Page 1

EDIZIONE

Periodico d'Informazione - Anno XIV N. 321 (13) 15 - 07 - 2012 www.bisceglie15giorni.com Registrato al Tribunale di Trani - n. 350 del 21.05.1999 Direttore Responsabile - Salvatore Valentino E-Mail: redazione@bisceglie15giorni.com E d i t r i c e : A s s o c i a z i o n e “ B I S C E G L I E H O S T & C O M M U N I C AATT I O N S ” - R e d a z i o n e e T E L E M AT I C A A m m i n i s t r a z i o n e - TTe e l - F a x : 0 8 0 . 3 9 5 2 3 2 8 - V i a d e l C o m m e r c i o , 4411 - 7 6 0 1 1 B i s c e g l i e ( B t )

IGIENE URBANA ATTO SECONDO: SE NON PULISCI NON TI PAGO...

C

ontinua a tenere banco la questione Igiene Urbana, per le carenze riscontrate nell’esercizio del servizio di raccolta, ma anche a causa del mancato avvio di altri tipi di servizi, previsti dal capitolato d’appalto. Ed ecco che, in seguito alle numerose proteste dei cittadini, dagli interventi di consiglieri comunali fino alla constatazione diretta degli organi Comunali con i blitz notturni e le verifiche diurne, è arrivata la decisa presa di posizione dell’Amministrazione che ha comunicato al gestore del servizio, la Camassambiente S.p.A., che sulla fattura di giugno opererà una decurtazione del 10% sull’importo di 349 mila Euro. Ma la questione sembra non interessare solo la raccolta dei rifiuti, bensì anche altri servizi previsti dalla gara d’appalto vinta dalla Intini Source S.p.A., che ha ceduto un ramo d’azienda alla Camassa facendole ereditare il servizio. Si contesta il mancato avvio della raccolta “porta a porta” nel Centro Storico; il progetto pilota per la ferazione umida; la raccolta di carta ed indumenti usati, oltre al potenziamento dei mezzi utili ad espletare il servizio, le cui condizioni lasciano molto a desiderare. Fin qui non possiamo disconoscere l’impegno profuso dalla macchina amministrativa nel far rispettare i contratti stipulati con i privati. Ma resta, a nostro modesto avviso, irrisolta una questione di fondo: siamo d’accordo sul fatto che i raccoglitori dei rifiuti siano scarsi, a fronte di un’utenza molto ampia; ma resta ancora un nodo da sciogliere, quello del senso civico dei biscegliesi, sceso ormai a livelli inaccettabili. Non è possibile trovare invasa da cartacce una strada spazzata poche ore prima... i volontari sono invitati a verificare... Salvatore Valentino

PA L A Z Z O F I O R I N O N S A R A’ PRIGIONIERO DEL CEMENTO

IL PARCO DELLA MISERICORDIA AFFIDATO ALLA PARROCCHIA


Pagina 2 - Anno XIV N. 321 (13) 15 - 07 - 2012

di Nunzia Palmiotti La comunità religiosa della Chiesa di Sant’Agostino riscopre le origini di Santa Maria della Cappella con un importante volume, curato da Massimiliano Cavallo, in collaborazione con Luigi Palmiotti, Margherita Pasquale, don Marino Albrizio, scomparso recentemente, gli studenti del Corso di Laurea della Facoltà di Architettura, Politecnico di Bari: Francesco Garofoli, Gianluca Unisci, Maria Irene Lattarulo e Mariangela Messina, con la collaborazione di Marianna Preziosa.

L

a Bibliog rafia biscegliese si è arricchita di un nuovo contributo storico “Chiesa di Sant’Agostino in Bisceglie – Storia della Cappella” , a cur a di Massimiliano Cavallo, edizione Rotas, Barletta. La presentazione del volume si è svolta con grande concorso di fedeli, di studiosi, di associazioni il pomeriggio del 1° luglio, presso l’antico convento dei PP. Francescani Conventuali, dal 1931, acquistato da Don Uva con la somma di 100.000 lire. L o s t o r i c o L u i g i Pa l m i o t t i h a tratteggiato i primi tempi della “Cappella” ovvero una chiesetta, appartenuta alla Mensa Vescovile, con qualche stanza, giardino e pozzi, utilizzati come residenza estiva dei presuli. La Cappella è stata sempre caratterizzata da un affresco antico, raffigurante la Madonna delle Grazie, tanto venerata nel centro storico (Vedi: L’arco delle Monache e l’edicola votiva), soprattutto per le sue grazie nel periodo della peste. Palmiotti ha aggiunto: «i PP. Francescani giunsero alla Cappella nel 1710-1711, dopo aver firmato un atto di transazione con le suore di Santa Croce, che per ristrettezza ambientale occuparono il convento dei frati, in Via dei Palazzi. I Francescani costruirono il convento e vi restarono fino al 1809, anno di soppressione per l’arrivo dei Francesi. Con la Restaurazione, il governo borbonico affidò la sede monastica ai Padri Domenicani di Trani e nel 1821 subentrarono i PP. Agostiniani. Nel 1840 quest’Ordine religioso demolì l’antica chiesa, salvando soltanto l’affresco della Vergine. Nel 1846 mons. Francesco Bruni consacrò l’altare maggiore. Alla fine dell’Ottocento la chiesa di Sant’Agostino fu dichiarata “Vicaria” e nel 1911 “Rettoria Curata” con la guida di Don Pasquale Uva. Nel 1919, continua Palmiotti divenne parrocchia. Da quest’anno inizio l’apostolato

LA CHIESA DI S A N T ’ AG O S T I N O I N B I S C E G L I E : S TO R I A D E L L A “ C A P P E L L A” di don Uva in favore dei miseri. Nel 1921 realizzò l’Associazione delle Ancelle e nel 1926 la Congregazione della Casa della Divina Provvidenza era una realtà in favore dei reietti, dei folli». La dott.ssa Margherita Pasquale, ispettrice della Soprintendenza ha brillantemente svolto una relazione sull’affresco della Madonna delle Grazie. Nelle icone e dipinti medievali la Madonna è stata sempre rappresentata con il bimbo che allatta (Madre genitrice), successivamente nel Rinascimento (come nel caso di Bisceglie), la Vergine stringe i seni, lasciando cadere il latte sulle anime del Purgatorio per per redenzione. I giovani architetti del Politecnico di Bari: Francesco Garofoli, Gianluca Gnisci, Maria Irene Lattarulo e Mariangela Messina hanno svolto un’attenta indagine sugli aspetti monumentali e architettonici del tempio di Sant’Agostino, realizzato dall’architetto Vincenzo Mastropasqua di Giovinazzo. L’opera costò 11.000 ducati, versati dagli agostiniani. Il giovane studente universitario, prossimo alla laurea in medicina, Massimiliano Cavallo, si è interessato delle vicende e della cronologia dei parroci da don Pasquale ad ggi. Tra l’altro ha curato l’edizione del vol-

ume. La giovane studiosa Marianna Pre ziosa ha ricercato ed esaminato un’importante documentazione archivistica, consultando le Visite Pastorali dal ‘500 . A Mons. Marino Albrizio si devono le notizie dei primi anni della Parrocchia. Il volume è re peribile presso la parrocchia. Il progetto della pubblicazione si deve a don Andrea Mastrototaro, Ben p r e s t o s a r à r e a l i z z at a u n a m o s t r a agostiniana, con altri cimeli, presso il Museo Diocesano di Bisceglie.

ARCIDIOCESI DI TRANI-BARLETTA-BISCEGLIE. LE NUOVE NOMINE E GLI INCARICHI DIOCESANI E CITTADINI

S.E. Mons. Giovan Battista Pichierri,

Arcivescovo di Trani-Barletta-Bisceglie, nel provvedere alle necessità pastorali della diverse comunità parrocchiali e delle realtà ecclesiali, in data 1 luglio 2012, ha effettuato le nomine e affidato gli incarichi, dal 1° luglio nelle Parrocchie Biscegliesi: • Can. Pasquale BARILE ha dato le dimissioni da Parroco di S. Agostino in Barletta • Can. Antonio ANTIFORA Rettore della Chiesa del SS. Salvatore in Bisceglie e Padre Spirituale della Confraternita omonima • Sac. Dario DICORATO Vicario parrocchiale della parrocchia di S. Silvestro in Bisceglie

• Sac. Fabrizio COLAMARTINO Vicario parrocchiale della parrocchia Sacra Famiglia in Corato e incaricato per la pastorale giovanile nella zona pastorale di Corato • Sac. Giuseppe RIZZI Assistente diocesano “Giovani” di A.C. • Can. Francesco FERRANTE membro della Commissione “Cultura e mezzi di comunicazione sociali” Responsabile rubrica religiosa “Pagine di spiritualità” • Sac. Giuseppe CAVALIERE Referente per la commissione “Dottrina della Fede – Annuncio e Catechesi” per la zona pastorale di Barletta • C a n . Fe r d i n a n d o C A S C E L L A Assistente spirituale del Circolo ACLI “Achille Grandi” con sede in Bisceglie


Pagina 3 - Anno XIV N. 321 (13) 15 - 07 - 2012

L'

associazione Puglia Scoperta rende noto che il rischio di sostituzione edilizia (da noi paventato qualche mese fa e arrivato, allora, addirittura all'elaborazione di un "piano di fattibilità") dell'edificio che costeggia villa Fiori e che si affaccia su via XXIV Maggio sembra essere ormai alle spalle. L'associazione, in quei mesi, contestualmente alla denuncia attraverso la stampa, all'incontro col dirigente dell'ufficio tecnico Arch. Losapio, all'incontro con l'assessorere all'urbanistica A. Di Lollo Capurso, e all'incontro col Sig. Sindaco (dai quali abbiamo avuto ampie rassicurazioni in merito), ha inviato alla Soprintendenza ai beni architettonici e paesaggistici di Ba-BtFG una (corposa) segnalazione. Speriamo di poter dare, in un tempo non troppo lontano, notizia di un atto concreto di tutela, da parte di questo Ente, che sarà un utile rafforzativo al vincolo urbanistico che già esiste sull'intero isolato che circonda villa Fiori. A questo punto, però, ci permettiamo una riflessione. Il 4-02-12 con un comunicato stampa inviato alle testate giornalistiche locali, a tutte le forze politiche della città, al Sindaco, ed al Consiglio Comunale abbiamo denunciato quanto anzidetto, chiedendo un intervento della politica. A seguire c'è stato il comunicato di SEL, poi il comunicato dell'ass.re Di Lollo Capurso (che ha fatto benissimo ad intervenire), poi l'intervento di FN e infine l'intervento dell'associaz. "Ambiente e Vita" (che ringraziamo). Si potrebbe concludere di aver avuto un certo riscontro. Ed invece NO! Di tutte le forze politiche presenti in c o n s i g l i o c o m u n a l e e d i nv i t at e a d intervenire sul tema c'è stato solo un riscontro. UNO! Certo si potrebbe sollevare l'obiezione che nè quello della sostituzione

“PUGLIA SCOPERTA” TIRA UN SOSPIRO DI SOLLIEVO PER PALAZZO FIORI. MA ESPRIME RAMMARICO PER LA LATITANZA DELLA POLITICA

edilizia nè tantomeno il tema di Villa Fiori siano argomenti così importanti da muovere i partiti in un dibattito. Per carità! eppure noi abbiamo allargato il tema all'edilizia storica in generale: "strappare la fascia del tricolore dal petto dei costruttori", "aprire un grande dibattito in citta", "chiediamo alla politica coraggio" scrivevamo in quel comunicato. E non sono forse questi temi degni dell'attenzione dei partiti? Su ogni problema presente in città, inoltre, ci piacerebbe vedere le forze politiche lavorare insieme per ottenere dei risultati a favore della città. Ma siccome la logica della politica è la contrapposizione (e forse è giusto che sia cosi) allora ci piacerebbe che ci fosse uno "scontro" di idee che si contrappongano ad idee, che ci fossero "sfide" tra i partiti a suon

di progetti, in cui alla fine vincesse il progetto migliore per la città, quello più luminoso, quello che guarda più lontano; con una logica, cioè, "al rialzo" (e non "al ribasso"). Ma, il silenzio, quando ha accresciuto una città? Alla forza politica SEL, noi riconosciamo un intervento qualificato e coraggioso in merito al problema di edilizia da noi posto; ma se questo, tra i tanti presenti in consiglio comunale, è l'unico partito che interviene su di un tema tanto delicato... Bisceglie perde, tutti noi perdiamo. E perderemo ogni volta che i partiti, p r i m a a n c o r a d e l l a g e n t e c o m u n e, difetteranno di "mancanza di partecipazione politica". Buon lavoro a tutte le forze politiche della città. Puglia Scoperta

