Page 1

Poste Italiane S.p.A. Sped. in Abb. Post. D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/04 n.46) Art. 1 comma 1 - D.C.B. - Roma.

Anno XXXVIII n. 7/8 Luglio Agosto 2016 Euro 2.50 - I.P.

ATTUALITÀ

TECNOLOGIA

SPECIALE CULTURA

SOCIETÀ

Olimpiadi 2016, al via la XXXI edizione

Le elettrobici: belle, ecologiche e salutari

Consigli, idee, proposte in giro per l’Italia

Il segreto della longevità: non è solo questione di Dna

Tra luci ed ombre, Rio è pronta per il grande evento sportivo

Sempre di più gli italiani che decidono di utilizzarle

Letture, mostre, film, festival per un’estate attiva

Diete, stile di vita, affettività, lavoro, scelte: tutto ha un peso


IN QUESTO NUMERO 5. Editoriale 7. Zoom 8. Periscopio 61. Dentro la rete 84. Vivere in armonia 86. Saperi & Sapori 88. Animali 90. Bacheca 92. Giochi 93. Stuzzica cervello 94. Lettere 96. Oroscopo 97. Soluzioni

i

società 34. C’eravamo tanto odiati...

i

Il disgelo tra Cuba e Usa di Leonardo Guzzo

34

25. A difesa dei nostri boschi La Forestale oggi... e domani? di Stefano Ripert

28. Il ristorante va a casa Piatti pronti o spesa a domicilio di Daniela Floridia

32. Slovacchia ed Ue

anteprime

/50epiu /50epiu

16

__INCHIESTA__ Longevità: qual è il segreto? Sembra non essere più una sola questione di geni di Giovanna Dall’Ongaro

/50epiu /company/50epiu /50epiu

38. Olimpiadi di Rio 2016

12

__SOCIETÀ__ 50epiumagazine.it è on line C’è qualcosa di nuovo nel Web, dedicato a tutti gli over 50 di Giovanna Vecchiotti

Aspettative e polemiche di Raffaello Carabini

inserto Estate i

i i

www.50epiu.it

INDICE

i

LUGLIO/AGOSTO 2016

Il primo semestre di presidenza di Rita Nicosanti

46. Libri 48. Arte 50. Teatro 54. Musica 56. Cinema

20

__INCHIESTA__ Chi sono i nuovi poveri Un fenomeno che sta crescendo, il bisogno di nuove soluzioni di Anna Maria Melloni LUGLIO/AGOSTO 2016 I 3


scienze

viaggio i

58. In sella alle e-bike

i

Ecologiche, salutari, potenti di Luisella Berti

42. Viaggio a Rio de Janeiro Nella “cidade maravilhosa” di Loris Porcheri

62. Flessibili eppure resistenti Torace e colonna dorsale di Alessandro Mascia Anche la scienza lo conferma di Luca Pasquali

Art Director Elisa Rossi @ elisa.rossi@50epiu.it

67. La nuova era del riciclo Grazie ad una rivoluzione tutta made in Italy di Romina Vinci

64. Praticare sport all’aperto

parliamo di... 71.

Spazio50 Incontri, eventi, tempo libero, cultura e tanto altro nel mondo di 50&Più a cura di Luisella Berti

i

80. Previdenza di Gianni Tel

83. Fisco di Alessandra De Feo

98. Bazar a cura del Centro Studi 50&Più Credit foto: Agf, Contrasto, Marka, Olycom, Stefano Ripert, Shutterstock, Sintesi, Romina Vinci, www.vanillamagazine.it, NASA/JPL/University of Arizona, NASA/JPL/Arizona State University, R. Luk, NASA/JPLCaltech/University of Arizona, NASA/JPL-Caltech/MSSS, Immagini Studio Esseci, Shutterstock: Maksim Toome, Rob Wilson, s_bukley, Vladimir Korostyshevskiy, Maxisport, testing, rvlsoft, ID1974, A.RICARDO, Diego Barbieri, ostill, Steven TDW White, Hadrian, Marco Saroldi, Fotos593, rmnoa357, GagliardiImages, Tupungato, Ondrej Deml, Celso Diniz, T photography, Ksenia Ragozina, Catarina Belova, Andrew Babble. Foto di copertina: Shutterstock. Illustrazioni: Enrico Riposati.

ANNO XXXVIII - n. 7/8 luglio/agosto 2016 Per posta: Largo Arenula, 34 - 00186 Roma Per telefono: 06 68134552 Per fax: 06 68139323 m@il: redazione@50epiu.it

Anno XXXVIII n. 7/8 Luglio Agosto 2016 Euro 2.50 - I.P.

Poste Italiane S.p.A. Sped. in Abb. Post. D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/04 n.46) Art. 1 comma 1 - D.C.B. - Roma.

ABBONAMENTI Italia: annuale (11 numeri) euro 22,00 sostenitore euro 40,00 copia singola euro 2,50 copia arretrata euro 4,50 Estero: annualeeuro 41,50 ATTUALITÀ

TECNOLOGIA

SPECIALE CULTURA

SOCIETÀ

Olimpiadi 2016, al via la XXXI edizione

Le elettrobici: belle, ecologiche e salutari

Consigli, idee, proposte in giro per l’Italia

Il segreto della longevità: non è solo questione di Dna

Tra luci ed ombre, Rio è pronta per il grande evento sportivo

Sempre di più gli italiani che decidono di utilizzarle

Letture, mostre, film, festival per un’estate attiva

Diete, stile di vita, affettività, lavoro, scelte: tutto ha un peso

Aderente a: Finito di stampare: 28 giugno 2016

4 I 50epiu.it I LUGLIO/AGOSTO 2016

Direttore Editoriale Maria Laura Rondini @ l.rondini@50epiu.it Direttore Responsabile Giovanna Vecchiotti @ g.vecchiotti@50epiu.it

66. Più amici, più salute

A tu per tu con la natura di Chiara Palma

Mensile di attualità e cultura di 50&Più Sistema Associativo e di Servizi

Per il pagamento effettuare i versamenti sul c/c postale n. 98767007 intestato a 50&Più Srl - Roma. L’abbonamento andrà in corso dal primo numero raggiungibile e può avere inizio in qualunque momento dell’anno, ma avrà comunque validità annuale.

Abbonamenti: Pubblicità: Tel. 06.68134552 Tel. 06.68139193 Fax 06.68139323 Rel.Com@50epiu.it

Luigi Valitutti Tel. 335491325 mail: valitutti@lvgroup.it

Editoriale 50&Più Srl Amministratori Casu Sebastiano (Presidente) Bonini Franco Fanucchi Antonio Pigozzi Maria Antonia Prati Marcellino Procuratore Gabriele Sampaolo Amministrazione Editoriale 50&Più Srl 00186 Roma - Via del Melangolo, 26 Telefono 06.6872515 - Fax 06.6872597 mail: editoriale@50epiu.it Direzione e Redazione 00186 Roma - Largo Arenula, 34 Telefono 06.68134552 www.50epiueditoriale.it Stampa e Spedizione Spadamedia Srl 00198 Roma - Via Panama, 88 Registrazione Tribunale di Roma n. 17653 del 12/04/79 Iscrizione al R.O.C. n. 6158 del 10/12/2001 Spedizione Poste Italiane SpA Sped. in Abb. Post. D.L. 353/2003 (conv. in L.27/02/2004 n. 46) Art. 1 comma 1 - D.C.B. - Roma Manoscritti e fotografie Anche se non pubblicati, non verranno restituiti. © Editoriale 50&Più Srl Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione totale o parziale della pubblicazione senza l’autorizzazione scritta dell’Editore. Tutela dati Si garantisce la riservatezza dei dati forniti dagli abbonati e la possibilità di richiederne gratuitamente la rettifica o la cancellazione scrivendo all’Editore. Le informazioni custodite nell’archivio dell’Editoriale 50&Più Srl verranno utilizzate al solo scopo di inviare agli abbonati la rivista e gli allegati, anche pubblicitari (D. Leg.vo 196/2003 tutela dati personali).

NUMERO CERTIFICATO 8147 DEL 06/04/2016

ASSOCIATO ALL’USPI UNIONE STAMPA PERIODICA ITALIANA


MARE, MONTAGNA, COLLINA O CITTÀ

di Maria Laura Rondini Direttore Editoriale 50&Più

EDITORIALE

editoriale LUGLIO

AGOSTO 2016

È ESTATE. Che siano pochi o molti i giorni di vacanza, per quanto le città non si svuotino più e le località che accoglievano il popolo dei vacanzieri siano meno affollate, rimane comunque che l’aria di temporanea smobilitazione si respira ovunque. Anche la noDEDICARSI stra redazione, nel mettere mano A QUESTE ATTIVITÀ a questo numero estivo di Luglio È COME SEGUIRE e Agosto ha considerato che molti DELLE VERE dei nostri lettori saranno sotto E PROPRIE TERAPIE un ombrellone, al fresco in qualche pineta, o semplicemente in casa, alla ricerca degli angoli più confortevoli. Ecco allora che la parte centrale della rivista ospita alcune rubriche appositamente ampliate: libri, film, musica, arte, teatro. Un panorama di inviti, segnalazioni, proposte. Perché sottolineiamo questa decisione? Perché siamo spesso portati a considerare la lettura, l’ascolto della musica, la visione di un film o di un’opera teatrale come dei puri e semplici passatempi, invece non è così. E sempre più spesso medici, scienziati, ricercatori ce lo confermano. Dedicarsi a queste attività è come seguire delle vere e proprie terapie, per l’anima e per il corpo. Diceva Umberto Eco: «Chi non legge, a 70 anni avrà vissuto una sola vita: la propria. Chi legge avrà vissuto 5.000 anni: c’era quando Caino uccise Abele, quando Renzo sposò Lucia, quando Leopardi ammirava l’infinito... perché la lettura è un’immortalità all’indietro». «La parola è un gesto terapeutico» e i mali che i libri curano «sono in- DICEVA UMBERTO ECO: numerevoli. L’ignoranza, la tristez«CHI NON LEGGE, za, l’isolamento, il senso dell’assur- A 70 ANNI AVRÀ VISSUTO do, la disperazione, il bisogno di UNA SOLA VITA: senso», sostiene la scrittrice franLA PROPRIA...» cese Régine Detambel. Ma altrettanto possiamo dire della musica e del canto, della visione di un buon film o di un’opera teatrale, che ci consentono di immergerci in vicende e realtà in cui possiamo riconoscerci e che sollecitano negli spettatori quell’effetto “catartico”, di purificazione e sollievo, di cui le tragedie greche e latine sono, ancor oggi, esempi straordinari. Allora nessun senso di colpa per aver anteposto una buona lettura alla preparazione di una cena o alla solita partita di calcio in Tv, anche se con gli amici. Soprattutto, buone vacanze a tutti. LUGLIO/AGOSTO 2016 I 5


APPUNTI SUL PRESENTE

FOTO ELIO DEFRANI

Z

ZOOM

«FARE IL SINDACO A 81 ANNI È UNA COSA MERAVIGLIOSA» Xxx xx xx xx xx xx xx

“ERA SCRITTO”, “un risultato atteso”, “pronostico rispettato”. Che siano giornali nazionali o locali i termini non cambiano di molto; tutti se lo aspettavano e così è stato. Dopo essere stata eletta per la prima volta in Consiglio comunale nel 2011, questa tornata elettorale l’ha consacrata: a 82 anni Rita Semino è stata eletta Sindaca di Gavi, in provincia di Alessandria, cittadina di poco più di 4.500 abitanti famosa soprattutto per il suo vino. Ha ottenuto il 65,87% dei voti, una percentuale che da sola spiega perché i commenti siano stati concordi nel considerare “scontata” questa elezione. D’altra parte i giornalisti che l’hanno intervistata erano piuttosto propensi ad indagarne le capacità. È possibile iniziare a fare il sindaco alla sua età? Dopo 45 anni passati a lavorare in un sindacato, Rita Semino non è certo preoccupata per carte e procedure amministrative, e ha tranquillizzato tutti: cuore in ordine e memoria di ferro. «Fare il sindaco a 81 anni è una cosa meravigliosa». Sì, l’avventura può iniziare. Auguri.

Virginia Raggi a Roma e Chiara Appendino a Torino sono le due giovani donne sindaco che hanno trasformato, con i loro irresistibili exploit, i ballottaggi delle elezioni amministrative 2016 in eventi unici nella settantennale storia italiana. In comune l’idea che la politica sia innanzi tutto servizio alla comunità

IN AGENDA DAL MONDO LO SPORT 13 PER MESSE FRIEDRICHSHAFEN (DE) luglio

Fino al 16 luglio, si svolge OutDoor, uno dei più grandi eventi dedicati alle attività sportive all’aperto per commercianti, sportivi e visitatori. www.messe-friedrichshafen.de/

15 luglio

DRONI NEL CIELO NAPOLI Fino al 17, tutto su Sapr (Sistemi Aeromobili a Pilotaggio Remoto) e aeromodelli, con la posssibilità di provarne alcuni, a Droni in Mostra. www.droninmostra.it

16 luglio

JAZZ FESTIVAL NIZZA (FRANCIA) Fino al 20, Nizza accoglie lo storico festival del Jazz, il primo in Europa a prender piede dopo la Seconda Guerra Mondiale, nel 1948. www.nicejazzfestival.fr

>>

LUGLIO/AGOSTO 2016 I 7


IN AGENDA DAL MONDO

11

IN RICORDO DI COSTANZA

agosto

Fino al 13, rappresentazioni storiche in ricordo dell’arrivo nel 1481 a Diano, della principessa Costanza, figlia di Federico da Montefeltro, duca di Urbino. www.prolocoteggiano.it

TEGGIANO (CAMPANIA)

12

FESTIVAL DELLA MUSICA

agosto

Questa estate c’è il favoloso Festival dei Canali, fino al 21. Un evento dedicato alla musica classica con un calendario di oltre 200 eventi. www.holland.com

AMSTERDAM

13

SAGRA DEL TARTUFO

agosto

Fino al 17, c’è la Sagra del Tartufo a Chiusi della Verna, con piatti a base di tartufo scorzone. Il tutto accompagnato da musica e teatro. www.prolocoverna.it

AREZZO

A PROPOSITO DI...

Vissero 40 anni in più rispetto alla media. Poca carne, cui preferivano i legumi, il pesce e la frutta fresca. Lo racconta Francesco Franceschi, direttore di Medicina d’Urgenza al Policlinico Gemelli di Roma. www.leggo.it

ELEGANZA SÌ - La capote in tela

è più elegante, più leggera, inoltre è personalizzabile nei colori e si avvolge in poco spazio.

ii CURIOSITÀ

Pistola a champagne Lo chiamano Re delle bollicine per aver inventato una sorta di pistola per bere champagne con tanto di beccuccio ed erogatore. È Jeremy Touitou e il pezzo base costa 400 euro. Disponibili anche d’oro. www.lastampa.it

PRATICITÀ NO - Meglio il tetto rigido: più resistente, meno delicato e con maggiore visibilità posteriore.

i

SALUTE

Pane viola dalla Cina Un docente cinese ha inventato un pane viola salubre. Recuperando un antiossidante - l’antocianina (dà il colore viola) - dal riso nero e mescolando con farina normale, si ha un pane più facile da digerire. www.cnn.com

i CONSUMI

Pizza made in England Una pizzeria di Sleaford, nel Lincolnshire, ha creato la pizza più piccante al mondo sfidando gli avventori ad assaggiarla. Nel condimento c’è lo “Scorpione di Trinidad”, uno dei peperoncini più piccanti sul mercato. www.foodchallenges.com

i

AUTO CABRIO

ALIMENTAZIONE

La dieta dei templari

SOLIDARIETÀ

Docce sui bus per aiutare

IN NUMERI

GLI ITALIANI E I CONSUMI ALIMENTARI Per la Coldiretti è una “rivoluzione”: nel 2015 è aumentato l’acquisto di frutta (+5%) e verdura fresca (+3%), crollato quello di carne (-6%) e uova (-4%). Stabili la pasta (+1%), vola il riso (+5%). FONTE: COLDIRETTI

PERISCOPIO

CARNE

UOVA

FRUTTA E RISO

VERDURA FRESCA

-6%

-4%

+5%

+3%

8 I 50epiu.it I LUGLIO/AGOSTO 2016

A San Francisco un’organizzazione no-profit sta convertendo bus urbani fuori servizio in docce mobili. La città è considerata la “capitale dei senzatetto” negli Usa, con oltre 6.500 persone senza dimora. www.sfchronicle.com

ii

BIKINI, 70 ANNI DI SENSUALITÀ a cura di Samuela Gangi


15

GIORNO DELL’INDIPENDENZA

agosto

Si celebra il Giorno dell’Indipendenza dalla Gran Bretagna, conquistata nel 1947. Tante le iniziative e gli eventi organizzati in tutto il Paese. https://it.wikipedia.org/wiki/India

INDIA

15

DECORI IN STRADA

agosto

Per 3 giorni, a Gràcia, quartiere di Barcellona, le strade si contendono il premio della meglio allestita, dando un volto nuovo ad ogni barrio. www.barcelonayellow.com

BARCELLONA

NOTTE DEI MUSEI 27 BERLINO agosto

È la Notte dei Musei: oltre un centinaio tra musei, enti e istituti culturali offrono libero accesso dalle 18 alle 2 del mattino. www.berlin.de

RICERCHE

La marcia in più dei bilingue Secondo uno studio dell’Università di Washington, un bimbo bilingue mostra presto maggiore prontezza nella ricezione di diverse sonorità, nel problem solving e nella capacità di modulare l’attenzione. www.repubblica.it

i SPORT

La pista di atletica sul tetto Il problema dello spazio è molto sentito in diverse città della Cina. Nel distretto di Tiantai, nella provincia di Zhejiang, gli architetti hanno usato il tetto di un campus scolastico per costruire una pista di atletica. www.repubblica.it

i TECNOLOGIA

IL 5 LUGLIO IL BIKINI FESTEGGIA i suoi primi 70 anni. Un capo che, al di là dell’invenzione più recente, pare andasse a genio anche alle donne greco-romane, come testimoniano i meravigliosi reperti del mosaico siciliano Le fanciulle di Piazza Armerina, del IV secolo d.C. Ma l’attuale compleanno festeggia la versione moderna del bikini, lanciata nel 1946 dal sarto francese Louis Reard, cui costò la fatica di dover ingaggiare una spogliarellista per vederlo sfilare in passerella poiché nessuna modella ebbe l’ar-

dire di mostrarsi “coperta” di un capo così succinto. Eppure, una volta sulle spiagge, il due pezzi ha preso piede ed eccolo là, ancora a tener banco. Tra le star che lo hanno indimenticabilmente indossato: Ursula Andress nei panni di Honey Ryder in Agente 007 Licenza di uccidere del 1962, che le ha regalato per sempre il ruolo di sex symbol mondiale. Una curiosità: il nome bikini è ispirato all’atollo omonimo delle Isole Marshall, dove in quegli anni gli Stati Uniti conducevano una serie di test nucleari.

La pillola in un robot Al Massachusetts Institute of Technology di Boston hanno inventato una macchina che si schiude all’interno dello stomaco: è in grado di rimuovere oggetti estranei, curare lesioni o trasportare farmaci. www.ilfattoquotidiano.it

i i LUGLIO/AGOSTO 2016 I 9


UN VIAGGIO PER IMMAGINI CRONACHE DA MARTE Il Pianeta Rosso come non lo abbiamo mai visto, con i suoi crateri, le dune, i colori che ci fanno stupire. E poi, il rover Curiosity che, insieme alle immagini di Marte, ci regala un originale ritratto di se stesso. Ma è veramente un selfie, oppure...

4

1


2

5

3

6

+ 1 Una delle aree più colorate, nella zona nord-ovest del pianeta 2 Particolare delle dune di sabbia nell’emisfero sud 3 Un cratere da impatto, largo poco più di 1 km 4 Il selfie di Curiosity: per ottenere l’immagine del rover su Marte sono state assemblate 57 foto scattate da Curiosity a se stesso 5 Una ricostruzione in 3D della calotta polare marziana 6 L’area chiamata Acidalia Planitia, che ha ispirato il film Sopravvissuto - The Martian, con Matt Damon, ambientato su Marte 7 Fratture nel terreno intorno a dune di sabbia

7

+


__50epiumagazine.it__

+

FRASI CELEBRI

«FARE LE COSE VECCHIE IN MODO NUOVO. QUESTA È INNOVAZIONE». JOSEPH ALOIS SCHUMPETER

50&PIÙ RADDOPPIA

E VA IN RETE Non più soltanto la rivista che da oltre trent’anni arriva nelle case dei lettori, ma da luglio anche un sito internet dedicato a chi è in cerca dell’aspetto positivo delle cose e non rinuncia ad una visione ottimistica del mondo; dedicato a chi esige una prospettiva matura dei problemi ed una informazione schietta ed essenziale. In più, servizi, opportunità, hobby, eventi rivolti alle esigenze e ai gusti evoluti dei consumatori più adulti. 50epiumagazine.it offre questo e molto di più.

di Giovanna Vecchiotti ERA IL MARZO 1979, quando il primo numero di 50&Più venne alla luce: 32 pagine in bianco e nero nelle quali si parlava di previdenza, di viaggi e di salute, di problemi del vivere quotidiano. Temi comuni sui giornali, ma lì affrontati da una diversa prospettiva: quella di chi aveva superato i cinquant’anni di vita. Fu una rivoluzione. Fino ad allora chi aveva i capelli grigi o, peggio ancora, bianchi, era visto come “un vuoto a perdere”, un soggetto inaffidabile destinato, col declino, a diventare improduttivo e ingombrante. Nessuno aveva pensato di guardare alla vera natura degli over 50, di promuoverne la forza e dimostrarne le potenzialità. 50&Più fu la prima rivista a presentare un anziano unconventional: non quello descritto dai media di allora, debole, povero, marginale, ma una persona propositiva, attiva, vitale. Fummo i primi ad affermare che quei visi solcati dalle rughe celavano la risorsa di cui la società aveva bisogno, una potente propulsione arricchita da un qualcosa in più: l’esperienza. Nel corso degli anni, 50&Più si è impegnata affinché il ruolo sociale della componente anziana fosse via via sempre più delineato: ora evidenziando la ricchezza di energie e la complessità del cambiamento che esprimeva il mondo senior, ora sollecitando l’attenzione delle istituzioni verso un mondo in evoluzione, »

12 I 50epiu.it I LUGLIO/AGOSTO 2016


LUGLIO/AGOSTO 2016 I 13


50EPIUMAGAZINE.IT UNA PAGINA SU FACEBOOK

UN CINGUETTIO SU TWITTER

LA RETE IN CIFRE

Non poteva mancare un pagina dedicata a 50epiumagazine.it sul social per eccellenza: Facebook. In questo spazio le notizie più interessanti postate in rete, ma anche suggerimenti e segnalazioni di articoli pubblicati nella versione stampata. Doppia informazione per raddoppiare i “Like”. www.facebook.com/50epiumagazine

Per chi è più smart, per chi ama la sintesi e la praticità, trova in Twitter il compagno ideale. Anche su questo social, 50epiumagazine.it ha un profilo dedicato, Tanti cinguettii per dare informazioni e scambiare opinioni veloci, in tempo reale, su temi d’attualità. @50epiumagazine

Quanti sono coloro che utilizzano internet tutti i giorni? Nell’età compresa tra i 45 e i 54 anni sono il 45,2%; tra i 55-59 anni, il 41,8%. Se si sale a 60-64 anni sono il 28,3%. Tra i 65 e i 74 anni, il 13%, oltre i 75 anni il 3,4%. (Fonte Istat: Indagine multiscopo “Aspetti della vita quotidiana”).

che chiedeva urgentemente politiche in grado di rispondere alle necessità del presente, ma più ancora a quelle del futuro. In quasi quarant’anni di impegno su questi fronti, la rivista è entrata nelle case dei lettori, attesa come un caro amico con cui scambiare quattro chiacchiere in sincerità. Come la società, anch’essa è cambiata nel tempo, si è evoluta, e oggi, forte della lunga esperienza maturata, è pronta ad affrontare una nuova sfida: quella del web. E lo fa con 50epiumagazine.it, un sito dove gli ultracinquantenni possono trovare notizie, informazioni e curiosità “su misura”, dove chi “è figlio” può avere indicazioni utili per i propri genitori e chi “è nipote” per i nonni. Un magazine on line dove le generazioni possono incontrarsi, condividere notizie, avere un’informazione veloce, visibile da computer, tablet e smartphone. Diceva J. A. Schumpeter: «Fare le cose vecchie in modo nuovo. Questa è innovazione»; noi vogliamo fare nostra

questa affermazione. Per questo, 50epiumagazine.it, non si sostituisce alla rivista stampata ma si affianca ad essa: cambia il modo di fare informazione ma non l’accuratezza nel dare le notizie né l’impegno a favore del mondo anziano, storicamente portato avanti dalla testata. La squadra dei collaboratori è la stessa: professionisti della penna, seri ed affidabili, che da anni ci accompagnano con i loro servizi. Siamo consapevoli della posta in gioco, siamo coscienti che il web, per sua natura, è “selvaggio e senza regole”, che è considerato più adatto ai giovani. Ma siamo anche convinti che c’è un universo di senior 2.0 che aspetta solo di trovare nella rete uno spazio in grado di amplificare i loro bisogni e soddisfare le loro aspettative. Così come siamo convinti che in ogni lettore con i capelli bianchi sia nascosto un inconsapevole internauta. Come scoprirlo? Basta digitare sulla tastiera www.50epiumagazine.it Il resto verrà da sé...

14 I 50epiu.it I LUGLIO/AGOSTO 2016

DENTRO LA NOTIZIA

TUTTO IL MONDO OVER A PORTATA DI CLICK

UNA GRAFICA moderna, divertente e accattivante. Una divisione per temi, con macro sezioni facilmente individuabili, in modo da agevolare la ricerca degli argomenti che interessano. Così appare il sito della rivista, 50epiumagazine.it, on line da luglio. L’apertura è dedicata a quegli articoli che per l’argomento trattato hanno bisogno di maggiore visibilità, poi, via via, le varie sezioni divise per tema. Dall’attualità alla cultura, dallo star bene alla bellezza, dalle tendenze

della moda ai viaggi, ai personaggi... Non manca lo spazio dedicato alle inchieste e all’estero, così come quello riservato alle rubriche: tecnologia, economia, previdenza, fisco, sono solo alcune. Non poteva non esserci l’angolo dei nostri amici animali, né quello dei ricordi con anniversari e ricorrenze. E per chi desidera sognare e divertirsi, gallerie fotografiche e video. Tutto il mondo degli over, qui viene selezionato, analizzato, offerto. Clicca e vedrai! www.50epiumagazine.it


__SOCIETÀ ATTUALITÀ__

Lo hanno cercato nelle diete, nei geni e nello stile di vita. Ora gli scienziati cominciano a chiedersi se il segreto della longevità non si trovi invece da tutt’altra parte

ESISTE DAVVERO L’ELISIR DI LUNGA VITA? di Giovanna Dall’Ongaro

COME I PIÙ SCRUPOLOSI INVESTIGATORI, gli scienziati non possono trascurare alcun indizio. E se vogliono scoprire il segreto della longevità, devono seguire le tracce dell’elisir di lunga vita ovunque ci sia il minimo sospetto della sua presenza. Così, dopo aver raccolto una lunga serie di prove consistenti sul rapporto tra lo stile di vita e la salute, dopo aver a lungo studiato, per esempio, l’impatto del cibo sul cancro o dell’attività fisica sull’ictus e l’infarto, ora rivolgono la loro attenzione ad altre abitudini o condizioni finora trascurate che non L’INTERRUTTORE DELLA LONGEVITÀ sembrano contare di meno. Trovando Una volta spento, aumentano gli anni di vita qualche sorpresa. Si chiama “Per2” ed è il gene che, secondo una ricerca tedesca pubblicata su Nature Cell Biology, una volta spento, migliora le difese immunitarie favorendo la longevità. Ma “Per2” era già noto ai ricercatori come “gene orologio”, in grado cioè di regolare il ritmo sonno-veglia nell’organismo.

16 I 50epiu.it I LUGLIO/AGOSTO 2016

Gli amici Anche l’amicizia ha un ruolo non trascurabile: la solitudine e l’isolamento


+

LA LONGEVITÀ NON DIPENDE SOLO DA UNA PREDISPOSIZIONE GENETICA. ANCHE STUDIARE, LAVORARE, PREGARE, VIAGGIARE O AVERE DEGLI AMICI, POSSONO AUMENTARE L’ASPETTATIVA DI VITA

Utah, che hanno condotto lo studio, sperano che la socialità diventi uno dei pilastri della prevenzione e che venga incentivata accanto alle campagne antifumo o a favore di una sana alimentazione. Resta ancora da chiarire il ruolo dei social network: i vantaggi sulla salute delle interazioni sociali sono garantiti solo dai rapporti faccia a faccia o passano anche attraverso lo schermo? Quel che è certo è che gli abitanti di Acciaroli, nel Cilento, circa duemila anime di cui trecento ultracentenari, preferiscono riunirsi al bar piuttosto che comunicare via Facebook. Fumano, non fanno jogging, bevono caffè e non stanno troppo attenti alla linea. E se il segreto della longevità si nascondesse dietro una partita a carte con gli amici?

sociale sono fattori di rischio, per le malattie cardiovascolari e per l’ictus, capaci di aumentare la probabilità di episodi acuti del 30%. Verrebbe da dire: meglio male accompagnati che soli. La solitudine è infatti una brutta bestia, capace di compromettere il sistema immunitario, alzare la pressione sanguigna e procurare anche, nel peggiore dei casi, la morte prematura. I ricercatori della Brigham Young University dello

La preghiera Le donne che vanno a messa una volta a settimana sono più

in salute rispetto a quelle che non frequentano le chiese. Assistendo alle funzioni religiose con assiduità, il rischio di morire di malattie cardiovascolari si riduce infatti del 27% e quello di morire di cancro del 21%. Lo studio, pubblicato su Jama Internal Medicine, ha anche dimostrato che chi è abituato a pregare regolarmente mostra meno sintomi di depressione. Ovviamente, i ricercatori non possono negare che il fenomeno possa essere visto da un’altra prospettiva. Di solito chi segue le attività della parrocchia conduce uno stile di vita morigerato e sano. Quindi resta il dubbio: pregare allunga la vita, oppure chi prega è più sano e ha meno probabilità di ammalarsi? Il matrimonio Vuoi ridurre il rischio di ammalarti di cancro o di malattie cardiovascolari? Allora sposati. Vale soprattutto se sei un uomo. Lo sostengono i ricercatori di Harvard: le differenze tra la salute degli uomini coniugati e single sono considerevoli. Chi ha scelto di dividere la vita con una compagna muore meno

di cancro alla prostata, ai polmoni, all’intestino perchè si accorge prima, grazie anche alle attenzioni del partner, che c’è qualcosa che non va. La diagnosi precoce può salvargli la vita. Ma gli uomini traggono dal matrimonio anche altri vantaggi: i mariti hanno il 46% di possibilità in meno di morire di malattie cardiache rispetto ai single. Anche in questo caso, a regalare gli anni di vita in più sono le mogli, paradossalmente facendo proprio quello che gli uomini detestano: rimproverare i coniugi quando bevono troppo, mangiano male e non fanno attività fisica. Ma gli effetti benefici del sodalizio non finiscono qui. I malati di tumore hanno più probabilità di sopravvivere alla malattia se c’è il coniuge ad accudirli. È quanto emerge da uno studio dell’Università della California, condotto su quasi 800mila persone negli Stati Uniti tra il 2000 e il 2009. Le chance di sconfiggere il tumore dipendono dallo stato civile dei pazienti. Chi ha la fede al dito è avvantaggiato, i cuori solitari si ammalano di più. Il lavoro Cosa ha a che fare la longevità con un ambiente di lavoro corretto? Molto, sembrerebbe. Perché la salute degli impiegati sembra legata all’onestà dei capi. Quando le promozioni sono assegnate a chi se le merita veramente e le decisioni dei vertici sono trasparenti, il benessere dei lavoratori migliora. Non solo quello psicologico. Il che si traduce in anni di vita in più. Lo hanno dimostrato i ricercatori dell’Università » LUGLIO/AGOSTO 2016 I 17


Secondo una ricerca britannica, anche le promozioni ottenute sul posto di lavoro, quale riconoscimento degli effettivi meriti, contribuiscono a far vivere in modo migliore e più a lungo

+

IL FATTORE CULTURA SECONDO DATI ISTAT, LA VITA SI ALLUNGA DEL 6% CON IL CONSEGUIMENTO DELLA LICENZA MEDIA, DI UN ALTRO 5% CON IL DIPLOMA E DI UN ULTERIORE 5% CON LA LAUREA

18 I 50epiu.it I LUGLIO/AGOSTO 2016

dell’East Anglia di Norwich, nel Regno Unito, scegliendo di svolgere l’indagine in un Paese emblematico per trasparenza e civiltà: la Svezia. Da sempre modello di imparzialità, il Paese scandinavo si presta meglio di molti altri a condurre lo studio in positivo. Altrove sarebbe stato possibile solamente mostrare l’altro lato della medaglia: assistere alle ingiustizie, alle raccomandazioni, subire scelte dalle ragioni incomprensibili può fare ammalare. Ma in Svezia, Constanze Eib, docente sia alla Norwich Business School che all’Università di Stoccolma e curatrice dello studio, ha potuto fare il suo lavoro: ha raccolto informazioni su 5.800 lavoratori tra i 20 e i 69 anni di età, il 58% donne e il 69% uomini, ricavate dal biennale monitoraggio svedese sull’impatto dell’organizzazione e dell’ambiente di lavoro sulla salute. Constatando che: «Le persone che si sentono trattate con giustizia non solo sono motivate nel lavoro e si spendono per organizzarsi nel modo migliore, ma hanno anche maggiori probabilità di essere in salute, di avere una vita attiva, di pensare in modo positivo». E di vivere più a lungo.

Il cane Tre volte al giorno va portato fuori, così il padrone è costretto a muoversi. Bisogna ricordarsi di dargli da mangiare, di fargli i vaccini, di portarlo dal veterinario e la mente resta attiva. Quando si passeggia con lui si incontrano altre persone e si mantengono i rapporti sociali. Ma, soprattutto, dà tanto amore e aiuta a combattere la depressione. Forse è addirittura riduttivo considerarlo il migliore amico dell’uomo, visto che è capace anche di allungargli la vita. Il consiglio di provare la compagnia di Fido viene dagli americani Centers for Disease control (Cdc). Il primo vantaggio sta nel movimento: il sovrappeso e l’obesità sono fattori di rischio altissimi per malattie come il diabete, le malattie cardiovascolari e il cancro. E i benefici di una passeggiata valgono per gli umani tanto quanto per gli animali. Lo ha ricordato Vivek Murthy, il principale rappresentante di salute pubblica del governo federale americano: «Sappiamo che lo stile di vita è fondamentale per avere una buona salute. Camminare è un modo semplice ed efficace di fare atti-

vità fisica, produce benefici in termini di salute e riduce il rischio di lesioni, sia nelle persone che negli animali». Titolo di studio Farsi una cultura non serve solo per avere più possibilità di trovare un buon lavoro e raggiungere una soddisfacente posizione sociale. Con buona pace di chi non ama studiare, i dati dell’Istat parlano chiaro: studiare allunga la vita. Solo un uomo su due arriva a 80 anni con le elementari, ma per i laureati si sale al 7%. Più è alto il titolo di studio, più numerose saranno le candeline da spegnere. A ogni ciclo scolastico terminato si guadagnano anni nella vecchiaia. Più precisamente: la vita si allunga del 6% con la licenza media, di un ulteriore 5% con il diploma e infine di un altro 5% se si arriva alla laurea. Forse non basterà a trasformare uno scolaro svogliato in uno studente modello, ma l’indagine non lascia dubbi: in media, a seconda di quanto si è rimasti sui banchi di scuola, si hanno maggiori possibilità di invecchiare. Da qui il consiglio: non chiudete i libri.


RICHIEDI IL CAMPIONE GRATUITO

CON I PRODOTTI TENA MEN PUOI MANTENERE IL CONTROLLO SULLE PERDITE URINARIE. Un’ampia gamma di protezioni assorbenti studiate per adattarsi all’anatomia maschile, offrono discrezione e comfort in ogni momento. SCOPRI TUTTA LA GAMMA TENA MEN E RICHIEDI UN CAMPIONE GRATUITO SU TENA.IT/UOMINI È un dispositivo medico CE. Leggere attentamente le avvertenze o le istruzioni per l’uso. Autorizzazione del 9/5/2016.


