Page 1

LA SCULTURA di TERI VOLINI

The Social Sculpture (S)Cultura Sociale, un'arte che forma la cultura e la vita… “La Scultura sociale come l'arte più importante; come sistema che trasformi tutto l'organismo sociale in un'opera d'arte” (J.Beuys)

La ricerca di Armonia è alla base di tutta l’opera di Teri Volini, fin da quando esaltava e magnificava la bellezza e la generosità della Madre Terra tramite la pittura, esprimendo

nel colore più vivido e nell’ombra più profonda, nella

strutturazione cellulare delle immagini e nel misterioso disvelarsi dei mondi visibili e invisibili un amore intenso per ogni forma di vita, umana e non umana e per l’universo … Quando alla fine degli anni ‘90 inizia il fatidico percorso che dalle opere pittoriche – con le quali aveva onorato la sua mission di comunicatrice di Bellezza – la porta a operare direttamente in natura e in ambiente urbano tramite Performances e Installazioni in grande e piccola scala - l’Artista non fa che rispondere all’esigenza di personificare ed esemplificare un vivere più intenso, cosciente e rispettoso di tutti gli esseri e della natura, nella percezione di essere Uno con tutto l’esistente. Teri man mano dà dei nomi - forgiati cammin facendo - a quel concetto allargato di arte che “istintivamente” e intensamente pratica: Arte Coinvolgente o Partecipativa, Body art, Video Art, Textile Art, Writing Art, Land Art, Urban Art, Pubblic Art, No Will Art, Channeling Art, Art for Peace…

1


Con essa prosegue, fuori da ogni stereotipo, nella intuizione prima e nella dichiarata consapevolezza poi, che solo un ripristino del reale senso dell’arte può preservare quest’ultima - e chi la pratica - da un declino, inevitabile se continua a seguire le linee e i dictat di un certo tipo di cultura, di cui è spesso serva e complice.

Sente di essere sulla giusta via: quella di una ridefinizione dell’Arte nella Verità, Autenticità, Consapevolezza e Bellezza, in linea con Vita stessa; spinta e supporto di una rinnovata coscienza, permeata - e al tempo stesso divulgatrice - di

valori

fondamentali per l’umanità.

Che ciò possa ridare all’arte – e alla società tutta - nuova forza e significato, diventa

sempre più chiaro all’Artista; e grande è la sua gioia quando ritrova

importanti conferme a ciò, nella visione non solo di grandi pensatori, sociologi ed economisti illuminati, ma in quella di un grande maestro come Beuys, che - lei lo scopre tardivamente - già negli anni '70 propugnava nuove privilegiate possibilità per l'arte, che vedeva appunto strettamente collegata con lo sviluppo spirituale e umano di ciascun individuo: l’Arte Antropologica.

Esprimendo profeticamente un concetto rivoluzionario, Beuys parlava di un'arte che formasse la cultura e la vita; "un concetto di Scultura sociale come l'arte più importante; come sistema che trasformi tutto l'organismo sociale in un'opera d'arte, dove sia incluso tutto il processo di lavoro, sia quello di Goya, sia dell'agricoltura, delle scienze dell'educazione, della tecnologia.Dove il principio di produzione e consumo prenda una forma veramente di qualità. Si deve trasformare non solo il fare quadri e sculture, ma tutta la forma sociale. È un programma gigantesco". …

2


Teri Volini scopre di praticare da sempre quella che poi riscontra essere uno dei cardini del pensiero Beuysiano, la (S)cultura Sociale, intesa come un mezzo per trasformare la società: un processo permanente di continuo divenire dei legami politici, economici, ecologici, storici e culturali che determinano l’apparato sociale, cui l’artista consapevole può dare un contributo determinante. Sculura sociale è l’arte che crea strutture nella società utilizzando linguaggi, pensieri, azioni e oggetti.

Profondamente colpita dalla grandezza e dalla preveggenza di Beuys, che parlava di valori umani e di libera creatività, di senso della vita, di difesa della natura contestuale alla difesa dell'individuo, Teri continua con creatività inesauribile e un sempre rinnovato vigore a realizzare quanto era già in lei connaturato.

Già al servizio della Musa, ora lo è – insieme a Quella - ancor più pienamente nella difesa della Terra; senza minimamente rinnegare la Bellezza, l’Originalità e l’Indipendenza creativa, le accentua e ne amplia il senso, i modi e il campo d’azione.

Sempre più al di fuori dei mondi stereotipati della pseudo-arte, manifesta la sua libera creatività privilegiando l’impegno ambientale e civile, nell’esemplarità delle azioni quotidiane e nelle performances artistiche, con le varie definizioni che risultano comunque essere delle etichette puramente indicative, dal momento che ciascuna sua opera è contemporaneamente apparentata a più di un campo concettuale. Ma Teri si permette di più: se scopre che in qualche definizione usata correntemente c’è un difetto di chiarezza o delle ambiguità d’uso, interviene: analizza, approfondisce e dice la sua, ad esempio ri-definendo la Land Art tramite una vera e propria

ricerca differenziata, rendendo successivamente pubbliche le sue

osservazioni, tramite articoli, pubblicazioni, conferenze etc. , reindirizzando in senso 3


evolutivo quella forma d’arte che dovrebbe concernere, preservare, difendere e valorizzare l’ambiente. Rimarcando i modi incoscienti con cui essa viene usata da alcuni artisti, noncuranti della preservazione dell’habitat - anzi operando senza alcun ritegno delle modificazioni violente, in perfetta linea con ciò che accade negli altri campi della cultura imperante - Teri ne evidenzia il narcisismo e parla di Land Art come il piacere di realizzare un’opera d’arte in sintonia con la Natura. Sottolineando la possibilità per l’Artista di essere portabandiera di un cambiamento, esemplare nel superare il conformismo e nel trasmettere idee innovative tramite il codice comunicativo altamente efficace che possiede, Teri arriva a cercare alternative linguistiche, usando spesso il termine Earth Art o (H)eart Art, per chiarire meglio la radicalità della sua scelta. Segue la stessa procedura con la Body Art, di cui coglie la potenza rivoluzionaria propria dell’utilizzo del corpo fisico: ben oltre l’uso decorativo, che nella nostra fast/cultura divoratrice viene enfatizzato ad usi promiscui, spesso usurpando caratteristiche e modi ad altre tradizioni, in cui esso è ben più ricco di senso e finalità espressive. Il Corpo può essere un potente strumento espressivo: al di là del suo corrispondere o meno agli estenuanti schemi estetici di certa imperante snob/cultura - che prevede l'ossessiva l’omologazione a un modello imposto e ciecamente accettato - esso è Opera vivente, che parla, sorride, urla, salta - come nelle performances o negli happening - ma che può comunicare anche nella perfetta, apparente immobilità, in situazioni che – secondo il progetto dell’artista – devono attirare l’attenzione per uno scopo preciso.

Il Corpo si espone al di fuori di ogni usuale operazioni pubblicitaria commerciale come efficace strumento per comunicare più direttamente ciò in cui crede e che ritiene importante, come nei Manifesti d’Artista che Teri realizza da alcuni anni per attivare un nuovo rispetto per la Terra. 4


L’attenzione che richiamano non è fine a se stessa, come per l’obsoleto - e tuttavia perversamente persistente - artista rampante di ogni età, che vuole servirsene per nutrire il suo narcisismo, né alla cultura dominante ed ai suoi interessi. Al contrario, la Body Art pura crea choc subliminali di altissimo livello, tali da innescare processi mentali ed emozionali in grado di realizzare una forte presa di coscienza nel personale e nel sociale, e - a seguire – cambiamenti perturbativi della disarmonia, per ricreare armonia e bellezza nel mondo. In tal modo l’Artista può anticipare, precorrere e co-costruire i mondi nuovi. …

Teri Volini si pronuncia anche in merito alla Living Sculpture, dichiarando impropria ed invasiva l’esclusiva attribuzione del termine a “strutture fatte con le piante o elementi naturali”. Sembrandole troppo limitato far rientrare in un termine così prezioso - che chiama a testimone la vita nel suo fluire, e che non ha sinonimi degni di un

utilizzo

sostitutivo – solo le opere che si trovano nei giardini, spesso con scopi dichiaratamente e puramente decorativi, lei si arroga il diritto di una riappropriazione debita del termine, per includervi opere ed azioni artistiche riferite a tutto ciò che è nel flusso della vita. Considera dunque Living Sculpture sia le opere nelle quali si utilizzano elementi naturali, sia quelle installate su elementi naturali, sia quelle realizzate con e a favore degli elementi naturali … e dei viventi tutti. Non per niente, Teri è una linguista, di parole se ne intende, e di usurpazioni linguistiche storiche pure, tanto da averne fatto l’oggetto di un lavoro decennale definito risemantizzazione. Gran parte delle sue opere sono a pieno titolo delle Living Sculpture e delle Social Sculpture.

5


OPERE

dal 1990

Picto – Sculture Sculture tridimensionali materiche

Social Sculpture Installazioni - Ambienti scultorei in grande e piccola scala, in natura e in ambiente urbano Living Sculpture - Land Art – Earth Art Sharing Art - Pubblic Art, Body Art - Textile Art- Fiber Art - Urban Art Video Art- Writing Art

6


Anno 1990 Basilicata, Lazio, Lombardia

MINIATURE in tecnica mista, a rilievo o incise, con inclusioni materiche Italia, Luoghi vari, 1990-1994 Su una “zolla” color ocra simile a creta, da lei sperimentata, stesa su un supporto lucido e lavorata mentre ancora è fresca, l’Artista impastare, ritaglia, scava; usa punte di varia dimensione per incidere fiori, collane, piante e oggetti quotidiani o immaginari; volti di fanciulle e di donne di grande raffinatezza, spesso non definiti, quasi delle immagini affioranti da un sito archeologico, su antichi cocci … In quel grumo di “terra” lei disegna, colora, dipinge; vi include polvere d’oro e petali di fiori, sabbia e fili sottili ... Sono le miniature a rilievo in tecnica mista, piccoli mondi delicati per un intervallo tra il colore intenso delle opere pittoriche e quello del Nastro Rosso che poi proromperà…

7


8


1994

Puglia

PICCOLE SCULTURE IN PIETRA DEL GARGANO Italia, Luoghi vari, 1994- 1995 Raccolte sul promontorio pugliese, spaccate a metà e/o scavate, lastre e pietre di piccole e medie dimensioni hanno dato all’Artista la possibilità di ispirarsi ai rilievi e alle venature color ocra e grigio chiaro del materiale per inciderle, dipingerle, disegnarvi sopra, dentro e tutto intorno…

9


Ha creato cosÏ un fantastico mondo in miniatura, fatto di Primavere, cascate, cieli con sparvieri e colombe; profili e corpi eterei di fate, elfi e sirene, creature sottomarine e piante filigranate dai teneri colori ‌

10


1996

Italia - Luoghi vari

IL GOMITOLO SEME, a Living Sculpture Seme delle future opere installative e performative Installazioni con Gomitolo in lana rossa in diversi tempi e luoghi Work in progress dal 1996. Con Anthèos Italia, Luoghi vari: Accettura, Castelmezzano, Matera, Potenza, Parco Gallipoli Cognato – Basilicata Roma, Tivoli - Lazio Castel di Tusa - Sicilia

11


Basilicata TEXTURA, a Living Sculpture Castelmezzano, Basilicata, estate 1997 Ideazione e realizzazione del 1° quadrato tessile – Tessitura di un quadrato di cm. 60 x 60 in lana, rosso, strutturato ad uncinetto, siglato - con ago e filo bianco- il proprio nome e quello della propria madre, naturale o acquisita. Le parole dell’Artista riguardo al progetto in arte coinvolgente: Perché questo quadrato? Desidero formare, unendolo al mio - all'uncinetto, a punto basso, semplicissimo - una lunga striscia rossa, simile al Nastro Rosso con cui ho ideato il mio Viagglo Simbolico, fatta però a mano da donne, o comunque da quanti "sentono" e/o desiderano rivalutare i valori connessi al Femminile, che io auspico siano riconosciuti e presenti anche negli uomini, eliminando qualsiasi pregiudizio o dicotomia: la cura, la riflessione, la ricerca di armonia e bellezza, la preservazione della Natura e della vita in tutte le sue forme e così via

PICCOLE RAGNATELE, a Living Sculpture Sassi di Matera, Basilicata - Primavera estate 1997 Sculture tessili - Piccole ragnatele di filo di lana rosso di varie dimensioni sono state realizzate ed installate in diversi luoghi del centro storico, in nicchie, fori e portoncini. Con Anthèos e Alberto Marchetti. In tutte le culture esiste una divinità fondamentale: l’antichissima Dea Madre. Nella sua veste di Creatrice del Cosmo, di Colei che determina e tesse il destino, è spesso rappresentata come un gigantesco ragno: il Ragno Cosmico, che tesse il filo della vita dalla propria sostanza e attacca a sé gli esseri viventi, legandoli alla Ragnatela dell’universo, oppure intessendoli in essa. http://www.terivolini.it/html/land_art.htm