AMORE PER LA CITTA’ E PARTECIPAZIONE DELLE FORZE POLITICHE: UNA QUESTIONE DI COERENZA, LA CONFERMA DI UNA DIFFUSA IPOCRISIA

H o seguito per sonalmente con

particolare interesse la vicenda della cosiddetta “Sostituzione Edilizia”: un termine dolcificante, con cui si è tentato di far passare come “utile”, addirittura “necessaria”, quella che in tempi normali avremmo chiamato “Speculazione Edilizia”. Le tempestive rassicurazioni date all’epoca dall’Assessore Di Lollo-Capurso, che continua a godere della mia stima p e r s o n a l e, p e r c h è p e r s o n a s e r i a e p r o f e s s i o n a l m e n t e va l i d i s s i m a , m i rassicurarono da subito su quelle che erano le reali intenzioni dell’Amministrazione Comunale circa le sorti dell’edificio liberty di Via XXIV Maggio che costeggia, ed abbraccia Palazzo Fiori. Detto ciò, desidero intervenire in punta di piedi solo per quanto concer ne le delusione degli Amici di Puglia Scoperta di

fronte all’assenza di molte forze politiche presenti in consiglio comunale. Intanto non condivido l’idea di una politica fatta di “contrapposizione”: si parte da un concetto fuorviante, che ha generato finora soltanto la disaffezione dalla politica dei cittadini “comuni”. Lo politica, in un Paese democratico è confronto di idee, progetti, opinioni, liberamente espresse nel rispetto di tutti. Ma sembra che così non sia, se soggetti sedicenti “politici” non perdono occasione per manifestare tutta la loro IPOCRISIA di fronte a questioni di interesse generale: il tema dell’edilizia a Bisce glie ha condizionato gli ultimi quattro decenni, partorendo tutti gli sgorbi con cui siamo c o s t r e t t i a c o n v i ve r e ; h a c a u s at o l’impossibilità di attuare un serio ed efficente Piano Urbano del Traffico (a meno che non si abbattano interi edifici..).

Il silenzio di alcune forze politiche potrebbe essere addebitato ad una serie di cause: 1) Nei partiti non ci sono più persone che “pensano”, ma si muovono solo se c’è qualcuno che adopera il “telecomando”; 2) I buoni proposti manifestati da centinaia di candidati in campagna elettorale, altro non erano che poesiole imparate a memoria, per poi essere dimenticate il giorno dopo lo scrutinio. 3) Infine ci sono i “furbetti del quartierino”, che attendono silenti che la palla passi a loro, in virtù di una qualche congiunzione astrale: In questo caso abbaiano alla luna, ma dentro di sè sanno benissimo che correranno dai costruttori per intessere nuovi rapporti di subordinazione e garantire ciò che nessuno gli potrà mai garantire... Salvatore Valentino Direttore Responsabile


Pagina 4 - Anno XIV N. 321 (13) 15 - 07 - 2012

A

ntiche piazzette medievali riscaldate dal sole del finir dell'estate, l'aria del mare che soffia tra i suggestivi vicoletti del borgo antico, decine di scrittori, politici e giornalisti che conversano attorno a pubblicazioni fresche di stampa e migliaia di appassionati della lettura che assistono ai dibattiti pomeridiani e serali. Tutto questo è Libri nel Borgo Antico, rassegna in programma a Bisceglie dal 5 al 9 settembre e che vedrà decine di autori presentare le ultime fatiche editoriali. Nelle passate edizioni sono stati in migliaia ad attraversare i vicoletti e ammirare le meraviglie del suggestivo centro storico. Un tesoro a cielo aperto, quello del borgo medievale, fatto di scorci che raccontano fino in fondo il vissuto antico e nobile di una cittadina di mare. Da alcuni anni, infatti, un esercito di scrittori affermati si riversa nelle incantevoli piazzette di Bisceglie e sulle antiche mura affacciate sull’Adriatico. Merito di un evento diventato un autentico punto di riferimento nel panorama degli incontri letterari nazionali. Con il centro storico che si anima e pullula di migliaia di visitatori accomunati dalla passione per la lettura e per le affascinanti tradizioni del meridione. L'edizione 2012 spicca per ampiezza e qualità del parterre degli ospiti. Saggisti

“LIBRI NEL BORGO ANTICO”, SI SCALDANO I MOTORI PER LA KERMESSE LETTERARIA NEL CENTRO STORICO e politici, narratori e giornalisti, volti noti dello sport e dello spettacolo: tutti autori di successo che troveranno il contesto ideale per presentare le proprie opere e dibattere delle tematiche più attuali. Angelino Alfano, Luca Barisonzi, Fausto Bertinotti, Pietrangelo Buttafuoco, Donato Carrisi, Letizia D'Attoma, Luca De Gennaro, Ciriaco De Mita, Cristiano Militello, Federico Moccia, Martina Colombari con Luca Serafini, Alessandro Placidi, Angelo Polimeno, il campione del mondo ’82 Paolo Rossi, Gennaro Sangiuliano, Alfonso Signorini, Tiberio Timperi, Maurizio Tortorella e Marcello Veneziani. Sono soltanto alcuni dei protagonisti annunciati. Molti altri hanno già confermato la loro presenza e altri lo faranno a breve. Spazio importante è poi riservato ai talenti in erba e alle case editrici del territorio. Insomma, un autentico salotto letterario all'aperto, oltre che a ingresso libero. Non resta che accomodarsi.

ANCHE NELLA B.A.T. UN NUMERO V E R D E C O N T RO I R E AT I AMBIENTALI Andria Trani i controlli effettuati e le A n c h e n e l l a B AT n u m e r o s e d e n u n c e i n o l t r a t e r i g u a r d a n o segnalazioni già pervenute nei primi 20 giorni di attività Anche per questa tor rida estate, l’Assessorato al Demanio Marittimo della Re g i o n e P u g l i a h a i s t i t u i t o, i n collaborazione con il WWF Puglia, il Numero Verde 800 08 58 98, che si propone di raccogliere le segnalazioni dei cittadini che assistano o siano a conoscenza della perpetrazione di reati ambientali, gar antendo al segnalante l’assoluto anonimato. Le segnalazioni di cui si occupa il Numero Verde concernono ogni genere di r e at o a m b i e n t a l e , c o n p a r t i c o l a r e riferimento a quelli sulla costa e riguardanti soprattutto la violazione dell’Ordinanza Balneare della Regione Puglia. Non si esime, ad ogni modo, dal raccogliere segnalazioni di altro genere: dall’abbandono di rifiuti, all’inquinamento acustico, al maltrattamento di animali, al recupero di animali selvatici. Attivato a partire dal 15 giugno, il Numero Verde ha raccolto centinaia di telefonate, circa 15 al giorno, di cui oltre 50 verificate e suscettibili di inoltro alle autorità competenti. Nella Provincia di Barletta

principalmente illeciti concer nenti la violazione delle prescrizioni dell’ordinanza balneare da parte degli stabilimenti balneari il maltrattamento animali e l’inquinamento della costa. «Il numero verde, fungendo da ponte tra il cittadino e la Pubblica Amministrazione – ha commentato il dott. Mauro Sasso, Vicepresidente del WWF Puglia - diviene il veicolo attraverso il quale il ‘civis’ partecipa alla gestione, alla salvaguardia e alla difesa della cosa pubblica, con impor tanti ricadute applicative: accelerazione dei tempi nella gestione delle denunce, rafforzamento della consapevolezza civica e aumento della fiducia del cittadino nelle istituzioni». A Barletta la Capitaneria di Porto ha effettuato controlli su tutta la costa di levante per accertare la mancata osservanza da par te degli stabilimenti balneari dell’art.3, comma n, della Ordinanza Balneare della Regione Puglia, che vieta di “occupare con ombrelloni, sedie o sdraio, natanti e/o altre attrezzature mobili ed oggetti di qualsiasi natura la fascia di spiaggia (battigia), ampia non meno di metri 5, destinata esclusivamente al libero transito

con divieto di permanenza”. Sempre a Barletta i volontari del WWF hanno effettuato ripetuti sopralluoghi per accertare la natura dei numerosi roghi che si sviluppano improvvisamente nell’agro. Gli incendi sono risultati, senza ombra di dubbio, appiccati intenzionalmente e, quel che è più grave, diretti allo smaltimento illegale di rifiuti. A Trani la Polizia Locale è stata interpellata per un caso di maltrattamento di animali. A Bisceglie è in corso di accertamento una denuncia per il taglio di filari di alberi pubblici in due vie cittadine. A Margherita di Savoia un cittadino ha denunciato la situazione di estremo degrado di una spiaggia libera piena di rifiuti di varia tipologia (plastica, vetro, rifiuti organici) abbandonati dai bagnanti. Secondo la segnalazione l’arenile dopo il porto, sulla strada verso Zapponeta, non viene mai pulito dall’Amministrazione Comunale. Ai fini della migliore gestione di ogni segnalazione, il WWF Puglia ha siglato accordi di collaborazione con le Capitanerie di Porto di Puglia, il N.O.E. dei Carabinieri, il Corpo Forestale dello Stato, l’ARPA Puglia e l’ANCI Puglia. Per l’invio di foto, filmati e qualsiasi altro documento è attiva la mail ecoreatipuglia@gmail.com o, in alternativa, il fax 080 969 21 71. In alternativa si può spedire il materiale a: WWF Puglia - Strada dei Dottula n°1 - 70122 Bari.


P a g i n a 5 - A n n o X I V N . 3 2 1 ( 1 3) 15 - 0 7 - 2 0 1 2

di Angela Francesca Valentino La tradizionale cerimonia svolta il 14 luglio presso l’Hotel Salsello. Il dott. Luigi Logoluso succede all’avv. Bruno Logoluso.

S

i è svolta lo scorso 14 luglio presso l’ormai familiare cornice dell’Hotel Salsello, la consueta cerimonia del passaggio del martelletto per il Rotary Club di Bisceglie. Alla presidenza dell’Avv. Bruno Logoluso succede quella del dott. Luigi Logoluso. Una serata particolarmente intensa, carica di una nostalgia velata d’ironia ma soprattutto carica di energia e nuovi grandi propositi. Di Logoluso in Logoluso siamo certi che la musica non cambierà in termini di professionalità, competenza e spirito di servizio. Una particolare commozione quella dell’Avv. Logoluso inutilmente celata da un sorriso nel ripercorrere tutte le tappe salienti del suo percorso alla guida del Club proprio nell’anno del decennale dello stesso e nel ringraziare tutti gli amici soci rotariani m a s o p r at t u t t o t u t t i i va l i d i s s i m i collaboratori che lo hanno affiancato incessantemente e con grande spirito collaborativo in questo anno. Tra questi: Massimo Cassanelli, colonna portante per l’intero Club, Luciano Porcelli in qualità di tesoriere ed amico fraterno e Beppe Di Liddo assistente del Governatore Mario Greco ed anima di molti passi in avanti per il Club Biscegliese. Il passaggio del martelletto arriva a suggellare non un mero avvicendarsi di cariche a presidente bensì il rinnovato

RO TA RY B I S C E G L I E , PA S S AG G I O D E L M A RT E L L E T T O : G I G I L O G O LU S O N U OVO PRESIDENTE impegno a completo servizio del Club e del prossimo, incessantemente permeato dei valori fondanti del sodalizio rotariano. Finalmente è il momento del primo discorso del nuovo presidente: Luigi Logoluso. Anche qui l’emozione gioca la sua parte. Una timidezza e una dolcezza innate accompagna il neo presidente alla postazione di relatore per il discorso inaugurale di questo nuovo percorso che attende l’intero Club sotto la guida del dott. Logoluso, affiancato dal neo vice presidente Massimo Cassanelli. Tanti gli impegni e le attività dell’agenda rotariana per questo nuovo anno che la nostra testata avrà modo di seguire con la costanza di sempre. All’avvicendamento al vertice del Rotary Club segue un “cambio della guardia” sia per il Rotaract Club che vedrà Ciro Di Maio “succedere” all’instancabile Antonio Dell’Olio, sia per l’Interact la cui guida passerà da Silvia Todisco a Tommaso di Clemente.

