Page 1

i.ovo arte

e

MAGGIO 2012 c u l t u ra

013

c onte m p oranea

NARDINI EDITORE


die mauer

arte contemporanea

Paolo Meoni

GIOVEDI 19 APRILE - 19 giugno 2012 ORE 18,OO IN GALLERIA

DIE MAUER arte contemporanea - Via Pomeria n째71 Prato


i.ovo Ideatore e Curatore: Massimo Tonietti m.tonietti@iovo.it cell. +39 327 5303110; Direttore responsabile: Marco Zucchini; Caporedattore: Serena Bedini (serena-bedini@libero.it); Progetto grafico: Alexandra Barbieri; Curatrice “Guida al Contemporaneo”: Serena Vanzaghi; Curatori “Dentro al Contemporaneo”: Serena Bedini & Nicola Cecchelli; Curatore “Il Ragazzo di Bottega”: Simone Innocenti; Curatrice “Voltar pagina”: Simonetta Ferrini; Curatore “Oltre lo specchio”:Massimo Tonietti; Curatrice di "Inviato speciale": Cecilia Fontanelli Curatrice “Fashion image”: Alessandra Petrelli; Curatrice “Belvedere”: Rossella Tesi; Curatore “Hamelin”: Stefano Gaz; Curatrici “Coolinaria”: Camilla Innocenti & Serena Trinchero; Curatore“Cinefestival”: Michele Faggi; Curatrice “Bis!!!”: Gabriella Di Tanno Curatrice “16mm”: Francesca Versienti Curatore “Flashback”: Lorenzo Tore Curatore www.iovo.it: Stefano Gaz Responsabile progetto web: Andrea Angeloni ; Recensori di “Dentro al Contemporaneo”: Stefania Basso, Giovanni Bondi, Greta Bonini, Yan Blusseau, Matteo Brighenti, Eleonora Ciambellotti, Elodie Chandernagor, Daniela Cresti, Ilaria D’Adamio, Alessandra de Bianchi, Diana Di Nuzzo, Gabriella Di Tanno, Costanza Focardi, Giulia Fonnesu,Cecilia Fontanelli, Elisa Frego, Linda Giusti, Martina Marolda, Stefania Rinaldi, Serena Trinchero.

Ufficio stampa: Alessandra Petrelli alessandra.petrelli@hotmail.it cell. + 39 338 2946943 www.iovo.it info@iovo.it m.tonietti@iovo.it n.cecchelli@iovo.it Tel. +39 055 011 99 77 Fax +39 055 011 99 81

i.ovo Arte e Cultura Contemporanea n°013 MAGGIO 2012 aut. trib. n. 5825 del 15/03/2011 distribuzione gratuita Editore incaricato: NARDINI PRESS S.R.L. Via Cavour n°15, 50129 Firenze Stampa: Nuova Grafica Fiorentina, Via Traversari Ambrogio n°64/r, 50126 Firenze www.facebook.com/iovoarteeculturacontemporanea IovoArteFirenze

main sponsor:

i.ovo arte

e

MAGGIO 2012 c u l t u ra

013

c onte m p oranea

Abbonati a

i.ovo

manda una mail a

info@iovo.it

NARDINI EDITORE

In copertina:

SECCHIO

media partner di


Salvatore Magazzini Pescatori sul Nilo

Viale della Repubblica n째 64/66/68, Prato Tel. + 39 338 5924449 / +39 335 303142 Fax + 39 0574 604901 web: www.armandagoriarte.com- mail: studiomarchi@tin.it


indice

n.013 maggio 2012

oltre lo specchio dentro al contemporaneo

25th, Galleria Alessandro Bagnai di Massimo Tonietti ANTONY GORMLEY - VESSEL NIKHIL CHOPRA - INSIDE OUTdi Cecilia Fontanelli MOVING IMAGE IN CHINA 1988 – 2011 di Stefania Rinaldi Lukáš Machalický - Fool’s Mate di Giovanni Bondi Aldo Spoldi - Camper di Alessandra De Bianchi VIRGINIA LOPEZ | EPHEMEROS di Martina Marolda FABBRICA EUROPA XIX Edizione di Matteo Brighenti Sciatò di Serravalle di Gabriella Di Tanno

ragazzo di bottega MODA coolinaria

MAURIZIO BIAGINI di Simone Innocenti TASTE OF RUNWAY, MILANO di Alessandra Petrelli derb di Serena Trichero

24 28 30 34 38 42 46 50 52 54 56


TEATROSTUDIOKRYPTON

TEATRO STUDIO KRYPTON

CINQUE ATTI TEATRALI SULL’OPERA D’ARTE

OA

ideazione e regia Giancarlo Cauteruccio

Primo atto

Quarto atto

Secondo atto

Quinto atto

La parola con l’opera di ALFREDO PIRRI 29, 30, 31 gennaio ore 21 La danza con l’opera di ENRICO CASTELLANI 23, 24, 25 febbraio ore 21

La luce con l’opera di LORIS CECCHINI 14, 15, 16 aprile ore 21 La musica con l’opera di CRISTINA VOLPI 18 maggio ore 21

Terzo atto

Il canto con l’opera di JANNIS KOUNELLIS 24, 25, 26 marzo ore 21 con la collaborazione di GALLERIA D’ARTE MODERNA E CONTEMPORANEA Santo Ficara

Quinto atto

TEATRO STUDIO Via G. Donizetti 58, Scandicci, Firenze www.teatrostudiokrypton.it biglietteria@teatrostudiokrypton.it - 055 7591591

18 MAGGIO 2012 ore 21

La Musica

con l’opera di Cristina Volpi ideazione e regia

Giancarlo Cauteruccio voce Giancarlo Cauteruccio direzione dell’allestimento Loris Giancola luci Giancarlo Cauteruccio e Loris Giancola assistente alla regia e costumi Massimo Bevilacqua suono Marco Cardone tecnici dell’allestimento Lorenzo Bernini e Brando Nencini TEATRO STUDIO Via G.DONIZETTI 58, Scandicci (FI) www.teatrostudiokrypton.it 055 75 91 591

con la collaborazione di GALLERIA DI ARTE MODERNA E CONTEMPORANEA Santo Ficara


save the date

maggio 2012

L’Arte nell'espressione pittorica e poetica Mostra collettiva virtuale

Azra Huskich TUBISMO

dal 2 al 18 maggio 2012 www.wepresentart.com

Present Art Space Via De' Serragli n°56r, Firenze

Fabbrica Europa XIX edizione dal 3 al 13 maggio Stazione Leopolda e altri spazi Firenze Josè Muñoz dal 3 al 28 maggio Galleria e Libreria d'arte Babele via delle belle donne n°41r, Firenze; LUKAS MACHALICKY THE FOOL’S MATE, AN EXHIBITION PROJECT

dall'11 al 25 maggio 2012

ANIMA – LI amici miei Dal 12 al 27 Maggio 2012 I.A.C. – Impruneta Arte Contemporanea Via della Croce n°41, Impruneta (Fi) Giulio Greco - Stella di mare Dal 12 al 31 Maggio 2012 Simboli Art Gallery Via di San Giuseppe n°6/r, Firenze OA – Quinto Atto intorno a un’opera di Cristina Volpi

F_AIR – Florence artist in Residence Via San Gallo n°45/r, Firenze

18 maggio 2012 Teatro Studio Krypton, Scandicci, Firenze.

ANTONI TAPIES NOCTURN MATINAL

UN RITROVARSI AMICHEVOLE E PIACEVOLE

Dal 5 Maggio al 7 Luglio 2012

Dal 18 Maggio al 20 Luglio 2012

Guastalla Centro Arte Via Roma n°45, Livorno

Galleria Il Ponte Via di Mezzo n°42/b, Firenze

ART SPRING 2012 – II edizione

Pinocchio Biennale 2012

Dal 10 al 31 Maggio 2012

dal 31 maggio 31 agosto

Galleria del Teatro Romano Via Portigiani n°34/36, Fiesole (Fi)

c/o Galleria e Libreria d'arte Babele via delle belle donne n°41r, Firenze;

Dal 04 al 20 Maggio 2012


gestalt gallery, Pietrasanta (LU)

guida al contemporaneo L'attuale Geografia Artistica di Firenze e Oltre. A cura di Serena Vanzaghi


| 12

GUIDA AL CONTEMPORANEO

Associazione Nazionale Gallerie d'Arte Moderna e Contemporanea L’Associazione Nazionale Gallerie d’Arte Moderna e Contemporanea è costituita tra le Gallerie e le Associazioni culturali che operano nel settore dell’arte moderna e contemporanea e che esercitano l’attività di esposizione, promozione e/o vendita al pubblico di opere d’arte. L’ANGAMC ha lo scopo di rappresentare e tutelare, in ogni sede, gli interessi morali, economici e culturali della categoria rappresentata. L’obiettivo principale è quello di qualificare sempre più il mercato dell’arte e le sue potenzialità con la migliore preparazione professionale e culturale degli operatori, anche con interventi nell’ambito giuridico e amministrativo; inoltre promuove dibattiti e conferenze su temi d’interesse per gli associati. Il Delegato territoriale della Toscana è Mauro Stefanini: cell. 335 7054800 GALLERIE ASSOCIATE DELEGAZIONE TERRITORIALE TOSCANA ANGAMC GALLERIA CONTINUA

Sede:Via del Castello 11, 53037 - San Gimignano (SI), Tel. +39 0577 943134. Orario: aperto martedì-sabato ore 14-19 o su appuntamento. Ufficio stampa: press@ galleriacontinua.com. Biglietti: ingresso libero. Web: info@galleriacontinua.com www.galleriacontinua.com ELEONORA D’ANDREA ARTE CONTEMPORANEA

Sede: Via Vincenzo Gioberti n° 14, 59100 Prato, Tel. / Fax +39 0574 574670 / Cell. +39 345 2816111. Orario: dal lunedì al venerdì 16:00 - 19:00, sabato 10:30 - 13:00 / 16.00 - 20.00 (per tutti gli orari e i giorni non specificati su appuntamento al numero +39 345 2816111). Biglietti: ingresso libero. Web: gallery@elexpo.it www.elexpo.it SANTO FICARA ARTE MODERNA E CONTEMPORANEA

Sede: Via Ghibellina n° 164r, 50122 Firenze, Tel. +39 055 2340239 / Fax +39 055 2269190. Orario: dal lunedì al sabato 09:30 - 12:30 / 15:30 - 19:30. Biglietti: ingresso libero. Web: info@santoficara.it www.santoficara.it


GUIDA AL CONTEMPORANEO

13 |

FRITTELLI ARTE CONTEMPORANEA

Mia Fair 2012 - PAD 2 stand 81; 03/05/12 – 06/05/12, vernissage giovedì 3 maggio, c/o Superstudio Più, Via Tortona 27, Milano. Orario: 4-5 maggio ore 12:00 22:00, 6 maggio ore 11:00 – 20:00. Sede galleria: Via Val di Marina n° 15, 50127 Firenze, Tel +39 055 410153 / Fax +39 055 4377359. Orario: dal martedì al sabato 10:00 - 13:00 / 15:30 - 19:30, lunedì, domenica e festivi su appuntamento. Web: info@frittelliarte.it www.frittelliarte.it GESTALT ART GALLERY

Sede: Via Stagio Stagi n° 28, 55045 Pietrasanta (LU), Tel. +39 0584 790900. Orario: tutti i giorni 18:30 – 00:30. Ufficio Stampa: Gestalt Gallery press@gestaltagallery. it. Biglietti: ingresso libero. Web: info@gestaltgallery.it www.gestaltgallery.it GALLERIA GIRALDI