12


LA RAGNATELA, a Living Sculpture Matera, spazio aereo antistante i Sassi della città Primavera - estate 1997 con Anthéos e Alberto Marchetti

Il Filo Rosso ha disegnato nel cielo antistante i Sassi della città antica una rete sottile: un intervento tanto intenso per i significati annessi, quanto lieve e rispettoso dell'ambiente. La leggerezza dell’intervento artistico viene evidenziata dalla costruzione di un’opera che non si sovrappone all’ ambiente né con arroganza mascherata da intellettualismo né con violenza diretta, come quando si usano i più moderni mezzi tecnologici per attuare vere e proprie manipolazioni e stravolgimenti della natura, come accade con tante opere di cosiddetta Land Art. L’opera di Land Art pura

si armonizza invece con i luoghi, esaltandone le

caratteristiche e la naturale bellezza. Tali intenti vengono sottolineati dai materiali naturali usati: corde, fili, nastri, ma anche vetro, rame, latta, ferro, legno, argilla, pietra e così via… http://www.terivolini.it/html/performances3.htm

13


IMAGINIFICA, a Living Sculpture

Ventotto Sculture Tessili a forma triangolare realizzate con filo rosso di lana. Applicazioni in oro, argento, argento antico, filigrana, pietre dure, medaglie, petali di rosa e fiore tigrato di pianta grassa, gusci di mandorla, materiali vari.. Potenza, 1-28 agosto 1999 Realizzata dall’Artista in 28 giorni di lavoro ininterrotto, al fine di “tessere” improrogabilmente un triangolo al giorno, l’Azione simbolica di struttur/azione essendo legata al ciclo lunare/mestruale. Sicilia

IL RITMO DEL FUOCO, a Living Sculpture Grande Installazione estemporanea con Nastro Rosso mt 180 x2 Monti Sartorius - Etna - Catania- Sicilia - maggio 1999 14


Performance /Azione Simbolica in Arte Coinvolgente con 60 partecipanti e l’Ente Parco Etna sulla montagna vulcanica- In collaborazione con con Anthéos Testimonial del Percorso simbolico e della mostra La Danza della Corda La Performance /Installazione "Il Ritmo del Fuoco", realizzata sull’Etna nel tempo della Luna Crescente di maggio, rappresenta la prima tappa di un Viaggio, reale e spirituale insieme, che, tramite il Nastro Rosso, collegherà idealmente tra loro alcuni Paesi dell' area mediterranea (Italia, Grecia, Egitto, Turchia, Malta). Questo Viaggio, iniziato sulla Montagna Vulcanica - sede magica di primordiali alchimie - è "La Danza della Corda ". II Serpente che il Nastro Rosso ha disegnato

sulla montagna vulcanica,

simboleggia, col suo uscire in superficie dopo un lungo letargo e con il mutare periodicamente la pelle, il Risveglio dell' Energia Vitale assopita e la necessità della trasformazione nella continuità della Vita. http://www.terivolini.it/html/performances2.htm

15


IL RITMO DEL FUOCO, a Living Sculpture

Basilicata

TEXTURA, a Living Sculpture- Diffusione del Progetto collettivo in Textile Art Un quadrato di cm. 60 x 60 tessuto nella tecnica preferita - a maglia, all'uncinetto, a telaio, a punto croce, a intreccio - possibilmente di lana (o misto lana) di colore rosso, un bel rosso rubino, rosso-vino, rosso-sangue Con ago e filo bianco sarà sotto scritto

il nome della persona tessitrice e

quello della propria madre naturale o della persona da cui è stata allevata. Una volta completati e inviati, i quadrati potranno essere messi in mostra: non ha importanza la loro perfezione estetica, quanto l’azione stessa del realizzarli; chi lo desidera, potrà creare qualcosa di originale, personalizzando i proprio; le pezzotte unite uno all'altra, potranno in seguito essere utilizzati per successive Performance/ Installazioni, con la presenza attiva di tutti(e) coloro che li hanno "fabbricati " IL REALE INVISIBILE. LA RAGNATELA, a Living Sculpture Grande Installazione aerea, luminosa, sonora. Struttura finale di mq.10.000 ca. Piccole Dolomiti Lucane - Castelmezzano – Basilicata - 1999 - Scultura tessile con Nastro rosso, corda, chiodi e materiale da alpinismo, elementi specchianti, elementi sonori. Realizzata con la collaborazione di anThèos, degli alpinisti del CAI di Potenza, Rocco Caldarola, Paolo Santarsiere, Santo Galata, Pierfrancesco Barba, Giuseppe Ferrara e gli amici di Castelmezzano. http://www.terivolini.it/html/performances3.htm L’Arte catalizza nuove consapevolezze. video su you tube Il Reale Invisibile La Ragnatela 1a Parte http://www.youtube.com/watch?v=E6JlnzuMmRA&feature=related e pubblicazione dal titolo “Il Reale Invisibile.La Ragnatela”(I-II)

16


Un rituale alla ricerca dell'armonia che supera i confini da cui è partita e ne riprende il disegno sfumato come fosse 1'anima d'una realtà antichissima che non cambia il suo registro ma l'ha sempre nascosto sotto il velo delle pietre e dei sismi, delle cascate e dell'uragano.. . dal testo di Stanislao Nievo per Teri Volini La figurazione progettata per questa installazione, la Ragnatela, vuol essere metafora del collegamento profondo, sebbene invisibile, che esiste fra gli esseri umani e tutte le creature viventi e il Pianeta.

IL REALE INVISIBILE. LA RAGNATELA, a Living Sculpture

Nel paesaggio aspro e affascinante della Montagna Lucana è stata tessuta tra due picchi rocciosi una grande Ragnatela di Filo Rosso. Costruita secondo le suggestioni della Land Art - intesa non come sovrapposizione e manipolazione dell'artista nei confronti della Natura, bensì come azione empatica e sinergica con essa - tramite la sua fugace bellezza, simboleggia la ricerca di armonia

17


e di equilibrio con la Madre Terra, e il rinnovarsi di quel rispetto nei suoi riguardi che gli esseri umani sembrano avere dimenticato. La stessa leggerezza e "fragilità" dell'Opera, la sua "inermità" di fronte alle forze della Natura, il vento, la pioggia, il sole, la stessa possibitità di essere danneggiata o distrutta da esse, sono significative, dal momento che la caducità è nell'ordine naturale delle cose. Contemporaneamente, gli stessi elementi sono, insieme all'artista, autori dell'opera d'arte: il Vento, l'ispiratore sonoro, il Sole, l'operatore luminoso, facendo vibrare la Ragnatela di suoni e lampi di luce.

Calabria IMAGINIFICA, a Living Sculpture Tropea / S.Maria di Ricadi - autunno 1999 28 Sculture Tessili installate in collaborazione con Antheòs in geometrie e simboli di forme e dimensioni varie in natura, sulla base erborea del Prato Purita Santa Maria di Ricadi in Calabria Presso i Navajo la donna che tesse ricrea tutta una cosmologia, collegandosi, tramite il filo, con la pecora da cui proviene la lana, con l’erba che quella ha brucato, con la terra, con il sole, la pioggia, ed in tal modo si rapporta direttamente con la madre di tutte le cose…

IMAGINIFICA, aLiving Sculpture Tropea/S.Maria di Ricadi - autunno 1999 Installazione delle 28 Sculture Tessili su alberi di fico - Prato Purita Tropea / S.Maria di Ricadi - autunno 1999 L’archetipo che più fortemente rappresenta la pura energia femminile è il triangolo.Yantra della yoni (vulva), nella sua stessa evidenza simbolo della donna,

18


rappresenta la Grande Madre come sorgente di vita, utero dell’universo: area sacra, punto di trasmissione di forze sottili, porta dei misteri cosmici.

IMAGINIFICA,a Living Sculpture Tropea/S.Maria di Ricadi - autunno 1999Installazione di Anthèos con fiori, frutto e ortaggi sulle Sculture Tessili La coincidente fertilità - potenziale e reale - della donna e della natura, mostra la forza creativa, la potente spinta propulsiva sempre e dovunque pronta a manifestarsi nei molteplici aspetti della vita.

IMAGINIFICA, a Living Sculpture Tropea/ S.Maria di Ricadi – autunno 1999 Installazione delle 28 Sculture Tessili in natura – spiaggia sabbiosa Azione in arte coinvolgente con amici e gente del luogo e con Anthèos Forma "trasversale" di espressione artistica, La Fiber Art adopera come mezzo il 19


filo (di paglia, metallo, plastica, lana, spago, seta, cotone, lana di vetro, fibre ottiche..) utilizzando tecniche tipiche della tessitura, quali l'intreccio di trama ed ordito, ma anche la stampa, il ricamo, il nodo, il collage, il ready-made...

IMAGINIFICA, a Living Sculpture Tropea/ S.Maria di Ricadi – autunno 1999 La Luce e l’Ombra – Scatti fotografici di Anthèos sull’Azione simbolica in arte coinvolgente, sulla Installazione delle 28 Sculture Tessili in spiaggia sabbiosa

LA CAREZZA DELLA DEA, a Living Sculpture Capo Vaticano /Tropea, Calabria - Ottobre-Novembre 1999 Scultura erborea, realizzata per destrutturazione di gutimo; rami, lana rossa. Per un mese, nella magica solitudine di Capo Vaticano, proprio di fronte al profilo pietrificato di Manto, la mitica Profetessa che appare come immersa fino al capo nelle onde del mare, giorno dopo giorno, rigorosamente a mano, ho sfibrato il gutimo, destrutturandolo fino a ridurlo in sottilissimi fili

Alla fine, il mare verde azzurro traspariva attraverso una tenera, leggerissima, odorosa capigliatura. 20


L’azione poetica è nata così, la fresca cascata d’erba essendo il tramite fra la Madre Terra e i viventi: vicinissimi al mare, nel tepore del novembre che in quei luoghi sa essere così dolce, i partecipanti, stendendosi uno alla volta sul prato, sotto l’opera, hanno potuto ricevere direttamente sulla pelle dorata dal sole autunnale la carezza della Dea…Complici il sole leggero, la speciale luminosità, la quiete del momento e la musica delle onde, tutti i presenti hanno vissuto un’esperienza panica… Ad occhi chiusi, si sono lasciati sussurrare messaggi dal vento, mentre le Fate aeree comunicavano loro il senso dell’estatica compenetrazione con la natura, l’incontro con l’armonia e con la bellezza… http://www.terivolini.it/html/performances4.htm

2000

Lazio

OFF LOOM, ARTE FUORI DAL TELAIO a Living Sculpture Roma, ex carcere minorile San Mìchele a Ripa, 11-30 maggio 2000 Mostra nazionale di Arte tessile contemporanea, patrocinata dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali. Presentazione critica di Stefania Severi Teri Volini – Compressione/saturazione del Nastro Rosso in una delle celle anThèoss - Tessitura del Nastro sulle sbarre come telaio Doppia Installazione Tessile con il Nastro Rosso dell’Etna- mt 180 x 2 - con cui sono state completamente saturate le pareti di una cella dell’ex carcere, a simboleggiare la compressione dell’energia vitale dei giovanissimi detenuti un tempo ospiti della struttura. 21


L’impossibilità di contenere quella energia ha trovato espressione nella parziale fuoriuscita del nastro attraverso le sbarre. Al contempo venivano proiettati i video Il Ritmo del fuoco e Il Reale Invisibile. La Ragnatela,la cui "tessitura" era stata realizzata come opera d'arte effimera sulle cime delle piccole Dolomiti Lucane,

metafora del collegamento profondo, sebbene invisibile, tra tutte le creature e il pianeta...In questa occasione l'artista coniuga la Fiber Art con la Video Art. Sotto i termini Fiber Art o Arte Tessile o Textile Art o Art Fabric si raccoglie quell'ampio universo artistico che utilizza come medium espressivo privilegiato il filo e come tecnica prevalente la tessitura. La connotazione dei medesimi è, si può dire, infinita, dal che si deduce che la Fiber Art ha mille sfaccettature e mille esiti.

