Page 1

BolognAIL news

Periodico dell’Associazione Italiana contro le Leucemie - linfomi e mieloma Sezione di Bologna Onlus

Anno 19 - Numero 01 - Marzo

Assistenza

Più solida grazie a Cittadini, Aziende, Fondazioni speciale

Campagna Uova di Pasqua AIL 2014

Parte la Campagna

“ADOTTA UN RICERCATORE” “Sostenere la Ricerca oggi significa guarire il Malato di domani”. Sante Tura


Editoriale di Sante Tura

In copertina Sante Tura con i Ricercatori dell’”Istituto L. e A. Seràgnoli” Anno 19 n. 01 Foto di Federico Tais (pag. copertina2-3-4-11) Foto di Adriana Tuzzo (pag. 8)

Segreteria e informazioni BolognAIL Tel. 051.397483 - Fax 051.346509 e-mail: info@ailbologna.it www.ailbologna.it Direttore responsabile Rita Bonaga Grafica e impaginazione Federica Baldazzi info@federicabaldazzi.it Stampa Azeta print Service - Bologna Tel. 051 582022 Redazione Alessandra La Palombara Elisabetta Castellari Francesca Tramontano Paola Melle Direzione BolognAIL c/o Istituto di Ematologia e Oncologia Medica “L. e A. Seràgnoli” Via Massarenti, 9 - 40138 Bologna Tel. 051 397483 - Fax 051 346509 Consiglio Direttivo BolognAIL Presidente Sante Tura Vice Presidenti Luigia Bulgarelli Rocco di Torrepadula Achille Contedini Isabella Seràgnoli Tesoriere - Segretario Alberto Romani Consiglieri Michele Baccarani Marcello Bione Mauro Checcoli Maria Teresa Garotti Bondi Paola Gianni Martini Giorgio Guazzaloca Mario Jacchia Aldo Cecilia Loiacono Raffaele Poggeschi Giorgio Santi Alessia Verga Sassoli De’ Bianchi Silvia Zini Collegio dei Revisori Ermanno Era Massimo Gambini Gian Luca Nanni Costa COME SOSTENERCI • Bonifico bancario intestato a BolognAIL ONLUS: - CARISBO SAN PAOLO IBAN: IT 76 Y 06385 02428 100000003024 - UNICREDIT IBAN: IT 79 V 02008 02474 000002997827 - C. C. Postale n° 21632401 - Per il tuo 5x1000 - C.F. 80102390582 • Donazione continuativa con bonifico automatico (RID) Scegliendo la domiciliazione bancaria (RID) donerai in modo automatico e con cadenze regolari trimestrali, semestrali o annuali - un importo a tua scelta a BolognAIL, senza alcun costo aggiuntivo presso la maggior parte degli Istituti bancari. • Tramite un’offerta in contanti, con assegno bancario, con bancomat o carta di credito nella nostra sede all’Istituto “L. e A. Seràgnoli” del Policlinico Sant’Orsola • Con carta di credito su www.ailbologna.it Le donazioni da parte di individui e aziende sono deducibili o detraibili ai sensi della normativa fiscale vigente (Art. 14 del D.L. 35/2006).

Sante Tura

Un passo avanti nella cura delle leucemie acute

L

a guarigione della leucemia acuta, mieloide e/o linfoide è sempre stata al primo posto per importanza nella graduatoria dei nostri obiettivi di ematologi. Questo perché è una patologia che compare senza preavviso e può interrompere la vita in pochi mesi. Colpisce tutti ad ogni età dal neonato al nonno novantenne. Da spettatore, l’ematologo è diventato attore nella lotta alla leucemia acuta a metà degli anni ’90. Le prime guarigioni furono osservate nei bambini con leucemia acuta linfoide. Successivamente i risultati terapeutici sono migliorati anche negli adulti ma la terapia delle leucemie acute non ha fatto i progressi registrati nella cura della leucemia mieloide cronica, dei linfomi e dei mielomi. Fra tanti ostacoli al raggiungimento della guarigione delle leucemie acute mieloidi c’è l’età. La terapia attuale della leucemia acuta è altamente tossica al punto che un Paziente anziano non può tollerarla. O quanto meno ne tollera la metà (vale a dire una prima fase e non il consolidamento).

Ricordo che entrambi le fasi induzione e consolidamento della terapia sono indispensabili per ottenere il risultato. Ultimarne una sola (la prima) significa erogare una terapia insufficiente per raggiungere la guarigione. Come si può sostituire il 2° segmento del protocollo di terapia della leucemia mieloide acuta insorta nell’anziano? A questa domanda risponde con i risultati del gruppo dei Ricercatori del Seràgnoli che si occupano di terapia cellulare, Antonio Curti, nel suo articolo pubblicato in questo numero del periodico di BolognAIL (vedi pag. 5). Curti descrive come sia possibile utilizzare cellule al posto dei farmaci per spazzare via le cellule leucemiche residue dopo i primi cicli di terapia. Questo nuovo approccio terapeutico è senza tossicità. I risultati ottenuti hanno concretizzato l’ipotesi di lavoro e hanno messo a disposizione della comunità scientifica internazionale un nuovo strumento terapeutico che include anche le persone anziane affette da leucemia acuta nel gruppo di Coloro che possono sperare di guarire.


BolognAIL

“Adotta un Ricercatore” Grazie a te, possiamo continuare a trovare le cure futuro! 30 persone impegnate nella Ricerca Scientifica all’interno dell’Istituto “L. e A. Seràgnoli” sono sostenute da BolognAIL grazie ai contributi e alla generosità dei Cittadini, delle Aziende e delle Fondazioni di Bologna e della provincia! Supportare la Ricerca Scientifica sui tumori del sangue oggi è più facile: parte la Campagna “Adotta un Ricercatore” per sostenere i Ricercatori finanziati da BolognAIL. Un anno di lavoro di ciascuno di loro ha un costo

Un particolare di un Laboratorio di Ricerca dell’Istituto “L. e A. Seràgnoli”

Chi siamo BolognAIL ONLUS è una delle 82 sezioni autonome di AIL, Associazione Italiana contro le Leucemie – linfomi e mieloma. È un’Associazione di Volontariato,senza fini di lucro. Costituita nel 1992, l’Associazione ha sede presso l’Istituto di Ematologia “L. e A. Seràgnoli” del Policlinico S. OrsolaMalpighi di Bologna. La MISSIONE di bolognail • Ricerca Sostenere la Ricerca Scientifica sulle Leucemie, i Linfomi, i Mielomi e le altre Emopatie Neoplastiche. • Assistenza Offrire Servizi di Assistenza SocioSanitaria gratuiti ai Pazienti oncoematologici e - loro Famiglie. • Sensibilizzazione Sensibilizzare la società civile sull’importanza del Volontariato e dell’impegno sociale.

