Issuu on Google+

Pagina 14 - Anno XV

N . 340 ( 0 9 )

31 - 05 - 2 0 1 3


Pagina 15 - Anno XV

N . 340

( 0 9)

Bollettino Informativo a cura dell'Ufficio Stampa dell'Associazione Commercianti ANNO XII - N.0 9 /2013 - www.confcommerciobisceglie.it N.09

C

arlo Sangalli, Presidente di Confcommercio, dal Roadshow di Bari, sottolinea la difficile situazione del Mezzogiorno. "La crisi picchia durissimo e colpisce indistintamente tutti i settori produttivi e i territori però la recessione, in modo particolare nel Mezzogiorno, è drammatica". "Legalità e sicurezza prerequisito per lo sviluppo". Una numerosa partecipazione di operatori del commercio, del turismo e dei servizi è intervenuta alla manifestazione presso la Fiera del Levante Lunedì 3 giugno dove le imprese della nostra terra hanno voluto confrontarsi per offrire

D

opo una liberalizzazione in tema di aperture in deroga dei negozi in occasione di giornate festive, che è apparsa più come una deregulation e non ha portato alcun risultato particolarmente di rilievo né alle imprese commerciali, né ai consumatori, ecco riapparire la proposta magica anti crisi: sistema tedesco o sistema americano? Nel mirino come sempre le attività commerciali, questa volta con il ministro Zanonato che chiede la chiusura del sabato. Noi continuiamo ad essere convinti che il settore debba godere della più ampia libertà d'azione. I negozi devono restare aperti, oltre che nei normali giorni feriali e seguendo gli orari della città (banche, mezzi di trasporto, sorveglianza delle forze dell'ordine, uffici) solo quando necessario e soprattutto conveniente per i consumatori e quindi per gli imprenditori, mentre abbiamo buone ragioni per continuare ad avanzare seri dubbi quando tali deroghe sfuggono a qualsiasi regola. Né può essere

31 - 0 5 - 2 0 1 3

BISCEGLIE

quadrato intorno a Confcommercio riconoscendo la validità del suo patrimonio esperienziale che oggi è motivo di speranza in una ripresa che tutti auspichiamo non tardi a venire. Continuare su questa strada, sempre più uniti, per superare le difficoltà con suggerimenti al Governo per una l'orgoglio di sentirci e di essere ripresa più rapida possibile del sistema Confcommercio. produttivo. E per me la gioia è stata ancor più significativa – afferma Leo Carriera - perché ho visto presente operatori di Bisceglie, in maniera significativa, a testimonianza della consapevolezza di appartenere a Confcommercio sempre, anche nei momenti difficili che stiamo attr aver sando, in cui l'appartenenza può non essere sentita come valore. I commercianti di Bisceglie, invece, avete voluto fare chiediamo che tutta la materia possa essere rinegoziata al più presto e che chi svolge le funzioni – beninteso, elettive - di amministratore della cosa pubblica si assuma in pieno le proprie responsabilità – di concerto con le associazioni del settore e con i sindacati – affinchè si ponga fine e una volta per tutte a questa deregulation più argomento di dibattito, quello delle ap- che diventa sovente anarchia e che non erture dei negozi, ogni qualvolta si deve può che creare ulteriori danni ad un settore affrontare il tema della crisi del commercio, in forte affanno. ormai a livelli drammatici, e del calo dei consumi. Per questo dobbiamo tornare a sottolineare come la questione delle aperture in deroga è “deregolata” da norme che continuano a non soddisfarci e che riteniamo possano minare alla base tutti Bollettino Ufficiale della Regione quei principi a tutela degli imprenditori del commercio, dei lavoratori e dei Puglia n. 71 del 23 maggio 2013 E’ stato pubblicato nel Bollettino Ufficiale consumatori. Chiudere il sabato, almeno nelle nostre realtà locali pugliesi, sarebbe della Regione Puglia n. 71 del 23 maggio una follia. Restare aperti tutte le domeniche 2013 l'atto dirigenziale n.111/2013 del estive e invernali sarebbe una rovina. Da Servizio Attività economiche - Consumatori, tempo invochiamo una calendarizzazione con cui si approva il bando dei posteggi locale che tenga conto delle peculiarità del disponibili nei mercati su aree pubbliche di territorio, oltre che per quanto riguarda le alcuni comuni regionali. Le domande di abitudini dei residenti, anche dal punto di rilascio delle autorizzazioni possono essere vista turistico e, perché no, meteorologico. inoltrate al comune, sede di posteggio, a Soprattutto occorre legare le aperture partire dalla data di pubblicazione del bando straordinarie ad eventi e manifestazioni in sul bollettino ufficiale e devono pervenire, a corso di svolgimento anche creando piccoli mezzo di plico raccomandato con avviso di “distretti” con orari diversi all'interno della ricevimento, nel termine massimo di stessa città. Il resto ancora una volta ci pare sessanta giorni da essa. Non è consentita la puro dibattito fine a se stesso. Mentre presentazione a mano.


B15g 340 confcommercio 9 31 mag 2013