Page 1

Poste Italiane Spa, n. 37 aprile 2017 Spedizione in abbonamento Postale - 70%, DCB Modena

37/2018

percorsi in ceramica rivista di segni e immagini magazine of graphics and designs

grandprix concorso internazionale di architettura international architecture contest


in copertina cover story Bolesław Stelmach, Zamkowe Tarasy Gallery Lublin, Poland

rivista di segni e immagini magazine of graphics and designs

direttore responsabile editor in chief Mauro Manfredini progetto grafico art director Fabio Berrettini Cristina Menotti coordinamento editoriale editorial coordination Nadia Giullari redazione testi text editing Livio Salvadori Alfredo Zappa stampa printing Bieffe SpA Recanati Mc graficabieffe.it Tassa pagata Postage paid

Casalgrande Padana Via Statale 467, n. 73 42013 Casalgrande (Reggio Emilia) Tel. +39 0522 9901 casalgrandepadana.it

Ai sensi del D.LGS. n. 196/2003, la informiamo che la nostra Società tratta elettronicamente ed utilizza i suoi dati per l’invio di informazioni commerciali e materiale promozionale. Nei confronti della nostra Società potrà pertanto esercitare i diritti di cui all’art. 13 della suddetta legge (tra i quali cancellazione, aggiornamento, rettifica, integrazione). Autorizzazione del Tribunale di Reggio Emilia n. 982 del 21 Dicembre 1998. Pursuant to Italian Legislative Decree 196/2003, we inform you that our company will electronically process your data and use them to send you commercial information and promotional material. You may exercise your rights established in art. 13 of said law (including the deletion, updating, correction, and integration of your data) at any time. Court of Reggio Emilia Authorisation No. 982 of 21 December 1998.

Lo standard FSC definisce la tracciabilità di carta proveniente da foreste correttamente gestite secondo precisi parametri ambientali, sociali ed economici. Il rigoroso sistema di controllo prevede l’etichettatura del prodotto stampato realizzato con carte FSC. The FSC standard certifies paper traceability to forests managed according to well-defined environmental, social and economic requirements. The strict monitoring system also includes the use of the “Printed on FSC paper” label on printed products.

grandprix Casalgrande Padana 6 Concorso internazionale 10 Ceramica e architettura 14 Grandi nomi grandi luoghi 16 Cultura del progetto 17 Forma e materia 18 36

I protagonisti

38 42 44 45

Osservatorio globale

Numeri da grand prix

Evento mediatico Chi siamo Soluzioni per l’architettura

di architettura


percorsi in ceramica

grandprix Casalgrande Padana 6 10 14 16 17 18 36

International architecture contest

38 42 44 45

Global showcase

Ceramics and architecture Great locations, big names Culture of design Form and material

The protagonists The Grand prix in numbers

Media event About us Architectural solutions

Grand Prix 2010 - 2012 Terzo premio Third prize Rivestimenti di facciata, pavimentazioni esterne Façade Cladding and External Flooring Category Architetto Silvio D’Ascia & ATI Servizi Integrati - IDI La Porta Del Parco, Bagnoli, Napoli Naples, Italy


IUAV, Venezia sede della cerimonia di premiazione della X edizione di Grand Prix IUAV, Venice Venue for the awards ceremony of the 10th edition of the Grand Prix

4 5


concorso internazionale di architettura international architecture contest

grandprix Casalgrande Padana undicesima edizione 2016-2018 eleventh edition 2016-2018

Il dialogo diretto con i protagonisti dell’architettura rappresenta per noi un fattore fondamentale di stimolo e guida nel processo d’innovazione continua del prodotto. È inoltre un rapporto che produce vantaggi tangibili sulla qualità di realizzazione dell’opera costruttiva, attraverso la scelta dei materiali e delle soluzioni più appropriate per ogni specifico ambiente e l’esecuzione a regola d’arte dei singoli dettagli costruttivi. For us, direct interaction with leading figures in the world of architecture is an essential source of motivation and spurs on our ongoing product innovation activities. This relationship also brings about tangible benefits in terms of the quality of finished projects as it allows us to ensure the most appropriate materials and solutions are chosen for each specific case, with every tiny detail of the construction process taken care of. Franco Manfredini Presidente Casalgrande Padana President of Casalgrande Padana


grandprix concorso internazionale di architettura international architecture contest

Quasi 30 anni di storia, più di 1700 opere presentate da oltre 1200 progettisti provenienti dai cinque continenti: questo è Grand Prix, il Concorso Internazionale di Architettura di Casalgrande Padana, giunto alla undicesima edizione With just under 30 years of history, and over 1700 projects presented by more than 1200 designers hailing from all over the world: The Grand Prix International Architecture Competition by Casalgrande Padana is now in its 11th edition

Grand Prix è il concorso internazionale di architettura ideato e sostenuto da Casalgrande Padana per selezionare e premiare le realizzazioni più significative che meglio hanno saputo valorizzare le proprietà tecniche e le potenzialità espressive degli elementi in grès porcellanato prodotti dall’azienda. Non un semplice concorso di idee, ma un confronto sul terreno concreto di lavori portati a compimento, quindi i migliori risultati dell’utilizzo reale dei materiali prodotti da Casalgrande Padana nei vari contesti costruttivi. Attraverso questa iniziativa culturale nata nel 1990, Casalgrande Padana organizza da quasi 30 anni un evento in cui la ceramica non si rivela solo in funzione del progetto, ma ne diventa protagonista. Il prestigio e l’autorevolezza di Grand Prix è testimoniato dal successo quantitativo e dalla qualità dei progetti candidati, provenienti dai cinque continenti, grazie ai quali grandi protagonisti dello star system architettonico, giovani promesse e studi consolidati, si confrontano liberamente sulle articolate tematiche del progetto ceramico, declinate tra creatività e innovazione tecnologica.

6 7

The Grand Prix is an international architecture competition created and run by Casalgrande Padana, with the objective of identifying and rewarding the projects that have done most to showcase the technical properties and expressive potential of the company’s porcelain stoneware. The Grand Prix is not just a competition where ideas go up against one another – but a chance to look at tangible examples of completed projects and celebrate the best results achieved through the use of Casalgrande Padana products in a range of construction settings. Launched in 1990, this cultural initiative has been running for nearly 30 years, taking ceramics away from its role as a bitpart player and thrusting it firmly into the spotlight. The prestige and importance of the Grand Prix is illustrated by the sheer quantity and quality of the projects entered every year from all over the world. The competition provides a chance for star names in the world of architecture, up-and-coming talents and long-established studios to come together in a process of dialogue around the many themes associated with using ceramics in design – a field of huge creativity and technological innovation.