che varia dai 15.000 ai 20.000 euro. CAMPAGNA ADOTTA UN RICERCATORE Il fine di BolognAIL è quello di curare i Tumori del Sangue e di migliorare la vita dei Pazienti onco-ematologici. La Ricerca Scientifica è lo strumento più efficace per raggiungere questo obiettivo! Spesso i finanziamenti pubblici non sono sufficienti a coprire i costi della Ricerca Scientifica che può essere svolta in Italia. Dal 1992 (anno in cui è stata fondata), BolognAIL contribuisce a finanziare i progetti di Ricerca svolti all’interno dell’Istituto “L. e A. Seràgnoli”. Patologie onco-ematologiche che solo qualche decennio fa erano incurabili, oggi possono essere curabili e a volte anche guaribili: le curve di sopravvivenza di alcune malattie (quali la Leucemia Mieloide Cronica o la Leucemia Acuta Promielocitica) parlano chiaro e danno moltissima fiducia nel potere della Ricerca e nel

Puoi: • Adottare o contribuire a sostenere il lavoro di un Ricercatore con una donazione libera • Sottoscrivere un RID Bancario e donare ogni mese una o più giornate di Ricerca sui Tumori del Sangue • Sostenere

la

Campagna

di

Crowdfunding “Adotta un Ricercatore”: tutte le novità sul nostro sito web! La Ricerca può cambiare la vita di chi si trova ad affrontare Leucemie, Linfomi e Mielomi! “Adotta un Ricercatore”: perché una malattia non deve interrompere una vita.

PER INFORMAZIONI 051 397483 info@ailbologna.it www.ailbologna.it

BolognAILnews 3


Ricerca

Ricerca va scritto con la lettera maiuscola Non blocchiamo la speranza in un futuro migliore

Il Prof. Cavo e il Prof. Tura con un gruppo di giovani Ricercatori

I

n medicina, come in molte altre branche, Ricerca significa progresso delle conoscenze, progresso delle conoscenze significa scandire il cammino verso la guarigione delle malattie. Il Collega Medico dell’800 vigilava con grande partecipazione allo sfebbramento di un Paziente con tifo addominale, incapace com’era di modificare il decorso della malattia spesso seguiva il Paziente vegliando al suo capezzale tutta la notte sperando nella defervescenza. Oggi curiamo la medesima infezione con antibiotici e qualcuno potrebbe dire che trascuriamo il Paziente ma ciò è dovuto al fatto che dopo la diagnosi e la corretta somministrazione di cloramfenicolo la guarigione è certa. è questa una aneddotica premessa per affermare che senza i risultati della Ricerca non c’è progresso, senza Ricerca non c’è guarigione o recupero da tante patologie anche da quelle apparentemente più banali. Ad esempio la frattura del femore, un tempo non lontano, significava trascorrere il resto della vita in una “carrozzel-

4 BolognAILnews

la”. Oggi dopo una settimana il Paziente è in piedi. A che cosa dobbiamo questo? Alla Ricerca, ai risultati ottenuti con l’impiego di persone che hanno dedicato, nel silenzio e nell’anonimato, il meglio delle loro capacità. Ricerca va scritta con la lettera maiuscola. Essa non è una parola scritta sulle nuvole, è lo strumento che accompagna la nostra vita, è indispensabile come l’alimentazione. Va ricordato e riba-

dito che se molti malati di leucemie, linfomi e mielomi oggi guariscono è perché molti Ricercatori hanno fornito ai medici i mezzi per curare al meglio i Pazienti. Per questo e molti altri motivi non è possibile bloccare la Ricerca per mancanza di fondi perché significherebbe eliminare la speranza per tutti noi in un futuro migliore e questo non possiamo permettercerlo. Sante Tura

Perché ho deciso di adottare un progetto di Ricerca È bella l’immagine che l’AIL ha scelto per sé di un albero che ha tre grandi rami: Ricerca- Assistenza-Sensibilizzazione. La linfa è la stessa e viene elaborata dalle radici che, per vivere, hanno bisogno di una terra fertile. Ognuno di noi può contribuire a questa fertilità: può decidere, cioè, se essere “fertile” oppure no, se vivere solo per sé stesso o in intreccio agli altri, vedendo in ciò che capita ad ognuno qualcosa che riguarda tutti. Questa è la radice profonda della nostra civiltà occidentale dove il messaggio cristiano dell’alterità è misura del nostro io. Non si tratta dunque di una carità interessata per mettersi a posto la coscienza, ma di gesti per costruire una società dove ogni bambino dovrebbe essere figlio di tutti e ogni anziano nonno di tutti. In questo senso sono davvero intrecciate la Ricerca che può spianare ed aprire sempre nuove strade, l’Assistenza che è il modo per dare effettiva vicinanza, la Sensibilizzazione per l’opera culturale che è necessaria: l’esatto contrario de “io speriamo che me la cavo” che sembra essere oggi lo slogan dominante. Il mio è dunque un invito ad ampliare questa larga “famiglia” dell’AIL dove ognuno può trovare il suo posto. Per questo, quando nel 2010 sono stato colpito da leucemia philadelphia positiva (LAL-Ph), entrato in contatto con la grande famiglia dell’AIL, ho deciso di finanziare una borsa di studio, nell’ambito della Ricerca, intitolata “L’inibizione dell’interazione P53-MDM2 mediante NUTLIN 3A”, cioè l’attivazione del P53 (che possiamo chiamare “guardiano” del genoma) che ricopre la funzione di soppressione tumorale. In questi quattro anni sono stato costantemente aggiornato sull’avanzamento di tale Ricerca che sta dando buone indicazioni per una strategia terapeutica antitumorale mediante piccole molecole. Roberto Verdino - Sostenitore


Ricerca

L’impiego di cellule anziché farmaci nella cura delle Leucemie Acute Dall’immunoterapia una possibilità per la cura del Paziente anziano

L

a terapia attuale della leucemia acuta mieloide (LAM), basata su uno o più cicli di chemioterapia, e, successivamente, sull’impiego del trapianto sia autologo che allogenico, è in grado di guarire un numero significativo di Pazienti. Purtroppo, per i Pazienti di età superiore a 60-65 anni, che pur raggiungono la remissione completa, ossia l’apparente scomparsa della malattia (ecco perché parliamo di remissione e non di guarigione), la possibilità di consolidare tale risposta con il trapianto di cellule staminali è limitata. Pertanto, la condizione di remissione completa RC è di breve durata ed esita spesso nella recidiva della malattia. In questa ottica, terapie basate sul sistema immunitario (immunoterapia) possono sfruttare meccanismi biologici differenti, e potenzialmente più efficaci, rispetto alla chemioterapia convenzionale. Tali strategie si sono dimostrate efficaci soprattutto nel controllo della malattia residua minima, ovvero di quella piccola quota di cellule leucemiche, che resiste alla chemioterapia e che, se non eradicata, conduce invariabilmente alla ricaduta. Recenti studi hanno dimostrato che una sottopopolazione di linfociti circolanti, quali le cellule Natural Killer, ottenuta da un donatore, esercitano un’importante azione tossica sulle cellule leucemiche. Per questo motivo, risulta razionale il

