Page 49

VISIONE ARTIFICIALE

A cura di Giovanna Sansoni (giovanna.sansoni@ing.unibs.it)

Andare alle fiere fa bene A spasso per gli stand di visione ad Afidabilità & Tecnologie 2011

EXHIBITIONS ARE USEFUL – WALKING THROUGH THE BOOTHS AT AFFIDABLITÀ & TECNOLOGIE 2011

The section on Artificial Vision is intended to be a “forum” for Tutto_Misure readers who wish to explore the world of components, systems, solutions for industrial vision and their applications (automation, robotics, food&beverage, quality control, biomedical). Write to Giovanna Sansoni and stimulate discussion on your favorite topics.

RIASSUNTO

La rubrica sulla visione artificiale vuole essere un “forum” per tutti i lettori della rivista Tutto_Misure interessata a componenti, sistemi, soluzioni per la visione artificiale in tutti i settori applicativi (automazione, robotica, agroalimentare, controllo di qualità, biomedicale). Scrivete alla Prof. Sansoni e sottoponetele argomenti e stimoli. Andare alle fiere fa bene, specialmente quando, a distanza di un anno, si vede un incremento di presenze di pubblico e di espositori come quello che ha caratterizzato l’evento Affidabilità & Tecnologie tenutosi lo scorso Aprile. Molte le aziende che progettano e sviluppano sistemi di visione chiavi in mano, molte le aziende che li distribuiscono, molti i visitatori interessati alle presentazioni fatte dalle aziende, relativamente a casi applicativi interessanti. In questa rubrica non citerò i singoli attori, perché la lista è facilmente reperibile all’indirizzo www.affidabilita.eu/aet2011; come vedrete, erano presenti i più importanti produttori di hardware e software e, lasciatemelo dire, un notevole numero di PMI, che sono veri gioielli in materia di qualità, inventiva e competenza. La lista della spesa di un sistema di visione è tutto sommato piuttosto corta: una o più telecamere, ottiche opportune, un sistema d’illuminazione, del software di elaborazione delle immagini, una stazione di salvataggio, elaborazione e organizzazione dei dati, un sistema attuatore. Per fare

un’analogia semplice, sono un pò come il pane: farina, acqua, lievito e sale. Eppure se andiamo in una panetteria abbiamo a disposizione pane di diversa qualità, e con gusti invariabilmente diversi. È la lunga lista dei dettagli della lavorazione che fa la differenza: il tipo di farina, la sua regione di provenienza, la durezza dell’acqua, il tipo di lievito, la durata della lievitazione, temperatura e umidità del forno… e così via. Tornando al sistema di visione, è immediato perdersi nella varietà che il mercato attualmente offre in materia di telecamere (analogiche, digitali, CCD, CMOS, nel visibile, nell’infrarosso, ecc.), in materia di ottiche (diverse per qualità, lunghezze focali, dimensioni, attacchi), in materia di dispositivi di illuminazione (diversi per la sorgente, per la direzionalità della luce, per la geometria di illuminazione), in materia di piattaforme di elaborazione (non-real-time, real-time,

con logica riconfigurabile, con logica programmabile…), su piattaforma PC, smart camera o dispositivi embedded, con protocolli di comunicazione sincroni, asincroni, bus seriali, protocolli ethernet e così via. Il sistema attuatore, infine, è strettamente legato al tipo di operazione che il sistema di visione è chiamato a realizzare: misurare caratteristiche dimensionali e geometriche dei pezzi, contare i pezzi, verificarne la conformità, l’integrità, la finitura superficiale, l’orientamento. Nel corso degli anni la tendenza che si è andata via via sempre più accentuando è stata nella direzione di aumentare le prestazioni delle telecamere (frequenza di acquisizione, risoluzione, dinamica, qualità dell’immagine), specializzare le ottiche (non telecentriche, telecentriche, pericentriche), produrre software di elaborazione flessibili, realizzare piattaforme hardware in grado di risolvere problemi anche molto stringenti in termini di tempo di elaborazione. Questa enorme varietà di prodotti, e la numerosità delle aziende del settore, sono la risposta a una richiesta comune: quella di risolvere problemi che hanno quasi sempre una loro unicità, caratterizzati come sono da requisiti d’ingresso molto specifici.

T_M

N.

2/11 ƒ 129

Tutto_Misure 02/2011  

L'unica Rivista italiana interamente dedicata alle misure e al controllo qualità - Direttore Franco Docchio

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you