Page 1

V° Biennale Trofeo

ARTE Collezionismo

PITTORI E SCULTORI DEL 900

Catalogo degli Artisti Segnalati

Giorgio Laveri “Truka - Black and White” Terracotta smaltata terzo fuoco

a cura di Francesco Chetta

Francesco Chetta editore

Pag. 1


ALIGI SASSU Milano 1912 - 2000

Aligi Sassu “Battaglia di Cavalieri” Olio su tela, cm. 81x100 1986 (Collezione privata)

Copertina Annuario Arte Collezionismo 2009

Photo Courtesy Archivio Aligi Sassu - Carlos Julio Sassu Suarez Agrate (Mi)

Pag. 2


V째 Biennale Trofeo

ARTE Collezionismo

PITTORI E SCULTORI DEL 900

Catalogo Ufficiale degli Artisti Segnalati

a cura di Francesco Chetta

F C

rancesco hetta Editore

Pag. 3


Catalogo Ufficiale V° BIENNALE

TROFEO ARTE COLLEZIONISMO 2014

ARTE

2 0 1 m o 900 5 ©

c o l l e z i o n i s P

i t t o r i

e

S

c u l t o r i

d e l

a c a r at t e r e c r i t i c o d i d at t i c o s to r i c o i c o n o g r a f i c o c u lt u r a l e

Pubblicazione editoriale specializzata

Ideazione editoriale: Francesco Chetta editore Elaborazione fotografica, ricerche storiche, iconografiche, Effeci edizioni Testi biografici a cura Effeci edizioni Contributi Critici: Francesco Chetta, Jean Charles Spinà, Oxana Albot, Agatha Monti, Mariarosaria Belgiovine, Christie Grizivatz, Maurizio Gnali, Elena Cicchetti, Giampaolo Curti, George Paly, Alessandra Rossetti, Augusto Mori, Michel Verdant, Walter Albonetti, Renato Natale Chiesa Finito di stampare nel mese di Marzo 2015 Per conto di Effeci Edizioni d’Arte da Stampa C.C.I.A. Vicenza registro Imprese N° 213973/VI Distribuzione a cura di Effeci edizioni d’arte Le foto delle opere riprodotte in catalogo sono fornite dagli stessi autori, collezionisti, archivi, editori e relative Gallerie, ritenendo gli stessi i legittimi proprietari e garanti dell’autenticità e provenienza delle opere, dei testi critici, e relativi diritti delle foto pubblicate. *In I° e IV° di copertina, opere di Giorgio Laveri “Truka Black and White, Truka, Una tira l’altra - Courtesy Photos Giorgio Laveri Artist Effeci edizioni d’arte: Redazione Via Vittorio Emanuele 32, 26841 Casalpusterlengo (LO) P. Iva 06494940965 Iscrizione registro Imprese Lodi C.C.I.A N° 1464120 Mail: redazioneartivisive@gmail.com francesco.chetta@yahoo.it Official Website www.artecollezionismo.com

ARTE Collezionismo 2015

© Copyright 2015 by Effeci Edizioni d’Arte - Pubblicazione editoriale (senza periodicità) Ndr: Pur garantendo la massima cura nella stesura dei testi, si prega gentilmente a voler segnalare eventuali refusi di stampa, inviando una mail a: francesco.chetta@yahoo.it redazioneartivisive@gmail.com © È assolutamente vietata la riproduzione anche parziale delle opere e relativi testi critici senza relativa autorizzazione scritta dell’editore in base alla legge vigente dei diritti d’autore.

Pag. 4


PRESENTAZIONE DELL’EDITORE Virtualmente con la stampa go, continua la promozione

di questo catalodegli artisti, che

V° Biennale Trofeo Arte Collezionismo 2014. Gli artisti iscritti al concorso sono stati oltre mille, i visitatori del Social Network Facebook, hanno espresso il lo giudizio attrasi sono distinti nel corso della

verso segnalazione diretta sulla pagina

del

gruppo, e successivamente i miei collaboratori critici, hanno ulteriormente valutato con estrema critica le loro opere.

Ne

consegue

che l’operato di molti artisti, è ricaduto su

quegli artisti che hanno saputo dimostrare attraverso il loro linguaggio artistico, spiccato senso di fantasia e creatività, basi essenziali ad ognii artista.

Concludo augurando a tutti i partecipanti i mi-

gliori auguri di un crescente successo per la loro attività artistica.

Il Trofeo Arte Collezionismo, vuole rendere omaggio a tutti gli artisti, che nel corso degli anni sono stati pubblicati nelle sue pagine, attraverso la valenza storico iconografica, della pregevole pubblicazione da me ideata nel 1999, nel divulgare opere e l’immagine artistica di molti artisti, alla critica specializzata, ai galleristi, e agli operatori culturali.

Dalla

scorsa edizione il

le

Trofeo Arte Collezionissmo,

ha preso vita a carattere biennale, le precedenti edizioni si sono svolte esattamente nella splendida cornice

Cinque Terre a Portovenere, presso il Grand di Portovenere, grande struttura residenziale, chiusa nel maggio del 2012, con abbinata esposizione delle opere in mostra. (precedenti edizioni: 2009/2010/2011/2012) delle

Hotel

F C

rancesco hetta Editore

Pag. 5


...”L’annuario offre la possibilità di valutare e confrontare, grazie anche alla perfetta qualità di stampa, ed alle informazioni che riguardano l’artista, complete ed esaurienti. La crescita di Arte Collezionismo è stata possibile grazie alla collaborazione di tutto il team produttivo della casa editrice, coordinato con molta efficacia dal direttore Francesco Chetta. Ma lo è stata anche grazie a tutti i galleristi e collezionisti che hanno creduto in questa pubblicazione, affidando alla stampa opere da collezione, fornendo le notizie utili e gli annuali aggiornamenti; ed anche grazie a tutti gli artisti che hanno creduto in Arte Collezionismo per la loro promozione e per la diffusione delle loro opere. L’annuario ha una sua collocazione ben definita nel mercato dell’arte, ed anno per anno si rafforza sempre di più. Personalmente, mi sento di complimentarmi con l’editore, per aver saputo creare una raccolta di opere d’arte che soddisfa tutti, con inserimenti politematici, di ottime nuove proposte, di affascinanti novita, di confermate opere storiche, che di sicuro sapranno accordare la sensibilità di ognuno.”... Mariarosaria Belgiovine

Pag. 6


Note storiche: “Arte Collezionismo pubblicato dalla Casa editrice Effeci, erede delle precedenti edizioni, presentato per la prima volta alla Fiera di Arte Padova nel 1999 dal titolo NEW ART 2000, Guida al collezionismo. Anni di duro lavoro, ampi consensi e gratificazioni ricevute, conducono l’editore Francesco Chetta nel proseguire e realizzare una nuova edizione del catalogo arrichito di una nuova impostazione grafica professionale e con un nome più scorrevole: Arte Collezionismo, dedicando ad esso principalmente costante ricerca verso le nuove proposte dell’Arte contemporanea, in grado di essere allineato al contemporaneo e soddisfare le richieste del mercato.” ARTE Collezionismo Media Partner ARTEPADOVA ARTEGENOVA IMMAGINA

ArtePadova 1999 “Il Nuovo Giornale di Piacenza”

Non è difficile accostarsi oggi, fiduciosi al mondo dell’arte e del collezionismo: tantissime sono le proposte promosse a cura dei centri culturali e degli operatori del settore. Inoltre, qualificate Fiere d’Arte contemporanea, contribuiscono in ambito sia nazionale che europeo alla diffusione e promozione, tramite Gallerie, di giovani artisti collateralmente alle presenza di “Grandi Firme”, non da meno l’acquisto tramite battute d’asta effettuate da parte di qualificate gallerie, non mancano le opportunità di fare buon investimenti. Importante è acquistare ciò che piace, opere che osservandole ci possano dare infinite emozioni: le stesse che l’autore dell’opera ha provata nel crearla. Non esistono parametri per definire il costo di un’opera d’arte, essa non ha prezzo!. Basti pensare le decine di migliaia di euro cui sono state aggiudicate in battute d’asta, i celebri tagli di Lucio Fontana, o una scultura di Giacometti, pur ritenedo quest’ultimi prezzi record. E’ possibile però acquistare opere di autori validi, pur restando in una fascia di prezzo decisamente più bassa. E’ facile dedurre che al collezionista si presentano varie possibilità di scelta, motivate anche dalla possibilità economica. Il principale scopo di questo catalogo, è quello di evidenziare gli artisti storici del 900, ma anche di segnalare e proporre nuovi e validi artisti che sicuramente negli anni avranno modo di farsi apprezzare, all’occhio attento del collezionista, e del mercante d’arte, non sfuggiranno le occasioni di investimento consultando questo catalogo, che raccoglie validi artisti emergenti, con diverse tecniche proposte in chiave originale. (F.C.)

MONACO’ 2015

ARTE

2 0 1 m o 900 6 ©

c o l l e z i o n i s Pittori

e

Scultori

del

Arte Collezionismo - EFFECI EDIZIONI è Media Partner di Opus eventi ART MONACO’ 2015 MONTE CARLO

P R I N C I P A T O di M O N A C O

Pag. 7


TOP SELECTION

V° BIENNALE TROFEO ARTE COLLEZIONISMO A cura di Francesco Chetta e Jean Charles Spinà

Gli artisti Segnalati e catalogati, sono stai selezionati attraverso la Video Mostra svolta sul Canale Web di Facebook V° TROFEO BIENNALE ARTE COLLEZIONISMO a cura dell'editore Francesco Chetta, tra i numerosi artisti ammessi al giudizio critico, quest'ultimi sono stati prescelti, ognuno per il loro indiscusso linguaggio pittorico: dal classico ed intramontabile linguaggio figurativo, al contemporaneo informale, con relative discipline pittoriche, la scultura, la fotografia e le altre arti applicate. Ognuno ha evidenziato con le sue opere in mostra, oltre ad accettare con spirito sportivo, l'assenza di competizione, ormai obsoleta, e fuori da ogni canone e giudizio artistico, una padronanza segnica e formale di livello qualitativo, e spiccata fantasia introspettiva. Una mostra virtuale dunque, che ha riscontrato il favore dei navigatori solitari del Web e amici di Facebook che hanno espresso lusinghieri apprezzamenti alla qualità delle opere in mostra, ammesse alla Video Mostra Un augurio di maggiori e lusinghieri traguardi per la vostra arte. Jean Charles Spinà Nizza (France) Jean Charles Spinà, Jean Charles Spinà di origine romana ma da moltissimi anni residente in Francia dividendo la sua attività tra Francia e Spagna. Operatore conosciuto in oltralpe per la sua ampia conoscenza con il grande Salvator Dali’, a Figueras spagna insieme al critico Valer Jeasmine hanno realizzato la grande mostra “Le Vagòn Dalì”, al fianco della sua preziosa collaboratrice Marie Vecchiarellì, ha tenuto mostre in America, Brasile, Canada, Germania, Francia Isole Canarie Tenerife, Palma de Majorca, Figueras, Valletta di Malta, Mandelieu La Napoule Cannes, Menton, Paris, Portovenere.

G S Art

International Art Communication Nice 284 Promenade Des Anglais

Pag. 8


I Critici, Collezionisti, Galleristi e Artisti segnalatori:

Elena Cicchetti

Michel Verdant

Luana Raia

Giampaolo Curti

Jean Charles SpinĂ

Oxana Albot

Francesco Chetta

Patrik Moya

Renato Natale Chiesa

M.Rosaria Belgiovine

Walter Albonetti

Antonella Turci

Maurizio Gnali

Augusto Mori

V° Biennale Trofeo Arte Collezionismo

Alessandra Rossetti

George Paly

Pag. 9


Biografia Francesco Chetta, nasce a Taranto nel 1954. Negli anni 80 lascia la sua attività nel campo cinematografo e televisivo svolto per Canale 5, e la Icet De Paolis, per dedicarsi con grande amore alla sua vera passione nel mondo dell’Arte. Determinante per la sua scelta furono i consigli amichevoli dei suoi colleghi di lavoro (macchinista di scena presso Mediaset Canale 5, Raimondo Vianello, Franco Franchi, Mike Bongiorno ed altre personalità, che conoscendo la sua passione per l’Arte e le sue doti creative incoraggiarono la sua scelta. Le sue presenze a varie esposizioni e concorsi come Artista di buon Talento creativo, gli permettono di conoscere varie personalità legate al Mondo dell’Arte: Critici Galleristi ed Editori. Nasce una grande amicizia con l’editore dott. Giorgio Falossi, della casa editrice il Quadrato di Milano, che in quegli anni era tra le più quotate nel settore specializzato. Dopo qualche anno inizia la collaborazione come consulente Artistico per la casa editrice Il Quadrato e per vari editori: Lalli editore Siena, Editrice Acca in Arte di Roma, e per alcune riviste d’arte quali Disegno e Pittura di Milano, Quadri e Sculture di Roma, I Quaderni dell’Arte di Siena. Dalla collaborazione come consulente d’arte, parte la sua attività di Organizzatore di Mostre ed eventi d’arte. Numerose le manifestazioni che portano la sua firma: New Art Promotion, otto edizioni della manifestazione. La Vela d’oro, a Cesenatico, in collaborazione con il M° Raoul Casadei, Great Contemporary Painter a Rimini; Art Collection a Castrocaro; Premio Biscione Visconteo e i Colori dell’Arte, a Grazzano Visconti; tre edizioni di Art in the World a Sirmione; undici edizioni Expo Art Nice a Nizza; otto edizioni Salon d’Art Mediterraneé a Mandelieu La Napoule Cannes; tre edizioni Trofeo dei Dogi a Camogli; Arte nel Borgo a Grazzano Visconti; Arte in Riviera a Rimini, Riccione, Cesenatico; tre edizioni Gran Prix de l’Art Principato di Monaco; Premio Oscar per le Arti Visive a Montecarlo e a Salsomaggiore Terme; numerosissime altre manifestazioni, vari premi e concorsi a Portovenere, Rimini, Riccione, Cesenatico, Cervia, Sirmione, Grazzano Visconti, Viterbo. Presenze in Costa Azzurra ed Europa con la Crist’ Art Kristie Grizivatz, con i Galleristi Michel Verdant della Galerie Victoria di Cannes, Beatrix Delvaux della Travel Gallery di Bruxelles, George Pali della Gr Gallery NY. Usa, ed Isao Masaki di Tokio. Assorbendo l’influenza dei critici che frequenta, decide di approfondire gli studi come Autodidatta, specializzando la sua cultura storico iconografica letterale dell’Arte Moderna e Contemporanea. Concentra la sua attenzione sui Maestri del 900, studiandone i profili stilistici storico biografici, in particolare l’opera del M° Walter Lazzaro che ebbe modo di conoscere intorno agli anni 70. La sua metafisica e spazialità, fu fonte di grande stimolo di ricerca artistica condotta come pittore. Tutto ciò gli ha permesso di ampliare la sua cultura come critico tecnico iconografico, affiancandola alla sua attività organizzativa ed editoriale Numerosi artisti riportano note critiche da lui firmate. La sua attuale professione di editore, colloca le sue pubblicazioni, tra i più qualificati prodotti dell’editoria specializzata nel mondo dell’arte.

Pag. 10


WALTER

LAZZARO

Roma 1914 - Milano 1989

FRANCESCO CHETTA EDITORE SINCE 1996

Walter Lazzaro “Siesta” Olio su tela, cm. 30x40 1986 Collezione privata - Photo Courtesy Galleria Il Castello Milano

Copertina Annuario Arte Collezionismo 2008

Pag. 11


CASA EDITRICE effeci FRANCESCO CHETTA EDITORE

Edizioni d’arte

effeci EDIZIONI D’ARTE CATALOGHI MONOGRAFIE LIBRI D’ARTE

effeci Edizioni d’arte

FRANCESCO CHETTA EDITORE Sede Legale Via Vittorio Emanuele, 32 26841 Casalpusterlengo Lodi Tel. 340 5820407 mail. francesco.chetta@yahoo.it www.artecollezionismo.com P. IVA 06494940965 Iscrizione registro imprese N° 1464120 C.C.I.A. Lodi

Francesco Chetta editore dal 1996 al fianco degli artisti, cura e realizza

MONOGRAFIE, CATALOGHI, BROCHURE, LIBRI D’ARTE distribuzione On Line e nelle principali Rassegne e Fiere d’arte Contemporanea Nazionali ed Internazionali Pag. 12


La Casa editrice effeci edizioni d’arte, è presente con le sue pubblicazioni

On Line con i suoi Website, e nelle principali Fiere e Rassegne d’arte Nazionali ed Internazionali Archivio Storico Arte Contemporanea La Biennale di Venezia

Arte Padova, Arte Genova, Arte Bergamo , Art Parma Fair, Arte Cremona Vernice Art Fair - Contemporanea Forlì, Immagina Reggio Emilia, Piacenza Arte, Napoli Arte Fiera, PaviArt, Art Innsbruck, Arte Monaco - Montecarlo Principato di Monaco

Pag. 13


Catalogo Ufficiale artisti SEGNALATI OLTRE MILLE gli ISCRITTI al TROFEO

V° Biennale TROFEO ARTE COLLEZIONISMO 2014 A cura di Francesco Chetta e Jean Charles Spinà

ARTE

©

c o l l e z i o n i s m o P

i t t o r i

e

S

c u l t o r i

d e l

G S Art

900

JEAN CHARLES SPINA’ International Art Communication Nice 284 Promenade Des Anglais

Pag. 14


Gli artisti SEGNALATI Cristina ALLETTO Sonia BABINI Antonella BOTTICCELLI Silvana BORGESE Yara BUYDA Elena BULLO Romano BURATTI Adela Simona BURTA Pino CARCELLI Marlene CALLIARI Samoa COCCO COLORY Loredana Colonna Giovanna CHERCHI Serenella CHIARPELLINI Chiara Pala De MURTAS Francesca DONADIO Alessandra D’ORTONA Maria FARISE’ Magdalena FLORICA Stefano FIORE Rossella FIOROTTO Roberto FRADALE FIO’ Daniela Capuano Elisa GARZIANO Loredana GIANNUZZI Maria Teresa GIUNTA Cristina GRIGOROVICI Valeria GUBBATI Franca GUIDETTI Fiorella GELAIN Ilir JACELLARI Zaklin JACOBY Nero LEVRINI Susanna MACCARI Gisella MURA

pag. 56 pag. 84 pag. 36 pag. 78 pag. 152 pag. 92 pag. 24 pag. 138 pag. 26 pag. 134 pag. 116 pag. 112 pag. 20 pag. 110 pag. 72 pag. 108 pag. 60 pag. 140 pag. 40 pag. 112 pag. 28 pag. 54 pag. 100 pag. 74 pag. 98 pag. 64 pag. 86 pag. 94 pag. 146

Simona MARIAN Sebastiano MAGNANO Liliana MARESCALCHI Serena MARTELLI Concetta MARINO Tiziana MEOLA Rita MILANI MIRELLA Domenica Caruso Fiorenza ORSEOLI Federica ORSINI Vesna PAVAN Roberta PELONE Laura PELLIZZARI Nicola PIETRA Delfina PORCU Max PRAT Mirko RONCELLI Giacomo ROSSI Adrian RIVERA Trujillo Agron RUSHITI Antonio SCARAMELLA Giusy SCARTOZZI Gabriele SCARTOZZI Frank SISCA Mary Le THUY Ai Martha TRUJILLO Cabrera Concy VANNY Valentina VENDRAME Angelo VENTIMIGLIA Monica VEZZARO Carmen VOICU Luciano ZANELLI Silvia ZAGHINI ZENA Vincenza Maiorino

*Indice artisti presenti in catalogo, a pag.160

pag. 102 pag. 48 pag. 30 pag. 52 pag. 122 pag. 88 pag. 132 pag. 130 pag. 42 pag. 44 pag. 16 pag. 80 pag. 90 pag. 82 pag. 34 pag. 150 pag. 18 pag. 32 pag. 148 pag. 22 pag. 66 pag. 118 pag. 128 pag. 46 pag. 136 pag. 144 pag. 142 pag. 106 pag. 120 pag. 68 pag. 70 pag. 96 pag. 126 pag. 58 Pag. 15


ARTE

Collezionismo PITTORI E SCULTORI DEL 900

V° Biennale Trofeo Arte Collezionismo Annuario d’arte Moderna e Contemporanea Vol. XV° Artista Segnalato

Vesna Pavan Biografia Pittrice e art designer di origine friulana, nel corso degli anni Vesna Pavan è diventata milanese d’adozione. Milano è la metropoli in cui il suo fermento artistico cresce a dismisura. Il complesso percorso formativo di Vesna Pavan può essere compendiato come segue. Ha frequentato la Scuola d’Arte Mosaico a Spilimbergo in seguito ha approfondito gli studi nell’ambito della Gestalt con una riflessione sul lavoro interiore. Vesna è, quindi, cresciuta attraverso gli studi artistici, Teatrali, psicologici, di Breathwork, di cromoterapia e non è tutto. Per diversi anni è stata l’assistente di studio del fotografo Emanuel Van Holsten così da sviluppare l’amore e la conoscenza per l’arte fotografica.Tutti questi interessi, nel tempo, le hanno permesso di vedere, scoprire e comprendere le varie sfaccettature dell’essere umano ed il senso profondo dell’espressività femminile. Ogni suo studio è sempre accompagnato dall’esperienza in prima persona. La sua arte è frutto parallelo delle sue esperienze, così afferma: “Io sono la mia arte e la mia arte mi rappresenta”. Al 1992 risale l’esordio artistico di Vesna Pavan, a cui sono seguite numerose mostre nazionali ed internazionali, per citarne alcune: Milano, Roma, Firenze, Pisa, Venezia, Genova, Taormina, Palermo, Londra, Parigi, Cannes Praga, Amsterdam, Innsbruck, Miami, New York, - Fondatrice del cromatismo pavaniano. Mostre Numerosi i riconoscimenti assegnatoli nel corso della sua carriera, nel 2009 in particolare i Premi: Premio Artista dell’anno a Cesenatico, Premio Artiste de Montmartre, a Mandelieu Cannes, Premio Grandi firme dell’arte contemporanea, 1°premio” Art designe “New figuration” e tanti altri. Le sue personali riscuotono sempre un grande consenso da parte della criitica specializzata, e dai visitatori. Personale Galleria Le Patio e alla fiera Vernice Art Fair di Forli, Galleria Colorida, Arte e Emaçào (Arte ed Emozione), Lisbona (Portogallo) Museo della Triennale, libreria Skirà, Milano, Libreria Rizzoli, galleria Vittorio Emanuele II, Milano, 55° salone internazionale Belle Arti, Palazzo dei Congressi Berziers (Francia) Salone Internazionale Di Cannes, Galleria Bosco, Carrousel du Louvre, Parigi, Galleria Spazio Museale Dott. Sabrina Falzone, Il potere dell’Immaginazione, Milano Espace Encan, Biennale Internazionale Arts Atlantic La Rochelle ( Francia), Salone d’arte contemporanea Arte Capri 2012, I Linguaggi dell’Arte 2012, Arte Padova 2012, Biennale di Palermo 2013, Art Innsbruk 2013, 2014 - personale Fondazione Maimeri 2014 - esposizione Art Fair New York 2015 - personale Biennale di Palermo 2015- Red & Fuchsia Installazione Multisensoriale, contro la violenza delle donne - Milano 56. esposizione Internazionale d’arte, La Biennale di Venezia 2015

Pag. 16

Vesna Pavan “Red Lip” Collezine Skin - cm. 50x70


Vesna Pavan “Butterfly” Collezione Skin - cm. 50x80 Vesna Pavan “The Secret” Collezione Skin cm. 30x70

Info Contatti e Mail: vesna4art@yahoo.it

Vesna Pavan “Red -Collezione Skin” trittico V° Biennale Trofeo Arte Collezionismo

Pag. 17


ARTE

Collezionismo PITTORI E SCULTORI DEL 900

V° Biennale Trofeo Arte Collezionismo Annuario d’arte Moderna e Contemporanea Vol. XV° Artista Segnalato

Mirko Roncelli

Biografia Mirko Roncelli è nato a Bergamo nel 1957 vive e lavora a Villa d’Almè (Bergamo). Ha conseguito il diploma di Laurea in “Stylist Engineer” presso l’Università dell’Automobile di Modena e la Laurea in Architettura al Politecnico di Milano. Esercita la libera professione di Architetto e artista contemporaneo. Ha insegnato in scuole pubbliche e private in materie tecniche e Artistiche. La sua pittura è carica di emotività e sensazioni molto profonde; i colori si trasformano in emozioni e sentimenti, stati d’animo che si penetrano e ci suggestionano attraverso cromatismi a volte esasperati. Leggere un’opera del Roncelli è come leggere una poesia e proprio in questo senso bisogna accostarsi all’arte di questo artista così ben apprezzato dalla critica e dal pubblico più attento. Ha partecipato a numerosi concorsi, mostre personali e collettive, nazionali ed estere, ottenendo ottimi successi di critica e di pubblico. Sue opere sono presenti in numerose collezioni private e di Enti Pubblici in Italia e all’estero.