A “STELLA DEL SUD” UNA BELLEZZA BISCEGLIESE: MARA BELSITO Ciao, mi chiamo Mara Belsito, in arte

Mara Bel’s, ho 17 anni e frequento il L i c e o S c i e n t i f i c o Linguistico L. Da Vinci a Bisceglie. Canto da sei anni presso la Nuova Accademia O r f e o d i Bisceglie, le cui insegnanti sono Va n n a e L i s a Sasso. Ero p i u t t o s t o p i c c o l i n a q u a n d o a m m i r avo l a famosissima cantante americana Anastacia. Ero sua fan sfegatata e in quanto tale volevo a tutti i costi somigliarle in tutto e dunque diventare come lei. Ed è proprio con lei che nacque la passione per la

musica, per il canto. Finalmente un giorno papà mi iscrisse, a mia insaputa, a questa scuola di canto di Bisceglie con l’intento di coltivare questa passione. Continuerò a studiare perchè ho ancora tanto da impare e sono ancora all'inizio di una strada davvero molto lunga e difficile. Amo cantare,mi rende talmente felice che non penso a nient’altro. E’ come una valvola di sfogo alle volte.. è

Al dott. Logoluso, anzi…al mio e nostro “Dott. Gigi”, al suo vice Massimo, così come ai giovanissimi neo presidenti giungano i più sinceri auguri di tutta la redazione. Un anonimo scrive che "Un gruppo di persone che condivide un obiettivo comune può raggiungere l'impossibile.". Auguri di cuore, affinchè la condivisione di valori ed obiettivi comuni possa davvero condurre a mete insperate.

come crearsi un proprio mondo, ci si sente liberi, senza pensieri, con la voglia di trasmettere al pubblico magari le stesse emozioni, amo farlo e soprattutto amo l’idea che al pubblico sia arrivato il messaggio e dunque si sia emozionato, è molto importante.


Pagina 6 - Anno XIV N. 321 (13) 15 - 07 - 2012

“IMPARO E GIOCO CON LA PRO LOCO” BAMBINI E GENITORI PIENAMENTE SODDISFATTI

É

giunto al termine il progetto dal significativo titolo “Imparo e Gioco con la Pro Loco”. Partito lunedì 11 giugno, la serie di attività, ideate e organizzate dalla Pro Loco UNPLI di Bisceglie e rivolte ai bambini delle Scuole Primarie della nostra città, si è conclusa venerdì 13 luglio. Venticinque giorni tra conoscenza del territorio e divertimento. La parte preponderante delle attività si è svolta presso la Scuola “don Pasquale Uva”. Il lunedì i bambini hanno approfondito, insieme a Nunzia Monopoli e a Marianna Preziosa, le nozioni su Ambiente e Territorio (agro, borgo antico, lungomare, tipicità faunistiche e aneddoti riguardanti la città). Il martedì spazio ad Arte e Modellismo curato da Giovanni Di Liddo e Vincenza de Cesare (costruzione di Dolmen La Chianca, Torre Maestra, trulli e Castel del Monte con pietre, ciottoli, legno e pasta). L'Inglese divertendosi è stato il tema del mercoledì: Francesco Brescia e Vincenza de Cesare hanno divertito i piccoli par tecipanti attr aver so balli, canti,

filastrocche e schede didattiche in lingua inglese. Ogni giovedì i protagonisti del progetto hanno seguito le varie fasi di lavorazione e realizzazione di diversi alimenti presenti sulle nostre tavole (olio, pane, gelato, sospiri), hanno preparato di proprio pugno alcune a l t r e prelibat e zze (pizza, pasta fresca, cappelletti, involtini di carne) e hanno c o m p r e s o l ' i m p o r t a n z a d i un'alimentazione sana e genuina (principi nutritivi della frutta). Questo percorso è stato curato da Ippolita Bombini e Francesco Brescia. Ultimo giorno di attività, il venerdì, dedicato interamente ai giochi di gruppo e individuali pensati e proposti da Ippolita Bombini ed Elena Dell'Olio. Partner del progetto sono stati il Frantoio “Galantino” - Via Vecchia Corato n. 2, il Panificio “Il Piccolo Granaio” in Via La Marina n. 33/35, Caffé Cova – Piazza Vittorio Emanuele II n. 124/125, Car tolibreria “Il Mappamondo” - Viale V. Calace n. 56/ 58. “Imparo e Gioco con la Pro Loco” è stato realizzato in collaborazione con l'UNPLI (Unione Nazionale Pro Loco d'Italia) e con la Pro Loco UNPLI di Ruvo di Puglia che è alla seconda edizione del progetto “Le Quattro Erre” rivolto a bambini e ragazzi dai 6 ai 14 anni. I 23 partecipanti (numero pienamente appagante per una iniziativa alla sua prima edizione) hanno anche visitato il M u s e o C i v i c o d e l M a r e, i l M u s e o Archeologico “Francesco Saverio Majellaro” (a tal proposito si ringraziano per la disponibilità rispettivamente Paolo Tarantini e la dott.ssa Renata Caligiuri), il Dolmen La Chianca e il Casale di Zappino. Venerdì 29 giugno i bambini biscegliesi hanno ospitato i parietà ruvesi presso il Parco della Parrocchia di santa Maria di Costantinopoli per un pomeriggio di gioco. Il gemellaggio è stato completato venerdì 6

NOZZE DI DIAMANTE R

innovando davanti a Dio la loro unione dopo 60 anni di matrimonio Ignazio Mazzilli e Donata Papagni hanno festeggiato le "Nozze di Diamante" supportati dall'affetto dei loro cari. Alla Famiglia Mazzilli gli auguri più sinceri dalla Redazione di “Bisceglie 15 Giorni”.

luglio quando i partecipanti biscegliesi hanno fatto tappa a Ruvo dove hanno ricevuto un'accoglienza squisita, impeccabile e all'insegna della conoscenza della città e del gioco. Vincenzo De Feudis e Rocco Lauciello, rispettivamente presidenti delle Pro Loco UNPLI di Bisceglie e Ruvo, non celano la grande soddisfazione per la buona riuscita del progetto, anzi dichiarano di aver raggiunto, attraverso le varie attività proposte ai piccoli, tutti gli obiettivi prefissati in termini di crescita culturale e intrattenimento ludico. Anche i genitori dei partecipanti hanno mostrato, al termine delle cinque settimane di attività, una enorme soddisfazione e un profondo compiacimento per la diversità e l'utilità delle attività realizzate. Un particolare ringraziamento alla dirigente della Scuola “don P. Uva” prof.ssa Francesca Castellini per la disponibilità mostrata e per l'ospitalità ricevuta e grazie ai collaboratori scolastici e allo staff amministrativo della Scuola. Grazie anche all'ins. Margherita Gramegna, membro del Consiglio Direttivo della Pro Loco biscegliese e promotrice del progetto. E infine grazie a tutte le studentesse (Liceo “L. da Vinci”, I.T.E.S. “G. Dell'Olio” e I.I.S.S. “S. Cosmai” di Bisceglie e Liceo Artistico di Corato) che hanno contribuito fattivamente e lodevolmente alla buona riuscita dell'intero progetto. L'estate della Pro Loco, pertanto, è cominciata nel segno della sensibilizzazione, rivolta ai piccoli biscegliesi, a temi come il r i s p e t t o d e l p at r i m o n i o c u l t u r a l e, dell'ambiente, delle tipicità gastronomiche del territorio. Bambini con sani principi ed emotivamente attaccati alla propria terra non potranno che costituire un'ottima classe dirigente del futuro. La missione, che non può certamente terminare dopo cinque settimane di attività seppur interessanti e formative, può dirsi compiuta.


Pagina 7 - Anno XIV N. 321 (13) 15 -07 - 2012

di Luca La Notte Sei giovani fotografi e Biblioteca “don Michele Cafagna” ancora insieme per la II edizione che si svolge presso la Galleria “Spazio Giovani” dal 13 al 22 Luglio

L

i abbiamo conosciuti durante uno degli eventi di maggior successo della Settimana della Cultura dell’Aprile scorso, la mostra fotografica “PLACES. Scorci dell’anima” svoltasi presso la Biblioteca “don Michele Cafagna”. Li abbiamo apprezzati per la qualità delle foto, l’originalità dell’allestimento e l’efficace e prezioso contributo delle poesie che meglio esprimevano il messaggio e il significato delle foto. Loro sono Roberto Cassanelli, Lucrezia Di Pilato, Roberto Mastrodonato, Fabio Palmisano e Cristina Soldano. Ora si rimettono in gioco, proponendo la II edizione della mostra, questa volta a Bari, presso la Galleria “Spazio Giovani” di via Venezia, 41; stesso titolo, stesso coinvolgimento della Biblioteca “don Michele Cafagna” nella fase organizzativa ma nuove foto, nuovo allestimento, un rinnovato entusiasmo e l’aggiunta di un altro giovane appassionato di fotografia, Dario Amoroso d’Aragona. La mostra, patrocinata dal Comune di Bari, è stata inaugurata nella serata di venerdì 13 e può essere visitata dal 14 al 22 Luglio dalle

ASSICURATA LA CONTINUITA’ DELLA COOP. SOCIALE “UNO TRA NOI” I

l Sindaco, Francesco Spina, appresa la notizia della sospensione dell’attività assistenziale della Coop. “Uno Tra Noi”, ha scritto al Dirigente della Ripartizione Socio Culturale del Comune, chiedendo misure urgenti per assicurare continuità all’assistenza. Al Dirigente Ripartizione Socio Culturale Turismo e Demanio Marittimo Sede E p.c. Coop.va Uno tra Noi – Bisceglie Oggetto: misure urgenti per assicurare la continuità del servizio di

LA MOSTRA “PLACES SCORCI DELL’ANIMA” SBARCA A BARI 18:30 alle 22. I fotografi/artisti si confrontano ora con la realtà barese, in un importante palcoscenico come la Galleria “Spazio Giovani” che ospita mostre ed eventi in ogni periodo dell’anno e ha il merito di lanciare giovani artisti. Il sostegno dei biscegliesi non deve però mancare. L’invito è a vincere la pigrizia per lo spostamento a Bari (in fondo 40 km non sono tanti), prendere la machina o i mezzi, recarsi a visitare la mostra e magari approfittare per fare una passeggiata barese; di fronte alla Galleria c’è il lungomare e alle spalle il centro storico. Ci sono tutti gli ingredienti per una bella serata. Si ringraziano gli sponsor: ACQUAMADRE DAY SPA, BAR MEETING, AGRICAMPEGGIO BREZZA TRA GLI ULIVI, AGORA' BARI, MILANESE GIOIELLERIA, MAGNISI MICHELE, RISTORANTE M'ALELINGUE per l’impor tante sostegno economico.

centro diurno socio-educativo per disabili. Come noto, il 31 marzo 2012 è venuta a cessare la delega, conferita dal Coordinamento Istituzionale del piano sociale di zona 2010.2012, per la gestione del servizio di centro diurno socioeducativo per disabili. Pur in assenza di provvedimenti per la continuità del servizio da parte del competente Ufficio Unico di Piano, così come di indicazioni da par te del Coordinamento Istituzionale, la struttura ospitante i disabili di Bisceglie, fruitori del servizio, ha comunque garantito le prestazioni dovute; la medesima struttura, essendo ormai trascorsi tre mesi senza che alcuna decisione sia stata assunta e nell’impossibilità di sostenere i costi del servizio in assenza di qualsivoglia c o r r i s p e t t i vo, h a c o m u n i c a t o l a conseguente e necessaria interruzione sin dai prossimi giorni. Tenuto conto delle intuibili e gravi conseguenze che simile scenario produrrebbe sugli utenti e sulle famiglie, ritengo doveroso ed imprescindibile che il nostro Ente provveda in via suppletiva e sostitutiva rispetto all’Ambito, assicurando la continuità del servizio, inevitabilmente per i soli utenti di Bisceglie e per un primo periodo minimo di 30 giorni. Resta inteso che i relativi

costi andranno portati a decremento delle risorse da trasferire all’ambito a titolo di compartecipazione agli oneri del p.s.z. 2010.2012, sì da non determinare riflessi negativi a carico del bilancio comunale. Restano altresì ferme le necessarie e conseguenti azioni affinchè la gestione unitaria, per mezzo dei propri Organi istituzionali e gestionali, possa con doverosa immediatezza rimediare a tale spiacevole situazione, ripristinando le condizioni necessarie affinchè riprenda efficacemente il percorso di attuazione del piano sociale di zona 2010.2012. Auspico una immediata evasione alla presente direttiva, mediante tempestiva contrattualizzazione di rapporto con la Cooperativa gestore della struttura in argomento, alle condizioni giuridiche ed economiche già in essere con l’Ambito. Bisceglie, lì 09.07.2012 Il Sindaco Avv. Francesco Carlo Spina


Pagina 8 - Anno XIV N. 321 (13) 15 - 07 - 2012

di Gianluca Valente

AV I S B I S C E G L I E , IL 28 LUGLIO L’11° STREETBALL “CITTA’ DI BISCEGLIE” L

Dieci ingressi gratis all’Acqua Park Ippocamo per i donatori del centro trasfusionale biscegliese.

a tr adizione è cosa g r adita, soprattutto quando è garanzia di successo e divertimento. Si rinnova cosi per l’undicesima volta l’appuntamento con lo “Streetball Città di Bisceglie”, manifestazione sportiva a carattere sociale ormai punto di riferimento dell’estate biscegliese. Il torneo, che vede tra gli organizzatori: Dario Galantino, presidente Avis Giovani, con il patrocinio dell’amministrazione comunale e di Avis, si svolgerà il 28 luglio presso il parcheggio area “Conca dei Monaci”. Il torneo prenderà il via a partire dalle ore 15.30. Per info ed iscrizioni è possibile chiama il numero: 3393474671 oppure: 0803953760. Iniziativa simpatica invece

quella che coinvolgerà tutti coloro che si risecheranno, nel mese di luglio, presso il centro trasfusionale del nosocomio cittadino per donare sangue o emoderivati. Ter minato il periodo ver r anno sorteggiati 10 donatori che si aggiudicheranno dieci ingressi presso il p a r c o a c q u a t i c o “A c q u a P a r k Ippocampo” a Manfredonia. Passando al calendario delle donazioni, sono state 24 le sacche raccolte nella giornata del 1 luglio. Prossima donazione prevista per il 15 luglio, quando nel pomeriggio in viale la testa (nei pressi del teatro mediterraneo ndr.) sarà presente una autoemoteca. La donazione avrà inizio a partire dalle ore 17:30.

