Page 1

SPAZIO ARTE CONTEMPORANEA

SETTEMBRE 2012

016

c o n t e m p o r a n e a

diaz

c u l t u r a

huisman

e

lorenz

a r t e

steinberg

i.ovo

Unfolding Evolutions 8 settembre - 7 ottobre 2012


Salvatore Magazzini Distributore

l'Armanda Gori Arte sarĂ  presente alla Fiera di Arte Contemporanea di La Spezia "Settembre d'arte" dal 28 al 30 Sett. 2012

Viale della Repubblica n° 64/66/68, Prato Tel. + 39 338 5924449 / +39 335 303142 Fax + 39 0574 604901 web: www.armandagoriarte.com- mail: studiomarchi@tin.it


i.ovo Direttore: Massimo Tonietti m.tonietti@iovo.it cell. +39 327 5303110; Direttore responsabile: Marco Zucchini; Caporedattore: Serena Bedini (serena-bedini@libero.it); Progetto grafico: Alexandra Barbieri; Responsabile progetto web: Andrea Angeloni ;

Ufficio stampa: Alessandra Petrelli alessandra.petrelli@hotmail.it cell. + 39 338 2946943 www.iovo.it info@iovo.it m.tonietti@iovo.it Tel. +39 055 011 99 77 Fax +39 055 011 99 81

Guida al Contemporaneo: Serena Vanzaghi; Dentro al Contemporaneo: Serena Bedini ; Il Ragazzo di Bottega: Simone Innocenti; Moda: Alessandra Petrelli; Hamelin: Stefano Gaz; Coolinaria: Camilla Innocenti & Serena Trinchero; 16mm: Francesca Versienti Flashback: Lorenzo Tore Bis!!!: Gabriella Di Tanno Inviato speciale: Cecilia Fontanelli Pro/Zac: Greta Bonini Recensori di “Dentro al Contemporaneo” e altre rubriche: Stefania Basso, Giovanni Bondi, Greta Bonini, Yan Blusseau, Mattia Branca, Matteo Brighenti, Tommaso Capecchi, Francesco Ceni, Eleonora Ciambellotti, Ilaria D’Adamio, Alessandra de Bianchi, Diana Di Nuzzo, Gabriella Di Tanno, Costanza Focardi, Giulia Fonnesu, Cecilia Fontanelli, Elisa Frego, Linda Giusti, Eleonora Lombardini, Martina Marolda, Stefania Rinaldi, Gala Rotelli, Ottavia Sartini, Danilo Solimeno, Serena Trinchero.

i.ovo Arte e Cultura Contemporanea n°016 SETTEMBRE 2012 aut. trib. n. 5825 del 15/03/2011 distribuzione gratuita Editore incaricato: NARDINI PRESS S.R.L. Via Cavour n°15, 50129 Firenze Stampa: Nuova Grafica Fiorentina, Via Ambrogio Traversari n°64/r, 50126 Firenze www.facebook.com/iovoarteeculturacontemporanea IovoArteFirenze

main sponsor:

In copertina: i.ovo A R T E

E

SETTEMBRE 2012 C U L T U R A

016

C O N T E M P O R A N E A

SPAZIO ARTE CONTEMPORANEA

DIAZ

HUISMAN

scrivi a info@iovo.it

STEINBERG

i.ovo

LORENZ

Abbonati a

UNFOLDING EVOLUTIONS 8 SETTEMBRE- 7 OTTOBRE 2012

Unfolding Evolutions 8 settembre 7 ottobre 2012 linea - spazio arte contemporanea Via delle Porte Nuove n°10 fIRENZE


l'Armanda Gori Arte sarà presente alla Fiera di Arte Contemporanea di La Spezia "Settembre d'arte" dal 28 al 30 Sett. 2012

Diretta da Amanda Gori e Aldo Marchi  Anno di fondazione: 1998  Sede legale: Via S. Anna n° 9, 59100 Prato  Sede espositiva: Viale della Repubblica n° 64/66/68, 59100 Prato  Tel.: + 39 0574 604801  Cell.: +39 338 5924449  Fax: + 39 0574 604901  Web: www.armandagoriarte.com  Mail: studiomarchi@tin.it


indice

n.016 SETTEMBRE 2012

dentro al contemporaneo

linea - La forma dell’arte di Alessandra de Bianchi Il primo Midnight Run in Italia! CCT-SeeCity.com di Elena Mazzoni Wagner Settembre al Pecci di Stefania RinaldI Walter Fusi - Nel tempo storico e nel dialogo interiore di Serena Bedini Wassily Kandinskij, dalla Russia all’Europa di Gabriella Di Tanno DAVID LACHAPELLE di Ottavia Sartini MARILYN di Cecilia Fontanelli Arte Torna Arte di Lucia Giardino L’AUTU NNO 2012 AL MNAF di Martina Marolda

moda

Dal blog “Ma ti sei vista?” Faccia a faccia con la dittatrice dello stile di Alessandra Petrelli

26 30 34 36 40 44 46 48 52 56


UNO SGUARDO ITALIANO

Simone Schiesari Ritratti di giovani uomini e giovani donne #1, 2009. Inkjet print, 50 x 40 cm

a cura di Elio Grazioli

fino al 20- 28 ottobre 26 maggio luglio 2012 2012

Frittelli

ARTE CONTEMPORANEA

www.frittelliarte.it

www.mauropispoli. com

Marina Ballo Charmet • Carlo Fei • Nunzio Battaglia • Paola Di Bello • Marco Signorini Alessandra Spranzi • Fabio Sandri • Armin Linke • Giorgio Barrera Davide Bramante • Stefano Graziani • Simone Schiesari • Moira Ricci


save the date

settembre 2012

«Vlastimil Košvanec (1887-1961). La Quinta luce» fino all’11 di Novembre Palazzo Medici Riccardi, Firenze Claudia Maina Corpi docili, Dal 15 al 30 settembre Gestalt Gallery, via Stagi 28 · 2005 · Pietrasanta Anni Trenta. Arti in Italia oltre il fascismo 22 settembre 2012-27 gennaio 2013 Palazzo Strozzi, Piazza Strozzi, Firenze MASSIMO BARZAGLI “GRANDEZZA NATURALE” 30 settembre - 2 dicembre 2012 Centro per l’arte contemporanea Luigi Pecci Viale della Repubblica, 277  Prato ALYSSIA LAZIN. Unfolding Dal 13 Settembre al 21 Ottobre 2012 Aria Art Gallery, Borgo Santi Apostoli n° 40/r, Firenze WALTER FUSI. Nel tempo storico e nel dialogo interiore (1957 – 1963) Dal 22 Settembre al 31 Ottobre 2012 Galleria Open Art, Viale della Repubblica n° 24, Prato TRE LINGUAGGI D’ARTE Dal 15 al 30 Settembre 2012 Galleria I.A.C. – Impruneta Arte Contemporanea, Via della Croce n°41, Firenze UNFOLDING EVOLUTIONS Dal 8 Settembre al 7 Ottobre 2012 Linea Spazio Arte Contemporanea, Via delle Porte Nuove n°10, Firenze


GIO SCIELLO Energie cromatiche 22 settembre – 11 ottobre 2012 vernissage: sabato 22 settembre, h. 18.00

adele—c de—sign company

lun/ven: h. 15,30 – 19,30 Via dei Serragli 56r/58r – Firenze tel. +39 055 2645767 email: staff@wepresentart.com web: www.wepresentart.com


linea - spazio - arte contemporanea - fIRENZE

guida al contemporaneo L'attuale Geografia Artistica di Firenze e Oltre. A cura di Serena Vanzaghi


| 12

GUIDA AL CONTEMPORANEO

Associazione Nazionale Gallerie d'Arte Moderna e Contemporanea L’Associazione Nazionale Gallerie d’Arte Moderna e Contemporanea  è costituita tra le Gallerie e le Associazioni culturali che operano nel settore dell’arte moderna e contemporanea e che esercitano l’attività di esposizione, promozione e/o vendita al pubblico di opere d’arte. L’ANGAMC ha lo scopo di rappresentare e tutelare, in ogni sede, gli interessi morali, economici e culturali della categoria rappresentata. L’obiettivo principale è quello di qualificare sempre più il mercato dell’arte e le sue potenzialità con la migliore preparazione professionale e culturale degli operatori, anche con interventi nell’ambito giuridico e amministrativo; inoltre promuove dibattiti e conferenze su temi d’interesse per gli associati. Il Delegato territoriale della Toscana è Mauro Stefanini: cell. 335 7054800 GALLERIE ASSOCIATE DELEGAZIONE TERRITORIALE TOSCANA ANGAMC GALLERIA CONTINUA

ANTONY GORMLEY – VESSEL; fino al 15/09/12. • NIKHIL CHOPRA – INSIDE OUT; fino al 15/09/12. Sede: Via del Castello n° 11, 53037 San Gimignano (Si), Tel. +39 0577 943134. Orario: dal martedì al sabato 14:00 19:00, o su appuntamento. Biglietti: ingresso libero. Web: info@galleriacontinua.it www.galleriacontinua.com ELEONORA D’ANDREA ARTE CONTEMPORANEA

Sede: Via Vincenzo Gioberti n° 14, 59100 Prato, Tel. / Fax +39 0574 574670 / Cell. +39 345 2816111. Orario: dal lunedì al venerdì 16:00 - 19:00, sabato 10:30 - 13:00 / 16.00 - 20.00 (per tutti gli orari e i giorni non specificati su appuntamento al numero +39 345 2816111). Biglietti: ingresso libero. Web: gallery@elexpo.it www.elexpo.it SANTO FICARA ARTE MODERNA E CONTEMPORANEA

Artisti della Galleria: Accardi, Alviani, Asdrubali, Bonalumi, Castellani, Chiari, Dorazio, Jori, Impellizzeri, Mainolfi, Morellet, Mondino, Nunzio, Parra, Pinelli, Sanfilippo, Turcato, Viallat, Volpi, Zappettini; prorogata al 10 ottobre 2012; Sede: Via Ghibellina n° 164r, 50122 Firenze, Tel. +39 055 2340239 / Fax +39 055 2269190.


