Page 1

EDIZIONE

Periodico d'Informazione - Anno XIV N. 326 (18) 07 - 10 - 2012 www.bisceglie15giorni.com Registrato al Tribunale di Trani - n. 350 del 21.05.1999 Direttore Responsabile - Salvatore Valentino E-Mail: redazione@bisceglie15giorni.com E d i t r i c e : A s s o c i a z i o n e “ B I S C E G L I E H O S T & C O M M U N I C AATT I O N S ” - R e d a z i o n e e T E L E M AT I C A A m m i n i s t r a z i o n e - TTe e l - F a x : 0 8 0 . 3 9 5 2 3 2 8 - V i a d e l C o m m e r c i o , 4411 - 7 6 0 1 1 B i s c e g l i e ( B t )

B A S TA C O N I PA RT I T I D E I L A Z Z A RO N I A

lla luce degli episodi di corruzione e malaf fare emersi con frequenza impressionante negli ultimi mesi, da Penati a Lusi, da Belsito a Fiorito, tutti punte di un iceberg che si estende oltre i singoli inquisiti, possiamo tranquillamente giungere alla conclusione che in ogni partito non si annida qualche mela marcia, come vorrebbero farci credere, ma sono marci proprio i cesti che contengono le mele, cioè i partiti. Per questo non sono credibili i solenni proclami: “Ora faremo piazza pulita!” Sorgono spontanee due considerazioni. La prima: Perché non lo hanno fatto finora? La seconda: Sentire che presto i partiti provvederanno ad allontanare i (loro) malfattori è come avere assicurazioni da uno scippatore che ripulirà la città dai delinquenti. Crollate le ideologie, in Italia i partiti si sono trasformati in strumenti di facile arricchimento personale, favorito dallo scudo dell’… impunità parlamentare e dalle norme che non facilitano controlli esterni. E’ ormai venuta meno la loro funzione, la loro ragion d’essere. Non più strumenti di democrazia, non più trait d’union tra gli elettori e gli eletti ma roccaforti il cui accesso è consentito solo a chi accetta il “sistema”. A chi sa tacere pur vedendo e capendo. A chi partecipa alla spartizione del bottino senza scrupoli, senza pensare che si stanno amministrando soldi pubblici, sottratti ai contribuenti, agli investimenti produttivi, alla ricerca, ai servizi sociali. (Nella Regione Lazio sono stati stornati fondi destinati a sanità, trasporti e istruzione per destinarli ai gruppi consiliari!) Da queste fucine non potevano certo nascere personaggi immacolati. Nessuna meraviglia, quindi, se i mass media ci riportano quotidianamente notizie di sprechi, malversazioni, dirottamento di denaro pubblico su conti privati. Sono l’essenza dell’antipolitica! Che prospera proprio nelle

sedi simbolo della democrazia e tra coloro che dovrebbero agire nell’interesse del Paese e dei cittadini. Accanto a una democrazia apparente, anche i nostri diritti sono diventati un’illusione: finiscono là dove comincia l’influenza della politica. E sappiamo bene che la politica ha invaso ogni settore del Paese, alterando l’economia, la libera concorrenza, distruggendo la meritocrazia. In questo quadro desolante come si può pensare che gli onesti, i capaci, le eccellenze del Paese possano varcare la soglia dei partiti e cambiarli dall’interno? Si troverebbero subito ad un bivio: o accettare il sistema o fuggire. E questo forse spiega il basso livello qualitativo dell’attuale classe dirigente, priva

di statisti ma ricca di coltivatori di orticelli e curatori di clientele. In questi giorni ci stiamo domandando qual è il rimedio. La legge sulla corruzione, non ancora approvata, sarà sufficiente a selezionare una classe dirigente più pulita? Ne dubito. Penso che i partiti che portano un Paese sull’orlo della bancarotta, che tradiscono gli elettori sperperando risorse pubbliche, saccheggiando le casse dello Stato, dovrebbero essere sciolti, senza alcuna possibilità di rinascere sotto altro nome o con i suoi gerarchi mimetizzati in altre aggregazioni. Non c’è spazio in politica per le resurrezioni, ci basta quella di Lazzaro. Evitiamo le resurrezioni dei lazzaroni. Pasquale Consiglio


Pagina 2 - Anno XIV N. 326 (18) 07 - 10 - 2012

AL VIA IL GIUBILEO DELLA PARROCCHIA S. MARIA DI PASSAVIA D

omenica 7 ottobre alle ore 19.00 con una solenne celebrazione eucaristica presideuta da Mons. Giovan Battista Pichierri, arcivescovo di Trani-BarlettaBisceglie, ha avuto inizio l'anno giubilare della parrocchia di Santa Maria di Passavia. La parrocchia del centro cittadino biscegliese, fondata nel 1910, si appresta a vivere un anno intenso ripercorrendo i 102 anni della sua storia e proiettandosi verso il futuro con rinnovato slancio pastorale. Il Consiglio Pastorale Parrocchiale, insieme al parroco don Franco Lorusso, sta infatti programmando una serie di iniziative per l'anno giubilare, fra cui una pubblicazione e una serie di incontri che illustreranno la storia della parrocchia, l'origine del culto della Madonna di Pa s s a v i a , g l i a s p e t t i a r t i s t i c i e

architettonici dell'edificio e del quartiere, l'evoluzione delle attività pastorali e delle devozioni e le storie delle persone, sacerdoti e laici, che hanno caratterizzato la vita della parrocchia. I g r u p p i g i ova n i l i s t a n n o g i à preparando uno straordinario momento di festa per i primi giorni di gennaio con uno spettacolo che ripercorrerà gli anni dal 1910 ad oggi attraverso le musiche, i balli, i film e gli show televisivi che hanno accompagnato i principali eventi della storia mondiale e della parrocchia. Riflessione e approfondimento, dunque, ma anche festa e sguardo rivolto al futuro: questo in sintesi il programma dell'anno giubilare di Santa Maria di Passavia. Brevi note storiche: La chiesa di Santa Maria di Passavia è stata edificata nel 1747 con offerte dei fedeli su un suolo “infruttuoso” messo a disposizione dal Comune di Bisceglie per accogliere degnamente un’icona della Beata Vergine Maria venerata con il titolo di “Santa Maria di Passavia”. Secondo la

tradizione il dipinto sarebbe stato portato a Bisceglie da un monaco proveniente dalla Baviera che avrebbe soggiornato nella nostra città in casa dei fratelli Marino e Giuseppe Nardulli. L’icona, inizialmente custodita in cattedrale, è stata poi trasferita nella nuova chiesa il 18 maggio 1749. La chiesa di Santa Maria di Passavia ha subito lavori di ampliamento, con la costruzione dell’attuale abside, nel 1890, per far fronte alle esigenze della popolazione che nel frattempo si era stabilita nel nuovo quartiere sorto nelle sue vicinanze. A partire dal 1910 la chiesa di Santa Maria di Passavia assume lo status di parrocchia. Il primo battesimo nei registri parrocchiali è datato infatti 1° gennaio 1910. Da allora, in oltre un secolo di storia, si sono succeduti soltanto quattro parroci: Mons. Vincenzo Caputi (1910-1939), Mons. Antonio Belsito (1939-1979), Mons. Sergio Ruggieri (1980-2010) e l’attuale parroco Mons. Francesco Lorusso.

C O N G R E S S O R E G I O NA L E A . C . S. A . PUGLIA M e t a b o l i c h e e D i a b e t o l o g i a , Lafranceschina, G. Deluca, P. Lentini, G. Corso di aggiornamento multidisciplinare per Medici svolto nell’auditorium della Casa della Divina Provvidenza il 5 e 6 ottobre, presieduto dai Prof. Antuofermo e Cocozzello.

L’

evento è stato accreditato al Ministero della Salute per 100 Medici specialisti in Cardiologia, Malattie

Endocrinologia, Geriatria, Medicina Interna, Pediatria, Chirurgia Generale, Medicina Trasfusionale, Medicina Generale. La I sessione dei lavori è stata moderata dai Prof. De Luca e Di Biase, Antuofermo e Lentini; relatori M. Ciccone, F. Bar tolomucci e M.V. Bonfantino. Argomenti: La Placca Carotidea Instabile; Malattia Coronarica Cronica; Scompenso cardiaco ed IRC. Hanno moderato la II sessione i Prof. Cocozzello, Piancone, Antuofermo e Lentini, relatori: M. Cannone, C.

Franchini, F. Perfetto, M. Grimaldi e G. Speciale. Argomenti: Terapia e profilassi antitrombonica, Rivascolarizzazione Percutanea, Gestione dell’angina cronica stabile, Futuri scenari nel trattamento dell’Ipertensione arteriosa, Ecstasie, Aneurismi, dissezioni silenti, Imaging coro-TC, Sincope, terapie non farmacologiche. La III sessione è stata moderata dai Prof. Macchia e Voci. Relatori: D. Cantatore, P. Schino, O. Resta, F. Scarpelli, A. Posca, M. Minenna, E. Tupputi, U. Vincenzi. Argomenti: La sindrome da distress respiratorio dell’adulto, ipertensione polmonare, Obesità ed apnea notturna,gestione clinica della BPCO, gravidanza e patologie respiratorie, bronchite asmatifo r me e asma, ossigenoterapia. La IV ed ultima sessione è stata moderata dai Prof. Capurso e Cignarelli. Relatori: G. De Pergola, O. De Robertis, M.L. De Cicco, P. Cavallo (nella foto) e G. Ferrucci. Argomenti: Trattamento del diabete tipo 2 con IRC, diabete mellito tipo 2, g ravidanza e diabete mellito, la malnutrizione sub-clinica nell’anziano, il counselling di etologia nutrizionale nel paziente diabetico.


Pagina 3 - Anno XIV N. 326 (18) 07 - 10 - 2012


Pagina 4 - Anno XIV N. 326 (18) 07 - 10 - 2012

Il Rotary premia i migliori diplomati delle scuole biscegliesi. Giovedì 27 settembre, Hotel Salsello.

