo particolare la ricerca affannosa di prodotti a prezzo sempre più basso non produce altro che l’acquisto di una qualità scadente che giustifica il costo pagato.

IL PORTALE ITALIANO DELLA FERRAMENTA IL TUO ANNUNCIO in pochi secondi

VISIBILITÀ GARANTITA dove serve NON ASPETTARE, entra e registrati!

SERVIZI Operatori del settore trovano prodotti, servizi e informazioni Raggiungi i migliori clienti potenziali

www.ferramenta2000.net

81


FOCUS corde e funi IL PUNTO DI VISTA DI MONTEISOLA CORDE Mauro Ribola socio Un bilancio dell’andamento del mercato in Italia nel primo semestre. È stato positivo. In particolare, il settore della Ferramenta è stato per la nostra azienda decisamente positivo. Si sono mantenuti stabili anche gli altri settori tra cui nautica, sport, agricoltura, edilizia, arredamento, tendaggio e industria per i quali abbiamo a catalogo un’ampia gamma di articoli. Quanto è strategico per la vostra azienda il mercato italiano? Quanto incide sul totale delle vostre vendite in questa categoria di prodotto? Il mercato italiano incide per il 75% del nostro fatturato. Di questo il 20% riguarda il settore Ferramenta. Vista l’incidenza del settore Ferramenta vi è un’attenzione continua volta a soddisfare tutte le esigenze di questo settore anche con la produzione di articoli innovativi. Come state affrontando il perdurare della scarsa disponibilità e della corsa al rincaro delle materie prime? La scarsa disponibilità e il rincaro delle materie prima non ci consente di fare

9001:2015. Inoltre, da alcuni anni ab-

Quali sono le tipologie di corde e

approvvigionamenti a lungo termine e

biamo a catalogo anche una linea di

funi che ritenete più adatte per la

ha influito anche sui nostri listini, ma

prodotti biodegradabili e ecosostenibili

Ferramenta Tradizionale e per quale

abbiamo cercato e stiamo cercando di

al 100%.

motivo? Nella vostra esperienza come sta

ridurre al minimo i disagi per la nostra clientela.

82

Quanto sono rilevanti a livello stra-

affrontando la categoria questo ca-

tegico, di volumi di vendita e anche

nale?

Come interpreta la vostra azienda

di redditività la Grande Distribuzione

La nostra pluriennale esperienza in

l’innovazione di prodotto?

Specializzata e la Ferramenta tradi-

questo settore ci consente di proporre

Per la nostra azienda la ricerca e lo

zionale? Avete notato una variazione

alla Ferramenta un’ampia tipologia di

sviluppo di nuovi articoli è un must. A

nell’incidenza di questi due canali

articoli, tra cui, solo a titolo esemplifica-

tal fine negli ultimi anni abbiamo de-

sul vostro giro d’affari?

tivo, trecce e corde tradizionali, trecce

ciso di investire in nuovi macchinari e

Non siamo presenti direttamente nella

elastiche, nastri, teli frangivento, ordini

nell’ampliamento dei nostri locali pro-

grande distribuzione ma ci siamo con

per tendaggio, reti di protezione e fa-

dotti, ricercando materiali e tecniche di

molti articoli per conto di alcuni nostri

sce di sollevamento. Abbiamo, inoltre,

produzione all’avanguardia che ci con-

clienti che acquistano da noi e poi per-

un ufficio commerciale e un ufficio tec-

sentano di offrire alla nostra clientela

sonalizzano il prodotto con il loro mar-

nico con personale altamente qualifica-

prodotti innovativi.

chio. Non escludiamo, in un prossimo

to in grado di soddisfare tutte le esigen-

Dal 2007 la nostra azienda opera con

futuro, di entrare direttamente nella

ze della nostra clientela, dalla scelta

sistema di gestione in accordo a ISO

grande distribuzione.

dell’articolo all’evasione dell’ordine.


MERCATO FERRAMENTA

Gli operatori commerciali dell’Italia del Nord Est Dopo aver analizzato lo scenario degli operatori commerciali del nord ovest è la volta di studiare quello relativo al nord est. Iniziamo dalla presentazione dei principali dati dimensionali relativi ai canali distributivi attivi in quest’area territoriale Sulla base dell’indagine campionaria realizzata, nel nord est

intorno a 4.584 metri quadri ed il numero di addetti è di 10

la dimensione media degli operatori commerciali presenti in

unità. I punti vendita di attrezzature per il giardinaggio hanno

quest’area geografica ammonta a poco più di 5 mila metri

una dimensione media pari a poco più di mille metri quadri

quadri ed occupa una quindicina di addetti. Tale dato risente

ed un numero di occupati di 8 unità. Nel caso dei dettaglianti

della dimensione operativa dei grossisti e dei garden cen-

di ferramenta la superficie media è di 718 metri quadri ed

ter e vivai. I primi fanno rilevare infatti una superficie media

il numero di addetti è di 5 unità. Queste risultanze incidono

intorno a 11.682 metri quadri ed un numero medio di occu-

sulla superficie media per addetto nell’ambito dei singoli ca-

pati intorno a 43 unità, i secondi un’estensione media pari

nali commerciali. In particolare, il maggior numero di metri

a 7.500 metri quadri ed un numero medio di addetti pari a

quadri per addetto si rileva fra i garden center e vivai (852

10. Seguono, nell’ordine, la GDS, i rivenditori di giardinaggio

mq). Seguono, nell’ordine, la GDS (429 mq), i grossisti (201

e quindi i dettaglianti di ferramenta. Per quanto riguarda le

mq), i rivenditori di giardinaggio (178 mq) e i dettaglianti di

superfici della GDS l’estensione media del punto vendita è

ferramenta (121 mq).

DIMENSIONI MEDIE DEGLI OPERATORI COMMERCIALI DEL NORD EST Canali di vendita

Superficie (mq)

Addetti (unità)

Mq / addetto

Ferramenta Rivenditori di giardinaggio Garden center e vivai

718 1.050 7.500

5 8 10

121 178 852

Grossisti

11.682

43

201

GDS Media Italia

4.584 5.107

10 15

429 356

n I DETTAGLIANTI DI FERRAMENTA Per i dettaglianti di ferramenta è possibile scendere nei parti-

150 e 200 mila euro la superficie media è di 525 metri quadri

colari a seconda della fascia di fatturato annuo. In generale, si

è il numero di occupati è di 4 unità. Per gli esercenti con un

può rilevare una notevole differenza fra il dato medio riscontra-

fatturato annuo superiore a 200 mila euro annui la dimensio-

bile nel nord est rispetto alla media nazionale soprattutto in ter-

ne operativa è intorno a 1.555 metri quadri e il numero medio

mini di metratura dell’esercizio commerciale. Infatti, se a livello

di addetti è il doppio di quello registrato nelle altre due fasce

complessivo la dimensione media è di 574 metri quadri, per i

di fatturato (8 unità). Tali risultanze si riflettono sulla superficie

dettaglianti del nord est la superficie media raggiunge i 718

media per addetto nell’ambito delle singole tipologie di riven-

metri quadri. Il numero di addetti (5 unità) è invece identico.

ditori. La superficie espositiva media per occupato è superiore

Anche in quest’area territoriale si conferma ancora una volta

nella fascia con un giro d’affari superiore a 200 mila euro annui

il dato che all’aumentare della dimensione operativa cresce

(191 mq). Segue quella dei dettaglianti con un fatturato annuo

il livello del giro d’affari. In particolare, per i rivenditori con un

compreso fra 150 e 200 mila euro (140 mq), mentre nel caso

fatturato annuo inferiore a 150 mila euro la superficie media

dei rivenditori con un giro d’affari inferiore a 150 mila euro an-

è pari 75 metri quadri e il numero di addetti è di 4 unità. Nel

nui la superficie media per addetto è intorno a 33 metri quadri.

