Page 1

Nazionale_17618_ALTA.qxp_cover 23/01/18 09:08 Pagina 20

AsConAuto anno 16 numero 176 - Febbraio 2018

www.asconauto.it

INFORMA

Mensile di informazione e cultura motoristica ORGANO UFFICIALE DELL’ ASSOCIAZIONE NAZIONALE CONSORZI CONCESSIONARI AUTO

INDIETRO TUTTA L’Italia si conferma il Paese delle (in)certezze. Tanto che, dopo reiterati inviti agli autoriparatori ad aggiornarsi, mentre impazzano i festeggiamenti per Capodanno si decide di rimandare l’attuazione della ‘normativa meccatronici’ addirittura di un lustro

Associazione

Mercato

Testimonianze

Crescita continua

A tutto gas

Diretta consorzi

Anche l’anno appena chiuso va oltre le aspettative e archivia un aumento del fatturato a due cifre

Il 2017 dell’auto chiude alla grande, toccando quasi i due milioni d’immatricolazioni

Affiliati e concessionari, service manager e magazzinieri. Parliamo di voi con voi


Nazionale_17618_ALTA.qxp_cover 23/01/18 09:09 Pagina 2

RICAMBI ORIGINALI JAGUAR

PARTNER IDEALI DEL TUO BUSINESS

Appostapervoi AndreucciCoDrive Arrivare a destinazione con l’App di navigazione che ti spiega il percorso come in prova speciale non ha prezzo. Garantisce il mitico ‘Ucci’.

L’AUTOAGENDA

MyŠkoda Disponibile anche per Apple watch, offre Paul, un assistente virtuale esperto nei modelli del marchio che ti guida nelle loro funzioni.

Gratis

1-4 febbraio TORINO EXPO TUNING TORINO 2018 www.expotuningtorino.it

Jaguar InControl Un’App per remotare, anche sul Watch, tutte le info del cruscotto nei veicoli Jag abilitati. E fare molto altro.

Gratis

Gratis

Texa Care Per veicoli che sull’Obd hanno collegato il relativo accessorio. Capace anche di comunicare con il meccanico di fiducia.

Uno sguardo alle App, i programmini per tablet, smartphone e smartwatch con sistema iOs, buone per quanti bazzicano il mondo automotive.

Gratis

7-11 febbraio PARIGI (USA) SALON RÉTROMOBILE www.retromobile.com

1,09€ Russian road racer pro Un videogioco per chi vuole cimentarsi alla guida di veicoli ex sovietici e di produzione russa attuale. C’è pure l’on board camera.

Mercatino CHI VENDE E CHI COMPRA Avete appena sostituito le attrezzature con altre nuove o alcune in vostro possesso non vi servono più? Perché non pensare di rivenderle a qualche collega? Inviate un annuncio compilando il modulo qui sotto e speditelo via fax allo 0541 743640 oppure inviate una mail a segreteria@asconauto.it.

1-3 marzo CORTINA D’AMPEZZO (BL) WINTER RACE www.winterace.it

Nome................................. Cognome................................. Officina ............................................................... Via e n° civico........................................... Città........................................... Prov............... Cap ................... Tel........................................................Fax .................................................Mail ......................................... Annuncio..................................................................................................................................................... ..................................................................................................................................................................

DAI FIDUCIA ALLA PROFESSIONALITÀ

Valorizza il tuo lavoro, offri solo Ricambi Originali Jaguar, ottieni l’affidabilità che serve ad un professionista come te.

...................................................................................................................................................................

Annuncio

Ogni Ricambio Originale Jaguar è studiato per essere in perfetta sintonia con l’auto che dovrà accoglierlo, questo agevola il montaggio ottimizzando i tempi di officina. Usarli vuol dire essere specialisti nella Performance.

THE ART OF PERFORMANCE

8-18 marzo GINEVRA (CHE) SALONE INTERNAZIONALE DELL’AUTO www.gims.swiss

VENDO: STRUMENTO DIAGNOSI TEXA AXONE DIRECT REVISIONATO DA POCO, CON AGGIORNAMENTO 62.00. PREZZO 1.200 EURO IVA COMPRESA. Per informazioni contattare: Ruggiero Mastropierro

Autofficina Cadaleta A.& Mastropierro R. S.n.c., via A. Novella 13 – 76017 San Ferdinando di Puglia (BT) Tel.: 0883 767789 – Fax: 088 622676 – Mail: consorziolarevisione@libero.it

Febbraio 2018

AsConAuto INFORMA 19


Nazionale_17618_ALTA.qxp_cover 23/01/18 09:09 Pagina 18

Parliamodi...

Sommario 4

I numeri dei consorzi 2017

Una splendida annata 6

Il network AsConAuto

Sempre più grandi 8

I meccatronici possono attendere

Indietro tutta 2,9% 3,1%

11

Area Riservata, Aria nuova

12

Il mercato dell’auto in Italia

3,9% 7,1% 8,3% 52,4%

22,4%

Fuori dal tunnel 14

Diretta dai consorzi

19

Apposta per voi

19

Appuntamenti

www.asconauto.it AsConAuto INFORMA

Anno 16 - N. 176 - febbraio Asconauto Informa - Mensile di informazione dell’Associazione Nazionale Consorzi Concessionari Auto Aut. Trib. di Rimini N. 1 2003 Direttore Responsabile: Giuseppe Guzzardi In redazione: Tiziana Altieri, Roberta Carati,

Febbraio 2018

archio in Italia Toyota è il primo m gillo ‘Diesel Free’ a poter vantare il si1° gennaio 2018, sulle sue auto. Dal ponese nella infatti, la casa giapusivamente modelli Penisola vende esclObiettivo del a benzina o ibridi. ccare i 5,5 milioni gigante asiatico: to ate nel mondo di vetture elettrific entro il 2030.

Matthieu Colombo, Enrico Della Negra, Stefano Mecheri, Gianluca Ventura Redazione: via Crimea, 7 - 47900 Rimini Tel. 0541 743085 Fax 0541 743640 info@asconauto.it www.asconauto.it Impaginazione: Studio Grafico Page - Novate Milanese (MI) Stampa: Tecnostampa - via Casalecchio, 27 47900 - Rimini

Le schede carburante si apprestano ad andare in pensione. Dal prossimo 1° luglio saranno deducibili ai fini dei redditi, e detraibili per l’Iva, soltanto i rifornimenti pagati con carte di credito, carte di debito o carte prepagate emesse da operatori finanziari. Per tale data gli impianti dovranno attrezzarsi per emettere fattura elettronica.

e di autolavaggi. È boom per le impres usi dall’Osservatorio Stando ai numeri diffnello Stivale se ne Autopromotec, oggi oltre il 30 per cento contano circa 7.000, 11. Il business in più rispetto al 20 condo una recente sarebbe redditizio: sento degli italiani indagine, il 76 per ceaffidato la pulizia nell’ultimo anno ha ente a professionisti dell’auto esclusivam del settore.

AsConAuto INFORMA 3


Nazionale_17618_ALTA.qxp_cover 23/01/18 09:09 Pagina 4

Bilancio 2017

UNA SPLENDIDA ANNATA

PSA, per servirvi Lecco, Sondrio, Como, Monza e Brianza, Milano E-mail: doclc@asconauto.it Sito internet: http://doclc.asconauto.it Tel. 0362 998375 Fax: 0362 928944

Positivo il consuntivo dell’ultimo anno per l’associazione, che ha puntato sui ricambi originali e sulla qualità dei servizi erogati

U

n 2017 estremamente positivo per AsConAuto. Lo dicono i numeri. Nell’anno da poco archiviato sono aumentati i concessionari nel network, i clienti - officine e carrozzerie - serviti (vedi pagine 6-7) e il fatturato realizzato attraverso la vendita di ricambi originali: oltre 577,2 milioni di euro, il 16 per cento in più rispetto all’anno precedente. Un consuntivo decisamente migliore delle attese: il budget è stato superato dell’8 per cento. La formula AsConAuto, basata su qualità dei ricambi e dei servizi, affidabilità e puntualità, continua, quindi, a essere vincente. “AsConAuto - ha commentato Fabrizio Guidi, presidente dell’associazione - ha potuto senza dubbio beneficiare di una ripresa del mercato ma non solo. Anche nell’ultimo anno la rete si è ampliata raggiungendo nuove

Il fatturato mese per mese

aree geografiche, e i servizi sono stati ulteriormente migliorati per rispondere alle esigenze di tutte quelle officine che come noi scommettono sui ricambi originali”. L’analisi del fatturato AsConAuto mese su mese (grafico sotto) mostra una realtà consolidata, con oscillazioni legate quasi esclusivamente al numero di giorni lavorativi. Le performance migliori nel 2017 si sono registrate a settembre, ottobre e novembre. Nell’undicesimo mese dell’anno si sono superati i 58 milioni di euro di fatturato. La stagione d’oro per chi ha fatto dell’autoriparazione il proprio business si conferma l’autunno. Segno positivo per tutti i consorzi con la sola eccezione del Gro, che cresce del 3,7 per cento rispetto al budget ma deve fare i conti con un flessione del 9,4 sul 2016.

Totale 2016

Budget 2017

Totale 2016

70.000.000

47.480.379 39.505.656 41.793.823

58.146.665 50.613.218 48.155.215

50.809.545 48.377.583 45.728.709

49.770.220 47.109.765 44.049.427

50.788.066 48.433.922 45.251.698

39.068.619 39.305.666 41.454.367

49.868.163 47.156.305 42.348.479

31.900.566 28.243. 479 26.791.495

40.000.000

44.065.658 42.594.090 40.201.170

50.000.000

46.200.807 44.938.859 38.113.002

Nel grafico sono riportati i fatturati realizzati dall’intera rete mese per mese nel confronto con l’anno precedente. Come si può notare, soltanto ad aprile si è assistito a una flessione sul 2016 dovuta al minor numero di giorni lavorati. Per il mondo dell’autoriparazione il periodo d’oro si conferma l’autunno. Le migliori performance in assoluto si sono registrate a novembre.

55.581.064 50.100.140 44.729.384

53.589.029 48.231.162 47.350.773

60.000.000

30.000.000

Giò Pasello prende la mira

Brescia, Bergamo E-mail: docbs@asconauto.it Sito internet http://docbs.asconauto.it Tel. 030 3530188 Fax 030 3547784

A Pregnana Milanese 15.500 referenze per i clienti Doc Bergamo

...e centra il bersaglio. La sua ‘Pasello Car Multi Service’, a Lurate Caccivio, è ALD Premium Point

D

zione e servizio gomme per Arval, al 15 settembre 2017 è Premium Point della società LeasePlan, Athlon, Car Server”, indi noleggio a lungo termine. cide per il 25 per cento sul totale. Un bel colpo, considerando che Autorizzata Ford fino al 2011, oggi questi centri specializzati sono una Magneti Marelli Checkstar “per sersessantina in tutta Italia. Ma Pasello vire tutto il parco multimarca delle società di noleggio”, Car Multi Service era Pasello accetta “un già Service Point nel migliaio di auto l’an1997, quando la forno, dalla A di Alfa alla mula era sconosciuta P di Porsche, sopratai più. “Oggi”, spiega tutto medio-grandi. la titolare, Giovanna Giovanna Pasello, oro Pasello, “siamo quel- mondiale nel tiro a volo. Ma sta crescendo il noleggio al privato, lo che siamo perché abbiamo creduto nel noleggio 20 quindi di auto più piccole”. anni fa. Tutto è nato per caso, dalla Qualunque sia il veicolo, quando il rottura dello specchietto di un ricambio è originale arriva in Via ispettore Ford che guidava una mac- XXV Aprile con Doc. “Rifornendoci china a noleggio. Ho capito come dalle concessionarie aderenti, ho funzionava e pensato che potesse apprezzato molto il servizio, le due consegne al giorno, il personale che essere il futuro”. Non si sbagliava. L’attività di noleggio, che nel tempo ci segue dal promoter al logistico. si è declinata anche in “manuten- Un servizio da 10”.

U

omo Citroën, Cesare Lapenna è oggi direttore ricambi delle Placche PSA Retail di Milano (magazzino che serve i riparatori Doc di Bergamo e provincia oltre che di Miro, Doc Lecco, Ucav) e Roma. Il nuovo sistema di distribuzione dei ricambi Citroën, Peugeot e DS l’ha trovato “pronto ad accogliere questa evoluzione voluta dal presidente PSA”. Avete sfruttato i ‘vecchi’ magazzini Citroën e Peugeot? A Milano c’erano due impianti separati di circa 500 metri quadrati l’uno che sono stati soppiantati da un’unica struttura di quasi tremila a Pregnana Milanese, operazione necessaria per gestire le 15.500 referenze della Placca. Che cosa è cambiato per l’autoriparatore Doc? Siamo passati a un nuovo DMS dotato di WMS che permette di gestire la logistica in modo più performante. E da gennaio un risponditore automatico indirizza il cliente a uno specialista che ha esperienza di magazzino e di meccanica. Milano conta 35 persone di cui 15 magazzinieri e tre capisquadra che si occupano del ricevimento dell’ordine, della spedizione e dei resi. Tempi di consegna dei ricambi? 12-24 ore se disponibili presso la Placca o comunque reperibili in Italia, un giorno in più se disponibili presso il magazzino europeo di Vesoul. La Placca sarà un vero successo quando diventeremo ancora più efficaci a livello di logistica. Sarà strategico il maggiore coinvolgimento del consorzio.