FESTA DELLA SCUOLA AL ROTARY CLUB BISCEGLIE

G

rande successo per l’undicesima edizione della Festa della Scuola organizzata dal Rotary Club Bisceglie, presieduto quest’anno da Luigi Logoluso. Protagonisti della serata sono stati i giovani neodiplomati delle scuole biscegliesi, in particolare i quattro studenti più meritevoli, uno per ciascun istituto, destinatari di borse di studio elargite dallo stesso club e da alcuni dei suoi soci. Giorgio Mondelli, Giancarlo Leone, Giordano Amoruso e Donato Simone, in una sorta di talk-show condotto dal vicepresidente del RC Bisceglie Massimo Cassanelli e dal prefetto Nadia Di Liddo, hanno presentato al numerosissimo pubblico i

di merito sono stati consegnati a tutti i neodiplomati con 100 o 100 e lode. Tre di loro, estratti a sorte, saranno beneficiari anche di un corso di lingua inglese offerto dalla “Better English School”. La serata, svoltasi alla presenza di oltre 250 persone, ha visto un susseguirsi di interventi degli autorevoli ospiti presenti:

lavori di approfondimento preparati in occasione degli esami di stato e hanno p a r l at o c o n g r a n d e s i c u r e z z a e determinazione dei loro progetti e delle loro ambizioni. Un premio e un attestato

Sabino Chincoli, assistente del DG Rocco Giuliani, Francesco Spina, sindaco di Bisceglie, Pompeo Camero ed Egidio Pignatelli, rispettivamente assessore provinciale e comunale alle Politiche

Al sig. Sindaco di Bisceglie Palazzo di Città Noi sottoscritti desideriamo sottoporre al nostro Sindaco la richiesta di voler provvedere ad attivare con urgenza massima un capillare censimento del patrimonio edilizio presente all’interno dei confini comunali, secondo l’apposita scheda sottoposta alla Sua attenzione nei mesi scorsi dal Forum Italiano dei Movimenti per la Terra e il Paesaggio e dalle organizzazioni attualmente ad esso aderenti. Questo censimento, richiesto a tutti i Comuni italiani, vuole mettere in luce con assoluta esattezza la realtà delle strutture edilizie già presenti nel nostro Comune e, in particolare, il numero e la superficie di quelle sfitte, vuote, non utilizzate. Tale elemento è ritenuto di estrema importanza per monitorare lo stato attuale dell’offerta edilizia e ragionare - senza pregiudizi e con precisi dati di ausilio – sul

fenomeno del consumo di suolo e tutte le necessarie pianificazioni conseguenti. La scheda è stata ideata allo scopo di offrire un metodo di lavoro che possa guidare ogni nuova futura pianificazione dello strumento urbanistico comunale e favorire una discussione basata su informazioni certe ed aperta ai contributi di tutti i cittadini. La portata delle informazioni previste, ci induce anche ad invitarLa a valutare, successivamente, insieme al Consiglio comunale, la possibilità di adottare una moratoria per le nuove edificazioni su aree libere previste dallo strumento urbanistico attualmente in vigore e/o da sue varianti: i dati che l’amministrazione comunale avrà modo di mettere in luce, infatti, potrebbero profondamente modificare il quadro complessivo delle pianificazioni attualmente definite.

SALVIAMO IL PAESAGGIO, UNA LETTERA AL SINDACO

Scolastiche, Ciro Di Maio, presidente del Rotaract Bisceglie, Tommaso Clemente, presidente dell’Interact Bisceglie, i dirigenti scolastici in carica delle tre scuole superiori biscegliesi, Giambattista Colangelo, Dino Musci e Francesco Sciacqua, i presidi in pensione Giuseppe D’Andrea, Saverio Mongelli e Michele Prete. La Festa della Scuola è stata allietata dagli interventi musicali dell’orchestra giovanile dell’ITES di Bisceglie, diretta dal maestro Nico Arcieri, che ha mirabilmente eseguito alcuni classici della canzone italiana e internazionale. Tanti i messaggi di incoraggiamento e di augurio rivolti ai giovani presenti, i quali hanno p e r a l t r o d i m o s t r at o g r a n d i d o t i intellettuali e umane, parlando anche del loro impegno sociale, dei loro interessi culturali, della loro visione della società e del futuro. Ancora una volta una serata colma di speranza per il nostro avvenire, nella quale è stata data meritata visibilità ai giovani in gamba dei quali la nostra società è ricca ma che spesso non trovano spazio sui media o nell’opinione pubblica. Appuntamento al prossimo anno con la Festa della Scuola 2013. Massimo Cassanelli Vicepresidente Rotary Club Bisceglie Il nostro invito è di avviare al più presto anche nel nostro Comune questo specifico lavoro censuario. Cordiali saluti. Bisceglie, 08.09.2012 Per “Biblioteca Don Michele Cafagna” Per “Bisceglie vecchia extra moenia” (Associazione) “Centro studi biscegliese” - “Notos” (Associazione) - “Puglia scoperta” (Associazione) - “Azione Cattolica Italiana” (Coordinamento cittadino di Bisceglie) - “Biciliae” (Associazione) - “Legambiente” (Circolo Bisceglie – Trani) “PortAperta” (Associazione) - “Pro Loco Bisceglie” (Associazione) - “Sapere 2000 – Angelo Ruggieri” (Associazione) - “Circolo Unione Bisceglie” - “G.B. Ferrara” (Associazione) - “WWF” – Puglia - “ASSET” (Associazione) “Oltre la fabbrica” (Associazione)


Pagina 5 - Anno XIV N. 326 (18) 07 - 10 - 2012

S

i è conclusa la prima parte di lavori per il ripristino della fogna bianca a Bisceglie. Dopo anni di allagamenti e di costanti pericoli per gli abitanti e per i ragazzi che frequentano le scuole della zona, con l’amministrazione Spina è stata avviata la sostituzione di 3,5 Km di tubature pericolose perché composte principalmente di amianto. Questa mattina, sono terminati i lavori tra via Imbriani e via Giuliani, e la circolazione da e verso Molfetta è ripresa normalmente dopo pochi mesi di disagio. Soddisfatto il Sindaco di Bisceglie Francesco Spina: «E’ certamente un fatto importante perché con questo intervento finalmente la fogna bianca funzionerà appieno evitando così gli allagamenti in questa zona e le

CONCLUSI I LAVORI PER LA FOGNA BIANCA pericolosissime infiltrazioni nelle fondamenta dei palazzi che ne minano la staticità». « E ’ u n ’ o p e r a straordinaria e storica che i cittadini devono sostenere – ha continuato il Sindaco Spina – Bisceglie si dota in tempi relativamente rapidi di un’opera di urbanizzazione primaria che servirà per lo smaltimento dell’acqua piovana, per la viabilità e per la tranquillità dei cittadini e dei commercianti». «Siamo riusciti finalmente a ridare sicurezza a questa parte della città tramite un’opera tecnicamente valida, che serve ad arginare ciò che alcuni

sindaci del passato hanno autorizzato attraverso costruzioni tribali sulle lame ed in zone poco consone», ha concluso il Sindaco Spina.

TRIBUTI ITALIA, L’ATTENZIONE DELL’AMMINISTRAZIONE COMUNALE HA EVITATO IL BUCO NEL BILANCIO DEL COMUNE DI BISCEGLIE A margine dei recenti fatti giudiziari che hanno visto protagonista TRIBUTI ITALIA, l’agenzia che in passato ha curato la riscossione tributi anche per conto del Comune di Bisceglie, ci è giunta una nota del Sindaco Francesco Spina.

«I

n merito alla questione diffusasi in questi giorni circa lo stato di dissesto e di insolvenza, con relativi provvedimenti di natura penale e cautelare verso gli amministratori di “Tributi Italia spa”, colgo l’occasione per esprimere la mia personale gratitudine verso i dirigenti del Comune di Bisceglie e gli avvocati Giuseppe Mariani e Nicolò Mastropasqua per aver, nell’anno 2009, impedito il buco finanziario e contabile re gistr ato in altri quattrocento Comuni italiani a causa della condotta della suddetta società che ha gestito il servizio di accertamento e riscossione dei tributi fino alla fine del 2009. Grazie alla tempestiva intuizione dell’Amministrazione Comunale e dei due avvocati difensori fu direttamente sequestrato il conto corrente centrale della “Tributi Italia spa” e furono

immediatamente recuperati 1 milione e 184 mila euro del Comune di Bisceglie che la società di riscossione non aveva intensione di restituire spontaneamente. Il recupero di tale somma dimostra la validità della struttura degli uffici amministrativi e finanziari del Comune di Bisceglie e la professionalità degli a v vo c a t i d i f i d u c i a dell’amministrazione comunale. Senza quel tempestivo atto di intelligente strategia difensiva si sarebbe registrato un buco nel bilancio comunale che probabilmente avrebbe impedito al Comune di B i s c e g l i e d i r i c e ve r e p r e m i e gratificazioni per le performance amministrative, per il perfetto equilibrio di bilancio registrato e confermato nello scorso consiglio comunale e per l’ormai consolidato rispetto del Patto di Stabilità.


Pagina 6 - Anno XIV N. 326 (18) 07 - 10 - 2012

Sui costi della Provincia interviene l’Assessore alla Prog rammazione Economica, Dario Damiani.

L

unedì 8 ttobre, alle ore 18.30, nella città di Barletta, presso la parrocchia di san Giovanni Apostolo, si svolgerà la cerimonia d'inaugurazione della nuova sede cittadina del CENTRO DI AIUTO PER GESTANTI E MAMME IN DIFFICOLTÀ istituito dalla nostra associazione per aiutare le donne che si trovano di fronte ad una gravidanza inattesa, in un momento di difficoltà personale e familiare. La riapertura del Centro è stata resa possibile grazie alla sensibilità ed alla condivisione del parroco don Rino MASTRODOMENICO, a cui era stata resa nota la necessità di avere a disposizione un locale dove poter svolgere la nostra attività di volontariato a favore delle mamme e dei neonati. Don Rino, sin dalla Festa cittadina per la Famiglia, si era reso disponibile a darci ospitalità presso

L’ASSOCIAZIONE "COMITATO PROGETTO UOMO" ONLUS APRE UN’UNITA’ LOCALE A BARLETTA la sua parrocchia ed ora questa possibilità si concretizza. Il Centro di Aiuto svolge attività di ascolto delle gestanti e mamme in difficoltà e di distribuzione di prodotti per l'alimentazione e l'igiene dei neonati, fino al compimento del loro primo anno d'età. In questi anni di servizio abbiamo toccato con mano come ciò che molto spesso spinge le gestanti all'aborto non sono tanto le difficoltà economiche, quanto principalmente il trovarsi completamente da sole ad affrontare una gravidanza inattesa. In molte occasioni, infatti, lo stesso partner si scrolla di dosso ogni responsabilità, lasciando la donna di fronte agli obblighi che una nuova vita in arrivo richiede sia nella cura che nell'educazione. Il nostro servizio è, dunque, un sevizio di prossimità umana che si concretizza in rapporti di amicizia e in aiuto materiale.

A tale servizio si dedicano la signora Isabella Ruggieri e la psicologa Maria Rita Marino ma abbiamo bisogno di altre volontarie. Facciamo appello, dunque, alla sensibilità delle donne per chiedere la loro disponibilità a svolgere attività di volontariato presso la nostra associazione. L'attività del Centro di Aiuto riprenderà venerdì 19 ottobre dalle ore 17,30 alle ore 19,00 e proseguirà ogni venerdì nello stesso orario. Per l'occasione, ringraziamo don Enzo Misuriello per l'accoglienza offertaci per oltre due anni presso la parrocchia di san Benedetto. Nel contempo esprimiamo il nostro vivo appre zzamento per la collaborazione con gli operatori dei servizi sociali del Comune di Barletta. Domenico Torchetti - Presidente Mimmo Quatela - Responsabile attività assistenziali

L’ASSOCIAZIONE “BISCEGLIE 2.0 DODICI” CHIEDE L’ISTITUZIONE DI UN UFFICIO PER LE POLITICHE GIOVANILI ED ASSOCIATIVE ASL BAT: PRIMO FORUM SULLA SALUTE

Creazione ufficio comunale per le politiche giovanili ed associative Egr Sig. Sindaco . Con la presente per chiederLe la creazione di uno sportello/ufficio per le politiche giovanili ed associative al fine di incrementare la partecipazione alla politica ed all'amministrazione della città dei giovani biscegliesi e delle associazioni locali presenti sul territorio, struttura già presente in molti altri comuni. La creazione di uno sportello/ufficio per le politiche giovanili ed associative garantirebbe ulteriormente l'avvicinamento dei giovani all'amministrazione comunale con modalità di partecipazioni aggregative e più vicine al mondo degli stessi giovani divenendo così un mezzo di raccolta di idee e progetti. Consentirebbe la segnalazione diretta all’'amministrazione di problematiche legate al mondo giovanile e il coordinamento con le varie associazioni garantendo l'aumento della funzionalità degli interventi delle stesse associazioni nonché il miglioramento della qualità della vita dei giovani all'interno del nostro comune. Inoltre considerato il periodo di profonda crisi e la volontà di non incidere

L'

ulteriormente con spese di gestione sulle casse comunali, l'associazione “Bisceglie 2.0 Dodici”, dichiara la propria disponibilità a gestire gratuitamente tale ufficio/sportello qualora ne venga disposta l'attuazione. Certi di una sua valutazione positiva della proposta, considerata la sua nota attenzione al mondo giovanile ed associativo e la sua politica volta al rinnovamento , restiamo in attesa di una sua comunicazione in merito alla presente proposta per discuter ne insieme la validità. Distinti Saluti. Domenico Di Luzio -Bisceglie 2.0 Dodici

11, il 12 e il 13 ottobre al Castello di Barletta si terrà il primo Forum della Salute organizzato da Asl Bt, Provincia Andria-Barletta-Trani, Ordini professionali, Coni e Federazioni sportive. Sono in programma momenti dedicati alla presentazione di servizi con stand espositivi, convegni dedicati ai grandi temi "Alimentazione e benessere", "Attività fisica, sport e benessere", "Salute e Responsabilità", la tavola rotonda "La cultura della salute. Comunicare, educare, prevenire". Alle 18,30 di venerdì si terrà il primo concerto a cura dei dipendenti musicisti della Asl Bt. Il Forum si concluderà sabato 13 ottobre con la Conferenza dei Servizi "Costruire la Salute: la Asl Bt tra presente e futuro" in programma nella sala rossa.