Oggi, parlando di globalizzazione delle economie, delle finanze e delle comunicazioni, si deve necessariamente parlare di globalizzazione delle povertà. Perché queste cominciano ad avere nuovi volti ed un diverso impatto sulle vite delle persone. Così come richiedono nuovi approcci e soluzioni

__le INCHIESTE di 50&Più__

CHI SONO I POVERI OGGI +

SECONDO NUOVI E PIÙ RECENTI APPROCCI, L’ASSISTENZA SOCIALE NON È SUFFICIENTE; NON È PIÙ POSSIBILE RISPONDERE CON SOLI INTERVENTI VOLTI A TAMPONARE IL PROBLEMA DELLA POVERTÀ

20 I 50epiu.it I LUGLIO/AGOSTO 2016

C

di Anna Maria Melloni

CHI SONO I POVERI OGGI? È povero il commerciante che ha venduto meno a causa della crisi, o l’artigiano che, per la medesima ragione, ha un calo di fatturato? A sentirli, certo, si sono impoveriti entrambi in questi ultimi anni. È povero il pensionato che fatica ad arrivare a fine mese? O il cassaintegrato che non ha la certezza di tornare al lavoro? È povero il disoccupato che non vede più prospettive o è povero chi ha perso tutto e deve ricorrere all’assistenza pubblica o alla carità privata? Se parliamo di globalizzazione delle economie, delle finanze e delle comunicazioni, forse dobbiamo parlare anche di globalizzazione delle povertà. E dire che il più povero dei nostri poveri non abbandona la propria terra per im-


barcarsi verso un futuro pieno di incognite con, alla fine del tunnel, un finale spesso drammatico. Perché lui sa che un piatto caldo lo troverà. Un letto in ospedale, se si ammala, ci sarà. Difficilmente verrà raggiunto da una pallottola vagante. Lascia stupiti allora la pignoleria di chi si mette di vedetta sulle banchine dei nostri porti e vuole distinguere tra l’uno e l’altro di questi migranti, che ogni giorno sbarcano sulle nostre coste. A chi scappa dalla guerra e dalla morte probabile, sentiamo di dover dare accoglienza, a chi fugge dalla carestia e dalle malattie che non trovano cura nei Paesi di origine, diciamo no, e chiudiamo le porte. Ma chi sono i poveri secondo coloro che hanno il compito di guidarci nel passaggio dalla percezione soggettiva, o addirittura ideologica, del fenomeno a una puntuale descrizione dello stesso? Circoscriviamo il problema al nostro Paese e vediamo qual è la situazione di povertà disegnata oggi dall’Istat: in Italia 1.470.000 famiglie vivono in una condizione di povertà assoluta, il 5,7% del totale, 4.102.000 persone, pari al 6,8% della popolazione. Si tratta di famiglie che non possono accedere a quell’insieme di beni e servizi che, nel contesto italia-

no, vengono considerati essenziali per conseguire uno standard di vita minimamente accettabile (il cosiddetto paniere di povertà assoluta). Il fenomeno appare più diffuso tra le famiglie residenti nel Mezzogiorno, dove sono in condizione di povertà circa 704mila famiglie (l’8,6% del totale), 1,9 milioni di individui (il 45,5% del totale dei poveri assoluti). I livelli di povertà assoluta più alta si osservano tra le famiglie con cinque o più componenti (16,4%), soprattutto se composti da coppie con tre o più figli (16%), e per le famiglie con membri aggregati (11,5%); l’incidenza sale al 18,6% se in famiglia ci sono almeno tre figli minori, scende invece sensibilmente nelle famiglie con anziani (4% tra le famiglie con almeno due anziani). Come si poteva immaginare, la povertà assoluta tocca solo marginalmente le famiglie con a capo imprenditori, liberi professionisti o dirigenti (2%), rimane al di sotto della media tra le famiglie dei pensionati (4,4%), ma sale tra le famiglie di operai (9,7%), per raggiungere il picco più alto tra quelle con a capo una persona in cerca di occupazione (16,2%). La situazione peggiora se si considerano le famiglie con componenti stranieri, in questi nuclei » LUGLIO/AGOSTO 2016 I 21


LE INCHIESTE DI 50&PIÙ l’incidenza della povertà assoluta arriva al 23,4% nei casi in cui la famiglia sia composta da soli stranieri, contro il 4,3% delle famiglie composte esclusivamente da italiani. Ma sono i minori a destare la maggiore preoccupazione: sono addirittura 1 milione e 45mila quelli coinvolti in situazioni di povertà assoluta, il 10% di quelli residenti nel nostro Paese. Il numero di minori in condizione di povertà è cresciuto in modo allarmante negli ultimi anni: nel 2014 è doppio rispetto al 2011 e triplo rispetto al 2008. Il 97% di questi ha genitori con un titolo di studio non elevato, al massimo la scuola media superiore, la maggioranza ha un solo genitore occupato. La crescente povertà dei minori è dovuta alle difficoltà delle giovani famiglie nel sostenere il peso economico della prima fase del ciclo familiare, dovuta a lavori scarsi e precari. Parallelamente al peggioramento delle condizioni economiche dei più giovani, si è registrato un miglioramento delle condizioni degli anziani, anche se va sottolineato che le donne possono contare su pensioni più modeste rispetto a quelle degli uomini. Questi dati non includono le persone senza fissa dimora, anche se le stime ci dicono che in Italia sono ben 50.724. Si tratta per lo più di uomini (85,7%), stranieri (58,2%), con meno di 54 anni (75,8%), con un basso titolo di studio, che per la maggior parte (56%) vivono nel Nord. Quali sono le possibili risposte

I PIÙ POVERI

1.470.000 sono le famiglie che oggi vivono in una condizione di povertà assoluta.

50.724

secondo le stime è il numero dei senza fissa dimora in Italia. L’85,7% sono uomini.

1.045.000 sono i minori coinvolti oggi nel nostro Paese in situazioni di povertà assoluta.

22 I 50epiu.it I LUGLIO/AGOSTO 2016

Raccogliere, redistribuire e restituire. Questa la nuova auspicabile forma di welfare secondo la Fondazione Zancan.

a questa grave emergenza? Secondo recenti approcci, l’assistenza non basta. Alle situazioni di povertà non è più possibile rispondere con interventi finalizzati esclusivamente a tamponare uno stato di bisogno. La Fondazione Zancan - un centro studi che da anni si occupa di problematiche sociali - propone di adottare un nuovo approccio, che si richiami fortemente ai diritti, ma anche ai doveri, dei cittadini. Il Welfare Generativo (www.welfaregenerativo.it) implica il passaggio da un welfare che raccoglie e redistribuisce, ad un welfare che oltre a raccogliere e redistribuire, si dà anche il compito di rigenerare le risorse, facendole rendere, grazie alla responsabilizzazione delle persone coinvolte. È possibile chiedere ai destinatari di interventi di sostegno di restituire, in altra forma, quanto ricevuto? Un approccio di questo tipo, oltre ad essere un deterrente alla dipendenza assistenziale, consente di mettere in circolo energie e competenze che altrimenti andrebbero perdute. Il nostro attuale welfare,

seppure con enormi limitazioni, cerca di dare risposte al bisogno degli individui, ma non chiede ai cittadini a cui garantisce protezione di impegnarsi per realizzare il bene comune. Nel secondo articolo della Costituzione i cittadini vengono richiamati a doveri inderogabili di solidarietà politica, economica e sociale; nell’articolo 4 leggiamo che ogni cittadino ha il dovere di svolgere, secondo le proprie possibilità e la propria scelta, un’attività o una funzione che concorra al progresso materiale o spirituale della società. Eppure l’ipotesi di chiedere a un lavoratore in cassa integrazione, o a chi riceve un’integrazione al redditto, di restituire alla società, in forme di impegno, quello che da essa sta ricevendo in termini economici, scatena spesso forti reazioni di chiusura, come fosse una richiesta del tutto illegittima. Un cittadino rimane tale anche in situazione di bisogno, e come cittadini siamo sempre portatori di diritti e di doveri. Compartecipare con l’impegno personale al be-


NATI NEL 2008 POSSIBILI SOLUZIONI

Empori solidali contro spreco e povertà Gli “empori solidali” offrono una risposta concreta a chi vive in situazioni di povertà. Sono piccoli supermercati, ad accesso controllato, dove si può fare la spesa gratuitamente secondo le proprie necessità. Ogni emporio si impegna per il recupero degli sprechi alimentari e per il sostegno alle situazioni di difficoltà economica e sociale. Tutto questo è possibile grazie alla collaborazione fra associazioni, enti locali e cittadini. Il contributo dei volontari è fondamentale: sono circa 2.000 coloro che si alternano per garantire l’apertura di questi particolari supermercati. La nascita del primo emporio solidale italiano risale al 2008, oggi se ne contano circa 60 sparsi in 16 regioni e i beneficiari attualmente sono circa 60.000. Per informazioni: www.csvnet.it

Roma, marzo 2016: prende il via una nuova iniziativa solidale, il “Muro della Gentilezza”, un luogo d’incontro in cui trovare sostegno, ma anche un luogo dove lasciare doni utili per chi ne ha più bisogno.

nessere della comunità, conferisce dignità piena a chi sta ricevendo aiuto, consente un riposizionamento importante

in termini sociali: da destinatari di assistenza a soggetti responsabili che restituiscono ricchezza alla società.

Risolleva la tua vita! Installiamo a pochi giorni dall’ordine! adatto ad ogni scala semplice da usare poco ingrombo, molta eleganza! comodo e silenzioso un tecnico specializzato vicino casa tua

NUMERO VERDE

800 926 300 richiedi un preventivo gratuito! www.acornmontascale.it Chiedi della


wellcare.it

SPECIALE STIPSI?

Sveglia l’intestino combatti la stitichezza Oggi in farmacia c’è Dimalosio Complex il regolatore dell’intestino.

Q

uando l’intestino si “addormenta” e perde la sua regolare puntualità è possibile andare incontro ad episodi di stitichezza che possono causare cattiva digestione, senso di gonfiore con tensione addominale e alitosi. Secondo le recenti linee guida il problema può essere affrontato con una dieta ricca di fibre indispensabili per ritrovare e mantenere la corretta motilità intestinale.

Una marcia in più

per combattere stanchezza, spossatezza, eccessiva sudorazione. Straordinaria Promozione Scarica l’App smartLOGO , inquadra la promo, trovi la farmacia più vicina.

Arancia Lemonade

Gusti e

* Promozione valida nelle Farmacie aderenti fino ad esaurimento scorte.

O! PROVALNA FUNZIO dell’estate! Nuovo gusto

Il fresco e dissetante energetico con estratto di Tè Verde AZIONE ANTIOSSIDANTE-TONICA

Una fonte di energia. Una risorsa per l’organismo.

Reidratante energetico per bambini e ragazzi

www.mgkvis.it

Seguendo queste direttive è stato formulato Dimalosio Complex, un preparato a base di Psillio e Glucomannano, fibre naturali, arricchito con Lattulosio ed estratti vegetali, componenti attivi che agiscono in sinergia per “risvegliare” la corretta motilità intestinale senza irritare. Dimalosio Complex sveglia l’intestino pigro, usato con regolarità svolge un’azione come regolatore intestinale, favorisce la crescita della flora batterica ed aiuta a combattere quel fastidioso gonfiore addominale facilitando una normale evacuazione. Dimalosio Complex lo trovate in Farmacia, disponibile in confezione da 20 bustine al gradevole gusto pesca. Da ALCKAMED In Farmacia


__SOCIETÀ ATTUALITÀ__

Storici tutori dell’ambiente, dalla lotta agli incendi e ai bracconieri, sino al contrasto alle contraffazioni agroalimentari. Mille sfide per un Corpo storico oggi ad un bivio

FORESTALE, IERI, OGGI E... DOMANI? di Stefano Ripert QUANTE VOLTE, nella semplicità dei sentimenti dell’infanzia, ci siamo persi nei capolavori di Hanna & Barbera. Chi non ha sognato di andare a caccia di avventure con l’orso Yoghi e il suo amico BuBu nell’incantevole parco di Jellystone e di farla in barba al severo Ranger John Smith, sempre ligio al regolamento? Ma in fondo al nostro cuore serbavamo l’innocente desiderio di mettere in testa il suo bellissimo copricapo da guardia forestale e poter diventare, come lui, fieri tutori DAL RE AL POPOLO della natura. Nella vita reale il Corpo Forestale dello Stato conserva intatto il Un po’ di storia della Forestale suo fascino e sono molteplici le sfide con cui i suoi agenti si confrontano ogni 1822: re Carlo Felice di Savoia per proteggere giorno: dall’antibracconaggio, compito difficile e pericoloso, ad azioni di estrema i boschi italiani, proprietà della casa reale, istiimportanza per arginare lo scempio del traffico dei rifiuti altamente tossici, tuisce il regio corpo forestale. Con la Repubblica, alla lotta contro le contraffazioni dell’agroalimentare, che provocano danni per il patrimonio naturale passa alla collettività. Oggi miliardi alla nostra economia, al traffico di animali e vegetali esotici protetti il CFS garantisce il “diritto alla fruizione del bosco e dell’ambiente più in generale”. dalla convenzione di Washington. » LUGLIO/AGOSTO 2016 I 25


Ma con l’arrivo dell’estate e delle vacanze è il riSIMULATORI PER ALLENARSI schio incendi a Un gioco sì, ma molto serio L’idea è quella dei serious game: addestrarsi calamitare l’ima risolvere le emergenze ambientali attraverso pegno del corpo la realtà virtuale. Simulatori sempre più agforestale che, in giornati e costosissimi per la preparazione questo tipo di cadei piloti di linea o militari, o l’addestramento lamità, è sempre dei corpi speciali, già dal dopo-guerra svolgono in prima linea. un ruolo decisivo nell’innalzare il livello di qualità Due i fattori poed efficacia nei settori d’impiego. Grazie al Sitenzialmente scamulatore "Forest Fire Area Simulator", ospitato tenanti, la siccità presso il Centro di Formazione Nazionale di e l’aridità, caratCastel Volturno, gli allievi acquisiscono anche teristiche del cliun’impronta emozionale e sensoriale mentre, ma mediterraneo, impiegando sistemi e attrezzature ordinariamente utilizzati nelle operazioni reali, si allenano più un terzo fata contrastare gli effetti degli eco-reati: dagli tore chiamato uoincendi boschivi alle catastrofi naturali, fino ai mo, che funge da disastri ambientali che spesso feriscono il terdetonatore, con ritorio ed il paesaggio italiano. l’incuria e il dolo. «Nel 2015 sull’intero territorio nazionale - ci dice la dottoressa PER SAPERNE DI PIÙ Daniela Piccoli, Primo diriWWW.CORPOFORESTALE.IT gente del CFS - si sono veriÈ IL SITO DEL CORPO FORESTALE DELLO STATO, DOVE TROVARE ficati 5.447 incendi boschivi, OGNI DATO SULLE SUE ATTIVITÀ che hanno divorato circa WWW.COLDIRETTI.IT/NEWS/PAGINE/ 37.500 ettari. Rispetto al 498-–-12-LUGLIO-2015.ASPX 2014 c’è stato un sensibile ECCO IL DECALOGO SALVABOSCHI aumento, ma la superficie toDELLA COLDIRETTI tale interessata è rimasta invariata. Insomma più incendi, ma per fortuna di minore impatto. Se andiamo indietro nel passato, vediamo poi che negli anni Settanta si contavano circa 9.000 incendi l’anno (oggi -37%), che con-

L’ADDESTRAMENTO

+

26 I 50epiu.it I LUGLIO/AGOSTO 2016

sumavano una media di 150mila ettari (oggi -64%)». Questa fase fausta dipende anche dai cambiamenti climatici delle ultime estati, che hanno aumentato le piogge e di conseguenza l’umidità del suolo e ambientale. Ma soprattutto dall’intensificarsi delle azioni di prevenzione e investigazione del CFS, anche tramite droni equipaggiati con sensori, che forniscono informazioni vitali al Nucleo Investigativo Antincendio Boschivo. E naturalmente l’informazione e la sensibilizzazione della popolazione giocano un ruolo chiave nell’alleggerire l’azione di contrasto diretta. Azione estremamente faticosa, sia economicamente che fisicamente, visto il pericolo, che si presenta altissimo nel momento in cui l’agente forestale si trova a pochi metri dall’inferno e, spesso e volentieri, ci deve entrare dentro: anche se ben preparato e con i più moderni mezzi tecnici a disposizione, il rischio è altissimo. Può sembrare scontato, ma sono devastanti le piccole distrazioni, come la solita sigaretta “schiccherata”, che fa tanto James Dean e tanto danno, o accendere fuochi (quasi sempre in zone vietate) con

la presunzione di saperli gestire, ma poi… Oppure non fare per pigrizia il numero verde 1515 del CFS quando si vede del fumo in boschi o aree naturali. E se malgrado ogni precauzione vi trovaste nei pressi di un incendio, ricordate in primis di assicurarvi una via di fuga, in relazione alla direzione del fuoco, ma soprattutto di non intralciare le azioni di intervento, come spesso succede per insensata curiosità. Ma se in questa stagione fronteggiare e prevenire il rischio incendi è una delle attività che più impegnano il CFS, gli uomini e le donne del Corpo non sono impiegati solo in compiti di polizia forestale. Giorno per giorno si occupano della cura e ripristino del territorio: dalle sistemazioni idraulico-forestali e agrarie, nei bacini montani e nei comprensori di bonifica, ai rimboschimenti e alla gestione di foreste di proprietà dello Stato. Qui si allevano antiche razze zootecniche nostrane che avevano preso l’inesorabile via dell’oblio perché poco adatte, per la loro scarsa resa, ad un’economia globale proiettata alla massimizzazione del profitto. Il loro pa-


IN EUROPA L’IMPORTAZIONE ILLEGALE DI ANIMALI

Una strage silenziosa che non si arresta Spesso indignano l’opinione pubblica il miliardario o il politico fotografati sul giornale in una battuta di caccia grossa. Ma purtroppo chi sottrae biodiversità al pianeta rischia di non fare notizia. Dal rapporto del Parlamento Europeo “sui crimini contro l’ambiente e la biodiversità” (marzo 2016), risulta che l’Europa è il principale importatore illegale al mondo di animali e piante ad alto rischio di estinzione, di avorio e coralli. Belgio e Olanda forniscono alla Cina cavallucci marini essiccati, importati clandestinamente dal Centro-America e dall’Africa, per essere usati nella medicina tradizionale. La Germania “preferisce” zanne d’elefante e cobra vivi o le pelli. La Spagna bertucce, la Francia la testuggine greca e storioni di specie rarissime, il Portogallo rettili, soprattutto boa constrictor, la Slovacchia il gatto selvatico. L’elenco di questi scambi illeciti è molto lungo. L’Italia non figura per scarsità di dati, cosa tutt’altro che positiva secondo la UE.

trimonio genetico, d’importanza vitale per risolvere patologie legate a razze super produttive, era a rischio. Tra i compiti dei nostri rangers, anche il monitoraggio sulla biodiversità degli ecosistemi della penisola. L’obiettivo è capire come stanno cambiando, individuare le principali responsabilità, comprendere come contenere un processo allarmante, che interessa tutto il pianeta. In questo compito, come spesso nei precedenti, il Corpo opera nell’ambito di collaborazioni sia a livello europeo che mondiale, come ad esempio la “Rete di Ricerca Ecologica a Lungo Termine”, istituita nel 1993 per analizzare il funzionamento degli

ecosistemi e le loro trasformazioni a livello planetario. Malgrado l’attualità e importanza di contrastare gli ecoreati e monitorare, diciamo così, lo stato di salute del pianeta, il CFS rischia di venire cancellato con un colpo di spugna. Purtroppo i tempi cambiano e la necessità di far quadrare i conti di bilancio statale non bada ai “romanticismi”: come all’epoca furono mandati a riposo gloriosi reggimenti di cavalleria, oggi si prospetta che il mitico fregio con l’aquila dorata, che artiglia le asce incrociate, venga assorbito, insieme ai suoi compiti, in altri Corpi. Come e quando non è ancora chiaro. Ma il rischio incombe più del fuoco.

What a wonderful world

HOTEL HO OTEL TERME OT TERME

„ „{)FeX)ƅ:FkcF {)FeX)ƅ:FkcF F„)še‰eeF„kFĂLj¼{F” F„)še‰eeF„kFĂLj¼{F”

Π΄)F:FkcF{)c„Fkc)ka{X)‰e „)F:FkcF{)c„Fkc)ka{X)‰e ÎŅÏĩƋ±ĜĬÚĜÆåĹƴåĹƚƋŅ ÎŅÏĩƋ±ĜĬÚĜÆåĹƴåĹƚƋŅ ÎƅFűĬ±DŽĜŅĹĜÏŅűÏŧƚ±Ƌåųĵ±Ĭå ÎƅFűĬ±DŽĜŅĹĜÏŅűÏŧƚ±Ƌåųĵ±Ĭå Î)ĹƋų±Ƌ±±ĬĬåŞĜŸÏĜĹåƋåųĵ±ĬĜÏŅĹƚƋĜĬĜDŽDŽŅ Î)ĹƋų±Ƌ±±ĬĬåŞĜŸÏĜĹåƋåųĵ±ĬĜÏŅĹƚƋĜĬĜDŽDŽŅ degli idromassaggi cascate te d’acqua d’acqua idromassaggi e delle casca Î{åųÏŅųŸŅUĹåĜŞŞÎBƼÚųŅÆĜĩåŸÎeŧƚ±ųƚĹĹåų Î{åųÏŅųŸŅUĹåĜŞŞÎBƼÚųŅÆĜĩåŸÎeŧƚ±ųƚĹĹåų ΄±ƚűαčĹŅƋƚųÏŅÎ%ŅÏÏĜ±åĵŅDŽĜŅűĬå ΄±ƚűαčĹŅƋƚųÏŅÎ%ŅÏÏĜ±åĵŅDŽĜŅűĬå {±ĬåŸƋų±‰åÏĹŅčƼĵΉåĹĹĜŸÎ:ĜĹűŸƋĜϱŞŅŸƋƚų±Ĭå ÎÎ{±ĬåŸƋų±‰åÏĹŅčƼĵΉåĹĹĜŸÎ:ĜĹűŸƋĜϱŞŅŸƋƚų±Ĭå  å±ŧƚ±čƼĵÏŅĬĬåƋƋĜƴ±Ú±ĬƚĹåÚġ±ƴåĹåųÚġ å±ŧƚ±čƼĵÏŅĬĬåƋƋĜƴ±Ú±ĬƚĹåÚġ±ƴåĹåųÚġ Ŏ„åÚƚƋ±ÚĜeƚƋŅŸĘĜ±ƋŸƚx%ŅěĜĹ ÎÎŎ„åÚƚƋ±ÚĜeƚƋŅŸĘĜ±ƋŸƚx%ŅěĜĹ Ɩ%ŅÏÏåŸŅĬ±ųĜÎcŅĬåččĜŅƚűÏÏ±ŞŞ±ƋŅĜŅ ÎÎƖ%ŅÏÏåŸŅĬ±ųĜÎcŅĬåččĜŅƚűÏÏ±ŞŞ±ƋŅĜŅ A partire da

€ 499,00

(pre (prezzo zzo perr persona p persona in camer camera a doppia Classic)

...in più: ƅƋų±ƋƋ±ĵåĹƋĜÚĜŮ8±ĹčŅc±Ƌƚų±Ĭåa±ƋƚųŅŰ ƅƋų±ƋƋ±ĵåĹƋĜÚĜŮ8±ĹčŅc±Ƌƚų±Ĭåa±ƋƚųŅŰ ťťƅ±čĹĜ‰åųĵ±ĬĜųĜčåĹåų±ĹƋĜ±ĬĬűŅDŽŅĹŅ ƅ±čĹĜ‰åųĵ±ĬĜųĜčåĹåų±ĹƋĜ±ĬĬűŅDŽŅĹŅ (C (CON ON IMPEGNA IMPEGNATIVA ATIV T VA A.S.L. si paga sol solo o il ticke ticket) t) ŠŠkcš)c¬Fkce‰keţ„ţXţxFţcţeţFţXţš kcš)c¬Fkce‰keţ„ţXţxFţcţeţFţXţš Offerta valida valida a fino all’8/12/2016, all’8/ 8/ /112/ /2016, 2016 2 escluso Ferragosto Ferrra agosto e periodo di chiusur ra dell’Hotel. dell’Hotel. Non cumulabile con con altre omo ozzioni. chiusura altre offerte offerte e pr promozioni. Arrivo Arriv vo la domenica - partenza pa artenza ill sabato. sabato. Presenta Presenta ques questo to buono alla Reception.

MONTEGROTTO TERME (PD)) Italia MONTEGROTTO T ERME (PD Italia ‰åĬťƐĿLjĉĿţƀĿƐĉƀƀÎNUMERO VERDE íLjLjĉƖíĿĿĿ ‰åĬťƐĿLjĉĿţƀĿƐĉƀƀÎNUMERO V ERDE í LjLjĉƖíĿĿĿ ƵƵƵţƋåųĵåŞųåĜŸƋŅųĜÏĘåţĜƋ ƵƵƵţƋåųĵåŞųåĜŸƋŅųĜÏĘåţĜƋ

FFš)c)%O%ű)„‰e‰) š)c)%O%ű)„‰e‰) kckc)‰kIe¬¬  kckc)‰kIe¬¬ e ek%k{F„Fce k%k{F„Fce Ɩ ƖĉčĜƚčĹŅ ĉčĜƚčĹŅ í íeƖƖĬƚčĬĜŅ eƖƖĬƚčĬĜŅ Ă ĂeƖƅ±čŅŸƋŅ eƖƅ±čŅŸƋŅ Ɩ ƖeĿŸåƋƋåĵÆųå eĿŸåƋƋåĵÆųå

jazz jazzbythepool.it bythepool.it


__SOCIETÀ ATTUALITÀ__

Dal personal shopper al gourmet a domicilio: se non si vuole cucinare, oggi si può ordinare al ristorante preferito e farsi consegnare tutto a casa

A CASA, COME AL RISTORANTE di Daniela Floridia

FOOD DELIVERY, letteralmente la consegna di cibo, è ormai diventato anche nel nostro Paese un fenomeno in costante crescita e dalle forme più diverse. In Italia si stima un giro di affari da 400 milioni di euro l’anno. L’evoluzione della classica pizza a domicilio - telefoni alla pizzeria di quartiere, ordini e arriva un ragazzo QUALCHE DATO che ti consegna la margherita Food Delivery, un settore redditizio i fritti e le bevande - ha portato La consegna dei pasti a domicilio in cifre: a realizzare nuove e diverse at- 32 minuti i tempi medi di consegna di un pasto dal tività che sfruttano le potenmomento dell’ordine; zialità della rete, con delle piat- in Italia ha un giro d’affari di 400 milioni di euro; taforme o delle app che si ba- secondo una ricerca del magazine TechCrunch, il valore sano sulla geolocalizzazione. economico del settore si aggira attorno ai 70 miliardi La filosofia, in buona sostanza, di dollari, di cui ben 9 sono generati dalle piattaforme di consegna on line. è la seguente: collegati (con il

28 I 50epiu.it I LUGLIO/AGOSTO 2016


NEL MONDO IN INDIA

Dabbawallahs, un’organizzazione “scientifica” ed efficiente per consegnare i pasti

+

LA PERCENTUALE PIÙ ALTA DELLA CLIENTELA È DATA DALLA FASCIA DI ETÀ 25-34 ANNI (39,9%); A SEGUIRE, QUELLA 35-44 ANNI (27,6%) E 18-24 ANNI (18,7%) (Fonte: Just Eat)

computer, il tablet, lo smartphone), dimmi dove abiti e cosa vuoi mangiare, scegli il ristorante e al resto ci pensiamo noi. La consegna a domicilio non è più, quindi, solo una soluzione per risolvere all’ultimo momento una cena che non si ha il tempo di preparare o per sfamarsi guardando la finale di calcio o del reality preferito alla televisione, ma diventa occasione per provare nuovi sapori o gustar-

si la specialità del proprio ristorante preferito rimanendo in pantofole. Così funziona Just Eat, nato in Danimarca nel 2000, che da allora ha già gestito 70 milioni di ordini in più di 15 Paesi. La sua forza è quella di aver creato una rete inserendo fra i fornitori ristoranti che altrimenti non avrebbero pensato alle consegne a domicilio, da quelli etnici alle hamburgerie, ma anche i ristoranti tradizionali. La stessa Just Eat ha diffuso i dati delle preferenze dei romani: dopo

la pizza - che resta al primo posto con il 52,73% degli ordini a domicilio - troviamo il cinese, con il 13% delle preferenze e l’hamburger con il 12%, seguito dal sushi (7,70%). «I clienti sono prevalentemente quelli nella fascia d’età dai 25 ai 34 anni (39,9%) - dice Just Eat -, poi quelli dai 35 ai 44 anni (27,6%) e infine quelli fra i 18 e i 24 anni (18,7%). E utilizzano sia il sito che l’app». Just Eat non utilizza propri fattorini, ma lascia ai ristoranti l’organizzazione della consegna, che è gratuita. In cambio di una percentuale sulle ordinazioni Just Eat fornisce le attrezzature, contenitori, borse termiche, etc, ma soprattutto l’organizzazione e una piattaforma »

Non chiamateli fattorini, sono i Dabbawallahs, un esercito di persone che in India, e in particolare a Mumbai, ogni giorno consegnano migliaia di pasti a chi si trova nei luoghi di lavoro o di studio. L’organizzazione è complessa ma assolutamente efficiente, nonostante si svolga - in una sorta di staffetta - utilizzando biciclette e treni. Circa 4.000 Dabbawallahs quotidianamente attraversano la città ed i sobborghi, 60 km di estensione, prelevando e consegnando una media di 200mila pasti fatti in casa, che agganciano alle loro biciclette o carretti e che poi consegneranno - su vassoi portati in capo che arrivano a pesare oltre 90 Kg - alla stazione di metropolitana o treno, ad altri colleghi, che a loro volta li distribuiranno con lo stesso sistema a rete. All’ora prevista, ognuno degli abbonati (per un prezzo che può variare dai 2 ai 7 euro al mese) avrà il suo pasto caldo fatto in casa e che sarà passato da un minimo di 4 Dabbawallahs diversi; nel primo pomeriggio, il processo si ripeterà al contrario per il ritiro e la riconsegna dei contenitori vuoti, senza rischi di contaminazioni castali o igieniche. ll sistema si basa su di una serie di colori, simboli, lettere e numeri apposti a mano sui contenitori corrispondenti all’indirizzo di casa, dell’ufficio, della stazione di consegna e di raccolta. L’affidabilità e la fiducia non sono messe in discussione e gli errori nelle consegne hanno una percentuale tendente allo zero.


che rende immediato e semplice fare l’ordine anLE SCATOLE GOURMET che agli interLa spesa è servita a casa Se il problema non è cucinare, ma fare la nauti meno espesa cercando gli ingredienti giusti, la sosperti. Dopo la luzione sono le scatole gourmet. registrazione al Quelle proposte da Quomi (www.quomi.it) sito si riceve una includono solo prodotti che non si trovano e-mail di confernella grande distribuzione e sono già nelle ma. Una volta giuste dosi per preparare le ricette selezioinserito l’indiriznate da cuochi professionisti, che possono zo compaiono i essere scelte settimanalmente. A partire da ristoranti di zo4 euro a porzione. Stessa filosofia per My na, si sceglie il riCooking Box che, attiva a Milano e dintorni, storante e, dal offre in appositi punti vendita, o consegnando menù, le pietana domicilio, un vero e proprio kit. Al momento la proposta è limitata a soli due prodotti, ze. Man mano “Trofiette con pesto genovese e pinoli tostati” che si aggiungoe “Busiate di tumminia bio con capperi e olive no al “carrello” i nere”. Per ogni piatto vengono indicati porzioni cibi scelti, si ag(per 2 o 5 persone), difficoltà, tempo di pregiorna in diretta parazione, calorie e lo chef che lo ha ideato il costo dell’ordi(www.mycookingbox.it). nazione, poi si seleziona l’orario di consegna (si va dall’opzione “appena PER SAPERNE DI PIÙ possibile”, ad una scansione www.justeat.it di orari di quarto d’ora in www.foodora.it www.deliveroo.it quarto d’ora), si indica il tiwww.moovenda.com po di pagamento, contanti www.diet-to-go.com o carta di credito, e si manda l’ordine. Un’altra e-mail conferma l’avvenuta presa in carico dell’ordine (fornendo anche il numero d’ordine) e l’orario di consegna, che può essere seguito in tempo reale attraverso un apposi-

IN CUCINA

+

30 I 50epiu.it I LUGLIO/AGOSTO 2016

to link. Nel nostro caso avevamo richiesto appena possibile, e il ristorante scelto è a 15 minuti da casa (al netto del traffico di un sabato sera romano) -, dopo meno di 40 minuti, in anticipo rispetto a quanto ci potevamo aspettare, stavamo gustando paella, tapas e tortilla. Altri, come Foodora, tedesco, puntano su ristoranti di fascia medio-alta o di nicchia, vegetariani o vegani, ma anche gelaterie, pasticcerie, rosticcerie etniche o cucina regionale: 275 ristoranti a Milano, oltre 150 a Torino. Le consegne? Rigorosamente in bicicletta, i pagamenti tramite carta di credito o paypal. Il costo di consegna 2,90 euro e i tempi circa 30 minuti. Stesso target per Deliveroo - che ha come simbolo il canguro, attivo in 12 Paesi e, in Italia, a Roma e Milano - che tuttavia, con un occhio attento al “sociale”, da aprile ha cominciato a collaborare con l’Assessorato delle Politiche Sociali e Cultura della Salute del Comune di Milano per consegnare pasti e merende agli anziani fragili e non autosufficienti che usufruiscono dei servizi

territoriali. A Roma Moovenda utilizza rider (fattorini) collegati con un’app, che possono decidere se accettare la spedizione dopo aver acquisito la posizione del cliente e del ristorante, remunerati attraverso un sistema di pagamenti Stripe, con l’intero costo di consegna (3,50 euro). In un’epoca sempre più attenta al benessere e alla linea non poteva mancare un servizio destinato a chi vuole raggiungere il peso forma mangiando bene e sano. È quello che a Milano propone Diet to Go che, con una spesa minima di 29 euro al giorno comprendente colazione, pranzo, spuntino e cena, offre menù calibrati da un nutrizionista, con piatti freschi appena cucinati con ingredienti selezionati e consegnati a domicilio. Il menu “Mediterraneo” promette una perdita di peso di oltre 4 chili in 4 settimane, ma si può optare per il “Vegetariano”, senza carne e pesce, o per il “Detox”, vegano e gluten free. L’ordine minimo è per una settimana, fra i vantaggi, quello di avere già tutto pronto e meno possibilità di cadere in tentazione o fare strappi alla dieta.