caso dei rivenditori con un giro d’affari annuo compreso fra

83


LA PAROLA AI RIVENDITORI

DIMENSIONI MEDIE DEI DETTAGLIANTI DI FERRAMENTA DEL NORD EST Fascia di fatturato (€) Fino a 150 mila Da 150 a 200 mila Oltre 200 mila Media Media nazionale

Superficie (mq)

Addetti (unità)

Mq / addetto

75 525 1.555 718 574

4 4 8 5 5

33 140 191 121 118

DIMENSIONI OPERATIVE DEI DETTAGLIANTI DI FERRAMENTA DEL NORD EST PER FASCIA DI FATTURATO (€)

n NOTA METODOLOGICA

84

L’analisi dei principali dati di mercato si basa su un’indagine

dimento delle risultanze dell’analisi nel caso dei dettaglianti

campionaria svolta su 150 operatori commerciali (dettaglianti

di ferramenta, distinguendo tre fasce di fatturato. In tutti gli

di ferramenta, rivenditori di giardinaggio, grossisti, GDS, gar-

altri casi il giro d’affari non è stato preso in considerazione

den center e vivai) specializzati nella distribuzione e vendita

non tanto perché risulta essere un dato sensibile, quanto per

di articoli ed attrezzature per il bricolage e il giardinaggio. Le

il fatto di essere onnicomprensivo. Il dato delle vendite di un

interviste sono avvenute nel periodo febbraio 2020 – giugno

grossista, ad esempio, può riguardare il fatturato realizzato

2021 ed hanno coinvolto gli operatori inseriti negli Osserva-

in un contesto territoriale più ampio di quello di riferimento,

tori Regionali e nelle rubriche “La parola al rivenditore”. In

oltre che naturalmente di articoli non specificatamente di fer-

proposito, è stato possibile effettuare un maggiore approfon-

ramenta.


LA PAROLA AI RIVENDITORI

Genghini Ferramenta Utensileria Storicità e capacità innovativa

Da quando venne aperta nel 1967, questa attività ha continuato a innovare il proprio modello di business. Per gli attuali titolari, Stefania e Stefano Genghini, la nuova frontiera è quella dell’e-commerce come canale per espandere ulteriormente il proprio ambito di attività

Dopo oltre mezzo secolo di attività è la volta di guardare al

in azienda dei figli Stefano e Stefania e l’inserimento di 4 rap-

futuro per acquisire nuovi spazi di mercato, magari anche

presentanti, che sviluppano il mercato industriale nella zona

all’estero grazie all’e-commerce. La Genghini Ferramenta

Romagna-Marche, la ferramenta ha ampliato la gamma arti-

Utensileria Srl, ubicata a Morciano di Romagna (RN), non in-

coli fino ad arrivare a gestire 70.000 referenze per soddisfare

tende fermarsi e amplia i propri orizzonti. Nata nella provincia

le esigenze del consumatore, andandosi a specializzare nel-

riminese ed affermatasi nel territorio grazie alla professiona-

la vendita di utensili, elettroutensili e macchinari industriali.

lità del proprio staff, si sviluppa rapidamente anche a livello

Bisogna però tener presente che nel nostro punto vendita

nazionale con la realizzazione di un portale in cui offre alla

si rivolgono sia i privati che devono fare manutenzione or-

clientela una vasta ed estesa gamma di referenze, caratteri-

dinaria ai propri immobili, ma anche l’artigiano che cerca il

stica peculiare della rivendita “fisica”. Ma ecco dalle parole

giusto prodotto ed è qui che si affida completamente a noi

dei due titolari, i fratelli Stefania e Stefano Genghini, come

per identificarlo.

è nata e si è sviluppata nel corso degli anni questa attività. Quali sono stati e chi sono i principali fornitori? In che anno avete aperto? Ci racconta la sua storia?

I nostri fornitori sono molteplici, per poter soddisfare esi-

La Ferramenta Genghini nasce nel 1967 come rivendita di

genze della variegata clientela, tra i quali possiamo citare

vernici e ferramenta. La capacità imprenditoriale del fonda-

Beta, Makita, Festool, Diadora, Base, U-Power , Fini, Fami,

tore Sergio, sostenuto dalla moglie Giancarla, ha fatto sì che diventasse una realtà stimata del territorio. Nel corso degli anni come si è trasformato l’assortimento degli articoli trattati? Nel 1998 ci siamo trasferiti in un nuovo contesto di 3.500 mq articolato su 3 livelli, con un piano dedicato al privato, un magazzino dedicato alle piccole e grandi imprese e un’esposizione permanente di stufe a legna e a pellet. Con l’ingresso

85


LA PAROLA AI RIVENDITORI permesso di poter formare i collaboratori interni in modo professionale garantendo al consumatore finale l’assistenza in fase di acquisto; spesso il cliente ha bisogno di essere indirizzato e consigliato e questo è sicuramente un nostro punto di forza. La molteplicità di prodotti ci permette di poter accontentare il cliente in base alle proprie esigenze e al proprio budget con prodotti di alta qualità pur rimanendo competitivi. Un ruolo fondamentale è ricoperto dai commessi/magazzinieri che raccolgono richieste dei clienti e ci indirizzano nella creazione di nuovi reparti per poter stare al passo coi tempi. Chi è il vostro cliente tipo e come si è trasformato nel tempo? Come già detto la ferramenta nasce come piccola realtà atta a soddisfare il privato, ad oggi però possiamo dire, che oltre Dormer, Faraone, Fervi, Ineco, Lavor, Norton, WD-40, Saf-fro, Edilkamin, Stanley e infine Bosch con la quale abbiamo una partnership per il settore elettroutensili, garantendo ai nostri clienti ulteriori vantaggi come l’estensione della garanzia a tre anni e anteprime delle promozioni per i professionisti. In che modo e da parte di chi è avvenuto il sostegno alle vendite dei vari articoli nel tempo? Il fatto di poter contare su brand specializzati nel settore ha

86


a questo, siamo diventati un punto di riferimento per piccole e grandi aziende della zona romagnola marchigiana. Tutto ciò grazie alla buona gestione del magazzino e della logistica. Per le consegne infatti ci avvaliamo di quattro camion di proprietà, garantendole in 24/48 ore. Da un paio d’anni abbiamo anche attivato una piattaforma e-commerce (www.shopferramenta.com) in continua evoluzione che ci sta dando buone soddisfazioni. D’altro canto l’acquisto on-line sta diventando una nuova realtà che garantisce ulteriori fette di mercato. A prescindere dal ritorno di immagine, qual è l’attività in cui vi siete sentiti maggiormente coinvolti e che ha dato particolare risalto? Nel 2017 la nostra azienda ha raggiunto un traguardo importante: 50 anni di attività. Per festeggiare abbiamo organizzato una giornata con stand espositivi e personale qualificato dei nostri brand più importanti. Esperienza talmente ben riuscita che è già stata riproposta due volte con il nostro partner storico Bosch. Sicuramente la parte organizzativa è stata la più difficile, ma avere la struttura con moltissimi clienti che osservano e chiedono informazioni prima dell’acquisto, ci ha confermato che bisogna investire sulla professionalità e la competenza, e per questo possiamo

contare sui nostri dipendenti che consideriamo parte della famiglia. Quali sono a vostro parere le iniziative che possono coinvolgere un cliente all’acquisto di un prodotto? Proporre in modo continuativo novità, fare offerte ad hoc, inviare newsletter e fare compagne promozionali sono sicuramente ottimi mezzi di comunicazione che coinvolgono i clienti. Ma bisogna anche seguire la stagionalità dei prodotti e arrivare preparati con offerte mirate. Non escludiamo di riproporre in futuro altri open-day aperti alla nostra clientela che sono un’ottima vetrina ma anche una buona possibilità di fare affari in quanto supportate da offerte shock valide per brevi periodi. Cos’altro vi sentite di aggiungere per il futuro della vostra attività? La nostra mission per il futuro è quella di consolidare e potenziare l’e-commerce allargando la vendita anche verso l’estero, essendo uno strumento in continua evoluzione e sempre più utilizzato. Riteniamo comunque che la nostra azienda si debba espandere sul territorio inserendo nuovi agenti per ampliare la nostra clientela professionale, consapevoli di avere tutte le carte in regola per riuscirci.

