Page 1

Anno I Gennaio-Febbraio 2010 n. 4

in san marino

S OMMARIO

PERIODICO DI INFORMAZIONE A CURA DELLA CAMERA DI COMMERCIO DELLA REPUBBLICA DI SAN MARINO

INTERVISTA Gian Marco Marcucci, Segretario di Stato per il Lavoro SPECIALE CLUB ESTERO DICHIARAZIONE DI CONFORMITA’ IMPIANTI GUIDA TITANO 2010 MADE IN…CAM COM IDENTITA’ DI LIBERTA’ UFFICIO PROGRAMMAZIONE ECONOMICA SPAZIO SOCI GIOVANI IMPRENDITORI CRESCONO

E DITORIALE di Massimo Ghiotti - Direttore Generale

Nel pieno delle difficoltà risiede l’occasione favorevole.

Albert Einstein

Le circostanze della vita, privata e professionale, spesso ci costringono a fare i conti con un ostacolo improvviso, soltanto all’apparenza insormontabile, che annienta la nostra autostima e cancella le nostre speranze per il futuro. Se la crisi economica ha avuto un pregio è indubbiamente quello di aver costretto gli imprenditori a prendere fiato, e a riconsiderare la propria posizione. Ha obbligato le aziende desiderose di sopravvivere ad analizzare il proprio percorso, e in taluni casi a intraprendere azioni radicali per attuare una razionalizzazione delle attività, azioni di semplificazione e innovazione del processo di produzione o del prodotto stesso. E’ il caso ad esempio della Koenig & Bauer (KBA), azienda leader produttrice di macchine da stampa, che si è trovata a dover affrontare contemporaneamente il problema del calo fisiologico legato alla maturità del mercato occidentale e gli effetti della crisi finanziaria, innanzitutto per quanto riguarda gli investimenti. E lo ha fatto adeguando

le capacità produttive a una domanda sempre più contenuta, avviando un piano di razionalizzazione e continuando a sviluppare offerte di alta qualità, originali e innovative, investendo nella qualificazione del personale e seguendo l’evoluzione delle esigenze degli utilizzatori nei differenti settori d’impiego. Risultato: in poco tempo l’azienda ha conquistato il 33% del mercato italiano. Ma non è necessario fare riferimento alla crisi economica per parlare della necessità di presa di coscienza e rinnovamento. Il concetto stesso di “spirito imprenditoriale” porta con sé proprio per definizione un certo grado di fiducia in se stessi, e una certa attitudine ad assumersi dei rischi. L’imprenditore sa bene che insuccesso e successo sono due facce della stessa medaglia, e che non tutti i rischi sono calcolabili. Quello che conta veramente è avere chiaro in mente il proprio obiettivo. Focalizzarlo, lavorare sodo per raggiungerlo. In questa maniera diventa più semplice affrontare le difficoltà con serenità, considerandole una tappa della normale evoluzione economica e soprattutto la possibilità di un nuovo inizio, una possibilità per imparare dai propri errori, il prezzo da pagare

sulla strada del successo. Quello che incoraggia a continuare è la consapevolezza di cosa non abbia funzionato e la conseguente risposta all’errore. Da qui è facile comprendere come la reputazione che l’azienda si è costruita nel corso degli anni giochi un ruolo fondamentale nel rilancio dell’attività. La reputazione, basata sulla fiducia e sul coinvolgimento emotivo, rappresenta senza dubbio un solido vantaggio competitivo visto che va edificata sulle azioni, ed è molto complessa da replicare. E’ in grado di implementare il livello di fedeltà della clientela, la collaborazione e la qualità dei fornitori, favorisce il dialogo con le istituzioni e i mezzi di comunicazione e, infine, aumenta l’impegno e la dedizione del personale che con il giusto approccio e coinvolgimento sarà motivato a condividere spontaneamente il proprio patrimonio di conoscenze. La capacità di valorizzare le risorse umane diventa allora un fattore di eccellenza competitiva, visto che l’adattabilità dei dipendenti definisce la flessibilità strategica dell’impresa, e la loro lealtà e adesione agli obiettivi aziendali potranno determinare la buona riuscita di un nuovo inizio.

in san marino

gennaio-febbraio 2010

1


S PECIALE CLUB ESTERO Aiutare le imprese sammarinesi ad innescare il cambiamento necessario per diventare ancora più competitive e per dare impulso al loro sviluppo. E’ questa la motivazione principale che ha spinto la Camera di Commercio a creare al proprio interno il Club Estero, una divisione specifica ideata per sostenere le aziende sammarinesi nelle loro attività di internazionalizzazione. Un processo complesso e delicato al tempo stesso, che assume mille sfaccettature a seconda della tipologia e degli obiettivi dell’impresa, ma che è ormai un’evoluzione necessaria imposta dai profondi mutamenti dei mercati e dalla crescente concorrenza internazionale. Ma perché l’internazionalizzazione risulti efficace occorre una precisa pianificazione, un’accurata conoscenza del mercato che si intende presidiare, oltre che della cultura e del territorio interessato. Ed è qui che entra in gioco l’Area Estero della Camera di Commercio che, proprio attraverso il Club Estero, è in grado di fornire alle imprese sammarinesi che lo desiderano un supporto efficace per l’acquisizione di preziose informazioni. Prima di tutto grazie ai contatti con i corpi diplomatici accreditati, e poi grazie anche alla possibilità di usufruire di un canale di comunicazione privilegiato come quello rappresentato dalla World Chamber Federation, l’organizzazione che racchiude tutti gli enti camerali mondiali, di cui la Camera di Commercio di San Marino è membro dal gennaio 2009.  Le aziende che decidono di entrare a far parte del Club Estero quindi, oltre ad usufruire di una serie di agevolazioni economiche con catene alberghiere, trasporti e spedizionieri convenzionati, hanno l’opportunità di accedere a informazioni relative ai mercati esteri, di  prendere parte a seminari a loro dedicati e di  mettere a confronto le rispettive esperienze nel campo dell’internazionalizzazione.