__SOCIETÀ ESTERO__

Dal Primo luglio la Slovacchia è alla presidenza del Consiglio dei Ministri dell’Unione Europea. Tra le sfide da affrontare, la crisi migratoria, uno degli incubi del governo slovacco

LA SFIDA UE DELLA SLOVACCHIA di Rita Nicosanti POLONIA

REPUBBLICA CECA

AUSTRIA

SLO

C VA C UNGHERIA

HIA UCRAINA

LAVORARE DURAMENTE PER UN’EUROPA PIÙ UNITA, economicamente più forte e per rafforzare il mercato comune, in particolare quello digitale: questo l’obiettivo del primo semestre di presidenza slovacco dell’Unione Europea, dal 1° luglio. La Slovacchia è quindi chiamata a coordinare i lavori e i dossier europei, cercando di risolvere i problemi che nei prossimi sei mesi saranno più di attualità. E per il Paese che sta cercando di lasciarsi alle spalle gli anni del Comunismo, quella di Bruxelles è una vetrina e un trampolino di lancio che non possono essere assolutamente sprecati. Non I MOTIVI DEL RISPARMIO sarà una missione semplice, per il I costi della Presidenza slovacca primo ministro slovacco Robert FiLa Slovacchia spenderà circa 70 milioni di euro per i sei co (nella foto, in basso, a sinistra), mesi al vertice di Bruxelles. Nel 2009 la Repubblica pressato dal verdetto del Brexit, da Ceca ne aveva pagati 136, 116 la Polonia nel 2007. Il una parte, e da sfide importanti, “risparmio” slovacco è dato dal fatto che oggi i vertici Ue si tengono a Bruxelles e non nei Paesi di presidenza. quali la crisi migratoria, dall’altro. ROMANIA

32 I 50epiu.it I LUGLIO/AGOSTO 2016


AD EST «Sono quattro le priorità che il governo slovacco ha adottato nel piano strategico per la presidenza Ue», spiega l’Ambasciatore di Slovacchia in Italia, Jan Soth. «Anzitutto il primo impegno è l’agenda economica e finanziaria, in cui possiamo inserire la preparazione del prossimo bilancio europeo per il 2017, e i progetti legislativi per l’Unione. La seconda area di priorità riguarda la crisi migratoria, un ambito molto importante non soltanto per noi, ma per tutta l’Unione Europea. Al terzo posto, la necessità di spingere il potenziale mercato unico dell’energia e del digitale, che per la Slovacchia significa anche sicurezza energetica. E, infine, la quarta prerogativa è legata alle relazioni esterne dell’Ue, il commercio e il processo di allargamento», ha affermato l’ambasciatore. Ma l’interrogativo più grande da sciogliere, quello che provoca anche un pizzico di inquietudine tra gli altri Stati Membri, è rappresentato dalla gestione dell’ondata migratoria, perché il premier Fico non ha mai celato il suo volto più xenofobo, mostrando le sue idee anti immigrati e soprattutto anti Islam. «Il problema

IL GIOIELLO

Kosice, ovvero la città dei giovani

è che i migranti stanno cambiando il volto del Paese», aveva lamentato a pochi giorni dall’inizio del suo mandato a Bruxelles. «Vogliamo sviluppare una politica migratoria sostenibile nell’Ue, comunicare con Paesi terzi e gestire il dialogo con i Paesi di origine della migrazione, proteggendo meglio le frontiere esterne dell’Europa», ha ribadito l’Ambasciatore Jan Soth, aggiungendo che il “Migration Compact” proposto dall’Italia è un buon trampolino di partenza. E, intanto, anche l’edificio del Consiglio dell’Ue si è vestito “a festa” per dare il benvenuto alla Slovacchia. All’ingresso del Palazzo Justus Lipsius, la sede delle sedute ministeriali e dei negoziati nel corso di questo semestre, è esposta una presentazione della Slovacchia attraverso i simboli dei quattro elementi naturali. La Terra è rappresentata con un modello in scala reale di Ecocapsule, un’abitazione cellulare indipendente, di ridotte dimensioni e ad alta efficienza energetica realizzata in uno studio di architettura slovacco. Per simboleggiare l’Acqua ci sono kayak e canoe prodotte dall’azienda Vajda. Per il Fuoco è stata scelta le tecnologia di perforazione profonda al plasma,

sviluppata dalla società slovacca GA Drilling. Mentre per l’Aria è stata scelta Aeromobil, la prima automobile che vola. L’immagine che si vuole restituire è quella di una Nazione dinamica ed innovativa, grazie anche a questi manufatti che ben rappresentano le eccellenze del Paese. Sarà il tempo a mostrare se l’approccio slovacco è quello giusto, e se sarà in grado di restituire ai cittadini la fiducia nell’Ue, messa sempre più a rischio in questi ultimi mesi. Restano però tanti nodi da sciogliere, in primis il rischio che l’atteggiamento di chiusura del premier slovacco dia man forte alle critiche anti-Unione Europea, facendo sì che Bratislava diventi uno specchio distorto di Bruxelles e che si faccia portavoce del malcontento maturato contro l’Ue dagli ex Paesi dell’Europa dell’Est (Ungheria, Repubblica Ceca e Polonia), non soltanto in tema di chiusura delle frontiere.

+

LA SLOVACCHIA PER L’EUROPA IL GOVERNO SLOVACCO HA ADOTTATO QUATTRO PRIORITÀ NEL PIANO PER LA PRESIDENZA: 1) L’AGENDA ECONOMICO FINANZIARIA; 2) LA CRISI MIGRATORIA; 3) IL MERCATO UNICO PER IL DIGITALE E L’ENERGIA; 4) LE RELAZIONI ESTERNE E IL PROCESSO DI ALLARGAMENTO

È la seconda città dopo Bratislava, piccola e poco conosciuta è una perla della Slovacchia e meta gettonata del divertimento. Si trova nella parte orientale del Paese, non lontano dal confine con l’Ungheria. Il fiume Hornád separa il centro di Kosice, sulla riva destra, dai quartieri popolari moderni che sorgono sulla sinistra del fiume. Nonostante le piccole dimensioni, Kosice ospita due università e l’accademia dell’aeronautica. Proprio per questo è una città molto giovane, piena di locali e di vita notturna. Insieme a Marsiglia, nel 2013 è stata eletta Capitale europea della Cultura. Molti ragazzi dalla Polonia e dall’Ungheria vengono qui a divertirsi. Nel centro è un susseguirsi di edifici storici e ben curati, chiese e palazzi in stile barocco e liberty. È una sorta di Praga in miniatura in cui le biciclette la fanno da padrone. Una perla esclusiva è la “Singing Fountain”, una fontana i cui getti d’acqua si alternano al ritmo della musica.


Dicembre 2014: un nuovo inizio delle relazioni tra Stati Uniti e Cuba. In due anni molto è successo: un ambasciatore cubano è tornato a Washington, l’inno americano è risuonato nel Palazzo della Rivoluzione, Obama e Raul Castro si sono stretti la mano davanti al ritratto di Che Guevara. Ma restano alcuni nodi irrisolti e una domanda essenziale: quanto è profondo e quanto durerà il rinnovamento?

__SOCIETÀ ESTERO__

C’ERAVAMO TANTO ODIATI… +

“IL NUOVO INIZIO” TRA STATI UNITI E CUBA È STATO FAVORITO DALL’INTERVENTO DIRETTO DI PAPA FRANCESCO, PIÙ VOLTE PUBBLICAMENTE RINGRAZIATO DA OBAMA E CASTRO

34 I 50epiu.it I LUGLIO/AGOSTO 2016

I

di Leonardo Guzzo

IL 17 DICEMBRE 2014 è entrato di diritto nella storia delle relazioni internazionali. In quella data, con due discorsi separati e simultanei, il presidente americano Barack Obama e il leader cubano Raul Castro, succeduto nel 2008 all’icona Fidel, proclamavano il ristabilimento dei rapporti diplomatici tra Stati Uniti e Cuba e la caduta, dopo oltre mezzo secolo, dell’ultimo baluardo di Guerra Fredda. Dopo l’annuncio della liberazione di Alan Gross, un cooperante condannato a quindici anni di carcere per aver cercato di aggirare il blocco a Internet imposto dal regime, Obama aveva affermato la necessità di «un nuovo capitolo nei rapporti tra le nazioni delle Americhe», proponendo di rimuovere le zavorre del passato al fine di realizzare un «fu-


turo migliore» per il popolo americano e quello cubano. Raul Castro, dal canto suo, aveva espresso «rispetto e riconoscimento» per la decisione di Obama e aveva assicurato piena collaborazione alla svolta, chiedendo peraltro la rapida rimozione dell’embargo che stritola l’economia dell’isola. Lo storico riavvicinamento ha prodotto negli ultimi due anni evidenti risultati. Nell’aprile del 2015 Obama e Castro si sono incontrati a Panama durante il summit delle Americhe, salutandosi cordialmente e stringendosi simbolicamente la mano. Il mese successivo gli Stati Uniti hanno cancellato Cuba dalla black list dei Paesi sostenitori del terrorismo, come esplicitamente richiesto dal governo dell’isola. Il 20 luglio del 2015 è stata ristabilita a Washington una rappresentanza diplomatica cubana alla presenza del ministro degli esteri Bruno Rodriguez, mentre il 14 agosto successivo il segretario di Stato americano John Kerry ha inaugurato all’Avana la nuova ambasciata degli Stati Uniti. I due eventi hanno segnato ufficialmente la ripresa delle relazioni bilaterali tra i due Paesi. Infine, tra il 20 e il 22 marzo il presidente Obama si è re-

cato in visita ufficiale all’Avana, 88 anni dopo il suo predecessore Calvin Coolidge. Il professor Gregory Alegi, docente di Storia delle Americhe alla Luiss di Roma, ci aiuta a scoprire i retroscena del disgelo. «L’iniziativa di Obama era nell’aria da anni. La sua tempistica risponde a esigenze tecniche e alla pratica, diffusa tra i presidenti americani, di rimandare le scelte più coraggiose alla fine del secondo mandato, per ridurre eventuali conseguenze personali e politiche. Il disgelo tra Stati Uniti e Cuba, peraltro, sembra offrire vantaggi ad entrambe le parti. Gli Stati Uniti guadagnano in termini di immagine: disinnescano il “modello Asterix”, l’idea del piccolo villaggio che resiste stoicamente all’impero arrogante, e fugano l’impressione di un accanimento esorbitante e ingiustificato verso un nemico che non è più tale. Cuba si aspetta di guadagnare in termini sia diretti che indiretti. Potrà intanto contare sulle consistenti rimesse degli immigrati negli Stati Uniti; in più, l’annunciata rimozione delle restrizioni americane promette di sbloccare non solo il commercio con gli Stati Uniti, ma anche quello con molti Paesi terzi, costretti ad allinearsi su posizioni » LUGLIO/AGOSTO 2016 I 35


SOCIETÀ ESTERO anti-cubane per condiscendenza verso Washington. Quanto alle conseguenze economiche della svolta, bisogna precisare che l’economia cubana risente di limiti intrinseci. Per sfruttare appieno il nuovo corso, Cuba dovrebbe ripensare la propria struttura produttiva, affrancandosi dall’agricoltura estensiva che offre scarsi margini di profitto, aumentare il livello dei servizi, specie nel settore turistico, e magari sviluppare tipologie di turismo alternative. Si pensi ad esempio al turismo sanitario, favorito dalla presenza di personale qualificato e da prestazioni mediche a costi contenuti». L’origine della frizione tra Cuba e Stati Uniti risaliva al 1959, quando, vinta la lotta armata contro il dittatore Fulgencio Batista, il leader del nuovo governo cubano Fidel Castro decise di espropriare i latifondi e nazionalizzare le grandi industrie, colpendo duramente gli interessi statunitensi nell’isola. Alle ritorsioni di Washington (blocco dell’acquisto di zucchero) Cuba rispose stipulando un accordo commerciale con l’Unione Sovietica, sicché, di fronte all’eventualità di un’infiltrazione comunista nell’emisfero occidentale, gli Stati Uniti elaborarono un piano per rovesciare il regime castrista. Il 16 aprile del 1961 un gruppo di esuli cubani sbarcò nella Baia dei Porci, nel sud dell’isola, con l’aiuto della marina americana; le milizie di Castro, però, vennero a conoscenza del tentativo e lo sventarono prontamente, con gra-

IERI E OGGI

Gli Usa

avevano interrotto le relazioni diplomatiche con Cuba nel 1961 per protestare contro la deriva illiberale e sovietica del regime di Castro.

1928-2016 88 anni dopo il suo predecessore Calvin Coolidge, arrivato in nave per incontrare il presidente cubano Gerardo Machado, Obama è tornato a Cuba

Obama

ha assicurato che gli Usa favoriranno l’accesso a Internet del popolo cubano, per modernizzare il Paese e supportare la svolta nei rapporti bilaterali.

36 I 50epiu.it I LUGLIO/AGOSTO 2016

ve smacco per la reputazione del governo di Washington. Nel febbraio del 1962 gli Stati Uniti decretarono l’embargo totale verso Cuba, preceduto, il mese prima, da analoghe sanzioni da parte dell’Organizzazione degli Stati Americani. Nell’ottobre successivo la tensione fu inasprita dalla famigerata “crisi dei missili”. Un aereo spia americano accertò la presenza a Cuba di rampe missilistiche di fabbricazione sovietica, a riprova dell’intesa militare tra Mosca e L’Avana. Kennedy impose il blocco navale all’isola e intimò il dietrofront alle navi russe che trasportavano i missili destinati ad armare le rampe di lancio. Il leader sovietico Krusciov sembrò intenzionato a forzare il blocco, ma alla fine desisté scongiurando il pericolo di un’escalation militare che avrebbe potuto coinvolgere l’uso dell’arma atomica. Cuba, peraltro, proseguì nel processo di “sovietizzazione” e divenne ufficialmente la spina nel fianco degli Stati Uniti. Nel 1975, a causa delle precarie condizioni economiche dell’isola, l’Osa (l’Organizzazione degli Stati Americani) revocò le proprie sanzioni. Votarono a favore anche gli Stati Uniti, che tuttavia hanno mantenuto l’embargo anche dopo il crollo dell’Unione Sovietica, rafforzandolo anzi con l’Helms-Burton Act del 1996, che consente agli Usa di tagliare i finanziamenti a organizzazioni internazionali responsabili di violare le restrizioni. Fino alla svolta di Obama. «Il nuovo corso - avverte il professor Alegi - è a uno stadio pre-

liminare e simbolico. Un principio è stato sancito: ora servono meccanismi e provvedimenti di attuazione. Si tratta di un passaggio molto delicato in cui le parole chiave sono, a mio parere, “gradualità” e “lungimiranza”. Pensare a breve termine è pericoloso: se gli Stati Uniti premessero su Cuba per un rinnovamento a tappe forzate, con verifiche stringenti, rischierebbero di fallire il bersaglio. Sul tema dei diritti umani, ad esempio, si possono raggiungere risultati rapidi e di un certo impatto propagandistico, ma solo in campi limitati. Il cambiamento profondo necessita di tempo e non può prescindere da due riflessioni di fondo. In tutti i cubani, a prescindere dall’adesione al castrismo, è presente un forte elemento di orgoglio nazionale che non può essere trascurato; e d’altra parte il Paese manca di un’autentica tradizione democratica. A Cuba il concetto di democrazia è legato a quello di socialismo, a una certa idea di uguaglianza e “povertà dignitosa”. Il diritto di voto e le altre procedure della democrazia occidentale non cambiano da sole le carte in tavola: un superamento del castrismo è inevitabile, anche per ragioni anagrafiche, ma il contenuto della futura democrazia cubana non si può prevedere con certezza». Nella conferenza stampa congiunta al Palazzo della Rivoluzione dell’Avana, lo scorso 21 marzo, i due protagonisti della svolta hanno fatto il punto sulla situazione. Castro, negando la presenza di prigionieri politici sull’isola, ha ribadito la neces-


sitĂ di una revoca completa dell’embargo statunitense. Obama ha proclamato l’inizio di un “nuovo giornoâ€?; ha assicurato rispetto per la sovranitĂ  dello Stato cubano, che deve risiedere nel popolo; ha subordinato la revoca dell’embargo alla soluzione delle divergenze sui diritti umani spiegando che non intende comunque forzare la mano al Congresso, cui spetta la decisione finale. ÂŤLa rimozione dell’embargo conferma il professor Alegi coinvolge necessariamente il Congresso americano e non può avvenire in tempi brevi. Molto dipenderĂ  dalle elezioni presidenziali di novembre‌ Dei due

probabili candidati, Hillary Clinton non condivide l’idealismo di Obama ed è piuttosto intransigente in politica estera. Ăˆ lecito aspettarsi, nel caso della sua elezione, un approccio morbido e un crescendo burocratico, con una riduzione per settori del bloqueo, invece di una sua completa rimozione. Donald Trump, da parte sua, è imprevedibile: un repubblicano eretico che non subisce condizionamenti da parte dei rifugiati cubani della Florida ed è sensibile al richiamo degli affari che la distensione potrebbe consentire. Fare previsioni è un esercizio complicato, ma è difficile immaginare sconvolgimenti a breve scadenzaÂť.

LE ORIGINI SECOLI DI STORIA

DALL’INDIPENDENZA ALLA SVOLTA COMUNISTA Cuba fu colonia spagnola dagli inizi del XVI secolo al 1898, quando una rivolta guidata da JosĂŠ Marti la rese indipendente. Divenuta un protettorato degli Stati Uniti (che si istallarono nella base navale di Guantanamo), il Paese subĂŹ una serie di rivolgimenti politici sinchĂŠ, nel 1952, il generale Fulgencio Batista assunse il potere con un colpo di Stato. Fu rovesciato la notte di capodanno del 1959 dai guerriglieri di Ernesto Che Guevara e Fidel Castro, da allora e per 50 anni il lider maximo del Paese. Il regime castrista fu all’inizio nazionalista, fondandosi sulla redistribuzione dei latifondi e sull’espropriazione delle industrie, controllate per lo piĂš da compagnie nordamericane. La rottura con gli Stati Uniti e l’aiuto dell’Unione Sovietica indusse poi la svolta comunista del Paese, che ancora oggi si configura come uno “Stato socialista di lavoratoriâ€?.

Scegliete l’Atlantic Terme Natural Spa & Hotel per le vostre prossime vacanze estive a tutta salute e benessere. Ad attendervi imperdibili offerte special che vi consentiranno di ritrovare il vostro equilibrio naturale e di fare il pieno di energie! ThermalcareŠ Light – 7 notti

• 7 notti con trattamento di pensione completa in camera doppia Classic • Visita medica con stesura del protocollo di cura • 6 applicazioni di fango e 6 bagni termali all’ozono • 6 massaggi terapeutici/rilassanti (25 min.) • Tutti i servizi inclusi Atlantic Natural Spa e Atlantic Free Time A partire da ₏ 656 a persona con impegnativa ASL (quota ticket esclusa)

Magica estate ad Abano – 7=6 Fino al 07.08.2016

Trascorrete una vacanza all’insegna del benessere a 360° con tutt la famiglia. • 7 notti con trattamento di pensione completa in camera doppia Classic al prezzo di 6! • 1 massaggio rilassante (25 min.) • Tutti i servizi inclusi Atlantic Natural Spa • Bambini fino a 10 anni gratis* A partire da ₏ 447,00 a persona

*Massimo 2 bambini (10 anni non compiuti) a camera con 2 adulti pagant I bambini, accompagnati dai genitori, hanno accesso unicamente alle piscine termali.

([SHU[PJ;LYTL5H[\YHS:WH /V[LS (IHUV;LYTL7+Ç;LS   PUMV'H[SHU[PJ[LYTLJVTÇ^^^H[SHU[PJ[LYTLJVT


__OLIMPIADI DI RIO__

+

DOPO I MONDIALI DI CALCIO DI DUE ANNI FA È GIUNTO IL MOMENTO DELLE OLIMPIADI. DAL 5 AL 21 AGOSTO, A RIO DE JANEIRO, PARTE IL PIÙ GRANDE EVENTO SPORTIVO PLANETARIO

LUCI E OMBRE SULLE

OLIMPIADI Il 5 agosto parte la XXXI edizione dei Giochi Olimpici nella splendida Rio de Janeiro, in un clima ricco di aspettative ma anche di forti e continue polemiche. Giovane Gavio, leggendario pallavolista carioca, doppio oro olimpico, lancia la sfida: «Daremo un messaggio di unità, amicizia e rispetto, valori nei quali ci riconosciamo»

di Raffaello Carabini I XXXI GIOCHI OLIMPICI ESTIVI, cui seguiranno le XV Paralimpiadi, si disputano dal 5 al 21 agosto a Rio de Janeiro. La prima città sudamericana a ospitarli presenta due volti: da un lato gli impianti approntati con grande anticipo, dall’altro una metropoli che arranca, con infrastrutture scadenti, povertà e inquinamento. Al recente Festival del Cinema di Cannes è stato presentato il film Aquarius, del regista brasiliano Kleber Mendoça Filho: la storia di una donna - l’ex-star delle telenovela, Sonia Braga che resiste a una società di costruzioni dentro l’ultimo appartamento di un condominio ormai svuotato dalla speculazione. È il racconto dello scontro tra un Brasile che non vuole rinunciare alle proprie radici e tradizioni (la protagonista colleziona persino vecchi vinili) e un Paese che, invece, si fa attrarre dal guadagno e passa sopra le persone e la loro dignità. Succede in mezzo mondo e forse anche più, ma nell’immenso territorio sudamericano si vive questa lotta contraddittoria con più virulenza e più contrasti, specie in questi ultimi anni che lo hanno visto protagonista di due eventi sportivi planetari, i Mondiali di Calcio del 2014 e le prossime Olimpiadi. E se i primi furono preceduti da polemiche infinite circa la possibilità che venissero cancellati per insufficienza delle strutture e per ritardi nella preparazione, per i Giochi a cinque cerchi le autorità dichiaravano approntato il 98% degli impianti già a 80 giorni dall’inizio della sfilata che porterà nel leggendario Maracanà più di duecento » 38 I 50epiu.it I LUGLIO/AGOSTO 2016


OLIMPIADI DI RIO PASS ED UNIFORMI

IL PERCORSO DEL TEDOFORO

L’ASSISTENZA SANITARIA

Sono 600 i volontari al servizio degli altri volontari, dei dipendenti, degli imprenditori, degli invitati, degli operatori dei media e dei giudici che passeranno (o invieranno addetti) a Cidade do Samba, per ritirare un totale di oltre 295.000 pass e 86.300 uniformi.

Dopo 2.235 km e un giro in Svizzera, la torcia è in Brasile dal 3 maggio: viaggia in 26 Stati federali e più di 300 località, portata da “persone che fanno del bene”, artisti, sportivi, operatori economici e culturali, compresi i nativi della foresta amazzonica, fino al Maracanà.

Gli health service, nelle aree di gara come nel Villaggio degli atleti, richiederanno medici, dentisti, babysitter, tecnici di laboratorio, barellieri, massaggiatori, fisioterapisti e veterinari, per la gran parte volontari. Da sommare a quelli in trasferta con le singole delegazioni.

delegazioni, tra cui la nostra, guidata dalla portabandiera Federica Pellegrini. Meno pronta, ma era inevitabile, Rio de Janeiro città, non solo per le mille contraddizioni e per la povertà diffusa, ma anche perché la linea del metrò che unisce il centro con la zona ovest - dove si svolgono la gran parte delle gare - è ancora in costruzione, e perché si è solo tentato di ripulire dall’inquinamento il braccio di mare delle regate di vela: Marina da Glória a Copacabana rimane (la riduzione della sporcizia, promessa per l’80%, arriva sì e no al 20) una specie di fogna dentro il magnifico scenario che incantò i navigatori portoghesi nel ’500. Tutto questo a causa della crisi economica, che ha indotto Francisco Dornelles, governatore ad interim dello Stato di Rio, a decretare lo stato di “calamità pubblica”. La cidade maravilhosa, che un po’ a sorpresa strappò nel 2009 la candidatura a Madrid, Chicago e Tokyo, dove si andrà nel 2020, ospita 28 sport (si aggiungono i ripescati golf, escluso dopo Saint Louis 1904, e rugby, ma nella sua forma a 7), con un totale di 42 discipline e di 306 competizioni con medaglia. A esclusione dei gironi di calcio, distribuiti a San Paolo, Salvador, Manaus, Brasilia

DENTRO LA NOTIZIA

DALLA SCHERMA AL NUOTO, GLI AZZURRI IN GARA

L’ESCLUSIONE PIÙ DOLOROSA, per la rotazione delle armi prevista nella scherma, è quella del fioretto femminile a squadre. Da Barcellona 1992 un oro garantito alle atlete azzurre, che steccarono solo Pechino 2008 (bronzo). Rimane l’individuale, dopo il clamoroso en plein a Londra 2012 (oro per Elisa Di Francisca, argento ad Arianna Errigo e bronzo a Valentina Vezzali) e sempre d’oro dal 1992, con esclusione di Atlanta 1996, dove le pluricampionesse Vezzali e Giovanna Grillini, vinsero argento e bronzo. La finale è il 10 agosto alle 22.30 italiane. E anche gli sciabolatori Aldo Montano e Diego Occhiuzzi, i fiorettisti e gli spadisti, sono pronti per continuare a fare della scherma lo sport in cui l’Italia ha

40 I 50epiu.it I LUGLIO/AGOSTO 2016

vinto di più. Altro sport prediletto dai nostri è il tiro a volo. Aspettiamo il ritorno al top di Jessica Rossi, oro a Londra con record mondiale, poi in crisi (finale alle 19.30 del 7 agosto) e i due argenti Giovanni Pellielo, 4 volte mondiale, e Massimo Fabbrizi (finale il 13 alle 19.30). Anche dalla piscina, così come dal nuoto di fondo, ci aspettiamo soddisfazioni. Le eterne Pellegrini (finale dei 200 sl il 10 alle 3.00 di notte) e Tania Cagnotto, alla loro ultima olimpiade, e Gregorio Paltrinieri, campione mondiale ed europeo dei 1.500 sl (finale il 14 alle 3.00), Luca Dotto, Gabriele Detti, recenti ori europei, così come le staffette e le “acrobate” del nuoto sincronizzato, sono chiamati a entusiasmarci.


I CONTROLLI ANTIDOPING

CERIMONIE SPETTACOLARI

IL TESO CLIMA POLITICO

Il programma antidoping (e anti-imbroglio, vedi l’uso di motori per le bici) sarà potenziato. E continuerà la procedura di re-testing, che ha fatto smascherare i 31 dopati di Pechino 2008, grazie al congelamento dei campioni e le loro analisi a distanza (otto anni il tempo limite).

Partecipano alle quattro cerimonie del Maracanà (il primo stadio non di atletica leggera dove avranno luogo l’apertura e la chiusura di Olimpiadi e Paralimpiadi) 12mila volontari, con 10mila costumi, impegnati in 1.500 ore di prove. E si sparano 3mila kg di fuochi d’artificio.

Le manovre politiche per l’impeachment della presidente Dilma Roussef (sospesa dalla carica fino a dicembre) stanno dividendo verticalmente i brasiliani. La causa di Lavo Jato, la Mani Pulite locale, non è un arricchimento personale, ma un eccesso di spesa pubblica.

INOLTRE...

Sopra, Federica Pellegrini, primatista mondiale in carica nei 200 mt stile libero. Sarà portabandiera per l’Italia alle Olimpiadi di Rio.

Altrettanto interessanti gli sport di squadra - pallavolo e pallanuoto, sia maschile che femminile -, il torneo di boxe, con Clemente Russo per l’oro dopo i due argenti (finale il 21 alle 19.00), la dura gara ciclistica con Vincenzo Nibali (il 6 dalle 14.30), il canottaggio e la specialità regina, l’atletica leggera, con le nostre speranze affidate a Marco Tamberi (finale del salto in alto il 17 dall’1.30) e ad Alex Schwazer, recuperato dopo la squalifica di 3 anni e 9 mesi per doping (50 km di marcia dalle 13 del 19.00).

e Belo Horizonte, nessuna gara si svolge fuori Rio che, oltre alla piana tra la montagna e la spiaggia di Barra Da Tijuca, dove hanno sede i principali impianti, propone agli occhi del mondo i superbi scenari naturali della Lagoa (canottaggio), della baia di Guanabara (vela) e dei suoi lungomare (maratona). Per assistere alle performance degli oltre 10.500 atleti, sono disponibili circa 7 milioni di biglietti, che costano da 8 a 900 euro. Nonostante più della metà dei ticket non raggiungano i 30 euro, la vendita è annunciata appena soddisfacente, anche perché i brasiliani tendono ad acquistarli a ridosso dell’evento. I problemi di sicurezza, legati sia a un attacco terroristico - oltre a Madrid e Parigi, chi non ricorda il massacro degli israeliani a Monaco 1972? - sia alla diffusa violenza in città - lo stesso Rivaldo, ex grande calciatore anche del Milan, suggeriva in un post agli stranieri di restare a casa loro: “Qui si rischia la vita ogni giorno” sottolineava, scioccato dall’ennesimo omicidio per strada di una ragazza -, sono ritenuti dall’organizzazione di probabilità “medio-bassa”. Per la tutela delle manifestazioni verranno schierati oltre 80mila agenti delle forze dell’ordine e militari

Mascotte

Si chiamano Vinicius e Tom, come due geni della musica: de Moraes e Jobim.

XV edizione Le Paralimpiadi per atleti disabili si terranno dal 7 (cerimonia di apertura) al 18 settembre.

La scelta

La pallamanista argentina Joana Bolling non parteciperà ai Giochi per donare un rene al padre.

dell’esercito, per non smentire l’efficienza finora dimostrata dal Brasile anche in eventi planetari politici e religiosi. Meno preoccupante per l’Oms l’emergenza zika, il virus che provoca la microcefalia nei neonati, che ha infettato un milione e mezzo di brasiliani e potrebbe essere diffuso dagli atleti e dalle delegazioni in tutto il mondo. Motivo: Rio 2016 avrà luogo durante l’inverno australe, quando praticamente non ci sono le zanzare che lo trasmettono. I biglietti dovranno, insieme ai proventi televisivi, del merchandising e delle sponsorizzazioni, aiutare a supportare la dolente “nota spese”, che toccherà almeno i 9,7 miliardi di euro (39,1 miliardi di real, la moneta locale, in ripresa dopo il crollo del 2015), quasi raddoppiando le previsioni. In Italia, l’evento olimpico sarà coperto dalla Rai (che ha pagato l’esclusiva 60 milioni di euro e un pacchetto consistente di spot a Sky, comunque esclusivista per la diffusione satellitare) con tre canali dedicati in HD: Rai 2, per 16 giorni “rete olimpica”, Rai Sport 1 e Rai Sport 2 - che cesserà subito dopo le proprie trasmissioni -, dedicate a seguire eventi in contemporanea ai principali e alle repliche.

LUGLIO/AGOSTO 2016 I 41


__in VIAGGIO__

RIO DE JANEIRO, “A CIDADE MARAVILHOSA” Adagiata nella baia di Guanabara, dove l’acqua è di un blu intenso e la natura rigogliosa, Rio è la città carioca più conosciuta al mondo. Le spiagge di Ipanema e di Copacabana, il Pan di Zucchero, adagiato nell’oceano con la sua strana forma, la montagna del Corcovado con il Cristo Redentore sulla propria vetta, le hanno fatto guadagnare l’appellativo di “città meravigliosa”

U di Loris Porcheri

UN’ANTICA LEGGENDA brasiliana racconta che il creatore del mondo fece accidentalmente cadere nella baia di Guanabara, in Brasile, il sacco contenente le bellezze che avrebbe dovuto collocare su tutta la terra. Il sacco si aprì e fu così che le meraviglie della natura si sparsero nella baia e fecero parte di quel luogo... Ecco spiegata la ragione per cui, in nessun altro posto del mondo, è possibile trovare tanta magnificenza come quella che si può ammirare a Rio e nei suoi dintorni. Tant’è vero che la città è conosciuta con l’appellativo di cidade maravilhosa, la città meravigliosa, per la bellezza incomparabile dei paesaggi che la circondano. Osannata e vilipesa, temuta ed amata, Rio de Janeiro è forse la città più conosciuta del Brasile, il richiamo turistico d’eccellenza durante l’intero anno: d’inverno, quando le sue strade sono percorse da parate e musica per il carnevale; d’estate quando le sue spiagge assolate e i locali alla moda, richiamano migliaia di turisti. Non »


IN VIAGGIO SANTA TERESA

STADIO MARACANÃ

FAVELAS

È uno dei caratteristici quartieri di Rio, luogo di bohémienne ed artisti, Arroccato sulla collina, è conosciuto per le sue strade abbellite da maioliche colorate e dal tram giallo, simbolo del quartiere, che lo ha percorso fino al 2011.

Tra i più grandi del mondo (in passato ospitava fino a 200mila persone), è lo stadio più celebre del Brasile, quello che incarna lo spirito calcistico carioca ed ha ospitato i nomi più illustri del calcio mondiale. È sede dei XXXI Giochi Olimpici.

Sono più di 600 ed ospitano quasi la metà della popolazione di Rio. Nate sulle colline, da baraccopoli fuorilegge si stanno trasformando lentamente in quartieri regolari, con case in muratura e strade asfaltate.

ICONE a caso Ipanema e Copacabana sono diventate sinonimo di Rio, con i loro arenili di sabbia sottile a dividere l’oceano dai grattacieli della città. Famose in tutto il mondo, queste due località in realtà sono solo una parte delle decine di spiagge che si possono trovare a Rio e nei dintorni: calette nascoste nella baia, spazi pittoreschi punteggiati di scogli oppure lunghi arenili con sabbia fine lambita da un oceano da cartolina. Qui si può avere il mare calmo da godersi con lunghe nuotate, od onde impetuose da cavalcare col surf: ognuno può trovare il luogo ideale dove trascorrere la propria vacanza, con un’unica certezza: avere tutto gratis perché le spiagge sono libere, a disposizione di tutti, locali e turisti. Se si desidera una sdraio, basta chiedere ad uno dei chioschi presenti sull’arenile, e se poi si ha voglia di fare un po’ di

IL CRISTO REDENTORE

Un abbraccio alla città Si trova sulla montagna del Corcovado e, dal 2007, fa parte delle 7 meraviglie del mondo moderno. È il Cristo Redentore, l’immagine-simbolo di Rio. Realizzata dallo scultore francese Paul Landowski, la statua è alta 38 metri (8 solo il basamento), pesa 1.145 tonnellate e la larghezza delle braccia è di 28 metri. Alla base c’è una targa in ricordo di Guglielmo Marconi che, all’inaugurazione del 1931, da Roma accese le lampade della statua, con un impulso radio.

Il quartiere di Santa Teresa, con le scalinate fatte di maioliche colorate.

44 I 50epiu.it I LUGLIO/AGOSTO 2016

Uno scorcio della spiaggia di Copacabana.

movimento, non c’è problema: ovunque ci sono a disposizione attrezzature per beach volley, calcio e tennis. D’estate, le spiagge pullulano di gente: turisti in cerca di emozioni, carioca in cerca di relax, magari durante la pausa-pranzo lavorativa, sportivi che fanno jogging o che vanno in bicicletta, ragazzini che calciano un pallone nella speranza che il loro sogno si avveri, venditori ambulanti e giovani con una tavola da surf sotto il braccio. Ma Rio non è solo mare. Due sono le morros, le montagne più famose della città: Corcovado e Pan di Zucchero. Morro Corcovado (il monte Gobbo, in portoghese), ai cui piedi si snocciola Rio, ospita sulla propria cima l’enorme statua del Cristo Redentore che pare accogliere tra le sue braccia ogni essere si presenti al suo cospetto. Posta a 710 metri, sulla vetta della montagna, la

statua è visibile da ogni parte di Rio; si può raggiungere con il trenino a cremagliera che attraversa le spettacolari foreste del Parco Nazionale de Tijuca. Una volta in cima, per arrivare ai piedi del Cristo bisogna percorrere ancora 200 gradini; chi ha difficoltà, si può servire di ascensori e scale mobili. Da lassù il panorama è incredibile: si vede la città di Rio in ogni suo punto, dalle spiagge più famose allo stadio Maracanã. La baia di Guanabara, ai piedi del Corcovado, è punteggiata di isole, e il Pan di Zucchero si staglia al centro di essa con la sua caratteristica forma e le pareti ricoperte da una vegetazione lussureggiante. La cima del Pan di Zucchero si raggiunge con la funivia; al tramonto la vista è magnifica: da una parte la città, dall’altra il Cristo che ti accoglie tra le sue braccia. E capisci perché Rio è a cidade maravilhosa.


LIBRI ARTE TEATRO MUSICA CINEMA Nel pieno della bella stagione spesso si sceglie di viaggiare all’estero, magari per visitare famose città d’arte o per godere degli scenari mozzafiato di mete esotiche. Ma anche chi resta ha di che divertirsi tra buone letture, cinema, mostre, festival teatrali e musicali. In giro per l’Italia c’è l’imbarazzo della scelta LUGLIO/AGOSTO 2016 I 45


__LIBRI CULTURA__

libri CREDE MOLTO, moltissimo nel romanzo Javier Cercas (in basso, nella foto), dice che è «un genere che non tramonta mai, è come il cocido, zuppa spagnola dove c’è tutto e il contrario di tutto, fiction e non fiction, cronaca, storia, biografia, poesia, saggio morale, giornalismo». E aggiunge: «Il mio ideale sono i romanzi facili da leggere, difficili da capire. Li leggi senza smettere, ti prendono fin dall’inizio, e quando arrivi alla fine pensi che devi rileggerlo perché hai la sensazione che dicano molte più cose di quelle che hai afferrato». Su molti di questi romanzi facili/difficili, il cinquantaquatrenne scrittore spagnolo di libri come I soldati di Salamina, Anatomia di un istante, L’impostore ha costruito un libro lucido e appassionato, un romanzo sul

IL ROMANZO, + UN GENERE DAI MOLTEPLICI INGREDIENTI

romanzo, da Cervantes a Sthendal sino a Merville, Kafka, Mailer, Coeetze, Marias, ToJavier Cercas: «Il romanzo masi di Lampeduè oggi come una zuppa sa, Calino. Cercas succulenta in cui puoi dice ancora che «i libri che lasciano mettere ogni cosa: il giallo, più spazio ai lettola storia, la memoria, ri, sono i migliori. la poesia. Nei miei libri Amleto è pazzo opil passato non passa mai» pure no? Don Chisciotte è saggio e di Renato Minore pazzo nello stesso tempo: il suo essere comico e tragico IL REGNO DEGLI AMICI ci dice che la verità non è uniRaul Montanari voca». Ma cosa vuol dire scriEinaudi - 316 pagine vere un romanzo oggi e per18,00 euro ché si deve leggere? Giudizio di 50&Più: «I miei libri sono una lotta contro la dittatura del presente, contro l’idea che è il potere dei media a definire il tempo. Il passato non passa Quella di Raul Montanari è una storia sempre in bilico mai, fa parte del presente. tra nostalgia e tensione noir, Il passato è qui, è ora: ma anche un romanzo di il presente ci costringe a formazione che trova nella reinterpretare contiviolenza la prima, dolorosa nuamente il passpiegazione su cosa vuol disato».