GUIDA AL CONTEMPORANEO

13 |

Orario: dal lunedì al sabato 09:30 - 12:30 / 15:30 - 19:30. Biglietti: ingresso libero. Web: info@santoficara.it www.santoficara.it FRITTELLI ARTE CONTEMPORANEA

Uno sguardo italiano; fino al 20/10/12. Autori: Marina Ballo Charmet, Carlo Fei, Nunzio Battaglia, Paola Di Bello, Marco Signorini, Alessandra Spranzi, Fabio Sandri, Armin Linke, Giorgio Barrera, Davide Bramante, Stefano Graziani, Simone Schiesari, Moira Ricci. Curatore: Elio Grazioli. Sede galleria: Via Val di Marina n° 15, 50127 Firenze, Tel +39 055 410153 / Fax +39 055 4377359. Orario: dal martedì al sabato 10:00 - 13:00 / 15:30 - 19:30, lunedì, domenica e festivi su appuntamento. Web: info@frittelliarte.it www.frittelliarte.it GESTALT ART GALLERY

THE SILENCE OF THE LAMBS; fino al 15/09/12. Autore: Max Papeschi. Curatore: Igor Zanti. Catalogo: a cura di Gestalt Gallery, con testo critico di Igor Zanti. • Corpi docili; 15/09/12 – 30/09/12. Autrice: Claudia Maina. Vernissage: sabato 15 settembre alle ore 19:00. Sede: Via Stagio Stagi n° 28, 55045 Pietrasanta (LU), Tel. +39 0584 790900. Orario: 10:30 12:30 – 18:30 00:30. Biglietti: ingresso libero. Web: info@gestaltgallery.it www.gestaltgallery.it GALLERIA GIRALDI

Tempo in processo; c/o Centro Arte Moderna e Contemporanea della Spezia, piazza Cesare Battisti n° 1, La Spezia; 08/09/12 – 04/11/12. Autore:Giovanni Campus. Curatore: Marco Meneguzzo. Catalogo: ISC La Spezia editore. Vernissage: sabato 8 settembre alle ore 18:00. Orari mostra: da martedì a sabato 10:00 13:00 / 16:00 19:00, lunedì chiuso. Patrocini: Comune della Spezia, ANGAMC Associazione Nazionale Gallerie d’Arte Moderna e Contemporanea, Camera di Commercio La Spezia, Istituzione per i servizi culturali e con Galleria Giraldi. Ufficio Stampa: CAMeC. Sede mostra: piazza Cesare Battisti n° 1, 19121 La Spezia, Tel. +39 018 7734593 / Fax +39 018 7256773 Sede galleria: Piazza della Repubblica n° 59, 57123 Livorno, Tel. +39 0586 883022 / Cell. +39 329 8626020 / Fax  +39 0586 887778. Orario: dal lunedì al sabato 10:00 - 13:00 / 17:00 - 20:00, domenica su appuntamento. Web: info@galleriagiraldi.it www.galleriagiraldi.it ARMANDA GORI ARTE

Sede: Viale della Repubblica n° 64/66/68, 59100 Prato, Cell. +39  335  303142 - +39  338  5924449 / Fax +39 0574 604901. Orario: dal lunedì al venerdì 15:30 -


| 14

GUIDA AL CONTEMPORANEO

19:00 o su appuntamento. Biglietti: ingresso libero. Web: studiomarchi@tin.it www.armandagoriarte.com GUASTALLA CENTRO ARTE

In permanenza: Baj, Barzagli, Ceccobelli, Chia, Gentilini, Guttuso, Marino, Jenkins, Kostabi, Pizzi Cannella, Scanavino, Schifano. Sede: Via Roma n° 45, 57126 Livorno, Tel. +39 0586 808518 / Fax +39 0586 813514. Orario: dal lunedì al venerdì 10:00 13:00 / 16:30 - 20:00, sabato 10:00 – 13:00. Biglietti: ingresso libero. Web: info@ guastallacentroarte.com www.guastallacentroarte.com GALLERIA N° 38

Sede: Via del Battistero n° 38, 55100 Lucca, Tel. +39 0583 491104 / Fax +39 0583 491104. Orario: lunedì 16:00 – 19:30, dal martedì al sabato 10:00 - 13:00 / 16:00 19:30. Biglietti: ingresso libero. Web: info@gallerianumero38.com www.gallerianumero38.com GALLERIA OPEN ART

WALTER FUSI. Nel tempo storico e nel dialogo interiore (1957-1963); 22/09/12 – 31/10/12. Autore: Walter Fusi. Curatore: Mauro Stefanini. Catalogo: Carlo Cambi Editore, Vol. 25 ita/eng; a cura di Mauro Stefanini, testo critico di Stefano De Rosa. Vernissage: sabato 22 settembre alle ore 17:00. Sede: Viale della Repubblica n° 24, 59100 Prato, Tel. +39 0574 538003 / Fax +39 0574 537808. Orario: dal lunedì al venerdì 16:00 - 20:00, sabato 10:30 13:00 / 16:00 20:00, chiuso domenica e festivi. Biglietti: ingresso libero. Web: galleria@openart.it www.openart.it GALLERIA SUSANNA ORLANDO

Fresco d’autore; fino al 09/09/12. Autore: Lorenzo Lazzeri. Sede: Via Carducci n° 10, 55042 Forte dei Marmi (LU), Tel. / Fax +39 0584 83163. VETRINA: Via Sauro n° 3, 55045 Pietrasanta (LU). Orario: tutti i giorni 10:00 - 13:00 / 17:00 - 24:00. Patrocinio: Comune di Forte dei Marmi. Note: testo critico di Federica Forti. Biglietti: ingresso libero. Web: info@galleriasusannaorlando.it www. galleriasusannaorlando.it BARBARA PACI

Inside the grey room; 14/07/12 - 09/09/12. Autore: Reiner Elstermann.


GUIDA AL CONTEMPORANEO

15 |

Kiev, Ucraina Sede: Piazzetta del Centauro n° 2, Piazza Duomo n° 25, 55045 Pietrasanta (LU), Tel. / Fax +39 0584 792666. Orario: dal martedì alla domenica, 10:00 13:00 - !7:00 24:00. Biglietti: ingresso libero. Ufficio stampa: Alessia Luppoli info@alessialupoli.it. Web: info@barbarapaciartgallery.com www. barbarapaciartgallery.com. La galleria sarà presente alla ART KIYV contemporary 2012 - The 7th Contemporary Art Fair dall' 01 all' 11 Novembre 2012 GALLERIA POGGIALI & FORCONI

Sede: Via della Scala n° 35/A, 50123 Firenze, Tel +39 055 287748 / Fax +39 055 2729406. Orario: dal martedì al venerdì 10:00 - 13:00 / 15:30 - 19:00, sabato 10:00 – 13:00. Biglietti: ingresso libero. Web: info@poggialieforconi.it www.poggialieforconi.it GALLERIA IL PONTE

Sede: Via di Mezzo n° 42/b, 50121 Firenze, Tel +39 055 240617 / Fax +39 055 5609892. Orario: dal lunedì al venerdì 15:30 - 19:00. Ufficio Stampa: Susy Fabiani. Biglietti: ingresso libero. Web: info@galleriailponte.com www.galleriailponte.com SANGALLO ART STATION

Sede: Via Fra’ Giovanni Angelico n° 5r (fra il n°47 e il n°49), 50121 Firenze, Tel. +39 055 0517157 / Fax +39 055 0517518. Orario: dal martedì al sabato 10:00 - 13:30 / 15:00 - 19:00. Biglietti: ingresso libero. Patrocinio: Ministero per i Beni e le Attività Culturali. Web: e.sarti@sangalloartstation.it www.sangalloartstation.it GALLERIA LA SUBBIA DI PAOLA RAFFO

Sede: Via Barsanti n° 11, 55045 Pietrasanta (LU), Tel. +39 0584 283338 / Fax +39 0584 71647. Orario: tutti i giorni 10:00 - 12:00 / 17:00 - 19:00. Biglietti: ingresso libero. Web: gallerialasubbia@gmail.com TORNABUONI ARTE CONTEMPORANEA INTERNAZIONALE

Maestri moderni e contemporanei - Antologia scelta 2012. Sede: Lungarno Cellini n° 13/a, 50125 Firenze, Tel. +39 055 6812697 / Fax +39 055 6812020. Orario: dal lunedì al venerdì 09:00 – 13:00 / 15:30 – 19:30, sabato su appuntamento. Biglietti: ingresso libero. Web: info@tornabuoniarte.it www.tornabuoniarte.it


CRISTIAN CECCARONI

DoloresArt Laboratory VOLTERRA Palazzo Viti - Via dei Sarti 41 Sala Musica e Sala Mostre

Scintilla Animae dal padiglione della Repubblica di San Marino alla Biennale di Venezia

progetto Luce in Azione

18 agosto 22 settembre

Aperto tutti i giorni 10/13 e 14,30/18,30 Tel. +39 0588 84047 - Cell. 333 4508779 www.doloresart.it/galleria doloresart@libero.it

di Maria Dolores Cattaneo Violinista nell’Orchestra Sinfonica Rai

(Ingresso libero al DoloresArt Laboratory Visita a pagamento per Palazzo Viti)


i.ovo ZOOM

17 |

LORENZO LAZZERI FRESCO D’AUTORE fino al 25 settembre 2012

SUSANNA ORLANDO

GALLERIA F O RT E D E I M A R M I

via G.Carducci 10, FORTE DEI MARMI www.galleriasusannaorlando.it


OVERGROUND AFTER ART GALLERY di Frederik Ivanaj

Sede: Via Ghibellina n° 38r, 50122 Firenze, Tel. +39 328 7156628. Biglietti: ingresso libero. Web: frederik.ivanaj@tin.it www.ivanaj.com ANTONELLA VILLANOVA – Contemporary art jewellery

Delphinarium – A Monographic Exhibition on Delfina Delettrez; fino al 10/09/12. Autrice: Delfina Delettrez. Curatrice: Emanuela Nobile Mino. Catalogo: disponibile in galleria, edito dalla galleria. Sede: Palazzo Ricasoli, Piazza Goldoni n°2, Firenze. Ufficio Stampa: Black Frame, Londra. Sede galleria: Palazzo Ricasoli, Piazza Goldoni n° 2, Tel./Fax +39 055 213372 - Via della Spada n° 36/R, 50123 Firenze, Tel. +39 055 6802066. Orario: lunedì 15:00 – 19:00, dal martedì al sabato 10:00 - 19:00. Biglietti: ingresso libero. Web:  antonellavillanova@gmail.com www.antonellavillanova.it ARIA ART GALLERY

In Bloom; fino al 09/09/12. Autore: Zhuang Hong Yi. Catalogo: disponibile online. • ALYSSIA LAZIN. Unfolding; 13/09/12 – 21/10/12. Autrice: Alyssia Lazin. Curatori: Antonio Buretta e Federica Cirri. Vernissage: martedì 18 settembre alle ore 18:30. Sede: Borgo Santi Apostoli n° 40/r, 50123 Firenze, Tel. +39  055  216150 / Fax +39 055 4641406.  Orario: dal lunedì al sabato 10:30 – 13:30 15:30 – 19:30, domenica su appuntamento. Biglietti: ingresso libero. Web:  info@ariaartgallery.com  www.ariaartgallery.com GALLERIA E LIBRERIA D’ARTE BABELE

Pinocchio – Biennale 2012; fino al 23/09/12 – in collaborazione con il Museo Luzzati di Genova. Autori: Beatrice Bartolozzi, Maurizio Bentivegna, Antonio Bobò, Campi & Voghera, Francesca Carbonini Nini, Conc, Riccardo Dalisi, Fabio De Poli, Michele Fabbricatore, Gianno Fanello, Sophie Fatus, Paolo Fasi, Paolo Guidotti, Roberto Innocenti, Emanuele Luzzati, Cecco Mariniello, Arianna Papini, Lorenzo Perrone, Antonio Petti, Elisa Possenti, Chiara Rapaccini, Andrea Rauch, Guido Scarabattolo, Gianluigi Toccafondo, Sergio Traquandi, Adel Torok, Franco Zabagli. Sede: Via delle Belle Donne n° 41/r 50122 Firenze, Tel./Fax +39


