Page 1

i.ovo a r t e

e

APRILE 2012 c u l t u r a

012

c o n t e m p o r a n e a


Mauro Vaccai 8 giugno/8 luglio Sale Affrescate e Palazzo Pretorio, Pistoia

15 settembre/28 ottobre Museo Magi 900, Pieve di Cento (BO)

22 novembre/28 febbraio Trierenberg Art, Traun (Austria)


i.ovo Ideatore e Curatore: Massimo Tonietti m.tonietti@iovo.it cell. +39 327 5303110; Direttore responsabile: Marco Zucchini; Caporedattore: Serena Bedini (serena-bedini@libero.it); Progetto grafico: Alexandra Barbieri; Curatrice “Guida al Contemporaneo”: Serena Vanzaghi; Curatori “Dentro al Contemporaneo”: Serena Bedini & Nicola Cecchelli; Curatore “Il Ragazzo di Bottega”: Simone Innocenti; Curatrice “Voltar pagina”: Simonetta Ferrini; Curatrice di "Inviato speciale": Cecilia Fontanelli Curatrice “Fashion image”: Alessandra Petrelli; Curatrice “Belvedere”: Rossella Tesi; Curatore “Hamelin”: Stefano Gaz; Curatrici “Coolinaria”: Camilla Innocenti & Serena Trinchero; Curatore“Cinefestival”: Michele Faggi; Curatrice “Bis!!!”: Gabriella Di Tanno Curatrice “16mm”: Francesca Versienti Curatore “Flashback”: Lorenzo Tore Curatori www.iovo.it: Andrea Angeloni & Stefano Gaz; Recensori di “Dentro al Contemporaneo”: Stefania Basso, Giovanni Bondi, Greta Bonini, Yan Blusseau, Matteo Brighenti, Eleonora Ciambellotti, Elodie Chandernagor, Daniela Cresti, Ilaria D’Adamio, Alessandra de Bianchi, Diana Di Nuzzo, Gabriella Di Tanno, Costanza Focardi, Giulia Fonnesu,Cecilia Fontanelli, Elisa Frego, Linda Giusti, Martina Marolda, Stefania Rinaldi, Serena Trinchero.

Ufficio stampa: Alessandra Petrelli alessandra.petrelli@hotmail.it cell. + 39 338 2946943 www.iovo.it info@iovo.it m.tonietti@iovo.it n.cecchelli@iovo.it Tel. +39 055 011 99 77 Fax +39 055 011 99 81

i.ovo Arte e Cultura Contemporanea n°012 APRILE 2012 aut. trib. n. 5825 del 15/03/2011 distribuzione gratuita Editore incaricato: NARDINI PRESS S.R.L. Via Cavour n°15, 50129 Firenze Stampa: Nuova Grafica Fiorentina, Via Traversari Ambrogio n°64/r, 50126 Firenze www.facebook.com/iovoarteeculturacontemporanea IovoArteFirenze

main sponsor:

i.ovo a r t e

Abbonati a

i.ovo

manda una mail a

info@iovo.it

e

c u l t u r a

APRILE 2012

012

c o n t e m p o r a n e a

In copertina: BILDRITUALE - ENTWICKLUNG EINES WERKES (FOTOUMWANDLUNGEN) Picture Rituals - Development of a Work (Photo metamorphoses) 1981. Image credits: Rolf Schroeter


Salvatore Magazzini N e w Yo r k

Viale della Repubblica n째 64/66/68, Prato Tel. + 39 338 5924449 / +39 335 303142 Fax + 39 0574 604901 web: www.armandagoriarte.com- mail: studiomarchi@tin.it


indice

n.012 aprile 2012

dentro al contemporaneo

ALDO MONDINO Opere Anni ‘60 di Gabriella Di Tanno Günther Uecker La poesia della distruzione di Eleonora Ciambellotti DILADDARTE - EVENTO IN SAN NICCOLÒ di Yan Blusseau AMERICAN DREAMERS di Stefania Rinaldi Paul Fryer - Lo Spirito Vola di Alessandra de Bianchi Corinna Ferrarese Per Petram Stella di Giovanni Bondi Intervista a Vincenzo Giubba di Serena Bedini

inviato speciale MODA coolinaria

intervista a MILOVAN FARRONATO di Cecilia Fontanelli FashionMob, Prato di Alessandra Petrelli IL CANAPONE CLUB di Camilla Innocenti

22 26 30 34 38 44 46 50 54 58


save the date

aprile 2012

Mark Kostabi. SYMBOLS IN FLORENCE

25th

Fino al 6 Maggio 2012

Galleria Alessandro Bagnai Piazza Goldoni n°2, Firenze

Simboli Art Gallery Via di San Giuseppe n°6/r, Firenze

Dal 20 Aprile al 15 Giugno 2012

Camper. Aldo Spoldi

LUKAS MACHALICKY

DAL 21 AL 28 Aprile 2012

Dal 3 al 25 Maggio 2012

Frittelli Arte Contemporanea Via Val Di Marina n°15, Firenze

F_AIR – Florence Artist in Residence Via San Gallo n°45/r, Firenze

MOVING IMAGE IN CHINA

DÉJÀ MADE/READY VU

Dal 22 Aprile al 28 Luglio 2012

Dal 07 al 21 aprile 2012

Centro per l’Arte Contemporanea Luigi Pecci Viale della Repubblica n°277, Prato

Palazzo Appiani e Rivellino Piazza Bovio e Piazza Verdi, Piombino (Li) ALDO MONDINO Opere Anni ‘60 dal 7 aprile al 3 giugno 2012

Günther Uecker. LA POESIA DELLA DISTRUZIONE

Galleria Cardi Pietrasanta Via Padre Eugenio Barsanti n°45 Pietrasanta (LU)

Dal 28 Aprile al 23 Giugno 2012

ART-COLLECTION. PERSONALE DI VENTURINO VENTURI

The poetry of destruction. un film di Michael Klut

Dal 12 al 24 Aprile 2012

IL 28 Aprile ORE 17.00 2012

Galleria del Teatro Romano Via Portigiani n°34/36, Fiesole (Fi)

Museo Marino Marini Piazza San Pancrazio, Firenze

ROSALBA BALSAMO - LESS IS MORE

EVA GERD

Dal 20 Aprile al 15 Giugno 2012

Dal 28 Aprile al 24 Giugno 2012

Antonella Villanova Contemporary art jewellery Piazza Goldoni n°2, Firenze

Barbara Paci Piazzetta del Centauro n°2, Piazza Duomo n°25, Pietrasanta (Lu)

Galleria Alessandro Bagnai Via del Sole n°15/R, Firenze


die mauer

arte contemporanea

Paolo Meoni

en plen air GIOVEDI 19 APRILE 2012 ORE 18,OO IN GALLERIA DIE MAUER arte contemporanea - Via Pomeria n째71 Prato


GALLERIA SANTO FICARA, FIRENZE

guida al contemporaneo L'attuale Geografia Artistica di Firenze e Oltre. A cura di Serena Vanzaghi


| 12

GUIDA AL CONTEMPORANEO

Associazione Nazionale Gallerie d'Arte Moderna e Contemporanea L’Associazione Nazionale Gallerie d’Arte Moderna e Contemporanea è costituita tra le Gallerie e le Associazioni culturali che operano nel settore dell’arte moderna e contemporanea e che esercitano l’attività di esposizione, promozione e/o vendita al pubblico di opere d’arte. L’ANGAMC ha lo scopo di rappresentare e tutelare, in ogni sede, gli interessi morali, economici e culturali della categoria rappresentata. L’obiettivo principale è quello di qualificare sempre più il mercato dell’arte e le sue potenzialità con la migliore preparazione professionale e culturale degli operatori, anche con interventi nell’ambito giuridico e amministrativo; inoltre promuove dibattiti e conferenze su temi d’interesse per gli associati. Il Delegato territoriale della Toscana è Mauro Stefanini: cell. 335 7054800 GALLERIE ASSOCIATE DELEGAZIONE TERRITORIALE TOSCANA ANGAMC

GALLERIA BIAGIOTTI ARTE CONTEMPORANEA

Sede: Via delle Belle Donne n° 39r, 50123 Firenze, Tel. +39 055 214757 / Fax +39 055 214757. Biglietti: ingresso libero. Orario: dal martedì al sabato 14:00 - 19:00. Web: galleria@florenceartbiagiotti.com www.artbiagiotti.com ELEONORA D’ANDREA ARTE CONTEMPORANEA

Sede: Via Vincenzo Gioberti n° 14, 59100 Prato, Tel. / Fax +39 0574 574670 / Cell. +39 345 2816111. Orario: dal lunedì al venerdì 16:00 - 19:00, sabato 10:30 - 13:00 / 16.00 - 20.00 (per tutti gli orari e i giorni non specificati su appuntamento al numero +39 345 2816111). Biglietti: ingresso libero. Web: gallery@elexpo.it www.elexpo.it SANTO FICARA ARTE MODERNA E CONTEMPORANEA

Sede: Via Ghibellina n° 164r, 50122 Firenze, Tel. +39 055 2340239 / Fax +39 055 2269190. Orario: dal lunedì al sabato 09:30 - 12:30 / 15:30 - 19:30. Biglietti: ingresso libero. Web: info@santoficara.it www.santoficara.it


GUIDA AL CONTEMPORANEO

13 |

FRITTELLI ARTE CONTEMPORANEA

Miart 2012 - PAD 3 stand B5; 13/04/12 – 15/04/12, vernissage giovedì 12 aprile ore 18:00, c/o Viale Scarampo, Gate 5, padiglione 3, Milano. Orario: 13 – 14 aprile ore 12:00 – 20:00 / 15 aprile ore 11:00 – 21:00. Biglietti: euro 15,00. • Camper. Aldo Spoldi; 21/04/12 – 28/04/12. Autore: Aldo Spoldi. Curatore: Renato Barilli. Vernissage: sabato 21 aprile alle ore 18:00. Sede galleria: Via Val di Marina n° 15, 50127 Firenze, Tel +39 055 410153 / Fax +39 055 4377359. Orario: dal martedì al sabato 10:00 - 13:00 / 15:30 - 19:30, lunedì, domenica e festivi su appuntamento. Web: info@frittelliarte.it www.frittelliarte.it GESTALT ART GALLERY

