Page 1

N U M E R O C I N Q U A N TA C I N Q U E - A G O S T O 2 0 1 3

L ’

I

N

F

O

R

M

A

Z

I

O

N

E

F A

C

E

N

T

R

O

Analisi eccezionali? L’ambiente è la base sulla quale una città può costruire tutta quella serie di strutture e sovrastrutture necessarie per valorizzare il territorio e iniziare a sviluppare un progetto vero di turismo culturale. L’ambiente è fonte sostenibile per un benessere diffuso. La cura dell’ambiente è il centro gravitazionale sul quale poter poggiare un porto efficiente, manifestazioni di livello, strutture di buona accoglienza, musei, percorsi turistici ben organizzati e via discorrendo, il tutto evidenziato da una buona pubblicità e una specifica, nonché strategica, segnaletica stradale. Tuttavia di tanto in tanto analisi dell’Arpa (Agenzia Regionale Protezione Ambientale del Lazio) pongono Anzio di fronte all’incertezza di essere sulla strada giusta, mettendo in luce parametri di inquinamento per quali la coscienza non ci fa soprassedere. La scorsa estate fu riscontrato, nell’analisi n.0055178 del 24/07/13, un parametro di inquinamento cinque volte superiore ai limiti della tolleranza per la balneazione. La reazione del comune fu tempestiva. Furono denunciati i cittadini che, tra lamentele dei bagnanti e diarree diffuse, si fecero promotori nell’evidenziare il problema. Questa estate si apre con un’analisi (sempre dell’Arpa n.0046709 del 11/06/13) dalla quale risulta evidente un livello di inquinamento alto per tutti i campioni prelevati nei fossi che sboccano in mare. Questo stato di cose mette evidenza un sistema delle acque con evidenti criticità, che di tanto in tanto (chissà perché?) riemergono. Tutto questo è inopportuno e inaccettabile per una città che ha bisogno di volgersi verso un progresso fino ad oggi ancora sconosciuto. È quindi opportuno che il comune si faccia carico di istituire una commissione di professionisti seri, che ci aiutino a capire bene il sistema delle acque di Anzio evidenziando punti deboli e punti di forza, per poter poi intervenire in modo deciso per il bene della città, producendo una relazione accurata sullo stato dell’ambiente, magari sostenuta da un più pressante e capillare lavoro di analisi, utile ad acquisire maggiori dati, che permetterebbe poi uno studio più agevole nella ricerca di soluzioni. Andrea Mingiacchi

Riviera Zanardelli 45 – Anzio Tel 06 98340765 - fax 06 98342058


agosto 2013 _ n.55

2

pubblicita@anziospace.com Mensile di Informazione di Anzio e Nettuno

QUESTO SPAZIO PUò ESSERE TUO!!!! Per informazioni: 333.73.50.189 pubblicita@anziospace.com

Anzio Space


Anzio Space

Space - Città

Mensile di Informazione di Anzio e Nettuno

n.55 _ agosto 2013

3

Abbattuti 7eucalipti e 4 pini. I residenti scrivono alla Procura di Velletri e al Sindaco di Anzio

BAMBINOPOLI TORNANO LE RUSPE Sette eucalipti e quattro pini sono stati tagliati. Degli undici meravigliosi alberi in via De Angelis, angolo Via Breschi - area Bambinopoli, rimangono a terra solo i tronchi e le folte chiome. Il centro di Anzio perde così una parte del suo verde urbano. Le ruspe sono arrivate la mattina del 1° luglio per riprendere i lavori di costruzione di due edifici nell’area Bambinopoli. Gli operai della ditta Parco di Ponente S.r.l. guidati dall’architetto Marcobelli (progettista e direttore dei lavori), hanno avviato i primi interventi, rendendosi protagonisti del taglio di sette eucalipti e quattro pini. I residenti, svegliati dai rumori sono scesi in strada e hanno immediatamente allertato i vigli urbani, il corpo forestale dello stato e il comune di Anzio. Il quale è intervenuto, nella figura del responsabile dell’ufficio Politiche del territorio l’ingegner Marco Pistelli, disponendo subito la sospensione dei lavori. Il caso Bambinopoli è arrivato in consiglio comunale, dove nei giorni scorsi il Pd ha presentato un’interrogazione per chiedere chiarimenti sull’intera vicenda; mentre i residenti della zona, che da tempo hanno costituito un comitato a difesa dell’area e che vede come suo presidente il Dr. Giancarlo Scatassa, hanno inviato una segnalazione alla Procura della Repubblica di Velletri e una lettera alla stessa Procura e al Sindaco di Anzio Luciano Bruschini. LA LETTERA DEI RESIDENTI – L’area Bambinopoli è oggetto di contenziosi tra cittadini, comune e ditta costruttrice da quando nel 2009 è stato rilasciato, da parte del comune, il permesso a costruire che vede proprio come firmatario l’Ing. Pistelli. Nell’atto che i residenti hanno inviato alla Procura della Repubblica di Velletri si legge: “I sottoscritti, residenti e/o domiciliati ad Anzio, hanno presentato a codesta Procura della Repubblica in data 29.07.2009, perché fosse verificata la presenza di eventuali reati di ordine penale, un esposto con il quale hanno rappresentato il rilascio, da parte del Comune di Anzio, in data 10 giugno 2009 di un permesso di costruire (n.20275) per realizzare in un’area del Centro urbano in zona B/2 (denominata “Bambinopoli”) due edifici di 6 piani ciascuno, per un totale di 60 appartamenti. I predetti hanno anche eccepito presso la Magistratura Amministrativa l’illegittimità del permesso di costruire in quanto in contrasto con la normativa di Piano Regolatore che dispone per

le zone B/2 del Centro urbano libere da pregresse edificazioni un indice di edificabilità di massimo 2 piani e/o 7,5 metri di altezza. Queste riserve sulla legittimità del permesso di costruire sull’area di “Bambinopoli” sono state integralmente condivise dalla Regione Lazio, Dipartimento Territorio con lettera inviata ad aprile 2010 al Comune di Anzio, nella quale è altresì contenuto un invito al Comune a adottare in via di autotutela idoneo provvedimento atto a rimuovere i vizi riscontrati per l’intervento edilizio in questione, disponendo nel contempo la sospensione cautelativa dei lavori allo scopo di preservare l’efficacia dei provvedimenti di merito. Il 21 settembre 2009 (…) la Procura della Repubblica di Velletri ha proceduto al sequestro dell’area in argomento a causa dell’abbattimento (asseritamente abusivo) di alcuni alberi presenti sull’area stessa. Detto sequestro è rimasto in piedi per circa un anno sino a quando l’area è stata restituita alla proprietà, a seguito dell’emissione di un decreto penale di condanna per falso emesso nei confronti del tecnico che aveva redatto il progetto relativo al permesso di costruire assentito”. Sempre nella stessa documentazione inviata alla Procura si legge che i lavori inizialmente autorizzati vennero sospesi dal Comune di Anzio con un’ordinanza che diceva: “sussistevano serie perplessità a causa dell’individuazione di alcune incongruenze negli elaborati presentati dalla Società richiedente”, le quali “necessitavano di un adeguato approfondimento progettuale”. Andando avanti si legge che “Il TAR del Lazio, per un’altra area in zona B/2 del centro urbano del Comune di Anzio (quindi con identica situazione urbanistica!) ha accolto con sentenza di merito (…) il ricorso di un gruppo di cittadini interessati, annullando il permesso di costruire ma stabilendo che l’altezza dell’edificio da realizzare deve essere determinata sulla base della media calcolata sull’altezza di tutti gli edifici confinanti”. I lavori sono ripresi nell’aprile del 2011 ma dopo qualche giorno vengono sospesi da un’altra ordinanza comunale con la quale si disponeva “l’immediata sospensione dei lavori fino alla definizione dell’esatto iter procedurale di valutazione del criterio di computo delle altezze dei fabbricati da erigersi nelle zone B/2 del centro urbano al di sotto della linea ferroviaria”. Segue a pagina 4....


agosto 2013 _ n.55

Space - Città

Mensile di Informazione di Anzio e Nettuno

4

Anzio Space

Il Pd ha presentato un’interrogazione sulla vicenda

IL CASO ‘BAMBINOPOLI’ ARRIVA IN CONSIGLIO COMUNALE Del caso ‘Bambinopoli’ e degli alberi tagliati in via De Angelis se ne è occupato anche il Consiglio Comunale del 15 luglio grazie ad un’interrogazione fatta al Sindaco Bruschini dal Consigliere PD Andrea Mingiacchi a nome dell’intero gruppo consiliare. “Con riferimento alla recente ripresa dei lavori sull’area di Bambinopoli” – ha esordito il Consigliere – “e alla relativa ordinanza di sospensione dei lavori in data 1 luglio 2013, da parte del responsabile dell’Ufficio Politiche per il Territorio, rivolgiamo la presente interpellanza per conoscere le intenzioni di codesta Amministrazione in merito all’annullamento del permesso di costruire”. Secondo l’interpellanza, infatti l’annullamento doveva essere già stato pronunciato da diverso tempo, visto le decisioni del TAR del Lazio e del Consiglio di Stato che hanno, tra l’altro, rimesso in discussione tutta la normativa del Piano Regolatore per quanto riguarda il Centro Storico. Mingiacchi ha concluso il suo intervento, manifestando la volontà di voler “conoscere quando verranno riproposte al Consiglio Comunale le modifiche alla normativa del Centro storico, così da renderla adeguata alle citate pronunce, onde evitare quanto è avvenuto col permesso di costruire di cui all’oggetto”. Nella sua risposta il sindaco di Anzio Bruschini ha subito precisato di aver fatto già da tempo un’ordinanza obbligando l’Ufficio Tecnico a revocare la concessione sulla base di un’indagine della

BAMBINOPOLI TORNANO LE RUSPE (Segue da pagina 3)

Infine, nell’ultima parte della segnalazione si legge che: “Il 14 maggio 2013 è stata pronunciata dal TAR del Lazio la sentenza di merito sul ricorso per Bambinopoli che si aggiunge alle due precedenti sentenze di merito (…) e nella quale si trova la conferma che le modalità di calcolo dell’altezza degli edifici da realizzare utilizzate dai progettisti sono in contrasto con quelle previste dal Piano. Quindi, la loro approvazione da parte del Comune di Anzio è illegittima”. LA STORIA - Negli anni ‘50 l’area di Bambinopoli comprendeva due campi da tennis con molto verde a fargli da cornice. Nel 2004, con l’approvazione del Piano Regolatore, l’area da verde pubblico diviene edificabile. Nel 2008 viene presentato il progetto dell’Arch. Marcobelli, mentre il 10 giugno 2009 viene rilasciato il permesso a costruire da parte dell’Ing. Marco Pistelli. Il 27 luglio dello stesso anno il comitato di cittadini, da poco costituitosi, presenta un primo esposto alla Procura di Velletri. Il 21 settembre la Procura procede al sequestro dell’area e il 14 ottobre iniziano i lavori, ma due giorni dopo vengono sospesi da un’ordinanza del comune. I lavori sull’area riprendono il 12 aprile 2011 e vengono di nuovo sospesi dal comune tre giorni dopo. Nel 2013 arriva la sentenza del Tar che dichiara improcedibili i ricorsi presentati nel 2011 dai residenti contro comune e ditta e dalla ditta contro la decisione del comune di sospendere all’epoca i lavori. In virtù di questo il 1° luglio scorso la ditta è tornata sull’area, vedendosi di nuovo bloccati i lavori. Il giorno successivo il comitato dei cittadini ha proceduto alla segnalazione di cui sopra. Mentre lo scorso 15 luglio il Pd ha presentato un’interrogazione al sindaco Bruschini. Leonardo Tardioli

magistratura, e che sono stati messe in atto tutte le procedure, anche se lunghe, per la revoca di tale concessione. Recentemente, ha ricordato il Primo cittadino, c’è stato un ricorso al Tar vinto dai cittadini per l’altezza delle costruzioni. “La norma è chiara” – ha precisato Bruschini - “perché ci sono sentenze del TAR e della Cassazione che hanno stabilito che al di sopra della Ferrovia l’altezza è di 7 metri e mezzo, mentre al disotto, l’altezza è calcolata in base alla media dei fabbricati circostanti”. Purtroppo, ha continuato il Sindaco, nel nostro caso è difficile poter prendere in considerazioni tali pronunciamenti perché la situazione di Bambinopoli è diversa per il fatto di stare al centro di tre strade. Il problema che ha scatenato polemiche degli ultimi giorni è stato il taglio di alcuni alberi che a detta dello stesso Bruschini, sono nate per un errore di interpretazione. “La norma prevedeva che là dove esistessero alberi di alto fusto, non si poteva edificare e bisognava salvaguardarli. Noi abbiamo interpretato da ignoranti che alberi di alto fusto fossero solo le querce e le sughere, mentre in realtà sono anche i platani e i pini, e quindi il problema è nato… Adesso è tutto in mano alla magistratura e io non so come verrà risolto l’abbattimento degli alberi, aspettiamo quelle che sono le sentenze e vediamo che succede”. Maurizio D’Eramo