tentativo di utilizzare cellule NK da donatore famigliare per aumentare l’effetto terapeutico della chemioterapia contro la leucemia, soprattutto in Pazienti anziani, che hanno ottenuto la RC. Nel nostro Istituto è quindi iniziato uno studio clinico di immunoterapia con cellule NK in Pazienti anziani affetti da LAM ad alto rischio. Il programma terapeutico prevede una fase di chemioterapia cui fa seguito l’infusione di cellule NK. Oltre 50 Pazienti affetti da LAM ad alto rischio sono stati inseriti nello studio e sottoposti a screening con i famigliari. Ventitré Pazienti sono risultati aventi un donatore con le cellule NK potenzialmente in grado di esercitare il suddetto effetto terapeutico sulle cellule leucemiche del Paziente. Diciassette Pazienti di età mediana pari a 67 anni, che avevano ottenuto la RC dopo due o tre cicli di chemioterapia sono stati sottoposti a infusione di cellule NK da donatore famigliare. La procedura clinicamente è stata ben tollerata. Da un punto di vista clinico, i dati sembrano suggerire un importante e incoraggiante effetto nel prevenire la ricaduta. Infatti, nei 16 Pazienti valutabili, tale condizione si mantiene in 9 di essi con un periodo di osservazione mediano di 23 mesi. In altri due Pazienti, la fase di RC si è mantenuta per un lungo periodo, ovvero di 28 e 51 mesi, in assenza di altra terapia. I risultati preliminari di questo stu-

dio sono stati pubblicati sulla rivista ufficiale della Società Americana di Ematologia. Gli attuali risultati clinici sono oggetto di un nuovo lavoro scientifico, in corso di preparazione. Lo sviluppo di questo progetto è uno studio multicentrico, che coinvolga i principali Centri Ematologici italiani, per validare i risultati ottenuti presso l’Istituto di Ematologia Seràgnoli e confermarli su un più ampio numero di Pazienti. Antonio Curti Medico e Ricercatore CARISBO PER BolognAIL Dal 2008 la Cassa di Risparmio di Bologna (CARISBO) dona importanti contributi destinati al sostegno di progetti di Ricerca scientifica che si svolgono nell’Istituto di Ematologia Seràgnoli di Bologna. È, inoltre, partner nelle campagne di raccolta fondi, Uova di Pasqua e Stelle di Natale AIL. Con quello presentato nell’articolo in questa pagina, sono tre i progetti di Ricerca biennali che Carisbo ha sostenuto, tutti nell’ambito della Terapia Cellulare e Immunoterapia, coordinati dal Prof. Lemoli e dal Dott. Curti per il trattamento delle Leucemie Acute. Alle Presidenze e alle Direzioni Generali che si sono succedute negli anni mantenendo costante l’impegno nei nostri confronti va il nostro sentito ringraziamento.

BolognAILnews 5


Ricerca

A proposito della terapia target in onco-ematologia Lo sviluppo di farmaci per colpire specifici bersagli molecolari canismi che provocano lo sviluppo delle oncoemopatie ha permesso di individuare possibili strategie di terapia mirata (target) e di sviluppare farmaci adatti a colpire specifici bersagli molecolari. Tali bersagli sono rappresentati da molecole espresse selettivamente sulla membrana delle cellule tumorali o da proteine interne ad esse, che vanno a costituire le vie di trasmissione dei segnali intracellulari dalla superficie al nucleo (vedi figura), dove è contenuto il materiale genetico, regolatore delle funzioni della cellula.

Alessandro Broccoli

U

n farmaco antitumorale ideale deve avere la capacità di distruggere le cellule neoplasti-

che risparmiando i tessuti normali. Gli antiblastici convenzionali possiedono solo in parte queste caratteristiche: sono spesso gravati da effetti avversi (determinati dall’azione sulle cellule sane); dimostrano un’efficacia rivolta prevalentemente alle cellule in replicazione (risultando meno attivi sulle cellule quiescenti); inducono la cellula neoplastica a sviluppare resistenza nei loro confronti. L’approfondita conoscenza della biologia delle cellule tumorali e dei mec-

6 BolognAILnews

1) Anticorpi monoclonali. Hanno la capacità di legarsi a molecole tumorespecifiche espresse dalle cellule malate, inducendone l’eliminazione tramite l’azione del sistema immunitario. Il primo anticorpo monoclonale impiegato in oncoematologia è stato il rituximab, diretto verso un recettore presente sia sui linfociti B maturi sia sulle cellule linfomatose: l’uso del rituximab nei linfomi non-Hodgkin ha permesso di migliorare i tassi di risposta e di sopravvivenza rispetto alla sola chemioterapia, senza aumentare gli effetti avversi. Alcuni anticorpi monoclonali sono coniugati con atomi radioattivi e possono rilasciare una quota di radiazioni a carico delle cellule cui si legano, esplicando un effetto immunologico ed esercitando nel contempo una radioterapia localizzata. È inoltre possibile sfruttare l’anticorpo come veicolo per condurre alla cellula bersaglio sostanze tossiche che,

una volta internalizzate nella cellula, agiscono alterandone i meccanismi di duplicazione ed inducendone la morte. Nuovi anticorpi monoclonali, prodotti sfruttando tecnologie innovative, sono attualmente impiegati nelle leucemie linfoblastiche e nel mieloma multiplo. 2) Azione su vie di trasmissione del segnale particolarmente attive. Si realizza mediante farmaci in grado di contrastare l’azione di determinate molecole di segnalazione che rivestono un ruolo critico nello sviluppo delle oncoemopatie: è documentato come nelle neoplasie linfoidi siano efficaci farmaci in grado di bloccare le vie di segnalazione facenti capo al recettore B-linfocitario (di fatto un anticorpo di superficie), sia disattivando quei geni che favoriscono la sopravvivenza e la proliferazione cellulare, sia inducendo nel contempo la morte programmata (apoptosi) delle cellule maligne: risultati interessanti sono stati ottenuti con questa strategia nei linfomi in ricaduta e nel mieloma multiplo. 3) Azione su proteine di segnalazione aberranti. Determinate alterazioni del patrimonio genetico e dei cromosomi (definite mutazioni e traslocazioni) portano alla sintesi di proteine aberranti che determinano un’esaltata attività di certe vie di segnalazione, incentivando i processi di sopravvivenza e replicazione cellulare e favorendo l’automantenimento del tessuto tumorale


Ricerca

Il complesso e intricato network di segnalazione intracellulare facente capo al recettore del linfocito B: molte delle molecole coinvolte sono bersagli efficaci di terapie innovative.

indipendentemente dagli stimoli proliferativi dettati dall’ambiente circostante. La proteina di fusione BCR-ABL, marcatore della leucemia mieloide cronica, prodotto della traslocazione dei cromosomi 9 e 22, ha costituito il primo bersaglio di una terapia specifica: l’uso di inibitori di BCR-ABL, di cui l’imatinib è capostipite, ha permesso di controllare (e forse guarire!) una malattia un tempo inesorabilmente mortale. Altra proteina di fusione, prodotto della traslocazione dei cromosomi 15 e 17, si riscontra nella leucemia acuta promielocitica, malattia ad esordio improvviso ma guaribile grazie all’impiego di una terapia basata su un derivato della vitamina A (acido trans-retinoico), che legandosi al proprio recettore, coinvolto nella traslocazione, ne blocca l’effetto leucemogeno. Mutazioni che colpiscono numerose altre proteine intracellulari sono divenute il bersaglio di altrettanti inibitori, capaci di ripristinare il funzionamento di vie di segnalazione compromesse: ampio spazio hanno in