Pag. 18

Mirko Roncelli “Un po del nostro tempo” acrilici su tela, cm.120x80 2012


Mirko Roncelli “Orizzonti” acrilici su tela, cm.100x100 2013 “Sogni e metafore, assumono vitali contorni, ad identificare ogni lirica visione oggettiva, nelle opere di Mirko Roncelli, un’artista schivo di concetti minimalisti contemporanei, che con la sua fantastica anima creativa, porge all’osservatore il suo recondito diario di umile artista. Mirko Roncelli percorre con circoscritta evoluzione gestuale, il suo platonico viaggio, offrendoci sempre con originale disinvoltura, dipinti che ci parlano di fragili frammenti della sua vita, e delle sue emozioni, guidato da una giusta sintesi compositiva, e dalla sua prediletta materia monocroma”. Francesco Chetta “Nelle opere di Mirko Roncelli, ogni forma rievoca reconditi silenzi del passato, frammenti di vita che attraversano gli spazi della memoria, di un diario rivelato con intima gestualità attraverso una dottrina personale adagiata sulla tela, percepibile con grande armonia, sia nella forza degli elementi costruttivi del piano dell’opera, che nella spazialità dell’armonia tonale, il tutto con eleganza tonale e sensibilità di vero artista”. Jean Charles Spinà Info e Contatti - e Mail: mirko@mirkoroncelli.it

V° Biennale Trofeo Arte Collezionismo

Pag. 19


ARTE

Collezionismo PITTORI E SCULTORI DEL 900

V° Biennale Trofeo Arte Collezionismo Annuario d’arte Moderna e Contemporanea Vol. XV° Artista Segnalato

Giovanna Cherchi “Le reali visioni svelateci dal filtro creativo di Giovanna Cherchi, ci trasportano in una malinconica e reale dimensione: volti tristementi, avvolti di spiritualità sfuggente alla nostra soffocata societa contemporanea. Il compito della nostra brava artista sarda, è proprio quello di catturare l’attimo sfuggente, trasferendolo sulla tela, con pura sintesi descrittiva, sia nei contenuti plastici, che nella prospettica dell’opera. Un artista dunque Giovanna Cherchi, che ci coinvolge discostandosi da mode e linguaggi informali, una pittrice daI segno puro e ovattato, con personale e gestuale filtro creativo, evidenziandone il suo estro pittorico della sua cromatica tavolozza.” Francesco Chetta

Biografia Giovanna Cherchi Nasce a Santa Teresa di Gallura il 6 agosto 1961, ha frequentato la scuola privata Petrarca di Olbia vive e lavora a Santa Tresa di Gallura (OT) Premi e recenti mostre 2014 Biennale Internazionale del Principato di Monaco Hotel de Paris Montecarlo Gran Premio per le arti visive “La Gondola per l’arte” Venezia, Trofeo La Vela d’oro Cesenatico, Fiera di Forli - Contemporanea, Premio La Palma d’oro per l’arte Montecarlo, Prtemio La Vela d’oro per l’arte Cesenatico. Le sue opere sono presenti in collezioni private in Italia e all’estero Info e Contatti e Mail: giocher61@gmail.com Cherchi Giovanna “Momenti bui” aerografo e acrilici, 50x50

Pag. 20


Cherchi Giovanna “Marylin Violet” tecnica mista acrilici e aerografo su tela, cm. 50 x 70

V° Biennale Trofeo Arte Collezionismo

Pag. 21


ARTE

Collezionismo PITTORI E SCULTORI DEL 900

V° Biennale Trofeo Arte Collezionismo Annuario d’arte Moderna e Contemporanea Vol. XV° Artista Segnalato

Agron Rushiti Biografia Agron Rushiti nasce in Albania, da numerosi anni residente a Rimini, dove vive e lavora. Ha frequentato il Liceo Artistico e l’Accademia di Belle Arti di Tirana. Nel 1995 si diploma con 110 e lode, sez. scultura, presso l’Accademia di Belle Arti dell’Acquila. Sempre in quegli anni ha lavorato presso A.D.A. creando sculture in ampia scala per il teatro e parchi giochi ed altro. E’ presente a diverse mostre e rassegne collettive, e mostre personali, riscuotendo ampi apprezzamenti, e consensi critici. Segnaliamo il suo recente premio ricevuto gennaio 2015, per il suo silente messaggio che ci trasmette; I° Biennale Premio Leonardo da Vinci a Cesenatico, con esposizione delle opere, il premio sottolinea la sua valenza artistica, forme che comunicano all’osservatore, infiniti messaggi, trasportandolo in un virtuale viaggio carico di misteriose emozioni. Presente nelle fiere d’arte contemporanea di Forli -vernice Art fair 2015, e Arte Cremona 2015 “Le Opere scultoree di Agron Rushiti, evidenziano quel giusto equilibrio formale, con spiccate note energia interiore, eseguite con sobria gestualità, una plasticità formale, che pone la sua creatività in un concetto di espressione simbolica”. Francesco Chetta La sua opera lascia percepire la suggestione dei contrasti cromatici, con luci ed ombre che ci rendono partecipi della sua espressività. “Una appassionata ricerca, con diversità di materiali, dal coinvolgimento evocativo e figurativo, con l’assorbimento degli effetti visivi. Una sequenza di ancestrali visioni, formulate con estro interpretativo, attraversando analisi introspettive di ricerca, dove ogni spirito di espressione si avvicenda nei suoi moduli espressivi..” Mariarosaria Belgiovine

Agron Rushiti “Il riposo” terracotta, cm. 22x27 1995

Pag. 22


Agron Rushiti “il bacio” gesso, cm. 56x22 1995

Agron Rushiti “senza titolo” gesso, cm. 35x28 1992 Info e Contatti: Mail: konstantinaghousi@libero.it

Agron Rushiti “Ritratto” gesso, cm. 22x20 1992 Agron Rushiti “Ritratto” Terracotta, cm. 30x15 1995 (Particolare) V° Biennale Trofeo Arte Collezionismo

Pag. 23


ARTE

Collezionismo PITTORI E SCULTORI DEL 900

V° Biennale Trofeo Arte Collezionismo Annuario d’arte Moderna e Contemporanea Vol. XV° Artista Segnalato

Romano Buratti Biografia Romano Buratti è nato a Cesena nel 1937, dove ha compiuto gli studi presso l’istituto professionale con la guida di Giannetto Malmerendi per le attività espressive. Ha frequentato poi un biennio di corso libero presso l’Accademia di Belle Arti di Ravenna avendo come docente il Maestro Folli. Per anni interessato a grafica umoristica, ha collaborato con giornali e riviste. Mostre e premi A partire dal 1974, e per un decennio, si aggiudica numerosi concorsi a cui ha partecipato, con il plauso incondizionato del pubblico e della critica. Dal 1976 ad oggi ha esposto in numerosissime collettive e personali in Italia, Germania, Francia, Belgio, Svizzera, Austria e America, con successo e favorevoli recensioni su giornali e televisioni. Sue opere si trovano in permanenza in prestigiose gallerie europee nonché collezioni pubbliche e private; inoltre il suo nome figura sui più importanti cataloghi e riviste italiane ed europee. ...“La sua pittura conquista l’ osservatore con uno stile disinvolto e vigoroso. La sua è un’arte vitale, vibrante. Ci svela, con le voci del cuore, le ragioni del pensiero e le intuizioni che animano la creatività. La forza narrativa della sua pittura non si avvale di astruse complicazioni ed effetti di piccole suggestioni, ma vuole interpretare i sogni e le aspirazioni di tutti, per dare a tutti l’intima gioia dei sentimenti e delle emozioni che rendono bella la vita”... Elena Cicchetti

Romano Buratti “All’Osteria” acrilico su tela, cm. 33x41 2010

Pag. 24


“Giusto equilibrio cromatico nel comporre la sua tavolozza. Buratti con il suo umile linguaggio tipico della terra di Romagna, ci narra con estrema disinvoltura scene e costumi ormai dissolti al giorno d’oggi” Augusto Mori Romano Buratti “La Carezza” olio su tela, cm. 33x41 2014

Romano Buratti “In bicicletta” olio su tela, cm. 100x80 2011 V° Biennale Trofeo Arte Collezionismo

Pag. 25


ARTE

Collezionismo PITTORI E SCULTORI DEL 900

V° Biennale Trofeo Arte Collezionismo Annuario d’arte Moderna e Contemporanea Vol. XV° Artista Segnalato

Pino Carcelli Biografia Pino Carcelli è artista, scultore, designer e poeta. Nato a Berceto (PR), dove vive e lavora. Conduce la sua ricerca rivolgendo la sua particolare attenzione creativa al nostro mondo sociale. Opera da parecchi anni nel mondo dell’arte professionale dedicandosi con grande amore e passione per la sua ricerca artistica, pur sottraendosi volutamente a qualsiasi forma di pubblicità, la sua figura traspare prestigiosa del mondo culturale europeo. Numerosi i premi e riconoscimenti ricevuti per la sua arte, molte sue opere sono custodite in importanti collezioni pubbliche e private, in Italia e all’estero. Autorevoli Critici si sono interessati della sua arte: Mariarosaria Belgiovine, Giorgio Falossi, Francesco Chetta, George Pali, Michel Verdant, Gerard Argelier, Guglielma Pazzagli, Marie Vecchiarelli, Jean Jacques Segall, Oxana Albot, Federica Pasini, Jean Carles Spina, Luana Raia, Peter Boggia, Francesco Gallo ed altri.

* A Montecarlo il 20 ottobre 2012 il maestro Pino Carcelli riceve l’ambito Trofeo: Premio Nobel per le arti visive - assegnato per la sua particolare e unica nel suo gerere, “tecnica scultorea, realizzata con trucioli d’acciao dipinti” La commissione critica preposta alla selezione si è così espressa: “Opere che segnano l’ottimo livello comunicativo dell’artista, nel contesto sociale, del soffocato panorama stilistico contemporaneo. Un oasi di ricerca che va oltre la mera rappresentazione coreografica, dell’oggettività plastica dell’ opera, riuscendo a trasmettere emozioni e pause di attenta meditazione riflessiva”

Info e Contatti: e Mail carcellipino@gmail.com

Pag. 26

Pino Carcelli “Fleur” trucioli d’acciaio su rete metallica e tavola, verniciati, cm. 40x50 1997


Pino Carcelli “Omaggio a Montecarlo” trucioli d’acciaio verniciati, cm. 180 2006

V° Biennale Trofeo Arte Collezionismo

Pag. 27


ARTE

Collezionismo PITTORI E SCULTORI DEL 900

V° Biennale Trofeo Arte Collezionismo Annuario d’arte Moderna e Contemporanea Vol. XV° Artista Segnalato

Rossella Fiorotto

“Un oasi di plurime visioni, formalmente esternate nella composizione, desunte dal suo intimo diario. Queste le opere di Rossella Fiorotto, un artista che filtra dalle sue emozioni, un percorso creativo con grande energia visiva. Un incrocio virtuale di forme e figure, volti arabescati di fluide velature tonali, che concentrano lo sguardo dell’osservatore, nell’indagare il silente messaggio, che l’artista ci vuole comunicare. Un espressione visiva che analizza l’introspezione meditativa del suo inconscio; questo in sintesi, è l’ornato compositivo, decifrabile visivamente nelle opere della nostra brava artista Rossella Fiorotto, nel condurci in una lirica e affascinante dimensione pittorica. Francesco Chetta

Pag. 28

Biografia Rossella Fiorotto nasce a Treviso il 13 Marzo 1970, vive e lavora a Mestre. La diversa percezione visiva sviluppatasi negli anni l’accompagnerà nella sua più grande passione per il disegno. Fin da piccola rivela una notevole predisposizione al disegno, alle materie umanistiche, alla musica e allo sport. All’età di otto anni é campionessa provinciale di Treviso di pattinaggio artistico su rotelle. Sognatrice instancabile, dedita alla poesia, al disegno di moda e al pianoforte si diletta tra la pittura e la composizione di musica, prosegue gli studi scegliendo un istituto professionale che le darà le basi che la introdurranno nel mondo del lavoro.  Conosce suo marito architetto e da lui impara il disegno tecnico. L’attitudine e la forza di volontà uniti alla voglia di emergere saranno le basi che l’accompagneranno nel suo percorso artistico. Il disegno occupa gran parte della sua vita e lei é pienamente soddisfatta del suo operato. Produce quadri anche di grandi dimensioni e le sue tecniche sono uniche perché inventate da lei. Info e contatti: Mail rossella.fiorotto@libero.it

Rossella Fiorotto “ Viaggiando oltre” acrilici su tela, cm. 100x100 2014


Rossella Fiorotto “Abbracciati e uniti” tempera su tela, cm. 100x150 2014

V° Biennale Trofeo Arte Collezionismo

Pag. 29


ARTE

Collezionismo PITTORI E SCULTORI DEL 900

V° Biennale Trofeo Arte Collezionismo Annuario d’arte Moderna e Contemporanea Vol. XV° Artista Segnalato

Liliana Marescalchi “Scandagliandone i valori plastici dell’opera, la figura femminile, evidenzia una marcata fusione tonale, delle masse compositive, che dolcemente si amalgamano, degradando perfettamente le tonalità con l’ornato primario della composizione. Liliana Marescalchi, riesce ad attirare l’osservatore con ritmica sequenza visiva, trasportandolo in un recondito viaggio, scandito da pulsanti note, di malinconici ricordi; appunto l’inverno!” Francesco Chetta

Biografia Liliana Marescalchii, artista Italo Argentina, vive e lavora a Las Perdices Córdoba, Argentina. Ha studiato arte figurativa, presso l’instituto Privato, Padre Francisco Azkunaga. Sino da giovane età, ama disegnare e a dipingere ad olio ritratti e paessaggi. La natura è stata la sua unica insegnante. Inizia presto ad esporre, giovanissima tiene la prima mostra personale, riscuotendo particolari apprezzamenti per il supo inconfondibile stile pittorico. Ha tenuto mostre in molte città dell’Argenina, e recentemente a Venezia , Spoleto, Cesenatico. I suoi quadri sono stati oggetto di varie copertine di libri e riviste, a Buenos Aires, Córdoba, New York, Messico, Granada e Italia. Liliana Marescalchi è definita un’artista poliedrica, per il suo amore dedicato verso tutte le arti figurative, anche per la poesia e la storia.” Liliana Marescalchi “Inverno” olio su tela, cm. 100x80 2011

Pag. 30


Liliana Marescalchi “Marisma” olio su tela, cm. 86x96 2014

V° Biennale Trofeo Arte Collezionismo

Pag. 31


ARTE

Collezionismo PITTORI E SCULTORI DEL 900

V° Biennale Trofeo Arte Collezionismo Annuario d’arte Moderna e Contemporanea Vol. XV° Artista Segnalato

Giacomo Rossi Biografia Giacomo Rossi è nato a Sassuolo il provincia di Modena nel 1944, dove vive e lavora. Diplomatosi all’istituto tecnico industriale F. Corni di Modena, negli anni ‘80 frequentando per passione l’ambiente artistico dove ha modo di conoscere artisti contemporanei, che influenzeranno positivamente il suo percorso artistico creativo, contestualmente liberando le sue recondite emozioni che svilupperà con grande libertà compositiva nelle sue opere, elaborate con tanta singolare creatività. L’artista confrontandosi sempre più con la critica che ne avvalla positivamente il suo operato, è presente a importanti rassegne e manifestazioni artistiche, partecipa a mostre collettive ed importanti personali in varie città italiane. “Nelle opere di Giacomo Rossi si avverte quella lirica sensazione concettuale dominata dalla pura informalità astratta, sconfinando oltre i canoni accademici dell’astrattismo pittorico. Rossi crea nelle sue opere ornati materici sublimati dalla sua libertà gestuale, inserendo nel contesto prospettico dell’opera il suo messaggio emozionale scandito con timbri - cromatici abilmente stesi con la tecnica del “Dripping” evidenziandone i primi piani con valide campiture dai toni accesi e fortemente contrastati. L’espressione materica che possiamo notare ne genera forza e struttura alla ritmica visiva dell’opera; ed è essenziale per l’artista Rossi, per comunicarci i suoi reconditi sentimenti e concetti riflessivi conducendo l’osservatore a condividerne questi valori. Francesco Chetta

Giacomo Rossi “Eclissi” acrilici su tela, cm. 60x70

Pag. 32


Giacomo Rossi “Miraggio” olio su tela, cm. 80x80

Giacomo Rossi “Vele al chiar di luna” acrilici su tela, cm. 35x55 Info e contatti e Mail: rossigiacomo44@hotmail.it V° Biennale Trofeo Arte Collezionismo

Pag. 33


ARTE

Collezionismo PITTORI E SCULTORI DEL 900

V° Biennale Trofeo Arte Collezionismo Annuario d’arte Moderna e Contemporanea Vol. XV° Artista Segnalato

Delfina Porcu Biografia Delfina Porcu artista autodidatta, sente il bisogno di esprimere la sua impulsiva gestualità pittorica, attraverso un linguaggio pittorico di natura espressionista, è fonte creativa delle sue visioni interiori. La sua crescita pittorica è osservata dalla critica con grande interesse, sia dal piano creativo che per i messaggi sociali spesso richiamati nelle sue opere. La libera gestualità che possiamo notare ci conferma l’incomparabile bellezza dell’armonia tonale catturata dalla sua fantasia artistica, soventemente ripresa attraverso un composizioni ricche di caleidoscopici tasselli cromatici. “Messaggi dunque che l’artista Porcu, costantemente ci invia; nell’affannosa ricerca e speranzosa richiesta d’aiuto. Queste opere, dal tono forte e incisivo non lasciano indifferenti alcuno.” Elena Cicchetti “Delfina Porcu, lirica interprete impressionista del panorama artistico Nazionale. Nelle sue performance pittoriche si evidenzia la sobria gestualità compositiva, una sintesi formale ben equilibrata con toni cromatici ben inseriti nella composizione dell’opera. L’arte per Delfina è essenzialmente “comunicazione” le sue opere infatti sprigionano messaggi interiori di recondite visioni della sua vita, messaggi che vengono percepiti e decodificati dall’osservazione contemplativa delle sue intime espressioni figurali. Volti enigmatici di donne oniricamente raffigurati, che delineano appunto uno stato di contemplazione meditativa, trasmettendoci contemporaneamente un messaggio condizionato di vitalità rigenerante del corpo. Delfina Porcu si sofferma nell’azione modulante del plasticismo formale, evidenziando esclusivamente l’intima gestualità espressiva del suo poetico viaggio interiore. Un artista la Porcu, che attraverso reconditi sunti espressivi ci abbaglia cromaticamente, trasportandoci attivamente nel suo mondo fatto di remote emozioni. Jean Charles Spinà Info: redazioneartivisive@gmail.com

Pag. 34

Delfina Porcu “Senza titolo” olio su tela, cm. 50x60 1999


“...La sua pittura sprigiona intense emozioni, segnata da un valore deciso di cresciata artistica, Delfina Porcu sa catturare tutte le emozioni che incidono la sua anima per restituirle sulla tela, tramate dal suo inconscio ben consapevole del cromatismo e delle formalità intensive. Un artista che continua a donarci meravigliosi sentimenti di purezza creativa che esalta la sua libertà creativa, figlia di un sofferto e tormentato rapporto con il suo mondo...” Mariarosaria Belgiovine

Delfina Porcu “Le tre Regine” olio su tela, cm. 60x80 1996 Delfina Porcu *(particolare dell’opera) Serie Gravità - olio su tela, cm. 50x70 2000

Delfina Porcu “Serie Messaggi” olio su tela, cm. 60x80 2013 V° Biennale Trofeo Arte Collezionismo

Pag. 35


ARTE

Collezionismo PITTORI E SCULTORI DEL 900

V° Biennale Trofeo Arte Collezionismo Annuario d’arte Moderna e Contemporanea Vol. XV° Artista Segnalato

Antonella Botticelli Biografia Antonella Botticelli e’ nata a Benevento nel 1971, ella e’ un’artista complessa. La sua produzione si snoda in diverse fasi che accompagnano anche la sua evoluzione. Nella prima,quella piu’ accademica,l’artista si esprime  attraverso una pittura figurativa di stampo tradizionale. Successivamente,dopo altri approcci,approda all’informale. Ed e’ in quest’ultima fase che si avverte con maggiore forza la sua inclinazione verso la manipolazione della materia che,miscelata sapientemente al colore,crea inventa, suggela sulla tela le sue vibrazioni dell’anima. Le tonalita’ adoperate, nella maggior parte dei casi calde,sono il segno del carattere dell’artista,del suo temperamento passionale e sensibile,attento a scrutare dentro e fuori di se’.

La sua ricerca polimaterica e materica e’ incentrata sulla luce e l’armonia. E’ la bellezza che si afferma nei rivoli dei suoi colori che si stagliano con potenza nelle sue concrezioni per arrivare dritti al cuore. E l’arte in lei che si fa luce per gli occhi di coloro che sanno guardare anche con il cuore. Pollok diceva che  “’artista moderno lavora per esprimere un mondo interiore”: e’ questo il mondo che Antonella Botticelli ci svela attraverso la sua arte, segno dei nostri tempi. “Liriche e recondite visioni, esternate dalla sua sensibilità cromatica, ci permettono di di indagare la sua personale fantasia creativa. La particolarità gestualità compositiva delle sue opere, rendono l’intensa testimonianza del suo coinvolgente e incisivo linguaggio pittorico, Antonella Botticelli, ci dona con la costante visione delle sue opere, espressioni tangibili delle ambivalenze descrittive, un caldo intreccio emotivo di sentimenti e arte pittorica” Jean Charles Spinà

Antonella Botticelli “Senza titolo“ tecnica mista su tela, cm. 120x80

Pag. 36


“da un’attenta analisi rivolta ai contenuti plastici delle opere di Antonella Botticelli, emerge la voglia di oltrepassare l’ormai usuale linguaggio espressivo della formalità visiva dell’opera, dove il messaggio emotivo, è loquacemente più che custodito nella lacerazione stessa della materia. Una materia saggiamente dominata e plasmata dalla sua gestualità, e fantasia creativa, un turbinio di vortici che catturano attonitamente l’osservatore dell’opera, trasportandolo, in un recondito viaggio virtuale, dove l’ornato prospettico della stessa composizione, si libera dal legame contenutistico, che soventemente, ne soffoca la lettura. Un arte quella di Antonella Botticelli, essenzialmente in antitesi... con il blasonato cognome, che trova una giusta sintesi espressiva nel percorrere, proseguire e superare l’operato dei noti Vedova e Burri, distaccandosi ampiamente, sia nella modulazione tonale, sia nell’apporto modulato della stessa materia, il tutto condizionato dal suo personale timbro espressivo”. Francesco Chetta

Antonella Botticelli “Abusi“ tecnica mista su tela, cm. 50x70

Info Contatti - e Mail: antonella.botticelli@libero.it

Antonella Botticelli “Senza titolo“ tecnica mista su tela, cm. 60x80

V° Biennale Trofeo Arte Collezionismo

Pag. 37


ARTE

Collezionismo PITTORI E SCULTORI DEL 900

V° Biennale Trofeo Arte Collezionismo Annuario d’arte Moderna e Contemporanea Vol. XV° Artista Segnalato

Nero Levrini

“Nelle opere digitali di Nero Levrini, il cromatismo formale, diventa autentico protagonista delle sue performance, giusta dimensione della realtà, con ornati mutevoli di caleidoscopiche e sensoriali tonalità, ritmate da interventi di vibrante spazialismo. La sua modulazione digitale infatti, ci segnala con immediata azione visiva, un efficace visione delle masse plastiche, saggiamente collocate nella quinta compositiva dell’opera, sviluppando un intreccio di forme e colori espresse dalla sua personale gestualità, che generano a loro volta, vortici di palpitanti di emozioni”. Francesco Chetta

Info Contatti e Mail: nerolevrini@libero.it

Pag. 38

Biografia: Nero Levrini scultore, pittore e fotografo, a più riprese premiato in concorsi nazionali e internazionali. La sua formazione artistica inizia con la scultura e la fotografia; poi durante brevi soggiorni negli Stati Uniti, frequentando lezioni al City college di San Diego, e all’ Academy of art University di San Francisco, sviluppa il suo percorso stilistico sulle istallazioni realizzate con materiali di riciclo come legno, plastica, metallo. Sperimentatore instancabile e da sempre appassionato esegeta del progresso, da qualche anno ha scelto il Digitalismo come struttura attraverso la quale poter esprimere liberamente la propria sensibilità. Nero infatti con il suo approccio poco ortodosso alla pittura digitale, non si serve di programmi di fotoritocco per ripensare un soggetto esistente, ma parte invece da un solo elemento -la luce del sole- per farlo deflagrare in un caleidoscopio di forme e colori, tra concetto ed astrazione, senza soluzione di continuità. Nero Levini vive ed opera a Rubiera (Reggio Emilia)

Nero Levrini “Venezia 2” tecnica mista su tela, cm. 100x70


Nero Levrini “New York 10 09 2001” computer art, cm. 100x70

Nero Levrini “Untitled” computer graphics, cm. 100x70

Nero Levrini “Black dummy” computer graphics - 70x100

V° Biennale Trofeo Arte Collezionismo

Pag. 39


ARTE

Collezionismo PITTORI E SCULTORI DEL 900

V° Biennale Trofeo Arte Collezionismo Annuario d’arte Moderna e Contemporanea Vol. XV° Artista Segnalato

Magdalena Florica “Magdalena Florica, è un artista dotata di grande sensibilità d’animo, condivide l’emozione del suo pensiero creativo, filtrando in profondità la sua innata delicata gestualità espressiva, fino a coglierne le poetiche posture evanescenti delle sue danzatrici. La sua pittura rende omaggio all’inpressionismo pittorico, penetrando in profondità dell‘anima dell’osservatore, con luci ed atmosfere surreali di avvolgenti note di accese velature tonali. La nostra brava pittrice Magdalena, fedele interprete di nostalgiche visioni interiori, continua con dolce armonia compositiva, la sua costante meta nel variopinto pianeta dell’arte.” Francesco Chetta

Biografia Magdalena Florica, nasce a Craiova nel 1971, vive e lavora a Milano. Ha vissuto la sua infanzia tra case semplici e persone umili, in un quartiere adiacente al Parco del Popolo, uno dei parchi naturali più belli d’Europa. Ha frequentato il liceo artistico apprendendo le basi della pittura dal maestro Bradicieanu. La sua attuale perfezione stilistica e pittorica, e dovuta in parte, agli insegnamenti ricevuti dal Maestro Paolo Fabbro. I suoi genitori non hanno mai incoraggiato la passione per la pittura, secondo loro bisognava imparare un mestiere serio. Si trasferisce in Italia e sono trascorsi molti anni prima che si riavvicinasse alla pittura. Oggi è felice, ha una bella famiglia, due figli, un marito e un bellissimo cane di nome Kira, al quale le ha dedicato un ritratto.

