__MAIN_TEXT__

Page 1

Anno III Maggio-Giugno 2011 n. 3

in san marino

PERIODICO DI INFORMAZIONE A CURA DELLA CAMERA DI COMMERCIO DELLA REPUBBLICA DI SAN MARINO

S OMMARIO INTERVISTA Camera di Commercio compie 10 anni Dogane russe Inserimento bilanci Incontro con delegazione estone Spazio Soci Premio Web 2011

Emilio Retrosi (1858-1911), L’apparizione di San Marino al suo popolo, 1894 Emilio Retrosi (1858-1911), Apparition of Saint Marinus to his people, 1894

E DITORIALE di Massimo Ghiotti - Direttore Generale

Chi ha da fare non ha tempo per le lacrime Albert Einstein Mai come nei momenti di crisi si intravedono le opportunità. Sono in tanti a dire che ora è il momento di avviare un’impresa, espandersi, prendersi dei rischi, cambiare. E’ ora il momento, ad esempio, di chiedersi come gestire i clienti in maniera diversa e migliore consolidandone la fiducia, valutando come differenziarsi dai concorrenti. Ma per cogliere le opportunità che il momento attuale ci sta offrendo è importante prima di tutto essere curiosi ed è fondamentale una buona dose di positività. L’atteggiamento mentale certamente può modificare il nostro rapporto con i clienti e con chi ci circonda. Il vero problema è che però la positività non è molto di moda. È più “trendy” essere negativi e discutere dei tempi duri che ci attendono facendo previsioni su come andranno male le cose e su come saremo infelici. Cos’è che ci blocca allora? E’ la paura, la stessa paura che spesso ci rende uniti nell’infelicità. Cosa possiamo fare? Oramai non si contano più

gli studi che attestano di come le persone felici e positive vivano più a lungo, abbiano performance migliori, guadagnino di più, si ammalino di meno, siano meno stressate. Proviamo allora a farci un’iniezione di fiducia chiedendoci non “cosa c’è che non va”, ma “cosa c’è che va e che funziona bene e che ci ha dato dei risultati? Cosa c’è di buono in quello che abbiamo fatto fino ad oggi e come possiamo migliorarlo? Quali sono le nostre capacità?”. Ricordiamoci però che le cose non accadono da sole. Non basta essere positivi. Mai come ora è necessario lavorare sodo, essere disposti ai cambiamenti, essere elastici e pronti alle sfide. E se vogliamo resistere in mezzo alla tempesta, le attività aumenteranno e dovremo essere sempre più bravi a gestire e a impiegare in modo efficiente il nostro tempo, facendo chiarezza sulle priorità. Diventa allora importante la condivisione delle nostre priorità con chi ci circonda, con la famiglia, con i colleghi di lavoro. Il nostro piano di azione verrà rispettato solo se ognuno intorno a noi saprà cosa

desideriamo e come vogliamo impiegare il nostro tempo. Cominciamo quindi a tenere registrate tutte le nostre attività in modo così da poter vedere dove perdiamo il tempo in modo tale da gestirlo meglio. Capiremo come dedicare più tempo alle nostre priorità. Troviamo il modo di incrementare la nostra produttività e facciamolo divertendoci, quasi come fosse una sfida, una gara. Il mondo è per sua natura mutevole quindi le priorità di oggi potrebbero non essere più quelle di domani; raggiungeremo obiettivi e ne fisseremo altri, pertanto anche la flessibilità di fronte al cambiamento sarà fondamentale. Camera di Commercio quest’anno compie dieci anni e di progetti ne sono stati realizzati tanti. Progetti che sono terminati mentre altri già stavano iniziando, non un attimo per fermarsi a guardare indietro. Se c’è una cosa che abbiamo capito è quella appena descritta: senza priorità e organizzazione non si va da nessuna parte. L’augurio più caro quindi che la rotta della Camera di Commercio sia sempre ben tracciata anche in mezzo alle tempeste.