Nella struttura di Via XXV Aprile, a Lurate Caccivio (Co), anche una colonnina per la ricarica delle auto elettriche. Per i clienti e non.

20.000.000

10.000.000

Gli operatori del servizio clienti rispondono, da Milano, a 140 mail e 280 telefonate al giorno. Uno specialista segnalerà eventuali ritardi di consegna. Il riparatore può anche inviare richieste via WhatsApp. gen

4 AsConAuto INFORMA

feb

mar

apr

mag

giu

lug

ago

set

ott

nov

dic

Febbraio 2018

Febbraio 2018

AsConAuto INFORMA 17


Nazionale_17618_ALTA.qxp_cover 23/01/18 09:09 Pagina 16

indirettaconiconsorzi

Cremona, Lodi, Piacenza, Pavia E-mail: cremona@sincro.eu Tel. 0372 25006 Fax 0372 569319

Due in una È da tempo riparatore cliente Doc, da poco concessionaria socia Sincro. Da Bassano Bresciano a Piacenza, ecco a voi ‘Petesi Srl’

“C

i siamo detti: vediamo come funziona e... stiamo ingranando. Siamo partiti da pochi mesi”, spiega la responsabile post vendita, Erminia Ferri, “e ovviamente i volumi non sono strepitosi, ma se il cliente cerca in elenco un ricambio Isuzu trova noi”. Il ‘noi’ sta per Petesi Srl, già nota nella rete AsConAuto come officina cliente di Doc Brescia-Bergamo, da novembre concessionaria socia Sincro per il marchio Isuzu (oltre che Giotti Victoria) nella zona di Piacenza. Quella di Bassano Bresciano resta la sede principale, ma Sincro ha aperto nuove prospettive a questa azienda che ha da poco festeggiato i 52 anni di attività. “A Piacenza”, conferma Erminia Ferri, “non ci sono concessionarie Isuzu,

Torino, Aosta, Biella E-mail: torino@sincro.eu Sito internet: http://www.sincro.eu Tel. 011 2236085 Fax 011 2732289

Entrando nel dettaglio, si può notare che le ultime realtà ad aver acceso i motori come logico sono quelle che segnano gli incrementi più significativi, sia sull’anno precedente sia sul budget. Da sottolineare, in particolare, i risultati di Sincro Lazio, Sincro Palermo, Sincro Catania e Sincro Viterbo: hanno messo a segno, rispettivamente, crescite del 42,3, 34,9, 23,3 e ancora 23,3 per cento con un fatturato superiore alle più rosee stime.

La sede di Piacenza operativa da aprile: 2.000 metri quadrati con un magazzino ben fornito di ricambi Isuzu. Ci lavorano un meccanico e un magazziniere.

A gonfie vele anche gli ‘storici’

che però è un marchio molto noto. Con Sincro ci siamo intesi subito, i logistici sono sempre puntuali con i ritiri. Attraverso Sincro abbiamo la possibilità di farci conoscere. E infatti hanno cominciato a chiamarci riparatori che non erano mai stati nostri clienti. Un buon segno”. A loro disposizione “un numero fisso per fare gli ordini, perché il primo contatto avviene sempre per telefono, e anche per avere consulenza tecnica, prenotare un tagliando o un passaggio in officina”. E “un magazzino sempre ben fornito di filtri, cinghie, pastiglie, ricambi che vanno per la maggiore. Ma se servono dischi o tamburi provvediamo da Brescia”. Per ora. L’obiettivo a breve termine è “rendere completamente autonoma anche la sede di Piacenza”.

L’innovativa linea revisioni a piastre adottata in Via Alpignano a Rivoli (To). Qui sopra lo staff La Generala.

Rulli? No, grazie Lo spazio c’era, la voglia di fare anche. Dal 3 gennaio ‘Carrozzeria La Generala’ di Rivoli è anche centro revisioni. A modo suo

N

uova per nuova, tanto valeva farla anche innovativa. E così la linea revisioni della Carrozzeria La Generala a Rivoli (To), operativa “dal 3 gennaio perché la burocrazia ci ha fatto impazzire un po’”, utilizza un banco prova freni a piastre. Dopo quasi 40 anni di attività Vincenzo Lasalvia ha impresso nuovo slancio a un’azienda sana, che ripara “una media di 220-250 veicoli

16 AsConAuto INFORMA

all’anno tra auto multimarca ma soprattutto Fiat, furgoni e camper”, che si occupa di restauro, e che con l’attività di revisione spera di “incrementare gli ingressi”. Nei 700 metri quadrati a ferro di cavallo ripartiti tra centro revisione, carrozzeria e area per le rifiniture e la riconsegna, Lasalvia accoglie “clienti privati che pagano anche di tasca propria e clienti assicurativi, alcuni canalizzati; con le Compagnie si guadagna un po’ meno ma si lavora di più, devi trovare la quadra giusta”. Nessun bisogno di cercare un compromesso, invece, con Sincro, di cui è cliente “da subito, forse il primo, controlli il mio codice. Ho detto sì per la comodità della consegna, mai avuto problemi su niente, e nemmeno loro con noi”.

Febbraio 2018

I consorzi più radicati sul territorio e con un maggior numero di anni alle spalle non stanno comunque a guardare: il Doc Mantova Verona Vicenza ha chiuso l’anno con circa 55,4 milioni di euro, un 11 per cento in più rispetto al 2016 e al budget, e lo storico Doc Brescia-Bergamo ha generato poco meno di 80 milioni di euro, più 9 per cento sull’anno prima e sulle stime. “Siamo particolarmente orgogliosi - ha continuato Fabrizio Guidi - del fatto che anche i consorzi storici continuino a

crescere. È il risultato di un’ottimizzazione dei processi che ha portato tra l’altro a un aumento del numero di consegne in molte delle zone servite, e degli accordi stipulati con società di noleggio come Alphabet”. A guidare la classifica dei consorzi per fatturato è proprio il Doc Brescia-Bergamo, consorzio che conta il maggior numero di clienti: 1.538 officine e 496 carrozzerie. Piazza d’onore per il Doc Mantova-Verona-Vicenza che serve 1.061 officine e 376 carrozzerie, inseguito dal Doc Lecco-Como-SondrioMonza e Brianza che attraverso 912 officine e 381 carrozzerie ha generato poco meno di 55,4 milioni di euro. “Puntiamo a una crescita a doppia cifra - ha concluso Guidi - anche nel 2018, grazie a tutti coloro che ogni giorno scelgono i ricambi originali e la rete AsConAuto. Una crescita che siamo pronti a sostenere con l’estensione della rete e l’avvio di nuovi servizi come la tracciabilità elettronica dei ricambi BeeTip. Temi che saranno affrontati a novembre ai Service Day di Brescia, ‘gli stati generali dell’autoriparazione’. Un altro modo di essere vicini ai nostri clienti”. l

Nella Tabella in basso sono riportati i fatturati generati dai singoli consorzi nell’ultimo anno e la variazione percentuale rispetto al 2016 e al budget. Da notare che tutti hanno non solo centrato ma anche superato l’obiettivo che ci si era posti a inizio anno.

Fatturato 2017 e confronto con il budget e il 2016

Consorzio Fatturato € Var% 2017 su 2016 e budget Doc Brescia-Bergamo 79.977.161 Budget 2017 73.400.000 9,0% Fatturato 2016 73.402.666 9,0% Doc Mantova-Verona-Vicenza 55.384.400 Budget 2017 49.900.000 11,0% Fatturato 2016 49.839.591 11,1% Doc Lecco-Como-Sondrio-Monza 55.240.096 Budget 2017 53.730.000 2,8% Fatturato 2016 53.610.535 3,0% Cdrt 45.088.253 Budget 2017 41.330.000 9,1% Fatturato 2016 40.356.174 11,7% Miro 35.069.943 Budget 2017 33.600.000 4,4% Fatturato 2016 33.103.570 5,9% Sincro Lazio 32.918.625 Budget 2017 29.767.468 10,6% Fatturato 2016 23.133.696 42,3% Roe Venezia-Treviso 30.517.615 Budget 2017 28.927.830 5,5% Fatturato 2016 28.270.181 7,9% Doc Padova 27.444.568 Budget 2017 25.000.000 9,8% Fatturato 2016 24.741.518 10,9% Ucav 26.943.494 Budget 2017 26.497.500 1,7% Fatturato 2016 26.219.960 2,8% Cedro 23.389.560 Budget 2017 21.445.909 9,1% Fatturato 2016 22.166.435 5,5% Sincro Cremona 21.659.426 Budget 2017 18.000.000 20,3% Fatturato 2016 -

Febbraio 2018

Mese Sincro Viterbo Budget 2017 Fatturato 2016 Sincro Marche Budget 2017 Fatturato 2016 Sincro Torino Budget 2017 Fatturato 2016 Doc Toscana-Liguria Budget 2017 Fatturato 2016 Sincro Sardegna Budget 2017 Fatturato 2016 Gro Budget 2017 Fatturato 2016 Sincro Puglia-Basilicata Budget 2017 Fatturato 2016 Sincro Catania Budget 2017 Fatturato 2016 Sincro Romagna Budget 2017 Fatturato 2016 Sincro Palermo Budget 2017 Fatturato 2016 Totale 2017 Budget 2017 Totale 2016

TOTALE Delta% 2017 su 2016 e budget 21.350.470 18.155.290 17,6% 17.322.248 23,3% 20.348.837 19.100.000 6,5% 18.552.519 9,7% 18.452.682 18.500.000 -0,3% 18.293.737 0,9% 17.642.015 17.140.000 2,9% 16.705.943 5,6% 16.504.085 13.907.065 18,7% 13.451.668 22,7% 13.650.626 13.164.000 3,7% 15.062.256 -9,4% 13.039.830 13.022.395 0,1% 12.031.065 8,4% 10.047.276 7.950.000 26,4% 8.147.037 23,3% 8.521.760 8.550.000 -0,3% 8.534.636 -0,2% 4.078.066 3.522.395 15,8% 3.022.114 34,9% 577.268.787 534.609.852 8,0% 497.432.914 16,0%

AsConAuto INFORMA 5


Nazionale_17618_ALTA.qxp_cover 23/01/18 09:09 Pagina 6

ReteItalia Aosta - Biella - Torino

Gioco di sinergia per consolidare

Cremona - Piacenza Lodi - Pavia

C’era una volta una ditta...

Nel 2017 la superficie coperta con la distribuzione di Ricambi Originali non è aumentata molto, ma il numero di autoriparatori serviti è salito del cinque per cento. Per crescere bisogna affondare le radici...

C’è ancora. Ma ‘Battistini’ non è più una piccola realtà artigianale

L

a rete AsConAuto è un organismo vivente, che respira. Guardando la sola cartina d’Italia, con evidenziate in arancione le aree in cui è attiva la distribuzione di ricambi originali finalizzata dai consorzi, non si ha questa percezione perché sembra poco cambiata rispetto alla fine del 2016. Ma i numeri raccontano un’altra storia. Negli scorsi dodici mesi, infatti, gli autoriparatori serviti dalla rete AsConAuto sono cresciuti del cinque per cento arrivando a quota 18.494 (5.735 sono carrozzieri), e sono distribuiti sui territori di settantacinque province, tre in più rispetto al 2016. I furgoni per la consegna ricambi ri-

Viterbo - Terni - Perugia Siena

Sardegna

Le aree operative della rete di distribuzione AsConAuto Consorzio Doc Ricambi Originali - Mantova - Verona - Vicenza Doc Ricambi Originali - Brescia - Bergamo Granda Ricambi Originali - Cuneo - Asti - Savona - Imperia - Genova Ricambi Originali Express - Venezia - Treviso Consorzio Distribuzione Ricambi Toscana - Firenza - Arezzo - Pisa - Prato Ucav Ricambi - Varese - Milano Nord Doc Ricambi Originali - Como - Lecco - Sondrio - Monza/Brianza Miro Milano Ricambi Originali - Milano Doc Ricambi Originali Padova Doc Ricambi Originali - Pistoia - Lucca - Massa Carrara - La Spezia Cedro - Pordenone - Udine -Trieste - Gorizia Sincro Cremona - Piacenza - Pavia - Lodi Sincro Torino - Aosta - Biella Sincro Marche Sincro Viterbo - Terni - Perugia - Siena Sincro Puglia - Basilicata Sincro Sardegna Sincro Catania - Ragusa - Siracusa Sincro Lazio Sincro Romagna Sincro Palermo TOTALE

6 AsConAuto INFORMA

Concessionari 74 82 48 36 74 41 76 37 28 39 22 54 38 35 44 36 30 27 47 25 14 912 (1.552 sedi)

Officine 1061 1538 353 462 664 331 912 558 524 424 528 596 832 487 750 717 479 480 1156 488 274 13.614

Firenze, Arezzo, Prato, Pisa E-mail: cdrt@asconauto.it Sito internet: http://cdrt.asconauto.it Tel. 055 882346 Fax 055 8810875

Romagna E-mail romagna@sincro.eu. Sito internet: http://www.sincro.eu

Carrozzerie 376 496 216 197 387 163 381 259 182 176 266 192 428 210 302 324 221 223 546 191 136 5.872

Persone 32 50 14 17 29 16 32 22 17 13 15 15 16 15 14 12 15 8 30 8 5 395

Furgoni 24 38 11 14 22 17 24 15 13 9 11 15 12 11 13 10 10 7 24 8 3 311

Febbraio 2018

‘Battistini Carrozzerie e Officine’ dà lavoro a 32 tra carrozzieri, meccanici, amministrativi.

