{' '} {' '}
Limited time offer
SAVE % on your upgrade.

Page 1

EDIZIONE

Periodico d'Informazione - Anno XIV N. 330 (22) 18 - 12 - 2012 www.bisceglie15giorni.com Registrato al Tribunale di Trani - n. 350 del 21.05.1999 Direttore Responsabile - Salvatore Valentino E-Mail: redazione@bisceglie15giorni.com E d i t r i c e : A s s o c i a z i o n e “ B I S C E G L I E H O S T & C O M M U N I C AATT I O N S � - R e d a z i o n e e T E L E M AT I C A A m m i n i s t r a z i o n e - TTe e l - F a x : 0 8 0 . 3 9 5 2 3 2 8 - V i a d e l C o m m e r c i o , 4411 - 7 6 0 1 1 B i s c e g l i e ( B t )


Pagina 2 - Anno XIV N. 330 (22) 18 - 12 - 2012

NATALE 2012 «Credo nel Verbo che si è fatto carne»

N

atale è la festa di Gesù Bambino, il “Verbo fatto carne”, Dio con noi. È il secondo mistero principale della fede dei cristiani, dopo quello sulla Santissima Trinità. Dio si è fatto come noi per farci come Lui. Egli da Dio ha voluto nascere prendendo la nostra carne da Maria, Madre Vergine, per insegnarci a vivere “divinamente”. Celebrare il “Natale”, in senso cristiano, comporta incontrarsi insieme nella contemplazione della presenza nascosta di Dio nella nostra carne. Il luogo adatto è la comunità cristiana: familiare, parrocchiale e diocesana. I mezzi per celebrare il vero Natale cristiano sono la Parola di Dio, la Divina Liturgia, la preghiera personale, la Novena di Natale, il Sacramento della Riconciliazione, la Comunione Eucaristica, la fraternità da coltivare nella solidarietà e nella condivisione. Auguro a tutti i cristiani della Diocesi di celebrare il Natale nella vita personale, familiare, ecclesiale, portando la gioia della fraternità nel tessuto sociale. Il Sinodo diocesano, già avviato, ci

G L I AU G U R I DELL’ARCIVESCOVO, MONS. GIOVAN BATTISTA PICHIERRI stimola ad essere annunciatori del Natale simili ai pastori che lo riconobbero, come l’Angelo aveva detto loro: “avvolto in fasce, adagiato in una mangiatoia” (Lc 2,12). Così anche noi riconosciamo Gesù presente in ogni p overo e disagiato, sofferente e ammalato, recluso e abbandonato secondo la parola dello stesso Gesù: “Tutto quello che farete al più piccolo tra i miei fratelli, l'avrete fatto a me" (Mt. 25,40). Auguro a tutti i cittadini delle sette Città dell’Arcidiocesi di vivere il Natale, nel dono di sé per una società umana, aperta alla solidarietà e alla condivisione, alla giustizia e alla pace. Il nostro mondo ha bisogno di Gesù Bambino, posto tra Maria e Giuseppe; il Salvatore di tutti, il quale chiede di essere accolto da ciascuno e da tutti, per portare tutti

alla salvezza eterna. Si riaccendano i nostri cuori di stupore e di meraviglia dinanzi al presepio, icona di tutta la realtà umana che ha il suo centro di vita nuova in Gesù Bambino. Auguri di Buon Natale e felice Anno Nuovo, con la benedizione che vi invoco dall’alto! + Giovan Battista Pichierri Arcivescovo

NUOVI GIOCHI PER BAMBINI ALLA PA R RO C C H I A S A N P I E T RO D

omenica 16 dicembre il sindaco, Francesco Spina è intervenuto alla cerimonia di consegna dei giochi per bambini donati dal Rotary Club di Bisceglie e installati nel giardino della parrocchia di San Pietro alla presenza del parroco don Savino Filannino e del presidente del Rotary dott. Luigi Logoluso. Il sindaco Spina ha rimarcato nel suo saluto l’importanza della collabor azione fr a Comune, Associazioni e Par rocchie che operando in armonia e condivisione stanno contribuendo a sostenere e rafforzare la coesione sociale della

comunità biscegliese: «Dopo il r e c e n t e affidamento del parco comunale Don Milani alla Parrocchia di San Pietro, oggi grazie al Rotary questo quartiere si arricchisce con questo angolo meraviglioso al servizio dei più piccoli e ho il piacere di comunicare che prossimamente l’Amministrazione Comunale acquisterà altri giochi per un importo di 40 mila e u r o u n a p a r t e d e i q u a l i particolarmente adatti ai bambini

diversamente abili che saranno installati proprio in questo quartiere. Ho intenzione di lasciare alla comunità di San Pietro la scelta del luogo dove posizionarli e cioè se nel giardino della chiesa o nel parco Don Milani, è giusto far partecipare e far decidere direttamente i cittadini in merito alle scelte che li riguardano direttamente».


Pagina 3 - Anno XIV N. 330 (22) 18 - 12 - 2012

di Marisa Cioce

D

CONCERTO DI NATALE A SAN PIETRO

opo l’apertura del parco giochi parrocchiale di qualche settimana fa, molto apprezzata dal quartiere San Pietro, è stata un’altra iniziativa proposta dal parroco don Savino Filannino: ama cantare e, da un anno, si è prodigato perché si costituisse un coro parrocchiale che anima le cerimonie religiose. Il “CONCERTO DI NATALE”, perciò, non poteva che essere la logica conclusione, sollecitato da Pino Di Leo, come ha ricordato lo stesso Don. Il CORO POLIFONICO “SERGIO BINETTI” e l’ORCHESTRA DA CAMERA “VALERIA MARTINA” hanno entusiasmato, sabato 22 dicembre, la comunità parrocchiale, che ha molto gradito, occupando tutti i banchi e le sedie disponibili. E così, in una cittadina pressoché priva di auditorium capienti ma gratuiti, le chiese si aprono all’arte ed alla musica ed offrono alla comunità anche Cultura. Due giovani e bravissime donne dirigono le due ensamble: il maestro Mariella Sasso l’orchestra formata da giovani valenti musicisti ( sette violini, due viole, due violoncelli un flauto, un clarinetto, un oboe e il pianoforte); il maestro, nonché soprano, Lucia De Bari, il coro formato da circa cinquanta elementi, in maggioranza donne, di diversa età: dalle giovanissime soprano soliste ai meno giovani. Sono state due ore di bellissima musica che ha affascinato per l’armonia delle voci, per la sintonia tra coro ed

orchestra, per la simpatia della performance mostrata dal maestro Sasso ed i suoi orchestrali: si divertivano a suonare ed hanno suscitato non pochi sorrisi tra il pubblico soprattutto nel momento in cui sono stati suonati “Medley di valzer e polka” per sola orchestra. Tutti belli ed armonici gli arrangiamenti del maestro Sasso ed ottima la scelta dei brani suonati e cantati nei vari medley: di Natale, di spirituals e, già citati, di valzer e polka. Il concerto ha presentato brani di Kodaly e Vivaldi per coro ed orchestra; di Frank, Caccini ed Adam per coro , orchestra e soprano Lucia De Bari; quest’ultima ha diretto, poi, di Frank il brano “Carol” per “coro a cappella”: è un testo cantato dalle sole voci con quattro tonalità (n.d.r. per chi, come me, ne ignora il significato). La bravura del coro e degli orchestrali

è stata veramente riconosciuta dal silenzio dei presenti e dai prolungati applausi: tanti i premi vinti dall’orchestra a riconoscimento dell’elevato livello artistico e tantissimi i concerti a cui il coro ha partecipato. Nel ringraziare tutti gli artisti, don Savino ha sottolineato come l’armonia espressa nella musica è la stessa che ha creato Dio quando ha portato il mondo dal caos alla luce. Ed il “dono” offerto dal coro e dall’orchestra ci ha f at t o s e n t i r e m agg i o r m e n t e i l momento magico che l’atmosfera natalizia vuole creare. Il sentimento di unità e solidarietà che in questo periodo diventa più vivo è stato sottolineato dal sindaco Francesco Spina, intervenuto, in apertura del concerto, a portare i suoi auguri al quartiere e la sua attenzione alle attività culturali che la parrocchia mette in atto!

LUTTO IN CASA PALMIOTTI L’8

Dicembre, gior no dell’Immacolata, si è spenta in Bari, presso la Clinica della “Madonnina” all’età di anni 75, la cara esistenza della sig.ra NUNZIA PAPPOLLA IN RUSSO di San Ferdinando di Puglia Il Direttore e la Redazione di “Bisceglie 15” condividono il dolore

che ha colpito il Prof. Luigi Palmiotti, per la repentina scomparsa della diletta suocera. Esprimono le più sentite c o n d og l i a n z e a l l a c o n s o r t e d e l Palmiotti, Sig.ra Terry, alla dr.ssa Rossella e a Nunzia, redattrice del giornale.


Pagina 4 - Anno XIV N. 330 (22) 18 - 12 - 2012

di Angela Francesca Valentino Ennesima pregevole fatica editoriale del Centro Studi Biscegliese, presentata dal Dott. Tommaso Fontana al Teatro “Garibaldi” il 16 dicembre scorso.