in san marino

maggio-giugno 2011

1


I MPORT-EXPORT

LAVORARE CON L’ESTERO: incontro sulle DOGANE RUSSE Sono tante e multiformi le questioni emerse nel corso dell’incontro che la Camera di Commercio di San Marino ha organizzato con Rostek Italia. Molte le imprese sammarinesi presenti che hanno esposto le problematiche doganali con cui si trovano a fare i conti quando intraprendono transazioni commerciali con la Federazione Russa: dal settore dell’arredamento a quello dell’elettronica, dagli impianti di spillatura per le bevande, fino ai fitofarmaci, agli igienico-sanitari, alle macchine per la saldatura, ognuno ha avuto la possibilità di confrontarsi con il Responsabile del Progetto Italia per FGUP Rostek, Boris Olenich, e con il Console Onorario della Federazione Russa ad Ancona, Armando Ginesi.

Semplificare e velocizzare sono le parole chiave di Rostek Italia, ente federale doganale russo che si propone di agevolare il disbrigo delle pratiche di sdoganamento per le imprese grazie al contatto diretto con 40 terminal doganali nel territorio della Federazione russa e a un progetto sperimentale che fa dell’informatizzazione e della professionalità degli addetti i propri capisaldi. “Sappiamo quanto sia difficile per le imprese sammarinesi lavorare con i mercati esteri – ha commentato Massimo Ghiotti, Direttore della Camera di Commercio – e con questi incontri vogliamo dare delle risposte reali alle loro ri-

chieste di chiarezza e snellimento delle procedure. E’ molto incoraggiante constatare che le nostre imprese non solo sono attive a livello internazionale, ma mantengono alta l’attenzione sui possibili sviluppi dei mercati in un’ottica di espansione e potenziamento”.

I commenti di alcuni Export Manager delle imprese sammarinesi Barbara Chiodini Export Manager

“Partecipiamo sempre con piacere agli appuntamenti organizzati dalla Camera di Commercio, specie quando costituiscono la legittima estensione di incontri diplomatici ai quali anche Sipp ha partecipato negli ultimi mesi. Il colloquio con Rostek è stato indubbiamente interessante ma ha costituito per noi un punto di partenza, non certo di arrivo. Presentando richieste documentali pratiche, dovremmo capire se, operativamente, i loro intenti di agevolare le transazioni commerciali Italia/Russia (SEMPLIFICARE e VELOCIZZARE – parafrasando il dott. Boris Olenich) sono effettivamente applicabili anche alla nostra realtà sammarinese. Avere un valido punto di riferimento è comunque importante per non naufragare nella complessità della legislazione doganale russa”

Walter Garavalli Export Manager

“Ho trovato l’incontro molto interessante, specialmente perché le imprese presenti hanno avuto la possibilità di sottoporre domande circostanziate. Sono molti i problemi posti dalle dogane russe per il transito delle merci, perché ognuna ha la propria specificità. Per questo sono stato lieto di approfondire il progetto sperimentale Rostek che consente di conoscere e risolvere le eventuali problematiche doganali ancor prima del transito fisico del prodotto. Una bella prospettiva”.

Via Cinque Febbraio - 47899 Serravalle Repubblica di San Marino Tel. (+378) 0549 900190 - Fax (+378) 0549 960125 info@palacehotelsanmarino.com

La Miglior Soluzione per il Tuo Evento 2

maggio-giugno 2011

in san marino

www.palacehotelsanmarino.com


S TATISTICHE

BILANCI DI ESERCIZIO 2010: al via la raccolta digitale E’ partito il servizio di raccolta dei bilanci che la Camera di Commercio di San Marino attua in linea con le proprie finalità di costituzione (Legge 71/2004). Perciò entro il 31 agosto 2011 tutti gli operatori sammarinesi titolari di licenza dovranno procedere all’inserimento digitale dei dati di bilancio o prospetto economico finanziario riferito all’anno 2010. MODALITA’ DI DEPOSITO – Novità 2011 La Legge prevede che il deposito debba avvenire in formato digitale secondo schemi e modalità previsti dal Regolamento applicativo. Basterà quindi collegarsi al nuovo Sportello Online della Camera di Commercio https://registroimprese.cc.sm e inserire le proprie credenziali di accesso. In alternativa, l’accesso allo Sportello è disponibile anche dalla pagina www.cc.sm che consente di cliccare sul banner Registro Imprese-Sportello online tra i banner della categoria “Servizi” in basso a destra. I dati verranno immediatamente crittografati ed inviati su un server a San Marino in uno spazio della Camera di Commercio. La ricevuta dell’avvenuto invio e deposito dei dati potrà essere scaricata dal sito internet direttamente dall’operatore economico. In seguito all’inserimento e all’invio dei dati, sarà possibile richiedere gratuitamente alla Camera di Commercio il report indicante alcuni indici di performance aziendale che verrà spedito a mezzo posta.