Sede: Via Stagio Stagi n° 28, 55045 Pietrasanta (LU), Tel. +39 0584 790900. Orario: tutti i giorni 18:30 – 00:30. Ufficio Stampa: Gestalt Gallery press@gestaltagallery.it. Biglietti: ingresso libero. Web: info@gestaltgallery.it www.gestaltgallery.it GALLERIA GIRALDI

MARIO SCHIFANO – Anni settanta; fino al 21/04/12. Autore: Mario Schifano. Sede: Piazza della Repubblica n° 59, 57123 Livorno, Tel. +39 0586 883022 / Cell. +39 329 8626020 / Fax +39 0586 887778. Orario: dal lunedì al sabato 10:00 13:00 / 17:00 - 20:00, domenica su appuntamento. Biglietti: ingresso libero. Web: info@galleriagiraldi.it www.galleriagiraldi.it ARMANDA GORI ARTE

Sede: Viale della Repubblica n° 64/66/68, 59100 Prato, Cell. +39 335  303142 - +39  338  5924449 / Fax +39 0574 604901. Orario: dal lunedì al venerdì 15:30 19:00 o su appuntamento. Biglietti: ingresso libero. Web: studiomarchi@tin.it www.armandagoriarte.com GUASTALLA CENTRO ARTE

Opere scelte di Baj, Barzagli, Ceccobelli, Crippa, Gentilini, Guttuso, Kostabi, Jenkins, Marino, Mirò, Pizzi Cannella, Scanavino, Schifano ecc... Cataloghi: disponibili in galleria cataloghi di Baj, Chagall, P. Cascella, Gentilini, Guttuso, Marino, Mirò, Modigliani ecc… Sede: Via Roma n° 45, 57126 Livorno, Tel. +39 0586  808518 / Fax +39 0586 813514. Orario: dal lunedì al venerdì 10:00 - 13:00 / 16:30 - 20:00, sabato 10:00 – 13:00. Biglietti: ingresso libero. Web: info@guastallacentroarte.com www.guastallacentroarte.com


| 14

GUIDA AL CONTEMPORANEO

GALLERIA D’ARTE MENTANA

Sede: Piazza Mentana n° 2/3/4r; 50122 Firenze, Tel. +39 055 211985 / Fax +39 055 2697769. Orario: dal lunedì pomeriggio al sabato 10:30 - 13:00 / 16:30 19:30. Ufficio Stampa: Dott.ssa Daniela Pronestì. Biglietti: ingresso libero. Web: galleriamentana@galleriamentana.it www.galleriamentana.it GALLERIA N° 38

Sede: Via del Battistero n° 38, 55100 Lucca, Tel. +39 0583 491104 / Fax +39 0583 491104. Orario: lunedì 16:00 – 19:30, dal martedì al sabato 10:00 - 13:00 / 16:00 19:30. Biglietti: ingresso libero. Web: info@gallerianumero38.com www.gallerianumero38.com GALLERIA OPEN ART

La Galleria Open Art sarà presente a MiArt 2012 con una selezione di opere di Renata Boero, Silvano Bozzolini, Walter Fusi, Paul Jenkins, Jiri Kolar, Conrad MarcaRelli, Luigi Parzini, Toti Scialoja; 12/04/12 – 15/04/12. Sede: Viale della Repubblica n° 24, 59100 Prato, Tel. +39 0574 538003 / Fax +39 0574 537808. Orario: dal lunedì al venerdì 16:00 - 20:00, sabato 10:30 – 12:30 16:00 – 20:00. Biglietti: ingresso libero. Web: galleria@openart.it www.openart.it GALLERIA SUSANNA ORLANDO

Sede: Via Carducci n° 10, 55042 Forte dei Marmi (LU), Tel. / Fax +39 0584 83163. VETRINA: Via Sauro n° 3, 55045 Pietrasanta (LU). Orario: tutti i giorni 10:00 - 13:00 / 17:00 - 24:00. Ufficio Stampa: Federica Forti. Biglietti: ingresso libero. Web: info@galleriasusannaorlando.it www.galleriasusannaorlando.it BARBARA PACI

La galleria sarà presente a “Arte Accessibile IV Edizione” c/o Palazzo SOLE24ORE a Milano; 12/04/12 – 15/04/12. • Eva Gerd; 28/04/12 – 24/06/12. Autrice: Eva Gerd. Sede: Piazzetta del Centauro n° 2, Piazza Duomo n° 25, 55045 Pietrasanta (LU), Tel. / Fax +39 0584 792666. Biglietti: ingresso libero. Web: info@barbarapaciartgallery.com www.barbarapaciartgallery.com


GUIDA AL CONTEMPORANEO

15 |

GALLERIA POGGIALI & FORCONI

Paths Of The Destroyer; fino al 28/04/12. Autore: Pete Wheeler. Curatore: Lorenzo Bruni. Catalogo: disponibile in galleria. Sede: Via della Scala n° 35/A, 50123 Firenze, Tel +39 055 287748 / Fax +39 055 2729406. Orario: dal martedì al venerdì 10:00 - 13:00 / 15:30 - 19:00, sabato 10:00 – 13:00. Biglietti: ingresso libero. Web: info@poggialieforconi.it www.poggialieforconi.it GALLERIA IL PONTE

Mauro Staccioli. Gli anni di cemento 1968-1982; fino al 30/04/12. Autore: Mauro Staccioli. Curatori: Andrea Alibrandi e Marco Niccoli. Catalogo: a cura di Andrea Alibrandi, Simona Santini; edizioni Il Ponte – Firenze. Sede: Via di Mezzo n° 42/b, 50121 Firenze, Tel +39 055 240617 / Fax +39 055 5609892. Orario: dal lunedì al venerdì 15:30 - 19:00. Ufficio Stampa: Susy Fabiani. Biglietti: ingresso libero. Web: info@galleriailponte.com www.galleriailponte.com SANGALLO ART STATION

Trasferimenti; fino al 21/04/12. Autrice: Sabrina Milazzo. Sede: Via Fra’ Giovanni Angelico n° 5r (fra il n°47 e il n°49), 50121 Firenze, Tel. +39 055 0517157 / Fax +39 055 0517518. Orario: dal martedì al sabato 10:00 - 13:30 / 15:00 - 19:00. Biglietti: ingresso libero. Patrocinio: Ministero per i Beni e le Attività Culturali. Web: e.sarti@sangalloartstation.it www.sangalloartstation.it GALLERIA LA SUBBIA DI PAOLA RAFFO

Sede: Via Barsanti n° 11, 55045 Pietrasanta (LU), Tel. +39 0584 283338 / Fax +39 0584 71647. Orario: tutti i giorni 10:00 - 12:00 / 17:00 - 19:00. Biglietti: ingresso libero. Web: gallerialasubbia@gmail.com TORNABUONI ARTE CONTEMPORANEA INTERNAZIONALE

Maestri moderni e contemporanei - Antologia scelta 2012. Sede: Lungarno Cellini n° 13/a, 50125 Firenze, Tel. +39 055 6812697 / Fax +39 055 6812020. Orario: dal lunedì al venerdì 09:00 – 13:00 / 15:30 – 19:30, sabato 11:00 – 13:00 / 14:30 – 18:30, domenica chiuso. Biglietti: ingresso libero. Web: info@tornabuoniarte.it www.tornabuoniarte.it


OVERGROUND

AFTER ART GALLERY di Frederik Ivanaj

Sede: Via Ghibellina n° 38r, 50122 Firenze, Tel. +39 328 7156628. Biglietti: ingresso libero. Web: frederik.ivanaj@tin.it www.ivanaj.com

ANTONELLA VILLANOVA – Contemporary art jewellery

Less is more; 20/04/12 – 15/06/12. Autrice: Rosalba Balsamo. Vernissage: venerdì 20 aprile alle ore 18:00. Sede: Piazza Goldoni n° 2 – Via della Spada n° 36/R, 50123 Firenze, Tel. +39 055 6802066. Orario: lunedì 15:00 – 19:00, dal martedì al sabato 10:00 – 19:00. Biglietti: ingresso libero. Web:   antonellavillanova@gmail. com www.antonellavillanova.it

AORISTÒ - RISTORANTE SOPRA IL GLOBO

Sabrina Mezzaqui; fino al 04/02/12. Sede: Via De’ Buti n° 11, 51100 Pistoia, Tel. +39 0573 26506 / Fax +39 0573 307620. Web: info@aoristo.it www.aoristo.it

ARIA ART GALLERY

Sede: Borgo Santi Apostoli n° 40/r, 50123 Firenze, Tel. +39 055 216150 / Fax +39 055 4641406.  Orario: dal lunedì al sabato 10:30 – 13:30 15:30 – 19:30, domenica su appuntamento. Biglietti: ingresso libero. Web: info@ ariaartgallery.com  www.ariaartgallery.com

GALLERIA ALESSANDRO BAGNAI

25th; 20/04/12 – 15/06/12. Autori: collettiva in occasione dei 25 anni della galleria. Vernissage: venerdì 20 aprile alle ore 18:00. Sede: Piazza Goldoni n° 2, Firenze. • La poesia della distruzione; 28/04/12 – 23/06/12. Autore: Günther Uecker. Curatore:


GUIDA AL CONTEMPORANEO

17 |

Lóránd Hegyi. Sede: Via del Sole n° 15/R, Firenze. Catalogo: disponibile in galleria, edito da Galleria Alessandro Bagnai. Vernissage: sabato 28 aprile ore 12:00 – 21:00; ore 17:00 al Museo Marino Marini proiezione del film “The poetry of destruction” di Michael Kluth. Sede galleria: Piazza Goldoni n° 2 – Via del Sole n° 15/R, 50123 Firenze, Tel +39 055 6802066. Orario: lunedì 15:00 – 19:00, dal martedì al sabato 10:00 – 19:00. Biglietti: ingresso libero. Ufficio Stampa: Studio Associato Spaini & Partners. Web: info@galleriabagnai.it www.galleriabagnai.it