R

venzioni con Arval, Leasys e altre minori, ma esponsabile ufficio acquisti, non proprio una figura ricorrente tra le imprese con ALD l’accordo ci lega visceralmente e sta di autoriparazione. Poi scopri che la funzionando molto bene. È un’azienda giovane ‘ditta’ dà lavoro a 32 fra carrozzieri, meccanici con tanti progetti, e questo ci piace”. e amministrativi, e capisci il ruolo in Battistini Officina autorizzata Fiat, Alfa, Iveco, nella Carrozzerie e Officine di Cesena (Fc) di Stefano nuova sede di Via Federico Caffè che accoglie “dai 30 ai 40 veicoli a settimana Gozzi, 44 anni e un recente multibrand”, Battistini si sta “cerpassato di fleet manager in tificando per il servizio revisione, un’azienda milanese con un non solo per le vetture e per i veiparco di 1.500 auto. coli fino a 35 quintali ma anche “In effetti”, racconta, “quella per i mezzi di grande portata”. che negli Anni 50 era nata Stefano Gozzi, dal 2015 Innovare è un verbo apprezzato. come la tipica officina di pro- responsabile acquisti. Ecco perché non ci ha pensato vincia, per poi crescere grazie all’intuizione dei padri fondatori che hanno due volte, Stefano Gozzi, quando ha avuto la sviluppato canali importanti come la Pubblica possibilità di affiliarsi a Sincro Romagna: Amministrazione e la Difesa, sta nuovamente “Avevo notato un furgone, ho fatto qualche diversificando l’attività. Il mio arrivo è votato telefonata, è passato il promoter e da pochi al controllo degli acquisti e all’acquisizione mesi siamo clienti. Primo impatto molto podi nuovi clienti”. Ovvero le società di noleggio. sitivo, sono ricettivi alle segnalazioni, e poi “Da sei mesi siamo ALD Premium Point e lo Sincro ha aperto un canale diretto con le consiamo diventati subito, senza passare dallo cessionarie, interessante anche per un discorstep di Service Point. Abbiamo anche con- so di scontistiche e confronto prezzi”.

Innamorato del proprio lavoro, Salvatore Parisi è AUTORIPARATORE con tutte le lettere maiuscole

Il lavoro gira

C

on L’Originale Ti Premia aveva vinto la crociera ‘I Gioielli del Baltico’; è rimasto a terra perché “stava nascendo la mia bimba. Il viaggio è un premio, ma la vera soddisfazione è vedere che il cliente si fida e il lavoro gira”. Lui è Salvatore Parisi, 35 anni, titolare di Carrozzeria Sem di Prato. Uno che ha “rifiutato la pappa pronta” e “scelto di acquistare quello che era un ramo d’azienda della vecchia carrozzeria di mio padre” e oggi ha “pagato in pieno il mio debito”. Orgoglio e passione, umiltà e competenza. Parisi è un autoriparatore nel senso più vero del termine, uno che “se c’è da cambiare un ricambio si cambia e se si può riparare si ripara”. Consiglia “sempre l’originale, ma se il cliente mi chiede ’ricambi a prezzo’ metto le mani avanti: io te li monto, se però si brucia la lampadina tra una settimana o ti entra acqua sappi che è stata una tua scelta”. È cliente Cdrt: “Il servizio è fantastico: sono disponibili, risolvono i problemi, consegnano i ricambi due volte al giorno in 24/48 ore. Arrivano in concessionaria, arrivano in carrozzeria”. Da poco Srl, ‘Sem’ impiega 5 persone. È anche vendita, noleggio e restauro.

Taglio del nastro, lo scorso maggio, per la sede di Via Federico Caffè 269 a Cesena (Fc).

AsConAuto INFORMA 15


Nazionale_17618_ALTA.qxp_cover 23/01/18 09:10 Pagina 14

indirettaconiconsorzi

Lavori in corso Milano e provincia E-mail miro@asconauto.it Sito internet http://miro.asconauto.it Tel. 02 89550113 Fax 02 84810079

Da dove è partito? Da un percorso costruito insieme al CdA: abbiamo focalizzato una serie di attività manageriali ad ampio respiro - la formazione di logistici e promoter, per esempio - e su quella ho dato la mia disponibilità ad assumere il nuovo incarico. Nel 2017 abbiamo concluso la prima parte di formazione per i sei promoter che continuerà quest’anno con uno step superiore in relazione ai nuovi progetti.

La Penisola AsConAuto vede evidenziate in arancione tutte le aree in cui è attivo, o lo sarà nel brevissimo termine, il servizio di distribuzione ricambi originali della rete Romagna

Luca Manfrotto è il nuovo AD di Miro. Tra i suoi progetti, la formazione a tutti i livelli

A

rriva da una lunga esperienza professionale in Gruppo Malvestiti e Gruppo Autotorino, “aziende grandi e complesse”. Quindi, per Luca Manfrotto, amministratore delegato Miro, il nuovo incarico ha più che mai il sapore “di una sfida. Lavorare in un’azienda che fattura 35 milioni di euro, conta 40 concessionarie e 900 clienti è un passo avanti e una prospettiva interessante. Al di là delle dimensioni”, spiega l’AD, “su Milano le peculiarità sono molte, ci si interfaccia direttamente con le Case auto, che sono interne al consorzio, con molti partner... Milano è Milano, con aspetti di logistica complessi”. Formazione in casa. Qui a lato il capoconsorzio Martino Falco e, alla sua sinistra, Luca Manfrotto. Sopra il titolo, la squadra dei promoter.

Che coinvolgono terzi? I responsabili di magazzino. Fino a qualche anno fa il consorzio era pura logistica. Non lo è più. Miro supporta le concessionarie anche nelle attività sui clienti. Come? Grazie ai dati forniti dal gestore del Consorzio, che tiene conto di fatturato, crescita, decrescita, vicinanza... Si fissa un incontro a quattro tra me, Martino Falco, il promoter, il responsabile di magazzino e si identificano venti clienti sui 900 Miro che saranno visitati prioritariamente. Questa attività è iniziata a ottobre con due concessionari ed è già partito il passaparola: due mezze giornate presso un paio di riparatori portano fatturato perché si va a colpo sicuro.

AsConAuto.

Marche

Aggregazione e visione

Lazio

Quel che fate con il dealer vale anche per i partner? È un’attività similare: analizziamo i fatturati, programmiamo le uscite con i promoter, creiamo pacchetti dedicati...

Puglia - Basilicata

Sul Patto per l’Assistenza Tecnica ci sono novità? È un progetto ben avviato e che resta fondamentale, perché il nostro cliente è nostro non soltanto perché compra ricambi originali ma perché gli garantiamo assistenza. Compito di Miro, sempre attraverso la consulenza del promoter, è sostenere il concessionario permettendogli di liberare risorse interne che potranno supportare il cliente anche in altri modi: per esempio rispondendo al telefono.

Palermo - Trapani

Catania - Ragusa - Siracusa

www.chic’èinrete?

AsConAuto in pochi numeri

Sei consorzi, oltre ad AsConAuto, che attendono solo di essere esplorati anche in rete. Ne vale la pena. Perché sono ricchi di notizie che parlano di voi, non genericamente di officine e carrozzerie, ma della vostra officina o carrozzeria. Chiedete al promoter la ribalta nello sconfinato mondo del WWW e, nel tempo (siete migliaia), sarete contattati. Intanto, andatevi a leggere le storie dei vostri colleghi. Può anche capitare, come su questo numero con un autoriparatore cliente del Consorzio Distribuzione Ricambi Toscana, di ritrovarvi anche qui. Dal web alla carta stampata il passo è breve...

• • • • • •

14 AsConAuto INFORMA

sultano essere ben ventisei in più rispetto all’anno precedente per un totale di 311. Potremmo parlare di semplice tendenza alla crescita, ma in realtà il fenomeno non è uniforme. Sì perché, di anno in anno, ogni consorzio vede cambiare il numero di affiliati serviti e adegua il proprio operato per garantire sempre standard di servizio elevati e anche efficienti. Ci sono crescite evidenti come quella del distretto Sincro Lazio, dove rispetto al 2016 si sono aggiunti nove concessionari, gli autoriparatori serviti sono 317 in più e i carrozzieri sono 93 in più. In questo caso i furgoni sono passati da 17 a 24 in dodici mesi. Un altro primato che va evidenziato è quello di Sincro Sardegna, l’unica organizzazione del network a coprire integralmente il territorio di una regione. Ma ci sono anche vittorie silenziose come quella del distretto Sincro Cremona-PiacenzaPavia-Lodi, che ha da poco chiuso il primo anno come Distretto Sincro raccogliendo i frutti di un servizio puntuale.

Nel 2017 abbiamo quindi osservato un fenomeno di crescita della rete per aggregazione di nuove realtà. Si tratta di un processo che ottimizza l’operato di servizi di distribuzione ricambi già maturi per spalmare i costi logistici e di gestione, creare nuove sinergie e aumentare l’offerta di marchi. Attualmente, le aree più sensibili a sviluppare dei progetti di distribuzione ricambi originali in seno ad AsConAuto sono l’area di Grosseto e quella di Agrigento, dove diversi concessionari sono propensi a unirsi per mettere a punto nuovi servizi per gli autoriparatori. Di fatto sia Grosseto sia Agrigento sono cresciute attraverso il ‘passaparola’, ovvero su territori attigui a zone già servite. Guardando al resto d’Italia, la Campania è senza dubbio un’area dove non mancano concessionari illuminati e non ci stupirebbe se nel 2018 la distribuzione di ricambi originali si attivasse anche a Salerno, Avellino e Benevento.

I frutti stanno maturando anche in Spagna

Febbraio 2018

21 consorzi operativi sul territorio 912 concessionari con 1.552 sedi operative 86 marchi rappresentati 1.555 sedi operative 19.528 autoriparatori 75 province e 16 regioni coperte

Febbraio 2018

Ricordiamo infine che da poco più di due anni il mondo dei Consorzi ha un alter ego spagnolo che consegna ricambi originali nella penisola iberica. L’avventura è partita da Valencia, dove oggi lavorano tre furgoni e un promoter. I risultati sono buoni. Il numero di consegne ricambi registrate nel 2017 è del 50 per cento superiore a quello dell’anno precedente. I territori su cui il servizio potrebbe espandersi l sono Castillon, Tarragona, Pamplona e Saragoza.

AsConAuto INFORMA 7


Nazionale_17618_ALTA.qxp_cover 23/01/18 09:10 Pagina 8

Legislazione

Meccatronico? Non ora Tredici giorni prima dello scadere del termine, slitta di ben cinque anni l'obbligo di qualificazione. Una vera e propria beffa per coloro che hanno investito tempo e denaro per rispettare i termini di legge

privati (Tabella 3). Aumentano del 30,3% i crossover, che ora rappresentano il 22,4% dell’immatricolato, e del 27,9 le cabrio e le spider, mentre registrano cali i monovolume piccoli (meno 11,9%) e i compatti (meno 7,8). Oltre un’auto su due venduta nella Penisola è comunque una berlina (Grafico 2). La top ten del 2017 (Tabella 4) è dominata dal costruttore nazionale: Fiat Panda mantiene il primo posto, seguita da Lancia Ypsilon, Fiat Tipo e Fiat 500. Prima fra le straniere è Renault Clio, al quinto posto, tallonata da Citroën C3.