“BISCEGLIE NELLA STORIA D’ITALIA” - DAL 1 APRILE 1946 AL 19 MAGGIO 1965

P

rosegue senza sosta l’impegno del Centro Studi Biscegliese, presieduto e coordinato dal Dott. Tommaso Fontana, nello scrivere la storia di Bisceglie nel ‘900. L’ultima fatica editoriale, promossa g r a z i e a l s o s t e g n o dell’Amministrazione Comunale, prende le mosse dal 1 aprile 1946, dal sindacato di Umberto Paternostro, per terminare al 19 maggio 1965, con il sindacato di Vincenzo De Cillis. Numerose le testimonianze viventi, p r e s e n t i s u l p a l c o d e l Te at r o “Garibaldi”, nella serata di domenica 16 dicembre, ascoltate da un pubblico attento e partecipe, che hanno fatto rivivere quell’epoca della quale molti aspetti ed aneddoti erano sconosciuti alle generazioni più giovani. Dai racconti e dalle memorie del Dott. Gargiulo, del Dott. Pellegrini, di Pierino Rana, delle Signore Isa D’Addato e Santina Di Liddo, del Prof. Di Pierro è emersa una Bisceglie molto attiva, sia sotto l’aspetto sociale, sia sotto l’aspetto politico, che volle reagire con decisione per uscire dalle rovine del Secondo Conflitto Mondiale grazie alla vitalità dei numerosi protagonisti dell’epoca, tutti puntualmente ricordati, con fatti ed i m m a g i n i i n e d i t e n e l vo l u m e “Bisceglie nella Storia d’Italia” - dal Sindaco Umberto Paternostro al sindacato di Vincenzo De Cillis. Una carrellata di rievocazioni che hanno confermato quanto la società biscegliese sia stata, e continua ad essere, crogiuolo di iniziative culturali e politiche pulsanti di passione e partecipazione, come ha sottolineato

il Sindaco Francesco Spina, nei suoi interventi nel corso della serata. Il talk show è stato abilmente condotto dal Dott. Tommaso Fontana, che si è rivelato ottimo studioso di storia locale, il quale ha saputo far emergere dalle testimonianze degli ospiti i sentimenti più autentici di una Bisceglie solidale, della quale molti hanno auspicato il ritorno. Piacevoli gli intermezzi musicali, in tema con le epoche rievocate, offerti dal Maestro Mauro Dell’Olio e dalla bella e brava Veronica Sinigaglia.


Pagina 5 - Anno XIV N. 330 (22) 18 - 12 - 2012

I

l 6 dicembre 2012, a Bisceglie, presso il Museo Diocesano, Largo San Donato, 5 (Concattedrale), alle 19.30, è s t at a i n a u g u r at a l a m o s t r a fotografica “Karol Wojtyla. Fede, strada, amicizia”, dedicata Giovanni Paolo II. L’iniziativa è stata promossa dalla Servizio Diocesano per la Pastorale Giovanile, dal Museo DiocesanoSezione di Bisceglie e dal Credito Cooperativo BCC Alta Murgia, con il patrocinio del Comune della Città. La mostra resterà aperta fino al 6 gennaio 2013. Sabato 15 dicembre alle ore 10,00, presso la Tomba di San Pietro, è stata celebrata la Santa Messa che apre il cammino della Ass. Giovanni Paolo II nell’Anno delle Fede. La Concelebrazione presieduta da Sua Eminenza Card. Angelo Comastri (foto a destra in alto), Vicario di Sua Santità per la città del Vaticano, da Mons. Giovanni D’Ercole (foto a destra in basso) vescovo ausiliare di l’Aquila e conduttore di Sulla Via di Damasco Rai due, Mons. Slawomir Oder Postulatore di Wojtyla e Mons Francesco Lorusso Vicario diocesano zonale, sarà occasione per preparasi al Santo Natale e ripercorrere le indicazioni dell’ Anno della Fede. Alla cerimonia hanno partecipato le autorità civili e religiose della città di Bisceglie che, prima della cerimonia, saranno ricevute in udienza privata dal porporato e dagli altri concelebranti

GIOVANNI PAOLO II: UNA MOSTRA FOTOGRAFICA FINO AL 6 GENNAIO ED UNA SOLENNE CELEBRAZIONE IN per scambiarsi gli auguri in occasione SAN PIETRO dell’imminente Natale. Il Cadinale Comastri nell’aprile 2012 aveva ricevuto per primo il Riconoscimento Giovanni Paolo II e concesso una udienza a tutti i presenti del pellegrinaggio annuale sulla Tomba del Beato. In questa circostanza invece sono stati svelati i primi nomi di coloro che riceveranno il II Riconoscimento Beato Giovanni Paolo II il 25 e 26 maggio 2013. I contatti ed il legame con il Card Comastri, arciprete della Basilica Papale e Presidente della Fabbrica di San Pietro, sono intensi fin dal primo pellegrinaggio della locale associazione sulla tomba del Beato Pontefice. Altresì forte è il legame con Mons. Oder che sin dagli esordi ha seguito da vicino la attività della associazione, accogliendola e celebrando ogni anno la Santa Messa, nonchè visitando spesso la comunità in Bisceglie. Particolarmente intenso è invece il legame con Mons. Giovanni D’Ercole che nel mese di settembre ha tenuto una bellissima conferenza sul suo libro Nulla Andrà Perduto, spingendo tutti a fare propria la massima di Wojtyla e non avere paura.

UNITRE: IL PRESEPE DI GIOVANNA P

otrebbe quasi essere il titolo di un racconto di Natale, invece si tratta soltanto della “narrazione” del presepe realizzato dal laboratorio di Giovanna Patruno. “Puoi costruire qualcosa di bello anche con le pietre che trovi sul tuo cammino” è un pensiero di Anton Cechov fatto proprio dal laboratorio di Ceramica e Tecniche creative presso l’Università delle tre età, sito in via Monte San Michele. La docente ha materializzato la metafora cechoviana. “Dalla roccia non nasce niente – dice l’insegnante – invece noi abbiamo fatto nascere un presepe, con un po’ di fantasia e tanta pazienza perché l’impresa più difficile è stata convincere le corsiste ad avere fiducia nel progetto che si è sviluppato in quattro fasi. Si è cominciato con il recupero di sassi, cartoni e legnetti; si è passati poi al lavaggio delle pietre; quindi all’assemblaggio dei vari materiali ed infine al disegno e alla colorazione degli stessi. Hanno così preso

vita: angeli pastori, pecore, oche, case, fontane e laghetti, oltre ovviamente il Bambinello, la Madonna e San Giuseppe; persino la stella cometa risulta formata da minuscoli sassolini disposti su cartone. Ogni cosa è il risultato di pietre incollate tra loro o unite ad altro materiale. L’effetto è veramente sorprendente. D’altronde Giovanna Patruno già in un’altra occasione aveva giocato con i sassi lavorandoli a découpage per inserirvi poi aforismi esaltanti l’amicizia. Questa volta ha superato se stessa: la minuziosità dei particolari, la raffinatezza del tr atto e dei colori trasformano magicamente “le pietre incollate”. Il presepe di sassi si ag g i u n g e a i p r e c e d e n t i

realizzati, sempre dalla stessa docente, con l’argilla e con la cartapesta… e forse forse bisognerà cominciare a pensare di trovar loro un posto dove tenerli, magari in mostra permanente. Anna Consiglio


Pagina 6 - Anno XIV N. 330 (22) 18 - 12 - 2012

I

n una cornice splendida, quale la chiesetta di Santa Margherita in Bisceglie, si è compiuto un percorso di straordinaria innovazione civile e culturale. Nel corso, infatti, di una conferenza tenuta dai professori Raffaele Licinio e Franco Cardini, storici di grande fama presentati dallo studioso locale Giuseppe Losapio, nella serata del 18 dicembre 2012, è stata firmata, tra il sindaco di Bisceglie avvocato Francesco Spina e la professoressa Rosa Crocetta, delegata del FAI, (Fondo Ambiente Italiano) un atto di convenzione per la gestione del bellissimo monumento biscegliese chiaro esempio di arte romanicopugliese. Sarà cura del FAI promuovere l a t u t e l a d i S a n t a Margherita, favorirne gli studi e garantir ne la giusta notorietà e c o n o s c e n z a . S i a p r e, i n m o d o innovativo e preveggente, un capitolo importante per la tutela della nostra storia e delle nostre bellezze architettoniche. Il FAI per la prima volta in Italia accetta una convenzione di questo tipo e la città di Bisceglie

BENI CULTURALI: IL F.A.I. AVRA’ CURA DELLA CHIESA DI SANTA MARGHERITA

inaugura quella tendenza che nei paesi più progrediti è già realtà quale la cooperazione nella salvaguardia dei beni di valore storico-artistico. La convenzione con il FAI non esclude, comunque, l’utilizzo della nostra struttura storica per convegni e mostre la cui gestione è sempre p o s s i b i l e d a p a r t e dell’Amministrazione comunale. Una

coincidenza con l’impegno che il sindaco Francesco Spina ha assunto presso la Regione Puglia come rappresentante dell’ANCI nell’ambito di una innovativa legge regionale che p r eve d e p r o p r i o i l f avo r i r e l e convenzioni con associazioni o Enti privati. Bisceglie si colloca in prima posizione e protesa al futuro.

DOPO I GIOCHI PER BAMBINI LA RISTRUTTURAZIONE DI UNA PALESTRA NEL QUARTIERE SAN PIETRO I

l Sindaco di Bisceglie, Francesco Spina è intervenuto alla “Fiaccolata con i Nonni” evento conclusivo di un p r o g e t t o s vo l t o d a l l a s c u o l a dell’infanzia e della scuola primaria del 3° Circolo didattico San Giovanni Bosco. Il percorso educativo, sviluppato sin dai primi giorni dell’anno scolastico, ha avuto l’obiettivo di tramandare le antiche tradizioni culturali, popolari e del Natale ai più piccoli. La fiaccolata è stata preceduta da incontri nelle singoli classi, in cui i nonni hanno r accontato ai bambini come trascorrevano il Natale e preparato in classe antichi dolci della tradizione biscegliese. La fiaccolata organizzata in collaborazione con il centro diurno comunale per anziani “Melissa Bassi” è terminata in piazza Vittorio Emanuele intorno al grande abete natalizio dove il sindaco ha espresso il proprio plauso alla dirigente scolastica prof. Scurani e alle insegnanti per il grande valore di coesione

intergenerazionale che sottende il progetto ”Il gior no dopo la inaugurazione dei giochi per bambini nel giardino della parrocchia di San Pietro donati dal Rotary, oggi apprezziamo il prezioso lavoro della scuola di quel quartiere nel quale l’Amministrazione Comunale ha voluto il centro diurno per anziani e dove a breve sarà aperto un ‘asilo nido. Dopo la piscina comunale, i nuovi interventi edilizi e sulla viabilità, la ristrutturazione del campo di basket e l’affidamento in gestione del parco Don Milani, la mia Amministrazione proseguirà negli interventi per rendere più forte la rete dei servizi nel quartiere: a breve saranno avviati i lavori per ristrutturare la palestra presso la scuola “Di Bari” e per installare altri giochi, che affideremo

alla parrocchia, particolarmente adatti per i bambini diversamente abili. La scuola, le associazioni, le parrocchie sono i preziosi alleati dell’Amministrazione Comunale, condividiamo insieme un progetto di crescita e sviluppo in ogni angolo della città.” Questo il messaggio che il sindaco ha rivolto ai nonni e ai loro nipotini augurando loro un sereno Natale.


