Page 1

Alla scoperta della natura

2/2014

I TREK DEL WEEKEND

MILANO

MAGGIO, GIUGNO, LUGLIO, AGOSTO

I GRANDI TREK

Associazione Amici del Trekking e della Natura


SOSTIENICI ASSOCIATI E FAI ASSOCIARE

dal 1985

25 KLSSH5H[\YH

PJPKLS;YLRRPUNL

(ZZVJPHaPVUL(T

riceverai i programmi quadrimestrali ed annuali, avrai l’assicurazione verso terzi ed infortuni durante la partecipazione ai trek, utilizzerai le nostre attrezzature nei trek con bivacco: tende e camping gas. Per iscriverti invia la quota associativa tramite il CCP n. 31777204 intestato a Trekking Italia oppure presso la BANCA PROSSIMA per le Imprese Sociali e le Comunità, IBAN IT76B0335901600100000011868, (ti puoi associare anche al primo trek a cui partecipi, con la tessera puoi iscriverti a tutti i trek delle sedi di Trekking Italia). Contribuisci alla vita dell’Associazione, la quota ordinaria 2014 è di € 20. ATTENZIONE, per i soci over 75! prima di iscriversi ad un trek contattate le sedi per aspetti assicurativi.

5 x MILLE Dona il tuo 5x1000 a Trekking Italia, trasforma la tua dichiarazione dei redditi in un’azione a favore di un mondo che cammina! ECCO COME FARE: per devolvere il 5 per mille a Trekking Italia 1_ firma la dichiarazione dei redditi (CUD, 730 e modello unico) nell’apposito spazio (“Sostegno del volontariato, delle organizzazioni non lucrative di utilità sociale, delle ASSOCIAZIONI DI PROMOZIONE SOCIALE, delle associazioni e fondazioni”) 2_ indica nella riga sottostante la partita IVA 09434450152 Ricordiamo a tutti i Soci che desiderano partecipare ai trek giornalieri organizzati nel week-end che, per motivi organizzativi e assicurativi, è obbligatoria l’iscrizione entro le ore 12 di venerdì telefonando allo 028372838/028375825 o scrivendo a milano@trekkingitalia.org. Non sarà quindi possibile presentarsi direttamente alla partenza senza la preventiva iscrizione al trek e il Socio Accompagnatore non potrà accogliere chi non si è attenuto a questa indicazione. Confidiamo nella collaborazione dei Soci. Grazie. 20122 MILANO VIA SANTA CROCE 2 TEL 02 8372838 – 8375825 FAX 02 58103866 MILANO@TREKKINGITALIA.ORG - WWW.TREKKINGITALIA.ORG

3

trekkingitalia.org


1985... da trent’anni in cammino

LA PRIMA VOLTA, Alpe Devero Ascolto una canzone in cui viene ripetuto più volte “cambia forma la mia mente”. Ecco, direi che l’esperienza di sabato/domenica si potrebbe ben riassumere con questa espressione. A volte, quando tutto ti sembra lì, fatto delle

UNA FAMIGLIA, Erg di Merzouga I motivi che ci hanno spinto a fare questo meraviglioso viaggio sono tanti. Almeno una volta nella vita volevo far vedere ai miei figli (14-12-11 anni) che esiste un mondo bello e diverso in termini di natura, popoli, cultura. E’ molto educativo anche vedere la povertà e che non tutti i ragazzi nel mondo hanno la ultima generazione di telefonini etc. E’ stato organizzato bene sotto ogni punto di vista. La guida italiana (Enrico) è stato molto bravo, le 2 guide berbere conoscevano bene il territorio, quindi eravamo in buone mani.