STRATEGIA Anticorpi monoclonali “freddi”

BERSAGLIO

MOLECOLA

PATOLOGIE

terapia gli inibitori di BRAF e di JAK2,

CD 20

Rituximab Obinutuzumab

Linfomi non-Hodgkin Leucemia linfatica cronica

impiegati nella leucemia a tricoleucociti

CD 19

Blinatumomab

Leucemia acuta linfoblastica

CD 38

Daratumumab

Mieloma multiplo

Oltre ad intervenire sul meccanismo

Alemtuzumab

Leucemia prolinfocitica

patogenetico e a ridurre le dimensioni

CD 20

90

Y-Ibritumomab tiuxetan

Linfomi non-Hodgkin

CD 22

Inotuzumab ozogamicin

Linfomi non-Hodgkin

del tessuto patologico, una terapia in-

CD 30

Brentuximab vedotin

Linfomi non-Hodgkin

CD 33

Gemtuzumab ozogamicin

Leucemie acute mieloidi

BTK

Ibrutinib

Linfomi non-Hodgkin Leucemia linfatica cronica

PI3K

Idelalisib

Linfomi non-Hodgkin

mTOR

Temsirolimus

Linfomi non-Hodgkin mantellare

proteasoma

Bortezomib Carfilzomib

Mieloma multiplo Linfomi non-Hodgkin

BCR-ABL

Imatinib, Desatinib, Nilotinib, Ponatinib

Leucemia mieloide cronica

tive, sia singolarmente, sia in combina-

JAK2V617F

Ruxolitinib

Mielofibrosi

zione con la chemioterapia convenzio-

BRAFV600E

Vemurafenib

Leucemia a cellule capellute

PML-RARA

Acido Trans-retinoico

Leucemia acuta promielocitica

CD 52 Anticorpi radioconiugati Anticorpi tossine coniugati

Inibitori del signaling del recettore b-linfocitario

Inibitori del proteasoma

Inibitori delle chinasi (mutazioni, traslocazioni) Inibitore del recettore dei retinoidi

e nella mielofibrosi.

Uno spaccato attuale sulle terapie target impiegate nelle empatie maligne

dirizzata ad uno specifico bersaglio ha lo scopo di eradicare il clone tumorale, agendo su micro-localizzazioni di malattia e colpendo le cellule staminali che danno origine alla neoplasia. Risultati promettenti sono attesi dall’impiego sempre più ampio delle terapie innova-

nale. Alessandro Broccoli Specializzando in Ematologia

BolognAILnews 7


Assistenza

Assaggiatori di torte cercasi A Casa AIL c’è una torta da condividere e una fetta aspetta proprio te!

S

i è conclusa da poche settimane la Campagna “Natale Solidale” e il lavoro dei Volontari e dello staff è stato premiato con un risultato molto incoraggiante: sono stati evasi più di 500 ordini relativi ad articoli natalizi solidali (panettoni, decorazioni per l’albero, confezioni regalo…). Tantissime famiglie hanno scelto strenne solidali e 170 aziende hanno destinato a BolognAIL il budget dei regali natalizi. Anche quest’anno la campagna “Natale Solidale” si è svolta all’interno della nostra Casa di Accoglienza. Dal mese di novembre la Casa si è animata di tanti Volontari e ospiti che, ognuno nel proprio piccolo, hanno partecipato attivamente alla realizzazione della campagna. La partecipazione di tutti è stata entusiasmante e ha continuato ad alimentare l’energia dello staff di BolognAIL nel portare avanti questa campagna solidale al meglio. Conoscere l’importante destinazione di questa campagna, il mantenimento della Casa di Accoglienza, ha dato agli ospiti un ulteriore motivazione per rendersi disponibili, a “rimboccarsi le maniche” ogni giorno. Gli ospiti hanno donato il loro tempo, che in determinate situazioni risulta lento da far passare e questo li ha resi protagonisti ognuno con le proprie possibilità e disponibilità. L’opportunità degli stessi sostenitori di venire a ritirare i prodotti solidali

8 BolognAILnews

La Campagna Natale Solidale copre il 35% dei costi annuali di Casa Ail

all’interno di Casa AIL

gli ha per-

messo di entrare direttamente nella residenza, conoscere gli ambienti comuni e quindi vedere concretamente l’accoglienza della struttura. Infine la partecipazione dei numerosi Volontari, addirittura quotidiana in determinati periodi ha permesso

La fetta di torta di Alessia, Volontaria “Il Natale quest’anno ha assunto un significato diverso: grazie al mio contributo alla campagna “Natale Solidale”, mi sono sentita utile e ho apprezzato la bellezza e l’importanza del donare agli altri.”

di raggiungere il nostro importante obiettivo... Come scriveva qualcuno: “Il regalo più prezioso che possiamo fare agli altri è quello di esserci”. Grazie a tutti i sostenitori di questa raccolta fondi è stato possibile destinare € 70.000 a Casa AIL, la Casa di Accoglienza che ospita gratuitamente i Pazienti in cura presso l’Istituto di Ematologia “L. e A. Seràgnoli” ma residenti fuori città. Nel 2013 la Casa ha ospitato 161 nuclei familiari e ha permesso ai Pazienti di proseguire le cure in un luogo ospitale e adatto alle esigenze del momento.

Annamaria, nella cucina di Casa AIL


Assistenza

Un aiuto concreto senza “allontanarsi da casa” La SITE SPA sostiene il Servizio Navetta per i Pazienti di Bologna e Provincia

C

reare solidi legami con le realtà imprenditoriali del territorio è vitale per Associazioni come la nostra che si fondano sulla libera contribuzione di cittadini e aziende. Quando questi legami non solo durano nel tempo ma si rafforzano è per noi una conferma del nostro operato. è questo che è successo con SITE S.p.A., una collaborazione che va avanti dal 2005, iniziata con l’adesione dell’Azienda alle Campagne “Natale Solidale” e che dal dicembre scorso si è sviluppata nel supporto al Servizio Navetta di BolognAIL. Questo Servizio, permette ai Pazienti che non possono recarsi autonomamente in ospedale per le terapie di essere accompagnati da un Volontario AIL con una macchina dell’Associazione. Vediamo attraverso alcune domande rivolte all’Azienda qual è la loro visione di Responsabilità Sociale e cosa li spinge nella scelta del dono. In che modo SITE realizza la propria responsabilità sociale d’impresa? Da tanti anni la SITE si impegna nel sociale con dei contributi concreti: durante tutto l’anno vengono promosse campagne di sensibilizzazione attraverso la nostra newsletter aziendale così da portare a conoscenza dei nostri dipendenti le diverse realtà bisognose di aiuto.