IL PUNTO CIECO GUANDA 176 PAGINE 17,00 EURO Giudizio di 50&Più:

re crescere e perdere le prime speranze. È anche un racconto sull’età della vita in cui si scoprono l’amore e il dolore, venato dalla malinconia per un tempo in cui si incontra se stessi, una volta per sempre. Tenero, struggente, anche violento, racconta la periferia milanese dei primi anni Novanta all’ombra del Male, con levità, forza e anche crudeltà. Montanari costruisce una vicenda generazionale molto densa fino a condurci per mano dentro la giovinezza dei suoi protagonisti, nei grandi baratri, esplorati con acuta efficacia e sincerità da raggiungere toni dolenti.

46 I 50epiu.it I LUGLIO/AGOSTO 2016


+

L’INFINITO TRA PARENTESI RIZZOLI 252 PAGINE 18,00 EURO Giudizio di 50&Più:

+ STORIA SENTIMENTALE DELLA SCIENZA

TRA STORIA E NOIR

ROMANZO

GIALLO

LA VITA SESSUALE DEI NOSTRI ANTENATI

ORRORE VESUVIANO

di Bianca Pitzorno

di Francesco Costa

Mondadori - 468 pagine 19,00 euro Giudizio di 50&Più:

Bompiani - 304 pagine 18,50 euro Giudizio di 50&Più:

La vita sessuale dei nostri antenati è l’epopea di una famiglia italiana di provincia, i Bertrand Ferrell, dalla fine del Cinquecento agli anni Settanta del Novecento. Una sorta di memoriale della generazione dell’autrice, ma anche un avvincente gioco di matrioske. Il primo romanzo per adulti di Bianca Pitzorno, la scrittrice italiana per l’infanzia più conosciuta e tradotta, costruisce ritratti soprattutto femminili e sempre felici. Ritratti, ma anche veri “interni” che illuminano i segreti e la quotidianità di una famiglia che faceva del buon nome e della reputazione un punto d’onore. Una scorribanda nelle tradizioni di un’Italia scomparsa che attraversa i luoghi comuni di una sessualità spiegata al popolo, attraverso i cambiamenti sociali del nostro Paese.

Al centro una donna bellissima e un bambino geloso. Insieme, il dramma e l’ironia, il registro grottesco e la malinconia. Orrore vesuviano di Francesco Costa è una favola nera dove si fronteggiano l’infanzia con il mondo degli adulti, l’io edipico e il noi di un mondo violento. La scrittura immaginifica e incalzante di Costa riesce a mescolare i toni della commedia e l’ombra del noir ambientato in una situazione di degrado e rappresentato con una vivezza che sa tener a freno ogni rassicurante stereotipo sociale. Un romanzo aperto e forte che si colloca nella tradizione del giallo italiano con seguiti sociali, ma anche una storia scritta con il puro piacere di raccontare e coinvolgere il lettore, nel consueto stile intenso e cinematografico di Costa.

Marco Malvaldi, narratore e scienziato. I grandi poeti spesso sono stati grandi scienziati. E proprio con un po’ di scienza deduttiva (e molte chiacchiere) i vecchietti del BarLume scoprono gli assassini MARCO MALVALDI, il narratore e lo scienziato. Il narratore è quello del BarLume, appena tornato in scena (La battaglia navale, Sellerio) sullo sfondo tenero e comico di una provincia antica, con i suoi pensionati-detective impegnati in un’indagine celebrale, tutta chiacchiere al bar e fine deduzione, «un po’ Monicelli e un po’ Simenon», dice lo scrittore pisano. Poi c’è lo scienziato Malvaldi, autore di saggi di divulgazione, dalla matematica alle teorie sulle costruzioni, con la stessa arguzia, ironia, modi paradossali dello scrittore, un viaggio tra le meraviglie della scienza. Malvaldi, vuole spiegare la scienza alla platea del BarLume? «Cerco di farlo con esempi concreti, incuriosendo le persone, mostrando come la scienza abbia a che fare con la propria vita, non è qualcosa di arido e intellettuale. Ed è l’interesse per la persona che fa scattare la passione, nelle scienze umane come nella letteratura. La scienza emoziona attraverso la bellezza della scoperta. È sempre una specie di caccia al tesoro, un gioco: trovando quell’ordine hai vinto al gioco, vincere è sempre molto emozionante». La divisione tra mondo umanistico e scientifico come può essere risanata? «Bisogna convincersi che è una solenne cretinata. I grandi poeti sono stati grandi scienziati e viceversa. Una disciplina senza l’altra è limitata. La poesia e la fisica sono due strumenti che il cervello ha a disposizione per capire il mondo, condividono la capacità di creare per induzione e analogie tra oggetti astratti che sembrano apparentemente scollegati».

LUGLIO/AGOSTO 2016 I 47


__ARTE CULTURA__ MUSEO NAZIONALE DI VILLA PISANI

Via Doge Pisani, 7 - Stra (Ve) - fino al 1° novembre 2016 Settembre orario: 9,00/20,00 - Ottobre orario: 9,00/17,00 Ingresso (compresa villa): intero € 10,00 - ridotto: € 7,50 Ingresso (solo parco e mostra): intero € 7,50 - ridotto: € 5,00 Gratuito fino a 18 anni - Chiuso il lunedì

arte +

DA NON PERDERE

DA PARIGI A MARSIGLIA

La Francia riscopre Picasso

Il Museo Picasso propone, fino al 28 agosto, la rassegna Picasso. Sculture, 160 opere tra cui I sei bicchieri di assenzio, le due Donna in giardino, I Bagnanti... Fino al 29, invece, il MuCEM di Marsiglia offre una grande retrospettiva del maestro: Picasso, un genio senza piedistallo. Circa 270 opere che ne mettono in luce i rapporti con la sua epoca, l’infanzia, gli oggetti quotidiani... Fino al 28 e 29 agosto ROMA

Capolavori della scultura buddista giapponese I templi di Nara mostrano come, tra il VII e il XIV secolo, il buddismo non smise di prosperare. La mostra presenta una serie di sculture in legno, e non solo, che si caratterizzano per una singolare qualità squisitamente nipponica di serena bellezza e realismo espressivo. Alle Scuderie del Quirinale dal 30 luglio al 4 settembre

Dalle piramidi ai fiordi, ma soprattutto attraverso l’Italia, i fotografi degli albori ci restituiscono un mondo dimenticato grazie a una tecnica innovativa

MOSTRE

C’ERANO UNA VOLTA LE IMMAGINI IN 3D

di Ersilia Rozza

SI CHIAMAVANO fotografie stereoscopiche. Erano realizzate con una macchina dotata di due obiettivi e, quando le si guardavano con un apposito visore, davano l’impressione della tridimensionalità. Offrivano le prime esperienze di quella che oggi sta sempre più affermandosi sugli schermi cinematografici e in parte anche nei nostri televisori e nei canali di diffusione satellitare dei programmi. Ma l’effetto che si ha nei pressi di Venezia, nella settecentesca monumentale Villa Pisani di Stra, contornata dal magnifico parco (dotato di un celebre labirinto di siepi di bosso), ammirando i 300 scatti della bella

Underwood nel 1901, è ovviamente primitiva, ma già molto affascinante. Ci permette di rivedere l’Europa e il Mediterraneo, il Partenone di Atene e il Colosseo, i fiordi e le piramidi, «Un mondo che non esiste più, dove Istanbul si chiamava Costantinopoli e a Roma si poteva assistere alle esecuzioni capitali con ghigliottina», grazie a foto-souvenir che coinvolgono per la loro freschezza e la loro comunicativa. Da vedere poi, oltre alle macchine fotografiche dedicate anche in versione da viaggio il video in 3D realizzato con le stereoscopie originali, che “immerge” il visitatore nell’Europa di fine ’800.

48 I 50epiu.it I LUGLIO/AGOSTO 2016

mostra Il Grand Tour e le origini del 3D. Viaggio nella fotografia dell’800, è quello della memoria, delle radici e di una certa tenerezza. Le opere esposte, da diverso tempo oggetto del desiderio dei collezionisti di tutto il mondo, possiedono da un lato tutte le ingenuità e lo stupore che un’arte nascente porta con sé, mentre dall’altro hanno la forza inscalfibile della testimonianza e dell’immediatezza. La tecnica per realizzarle, inventata nel 1832 dall’inglese Charles Wheatstone utilizzando dei disegni e poi raffinata con la fotografia, arrivando ai 300mila apparecchi venduti in un anno dalla sola newyorchese Underwood &


CACHEMIRE, REGNI CINESI E VULCANI

MOSTRE LA STORIA DEL CACHEMIRE e della sua decorazione inizia con le civiltà mesopotamiche, si sposta nel Kashmir indiano (da cui prende il nome), arriva in Europa nel ’600 con i commerci delle Compagnie delle Indie e raggiunge la popolarità con Josephine Beauharnais, prima moglie di Napoleone. Dagli

+

FINO AL 25 SETTEMBRE

anni Trenta del 1800 l’Europa produce scialli interpretando la tradizione indiana, ma quando dalla seconda metà dell’Ottocento il motivo a goccia curvilinea - il cosiddetto “boteh” - si contamina con uno stile barocco, ecco che parte la produzione di sete sontuose, lane leggere, nastri e merletti. Nel corso del

Reperti straordinari per la prima volta in Europa

NELLA LONTANA CINA

Meraviglie dello Stato di Chu è una mostra suddivisa tra il Museo Nazionale Atestino di Este, l’Archeologico Nazionale di Adria e quello d’Arte Orientale di Venezia. Mille anni prima di Cristo, lo Stato di Chu si espande in Cina divenendo una grande potenza tra il 453 e il 221 a.C. In mostra, armi e giade per la supremazia terrena e il consenso celeste; bronzi rituali per il prestigio dei nobili e l’abilità degli artigiani; strumenti musicali senza eguali nel V secolo a.C. Per maggiori informazioni: http://mostra-chu.it

+

FINO ALL’11 SETTEMBRE, AL MUSEO DI STORIA NATURALE DI MILANO, C’È VULCANI. ORIGINE, EVOLUZIONE, STORIE E SEGRETI DELLE MONTAGNE DI FUOCO. INFO: 0288463337

Un viaggio tra preziosi tessuti, passando per spettacolari eruzioni vulcaniche, sino ad arrivare all’antica e sconosciuta terra di Cina

Vestiti preziosi, sete sontuose, lane pregiate: un percorso attraverso la produzione italiana (e non solo) del cachemire e le sue decorazioni ’900, il motivo cachemire riscuote grande fortuna in Italia fra le due guerre mondiali, nel secondo dopoguerra e durante gli Anni ’80. Ed è proprio al “boteh”, la goccia dalla punta ricurva, decorazione tipica di questo tessuto, che è dedicata la mostra Cachemire, il segno in movimento (fino al 18 settembre), divisa nelle due sedi di Villa Sucota (via per Cernobbio 19, Como) e di Villa Bernasconi (via Regina 7, Cernobbio - Co). Circa 150 pezzi esposti per comprendere l’evolversi nel tempo e nello spazio della tecnica del

cachemire, tra antico e moderno, con scialli indiani ed europei della collezione di Antonio Ratti (pezzi mai esposti prima restaurati per l’occasione!). La selezione di abiti spazia dalla metà dell’Ottocento al contemporaneo. Tra i pezzi storici, in particolare, spiccano un mantello da sera del 1907 della raffinata Maison Drecoll, un caraco di velluto medio-orientale della fine del XIX secolo e una vestaglia a kimono appartenuta proprio al poeta-vate Gabriele D’Annunzio. Info: 0313384976 www.fondazioneratti.org LUGLIO/AGOSTO 2016 I 49


__TEATRO CULTURA__

AL TEATRO NELLA NATURA

SPEGNE 50 CANDELINE il Festival Teatrale di Borgio Verezzi (14 luglio-21 agosto), un punto di arrivo che il direttore artistico Stefano Delfino commenta con soddisfazione e un po’ di amarezza. «Tagliare questo traguardo nel 2016, costituisce un segnale di forte longevità, di continuità, pur tra crescenti difficoltà, non solo economiche ma anche di tipo burocratico, di perseveranza, di amore per la cultura. Continuiamo ad esistere grazie all’oculatezza e alla sagacia degli amministratori che hanno compreso la situazione e hanno tagliato molte spese superflue». Il tema che lega i dieci spettacoli del cartellone è “Gli umani sentimenti”: le dinamiche familiari e di convenienza ne I manezzi pe majâ na figgia con Jurij Ferrini; Parenti serpenti con Lello Arena; Sorelle Materassi con

PER MAGGIORI INFORMAZIONI: FESTIVAL TEATRALE DI BORGIO VEREZZI DAL 14 LUGLIO AL 21 AGOSTO WWW.FESTIVALVEREZZI.IT TEL. 019610167

Borgio Verezzi strizza l’occhio Milena Vukotic, al divertimento con pièce che Lucia Poli, Marilù Prati; L’avaro con parlano di amore, amicizia e Alessandro Benvesentimenti familiari con nuti; e poi troviaqualche attacco di invidia. mo l’amore in FioTeatro, musica, danza e re di cactus con Benedicta Boccoli cinema in Operaestate e Maximilian Nisi Festival Veneto, da Bassano e ne L’inquilina del Grappa a tutta la del piano di sopra Pedemontana Veneta con Gaia de Laurentiis e Ugo Didi Mila Sarti ghero; la dignità e la ribellione pervadono Padiglione 40, l’ordine imperfetto, regia di Sandro Baldacci e Ostaggi con Marina Massironi e Roberto Citran; sentimenti di paura e di sospetto emergono in Dieci piccoli indiani… e non rimase nessuno, con dieci grandi attori fra cui Ivana Monti e l’ottantaseienne Franco GrazioOPERAESTATE FESTIVAL VENETO si, e in Serial killer per siOMAGGIO A SHAKESPEARE E ALLA GRANDE GUERRA Da luglio a settembre, un’estate in scena a Bassano del Grappa gnora, con Gianluca Guidi e e in tutta la Pedemontana Veneta con la 36a edizione di Operaestate Giampiero Ingrassia. Festival Veneto. Teatro, musica, danza e cinema per commemorare Shakespeare o ricordare la Grande Guerra, per esplorare storie e paesaggi con percorsi multidisciplinari, fra passeggiate teatrali o concerti nei boschi, cene-spettacolo e drammaturgie innovative. Dal classico al contemporaneo, dalla tradizione alla valorizzazione delle nuove creatività in un gioco continuo di integrazione. Bassano e dintorni è tutto un pullulare di eventi. Molte le presenze di grandi protagonisti come Marco Paolini, che narra il suo Numero Primo con uno sfondo paesaggistico di grande bellezza, o Mario Pirrotta con Milite Ignoto - Una notte sull’altopiano, dove il pubblico è invitato a raggiungere i 1.680 metri per godersi lo spettacolo. Info: 0424524214 - 4519811 - www.operaestate.it

50 I 50epiu.it I LUGLIO/AGOSTO 2016

PH. MASSIMILIANO NARDI

teatDAIrSENTIMENTI o UMANI

+


TEATRO

all’originalità dei progetti. Progetti che, nei nove anni della sua guida, hanno fatto aumentare le 5.000 presenze del 2007 a 70.000 del 2015. Soddisfazione, quindi, per il prestigio che ha varcato i confini nazionali e che ha trasformato il festival in una prestigiosa vetrina di eccellenze accanto ad

PAROLA DI REGISTA

A tu per tu con Liliana Cavani «Gli esami non finiscono mai», direbbe Eduardo guardando la regista Liliana Cavani alle prese per la prima volta con uno spettacolo teatrale. Lei che ha alle spalle una vita di cinema, televisione e lirica, debutta nella prosa con la regia di Filumena Marturano, di Eduardo De Filippo nell’interpretazione di Mariangela D’Abbraccio e Geppy Gleijeses, in scena l’1-2-3 luglio a Spoleto al Festival dei 2 Mondi. «Ho conosciuto Eduardo, ho visto lo straordinario film di De Sica Matrimonio all’italiana e ho capito molte cose che ero pronta a raccontare. La mia è una lettura aperta, disponibile - afferma la Cavani -. L’impostazione che darò è senza intellettualismi. Filumena Marturano è una grande storia d’amore, seguirò il testo per quello che mi dice. C’è tutta la sapienza popolare, è ricco di suo».

FOTO MARIO TURSI

«GRANDE QUALITÀ, livello internazionale, eccellenza assoluta in Italia», così il Ministro Franceschini descrive il Festival dei 2 Mondi di Spoleto che, fino al 10 luglio, ci regalerà ancora molti eventi. Perché è questa la formula adottata dal direttore artistico, Giorgio Ferrara: attenzione alla qualità e

PER MAGGIORI INFORMAZIONI: FESTIVAL DEI 2 MONDI DI SPOLETO FINO AL 10 LUGLIO 2016 WWW.FESTIVALDISPOLETO.COM CALL CENTER: 0743776444 - 222889

Liliana Cavani firma la sua prima regia teatrale: Filumena Marturano, «un viaggio di esperienza, fatto con curiosità e interesse», dichiara la regista

FOTO SERENA SERRANI

FOTO TOMMASO LE PERA

SPOLETO: L’ARTE NELLA SUA ESSENZA

+

Qualità, originalità e progettualità per il Festival dei 2 Mondi di Spoleto: grandi artisti accanto a giovani emergenti, ospitalità straniere e novità artisti emergenti, nella continua ricerca di nuove creazioni. Teatro, opera, musica, danza, mostre, incontri e dibattiti: Spoleto diventa un grande palcoscenico dove l’arte si mostra in tutta la sua essenza. Dopo un’apertura all’insegna di Mozart con le Nozze di Figaro, regia dello stesso Ferrara e la presenza di Tim Robbins (anche a luglio) e di Eleonora Abbagnato, di Mario Martone con Alba Rohrwacher, di Moni Ovadia e Nekrosius, di Francesco Siciliano e Romeo Castellucci, il sipario a luglio si alza su Filumena Marturano

di Eduardo De Filippo e la regia di Liliana Cavani. Va poi in scena Utoya, strage nel 2011 di 69 ragazzi in Norvegia per mano di un criminale di estrema destra. Quindi, vedremo Volario con Iaia Forte, Emma Dante con Odissea A/R, Robert Wilson in Lecture on nothing, omaggio a John Cage, Eugene Onegin, storie sul popolo russo di Alexander Puškin. Il Concerto Finale diretto da Antonio Pappano, al pianoforte Stefano Bollani, chiuderà la 59a edizione del festival. LUGLIO/AGOSTO 2016 I 51


__TEATRO CULTURA__ PER MAGGIORI INFORMAZIONI

Silvano Toti Globe Theatre a Villa Borghese www.globetheatreroma.com info@globeroma.com Tel. 060608 (tutti i giorni dalle 9.00 alle 21.00)

+

DA NON PERDERE

ROMA

A TUTTO FO Il Premio Nobel Dario Fo sarà in scena il 1° agosto, per la prima volta, nella Cavea dell’Auditorium Parco della Musica a Roma con una nuova versione di Mistero Buffo e due altre pietre miliari: Storia della tigre e altre storie. Eterno giullare, Fo ci incanta, stupisce e inchioda alla poltrona. I suoi spettacoli sono pura satira sociale e politica, il suo “grammelot” la colonna sonora del suo teatro, la sua mimica è storia. Info: 0680241281 www.auditorium.com RAVELLO (SA)

RAVELLO FESTIVAL Ravello e la Costiera d’estate splendono ancora di più. Non dipende solo dal panorama o dai profumi, ma dall’atmosfera festivaliera che abbraccia il territorio. È il Ravello Festival che, fino ai primi di settembre, ci delizierà con i suoi concerti, danza, mostre e il recital Modo minore di e con Enzo Moscato. Info: 089858422 www.ravellofestival.com

Sotto il cielo della Capitale, Proietti rende omaggio al Bardo; Dario Fo nella Cavea dell’Auditorium. Mentre Ravello risplende fra i suoi eventi estivi

TEATRO

IN ONORE DI WILLIAM SHAKESPEARE QUEST’ANNO il cartellone è un po’ più speciale delle stagioni passate. Sicuramente per almeno due motivi: la ricorrenza dei 400 anni dalla morte di William Shakespeare e il “debutto” di Gigi Proietti, che salirà per la prima volta sul palco del Silvano Toti Globe Theatre, da lui diretto a Roma da tredici anni, con soddisfazione ma anche «faticosamente per l’incertezza di non riuscire ogni estate ad avere la disponibilità del Comune… anche se alla fine riusciamo sempre ad aprire», dichiara sorridendo l’attore. Unico teatro elisabettiano in Italia, nella splendida cornice di Villa Borghese, costruito completamente in le-

52 I 50epiu.it I LUGLIO/AGOSTO 2016

gno, fu realizzato nel 2003 in soli quattro mesi e da allora è stato un continuo crescendo che la scorsa estate ha toccato quasi 56mila presenze. Proietti, che non ha mai voluto recitare nelle stagioni del Globe, in questa edizione particolare rende omaggio al Bardo, dall’8 al 17 luglio, con brani da Edmund Kean di Raymund FitzSimons. «Ho sempre avuto una sorta di resistenza a recitare in questo Teatro, non volevo personalizzarlo troppo. Hanno faticato non poco a convincermi, ma quest’anno sfatiamo. Oggi il pubblico mi sembra affezionato, lo sente come un luogo dei cittadini, dove si sta bene. Lo spettacolo

scritto per Ben Kingsley mi sembrò il mio A me gli occhi please, genio e sregolatezza, molto faticoso: un uomo è solo nel suo camerino dove passa in rassegna tutta la sua vita. Non è uno spettacolo che fa ridere, lo dico - continua l’attore - perché con me la gente è abituata a cose comiche, non è questo il caso». Giustizia, esercizio della legge e un’ambientazione italiana fanno da sfondo agli otto spettacoli in programmazione (fino al 9 ottobre): Lear - la storia, Il mercante di Venezia, Sogno di una notte di mezza estate, Il racconto d’inverno, Sonetti d’amore, Romeo e Giulietta, The tempest.


+

PER MAGGIORI INFORMAZIONI: NAPOLI TEATRO FESTIVAL ITALIA FINO AL 15 LUGLIO WWW.NAPOLITEATROFESTIVAL.IT INFO@NAPOLITEATROFESTIVAL.IT TEL. 08119560393

ATMOSFERE +DA DON MILANI A SHAKESPEARE CIRCENSI, POESIA E FEDE SAN MINIATO (PI)

VERONA

FESTA DEL TEATRO DI SAN MINIATO

ESTATE TEATRALE VERONESE

fino al 20 luglio www.drammapopolare.it info: 0571400955

fino al 20 agosto www.estateteatraleveronese.it info: 0458066485

La Festa del Teatro di San Miniato che quest’anno ha come filo conduttore la fede come speranza, come viaggio verso il bene. Su questo tema la Fondazione Istituto Dramma Popolare ha ideato il suo intenso cartellone, che porta il teatro nelle chiese e in suggestivi spazi aperti, dove recitano G. Cederna ed A. Bochicchio con G. Longhin, P. Triestino e F. Pugliese, dove allestimenti teatrali raccontano vita e opere di Don Lorenzo Milani o Don Primo Mazzolari. Grande attesa per la prima di Maurizio Scaparro, Il Martirio del Pastore di Samuel Rovinski, con Antonio Salines e Edoardo Siravo (dal 14 al 20 luglio). Storia degli ultimi tre anni di vita di Monsignor Oscar Arnulfo Romero, arcivescovo cattolico salvadoregno ucciso nel 1980 perché denunciava le violazioni dei diritti umani del suo popolo.

Nella suggestiva cornice del Teatro Romano e della Corte Mercato Vecchio si svolgerà la 68a edizione dell’Estate Teatrale Veronese. Quattro le sezioni: prosa, danza, musica e da quest’anno cinema. Per ricordare il 400° anniversario della morte di Shakespeare, quest’anno la programmazione teatrale verterà sulle opere del Bardo. Primo spettacolo in cartellone Giulio Cesare (6-78-9 luglio) con la regia del catalano Alex Rigola. La seconda proposta shakespeariana è Come vi piace (12-13-14 luglio), in scena Eugenio Allegri, Michele Di Mauro e Mariangela Granelli, firma la regia Leo Muscato. Il terzo spettacolo è Romeo e Giulietta (1920-21-22-23 luglio), regia di Andrea Baracco e tra i protagonisti Lucia Lavia, Antonio Folletto e Alessandro Preziosi che interpreta Mercuzio.

Napoli si fa sentire, scoprire ed amare. Spazi storici fanno da sfondo ad allestimenti che dialogano con lo spettatore. La Toscana di San Miniato risponde con temi di speranza e di fede, mentre Verona continua a parlare con i versi del sommo poeta inglese NUOVA DIREZIONE ARTISTICA al Napoli Teatro Festival, che prosegue fino al 15 luglio il suo mese di programmazione firmata da Franco Dragone. Quarantacinque spettacoli con artisti nazionali e internazionali animeranno gli spazi più suggestivi di Napoli e delle province della Campania: dalla Galleria Toledo al San Carlo, dal Politeama al Teatro Augusteo e San Ferdinando, dal Teatro Bellini al Mercadante, dal Teatro Nuovo al Teatro Diana, passando per il Parco Archeologico e il Museo Diocesano fino a giungere a Villa Pignatelli. Tanto teatro, ma anche danza, teatro di figura di Alain Moreau e di William Kentridge, teatro sensoriale di Rosa Pristina, atmosfere circensi di James Thierrée, teatro e web in un progetto/format di Donatella Furino ed Emma Campili e le letture di Isabella Ferrari e Leo Gullotta per Una favola di Campania. E poi Ascanio Celestini con Laika, Emma Dante con Verso Medea, Babilonia Teatri in David è morto, Il servo con Pierpaolo Sepe e Andrea Renzi, 58° Parallelo Nord con Lorenzo Gleijeses ed Eugenio Barba. Molte le prime assolute che vanno da Mare Mater di Fabio Cocifoglia a Le Troiane di Valery Fokin, da Black Clouds di Fabrice Murgia a Frankenstein’o mostro di Posteggiatori Tristi, da Il cielo in una stanza di Punta Corsara ad Animali notturni di Carlo Cerciello, fino a Ingresso indipendente dello scrittore Maurizio de Giovanni. Al Teatro Sannazzaro (1-2 luglio), altra prima assoluta: Il Funambolo di Jean Genet, con Andrea Giordana e l’acrobata Valentin.

LUGLIO/AGOSTO 2016 I 53


__MUSICA CULTURA__

musica

CURIOSITÀ

Il 12 agosto spegne 70 candeline Beppe Carletti, tastierista e fondatore dei Nomadi che, dal 1963, ha superato con la band lutti strazianti e addii, cadute e successi, consolidando un rapporto simbiotico con i fan. Festeggerà al solito sul palco, a Roseto degli Abruzzi (Te).

Una stagione di festival: ne consigliamo tre, molto suggestivi per idea artistica e luogo

ESTATE IN MUSICA, DALLE CIME DEL TRENTINO ALLA SICILIA

MUSICA di Raffaello Carabini

+

IL GRANDE JAZZ

5 Original Albums per alcuni dei più importanti jazzisti, a prezzo ridottissimo COFANETTI D’AUTORE

Nuova iniziativa, anche se l’idea è sfruttatissima, della multinazionale Universal di offrire cofanetti contenenti cinque album pregiati di alcuni dei suoi musicisti più in vista in ambito jazz. Al prezzo contenutissimo di 15 euro circa si possono trovare - per la prima emissione - le opere migliori di star assolute come Charlie Parker (April in Paris, Bird and Diz...), Billie Holiday (Lady Sings The Blues, Body and Soul...), Bill Evans, Oscar Peterson, Chick Corea, Ella Fitzgerald, Stan Getz, Astrud Gilberto, registrate per la super etichetta Verve. Con i singoli cd racchiusi in una confezione identica, in forma ridotta, a quella originale dei long playing Anni ‘50, ‘60 e ‘70, cui datano le registrazioni.

54 I 50epiu.it I LUGLIO/AGOSTO 2016

COME OGNI ANNO, con l’arrivo dell’estate, inizia la stagione dei grandi festival, dedicati ai generi più vari. Ne abbiamo scelti tre, per le loro caratteristiche di qualità, di specificità e di bellezza delle location. La 22a edizione di “Suoni delle Dolomiti” propone concerti acustici tra prati, fiori, macigni, alberi e vento, di fronte alla Marmolada, alle Pale di San Martino oppure al Sassolungo. Dal 2 luglio al 26 agosto, si ascolterà musica classica, jazz, pop d’autore e world: Mario Brunello, Mischa Maisky, Mari Boine (che terrà il suo concerto all’alba), Cristina Donà, Richard Galliano, fra i tanti (www.isuonidelledolomiti.it). Articolata e vincente la programmazione del XXIV “Fano Jazz by the Sea 2016” che, dal 24 al 31 luglio, porterà nella

cittadina marchigiana alcune voci importanti del jazz mondiale, a cominciare dalle superstar Brad Mehldau, John Scofield e Mark Giuliana, continuando con Lars Danielsson, il trio Phronesis, Kenny Garrett, il Volcan Trio di Gonzalo Rubalcaba e via dicendo, compresi numerosi italiani e molte attività collaterali (www.fanojazznetwork.it). Vincitore a sorpresa del prestigioso “Tim On Stage Award 2015”, il festival Ypsigrock di Castelbuono (nel parco delle Madonie, in Sicilia) propone, dal 4 al 7 agosto, la 20a edizione con numerosi talenti. Rock alternativo fino ai limiti del noise per gli storici Giant Sand e Mudhoney e gli emergenti Crystal Castles, Vaccines, Daughter, Niagara, tra gli altri (www.ypsigrock.com).


UN VIAGGIO MELODICO SUL LAGO DI COMO

+

A SENIGALLIA (AN) UN TUFFO NEL PASSATO CON IL SUMMER JAMBOREE, IL FESTIVAL INTERNAZIONALE DI MUSICA E CULTURA DELL’AMERICA ANNI ’40 E ’50. DAL 30 LUGLIO AL 7 AGOSTO WWW.SUMMERJAMBOREE.COM

MUSICA

PH. GUIDO CALAMOSCA

L’Histoire du Soldat di Stravinskij verrà declinata in varie versioni, dalla classica alla più moderna. In cartellone anche Ravel, Debussy, Rossini e Donizetti

di Francesco Andreani

SALENTO

LA NOTTE DELLA TARANTA è la riscoperta della tradizione il momento in cui si ascolta musica d’altri tempi mai dimenticata È diventato il festival di musica popolare più famoso d’Europa, quello che prende forma in varie piazze collegate tra di loro come fossero “una ragnatela ideale”, e che si ritrovano a Melpignano a vivere una notte storica, la notte della Taranta, con il concertone finale. Sul palco un’orchestra composta da trenta elementi, diretti da un “maestro concertatore” che rivisita brani tradizionali in collaborazione con artisti italiani ed internazionali. Per l’edizione di quest’anno, che si tiene il 27 agosto, sul palco di Melpignano c’è Carmen Consoli. Per saperne di più: www.lanottedellataranta.it

esaltano la bellezza, ma tutti con un unico denominatore da cui iniziare questo viaggio melodico: l’Histoire du Soldat, di Stravinskij, scritto nel 1918. Diverse le versioni dell’opera, dalla classica alla più moderna e

ricercata, eseguite da grandi interpreti e giovani promesse. In programma anche altri spettacoli con musiche di Ravel, Debussy, Rossini e Donizetti. Per saperne di più: www.festivalmusicasullacqua.org

LATINA

FESTIVAL PONTINO DI MUSICA dall’8 al 31 luglio concerti di musica classica, moderna, da film, jazz, interpretati da giovani talenti musicali e da affermati professionisti provenienti da tutto il mondo Sermoneta, Priverno, Fondi, Valvisciolo, Pantanello sono i luoghi che ospitano il Festival Pontino di Musica, un ensamble di stili che vanno dalla musica classica alla moderna, passando per il jazz. Durante il Festival, laboratori didattici con corsi di musica da camera contemporanea e, il 24 luglio, un evento che unisce musica e natura: il concerto “ornitologico” nell’Oasi di Pantanello, con il pianista Alfonso Alberti e musiche di Messiaen, Ravel e Couperin. Per saperne di più: www.festivalpontino.it

© MOLINAVISUALS

manifestazione: l’Abbazia di Piona e il Forte Montecchio a Colico, la Chiesa romanica di Santa Maria del Tiglio a Gravedona e Castel Grumello a Sondrio. Luoghi diversi che raccontano la storia del lago e ne PH. FLICKR - LA NOTTE DELLA TARANTA

LA MELODIA va in scena sul lago di Como con la dodicesima edizione del Festival Internazionale Musica sull’acqua, in programma dal 6 al 24 luglio. Molti gli appuntamenti e diverse le location che ospitano la

LUGLIO/AGOSTO 2016 I 55


__CINEMA CULTURA __

Un complotto per risvegliare i suoi istinti animali. Ogni uomo farebbe l’impossibile per salvare la donna amata e lui non è uno qualsiasi: lui è Tarzan

cinema +

FILM IN USCITA

COMMEDIA

TARZAN, ETERNA LEGGENDA

di Alessandra Miccinesi

ELVIS & NIXON REGIA di Liza Johnson con: M. Shannon e K. Spacey Giudizio di 50&Più:

COMMEDIA

IL PIANO DI MAGGIE REGIA di Rebecca Miller con: G. Gerwing e E. Hawke Giudizio di 50&Più:

Un incontro segreto e mai raccontato sullo schermo tra il presidente americano Richard Nixon e il re del rock and roll Elvis Presley. È il 21 dicembre 1970: Elvis (M. Shannon) si reca alla Casa Bianca per ottenere un incontro con il 37° presidente Usa (K. Spacey): vuole chiedere a Nixon di diventare un agente dell’Fbi sotto copertura. E lo fa a modo suo, eludendo il protocollo e gigioneggiando col Presidente. Una serie di siparietti esilaranti che lasciano immaginare cosa accadde, 46 anni fa, nello Studio Ovale.

Un film sulla complessità dei rapporti familiari. Maggie (G. Gerwing), 30enne single, vorrebbe un figlio. Il suo piano è ricorrere all’inseminazione artificiale, chiedendo il seme a un vecchio compagno di scuola, John (E. Hawke). Maggie, però, s’innamora dell’uomo, già sposato con Georgette (J. Moore), e nasce una bambina. Qualche anno di vita coniugale insoddisfacente con John e Maggie elabora un nuovo piano.