GUIDA AL CONTEMPORANEO

19 |

055 283312. Orario: continuato 10:00 - 20:00. Biglietti: ingresso libero. Web: babele@babelefirenze.com. www.babelefirenze.com GALLERIA ALESSANDRO BAGNAI

La poesia della distruzione; fino al 30/09/12. Autore: Günther Uecker. Curatore: Lóránd Hegyi. Sede: Via del Sole n° 15/R, Firenze. Catalogo: disponibile in galleria, edito da Galleria Alessandro Bagnai. Ufficio Stampa: Studio Associato Spaini e Partners. Sede galleria: Palazzo Ricasoli, Piazza Goldoni n° 2 Tel./Fax +39 055 213372 – Via del Sole n° 15/R, Tel +39 055 6802066, 50123 Firenze. Orario: lunedì 15:00 – 19:00, dal martedì al sabato 10:00 – 19:00. Biglietti: ingresso libero. Web: info@galleriabagnai.it www.galleriabagnai.it BASE / PROGETTI PER L’ARTE

AMEDEO MARTEGANI. Frane. L’impazienza della terra; fino al 15/09/12. Autore: Amedeo Martegani. Sede: Via San Niccolò n° 18r, 50123 Firenze, Tel +39 055 602102 / Fax +39 055 2207281. Orario: dal martedì al sabato 18:00 – 20:00 (dalle 20:00 alle 24:00 come vetrina). Biglietti: ingresso libero. Patrocini: Attività promossa dagli artisti del collettivo BASE X BASE e con il contributo della Regione Toscana/ Toscanaincontemporanea 2011. Web: info@baseitaly.org www.BaseItaly.org DOLORES ART LABORATORY

Scintilla Animae - Dal Padiglione della Repubblica di San Marino alla Biennale di Venezia. Progetto Luce in Azione; fino al 22/9/2012. Autore: Cristian Ceccaroni. Sede: Palazzo Viti Sala Musica e Sala Mostre Via dei Sarti 41 56048 Volterra (Pisa) Tel +39 0588 84047 Cell. 333 4508779 . Orario: tutti i giorni 10:00 13:00 – 14:30 18:30 . Biglietti: ingresso libero. Web: info@doloresart.it www.doloresart.it F_AIR - FLORENCE ARTIST IN RESIDENCE

Do it right when no one is looking; fino al 14/09/12. Autore: Kalliopi Nikolou. Curatrice: Lucia Giardino. • Di punto in bianco, tutto d’un tratto, improvvisamente; fino al 14/10/12. Autore: Federica Gonnelli. Curatore: Premio Giovani Artisti di Talento 2012 – Artour-o il MUST. Sede: Via San Gallo n° 45/r, 50126 Firenze. Orario: dal lunedì al giovedì 15:00 – 20:00, venerdì 11:00 – 15:00 e su appuntamento. Patrocinio: Artour-o. Note: mostra finale dell’artista vincitore del Premio Giovani Artisti di Talento. Ufficio Stampa: Ufficio Stampa Palazzi communications@palazziflorence.com. Web: fair@fua.it www.fair.palazziflorence.it


| 20

GUIDA AL CONTEMPORANEO

FRASCIONE ARTE

Sede: via Maggio n° 60r, 50123 Firenze, Tel. +39 055 2399205. Orario: dal martedì al sabato 10:00 – 13:00 15:00 – 19:00, lunedì 15:00 – 19:00. Biglietti: ingresso libero. Web: info@frascionearte.com www.frascionearte.com GALLERIA GENTILI

Sede: Via del Carmine n° 11, 59100 Prato, Tel +39 0574 606986 / Fax   +39 0574 443704 / Skipe galleriagentili. Orario: dal martedì al sabato 14:00 – 19:00. Biglietti: ingresso libero. Web: info@galleriagentili.it www.galleriagentili.it GALLERIA I.A.C. -Impruneta Arte Contemporanea-

Tre Linguaggi d’Arte – Mostre personali di arti visive con opere di fotografia, pittura e scultura; 15/09/12 – 30/09/12. Autori: Bryan Holt Moore, Emanuele Teobaldelli, Giovanna Ugolini. Vernissage: sabato 15 settembre alle ore 18:00, a seguire presentazione del n°2-2012 della rivista Art-Art a cura del Direttore Responsabile Carmelina Rotundo. Sede: Via della Croce n° 41, 50023 Impruneta (Fi), Cell. +39 333 7405522. Orario: dal martedì alla domenica 16:30 – 19:30. Patrocinio: Comune di Impruneta. Biglietti: ingresso libero. Ufficio Stampa: inpiaz@alice.it +39 339 7854375. Web: artart@artartimpruneta.it www.artartimpruneta.it LINEA Spazio Arte Contemporanea

Unfolding Evolutions; 08/09/12 – 07/10/12. Autori: Marcela Diaz, Wessel Huisman, Paul Lorenz, Marsha Steinberg. Curatori: Rolando Bellini, Lilia Lamas, Jacopo Celona. Catalogo: disponibile in galleria. Vernissage: sabato 8 settembre alle ore 18:00. Sede: Via delle Porte Nuove n° 10, 50023 Firenze, Tel. +39 055 3249173 / Fax +39 055 333540. Orario: dal martedì al venerdì 11:00 – 18:00 e il sabato mattina. Biglietti: ingresso libero. Ufficio Stampa: Francesca Puliti +39 329 6086476 francesca.puliti@gmail.com +39 339 7854375. Web: artart@artartimpruneta.it www.artartimpruneta.it CASA MASACCIO -Centro per l’Arte Contemporanea-

Sede: Corso Italia n° 83, 52027 San Giovanni Valdarno (Ar), Tel.  +39 055 9126283 / Fax  +39  055  942489. Orario: giorni feriali 15:00 – 19:00, festivi 10:00 12:00 – 15:00 19:00, lunedì chiuso. Patrocini: Regione Toscana, Provincia


GUIDA AL CONTEMPORANEO

21 |

di Arezzo. Biglietti: ingresso libero. Web: casamasaccio@comunesgv.it www.casamasaccio.it SCIATO’ DI SERRAVALLE

Percorsi; fino al 02/09/12. Autore: CCH. Sede: Via Garibaldi n° 49, 51030 Serravalle Pistoiese (Pt), Web: info@sciato.it SIMBOLI ART GALLERY

Artisti in permanenza; 01/09/12 - 30/09/12. Autori: Luca Alinari, Antonio Corpora, Giulio Greco, Mark Kostabi, Paul Kostabi, Riccardo Licata, Salvatore Magazzini, Ugo Nespolo, Giampaolo Talani. Sede: Via di San Giuseppe  n° 6/r, 50122 Firenze, Tel. +39 055 0502418, Cell. +39 349 1438941. Orario: lunedì 16:00 – 20:00, dal martedì alla domenica 10:00 – 13:00 15:00 – 20:00. Biglietti: ingresso libero. Web: info@ simboliartgallery.com www.simboliartgallery.com GALLERIA DEL TEATRO ROMANO

Collezionare Futuro; mostra artisti in permanenza. Autori: Ambretta Mari, Grazia Tomberli, Janax, Leo Montemanni, Monica Giarrè, Silvia Jafisco, Stefano Mariotti, Roberto Sguanci, Leo Montemanni, Sanfra. Curatore: Simone Gianassi. Catalogo: disponibile in galleria. Evento: presentazione Grazia Tomberli, sabato 29 settembre 2012 ore 18:00. Sede: Via Portigiani n° 34/36, 50014 Fiesole (Fi), Tel./Fax +39 055 599626 - +39 328 6355360. Orario: dal lunedì al venerdì 15:30 - 19:30, sabato, domenica e festivi su appuntamento. Biglietti: ingresso libero. Web: info@galleriadeltatroromano.com www.galleriadelteatroromano.com

Firenze

Via delle Vecchie Carceri

(le murate)

Tel. 055 0540234 info@nardinibookstore.it www.nardinibookstore.it


| 22

12

8

GUIDA AL CONTEMPORANEO

9

16

14 5

24 3

3

20

24 2

7

13

11 21

15

MAPPA DEL CONTEMPORANEO - FIRENZE 1 / After art gallery Via Ghibelina n°38/r 2 / ARIA ART GALLERY Borgo Santi Apostoli n°40 3 / GALLERIA ALESSANDRO BAGNAI Via del Sole n° 15/R, Firenze Piazza Goldoni n° 2, Firenze 4 / BASE / PROGETTI PER L'ARTE Via San Niccolò n°18/r 5 / GALLERIA BIAGIOTTI ARTE CONTEMPORANEA

Via delle Belle Donne n°39/r 6 / GALLERIA CIVICO 69, Via Ghibellina n°69/r 7 / Galleria La Corte Arte Contemporanea Via Dei Coverelli 27r 8 / linea - spazio arte contemporanea Via delle Porte Nuove n°10 9 / F_AIR FLORENCE ARTIST IN RESIDENCE

Via San Gallo n°45/r 10 / SANTO FICARA ARTE MODERNA E CONTEMPORANEA Via Ghibellina n°164/r 11 / FRASCIONE ARTE Via Maggio n°60/r 12 / FRITTELLI ARTE CONTEMPORANEA Via Val di Marina n°15 13 / GALLERIA d’ARTE MENTANA Piazza Mentana n°2/3/4r


GUIDA AL CONTEMPORANEO

23 | 22

17

10

6

1

19

4

18

23

14 / MNAF. MUSEO NAZIONALE ALINARI PER LA STORIA DELLA FOTOGRAFIA Piazza Santa Maria Novella n°14/ar 15 / PALAZZO PITTI Piazza Pitti n°1 16 / GALLERIA POGGIALI & FORCONI Via Della Scala n°35/a 17 / GALLERIA IL PONTE Via Di Mezzo n°42/b

18 / SAN GALLO ART STATION Via Fra' Giovanni Angelico n°5/r 19 / Simboli art gallery Via di San Giuseppe n°6/r 20 / C.C.C.S. Centro di Cultura Contemporanea Strozzina Palazzo Strozzi Piazza Degli Strozzi n°1 21 / STUDIO N.B. & ENTR’ARTe POSSIBILIT IES OF ART Via De’ Serragli N°79/r,

22 / GALLERIA DEL TEATRO ROMANO Via Portigiani n°34/36, Fiesole 23 / TORNABUONI ARTE CONTEMPORANEA INTERNAZIONALE Lungarno Cellini n°13/a 24 / ANTONELLA VILLANOVA Contemporary art jewellery Piazza Goldoni n°2 Via della Spada n° 36/R


die mauer

arte contemporanea PAOLO PARMA

s i l e n z i

13 SETTEMBRE 2012, ALLE 19 DIE MAUER arte contemporanea - Via Pomeria n째71, 59100 Prato


Ostrica che passione 10,00. Spring rolls gamberi, salsa piccante 12,00. Canocchie,lime e burrata 10,00. Quaglia speziata, bulgur 12,00. Action-risotto, gamberi e peperone 12,00. Tagliatella scorfano e peperoncino affumicato12,00. Tortello di lumache pop-corn, topinambur 12,00. Tonno scottato ma freddo, Sicilia 16,00. Maialino e bietole al limone 16,00. Coscia d’anatra,fichi caramellati16,00. Cheesecocco, mango 6,00. Gin “Frizz� 6,00. Fragole e basilico 6,00.


