Scenari di Innovazione

Page 1

ISBN 978-88-906884-2-3

9 788890 688423


Iniziativa di

in collaborazione con

realizzato da

Progetto generale e pubblicazione Artex Centro per l’Artigianato Artistico e Tradizionale della Toscana A cura di Alessandro Ricceri - Direttore Sabrina Sguanci - Ricerca e innovazione

Commissione tecnico - scientifica Giuseppe Furlanis - Direttore ISIA Firenze Marco Migliari - Consulente Innovazione per Artex Centro per l’Artigianato Artistico e Tradizionale della Toscana Marcello Aitiani - Regione Toscana Puccio Duni - ADI Toscana - Compasso d’Oro alla carriera, 2014 Laura Simoncini - Confartigianato Imprese Toscana Francesca Mazzocchi - CNA Toscana

Concept, coordinamento generale e pubblicazione Sabrina Sguanci - Ricerca e innovazione Coordinamento tecnico e segreteria organizzativa Katia Marzocchi Identità visiva Dino Baroni - Design della comunicazione

Commissione aziende Leonardo Boni - Baldi Home Jewels Raffele Ceppaglia - Gruppo Sofà Hans Gruger, Angelica Meucci - Flowerssori Stefano Coiai - Garfagnana Innovazione Ilaria Martinelli - Falegnameria Martinelli Marcus Homatsch - Cartonfactory Arianna Baldi, Daniela Gai - Integra Lisa Gabellini - Wooclass Giovanni Maffucci - Laboratorio Elementi Davide Pedri - Pedri Design

Ufficio Stampa Chiara Bartolini - Comunicazione

Artex opera per la tutela, l’innovazione e lo sviluppo delle produzioni artistiche e tradizionali toscane. Riconosciuto nel 1999 dalla Regione Toscana come Centro per l’Artigianato Artistico e Tradizionale della Toscana, progetta e realizza iniziative di eccellenza e di alto valore innovativo, per valorizzare e promuovere il settore dell’artigianato artistico regionale. Sostiene, per conto di Regione Toscana, CNA e Confartigianato, le politiche territoriali dell’Artigianato Artistico, i progetti di promozione territoriale e la valorizzazione delle sinergie tra artigianato, beni culturali e turismo; sviluppa inoltre azioni di integrazione tra impresa e mondo della progettualità, operando attraverso attività di ricerca e formazione e trasferimento tecnologico. Via S. Botticelli, 9/R 50132 Firenze - Italia • Tel. + 39 055 570627 • Fax + 39 055 572093 artex@artex.firenze.it www.artex.firenze.it

Dieci anni di Scenari di Innovazione Grazie al contributo della Regione Toscana e delle Associazioni Regionali di Categoria CNA e Confartigianato Imprese, è stata possibile la realizzazione di dieci edizioni di Scenari di Innovazione, il progetto che ha saputo offrire una prospettiva a quella parte della cultura giovanile che più è orientata al design dell’artigianato e della piccola e media Impresa. Scenari di innovazione è nato e si è sviluppato come un progetto formativo che abbraccia l’intera filiera dell’innovazione: la formazione, il progetto, il mercato, con la finalità di promuovere e sostenere, da un lato, l’innovazione e, dall’altro, la conoscenza delle produzioni artigianali di qualità tra i giovani. In dieci anni Scenari di Innovazione ha coinvolto 6000 studenti, 300 docenti, 100 aziende toscane. Tutto ciò con risultati concreti: sia rispetto ai numerosi progetti trasformati in altrettanti prodotti e ricerche sviluppate e declinate dalle aziende, che rispetto al network di giovani creativi e aziende dell’artigianato artistico che, anno dopo anno, si è sviluppato e autoalimentato. Tutto ciò, senza il profondo e convinto coinvolgimento dei Licei artistici, delle Accademie di Belle Arti, degli Isia e delle Università ad orientamento artistico e progettuale italiane ed estere che, con le imprese toscane hanno creduto e lavorato con passione alla realizzazione di collezioni e prodotti innovativi, non sarebbe stato possibile. A questa pubblicazione spetta il compito di mostrare i risultati della decima edizione del concorso che, intitolato Atavico Tecnologico, vede come fulcro la contaminazione di tecnologie consolidate low cost e diffuse dal web con materiali antichi e tecniche di lavorazione tradizionale: obiettivo, la definizione di collezioni innovative capaci di valorizzare e diffondere il modus operandi della cultura artigianale toscana. Questa edizione ha alimentato rapporti creativi tra 10 aziende toscane e oltre 450 studenti di 27 scuole e università italiane e internazionali ad orientamento artistico e progettuale, dando nuova centralità ad un tema fondamentale: la necessità di favorire l’innovazione e la formazione per un Design dell’Artigianato strategico per la trasmissione di una cultura creativa all’indotto produttivo toscano. In questa sede vengono presentati e promossi 14 prodotti, alcuni dei quali già commercializzati e inseriti nel catalogo dalle aziende toscane coinvolte. Alessandro Ricceri Direttore - Artex, Centro per l’Artigianato Artistico e Tradizionale della Toscana