Pagina 7 - Anno XIV N. 326 (18) 07 -10 - 2012

PESCA: STOP A FINANZIAMENTI Sergio Silvestris (Pdl): UE PER RINNOVO "Incentivi fondamentali per rilanciare il settore" TECNOLOGICO DELLE FLOTTE «L

e marinerie meridionali, e quelle del Nordbarese in particolare, per essere più competitive e perseguire gli obiettivi sostenibili dell'Unione Europea hanno ancora bisogno di incentivi per favorire il rinnovamento tecnologico delle imbarcazioni». Lo afferma da Bruxelles l'eurodeputato del Pdl Sergio Silvestris dopo l'approvazione della relazione "Riforma della Politica comune della pesca" da parte del Parlamento Europeo, che ha sciaguratamente decretato la fine dei finanziamenti per il rinnovamento e l'ammodernamento delle flotte. Nel rapporto del greco Nikolaos Salavrakos, infatti, è stato respinto l'emendamento 58 che ribadiva la necessità che il futuro Feamp (Fondo europeo per gli affari marittimi e la pesca) conceda aiuti al rinnovo e alla modernizzazione delle flotte di pesca – per ragioni di sicurezza, tutela ambientale o riduzione dei

consumi di carburante. «Personalmente - dice Silvestris - ho votato a favore dell'emendamento c h e è s t at o p o i r e s p i n t o d a l l a m agg i o r a n z a d e l l ' a u l a , p e r c h é ritengo necessario proseguire con gli aiuti che garantiscono quel miglioramento tecnologico per creare organizzazioni di produttori più forti e quindi di controbilanciare i l p o t e r e d e i r i ve n d i t o r i . L a tradizionale pesca a strascico, fiore all'occhiello della nostra economia e importante risorsa per la creazione di posti di lavoro diretti e indiretti, non può lentamente tramontare, ma deve adeguarsi ai tempi e rinnovarsi tecnologicamente per uscire da un declino e da una crisi molto complicata. Così alla fine in aula, per protestare contro la bocciatura di un emendamento vitale per il comparto della pesca, ho votato contro l'intera relazione».

GUARDIA COSTIERA: OPERAZIONE “LITTLE FISH” S

i è conclusa il 24 settembre l’operazione “Little Fish” della Guardia Costiera di Molfetta. Un’intensa attività avviata il mattino del 24 settembre e conclusasi stamattina alle prime luci dell’alba. I militari della locale Capitaneria di Porto hanno intensificato i controlli al fine di reprimere la pesca, la detenzione e la vendita di prodotti ittici inferiori alla taglia minima (cosiddetto novellame). Dapprima i militari hanno comminato una serie sanzioni ed eseguito sequestri amministrativi all’interno dei mercati ittici e quindi risalendo lungo la filiera della pesca sono riusciti ad individuare i pescatori che avevano immesso sul mercato il prodotto sottomisur a. L’operazione non si è fermata qui, in

quanto i militari hanno effettuato una serie di ispezioni a bordo dei motopesca riuscendo così a trovare e porre sotto sequestro gli attrezzi non conformi alla normativa vigente e le reti da pesca con maglie inferiori alla misura consentita, appunto utilizzate per catturare gli esemplari di novellame. S o n o s c at t at i p e r t a n t o i d o n e i provvedimenti con in primis tre denunce penali con relativi sequestri di reti a strascico e di circa un quintale di prodotto ittico sottomisura; inoltre sono stati assegnati ben 21 punti alle varie licenze di pesca dei trasgressori che potrebbero portare al conseguente fermo amministrativo dei motopesca. Ed infine sono state elevate complessivamente ben 8 sanzioni amministrative per un totale

di circa 12 mila euro, per infrazioni varie Il prodotto ittico è stato successivamente devoluto in beneficenza, previa autorizzazione al consumo del competente servizio veterinario di Molfetta. A cura di Michele PUCA


Pagina 8 - Anno XIV N. 326 (18) 07 - 10 - 2012

di Nunzia Palmiotti Il 30 settembre scorso, presso la Cattedrale di Bisceglie, il Club UNESCO, con la presidente dr.ssa Pina Catino e l’Archeoclub d’Italia Sede di Bisceglie, nell’ambito della Giornata Europea del Patrimonio, hanno promosso il convegno su Nicola Antonio Brudaglio ( Andria, 1703 – 1788 ), scultore di statue lignee policrome e maestro scalpellino di grande talento.

N

ell’ambito della Giornata del Patrimonio identitario italiano Pina Catino, presidente del Club UNESCO di Bisceglie e l’Archeoclub d’Italia, Sede di Bisceglie hanno promosso un importante convegno sullo scultore andriese Nicola Antonio Brudaglio, tra l’altro autore di diverse statue lignee nella diocesi di Bisceglie. Pina Catino ha dihciarato: «l’iniziativa culturale mira a valorizzare la figura di un illustre scultore “il Brudaglio”, noto soltanto agli addetti ai lavori, come il Borrelli, Eduardo Nappi, Mimma Pasculli Ferrara, Elio Catello e Clara Gelao. In realtà lo scultore ha contribuito e lasciato in Puglia tantissime statue, distribuite in terra di Capitanata e di Bari. Un secondo convegno sarà oggetto di studi nell’anno 2013, a Napoli, con l’adesione della Reale Deputazione del Tesoro di San Gennaro». Il relatore della ser ata, Luigi Palmiotti ha contribuito a far piena luce sulla vita del celebre Nicola Antonio Brudaglio e l’arte del suo tempo: nacque ad Andria nel 1703 e giovanissimo si trasferì a Napoli, per perfezionarsi come scultore presso il celebre Giacomo Colombo. Il suo nome è riportato nel Catasto Onciario di Andria del 1734, con la professione di “scultore”. In Puglia è nota una sola opera scultorea in pietra: “il portale delle Benedettine e il bassorilievo di S. Benedetto”, proveniente dal distrutto convento (anno 1939) e rimontato nella stessa città di Andria, sulla facciata della Cattedrale. Il Brudaglio attinse dallo scultore Colombo “l’arte di “scolpir statue lignee sacre”. Vasta la sua produzione di “immacolate ed Addolorate”, distribuite a Terlizzi, Molfetta, Monopoli (1759), San Diego nella chiesa di S. Antonio a Mola, San Rocco a Trani, statue, attestate a Minervino, i santi San Pietro e Paolo a Deliceto, San Aurelio a Ruvo, un busto di Cristo flagellato a Rocchetta Sant’Antonio, Cristo alla colonna e San Liborio a Manfredonia, Cristo flagellato, a

RISCOPERTA LA FIGURA DELLO SCULTORE NICOLA ANTONIO BRUDAGLIO (1703-1788) Cerignola, nella Chiesa dell’Addolorata. Un’Immacolata è l’unica statua, presente nella chiesa degli Agostiniani a Scorrano La sua produzione comprende anche: “simulacri o manichini da vestire” (cfr. la Madonna Greca di Corato e della Purificazione di Molfetta), pregevoli capolavori che riflettono un “contenuto pathos”, addolcito dallo sperimentalismo di gusto arcadico- rococò. LE OPERE IN BISCEGLIE Si deve all’attenta restauratrice Loredana Acquaviva la scoperta della firma del Brudaglio sul manichino dell’Addolorata (anno 1759) dell’Abbazia di San Matteo. La statua evidenzia una contenuta pateticità ed espressività; seguono altri lavori e segnalazioni: il m a n i c h i n o d e l l ’ A d d o l o r at a d e l l a Cattedrale di Bisceglie, considerata la

All’iniziativa culturale hanno aderito: il Comune di Bisceglie, con la presenza autorevole del Sindaco avv. Francesco Spina, il Club UNESCO di Andria, con il presidente Francesco Chiapperini; il presidente Vincenzo Mazzei del Club UNESCO di Deliceto; l’Arcidiocesi rappresentata dal rettore don Mauro Camero, dall’arciprete Canonico don Franco Di Liddo, da Sua Beatitudine Don Basilio I°, Metropolita- Primate della Chiesa Ortodossa Italiana; il Centro Studi Biscegliese; il Rotary International Club di Bisceglie, Lion Club Bisceglie, Andria- Costanza D’Aragona, SOMS “Roma Intangibile”.

prima statua della Vergine dei sette dolori. La Madre di Dio era venerata nell’ex cappella secentesca di San Biagio (realizzata sotto l’episcopato di Mons. Berardino Scala; cfr. Visita Pastorale di Mons. De Franci, anno 1923). L’Addolorata è definita dal De Franci alma Virgo, realizzata da mano eccellente. Le statue presepiali di San Giuseppe e della Madonna, anche lavori del Brudaglio, si ispir ano all’ar te del Colombo, considerato un precursore di quest’arte , per aver realizzato statue lignee a figura

intera per la Chiesa di Santa Maria in Portico a Napoli e per la Chiesa di Santa Maria Aracoeli di Roma. Si presentano intagliate con tecnica incisiva e personalissima in forme realistiche, temperate da istanze del rococò. Capolavoro del Brudaglio: Cristo flagellato della Chiesa della Misericordia in Bisceglie, che trova confronti con il busto di Rocchetta Sant’Antonio e di un Cristo flagellato di una nota collezione barese (1765). Il panneggio del mantello, ben curato, incisivo, si annoda, come in altre statue all’altezza dei fianchi e del perizoma. Sono all’attenzione di un’attenta valutazione la Pietà della Chiesa del Santissimo e della “Desolata con angeli a figura intera” della Chiesa di San Domenico. Disperso e proveniente dalla Chiesa del Santissimo in Bisceglie, il busto ligneo di Ecce Homo. LA GENEALOGIA DEI BRUDAGLIO ARTISTI Sono annoverati come discendenti di Nicola Antonio Brudaglio: il figlio Vito di cui non si conservano opere note; un