| 26

DENTRO AL CONTEMPORANEO

La forma dell’arte Dialogo con Rolando Bellini, Jacopo Celona e Lilia Lamas - direttore, direttore artistico e curatrice di LINEA - il nuovo spazio di arte contemporanea che sarà inaugurato a Firenze l’8 settembre

La visione è l’incontro di tutti gli aspetti dell’Essere, come a un crocevia M. Merleau-Ponty, L’occhio e lo spirito Alessandra de Bianchi: Leggendo il testo introduttivo che Rolando Bellini ha scritto per Unfolding evolutions – la prima mostra che inaugurerà lo spazio LINEA –, si intuisce che l’intento alla base di questo nuovo progetto è quello di presentare la “forma dell’arte” senza roboanti mediazioni critiche, che molto spesso ci allontanano invece di avvicinarci alla visione diretta delle opere. Citando il filosofo francese Merleau-Ponty, vorrei quindi chiedere al direttore di riassumerci in poche parole questo intento e le “linee” guida che lo sorreggono. Rolando Bellini: Una bella domanda ma assai insidiosa a voler replicare in poche battute. L’arte contemporanea subisce da tempo una duplice manipolazione i cui effetti si vanno rivelando sempre più chiaramente negativi: da un lato essa […] ha dovuto assoggettarsi alle ragioni di mercato che ne hanno fatto un “prodotto”; dall’altro lato, è stata depauperata del proprio linguaggio formale e questa perdita di formatività ha finito per svuotarla a tal punto da perdere la propria identità o

nozione di “arte”. […] Tutto questo ha condotto una significativa parte della stessa critica d’arte – oggi autenticamente in crisi ben più dell’arte stessa – a credere che poteva esservi un’arte senza poetica e senza contenuti quando invece, come è stato pur detto da poche voci isolate, queste componenti sono storicamente variabili ma presenti. Veicolate, sostengo, dalla forma […] che, in ogni caso, si afferma in ogni singolo fare! Il problema della sua identificazione torna dunque a farsi primario e con esso torna in primo piano l’esigenza di restituire un’identità artistica all’arte contemporanea. […] Mi pare che gli esiti dei quattro artisti con cui prende avvio l’attività del laboratorio-spazio espositivo LINEA vengano a confermare in primis l’importanza delle rispettive ricerche formali, il loro valore poetico e culturale.   A.d.B.: In che modo pensate che sia realmente possibile per il direttore o il curatore di uno spazio mettersi per così dire da parte e lasciare emergere l’arte e gli artisti nella loro spontaneità? Lilia Lamas: Secondo me, il modo mi-


DENTRO AL CONTEMPORANEO

27 |

© Arte Studio.

gliore per lasciare emergere la “spontaneità” delle opere per una mostra è creare una sinergia di comunicazione tra il direttore artistico, il curatore e l’artista. […] Unfolding Evolutions è il primo frutto di questo rapporto creativo. Un momento cruciale è determinato dalla selezione degli artisti. Farli interagire nel modo più corretto e libero, ecco il punto. [...] Qualcosa come mettersi in gioco esulando da ogni costrizione corrente o trascorsa (nell’immediato passato). Scopo: dare spazio e voce pienamente agli artisti. Ecco perché le stesse biografie dei quattro artisti invitati a esporre sono importanti e da considerare.  A.d.B.: LINEA, nelle vostre intenzioni, non è né una galleria d’arte, né un museo, cos’è quindi? Jacopo Celona: È uno spazio che si

colloca a metà tra questi due luoghi. LINEA rappresenta un’evoluzione del concetto di “galleria”, una “linea” di congiunzione con l’attualità artistica internazionale in continuo mutamento. Grazie all’utilizzo di uno strumento elementare quale l’offerta di un luogo in cui poter realizzare un rapporto diretto tra l’artista e il fruitore, […] vogliamo dare l’opportunità a chi lo desideri di avere un accesso all’arte, così da poter ampliare gusti e preferenze ma soprattutto crearsi una diversa e nuova sensibilità artistica. A.d.B.: In che modo è strutturato lo spazio di LINEA sia al suo interno che verso l’esterno? Jacopo Celona: LINEA è la naturale prosecuzione delle idee espresse dalla Biennale d’Arte Contemporanea di


| 28

DENTRO AL CONTEMPORANEO

Firenze, uno spazio permanente e polifunzionale. Grazie agli ampi spazi di cui disponiamo e al team di lavoro ormai consolidato, vogliamo dar vita ad un luogo sempre attivo e in continua evoluzione che ospiti artisti da tutto il mondo. Per far questo è necessario coinvolgere anche le varie realtà cittadine che operano nei diversi settori della cultura. Lo spazio, seppur delimitato, nella nostra concezione è una finestra aperta sulla realtà cittadina e internazionale in un continuo scambio di idee e visioni. A.d.B.: Via delle Porte Nuove, in cui LINEA si trova, è un punto nevralgico a metà tra la Fortezza da Basso e la Stazione Leopolda. In che modo questo spazio sarà accostato alla Biennale di Arte Contemporanea, che si svolge appunto alla Fortezza e di cui siete organizzatori? Rolando Bellini: Vi sono non pochi segnali che testimoniano un orientamento innovativo incentrato su quest’area di Firenze, tra Leopolda e Fortezza da Basso passando per la Stazione centrale. […] Se letta attraverso l’occhiale storico-artistico l’area che ci preme finisce per assumere un significato particolare proprio per essere una linea di confine che unisce differenti identità fiorentine. Se osservata col cannocchiale dalla vista lunga, parlando alla Galileo,  puntato sulla contemporaneità artistica, essa acquista anche maggior peso. […] II legante è sempre lo stesso, l’arte. 

di Brera e Direttore Artistico della IX Biennale di Firenze. Jacopo Celona dal 2000 lavora presso la Biennale di Firenze, prima come responsabile per la comunicazione e dal 2011 come Direttore Generale. Vive a Firenze. Lilia Lamas è laureata con un MFA in Exhibition Design and Museum Studies, curatrice, vive e lavora a Firenze. Alessandra de Bianchi è laureata in Filosofia Teoretica-Estetica, scrittrice, vive e lavora a Firenze.

Rolando Bellini è storico dell’arte, docente all’Accademia di Belle Arti

*Il testo integrale dell’intervista sarà pubblicato su www.iovo.it

© Arte Studio.


Via delle Porte Nuove 10, Firenze / tel. 055 324 9173

diaz

huisman

steinberg

lorenz

Unfolding Evolutions 8 settembre - 7 ottobre 2012


Silvia Jafisco A r t i s ta s e l e z i o n ato i n m o s t r a p e r m a n e n t e

Silvia Jafisco, La battaglia dei fiori, 2012, transizione inversa, cm 65x90

Collezionare Futuro Promozione Annuale

Galleria del Teatro Romano città di fiesole Via Portigiani 34-36 Città di Fiesole (50014) Tel 055 599626 / 328 6355360 www.galleriadelteatroromano.com info@galleriadelteatroromano.com

Ambretta Mari Grazia Tomberli Janax Leo Montemanni Monica Giarre’ Roberto Sguanci Sanfra Silvia Jafisco Stefano Mariotti


| GALLERIA DEL TEATRO ROMANO | Città di Fiesole

Collezionare Futuro Galleria del Teatro Romano presenta

Grazia Tomberli

Sabato 29 settembre 2012 – ore 18:00 Cocktail di benvenuto Inserrimento delle proprie opere in mostra permanente Interverrà Barbara Angiolini, critico d’Arte

Erotik-Art

Mostra collettiva di arte contemporanea Vernissage, 06 Ottobre 2012 ore 18:00 Interverrà Barbara Angiolini, critico d’Arte Chi è interessato a prendere parte alla selezione della rassegna può inviare materiale visivo all’indirizzo info@galleriadelteatroromano.com EVENTO A NUMERO CHUSO

International Fair For Contemporary Art Innsbruck 21-24 febbraio 2013 Tutti coloro che sono interessati a partecipare possono contattare la Galleria - Those interested in participating can contact the Gallery: info@galleriadelteatroromano.com +39 055 59626 +39 3286355360


| 32

DENTRO AL CONTEMPORANEO

Il primo Midnight Run in Italia!

CCT-SeeCity.com

Firenze, 8/9 Settembre 2012 Esiste un’idea semplice ma originale di un giovane artista della Tate Modern: un sito web che parla di città, cultura e creatività e poi un festival d’arte e musica che lo scorso anno ha vinto come Miglior Festival Emergente. Stiamo parlando del primo Midnight Run in Italia organizzato da CCT-SeeCity.com per la seconda edizione di PUF! Pistoia Underground Festival (3-23 Settembre). The Midnight Run è un movimento urbano nato nel 2005 dall’eclettico Inua Ellams (classe ‘84, vive a Londra e lavora sia come scrittore che grafico). Si tratta di una camminata di 12 ore (dalle 6 della sera alle 6 del mattino) che svolge insieme a 5 artisti locali e 30 partecipanti.  Il tour è in parte spontaneo, in parte studiato e nelle tappe gli artisti improvvisano performance che coinvolgono anche i passanti. “Nel Midnight Motto, la parola ‘stella’ può essere presa alla lettera, oppure come metafora per l’arte, gli artisti, le esperienze e le persone che vivono nell’ombra della città, nel qual caso assume una certa bellezza e importanza: La Corsa di Mezzanotte //
Perché non possiamo vedere le stelle per i fumi
ci rivolgiamo al vetro in frantumi, credendo
che i suoi frammenti brillino come costellazioni.” Da anni Inua realizza The MNR nelle città del Regno Unito e vuole farlo in tutto il mondo.

CCT-SeeCity, innamorato del progetto, lo promuove in Italia ed ecco la prima data: Sabato 8 Settembre, in occasione della presentazione ufficiale di PUF! 2012 presso il Teatro Bolognini di Pistoia (ore 16-18), 30 “runners” partiranno insieme ad Inua e alcuni artisti, prenderanno il treno per Firenze e qui sogneranno la città ad occhi aperti sino all’alba. Saranno coinvolti lo street artist Clet Abraham, Parkour Firenze, il gruppo musicale Many Track Minds, il fotografo Patric Alfred Haroldo e il videomaker Guido Baroncelli. Il tour prevede inoltre alcuni incontri particolari, tra cui quelli con Guerrilla SPAM (collettivo di arte urbana) e MEP (Movimento per l’Emancipazione della Poesia), e ancora una sorpresa: il musicista Riccardo Onori (mitico chitarrista di Jovanotti) e il fotografo Francesco Vieri hanno realizzato un’installazione “visivomusicale” ad hoc. Tanti altri artisti per il MNR a Milano (15 Sett.) e poi di nuovo Londra (22 Sett.) per un evento stavolta organizzato dal Museo d’arte contemporanea Tate Modern. Tra le prossime città, Chicago Singapore e… già si mormora che The MNR tornerà presto in Italia! Per partecipare: info@cct-seecity.com / 366 9777735. Info: www.cct-seecity.com. Elena Mazzoni Wagner


DENTRO AL CONTEMPORANEO

33 |


| 34

DENTRO AL CONTEMPORANEO

Settembre al Pecci Centro per l'arte contemporanea Luigi Pecci, Prato

Dal 13 settembre 2012 Si presenta ricco il programma presentato per il mese di Settembre dal Centro per l’Arte Contemporanea Luigi Pecci di Prato. Dal 13 settembre le sale espositive del Centro Pecci saranno allestite per le proiezioni delle diverse sezioni della ventesima edizione di “Videominuto”, il festival internazionale di video da un minuto organizzato in collaborazione con Controradio.