Grand Prix 2013 - 2015 Cerimonia di premiazione Awards ceremony Aula Magna dell’Università IUAV, Venezia Aula Magna, IUAV University, Venice


grandprix concorso internazionale di architettura international architecture contest

Grand Prix 2007 - 2009 Kengo Kuma Grand Prix 2010 - 2012 Daniel Libeskind Cerimonia di premiazione Awards ceremony Spazio CityLife, Milano CityLife Space, Milan

Un’operazione culturale di largo respiro, supportata dal contributo di una giuria internazionale chiamata a operare in completa autonomia, composta da illustri esperti del settore, progettisti, professori universitari e critici dell’architettura. Una iniziativa che nel corso delle sue XI edizioni è cresciuta e si è sviluppata andando oltre il semplice concetto di concorso, per proporsi come momento di confronto e ricognizione costante sui temi dell’architettura, del design e dell’innovazione tecnologica.

A far-reaching cultural initiative, the Grand Prix is supported by an international panel of independent experts comprising illustrious names from the sector, designers, university professors and architecture critics. Over the course of its 11 editions, the Grand Prix has grown and evolved to become more than a mere competition. The event has now developed into a chance for the sector to come together and take stock of the state of architecture, design and technological innovation.

Cultura della produzione e cultura del progetto sono, infatti, gli ambiti di riferimento fondamentali per le strategie di sviluppo di Casalgrande Padana che, sin dalla nascita, ha promosso e consolidato un profondo rapporto di collaborazione con l’universo della progettazione architettonica e dell’interior design.

Casalgrande Padana’s development strategy has always been anchored around the cultures of production and design, with the company promoting and consolidating strong partnerships with the world of architecture and interior design right from the very beginning.

8 9


Nella storia, l’evoluzione della ceramica e delle tecniche di produzione messe a punto per svilupparne le qualità ha accompagnato quella dell’architettura. (…) Ed è al rafforzamento di questo connubio che sono indirizzate le iniziative promosse da Casalgrande Padana, un’impresa che più di altre ha compreso quanto fertile ed opportuno sia promuovere relazioni sempre più strette tra le ricerche condotte dall’industria e le sperimentazioni compiute dagli architetti quando hanno come fine comune quello dell’innovazione. Throughout history, the evolution of ceramics and the production techniques devised to increase its qualities has gone hand in hand with architecture. […] The initiatives promoted by Casalgrande Padana are designed to further strengthen that bond. They – more than anyone else – have grasped just how beneficial and opportune it is to encourage greater synergy between industrial development and the experimentation driven forward by architects, when both share the common aim of innovation. Francesco Dal Co Dall’editoriale al Creative Book dedicato alla IX edizione del Grand Prix From the editorial of the Creative Book dedicated to the ninth edition of the Grand Prix


10 11


grandprix

ceramica e architettura ceramics and architecture Old House Kengo Kuma


grandprix ceramica e architettura ceramics and architecture

Osservatorio privilegiato sull’utilizzo della ceramica in architettura e lo sviluppo della ricerca progettuale dell’intero settore, Grand Prix è andato consolidandosi nel corso delle sue edizioni come un’operazione culturale di successo, cresciuta e sviluppatasi fino ad assumere un ruolo di autorevole riferimento, grazie al livello delle realizzazioni in concorso provenienti dai cinque continenti, alla serietà del lavoro svolto dalla giuria internazionale e dal consenso espresso da voci illustri del mondo dell’architettura, della ricerca, dell’università e della comunicazione. Lo scopo è quello di favorire il fruttuoso incontro e lo scambio di competenze tra Casalgrande Padana, uno dei principali protagonisti di questo comparto produttivo a livello globale, e gli autori del progetto architettonico che ne valorizzano attraverso le loro realizzazioni le assolute qualità, facendo leva sull’originalità dell’interpretazione e l’applicazione concreta nell’opera architettonica. Sino dalla prima edizione Grand Prix ha avuto il merito di mettere in primo piano le proprietà tecniche e le potenzialità espressive degli elementi in grès porcellanato evidenziandone con forza la flessibilità e l’eclettismo: dalle più impegnative costruzioni di architettura moderna al recupero e alla ristrutturazione dell’esistente; dagli utilizzi nell’interior design alle pavimentazioni esterne; dai rivestimenti agli involucri di facciata; dalle applicazioni speciali alle grandi superfici a traffico intenso di centri commerciali, aeroporti, alberghi e spazi residenziali.

Grand Prix 2010 - 2012 Primo premio First prize Edilizia pubblica e dei servizi, edilizia industriale Buildings for public functions and services, industrial buildings Andrea Mambriani Cedacri Group Headquarter, Collecchio, Parma, Italy

12 13

Providing a stunning insight into the use of ceramics in architecture and the evolution of design throughout the entire sector, the Grand Prix has established itself over the course of the years as a successful cultural initiative which is now a key industry event. It has achieved this as a result of the quality of projects entered from all over the world, the seriousness with which the international judging panel go about their task and the universal praise bestowed on the competition by illustrious voices from the world of architecture, research, academia and communications. The aim of the competition is to promote healthy debate and the exchange of skills between Casalgrande Padana – one of the world’s leading producers of ceramics – and the brains behind architectural projects which showcase the stunning quality of the brand’s products, using innovative ideas to find a tangible use for ceramics in the world of architecture. From its very first edition, the Grand Prix has provided a platform for the technical properties and expressive potential of porcelain stoneware, shining a light on its flexibility and eclecticism. Indeed, it is a material suitable for anything from the most demanding modern architecture to projects focusing on salvaging and renovating existing structures, interior design projects, external flooring, cladding and building envelopes, special applications and large surfaces designed to accommodate large amounts of footfall including shopping centres, airports, hotels and residential spaces.


Grand Prix 2007 - 2009 Edilizia pubblica e dei servizi, edilizia industriale Buildings for public functions and services, industrial buildings Tamassociati Emergency Salam Surgery Centre in Khartoum, Sudan

Il nostro approccio progettuale in rapporto alle tecniche e ai materiali costruttivi si traduce in maniera molto pragmatica. Sia nei progetti per il sud del mondo sia in quelli per il nostro paese, l’esigenza di dover lavorare con la migliore tecnologia possibile è comunque il punto di inizio. Ma non c’è nulla di preconcetto. Si parte da quello che è disponibile sul luogo e il progetto cresce di conseguenza. Abbiamo imparato molto e continuiamo a imparare dalle tante realtà imprenditoriali italiane e dalla loro capacità di sviluppare eccellenze. Non è un caso ad esempio che il comparto della ceramica abbia raggiunto delle qualità così elevate nel nostro paese e non in altri. Proprio per la capacità di sviluppare in maniera artigianale un prodotto e trasferire questa attenzione alla qualità, al dettaglio e al manufatto finito realizzato su scala industriale. We have a very pragmatic approach to design when it comes to choosing construction techniques and materials. Whether it’s projects in the southern hemisphere or here in our own country, the starting point is always to work with the best technology possible. But we don’t have any preconceptions. We start with what’s available on the ground and the project grows from there. We’ve learned a lot and we continue to learn from the many Italian businesses and their ability to achieve excellence. It’s no coincidence, for example, that the ceramics industry has achieved such high standards in our country and not in others. We have an ability to develop a product using artisanal techniques and then apply this on an industrial scale, all the while maintaining a focus on quality, detail and the end product. Simone Sfriso TAMassociati Testimonianza raccolta a margine della Lectio magistralis tenuta in occasione della premiazione del X concorso internazionale di architettura Grand Prix Casalgrande Padana Speaking on the margins of the keynote lecture given as part of the awards ceremony for the 10th edition of Casalgrande Padana’s Grand Prix international architecture competition


grandprix ceramica e architettura ceramics and architecture

Sotto, below Grand Prix 2002-2004 Venezia Venice Grand Prix 2005-2006 Firenze Florence Grand Prix 2007-2009 Milano Milan Grand Prix 2010-2012 Milano Milan