Pagina 7 - Anno XIV N. 330 (22) 18 -12 - 2012

BISCEGLIE: LUTTO PER LA C U LT U R A , S I E ’ S P E N T O GIANFRANCO BORRACCETTI

di Francesco Brescia I l m o n d o d e l l a c u l t u ra b i s c e gl i e s e ( e n o n s o l o ) piange Gianfranco B o r ra c c e t t i . Si è spento nella mattinata del 7 dicembre, all'età di 82 anni (compiuti poco più di due mesi fa). “Bisceglie 15 Giorni” ha perso un amico, oltre che un validissimo collaboratore.

DEFERENTE E MALINCONICO, IL MIO SALUTO A GIANFRANCO

“B

isceglie 15 Giorni” ha ospitato per molti mesi gli scritti di Gianfranco Borraccetti, in arte BorGia, dedicati alla storia cittadina e ricchi di particolare attenzione e competenza scientifica. Ma il rapporto che ci ha legati a Gianfranco è andato oltre la semplice collaborazione editoriale. Incontrarlo per le stradine del Cento Storico, intrattenersi con lui a discernere della storia (antica e...moderna) di Bisceglie procurava un particolare piacere, poichè il suo discorrere, oltre che essere coinvolgente, era di un’arguzia e di un’ironia che aiutava a superare il nostro disagio causato da un ricorrente provincialismo gretto, zavorroico che impedisce tuttora a Bisceglie di spiccare definitivamente il volo, svincolandosi dalla logica delle consorterie, ignoranti e presuntuose ma, ahinoi, riccamente autoreferenti. La cultur a r appresentata ed eviscerata da Gianfranco non era la semplice contemplazione delle consunte chianche di Bisceglie Vecchia, ma una continua ricerca di quell’umanità in esse racchiusa: le voci, i tic, i sapori, gli odori emanati dai bassi che respirano osmoticamente, amalgamandosi, con la contraddittoria presenza di palazzi nobiliari, lascito prezioso di antiche casate, molte delle quali oggi scomparse o fagocitate dalla emergente borgesia novecentesca, attorniata da buffoni di corte e stallieri in livrea. Salvatore Valentino

“Nato a Milano il 22 settembre

1930. Conoscitore dell'antico sito del paese di adozione, dopo quasi un trentennio di ricerche, ha al suo attivo la creazione di moltissime grafiche raffiguranti scorci suggestivi del Centro antico. Nel 2006 presentò un lavoro grafico con immagini delle vecchie cartoline edite fra la fine dell'Ottocento e i primi decenni del Novecento. Successivamente, realizzò una mostra per commemorare il pittore biscegliese Leonardo de Mango, morto a Istanbul nel 1930, quasi dimenticato in patria, presentando copie dei suoi quadri”, questo è ciò che si legge sul suo blog http://borgia1930.blogspot.it/. Sempre gioviale e mosso da spirito costruttivo e critico, intellettualmente dinamico e desideroso di tramandare il sapere, l'esperienza, l'attaccamento alle peculiarità del territorio ai giovani, Gianfranco Borraccetti lascia un vuoto profondo nel panorama culturale

biscegliese e non solo. L'Associazione Pro Loco UNPLI di Bisceglie esprime sentite condoglianze alla famiglia del professore e a quanti gli sono stati vicino fino a questa mattina. Funerali si sono svolti sabato 8 dicembre alle ore 16:00 in Cattedrale.

I “FIATI” DEL “BIAGIO ABBATE” FRA I BANCHI DELLA SCUOLA D E L L ’ I N FA N Z I A I

l gior no 13 dicembre 2012 un Gruppo di giovani m u s i c i s t i componenti della famosa Banda di B i s c e g l i e , Fo n d a z i o n e "Biagio Abbate", su invito delle inss. Enza Martina e Roberta Capurso, si sono recati presso la Scuola Dell'Infanzia IV Circolo Didattico "Don Pasquale Uva" per aprire in modo festoso ed entusiasmante le attività che gli alunni svolgeranno in occasione del S. Natale. I giovani musicisti attraverso l'esecuzione di brani musicali inerenti la festivita' e non, hanno trascinato gli alunni con il loro ritmo riuscendo ad ottenere il massimo coinvolgimento e gradimento da parte di tutti. La Fondazione Biagio Abbate, nelle

persone del Presidente Prof. Michele Prete e del Vice Presidente Avv. Antonio Belsito, ha accettato di buon grado l'invito rivolto loro dalle docenti Martina e Capurso poiche' tra i tanti obiettivi che La Fondazione si propone, rimane prevalente quello di avvicinare i bambini e i ragazzi di ogni eta' al meraviglioso mondo della musica e allo studio degli strumenti musicali in genere.


Pagina 8 - Anno XIV N. 330 (22) 18 - 12 - 2012

di Marisa Cioce

E’

da solo un anno che è sorta l’A.I.U.T.A. (Accademia Itinerante di Umanità) ma con grande piacere rende noto alla comunità biscegliese che il suo messaggio è stato recepito da molti circoli didattici e da molti insegnanti. La Presidente, insegnante Graziella Di Leo, memore della sua esperienza in tanti anni di lavoro e delle fatiche che tutti i docenti sopportano con piacere ed abnegazione nella loro attività quotidiana, già dallo scorso anno scolastico aveva inviato a tutti i Dirigenti scolastici una lettera con invito a collaborare. Tale invito è stato accolto da molte classi che, in occasione del Natale, preparano drammatizzazioni e canti per celebrare degnamente questa

L’A.I.U.T.A. PER IL NATALE NELLE CASE DI RIPOSO sentita ricorrenza. Nelle case di riposo cittadine, perciò, ai tradizionali concer ti organizzati dall’Associazione, si uniranno tante classi di scuola materna ed elementare che hanno dato la loro disponibilità secondo il calendario allegato. Presidente e Direttivo dell’Associazione ringraziano i docenti per la loro sensibilità nei confronti dei cittadini non autosufficienti che risiedono nelle Case di Riposo. Alla luce dell’esperienza di quest’anno di lavoro, sono convinti che tutte le visite porteranno un momento di festa e di gioia agli anziani che visiteranno creando un clima familiare ed allegro almeno per qualche ora. Ma

APPUNTAMENTI: Giovedì 27 dicembre - H 18- Casa di Riposo Storelli A.I.U.T.A. Tenore Binetti - Soprano Roselli Sabato 5 gennaio 2013 - H 10 Casa di Riposo S. Caterina A.I.U.T.A. Cantante Onofrio Caputi

soprattutto gli incontri programmati si riveleranno una lezione viva di cittadinanza attiva poiché insegneranno ai bambini a mettere a disposizione degli altri le loro abilità e competenze senza fini di lucro ma come servizio nei confronti dei più deboli.

COMPAGNIAUREA: FATTO DAI GIOVANI, PER I GIOVANI E

ntusiasmati ed emozionati gli spettatori intervenuti alle varie rappresentazioni,che hanno fatto registrare il tutto esaurito ad ogni ordine di posto, la CompagniAurea ritorna in pista con nuovi laboratori teatrali per adolescenti dai quindici ai diciotto anni. Gli incontri si terranno in giorni settimanali presso la sede in via Bovio 53, nel circolo Roma Intangibile. Per maggiori informazioni il direttore artistico riceverà, ogni lunedì e mercoledì in sede, ragazzi e genitori interessati fino al 19 dicembre 2012 dalle ore 19:30 alle 20:30. Il laboratorio sopra proposto comprende ore settimanali dedite alla storia del teatro,dizione,mimica corporale oltre che la preparazione del consueto spettacolo. Si ringraziano tutti coloro che hanno collaborato a favore dei nostri s e n t i m e n t i , d e l n o s t r o c u o r e, l’Amministrazione Comunale nella p e r s o n a d e l S i g. S i n d a c o av v. Francesco Spina che ha lodato queste iniziative culturali ed ancor più se realizzate da giovani, il Presidente del consiglio provinciale BT dott. Valente ed il Presidente della “S.O.M.S Roma Intangibile” sig. Nicolantonio Logoluso che continua a credere nella compagniAurea.

La compagnia è formata dal 99% da ragazzi under 18; Francesco Sinigaglia li ha compiuti solo l’11 agosto scorso. Dopo la vittoria nel concorso Rotary International con il “Motorino”, Francesco Sinigaglia ha già realizzato le regie e drammaturgie di “ROSSO, tutte le storie iniziano e

finiscono con il rosso”, “Ricordati”, “Metamorfosi” e “Abito da Sposa”. «In fondo faccio solo quello che mi piace fare ….. arte.” sostiene il giovanissimo presidente/direttore artistico della compagnia Francesco Sinigaglia (re gista, attore, drammaturgo).