Space - Città

Anzio Space

n.55 _ agosto 2013

Mensile di Informazione di Anzio e Nettuno

5

Piantare un albero è un gesto di amore e fiducia verso il futuro

ANCHE IN ITALIA UNA LEGGE PER TUTELARE GLI ALBERI Cicerone amava scrivere: “i vecchi piantano alberi che gioveranno in un altro tempo”. Quel tempo è quello delle nuove generazioni, lasciare loro un albero significa contribuire ad un futuro più ecosostenibile e verde. Le piante sono i polmoni della Terra, svolgono un ruolo fondamentale nella prevenzione del dissesto idrogeologico, nel mantenimento degli equilibri del pianeta e per la qualità della vita. Tutelarle e valorizzarle, ripristinando e riqualificando il verde urbano, significa proteggere un bene comune di inestimabile valore. Il primo passo avanti in questa direzione arriva dal Parlamento che con la legge 10/2013, “Norme per lo sviluppo degli spazi verdi urbani”, ha lanciato un forte input per diffondere il verde pubblico nei centri urbani istituendo, tra l’altro, la Giornata Nazionale degli Alberi, da festeggiare in tutta Italia il 21 novembre. Secondo la normativa, entrata in vigore il 16 febbraio 2013 e che introduce modifiche alla precedente disposizione 113/1992, i comuni con popolazione superiore a 15mila abitanti avranno l’obbligo di piantare entro 6 mesi un albero per ogni nuovo nato e ogni minore adottato nell’ambito del rispettivo territorio. L’obiettivo è quello di contrastare il consumo di suolo e la perdita di zone verdi nel Paese, che secondo l’Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale (Ispra) è di otto metri quadrati al secondo. Le città italiane sono infatti

ATTENTI AL TRENO La navetta, gratis, a forma di trenino che fa il giro del centro di Anzio fa capolinea sulla carreggiata di Viale Mencacci a pochi metri dalla rotonda con l’incrocio di Via Roma e Viale Severiano. Una sosta fin troppo prolungata trovandosi in mezzo alla carreggiata senza la dovuta segnaletica, necessaria per evitare spiacevoli incidenti. L’informazione ci arriva da un cittadino che in transito accostava a destra per girare verso la nettunense mentre un autobus sorpassava la navetta ferma in strada . Soltanto i buoni riflessi e l’immediata frenata hanno scongiurato il peggio. Il paradosso è che la navetta potrebbe far salire i passeggeri comodamente qualche metro più in là, precisamente dentro il parcheggio “la Piccola”, ma forse l’ordine è di mettere in bella vista l’attrazione turistica più eclatante della città. Il trenino. Alessandro Tinarelli

sempre più soffocate dal cemento e dall’asfalto e hanno un urgente bisogno di rinnovarsi. Il rinascimento urbano deve partire proprio dal verde, perché piantare un albero è un gesto di amore e di fiducia verso il futuro. La legge 10/2013 prevede inoltre che due mesi prima della scadenza naturale del loro mandato, i sindaci dovranno rendere noto il bilancio arboreo del comune. A vigilare sul rispetto della normativa sarà il Comitato per lo sviluppo del verde pubblico istituito presso il ministero dell’Ambiente, mentre i Comuni dovranno comunicare informazioni sul tipo di albero scelto per ogni bimbo e il luogo in cui è stato piantato, provvedendo anche a un censimento annuale di tutte le piantumazioni. Infine la legge introduce norme a tutela degli alberi monumentali. I Comuni dovranno censirli e chi ne provoca il danneggiamento o l’abbattimento dovrà pagare fino a 100mila euro di sanzione. In Italia, secondo i dati del Corpo Forestale dello Stato, ci sono 22mila “alberi di notevole interesse”, come ad esempio gli “Alberi della Libertà”, piantati dagli aderenti ai moti carbonari o il cipresso centenario di San Francesco. Piante dal grande pregio ambientale, legate ad eventi storici, identità territoriali, storie o leggende secolari, alberi testimoni del tempo che scorre e che raccontano l’Italia. Luisa Calderaro


Space - Politica

agosto 2013 _ n.55

6

Mensile di Informazione di Anzio e Nettuno

Anzio Space

NOSTRE SIGNORE DEL CONSIGLIO Cinque sono le donne elette nel Consiglio Comunale di Anzio: Roberta Cafà, Laura Nolfi, Velia Fontana, Valentina Salsedo (PDL) e Maria Teresa Lo Fazio (PD). Le prime due di questa lista sono altresì divenute, rispettivamente, Assessore alle Politiche Sociali e Assessore alle Politiche Culturali, della Scuola e della Manutenzione Scolastica. Alle signore del Consiglio, abbiamo posto tre domande: da dove nasce un impegno politico così importante e impegnativo, tale da sostenere una campagna elettorale caratterizzata da toni anche molto accesi; quali sono due priorità del loro programma e infine se ritenessero che una voce femminile nel contesto del Consiglio Comunale di Anzio avesse la medesima autorevolezza e capacità di catalizzare interesse rispetto a quella di un collega uomo. La prima - e per ora unica donna - a prendere la parola tra gli scranni di Villa Sarsina è stata la rappresentante dell’opposizione Maria Teresa Lo Fazio. Questa elegante signora, non solo nel registro linguistico ma anche nella modalità immediatamente disponibile che ci ha riservato, ha spiegato che il suo impegno nasce da un coinvolgimento molto sentito - ha utilizzato l’aggettivo “passionale” - che in famiglia c’è sempre stato e che in lei è rafforzato da una grande fede. Non a caso parliamo subito di diritti umani: non solo una branca del diritto, ma una vera e propria forma-mentis politica. Il diritto ad un’esistenza dignitosa, allo studio, alla salute, alla sicurezza, le sue priorità. Ci riferisce con preoccupazione come, ad esempio, non sia un bel segno vedere tanta prostituzione e per contro una certa inquietante rassegnazione della popolazione, come se si fosse perduta ormai la fiducia nelle istituzioni. Continua dicendo che in Consiglio si dovrebbe dare l’esempio di una dialettica

serena e collaborativa e si augura che episodi come l’aggressione al Direttore de “Il Granchio” Ivo Iannozzi non debbano mai più accadere, nel rispetto della libertà di opinione. Per quel che concerne la capacità di incidere delle donne in Consiglio ci sorride e risponde: “E’ da valutare, è troppo presto per dirlo”. Velia Fontana è un’insegnante, si occupa in prima persona di scuola e di età evolutiva, sperimentando ogni giorno le difficoltà di studenti, famiglie e docenti. Seria e riflessiva, la signora Fontana è una delle due consigliere insieme a Roberta Cafà - che ci parla innanzitutto dell’ “imparare” e non è un caso che venga detto proprio da un’insegnante, che ben conosce il valore della cultura e lo sforzo per restare aperti e ricettivi alle altrui istanze. Migliorare il sistema, laddove possibile, e continuare non solo nel proprio cammino professionale, ma anche umano. Anche per lei l’impegno delle donne all’interno del Consiglio è tutto ancora da costruire. Valentina Salsedo ci parla, invece, con entusiasmo del suo impegno nell’ambito dei servizi per il turismo e per i beni culturali. Anzio è un luogo pieno di attrattive da questo punto di vista, troppo spesso subordinate ad azioni organizzative poco incisive o non adeguate. “Molto si può fare, cominciando dalla tutela dei luoghi storici e della natura, e questi obiettivi possono essere perseguiti - continua la Salsedo - solo facendo gruppo: il “tenere insieme” è un’abilità tutta femminile. Le donne hanno in questo senso una marcia in più”. RaggiungiamoLauraNolfi,figliad’arte,altelefono. Il neo-assessore, studentessa di economia politica e in forze presso la polizia locale di Fiumicino, cita tra le sue immediate priorità la trasparenza e una più agevole fruibilità dell’amministrazione in favore dei cittadini. Il sistema comunale deve

adeguarsi più efficacemente alle domande dei cittadini e la Nolfi assicura di impegnarsi a dare voce a quelle richieste. Anche per lei il turismo è una grande potenziale risorsa del territorio che va riorganizzata e ammodernata. Per quel che concerne la presenza femminile all’interno del gruppo consiliare la Nolfi non ha dubbi: ben venga la solidarietà femminile ma le idee sono sempre della singola persona, non bisogna badare troppo a come le istanze politiche vengono perorate ma alla qualità dei contenuti. Il neo-assesore Roberta Cafà è una signora dallo sguardo magnetico che ci ha conquistato con il suo fervore costruttivo e la capacità di emozionarsi parlando del suo lavoro. Una donna che ha costruito la sua carriera politica dalla gavetta, cominciando dal contesto di un grande quartiere come Sacida, passando per le esperienze romane con la giunta Alemanno, approdando - per la seconda volta - in Consiglio. La sua priorità è lo sviluppo economico, il lavoro, foriero poi di conseguenti benefici sociali. La “Città Artigiana”, già realtà per molti consorziati che vorrebbe ora vedere l’applicazione della sua fase esecutiva per poter finalmente promuovere la commercializzazione dei prodotti tipici del territorio, è anche una sua creatura. Ci parla di come vadano seguiti molto meglio di adesso i quartieri periferici, ormai realtà quantitativamente rilevanti. Ancora, di come la meritocrazia, senza deroghe e in ogni campo, sia una sua regola di vita. Storce il naso, da donna orgogliosa del suo già lungo cammino politico, quando si parla di “quote rosa”. Le donne hanno sensibilità e capacità pragmatiche, e quel che ottengono devono e possono meritarlo. Forse il Sindaco Bruschini si è lasciato scappare un bravo vice. Nicoletta Scalera

IVANA GREGORETTi, SIGNORA DELLA POLITICA ANZIATE Non era mai accaduto ad Anzio di avere un consiglio comunale con una presenza femminile così massiccia, ma tra tanto ‘gentil sesso’ mancherà a tutti la presenza di una delle ‘signore della politica anziate’, quella che negli ultimi anni è stata la donna simbolo della politica, tanto da essere amata sia da compagni di partito sia dai ‘rivali’. Parliamo di Ivana Gregoretti, eletta in Consiglio per la prima volta nel 1997 nelle liste di AN, che per anni ha ricoperto l’incarico di Assessore alla Pubblica Istruzione grazie alla sua dedizione anima e corpo alla scuola. Anche dopo essere andata in pensione, Ivana ha sempre continuato ad occuparsi di cultura, tanto che il suo operato all’Assessorato, aveva sempre pienamente soddisfatto tutti. Era stata

assessore per dieci anni nelle due Giunte De Angelis ed era stata confermata, a pieno diritto, anche in quella di Luciano Bruschini, fino a quel maledetto 5 dicembre del 2008 quando perse la vita in un incidente stradale. Quella sera era appena uscita di casa, percorreva la nettunese a bordo della sua Punto blu quando, forse per un improvviso malore, ha invaso la corsia opposta andando a scontrarsi con un’auto che procedeva in senso contrario. Un urto fatale. Ai suoi funerali ha partecipato tutta l’Anzio che contava, ma soprattutto la gente comune che l’aveva conosciuta per essere stata la propria insegnante o quella del figlio, che l’aveva amata per il suo modo di affrontare i problemi, che l’aveva stimata per la sua correttezza. Quel giorno tutti i ‘potenti’ hanno rilasciato

dichiarazioni di stima e di riguardo verso la donna, l’amica, la compagna di lavoro che li aveva lasciati. Tra le tante ricordiamo quella di Candido De Angelis, allora Senatore della Repubblica, che l’aveva ‘lanciata’ in politica: “Era una donna onesta, ci tengo a ribadirlo, e Anzio ha il dovere di ringraziare Ivana per quello che ha fatto per il bene di questa città”. Dichiarazioni e attestati di stima che non hanno visto, di seguito, riconoscimenti concreti dalla politica del centro destra. Anzi, l’unico che si è battuto in Consiglio Comunale per chiedere che ad Ivana Gregoretti venisse intestata una scuola, è stato il suo ‘rivale’ Beniamino Colantuono, un ‘comunista’ di Rifondazione. Davvero strana questa città… Maurizio D’Eramo