PERCHÈ È IMPORTANTE Quest’operazione permette alla Camera di Commercio di elaborare l’annuale “Rapporto sull’Impresa sammarinese”, un’indagine sullo stato di salute dell’economia della nostra Repubblica che risulta puntuale e aggiornata proprio perché realizzata sulla base dei dati di bilancio inseriti da tutte le imprese sammarinesi. E’ importante sottolineare che il software di inserimento bilanci messo a punto dalla Camera di Commercio è l’unico strumento disponibile in Repubblica che permette di raccogliere i dati dei bilanci e dei prospetti economico finanziari in forma digitale, e di renderli subito fruibili per effettuare elaborazioni statistiche. Questo si traduce in una maggiore informatizzazione e soprattutto nella possibilità di migliorare continuamente la qualità del servizio in base alle indicazioni fornite dalle aziende stesse.

Sarà disponibile alla fine di luglio l’analisi congiunturale relativa al clima di fiducia delle imprese sammarinesi Il campione del sondaggio comprende 500 imprese sammarinesi che nel periodo maggio-giugno 2011 hanno risposto a domande relative agli ultimi 6 mesi di attività e alla percezione dell’andamento dell’economia dei prossimi mesi. Executive summary disponibile anche in lingua inglese. Per info e pubblicazioni statistiche: www.cc.sm (sezione STATISTICHE ECONOMICHE)

29 - 30 Ottobre 2011 BORGO MAGGIORE

La fiera del Cioccolato in san marino

maggio-giugno 2011

3


B UON COMPLEANNO

DA APSE A CAMERA DI COMMERCIO: 10 ANNI A FIANCO DELLE IMPRESE Intervista doppia all’ex Presidente Mularoni e alla Presidente Michelotti ENZO DONALD MULARONI Presidenza 2001-2008

SIMONA MICHELOTTI Presidenza 2008-2011

Qual è il suo primo ricordo legato alla nomina a Presidente? Sicuramente a quando il progetto di costituzione della Camera di Commercio era una solo una chimera, un obiettivo ambizioso nato da un impulso dell’allora Segretario di Stato per l’Industria. Siamo nel 2001, e la nascita dell’APSE (Agenzia per la Promozione e lo Sviluppo dell’Economia) è stata il primo passo verso il raggiungimento di quella chimera. Un’Agenzia che rappresentava un approccio concreto in direzione di una efficace promozione dello sviluppo economico. Reduce dalla Presidenza di Anis, da imprenditore nutrivo la forte speranza di realizzare qualcosa che contribuisse a diffondere una mentalità più vicina a quella dell’impresa, allo spirito di impresa, in contrapposizione alla mentalità del settore pubblico.

La primissima sensazione che ricordo è stata una specie di ansia che ho provato nel succedere a Enzo Donald Mularoni. La stessa di quando, qualche anno dopo di lui, sono stata nominata Presidente dell’Associazione Industriali. L’ho sempre considerato un modello di pacatezza e razionalità, un punto di riferimento per me che sono invece l’esatto opposto, emotiva e passionale. Subito dopo questo momento però ricordo l’incontro con la squadra della Camera di Commercio e l’entusiasmo che ha suscitato in me vedere un gruppo di ragazzi seri, pieni di passione per il proprio lavoro e con la voglia di sperimentarsi. Mi è sembrato assolutamente l’ambiente adatto a me ed è scomparsa l’ansia.