Pag. 40

Magdalena Florica “Trasparenze volanti” cm. 60x50

Info Contatti e Mail: madiflorica @ libero.it


Magdalena Florica “le trasparenze olio su tela cm. 40x50

Magdalena Florica “Trasparenze Blu” olio su tela, cm. 40x30

V° Biennale Trofeo Arte Collezionismo

Pag. 41


ARTE

Collezionismo PITTORI E SCULTORI DEL 900

V° Biennale Trofeo Arte Collezionismo Annuario d’arte Moderna e Contemporanea Vol. XV° Artista Segnalato

Fiorenza Orseoli “L’artista Orseoli, ci descrive cromaticamente, il suo ritmo emozionale, attraverso la sua spiccata creatività, attraverso la sequenza delle sue personali tecniche. Nelle sue opere osserviamo l’intensa emozione filtrata dal suo diario emozionale, creando nello stesso tempo, opere dal fascino unico e particolare. La nostra brava pittrice Orseoli, concentra la sua innata fantasia, catturando l’osservatore delle sue opere, trasportandolo in un meraviglioso e ovattato viaggio nei tempi, riuscendo con le sue allegre composizioni formali, a restituirci parte della nostra vita, i dolci momenti della nostra infanzia, ormai cancellata dal frastuono contemporaneo. Nell’ornato pittorico di Fiorenza Orseoli, notiamo un eccezionale equilibrio formale, e un caldo cromatismo, che dona eleganza e consapevolezza alle sue opere, in perfetta sintonia con la sua fantasia creativa, dimostrandoci con la sua indiscussa ricerca artistica, un recondito racconto del passato, filtrato dal suo presente, quale testimonianza della sua confermata professionalità. Jean Charles Spinà Biografia Fiorenza Orseoli è di origine veneta, essendo nata a Treviso, e successivamente si è trasferita a Pavia per ragioni di lavoro e studio. Si è laureata all’Università di Pavia in Scienze Politiche ed è stata funzionario nella P.A. Nel 1996 è stata insignita, dall’allora Presidente della Repubblica Oscar Luigi Scalfaro, dell’onorificenza di Cavaliere dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana. Da sempre ha coltivato interesse per il disegno, la pittura e soprattutto per l’abbinamento cromatico e materico che riesce a mescolare, accostare, intercalare in una esplosione di colori ed immagini che rimandano ad un mondo ludico, fumettistico, allegro, consumatore di stimoli visivi. “Non bisogna mai smettere di giocare con la propria fantasia e con i propri sogni” sono parole dell’artista. Nelle sue creazioni colpisce il fascino misterioso dell’invenzione che porta a guardare le opere con un pizzico di curiosità per cui ciascuno può trarne riflessioni ed emozioni secondo la propria sensibilità. Con il tempo, dato che l’arte si è manifestata una sua prospettiva di vita, è diventata allieva di Monica Anselmi. Ha seguito i corsi annuali di disegno e pittura e ora è socio della Scuola Civica d’Arte AR.VI.MA (Arti Visive Marabelli) di Pavia. Info e Contatti: e Mail fiorseoli@virgilio. it F. Orseoli “Gatto Pallino” acrilici su tela di cotone, cm. 70x100

Pag. 42


“L’artista Fiorenza Orseoli, attraverso la particolarità delle sue opere, rende intensa gioia visiva all’osservatore conducendolo in una fiabesca dimensione, dove tutto è descritto con gioia ed amore. Fiorenza Orseoli a testimonianza del suo estro creativo, descrive con assoluta purezza i soggetti, da lei precedentemente filtrati con energia e sintesi cromatica. Un percorso sensibile che raggruppa in ogni opera elementi briosi, e di facile lettura, nel ricordare i suoi variopinti gatti, “Gatto Pallino” simboleggiati spesso da Fiorenza attraverso la sua singolare e simbolica arte, elementi primari stesi, nella sua innovativa formula visiva, carica di energia comunicativa”. Maurizio Gnali

Fiorenza Orseoli “Strada facendo” polimaterico su tela di cotone, acrilici rafia, pastina, sabbia egiziana, pasta d’acciaio, brillantini - cm. 74x94

Fiorenza Orseoli “Profumo di rosa in viola” acrilici su tela di cotone, cm. 40x50

V° Biennale Trofeo Arte Collezionismo

Pag. 43


ARTE

Collezionismo PITTORI E SCULTORI DEL 900

V° Biennale Trofeo Arte Collezionismo Annuario d’arte Moderna e Contemporanea Vol. XV° Artista Segnalato

Federica ORSINI Biografia Federica Orsini, è nata a Bordighera, risiede e lavora ad Imperia. Da sempre affascinata dalle espressioni artistiche frequenta il Liceo statale d’ Arte di Imperia e prosegue la passione creativa operando nel settore della grafica pubblicitaria e marketing. Il surrealismo ed il metafisico sono fonte di estrema curiosità e conseguente influenza. Recenti Rassegne espositive 2014: “Il mondo delle donne” Mostra collettiva “Animals” “Personal 7 Styles” svolte a Circoscrizione 5 Torino, Bollengo Sala Nuova Torre - presenza al Progetto “Nastri Rossi “, V° edizione” Circoscrizione 5 Torino. 2014 “Art Shopping” Carrousel du Louvre di Parigi. La sua pittura è stata oggeto di numerose segnalazioni a cura di numerosi critici d’arte. “Una silente interpretazione pittorica quella della nostra pittrice Federica Orsini, basata nel saper modulare con vibrante cromatismo, l’ornato compositivo dell’opera. Una giusta quinta di spazialità metafisica, che denota un giusto equilibrio formale ben strutturato, sia nella prospettiva aerea, la figura, che nei valori tonali compositivi. Una pittura di chiaro ed elegante linguaggio “Surreale” con note di superlativo e acceso Simbolismo, una ricerca costante che ha condotto l’artista Federica Orsini, ad esprimersi e descriverci poeticamente attraverso le sue tele, la voce del suo spirito profondo: il sogno, trasformando i suoi pensieri in realtà, conciliando così, le fasi fondamentali del suo recondito pensiero; quello della veglia e quello del sogno, una realtà dunque superlativa con la quale la nostra brava artista Federica Orsini, ci descrive i suoi “Sogni” trasformati in pura realtà visiva” Francesco Chetta

Pag. 44

Federica Orsini “Immobile mutamento” olio su pannello, cm. 50x50 2013


Federica Orsini “Pensiero Oltre Tempo” olio su tela, cm. 50x70

Info Contatti e Mail: federicaorsini2013@libero.it

V° Biennale Trofeo Arte Collezionismo

Pag. 45


ARTE

Collezionismo PITTORI E SCULTORI DEL 900

V° Biennale Trofeo Arte Collezionismo Annuario d’arte Moderna e Contemporanea Vol. XV° Artista Segnalato

Frank Sisca “Nelle opere di Frank Sisca, è presente una magica visione naturalistica; una sensazione di osservazione concettualmente resa attraverso il personale linguaggio del nostro valido artista pugliese, che sconfina oltre i canoni accademici del mondo dell’arte contemporanea, rigenerando e dando nuova vita all’inerte materia lignea, soventemente abbandonata negli arenili. Frank Sisca, crea nelle sue opere ornati di un oasi virtuale incantata, che invita l’ossevatore alla singola meditazione spirituale, un raccoglimento induttivo, che introduce nuovi orrizonti di sublimazione della materia da lui nuovamente rigenerata, e plasmata. Una ricerca quella condotta da Sisca, orientata e studiata, con particolare attenzione, frutto di lunghi anni di studio, sui risvolti espressivi dell’incuria della società, la sua rigenerazione infattii da nuova vita a vecchi rami e parti di albero, adagiati inerti sulle spiagge, e come per incanto rivisitati, da lui abilmente trattati con sapiente lavoro e tecnica, donando all’opera, un reale e consistente messaggio, con risvolti di chiaro amore per la natura rivolti al prossimo: un invito alla solitudine, che viene accolto con grande ammirazione per la sua arte“ Francesco Chetta Biografia Frank Sisca vive e lavora a Bari. Diplomato in Scenografia all’ Accademia di Belle Arti del capoluogo pugliese, dal 2005 realizza opere scultoree e pittoriche in legno marino. Attraverso gli studi d’arte e un lavoro personale di ricerca continua, lavora in stretta simbiosi con la natura dei paesaggi marini. Dalla scultura all’ incisione a fuoco, dal colore al collage, le opere di Frank Sisca liberano la loro poetica in una singolare sinergia tra passione e tecnica. Il legno marino rivive, protagonista di storie romantiche e oscure, espresse con un linguaggio attento, capace di sondare le profondità del pensiero e dell’ animo.

Frank Sisca “L’incontro interiore” legno di Ulivo, colori acrilici e ghiaia marina

Pag. 46


Frank Sisca “Il centro della clessidra” Incisione a fuoco, colori acrilici, collage e assemblaggio su tavola

Frank Sisca “Liberarsi” Incisione a fuoco, collage, e assemblaggio su tavola

Materiali da lui utilizati: Legni, rami e parti di vecchi tronchi di alberi e radici, che il mare porta riva, conchiglie, canapa ghiaia marina, e vari oggetti, patinatura con cere, smalti e pigmenti.

Frank Sisca “Dentro” incisione a fuoco e smalti su tavola

Info e Contatti: frank.sisca.10@facebook.com

V° Biennale Trofeo Arte Collezionismo

Pag. 47


ARTE

Collezionismo PITTORI E SCULTORI DEL 900

V° Biennale Trofeo Arte Collezionismo Annuario d’arte Moderna e Contemporanea Vol. XV° Artista Segnalato

Sebastiano Magnano Biografia Sebastiano Magnano e nato a Lentini (SR), ha frequentato il Liceo Artistico e l'Accademia di Belle Arti di Catania, vive e lavora a Modena dove insegna Disegno e Storia dell'Arte. Presente in numerose Rassegne d’arte contemporanea.

“Sebastiano Magnano l’artista del nuovo millenio. La purezza osservabile nei soggetti da lui raffigurati, filtra con intima energia comunicativa, la sintesi pittorica del percorso creativo da lui condotto. Un arte espressa tecnicamente con matrice di chiara raffiugurazione contemporanea, che denotano alla visione, classe e stile nella sequenza tonale della stesura della materia, velature sequenziali concepite con grande sensibilità, ed energia rappresentativa. Una formula alchimica, che enfatizza la sua tecnica, con espressioni desunte dal suo fluido estro creativo. Il nostro silente artista, Sebastiano Magnano, dona all’osservatore una caleidospopica cascata di energia comunicativa” Jean Charles Spinà

Pag. 48

Rassegne espositive Mostra collettiva Il Liberty, Accademia di Belle Arti di Catania, 1985 Vincitore del secondo premio del 1° Premio di grafica organizzato dal Comune di Catania, 1986 Personale I luoghi del Mediterraneo, a cura di Paolo Giansiracusa, patrocinata dal Comune di Francofonte (SR), 1991 Collettiva Arte su Carte, presso Gatti Editore, Modena, 2009 Collettiva Street view, Galleria Spazio San Giorgio, Bologna, 2012 Collettiva, L’Idea e la Materia, Palazzo Zenobio, Venezia, 2012 Finalista del Premio Afrodite, di Eikon Art Magazine, 2012 Finalista del 13° Premio Nazionale d’arte Città di Novara 2013-2014 Special Mention Gallery –Selected Art Works, Galleria Ventitrè 01 opera selezionata per la galleria on-line, Roma, 2014 Finalista della 1° Biennale Internazionale d’Arte di Benevento, 2014 Finalista del Premio Novicelli VI° ediz. Brescia, 2014 Selezionato dal curatore al 1° Premio Arte Catania, 2014 Selezionato con due Opere alla 2° Biennale di Palermo 2015 Info Contatti: e-Mail: sebastiano.magnano@istruzione.it

Sebastiano Magnano “Ordine apparente” olio su tela, cm. 80X120 2014


Sebastiano Magnano ““Duke White” olio su tela (polittico formato da 4 tele) cm.30x40x4 2015

V° Biennale Trofeo Arte Collezionismo

Pag. 49


ARTE

Collezionismo PITTORI E SCULTORI DEL 900

V° Biennale Trofeo Arte Collezionismo Annuario d’arte Moderna e Contemporanea Vol. XV° Artista Segnalato

Gisella Mura Biografia Gisella Mura, vive e opera nel ridente paesino di Collinas, in Sardegna dove è nata il 10 Agosto 1979 e dove risiede ed opera. Nel paese si è ritagliata un ruolo di animatrice e operatore culturale, organizzando mostre ed eventi di spessore. Dopo gli studi scientifici conseguiti nel 1998 con il diploma di maturità scientifica al Liceo scientifico e la laurea conseguita nel 2004 presso la sezione pittura all’Accademia di Belle Arti di Sassari con il voto di 108/110 e con la tesi dal titolo “L’urlo - tra angoscia, arte e disperazione” in anatomia artistica, si è dedicata a tempo pieno alla pittura esponendo in diverse location, ottenendo lusinghieri riconoscimenti e vincendo sino ad oggi 38 premi (in pittura e pittura estemporanea). A latere dell’attività di pittura in estemporanea Gisella Mura ha anche esposto in numerosi luoghi e vanta un nutrito numero di mostre. Le sue opere, sono recensite, in numerose pubblicazioni d’arte specializzate. “La nostra brava pittrice Gisella Mura, ci descrive cromaticamente, con appropriata sintesi di simbologia segnica, il suo personale e unico linguaggio Pittorico. L’artista Mura si fa portavoce di un recondito linguaggio apocrifo, inserendo nell’ornato pittorico, sogni e metafore, custodite nel suo intimo diario d’artista. Sovente nelle sue opere, è raffigurata la donna, avvolta da mistici e incogniti silenzi, le figure, i suoi volti, sono sublimati di pigmenti aurei, che confermano l’indiscusso eco, del primario ruolo della donna, nel contesto sociale contemporaneo. Francesco Chetta

Info e contatti: gisellamura@hotmail.it

Pag. 50

Recenti rassegne espositive: Fiera Arte Padova 2014, Biennale internazionale di Ferrara, Castello Estense, “Syncronie” Museo Marte Arte Mediateca, Cava Dei Tirreni, Selezionata al 14° Premio Nazionale Arte Novara 2014, opera esposta presso il Palazzo Bellini ad Oleggio, “Cantici di mezzanotte”, personale presso la galleria Olbia Pulse/spazio arte, curata dal Dott. Sirena Paolo, critico d’ arte, direttore del Museo S.ta Corona Arrubia, curatrice Maria Rosaria Spina, Olbia, Libere Espressioni - dal 3 al 18 /12/2014 presso la sala Mostre della Circoscrizione 5 del Comune di Torino, Alla lavagna artista, Comune di Villavederde in occasione del 1° festival letterario , performance artistica durante i dibattiti a cui hanno partecipato il giornalista Giulietto Chiesa e la scrittrice Patrizia Fortunati; nel 2015 rassegna d’arte internazionale “Equilibrium”, I gallery , Montmartre, Parigi; 1° Biennale Città di Cesenatico - Premio Leonardo Da Vinci; Arte in corsia, Ospedale Brotzu, Cagliari.

Gisella Mura “Risveglio mistico” tecnica mista su tela, cm 69 x99, 2014


Gisella Mura “Mater” tecnica mista su tela, cm 68 x 98 2014

Gisella Mura “Malinconia” tecnica mista su tavola, cm 50x70, 2014

Gisella Mura “Oristano” tecnica mista su tavola, cm. 67x71 2014

V° Biennale Trofeo Arte Collezionismo

Pag. 51


ARTE

Collezionismo PITTORI E SCULTORI DEL 900

V° Biennale Trofeo Arte Collezionismo Annuario d’arte Moderna e Contemporanea Vol. XV° Artista Segnalato

Serena Martelli Biografia Serena Martelli, è nata a Bologna nel 1967, vive elavora a Castel San Pietro Terme (BO). Dopo aver conseguito la maturità Professionale come Disegnatrice e Stilista di Moda, conseguita nel 1986, ha frequentato un corso di restauro a Urbino, un corso di Grafica Pubblicitaria, e un corso di Fumetto e Illustrazione a Bologna. Successivamente, nel 1992 ho conseguito il diploma di Pittura all’Accademia di Belle Arti a Bologna e la Maturità Artistica presso il Liceo Artistico. Successivamente ha conseguito, l’abilitazione all’insegnamento e master, in Storia dell’Arte, e Discipline Pittoriche. Presenze espositive: 1988 “Biennale Giovani Artisti dell’Europa Mediterranea” Bologna. 1990/91 Borsa di studio “Progetto Erasmus” per un soggiorno di 4 mesi alla Accademia di Belle Arti di Bristol (UK) 1992 “Oplà, noi viviamo”: spettacolo teatrale al “Festival dei Teatri” di Sant’Arcangelo di Romagna, (attrice) regia di Andrea Adriatico 1992/93 Attività di scenografa presso “Teatri di Vita” a Bologna. 1996 Collettiva “L’eau et l’art”. Mostra d’arte al C.I.E.S (Centre International des Etudiants et Stagiaires) a Parigi Dal 1997 al 2001 ho svolto supplenze di insegnamento nelle scuole medie superiori, dal 2006 ad oggi, ha lavorato come docente precaria a tempo determinato in diversi Licei insegnando Disegno e Storia dell’Arte.

“L’arte di Serena Martelli, ci descrive, la sua capacità di identificare l’attimo creativo, con sana ed intuitiva gestualità cromatica. L’ornato compositivo, rende fluida e prescelta la sua fantasia creativita. Le sue opere ci trasportano verso usi e costumi essenziali, dove ogni forma di comunicazione pittorica, è tradotta dalle sue incognite dottrine gestuali. Il suo inconscio artistico, dialoga con la materia, trasmettendoci infinite note di meditativi messaggi interiori. Serena Martelli è un artista che ci parla pittoricamente, con chiara fermezza d’animo, la sua poetica sensibilità d’artista, condividendone con l’osservatore, l’emozione del suo umile pensiero, filtrato dalla sua personale gestualità. Jean Charles Spinà

Serena Martelli “Connessioni” Pittura polimaterica: gesso, acrilico, pigmenti, foglia d’oro, cm. 60x180

Pag. 52


Serena Martelli “Codice Universale” Pittura polimaterica: gesso, acrilico; materiali di recupero: legno bruciato, fiori, sale marino, vetri, specchi e foglia d’oro, cm. 110x140 Info e contatti: martelli.sere@libero.it

Serena Martelli “C’era una volta” Pittura polimaterica: gesso, acquerello, acrilico, pigmenti, foglia d’oro. cm. 60x120

Serena Martelli “Chiocciolone Aurico” Pittura polimaterica: gesso, acrilico, fosforo. cm. 138x86 V° Biennale Trofeo Arte Collezionismo

Pag. 53


ARTE

Collezionismo PITTORI E SCULTORI DEL 900

V° Biennale Trofeo Arte Collezionismo Annuario d’arte Moderna e Contemporanea Vol. XV° Artista Segnalato

Roberto Fradale Biografia Roberto Fradale nasce a Francavilla di Sicilia nel 1968 fin da piccolo appassionato del disegno,approda nel mondo dell’arte nel 1997 iniziando da autodidatta,in seguito ha frequentato corsi di disegno e ceramica, è un pittore autodidatta, inizia il suo percorso artistico sulla via del “figurativo” ed approda con grande classe e naturalezza anche al mondo “informale”, nel 2010 inizia un nuovo percorso artistico, concentrando la sua ricerca verso nuovi orrizonti: l’arte informale. Osservando il percorso contemporaneo dell’artista si evince come il suo studio per la figura umana ricorre in maniera involontaria nelle sue ultime tele,anche quando la forma diventa sempre più stilizzata e alla fine astratta. Ha tenuto mostre personali, e partecipato a varie rassegne sia in Italia che all’estero (Francia -Grand Prix Int. Cote d’Azur) ottenendo premi e riconoscimenti. Le sue opere fanno parte di numerose collezione private in Italia, Australia, Francia, Svizzera, Canadà, Ohio (U.S.A.), New Jersey. “Suggestive evocazioni simboliche, emergono dall’ornato enigmatico, che racchiudono silenti cromatismi, che ci avvertono dell’intenso fermento creativo che percorre l’animo di Roberto Fradale. La sua pittura concentra le basi informali, fino a cercare il giusto equilibrio compositivo, che dona quella giusta quinta oggettiva, che sprigiona intensità e capacità percettiva ad ogni sua opera, un ruolo primario per l’artista di convalidare la sua modulata gioia, fusa tra sentimento e ragionevolezza, trasportandolo in un turbinio di emozioni cromatiche.” Francesco Chetta

Roberto Fradale “Sensible” tecnica mista su tela, cm. 100x90 2014

Pag. 54


Roberto Fradale ”Affinity” tecnica mista su tela, cm. 95x120 2014 Roberto Fradale “Sensible” tecn. mista su tela, cm. 100x90 2014

Info e Contatti: e mail roberto.fradale@alice.it

Roberto Fradale “Memorie” acrilico ed olio su tela, cm.100x100 2014 V° Biennale Trofeo Arte Collezionismo

Pag. 55


ARTE

Collezionismo PITTORI E SCULTORI DEL 900

V° Biennale Trofeo Arte Collezionismo Annuario d’arte Moderna e Contemporanea Vol. XV° Artista Segnalato

Cristina Alletto Biografia: Cristina Alletto nasce ad Agrigento il 15 ottobre 1974. Laureata in giurisprudenza, è sempre stata attratta dall’arte ed ha iniziato a dipingere da autodidatta in maniera del tutto naturale e istintiva. Ha approfondito la conoscenza artistica dei grandi Maestri, studiando i loro lavori e visitando gallerie e musei italiani e stranieri. Nel corso del suo percorso creativo ha sperimentato un linguaggio espressivo eterogeneo. Ha esordito come astrattista attraverso l’uso di tinte forti e vivide come mezzo per manifestare le proprie emozioni. Le opere sono connotate da un cromatismo acceso dove i colori, a tratti esasperati, sono posti sulla tela con pennellate agitate e materiche, espressione delle contraddizioni dell’animo umano, del nostro essere “screpolati”. Nel 2012, a seguito di specifici studi, si avvicina, anche, alla rappresentazione della figura che diventa protagonista dei suoi dipinti. L’intento è quello di proiettare i corpi al di là della loro stessa fisicità, in una dimensione spirituale che è lo specchio dello stato d’animo dell’artista. “Cristina Alletto artista di matrice figurativa, cede la sua creatività a valicare il mondo dell’astrazione. Una dissolvenza di stati emozionali, che si incrociano, e racchiudono dolcemente le sue intime emozioni d’artista. Cristina Alletto ci inebria cromaticamente con le sue opere, conducendoci ad indagarne il suo messaggio emotivo racchiuso all’interno dell’ornato pittorico. La sua forza espressiva è cosi determinante e comunicativa, da coinvolgerci attivamente, attraverso la simbologia del colore della sua tavolozza, valorizzata dalla sua gestuale fantasia pittorica, filtrata da ricordi e momenti di recondite gioie custodite gelosamente nel suo cuore. Le sue tele racchiudono pensieri e silenti messaggi di energia comunicativa, quale complemento di un significato espressivo di amore e deduzione verso l’arte. Francesco Chetta

Cristina Alletto “Abisso d’amore” acrilico polimaterico su tela, cm. 80x100, 2014

Pag. 56


“Cristina Alletto elabora nella sua mente i pensieri più profondi per poi trasformarli in emozioni e materializzarli sulle tele, opere queste di oculata elaborazione e di bravura tecnica. Le sue opere cantano la realtà, quasi in un sogno fantastico, in un’ansia continua di perfezione assoluta, tesa a scoprire inedite “atmosfere”, inducendo il fruitore a leggere tra le righe. L’arte di questa artista è infatti una pittura di contenuti e il suo significato va ricercato non nell’apparenza della raffigurazione ma nelle tematiche. Le componenti espressive vanno oltre il semplice sguardo perché trovano collocazione nel risvolto filosofico-esistenziale, create dalla coscienza di un’artista che ha saputo interiorizzare molteplici situazioni di vita”. Raffaele De Salvatore

Cristina Alletto “Libero di essere” acrilico polimaterico su tela, cm. 80x80 2013 Contatti: Mail cristinaalletto@libero.it

Cristina Alletto “Dopo un’onda, un’altra, cento, mille ancora” acrilico polimaterico su tela, cm. 100x100 2014

V° Biennale Trofeo Arte Collezionismo

Pag. 57


ARTE

Collezionismo PITTORI E SCULTORI DEL 900

V° Biennale Trofeo Arte Collezionismo Annuario d’arte Moderna e Contemporanea Vol. XV° Artista Segnalato

Zena Vincenza Maiorino Biografia Zena, nome d’arte di Vincenza Maiorino, nasce a Nocera Inferiore nel 1959, vive e Lavora a Montecorvino Rovella in provincia di Salerno. Diploma di Maestro d’arte e ceramista, conseguito all’Istituto Statale d’Arte di Salerno. La sua arte, oltre che pittorica, si allarga alla ceramica: ha realizzato numerose opere in ceramica piatti ed altre composizioni, alla Fornace Falcone di Montecorvino Rovella di Salerno. Le sue opere sono presenti in numerose collezioni private in Italia e all’estero, recensita dalla stampa su giornali e riviste specializzate.

Rassegne e mostre recenti: Mostra internazionale “Castelli in Arte” Castello Arechi, di Salerno, “Cromaticamente”, galleria Michelangelo - Sarno Salerno, 1° Biennale Internazionale di Salerno, “Mostra Presepiale” Internazionale a Giffoni Valle Piana di Salerno, Mostra d’arte Internazionale “Sulle tracce di S. Francesco d’Assisi” al Museo Macs di Greccio (RI), dove ha vinto il 3° posto per ben due volte, qui due sue opere sono in permanenza, inserita nel Movimento artistico. 2015 mostra personale “Parete in mostra” presso il Vinile di Salerno con la collaborazione della Fornace Falcone.