BASE / PROGETTI PER L’ARTE

LAWRENCE WEINER – Ever so much / Mai così tanto; fino al 20/04/12. • BASE TALKS(!) – Incontro con Brown Project Space (Milano); 13/04/12 alle ore 17:30. • BASE TALKS(!) – Incontro con Sottobosco (Venezia); 20/04/12 alle ore 17:30. • BASE TALKS(!) – Incontro con Trastevere 259 (Roma); 27/04/12 alle ore 17:30. Sede: Via San Niccolò n° 18r, 50123 Firenze, Tel +39 055 602102 / Fax +39 055 2207281. Orario: dal martedì al sabato 18:00 – 20:00 (dalle 20:00 alle 24:00 come vetrina). Biglietti: ingresso libero. Patrocini: Attività promossa dagli artisti del collettivo BASE X BASE e con il contributo della Regione Toscana/Toscanaincontemporanea 2011. Web: info@baseitaly.org www.BaseItaly.org

EX3 - Centro per l’Arte Contemporanea

JACOPO MILIANI. Do you believe in mirages? – Progetto vincitore della seconda edizione del Premio EX3 Toscana Contemporanea; fino al 08/04/12. Autore: Jacopo Miliani. • Voglio soltanto essere amato – Progetto a cura di MAP – Multimedia Art Platform; fino al 08/04/12. Autori. 38 artisti, 31 scrittori, 23 curatori, 15 intellettuali a confronto. Curatori: Gabi Scardi e Ruth Cats. Sede: Viale Giannotti n° 81/83/85, 50126 Firenze, Tel +39 055 628 7091 / +39 055 628 8966. Orario: dal mercoledì alla domenica 11:00 – 19:00. Chiuso il lunedì e il martedì. Biglietti: ingresso libero. Ufficio Stampa: Davis & Franceschini, Tel. +39 055 234 7273 / Fax +39 055 234 7361, davis.franceschini@dada.it www.davisefranceschini.it. Comunicazione: Neri Torrigiani, Tel. +39 055 26 54 590, www.torrigiani.com. Patrocini: Comune di Firenze, Assessorato alla Cultura, Assessorato alle Attività Produttive, Consiglio di Quartiere 3. Web: info@ex3.it www.ex3.it

F_AIR - FLORENCE ARTIST IN RESIDENCE

The Floor Show; fino al 13/04/12. Autori: Emanuela Ascari, Kinkaleri, Michele Lancuba, Lorenzo Pezzatini, Alessandra Ragionieri. Curatrice: Lucia Giardino.


| 18

GUIDA AL CONTEMPORANEO

Catalogo: disponibile in galleria. • Solo dell’artist in residence Lukas Machalicky; 03/05/12 – 20/05/12. Autore: Lukas Machalicky. Curatrice: Lucia Giardino. Sede: Via San Gallo n° 45/r, 50126 Firenze. Orario: dal lunedì al giovedì 15:00 – 20:30, venerdì 14:00 – 17:30 e su appuntamento. Note: con il supporto di Florence University of the Arts. Ufficio Stampa: Ufficio Stampa Palazzi communications@ palazziflorence.com. Web: fair@fua.it www.fair.palazziflorence.it

FRASCIONE ARTE

Sede: via Maggio n° 60r, 50123 Firenze, Tel. +39 055 2399205. Orario: dal martedì al sabato 10:00 – 13:00 15:00 – 19:00, lunedì 15:00 – 19:00. Biglietti: ingresso libero. Web: info@frascionearte.com www.frascionearte.com

GALLERIA GENTILI

IGNACIO URIARTE. Sequential Drawings; fino al 28/04/12. Autore: Ignacio Uriarte. Sede: Via del Carmine n° 11, 59100 Prato, Tel +39 0574 606986 / Fax +39 0574 443704 / Skipe galleriagentili. Orario: dal martedì al sabato 14:00 – 19:00. Biglietti: ingresso libero. Web: info@galleriagentili.it www.galleriagentili.it

GALLERIA I.A.C. -Impruneta Arte Contemporanea-

Angiolo Lombardini – Le stagioni. Mostra di arti visive con opere di pittura e scultura; fino al 15/04/12. Autori: Angiolo Lombardini. Curatore: Consiglio Direttivo Art Art. • STREETS LADDOVE; 21/04/12 – 06/05/12. Autori: Guido Del Fungo (tecniche miste), Marco Barzagli – Vincenzo Ianniciello (fotografia). Vernissage: sabato 21 aprile alle ore 18:00. Sede: Via della Croce n° 41, 50023 Impruneta (Fi), Cell. +39 333 7405522. Orario: dal martedì alla domenica 16:00 – 19:00. Biglietti: ingresso libero. Ufficio Stampa: inpiaz@alice.it +39 339 7854375. Patrocinio: Comune di Impruneta. Web: artart@artartimpruneta.it www. artartimpruneta.it

CASA MASACCIO -Centro per l’Arte Contemporanea-

Sede: Corso Italia n° 83, 52027 San Giovanni Valdarno (Ar), Tel.  +39 055 9126283 / Fax  +39  055  942489. Orario: giorni feriali 15:00 – 19:00, lunedì chiuso. Patrocini: Regione Toscana, Provincia di Arezzo. Ufficio Stampa: Ambra Nepi


GUIDA AL CONTEMPORANEO

19 |

Comunicazione, Tel. 055 244217 / Cell. 348 6543173, info@ambranepicomunicazione.it www. ambranepicomunicazione.it. Biglietti: ingresso libero. Web: casamasaccio@comunesgv.it www. casamasaccio.it

SIMBOLI ART GALLERY

Symbols in Florence; fino al 06/05/12. Autore: Mark Kostabi. Curatori: Emanuele Greco e Gabriele Greco. Catalogo: disponibile in galleria. Sede: Via di San Giuseppe n° 6/r, 50122 Firenze, Tel. +39 055 0502418, Cell. +39 349 1438941. Orario: lunedì pomeriggio 16:00 – 20:00, dal martedì alla domenica 10:00 – 13:00 16:00 – 20:00, chiuso il lunedì mattina. Biglietti: ingresso libero. Note: in mostra una raffinata selezione di opere risalenti agli ultimi anni di attività dell’artista americano, tra cui prevalentemente dipinti su tela, ma anche opere grafiche e una scultura in bronzo. Web: info@simboliartgallery.com www. simboliartgallery.com

GALLERIA DEL TEATRO ROMANO

Art Collection – Personale di Venturino Venturi; 12/04/12 – 24/04/12. Autore: Venturino Venturi. • La Galleria del Teatro Romano sarà presente a ARTEXPO – Arezzo, Pad 1 – Stand 106; 27/04/12 – 30/04/12. Sede: Via Portigiani n° 34/36, 50014 Fiesole (Fi), Tel. +39 055 599626 – Drawing Room: Piazza Mino 9, 50014 Fiesole (Fi). Orario: dal lunedì al venerdì 15:30 - 19:30, domenica e festivi su appuntamento. Biglietti: ingresso libero. Ufficio Stampa: Tel. +39 328 6355360. Direttore Artistico: +39 333 6060636. Art Promoter: Tel. +39 333 6740215. Web: info@galleriadeltatroromano.com www.galleriadelteatroromano.com

Firenze

Via delle Vecchie Carceri

(le murate)

Tel. 055 0540234 info@nardinibookstore.it www.nardinibookstore.it


| 20

GUIDA AL CONTEMPORANEO

12

9

16

14 5

24 3

3

20

24 2

7

13

11 21

15

MAPPA DEL CONTEMPORANEO - FIRENZE 1 / After art gallery Via Ghibelina n°38/r 2 / ARIA ART GALLERY Borgo Santi Apostoli n°40 3 / GALLERIA ALESSANDRO BAGNAI Via del Sole n° 15/R, Firenze Piazza Goldoni n° 2, Firenze 4 / BASE / PROGETTI PER L'ARTE Via San Niccolò n°18/r 5 / GALLERIA BIAGIOTTI ARTE CONTEMPORANEA

Via delle Belle Donne n°39/r 6 / GALLERIA CIVICO 69, Via Ghibellina n°69/r 7 / Galleria La Corte Arte Contemporanea Via Dei Coverelli 27r 8 / EX3 - Centro per l’Arte Contemporanea Viale Giannotti n°81/83/85 9 / F_AIR FLORENCE ARTIST IN RESIDENCE

Via San Gallo n°45/r 10 / SANTO FICARA ARTE MODERNA E CONTEMPORANEA Via Ghibellina n°164/r 11 / FRASCIONE ARTE Via Maggio n°60/r 12 / FRITTELLI ARTE CONTEMPORANEA Via Val di Marina n°15 13 / GALLERIA d’ARTE MENTANA Piazza Mentana n°2/3/4r


GUIDA AL CONTEMPORANEO

21 | 22

17

10

6

1

19

4

18

23 8 14 / MNAF. MUSEO NAZIONALE ALINARI PER LA STORIA DELLA FOTOGRAFIA Piazza Santa Maria Novella n°14/ar 15 / PALAZZO PITTI Piazza Pitti n°1 16 / GALLERIA POGGIALI & FORCONI Via Della Scala n°35/a 17 / GALLERIA IL PONTE Via Di Mezzo n°42/b

18 / SAN GALLO ART STATION Via Fra' Giovanni Angelico n°5/r 19 / Simboli art gallery Via di San Giuseppe n°6/r 20 / C.C.C.S. Centro di Cultura Contemporanea Strozzina Palazzo Strozzi Piazza Degli Strozzi n°1 21 / STUDIO N.B. & ENTR’ARTe POSSIBILIT IES OF ART Via De’ Serragli N°79/r,

22 / GALLERIA DEL TEATRO ROMANO Via Portigiani n°34/36, Fiesole 23 / TORNABUONI ARTE CONTEMPORANEA INTERNAZIONALE Lungarno Cellini n°13/a 24 / ANTONELLA VILLANOVA Contemporary art jewellery Piazza Goldoni n° 2 Via della Spada n° 36/R


| 22

DENTRO AL CONTEMPORANEO

ALDO MONDINO Opere Anni ‘60 Galleria Cardi, Pietrasanta In collaborazione con CHRISTIAN STEIN MILANO