Sede: Piazza della Repubblica n° 59, 57123 Livorno, Tel. +39 0586 883022 / Cell. +39 329 8626020 / Fax +39 0586 887778. Orario: dal lunedì al sabato 10:00 13:00 / 17:00 - 20:00, domenica su appuntamento. Biglietti: ingresso libero. Web: info@galleriagiraldi.it www.galleriagiraldi.it ARMANDA GORI ARTE

Sede: Viale della Repubblica n° 64/66/68, 59100 Prato, Cell. +39 335  303142 +39  338  5924449 / Fax +39 0574 604901. Orario: dal lunedì al venerdì 15:30 19:00 o su appuntamento. Biglietti: ingresso libero. Web: studiomarchi@tin.it www.armandagoriarte.com GUASTALLA CENTRO ARTE

Antoni Tàpies – Nocturn Matinal; 05/05/12 – 07/07/12. Autore: Antoni Tàpies. Vernissage: sabato 5 maggio alle ore 18:00. Catalogo: disponibile in galleria e online. Sede: Via Roma n° 45, 57126 Livorno, Tel. +39 0586  808518 / Fax +39 0586 813514. Orario: dal lunedì al venerdì 10:00 - 13:00 / 16:30 - 20:00, sabato 10:00 – 13:00. Biglietti: ingresso libero. Web: info@guastallacentroarte.com www.guastallacentroarte.com


| 14

GUIDA AL CONTEMPORANEO

GALLERIA N° 38

Sede: Via del Battistero n° 38, 55100 Lucca, Tel. +39 0583 491104 / Fax +39 0583 491104. Orario: lunedì 16:00 – 19:30, dal martedì al sabato 10:00 - 13:00 / 16:00 19:30. Biglietti: ingresso libero. Web: info@gallerianumero38.com www.gallerianumero38.com GALLERIA OPEN ART

Mostra collettiva con una selezione di opere di Renata Boero, Silvano Bozzolini, Walter Fusi, Paul Jenkins, Jiri Kolar, Conrad Marca-Relli, Luigi Parzini, Toti Scialoja; 02/05/12 – 31/05/12. Sede: Viale della Repubblica n° 24, 59100 Prato, Tel. +39 0574 538003 / Fax +39 0574 537808. Orario: dal lunedì al venerdì 16:00 - 20:00, sabato 10:30 – 12:30 16:00 – 20:00. Biglietti: ingresso libero. Web: galleria@openart.it www.openart.it GALLERIA SUSANNA ORLANDO

Sede: Via Carducci n° 10, 55042 Forte dei Marmi (LU), Tel. / Fax +39 0584 83163. VETRINA: Via Sauro n° 3, 55045 Pietrasanta (LU). Orario: tutti i giorni 10:00 - 13:00 / 17:00 - 24:00. Ufficio Stampa: Federica Forti. Biglietti: ingresso libero. Web: info@galleriasusannaorlando.it www.galleriasusannaorlando.it BARBARA PACI

Eva Gerd; fino al 28/06/12. Autrice: Eva Gerd. Sede: Piazzetta del Centauro n° 2, Piazza Duomo n° 25, 55045 Pietrasanta (LU), Tel. / Fax +39 0584 792666. Biglietti: ingresso libero. Web: info@barbarapaciartgallery.com www.barbarapaciartgallery.com GALLERIA POGGIALI & FORCONI

Sede: Via della Scala n° 35/A, 50123 Firenze, Tel +39 055 287748 / Fax +39 055 2729406. Orario: dal martedì al venerdì 10:00 - 13:00 / 15:30 - 19:00, sabato 10:00 – 13:00. Biglietti: ingresso libero. Web: info@poggialieforconi.it www.poggialieforconi.it GALLERIA IL PONTE

Un ritrovarsi amichevole e piacevole; 18/05/12 – 20/07/12. Autori: Antonio Catalani,


GUIDA AL CONTEMPORANEO

15 |

Daniela De Lorenzo, Carlo Guaita, Riccardo Guarneri, Paolo Masi, Paolo Parisi. Curatori: Mauro Panzera. Vernissage: venerdì 18 maggio ore 19:00 – 22:00. Sede: Via di Mezzo n° 42/b, 50121 Firenze, Tel +39 055 240617 / Fax +39 055 5609892. Orario: dal lunedì al venerdì 15:30 - 19:00. Ufficio Stampa: Susy Fabiani. Biglietti: ingresso libero. Web: info@galleriailponte.com www.galleriailponte.com SANGALLO ART STATION

Sede: Via Fra’ Giovanni Angelico n° 5r (fra il n°47 e il n°49), 50121 Firenze, Tel. +39 055 0517157 / Fax +39 055 0517518. Orario: dal martedì al sabato 10:00 - 13:30 / 15:00 - 19:00. Biglietti: ingresso libero. Patrocinio: Ministero per i Beni e le Attività Culturali. Web: e.sarti@sangalloartstation.it www.sangalloartstation.it GALLERIA LA SUBBIA DI PAOLA RAFFO

Sede: Via Barsanti n° 11, 55045 Pietrasanta (LU), Tel. +39 0584 283338 / Fax +39 0584 71647. Orario: tutti i giorni 10:00 - 12:00 / 17:00 - 19:00. Biglietti: ingresso libero. Web: gallerialasubbia@ gmail.com TORNABUONI ARTE CONTEMPORANEA INTERNAZIONALE

Maestri moderni e contemporanei - Antologia scelta 2012. Sede: Lungarno Cellini n° 13/a, 50125 Firenze, Tel. +39 055 6812697 / Fax +39 055 6812020. Orario: dal lunedì al venerdì 09:00 – 13:00 / 15:30 – 19:30, sabato 11:00 – 13:00 / 14:30 – 18:30, domenica chiuso. Biglietti: ingresso libero. Web: info@tornabuoniarte.it www.tornabuoniarte.it

Firenze

Via delle Vecchie Carceri

(le murate)

Tel. 055 0540234 info@nardinibookstore.it www.nardinibookstore.it


| 16

i.ovo ZOOM

Supernatura Piero Gilardi & Omar Ronda

Palazzo Medici Riccardi, Via Camillo Cavour n°3, Firenze Galleria Armanda Gori Arte, Viale della Repubblica n°66, Prato Inaugurazione a Palazzo Medici Riccardi sabato 5 maggio 2012, ore 17:00

Con il patrocinio delle Province di Firenze e di Biella. Dal 5 maggio 2012 l’esposizione Supernatura di Piero Gilardi e Omar Ronda è in programma nelle sale di Palazzo Medici Riccardi a Firenze e contemporaneamente a Prato nella Galleria Armanda Gori Arte. In Supernatura la realtà è intesa come un giocattolo da manipolare al fine conoscitivo per una comprensione maggiore della stessa, verso un superamento della natura grazie all’uso della versatile materia plastica condiviso da entrambi gli artisti. In Piero Gilardi si torna alle origini primordiali della creta demiurgica qui, però, impeccabilmente sostituita dalla materia plastica che simula piccoli universi, intricati frammenti di realtà “naturale” trasfigurati dalla decontestualizzazione nello spazio espositivo tanto da apparirci titanici nella loro superlativa naturalezza. In Gi-

lardi la cura formale di un giardiniere si coniuga alla ferrea analisi di un botanico per strutturare surreali architetture. Architetture complesse che si snodano come un dedalo intricato di fronte ai nostri occhi e che vagano scrutando la texture di superfici fantastiche. Plastica che abbandona, invece, ogni finalità mimetica per esprimere ogni possibilità estetica nelle opere di Omar Ronda. Qui la materia fonde, fila, si sovrappone incrociandosi in percorsi inaspettati. Una materia colore che deborda da un imprecisato punto germinale irradiandosi attorno all’immagine ma non per incorniciarla, bensì per preservarla come icona occidentale senza tempo. Il tutto diviene un vero e proprio inno al potenziale seduttivo della plastica, quanto mai ammaliante nel suo eccesso. Gemme incastonate nel colore compongono, così, intricate ragnatele di riflessi dalla logica sottesa.


i.ovo ZOOM

17 |

11-25 maggio 2012

Azra Huskich Tubismo vernissage 11 maggio 2012, h.18

Orari di apertura: LUN/VEN – h. 15,30/19,30 Via dei Serragli 56r/58r – 50124 Firenze Tel/Fax: +39 055 2645767 www.wepresentart.com

Nella sua produzione colorata e ricca di sensazioni materiche, Azra Huskich (Zagabria, Croazia,1970) utilizza persino il colore puro, preso direttamente dal tubetto. I suoi lavori acquisiscono allora caratteristiche particolari che miste a una tecnica assai originale li rendono pezzi veramente unici, frutto di una combinazione sapiente di astratto, informale, combine painting‌


OVERGROUND

AFTER ART GALLERY di Frederik Ivanaj

Sede: Via Ghibellina n° 38r, 50122 Firenze, Tel. +39 328 7156628. Biglietti: ingresso libero. Web: frederik.ivanaj@tin.it www.ivanaj.com

ANTONELLA VILLANOVA – Contemporary art jewellery

Less is more; fino al 15/06/12. Autrice: Rosalba Balsamo. Sede: Piazza Goldoni n° 2 - Via della Spada n° 36/R, 50123 Firenze, Tel. +39 055 6802066. Orario: lunedì 15:00 - 19:00, dal martedì al sabato 10:00 - 19:00. Biglietti: ingresso libero. Web:   antonellavillanova@gmail.com www.antonellavillanova.it

ARIA ART GALLERY

PER PETRAM STELLA; fino al 13/05/12. Autrice: Corinna Ferrarese. Sede: Borgo Santi Apostoli n° 40/r, 50123 Firenze, Tel. +39 055 216150 / Fax +39 055 4641406.  Orario: dal lunedì al sabato 10:30 - 13:30 15:30 - 19:30, domenica su appuntamento.  Biglietti: ingresso libero. Web:  info@ariaartgallery. com  www.ariaartgallery.com

Galleria e Libreria d’arte Babele

Encres; dal 3 al 28 maggio 2012; vernissage 3 maggio 2012. Autore: Josè Muñoz • Pinocchio - Biennale 2012; dal 31 maggio al 31 agosto 2012; vernissage 31 maggio 2012 - in collaborazione con il Museo Luzzati di Genova. Autori: Maurizio Bentivegna,  Beatrice Bartolozzi,  Antonio Bobò,  Campi & Voghera,  Conc,  Riccardo Dalisi,  Fabio De Poli,  Michele Fabbricatore,  Gianno Fanello,  Paolo Fasi,  Sophie Fatus,  Paolo Guidotti,  Roberto Innocenti,  Emanuele Luzzati,  Cecco Mariniello,  Francesca Nini,  Arianna Papini,  Lorenzo Perrone,  Chiara Rapaccini,  Andrea Rauch, Guido Scarabottolo, Gabriele Toccafondo, Sergio Traquandi, Adel Torok, Franco Zabagli. Sede: Via delle Belle Donne 41/R, Firenze, tel/fax +39 055.283312. Orario: continuato (10.00 -20.00). Biglietti: Ingresso libero. Web: www.babelefirenze.com;  babele@babelefirenze.com


GUIDA AL CONTEMPORANEO

19 |

GALLERIA ALESSANDRO BAGNAI

25th; fino al 15/06/12. Autori: collettiva in occasione dei 25 anni della galleria. Sede: Piazza Goldoni n° 2, Firenze. • La poesia della distruzione; fino al 23/06/12. Autore: Günther Uecker. Curatore: Lóránd Hegyi. Sede: Via del Sole n° 15/R, Firenze. Catalogo: disponibile in galleria, edito da Galleria Alessandro Bagnai. Sede galleria: Piazza Goldoni n° 2 – Via del Sole n° 15/R, 50123 Firenze, Tel +39 055 6802066. Orario: lunedì 15:00 – 19:00, dal martedì al sabato 10:00 – 19:00. Biglietti: ingresso libero. Ufficio Stampa: Studio Associato Spaini & Partners. Web: info@galleriabagnai.it www.galleriabagnai.it