I PROSSIMI SEMINARI LE CONDIZIONI PER INTERNAZIONALIZZARSI E L’ORGANIZZAZIONE DELL’UFFICIO ESTERO Relatore: Prof. Antonio Di Meo

7 aprile 2010 - dalle 9:00 alle 18:00 presso Grand Hotel Primavera Per partecipazione e informazioni: tel. 0549.980380 - info@cc.sm TAVOLO DI LAVORO Per far sì che le opinioni dei membri del Club Estero assumano anche una valenza istituzionale, è nato un tavolo di lavoro che, a cadenza annuale, riunisce le Segreterie di Stato per gli Affari Esteri e per l’Industria e i componenti del Club Estero. La finalità è quella di stilare una sorta di memorandum delle criticità legate all’internazionalizzazione delle imprese sammarinesi. Risulta fondamentale infatti la sinergia tra istituzioni pubbliche e imprenditori, perché gli operatori economici possano affrontare con spirito costruttivo le problematiche poste dalla competizione internazionale e muoversi in maniera efficace all’interno di una strategia espressa a livello di Sistema Paese.

SEMINARI La formazione è un elemento essenziale per poter competere con successo sui mercati internazionali, perché permette alle imprese di consolidare il proprio posizionamento con conoscenze e competenze più qualificate. Per questo motivo l’Area Estero organizza periodicamente seminari di approfondimento – tenuti da relatori esperti nel settore – relativi ai temi di interesse trasversali alle aziende desiderose di affermarsi sui mercati esteri (trasporti, assicurazioni, sistemi di pagamento, contrattualistica etc.). I seminari costituiscono occasioni preziose per i responsabili del settore estero delle diverse aziende che possono incontrarsi per scambiarsi opinioni, suggerimenti e trarre informazioni utili mettendo a confronto le rispettive esperienze di internazionalizzazione.

gennaio-febbraio 2010

in san marino

olo àC iet soc

2

isita ne v

Per info: www.cc.sm (sezione Internazionalizzazione)

io Delegaz

DELEGAZIONI ESTERE Tra le attività di internazionalizzazione, gli incontri con le delegazioni estere assumono sempre più un’importanza strategica. I contatti avvengono sia con i corpi diplomatici accreditati, sia con vere e proprie rappresentanze di imprenditori, Camere di Commercio o enti provenienti da tutto il mondo, interessati a conoscere le potenzialità della Repubblica di San Marino, il suo assetto economico, industriale e politico, per valutare poi collaborazioni e scambi commerciali. L’incontro con le delegazioni estere avviene solitamente alla presenza del Segretario di Stato per l’Industria e di alcuni rappresentanti delle categorie economiche sammarinesi.

mb

ini

CONVENZIONI I membri del Club Estero possono usufruire di un’ampia gamma di vantaggiose convenzioni che la Camera di Commercio ha stipulato proprio per agevolarli nell’esplicazione delle loro attività commerciali con l’estero. Le convenzioni riguardano compagnie aeree, spedizionieri, catene alberghiere, assicurazioni e autonoleggio.


I NTERVISTA

Gian Marco Marcucci Segretario di Stato per il Lavoro Segretario, a poco più di un anno dalla sua nomina in Congresso di Stato, può fare un breve bilancio dell’operato della Segreteria di Stato? Prima di tutto è il caso di sottolineare come questa Segreteria sia partita da una valutazione della realtà sammarinese, anche in base alle esigenze espresse dalla popolazione attraverso i nostri uffici, per intraprendere un percorso normativo confacente alle necessità attuali. Per questi motivi abbiamo elaborato la legge stralcio per l’allargamento della Cassa Integrazione, approvata nel luglio 2009, e il Testo Unico sugli ammortizzatori sociali. La Segreteria inoltre è stata molo impegnata al Tavolo Tripartito che, oltre ad aver portato alla sottoscrizione dell’Accordo contrattuale, ha esaminato, insieme ai sindacati e alle associazioni di categoria, anche soluzioni riguardanti il sistema San Marino nel suo complesso, la competitività delle imprese e le pensioni, solo per accennarne alcune. Per quanto concerne le politiche del lavoro abbiamo presentato in maggioranza un progetto di legge riguardante le cooperative sociali, che prevede agevolazioni per le imprese con un 30% di soci diversamente abili. Lo stesso spirito di solidarietà ci ha spinto a lavorare su una nuova normativa per l’inserimento degli invalidi nella P.A. e per l’assegnazione degli affitti alle famiglie disagiate. Ci siamo occupati inoltre dell’edilizia sovvenzionata presentando una nuova legge di riforma, ora al vaglio della Commissione per le opportune osservazioni, che agevoli i giovani sammarinesi nell’accesso al mutuo prima casa, e che tenga conto del nucleo familiare che andrà a formarsi, e non di quello di origine. In ultimo, stiamo lavorando senza sosta per rivedere la struttura degli uffici posta-