8 aprile – 3 giugno 2012


DENTRO AL CONTEMPORANEO

23 |

“Ironia vuol dire essenzialmente indipendenza, e l’arte ha bisogno di questo stato divino per tessere i suoi capricci”. (Soffici -Primi principi di un’estetica futurista- 1960) Scolpita nella pietra, la Città degli Artisti attrae questo mese lo spettatore in un gioco di lucida contemporaneità: una poetica ed ironica visione del mondo, una vera “mise en scène” teatrale, ritmata da colpi di scena finale. La storia rivive nelle sale della Galleria Cardi Pietrasanta, in un ordine diverso da quello tradizionale: nell’aria si respira il bisogno di richiamare il fanciullo che è in noi, e non l’adulto che siamo.          Protagonista degli anni ‘60 piemontesi, Aldo Mondino ( Torino 1938 – Altavilla Monferrato 2005), è l’artista della gioia, è l’illusionista dell’arte contemporanea, conduce un doppio gioco fra titolo e opera, parola e immagine, provoca il sorriso ma pone domande, fa divertire ma immobilizza l’attenzione sulla realtà quotidiana. Amico di Alighiero Boetti, si burla di tutto e di tutti, inguaribile curioso della vita, è passionale, è sfacciato, è ironico: in questo flashback intimo, gioca le carte della dissimulazione per ammaliare il pubblico con inganni percettivi e meraviglie della forma. All’Accademia impara a dipingere entro i confini di un foglio, ma qualche anno dopo riesce a dimenticare la lezione didattica, e fantastica altrove, potenzia con sottile inganno la banalità del quotidiano; riflette sulla storia dell’arte,

lavora sul linguaggio. Per Mondino non ha senso lavorare senza meravigliare e meravigliarsi. Il giovane animo dell’artista si rivela nelle sue opere, e in questo andare e venire di innovazioni, dimostra il suo sapere plurimo: è capace di saltare dall’incisione alla scultura, dipinge in Francia mentre il mondo dell’Arte libera altre forme povere, si traveste ora da bambino, ora da indiano. Un’arte raccontata da “un miope che non porta gli occhiali”: il riso e il pianto conservano e dimostrano sulla superficie spiritualità e libertà intellettuale, e le immagini si rivelano metafore riconoscibili, anche quelle che riteniamo più lontane. Spunta il sole: tutto ciò non appartiene alla nostra fantasia, ma è qualcosa di reale, un felice scambio sollecitato a migliorare il campo della parola, per provocare reazioni sempre nuove. Una guida intorno alle convenzioni senza mai adeguarsi, isola le armonie, riflette e riveste su di esse la verità: insomma con Aldo Mondino si dimentica, seppur per pochi istanti, la serietà dell’Arte: “ I Francesi hanno Marat, noi abbiamo Totò” (Achille Bonito Oliva). Gabriella Di Tanno

Nella pagina a fianco: Aldo Mondino, Sole, pannelli di legno e lampadine, 7 elementi ciascuno di 200x30 , 1967. Courtesy Galleria Cardi.


Fantasmi

di Francesco Lauretta

18 aprile / 27 maggio 2012 Vernissage /cena 18 aprile ore 20.30 SciatÓ di Serravalle via Garibaldi, 49 Serravalle Pistoiese - Pistoia


Aldo Spoldi 21– 28 aprile 2012

CA MPE R a cura di

www.mauropispoli. com

Renato Barilli

Frittelli

ARTE CONTEMPORANEA

www.frittelliarte.it


| 26

DENTRO AL CONTEMPORANEO

Günther Uecker

La poesia della distruzione Galleria Alessandro Bagnai, Firenze a cura di Lóránd Hegyi

28 aprile-23 giugno 2012


DENTRO AL CONTEMPORANEO

27 |

Un omaggio all’arte, a quell’arte insoddisfatta che grazie a uomini tenaci come Günther Uecker ha trovato in sé la forza di rinascere, di ricominciare a muoversi.

Ripartire da zero si può, si deve. Distruggere per ricostruire, fare silenzio per imparare ad ascoltare. Proprio in questo punto di rottura, si nasconde la poesia, l’equilibrio, un nichilismo costruttivo che induce a fare tabula rasa  per assaggiare il “vuoto pieno”. Volontà utopica, quella del Gruppo Zero cui Uecker apparteneva, una volontà mistica di rinascita zen, una catarsi totale che prendesse vita appunto da zero, da una quiete metafisica dirompente come un nuovo big-bang. Günther Uecker (Wendorf, Mecklenburg, Germania, 1930) era saturo, come i suoi compagni della fine degli anni Cinquanta, saturo di “cose”, saturo di colori, di poetiche artistiche volte a riempire, per nascondere, per non vedere, stanche di procedere, ma impossibilitate a fermarsi. E anche Uecker si è fatto interprete di un’arte cinetica, ma un’arte il cui movimento fosse “libero”, originato da quel “nulla” che azzera mete, obiettivi, teorie e che riporta alla luce la “poesia” della sua  pars destruens.  A livello artistico, tutto questo si è tradotto per Günther Uecker in un allontanamento sempre più marcato dal quadro e dalla scultura tradizionali e in una tenace ten-

denza alla pittura monocroma, come l’amico Yves Klein stava inaugurando. Ne è un esempio la performance Schwarzraum-Weissraum,  emblema di quell’equilibrio cromatico, che soltanto l’uso di campiture bianche e nere contrastanti può delineare. Caratteristica principe dell’arte di Uecker restano però i suoi chiodi. Al posto dei classici colori a olio di matrice astratto-informale, Ueker cerca di rendere le sue pitture ricche e variopinte ricorrendo a nuovi mezzi espressivi per ideare assemblaggi dalle variegate proprietà modulanti, come accade in Strukturfeld. L’uso dei chiodi, come veri e propri elementi strutturali, permette all’artista di conferire movimento all’oggetto – si veda  Piano  -, creando su di esso ritmiche composizioni, che ne modulano la pelle e che, grazie alla luce, riescano a destrutturarlo. Solo così nuove forme saranno possibili, solo così la luce potrà ridefinire i contorni dei materiali in movimento ed esaltarne tutta la loro bellezza. Eleonora Ciambellotti

Nella pagina a fianco: Günther Uecker, Schwarzarum-Weibraum, Malerische Handlung (Black Room Withe room, Painting Action) 1972/75. Crediti fotografici: Lothar Wolleh. Courtesy Galleria Bagnai.


| 28

DENTRO AL CONTEMPORANEO


Legami Lluís Cera Scultura | Barcellona

Dal 6 al 3

Dal 5 al 28 aprile 2012

Palazzo Medici Riccardi Firenze

Immaginar Via Guelfa,

Vernissage Giovedì 5 aprile ore 15,30

Dal 6 al 30 aprile 2012 Immaginaria Arti Visive Gallery Via Guelfa, 22/a rosso. Vernissage Firenze

Dal 6 al 30 aprile 20

Immaginaria Arti Visive G Via Guelfa, 22/a rosso. Fire

Vernissage Venerdì 6 aprile ore 18

Vernissage Venerdì 6 april


| 30

DENTRO AL CONTEMPORANEO

DILADDARTE - EVENTO IN SAN NICCOLÒ a cura del Comitato di San Niccolò con il supporto del Quartiere 1 e del Comune di Firenze

15 Aprile 2012


DENTRO AL CONTEMPORANEO

31 |

Un miracolo a San Niccolò: è apparso un naso a una torre che si è messa a cantare. Dicono però che il miracolo non sia divino, ma umano.

L’anno scorso, 1500 persone si sono rese nel quartiere di San Niccolò per partecipare all’evento Dilladdarte, organizzato dal Comitato di San Niccolò e nutrito dall’insieme dei cittadini del rione. L’evento nasce, secondo Sara Nocentini, Presidente del Comitato «contro un’idea che si afferma con crescente forza di San Niccolò come parcheggio notturno o come “via dell’alcool”. L’idea di fondo è far emergere quello che c’è e valorizzarlo; convincere l’amministrazione che su questo dobbiamo puntare per riqualificare la nostra città». Con soli 1200 euro di budget, il rione ha realizzato nel 2011 un miracolo. Un esempio? I musei coinvolti allora, il Museo Stefano Bardini e Casa Siviero hanno registrato oltre 700 ingressi, un numero di frequentazione straordinario rispetto al normale. Come spiegare questo successo? In primis, la realtà topografica del rione, organizzata intorno ad un’unica colonna vertebrale, la via San Niccolò, favorisce il federamento della fibra viva del quartiere composta da artigiani, artisti, gioiellieri, restauratori, ristoranti e bar. Ma è soprattutto la realtà umana del quartiere e l’aria genuina che vi si respira a creare il miracolo. Quest’anno l’evento cresce. I 30 artisti presenti l’anno scorso diventano 60: un po’ più di 40 artisti del rione acco-

glieranno nei loro spazi una ventina di artisti esterni. Un concorso fotografico, curato da Irene Chellini e il Comitato di San Niccolò, permetterà di accrescere la memoria dell’archivio fotografico dedicato al quartiere. Oltre al Museo Bardini e alla Casa Siviero, il Museo Annigoni si aggancia al programma. Il Giardino Vegni e il Giardino delle Rose costituiranno due nuovi polmoni dell’evento. Inoltre, delle visite guidate alla Torre saranno curate dal Museo dei Ragazzi di Firenze. Last but not least, il Comune di Firenze, nuovo sostenitore della manifestazione, ha permesso al rione l’uso della Torre San Niccolò come supporto espositivo. La torre si farà umana: Clet gli offrirà un volto, simile a quello delle statue dell’Isola di Pasqua, sospendendo sulla faccia orientale un naso di 10 metri di altezza, mentre al tramonto, Ginevra Di Marco, accompagnata da Francesco Magnelli alla tastiera e da Andrea Salvadori alla chitarra, gli faranno dono di voce. Un evento « bottom-up  » come lo ha qualificato Irene Chellini del Commitato di San Niccolò, che vede il muscolo cittadino protagonista della metamorfosi di una città, trascendendo i semplici limiti di un quartiere (con 2000 euro). Yan Blusseau