Zena “Luce di vita nell’abisso” tecnica mista,cm 70x80

Pag. 58


Poliedrica e sensitiva Zena (Vincenza Maiorino) un artista che riesce a trasmettere con le sue opere, un vero contatto spirituale con l’osservatore. Zena, riprende nelle sue opere, intime visioni desunte dalla sua forte personale energia comunicativa, strasportandone su di essa, recondite emozioni. La sua arte, nasce da sentimenti emotivi, e il desideriro di conferire questa sua particolare dote spirituale, ai suoi collezionisti, il messaggio cromatico, è trasmesso attraverso i Sensi sel suo istinto, che si avvertono attraverso veri messaggi di calore umano, luce e forza espressiva! .... la Pranoart. La nostra brava e creativa Zena, è dotata di grande sensibilità comunicativa, riuscendo a traZena “Ricordi interiori” tecnica mista, cm.80x100 sportarci con le sue opere, in un viaggio tridimensionale, con focale introspezione, nel rendere visibile la grezza materia senz’alcun anima, in affascinanti ornati creativi che a loro volta, trasmettendo infiniti silenti messaggi spirituali; un’emozione cromatica, carica di unicità, luce e dialogo interiore. La “Mission di Zena (Vincenza Maiorinio)” è farsi portavoce, con l’umanità, dialogando con l’osservatore, attraverso i sensi, introspezione e cromatismo materico, quasi fosse, una sensitiva dell’arte, che ci parla attraverso le sue opere, con forza gestuale e sobrio dinamismo, il suo chiaro e conciso linguaggio pittorico, rendono i suoi dipinti unici, dove la calda e controllata stesura della materia da lei saggiamente elaborata, osservando con grande impatto visivo, e sinfonie naturalistiche, decisamente contornate di richiami di un estetismo morale e forza interiore, ma emotivamente descritte, nel rendere piacevole la vita e la socialità.” Francesco Chetta La Prano Art, Arte dei Sensi di Zena (Vincenza Maiorino), ci conduce ad un attenta analisi, nel vagliare i propri sentimenti e le nostre emozioni, fattori che inducono inconsciamente, cioè guidano la mano dell'artista incondizionatamente, la gestualità, non è più dominata dal volere conscio della mente, ma condizionati da impulsi derivanti da recondite emozioni.

nfo Mail zenamaiorino@gmail.com

Zena “Aldilà del sogno” tecnica mista, cm. 50x60 V° Biennale Trofeo Arte Collezionismo

Pag. 59


ARTE

Collezionismo PITTORI E SCULTORI DEL 900

V° Biennale Trofeo Arte Collezionismo Annuario d’arte Moderna e Contemporanea Vol. XV° Artista Segnalato

Alessandra D’ortona

“Alessandra D'ortona, è un artista contemporanea, che basa la sua ricerca con grande originalità, orientando essenzialmente, la pura libertà d’espressione, verso nuovi orizzonti. Nelle opere pittoriche di Alessandra D’ortona, si evidenzia una dimensione spirituale, coordinata attraverso il controllo delle sue emozioni, nel contesto del nostro contemporaneo. L’artista, definisce l’arte quale complemento delle sue emozioni, raffigurando il suo pensiero attraverso una brillante stesura della materia. La gestualità di quest’artista è nettamente priva di formalismi accademici, esaltandone l’energia visiva; fonte indiscussa di creatività di Alessandra, presente nel suo cuore, e sopratutto negli aspetti della vita sociale.” Francesco Chetta

Pag. 60

Biografia Alessandra D'ortona, nasce a Paglieta, in Abruzzo, il 24 giugno del 1962 e sin dall’infanzia ha mostrato dedizione e passione per l'espressione creativa. Laureata in Scienza della Formazione,presso l'Università degli Studi 'Gabriele D'Annunzio", lavora presso la Pubblica Istruzione. Nel corso degli anni l'istinto artistico trova spazio e opportunità d'espressione nella Compagnia Teatrale "Piccolo Teatro del Me-Ti" di Paglieta, con la quale collabora per diverse annualità . Nel mondo dell'Arte è autodidatta e, dopo anni in cui la passione per la pittura silente covava, inizia il suo percorso espositivo nella primavera del 2014 partecipando al suo primo concorso artistico indetto dal Rotary Club di Atessa, in Abruzzo e dal quale riceve il suo primo riconoscimento ufficiale. Nel 2014 ha partecipato all’evento artistico “Arte ed Evoluzione” esponendo le sue opere presso il complesso museale Rocca Paolina di Perugia. A dicembre 2014 la sua opera “Riciclo blu” viene prescelta per rappresentare il Calendario d’Arte e Poesia 2015, organizzato dall’Accademia Dei Bronzi di Catanzaro, curato e pubblicato dalle edizioni Vincenzo Ursini e dal quale riceve la Targa di Merito “Città Dei Tre Colli”. Nel 2015 partecipa al Festival dell’Immagine, Martina Franca (TA) “Bellezze notturne “ Mostra Collettiva Internazionale di Poesipittura, febbraio 2015, Fortezza di Civitella del Tronto (TE), Vernice Art Fair 2015, a cura di Artexpò Gallery

Alessandra D'ortona “Riciclo blu” acrilico e olio su tela, cm. 100x70


Alessandra D'ortona “Riciclo blu” acrilico e olio su tela, cm. 100x70

Info e conatti: e Mail - alessandradortona6-2@libero.it

Alessandra D'ortona “Fiori Rossi” acrilico su tela, cm. 100x50

V° Biennale Trofeo Arte Collezionismo

Pag. 61


ARTE

Collezionismo PITTORI E SCULTORI DEL 900

V° Biennale Trofeo Arte Collezionismo Annuario d’arte Moderna e Contemporanea Vol. XV° Artista Segnalato

Zaklin Jacoby

“La spontanea gestualità espressiva che riscontriamo nelle opere di Zaklin Jacoby, ci conducono in uno spazio temporale, fatto di sogni e metaforici incanti poetici, dove la forza espressiva del suo cromatismo tonale, ci svela candidamente, la sua eterea emotività e umiltà di vero artista, con suggestive note di contemporanea astrazione. Una pittura quella di Zaklin Jacoby, carica di messaggi sensoriali, che donano alla visione dell’osservatore, una magica e silente energia, racchiusa da mille significati espressivi. Un artista dal linguaggio artistico, comprensivo, attraverso la giusta sintesi espressiva, riscontrabile nella ritmica compositiva delle masse plastiche, che si alternano e generano infinite emozioni....cromatiche.” Francesco Chetta

Biografia Cittadina americana nata a Zagrabia nel 1964, ha frequentato la scuola di Arti Applicate in tecniche di ceramica e scultura. Presso l'Accademia di Belle Arti in Zagabria ha studiato pittura e contestualmente creava ed esponeva le sue opere. Dopo avere ricevuto una prestigiosa borsa di studio dal Comitato di Istruzione e Cultura della Repubblica Croata, ha proseguito gli studi a Praga. In seguito partecipava ad innumerevoli esposizioni personali e collettive, happening e stage di design ricevendo premi e contributi letterari dalla Radio e dalla Televisione Croata. Trasferitasi a New York alla ricerca di nuovi stimoli artistici, ha esposto i propri lavori in grandi musei e gallerie. In questo periodo ha lasciato una nuova forte e durevole impronta nella sua Arte. Qui ha frequentato l'Art Students League e nel contempo ha ricevuto il Primo Premio UNESCO in una competizione internazionale svoltasi a Parigi: il suo progetto della fontana “The Epic” viene scelto per essere esposto all'esterno del Centro Mediterraneo dell'Artifex sulla costa francese. Complessivamente Zaklin ha partecipato ad oltre 300 esposizioni d'Arte ricevendo ben 54 premi per le sue opere.

di fianco: Zaklin Jacoby Canto di Luce, Opera dedicata a Papa Francesco, per la Pace nel Mondo

Pag. 62

Zaklin Jacoby “Unica grande luce” Canto di luce, tec mista personale su carta, cm. 50x60 2014


Zaklin Jacoby “La pressione dello spazio” Canto della terra, tec mista personale su carta, cm. 100x70 2003

Zaklin Jacoby “ Metà blu” Canto dell’acqua, trittico acrilici e olio su lino, cm. 200x150 1989-1993 Nota bene: l’opera fa parte di una serie di 45 opere, realizzate, come cortometraggio. V° Biennale Trofeo Arte Collezionismo

Pag. 63


ARTE

Collezionismo PITTORI E SCULTORI DEL 900

V° Biennale Trofeo Arte Collezionismo Annuario d’arte Moderna e Contemporanea Vol. XV° Artista Segnalato

Maria Teresa Giunta Biografia Maria Teresa Giunta, nasce a Castroreale (ME) nel 1963. Artista di chiaro linguaggio impressionista, con particolare richiamo alla natura e al paesaggio mediterraneo. La sua tavolozza scandisce all’unisono infinite note naturalistiche, incastonando nella tela, meravigliosi scorci della sua amata terra: la Sicilia, che ben si presta pittoricamente ad essere raffigurata nell’opera. Presente con le sue opere, in numerose rassegne d’arte collettive e mostre personali riscuotendo ampi consensi dalla critica specializzata, nonchè premi e riconoscimenti vari per il suo indiscusso talento artistico.

“Maria Teresa Giunta, ci parla attraverso le sue opere, con sincera emozione, dipinti formalmente descritti con singolare tocco compositivo, silenti marine e cromatici paesaggi della sua amata terra, che evidenziano tutto la sua passione per l’arte, permettendogli di spaziare dal paesaggio alla figura, con perfetta armonia compositiva, e larga capacità comunicativa.

Recenti esposizioni: Catania Rassegna d’arte Internazionale “The Three Dimensions of Art” c/o Le Ciminiere Citta’ di Siracusa Rassegna Internazionale di arte espressiva (Artes Magnae in Urbe Syracusa) Taormina EXPO collettiva arte e cultura al Palazzo Duchi di S. Stefano Milazzo, mostra personale di pittura Letojanni Museo Durante,rassegna di pittura “L’Arte nella forma e nei colori”

Nelle sue opere si evidenziano versi poetici, con richiami di nostalgici sentimenti, attraverso pulsanti vibrazioni della materia, e della sua particolare gestualità, predisponendo una pittura ben equilibrata nella nella stesura e nell’ornato pittorico.” Francesco Chetta Info e Contatti Mail maria.teresa.giunta@hotmail.it

Pag. 64

Maria Teresa Giunta “La Ngonia” (Milazzo) acrilico su tela, cm. 120x100


Maria Teresa Giunta “Alba a Vaccarella” (Messsina) tecnica mista su tela, cm. 70x70

Maria Teresa Giunta “Tra cielo e mare” acrilico su tela, cm. 40x80

Maria Teresa Giunta “Cannistrà” (Messina) acrilico su tela, cm. 70x50 V° Biennale Trofeo Arte Collezionismo

Pag. 65


ARTE

Collezionismo PITTORI E SCULTORI DEL 900

V° Biennale Trofeo Arte Collezionismo Annuario d’arte Moderna e Contemporanea Vol. XV° Artista Segnalato

Antonio Scaramella Biografia Antonio Scaramella nasce a Lavagna (Ge) il 28/03/1972. Fin da bambino si notano spiccate attitudini per il disegno, che ha sempre coltivato a livello di passatempo. La sua formazione però è di natura tecnica – scientifica (altra passione appunto per le scienze in generale e per la fisica). Di professione geometra libero professionista, cerca si commistionare le capacità artistiche con le esigenze tecnico-progettuali facenti parte della sua attività professionale. Infatti, oltre a realizzare ambientazioni prospettiche eseguite a mano di progetti ricadenti in zone sottoposte a vicolo ambientale, ha infatti realizzato in un appartamento oggetto di lavori di ristrutturazione, un mu-

rale raffigurante uno scorcio del centro storico, con tecnica di vero affresco e ne sta ultimando un altro (sempre affresco) omaggiando il grande Raffaello con una riproduzione della “Scuola di Atene”. Quest’ultimo sempre su intonaco a base di calce, su una tramezza antica nel medesimo appartamento privato sito nel centro storico di Chiavari (Ge). Parallelamente negli ultimi tre anni si è appassionato all’esecuzione di opere (in genere ritratti e nudi) mediante tecnica denominata “pirografia” ovvero “disegnare col fuoco”. Essa consiste infatti nel tracciare forme e figure bruciando superficialmente supporti lignei, preferibilmente costituiti da multistrati di pioppo, usato il “pirografo” ma per ottenere sfumature più suggestive, usa molto anche la fiamma diretta di un generico saldatore a gas. Presente con le sue opere, in qualificate rassegne, premi, e fiere d’arte contemporanea. Antonio Scaramella ”Nudo di fanciulla” *Pirografia eseguita con pirografo e fiamma soffiata, su multistrato di pioppo, cm. 45x62

Pag. 66


Antonio Scaramella ”Rosa libro” *Pirografia eseguita con pirografo e fiamma soffiata, su multistrato di pioppo, cm. 45x45

“Antonio Scaramella, è un artista che concentra la sua fantasia creativa, attraverso una particolare e complessa tecnica, la Pirografia. Il particolare effetto cromatico, che si osserva nella visone delle sue pirografie, conduce l’osservatore delle sue opere, in una ovattata dimensione, dove l’ormato descrittivo dell’opera, è sublimato con radicale intuizione stilistica. Opere di grande effetto pittorico, evidenziate dal “Pyrografhy Signum”, e sia dal lato emotivo, dove la figura verosilmilmente, e ben stesa attraverso l’incisione del pannello, mostrandoci un immediato messaggio, percepito dall’ analisi approfondita della sua costruzione compositiva, nata dalle sue evidenti emozioni evocative.” Francesco Chetta

Antonio Scaramella ”Nuda tra i capelli” *Pirografia eseguita con pirografo e fiamma soffiata, su multistrato di pioppo, cm. 45x62

Info e contatti e Mail: scaramella.geotech@libero.it

Antonio Scaramella ”Pianista stanca” *Pirografia eseguita con pirografo e fiamma soffiata, su multistrato di pioppo, cm. 90x60

V° Biennale Trofeo Arte Collezionismo

Pag. 67


ARTE

Collezionismo PITTORI E SCULTORI DEL 900

V° Biennale Trofeo Arte Collezionismo Annuario d’arte Moderna e Contemporanea Vol. XV° Artista Segnalato

Monica Vezzaro Biografia Monica Vezzaro, La mia storia di pittrice iniziò per caso nel 2000,In occasione del Natale,mi venne regalata una tavolozza,dei colori ad olio e pennelli vari.Cosi per gioco e per passione le mie mani cominciarono a disegnare bozzetti di vario genere.Dipingere cercando sempre di usare l’anima nell’accostare i colori e le forme,sfruttando quei giochi di luce che danno vita a quello che si vuole raffigurare e trasmettere a chi guarda il tuo dipinto.Dopo quindici anni quella voglia di comunicare la mia personalità e la mia fantasia attraverso un dipinto è ancora viva in me e spero che questo non giunga solo allo sguardo,ma anche al profondo dell’anima.

“Una suggestiva tavolozza quella di Monica Vezzaro, ricca di melodiche note di poetiche visioni, dove l’artista sente l’intima necessità di comunicare attraverso le immagini del paesaggio che la circonda, raccontando con melodica armonia tonale, ogni particolare visivo filtrato dalle sue emozioni. Un percorso creativo quello di Monica Vezzaro, ricco di suggestivi spunti naturalistici, che determinano limpidi ornati del suo poetico linguaggio pittorico. Cromatici accordi tonali, si susseguono alla scandita visione, permettendoci di indagare la sua sensibilità artistica, suggerito dal suo filtro creativito, capace di osservare la naturale poesia della realtà, attraverso una limpida stesura di colori ben sfumati, che contribuiscono alla naturale condivisione, coinvolgendo l’osservatore in un recondito viaggio di nostalgici ricordi.” Francesco Chetta Monica Vezzaro “Soffice bianco” acrilici e olio su tela, cm. 24x33

Pag. 68


Monica Vezzaro “Poesia dell’inverno” acrilici e olio, cm. 40X60 2013 Info e contatti e Mail: monve72@alice.it

Monica Vezzaro “Campo di margherite” acrilici e olio, cm. 50x70 2014 V° Biennale Trofeo Arte Collezionismo

Pag. 69


ARTE

Collezionismo PITTORI E SCULTORI DEL 900

V° Biennale Trofeo Arte Collezionismo Annuario d’arte Moderna e Contemporanea Vol. XV° Artista Segnalato

Carmen Voicu Biografia Carmen Voicu nasce a Erbiceni in Romania Il 18-07-1961, la sua passione per l’arte si manifesta molto presto, a giovane età realizza le sue prime opere figurative, nella maturità si completa nell’arte della pittura materica dove trova la sua strada artistica, partecipa a molte mostre nazionali ed Internazionali come: Spoleto Festival Art Expo 2013, Espace Leò Ferrè Montecarlo Expo 2014, UCAI Galleria La Pigna Roma 2014, I°Biennale di Spoleto 2014, Salon Art Shopping Parigi - Louvre Carrousel 2014, Premio Quadriennale La Palma d’Oro Montecarlo 2014, Contemporanea Fiere di Forlì 2014, Mostra personale “Pittura materica” Casa dell’Aviatore Roma 2014, I° Biennale di Città di Cesenatico Premio Leonardo da Vinci 2015. Presente in prestigiosi annuari d’arte Moderna e Contemporanea. L’artista ha infatti esposto oltre che in varie collettive e minipersonali al centro di Roma, anche a Spoleto Festival Art 2013, nel prestigioso Chiostro Medievale di San Nicolò e la sua opera “Anime” è stata selezionata ed inclusa nei 400 fra i 2000 partecipanti, dalla Commissione Interna e pubblicata nel Catalogo Internazionale della Manifestazione, edito da Mondadori. Ha esposto inoltre, a Bucarest, Parigi e venduto in Inghilterra ed Australia. “Una ricerca sviluppata nella conoscenza della materia, quella condotta dalla nostra brava pittrice Carmen Voicu, esternata con perfetta armonia nella gestualità descrittiva del messaggio spirituale dell’opera. Le sue riflessioni meditative, rendono chiaro ed incisivo, il suo amore dottrinale verso l’umanità, associando interesse artistico, evidenziandone le principali caratteristiche della poesia evocativa, del suo principale messaggio comunicativo. Una ricerca stilistica ben meditata per equilibrare sogni, sentimenti, e relatà”. Francesco Chetta

Pag. 70

Carmen Voicu “Mosse d’incontri” tecnica mista, cm. 24x30


Carmen Voicu “Danza imprevedibile” tecnica mista, cm 27x50 2012

Carmen Voicu “Culti d’incontri e preghiere” tecnica mista cm. 70x35 2014

Carmen Voicu “Magia cerimoniale tecnica mista, cm. 50x50 2014 Carmen Voicu “Deposizione di Cristo” tecnica mista, cm.34x27 V° Biennale Trofeo Arte Collezionismo

Pag. 71


ARTE

Collezionismo PITTORI E SCULTORI DEL 900

V° Biennale Trofeo Arte Collezionismo Annuario d’arte Moderna e Contemporanea Vol. XV° Artista Segnalato

Chiara Pala De Murtas

“Chiara Pala De Murtas è un artista della “New figutaion”, made in Italy, nuova ed interessante ricerca contemporanea, quello chiaramente decifrato nelle opere della nostra Chiara Pala De Murtas, di successivo studio alla Pop Art americana. Opere simboliche della Digital Art, ricche di equilibrio e sintomatica energia comunicativa, una giusta sintesi formale, ben strutturata, ed eseguita con sequenziale gestualità, che colloca l’artista De Murtas, in primo piano per la sua indiscussa creatività in un panorama concettuale contemporaneo, con note di libera espressione simbolica. Le sue opere lasciano percepire la suggestione dei contrasti cromatici, con inserti magici tagli di luci e contrasti tonali, rendondoci partecipi della sua espressione creativa.” Francesco Chetta

Pag. 72

Biografia Chiara Pala De Murtas è nata a Roma, ha vissuto molti anni in Sardegna dove ha compiuto i suoi studi (liceo scientifico e Facoltà di Medicina e Chirurgia, interrotta al 4°anno). Trasferitasi a Roma per lavoro, ora vive nella campagna romana dove coltiva le sue grandi passioni: la pittura e il disegno, l’amore per gli animali e la natura, la musica. Autodidatta, ha sempre disegnato e dipinto per hobby, con varie tecniche e molti periodi di pausa. Recentemente ha scoperto le nuove forme espressive offerte dalle tecnologie digitali applicate alle arti figurative e in pochi mesi ha realizzato oltre 150 opere. I suoi lavori sono realizzati con le dita su I Pad e stampati su alluminio, vetro o tela. La sua attività artistica è frutto costante ricerca “dell’essenziale” , del “minimo comun denominatore” che è alla base di tutte le cose, nell’arte come nella vita. Fonte di ispirazione sono le mille espressioni del volto e del corpo umano, le emozioni, le suggestioni evocate da un animale magico, il Gatto.., la magia del movimento in quanto tale, interpretato come il susseguirsi di attimi di immobilità assoluta, le atmosfere create dalla musica, lo spazio rubato dagli oggetti. Info e contatti e Mail: chiara.demurtas@gmail.com

Chiara Pala De Murtas “Family” “opera realizzata su tablet con le dita (sw Art studio), stampata in unico originale su alluminio, cm. 50x70


Recenti Mostre 2014 “Animals” 2014 Art Exhibition” LightSpace&Time Online Art Gallery Biancoscuro ArtContest. Mostra Collettiva - Pavia Passion Art “Ada Art Gallery - Carrer dels Salvador , 8 Barcellona Mostra collettiva “Alas de Mariposa: La Mujer” Crisolart Gallery – Calle Balmes 44 46 Barcelona - Mostra collettiva Galleria Open Art Milano - Mostra collettiva (a seguito di selezione nel Concorso Buenos Aires VI ediz. Esposizione e premiazione a Palazzo Cusani, Via Brera 15 Milano Joyful Colors 4Christmas Spazio espositivo “Domus romana” Via IV Fontane 113 Roma - Collettiva prima Edizione de “Biancoscuro Art Contest” (2014) e si è classificata fra i vincitori selezionati sia dalla Giuria Biancoscuro che fra i vincitori selezionati dalla Giuria Popolare.

Chiara Pala De Murtas “Morte di un fiore” “opera realizzata su tablet con le dita (sw Art studio), stampata in unico originale su alluminio, cm. 50x70

Chiara Pala De Murtas “Fou” “opera realizzata su tablet con le dita (sw Art studio), stampata in unico originale su alluminio, cm. 50x70

V° Biennale Trofeo Arte Collezionismo

Pag. 73


ARTE

Collezionismo PITTORI E SCULTORI DEL 900

V° Biennale Trofeo Arte Collezionismo Annuario d’arte Moderna e Contemporanea Vol. XV° Artista Segnalato

Elisa Garziano “Elisa Garziano artista contemporanea, dotata di spiccata fantasia creativa, possiede il dono del talento comunicativo. Leggendo con attenzione le sue performanti opere, possiamo sicuramente associare il suo linguaggio alla nuova figurazione simbolica, dove l’ornato segnico dell’opera, evidenzia un introspezione tra immagine e simbolo, una magica visione di ciò che la realtà non concede. Elisa Garziano, esalta la simbologia poetica del segno, quasi a condurre l’osservatore in un recondito viaggio spirituale, dove il pensiero germoglia e sconfina in un mondo di eteree emozioni”. Francesco Chetta

Biografia Elisa Garziano è nata a Mazzarino, città dove attualmente risiede e svolge la sua attività lavorativa. Ha conseguito il diploma di maturità Magistrale e sta per conseguire la laurea in decorazione all’Accademia di Belle Arti. Sin da bambina dimostra una forte propensione per il disegno e la pittura, e quindi inizia ad esercitare questa sua passione, dipingendo su stoffa, seta, vetro, legno e materiali diversi, sino a raggiungere in questi ultimi anni notevoli risultati. Dipinge anche su organza e rasi pregiati, affascinata dalla Elisa Garziano “ Femme a’ la colombe” olio su tela di lino, cm. 30x40 2014 versatilità di questi particolaritessuti dagli straordinari effetti luminosi. Il suo lavoro è concettualmente decorativo e si evolve in una costante ricerca che esplora diverse superfici, con diverse tecniche artistiche quali: Incisione, Acquarello, Matita, Modellato in creta e Decoupage. Il suo attuale linguaggio pittorico, si esprime attraverso una pittura figurativa: “Tema ricorrente la femminilità espressa con sapiente delicatezza ed assoluta eleganza”. Ha dimostrato da sempre una spiccata fantasia creativa, esalta la simbologia poetica del segno, quasi a condurre l’osservatore in un recondito viaggio spirituale, dove il pensiero germoglia e sconfina in un mondo di eteree emozioni. Esegue quadri, decorazioni su richiesta e oggettistica di arredamento. Info e Contatti: e Mail elisa.garziano@tiscali.it

Pag. 74


Elisa Garziano “Gli sguardi ignoti” tecnica mista su tela, cm.100x100 2013

Elisa Garziano “Paesaggio artistico“ acrilico su tela, cm. 90X70 (complessivo) 2015

V° Biennale Trofeo Arte Collezionismo

Pag. 75


ARTE

Collezionismo PITTORI E SCULTORI DEL 900

V° Biennale Trofeo Arte Collezionismo Annuario d’arte Moderna e Contemporanea Vol. XV° Artista Segnalato

Susanna Maccari Biografia Susanna Maccari, pittrice milanese, laureata in “Lingue e Letterature Straniere Moderne” presso l’Università Statale di Milano, approfondisce le sue conoscenze artistiche frequentando gli studi di insigni maestri d’arte. Ha esposto in numerose mostre personali e collettive a Milano, Sirmione, Portovenere, Torino, Lodi, Tirano, Cesenatico, Nizza, Cannes, ecc. ottenendo prestigiosi premi e riconoscimenti fra i quali: 1° premio “Un artista per la pace”, 1° premio “Biennale città di Milano”, 1° premio “ Rassegna 150° Unità d’Italia”, premio “Oscar delle arti visive” a Montecarlo, premio “ Il Parmigianino” a Firenze. Sue opere si trovano in Italia, Francia e Svizzera. Fa parte di associazioni culturali internazionali ed espone in permanenza presso il Centro Culturale Internazionale d’Arte Sever a Milano. Membro dell’associazione culturale “Milano arte”. Membro del Centro Culturale Internazionale d’Arte Sever, Milano Accademica associata dell’Accademia Internazionale Greci Marino. “Un’Artista Susanna Maccari, in grado di offrirci poetiche sensazioni, sottolineandoci una ricerca dai valori naturalistici, e sentimenti interiori che alimentano la sua energia creativa. Opere che ci descrivono silenti note di poetica espressione, desunte dalla sua inesauribile fantasia, che gli permette di spaziare con l’impiego di particolari tonalità che ne esaltano la sua personale stesura cromatica. Un mondo pittorico quello di Susanna Maccari, carico di delicate, visioni, dove il naturale paesaggio, e magicamente ripreso rispetto la realtà, concentrando la sua lirica visone, nel rendere testimonianza della limpida serenità evocativa”. Francesco Chetta

Susanna Maccari “Notturno” olio su tela, cm. 30x30

Pag. 76


Susanna Maccari “Ed è ancora primavera” olio su tela, cm. 50x60

Info contatti e Mail: susannamaccari@tiscali.it Susanna Maccari “Nudo con brocca” olio su tela, cm. 50x70

Susanna Maccari “Emozioni al tramonto” olio su tela, cm.60x30 2013 V° Biennale Trofeo Arte Collezionismo

Pag. 77


ARTE

Collezionismo PITTORI E SCULTORI DEL 900

V° Biennale Trofeo Arte Collezionismo Annuario d’arte Moderna e Contemporanea Vol. XV° Artista Segnalato

Silvana Borgese “L’artista Silvana Borgese ci rivela la sua istintiva passione per l’arte, poliedrica e comunicativa, spazia il suo linguaggio tra la ceramica e la pittura, sperimentando nuove tecniche con diverse visioni della realtà. La particolarità dei suoi dipinti sottolinea il suo polittico percorso creativo, sempre affannosamente in costante ricerca. Biografia Sivana Borgese, e nata a Polistena (RC) residente a Roccella Jonica in Via Tenente Carella Da giovanissima si dedica alla ricerca artistica sperimentando varie tecniche riuscendo sempre a carpire il “bello ideale” della figura umana e di quanto la circonda. E’ Pittrice, scultrice e decoratrice, predilige la tecnica “olio su tela” ottenendo originali effetti cromatici. Modella con maestria sia la creta che la cartapesta, plasmando forme bizzarre e classiche in tutte le loro diversificazioni. Partecipa, nell’anno 1970, alla mostra d’arte “Piana degli Ulivi, conseguendo il 1° premio fra i pittori polistenesi. Nell’anno 1987, la sua “prima” personale di pittura con l’Associazione Proloco di Roccella Jonica, riscuotendo successo di pubblico e di critica (molte sue opere sono state acquistate dalla galleria “Arte oggi a casa vostra” di Reggio Calabria.