Quali sono stati i cambiamenti più significativi in questi anni? L’elenco è lungo considerato che veder nascere e crescere un ente di questo genere ha significato porre delle solide basi per ciò che è diventato oggi, e ciò che diventerà in futuro. L’internazionalizzazione, la qualità, l’innovazione sono capisaldi su cui da sempre si è basata l’azione di Apse poi di Camera di Commercio. A partire dall’Accordo con l’ICE (Istituto Commercio Estero) nel 2001 che sanciva una sorta di primo riconoscimento di Apse a livello internazionale e che permetteva alle imprese sammarinesi di avvalersi degli uffici ICE nel mondo alle stesse condizioni di quelle italiane, facilitandone così l’accesso ai mercati esteri. Allo stesso tempo, con la realizzazione della Guida Titano - diventata ben presto l’annuario economico più significativo - si è inteso fornire agli operatori esteri (e locali) una fotografia del nostro sistema economico, una bussola con cui orientarsi nella nostra realtà imprenditoriale. E poi la Legge sull’Imprenditoria Giovanile e Femminile, che ancora oggi supporta i giovani aspiranti imprenditori nella creazione di imprese ad alto contenuto innovativo, o il Premio Qualità, che metteva l’accento appunto sull’importanza del percorso della qualità all’interno delle imprese. 4

maggio-giugno 2011

in san marino

Penso che sia cambiato praticamente tutto perché il mondo è diverso da quando ho iniziato il mio mandato nel giugno del 2008. Subito dopo è iniziata la crisi internazionale, con un impatto importante anche sull’economia sammarinese, e a seguire si è acuita la tensione con l’Italia e con la nuova visione fortemente avversa ai Paesi come il nostro. Le aziende hanno maturato nuove e diverse esigenze rispetto al passato, le leggi stesse hanno subito sostanziali modifiche per adeguarsi ai concetti internazionalmente condivisi di trasparenza e tracciabilità finanziaria. In questo contesto la Camera di Commercio si è evoluta al servizio di tali necessità e delle nuove disposizioni legislative, e non è ancora finita. Nel cambiamento culturale che la Camera ha dovuto affrontare un fattore che può sembrare insignificante, e che invece ha avuto grande peso, è stato il trasferimento della sede che ha portato la struttura da un ambiente vecchio e per nulla funzionale ad uno moderno, accogliente, facile da raggiungere e con comodi parcheggi. Era infatti tra le priorità avere un spazio adeguato di rappresentanza, visto il ruolo di relazioni che il nostro ente deve svolgere.


Quali sono i punti di forza della Camera di Commercio? Sicuramente la costante tensione verso l’informatizzazione e la sburocratizzazione. Quando nel 2004 Apse diventa Camera di Commercio naturalmente crescono anche le aspettative: la volontà era quella di dare una forte impronta al cambiamento che coincidesse con l’ammodernamento delle strutture organizzative statali e che fosse in grado di omogeneizzare e razionalizzare il flusso delle informazioni, per facilitare le scelte concernenti l’economia. Da qui l’importanza dell’attività statistica che, per la prima volta, metteva a disposizione della politica una proiezione dei dati relativi all’economia sammarinese. E’ forse questo uno dei fini più nobili della Camera di Commercio: contribuire alla conoscenza. Attraverso l’analisi dei dati infatti è possibile conoscere la situazione reale per stabilire le rotte e individuare i percorsi più adeguati.

Come in ogni organizzazione la forza sta nella squadra che in questo caso è davvero un gruppo ben affiatato, molto coinvolto e ben diretto. La professionalità acquisita negli anni e nel confronto continuo con i tanti interlocutori ha reso ciascuno competente e autonomo nel gestire le varie situazioni, tanto da essere pronti ad affrontare l’internazionalizzazione che rientra a pieno titolo nelle attività di una Camera di Commercio. Tutti parlano correttamente l’inglese, essendosi formati sotto il profilo linguistico oltre che su quello specifico delle attività. In questo rientra anche l’ulteriore punto di forza della disponibilità al cambiamento e della reattività allo stesso che sono requisiti imprescindibili oggi per il successo. Qualcuno ha detto che quando il tasso di cambiamento esterno all’organizzazione supera quello interno, la fine è vicina. Ecco, la Camera di Commercio è in piena corsa e avrà sicuramente lunga vita!