Grandi nomi grandi luoghi GREAT LOCATIONS, BIG NAMES In armonia con i caratteri del Concorso, le cerimonie d’onore del Gran Prix, con la proclamazione dei vincitori e la premiazione, si sono svolte nella cornice di luoghi di grande prestigio culturale e spessore rappresentativo in termini artistici e architettonici, quali: La Triennale di Milano, la Scuola Grande di S. Giovanni Evangelista a Venezia, la Sala dei Cinquecento di Palazzo Vecchio a Firenze, l’Aula Magna della Ca’ Granda di Milano, lo Spazio CityLife di Milano, l’Aula Magna dell’Università IUAV di Venezia, nel prestigioso Complesso monumentale dei Tolentini. Il tutto accompagnato dall’intervento di voci illustri del mondo del progetto, della critica, dell’università e della comunicazione, attraverso lecture e contributi critici di grande spessore, tra i quali, solo per citare i più recenti, quelli di Kengo Kuma, Daniel Libeskind, Francesco Dal Co, Simone Sfriso di TAMassocciati, team curatoriale del Padiglione Italia alla 15a Biennale d’Architettura di Venezia.

La giuria internazionale del Grand Prix, composta da esperti del settore di dichiarata fama, scelti all’interno del mondo professionale, del settore accademico e della critica d’architettura, nel corso dei lunghi anni trascorsi dalla prima edizione, ha mutato più volte composizione, mantenendo alto il profilo di autorevolezza necessario a elevare la qualità del concorso attraverso una competente e approfondita analisi delle opere candidate. L’ultima edizione è stata presieduta da Franco Manfredini, Presidente di Casalgrande Padana e composta da Alfonso Acocella, Architetto, Docente alla Facoltà di Architettura, Università di Ferrara (I); Giuseppe Cappochin, Architetto, Presidente del Consiglio Nazionale degli Architetti PPC, Roma (I); Riccardo Blumer, Direttore dell’Accademia di Architettura di Mendrisio (CH); Christophe Le Gac, Architetto, Giornalista, Parigi (F); Domenico Podestà, Architetto, Designato dal Consiglio Nazionale degli Architetti PPC, Roma (I); Sebastian Redecke, Architetto, Direttore Rivista “Bauwelt”, Berlino (D); Matteo Vercelloni, Architetto, Giornalista, Critico d’Architettura, Milano (I).

In line with the very nature of the competition, the Grand Prix awards ceremony, where the winners are revealed and their prizes formally presented, has taken place at places of great cultural prestige and significant artistic and architectural relevance over the years, including: Milan’s La Triennale, the Scuola Grande di San Giovanni Evangelista in Venice, the Sala dei Cinquecento at Palazzo Vecchio in Florence, the Aula Magna at the Ca’ Granda in Milan, CityLife in Milan, and the Aula Magna at the IUAV University of Venice, in the stunning Tolentini complex. The ceremonies feature contributions from illustrious names in the world of design, critical thought, academia and communications, with fascinating lectures and speeches from – to name but a few of the most recent ones – the likes of Kengo Kuma, Daniel Libeskind, Francesco Dal Co and Simone Sfriso of TAMassocciati, who were the team behind the Italy Pavilion at the 15th Architecture Biennale in Venice.

14 15

The Grand Prix’s international judging panel – composed of renowned industry experts chosen from the professional, academic and critical spheres – has changed many times since the first edition of the competition, yet its authority has remained constant. The panel ensures that standards of the competition are maintained through in-depth analysis of the entries. In the most recent edition, the panel was led by Casalgrande Padana’s president Franco Manfredini and featured Alfonso Acocella, an architect and professor at the University di Ferrara’s Faculty of Architecture; Giuseppe Cappochin, an architect and the president of the National Council of Architects PPC in Rome; Riccardo Blumer, the director of the Mendrisio Architecture Academy; Christophe Le Gac, an architect and journalist from Paris; Domenico Podestà, an architect and appointed representative of the National Council of Architects PPC in Rome; Sebastian Redecke, an architect and the director of the “Bauwelt” magazine in Berlin; Matteo Vercelloni, an architect, journalist and architectural critic from Milan.


Grand Prix 2013-2015 Aula Magna dell’Università IUAV, Venezia Aula Magna, IUAV University, Venice


grandprix ceramica e architettura ceramics and architecture

CULTURA DEL PROGETTO Culture of Design Casalgrande Padana è il partner ideale per migliaia di progettisti e committenti di tutto il mondo, grazie all’unicità dei prodotti offerti, all’esperienza maturata in oltre 50 anni di attività nella realizzazione di architetture di ogni scala, tipologia e destinazione d’uso, alla capacità di offrire un competente servizio di consulenza attraverso Padana Engineering, società specializzata nella fornitura di assistenza in ogni fase del lavoro, dalla selezione dei materiali allo sviluppo del progetto, fino alla posa in opera e al collaudo.

Da sempre orientato alla sfera del progetto, il percorso di Casalgrande Padana è fortemente caratterizzato dall’impegno a sostegno di proposte di primo piano: dalla promozione di iniziative legate all’architettura, al design e alla cultura, fino all’editoria, alla ricerca espressiva e al sostegno di importanti interventi di restauro, così come di opere ex novo, quali i notissimi landmark “Casalgrande Ceramic Cloud”, prima opera realizzata in Italia dal maestro giapponese Kengo Kuma e “The Crown”, lo scultoreo monolite firmato da Daniel Libeskind.

Casalgrande Padana is the ideal partner for thousands of designers and clients all over the world. We are able to offer a unique range of products, drawing on 50 years of experience in architectural projects of all scales, types and functions and an expert consultancy service in the form of Padana Engineering, which specialises in providing consultancy throughout all project phases, from material selection to product development, installation and testing. Casalgrande Padana has always been passionate about design

and thus works hard to support significant projects – be that promoting initiatives linked to architecture, design and culture or editorial projects, stylistic research and the development of important restoration work. The company has also backed a number of new projects, such as the renowned Casalgrande Ceramic Cloud – the first work completed in Italy by the Japanese maestro Kengo Kuma – and The Crown, a monolithic structure designed by Daniel Libeskind.