Ama sovente riprendere con lirica Sivana Borgese “Alba” olio su tela, cm. 80x100 visone del reale, immagini da lei custodite nel suo intimo diario di vera artista, con intima percezione della realtà. Silvana Borgese, concentra nel dipinto tutta la sua dolce e calda passione pittorica mediterranea, associando note di spirituale poesia, con cromatismi tonali soffusi, nel lasciare all’osservatore, un messaggio di pace ed amore per l’umanità”. Francesco Chetta

Sivana Borgese “Papa Wojtyla” argilla naturale incerata

Pag. 78


Nell'anno 1988 sempre a Roccella Jonica, espone alcuni lavori in una collettiva emergendo per tecnica e tavolozza. Nell'anno 1995 partecipa alla fiera campionaria ed artigianale organizzata dalla locale "SARC" con lavori di pittura e scultura entusiasmando la critica. Nell'anno 1997 partecipa a Polistena alla Fiera Campionaria della Candelora esponendo lavori si di pittura che di scultura che colpiscono l'occhio attento di chi ama l'arte e riesce a leggere attraverso forme e colori. Nell'anno 1998 si dedica alla decorazione di figure sacre al Centro Caritas "Anna Rosa Macrì" di Roccella Jonica. Attestato rilasciato dal "Liceo Artistico Statale" di Siderno (RC) del corso di pittura su tela Contratto N°26 Reg. in data 3/11/03. Continua a lavorare ricercando sempre il bello nella realizzazione di oggetti di uso comune come la decorazione di cappelli, cinture artistiche, borse ricamate nonché all'uso della tecnica di pittura su stoffa e vetro. I suddetti lavori si eseguono su ordinazione presso il suo domicilio. Info contatti: e Mail silvanaborgese51@libero.it

Sivana Borgese “Adolescenza” olio su tela, cm. 60x80

Sivana Borgese” Il mercato” olio su tela, cm. 50x60 V° Biennale Trofeo Arte Collezionismo

Pag. 79


ARTE

Collezionismo PITTORI E SCULTORI DEL 900

V° Biennale Trofeo Arte Collezionismo Annuario d’arte Moderna e Contemporanea Vol. XV° Artista Segnalato

Roberta Pelone Biografia Roberta Pelone nasce a Feltre ( BL) il 12 Ottobre1967. Vive e lavora a Bologna e fotografo Natura dal Novembre 2009. Filosofia Artistica: Con la fotografia mi sento libera, inversa, istintiva e la vivo con tale intensità, amore e meraviglia, da dare ricchezza e gioa alla mia vita. E’ anche un luogo di pace e silenzio, dove i miei sensi trovano senso. E’ anche ricerca interiore e il mio continuo rifletterci dentro mi aiuta a rinnovare il mio linguaggio e l’intensa voglia che ho di sperimentare. Nel mio viaggio fotografico ricerco un tempo sospeso, carico di attefoto di Cristina Basaglia. sa e silenzio, che necessita di uno sguardo lento. Immagini non urlate, in sicura opposizione al linguaggio oggi più di moda: quello forte, estremo che ricerca l’impatto ed il colpo di scena. Prediligo, al contrario, un linguaggio che abbassi i toni, che colga i sussurri e le ombre. Quando fotografo ho la sensazione di dissolvermi e nasce istintivo in me quel sentimento d’amore per i soggetti ritratti , in uno scambio reciproco che mi dona la consapevolezza di voler evocare e rappresentare la bellezza, l’incanto, la tenerezza e l’ energia che sa trasmettere il mondo “natura” attratta dal mistero della vita che è nascosto in lei, così prendono forma i miei piccoli lavori. Stampa direttamente le sue foto in Paper Fine Art. Tiratura: 7 stampe per ogni foto, con certificato di garanzia firmato dall’autore. “Roberta Pelone artist photographer, raggiunge in perfetta simbiosi, con l’osservatore, la libertà di sintesi espressiva, filtrando dal reale, l’attimo emotivo perfettamente assimilato dalla sua personale visone. Roberta Pelone, ci sottolinea con le sue opere, attraverso il filtro modulare successivo della foto, la propria e indiscussa energia creativa, la voglia di essere presente con l’osservatore, a condividerne linsieme a lei le gioie percepite nel magico momento del suo scatto. Parlare di Roberta Pelone, e del suo incantato mondo interiore, ci coinvolge emotivamente, ad indagare il flusso magnetico che trasmettono le sue opere, inviatandoci così a lasciarci cullare dalle sue enfasi visioni.” Francesco Chetta

Pag. 80

Roberta Pelone “Riflessioni” tecnica digitale, cm. 50x70 Info contatti: e Mail robertapelone@yahoo.it website www.robertapelone.com


Roberta Pelone “Ali nel Tramonto” tecnica digitale, cm. 50x70

Roberta Pelone “Nel Tramonto” tecnica digitale, cm. 50x70 Roberta Pelone “Sogno” tecnica digitale, cm. 50x70 V° Biennale Trofeo Arte Collezionismo

Pag. 81


ARTE

Collezionismo PITTORI E SCULTORI DEL 900

V° Biennale Trofeo Arte Collezionismo Annuario d’arte Moderna e Contemporanea Vol. XV° Artista Segnalato

Nicola Pietra Biografia Nicola Pietra Artista Pavese nato a Casorate Primo (PV) vive e lavora a Stradella in provincia di Pavia. Nico diminuitivo del maestro Pietra, ha condotto studi da autodidatta avvalendosi degli insegnamenti del padre (pittore e grafico allievo dell’accademia di Brera), dopo il diploma si dedica all’arte e partecipa ad alcune mostre collettive e a live-painting, dedicandosi anche a lavori nel campo della grafica. Dal 2003 lavora come decoratore e grafico . Presente in qualificate rassegne espositive, dove le sue opere riscontrano giusti consensi dalla critica specializzata. “Nicola Pietra grande artista, pittore, disegnatore e performer della Digital Art e del mero disegno, nelle sue opere il segno e il colore diviene protagonista del messaggio, una verosimile scala diatonica, resa visivamente attraverso il colore, che dona al soggetto raffigurato, un mutevole ritmo sequenziale alla visione. Nicola Pietra ama l’ armonia creativa, abile e indiscusso artista contemporaneo, capace di esibire il suo perfetto linguaggio artistico, pur restando fedele alla sua personale dottrina pittorica dell’arte figurativa. La sua arte, ci rende partecipi di ogni connotazione segnica, legata all’autenticità espressiva, con una gestualità scorrevole e fluida, con note di spregiudicato amore per l’innovazione artistica. Nello scandaglio visivo delle sue opere, si evinge una sequenza interpretativa, che focalizza con grande introspezione, una elegante forma espressiva rivolta al colore e in particolar modo alla figura”. Francesco chetta

Nicola Pietra “De Chirico e Picasso” Carboncino e matita cm. 100x 50 2014

Pag. 82


Nicola Pietra “Paul Newman” Digital Art cm. 35x50 2014

Nicola Pietra “Downey” Digital Art cm. 35x50 2014

Nicola Pietra “L. Di Caprio” Digital Art cm. 35x50 2014

Info contatti: e Mail colombettisamanta@gmail.com V° Biennale Trofeo Arte Collezionismo

Pag. 83


ARTE

Collezionismo PITTORI E SCULTORI DEL 900

V° Biennale Trofeo Arte Collezionismo Annuario d’arte Moderna e Contemporanea Vol. XV° Artista Segnalato

Sonia Babini Biografia Sonia Babini nasce ad Atri (TE), dove attualmente vive e lavora. Artista di fama internazionale, oltre a poter vantare la partecipazione a numerose mostre di prestigio, ha sempre coltivato la passione per la pittura, ha frequentato lo studio dell’artista Prof. Gianni Massacesi, sviluppando una sua specifica cifra stilistica elemento ormai riscontrabile in tutta la sua attuale produzione artistica. Ogni sua opera si fa in itinere, cresce su se stessa, nessun progetto ne predefinisce i contenuti. Per Sonia è l’idea a scaturire dal colore e non viceversa. Solo una volta assemblato istintivamente il colore sulla tela può, infatti, prendere corpo il soggetto di turno. Le figure non si sviluppano in astratto, ma traggono sostanza e significato vestendosi della trama di colore che l’artista tesse di tela in tela. Un approccio, per così dire, visionario di chi abbandonatosi dapprima alla forza dionisiaca del proprio istinto, cerca poi di rendersene esso stesso interprete. Nel caos cromatico della piena di colore Sonia vede fluttuare figure ed immagini che aspettano solo di essere sottratte all’anonimato e al silenzio iniziale. Con la sua pittura conferisce nuova dignità al colore, che cessa di essere al servizio del soggetto come semplice complemento, per farsi prima tema e poi sostanza dell’opera. Contatti: e - mail - sonia.babini@gmail.com

Sonia Babini “Il respiro della tela” acrilici su tela, cm. 120x100 2014

Pag. 84


Sonia Babini “dal Caos nacque Concordia” tecnica mista, cm. 80x100 2014

V° Biennale Trofeo Arte Collezionismo

Pag. 85


ARTE

Collezionismo PITTORI E SCULTORI DEL 900

V° Biennale Trofeo Arte Collezionismo Annuario d’arte Moderna e Contemporanea Vol. XV° Artista Segnalato

Franca Guidetti Biografia Franca Guidetti, nasce a Castellarano (RE) il 12-2-1948, vive e lavora a Giulla in prov. di Modena. Artista autodidatta, appassionata da sempre di pittura e scultura. Da molti anni ha iniziato a comporre istallazioni raccogliendo vecchi legni e oggetti di ferro segnati dall’uso e dal tempo, durante le vacanze sulle alpi Piemontesi, precisamente a Rochemolles, piccolo paese al confine con la Francia dove assembla le sue opere, oltre che sul Lago Maggiore, e sull’Appennino Modenese, dove trascorre parte dell’inverno.

“La suggestione espressiva dell’artista Franca Maria Guidetti, è libera da condizionamenti accademici, seguendo solo la sua identità assolutamente istintiva. Nelle sue opere infatti, i soggetti da lei comunemente assemblati, sottolineano simbolici e reconditi significati, con estrema sintesi ed energia comunicativa. Franca Maria Guidetti, è un artista dallo spirito libero e creativo, ricercatrice di silenti emozioni, ci trasporta con l’osservazione descrittiva, in una remota dimensione di vecchi ricordi, del vissuto, del reale, alla rigenerazione della materia, formulando un percorso visivo e creativo, con espressioni estartte dal suo fluido estro creativo. Dalle sue opere emerge silentemente la natura, rinascono da inerti tavole, supporti alle sue installazioni scultore, che attraverso il suo istintivo percorso creativo, e rigeneratrice, rielabora ogni simbolico oggetto, dando nuova vita all’inerta materia, e comunicandoci il messaggio artistico, o rappresentativo delle sue installazioni, da ciò emerge la pregevole visione ed incanto delle sue opere, sia astratte che figurali, in perfetta ed assoluta armonia con la nuova essenza da lei rigenerata.” Francesco Chetta

Franca Guidetti “Cristo” vecchi chiodi e fil di ferro, cm. 20x20

Pag. 86


Franca Guidetti “UF” vari oggetti chiodi e altro tavola e fil di ferro, cm. 20x20

Franca Guidetti “Estate” vari chiodi, Bacche di catregus su tavola 1968

Info e contatti: e - mail umbe49@alice.it

Franca Guidetti “Ricerca” cm.16x23 V° Biennale Trofeo Arte Collezionismo

Pag. 87


ARTE

Collezionismo PITTORI E SCULTORI DEL 900

V° Biennale Trofeo Arte Collezionismo Annuario d’arte Moderna e Contemporanea Vol. XV° Artista Segnalato

Tiziana Meola Biografia Tiziana Meola nasce a Terracina (LT) il 16 Maggio 1975. Fin da piccolissima dimostra una spiccata propensione per il disegno supportata da una precoce abilità tecnica. Si diploma in Arti Applicate all’Istituto d’Arte di Priverno Fossanova e successivamente all’Accademia di Belle Arti di Roma in Decorazione Pittorica. Trasferitasi nel Gennaio del 2001 a Legnago (VR) dopo una breve esperienza nel restauro chiese, si abilita nell’insegnamento di Discipline Pittoriche, Disegno e Storia dell’Arte e Arte e Immagine. Da quando si è trasferita in Veneto Tiziana, pressata dalle necessità pratiche della vita ha abbandonato la pittura come espressione di sé, del suo essere e del suo sentire, ma attraverso la sua forza interiore, e la grande passione per l’arte, riprende il cammino della sua ricerca artistica, e in pochi mesi recupera tutto il tempo “perduto”, ritorna a creare, a sognare, a dare luce e colore alle sue aspirazioni. Arrivano gratificazioni e riconoscimenti. “La sua vena pittorica, è percorsa artisticamente da fremiti creativi, che la conducono ad elaborare, e ricercare con grande coerenza plastica, quell’emozione visiva, difficilmente riscontrabile nella classica pittura. Tiziana Meola attraverso il suo personale sviluppo percettivo, modula nell’ornato plastico compositivo, un’ancestrale sequenza di armoniose composizioni, ricche di fascino espressionista, spaziando la sua ricerca con diversità di materiali, prediligendo il gesso come materia per dare corpo ai suoi incantevoli paesaggi, che filtrano indubbiamente, il recondito amore di Tiziana verso l’arte. La particolarità della tecnica costruttiva dei suoi dipinti sottolinea una valida e costante ricerca, dove ogni spirito di espressione si avvicenda nei suoi modulati e cromatici paesaggi”.

Pag. 88

Tiziana Meola “Suggestioni” gesso e acrilico, cm. 60x60


Tiziana Meola “Illusione mistica” gesso e acrilico, cm. 70x50 Info contatti: e Mail tiziana.meola@alice.it

Tiziana Meola “Il vento soffia” gesso e acrilico, cm. 80x50

Tiziana Meola “Nel segno del rosso” gesso stucco e acrilico, cm. 45x142

V° Biennale Trofeo Arte Collezionismo

Pag. 89


ARTE

Collezionismo PITTORI E SCULTORI DEL 900

V° Biennale Trofeo Arte Collezionismo Annuario d’arte Moderna e Contemporanea Vol. XV° Artista Segnalato

Laura Pellizzari Biografia Laura Pellizzari risiede a Loreggia (Padova) dove vive e opera. Il suo retroterra primigenio, contraddistinto da una tradizione familiare artistica, ben presto, la spinge al naturale “riavvicinamento” all’universo dell’arte. Sperimenta la sua creatività, dapprima confrontando materiali diversi, per poi lasciarsi sedurre dalla sinuosa matericità dell’argilla, dall’armonia e dalla bellezza delle forme. Giovanissima comincia a lavorare l’argilla, intraprendendo, negli anni ottanta, un’approfondita ricerca sui materiali ceramici. Successivamente riporta alla luce l’antica passione per il colore, approda agli smalti, specializzandosi sugli stessi e sulle tecniche raku. È stata membro attivo del Centro per la Cultura e le Arti Visive Le Venezie di Treviso; partecipa alle rassegne d’arte dell’UCAI, dell’associazione culturale Il sogno di Polifilo, dell’Accademia Eur o p e a delle Arti e del circolo di Arte Libera di Castelfranco Veneto. Sue accumulazioni appartengono alle raccolte di Vittorio Sgarbi, Giovanni Pratesi e ad altre collezioni private, musei e gallerie in Italia e all’Estero. “Nelle silenti opere scultoree di Laura Pellizzari, la figura è sintetizzata attraverso un moderno linguaggio plastico, che denota visivamente una dolce armonia formale, caratterizzata da sobrio minimalismo nei dettagli. La nostra scultrice rievoca plasticamente con la materia, indiscusse trasparenze di valori spirituali, che condividono la sua simbolica e lirica espressione, privilegiando visioni di forme evanescenti, che lasciano evocare un’irreale dimensione di nuova figurazione. L’anima della ricerca artistica di Laura Pellizzari, prende spunti dall’emozione visiva, coadiuvata da silenti percezioni della sua anima, ricca di fascino espressionista, un’arte plasticamente palpabile, ricca di reconditi messaggi, evidenziata dalla perfetta sintesi di trasformazione della realtà”. Francesco Chetta Info contatti: e Mail info@laurapellizzari.com Laura Pellizzari “Sirene” terracotta patinata

Pag. 90


Le sculture femminili antropomorfe, per metà donna per metà cavallo, sono come valchirie riboccanti di energia cosmica; s’impongono per portare novità, annunciarci l’esistenza di altre dimensioni e per condurre al loro paradiso le anime morte degli eroi. A.F.

Laura Pellizzari “Serie Bestiario” semirefrattario, cm. 50/52 (circa)

Laura Pellizzari “Serie Bestiario” semirefrattario, cm. 52

Laura Pellizzari “Serie Bestiario” semirefrattario, cm. 50 V° Biennale Trofeo Arte Collezionismo

Pag. 91


ARTE

Collezionismo PITTORI E SCULTORI DEL 900

V° Biennale Trofeo Arte Collezionismo Annuario d’arte Moderna e Contemporanea Vol. XV° Artista Segnalato

Elena Bullo Biografia Elena Bullo, nasce a Lignano Sabbiadoro nel 1970, è un artista briosa, vivace, fortemente pratica. Il suo carattere si rispecchia passionalmente nelle sue opere realizzate con materiali e tecniche diverse. Un dialogo costante con la natura il suo, forte dell’abbraccio intenso con la struttura delle cose: spazio, luce, forme, atmosfere reali ed emozionali; un dialogo dove tutto muove tra postulati artistici e notazioni reali, senza vagheggiamenti o visioni sublimate di spazio infinito. L’artista ama esaltare nella forza segnica e nella cromia l’animo legato alla sedimentazione memoriale, spiegata a noi come se vedessimo l’opera con gli occhi trasparenti della pittrice. Fa rivivere i miracoli dell’ambiente privi di qualsiasi manierismo ma fortemente concreti: i colori tenui e talvolta vivaci che riesce ad imprimere nel suo ritrovato tecnico non hanno niente di soprannaturale ma sono l’espressione diretta della natura. Hanno scritto di lei: Francesco Chetta, Pasquale Giuseppe Lucio Damiani, Vito Sutto, Alessandro Venuti, Renato Glerean, Antonio Magrì, Viviana Vannucci, Giovanni Facenda, Enore Gori, Maria Teresa Prestigiacomo ed altri. “Poesia visiva quella di Elena Bullo, espressamente, dettata dalla sua incondizionata anima artistica. Una ricerca condizionata dalla sua grande umiltà spirituale, che gli permette di esternare con grande facilità, la sua fantasia creativa. Elena Bullo con la sua forte ed incisiva gestualità ripercorre sentimenti evocativi, che la conducono con assoluta scioltezza compositiva, ad offrirci infinite sensazioni visive, che ne sottolineano i forti valori della sua energia comunicativa. La particolarità che si evinge nei suoi dipinti ci descrivono l’indiscusso amore, e il suo percorso in fase evolutivo, attraverso armonie tonali alchimicamente ben miscelate, che rivelano alla visione, messaggi evocativi, delle immagini da lei rappresentati. La materia è saggiamente plasmata dall’artista, esaltandoci lo spirito poetico del sentimento intuito attraverso la lettura delle sue opere”. Francesco Chetta

Pag. 92

Elena Bullo “Anima Madre” Tecnica Mista, su tela, cm. 50x70


Elena Bullo “Libro della vita” olio su tela, cm. 60x80 (*Opera donata all’Istituto comprensivo di Pozzuolo del Friuli) Info contatti: e Mail shine_70@libero.it

Elena Bullo “Enigma” olio su tela, cm. 50x70

Elena Bullo “Tramonto” olio su tela, cm. 60x80 (colore steso con le dita) V° Biennale Trofeo Arte Colle-

Pag. 93


ARTE

Collezionismo PITTORI E SCULTORI DEL 900

V° Biennale Trofeo Arte Collezionismo Annuario d’arte Moderna e Contemporanea Vol. XV° Artista Segnalato

Fiorella Gelain Biografia Nata a Torino nel 1958, vive e lavora a Castiglione Torinese. La passione per il disegno e la pittura la porta ad iniziare il suo percorso artistico come autodidatta avendo come musa ispiratrice la natura, grande compagna di viaggio sin dall’infanzia. Approfondisce negli anni ’80 la tecnica ad olio nello studio del pittore Serafino Geninetti. Si riavvicina nel 2010 al mondo dell’arte, dopo un periodo di inattività, approfondisce la tecnica dell’acquerello con la guida del pittore Gian Pietro Farina,e contemporaneamente affina svariate tecniche tra cui disegno a china a pennino senza mai dimenticare la grande passione per la pittura ad olio. Marco Salvario, dopo aver osservato alcune sue opere esposte a Paratissima 2013, la descritta come “Artista versatile dotata di grande tecnica ed esecuzione nel catturare squarci d’immagini e nel restituirceli con raffinata poesia nelle sue opere.. “ Ha esposto in qualificate rassegne d’arte, collettive, concorsi, estemporanee di pittura, oltre a sue personali in Italia. Nel suo percorso artistico ha ricevuto numerosi premi per la sua classe pittorica, ne citiamo alcuni: Turinlivefestival 2013 premio per l’atmosfera, premiata alla GAM di Torino per la segnalazione della Biennale d’arte Città di Torino 2014, 3°premio giuria popolare all’estemporanea a Capraia LI 2014 – Al Concorso nazionale Leonardo da Vinci 2014 di Savigliano CN, 1°classificata sez: grafica. Alcune sue opere sono esposte al Museo di Camo CN. “Fiorella Gelain ci attira visivamente con le sue opere, ad indagare con minuziosa lettura i paesaggi da lei caldamente raffigurati, scenografici campi di Lavanda, che ci inebriano di profumi sensoriali la visione dell’opera, conducendo l’osservatore ad una pausa meditativa, che rigenera lo spirito visivo. Le poetiche Venezie da lei spesso riprese nei suoi dipinti, accendono fantastici effetti evocativi, un’ovattata visione di sano gusto pittorico che descrive con suggestive intonazioni tonali, che ci descrivono il suo temperamento dedito alla pittura. Le sue composizioni pittoriche, esaltano lo spirito e il gusto visivo, coinvolgendo l’osservatore, attraverso fantastiche armonie compositive, ad assaporarne le vibrazioni coloristiche espresse dalla sua forte gestualità. Fiorella Gelain, vuole rende rci partecipi con le sue opere, ad indagare la sua anima artistica, prendere spunti dalle sue emozioni, e condividerle con percezioni visive di assoluta spiritualità impressionista. Jean Charles Spinà Fiorella Gelain “Campo di lavanda” olio su tela, cm. 70x100

Pag. 94


Fiorella Gelain “Calle” olio su tela, cm. 40X40 2014

Info contatti: e Mail fiorella.gelain@alice.it Fiorella Gelain “La casa sulla collina” olio su tela, cm. 70x100

Fiorella Gelain “Venezia....appoggiata sul mare” olio su tela, cm. 70x100 V° Biennale Trofeo Arte Collezionismo

Pag. 95


ARTE

Collezionismo PITTORI E SCULTORI DEL 900

V° Biennale Trofeo Arte Collezionismo Annuario d’arte Moderna e Contemporanea Vol. XV° Artista Segnalato

Luciano Zanelli Biografia Luciano Zanelli, nasce nel 1938 a Giuncugnano, nell’alta Garfagnana, in provincia di Lucca. La terra d’origine accompagna il Maestro per tutta la vita: emerge prepotentemente dai panorami campestri e montani dei suoi quadri. Salta fuori dai suoi racconti perché, anche se ha girato il mondo con la scorta di sicurezza di due capi di Stato, come si deduce in un secondo dall’accento, non ha mai dimenticato quella terra racchiusa tra le Alpi Apuane e l’Appennino Tosco-Emiliano. In giovane età, Luciano Zanelli lascia il suo paese natio per trasferirsi a Roma per intraprendere la carriera militare. Nel contempo frequenta numerosi corsi di pittura e dipinge a olio ed acrilico su tela e su carta cotonata. Predilige raffigurare, con una pittura di getto, istintiva e suggerita dal cuore, paesaggi di campagna e montagna che gli ricordano le sue origini, imprimendo nelle tele i colori e le emozioni della natura. Le sue opere figurano in numerose collezioni pubbliche e private, in Italia e all’estero