BASE / PROGETTI PER L’ARTE

LAWRENCE WEINER – Ever so much / Mai così tanto; fino al 20/05/12. Sede: Via San Niccolò n° 18r, 50123 Firenze, Tel +39 055 602102 / Fax +39 055 2207281. Orario: dal martedì al sabato 18:00 – 20:00 (dalle 20:00 alle 24:00 come vetrina). Biglietti: ingresso libero. Patrocini: Attività promossa dagli artisti del collettivo BASE X BASE e con il contributo della Regione Toscana/Toscanaincontemporanea 2011. Web: info@baseitaly.org www.BaseItaly.org

EX3 - Centro per l’Arte Contemporanea

Sede: Viale Giannotti n° 81/83/85, 50126 Firenze, Tel +39 055 628 7091 / +39 055 628 8966. Orario: dal mercoledì alla domenica 11:00 – 19:00. Chiuso il lunedì e il martedì. Biglietti: ingresso libero. Ufficio Stampa: Davis & Franceschini, Tel. +39 055 234 7273 / Fax +39 055 234 7361, davis.franceschini@dada.it www.davisefranceschini.it. Comunicazione: Neri Torrigiani, Tel. +39 055 26 54 590, www.torrigiani.com. Patrocini: Comune di Firenze, Assessorato alla Cultura, Assessorato alle Attività Produttive, Consiglio di Quartiere 3. Web: info@ex3.it www.ex3.it

F_AIR - FLORENCE ARTIST IN RESIDENCE

The Fool’s Mate, an exhibition project by Lukas Machalicky; 04/05/12 – 20/05/12. Autore: Lukas Machalicky. Curatrice: Lucia Giardino. Sede: Via San Gallo n° 45/r, 50126 Firenze. Orario: dal lunedì al giovedì 15:00 – 20:30, venerdì 14:00 – 17:30 e su appuntamento. Note: con il supporto di Florence University of the Arts. Ufficio Stampa: Ufficio Stampa Palazzi communications@palazziflorence.com. Web: fair@fua.it www.fair.palazziflorence.it


| 20

GUIDA AL CONTEMPORANEO

FRASCIONE ARTE

Sede: via Maggio n° 60r, 50123 Firenze, Tel. +39 055 2399205. Orario: dal martedì al sabato 10:00 – 13:00 15:00 – 19:00, lunedì 15:00 – 19:00. Biglietti: ingresso libero. Web: info@frascionearte.com www.frascionearte.com

GALLERIA GENTILI

Palomar; 11/05/12 – 29/06/12. Autore: Renato Leotta. Sede: Via del Carmine n° 11, 59100 Prato, Tel +39 0574 606986 / Fax +39 0574 443704 / Skipe galleriagentili. Orario: dal martedì al sabato 14:00 – 19:00. Biglietti: ingresso libero. Web: info@galleriagentili.it www.galleriagentili.it

GALLERIA I.A.C. -Impruneta Arte Contemporanea-

STREETS LADDOVE; fino al 06/05/12. Autori: Guido Del Fungo (tecniche miste), Marco Barzagli – Vincenzo Ianniciello (fotografia). • ANIMA-LI amici miei – Mostra di arti visive con opere di fotografia, pittura e scultura; 12/05/12 – 27/05/12. Autori: Luigi Calvelli, Gerardo Cammarota, Marinella Cavalli, Bruno Chiarini, Lorenzo Lazzeri, Susan Leyland, Luciano Lotti, Alessandro Nocentini, Renato Piazzino, Silvano Porcinai, Andrea Rigacci. Curatore: Consiglio Direttivo Associazione Art-Art. Vernissage: sabato 12 maggio alle ore 18:00. Sede: Via della Croce n° 41, 50023 Impruneta (Fi), Cell. +39 333 7405522. Orario: dal martedì alla domenica 16:30 – 19:30. Biglietti: ingresso libero. Ufficio Stampa: inpiaz@alice.it +39 339 7854375. Patrocinio: Comune di Impruneta. Web: artart@artartimpruneta.it www.artartimpruneta.it

CASA MASACCIO -Centro per l’Arte Contemporanea-

On being / Francesca Es; fino al 06/05/12. Autrice: Francesca Es. Curatrice: Angela Madesani. Sede: Corso Italia n° 83, 52027 San Giovanni Valdarno (Ar), Tel.  +39 055 9126283 / Fax  +39 055 942489. Orario: giorni feriali 15:00 – 19:00, festivi 10:00 12:00 – 15:00 19:00, lunedì chiuso. Patrocini: Regione Toscana, Provincia di Arezzo. Ufficio Stampa: Ambra Nepi Comunicazione, Tel. 055 244217 / Cell. 348 6543173, info@ambranepicomunicazione.it www.ambranepicomunicazione.it. Biglietti: ingresso libero. Web: casamasaccio@comunesgv.it www. casamasaccio.it


GUIDA AL CONTEMPORANEO

21 |

SCIATO’ DI SERRAVALLE

Fantasmi; fino al 27/05/12. Autore: Francesco Lauretta. Sede: Via Garibaldi n° 49, 51030 Serravalle Pistoiese (Pt), Web: info@sciato.it SIMBOLI ART GALLERY

Symbols in Florence; fino al 06/05/12. Autore: Mark Kostabi. Curatori: Emanuele Greco e Gabriele Greco. Catalogo: disponibile in galleria. Note: in mostra una raffinata selezione di opere risalenti agli ultimi anni di attività dell’artista americano, tra cui prevalentemente dipinti su tela, ma anche opere grafiche e una scultura in bronzo. • Stella di mare; 12/05/12 – 31/05/12. Autore: Giulio Greco. Curatori: Alberto D’Atanasio, Emanuele Greco, Alessandra Pinchera. Catalogo: disponibile in galleria. Vernissage: sabato 12 maggio alle ore 18:00, sarà presente l’artista. Note: in mostra una selezione di opere recenti realizzate su tela di juta e su carta. Sede: Via di San Giuseppe n° 6/r, 50122 Firenze, Tel. +39 055 0502418, Cell. +39 349 1438941. Orario: lunedì pomeriggio 16:00 – 20:00, dal martedì alla domenica 10:00 – 13:00 15:00 – 20:00, chiuso il lunedì mattina. Biglietti: ingresso libero. Web: info@simboliartgallery.com www.simboliartgallery.com GALLERIA DEL TEATRO ROMANO

Art Spring 2012 – II edizione; 10/05/12 – 31/05/12. Autori: Ambretta Mari, Bruno sabatini, Grazia Tomberli, Janax, Massimo Sonnini, Monica Giarrè, Silvia Jafisco, Stefano Mariotti. Curatore: Simone Gianassi. Catalogo: disponibile in galleria. Vernissage: 10 maggio 2012 ore 18:00 c/o Museo del calcio di Coverciano, Via Palazzeschi n° 20, Firenze. Orario mostra: la mostra sarà visitabile in orario di apertura del museo, dal lunedì al venerdì 09:00 13:00 – 15:00 19:00, sabato 09:00 13:00. • Collezionare Futuro; mostra collettiva in permanenza annuale. Autori: Ambretta Mari, Grazia Tomberli, Janax, Leo Montemanni, Monica Giarrè, Sanfra, Renzo Galardini, Roberto Sguanci, Silvia Jafisco, Stefano Mariotti. Curatore: Simone Gianassi. Catalogo: disponibile in galleria. Sede: Via Portigiani n° 34/36, 50014 Fiesole (Fi), Tel./Fax +39 055 599626 - +39 328 6355360. Orario: dal lunedì al sabato 15:30 - 19:30, domenica e festivi su appuntamento. Biglietti: ingresso libero. Web: info@galleriadeltatroromano.com www.galleriadelteatroromano.com


| 22

GUIDA AL CONTEMPORANEO

12

9

16

14 5

24 3

3

20

24 2

7

13

11 21

15

MAPPA DEL CONTEMPORANEO - FIRENZE 1 / After art gallery Via Ghibelina n°38/r 2 / ARIA ART GALLERY Borgo Santi Apostoli n°40 3 / GALLERIA ALESSANDRO BAGNAI Via del Sole n° 15/R, Firenze Piazza Goldoni n° 2, Firenze 4 / BASE / PROGETTI PER L'ARTE Via San Niccolò n°18/r 5 / GALLERIA BIAGIOTTI ARTE CONTEMPORANEA

Via delle Belle Donne n°39/r 6 / GALLERIA CIVICO 69, Via Ghibellina n°69/r 7 / Galleria La Corte Arte Contemporanea Via Dei Coverelli 27r 8 / EX3 - Centro per l’Arte Contemporanea Viale Giannotti n°81/83/85 9 / F_AIR FLORENCE ARTIST IN RESIDENCE

Via San Gallo n°45/r 10 / SANTO FICARA ARTE MODERNA E CONTEMPORANEA Via Ghibellina n°164/r 11 / FRASCIONE ARTE Via Maggio n°60/r 12 / FRITTELLI ARTE CONTEMPORANEA Via Val di Marina n°15 13 / GALLERIA d’ARTE MENTANA Piazza Mentana n°2/3/4r


GUIDA AL CONTEMPORANEO

23 | 22

17

10

6

1

19

4

18

23 8 14 / MNAF. MUSEO NAZIONALE ALINARI PER LA STORIA DELLA FOTOGRAFIA Piazza Santa Maria Novella n°14/ar 15 / PALAZZO PITTI Piazza Pitti n°1 16 / GALLERIA POGGIALI & FORCONI Via Della Scala n°35/a 17 / GALLERIA IL PONTE Via Di Mezzo n°42/b

18 / SAN GALLO ART STATION Via Fra' Giovanni Angelico n°5/r 19 / Simboli art gallery Via di San Giuseppe n°6/r 20 / C.C.C.S. Centro di Cultura Contemporanea Strozzina Palazzo Strozzi Piazza Degli Strozzi n°1 21 / STUDIO N.B. & ENTR’ARTe POSSIBILIT IES OF ART Via De’ Serragli N°79/r,

22 / GALLERIA DEL TEATRO ROMANO Via Portigiani n°34/36, Fiesole 23 / TORNABUONI ARTE CONTEMPORANEA INTERNAZIONALE Lungarno Cellini n°13/a 24 / ANTONELLA VILLANOVA Contemporary art jewellery Piazza Goldoni n° 2 Via della Spada n° 36/R


| 24

OLTRE LO SPECCHIO

25th

Galleria Alessandro Bagnai, Firenze

fino al 20 Giugno 2012 25 anni da gallerista, sempre in prima linea con grandi nomi dell’arte contemporanea: un’esperienza coraggiosa che Alessandro Bagnai racconta a Massimo Tonietti per i lettori di i.OVO. Massimo Tonietti: 25 anni da gallerista: chi ti ha trasmesso la passione per l’arte e a chi sei riuscito a trasmetterla? Alessandro Bagnai: La passione per l’arte viene da lontano, non avrei potuto intraprendere una strada diversa… non so perché. Ho aperto la galleria a Siena nel 1987 e credo di aver fatto lì un grande lavoro. Nella mia città non si era abituati a vedere gallerie e mostre di arte contemporanea. Qualcuno se ne è accorto? Non lo so. A parte questo… sono convinto che questo lavoro si possa fare solo seguendo la propria strada, le proprie convinzioni, senza voltarsi indietro a guardare chi ti segue. M.T.: Sappiamo bene che il contemporaneo a Firenze (e in Toscana) ha vita dura, perché? A.B.: In Toscana, il contemporaneo ha sicuramente vita dura, nonostante la presenza di belle collezioni, per motivi che derivano anche dalla sua storia, per la presenza di un forte spirito di conserNella pagina a fianco: Alessandro Bagnai

vazione. È una regione che si crogiola un po’ nel suo passato, piena di contraddizioni in cui spesso, d’altro canto, a volte si parla di contemporaneo con troppa facilità, spesso non conoscendolo, perchè si deve e per esorcizzare il provincialismo delle nostre città, dove si finisce per tentare esperimenti da parte di luoghi deputati a promuovere il contemporaneo, discutibili, come quello di cui ho sentito dire, di insegnare con corsi a pagamento a diventare collezionisti... mi ha fatto un po’ sorridere… ma poi ho pensato che c’è poco da sorridere. M.T.: Chi sono, ammesso che ci siano, i nuovi collezionisti? A.B.: Il mondo dell’arte e il mercato dell’arte sono molto più vasti, coinvolgono ormai tutto il mondo. C’è un mercato per gli artisti di tutti i paesi del mondo e chi si appassiona all’arte non corrisponde più ad un modello stereotipato; le gallerie formano collezionisti nel senso che il collezionista (quello vero) come il gallerista è mosso da una passione,