Pagina 9 - Anno XIV N. 330 (22) 18 - 12 - 2012

di Francesco Brescia Cala il sipario sulla rassegna teatrale che ha fatto sorridere e riflettere e che ha divertito e regalato sorrisi, spensieratezza e buonumore

“ I R I . . . P RO M E S S I S P O S I ” CHIUDONO “SCENE IN ... COMUNE 2012”

L

a quinta edizione della rassegna teatrale “Scene in... Comune”, ideata e organizzata dalla Compagnia dei Teatranti, si è conclusa come meglio non avrebbe potuto: con risate di gusto, bravura degli interpreti (coinvolgenti e sempre capaci di mettersi in gioco e di divertire) e ugole sopraffine. La parodia comico-musicale “I ri...Promessi Sposi”, ultimo dei cinque spettacoli della rassegna, è stata pensata e curata in ogni aspetto tecnico e artistico da Enzo Matichecchia, il quale è una garanzia, una certezza nel panorama teatrale, consentitemi l'aggettivo, nazionale. Esplode dalle sue creazioni teatrali, dalla sua mente geniale una carica di simpatia originale: non quella simpatia che mira a rapire una risata fugace ma senza strascichi, al contrario, mira a generare buonumore. E assistendo più volte di seguito a un suo lavoro la reazione del pubblico, in termini di coinvolgimento, non scemerebbe ma resterebbe la stessa. Forse più veemente. Il Renzo-Vincenzo Raguseo bonaccione, ingenuo e sempliciotto e la Lucia-Lella Mastrapasqua che finalmente si è scrollata di dosso quella coltre di bigottismo e di introversione manzoniane sono stati dipinti con sfumature esilaranti. Enzo Matichecchia, in qualità di regista, e Lella Mastrapasqua, in qualità di interprete, hanno reso popolare e solare una figura, come quella di Lucia, esageratamente condita dal Manzoni di trascendenza e di clericalismo. Non si potrà dimenticare facilmente l'interpretazione canora di Lucia Mondella in “Non ho l'età” in versione nord-barese. La Compagnia dei Teatranti ha, ancora una volta, avuto ragione. Le scelte intraprese in questa quinta edizione si sono rivelate ampiamente apprezzate dal pubblico. E il pubblico accorso giovedì 6 e venerdì 7 dicembre presso il Politeama Italia di Bisceglie ha dimostrato questa ragione con lunghi e sinceri applausi. U n d o t t . E n z o C i a n i - Fr a Cristoforo così canterino (bravo canterino) non lo si era mai sentito, ma che fosse eclettico questo era risaputo e lo ha rimarcato in “I ri...Promessi Sposi”. Lo ricordo molto bene nella “Lisistrata” della Compagnia dei Teatranti: la sua fu una

delle interpretazioni più avvincenti e comiche, ed anche qui si è mostrato spassoso e abilissimo Sabino Di TullioDon Rodrigo, stesso discorso per Giuseppe Sasso nel duplice ruolo dell'Azzeccagarbugli e dell'Innominato. Pe r s i n o l a Pe rp e t u a - M a r i k a Lopopolo è stata totalmente immersa nella realtà di oggi fatta di cellulari, social network, reality-show; una perpetua pettegola e maliziosa che pienamente convinto e divertito. Altri interpreti Fabio De Palma (Griso), Giuliano Tarricone (Nibbio), Rachele Forina (Agnese), Barbara Palumbo, Loris Losciale, Ermes Carapezza, Alessandra Zilli, Marina Bombini, Maria Grazia Baldini, Mariella D'Ambrosio, Lorita Di Pilato e Noemi Mazzola. Voce narr ante di Alessandro Manzoni è stata quella di Armando Merenda, voce calda e nata proprio per narrare, persuadere, doppiare. Un faro vorrei anche accenderlo sul siparietto iberico messo in scena da Don Rodrigo-Sabino Di Tullio e il GrisoFabio De Palma: sono fermamente convinto che Julio Iglesias, se fosse stato presente in sala, avrebbe inter rotto lo spettacolo per complimentarsi con il divertentissimo e ben riuscito duetto canoro e avrebbe annunciato il ritiro dalle scene per consegnare la sua eredità

artistica a Di Tullio-De Palma. Le degustazioni tra primo e secondo atto sono state offerte dal Tarallificio “Uno tira l'altro” di Corso Umberto n. 115 a Bisceglie e da Enoteca “Conte Spagnoletti Zeuli” in Via Alcide De Gasperi n. 96 a Bisceglie. “Scene in... Comune” gode del patrocinio della Regione Puglia, della Provincia di Barletta-Andria-Trani e dell'Amministrazione Comunale di Bisceglie e si avvale della partecipazione della Federazione Italiana Teatro Amatori e del Politeama Italia. Media partner di “Scene in Comune” è stata Radio Centro Stereo e, in particolare, la trasmissione radiofonica “Cosa Succede in Città” il cui staff era presente in sala. Si chiude, pertanto, una quinta edizione che, ce lo auguriamo, dia vita, prossimo anno, a una sesta. Una sesta edizione che conservi l'entusiasmo, la passione, l'impegno e la professionalità della Compagnia dei Teatranti ma che porti a teatro più pubblico. Soprattutto più pubblico biscegliese, un pubblico ostico, diffidente e restio. Ma “Scene in.. Comune” ha lavorato e sta lavorando molto in tal senso: ha saputo, nel corso delle cinque edizioni, educare, attrarre e convincere. Interrompere questo stupendo percorso artistico e pedagogico sarebbe un errore.


Pagina 10 - Anno XIV N. 330 (22) 18 - 12 - 2012

S

i è svolta domenica 9 dicembre nella Biblioteca a lui intitolata la presentazione del volume “Nulla è come appare”, dedicato alla vita di don Michele Cafagna, fondatore e parroco della chiesa di Santa Caterina nel popoloso quartiere della Cittadella. Sono intervenuti il Sindaco della Città di Bisceglie, Francesco Spina, l’Arcivescovo mons. Giovan Battista Pichierri, l’autore Luigi De Pinto e l’attuale parroco di Santa Caterina don Michele Barbaro. Molteplici gli spunti di riflessione emersi durante la presentazione del volume che ripercorre la vicenda di un parroco che intorno alla sua chiesa vide nascere nel dopoguerra un popoloso quartiere, di cui proprio la parrocchia divenne un saldo punto di riferimento ed aggregazione. “Nulla è come appare”: il titolo sintetizza la figura del prelato biscegliese d’adozione, perché don Michele Cafagna, sotto una maschera da burbero e scostante, nascondeva un animo intriso di fede, passione pastorale e amore verso il prossimo, come ha raccontato l’autore. Anche il sindaco Spina ha utilizzato il titolo del libro ”Nulla è come appare” per rispondere nel suo intervento ad

IL SINDACO CONFERMA LA CONCESSIONE DI UN’AREA VERDE ALLA PARROCCHIA DI SANTA CATERINA

una petizione giunta giorni addietro sulla sua scrivania, con cui i parrocchiani di Santa Caterina richiedevano con 1315 firme la concessione dell’area di proprietà comunale attigua alla chiesa, per potervi operare un intervento di riqualificazione. Il Sindaco ha consegnato al parroco una copia della delibera della sua Giunta, la n.127 del 18 /04/ 2008, sorprendendo tutti i presenti: l’area era già stata concessa gratuitamente

alla Parrocchia per 20 anni, con il solo obbligo della manutenzione e dunque l’unico passaggio da regolarizzare riguardava la redazione di una convenzione tra le parti. Allegato al volume, stampato a cura dell’Amministrazione Comunale, un DVD sulla storia del quartiere “La Cittadella” a cura di Francesco Galantino, con fotografie di Giuseppe Papagni a conferma della simbiosi fra la chiesa e il quartiere.

OLTRE LA FABBRICA: VALORIZZIAMO I PRODOTTI TIPICI: IDEE REGALO PER NATALE S

pecie in periodo di crisi , la scelta di regalare cesti natalizi con prodotti tipici è sempre più seguita perché coniuga eleganza ad utilità: infatti, oltre ad essere un ottimo modo per fare una bella figura con amici, parenti e conoscenti, sposa promozione e valorizzazione del prodotto con l’esaltazione della città da cui questo proviene. In quest’ottica, noi di Oltre la Fabbrica, invitiamo tutti i biscegliesi a pensare di racogliere sotto l’albero dei doni made in Bisceglie, da regalare soprattutto a chi vive fuori paese, per fargli conoscere la bontà della nostra produzione locale: promuovere l'artigianato e le produzioni agroalimentari nostrane favorisce nel consumatore – indigeno ma soprattutto forestiero – la costruzione dell’idea di identità del prodotto col territorio.

In questo modo contribuiremmo un po’ tutti al processo di identificazione, valorizzazione e promozione dei prodotti sui quali si fonda l'identità del territorio, accrescendo l’incremento dello sviluppo locale e mantenendo vivo ed efficace il sistema economico autoctono. Inoltre, regalando i prodotti tipici, non si sbaglia: tra le loro caratteristiche favorevoli, vi è la qualità. Un prodotto ottenuto con tecniche artigianali, fa venire in mente mani esperte che con passione e tradizione compiono gesti precisi e lenti, gesti che sanno di racconti tramandati, di tecniche pazientemente apprese, gesti che nessuna macchina potrebbe sostituire, perché rispondono a quella caratteristica di unicità che si contrappone drasticamente alla caratteristica di serialità dei prodotti industriali. L’idea di qualità che ne

scaturisce, non è soltanto l’idea romantica radicata nell’immaginario collettivo, è la realtà oggettiva che contraddistingue i prodotti tipici. Per Natale, allora, facciamo un regalo speciale e di buona qualità. Auguriamo a tutti un buon Natale e un felice Anno Nuovo, all’insegna della tipicità!