Continua a Pag. 9


Pagina 9 - Anno XIV N. 326 (18) 07 - 10 - 2012

RISCOPERTA LA FIGURA DEL BRUDAGLIO probabile cugino Riccardo Brudaglio (nato il 1761, fucilato nei fatti del 1799 a Andria; un Nicolò (suo nipote, nato il 1793), Michele Brudaglio, attivo fino ai primi dell’Ottocento (autore di un S. Alfonso nella Cattedrale di Andria) e Domenico Brudaglio, vissuto e attivo, come sostiene la dr. Mimma Pasculli Ferrara, nella seconda metà del Settecento, per aver realizzato “La Madonna di Loreto”, legata a schemi classicheggianti e la statua di San Giuseppe, in venerazione nel comune diTrinitapoli. Il Busto di San Giuseppe si avvicina alla corrente di ispirazione rococò

del suo discendente Nicola Antonio. Scultori del suo tempo in Andria Contemporanei di Nicola Antonio Brudaglio gli scultori di modesta produzione lignea: Francesco Paolo Antolini (not. 1720- 1780), attivo in Puglia e in Basilicata, che si applicò a scolpire in pietra e Joseph Santoniccolò, autore tra la fine del settecento e i primi dell’Ottocento di alcune opere in Andria e a Mola. La mostra nella Concattedrale L’allestimento della mostra del Brudaglio a Bisceglie si deve alla collaborazione e alla perizia della restauratrice biscegliese Loredana Acquaviva, che tra l’altro nella sua bottega, esegue lavori di restauro di statue lignee, e arredi sacri. Una piccola mostra fotografica sul Brudaglio sé stata curata dal Club UNESCO di Delicato. Nicola Antonio Brudaglio e il suo tempo La fase di “napolitanizzazione in Puglia” inizia nel fatidico anno 1735, con l’ascesa al trono di Carlo di Borbone. In questo periodo giunsero in Puglia illustri scultori, a causa delle numerose richieste da parte di confraternite, chiese, arcivescovi. Tra i grandi maestri: Giuseppe Sammartino con il marmoraro Giovanni Cimafonte. Il giovane Sammartino realizzò un complesso

Saluti delle autorità: avv. Francesco Spina; il rettore don Mauro Camero; relatori: Luigi Palmiotti, socio ordinario della Società di Storia Patria per la Puglia, con la relazione: “Nicola Antonio Brudaglio e la scultura lignea in Puglia nel sec. XVIII; la dr.ssa Margherita Pasquale, Direttore Storico dell’Arte, Soprintendenza per i Beni Artistici e Paesaggistici per le Province BT- BA e FG, con: “I Beni culturali di Bisceglie nella giornata del patrimonio Italiano” ; Loredana Acquaviva, restauratrice delle statue del Brudaglio in Bisceglie e curatrice della “Mostra storica, allestita nella cripta della nostra Concattedrale”. di sei statue per il Cappellone di San Cataldo in Taranto, un S. Michele per Monopoli,il disegno per la statua di San Rocco in Ruvo, eseguita dall’argentiere Biagio Giordano, l’altare con angeli reggifiaccole a Foggia. Raggiunse la sua celebrità nel 1753, con il “Cristo Velato” della Cappella di Sangro a Napoli. Seguirono altri scultori: Giuseppe Troccoli, Domenico Antonio Vaccaro, Nicola Fumo, Gaetano Patalano, Antonio di Lucca, che realizzò l’altare della Cattedrale di Bisceglie. Giacomo Colombo. maestro di Brudaglio Giacomo Colombo nacque ad Este (Padova) nel 1663, giunse a Napoli con lo scultore Pietro Barberis. Fu allievo di Domenico Di Nardo. Realizzò numerose opere scultore in marmo, tra cui le

I R AG A Z Z I D E L L ’ I S T I T U TO “COSMAI” IN I N G H I LT E R R A

L’

Istituto “Cosmai” di Bisceglie pensa al futuro e porta i ragazzi della sede di Trani in Inghilterra: formazione e lavoro sul campo. Si parte! I ragazzi dell’IISS “Sergio Cosmai” di Bisceglie, della sede ex IISS Bovio di Trani, iniziano la loro avventura inglese grazie ai progetti P.O.N. presentati e vinti dall’istituto. In particolare, dopo l’accorpamento ed il consolidamento di un istituto di grandi dimensioni con ben quattro sedi differenti e sei corsi di studio, i progetti C1 e C5 hanno cominciato il loro iter istituzionale sino a giungere a compimento. L’obiettivo C dei Piani Operativi Nazionali, in particolare, si preoccupa di costruire le condizioni per migliorare i livelli di conoscenza e competenza dei giovani. L’azione C.1, quindi, si occupa degli

acquasantiere della Chiesa della Croce a Lucca e i fregi lignei dell’organo. Noto anche come pittore; divenne prefetto di una corporazione di pittori a Napoli. Eseguì lavori in Napoli in collaborazione con il celebre Francesco Solimena. Alcune opere del Colombo si conservano in a Madrid, realizzate per la Chiesa di Ginès (un Cristo alla colonna). La sua produzione lignea di statue sacre è ben attestata in Capitanata e in Terra di Bari. A Bitonto nel Museo Diocesano di ammirano: S. Teresa d’Avila e S. Giovanni di Dio. La sua arte spazia nell’ambito della cultura barocca secentesca classicheggiante, che negli ultimi anni denota stanchezza, per l’intensa attività della sua bottega. Le sue opere lignee risentono dei “flussi dell’arcadico rococò”. Morì a Napoli il 1730.

interventi per lo sviluppo delle competenze chiave. Ed è per questo che il 6 ottobre partono alla volta di Londra due classi tranesi dell’istituto per far si che l’esperienza scolastica non resti solo nozionistica ma diventi una vera e propria esperienza lavorativa e formativa. I due moduli formativi dal nome “Living and learning in England” e “High fly with english” daranno un ampia visione della realtà inglese sopratutto attraverso un corso di “lingua” intensivo. Già partiti, invece, le due classi che stanno affrontando l’Azione C.5 “Tirocini e stage in Italia e nei Paesi UE”. Per loro esperienza in Campania con “Formazione e aggiornamento nell’industria dell’abbigliamento” ed in Toscana con “Wellness and hotels in Toscana”. Una scuola molto grande in grado di costruire reali figure professionali a par tire dall’esperienza diretta sul campo e dal preciso e puntuale lavoro frontale nelle classi. Dott. Pasquale Stefano Massaro Ipsedixit – Agenzia di Stampa


Pagina 10 - Anno XIV N. 326 (18) 07 - 10 - 2012

di Francesco Brescia Valorizzazione del territorio e recupero delle tradizioni con una visione consapevole dei linguaggi comunicativi contemporanei sono i motori del lavoro dello staff dell'Associazione Culturale “Ci Pensiamo Noi”

In tanti sono spesso abituati (a torto o a ragione non spetta al sottoscritto giudicarlo) a sminuire le potenzialità del territorio in cui viviamo, quasi a non credere che esso abbia delle potenzialità. In molti sono spesso avvezzi a mortificare le peculiarità artistiche, storiche, culturali della nostra Terra, a ignorarle o, addirittura, assistiamo spesso a deprecabili fenomeni in cui queste peculiarità vengono deturpate, denigrate. C'è un esempio di giovani ragazzi che hanno rivoltato come un calzino, con le loro idee, i loro progetti, la loro creatività, questo lassismo d i l aga n t e, q u e s t a indifferenza emotiva nei confronti della propria regione, questa svogliatezza che spesso assale e divora molti ragazzi. L'Associazione Culturale “Ci Pensiamo Noi”, presieduta da Valerio Di Bitetto, ha raccontato e racconterà quanto di buono, di fortemente squisito ci sia in Puglia. I lavori, o per meglio dire, i mestieri di oggi e di un tempo vengono narrati con una piacevolissima sequenza di immagini, interviste, ricordi, musiche. Questo, in estrema sintesi, è il progetto vincitore del bando regionale

UNO STUPENDO ESEMPIO DI GIOVANI CHE AMANO LA PUGLIA “Principi Attivi 2010” di Bollenti Spiriti (Programma della Regione Puglia per le Politiche Giovanili), dal titolo “Una Giornata da Maestro”, un Docu-webshow basato sull'intrattenimento formativo e sulla interazione social. Valerio Di Bitetto, Antonio Di Tullio, Francesco Minervini, Alessia Vangi e Maurizio Binetti hanno dato vita a un progetto dinanzi al quale la Regione Puglia non poteva restare indifferente. N o n s i t r at t a d i u n a semplice trasmissione televisiva ma un di un progetto cross-mediale (che coinvolge diversi media quali web-tv e radio) costruito attorno a dieci reportage su altrettanti ambiti lavorativi: mare, terra, legno, arte, casa, officina, gastronomia, moda, energia e piazza. Tradizione e innovazione sono i due elementi protagonisti di ogni reportage e l'anteprima (“Mare” e “Legno”) proposta presso il Politeama Italia lo scorso sabato 6 o t t o b r e n e è s t at a la chiar a dimostrazione. Il sito web www.cipensiamonoi.org sarà la piattaforma sulla quale i reportage, girati in numerosissime città pugliesi dalla Daunia sino al Salento) saranno visibili a partire dal prossimo gennaio. Ma non solo. Sul sito si potrà assistere a veri e propri approfondimenti su vari temi riguardanti il lavoro, la formazione, i giovani e il lavoro, l'innovazione in compagnia di esperti dei diversi settori. Ma non è ancora tutto.

Sul portale sarà possibile anche interagire con lo staff: domandaofferta di lavoro, presentazione CV e video CV, iscrizione al servizio di newsletter per essere costantemente aggiornati e così via. C o n o s c e va m o l e f r i z z a n t i e coinvolgenti doti di speaker radiofonici di Antonio e Valerio e del loro programma radiofonico “Ci Pensiamo Noi” di Radio Centro Stereo Bisceglie, adesso (ma non nutrivamo alcun dubbio in merito) conosciamo anche quelle più puramente televisive. E continueranno a informarci, intrattenerci, stupirci e divertirci. Valorizzazione del territorio e recupero delle tradizioni con una visione consapevole dei linguaggi comunicativi contemporanei sono i motori del lavoro dello staff dell'Associazione Culturale “Ci Pensiamo Noi” (sede in Via M. R. Imbriani n. 313 a Bisceglie) che è già all'opera per ideare e organizzare nuovi appuntamenti, forum, eventi di ogni genere mirati alla promozione a 360 gradi della nostra Terra. Mail cipensiamonoi.ac@gmail.com Ad Antonio, a Valerio e a tutti i collaboratori dell'Associazione vanno le congratulazioni per aver messo su un p r o g e t t o c h e r e c u p e r a preziose testimonianze del passato raccontandole con un linguaggio che tiene conto dei cambiamenti del presente. Questi ragazzi sono un bell'esempio di giovani che amano la propria Terra, che si attivano per promuoverla e che, rientrano a pieno titolo, nella classe dirigente del futuro (l'immediato futuro) che ogni cittadino di buon senso vorrebbe avere.


Pagina 11 - Anno XIV N. 326 (18) 07 - 10 - 2012

di Vincenzo Cassano L’iniziativa è partita dall’Associazione musicale “Fonè”, presieduta dal dottor Antonio Marzano. Lo Sporting Club di Bisceglie, il Rotary, il Lyons Club, Il Centro Studi Biscegliese, la Fidapa e l'Associazione "Roma Intangibile" hanno dato la loro adesione, ma adesso si attendono altre partecipazioni.