Nel periodo natalizio poi la nostra Azienda sostiene, ormai da parecchi anni, un progetto di beneficenza che può variare di anno in anno e che può essere realizzato sia in Italia che all’estero, cercando di dare un aiuto concreto a quei contesti che hanno necessità più impellenti in quello specifico momento storico.

Ecco perché pensiamo che sostenere la vostra Associazione sia un bellissimo modo di aiutare senza allontanarci troppo da “casa”. Quest’anno avete deciso di destinare una generosa donazione al Servizio Navetta di BolognAIL, come vi siete orientati nella scelta?

Dal 2005 la SITE non fa mancare il sostegno alla nostra Associazione, cosa vi ha spinto a rinnovare di anno in anno il vostro contributo? Abbiamo conosciuto BolognAIL in quanto realtà concreta presente sul nostro territorio. Negli anni si è instaurato un rapporto di fiducia e di amicizia che, uniti all’importanza e alla grandezza dei temi proposti, ci ha sempre portato a rinnovare il sostegno e l’aiuto alla vostra Associazione. BolognAIL è un’Associazione che lavora con passione e amore per dare un aiuto reale ai Pazienti in tanti modi: attraverso il sostegno alla Ricerca Scientifica, all’accoglienza e ai servizi di Assistenza. La Ricerca è fondamentale non solo per i Pazienti ma per tutti noi: il sostegno alla Ricerca dovrebbe essere quindi un impegno primario di tutti quanti; l’accoglienza e i servizi permettono poi ai Pazienti di vivere in modo più sereno e soprattutto di ricevere un sostegno fondamentale nella loro quotidianità.

Quest’anno abbiamo pensato di sostenere un’Associazione che facesse parte del nostro territorio, dato che molto spesso si tende a sostenere progetti in zone del mondo molto lontane da noi e che tutti sappiamo essere bisognose di aiuto; ciò a volte porta a non pensare che anche “sotto casa” c’è grande necessità di aiuto e di sostegno. Per il Natale 2013 il nostro focus si è spostato quindi su un’Associazione che lavorasse sul territorio bolognese, che conosciamo da tempo e con la quale abbiamo sempre collaborato molto bene. E in più con la consapevolezza di aver aiutato concretamente e nella quotidianità tante persone che altrimenti avrebbero fatto fatica a spostarsi: e tutto ciò grazie all’aiuto dei Volontari di BolognAIL, il cui lavoro e la cui dedizione sono un esempio per tutti noi. Site SPA

BolognAILnews 9


Sensibilizzazione

Giovani registi per la lotta ai tumori del sangue Il punto di vista dei giovani, ingrediente magico del Concorso “Take… Action!”

Gli spot “Take... Action!” in Piazza Maggiore

“I

l principe dal sangue blu”, “Il 21 giugno di ogni giorno”, “Ci vuole (UN) volontà(RIO)”, “Fai la tua parte!”… sono alcuni titoli dei 60 spot che sono stati realizzati negli ultimi 3 anni dai partecipanti al progetto “Take… Action!”. Quella del 2014 è la quarta edizione dell’iniziativa più creativa della nostra AIL! “Take… Action!” è un Concorso rivolto ai giovani videomaker di tutta Italia, che invita a realizzare spot che sensibilizzino sull’importanza della Ri-

cerca Scientifica e sull’impegno nel Volontariato. In palio per i vincitori ci sono esperienze di collaborazione sul set (nel 2013, sul set dell’ultimo film di Pupi Avati!) e menzioni speciali con appassionanti opportunità di formazione. Da quando è nato, nel 2011, “Take… Action!” ha coinvolto in tutta Italia 60 troupe composte da oltre 350 giovani creativi fra registi, sceneggiatori, attori, direttori della fotografia, autori delle colonne sonore, montatori… Pensare che oltre 150 giovani (come nel 2013) si attivino ogni anno per realizzare strumenti creativi che abbiano un impatto sociale concreto, ci entusiasma e ci conferma che quando gli input, seppure impegnativi, sono importanti… i giovani rispondono! PARTECIPARE È SEMPLICE: • leggi il bando del concorso sul sito di BolognAIL (www.ailbologna.it) • scegli uno dei temi che sono proposti quest’anno

“Take . . . Action!” CLOSE-UP • “Avete fatto un bellissimo progetto: nelle facce delle persone si vedono un sacco di cose belle”. Alessandro e Silvia di Community il Film • “Sicuramente adesso ci sentiamo arricchiti e consapevoli di quella enorme e poliedrica realtà che sta dietro le tre lettere AIL”. Emilio e Davide, Partecipanti a TA 2013 • “La mia decisione di partecipare a questo concorso nasce dalla consapevolezza che la pubblicità in ambito

10 BolognAILnews

• gira il tuo spot e invialo a BolognAIL entro le ore 12.00 del 28 maggio 2014 • vieni alla premiazione il 19 giugno 2014 a Bologna: insieme scoprire mo chi sono i vincitori! FRA I SUPPORTER DI “TAKE... ACTION!” DAL 2011 AL 2103 Enti: Flashvideo, Università degli Studi di Bologna, Cineteca di Bologna, ITC Movie, Biennale di Venezia, DUEA, Almalaurea, Presidenti della Giuria: Pupi Avati (2011), Silvio Soldini (2012), Paolo Baratta (2013)

Aiutaci a promuovere “Take… Action!”. Clicca mi piace sulla pagina Facebook del nostro Concorso e condividi i post con i tuoi amici! Seguici su Twitter! Informa tutti coloro che conosci e segnala il bando del Concorso!

sociale certamente non può risolvere una malattia, però potrà essere un primo, piccolo passo verso la sensibilizzazione di un determinato problema. Selene, Partecipante a TA 2013

• “Grazie a voi il messaggio di solidarietà è entrato nei miei intenti”. Gennaro • “È davvero bello questo legame che si è creato tra noi giovani e la vostra Associazione”. Roberta, Partecipante e TA 2013


Sensibilizzazione

Donne per BolognAIL Roberta, da Paziente a Volontaria adesso PR nel gruppo

Roberta Marescalchi

I

l gruppo Donne per BolognAIL è sempre più numeroso. Le “Donne” continuano instancabili a pensare, proporre, contattare e scoprire nuovi modi di sostenere BolognAIL. Una di queste preziose Volontarie è Roberta Marescalchi che supporta BolognAIL dal 2005. Dal 2013 è stata coinvolta nel gruppo Donne per BolognAIL. Roberta è attiva, propositiva e piena di entusiasmo. Ha sempre tante idee e tanti contatti che mette a disposizione di BolognAIL. Roberta, da Paziente a Volontaria e ora Donna per BolognAIL. Cosa ne pensi di questa nuovo modo di sostenere l’Associazione? L’esperienza da Paziente mi ha portata a prendere coscienza dell’importanza dell’AIL e delle sue iniziative. Tra le varie possibilità di contribuire, quella del gruppo Donne per BolognAIL l’ho riconosciuta la più vicina al mio modo di interpretare il Volontariato.