In 9,5 milioni con 17 anni o più Nonostante un mercato dell’auto in ripresa per il quarto anno consecutivo, il circolante italiano ante Euro 3 (vetture immatricolate prima del 1° gennaio 2001, quindi con oltre 17 anni di vita) è di oltre 9,5 milioni di vetture, pari al 25,3% del totale. Le vetture più datate si trovano al Centro-Sud. La regione con la percentuale di auto ante Euro 3 più alta è la Campania (39,1% del totale), seguita da Calabria (38,4) e Sicilia (36,9). “C’è una fascia di mercato - ha dichiarato Aurelio Nervo, presidente di Anfia - che è indispensabile sollecitare per scongiurare l’attuale contraddizione tra un parco circolante ancora anziano e gli sforzi dei costruttori al fine di adeguarsi agli standard, sempre più stringenti, di riduzione delle emissioni di CO2 dei veicoli di nuova produzione. Un contributo positivo potrebbe derivare anche dal contenimento della fiscalità di settore”. l

S

icuramente i meccanici più scaltri avranno esultato perché l’obbligo di “diventare meccatronico” con termine al 5 gennaio 2018 è stato rinviato di cinque anni. Di sicuro non lo hanno fatto gli autoriparatori più preparati, che sgomitano per primeggiare sul mercato tenendo alta la bandiera della qualità e della professionalità. Quindi non avrete esultato nemmeno voi, affiliati della rete AsConAuto, che per fare la differenza utilizzate ricambi originali firmati e garantiti dalle Case. Il ‘regalo di Natale’ lo ha consegnato la legge di bilancio 2018 (legge 205/2017 approvata in via definitiva lo scorso 23 dicembre), portando al 5 gennaio 2023 sia il “termine per l’adeguamento dei requisiti richiesti per

8 AsConAuto INFORMA

l’esercizio dell’attività di meccatronica”, sia quello per la regolarizzazione delle imprese già abilitate per una o più attività. Inoltre, la legge di bilancio stabilisce che entro il primo luglio 2018, le Regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano dovranno attivare i corsi regionali (art. 7, comma 2, lettera b, Legge n. 122/92 modificata con Legge n. 224/12) per definire gli standard di formazione per tutte le categorie del settore autoriparazione, quindi anche per carrozzieri e gommisti.

Al lupo, al lupo! Ricordate la fiaba del pastore che urlava al lupo al lupo per farsi beffe dei sui concittadini creduloni? Alla fine

Febbraio 2018

Tabella 3. Le immatricolazioni per segmento (anni 2016-2017) 2017 Quota% segmento A piccole 331.706 16,7 B utilitarie 728.263 36,6 C medie 629.540 31,7 254.856 12,8 D medie superiori E superiori 38.950 2,0 F alto di gamma 5.155 0,3 Totale 1.988.470 100,0

2016 Quota% 315.899 17,1 705.240 38,1 561.351 30,4 225.495 12,2 36.283 2,0 4.853 0,3 1.849.121 100,0

Var% 5,0 3,3 12,1 13,0 7,4 6,2 7,5

A dominare la scena in Italia sono le utilitarie e le medie con uno share, rispettivamente, del 36,6 e del 31,7%. Le seconde crescono però più delle prime: sono quelle che, infatti, hanno maggiormente usufruito delle agevolazioni fiscali.

Tabella 4. Le top 10 in Italia Fiat Panda Lancia Ypsilon Fiat Tipo Fiat 500 Renault Clio Citroen C3 Fiat 500 L Fiat 500 X Volkswagen Golf Ford Fiesta

145.919 60.321 56.046 53.960 52.618 48.625 46.450 45.789 41.820 41.285

Ben sei modelli della top ten sono del costruttore nazionale, che guida la classifica con Fiat Panda. Il grafico 2 mostra che un’auto venduta su due in Italia è una berlina. Seguono i crossover, in ulteriore crescita sul 2016.

Grafico 2. Mercato per carrozzeria 2,9% 3,1% 3,9% 7,1% 8,3% 52,4%

22,4%

Berline Crossover Fuoristrada

Station wagon Monovolume piccolo

Monovolume compatto Altro


Nazionale_17618_ALTA.qxp_cover 23/01/18 09:10 Pagina 12

Mercato Italia

Fuori dal tunnel Per il quarto anno consecutivo tornano a crescere nella Penisola le immatricolazioni di autovetture, che si riposizionano sui livelli 2010. Noleggio e aziendali fanno il botto grazie anche al Superammortamento

T

orna a crescere in Italia il mercato dell’auto. Nell’ultimo anno si è sfiorata quota 1.990.000 unità con un più 7,5% rispetto all’anno precedente. A livello nazionale è stata venduta un’auto nuova ogni 31 abitanti, con queste differenze di rapporto per macro area: una ogni 25 nel NordOvest, una ogni 18 nel Nord-Est, una ogni 30 nel Centro, una ogni 70 nel Sud. “Il 2017 - ha dichiarato Michele Crisci, presidente di Unrae, l’associazione delle Case Automobilistiche Estere - si è finalmente riallineato al reale potenziale del mercato italiano, anche se con nuove declinazioni nella composizione del mix canali di vendita”. Come si evince dalla Tabella 1 diminuisce infatti il peso dei privati, passati dal 61,8 al 56,4 per cento, mentre società e noleggio segnano, rispettivamente, più 27,5 e più 18,2% guadagnando 3,5 e 2 punti di quota. A dare una spinta alle aziendali è stato senza dubbio il ‘superammortamento’, misura che, per le vetture, non ha trovato spazio nella Legge di Bilancio 2018. Il 2017 ha fatto segnare un record anche per le autoimmatricolazioni con circa 360.000 unità, il 18% delle vendite complessive. Sul fronte delle alimentazioni (Tabella 2) a fare la parte del leone è sempre il diesel, con uno share del 56,7%. Al secondo posto la benzina con un 31,6%. Tra le ‘alternative’ si segnala la flessione del 25,4% delle immatricolazioni di auto a metano, superate dalle ibride. Rimangono una nicchia le elettriche, ferme a meno di 2.000 unità complessive. C’è ancora tempo, insomma, per adeguare la propria officina ad accogliere vetture zero emission.

Tutti pazzi per i crossover Cosa hanno acquistato gli italiani nell’ultimo anno? Utilitarie del segmento B innanzitutto, oltre 36 auto su 100. E poi vetture medie, al 31,7%. E proprio le medie insieme alle medie superiori sono quelle che mettono a segno la migliore performance del 2017, con una crescita a due cifre superiore a quella del mercato. Perdono quota, invece, le piccole, una diretta conseguenza della flessione della domanda da parte dei

12 AsConAuto INFORMA

Grafico 1. Le immatricolazioni di auto in Italia (anni 2008-2017) 2.162.232 2.159.313 1.988.470

1.961.569

fu sbranato, così come il suo gregge di pecore. Nel caso del termine che slitta di cinque anni, il pastore è il Governo, i concittadini sono gli automobilisti mentre i formatori e gli autoriparatori le pecore che vengono sbranate. Stiamo esagerando? Forse, dato che i cinque anni di proroga sono stati invocati da diverse associazioni di categoria, come Confartigianato, che ha commentato: “Con l’approvazione dell’emendamento è stato ottenuto dalla Confederazione un importante risultato, che consente di tutelare l’operatività degli autoriparatori associati fino a quando non siano realizzate appieno, a livello istituzionale, tutte le condizioni previste dal legislatore per mettere in grado le imprese di regolarizzare concretamente l’abilitazione professionale, provvedendo, quindi, a sanare le attuali carenze attuative della normativa vigente che non possono ricadere, in maniera penalizzante, sulle stesse imprese”.

1.825.760

1.749.092

Il progresso non si frena

1.575.612

Legittima quindi la posizione di Confartigianato a tutela dei suoi iscritti. Chiara però l’ennesima falla burocratica e normativa di un’Italia che ha invece bisogno di sem-

1.402.980 1.360.533 1.304.557

plificare per crescere. Lo conferma il portale di Cna, la Confederazione Nazionale dell’Artigianato e della Piccola e Media impresa, dove si legge: “Il periodo di cinque anni pare una vera e propria beffa per tutte quelle imprese che si sono premurate di adempiere nei termini stabiliti a quanto previsto dalla normativa”. Una proroga di dodici o diciotto mesi sarebbe bastata sia a traghettare tutti gli autoriparatori nel mondo dell’officina 4.0, sia a mantenere l’attività di formazione viva, e non avrebbe alimentato il disappunto di chi si è impegnato per guadagnare il titolo di meccatronico. La proroga di ben sessanta mesi, invece, scoraggia chi ha fatto bene, toglie la terra sotto i piedi a chi ha investito per fornire la corretta formazione in tutte le salse (anche online con esame finale di persona) e alle orecchie della categoria fa suonare i termini di legge come un al lupo al lupo”. Gli autoriparatori meritano di più e meritano di avere delle certezze per fare fronte a un’evoluzione tecnologica dell’auto così rapida da essere rivoluzione. Ora vien da chiedersi: ma da qui a cinque anni non dovremo recepire normative europee che potrebbero cambiare ulteriorl mente le carte in tavola? Chi riparerà vedrà.

A lato, la notizia ripresa dalle differenti 2008

2009

2010

2011

2012

2013

2014

2015

2016

2017

associazioni di categoria. Fa sorridere

Tabella 1. Le immatricolazioni per utilizzatore (anni 2016-2017) utilizzatore Privati Noleggio Società Totale

2017 Quota% 1.121.085 56,4 432.902 21,8 434.483 21,9 1.988.470

2016 Quota% 1.142.123 61,8 366.214 19,8 340.784 18,4 1.849.121

la pagina di Liguria24.it

Var% -1,80 18,20 27,50 7,50

che celebra in data 21 dicembre l’avvenuta formazione di 16 meccatronici da parte della Confartigianato locale.

Tabella 2. Le immatricolazioni per alimentazione (anni 2016-2017) alimentazione Diesel Benzina Gpl Ibride Metano Elettriche Totale

2017 Quota% 1.128.211 56,7 628.996 31,6 129.812 6,5 66.760 3,4 32.746 1,6 1.945 0,1 1.988.470

2016 Quota% 1.062.231 57,4 599.902 32,4 102.641 5,6 39.041 2,1 43.903 2,4 1.403 0,1 1.849.121

Var% 6,2 4,8 26,5 71 -25,4 38,6 7,5

Le tabelle 1 e 2 forniscono uno spaccato del mercato italiano. I privati, pesando per il 56,4%, giocano ancora un ruolo fondamentale, ma devono fare i conti con una flessione dell’1,8%. I canali società e noleggio crescono, invece, del 27,5 e del 18,2% e si spartiscono il mercato in parti praticamente uguali. La motorizzazione regina nel Bel Paese è ancora il diesel con uno share del 56,7%, seguita dalla benzina al 31,6. Si confermano una nicchia le zero emissioni: è elettrica solo un’auto venduta su 1.000.

Febbraio 2018

Febbraio 2018

AsConAuto INFORMA 9


Nazionale_17618_ALTA.qxp_cover 23/01/18 09:10 Pagina 10

SEMPRE PIÙ FACILE

Areariservata

Il catalogo in tre versioni è sicuramente uno dei punti forti della nuova Area Riservata, che permette di ordinare i ricambi originali necessari facendo tutto da sé. Ma sempre col controllo vigile del team AsConAuto

T

orniamo in Area Riservata, per entrare nel dettaglio di alcune funzionalità introdotte col varo dell’innovativa piattaforma A.Ri.A. lo scorso autunno. Grazie all’acquisizione del database ricambi redatto da Quattroruote, appositamente adattato alle esigenze dei Consorzi dalla torinese A.M.G. Software - azienda informatica specializzata nel settore automotive - e inserito nella piattaforma web AsConAuto dai tecnici riminesi in forza a CSoft, è possibile ora disporre di un nutrito catalogo delle parti di ricambio consultabile in tre differenti maniere. Che rendono le procedure di ordinazione dei ricambi ancora più semplici.

Ma, soprattutto, innalzano il livello di autonomia di autoriparatori e carrozzieri, che possono così tranquillamente selezionare le parti anche nelle ore più calme della giornata, quando però dall’altro capo del computer non v’è più nessuno. Grazie al Catalogo, è possibile ora selezionare i ricambi in tre diversi modi: per categorie dalla lista on line, tramite ricerca (via codice o descrizione), con i disegni tecnici. Tutto il processo è comunque sempre costantemente monitorato sia dai promoter di AsConAuto - attenti nel verificare la correttezza degli ordini -, sia dai magazzinieri dei dealer. Utilizzate quindi senza timore le nuove funzioni di A.Ri.A. l

2. Selezionate il modello di veicolo per cui richiedete i ricambi, facendo attenzione alla versione dello stesso, da scegliere tra quelli proposti in automatico.

1. Passare un ordine è facilissimo. Una volta in A.Ri.A., scegliete ‘nuovo ordine’. Dopo aver selezionato la marca e il Vin del veicolo, cliccate su ‘catalogo’.

FOLLOW US ON

motul.com

CONTATTI

3a. Attraverso i ‘tag’ in alto, si sceglie come ordinare. Una prima possibilità prevede di sfogliare delle categorie.

Febbraio 2018

3b. Altro sistema consiste nella ricerca, tramite codice o descrizione, dentro il database caricato nell’Area Riservata.

3c. Ma si possono anche utilizzare i disegni del Codificatore, cliccando direttamente sul pezzo che necessita.