Anzio Space

Space - Politica

n.55 _ agosto 2013

Mensile di Informazione di Anzio e Nettuno

7

Bruschini punta a rinnovamento ed esperienza. Molti i volti nuovi per amministrare la città

LA NUOVA GIUNTA BRUSCHINI Anzio ha finalmente la sua nuova Giunta comunale che, insieme al sindaco Luciano Bruschini, amministrerà la città nei prossimi cinque anni. L’ufficializzazione è arrivata il 24 luglio con l’assegnazione di sei deleghe rispetto alle sette previste. Il primo cittadino ha deciso di tenere per sé quella all’ambiente. Nel complesso si tratta di una Giunta nuova con molte new entry, ad eccezione del riconfermato Alberto Alessandroni, il solo ad essere presente nella prima Giunta Bruschini varata nel 2008. I sei neo-assessori sono: Giorgio Zucchini, al quale va la delega al Bilancio, Patrimonio, Personale e Tributi oltre che la carica di vicesindaco; Roberta Cafà alle

Politiche Sociali; Alberto Alessandroni ai Lavori Pubblici (tutti e tre del Pdl). Alla giovane Laura Nolfi, (Lista Bruschini) è stata conferita la delega alle Politiche culturali, alla scuola e alla manutenzione scolastica; a Sebastiano Attoni è stata conferita la delega alla Pianificazione Territoriale ed Edilizia; mentre Giorgio Bianchi, (Lista Enea) è il nuovo assessore alle Attività Produttive e Commercio. “Auguro buon lavoro - dice il sindaco Bruschini - agli Assessori e ai nuovi Consiglieri che, insieme agli altri componenti della maggioranza, avranno il compito di dare seguito al programma amministrativo e alle istanze che provengono dalla cittadinanza.

Nelle file della maggioranza sono state elette cinque donne, due delle quali hanno l’incarico di Assessore e complessivamente sono ben otto coloro che, tra Consiglieri e un Assessore, si affacciano per la prima volta all’amministrazione cittadina. C’è un giusto mix tra rinnovamento ed esperienza che sono certo ci consentirà di amministrare al meglio la Città di Anzio”. In base alle surroghe entrano in Consiglio Comunale per la prima volta: Giusy Piccolo, Antonio Geracitano e Marco Maranesi per il Pdl; Massimiliano Millaci per la Lista Bruschini e Donatello Campa per la Lista Enea. Leonardo Tardioli

Alberto Alessandroni

Sebastiano Attoni

Giorgio Bianchi

Roberta Cafà

Laura Nolfi

Giorgio Zucchini

Età: 53 anni Professione: Dipendente Italgas. Deleghe: Lavori Pubblici Riconfermato

Età: 42 anni Professione: Imprenditrice Deleghe: Politiche Sociali Predecessore: Italo Colarieti

Età: 47 anni Professione: Agente Immobiliare Deleghe: Pianificazione Territoriale ed Edilizia. Riconfermato

Età: 29 anni Professione: Dipendente azienda di famiglia Deleghe: Manutenzione scolastica, Politiche Culturali, Politiche della Scuola. Predecessori: Marco Del Villano (Istruzione), Umberto Succi (Turismo)

Età: 58 anni Professione: Pensionato. Deleghe: Attività Produttive, Commercio. Predecessore: Pasquale Perronace

Età: 66 anni Professione: Pensionato. Deleghe: Vicesindaco, Bilancio, Patrimonio, Personale, Politiche Sociali. Predecessori: Giuseppe Mercuri (assessore), Patrizio Placidi (Vicesindaco)


agosto 2013 _ n.55

8

Space - Città

Mensile di Informazione di Anzio e Nettuno Lavinio-Space

Anzio Space

Dipartimento di Senologia del Riuniti un’eccellenza del territorio

DONNE AL SERVIZIO DELLE DONNE PATOLOGIE DEL SENO, A COSA PRESTARE ATTENZIONE Il seno in realtà non è una ghiandola sola, ma un insieme di strutture ghiandolari, chiamate lobuli, unite tra loro a formare un lobo. Il tumore al seno è una malattia potenzialmente grave se non è individuata e curata per tempo. È dovuto alla moltiplicazione incontrollata di alcune cellule della ghiandola mammaria che si trasformano in cellule maligne. Bisogna prestare attenzione agli eventuali cambiamenti della mammella, partecipando ai programmi di screening mammografico e sottoponendosi a periodici controlli clinico-strumentali. Inoltre è bene conoscere i fattori di rischio oggettivi e quelli modificabili, ovvero inerenti il proprio stile di vita. Incontriamo, ancora una volta, Franco Meconi - Presidente del Comitato di Anzio e Nettuno per la lotta contro il cancro - fuori dall’ospedale Riuniti, di buon mattino. Sempre disponibile in favore della grande struttura ospedaliera del territorio, Franco ci accompagna presso il Dipartimento di Senologia nella struttura del Padiglione Faina, inaugurato nel 2011 alla presenza di varie autorità, compresi i sindaci di Nettuno Alessio Chiavetta, e di Anzio Luciano Bruschini. Annoverato tra i “centri di I livello” nell’ambito dell’Azienda Sanitaria Locale Roma H, il padiglione di Senologia del Riuniti è soprattutto caratterizzato da un affiatato pool di straordinarie donne al servizio delle donne, appunto. Attraverso la professionalità di ciascuna, ben si rappresenta un passo di quel percorso che è la prevenzione, l’analisi e la cura del seno e delle sue patologie: in una definizione tecnica “Breast Unit” che sostanzia un percorso unitario, non solo nelle competenze, ma anche nella continuità strutturale, comodità non da poco per tutte le pazienti. La responsabile del reparto è la dott. Aurora Chichiarelli che, coadiuvata dal radiologo Bruna Orelli e dalle infermiere Angela Di Giovenale, Angela Pavesi e Pina Agata Russo, si occupano dello screening senologico e della diagnostica per immagini. L’équipe della dott. Chichiarelli lavora poi a stretto contatto con il chirurgo senologo Carlo Cascone. Completano lo staff del dipartimento il radiologo Mario De Marco e le volontarie dell’ANDOS (Associazione Nazionale Donne Operate al Seno), altra benemerita associazione molto attiva di cui ci occuperemo presto, con sede in via Lucania a Nettuno e che ha festeggiato i 25 anni di attività sul territorio lo scorso anno. Le cifre dell’utenza che si rivolge ogni anno al Dipartimento di Senologia del Riuniti è ragguardevole: circa 17mila pazienti ogni anno, il tutto cominciato grazie all’infaticabile opera di Meconi e del Comitato per la lotta contro il cancro che donò, molti anni or sono, un apparecchio mammografico. Oggi visitare questo dipartimento significa trovarsi dinanzi ad apparecchiature all’avanguardia e ad un’enorme raccolta di cartelle cliniche, memoria storica clinica dell’attività degli ultimi anni anch’essa fondamentale per la cura. In tutta questa eccellenza lo staff ci fa sapere che attende però un apparecchio stereotassico nuovo, strumento per la radiochirurgia: non dubitiamo che chi di dovere possa interessarsene. Al dipartimento di Senologia, dunque, un sentito ringraziamento per l’accoglienza e per le accurate spiegazioni a noi dedicate e un Nicoletta Scalera augurio di buon lavoro.

FATTORI DI RISCHIO Età: la probabilità di ammalarsi di un tumore al seno aumenta con l’aumentare dell’età della donna, sebbene la maggior parte dei tumori al seno (circa il 60%) colpisca le donne di età inferiore ai 55/60 anni. Storia riproduttiva della donna: prolungata esposizione agli estrogeni e progesterone, quale si registra nel menarca precoce o nella menopausa tardiva; nulliparità (nessuna gravidanza) o prima gravidanza oltre i 35 anni; mancanza di allattamento. Familiarità: presenza nella famiglia di componenti (madre, sorella, zia, nonna etc.) con tumore al seno e/o ovaio. Predisposizione genetica: Il test per sapere se si è portatori di queste alterazioni genetiche è consigliabile esclusivamente dopo opportuno counseling genetico. Patologie predisponenti: tumore all’altro seno, all’utero (endometrio) o all’ovaio, lesioni preneoplastiche della mammella, precedente radioterapia della parete toracica (es. linfomi in età giovanile).

PATOLOGIE DEL SENO, A COSA PRESTARE ATTENZIONE Terapia ormonale sostitutiva: i farmaci a base di estrogeni e progesterone, assunti dopo la menopausa per alleviarne i disturbi, possono lievemente aumentare il rischio di sviluppare un tumore al seno. Il rischio è proporzionale alla durata del trattamento. Obesità: il rischio di tumore al seno è più alto nelle donne che dopo la menopausa vadano incontro ad un sovrappeso. Nel tessuto adiposo in eccesso infatti vengono prodotte maggiori quantità di insulina e di estrogeni in grado di stimolare la proliferazione cellulare. Scarsa attività fisica: il regolare esercizio fisico riduce il rischio di sviluppare un tumore al seno. Esso aiuta infatti a mantenere il peso corporeo, favorisce l’aumento delle difese immunitarie e stimola la produzione da parte dell’ organismo di sostanze anti-ossidanti in grado di neutralizzare i radicali liberi. Scarso consumo di frutta fresca e verdura: una dieta ad alto apporto calorico, ricca di grassi e di zuccheri raffinati o con frequente consumo i carni rosse, aumenta il rischio di sviluppare un tumore al seno. Al contrario la dieta mediterranea, e più in generale il consumo di frutta fresca e verdura, olio extra vergine di oliva, riducono il rischio. Alcol: il rischio di tumore al seno aumenta proporzionalmente al quantitativo di alcol assunto. Fumo: anche il tumore al seno sembra aumentare nelle fumatrici.


n.55 _ agosto 2013

Mensile di Informazione di Anzio e Nettuno

Dal 7 al 22 SETTEMBRE LA FOTO DEL MESE

Invia la tua foto a redazione@anziospace.com e racconta con noi la città. La Redazione si riserva la facoltà di pubblicare ogni mese la foto ritenuta più significativa.

9

Segui gli eventi su: www.shingle22j.com

Anzio Space

Space - Città


agosto 2013 _ n.55

10

pubblicita@anziospace.com Mensile di Informazione di Anzio e Nettuno

Anzio Space

�������������������������������������������������

Ogni mercoledi' sconto del 10% a tutti i pensionati Ogni mercoledi' punto doppio con CARTA DESIDERIA 500 offerte speciali mensili Anzio Centro Storico: Via Adua, 14 - CC Anteo: Viale Antium, 6/c Casalinghi, detersivi e profumeria: Via Baccarini, 23


Anzio Space

Space - Città

n.55 _ agosto 2013

Mensile di Informazione di Anzio e Nettuno

11

Intervista al Presidente del Comitato Dissenzienti Consorzio di Lavinio

MA QUEI LAVORI A LAVINIO CHI LI HA AUTORIZZATI?