li che sta vivendo ormai da troppi anni un forte disagio, sia da parte degli operatori che da parte dell’utenza. Abbiamo predisposto un ufficio “prototipo” a Faetano, che sarà inaugurato tra qualche mese, e che è stato oggetto di studio da parte della nostra Università, la quale ne ha determinato gli standard di operatività basandosi su una valutazione europeistica. Abbiamo incontrato il Direttore e l’Amministratore Delegato di Poste Italiane per ripristinare i vaglia postali, che erano stati eliminati a fine 2009 con grossi problemi per gli utenti. Infine un gruppo di lavoro si sta occupando della revisione della convenzione del ’23 in vista della liberalizzazione mondiale delle poste, prevista dall’Unione Postale Universale per il 2011, e che obbligherà ogni Stato a trattare con gli altri Stati per i servizi postali. Sempre per lo stesso motivo abbiamo inserito un esperto di marketing all’interno della nostra Direzione Poste, per preparaci appunto ad essere competitivi. Quali iniziative si stanno portando avanti per affrontare la crisi economica, che è soprattutto crisi occupazionale? E’ ormai chiaro la crisi economica non si può affrontare con soluzione statalistiche ma devono essere le imprese a mettersi in gioco, con nuovi progetti e nuove idee. Lo Stato può agevolare e incentivare le imprese che hanno dei progetti, colmare i gap burocratici e cercare di metterle in condizioni di operare senza disagi, affinché creino nuova economia o riescano a mantenere quella attuale. Non a caso gli interventi che stiamo cercando di approntare sono tesi al mantenimento della capacità lavorativa all’interno del nostro paese, quindi la normativa sulla

cassa integrazione, gli accordi stipulati, la riqualificazione professionale vanno tutti in questo senso. E’ importante infatti mantenere i livelli occupazionali più alti possibili a fronte di questa congiuntura economica veramente iniqua, che va a rodere l’economia reale in maniera impropria, sistematica e continua. E questo è ancora più evidente nell’attuale fase di assestamento in cui le imprese cercano di tagliare i costi eliminando posti di lavoro. Che importanza rivestono l’imprenditoria giovanile e la formazione nella realtà sammarinese? La formazione è un concetto che sta assumendo sempre maggiore rilevanza, anche a livello internazionale. Questa Segreteria di Stato ha puntato molto sulla formazione con il potenziamento del Centro Formazione Professionale. Abbiamo realizzato infatti molti corsi, tenendo conto delle necessità, e proponendo insegnamenti al passo coi tempi. A partire dal corso per reporter dedicato ai laureati, al corso per installatori di pannelli solari per energie alternative, a quello per ragionieri per istituti professionali, per passare poi a quelli per parrucchieri, elettricisti e commesse. Abbiamo in cantiere anche un nuovo corso per cuochi e commis di sala. L’attenzione verso la riqualificazione professionale e l’imprenditoria giovanile è basilare per poter crescere e mantenere la capacità lavorativa in tutti i settori, dai servizi all’artigianato.

in san marino

gennaio-febbraio 2010

3


S PECIALE

Dichiarazione di conformità degli impianti Grazie alla Legge 28 ottobre 2005 n. 14, al Decreto 15 marzo 2006 n. 60, al Decreto Delegato 25 settembre 2006 n. 101 (ora abrogato) e al Decreto Delegato del 4 agosto 2008 n. 113, sono stati istituiti l’Albo dei soggetti abilitati e il Registro delle imprese abilitate, ai quali sono a tenuti ad iscriversi tutti gli installatori operanti nella Repubblica di San Marino. E’ importante sottolineare che al termine dei lavori l’impresa installatrice è tenuta a rilasciare al committente o al proprietario la dichiarazione di conformità degli impianti realizzati nel rispetto delle norme di cui alla legge e che a tale dichiarazione, sottoscritta dal titolare dell’impresa installatrice e/o dal responsabile tecnico abilitato e recante i numeri del codice operatore economico, deve essere allegata copia dell’attestato di iscrizione allo specifico albo dei soggetti abilitati istituito presso la Camera di Commercio. D’altro canto il committente o il proprietario è tenuto a sua volta ad affidare i lavori di installazione, di trasformazione, di ampliamento e di manutenzione degli impianti a soggetti abilitati. Sono soggetti all’applicazione della sopraccitata legge i seguenti impianti relativi agli edifici aventi qualsiasi destinazione d’uso, sia pubblici che privati, compresi gli impianti installati in spazi aperti ed in cantieri: a) gli impianti di produzione, di trasporto, di distribuzione e di utilizzazione dell’energia elettrica a partire dal punto di consegna dell’energia fornita dall’ente distributore; b) gli impianti radiotelevisivi ed elettronici in genere, le antenne e gli impianti di protezione da scariche atmosferiche; c) gli impianti di riscaldamento, refrigerazione e di climatizzazione azionati da fluido liquido, aeriforme, gassoso e di qualsiasi natura o specie; d) gli impianti idrosanitari, nonché quelli di trasporto, di trattamento, di uso, di accumulo e di consumo di acqua a partire dal punto di consegna dell’acqua fornita dall’ente distributore; e) gli impianti per il trasporto e l’utilizzazione di gas allo stato liquido o aeriforme a partire dal punto di consegna del combustibile gassoso fornito dall’ente distributore; f) gli impianti di sollevamento di persone o di cose per mezzo di ascensori, di montacarichi, di scale mobili e simili; g) gli impianti di protezione antincendio; h) gli impianti a vapore ed a pressione per locali produttivi. Per informazioni Camera di Commercio di San Marino 0549 980380 - www.cc.sm