“L’artista Luciano Zanelli, ci rivela la sua istintiva passione per la pittura, sublimando espressioni paesaggistiche, di notevole forza espressiva, attraverso un cromatismo caldo e incisivo, raffigurando tipiche visioni della realtà. Un’artista Luciano Zanelli legato all’espressione visiva della natura, in grado di offrirci sempre sensazioni diverse, sottolineando remoti sentimenti interiori, che alimentano la sua energia creativa. La particolarità luce riscontrabile nei suoi dipinti, ci sottolinea senza remore, il suo accanimento evolutivo con la pittura, una percezione personale del paesaggio raffigurato, e sfumato dalla sua personale e cromatica tavolozza”. Jean Charles Spinà

Pag. 96

Luciano Zanelli “Panorama con Lavanda” olio su tela, cm. 40x50


Luciano Zanelli “Anfora con Limoni” olio su cartone telato, cm.18x24

Luciano Zanelli “La sorgente” olio su cartoncino cm. 37x57

Info e Mail: lucianozanelli@libero.it

Luciano Zanelli “Il ruscello” olio su tela, cm. 50x70 V° Biennale Trofeo Arte Collezionismo

Pag. 97


ARTE

Collezionismo PITTORI E SCULTORI DEL 900

V° Biennale Trofeo Arte Collezionismo Annuario d’arte Moderna e Contemporanea Vol. XV° Artista Segnalato

Loredana Giannuzzi Biografia Loredana Giannuzzi è nata a Roma, il 2 del mese di giugno di tanti anni fa e fin da piccola ha sempre cercato d’istinto di decorare o personalizzare quello che la circondava. Crescendo, partecipò a numerose Collettive, ma questo a fasi sempre più alterne e distanziate purtroppo, perché quelli che sono gli impegni di tutti i giorni, lo studio, poi il lavoro, la famiglia, il tempo sempre appena necessario a completare gli impegni quotidiani, la costrinsero un po’ alla volta ad abbandonare questa passione. Ogni tanto, riprendeva i colori ad olio o le matite colorate, o l’acquerello, ma l’ispirazione era svanita e quindi smise, perchè il suo lavoro doveva avere un’anima ed in assenza di quella non avrebbe avuto scopo di esistere, e smise, totalmente, completamente, per quasi 30 anni. Poi, d’improvviso, qualche anno fa una mattina, dopo aver acquistato vari cartoni telati, un buon numero di colori acrilici, valigetta, tavolozza e pennelli,tutto è ricominciato come e meglio di prima. Ha esposto in molte città italiane ed estere: Venezia, Roma, Milano, Bologna, Firenze, Palermo, Arrone - Trento, Napoli, Lucca, Serradifalco - Caltanisetta, Barcellona - Spagna, San Pietroburgo - Russia, Londra, Oslo Norvegia, Parigi Francia, Cannes Francia ed altre importanti capoluoghi. Varie opere dell’artista Loredana Giannuzzi, fanno parte di importatanti collezioni private in Italia e all’estero. “Una grande capacità di dialogare con le espressioni del volto umano, coinvolgendo non solo il tratto ma anche l’emozione di un suggestivo racconto emozionale. Loredana Giannuzzi, artista dall’ornato pittorico di notevole classicismo formale, con intarsi di leggiadre sinfonie naturalistiche, che conducono ad attenta meditazione dell’opera. La delicata armonia compositiva lascia ampi spazi alle poetiche interpretazioni, dove leggere i sussurri armoniosi della sua romantica gestualità.” Francesco Chetta

Info e Mail: Mail: deannatroy@tin.it

Pag. 98

Loredana Giannuzzi “Estate”


Loredana Giannuzzi “Venere dopo l’amore 2”

Loredana Giannuzzi “Venere dopo l’amore 1”

Loredana Giannuzzi “Arianna e l’abbandono” V° Biennale Trofeo Arte Collezionismo

Pag. 99


ARTE

Collezionismo PITTORI E SCULTORI DEL 900

V° Biennale Trofeo Arte Collezionismo Annuario d’arte Moderna e Contemporanea Vol. XV° Artista Segnalato

Fiò Daniela Capuano Biografia Fiò, nome d’arte di Capuano Daniela è nata a Roma nel 1964 vive e lavora a Sala Consilina in provincia di Salerno. La passione per l’arte e’ stata la sua compagna di vita, sin da piccola quaderni e quaderni intrisi di colori e pur quando non aveva colori a disposizione, chiaro/scuro con la sola matita, e su qualsiasi supporto. Per necessita’ familiari abbandona pur senza la sua volonta’ a frequentare liceo artistico, infatti la sua principale attività lavorativa nulla a che fare con l’arte. Per molti anni l’arte è restata chiusa nel famoso... cassetto, in attesa di dar vita a cio’ che amava e che sentiva suo. Inizia cosi nel decennio trascorso per Daniela, una nuova strada che percorre dignitosamente nella costante ricerca di nuovi sentieri comunicativi. Ogni artista in ogni sua opera evidenzia se stesso, regalando all’osservatore parte di se del suo mondo della sua anima artistica, evidenziandone i principali valori della vita: “il Dolore, la Gioia, la Rabbia, le Sconfitte e le Vittorie”.

“Visioni pittoriche, quelle di Fiò nome d’arte di Daniela Capuano, scandite dalla sua grande fantasia e sensibilità artistica. Un artista che ha dedicato parte della sua vita, nella costante ricerca pittorica. Le sue opere, rendono una giusta dimensione del suo linguaggio plastico, cromaticamente raffigurate, con espressioni di spiccata gestualità, sia nell’ornato compositivo, sia nella sequenza tonale delle masse compositive. Un artista che valica i comuni confini pittorici, la sua arte sconfina e valica il concettualismo esspressivo, evidenziando nelle sue opere, i principi morali della nostra società. Certamente un dialogoquello di Fiò, nel quale riscontriamo verosimilmente, molti lati oscuri della nostra esistenzialità”. Francesco Chetta

Info e contatti e Mail: capuano.d@tiscali.it

Pag. 100

Fiò “Oltre la maschera” tec.mista su tela, cm.60x80


Fiò “Quello che brucia dentro” tecnica mista, cm. 50x60

Fiò “Avvolta da un sogno” T. mista, cm. 70x90 V° Biennale Trofeo Arte Collezionismo

Fiò “Volo di una farfalla” T.mista smalti e sabbia, cm. 60x80

Pag. 101


ARTE

Collezionismo PITTORI E SCULTORI DEL 900

V° Biennale Trofeo Arte Collezionismo Annuario d’arte Moderna e Contemporanea Vol. XV° Artista Segnalato

Simona Marian Biografia Simona Marian e nata in Romania il 31.10.1979 Diplomata in filologia e lingue straniere al Liceo Nazionale “M. Sadoveanu “ (Pascani) Terminati gli studi liceali, si trasferisce con la famiglia in Italia dove inizia un percorso lavorativo e di studio: diploma inglese intermedio alla British School, e lavorando in un’azienda di trasporti uffici commerciali/estero. Successivamente si diploma come assistente di studio odontoiatrico e attualmente svolge l’attività di ASO in due ospedali della bergamasca. Nel 2010 inizia il percorso artistico, dipingendo per svago ricevendo apprezzamenti per il suo lavoro. Da qui una serie di mostre, conducono l’artista a proseguir la sua ricerca e attività artistica, presentando le sue opere in qualificate rassegne d’arte contemporanea, in Italia e all’estero. Simona Marian non esaurisce il suo talento creativo con l’arte, ha pubblicato una raccolta di poesie “Impronte” di Elio Pecora. E’ in corso di allestimento, una nuova mostra quest’estate dove esporrà i suoi quadri con la nuova ricerca tecnica. “Simona Marian con le sue simboliche opere ci parla della sua lirica espressione, privilegiando immagini formali, raffiguarati da scandite visioni di naturale trasformazione della realtà, che lasciano evocare un’irreale mondo interiore composto da sensoriali cromatismi materici. Un’arte quella di Simona Marian, tangibile e contemporanea, ricca di valori e sentimenti spirituali, evidenziata dalla perfetta sintesi oggettiva, ed energia comunicativa. L’artista Marian, concentra il suo messaggio artistico, descrivendo con eleganza tonale e delle forme, sostenuta dal sapiente uso della materia, abilmente supportata da forti e sequenziali contrasti cromatici, un giusto equilibrio tra fantasia creativa, ed energia interiore, eseguito con vibrante gestualità, che pone in essere la sua creatività, in un concetto di espressione mediatica”. Francesco Chetta

Simona Marian “Io senza te” materico e acrilici su tela, cm. 70x70

Pag. 102


Simona Marian “Ama” acrilici su tela, cm. 50x70

Simona Marian “Liberanimami” materico e acrilici su tela, cm. 70x100

Simona Marian “World is Leaving” acrilici su tela, cm. 50x70

Info e contatti: e Mail simoartesimo@gmail.com

Simona Marian “Trova” materico e acrilici su tela, cm. 50x70

V° Biennale Trofeo Arte Collezionismo

Pag. 103


ARTE

Collezionismo PITTORI E SCULTORI DEL 900

V° Biennale Trofeo Arte Collezionismo Annuario d’arte Moderna e Contemporanea Vol. XV° Artista Segnalato

Valeria Gubbati Biografia Vive e lavora a Mestre - Venezia. Ha frequentato gli studi dei Maestri Bruno Saetti, Millo Bortoluzzi, Corrado Amadi, Cesare De Toni, frequentato il corso scuola del nudo presso la Galleria “Contatto” La sua attività artistica è presente in cataloghi, riviste specializzate, tra cui ricordiamo, il Catalogo “Bolaffi Arte”, Unesco, “La Cella” Associazione Culturale “La Rotonda”, “Mostra Mercato di Arte Contemporanea Padova”, Associazione “Il Baglio” Palermo, Gruppo Artistico “Espressioni”, Fiera d’Arte Contemporanea “God Art”, Spazio Event Art, Urbis e Artis e altre testate. Biennale di Venezia 2015 Padiglione Taywan - Galleria III Millennio Venezia Recensioni critiche su Il Gazzettino di Venezia, Il Gazzettino Illustrato, La Nuova Venezia, Gente Veneta, Arte Triveneta, Il Secolo d’Italia, Trentino Corriere Alpi. Le sue opere, sono presenti, in collezioni pubbliche e private in Italia e all’estero. “La forza espressiva di Valeria Gubbati, si evidenzia in particolar modo, attraverso la sua gestualità, stesa e coadiuvata dall’acceso cromatismo che dona energia alla stessa materia. Le sue tele ci narrano della sua vità, dei suoi sentimenti, delle sue gioie, coniugando silenti spazi di attonita forza espressiva, raffigurata dalle tonalità della materia ampiamente sublimata per dare un giusto significato meditativo alle sue fonti creative. La sua pittura si basa formalmente nell’ equilibrio informale, spaziando tra fantasia irreale, e remote introspezioni, donandoci sempre immensi attimi di gioia visiva”. Francesco Chetta Info e contatti: valeriag83@gmail.com

Pag. 104

Valeria Gubbati ”Occultato” tecnica mista su tavola, cm. 80x80


Valeria Gubbati “Stella Rossa” tecnica mista, com. 70x130

Valeria Gubbati “Volti e farfalle” tecnica mista, cm. 45x60

Valeria Gubbati “L’angelo del focolare” acquerello, cm. 70x100 V° Biennale Trofeo Arte Collezionismo

Pag. 105


ARTE

Collezionismo PITTORI E SCULTORI DEL 900

V° Biennale Trofeo Arte Collezionismo Annuario d’arte Moderna e Contemporanea Vol. XV° Artista Segnalato

Valentina Vendrame Biografia Valentina Vendrame è nata a Conegliano Veneto, il 27 gennaio 1986 Frequenta le scuole elementari e medie a Mareno di Piave, luogo dove passa la sua infanzia. Durante proprio le scuole medie, prende a cuore la materia artistica e si appassiona al disegno e alla pittura. La sua propensione naturale verso la Storia dell’arte, la porta ad approfondire la materia da autodidatta. Nel 2006 da Mareno di Piave si trasferisce a Conegliano, dove vive tutt’ora e lavorando nel campo della ristorazione. Nell’estate 2013 partecipa ad un concorso d’arte per beneficienza: “Ricord’Arte”, nei pressi di Treviso, a Camalò di Povegliano Veneto. A seguito, apre la sua pagina facebook “In arte Vale” dove comincia a rendere pubbliche le sue opere. La Galleria Farini di Bologna la presenta ad Arte Genova 2014. Nel marzo 2014 Artexpò Gallery la presenta a Vernice Art Fair, fiera di Forlì, successivamente ad Arte Parma e Contemporanea Forlì. Nel luglio 2014 riceve l’ambito Trofeo della vela d’Oro per l’arte a Cesenatico, insignita del prestigioso Premio per le Arti Visive, La Gondola per l’arte a Venezia. Presente con le sue opere in qualificate rassegne d’arte contemporanea, e prestigiose collezioni private in Italia e all’estero. “Suggestivi scorci surreali, che sublimano l’ovattato mondo cromatico, che circonda l’animo di Valentina Vendrame, con circoscritte velature di profondo romanticismo per la sua arte. Visioni evocate con simboliche figurazioni, dove la sua introspezione artistica, si fonde con la spiccata gestualità che guida sicura la sua mano. La sua pittura spazia dal figurativo emozionale, fino a valicare il gioioso traguardo del simbolismo poetico, che accentua concreatemente la sua creatività. Un artista Valentina Vendrame, capace di identificare l’attimo creativo, con giusta e concisa sensibilità, da lei saggiamente prescelta per dar sfogo al suo manierismo creativo. L’osservazione delle sue opere, ci conducono verso un’incognita dimensione dove la fantasia, si fonde con il reale, assumendo contorni identificativi della sua anima creativa”. Jean Charles Spinà

Pag. 106

Valentina Vendrame “Mistico” acrilico su tela, cm. 30x40 2013


“Nello spazio è presente la vita. Valentina si pone il compito di svelare il significato semi-nascosto di ciò che intende mettere in evidenzia allo sguardo curioso del pubblico. Si parte sempre da un concetto di forma, da una figura. Sono questi a suggerire a Valentina il resto…diviene così un vero e proprio dialogo. Laura Rossi

Valentina Vendrame “Dark Lady” tecnica mista su tela, cm. 50x60 2014

“Per me l’arte è profonda , estremamente personale ed è il mezzo con cui possiamo esprimere noi stessi e trasmettere le nostre emozioni, ci si riesce solo se si usa la tecnica più importante: la passione.” Valentina

Valentina Vendrame “Red Sky” acrilico su tela, cm. 40x70 2014

Info e contatti e Mail: valevip86@libero.it

Valentina Vendrame “Per Bacco Lory” acrilico su tela, cm. 50x60 2014

V° Biennale Trofeo Arte Collezionismo

Pag. 107


ARTE

Collezionismo PITTORI E SCULTORI DEL 900

V° Biennale Trofeo Arte Collezionismo Annuario d’arte Moderna e Contemporanea Vol. XV° Artista Segnalato

Francesca Donadio Biografia Francesca Donadio dipinge per pura passione dal 2003 e ama ”l’ Impressionismo”. Tra le sue opere troviamo riproduzioni di Monet, Manet, Pissarro, Cezanne, Van Gogh e di pittori classici e moderni del panorama artistico italiano. Persona sensibile e attenta alla figura umana, la propone più volte nei suoi dipinti, siano essi Riproduzioni, Ritratti o Arte Sacra. Il Suo Personalissimo Stile, però, lo si può ammirare nei suoi “Paesaggi“ unici e coloratissimi dai toni caldi ed intensi e nelle opere astratte di ultima generazione quali: "Ventagli", “Geometrie di colori”, “Cromatic One”, “Black and White”, "Abstraction" e negli ultimi lavori ad acquerello intitolati "I Labirinti dell'Anima". Attualmente Francesca Donadio espone le sue opere, con i Grandi Maestri del 900, Galleria Atena - Como. Francesca Donadio alchimista del colore, e generatrice di incantevoli forme composte da cromatici tasselli geometrici. La complessa tecnica di Francesca Donadio (acquerello) non abbandona mai la circoscritta formalità dell’oggetto, lo esorta, lo scansisce, sublimandone con delicate velature, l’ornato principale del contesto pittorico da lei voluto. Una suggestiva visione, dove l’incanto poetico della nostra brava pittrice, ci conduce ad esplorarne l’oggettiva vitalità, che ha generato la sua fantasia pittorica. Un mondo virtuale che attraverso l’esortazione della materia da lei abilmente gestita e focalizzata, ci conduce in remoti spazi ancestrali dominati da pulsanti stagioni creative. I contrasti cromatici assumono vitale fonte di lirica identità dell’artista, sempre coniugata con la sua vena creativa”. Francesco Chetta Info e contatti e Mail: francescadonadio@hotmail.it Francesca Donadio “Ventagli N° 5” acquerello su carta, cm. 27x28 2009

Pag. 108


Francesca Donadio “Il Carnevale” acquerello su carta, cm. 35x50 2011 Francesca Donadio, allarga la sua sfera di ricerca, importando importanti contestualizzazioni alla sua arte, precisamente generare immagini pittoriche che a loro volta, diverranno complemento d'arredo, come per esempio immaginare un tappeto d'autore, una ceramica, un tessuto, o semplice un manufatto, appositamente disegnato con la sua formale liberta d’espressione. Ndr

Francesca Donadio “Ventagli in blu” acquerello su carta, cm. 45x57 2009

V° Biennale Trofeo Arte Collezionismo

Pag. 109


ARTE

Collezionismo PITTORI E SCULTORI DEL 900

V° Biennale Trofeo Arte Collezionismo Annuario d’arte Moderna e Contemporanea Vol. XV° Artista Segnalato

Serenella Chiarpellini Biografia Serenella Chiarpellini, toscana di nascitanasce in provincia di Siena nel 1948, residente in Alessandria, pittrice, scultrice e ceramista. Frequenta corsi di formazione e specializzazione in Grosseto, Alessandria e Torino dove frequenta la scuola di Bussoleno dal Maestro Bruno Carraro. Dal 2001 è presente in rassegne e mostre. Ha insegnato presso Scuole d’Infanzia, Arteterapia nel Dipartimento di Salute Mentale di Alessandria, Università della Terza Età. “Poetiche e surreali interpretazioni, questo è il silente mondo pittorico della nostra pittrice senese, Serenella Chiarpellini. Un’oasi formale di grande fantasia creativa, che denota quel giusto equilibrio compositivo, basato essenzialmente nel saper modulare con vibrante cromatismo la materia, nell’ornato dell’opera. La prospettiva aerea, a volte ci dona un magico realismo che ci trasporta in un’ovattato viaggio di ricordi e metaforici sogni. La figura, è espressa con valori tonali con giusta scelta tonale, essenziale per poterci donare una pausa di attenta meditazione. Una arte quella di Serenella Scarpellini, di chiaro ed elegante linguaggio “post figurativo moderno” con note di acceso cromatismo mediterraneo. Una ricerca condotta con costante applicazione , che liricamente interpreta attraverso le sue tele e sculture, e ci rivela la voce del suo profondo spirito di artista, dove i sogni si trasformano in realtà visiva.” Francesco Chetta

Serenella Chiarpellini ”Oceano blu” materico carta colla e acrilici, cm. 40x30 2014

Pag. 110


Rassegne ed esposizioni d’arte: 2004 Collettiva della 5a Biennale d’Arte Contemporanea Progetto Angioletta Firpo Alessandria Annuale Concorso Artistico di Pittura del Comune di Casale 2008 Collettiva Sam Maxine S. Tropez Scultura 2009 Collettiva di Scultura Polistena R. Calabria Annuale Mostra di Pittura “Associazione Amici di Santa Croce” Bosco Marengo 2010 Mostra Personale “Terra, Fuoco, Colore” - Galleria Les Artistes - Alessandria Collettiva di Acquerelli “Sinfonie Floreali” – Alessandria Mostra di Pittura in Santa Caterina – Rocchetta Tanaro (AL) Mostra di Pittura Camargue-Sainte Marie de la Mer Collettiva al Museo “Moulin” di Breil Sur Roya Francia Mostra di Scultura Sala d’Arte - Refrancore Asti 2011 Collettiva di Scultura Museo Civico “A.Tubino” Masone - Genova 2013 Costruiamo il muro della Pace con piastrelle Artistiche “Associazione Sociale Bellitalia” Roma 2015 1a Biennale d’Arte Città di Cesenatico Premio Leonardo da Vinci Artexpò

Serenella Chiarpellini ”Donna nuda Omaggio a Klimt” bassorilievo, cm.53x53 (ceramica e cartapesta) Info e contatti: e Mail ceramichechis@yahoo.it

Serenella Chiarpellini “Ultimo raggio di sole” materico carta e colla, cm. 80x60 2014

Pag. 111


ARTE

Collezionismo PITTORI E SCULTORI DEL 900

V° Biennale Trofeo Arte Collezionismo Annuario d’arte Moderna e Contemporanea Vol. XV° Artista Segnalato

Stefano Fiore Biografia Stefano Fiore è un digital painter, nasce a Roma in un tipico quartiere artistico, circondato dall’infanzia da set cinematografici ed artisti di strada. Ha sempre tratto ispirazione da pittori futuristi moderni, apprezzando le atmosfere alternate tra il gotico e il metafisico, tra artisti innovativi e magari sconosciuti, ma quelle atmosfere, quelle immagini sature di malinconie furono per lui di grande ispirazione. L’artista Fiore, è attratto per la pittura digitale, passione nata per caso osservando in rete un workshop del maestro Dylan Cole, uno dei più grandi artisti digitali dei nostri tempi e famoso soprattutto nel settore cinematografico Americano. Notevole l’influenza in lui suscitata, così da apprendere tecniche e concetti da realizzare con il computer, utilizzato così finalmente come "media artistico" e non come strumento di modifica. Dopo anni di studi e ricerche personali ha potuto iniziare un percorso come artista digitale. Armato di tavoletta grafica, di idee ed emozioni nuove, entra così nella tana del bianconiglio. Attualmente la sua digital painting è per lui un luogo d'incontro tra concetti ed espressione, l'unione fisica e virtuale dei sentimenti, delle paure, delle sue esperienze, di quelle già vissute e di quelle che mai vorrebbe vivere. In un viaggio quasi onirico, vince situazioni scomode portandole in un altro piano concettuale, spesso rievocativo e mai scontato. “Stefano Fiore, con la sua ormai affermata digital art è un artista che genera nuove emozioni visive. Una nuova identità contemporanea quella dell’artista Fiore, che frammenta virtualmente la sua creazione artistica, offrendo una fruizione visiva finale all’osservatore. L’identità dell’opera, è ibridata con riflessi tonali, percepiti dal fruitore dell’opera, generando una caleidoscopica visione cromatica, filtrata dalla creatività personale di Stefano Fiore, creando cosi un’individuale processo formale “in divenire”, ossia generare l’arte attraverso la sua polivalente identità artistica, con cromatici tasselli grafici, che gli permette di comporre digitalmente in modo autonomo, la scena da lui scansita, e abilmente autogestita dalla labirintica gestualità virtuale da lui guidata, svolgendo il ruolo primario di pedina esploratrice del reale”. Francesco Chetta Info e contatti: e Mail imagointra@gmail.com

Pag. 112

Stefano Fiore “Il mio silenzio” Digital art su tavola di alluminio, cm. 30x40


Stefano Fiore “Waiting” Digital art su tavola di alluminio, cm. 50x70 Stefano Fiore “Tatoo” Digital art su tavola di alluminio, cm. 30x40

Stefano Fiore “Le mie catene” Digital art su tavola di alluminio, cm. 50x70

V° Biennale Trofeo Arte Collezionismo

Pag. 113


ARTE

Collezionismo PITTORI E SCULTORI DEL 900

V° Biennale Trofeo Arte Collezionismo Annuario d’arte Moderna e Contemporanea Vol. XV° Artista Segnalato

Colory Loredana Colonna Biografia Colory, nome d’arte di Loredana Colonna, nasce a Torino, vive e lavora a Riccione. Artista dotata di un talento artistico naturale acquisisce una buona preparazione frequentando per diversi anni “botteghe” d’arte dove è guidata ad affinare e sperimentare varie tecniche pittoriche (dedicandosi alla copia di opere di autori famosi spaziando dal 1600 con Caravaggio, Reni, ecc.. fino al “900 con Van Gogh, Klimt, Dalì, T. De Lempicka, solo per citarne alcuni) che le fanno raggiungere una sua precisa cifra stilistica sia per quanto concerne la tecnica che per quel che riguarda l’ideazione compositiva. Nelle opere di Colory si legge una tensione continua a dare corpo a sensazioni ed emozioni scaturite da riflessioni molteplici sull’esistenza. L’artista conduce da tempo una ricerca serrata sui materiali vari che risultano non solo supporto dei suoi lavori ma guida importante della sua poetica. Un complesso di sovrapposizioni materiche e stesure di colore esibiscono la forza di un rilievo variabile che aumenta il potere emozionale della composizione; la matericità del fondo accoglie pieghe ed anfratti come linee di una narrazione

vibrante di significati. La pittura talvolta può sembrare vicina a moduli di astrazione ma in realtà è pienamente dentro la matrice figurativa; la forma riemerge come da una superficie della coscienza delineando linee del volto e creando nel contempo situazioni psicologiche emozionali, di introspezione, avvalendosi, come scelta cromatica delle terre e delle loro mille derivazioni tonali. Da oltre vent’anni Colory partecipa a mostre, estemporanee di pittura e concorsi ottenendo numerosi riconoscimenti soprattutto con le sue ultime opere dotate di un’espressività originale e di forte impatto emozionale. “Loredana Colonna filtra con fantasia creativa, e immediata capacità espressiva i suoi soggetti. Amore e atmosfere intimiste creano il giusto equilibrio tonale, rendendo gradevole ogni sua opera, offrendoci la dolce poetica del suo recondito diario, gelosamente custodito nel suo cuore. Il soggetto evidenziato al centro dell’opera ne descrive il limpido messaggio che la nostra pittrice Loredana, vuole comunicarci, generando emozioni cromatiche, attraverso la sua tavolozza. È bello lasciarsi sedurre e coinvolgere dal suo scandito linguaggio, tono dopo tono, fino a gustarne l’attimo creativo”. Francesco Chetta

Pag. 114

Colory “Gioia” olio su tela, cm. 100x70


Colory “Pensiero” olio su tela, cm. 60x58

Colory “Lacrima” olio su tela, cm. 50x35

Info contatti e Mail: colory61@gmail.com

Colory “Guardami” olio su tela, cm. 40x40 V° Biennale Trofeo Arte Collezionismo

Pag. 115


ARTE

Collezionismo PITTORI E SCULTORI DEL 900

V° Biennale Trofeo Arte Collezionismo Annuario d’arte Moderna e Contemporanea Vol. XV° Artista Segnalato

Samoa Cocco “L’artista Samoa Cocco, ci concede con le sue abili performance, una tecnica che valica i comuni confini artistici: il “Dry Brush” una tecnica pittorica riservata a pochi per la conseguente difficoltà di stesura. Le opere di Samoa Cocco, sono oggettivamente controllate dal suo istinto emotivo, che si concentra nella meditazione, e con attenta maestria, nel ritrarre personaggi dell’epoca, creando dipinti assolutamente originali riportando tasselli di storia nel contesto contemporaneo.