Siamo stati contattati dal Presidente del Comitato Dissenzienti Consorzio di Lavinio, arch. Giuseppe Nicolò, che ci ha espresso tutte le sue perplessità circa i lavori di ripavimentazione che il Consorzio di Lavinio sta eseguendo da metà luglio su alcune strade del quartiere. “Dal primo gennaio” – esordisce l’architetto - “tutti i ‘servizi indivisibili’ prestati dal Comune, ossia l’illuminazione pubblica, la manutenzioni delle strade, la polizia locale, l’anagrafe, sono a pieno carico dell’Amministrazione Locale e saranno finanziati dall’introduzione di una nuova tassa, la Tares, la cui prima rata è stata già pagata nello scorso mese di giugno. Con l’introduzione della Tares, i cittadini di Anzio, per cui anche quelli di Lavinio, pagheranno da ora in poi tutte le prestazioni che fino ad oggi spettavano al Consorzio del dottore Antinori”. Ma allora, chi ha autorizzato i lavori che sono stati eseguiti? “È quello che vorremmo capire anche noi. Sappiamo solo che dietro i lavori di viale Stella Marina, via dello Scoglio e via Regina Amata, c’è l’autorizzazione numero 93 del 25 giugno di quest’anno. Ma qual è l’ufficio del Comune che l’ha consentiti? Forse l’autorizzazione alla ditta che li ha effettuati è stata data da un dirigente del Consorzio? Possibile che nessun elemento della Polizia Municipale abbia controllato le autorizzazioni?” Insomma quelle prospettate dal sig. Nicolò sono tante incognite, ma con una sola sicurezza, che la delibera TOSAP n°16, approvata dall’ufficio Tributi il 29 marzo 2007, su proposta dell’assessore alle Finanze, ha sentenziato che tutte le strade sono comunali. Continua il Presidente dei Dissidenti: “Con quale gara di appalto sono stati autorizzati i lavori? Sono lavori dimenticati nel 2011? Oppure è forse un regalo del consorzio stradale Lavinio S.Olivo e S.Anastasio che tra l’altro non esiste giuridicamente, perché dal 1° gennaio 2013 non ha più diritto di far pagare ai cittadini di Lavinio le quote consortili emesse da Equitalia a suo favore? Per aver più volte ribadito il concetto della non giuridicità del Consorzio sono stato anche denunciato per diffamazione a mezzo

stampa dal presidente Antinori, ma la Magistratura mi ha dato ragione, assolvendomi per ‘Accuse Infondate’. Ma non solo, ho sempre detto che il Consorzio è volontario e ne ho le prove.” Il Presidente ci mostra, a questo punto, la copia del Verbale n°4 della Commissione Consiliare Politiche del Bilancio e Finanziarie, redatto il 12 giugno 2012, in cui ad una domanda specifica del Consigliere Lo Fazio sulla volontarietà dei Consorzi, l’Assessore Mercuri rispondeva: ‘Tutti i consorzi lo sono”. Per finire l’arch. Nicolò ci mostra una foto scattata durante i lavori, in cui si nota un’altra particolarità, a sua detta assai strana. Sui cartelli che autorizzano i lavori nelle tre strade, infatti, non compare né il logo del Comune e né il Direttore dei lavori, ma solo la scritta: ‘Lavori in esecuzione per conto del CONSORZIO DI LAVINIO’. Maurizio D’Eramo

Qui Radio Nerone La mer di Anziò Lucianus Lucianus, sabato 27 di luglio ho fregato maschera e boccaglio ad un bambino francese, che è rimasto con un palmo di naso, e mi sono gettato nel mare per godermi le delizie dei nostri fondali. Quanto mi piace fare questi scherzetti e sentire le grida dei genitori che inseguono il mio spirito libertino imprecando a più non posso. Nuotando e nuotando ho ripercorso tutto il mio vecchio porto e ho rivisitato i ruderi dei moli. Ad un certo punto, ripensando a quello scherzetto fatto al bimbo e memore della geografia del fondale, mentre mi dirigevo verso l’Arco muto ho dato una craniata ad un oggetto non identificato. Subito ho pensato “ecco una punizione del dio Nettuno per aver fatto la bischerata”, invece ho alzato gli occhi e ho visto una diga di cemento. Subito il mio pensiero è andato a te, oh grande mio pari Lucianus! Stai a fa’ anche tu villini sul mare? Ma sei un grandissimo! Così, sereno perché la mia marachella non ha scatenato nessuna ira degli dei, ho continuato a nuotare in mare fin oltre l’area della mia villa. Era pieno di pesci marroncini che facevano il morto a galla! E subito ho pensato “caspita! Se avessi fregato anche il retino a quel bimbo, avrei potuto portarli ai miei amici di Villa Sarsina”. Sai che bella ingozzata! Ciao Lucianus, Nerone è con te!


agosto 2013 _ n.55

12

Space - Cultura

Mensile di Informazione di Anzio e Nettuno Lavinio-Space

Anzio Space

Gli eco-itinerari del Lazio raccontati dagli amanti delle due ruote ecologiche

SE LA VITA È UN VIAGGIO VOGLIO FARLo IN BICI

“Da bambini e da grandi, da amatori e da campioni. Non serve farle un monumento. Nel cuore c’è già, perché è sempre lei la protagonista”. Così il giornalista sportivo Candido Cannavò, acuto cronista e osservatore di tanti Giri d’Italia, ha sempre amato definire la bicicletta. Un mezzo “speciale” capace di regalare emozioni, di far sognare, di far vivere viaggi unici anche con il solo racconto. Sinonimo di sostenibilità, mobilità alternativa, tempo libero e salute, la bici negli ultimi anni è tornata alla ribalta conquistando il cuore di tutti, complice la crisi e la voglia di riappropriarsi di una mobilità “slow”, più lenta. E le città e le strade si riempiono di ciclisti che vogliono riscoprire l’anima profonda del proprio territorio. Lo sanno bene Eugenio, Chiara, Giampaolo e Sebastian, tra i tanti ciclisti dilettanti e professionisti di Anzio e Nettuno, che amano pedalare per “assaporare le bellezze del territorio laziale”: dagli angoli più caratteristici del paese alla campagna agropontina, dai piccoli borghi arroccati, come Sermoneta, Norma o Sezze, passando per i luoghi di preghiera come l’Abbazia di Valvisciolo per arrivare sul lungomare di Sabaudia. Persone dalle vite diverse che amano macinare chilometri pedalando e affrontando le salite, il vento, le difficoltà del percorso per arrivare alla meta. Ciò che accomuna queste persone e gli amanti del cicloturismo è quel senso di libertà e di pace che le due ruote ecologiche sanno regalare. PASSIONE E RICERCA – Per il sessantenne Eugenio, la bici è passione e allenamento. È un viaggio continuo alla ricerca di se stessi. Eugenio prende la sua bici da corsa nel week-end per “rigenerarsi” dopo un’intensa settimana di lavoro. Tra i suoi eco-itinerari preferiti c’è la scalata di Norma, un percorso di media difficoltà. La partenza è quasi sempre il sabato: si sveglia presto, indossa l’abbigliamento tecnico, gli scarpini, il casco. Riempie la borraccia e controlla la propria compagna di viaggio. Poi, quando la città di Nettuno ancora dorme, parte assaporando il fresco del mattino e percorre strade secondarie circondato dalla campagna, dal verde degli ulivi, dalle piantagioni di Kiwi, con i Monti Lepini sullo sfondo. “Pedalando - ci dice - si riesce a percepire, vedere e sentire ogni cosa in maniera più profonda e intesa, ci si rimpossessa dello spazio e del tempo”, perché, come dice Sergio Zavoli con la bici si va e si sta dentro a misure ancora umane. Il percorso verso Norma è poco trafficato e costeggia alcuni luoghi simboli della campagna agropontina come l’Oasi naturalistica di Ninfa o l’Abbazia di Valvisciolo. Costruita nel XIV secolo ai piedi del Monte Corvino, l’Abbazia è meta di preghiera di fedeli ma anche tappa di ristoro per i tanti ciclisti che, come Eugenio, qui amano riposarsi prima di riprendere la pedalata verso Norma. Dopo Valvisciolo inizia la salita: ci si alza sui pedali, si attacca la salita, alla Pantani, per arrivare al centro di Norma. La soddisfazione per l’obiettivo raggiunto è tanta: una pausa

per riposarsi, un gelato per recuperare le energie e poi si riparte per tornare verso casa. MOBILITÀ DOLCE - Per la giovane Chiara la bici è sinonimo di mobilità alternativa. “Un modo - ci spiega - semplice e salutare per spostarsi nei centri urbani, senza impazzire nel traffico di ogni giorno”. Ecco allora che pedalando tra Anzio e Nettuno, si riscoprono angoli prima inosservati come il viale di platani di S. Teresa oppure il meraviglioso sughero in prossimità del centro commerciale Le Vele di Nettuno. Tra gli eco-itinerari di Chiara, non mancano le pedalate fuori porta come quella al lago di Fogliano, il più grande dei 4 laghi costieri della regione pontina e che dal 1978 fa parte del territorio protetto del Parco Nazionale del Circeo. Il lago è circondato da sentieri percorribili in mountain bike, dove si possono ammirare diverse specie di volatili, una vegetazione rigogliosa e gli allevamenti di bufale. SPORT – Infine c’è chi pedala per passione e lavoro, come Giampaolo e Sebastian. Giampaolo, amante del running, prende la sua bici nel week-end per allenarsi. Tra le sue mete ci sono Sermoneta o Sabaudia. Due percorsi diversi ma dal grande fascino: il primo è una pedalata nella campagna agropontina, una tavolozza di colori che illumina di giallo, verde e arancione le strade pianeggianti che portano verso Sermoneta. Anche qui la salita da del filo da torcere, i tornanti che si susseguono accompagnano il ciclista verso il cuore del Paese. Quasi tutta pianeggiante, invece, la strada per Sabaudia: si può scegliere se fare il percorso interno circondati dal verde dei lecci e delle querce oppure optare per quello che costeggia i 23 km di duna costiera dalla caratteristica forma a mezzaluna. Il mare, la bellezza del Circeo, la maestosità dei pini e degli eucalipti di Sabaudia che addolciscono l’architettura razionale della città, ricompensano i tanti ciclisti che arrivano alla meta. Tra questi c’è anche Sebastian che ha fatto dello sport un lavoro. Triatleta e campione italiano assoluto di lungo, Sebastian nasce come ciclista per poi approdare al mondo del triathlon. In attesa delle gare nazionali e internazionali, si allena tra Borgo Sabotino, Foce Verde, Norma, Sezze, Cori e Bassiano. Quando “sfreccia” con la sua bici da corsa sulle strade del litorale e dell’entroterra, sembra essere un tutt’uno con la sua compagna di viaggio. Le sue pedalate e quelle di Eugenio, Chiara e Gianpaolo sono esempi di un andare in bicicletta che ha ancora il “sapore” della sana fatica, della determinazione, della voglia di sfidare di se stessi, di vedere i luoghi con occhi diversi e soprattutto di sognare. Perché di pedalare e sognare, nello sport come nella vita, non si finisce mai, neanche da grandi. Luisa Calderaro


Anzio Space

Space - Cultura

n.55 _ agosto 2013

Mensile di Informazione di Anzio e Nettuno

13

L’associazione in ricordo di Manilio Prignano, morto in un incidente in montagna nel 2012

Tra i progetti un archivio fotografico con gli scatti del grande escursionista e musicista

Saper ascoltare le montagne, quelle vette che ti insegnano a conoscere meglio te stesso, a procedere con il giusto passo, a guardare il mondo con occhi diversi, più attenti e curiosi. È ciò che amava spiegare Manilio Prignano ai suoi allievi del corso di trekking dell’Università Civica di Nettuno, ai suoi studenti, agli amici di escursionismo. Di Manilio, che ha perso la vita nel maggio 2012 durante una scalata sul monte Guadagnolo (Capranica Prenestina), rimarranno i suoi insegnamenti, le sue parole, il ricordo di un sorriso dolce e pacato; ma soprattutto le tante foto scattate durante le uscite di trekking. La famiglia e gli amici lo hanno voluto ricordare creando l’associazione Atelier Manilio, nata per far conoscere e valorizzare la variegata produzione artistica e intellettuale che ci ha lasciato: manoscritti di vario genere, partiture, disegni e scarabocchi fantasiosi, bozze di sceneggiature illustrate, fumetti e soprattutto circa 20mila diapositive e 200GB di file di immagini. Un patrimonio unico, un bene comune che l’associazione vuole conservare, condividere, promuovere e diffondere attraverso la creazione dell’archivio fotografico Manilio che raccolga le diapositive. Scatti che testimoniano il grande amore che Prignano nutriva per la montagna, la natura e i paesaggi, ma anche l’immesa passione e curiosità che aveva per ogni cosa. Perchè Manilio non era solo una guida ambientale escursionistica, era anche docente di musica alla scuola Giovanni Falcone di Anzio e un eccezionale pianista e fotografo. Un eclettico di altri tempi, un artista a 360 gradi, che ha saputo dar voce, spazio e tempo alla musica, alla montagna e alla fotografia. Le sue tre grandi passioni oggi continuano vivere nell’energia della moglie Grazia, delle figlie Luce e Gaia e di tutte le persone che lo hanno conosciuto e hanno voluto dar vita all’Atelier Manilio. “Con la creazione dell’archivio fotografico – spiega la moglie Grazia – vogliamo salvaguardare e al tempo stesso condividere e rendere fruibile tutta questa ricchezza di foto e diapositive chiuse al momento in casse e raccoglitori. Intendiamo digitalizzare tutte le diapositive e creare un database dotato di catalogo accessibile online. Un modo sicuro, durevole, flessibile, per far sì che questo materiale non si perda, non continui a rovinarsi, ma si mantenga vivo e fruibile, senza la necessità di disporre di uno spazio fisico aperto al pubblico”. Durante le sue uscite in montagna Manilio ha infatti immortalato con l’obiettivo della sua macchina fotografica tutto ciò che lo colpiva: dai paesaggi dell’Appennino centrale come i Monti della Laga, i Sibillini, il Sirente o il Gran Sasso a quelli di altre zone d’Italia come il Cilento, le Cinque Terre o il Pollino; per poi passare