Guida Titano 2010 Ripartono gli aggiornamenti per la Guida Titano, l’annuario delle attività economiche che la Camera di Commercio pubblica per l’ottavo anno consecutivo con la collaborazione di Assoservizi srl per la parte commerciale. E’ l’unica pubblicazione che oltre a contenere i dati ufficiali (Ragione sociale, codice operatore economico, indirizzo) di tutte le aziende e i liberi professionisti di San Marino, include tanti dati aggiornati proprio dagli operatori sammarinesi. Facile da consultare grazie alla pratica suddivisione in ordine alfabetico e in categorie merceologiche, l’annuario si propone come un utile supporto per le aziende, i privati e i cittadini sammarinesi. Ma soprattutto come uno strumento fondamentale per gli operatori esteri che possono orientarsi agevolmente all’interno della realtà economica sammarinese grazie alla redazione della Guida Titano in lingua inglese, oltre che italiana. L’annuario viene inoltre inviato ad Ambasciate, Consolati e Camere di Commercio europee ed è per questo un’ottima vetrina per mostrare la varietà delle aziende sammarinesi, e per fornire informazioni di primo contatto. Gli operatori che desiderano inserire o aggiornare i propri dati all’interno della Guida Titano, devono farlo entro il 6 aprile 2010 direttamente sul sito internet www.guidatitano.com o compilando l’apposito modulo e inviandolo al numero di fax 0549 944554 Guida Titano fa parte di un’ampia gamma di prodotti editoriali che la Camera di Commercio mette a disposizione della clientela, delle imprese e dei suoi referenti esteri. Una comunicazione a 360 gradi è quella portata avanti dall’Area Editoria, in forma cartacea e multimediale, per rispondere in maniera efficace alla sempre più incalzante richiesta di trasparenza e accessibilità alle notizie. 4

gennaio-febbraio 2010

in san marino


M ADE IN CAM COM D ELEGAZIONE IN VISITA Un lavoro di preparazione di più di due mesi. Tanto ha richiesto alla Camera di Commercio di San Marino l’organizzazione dei due giorni di visita della nutrita delegazione giapponese guidata da alti diplomatici, l’Ambasciatore Hiroyasu Ando e il Console Generale Hiroshi Azuma, nonché da Hideo Kondo, Presidente della Camera di Commercio e Industria Giapponese in Italia (CCIGI). La delegazione - composta oltre che dalle alte autorità diplomatiche, da importanti imprenditori nipponici tra cui i Presidenti della Mitsubishi Italia, della Japan Airline International, della Konica Minolta Italia, solo per citarne alcuni - ha approfondito gli aspetti del sistema statuale, legislativo, economico e commerciale sammarinese nel corso dell’incontro istituzionale che ha riunito il Segretario di Stato per l’Industria, il Presidente e il Direttore della Camera di Commercio. La permanenza in Repubblica si è poi conclusa con la visita a tre importanti industrie sammarinesi, Cams Industriale, Sipp e Colombini che hanno accolto i businessmen giapponesi, accompagnati dal personale della Camera di Commercio e dal Console Leo Achilli, nei propri stabilimenti.

N UOVO SITO WEB Nuova veste anche per il sito internet della Camera di Commercio www.cc.sm che con una grafica accattivante e contenuti riveduti e aggiornati vuole essere un portale d’accesso agevole e completo. All’interno del sito è possibile per scoprire i vantaggi dell’aprire un’impresa a San Marino e le relative formalità burocratiche, oltre a conoscere approfonditamente le attività portate avanti dall’ente camerale: dall’imprenditoria giovanile all’albo installatori, dal Club Estero alle iniziative editoriali e di promozione dell’economia.

M OSTRA “DEPART RETOUR” Promuovere la cultura a tutto tondo. A partire da quella d’impresa fino ad arrivare al senso più ampio del termine. La Camera di Commercio apre le porte della nuova sede agli artisti dell’ASART (Associazione Sammarinese Artisti) ospitando la mostra “Depart Retour”,una collezione di opere già esposte in Francia  in occasione del 30° anniversario dalla fondazione del Consolato di San Marino a Grenoble. E’ possibile ammirare le dieci opere in orario di ufficio: dal lunedì al giovedì dalle 8:30 alle 13:30 e dalle 14:30 alle 17:00 e il venerdì dalle 8:30 alle 13:30 fino al 2 aprile 2010.

C OLLABORAZIONE con l’ICE Una cornice istituzionale di tutto rispetto - l’incontro del Ministro dello Sviluppo Economico Claudio Scajola con il Governo di San Marino - quella in cui è stata rinnovata la collaborazione tra la Camera di Commercio di San Marino e l’Istituto Nazionale per il Commercio Estero (ICE). Nel corso della visita del Ministro italiano infatti, è stato dato mandato a Simona Michelotti, Presidente dell’ente camerale sammarinese, e all’Ambasciatore Umberto Vattani, Presidente dell’ICE, di portare avanti iniziative congiunte al fine di favorire i rapporti commerciali ed economici tra i due Paesi. Una conferma di cooperazione molto importante, che porterà anche alla revisione dell’Accordo del 2001, adeguandone i contenuti all’attuale momento storico e alla nuova conformazione delle attività portate avanti dai due organismi.

N UOVA SEDE Una famiglia che continua a crescere e un’attività di promozione dell’economia sempre più intensa. Queste le ragioni che hanno spinto la Camera di Commercio a cercarsi una nuova dimora, più accogliente e funzionale, che consente ai clienti di ricevere un servizio ancora più rapido ed efficiente. Una volontà di miglioramento permanente, che non può prescindere da un processo di modernizzazione a tutto tondo, di ottimizzazione degli spazi e dei tempi e di costante attenzione verso i bisogni espressi dalla clientela. La sede è stata inaugurata il 23 dicembre scorso alla presenza dei Segretari di Stato per gli Affari Esteri e per l’Industria e dei membri del CdA.