56 I 50epiu.it I LUGLIO/AGOSTO 2016

CINEMA

UN GRIDO DISUMANO che riecheggia intramontabile, come la sua leggenda. Tarzan, dal 1912 (data della prima pubblicazione di Tarzan of the Apes), esiste e resiste alle mode che partoriscono sempre nuovi supereroi, provenienti da mondi più o meno lontani. Il cinema ha sempre pescato a piene mani dalla letteratura e dai fumetti, esaltando storie e personaggi diversi con la magia degli effetti visivi, sempre più sofisticati grazie al 3D. Non fa eccezione Tarzan, la cui vitalità di eroe coraggioso e umano appare inesauribile. Anche al cinema. Frutto della fantasia avventurosa di Edgar Rice Burroghs, Tarzan of the Apes vola a cavallo di due secoli, dimostrando di essere ben più di un semplice eroe d’inchiostro. È l’archetipo affascinante di un cucciolo d’uomo allevato dai gorilla, che torna alla civiltà come adulto consapevole in grado di fondere meravigliosamente istinto e

ragione in una specchiata umanità. Nel film diretto da David Yates un imborghesito Tarzan, alias Lord Greystoke, vive a Londra con l’amata Jane. Sono passati molti anni da quando lasciò la giungla africana per tornare alla civiltà, finché viene invitato a tornare in Congo come emissario commerciale del Parlamento. Lord Greystoke (Alexander Skarsgård) ignora di essere una pedina in una convergenza mortale di avidità e vendetta orchestrata dal capitano Leon Rom (Christoph Waltz). Ma ciò che l’autore del complotto non sa, è chi si cela davvero sotto i panni eleganti di Lord Greystoke: non uno spirito maligno né un fantasma della foresta, ma un figlio adottivo della giungla, che conosce e rispetta le sue leggi. Il suo nome è Tarzan. Regia: David Yates Genere: avventura Giudizio di 50&Più:


scienze TECNOLOGIA STAR BENE AMBIENTE

Riducono i tempi di spostamento, fanno bene al fisico e alla mente, contribuiscono al miglioramento della qualità dell’aria delle nostre città. Altri benefici? Nessun costo per assicurazione, bollo e carburante __TECNOLOGIA__

ECCO LE E-BIKE, ECOLOGICHE E POTENTI di Luisella Berti

PEDALARE senza particolari sforzi viaggiando fino a 20-25 chilometri orari. Seppur in ritardo, anche in Italia si stanno diffondendo le biciclette elettriche a pedalata assistita. I dati del 2015 diffusi da Ancma, Associazione Nazionale Ciclo Motociclo e Accessori, hanno registrato una leggera flessione sulla vendita delle biciclette tradizionali (-2,47%) e un aumento del 9,8% dei modelli a pedalata assistita (oltre 56mila). Numeri ancora lontani dai Paesi dell’Europa setten-

trionale, più sensibili verso la mobilità sostenibile, ma anche favoriti da percorsi più pianeggianti, pensiamo ad esempio all’Olanda. È proprio per questi motivi che la bicicletta elettrica a pedalata assistita (e-bike) può risultare ancora più vantaggiosa nel nostro Paese, consentendo di affrontare percorsi impensabili con una bicicletta tradizionale. Questo non significa che la e-bike non richieda nessun tipo di attività aerobica, anche perché il motore elettrico (massimo 250 Watt) si attiva solo se si pedala, movimento rilevato dal sensore di pedalata. Se si smette di pedalare il motore si ferma. Se la bicicletta non rispetta questo requisito, perde

58 I 50epiu.it I LUGLIO/AGOSTO 2016

il suo status di bici e viene considerata per legge un ciclomotore, con tutto ciò che ne deriva: immatricolazione, assicurazione e le altre incombenze del caso. Il mercato delle biciclette elettriche è in continua evoluzione. Ne esistono di tutti i tipi, con molteplici caratteristiche: e-bike per percorsi urbani, elettrica pieghevole, mountain bike, semplici o super accessoriate. Quindi, è bene avere chiaro quale sarà il suo utilizzo: sposta-

+

LA SPESA DA SOSTENERE PER L’ACQUISTO DI UNA BICI ELETTRICA DI BUONA QUALITÀ VA DAI 1.100 AI 1.500 EURO. IN COMPENSO, NIENTE BOLLO, IMMATRICOLAZIONE E ASSICURAZIONE


I criteri fondamentali

Il codice della strada italiano ed europeo stabilisce che il motore della bicicletta elettrica a pedalata assistita debba: 1 avere una potenza non superiore a 250 Watt; 2 attivarsi solamente in concomitanza con la pedalata; 3 spegnersi se i pedali sono fermi; 4 interrompere la potenza una volta raggiunti i 25 km/h.

GERMANIA LEADER

TORINO, LA PIÙ VIRTUOSA

CICLOTURISMO

In Europa ogni anno si vendono mediamente oltre un milione di biciclette elettriche. Paese leader è la Germania, con oltre 500mila modelli, segue l’Olanda con più di 200mila.

Dal 2009 al 2013, Milano ha registrato un aumento di piste ciclabili (+113,8%), mentre la più virtuosa è Torino con 137,4 km per 100 km2 di superficie comunale.

Sono circa mezzo milione i turisti che visitano l’Italia in sella a una bici. Il cicloturismo rappresenta il 31% dell’attività turistica italiana, il 61% è costituito da turisti stranieri.

menti in città per acquisti o lavoro? O per escursioni nel fine settimana tra salite e percorsi sterrati? Una volta passati all’acquisto, bisogna preoccuparsi soltanto di ricaricare la batteria (che può avere un’autonomia di diverse decine di km). Per il resto non c’è né bollo né assicurazione da pagare, ma solo il vantaggio di giungere più velocemente a destinazione, mantenersi in forma e dare il proprio contributo al miglioramento della qualità dell’aria e della mobilità. Un risparmio economico personale e sociale difficile da quantificare.

(Elaborazione Uff. Studi Continental su dati Istat)

SETTEMBRE 2016: A VERONA, L’UNIVERSO DELLA BICICLETTA

A “CosmoBike show 2016” saranno presenti le novità e le anteprime 2017 dei maggiori marchi italiani ed esteri del settore delle due ruote a pedali. Organizzata da Veronafiere, la rassegna si tiene dal 16 al 19 settembre alla Fiera di Verona (Viale del Lavoro 8) e si estende su un totale di 39.500 mq espositivi. Ci sarà il mondo della bicicletta in tutte le sue declinazioni: da quelle tradizionali alle mountain bike, dalle bici da corsa ed elettriche fino agli accessori e all’abbigliamento per ciclisti. A disposizione dei visitatori una pista per le mountain bike, un anello prova per le bici da corsa e le e-bike di ultima generazione. Info: www.cosmobikeshow.com

Tra le novità, il settore “Legend”, dedicato alla tradizione italiana ed europea del ciclismo

LUGLIO/AGOSTO 2016 I 59


__SCIENZE TECNOLOGIA__ IL FUTURO DELLE E-BIKE

Data la loro condizione “ibrida”, a metà tra bici classica e motorizzata, le e-bike potrebbero “erodere”, nel prossimo futuro, una consistente fetta di veicoli a motore.

+

CICLISMO ED E-BIKE

LA RICERCA

Smog e bicicletta Uno studio pubblicato su Preventive Medicine della Cambridge University ha analizzato le conseguenze dell’inquinamento atmosferico sulla salute dei ciclisti urbani: solo nell’1% delle città prese in esame, pedalare risulta controproducente rispetto ai benefici. Persino a Nuova Delhi, la città con l’aria più inquinata al mondo, si può pedalare fino a 5 ore ogni settimana. IL LIBRO

Una guida ad hoc Tutto quello che c’è sa sapere sulle e-bike si può trovare nella prima Guida alla bici elettrica. Acquisto, uso e manutenzione, di Paolo Volpato (edizione Ediciclo). Info:www. bicielettriche. bikeitalia.it

A Bologna, con 300 euro, e nel Friuli-Venezia Giulia, fino a 200 euro: gli ultimi incentivi per l’acquisto di una e-bike. In attesa che altri Comuni e Regioni prendano esempio

ELETTRICA CON LO “SCONTO” SONO BEN POCHI gli incentivi per l’acquisto di una bicicletta elettrica a pedalata assistita ancora in vigore. Il consiglio, comunque, è di informarsi presso il proprio Comune, non si sa mai. Per il quarto anno consecutivo a Bologna la Giunta comunale ha deliberato l’incentivo per l’acquisto di ebike. Lo stanziamento è di 109mila euro messi a disposizione dal Ministero dell’Ambiente. La novità è che saranno incentivate anche le cargo bike, caratterizzate da un vano posizionato nel telaio stesso del mezzo, per il trasporto di persone e cose, in aggiunta al ciclista. L’entità dell’incentivo, a copertura parziale delle spe-

60 I 50epiu.it I LUGLIO/AGOSTO 2016

se, è di 300 euro per l’acquisto di una bicicletta a pedalata assistita, e di 600 euro per un cargo bike a pedalata assistita. In ogni caso l’incentivo non potrà superare il 50% della spesa sostenuta. Dal 2012 il Comune di Bologna ha incentivato l’acquisto di 2.610 bici elettriche con la rottamazione di oltre 277 motoveicoli ad elevato impatto ambientale. Per beneficiare dell’incentivo occorre rivolgersi allo Sportello Mobilità del Comune (Tel. 0512193042 www.comune.bologna.it) Prorogato fino al 30 settembre 2016, il contributo della Regione Friuli-Venezia Giulia

per l’acquisto della bicicletta elettrica a pedalata assistita: è pari al 30% - comprensivo di Iva - del costo dell’acquisto, ed è stabilito fino a un massimo di 200 euro. Informazioni possono essere reperite sul sito di Unioncamere del Friuli-Venezia Giulia, gestore degli incentivi, o su quelli delle singole Camere di Commercio della Regione (www.fvg.camcom.it). L’incentivo riguarda le spese a partire dal 28 marzo 2014.


# 1

DENTRO LA RETE

La gloriosa e rassicurante Raccomandata con ricevuta di ritorno ha fatto la sua storia

AVVISO AI NAVIGANTI

a cura di Paolo Negrini

IMMAGINI

Le foto che hanno cambiato il mondo

2

TECNOLOGIA

Informazioni in tempo reale

3

RECORD

Cose mai viste

Sul sito di Vanillamagazine si legge: «Dal momento che fu inventata la fotografia, il mondo non fu più lo stesso. Da allora divenne possibile vedere e conoscere attimi di vita, di luoghi e persone lontane grazie ad una documentazione visiva che prima, semplicemente, non esisteva». All’interno del portale tante sezioni. Tra queste, architettura, motori, arte e design, scienza, viaggi e misteri...

No, non sono misteriosi segnali. I codici QR che trovate sui giornali o sulle confezioni dei prodotti sono un’evoluzione dei codici a barre e, al loro interno, contengono informazioni relative al prodotto. Se inquadrati con la fotocamera del cellulare, grazie ad un’app di lettura del codice che è possibile scaricare dallo Store del produttore del vostro smartphone, avrete modo di accedere a tutte queste informazioni.

Conoscete il Monte Bianco? Ma certamente! È il gigante della Alpi Nordoccidentali. Avete la minima idea di quanti possano essere 70.000 scatti fotografici? Difficile da immaginare, vero? Mettete assieme il Monte Bianco e ben 70.000 foto scattate ad una quota di 3.500 metri: otterrete così il Guinness dei primati come la più grande foto panoramica del mondo. Assolutamente da vedere.

# # # i www.vanillamagazine.it

www.facile.it

i

# # # i www.in2white.com/

# # #

LO SAPEVATE CHE? Il neologismo “Cybercondria” indica una patologia che spinge un paziente alla ricerca infondata ed ossessiva di informazioni mediche on line, su malattie rare o su sintomi di difficile interpretazione.

4

COMUNICAZIONI

Sicurezza e valore legale dei messaggi di posta

IL NUOVO CHE AVANZA TRA NON MOLTO, l’utilizzo della Raccomandata con ricevuta di ritorno che attesta l’invio di una lettera, non sarà che un ricordo del passato. Il suo posto è stato preso dalla Posta Elettronica Certificata (Pec), un sistema che consente di inviare e-mail aventi forza legale ed equiparate alla Raccomandata A.R. Specialmente nei rapporti con la Pubblica Amministrazione, è diventato fondamentale il suo utilizzo e quindi, se ancora non lo avete fatto, affrettatevi ad attivare il servizio. Costi e servizi variano da gestore a gestore. E per questo sarà bene fare un’attenta valutazione. Personalmente mi sono orientato verso le Poste Italiane. http://postecert.poste.it/pec/snodo.shtml


__SCIENZE STAR BENE__

Il torace custodisce i nostri organi vitali. Cuore, polmoni, sistema nervoso autonomo e linfatico sono protetti dalla giusta combinazione di rigidità e plasticità di costole, sterno e colonna dorsale

TORACE E COLONNA DORSALE: FLESSIBILI MA RESISTENTI di Alessandro Mascia

TRATTAMENTI E METODI

EDUCARE IL RESPIRO

I trattamenti riabilitativi di elezione per le patologie del torace sono la Rieducazione Posturale Globale, l’osteopatia e la chiropratica. Ma esistono anche altre metodiche che hanno come obiettivo primario il riequilibrio della mobilità della colonna vertebrale, come ad esempio il Feldenkrais (un metodo di auto-educazione basato sulla presa di consapevolezza dei propri movimenti) e le varie forme di ginnastica dolce.

Per i pazienti con patologie polmonari come le broncopneumopatie, le patologie asmatiche, quelle oncologiche e molte altre, è prioritaria per il successo terapeutico la rieducazione respiratoria. Centri specializzati in molti ospedali vedono il terapista affiancare il medico ed il chirurgo. Attraverso degli esercizi specifici si facilita, ad esempio, sia la mobilizzazione mirata di lobi polmonari ipoventilanti che l’espettorazione delle secrezioni.

62 I 50epiu.it I LUGLIO/AGOSTO 2016

IL TORACE è un sistema complesso che deve combinare due aspetti molto importanti: la resistenza e la mobilità. La resistenza e la protezione sono garantite da 12 vertebre, 24 costole, lo sterno, le clavicole e le scapole. La mobilità di queste ossa è data da tanti piccoli muscoli disposti su piani profondi e superficiali, situati lungo tutta la colonna vertebrale e tra le costole. Più i muscoli sono piccoli, maggiore è la loro componente statica-antigravitaria. Sono muscoli che servono a stare in piedi, ma anche a respirare. L’elevazione delle costole permette l’espansione dei polmoni durante l’inspirazione, mentre l’espirazione normale è prevalentemente passiva grazie alla caduta delle costole. L’espansione del torace è garantita anche dall’azione di un muscolo molto importante del

quale tutti abbiamo sempre sentito parlare: il diaframma. Durante l’inspirazione il diaframma che divide come la pelle di un tamburo il torace dall’addome si abbassa e si espande per aumentare il volume della gabbia toracica, mentre durante l’espirazione si rilascia per favorire l’abbassamento delle costole per l’eliminazione dell’anidride carbonica. Questo sistema pneumatico ha anche altre funzioni importanti, come la circolazione dei liquidi del nostro corpo (sangue venoso e sistema linfatico), grazie al continuo alternarsi delle pressioni interne tra addome e torace. Infatti, il muscolo diaframma presenta alcuni fori attraverso i quali decorrono l’aorta, la vena cava inferiore, l’esofago ed alcuni nervi molto importanti tra i quali il nervo vago, che controlla tutta la fi-


siologia degli organi interni. Aiuta, inoltre, la mobilità degli organi interni migliorandone la funzionalità. La grande resistenza alle sollecitazioni e ai traumi è data non soltanto dalle ossa, ma principalmente dalla trama del tessuto connettivo e fasciale che riveste tutto il nostro corpo e che è in grado di scomporre ed assorbire le forze esterne alle quali siamo soggetti. La frattura delle vertebre costituisce uno dei motivi più frequenti di interventi chirurgici del tratto dorsale della colonna vertebrale. Può essere per trauma diretto o per osteoporosi. Il dorso curvo o la scoliosi concentrano i carichi su una superficie ridotta dei corpi vertebrali, aumentando così il rischio di fratture. Nell’anziano con rarefazione della struttura dell’osso possono verificarsi dei crolli

vertebrali con deformazione della vertebra a cuneo anteriore o laterale. La vertebroplastica è un intervento chirurgico che immette un materiale simile al cemento nel corpo della vertebra fratturata al fine di rinforzarla e stabilizzarla, ma anche di ridarle spessore evitando che le radici dei nervi ed il midollo spinale subiscano fenomeni compressivi spesso molto dolorosi. Il sistema di sospensione degli organi interni (stomaco, fegato, intestino, colon ed apparato urogenitale) si àncora sulle vertebre del passaggio cervico-dorsale e sulle vertebre medio-dorsali. Questo legame meccanico fa sì che le aderenze cicatriziali che conseguono agli interventi chirurgici dell’addome, oppure alle infezioni o infiammazioni degli organi interni (gastriti, reflusso gastro-esofageo, sindrome del colon irritabile, coliti, rettocolite ulcerosa, etc.) producano degli squilibri della colonna vertebrale. Soffrono particolarmente di dolori del tratto dorso-lombare della colonna vertebrale tutte quei soggetti che per lavoro sono costretti a stare in piedi per molte ore come, ad esempio, i commercianti, i parrucchieri, ma anche i militari che devono piantonare posti di guardia. È importante evidenziare che gli stati di ansia hanno un ruolo predominante per il loro legame diretto con i muscoli della respirazione. Come per tutti gli ambiti della

+

CAMMINARE, NUOTARE, ANDARE IN BICICLETTA: SONO SOLO ALCUNE DELLE ATTIVITÀ AEROBICHE CHE FAVORISCONO UN BUON ALLENAMENTO CARDIO-VASCOLARE E RESPIRATORIO

medicina la prevenzione è la cura migliore. L’ipercifosi dorsale, ad esempio, spesso è ereditaria; per cui è consigliabile, soprattutto per i pazienti che abbiano altri casi in famiglia, sottoporsi ad una valutazione posturale anche in assenza di sintomi. La terapia manuale può prevenire o arrestare questa spiacevole evoluzione adattativa della colonna vertebrale.

+

Persino È TUTTO un intervento COLLEGATO

chirurgico del torace può favorire squilibri della colonna dorsale QUANDO LE COSTOLE SI MUOVONO MALE

Lo squilibrio della colonna dorsale può derivare anche da interventi chirurgici del torace. Avviene, ad esempio, nelle condrosternotomie per interventi al cuore o alla zona del mediastino compresa tra i due polmoni dove decorrono l’esofago, la trachea, l’aorta toracica e i bronchi. Questi interventi possono determinare una diminuzione della mobilità delle costole e della colonna vertebrale. Al fine di evitare queste complicanze, è fondamentale intervenire subito con una corretta rieducazione della respirazione e della mobilità della colonna, per ristabilire quanto prima la corretta meccanica di tutti i sistemi articolari, muscolari e fasciali del torace. LUGLIO/AGOSTO 2016 I 63


__SCIENZE STAR BENE__

Dopo i 50 anni le attività all’aperto per tenersi in forma sono tantissime. Una regola, però, su tutte: tenere conto dei propri limiti ed essere regolari nell’allenamento

SPORT: A TU PER TU CON LA NATURA

di Chiara Palma

Muoversi nella natura stimola le funzioni mentali, come memoria e attenzione, e migliora le capacità di orientamento spaziale e temporale

IL NOSTRO PAESE è amato dai vacanzieri provenienti da tutto il mondo per la varietà dei suoi paesaggi e per le molteplici attività all’aperto che permette di svolgere durante il tempo libero: lunghe passeggiate a piedi o in bicicletta, nuoto al mare o nei laghi, sci alpino o di fondo... Eppure noi italiani spesso sembriamo scordare quante possibilità ci vengano offerte, forse perché siamo abituati ad averle sempre a disposizione. È quindi nello spirito della riscoperta delle nostre regioni, che consigliamo di godere al massimo la natura nostrana praticando attività all’aperto che danno la possibilità di migliorare diversi

64 I 50epiu.it I LUGLIO/AGOSTO 2016

aspetti della nostra salute, come il potenziamento di muscoli ed ossa per ridurre il rischio di osteoporosi, il miglioramento della circolazione, prevenendo così malattie come l’ipertensione. Muoversi nella natura stimola le funzioni mentali, come memoria e attenzione, e migliora le capacità di orientamento spaziale e temporale. A questo proposito abbiamo intervistato due esperti del settore: Ceri Temple, istruttrice certificata di sci e guida di escursionismo alpino in Germania, ed Egon Zuggal, guida cicloturistica, istruttore mountain bike e maestro di sci, nonché istruttore di functional fit-

ness in Trentino Alto-Adige. Ceri, Egon, quali attività all’aperto sono più adatte agli over 50 e quali sconsigliate? Egon: Tutte le attività outdoor in generale sono consigliabili, se fatte senza esagerare. L’importante è fare movimento, sia che si tratti di camminate in montagna, corsa o ciclismo. Anche il nuoto o sport prettamente invernali come lo sci di fondo, che coinvolgono tutti i muscoli, sono ideali per il miglioramento del benessere generale del proprio fisico. Ma bisogna puntualizzare che, in caso di problemi fisici individuali, essenziale è un incontro preliminare con il medico che


Lunghe pedalate in bici, corse, passeggiate a ritmo sostenuto, sci di fondo: all’aperto le attività sono innumerevoli.

garantisca uno stato di salute idoneo all’attività sportiva. In caso di problemi alle articolazioni, ad esempio, è sconsigliata la corsa che le andrebbe a sollecitare troppo. In tal caso, è preferibile passeggiare. Ceri: Condivido anch’io il concetto di fare un’attività che ci faccia sentire bene. In particolare, se si è abituati a fare sport è giusto continuare, tenendo sempre conto dei proprio limiti. Ci sono rari casi in cui il medico può consigliare di smettere di allenarsi: penso in particolare alla corsa, che può essere controproducente in caso si soffra di problemi alle ginocchia o alle anche. Questa può essere lentamente ripresa una volta che i problemi vengano risolti, un processo di ripresa che deve avvenire sotto stretto controllo medico. Con quali attività è meglio iniziare dopo i 50 anni? Ceri: Se si desidera far abituare il proprio fisico ad una regolare attività fisica è consigliabile cominciare con il ciclismo o con il nuoto. In particolare, per chi

ama andare in montagna è interessante l’uso delle e-bike, biciclette dotate di motore che aiutano ad affrontare le salite, permettendo di raggiungere la meta desiderata e godere del paesaggio alpino. Anche le escursioni a piedi in montagna sono un’attività consigliabile perché aiutano a sviluppare resistenza apprezzando la natura intorno. D’inverno è consigliabile cominciare con lo sci di fondo, sport che permette di abituare il corpo in modo graduale grazie ai movimenti fluidi che lo caratterizzano. Egon: È importante cominciare lentamente, con delle camminate giornaliere oppure con dei giri in bicicletta anche in città. Allenandosi regolarmente ci si può spingere un po’ più avanti ogni giorno, allungando gradualmente i tempi di allenamento. Anche semplicemente passeggiare a passo veloce nel verde può essere un’esperienza piacevole. L’importante è che ci si abitui a muoversi, soprattutto quando, arrivati all’età della pensione, potrebbe svilupparsi la tendenza ad impigrirsi. Infine, consiglierei di lasciarsi aiutare, almeno all’inizio, da un esperto capace di insegnare le tecniche e di motivare a superare la fase più difficile della nuova esperienza. Quali benefici apportano? Ceri: Lo sport rappresenta sempre una forma di prevenzione ed un aiuto al mantenimento del benessere fisico, ma soprattutto tutte le attività sportive che abbiamo menzionato hanno il grandissimo

vantaggio di spingere le persone ad uscire e a socializzare, prevenendo quindi la depressione e l’isolamento. Egon: Esatto. Le persone escono e spesso fanno attività insieme, partecipando a maratone o andando a fare, ad esempio, giri in bicicletta con gli amici. Non bisogna mai vergognarsi e pensare che non sia il caso di provare: alla fine si può scoprire una nuova passione e questo è l’importante. Quando è meglio svolgere queste attività? Ceri: Fare attività sportive di prima mattina aiuta sicuramente a creare una routine, consigliabile in particolare, dopo la pensione, quando si ha la sensazione di aver perso la struttura della giornata offerta dal lavoro. Allenarsi al mattino aiuta anche a sviluppare un’attitudine positiva e ad avere più energia per il resto della giornata grazie all’adrenalina che circola nel corpo. Ci si può quindi rendere conto a fine giornata di aver fatto più cose di quanto ci si aspettasse. Egon: Concordo con l’idea di

fare sport la mattina oppure nel pomeriggio, cercando di non andare oltre le sei di sera, quando il corpo comincia a perdere energie e si prepara al riposo notturno. È consigliabile associare un’alimentazione particolare alla pratica di questi tipi di sport? Egon: L’alimentazione da seguire deve essere equilibrata e sana, alternando carboidrati, verdure, frutta e proteine. Consiglierei, quindi, di seguire lo schema della dieta mediterranea. Prima di fare sport è meglio mangiare qualcosa che dia energie, ma che sia allo stesso tempo facilmente assimilabile, come, ad esempio, fette biscottate con del miele o con della marmellata. Dopo l’allenamento è bene mangiare carne o pesce, per incamerare proteine e permettere quindi la riparazione delle microfratture che possono essersi create nei muscoli. Ceri: Concluderei, infine, aggiungendo che non bisogna mai dimenticare di bere molta acqua per evitare il rischio di disidratazione.

CERI TEMPLE, istruttrice certificata di sci alpino e guida di escursionismo in Germania info: www.4elements.eu

EGON ZUGGAL, maestro di sci, guida cicloturistica e istruttore di mountain bike e di functional fitness in Trentino Alto-Adige info: blacksheepactive.com

LUGLIO/AGOSTO 2016 I 65


__SCIENZE STAR BENE__

PERLE DI SAGGEZZA

Non esistono buoni amici o cattivi amici, esistono solo amici, persone che hanno costruito la loro casa nel tuo cuore (Stephen King)

+

CHI TROVA UN AMICO... di Luca Pasquali

Il POTERE BENEFICO dei rapporti d’amicizia sembra trovare riscontro anche in ambito scientifico e non solo per il benessere dello spirito... L’AMICIZIA FA BENE alla salute. Quella che potrebbe sembrare un’ovvietà o un luogo comune come tanti è, invece, il risultato di uno studio scientifico dell’Università di Oxford. La ricercatrice Katerina Johnson ha, infatti, condotto uno studio su un centinaio di persone di età compresa tra i 18 e i 34 anni, scoprendo una relazione tra i legami sociali e la produzione da parte dell’organismo di endorfine, un oppiaceo naturale più potente della morfina. Alle persone è stato chiesto di sottoporsi ad un esercizio fisico piuttosto impegnativo e doloroso: restare il più a lungo possibile con la schiena appoggiata al muro e le gambe ad angolo retto rispetto al tronco. Al termine, è stato riscontrato come, a parità di età e allenamento, la soglia di sopportazione del dolore fosse più ampia nei soggetti con un maggior numero di

AMICIZIA VUOL DIRE SALUTE. LO DICE LA SCIENZA veniva sopportato da 1 a 4 minuti in più ogni 7 - 12 amici in più che il soggetto poteva vantare. Dallo studio, però, non emerge con chiarezza se l’abbon-

amici, in particolare, in quelli che li sentivano più di frequente. L’organismo di questi ultimi registrava una maggiore produzione di endorfine. Più esattamente, il dolore UN ALTRO VALIDO ALLEATO

L’IMPORTANZA DELL’ATTIVITÀ FISICA Corri che ti passa

66 I 50epiu.it I LUGLIO/AGOSTO 2016

Anche lo sport ricopre un ruolo molto importante in questo ambito. Lo studio ha evidenziato infatti che, oltre a buoni legami sociali, anche l’attività sportiva ha effetti lenitivi. Nelle persone più allenate è stata riscontrata una maggiore sopportazione del dolore; questo, perché anche una costante attività fisica sembra stimolare la produzione di endorfine da parte dell’organismo.

danza di legami sociali stimoli la produzione di questo antidolorifico naturale e, di conseguenza, la resistenza al dolore, oppure se chi ha un sistema endorfinico più attivo per questioni genetiche, tragga maggiore piacere dalle relazioni sociali. Non si sa ancora, in sintesi, quale sia la causa e quale l’effetto. Un’importante correlazione potrebbe esserci, invece, con uno dei mali peggiori del nostro tempo: la depressione. Recenti studi sembrano suggerire, infatti, che parte del sistema endorfinico possa essere danneggiato in presenza di disturbi dell’umore, proprio come nel caso della depressione. Questo potrebbe spiegare il motivo per cui le persone che ne sono colpite sembrino non trovare alcun piacere nei rapporti sociali e tendano ad isolarsi.


__SCIENZE AMBIENTE__

Un team italiano ha elaborato una sorta di scanner che fornisce l’identikit dei materiali dei rifiuti, per dare un’accelerata al “porta a porta” e un impulso al riciclo dei rifiuti industriali

SAPEVATE che il vetro dei barattolini degli omogenizzati è un vetro ceramico, che fonde a maggiori temperature e crea problemi all’impianto di riciclo se viene mischiato con il vetro comune? Sapevate che la plastica delle bottiglie dell’acqua è diversa dal polietilene (Pe) dello spruzzino del detersivo e dal Pvc di tubi e finestre? E che le vaschette per gli alimenti sono fatte con polimeri diversi i quali, per essere riciclati, vanno individuati e accuratamente distinti? È tutta Made in Italy l’invenzione che punta a rivoluzionare il riciclo e a renderlo ancora più con-

veniente. Un gruppo di ricerca di ingegneria delle materie prime dell’Università “La Sapienza”, nei laboratori tra Roma e Latina, ha messo a punto dei sofisticati sensori iperspettrali, una specie di scanner, che all’inizio venivano usati nei satelliti spaziali, e che qui vengono invece impiegati per scrutare i materiali in maniera più det- »

UNA NUOVA ERA PER IL RICICLO di Romina Vinci

+

ANCHE IN MARE TRA LE APPLICAZIONI DI QUESTI SENSORI C’È PERSINO IL RICICLO DELLA VETRORESINA DALLE BARCHE A FINE VITA, UNA PROBLEMATICA EMERGENTE E DI GRANDE ATTUALITÀ

LUGLIO/AGOSTO 2016 I 67


__SCIENZE AMBIENTE__

LE APPLICAZIONI

CONTRO LO SMALTIMENTO

Ad oggi in Europa si riciclano soltanto un milione di tonnellate di poliolefine a fronte dei 14 milioni di tonnellate prodotte in un anno. Tra i vari progetti portati avanti dal team italiano, anche la preselezione dei rifiuti elettrici ed elettronici, la possibilità di discriminare diverse tipologie di scarti di legno in base alle essenze o a trattamenti chimico-fisici ai quali sono stati sottoposti, manufatti contenenti amianto e materiali polimerici composti.

Grazie a questo team di ricerca si possono anche prevenire danni provocati da erronei smaltimenti di rifiuti, rintracciando e determinando con esattezza l’inquinamento del suolo, di una falda acquifera contaminata da una discarica, consentendo di compiere le adeguate bonifiche. Si può anche venire a conoscenza di cosa esca da alcuni impianti di trattamento dei rifiuti, aiutando le inchieste giudiziarie - recenti e future - sul settore ambiente.

tagliata dei raggi X, fornendo una gran quantità di informazioni. Questi occhi elettronici vengono così utilizzati per il controllo di qualità dei prodotti riciclati. «Un aspetto che manca nella catena del riciclo è la certificazione del prodotto, dal momento che questi ultimi, proprio perché ormai saturi, sono considerati di livello scadente rispetto a un prodotto vergine. È importante, invece, possedere un sistema per poter definirne la loro qualità e discernere le caratteristiche, in modo da ottimizzare al meglio la fase del riciclo», spiega la professoressa Silvia Serranti, docente del Dipartimento di Ingegneria, Chimica, Materiali e Ambiente dell’Università “La Sapienza” di Roma, a capo del team. La linea di ricerca seguita dal dipartimento romano, grazie alla partecipazione a diversi progetti finanziati 68 I 50epiu.it I LUGLIO/AGOSTO 2016

dall’Unione Europea, sta consentendo la messa a punto di un sistema che prevede l’utilizzo di sensori da applicare sulle linee di produzioni, per certificare mano a mano i lotti in esame. «Questi sensori - spiega la docente - funzionano come una sorta di telecamere che si montano sui nastri trasportatori, riprendono il flusso e ne fanno una scansione. Non riconsegnano un’immagine a colori, ma un’immagine rappresentativa della composizione chimica del materiale, procedendo ad una giusta catalogazione». Caratterizzazione, certificazione e controllo rapido di qualità dei materiali: eccoli i punti di forza di questi segugi elettronici messi a punto nei laboratori del Basso Lazio. Questo sistema segna un

grande passo avanti nel riciclaggio dei rifiuti, che prevede che ogni materiale separato sia il più possibile puro, vale a dire non mischiato con altri elementi quando viene rivenduto ai riciclatori per potergli dare una nuova vita. Per poter essere riciclati, i materiali devono essere ben separati e non contaminati da altri elementi. Questa corretta divisione infatti, non solo rispetta l’ambiente, ma genera anche degli importanti introiti economici per i Comuni i quali, al momento di vendere i materiali provenienti dalla raccolta differenziata “porta a porta”, guadagnano in base alla “purezza” delle varie frazioni (plastica, vetro, metallo, etc.). Più corretta è la raccolta differenziata, dunque, maggiori sono gli incassi


che derivano dal riciclo. Ma quanto è difficile - per il normale cittadino - raccogliere e separare correttamente tutti i materiali? La professoressa Serranti non nasconde le difficoltà: «Una corretta e continua informazione è fondamentale, perché basta un minimo errore per vanificare il tutto, ed è complicato riuscire a discernere correttamente tutti i materiali». La docente ci tiene anche a sottolineare i danni che sbagliati smaltimenti dei rifiuti possono provocare all’ambiente, e la lentezza con la quale la raccolta differenziata prende piede nel nostro Paese. Secondo il Decreto Ronchi, ogni Comune entro il 2003 doveva arrivare almeno al 50% di differenziata; percentuale alzata al 65% entro il 2012.

I dati ufficiali (aggiornati al 2013) mostrano, però, che siamo ancora poco sopra il 42%. Le tecnologie di analisi d’immagine iperspettrale possono rendere più veloce, efficace e redditizia la raccolta differenziata, e dare così una spinta verso l’economia circolare, quel circuito che mette al bando la politica dell’usa e getta, ponendo al centro la sostenibilità dell’ambiente, in cui non ci sono prodotti di scarto e in cui le materie vengono costantemente riutilizzate. Ma nel nostro Paese l’economia circolare può diventare realtà o è destinata a rimanere un’utopia? «Il ruolo dell’università e della ricerca è fondamentale per dare terreno fertile a questo percorso - afferma la professoressa Serranti -. Io sono una forte sostenitrice del riciclo al 100%, lavoro tutti i giorni per sviluppare questa sensibilità e sono a favore della totale eliminazione degli inceneritori». Intanto in Olanda, a Delft, è stato avviato un impianto che, anche con i sistemi del team italiano, ricicla gli scarti edili per farne nuovo cemento. Ma ci sono in Italia le basi per realizzare progetti così ambiziosi, o l’unica strada è quella di accedere a fondi

+

SUL FRONTE UE A DICEMBRE LA COMMISSIONE EUROPEA HA PRESENTATO UN PACCHETTO DI MISURE PER ELIMINARE LE DISCARICHE, RIDURRE L’INCENERIMENTO E RENDERE OBBLIGATORIA LA RACCOLTA DIFFERENZIATA DELL’ORGANICO

esteri? La professoressa Serranti risponde con un velo di rammarico: «In Italia purtroppo gli investimenti nella ricerca sono zero, ed è difficile trovare anche dialogo tra università e aziende, perché quest’ultime sono molto diffidenti nei nostri confronti. È per questo che noi troppo spesso ci ritroviamo ad esportare all’estero le cose che facciamo».

+

Una tonnellata URBAN di smartphone MINING usati fornisce 250 gr d’oro. Da una tonnellata in miniera se ne estraggono solo 0,85 gr RECUPERI

La tecnologia diventa una miniera urbana Apparecchiature elettriche ed elettroniche in disuso possono dare vita ad un business del riciclo per estrarre oro, argento e rame, preservando così l’ambiente e le sue montagne. In una tonnellata di smartphone, ad esempio, vi sono 250 grammi d’oro mentre, da una tonnellata di roccia grezza della miniera peruviana di Yanacocha, se ne estraggono solo 0,85 grammi. Per non parlare del rame: in una tonnellata di grezzo in miniera se ne ricavano 9,5 grammi mentre, in una tonnellata di telefonini ne vengono fuori quasi 120 grammi. E l’argento è ancora più prolifico: una tonnellata di roccia grezza ne contiene 400 grammi, mentre un cellulare di ultima generazione 2,7 grammi. Recuperando l’oro dai computer venduti in un anno nel mondo, si eviterebbe - infine - di consumare circa 15 milioni di tonnellate di roccia.

LUGLIO/AGOSTO 2016 I 69


DALLA COLLANA “LE PERLE DELLA MEMORIA”

Vacanze in bianco e nero La villeggiatura del ‘900

BUONO

D’ORDINE

PER L’ACQUISTO DEL VOLUME

LE PERLE DELLA MEMORIA N. 17

IN BIANCO E NERO. { VACANZE LA VILLEGGIATURA DEL ’900 }

DESIDERO RICEVERE IN CONTRASSEGNO PRESSO IL MIO DOMICILIO N. _____ COPIA/E DEL VOLUME AL COSTO DI EURO 18,00 A COPIA (*) + SPESE SPEDIZIONE (**) (*) I soci 50&Più, le Università della Terza Età e gli iscritti che hanno partecipato alla ricerca possono acquistare il volume a 12,00 euro (con uno sconto del 30% rispetto al costo sopra indicato). (**) Per ordini fino a un massimo di 5 volumi, le spese di spedizione ammontano a: - 5,00 euro per i soci, i ricercatori e le Università che hanno collaborato alla ricerca; - 10,00 euro per tutti gli altri interessati. Per ordini superiori ai 6 volumi, le spese di spedizione ammontano a: - 10,00 euro per i soci, i ricercatori e le Università che hanno collaborato alla ricerca; - 20,00 euro per tutti gli altri interessati.

❏ ❏

Socio 50&Più - Tessera n° Università Terza Età / Iscritto ricercatore

(BARRARE LA CASELLA INTERESSATA)

NOME

COGNOME

C. FISC. / P. IVA VIA CITTÀ

PROV.