Pagina 11 - Anno XIV N. 330 (22) 18 - 12 - 2012

NATALE CON GUSTO

I.A.T. BISCEGLIE RACCOMANDA PER NATALE IL “PANETTOLIO”

Viaggio tra i sapori della tradizione biscegliese Grande successo per la due giorni di assaggio del Panettolio, il panettone tutto biscegliese che coniuga la tradizione natalizia con la tipicità enogastronomica del nostro territorio. Prodotto in modo artigianale con Olio Extra Vergine di Oliva dal maestro pasticciere Pantaleo dell’Olio dell’Azienda Dolce San Pietro (Via Stoccolma, 37 - Bisceglie), il Panettolio ha riscosso il gradimento dei circa 200 v i s i t at o r i c h e h a n n o p o t u t o apprezzarne il caratteristico sapore delicato e la maggiore digeribilità. “Natale con Gusto”, l’iniziativa natalizia dell’agenzia Obiettivo Turismo presso l’Ufficio IAT di Bisceglie nel cuore del centro storico, Grazie alla collaborazione con le continua per tutti i weekend fino al 6 aziende locali, il prossimo fine gennaio! settimana sarà la volta delle conserve, dei patè e dei sott’oli dell’azienda Puma Conserve. Sarà una nuova occasione per riscoprire, consumare e regalare prodotti dell’enogastronomia a km 0,

NAPOLI, AUTUNNO 2013 IN CAPPELLA

serviti direttamente dai produttori locali, come sarà possibile vedere nello speciale di Video Italia Puglia sui prodotti a km 0 (martedì 18 dicembre ore 10,30 – in replica alle 23,00). Vi aspettiamo! U f f i c i o I AT – 0 8 0 . 3 9 6 8 5 5 4 info@iatbisceglie.it

di Nunzia Palmiotti

L’

Anno 2012 si conclude con notevoli successi culturali per l’Archeoclub d’Italia Onlus - Sede di Bisceglie e per il Club UNESCO di Bisceglie. Le iniziative prestigiose sono state promosse dal prof. Luigi Palmiotti e da Pina Catino. La bibliografia locale si è arricchita di due volumi, in particolare sulla vita di Mons. Giuseppe Di Buduo (in collaborazione con don Franco Di Liddo) e la storia della Chiesa di Sant’Agostino (ediz. con autori vari, curata da Massimiliano Cavallo); seguono l’Ediz. 2012 del Premio Internazionale “Sergio Nigri”, svoltasi presso la Chiesa di Sant’Andrea Apostolo in Bisceglie; la celebrazione del flautista Sergio Nigri con concerto a Napoli presso la Reale Cappella di San Gennaro; in settembre il convegno su Nicola Antonio Brudaglio, scultore del Settecento, svoltosi presso la Cattedrale di Bisceglie, nella giornata europea del patrimonio artistico; sempre nella metropoli napoletana si è svolto un concerto delle opere del musicista biscegliese Gaetano Veneziano. Il 2013 continuerà all’insegna della cultura internazionale con la pubblicazione del volume sul “Dolmen Chianca” e il convegno a Napoli, con una mostra su Nicola Antonio Brudaglio.

L’Archeoclub d’Italia ed il Club UNESCO di Bisceglie puntano a valorizzare la figura dello scultore Nicola Antonio Brudaglio, autore di statue lignee policrome nel Settecento. Il grande convegno sarà promosso a Napoli presso la Reale Deputazione del Tesoro di San Gennaro, con l’adesione del duca don Riccardo Carafa e del dr. Paolo Iorio direttore del Museo. Come è noto il Brudaglio nacque ad Andria nel 1703. Par tì giovanissimo alla volta di Napoli, formandosi presso la celebre bottega dello scultore Giacono Colombo, da cui attinse l’arte di scolpire statue lignee e presepiali. Ritornato in Puglia Brudaglio eseguì in terra di Capitanata e in terra di Bari innumerevoli capolavori . Tra l’altro: la statua della Madonna Addolorata (appartiene ai simulacri da vestire), che era collocata nella secentesca cappella di San Biagio, nella cattedrale di Bisceglie; le statue presepiali di San Giuseppe e della Madonna della nostra concattedrale, di influssi arcadico – rococò; segue la statua del Cristo flagellato della Chiesa della Misericordia.

Relatori del convegno saranno: Luigi Palmiotti, con la relazione: “Nicola Antonio Brudaglio tra Napoli e Puglia nell’arte settecentesca”; Pina Catino, presidente del Club UNESCO e la restauratrice Loredana Acquaviva, che curerà la mostr a napoletana, con l’adesione di don Mauro Camero, rettore.


Pagina 12 - Anno XIV N. 330 (22) 18 - 12 - 2012

“PESCA DI BENEFICENZA” AVIS, PIU’ FORTE DEL MALTEMPO di Gianluca Valente Grande successo per l’evento organizzato dalla sede avisina biscegliese.

G

rande successo ha riscosso l’evento organizzato in casa Avis lo scorso 8 dicembre. Nel giorno dell’Immacolata il gruppo avisino biscegliese ha promosso una “Pesca di beneficenza” in Piazza Vittorio Emanuele. Nonostante le condizioni climatiche avverse l’evento ha suscitato grande interesse, tanto da riproporre il tutto in occasione del “Natale nel borgo antico” a cui Avis Bisceglie ha risposto presente. Passando al tema donazioni, scorgendo il calendario, il gruppo Avis Giovani ha organizzato due giornate di donazione (30 novembre e 1 dicembre ndr.) presso il Liceo

Scientifico “Leonardo Da Vinci” di Bisceglie, raccogliendo la considerevole somma di 25 sacche. Ben 30 la sacche di sangue ed emoderivati raccolte invece in occasione della donazione avvenuta domenica 2 dicembre. Un risultato di tutto rispetto, che potrà essere bissato e, ci si augura, superato nella prossima donazione prevista per domenica 16 dicembre presso la sede Avis Bisceglie,

sita in Via Lamarmora. Sarà possibile donare dalle ore 8:00 alle ore 11:00. Il presidente Patrizia Ventura, il coordinatore Avis Giovani, Dario Galantino, i membri del consiglio direttivo, cosi come i giovani volontari augurano alla cittadinanza un sereno Natale ed un buon 2013, all’insegna della salute e del senso di collaborazione e aiuto verso i meno fortunati.

COMUNE: APPROVATA LA GRADUATORIA DEGLI AVENTI DIRITTO AL CONTRIBUTO DI LOCAZIONE L

a Giunta Comunale dopo aver approvato uno stanziamento di 57.400 euro quale quota di contribuzione comunale al fondo di sostegno per le abitazioni in locazione, quest’oggi ha approvato la graduatoria in cui risultano inclusi 789 cittadini aventi diritto al contributo per il canone di locazione della casa di residenza. Nel complesso, a favore dei cittadini in condizione di disagio economico e che devono sostenere i costi dell'affitto della casa in cui risiedono, l'Amministrazione Comunale mette a disposizione un fondo di circa 350 mila euro per i contributi a sostegno dei contratti di locazione ma questo fondo è destinato ad aumentare grazie alle somme a titolo di premialità che la Regione Puglia concederà al Comune di Bisceglie per aver messo a disposizione 57.400 euro del bilancio comunale per costituire il fondo da erogare per i contributi per il canone

di locazione. «Quest'anno abbiamo più che raddoppiato il contributo comunale per sostenere i canoni di locazione, contributo che in questi sei anni di mia A m m i n i s t r a z i o n e h o vo l u t o progressivamente aumentare per dare un concreto sostegno alle politiche abitative per le fasce sociali più deboli. Coerentemente con l'idea che in un momento di crisi socio-economica occorra investire sulla cultura e sulle politiche sociali, ho voluto anche quest'anno rafforzare l'intervento comunale raddoppiando addirittura il contributo comunale in favore del integrazione dei canoni di integrazione. Tale intervento naturalmente non sarebbe stato possibile se non avessimo avuto i conti comunali perfettamente in ordine tanto da consentire di adottare come primo Comune in Puglia la sperimentazione del nuovo Bilancio comunale. Anche se lo Stato

ha trasferito alla Regione Puglia oltre 11 milioni di euro in meno in questo settore, il Comune di Bisceglie farà di tutto per non far ricadere i tagli statali e regionali sulla testa dei cittadini biscegliesi con una attenzione sempre maggiore alla eliminazione degli sprechi, a una più equa ripartizione della fiscalità e alle tariffe dei servizi locali che ancora oggi prevedono a Bisceglie esenzioni e riduzioni per i redditi più bassi e per altre categorie in condizioni di bisogno (si pensi alle esenzioni in materia di trasporti pubblici e mensa comunale)». Ha dichiarato il sindaco Francesco Spina.


Pagina 13 - Anno XIV N. 330 (22) 18 - 12 - 2012

I PICCOLI VINCITORI DI “POESIE SOTTO L’ALBERO” VIII EDIZIONE di Francesco Brescia Tutti i nomi dei vincitori dell’edizione 2012. Consiglio: «Grazie alla Pro Loco per tutto ciò che fa per la promozione del territorio». Casella: «Bambini, siete la futura classe dirigente di questo paese e siete sicuramente migliori di noi grandi»

S

ono stati premiati, giovedì 20 dicembre, presso la Sala Congressi dell’Associazione “Roma Intangibile” (presieduta da Nicolantonio Logoluso) – Parco Unità d’Italia – i piccoli partecipanti del concorso natalizio “Poesie sotto l ’ a l b e r o ” , i d e a t o e o r ga n i z z a t o dall’Associazione Pro Loco UNPLI Bisceglie e giunto all’ottava edizione. Il concorso, riservato agli alunni delle Scuole Primarie della Città di Bisceglie e dell’ultimo anno della Scuola dell’Infanzia, ha visto la collaborazione dei quattro circoli didattici cittadini. 363 i lavori pervenuti in questa ottava edizione. La Giuria tecnica che ha valutato poesie e disegni è stata presieduta dall’Ins. Margherita Gramegna e composta dall’Ins. Veronica Sinigaglia (conduttrice della cerimonia di premiazione) e da Simona Cassanelli (in rappresentanza degli sponsor dell’ottava edizione). L’evento si è avvalso del patrocinio della Presidenza della Giunta Regionale, della Provincia di Barletta-Andria-Trani e dell’Amministrazione Comunale di Bisceglie-Assessorato alle Politiche Culturali. Alla premiazione, condotta magistralmente da Veronica Sinigaglia, hanno preso parte, oltre al presidente dell’Associazione Pro Loco Vincenzo De Feudis, il primo cittadino Francesco Spina, il vice sindaco Gianni Casella e l'assessore alle politiche culturali e alla tutela e allo sviluppo del Centro Storico Angelo Consiglio.