Ci vuoi spiegare meglio perché ti piace fare parte di Donne per BolognAIL? La “bellezza” e perché no la femminilità, come risposta alla sofferenza, questo è il mio modo più naturale per partecipare a questa avventura. Inoltre, in questo gruppo, ho trovato un ambiente in cui mi sono sentita subito a mio agio e mi ha permesso di esprimere l’entusiasmo e l’amore per la vita, comune denominatore di questo gruppo. Roberta ha messo in campo alcuni dei suoi contatti, tra i quali Andrea Bandiera della gelateria creativa artigianale LO SCIROCCO di Bologna (www.cremeriascirocco.it). Travolto dall’entusiasmo di Roberta, Andrea si è ritrovato la scorsa estate a inventare un sorbetto dedicato ad AIL. Partendo dall’acronimo dell’Associazione ha ideato il gusto AIL: Arancia, Ibisco e Lemongrass. Una vera esplosione di gusto! Andrea ci ha colpite per la passione e l’impegno che lo spingono ogni giorno a trovare nel suo lavoro la giusta combinazione di: Ricerca, Tradizione e Creatività. E allora cogliamo l’occasione per saperne di più. Andrea come è nata la scelta dei gusti per il sorbetto dedicato ad AIL? È stata una scelta difficile perché volevo coniugare sia l’acronimo dell’Associazione, ma anche un colore che potesse ricordarla. Poi, come molti gusti che sono nati nella mia gelateria, il caso ha scelto per me! Parlando con una amica che tratta miscele di the e

Il ciondolo a forma di biscotto, simbolo del Gruppo

tisane, ho chiesto quali erano le spezie che potessero avere come iniziali le tre lettere AIL e da qui è nato l’abbinamento Arancio, Ibiscus, Lemongras e una punta di fragola per dare un colore migliore. Ormai sei un Sostenitore di BolognAIL a tutti gli effetti. Qual’è il prossimo progetto che vorresti realizzare insieme all’Associazione? Ho notato che le persone sono molte attente alle degustazioni di prodotti e quindi, perché non organizzarne una? Magari associando i gusti ad argomenti che possano suscitare interesse e curiosità nella gente. Roberta ha coinvolto anche il suo centro di bellezza, l’ESTETICA CRISTINA (www.esteticacristina.it) con la quale abbiamo ideato nel mese di dicembre un evento speciale: AIL DAY. Abbiamo fissato sul calendario una data e per quella giornata Cristina ed Elisa hanno effettuato i loro trattamenti estetici devolvendo alla nostra Associazione una percentuale sul fatturato finale. Un’iniziativa che ci ha permesso di conoscere una nuova eccellenza e di trovare un nuovo Sostenitore. Sull’onda dell’entusiasmo di questo evento, sono già diversi i progetti che stanno nascendo con la loro collaborazione. Queste le proposte sviluppate con Roberta. Vuoi entrare anche tu nel gruppo ed essere la prossima Donna per BolognAIL?

BolognAILnews 11


Sensibilizzazione

Le Campagne Istituzionali di BolognAIL Raccolta Fondi e impegno nella Ricerca Scientifica Nel 2013 sono state trenta le persone coinvolte nella Ricerca Scientifica all’interno dell’Istituto Seràgnoli del Policlinico S. Orsola Malpighi finanziate da BolognAIL. Dodici di loro sono state sovvenzionate grazie alla raccolta netta delle due Campagne Istituzionali di AIL: Campagna Uova di Pasqua e Campagna Stelle di Natale. Queste persone, impiegate nei vari ambiti, sono fondamentali per lo sviluppo delle ricerche svolte nell’Istituto e, grazie al loro lavoro, ogni giorno si lotta per raggiungere l’obiettivo di BolognAIL: rendere i tumori del sangue sempre più curabili e guaribili. Anche per questo 2014 contiamo su di Voi per mantenere questo impegno e per raggiungere insieme nuovi traguardi! E allora prendete nota del prossimo step: il 4-5-6 aprile 2014 con la Campagna Uova di Pasqua AIL. Diventa protagonista del futuro della Ricerca Scientifica! Sostieni BolognAIL! UN PASSO INDIETRO: LA CAMPAGNA STELLE DI NATALE AIL 2013 La Campagna Stelle di Natale AIL 2013 si è conclusa con un risultato davvero ottimo (e al di sopra di quanto avevamo preventivato): circa € 165.000,00 di raccolta lorda da destinare alla Ricerca Scientifica. Come ha detto il nostro Volonta-

12 BolognAILnews

rio Marco Sarti: “C’era quel valore aggiunto che ognuno di noi, consapevole del momento di crisi, con grande volontà ha tirato fuori e che ha fatto la differenza”. E ora i doverosi ringraziamenti! Grazie ai tantissimi Volontari scesi in campo per il lungo mese di Campagna e che si sono adoperati in tutti i modi possibili. Grazie alla generosità dei tanti Cittadini e delle tante Aziende che hanno fatto arrivare in segreteria i loro ordini di prodotti di Campagna. Grazie alle Aziende che ci hanno sostenuto con donazioni in denaro o in prodotti e che ci hanno consentito di ridurre i costi della Campagna. In particolare grazie ai nostri partner: CARISBO, AEROPORTO DI BOLOGNA, BANCA DI BOLOGNA E CREDITO DI ROMAGNA. Grazie a VETRO RENO, FLORSILVA e COLAZIONE DA BIANCA per i prodotti messi a disposizione per la Campagna. Grazie a TPER per averci aiutato nella promozione della Campagna sui mezzi pubblici e per averci ospitato in sede. GRAZIE A Estetica Cristina per aver dedicato una giornata di trattamenti estetici alla nostra Associazione; a ILLUMIA per aver scelto uno dei nostri prodotti come dono aziendale; a VIRTUS per averci ospitato durante la partita nelle giornate di Campagna; al locale BOAVISTA per la serata dedicata ad AIL; a Libre-

i canali di raccolta 12% 2% 5%

16%

Postazioni Campagna Postazione in Istituto Campagna Partner

65%

Ordini Aziende e Privati Offerte Liberali

In questo grafico è possibile vedere, rispetto al totale, quali siano i canali di raccolta della Campagna Stelle di Natale AIL e in quale percentuale incidono sul risultato finale. La distribuzione nelle piazze è ancora protagonista, un segnale di Solidarietà che parte dal singolo Cittadino.

ria Ambasciatori e Giannino Stoppani per l’opportunità di preparare i pacchetti di Natale; a tutti i centri commerciali e Coop coinvolti per la gentile ospitalità durante la Campagna; alla squadra di football americano Neptunes per il presidio di una postazione per l’intera Campagna; al MAGAZZINO DELLE BANANE e al CLUB THE GOD per la generosa donazione; al CASTELLO INCANTATO per aver adottato un nostro banchetto; alla Copisteria ASTERISCO per i tanti omaggi grafici; al gruppo Donne per BolognAIL che in tanti modi hanno sostenuto la Campagna.