G IORNATA DELL’ECONOMIA Una giornata per conoscere e approfondire i contenuti del Rapporto sull’Andamento dell’Economia 2008 e dell’Analisi Congiunturale riferita a dicembre 2009, presentate dalla Camera di Commercio nel corso della Giornata dell’Economia. Due strumenti di valutazione del sistema puntuali e aggiornati per tracciare un quadro dell’economia del nostro territorio che possa risultare utile a tutti coloro che già lavorano a San Marino, ma anche a chi che intende investire nel nostro Paese. Al tavolo dei relatori i Segretari di Stato per le Finanze e per l’Industria, Gabriele Gatti e Marco Arzilli, il Presidente e il Direttore della Camera di Commercio, Simona Michelotti e Massimo Ghiotti, e Massimo Guagnini della società di consulenza economica e finanziaria Prometeia. Analisi Congiunturale e Rapporto sull’Andamento dell’economia (inclusa versione inglese dell’Executive Summary) disponibili sul sito www.cc.sm (sezione Statistiche Economiche)

in san marino

gennaio-febbraio2010 2010 5 gennaio-febbraio


E CONOMIA

IDENTITÁ DI LIBERTÁ Si è concluso con un bilancio più che positivo l’evento “Identità di Libertà” organizzato per l’1 e il 2 marzo dalle Segreterie di Stato per l’Industria, per il Turismo e per il Territorio in collaborazione con Camera di Commercio, USC, OSLA e USOT e con Identità Golose, la prestigiosa manifestazione ideata da Paolo Marchi, celebre firma di enogastronomia. Identità di Libertà è stato un vero e proprio momento di confronto tra eccellenze, che ha visto alcuni dei protagonisti dell’alta cucina italiana mettere in campo tutta la loro esperienza per creare prelibati manicaretti, capaci di sintetizzare magistralmente tradizione e innovazione, fedeltà a quanto di caro ci arriva dal passato e libertà di lasciare la fantasia. Durante la prima giornata infatti, Luigi Sartini, lo chef stellato del ristorante Righi La Taverna di San Marino, ha aperto la propria cucina ai grandi personaggi dell’enogastronomia italiana che si sono poi avvicendati sul palco per tenere delle vere e proprie lezioni di cucina d’autore: a partire da Pietro Leeman, unico chef stellato per i suoi piatti vegetariani, Giacomo Gallina del Gold di Milano, locale degli stilisti Dolce&Gabbana, Emanuele Scarello, presidente dell’Associazione Jeunes Restaurateurs. Ed ancora, Pietro Zito, cuoco-contadino, Rocco Princi, panettiere di origine calabrese affermatosi a Milano e a Londra; Giusy Foschia, coltivatrice di erbe incontaminate, Dario Zidaric, formaggiaio-stagionatore nelle grotte del Carso. Grande attesa infine per Massimo Bottura, patron dell’Osteria Francescana riconosciuta con doppia stella Michelin e classificatasi al tredicesimo posto (primo in Italia) tra i “50 World’s Best Restaurants” nel 2009. La seconda giornata invece ha visto dieci giovani chef in competizione sul tema “Territorio, tradizione e creatività per un primo piatto innovativo”. La giuria di esperti - presieduta da Paolo Marchi e composta dal presidente dell’Accademia Nazionale di Cucina Italiana sez. San Marino Leo Marino Morganti, dallo chef del ristorante Lido Lido (Cesenatico) Vincenzo Cammerucci,

dai giornalisti Fiorenza Auriemma (GQ) e Gabriele Zanatta (Capital e Spirito Divino) - ha assegnato il gradino più alto del podio a Paolo D’Angeli con il piatto “I Patacoch al ragout di salsiccia con spuma di fagioli, croccante di fossa e olio agli stridoli”. A lui l’attestato celebrativo e il premio di 1000 euro. Premiata invece l’originalità del piatto proposto da Michele Zanchi “Insalatina di passatelli neri con seppia e taccole”, che gli è valsa la targa speciale titolata in memoria dello chef Tafuri E’ Silvia Della Balda, Segretario Particolare per l’Industria, l’Artigianato e il Commercio, a spiegare le finalità della a ald manifestazione: “San Marino ha deciso di intraB lla Paolo Marchi e Silvia De prendere un percorso complesso ma stimolante, che attraversa settori diversi con un approccio nuovo, basato sul coordinamento delle azioni e degli interventi e la loro integrazione sul territorio. Un percorso che si propone di promuovere l’unicità e la qualità di San Marino attraverso i suoi prodotti tipici e tradizionali, con tutto quello che essi rappresentano e raccontano: storia, cultura, saperi. Identità di Libertà è il primo evento-vetrina che testimonia la volontà di San Marino di aprirsi e farsi conoscere al mondo, ma allo stesso tempo di conoscere e confrontarsi con una realtà, quella legata al mondo dell’enogastronomia, in continua crescita”. “A ospiti e interessati - precisa Antonio Macina, Direttore dell’Ufficio del Turismo - è stato presentato San Marino anche come meta gourmet. Vogliamo puntare su quel turismo di nicchia che è legato all’enogastronomia e per questo stiamo sviluppando offerte e servizi che qualificheranno la nostra Repubblica e che contribuiranno a farla conoscere nel mondo.-