L’A.I.D.O. A BISCEGLIE di Marisa Cioce

L

a donazione di organi non è molto sentita in provincia (ma forse anche in tutto il Sud) e, proprio per mancanza di donatori, rischiamo di perdere una delle unità operative d’eccellenza quale è quella del Centro Trapianti di Bari che, in rete con gli altri centri d’Italia, brilla per le professionalità eccellenti e per la dotazione di alta tecnologia che può vantare, tanto che, come è accaduto nel 2010, ha potuto effettuare ben sette trapianti contemporaneamente. E’ questo l’aspetto che più mi ha colpito, come aidina da più di trenta anni, nella tavola rotonda “Donare è avere cura della vita? Donazione di organi tra scienza, etica e fede” svoltasi questa sera 14 luglio presso la parrocchia Stella Maris. Moderata dal dott. Gaetano Ruggeri, primario di pneumologia, ha avuto come relatori don Francesco Dell’Orco per l’aspetto etico e per quanto attiene alla fede; la dott.ssa Colasuonno, presidente della sezione AIDO di Bisceglie (che ha ricordato il fondatore Sergio Rigante) e ha illustrato gli aspetti della donazione da vivente e da cadavere; ma soprattutto significativa ed emozionante è stata la testimonianza di trapiantati o di malati in attesa di trapianto. Ciò che ha reso completa la serata, anche perché non prevista dal programma, è stata la testimonianza di due genitori andriesi che, 19 anni fa, hanno donato gli

organi della figlia diciottenne entrata in coma e deceduta: proprio due mesi prima avevano parlato dell’iniziativa con la figlia, dichiaratasi disponibile a tale atto, e ciò ha reso più facile la donazione. “Sì, può lenire un po’ il dolore sapere che qualcuno vive ancora con gli organi di tua figlia, ma è un dolore che divampa sempre” ha detto la donna. Che la donazione di organi e di tessuti sia un atto di amore, di solidarietà verso l’umanità malata e sofferente, che la chiesa approva e sollecita è stato il messaggio di don Francesco, articolato con citazioni evangeliche e di Giovanni Paolo II. Che il corpo, così come l’abbiamo, ci è stato donato e l’abbiamo ricevuto gratis, così altrettanto gratuitamente dobbiamo donarlo è stata la forte dichiarazione di Elena Ventura, andata fino in Francia per il suo trapianto, quando Bari non aveva ancora il Centro trapianti di cui sopra. La dott.ssa Colasuonno si è molto soffermata sulla donazione del cordone ombelicale, che tanto può fare anche per curare malattie gravissime ed ora, ha ricordato, presso S. Giovanni Rotondo si stanno facendo interventi anche per curare la SLA. Peccato che non sia stata citata l’ADISCO, sezione di Bisceglie, che tanto sta operando sia presso l’ospedale cittadino che presso le parrocchie: ancora un esempio di scarsa cooperazione tra associazioni di volontariato! Il dott. Ruggeri, in apertura di serata,

ha citato il libro del giornalista Paolo Barnard: “Dall’altra parte” che riporta tre interviste a tre medici ammalatasi gravemente: raccontano come cambia la loro vita quando “passano” dall’altra parte e vivono in un mondo diverso, con giornate fatte di attesa, speranza, dolore, preoccupazione da parte delle famiglie. Sono gli stessi sentimenti quelli espressi dai signori trapiantati o in attesa di trapianti. “Vedi il tuo corpo che ogni giorno perde qualcosa e ti abitui a vivere sempre con meno capacità, sopravvivi ormai!” ha detto Pasquale, trapiantato 25 giorni fa, la cui presenza è stata in forse fino all’ultimo minuto, visto l’estremo stato di debilitazione post intervento. Sicuramente una serata interessante e proficua: molti sono stati coloro che hanno chiesto informazioni su come e dove iscriversi all’AIDO: è quanto serve per non perdere il Centro trapianti e non ridare vita a quell’”emigrazione sanitaria” che vede tanti malati spostarsi al Nord.


Pagina 9 - Anno XIV N. 321 (13) 15 - 07 - 2012

di Francesco Brescia Una città che, sotto il profilo sportivo, ha goduto di una bella vittoria finale deve molto a una intera squadra che porta il suo nome (Sportilia Volley Bisceglie) e, a maggior ragione alla sua capitana.

“ E U RO P E A N AWA R E N E S S DAY S ”

GIORNATA CONCLUSIVA: DAGLI ALUNNI DELLE SCUOLE BISCEGLIESI UN MESSAGGIO ED UN ESEMPIO SULLA MOBILITÀ SOSTENIBILE.

L

a g i o r n at a c o n c l u s i va d e l l a manifestazione “European Awareness Days” – Giornate di consapevolezza europea, si è aperta con l’evento “Tutti in Risciò e Bici” sul tema della mobilità sostenibile. Una carovana colorata di ciclisti di tutte le età partendo dall’Ites “Dell’Olio” la scuola capofila della manifestazione, ha percorso la litoranea sino a raggiungere l’Anfiteatro Mediterraneo per lanciare un messaggio di sensibilizzazione sulla mobilità sostenibile. Tra i ciclisti ha partecipato alla pedalata

TENACIA E PASSIONE, DUE BELLISSIME DOTI DI ANTONELLA TODISCO «I

l segreto del successo non è altro che tanto lavoro. Il talento aiuta ma è l'impegno l'elemento principale. Il fattore 'x' è costituito semplicemente dalla voglia di scendere in campo con grinta e con voglia di confrontarsi con le avversarie e di migliorarsi». Spiegava così Antonella Todisco, nella puntata di domenica 1° aprile 2012 di “Cosa Succede in Città” (Radio Centro Stereo), la grande abilità della Sportilia Volley Bisceglie di inanellare una vittoria dopo l'altra nello scorso campionato terminato con la riconquista delle Serie C. In effetti tra le doti straordinarie della capitana Todisco ci sono sicuramente tenacia e passione. Tenacia nel rimanere concentrati, nell'arrivare lucidi alla meta. Passione nei confronti di una disciplina sportiva, la pallavolo, che significa crescita, confronto. Ma non è di sola tenacia e di sola passione che intendo discutere in questo ottavo appuntamento con la rubrica “Giovani Talenti Pugliesi” ma di umiltà e bellezza. Si, umiltà e bellezza. La prima, come dimostra la storia dello sport mondiale, è la compagna di viaggio inscindibile di un atleta che consente di ottenere risultati molto più che appaganti, eccezionali direi (“Ambiziosi ma umili” come invitano a essere il coach Nuzzi e il presidente Grammatica). Una dote che permette, pur volando alto nei numeri e nei successi, di restare saldamente ancorati a terra con maturità e consapevolezza che molto si è riusciti a fare grazie all'allenamento e alla forza di volontà, ma che molto ancora si può fare per continuare a crescere e a sfiorare quella perfezione che, certo, non esiste in termini assoluti ma che Antonella ha già mostrato di poter toccare anziché sfiorare.

E poi c'è la bellezza come concetto non solo estetico ma intellettuale, umano e anche sportivo. Non mi perderò in perifrasi morbosamente pedanti: mi limiterò semplicemente a dire che, in tutti i campi elencati, la bellezza e la bellezza intellettuale (lucidità e concentrazione costanti e capacità di tenere compatta e di motivare tutta la squadra) e la bellezza umana (molto di più di 'una bella persona'. Una 'persona completa', direi) e la bellezza sportiva (quella bellezza in termini di bei risultati raggiunti attraverso abilità tecnica e bel gioco) sono caratteristiche che Antonella Todisco forse non sa di detenere (o lo sa, ma l'umiltà detta regole ben precise) ma che la rendono sicuramente uno dei talenti maggiormente rilevanti del panorama sportivo regionale. All'intera squadra e, dunque, alla sua capitana (non capisco perché la nostra società esageratamente maschilista imponga di dire 'capitano', 'assessore', 'ministro', sindaco': se esistono i femminili dei sostantivi, è giusto adoperarli!) non possiamo che augurare di continuare lungo la strada della bellezza. Sono tante le vicissitudini quotidiane che, ahimé, non hanno proprio nulla a che vedere con la bellezza e per questo che ho inteso 'parlare' di Antonella, perché fa parte di quelle situazioni, di quelle realtà che, in contesti bui illuminano, danno speranza e accendono l'entusiasmo e, nei contesti già gaudenti, non fanno altro che accentuare le belle emozioni, il sorriso, la voglia di mettersi in gioco e, se possibile, di vincere. E una città che, sotto il profilo sportivo, ha anche goduto di una bella (perdonate la reiterazione del concetto) vittoria finale deve molto a una intera squadra che porta, ça va sans dire, il suo nome (giusto per ricordarlo: Sportilia Volley Bisceglie) e, a maggior ragione alla sua capitana.

il sindaco di Bisceglie Francesco Spina che nei pressi dell’Infopoint sulla mobilità sostenibile allestito dagli alunni, ha espresso il proprio compiacimento per la coesione della comunità scolastica biscegliese che ha voluto condividere un evento dall’alto valore culturale ed ambientale. «La scelta e lo sviluppo di una mobilità sostenibile – ha dichiarato il sindaco rappresentano l’unica prospettiva di progresso civile della comunità atteso che i temi ambientali e della tutela della salute suggeriscono l’unica via percorribile per assicurare un futuro di salute e vivibilità alle nuove generazioni. Dagli alunni delle nostre scuole parte oggi un

messaggio ed un esempio di grande civiltà che spero abbia un forte impatto sull’intera comunità biscegliese».


Pagina 10 - Anno XIV N. 321 (13) 15 - 07 - 2012

Il Ministero delle Infrastrutture, tramite il Provveditorato per le Opere Pubbliche di Puglia e Basilicata, ha assicurato al Comune di Bisceglie 370 mila Euro per interventi straordinari ed urgenti sul patrimonio scolastico cittadino.

ALTRI 370 MILA EURO PER LE SCUOLE BISCEGLIESI N

ei giorni scorsi con nota del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, Provveditorato Interregionale per le Opere Pubbliche della Puglia e Basilicata, indirizzata al Sindaco dell‘Amministrazione Comunale di Bisceglie, è stata comunicata la concessione di un ulteriore finanziamento pari a 368.440,00 euro inseriti nel “Programma straordinario di interventi urgenti sul patrimonio scolastico finalizzati alla prevenzione e alla riduzione del rischio connesso alla vulnerabilità degli elementi, anche non strutturali, degli edifici scolastici”. Nello specifico esso sarà destinato per interventi nei seguenti istituti scolastici: • 4^ Circolo Didattico “Don P.le. Uva” via Corte Preziosa 63.790,00 euro • 2^ Circolo Didattico “Prof. Arc. Caputi” via XXV Aprile 63.790,00 euro • Scuola Media Statale “G. Ferraris” via Pozzo Marrone 65.100,00

SINDACATO TABACCAI, NICOLA AMORUSO RAPPRESENTANTE PROVINCIALE B.A.T.