GENGHINI FERRAMENTA UTENSILERIA SRL Ubicazione e storia. Ubicata alle porte di Morciano di Romagna (RN) è stata fondata da Sergio Genghini e dalla moglie Giancarla nel 1967. Nel corso degli anni l’attività si espande e viene tramandata ai due figli. Nel 1998 viene aperta la nuova sede diventando pun-

to di riferimento del territorio. e caratteristiche. Il negozio è ampio 3.500 metri quadri e si sviluppa su tre livelli. Specializzata in utensili, elettroutensili e macchinari con vendita al dettaglio di vernici, accessori hobbistica, giardinaggio, stufe e non ultimo la specializzazione nella duplicazione di chiavi e radiocomandi. Lo

Dimensioni

staff è composto da una ventina di addetti.

Genghini Ferramenta Utensileria Srl Via Don Domenico Masi, 10/12 47833 Morciano di Romagna RN Tel. 0541988389 www.shopferramenta.com genghini@genghini.com

87


OSSERVATORIO PERMANENTE

Umbria e Marche

Lo scenario di base pag. 89 Il sistema imprenditoriale pag. 91 I grossisti pag. 93 Lo scenario dei rivenditori pag. 94 La GDS pag. 97

L’OSSERVATORIO PERMANENTE incentra la propria analisi sull’osservazione del tessuto imprenditoriale e distributivo regionale, con una particolare attenzione alle nuove tendenze, all’andamento dei fatturati, ai problemi e alle possibili soluzioni, ad eccellenza, armonia e creazione di valore aggiunto. Fonte privilegiata resta la voce diretta delle aziende a fondamento del settore, distinguendo fra imprese produttrici, distributive e commerciali, dettaglianti, grossisti e GDS. L’obiettivo è offrire una fotografia rappresentativa di tutta la filiera. Aree territoriali Umbria

Principali tendenze evolutive Rallentamento della ripresa dell’attività industriale sia nel mercato estero che in quello interno Incremento dell’attività edilizia

Perugia

Diminuzione del comparto manifatturiero

Terni

Leggero calo dell’attività produttiva

Marche

Incertezza del quadro produttivo nel mercato interno, Contributo delle esportazioni, Ripresa del settore delle costruzioni

Ancona

Stazionarietà dell’attività manifatturiera per il contributo delle esportazioni

Ascoli Piceno

Tenuta del settore produttivo grazie soprattutto all’export

Fermo

Stabilità dell’attività manifatturiera per il miglioramento delle ragioni di scambio

Macerata

Stazionarietà del comparto produttivo per le maggiori esportazioni

Pesaro e Urbino

Stagnazione del settore manifatturiero sostenuto dall’export

Fonti: Banca d’Italia, Confindustria Emilia - Romagna, CCIAA, InfoCamere, Intesa San Paolo, Unioncamere Emilia - Romagna

88


Scenario economico Nel 2021 in Umbria l’attività economica ha registrato un significativo recupero. Vi hanno contribuito il progressivo allentamento delle restrizioni adottate per contenere la pandemia di Covid-19 e la robusta ripresa della domanda. Secondo Banca d’Italia la crescita dell’attività economica stimata per lo scorso anno è del 6,5%, in linea con l’andamento nazionale. Dopo il forte incremento del secondo trimestre rispetto al corrispondente periodo del 2020, profondamente condizionato dalla sospensione delle attività, il recupero è proseguito nella seconda parte dell’anno e ha consentito di colmare buona parte della perdita di prodotto accumulata durante la crisi pandemica. Dal volgere dell’anno il contesto economico si è progressivamente deteriorato. Il rialzo dei contagi ha penalizzato principalmente la spesa per i servizi. Le strozzature dal lato dell’offerta hanno ostacolato la produzione manifatturiera. L’eccezionale rialzo dei prezzi energetici, accentuatosi dopo l’invasione dell’Ucraina da parte della Russia, ha ridotto i margini economici delle imprese e il potere di acquisto delle famiglie. Tali rincari sono destinati ad avere riflessi rilevanti sull’economia umbra: il consumo di energia di famiglie e imprese per unità di PIL è infatti tra i più elevati in Italia. Anche l’impatto del blocco delle vendite verso le aree coinvolte nel conflitto dovrebbe

essere più marcato rispetto al resto del Paese per l’elevata quota delle esportazioni regionali che vi sono dirette. Alla luce dell’accresciuta incertezza del contesto economico, le valutazioni delle aziende regionali sull’andamento del fatturato e i piani di investimento relativi al 2022 vengono rivisti al ribasso. Per quanto riguarda le imprese, nel 2021 hanno registrato una forte espansione degli ordini e del fatturato. La crescita delle vendite, più accentuata nei comparti dei metalli e della meccanica, è stata robusta sia sul mercato interno sia su quello estero. Nell’edilizia l’incremento dell’attività è stato ancora più sostenuto e ha beneficiato degli incentivi fiscali, degli interventi di ricostruzione post-sisma e della maggiore spesa per opere pubbliche degli enti territoriali. Nei servizi l’attività è ripresa a crescere anche se è rimasta lontana dai livelli pre-crisi. Dopo una prima parte dell’anno caratterizzata da flussi turistici modesti, l’andamento delle presenze presso le strutture regionali ha preso vigore, fino a raggiungere un massimo storico. Gli investimenti sono sensibilmente cresciuti, favoriti dal buon andamento della domanda e dall’ampia liquidità accumulata dalle imprese. Il loro ammontare è tuttavia ancora molto inferiore rispetto ai livelli che si registravano prima della recessione del 2008. La ripresa economica si è riflessa sui livelli occupa-

zionali, cresciuti più che nel resto del Paese. L’incremento ha riguardato solo i lavoratori dipendenti. Le assunzioni nette sono aumentate per l’espansione dei contratti a tempo determinato. La dinamica dei rapporti a tempo indeterminato si è invece indebolita; vi ha contribuito l’incremento delle cessazioni, legato più alle accresciute dimissioni volontarie che ai licenziamenti, rimasti su livelli contenuti nonostante la rimozione del blocco. All’incremento degli occupati si è associata una forte riduzione delle persone in cerca di impiego, accompagnata però da un elevato tasso di inattività. I giovani continuano a mostrare una disoccupazione molto più alta della media. Il buon andamento del mercato del lavoro e del quadro epidemiologico ha favorito il miglioramento della fiducia delle famiglie e il recupero di circa la metà della flessione dei consumi del 2020. Dall’autunno l’aumento dell’inflazione ha determinato una nuova inversione di tendenza. Alla sensibile crescita delle compravendite residenziali si è associato un maggiore interesse degli acquirenti per le zone periferiche e rurali. La crescente richiesta di mutui abitativi e di credito al consumo si è riflessa sulla dinamica dei finanziamenti. L’aumento dei prestiti all’economia regionale si è attenuato dalla metà dello scorso anno. Vi ha inciso l’indebolimento della domanda da

89


OSSERVATORIO PERMANENTE Umbria e Marche parte delle imprese, dopo la fase di forte espansione sostenuta dalle garanzie dello Stato. L’impatto della crisi sulla qualità del credito è stato contenuto dagli effetti della ripresa economica e degli interventi pubblici di sostegno a famiglie e imprese. Anche la raccolta ha rallentato, sia per le famiglie sia per le imprese, in relazione alla maggiore propensione alla spesa per consumi e investimenti. Nel corso del 2021 nelle Marche si è gradualmente rafforzata la ripresa dell’attività economica. L’espansione non ha consentito di recuperare i livelli registrati prima della diffusione della pandemia di Covid-19. Nella prima parte del 2022, l’insorgere del conflitto in Ucraina ha determinato un brusco aumento dell’incertezza tra gli operatori economici, generando un progressivo deterioramento delle aspettative. Nelle Marche il 2021 è stato caratterizzato da una ripresa dell’attività economica dopo la fase recessiva innescata dalla pandemia. Secondo Banca d’Italia nel 2021 il prodotto marchigiano sarebbe cresciuto del 6,4%, in linea con la media nazionale. Dopo il forte rimbalzo nel primo semestre rispetto allo stesso periodo del 2020, connotato dal lockdown, il recupero è proseguito nella seconda parte dell’anno. Nell’industria si è registrata una significativa ripresa dell’attività, dopo il pesante calo del 2020. Tra i principali settori di specializzazione della manifattura regionale, la dinami-