Cosa vede nel futuro della Camera di Commercio? Il mio auspicio per la Camera di Commercio è che, essendo nata da un’intuizione della politica, sia la politica stessa a perseguirne e a favorirne l’autonomia, anche a livello economico. La mancanza di una previsione stabile di risorse si scontra con la possibilità di stabilire progetti a medio-lungo termine. Per il resto credo che la strada intrapresa sia quella giusta, e che il contributo alla conoscenza, alla formazione, all’internazionalizzazione e all’innovazione, sia reale e tangibile nelle attività di ogni giorno.

Credo, e mi auguro, che la Camera di Commercio attraverserà senza sosta fasi alterne di cambiamento e di adeguamento al mercato che si modifica sempre più velocemente. Fino a qualche anno fa le rivoluzioni impiegavano decenni per completare il loro ciclo, oggi siamo sotto ai cinque anni e talvolta sotto ai tre. E’ il frutto delle nuove tecnologie e della globalizzazione che ci mette a confronto e in competizione con il mondo intero e ci spinge inesorabilmente all’eccellenza per continuare ad esserci. La Camera di Commercio ha tutti i requisiti per seguire il mondo ovunque esso vada perciò oggi non posso né voglio immaginarmela nel domani, so per certo, però, che sarà diversa e al passo coi tempi.

BREVE CRONOLOGIA 2001- nasce APSE, Agenzia per la Promozione e lo Sviluppo dell’Economia (Legge 24 novembre 1997 n. 133). Il Presidente è Enzo Donald Mularoni mentre Massimo Ghiotti viene chiamato a dirigere il nuovo ente. La forma giuridica scelta per l’Agenzia è quella di una Società per Azioni a capitale misto pubblico e privato. 2004 – con la Legge 26 maggio 2004 n. 71 viene istituita la Camera di Commercio S.p.A. Mularoni rimane alla Presidenza. 2008 – Simona Michelotti viene eletta alla Presidenza. 2009 – Camera di Commercio ottiene la Certificazione di Qualità ISO 9001 2011 – Camera di Commercio è composta da uno staff di 8 persone oltre al Direttore Generale.

in san marino

maggio-giugno 2011

5


I NTERNAZIONALIZZAZIONE

INCONTRO TRA CAMERE DI COMMERCIO: SAN MARINO ED ESTONIA sviluppo delle infrastrutture – ereditate dall’ex Unione Sovietica – e ben risoluto a valorizzare le proprie risorse interne. La forza di questa piccola-grande Repubblica risiede nella consapevolezza delle proprie peculiarità e nella chiarezza degli obiettivi da raggiungere. Basti pensare che nel solo settore turistico l’Estonia ha toccato il tasso di crescita più elevato di tutto l’Unione Europea, oltre il 27%.

L’ ingresso dell’Estonia nell’Unione monetaria, avvenuto proprio

“Due piccole Repubbliche quali San Marino e Estonia hanno sicuramente peculiarità, caratteristiche e interessi simili – ha dichiarato Silvia Della Balda, Segretario Particolare della Segreteria di Stato per l’Industria -. Oggi abbiamo aperto nuovi canali da cui poter attivare scambi e partnership che potrebbero rivelarsi importanti, tenuto conto anche che l’Estonia si presenta come porta d’accesso verso il nord Europa e la Russia. Durante il colloquio con i rappresentanti estoni, abbiamo anche discusso di progetti di scambio nel settore artistico- artigianale, settore che vorremmo rilanciare a San Marino e che in Estonia è ben sviluppato”.