La ceramica mi ha sempre interessato. Quando lavoravo al mio progetto di ampliamento per il Victoria and Albert Museum di Londra, ho fatto molte ricerche sulla ceramica. È un materiale antico, esisteva all’epoca dei babilonesi e non è un caso che sia utilizzato a tutt’oggi. Ha eccellenti prestazioni in termini di resistenza, durabilità, comportamento in climi caldi e freddi e, grazie alle recentissime tecnologie, possiamo controllarne la densità, la colorazione, la luminosità. Quindi è davvero un materiale di riferimento per l’architettura del XXI secolo, che offre la possibilità di essere interpretato e utilizzato in modi veramente straordinari. I’ve always been interested in ceramics. When I was working on my extension project for the Victoria and Albert Museum in London, I did a lot of research into ceramics. It’s an ancient material – it was around in the time of the Babylonians and it’s not a coincidence that it’s still used today. It has excellent attributes in terms of resistance, durability and performance levels in hot and cold climates. Thanks to the latest technology, we can now control its density, colouration and shine. It really is a key material for architecture in the 21st century, one that can be interpreted and used in truly extraordinary ways. Daniel Libeskind Testimonianza raccolta a margine della Lectio magistralis tenuta in occasione della premiazione del IX concorso internazionale di architettura Grand Prix Casalgrande Padana Speaking on the margins of the keynote lecture given as part of the awards ceremony for the ninth edition of Casalgrande Padana’s Grand Prix international architecture competition

16 17


The Crown, Casalgrande Daniel Libeskind

FORMA E MATERIA Form and Material La materia ognuno l’ha sotto gli occhi, il contenuto lo trova solo chi ha a che farci, e la forma è un mistero per i più. Raw matter is seen by every one; the contents are found only by him who has his eyes about him; and the form  is a secret to the majority. Johann Wolfgang Goethe, Massime e riflessioni Maxims and Reflections (1833)

Argille di differente plasticità, sabbie quarzifere, feldspati, pigmenti a base di ossidi metallici: macinati, miscelati, impastati, atomizzati, pressati, essiccati e cotti a oltre 1200°C. Questo in sintesi è il grès porcellanato. Tutto parte da qui. Da materie prime naturali, dall’arte di un’industria che sa trasformarle in prodotti a elevato contenuto tecnologico ed espressivo e infine dalla capacità creativa dei progettisti di tradurle in architettura. Materia e forma sono i protagonisti di Grand Prix, un concorso internazionale dedicato a premiare quanti tra forma e materia, tra architettura e lastre ceramiche prodotte da Casalgrande Padana hanno saputo trarre la sintesi migliore. Clay of varying degrees of plasticity, quartz-rich sand, feldspars and pigments made from metallic oxides. All ground, mixed, brought together, atomised, pressed, dried and baked at over 1200°C. This, essentially, is the secret to making porcelain stoneware. Everything begins with natural raw materials, with the art of an industry capable of transforming these into technologically advanced, aesthetically striking products. It is the creative skill of designers that then sees them transformed into works of architecture. Material and form are the stars of the show at the Grand Prix, an international competition dedicated to honouring those projects that have achieved the best architectural results using Casalgrande Padana ceramic tiles.


18 19


grandprix

i protagonisti the protagonists

Casalgrande Ceramic Cloud Kengo Kuma


20 21


grandprix i protagonisti the protagonists

We don’t do design like everyone else does. We work with the material and try to find solutions that can interact in an innovative and specific way with the spatial aspects of architecture. Our work with ceramics didn’t aim at creating a product that could be identified with 5+1AA. The strength of our collaboration with Casalgrande Padana is that anyone can create their own material depending on how you want to use it. And that’s how we rediscovered this dimension somewhere between craftsmanship, industry, and art. 5+1AA Alfonso Femia, Gianluca Peluffo Agenzia di Architettura srl Primo premio al X Grand Prix - Categoria Rivestimenti di facciata, Pavimentazioni esterne con i progetti: Docks di Marsiglia, Francia; IULM 6 - Knowledge Transfer Centre - Libera Università di Lingue e Comunicazione a Milano, Italia; Life - Nuovo quartiere Residenziale nell’area ex comparto Draco a Brescia, Italia First prize at the 10th Grand Prix – Façade Cladding and External Flooring Category for the following projects: Marseille Docks, France; IULM 6 - Knowledge Transfer Centre - Free University of Languages and Communication, Milan, Italy; Life - New residential quarter in the former Draco area, Brescia, Italy

©Maritati

Noi non facciamo design come comunemente inteso, noi lavoriamo la materia e quindi tendiamo in qualche maniera a ricercare e trovare delle soluzioni capaci di interagire in maniera innovativa e specifica con gli aspetti spaziali dell’architettura. Il nostro lavoro con la ceramica non ha avuto la volontà di creare un prodotto identificabile con i 5+1AA. La forza di quello che abbiamo fatto con Casalgrande Padana è che chiunque altro, a seconda delle modalità con cui lo vuole declinare e utilizzare, può fare suo il materiale. E in questo sta la riscoperta di una dimensione collocabile tra artigianato, industria e arte.


grandprix i protagonisti the protagonists Abbiamo iniziato ad avvicinarci alla ceramica utilizzata per gli involucri e abbiamo apprezzato i risultati e il processo costruttivo. siamo rimasti molto soddisfatti dalla flessibilità che il mondo della ceramica può oggi garantirci, date le recenti evoluzioni in termini di formati, spessori, textures ecc. Grazie a una ormai vastissima gamma produttiva e di finiture già presenti, la ricerca dell’idea è facilmente supportata da un prodotto a catalogo e il passaggio dal progetto alla realtà avviene in tempi brevissimi. Recently, we started to move towards the ceramics used for envelopes and we had the chance to appreciate the results and construction process. We were particularly happy with the flexibility that ceramics can ensure given its recent developments in terms of thickness, textures, etc. Thanks to the wide range of products and finishes available, we could back our idea with a product available in the catalogue, which allowed us to go from the project to reality in an extremely short period of time. Jacopo Mascheroni JM Architecture Primo premio al X Grand Prix - Categoria Edilizia Residenziale con il progetto per la Montebar Villa a Medeglia, Canton Ticino, Svizzera First prize at the 10th Grand Prix – Residential Buildings Category, Montebar Villa in Medeglia, Canton of Ticino, Switzerland