Presenti in sala anche i consiglieri provinciali e comunali Leo Mastrogiacomo ed Enzo Di Pierro. Giunti da Roma all'associazione e ai partecipanti i saluti del sen. Francesco Amoruso. Partner commerciali dell’ottava edizione che hanno elargito i premi in palio sono stati Cartolibreria Il Mappamondo, Pink Pool, Ludoteca Ambarabà, Beautiful, La Nascente Giocattoli, Libreria Marconi, Dolciaria Torrefazione Ma.Gi.Va., Piaggio Center, Benetton Bisceglie. Questi i nomi dei vincitori per ciascuna categoria: • Premio “Scuola dell’Infanzia” – categoria “Disegno”: Edoardo Pansini (sez. E – plesso “Carrara Gioia”); • Premio “Prima Elementare” – categoria “Disegno”: Sofia Lamacchia (1^A plesso “Salnitro”); • Premio “Seconda Elementare” – categoria “Poesia”: Luigi Claudio Chieffi (2^A plesso “Prof. Caputi”); • Premio “Seconda Elementare” – categoria “Disegno”: Maria Rosaria Leuci (2^F plesso “Via Martiri di Via Fani”); • Premio “Terza Elementare” – categoria “Poesia”: Mariagrazia Ferrante (3^C plesso “Salnitro”); • Premio “Terza Elementare” – categoria “Disegno”: Alice Palazzo (3^C plesso “Salnitro”); • Premio “Quarta Elementare” – categoria Poesia”: Simone Ferrante (4^F plesso “Via Martiri di Via Fani”); • Segnalazione Giuria “Poesia Quarta Elementare”: Domenico Mastrodonato (4^E plesso “Sergio Cosmai”);

• Premio “Quarta Elementare” – categoria “Disegno”: Nicola Di Pierro (4^D plesso “Sergio Cosmai”); • Premio “Quinta Elementare” – categoria “Poesia”: Federica Losciale (5^C plesso “Sergio Cosmai”); • Premio “Quinta Elementare” – categoria “Disegno”: Miriana Maglio (5^D plesso “Sergio Cosmai”); • Prima Segnalazione Speciale Pro Loco Bisceglie: Davide Ruggieri (5^C Scuola “san Giovanni Bosco”); • Seconda Segnalazione Speciale Pro Loco Bisceglie: Giuliano Vecaj (5^C Scuola “san Giovanni Bosco”). Il circolo didattico che ha presentato il maggior numero di lavori è stato il quarto (“don Pasquale Uva”), mentre il plesso con il più alto numero di lavori consegnati è stato “don Tonino Bello” (secondo circolo). Il sindaco Spina ha ricordato soprattutto ai grandi quanto sia importante apprendere dai più piccoli, mettersi al loro ascolto e trarre utili e profondi insegnamenti: «In un periodo in cui la crisi economica e di valori dilaga è un'ottima cosa fermarsi e puntare sulla solidarietà, sul sociale e, infatti, le realtà associative biscegliesi hanno ben compreso questo messaggio e si adoperano per rendere migliore culturalmente e artisticamente la nostra città». Nel corso della serata sono stati venduti dei dolci preparati artigianalmente dalla Clarisse del Monastero di san Luigi di Bisceglie. Il ricavato sarà interamente destinato al finanziamento delle attività delle sorelle. La premiazione è stata animata dalla Ludoteca “Ambarabà” (Via Mauro Giuliani n. 8) di Simona Cassanelli.


Pagina 14 - Anno XIV N.330 (22)

18 - 12 - 2012


Pagina 15 - Anno XIV N. 330 (22) 18 - 12 - 2012

Bollettino Informativo a cura dell'Ufficio Stampa dell'Associazione Commercianti BISCEGLIE A N N O X I - N . 2 2/ 2 0 1 2 www.confcommerciobisceglie.it

FA R E I M P R E S A APPARE SEMPRE PIU’ UN PERCORSO AD OSTACOLI

Fare impresa appare sempre più un

"percorso ad ostacoli" ed è davvero tempo che chi ha responsabilità di governo, sia a livello nazionale che locale, metta in atto tutte le azioni ormai improrogabili per ridare slancio al sistema economico. Il direttore di Confcommercio della provincia di Bari passa in rassegna i principali elementi che "zavorrano" il sistema imprenditoriale. A cominciare da "una fiscalità insostenibile" che ha "effetti recessivi pesantissimi". E poi "un governo della cosa pubblica che a tutti i livelli sembra non interessarsi minimamente alle conseguenze di certe ingiustificate e improvvide scelte"; come accaduto con la liberalizzazione di orari e aperture che anziché tradursi in crescita dei consumi, "sta indebolendo il modello nazionale di pluralismo distributivo". A mettere in difficoltà le aziende è poi, una burocrazia asfissiante, un credito sempre più inaccessibile, una legislazione sul lavoro che non favorisce l'occupazione e lo sviluppo. Così come è difficile essere ottimisti su un'uscita a breve dal tunnel della crisi socio-economica che si sta vivendo a causa della "mancanza di una vera riforma del nostro sistema Paese. E mi riferisco nello specifico - ha affermato Carriera - al federalismo, che doveva consentirci di voltare pagina e del quale non parla più nessuno". Tutto ciò si riflette ovviamente sull'economia e a risentirne è anche il sistema del terziario, che nei primi nove mesi dell'anno ha visto crescere considerevolmente le chiusure, lasciando senza lavoro migliaia di famiglie di titolari e dipendenti. Una situazione di fronte alla quale però, secondo il direttore Leo Carriera, si deve reagire: "dobbiamo, con sano realismo, essere ancora proiettati sul futuro, concentrarci sulle possibilità di sviluppo, come si addice allo spirito imprenditoriale che sempre ci deve contraddistinguere. Da qui l'invito, agli imprenditori del commercio, turismo e servizi a considerare l' Associazione la casa del Terziario: "dobbiamo viverla di più questa 'casa' - ha esortato Carriera - per non affrontare da soli i problemi e puntare sulla formazione per rafforzare le conoscenze e le competenze con le quali affacciarsi sul mercato, migliorando il servizio al cliente".

CONFCOMMERCIO: A BISCEGLIE, MA ANCHE IN PUGLIA I SALDI PARTIRANNO IL 5 GENNAIO A seguito della confusione creata da erronee notizie diffuse da alcuni media nazionali sull’avvio anticipato dei saldi in Lombardia, Confcommercio ritiene opportuno fare chiarezza, ribadendo che la legge regionale della Puglia prevede l’avvio dei saldi al 5 gennaio 2013, come pressoché in tutta Italia, in base all’accordo della Conferenza delle Regioni e delle Province Autonome del 24 marzo 2011 che ha previsto l’impegno di rendere omogenea su

tutto il territorio nazionale la data di inizio delle vendite di fine stagione, individuando le seguenti scadenze: il primo giorno feriale antecedente l’Epifania; il primo sabato del mese di luglio. Per il Direttore di Confcommercio, Leo Carriera: «I saldi sono vendite di fine stagione e non possono iniziare a dicembre. C o m i n c e r a n n o praticamente in tutta Italia il 5 gennaio 2013.

CANCELLAZIONE IPOTECHE I S C R I T T E DA E Q U I TA L I A PER DEBITI NON SUPERIORI A • 8.000 Si informa che Equitalia cancellerà La pronuncia della Corte suprema è stata

d’ufficio, anche senza che il contribuente lo richieda espressamente: • le ipoteche su immobili a tutela di debiti vantati nei confronti dei contribuenti per importi fino a • 8.000,00. • le ipoteche iscritte per debiti non superiori a 20.000,00 euro se l’immobile ipotecato costituisce la casa di abitazione del contribuente. La cancellazione in questo caso, tuttavia, verrà disposta solo la somma iscritta a ruolo è contestata in giudizio, ovvero se è ancora contestabile in tale sede. Equitalia, dunque, con una direttiva interna inviata nel mese di novembre 2012 agli agenti della riscossione territorialmente competenti, ha disposto di procedere all’annullamento delle ipoteche iscritte per debiti tributari e previdenziali per importi inferiori alle predette soglie. Tutti gli oneri relativi alla cancellazione sono a carico dell’agente per la riscossione. Per l'annullamento d'ufficio, il documento prevede un ordine prestabilito da seguire: • In primo luogo verranno cancellate le ipoteche che gravano sui debitori per i quali è già stata avviata la procedura cautelare od esecutiva; • successivamente verranno cancellate le ipoteche sulle case di abitazioni per debiti superiori ai 20.000 euro, laddove detto debito sia contestato ed è pendente un giudizio. COME SI È GIUNTI A TALE SOLUZIONE La lieta novella è frutto di un articolato percorso che ha avuto inizio con la sentenza della Corte di Cassazione a Sezioni Unite, n. 4077 del 22 febbraio 2010, la quale ha dichiarato illegittime le ipoteche iscritte sugli immobili da Equitalia per i debiti di importo inferiore agli 8.000,00 euro. Nel caso portato all'attenzione della Corte, un cittadino aveva subito una iscrizione ipotecaria per un debito di appena 916,93 euro.

poi recepita nel decreto legge n. 40 del 25 marzo 2010, convertito con legge n. 73 del 22 maggio 2010 (art. 3, comma 2 ter): “A decorrere dalla data di entrata in vigore della legge di conversione del presente decreto, l'agente della riscossione non può iscrivere l'ipoteca di cui all'articolo 77 del decreto del Presidente della Repubblica 29 settembre 1973, n. 602, e successive modificazioni, se l'importo complessivo del credito per cui procede è inferiore complessivamente ad 8.000 euro”. COSA È UTILE SAPERE Va debitamente sottolineato che, in ogni caso, nonostante la cancellazione dell'iscrizione ipotecaria, l'azione esecutiva proseguirà con altri strumenti come, ad esempio, il fermo amministrativo dell’autovettura o il pignoramento di conti bancari o altri beni mobili. La legge n. 106/2011 ha disposto l’obbligo di avvisare il contribuente prima di iscrivere l’ipoteca, cosa che precedentemente non era previsto. Prima dell’entrata in vigore della predetta Legge n. 106/2011, accadeva che l’Agente della Riscossione iscrivesse l’ipoteca su un immobile del contribuente, senza mandargli alcun avviso, (a differenza del fermo del veicolo) cosicché il contribuente ne veniva a conoscenza in modo del tutto casuale. Ebbene, Equitalia, a decorrere dal 13 luglio 2011, per qualunque atto esecutivo (ipoteca, pignoramento, fermo amministrativo, etc.) deve preventivamente inviare una comunicazione con l’avviso che, in assenza di pagamento delle somme dovute entro trenta giorni, si procederà alla adozione della misura cautelare. Inoltre, per i debiti fino a 2.000,00 euro l’applicazione di misure cautelari (ipoteca e fermo del veicolo) ed esecutive sarà preceduta dall’invio per posta ordinaria di due solleciti di pagamento, di cui il secondo a distanza di almeno sei mesi dal primo.