"Off Loom", fuori dal telaio, indica nello specifico quella produzione artistica che non implica necessariamente l'utilizzo di questo antichissimo strumento di lavoro, ma ci suggerisce altresì che esso entra comunque, a vario titolo, nella dialettica della creatività http://www.terivolini.it/html/performances6.htm 22


Basilicata RITESSITURA DELLA RAGNATELA a Living Sculpture Campo Scuola di Macchia Romana, Potenza, giugno 2000 Con il Filo Rosso permanente fatto fabbricare appositamente, si ritesse la struttura, in collaborazione con gli amici alpinisti del Centro Alpini Italiano di Pz e Anthèos. Applicazione manuale pubblica degli elementi luminosi e sonori: la cittadinanza è stata invitata a collaborare attivamente alla realizzazione dell'opera

tramite

pubblicazione sulla stampa cittadina.Ogni persona stringendo un nodo, applicando un campanellino, si collega direttamente con l'aria, il sole, la luna, le stelle.... A sera, la Ragnatela diviene la rete che trattiene tra le sue maglie invisibili le stelle del firmamento e la stessa Luna: oppure le lucciole in una bella sera d'estate... Ognuna delle rifrazioni luminose nella profonda notte, ricorda il lontano splendore pulsante di una Supernova, di cui ci giunge una luce che non esiste già più; nell'insieme, lo sfrigolìo silenzioso si accorderebbe con quello delle misteriose costellazioni http://www.terivolini.it/html/performances8.htm Piemonte LA RAGNATELA PER PASSAGGI A NORD-OVEST a Living Sculpture Scultura tessile luminosa e sonora in installazione aerea su una piazza della città. Biella, giugno - luglio 2000. In collaborazione con Antheòs Su invito dell’ Assessorato alla Cultura di Biella – Fondazione Michelangelo Pistoletto e Manifesto 0. Manifestazione nazionale d’Arte. Come in una ragnatela vera ogni pur minima vibrazione viene percepita in tutti gli altri punti, anche i più lontani, tutte le nostre azioni si ripercuotono profondamente su noi stessi e sugli altri, senza che neanche ne siamo consapevoli 23


Tutto ciò che accade, in qualsiasi luogo del pianeta e dell'Universo, ha influenza su ciascuno di noi. Solo ridivenendo sensibili a questo collegamento potremo migliorare le nostre vite, e percepire le esigenze connesse al tutto di cui siamo parte. Se nella ragnatela vera si crea squilibrio anche in un solo punto, ciò indebolisce l'intera struttura: se non vi si pone rimedio e lo squilibrio aumenta, viene messa in pericolo l' esistenza stessa dell' insieme. Una Ragnatela di Filo Rosso, "mandala" vivente, stimolandoci alla riflessione, ricordandoci le nostre responsabilità individuali e sociali, può spingerci ad intervenire attivamente, non solo per non provocare ulteriori scompensi ma per ricostruire un mondo nuovo, rispettoso di tutti gli esseri della natura. Un 'opera d'arte coinvolgente, un’azione simbolica in Public Art, Urban Art, Social Art, per attivare un cambiamento nel reale http://www.terivolini.it/html/performances9.htm

24


Basilicata ARCANA, a Living Sculpture Vivere l'Arte, essere nell’Opera d'Arte -Esperienza emozionale - plurisensoriale Nova Siri Marina, 9-19 agosto 2000. Su invito del Comune di Nova Siri e Associazione Culturale Sud. Scultura piramidale tessile interattiva - Installazione luminosa e sonora Materiali: stoffa in cotone idrorepellente, stoffa in raso di seta, ferro, alluminio, argilla, legno, carta, lampade, impianto stereofonico, candelini, semi di melagrana, Nastro Rosso Realizzazione della struttura: Paolo Santarsiere Installazione Guglia rossa di 6 metri di altezza: Paolo Santarsiere, Rocco Caldarola e Giulio Orioli Testimonianze di alcuni di coloro che hanno scelto di entrare nella Piramide e di scrivere le loro impressioni/sensazioni immediatamente dopo l’uscita. Entrare in un’opera mastodontica e poi ritrovarmi in un piccolo spazio mi ha come… sovrastato. È stato come annullarsi.(F.F.) Seguire il filo, curiosità, entrare… Paura, agitazione: dopo qualche secondo, all’interno della struttura rossa- il ritmo battente, la luce colorata e soffusa- ho iniziato a sentire una grande tranquillità. (Felicia D.) Sensazioni molto intense..L’effetto sonoro all’interno dell’opera le accentua, portandomi a percepire benessere, protezione (Mariella) La Scultura ti avvolge e ti fa sentire sereno. Il suono avvolge l’anima.”(T.) Ero in un veicolo spaziale, volavo nell’infinito.Uscendo, mi girava la testa;il battito accelerato mi è durato a lungo…(Roberto) http://www.terivolini.it/html/performances10.htm 25


ARCANA, a Living Sculpture 26


Calabria MESSAGE IN THE BOTTLE, a Living Sulpture Azione simbolica - Installazione con bottiglie di vetro trasparente dal tappo di sughero e nastro- rotolino rosso ... Mare Tirreno- Santa Maria di Ricadi (Vibo Valentia), ottobre 2000. In collaborazione con Anthèos. Inviamo un messaggio nella bottiglia per ritrovare e comunicare il senso perduto del collegamento con gli altri esseri e con la natura http://www.terivolini.it/html/performances12.htm

MANTÈION, a Living Sculpture Nastro Rosso di mt 30 x 2, Una performance in onore della profetessa Manto per sempre scolpita dal vento del mare sulle rocce del Capo dei Vaticini Capo Vaticano, Tropea, VV. Ottobre 2000 http://www.terivolini.it/html/performances11.htm

Sicilia IL NASTRO ROSSO, a Living Sculpture sulla Porta del Labirinto di Arianna di Italo Lanfredini- Fiumara d'Arte di Antonio Presti- Castel di Tusa - Messina novembre 2000- In collaborazione con con AnthéosIl ROSSO simboleggia sia l'Energia vitale in generale, sia il Sangue che scorre nel corpo degli esseri viventi, ricordandoci il valore ed il rispetto per ogni esistenza. Presenta, inoltre, evidenti connessioni con il Sangue della ciclicità femminile, che ancor oggi viene percepito come tabù , non nel senso originario del termine, che equivale a "sacro'; importante, connesso con la rigenerazione periodica della vita http://www.terivolini.it/html/performances13.htm

27


LA BARCA ROSSA, a Living Sculpture Azione simbolica in arte coinvolgente, con Anna Purita, Anthèos, Nino Andria e gente del luogo. Scoglio della Galea, Santa Maria di Ricadi, novembre 2000. L'ineluttabilità del destino umano- e la inevitabile caducità dell'esistente- se meditata e accettata- ci permette di agire più serenamente e correttamente, costruendo o ri- trovando, nel tempo che ci è concesso, qualcosa di bello, qualcosa di fatto bene

IL NASTRO ROSSO, a Living Sculpture su Energia Mediterranea di A. Di Palma-Fiumara d'Arte di A.Presti - Motta d'Affermo - Messina novembre In collaborazione con Anthèos http://www.terivolini.it/html/performances14.htm La trilogia coloristica bianco rosso nero, universalmente presente in tutte le culture anche nei costumi tradizionali.. riporta a innumerevoli considerazioni, tra cui quelle inerenti al ciclo vitale e a quello della creatività femminile ...

28


DOCUMENTO DI PIETRA, a Living Sculpture Castel di Lucio, Messina, novembre 2000. In collaborazione con Anthéos Un Nastro Rosso in seta di 30 metri giace sotto una montagna di macigni di pietra di mt. 5 di altezza, a sottolineare l’indurimento del cuore degli esseri umani, ormai indifferenti al dolore e al male Nella cocente attualità dei sempre più drammatici eventi mondiali, l’opera focalizza l'importanza e l'urgenza di un diverso ordine di valori, basato sulla Vita e non sulla Morte. L'Arte può aiutarci a riacquistare il senso perduto o attutito di una comune responsabilità, ed a capire come l' insensibilità, l'indiffereuza, l'omissione... equivalgano ad una precisa complicità con gli autori di ogni delitto.http://www.terivolini.it/html/performances15.htm

2001 Basilicata DOCUMENTO DI PIETRA, a Living Sculpture Una montagna di macigni in pietra grezza h.mt 5 e nastro rosso in seta mt. 30 Opera d'Arte Coinvolgente, Azione Simbolica. -Potenza, Piazza M. Pagano, 8 - 28 Gennaio 2001 Realizzando, con il coinvolgimento della gente, una struttura/scultura in pietra, l'Artista si propone di contrastare, mettendola in evidenza, quella normalizzazione dell'orrore che porta gli esseri umani all' indifferenza verso il dolore e il male del mondo. L'Arte, risvegliando le coscienze, può sottolineare come la leggerezza, la disinformazione e/o una ignoranza ben coltivata, la pigrizia, la rimozione... possano contribuire al perpetuarsi delle modalità mortifere invece che allo sviluppo di quelle basate sulla vita, l'amore, il rispetto e la civile convivenza. http://www.terivolini.it/html/performances17.htm Link Articolo su Elisa Claps e un caso di coscienza collettiva: http://issuu.com/andypower/docs/4-giugno--elisa-claps--un-caso-di-coscienza-colle

29


DOCUMENTO DI PIETRA, a Living Sculpture

30


Italia Luoghi vari RI VEL AZIONE, a Living Sculpture - Performance-azione simbolica in Body-Art. Ri-velarsi per togliere il velo del feroce patriarcato ma anche quello della nostra indifferenza e della nostra ignoranza ben coltivata‌ Milano, luoghi vari, maggio-luglio 2001

RIVELAZIONE vivere l'arte nell'esperienza quotidiana Luoghi vari, Potenza, ottobre-novembre 2001 Presentazione progetto al Forum Commissione Regionale delle Pari OpportunitĂ Consiglio Regionale di Basilicata -Potenza e Maratea, dicembre 2001

RI VEL AZIONE, a Living Sculpture 31


RI VEL AZIONE, a Living Sculpture mostra fotografica, performance- azione simbolica in Body-art - Comune di Milano, Chiesa degli Angioli, 8 marzo 02 RIVELAZIONE, a Living Sculpture Installazione con foto e pannello/velo di pizzo macramé rosso Performance in Body Art-Museo Provinciale di Potenza, 25 - 30 marzo ‘02 e prosieguo…

articolo Percorsi Svelati su www.terivolini.it/articoli/Il Lucano magazine

Body Art, il corpo stesso dell'artista come strumento di comunicazione, interazione, dialogo, ricerca, approfondimento su un tema di scottante attualità: il Velo, di cui si vuole evidenziare la presenza non solo nell’integralismo islamico ma anche nella nostra cultura, come viene dimostrato anche dalle incredibili, reiterate e anacronistiche reazioni all'azione simbolica stessa. e prosieguo…

http://www.terivolini.it/html/performancs20.htm

http://www.terivolini.it/html/casaVento.htm - http://www.terivolini.it/html/veloNuminoso.html http://www.terivolini.it/html/tracceArabi.htm --

vedere anche articolo Percorsi Svelati su www.terivolini.it/articoli/Il Lucano magazine

Calabria DOCUMENTO DI PIETRA, a Living Sculpture Capo Vaticano - Tropea. 11 Settembre 2001 Una montagna di massi in granito sul litorale tirrenico del "Capo dei Vaticini" presso Tropea, a simboleggiare la pesantezza e durezza della modalità mortifera imperante; schiacciato dai massi, il Nastro Rosso, metafora dell'energia vitale compressa, mortificata o pericolosamente in bilico.La concomitanza della Installazione con gli eventi del l’11 settembre 2001, che sottolineano drammaticamente la fragilità della pace nel mondo, nell'evidenziare l'urgenza di un cambiamento di rotta, mette in rilievo la forza premonitrice dell'arte. http://www.terivolini.it/html/performances19.htm

32


2002 Basilicata

Writing/Living Sculpture- MANDALA DI PACE E ARMONIA WaRe SoKu KaMi NaRi, Io sono un Essere di Luce Jin Rui SoKu KaMi NaRi, l’Umanità è un essere di Luce Mandala di pace e armonia

TEXTURA, a Living Sculpture Duplice installazione al Museo Provinciale di Potenza, 14-30 maggio 2002 TEXTURA, LA PORTA DELLA VITA Scultura tessile in arte coinvolgente mt. 3x2 c.ca Struttura con i quadrati tessili fatti a mano a seguito dell’omonimo progetto con inizio nel 1997 e dedicati da ciascun/a partecipante alla propria madre, nell’ottica di una rivalutazione della linea matrilineare.Un segno di grande valore reale e simbolico, una testimonianza più forte della voce e dello scritto, fatta da donne generose, semplici e o colte, comunque da tutti/e coloro che hanno "sentito " o desiderato rivalutare i valori connessi al "Femminile ", la cura l’autenticità, la 33


ricerca di armonia e bellezza, la preservazione della Natura e della vita in tutte le sue forme http://www.terivolini.it/html/performances.htm TEXTUM, scultura tessile: un libro fatto con le 40 pezzotte finora tessute a mano da decine di partecipanti in arte coinvolgente.Cm 60x60.ca Una struttura tessile per scrivere e costruire insieme speranze sogni desideri... tessere insieme un mondo fatto a mano... un mondo di nuovi rapporti.... un mondo di nuove armonie... un mondo di pace TEXTUM, a Living Sculpture. Realizzata con i manufatti inviati da una sessantina di persone, in prevalenza donne, iniziando da Castelmezzano, in Basilicata, altre da tutta Italia, a seguito dell’invito in un percorso di consapevolezza dal 1997. Il solo aver accettato di fare il quadrato rosso, secondo le modalità scelte da ognuna/o, siglandovi con ago e filo il proprio nome e quello della propria madre, esprime consapevolezza nella condivisione di una proposta ricca di significati relativi al rifiorire di una manualità dimenticata, alla riflessione, alla ricerca di armonia e bellezza con alla base la riproposizione della linea materna come valore http://www.terivolini.it/html/performances.htm