ai paesaggi dei Pirenei e della Patagonia. Ci sono poi gli scatti macro di rocce, fiori, licheni, un microcosmo spesso non più riconoscibile, che ha però la capacità di portare l’osservatore ad avere occhi diversi e nuovi, alla Marcel Proust. Infine alle foto naturalistiche si affiancono quelle più “artistiche” che immortalano l’acqua in movimento, le nuvole o la luna in un gioco di materia, luce e interpretazione interiore, “tradendo senza rimpianti – come diceva Manilio - la classica concezione del medium fotografico come strumento ideale per comunicare una visione/ interpretazione della realtà esteriore.” Il progetto dell’archivio fotografico si articolerà in tre fasi: la prima, che ha già preso avvio, vede l’associazione impegnata nel pulire, numerare e catalogare le diaposistive che dovranno essere digitalizzate. Poi un laboratorio specializzato procederà alla digitalizzazione delle diapositive e a salvarle su supporti adeguati. Infine, dei tecnici scelti dall’associazione lavoreranno per creare il datebase con i file delle immagini digitalizzate e il sito del catalogo, dove chiunque potrà fare ricerche. Ma per realizzare tutto ciò, l’Atelier Manilio ha anche bisogno dell’aiuto di tutti. Per questo ai primi di luglio ha organizzato un primo evento a Villa Sarsina, ad Anzio, dal titolo “Aperitivo con Manilio”: una mostra frografica con alcuni degli scatti che faranno parte dall’archivio per raccogliere fondi da destinare al progetto. E non mancherrano altri appuntamenti in programma ad agosto e settembre, perchè tra gli altri obiettivi dell’associazione c’è quello di promuovere convegni, mostre, conferenze, dibattiti, concerti e corsi di formazione seguendo il grande spirito di Manilio, la sua passione e la curiosità che lo hanno sempre contraddistinto. Luisa Calderaro

IL BLOG DELL’ATELIER L’Altelier Manilio ha anche creato un blog, dove è possibile trovare tutte le informazioni relative all’associazione, a Manilio Prignano, alla sua produzione artistica e intellettuale, agli eventi che sono stati organizzati e ai prossimi in programma. La pagina web è http://ateliermanilio.wordpress.com, dove è inoltre possibile informarsari sul lavoro che si sta portando avanti per realizzazione dell’archivio fotografico con la gallery che raccoglie alcuni scatti realizzati dall’escursionista e musicista scomparso nel 2012. LC


agosto 2013 _ n.55

12 14

Space - Cultura

Mensile di Informazione di Anzio e Nettuno Lavinio-Space Space-Politica

Anzio Space

A Villa Adele il 16 agosto lo spettacolo gratuito dei comici Aglioti e Gaetani

PER FORTUNA ‘NON CI RESTA CHE… RIDERE’ Non c’è due senza tre. Per il terzo anno consecutivo l’allegra banda de ‘Fuori i secondi’, ossia i due intrattenitori di Radio Enea, Fabio Pontecorvo e Andrea Serra, sono riusciti ad organizzare, a ridosso del ferragosto, un avvenimento culturale unendo nella giusta sinergia il Comune di Anzio (con l’Assessorato allo Spettacolo che darà gratuitamente l’arena di Villa Adele) e gli sponsor privati (coRizzaro & figli Costruzioni edili, Ferramenta Fai da te, Itema impianti elettrici, Progedil Case, Super Cozza, Hotel Lido Garda, Pasticceria Esposito, Cuore a 4 zampe, Gisele boutique, Eurosoft 2000, Antico Grottino, Zelda abbigliamento, Fiorerie Imbiscuso, Stabilimento SaintTropez, pizzeria Antiche ricette napoletane) che si accolleranno le spese dello spettacolo, dando modo a cittadini e turisti di assistere gratuitamente. Il ché, in un periodo di crisi come questa, diciamocela tutta è più che ammirabile. L’appuntamento è per venerdì 16 agosto alle 21.30 a Villa Adele con lo spettacolo ‘Non ci resta che ridere’, che vedrà sul palco alternarsi due comici, Annalisa Aglioti e Fabrizio Gaetani, provenienti da esperienze televisive come ‘Colorado’ e ‘Area 51’. A fare da contorno alle esibizioni dei due comici, ci saranno anche quest’anno i balletti della scuola di danza ‘Crazy School’ di Lavinio, diretta da Roberta Vitiello. “Lo spettacolo in programma il 16 agosto ripropone la stessa formula vincente del ‘tutto aggratise’ dello scorso anno”, ci dice scherzosamente Pontecorvo convinto più che mai che con un biglietto a 10 euro, come era per gli altri spettacoli andati in scena, non avremmo visto tante famiglie e tanti anziani assiepare le gradinate dell’arena. L’estate scorsa i due organizzatori, proponendo uno spettacolo di Alessandro Serra con ingresso gratuito, hanno infatti avuto a Villa Adele ben 1500 spettatori. In attesa di ‘Non ci resta che ridere’, abbiamo incontrato in anteprima i due comici. Chiediamo ad Annalisa Aglioti, fresca di riconferma per l’edizione 2013-14 di ‘Colorado’, se quel suo personaggio di ‘donnamodello quasi santa’, corrisponde in qualche modo alla sua realtà. Nella vita quotidiana, come è il suo rapporto con gli uomini? “Devo dire che una volta ero così, il personaggio è nato osservando molte amiche, sorelle, zie. Adesso diciamo che mi sono evoluta. È logico che ci sta in un rapporto sentimentale rendere felice l’altra persona, ma bisogna mantenere comunque la propria personalità senza cadere nel rapporto ‘zerbino’. Io in un periodo della mia vita pur di non perdere un ragazzo, mi ero ‘azzerbinata’ tanto da coniare lo slogan che faccio dire al mio personaggio di aver cambiato il segno zodiacale, da leone a ‘zerbino’. Poi tanti spunti ti arrivano quando ti incontri tra amiche, soprattutto nei momenti di crisi sentimentali, quando tutte hanno qualcosa da raccontare…” Lei ha un passato anche come ballerina, eppure nelle sue performance televisive la vediamo molto statica, come riesce ad abbinare questo modo di vita? “L’avere lavorato tanto sul corpo mi permette adesso di controllarmi a tal punto da riuscire a stare quasi ferma sul palcoscenico, salvo il piccolo movimento del piumino. Una cosa difficile visto che c’è sempre la tendenza a muoversi troppo. Ma la cosa è anche voluta, così la gente sta più attenta al testo”. Passiamo adesso a Gaetani. Uno dei suoi personaggi più famosi è quello del ristoratore ‘Giggi di Bujaccaro’, romano della zona Roma est, ossia Romania. Un’amara considerazione di una ‘piaga’ del tempo d’oggi, la fine di tanti locali tipici ‘romani’, che vanno nelle mani di stranieri. Da dove nascono i suoi spunti? “A dire il vero più di una parodia si tratta di come è cambiata la realtà romana. Il romano tipico non c’è più, al suo posto ci sono tanti stranieri che lo imitano. Questa è la grandezza di Roma, dove anche un cinese

o un rumeno parla e si muove proprio come un romano. Per quanto riguarda i miei personaggi nascono dall’osservazione quotidiana. Nel nostro mestiere devi essere un grande osservatore, devi saper fotografare la realtà quotidiana e riportarla in teatro. La cosa più riuscita di uno spettacolo è quando la gente, dopo la risata, commenta: ‘è vero’.” Nel 2009 lei ha portato in scena con ‘Buonasera Aldo Fabrizi’, uno spettacolo in onore del grande Aldo, riproponendo molte delle sue più famose ‘macchiette’, quasi a mo’ di ‘imitazioni’, copiandone la gestualità e le smorfie. Nel cimentarsi in un’impresa del genere, non ha avuto paura del confronto che avrebbero fatto gli spettatori? “Ho voluto riproporre la figura di Aldo Fabrizi in varie forme: con gli sketch cinematografici o televisivi più famosi, addirittura ho riproposto un’intera scena del ‘Rugantino’. Il pericolo del confronto ci poteva essere, ma penso che il confronto lo puoi avere nel momento in cui mandi in televisione una cosa sua in contemporanea, perché poteva esserci un confronto di ricordo, ma visto che un’operazione del genere non l’ha fatta mai nessuno… è andata bene. E poi, la cosa più bella mi è stata detta proprio dal figlio che è venuto alla prima. Quando mi ha salutato m’ha detto: “Te stavo per dì: Ciao papà”. Beh, queste sono delle belle Maurizio D’Eramo soddisfazioni!”.

“LA FORTUNA CON L’EFFE MAIUSCOLA”

La Compagnia Arte Povera ritorna ad Anzio al teatro di Villa Adele il 1° agosto, alle ore 21:00 con “La fortuna con l’effe maiuscola” di Eduardo De Filippo e Armando Curcio. La serata sarà in favore della Comunità Massimo Onlus per il recupero delle tossicodipendenze. Il costo dei biglietti sarà di 10 euro a posto unico, 5 euro per bambini dai 5 ai 12 anni. Giovanni Ruoppolo, con la moglie Cristina e il figliastro Erricuccio, vive in condizioni di povertà assoluta in un condominio abitato da vicine pettegole, amanti, veggenti e portiera ficcanaso. Erricuccio, nipote dei coniugi Ruoppolo e da loro adottato, soffre di una lieve epilessia e rende le situazioni in cui si trova un vortice di caos e divertimento. La Compagnia Teatrale “Arte Povera”, entrata a far parte della F.I.T.A (Federazione Italiana Teatro Amatoriale) è parte integrante dell’associazione culturale “Terra di Enea”, costituitasi nel 2001 a Lavinio per volontà di alcuni soci che già da dodici anni si divertivano a fare teatro in un contesto parrocchiale presso il “Centro Ecumenico della Riconciliazione”. Info e prevendite 069870803 - 3401610430 - artepovera@alice.it artepovera@teatroterradienea.it - www.teatroterradienea.it.