OLTRE LO SPECCHIO

25 |


| 26

OLTRE LO SPECCHIO

Gianni Dessì - "Panorama", 2008. Galleria Alessandro Bagnai, Firenze

l’incontro fra queste due passioni crea relazioni che hanno come oggetto l’arte, il rapporto si basa sulla fiducia reciproca. M.T.: Secondo te, quale potere ha il gallerista  di influenzare  il collezionista in una vendita? A.B.: Non saprei, non credo di essere un abile venditore… sicuramente non un venditore in questo senso, non influenzo, parlo del mio lavoro, dei miei artisti. M.T.: Cosa hai imparato dalla crisi economica che stiamo vivendo? A.B.: Credo di aver lavorato in costante crisi economica, fin dall’inizio; dalla crisi economica vengono insegnamenti per la nostra vita quotidiana, chi lavora con l’arte come le gallerie private se fa un serio lavoro di galleria è sempre in emergenza. M.T.: Come ti relazioni con gli artisti, come avviene l’incontro con loro? A.B.: Per ogni artista c’è sempre una storia diversa , in fondo alla fine chi vince è l’opera, devi guardare sopratutto al lavoro. In questo momento per esempio sto cercando di dedicare alcune mostre a grandi maestri come Günther Uecker. E’ emozionante scoprire la forza e la

Marco Tirelli - 2008/2009. Galleria Alessandro Bagnai, Firenze

freschezza di un grande maestro degli anni '60, nelle sue opere anche recenti, è emozionante lavorare con lui, ascoltarlo... questa è la parte speciale del mio lavoro, il privilegio di essere a contatto con la bellezza. Con qualche artista poi, com’è nella vita, a volte nasce anche una grande amicizia. M.T.: Quale influsso ha il web 2.0 sull’arte contemporanea? Cosa ha aggiunto e cosa ha tolto? A.B.: Il web ha velocizzato il lavoro, ci permette di essere informati su eventi a cui magari non abbiamo tempo di partecipare, ci fa conoscere opinioni, non credo che serva al mercato, quello delle gallerie. M.T.: Alessandro, un’ultima domanda: dove finisce l’arte e dove comincia la speculazione sull’arte? A.B.: Il discorso sull’arte e la speculazione è terribilmente noioso… lo lascio ad altri, io faccio il mio lavoro e spero di poter continuare a farlo. Alessandro Bagnai è gallerista. Massimo Tonietti è ideatore e curatore di i.OVO, Rivista di arte e cultura contemporanea.


DENTRO AL CONTEMPORANEO

27 |

L’Arte nell’espressione pittorica e poetica Mostra collettiva virtuale

2-18 maggio 2012 Curatrice: Maristella Angeli

www.wepresentart.com Una proposta nuova, divertente e soprattutto emblematica per l’era del web 2.0: una mostra virtuale. E’ la nuova idea che nasce direttamente dalla libera iniziativa di un gruppo di utenti iscritti sulla Present Art Community e trova spazio dal 1 maggio 2012 sulle pagine del sito web della prima galleria sino-italiana di Firenze. Il progetto è stato ideato e organizzato da Maristella Angeli (una delle utenti della web community), che – in accordo con la Present Art - coinvolgendo letterati e artisti, ha promosso l’iniziativa dal titolo L’Arte nell’espressione pittorica e poetica. Non lasciatevi sfuggire l’occasione di partecipare alla mostra con un semplice... clic!


| 28

DENTRO AL CONTEMPORANEO

ANTONY Gormley -VESSELNIKHIL CHOPRA -INSIDE OUTGalleria Continua, San Gimignano (SI)

fino al 20 agosto 2012 Scultura ed architettura, corpo ed ambiente, spazio e tempo, forme ed emozioni per meditare sulla dialettica degli opposti di Gormley e lasciarsi, poi, coinvolgere dalla performance di Chopra e dalla soggettività indiana post-coloniale.

Per la prima volta, negli spazi espositivi della Galleria Continua di San Gimignano, è presentata la grande opera dell’inglese Antony Gormley (Londra, Gran Bretagna, 1950), reso celebre dalle sue indagini sul corpo inteso come luogo, dall’esplorazione dello spazio, dell’architettura e dell’habitat umano. Eppure adesso, con il lavoro Base, la presenza del corpo pare suggerita mediante la sua assenza: una lastra di cemento quadrata ne racchiude l’impressione vuota ed evoca una presenza grazie alle impronte lasciate dalle piante dei piedi, dai palmi delle mani e dalla testa. Ma è il rapporto con l’ambiente che viene ulteriormente sviluppato con la colossale opera Vessel che, con un linguaggio che si richiama al più classico dei minimalismi, sovverte ogni idea rinascimentale e presenta una città a forma di uomo. Si giunge così, inevitabilmente, alla creazione di una scultura su scala architettonica, in cui l’attenzione si sposta sullo spazio, indagato tenendo conto dei progressi tecnologici e delle nuove


DENTRO AL CONTEMPORANEO

scoperte scientifiche. Infatti, negli spazi della Torre, è presentata la grande Breathing Room, costituita dall’intersezione di sette cornici spaziali luminose di uguale volume che sembrano riportare lo spazio ad un diagramma matematico e mettere in discussione la nozione di contenimento architettonico. La mostra, che propone un tentativo di riconciliazione dello spazio soggettivo dell’individuo con il concetto dell’universo in continua espansione, si estende oltre gli ambienti della Galleria ed anima tutta San Gimignano. Se da un lato, attraverso l’esposizione, nelle strade e nelle piazze del paese, di sei calchi identici del corpo dell’artista, l’osservatore è stimolato a riflettere sulla propria posizione nello spazio e nel tempo, dall’altro un ulteriore momento di meditazione sul rapporto tra città e uomo

29 |

è stato offerto dal bel simposio del 29 aprile, dal titolo Re-imagining the city . Con la sua prima mostra personale in Italia, è qui presente anche l’artista Nikhil Chopra (Calcutta, India, 1974). Egli è stato protagonista di una performance site-specific di novantanove ore, durante la quale ha assunto le sembianze di persone diverse, passeggiando per le vie della città e realizzando dei disegni del paesaggio toscano, che resteranno visibili presso lo spazio dell’Arco dei Becci, dimora dell’artista durante la performance. Chopra incarna così l’idea di storia e di memoria e mescola vita quotidiana e storia collettiva, riferendosi spesso a tematiche legate al colonialismo, al razzismo e all’esotismo. Cecilia Fontanelli

Nella pagina a fianco: Nikhil Chopra, Broken White V, stampa digitale
59,69 x 39,62 cm (23.5 x 15.6 inches), 2011. Courtesy GALLERIA CONTINUA, San Gimignano / Beijing / Le Moulin. Photo by Magdalena Komornicka. In questa pagina: Antony Gormley, Space station, acciaio, 600 x 950 x 650 cm, 2007. © the artist, Courtesy GALLERIA CONTINUA, San Gimignano / Beijing / Le Moulin - White Cube - Galerie Thaddaeus Ropac, Salzburg /Paris. Photo by Oak Taylor-Smith. Vista mostra SPHERES 4, 7 energies in a new kind of exhibition experience, Galleria Continua/Le Moulin, 2011.


| 30

DENTRO AL CONTEMPORANEO

MOVING IMAGE IN CHINA 1988 – 2011 A cura di He Juxing, Guo Xiaoyan, Zhou Tiehai e Marco Bazzini Centro per l’Arte Contemporanea Luigi Pecci, Prato

fino al 29 Luglio 2012 Una grande varietà di visioni accomunate da un unico linguaggio in rapido mutamento rende inevitabile il confronto generazionale, un ampio ed esaustivo racconto della storia della videoarte cinese.

Lo sale espositive del Centro Pecci sono state modificate radicalmente, per accogliere una vasta selezione di oltre quaranta opere di videoarte. Il percorso cronologico, un vero e proprio labirinto in cui lo spettatore si addentra guidato dalla progressione naturale della visione, ripercorre la storia della videoarte in Cina dalla nascita, raggruppando in quattro principali periodi gli sviluppi progressivi raggiunti. Il primo video presentato, dal titolo“30x30”(1988), è stato realizzato da Zhang Peili. Nel filmato l’artista rompe uno specchio e ne incolla le parti. L’operazione viene ripetuta più volte e termina dopo 180 minuti, con l’esaurimento della durata massima del nastro di registrazione. Questo filmato è oggi riconosciuto come la prima opera/video della Cina. In questo primo periodo i video sono realizzati con una

Yang Fudong, “The nightman cometh”, 2011, video, Courtesy Shanghart Gallery

tecnica semplice, che prevede un'inquadratura fissa, un primo approccio al mezzo televisivo che solo in quegli anni si diffuse tra la popolazione. Nel video “Water”(1994) dell’artista Qiu Zhijie un’annunciatrice legge dal dizionario i vocaboli che hanno come radice la parola acqua ma che assumono anche in


DENTRO AL CONTEMPORANEO

31 |

Wang Gongxin, “Baby Talk”,1996, installazione video, courtesy Shanghart Gallery

base alla fonetica una differenza fondamentale nel significato. Nel secondo periodo, che si conclude con il nuovo millennio, la sperimentazione video arriva a creare delle vere e proprie installazioni, grazie alla conoscenza della grammatica del mezzo. L’opera “Baby Talk”(1996) di Wang Gongxin, è un lettino da neonati in ferro, contenente latte. Sulla superficie vengono proiettate dall’alto alcune immagini che raffigurano i volti dei parenti del bambino che eseguono una serie di smorfie. Al centro un foro in cui viene risucchiato il latte ricorda la sensazione dell’allattamento al seno. Di natura performativa è il video “Safely Manuevering across Lin He Road”(1998) di Lin Yilin, che registra la costruzione di un muro spostando file di mattoni lungo una strada molto

trafficata. In seguito le nuove tecnologie permettono agli artisti di creare con una vasta scelta di tecniche digitali. Lo sviluppo della computer grafica, l’interattività dei sistemi per creare i videogiochi e dei programmi per la rete entrano a far parte della produzione dei video. Un’intera sala è dedicata a “The nightman cometh”(2011) di Yang Fudong, un vero e proprio film che racchiude nelle immagini e nella colonna sonora di grande delicatezza, l’aspetto più poetico della cultura millenaria cinese, in contrasto con alcuni video di giovanissimi autori che presentano azioni concrete, in cui il dolore fisico viene utilizzato come specchio del disagio contemporaneo. Stefania Rinaldi


| GALLERIA DEL TEATRO ROMANO | Città di Fiesole

ART-SPRING

II Edizione

Mostra Collettiva di Arte Contemporanea Artisti in mostra Ambretta Mari Bruno Sabatini Grazia Tomberli Janax