34


Lombardia LE DOLENTI NOTE, a Living Sculpture Installazione con ferro spinato, legno, carta, note musicali e rugiada. Partecipazione alla collettiva presentata da Lorella Giudici e Maria Rosa Pividori Music a(r)te la vita, Galleria Dieci. Due di Milano - Gaggiano (Milano) dal 24 al 26 maggio 2002

CONVIVIUM, LA NOSTRA CASA È IL MONDO, a Living Sculpture Grande Installazione. Tavola della pace e dell'accoglienza- Legnano, settembre 2002 Privilegiando il senso della comunione tra i popoli, viene

sviluppata l’idea

dell’accoglienza, che sfocia nella convivialità, realizzando quindi una lunghissima tavola di oltre 30 metri, ricoperta da un’angelica tovaglia bianca. L’opera, che dal lato estetico accoglie suggestioni classiche rinascimentali, è stata volutamente collocata in uno spazio aperto-chiuso, sotto il colonnato di uno dei bellissimi porticati della città di Legnano.

35


Come a primavera rinasce dalla scura terra la vita, sotto forma di verdi fiammelle, per ricominciare un nuovo ciclo, cosĂŹ questi verdi germogli favoriranno la nascita di nuovi sentimenti nei cuori e nelle menti degli Umani. http://www.terivolini.it/html/Convivium_legnano.htm

2003

Lombardia CINQUE PICCOLE RAGNATELE, a Living Sculpture Milano - Mostra personale -Galleria Casa di Tolleranza (delle Idee) dicembre 2002 - gennaio 2003 Ancoraggio a muro, a soffitto o con pietra tenente. Cinque piccole

sculture tessili di diverse materiali e dimensioni, strutturate su

supporti naturali -filo rosso di lana, filo d’argento, foglie, rami di pruno selvatico, carta, pietra, metallo, campanelle dorate. La tela del ragno era la struttura cosmica i cui componenti spaziali si irradiano da un punto centrale. La Ragnatela condivide anche il simbolismo della Spirale, con tutta la ricchezza delle sue attribuzioni, e quella del Labirinto

36


CUORE DI PIETRA, a Living Sculpture Scultura cm 100 x150 ca. Pietre del luogo, vernice d’oro. Parco della Villa Stemasis, Pantano di Pignola – Potenza, luglio 2003 In collaborazione con Bruno Nigro, Isa e Rocco Lapenta. La tragicità del non ascolto da parte degli esseri umani e della loro sempre più marcata insensibilità viene espressa e visualizzata con questo Cuore pietrificato: quello dell’essere umano alienato, che ha perduto il contatto profondo con se stesso e con la natura; un essere umano che percepisce la Natura come altro da se, sentendosi superiore ad essa e arrogandosi il diritto di usarla a suo piacimento, con i risultati che conosciamo. Mentre comunica tutto questo, l’Artista acquisisce la consapevolezza che è necessario non indugiare oltre in considerazioni che sottolineano la negatività e la esprime posizionando al centro del cuore una fenditura, che aprendosi lascia scorgere un fulmineo bagliore, un vero e proprio sentiero, ad indicare la ricerca del la parte divina che esiste già nel nostro cuore e che noi possiamo riscoprire. http://www.terivolini.it/html/performances.htm 37


Basilicata

IL NASTRO ROSSO DELLA VITA, a Living Sculpture Nastro Rosso 120 mt - centinaia di cittadini compartecipanti .alla Social sculpture in arte partecipativa per la Pace - Potenza, 29 marzo 03. Il Nastro Rosso è un potente costruttore di simboli, che disegna preferibilmente in grandi dimensioni e in natura: il Serpente purpureo, la Ragnatela, Il fiume dii Vita, Il Labirinto, Il Cuore Ferrato, La Spirale della Rinascita , il Mandala Aureo etc. I simboli sono diversi e tuttavia strettamente connessi tra loro nella potente funzione evocativa e comunicativa Un potente simbolo

archetipo,

che rende

superfluo l’uso delle parole. Immediatamente percepito come Simbolo della Vita, innanzitutto per il suo colore, il rosso, che potentemente rimanda al sangue che scorre nel corpo degli esseri viventi,

ricorda il valore e il rispetto per ogni

Esistenza. http://www.terivolini.it/html/Nastro_Rosso_Vita.htm

38


L’APERTURA DEL CUORE, a Living Sculpture Alchimia della trasformazione ovvero dal Cuore di pietra all’Oro. Livigno (Sondrio), quarta edizione di Pietrarte, 12-19 - agosto 2003 60 mq.ca- Pietra del luogo, lastre in marmo bianco e vernice oro. Realizzata con Uptala Pecci Openhouse, Meditation in Art ed Helene Gritsch- Su invito di Luca Rendina e dell'APT di Livigno.

Risvegliando la consapevolezza in ognuno di noi, l'Arte, ci fa sentire parte del tutto da cui dipendiamo ed in cui è indispensabile attivarsi per realizzare un cambiamento. L'Artista percepisce nel profondo che i tempi sono maturi per compiere un atto alchemico, corrispondente ad una profonda trasformazione interiore che cambi in volontà positiva, in speranza, in pura luce, tutto ciò che appariva disperazione e tormento. Questa rinascita si esprime posizionando Oro al centro del cuore: una fenditura, che aprendosi lascia scorgere un sentiero, un serpente di Luce, ad indicare la ricerca ed il ritrovamento del prezioso che è dentro ognuno di noi. http://www.terivolini.it/html/apertura_del_cuore.htm

IL CUORE PUÒ SEMPRE FIORIRE, a Living Sculpture Villa Stemasis, Pantano di Pignola, Potenza – 2003 Scultura d’erba 150x 150 ca Un grande cuore fatto di erba verde-speranza e trifoglio in fiore Scolpito nel prato del parco Villa Stemasis, Pantano di Pignola, Potenza In collaborazione con Rocco Lapenta. L’Opera d’arte coniuga il valore estetico con quello comunicativo Essa si fa portatrice di messaggi provenienti direttamente dalla Madre Terra. Ritenendo la terra un corpo vivente, che ci nutre e che ci ospita, desidero fare delle opere in cui i suggerimenti, le suggestioni e i materiali usati provengono direttamente da lei. http://www.terivolini.it/html/cuore_ancora_fiorire.htm 39


L’APERTURA DEL CUORE, a Living Sculpture 40


Lombardia

IL CUORE FERRATO, a Living Sculpture Milano, Gallerie Quinto Cortile e Bazart - Attraversamenti I, 3- 13 aprile 03 Scultura tessile, nastro in raso di seta rossa, con 3 foto in progressivo ingrandimento, chiodi, ruggine. Solo l’Espansione del Cuore porta alla Liberazione. Il Cuore cui sono stati messi i ferri, il Cuore Trafitto, il Cuore Doloroso, attraversando l’ottusa sofferenza la supera, rigetta gli strumenti della pena.. I chiodi espulsi cadono sul Nastro Rosso - simbolo della forza della Vita che non si ferma mai - e vengono riassorbiti dall’Eterno Fluire… http://www.terivolini.it/html/cuore_ferrato_piumato.htm

41


Basilicata CONVIVIUM, La nostra Casa è il mondo, a Living Sculpture Grande Installazione – p.zza M. Pagano, Pz - 23 Maggio 2003 Una lunghissima tavola di oltre 30 metri, ricoperta da un’angelica tovaglia bianca. Su questo infinito ripiano, 60 ciotole, anch’esse bianche, sono state disposte in due interminabili file. All’interno di ognuna delle 60 ciotole cresce un verde germoglio. Mi piace visualizzare intorno a questa Tavola tutte le Nazioni del mondo, unite nella potente vibrazione di Pace universale che supera divisioni, barriere e confini e riconosce tutti gli esseri umani come Unità di perfetta armonia. Grazie a tutte le meravigliose creature che hanno contribuito e che contribuiranno alla realizzazione di quest’ Opera Numinosa. http://www.terivolini.it/html/Convivium.htm

42


2004

IL CUORE PIUMATO I , a Living Sculpture Destrutturazione in natura del cuore spinato e del cuore chiodato Potenza, fiume Basento, marzo 04 Liberazione dai chiodi e delle spine . Consegna di purificazione all'acquaLavacro misericordioso Attivazione del perdono. http://www.terivolini.it/html/cuore_ferrato_piumato.htm

IL CUORE PIUMATO II, a Living Sculpture Scultura luminosa in materiale plastico, con inclusioni di piume di colomba, cigno bianco, gallina faraona, pavone e pavoncella. Marzo 2004 Il Cuore Ferrato è stato trasformato in un Cuore Piumato, luminoso, lieve e vanitoso. 43


Una volta conosciuta,esperita e rapportata a quella collettiva, la personale sofferenza - unita alla com/passione, può non solo aiutarci a superare il nostro dolore, ma renderci più sensibili verso quello degli altri, ed a scegliere una vita più piena, di solidarietà e di gioia. http://www.terivolini.it/html/cuore_ferrato_piumato.htm

IL RESPIRO DELL’UNIVERSO VIVENTE, a living sculpture Ridisegnare la pulsazione della Vita la struttura originaria di ogni armonia e perfezione il Ritmo cosmico, che si rispecchia in quello di tutti gli organismi viventi,…

44


TRACCE DI LUCE Writing/Living Sculpture Prima realizzazione dell'opera con una Writing Sculpture nell’aria Foto T. Califano

Le tracce di luce delle sacre Mudra WARE SOKU KAMI NARI- Io sono un essere di Luce - e JINRUI SOKU KAMI NARI- l’Umanità è un essere di Luce-rivelano e manifestano, personificandola, l’onda magnetica catalizzatrice che ci pervade, tenendoci sospesi nella sottolineatura costante della Numinosità che è la nostra reale essenza, e permettendoci di rimanere il più a lungo possibile nella sua scia

Lazio

DICHIARAZIONE D'IDENTITÀ: TUTTE LE NAZIONI DEL MONDO Social Sculpture, Living Sculpture Festival Interetnico - Musica e cultura tra i popoli, Fondi (Latina) su invito di Associazione MultiKulturale Radici Mediterranee, luglio Grande Installazione – in esterno - di 220 carte d’identità dell'artista stessa, ciascuna riscritta in una delle diverse nazionalità del mondo

45


Le carte sono realizzate enfaticamente nella misura di cm.50x70 ognuna, su un percorso di circa 200 metri, ma possono essere posizionate anche in altre strutturazioni, ad esempio in blocchi distinti.

Un progetto di unione, presupposto di un approccio diverso, più libero e costruttivo, al mondo e ai rapporti tra i popoli che lo abitano, nel quale finalmente il denominatore comune sia la pacificazione nella giustizia.

DICHIARAZIONE D'IDENTITÀ, TUTTE LE NAZIONI DEL MONDO Social Sculpture, Living Sculpture Supino, Frosinone, Lazio - agosto 04 Immedesimandosi nelle diverse nazionalità, l’Artista le accoglie tutte, dichiarandosi -e divenendo simbolicamente - di volta in volta:albanese, afgana, algerina, araba, burundi, cambogiana, cinese, italiana, turca, nicaraguense, francese, libanese, malese, nigeriana, portoghese, statunitense, tunisina, curda, palestinese, basca, irlandese, tibetana, indiana d’America http://www.terivolini.it/html/dichiarazione_dell_identita.htm

Svizzera, Arona MANDALA AUREO, VIAGGIO NEI MONDI,a Living Sculpture Arona, Museo del Monte Verità- Novembre 2004 Disco diam. m. 8o su pannello oro, tra due colonne nere laterali h.mt. 1 Segnato nei suoi cerchi da un centinaio di uomini e donne provenienti da diverse nazioni di cultura araba: Tunisia, Egitto, Marocco, Algeria, Siria, Libano, Palestina…Il risultato è un campo di radianza circolare, scintillante di arabeschi, in cui la lingua stessa suggerisce, grazie alla sua particolarissima struttura, un movimento vibrante, nel quale i segni acquistano una propria autonomia estetica e comunicativa.. http://www.terivolini.it/html/Mandala_Aureo.htm

46


Lombardia

Oneness, Siamo Uno, performance/picto-scultura Castello Cabaglio - Varese – 27 gennaio 05 Nell'ambito dell'incontro Spiritualità e coppia, una

installazione, performance

bilingue arabo-italiano e picto-scultura con impronta dei corpi su stoffa di velluto marezzato blu elettrico.