22 23


Riteniamo che il rapporto con la superficie sia elemento imprescindibile del fare architettura. (...) La ceramica è un materiale antico, da sempre a disposizione per realizzare in architettura superfici orizzontali e verticali. Nel progetto di un impianto natatorio, per la scelta dei materiali si devono considerare diverse complessità di carattere tecnico e stilistico. Crediamo che i prodotti adottati ci abbiano consentito di esprimere al meglio il nostro desiderio progettuale. We believe surfaces are an absolutely integral part of architecture. […] Ceramics are an ancient material that have always been used in architecture for both horizontal and vertical surfaces. When it comes to choosing materials for a swimming pool, you must consider a range of complex technical and stylistic issues. We believe that the products we chose enabled us to express our design objectives to the fullest. Marco Ciarlo, Fabio Fabiano Premio speciale al IX Grand Prix - Categoria Piscine con il progetto Piscina a Savona, Italia Special prize at the ninth Grand Prix – Swimming Pools Category, Swimming Pool in Savona, Italy


grandprix i protagonisti the protagonists Il rapporto con la ceramica è tutto sommato per noi abbastanza recente, se escludiamo naturalmente le tipologie più tradizionali. La valenza che ci sembra più interessante è la sua natura progettuale, nella misura in cui, essendo un materiale in qualche misura artificiale, può essere pensato e progettato a seconda delle esigenze estetiche e dei requisiti tecnici che si vogliono soddisfare. Our relationship with ceramics is quite recent if we exclude the more traditional applications, of course. What we think makes ceramics so interesting is its design nature, in the sense that, being a somewhat artificial material, it can be designed and used according to the aesthetic and technical requirements. Maria Claudia Clemente, Francesco Isidori Labics Secondo premio al X Grand Prix - Categoria Rivestimenti di facciata, Pavimentazioni esterne con il progetto MAST Manifattura Arti, Sperimentazione e Tecnologia - Bologna, Italia Second prize at the 10th Grand Prix – Façade Cladding and External Flooring Category, MAST Manifattura Arti, Sperimentazione e Tecnologia - Bologna, Italy

24 25


Una componente intrinseca della nostra filosofia architettonica è la convinzione che la forma si esprima attraverso la matericità. I materiali della superficie che riveste la forma sono, pertanto, importanti tanto quanto la forma stessa, perché senza una matericità adeguata e appropriata la forma viene sminuita o diviene addirittura indistinguibile. An intrinsic part of our architectural philosophy is the belief that form is expressed through materials. The materials used for the surfaces that clad forms are therefore just as important as the form itself, because without adequate and appropriate materials form would become diminished or even indistinguishable. Justin Quinlan The Quinlan Group Secondo premio al IX Grand Prix - Categoria Edilizia Residenziale, Piccoli Residence, Griffith, Australia Second prize at the ninth Grand Prix – Residential Buildings Category, Piccoli Residences in Griffith, Australia


grandprix i protagonisti the protagonists La collaborazione con Casalgrande Padana ci permette di affrontare delle sfide impegnative nella realizzazione di opere architettoniche importanti. Vederle analizzate da una autorevole giuria ed essere premiati, credo rappresenti una grande soddisfazione per qualsiasi professionista. Our partnership with Casalgrande Padana allows us to face demanding challenges, creating important architectural works. Seeing an authoritative panel analyse them and acknowledge them is the greatest satisfaction for any professional. Giampiero Peia Peia Associati srl Primo premio al X Grand Prix – Categoria Edilizia Pubblica e Dei Servizi, Edilizia Industriale con il progetto Sky Lounge Bar, Kempinski Residences and Suites a Doha, Qatar First prize at the 10th Grand Prix – Public/Service Buildings, Industrial Construction Category, Sky Lounge Bar, Kempinski Residences and Suites, Doha, Qatar

26 27


L’uso sapiente del materiale ceramico contribuisce a dare ritmo allo spazio interno del centro commerciale e a creare un “punto di attrazione” capace di richiamare residenti e visitatori. Sul piano estetico e funzionale, la ceramica valorizza le superfici qualificandole a livello tecnico, cromatico e del comfort ambientale. The expert use of ceramics helps to bring dynamism to the interior spaces of the shopping centre and create a “point of attraction” for residents and visitors. From an aesthetic and functional perspective, ceramics take surfaces to the next level, adding technical quality, introducing colour and boosting comfort. Sergey Nagrebel’nyy Vladimirovich OOO “ASK Gorod” Primo premio al IX Grand Prix - Categoria Centri Commerciali con il progetto per lo Shopping Centre a Yekaterinburg, Russia First prize at the ninth Grand Prix – Shopping Centres Category, Shopping Centre in Yekaterinburg, Russia


grandprix i protagonisti the protagonists Sono sempre stato attratto dalla ceramica; per qualche tempo volevo perfino diventare un ceramista. La ceramica è un materiale emozionante e di grande effetto, che è stato addirittura assimilato all’uomo. Le sue principali caratteristiche sono la naturalezza, la facilità d’uso, la versatilità, la durata e la possibilità di offrire una vastissima gamma di colori. È un materiale naturale come la pietra o il legno, ed è connotato da molte ottime qualità. La ceramica arricchisce l’architettura. I’ve always been attracted to ceramics. At some point, I even wanted to become a ceramic artist. It’s an exciting material with a great effect, which was even likened to humans. It stands out for its naturalness, ease-of-use, versatility, durability, and wide range of colours. A natural material, like stone and wood, with excellent qualities. Ceramics enriches architecture. Zoltàn Kun Kunyho Epitèsziroda kft Primo premio al X Grand Prix - Categoria Centri Commerciali e Direzionali con il progetto per il Mercato Klauzal a Budapest, Ungheria First prize at the 10th Grand Prix – Shopping and Control Centres Category, Klauzal Market, Budapest, Hungary

28 29


L’espressività delle superfici di un’architettura deve essere strettamente dipendente dall’intenzionalità estetica e progettuale del progetto specifico, in funzione del suo contesto, del suo programma, del suo genius loci.... In questo caso, la scelta del grès porcellanato è stata praticamente definita subito, data la maggiore facilità e affidabilità dell’uso delle piastrelle di grès rispetto alle lastre di pietra soprattutto su pareti inclinate sorrette da leggere strutture tridimensionali in acciaio zincato. The expressive impact of architectural surfaces – whether vertical or horizontal – closely depends on the aesthetic and design intentions at play within a specific project, taking into account the wider context, layout and spirit. In this case, the decision to use porcelain stoneware was virtually made immediately, given the greater ease and reliability of using these tiles compared with stone tiles, especially given the fact we were talking about inclined walls supported by lightweight, 3D structures in zinc-plated steel. Silvio D’Ascia Atelier D’Architecture & ATI Servizi Integrati - IDI Terzo premio ex aequo al IX Grand Prix - Categoria Rivestimenti di facciata, Pavimentazioni esterne con il progetto La Porta Del Parco a Bagnoli, Italia Joint third prize at the ninth Grand Prix – Façade Cladding and External Flooring Category, La Porta Del Parco, Bagnoli, Italy