90

ca è stata più vivace per le imprese del legno e mobile e della meccanica, risultando invece più contenuta nel calzaturiero. Il recupero della produzione industriale, sebbene ancora incompleto, si è accompagnato a una ripresa della spesa per investimenti. Nel corso del 2021 sono tuttavia emerse difficoltà connesse con l’approvvigionamento di fattori produttivi e con i rincari dell’energia. La guerra in Ucraina ha acuito tali difficoltà e influenzato negativamente la domanda, contribuendo al peggioramento delle aspettative per l’anno in corso in un quadro di elevata incertezza. Nel 2021 gli incentivi pubblici per la ristrutturazione e la ricostruzione postsisma hanno sostenuto la crescita del settore delle costruzioni avviata nella seconda metà dell’anno precedente, consentendo di superare i valori della produzione del 2019. Nel terziario la

ripresa dell’attività nel 2021 è stata insufficiente a recuperare i livelli pre-pandemia, pur in presenza di una dinamica favorevole dei consumi delle famiglie. Il contenimento della crisi pandemica ha determinato un recupero della redditività delle imprese e le disponibilità liquide hanno raggiunto un nuovo massimo storico. È proseguito, seppure meno intensamente, l’aumento del ricorso al credito in atto dall’inizio della pandemia. L’attuale quadro congiunturale potrebbe influire negativamente sulla situazione economica e finanziaria delle imprese. Nel corso del 2021 le condizioni del mercato del lavoro sono migliorate, anche se in misura non sufficiente a riassorbire gli effetti della pandemia. Nella media dell’anno l’occupazione è cresciuta, come nel resto del Paese. Sono aumentati sia i lavoratori dipendenti sia gli autonomi, ma per


questi ultimi è più ampio il divario con la situazione pre-crisi. La creazione di posizioni di lavoro dipendente nel settore privato non agricolo è stata sostenuta principalmente dai contratti a tempo determinato ed è risultata diffusa tra i settori, con particolare intensità nell’edilizia. All’incremento del tasso di occupazione si è associata una diminuzione del tasso di disoccupazione. Il reddito disponibile delle famiglie è tornato a crescere; la sua espansione in termini reali è stata però frenata dalla perdita del potere d’acquisto dovuta all’aumento dei prezzi. Beneficiando anche dei miglioramenti del quadro epidemiologico, i consumi hanno mostrato una chiara ripresa, seppure insufficiente a riportarsi sui livelli pre-crisi. La propensione al risparmio, notevolmente salita durante le fasi più acute della pandemia, si è parzialmente ridotta. Nell’anno

in corso, la dinamica dei consumi potrebbe risentire dei rincari e del peggioramento della fiducia in relazione alla guerra in Ucraina. Per via della diversa composizione del paniere di spesa, l’aumento dei prezzi incide in misura più severa sulle famiglie meno abbienti. La crescita dei finanziamenti alle famiglie si è rafforzata. Le erogazioni di nuovi mutui sono aumentate in misura marcata, in connessione con il buon andamento del mercato immobiliare. La ripresa della spesa delle famiglie ha sostenuto la dinamica del credito al consumo. Nel 2021 i prestiti erogati a clientela residente nelle Marche sono aumentati in misura contenuta per effetto del netto rallentamento del credito al settore produttivo. In presenza di condizioni di offerta ancora distese, la domanda di credito da parte delle imprese è stata frenata dall’abbondante

liquidità accumulata a fini precauzionali già dalle prime fasi della crisi pandemica. Gli indicatori della qualità del credito hanno risentito solo marginalmente degli effetti della pandemia: lievi segnali di peggioramento sono rinvenibili solo per quelle imprese che nell’ultimo biennio hanno beneficiato delle misure governative di sostegno alla liquidità, in particolare per quelle con moratorie ancora in essere alla fine dello scorso anno. In prospettiva, la qualità del credito alle imprese potrebbe risentire degli accresciuti costi operativi determinati dall’incremento dei prezzi dei beni energetici, in risalita anche prima dello scoppio della guerra in Ucraina. I depositi bancari, seppure in rallentamento, rimangono comunque su livelli storicamente elevati, confermando la preferenza di famiglie e imprese per la liquidità in contesti di incertezza.

LO SCENARIO IMPRENDITORIALE AMORINI SRL

C.M.T. UTENSILI SPA

Ragione sociale

AMORINI SRL

Ragione sociale

C.M.T. UTENSILI SPA

Località

Perugia

Località

Pesaro

Anno di fondazione

1972

Anno di fondazione

1962

Addetti (unità)

11

Addetti (unità)

150

Superficie (mq)

-

Superficie (mq)

30.000

Fatturato (Mn. €)

3,0

Fatturato (Mn. €)

n.d.

Quota export/fatturato (%)

0%

Quota export/fatturato (%)

90%

Settore di riferimento

Outdoor e safety

Settore di riferimento

Metalmeccanica

Tipologia di prodotti

Prodotti outdoor, prodotti specifici per la montagna, prodotti per la sicurezza sul lavoro

Tipologia di prodotti

Utensili lavorazione legno e derivati

Principali paesi di esportazione

Usa, Germania, Polonia, Spagna

Principali paesi di esportazione

-

Principali paesi di importazione

-

Principali paesi di importazione

Francia, Rep. Ceca, Germania, Scozia

Organizzazione commerciale e distrib.

Rivenditori, distributori, filiali

Organizzazione commerciale e distrib.

Distributori esclusivi con rete vendita agenti

Canali di vendita

Ferramenta, GD, B2B

Canali di vendita

Negozi specializzati sport / Settore montagna, GDO sport, rivenditori DPI per la sicurezza sul lavoro

Telefono

072148571

Sito Internet

www.cmtorangetools.com

Telefono

075691193

Presenza sui social

Facebook, Instagram, Linkedin, YouTube

Sito Internet

www.amorini.it

Indirizzo email aziendale

info@cmtorangetools.com

Presenza sui social

Facebook, Instagram

E-commerce

www.cmtorangetools.com

Indirizzo email aziendale

amorini@amorini.it

Fatturato e-commerce

10%

E-commerce

www.amorini.it

Fatturato e-commerce

3%

91


OSSERVATORIO PERMANENTE Umbria e Marche IGUZZINI ILLUMINAZIONE SPA Ragione sociale

IGUZZINI ILLUMINAZIONE SPA

Ragione sociale

RAYS SPA

Località

Recanati (MC)

Località

Osimo (AN)

Anno di fondazione

1959

Anno di fondazione

1993

Addetti (unità)

1.243

Addetti (unità)

60

Superficie (mq)

-

Superficie (mq)

11.000

Fatturato (Mn. €)

203,4 (dato 2021)

Fatturato (Mn. €)

52,0

Quota export/fatturato (%)

82%

Quota export/fatturato (%)

30%

Settore di riferimento

Gomma plastica

Settore di riferimento

Medicale – antinfortunistica – cosmetica

Tipologia di prodotti

Produzione apparecchi di illuminazione

Tipologia di prodotti

Dispositivi Medici - Dispositivi di Protezione Individuale e Cosmetici

Principali paesi di esportazione

Tutto il mondo

Principali paesi di esportazione

Europa / Asia/ EMEA

Principali paesi di importazione

-

Principali paesi di importazione

Cina – Malesia – Indonesia – India

Organizzazione commerciale e distrib.