GALLERIA DEL TEATRO ROMANO Città di Fiesole

Collezionare Futuro Artisti in permanenza selezionati per la promozione annuale

Ambretta Mari ~ Janax ~ Leo Montemanni Monica Giarrè ~ Roberto Sguanci ~ Sanfra Stefano Mariotti ~ Silvia Jafisco ~ Renzo Galardini L’accesso alla mostra permanente avviene esclusivamente su selezione


La Galleria del Teatro Romano

presenta

ART-COLLECTION Personale di Venturino Venturi 12-24 Aprile 2012 Vernissage 12 Aprile ore 18:00

Galleria del Teatro Romano sarà presente alla Fiera di Arte Contemporanea artexpo arezzo 2012

27-30 Aprile 2012 - Pad 1/ Stand 106

Mostra Collettiva di Arte Contemporanea

ART-SPRING

II Edizione

dal 10 al 31 maggio 2012 presso MUSEO DEL CALCIO F.I.G.C COVERCIANO Firenze La mostra sarà inaugurata nella sala convegni del Museo del Calcio Giovedì 10 maggio 2012 - ore 18:00

Per informazioni contattare la Galleria telefonicamente o tramite mail Galleria del Teatro Romano Via Portigiani 34-36 - 50014 Città di Fiesole (FI) Tel/Fax+39 055-599626 - +39 328 6355360 www.galleriadelteatroromano.com / info@galleriadelteatroromano.com


| 34

DENTRO AL CONTEMPORANEO

AMERICAN DREAMERS Realtà e immaginazione nell’Arte Contemporanea Americana A cura di Bartholomew F. Bland CCCS – Centro di Cultura Contemporanea Strozzina Palazzo Strozzi, Firenze

9 Marzo -15 Luglio 2012 Una mostra ricca di suggestioni, a volte contrastanti, tutte legate alla rappresentazione di universi paralleli, usati come denuncia o semplicemente raccontati e analizzati. Macro/Micro Mondi da osservare.

Suggestioni e tradizione, parallelismi e attualità. Sono molte le definizioni che si possono attribuire alla mostra American Dreamers, parentesi contemporanea di “Americani a Firenze” a Palazzo Strozzi. Universi e mondi paralleli sono i temi dominanti dell’esposizione. I diorami di Thomas Doyle (1976) sono miniature racchiuse in cupole di vetro. Ci troviamo ad osservare case sospese su crateri provocati da strane esplosioni, in bilico o semidistrutte, visioni inquietanti che evocano la precarietà della condizione umana. Sorpresa e meraviglia suscitano gli ambienti di Patrick Jacobs (1971), osservati attraverso piccoli oblò sulla parete. Una percezione di natura opposta si ha di fronte al grande panorama di Adam Cvijanovic

(1960). Lo spettatore è circondato da un paesaggio americano, popolato di case con stili differenti e con elementi vegetali non autoctoni. Ne deriva una sensazione di confusione e straniamento. Di respiro settecentesco sono le tele di Will Cotton (1965), popolate di figure immerse in paesaggi realizzati con elementi dolci, un riferimento alla cultura consumista. Il legame con la tradizione passata è evidente nelle foto di Adrien Broom (1980), che ritraggono figure femminili che sembrano galleggiare. La mancanza di una definizione temporale trasforma questi corpi fluttuanti in esseri senza tempo, persi in una dimensione onirica. Stilisticamente opposti ma riferiti alla stessa corrente che privilegia la dimensione emozionale, sono i delicati


DENTRO AL CONTEMPORANEO

35 |

Thomas Doyle, “Vista d’insieme di alcune opere”. Courtesy Thomas Doyle per CCC Strozzina Firenze, foto di Martino Margheri.

acquerelli di Laura Ball (1972). L’artista ritrae figure umane unite ad elementi naturali, allegorie ispirate alla tradizione ottocentesca. Tra le caratteristiche dell’esposizione, troviamo l’uso di diversi materiali, utilizzati per creare e reinventare elementi concreti. Di grande fascino sono gli abiti/scultura sonori realizzati da Nick Cave (1959). L’interessante aspetto legato ai sensi si annulla all’interno dell’esposizione, dove l’allestimento pone gli abiti immobili, esaltandone così l’impatto figurativo. I sensi e l’immaginazione sono protagonisti nell’installazione site-specific di

Mandy Greer (1973), un insieme di oggetti in stoffa ed altri materiali, ispirati a paesaggi notturni e a elementi naturali, che evocano oggetti celesti, così come le orientaleggianti sculture sospese di Kirsten Hassenfeld (1971). Nei lavori di Christy Rupp (1949) troviamo una riflessione sui temi della produzione di massa e dell’uso degli animali nei processi industriali. Di stampo surrealista sono i dipinti di Richard Deon (1956) creati ricombinando sagome in bianco e nero e simboli di manuali in uso negli anni Cinquanta. Stefania Rinaldi


| 36

LUCE & COLORE

DENTRO AL CONTEMPORANEO

Opere di Marco Boni

P R E S E N TA

performance in danza

FloDance Corps Coreografia Pietro Pireddu evento inaugurale

sabato 21 aprile 2012 ore 18:30

ingresso libero seguirĂ cocktail Florence Dance Center Borgo della stella 23R (Piazza del Carmine) Firenze

055 289276 - 3929124363 www.florencedance.org

SETTIMANA DELLA CULTURA

14-22 APRILE


DENTRO AL CONTEMPORANEO APRILE 2012 37 |

19 GIOVEDì

20 VENERDì

21 SABATO

22 DOMENICA

Presentazione

i.ovo Journal

23 LUNEDì

Il 21 aprile 2012 sarà presentato presso il Loggiato del Museo Nazionale Alinari della Fotografia i.ovo Journal una pubblicazione trimestrale bilingue (inglese e francese) rivolta a lettori vivaci e intraprendenti, attenti alla riscoperta di luoghi seminascosti al turismo di massa e appassionati di arte, design, moda, enogastronomia, artigianato.

www.facebook.com/IovoJournal

arte e cultura contemporanea


| 38

DENTRO AL CONTEMPORANEO

Paul Fryer

Lo Spirito Vola Gucci Museo, Firenze a cura di Francesca Amfitheatrof

17 marzo – 4 settembre 2012 Essere o apparire? Avere o essere? La moda diventa storia, l’arte immobile realismo. Pietrificata, l’esistenza si nasconde, rimanendo in vetrina. Ed ecco l’uomo.

Si iniziava come artigiani, in piccole botteghe; se gli affari andavano bene veniva ampliato il personale: tanti artigiani, per un prodotto finemente curato. Da qui i negozi, le vetrine, l’ammirazione, qualche star che compra un tuo oggetto, e su via in un’ascesa fino a diventare uno di quegli imperi della moda che sono e continuano a fare storia. Visitando le sale del Museo Gucci a Firenze si percorrono le tappe di questo cammino, fino a scoprire che persino un paio di pinne erano state griffate dalla maison. Oggetti immobili, in vetrina, nel luogo originario che per primo li accoglie da sempre. C’è anche una cadillac tappezzata Gucci. Lussuosi abiti, e valigie, borse… Salendo al primo piano ecco profilarsi una stanza

buia, molto buia, tanto che viene da pensare al povero ragazzo costretto a star lì di guardia. Tre opere la abitano. Una rivisitazione mistica della tecnica di Madame Tussauds. Un Cristo sulla sedia elettrica, un’Ofelia annegata, un uovo nero sospeso sopra una corona di spine. Un’Ofelia senza fronzoli, senza fiori nella vasca, con le braccia aperte, che rimandano anch’esse a una sorta di crocefissione. Abito nero, dita dei piedi leggermente retratte, capelli veri per dare quel tocco di iperrealismo e per sfogare una certa pazienza maniacale nel fissarli uno per uno con un ago. Ed ecco Gesù. Piccolo, scala 2/3, e per questo umano, troppo umano, nell’intento dell’artista di generare tenerezza nello spettatore. L’esecuzione è già

Nella pagina a fianco: Paul Fryer, PIETA (THE EMPIRE NEVER ENDED), 2007, Cera, legno, capelli, misure (scultura) 122 x 71 x 87cm, misure (piedistallo) 143 x 143 x 25cm. Crédits © Paul Fryer 2007. Photo Dan COLEN.


DENTRO AL CONTEMPORANEO

39 |


| 40

DENTRO AL CONTEMPORANEO

Paul Fryer, OPHELIA (WHITE), 2007; silicone, cera, vetro; misure (scultura) 122 x 183 x 47.5 cm, misure (piedistallo) 21 x 193 x 132 cm; peso totale (approx. 250‑300 kg): 300 kg. Crédits © Paul Fryer 2006.

avvenuta, i lacci sono slegati, eppure l’addome sembra contrarsi leggermente in un ultimo sospiro. L’iconografia è quella classica: segni di flagellazione, corona di spine, buchi dei chiodi con sangue rappreso. Anche qui capelli reali, per sfogare questa vocazione certosina dell’artista, e per rendere l’arte più vera del vero. Il tutto sembra culminare in Ecce Homo (2005), l’uovo che non si capisce bene se si stia elevando oppure stia crollando tra le spine intrecciate. Ma l’uovo, questa forma così primordiale, sebbene nero, sembra sempre portare con sé un qualche messaggio di speranza. L’Ofelia,

poco più in là, potrebbe simboleggiare in parallelo l’«ecce ancilla domini». L’artista è l’inglese Paul Fryer (Leeds, 1963) e si può dire che la mostra curata da Francesca Amfitheatrof dia un tocco di umanità, sebbene pietrificata, al museo fiorentino, dove ciò che viene esposto sono oggetti, nella loro indubbia presenza scenica, ma anche nel loro aspetto oramai disumanizzato. Avete sicuramente un po’ di tempo per dare un’occhiata e riflettere. Alessandra de Bianchi


SANTO FICARA ARTE MODERNA E CONTEMPORANEA

Enrico Castellani, Superficie bianca, 2008, acrilico su tela cm. 80X70

ACCARDI

DORAZIO

NUNZIO

ALVIANI

JORI

PINELLI

ASDRUBALI

IMPELLIZZERI

SANFILIPPO

BONALUMI

MAINOLFI

TURCATO

CASTELLANI

MORELLET

VIALLAT

CHIARI

MONDINO

ZAPPETTINI

Via Ghibellina 164R - 50122 Firenze Tel. 055.2340239 - Fax 055.2269190 info @ santoficara . it - w w w. santoficara . it


| 42

DENTRO AL CONTEMPORANEO


DENTRO AL CONTEMPORANEO

43 |


| 44

DENTRO AL CONTEMPORANEO

Corinna Ferrarese Per Petram Stella Aria Art Gallery, Firenze

5 Aprile – 13 Maggio 2012


DENTRO AL CONTEMPORANEO

45 |

Aria Art Gallery presenta “Per Petram Stella” di Corinna Ferrarese, giovane talento della scuola del prof. Adriano Bimbi dell’Accademia di Firenze.