N

icola Amoruso, titolare della Riv. N. 8 di Bisceglie, in Via A. De Gasperi, è il nuovo rappresentante Provinciale B.A.T. del Sindacato Tabaccai e Ricevitori Sportivi. La nomina è giunta insieme al rinnovo di altre cariche sindacali in diverse province italiane. Sono tante le sfide a cui sono chiamati i nuovi rappresentanti sindacali del S.T.S.: dagli adempimenti per gli apparecchi da intrattenimento, agli aggiornamenti delle autorizzazioni, all’ampliamento della rete di raccolta delle scommesse. A Nicola i più sinceri auguri dalla nostra Redazione.

euro • S c u o l a M e d i a S t at a l e “ R . Monterisi” viale Calace 175.760,00 euro Questo nuovo finanziamento si somma a quello di 600 mila euro destinato ad interventi in altre scuole cittadine che sono in fase di realizzazione: • 1^ Circolo Didattico “E. De Amicis” via Lancellotti 50.000,00 euro • 2^ Circolo Didattico “Prof. Arc. Caputi” via M. di Via Fani 100.000,00 euro • 2^ Circolo Didattico “Prof. Arc. Caputi” via XXV Aprile 150.000,00 euro • 4^ Circolo Didattico “Don P.le. Uva” via Salnitro 100.000,00 euro • Scuola Media Statale “C. Battisti” via Pozzo Marrone 100.000,00 euro • S c u o l a M e d i a S t at a l e “ R . Monterisi” viale Calace 100.000,00 euro Dunque l’Amministrazione Comunale e s e g u i r à l avo r i d i m a n u t e n z i o n e straordinaria delle strutture e degli impianti delle scuole cittadine per 1 milione di euro consentendo agli alunni e a tutti gli operatori scolastici di vivere in ambienti più sani, più sicuri e più vivibili.

RESTITUITA A CARRARA SALSELLO UNA VIABILITA’ DECOROSA di Nunzia Palmiotti

D

a moltissimi anni “Carrara Salsello” giaceva in totale abbandono, come manutenzione. Il manto stradale era ridotto in pessimo stato di conservazione. Buche o fossi si alternavano lungo il percorso della via, creando impedimenti alla circolazione dei veicoli e al transito dei pedoni. D’inverno si creavano impaludamenti di acqua piovana. Su celere intervento del Sindaco av v. Fr a n c e s c o S p i n a , l a s t r a d a , i m p o r t a n t e z o n a paesaggistica per le numerose dimore storiche ottocentesche (Villa Ida, Villa Albrizio, Villa Capurso, Ventura) e moderne, è stata restituita al decoro cittadino. I concittadini, i villeggianti ringraziano il primo cittadino. Il sindaco Spina è come don Umberto Paternostro, che si recava sui cantieri comunali, per osservare i lavori de visu.


Pagina 11 - Anno XIV N. 321 (13) 15 - 07 - 2012

2.3 milioni di euro al GAC (Gruppo di Azione Costiera di Bisceglie - MolfettaGiovinazzo)

FINANZIAMENTI PER LA PESCA AL G.A.C. I

n un momento di crisi economica, Bisceglie continua a conseguire preziosi finanziamenti per il lavoro e le attività produttive della Città. Dopo il GAL “Ponte Lama” (Ag ricoltura) ammesso a finanziamenti per circa 10 milioni di euro, anche il GAC (Pesca) di B i s c e g l i e, M o l f e t t a e Giovinazzo collocandosi al 5° posto nella graduatoria del relativo bando della Regione Puglia, riceve un prezioso contributo per tutte le attività collegate al

TRIVELLAZIONI PETROLIFERE IN ADRIATICO: IL “NO” DEL SEN. AMORUSO

ULTIM’ORA: VINCENZO

VALENTE (PUGLIA PRIMA DI TUTTO) PRESIDENTE DEL CONSIGLIO PROVINCIALE B.A.T.

A

FRANCESCO AMORUSO (PDL): «PUGLIA, NO ALLE TRIVELLAZIONI SELVAGGE»

«L

a notizie di nuovi permessi per le trivellazioni in mare che il Ministero dello sviluppo economico avrebbe concesso ad alcuni soggetti già peraltro attivi da tempo al largo delle coste pugliesi non può che suscitare apprensione». Lo afferma in una nota il coordinatore regionale del PDL Puglia, sen. Francesco Amoruso, nel presentare un’interrogazione al governo. «Il tema della tutela delle preziose acque pugliesi (non solo al largo della Bat, m a a n c h e n e i t r at t i d i m a r e c h e costeggiano autentici gioielli naturalistici e ambientali come le Isole Tremiti, il Gargano e la costa salentina) è di tale riconosciuta importanza che su di esso, lo scorso 21 gennaio, si realizzò un significativo consenso trasversale a tutti i partiti politici grazie a una grande manifestazione contro le “trivellazioni selvagge” nella città di Monopoli», aggiunge il parlamentare. «Quell’esperienza - continua Amoruso - dovrebbe far riflettere il governo sulle modalità di attuazione dei progetti di ricerca di risorse off-shore nel senso di trovare modalità più compatibili con la difesa dell’ambiente, del paesaggio e del turismo, il quale rappresenta una voce sempre più fondamentale per l’economia dell’intera Puglia».

settore della pesca di 2,3 milioni di euro, attestato con deter minazione del Dirigente Regionale settore Pesca del 21/ 6/2012 n.92. «Bisceglie si conferma leader in Puglia nell’ottenere finanziamenti, definendo partnership forti e partecipando in maniera efficace a Bandi regionali e nazionali. – ha commentato il sindaco Francesco Spina - I pescatori biscegliesi dopo la storica realizzazione della “Diga di Levante” in fase di ultimazione, che metterà in protezione le loro barche e il nostro porto, godranno di altri preziosi finanziamenti per sostenere le loro attività e il loro lavoro».

«La concretezza di tali preoccupazioni è stato peraltro dimostrata concretamente d a l l ' A s s e m bl e a Pa r l a m e n t a r e d e l Mediterraneo, l'organismo internazionale con i rappresentanti dei Parlamenti europei, nordafricani, mediorientali e balcanici di cui sono vicepresidente, che nell’ultima riunione plenaria ha approvato un r appor to proprio sulla tutela ambientale dei nostri mari», conclude il senatore del PDL.

ll’indomani della elezione di Vincenzo Valente a Presidente del Consiglio Provinciale d e l l a B AT, v o t a t o all’unanimità dai consiglieri provinciali, il segretario provinciale della “Puglia Prima di Tutto”, avv. Francesco Spina, ha espresso il proprio compiacimento per l’ennesimo risultato positivo di un rappresentante del partito nella BAT, a coronamento dei brillanti risultati ottenuti nelle scorse elezioni amministrative a Canosa, a San Ferdinando, con la candidatura a sindaco di Salvatore Puttilli, e a Trani dove Gigi Riserbato è stato eletto sindaco della città capoluogo. «Un grande radicamento nel nostro territorio e un proficuo lavoro di squadra hanno consentito anche quest’anno alla “Puglia Prima di Tutto” di confermarsi come sicuro punto di riferimento nella BAT e ai nostri rappresentanti di essere eletti per assolvere a funzioni pubbliche nell’interesse supremo delle nostre comunità» - Ha dichiarato il segretario Spina.


Pagina 12 - Anno XIV N. 321 (13) 15 - 07 - 2012

Il Comune decurta il corrispettivo di Giugno alla Camassaambiente, per carenze nel servizio di igiene urbana. La decisione maturata in seguito alle numerose denunce pervenute dai cittadini ed ai controlli effettuati dal Comune.

O

ggetto: Affidamento temporaneo servizi di igiene urbana mese di giugno 2012 – Comunicazioni decurtazioni sul corrispettivo per i servizi resi a fronte del provvedimenti D.D. n. 58 del 01.06.2012 In data 30.06.2012 è stata acquisita agli atti di questo Comune la vs fattura n. 56 relativa al corrispettivo da versare a codesta spett.le Società per l’esecuzione dei servizi di igiene urbana per il periodo 01 Giugno 2012 – 30 Giugno 2012, per un importo di Euro 349.161,77 IVA inclusa, in merito alla quale si ritiene di dover formulare le osservazioni che di seguito si espongono. Con determinazione dirigenziale n.58 del 01.06.2012 della Ripartizione Sicurezza AA.PP. Ambiente-Igiene e Sanità veniva disposta la prosecuzione, a carico della Camassambiente spa e per il periodo 01 Giugno – 30 Giugno c.a., della gestione del servizio di igiene urbana già alla stessa affidata con determinazione n.51 del 30.04.2012 e giunta a scadenza il 31.05.2012. Nella richiamata determinazione n.58 si evidenziava che la predetta gestione, sia pure provvisoria e temporanea, non potesse discostarsi dai contenuti propri del progetto offerto in sede di gara dalla Intini Source spa e trasferito alla Camassambiente spa per effetto dell’intervenuto contratto di cessione di ramo d’azienda in favore di quest’ultima. Nella medesima determinazione venivano inoltre richiamati esplicitamente sia il capitolato speciale di appalto facente par te degli atti di gar a di cui alla determinazione n.44 del 30.06.2011, sia il progetto-offerta presentato dalla Intini Source spa e si precisava che, pur non

I G I E N E U R B A NA : L A CAMASSAMBIENTE NON PULISCE BENE, IL COMUNE PAG A M E N O. . . essendo ipotizzabile la concretizzazione immediata del complesso degli investimenti previsti dal progetto tecnico dei servizi, il corrispettivo mensile di aggiudicazione di • 346.758,68 IVA inclusa avrebbe dovuto consentire un progressivo a d at t a m e n t o d e l s e r v i z i o a l l e condizioni di riferimento del progetto di gara. In data 16.07.2012 si è peraltro proceduto con la formalizzazione del contratto di servizio tra Comune di Bisceglie e Camassambiente spa per il periodo 01.06.2012 – 31.07.2012, che conferma e ribadisce le condizioni di esecuzione di cui alla determinazione n.58 del 01.06.2012. Rispetto al quadro documentale appena delineato e agli obiettivi di servizio allo stesso correlati sono state rilevate dai competenti organi di controllo comunali, nel mese di Giugno, diverse e ripetute carenze nell’espletamento delle attività oggetto dell’affidamento, prontamente segnalate a codesta spett.le Società sia verbalmente, sia mediante atti formali (si vedano le comunicazioni di questa Ripartizione del 08.06.2012 e del 12.06.2012 alla Camassambiente nonché il verbale di verifica del 21.06.2012 e l’Ordinanza Sindacale n.138 del 15.06.2012). Inoltre, numerose segnalazioni di doglianze degli utenti in merito al servizio di raccolta dei rifiuti sono pervenute da una pluralità di cittadini presso il servizio ambiente di questo Ente. Nel mese di giugno è stato affisso per le vie della città un manifesto del Partito dei Comunisti Italiani – capogruppo consiliare - On. Avv. Francesco Napoletano, con cui si denunciavano gravi disservizi del servizio igiene urbana. Anche nel mese corrente continuano ad essere sollevate lamentele sulla raccolta di rifiuti anche da parte di componenti del consiglio comunale (vedasi l’articolo pubblicato sul sito internet www.bisceglietv.it dal consigliere del Partito Democratico dott. Angelantonio Angarano) Vi è poi da evidenziare che nessuna modifica del servizio, in senso evolutivo rispetto alle condizioni di espletamento concretizzatesi sino al 31.05.2012, sembra aver trovato attuazione nel mese di Giugno; in particolare, con riferimento al capitolato speciale d’appalto e al progetto dei servizi della Intini Source spa, sono palesemente ancora non avviati i seguenti servizi: raccolta porta a porta nel centro storico per i rifiuti differenziati e indifferenziati progetto pilota per la raccolta della

frazione umida (da svolgere con mezzi e attrezzature comunali già disponibili) r accolta di prossimità della frazione cellulosica da utenze domestiche (raccolta congiunta) in tutta l’area urbana raccolta degli indumenti usati e degli oli esausti vegetali realizzazione di postazioni di raccolta “integ rata” per le utenze domestiche e non domestiche raccolta di prossimità nell’area urbana “esterna” per le utenze domestiche potenziamento della dotazione di contenitori di raccolta (+20% rispetto alla situazione minima di capitolato) su tutto il territorio comunale manutenzione delle attrezzature di raccolta attività informative, promozionali ed educative per l’incremento dei livelli di raccolta differenziata. Si rileva altresì che in data 13.07.2012, preliminarmente alla sottoscrizione del contratto di cui sopra con nota anticipata a mezzo fax, si è rappresentato a questa Amministrazione Comunale che la V.stra società avrebbe sostenuto, per i servizi effettuati nel mese di giugno, oneri finanziari superiori rispetto a quelli previsti nella determinazione dirigenziale n.58 del 01.06.2012. Nel contestare le argomentazioni esposte nella suddetta nota ed alla luce delle considerazioni sopra esposte, si ritiene opportuno, come peraltro già ventilato nelle note del 08.06.2012 e del 12.06.2012 ed a tutela degli interessi dell’Amministrazione Comunale e della collettività dalla stessa r a p p r e s e n t at a , a p p l i c a r e, i n p r i m a deter minazione, una decurtazione cautelativa del 10% sulla rimessa del canone di servizio di cui alla vs fattura n.56 sopra richiamata, in attesa che siano svolti, anche congiuntamente, gli approfondimenti e le opportune valutazioni tecniche tese a determinare il valore economico delle prestazioni effettivamente rese nel periodo in esame. Distinti saluti Il Dirigente Dott. Michele Dell’Olio