Tra gli eventi in calendario troviamo “One World One Minute”, una selezione delle migliori proposte provenienti da tutto il mondo. La produzione Videominuto presenta “One Minute Suite”, che lega musica ad immagini in movimento realizzate da musicisti “elettronici” e affermati video-autori internazionali. Saranno inoltre riproposte le migliori produzioni in “The Best of Videominuto - i venti anni””e verrà presentato il progetto “Italia Si/Italia No” realizzato in collaborazione con il corso di “Progettazione di eventi culturali” dello IED di Firenze. Gli studenti, dopo aver realizzato una serie di interviste per le strade e piazze della città domandando alle persone se valga la pena o meno di restare in Italia, presentano poi le risposte, suddivise in favorevoli e contrari, in una installazione che ricrea un campo da tennis, nel quale i giocatori sono sostituiti da due videoproiezioni. Il tema, riproposto in uno dei due concorsi di Videominuto 2012, è ispirato al documentario “Italy: love it or

leave it” di Luca Ragazzo e Cristian Hofer. I due registi saranno ospiti di un incontro che si svolgerà Venerdi 14 settembre. Sabato 15 settembre alle 21.00 durante la “Notte del Minuto” saranno proiettati i video dei due concorsi, seguiti dalla premiazione. Il 29 settembre negli stessi spazi espositivi, si inaugura “Grandezza Naturale” di Massimo Barzagli (Marradi, 1960). In particolare l’esposizione si concentra sugli ultimi dieci anni di attività dell’artista in confronto con alcuni lavori dei primi anni novanta come “Birdwatching” e “Fiorile”. Barzagli imprime e registra delegando i modelli e l’ambiente in una azione di autoriproduzione. L’artista infatti indaga da subito la figura attraverso il mezzo pittorico per approdare negli ultimi anni a una registrazione fotografica impressa direttamente sulla carta, come avviene in Mai Home e Leila’s Cast Bronz. I suoi temi, oltre alla figura umana, sono gli animali e il mondo vegetale, tutti riproposti a dimensione reale. La mostra propone anche alcuni


DENTRO AL CONTEMPORANEO

lavori realizzati per l’occasione: Conto le foglie del bosco, Un vaso di fiori a New York e Philadelphia Rain, in cui l’artista una volta ancora stringe il suo rapporto con i capolavori della storia dell’arte. In contemporanea, negli spazi espositivi al piano terra, area lounge/project si apre la mostra “Ufo Story/Storia degli Ufo - In viaggio per “La Ricostruzione Radicale dell’Universo”. La mostra racconta per la prima volta la Storia degli UFO, gruppo d’avanguardia “radicale” a Firenze tra ar-

35 |

chitettura, azione, arte, design e comunicazione, utilizzando i materiali raccolti nell’Archivio Lapo Binazzi - UFO di Firenze e in parte conservati dal Centro Pecci, in comodato dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Prato. Verrà inoltre realizzato un volume monografico, per meglio raccontare le tracce di una storia lunga quasi mezzo secolo, vissuta e giocata dal 1967 al 2012 dal gruppo degli UFO. Stefania RinaldI


| 36

DENTRO AL CONTEMPORANEO

Walter Fusi Nel tempo storico e nel dialogo interiore A cura di Stefano De Rosa Galleria Open Art, Prato

Dal  22 Settembre al 31 Ottobre 2012 Fusi sente di dover forzare la porta stretta delle convenzioni; comprende che l’arte non ha nel museo e nei libri di testo il solo traguardo possibile.(Stefano De Rosa) È con il nome di Walter Fusi (Udine, 1924) che la stagione della Galleria Open Art di Prato diretta da Mauro Stefanini riprende dopo la pausa estiva. La mostra dal titolo “Walter Fusi – Nel tempo storico e nel dialogo interiore”, curata dal Prof. Stefano De Rosa, si incentra su un periodo particolare della produzione dell’artista che va dal 1957 al 1963. Un percorso artistico che tuttavia inizia molti anni prima perché, come ricorda il curatore della mostra, «Fusi ha iniziato il suo cammino artistico nei decenni tumultuosi del secondo dopoguerra quando, nelle menti dei giovani più dotati nelle lettere e nelle arti visive, si faceva strada il bisogno di un rifiuto radicale del passato, giudicato portatore di un imbelle Umanesimo che troppe volte era stato usato come copertura di propaganda ideologica, o come scudo

sotto il quale trovare riparo dalle frementi avanguardie o dalle ansie di rinnovamento che nasceranno ai margini delle Accademie o contro di esse». Le opere iniziali di Fusi sono figurative ma già custodiscono in nuce il desiderio di trasgredire l’ordine e il rigore che la figura impone per correre liberi verso un’informalità nuova e originale, quella in effetti del periodo preso in oggetto dalla mostra. Come spiega ancora De Rosa, «al pari dei suoi colleghi, a Firenze, a Milano e in ogni parte d’Italia, Fusi avverte il fascino dello sfregio, del taglio di colore inopinato, della sorpresa come esito da non schivare. I neri si alternano ai rossi in certi suoi quadri, in un carosello ritmico che si vorrebbe accostare al suono sincopato del jazz. Le architetture, siano preordinate o nascano al momento dell’esecuzione,


DENTRO AL CONTEMPORANEO

37 |

Walter Fusi, Mattino sull'Autostrada, 1961, olio su tela, cm 105 x 120. Courtesy Galleria Open Art, Prato.

sono sempre limpide, risolte con tocco garbato e accurato. Anche nelle stagioni più prossime al parossismo del segno e del colore, Fusi ha conservato una sorta di nativa, toscana eleganza». Walter Fusi, una delle figure più importanti del ’900 italiano e del periodo attuale, ha saputo trovare forme espressive nuove ed originali sintetizzando i movimenti artistici a lui coevi, non rifuggendoli ma comprendendoli ed eludendo le dinamiche obbligate che imponevano. La sua arte fatta di contrasti forti, colore liquido o talora pastoso, pennellate decise sa comunicare inter-

pretazioni della realtà che muovono l’animo, che parlano senza bisogno di gridare, offrono risposte a chi ne cerca. Non è frequente nella società di oggi trovare opere d’arte che esprimano pienamente la forte personalità dell’artista: viviamo in un’epoca in cui l’arte sta diventando sempre più fine a se stessa, speculazione o mezzo per riflettere e far riflettere piuttosto che personale interpretazione della realtà. Troppo spesso i lavori prodotti dagli artisti tendono a rappresentare una realtà estraniante, a ricercare l’aspetto sconvolgente o perturbante, a provocare coscienze


| 38

DENTRO AL CONTEMPORANEO

Walter Fusi, Pittura n° 1, 1960, olio su tela, cm 120.3 x 90.1. Walter Fusi, Senza Titolo, 1963, olio su tela, cm 150 x 99.5. Courtesy Galleria Open Art, Prato.

nel vano tentativo di dire qualcosa in più degli altri, di distinguersi per essere unici e riconoscibili, ma riuscendo di fatto solo ad omologarsi. Quelli di Fusi, invece, sono quadri che mostrano la personalità di chi li ha dipinti, come detto, e proprio per questo appaiono vivi, vibranti, traboccanti energia come, ad esempio, Mattino sull’Autostrada (olio su tela, 1961) in cui la nebbia biancastra si mescola al grigio dell’asfalto e la luce elettrica dei fari accesi dipinge inaspettate e guizzanti scie luminose. Tinte decise e contrasti forti caratterizzano anche Pittura n°1 (olio su tela, 1960), in cui i colori caldi del marrone, del rosso e del giallo si alternano in una bagarre dai

ritmi serrati e travolgenti, smorzandosi nei toni del bianco e del nero. Perché nell’informale di Fusi non c’è casualità, ma logica; non ordine, ma controllato disordine che sorprende per l’inaspettato alternarsi cromatico, blandisce per la pastosità dei colori, rapisce nei guizzi e nelle curve che il pennello descrive. Lo spazio è ispezionato in ogni sua parte, annullato e reinventato, le superfici si dilatano e i piani si moltiplicano, mentre una nuova geometria prende vita e va a pervadere la tela, impadronendosi della fibre e descrivendo e rinnovandosi in traiettorie complesse, tracce indelebili dell’immaginazione di Water Fusi. Serena Bedini


flordesign . it www.flordesign.it DENTRO AL CONTEMPORANEO

39 |

Lampada Bell - design - Kr ysta belle Gough e Tonino Mastr angelo

designarchitectureartecology

by flordesign

F L O R D E S I G N via Benedetto Dei 100 5 0 1 2 7 F I R E N Z E


| 40

DENTRO AL CONTEMPORANEO

Wassily Kandinskij, dalla Russia all’Europa a cura di Claudia Beltramo Ceppi e Eugenia Petrova BLU | Palazzo d’arte e cultura – Pisa

Dal 13 ottobre 2012 al 3 febbraio 2013 Una filosofia della mente: “Il Colore è il tasto, l’occhio è il martelletto, l’anima è un pianoforte con molte corde ”. (W. Kandinskij)

A pochi passi dal ponte di Mezzo, si respira la necessità interiore di un viaggio “lirico” nel mondo dello spirito: BLU|Palazzo d’arte e cultura sceglie il fascino e la magia del padre dell’Astrattismo, risveglia il desiderio per l’eterno di W. Kandinskij.  Arte e bellezza verso un “ toccare per vedere ”, sentire per ascoltare ciò che l’arte può comunicare: le opere del maestro russo insegnano una nuova scienza dell’arte, un viaggio moderno privo di meccanismi per un ascolto come mai nessuno prima; assume la giusta distanza dal mondo, ma tenta la sua ricostruzione in maniera più intima perciò diretta, dialoga con lei, raccoglie immagini, dimostra il suo contrario alla vuota abitudine di  ricercare un “senso del quadro”.   Cosciente del dolore del mondo, si intinge di Colore alla ricerca di un nuovo sapore, un nuovo odore, un suono vitale ma-

turo di esperienza e di chiarezza; quindi, in modo fluido, e non artificioso, crea   una nuova drammaturgia della realtà, più ampia e libera, inconsciamente visibile perché nata dall’intimo, senza mai circoscrivere uno spazio proprio. Davanti alle sue opere si rimane agitati perché scoperti, disorientati da un’energia creatrice non comune: lo spettatore scorre con gli occhi una storia concreta, che decifra pezzo dopo pezzo, che non teme emozioni e sentimenti, neanche quando il contatto di elementi naturalistici accanto a forme astratte libera altre forme, a volte più allungate, a volte più sintetiche. Affronta geometrie più razionali, figure biomorfe rivelano quell’ Improvvisazione verso una futura aspirazione all’ordine, una doverosa sopravvivenza, più concreta, superata nella quantità per essere riconoscibile in un


DENTRO AL CONTEMPORANEO

41 |

Wassily Kandinsky Improvvisazione 11 1910, olio su tela San Pietroburgo, Museo di Stato Russo © Wassily Kandinsky, by SIAE 2012.

contenuto temporale che si completa e possa essere di insegnamento. Una pittura formata che lo conduce dalla Russia alla Bauhaus di Weimar, fino alla fondazione del “Die blaue reiter” dove tinte piatte, campiture decise e larghe, non temono questa nuova necessità, perché l’artista deve esprimere ciò che “a lui è peculiare, ciò che è peculiare della propria epoca, ciò che è proprio dell’arte in generale”.  