Sensibilizzazione

Campagna Uova di Pasqua AIL 2014 Il 4, 5 e 6 aprile in 80 postazioni tra Bologna e Provincia

I

l 4 . 5 . 6 aprile 2014 si terrà la Campagna Uova di Pasqua AIL 2014. Ci troverete in oltre 80 piazze e centri commerciali di Bologna e Provincia, ma per tutto il mese di aprile sarà possibile sostenere BolognAIL e prendere i suoi tanti articoli: sostieni BolognAIL e il futuro della Ricerca Scientifica. I fondi raccolti saranno destinati al sostegno della Ricerca Scientifica sulle Leucemie, i Linfomi, i Mielomi e le altre emopatie neoplastiche.

Quest’anno tante le novità, ma la più importante che vi segnaliamo è la partnership con Panini Editore, grazie alla quale troverete all’interno delle Uova le figurine della bellissima collezione Zampe & Co. dedicate ai cuccioli. Contattaci per richiedere le informazioni per avere l’album, disponibile fino ad esaurimento scorte, presso gli uffici di BolognAIL. Le sorprese ideate sono anche altre e apriranno la strada al mondo GREEN: gli Ecociondoli, fashion, adatti sia per

i ragazzi che per le ragazze e, per gli amanti dei giochi everGREEN, ci sarà un bellissimo Ecodomino (vedi il box a pag. 14)! Infine, una tiratura limitata di uova maxi, i peluche dell’amatissima PEPPA PIG!! PER INFORMAZIONI E PRENOTAZIONI PRODOTTI 051 397483 prenotazioni@ailbologna.it www.ailbologna.it

BolognAILnews 13


Diamo Vita alla Ricerca

Sensibilizzazione

Diventa protagonista della Solidarietà Scegli un articolo solidale e sostieni il futuro della Ricerca Scientifica!

UOVA DI PASQUA MAXI 400 gr. Il più grande tra le nostre Uova, con un nuovo incarto giallo fluo per il gusto al latte e il classico verde per il gusto fondente! Offerta minima € 15,00

UOVA DI PASQUA TRADIZIONALE 300 gr. Disponibile al latte e fondente. Offerta minima € 12,00

UOVA DI PASQUA BIOLOGICO e FAIR TRADE gr. 300 Immancabile l’Uovo Bio di BolognAIL! Il cioccolato sarà del circuito Fair Trade. Disponibile al latte e fondente nell’incarto bianco. Offerta minima € 15,00

UOVA DI PASQUA MAXI PEPPA PIG 400 gr. Grande novità, quest’anno l’Uovo maxi ha una sorpresa in più: , approda a BolognAIL! Affrettati, la disponibilità è limitata! Offerta minima € 25,00

PEPPA PIG

TAVOLETTA CUOR DI CIOCCOLATO 100 gr. Torna a grande richiesta la tavoletta di cioccolato al latte di straordinaria bontà con un incarto dai toni primaverili! Offerta minima € 5,00

COLOMBINA 100 gr. Lo snack sempre gustoso, quest’anno sarà disponibile nei nuovi gusti: classica, cioccolato e fragola! Nella preparazione degli ordini verranno inserite colombine miste. Offerta minima € 3,00 BARATTOLO CON OVETTI DI CIOCCOLATO 15 gustosi ovetti ricoperti di cioccolato fondente con un cuore di crema di nocciola confezionati in un barattolo di vetro. Grazie a Vetro Reno e Del Conte Cioccolato. Offerta minima € 8,00

PIANTA DI LAVANDA Con la lavanda di BolognAIL,porti un po’ di Provenza in casa tua! Offerta minima € 11,00

Sorprese Edizione 2014 Oltre alle consuete sorprese ecco l’Ecodomino e gli Ecociondoli in carta di canapa riciclata e in tutte le Uova troverai le figurine della collezione Zampe & Co. di Panini.

MAGLIETTA AIL Splendide T-shirt in cotone grigio melange con il fiore della vita AIL! Disponibilità limitata. Grazie a Lamborghini Caloreclima Offerta minima € 10,00


Scopri le nostre postazioni Bologna Centro Storico Via Altabella angolo Via dell’Indipendenza Via d’Azeglio angolo Via Carbonesi Basilica di San Francesco Piazza San Francesco 14 Carisbo Via Farini 22 Galleria Cavour Libreria Ambasciatori Via Orefici Piazza IV Novembre Piazza di Porta Ravegnana Piazza Re Enzo Portico dei Servi angolo via Guerrazzi

4-5-6/4 - ore: 9.00 - 20.00 4-5-6/4 - ore: 9.00 - 20.00 6/4 S.S. Messe del Mattino 9-10-11/4 - ore: 9.00 - 13.00 4-5-6/4 - ore: 9.00 - 20.00 4-5-6/4 - ore: 9.00 - 20.00 4-5-6/4 - ore: 9.00 - 20.00 4-5-6/4 - ore: 9.00 - 20.00 5-6/4 - ore: 9.00 - 20.00 4-5-6/4 - ore: 9.00 - 20.00

Bologna Fuori Porta AIL Padiglione 8 Ospedale Sant’Orsola Casa AIL Via Pelagio Palagi 16/3 Chiesa degli Alemanni Via Mazzini 65 Chiesa Sant’Antonio da Padova Antoniano Chiesa San Domenico di Savio Via Andreini 36 Chiesa San Silverio Via Augusto Murri 181 Ospedale Malpighi Via Pelagio Palagi pad. 2

dal 24/3 - ore: 9.00 - 17.00 dal 24/3 - ore: 9.00 - 17.00 6/4 S.S. Messe del mattino 6/4 S.S. Messe del mattino 6/4 S.S. Messe della giornata 6/4 S.S. Messe del mattino 16-17/4 - ore: 9.00 - 13.00

Centri Commerciali di Bologna Centro Borgo Via A. de Gasperi 9 Centro Lame Via Marco Polo 3 Centro Commerciale Fossolo 1 Viale Felsina 31 Centro Commerciale Fossolo 2 Via Luigi Bombicci 6 Centro Commerciale Pianeta/Leclerc Via Larga Coop Barca Via della Barca 57 Coop Stadio Via Andrea Costa 160/a Coop & Coop c/o San Ruffillo Via Amilcare Ponchielli Coop & Coop c/o Parco Meraville Viale Tito Carnacini 38 Parco Meraville Viale Tito Carnacini 37 Provincia Anzola Emilia Coop Budrio Piazza Filopanti Budrio Coop Calderara di Reno Coop Calderara di Reno Via Marconi 1 Casalecchio di Reno Shopville (secondo livello) Casalecchio di Reno casa della conoscenza Casal Fiumanese Castel Maggiore Galleria del Centro in Via Gramsci Castel Maggiore Centro Commerciale Le Piazze - Via Pio La Torre 5/D Castello d’Argile Parrocchia di San Pietro, Piazza A. Gadani 1 Castel San Pietro Piazza XX Settembre sotto il Portico della Biblioteca Castenaso Farmacia Contedini Castenaso Coop Funo di Argelato Via Nuova (area mercato) Funo di Argelato Piazzale antistante Chiesa Santi Nicolò e Petronio Granarolo Coop Imola Via Emilia 167 Loiano Area Mercatale Medicina Piazza Garibaldi, 40 Medicina Centro Commerciale Medicì Medicina Ass. Cult. Villa Fontana Via dalla Valle 77 Minerbio Coop - Via Andrea Costa 3/A Molinella Piazza Anselmo Martoni Monghidoro Via Garibaldi/Piazzetta San Leonardo Monzuno Piazza XXIV Maggio (area Macina) Ozzano Emilia Coop Padulle Piazza Marconi Pianoro Coop Pieve di Cento Portico Piazza A. Costa Ponte Ronca di fronte all’Emporio Abbigliamento Porretta Terme Piazza Vittorio Veneto Rastignano portico Via Andrea Costa Sala e Osteria Nuova adiacente l’edicola (via Gramsci) San Giovanni in Persiceto Piazza del Popolo San Giovanni in Persiceto Centro Commerciale Porta Marcolfa San Lazzaro di Savena Piazza Bracci San Lazzaro di Savena Carisbo - Via Jussi 1 San Lazzaro di Savena Conad Via Emilia San Pietro in Casale Piazza Martiri della Liberazione Sasso Marconi Piazza dei Martiri Toscanella di Dozza c/o pasticceria Vergato Via Monari Villanova di Castenaso Chiesa di S. Ambrogio Villanova di Castenaso Centro Nova (Ingresso Parcheggio Multipiano) Zola Predosa Di fronte al negozio “Abbigliamento Romana” oppure alla Farmacia Legnani in via Risorgimento 232 Zola Predosa Coop