Si ringrazia Sauro Servadei - Responsabile promozione mercati esteri Artex, per aver contribuito alla pubblicazione e Elfi - Progettazione elettronica per aver progettato e realizzato la parte illuminotecnica di Clarum Alcune delle immagini che appaiono su questa pubblicazione sono riprodotte a solo scopo esplicativo-illustrativo, appartenendo per ogni titolo di proprietà e utilizzo agli autori ed editori. Non possono pertanto essere oggetto di utilizzi commerciali. Pubblicazione stampata in 1000 copie Aprile 2015.

2

3


LASTRE CON INCLUSI DI SCARTI DI PIETRE DURE IN RESINA

Atavismi e Tecnologie Design di prodotti per l’industria artistica toscana Progetti dallo spirito narrativo suscitano sempre più nei consumatori globalizzati un fascino indelebile e straordinario. Tale caratteristica si fonde con il saper fare artigianale, con la storia dei luoghi, con l’atavismo dei materiali, delle tecniche di lavorazione e con il background storico che la nostra cultura materiale è capace di esprimere attraverso il modus operandi artigianale. Oggi la capacità di narrazione degli oggetti, per l’acquisizione di consenso sui mercati globali, diventa requisito fondamentale per le strategie di vendita dei prodotti, richiesto non solo dal mondo del web ma anche dai tradizionali canali distributivi. Storie, percorsi di sviluppo inediti, abili maestranze, diventano fattori base per orientare la scelta del consumatore nella vasta offerta di oggetti mobili e complementi che pongano al centro i valori della qualità, eticità e sostenibilità. Aspetti che ogni buon prodotto per essere competitivo (evidentemente non sui prezzi), deve essere in grado di esprimere oltre alla sua espressione estetica e funzionale. In questo contesto la dimensione tecnologica consolidata caratterizzata dalle potenzialità comunicative della rete, dai nuovi strumenti di produzione (stampa 2d avanzata e 3d, il laser scanner e cutter), dalle nuove forme di finanziamento (crowdfunding) e dalle opportunità del commercio elettronico, stanno delineando nuovi volani di consenso e diffusione per le realtà imprenditoriali artigianali caratterizzate da linguaggi locali. Questi aspetti, attraverso il ruolo interpretativo del design e le capacità innate del mondo giovanile, diventano attori strategici per la competitività di questo settore. In particolare nel caso in cui la progettazione di prodotti si attivi per valorizzare il giusto equilibrio tra dimensione atavica e tecnologica. Insieme questi due mondi, espressi nel tema guida Atavico tecnologico al quale è stata dedicata la decima edizione del concorso di Scenari di Innovazione, possono costruire ambienti autentici e inediti, attingendo da una parte a un denso passato e dall’altra a un presente riccamente permeato da mezzi tecnologici low cost. In questa direzione si muove la filosofia del concorso che ha richiesto alle proposte progettuali di unire tecnologie consolidate e produzioni artigianali, attraverso il trait d’union espresso dalla cultura del design, per strutturare processi, strategie e prodotti innovativi con questa connotazione. Aziende artigiane selezionate sulla base di criteri innovativi dimostrati nei loro percorsi imprenditoriali e coordinate dall’area ricerca e innovazione di Artex, in questo scenario hanno presentato a un’ampia platea di Licei artistici, Isia, Accademie e Università, filosofie aziendali, materiali, brief specifici, che all’interno di tale tema sono stati determinanti per lo sviluppo e la realizzazione di prodotti o collezioni.