Massimo Sonnini Monica Giarrè Silvia Jafisco Stefano Mariotti

La mostra sarà visibile dal 10 al 31 maggio 2012 da lunedì al venerdì ore 9-13//15-19, Sabato ore 9-13

Presso MUSEO DEL CALCIO Firenze, Via Aldo Palazzeschi

Vernissage Giovedì 10 Maggio 2012 ore 18:00 Per informazioni contattare la Galleria telefonicamente o tramite mail Galleria del Teatro Romano Via Portigiani 34-36 Città di Fiesole (50014) Tel 055 599626 / 328 6355360 www.galleriadelteatroromano.com info@galleriadelteatroromano.com


| GALLERIA DEL TEATRO ROMANO | Città di Fiesole

Ambretta Mari

Artista selezionato in mostra permanente

“Collezionare Futuro” Promozione Annuale

Ambretta Mari - Grazia Tomberli - Janax - Leo Montaemanni Monica Giarre’ - Roberto Sguanci - Sanfra Stefano Mariotti – Silvia Jafisco - Renzo Galardini


| 34

DENTRO AL CONTEMPORANEO

Lukáš Machalický Fool’s Mate F_AIR - Florence Artist in Residence, Firenze

dal 4 maggio al 19 maggio 2012 Inaugurazione venerdì, 4 maggio, ore 18.30 Riservato ma tutt’altro che silenzioso, introverso ma molto espressivo. Lukas Machalicky, il nuovo artist in residence di F_AIR, è un giovane artista e gallerista ceco, che vive e lavora a Praga. Incontrarlo nella sua residence in via San Gallo, permette di scoprire dei lati del suo carattere che altrimenti non sarebbero stati così manifesti. Una vaschetta aperta di meringhe sul frigo bar, il monitor di un pc che, chi scrive, giura di non vedere da almeno quindici anni... Ah, oltre naturalmente ad un armadio pieno zeppo di mattoncini di spugna rosa. Giovanni Bondi: Hai una strana concezione del vestiario, questo è un armadio invernale o estivo? Lukáš Machalický: In realtà è solamente materiale avanzato da una mia vecchia installazione. Ho portato tutto in Italia in macchina dalla Repubblica Ceca, mi ero convinto potesse essermi d’aiuto per questa mostra. G. B.: Di cosa è fatta l’arte di Lukas Machalicky? L. M.: Ho studiato architettura, la mia arte è molto asciutta, molto strutturata. È un’arte silenziosa e solenne, che conserva un rispetto per i temi che tratta. Mi piace molto utilizzare concetti e temi forti, ma preferisco che siano sempre nascosti sotto una sorta di velo, una superficie sottile.

G. B.: In particolare pare che la critica al totalitarismo sia sempre presente nei tuoi lavori. L. M.: Non perennemente, ma sì, in effetti è molto presente. Mi interessa molto affrontare temi politici, ritengo sia davvero importante per un artista esprimere le proprie idee in merito. L’esperienza del regime comunista è stata una delle cose più tristi che il mio paese e la mia famiglia, in particolare, abbiano dovuto affrontare. Campi di concentramento, violenze e soprusi sono segni che rimangono indelebili per secoli e ti influenzano nel lavoro e nella vita di tutti i giorni. G. B.: Sei un artista a cui piace molto sperimentare nuovi materiali e nuove forme.


DENTRO AL CONTEMPORANEO

35 |

In questa foto Lukáš Machalický. Credits e courtesy F_air.

L. M.: Sì, anche questa è un’eredità dei miei studi di architettura. Utilizzo materiali sempre nuovi perché ogni superficie crea di per sé significati differenti, con le proprie caratteristiche fisiche e cromatiche. E’ veramente stimolante avere di fronte oggetti tutte le volte differenti, fa parte della mia crescita artistica e stilistica. G. B.: Da pochi mesi dirigi, insieme ad un socio, una tua galleria a Praga. L. M.: Sì, la galleria si chiama Galerie SPZ. La cosa innovativa è che permettiamo all’artista ospite di avere un ulteriore ospite personale, che lo aiuti nella presentazione dei temi, dei concetti, delle astrazioni. Una volta è capitato che un nostro artista ospite ha invitato un mago, un vero e proprio luminare nei giochi con le carte. La sperimentazione é molto importante in questo lavoro.

G. B.: Cosa devono aspettarsi i visitatori della tua mostra in F_AIR? L. M.: L’allestimento della mia mostra sarà ispirato alla strategia, in particolare alla teoria dei giochi. Ho voluto ricreare un ambiente in cui, per una serie di situazioni e condizioni, non è possibile giocare. L’assurdità del caso che ci porta ad una impossibilità di movimento. È un’installazione che mi permette, per la prima volta, di esplorare l’interazione della gente nel mio lavoro. In galleria si presenterà uno spazio composto da rebus irrisolvibili e tavoli da gioco con forme improbabili; da scacchiere e pedoni il cui movimento avrà degli effetti completamente inaspettati. Lukáš Machalický è artista. Per i prossimi mesi vivrà e lavorerà a Firenze. Giovanni Bondi è curatore di Bahn der beats e recensore per i.OVO, rivista di arte e cultura contemporanea.


| 36

DENTRO AL CONTEMPORANEO


derb

SENTORI D’ORIENTE di Sofia D’Alessandro

libreria con caffetteria spazio espositivo per mostre ed eventi culturali riviste e quotidiani in consultazione wi –fi area artigianato dal maghreb collezioni in argento cucina marocchina con specialità di pesce fresco

Via Faenza 21/R, Firenze - Tel. 055/218963 martedi/sabato 12.00 - 24.00 domenica 17.00 - 24.00 / lunedi chiuso

derb1@hotmail.it - www.derb.it


| 38

DENTRO AL CONTEMPORANEO

Aldo Spoldi - Camper a cura di Renato Barilli

installazione itinerante Galleria Tasso/Vigato, Bergamo; Ex Chiesa di San Carpoforo Accademia di Belle Arti di Brera, Milano; Galleria Frittelli Arte Contemporanea, Firenze; Museo Carnevalotto, Viareggio; Fondazione Ambrosetti, Pazzolo s/O (BS); Museo Zauli, Faenza e tanti altri luoghi ancora. Un ritorno alla Commedia dell’arte, un gioco narrativo e itinerante, dove l’aspetto ludico predomina. Un viaggio da seguire, all’insegna di un nomadismo artistico.

La galleria Frittelli Arte Contemporanea è una delle tappe del viaggio artistico di Aldo Spoldi (Crema, 1950), curato da Renato Barilli: pannelli colorati si staccano dalle pareti del camper per il quale sono stati creati, e adornano scherzosamente i muri bianchi. Pinocchio, un cavaliere... tante figure fiabesche, tanti personaggi inventati con uno stile teatrale, con quell’artigianalità che unisce l’aspetto concettuale a quel bisogno iconografico che caratterizza spesso l’arte dopo gli anni ‘70 del secolo scorso. Piccole sculture antistanti registrano il tutto, e i loro titoli incuriosiscono: si va da La caduta del PostModerno a Il dio fuori, fino ai nomi dei personaggi inventati da Spoldi, il professore Angelo Spettacoli e il fotografo Met Levi. La partenza è avvenuta alla Galleria Tasso/Vigato di Bergamo,

per poi passare dall’Accademia di Brera e approdare in Toscana. Un nomadismo dell’arte, che ben si adatta alla nostra contemporaneità - dove si assiste allo spostamento o al dislocamento di interi musei - riprendendo però tradizioni artistiche popolari, con quel gusto circense, artigiano, da teatro dei burattini. Il senso sta sicuramente nell’aspetto ludico, insieme forse alla volontà di coinvolgere gli spettatori al di là di una singola mostra, per avere un pubblico più vasto, per fare un’arte che non sia solo un’opera, ma un percorso, un viaggio immaginifico, dove la narrazione impreziosisce e correda la visione. Ma c’è anche l’idea di creare qualcosa che possa in un certo senso godere di vita propria, come se Spoldi fosse un Geppetto dei nostri giorni; non a caso, una grande immagine di


DENTRO AL CONTEMPORANEO

39 |

Aldo Spoldi, veduta dell’installazione Camper e della scultura in legno La caduta del PostModerno, 2010, cm 48x26x13, Frittelli arte contemporanea, Firenze. Foto di Maria Costantina Seri.

Pinocchio è stata dipinta su una delle opere-pannello. Ma in Spoldi rivediamo, come segnala Barilli, anche il «fanciullino» di Pascoli, proprio a cento anni dalla morte del poeta, in bilico come un funambolo tra ingenuità e malizia. Un velo di malinconia sembra infatti attraversare queste vivaci figure, in un cenno dello sguardo che si abbas-

sa, appesi a fili precari, con quella mestizia che potrebbe essere il sostrato da cui si innalzano le scene di teatro o del circo. Uno spettacolo utopico, onirico, quindi, ma non così giocoso come può sembrare di primo acchito. La strada è aperta, il cammino è incominciato, a voi la scelta se seguirlo. Alessandra de Bianchi


fter art gallery di frederik ivanaj

Firenze | Via Ghibellina n째38/r | tel. +39 328 7156628 w w w. i v a n a j . c o m | f re d e r i k . i v a n a j @ t i n . i t


| 42

DENTRO AL CONTEMPORANEO

VIRGINIA LOPEZ | EPHEMEROS a cura di Fabrizia Bettazzi Galleria LATO, Prato

fino al 12 maggio 2012 Ancora una volta lo spazio ibrido e suggestivo di LATO apre le sue porte all’arte contemporanea, ospitando le note poetiche ed eterne della natura pulsante, intima di Virginia Lopez, vera e propria esperienza sensoriale e sognante che procede per manifestazioni e si snoda in un percorso archetipico. “(…) e più indicibili di tutto sono le opere d’arte, misteriose esistenze, la cui vita, accanto alla nostra che svanisce, perdura” (Rainer Maria Rilke, Lettere a un giovane poeta). Riprendendo le parole di Rilke, Virginia Lopez (Gijón, 1975) pone una riflessione diretta ed aperta sul tempo, sulla transitorietà e la provvisorietà, la deperibilità della nostra esistenza a confronto con l’opera d’arte e, conseguentemente, sulla stessa capacità di afferrare e fermare il fluire inarrestabile del tempo, delle stagioni. L’installazione Ephemeros, che la Lopez porta a LATO e che recentemente aveva presentato alla Eletto Galerie di Berna, si compone di diversi momenti successivi e quasi ciclici nella loro alternanza che riflette quella ritmica delle stagioni così come di una vita. La natura intima, privata indagata dall’artista consiste in una raccolta minuziosa di elementi primordiali: terra, acqua, piante, tracce umane e fossili, tutti

collezionati dalla Lopez con la precisione e l’attenzione di un palombaro, in modo da conferire ad ogni reperto quel valore e quella preziosità che lo rende unico, quasi sacro nel suo essere. L’universo personale che viene svelato ai nostri occhi, nelle stanze della ex tintoria di Piazza San Marco, non è altro che la commistione tra un deposito di memorie segrete e la piattaforma di lancio ed espressione di quei sogni, quei desideri più reconditi che ciascuno si porta dentro in attesa di realizzazione. “Nei lavori proposti per LATO”, afferma la curatrice Fabrizia Bettazzi, “il percorso si snoda in quadri/ambienti, habitat dello spazio e della mente che possiamo attraversare: … arte che ci accoglie, ingresso a fantasticherie. Rêverie alla portata di tutti. Basta voler attraversare la porta custode dei ricordi, che tiene intorno a sé la terra (madre), l’acqua (che sostenta) e gli affetti indistruttibili di bambini e madri fermati