Pagina 16 - Anno XIV N. 330 (22) 18 - 12 - 2012

di Michelangelo Tarricone

M

io caro Direttore, passata la sbornia di questo inutile referendum, i problemi rimangono sempre. E' inutile negarlo!!!... Fra qualche mese ci toccherà votare daccapo per le politiche, sperando in un Governo che sia veramente all'altezza. Sa, non voglio essere pessimista, ma la crisi che sta attraversando la città è drammatica. I lettori capiscono la gravità della situazione, sono consci dei pericoli a cui va incontro Bisceglie. Certo c'è l'ingiustizia non sanata, c'è lo sperpero offensivo. Sono cose che feriscono e favoriscono la decadenza di valori morali e delle virtù civiche. C'è stanchezza, assenza, egoismo, insufficiente senso di responsabilità. La incertezza, la confusione, il disordine, l'inerzia, benchè abbiano ciascuno la propria spiegazione e la propria giustificazione, danno nell'insieme il senso di una generale impotenza a reggere all'urto delle cose troppo difficili o sproporzionate e a rintuzzarlo efficacemente. A tutto questo si deve porre rimedio, guardando, più che agli effetti, alle cause prossime e remote. E' in questo quadro che va restaurata la nostra economia in un nuovo ordine più vero ed umano. Non è un luogo comune o un espediente dialettico dire che tutto ciò è un fatto di crescita. Essa verificandosi tocca i dati economici, mette a nudo e pone in crisi strutture superate, coinvolge, in

QUESTA NOSTRA CITTA’ DISORDINATA E DISARMONICA una obiettiva accusa di inefficienza Governo, partiti e lo stesso Parlamento, rende insoddisfatti i cittadini che si sentono, invece che rappresentati, traditi e abbandonati dalle istituzioni. Questa nostra Bisceglie disordinata e disarmonica è però più infinitamente più viva e ricca di quella del passato. Ma questa è solo una piccola consolazione.Perchè anche nel crescere e del crescere si può morire. Ma noi siamo quì perchè la nostra città viva,come un grande paese moderno e civile,che abbia trovato il giusto ritmo tra lo sviluppo economico-sociale e il progresso istituzionale e politico. Per giungere a tanto,occorre che governo locale e popolo, siano collegati in modo reale e durevole e profondamente solidali. Ciò non significa interrompere, neppure per un istante, la normale dialettica politica, ma reagire all'emergenza, alla rischiosa, ma sempre affascinante avventura del nostro sviluppo,con il senso vivo della nostra unità di popolo,con la disponibilità ad affrontare sacrifici efficaci e giustamente proporzionati Senza una simile coscienza, senza una simile dedizione al bene comune nel momento del pericolo, senza questo atteggiamento esigente, ma di più senza comprensione e sintonia, tra governo lo-

cale e popolo, siamo battuti in partenza.In circostanze come queste, ove domini lo spirito della separazione, governare, cioè intraprendere qualcosa che la città deve fare o subire, senza che si sappia e si voglia giungere, costi quel che costi, alla salvezza, è, direi, tecnicamente impossibile e drammaticamente inutile. Ma, caro Direttore e miei affezionatissimi lettori, io mi rifiuto di credere che questa sia la vera posizione dei cittadini biscegliesi in questo momento. Anche i più severi osservatori che ci vedono,purtroppo, decaduti e ai margini di un processo storico, del resto difficile per tutti, esitano alla fine nel prevedere che vada perduto e possa essere perciò abbandonata al suo destino una città, come la nostra, che per la sua posizione geografica e la sua vocazione storica, coinvolgerebbe nella sua rovina molti che si sentono al sicuro. Ma quel che impedisce al pessimismo degli osservatori di esprimere fino in fondo, è più che la fortuna, proprio il complesso talvolta velato delle virtù morali e civili dei cittadini biscegliesi, quella loro pazienza e disponibilità e fantasia e capacità di lavoro che sono il riflesso di una storia dolorosa e coraggiosa, quell'attitudine a comprendere e cooperare, che condiziona la salvezza.

NUOVE PIANTE IN PIAZZA VITTORIO EMANUELE C

ome preannunciato nei giorni scorsi, questa mattina sono stati messa a dimora tanti nuovi alberi nella piazza cittadina. Si tratta di dieci nuovi lecci piantati al posto di quelli morti a seguito degli errori commessi durante la posa in opera della nuova pavimentazione della piazza una decina di anni fa e di altrettanti esemplari di Trachjcarpus - fortunei una specie di palma suggerita anche dai tecnici del WWF che sono state allocate al posto di quelle attaccate dal punteruolo rosso. I responsabili della ditta di manutenzione del verde che ha eseguito i lavori, hanno confermato che questa nuova specie di palma non sembra subire l’attacco del punteruolo rosso. Il sindaco Francesco Spina ha voluto seguire personalmente le fasi della piantumazione e ha dichiarato:

«Come promesso siamo intervenuti celermente per ripristinare il patrimonio verde della nostra villa comunale dopo l’attacco del terribile punteruolo rosso ma anche per far rivivere quelle aiuole vuote a causa di

piantumazioni sbagliate all’indomani dei lavori di manutenzione della piazza dodici anni orsono. In prossimità del periodo natalizio offriamo ai nostri concittadini una villa più verde ed accogliente».


Pagina 17 - Anno XIV N. 330 (22) 18 - 12 - 2012

di Mino Dell’Orco

E’

ormai tutto pronto per la “XVII Coppa Città di Bisceglie” di ciclocross, gar a valida per l’assegnazione dei titoli regionali di specialità nonché prova conclusiva del challenge interregionale Puglia – Basilicata – Campania. Intitolata alla memoria di Peppino Preziosa, la prestigiosa competizione si svolgerà il 23 dicembre, con inizio gare alle 9.30, sotto la puntuale organizzazione dalla Polisportiva Gaetano Cavallaro. Teatro dell’evento sarà il Centro Ippico Dolmen in Via Stradelle (non distante dal Dolmen della Chianca), sul quale si cimenteranno oltre 200 atleti, suddivisi nelle varie categorie. Il percorso disegnato dallo staff biscegliese garantisce anche quest’anno uno spettacolo di notevole caratura tecnica ed agonistica. Intanto anche nello scorso weekend i portacolori della Polisportiva Cavallaro si sono distinti in due importanti manifestazioni di spessore nazionale. Una selezione composta da 7 atleti ha preso parte alla “III Orvieto Wine Cross”, ultima tappa del Giro d’Italia Cross. Da rimarcare l’ottavo posto di Krizia Ruggieri nella prova

CAVALLARO, PROSEGUE L’ECCELLENTE STAGIONE NEL CICLOCROSS

femminile Elite, mentre nella categoria Juniores Mauro Piccolo si è piazzato a ridosso della top ten, seguito dai compagni Andrea Leogrande e Pantaleo Ruggieri. Nel “1° Ciclocross dell’Amicizia” svoltosi ad Acquaviva, penultima prova del challenge interregionale, il team biscegliese ha conquistato due successi individuali

grazie a Leonardo Fanfulla (Allievi) e Lucrezia Di Benedetto (Juniores donne), oltre al secondo posto di Cristina Scarasciullo (Allieve) e di Emanuela Bufi (Juniores). Tra gli Esordienti, infine, Michele Floro e Giulio Di Pierro si sono piazzati rispettivamente al settimo ed ottavo posto.

GINNASTICA RITMICA: IRIS PIGLIA TUTTO! di Gianluca Valente Incetta di podi per il gruppo presieduto da Rodolfo De Sario nella gara disputatasi lo scorso 9 dicembre a Giovinazzo Ottimi risultati per le ginnaste dell'iris impegnate domenica 9 dicembre nella 2^ prova del torneo regionale allieve, ospitato dalla stessa Iris presso il palazzetto dello sport di Giovinazzo. Ultima gara dell'anno da calendario federale. La manifestazione ha visto scendere in pedana ottanta ginnaste, di età compresa tra gli 8 e i 12 anni appartenenti alle più quotate società sportive della Puglia. La gara ha preso il via al mattino con le rappresentative d'insieme in cui le ginnaste hanno eseguito un esercizio a corpo libero e uno con i cerchi. Sul gradino più alto del podio è salita la squadra dell'Iris Palo del Colle, seguita da Guinnes Taranto e Tyche Martina Franca. La gara è proseguita con le allieve 2^ fascia, ginnaste 11-12 anni,

che praticano ginnastica ritmica già da alcuni anni, ritrovandosi così ad eseguire esercizi con difficoltà di corpo e di attrezzo più alte rispetto alla fascia inferiore. Campionessa regionale con il punteggio di 25,750, dopo aver eseguito un esercizio a corpo libero e uno con il cerchio, la ginnasta biscegliese Claudia Ferrante, seguita da Eliana Carbonara della sede di Giovinazzo. Subito dopo la premiazione è toccato alle allieve di prima fascia, le più piccole della manifestazione, che nonostante l'età si sono dimostrate già molto capaci e determinate. Il podio è stato interamente conquistato dall'Iris Giovinazzo, con Elisa Clemente, Anna Labianca e Rosanna Leone. Prima esperienza da individualista, nella medesima fascia, per la biscegliese Debora Divenosa. La ginnasta nostrana si è piazzata al 14° posto a coronamento di una prova più che positiva. Si conclude in maniera esaltante quindi il 2012 per l’Iris. Grande il lavoro svolto dallo staff tecnico,

composto da: Lucia Andriani, Alessandra Sangilli, Anna Plotkina e Marisa Stufano. Il tutto sotto l’attenta supervisione del presidente Rodolfo De Sario, neo eletto consigliere regionale della Fgi (Federazione Ginnastica Italiana ndr.) Comitato Puglia.