CAP

TEL.

DATA

FIRMA

COMPILARE IN STAMPATELLO, RITAGLIARE E SPEDIRE A 50&PIÙ EDITORIALE - LARGO ARENULA, 34 - 00186 ROMA 50&Più Editoriale assicura che i dati personali verranno trattati con la riservatezza prevista dal D. Leg.vo 196/2003 e saranno utilizzati solo per i propri fini commerciali. Tali dati, su richiesta, potranno essere cancellati o rettificati.

U

n Paese ancora ferito dall’ultimo conflitto, la voglia di ricominciare... Fu così che scoppiò la gioia del mare: l’Italia andava finalmente in vacanza. Poi, col miracolo economico, la villeggiatura divenne segno di una conquistata agiatezza. La vacanza come simbolo: il benessere negli Anni ’50 e ’60, la trasgressione negli Anni ’70... Tanti i ricordi raccolti nel 17° volume de Le Perle della Memoria, Vacanze in bianco e nero. La villeggiatura del ‘900, in un puzzle ricostruito grazie alle testimonianze di molti.

134

pagine

50&Più Editoriale: Largo Arenula 34 - 00186 Roma - Tel. 06 68134552 - Fax 0668139323 - e-mail: redazione@50epiu.it

www.50epiueditoriale.it


spazio INCONTRI EVENTI TEMPO LIBERO CULTURA

L’ALIMENTAZIONE: COME SARÀ DOMANI FIRENZE

Ciclo di conferenze Tre conferenze dedicate al tema della nutrizione e dell’alimentazione affrontate sotto vari aspetti: culturale, storico e religioso, economico e sociale. Un’iniziativa che nasce sulla scia dei temi sollevati all’Expo di Milano, per trattarli più da vicino coinvolgendo tutta la cittadinanza. Parte da qui il ciclo di incontri organizzato dalla 50&Più provinciale di Firenze, con il patrocinio del Comune, avvenuti presso la Sala Conferenze della Biblioteca delle Oblate e la Sala Brunelleschi in Palagio di Parte Guelfa. «Il domani sarà condizionato dalle scelte che stiamo facendo in questo momento. La nostra Associazione non poteva rimanere indifferente ad un tema così importante come quello dell’alimentazione e della nutrizione soprattutto dopo l’Esposizione Universale di Milano dello scorso anno», ha dichiarato la presidente della 50&Più provinciale, Simonetta Bertocci. «Le persone anziane - ha proseguito la presidente - sono i testimoni dei valori e delle esperienze che

vengono tramandati alle generazioni future. Per dare voce a questo abbiamo pensato e costruito questo progetto per affrontare tematiche diverse tra loro e che rappresentano il passato, il presente e il fu-

turo della nostra società». Nel primo incontro si è discusso di Cibo e Convivialità, con la dottoressa Donatella Cirri, esperta di arte culinaria, lo storico dell’arte Federico Napoli, che ha presentato una

suggestiva proiezione di opere d’arte tra il 1300 e il 1500, simbolo dell’esaltazione del cibo, e con lo scrittore, storico e giornalista Luciano Artusi. Nel secondo appuntamento, dal titolo Cibo e Spiritualità, è stato affrontato il tema della ritualità del cibo secondo le diverse culture religiose. Sono intervenuti il teologo Don Carlo Nardi, Jean Michel Carasso, membro della Comunità Ebraica di Firenze e cuoco Kasher, Elzin Izzedin, Imam e presidente della Comunità Islamica di Firenze e Toscana. Al terzo ed ultimo incontro, Cibo e Sobrietà, l’attenzione si è concentrata su come le scelte sull’alimentazione di oggi condizioneranno la realtà del domani a livello mondiale. Sono intervenuti lo psicologo Loris Pinzani, il dottor Jacopo Visani, membro della Cooperativa “SenzaSpreco” de “Le Mele di Newton”, il professor Alessandro Martini, direttore della Caritas di Firenze e Toscana. Il ciclo di conferenze, moderato dal giornalista Fabrizio Diolaiuti, si è chiuso con la presentazione della 50&Più Firenze del progetto dedicato alla pubblicazione di un libro di ricette, con aneddoti, storie di nonni da tramandare ai nipoti, realizzato con la collaborazione dei soci. info: 055664795 www.50epiu.it/firenze


__SPAZIO50 IN CALENDARIO__

02 luglio

PARMA All’Arena di Verona per assistere all’opera di Giuseppe Verdi la Traviata, con la regia di Ugo De Ana. Il 23 luglio si torna all'Arena per l'opera Turandot di Giacomo Puccini, con la regia di Franco Zeffirelli. info: 0521944278

06

PIACENZA

Ore 17.00. “Progetto nonni”, seconsettembre do incontro dal titolo Centostorie, come inventare e raccontare storie ai bambini. Presso l’Unione Commercianti (Strada Biobbiese 2). info: 0523461831 www.50epiu.it/piacenza

ROMA NONNI E NIPOTI

20

PAVIA

Escursione a Mantova, Capitale della settembre Cultura 2016, con visita a Palazzo Ducale e Palazzo Te. Facoltativo il pranzo in un ristorante tipico prenotando entro il 29 luglio. Contattare la segreteria. info: 038228411 www.50epiu.it/pavia

MILANO PROSSIME ATTIVITÀ

15 anni insieme

Cosa c’è in cantiere

È stata un’edizione speciale quella di Nonni e Nipoti Insieme Story, l’evento della 50&Più provinciale di Roma, presieduta da Pino Martino, che da 15 anni celebra il rapporto, altrettanto speciale, tra nonni e nipoti. La manifestazione, che ha avuto il patrocinio della Regione Lazio e di Roma Capitale, si è tenuta presso il Teatro Vascello di Roma. Uno spettacolo divertente ed entusiasmante tra sketch, balletti e canzoni, dei nonni e dei nipoti. Una manifestazione che ha ripercorso la storia di questo evento nato nel 2002, come ha ricordato il suo coordinatore, Gianni D’Andrea, all’apertura del sipario: «Angiolino Becherini, allora presidente provinciale di 50&Più, ebbe l’idea di lanciare un evento dedicato ai nonni. Solo molto dopo la “Festa dei nonni” divenne una ricorrenza nazionale». Nel corso degli anni Nonni e Nipoti Insieme si è evoluta, fino ad arrivare a edizioni sempre più professionali, con l’apporto delle scuole di danza. In ogni edizione un tema da affrontare: si è parlato di ambiente, di Europa, dell’Unità d’Italia, dell’amicizia, della Città eterna, della fantasia. Da non dimenticare l’apporto di soci e socie di 50&Più, che hanno collaborato alla realizzazione dello spettacolo cantando, recitando, scrivendo poesie. A tutti loro un sentito ringraziamento dalla 50&Più provinciale di Roma, che dà appuntamento all’edizione 2017. info: 0668891796 - www.50epiu.it/roma

Turismo, cultura, gastronomia. Questo ed altro ha in programma la 50&Più provinciale di Milano. Da settembre a dicembre 2016, ecco alcune anticipazioni. Si parte con un breve soggiorno a Mantova, Capitale italiana della Cultura 2016; si prosegue con la visita alle principali mostre milanesi, come quella dedicata a Rubens e ad Arnaldo Pomodoro. Per il ciclo “Passione in cucina” sono previsti incontri gastronomici a tema presso il Capac. Ripartono i “Concerti della domenica” in collaborazione con la Fondazione Antonio Carlo Monzino. A novembre è la volta della “Fiera Nazionale del tartufato di Murisengo”. Infine, il 12 dicembre, il concerto in memoria della strage di Piazza Fontana. Si può seguire la 50&Più di Milano su www.facebook.com/50epiuMilano per tutte le attività e gli appuntamenti in calendario. info: 0276281227 - www.50epiu.it/milano

72 I 50epiu.it I LUGLIO/AGOSTO 2016

PADOVA TOUR

Alla scoperta della laguna Continuano con successo gli appuntamenti della 50&Più provinciale di Padova presieduta da Carlo Trevisan. Con l’organizzazione del gruppo di lavoro del Consiglio, del responsabile del settore turismo, Evi Mayer, e del vicepresidente Giampietro Badan, oltre 55 soci a bordo del battello Raffaello, salpato da Chioggia, sono andati alla scoperta della laguna di Venezia. Un tour con tre tappe classiche e imperdibili: Murano, Burano e Torcello. Tante le informazioni e note storiche fornite su Venezia e dintorni. Una realtà unica al mondo con ben 118 isole, 108 chiese e oltre 400 ponti. info: 049655130 - www.50epiu.it/padova


__SPAZIO50__

20

UDINE

Escursione a Padova. La giornata presettembre vede la visita del centro storico, della Cappella degli Scrovegni, capolavoro di Giotto, e dell’Orto botanico, considerato il più antico d’Europa. Pranzo in un locale caratteristico. info: 0432538707

23 25

VICENZA

L’Unione Regionale 50&Più Veneto ha organizzato un fine settimana in uno dei più bei borghi della Toscana: settembre San Gimignano. Inoltre, visita guidata a Certaldo Alto e Volterra. Per partecipare, rivolgersi alle sedi provinciali. info: 0444964300

UNIVERSITÀ LUCCA

Verso il nuovo Anno Accademico: Coro, Burraco estivo e tante novità Dopo il concerto di beneficenza tenutosi a Palazzo Ducale a sostegno del progetto dell’Associazione di Peter Bayuku Konteh, “Little Step 2000”, in Sierra Leone, nel quale hanno cantato la soprano Francesca Maionchi, il mezzosoprano Laura Masini e il Coro 50&Più Università, al fresco delle mura di Lucca, si è tenuto il Gran Torneo di Burraco. Presso la Casermetta del Bridge gli iscritti si sono sfidati, seduti ai tavoli da gioco, a suon di carte. Tra i progetti in cantiere per il nuovo anno accademico c’è “Informatica e Nuove Tecnologie, Percorso Formativo Informatico Multidisciplinare”. Si tratta di un percorso pensato per tutti i livelli di conoscenza informatica al fine di fornire gli strumenti di cui si ha più bisogno nella vita di tutti i giorni, scegliendo il corso migliore per le esigenze specifiche. info: 0583473170 - www.50epiu-unilucca.it

BIELLA ONORIFICENZA

Maestri del Commercio La 50&Più provinciale di Biella, presieduta da Teresio Casetta, ha insignito dell’onorificenza di Maestro del Commercio 17 imprenditori del settore del Commercio, Turismo e Servizi, per aver contribuito in anni di lavoro allo sviluppo del territorio. A consegnare il prestigioso riconoscimento, presso la Sala consigliare del Comune, insieme ai rappresentanti della 50&Più provinciale, i senatori Nicoletta Favero e Gianluca Susta, il deputato Roberto Simonetti, il sindaco di Biella, Marco Cavicchioli, e il presidente dell’Ascom di Biella, Mario Novaretti. Sono stati premiati con l’Aquila d’Argento (25 anni di attività): Maria Gabriella Conforto, Francesco D’Oria, Mario Fila Robattino, Rosella Mazzola, Silvia Piana; con l’Aquila d’Oro (40 anni di attività): Germana Aprile Ronda, Vittorio Bellon, Riccardo Casaccio (già presidente provinciale della 50&Più), Armando Cavicchioli, Piero Antonio Graglia, Giuseppe Gromo, Franco Nelva, Christian Ribotti, Angela Segato; con l’Aquila di Diamante (50 anni di attività): Antonio Arnaldi, Piergiorgio Micheletti e Maria Savio. info: 01530789

IN

CAMPOBASSO

Visita guidata della Costa Amalfitana settembre con partenza da Campobasso in pullman e imbarco a Salerno. Le tappe più suggestive sono: Positano, Minori e Amalfi. Per informazioni rivolgersi alla Segreteria provinciale. info: 0874483194

LE SEDI 50&PIÙ NEL MONDO Argentina Buenos Aires La Plata 1555 Australia Melbourne Perth Sydney Belgio Bruxelles Brasile Florianopolis San Paolo Porto Alegre Canada Burnaby Hamilton Woodbridge Montreal Riv. des Prairies Montreal S. Leonard Montreal Ville Lasalle St. Catharines Toronto Germania Mettmann Monaco di Baviera Svizzera Ginevra Uruguay Montevideo USA Fort Lauderdale

Telefono 0054 1143831736 0054 2214242331 Telefono 0061 394862259 0061 864680197 0061 297128911 Telefono 0032 25341527 Telefono 0055 4832222513 0055 1132591806 0055 5130222720 Telefono 001 6042942023 001 9053184488 001 9052661866 001 5144946902 001 5142525041 001 5146675592 001 9056466555 001 4166523759 Telefono 0049 21045089160 0049 8974640814 Telefono 0041 223214535 Telefono 0059 825076416 Telefono 001 9546300086

SPAZIO AUGURI TANTI AUGURI A

Teresa Agnello e Calogero Collura PER I LORO 50 ANNI DI MATRIMONIO

LUGLIO/AGOSTO 2016 I 73


__SPAZIO50__

SALERNO

NAPOLI

CINEMA E MUSICA

CHIUSURA CORSI

I giusti riconoscimenti ad allievi e docenti

Omaggio ad Ettore Scola La 50&Più provinciale di Salerno ha organizzato un serata per ricordare un grande regista di origine campana, Ettore Scola. Dopo i saluti del presidente provinciale, Giovanni Marrandino, il dottor Adolfo Gravagnolo, esperto di cinema, ha ricordato i film più noti soffermandosi su Una giornata particolare, interpretato da Sofia Loren e Marcello Mastroianni. La serata,

presentata dalla vicepresidente Rosa Volpe, si è avvalsa per i filmati della preziosa collaborazione di Romano Zega. A rendere ancor più magica l’atmosfera, le esibizioni del maestro Gian Pio Vetromile, al piano, e del maestro Giuseppe Plaitano, al sax, che hanno eseguito alcune delle colonne sonore più famose. info: 089227600 www.50epiu.it/salerno

VICENZA SOLIDARIETÀ

Burraco di beneficenza Tra le attività della 50&Più provinciale di Vicenza non mancano le iniziative di solidarietà. L’occasione è stata l’organizzazione di un torneo benefico di burraco a sostegno di un progetto dell’associazione Pangea Onlus. Il progetto prevede la realizzazione della Scuola convitto “Don Bosco” a Unewa, in Tanzania, per l’accoglienza di circa 300 bambini, alcuni dei quali orfani. L’obiettivo è di fornire un’istruzione di qualità per dare loro opportunità per il futuro. I partecipanti sono stati premiati con gli omaggi degli sponsor e della 50&Più. info: 0444964300 - www.50epiu.it/vicenza

Con le congratulazioni del presidente della 50&Più provinciale di Napoli, Vincenzo Cozzolino, sono stati consegnati, presso la sede di via Toledo, gli attestati di frequenza ai soci che hanno seguito con assiduità i corsi proposti dalla 50&Più partenopea. È stato rilasciato il diploma a: Paola Aiello, Margherita Annoni, Imma Ascione, Matilde Ascione, Maria Barca, Antonietta Cagliozzi, Renato Cammarota, Erminia Capuano, Bianca Cirillo, Giuliana Corrado, Giovanni D’Amiano, Elpidio D’Antonio, Rosa De Francesco, Leila Di Mattia, Giuseppina Marisa Esposito, Maria Teresa Fedele, Edith Feithinger, Anna Maria Ferraro, Marcella Fichet, Rosa Garofalo, Liliana Ghidelli, Immacolata Guarracino, Patrizia Iadicicco, Alfredo Landi, Rosaria Lauri, Carmela Liguori, Mara Marasini, Marcella Milo, Amalia Nappo, Luisa Notari, Fortuna Pane, Maria Pizza, Vincenzo Pizza, Sergio Popoli, Rosalba Porciello, Cinzia Salzano, Gemma Santoro, Maria Schiavone, Gaetana Scuderi, Vincenzo Senise, Maria Tartarone, Maria Rosaria Tessitore, Olimpia Tropeano, Maria Patrizia Venezia e Assunta Volpicelli. Sono state consegnate, inoltre, le targhe ai docenti che, in forma volontaria, conducono con passione, pazienza e professionalità i diversi corsi proposti. Targa alla professoressa Luisa Notari, (“Parliamo inglese”), alla consigliera della 50&Più napoletana Michela Cangiano (corso di Arti Creative), allo scrittore Luciano Galassi (corso di Spagnolo), al poeta Nazario Bruno Napoli (“Impariamo il napoletano”) e alla professoressa ed attrice Liliana Palermo per la conduzione del Salotto Striano. La 50&Più provinciale di Napoli dà appuntamento a settembre per la ripresa delle attività. info: 0815518187 - www.50epiu.it/napoli

TORINO FOTONOTIZIA

Nel Parco del Gran Paradiso Si è svolta con grande successo e soddisfazione dei partecipanti l’escursione a Locana Canavese, località ai margini del Parco del Gran Paradiso, con visita al Museo della Montagna a Noasca. info: 011533806 - www.50epiu.it/torino 74 I 50epiu.it I LUGLIO/AGOSTO 2016


in viaggio con 50&Più

>>VIAGGI CONFERMATI

I SOCI 50&PIÙ IN TERRA SANTA - Testimoni di pace per condividere l’esperienza del “Cammino della Misericordia”

Dal 7 al 14 NOVEMBRE 2016 Presieduto da S. Em.za Card. Agostino Vallini e diretto da Mons. Liberio Andreatta “Il pellegrinaggio è un segno peculiare nell’Anno Santo, perché è icona del cammino che ogni persona compie nella sua esistenza.” (Papa Francesco, Bolla di indizione del Giubileo)

In Pellegrinaggio per ripercorrere insieme i luoghi di Gesù Cristo e portare un messaggio di pace e fratellanza, in occasione della chiusura del Giubileo della Misericordia. Quota individuale di partecipazione In camera doppia Suppl. camera singola Tasse e accessori

€ 900 € 380 € 310

La quota comprende: Voli di linea da Roma a Tel Aviv e ritorno, in classe economica - Tassa carburante e tasse aeroportuali - Trasporti in pullman GT - Visite ed escursioni come da programma, compresi gli ingressi - Sistemazione in alberghi di prima categoria (camere a due letti con servizi privati) - Trattamento di pensione completa - Mance - Audio-guide e accompagnamento di guida parlante italiano in Terra Santa - Assicurazione bagaglio/sanitari e annullamento viaggio. La quota non comprende: Bevande, extra di carattere personale e tutto quanto non espressamente indicato. Documenti: per i cittadini italiani è richiesto il passaporto firmato, valido per almeno 6 mesi dopo la data di inizio del viaggio.

Quota apertura pratica per i non soci: € 45

Programma di Viaggio 1° Giorno: Partenza in volo per Tel Aviv, arrivo e trasferimento a Nazareth (105 Km). 2° Giorno: Nazareth Salita al Monte Tabor, visita del Santuario della Trasfigurazione, di Cana in Galilea, della Basilica dell’Annunciazione e passaggio della Porta Santa. Visita della Chiesa di S. Giuseppe. 3° Giorno: Lago di Tiberiade Escursione al Lago (30 km) e salita al Monte delle Beatitudini. Traversata in battello e visita di Tabga e Cafarnao. 4° Giorno: Mar Morto - Betlemme Escursione nella depressione geologica (135 km) più profonda della terra e visita del luogo del battesimo di Gesù e del sito di Qumran. Proseguimento per Betlemme (55 Km). 5° Giorno: Betlemme Visita della Basilica della Natività, della grotta dove nacque Gesù, della Chiesa di S. Caterina, di Ain Karem, luogo della nascita di S. Giovanni Battista. 6° Giorno: Escursione a Gerusalemme Visita del Monte Sion: Cenacolo, Chiesa della Dormizione di Maria, Chiesa di S. Pietro in Gallicantu. Entrata al Muro del Pianto e visita della Chiesa di S. Anna e della Piscina Probatica. 7° Giorno: Escursione a Gerusalemme Visita del Monte degli Ulivi: il Getsemani, la Basilica dell’Agonia, la Cappella del Dominus Flevit, la Tomba della Madonna. Via Crucis per le vie della città vecchia e visita della Basilica del S. Sepolcro. 8° Giorno: Rientro in Italia Trasferimento all’aeroporto di Tel Aviv e partenza in aereo per Roma.

VIAGGI CROCIERE SOGGIORNI PELLEGRINAGGI

L’esperienza quarantennale nell’organizzazione di turismo associativo, la professionalità acquisita nella costante ricerca di nuove soluzioni, oltre alla sensibilità di chi conosce a fondo le esigenze e le aspettative dei soci 50&Più, identificano il Tour Operator 50&Più Turismo, l’unico riferimento nazionale per le tue vacanze e i tuoi viaggi di qualità. Siamo a disposizione dei soci 50&Più per fornire tutti i servizi turistici, individuali o di gruppo: - Eventi Nazionali 50&Più - Incentive e Congressi - Soggiorni mare, montagna - Soggiorni termali - Itinerari culturali in Italia - Trasporti aerei e ferroviari - Crociere fluviali e marine - Pellegrinaggi e Itinerari religiosi - Viaggi in Europa - Viaggi nel Mondo

www.50epiuturismo.it (Aut. Reg. 388/87) Tel 06 6871108/369 Fax 06 6833135 mail: info@50epiuturismo.it Oppure presso le sedi Provinciali 50&Più

LUGLIO/AGOSTO 2016 I 75


50&PIÙ TURISMO • 50&PIÙ TURISMO • 50&PIÙ TURISMO • 50&PIÙ TURISMO • 50&PIÙ TURISMO • 50&PIÙ TURISMO • 50&PIÙ

XXIII EDIZIONE 11-19 SETTEMBRE 2016

» OLIMPIADI 2016 MARINA DI PISTICCI (MT) TI BLU Village Club L’Evento Nazionale 50&Più, che negli ultimi anni ha riscosso un grande successo di partecipazione, unisce il soggiorno marino di fine estate allo svolgimento di gare “olimpiche” per i soci più sportivi, in un contesto di allegria e “sana competizione” fra i soci 50&Più delle province partecipanti. In diverse province si sono ormai organizzate squadre di concorrenti che preparano durante l’anno la presenza alle gare, animando in tal modo l’attesa e la partecipazione all’Evento 50&Più. Per questa edizione il pacchetto si arricchisce di un giorno in più (8 notti/9 giorni) per avere più tempo a disposizione per relax nel villaggio gioiello del gruppo TIVIGEST.

www.50epiuturismo.it

SPECIALE SOCI 50& PIÙ

8 NOTTI

- 9 GIOR NI

QUOTA INDIVIDUALE DI SOGGIORNO In camera doppia In camera doppia uso singola 3°/4° letto adulto in camera tripla/quadrupla 3° letto bambini (da 0 a 14 anni non compiuti) in camera con 2 adulti 3°/4° letto bambini (da 0 a 14 anni non compiuti) in camera family con 2 adulti

€ 495 € 610 € 445 € 130

€ 250

I TRASPORTI SONO PREVISTI COME SEGUE: - In pullman organizzati dalle Sedi Provinciali - In treno da tutta l’Italia: *Treno diretto Freccia Bianca sulla linea: Milano, Piacenza, Parma, Reggio Emilia, Modena, Bologna, Ancona, Foggia, fino alla Stazione Ferroviaria di Bari con trasferimento al Villaggio. *Treno Freccia Rossa e InterCity sulla linea: Roma - Metaponto con trasferimento al Villaggio (10 km). - In aereo da tutti gli aeroporti con voli per Bari (130 km) e per Brindisi (110 km), inclusi i trasferimenti. Informazioni e quotazioni su richiesta.

Quota apertura pratica per i non soci: € 45 LA QUOTA COMPRENDE: Soggiorno di 8 notti/9 giorni presso il Ti Blu Village Club con trattamento di pensione completa (dalla cena del giorno di arrivo al pranzo del giorno di partenza), servizio a buffet (acqua e vino locale alla spina) - Servizi balneari di ombrelloni, lettini (noleggio teli mare a pagamento 10 euro) in piscina e spiaggia - Animazione diurna e serale con spettacoli, piano bar, discoteca, giochi e tornei - Assistenza in loco di personale medico 24 ore su 24 - Assistenza in loco di personale 50&Più e 50&Più Turismo - Assicurazione bagaglio/sanitaria e annullamento. LA QUOTA NON COMPRENDE: Tutti i trasporti da e per il Ti Blu Village Club - Escursioni facoltative (da prenotare e pagare in loco) - Tassa di soggiorno: se prevista sarà richiesta secondo la normativa vigente e pagata in loco - Trattamenti presso il centro estetico - Pasti extra e tutto quanto non sopra specificato.

(Aut. Reg. 388/87) Tel. 06 6871108/369 Fax 06 6833135 E-mail: info@50epiuturismo.it Oppure presso le sedi Provinciali 50&Più


TURISMO • 50&PIÙ TURISMO • 50&PIÙ TURISMO

in viaggio con

ECUADOR



DAL 4 AL 17 OTTOBRE 2016



50&Più in VIAGGIO

P E R Ù

LIMA

» PERÙ CLASSICO MANCO KAPAC

Isole Ballestas Paracas

Macchu Picchu Cusco Ica Nasca

Puno

ITINERARIO DA LIMA A CUSCO, CON MEZZI E SERVIZI PRIVATI Un viaggio in tutta comodità per visitare le meraviglie del Perù e scoprire luoghi inediti, nel relax dei primi giorni lungo la costa del Pacifico per poi affrontare lentamente le quote andine, con un acclimatamento graduale. Il percorso viene effettuato su strade asfaltate in buono stato 1° giorno: Partenza per Lima Volo da Roma e altri aeroporti italiani. 2° giorno: Lima Visita del centro coloniale con il Convento di Santo Domingo, la Cattedrale, la Plaza de Armas, il Museo di Archeologia e i quartieri moderni. 3° giorno: Lima - Paracas Partenza per Paracas e navigazione alle Isole Ballestas. Escursione nella Riserva Paracas. 4° giorno: Paracas - Ica - Nasca Sosta all’oasi di Ica e a Nasca per il sorvolo facoltativo delle linee tracciate nel deserto. 5° giorno: Nasca - Arequipa Trasferimento lungo la costa del Pacifico. Soste a Camaná e Puerto Inka. 6° giorno: Arequipa Visita dei chiostri della Compagnia di Gesù, della Plaza de Armas e del Monaste-

www.50epiuturismo.it

ro di Santa Catalina (XVI Sec). 7° giorno: Arequipa - Puno Si risale la Cordigliera per Puno, sulle rive del Lago Titicaca (3.800 m-slm). 8° giorno: Puno - Cusco Navigazione per le Isole degli Uros. Partenza per Cusco e sosta al tempio di Viracocha e alla chiesa di Andahuaylillas. 9° giorno: Cusco Escursione nella valle e visita di Pisac con il mercato folcloristico. Partenza in treno per Machu Picchu Pueblo. 10° giorno: Cusco - Machu Picchu Pueblo - Valle Sacra Visita della cittadella incaica, una delle 7 meraviglie del mondo moderno. Rientro a Cusco. 11° giorno: Machu Picchu Pueblo Valle Sacra Visita del villaggio di Chincheros, delle saline di Maras e dei vivai di Moray.

Arequipa

12° giorno: Chincheros - Moray - Maras - Cusco Visita della città “ombelico del mondo” (3.350 m-slm), la capitale dell’mpero Inca: la Cattedrale, il tempio di Coricancha e i centri cerimoniali intorno a Cusco. 13° giorno: Cusco - Lima - Rientro in Italia Mattinata a disposizione nel centro storico. Nel pomeriggio volo di rientro. 14° giorno: Arrivo in Italia

QUOTA MINIMO 20 PARTECIPANTI In camera doppia Supplemento in camera singola Assicurazioni bagaglio/sanitaria/ annullamento Tasse aeroportuali e fuel surcharge (da riconfermare)

€ €

2.880 690

95

530

Quota apertura pratica per i non soci: € 45 LA QUOTA COMPRENDE: voli per Lima e ritorno - Volo Cusco a Lima - Trasferimenti privati con assistenza in italiano - Pernottamenti in hotel di 4 stelle - Trattamento di mezza pensione - Navigazioni private e treno da e per Machu Picchu - Visite ed escursioni con ingressi, con guide locali in italiano - Accompagnatore locale - Assicurazioni - Accompagnatore 50&Più dall’Italia. LA QUOTA NON COMPRENDE: tasse aeroportuali - Sorvolo delle linee di Nasca - Pasti non previsti, bevande, mance e tutto quanto non indicato.

(Aut. Reg. 388/87) Tel. 06 6871108/369 Fax 06 6833135 E-mail: info@50epiuturismo.it Oppure presso le sedi Provinciali 50&Più


LE SEDI 50&PIÙ PROVINCIALI IN ITALIA Abruzzo L’Aquila - Viale Corrado IV, 40/F Chieti - Via Giovanni Antonio Santarelli, 219 Pescara - Via Aldo Moro, 1/3 Teramo - Via Guglielmo Oberdan, 47 Basilicata Matera - Via Don Luigi Sturzo, 16/2 Potenza - Via Centomani, 11 Calabria Cosenza - Viale degli Alimena, 5 Catanzaro - Via Milano, 9 Crotone - Via Regina Margherita, 28 Reggio Calabria - Via Castello, 4 Vibo Valentia - Via Spogliatore snc Campania Avellino - Via Salvatore De Renzi, 28 Benevento - Via delle Puglie, 28 Caserta - Via Roma, 90 Napoli - Piazza Carità, 32 Salerno - Corso Garibaldi, 23 Emilia Romagna Bologna - Strada Maggiore, 23 Forlì - Piazzale della Vittoria, 23 Ferrara - Via Girolamo Baruffaldi, 14/18 Modena - Via Begarelli, 31 Piacenza - Strada Bobbiese, 2 - c/o Unione Comm.ti Parma - Via Abbeveratoia, 63/A Ravenna - Via di Roma, 102 Reggio Emilia - Viale Timavo, 43 Rimini - Viale Italia, 9/11 Friuli Venezia Giulia Gorizia - Via Vittorio Locchi, 22 Pordenone - Piazzale dei Mutilati, 6 Trieste - Via Mazzini, 22 Udine - Viale Duodo, 5 Lazio Frosinone - Via Moro, 481 Latina - Via dei Volsini, 60 Rieti - Largo Cairoli, 4 Roma - Via Cola di Rienzo, 240 Viterbo - Via Belluno, 39/G Liguria Genova - Via XX Settembre, 40/5 Imperia - Via Gian Francesco De Marchi, 81 La Spezia - Via Fontevivo, 19/F Savona - Corso A. Ricci - Torre Vespucci, 14 Lombardia Bergamo - Via Borgo Palazzo, 154 Brescia - Via Giuseppe Bertolotti, 1 Como - Via Manzoni, 4 Cremona - Via Alessandro Manzoni, 2 Lecco - Piazza Giuseppe Garibaldi, 4 Lodi - Via Giovanni Haussmann, 1 Mantova - Via Valsesia, 46 Milano - Corso Venezia, 47 Pavia - Corso Cavour, 30 Sondrio - Via del Vecchio Macello, 4/C Varese - Via Valle Venosta, 4 Marche Ancona - Piazza Repubblica, 1 Ascoli Piceno - Viale Vittorio Emanuele Orlando, 16 Macerata - Corso Cavour, 85

78 I 50epiu.it I LUGLIO/AGOSTO 2016

Telefono 0862204226 087164657 0854313623 0861252057 Telefono 0835385714 097122445 Telefono 098422041 0961721246 096221794 0965891543 096343485 Telefono 082538549 0824313555 0823326453 0812514037 089227600 Telefono 0516487530 054324118 0532234211 0597364211 0523461831 0521944278 0544515707 0522708552 0541743202 Telefono 048132325 0434549462 0407707340 0432538707 Telefono 0775855273 0773611108 0746483612 0668891796 0761341718 Telefono 010543042 0183275334 01875985216 019853582 Telefono 0354120126 0303771785 031265361 037225745 0341287279 0371432575 0376288505 0276013399 038228411 0342533311 0332342280 Telefono 0712075009 0736051102 0733261393

Pesaro - Strada delle Marche, 58 Molise Campobasso - Via Giuseppe Garibaldi, 48 Isernia - Via Santo Spirito, 24/B Piemonte Alba - Piazza S. Paolo, 3 Alessandria - Via Trotti, 46 Asti - Corso Felice Cavallotti, 37 Biella - Via Torino, 18 Cuneo - Via Avogadro, 32 Novara - Via Giovanni Battista Paletta, 1 Torino - Via Andrea Massena, 18 Verbania - Via Quarto, 2 Vercelli - Via Duchessa Jolanda, 26 Puglia Bari - Piazza Aldo Moro, 33 Brindisi - Via Grazia Balsamo, 2/B Foggia - Via Luigi Miranda, 8 Lecce - Via Cicolella, 3 Taranto - Via Giacomo Lacaita, 5 Sardegna Cagliari - Via Santa Gilla, 6 Nuoro - Galleria Emanuela Loi, 8 Oristano - Via Sebastiano Mele, 7/G Sassari - Via Giovanni Pascoli, 59 Sicilia Agrigento - Via Imera, 223/C Caltanissetta - Via Messina, 84 Catania - Via Mandrà, 8 Enna - Via Vulturo, 34 Messina - Via Santa Maria Alemanna, 5 Palermo - Via Emerico Amari, 11 Ragusa - Viale del Fante, 10 Siracusa - Via Eschilo, 11 Trapani - Via Marino Torre, 117 Toscana Arezzo - Via XXV Aprile, 12 Carrara - Piazza 2 Giugno, 11 Firenze - Via Costantino Nigra, 23-25 Grosseto - Via Tevere, 5/7/9 Livorno - Via Serristori, 15 Lucca - Via Fillungo, 121 - c/o Confcommercio Pisa - Via Chiassatello, 67 Prato - Via San Jacopo, 20-22-24 Pistoia - Viale Adua, 128 Siena - Via del Giglio, 10-12-14 Trentino Alto Adige Bolzano - Mitterweg - Via di Mezzo ai Piani, 5 Trento - Via Solteri, 78 Umbria Perugia - Via Settevalli, 320 Terni - Via Aristide Gabelli, 14/16/18 Valle d’Aosta Aosta - Regione Borgnalle, 12 Veneto Belluno - Piazza Martiri, 16 Padova - Via degli Zabarella, 40/42 Rovigo - Viale del Lavoro, 4 Treviso - Via Sebastiano Venier, 55 Venezia Mestre - Viale Ancona, 9 Vicenza - Via Luigi Faccio, 38 Verona - Via Sommacampagna, 63/H - Sc. B

0721698224 Telefono 0874483194 0865411713 Telefono 0173226611 0131260380 0141353494 01530789 0171437261 032130232 011533806 032352350 0161250045 Telefono 0805240342 0831524187 0881723151 0832343923 0997796444 Telefono 070282040 0784232804 078373287 079243652 Telefono 0922595682 0934575798 095239495 093524983 090673914 091332447 0932246958 093165059 0923547829 Telefono 0575354292 058570973 055664795 0564410703 0586898276 0583473170 05025196-0507846635/30 057423896 0573991500 0577283914 Telefono 0471978032 0461880408 Telefono 0755067178 0744390152 Telefono 016545981 Telefono 0437215264 049655130 0425404267 042256481 0415316355 0444964300 045953502


AMBROSIANO


__PREVIDENZA__

C

COME OGNI ANNO è in pagamento da luglio la cosiddetta “quattordicesima” sulle pensioni di importo basso. A beneficiarne sono oltre 3 milioni e 500mila pensionati di età pari o superiore a 64 anni, con pensioni inferiori a € 752,83 mensili (€ 9.786,86 l’anno). La somma non è uguale per tutti, ma è legata all’anzianità contributiva raggiunta (v. Tabella A). » I REQUISITI

14ESIMA : TUTTA QUESTIONE DI REDDITO a

In pagamento da luglio, per chi l’ha già ricevuta negli anni passati, spetta se si ha un’età pari o superiore ai 64 anni. Tutto è proporzionato ai limiti reddituali a cura di Gianni Tel

+

PER POTER GODERE DELL’INTERO AUMENTO, NON SI DEVE SUPERARE PER IL 2015 UN REDDITO COMPLESSIVO INDIVIDUALE DI 9.786,86 EURO L’ANNO

Il beneficio spetta se, oltre al requisito dell’età, si ha un reddito complessivo individuale, relativo all’anno di riferimento, non superiore ad una volta e mezzo il trattamento minimo annuo del fondo lavoratori dipendenti. Per avere l’intero aumento non bisogna superare per il 2015 un reddito complessivo individuale fino a € 9.786,86. Se è di poco superiore, la somma aggiuntiva è ridotta in proporzione. Se si considera un titolare di pensione diretta del fondo lavoratori dipendenti con un’anzianità contributiva di 20 anni e un reddito annuale di sola pensione ammontante a € 10.000, la somma aggiuntiva spettante è di € 206,86 complessivi (€ 9.786,86 + 420 - 10.000). Nella Tabella A sono indicati i limiti di reddito 2016. » QUALI REDDITI

Per quantificare i limiti reddituali, si considerano anche i redditi esenti o tassati alla fonte (interessi bancari e postali, i rendimenti da Bot e altri titoli), le rendite Inail e gli assegni assistenziali. Bisogna denunciare tutto tranne i redditi da: casa di abitazione; indennità di accompagnamento; importi dei trattamenti di famiglia; somme riscosse per i trattamenti di fine rapporto, comunque, denominati (Tfr, Tfs, ecc.); importi arretrati soggetti a tassazione separata. La 14a è esentasse, non costituisce reddito ai fini fiscali, né per il riconoscimento di altre prestazioni previdenziali assistenziali. Per gli autonomi (artigiani, commercianti e coldiretti) sono stati stabiliti (v. Tabella A) tre anni in più di contribuzione nelle relative tre fasce di anzianità contributiva legate agli aumenti pensionistici. » LA DOMANDA

A chi l’ha percepita dal 2007 al 2015, la 14a viene pagata a luglio. Chi compie il 64° anno di età nel 2016, deve presentare domanda dichiarando che il suo reddito personale non supera il limite di legge. L’importo è corrisposto in tanti dodicesimi quanti sono i mesi in cui spetta, considerando mese intero quello in cui si compie il 64° anno di età. Per la domanda, va verificato l’ammontare della somma erogata dagli Istituti Previdenziali, come per i mancati riconoscimenti e/o gli adeguamenti. Il Patronato 50&PiùEnasco, in ciascuna provincia, è gratuitamente a disposizione per tutti i chiarimenti del caso.