S

ono tante le Associazioni biscegliesi che in questi giorni stanno aderendo al concerto di Capodanno con il celebre pianista Roberto Cappello, organizzato dall'Associazione musicale “Fonè”, il cui ricavato sarà devoluto al Conservatorio di Ferrara, rimasto danneggiato durante il recente terremoto in Emilia. L'organizzazione del Concerto del 12 gennaio 2013 procede dunque nel migliore dei modi. Le adesioni all'iniziativa in favore del Conservatorio “Frescobaldi” di Ferrara si stanno moltiplicano. Il pediatr a Antonio Marzano, Presidente dell'Associazione "Fonè" ci raggualia in merito: «Molti sono concordi che la nostra “offerta” renderà il nome della Città di Bisceglie, particolarmente amabile alle"orecchie assolute" dei giovani musicisti ferraresi. Sono veramente onorato per questa partecipazione con la quale tante associazioni e benemeriti sodalizi bisce gliesi stanno dando all'iniziativa. Desidero quindi ringraziare il Dott. Franco Di Reda Presidente dello Sporting Club di Bisceglie, che per primo mi ha telefonato, complimentandosi e condividendo con entusiasmo l'iniziativa a scopo benefico dell'Associazione musicale “Fonè”. E poi, il carissimo amico e collega, Dott. Luigi Logoluso, Presidente del Rotary e così lo stimato collega Dott. Mauro Dell'Olio Presidente del Lions Club. Ed inoltre la gentile collega dottoressa Paola Antifora, Presidente

BISCEGLIE RISPONDE IN CORO ALLA SOLIDARIETA’ VERSO IL CONSERVATORIO DI FERRARA della Fidapa, il Presidente di “Roma Intangibile”, il Dott. Nicolantonio Logoluso e l'instancabile dr. Tommaso Fontana Presidente del Centro Studi Bisceglie. Di fronte a questa rilevante partecipazione sono certo che gli amici Presidenti delle altre benemerite associazioni e club biscegliesi vorranno anch'essi dare una mano, dare il loro tangibile e prezioso apporto affinche questo concerto e l'iniziativa che lo accompagna riceva il meritato successo». Ed il dottor Marzano prosegue: «Chissà se questa iniziativa di solidarietà possa rivelarsi foriera di ulteriori sviluppi musicali, di un incontro tra le Associazioni tutte ed i tanti cittadini ed il Conservatorio di Ferrara. Tutto per dare lustro a questa nostra bella Bisceglie ed alla nostra comunità». Vorrei inoltre aggiungere che il "nostro Roberto Cappello" è una persona veramente amabile. Lo ha dimostrato qualche sera fa quindo mi ha voluto chiamare...e di lì a parlare del nostro prossimo concerto, del programma, della location, ma udite udite anche dei prodotti

tipici biscegliesi che in occasione dell'incontro a Città di Castello mi sono permesso di portare in omaggio al Maestro. Tra le altre cose mi ha riferito che sono stati graditi anche da sua madre che ha 87 anni, anzi direi molto graditi. A questo punto desidero offrire qualche altra notizia sul nostro prestigioso ospite. Il Maestro Roberto Cappello è nato nel 1951 a Campi Salentina (Lecce) ed ha iniziato gli studi musicali con il padre, imparando a suonare sin da giovanissimo sia il pianoforte che il violino. A sei anni ha esordito presso la prestigiosa Konzerthaus di Vienna. E' stato subito ospite di importanti società musicali italiane ed internazionali riscuotendo ovunque grande entusiasmo di pubblico e critica.Ha quindi proseguito lo studio del pianoforte con il maestro Rodolfo Caporali presso l'Accademia Nazionale di Santa Cecilia di Roma dove si è diplomato nel 1974 a 23 anni.Nel 1976 gli è stato assegnato il Primo Premio al prestigioso Concorso Internazionale Ferruccio Busoni, premio che da ben 25 anni non veniva assegnato ad un pianista italiano".

IL LAVORO E’ SOLO UN AFFARE DI FAMIGLIA? U

n film che fa notizia è oggetto di dibattito. Si tratta del mediometraggio “A chi appartieni” diretto da Michele M. Caricola e co-sceneggiato da Gianluigi Belsito, la cui proiezione, giovedì 11 ottobre alle 19.30 presso il Cineteatro comunale di Troia in provincia di Foggia, rientra in un incontro sul tema del lavoro e della meritocrazia. Organizzata dal Mov i m e n t o Po l i t i c o L i b e rt à e Partecipazione, l’iniziativa da un lato vuole denunciare, attraverso la proiezione del film, la piaga del lavoro nero, del precariato, del clientelismo e delle raccomandazioni, dall’altro intende proporre alcune alternative per i più capaci e meritevoli, per quei ragazzi pieni di talento, capacità ed energia per andare avanti. Per questo, nel corso della conferenza che segue il film, viene presentato il Piano Straordinario del Lavoro della Regione Puglia con tutte le opportunità di accesso ai finanziamenti per i giovani più meritevoli. All’iniziativa partecipano Elena Gentile, Assessore regionale al Welfare e Politiche Sociali, e gli autori del mediometraggio Belsito e Caricola. “A chi appartieni”, interamente girato

tra Bari e Bisceglie, già oggetto di un’inchiesta giornalistica sui cosiddetti “prosti-studenti” del portale University.it e consigliato al ministro Fornero in un editoriale del saggista M a r c e l l o Veneziani, è la storia aspra di un giovane universitario, interpretato dal giovane andriese Luigi Di Schiena. Paolo, il nome del personaggio, si ritrova catapultato in un mondo del lavoro sbarrato, dove la meritocrazia cede il passo a svariate forme di “appartenenza”. Intuendo ben presto di non potercela fare contando esclusivamente sulle sue forze, il ragazzo cede alle lusinghe dell’amico Simone, l’esordiente Francesco Paolo Palmese, che lo induce a tentare la strada della prostituzione. Ma l’incontro con Patty, l’attrice Claudia Lerro, potrebbe cambiare il corso delle cose. In fondo il mondo del lavoro in Italia può seguire due strade recita il trailer del film - quella della competenza e quella della appartenenza: e se non sei un miracolato con qualcuno che ti protegge puoi ritrovarti a fare un mestiere che mai avresti immaginato, anche senza “protettori”. La produzione è di Aliamedia.


Pagina 12 - Anno XIV N. 326 (18) 07 - 10 - 2012

AVIS INFO TOUR, TAPPA FINALE A BISCEGLIE S

di Gianluca Valente All’evento prenderà parte il Presidente Avis Nazionale Dott. Vincenzo Saturni. Avviata la partnership sportiva tra Avis e Futsal Bisceglie.

i terrà a Bisceglie il gran finale dell’Avis info tour, percorso di formazione dei giovani avisini che ha caratterizzato questo progetto. Il Museo Diocesano (sito in Largo S. Donato, 5 ndr) ospiterà la tappa finale di questo lungo percorso che si concluderà il prossimo 13 ottobre. Ospite d’eccezione per il finale nella cittadina biscegliese sarà il Presidente Avis Nazionale, Dott. Vincenzo Saturni. Interverranno inoltre il Presidente Avis Provinciale Bari, Dott. Pietro Scalera, il segretario Avis Provinciale Bari, Raffaele Romeo ed il coordinatore del Gruppo Giovani Provinciale, Raffaele Berardi. A fare gli onori di casa il Presidente Avis Bisceglie, Patrizia Ventura, ed il Dott. Tommaso Fontana, vero e proprio punto di riferimento cittadino a livello associativo, nonché storico narratore delle vicende dell’ultra cinquantennale storia della sede avisina biscegliese. Ottobre è il mese tradizionalmente legato agli incontri di formazione nelle scuole. Dare informazioni adeguate ed al

tempo stesso divulgare il culto della donazione è una delle “mission” fondamentali, soprattutto se il riferimento sono i giovani, nuovi e potenziali donatori di sangue ed emoderivati. Prime incontri previsti sono quelli con il Liceo Scientifico “Leonardo Da Vinci” ed con l’Istituto Te c n i c o C o m m e r c i a l e “ G i a c i n t o Dell’Olio”. Dando uno sguardo, invece, al calendario delle donazioni sono state ben 35 le sacche raccolte in occasione delle giornata organizzata con il PDL, avvalendosi dell’autoemoteca domenica 23 settembre. Prossima donazione prevista, quelle del 14 ottobre presso la sede Avis, sita in via Lamarmora, 8. Avis Bisceglie che c o n f e r m a l a s u a ve n a s p o r t i v a ufficializzando la partnership con il Futsal Bisceglie, compagine di calcio a cinque militante nel girone D della serie B. L’associazione avisina sarà presente sulle divise dei neroazzurri e nel corso della stagione la stessa compagine fungerà da promotrice per i futuri eventi targati Avis.

ANCHE A BISCEGLIE UNO SPORTELLO “UNION CONCILIA” di Francesco Brescia

D

L E I N I Z I AT I V E DELL’AIDO

L

a sezione di Bisceglie dell’AIDO (Associazione Italiana per la Donazione di Organi, Tessuti e Cellule) aderisce alla XI Giornata nazionale di informazione ed autofinanziamento che si terrà nei giorni 13 e 14 ottobre 2012, che gode dell’adesione del Presidente della Repubblica Giorgio Napoletano. Volontari aidini saranno presenti in alcuni punti della città con un proprio banchetto informativo: sarà possibile ricevere ogni chiarimento sulle finalità dell’Associazione che contribuisce a diffondere il valore sociale della donazione attraverso la quale si salva la vita a chi non ha altre possibilità di sopravvivenza. In quell’occasione si potrà sostenere l’attività della sezione locale e la ricerca sui trapianti acquistando una piantina di Anthurium andreanum.

a qualche giorno è operativo il primo organismo di mediazione della città di Bisceglie. L'organismo si occupa di gestire le procedure di mediazione dalla fase di ricezione al rilascio del verbale di avvenuta mediazione, operando con la massima professionalità al fine di raggiungere la composizione della controversia o soddisfare la condizione di procedibilità per tutte le materie in cui vi è l'obbligo della mediazione prima di adire il giudice. Tutta la procedura di mediazione viene gestita con la massima puntualità e rapidità garantendone sempre l'efficienza e la riservatezza per tutti i dati forniti dalle parti. Lo Sportello Union Concilia di BANCHETTI AIDO sabato 13 e domenica 14 ottobre saranno presenti in Piazza Vittorio Emanuele (di fronte al Caffè Cova) dalle 10 alle 13 e dalle 18 alle 20 Le offerte ricevute saranno finalizzate a finanziare ulteriori campagne informative e alla ricerca sui trapianti.

Bisceglie si trova in Via Alcide De Gasperi n. 64 – Infoline: 0803322506 – unionconcilia.bisceglie@pec.it Che cos'è la mediazione? «La mediazione è una procedura per risolvere le controversie, alternativa alla giustizia ordinaria, in quanto non si deve ricorrere al tribunale. Nella mediazione le parti in lite giungono a una soluzione concordata fra loro e per entrambe soddisfacente (la conciliazione), grazie all'assistenza di un esperto qualificato: il mediatore». Quando scegliere la mediazione? «Quando le parti vogliono tentare di evitare i costi e i tempi di una causa giudiziaria e desiderano una composizione veloce della disputa».