AsConAuto INFORMA 11


Nazionale_17618_ALTA.qxp_cover 23/01/18 09:10 Pagina 10

SEMPRE PIÙ FACILE

Areariservata

Il catalogo in tre versioni è sicuramente uno dei punti forti della nuova Area Riservata, che permette di ordinare i ricambi originali necessari facendo tutto da sé. Ma sempre col controllo vigile del team AsConAuto

T

orniamo in Area Riservata, per entrare nel dettaglio di alcune funzionalità introdotte col varo dell’innovativa piattaforma A.Ri.A. lo scorso autunno. Grazie all’acquisizione del database ricambi redatto da Quattroruote, appositamente adattato alle esigenze dei Consorzi dalla torinese A.M.G. Software - azienda informatica specializzata nel settore automotive - e inserito nella piattaforma web AsConAuto dai tecnici riminesi in forza a CSoft, è possibile ora disporre di un nutrito catalogo delle parti di ricambio consultabile in tre differenti maniere. Che rendono le procedure di ordinazione dei ricambi ancora più semplici.

Ma, soprattutto, innalzano il livello di autonomia di autoriparatori e carrozzieri, che possono così tranquillamente selezionare le parti anche nelle ore più calme della giornata, quando però dall’altro capo del computer non v’è più nessuno. Grazie al Catalogo, è possibile ora selezionare i ricambi in tre diversi modi: per categorie dalla lista on line, tramite ricerca (via codice o descrizione), con i disegni tecnici. Tutto il processo è comunque sempre costantemente monitorato sia dai promoter di AsConAuto - attenti nel verificare la correttezza degli ordini -, sia dai magazzinieri dei dealer. Utilizzate quindi senza timore le nuove funzioni di A.Ri.A. l

2. Selezionate il modello di veicolo per cui richiedete i ricambi, facendo attenzione alla versione dello stesso, da scegliere tra quelli proposti in automatico.

1. Passare un ordine è facilissimo. Una volta in A.Ri.A., scegliete ‘nuovo ordine’. Dopo aver selezionato la marca e il Vin del veicolo, cliccate su ‘catalogo’.

FOLLOW US ON

motul.com

CONTATTI

3a. Attraverso i ‘tag’ in alto, si sceglie come ordinare. Una prima possibilità prevede di sfogliare delle categorie.

Febbraio 2018

3b. Altro sistema consiste nella ricerca, tramite codice o descrizione, dentro il database caricato nell’Area Riservata.

3c. Ma si possono anche utilizzare i disegni del Codificatore, cliccando direttamente sul pezzo che necessita.

AsConAuto INFORMA 11


Nazionale_17618_ALTA.qxp_cover 23/01/18 09:10 Pagina 12

Mercato Italia

Fuori dal tunnel Per il quarto anno consecutivo tornano a crescere nella Penisola le immatricolazioni di autovetture, che si riposizionano sui livelli 2010. Noleggio e aziendali fanno il botto grazie anche al Superammortamento

T

orna a crescere in Italia il mercato dell’auto. Nell’ultimo anno si è sfiorata quota 1.990.000 unità con un più 7,5% rispetto all’anno precedente. A livello nazionale è stata venduta un’auto nuova ogni 31 abitanti, con queste differenze di rapporto per macro area: una ogni 25 nel NordOvest, una ogni 18 nel Nord-Est, una ogni 30 nel Centro, una ogni 70 nel Sud. “Il 2017 - ha dichiarato Michele Crisci, presidente di Unrae, l’associazione delle Case Automobilistiche Estere - si è finalmente riallineato al reale potenziale del mercato italiano, anche se con nuove declinazioni nella composizione del mix canali di vendita”. Come si evince dalla Tabella 1 diminuisce infatti il peso dei privati, passati dal 61,8 al 56,4 per cento, mentre società e noleggio segnano, rispettivamente, più 27,5 e più 18,2% guadagnando 3,5 e 2 punti di quota. A dare una spinta alle aziendali è stato senza dubbio il ‘superammortamento’, misura che, per le vetture, non ha trovato spazio nella Legge di Bilancio 2018. Il 2017 ha fatto segnare un record anche per le autoimmatricolazioni con circa 360.000 unità, il 18% delle vendite complessive. Sul fronte delle alimentazioni (Tabella 2) a fare la parte del leone è sempre il diesel, con uno share del 56,7%. Al secondo posto la benzina con un 31,6%. Tra le ‘alternative’ si segnala la flessione del 25,4% delle immatricolazioni di auto a metano, superate dalle ibride. Rimangono una nicchia le elettriche, ferme a meno di 2.000 unità complessive. C’è ancora tempo, insomma, per adeguare la propria officina ad accogliere vetture zero emission.

Tutti pazzi per i crossover Cosa hanno acquistato gli italiani nell’ultimo anno? Utilitarie del segmento B innanzitutto, oltre 36 auto su 100. E poi vetture medie, al 31,7%. E proprio le medie insieme alle medie superiori sono quelle che mettono a segno la migliore performance del 2017, con una crescita a due cifre superiore a quella del mercato. Perdono quota, invece, le piccole, una diretta conseguenza della flessione della domanda da parte dei

12 AsConAuto INFORMA

Grafico 1. Le immatricolazioni di auto in Italia (anni 2008-2017) 2.162.232 2.159.313 1.988.470

1.961.569

fu sbranato, così come il suo gregge di pecore. Nel caso del termine che slitta di cinque anni, il pastore è il Governo, i concittadini sono gli automobilisti mentre i formatori e gli autoriparatori le pecore che vengono sbranate. Stiamo esagerando? Forse, dato che i cinque anni di proroga sono stati invocati da diverse associazioni di categoria, come Confartigianato, che ha commentato: “Con l’approvazione dell’emendamento è stato ottenuto dalla Confederazione un importante risultato, che consente di tutelare l’operatività degli autoriparatori associati fino a quando non siano realizzate appieno, a livello istituzionale, tutte le condizioni previste dal legislatore per mettere in grado le imprese di regolarizzare concretamente l’abilitazione professionale, provvedendo, quindi, a sanare le attuali carenze attuative della normativa vigente che non possono ricadere, in maniera penalizzante, sulle stesse imprese”.

1.825.760

1.749.092

Il progresso non si frena

1.575.612

Legittima quindi la posizione di Confartigianato a tutela dei suoi iscritti. Chiara però l’ennesima falla burocratica e normativa di un’Italia che ha invece bisogno di sem-

1.402.980 1.360.533 1.304.557

plificare per crescere. Lo conferma il portale di Cna, la Confederazione Nazionale dell’Artigianato e della Piccola e Media impresa, dove si legge: “Il periodo di cinque anni pare una vera e propria beffa per tutte quelle imprese che si sono premurate di adempiere nei termini stabiliti a quanto previsto dalla normativa”. Una proroga di dodici o diciotto mesi sarebbe bastata sia a traghettare tutti gli autoriparatori nel mondo dell’officina 4.0, sia a mantenere l’attività di formazione viva, e non avrebbe alimentato il disappunto di chi si è impegnato per guadagnare il titolo di meccatronico. La proroga di ben sessanta mesi, invece, scoraggia chi ha fatto bene, toglie la terra sotto i piedi a chi ha investito per fornire la corretta formazione in tutte le salse (anche online con esame finale di persona) e alle orecchie della categoria fa suonare i termini di legge come un al lupo al lupo”. Gli autoriparatori meritano di più e meritano di avere delle certezze per fare fronte a un’evoluzione tecnologica dell’auto così rapida da essere rivoluzione. Ora vien da chiedersi: ma da qui a cinque anni non dovremo recepire normative europee che potrebbero cambiare ulteriorl mente le carte in tavola? Chi riparerà vedrà.

A lato, la notizia ripresa dalle differenti 2008

2009

2010

2011

2012

2013

2014

2015

2016

2017

associazioni di categoria. Fa sorridere

Tabella 1. Le immatricolazioni per utilizzatore (anni 2016-2017) utilizzatore Privati Noleggio Società Totale

2017 Quota% 1.121.085 56,4 432.902 21,8 434.483 21,9 1.988.470

2016 Quota% 1.142.123 61,8 366.214 19,8 340.784 18,4 1.849.121

la pagina di Liguria24.it

Var% -1,80 18,20 27,50 7,50

che celebra in data 21 dicembre l’avvenuta formazione di 16 meccatronici da parte della Confartigianato locale.

Tabella 2. Le immatricolazioni per alimentazione (anni 2016-2017) alimentazione Diesel Benzina Gpl Ibride Metano Elettriche Totale

2017 Quota% 1.128.211 56,7 628.996 31,6 129.812 6,5 66.760 3,4 32.746 1,6 1.945 0,1 1.988.470

2016 Quota% 1.062.231 57,4 599.902 32,4 102.641 5,6 39.041 2,1 43.903 2,4 1.403 0,1 1.849.121

Var% 6,2 4,8 26,5 71 -25,4 38,6 7,5

Le tabelle 1 e 2 forniscono uno spaccato del mercato italiano. I privati, pesando per il 56,4%, giocano ancora un ruolo fondamentale, ma devono fare i conti con una flessione dell’1,8%. I canali società e noleggio crescono, invece, del 27,5 e del 18,2% e si spartiscono il mercato in parti praticamente uguali. La motorizzazione regina nel Bel Paese è ancora il diesel con uno share del 56,7%, seguita dalla benzina al 31,6. Si confermano una nicchia le zero emissioni: è elettrica solo un’auto venduta su 1.000.

Febbraio 2018

Febbraio 2018

AsConAuto INFORMA 9


Nazionale_17618_ALTA.qxp_cover 23/01/18 09:10 Pagina 8

Legislazione

Meccatronico? Non ora Tredici giorni prima dello scadere del termine, slitta di ben cinque anni l'obbligo di qualificazione. Una vera e propria beffa per coloro che hanno investito tempo e denaro per rispettare i termini di legge

privati (Tabella 3). Aumentano del 30,3% i crossover, che ora rappresentano il 22,4% dell’immatricolato, e del 27,9 le cabrio e le spider, mentre registrano cali i monovolume piccoli (meno 11,9%) e i compatti (meno 7,8). Oltre un’auto su due venduta nella Penisola è comunque una berlina (Grafico 2). La top ten del 2017 (Tabella 4) è dominata dal costruttore nazionale: Fiat Panda mantiene il primo posto, seguita da Lancia Ypsilon, Fiat Tipo e Fiat 500. Prima fra le straniere è Renault Clio, al quinto posto, tallonata da Citroën C3.

In 9,5 milioni con 17 anni o più Nonostante un mercato dell’auto in ripresa per il quarto anno consecutivo, il circolante italiano ante Euro 3 (vetture immatricolate prima del 1° gennaio 2001, quindi con oltre 17 anni di vita) è di oltre 9,5 milioni di vetture, pari al 25,3% del totale. Le vetture più datate si trovano al Centro-Sud. La regione con la percentuale di auto ante Euro 3 più alta è la Campania (39,1% del totale), seguita da Calabria (38,4) e Sicilia (36,9). “C’è una fascia di mercato - ha dichiarato Aurelio Nervo, presidente di Anfia - che è indispensabile sollecitare per scongiurare l’attuale contraddizione tra un parco circolante ancora anziano e gli sforzi dei costruttori al fine di adeguarsi agli standard, sempre più stringenti, di riduzione delle emissioni di CO2 dei veicoli di nuova produzione. Un contributo positivo potrebbe derivare anche dal contenimento della fiscalità di settore”. l

S

icuramente i meccanici più scaltri avranno esultato perché l’obbligo di “diventare meccatronico” con termine al 5 gennaio 2018 è stato rinviato di cinque anni. Di sicuro non lo hanno fatto gli autoriparatori più preparati, che sgomitano per primeggiare sul mercato tenendo alta la bandiera della qualità e della professionalità. Quindi non avrete esultato nemmeno voi, affiliati della rete AsConAuto, che per fare la differenza utilizzate ricambi originali firmati e garantiti dalle Case. Il ‘regalo di Natale’ lo ha consegnato la legge di bilancio 2018 (legge 205/2017 approvata in via definitiva lo scorso 23 dicembre), portando al 5 gennaio 2023 sia il “termine per l’adeguamento dei requisiti richiesti per

8 AsConAuto INFORMA

l’esercizio dell’attività di meccatronica”, sia quello per la regolarizzazione delle imprese già abilitate per una o più attività. Inoltre, la legge di bilancio stabilisce che entro il primo luglio 2018, le Regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano dovranno attivare i corsi regionali (art. 7, comma 2, lettera b, Legge n. 122/92 modificata con Legge n. 224/12) per definire gli standard di formazione per tutte le categorie del settore autoriparazione, quindi anche per carrozzieri e gommisti.