Cogliere l’attimo è necessario, ma non facile: la forma prosegue nella sua corsa, non si limita né si determina in soluzioni statiche, ma continue. La scelta diventa chiara, logica, desidera un più profondo impegno esistenziale: W. Kandinskij offre il più grande amore in relazione a tutta la verità, perché l’anima è l’unica aurora dell’uomo.    Gabriella Di Tanno


fter art gallery di frederik ivanaj

Firenze | Via Ghibellina n째38/r | tel. +39 328 7156628 w w w. i v a n a j . c o m | f re d e r i k . i v a n a j @ t i n . i t


OLTRE LO SPECCHIO

43 |


| 44

DENTRO AL CONTEMPORANEO

DAVID LACHAPELLE A cura di Maurizio Vanni Lucca Center of Contemporary Art, Lucca

Dal 29 giugno al 4 novembre 2012


DENTRO AL CONTEMPORANEO

45 |

La società contemporanea vista con gli occhi del grande fotografo americano: poche virtù e molti vizi. La mostra fotografica ospitata al Lu.C.C.A è una bella occasione per conoscere uno dei fotografi di maggiore successo internazionale: David LaChapelle (Fairfield, Connecticut, USA 1963). Sono 53 gli scatti esposti e costituiscono un saggio della produzione del fotografo americano dalla fine degli anni ’80 in avanti. Si ripercorre la sua produzione attraverso dieci serie fotografiche: Star System, Deluge (da cui nasce la bella serie Awakened in cui corpi di sconosciuti vestiti, galleggiano immersi nell’acqua verso la morte o nuova vita) Earth Laughs in Flowers, After the Pop, Destruction and Disaster, Excess, Plastic People, Dream evokes Surrealism, Art References, e l’interessante Negative Currency. Conosciuto per le sue composizioni fotografiche estremamente costruite (il suo staff è composto da decine di professionisti), al limite del possibile, coloratissime e spesso dissacranti, ha iniziato la sua carriera collaborando con la rivista, fondata da Andy Warhol, Interview. Ha fotografato i più noti personaggi dello star system affidandogli pose e scenografie uniche: in Elthon John: Egg on His Face, il cantautore britannico è seduto in una posa regale con le uova della colazione sul volto anziché nel piatto, Alicia Keys sembra aver appena dato fuoco al pianoforte, in fiamme vicino a lei, Paris Hilton, illuminata da luci da palcosce-

nico, indossa un bikini che riporta la scritta ‘Eat the rich’. LaChapelle è un uomo del proprio tempo, i suoi occhi vedono, la sua sensibilità registra; che siano personaggi famosi, che siano vizi odierni, tendenze, ossessioni, abitudini, passando dalla sua mente la realtà rinasce in visioni estreme, in scene a tratti surreali. Con le fotografie delle serie Excess e Plastic People veniamo catapultati in un mondo fatto di apparenza, di corpi deformati dalla chirurgia plastica, o dal body building, fin quasi a perdere di vitalità e sembrare finti. Esibizionismo, ossessioni sessuali, fantasie erotiche di gruppo, perversioni; sono scatti che non devono nascondere niente ma anzi aggiungono riferimenti su riferimenti al sesso che già vi è rappresentato.Anche l’arte del passato gli è d’ispirazione: lo dimostrano per esempio Earth Laughs in Flowers, che celebra la fugacità della vita nella società dell’ ‘usa e getta’ e si ispira alle composizioni floreali della pittura seicentesca, oppure la serie Deluge, nata dallo studio della Cappella Sistina. Di questa fa parte After the deluge: Cathedral, con l’acqua che invade il luogo sacro nell’apocalittico tentativo di purificarlo dai vizi che l’hanno intaccato, e ci fa capire che, insomma, siamo tutti immersi in questo mondo facilmente corruttibile, LaChapelle compreso. Ottavia Sartini

Nella pagina a fianco: David LaChapelle, Amanda as Warhol’s Liz in Red, 2007, C-Print, 127 x 127 cm © David LaChapelle, Courtesy of Fred, Torres Collaborations, New York.


| 46

DENTRO AL CONTEMPORANEO

MARILYN a cura di Stefania Ricci e Sergio Risaliti Museo Salvatore Ferragamo, Firenze

Dal 20 giugno 2012 al 28 gennaio 2013 A cinquant’anni dalla sua scomparsa, il Museo Ferragamo celebra la grande icona del Novecento, fra documenti, filmati, fotografie, opere d’arte, abiti e calzature, in un costante confronto tra sfera del quotidiano ed orizzonte del mito.

Nello splendido scenario del sotterraneo dell’antico Palazzo Spini Feroni, dalla chiara origine medievale, situato nel cuore storico della città e sede del prestigioso Museo Salvatore Ferragamo, si articola una grande mostra che si presenta come tributo ad una delle più grandi dive di tutti i tempi, Marilyn Monroe. Nella prima sala viene presentata al pubblico parte della collezione permanente del Museo in modo che, a rotazione, si possano ammirare alcuni dei modelli più rappresentativi delle abilità creative e del successo del grande designer di Bonito. Nelle sale successive è allestita la mostra temporanea dedicata alla grande attrice americana, nonché fedele cliente di Salvatore Ferragamo; tuttavia i due non si sono mai incontrati personalmente poiché Marilyn comprava i suoi celebri décolleté con punta sfilata e tacco a spillo 11 cm, o le ballerine con suola a conchiglia, direttamente al negozio di

Park Avenue a New York. I curatori della mostra qui presentano un vasto nucleo di documenti, materiale d’archivio, filmati d’epoca, copertine e foto, tratte dalla vita pubblica e quotidiana di Marilyn, che testimoniano come l’attrice sia stata artefice e ugualmente vittima moderna della sua stessa leggenda, con un costante utilizzo dei nuovi media che l’hanno resa immagine del desiderio ed oggetto di consumo, seguendone ogni aspetto del percorso esistenziale e professionale. Molto interessante risulta la sezione in cui si è cercato di interpretare la genesi di alcuni celebri scatti d’autore che ritraggono Marilyn in pose classiche o addirittura trasfigurano il suo erotismo in immagini di innocente purezza, confrontando i famosi ritratti con celebri opere d’arte del passato. E’ davvero stupefacente constatare come in diverse immagini iconiche della diva ci si appelli a canoni estetici intramontabili


DENTRO AL CONTEMPORANEO

47 |

Sala con abiti indossati dall’attrice durante le scene più famose di celebri pellicole, nella mostra Marilyn, in corso presso il Museo Salvatore Ferragamo. Courtesy Museo Salvatore Ferragamo. Photo by Matteo Brogi.

che, da secoli, definiscono la bellezza ideale nell’arte e che ormai appartengono al comune immaginario collettivo. Così gli scatti di George Barris, sulla riva del mare, fanno di Marilyn una moderna Venere di Botticelli mentre in quelli di Cecil Beaton si rievoca il pathos dei grandi eroi classici e per poi finire con l’accostare l’attrice alle grandi eroine vittime d’amore. Uno sguardo attento è inoltre rivolto all’arte del Novecento e ad artisti come Mimmo Rotella e Silvano Campeggi, ma

soprattutto Andy Warhol che, unendo sensibilità classica e sensualità contemporanea, sacralità delle antiche immagini religiose e appeal pubblicitario, ha reso Marilyn icona immortale. Il percorso espositivo si completa con una riflessione sullo stile e l’immagine della diva, con la presentazione di 30 paia di scarpe e oltre 50 abiti, indossati dall’attrice sul set delle sue pellicole più celebri, nella vita privata e nelle occasioni pubbliche. Cecilia Fontanelli


| 48

DENTRO AL CONTEMPORANEO

Arte Torna Arte a cura di Bruno Corà, Franca Filetti, Daria Filardo Galleria dell’Accademia, Firenze

Dall’8 maggio al 4 novembre 2012 Arte Torna Arte è una superba antologia d’arte del Novecento e del nostro secolo, in una città dai pochi eventi contemporanei e di respiro internazionale in ambienti istituzionali. La mostra, che legge il contemporaneo in continuità col moderno, reagendo alla visione di Firenze solo come patria del Rinascimento, fa rivivere i musei statali, spesso specchio dell’immobilismo nell’arte italiana. Incontriamo Daria Filardo, una dei curatori della mostra. Lucia Giardino: L’Accademia non è nuova ad operazioni di sinergia tra le sue collezioni e l’arte contemporanea. Da cosa o da chi dipende tale apertura? D.F.: La direttrice della Galleria dell’Accademia, Franca Faletti, considera l’arte una ricerca sempre viva, non il susseguirsi di periodi e definizioni separati. Inoltre la Galleria è contigua e legata storicamente all’Accademia di Belle Arti, luogo degli artisti di domani. Mostrare il contemporaneo, riflettere sull’oggi è la natura stessa della Galleria dell’Accademia. L.G.: Quali sono le ragioni di questa mostra? D. F.: Una delle ragioni è stata capire se il patrimonio custodito fosse ancora una risorsa di pensiero critico per gli artisti. Abbiamo ragionato sulla memoria, su come

si trasforma. La mostra è uno sguardo sulla storia dell’arte a partire dall’oggi. La nostra idea è che la storia è fatta di fratture, salti, epifanie. Il pensiero sulla forma corre sotterraneo ed emerge condensando tensioni secolari. Le 32 eccellenze invitate esplicitano tale visione. Abbiamo individuato dei nodi critici della collezione per creare un ragionamento e un dialogo spaziale per la Galleria. Non abbiamo potuto prescindere da una riflessione sull’icona, e su come artisti, da Duchamp fino a nomi più contemporanei, l’hanno trattata. Ma abbiamo sviluppato molti altri temi. L.G.: La mostra non ha sbavature o forzate inclusioni di nomi locali, nonostante i tanti artisti fiorentini tra i grandi nomi internazionali. Come si bilancia il lavoro di curatori di generazioni e d’esperienze diverse? D. F.: Attraverso un lavoro lungo di riflessione sul tema e sullo spazio e la scelta di lavori esistenti e di alcuni site specific. Abbiamo lavorato su tutto lo spazio della Galleria per una visione d’insieme che includesse la collezione permanente del museo come i nuovi lavori. L.G.: Puoi dirmi qualcosa su Work no. 850. Runners di Martin Creed, che ho amato molto?