Filiali/agenti/distributori

Canali di vendita

B2B

Organizzazione commerciale e distrib.

Agenti, Rivenditori, Concessionari, Filiale in Spagna

Telefono

07175881

Canali di vendita

Rivendite tradizionali e moderne, b2b, Gd

Sito Internet

www.iguzzini.com

Telefono

0712868935

Presenza sui social

Facebook, Instagram, LinkedIn, Pinterest, Twitter, YouTube

Sito Internet

www.rays.it

Presenza sui social

Facebook, Instagram, LinkedIn

Indirizzo email aziendale

info.hq@iguzzini.com

E-commerce

-

Indirizzo email aziendale

info@rays.it

Fatturato e-commerce

-

E-commerce

Rays Shop: Vendita online di prodotti medicali, sanitari e professionali

Fatturato e-commerce

10%

Informazioni aggiuntive

Cosmetica prodotta esclusivamente in Italia presso lo stabilimento di Osimo

SISTEMI SRL

92

RAYS SPA

Ragione sociale

SISTEMI SRL

Località

Pesaro

Anno di fondazione

1987

Addetti (unità)

24

Superficie (mq)

1.800

Fatturato (Mn. €)

6,5

Quota export/fatturato (%)

75%

Settore di riferimento

Metalmeccanico

Tipologia di prodotti

Utensili e strumenti di misura

Principali paesi di esportazione

Usa, Canada, Ue

Principali paesi di importazione

Germania

Organizzazione commerciale e distrib.

Agenti, concessionari, distributori, rivenditori

Canali di vendita

Rivenditori tradizionali e moderni; B2B

Telefono

072128950

Sito Internet

www.sistemiklein.com

Presenza sui social

Facebook, Instagram, LinkedIn, YouTube

Indirizzo email aziendale

info@sistemiklein.com

E-commerce

Si avvale di una rete di distributori con siti B2B ed e-commerce

Fatturato e-commerce

Circa 30%


I Grossisti SCENARIO DI RIFERIMENTO Grossisti

Sito Internet

Provincia

Ferramenta Severi Srl

www.ferramentaseveri.com

PG

Muller Fissaggio Sas

www.mullerfissaggio.com

PG

Vilfa Srl

www.vilfa.com

PG

Umbria

Marche Batazzi Nicola Snc

www.ferramentabatazzi.it

AN

Carlo Cagnoni Spa

www.cagnoni.it

AN

FERRAMENTA SEVERI SRL Denominazione sociale Anno di fondazione Gruppo di appartenenza e/o riferimento Anno di apertura e/o ingresso nel gruppo Località Telefono Sito Internet Presenza sui social

Ferramenta Severi srl 1900 Privati indipendenti S. Andrea delle Fratte (PG) 0755285570 www.ferramentaseveri.com -

Indirizzo email aziendale

venditeclienti@ferramentaseveri.com

Superficie (mq)

36.500

Addetti (unità) Sito e-commerce Fatturato e-commerce (in % sul fatt. tot)

115 -

Qual è il trend dell’attività nel 2021 a livello di margini e fatturato? Fatturato Margini

Ribasso Stabilità ✔ ✔

Rialzo

Qual è la tendenza delle vendite nel 2021 dei prodotti commercializzati? Articoli di ferramenta Articoli per la sicurezza Attrezzature per edilizia Attrezzature per giard. Colori e vernici Materiale elettrico Minuteria Utensileria elettrica Utensileria manuale Altro (spec)

Tendenza delle vendite = +

+

=/= = = = =

Perché si registrano tali andamenti? Sono dovuti parzialmente anche all’aumento del costo del prodotto Come prevede possa evolversi la situazione in futuro? Trend del settore Trend della Sua attività

Ribasso Stabilità ✔ ✔ ✔

Rialzo ✔

In generale, per il futuro della sua attività è ottimista o pessimista? Ovviamente ottimista.

93


OSSERVATORIO PERMANENTE Umbria e Marche

Lo scenario dei rivenditori ANALISI DELLA DISTRIBUZIONE PROVINCIALE DEGLI ESERCIZI AL DETTAGLIO IN SEDE FISSA di ferramenta, che rappresentano poco più del 40% del totale. Seguono, per ordine di importanza, i punti vendita di macchine ed attrezzature per agricoltura e giardinaggio, e i rivenditori di materiali da costruzione. In tutti i casi si rileva infatti un calo significativo del numero di operatori. L’analisi provinciale relativa agli ultimi due anni mostra che è in provincia di Perugia che si registra la diminuzione maggiore di rivenditori.

A fine 2020 in Umbria si contano 616 esercizi al dettaglio in sede fissa specializzati nel commercio di articoli per il fai da te. Rispetto all’anno precedente si registra così una diminuzione del 3,6%. Questo calo accentua il progressivo ridimensionamento di tale rete di esercenti nell’arco di un quinquennio. In tale periodo si assiste infatti ad una contrazione media annua pari al 2,7%. Contribuiscono a tale situazione soprattutto i rivenditori

Evoluzione del numero degli esercizi al dettaglio in sede fissa del fai da te, dal 2016 al 2020 var. % Categorie di prodotto

2016

Non specificato Ferramenta, vernici, vetro piano, materiale elettrico e termoidraulico

2017

2018

2019

2020

var. m a

2020/2019

2020/2016

4

4

3

3

3

-

-6,9

295

290

276

269

259

-3,7

-3,2

Articoli igienico-sanitari

26

25

24

23

20

-13,0

-6,3

Materiali da costruzione, ceramiche, piastrelle

137

124

124

124

121

-2,4

-3,1

Macchine, attrezzature e prodotti per l’agricoltura e per il giardinaggio

226

220

221

220

213

-3,2

-1,5

Totale

688

663

648

639

616

-3,6

-2,7

Fonte: elaborazione su dati di fonte Confcommercio, Ministero dello Sviluppo Economico

Evoluzione della distribuzione provinciale degli esercizi al dettaglio in sede fissa del fai da te, 2019 e 2020 2019 Province / Categorie di prodotto Non specificato Ferramenta, vernici, vetro piano, materiale elettrico e termoidraulico

PG

TR

Totale

1

2

3

193

76

269

Articoli igienico-sanitari

20

3

23

Materiali da costruzione, ceramiche, piastrelle

90

34

124

Macchine, attrezz. e prodotti per agric. e giardinaggio

166

54

220

Totale

470

169

639

Province / Categorie di prodotto

PG

TR

2020 Non specificato

Totale

1

2

3

Ferramenta, vernici, vetro piano, materiale elettrico e termoidraulico

183

76

259

Articoli igienico-sanitari

18

2

20

Materiali da costruzione, ceramiche, piastrelle

85

36

121

Macchine, attrezz. e prodotti per agric. e giardinaggio

161

52

213

Totale

448

168

616

Province / Categorie di prodotto

PG

TR

Totale

-

-

-

Var. % 2020/2019 Non specificato Ferramenta, vernici, vetro piano, materiale elettrico e termoidraulico

-5,2

-

-3,7

Articoli igienico-sanitari

-10,0

-33,3

-13,0

Materiali da costruzione, ceramiche, piastrelle

-5,6

5,9

-2,4

Macchine, attrezz. e prodotti per agric. e giardinaggio

-3,0

-3,7

-3,2

Totale

-4,7

-0,6

-3,6

Fonte: elaborazione su dati di fonte Confcommercio, Ministero dello Sviluppo Economico

94


assiste ad una generale stazionarietà di tali punti vendita. Seguono, per ordine di importanza, i rivenditori di macchine per agricoltura e giardinaggio, per i quali si assiste ad un calo del 10,1% fra il 2019 e il 2020. È anche sensibile la contrazione dei punti vendita di materiali da costruzione (-4,7%). L’analisi provinciale relativa all’ultimo biennio mostra che le province in cui si registrano i saggi di contrazione più significativa sono, nell’ordine, quelle di Fermo, Macerata, Ascoli Piceno, Pesaro e Ancona.