Al lupo, al lupo! Ricordate la fiaba del pastore che urlava al lupo al lupo per farsi beffe dei sui concittadini creduloni? Alla fine

Febbraio 2018

Tabella 3. Le immatricolazioni per segmento (anni 2016-2017) 2017 Quota% segmento A piccole 331.706 16,7 B utilitarie 728.263 36,6 C medie 629.540 31,7 254.856 12,8 D medie superiori E superiori 38.950 2,0 F alto di gamma 5.155 0,3 Totale 1.988.470 100,0

2016 Quota% 315.899 17,1 705.240 38,1 561.351 30,4 225.495 12,2 36.283 2,0 4.853 0,3 1.849.121 100,0

Var% 5,0 3,3 12,1 13,0 7,4 6,2 7,5

A dominare la scena in Italia sono le utilitarie e le medie con uno share, rispettivamente, del 36,6 e del 31,7%. Le seconde crescono però più delle prime: sono quelle che, infatti, hanno maggiormente usufruito delle agevolazioni fiscali.

Tabella 4. Le top 10 in Italia Fiat Panda Lancia Ypsilon Fiat Tipo Fiat 500 Renault Clio Citroen C3 Fiat 500 L Fiat 500 X Volkswagen Golf Ford Fiesta

145.919 60.321 56.046 53.960 52.618 48.625 46.450 45.789 41.820 41.285

Ben sei modelli della top ten sono del costruttore nazionale, che guida la classifica con Fiat Panda. Il grafico 2 mostra che un’auto venduta su due in Italia è una berlina. Seguono i crossover, in ulteriore crescita sul 2016.

Grafico 2. Mercato per carrozzeria 2,9% 3,1% 3,9% 7,1% 8,3% 52,4%

22,4%

Berline Crossover Fuoristrada

Station wagon Monovolume piccolo

Monovolume compatto Altro


Nazionale_17618_ALTA.qxp_cover 23/01/18 09:10 Pagina 14

indirettaconiconsorzi

Lavori in corso Milano e provincia E-mail miro@asconauto.it Sito internet http://miro.asconauto.it Tel. 02 89550113 Fax 02 84810079

Da dove è partito? Da un percorso costruito insieme al CdA: abbiamo focalizzato una serie di attività manageriali ad ampio respiro - la formazione di logistici e promoter, per esempio - e su quella ho dato la mia disponibilità ad assumere il nuovo incarico. Nel 2017 abbiamo concluso la prima parte di formazione per i sei promoter che continuerà quest’anno con uno step superiore in relazione ai nuovi progetti.

La Penisola AsConAuto vede evidenziate in arancione tutte le aree in cui è attivo, o lo sarà nel brevissimo termine, il servizio di distribuzione ricambi originali della rete Romagna

Luca Manfrotto è il nuovo AD di Miro. Tra i suoi progetti, la formazione a tutti i livelli

A

rriva da una lunga esperienza professionale in Gruppo Malvestiti e Gruppo Autotorino, “aziende grandi e complesse”. Quindi, per Luca Manfrotto, amministratore delegato Miro, il nuovo incarico ha più che mai il sapore “di una sfida. Lavorare in un’azienda che fattura 35 milioni di euro, conta 40 concessionarie e 900 clienti è un passo avanti e una prospettiva interessante. Al di là delle dimensioni”, spiega l’AD, “su Milano le peculiarità sono molte, ci si interfaccia direttamente con le Case auto, che sono interne al consorzio, con molti partner... Milano è Milano, con aspetti di logistica complessi”. Formazione in casa. Qui a lato il capoconsorzio Martino Falco e, alla sua sinistra, Luca Manfrotto. Sopra il titolo, la squadra dei promoter.

Che coinvolgono terzi? I responsabili di magazzino. Fino a qualche anno fa il consorzio era pura logistica. Non lo è più. Miro supporta le concessionarie anche nelle attività sui clienti. Come? Grazie ai dati forniti dal gestore del Consorzio, che tiene conto di fatturato, crescita, decrescita, vicinanza... Si fissa un incontro a quattro tra me, Martino Falco, il promoter, il responsabile di magazzino e si identificano venti clienti sui 900 Miro che saranno visitati prioritariamente. Questa attività è iniziata a ottobre con due concessionari ed è già partito il passaparola: due mezze giornate presso un paio di riparatori portano fatturato perché si va a colpo sicuro.

AsConAuto.

Marche

Aggregazione e visione

Lazio

Quel che fate con il dealer vale anche per i partner? È un’attività similare: analizziamo i fatturati, programmiamo le uscite con i promoter, creiamo pacchetti dedicati...

Puglia - Basilicata

Sul Patto per l’Assistenza Tecnica ci sono novità? È un progetto ben avviato e che resta fondamentale, perché il nostro cliente è nostro non soltanto perché compra ricambi originali ma perché gli garantiamo assistenza. Compito di Miro, sempre attraverso la consulenza del promoter, è sostenere il concessionario permettendogli di liberare risorse interne che potranno supportare il cliente anche in altri modi: per esempio rispondendo al telefono.

Palermo - Trapani

Catania - Ragusa - Siracusa

www.chic’èinrete?

AsConAuto in pochi numeri

Sei consorzi, oltre ad AsConAuto, che attendono solo di essere esplorati anche in rete. Ne vale la pena. Perché sono ricchi di notizie che parlano di voi, non genericamente di officine e carrozzerie, ma della vostra officina o carrozzeria. Chiedete al promoter la ribalta nello sconfinato mondo del WWW e, nel tempo (siete migliaia), sarete contattati. Intanto, andatevi a leggere le storie dei vostri colleghi. Può anche capitare, come su questo numero con un autoriparatore cliente del Consorzio Distribuzione Ricambi Toscana, di ritrovarvi anche qui. Dal web alla carta stampata il passo è breve...

• • • • • •

14 AsConAuto INFORMA

sultano essere ben ventisei in più rispetto all’anno precedente per un totale di 311. Potremmo parlare di semplice tendenza alla crescita, ma in realtà il fenomeno non è uniforme. Sì perché, di anno in anno, ogni consorzio vede cambiare il numero di affiliati serviti e adegua il proprio operato per garantire sempre standard di servizio elevati e anche efficienti. Ci sono crescite evidenti come quella del distretto Sincro Lazio, dove rispetto al 2016 si sono aggiunti nove concessionari, gli autoriparatori serviti sono 317 in più e i carrozzieri sono 93 in più. In questo caso i furgoni sono passati da 17 a 24 in dodici mesi. Un altro primato che va evidenziato è quello di Sincro Sardegna, l’unica organizzazione del network a coprire integralmente il territorio di una regione. Ma ci sono anche vittorie silenziose come quella del distretto Sincro Cremona-PiacenzaPavia-Lodi, che ha da poco chiuso il primo anno come Distretto Sincro raccogliendo i frutti di un servizio puntuale.

Nel 2017 abbiamo quindi osservato un fenomeno di crescita della rete per aggregazione di nuove realtà. Si tratta di un processo che ottimizza l’operato di servizi di distribuzione ricambi già maturi per spalmare i costi logistici e di gestione, creare nuove sinergie e aumentare l’offerta di marchi. Attualmente, le aree più sensibili a sviluppare dei progetti di distribuzione ricambi originali in seno ad AsConAuto sono l’area di Grosseto e quella di Agrigento, dove diversi concessionari sono propensi a unirsi per mettere a punto nuovi servizi per gli autoriparatori. Di fatto sia Grosseto sia Agrigento sono cresciute attraverso il ‘passaparola’, ovvero su territori attigui a zone già servite. Guardando al resto d’Italia, la Campania è senza dubbio un’area dove non mancano concessionari illuminati e non ci stupirebbe se nel 2018 la distribuzione di ricambi originali si attivasse anche a Salerno, Avellino e Benevento.

I frutti stanno maturando anche in Spagna

Febbraio 2018

21 consorzi operativi sul territorio 912 concessionari con 1.552 sedi operative 86 marchi rappresentati 1.555 sedi operative 19.528 autoriparatori 75 province e 16 regioni coperte

Febbraio 2018

Ricordiamo infine che da poco più di due anni il mondo dei Consorzi ha un alter ego spagnolo che consegna ricambi originali nella penisola iberica. L’avventura è partita da Valencia, dove oggi lavorano tre furgoni e un promoter. I risultati sono buoni. Il numero di consegne ricambi registrate nel 2017 è del 50 per cento superiore a quello dell’anno precedente. I territori su cui il servizio potrebbe espandersi l sono Castillon, Tarragona, Pamplona e Saragoza.

AsConAuto INFORMA 7


Nazionale_17618_ALTA.qxp_cover 23/01/18 09:09 Pagina 6

ReteItalia Aosta - Biella - Torino

Gioco di sinergia per consolidare

Cremona - Piacenza Lodi - Pavia

C’era una volta una ditta...

Nel 2017 la superficie coperta con la distribuzione di Ricambi Originali non è aumentata molto, ma il numero di autoriparatori serviti è salito del cinque per cento. Per crescere bisogna affondare le radici...

C’è ancora. Ma ‘Battistini’ non è più una piccola realtà artigianale

L

a rete AsConAuto è un organismo vivente, che respira. Guardando la sola cartina d’Italia, con evidenziate in arancione le aree in cui è attiva la distribuzione di ricambi originali finalizzata dai consorzi, non si ha questa percezione perché sembra poco cambiata rispetto alla fine del 2016. Ma i numeri raccontano un’altra storia. Negli scorsi dodici mesi, infatti, gli autoriparatori serviti dalla rete AsConAuto sono cresciuti del cinque per cento arrivando a quota 18.494 (5.735 sono carrozzieri), e sono distribuiti sui territori di settantacinque province, tre in più rispetto al 2016. I furgoni per la consegna ricambi ri-

Viterbo - Terni - Perugia Siena

Sardegna

Le aree operative della rete di distribuzione AsConAuto Consorzio Doc Ricambi Originali - Mantova - Verona - Vicenza Doc Ricambi Originali - Brescia - Bergamo Granda Ricambi Originali - Cuneo - Asti - Savona - Imperia - Genova Ricambi Originali Express - Venezia - Treviso Consorzio Distribuzione Ricambi Toscana - Firenza - Arezzo - Pisa - Prato Ucav Ricambi - Varese - Milano Nord Doc Ricambi Originali - Como - Lecco - Sondrio - Monza/Brianza Miro Milano Ricambi Originali - Milano Doc Ricambi Originali Padova Doc Ricambi Originali - Pistoia - Lucca - Massa Carrara - La Spezia Cedro - Pordenone - Udine -Trieste - Gorizia Sincro Cremona - Piacenza - Pavia - Lodi Sincro Torino - Aosta - Biella Sincro Marche Sincro Viterbo - Terni - Perugia - Siena Sincro Puglia - Basilicata Sincro Sardegna Sincro Catania - Ragusa - Siracusa Sincro Lazio Sincro Romagna Sincro Palermo TOTALE

6 AsConAuto INFORMA

Concessionari 74 82 48 36 74 41 76 37 28 39 22 54 38 35 44 36 30 27 47 25 14 912 (1.552 sedi)

Officine 1061 1538 353 462 664 331 912 558 524 424 528 596 832 487 750 717 479 480 1156 488 274 13.614

Firenze, Arezzo, Prato, Pisa E-mail: cdrt@asconauto.it Sito internet: http://cdrt.asconauto.it Tel. 055 882346 Fax 055 8810875

Romagna E-mail romagna@sincro.eu. Sito internet: http://www.sincro.eu

Carrozzerie 376 496 216 197 387 163 381 259 182 176 266 192 428 210 302 324 221 223 546 191 136 5.872

Persone 32 50 14 17 29 16 32 22 17 13 15 15 16 15 14 12 15 8 30 8 5 395

Furgoni 24 38 11 14 22 17 24 15 13 9 11 15 12 11 13 10 10 7 24 8 3 311

Febbraio 2018

‘Battistini Carrozzerie e Officine’ dà lavoro a 32 tra carrozzieri, meccanici, amministrativi.

R

venzioni con Arval, Leasys e altre minori, ma esponsabile ufficio acquisti, non proprio una figura ricorrente tra le imprese con ALD l’accordo ci lega visceralmente e sta di autoriparazione. Poi scopri che la funzionando molto bene. È un’azienda giovane ‘ditta’ dà lavoro a 32 fra carrozzieri, meccanici con tanti progetti, e questo ci piace”. e amministrativi, e capisci il ruolo in Battistini Officina autorizzata Fiat, Alfa, Iveco, nella Carrozzerie e Officine di Cesena (Fc) di Stefano nuova sede di Via Federico Caffè che accoglie “dai 30 ai 40 veicoli a settimana Gozzi, 44 anni e un recente multibrand”, Battistini si sta “cerpassato di fleet manager in tificando per il servizio revisione, un’azienda milanese con un non solo per le vetture e per i veiparco di 1.500 auto. coli fino a 35 quintali ma anche “In effetti”, racconta, “quella per i mezzi di grande portata”. che negli Anni 50 era nata Stefano Gozzi, dal 2015 Innovare è un verbo apprezzato. come la tipica officina di pro- responsabile acquisti. Ecco perché non ci ha pensato vincia, per poi crescere grazie all’intuizione dei padri fondatori che hanno due volte, Stefano Gozzi, quando ha avuto la sviluppato canali importanti come la Pubblica possibilità di affiliarsi a Sincro Romagna: Amministrazione e la Difesa, sta nuovamente “Avevo notato un furgone, ho fatto qualche diversificando l’attività. Il mio arrivo è votato telefonata, è passato il promoter e da pochi al controllo degli acquisti e all’acquisizione mesi siamo clienti. Primo impatto molto podi nuovi clienti”. Ovvero le società di noleggio. sitivo, sono ricettivi alle segnalazioni, e poi “Da sei mesi siamo ALD Premium Point e lo Sincro ha aperto un canale diretto con le consiamo diventati subito, senza passare dallo cessionarie, interessante anche per un discorstep di Service Point. Abbiamo anche con- so di scontistiche e confronto prezzi”.