DENTRO AL CONTEMPORANEO

49 |

A finaco: Martin Creed, Work no. 850. Runners, 2012, Performance, Firenze, Galleria dell’Accademia. In alto: Louise Bourgeois, Arch of Hysteria, 1993. Courtesy Cheim & Read and Hauser & Wirth. Photo: Allan Finkelman - ©Louise Bourgeois TrustLouise Bourgeois Trust/VAGA, New York, by SIAE 2012.

D. F.: è una performance realizzata per la Tate Britain in cui degli atleti sfrecciano fra il pubblico. L’opera è un inno alla vita, una riflessione sullo sguardo del visitatore che vivifica la memoria delle cose conservate. Nasce da una sua visita, quasi di corsa verso l’ora di chiusura, al convento dei cappuccini a Palermo, che ha nei sotterranei un cimitero di circa 800 salme mummificate vestite. Il cimitero è da sempre considerato luogo di riflessione sulla caducità della vita e della Vanitas che vuole conservarne le fattezze. La corsa nel museo è metafora dello sguardo vivo che attraversa lo spazio e si oppone alla staticità di ciò che è esposto e all’idea di museo come luogo morto. L’effetto di sorpresa e l’ironia di vedersi sfrecciare gli atleti accanto è il modo con

cui Creed ci stupisce e, con un intervento minimale ma reale, ci fa riflettere sul ruolo del museo come luogo di conservazione da riattivare tramite la presenza viva e la memoria attiva. Inoltre la performance ci sfida facendoci immedesimare nel visitatore distratto assuefatto dalle immagini della società contemporanea. http://www.artetornaarte.it *Il testo integrale dell’intervista sarà pubblicato su www.iovo.it Lucia Giardino è direttore di F_AIR – Florence Artist In Residence e coordinatore accademico. Daria Filardo, curatrice indipendente e professore di arte contemporanea.


| 50

DENTRO AL CONTEMPORANEO


DENTRO AL CONTEMPORANEO

GIANNI DORIGO

COMUNE DI PONTASSIEVE

il cielo è

a cura di Roberta Fiorini

15 SETTEMBRE 28 OTTOBRE 2012

ROSSO

Testi in catalogo

Alessandro Benvenuti Claudio Carabba Roberta Fiorini Stefania Ippoliti Daniela Pronestì Maurizio Scudiero

Immagini di cinema in Toscana

Racconto

Elisabetta Giorgetti Info: Dipartimento Cultura Comune di Pontassieve Via Tanzini, 23 Tel 055 8360343 - 344 cultura@comune.pontassieve.fi.it www.comune.pontassieve.fi.it/cultura con il patrocinio di

51 |

in collaborazione con

Inaugurazione Sabato 15 Settembre 2012 ore 17.00 Sala delle Colonne Comune di Pontassieve sponsor

bookshop

E RT

’A ID

AZ SP

PHILIA DESIGN STUDIO


| 52

DENTRO AL CONTEMPORANEO

L’AUTUNNO 2012 AL MNAF

AKIYOSHI ITO E GLI ARCHIVI ALINARI SI RACCONTANO IN DUE MOSTRE CONSECUTIVE Il Museo Nazionale Alinari della Fotografia inaugura la sua stagione autunnale con la personale Sogni sott’acqua/ Underwater Dreams dell’artista giapponese Akiyoshi Ito, in un’anteprima italiana patrocinata dall’Ambasciata del Giappone in Italia e, a seguire, con Gli Archivi Alinari e la sintassi del mondo. Omaggio a Italo Calvino, un contributo firmato Rencontres d’Arles e Fratelli Alinari Fondazione per la Storia della Fotografia

Dai fondali più profondi e reconditi, sconosciuti e variopinti, ad un Bel Paese storico e monumentale; dai volti e dagli studi d’artista alla natura sottomarina del Giappone, il MNAF ci svela gli aspetti più segreti di un universo lontano nel tempo o nello spazio, celato allo sguardo dei più. Un microcosmo subacqueo incontaminato e popolato da creature variopinte è quello che va in scena con Akiyoshi Ito, pittore, scultore e fotografo giapponese che, con la personale Sogni sott’acqua, dal 13 settembre al 14 ottobre 2012, porta avanti la programmazione del Museo dedicata alla presentazione di alcuni rappresentanti della cultura artistica orientale che scelgono il mezzo fotografico per interpretare ed

indagare la bellezza e l’intima essenza del mondo naturale, il suo ordinamento e funzionamento. Le 48 opere esposte, tra fotografie e lightboxes tutti di grande formato, hanno la capacità di avvolgere l’osservatore e di estraniarlo dalla superficie terrestre per farlo sprofondare, immergere letteralmente, all’interno di un acquario tropicale variopinto ed emozionante tanto quanto ignoto e puro, inviolato. La passione di Ito per il mondo sottomarino si manifesta in “un’epifania di forme e colori”, come affermato da Monica Maffioli, Direttore scientifico della Fratelli Alinari, costituita dalle bellezze naturali dei fondali marini dell’arcipelago di Okinawa, delle Filippine, delle Hawaii, delle Maldive e del Mar Rosso, come dai rica-


DENTRO AL CONTEMPORANEO

53 |

Akiyoshi Ito, Poesia della vita, © Akiyoshi Ito 2012

mi, dagli intrecci vivaci e cangianti della barriera corallina australiana, pullulante di vita fino quasi a pulsare. In uno spirito tutto giapponese, la pratica artistica e la sensibilità estetica di Ito non sono mai disgiunte da un atteggiamento fortemente rispettoso, tanto da rasentare la sacralità, nei confronti della natura e del suo incalcolabile valore, della sua preziosa essenza. È lui stesso ad affermare: “mi sono ripromesso di adorare la natura, di lasciarmi emozionare dalla bellezza della vita divenendo un interprete dello splendore sotto le onde e un evangelista della bellezza, di manifestare continuamente la sua essenza attraverso il mezzo artistico della fotografia. Coloro che hanno avuto modo di vedere la vera bellezza della natura non possono che mettersi al servizio di essa e continuare a creare lavori che portino

il suo messaggio al mondo”. Un mondo miracoloso in se stesso che vive e scorre in armonia a nostra insaputa, integro e autosufficiente, che si imprime negli scatti netti ed autentici di Ito, lucenti al punto da sembrare iridescenti, metallici, tanto perfetti ed orchestrati nella composizione, da apparire surreali, realizzati immergendosi a circa 8-10 metri di profondità e grazie all’aiuto esclusivo della luce del sole che riesce a filtrare e che disegna impeccabilmente forme e natura. Ito ci conduce in un mondo magico ed incantato, magnetico nella sua più perfetta semplicità, ma ci invita anche a ricordare, come sostiene Franklin Odo, Direttore dell’Asian Pacific American Program – Smithsonian Institution, “la bellezza della natura e le nostre responsabilità in quanto amministratori di tale patrimonio naturale”.


| 54

DENTRO AL CONTEMPORANEO

Akiyoshi Ito, Magnifico, © Akiyoshi Ito 2012

Risalendo in superficie, a partire dal 19 ottobre 2012 e fino al 6 gennaio 2013, la celebrazione dei 160 anni della Fratelli Alinari vede poi l’inaugurarsi di un’esposizione che unisce letteratura e fotografia, a cura di Christophe Berthoud, Gli Archivi Alinari e la sintassi del mondo. Omaggio a Italo Calvino, in una significativa collaborazione con Les Rencontres d’Arles, nella cui sede espositiva è stata precedentemente ospitata la mostra. Si tratta di un allestimento singolare che accosta, rifacendosi al dispositivo combinatorio proposto da Calvino nella sua raccolta di racconti “Il castello dei destini incrociati”, 91 fotografie in bianco e nero, tra stampe vintage e riproduzioni moderne, a varie citazioni estrapolate dai testi di Calvino, associando così il codice narrativo a quello iconico, attingendo dalla varietà ed

eterogeneità degli Archivi Alinari come ad un’inesauribile miniera di storie capaci di restituire un mosaico variopinto sull’arte, la società ed i costumi italiani a cavallo tra la fine dell’Ottocento e l’inizio del Novecento. Come nel testo di Calvino le 78 carte dei tarocchi di Marsiglia compaiono nel corpo dei racconti, stampate ai margini del testo, nell’esposizione che celebra l’attività dei Fratelli Alinari nel corso degli anni, il gioco prosegue attraverso le fotografie d’archivio che raccontano ogni volta nuove storie, ma con meccanismi combinatori sempre diversi, in una vera e propria “macchina narratrice” capace di rivelare, in un modo attivo e vivace, aspetti, voci, temi di un racconto autentico, vivo. Martina Marolda


derb

DENTRO AL CONTEMPORANEO

55 |

SENTORI D’ORIENTE di Sofia D’Alessandro

libreria con caffetteria spazio espositivo per mostre ed eventi culturali riviste e quotidiani in consultazione wi –fi area artigianato dal maghreb collezioni in argento cucina marocchina con specialità di pesce fresco

Via Faenza 21/R, Firenze - Tel. 055/218963 martedi/sabato 12.00 - 24.00 domenica 17.00 - 24.00 / lunedi chiuso

derb1@hotmail.it - www.derb.it


| 56

MODA

Dal blog “Ma ti sei vista?”

Faccia a faccia con la dittatrice dello stile Con l’alter-ego La Zitella Acida, la blogger di “Ma ti sei vista?” ha voluto mettere le mani avanti. Del resto si tratta di un classico: quando una donna critica un’altra donna, sentirsi dire che si è “acide”, che si è “delle zitelle”, che sì è delle “invidiose che devono fare l’amore più spesso”, diventa una specie di rassicurante prassi. Con un nome come questo, la blogger ha fugato ogni possibile dubbio iniziale e aggiunge: “scrivo quello che tutte potrebbero aver pensato almeno una volta. Le donne sono crudeli con le altre perché sono crudeli in primis con loro stesse”. Alessandra Petrelli: “Ma ti sei vista?”, sembra la versione politically uncorrect di “Ma come ti vesti?” (programma in onda su Real Time con Carla Gozzi ed Enzo Miccio, ndr) ma ci fa capire che il tuo point of view abbraccia ben altro oltre all’abito e allo stile. Da cosa nasce questo titolo? La Zitella Acida: Quando è nato il mio blog, due anni fa, non avevo ancora visto il programma su Real Time altrimenti avrei cercato di trovare un nome diverso per evitare di venire confusa. Quel programma è divertente se assunto in piccole dosi. Lì spesso si ricalcano i costumi peggiori della “Gente della Moda”: una carta supponenza, mise bizzarre, certe risatine condite con un uso smodato di inglesismi.