nei primi mesi del 2011, non può che agevolare i rapporti tra le imprese sammarinesi e quelle estoni. E’ senza dubbio encomiabile la forte volontà della Repubblica Baltica di diventare un polo di attrazione per gli investimenti e, al tempo stesso, di essere competitiva all’interno dell’Unione Europea”. Questo il commento del Direttore della Camera di Commercio, Massimo Ghiotti, al termine dell’incontro con la delegazione proveniente dalla Repubblica di Estonia composta dal Capo dei Servizi della Camera di Commercio estone, Peter Gornischeff, e dal Segretario d’Ambasciata per gli Affari Economici Mikk Rebane. Continua Ghiotti: “Anche in occasione di questo incontro diplomatico ci è stata data l’opportunità, grazie alla collaborazione con la Segreteria di Stato per gli Affari Esteri, di coinvolgere alcuni imprenditori sammarinesi del nostro Club Estero e i rappresentanti delle associazioni di categoria. E’ una modalità operativa molto apprezzata considerato che le imprese sammarinesi hanno la possibilità di presentarsi e confrontarsi direttamente con interlocutori privilegiati, in grado di offrire un quadro immediato della situazione economica del Paese che rappresentano, oltre che dei settori più interessati allo sviluppo dell’internazionalizzazione”. L’immagine della Repubblica baltica che emerge dal colloquio è quella di un Paese all’avanguardia, che si è ben adattato alle nuove disposizioni dettate dell’entrata in Eurolandia (gennaio 2011), orientato allo

6

maggio-giugno 2011

in san marino

Quello con la delegazione estone, è l’ultimo di una serie di incontri che nelle ultime settimane hanno visto la partecipazione della Camera di Commercio di San Marino e delle imprese del Club Estero. A partire dalla visita dell’Ambasciatore a disposizione Luca Minna, che ha portato all’attenzione delle istituzioni un interessante e circostanziato progetto per un Desk di San Marino all’interno della Camera di Commercio di Miami, fino alla tavola rotonda con l’Ambasciatore della Federazione Russa Alexey Meshkov, da cui è sfociato un coinvolgente confronto in cui gli imprenditori hanno potuto manifestare le loro difficoltà relative all’import-export. Segnalazioni importanti a cui la Camera di Commercio di San Marino sta dando seguito impegnandosi nella realizzazione di un incontro specifico, con professionisti russi in Italia, per chiarire le questioni relative ai servizi doganali. Altri colloqui infine sono avvenuti con l’Ambasciatore della Georgia e con l’Ambasciatore dell’Iraq, e con un rappresentante dell’Ufficio di promozione del Commercio con l’Indonesia.


S PAZIO SOCI

San Marino e Cina festeggiano 40 anni di amicizia Quarant’anni sono trascorsi dalla storica firma dell’Accordo fra il Governo della Repubblica di San Marino e quello della Repubblica Popolare di Cina. Quarant’anni che hanno contribuito a rafforzare il legame sancito dall’Accordo, che avviava ufficialmente le relazioni fra le due Repubbliche. Un’amicizia di lunga data quindi, che i due Paesi hanno voluto celebrare con una serie di iniziative istituzionali e rinnovando la reciproca volontà a estendere la già efficace collaborazione in campi di interesse comune, fra cui la firma di nuove intese in materia economica che i due Governi intendono sottoscrivere entro quest’anno. L’Ambasciatore Wei, a San Marino il 5 maggio scorso, ha ricordato come Cina e San Marino siano presi ad esempio nel contesto diplomatico internazionale perché, nonostante la distanza e le enormi differenze territoriali e culturali, hanno da sempre solidi rapporti di amicizia e collaborazione. Il Segretario Mularoni, a sua volta, ha tenuto a sottolineare come la Cina abbia sempre manifestato, in particolare in sede ONU, grande rispetto per i più “picco-

li” e riconosciuto l’importanza del contributo che anche i Paesi di modeste dimensioni possono dare alla causa della pace e della stabilità mondiale. “E’ proprio questa la ragione fondamentale” ha continuato la Mularoni - “alla base di un’amicizia così grande fra i nostri due Paesi”.

Il 1° giugno si è tenuto il convegno “PREVIDENZA INTEGRATIVA E ASSISTENZA SANITARIA: PARLIAMONE” organizzato dal CREDITO INDUSTRIALE SAMMARINESE. Tale evento, che ha visto la partecipazione di autorevoli relatori, si è dimostrato un’utile occasione per affrontare temi di notevole interesse per il futuro del Paese. Molteplici sono stati gli spunti di riflessione; in particolare è emersa l’esigenza che il sistema previdenziale pubblico a ripartizione, gestito dall’Istituto per la Sicurezza Sociale, venga integrato con un sistema a capitalizzazione supportato dall’adozione di ulteriori incentivi alla realizzazione di piani pensionistici individuali. Il CREDITO INDUSTRIALE SAMMARINESE, da 30 anni presente in Repubblica e forte di un rinnovato impulso verso il mercato sammarinese, ha predisposto per la propria clientela prodotti finalizzati proprio a tale copertura previdenziale integrativa.

in san marino

maggio-giugno 2011

7


W EB

PREMIO WEB 2011 Vota il tuo sito preferito e vinci!