La materia, è saggiamente dominata e plasmata dalla sua intima gestualità, con spiccate note di fantastica fantasia creativa, un turbinio di emozioni, che catturano l’osservatore dell’opera, risvegliando i sensi assopiti, è così che la nostra brava Samoa Cocco, ci conduce in questa esplorazione cromatica, fatta di versi poetici e passioni virtuali.” Complimenti a Samoa Cocco per la sua arte!! Francesco Chetta

Biografia Samoa Cocco nasce a Cagliari (dove vive ed opera). Artista autodidatta, fin dalla tenera età ha mostrato interesse e predisposizione al disegno, alla pittura. Ha partecipato attivamente alle manifestazioni d’Arte locali, ottenendo discreti risultati nonostante la giovane età e l’inesperienza. A fine 2012, dopo un lungo periodo di fermo, causa gravissimo incidente, ha ripreso il proprio percorso artistico. Nel 2013 ha scoperto la tecnica del Dry Brush, e da allora ha volto la propria ricerca artistica allo sviluppo personale della citata tecnica. Intensa la sua attività espositiva a livello nazionale, ed ora estero, ha esposto a Barcellona, è presente in importanti fiere, e concorsi, aggiudicandosi diversi premi. La sua attività artistica, è documentata su numerose riviste e cataloghi d’arte contemporanea, L’élite 2015, Arte Collezionismo 2015, ed Eccellenze di P. Levi

Pag. 116

Samoa Cocco “Purezza” Tecnica - Dry Brush a colori cm. 30x30 2014


La tecnica del Dry Brush:

Le origini del Dry Brush risiedono in Russia, dall’esigenza dei maestri russi di ridurre i tempi di realizzo dei ritratti, rispetto alla classica tecnica di pittura ad olio. Consiste nel dipingere praticamente a pennello asciutto, con piccolissime quantità di colore, procedendo alla pittura con delicate pennellate. Bisogna prestare particolare attenzione, non si possono effettuare correzioni, anche se si utilizza la gomma pane per intensificare effetti di luce voluti, come ad es. luccichio degli occhi o delle labbra. Da diversi mesi dipingo senza uno schizzo preparatorio, foglio totalmente bianco, lasciandomi trasportare dall’istinto… Dipingere senza una linea guida, comporta una difficoltà maggiore ancor più nel Dry Brush, richiede una costante e attenta osservazione, e grande consapevolezza della composizione che si sta andando a creare…

Samoa Cocco “Libertà” Dry Brush a colori, cm. 58x76

Info e contatti: e mail samoaportrait@gmail.com

Samoa Cocco “Rossa passione” acquerello, cm. 30x40 V° Biennale Trofeo Arte Collezionismo

Pag. 117


ARTE

Collezionismo PITTORI E SCULTORI DEL 900

V° Biennale Trofeo Arte Collezionismo Annuario d’arte Moderna e Contemporanea Vol. XV° Artista Segnalato

Giusy Scartozzi Biografia Giusy Scartozzi è nata a San Benedetto del Tronto il 26 febbraio sotto il segno dei pesci. Dotata da sempre di una spiccata sensibilita' e una forte inclinazione per il disegno e i colori. Autodidatta e sempre con la matita in mano per trasportare su carta cio' che la circonda anche se nella vita esercita la professione di assistente odontoiatrica. Dopo i 40 anni decide di iniziare a dipingere e cosi' nascono le sue prime opere. Predilige dipingere olio su tela anche se non disdegna la sperimentazione delle varie tecniche pittoriche. Ha partecipato nel tempo a varie estemporanee, mostre collettive e diversi concorsi tra i quali il Premio Cupra e il Premio D'Annunzio ottenendo risultati soddisfacenti. Ama dipingere volti ..sguardi e poi ... alberi, foreste colorate ma anche il colore del mare della sua citta' che muta come il cielo o come i suoi stati d'animo lo fanno mutare. Ama definire la sua pittura un percorso, un modo per realizzare i suoi sogni interiori, dar vita cromaticamente alle cose, portare tratti di poesia alle sue pennellate. Molti dei suoi dipinti si possono trovare in collezioni private, presente in numerose e qualificate rassegne d’arte in Italia e all’estero. “Parlare delle opere di Giusy Scartozzi, esalta lo spirito e la mente, una pittura realizzata con giusta sintesi interiore compositiva, i suoi volti verosimilmente denotano recondite note, di silenti turbamenti dell’anima. Un’immutabilità concettualmente espressa, alle soglie del dualismo platonico che valica i mutamenti dell’anima, e del corpo spirituale. Filosoficamente la nostra poetessa del colore, Giusy Scartozzi, pittrice di comprovata genesi artistica, è capace di coniugare il sogno introverso e metafisico, in pura visione oggettiva del sentimento reale, una visione onirica della pittura che si accosta a percorsi visivi con vibrante stesura, la sua pennellata determina la consapevolezza di esprimere, e formulare movimenti di freschezza tonale, e intime atmosfere, che rendono gradevole ogni sua opera, offrendoci la naturale poesia del suo alfabeto interiore”. Francesco Chetta

Pag. 118

Giusy Scartozzi “Forse” olio su tela, cm. 50x70


Giusy Scartozzi “La ragazza dai guanti rossi” olio su tela, cm. 40x50 Giusy Scartozzi “Girl” olio su tela, cm. 50x70 Info e contatti: e mail - familyfel@alice.it

Giusy Scartozzi “Infinity Red” olio su tela, cm. 50x80 V° Biennale Trofeo Arte Collezionismo

Pag. 119


ARTE

Collezionismo PITTORI E SCULTORI DEL 900

V° Biennale Trofeo Arte Collezionismo Annuario d’arte Moderna e Contemporanea Vol. XV° Artista Segnalato

Angelo Ventimiglia Biografia Angelo Ventimiglia, di Villapiana (CS), nato a Castrovillari il 29-09-1984. Dopo anni di studi da autodidatta sull’arte e la partecipazione di due concorsi locali “Tra Cielo e Mare” Prima e Seconda edizione, inizia a sperimentare la ricerca di un proprio stile realizzando una prima collezione “Il Meta-morfismo”, una rivisitazione del classicismo Greco, che ha permesso all’artista di affinare le sue tecniche nella lavorazione a sbalzo su metallo e nella pittura, sempre in continuo trasformismo portandolo alla riflessione della propria sensibilità artistica. Lui afferma: ogni momento è quello giusto per guardarsi intorno e lasciarsi ispirare dai profumi e dai colori della sua terra. Le sue opere metafisiche, pur ispirandosi ad un passato di irripetibile grandezza, vogliono denunciare, attraverso i loro simboli, anche i mali che oggi affliggono la Calabria; “è come un contro-canto tra passato e presente e di un futuro possibile che per realizzarsi ha bisogno di ri-conoscere il proprio passato.” “La capacità sensoriale di identificare l’attimo creativo, di Angelo Ventimiglia, ci conduce ad una attenta analisi nell’indagare il suo suggestivo mondo cromatico, dove gli spazi formali dell’oggettività compositiva, creano base di esternazione nelle sue stagioni creative. La sua arte, ci comunica campiture informali, che germogliano in un profondo equilibrio interiore, che a loro volta conducono l’artista Angelo Ventimiglia, a comunicare attraverso le sue incognite forme simboliche realizzate con innovativa tecnica, sbalzando la nobile materia, con inserti dei colori acrilici, dando vita così, a suggestive evocazioni simboliche, trasformando l’inerte materia, in metafisici elementi figurali. Francesco Chetta

Pag. 120

Nel gennaio 2014 fonda il progetto artistico “MeditArt ” composto da otto artisti (Angelo Ventimiglia, Ahmed Abualrob, Alfred Veliu, Caterina Ventimiglia, Giuseppe Siciliano, Roberto Assenza, Rushit Veliu, Valentina Silvestri) di diverse etnie, i lavori prodotti da questi artisti hanno dato vita alla mostra collettiva Identità.

Angelo Ventimiglia “Jonio” acrilici su tela, cm. 40x60 2014


Angelo Ventimiglia “ColoNia” acrilico su tela e lamina in metallo lavorata a sbalzo, cm. 30x30

Angelo Ventimiglia “ElemenTare” tecnica mista e lamina lavorata a sbalzo su tela, cm. 30x30

Angelo Ventimiglia “MinotauRo” lamina di metallo lavorata a sbalzo, applicata su tela e foglia oro , cm. 40x40

Info e contatti: angelo.ventimiglia20@gmail.com Angelo Ventimiglia “La Nascita di Sibari” acrilici su tela e lamina lavorata a sblazo, cm. 50x60 V° Biennale Trofeo Arte Collezionismo

Pag. 121


ARTE

Collezionismo PITTORI E SCULTORI DEL 900

V° Biennale Trofeo Arte Collezionismo Annuario d’arte Moderna e Contemporanea Vol. XV° Artista Segnalato

Concetta Marino Biografia Concetta Marino, è nata a Salerno nel 1984, vive e lavora, in provincia di Napoli. Architetto e pittrice, ha studiato all’Istituto Statale d’Arte “Filiberto Menna” di Salerno, conseguendo nel 2001 il titolo di “Maestro d’Arte” e nel 2003 il diploma in “Tecnico della grafica pubblicitaria e della fotografia”. Ha proseguito gli studi, laureandosi nel 2008 in Edilizia e nel 2011 in Architettura, Manutenzione e Gestione. Al momento è dottoranda di ricerca presso il Dipartimento di Ingegneria Industriale, “Universita’ di Napoli Federico II”. Ha coltivato sempre la passione per la pittura, amore ereditato dal padre e dal nonno paterno. Di continuo sperimenta nuove tecniche e principalmente, le sue opere si rifanno alla tradizione del realismo magico. Dopo aver avuto un esordio con i colori acrilici si è avvicinata anche al mondo dello spray art e dei colori ad olio. Nel 2011 diversi suoi disegni sono stati pubblicati nel libro “Le parole di Gesù nel Terzo Millennio”. Presente in numerosi concorsi internazionali per in Italia che all’Estero. “L’arte pittorica di Concetta Marino, prende vita dall’esperienza percettiva del soggetto, la scomposizione del pensiero e delle sue emozioni. Possiamo affermare con certezza che Concetta Marino, riesce a comunicarci, attraverso le sue immagini pittoriche, uno scandito ritmo cromatico, con poetica visione, dell’immagine custodita nel suo cuore. Una fede costruttiva quella dell’artista Concetta Marino, tipicamente riscontrabile nei grandi maestri del “Realismo magico” che permette all’artista di evocare silenti messaggi interiori, attraverso il suo filtro magico creativo, ed esternare sulla tela, infinite emozioni cromatiche, sconfinando in una nota di poetica e fantastica allegoria, dove la visione della fiaba narrata, ci allontana dai brutti pensieri, richiamamandoci gioia amore ed allegria, una dolce ninna nanna in un fiabesco mondo incantato, fatto di sogni e recondite emozioni. “ Francesco Chetta

Concetta Marino “Stella del mattino” olio e acrilico 30x40 2014

Pag. 122


Concetta Marino “I colori del mare” sprayart e acrilici, collage e inserti, cm. 50x40 2014 Info e contatti: e Mail concetta.marino@unina.it Concetta Marino “Abbraccio eterno” olio e acrilico 60x80 2014

Concetta Marino “La magia dell’amore” acrilici e olio cm. 30x40 2014 V° Biennale Trofeo Arte Collezionismo

Concetta Marino “Notte stellata” acrilici e olio, cm. 30x40 2014

Pag. 123


ARTE

Collezionismo PITTORI E SCULTORI DEL 900

V° Biennale Trofeo Arte Collezionismo Annuario d’arte Moderna e Contemporanea Vol. XV° Artista Segnalato

Dana Cristina Grigorovici Biografia Dana Cristina GrIgorovici, è nata in Romania in provincia di Iasi, il 27 luglio 1970, fi da piccola si è dedicata con passione a dipingere senza immaginare che in maggiore età si sarebbe ritrovata nell’affascinante contesto del mondo dell’arte contemporanea. Nel 2001 si trasferisce a Roma, qui lega amicizia nel mondo culturAle artistico, in particolare una pittrice romana instaurando cosi oltre ad una grande amicizia, apprende le prime basi tecniche pittoriche, da qui muove i suoi primi passi con le tele e il mondo dei colori. Con il trascorrere del tempo, Dana inizia un percorso di ricerca concentrandosi sui volumi plastici della materia, e nel dare vita ad espressioni formali alle composizioni pittoriche, Dana ha percorso e condiviso la sua conoscenza artistica, formalmente come autodidatta, studiando e ricercando sempre nuove tecniche, che soddisfavano la sua gioia creativa di artista. La principale tecnica da lei utilizzata è tecnica mista, in quanto gli permette di spaziare e colamare la sua sete creativa, allarga la sua scelta prediligendo in largo modo gli acrilici. “Opere dal dolce fascino visivo, che catturano l'osservatore trasportandolo in un ovattato viaggio con note di silente atmosfera naturalistica, Daniela Grigorovici con grande energia comunicativa, ci dona infinite emozioni ... cromatiche. Una pulsante rivoluzione mentale della realtà attraverso caleidoscopiche visioni interirori, che sfociano gestualmente, in metamorfosi creativa. Un dualismo materico profondamente recepito dall’artista, con il preciso compito di trasmetterci la sua innata voglia di sublimarci oggettivamente la nostra visione, nel contesto del essere contemporaneo” Francesco Chetta

Info e contatti: e Mail redazioneartivisive@gmail.com

Dana “Candy rose” acrilico su tela, cm. 90x65

Pag. 124


Dana “Solitudine” acrilici su tela, cm. 90x65

Dana “La richezza della semplicità“ acrilico su tela, cm. 80X60

Dana “Intersezioni” acrilico su tela, cm. 90x65 V° Biennale Trofeo Arte Collezionismo

Pag. 125


ARTE

Collezionismo PITTORI E SCULTORI DEL 900

V° Biennale Trofeo Arte Collezionismo Annuario d’arte Moderna e Contemporanea Vol. XV° Artista Segnalato

Silvia Zaghini Biografia Silvia Zaghini, nata a Cesena il 23 gennaio del 1976, vive e lavora a Cattolica (Rn). Ha proseguito la scuola media frequentando la scuola d’arte sezione moda di Pesaro. Ultimati gli studi alla scuola d’arte, prosegue la scuola di moda di Urbino. Cessati gli studi Silvia viene assunta in un azienda di pelletteria dove svolgeva il ruolo di stilista modellista e disegnatrice del Book degli articoli di collezione moda, e la cucitura del prototipo degli articoli di collezione. Succesivamente ha lavorato presso un altra azienda disegnando collezioni invernali ed estive, borse e vari modelli. Ha avuto molte possibilitaà nel campo della moda ma che non ha colto perchè in quel periodo era impegneta in altri ambiti lavorativi. Trascorre un decennio in queste attività. Poi la decisiva svolta nell’arte. Silvia allestisce una mostra durante la festività del primo Maggio nella piazza davanti al comune di Cattolica. Presente in varie rassegne locali. Mostra personale presso il Palazzo del Turismo a Cattolica dal 1 al 31 marzo 2015 “L’intima gestualità di Silvia Zaghini, ci cattura con particolare attenzione, nell’espressione formale della linea dei volumi plastici, evidenziate nelle sue sculture, dolce l’armonia tonale con spiccato senso di evanescenti memorie, filtrate dal suo stato emotivo. Le linee formali, sono oggettivamente sottolineate da simbolici significati, che determinano un’ energia comunicativa, libera da accademici condizionamenti, dando libera interpretazione, alle sue emozioni, dando risalto all’amore verso i suoi reconditi ideali” Francesco Chetta

Silvia Zaghini “La mia città” acrilici su masonite, cm. 83,5x50 2013 Info e contatti e mail - silvia.zaghini@libero.it

Pag. 126


“L’arte pittorica di Silvia Zaghini, artista di chiara sintesi espressiva, libera la sua fantasia con dolce liberta gestuale, non ricerca il futile dettaglio, ma ne evidenzia la pura emozione dei suoi sentimenti.” Jean Charles Spinà

Silvia Zaghini “Portocanale tra Gabicce e Cattolica” acrilici su masonite, cm 40x60

Silvia Zaghini “Il mio Paese” acrilici su masonite, cm. 71x50,5 2013 V° Biennale Trofeo Arte Collezionismo

Pag. 127


ARTE

Collezionismo PITTORI E SCULTORI DEL 900

V° Biennale Trofeo Arte Collezionismo Annuario d’arte Moderna e Contemporanea Vol. XV° Artista Segnalato

Gabriele Scartozzi

“Gabriele Scartozzi, ci conduce attraverso la visione delle sue opere, a gustare la natura, e mostrarci le sue recondite emozioni. Un realismo magico con silenti note di spazialismo simbolico, questa la pittura di Gabriele Scartozzi, in grado di alimentare i nostri sensi, sentimenti, e passioni. Le sue nature morte, echeggiano la sua indiscussa bravura. Rendere tangibile all’osservatore, l’attimo emozionale da lui percepito, e impresso nella stesura del dipinto, ciò ha condotto la ricerca di Gabriele, a non distaccarsi dal realismo delle sue opere, continuando quale “Paladino dell’arte”, la sua crociata nel mondo dell’arte contemporanea”. Francesco Chetta

Pag. 128

Biografia Gabriele Scartozzi nasce a San Benedetto del Tronto nel 1965. Fin da sempre dotato di buone capacita’ artistiche, approfondisce le sue qualita’ con l’aiuto di alcuni maestri d’arte ed in maniera autodidatta. Partecipa a diverse estemporanee, collettive e mostre . Ama eseguire ritratti, quadri classici ed omaggi di pittori famosi. Recenti premi e rassegne espositive: Premio D’Annunzio 2013, Francavilla al mare, Arte e Musica, mostra nazionale Premio Cupra, I Racconti del gusto, ha illustrato una filastrocca dedicata a Pinocchio, presente su youtube Pinocchio a San Benedetto del Tronto, ed espone un opera all’interno della manifestazione (Pinocchio 130 anni e non li dimostra...) dedicata a Pinocchio di Comecini. Alcune sue opere sono pubblicate nella Guya Leonardo 2013 e dalle edizioni d’arte il Quadrato. Nel 2014 espone nei vari luoghi italiani,partecipa al Premio nazionale Cupra 2014, espone per Nereto Accademy Square, Presente nella rassegna, con fini benefici l’Autismo Nell’Arte. Selezionato per la Biennale di Cesenatico, e per la Romart 2015 Biennale Internazionale di Arte e Cultura, Premio Gabriele d’Annunzio 2014, selezionato ed esegue il Palio del Barone edizione 2014 a Tortoreto.

Gabriele Scartozzi “La Perla” olio su tela, cm. 30x40


Gabriele Scartozzi “Cesto di agli” olio su tela, cm. 40x50 Info e contatti e mail - squalomite@libero.it

Gabriele Scartozzi “Limoni” olio su tela, cm. 40x50 V° Biennale Trofeo Arte Collezionismo

Pag. 129


ARTE

Collezionismo PITTORI E SCULTORI DEL 900

V° Biennale Trofeo Arte Collezionismo Annuario d’arte Moderna e Contemporanea Vol. XV° Artista Segnalato

Mirella Domenica Caruso Biografia Mi chiamo Domenica Caruso, in arte Mirella, sono nata a Palermo “qualche anno fa “….mi sono trasferita a Milano in giovane età ed ora vivo a Locate Triulzi ( MI) Mi sono avvicinata al mondo della pittura da soli 10 anni, anche se lavorando sempre a contatto con i bambini, sono educatrice in una scuola dell’ infanzia, ho sempre avuto un “granello” d’ ispirazione artistica. Un giorno, quasi per istinto ho sentit0 l’urgenza ed il bisogno, di esprimere le mie emozioni e stati d’ animo con forme e colori, più che con le parole. I fiori, come pure i paesaggi, hanno trovato largo spazio nel primo tempo del mio operare, successivamente la mia tavolozza è diventata nera….e così anche le mie tele, ma dentro di me quei colori non erano spariti e con forza li mettevo dentro quel nero, sentivo che prima o poi sarebbero venuti fuori……Nel 2011 la mia “ rinascita “… dopo tanti anni ritorno nella mia città natale , Palermo, rivedo i luoghi della mia infanzia. Ritornata a Milano quei ricordi li trasferisco sulle mie tele, che si colorano quasi d’ incanto. Menzione critica “Mirella una pittrice ricca di poetica fantasia visiva , con accese note di “ Magica espressione interiore “, queste le doti pittoriche della nostra brava e lucente Stella nascente dell’arte : Mirella , che ci trasmette una straordinaria visione di fiabesche introspezioni di richiamo naturalistico , trasformando le sue attonite visioni in soggettiva realtà , scandita con ritmica scansione dell ornato compositivo, carico di colori accesi, che formulano, una quinta di movimenti con riflessi di freschezza tonale.” Jean Charles Spiná “Pittura gestuale con spiccato senso del cromatismo, Mirella alias Domenica Caruso, accende sullesue tele, una ritmica descrizione simbolica del suo arabesco mondo interiore, fatto di nostalgici momenti, ma anche di profondi stati di meditazione della sua infanzia, Mirella ci svela, senza esitazioni, il suo diario, gelosamente custodito negli oscuri meandri della sua anima. Il soggetto raffigurato, si pone al centro dell’opera evidenziando la lirica poesia del formalismo espressivo delle forme.” Francesco Chetta

Pag. 130

Mirella “In Vespa” olio su tela, cm. 50x70


Mirella “Targa Florio” olio su tela, cm.70x100 2014 Info e contatti: domy.crs@hotmail.it

Mirella “Fichi dindia” olio su tela, cm. 40x50 2014 V° Biennale Trofeo Arte Collezionismo

Pag. 131


ARTE

Collezionismo PITTORI E SCULTORI DEL 900

V° Biennale Trofeo Arte Collezionismo Annuario d’arte Moderna e Contemporanea Vol. XV° Artista Segnalato

Rita Milani Biografia Margherita Milani in arte Rita vive e lavora a Osio Sopra in provincia di Bergamo. Nasce il 4 agosto 1946 a Morengo (Bg) successivamente dopo il suo matrimonio nel 1970 si trasferisce ad Osio Sopra. Sin dall’infanzia ho mostrato dedizione e passione per il disegno e dopo aver frequentato la scuola media inferiore ha cominciato a dipingere. Dapprima come autodidatta e poi seguendo un corso tenuto da un’artista locale. A Rita piace molto dipingere, prevalentemente le sue opere sono paesaggi e fiori, perchè in essi sente di esprimere tutto il suo sentimento, usando colori e sfumature che la stessa natura le regala. Nei suoi dipinti esprime tutta se stessa e spesso questo ostacolavendere i suoi quadri. Ha molte mostre personali, partecipato a vari concorsi. “L’artista Rita Milani, ci sottolinea le attraverso le forme e i lucenti colori delle sue oepre, un armonia compositiva, suggellata di veri sentimenti, una poesia visiva, che nasce dalla propria fantasia pittorica. Rita è un’artista in grado di offrirci melodiche sensazioni, sottolineando con i suoi paesaggi, una ricerca pittorica dai valori naturalistici, con note di trasparenti messaggi interiori, che ci comunicano tutta la sua energia creativa. Le trasparenze tonali non lasciano alcun dubbio della sua professionalità, condividono la lirica espressione, privilegiando una stesura di toni sfumati che lasciano evocare un’irreale figurazione. Una pittura palpabile, ricca di valori spirituali, evidenziata dalla perfetta capacità di trasformare la realtà in poesia visiva”. Francesco Chetta

Rita Milani “La nevicata” olio su tela, cm. 50x60

Pag. 132


Rita Milani “Laggiù, la mia Isola mi attende” olio su tela, cm. 60x70

Info e contatti e mail - ritamm@alice.it

Rita Milani “Rigogliosa primavera” olio su tela, cm. 60x70 V° Biennale Trofeo Arte Collezionismo

Pag. 133


ARTE

Collezionismo PITTORI E SCULTORI DEL 900

V° Biennale Trofeo Arte Collezionismo Annuario d’arte Moderna e Contemporanea Vol. XV° Artista Segnalato

Marlene Calliari Biografia Marlene Calliari, è nata Termeno la strada del vino in prov. di Bolzano nel 1954, dove vive e lavora. Nel 1999 inizia a cimentarsi con l’arte, motivato da una vincita di colori ad acquerelli, ricevuti in una lotteria locale. Inizia così il suo percorso avvicinandosi impetuosamente nel mondo dell’arte, creando numerose opere. Nel website ci sono oltre 300 sue opere da visitare. Numerose mostre sono state allestite da Marlene nel corso degli anni, è presente in qualificate rassegne espositive, riscuotendo dalla critica specializzata, numerosi consensi. Contatti: firmi@hotmail.de Website: www.artists.it/calliari www.picasaweb.google.com/marlenecalliari “Marlene Calliari, è una singolare artista che ha dimostrato con la sua umile sensibilità artistica, di condividere l’emozioni dei suoi pensieri, filtrandone con magica gestualità, la simbiosi dele forme meditative. Una ricrca condotta con spazialità informale, dai contenuti espressi, e spesso circoscritti da vaghe figure evanescenti, che emergono dall’attenta visione delle sue opere. La sua pittura penetra la profondità dell‘anima, con la vibrante materia modulata con la sua particolare espressione gestuale. Opere che ci ricordano silenti atmosfere cariche di misteriosi ornati, che conducono l’osservatore in un oasi di avvolgente poesia naturalistica. Questa è la nostra brava Marlene, un artista che percorre con grande abnegazione per la sua missione, il meraviglioso mondo incantato dell’arte. Francesco Chetta