Anzio Space

pubblicita@anziospace.com Space /Associazioni Mensile di Informazione di Anzio e Nettuno Space-Politica

n.55 _ agosto 2013

15 13


agosto 2013 _ n.55

12 16

pubblicita@anziospace.com Mensile di Informazione di Anzio e Nettuno Lavinio-Space Space-Politica

Anzio Space


Anzio Space

Space - Cultura

n.55 _ agosto 2013

Space /Associazioni Mensile di Informazione di Anzio e Nettuno

17 13

Ad agosto tanti concerti, spettacoli e serate enogastronomiche

AL VIA ANZIO ESTATE BLU 2013 Eventi musicali, spettacoli teatrali e di cabaret, ma anche serate enogastronomiche all’insegna della buona cucina locale, sono pronti per allietare l’estate di Anzio 2013. Tra gli eventi di punta in programma ad agosto: i tributi a Franco Califano (9 agosto), Lucio Battisti (10 agosto) e Claudio Villa (26 agosto), la commedia musicale “Aggiungi un posto a Tavola” (1 agosto), la serata di caberet “Non ci resta che ridere” il 16. Imperdibile il grande concerto di Renzo Arbore a fine mese. Soddisfatto il sindaco di Anzio Luciano Bruschini che definisce l’Estate Blu 2013 “un programma di buon livello con eventi che si terranno nelle storiche Ville di Anzio e nelle piazze delle città. Il programma, inoltre, è a costi molto contenuti e tiene conto della difficile situazione economica della nostra Nazione, con diverse novità rispetto al passato e con alcuni eventi di alto livello

che riscuoteranno l’apprezzamento di cittadini e turisti”. Ad agosto l’Estate Blu prende il via domenica 4 a Villa Adele con “Colorado Lo Show”, venerdì 9 agosto ci sarà l’omaggio delle Pro Loco di Anzio e Lavinio a Franco Califano con lo spettacolo “Tutto il resto è noia”, mentre sabato 10 agosto “Mi ritorni in mente”, ottavo Tributo a Lucio Battisti, con la Formula 3, a cura dell’Associazione Esedra. E ancora note e musica di qualità domenica 11 agosto con “La Storia di Anzio in Musica”, martedì 13 agosto con “La Traviata”, l’orchestra Latrina Lirica ed il soprano Linda Campanella; mentre mercoledì 14 agosto l’attesa commedia musicale “Aggiungi un posto a tavola”, di Garinei e Giovannini. Tra gli altri eventi clou in calendario “Non ci resta che ridere” in programma venerdì 16 agosto ad ingresso gratuito, sabato 17 agosto andrà invece il scena il “Bolero – il candore

e la passione”, a cura della compagnia nazionale di Raffaele Paganini. E ancora lunedì 19 agosto lo spettacolo itinerante folk-punk-rock romano “l’Orchestraccia”, mentre mercoledì 24 agosto sarà la volta del “Er Marchese Del Grillo – Il Musical” con Alfiero Alfieri e giovedì 25 agosto della commedia musicale “Rudens” con la Compagnia dei Cenci. Altra musica venerdì 26 agosto “Omaggio a Claudio Villa” con il concerto di Riccardo Antonelli, sabato 27 agosto “We love you”, spettacolo musicale con Nina Zilli e Fabrizio Bosso e lunedì 29 il grande concerto di “Renzo Arbore con l’Orchestra Italiana”. Infine non mancheranno le serate enogastronomiche in Piazza Garibaldi organizzate dalla Pro Loco di Anzio con “Il Padellone – serata di buona cucina con frittura tipica di pesce” in programma il 23, 24 e 25 agosto a partire dalle ore 19.00. Maurizio D’Eramo

INFORMAZIONI DAL MUSEO CIVICO ARCHEOLOGICO DI ANZIO • Il museo continuerà la sua attività pedagogico-didattica presso lo stabilimento balneare DEA FORTUNA di Anzio – Riviera di Ponente Attraverso I PCM – presidi di cultura Museale: il Museo Va al Mare (ogni sabato mattina) Tutor di riferimento: Rossana Venturelli, Andrea Annibaldi; • le Lectio Magistralis e le lezioni pubbliche riprenderanno il 3 settembre; • gli uffici resteranno chiusi dal 2 agosto al 2 settembre; • Il numero telefonico di riferimento sempre attivo è 3284117535; • il Museo resterà aperto al pubblico tutti i giorni dalle 10:30 alle 12:30 e dalle 17:00 alle 19:00; • all’interno del Museo è stata attivata l’AULA LUDORUM per i bambini; • l’accoglienza al Museo sarà garantita dai cittadini - Tutor:Rossana Venturelli, Claudia Dell’Angela, Mauro Agostini, Rita Arcucci, Edith Dahlmann.


agosto 2013 _ n.55

12 18

Space - Donna

Mensile di Informazione di Anzio e Nettuno Lavinio-Space Space-Politica

Anzio Space

LA RICETTA DEL MESE

Cestino ai gamberi

Lo sapevi che.... - Quando si acquista un surgelato, bisogna fare attenzione che la catena del freddo sia stata sempre rispettata perché, se un prodotto è scongelato e poi ricongelato, si può deteriorare. Un indicatore di cattiva conservazione è la presenza di ghiaccio sulla confezione oppure la presenza di parti di prodotto unite in un unico blocco all’interno della confezione.

Ingredienti per 4 persone - 12 code di gambero - 2 meloni piccoli - 50gr insalatina tipo misticanza - 12 fettine di prosciutto crudo - 5 - 6 steli erba cipollina - ½ limone - olio extra vergine d’oliva - sale - pepe PrOCEDIMENTO lessate e sgusciate 12 code di gambero. Tagliate a metà 2 meloni piccoli, eliminate i semi e ricavate la polpa con uno scavino semisferico (in alternativa, un cucchiaio o un coltellino e poi riducetela a cubetti). Tenete da parte i gusci. Mettete la polpa in una ciotola con 50 g d’insalatina tipo misticanza, 5-6 steli di erba cipollina tagliuzzati, il succo di 1/2 limone, 3 cucchiai di olio extravergine d’oliva, sale e pepe. Mescolate bene! Avvolgete le code in 12 fettine di prosciutto crudo e suddividete l’insalata nei gusci di melone aggiungendo le code di gambero.Buon appetito! Elisabetta Civitan

- Per verificare la freschezza dei molluschi, prendiamo quelli col guscio un po’ aperto e picchettiamoci sopra con una posata. Se sono ancora vivi, si chiuderanno immediatamente. In caso contrario, gettiamoli via. E, comunque, ricordiamoci di buttare tutti i molluschi che non si sono aperti dopo la cottura. - Il sacchetto con il nero di seppia può essere congelato. Al momento dello scongelamento il liquido si sarà raggrumato, ma non appena in pentola si scioglierà nuovamente. - Per togliere la buccia delle pesche, tuffatale per qualche istante in acqua bollente prima di tagliarle: potrete spellarle facilmente, come si fa con i pomodori, senza rovinare la polpa in superficie. - Per una pastella leggera, il passaggio in frigo è fondamentale: se è fredda, a contatto con l’olio bollente si gonfia di più. - Prima di procedere alla cottura del riso, lavatelo accuratamente, preferibilmente aggiungendo qualche goccia di succo di limone all’acqua utilizzata. Ciò permette di eliminare l’amido in eccesso e di ovviare al problema della massa informe e ingestibile dei chicchi che diventano un tutt’uno dopo la cottura. E.C.

Specchio

ABBANDONARE È REATO

Stando seduto in riva al mare, con i piedi bagnati dalle tiepide onde trasportate dal vento, osservo il riflesso che ho di me stesso su di uno specchio, poggiato sulla cristallina acqua marina. Cerco di intravedere la vita, che dalle mie dita è fuggita. Fabio. 12/01/2012

Art. 727 del codice penale (Abbandono di animali) – “Chiunque abbandona animali domestici o che abbiano acquisito abitudini della cattività è punito con l’arresto fino ad un anno o con l’ammenda da 1.000 a 10.000 euro. Alla stessa pena soggiace chiunque detiene animali in condizioni incompatibili con la loro natura, e produttive di gravi sofferenze” . La ratio legis per questa norma è stata rinvenuta da parte della dottrina nella tutela del sentimento umano, che è offeso dal maltrattamento o abbandono degli animali, e dal Consiglio di Stato nella diretta tutela, «adeguata all’evoluzione dei costumi e delle istanze sociali», degli animali «da forme di maltrattamento, abbandono ed uccisioni gratuite in quanto esseri viventi capaci di reagire agli stimoli del dolore». La Dichiarazione universale dei diritti dell’animale sancisce all’art. 6 che «L’abbandono di un animale è un atto crudele e degradante».


Anzio Space

Rubriche

Space /Associazioni Mensile di Informazione di Anzio e Nettuno

DETTI PORTODANZESI “È arivato a cappello ‘n petto”, è venuto umilmente per chiedere scusa. “Parla come magni”, un modo per chiedere la sincerità dell’interlocutore o esprimersi meglio. “Te sei ‘mbacuccata”, ti sei vestita in modo eccessivo, ingombrante e goffo. “Co ‘sti canti e co’ ‘sti soni me so rotto li... carzoni”, invito a non insistere nel parlare per non diventare noioso. “Movete che la giornata è ‘n mozzico”, si dice anche della vita e serve a spronare chi è troppopigro a non lasciar passare il tempo inutilmente perchè si perde e passa. “Co’ poco se campa co’ niente se more”, tra pescatori quando il pescato scarseggiava nasceva questo detto simile al proverbio Nazionale: “chi s’accontenta gode”. “Nun se batte ‘n chiodo”, quando non si ottiene l’obiettivo in vari campi, nel lavoro o nel corteggiamento. “Na pipinara de regazzini”, la confusione e lo strìllio dei bambini in una figura retorica dal sapore poetico. Immaginiamo questi fanciulli come il frenetico muoversi e il caotico pigolare di un folto gruppo di pulcini. “Piove, piove... statte a casa e nun te move. Piove, pioviccica er culo te se appiccica”, graziosa filastrocca molto comune ad Anzio. Dal gruppo facebook:”Detti popolari portodanzesi”. amministrato da Pina Salustri e Alessandro Tinarelli

Anzio-Space

n.55 _ agosto 2013

lo trovi da....

Bar Beach, Via di Valle Schioia 152, Lavinio, tel 069866038 Bar dei Graziosi, Corso del Popolo 3, Anzio, tel 069846389 Bar Gemma, Viale Adriatico 23, Falasche, tel 069874637 Bar Nolfi, Viale Marconi 18, Anzio, tel 069830716 Caffè dei Platani, Via delle viole 27, Lavinio, tel 069821021 Cartolibreria Parolalibera, Via di Valle Schioia 146, Lavinio, tel 069862459 Multisala Cinema Lido, Via delle Cinque Miglia, Padiglione, tel. 0698981006 Supermercato Arpesca (Pam), Via Goldoni 62, Lavinio Stazione, tel 069874751 Edicola “Non solo giornali”, Via di Valle Schioia 8. Lavinio, Tel. 0688922908 Tabaccheria Mingiacchi, Via Porto Innocenziano 24, Anzio, tel 069848495 Titti caffè, Via dei Fabbri 11, Anzio, tel 069831192 Uragan Caffè, Piazza Palomba, Anzio, tel 069845553 Vintage Caffè, Viale del Sole, Lavinio Mare Servizio Facile, Via di Villa Claudia 53/d, tel. 06 98673219 Bar La Coccinella, Piazza Bandol s.n.c., Nettuno, tel. 3396108810

cerca collaboratori commerciali per la vendita di spazi pubblicitari Contattaci a: redazione@anziospace.com

19 13

BARONE FIGHT CLUB NELLA TERRA BOXE THAILANDESE C’è sempre una nuova e importante sfida nel futuro di un campione o anche un progetto interessante... sarà una grande esperienza dal punto di vista tecnico e una apertura globale verso il mondo degli sport di combattimento. Ottavio Barone iniziò così il karate, il full contact per tanti anni, per dare il massimo dell’agonismo con cuore e anima per la boxe con 100match, una olimpiade Sydney 2000 e un professionismo titolato. Racconta Ottavio: “Voglio creare una rete globale per far crescere i miei agonisti e per dare ai miei allievi un allenamento veramente unico. La prima tappa di questo viaggio nella terra dei pugili thailandesi sarà Phuket per poi volare a Bangkok dal famoso Samart Payakaroon campione mondiale di boxe e Muay Thai. L’avventura continuerà con stage nelle palestre più importanti del mondo. Porterò con me mio figlio Raul, che crescerà con i valori dello sport che oltre un impegno e una grande avventura, contribuiscono alla creazione di un cittadino modello. Lo sport di combattimento ha una funzione sociale importante e a differenza degli altri sport favorisce la formazione della personalità di un ragazzo, formando in lui quei valori che lo accompagneranno tutta la vita.” Un Ottavio Barone al top della forma si allenerà misurandosi con atleti sia di boxe che di muay thai e se la sfida si accende potrebbe combattere: “I miei coetanei sono tutti in attività vedi Bundu, Fragomeni, i fratelli Branco e altri pugili che parteciparono alle mie olimpiadi. Non c’è ricambio generazionale, la qualità della boxe è scesa insieme alla crisi economica delle borse dei match e basta veramente poco per ritornare sulla cresta dell’onda.” Ma il vero fine di questa avventura è aprire la frontiera degli sport da combattimento attraverso esperienze come questa e viverla al di fuori dell’Italia conoscendo nuove realtà per crescere sia a livello sportivo che culturale. Tredici anni fa Barone supervisionò gli allenamenti e gli incontri delle squadre olimpiche con il famoso campione mondiale australiano Jeff Fenech. Ora per Ottavio sarà la volta di Samart Payakaroon, i due incrociarono i guanti per il titolo mondiale.