DENTRO AL CONTEMPORANEO

43 |

Virginia Lopez, Ephemeros, veduta parziale dell’allestimento, 2012. Courtesy Lato, Prato.

per sempre da un attimo fotografico che li ha consacrati”. Dopo l’ingresso nella galleria infatti, l’anta frontale di una porta accoglie il visitatore segnando l’inizio del percorso espositivo che, porta dopo porta, si snoda in un susseguirsi di esperienze ed immagini per approdare al giardino zen centrale, una vasca rettangolare colma di acqua densa e ferma, silente, nella quale galleggiano dischi di cera e piante con figure ed ombre in trasparenza, vere e proprie ninfee di un’umanità richiamata o meglio rievocata in silenzio. I materiali che Virginia Lopez adotta sono essi stessi custodi del tempo: la cera liquida, forse il medium prediletto per la sua organicità ed il suo esser duttile, plasmabile e soggetto a costanti trasformazioni, così come l’antico metodo dell’impressione fotografica, rappresentano allora una riflessione puntuale sull’opera d’arte e sulla memoria. Piante e fiori diventano

presenze embrionali “plasmate nella deperibilità della cera, duttile e che si piega ad accogliere in sé l’immagine in un equilibrio che può essere transitorio e precario”, custodite gelosamente in campane di vetro o immerse in liquidi da studio scientifico fluorescenti. La selezione del reale operata dalla Lopez è dunque capace di cristallizzare un momento e rendere quell’attimo di sospensione che allude all’immortalità. Anche le foglie sparse a terra sono ricoperte di cera, come le fotografie che riproducono sagome e parti umane: “ultimo atto di una presenza vitale, quasi un ricordo”; un’azione che, sempre secondo Fabrizia Bettazzi, “procede per rivelazioni del quotidiano: ogni soggetto sembra tornare a nuova vita, il gesto artistico lo richiama potentemente all’adesso che stiamo vivendo”. Martina Marolda


Gli accessori Art Delivery rappresentano la promozione di progetti che possiedono un forte orientamento artistico e creativo. Attraverso una costante ricerca nel circuito artistico internazionale, Art Delivery seleziona artisti emergenti e non, per sviluppare prodotti in cui l’attenzione alla creatività’ individuale dell’artista rimane in primo piano. Per il lancio della prima collezione di porta-computer e porta-Ipad in pelle, Art Delivery ha scelto di riprodurre i lavori di tre artisti dell’Oltrarno fiorentino, già’ ampiamente noti nell’entourage artistico non solo cittadino, ma anche europeo: Tarik Berber, Sara Bencini e Andrea Taddei. Incisioni quindi, disegni a china e acquerelli d’artista fedelmente riprodotti, accompagnati da una vera e propria didascalia dell’opera, fanno di questi accessori in pelle delle opere d’arte che sembrano ‘rubate’ ad una galleria. Sono oggetti di moda utili, eleganti e chic, che non rinunciano all’ aspetto concettuale intrinseco: la ricerca artistica e la creatività.

per maggiori informazioni: info@artdelivery.it


DENTRO AL CONTEMPORANEO

45 |


| 46

DENTRO AL CONTEMPORANEO

FABBRICA EUROPA XIX Edizione Festival internazionale della scena contemporanea Stazione Leopolda e altri spazi. Firenze,

dal 3 al 13 maggio 2012 Danza, musica, teatro: torna per il diciannovesimo anno Fabbrica Europa. 10 giorni dedicati alla “mobilità dell’arte” tra Paesi, culture, generazioni. Nonostante. L’altalena dello spread, il nascondino dei finanziamenti. Fabbrica Europa c’è “e - pur si muove”! Come la Terra di Galileo, ha orecchie e movimento solo per il suo sole: la scena contemporanea. E proprio «Art mobility» è il sottotitolo dell’edizione 2012, la diciannovesima della sua storia, dal 3 al 13 maggio alla Stazione Leopolda e in altri spazi di Firenze. Una mappa del contemporaneo, che ha per legenda teatri, piazze, snodi urbani. Il centro storico del Festival, infatti, si allarga quest’anno verso la città. E oltre. Per coinvolgere anche chi solitamente è distante dai linguaggi della ribalta. Si parte dal Teatro della Pergola, dove il 3 maggio Fabbrica Europa inaugura con Wim Vandekeybus, che presenta in prima nazionale Oedipus/Bêt Noir: sedici tra danzatori, attori e musicisti danno corpo ad energiche scene danzate e suonano live una partitura di grande

suggestione. Il particolare adattamento dall’Edipo Re di Sofocle è di Jan Decorte. Vandekeybus firma la coreografia e interpreta Edipo. “Un percorso – ha detto – da vivere come in un film”. Dal bianco e nero quasi animalesco della tragedia al rosso e verde metropolitano dei semafori, seguiti nel loro alternarsi dalle coreografie della slovena Mateja Bucar per la “performance diffusa” Green Light (9-12 maggio). Tra i luoghi extra teatrali c’è il Vivaio del Malcantone, a Campo di Marte, che ospita la residenza di Dewey Dell, progetto di Teodora, Agata e Demetrio Castellucci, che realizzano in Leopolda Grave (5-6 maggio). Divise tra le Murate e la Lepolda le creazioni di Tony Thatcher che fondono danza, video e installazioni (3-6 maggio). Il Teatro Era di Pontedera ospita, invece, la residenza della coreografa franco-algerina Nacera Belaza, che propone alla Stazione Leopolda il 10 e l’11 maggio l’anteprima Le trait.


DENTRO AL CONTEMPORANEO

47 |

(1) La Chambre des Machines di N. Bernier e M. Messier, concerto per macchine musicali autocostruite. Stazione Leopolda, 11-12 maggio, all’interno del progetto Post Elettronica. Courtesy e foto di Miguel Legault – Agende Stock – miglego.com. (2) Fabbrica Europa XIX edizione “Art mobility”. Dal 3 al 13 maggio. Courtesy e foto di Antonio Viscido. (3) Wim Vandekeybus Oedipus/Bêt Noir, in prima nazionale al Teatro della Pergola di Firenze il 3 maggio. Courtesy e foto di Danny Willems

Non mancano collaborazioni con altre istituzioni: come quella con il Teatro del Maggio, Tempo Reale, L’Homme Armé e ContempoArtEnsemble nel nome di John Cage. Il 13 maggio in Leopolda Francesco Giomi coordina un omaggio al compositore americano con Four, quattro concerti in un sola sera in occasione del centenario della nascita. C’è il grande jazz, con Paolo Fresu, Danilo Rea,

Roswell Rudd, Martux_M e le loro 101 microlezioni di jazz ispirate all’omonimo libro di Filippo Bianchi. Mentre Valentina Gensini e Letizia Renzini curano il progetto Post elettronica: installazioni, performance, concerti. Programma completo e prezzi su www.ffeac.org oppure telefonando allo 055/2638480 Matteo Brighenti


| 50

DENTRO AL CONTEMPORANEO

Sciatò di Serravalle, il nuovo ristorante aperto dallo chef Massimo Neri via Garibaldi n. 49 - Serravalle Pistoiese (Pt).


DENTRO AL CONTEMPORANEO

51 |

“Non conosco nulla che vellichi così voluttuosamente lo stomaco e la testa quanto i vapori di quei piatti saporiti che vanno ad accarezzare la mente preparandola alla lussuria”. (Marchese De Sade)

Si apre oggi la possibilità di ripensare il rapporto con il cibo, di “progettare anche in cucina” un incontro fra i capolavori dell’arte contemporanea e le più alte espressioni gastronomiche: così, nella terra di confine di Serravalle, fra Pistoia e Montecatini, in via Garibaldi n. 49, si svela una nuova rivoluzione culturale, guidata dallo chef Massimo Neri e nominata Sciatò, calco dell’espressione francese “château” (castello), ma pronunciata all’italiana. Diverso come essenza e scelta di temi, lo Chef dimostra, con la sua realtà culinaria, una nuova formula che unisce l’esperienza della cucina “seria e cosmopolita” dell’Aoristò – come scrisse sull’Espresso Enzo Vizzari -, e lo chic and cheap di qualità della Tranquillona, meta di ristorazione e alloggio di un vivace seguito di clienti. Texture di verdure, sfumature di colori, rievocano la tradizione toscana, ma da essa prende le distanze per rinnovarsi; la materia prima racconta la sua radice e su di essa, costruisce un gioco di equilibri, collisioni e sinergie, verso sapori antichi, capaci di essere rinnovati nel gusto contemporaneo. Il cibo si mostra come specchio e memoria: una somiglianza che si crea in cucina, una vera e propria espressione di comunicazione umana fra passato e presente, fra unità e soggettività. L’arte scopre, ispira, crea opere d’arte

“godibili”, privilegia ora la dimensione artistica, ora quella estetica: il gusto del cibo come influenza della vita stessa, un incessante rapporto fra cibo e arte, cibo e contesto sociale, nel rispetto di una direzione centrale e concreta, ma valida solo se percorsa con ispirazione personale, nutrita della sua cultura, della sua esperienza e della sua storia. Se con il Gusto si evocano luoghi, memorie, storie, persone, attraverso uno scambio diretto e fisico, con la Pittura, che girovaga negli spazi del bistrot, si dà vita ad un’esperienza sensoriale senza tempo: questo mese sono i FANTASMI di Francesco Lauretta, in mostra dal 18 al 27 maggio, a guidare lo sguardo dello spettatore, per raccontarci questo arduo percorso intellettuale. Il pasto rappresenta il collante universale, il luogo d’unione, a tavola si consumano esperienze irripetibili in un’armonica linea del tempo; è un inedito e necessario viaggio fra i fornelli, che non finisce mai, come accade nella vita quotidiana e così suggerisce l’ “abile” Oscar Wilde: “A tavola perdonerei chiunque. Anche i miei parenti”. Gabriella Di Tanno


| 52

IL RAGAZZO DI BOTTEGA

MAURIZIO BIAGINI i tramonti dell'assenza Il fremito dell'arte. Versione Livorno I tramonti ci sono sempre, siamo noi che manchiamo. Ed è l’attimo esatto che ti incolla a questa consapevolezza che Maurizio Biagini dipinge sulle sue tele. Per essere un pittore della nuova generazione, l’artista labronico — che ha il suo atelier a Gabbro — dissoda dei colori atavici. I suoi «Disagi anemici» — quelli che gettano sulla carta ma anche sul legno i personaggi disperati, come le puttane — rappresentano forse il momento più puro della sua poetica. Perché Biagini non media, non tesse teorie, non accampa scuse intellettuali: l’uomo si limita a dipingere, come un forsennato, la mania che in quel momento lo attraversa. Nel suo furore creativo — vederlo all’opera è impressionante: dipinge come se fosse posseduto e subito dopo è spossato — dell’attimo, Biagini cattura la figura che vaga per l’aria e la sbatte in evidenza. Ne cattura l’essenza, la vita che chiede di essere capita e mai giudicata. Non ha un semplice pennello, tra le mani. È come se avesse un’asta: una volta che la punta sulla tela è come se compisse un salto. Un salto che lo porta a guardare sempre più avanti. Una ve-

detta di cosa è e cosa sarà, ecco cosa dice la sua arte. Per uno come lui, che pure sta riscuotendo successi in una città complicata come Livorno ma anche nelle nuove capitali artistiche italiane, dipingere sembra impellente. I suoi lavori ricordano, forse per questo motivo, certe canzoni di Vinicio Capossela, ma anche certe liriche di Dino Campana. I suoi «Paesaggi urbani» — quei quadri che più di ogni saggio sociologico spiegano che cosa siamo — non giocano neppure a nascondino con lo spettatore.