Ufficio Programmazione Economica Centro Elaborazione Dati e Statistica La sua lunga denominazione rivela tutta la complessità e la molteplicità delle questioni di cui si occupa ogni giorno. L’Ufficio Programmazione Economica, Centro Elaborazione Dati e Statistica, abbreviato per ovvie ragioni con l’acronimo UPECEDS, non è un semplice ufficio pubblico ma una realtà sfaccettata, una struttura al’avanguardia e al passo coi tempi. “Un vero e proprio sguardo sull’economia sammarinese” l’ha definito Roberta Mularoni, che ne dirige con professionalità lo staff - a fasi alterne - da ben diciannove anni. Nato agli inizi degli anni sessanta per una precisa volontà del Congresso di Stato, vedeva al principio suddivisi l’Ufficio Statistica da quello Programmazione, poi accorpati alla fine de gli anni ottanta e integrati con il settore informatico. A queste tre aree corrispondono oggi tre sezioni ben definite che lavorano tutte per finalità molto precise. In particolare è compito della sezione Programmazione Economica svolgere studi in campo economico e sociale sulla base dei quali poi elaborare il Programma Economico, che traccia le linee di politica economica e finanziaria di breve e medio termine del Governo. Si occupa inoltre della predisposizione della Relazione Economico-statistica annuale che accompagna il Bilancio di Previsione dello Stato. Spetta invece alla sezione Statistica realizzare, elaborare e pubblicare i dati statistici della Repubblica di San Marino, sulla base del Programma Statistico approvato. Questa sezione è a stretto contatto con gli altri uffici e settori dell’amministrazione pubblica, cui fornisce criteri e standard metodologici, e con i quali collabora nell’ambito delle attività di ricerca statistica. L’area Information Technology infine, fornisce il supporto tecnico, operativo ed amministrativo all’autorità per l’informatica nella predisposi6

gennaio-febbraio 2010

in san marino

zione, gestione e sviluppo del piano informatico dello Stato, di sistemi informativi centralizzati e dipartimentali e di office automation della Pubblica Amministrazione. Insomma tre universi compositi, che rivestono una medesima importanza se analizzati singolarmente, ma che raggiungono il loro apice nel momento in cui interagiscono e funzionano per un obiettivo comune. Un ufficio che palesa apertamente la sua attenzione alla modernità presentandosi da qualche mese con un sito internet nuovo e costantemente aggiornato www.statistica.sm. Pratico e di facile consultazione, il sito permette al visitatore di muoversi agevolmente tra dati statistici relativi alla popolazione, alle attività economiche, ai livelli di occupazione sino a quelli inerenti clima e territorio. È inoltre possibile scaricare in tempo reale i file in pdf della vasta gamma di pubblicazioni realizzate dell’UPECEDS: dal bollettino trimestrale di statistica, l’indagine sui consumi e gli stili di vita delle famiglie sammarinesi o quella relativa alla popolazione scolastica, solo per citarne alcune. Insomma una équipe sempre al lavoro, tesa continuamente al miglioramento e al perfezionamento della produzione di informazione statistica, per dare una risposta adeguata e completa rispetto alle esigenze espresse dai cittadini e dallo Stato.

Via XXVIII Luglio, 192 - 47893 Borgo Maggiore Rep. San Marino Tel. (+378) 0549 885150 - Fax. (+378) 0549 885154


S PAZIO SOCI SEGRETERIA DI STATO PER GLI AFFARI ESTERI

tat o

An to n

ella

Mularoni

Nel settore della solidarietà internazionale, la Segreteria di Stato agli Affari Esteri e Politici d’intesa con l’esecutivo, prosegue e rafforza il suo impegno, contribuendo al miglioramento delle condizioni delle fasce più deboli della società. I progetti S di rio a t finanziati si sono moltiplie Segr cati; lo stanziamento a bilancio per il sostegno di opere umanitarie, dai poco più di 60.000 € del 2008, nel 2009 è arrivato a ben 485.000 €, interamente erogati: ammontare raggiunto grazie alla gestione oculata di spese nel Dipartimento Affari Esteri, soprattutto di rappresentanza e per missioni e trasferte, e che ha permesso, in sede di assestamento di bilancio, di trasferire ulteriori fondi al capitolo della solidarietà internazionale. Per il 2010 nel capitolo di spesa 2020 “Fondo Solidarietà Internazionale” il Governo ha destinato 450.000 €. Il Fondo di

Solidarietà Internazionale è ora un capitolo importante nel bilancio di previsione annuale dello Stato. Nel Fondo rientrano tutte le iniziative di carattere umanitario e di tutela delle persone nei loro diritti fondamentali, il diritto inviolabile alla vita, il diritto alla salute, il diritto all’istruzione, il diritto ad un’esistenza dignitosa. La scelta della Segreteria di Stato agli Affari Esteri e Politici vuole riconfermare il ruolo attivo e propositivo di San Marino nella comunità degli Stati, sensibile alle istanze umanitarie che provengono da ogni parte del mondo. Infatti, pur in presenza di una crisi economica che non ha risparmiato nessuno Stato, e dunque neppure il nostro Paese, il Governo, su proposta del Segretario di Stato Mularoni, ha voluto riconfermare il trend scelto lo scorso anno negli stanziamenti per la collaborazione bilaterale e multilaterale, considerata necessaria nella comunità globalizzata del presente, dove ogni singolo Stato, piccolo o grande che sia, deve giocare anche un ruolo etico e dove chi ha raggiunto livelli di vita elevati non deve dimenticarsi di chi vive ancora in condizioni difficilissime. In ciò è racchiuso il senso dell’impegno e dello sforzo che la Repubblica sostiene, con rinnovato slancio nel più ampio contesto internazionale.