Pagina 13 - Anno XIV N. 326 (18) 07 - 10 - 2012

SCOPRI LO SCORCIO, SI TORNA A GIOCARE DALL’8 OTTOBRE di Francesco Lucivero

S

i rinnova per il quarto anno consecutivo l'appuntamento con “Scopri lo Scorcio”, il concorso on-line organizzato dall'Associazione Pro Loco UNPLI di Bisceglie che ha l'obiettivo di far scoprire, se non riscoprire, le bellezze della storia, dell'architettura e del paesaggio della città di Bisceglie. Da martedì 2 ottobre i partecipanti potranno iscriversi all'indirizzo s c o p r i . p r o l o c o b i s c e g l i e. i t ( s a r à disponibile un link diretto anche sulla pagina principale del sito ufficiale dell'associazione, www.prolocobisceglie.it) e, dopo aver confermato l'avvenuta iscrizione sul proprio indirizzo di posta elettronica, potranno iniziare a giocare dalla mezzanotte di lunedì 8 ottobre. Lo scopo del gioco è, sulla carta, piuttosto semplice: ogni 48 ore verrà pubblicato un dettaglio di una foto relativa ad un palazzo, un monumento o una zona particolare della città, l'utente avrà a disposizione 3 o 4 possibilità di risposta, delle quali solo una è corretta, per individuare l'esatta ubicazione del dettaglio. Il numero delle possibilità varia a seconda del livello di difficoltà della domanda che può essere basso (in caso di risposta esatta vengono assegnati 3 punti in classifica), medio (5 punti), alto (7 punti) o “Gold” (10 punti). Nella nuova edizione sono previsti tre dettagli speciali: due di questi sono i dettagli “Ghigliottina”, che prevedono, in caso di risposta sbagliata da parte dell'utente, una decurtazione di punti dalla propria classifica (ad esempio, se l'utente sbaglia ad identificare uno scorcio “Ghigliottina” di 6 punti, perderà 6 punti invece di non ottenerne alcuno). L'altro d e t t a g l i o s p e c i a l e è i l dettaglio “Boom!”: una sola domanda che prevede,

Quarta edizione del contest on-line ideato e organizzato dalla Pro Loco di Bisceglie. Le novità di quest'anno sono i dettagli “Ghigliottina” e “Boom!”. Iscrizioni a partire dal 1° ottobre in caso di risposta sbagliata, l'azzeramento totale del punteggio fino ad allora accumulato. Al termine del concorso, i primi tre classificati riceveranno i premi messi a disposizione dagli sponsor del contest: Ricevimenti Mastrogiacomo, Discoteca “Divinae Follie”, “Divino”, “Sud Computer”, Cartolibreria “Il Mappamondo”, Frantoio “Galantino”, Libreria “Oompa Loompa”, “Art & Decò” di Lorena Galantino, Pizzeria “Galileo”, Studio Fotografico Enzo Todisco, Caffè “Frisari”, Casabella, Centro Fitness “Aktiva”, Bar “Desirèe”, Ludoteca

“Ambarabà”. Come ogni anno vi saranno inoltre estrazioni di premi di consolazione messi a disposizione dagli stessi partner commerciali dell'iniziativa. Media partner del concorso sono Rad i o C e n t r o S t e r e o, i l p e r i o d i c o d'informazione locale “Bisceglie 15 Giorni” e la trasmissione “Cosa Succede in Città” di Radio Centro Stereo Bisceglie - 93.100 FM. Per ulteriori informazioni è possibile contattare la Pro Loco di Bisceglie telefonando al numero 0803968084, inviando una mail all'indirizzo scopri@prolocobisceglie.it oppure recandosi presso la sede dell'associazione in via Giulio Frisari, 5.

PRO LOCO, CONCLUSO IL CONCORSO “BISCEGLIE OLTRE IL CLICK” Sabato 29 settembre si è tenuta la premiazione dei partecipanti del concorso fotografico "Bisceglie Oltre il Click"

di Francesco Brescia

P

ortato a termine con soddisfazione ed entusiasmo il progetto "Oltre le Frontiere" della Pro Loco UNPLI di Bisceglie (BT). Sabato 29 settembre, presso la sede dell'Associazione, dopo incontri formativi, scatti vari al paesaggio e cernita delle foto meglio riuscite, è avvenuta la premiazione dei partecipanti del concorso fotografico "Bisceglie Oltre il Click". A vincere il trentenne Hamid, algerino, commerciante del settore abbigliamento. La sua foto ritrae una suggestiva veduta del porto di Bisceglie con barche e pescherecci in primo piano e la Cattedrale e il borgo antico sullo sfondo. Tutti algerini i partecipanti di "Bisceglie Oltre il Click". Hamid si è aggiudicato un premio realizzato a mano dall'artista biscegliese Lorena Galantino ("Art & Decò - Corso G. Garibaldi n. 1 - Bisceglie) la quale ha raffigurato lo stupendo paesaggio marino biscegliese. Altri partner dell'iniziativa sono stati la Pizzeria "Magnolia" (Via sant'Andrea, 109/111), la Biblioteca Parrocchiale "don Michele Cafagna" c/o Chiesa di santa Caterina da Siena e la Ludoteca "Ambarabà" (Via Mauro Giuliani n. 6).

Il presidente della Pro Loco biscegliese Vincenzo De Feudis e l'intero staff operativo di “Bisceglie Oltre il Click” rivolgono un particolare ringraziamento alla Fondazione "Con il Sud" per aver dato la possibilità di vivere questa esperienza costruttiva e validissima sotto il profilo socio-culturale, al Comitato Regionale UNPLI Puglia, a "Viaggiando con le Pro Loco" e all'Amministrazione Comunale di Bisceglie per il conferimento del patrocinio all'evento.


Pagina 14 - Anno XIV N. 326 (18)

07 - 10 - 2012


Pagina 15 - Anno XIV N. 326 (18) 07 - 10 - 2012

Bollettino Informativo a cura dell'Ufficio Stampa dell'Associazione Commercianti BISCEGLIE ANNO XI - N.18/2012 www.confcommerciobisceglie.it

SARA’ PIU’ FACILE PAGARE LE TASSE A RATE Norme più semplici e maggiore possibilità di dilazione La delega fiscale punta a rendere più facile il ricorso al pagamento delle tasse a rate.

I

l testo che è stato approvato dalla commissione Finanze della Camera ha previsto, infatti, fr a i criteri che dovranno essere seguiti dal Governo nell'attuazione del provvedimento, che si ampli il ricorso alla rateazione dei debiti tributari. U n a i u t o, i n p i ù , d u n q u e, a l l e imprese e ai contribuenti che si trovano ad affrontare momenti di difficoltà finanziaria. Le direttive sulle rate sono due: da un lato occorre semplificare gli adempimenti amministrativi e patrimoniali a carico dei contribuenti che vogliono usare questa possibilità; dall'altro occorre consentire di chiedere la dilazione prima dell'affidamento della pratica all'agente della riscossione anche quando riscossione e a c c e r t a m e n t o s o n o c o n c e n t r at i . L'intento sembra, come detto, quello di venire incontro ai contribuenti. Ma non solo: nelle premesse si ricorda che queste scelte potrebbero facilitare la lotta all'evasione e garantire l'efficacia della riscossione. Come dire: tendere la mano al contribuente evita di sprecare risorse e non ottenere incassi che altrimenti è possibile garantire alle casse dello Stato. In ogni caso una parola for se definitiva su questo elemento, come sulle altre previsioni della delega fiscale, dovrebbe arrivare a partire dalla settimana prossima quando il testo sbarcherà in aula. L'impianto sembra condiviso anche se resta da sciogliere il nodo delle agenzie f i s c a l i c h e i l G ove r n o vo r r e b b e accorpare e il Parlamento salvare in una organizzazione simile all'attuale. In ogni caso i de putati dovranno familiarizzare con un nuovo testo: l'intero contenuto della delega è stato accorpato in soli quattro articoli per facilitarne l'esame.

I SALDI PARTIRANNO REGOLARMENTE IL 5 GENNAIO Federazione Moda Italia-Confcommercio smentisce la notizia relativa all’anticipazione dei saldi in Lombardia. Borghi: "l’equivoco tra saldi e promozioni crea disorientamento ad imprese e consumatori".

F

ederazione Moda ItaliaConfcommercio smentisce la notizia relativa all'anticipazione dei saldi in Lombardia. «I saldi in Lombardia, come del resto praticamente in tutte le Regioni, inizieranno il 5 gennaio 2013. Equivoci e confusioni di questo tipo dice il presidente Renato Borghi -

creano incertezze e disorientamento ad imprese e consumatori. Questa precisazione si rende necessaria anche per rispondere alle tante sollecitazioni e richieste di chiarimento da parte delle nostre Associazioni di rappresentanza provinciali e regionali».

LA SETTIMANA NAZIONALE DELLA CONCILIAZIONE, DALL’8 AL 14 OTTOBRE Dalla cultura del conflitto a quella dell’accordo, affinché le relazioni d’affari non si trasformino in un incontro di boxe.

Q

uest’anno la Camera di Commercio di Bari per promuovere il ricorso alla mediazione civile e commerciale ha scelto il ring e due giovani campioni nazionali, con Renato Curci nei panni dell’arbitro. Uno spot, affidato alla regia di Pippo Mezzapesa e ideato dalla Developing.it, inviterà imprese e consumatori a praticare la via della giustizia alternativa per dirimere le loro controversie e verrà diffuso d a l l ’ 8 a l 1 4 o t t o b re i n concomitanza con “Settimana Nazionale della Conciliazione delle Camere di Commercio”, il tradizionale appuntamento promosso da Unioncamere su tutto il territorio nazionale, giunto alla nona edizione. Lo spot verrà è stato presentato alla stampa lunedì 8 ottobre alla Camera di Commercio di Bari alla presenza del presidente della CCIAA Alessandro Ambrosi, del presidente della Camera Arbitrale e della Mediazione Giovanni Santovito, del regista Pippo Mezzapesa.

L’incontro è stato anche occasione per la diffusione dei dati sul ricorso alla giustizia alternativa nell’ultimo anno su materie che vanno dalle liti di condominio, diritti reali, divisione, successioni ereditarie, patti di famiglia, locazione, comodato, affitto di aziende, RC auto, alla responsabilità medica e diffamazione a mezzo stampa, contratti assicurativi bancari e finanziari. La “Settimana Nazionale della Conciliazione delle Camere di Commercio” è una sette giorni di incontri e dialoghi con i soggetti istituzionali, associativi, economici e appartenenti al mondo delle professioni, per diffondere le informazioni sulle novità legislative e sui vantaggi di questo tipo di giustizia alternativa. Dall’8 al 14 ottobre, presso la Camera Arbitrale e della Mediazione della CdC di Bari di Bari, sarà possibile avviare una procedura di conciliazione e mediazione senza sopportare i costi dei diritti di segreteria.


Pagina 16 - Anno XIV N. 326 (18) 07 - 10 - 2012

di Michelangelo Tarricone C'è un illuminante articolo sulla Gazzetta del Mezzogiorno del 29.09.2012 a firma di Marcello Cometti riguardante la gravissima e tragica situazione dei giovani del Sud.

E

bbene, Direttore, non mi resta da fare altro che riprendere e approfondire ancora di più questo annoso fenomeno che coinvolge non solo Bisceglie, ma tutto il Mezzogiorno e ci deve far riflettere tutti in quanto questo scottante problema va affrontato con la massima considerazione e con il massimo impegno da parte di coloro che ci amministrano. Infatti, l'emergenza lavoro non può continuare ad essere solo argomento "per convention", ma deve rappresentare la priorità esclusiva che preoccupa istituzioni di governo centrale e locale. Quante volte abbiamo letto o sentito questa frase: "Garantire ai giovani delle vere opportunità". Credo una infinità di volte, e sono ben consapevole che in Italia, si vada profilando un'autentica "emergenza educativa". Mi chiedo, però, come possano pretendere i giovani ed anche gli adulti di for mare le nuove gener azioni, trasmettendo loro una visione della vita offuscata dallo scetticismo o dall'indifferentismo etico, in cui i valori e i disvalori, il merito e il demerito finiscono per coincidere, secondo i gusti e le convenienze individuali.