In questa pagiina: Maurizio Biagini, Leila, un metro per un metro, tecnica mista su tela, gentile concessione autorre


IL RAGAZZO DI BOTTEGA

53 |

Maurizio Biagini, Disagio urbano, 1 metro per un metro, tecnica mista su tela, gentile concessione autore.

È arte diretta, la sua. È arte cattiva e dolce al tempo stesso. Sembra semplice, questo artista. Ma è invece — almeno per chi scrive — la punta più avanzata dell’intellettuale versione tavolozza: nei suoi lavori non c’è l’alto e neppure il basso. Non ci sono consapevolezze e neppure dubbi. Non ci sono incubi e neppure sogni. Nei suoi

lavori c’è un qualcosa che sarebbe piaciuto, invece, ad un genio del teatro come fu Antonin Artaud: c’è un teatro della crudeltà che si sfilaccia soltanto nel momento in cui arriva la rivelazione. La rivelazione più semplice, ma più traumatica: i tramonti ci sono sempre, siamo noi che manchiamo. Simone Innocenti


| 54

MODA

TASTE OF RUNWAY, MILANO ALTA MODA E FOOD: MATRIMONIO D’AMORE Si annida in cucina una delle mille sfaccettature del fashion. Sono le intuizioni di Anna Marconi, giovane esperta in fashion design, che all’ombra della Madunina hanno permesso la nascita e la crescita del progetto Taste of Runway che si propone di accostare ai modelli di haute couture sfiziose ricette. Provare per credere, cliccando su www.tasteofrunway. com! Alessandra Petrelli: Partiamo dal principio. Chi è Anna Marconi e cosa l’ha portata al modo di intendere la moda di “Taste of Runway”. Anna Marconi: Anna Marconi, é una persona che crede ancora nei sogni. Taste of Runway nasce come idea a marzo del 2011 in una cucina italiana. Dopo alcuni mesi passati a pensare se si trattava solo di follia ho capito che sì, quella era pura follia e così ho deciso di farlo rendendolo visibile al pubblico dal novembre del 2011. Il mio progetto ha l’obiettivo di comunicare e di far sorridere le persone dando alla moda un sapore diverso. Ho unito due mie grandi passioni: da un lato la moda che ho studiato e continuerò a fare a lungo, dall’altro lato il cibo che studio (da quando sono nata) nella cucina di mia madre, donna eccellente e bravissima cuoca per passione.

A.P.: Perché, tra i mille mondi a cui è possibile accostare il fashion, tu hai scelto la cucina? A.M.: Perché oltre al fattore emozionale c’è anche una sfida. Voglio dimostrare che la moda, così effimera e veloce, può convivere liberamente con la cucina e il cibo che rappresentano la tradizione e le nostre radici. Taste of Runway è un invito ad amare concedendosi il lusso di essere felici. La felicità è soprattutto una questione di accettazione e parte da un sentimento soggettivo. Ci sono persone che provano una grandissima emozione dopo aver acquistato una giacca nuova e persone che invece si sentono al settimo cielo dopo aver mangiato qualche fetta di torta in più. Entrambi hanno ragione perché chi ama la vita non può rinunciare ai propri desideri. A.P.: Sia nel food che nel fashion si ha fame di novità. Come si svolge la tua ricerca? A.M.: Per prima cosa analizzo i fashion show e cerco di individuare i look che potrebbero essere “mangiati”. Di un abito osservo il colore, la texture, la forma e i volumi e cerco poi di tradurre tutti questi elementi in meraviglie per i nostri occhi e la nostra bocca. I vestiti hanno molto da dire ed io ho imparato ad ascoltarli. A volte mi capita anche


MODA

di ammirare una ricetta come fosse un vestito e cercare un outfit che abbia lo stesso sapore. A.P.: Quale ricetta/mood ci proponi per questa stagione? A.M.: Le patatine fritte al pepe misto, sale grosso e paprika di Fendi ispirato al trend primaverile “Sun Colors” (nella pagina a fianco). Ottime da mettere al centro della tavola per intrattenere ospiti curiosi che ci potrebbero distrarre in cucina. A.P.: I tuoi piatti e i tuoi stilisti preferiti. A.M.: Sono una grande amante delle verdure e quello che sulla mia tavola

55 |

non può proprio mancare è il pinzimonio, semplice puro ed essenziale come Jil Sander, Céline e Stella McCartney, alcuni dei miei brand preferiti. A.P.: Visto che sei bravissima negli accostamenti, a quale piatto accosteresti la nostra rivista e perché? A.M.: Penso ad un piatto minimal e raffinato: cannolicchi con gelatina di prezzemolo e neve di rafano. Vi piace? Anna Marconi è fashion designer e curatrice di Taste of Runway. Vive a Milano. Alessandra Petrelli è giornalista freelance.


| 56

COOLINARIA

DERB

I mille aspetti di una città in un piccolo rifugio dalla confusione giornaliera. Fin dall’ingresso, posto nella centrale via Faenza, al n.21/r, l’avventore è accolto da un piacevole rumore di acqua che scorre da due fontanelle: il primo segnale con cui Derb invita ad abbandonare la frenesia, il caos di Firenze per entrare in un’atmosfera calda e rilassante, dominata dalle sfumature del blu e dalle avvolgenti sonorità della musica marocchina. Descrivere Derb non è una cosa semplice, anche grazie ad un’ampia proposta: ristorante, bar, laboratorio orafo, libreria, spazio espositivo, negozio di artigianato…usando un’espressione anglofona potremmo definirlo un concept store, ma è difficile rendere la complessità che sta nel riportare in un paese straniero l’atmosfera del Marocco. Forse è proprio “Derb”, il suo nome, vale a dire agglomerato di case, piccolo villaggio, a definire l’essenza di questo locale. In questo tentativo di delineare le sue qualità non è possibile non focalizzare lo sguardo e, soprattutto il gusto, sull’offerta gastronomica, tanto varia ed articolata da poter soddisfare qualsiasi necessità. Il menù infatti spazia dai numerosi smoothies e centrifughe di frutta fresca o verdura spesso speziati, ai lassi a base di yogurt e all’ampia selezione di tisane e tè, serviti alla maniera marocchina, con teiera e bicchierini in vetro e accompagnati da frutta secca, da sorseggiare gustando un dolce nella

vasta scelta proposta che va dalle torte del giorno, ai biscotti di pasta frolla, dalla pasticceria marocchina e tunisina. Non mancano anche suggestioni salate, come insalate e panini, adatte per uno spuntino pomeridiano o per una cena veloce dove la chef Mercedes Lauro, grande amante delle spezie, mescola sapientemente sapori del Maghreb con influenze della Francia e del Libano, si-


COOLINARIA

milmente a quanto accade nei piatti da degustazione pensati per l’aperitivo. Nonostante questi diversi influssi la grande protagonista di tutte le offerte di Derb è la deliziosa e raffinata cucina marocchina in cui verdure e legumi hanno un ruolo da protagonisti e vengono trasformati in creme e salse con l’aggiunta di spezie dal gusto coinvolgente o accompagnati dalla freschezza dello yogurt. Una menzione d’onore va inoltre ad altri due capisaldi della cultura gastronomica del Nord Africa quali le pietanze cotte nella tradizionale tajine e il cous cous. Il tajine, una pentola di coccio con un grande coperchio a cono, invita alla cottura prolungata dei cibi che in questo modo assorbono e si sposano con le spezie, rilasciando il loro profumo solo una volta aperto. Il cous cous dall’altra parte con la sua semplicità e la sua consistenza di nuvola parla della

57 |

bravura della cuoca e del lungo processo di cottura al vapore per cui la farina di semola acquista la giusta trasparenza e un sapore intenso: questo si accompagna splendidamente con verdure speziate, stufati di pesce insaporiti dal coriandolo fresco e differenti tipologie di carni come proposto nel “cous cous Royal” dove su questo soffice strato vengono appoggiati pollo, manzo e merguez, salsicce di manzo insaporito con harissa e spezie. Quello che condividono questi piatti è una sapiente ricerca della materia prima, della freschezza e del gusto raffinato: un piacere per l’olfatto e il palato, che uniti all’atmosfera accogliente fanno di Derb un locale affascinante e da consigliare a chiunque voglia respirare un po’ di Marocco. Serena Trinchero


Piazza della Libertà

ini

Viale

Fortezza da basso

aco

Spart

gn Lava

Piazza della indipendenza

na le

7

na zio

N

9

cav ou r via Piazza Signoria

lun

i

g.n o

11

acc

via del corso

iaiu

oli

cov ere lli

rdig

10

de’

dell ’a

O

sd

g.n o

rd

e’ p

tor r

ay

borgo degli albizi

M

Piazza S. Croce

cors

a cost

re

o w.fl

ww

on

Editi

3.0

m

.co

eek

nw

esig

d nce

3

gio san

I

via g

hibe

llina

D Santa Croce

ei ti

nto ri

3

H

a

L

4

igia n

rgio

ti

rna

Inte

rom

via pietrapiana

i

an

via

va

esti

nF

esig

lD ona

12Q

20

io

via de’ pandolfinii via ghibellin a

12

77 M

5

gid

i

itt

2 2l, 2

s. e

uolo

od

lun

via

via

P

13

vie de i galleria ner i degli Uffizi

lion

e

Piazza Strozzi

rdin

via

ell’ori

mo

icc ia

ni

via dell’ol

gu

ali

via d

i

ne

Piazza della Repubblica

uf

g. ve rd

l pario

via delle oche

via dello studio

nne

a

F

.b

via

e

ol

belle do

ls

ad

m

Piazza del Duomo

consolo

de

sp

G

via de’ pecori

Piazza della SS. Annunziata Piazza Brunelleschi

via

via del pro

via

ti an

ss

lla

B

Via Roma

ni og

via de

de

6

via de’ cerretani

lun

g.n o

a

via dei calzaiuoli

o rg

via delle

bo

via

Piazza San Marco

elf

Piazza San Lorenzo

nti

ala

sc

Piazza dell’unità italiana

via de’ co

lla

de

8

Piazza d’Ognissanti

gu

Palazzo Medici Riccardi

via dei tornabuoni

via

Piazza della stazione

C

via

via

entry exit Stazione SMN


LEGEND BIKEPOINT entry exit

FOOD AND DRINK ZONES COOL PLACES

I

Piazza Beccaria

via de

ll’agno lo

2

A

E

1

PERARIAstudio DESIGNED BY

lage · vil n g i des

2012

EXPO AREA


PROGRAM 2012 COOLINARIA EXPO AREA DESIGN VILLAGE : APP-ART-MENT : Style issue in the most beautiful florentine houses WHEN : MART - DOM 10.00 - 18.00 WHERE: MAP POINT 9 MAP POINT 9 PALAGIO DI PARTE GUELFA Piazza di Parte Guelfa, 2r Tel. 055 2616029 22/27 Maggio 2012 Orario 9.00-18.00 Mostra se il design è donna a cura di Ornella Sessa Videoinstallazione WOMEN’S TIME by design-dautore.com DE-MUSE Design in historical palaces and museums WHEN : MART - DOM WHERE: MAP POINTS 2 - 3 - 6 -16 MAP POINT 2 BIBLIOTECA NAZIONALE CENTRALE DI FIRENZE Piazza dei Cavalleggeri, 1 Tel. 055 241132 www.bncf.firenze.sbn.it MART - VEN 9.00 - 18.00 - SAB 9.00 - 13.00 MAP POINT 3 PALAZZO BOMBICCI GUICCIARDINI STROZZI Via Corso Tintori, 21 Tel. 0552469016 www.fua.it MART - DOM 10.00 - 18.00 MAP POINT 6 PALAZZO MEDICI RICCARDI Galleria Delle Carrozze (25-27 Maggio) Via Cavour, 5 Tel.0552469016 VEN - DOM 10.00 - 18.00 “Casa Dolce....Alta pasticceria e design si incontrano per un caffe’ ” MAP POINT 13 PALAZZO VECCHIO Piazza della signoria MART - DOM 10.00 - 18.00 SIT IN FLORENCE YOUNG BIG IDEAS: New International Design Brands and Innovative Cultural Projects WHEN : MART - DOM 10.00 - 18.00 WHERE: MAP POINTS 7 - 5 MAP POINT 7 F-Air Florence Artist in Residence Via San Gallo, 45r Tel. 0550332950 http://fair.palazziflorence.com MART - DOM 10.00 - 18.00 MAP POINT 5 FLY Fashion Loves You Borgo Pinti, 20r Tel. 0550332727 http://fly.fashionlovesyou.it MART - DOM 10.00 - 18.00