Marlene Calliari “La danza der Tanz”

Pag. 134


Marlene Calliari “Beobachtung” (osservazione) acquerello

Marlene Calliari “Vogelscheuche” (Spaventapasseri) acquerello

Marlene Calliari “Omega 3” acrilici su tavola cm. 90x66

V° Biennale Trofeo Arte Collezionismo

Pag. 135


ARTE

Collezionismo PITTORI E SCULTORI DEL 900

V° Biennale Trofeo Arte Collezionismo Annuario d’arte Moderna e Contemporanea Vol. XV° Artista Segnalato

Mary Le Thuy Ai Biografia Mary Le Thuy Ai, è nata a Cangiuoc Longan in Vietnam, vive e lavora in provincia di Brescia, da molti anni. Artista carica di una forza espressiva e grande entusiasmo, trasmette cromaticamente sulla tela, le sue recondite emozioni quotidiane, rivolgendo particolare attenzione. Le Thuj Ai è nel fulcro della sua attività espositiva, ha tenuto mostre personali a Flero al centro Commerciale Osmosi, Centro Commerciale Le Robinie Provinciale Quinzanese.(Bs), LEdera a Capriolo, recentemente nel mese di Marzo ha esposto a Vernice Art Fair Forlì, sue opere sono visibili anche su Sky TV. Artista presente in numerose rassegne e fiere d’arte contemporanea, in Italia e all’estero “Opere ricche di fascino compositivo, ed emozionaliquelle della nostra pittrice Vietnamita Mary Thuy, La sua indiscussa passione dimostrata verso le arti visive, sono costantemente descritte nelle sue opere, tattiche di una rivoluzione mentale, che trasforma nella realtà visiva, attraverso gli impulsi dettati dalla sua fantasia creativa, una ricerca quella di Le Thuy, che sconfina in una metamorfosi creativa. Alcune sue opere, ci cinfermano il giusto mixer compositivo delle tonalità percepite dalla sua fantasia pittorica, profondamente recepito dall’artista, con il preciso compito dialogativo” Francesco Chetta “Nelle stupende opere di Mary Le Thuy Ai, la magica simbologia orientale, trova ampi spazi nel dialogo interiore, con la percezione di equilibri segnici, e cromaticamente descritti, con precise evoluzioni cromatiche, sempre ricche di luce e di immediata percezione visiva. Jean Charles Spinà Mary Le Thuy Ai “Dea dell’amore” olio su tela, cm. 100x150

Pag. 136


Mary Le Thuy Ai “La speranza” olio su tela, cm. 150x100

Mary Le Thuy Ai “Il vento del cuore” olio su tela, cm. 100x150

Info e contatti: e Mail simpaticabella@yahoo.it

Mary Le Thuy Ai “L’amore non ha confini” olio su tela, cm. 120x120

V° Biennale Trofeo Arte Collezionismo

Pag. 137


ARTE

Collezionismo PITTORI E SCULTORI DEL 900

V° Biennale Trofeo Arte Collezionismo Annuario d’arte Moderna e Contemporanea Vol. XV° Artista Segnalato

Adela Simona Burta Biografia Adela Simona Burta Pittrice e scultrice, nata ad Arad (Romania), nel 1977 vive e lavora, tra Milano e Lago Maggiore. Nel 2004 si trasferisce a Milano per un breve periodo, che successivamente si trasformerà in un radicale mutamento della sua vita, incontrando l’ Amore e conoscendo una realtà che stimola in lei creatività nel mondo dell’arte. Ha coltivato e apprezzato l’arte sin da giovanissima età, e dopo la laurea in Psicologia ha deciso di dedicarsi alla pittura e alla scultura ispirata dall’artista Michele Tombolini da Tivoli. “lo scultore dell’ Artico”, ideatore della personale tecnica che lei oggi predilige maggiormente, e che tutt’oggi con grande amore e rispetto prosegue in chiave del tutto personale, restando per lei, un importante punto di riferimento della sua arte, e della sua vita.

“Adela Simona Burta si confronta con il meraviglioso mondo dell’arte contemporanea, con un innovativa tecnica pittorica basata essenzialmente nella fusione materica di solide basi pigmentate con colori metallizzati. L’osservazione critica delle sue opere ci conduce ad una attenta analisi, dove primariamente analizziamo il suo mondo emotivo che echeggia all’unisono nella formalità espressa, una quinta compositiva di remote emozioni tangibilmente osservabili nell’ornato scenico della composizione. L’artista Adela Simona Burta riesce a coinvolgerci emotivamente con tematiche apparentemente ermetiche, ma con chiara espressione di conducibilità espressiva rivolta con grande passione verso i suoi sentimenti umani. Una pittura quella di Adela Burta che sicuramente oltrepasserà il tortuoso e difficile cammino intrapreso nel mondo dell’arte contemporanea, superandosi nelle sue perfonmance pittoriche.” Francesco Chetta

Pag. 138

Adela Simona Burta “Armonia” materico su tavola, cm. 50x70


Adela Simona Burta “Il ghiaccio che c’era” materico su tavola, cm. 100x70 Contatti: arte@adelaburta.it

Adela Simona Burta “Inizio” materico su tavola, cm. 50x70 V° Biennale Trofeo Arte Collezionismo

Pag. 139


ARTE

Collezionismo PITTORI E SCULTORI DEL 900

V° Biennale Trofeo Arte Collezionismo Annuario d’arte Moderna e Contemporanea Vol. XV° Artista Segnalato

Maria Farisè “Le opere pittoriche di Maria Farisè, ci rivelano cromaticamente un incondizionato fascino poetico, con tracce di intonate note di evanescenti profumi naturalistici. Le sue “venezie” ci traducono infatti tutta la sua carica emotiva nel comporre con larga sobrietà la scena raffigurata. La pittura coivolge emotivamente la nostra pittrice, essa ci descrive un recondito messaggio raffigurato con una scandita stesura tonale, lievi toni pigmentati dalla sua delicata tavolozza, sono adagiati con appagata delicatezza, che contribuiscono a rendere silente ed ovattata l’atmosfera paesaggistica. Maria Farisè non mira con la sua singolare arte a travolgenti traguardi contemporanei, l’artista Farisè si concentra essenzialmente con il suo “poetico messaggio visivo”, a condurre l’osservatore delle sue opere a riscoprire le bellezze naturalistiche che ci circondano.” Jean Charles Spinà

Biografia: Maria Farisè è nata a Manerbio (BS) vive e lavora nell’oltrepò pavese, autodidatta con doti naturalistiche, ancorpiù nell’eseguire copie d’autore. La sua grande passione per la pittura la conduce a seguire la sua strada verso un linguaggio legato al figurativo classico, con una sobrio cromatismo rivolto essenzialmenmte a far risaltare i contenuti plastici del paesaggio. Numerose mostre al suo attivo con prestigiosi premi conseguiti nel corso della sua presenza espositiva. Presente con le sue opere, in qualificate rassegne e fiere d’arte, oltre che in varie collezioni private.

Pag. 140

Maria Farisè “Il nostro oro” olio su tela, cm. 30x40 2013


Maria Farisè “Tratto di luci e colori in Oltrepò” olio su tela, cm. 50x70

Maria Farisè “Primo Volo all’alba” olio su tela, cm. 50x70

Maria Farisè “Prima nevicata d’autunno” olio su tela, cm. 40x50

V° Biennale Trofeo Arte Collezionismo

Pag. 141


ARTE

Collezionismo PITTORI E SCULTORI DEL 900

V° Biennale Trofeo Arte Collezionismo Annuario d’arte Moderna e Contemporanea Vol. XV° Artista Segnalato

Concy Vanny

“La giovane artista Concy Vanny, ci rivela la sua naturale passione istintiva per l’espressività informale, sia nella rapida gestualità nell’uso del colore, sia della materia da lei preferita ed utilizzata, sperimentando sempre nuove tecniche, e comunicandoci i suoi turbamenti, con personali visioni della realtà. La particolarità dei suoi dipinti, ci sottolinea il suo vulcanico percorso creativo, sempre in fase di crescita, essenzialmente evolutivo con costante e fibrillante ricerca, sottolineando la percezione della realtà sfumata dalla sua tavolozza.” Francesco Chetta

Pag. 142

Biografia Concy Vanny nome d’arte di Concetta Petracca, nata a San Severo (Foggia) nel 1992. Già in tenera età dimostra la sua passione per l’arte, tale da indurla a frequentare il Liceo Artistico Pestalozzi, sito a San Severo, laddove si diplomò, decidendo di continuare la sua strada iscrivendosi all’Accademia di Belle Arti di Foggia. Ha partecipato a diverse collettive: Roma (2012); Expò di Montecarlo all’Hotel De Paris (2013); fiera di Forlì (2013); Vieste (2012); Foggia (al 45° Premio primavera, dove vinse il primo premio Bianco e nero) e altre personali nella capitanata; partecipò alla mostra Arte e Musica Trofeo Isola di Wight Milano, con la presenza dei Dik Dik; con pubblicazione sulla rivista Contemporary Art Today 2013, e nel catalogo nazionale d’Arte moderna e contemporanea “Galleria Italia”, Trofeo Visual Art Venezia, in occasione della Biennale di Venezia 2013). Partecipa alla Rassegna d’arte contemporanea in Pittura alla Galleria d’arte Immagini di Cremona e la mostra a New York. Mondial Tour 2014, Trofeo Gran Canarie Tour promozionale a cura di J. C. Spinà. Invitata ad esporre alla Biennale Internazionale del Principato di Monaco nel febbraio 2014 Info e contatti e Mail: concyvanny92@hotmail.it

Concy Vanny “La confusione” tecnica mista, cm. 28x34 2014


Concy Vanny “la follia” tecnica mista su tela, cm. 49,5x46 2012

Concy Vanny “Risveglio interirore” tecnica mista su tela V° Biennale Trofeo Arte Collezionismo

Pag. 143


ARTE

Collezionismo PITTORI E SCULTORI DEL 900

V° Biennale Trofeo Arte Collezionismo Annuario d’arte Moderna e Contemporanea Vol. XV° Artista Segnalato

Martha Trujillo Cabrera Biografia Martha Cecilia Trujillo Cabrera, è un artista colombiana nata a Florencia (Caquetà) in (Colombia) il 21 Aprile 1963. Dal 2007 risiede in Italia. La creazione dei presepi è stata sin da bambina la passione prevalente della sua vita ed il suo stile ha sempre un tocco di originalità, specialmente nella vestizione dei personaggi e attenta cura nella scelta delle stoffe, nelle realizzazioni scenografiche particolari e conferisce alle sue creazioni una evidente personalità di atteggiamenti che rendono le sue opere assolutamente riconoscibili e originali. Ha saputo raffinare sempre più la tecnica distinguendosi anche per l’originalità di atteggiamenti e la dettagliata colorazione ed ha sempre sperimentato nuove esperienze per variegare i suoi campi di interesse, padroneggiando con sicurezza ogni materiale. Ha esposto nelle più prestigiose sedi e realizzato opere per numerose istituzioni. La produzione dei Presepi: “le statuette, ed il resto della composizione, sono realizzate completamente a mano, con gesso, pagliuzze, legno, stoffa, colorati con pigmenti naturali.” “Martha Cecilia Trujillo Cabrera” è un artista plastica, che ci dimostra tutta la sua fantasia creativa, avvolgendoci di dolci note spirituali, Martha Cecilia Trujillo Cabrera, ama rappresentare plasticamente i nostri amati presepi, trasmettendoci e condividendo l’emozione del suo pensiero, una sapiente gestualità compositiva, nel riprodurre fedelmente i personaggi e le scene della natività del nostro signore. La sua arte penetra la profondità dell‘anima, con reconditi fasci di luci ed atmosfere evocative di avvolgenti ricordi.” Francesco Chetta Serie “I Presepi di Martha”

Pag. 144


Serie “I Presepi di Martha”

Info e contatti: Cell. 346 729 9854

Serie “I Presepi di Martha”

Serie “I Presepi di Martha” V° Biennale Trofeo Arte Collezionismo

Pag. 145


ARTE

Collezionismo PITTORI E SCULTORI DEL 900

V° Biennale Trofeo Arte Collezionismo Annuario d’arte Moderna e Contemporanea Vol. XV° Artista Segnalato

Ilir Jacellari Biografia Ilir Jacellari, è nato in Albania, ma dal 1991 vive e lavora in Italia a Roma. La sua attività di attore/doppiattore. Figlio d’arte, suo padre Halil Jacellari era uno scrittore, poeta e giornalista albanese. dipinge, scrive, e scatta photo. Recenti mostre di pittura Aprile 1995 Forum Interart. Via della Madonna dei Monti, 30 Roma, Mostra Collettiva. Novembre 2001 Mostra personale in “Zoe Spazio Arte” in Via dei Falisci a Roma (zona S.Lorenzo). Gennaio 2014 YR Studio Arte Via Guicciardini,1 00185 Roma, Mostra Collettiva Febbraio 2014 Takeaway Gallery, Via della Reginella 26 Roma, Mostra Collettiva. Marzo 2014 Luma Bistrò Esposizione Via Otranto 29 Roma, Mostra Personale. “Nelle opere di Ilir Jacellari, si avverte la dualità prediletta dell’artista, una fantasia creativa, che si incrocia con la materia, dove il colore diventa portavoce intuitivo della sua creatività, ed offre meditativi messaggi del suo inconscio. Il suggestivo intreccio materico, è sublimato con perfetta gestualità cromatica, offrendo all’osservatore una energia sensoriale e meditativa di reconditi sogni. Un arte quella di Ilir Jacellari che ci narra di fantastiche quinte introspettive, una pittura carica di espressione evolute determinate dai suoi stati d’animo. L’evoluzione creativa pone alla ritmica compositiva, il risveglio interiore delle sue emozioni, guidate dalla sintesi formale della sua fantastica creatività, dove il suo mondo rivisitato cromaticamente, trova spazio nella reale dimensione contemporanea.” Francesco Chetta

Pag. 146

Ilir Jacellari “The Darwin Beetle” olio su tela, cm. 28x32


Ilir Jacellari “The Viking Ship In The Storm” cm. 90x65 2015

Info Contatti e Mail: ilirjacellari@gmail.com

Ilir Jacellari “The rims of the dream” cm. 32x45

Ilir Jacellari “Ngjyra gazmore” cartone, cm. 32x45 V° Biennale Trofeo Arte Collezionismo

Pag. 147


ARTE

Collezionismo PITTORI E SCULTORI DEL 900

V° Biennale Trofeo Arte Collezionismo Annuario d’arte Moderna e Contemporanea Vol. XV° Artista Segnalato

Adrian Rivera Trujillo Biografia Artista colombiano, è nato il 12 Dicembre del 1981 a Florencia – Caquetà, dove vive e lavora, essendo questa la sua maggiore fonte di esperienza personale in alto ad una grande capacità nella sua crescita artistica; i primi anni della sua infanzia li ha vissuti in un piccolo paese chiamato Montanita, è qui che i sui genitori hanno visto il suo interesse particolare per l’arte, ancora di più negli anni della sua adolescenza, durante i suoi studi secondari, rimanendo questo suo interesse in modo predominante. Non si rese conto però della possibilità di specializzarsi in questo campo; per questi motivi si può dire che il talento che possiede è un regalo dato di Dio, è qui che questo artista è il fedele modello di questa considerazione perché, di maniera empirica o autodidatta, ha conseguito e perfezionato la sua tecnica, in particolare il realismo e l’arte astratta. E’ un amante della vita e del positivismo, ciò si può vedere impresso spontaneamente nelle sue opere piene di colori e dinamismo che danno una nuova interpretazione all’ambiente. “Un artista della nuova figurazione, Adrian Rivera Trujillo, crea opere dal fascino cromatico, di grande effetto visivo. Un realismo magico che oltrepassa i comuni linguaggi formali, con capacità creative, che ne descrivono un oggettiva sintesi della composizione. Una rivoluzione di ricerca basata sull’uso sperimentale del colore, una nuova dimensione, della realtà surreale, vista attraverso molteplici scansioni della sua metamorfosi creativa.” Francesco Chetta Adrian Trujillo Rivera “Eva, la Mela dei ricordi” trittico, olio su tela

Pag. 148


Adrian Trujillo Rivera “Paesaggio” trittico olio su tela

Adrian Trujillo Rivera “Nuova vita” olio su tela

Adrian Trujillo Rivera “Lacerazioni della mente” trittico, olio u tela Info e contatti: Cell. 346 729 9854 V° Biennale Trofeo Arte Collezionismo

Pag. 149


ARTE

Collezionismo PITTORI E SCULTORI DEL 900

V° Biennale Trofeo Arte Collezionismo Annuario d’arte Moderna e Contemporanea Vol. XV° Artista Segnalato

Max Prat Biografia Max Prat nasce a Pesaro nel 1968, dove vive e lavora. Diplomatosi all’istituto d’arte Mengaroni di Pesaro, sotto la guida del Maestro Donzelli, arricchisce così la sua esperienza pittorica. Prende parte a mostre personali e collettive, partecipa a concorsi e rassegne a premio, riscuotendo lusinghieri successi. Per le sue espressioni artistiche, utilizza diversi materiali, dando una importanza primaria al colore ed al suo bisogno di esprimersi con colori forti, decisi, che confermano la sua passione per la “New Generation - Art”. Da segnalare il conferimento dell’ambito premio Leone d’oro per l’arte 2011, assegnato a Sirmione, all’opera: St. N° 10036, Premio Mercurio d’Oro per le sue qualità professionali tecniche nel campo artistico, Cesenatico 2012, Presenza al Gran Premio delle Cinque Terre Portovenere 2012. Grande consenso della critica hanno riscosso le sue mostre personali svolte nel corso del 2010 e 2011, presente nelle maggiori fiere d’arte contemporanea, presentato da importanti gallerie estere e nazionali, la commissione preposta alla selezione delle opere del premio, *conferisce all’artista Prat l’ambito Trofeo per le arti visive “Premio Nobel per l’arte” - Principato di Monaco a Montecarlo - 2012, per i suoi indiscussi meriti artistici condotti nel ricercare essenzialmente un valore visivo che parla della sua personale ricerca. ...”Un insieme astratto ed informale, dove pur si scorge un breve cenno di paesaggio, ricavato da ritagli di colore. E cosa dire dei suoi labirinti, costruiti con meticolosa stesura, cercando di dare un senso ai molteplici suggerimenti della sua visione evocativa. Colori accesi, forti e decisi, che si inseguono, si intrecciano e trovano spazio fra le sue tele, ben armonizzate, in un quieto ordine, con l’intento di definire l’ordine concreto. L’energia cromatica sprigionata dalle sue opere ci riserva stupore, sensazioni di incredibili interrogazioni, visioni di equilibri informali filtrati dai suoi tumulti interiori. Ottima la sua traccia espressiva, congiunta alle movenze enigmatiche della materia, degli inserti applicati, modificati e resi parte integrante dell’opera. La sua creatività sfocia nelle deduzioni della sua conoscenza artistica, dove nulla è affidato al caso, ma segue un progetto ben definito e stabile, pur trattandosi di inquietudini emotive...” Mariarosaria Belgiovine Contatti: max.prat@yahoo.it

Pag. 150

Max Pra t ”10244” acrilici su tela, cm. 25x35


Max Prat “10051” acrilici su tela, cm. 50x70 2006

Max Prat “9971” acrilici su tavola, cm 45x210 2014

Max Prat “10247” acrilici su tela, cm 60x60 2013 V° Biennale Trofeo Arte Collezionismo

Pag. 151


ARTE

Collezionismo PITTORI E SCULTORI DEL 900

V° Biennale Trofeo Arte Collezionismo Annuario d’arte Moderna e Contemporanea Vol. XV° Artista Segnalato

Yara Buyda Biografia Yara Buyda, è nata a Budapest (HU) nel 1980, di nazionalità Ucraina, è vissuta e cresciuta in diverse nazioni, tra cui la Russia, la Mongolia, l’Ungheria e l’Ucraina. Si è laureata nel paese natale in Ingegneria Mineraria, successivamente ha condotto studi sulla storia dell’arte contemporanea e digitale. Dal 2004 inizia la sua carriera artistica e critica. Ha curato mostre personali e collettive in diverse città e nazioni Milano, Sanremo, Roma, Firenze, Taormina, Venezia, Albenga, Sorrento, Torino, Capri, Berlino, Monte Carlo . Nel Principato di Monaco e nella città di Montecarlo Yara Buyda ha ottenuto nell’ultimo anno una presenza sempre maggiore nel corso di varie collaborazioni artistiche.

Ha preso parte, all’interno dello storico “Palazzo Borghese” di Firenze a un progetto, dal titolo “Il Museo dei Musei“, presente con le sue opere in molte collezionisti private in Italia e all’estero. Numerosi premi ricevuti, per la sua classe poetica/artistica, e per i saggi critici da lei curati. Nel 2014 ha iniziato la realizzazione della sua attività di Fashion Disiner allargando il suo personale concetto di artista. Da alcuni anni affianca la sua attività artistica, dedicandosi con metodica polivalente, come conduttrice e presentatrice di serate di moda, musica e mostre personali. Molti artisti riportano le sue note critiche. Info e contatti: redazioneartivisive@gmail.com

Pag. 152

Yara Buyda “Kiss of dreams” Digital Art 2014


“Lirica espressione dai contenuti plastici e formali ben intarsiati nella nostra contemporaneità della “New Figuration” Yara Buyda si distacca notevolmente dalle pseudo interpretazioni della Pop Art, valicando il confine introspettivo del simbolismo gestuale, molto caro alla dottrina della nostra Yara, che attraverso un suo alfabeto interirore, traduce le sue favole custodite intimamente nel suo cuore... di vero artista”. Francesco Chetta

Yara Buyda “Kiss of dreams” Digital 2014

Yara Buyda “Self - portrait” tecnica mista su tela, cm. 50x70 V° Biennale Trofeo Arte Collezionismo

Pag. 153


Pag. 154

V째 Biennale Trofeo Arte Collezionismo Pag. 154


5

26a

13 - 16 Novembre

PER INFORMAZIONI: SEGRETERIA ORGANIZZATIVA: +39 049 8800305 V째 Biennale Trofeo Arte Collezionismo Pag. 155

Pag. 155


ports

art

V째 Biennale Trofeo Arte Collezionismo Pag. 156

www.artports.com

Pag. 156


17째edizione

26-28 Ottobre 2015

V째 Biennale Trofeo Arte Collezionismo Pag. 157

Pag. 157


Pag. 158

V째 Biennale Trofeo Arte Collezionismo Pag. 158


V째 Biennale Trofeo Arte Collezionismo Pag. 159

Pag. 159


Indice artisti presenti in catalogo A Cristina ALLETTO B Sonia BABINI Antonella BOTTICCELLI Silvana BORGESE Yara BUYDA Elena BULLO Romano BURATTI Adela Simona BURTA C Pino CARCELLI Marlene CALLIARI Samoa COCCO COLORY Loredana Colonna Giovanna CHERCHI Serenella CHIARPELLINI D Chiara Pala De MURTAS Francesca DONADIO Alessandra D’ORTONA F Maria FARISE’ Magdalena FLORICA Stefano FIORE Rossella FIOROTTO Roberto FRADALE FIO’ Daniela Capuano G Elisa GARZIANO Loredana GIANNUZZI Maria Teresa GIUNTA Cristina GRIGOROVICI Valeria GUBBATI Franca GUIDETTI Fiorella GELAIN J Ilir JACELLARI Zaklin JACOBY Nero LEVRINI M Susanna MACCARI Pag. 160

pag. 56 pag. 84 pag. 36 pag. 78 pag. 152 pag. 92 pag. 24 pag. 138 pag. 26 pag. 134 pag. 116 pag. 112 pag. 20 pag. 110 pag. 72 pag. 108 pag. 60 pag. 140 pag. 40 pag. 112 pag. 28 pag. 54 pag. 100 pag. 74 pag. 98 pag. 64 pag. 124 pag. 104 pag. 86 pag. 94 pag. 146 pag. 62 pag. 38 pag. 76

M Gisella MURA Simona MARIAN Sebastiano MAGNANO Liliana MARESCALCHI Serena MARTELLI Concetta MARINO Tiziana MEOLA Rita MILANI MIRELLA Domenica Caruso O Fiorenza ORSEOLI Federica ORSINI P Vesna PAVAN Roberta PELONE Laura PELLIZZARI Nicola PIETRA Delfina PORCU Max PRAT R Mirko RONCELLI Giacomo ROSSI Adrian RIVERA Trujillo Agron RUSHITI S Antonio SCARAMELLA Giusy SCARTOZZI Gabriele SCARTOZZI Frank SISCA T Mary Le THUY Ai Martha TRUJILLO Cabrera V Concy VANNY Valentina VENDRAME Angelo VENTIMIGLIA Monica VEZZARO Carmen VOICU Z Luciano ZANELLI Silvia ZAGHINI ZENA Vincenza Maiorino

pag. 50 pag. 102 pag. 48 pag. 30 pag. 52 pag. 122 pag. 88 pag. 132 pag. 130 pag. 42 pag. 44 pag. 16 pag. 80 pag. 90 pag. 82 pag. 34 pag. 150 pag. 18 pag. 32 pag. 148 pag. 22 pag. 66 pag. 118 pag. 128 pag. 46 pag. 136 pag. 144 pag. 142 pag. 106 pag. 120 pag. 68 pag. 70 pag. 96 pag. 126 pag. 58

Profile for Francesco Chetta editore

V° Biennale Trofeo Arte Collezionismo 2014  

CATALOGO Artisti Segnalati Trofeo Arte Collezionismo

V° Biennale Trofeo Arte Collezionismo 2014  

CATALOGO Artisti Segnalati Trofeo Arte Collezionismo

Advertisement

Recommendations could not be loaded

Recommendations could not be loaded

Recommendations could not be loaded

Recommendations could not be loaded