A BISCEGLIE IL C O M I TAT O REGIONALE D.C.

V

enerdì 12 ottobre alle ore 18, sarà inaugurata la sede del Comitato Regionale della Democrazia Cristiana in piazza Vittorio Emanuele 75 a Bisceglie (Bt). All’inaugurazione parteciperà il prof. Giuseppe Pizza, segretario nazionale della Democrazia Cristiana e già sottosegretario all’Istruzione, Università e Ricerca. Il Comitato Regionale localizzato nella nuova provincia aspira a diventare per la Puglia il riferimento attivo di un rinnovato ruolo ed una più incisiva presenza della ragione politica della Democrazia Cristiana. Liberi cittadini, responsabili politici di ogni livello istituzionale pugliese, nonché operatori dell’informazione locale vicini alle evoluzioni politiche del territorio, sono invitati a partecipare. Il Commissario Regionale della Democrazia Cristiana Pietro Casella Il Coordinatore cittadino Rocco Prete

LAVORO: LA GRAVISSIMA SITUAZIONE DEI GIOVANI DEL SUD Il sistema dell'istruzione, quindi, dovrà avere il coraggio di premiare effettivamente "i capaci e i meritevoli, anche se privi di mezzi" - come afferma l'art. 34 della nostra Costituzione, sanzionando, invece, i comportamenti "furbeschi", arroganti, violenti. Abbiamo lasciato ai giovani in eredità un fardello oneroso dal punto di vista finanziario, sociale, educativo, tanto che questo peso impedisce loro di scendere in campo: sono costretti a fare da spettatori, mentre la partita è giocata da una squadra "gerontocratica", che ha fatto dei monopoli e dei privilegi, le regole del gioco, e non consente ai nuovi arrivati di prendervi parte. Si ha l'impressione che la possibilità di esercitare le diverse arti e diversi mestieri non sia più un diritto costituzionalmente garantito. La cancellazione di questo diritto si è realizzata con una sola mossa: "è bastato abolire il principio del merito". Solo questo principio garantisce le pari opportunità, permettendo a ciascuno di far valere le sue capacità, aldilà del suo status sociale ed economico di partenza. Ecco perchè è necessario superare le resistenze che ancora frenano, nel nostro Paese e nella nostra città, ogni processo di "liberalizzazione" nel campo professionale. La politica dovrà fare ancora chiarezza sulla questione della flessibilità del lavoro

nella cosiddetta "società del rischio". La richiesta degli economisti di introdurre nel mondo professionale delle forme intelligenti di flessibilità risponde a una necessità ineludibile, ma questo non deve comportare una precarietà del lavoro e dell'esperienza complessiva di vita delle persone. "Infatti quando la precarietà del lavoro non permette ai giovani di costruire una loro famiglia, lo sviluppo autentico e completo della società risulta seriamente compromesso". Che ne è di tutti questi aspetti, quando le diverse esperienze di lavoro si "frantumano", alternandosi ai periodi di disoccupazione, e rispondono perlopiù all'esigenza di arrivare a fine mese, di "tirare a campare", al punto che molti adulti devono continuare a dipendere dal sostegno finanziario dei propri genitori e parenti? Ritengo che la politica non possa eludere a questo problema, che non è soltanto di natura sociale ed economica, ma si riverbera appunto in un diffuso sentimento di incertezza che grava sui giovani, in una "precarizzazione"delle loro condizioni di vita. Forse i giochi non sono ancora fatti, forse il genere umano ancora una volta saprà trascendere sè stesso, realizzando potenzialità ancora sconosciute sul piano cognitivo, tecnico, etico, politico.

AL PATTO NORD BARESE-OFANTINO SPINA HA INCONTRATO I RAGAZZI DEL “PROGETTO LEONARDO” I

l pomeriggio del 1 ottobre, il Presidente del Patto Territoriale Nordbarese Ofantino, Francesco Spina, ha ioncontrato, presso la sede del Patto, i ragazzi che parteciperanno, grazie al “Programma Leonardo”, agli stage formativi in giro per l’Europa nei settori dell’energia e dell’ambiente. Il Programma Leonardo, promosso dal Patto Territoriale dell'area Nord Barese/ Ofantina ed inserito nel Programma per l'Apprendimento Permanente 20072013 dell’Unione Europea, per la terza volta offre ai giovani ragazzi dei Comuni aderenti al Patto questa importante opportunità di crescita. «La felice intuizione avuta dagli ex Sindaci Salerno, Caldarone e gli altri “padri fondatori” del Patto Territoriale Nordbarese Ofantino ha finalmente

dimostrato tutta la sua utilità in un contesto caotico dal punto di vista socio economico e istituzionale(vedi questioni province) – spiega Francesco Spina -. Il Patto si consolida quale punto di riferimento di formazione professionale, di orientamento al lavoro e di crescita culturale (si pensi alla convenzione con l’Università)». «Tanti giovani potranno ora usufruire di questa opportunità andando a maturare all’estero straordinarie esperienze di formazione lavorativa, utili alla crescita umana e professionale – ha sottolineato il Presidente del Patto, Francesco Spina -. Le conoscenze e competenze acquisite dai ragazzi in questi mesi potranno poi essere messe a frutto sul nostro territorio ed il Patto Territoriale non potrà che trarne giovamento».


Pagina 17 - Anno XIV N. 326 (18) 07 - 10 - 2012

di Carlangelo Scillamà Chiarandà Pubblicato sul sito www.comitatiduesicilie.it

I

l progetto di Macroregione è un progetto caro ai Comitati Due Sicilie che da molto tempo ne auspicano l’attuazione, una macroregione adagiata su quei territori che un giorno furono il Regno delle Due Sicilie; non si possono quindi che accogliere con favore le parole e ancor più gli intendimenti espressi dal Governatore della Lombardia Formigoni. Indipendentemente dalla parte politica di riferimento. Indipendentemente dal fatto che questo scatto in avanti venga dal nord, dovremmo esaminare con attenzione g l i s v i l u p p i d i q u e s t a i n i z i at i va , analizzarne nel dettaglio i contenuti e contribuire attivamente a sostenerla e farla nostra. Riporto di seguito quanto pubblicato recentemente a questo proposito. 30 sett 2012 - Formigoni, che da un po’ parla del progetto di una macroregione del Nord, ha spiegato che la sua idea è di tre macroregioni: “Nord, Sud e Centro”. “E’ una proposta che lancio oggi con

E’ IL MOMENTO DELLA MACROREGIONE energia – aggiunge – e mi auguro che la riforma entri a regime in tempi molto brevi”. 10 SET 2012 (AGI) - Verona, 10 set. - L'autonomia del Friuli Venezia Giulia sara' il modello a cui il Pdl, basandosi sull'articolo 116 della Costituzione, si rifarà per il suo progetto di una 'macroregione' del Nord. A rivelarlo il presidente della Regione Lombardia, Roberto Formigoni, durante la conferenza stampa che il Popolo delle Libertà ha tenuto a Verona dopo la riunione degli esponenti di Veneto, Lombardia, Friuli Vene zia Giulia, Piemonte, Emilia Romagna e Liguria, il presidente della Lombardia, Roberto Formigoni. "Il nostro progetto è realizzabile immediatamente, a Costituzione invariata e non è un progetto secessionista", ha tenuto a precisare. "Lo statuto del Friuli Venezia Giulia è uno statuto dal volto umano: la Regione ha poteri speciali che non sono caricati di privilegi", ha poi aggiunto Formigoni, spiegando che è proprio per questo che "per la nostra macroregione penso a quel modello". La proposta, ha illustrato più nel dettaglio, sarà portata

avanti a livello istituzionale e anche per questo "non ci rivolgiamo alle altre regioni a statuto speciale" ( e s c l u s o ovviamente il F v g , r a p p r e s e n t at o oggi dal governatore Renzo Tondo, ndr), mentre "ci rivolgiamo a Emilia Romagna e Liguria", che sono amministrate dal centro-sinistra. L'idea a cui sta lavorando il Pdl sarà ora al centro di due appuntamenti: "sabato prossimo ne parlero' con Luca Zaia e Roberto Cota alla festa della Lega a Brescia", ha continuato Formigoni, "mentre a fine mese avremo un incontro a porte chiuse con tutti i presidenti delle Regioni del Nord". "Federalismo e costi standard - ha concluso - sono stati completamente dimenticati dall'attuale governo. Il federalismo è invece il motore per il futuro, non per l'arretratezza".

ZONAEFFE, “CITY4BIKE” APPRODA A BISCEGLIE E

ntra nel vivo anche a Bisceglie il progetto City4bike, primo esperimento in Puglia di diffusione della “bicicletta di cortesia”, promosso da ZONAEFFE, ente gestore del CEA (Centro Educazione Ambientale) del Comune di Bisceglie. Evento finale di Spaventatraf fico 2012 – Campagna cittadina per la mobilità sostenibile aderente all’European Mobility WeeK è stato, infatti, la consegna, in presenza dell’Assessore alla Viabilità Dott. Angelo Consiglio, delle prime biciclette personalizzate alle attività aderenti in città: Antica Fioreria, Ex Nouveau, Oompa Loompa, Antonio Ficco Ottica, Alien, Caseificio Voglia di Latte, Bar tabacchi Target, Nicotel. «L’idea è semplice - racconta Angela Di Ceglie, referente ZONAEFFE del progetto - City4bike inverte la logica del Bike Sharing classico, innescando un processo di diffusione della mobilità sostenibile dal basso, attraverso la condivisione. Non più un Ente pubblico che si dota di uno stock di biciclette rendendole accessibili ai possessori di una tessera o di una chiavetta, ma una molteplicità di soggetti, polverizzata sul territorio, che condividendo una bicicletta con chi ne ha occasionalmente

bisogno, diventano protagonisti attivi di un percorso virtuoso di miglioramento della qualità della vita urbana». I negozianti aderenti, con la spesa minima dell’acquisto di una bicicletta, personalizzata con il proprio marchio, garantiranno alla loro clientela e a quanti ne avessero necessità, un servizio in più: la disponibilità di una bicicletta facilmente accessibile per piccoli spostamenti urbani. L’identificazione del punto City4bike più vicino, oltre che da una vetrofania, è assicur ata anche dall’APP g r atuita “City4bike” che fornisce informazioni utili sull’attività commerciale e rende possibile scoprire rapidamente come accedere alla “bicicletta di cortesia” più vicina quando se ne ha bisogno. L’utilizzo avviene attr aver so la sottoscrizione di un semplicissimo modulo di comodato d’uso gratuito che libera da responsabilità oggettive il concedente. City4bike è un progetto nazionale già testato in altre regioni, e tutti possono aderirvi liberamente: commercianti, gestori di esercizi pubblici, enti, associazioni, studi professionali, imprese. La forza dell’iniziativa sta, infatti, nella sua spendibilità multipla: la bicicletta personalizzata affidata a un dipendente per lo spostamento casa lavoro,

può essere usata durante l’attività per piccole commesse o consegne, e diventare anche un riferimento per esigenze temporanee della clientela. « L ’ i m p e g n o d e l l ’ A s s e s s o r at o, e dell’Amministrazione Comunale – racconta l’Assessore Angelo Consiglio – sarà quello di supportare la lodevole iniziativa del CEA ZONAEFFE attraverso il posizionamento di rastrelliere in prossimità delle attività aderenti a City4bike, al fine di innescare un incentivo all’adesione per g ruppi di negozianti». Bisceglie è la prima città della BAT in cui si attiva City4bike, che intende aprire un dialogo con tutti i comuni della provincia aderenti al “Patto dei Sindaci” promosso dalla Commissione Europea per attuare azioni mirate all’abbattimento del 20% delle emissioni di CO2 entro il 2020, obiettivo perseguibile anche attraverso la diffusione di stili di vita più sobri e sostenibili legati alla mobilità urbana, quali l’incentivo all’uso condiviso della bicicletta di cortesia in città. Info e adesioni: ZONAEFFE 3495291885 - 3496392494 - city4bike@zonaeffe.it Pagine facebook: www.facebook.com/ zonaeffe www.facebook.com/ city4bikepuglia