28-29-30/3 4-5-6/4 - ore: 9.00 - 20.00 4-5/4 - ore: 9.00 - 20.00 4-5/4 - ore: 8.00 - 19.00, 6/4 - ore: 9.00 - 13.00 4-5-6/4 - ore: 9.00 - 20.00 4-5/4 - ore: 9.00 - 19.00 4-5/4 - ore: 9.00 - 20.00 6/4 - ore: 9.00 - 13.00 4-5-6/4 - ore: 9.00 - 19.00 4-5-6/4 - ore: 9.00 - 19.00 4-5-6/4 - ore: 9.00 - 19.00 5/4 - ore: 8.00 - 13.00 5/4 - ore: 8.00 - 18.00 6/4 - ore: 8.00 - 13.00 5/4 - ore: 7.30 - 14.00 5/4 - ore: 8.00 - 13.00 6/4 - ore: 7.30 - 13.00 5/4 - ore: 9.00 - 19.00 4-5-6/4 - ore: 9.00 - 19.00 4-5-6/4 - ora: da definire 4-5-6/4 - ore: 9.00 - 13.00 4-5-6/4 - ore: 9.00 - 19.00 6/4 S.S. Messe del mattino 4-5-6/4 - ore: 8.30 - 19.30 4-5-6/4 - ore: 8.00 - 13.00 4-5/4 - ore: 9.00 - 13.00 5/4 ore mercato 6/4 all’uscita delle S.S. Messe 4-5/4 - ore: 9.00 - 19.00 5-6/4 - ore: 7.00 - 19.30 6/4 - ore: 9.00 - 13.00 5-6/4 - ore: 8.00 - 19.00 4-5-6/4 - ore: 8.30 - 19.00 21/3 ore 19.00-23.00 11/4 - ore: 9.00 - 19.00 30/3 - ore: 8.00 - 13.00 6/4 - ore: 9.00 - 13.00 6/4 - ore: 8.00 - 13.00 5/4 - ore: 9.00 - 19.00 28/3 - ore: 7.30 - 13.00 4-5/4 - ore: 9.00 - 19.00 4-5-6/4 - ore: 8.00 - 18.00 4-5-6/4 - ore: 8.00 - 18.00 5/4 - ore: 8.00 - 13.00 5/4 - ore: 8.00 - 13.00 30/3 - ore: 7.30 - 13.00 4-5-6/4 - ore: 8.00 - 20.00 4-5-6/4 - ore: 9.00 - 19.00 5-6/4 - ore: 8.00 - 13.00 9-10/4 - ore: 9.00 - 13.00 11-12-13/4 - ore: 8.00 - 20.00 5-6/4 - ore: 8.00 - 20.00 5-6/4 - ore: 8.00 - 13.00 5/4 - ore: 8.30 - 13.00 4-5-6/4 - ore: 8.00 - 20.00 5/4 - ore: 16.00 - 19.00 6/4 S.S. Messe del mattino 4-5-6/4 - ore: 9.00 - 20.00 4-5-6/4 - ore: 8.00 - 19.00 4-5-6/4 - ore: 8.00 - 19.00

Gli orari di presenza delle postazioni potrebbero subire variazioni: sul sito www.ailbologna.it trovi le postazioni sempre aggiornate.

Come sostenere la Campagna ADOTTA UN CARTONE Per te 6 Uova, da distribuire o regalare a familiari e amici: con poche telefonate puoi sostenere la Ricerca Scientifica! OFFRI IL TUO TEMPO COME VOLONTARIO Il tuo sostegno è prezioso! Chiamaci per prenotare il tuo turno, Dona il tuo Tempo! PRENDI UN UOVO DI PASQUA E GLI ALTRI ARTICOLI SOLIDALI AIL Fino al 18 aprile puoi prendere le Uova di Pasqua e gli altri articoli di BolognAIL nei nostri uffici oppure ordinarle. Ricorda però, gli articoli sono disponibili in quantità limitata, affrettati! Chiamaci o guarda il nostro sito! BOLOGNAIL IN AZIENDA Al lavoro puoi raccogliere dai tuoi colleghi le prenotazioni dei prodotti AIL. CONSEGNA A DOMICILIO Fai arrivare le Uova di Pasqua o gli altri articoli direttamente a casa dei tuoi amici o clienti! Se ne occupano i Volontari di BolognAIL! Per questo servizio è richiesto un piccolo supplemento per ogni prodotto consegnato! Richiedi informazioni in segreteria. DIFFONDI LA NOTIZIA, PROMUOVI LA CAMPAGNA Negli uffici di BolognAIL sono a disposizione tutti i materiali per la promozione della Campagna: vetrofanie per l’auto, volantini, locandine e banner per il web.

VIENI A TROVARCI E DIFFONDI IL MESSAGGIO Istituto di Ematologia “L. e A. Seràgnoli” Padiglione 8 Policlinico Sant’Orsola 051 397483 info@ailbologna.it


2014

4del aConEcdorizsioo ne

" take . . . action ! " rivolto ai giovani videomaker

3, sul set di Pupi Avati Vincitrice dell’Edizione 201 nella foto: Agata Matteucci,

e r i g a è a t s o p s i la r # Gira uno spot tta ai tumori del sangue # Agisci nella loienza SUL SET # Vinci un’esper

Inquadra il QR Code con il tuo Smart Phone e visita guarda il video promozionale di “Take... Action!”

info e bando su: www.ailbologna.it

BolognAIL News Marzo 2014  

Periodico di marzo 2014 di BolognAIL, Associazione Italiana contro le Leucemie, linfomi e mieloma Onlus, sezione di BOlogna

Advertisement