grandprix i protagonisti the protagonists Il progetto di un grande impianto sportivo come lo Stadio del Nuoto di Cuneo coinvolge il tema del rivestimento sotto tutti gli aspetti: funzionali innanzitutto, di manutenzione, ma anche normativi, decorativi, di caratterizzazione degli spazi per l’orientamento ecc. Il rischio di ottemperare alla soddisfazione di tutti i requisiti era l’estrema diversificazione. Abbiamo fatto un passo indietro cercando denominatori comuni tra superfici, formati e colori. Lo sforzo progettuale ad hoc in poche maglie ci ha permesso di proporre gli stessi elementi in modo alternativo raggiungendo un risultato ben riconoscibile nella comunicazione grafica di tutti gli ambienti. L’ampia ed esaustiva gamma della produzione Casalgrande Padana ci ha permesso inoltre di soddisfare anche esigenze particolari con l’utilizzo di numerosi pezzi speciali ed elementi di produzione custom coerenti con il progetto. The design of a large sports facility like the Cuneo Swimming Stadium involves the issue of the coverings under every point of view (functional, maintenance, standards, decorative, spatial orientation, etc.) The risk of having to meet all these requirements was to embrace extreme diversification. We took a step backwards looking for common denominators between surfaces, formats, and colours. An ad hoc and streamlined effort that allowed us to use the same elements in an alternative way, thereby achieving a clearly recognisable result in the graphic communication of all the areas. Casalgrande Padana’s wide and complete range of products allowed us to meet particular requirements by using custom trims and tiles in line with the project. Alessandra Raso, Matteo Raso Cliostraat Premio speciale al X Grand Prix - Categoria Piscine con il progetto Nuovo Stadio del Nuoto di Cuneo Complesso Sportivo Parco della Gioventù - Cuneo, Italia Special prize at the 10th Grand Prix – Swimming Pools Category, New Cuneo Swimming Stadium, Parco della Gioventù Sports Complex, Cuneo, Italy

30 31


I giochi tra le superfici e i materiali e il modo in cui questi riflettono la luce sono un elemento di assoluta importanza visiva nei progetti dello studio Louis Phillips Architects. La scelta dell’elemento ceramico prodotto da Casalgrande Padana è dovuta a svariati fattori: la qualità, la disponibilità di una piastrella utilizzabile in interni ed esterni per creare una transizione senza soluzione di continuità tra i due spazi; la disponibilità di listelli e rivestimenti specifici per le scalinate; l’ampia gamma di formati, tutti utilizzabili in modo combinato, mantenendo il perfetto allineamento delle fughe; le diverse finiture nella stessa gamma - dalla superficie extra lucida all’opzione antiscivolo. The relationship between the surfaces and materials and the way in which these reflect the light are an absolutely vital visual element in all Louis Phillips Architects projects. The decision to go with ceramic products from Casalgrande Padana is down to a range of factors: the quality, the availability of tiles that can be used both indoors and outdoors, thus ensuring no boundaries between the two spaces, the availability of special tiles and finishes for stairs, the wide range of formats, which can be mixed and matched to ensure the joins line up exactly, and the range of different finishes available, from extra-shiny to the non-slip options. Luis Phillips Luis Phillips Architects and Associates Terzo premio al IX Grand Prix - Categoria Edilizia Residenziale con il progetto per il Pearl Valley Golf Estate a Paarl, Sudafrica Third prize at the ninth Grand Prix – Residential Buildings Category, Pearl Valley Golf Estate in Paarl, South Africa


grandprix i protagonisti the protagonists La mia relazione con la ceramica si basa sulla tradizione precolombiana, specialmente la cultura Chancay e Nazca. Fin dalla mia infanzia ho visto questi antichi oggetti e architetture. Nel mio percorso di architetto ho sempre pensato di integrare nell’architettura moderna questo materiale, che dà calore, matericità e proprietà termiche. My relationship with ceramics is based on the pre-Columbian tradition, and in particular the Chancay and Nazca culture. I’ve seen these ancient objects and architectures since I was a child. Throughout my career, I’ve always wanted to integrate this material into modern architecture as it provides warmth, texture, and thermal properties. Rafael Freyre Arquitectura Rafael Freyre Secondo premio al X Grand Prix - Categoria Edilizia Residenziale con il progetto Casa Azpitia a Mala, Perù Second prize at the 10th Grand Prix – Residential Buildings Category, Casa Azpitia, Mala, Peru

32 33


Cercavo superfici materiche che parlassero in modo originale il linguaggio della terra, della pietra e dei mattoni. Ho trovato in Casalgrande Padana un interlocutore sensibile, capace di coniugare nei suoi prodotti le declinazioni della tradizione con la qualità della innovazione tecnologica. I wanted to obtain material surfaces that brought an original twist to the language of the earth, stone and bricks. I’ve found Casalgrande Padana to be very understanding partners capable of combining tradition with the quality that comes from technological innovation in its products. Andrea Mambriani Primo premio al IX Grand Prix - Categoria Edilizia Pubblica e Dei Servizi, Edilizia Industriale con il progetto per il Cedacri Group Headquarter a Collecchio, Italia First prize at the ninth Grand Prix – Public/Service Buildings, Industrial Construction Category, Cedacri Group Headquarters in Collecchio, Italy


grandprix i protagonisti the protagonists Il valore espressivo delle superfici è sempre stato un tema centrale nel lavoro di SAA&A, in quanto è parte di una ricerca concentrata a definire spazi la cui qualità materica e plastica si disveli sotto la luce. L’adozione di un grès ceramico, garantisce, rispetto a una comune ceramica, requisiti prestazionali decisamente superiori in termini di durabilità e stabilità del prodotto, permettendo così di legare in una sintesi efficace la qualità dell’immagine architettonica e la manutenibilità del manufatto costruito. The expressive impact of surfaces has always been a central theme in the work of SAA&A, as it is part of a process designed to create spaces whose material and sculptural qualities are laid bare when exposed to light. Unlike standard ceramics, the use of porcelain stoneware guarantees high levels of performance in terms of durability and stability, thus allowing us to effectively match the quality of the architecture with the maintainability of the product delivered. Studio di Architettura Anselmi & Associati Primo premio al IX Grand Prix - Categoria Rivestimenti di facciata, Pavimentazioni esterne con il progetto per il Complesso parrocchiale San Pio da Pietrelcina a Roma, Italia First prize at the ninth Grand Prix – Façade Cladding and External Flooring Category, San Pio da Pietrelcina church compound, Rome, Italy

34 35


(...) Nel lavoro di ristrutturazione e riconversione della ex Aticarta a Pompei la concezione del progetto investe tutte le sue superfici in un atto unico di essenzialità dell’idea. (...) Il rivestimento ceramico, in particolare dei pavimenti interni delle gallerie e degli spa zi comuni, svolge un ruolo significativo (…) La flessibilità di disegno, la possibilità di utilizzare cromie differenziate hanno definito opportunità da cogliere. (...) At the heart of the renovation and conversion project for the former Aticarta factory in Pompeii was the belief that all of the surfaces should promote one, simple idea. […] The ceramic coverings – particularly the inside flooring of the galleries and communal areas – have a really important role […] The flexibility of the design and the possibility of using different colourations provided us with an opportunity we just had to take. Vincenzo Corvino Design International & Corvino + Multari Secondo premio al IX Grand Prix - Categoria Centri Commerciali con il progetto per lo Shopping Centre La Cartiera a Pompei, Italia Second prize at the ninth Grand Prix – Shopping Centres Category, La Cartiera Shopping Centre in Pompeii, Italy


grandprix

numeri da grandprix THE grandprix IN NUMBERS 36.000 euro di dotazione complessiva dei premi per la XI edizione 36,000 euros on offer to the winners of the 11th edition