solite cinque o sei abitudini di vita dominanti, ti basta uscirne per un attimo...e quell’attimo, fatto di poche ore, pochi giorni....ti rapisce, ti porta via anche da te. E ti rendi conto di poter fare molto di più, con gli altri e con te stesso. In fondo il richiamo della natura, l’immersione nella natura, ci aiuta a ricordare che anche noi ne facciamo parte. E che, spesso, siamo persino diversi da come di solito ci vediamo. E allora eccoci lì, eccomi lì, a lottare con me stessa per cercare di rimettermi in piedi...pur di affrontare quella discesa come dico io. Non è importante, eppure lo è. E quando finalmente sono in piedi, quando non sento le dita delle mani per il freddo, quando intorno c’è solo un silenzio bianco...è proprio così, come avete scritto, perdo e ritrovo il mio cuore e...in un istante cambia forma la mia mente. Grazie di tutto! Un abbraccio Silvia Tavecchi (Torino) I cuochi hanno cucinato bene in mezzo al deserto e privi delle comodità alle quali siamo abituati, ed i cammellieri hanno sgobbato senza problemi. Quando al primo pomeriggio arrivavamo al nuovo campo base avevamo già le tende comuni montate con il the pronto. Ed anche gli autisti hanno fatto bene il loro lavoro. Da solo non sarei riuscito a fare tutto questo così bene ed efficacemente. Questo trek è particolarmente consigliato a famiglie e ragazzi ma non so se si riesce a fare breccia nella pigrizia e cultura della comodità. A tutta la mia famiglia è piaciuto questo viaggio, ogni giorno mi dicono: ‘‘Non c’è giorno che non pensiamo al deserto del Marocco, vogliamo tornarci!’’ Presumo che tra un po’ sfoglierò il catalogo di Trekking Italia per fare ancora cose simili in quanto siamo stati tutti molto contenti. È un viaggio di cui ne vale assolutamente la pena! È stato stupendo! Aggiungo che è stato relativamente economico ma che sarebbe bello avere pacchetti + scontati per le famiglie. Se devo moltiplicare per 5 il costo di 1 persona è facile immaginare il costo complessivo. Questo potrebbe essere uno scoglio per i prossimi viaggi. Filippo Ravizza (Milano) Nota T.I: i minori che partecipano ai trek versano una quota ridotta, in questo trek è stata di 250€ a ragazzo.

trekkingitalia.org

3


LETTERE DEI SOCI Dai Navigli milanesi alle Levadas di Madeira Dal freddo inverno alla primavera eterna, cosa unisce Milano a Madeira? Questo trek te lo fa scoprire a poco a poco, se hai pazienza, se sei curioso, se ami la natura e gli esseri viventi. Insomma se sei un vero trekker! A picco sul mare, nell’estremo orientale dell’isola, la Ponta de Sao Lourenco regala subito uno scenario potente, fatto di scogliere vertiginose, color ocra, arancio, giallo, marrone, lambite dal mare turchese e dal vento impetuoso, ricoperte da una vegetazione che germoglia e cresce incessantemente, senza far rumore; e silenziosamente ti racconta che sa amare i giorni di pioggia quanto quelli di sole. A Pico de Arierio, 1.840 m, cammini lungo uno stretto pendio con una vegetazione ai due lati che gentilmente nasconde i dirupi profondi alla tua destra e alla tua sinistra; e comprendi che il filo su cui cammini si è mischiato alla carta del cielo: come un funambolo, l’unico viaggio da fare è alzarsi e procedere con gli altri, accompagnato dal suono dei passi e dei respiri. Ma è a partire da Port Moniz dove cominci a scoprire il cuore dell’isola. L’oceano che batte contro la costa ti rammenta che a Madeira vive ancora il mito di Atlantide e che le onde che ora osservi ipnotizzato dal fragore e dalla forza, sono state affrontate da un popolo di navigatori ed esploratori indomiti, ansiosi di conoscere il mondo, animati dalla speranza, da quella forza che ti sostiene in tutte le sfide della vita. L’acqua scorre anche dentro l’isola, grazie all’opera dell’uomo. Lo scopri con il trek delle 25 Fontes. Le Levadas, i canali di irrigazione che innervano tutta Madeira, sono fiancheggiati da sentieri che permettono di esplorare la natura dell’isola. E se l’oceano ti aveva riabituato a distendere lo sguardo all’orizzonte, le cascate ti ricordano di guardare in alto, a cercare dove comincia il salto, a ridosso del cielo. C’è la pioggia, c’è qualche passaggio faticoso. E allora le espressioni sul viso dei tuoi compagni si fanno più intense, più vere. Cominciano i gesti di solidarietà, il mangiare semplice, seduti per terra, lo stare insieme nell’essenzialità: questo è trekking, questo è viaggio, questo è vita. Da Santana, arrivi al cuore roccioso dell’isola: Pico Ruivo (1.862 m) ti regala uno scenario commovente, dove le nuvole si impigliano alle