“Ma ti sei vista?” era una domanda che mi veniva in mente spesso in certi uffici dove ho lavorato: ammettiamolo, tutti hanno almeno una collega più bizzarra, sciatta e fuori luogo delle altre! A.P.: Ci descriveresti in poche parole le sezioni del tuo clickatissimo blog? L.Z.A.: C’è la sezione Pagelle di Stile che una volta si chiamava “Ma non ce le hai delle amiche?”, proprio per riprendere quel linguaggio colloquiale che si adotta ironicamente quando si incrociano persone che sembra non abbiano nemmeno una persona al mondo che dica loro le cose come stanno e cioè.. che si sono vestite al buio! Moda Zitella, contenitore di tutti i post in cui ho parlato di sfilate e collezioni dando il mio parere. Sono i post che più fanno riferimento all’ambiente nel quale lavoro (La Zitella è laureata in Relazioni Pubbliche e lavora nel fashion world già da qualche anno, ndr). Cazzomimetto è la rubrica di suggerimenti su cosa indossare in determinate occasioni. Stessa formula nella scelta del titolo. So bene anche di sembrare volgare, ma alzi la mano chi non l’ha pronunciato almeno una volta davanti all’armadio. Uno dei pezzi più apprezzati è stato quello sui matrimoni di quest’anno, pare che per timore della fine del mondo mezza Italia si sia sposata e l’altra mezza sia stata invitata a nozze, con conseguente panico sulla mise! Infine


MODA

Storie di Vita Vera: paginate di fatti miei, di cose successe realmente che ho voluto raccontare. E’ per questo che nascono i blog, no? A.P.: Tra le poche cose che si capiscono di te dal blog, c’è che sei partita da un paese friulano alla volta della “Madunina”. L.Z.A.: Il bello e il brutto di questi due estremi si completano. Il brutto di un paese di provincia sono i limiti che questo ti pone: stilistici, geografici, lavorativi e mentali mentre il bello di una grande città è dato dalla sconfinata offerta di possibilità nello stesso senso. Questo non significa che, certe volte, facendo la coda per un piatto di olive ascolane nel mezzo dell’happy hour milanese non mi venga voglia di andare alla sagra del prosciutto di San Daniele! A.P.: Parlaci dell’ultimo tuo progetto, se così mi concedi di chiamarlo, #Fighedomani. L.Z.A.: Rappresenta la sana voglia di

57 |

migliorarsi. Io e le blogger Stazzitta, Roberta e Ghiottona ci siamo ritrovate su Twitter per l’ennesima volta a parlare di culi, diete, before-after e ne è nato subito l’hashtag #fighedomani. E’ incredibile, nel giro di un pomeriggio siamo diventate trending topic su Twitter, e nel gruppo su Facebook siamo già in tantissime. A.P.: Secondo l’umore con cui ti sei svegliata oggi. Qual è la persona a cui questa mattina diresti “Ma ti sei vista?” L.Z.A.: Anna Dello Russo, sempre e comunque. Ma anche Kate Middleton. (Le parole scritte in grassetto indicano i link diretti sui quali è possibile clicckare dalla versione on-line dell’articolo su www.iovo.it). Alessandra Petrelli è giornalista free-lance. La Zitella Acida è la curatrice del blog “Ma ti sei vista?”.


trova la tua copia! In rosso i nuovi punti di distribuzione

Arezzo GALLERIA CARINI & DONATINI Via Gruccia n°192/b (San Giovanni Valdarno) CENTRO PER L’ARTE CONTEMPORANEA CASA MASACCIO Corso Italia n°83 (San Giovanni Valdarno) BOLOGNA ONO ARTE CONTEMPORANEA Via Santa Margherita n°10 empoli ASSOCIAZIONE ADLIB via Bellini 27 firenze Accademia Italiana Piazza de' Pitti, 15 Firenze AFRICAN SKY Via Ghibellina n°3/cr AFTER ART GALLERY Via Ghibellina n°38/r M.N.A.F. Museo Alinari Piazza Santa Maria Novella n°14/ar ANGELS Via Del Proconsolo n°29/r APT Firenze Via Cavour n°1/r Via Manzoni n°16 Aeroporto A. Vespucci” ARIA ART GALLERY Borgo Santi Apostoli n°40 GALLERIA ALESSANDRO BAGNAI Via Del Sole n°15/r BASE/ PROGETTI PER L’ARTE Via San Niccolò n°18/r GALLERIA BIAGIOTTI Via Delle belle donne n°39/r BIBLIOTECA DELLE OBLATE Via Dell’Oriuolo n°26 BIBLIOTECA NAZIONALE Piazza Dei Cavalleggeri n°1 BRAC - Via Dei Vagellai n°18/r CAnapone Via Mazzetta n°5/a CASA DELLA CREATIVITÀ IED - Vicolo Di Santa Maria Maggiore n°1 C.C.C.S. CENTRO DI CULTURA CONTEMPORANEA STROZZINA Palazzo Strozzi, Piazza Degli Strozzi n°1 GALLERIA CIVICO 69 -ART CAFÉVia Ghibellina n°69/r CLET STUDIO Via Dell'Olmo n°8 CUCO CUCINA CONTEMPORANEA Via Del Melerancio n° 4/r CUCULIA

Via De' Serragli n°1-3/r DERB - Via Faenza n°21/r DUBLIN PUB Via Faenza n°27/r ENTR'ARTe Via De’ Serragli n°79/r EX 3 CENTRO PER L’ARTE CONTEMPORANEA Viale Giannotti n°81/83/85 FOR GALLERY -Photo Art ResearchVia Dei Fossi n°45/r FRASCIONE ARTE Via Maggio n°60/r LIBRERIA FELTRINELLI via dè Cerretani, 30 FRITTELLI ARTE CONTEMPORANEA Via Val Di Marina n°15 Flor Design Via Benedetto Dei n°100 Florence Dance Center Borgo Della Stella n°23/r FONDAZIONE IL BISONTE Via Di San Niccolò n°24/r FUA School of Fine Arts Via San Gallo n°45/r Galleria del Palazzo Lungarno Guicciardini n°19 GALLERIA I.A.C. Via Della Croce n°41 (Impruneta) IMMAGINARIA ARTI VISIVE GALLERY Via Guelfa n°22/r LA CITÉ Borgo San Frediano n°20/r linea - spazio arte contemporanea Via delle Porte Nuove n°10 Marquee Moon Piazza Santa Maria Maggiore n°7/r CAFFE' LETTERARIO LE MURATE, piazza delle Murate MIO concept store Via della Spada n°34 Museo Salvatore Ferragamo Palazzo Spini Feroni Piazza di Santa Trinita n°5 MUSEO MARINO MARINI Piazza San Pancrazio CINEMA ODEON Piazza Strozzi Otto luogo dell'arte Via Maggio n°43 r PALAZZO MEDICI RICCARDI Via Cavour n°1 MELBOOKSTORE Via Dei Cerretani n°16 GALLERIA D’ARTE MENTANA Piazza Mentana n°2/3/4 r BOX OFFICE MURATE Via Delle Vecchie Carceri PALAZZO PITTI Piazza Pitti n°1

PALAZZO VECCHIO Piazza Della Signoria GALLERIA POGGIALI & FORCONI Via Della Scala n°35a Via Benedetta n°3/r GALLERIA IL PONTE Via Di Mezzo n°42/b Present Art Via de' Serragli n° 56/58r STUDIO ART CENTERS INTERNATIONAL Via S. Antonino n°11 GALLERIA SAN GALLO Via Frà Giovanni Angelico n°5/r SANTO FICARA ARTE MODERNA E CONTEMPORANEA Via Ghibellina n°164/r SCUOLA INTERNAZIONALE DEI COMICS via Spartaco Lavagnini 42 Simboli Art Gallery Via Di San Giuseppe n° 6/r Simultanea arte contemporanea Via San Zanobi n°45/r Société Anonyme via Nicolini n°3f (angolo via della Mattonaia) GALLERIA DEL TEATRO ROMANO Via Portigiani n°34/36 (Fiesole) TORNABUONI ARTE CONTEMPORANEA INTERNAZIONALE Lungarno Cellini n°13/a GALLERIA VARART ARTE CONTEMPORANEA Via Dell’Oriuolo n°47-49/r TETHYS GALLERY -Fine Art PhotographyVia Maggio n°58r Università Internazionale delle Arti Via Della Forbice n°24-26 Zone Via Del Porcellana n°37r-43a ANTONELLA VILLANOVA Via della Spada 36/r lIVORNO GALLERIA GIRALDI Piazza Della Repubblica n°59 GUASTALLA CENTRO ARTE Via Roma n°45 lucca Fondazione Centro Studi sull’Arte Licia e Carlo Ludovico Ragghianti Complesso monumentale di San Micheletto Via San Micheletto, 3 Lu.C.C.A. CENTER OF CONTEMPORARY ART Via Della Fratta n°36 PALAZZO MEDICEO Via Del Palazzo n°358 (Seravezza) GALLERIA N°38 Via Del Battistero n°38

GALLERIA SUSANNA ORLANDO Via Carducci n°10 (Forte dei Marmi) pietrasanta FLORA BIGAI ARTE CONTEMPORANEA Via Garibaldi n°37 Galleria Cardi Via Padre Eugenio Barsanti n°45 GESTALT GALLERY Via Stagio Stagi n°28 BARBARA PACI GALLERIA D’ARTE Piazzetta Del Centauro n°2 Piazza Duomo n°25 PALAZZO PANICHI Via Marzocco n°2 angolo Piazza Duomo MARCO ROSSI ARTE CONTEMPORANEA Via Garibaldi n°16 GALLERIA d’ARTE “LA SUBBIA” - Via Barsanti n°11 pisa BLU | Palazzo d'arte e cultura Via Pietro Toselli, 29 DoloresArt Laboratory Palazzo Viti - Via dei Sarti 4 (Volterra) pistoia CAFFETTERIA MARINI Corso Silvano Fedi n°32 Museo Marino Marini Corso Silvano Fedi n°30 PALAZZO FABRONI Via Santa n°5 SCIATO' via Garibaldi 49 (Serravalle Pistoiese) prato ELEONORA D’ANDREA CONTEMPORANEA Via Vincenzo Gioberti n°14 DIE MAUER ARTE CONTEMPORANEA Via Pomeria n°71 GALLERIA GENTILI Via Del Carmine n°11 ARMANDA GORI ARTE Viale Della Repubblica n°64/66/68 LATO - Piazza San Marco n°13 opificio JM Piazza San Marco, 39 RISTORANTE PEPE NERO Via A. Zarini n. 289 LAURABALLA STUDIO D'ARTE Via Mazzini n°34 GALLERIA OPEN ART Viale Della Repubblica n°24 CENTRO PER L’ARTE CONTEMPORANEA LUIGI PECCI Viale Della Repubblica n°277 SIENA Galleria Continua via del Castello 11 (San Gimignano) Galleria Gagliardi Via San Giovanni n°57 (San Gimignano)


don’t worry!

presto potrai riceverla comodamente a casa tua

Campagna abbonamenti 2012/2013

stay tuned on www.iovo.it/abbonati

A B B O NA T I

non hai trovato la tua copia?


-----------------------------


I.OVO n°016 - Settembre 2012  

Le pubblicazioni di i.OVO arte e cultura contemporanea si trasferiscono su issuu.com/i.ovo

Advertisement
Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you