Tutto nasce da un sasso. La vita, la civiltà, la tecnologia, tutto. Ognuno di noi era un sasso e, come minerali, abbiamo viaggiato a lungo nello spazio finché non siamo caduti, come naufraghi, sul nostro pianeta. Questo è il messaggio, l’idea che ha rivoluzionato la pittura di Corinna Ferrarese (Verona, 1981), giovane pittrice della scuola mugellana presente in svariate collezioni private, tra le quali la Fondazione Targetti. Già appassionata, nel suo primo periodo artistico, dal corpo umano nella sua natura più selvaggia e primitiva, l’autrice si ritrova adesso ad esplorare i corpi minerali e i corpi celesti, organizzati in perpetue costellazioni. L’esposizione, composta da numerose pitture su tela, grandi light boxes e da un’installazione site specific per l’occasione, è un percorso che spiega l’evoluzione della vita, dai minerali alle costellazioni, fino a formare il fascinoso “Sidus”, una composizione di acqua e molecole organiche contenute nelle comete cadute sulla terra milioni di anni fa. Il concept di universo che ha sviluppato Corinna Ferrarese rende la mostra una profonda contemplazione sensoriale delle galassie celesti; non solo visiva, questa contemplazione diventa tattile e olfattiva, grazie ai materiali utilizzati

nella pittura, sovrapposizione di oli e bitumi, smalti e colori. Il “Sidus”, perfetta metafora della continua evoluzione di tutte le cose umane e terrestri, mette in mostra, nelle opere della Ferrarese, la propria pelle. Una pelle fatta di imperfezioni, di nei di vita e di vitalità, come le comete incendiate che schizzano a tutta velocità, o di morte e di lutto, come nei sassi e nei fossili, contenitori delle nostre origini e di un passato talmente lontano che rischiamo di non conoscere. L’installazione costruita in uno degli spazi di Aria Art Gallery dalla giovane artista veronese ha un impatto immediato sul visitatore. Entrando nella stanza, capita di poggiare i piedi su vetri infranti che, riflettendo la luce esterna filtrata dai dittici e trittici in plexiglas costruiti sulle finestre della galleria, creano un universo vivo e vitale, in continuo movimento e in continuo contatto con la natura umana e terrestre. Le luci che le grandi light boxes riflettono creano dei giochi di colore e dei luccichii che danno, a chi le osserva, l’impressione di essere testimoni di qualcosa di grandioso. Che sia la forza del talento o la potenza di un Big Bang. Giovanni Bondi

Nella pagina a fianco: Corinna Ferrarese, Fuoco in sidus, tecnica mista su tela, cm200X200, 2010. Courtesy Aria Art Gallery.


| 46

DENTRO AL CONTEMPORANEO

Intervista all’architetto

Vincenzo Giubba a cura di Serena Bedini

Pistoletto, Anna Molinari, Emilio Cavallini, Bottega Veneta, La Perla, Poltrona Frau e Francesca Lavazza premiati dagli studenti dell’Accademia Italiana. Per i lettori di i.OVO l’intervista all’ideatore di tutto questo… Serena Bedini: Vincenzo Giubba, un architetto che diventa un businessman: è successo tutto per caso oppure era stato tutto progettato dall’inizio? Vincenzo Giubba: È successo tutto quando ero ancora molto giovane! Nella vita ho fatto molte professioni: pittore, giornalista, stilista, designer, architetto. Sono un uomo che fa non uno che pensa e l’avventura dell’Accademia Italiana è stata, all’inizio, una delle tante attività che avevo e portavo avanti con entusiasmo, poi mi ha risucchiato e si è presa tutto il posto diventando la mia vita. S.B.: Qual è la sede centrale dell’Accademia Italiana? V. G.: Firenze, ovviamente. Tutto ha avuto inizio qui, diventando poi una realtà che riesce a dare occupazione al 90% dei nostri laureati in brand di alto livello (Doce&Gabbana, Prada, Ferragamo, Roberto Cavalli…). Per questo

anche l’annuale evento di fine anno accademico viene organizzato nel capoluogo toscano. S.B.: Già, perché il 26 aprile ci sarà un grande evento per una grande scuola del made in Italy: all’Obihall, gli studenti dell’Accademia Italiana premiano grandi designer, fotografi, artisti, stilisti e imprenditori del panorama italiano e internazionale… V. G.: Sì, l’idea nasce dal desiderio di far incontrare l’eccellenza con i giovani talenti, di fornire occasioni per conoscersi, fare stage, coinvolgere grandi nomi perché possano “fare scuola” a grandi promesse. Come rendere possibile tutto questo? Ovviamente tramite un’occasione creata ad hoc organizzando un premio che gli studenti stessi consegnano a coloro che ammirano. È un vero trampolino di lancio per i neolaureati della nostra scuola ed include l’inaugurazione di una mostra di design

Nella pagina a fianco: Piramide dell’Eccellenza, disegnata da Gianni Quaranta, courtesy Accademia Italiana.


DENTRO AL CONTEMPORANEO

47 |


| 48

DENTRO AL CONTEMPORANEO

Designer Vahan Khachatryan. Courtesy Accademia Italiana

e una sfilata di moda: parteciperanno circa 2.000 invitati da tutto il mondo, in rappresentanza di università e di aziende. Nelle scorse edizioni gli studenti dell’Accademia Italiana hanno premiato personaggi del calibro di Vivienne Westwood, John Richmond, Carla Fendi, Franco Zeffirelli, James Ivory, Ottavio e Rosita Missoni, Ermanno Scervino, Oliviero Toscani, Elio Fiorucci, Alberto Alessi, Evelyn Swarowsky e tanti altri Maestri della creatività. S.B.: C’è un tema per questa manifestazione? V. G.: Sì, il tema è “Anima e Corpo”, ovvero tutto quello che serve nel lavoro come nella vita. Tutti i programmi accademici (design di moda e di costume, fotografia, interior e product design, grafica e comunicazione visiva, design del gioiello) lo hanno affrontato in

Designer Giulia Pastorelli. Foto MicheleMichelsanti. Courtesy Accademia Italiana

modo diverso, spaziando dagli oggetti di culto ai tatuaggi, dal sacro al profano, dalle palestre alle spa, senza provocazione, ma cercando di trasmettere emozioni nuove e originali. S.B.: Qual è il premio per i “big” invitati? V. G.: La Piramide dell’Eccellenza, ovvero il nostro logo ridisegnato ad arte in 3D e reso scultura dallo scenografo Gianni Quaranta. S.B.: Una domanda scontata forse, ma necessaria: qual è, secondo lei, il segreto per arrivare al successo? V. G.: La passione. Mettere in tutto quello che si fa… anima e corpo. Vincenzo Giubba è architetto e presidente dell’Accademia Italiana. Serena Bedini è caporedattrice di i.OVO arte e cultura contemporanea.


DENTRO AL CONTEMPORANEO

49 |


| 50

INVIATO SPECIALE


INVIATO SPECIALE

51 |

Abstract dell'intervista a

MILOVAN FARRONATO In una Milano addolcita da un’atmosfera ormai primaverile, incontriamo il critico e curatore indipendente Milovan Farronato, appena rientrato da un soggiorno newyorkese. Cecilia Fontanelli: Come ha preso avvio la tua carriera di critico e curatore? E perché rispetto ad una artisticità vissuta in prima persona ti sei votato alla critica d’arte e alla curatela? Milovan Farronato: Ero ben consapevole di avere una naturale inclinazione per le “cose” artistiche ma sempre da un punto di vista dell’analisi, dello studio e non della produzione personale, della quale non mi sono mai sentito assolutamente interprete o portatore. Per una serie di cause ed effetti sono spontaneamente convogliato verso la posizione di critico militante e soprattutto di curatore faber ma anche sapiens, cioè che operativamente e pragmaticamente gestisce delle situazioni ma che sa anche riflettere attraverso un pensiero personale[…]. Ho fatto un master in studi curatoriali a Milano, all’Accademia di Belle Arti di Brera, poi ho cominciato a lavorare nella redazione di Tema Celeste, quindi ho iniziato a collaborare con ViaFarini, con l’Arario Gallery di Seul; a configurarmi come un curatore indipendente con una serie di progetti vari e variegati, ruolo e posizionamento che in fondo continuo a rivestire tutt’ora, pur avendo dei rapporti di collaborazione

continuativi con ViaFarini, con Fiorucci Art Trust, con l’Università di Venezia. C.F.: Hai all’attivo già diverse esperienze nell’ambito della didattica dell’arte contemporanea, vorrei quindi chiederti che idea ti sei fatto dell’offerta formativa nell’ambito artistico delle università italiane e quali consigli potresti dare ad un giovane che voglia intraprendere la carriera di curatore? M.F.: […] La mia esperienza didattica più significativa è sicuramente quella allo IUAV, dove prima ho insegnato storia dell’arte contemporanea e poi tendenze dell’arte contemporanea. Credo comunque che lo IUAV, in generale, sia, al momento, la migliore università, con un international standard, con dei visiting professors qualificati, master class, ed ha una struttura più paragonabile alle realtà internazionali. Anche la Naba sembra essere in vigorosa affermazione. E tra le Accademie mi va di segnalare quella Carrara di Bergamo. Altrimenti ad un giovane curatore consiglierei di andare a Londra alla Royal College of Art, alla Goldsmiths, alla Slade che mi pare abbiano l’offerta culturale e didattica migliore. Poi c’è il De Ap-