A fine 2020 nelle Marche si contano 928 esercizi al dettaglio in sede fissa specializzati nel commercio di articoli per il fai da te. Rispetto all’anno precedente si registra così una riduzione del 3,7% del numero di rivenditori di tale rete di commercianti. In seguito a tale risultato il trend degli ultimi cinque anni evidenzia una riduzione media annua del numero di tali rivenditori sull’ordine dell’1,8%. La quota maggiore di punti vendita è concentrata nel segmento dei negozi di ferramenta, che costituiscono circa la metà del totale. In tal caso si

Evoluzione del numero degli esercizi al dettaglio in sede fissa del fai da te, dal 2016 al 2020 var. % Categorie di prodotto

2016

Non specificato

2017

2018

2019

2020

var. m a

2020/2019

2020/2016

6

6

6

6

6

-

461

463

456

443

445

0,5

37

37

38

37

37

-

Materiali da costruzione, ceramiche, piastrelle

204

201

194

192

183

-4,7

-2,7

Macchine, attrezzature e prodotti per l’agricoltura e per il giardinaggio

290

288

298

286

257

-10,1

-3,0

Totale

998

995

992

964

928

-3,7

-1,8

Ferramenta, vernici, vetro piano, materiale elettrico e termoidraulico Articoli igienico-sanitari

-0,9 -

Fonte: elaborazione su dati di fonte Confcommercio, Ministero dello Sviluppo Economico

Evoluzione della distribuzione provinciale degli esercizi al dettaglio in sede fissa del fai da te, 2019 e 2020 2019 Province / Categorie di prodotto Non specificato Ferramenta, vernici, vetro piano, materiale elettrico e termoidraulico

AN

AP

FM

MC

PS

Totale

-

3

2

-

1

6

130

57

50

110

96

443

Articoli igienico-sanitari

9

6

8

9

5

37

Materiali da costruzione, ceramiche, piastrelle

43

35

19

45

50

192

Macchine, attrezz. e prodotti per agric. e giardinaggio

69

37

37

71

72

286

Totale

251

138

116

235

224

964

Province / Categorie di prodotto

AN

AP

FM

MC

PS

Totale

-

3

2

-

1

6

2020 Non specificato Ferramenta, vernici, vetro piano, materiale elettrico e termoidraulico

131

54

52

110

98

445

Articoli igienico-sanitari

9

6

8

9

5

37

Materiali da costruzione, ceramiche, piastrelle

42

34

17

39

51

183

Macchine, attrezz. e prodotti per agric. e giardinaggio

68

33

30

63

63

257

Totale

250

130

109

221

218

928

Province / Categorie di prodotto

AN

AP

FM

MC

PS

Totale

Var. % 2020/2019 Non specificato Ferramenta, vernici, vetro piano, materiale elettrico e termoidraulico Articoli igienico-sanitari

-

-

-

-

-

-

0,8

-5,3

4,0

-

2,1

0,5

-

-

-

-

-

-

Materiali da costruzione, ceramiche, piastrelle

-2,3

-2,9

-10,5

-13,3

2,0

-4,7

Macchine, attrezz. e prodotti per agric. e giardinaggio

-1,4

-10,8

-18,9

-11,3

-12,5

-10,1

Totale

-0,4

-5,8

-6,0

-6,0

-2,7

-3,7

Fonte: elaborazione su dati di fonte Confcommercio, Ministero dello Sviluppo Economico

95


OSSERVATORIO PERMANENTE Umbria e Marche SANTACCHI TECNOBRICO

FERRAMENTA F.LLI VOLPI Denominazione attività

Ferramenta F.lli Volpi

Località Sito Internet Presenza sui social Indirizzo email generale Superficie (mq) Addetti (unità) Anno di fondazione Tendenza fatturato

San Giustino (PG) www.ferramentavolpi.it Facebook 2.200 10 1970 Stabile

Qual è la tendenza delle vendite dei prodotti commercializzati? Merceologie di prodotto Articoli per la sicurezza Attrezzature per edilizia Attrezzature per giard. Colori e vernici Materiale elettrico Minuteria Utensileria elettrica Utensileria manuale Altro (spec)

tendenza delle vendite

=

= = =

Come prevede possa evolversi la situazione nei prossimi anni? Trend del settore Trend della Sua attività

Ribasso Stabilità ✔ ✔

Rialzo

In generale, per il futuro della sua attività è ottimista o pessimista? Un po’ ottimista. L’obiettivo è adeguarsi alle esigenze della clientela, magari anche grazie alle vendite on-line.

FERRAMENTA FICIARA’ ARIS Denominazione attività

Ferramenta Ficiarà Aris

Località

Pedaso (FM)

Sito Internet Presenza sui social

www.ficiarashop.it Facebook

Indirizzo email generale

info@ficiarashop.it

Superficie (mq) Addetti (unità) Anno di fondazione Sito e-commerce Fatturato e-commerce (in % sul fatt.tot.) Tendenza fatturato

2.000 3–5 1930 www.ficiarashop.it Stabile

Qual è la tendenza delle vendite dei prodotti commercializzati? Merceologie di prodotto Articoli per la sicurezza Attrezzature per edilizia Attrezzature per giard. Colori e vernici Materiale elettrico Minuteria Utensileria elettrica Utensileria manuale Altro (spec.)

tendenza delle vendite

Rialzo

In generale, per il futuro della sua attività è ottimista o pessimista? Se si è bravi e flessibili c’è possibilità di crescita, altrimenti si resta fermi.

96

Camerino (MC)

Sito Internet

-

Presenza sui social Indirizzo email generale Superficie (mq) Addetti (unità) Anno di fondazione Tendenza fatturato

Facebook sandrosantacchi@tin.it 300 2 1978 Calo

Qual è la tendenza delle vendite dei prodotti commercializzati? Merceologie di prodotto Articoli per la sicurezza Attrezzature per edilizia Attrezzature per giard. Colori e vernici Materiale elettrico Minuteria Utensileria elettrica Utensileria manuale Altro (spec.)

tendenza delle vendite =

=

Come prevede possa evolversi la situazione nei prossimi anni? Ribasso Stabilità ✔ ✔

Rialzo

In generale, per il futuro della sua attività è ottimista o pessimista? Non molto ottimista.

= + =

Ribasso Stabilità ✔ ✔

Santacchi Tecnobrico

Località

Trend del settore Trend della Sua attività

=

Come prevede possa evolversi la situazione in futuro? Trend del settore Trend della Sua attività

Denominazione attività


LA GDS SCENARIO DI RIFERIMENTO In Umbria si contano 20 punti vendita facenti capo a 7 insegne e a 6 gruppi della GDS. La provincia con il maggior numero di superfici è Perugia (16). A Brico io fanno capo 7 punti vendita tutti ubicati in provincia di Perugia. A Bricofer fanno capo 5 punti vendita, di cui 3 in provincia di Perugia e 2 in quella di Terni. Ad Adeo e Brico OK fanno capo rispettivamente 3 punti vendita. Nel caso del gruppo francese si contano 2 Bricocenter ed 1 Leroy Merlin. Al consorzio di Cantù (CO) fanno capo 2 punti vendita ubicati in provincia di Perugia ed 1 in provincia di Terni. A Fdt e Obi fanno capo rispettivamente 1 punto vendita. Insegne / Province