ANIS Associazione Nazionale dell’Industria Sammarinese

Un importante seminario di studio dal titolo “La nuova disciplina IVA e il ruolo del rappresentante fiscale” è stato organizzato dall’ANIS lo scorso 10 febbraio. Un platea davvero gremita (oltre 120 le persone presenti) al Centro Congressi Kursaal per ascoltare gli interventi del dottor Giampaolo Giuliani, funzionario di Confindustria, e del dottor Fabrizio Cremoni. Nel corso dell’incontro sono state approfondite le tante e sostanziali novità introdotte dal Decreto Legislativo 11 febbraio 2010 n. 18: dalla nuova territorialità IVA negli scambi tra San Marino e l’Italia al nuovo ruolo del rappresentante fiscale. In base alla nuova normativa, gli operatori dovranno considerare che il trattamento IVA cambia a seconda che le prestazioni siano dirette a “privati consumatori” o a soggetti passivi di imposta. Infatti, secondo la nuova regola generale, sono territorialmente rilevanti in Italia solo le prestazioni rese a soggetti d’imposta stabiliti in Italia e quelle rese nei confronti di privati consumatori. La territorialità delle prestazioni di servizi segue regole diverse a seconda se il committente sia un soggetto passivo d’imposta o un “privato”. Per le prestazioni rese nei confronti di soggetti d’imposta la tassazione avverrà nel Paese del committente. Se quest’ultimo è stabilito nella UE, la prestazione sarà assoggettata ad IVA nel suo Paese attraverso il reverse charge. Se invece si trova fuori della UE, dovrà rispettare le regole dello Stato in cui è stabilito. Per le prestazioni rese nei confronti di privati la tassazione avverrà nel paese del prestatore.

OSLA Organizzazione Sammarinese degli Imprenditori

Formazione e informazione al centro dell’agenda delle attività dell’Organizzazione Sammarinese degli Imprenditori, che per il mese di marzo ha organizzato due importanti momenti di confronto con la cittadinanza. Il primo, è il workshop “Il valore del rifiuto” in cui è stato presentato il progetto di un impianto di separazione dei rifiuti, e che ha accolto in veste di relatori il Prof. Giulio Ferrari, Docente in Igiene Ambientale e Titolare Studio GFambiente, e il Presidente OSLA Luigi Tontini. Il secondo appuntamento invece è il seminario di studio “LA RESPONSABILITA’ PENALE DELLE IMPRESE. Legge 21 gennaio 2010 n. 6 - Responsabilità da misfatto della persona giuridica”. Relatori per l’occasione il Prof. Umberto Guerini dell’Università di Bologna, il Prof. Enrico Amati dell’Università di Udine, l’Avv. Andrea Scafidi della DLA PIPER, l‘Avv. Fabrizio Vedana di Unione Fiduciaria SPA , Avv. Simone Arcangeli e il Prof. Nicola Mazzacuva come moderatore tecnico. Un seminario destinato ai liberi professionisti, alle aziende, alle società di revisione, agli intermediari bancari e finanziari, alle holding di partecipazione e ai responsabili di uffici legali di banche e aziende.

Banca di San Marino

Banca di San Marino ha presentato il nuovo servizio di Internet Banking BSMWEB raggiungibile tramite l’indirizzo www.bsmweb. sm. La nuova piattaforma, interamente di proprietà dell’Istituto permette di svolgere le operazioni abituali ed i bonifici esteri, con l’interfaccia swift, attraverso l’applicazione di un doppio livello di protezione (utilizzando il dispositivo elettronico BSM Key) e senza l’uso della firma digitale. I clienti possono attivare l’opzione Zero Carta (con la quale tutti i documenti vengono visualizzati e scaricati dal portale) limitando l’impatto ambientale generato dalla stampa delle comunicazioni cartacee e generando un contenimento dei costi. Da rimarcare inoltre la nuova convenzione siglata tra Banca di San Marino e Osla, con condizioni particolarmente vantaggiose. Il rilancio ha l’obiettivo di impegnare le due realtà nella difficile fase congiunturale concedendo condizioni favorevoli alle imprese, commercianti e professionisti associati. L’elevato paniere di servizi e l’impegno di erogare finanziamenti e leasing con tempistiche certe e limitate sono i punti principali su cui si fonda la convenzione. Il personale di Banca di San Marino è disponibile per consulenza ed assistenza sui servizi anche presso gli associati.

in san marino

gennaio-febbraio 2010

7


G IOVANI IMPRENDITORI CRESCONO La Camera di Commercio da sempre promuove e incentiva il talento dei giovani – attraverso la Commissione per l’Imprenditoria Giovanile e Femminile, la partecipazione a Nuove Idee e Nuove Imprese, la realizzazione di iniziative ad hoc, il sostegno alla formazione – per dare loro la possibilità di assecondare le proprie inclinazioni, di inseguire un sogno, di coltivare l’eccellenza. Manlio Maggioli p