Innamorato del proprio lavoro, Salvatore Parisi è AUTORIPARATORE con tutte le lettere maiuscole

Il lavoro gira

C

on L’Originale Ti Premia aveva vinto la crociera ‘I Gioielli del Baltico’; è rimasto a terra perché “stava nascendo la mia bimba. Il viaggio è un premio, ma la vera soddisfazione è vedere che il cliente si fida e il lavoro gira”. Lui è Salvatore Parisi, 35 anni, titolare di Carrozzeria Sem di Prato. Uno che ha “rifiutato la pappa pronta” e “scelto di acquistare quello che era un ramo d’azienda della vecchia carrozzeria di mio padre” e oggi ha “pagato in pieno il mio debito”. Orgoglio e passione, umiltà e competenza. Parisi è un autoriparatore nel senso più vero del termine, uno che “se c’è da cambiare un ricambio si cambia e se si può riparare si ripara”. Consiglia “sempre l’originale, ma se il cliente mi chiede ’ricambi a prezzo’ metto le mani avanti: io te li monto, se però si brucia la lampadina tra una settimana o ti entra acqua sappi che è stata una tua scelta”. È cliente Cdrt: “Il servizio è fantastico: sono disponibili, risolvono i problemi, consegnano i ricambi due volte al giorno in 24/48 ore. Arrivano in concessionaria, arrivano in carrozzeria”. Da poco Srl, ‘Sem’ impiega 5 persone. È anche vendita, noleggio e restauro.

Taglio del nastro, lo scorso maggio, per la sede di Via Federico Caffè 269 a Cesena (Fc).

AsConAuto INFORMA 15


Nazionale_17618_ALTA.qxp_cover 23/01/18 09:09 Pagina 16

indirettaconiconsorzi

Cremona, Lodi, Piacenza, Pavia E-mail: cremona@sincro.eu Tel. 0372 25006 Fax 0372 569319

Due in una È da tempo riparatore cliente Doc, da poco concessionaria socia Sincro. Da Bassano Bresciano a Piacenza, ecco a voi ‘Petesi Srl’

“C

i siamo detti: vediamo come funziona e... stiamo ingranando. Siamo partiti da pochi mesi”, spiega la responsabile post vendita, Erminia Ferri, “e ovviamente i volumi non sono strepitosi, ma se il cliente cerca in elenco un ricambio Isuzu trova noi”. Il ‘noi’ sta per Petesi Srl, già nota nella rete AsConAuto come officina cliente di Doc Brescia-Bergamo, da novembre concessionaria socia Sincro per il marchio Isuzu (oltre che Giotti Victoria) nella zona di Piacenza. Quella di Bassano Bresciano resta la sede principale, ma Sincro ha aperto nuove prospettive a questa azienda che ha da poco festeggiato i 52 anni di attività. “A Piacenza”, conferma Erminia Ferri, “non ci sono concessionarie Isuzu,

Torino, Aosta, Biella E-mail: torino@sincro.eu Sito internet: http://www.sincro.eu Tel. 011 2236085 Fax 011 2732289

Entrando nel dettaglio, si può notare che le ultime realtà ad aver acceso i motori come logico sono quelle che segnano gli incrementi più significativi, sia sull’anno precedente sia sul budget. Da sottolineare, in particolare, i risultati di Sincro Lazio, Sincro Palermo, Sincro Catania e Sincro Viterbo: hanno messo a segno, rispettivamente, crescite del 42,3, 34,9, 23,3 e ancora 23,3 per cento con un fatturato superiore alle più rosee stime.

La sede di Piacenza operativa da aprile: 2.000 metri quadrati con un magazzino ben fornito di ricambi Isuzu. Ci lavorano un meccanico e un magazziniere.

A gonfie vele anche gli ‘storici’

che però è un marchio molto noto. Con Sincro ci siamo intesi subito, i logistici sono sempre puntuali con i ritiri. Attraverso Sincro abbiamo la possibilità di farci conoscere. E infatti hanno cominciato a chiamarci riparatori che non erano mai stati nostri clienti. Un buon segno”. A loro disposizione “un numero fisso per fare gli ordini, perché il primo contatto avviene sempre per telefono, e anche per avere consulenza tecnica, prenotare un tagliando o un passaggio in officina”. E “un magazzino sempre ben fornito di filtri, cinghie, pastiglie, ricambi che vanno per la maggiore. Ma se servono dischi o tamburi provvediamo da Brescia”. Per ora. L’obiettivo a breve termine è “rendere completamente autonoma anche la sede di Piacenza”.

L’innovativa linea revisioni a piastre adottata in Via Alpignano a Rivoli (To). Qui sopra lo staff La Generala.

Rulli? No, grazie Lo spazio c’era, la voglia di fare anche. Dal 3 gennaio ‘Carrozzeria La Generala’ di Rivoli è anche centro revisioni. A modo suo

N

uova per nuova, tanto valeva farla anche innovativa. E così la linea revisioni della Carrozzeria La Generala a Rivoli (To), operativa “dal 3 gennaio perché la burocrazia ci ha fatto impazzire un po’”, utilizza un banco prova freni a piastre. Dopo quasi 40 anni di attività Vincenzo Lasalvia ha impresso nuovo slancio a un’azienda sana, che ripara “una media di 220-250 veicoli

16 AsConAuto INFORMA

all’anno tra auto multimarca ma soprattutto Fiat, furgoni e camper”, che si occupa di restauro, e che con l’attività di revisione spera di “incrementare gli ingressi”. Nei 700 metri quadrati a ferro di cavallo ripartiti tra centro revisione, carrozzeria e area per le rifiniture e la riconsegna, Lasalvia accoglie “clienti privati che pagano anche di tasca propria e clienti assicurativi, alcuni canalizzati; con le Compagnie si guadagna un po’ meno ma si lavora di più, devi trovare la quadra giusta”. Nessun bisogno di cercare un compromesso, invece, con Sincro, di cui è cliente “da subito, forse il primo, controlli il mio codice. Ho detto sì per la comodità della consegna, mai avuto problemi su niente, e nemmeno loro con noi”.

Febbraio 2018

I consorzi più radicati sul territorio e con un maggior numero di anni alle spalle non stanno comunque a guardare: il Doc Mantova Verona Vicenza ha chiuso l’anno con circa 55,4 milioni di euro, un 11 per cento in più rispetto al 2016 e al budget, e lo storico Doc Brescia-Bergamo ha generato poco meno di 80 milioni di euro, più 9 per cento sull’anno prima e sulle stime. “Siamo particolarmente orgogliosi - ha continuato Fabrizio Guidi - del fatto che anche i consorzi storici continuino a

crescere. È il risultato di un’ottimizzazione dei processi che ha portato tra l’altro a un aumento del numero di consegne in molte delle zone servite, e degli accordi stipulati con società di noleggio come Alphabet”. A guidare la classifica dei consorzi per fatturato è proprio il Doc Brescia-Bergamo, consorzio che conta il maggior numero di clienti: 1.538 officine e 496 carrozzerie. Piazza d’onore per il Doc Mantova-Verona-Vicenza che serve 1.061 officine e 376 carrozzerie, inseguito dal Doc Lecco-Como-SondrioMonza e Brianza che attraverso 912 officine e 381 carrozzerie ha generato poco meno di 55,4 milioni di euro. “Puntiamo a una crescita a doppia cifra - ha concluso Guidi - anche nel 2018, grazie a tutti coloro che ogni giorno scelgono i ricambi originali e la rete AsConAuto. Una crescita che siamo pronti a sostenere con l’estensione della rete e l’avvio di nuovi servizi come la tracciabilità elettronica dei ricambi BeeTip. Temi che saranno affrontati a novembre ai Service Day di Brescia, ‘gli stati generali dell’autoriparazione’. Un altro modo di essere vicini ai nostri clienti”. l

Nella Tabella in basso sono riportati i fatturati generati dai singoli consorzi nell’ultimo anno e la variazione percentuale rispetto al 2016 e al budget. Da notare che tutti hanno non solo centrato ma anche superato l’obiettivo che ci si era posti a inizio anno.

Fatturato 2017 e confronto con il budget e il 2016

Consorzio Fatturato € Var% 2017 su 2016 e budget Doc Brescia-Bergamo 79.977.161 Budget 2017 73.400.000 9,0% Fatturato 2016 73.402.666 9,0% Doc Mantova-Verona-Vicenza 55.384.400 Budget 2017 49.900.000 11,0% Fatturato 2016 49.839.591 11,1% Doc Lecco-Como-Sondrio-Monza 55.240.096 Budget 2017 53.730.000 2,8% Fatturato 2016 53.610.535 3,0% Cdrt 45.088.253 Budget 2017 41.330.000 9,1% Fatturato 2016 40.356.174 11,7% Miro 35.069.943 Budget 2017 33.600.000 4,4% Fatturato 2016 33.103.570 5,9% Sincro Lazio 32.918.625 Budget 2017 29.767.468 10,6% Fatturato 2016 23.133.696 42,3% Roe Venezia-Treviso 30.517.615 Budget 2017 28.927.830 5,5% Fatturato 2016 28.270.181 7,9% Doc Padova 27.444.568 Budget 2017 25.000.000 9,8% Fatturato 2016 24.741.518 10,9% Ucav 26.943.494 Budget 2017 26.497.500 1,7% Fatturato 2016 26.219.960 2,8% Cedro 23.389.560 Budget 2017 21.445.909 9,1% Fatturato 2016 22.166.435 5,5% Sincro Cremona 21.659.426 Budget 2017 18.000.000 20,3% Fatturato 2016 -

Febbraio 2018

Mese Sincro Viterbo Budget 2017 Fatturato 2016 Sincro Marche Budget 2017 Fatturato 2016 Sincro Torino Budget 2017 Fatturato 2016 Doc Toscana-Liguria Budget 2017 Fatturato 2016 Sincro Sardegna Budget 2017 Fatturato 2016 Gro Budget 2017 Fatturato 2016 Sincro Puglia-Basilicata Budget 2017 Fatturato 2016 Sincro Catania Budget 2017 Fatturato 2016 Sincro Romagna Budget 2017 Fatturato 2016 Sincro Palermo Budget 2017 Fatturato 2016 Totale 2017 Budget 2017 Totale 2016

TOTALE Delta% 2017 su 2016 e budget 21.350.470 18.155.290 17,6% 17.322.248 23,3% 20.348.837 19.100.000 6,5% 18.552.519 9,7% 18.452.682 18.500.000 -0,3% 18.293.737 0,9% 17.642.015 17.140.000 2,9% 16.705.943 5,6% 16.504.085 13.907.065 18,7% 13.451.668 22,7% 13.650.626 13.164.000 3,7% 15.062.256 -9,4% 13.039.830 13.022.395 0,1% 12.031.065 8,4% 10.047.276 7.950.000 26,4% 8.147.037 23,3% 8.521.760 8.550.000 -0,3% 8.534.636 -0,2% 4.078.066 3.522.395 15,8% 3.022.114 34,9% 577.268.787 534.609.852 8,0% 497.432.914 16,0%

AsConAuto INFORMA 5


Nazionale_17618_ALTA.qxp_cover 23/01/18 09:09 Pagina 4

Bilancio 2017

UNA SPLENDIDA ANNATA

PSA, per servirvi Lecco, Sondrio, Como, Monza e Brianza, Milano E-mail: doclc@asconauto.it Sito internet: http://doclc.asconauto.it Tel. 0362 998375 Fax: 0362 928944

Positivo il consuntivo dell’ultimo anno per l’associazione, che ha puntato sui ricambi originali e sulla qualità dei servizi erogati

U

n 2017 estremamente positivo per AsConAuto. Lo dicono i numeri. Nell’anno da poco archiviato sono aumentati i concessionari nel network, i clienti - officine e carrozzerie - serviti (vedi pagine 6-7) e il fatturato realizzato attraverso la vendita di ricambi originali: oltre 577,2 milioni di euro, il 16 per cento in più rispetto all’anno precedente. Un consuntivo decisamente migliore delle attese: il budget è stato superato dell’8 per cento. La formula AsConAuto, basata su qualità dei ricambi e dei servizi, affidabilità e puntualità, continua, quindi, a essere vincente. “AsConAuto - ha commentato Fabrizio Guidi, presidente dell’associazione - ha potuto senza dubbio beneficiare di una ripresa del mercato ma non solo. Anche nell’ultimo anno la rete si è ampliata raggiungendo nuove

Il fatturato mese per mese

aree geografiche, e i servizi sono stati ulteriormente migliorati per rispondere alle esigenze di tutte quelle officine che come noi scommettono sui ricambi originali”. L’analisi del fatturato AsConAuto mese su mese (grafico sotto) mostra una realtà consolidata, con oscillazioni legate quasi esclusivamente al numero di giorni lavorativi. Le performance migliori nel 2017 si sono registrate a settembre, ottobre e novembre. Nell’undicesimo mese dell’anno si sono superati i 58 milioni di euro di fatturato. La stagione d’oro per chi ha fatto dell’autoriparazione il proprio business si conferma l’autunno. Segno positivo per tutti i consorzi con la sola eccezione del Gro, che cresce del 3,7 per cento rispetto al budget ma deve fare i conti con un flessione del 9,4 sul 2016.