Incanta menti

Studio sul materiale a partire dal riutilizzo degli scarti di lavorazione di pietre dure in lapislazzulo, ametista, occhio di tigre, malachite, cristallo di rocca e diaspro. Gli scarti vengono composti in uno stampo, seguendo le logiche espressive del mosaico per dimensione, forma e colore che fissati in una resina danno vita ad un materiale unico dove l’unicità è funzione dello scarto. Il materiale è pensato appositamente per essere inserito nei prodotti della collezione Baldi Home Jewels.

Designer Anna Togni Docente coordinatore Maurizio Fiore ISIA Istituto Superiore per le Industrie Artistiche Faenza Realizzato da Baldi Home Jewels www.baldi.biz

Sabrina Sguanci Ricerca e Innovazione - Artex, Centro per l’Artigianato Artistico e Tradizionale della Toscana

4

5


Papavero

LETTINO TESSILE Interamente in tessuto il lettino è corredato di lenzuolini e si apre e chiude come un fiore, diventando anche tappeto per giochi. Pensato per bimbi da 0 a 6 anni è realizzato con materiali naturali anallergici con tecniche della tappezzeria tradizionale. Completamente sfoderabile il tessuto di rivestimento è un grezzo lavato, misto cotone 63% lino 37%. Alamari e velcro costituiscono i dispositivi di apertura e chiusura dal semplice utilizzo.

Felice Mente

KIT PAPPA PER BIMBI DA 0 A 6 ANNI Pensato per la filosofia aziendale Flowerssori fondata sulla progettazione e produzione di accessori e complementi di arredo ispirati al metodo montessoriano, il kit pappa è realizzato in porcellana a forte spessore e realizzato in serigrafia, in 12 varianti decorative.

Designer Carlotta Bellucci Docente coordinatore Veneranda Carrino Accademia di Belle Arti di Roma

Designer Miriam Gardelli Docente coordinatore Maurizio Fiore ISIA Istituto Superiore per le Industrie Artistiche Faenza

Realizzato e prodotto da Gruppo Sofà www.grupposofa.it

Realizzato e prodotto da Flowerssori www.flowerssori.it

6

7



Fagiano

CONTENITORI PER IL VINO Un divertente gioco di figure geometriche iscritte nel quadrato diventano una collezione di contenitori per bottiglie di vino, in strati di cartone ondulato sovrapposti. La loro configurazione fondata su principi compositivi semplici le colloca agilmente in ambienti domestici, enoteche e wine bar.

Whynet

DA TRASPORTINO A CANTINETTA Packaging per bottiglie bordolesi in strati di cartone ondulato sovrapposti, Whynet è pensato per cantine, enoteche e winebar con l’obiettivo di promuvere il marchio e l’autenticità di provenienza del vino. Inoltre può diventare un originale cadeau che una volta archiviato e sovrapposto si trasforma in una pratica cantinetta o display espositivo.

Designer Gherardo Salvatici, Andrea Nepi Docente coordinatore Sabrina Bianchini Liceo Artistico di Empoli (FI)

Designer Julia Francesca Meuter Docente coordinatore Giorgio Berretti ISIA, Istituto Superiore per le Industrie Artistiche, Firenze

Realizzato da Cartonfactory www.cartonfactory.it

Realizzato da Cartonfactory www.cartonfactory.it

Movi mento

SPECCHIERA IN LEGNO CON ILLUMINAZIONE LED A partire dai moduli componibili della collezione Blocco, la specchiera si compone e si completa con l’inserimento di utili accessori indispensabili nella stanza da bagno. I blocchi tipologia “Lavanda” in legno di tiglio al naturale sono realizzati con macchina a controllo di nuova generazione e assemblati con le tecniche della falegnameria tradizionale.