28 anni / 11 edizioni 28 years / 11 editions 1700 opere presentate da 1200 progettisti provenienti da 5 continenti 1700 projects entered by 1200 designers hailing from 5 continents

2013-2018 periodo all’interno del quale devono essere state completate le opere candidabili alla XI edizione di Grand Prix 2013-2018 the period in which projects must have been completed for them to be eligible to enter the 11th edition of the Grand Prix

4 Categorie 4 Categories - centri commerciali e direzionali (grandi superfici) shopping and office centres (large surfaces) - edilizia pubblica e dei servizi, edilizia industriale buildings for public functions and services, industrial buildings - edilizia residenziale residential buildings - rivestimenti di facciata, pavimentazioni esterne e piscine façade coverings, external floorings and swimming pools

31 dicembre 2018 termine ultimo per l’iscrizione alla XI edizione 31 December 2018 final deadline for entries for the 11th edition I candidati devono far pervenire la propria adesione iscrivendosi online sul sito Candidates can enter online at

grandprixcasalgrandepadana.com

36 37


Il rapporto con Casalgrande Padana è stato molto interessante e decisivo per la buona riuscita dell’intervento. Il suo staff tecnico ha saputo indirizzare con noi la ricerca verso l’utilizzo di un materiale cosiddetto corrente. In questo caso, idea particolarmente consona alla laconicità esemplare dell’edificio e allo spirito di innovazione della produzione dei suoi autori: Angelo Mangiarotti, Bruno Morassutti e Aldo Favini. Our relationship with Casalgrande Padana was very interesting and important for the success of the intervention, as their technical staff managed to help us direct our attention towards a current material. In this particular case, it was extremely fitting, given the laconism of the building and innovative spirit of its creators, i.e. Angelo Mangiarotti, Bruno Morassutti, and Aldo Favini. Giulio Barazzetta, Sergio Gianoli SBG Architetti Secondo premio al X Grand Prix – Categoria Edilizia Pubblica e Dei Servizi, Edilizia Industriale con il progetto di restauro per la Chiesa parrocchiale di Nostra Signora della Misericordia a Baranzate, Milano, Italia Second prize at the 10th Grand Prix – Public/Service Buildings, Industrial Construction Category, restoration project for the Nostra Signora della Misericordia church in Baranzate, Milan, Italy


38 39


grandprix

osservatorio globale global showcase

Creative Centre Casalgrande Padana, Dinazzano Studio Cerri & Associati


grandprix osservatorio globale global showcase

Grand Prix analizza e seleziona opere provenienti da ogni angolo del pianeta, mettendo a confronto esperienze tra loro molto differenziate, consentendo di verificare lo stato di elaborazione progettuale nei più diversi ambiti culturali e territoriali di intervento

©Moreno Maggi

Grand Prix analyses and selects works from all four corners of the globe, bringing together a diverse selection of projects and providing a snapshot of the state of design in a range of different cultural and geographical contexts

Edizione dopo edizione, Grand Prix è cresciuto in notorietà fino a diventare un evento di importanza globale nell’ambito dei premi d’Architettura. Un prezioso fermo immagine dell’evoluzione della materia, delle superfici, delle prestazioni, delle tecniche e dei sistemi di posa, così come dei sempre sorprendenti risultati emozionali, capaci di trasformare la ceramica in elemento di elevato plusvalore architettonico. Un concorso che oggi consente anche di tracciare un bilancio oggettivo sull’evoluzione e i cambiamenti che nei più diversi angoli del pianeta hanno caratterizzato il modo di fare ceramica per l’architettura degli ultimi 30 anni. In questo senso Grand Prix ha anche il merito di costituire nel tempo una preziosa opera documentale, che testimonia l’evoluzione del prodotto ceramico e delle sue applicazioni. Un patrimonio culturale e tecnico di elevato valore, a disposizione di tutte le persone interessate al mondo dell’architettura e dell’interior design.

Grand Prix 2010 - 2012 Secondo premio Second prize Edilizia pubblica e dei servizi, edilizia industriale Buildings for public functions and services, industrial buildings Massimiliano e Doriana Fuksas Studio Fuksas - Hotel-Business, Management School Georges-Frêche, Montpellier, France

40 41

Edition after edition, the Grand Prix has grown in stature to become one of the most important architectural competitions in the entire world. The contest also provides a valuable snapshot of the current lie of the land as regards ceramics, surfaces, performance levels and installation techniques and systems. The Grand Prix always shines a light on some truly stunning end products, which succeed in using ceramics to take architectural projects to a whole new level. The Grand Prix paints an objective picture of the evolution and changes that – around the world – have affected the role of ceramics in architecture over the past 30 years. In this way, the initiative also carries out the important role of documenting the development of ceramic products and their uses. It represents a vital cultural and technical resource available to all people interested in the world of architecture and interior design.


grandprix osservatorio globale global showcase

EVENTO MEDIATICO MEDIA EVENT I risultati di ogni edizione del Grand Prix vengono raccolti nel Creative Book, una proposta editoriale di Casalgrande Padana che nelle ultime sette edizioni è stata realizzata in collaborazione con la rivista internazionale di architettura Casabella. La rassegna dei progetti vincitori e una selezione delle opere più significative è organizzata secondo le tipologie d’intervento previste dal concorso. Ogni realizzazione è ampiamente illustrata attraverso immagini e disegni accompagnati da un testo descrittivo del progetto con le specifiche applicative dei materiali ceramici impiegati, la motivazione del premio formulata dalla giuria, una scheda tecnica del progetto e una biografia dei progettisti. Attraverso questi esempi concreti, Creative Book intende stimolare nuovi percorsi di ricerca e sperimentazione in ambito estetico-compositivo e tecnico-prestazionale sull’utilizzo del materiale ceramico in architettura, per fornire al progettista spunti operativi utili per il suo lavoro. Stampato in 70.000 copie, in quattro lingue, Creative Book, viene diffuso in allegato al numero più prossimo di Casabella, oltre a essere distribuito direttamente da Casalgrande Padana. Inoltre, i migliori progetti partecipanti al Concorso trovano ampia eco e spazio di pubblicazione attraverso i canali privilegiati di Casalgrande Padana, sulle pagine di pubblicazioni e riviste nazionali e internazionali di architettura e design, oltre che sul numero speciale dell’house organ Percorsi in Ceramica, tradizionalmente dedicato al Grand Prix e sui canali web e social gestiti dall’azienda.