Unisciti al nostro gruppo “Anzio-Space” su:


agosto 2013 _ n.55

12 20

Space - Annunci

Mensile di Informazione di Anzio e Nettuno Lavinio-Space Space-Politica

Per pubblicare i tuoi annunci sul nostro giornale manda una mail a: annunci@anziospace.com • Presso la polisportiva tennis Anzio (zona piscina comunale Anzio) si impartiscono lezioni di tennis private e di gruppo nei mesi di luglio e agosto. Per ulteriori informazioni contattate il 3397006146 • Laureanda in studi storico - artistici impartisce ripetizioni in storia dell’arte, storia e letteratura. Supporto tesine e compiti. Prezzi trattabili. Tel. 329/0118724 • Feste (compleanno, laurea...), matrimoni, anniversari, ricorrenze, serate danzanti o in locali DJ ANIMATORE allieta con latino americana, balli di gruppo e coppia, revival. Prezzi modici, attrezzatura propria. Cell. 349/6125219 • PROMO: si effettuano consulti di cartomanzia. Massima serietà e riservatezza. Luce Tel. 3401400493 • Vendesi Tavolo noce massello, stile rinascimentale, ottime condizioni, misure: cm 194 x 84 x 79h Euro 490,00 Fabio 3348821971 – mail: bazaar.ardea@teletu.it • Plastificatrice professionale a caldo per Pouches, marca Tosingraf Modello JHC NP 280 - plastifica fino al formato A4 completa di 910 pouches assortite in varie misure (per un valore di € 150,00)Fabio cell: 3348821971 – mail: bazaar.ardea@ teletu.it Euro 130,00 • Rilegatrice e Perforatrice professionale Tosingraf Modello R 3000 per anelli e easy bind ( rilegatura a pettine ) completa di mobile a cassetti e di 930 rilegature assortite in varie misure ( per un valore di € 300,00 )Fabiocell:3348821971mail: bazaar.ardea@teletu.it Euro 180,00 • vendesi, causa cessata attività, BICICLETTE NUOVE imballate a prezzi di realizzo, per bambine mis 12. Nuova Florida (Ardea) Rm Cell. 334 8821971 – e-mail bazaar.ardea@teletu.it per ulteriori info su altri prodotti e prezzi, visitate il nostro sito: http://fabioardea.xoom.it • Vendo antenna digitale per pc praticamente nuova compresa di cd d’ istallazione per tutti i sistemi operativi EURO 10 TEL. 3487562170 • ANFIBI “magnum response ii 8inch sz” originali americani nuovi mai indossati misura 45 ma calzano 46di colore nero E 80. TEL.3487562170 • AFFARONE Vendo diversi abiti di carnevale in ottime condizione, di diversi personaggi dei cartoni animati GORMITI, SCERIFFO, invio foto contattatemi al 3487562170 o contefocus@ yahoo.it PREZZO 10 EURO AL PEZZO • GIACCA donna indossata una volta praticamente nuova in vera pelle misura XL E. 50

invio foto. Tel. 3487562170 contefocus@yahoo.it • NOCERA INFERIORE villa a schiera di circa 300 mq piu’ giardino a pochi chilometri da salerno in zona tranquilla e ben servita ottima esposizion (da vedere) no agenzia tel. 3487562170 • BOCCHINO Charles BAY 6EJ in ebanite di altissima qualità per sax contralto, apertura medio/ stretta ( ottimo per il jazz ) completo di fascetta e copribocchino con scatola originale (compreso scontrino fiscale di garanzia Aprile 2012 ) come nuovo, poco usato per inutilizzo cambio strumento ,vendo 100 euro intratt. tel. 331/3752442 email: maxgladio@hotmail.it • Smarrita il 18/07/13 in località MANTOVANO (Comune di Lanuvio) BEAGLE femmina di sei anni. Risponde al nome di Susy. Offresi ricompensa a chiunque la ritrovasse. Tel. 3406722683 • CHERUBINO è un grazioso meticcio maschio di circa 3 anni, taglia piccola. Fu trovato sul ciglio della strada abbandonato in condizioni davvero pessime con una zampa in cancrena, tanto che i volontari hanno temuto per la sua vita. Invece dopo aver subito la mutilazione della zampa posteriore e dopo settimane di amorevoli cure, il nostro amico si è ripreso. Dato il suo carattere mite e affettuoso Cherubino si adatterebbe bene anche con una famiglia che vive in appartamento, senza giardino. Poca pappa e molto affetto gli saranno ben più che sufficienti. Per l’adozione telefonare : 339 4371121 - 339 1259452 - Canile Alba Dog - Pomezia - www.cinofilimarilu.it Associazione Cinofila Onlus Marilu’Via Ovidio, 44 - 00040 Pomezia (RM) • CAGNOLINO DI UN ANNO PICCOLA TAGLIA CERCASI ADOZIONE -TELEFONARE A: CATERINA 327 9358555 • Fujifilm Fujika Editor E55, da collezione, tenuto gelosamente, ottimo stato! 50€, con preferenza a consegna di persona su Anzio (RM). scrivetemi su: a_noctis@hotmail.com (per l’elenco completo dei miei annunci visitate http://j.mp/annuncimiei ) • Telefono fisso a disco vintage Siemens Auso della SIP funzionante. serie S62, vero oggetto di modernariato vintage. Prezzo = 40€. Preferenza a consegna di persona su Anzio (RM). scrivetemi su: a_noctis@hotmail.com (per l’elenco completo dei miei annunci visitate http://j.mp/annuncimiei ) • Capi di abbigliamento firmati delle seguenti marche: Paciotti, Lacoste, Guru, Nero Giardini, Cult, Pollini, jeans vari e Bear surf (provati o usati appena) ma perfetti!!! Preferenza a consegna di persona su Anzio (RM) scrivetemi su: a_noctis@ hotmail.com (per l’elenco completo dei miei annunci visitate http://j.mp/annuncimiei ) • Bermuda cioè Pantaloncini da mare della BEAR surf, colore arancio con decorazioni floreali di Ibuscus sui lati in nero, taglia us-36 pari a it-50 . Solo 25€ e sono perfetti!!! Preferenza a consegna di

Anzio Space

persona su Anzio (RM) scrivetemi su: a_noctis@ hotmail.com (per l’elenco completo dei miei annunci visitate http://j.mp/annuncimiei) • Capi firmati originali: lacoste blu sport XL = 10€, berretti Guru panna o sabbia = 6€, polo Converse L = 17€, , jeans elasticizzati e stretch taglia 31 = 15€! Preferenza a consegna di persona su Anzio (RM) scrivetemi su: a_noctis@hotmail.com (per l’elenco completo dei miei annunci visitate http://j. mp/annuncimiei) • Scarpe sneaker originali Cesare Paciotti 4US bianche di pelle #43 a 49€ tratt + altro paio di sneaker in pelle lucida nera della Cult #44 a 35€ tratt. + altro paio di scarpe tipo Hogan di Nero giardini in pelle blu #45 a 35€. Preferenza a consegna di persona su Anzio (RM) scrivetemi su: a_noctis@hotmail. com (per l’elenco completo dei miei annunci visitate http://j.mp/annuncimiei) • Giacca in pelle / Giaccone in pelle da uomo, taglia #52-54 (XL). Il giaccone è privo di difetti e dall’aspetto vintage caratteristico della pelle artigianale. Prezzo 45€ . Preferenza a consegna di persona su Anzio (RM). scrivetemi su: a_noctis@ hotmail.com (per l’elenco completo dei miei annunci visitate http://j.mp/annuncimiei ) • Lampada design moderno da tavolo con luce alogena. Stilosissima x tavolo da lavoro o studio, color bianco opaco, 2 luminosità = 20€. Preferenza a consegne su Anzio (RM). scrivetemi su: a_noctis@ hotmail.com (per l’elenco completo dei miei annunci visitate http://j.mp/annuncimiei ) • SCUOLA, tutto per la scuola!!! Ho Vocabolari e dizionari professionali di tutto, tra cui 2 di Italiano (35 e 40€), Latino tascabile (8€), Inglese (35€) e Francese (30€)... Sono stati usati pochissimo!! Ho anche i tascabili, libri di narrativa e vario materiale scolastico e strumenti, basta chiedere!! Preferenza a consegna di persona su Anzio (RM) scrivetemi su: a_noctis@hotmail.com (per l’elenco completo dei miei annunci visitate http://j.mp/annuncimiei ) • Cartellina scolastica da disegno, educazione tecnica, geografia, geometria, cartografia di livello avanzato con 3 squadre, goniometro, carte millimetrata e carta da lucido. Valigetta + accessori = 10€.Preferenza a consegna di persona su Anzio (RM) scrivetemi su: a_noctis@hotmail.com (per l’elenco completo dei miei annunci visitate http://j. mp/annuncimiei) • GUIDE turistiche ed Atlanti storici e geografici (anche TCI cioè touring club italiano). Tutto economico e in ottimo stato vendesi conPreferenza a consegna di persona su Anzio (RM) scrivetemi su: a_noctis@hotmail.com (per l’elenco completo dei miei annunci visitate http://j.mp/ annuncimiei) • Enciclopedia Motta di Scienze Naturali, 3 volumi rilegati e di bella fattura sulla Botanica a 59€. Preferenza a consegna di persona su Anzio (RM) scrivetemi su: a_noctis@hotmail.com (per l’elenco completo dei miei annunci visitate http://j.mp/ annuncimiei)


Space-Lettere a redazione@anziospace.com

Anzio Space

Mensile di Informazione di Anzio e Nettuno

Rispettando le cifre inserire, completate il riquadro in modo che in ogni riga, colonna e quadrato risultino le cifre da 1 a 9.

FACILE

5

9 1 7 2 9 5 2 3 7 8 4 2 3 5 9 1 4 9 8 2 2 5 8 4 3 4 7 9 9 5 4 2 MEDIO

3 2 1 9 6 5 4 9 3 9 4 1 4 2 2 9 7 4 9

9 7 9

4 5 8 5 6

1 2 9 3 4 6 3

DIFFICILE

7 5 4

4 5 1 4 3

FACILE

SOLUZIONI DEL NUME R O di L U GL I o

9 6 2 5

2 7 9 1 4 8 3 6 5

5 3 1 6 9 7 4 2 8

8 4 6 3 5 2 9 1 7

9 6 2 4 1 5 7 8 3

8 3 6 5 9 4 2 7 1

5 9 1 7 2 8 6 3 4

4 2 7 6 1 3 5 8 9

9 1 5 3 8 6 7 4 2

1 3 5 9 4 7 6 8 2

6 4 2 1 3 8 5 7 9

7 9 8 6 5 2 3 4 1

1 5 7 2 8 3 6 4 9

3 8 4 9 7 6 1 5 2

6 9 5 8 3 1 2 7 4

7 2 3 5 6 4 8 9 1

4 1 8 7 2 9 5 3 6

7 8 2 1 3 9 4 6 5

6 4 9 8 7 5 1 2 3

1 5 3 4 6 2 8 9 7

2 1 4 3 6 5 8 9 7

9 6 3 7 8 4 2 1 5

8 5 7 2 9 1 4 6 3

MEDIO

3 7 8 2 4 1 9 5 6

2 6 4 9 5 7 3 1 8

DIFFICILE

3 2 9 4 7 6 1 5 4

5 7 6 8 1 3 9 2 8

4 8 1 5 2 9 7 3 6

2 7 7 9 8

7

3 1 8 4 7 3 2 7

21

Pubblicità redazionale

SUDOKU - SPACE

3

n.55 _ agosto 2013

5 3 6 3 4 7 6 1

cerca collaboratori commerciali per la vendita di spazi pubblicitari Contattaci a: redazione@anziospace.com