Pagina 13 - Anno XIV N. 321 (13) 15 - 07 - 2012

C

onoscere alcuni personaggi illustri, associati a luoghi o palazzi di un tempo, nei racconti legati ai loro scritti come Pompeo Sarnelli ed il Museo Diocesano, ha costituito il filo conduttore del progetto: “ Ti racconto..dalle storie al territorio” dell’area 3, incentrato sulla “Posilicheata”. L’esito finale ha registrato come atto conclusivo l’ organizzazione di una visita guidata al Museo Diocesano, avvenuta il 16 maggio scorso, delle F. S. area3, Lina De Feudis e Violetta Giacomino, alle quali si sono associate le insegnanti di Scuola dell’Infanzia del Plesso di Via Fani con le referenti Anna Petruzzella e Floriana Di Corato del progetto “ Strada facendo …scopro la città”. La condivisione di intenti ha coinvolto cento bambini, affiancati da genitori e docenti, condotti in visita al Museo grazie alla collaborazione con l’Amministrazione Comunale, nella persona del Sindaco Francesco Spina, che con attenta sensibilità ci ha permesso di usufruire di un mezzo pubblico di trasporto gratuito per circa cinquanta bambini della Scuola dell’Infanzia, e l’accompagnamento a piedi di due classi seconde di Scuola Primaria con un vigile urbano, creando le condizioni per assicurare agli alunni la fattibilità in toto della visita al Museo, L’intuizione da parte del Direttore del Museo Diocesano, Giacinto La Notte, che ha curato con i suoi validi collaboratori, Irene Frisari e la Prof.ssa Marcella Di Gregorio, un programma ben dettagliato ed esaustivo, illustrato in un incontro antecedente alla data della visita, allo staff organizzativo valutando insieme criteri, orari, argomenti significativi da trattare: la storia (breve biografia del vescovo sino alla nomina e valorizzazione delle memorie) e prima storia di Bisceglie nel ‘600; storia dei santi/ la peste/ il voto e il sepolcro dei vescovi; l’arte e oggetti esposti (ritratti/teche con disegni dell’ordinazione); libri di Sarnelli, la statua di S. Mauro, l’eredità di Sarnelli; letture dal Bestiarum Schola e visita alla cripta della Cattedrale. E’ palese che la Dirigente, Maria Rosaria Pugliese, ha condiviso la fase organizzativa con il supporto della segreteria per gli atti burocratici formali. Un doveroso ringraziamento alla grande disponibilità e premura del signor Antonio Ricchiuti, direttore dell’Ufficio Autolinee Urbane di Bisceglie, in pensione da luglio, all’ autista Lino Maffei, attento e sensibile con i bambini, all’impiegata del Comune, Daniela Cavaliere, che un giorno prima della visita, ci ha messo in contatto con il signor Ricchiuti , per ultimi ragguagli organizzativi. L’alta professionalità e competenza, unite al grande spessore umano e culturale del Direttore del Museo Diocesano: Giacinto La Notte, di Irene Frisari, della Prof.ssa Marcella Di Gregorio, si è tradotta i n u n ’ a c c og l i e n z a d i s t r a o r d i n a r i a disponibilità e pazienza, entusiasmando i

LE SCOLARESCHE DEL 2° CIRCOLO IN VISITA AL MUSEO DIOCESANO

nostri alunni, conducendoli per mano in un portale del tempo, in un museo di rara bellezza e autenticità storica, che va sostenuto, come gioiello incredibile del nostro patrimonio culturale . Quest’ evento ha reso visibile ai genitori e ai bambini la fruizione di un museo importante di storia locale, che non avevano mai visitato, suscitando interesse e curiosità. Un ring raziamento vivissimo a Francesco Massimiliano, Presidente dell’Associazione Pompeo Sarnelli per averci onorato con la sua graditissima presenza, al Presidente della Proloco Vincenzo De Feudis, a Giacinto La Notte e a Irene Frisari, il 7 giugno scorso, ospiti d’eccezione all’omaggio reso a Pompeo Sarnelli con la messa in scena de “ L a G a l l i n e l l a ” , t r at t a d a l l a “Posilicheata” presso la palestra del Don T. Bello a Bisceglie, curata dalle classi seconde di Scuola Primaria e dei cinquenni della sezione D Scuola dell’Infanzia, sotto la regia del team docenti: Lina De Feudis e Violetta Giacomino, Dora Cataldi, Caterina Vercellini, con l’ausilio tecnico del collaboratore scolastico, Franco Ferrante, per l’impianto stereo e microfoni. Gli alunni nel corso dell’anno, hanno letto, ascoltato, compreso, poi interpretato

con dedizione, una fiaba che li ha divertiti ed entusiasmati, impregnati di belle emozioni positive. Emozioni che hanno commosso Francesco Massimiliano, che ne ha intuito il valore educativo e culturale del loro impegno profuso sulla figura dell’eclettico Vescovo Pompeo Sarnelli, attraverso la scoperta delle sue fiabe, cogliendo l’occasione per parlare ai genitori dell’Associazione Pompeo Sar nelli, condividendo il suo apprezzamento per il lavoro svolto, insieme al direttore del Museo, Giacinto La Notte e al presidente della Proloco, Enzo De Feudis, coinvolti anche nella consegna dei diplomi ad un gruppo di alunni. E come non ricordare Mons. Giovan Battista Pichierri, Arcivescovo di Trani Barletta - Bisceglie titolare di Nazareth che ha scritto: «Se il tempo tende a coprire con la polvere dell’oblio ogni ricordo delle umane vicende, tocca ai posteri conservare le memorie di un passato che appartiene all’intera collettività, poiché la collaborazione delle scuole di ogni ordine e grado, serve a diffondere soprattutto tra i più giovani la conoscenza di un patrimonio culturale di Fede e di Arte di cui essi possono essere orgogliosi».

RINGRAZIAMENTO AL SINDACO, FRANCESCO SPINA DEL 2° CIRCOLO DI BISCEGLIE Vincenzo De Feudis, a Irene Frisari, La Prof.ssa Maria Rosaria Pugliese, Dirigente Scolastico del 2° Circolo di Bisceglie rivolge “Un doveroso ringraziamento a nome del nostro Circolo e dei genitori, per aver accolto celermente le richieste relative all’organizzazione della visita al Museo Diocesano, inerente la messa a disposizione a titolo gratuito di un mezzo di trasporto per cinquanta cinquenni della Scuola dell’Infanzia, di un vigile urbano che ha accompagnato l’altro gruppo di alunni a piedi per arrivare al Museo, nonché a tutte quelle figure coinvolte: a Giacinto La Notte, Direttore del Museo Diocesano, a Irene Frisari, alla Prof.ssa Marcella di Gregorio, al dirigente dell’ufficio autolinee urbane, Antonio Ricchiuti, all’autista Lino Maffei,ai graditi ospiti, Francesco Massimiliano, Presidente Associazione Pompeo Sarnelli, al Presidente della Proloco

onorandoci della loro presenza, nonché per l’accoglienza riservata alle insegnanti delegate come staff organizzativo e alle scolaresche del nostro Circolo. Un premuroso ringraziamento mi sembra doveroso a quanti hanno reso possibile e fattibile quest’iniziativa positiva. Ancora una volta, il Primo Cittadino, Francesco Spina, ha palesato un segnale tangibile di attenzione e di sensibilità verso i bambini al centro di ogni azione educativa nelle scuole, che testimonia la corresponsabilità condivisa sul territorio di forti figure di riferimento che in una comunione di intenti, recepiscono le istanze nel nome della cultura, da trasmettere ai nostri futuri cittadini. Colgo l’occasione per rinnovare il mio sentito grazie perché tale collaborazione possa produrre altri risultati positivi per tutti. Prof.ssa Maria Rosaria Pugliese, Dirigente del 2° Circolo Di Bisceglie.


Pagina 14 - Anno XIV N. 321 (13) 15 - 07 - 2012


Pagina 15 - Anno XIV N. 321 (13) 15 - 07 - 2012

Bollettino Informativo a cura dell'Ufficio Stampa dell'Associazione Commercianti BISCEGLIE A N N O X I - N . 1 3/ 2 0 1 2 www.confcommerciobisceglie.it

PREZZI IN V E T R I NA : L A PUGLIA SI ALLINEA ALLA N O R M AT I VA NA Z I O NA L E A seguito dei controlli

sull’esposizione dei prezzi nelle oreficerie, da parte delle autorità, nei principali capoluoghi di provincia della Puglia, la Confcommercio regionale, su sollecitazione del Presidente di Assoro Confcommercio Provinciale Giuseppe Aquilino, ha richiesto ai competenti uffici della regione Puglia chiarimenti in merito. La risposta non si è fatta attendere e sulla base della circolare n. 3467/C emanata dal Ministero dell’Industria il 28 maggio 1999, in risposta ad un quesito della Fe d e ra z i o n e N a z i o n a l e Dettaglianti Orafi, viene consentito apporre sul singolo prodotto realizzato in metallo prezioso un cartellino prezzi, recante l’indicazione del prezzo per esteso, visibile dall’interno e non dall’esterno del negozio, purchè gli stessi siano ben collegati agli oggetti. In alternativa è possibile apporre un cartello prezzi, per ogni singolo prodotto.

BOLKESTEIN, PARTITA CHIUSA CON IL COMMERCIO AMBULANTE Anzianità primo criterio per il rinnovo delle licenze. Nazzarini, presidente regionale FIVA Confcommercio: «Le modalità, finalmente stabilite, non vanificano gli investimenti effettuati dagli operatori ambulanti e danno la giusta importanza all’esperienza professionale». Per il rilascio e il rinnovo delle licenze degli ambulanti, la professionalità, valutabile in base all’anzianità di servizio, torna al primo posto. Con la firma dell’Intesa in sede di Conferenza Unificata le licenze avranno una durata prefissata (minimo novennale) stabilita dai Comuni; in via transitoria, le concessioni in essere di mercati e fiere vengono automaticamente prorogate con diverse modalità applicative e andranno a decadere nel 2017; infine, le procedure di selezione che dovranno essere effettuate dopo l’esaurimento della fase transitoria dovranno basarsi su taluni criteri di priorità, il primo dei quali è un mix fra anzianità di esercizio dell’impresa e l’anzianità di posteggio maturata dal concorrente alla selezione: non sono previsti aste o bandi fondati sul criterio del vantaggio economico. Visibilmente soddisfatto Andrea Nazzarini: «E’ il risultato che ci aspettavamo e che ci conforta. Le modalità, finalmente stabilite, non vanificano gli investimenti effettuati dagli operatori ambulanti e danno la giusta importanza all’esperienza professionale di ciascuno, che diventa primo criterio per il rinnovo delle licenze. Con queste certezze, credo che anche i nostri mercati guadagneranno in qualità».

VIA AI SALDI, PARTENZA SOTTOTONO ANCHE A BISCEGLIE S

aldi estivi al via, al via, sì, ma in sordina: un primo bilancio vede poche file davanti alle vetrine, complice a n c h e i l c a l d o a f r i c a n o e, soprattutto, la crisi che morde il budget delle famiglie. La crisi economica aveva già dato qualche sentore sul flop dei saldi estivi e del conseguente caldo delle vendite. Il dato è confermato da un sondaggio di C o n f c o m m e r c i o B i s c e g l i e, effettuato presso un congruo numero di negozi di abbigliamento, calzature e pelletteria Analizzando le risposte dei commercianti sui primi giorni dei saldi è emerso in assoluto il dato del decremento degli affari rispetto ai saldi estivi 2011. Si vendono soprattutto capi di abbigliamento leggeri, t-shirt, maglie, jeans, polo, calzature sportive, pochi abiti, con una eccezione per quelli da cerimonia. Molti commercianti sono convinti che il prolungarsi dell'interesse dei saldi è meno accelerato nei primi giorni. In ogni

caso, l'attenzione dei clienti si è concentrata soprattutto su prodotti di qualità medio/bassa, sia per quanto riguarda l'abbigliamento, sia per quanto riguarda le calzature e gli accessori. «Siamo in recessione a f f e r m a L e o C a r r i e ra - e l'andamento iniziale dei saldi estivi conferma le nostre preoccupazioni a causa anche delle liberalizzazioni e del susseguirsi nel corso dell'anno delle vendite promozionali, fattori che incidono sul comportamento di acquisto dei clienti. Dall'altro lato la situazione economica delle famiglie tende progressivamente a peggiorare. Con pochi soldi in tasca è difficile aumentare i consumi e l'attenzione anche alle piccole spese è ormai una consuetudine di gran parte della clientela. Le politiche di tagli e tasse, senza nessuna attenzione allo sviluppo, comprimono i consumi e deprimono le possibilità di crescita delle imprese».