Totale 2016

Budget 2017

Totale 2016

70.000.000

47.480.379 39.505.656 41.793.823

58.146.665 50.613.218 48.155.215

50.809.545 48.377.583 45.728.709

49.770.220 47.109.765 44.049.427

50.788.066 48.433.922 45.251.698

39.068.619 39.305.666 41.454.367

49.868.163 47.156.305 42.348.479

31.900.566 28.243. 479 26.791.495

40.000.000

44.065.658 42.594.090 40.201.170

50.000.000

46.200.807 44.938.859 38.113.002

Nel grafico sono riportati i fatturati realizzati dall’intera rete mese per mese nel confronto con l’anno precedente. Come si può notare, soltanto ad aprile si è assistito a una flessione sul 2016 dovuta al minor numero di giorni lavorati. Per il mondo dell’autoriparazione il periodo d’oro si conferma l’autunno. Le migliori performance in assoluto si sono registrate a novembre.

55.581.064 50.100.140 44.729.384

53.589.029 48.231.162 47.350.773

60.000.000

30.000.000

Giò Pasello prende la mira

Brescia, Bergamo E-mail: docbs@asconauto.it Sito internet http://docbs.asconauto.it Tel. 030 3530188 Fax 030 3547784

A Pregnana Milanese 15.500 referenze per i clienti Doc Bergamo

...e centra il bersaglio. La sua ‘Pasello Car Multi Service’, a Lurate Caccivio, è ALD Premium Point

D

zione e servizio gomme per Arval, al 15 settembre 2017 è Premium Point della società LeasePlan, Athlon, Car Server”, indi noleggio a lungo termine. cide per il 25 per cento sul totale. Un bel colpo, considerando che Autorizzata Ford fino al 2011, oggi questi centri specializzati sono una Magneti Marelli Checkstar “per sersessantina in tutta Italia. Ma Pasello vire tutto il parco multimarca delle società di noleggio”, Car Multi Service era Pasello accetta “un già Service Point nel migliaio di auto l’an1997, quando la forno, dalla A di Alfa alla mula era sconosciuta P di Porsche, sopratai più. “Oggi”, spiega tutto medio-grandi. la titolare, Giovanna Giovanna Pasello, oro Pasello, “siamo quel- mondiale nel tiro a volo. Ma sta crescendo il noleggio al privato, lo che siamo perché abbiamo creduto nel noleggio 20 quindi di auto più piccole”. anni fa. Tutto è nato per caso, dalla Qualunque sia il veicolo, quando il rottura dello specchietto di un ricambio è originale arriva in Via ispettore Ford che guidava una mac- XXV Aprile con Doc. “Rifornendoci china a noleggio. Ho capito come dalle concessionarie aderenti, ho funzionava e pensato che potesse apprezzato molto il servizio, le due consegne al giorno, il personale che essere il futuro”. Non si sbagliava. L’attività di noleggio, che nel tempo ci segue dal promoter al logistico. si è declinata anche in “manuten- Un servizio da 10”.

U

omo Citroën, Cesare Lapenna è oggi direttore ricambi delle Placche PSA Retail di Milano (magazzino che serve i riparatori Doc di Bergamo e provincia oltre che di Miro, Doc Lecco, Ucav) e Roma. Il nuovo sistema di distribuzione dei ricambi Citroën, Peugeot e DS l’ha trovato “pronto ad accogliere questa evoluzione voluta dal presidente PSA”. Avete sfruttato i ‘vecchi’ magazzini Citroën e Peugeot? A Milano c’erano due impianti separati di circa 500 metri quadrati l’uno che sono stati soppiantati da un’unica struttura di quasi tremila a Pregnana Milanese, operazione necessaria per gestire le 15.500 referenze della Placca. Che cosa è cambiato per l’autoriparatore Doc? Siamo passati a un nuovo DMS dotato di WMS che permette di gestire la logistica in modo più performante. E da gennaio un risponditore automatico indirizza il cliente a uno specialista che ha esperienza di magazzino e di meccanica. Milano conta 35 persone di cui 15 magazzinieri e tre capisquadra che si occupano del ricevimento dell’ordine, della spedizione e dei resi. Tempi di consegna dei ricambi? 12-24 ore se disponibili presso la Placca o comunque reperibili in Italia, un giorno in più se disponibili presso il magazzino europeo di Vesoul. La Placca sarà un vero successo quando diventeremo ancora più efficaci a livello di logistica. Sarà strategico il maggiore coinvolgimento del consorzio.

Nella struttura di Via XXV Aprile, a Lurate Caccivio (Co), anche una colonnina per la ricarica delle auto elettriche. Per i clienti e non.

20.000.000

10.000.000

Gli operatori del servizio clienti rispondono, da Milano, a 140 mail e 280 telefonate al giorno. Uno specialista segnalerà eventuali ritardi di consegna. Il riparatore può anche inviare richieste via WhatsApp. gen

4 AsConAuto INFORMA

feb

mar

apr

mag

giu

lug

ago

set

ott

nov

dic

Febbraio 2018

Febbraio 2018

AsConAuto INFORMA 17


Nazionale_17618_ALTA.qxp_cover 23/01/18 09:09 Pagina 18

Parliamodi...

Sommario 4

I numeri dei consorzi 2017

Una splendida annata 6

Il network AsConAuto

Sempre più grandi 8

I meccatronici possono attendere

Indietro tutta 2,9% 3,1%

11

Area Riservata, Aria nuova

12

Il mercato dell’auto in Italia

3,9% 7,1% 8,3% 52,4%

22,4%

Fuori dal tunnel 14

Diretta dai consorzi

19

Apposta per voi

19

Appuntamenti

www.asconauto.it AsConAuto INFORMA

Anno 16 - N. 176 - febbraio Asconauto Informa - Mensile di informazione dell’Associazione Nazionale Consorzi Concessionari Auto Aut. Trib. di Rimini N. 1 2003 Direttore Responsabile: Giuseppe Guzzardi In redazione: Tiziana Altieri, Roberta Carati,

Febbraio 2018

archio in Italia Toyota è il primo m gillo ‘Diesel Free’ a poter vantare il si1° gennaio 2018, sulle sue auto. Dal ponese nella infatti, la casa giapusivamente modelli Penisola vende esclObiettivo del a benzina o ibridi. ccare i 5,5 milioni gigante asiatico: to ate nel mondo di vetture elettrific entro il 2030.

Matthieu Colombo, Enrico Della Negra, Stefano Mecheri, Gianluca Ventura Redazione: via Crimea, 7 - 47900 Rimini Tel. 0541 743085 Fax 0541 743640 info@asconauto.it www.asconauto.it Impaginazione: Studio Grafico Page - Novate Milanese (MI) Stampa: Tecnostampa - via Casalecchio, 27 47900 - Rimini

Le schede carburante si apprestano ad andare in pensione. Dal prossimo 1° luglio saranno deducibili ai fini dei redditi, e detraibili per l’Iva, soltanto i rifornimenti pagati con carte di credito, carte di debito o carte prepagate emesse da operatori finanziari. Per tale data gli impianti dovranno attrezzarsi per emettere fattura elettronica.

e di autolavaggi. È boom per le impres usi dall’Osservatorio Stando ai numeri diffnello Stivale se ne Autopromotec, oggi oltre il 30 per cento contano circa 7.000, 11. Il business in più rispetto al 20 condo una recente sarebbe redditizio: sento degli italiani indagine, il 76 per ceaffidato la pulizia nell’ultimo anno ha ente a professionisti dell’auto esclusivam del settore.

AsConAuto INFORMA 3


Nazionale_17618_ALTA.qxp_cover 23/01/18 09:09 Pagina 2

RICAMBI ORIGINALI JAGUAR

PARTNER IDEALI DEL TUO BUSINESS

Appostapervoi AndreucciCoDrive Arrivare a destinazione con l’App di navigazione che ti spiega il percorso come in prova speciale non ha prezzo. Garantisce il mitico ‘Ucci’.

L’AUTOAGENDA

MyŠkoda Disponibile anche per Apple watch, offre Paul, un assistente virtuale esperto nei modelli del marchio che ti guida nelle loro funzioni.

Gratis

1-4 febbraio TORINO EXPO TUNING TORINO 2018 www.expotuningtorino.it

Jaguar InControl Un’App per remotare, anche sul Watch, tutte le info del cruscotto nei veicoli Jag abilitati. E fare molto altro.

Gratis

Gratis

Texa Care Per veicoli che sull’Obd hanno collegato il relativo accessorio. Capace anche di comunicare con il meccanico di fiducia.

Uno sguardo alle App, i programmini per tablet, smartphone e smartwatch con sistema iOs, buone per quanti bazzicano il mondo automotive.

Gratis

7-11 febbraio PARIGI (USA) SALON RÉTROMOBILE www.retromobile.com

1,09€ Russian road racer pro Un videogioco per chi vuole cimentarsi alla guida di veicoli ex sovietici e di produzione russa attuale. C’è pure l’on board camera.

Mercatino CHI VENDE E CHI COMPRA Avete appena sostituito le attrezzature con altre nuove o alcune in vostro possesso non vi servono più? Perché non pensare di rivenderle a qualche collega? Inviate un annuncio compilando il modulo qui sotto e speditelo via fax allo 0541 743640 oppure inviate una mail a segreteria@asconauto.it.

1-3 marzo CORTINA D’AMPEZZO (BL) WINTER RACE www.winterace.it

Nome................................. Cognome................................. Officina ............................................................... Via e n° civico........................................... Città........................................... Prov............... Cap ................... Tel........................................................Fax .................................................Mail ......................................... Annuncio..................................................................................................................................................... ..................................................................................................................................................................

DAI FIDUCIA ALLA PROFESSIONALITÀ

Valorizza il tuo lavoro, offri solo Ricambi Originali Jaguar, ottieni l’affidabilità che serve ad un professionista come te.

...................................................................................................................................................................

Annuncio

Ogni Ricambio Originale Jaguar è studiato per essere in perfetta sintonia con l’auto che dovrà accoglierlo, questo agevola il montaggio ottimizzando i tempi di officina. Usarli vuol dire essere specialisti nella Performance.

THE ART OF PERFORMANCE

8-18 marzo GINEVRA (CHE) SALONE INTERNAZIONALE DELL’AUTO www.gims.swiss

VENDO: STRUMENTO DIAGNOSI TEXA AXONE DIRECT REVISIONATO DA POCO, CON AGGIORNAMENTO 62.00. PREZZO 1.200 EURO IVA COMPRESA. Per informazioni contattare: Ruggiero Mastropierro

Autofficina Cadaleta A.& Mastropierro R. S.n.c., via A. Novella 13 – 76017 San Ferdinando di Puglia (BT) Tel.: 0883 767789 – Fax: 088 622676 – Mail: consorziolarevisione@libero.it

Febbraio 2018

AsConAuto INFORMA 19


Nazionale_17618_ALTA.qxp_cover 23/01/18 09:08 Pagina 20

AsConAuto anno 16 numero 176 - Febbraio 2018

www.asconauto.it

INFORMA

Mensile di informazione e cultura motoristica ORGANO UFFICIALE DELL’ ASSOCIAZIONE NAZIONALE CONSORZI CONCESSIONARI AUTO

INDIETRO TUTTA L’Italia si conferma il Paese delle (in)certezze. Tanto che, dopo reiterati inviti agli autoriparatori ad aggiornarsi, mentre impazzano i festeggiamenti per Capodanno si decide di rimandare l’attuazione della ‘normativa meccatronici’ addirittura di un lustro

Associazione

Mercato

Testimonianze

Crescita continua

A tutto gas

Diretta consorzi

Anche l’anno appena chiuso va oltre le aspettative e archivia un aumento del fatturato a due cifre

Il 2017 dell’auto chiude alla grande, toccando quasi i due milioni d’immatricolazioni

Affiliati e concessionari, service manager e magazzinieri. Parliamo di voi con voi

AsConAuto Informa Febbraio 2018  
AsConAuto Informa Febbraio 2018  
Advertisement