Pagina 18 - Anno XIV N. 330 (22) 18 - 12 - 2012

di Gianluca Valente “In questo gruppo è cambiata la mentalità ma soprattutto la consapevolezza dei propri mezzi”.

T

FUTSAL. RUSSO «CHIUDIAMO IN BELLEZZA IL 2012»

utto pronto in casa Futsal Bisceglie per disputare sabato l’ultimo match del girone d’andata che coincide con il commiato ad un 2012 da custodire gelosamente nell’album dei ricordi. Le quattro vittorie consecutive da parte dei ragazzi di mister Ventura hanno elevato agli onori della cronaca un gruppo partito in sordina, ma capace di crescere in maniera esponenziale partita dopo partita. «In questo gruppo – afferma il laterale neroazzurro Giuseppe Russo (foto) – è cambiata la mentalità ma soprattutto la consapevolezza dei propri mezzi. Ad inizio campionato realmente non sapevamo dove si poteva arrivare, oggi sappiamo bene di avere dodici elementi interscambiabili, capaci di dare il proprio apporto alla causa». Crescita costante ma che l’ex Bisceglie C5 inquadra in un determinato momento della stagione, «La partita contro una squadra forte come il Sala Marcianise – continua Russo – ci ha aperto

gli occhi. Francamente non ho visto squadre superiori a noi in questo girone, credo che la classifica premi giustamente l’Aesernia per la continuità avuta sin dalla prima giornata ed il valore di un gruppo d’esperienza». Prima rete stagionale per Russo, sabato scorso a Conversano, a coronamento di una prestazione di altissimo livello, «Contro il Conversano – confessa il ventunenne calcettista nativo di Bisceglie – ho giocato la mia prima partita senza accusare dolore alla caviglia operata. Credo di essere al 70% delle potenzialità fisiche. Mi auguro che il girone di ritorno possa essere meno complicato in tema di infortuni, cosi da potermi sbloccare anche a livello psicologico. Un problema che mi ha attanagliato negli ultimi mesi». Sabato al PalaDolmen arriva il Five Campobasso, ottava forza del campionato, che lontano dal Molise ha saputo raccogliere punti in campi difficili come quelli di Molfetta e

di Mino Dell’Orco

A M B RO S I A B A S K E T: COACH FABBRI COMMENTA LA VITTORIA A FONDI

“Contento della prova corale, tutti i ragazzi hanno contribuito alla conquista di due punti preziosi spiega il tecnico nerazzurro - . Ora ci attende un altro match da non fallire contro Ostuni”.

L

a trasferta dell’Ambrosia sul rettangolo di Fondi, unica squadra del girone ancora a secco di vittorie da inizio torneo, non assumeva di certo i connotati della “mission impossibile”. Ad ogni modo aver sbancato con autorevolezza il PalaVirtus, infliggendo ai laziali uno scarto finale di 21 lunghezze, infonde ulteriore fiducia e consapevolezza nel clan nerazzurro, al suo quinta urrà stagionale. «Occorreva incamerare altri due punti dopo il successo ai danni di Bernalda ed i ragazzi sono stati artefici di una notevole prova collettiva – esordisce coach Enrico Fabbri - . Anche chi non ha fornito il consueto apporto realizzativo, come Torresi, è stato comunque prezioso in termini di energia e sacrificio difensivo. Mi piace rimarcare i segnali incoraggianti di ripresa del play Di Capua, bravo anche nel caricare i più giovani, ed il contributo del

capitano Storchi, entrato dalla panchina a metà del primo periodo e subito decisivo, a tal punto che è rimasto in campo per il resto della gara. Un plauso va inoltre a Maggiotto, sempre più a suo agio negli automatismi del gruppo, e all’inesauribile Caceres, atleta di fondamentale spessore sul parquet e nello spogliatoio. Abbiamo gestito il vantaggio con disinvoltura fino alla sirena ed è significativo aver chiuso il match con il quintetto composto esclusivamente da under, tutti all’altezza della situazione». Bisceglie torna così nella pancia della graduatoria e strizza di nuovo l’occhio ad un piazzamento playoff. «L’obiettivo è risalire sempre più la china e chiudere in bellezza il girone d’andata – prosegue Fabbri - . A mio giudizio siamo indietro di quattro punti rispetto al nostro reale valore, ci pesano soprattutto le brucianti sconfitte interne per mano di Francavilla e Pescara, ma speriamo di recuperare

Monopoli, “Contro il Campobasso – chiosa Russo – partiremo da favoriti. Una condizione nuova per noi, che dobbiamo saper gestire bene per dimostrare che siamo cresciuti anche a livello caratteriale. Loro ci aspetteranno e noi non dobbiamo essere frettolosi, ma giocare con pazienza consci del potenziale che abbiamo. A casa nostra non dobbiamo lasciare punti agli avversari”.

terreno in corso d’opera. Intanto da oggi ci concentriamo sull’appuntamento di domenica al PalaDolmen contro l’Ostuni. Dobbiamo sfoderare un’altra prestazione combattiva e senza troppi fronzoli, vincere il derby sarebbe molto importante per il prosieguo del campionato».


Pagina 19 - Anno XIV N. 330 (22) 18 - 12 - 2012

di Mino Dell’Orco I nerazzurri impattano 1-1 al “Ventura” nell’ultima sfida del girone d’andata. Durante la pausa natalizia arriverà il successo a tavolino sul Matera, con annesso balzo al terzo posto.

E’

durato 4’ il sogno del Bisceglie di poter infliggere il primo kappaò stagionale al Gladiator, risultato che avrebbe regalato virtualmente il secondo posto nell’attesa del 3-0 a tavolino sul Matera. Arpionato il vantaggio al 35’ grazie alla zampata di Genchi sugli sviluppi del corner di Russo, i nerazzurri sono stati riacciuffati al 39’ dalla rete campana di Manzo, cinico nel concretizzare un rimpallo favorevole in area. «E’ stata una partita aperta a qualsiasi risultato fino al termine – commenta in sala stampa il tecnico stellato Nicola Ragno (foto)- . Entrambe le squadre hanno giocato con grinta ed intensità. Il Gladiator si è espresso meglio nella prima frazione, mentre noi abbiamo esercitato una buona superiorità dopo l’intervallo, malgrado il terreno pesante. Sul finire del match si sono registrate

BISCEGLIE: IL PARI COL GLADIATOR CHIUDE UN 2012 DA INCORNICIARE occasioni importanti su ambo i fronti. Dispiace non aver avuto il tempo di gestire il momentaneo vantaggio, con un pizzico in più di scaltrezza avremmo potuto evitare il loro pareggio, ma a conti fatti posso soltanto elogiare i miei ragazzi per l’impegno e la volontà nel cercare il massimo risultato». Ha suscitato molte perplessità l’episodio a metà ripresa dell’atterramento in area sammaritana su Moscelli non sanzionato con il penalty. «Dal mio punto di osservazione il rigore è apparso netto. Il difensore campano ha steso Fabio, peraltro intento nel chiudere lo scambio con Di Rito, ma ormai recriminare serve a poco. Occorre guardare avanti con fiducia, entro l’Epifania avremo i due punti in più della partita di Matera e potremo tornare al terzo posto, a -2 dal Gladiator. E’ vero, l’Ischia non perde colpi, ma c’è tutto un girone di ritorno ed i conti sono abituato a farli alla fine». Per il Bisceglie si chiude intanto un 2012 memorabile, ingemmato

dal trionfo in Coppa Italia Dilettanti e dal ritorno in serie D dopo 14 stagioni. «Siamo orgogliosi per i prestigiosi traguardi raggiunti– conclude Ragno - , confidiamo di proseguire su questa falsariga con l’aiuto di tutto l’ambiente, affinché l’anno del centenario possa essere vissuto degnamente».


Pagina 20 - Anno XIV N. 330 (22) 18 - 12 - 2012

NUOTO: ELENA DI LIDDO BRILLA AI CAMPIONATI ITALIANI La 19enne atleta biscegliese in forza al Circolo Canottieri INVERNALI Aniene centra il bronzo nei di Mino Dell’Orco

100 farfalla e conquista la medaglia d’oro nella staffetta 4x100 misti assieme alla pluricampionessa Federica Pellegrini.

U

na medaglia di bronzo individuale ed una cristallina affermazione in staffetta con le compagne del Circolo Canottieri Aniene. E’ il lusinghiero bottino di Elena Di Liddo nella giornata inaugurale dei Campionati Italiani Assoluti Invernali in corso nella piscina olimpica della Polisportiva comunale di Riccione. Alla kermesse tricolore, prima competizione nazionale in vasca lunga per l’annata 2012-’13, partecipano in totale 440 atleti in rappresentanza di 106 società, con la presenza anche di realtà estere come i greci dell’Ethnikos, gli olandesi del PSV Eiffel Swimmers, gli spagnoli del Terrassa Nataciò ed i francesi del Pole

d’Antibes. La 19enne atleta biscegliese, che da settembre si allena in pianta stabile presso l’impianto capitolino del C.C. Aniene, ha ottenuto il terzo gradino del podio nei 100 metri farfalla chiudendo in 1’00”49 alle spalle di Ilaria Bianchi (Fiamme Azzurre), fresca trionfatrice in questa prova ai Campionati Mondiali in vasca corta di Istanbul, e a Valentina Zonno (Larus Nuoto). A seguire, nell’ultima gara

della sessione mattutina, Di Liddo ha contribuito al successo del Circolo Canottieri Aniene nella staffetta 4x100 misti: terza frazionista dopo Federica Sorriso e Giulia De Ascentis, Di Liddo ha nuotato a farfalla cedendo idealmente il testimone a Federica Pellegrini, che ha completato l’opera in 4’09”20, infliggendo un distacco abissale di oltre 3 secondi alla SMGM Team Lombardia, seconda classificata.

Profile for Salvatore Valentino

BISCEGLIE15GIORNI N. 330 DEL 18 DICEMBRE 2012  

Il quindicinale della Città di Bisceglie diretto da Salvatore Valentino

BISCEGLIE15GIORNI N. 330 DEL 18 DICEMBRE 2012  

Il quindicinale della Città di Bisceglie diretto da Salvatore Valentino

Advertisement