4

trekkingitalia.org

cime vulcaniche battute dal vento e oltre le quali ormai sai che ci sono cascate che si tuffano improvvisamente dai dirupi e l’oceano che con forza avvolge l’isola e i suoi misteri. E nell’ultimo giorno di trek, a Levadas di Calderao Verde, puoi vivere l’emozione di percorrere i tunnel passando dal buio alla luce, dall’acqua ai rododendri, dal silenzio al fragore delle cascate. E dentro il tunnel, se ti fermi un istante e spegni la torcia, puoi sentire il battito del tuo cuore e di quello dei tuoi compagni che si mescola alla musica dell’acqua che scorre, in un’alternanza di armonie di maggiore e minore. Perché se è vero che le relazioni corrono ormai in rete, è altrettanto vero che lungo la rete ci sono punti, nodi, luoghi dove, se lo vuoi davvero, puoi incontrarti con gli altri, in piena dignità umana (e non solo virtuale).

Madeira (foto di Claudio)

E così dopo una breve sosta per intravedere l’anima antica del Portogallo e del suo impero perduto, nella città che dà il nome al Paese, Porto, passando tra i palazzi adorni di magnifici azulejos e incontrando qualche vecchio tram (che già ti ricorda Milano), si vola in Italia. E quando apri la porta di casa tua, hai la netta sensazione di esser stato via per dei mesi dalla tua vita e da quel te stesso che ti pareva di conoscere tanto bene. Invece, in un altro luogo e con altri compagni, hai trovato un’altra parte di te. E mentre cerchi di capire come vestirti il giorno dopo, ti tornano subito in mano gli scarponi del trek, ancora infangati. E torna la voglia di partire, di nuovo. Daniela Gnocchi (Milano)


Les Calanques (foto di Graziano)

Les Calanques Forme di roccia calcarea scolpite dal vento ed erose dall’acqua. Geositi con bivalvi pietrificati. Dove prima il mare nascondeva le forme, il tempo trascorso le ha portate a noi nella loro maestosità facendoci godere le bellezze naturali, insieme al mare, ai profumi di rosmarino ed elicriso. Luoghi in cui nidificano numerose specie di uccelli marini e migratori. Una flora unica caratterizzata dal Mistral. Questo è quanto il gruppo delle Calanques ha vissuto ed apprezzato nei tre giorni di trek che il sole ha contribuito a rendere unici. Ma non solo. Il contributo del nostro Geologo Nicola, delle nostre Naturaliste Giulietta e Gisella ha arricchito di sapere e di sapore il nostro trek. Marsiglia, città della cultura 2013, punto d’incontro fra oriente ed occidente, arricchita dai suoi monumenti, passerelle sospese a simboleggiare la continuità fra l’antico e il presente. Quell’intreccio di multietnicità che, agli angoli di povertà, contrappone la laboriosa speranza. Ed infine la scoperta della bellezza interiore delle persone che ti stanno accanto, la condivisione di valori, che al piacere di stare insieme, crea quell’empatia che ti accompagna per tutto il trek. Un arrivederci a tutti. Graziano Battistutta (socio accompagnatore)