LE ALTRE INIQUITÀ PER GLI AUTONOMI Oltre alla quattordicesima, altre iniquità sono previste per i pensionati autonomi. Per questo 50&Più, insieme al Cupla (Comitato Unitario Pensionati Lavoro Autonomo), ha lanciato da tempo un grido di allarme al Governo sostenendo, in un apposito documento, le priorità di intervento per tutti i pensionati ed evidenziando le iniquità per quelli autonomi. L’età pensionabile di vecchiaia più elevata per le autonome La riforma “Fornero” al posto delle precedenti pensioni di vecchiaia, retributiva e contributiva, ha previsto dal 2012 un solo trattamento conseguibile con minimo 20 anni di contributi versati ed una età, come indicato in Tabella B, con un’evidente discriminazione tra lavoratrici dipendenti ed autonome dal 2012 fino a tutto il 2017. Le lavoratrici dipendenti del settore privato possono conseguire il trattamento di vecchiaia, se più favorevole, con un’età anagrafica non inferiore a 64 anni, qualora abbiano maturato entro il 31 dicembre 2012 un’anzianità contributiva di

80 I 50epiu.it I LUGLIO/AGOSTO 2016


almeno 20 anni e, alla medesima data, abbiano conseguito un’età anagrafica di almeno 60 anni. Tale regime agevolato però ha escluso le lavoratrici autonome in possesso degli stessi requisiti. Ciò è discriminatorio. Pensione anticipata agevolata non prevista per i lavoratori autonomi (uomini e donne) La riforma “Fornero” ha previsto dal 2012 nuove regole per il pensionamento anticipato (già pensione di anzianità, v. Tabella C). Per i lavoratori dipendenti del settore privato è stato introdotto uno speciale regime agevolato a questo trattamento pensionistico. Questi, con un’anzianità contributiva di almeno 35/36 anni entro il 31 dicembre 2012 e che hanno raggiunto i precedenti requisiti pensionistici con un’età pari rispettivamente a 60/61 anni, possono conseguire la pensione anticipata a non meno di 64 anni. Tale regime ha escluso i lavoratori autonomi con gli stessi requisiti: un’altra discriminazione. Assegni al nucleo familiare per i pensionati ex autonomi Ai pensionati ex lavoratori autonomi si corrisponde, per il familiare a carico, un’aggiunta di famiglia pari a € 10,21 mensili, a differenza dei pensionati ex lavoratori dipendenti a cui è riconosciuto l’assegno al nucleo familiare. È una discriminazione che vede i primi ricevere assegni familiari di importo 5 volte inferiore a quello erogato ai pensionati ex lavoratori dipendenti. La parificazione non comporta grandi spese aggiuntive ed è coerente con un disegno di eguaglianza dei cittadini. La legge finanziaria 2007, aumentando la fiscalità generale per il pagamento dell’assegno al nucleo ai lavoratori dipendenti e loro pensionati, ha acuito questa disparità. È questa un’impostazione preconcetta che differenzia il lavoro autonomo da quello dipendente. Ogni discriminazione basata sull’appartenenza a categorie lavorative è contraria all’articolo 3 della Costituzione ed errata sotto il profilo della giustizia sociale, perché quella del pensionato è una condizione sociale del cittadino e non una categoria. Occorre prendere atto che i diritti della popolazione anziana riferiti a questi aspetti

non costituiscono più solo un settore parziale della vita pubblica, ma ne rappresentano un profilo centrale che riguarda la natura stessa della democrazia contemporanea. È importante TABELLA A

che gli attuali governanti, capiscano che tutti i pensionati, con i propri valori, con le proprie identità e le proprie certezze, sono e saranno una realtà sociale da considerare e non trascurare.

- INCREMENTI E VALORI REDDITTUALI DELLA QUATTORDICESIMA

Anni di contribuzione Dipendenti Autonomi Fino a 15 Fino a 18 Oltre 15 fino a 25 Oltre 18 fino a 28 Oltre 25 Oltre 28

Somma aggiuntiva intera annua (in euro) 336 420 504

Limiti di reddito (*) 2016 € 10.122,86 € 10.206,86 € 10.290,86

(*) € 9.786,86 (una volta e mezzo il trattamento minimo) incrementato della somma aggiuntiva spettante in base all’anzianità contributiva (€ 336, € 420, € 504).

TABELLA B

- PENSIONE DI VECCHIAIA: I REQUISITI NEL TEMPO

Soggetti lavoratori

Requisito di età Decorrenza (1) (2) 62 anni Anno 2012 62 anni e 3 mesi Anno 2013 Dipendenti donne del settore privato 63 anni e 9 mesi Dal 1° gen. 2014 al 31 dic. 2015 65 anni e 7 mesi Dal 1° gen. 2016 al 31 dic. 2017 66 anni e 7 mesi Dal 1° gennaio 2018 66 anni Anno 2012 Dipendenti pubblici, uomini e donne 66 anni e 3 mesi Dal 1° gen. 2013 al 31 dic. 2015 66 anni e 7 mesi Dal 1° gen. 2016 al 31 dic. 2018 63 anni e 6 mesi Anno 2012 63 anni e 9 mesi Anno 2013 Lavoratrici autonome (donne) 64 anni e 9 mesi Dal 1° gen. 2014 al 31 dic. 2015 66 anni e 1 mese Dal 1° gen. 2016 al 31 dic. 2017 66 anni e 7 mesi Dal 1° gennaio 2018 66 anni Anno 2012 Lavoratori autonomi e dipendenti (uomini) 66 anni e 3 mesi Dal 1° gen. 2013 al 31 dic. 2015 66 anni e 7 mesi Dal 1° gen. 2016 al 31 dic. 2018 Clausola età minima Dal 1° gennaio 2021 l’età di pensionamento Tutti i lavoratori non può risultare inferiore a 67 anni Condizioni comuni a tutti i lavoratori Requisito contributivo minimo 20 anni Non inferiore a 1,5 volte l’assegno sociale, per chi non ha alcun contributo versato Importo pensione entro il 31 dicembre 1995. Tale condizione è esclusa per chi va in pensione all’età di almeno 70 anni e con 5 anni almeno di contribuzione effettiva (1) Si tiene conto dell’ulteriore adeguamento di tre mesi alla “speranza di vita” a partire dal 1° gennaio 2013. (2) Restano fermi gli ulteriori adeguamenti alla “speranza di vita” (anno 2019, anno 2021 e così via).

TABELLA C

- LA PENSIONE ANTICIPATA

Periodo Anno 2012 Anno 2013 (1) Anni 2014-2015 (1) Anni 2016-2018 (1)

Lavoratori (uomini) 42 anni e 1 mese 42 anni e 5 mesi 42 anni e 6 mesi 42 anni e 10 mesi

(1) Tenuto conto dell’incremento per effetto della variazione della speranza di vita.

Lavoratrici (donne) 41 anni e 1 mese 41 anni e 5 mesi 41 anni e 6 mesi 41 anni e 10 mesi


PERSONE CHE FANNO PER TE

Gli uffici 50&PiùEnasco sono a tua disposizione, gratuitamente, per la richiesta del supplemento di pensione.

A CHI SPETTA

Hanno diritto al supplemento di pensione i pensionati in attività lavorativa che continuano a versare i contributi. La liquidazione del supplemento viene calcolata sulla base dei contributi versati (anche figurativi) e si somma all'importo originario della pensione aumentandolo. La liquidazione del supplemento di pensione è possibile solo presentando apposita domanda. Vieni a trovarci presso la sede 50&PiùEnasco a te più vicina. I nostri esperti, dopo un’analisi personalizzata della tua posizione contributiva, potranno inoltrare gratuitamente la domanda di supplemento di pensione. Trova la sede più vicina a te o chiama il nostro numero verde

www.50epiuenasco.it

Promosso da:

Se hai continuato a svolgere un’attività lavorativa dopo la pensione, potresti avere diritto ad un aumento della tua pensione.


__FISCO__

P

PROSEGUENDO NEL NOSTRO ESAME SULLE NOVITÀ e sulle peculiarità inserite nella Legge di Stabilità 2016 (Legge 28 dicembre 2015, n. 208, art. 1, comma 56), esaminiamo quella relativa alla detrazione Irpef, calcolata in ragione del 50% dell’Iva corrisposta per l’acquisto di immobili residenziali. C’è da dire che in materia, seppur sia già intervenuta l’Agenzia delle Entrate con la circolare n. 12/E /2016, sono ancora molti gli aspetti da chiarire, non di secondaria importanza. Fatte le premesse, vediamo in cosa consiste tale detrazione. PRESUPPOSTI DELLA DETRAZIONE

UNA NUOVA DETRAZIONE IRPEF

La Legge di Stabilità 2016 prevede la detraibilità dall’Irpef, calcolata in ragione del 50% dell’Iva corrisposta per acquistare un immobile residenziale

a cura di Alessandra De Feo

+

LA DETRAZIONE NON È RICONOSCIUTA IN UN’UNICA SOLUZIONE, MA IN DIECI ANNI DI QUOTE COSTANTI A PARTIRE DALLA DICHIARAZIONE DEL 2017. L’ECCEDENZA NON È RECUPERABILE AL TERMINE DEL PERIODO DI AMMORTAMENTO

In caso di acquisto di immobili residenziali (categorie catastali A e B) entro il 31 dicembre 2016, in via generale, è riconosciuta una detrazione del 50% dell’Iva pagata (in base al principio di cassa) alle imprese che li hanno costruiti. Gli immobili interessati dall’agevolazione sono quelli residenziali, ma non necessariamente destinati all’abitazione principale, o essere “non di lusso”. Infatti, la norma contiene principi generici per cui il beneficio è riconosciuto anche agli immobili a disposizione o a quelli “di lusso” (accatastati A1, A8). Ciò deriva dal fatto che la tassazione della compravendita di immobili è più onerosa quando il venditore è un’impresa di costruzione, poiché la persona fisica (acquirente) sarà tenuta al versamento dell’Iva, invece dell’imposta di registro. Proprio per questo, il Legislatore ha previsto la possibilità di detrarre dall’Irpef il 50% dell’Iva pagata. L’agevolazione, invece, non è riconosciuta se l’immobile sia venduto da imprese diverse da quelle che lo hanno costruito, ovvero dalle imprese ristrutturatrici o di ripristino. L’agevolazione non è prevista anche nel caso in cui la cessione sia effettuata da un’impresa che ha precedentemente acquistato il fabbricato ed ha poi eseguito o fatto eseguire, su di esso, gli interventi edilizi elencati nell’articolo 3, comma 1, lettere c, d, ed f, del D.P.R. n. 380/2001. Non spetta alcuna detrazione se il rogito è stato stipulato entro il 31 dicembre 2015, anche se il corrispettivo (in tutto o in parte) è corrisposto nel 2016. Il beneficio non è riconosciuto, come ha precisato l’Agenzia delle Entrate, neanche se il rogito notarile viene sottoscritto nel 2017, ed un acconto (o degli acconti) vengono eseguiti nel 2016. Ovviamente, se ad esempio il compratore sottoscrive un rogito notarile nel 2016 con il quale acquista un immobile residenziale e, nello stesso anno, paga solo una parte del prezzo (ad esempio il 40%), ai fini della detrazione in argomento si presuppone che dovrà calcolare il 40% dell’Iva (pagata) relativa alla compravendita e solo su questo importo sarà calcolato il 50% che sarà portato in detrazione ai fini Irpef. APPLICAZIONE DELLA DETRAZIONE

In particolare dall’Irpef si detrae, fino a concorrenza dell’imposta lorda, il 50% dell’Iva pagata per l’acquisto dell’immobile residenziale. In ogni caso, la detrazione non viene riconosciuta in un’unica soluzione ma in dieci anni in quote costanti; il primo anno è rappresentato dal 2016 (dichiarazione/2017). Conseguentemente, l’eventuale eccedenza non sarà recuperabile al termine del periodo di ammortamento del beneficio. INCERTEZZE

Sono ancora molte le incertezze della norma, ma le principali sono rappresentate dai diversi casi in cui l’acquirente effettua un pagamento parziale nello stesso anno 2016, e se il soggetto che fruisce della detrazione debba essere anche intestatario/proprietario dell’immobile.


__VIVERE IN ARMONIA SEGUENDO LE STAGIONI__

S

Si raccolgono le mandorle ancor fresche per uso di frutto a tavola. Si preparano i graticci per disseccare poi i fichi ad Agosto e Settembre.

I CALDI SAPORI DELL’ESTATE

Barbanera nel 1872

a cura di

TEMPO DI VACANZE! Si lascia la città per una rigenerante pausa estiva tra le onde del mare o magari più rilassanti località montane. E le piante? Proprio nel momento in cui sole e caldo ne mettono a dura prova la resistenza, dobbiamo pensare a loro. Anche perché è il momento delle raccolte, di mettere nel cestino tutti gli ortaggi che fanno bene al corpo e alla mente. E se siamo davvero in partenza, affidiamo il nostro orticello ad un vicino, poi al ritorno ricambieremo. Oppure mettiamo in atto semplici strategie che ce le faranno ritrovare bene e in salute. Ma ci sono pure da programmare semine e trapianti degli ortaggi autunnali e le confetture da fare, che porteranno nell’inverno i caldi sapori dell’estate.

LUGLIO E AGOSTO IL PEPERONCINO (Capsicum annuum)

Se lo stomaco bene vuole stare, cipolla e peperoncino deve mangiare

Fa bene perché... Buono e salutare, è ricco di vitamina C contro le malattie da raffreddamento, favorisce la circolazione sanguigna, ha potere antisettico e decongestionante. Grazie alla vitamina A è efficace antibatterico. Rilassa e concilia il sonno. Il proverbio Di luglio ogni noce fa il garuglio. D’agosto, che l’avemmaria non ti trovi nel bosco. Pollice bio Dove non va acqua, ci vuol la zappa. Coltiviamolo così Basta poco spazio per coltivare il peperoncino. La piantina, una per vaso, va sistemata in un contenitore di almeno 25 cm di diametro e 30 di profondità, con terriccio soffice, ben concimato e leggermente acido. Ovviamente, un vaso più grande potrà accogliere più piante insieme. La semina Si può seminare nei mesi di febbraio e marzo, con la Luna crescente, in semenzaio al riparo, per poi trapiantarlo, sempre con la fase crescente, in aprile-maggio al Nord; un mese prima nelle regioni del Sud Italia. Raccolta e conservazione La raccolta, da effettuarsi in Luna calante da metà estate in poi, si farà tagliando i frutti con un pezzo del picciolo: si eviterà così di rompere i rametti. Si possono conservare in modi diversi: dall’essiccazione (con le ben note collane), alla preparazione sott’olio, sott’aceto, in acqua e anche in conserva con il pomodoro.

NEL CESTINO DEL MESE FRUTTA: albicocche, amarene, angurie, lamponi, mele, meloni, mirtilli, pere, pesche, ribes, susine e uva spina.

AROMI: basilico, cedronella, maggiorana, menta, origano, peperoncino, prezzemolo, santoreggia e timo. ORTAGGI: aglio, bietole, carote, cetrioli, cicorie, cipolle, fagioli, fagiolini, indivie, lattughe, melanzane, patate, piselli, peperoni, pomodori, porri, rape, ravanelli, sedano, spinaci, valerianella, zucchine e zucche.


BUONO A SAPERSI!

A raccoglier camomilla Punteggiati di camomilla fiorita, i prati ci offrono l’occasione per preparare un buon digestivo. Mettere 100 gr di fiori in un contenitore da 2 lt, il succo e la buccia di un limone (parte gialla). Su tutto versare un litro di alcol a 90° e lasciar depositare 24 h. Il giorno dopo sciogliere bene 600 gr di miele di timo in un lt di acqua calda e versare sopra l’infuso d’alcol: far riposare il preparato al buio per una settimana. Filtrare con una garza, imbottigliare e lasciar riposare almeno 2 mesi prima di bere. Raccolta e preparazione con la Luna calante.

SE HAI ½ GIORNATA PREPARARE I MACERATI

Antichi metodi tornano in auge, ecologici e sostenibili. Sistemi semplici e di rapida preparazione per nutrire ortaggi, fiori e piante. Per evitare infatti i fertilizzanti chimici, un’ottima alternativa sono i concimi organici. Tra questi, un rapido apporto di sostanze nutritive al terreno, anche quello delle piante in vaso, si ottiene dai macerati. Si preparano “in casa” da erbe, piante e ortaggi fatti macerare in acqua per un periodo che va dalle 2 alle 4 settimane. Tra i più noti c’è ovviamente quello di ortica, ricco d’azoto, da preparare prima che la pianta fiorisca, quindi tra maggio e luglio. Quello di cavolo, ottimo per ortaggi e piante fiorite, di calendula, dente di leone, equiseto e foglie di pomodoro. Utile anche quello di barbabietola rossa, che favorisce la crescita del prato.

LUGLIO

IL SOLE

VEN SAB DOM LUN MAR MER GIO VEN SAB DOM LUN MAR MER GIO VEN

SAB DOM LUN MAR MER GIO VEN SAB DOM LUN MAR MER GIO VEN SAB DOM

AGOSTO LUN MAR MER GIO VEN SAB DOM LUN MAR MER GIO VEN SAB DOM LUN

LUGLIO

MAR MER GIO VEN SAB DOM LUN MAR MER GIO VEN SAB DOM LUN MAR MER

COLTIVARE CON LA LUNA NELL’ORTO, NEL GIARDINO, SUL BALCONE LUGLIO - Con l’arrivo del caldo e del sole che brucia, è importante pro-

teggere le piante dell’orto: l’ideale per le radici è la tradizionale pacciamatura, mentre si coprirà il resto della pianta con grandi foglie e leggeri cannicciati. Per sapere quando annaffiare le piante in vaso, battere il contenitore con le nocche delle dita: se il suono è chiaro, vuol dire che la terra è secca. In Luna calante trapiantare cavoli, porri, indivia, sedano e separare i cespi delle fragole. Per chi ama fare confetture, conserve e verdure sott’olio e sott’aceto, durano più a lungo se preparate con questa fase. In giardino raccogliere i fiori di lavanda per conservarli. Si essiccano sospesi in mazzetti o distesi su graticci, all’ombra e in luogo asciutto. In Luna crescente è tempo di raccogliere cetrioli, fagioli e fagiolini, insalate, meloni, patate, peperoni, pomodori e zucchine. Nel frutteto sono pronte albicocche, amarene, ciliegie, mirtilli, lamponi, pere, pesche e susine. AGOSTO - Annaffiare è il grande impegno che fiori, ortaggi e fruttiferi ci chiedono in questo mese. Poi ci sono le piante in vaso, quelle che ci fanno compagnia in casa per tutto l’anno o quelle da esterno, che però abbiamo scelto di mettere in bei contenitori, magari di terracotta. Per non trovarle secche al ritorno, se i vasi non sono molto pesanti, stendere nell’angolo più in ombra un ampio telo di nylon. Ci si sistemeranno poi i vasi il più vicino possibile l’uno all’altro, e si riempiranno gli spazi vuoti con corteccia di pino o segatura di pioppo fino al bordo. Si solleveranno quindi i lembi del telo - come ad incartare i vasi - per poi fermarli con uno spago o altro. Procedere, quindi, ad irrigare le piante fino a quando corteccia (o segatura) non sarà intrisa: per una settimana sopporteranno l’assenza. Quanto all’orto, è tempo di raccogliere in Luna calante cipolle, patate e pomodori da conservare. Poi seminare lattughe e radicchi medio-tardivi. Con la Luna crescente seminare all’ombra rucola e ravanelli. Trapiantare cavoli, bietola a costole e radicchio.

Il 1° sorge alle 05.28 e tramonta alle 20.39. L’11 sorge alle 05.35 e tramonta alle 20.36. Il 21 sorge alle 05.43 e tramonta alle 20.29. AGOSTO

Il 1° sorge alle 05.54 e tramonta alle 20.18. L’11 sorge alle 06.04 e tramonta alle 20.06. Il 21 sorge alle 06.14 e tramonta alle 19.51.

LA LUNA

LUGLIO

Il 1° sorge alle 03.00 e tramonta alle 17.22. L’11 tramonta alle 00.08 e sorge alle 12.44. Il 21 tramonta alle 07.15 e sorge alle 21.23. Luna calante dal 1° al 3 e dal 21 al 31. Luna crescente dal 5 al 19. Luna Nuova il 4, Luna Piena il 20. AGOSTO

Il 1° sorge alle 04.24 e tramonta alle 19.08. L’11 tramonta alle 00.09 e sorge alle 14.19. Il 21 tramonta alle 09.33 e sorge alle 21.46. Luna calante. Dal 1° al 3 e dal 19 al 31. Luna crescente dal 3 al 17. Luna Nuova il 2, Luna Piena il 18. LUGLIO/AGOSTO 2016 I 85


UN DELIZIOSO MISTERO, IL CEVICHE __SAPERI & SAPORI__

+

di Chris J. Whitehouse

L’origine del Ceviche è al tempo stesso misteriosa e piena di curiosità. Una leggenda del Sud America narra che la ricetta sia stata creata affinché un imperatore Inca potesse assaporare il gusto del pesce fresco dopo essere stato marinato nella frutta (Tombo) e trasportato dai Chasqui, i corridori/messaggeri Inca, fino alla città andina di Cusco, dove il sovrano risiedeva

86 I 50epiu.it I LUGLIO/AGOSTO 2016

UN’ALTRA TEORIA afferma che l’origine potrebbe derivare dai cuochi schiavi che nel Sedicesimo secolo, arrivarono in Sudamerica, al seguito della nobiltà spagnola. I cuochi avevano introdotto in Spagna, dal nord Africa, un piatto chiamato “Sei-Vech,” a base di pesce o carne marinata nel succo di limone; probabilmente questa pietanza è stata adattata ai prodotti disponibili nel Nuovo Mondo.

In ogni caso, la maggior parte degli storici concorda che le origini del Ceviche, siano attribuibili a Perù ed Ecuador. Questo piatto di pesce marinato con il succo di alcuni frutti, mischiato con pomodori, cipolla, peperoncino fresco e guarnito con coriandolo, è un piatto intrigante, rinfrescante e di bellissimo aspetto, da assaporare durante una calda giornata estiva!


CEVICHE

(ORIGINE: SUD AMERICA)

* INGREDIENTI

1 tazza di succo di lime Mezza tazza di succo di pompelmo (1 pompelmo circa) 400 gr di filetto di merluzzo fresco senza spine (può essere sostituito da 400 gr di un altro pesce bianco o da gamberi freschi già cotti, sgusciati e tritati) 1 cipolla rossa 3 pomodori medi 1 cetriolo 2 peperoncini freschi, tritati 20 gr di coriandolo fresco (sostituibile con del prezzemolo) 1 cucchiaino d’olio Sale, pepe, peperoncino q.b Piadine o tortillas per servire

* PREPARAZIONE

Mescolare il succo di lime e pompelmo in una ciotola di vetro. Pulire e tagliare il pesce in cubetti di circa 1,5 cm. Normalmente il pesce non andrebbe cotto ma, chi preferisce, può portare ad ebollizione una pentola d’acqua salata e immergervelo per 30-45 secondi circa. Scolarlo e raffreddarlo sotto l’acqua. Metterlo in una vaschetta con il succo di lime e pompelmo, coprire con la pellicola e lasciarlo marinare per almeno un’ora e mezzo in frigorifero. Nel frattempo, tagliare in cubetti di 1,5 cm circa i pomodori e i cetrioli sbucciati, affettare finemente le cipolle e tritare le spezie. Mescolare il tutto in una ciotola e lasciare riposare. Trascorsa un’ora e mezza prendere il pesce dal frigo, scolarlo e mescolarlo con il misto di pomodori e cetrioli. Aggiungere sale, pepe e peperoncini a piacere. Mettere tutto in frigo per altri 20 minuti. Intanto, mettere le piadine o tortillas in una padella con un filo di olio e cuocerle per 2 minuti circa. Tirare fuori il Ceviche dal frigo, guarnirlo con le foglie di coriandolo o prezzemolo e mangiarlo con le piadine tagliate in pezzi triangolari. Buon appetito!


+

CONVIVENZE di Valentina Ecca

animali CURIOSITÀ

Il colpo di calore o ipertermia è una grave condizione patologica. Si verifica quando gli animali sono esposti a temperature oltre i 40°C.

Cani, gatti e animali domestici sono parte della famiglia. Pertanto perché non godersi le vacanze anche in loro compagnia? Bastano alcune piccole informazioni RISALE A GIUGNO 2013 l’opuscolo pubblicato dal Ministero della Salute con dei validi suggerimenti per «garantire un’estate serena ai nostri amici a quattro zampe». Nel documento, utile e consultabile on line, le raccomandazioni partono dal come evitare ai nostri animaletti i colpi di calore: non lasciarli in macchina chiusi, poiché l’abitacolo si scalda in fretta e questi vanno in iperventilazione, ema-

+ BUON VIAGGIO

VIAGGIARE E VIVERE L’ESTATE CON I NOSTRI AMICI A 4 ZAMPE nando ulteriore calore corporeo; non esporli, poi, durante le ore più calde del giorno, portandoli in spiaggia o stressandoli con lunghe passeggiate. Per il cibo le regole sono due: lasciare sempre a loro disposizione una buona dose d’acqua e controllare che non ci

siano residui di cibo nelle ciotole perché, con il caldo, si sviluppano velocemente batteri che possono dar luogo a tossinfezioni alimentari. Con l’estate, si sa, arrivano anche le vacanze e per i possessori di animali viaggiare col proprio amico implica

A TUTTI VIAGGIARE IN REGOLA

PRIMA DI PARTIRE IN AEREO I documenti richiesti in Italia per i viaggi in aereo sono: > per la Sicilia, il certificato sanitario di vaccinazione antirabbica; > per la Sardegna, una documentazione antirabbica effettuata da 30 giorni e non oltre i 12 mesi; > per gli altri Paesi d’Europa, invece, è necessario il passaporto sanitario europeo che viene rilasciato dal proprio veterinario. In esso sono contenuti tutti i dati anagrafici, fotografia e vaccinazioni effettuate.

88 I 50epiu.it I LUGLIO/AGOSTO 2016

un’organizzazione più accurata. Per i viaggi in nave ormai quasi tutte le compagnie marittime del nostro territorio prevedono speciali tariffe e cabine o canili che possono ospitare gli animali in totale sicurezza e pulizia. Le compagnie di treni italiane accolgono volentieri gli amici a quattro zampe durante il viaggio. Importante è munirsi di trasportino per tutti, museruola e guinzaglio per i cani. Ma il viaggio in aereo rimane ancora un campo delicato. Da poco, alcune note compagnie estere hanno comunicato che non faranno più viaggiare i cani e altri animali in stiva per evitarne i conseguenti traumi. Allo stesso tempo però non esiste una legislazione europea in materia che obblighi tutte le compagnie a seguire delle direttive comuni. È consigliabile, perciò, chiedere riscontro alla compagnia aerea scelta per conoscerne le regole e poter prenotare con sicurezza.


»

TUTTE LE INSERZIONI SONO PUBBLICATE GRATUITAMENTE E NON DEVONO SUPERARE LE 50 PAROLE

MODALITÀ DI INVIO ON LINE

Nel sito www.50epiu.it è possibile inserire l’annuncio nella sezione “50&Più Community”, previa registrazione e accettazione dei termini e delle condizioni previsti A MEZZO POSTA

Le inserzioni devono essere indirizzate a 50&Più, Largo Arenula, 34 00186 Roma. Vengono accettate solo se firmate in modo leggibile e corredate della fotocopia del documento d’identità del firmatario, fermo restando il diritto all’anonimato per chi ne faccia richiesta

#

LA REDAZIONE NON RISPONDE DEL CONTENUTO DELL’INSERZIONE

L’art. 6, comma 8, del D.L. 4/6/2013 n. 63, convertito nella L. 3/8/2013 n. 90, ha imposto di riportare negli annunci di vendita o di locazione di immobili, l’indice di prestazione energetica dell’involucro edilizio globale o dell’unità immobiliare e la classe energetica corrispondente. Lo stesso D.L. ha previsto, inoltre (art. 12), che in caso di violazione di tale obbligo, il responsabile dell’annuncio è punito con una sanzione amministrativa non inferiore a 500 euro e non superiore a 3.000 euro. A tal proposito, evidenziamo che per la pubblicazione accetteremo solo annunci che riportino anche quanto previsto dal suddetto art. 6, comma 8.

bacheca a cura della Redazione

Queste pagine sono dedicate a chi cerca un’amicizia, a chi vuole affittare, comprare o vendere immobili. Qui potete assicurarvi un impiego o acquistare oggetti rari e curiosi

+

RELAZIONI PERSONALI

Signora 74enne, simpatica e giovanile, desidera conoscere signore solo, abitante nella Riviera Ligure di Levante, 74-76enne, serio, colto, amante della cultura, viaggi, musica. Non amo avventure, convivenza e situazioni simili. Desidero solo amicizia e sincerità. Astenersi senza requisiti. Telefonare al 3348485286. Vedova, 69enne, solare, dinamica, cerco un compagno max 75enne, pari requisiti, buona posizione economica, residente a Firenze o zone limitrofe, intenzionato a condividere tutto quello che di bello la vita può ancora offrirci. No perditempo. Telefonare al 3663234893 (ore 20,00-22,00). Separata, abito a pochi km dalla bella Napoli. Sono allegra, espansiva, sincera, simpatica, etc. Vorrei conoscere, per amicizia, uomo max 70enne, serio, istruito, romantico, non fumatore, senza barba e baffi, libero da impegni familiari, paziente. Solo se con tali requisiti. Telefonare al 3335032003. 64enne, divorziata, insegnante, economicamente indipendente, aspetto gradevole, cerco uomo dolce e raffinato. Benestante, anni 60-70, amante della cultura e del mare. Per una amicizia seria ed un’eventuale

90 I 50epiu.it I LUGLIO/AGOSTO 2016

relazione sentimentale. Solo ed esclusivamente nelle città di Venezia, Padova, Vicenza, Mantova, Verona e Lago di Garda. Solo con i requisiti richiesti. Telefonare al 3315620968.

RELAZIONI LAVORO COLLEZIONISMO AFFITTO VENDO OCCASIONI

solitudine alla ricerca di donna attendibile, sensibile, economicamente indipendente, per realizzare concreta unione, fatta di complicità, affetto, gioie semplici e ritrovare serenità. Eventualmente disposto a trasferirsi. Telefonare al 3332699373.

73enne, abitante in Sicilia, sulla costa tirrenica, a 3 km dal mare. Vivo in campagna, amo la natura, sono pensionato, non fumo. Cerco una signora di età adeguata disposta a trasferirsi in campagna, patentata, bell’aspetto. Telefonare al 3208310899.

50enne, con posto fisso e figlia 19enne, cerca la compagnia di un uomo tra i 40 e i 60 anni per convivenza. Solo Toscana. Telefonare al 3207076321 (dalle 16,00 alle 23,00).

72 anni portati bene, 1,70, cerco compagna 60-65enne, onesta, molto bella, che voglia venire a vivere in Calabria con me, nella mia fattoria, che ami gli animali, che abbia un cuore grande come il mio, che sappia volermi bene per il resto della vita. Telefonare al 3333776072.

Donna di Lecce, 62enne, single, molto romantica. Amo gli animali, cattolica, non fumo, amo fare lunghe passeggiate in campagna. Mi piace molto la compagnia. Vorrei conoscere un uomo serio e sincero, che porti un raggio di sole nella mia vita. Telefonare al 3891890111.

74enne vedovo, con figlio e 2 nipoti (non vivono con me), residente nell’Alto Mantovano, cerca compagna, anche straniera, purché carina e gentile. 1,70, 65 kg, mi tengo in forma con passeggiate a piedi e in bici. Telefonare al 3457348048.

65enne, libero, allegro, estroverso e sincero, amante delle lunghe passeggiate, gradirei conoscere una signora possibilmente coetanea, carina, educata e molto femminile, per amicizia ed eventuale convivenza. Telefonare al 3284211638 (dopo le ore 21,00).

73 anni, dicono ben portati, separato, amante ballo, viaggi e gastronomia. Buona cultura, cordiale e affettuoso, cerca amica di età adeguata e volenterosa. Vivo nella “Firenze del Sud”. Telefonare al 3474002426. Celibe, 59enne, ligure, alto, piacevole, riflessivo, sportivo, amante natura e orticoltura. Sono una

69enne, pensionato, solo, residente provincia di Como, conoscerebbe scopo amicizia signora sola, libera, residente nelle zone limitrofe. Non ho l’auto, amo fare passeggiate, la natura, la musica e il mare. Astenersi persone poco serie o lontane dalla mia zona. Telefonare al 3334276676.


Desidero conoscere uomo max 62enne, libero, istruito, serissimo, gentile, sensibile, educato, paziente. Sono pronta a dimostrare la mia solarità, simpatia, semplicità, intelligenza, dolcezza, amicizia. Astenersi se poco seri. Telefonare al 3490960610. Sogno un lui 60/65enne, gioioso, intelligente, giovanile, benestante, amante natura, animali, trekking. Ho tanta voglia d’amare ed essere amata e la speranza di non invecchiare da sola per sconfiggere insieme la solitudine. Rispondo solo residenti Firenze e dintorni. No sms e perditempo ma persone serie. Telefonare al 3341963777. 60enne marchigiano, giovanile, raffinato, sportivo, artista, discreta presenza (1,70x73 kg) conoscerebbe donna sincera, leale con bella mente e animo ricco per amicizia ed eventuali sviluppi. Ho una casa ad Ascoli Piceno, ma non disdegno viaggiare. Telefonare al 3336574837. 91 anni, solo, senza figli, autonomia fisica ed economica, patentato, media cultura, gradirebbe incontrare una donna sola, senza figli, coetanea, indipendente, disponibile a prenderci per mano per condividere, con sincero affetto, ciò che la tarda età vorrà ancora offrirci. Telefonare al 3703025777. Uomo, mezza età, conoscerei compagna per futuro insieme, anche straniera, separata o vedova. Possibilmente residente Nuoro città. Lasciare un messaggio. Telefonare al 3391039788. Signora bolognese, vedova, 64enne, cerca l’anima gemella. Lo cerco di buon carattere, non fumatore, amante della vita, dei fiori, animali, viaggi, musica e della buona cucina. Lo cerco vedovo o celibe, dai 55 ai 70 anni,

che viva al mare o in campagna. Disposta anche a trasferirmi. Telefonare al 3892983506. 62 anni compiuti, 1,68, gradevole, affettuosa, economicamente indipendente, credente, allegra, cerco uomo con i miei stessi requisiti per potermi creare una famiglia tutta mia fondata sul vero amore. No nullafacenti e perditempo, solo persone interessate. Scrivere a: F.P. Centrale di Avellino C.I. AO5273917. 59enne solo, riservato, buon carattere, gradirebbe conoscere una signora, pari requisiti, per amicizia seria e futuri sviluppi. Magari anche per una convivenza. Telefonare al 3493036441. 66 anni molto ben portati, vedovo, non fumatore, credente praticante, mi rivolgo a signora stesse caratteristiche, semplice, affettuosa, molto femminile e giovanile. Scrivere a: C. Post. 31 - 55012 Guamo (Lu).