2011

COS’È? Un concorso organizzato dalla Camera di Commercio di San Marino per premiare i migliori siti internet sammarinesi. “Sono un navigatore della rete, perché dovrei votare?” Perché con il tuo voto parteciperai all’estrazione di 3 fantastici premi: un computer portatichi e’ il principe sulla le, un cellulare smartphone e una fotocamera digitale. Votare è semplice e veloce! Basterà rete? collegarsi al sito www.premiowebsanmarino.org compilare tutti i campi con i tuoi dati e l’indirizzo web del tuo sito internet sammarinese preferito. Se non conosci nessun sito, potrai scegliere all’interno dell’elenco “Webrica”. “La mia impresa/ente/associazione ha un sito internet, perché dovrei partecipare?” Perché invitando i tuoi clienti e collaboratori a votare il tuo sito, darai loro la possibilità di partecipare all’estrazione di ricchi premi e, allo stesso tempo, di aumentare la visibilità del tuo sito internet. Il voto degli utenti infatti decreterà il sito web “Principe della Rete” mentre, in un secondo tempo, una giuria tecnica assegnerà un premio a ogni categoria in gara valutando creatività, originalità nel linguaggio e nei contenuti, velocità di visualizzazione e tipo di programmazione. “Come faccio a invitare gli utenti web a partecipare?” Puoi inviare un’email a tutti i tuoi contatti oppure scaricare il banner di voto che trovi sulla homepage Si può votare dal 12 luglio al 31 ottobre 2011.

Sponsor

Regolamento e informazioni: www.premiowebsanmarino.org

C AMERA DI COMMERCIO È una società per azioni a capitale misto pubblico e privato, detenuto per il 51% dallo Stato e per il 49% dalle Associazioni di Categoria (ANIS, OSLA, UNAS, USC e USOT), dalle banche (Banca Agricola Commerciale, Banca di San Marino, Cassa di Risparmio e Credito Industriale Sammarinese) e dall’Università degli Studi di San Marino. CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE Simona Michelotti - Presidente Camera di Commercio Silvano Andreani Paride Bugli Riccardo Cervellini Emanuel Colombini Giorgia Gasperoni Giorgio Petroni Vladimiro Renzi Gian Franco Terenzi

Anno III - Maggio - Giugno 2011 - n. 3 Direttore Responsabile: Massimo Ghiotti Redazione: Marianna Bucci Camera di Commercio di San Marino S.p.A. Strada di Paderna, 2 - 47895 Fiorina di Domagnano - RSM Tel. 0549-980.380 - Fax. 0549-944.554 - Mail: info@cc.sm

8

maggio-giugno 2011

in san marino

STAFF Massimo Ghiotti - Direttore Generale Evelina Guglielmi - Ufficio Qualità e Produzione Roberto Bucci - Consulente organizzazione fiere ed eventi Marco Macina - Assistente di Direzione e Ufficio IT Jessica Dell’Ominut - Ufficio Contabilità e Segreteria Federica Tonelli - Ufficio Legale Massimo Zani - Ufficio Acquisti e Vendite Marianna Bucci - Ufficio Marketing Nicola Michi - Ufficio Produzione e Pianificazione

Tiratura 1500 copie Progetto grafico: 3 STUDIO Stampa: STUDIO STAMPA Giornale chiuso il 29 Giugno 2011 Autorizzazione: Segreteria di Stato per gli Affari Interni Copia registrata presso il Tribunale della Rep. di San Marino

Made in San Marino n. 3 /2011  

Magazine di informazione della Camera di Commercio di San Marino

Made in San Marino n. 3 /2011  

Magazine di informazione della Camera di Commercio di San Marino

Profile for ccrsm
Advertisement