FELICI CONTAMINAZIONI, Writing Sculpture, Living Sculpture Presentazione della Bandiera di unione Italo/Tunisina Manifestazione per la Pace a Potenza - maggio 2005 Partendo da un'apparente contraddizione - dal momento che la bandiera rappresenta LA Nazione, ciò che sembra dover racchiudere rappresentare e proteggere ognuno di noi- quest’ opera la supera nel gesto di unione, attuata fondendo insieme i simboli e i colori di entrambe. 47


Basilicata MESSAGE IN THE BOTTLE, a Living Sculpture Rionero in Vulture, 3 marzo - 31 maggio 2005 Operazione Ready Made -ATO1 della Provincia di Potenza -l’Istituto Statale d’Arte “Carlo Levi”- Azione simbolica in arte coinvolgente-Grande Installazione in natura in arte coinvolgente

http://www.terivolini.it/html/Message_Bottle.htm

Nastro di stoffa bianca mt. 300 ca, bottiglie in vetro verde riciclate, tappi in sughero riciclati, cordini in spago riciclati, messaggi in bottiglia scritti su carta riciclata http://www.terivolini.it/video/message.html 48


Lombardia, Milano

MANDALA AUREO, a Living Sculpture per Urban Art RiGiraLArte Milano, Parco Trotter, giugno 2005 -Disco di cm.150 di diametro su striscia di nastro rosso di circa 20 metri, segnato nei suoi cerchi da un centinaio di uomini e donne provenienti da diverse nazioni di cultura araba: Tunisia, Egitto, Marocco, Algeria, Siria, Libano, Palestina.. Il colore oro sottolinea ulteriormente la preziositĂ della Parola pace che gira in tondo nei cerchi del mandala, portando nelle varie grafie il peso dei tanti mondi - spesso il dolore - dei tanti scriventi, ognuno con la sua storia e la sua speranza . Le lettere dorate danzano in cerchio, attivando la potenza alchemica del nominare la pace, che diventa cosĂŹ invocazione, evocazione, tramite la parola stessa, del valore fondante che essa incarna, desiderio struggente di abbracciarla, affinchĂŠ senza indugio si concretizzi l'opera della pace 49


FELICI CONTAMINAZIONI Bandiera di unione. Writing Sculpture, Living Sculpture Installazione nel parcoTrotter, Milano - giugno 2005 Su invito di RiGiraLArte - organizzata da Sitart La Bandiera Felicemente Contaminata diventa un campo di risonanza, potente mezzo per comunicare le rinnovate esigenze di pace, fratellanza e conoscenza della specie umana del terzo millennio... una dichiarazione d'amore all'umanitĂ intera , per nuove modalitĂ  di condivisione e di alleanza...

50


2006

Lombardia

LA PAROLA GERMINALE, Writing Sculpture

LA PAROLA GERMINALE Writing Sculpture – Milano- Primavera 2006 La parola - quella più grande - è l'involucro della miriade di più minuscoli segni dallo stesso significato che lo riempiono, e al tempo stesso sono le stesse minuscole parole - microcosmo fertile- a formare il contenitore stesso: la grande parolaseme...Il colore verde rappresenta universalmente lo sbocciare, il crescere della vegetazione, ma anche, in traslato simbolico, la freschezza, l'energia vitale, il fermento, e metaforicamente la speranza... http://www.terivolini.it/html/germinale.html 51


Basilicata IL SOGNO DI FATIMA Scultura luminosa in ferro riciclato, cesto in vimini, spighe di grano, nastrino rosso, lampade al neon. Provenendo dall’interno della cilindrica scultura, la luce bianchissima si divide in scintille adamantine mentre delinea tre Spighe, quali “Alberi di Vita”. La Spiga, quale primordiale Albero di Vita, simbolo tra i più antichi, presente in tutte le primordiali culture in svariate versioni... Lombardia UOVO DANZANTE, a Living Sculpture Milano, Società Umanitaria - marzo-aprile 2006 Piccola scultura "danzante". Guscio d’uovo svuotato e dipinto con segni archetipi nei tre colori bianco, rosso, nero h.cm 40 c.ca- montaggio con materiali vari.

L'ETERNA RINASCITA a Living Sculpture Milano, Società Umanitaria Chiostro dei Glicini- via Daverio Installazione per Arte da Mangiare - Ecce Ovo - 29 marzo - 3 Aprile 2006 Dimensioni: cm. 80 x 180 - destrutturazione, collage, pitturazione Un tessuto ovattato bianco a più strati accoglie morbidamente tre dischi in plastica telata, formanti la triade coloristica bianco-rosso-nero. Lo strato superiore del tessuto è stato destrutturato per inserire e avvolgere i tre dischi, e assottigliato per renderne possibile la visione in trasparenza. La circonferenza del disco bianco - l’uovo - è sottolineata da colore rosso, ed è circondata a raggiera da 24 semi di zucca puramente strumentali, dipinti in rosso indelebile, e da altrettanti fili di lana rossi, simboleggianti -sebbene impropriamentealtrettanti spermatozoi.

52


LA SPIRALE DELLA RINASCITA,a Living Sculpture Milano, Fiera Campionaria, Installazione per Arte da Mangiare , Ecce Ovo marzo-aprile 2006- Grande Installazione con Nastro Rosso mt. 60 in raso di seta, 60 uova, uovo gigante Il Nastro Rosso, simbolo dell’Energia vitale che scorre nel corpo degli esseri umani e in quello della Madre Terra, primaria cifra stilistica dell’Artista, protagonista di tante performances e installazioni, forma qui una grande spirale in raso di seta rossa di oltre trenta metri quadri.Su questo lucente fiume energetico, con cui viene formata sul nero una grande spirale, sono deposte sessanta uova dipinte a mano in colore bianco, simbolo di purezza e di nuove consapevolezze nel rinnovamento.Satura l’opera un uovo di maggiori dimensioni, posto nel cuore della spirale purpurea.

PICCOLE RAGNATELE, a Living Sculpture Milano Aprile 2006 - Chiostri della Società Umanitaria Sculture tessili strutturate tra gli alberi del chiostro della Società Umanitaria Tessitura in loco con fili rosso di lana - dimensioni varie. 53


ZEN , a Living Sculpture Milano, Fiera Campionaria – marzo / aprile 2006 Piccola Installazione per Arte da Mangiare Caffè in polvere, zucchero bianco semolato, 60 ovetti di cioccolato, disco in ceramica bianca, base in moquette nera L'opera è stata messa a disposizione del pubblico per la degustazione

NIDO, a Living Sculpture Milano - Chiostri della Società Umanitaria -Aprile 2006 Installazione – con Nastro Rosso in seta m. 40 x 2 Uovo bianco h. cm. 40 - Base quadrata in legno ricoperta di stoffa nera

54


FELICI CONTAMINAZIONI 2 Writing Sculpture Bandiera Israelo – Palestinese Installazione per Contact, “Il Cairo”, Milano Eventi Sitart org. A. Caruso - Giugno 2006 Nello stesso mirabile modo in cui, tramite l'amoroso incontro, avviene la fusione tra esseri umani che si sono ri-conosciuti nella loro comune essenza universale, superando tutte le separazioni , così questa particolarissima Bandiera ci spinge tramite l'uso volutamente provocatorio della parola contaminazione- al superamento dei confini e di tragici nazionalismi. http://www.terivolini.it/html/felici_contaminazioni.htm

55


LA CASA DEL VENTO, a living sculpture Grande installazione per Contact- “Il Cairo”, via Boiardo, Milano Eventi Sitart di Angelo Caruso – giugno 2006 - a finestre prese in prestito in un fabbricato multietnico di Milano per farne il simbolo della liberazione da qualsiasi oppressione disumana, e al contempo rendere viva la speranza di nuovi luoghi e nuove possibilità di sguardo verso il fuori, verso un mondo nuovo in cui tutti - ma in questo caso le donne - possano essere protagonisti e visibili... http://www.terivolini.it/html/casaVento.htm

56


FUSIONE CON LA NATURA: il vento di primavera compone l’opera. Vento e fiori di acacia su carta, a Living Sculpture Parco Lambro - Naviglio Martesana – Parco Trotter - Milano -Primavera 2006

Basilicata

MADRE, a Living Sculpture Madre che ci dai la Vita , da Te veniamo, a Te ritorniamo Installazione permanente per Agibile /Non agibile Scultura in pietra a forma triangolare delle Piccole Dolomiti Lucane 3 fili di lana nei colori sacri rosso-nero-bianco Potenza - dal 28 maggio 06 Atrio superiore Scale Mobili di piazza XVIII Agosto

57


LA COPPA DEL MONDO, a Living Sculpture Potenza - Scale Mobili Sala Mostre - 7-30 ottobre 2006Nastro Rosso - Foto cm. 50 x 70 - Sabbia bianca di S. Maria di Ricadi (Tropea)Sabbia nera vulcanica daStromboli - Polvere di caffè carbonizzato- Fiori rossi di begonia- Semi e spighe di grano. La Coppa cui si fa riferimento è il Corpo stesso della Madre Terra, che l’artista visualizza creando uno spazio circolare: esso è, già per la sua forma, luogo sacro, tempio di una celebrazione sempre in atto. A tutto questo si aggiunge il colore, il potente rosso che sintetizza l’energia vitale, come sangue che scorre nel corpo dei viventi e come fuoco nel corpo della Terra http://www.terivolini.it/html/coppa.html

58


59


INVASIONI TENTACOLARI, a Living Sculpture Potenza- Primavera- estate 2007 Installazione del mostro tentacolare di 13 tentacoli da 5 a 9 metri – realizzato in un trimestre , work in progress presso tre scuole della città Fuoriuscita dei tentacoli da porte finestre balconi e e camino di un caseggiato del centro storico di Potenza Insieme alla grandezza e all’inusualità della situazione, lo scopo è di veicolare nel modo più immediato l’esigenza che ci si propone di trasmettere. Le dimensioni dell’opera e lo stupore destato non sono casuali,

né rispondono a

facile

sensazionalismo: attraverso lo stupore, l’opera focalizza l’attenzione e stimola la ricerca dei significati di cui è portatrice. http://www.terivolini.it/html/invasionitentacolari.htm

TEXTUM, a Living Sculpture Esposizione della Scultura tessile in arte coinvolgente, conformata a libro, cm 60x60. ca -Potenza, Mostra personale Opere pittoriche e installazioniGalleria Idearte - Marzo 2007 Simbolicamente potente nel colore - rosso - e nelle dimensioni - cm.60x60 testimonianza concreta, più forte della parola e dello scritto; attestazione di consapevolezza, di appartenenza, di interazione.. La realizzazione della scultura è stata collettiva e viva, grazie alla partecipazione attiva ad un progetto in cui vengono risvegliate le silenti energie creative nascoste, affinché ciascuno/a partecipante possa essere protagonista e “artista”.

60


ALCHIMIA DELLA RINASCITA Stele in legno, carta e tecnica mista con interventi di pittura in rosso e oro. Dimensioni: cm.200x 20 c.a.Potenza, Chiesa di S. Lucia - Dicembre 2007 Riferito ad una ri-nascita, necessaria per ogni essere umano – come per i cristiani è preconizzato dal Natale - l'opera fa ricorso ad una liberazione per piani successivi, che porta ad una maggiore completezza. Riferito ad una ri-nascita, necessaria per ogni essere umano – come per i cristiani è preconizzato dal Natale - l'opera fa ricorso ad una liberazione per piani successivi, che porta ad una maggiore completezza. Nella scansione dei piani s'intravede uno svelamento che prelude alla chiara visione.