Le copertine di Creative Book con i progetti del concorso internazionale di architettura Creative Book covers featuring projects from the international architecture competition

42 43

The results of each edition of the Grand Prix are collated in Casalgrande Padana’s Creative Book publication, which for the past seven editions has been produced in collaboration with international architectural magazine Casabella. This collection of the winning projects and a selection of the most significant works is split up according to the categories of the competition. Each project is profiled in detail with images and drawings, accompanied by text describing the project, the specifics of the ceramic materials used, the panel’s reasons for awarding a prize, technical project information, and a biography of the designers involved. By shining a light on these concrete examples, the Creative Book aims to stimulate further innovation and experimentation with the aesthetic, compositional, technical and performance-related aspects of using ceramics in architecture, providing designers with useful ideas to apply to their own activities. With 70,000 copies printed, the Creative Book – which is published in four languages – is sold along with the latest edition of Casabella, as well as being distributed directly by Casalgrande Padana. The best projects in the competition are also extensively publicised through Casalgrande Padana’s various media channels, in national and international architecture and design publications and magazines, in a special Grand Prix edition of Casalgrande Padana’s Percorsi in Ceramica magazine, and on the company’s web and social media platforms.


Creative Book Grand Prix X

CASALGRANDE PADANA Pave your way

creative

book casalgrande padana


grandprix osservatorio globale global showcase

© Ghigo Roli

CHI SIAMO ABOUT US Casalgrande Padana produce da oltre 50 anni materiali ceramici evoluti. Soluzioni innovative ed ecologiche per la realizzazione di involucri, pavimenti e rivestimenti, capaci di rispondere a qualsiasi esigenza creativa e tecnologica del mondo dell’architettura e del design.

Casalgrande Padana has been producing advanced ceramic materials for over 50 years: innovative and environment-friendly solutions for the creation of envelopes, flooring and cladding capable of responding to any creative and technological requirement in the world of architecture and design.

– È stata la prima azienda ceramica ad aver focalizzato la propria produzione sul grès porcellanato.

– We were the first ceramics company to focus our production on porcelain stoneware.

– Adotta una politica industriale fortemente orientata all’innovazione tecnologica e al rispetto dell’ambiente.

– Our industrial policy is strongly focused on technological innovation and respect for the environment.

– Opera attraverso un’intensa attività di ricerca e sperimentazione per il continuo miglioramento del prodotto sia a livello estetico che prestazionale.

– We work tirelessly in the field of research and development to ensure the constant improvement of our products in terms of both aesthetics and performance.

– Produce, ricerca e innova all’interno di laboratori e impianti interamente insediati in Italia.

– Our production, research and innovation activities take place exclusively in workshops and factories located in Italy.

Il grès porcellanato di Casalgrande Padana, costituito esclusivamente da materie prime naturali, è ottenuto mediante un processo a ciclo chiuso che si distingue per un impatto ambientale ridottissimo. I prodotti ceramici proposti dall’azienda vanno ben oltre l’abituale offerta di mercato e sono in grado di coprire tutti gli ambiti applicativi, sia in termini di funzioni che di tipologia degli edifici. L’offerta non si limita però al prodotto e pone in primo piano gli aspetti legati ai servizi e alla consulenza alla progettazione, nell’obiettivo della massima qualità esecutiva e architettonica.

Casalgrande Padana’s porcelain stoneware is made exclusively from natural raw materials, using a closed-loop production cycle with a greatly reduced environmental impact. The ceramic products produced by the company go way beyond market standards and are suitable for all areas of application, in terms of both function and type of building. We don’t just make products, however – we also place great importance on customer service and design consultancy, as part of our objective to ensure maximum quality across project execution and architecture.

6 stabilimenti nel cuore del distretto ceramico più importante del mondo 700.000 metri quadrati di impianti industriali 1000 dipendenti 80% della produzione rappresentato da piastrelle in grès porcellanato 24.000.000 metri quadrati di lastre ceramiche prodotte all’anno interamente in Italia 100 Paesi nei cinque continenti raggiunti dalla capillare rete commerciale

6 facilities in the heart of the most important ceramics district in the world 700,000 square metres of industrial facilities 1000 employees 80% of production made up of porcelain stoneware tiles 24,000,000 square metres of ceramic tiles produced exclusively in Italy every year 100 countries around the world covered by our extensive commercial network

44 45


SOLUZIONI PER L’ARCHITETTURA ARCHITECTURAL SOLUTIONS

Progetti da Grand Prix

Casalgrande Padana è in grado di offrire una gamma completa di soluzioni per specifiche esigenze di progetto.

Casalgrande Padana offers a comprehensive range of solutions suitable for specific project needs.

Grand Prix Projects

– Pavimenti e rivestimenti per l’architettura e il design d’interni – Rivestimenti ceramici per l’involucro – Facciate ventilate – Sistemi a cappotto con lastre sottili – Sistemi frangisole con lastre o con tubolari ceramici – Pavimenti e rivestimenti bioattivi antibatterici per interni – Rivestimenti bioattivi autopulenti e antibatterici per l’involucro – Pavimenti autoposanti a secco – Pavimenti sopraelevati e galleggianti – Pavimentazioni industriali – Pavimenti plurisensoriali per guidare gli ipovedenti – Rivestimenti e pezzi speciali per piscine

– Flooring and cladding for architecture and interior design – Ceramic building envelopes – Ventilated façades – Insulation systems using special thin tiles – Sun-shade systems with tiles or ceramic tubing – Bioactive, anti-bacterial flooring and cladding for internal spaces – Bioactive, self-cleaning, anti-bacterial cladding for building envelopes – Dry self-laying flooring tiles – Raised and suspended flooring – Industrial flooring – Multi-sensory flooring for the visually impaired – Cladding and special pieces for swimming pools


grandprix

1

2

5

6

3

4

7

9 10

11 12 10th

I vincitori di Grand Prix 2013/2015, decima edizione Winners of the Grand Prix 2013/2015, edition 1. Zoltà n Kun / 2. Bolesław Stelmach / 3. Massimo Sacchi, Giulio Barazzetta e Sergio Gianoli / 4. Giampiero Peia, Marta Nasazzi 5. Jacopo Mascheroni / 6. Gianluca Peluffo, Alfonso Femia / 7. Anthony Orelowitz, Vivien Yun e Amir Livneh / 8. Sibaev Airat Iskandarovich 9. Rafael Freyre / 10. Maria Claudia Clemente, Francesco Isidori / 11. Alain Demarquette / 12. Roberto Drigo / 13. Alessandra Raso, Matteo Raso

13

8


Per partecipare alla XI edizione di Grand Prix Casalgrande Padana è sufficiente connettersi al sito, prendere visione del bando e compilare online la scheda di iscrizione. www.grandprixcasalgrandepadana.com

To participate in the 11th edition of Grand Prix Casalgrande Padana edition just visit our webpage, read the call and fill in the online application form.


Percorsi in ceramica 37 ITA - ENG  

The latest issue of Casalgrande Padana’s magazine is entirely dedicated to the next edition of the Grand Prix architecture competition. L’...

Percorsi in ceramica 37 ITA - ENG  

The latest issue of Casalgrande Padana’s magazine is entirely dedicated to the next edition of the Grand Prix architecture competition. L’...

Advertisement