STUDI DI SETTORE: VERSAMENTO SENZA SANZIONI ENTRO IL 20 AGOSTO L’Agenzia delle Entrate ha reso noto sul lavoro di chi attende all’assistenza fiscale

che i soggetti che applicano gli studi di settore e che ritengono opportuno adeguarsi ai ricavi od ai compensi stimati sulla base della versione 1.0.2 di GERICO (sempre che gli stessi siano diversi da quelli calcolati con la versione 1.0.1), potranno farlo versando le maggiori imposte dovute per adeguamento, entro il termine del 20 agosto 2 0 1 2 , s e n z a i l p a ga m e n t o della maggiorazione dello 0,40% a titolo di interesse corrispettivo. L’Amministrazione finanziaria risponde così alle numerose sollecitazioni, tra cui anche quella di “R.ETE. Imprese Italia” che aveva rilevato come - nonostante la proroga per i pagamenti risultanti dalle dichiarazioni dei redditi - la scadenza dei termini di versamento al 9 luglio scorso, senza maggiorazione dello 0,4%, sia avvenuta all’insegna della massima incertezza. Ad oggi, infatti, non si conosce ancora la circolare esplicativa delle modifiche apportate agli studi di settore applicabili per il 2011, e, soprattutto, pesa

il tardivo rilascio del programma di calcolo GERICO 2012, avvenuto, ricordiamo, solo lo scorso 18 giugno, a cui sono seguiti due aggiornamenti del programma, l’ultimo dei quali, il 5 luglio scorso. Al riguardo, l’Agenzia delle Entrate ricorda che oltre ai diversi e rilevanti interventi modificativi degli studi di settore, in particolare la “revisione congiunturale speciale”, approvata con il Decreto ministeriale del 13 giugno 2012, sono stati individuati malfunzionamenti del software che hanno reso necessaria la ripubblicazione di GERICO in data 5 luglio 2012 (versione 1.0.2). In considerazione di ciò, nel Comunicato dell’Agenzia delle Entrate si precisa che la possibilità per i predetti soggetti di effettuare il versamento entro il prossimo 20 agosto senza applicazioni di sanzioni, “è ammessa sulla base dei principi di collaborazione e di buona fede previsti dallo Statuto dei diritti del contribuente”. Comunicato stampa dell’Agenzia delle Entrate del 10 luglio 2012


Pagina 16 - Anno XIV N. 321 (13) 15 - 07 - 2012

AUTOSILO SOTTERRANEO AL PALAZZUOLO: UNA FOLLIA

L

eggo che tra i progetti dell’Amministrazione comunale ci sarebbe la realizzazione di un parcheggio sotterraneo nel cuore della città: al Palazzuolo! Spero solo che la notizia sia l’effetto di un colpo di calore di questa calda stagione, messa in giro per saggiare le nostre reazioni. Ho letto le motivazioni: incrementare il turismo e lo shopping. Ancora più assurde! Penso che da parte di tutti noi sia doveroso far conoscere la nostra opinione, a meno che… i giochi siano già fatti. In questo caso ci troveremmo come di fronte alla TAV della Valsusa, dove non si possono più tirare indietro perché hanno già assegnato gli appalti. Analizziamo, invece, i motivi che devono impedire questo probabile scempio. Si può immaginare un autosilo al Colosseo o sotto l’Altare della Patria? Fatte le dovute proporzioni, costruire un autosilo al Palazzuolo significherebbe offendere il luogo simbolo della nostra città. L’architettura della nostra piazza principale è già stata alterata da quegli orribili palazzoni che ne hanno sfregiato la sua armonia; vogliamo essere gli eredi di quegli sciocchi amministratori e costruttori che anni addietro hanno venduto la storia della città badando solo agli interessi

di bottega? Spero proprio di no. Le motivazioni sono pretestuose, inaccettabili e lo spiego subito. Turismo: Vogliamo incrementarlo? Cominciamo ad insegnare fin dall’inizio dell’età scolare come ci si comporta per strada, il rispetto dei beni pubblici, dei monumenti, l’importanza di non sporcare la città, le spiagge, di raccogliere i rifiuti differenziandoli. Gli amministratori, dal canto loro, offrano servizi efficienti, curino maggiormente l’igiene della città, della litoranea, possibilmente tutto l’anno, senza doversi sistematicamente affidare al volontariato che, per nostra fortuna, spesso assicura gratuitamente servizi che altri non garantiscono a pagamento. Shopping: mi domando perché in alcune città del Sud, come Bisceglie, i commercianti siano ancora convinti che per avere successo il loro esercizio debba essere nel cuore del caos. Eppure non mancano esempi contrari. A Bari, in alcune strade, (via Sparano, via Argiro, via Manzoni) da quando sono isole pedonali si spende meglio, con più serenità, senza l’assillo dell’auto in doppia fila o in divieto di sosta. Dobbiamo educare i biscegliesi a camminare, a spostarsi su due ruote anziché su quattro, a ricordare con una adeguata campagna pubblicitaria che L’AUTO IN CENTRO E’ OUT, cioè è fuori da ogni logica, perché inquina, stressa, non accorcia i tempi di percorrenza, incide sui suoi costi di manutenzione. Ma forse pretendo troppo dai miei concittadini, vivo su un altro pianeta. E’ vero, la periferia si è estesa e la frequenza di passaggio dei mezzi pubblici si addice solo a pensionati senza tempo. Ma il rimedio non può essere un mega parcheggio nel cuore della città. Si creerebbe un effetto “imbuto” con un maggior numero di auto,

ODIO GLI INDIFFERENTI I

commenti che si stanno intrecciando sul caso della Casa della Divina Provvidenza di Bisceglie sono in qualche misura il riflesso della "cattiva coscienza". Ho voluto intitolare questo mio pezzo perchè odio gli indifferenti. Ma di brutto !!.. Credetemi!!... Credo come Federico Hebbel che "vivere vuole dire essere partigiani", cioè non possono esistere i solamente uomini, gli estranei alla città. Indifferenza è abulia, è parassitismo, è vigliaccheria, non è vita. Perciò odio gli indifferenti (e i lettori avranno certamente capito a chi mi riferisco!!...). L'indifferenza è il peso morto della storia. E' la palla di piombo per il novatore, è la materia inerte in cui spesso affogano gli entusiasmi più splendenti, è la palude che recinge la vecchia città e la difende meglio

delle mura più salde, perchè inghiottisce nei suoi gorghi limosi questi padri di famiglia, questi lavoratori, decimandoli, scorandoli e facendo perdere loro ogni speranza di "salvezza". L'indifferenza opera potentemente nella storia. Opera passivamente, ma opera. E' la fatalità; è ciò su cui non si può contare; è ciò che sconvolge i piani meglio costrutti; è la materia bruta che si ribella all'intelligenza e la strozza. Ciò che succede, il male che si abbatte su tutti, il possibile bene che un atto (di valore universale) può generare non è tanto dovuto all'iniziativa dei pochi che operano, quanto all'indifferenza, all'assenteismo di molti. La fatalità che sembra dominare questo spinoso problema della Casa della Divina Provvidenza non è altro appunto che

sulle stesse strade oggi esistenti, dirette verso l’agognato parcheggio sicuro. Dobbiamo abituare gli automobilisti incalliti semmai ad avvicinarsi alla loro meta, non ad entrare nei negozi con l’auto. Negli ultimi tempi l’Associazione Biciliae, anche con il sostegno dell’Assessore al Traffico, si sta adoperando notevolmente per trasmettere un modo nuovo di intendere la mobilità urbana. Anche il Comune, con la chiusura parziale del centro storico e con l’annunciata isola pedonale su corso Umberto è sulla strada giusta per educare ad un uso più razionale dell’auto. Trovo perciò contraddittoria l’idea del parcheggio al Palazzuolo, che ci riporterebbe indietro di trent’anni nel modo di intendere l’uso dell’auto. Il Comune di Bisceglie prevede di spendere per la realizzazione del parcheggio sotterraneo 5.500.000 euro. Penso che sarebbe molto più utile alla città destinare la stessa somma nella manutenzione ordinaria delle strade, dei giardini pubblici (molti inaccessibili e in pessime condizioni), dei muretti a secco che costeggiano la litoranea e delle scale di accesso alle spiagge (avete notato in che condizioni si trovano?), nel potenziamento della raccolta differenziata, nell’igiene della città, nel recupero di vaste aree degradate del centro storico. Un’ultima annotazione: in una visione moderna delle città, non si possono continuare a costruire in periferia quartieri dormitorio, senza servizi, senza locali commerciali, che costringono i residenti all’uso inevitabile dell’automobile anche per comprare il pane. Cominciamo ad orientarci verso la costruzione di una città policentrica. Se ne avvantaggeranno il traffico cittadino, il valore dei locali (meno squilibrato tra centro e periferia), i rapporti umani. Pasquale Consiglio apparenza illusoria di questa indifferenza, di questo assenteismo, ed è proprio la fatalità a stravolgere tutto e tutti, sembra che la storia non sia che un enorme fenomeno naturale, un'eruzione, uno tsunami, del qual rimangono vittime questi lavoratori e le loro famiglie ormai allo stremo delle loro forze. Alcuni di questi consiglieri comunali e provinciali che si sono prodigati a favore dei l a vo r at o r i ( p e r m o d o d i d i r e ! ! . . . ) piagnucolano pietosamente, altri bestemmiano oscenamente, ma nessuno si domanda: "se avessi fatto anch'io il mio dovere, se avessi cercato di far valere la mia volontà, il mio consiglio, sarebbe successo quello che purtroppo è successo?”. Ma nessuno o pochi si fanno una colpa della loro indifferenza, del loro scetticismo, del non aver dato il loro braccio e la loro attività a questi lavoratori che, appunto per evitare quel tal male, combattevano, di (Continua a Pag. 17)


Pagina 17 - Anno XIV N. 321 (13) 15 - 07 - 2012

di Mino Dell’Orco La 23enne toscana iscrive il proprio nome nel torneo biscegliese imponendosi in finale per 7/5, 6/0 sull’amica-rivale Floris. Soddisfazione per l’ottimo esito della manifestazione da parte della Polisportiva Sporting Club.

TENNIS, ALL’OPEN “COSMAI” SUCCESSO DI CORINNA DENTONI

E’

la 23enne toscana Corinna Dentoni la trionfatrice dell’edizione 2012 dell’Open Cosmai, il torneo nazionale di singolare femminile con montepremi di 5mila euro organizzato sui campi dello Sporting Club Bisceglie. A coronamento di una finale intensa e spettacolare, specie nel primo set, la Dentoni – numero 2 del tabellone – è riuscita a spuntarla per 7/5, 6/0 in 75’ sulla principale testa di serie, Anna Floris. Scambi da fondocampo di alto livello, con colpi profondi e potenti, hanno scandito il primo set: Floris strappava in apertura il servizio all’avversaria, ma Dentoni ristabiliva la parità con il break al sesto gioco. L’equilibrio perdurava fino al 12esimo game, allorché la Dentoni deliziava il numeroso pubblico sulle tribune del circolo di Via del Carro sfoderando alcune soluzioni spettacolari culminate con l’elegante smorzata di rovescio che le valeva il successo per 7/5. Nella seconda partita la bionda toscana (n. 129 del ranking mondiale nel 2009 ed

Corinna Dentoni in azione. A destra: premiata dal Sindaco Francesco Spina

ora nuovamente in ascesa dopo un fastidioso infortunio) iniziava con grande autorevolezza ed incanalava la sfida a proprio favore, approfittando anche dell’eccessiva fallosità della Floris. Inevitabile l’epilogo (6/0) a favore di Corinna Dentoni, che dunque poteva iscrivere il proprio nome nella competizione intitolata da 27 anni a Sergio Cosmai, il direttore del carcere di Cosenza, illustre biscegliese e socio del circolo, ucciso nel 1985 da sicari della criminalità calabrese. Al termine della finale si è svolta una ricca cerimonia di premiazione alla presenza di numerose autorità civili, politiche e sportive tra cui il sindaco di Bisceglie Francesco Spina, i familiari di Sergio Cosmai e la delegata provinciale

della Federtennis, Marina Bianchi. Oltre alle protagoniste della finale, coppe e riconoscimenti anche per Dalila Santamato (vincitrice 3^ categoria), Alessia Perrone (finalista 3^ ctg.), Silvia Cannone (vincitrice 4^ ctg) e la portacolori di casa Claudia Pellegrino (finalista 4^ ctg.), impegnata anche in veste di coordinatrice dei piccoli ed attenti raccattapalle. Grande soddisfazione per il buon esito del torneo è stata espressa dallo staff organizzatore, capeggiato dal presidente della Polisportiva Sporting Club, Gianni Nacci, e dal direttore del torneo, Renato Monterisi, assistiti dal giudice arbitro Pino Di Mango. Open Cosmai (• 5.000, terra), finale: Dentoni (2) b. Floris (1) 7/5, 6/0.