LE TREDICI LUNE Stadi di espansione della coscienza Milano, Galleria Tadini, marzo 2008 Stele di carta su legno, tecnica mista nei colori bianco-rosso-nero con ultima immagine inferiore in acquerello a colori. Dimensioni: cm. 200 x 21 Le Tredici Lune, stadi di espansione della coscienza, ispirata al libro di Ada Celico, Una casa di carta per mia madre, è formata dalle scansioni di un volto di donna che gradualmente si di/svela – ritrovando alla fine la sua interezza e un più diretto sguardo sul mondo, interiore ed esterno: testimonianza di un'intensa ricerca, che ha come premio il ritrovamento del prezioso femminile, l’essere donna pienamente, compiutamente

IL DIARIO VERDE DELLE AZIONI VIRTUOSE PER LA MADRE TERRA a Writing Sculpture Scrittura personale quotidiana delle azioni virtuose.Milano, 13 ottobre 08 Residenza di Helene Gritsh a Milano La quotidiana scrittura di gesti consapevoli, compiuti in favore dell’ambiente, su un quaderno appositamente fabbricato, è alla base dell'Opera in arte coinvolgente ideata dall'Artista, realizzata da ottobre a dicembre 2008 come 61

personale


contributo alla guarigione di Gaia, la terra madre che ci ospita e ci permette di vivere: un Diario Verde, come vorremmo ritornasse ad essere il nostro pianeta . LA STANZA DIFFERENZIATA1 Un locale intero diventa l’Opera: saturata con migliaia di bottiglie in plastica portate dagli abitanti del quartiere Poggio 3 Galli a Potenza. Solo attivando la coscienza ecologica ed in particolare la raccolta differenziata, è possibile evitare che gli ambienti privati e sociali diventino invivibili perchÊ progressivamente invasi dai rifiuti da noi prodotti.

LA STANZA DIFFERENZIATA 2. Realizz-Azione nella scuola S.Maria. Un grande cubo trasparente, rappresentante una cameretta di bambino con tanto di mobilio, gradualmente e completamente riempito con le bottiglie da riciclare portati ogni giorno a scuola dai piccoli allievi.

62


IL DIARIO VERDE DELLE AZIONI VIRTUOSE PER LA MADRE TERRA Writing Sculpture Fabbricazione- Realizzazione – Esposizione di 300 DIARI VERDI Il Diario Verde delle Azioni Virtuose per la Madre Terra e prevede la quotidiana scrittura di azioni compiute in favore dell’ambiente su un diario appositamente realizzato a mano dagli alunni di due scuole della città capoluogo. I Diari si riempiranno delle loro piccole significative azioni per poi essere messi in mostra a fine anno.La Bella Terra: http://www.youtube.com/watch?v=_kAZRsmFWg&feature=related Aria Fuoco Terra Acqua http://www.terivolini.it/video/elementi.html LA BELLA TERRA 2009 http://www.terivolini.it/html/bellaterra.htm

2010 http://www.terivolini.it/html/mostrabellaterra.htm 2010 http://www.terivolini.it/html/galleria_mostra_evento_biblio.html LINK: DOSSIER LA BELLA TERRA 2010

63


http://issuu.com/andypower/docs/labellaterra?mode=embed&layout=http%3A%2F%2Fskin.issuu.co m%2Fv%2Flight%2Flayout.xml&showFlipBtn=true

STELE DI PACE (PEACE POLE), a Living Sculpture Presentazione ad Assisi, Meeting Internazionale di Pace 4-8 novembre 09 Stele a base quadrata, h. cm 200,

realizzata in plexiglass Donata per

Installazione permanente: Fontemaggio, Eremo delle carceri, Assisi - 2009 A simboleggiare la possibilità di realizzare la pace è stata posta al centro del luogo della cerimonia una STELE di PACE, appositamente costruita e materialmente portata ad Assisi in rappresentanza della città di Potenza Sulle 4 facce la scritta in nero e oro che la pace regni sulla terra in italiano, inglese, arabo e giapponese, a simboleggiare l'unione tra i popoli. Sulla base della stele, che poggia su una base circolare a forma di mandala, i partecipanti hanno vergato in colore oro una frase che esprimesse il loro anelito alla pace il loro impegno per realizzarla concretamente. http://www.terivolini.it/html/roma.html

64


IL MANDALA DELLA TERRA VERDE, a Living Sculpture Scultura pensile - Grande cerchio sacro Disco traslucido semi trasparente diam. cm.130 Potenza, Biblioteca Nazionale Mostra-Evento La Bella Terra. Febbraio -Marzo 2010. Continenti ed oceani del Pianeta Terra sono stati ridisegnati con la scrittura di parole colorate in verde e azzurro, pazientemente vergate nei suoi solchi da Teri

65


Volini e dai giovani allievi di due scuole della cittĂ , auguranti alla Terra fertilitĂ  rinascita purezza, rinnovamento, tutela, attenzione, amore, rispetto.. http://www.terivolini.it/html/mandala.html link articolo mandala. http://issuu.com/andypower/docs/mandala_-maggio_2009 unito?mode=embed&layout=http%3A%2F%2Fskin.issuu.com%2Fv%2Flight%2Flayout.xml&s howFlipBtn=true

66


MANIFESTO D'ARTISTA-AZIONE SIMBOLICA IN LIFELONG LEARNING RI-FORMIAMO IL PIANETA CON PAROLE DI LUCE Quintuplice installazione in Body Art, Public Art, Urban Art, Arte Coinvolgente di 5 gigantografie in altrettante location a Potenza 2009-2010 v.le Dante fronte all'uscita della

scale mobili, Parco Europa Unita, P.zza

Prefettura, P.zza XVIII Agosto, via Appia ponte ferrovia. Con esse l'Artista testimonia la necessità di un nuovo ordine etico a partire dalle Parole, che con la loro vibrazione possono influenzare in bene o in male le nostre vite. Da settembre 09, visitabile 24 h su 24 http://www.terivolini.it/html/riformiamo.html

MANIFESTI D'ARTISTA I Manifesti d'artista creano una "situazione" pubblica e coinvolgente diametralmente opposta alle operazioni commerciali della usuale pubblicità: l'artista espone consciamente la sua stessa persona fisica non per vendere qualcosa, nè per pubblicizzarsi né tantomeno per nutrire il suo ego, ma per invitare direttamente alla difesa della natura e dei beni comuni.

MANIFESTO D'ARTISTA IO SONO UNO CON L'ARIA, Un Messaggio agli Amministratori della Terra Quintuplice installazione nella città di Potenza. dicembre 2009 - aprile 2010 - Opera in Body Art e Public Art di Teri Volini 5 gigantografie dell'Artista in in Pubblica esposizione in altrettante location a Potenza 2a QUINTUPLICE INST http://www.terivolini.it/html/io_sono_uno_aria.html

67


PAROLE DI LUCE PER LA NOSTRA VITA, a living sculpture

L'opera collettiva Parole di Luce per la nostra vita è basata sulla consapevolezza del grande potere creativo che esercitiamo con i nostri pensieri e le nostre parole. http://issuu.com/andypower/docs/parole_di_luce?e=1170462/3175623

MANIFESTI D'ARTISTA Servirsi della propria immagine per stimolare nuove percezioni della realtĂ , nuovi pensieri, nuovi stili di vita.

68


NON CASUALE È LA PACE”® SCULTURA Per condividere e sollecitare l'impegno per la pace sulla Terra. Materiali per la versione scultorea: rame (girotondo di mani). Legno (lance) e basamento sovrastampato con il Pianeta nell’Universo e un giro tondo di parole di pace in diverse lingue del mondo. Dimensioni: altezza: mt. 3 ca. Diametro basamento: mt. 1,50 ca. Esposizioni: Museo Civico, luglio2010 -Atrio Consiglio Regionale, ottobre 2010 giugno 2013 L’Opera fa riferimento al desiderio di pace e all'improrogabilità della sua concretizzazione in noi e nel mondo. Con il suo speciale linguaggio, l'Arte può efficacemente comunicare tale urgenza e sottolineare l’importanza di una Cultura della Pace, che la evidenzi presso la società civile come valore primario.

Le sette lance realizzate in ferro (o legno) dipinto, dapprima percepite come simbolo di aggressività, appaiono poi tenute a freno da un girotondo di mani, simboleggianti l’amicizia tra gli esseri umani, l’accordo e la buona volontà. L’istinto di morte può essere neutralizzato e trasformato dall’Opera di Pace.

Quale auspicio potente di queste nuove modalità, le lance sono dipinte nei sette colori della pace: essi concretizzano l’energia, l’armonia e la gioia di vivere. Le sette lance sono innestate su un basamento circolare che rappresenta il globo terrestre, circondato da una teoria di parole che sottoscrivono la pace nelle varie lingue del mondo. http://www.terivolini.it/html/casuale_pace.html

69


70


MANIFESTO D'ARTISTA IO SONO UNO CON L'ACQUA Azione simbolica in Arte Coinvolgente - Lifelong Learning Quintuplice Installazione nella città di Potenza- dal 22 -aprile L'artista conferma con l'Azione Simbolica il suo impegno in difesa dell'ambiente In concomitanza con EARTH DAY, la giornata mondiale dedicata alla Terra Il 22 aprile l'artista inaugura la sua 3ª Quintuplice Installazione -Potenza Opera comunicativa sempre visitabile, attuata con le forme espressive della Body Art, Public Art, Urban Art, Arte Coinvolgente, ed in aderenza con quell'opera di educazione permanente rivolta alla società civile e alle giovani generazioni che è tra le finalità del centro Delta, promotore dell'iniziativa. http://www.terivolini.it/html/io_sono_uno_acqua.html

IO SONO UNO CON L'ACQUA opera di autocoscienza collettiva

MANIFESTO D'ARTISTA IN GIGANTOGRAFIA con 40 partecipanti AZIONE SIMBOLICA in arte coinvolgente: 10–luglio 2010 GRANDE INSTALLAZIONE COLLETTIVA per la Festa Regionale dell'Acqua. 40 persone

accompagnano l'artista nella sua già nota dichiarazione

IO SONO UNO CON L'ACQUA, formando in tal modo l'Opera di autocoscienza collettiva che - esposta al pubblico nel corso della Festa Regionale dell'Acqua il 10 luglio - ha offerto, rinforzandolo, il messaggio già presentato nel

precedente

manifesto

d'artista

singolo

in

quintuplice

http://terivolini.blogspot.it/2010/07/io-sono-uno-con-lacqua-opera-di.html

71

esposizione


72


2011

IL FIOR FIORE DELLE PAROLE, a Living Sculpture Un fiore molto speciale per la manifestazione “Se non ora quando” Cartoncino colorato verde - giallo - bianco per un Writing di qualità Sui suoi petali sono state vergate una quarantina di parole che descrivono le qualità che ciascuno/a desidera coltivare e ritrovare come valori attivi nella società, per sé, per i propri figli e figlie e per le generazioni che verranno. . http://terivolini.blogspot.it/2011/02/foto-della-manifestazione-del-13.html

Integrità, Rispetto, Amicizia, Sostegno, Fiducia, Autenticità, Lealtà, Verità, Libertà, Creatività, Intelligenza, Responsabilità , Coscienza, Cura delle relazioni, Coraggio, Armonia, Espansione ... rappresentano per le donne - e non solo - il fior fiore dei mondi nuovi che desideriamo e che, se lo vogliamo, sono possibili ... 73


GIU' LE MANI DAI BENI COMUNI,a Living Sculpture Totem - Maschera di Cinghialessa- Gorgone e irradiazioni triangolari con impressi i principali “beni comuni” patrimonio dell'umanità. Cartone bianco-nero–rosso su legno, viti; cm 100x180 GIU' LE MANI DAI BENI COMUNI , Testimonial di diverse manifestazioni in Basilicata e Lazio, riafferma il diritto di godere dei BENI COMUNI, materiali e immateriali, e di difenderli, a costo di “mostrare I denti” ! Nella raggiera dell'opera appaiono iscritti i fondamentali beni comuni come lavoro, biodiversità, biotecnologie, libera informazione, salute, pace, dignità, libertà,creatività, giustizia ma anche sementi, alimenti, cibo, saperi, arte e cultura libere e non convenzionali, relazioni, libera espressione, servizi, merito, felicità, diritti, e habitat, aria, acqua, e futuro, e la stessa vita, la nostra e quella del pianeta... Anche l'Arte è un “bene comune”; quando predilige l'impegno nel sociale è da considerarsi anch'essa un prezioso strumento per osservare più acutamente la realtà e contribuire a migliorala http://terivolini.blogspot.it/2011/03/giu-le-mani-dai-beni-comuni-performance.html

LIBERA DALLE MAFIE LA SOCIETÀ VOLA! a Living Sculpture Totem pieghevole - assemblaggio in cartoncino bianco a più strati su legno cm.180x200 Partecipazione alla manifestazione di LIBERA contro le mafie a Potenza performance – azione simbolica- 19 marzo 2011 Una colomba bianca stilizzata porta sulle sue grandi ali il messaggio che l'evoluzione della società - e di ciascun individuo che la compone - dipenda in massima parte dalla eliminazione delle mafie e degli atteggiamenti mafiosi e mafiogeni di ogni tipo. http://terivolini.blogspot.it/2011/03/libera-dalle-mafie-la-societa-vola.html