PG

TR

Brico io

7

-

7

Brico OK

2

1

3

Bricocenter

1

1

2

Bricofer

3

2

5

Fdt

1

-

1

Leroy Merlin

1

-

1

Obi

1

-

1

16

4

20

Totale

Tot

Dati riferiti a luglio 2022

Nelle Marche si contano 24 punti vendita facenti capo a 8 insegne e a 6 gruppi della GDS. Le province con il maggior numero di punti vendita sono, nell’ordine, Ancona, Macerata, Pesaro – Urbino, Ascoli Piceno e Fermo. A Brico io fanno capo 11 punti vendita. Al gruppo Adeo fanno capo 5 punti vendita, di cui 4 Bricocenter ed 1 Leroy Merlin. A Bricofer e Obi fanno capo rispettivamente 3 punti vendita. Nel caso di Bricofer, 2 sono a brand proprio ed 1 Self. A Fdt fa capo 1 punto vendita. Fermarket fa parte di Bricolife. Insegne / Province

AN

AP

FM

MC

PS

Brico io

3

2

1

4

1

11

Bricocenter

1

1

-

-

2

4

Bricofer

1

-

-

-

1

2

Fdt

1

-

-

-

-

1

Fermarket

1

-

-

-

-

1

Leroy Merlin

1

-

-

-

-

1

Obi

1

-

-

1

1

3

Self

-

-

-

1

-

1

9

3

1

6

5

24

Totale

Tot

Dati riferiti a luglio 2022

97


OSSERVATORIO PERMANENTE Umbria e Marche FERMARKET SRL Insegna

Fermarket

Denominazione sociale

Fermarket Srl

Anno di fondazione

1987

Gruppo di appartenenza e/o riferimento Bricolife Anno di apertura e/o ingresso nel gruppo 2017 Località

Fabriano (AN)

Telefono

0732628011

Sito Internet

www.ottimoshop.it

Presenza sui social

Facebook

Indirizzo email aziendale

info@fermarket-faidate.com

Superficie (mq)

1.100

Addetti (unità)

2 soci + 4 dipendenti

Sito E-commerce

www.ottimoshop.it

Fatturato e-commerce (in % sul fatturato totale) 1% Qual è il trend dell’attività nel 2021 a livello di margini e fatturato? Ribasso Fatturato Margini

Stabilità

Rialzo ✔

Qual è la tendenza delle vendite nel 2020 dei prodotti commercializzati? Articoli di ferramenta

La tendenza delle vendite

Articoli per la sicurezza Attrezzature per edilizia Attrezzature per giardinaggio Colori e vernici Materiale elettrico Minuteria Utensileria elettrica Utensileria manuale Altro (spec.)

= + = = = = =

Perché si registrano tali andamenti? L’andamento è influenzato dal periodo pandemico. Come prevede possa evolversi la situazione in futuro? Trend del settore Trend della Sua attività

Ribasso ✔ ✔

Stabilità

Rialzo

In generale, per il futuro della Sua attività è ottimista o pessimista? Pessimista a causa del rallentamento dell’economia mondiale in seguito a pandemia, guerra, carenza materie prime ed aumento prezzi incontrollato.

98


Da quanto non ti colleghi a ferramenta2000.net? Non lo fai da alcune settimane? Potresti non esserti accorto che lo abbiamo arricchito con 3 nuove imperdibili sezioni:

GROSSISTI - GDS - EDILIZIA

GROSSISTI

EDILIZIA

L’ItaLIa deLLa grande dIstrIbuzIone 2021

Da ormai diversi anni il Poster L’Italia dei Grossisti distribuito in allegato al numero di gennaio della rivista Ferramenta 2000 Evolution offre una mappatura precisa e puntualmente aggiornata di tutti i grossisti presenti in Italia.

ABITARE - BRICO & CASA

2000

EVOLUTION

BRICOWARE

BRIC WORLD

BRIDOR MAxISTORE BRIGROS

www.gierrescale.com

BRICO+

BRIkIDEA

BRICO CASA

BUILDING & BRICOLAGE

BRICO FORMICA

ByBRICO

BRICO IO Rosso Brico pantone 485 C

Grigio Sapiens pantone cool gray 11 C

Grigio Pay off pantone cool gray 11 C al 75%

Grigio riflesso occhiali pantone cool gray 11 C al 20%

logo selezionato_specifiche pantoni

CENTROBRICO LO GATTO

BRICO MARkET

CENTROLEGNO FAR DA Sé

BRICO Ok

CFADDA

BRICO PIù logo selezionato_specifiche pantoni

Rosso Brico pantone 485 C

Grigio Sapiens pantone cool gray 11 C

Grigio Pay off pantone cool gray 11 C al 75%

Il Poster L’Italia dell’Edilizia presenta la mappa della distribuzione sul territorio dei punti vendita dei più importanti gruppi operanti nel settore dell’edilizia. Viene aggiornato ogni anno e distribuito in allegato al numero di ottobre della rivista Ferramenta 2000 Evolution .

BRICOTERM

ALBRICO BRIChOME

logo selezionato_specifiche pantoni

EUROBRICO

BRICO POINT

EVOLUzIONE BRICO

BRICO SAPIENS

FDT

Grigio riflesso occhiali pantone cool gray 11 C al 20%

Rosso Brico pantone 485 C

Grigio Pay off pantone cool gray 11 C al 75%

Grigio Sapiens pantone cool gray 11 C

BRICOBA

FERMARkET

Grigio riflesso occhiali pantone cool gray 11 C al 20%

BRICOBRAVO

FREE TIME BRICOLAGE

BRICOCENTER

GANzAROLI hOBBy

BRICOFER

GRANBRICO

BRICOLIN

GRANCASA

BRICOMAN

hOBBy & LEGNO

BRICOMANIA SRL

IANNIELLO BRICO POINT

BRICOSI

IzzI GRANDE CENTRO FAI DA TE

BRICOSì

LA PREALPINA LEROy MERLIN MIO BRICO MONDOBRICO OBI ORIzzONTE OTTIMAx

Bolzano L e c Sondrio M M oc Verbania i o Aosta Varese C al nz o n a Bergamo Biella mo Brescia o Novara Lodi Vercelli Pavia Cremona Torino Asti

Alessandria

Piacenza

Savona

Udine Belluno

PROGRESS PRONTO hOBBy BRICO SELF ThORMAx

Trieste

Vicenza Padova Verona Venezia

UTILITy CIPIR

Rovigo

Mantova

Ferrara

La Spezia

Ravenna Bologna Forlì

Massa Pistoia Prato

Imperia

PRATIkO

Gorizia Pordenone

Treviso

Parma Reggio Emilia Modena

Genova Cuneo

PAPINO BRICO

Trento

Pisa Livorno

Rimini Pesaro

Firenze Arezzo

Lucca

Ancona

Siena

Macerata Fermo

Perugia

Ascoli Piceno

Grosseto Terni Viterbo

Rieti

Teramo Pescara L’Aquila Chieti

ROMA Frosinone Latina

Isernia Campobasso Caserta

Foggia

Benevento

Bat Bari

Napoli www.gierrescale.com

Avellino Salerno

Sassari

Potenza

Matera

Taranto

Brindisi Lecce

Nuoro

L’ItaLIa deLL’edILIZIa 2020

I.P.

Oristano

Cagliari

Cosenza

Sud Sardegna

Bergamo

Fardelli Giuliano & C. Ferramenta Adda Figli di Pietro Rodeschini Poma Mario

Milano

A.P.Fer Barbero Pietro Bellitti Ciro Snc Caglio Osvaldo Costa Ferrutensil Srl Ferrotecnica Lombarda Srl Fabra Sas di Brambilla Marco & C. G.F. Europa ma.be. di Bellotti Mario & c. sas Malfatti & Tacchini

Pordenone

Mantova

P. Grohe VBH

Fergamma Ferramenta Cima F.lli Posio

Trento

EVOLUTION

Consorzio CISME.COM Srl Consorzio CO.M.E.T.A. Srl Consorzio G.E.F. Consorzio Intesa Consorzio LegnoLegno

Torino

D.E.C. Soc. Coop.

www.ferramenta2000.net

Dexive Spa Edil Brick Srl

I.P.