Pagina 18 - Anno XIV N. 326 (18) 07 - 10 - 2012

di Gianluca Valente Il Ristorante Nettuno ha ospitato la prima uscita uf ficiale del roster neroazzurro davanti a tifosi, appassionati e curiosi

L

FUTSAL BISCEGLIE SI P R E S E N TA P R I M A DELL’ESORDIO A SAMMICHELE

a splendida cornice del Ristorante Nettuno ha ospitato lo scor so 27 settembre la prima uscita ufficiale, davanti a tifosi ed appassionati, del Futsal Bisceglie. La dirigenza ed il roster della prima squadra al completo hanno fatto gli onori da casa per la conferenza di presentazione. All’evento hanno preso parte il vice Sindaco di Bisceglie, Gianni Casella e l’ex patron di Olimpiadi, Donato Di Liddo, che ad inizio serata ha sancito con il presidente Luciano Sciacqua il passaggio di consegne dall’era Olimpiadi a quella del Futsal Bisceglie. Durante la serata sono state elencate tutte le novità presenti nel progetto neroazzurro. Dalla partnership con l’emittente televisiva TeleDehon, che trasmetterà tutte le gare dei biscegliesi, alle info per seguire capitan D’Addato e compagni durante tutto l’arco della stagione regolare. Un momento particolarmente interessante per tutti i presenti è stato quello della presentazione in anteprima delle tre divise ufficiali. Tomas Navarro, Cesare Pedone e Vilmar Pereira hanno fatto da modelli d’eccezione

con indosso le nuovissime maglie della Zeus. «Sono molto emozionato – esordisce il presidente Sciacqua – perché questa serata sancisce l’inizio di una nuova e stimolante avventura. Ringrazio Donato Di Liddo per quanto fatto in questi anni con Olimpiadi, ma al tempo stesso auguro ai nuovi componenti della dirigenza di fare sempre meglio, per portare in alto il nome di Bisceglie nel panorama del futsal nazionale dopo i fasti del Bisceglie C5». Nel finale di serata spazio al nuovo roster, che da sabato 6 ottobre con la trasferta di Sammichele esordirà nel girone D di serie B. Sedici gli atleti presentanti per un gruppo che soddisfa il tecnico Francesco Ventura, «Sono soddisfatto del roster messo a disposizione dalla società, ed il lavoro svolto in questo mese è stato piuttosto proficuo. Dalla prossima settimana però si comincia a far sul serio, inizia il campionato è dobbiamo farci trovare pronti. Quale sarà il nostro obiettivo? Sicuramente quello di salvarci con ampio anticipo e magari se le cose dovessero andare come ci auguriamo tutti,

di Mino Dell’Orco

AMBROSIA BASKET: NIENTE DRAMMI PER IL K.O. A SCAURI

fungere da mina vangate del girone. Fondamentale però sarà creare entusiasmo in città e far venire più gente possibile al PalaDolmen per vedere le nostre partite, se ciò dovesse accadere avremmo vinto la sfida più importante».

Il direttore generale Vito Magarelli analizza lo stop nella prima trasferta stagionale. “Prova incolore, ma il lavoro di coach Fabbri e del suo staff con i ragazzi verrà presto fuori. Bisogna dar in simili passi falsi. Detto ciò non loro il giusto tempo per crescere”. incorrere bisogna tuttavia drammatizzare questa

L’Ambrosia non riesce a sottrarsi al

pronostico avverso della vigilia e sul rettangolo di Scauri rimedia il secondo stop consecutivo. Al cospetto della ex squadra di coach Fabbri, allestita per un torneo di vertice, i nerazzurri si ritrovano ad inseguire fin dalle battute iniziali ma restano in partita fino all’intervallo, poi cedono sotto i colpi del quintetto laziale – viceversa artefice di ottime percentuali sia dal perimetro e sia dalla media distanza – chiudendo con un gap di 19 punti (87-68 il risultato finale). «E’ innegabile che i ragazzi siano inciampati in una prestazione sottotono – commenta il direttore generale biscegliese Vito Magarelli - . Siamo ad inizio stagione e facciamo un po’ di fatica a giocare di squadra, gli automatismi non sono ancora ben rodati ed è comprensibile

sconfitta, pur restando amareggiati per il passivo. Abbiamo incrociato un avversario ambizioso e di notevole spessore con uomini importanti come Serino, Genovese e Torboli, insomma l’ostacolo meno adatto per iniziare a muovere la classifica. Senza dubbio il calendario è stato poco benevolo. Lo stesso Francavilla, corsaro all’esordio sul parquet del PalaDolmen, ha confermato di essere una formazione in salute battendo il quotato Trapani. In questo momento – aggiunge Magarelli – è fondamentale pazientare trasmettendo serenità e fiducia ad un gruppo totalmente nuovo e che ha voglia di assimilare schemi e movimenti. Bisogna tener bene a mente le coordinate del nuovo progetto Ambrosia che si basano sulla presenza nel roster di cinque senior accompagnati da una nutrita pattuglia di giovani, ai quali va dato il giusto tempo per crescere».

Da oggi Storchi (foto) e compagni tornano al lavoro per preparare il match casalingo contro il Gaeta, anch’esso fermo al palo dopo le prime due giornate. “Domenica prossima incroceremo una rivale del nostro stesso livello, in settimana si lavorerà sodo per apportare i giusti correttivi e siamo fiduciosi di poter cogliere i primi punti anche per dare un’iniezione di fiducia all’ambiente. Le qualità del roster emergeranno presto – conclude Magarelli – e sono convinto che l’esperienza e l’attitudine al sacrificio dei più navigati costituiranno uno stimolo fondamentale per i tanti under chiamati a dimostrare il loro valore sul palcoscenico della Divisione Nazionale B”.


Pagina 19 - Anno XIV N. 326 (18) 07 - 10 - 2012

di Mino Dell’Orco L’estroso mancino di Santeramo si sblocca con una pregevole doppietta sui satanelli nel 3-0 inaugurato dalla rete del solito Di Rito. Domenica prossima derby a Monopoli.

C

on il suo mancino ha infilzato due volte il portiere del Foggia assicurando rotondità e limpidezza all’affermazione dei nerazzurri nel sesto atto del campionato. Antonio Dimatera (foto) rompe il digiuno con una doppietta, tanto splendida sul piano estetico quanto efficace per scacciare i mugugni del post-Nardò. «Era importante anzitutto tornare al successo assieme ai compagni, aver contribuito con due reti mi ha regalato un’ulteriore gioia – attacca l’estroso calciatore di Santeramo, che proprio oggi spegne 26 candeline - . Volevamo a tutti i costi riscattarci, abbiamo centrato il terzo acuto di fila tra le mura amiche con una prestazione convincente all’insegna della concretezza e della cattiveria agonistica, qualità che erano venute meno a Nardò. Un obiettivo centrato a spese di un avversario blasonato e di buon spessore, organico alla mano,

BISCEGLIE, DIMATERA MATTATORE NEL SUCCESSO AI DANNI DEL FOGGIA fino a domenica imbattuto in trasferta. Abbiamo confermato che la nostra forza principale risiede nella compattezza del gruppo e l’esultanza collettiva al triplice fischio ha rappresentato una sorta di “liberazione” in fondo ad una settimana dura”. Archiviata la soddisfazione per il tris inflitto ai satanelli, in casa nerazzurra la mente è già rivolta al settimo derby pugliese consecutivo, in programma domenica prossima al “Veneziani” di Monopoli contro i biancoverdi di mister De Luca. Siamo consapevoli del nostro potenziale ed intendiamo dar continuità ai risultati con un’altra bella dimostrazione di forza su un campo ostico come quello di Monopoli – osserva Dimatera - . Finora in trasferta abbiamo un po’ balbettato, adesso è arrivato il momento di essere più cinici ed attenti. La prossima sfida sarà un delicato banco di prova per testare le

nostre ambizioni, con l’auspicio di poterci inserire stabilmente nella bagarre al vertice».


Pagina 20 - Anno XIV N. 326 (18) 07 - 10 - 2012

di Mino Dell’Orco

VOLLEY: SPORTILIA, TUTTO

Il conto alla rovescia è terminato. Nel PRONTO PER L’AVVENTURA IN

weekend alle porte prende ufficialmente il via la stagione agonistica di Sportilia, più che mai intensa e ricca di aspettative. Per la prima volta nella sua storia il sodalizio presieduto da Angelo Grammatica sarà infatti ai nastri di partenza dei due principali campionati regionali di serie (C e D), con organici assai competitivi allenati rispettivamente dal riconfermato Nicola Nuzzi e dalla new entry Giacinto De Trizio. Un nutrito ciclo di amichevoli di rodaggio ha scandito l’ultima fase di preparazione delle due squadre, da tempo al lavoro sul parquet del PalaDolmen ed in palestra. «Siamo soddisfatti per l’impegno mostrato in queste settimane da tutte le atlete – sottolinea Gramatica . Vogliamo farci trovar pronti per l’inizio di questa duplice avventura, senza tralasciare l’intensa attività del settore giovanile. Mi auguro che ogni giocatrice possa esprimere appieno le proprie potenzialità». Il team di serie C debutterà domani (ore 18.30) a Carbonara di fronte alla Prisma Volley Bari, avversaria tra le più accreditate per il salto di categoria. Il roster a disposizione di coach Nuzzi è composto dalle palleggiatrici Sara Grassi e Arianna Losciale, dalle centrali

SERIE “C” E “D”

Mariangela Di Reda, Giulia De Dato, Lucrezia Simone e Irene D’Ambrosio, dalle laterali Maria Grazia Nazzarini, Angelica Todisco, Adele Valente, Elisabetta Todisco, da Antonella Todisco ed Ester Haliti in qualità di opposto, dal libero Giusy Cassanelli. Esordio esterno in programma sempre domani pomeriggio (ore 16) per le ragazze della serie D, il cui cammino sarà inaugurato nella palestra del “Majorana”

a Japigia contro l’Asem Service Bari. Il tecnico De Trizio potrà contare sul seguente organico: palleggiatrici Stefania Galantino e Arianna Losciale, centrali Samatha Misino, Lucrezia Simone e Irene D’Ambrosio, laterali Annarita Capurso, Angelica Mazzeo, Piera Losciale, Elisabetta Todisco, Federica Lionetti (in via di definizione), opposta Ester Haliti, libero Margherita Preziosa e Rossana Lopopolo.

Profile for Salvatore Valentino

BISCEGLIE 15 GIORNI N. 326 DEL 07 OTTOBRE 2012  

Il quindicinale della Città di Bisceglie diretto da Salvatore Valentino

BISCEGLIE 15 GIORNI N. 326 DEL 07 OTTOBRE 2012  

Il quindicinale della Città di Bisceglie diretto da Salvatore Valentino

Advertisement