+

Telefonare al 3493036441 (ore pasti).

AFFITTASI VENDESI

Affittasi a Cittareale (Ri), a 120 km da Roma, nella cornice dei Monti della Laga, Museo Archeologico e Rocca di Manfredi del XII secolo, B&B in casa padronale a 1.000 mt di altezza, stupenda vista della Valle Falacrina: 2 camere con un bagno, sala con camino, Tv, giardino, posto auto, 4 posti letto. Minimo week-end e periodi da concordare da maggio a ottobre. Cl. ener. “F”. Telefonare al 3394971608. Affittasi a Bordighera (Im) comodo alloggio per vacanze, ben arredato e completo di tutto, 300 mt dal mare e dalla passeggiata vicino ai negozi e alla stazione ferroviaria: 2 locali più servizi, 3

posti letto; grande terrazzo coperto e arredato per mangiare all’aperto; grande giardino condominiale ombroso e recintato; lavatrice, forno, doccia, forno a microonde; posto auto. Prezzi convenienti. Cl. ener. “G”. Telefonare al 3203613743 oppure al 3351725585. Vendesi o affittasi centro storico di Salsomaggiore Terme, grazioso bilocale arredato, al V ed ultimo piano, a pochissimi metri dalle Terme Bergeri, sulla passeggiata di Viale Romagnosi. Arredato con molta cura, cucina realizzata interamente a mano da artigiani locali. Invio foto e descrizioni dettagliate. Cl. ener. “F”. Telefonare al 335232641 o mail a gilberto.furlan@libero.it. Vendesi ad Aosta, via delle Betulle, alloggio, esposizione sudovest, secondo e ultimo piano con ascensore: soggiorno, camera, cucina, bagno, 2 terrazzi, scala interna per la mansarda con caminetto, servizio e balcone. Cantina, garage, posto auto, area verde e piccolo orto. Riscaldamento autonomo. Cl. ener. “E”. Telefonare allo 0165239627.

+

to belle lavorate e lineari, vari colori. 5 euro l’una. Spese a carico degli interessati. Telefonare al 3394548171. Vendo ad amatore Toyota Previa monovolume, 7 posti, 1993, km 285.000, unico proprietario, sempre tagliandata, impianto a gas metano, marciante, possibilità Asi. 2.500 euro trattabili. Telefonare al 3281024616 oppure allo 0559360886.

+ COLLEZIONISMO Cerco vecchi violini, anche se rotti o da restaurare. Telefonare al 3334785718. Acquisto dipinti dell’800 e ’900 con preferenza per pittori piemontesi e valdostani. Massima serietà, pagamento in contanti. Telefonare al 335215772. Acquisto dipinti antichi, paesaggi siciliani e napoletani; vista Monte Pellegrino di Palermo. Pago subito. Massima riservatezza e serietà. Telefonare al 3355230431.

+ OCCASIONI

Vendo piatto in rame da parete, molto bello e grande. Telefonare al 3282078271 (ore serali). Vendo anche separatamente 2 divani, 160x68 (fattura Gino Trezze), in ottimo stato, tessuto cotone elasticizzato, rosso bordeaux. 300 euro cad., trattabili. Loc. Veneto (Vicenza). Telefonare al 3393563257. Vendo, a Ravenna, 39 pochette-foularini da taschino, seta pura, marca italiana, tutte mol-

PROPOSTE Signora 70enne, sana, sola, economicamente indipendente, cerca amica pari requisiti, no sms. Solo Roma. Telefonare al 3664491438. Desidererei conoscere un signore di 65-75 anni, di Roma, serio, colto, amante dell’arte, della musica e delle bellezze di Roma. Non amo avventure, convivenze e situazioni simili. Amicizia e sincerità! Telefonare al 3315265076 (ore pomeridiane). LUGLIO/AGOSTO 2016 I 91


giochi 1

CRUCIVERBA R. Cento

2

3

6

8

7

23

24

25

29

28

40

36

10

11

13

12

31

32

16

37

38

41

42

39 44

43

47

46 50

49 52

51 55

54

56

60

59

53

57

58

62

61

65

66

67

63

68

VERTICALI 1. Il nome dell’attore Testi; 2. Un undici madrileno; 3. Il Blakey famoso batterista; 4. Franco del film Forza 10 da Navarone del 1978; 5. Servizio Permanente Effettivo; 6. Mi precedono in comitiva; 7. Prendere nota; 8. Le iniziali del ministro Mammì; 9. In mezzo alla tomaia; 10. Distruzione; 11. Il no dei Russi;

70

69

72

64. Molti sono occupati nelle teicoltura; 66. Permette di scendere nell’interno dei sommergibili; 69. Carne in gelatina; 71. Bagna l’Italia e la Grecia; 72. La patria di Gengis Khan; 73. Distinto, egregio.

17

33

48

71

15

27

45

64

14

21

26

30 35

34

9

20

19

18 22

ORIZZONTALI 1. La Santa patrona degli automobilisti; 13. Porto della Dancalia; 18. L’aria del poeta; 19. La musica simbolo di tutte le proteste e di ogni struggimento giovanile; 20. Pietanza da leccarsi le dita; 22. La rana... per gli scienziati; 25. Sigla di Pesaro; 27. Quasi indispensabili; 28. Articolo maschile; 29. Un bene rifugio; 30. Piccole scimmie americane; 33. Missile americano; 35. Derivare, essere subordinato; 38. Arnese del boscaiolo; 40. L’ostruzionismo parlamentare nel linguaggio politico; 43. Spiccioli statunitensi; 45. Tecnici dell’industria conserviera; 46. Famosi quelli dell’apostolo Pietro; 48. La condizione di chi fa poco movimento; 49. Ne è segretario generale G. Benvenuto; 50. Il confidente dei Proci; 51. Tremila per ventinove; 53. Il Kenton del jazz; 54. La vita nei prefissi; 55. Questi o... quelli; 56. Limiti di età; 57. Innalzati socialmente; 59. Lo stesso... in breve; 60. Il Gray di Oscar Wilde; 62. L’asta della meridiana; 63. Le consonanti dell’ozioso;

5

4

73

41. Il nome della Ferro; 42. Giudice Istruttore; 44. La cittadina presso Venezia con la Villa Pisani; 47. Eugene, eccentrico genio acclamato come padre del teatro dell’assurdo; 49. Un teologo musulmano; 51. Sono simili ai mortai; 52. Schiavo spartano; 53. Appesi ad asciugare; 58. Un’azienda di Stato (sigla); 60. La Diana del film Il Bi e il Ba del 1986; 61. Negazione bifronte; 62. Un componente del mondo dei prodotti di bellezza; 63. I fratelli del babbo; 65. Si ripetono nell’inno!; 67. In mezzo ai gorghi; 68. Fondo di Padellaro; 70. Iniziali di Mascagni.

12. Il filo della filatrice; 13. Il comandante delle armate nella Semiramide di Rossini; 14. Comprende 6 versi; 15. Le ammirano i visitatori delle grotte di Postumia; 16. Buia, tetra; 17. La capitale dell’Idaho; 21. La fine di Danae; 23. Coraggioso, audace; 24. Proteggere con materiale isolante; 26. È carbonato di ferro in cristalli romboedrici; 31. Austerità di contegno; 32. Malinconico, depresso; 34. Antica città dell’Asia Minore alla foce del Meandro; 36. In cima agli ombrelli; 37. Affascinato; 39. Lavorava come dannato; 40. Gatta da pelare;

CRUCIVERBA SILLABICO R. Cento ORIZZONTALI 1. Per arrostire carni e pesci; 5. Dà frutti vellutati; 7. Designano ogni singolo membro d’una stessa famiglia; 8. Quando è falsa, è una stonatura; 11. Si smonta dopo il 7 gennaio; 15. L’osservatore del territorio con satelliti artificiali; 16. Meritevole, adeguata; 17. In tua compagnia; 19. Gli abitanti di 2 località della Campania; 22. Piena di sconforto; 24. Conquistato dal fascino;

25. Si applica alla finestra. VERTICALI 1. Così è anche detto, in molte regioni, il mais; 2. Filippo del film Vincere del 1999. 3. Lo portavano i cinesi; 4. Un’opera di Giuseppe Verdi; 5. Distinguono i pugili; 6. Piuttosto disagevole; 9. Cadde per mano fratricida; 10. Caratterizza la decauville; 11. Agitate... dai nervi; 12. Cosparse di rugiada;

13. Il colle ligure della lavanda; 14. Il Marco regista del film La villeggiatura del 1973; 18. La comunità economica 1

2

4

5

6

7 8 10

9 12

11

13

14

20

21

15 16 17

19

18 22 25

92 I 50epiu.it I LUGLIO/AGOSTO 2016

3

dei Paesi socialisti; 20. Una città della Romagna; 21. Estrema pulizia; 23. S’affollano di sportivi.

23

24


stuzzica

MINI CRUCIVERBA R. Cento 1

4 6

CERVELLO

3

2

5

7

Enrico Diglio

TEST 1 Osservate attentamente, sotto, le sequenze di quattro parole e dite quali parole vanno inserite al posto dei quattro punti interrogativi, utilizzando un criterio logico da determinare.

8

9 10

RIVISTA

-

VISTA

-

TRATTO

= RITRATTO

LIVIDO

-

LIDO

-

PERA

=-

GALLERIA

-

GALERA -

MITE

=-

BINARIO

-

BARO

-

ZIO

=

BOTTIGLIA

-

BIGLIA

-

ANTENNE =

11 13

12 14

15

16

17

? ? ? ?

18

ORIZZONTALI 1. Si fissano agli scarponi; 3. Ente Morale; 4. La fine dell’autostop; 6. Accolti di buon grado; 9. Il Gallo eroe dei fumetti; 10. Entra nell’occhiello; 11. Un cartoncino sottile; 12. Un affluente del Rodano; 13. In mezzo all’iscrizione; 14. Sigla di Taranto; 16. Zona senza vocali; 18. Asmara è il suo capoluogo. VERTICALI 2. Le freccette spostate con il mouse; 3. I sudditi di Pirro; 4. Clifford, drammaturgo e sceneggiatore americano; 5. La parte più piccola di un’immagine digitale; 6. Imbrogliare, ingannare; 7. Presi alla fonte; 8. Rustiche vasche da bagno; 15. Al centro del teatro; 17. Fanno le file in finale!

7, 9, Lionello

TEST 2 Osservate attentamente, sotto, la sequenza di 18 parole e i numeri colorati posti tra due parole successive e dite quali numeri vanno sostituiti ai due punti interrogativi, secondo logica.

2 POLLO

PALLA

SPALLA

1 PARTITA

1 -1

2

MATITA

1

2

1

PARTITO

1-2

2

PALA

CARITÀ

MARITO MANICO

1

1 CALA

1-1

SARTA

PANICO

?

2

SALA

2

? SETTA

SETA

1-1

CANINO

CAMMINO

INDOVINELLO Lionello » UTILI CONSIGLI Per vederci chiaro e avere i giusti contatti con la realtà dei fatti, dobbiamo tenerne conto e riflettere, diffidando delle apparenze e senza farci confondere da certe montature.

__SOLUZIONI A PAGINA 97__

7, 12 Lionello LUGLIO/AGOSTO 2016 I 93


lettere

+

SCRIVETECI: PER POSTA LARGO ARENULA, 34 00186 ROMA PER FAX 06 68139323 PER MAIL G.VECCHIOTTI@50EPIU.IT

Risponde Giovanna Vecchiotti - Direttore Responsabile 50&Più

FEMMINICIDIO: ANCHE L’INDIFFERENZA UCCIDE Oltre all’orrore per quanto sta succedendo, emerge ormai in modo chiaro l’atmosfera in cui tutti i delitti avvengono: il disinteresse, l’insensibilità di fronte alla violenza gratuita GENTILE DIRETTORE, non posso fare a meno di scrivere queste poche righe sull’onda di quello che è successo a Roma, a quella povera ragazza aggredita e poi bruciata come la sua auto. L’orrore mi sconvolge ancora, perché era una giovane con tutta la vita davanti a sé, ma soprattutto perché la poverina ha cercato in ogni maniera di sfuggire al suo aguzzino ed ha chiesto disperatamente aiuto alle auto che passavano nella zona. Nessuno si è fermato! Ma come è possibile? Come si può vedere una ragazza che scappa, che cerca aiuto e non fermarsi, non tentare di capire che cosa stia accadendo? Non riesco a capacitarmi di come la gente stia diventando così cinica, così disinteressata a ciò che gli accade intorno, alle sofferenze di una persona giovane. È come se l’egoi-

Sotto, Milano, il “muro con le bambole” in ricordo delle vittime. In alto a sinistra: “Scarpe rosse contro l’indifferenza”, flash mob organizzato per sensibilizzare sul femminicidio.

94 I 50epiu.it I LUGLIO/AGOSTO 2016

smo si sia impadronito del genere umano. Mi ricordo che persino durante la guerra, quando l’orrore era al culmine, le persone facevano gesti di grande solidarietà, anche verso chi non conoscevano; ci si divideva il tozzo di pane, ci si aiutava nella sopravvivenza quotidiana... E oggi, che viviamo in un Paese in pace e abbiamo il piatto pieno tutti i giorni, non ci resta dentro neanche un briciolo di umanità. Ma che siamo diventati? Rosalba Venturi L’omicidio di Sara Di Pietrantonio è, purtroppo, solo uno dei tanti che avvengono nel nostro Paese. Le statistiche parlano chiaro: dall’inizio dell’anno al momento in cui stiamo scrivendo ne sono avvenuti 60. Un bollettino di guerra. In questo caso all’orrore per il delitto in sé si è aggiunto l’orrore per l’indifferenza delle persone che quella notte hanno visto Sara chiedere aiuto alle auto in transito mentre scappava dal suo aggressore. E nessun automobilista si è fermato. Chi è stato rintracciato dalle Forze dell’Ordine ed ascoltato in merito alla vicenda ha dichiarato che «non aveva compreso cosa stesse avvenendo», «che era notte, ed era sicuro che qualcun altro ci avrebbe pensato», solo che “qualcun altro” quella notte non c’è stato. Disinteresse? Forse, o semplicemente rifiuto ad assumersi


+

delle responsabilità giocando la carta della delega, come troppo spesso avviene: “Non è compito mio” “Io di problemi ne ho già troppi; chi me lo fa fare?”. Oppure è stata paura? Probabile. Paura di trovarsi invischiati in qualcosa più grande di sé; paura di rimetterci la vita se ci si intromette in una scena di violenza; paura che ciò a cui si assiste sia l’ennesima messa in scena da parte di malintenzionati per essere aggrediti a propria volta... L’elenco potrebbe essere ancora più lungo, ma di certo non giustifica la mancanza di un semplicissimo gesto: quello di prendere il proprio cellulare e fare una segnalazione al 112, una chiamata che, oltretutto, è gratuita. Il cellulare non serve soltanto per chattare con gli amici o andare sui social network ma anche per chiedere aiuto, in caso di bisogno. La solidarietà durante la guerra di cui parla lei, Rosalba, era data dalla consapevolezza del pericolo imminente, da quel senso di umanità che voleva sconfiggere l’orrore. Oggi, per fortuna, non viviamo un conflitto armato, eppure ogni giorno ognuno vive la propria piccola guerra personale che lo contrappone agli altri: in ufficio, nel condominio, con i propri parenti. Un logorio costante che rende guardinghi, fa vedere nemici ovunque e non permette di interpretare correttamente la realtà, tanto che ogni gesto, anche il più innocuo, viene interpretato in maniera negativa: cosa c’è dietro l’invito di un caffè al bar da parte del collega? E perché quel giovane si è offerta di portarmi le borse della spesa? Cosa vuole questa ragazza di notte sul ciglio della strada? Sara voleva solo aiuto.

UN MONDO PERDUTO

EGREGIO DIRETTORE, qualche tempo fa ho letto un’intervista al presidente di una nota catena commerciale, in cui illustrava, fiero, il fiorire del suo commercio. Mi sento in dovere, quale artigiano e commerciante, di esprimere le mie opinioni su alcuni dati: è stato dichiarato che tale catena vanta un giro d’affari pari a 500 milioni di euro, con un impiego di personale di 1.900 unità. Se volessimo calcolare quanti piccoli punti vendita potrebbero sostituire tale movimento economico, basterebbe dividere il bilancio della grande distribuzione (500 milioni) per quello di un normalissimo negozio (circa 400.000): quindi 500 milioni : 400.000 = 1.250. 1.250 negozi che vivrebbero serenamente con i soldi che ora sono mossi solamente da una catena che gestisce poche strutture rispetto a tale numero. Calcolando poi la media di soli 2 impiegati per negozio, arriveremmo al numero di 2.500 contro i 1.900 sopra riportato. Il rapporto “datore di lavoro-dipendente”, inoltre, sarebbe di gran lunga differente visto che la piccola gestione valorizza gli importanti rapporti umani. Solitamente ogni negozio avrebbe bisogno di un automezzo, il che significa

che, come minimo, ci sarebbe un acquisto di 2.500 automezzi. Presupponendo che nei 2.500 negozi in questione, 1.500 potrebbero essere di natura alimentare, si potrebbe calcolare minimo un frigorifero per negozio, il che porta a 1.500 frigoriferi e 2 banchi frigo, che a loro volta porterebbero a 3.000 banchi. Questo darebbe più lavoro sia ai produttori di tali articoli sia ai manutentori degli stessi. Lo stesso discorso varrebbe per le affettatrici, le bilance ecc. Inoltre, trovo che la possibilità di avere delle piccole aziende familiari sia fonte di accrescimento culturale per i nostri giovani e di conseguenza per il nostro Paese. Un giovane che nasce e cresce in un ambiente commerciale pulito, privo di concorrenza sleale, ma ricco di valori e rispetto per chi fa lo stesso lavoro, senza rendersene conto, di anno in anno, impara il lavoro in un modo unico

e profondo. La continua nascita di nuovi negozi porta di conseguenza anche un aumento di lavoro. Queste piccole attività danno la possibilità di acquistare una casa propria, il che aiuterebbe anche il settore edilizio. Non è giusto concentrare egoisticamente in un unico punto il commercio, ma piuttosto andrebbe distribuito in tante piccole imprese. Questo porterebbe al miglioramento della vita dell’intera società, non solo di alcuni elementi. In un centro commerciale ti ritrovi ad essere nient’altro che un cliente in più, in un piccolo negozio sei semplicemente tu, un cliente ed un amico, una persona a cui donare un sorriso e da cui riceverlo. Il miglior modo per conservare le ricchezze guadagnate è quello di distribuirle, così come le acque di un lago acquistano importanza solo se irrigano i campi. Fabio Guanella

1954. Roma, salumeria nel rione Testaccio (foto tratta dal 18° volume della collana “Le Perle della Memoria”, Dalla bottega all’Iper-mercato).

LUGLIO/AGOSTO 2016 I 95


LUGLIO GIORGIO ARMANI

oroscopo di Aldebaran

Stilista

AGOSTO CARLA FRACCI

Étoile

cancro

gemelli

sagittario

22 GIUGNO I 22 LUGLIO

21 MAGGIO I 21 GIUGNO

23 NOVEMBRE I 21 DICEMBRE

LUGLIO. Mercurio vi regalerà più sicurezza e l’entusiasmo per affrontare avventure, viaggi o trasferimenti all’estero. Concedetevi un po’ relax, fatevi fare massaggi al collo e recatevi in luoghi tranquilli nei week-end.

LUGLIO. Organizzerete le vostre vacanze insieme alla famiglia. Gli astri parlano di viaggi piacevoli, romantici e utili alla vostra cultura generale. Non esagerate nel prendere il sole. Fate lunghe passeggiate al mare.

LUGLIO. Questo mese sarà davvero bollente. Farete incontri insoliti, spesso con persone straniere, e vivrete sensazioni mai provate prima. Prestate attenzione ai cibi ricchi di zuccheri e di grassi, se non volete ingrassare!

AGOSTO. Mercurio nel vostro segno donerà acutezza e vivacità intellettiva. Saranno favorite tutte le attività di relazione dove è fondamentale saper comunicare. Mettetevi in viaggio nelle ore meno calde.

AGOSTO. Le vostre stelle estive parlano di momenti di gioia con persone care, familiari, parenti e vicini. Spesso saranno gli altri a suggerirvi buone idee.Tenetevi lontani da imprese rischiose.

AGOSTO. Con Marte nel segno avrete un surplus di energia. Vi sentirete così forti da muovere montagne. E le persone che vi circondano saranno fatalmente attratte da voi. Risultato: nuove amicizie e conoscenze.

leone

vergine

capricorno

23 LUGLIO I 23 AGOSTO

24 AGOSTO I 22 SETTEMBRE

22 DICEMBRE I 20 GENNAIO

LUGLIO. Con Venere nel segno sarete brillanti, efficienti e dotati di quel certo charme che conquisterà coloro che vi staranno vicini. Contatti con persone delle “6A”: arte, affetto, amicizia, armonia, amore e allegria.

LUGLIO. Con Giove nel segno sarà il momento migliore per tentare la fortuna, nel gioco e anche in amore! Non perdete l’occasione di giocare al Lotto o al Gratta e vinci. La vostra forma fisica sarà formidabile.

LUGLIO. In questo mese incontrerete in casa di amici una persona che vi potrà essere molto utile in futuro. Non perdetela di vista. I viaggi di gruppo saranno quelli che vi soddisferanno di più.

AGOSTO. Mese ottimo. Baciati dalla Fortuna, saprete agire nel modo giusto per conseguire i vostri obiettivi. In vacanza vivrete momenti di gioia e serenità con gli amici. Non dimenticate la crema protettiva!

AGOSTO. Sarete stimati e in alcuni casi persino applauditi. Venere vi consiglia di giocare. Tentate la fortuna! Lasciate a casa problemi e preoccupazioni e rilassatevi al mare oppure in montagna.

AGOSTO. Dedicherete più tempo al vostro aspetto, alla salute e alle diete. Mese ottimo per fare una cura disintossicante. Sarete fortunati sia in amore sia nel gioco e, se lo desiderate, potrete affrontare dei cambiamenti.

ariete

bilancia

acquario

21 MARZO I 20 APRILE

23 SETTEMBRE I 22 OTTOBRE

21 GENNAIO I 19 FEBBRAIO

LUGLIO. Anche se in vacanza, le soddisfazioni personali o professionali non mancheranno. Un incontro in un ambiente mondano potrà cambiare qualcosa nella vostra vita. Sappiate approfittarne.

LUGLIO. Voi che amate le gioie, le cose belle e facili, sarete ampiamente soddisfatti nei vostri progetti. Curate sempre bene le pubbliche relazioni. Trascorrerete giornate piacevolissime in compagnia di amici.

LUGLIO. Vi attendono tante svolte positive nella sfera amorosa. Sarete più seri nei rapporti sentimentali. Tenderete a “fuggire” dalla città per raggiungere luoghi meno inquinati. Attenti ai crampi alle gambe.

AGOSTO. Lasciate stare per un po’ gli affari e pensate a divertirvi, possibilmente in luoghi termali, al mare o al lago. Le stelle vi renderanno estroversi e brillanti. Farete dei piacevoli incontri e nascerà una bella amicizia.

AGOSTO. Sarà un mese armonioso e positivo, soprattutto se lo trascorrerete in vacanza. È un buon momento per risolvere questioni familiari. Sarete dotati di sex appeal. Attenti alle avventure sentimentali!

AGOSTO. Le persone vi frequenteranno con piacere grazie all'ottimismo e alla positività che emanerete. Possibilità di serate mondane con amici. Ottima la salute e bene i rapporti di collaborazione.

toro

scorpione

pesci

21 APRILE I 20 MAGGIO

23 OTTOBRE I 22 NOVEMBRE

20 FEBBRAIO I 20 MARZO

LUGLIO. Vi muoverete e lavorerete in maniera dinamica. Sarete sensuali, coraggiosi, interessati più ai fatti che alle parole. Amerete viaggiare e mangiare bene. Il vostro carisma sarà notevole. Attenti al caldo umido.

LUGLIO. Il pianeta Marte vi stimolerà all’attività lavorativa e i rapporti con gli altri miglioreranno moltissimo. Vi sentirete orgogliosi dei vostri figli. Saranno possibili vincite, perciò tentate la sorte al gioco.

LUGLIO. Ottima la vostra reputazione sul lavoro: sarete apprezzati e stimati. Se lavorate in proprio, aspettatevi cambiamenti importanti, in meglio naturalmente! Le stelle vi consigliano una località termale.

AGOSTO. Riceverete vantaggi dalla frequentazione di ambienti artistici. Ma siate prudenti durante viaggi o piccoli spostamenti: potrà capitarvi un ritardo oppure dei problemi con i documenti o la valuta.

AGOSTO. Smaniosi di viaggiare, vi concederete una vacanza straordinaria. Probabilmente preferirete recarvi all’estero. In ogni caso, viaggiare vi aiuterà a recuperare la serenità. Non partite di notte!

AGOSTO. Nettuno vi regalerà momenti di grande fortuna. Non soltanto nel gioco e nelle imprese rischiose, ma anche in amore. Per alcuni si potrà verificare un improvviso cambiamento vantaggioso.

96 I 50epiu.it I LUGLIO/AGOSTO 2016


LIBRI

soluzioni

GIOCHI

1

2

F

R

3

A

18

E

R

22

A

T

28

L

A B I

4

23

A

R

35

45

10

A

S 31

E

C

I

T

I

32

I

E

N

D

E

R

E

S

T

E

R

I

N

S

T

E

N

T

A

R

I

S

T

T

A

R

I

E

T

A

T

T

A

T

A

S

E

T

E

I

O

A

L

I

T

60

D I

N

D

O

R

E

S

E

65

N N

O

N O

72

M

N

O

68

67

R

R

O

G

1

GRA

7

NO

2

TI MI

8

NE 9 11 15

AL

BE

TE

LE

TE

22 25

4

DI

BAT

NO

TA

RO

DI

RI

LE

DE

ME

23

NO

DI

ZIO

I

A T

I

L

A

L

E

V

O

M

T

A

6

SI

SCO

46

A

A

E

47

T

I

I

R

O

S

T

A

N

T

I

E 63

E

N 69

A

S

T

53 58

O

E 44

50

L

73

NA

TA

VA

MEN

1

S

MO

SCAR 14

A

S

S

I

Z

S

P

I

C

M

I

O

70

21

2

3

I

C

4 7

E

O

P

A

D

I

E

U 6

G

R

9

A

S

T

M 5 8

P

T

I

R

I

X

LE

10

TO

O

T

T

O

N

E

11

R

I

S

T

O

L

12

I

N

TO 24

STA

S

N

I

T

10

20

I

A

H

N

DO 13

R

L

O

T

MINI CRUCIVERBA PE

TE

GNA 19

CO CON

5

LA

GLIA 12

16 18

CO

A

RA 17

3

A

T

E

U

E

CRUCIVERBA SILLABICO

S

C

49

I

S

43

S

I 52

T

39

C

B

A

E

A

A

17

16

A

S

R 33

38

G L

E

G

E

62

61

T

M

A

15

14

A

21

42

57

A

E

66

O

I

A

I

T 56

13

C

A

N

27

26

12

C

N

55

N I

U

37

11

N

A

E

C I

P

U

M

M

64 71

36

I B

9

I

B I

M

D

54 59

P

O

20

30

I

8

R

P

L

S

O

A

25

E

D

41

7

E

A

48 51

C

C O

O

L

M I

24

R

O

F

6

P

29

40

S

19

E

34

O

5

E

C

N

CE

RI

SE

DOT

TO

NA

TO

RE

NI

B B

A

14

T

R 18

E

R

I

13

I

15

16

Z

A T

Z

R

E

17

N A

REBUS (7, 9) S ignora S con T rosa = Signora scontrosa REBUS (7, 12) sole R; tea M; BA sciatore = Solerte ambasciatore

I

libri sono capaci di riunire una moltitudine di persone in tempi e luoghi diversi, sono un mezzo di condivisione ma, soprattutto, un formidabile strumento di trasmissione in grado di passare di generazione in generazione. Il 19° volume de Le Perle della Memoria, “Esperienze di lettura nel Novecento. Il piacere del romanzo”, racconta il grande rilievo rivestito dalla narrativa e dal romanzo nella vita delle persone tra gli anni Venti e gli anni Sessanta del Novecento. Un nuovo tassello nell’affascinante mosaico della nostra memoria.

138

pagine

INDOVINELLO Utili consigli = Gli occhiali

BUONO

D’ORDINE

stuzzica

CERVELLO

TEST 1

Le quattro parole sono VIPERA, LIMITE, INIZIO, OTTANTENNE. Esse, infatti, si ottengono utilizzando lo stesso criterio che ha permesso, nell’esempio dato, di ottenere la parola RITRATTO: in tutte le sequenze la quarta parola si ottiene sottraendo dalla prima parola della sequenza le lettere della seconda parola e alle lettere rimanenti si aggiungono le lettere che formano la terza parola della sequenza. LIVIDO – LIDO = VI + PERA = VIPERA-

BINARIO – BARO = INI + ZIO = INIZIO

GALLERIA - GALERA = LI + MITE =-LIMITE

BOTTIGLIA – BIGLIA = OTT + ANTENNE = OTTANTENNE

TEST 2

I numeri colorati che vanno inseriti al posto dei punti interrogativi sono, partendo dall’alto, 1 verde e 2 blu. Essi, infatti, permettono di rispettare il criterio logico utilizzato in tutti gli altri casi: ogni modifica di una o più lettere, nel passaggio da una parola alla successiva, fa comparire un numero blu sopra o a fianco della freccia che divide le due parole; ogni perdita di una o più lettere da una parola alla sua successiva è segnalata da un numero di colore rosso sopra o a fianco della freccia che divide le due parole (ad esempio, due lettere in meno sono indicate dal numero 2 rosso); ogni acquisto di una o più lettere da una parola alla sua successiva è indicato da un numero di colore verde posto sopra o a fianco della freccia posta tra le due parole (ad esempio, una lettera in più è segnalata dal numero 1 verde).

PER L’ACQUISTO DEL VOLUME

LE PERLE DELLA MEMORIA N. 19

{ESPERIENZE DI LETTURA NEL NOVECENTO} DESIDERO RICEVERE IN CONTRASSEGNO PRESSO IL MIO DOMICILIO N. _____ COPIA/E DEL VOLUME AL COSTO DI EURO 18,00 A COPIA (*) + SPESE SPEDIZIONE (**)

(*) I soci 50&Più, le Università della Terza Età e gli iscritti che hanno partecipato alla ricerca possono acquistare il volume a 12,00 euro (con uno sconto del 30% rispetto al costo sopra indicato). (**) Per ordini fino a un massimo di 5 volumi, le spese di spedizione ammontano a: - 5,00 euro per i soci, i ricercatori e le Università che hanno collaborato alla ricerca; - 10,00 euro per tutti gli altri interessati. Per ordini superiori ai 6 volumi, le spese di spedizione ammontano a: - 10,00 euro per i soci, i ricercatori e le Università che hanno collaborato alla ricerca; - 20,00 euro per tutti gli altri interessati.

❏ Socio 50&Più - Tessera n° ❏ Università Terza Età / Iscritto ricercatore (BARRARE LA CASELLA INTERESSATA)

NOME

COGNOME

C. FISC. / P. IVA VIA CITTÀ

PROV.

CAP

TEL.

DATA

FIRMA

COMPILARE IN STAMPATELLO, RITAGLIARE E SPEDIRE A 50&PIÙ EDITORIALE - LARGO ARENULA, 34 - 00186 ROMA 50&Più Editoriale assicura che i dati personali verranno trattati con la riservatezza prevista dal D. Leg.vo 196/2003 e saranno utilizzati solo per i propri fini commerciali. Tali dati, su richiesta, potranno essere cancellati o rettificati.


bazar SOCIAL NETWORK LETTURE PRENDERSI CURA CURIOSITÀ Questo spazio offre informazioni, FILM a cura del Centro Studi 50&Più

curiosità, notizie utili. Come ogni bazar, sarà luogo d’incontro e di scambio. Potete quindi inviarci le vostre segnalazioni e quesiti a: centrostudi@50epiu.it

+

oppure al 0424708910.

SOCIAL NETWORK

ELDY, L’INCLUSIONE IN RETE La Onlus Eldy promuove azioni concrete per l’inclusione di anziani e disabili, unendo il supporto umano agli strumenti tecnologici. A questo scopo ha creato Eldy, un programma gratuito che semplifica le principali funzionalità del computer e consente un accesso facilitato alla rete internet, alla comunità online, ai servizi digitali della Pubblica Amministrazione. Eldy è una tecnologia sia per la partecipazione sociale, sia a supporto della salute e della sicurezza, in linea con le politiche europee per l’active aging. www.eldy.org

+

Tel: 0322841903 800995988

LETTURE LA VACANZA DEI SUPERSTITI (E LA CHIAMANO VECCHIAIA) «Improvvisamente ho novant’anni. Ho un telefono, anche due, che suonano,

delle idee che mi tengono sveglia insieme a tanti ricordi, la mia testa è come una piazza. Sopravvivere è un lavoro. Bellissimo, secondo me». Franca Valeri torna in libreria con un libro che riflette sulla sua vita, sul lavoro, sulla società. Aver vissuto quasi un secolo le offre il privilegio di dire finalmente quello che pensa senza censure o timori. «La giovinezza e la maturità sono età allo sbaraglio. Tutto può succedere. La vecchiaia no, si può programmare. A parte la conclusione». Franca Valeri, La vacanza dei superstiti, Einaudi Editore, Torino, 2016 - pp.128

+

PRENDERSI CURA

FORMAZIONE PER CHI CURA Lazio, Marche, Umbria, Toscana, Abruzzo, Molise, Calabria, Sardegna e Lombardia sono le nove regioni nelle quali prende il via il progetto promosso da Sigg (Società Italiana di Geriatria e Gerontologia) di formazione per caregiver, badanti o familiari che siano: 12 ore di lezioni in aula e 30 ore di e-learning a

98 I 50epiu.it I LUGLIO/AGOSTO 2016

distanza. I partecipanti potranno imparare ad eseguire in modo corretto azioni di cura legate all’igiene della persona e dell’ambiente, all’educazione alimentare, al miglioramento del contesto abitativo e alla sicurezza domestica. Il 77% dei badanti (uomini o donne) operanti in Italia è composto da persone straniere che alla formazione sanitaria scarsa o nulla unisce la difficoltà di comprendere le indicazioni mediche e, a volte, la stessa lingua italiana. I corsi sono altrettanto validi per quei familiari o badanti italiani che vogliano offrire un’assistenza adeguata e affidabile. Per iscriversi è sufficiente compilare il modulo online sul sito www.assindatcolf.it Numero verde 800162261

+ CURIOSITÀ FARMACIE LOW COST PER ANZIANI In Francia sta nascendo una catena di negozi specializzati nella vendita di prodotti utili ai malati che vivono nella propria casa invece di farsi assistere da una struttura pubblica. L’invecchiamento della popolazione farà crescere in maniera esponenziale gli anziani che rimangono nella propria abitazione anche quando hanno bisogno di cure. La catena francese di farmacie low cost Lafayette punta su questo segmento di mercato, ad iniziare da quest’anno, con l’apertura del primo punto vendita. Questo sorta di supermercato pensato per il malato a casa conterà 55 ne-

gozi entro la fine del 2019 e coprirà ogni esigenza: igiene, cibo, sicurezza. L’ ITALIA IN 1.850 CANZONI I siti dedicati alla canzone italiana sono certamente molti. Italiasempre.com ha una particolarità, è stato realizzato da Giuseppe Ulivi che, emigrato tanti anni fa in Brasile, ha raccolto ben 1.850 canzoni italiane composte prima del 1976. Per ascoltare le canzoni e leggere i testi è sufficiente un click. Il sito, gratuito, vuole diffondere la cultura musicale italiana specialmente tra i milioni di italiani sparsi per il mondo. Esiste anche una funzione Juke box: scelta la prima canzone i brani verranno eseguiti in sequenza. www.italiasempre.com

+ FILM LO STAGISTA INASPETTATO Un film di Nancy Meyers, con Robert De Niro e Anne Hathaway - Usa, 2015, 121 min. Protagonista del film è Ben Whittaker (Robert De Niro) un settantenne pensionato che ha scoperto che in fondo la pensione non è come immaginava e decide così di sfruttare la prima occasione utile per rimettersi in pista facendosi assumere come stagista da una società di moda. Nonostante le diffidenze iniziali, Ben dimostrerà alla fondatrice della compagnia (Anne Hathaway) di essere una valida risorsa per l’azienda e tra i due nascerà un’inaspettata sintonia.


-50%

Detrazioni ďŹ scali


LUGLIO AGOSTO 2016  

magazine for senior

LUGLIO AGOSTO 2016  

magazine for senior

Advertisement