Edil Leoni Snc Edil Riccio Srl

Edilceramiche 87 Srl Edilcom S.c.c. EdilCommercio Srl Edilgroup Scpa Edilmarket 2000 3g Srl

Parma

Edilspecial Srl

Comat Srl Corbellini Parmakey/Parmakey Service

Batazzi Nicola Carlo Cagnoni

Pistoia

Perugia

Utensilferramenta Pistoiese Spa

Vulca - Fast

Ferramenta Severi Muller Fissaggio Sas Vilfa Srl

Firenze Ferramenta Cobianchi Guidotti Gino & Figlio Srl G.F. Europa

Lucca Ferredil Cerù

Chieti

Arezzo

Cilli Ferramenta Salvatore Vianello (Rag. Ernesto Vianello)

Alberti Srl Giusti Leone

Roma Angelini Professional Srl Cantini Ferramenta Prenestina Ferrari (Giovanni Ferrari) Siropa

Bari De Santis Nicola Deodato Fatelli Caterina Fraschetti Sud Macchia e Sforza

Latina F.lli Zangrillo Viridex

Barletta - Andria - Trani Frosinone

Avellino

Pedone

Fraschetti

Lecce

A. Capaldo Francesco Vitale Distribuzione Fratelli Vitale

F.lli Zangrillo

Napoli Oristano Ferramenta Sardo Piemontese

Avagnano Dufer Finalco F.lli Scaramuzza Nadir Srl - Centro Distribuzione Ute.Mac Sud

Taranto Perrone

Salerno Alfa Ferramenta Cardinale Group Srl DFL V.B.S.

Cagliari C.L.C. Migoni

Catanzaro Raffaele

Messina Sipafer

Palermo Cascino Angelo & C. Eurogross F.lli Miosi & C. Guajana

Catania Emanuele Anfuso Sifert Virlinzi

www.ferramenta2000.net

www.storedesign.masidef.com

Il Poster L’Italia della GDS ricostruisce la mappatura di come la Grande Distribuzione Specializzata presidia il territorio italiano. Viene aggiornato ogni anno e distribuito in allegato al numero di luglio della rivista Ferramenta 2000 Evolution.

BI

MB MI LO

NO VC

TO

PV

Fratelli Grondona Sas Frosi Costruzioni Srl GAME Srl GDE Spa Giuseppe Tarenzi Srl

FE

Gruppo Edile Centro Italia Scrl Gruppo UCE

RA

MO

Idrocentro SpA Itw Construction Products Italy Srl

BO

Lo Castro Spa Lupetti Renato di Lupetti Mauro

FC

MS PT

LI

M & M Edilizia Srl

RN

PO

Made Italia Spa Magazzini Edili Consorziati Srl

FI

LU

PI by MELFA.IN sas

TS

VE

RO

RE

SP

GLI AMICI DELL’EDILIZIA

Fratelli Anelli Snc Fratelli Simonetti Spa

PD

VR MN PR

GE SV IM

Fenice Soc. Cons.r.l. Foresti Distribuzione Laterizi Srl

TV

VI

BS

CR PC

AL

AT

CN

PU AR

Materia Srl

AN

SI

GLI AMICI DELL’EDILIZIA

Melfa.In Sas

by MELFA.IN sas

Mondoedile S.C. Morelli & Spini Spa

MC

Orsolini Amedeo Spa

FM

PG

Petrucci Mario e C. Snc Ravara Spa

AP GR

RI.VE.A. Scarl S.I.L.L.A. Sas di A. Mattei & C.

TR VT

Sgrevi Srl

TE RI

Simei Spa

PE

Sined Spa

AQ

STEA Srl TopHaus SpA

CH

Unirec Scrl Zanutta SpA

ROMA

FR

LT

IS

CB

FG

BN

BT

CE Colori compositi

Livorno

GDS

K

Ferramenta Adriatica G.F. Europa La Ferramenta

CY CMY

Setti Ferramenta Srl

Rimini

GO

PN

MY

G&B Caselli

CM

Modena

Forlì

Ancona

Y

Ferexpert Spa Canese Dante

BL

BG

M

Bologna La Spezia Genova Machieraldo Gustavo

Pisa

LC

VA CO

C

Corradini Luigi Franzini Annibale

Copt Group Srl

Alessandria Vuemme

Muller - Pag Pubb.fh11 4-06-2012 12:20 Pagina 1

Reggio Emilia

Ferrara

Cuneo Fissore Domenico Viglietta Guido Viglietta Matteo

AO

Epiù Srl Eternedile Spa

SO

VB

Bondoli & Campese

Edilya Srl Consortile

UD

TN

Ravenna

Prato

Coop.Ar. DEUS Scpa

Dati aggiornati al 31/12/2020

Edil Service Srl

F.lli Ceni Ferramenta Veneta Ferrunion G.F. Europa Ivm Za.ri. Srl

Ferramenta Nicolini Srl Tools Distribution Srl

Barbero Pietro Bertoglio Famig GrossistaElettrico.com G.F. Europa Fergross Srl Safit

Martini Guido Srl

Consorzio UNI.EDIL

BZ

Edilbi Srl

Piacenza

INDUSTRIE OTTICHE ITALIANE

Colmegna Srl Comsider Sas Consorzio Acquisti Edili (Gruppo CAE)

Siracusa

Verona

Monza Brianza

Ferramenta Gruppi Centro Ferramenta Srl

INDUSTRIE OTTICHE ITALIANE

CO.L.C. Soc. Coop. Co.r.m.ed. - Consorzio Rivenditori Materiali Edili CO.RI.ED. - Consorzio Rivenditori Edili

Ragusa

Cenigomma Cerin Ingrosso Ferbo.it Ferramenta Vicenza Polato Leone Sas

G.F. Europa Tardivello Utensilviteria

Biella

Machieraldo Gustavo

Chiavenato

Carboni Spa con Unico socio Centredil Spa Centro Commercio Edile Srl

Agrigento

Catania

Vicenza

Udine

Ferramenta Gionta Franzinelli Vigilio

Buccellato Spa C.a.e.m. Group Srl Cammi Group Spa

Enna

GA-MA Polato Ferramenta Silvio Andrighetti SPS Srl Sonepar Italia Spa

Fabrizio Ovidio Triveneta Chiavi

BigMat Italia Scpa Bild Distribuzione Srl

Centroedile Milano Srl

Trapani

Padova

Treviso

Utensilviteria

Area D.E. Scarl Bauexpert SpA Baugroup Srl Beda Edil Srl

Messina Reggio Calabria

Palermo

Caltanissetta

Bolzano

Alpe Srl

Vibo Valentia

Brescia

Astori RA.MO. Industriale

Admit

Bontorin Giuseppe Srl

Catanzaro

2000

L’Italia dei Grossisti 2021

Crotone

BA

AV

NA

SA

SS

PZ

MT

TA

BR

NU OR

SU

CA

CS KR CZ VV

RC

PA TP

EN CT

I dati sono riferiti al periodo settembre - ottobre 2020

www.ferramenta2000.net

Diritti riservati

I.P.

by PANTONE

Pantone wm red Black

L’apprezzamento dimostrato dagli operatori del settore per questi tre poster ci hanno convinti a renderli consultabili anche online sul portale ferramenta 2000.Net

VUOI AUMENTARE LA BRAND AWARENESS DELLA TUA AZIENDA IN UNO DI QUESTI MERCATI? Scopri come fare, scrivendo a: pr@edizionitecniche.it


Z

FUN

IT

AL ION

A

M

CO TÀ E

LI

UA Q , À

NO O S T FOR

ATI R U SSIC

DA SEMPRE IMPEGNATI PER SODDISFARE LE ESIGENZE DEI NOSTRI CLIENTI! A DISPOSIZIONE PRATICI ESPOSITORI PER OTTIMIZZARE LA VENDITA.

WWW.RICALEWISWORKWEAR.COM/IT JDS S.R.L.- VIA TORINO 79 - 12045 FOSSANO(CN) - SERVIZIO.CLIENTI@RICALEWIS.COM- 0172 65 32 113 - WWW.RICALEWISWORKWEAR.COM/IT