circuito 00042 L’Associazione Culturale 00042 lancia un’interessante iniziativa dedicata a tutti coloro che ne diventeranno soci. Ci è sembrato doveroso ricambiare in modo concreto la fiducia che tanti continuano ad accordarci anno dopo anno, sostenendo Anzio-Space e le nostre iniziative culturali (www.00042.it) Grazie alla preziosa collaborazione degli inserzionisti di Anzio-Space, presentando la tessera “Circuito 00042” all’interno delle attività commerciali di Anzio e Nettuno che partecipano alle convenzioni, ogni socio ha diritto a sconti particolari e personali. Le aziende che aderiscono all’iniziativa sono segnalate di volta in volta nel loro spazio pubblicitario di Anzio-Space, attraverso una stellina rossa nell’angolo in alto a destra con la dicitura “Circuito 00042”, in modo da facilitarne la ricerca. Nella sezione del giornale dedicata al Programma Sconti, ogni mese viene pubblicato l’elenco completo e aggiornato delle aziende aderenti e il tipo di scontistica che esse offrono a chi presenta la tessera “Circuito 00042”. Lo stesso elenco viene inviato ai Soci via email. Ringraziando tutti i vecchi e nuovi Soci e gli inserzionisti di Anzio-Space che rendono possibile l’iniziativa, vi invitiamo a sottoscrivere la vostra adesione all’Associazione Culturale 00042, così da poter usufruire da subito delle agevolazioni. Per eventuali informazioni è possibile contattare l’Associazione Culturale preferibilmente per mail su associazione00042@ gmail.com oppure al n. 333 7350189. Associazione Culturale 00042 INIZIATIVA SCONTI: - AUTOLAVAGGIO FRAIETTA, Villa Claudia, SCONTO DEL 15% SU TUTTI I SERVIZI - Bodeguita, Anzio, ogni 4 cocktails 1 piatto di frutta in omaggio. - BUCCOLINI SUPERMERCATO, Anzio, SCONTO DEL 5% BANCO FRESCHI E 10% SU TUTTI GLI ALTRI PRODOTTI (ESCLUSE OFFERTE SPECIALI) - CASAMIKA, Lavinio, CONSULENZA, PROGETTAZIONE E SUPPORTO POST-VENDITA GRATUITO - CENTRO CASA S.P. POLVERINI, punto vendita EMPORIO Lavinio mare, 20% nel settore Ferramenta - CIP CIOP BABY PARKING, Lavinio Mare, SCONTO DEL 30% SU TUTTI I SERVIZI - “DAR PRESIDENTE” PIZZERIA-RISTORANTE, Villa Claudia, SCONTO DEL 10% - “FEDERICO FASHION”, Anzio, SCONTO DEL 10% SU TUTTI I LAVORI TECNICI escluso venerdì e sabato. - “LA FENICE” ORGANIZZAZIONE FUNEBRE, Lavinio Stazione, SCONTO DEL 10% SU TUTTI I SERVIZI - LAVA AL TOP, Lavinio Stazione, 1 LAVAGGIO GRATIS OGNI 10. - Palm beach, Anzio, ogni 20,00 euro di spesa il 10% di sconto. - RISTORANTE BOCCUCCIA, Lavinio Stazione, SCONTO DEL 20% SU MENU FISSI E ALLA CARTA - UNIPOL ASSICURAZIONI, Anzio Centro, SCONTI SU TARIFFE AUTO E TUTTI GLI ALTRI SERVIZI


agosto 2013 _ n.55

Space-Lettere a redazione@anziospace.com

12 22

Mensile di Informazione di Anzio e Nettuno Lavinio-Space Space-Politica

Anzio Space

PILLOLE FISCALI a cura del Dott. Marco Minoccheri Novità sulle riscossioni con il “Decreto Fare” E’ già in vigore il decreto legge n. 69 del 21 giugno 2013 pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale dello stesso giorno. In evidenza, tra le novità di carattere fiscale contenute nel provvedimento, un nutrito pacchetto di misure sulla riscossione mediante ruolo. - No al pignoramento dell’abitazione principale Viene modificata la disposizione in base alla quale l’agente della riscossione può procedere all’espropriazione immobiliare, se l’importo complessivo del credito per cui procede supera complessivamente 20mila euro. Adesso, l’unico immobile del debitore, se è adibito a sua abitazione principale, non è più pignorabile, a meno che non sia “di lusso” o, comunque, classificato nelle categorie catastali A/8 e A/9. Negli altri casi, l’espropriazione immobiliare è possibile quando l’importo complessivo del credito supera 120mila euro. L’espropriazione può essere avviata se, dopo aver iscritto ipoteca, sono trascorsi sei mesi (prima ne bastavano quattro) senza che il debito sia stato estinto. - Dilazione del debito fino a 120 rate In caso di comprovata e grave situazione di difficoltà del contribuente non dovuta a sue responsabilità e legata alla crisi economica, il debitore può chiedere di rateizzare il pagamento delle somme in 120 rate mensili (fino a oggi, erano 72). A tal fine, deve essere accertata l’impossibilità per il contribuente di assolvere il pagamento secondo un piano di rateazione ordinario e valutata la sua solvibilità in relazione al piano di rateazione richiesto. - Maggiore tollerabilità sulle rateizzazioni Per venire incontro a chi ha difficoltà a rispettare l’impegno assunto con il piano di rateazione, è previsto che si decade dal beneficio della dilazione in caso di mancato pagamento di otto rate, anche non consecutive (prima bastavano due rate consecutive). - Tutele alla pignorabilità di stipendi e pensioni Per evitare il pignoramento “indiscriminato” di stipendi e pensioni accreditati su conto corrente, quindi confusi con le altre disponibilità, il terzo pignorato non potrà “intaccare” l’ultimo emolumento confluito a tale titolo. Passa poi da 15 a 60 giorni il termine entro il quale il terzo pignorato deve pagare il credito direttamente all’agente della riscossione. - Impignorabilità dei beni aziendali Estesi alle società di capitali i limiti alla pignorabilità già riconosciuti dal codice di procedura civile alle ditte individuali: il pignoramento potrà riguardare al massimo un quinto dei beni aziendali, che saranno affidati in custodia al debitore stesso. La vendita all’asta non potrà avvenire prima che siano trascorsi almeno 300 giorni. - Equitalia prorogata per gli enti locali e superamento del sistema dell’aggio Equitalia proseguirà il servizio di riscossione per conto degli enti locali fino a tutto il 2013 con riferimento, oltre che ai tributi, anche ai crediti non tributari. Entro il 30 settembre prossimo (non più entro il 31 dicembre) sarà adottato il decreto ministeriale sulla remunerazione del servizio di riscossione, che dovrà prevedere il superamento del sistema dell’aggio. - Nautica: eliminata la tassa sulle imbarcazioni fino a 14 metri e agevolazioni sul noleggio occasionale Viene di fatto eliminata per le unità fino a 14 metri di lunghezza, dimezzandola per quelle tra i 14,01 e i 20 metri, lasciandola invariata per le imbarcazioni superiori. Si interviene inoltre sul “noleggio occasionale” esercitato dal proprietario dell’imbarcazione: per accedere alla tassazione di favore (regime forfetario con aliquota al 20%), non si guarda più ai proventi conseguiti (il limite era fissato a 30mila euro), ma al numero di giorni in cui si svolge l’attività (massimo 60 in un anno).

Anzio-Space - Mensile di cultura e politica Edito dall’Associazione Culturale 00042 Presidente: Andrea Mingiacchi

Registrazione presso il Tribunale Civile di Velletri, n. 7 del 12-03-2009 REDAZIONE Direttore responsabile: Maria Chiara Mingiacchi Caporedattore: Luisa Calderaro (redazione@anziospace.com) Coordinatore di redazione: Silvia Arena Garante del lettore: Avv. Enrico Maria Morelli (garante@anziospace.com) Direttore IT: Stefano Murgia Progetto e grafica: Domenico Condello Composing e grafica: Bruno Pepe Foto: Pietro Frisina COLLABORATORI Stefano Chiappini, Maurizio D’Eramo, Luca Del Vecchio, Filippo Valenti, Elisabetta Civitan, Fabrizio Tirocchi, Jessica Quaranta, Alessandro Tinarelli, Marcello Bartoli, Rossella Romano Yoshiro Izumi, Melania Maranesi, Gino Querini, Massimo Casa, Umberto Spallotta, Manuela Vela, Guendalina Sabba, Nicoletta Scalera, Marcello Guglielmo, Leonardo Tardioli, Giusi Canzoneri, Alessandra Toppetta, Cristiano Di Rosa, Anna D’Angiolella. Stampa: Arti Grafiche Fracassa Srl - V. Vigna Girelli, 81 - 00148 - Roma (RM) Editore: Associazione Culturale 00042, Via della pineta 10A, Anzio (RM) -Distribuzione GRATUITA su tutto il territorio di Anzio e NettunoLe collaborazioni sono da intendersi gratuite salvo diversi accordi scritti. È vietata ogni tipo di riproduzione di testi, immagini, foto, grafica e pubblicità; tutto quanto pubblicato è coperto dalla corrente normativa in termini di diritto d’autore e copyright. La Redazione si riserva di modificare parti degli scritti e di decidere se e quando pubblicare gli articoli.

L’Associazione 00042 vuole contribuire a rendere Anzio una città: - vivibile e interessante per i giovani; - viva culturalmente; - all’avanguardia nell’ecologia e nella preservazione del territorio; - arricchita dalla diversità etnica che la contraddistingue. Non siamo convinti di avere una risposta a tutte le domande o di essere i migliori. Siamo semplicemente un gruppo di persone giovani (chi di corpo, chi di spirito), che vogliono darsi a fare per migliorare il territorio in cui vivono. Tra le nostre iniziative: • Anzio-Space, che puoi scaricare gratuitamente ogni mese su www.00042.it • Shingle22J, Biennale d’Arte Contemporanea di Anzio e Nettuno • Centro Polifunzionale per i Giovani e la Cultura che vorremmo costruire. Tieniti aggiornato sulle nostre iniziative: www.00042.it www.shingle22j.com www.anziospace.com http://centropolifunzionaledeigiovani.blogspot.com/ Iscriviti al gruppo di FACEBOOK “Anzio-Space” Contatti PUBBLICITÀ: 3337350189 - pubblicita@anziospace.com

Chiuso in redazione domenica 28 luglio 2013


pubblicita@anziospace.com Mensile di Informazione di Anzio e Nettuno

23

Progetto ideato da Giusi Canzoneri 2012

Anzio Space

n.55 _ agosto 2013

PCM – I Presidi di Cultura Museale, sono luoghi nomadi. Quando parliamo di PCM parliamo di ‘Territori a vocazione archeologica, culturalmente organizzati e fisicamente migranti’. Ideati dal Museo Civico Archeologico di Anzio e nati nel 2010, i PCM aderiscono ad una politica di dialogo-confronto con l’universo culturale locale. Si prefiggono lo scopo di raggiungere luoghi fisicamente distanti dalla sede museale nel tentativo di entrare in contatto con persone, culturalmente separate dal museo, estranee alla sua politica e al patrimonio di conoscenze di cui il museo di Anzio è portatore. Innovativi nella formula comunicativa, dunque, i PCM non si avvalgono di archeologi esperti bensì di comuni cittadini i quali, dopo aver frequentato corsi di in-formazione hanno acquisito

competenze ed abilità adeguate al loro ruolo. Il cittadino che parla al cittadino. Quest’anno ad Anzio presso la stabilimento balneare Dea Fortuna – Riviera di Ponente troverete ad accogliervi le signore Rossana Venturelli e Maria Luisa Stroppa. PROGRAMMA 1. PROMOZIONE DELLA COLLEZIONE PERMANENTE DEL MUSEO 2. ATTIVITà CULTURALI 3. LABORATORI DI DIDATTICA MUSEALE

INAUGURAZIONE

Il Museo Civico Archeologico di Anzio - Il Museo con il cuore

sabato 7 luglio ore 10:00

STABILIMENTO BALNEARE DEA FORTUNA (RIVIERA DI PONENTE) tel 06 9846237

Il Museo che:

Ogni sabato dalle ore 10:00 alle 12:30 a partire dal 7 luglio fino al 25 agosto 2012 date di luglio: 7 - 14 - 21 - 28 date di agosto: 4 - 11 - 18 - 25

accoglie parla ascolta respira si muove balla

Le attività sono:

pubbliche gratuite aperte a tutti

Vi aspettiamo come sempre ‘respirando’ con felicita’, gioia e lealta’ Info: 328.4117535 - 06.98499484

L’Assessore alle Politiche Culturali Turistiche e Sportive UMBERTO SUCCI

Città di Anzio Museo Civico Archeologico

Il Sindaco LUCIANO BRUSCHINI

ricorda rammenta rimembra emoziona si emoziona mangia pensa si interroga riflette


agosto 2013 _ n.55

24

pubblicita@anziospace.com Mensile di Informazione di Anzio e Nettuno Lavinio-Space

Anzio Space

Anzio-Space 55 - Agosto 2013  

Mensile dell'Associazione Culturale 00042

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you