| 60

D+ DESIGN FOR SOCIAL VALUE WHEN : MART - DOM 10.00 - 18.00 WHERE: MAP POINT 1 MAP POINT 1 LE MURATE Caffè Letterario Firenze Piazza Delle Murate Tel. 0552346872 www.lemurate.it ART FOR FLORENCE DESIGN WEEK: when Art meets Design WHEN : MART - DOM 10.00 - 18.00 WHERE: MAP POINTS 4 - 8 - 11 MAP POINT 4 PALAZZO BORGHESE Via Ghibellina, 110 Tel. 0552396293 www.palazzoborghese.it MAP POINT 8 GRAND HOTEL MINERVA Piazza di Santa Maria Novella, 16r Tel. 05527230 www.grandhotelminerva.com PERCORSO INEDITO IN HOTEL: ALLA SCOPERTA DELLE OPERE ORIGINALI DI SCARPA, DETTI, GRECO. MAP POINT 11 GALLERIA DEL PALAZZO ENRICO COVERI MAISON Lungarno Guicciardini, 19 Tel. 055 287676 www.galleriadelpalazzo.com INTERNATIONAL PAVILLIONS : RUSSIAN DESIGN PAVILLION WHEN : MERC - DOM 10.00 - 18.00 WHERE: MAP POINT 10 MAP POINT 10 RUSSIAN DESIGN PAVILLION Location: Lungarno Collection Vicolo d'Oro Firenze 22-27 Maggio 2012 INAUGURAZIONE: Mercoledì 23 maggio 2012 dalle 19.30 PADIGLIONE DEL DESIGN RUSSO A FIRENZE Il meglio del design russo presentato presso lo spazio della Lungarno Collection, Hotels, Retreats& Villas a Firenze in occasione di Florence Design Week dal 22 al 27 Maggio 2012 ART.COM. (contemporary handicraft visions from the Made in Italy The handmade Itinerary) WHEN : MART - DOM 10.00 - 18.00 WHERE: MAP POINT 12 ITINERARY MAP POINTS: O - P - Q MAP POINT 12 SALA EX CHIESA DELLE LEOPOLDINE Piazza Tasso, 7


COOLINARIA

61 |

R I S TO R A N T E • LO U N G E B A R • c on f eren z e in c ontri d ’ arte • m usi c a a f ri c ana

Nasce nel cuore di Firenze un luogo dedicato all’Africa, che è insieme ristorante dalle radici eritreoetiopi e lounge bar dove ascoltare musica africana, in un ambiente contemporaneo, con l’intenzione di andare oltre l’immaginario collettivo sull’Africa.

dalle 23 alle 02 Via Ghibellina 3 c/r aperti 11.00/15.00 e 17.00/02.00 chiuso il lunedì

“african sky brunch”

10-12 €

Te l 0 5 5 2 4 7 7 4 1 6 Cell. 339 3427111 w w w. a f r i c a n s ky. i t i n fo @ a f r i c a n s ky. i t


trova la tua copia! Arezzo GALLERIA CARINI & DONATINI Via Gruccia n°192/b (San Giovanni Valdarno) CENTRO PER L’ARTE CONTEMPORANEA CASA MASACCIO Corso Italia n°83 (San Giovanni Valdarno) BOLOGNA ONO ARTE CONTEMPORANEA Via Santa Margherita n°10 firenze AFRICAN SKY Via Ghibellina n°3/cr AFTER ART GALLERY Via Ghibellina n°38/r M.N.A.F. Museo Alinari Piazza Santa Maria Novella n°14/ar ANGELS Via Del Proconsolo n°29/r APT Firenze Via Cavour n°1/r Via Manzoni n°16 Aeroporto “ A. Vespucci” ARIA ART GALLERY Borgo Santi Apostoli n°40 Arkadia Design -schiffini Via Guido Monaco n°2/a ART&CLOTHES Via Dell’Agnolo n°50/r GALLERIA ALESSANDRO BAGNAI Via Del Sole n°15/r BASE/ PROGETTI PER L’ARTE Via San Niccolò n°18/r GALLERIA BIAGIOTTI Via Delle belle donne n°39/r BIBLIOTECA DELLE OBLATE Via Dell’Oriuolo n°26 BIBLIOTECA NAZIONALE Piazza Dei Cavalleggeri n°1 BRAC Via Dei Vagellai n°18/r CAnapone Via Mazzetta n°5/a CASA DELLA CREATIVITÀ IED Vicolo Di Santa Maria Maggiore n°1 C.C.C.S. CENTRO DI CULTURA CONTEMPORANEA STROZZINA Palazzo Strozzi, Piazza Degli Strozzi n°1 HOTEL CELLAI In rosso i nuovi unti didistribuzione Via XXVII Aprile n°14-52/r GALLERIA CIVICO 69

-ART CAFÉVia Ghibellina n°69/r CLET STUDIO Via Dell'Olmo n°8 CUCO CUCINA CONTEMPORANEA Via Del Melerancio n° 4/r CUCULIA Via De' Serragli n°1-3/r DERB Via Faenza n°21/r DUBLIN PUB Via Faenza n°27/r ENTR'ARTe Via De’ Serragli n°79/r EX 3 CENTRO PER L’ARTE CONTEMPORANEA Viale Giannotti n°81/83/85 FOR GALLERY -Photo Art ResearchVia Dei Fossi n°45/r FRASCIONE ARTE Via Maggio n°60/r FRITTELLI ARTE CONTEMPORANEA Via Val Di Marina n°15 GOLDEN VIEW OPEN BAR Via Dè Bardi n°54-64/r FASHION PROJECTS Via De' Serragli n°7/r Flor Design Via Benedetto Dei n°100 Florence Dance Center Borgo Della Stella n°23/r FONDAZIONE IL BISONTE Via Di San Niccolò n°24/r FUA School of Fine Arts Via San Gallo n°45/r Galleria del Palazzo Lungarno Guicciardini n°19 GALLERIA I.A.C. Via Della Croce n°41 (Impruneta) IMMAGINARIA ARTI VISIVE GALLERY Via Guelfa n°22/r RISTORANTE INDIA Via Gramsci n°43/a (Fiesole) LA CITÉ Borgo San Frediano n°20/r LA VIE EN ROSE Borgo Allegri n°68/r Maono Borgo Santa Croce n°15/r MIO concept store Via della Spada n°34 MUSEO MARINO MARINI Piazza San Pancrazio Otto luogo dell'arte Via Maggio n°43 r PALAZZO

MEDICI RICCARDI Via Cavour n°1 MELBOOKSTORE Via Dei Cerretani n°16 GALLERIA D’ARTE MENTANA Piazza Mentana n°2/3/4 r BOX OFFICE MURATE Via Delle Vecchie Carceri PALAZZO PITTI Piazza Pitti n°1 PALAZZO VECCHIO Piazza Della Signoria GALLERIA POGGIALI & FORCONI Via Della Scala n°35a Via Benedetta n°3/r GALLERIA IL PONTE Via Di Mezzo n°42/b Present Art Via de' Serragli n° 56/58r STUDIO ART CENTERS INTERNATIONAL Via S. Antonino n°11 GALLERIA SAN GALLO Via Frà Giovanni Angelico n°5/r SANTO FICARA ARTE MODERNA E CONTEMPORANEA Via Ghibellina n°164/r Simboli Art Gallery Via Di San Giuseppe n° 6/r SO - Largo Bargellini n°2 Simultanea arte contemporanea Via San Zanobi n°45/r GALLERIA DEL TEATRO ROMANO Via Portigiani n°34/36 (Fiesole) TORNABUONI ARTE CONTEMPORANEA INTERNAZIONALE Lungarno Cellini n°13/a GALLERIA VARART ARTE CONTEMPORANEA Via Dell’Oriuolo n°47-49/r TETHYS GALLERY -Fine Art PhotographyVia Maggio n°58r Università Internazionale delle Arti Via Della Forbice n°24-26 Zone Via Del Porcellana n°37r-43a lIVORNO GALLERIA GIRALDI Piazza Della Repubblica n°59 GUASTALLA CENTRO ARTE Via Roma n°45 lucca Lu.C.C.A. CENTER OF CONTEMPORARY ART Via Della Fratta n°36 PALAZZO MEDICEO Via Del Palazzo n°358 (Seravezza)

GALLERIA N°38 Via Del Battistero n°38 GALLERIA SUSANNA ORLANDO Via Carducci n°10 (Forte dei Marmi) pietrasanta FLORA BIGAI ARTE CONTEMPORANEA Via Garibaldi n°37 GESTALT GALLERY Via Stagio Stagi n°28 BARBARA PACI GALLERIA D’ARTE Piazzetta Del Centauro n°2 Piazza Duomo n°25 PALAZZO PANICHI Via Marzocco n°2 angolo Piazza Duomo MARCO ROSSI ARTE CONTEMPORANEA Via Garibaldi n°16 GALLERIA d’ARTE “LA SUBBIA” Via Barsanti n°11 pistoia AORISTÒ -RISTORANTE SOPRA IL GLOBOVia Dei Buti n°11 Agenzia per il Turismo di Pistoia Piazza Del Duomo n°4 CAFFETTERIA MARINI Corso Silvano Fedi n°32 Museo Marino Marini Corso Silvano Fedi n°30 PALAZZO FABRONI Via Santa n°5 prato ELEONORA D’ANDREA CONTEMPORANEA Via Vincenzo Gioberti n°14 DIE MAUER ARTE CONTEMPORANEA Via Pomeria n°71 GALLERIA GENTILI Via Del Carmine n°11 ARMANDA GORI ARTE Viale Della Repubblica n°64/66/68 LATO - Piazza San Marco n°13 opificio JM Piazza San Marco, 39 LAURABALLA STUDIO D'ARTE Via Mazzini n°34 GALLERIA OPEN ART Viale Della Repubblica n°24 CENTRO PER L’ARTE CONTEMPORANEA LUIGI PECCI Viale Della Repubblica n°277 IL TEATRINO DELLE BRICIOLE Piazza Duomo n° 51 SIENA Galleria Gagliardi Via San Giovanni n°57 (San Gimignano)


GIULIO GRECO Stella di mare

In foto: Giulio Greco, Sospeso tra la danza e l’abisso, 2011, tecnica mista su juta, cm. 100x100

Inaugurazione: sabato 12 maggio, ore 18.00 Dal 12 al 31 maggio 2012 SIMBOLI ART GALLERY via di San Giuseppe, 6/r Firenze Tel. +39 055 0502418 / info@simboliartgallery.com / www.simboliartgallery.com Orario: lunedì 16-20 e martedì-domenica 10-13 / 15-20 - Ingresso libero


I.OVO n°013 - Maggio 2012  

Il numero di maggio di i.OVO il primo mensile tascabile di arte e cultura contemporanea

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you