74


IO SONO UNO CON GLI ALBERI - MANIFESTO D'ARTISTA Sestuplice Installazione dell’Opera singola nella città di Potenza L'immagine in gigantografia è stata esposta nei seguenti luoghi esterni: Viale Dante, fronte scale mobili; Rione S.Maria (via Lazio, parete esterna scuola elementare piazza M.Pagano, esterno porticati -p.zza v.Emanuele ingresso scale mobili parco Europa Unita - via Appia, ponte ferrovia

75


Con la Installazione nella città di Potenza l'artista lucana conferma il suo impegno in difesa dell'ambiente, dichiarando la sua stretta appartenenza agli elementi dalla natura. Il senso della dichiarazione, "scritta" sul corpo stesso dell'artista, è chiaro e severo: se continueremo a considerarci separati dalla Terra e a vedere in essa solo un oggetto da dominare e sfruttare, la situazione del pianeta non potrà che peggiorare, e così la qualità della nostra vita. http://www.terivolini.it/html/io_sono_uno_alberi.html

IO MI FACCIO IN QUATTRO PER i SI', E TU? Quadruplice Installazione Lo slogan viene rafforzato dalla “moltiplicazione” dell'immagine personale, già nota per la reiterata e tenace esposizione nella città di Potenza - talvolta non pienamente compresa e persino osteggiata da chi “guarda il dito invece della luna”, ma molto apprezzata da chi sente che l'arte oggi non può essere solo un fatto estetico o astrattamente concettuale.. http://terivolini.blogspot.it/2011/06/io-mi-faccio-in-quattro-per-i-si-e-tu.html

ESSERE UNO CON LA TERRA Mostra, Installazioni Manifesti d'artista, Convegno in difesa dell'ambiente Nell'ambito di della Fiera per le energie rinnovabili Energetica - 1 al 5 giugno presso EFAB Tito (PZ) area industriale – Servirsi della propria immagine per stimolare nuove percezioni della realtà, nuovi pensieri, nuovi stili di vit. Opere ed installazioni di Teri Volini in qualità di testimonial dell'Arte a favore dell'ambiente ESSERE UNO CON LA TERRA: Mostra e convegno http://terivolini.blogspot.it/2011_06_01_archive.html

76


IO MI FACCIO IN QUATTRO PER I SÌ, E TU? MARCIA PER I BENI COMUNI - Partecipazione di Teri Volini e C e n t r o A r t e e C u l t u r a D e l ta 6 giugno 2011 - Potenza La moltiplicazione dell’immagine dell’Artista, in qualità di testimonial dell’Arte in difesa della natura, va considerata affermativa del concetto che L’Opera d'arte nel 3° millennio debba coniugare il valore estetico con quello comunicativo, servirsi della sua potenza espressiva per far riflettere, riacquistare il senso perduto o attutito di una comune responsabilità, risvegliando la consapevolezza di essere parte di un tutto da cui dipendiamo ed in cui è indispensabile attivarsi per realizzare un cambiamento.http://terivolini.blogspot.it/2011/06/io-mi-faccio-in-quattro-per-i-si-e-tu.html

ESSERE UNO CON LA TERRA IO SONO UNO CON GLI ALBERI, 50 piccoli germogli per l'opera collettiva Installazione di 2 pannelli mt 3,20 x 2 a seguito di intensivo percorso didattico Doppia mostra di opere in difesa della natura e grande installazione con 50 piccoli germogli per l'opera collettiva: EFAB , Tito e Scuola Primaria S.Maria di Pz- giugno - settembre 2011 Installazione: sempre visibile sulla facciata esterna - via Lazio

Un’opera collettiva per contribuire a nuovi comportamenti nei confronti del pianeta a cominciare dal personale, dal quotidiano e dal locale, sottolineando l'importanza e l'efficacia dell'arte quale attivatrice di attenzione, conoscenza e consapevolezza, grazie allo speciale linguaggio che possiede. http://terivolini.blogspot.it/search?q=efab+2011

77


IO SONO UNO CON IL SOLE, a living sculpture in 90 per l'opera di autocoscienza collettiva http://www.terivolini.it/html/coscienza_uno_sole.html L'opera collettiva IO SONO UNO CON IL SOLE, Pannello mt 1,60 x 2,60

78


Sulla falsariga delle precedenti opere -installazioni - azioni simboliche - manifesti d'artista: -in difesa dell'aria http://www.terivolini.it/html/io_sono_uno_aria.html -in difesa dell'acqua http://www.terivolini.it/html/io_sono_uno_acqua.html -in difesa dell'acqua pubblica, http://www.terivolini.it/html/coscienza_uno_acqua.html -in difesa degli alberi e delle foreste http://www.terivolini.it/html/io_sono_uno_alberi.html -in difesa degli alberi e delle foreste, opera collettiva http://www.terivolini.blogspot.com/

prevede la compartecipazione di 90 persone che condividano la dichiarazione La living sculpturesottolinea che Il futuro è nel sole e nelle energie alternative e rinnovabili; Sole nella sua realtà di primaria fonte di vita per l'intero sistema di cui facciamo parte; Sole come massima fonte di energia; Sole come metafora di luminosa saggezza da augurare ad una Umanità che finalmente decida di salvare se stessa e il pianeta con scelte più giuste e non manipolate.

GIU' LE MANI DAI BENI COMUNI, difendere i beni di tutti a costo di “digrignare i denti” pannello mt. 1,60 x 2,60 ca Totem cm 100x180 con maschera di cinghialessa-gorgone e irradiazioni triangolari con impressi i principali “beni comuni”, patrimonio di ciascun essere umano - cartone bianco-nero–rosso, legno, pennarelli, viti. Una spaventosa cinghialessa-gorgone digrigna i denti contro chiunque voglia appropriarsi dei beni comuni, passando sopra - per interessi personali o lobbistici – ai diritti fondamentali della Terra e dell'Umanità.

MESSAGE IN THE BOTTLE - Marina di Camerota – Installazione in arte coinvolgente, con bottiglie di riciclo in vetro trasparente , tappi di sughero e carta , tutto di riciclo per messaggi alla Madre Terra -Agosto 2011 Inviamo un messaggio nella bottiglia per ritrovare e comunicare il senso perduto del collegamento con gli altri esseri e con la natura. 79


PERCORSI SVELATI Grande Installazione –Evento nell’Evento tradizionale “Sulle tracce degli Arabi” - Pietrapertosa – Piccole Dolomiti Lucane agosto - settembre 20 11 Segno dei nuovi tempi è riconoscere che lo Sguardo dell'Altro/a in qualche modo ci appartiene e necessita di attenzione e di rispetto … Nell'ambito della singolare manifestazione “Sulle tracce degli Arabi” -10/12 Agosto2011- nel cuore di Pietrapertosa, suggestivo borgo nelle Dolomiti Lucane, l'artista performer Teri Volini presenta Percorsi svelati, Installazione-Azione Simbolica in Arte Coinvolgente, Body Art, Public Art. L'Opera è stata creata ad hoc, in piena sinergia con il posto, che non solo si presta come perfetta scenografia, ma nel quale l'opera si fonde permettendo - in accordo con i luoghi e le sue tradizioni - un'originale versione della sua decennale ricerca sul Velo e sulle culture “altre”. http://terivolini.blogspot.it/search?q=+PERCORSI+SVELATI,+%E2%80%9CSulle+tracce+degli+Arabi%E2% 80%9D

80


Ottobre 11 DICHIARAZIONE D’IDENTITÀ ,Essere Uno con tutti i popoli della terra Grande Installazione presso il Be Good, Potenza - settembre Azione Simbolica in Body Art, Public Art, Urban Art, Arte Coinvolgente Progetto di unione, presupposto di un approccio diverso, più libero e costruttivo, al mondo e ai rapporti tra i popoli che lo abitano, nel quale finalmente il denominatore comune sia la pacificazione nella giustizia. La DICHIARAZIONE D’IDENTITA’ non solo corregge e allontana qualsiasi tentazione di quel nazionalismo castrante e separante che tanti danni ancora produce, ma in più spinge a comprendere ed accettare il concetto di ONENESS, il senso dell’UNIONE tra tutti gli esseri che non può più attendere di essere realizzata.http://www.terivolini.it/html/dichiarazione_dell_identita.htm

ESTRAPOLAZIONI D'IDENTITÀ Each one of us must work for people freedom –tocca ad ognuno/a lavorare per la libertà - e la dignità -dei popoli

estrapolazione d'identità afgana 2001

estrapolazione d'identita' algerina 2001 /estrapolazione d'identita'tibetana 2003 estrapolazione d'identita' rom settembre 2010 estrapolazione d'identita' cinese ottobre 2010 estrapolazione d'identita' birmana novembre 2010 estrapolazione d'identita' britannica dicembre 2010 estrapolazione d'identita' libica febbraio 2011 estrapolazione d'identita' tibetana ottobre 2011 estrapolazione d'identità palestinese novembre 2011 estrapolazione identita siriana 5 febbraio 2012 http://www.terivolini.it/html/estrapolazione_id.html http://www.terivolini.it/html/dichiarazione_dell_identita.htm

81


ESTRAPOLAZIONE D'IDENTITA' TIBETANA MARCIA SILENZIOSA PER LA LIBERTA’ DEI POPOLI E DELLE MINORANZE OPPRESSE -22 ott. '11 -ROMA SOCIETA’ LIBERA http://terivolini.blogspot.it/2011/10/immagini-partecipazione-alla-marcia.html

Art &Design GOCCE DI LUCE Dischi pensili diametro cm 60 - stampa diretta o pellicola su lastra di plexiglass o vetro infrangibile Le sculture policrome discoidali retroilluminate evidenziano la peculiarità cellulare di "costruzione" delle immagini, la policromia, il movimento e la magia delle opere pittoriche dell’Artista, esplorandole ed estrapolandone dei particolari. Ingranditi di volta in volta, vengono riprodotti con raffinate tecniche di scansione e stampa su una speciale pellicola e poi su dischi in plexiglass, che possono essere sospesi a finestra o retroilluminati, formando così una scultura luminosa semplice quanto originale e di grande effetto visivo. http://www.terivolini.it/html/gocceluce.html

82


SCULTURE POLICROME RETROILLUMINATE Le Sculture policrome retroilluminate evidenziano la peculiaritĂ cellulare di "costruzione" delle immagini, la policromia, il movimento e la magia della opere pittoriche di Teri Volini, esplorandole amorevolmente ed estrapolandone dei particolari, rivisitati come attraverso una lente ravvicinata. I particolari di volta in volta scelti, con le piĂš avanzate tecniche di grafica e di stampa vengono ingranditi e riprodotti su lastre in plexiglass, poi retroilluminati, formando cosĂŹ una scultura luminosa originale e di grande effetto visivo. In progetto, pannelli, porte, pareti mobili o controsoffittature retroilluminate di grande bellezza, incorniciando le lastre in plexiglass o sospendendole a soffitto

83


I PORTALI DELLA BELLEZZA a Living Sculpture L’Installazione Luminosa è stata creata ad hoc per un antico convento restaurato, Stele opalescenti retro - illuminate cm 160x40 Ccolonna di luce e colore di cm 200x 25 Basi delle stele e della colonna in legno naturale lucidato Convento Wine Space di Barile, Pz - 27 settembre-20 ottobre 2013 Viene disvelata la policroma bellezza delle splendide vetrate delle chiese medievali, cui l’artista si è ispirata. La policromia è frutto dei colori delle opere pittoriche di Teri Volini, tramite l’enfatizzazione di alcuni intensi particolari, che in bella sinergia ben esprimono la suggestiva affermazione di Ekkart Tolle “I fiori sono l’Illuminazione delle piante” . Album: https://www.facebook.com/teri.volini/media_set?set=a.642192872468790.1073741828.1000003 42495094&type=1

84


TESTIMONI ILLUSTRI per un’Opera di autocoscienza collettiva INSTALLAZIONE cm. 130x400 Fotocomposizione digitale - Writing in rosso e nero su bianco Barchette in carta velina e figurine di Gesù e Maria su drammatico Mare /Nastro Rosso Installazione di Teri Volini per l’ Evento Basilicata Ponte sul Mediterraneo organizzato da Art&venti 2012 e Yinsieme Novembre– dicembre 2013 - Pinacoteca provinciale - Pz L’artista utilizza ancora una volta la sua cifra stilistica fondamentale, il Nastro Rosso protagonista di molte sue social sculptures, performances e installazioni. http://www.terivolini.it/html/performances.htm Solitamente simbolo dell’Energia vitale che scorre nel corpo dei viventi e in quello della Madre Terra, IL RITMO DEL FUOCO http://www.terivolini.it/html/performances2.htm LA RAGNATELA http://www.terivolini.it/html/performances3.htm a volte schiacciato e mortificato dalla nostra indifferenza, DOC PIETRA PZ http://www.terivolini.it/html/performances17.htm Il Nastro Rosso si presta stavolta a simboleggiare il Mare Nostrum, arrossato dalle innumerevoli vite in esso disperse nel corso delle tragiche traversate in fragili imbarcazioni e in condizioni ai limiti dell’umano che ancor oggi, nel 3° millennio, la follia umana produttrice di guerra, malvessazioni, tirannia, miseria… rende possibili.