Commissione Imprenditoria Giovanile

remi

Ci sono tante opportunità e tanti vantaggi per chi è giovane e vuole mettersi in proprio aprendo un’attività a San Marino. La Camera di Commercio sostiene e promuove la formazione di una nuova imprenditoria giovanile e femminile attraverso applicazione della Legge n. 134 del 24.11.1997. Una Legge che, da oltre 10 anni, favorisce la formazione imprenditoriale e la professionalità dei giovani e delle donne, agevolandone l’accesso al credito. iR en Una volta verificati i requisiti necessari per l’accesso ai benefici previsti dalla Legge, un’apposita Comde rbu missione - presieduta dal Segretario di Stato per l’Industria e composta dal Segretario di Stato al Lavoro, dai ro, vinc itore rappresentanti delle associazioni di categoria Anis, Osla, Unas, Usc, Usot, dall’Università, da un rappresentante di NINI 2009 degli Istituti di Credito e dalla Camera di Commercio – si occupa di valutare i progetti di impresa, che devono necessariamente avere caratteristiche innovative e operare nei settori della produzione dei beni, della fornitura dei servizi o del commercio. La Commissione ha la facoltà di decidere se e in che misura il candidato ha diritto alle agevolazioni: fondo perduto, credito agevolato, esenzione parziale sui contributi o esenzioni fiscali. Un’occasione per puntare sull’innovazione quale fattore cruciale dello sviluppo dell’economia sammarinese, e che consente la crescita dell’occupazione giovanile e femminile non solo in termini quantitativi ma anche qualitativi. Chi desidera accedere ai benefici previsti dalla Legge n.134/97 deve presentare la domanda presso la Camera di Commercio entro martedì 30 marzo 2010 Per presentazione della domanda: https://igf.cc.sm Per informazioni: www.cc.sm (sezione imprenditoria giovanile) i co aN

Ma

a cin

d

Nuove Idee Nuove Imprese

Una competizione che offre ai ragazzi che hanno un’idea imprenditoriale ad alto contenuto innovativo la concreta possibilità di vederla realizzata. Nuove Idee Nuove Imprese, quest’anno giunta alla 9ª edizione, è un’iniziativa che incoraggia lo spirito imprenditoriale dei giovani assistendoli in tutte le tappe del percorso, dall’ideazione al lancio. E lo fa mettendo a disposizione tutti gli strumenti necessari per trasformare la loro creatività in impresa, aiutandoli a sviluppare il loro progetto con un business plan. Il concorso è gratuito e tutti i partecipanti possono prendere parte ad attività di formazione, incontri ed entrare in contatto con il mondo economico ed imprenditoriale Ai migliori progetti vengono riservate assistenza legale, tributaria, commerciale e tutorship. Il progetto imprenditoriale migliore si aggiudicherà un primo premio di 20.000 Euro Il secondo e il terzo classificato verranno rispettivamente premiati con 12.000 e 6.000 Euro. Tutti e tre potranno inoltre iscriversi all’Associazione Industriali e ricevere per due anni l’assistenza gratuita. L’edizione 2009 ha visto sul podio al primo e secondo posto due business plan presentati da giovani sammarinesi. Tra i 19 finalisti, su 83 progetti il primo premio è andato ai ragazzi di Renderbüro, una render-farm per il calcolo informatico, mentre il secondo premio alla squadra di Coxa, servizi alla persona. Al di là della competizione, quella che viene offerta a giovani è un’opportunità, che spesso a loro manca: un’opportunità di formazione sul campo, un’opportunità per conoscere da vicino le realtà economiche di due Paesi limitrofi, Italia e San Marino, un’opportunità per mettere le gambe ai propri sogni e dare vita ad un progetto nel quale ognuno di loro possa dare spazio alle proprie aspirazioni e alle proprie passioni. Iscrizioni aperte fino al 31 maggio 2010 Per Informazioni: www.nuoveideenuoveimprese.org

C AMERA DI COMMERCIO È una società per azioni a capitale misto pubblico e privato, detenuto per il 51% dallo Stato e per il 49% dalle Associazioni di Categoria (ANIS, OSLA, UNAS, USC e USOT), dalle banche (Banca Agricola Commerciale, Banca di San Marino, Cassa di Risparmio e Credito Industriale Sammarinese) e dall’Università degli Studi di San Marino. CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE Simona Michelotti - Presidente Camera di Commercio Silvano Andreani Paride Bugli Riccardo Cervellini Emanuel Colombini Giorgia Gasperoni Giorgio Petroni Vladimiro Renzi Gian Franco Terenzi

Anno I - Gennaio-Febbraio 2010 - n. 4 Direttore Responsabile: Massimo Ghiotti Redazione: Marianna Bucci Camera di Commercio di San Marino S.p.A. Strada di Paderna, 2 - 47895 Fiorina di Domagnano - RSM Tel. 0549-980.380 - Fax. 0549-944.554 - Mail: info@cc.sm

8

gennaio-febbraio 2010

in san marino

STAFF Massimo Ghiotti - Direttore Generale Evelina Guglielmi - Ufficio Qualità e Produzione Roberto Bucci - Consulente organizzazione fiere ed eventi Marco Macina - Assistente di Direzione e Ufficio IT Jessica Dell’Ominut - Ufficio Contabilità e Segreteria Federica Tonelli - Ufficio Legale Massimo Zani - Ufficio Acquisti e Vendite Marianna Bucci - Ufficio Marketing e Pubbliche Relazioni Nicola Michi - Ufficio Produzione e Pianificazione

Tiratura 1500 copie Progetto grafico: 3 STUDIO Stampa: STUDIO STAMPA Giornale chiuso il 12 marzo 2010 Autorizzazione: Segreteria di Stato per gli Affari Interni Copia registrata presso il Tribunale della Rep. di San Marino

MADE_4_IT  

Anno I Gennaio-Febbraio 2010 n. 4 Nel pieno delle difficoltà risiede l’occasione favorevole. Albert Einstein di Massimo Ghiotti - Direttore...

MADE_4_IT  

Anno I Gennaio-Febbraio 2010 n. 4 Nel pieno delle difficoltà risiede l’occasione favorevole. Albert Einstein di Massimo Ghiotti - Direttore...

Profile for ccrsm
Advertisement

Recommendations could not be loaded

Recommendations could not be loaded

Recommendations could not be loaded

Recommendations could not be loaded