Designer Giulio Bertino Docente coordinatore Massimiliano Zoi Politecnico di Milano Realizzato e prodotto da Falegnameria Martinelli www.falegnameriamartinelli.it www.bloccoarreda.it

10

11


Fammi ombra o illuminami

TENDA VERTICALE A PANNELLI CON CELLE FOTOVOLTAICHE E LED Pensata per la casa, home office, ufficio è una tenda tessile a pannelli verticali con celle fotovoltaiche ad alto rendimento e strip led per creare luce d’atmosfera e di servizio durante le ore notturne. I pannelli verticali sono in juta e cotone grezzo, ricamati con fili tessili colorati. La tenda è interamente confezionata con le tecniche sartoriali artigianali.

Forme informi

COLLEZIONE DI SEDUTE TESSILI INFORMALI Forme tessili imbottite da gommapiuma e scarti di carta, plastica, danno vita a una duplice collezione di prodotti: da una parte una collezione di lettini tessili per ludoteche, asili nido e infanzia, dall’altra morbide sedute informali per la casa. La collezione è realizzata interamente a mano con le tecniche della sartoria tradizionale.

Designer Claudia Palombi Docente coordinatore Alessandro Scilipoti Accademia di Belle Arti di Frosinone

Designer Viola Ruscellai Docente coordinatore Angelo Minisci LABA, Libera Accademia di Belle Arti, Firenze

Realizzato da Integra www.progettointegra.info

Realizzato da Integra www.progettointegra.info

Borsa allegra

COLLEZIONE DI SHOPPER TESSILI Scarti tessili industriali diventano colori e si trasformano in una collezione di shopper decorate in sovrapposizioni tessili ispirati ai volti. Ideate e successivamente trasposte in tessuto durante un workshop dai ragazzi disabili del centro Spes di Uliveto Terme, sono prodotte con tecniche sartoriali tradizionali dalla cooperativa sociale Integra.

Designer Erica Tombesi, Andrea Cordano, Luca Barella, Nicola Marchi, Romina Caselli, Martina Danesi, Alessandro Frassi, Alessandro Armani, Silvia Randi, Lucia Chiarini Docente coordinatore Manuela Lombardi Centro socio riabilitativo SPES di Uliveto Terme (PI) Realizzate e prodotte da Integra www.progettointegra.info

12

13


Turan

COLLIER - PORTA OCCHIALI Cordini di cuoio, tessili e intrecci metallici in rame e alluminio si combinano in unici giochi formali creando contemporaneamente un inedito collier porta-occhiali. Turan, nome ispirato alla divinità etrusca dea dell’amore, è realizzato interamente a mano e pensata a corredo delle collezioni di occhiali in legno Wooclass.

Hanno collaborato alla X edizione di Scenari BALDI HOME JEWELS

CARTONFACTORY

Oggetti e complementi di arredo in metallo, pietre dure e cristallo

Mobili e complementi in cartone

www.cartonfactory.it

www.baldi.biz

Designer Daniela Cheli Docente coordinatore Angelo Minisci LABA, Libera Accademia di Belle Arti, Firenze Realizzato da Daniela Cheli www.facebook.com/pages/DCD-Daniela-Cheli danielacheli.d@gmail.com

GRUPPO SOFÀ

INTEGRA

Mobili e complementi imbottiti

Accessori moda e casa in tessili di recupero da scarti industriali

www.grupposofa.it

www.progettointegra.info

FLOWERSSORI Mobili e accessori ispirati al metodo montessoriano www.flowerssori.it

Uno sguardo verso il cielo

MONTATURA PER OCCHIALI IN LEGNO Ispirata al simbolo dell’infinito, la montatura è concepita sulla logica dell’incrocio delle due parti. Realizzata in legno multistrato in essenze lignee di ciliegio e noce italiano, viene tagliata in piano con macchine a controllo numerico, curvata a vapore, rifinita manualmente e in ultimo trattata con una miscela di oli vegetali.

WOOCLASS

Occhiali in legno curvato

www.wooclass.com

GARFAGNANA INNOVAZIONE

LABORATORIO ELEMENTI Oggetti e accessori in ceramica

www.laboratorioelementi.it

Lavorazioni avanzate su lapidei

www.garfagnanainnovazione.it

Designer Elena Persico Docente coordinatore Carmine Esposito Liceo Artistico di Bergamo Realizzato da Wooclass www.wooclass.com

FALEGNAMERIA MARTINELLI

PEDRI

Complementi e illuminazione in metallo

Sistemi modulari in legno

www.bloccoarreda.it

14

www.pedri.net

15