Nella pagina a fianco: Milovan Farronato, credits e courtesy Martina Della Valle


| 52

INVIATO SPECIALE

pel ad Amsterdam o l’Ecole du Magasin a Grenoble per gli studi specificamente curatoriali.

cake thinking MARINA CALAMAI a cura di Marco Testa fino al 18 aprile 2012 Orario : Mart. - Sab. 11:00-13:00 15:30:-19:00 Ingresso: gratuito

Lungarno Guicciardini 19 50125 Firenze

C.F.: Parlando della tua attività di direttore artistico dello spazio no-profit ViaFarini, che è stato riconosciuto come il più importante spazio indipendente di arte contemporanea in Italia, vuoi raccontarci quali sono adesso le vostre principali attività, i nuovi progetti? M.F.: […] Abbiamo recentemente stabilito con il Museo del Novecento di Milano un rapporto di collaborazione con una convenzione biennale. Abbiamo uno spazio nella sala Archivi del Museo che il pubblico può visitare e all’interno del quale si trovano materiali, informazioni, postazioni informatiche che presentano dei video di documentazione che noi aggiorniamo con regolarità […]. Inoltre a settembre, insieme a Roberto Cuoghi, curerò, sempre nella stanza degli archivi, una mostra sulla smisuratezza. Ci interessa l’idea di mettere sotto vetro la smisuratezza degli artisti. Tutti gli artisti presenti saranno scelti dall’Archivio Portfolio di ViaFarini, nostro principale bacino di reclutamento di testimonianze, opere e documenti. Sempre a settembre ci sarà nella sede di ViaFarini alla Fabbrica del Vapore, un’ambiziosa mostra performativa e installativa di Chiara Fumai. Per quel che riguarda, invece, il nostro progetto di residenze, adesso abbiamo Sara Enrico, poi verrà, tra gli altri, Niccolò Morgan Gandolfi e la stagione si concluderà a fine anno con la presenza di Lucy McKenzie e del suo atelier […]. Milovan Farronato è critico d’arte e curatore indipendente. Vive e lavora a Milano dove, dal 2005, è direttore artistico dello spazio no-profit ViaFarini. Dal 2011 è direttore artistico del Fiorucci Art Trust, Londra. Cecilia Fontanelli è laureanda in storia dell’arte contemporanea e attualmente vive a Firenze. L’intervista è consultabile per intero sul sito di i.ovo (www.iovo.it).


Borgo Allegri 68R - Firenze Orario: lunedì 20.00/00.00 Mar./sab. dalle 11.00/00.00. Domenica solo su prenotazione

53 |

INVIATO SPECIALE Riservato solo a soci acsi

con documento d’identità tel. +39 055 2346943 info@lver.it - www.lver.it

Giovedì 5 Aprile Dalle 19.00...

Degustazione di birre e gran buffet in Abbinamento Tutta la selezione Ayinger: Jahrhundert Bier Export chiara Ur-Weisse Weizen Celebretor Dopple Bock scura Kellerbier Chiara a bassa fermentazione Winter Bock Bock


| 54

MODA


MODA

55 |

FashionMob, Prato Novità: in Toscana si propone il fashion “for rent” Un’uscita estemporanea, un bagliore improvviso e la sorpresa negli occhi dei presenti. Sono le tre peculiarità di un flash-mob ma, diciamoci la verità, anche la reazione che ogni donna conta di suscitare quando, armata di tacchi e di un abito iper griffato, fa il suo ingresso nelle situazioni più disparate. Da questa base fiabesca nasce FashionMob, di Ilaria Gheri, Monica De Negri e Eugenia La Vita. Le tre partono da Prato, la loro città di origine, e propongono un’idea innovativa che forse qualcuno avrà visto nell’incalzante New York descritta da Carrie Bradshaw in Sex and the city. FashionMob si propone infatti di affittare abiti super griffati come Armani, Versace e Cavalli (e molti altri ancora) per una notte, una cerimonia o un intero week-end. Un nuovo modo di vestire che diviene accessibile, il tutto corredato dalla competenza di Ilaria, l’animo più romantico del gruppo, di Monica la fashion-victim delle tre, e di Eugenia, quella sempre pronta ad intercettare le nuove tendenze in fatto di streetstyle. Cosa da non sottovalutare assolutamente, il fatto che il progetto FashionMob è un’estensione dell’associazione Specchio Magico, che da tempo opera sul territorio pratese per offrire supporto alle madri nella deli-

cata fase post-parto e alle famiglie nel loro insieme. Da lì a partorire un’idea innovativa come FashionMob il passo non è stato molto lungo. Tempo di realizzare un “parco abiti” degno di tutto rispetto che copre taglie dalla 40 alla 46, e consultabile sul blog www.progettofashionmob.blogspot.it, e il progetto delle tre pratesi è partito in grande stile dopo la presentazione di venerdì 23 marzo al Baraka di piazza Mercatale. In sostanza funziona così: si contatta FashionMob dopo aver già buttato un occhio sugli oltre 30 abiti proposti dal blog, e si richiede un vero e proprio “fashion take delivery”. A domicilio si avrà infatti la possibilità di provare i capi e di usufruire, se necessario, della consulenza di Ilaria, Monica e Eugenia. L’affitto è estremamente flessibile: a seconda delle esigenze si può restituire l’abito sia il giorno dopo che la settimana successiva. I prezzi? Assolutamente degni di nota. E se è vero, come dice Re Giorgio Armani, che l’eleganza non è farsi notare, ma farsi ricordare, potete stare sicure che con FashionMob il successo è garantito. Per ulteriori info scrivete a: progettofashionmob@gmail.com. Alessandra Petrelli


| 56

BIS

R I S TO R A N T E • LO U N G E B A R • c on f eren z e in c ontri d ’ arte • m usi c a a f ri c ana

Nasce nel cuore di Firenze un luogo dedicato all’Africa, che è insieme ristorante dalle radici eritreoetiopi e lounge bar dove ascoltare musica africana, in un ambiente contemporaneo, con l’intenzione di andare oltre l’immaginario collettivo sull’Africa.

dalle 23 alle 02 Via Ghibellina 3 c/r aperti 11.00/15.00 e 17.00/02.00 chiuso il lunedì

“african sky brunch”

10-12 €

Te l 0 5 5 2 4 7 7 4 1 6 Cell. 339 3427111 w w w. a f r i c a n s ky. i t i n fo @ a f r i c a n s ky. i t


BIS

57 |


| 58

COOLINARIA


COOLINARIA

59 |

IL CANAPONE CLUB Gusto, arte, casa

Una porta verde quasi sempre chiusa incorniciata da un’insegna con due ossa accostate, una bianca l’altra nera, è il passaggio segreto che mi introduce al Canapone Club in via del Mezzetta 5, a ridosso di Santo Spirito, nel cuore della rive gauche fiorentina. Un mondo magico ma anche sorprendentemente familiare. Il Canapone è un club storico di Firenze. Viene fondato da Mario Mariotti nel 1986 con il nome Il Paiolo, circolo culturale e punto di riferimento dove si ritrovano gli artisti e gli artigiani fiorentini. Cambia nome quasi subito e passa prima nelle mani della figlia Francesca e poi in quelle sapienti di Valentina Mugnaini. Il nome Canapone è legato a Leopoldo II, granduca di Toscana, che visse proprio in questo quartiere e che a causa del colore giallastro della sua capigliatura fu ben presto affettuosamente soprannominato così. Il Canapone, mi spiega Valentina, era anche il nome dell’unico cammello ospitato allo zoo delle Cascine negli anni ’60, ribattezzato così per lo stesso motivo del più noto granduca. Il Canapone è un club – ristorante, a cui si accede attraverso una tessera che costa 5 euro. Unisce cibo e arte in un connubio perfettamente armonizzato e questo si intuisce appena si entra nella piccola e raccolta sala, con le pareti schizzate di mille colori che sembrano carta da parati e che rendono la stanza calda e accogliente diventando lo sfondo naturale

delle opere degli artisti. L’arredo della sala, che contiene una trentina di posti, è costituito da un mix di elementi di design e della tradizione. Tavoli di varie dimensioni e fatture, in legno o in ferro battuto sono apparecchiati con tovaglie diverse, bicchieri e piatti colorati e ricercati. Tutte le tavole hanno fiori freschi e profumati e candele che rendono l’atmosfera particolarmente romantica. Quello che colpisce subito è il gioco delle luci e delle ombre, ottenuto anche grazie all’utilizzo di punti luce d’antiquariato sistemate in vari angoli della sala per evidenziare al meglio i quadri degli artisti esposti. La sala ti accoglie e ti culla diventando un’opera essa stessa che cambia completamente cambiando l’allestimento delle personali degli artisti e delle luci che le accompagnano in questa strana danza. Tutto quello che si vede, dipinti, quadri, luci, elementi d’arredo, può essere acquistato. Una seconda e piccola sala ospita un delizioso bar dove poter sorseggiare una bevuta facendo quattro chiacchiere con gli avventori del locale comodamente seduti su divanetti. Anche qui, alle pareti, siamo immersi nelle opere di artisti. Nel mese di aprile continua la splendida personale di Noumeda Carbone, giovane ma già affermata artista i cui lavori assumono un tono onirico, dark, surreale e sono caratterizzati da uno stile raffinato eseguito attraverso l’uso di chine e pennarelli. Il Canapone è anche e soprattutto cibo.


| 60

COOLINARIA

Cucina mediterranea. Ingredienti freschissimi e di stagione. Menù che cambia ogni mese con piatti curati e molti abbondanti. Cinque i primi scelti e preparati dalla chef di cucina Yuna Scattone, tra questi i paccheri al ragù di coniglio e le tagliatelle di pasta fresca in carbonara di carciofi, tre i secondi di carne, deliziosi i fagottini di pollo, e due quelli di pesce. Tre contorni accompagnano sempre il piatto. I dolci, tra cui il sublime gelato montato a mano ai pistacchi di Bronte, sono realizzati invece da Valentina. Ottima la carta dei vini, tutti italiani. La gestione tutta al femminile di questo club è fatta di accoglienza e generosità, di ospitalità e di calore. Valentina è perfetta nell’accogliere gli ospiti e nel farli sentire a casa, simpatica e disponibile è pronta a dare spiegazioni su cibo e arte. Non è difficile poi scambiare due chiacchiere con il vicino di tavola e creare un clima rilassato e familiare.