INTERVENTI: ODIO GLI INDIFFERENTI procurare quel tal bene si proponevano. E invece, no!!... I più di costoro, invece, ad avvenimenti compiuti, preferiscono parlare di "fallimenti ideali", di programmi definitivamente crollati e di altre similari piacevolezze. Ricominciano così la loro assenza da ogni responsabilità. Che bravi questi uomini vigorosi, la loro forza teutonica ha prevalso su questi lavoratori, questi panzer hanno schiacciato la fantasia di noi biscegliesi, hanno affondato questo grande istituto fondato da un umile e sapiente sacerdote la cui opera era quella di accogliere malati, disadattati, bimbi abbandonati. Queste "eccellenti, sopraffine menti" io li definirei dilettanti, in quanto sono retori di sentimentalismo, non uomini che sentono concretamente la sofferenza del cittadino. Sono mercanti di sciovinismo i quali si battono nelle trincee del più sicuro

retrofronte e poi dicono "noi" parlando da veri soldati. Sono "imbottitori di crani" i quali gridano che tutto va bene, anche quando gli affari vanno male. Sono "crudeli" perchè la loro fantasia non immagina il dolore che la crudeltà finisce col suscitare. Non hanno sentito la sofferenza di questi lavoratori e delle loro famiglie: hanno creato il caos, hanno lasciato arraffare ai più forti economicamente, hanno lasciato disperdere il poco che c'era ancora. Hanno avuto la capacità di prospettare bellissime soluzioni risultate poi infondate e infeconde, ma questo contributo alla vita collettiva non è animato assolutamente da alcuna luce morale; è prodotto di curiosità meschina, non di pungente senso di responsabilità che vuole tutti attivi nella vita, che non ammette agnosticismi e indifferenze di nessun genere. Domando conto a ognun di lor signori

del come ha svolto il compito che la vita gli ha posto e gli pone quotidianamente, di ciò che ha fatto e specialmente di ciò che non ha fatto. E sento di poter essere inesorabile con costoro, di non dover sprecare la mia pietà, di non dover spartire con loro le mie lacrime (le mie sono vere), ma loro non piangono mai, sono sempre sorridenti alla vita, beati loro!!!!... Mio caro Direttore, miei stimatissimi lettori, questi lavoratori hanno lottato e lottano strenuamente, senza mai fermarsi, per i loro sacrosanti diritti; hanno fatto quanto è dato fare a uomini di carne ed ossa; togliamoci il cappello dinanzi alla loro umiliazione, perchè anche in essa è qualcosa di grande che si impone ai sinceri ed agli onesti. Michelangelo Tarricone


Pagina 18 - Anno XIV N. 321 (13) 15 - 07 - 2012

di Gianluca Valente Neroazzurri vicini alla definitiva chiusura, biancoazzurri convinti di poter tornare tra i cadetti

I l mese di luglio racchiude molti

significati per quel che concerne il calcio a cinque. La data del 12 luglio ha sancito il termine massimo per l’eventuale domanda di iscrizione o ripescaggio ai campionati di riferimento ed a Bisceglie le situazioni appaiono in continuo divenire. Sul fronte Bisceglie C5 c’è sempre più il timore che la squadra abbia lasciato definitivamente cadere ogni speranza di poter proseguire la propria storia nel panorama del futsal. Per avere la certezza di questo triste epilogo bisognerà aspettare il comunicato ufficiale della divisione calcio a cinque, ma in ambienti cittadini i timori hanno ormai lasciato spazio alle certezze. In tal caso la società del patron Alfonso Russo non farà cadere ogni responsabilità nell’anonimato, ma

di Mino Dell’Orco Alle conferme dell’assistant coach Marco Lattanzio e del f isioterapista Tonio Lopopolo si aggiunge il gradito ritorno del preparatore atletico Natale Monopoli. Saranno loro i più stretti collaboratori di coach Fabbri.

BISCEGLIE C5 FUTURO IN BILICO, OLIMPIADI SPERA NEL RIPESCAGGIO presumibilmente aspetta tempi più maturi per uscire allo scoperto e motivare determinate scelte. In casa Olimpiadi invece il sodalizio presieduto da Luciano Sciacqua ha ufficialmente inoltrato domanda di ripescaggio al campionato di serie B. I bianco azzurri, retrocessi sul campo la scorsa stagione, hanno ottime possibilità di partecipare alla terza categoria nazionale del futsal e continuano a lavorare alacremente per preparare la prossima stagione sportiva. Ufficializzato Rino Valente (foto) quale vice allenatore della prima squadra, spuntano i nomi che comporranno lo staff tecnico a disposizione di Francesco Ventura. Il prof. Gigi Di Liddo dovrebbe essere il nuovo preparatore atletico, mentre la nomina di preparatore dei portieri dovrebbe ricadere sulla spalle capaci di Ruggiero Amoroso, che in passato ha allenato con ottimi risultati portieri del calibro di Zaramello, Laion, Lopopolo e

lo stesso bianco azzurro Daniele D’Addato. Squadra under 21 che invece vedrà la conferma in panca del tecnico Francesco Tritto. Nelle prossime settimane con tutta probabilità la società darà notizia dei primi acquisti.

AMBROSIA BASKET: UFFICIALIZZATO IL NUOVO STAFF TECNICO

D

ue conferme ed un gradito ritorno. L’Ambrosia Basket Bisceglie comunica la composizione dello staff tecnico che affiancherà coach Enrico Fabbri al via della stagione 2012/’13 nella Divisione Nazionale B. Per il secondo anno di fila il ruolo di vice-allenatore della prima squadra sarà ricoperto da Marco Lattanzio. Tecnico scrupoloso e preparato, il 33enne barlettano è pronto a conferire ulteriore vigore al progetto giovanile nerazzurro intrapreso nella passata stagione, culminato nel trionfo della compagine Under 19 – da lui diretta – in ambito regionale, con successivo approdo al concentramento valido per l’accesso alla finale nazionale di Coppa Italia. Autentica “colonna portante” dello s t a f f t e c n i c o d a m o l t e s t ag i o n i , unanimemente apprezzato nell’ambiente per competenza e umanità, Tonio

Lopopolo è stato riconfermato in qualità di fisioterapista. A lui si affideranno gli atleti nerazzurri – ci si augura il meno possibile – per risolvere eventuali acciacchi. Un gradito ritorno riguarda invece la figura del preparatore atletico. Dopo la prestigiosa esperienza in LegaDue con Ostuni, torna a lavorare per la realtà cestistica della propria città il professor Natale Monopoli. L’ex campione italiano di salto triplo torna dunque dopo un paio di anni nella “famiglia Ambrosia” ed ha subito manifestato grande entusiasmo e voglia di contribuire al progetto tecnico affidato a coach Fabbri.

A sinistra: Coach Marco Lattanzio. Qui sopra: Tonio Lopopolo. In basso: Natale Monopoli


Pagina 19 - Anno XIV N. 321 (13) 15 - 07 - 2012

di Mino Dell’Orco Approdano in nerazzurro il centravanti Genchi e gli esterni offensivi Doumbia e Dimatera. Confermati nove protagonisti della scorsa stagione. Raduno ufficiale il 23 luglio al “Ventura”

L

e promesse sono state mantenute. In casa Bisceglie si attendevano i primi fragorosi colpi di mercato ed il patron Canonico, g r azie alle oper azioni perfezionate dal diesse Belviso, ha finalmente rotto gli indugi iniziando a svelare le proprie ambizioni. Alle riconferme di ben 9 giocatori della passata stagione (gli ultimi in ordine cronologico a firmare il rinnovo sono stati il centravanti argentino Di Rito ed il promettente estremo difensore Loiodice) si è aggiunto un tris di acquisti davvero niente male per la serie D. Il “botto” inaugurale porta il nome del centravanti Giuseppe Genchi, reduce da due brillanti campionati tra le fila dell’Ancona, in passato tra le fila di molte squadre di serie C e D tra cui Giulianova, Manfredonia,

BISCEGLIE, PRIMI FRAGOROSI COLPI DI MERCATO

Carpi, Chieti, Matera, Casarano, Nardò e Messina. Giovedì scorso è invece arrivata l’ufficializzazione di due ester ni di centrocampo dalle spiccate doti offensive, Almamy Doumbia e Antonio Vito Dimatera. Doumbia è conosciuto sul territorio per l’esperienza con l’Andria in Prima Divisione, oltre alla fugace apparizione con il Bari di mister Conte in serie B nel 2009, mentre il 26enne Dimatera, originario di Santeramo, è stato recente protagonista con la maglia della Casertana e vanta una gratificante carriera con club ambiziosi della serie D. Le operazioni di mercato del sodalizio nerazzurro proseguono intanto in maniera serrata: nelle prossime ore dovrebbe essere comunicato l’ingaggio di un forte difensore proveniente da esperienze professionistiche, a seguire si attende l’innesto di un altro centrocampista ed il completamento dell’organico con diversi under di qualità (è noto da tempo l’interesse per De Sario, in forza alla Primavera del Bari). Lunedì 23 luglio, intanto, è in programma il primo giorno di raduno presso il “Ventura”.

Il centravanti Giuseppe Genchi


Pagina 20 - Anno XIV N. 321 (13) 15 - 07 - 2012

Riaperto il Parco della Misericordia, dedicato ai Caduti di Nassiriya, affidato alle cure della Parrocchia Maria SS. Madre di Misericordia.

S

abato 14 luglio è stato riaperto il parco “Caduti di Nassiriya” nei pressi della chiesa della Misericordia. Nel corso di una sobria cerimonia il sindaco di B i s c e g l i e , Fr a n c e s c o S p i n a h a consegnato al parroco don Vito Sardaro la copia della delibera di Giunta con cui il Comune affida g ratuitamente alla parrocchia della Madonna della Misericordia il parco. C o n i l n u o vo c o r s o a d o t t a t o dall’Amministrazione Spina dell’affidamento gratuito dei parchi cittadini ad associazioni, circoli culturali e da ultimo ad una parrocchia, in cambio della gestione e della manutenzione, uno dopo l’altro i parchi cittadini sono stati riaperti alla pubblica fruizione. In questi giorni si sta provvedendo alla manutenzione del giardino botanico “Veneziani Santonio” per il quale si

RIAPERTO UN ALTRO PARCO PUBBLICO A BISCEGLIE

stanno valutando proposte analoghe di gestione. «Oggi affidiamo questo parco alla parrocchia – ha dichiarata il sindaco – che, sono sicuro, lo custodirà con cura consentendo agli abitanti del quartiere e specialmente ai bambini di poter vivere questo polmone verde strappato al degrado e alla mala gestione. Stiamo vivendo un periodo di pesanti tagli ai bilanci comunali ma noi siamo determinati a non tagliare i servizi ai cittadini, una proficua collaborazione tra l’ente pubblico e il m o n d o dell’associazionismo che nella nostra città conta una ricche zza di for me e di espressioni, rappresenta senza dubbio una buona prassi per superare le carenze e le difficoltà reciproche».

Profile for Salvatore Valentino

Bisceglie 15 Giorni n. 321 del 15 Luglio 2012  

Il quindicinale della Città di Bisceglie diretto da Salvatore Valentino. Free Press.

Bisceglie 15 Giorni n. 321 del 15 Luglio 2012  

Il quindicinale della Città di Bisceglie diretto da Salvatore Valentino. Free Press.

Advertisement