BLOG Teri Volini - cui è possibile iscriversi solo con l’inserimento del proprio indirizzo mail- : http://terivolini.blogspot.it/2013_11_01_archive.html Evento su fb https://www.facebook.com/events/234078066752140/ link sito web dossier extra: http://www.terivolini.it/html/extra.html

85


86


Art&Design ARCO RELAXARTE® Marchio registrato Camera di Commercio 2009 Presentazioni: Potenza, Galleria St. Graal – febbraio 2007 Potenza, Galleria Idearte - Mostra personale - marzo ‘07 Tito - Fiera Campionaria, 2008 - 1 prototipo Arco RelaxArte: Guglielmo Tell® -piastra rettangolare in ferro, modellata in forma semicircolare, verniciata in colore nero, rifinita in vernice oro, misura cm. 252 x cm. 40 -altezza cm.80, spessore mm.3 -freccia realizzata con barra in ferro della lunghezza cm. 185, 50 a spessore cm.1, 50 saldata alla struttura, verniciata in nero e decorata con motivi in vernice color oro -rivestimento della parte superiore in gomma rigata nera, profumata con essenza e incollata al metallo con colla ecologica., oppure pelliccia ecologica nera.

87


2 Arco RelaxArte/2 - VajraVarahi ® -piastra rettangolare in ferro verniciato in colore nero, modellato in

forma

semicircolare, misura cm. 250 x cm. 40-altezza cm. 76, spessore mm.4 -barra/e in ferro saldata alla struttura, verniciata in nero, spessore cm.1,50, lung. cm. elemento decorativo in sospensione: cristallo sospeso centralmente - verniciatura naturale – ad acqua – in colore neroopzione: rivestimento della parte superiore in stoffa o pelliccia ecologica colore nero -incollaggio realizzato tramite colla ecologica.

Arco RelaxArte 3 Ragnatela® -piastra rettangolare in ferro verniciato in colore nero, modellato in

forma

semicircolare, misura cm. 252 x cm. 40- altezza cm. 76, spessore mm.4 elemento artistico: ragnatela tessuta a mano in filo e cristalli, sospesa ad anelletti saldati alla struttura verniciatura naturale in colore nero

Arco RelaxArte 4 - Meditazione® verniciato in colore nero, modellato in forma semicircolare, misura cm. 252 x cm. 40- altezza cm. 76, spessore mm.4 - verniciatura naturale in colore nero elemento decorativo: porta-candela/brucia incenso saldato alla struttura con decorazioni simboliche – opzione:rivestimento parte superiore: stoffa o pelliccia ecologica

Arco RelaxArte/5 Scultorea ® piastra rettangolare in ferro verniciato in colore nero, modellato in

forma

semicircolare, misura cm. 252 x cm. 40 -altezza cm. 76, spessore mm.4verniciatura naturale – ad acqua – in colore neroelemento artistico: scultura in materiali vari saldata alla barra in ferro

88


Arco RelaxArte/6 - Ventaglio® piastra rettangolare in ferro verniciato in colore nero, modellato in

forma

semicircolare, misura cm. 252 x cm. 40 - altezza cm. 76, spessore mm.4 verniciatura naturale – ad acqua – in colore nero elemento decorativo: raggiera in fili colorati sospesa ad anelletti saldati alla struttura

Arco RelaxArte/7 - Armonie® piastra rettangolare in ferro verniciato in colore nero, modellato in

forma

semicircolare, misura cm. 252 x cm. 40 - altezza cm. 76, spessore mm.4 verniciatura naturale – ad acqua – in colore nero oppure rivestimento parte superiore in stoffa elemento artistico: 7 corde musicali tese nella parte interna della struttura chiave di violino e note musicali in ferro o legno in parte saldate alla barra interna in ferro e in parte incollate su una base in legno

Arco RelaxArte/8 - Aiace® - piastra rettangolare in acciaio modellato in forma semicircolare, misura cm. 252 x cm. 40 -altezza cm. 76, spessore mm.4

Materiale di base: acciaio lucidato o

spazzolato - Materiale alternativo: Acciaio CorTen

89


Art&Design Scaffale - libellula Anche uno spazio minimo come il vano di un balcone in appartamento può diventare un sostegno trasparente per cose belle: piccoli oggetti, collezioni di minuscole bottiglie di profumo, un antico manoscritto tibetano, candele/ninfea, porta-incensi e statuine in argilla, pietra o carta sembrano sospese, quasi galleggianti nella luce del tramonto … Realizzata dall’artista designer con un progetto ad incastro e su misura, la fragilità delle sottili lastre in plexiglass trasparente è stata compensata con un sostegno del tutto inusuale: un porta -cd in acciaio brunito, utilizzato come spina dorsale della struttura

90


PROGETTI in attuazione

IL MURO DELLA PACE, a Living Sculpture Let’s take space to peace (diamo spazio alla pace) L'arte può trasformare una struttura cittadina che abitualmente non offre stimoli positivi in uno strumento privilegiato per comunicare importanti messaggi e favorire la crescita personale e sociale.

LA COLONNA CELESTE 1-2, a Living Sculpture scultura sostitutiva delle usuali colonne celebrative della modalità guerriera conquistatrice e distruttrice - con una colonna / monumento di luce. Materiali: argilla, marmo, pietra o bronzo. L'innovazione viene attuata tramite l’istoriazione della colonna con parole e frasi sintonizzate sulla celebrazione della la vita, della bellezza e della gioia, sui valori umani e spirituali.

LA DOPPIA ELICA DELLA VITA Scultura oscillante in carta velina e writing azzurro e oro - lunghezza/altezza mt.8 x cm 45 ca. La scultura ipotizza un DNA leggero e danzante,

portatore di

frequenze di amore, di gioia e di armonia

STELE DI PACE - Peace pole, a living sculpture Stele in materiale plastico o legno , acciaio corten etc mt 2 ca La STELE di PACE (PEACE POLE),rappresenta la possibilità di realizzare la pace nel mondo ne è stata posta una

in Assisi, appositamente portata

in

rappresentanza della città di Potenza: sulle 4 facce , la scritta in nero e oro che la pace regni sulla terra in italiano, inglese, arabo e giapponese, a simboleggiare l'unione tra i popoli.

91


92


ENERGIA DI GUARIGIONE, a Living Sculpture Dimensioni: mt 2,50 di altezza x 150 di larghezza ca. L’Opera si intende monolitica, con opportuno ancoraggio alla fondazione Uno straordinario Nastro

Rosso

si snoda con

lucente potenza simbolica nella

versione scultorea proposta per l'opera Energia di guarigione

Esso ha la

prerogativa di essere percepito come Simbolo di Vita innanzitutto per il suo colore, che rimanda al sangue che scorre nel corpo degli esseri viventi Essa viene realizzata piegando una lamiera di acciaio COR-TEN dello spessore di 10 mm. La principale dell’acciaio COR-ten è quella di auto-proteggersi dalla corrosione elettrochimica, con ottimi risultati in esterno.

93


94


IL MONUMENTO ALLA DONNA IGNOTA, a Living Sculpture

Il passato delle donne assomiglia ad una conchiglia. Portandola all'orecchio e grazie a molta concentrazione, si riesce a coglierne un brusìo segreto, una sorta di mormorio ... Sono le donne che si rispondono di secolo in secolo; da un'epoca, da una civiltà all'altra, con una voce che essenzialmente è sempre la stessa. Soltanto oggi siamo arrivati a comprendere che si tratta di una voce unica .. Sono stati progettati diversi modelli per questo monumento, in forma di scultura o di memoriale. Tutti sono caratterizzati dalla presenza di innumerevoli nomi di donne, nelle diverse lingue delle tante nazioni, di tutti i tempi, incisi, dipinti o scolpiti secondo un'onda ideale che crea a sua volta una forma significante e significativa. La scelta del materiale e le dimensioni dipendono dall'enfasi che si vuol dare al monumento e dal luogo in cui l'Opera è collocata. Nella sua versione di memoriale, la maggiore dimensione abbraccia il luogo stesso, in una feconda interazione con l'ambiente urbano, condizionando architettonicamente la piazza o comunque la struttura urbana in cui viene collocato, o adeguandosi alla conformazione del luogo e alle sue caratteristiche.

95


NCP NON CASUALE È LA PACE”®MONUMENTO, a Living Sculpture Dimensioni h mt. 6 ca. Diametro basamento: mt. 3 ca. Materiali: ferro (lance), bronzo (girotondo di mani). Basamento in mosaico.

Dapprima percepite come simbolo di aggressività, le sette lance realizzate in ferro dipinto appaiono poi tenute a freno da un girotondo di mani, simboleggianti l’amicizia tra gli esseri umani, l’accordo e la buona volontà. L’istinto di morte può essere neutralizzato e trasformato dall’Opera di Pace.

96


Quale auspicio potente di queste nuove modalità, le lance sono dipinte nei sette colori della pace: essi concretizzano l’energia, l’armonia e la gioia di vivere. Le sette lance sono innestate su un basamento circolare che rappresenta il globo terrestre, circondato da una teoria di parole che sottoscrivono la pace nelle varie lingue del mondo La bellezza, l’originalità e la suggestione dell’opera sono evidenziate dalle grandi dimensioni, che focalizzano l’attenzione e stimolano la comunicazione del messaggio di cui l’opera stessa è portatrice.

modello per NON CASUALE È LA PACE”® MONUMENTO

97


ANTENNA DI PACE® a Living Sculpture monumentale

Si tratta di una struttura da collocare in un luogo cittadino di estrema visibilità allo scopo di comunicare il suo potente messaggio: l'importanza della pace in tutte le nazioni del mondo. La stele - una snella piramide a base esagonale - mostra all'osservatore sei facce tringolari dell'altezza di circa m.5; esse sono in marmo chiaro e portano incise ciascuna verticalmente la frase: pace sulla terra in alcune lingue del mondo: italiano, arabo, francese, giapponese, inglese e spagnolo.. La stele si propone come indicatore del nuovo orientamento che la società civile più evoluta deve avere e per questo essa poggia simbolicamente su una base su cui è riprodotta una rosa dei venti.

render x ANTENNA DI PACE®, a Living Sculpture monumentale

98


L'ABBRACCIO DELLA NATURA, a Living Sculpture Dimensioni indicative: Albero/Onda cm 270 x 50 ca Realizzato in legno sagomato e dipinto in verde / azzurro per interno, e in lamiera di acciaio CorTen per esterno. L'azzurro del cielo e delle acque, il verde della vegetazione e dei boschi

in stretta sinergia simbolica e coloristica, sono gli

elementi ispiratori della scultura l'Abbraccio della natura:un grande Albero dal fusto verde, degradante in una chioma azzurra

a piccole "onde" armoniose.

Un germoglio luminoso, occhieggiando sulla cima dell' Albero/Onda, invia un messaggio di rinnovamento, di speranza, di guarigione. Peculiarità dell’acciaio COR-ten è quella di auto-proteggersi dalla corrosione elettrochimica, con ottimi risultati in esterno

Renderdell’opera inserita in ambiente interno

99


STELE POLICROME RETROILLUMINATE In esterno- plexi e acciaio CorTen nella misura indicativadi cm 200x 60 ciascuna. Alcuni particolari da opere pittoriche dell’artista sono riportate con raffinate tecniche - su grandi pannelli in plexiglass. Le stele per interni sono sostenute da un pannello in legno dipinto o naturale auto- portante, quelle per esterno da una lastra di acciaio CorTen auto- portante. La principale peculiarità dell’acciaio CORten è quella di auto-proteggersi dalla corrosione elettrochimica. Questo tipo di acciaio è ideale per la realizzazione di sculture grazie alle caratteristiche meccaniche del materiale, all'alta resistenza alla corrosione e alle particolari tonalità cromatiche.

100


Stele in ambiente interno - plexi e legno

101


ed inoltre:

Il Volo dell’Angelo Tessitore, progetto sul territorio

Domus de Janas (Il Cappello della Madre Terra), a Living Sculpture

La Forma del Cuore, a Living Sculpture - Scultura multipla

La Doppia Elica della Vita, a Living Sculpture

Targhe speciali

Il Nido del falco

In un Cubo la Bellezza

Il Ritorno delle Fate

Tracce

Il Respiro dell'Universo Arigato ZaŃ—sho

102

Social sculpture  

social sculpture

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you