Camilla Innocenti: Cosa è per te Il Canapone? Valentina Mugnaini: Dalle sua creazione il Canapone è rimasto punto di riferimento per gli artisti e gli artigiani fiorentini ma anche per gli abitanti di questo meraviglioso quartiere e non solo. Al Canapone vengono ospitate mostre, piccole letture, vengono concepite collaborazioni artistiche, esposti prodotti antiquari. Ma il Canapone è anche cibo. Tutto qui cambia: le persone, il cibo, le mostre. Tutto qui è in continuo movimento e allora io voglio che in questo continuo fluire le persone che passano di qui siano soddisfatte, che escano sazie e contente come fossero a casa. Mi piace pensare che possano passare di qui per stare bene, proprio come quando uno è nel luogo a lui più familiare. Mi piace coltivare quest’atmosfera di condivisione che magicamente e naturalmente si crea stando insieme. Camilla Innocenti


derb

COOLINARIA

61 |

SENTORI D’ORIENTE di Sofia D’Alessandro

libreria con caffetteria spazio espositivo per mostre ed eventi culturali riviste e quotidiani in consultazione wi –fi area artigianato dal maghreb collezioni in argento cucina marocchina con specialità di pesce fresco

Via Faenza 21/R, Firenze - Tel. 055/218963 martedi/sabato 12.00 - 24.00 domenica 17.00 - 24.00 / lunedi chiuso

derb1@hotmail.it - www.derb.it


trova la tua copia! Arezzo GALLERIA CARINI & DONATINI Via Gruccia n°192/b (San Giovanni Valdarno) CENTRO PER L’ARTE CONTEMPORANEA CASA MASACCIO Corso Italia n°83 (San Giovanni Valdarno) BOLOGNA ONO ARTE CONTEMPORANEA Via Santa Margherita n°10 firenze AFRICAN SKY Via Ghibellina n°3/cr AFTER ART GALLERY Via Ghibellina n°38/r M.N.A.F. Museo Alinari Piazza Santa Maria Novella n°14/ar ANGELS Via Del Proconsolo n°29/r APT Firenze Via Cavour n°1/r Via Manzoni n°16 Aeroporto “ A. Vespucci” ARIA ART GALLERY Borgo Santi Apostoli n°40 Arkadia Design -schiffini Via Guido Monaco n°2/a ART&CLOTHES Via Dell’Agnolo n°50/r GALLERIA ALESSANDRO BAGNAI Via Del Sole n°15/r BASE/ PROGETTI PER L’ARTE Via San Niccolò n°18/r GALLERIA BIAGIOTTI Via Delle belle donne n°39/r BIBLIOTECA DELLE OBLATE Via Dell’Oriuolo n°26 BIBLIOTECA NAZIONALE Piazza Dei Cavalleggeri n°1 BRAC Via Dei Vagellai n°18/r CAnapone Via Mazzetta n°5/a CASA DELLA CREATIVITÀ IED Vicolo Di Santa Maria Maggiore n°1 C.C.C.S. CENTRO DI CULTURA CONTEMPORANEA STROZZINA Palazzo Strozzi, Piazza Degli Strozzi n°1 HOTEL CELLAI In rosso i nuovi unti didistribuzione Via XXVII Aprile n°14-52/r GALLERIA CIVICO 69

-ART CAFÉVia Ghibellina n°69/r CLET STUDIO Via Dell'Olmo n°8 CUCO CUCINA CONTEMPORANEA Via Del Melerancio n° 4/r CUCULIA Via De' Serragli n°1-3/r DERB Via Faenza n°21/r DUBLIN PUB Via Faenza n°27/r ENTR'ARTe Via De’ Serragli n°79/r EX 3 CENTRO PER L’ARTE CONTEMPORANEA Viale Giannotti n°81/83/85 FOR GALLERY -Photo Art ResearchVia Dei Fossi n°45/r FRASCIONE ARTE Via Maggio n°60/r FRITTELLI ARTE CONTEMPORANEA Via Val Di Marina n°15 GOLDEN VIEW OPEN BAR Via Dè Bardi n°54-64/r FASHION PROJECTS Via De' Serragli n°7/r Flor Design Via Benedetto Dei n°100 Florence Dance Center Borgo Della Stella n°23/r FONDAZIONE IL BISONTE Via Di San Niccolò n°24/r FUA School of Fine Arts Via San Gallo n°45/r Galleria del Palazzo Lungarno Guicciardini n°19 GALLERIA I.A.C. Via Della Croce n°41 (Impruneta) IMMAGINARIA ARTI VISIVE GALLERY Via Guelfa n°22/r RISTORANTE INDIA Via Gramsci n°43/a (Fiesole) LA CITÉ Borgo San Frediano n°20/r LA VIE EN ROSE Borgo Allegri n°68/r Maono Borgo Santa Croce n°15/r MIO concept store Via della Spada n°34 MUSEO MARINO MARINI Piazza San Pancrazio Otto luogo dell'arte Via Maggio n°43 r PALAZZO

MEDICI RICCARDI Via Cavour n°1 MELBOOKSTORE Via Dei Cerretani n°16 GALLERIA D’ARTE MENTANA Piazza Mentana n°2/3/4 r BOX OFFICE MURATE Via Delle Vecchie Carceri PALAZZO PITTI Piazza Pitti n°1 PALAZZO VECCHIO Piazza Della Signoria GALLERIA POGGIALI & FORCONI Via Della Scala n°35a Via Benedetta n°3/r GALLERIA IL PONTE Via Di Mezzo n°42/b Present Art Via de' Serragli n° 56/58r STUDIO ART CENTERS INTERNATIONAL Via S. Antonino n°11 GALLERIA SAN GALLO Via Frà Giovanni Angelico n°5/r SANTO FICARA ARTE MODERNA E CONTEMPORANEA Via Ghibellina n°164/r Simboli Art Gallery Via Di San Giuseppe n° 6/r SO - Largo Bargellini n°2 Simultanea arte contemporanea Via San Zanobi n°45/r GALLERIA DEL TEATRO ROMANO Via Portigiani n°34/36 (Fiesole) TORNABUONI ARTE CONTEMPORANEA INTERNAZIONALE Lungarno Cellini n°13/a GALLERIA VARART ARTE CONTEMPORANEA Via Dell’Oriuolo n°47-49/r TETHYS GALLERY -Fine Art PhotographyVia Maggio n°58r Università Internazionale delle Arti Via Della Forbice n°24-26 Zone Via Del Porcellana n°37r-43a lIVORNO GALLERIA GIRALDI Piazza Della Repubblica n°59 GUASTALLA CENTRO ARTE Via Roma n°45 lucca Lu.C.C.A. CENTER OF CONTEMPORARY ART Via Della Fratta n°36 PALAZZO MEDICEO Via Del Palazzo n°358 (Seravezza)

GALLERIA N°38 Via Del Battistero n°38 GALLERIA SUSANNA ORLANDO Via Carducci n°10 (Forte dei Marmi) pietrasanta FLORA BIGAI ARTE CONTEMPORANEA Via Garibaldi n°37 GESTALT GALLERY Via Stagio Stagi n°28 BARBARA PACI GALLERIA D’ARTE Piazzetta Del Centauro n°2 Piazza Duomo n°25 PALAZZO PANICHI Via Marzocco n°2 angolo Piazza Duomo MARCO ROSSI ARTE CONTEMPORANEA Via Garibaldi n°16 GALLERIA d’ARTE “LA SUBBIA” Via Barsanti n°11 pistoia AORISTÒ -RISTORANTE SOPRA IL GLOBOVia Dei Buti n°11 Agenzia per il Turismo di Pistoia Piazza Del Duomo n°4 CAFFETTERIA MARINI Corso Silvano Fedi n°32 Museo Marino Marini Corso Silvano Fedi n°30 PALAZZO FABRONI Via Santa n°5 prato ELEONORA D’ANDREA CONTEMPORANEA Via Vincenzo Gioberti n°14 DIE MAUER ARTE CONTEMPORANEA Via Pomeria n°71 GALLERIA GENTILI Via Del Carmine n°11 ARMANDA GORI ARTE Viale Della Repubblica n°64/66/68 LATO - Piazza San Marco n°13 opificio JM Piazza San Marco, 39 LAURABALLA STUDIO D'ARTE Via Mazzini n°34 GALLERIA OPEN ART Viale Della Repubblica n°24 CENTRO PER L’ARTE CONTEMPORANEA LUIGI PECCI Viale Della Repubblica n°277 IL TEATRINO DELLE BRICIOLE Piazza Duomo n° 51 SIENA Galleria Gagliardi Via San Giovanni n°57 (San Gimignano)


So near but yet so far, 2011. Olio su tela, cm 25x30

MARK KOSTABI Symbols in Florence

Fino al 6 maggio 2012 Catalogo in galleria, a cura di Emanuele Greco

SIMBOLI ART GALLERY Orario: lunedì 16-20 Via di San Giuseppe, 6/r - 50122 Firenze

martedì -domenica 10-13 / 15-20

Tel. +39 055 0502418 / +39 349 1438941

Ingresso libero / Free entrance

info@simboliartgallery.com

www.simboliartgallery.com


I.OVO n°012 - Aprile 2012  

Il numero di aprile di i.OVO il primo mensile tascabile di arte e cultura contemporanea

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you