modi i miei cammini sui sentieri. Premesso che il trek “Valmalenco 2000” è stato il mio battesimo con ai piedi le ciaspole, devo dire che è stata una vacanza breve ma grandiosa per me. Ho sperimentato la Natura invernale percorrendo in tutta sicurezza i sentieri battuti e non, e ho potuto godere della bellezza pura dell’alta montagna. In questa mia prima esperienza mi sono sentita davvero bene e permettetemi di fare i complimenti a Trekking Italia per la guida di Alfredo che ha accompagnato il gruppo in modo esemplare, perchè conosceva molto bene il luogo, i percorsi, perchè aveva un passo adatto anche a chi come me faceva più fatica essendo la prima volta, perchè ha saputo unire le persone e creare un vero gruppo in cui si è sviluppata inter-relazione e socializzazione, per l’attenzione che ha avuto per ciascuno, per la sua calma e serietà. Grazie davvero quindi a Trekking Italia per avere a capo dei trek persone competenti. Ho apprezzato anche il rifugio Ca Runcash, che aveva stanze a 4 letti e bagno in camera, quasi come un hotel...mi è piaciuto molto anche il rifugio Zoia, gestito da persone giovani. Esorto Trekking Italia a riproporre ogni anno in calendario questa meta in Valmalenco, io lo scorso anno non ho potuto godere di tutti e quattro i giorni di cammino perchè poco o quasi niente allenata, quindi ho camminato solo il primo e l’ultimo giorno, ma mi sono bastati per godere di tutto ciò che ho sopra descritto. Spero proponiate anche in versione estiva questo trek e magari in modo itinerante tra rifugi perchè sicuramente merita anche con i colori dell’estate. Ai prossimi cammini insieme. Grazie. Un sincero saluto. Cinzia Landriscina (Milano)

Valmalenco 2000 E’ trascorso un po’ di tempo ma io ho nel cuore ancora i bellissimi paesaggi innevati e illuminati da una luce speciale delle splendide giornate trascorse con il cielo terso, azzurro che sembrava quasi dipinto. Desidero esprimere la mia felicità per essere di nuovo Socia anche quest’anno e di aver iniziato nel migliore dei

Valmalenco 2000 (foto di Alfredo)

trekkingitalia.org

5


LETTERE DEI SOCI qualità prezzo. Le torte non hanno paragoni... Cena di Capodanno molto carina e grazie al gruppo abbiamo tirato in allegria fino al sospirato brindisi. Il giorno dopo siamo sulla via del ritorno con ancora negli occhi i boschi incantati. Ivan Defendenti (socio accompagnatore)

Sacrestie Fantoniane Isola di Minorca (foto di Paolo Forti)

Capodanno a Minorca Minorca, coi suoi 702 km quadrati, è definita già dal tempo dei romani e dei suoi più antichi abitanti dell’età del bronzo “la preziosa isola del Mediterraneo”. I facili sentieri che percorriamo sulle sponde rocciose dell’isola ci conducono a calette tra le rocce, veri e propri paradisi nascosti, che solo chi fa trekking può ammirare. Gli abitanti sono semplici e cordiali, le specialità locali sono delle vere e proprie delizie per il palato, giusta ricompensa dopo un giorno di cammino. Ho deciso di ritornare a Minorca! Paolo Forti (socio accompagnatore)

Bianca Foresta Nera (foto di Ignazio)

Capodanno nella Foresta Nera Arriviamo a Thurner dopo un lungo viaggio... purtroppo non c’è neve. Ma non disperiamo, una volta sistemati nelle camere vediamo attraverso le tende una tormenta, forse non tutto è perduto. Il giorno successivo ci incamminiamo verso il Lago Titisee. Una buona gita ma la neve è ancora scarsa. Nei giorni successivi, utilizzando gli efficaci e gratuiti mezzi pubblici, ci spostiamo al Kandel e Felberg, dove possiamo ciaspolare tranquillamente e goderci un po’ di neve fresca e, soprattutto, panorami boschivi fiabeschi. Anche le Gasthaus in cui ci intrufoliamo per rifocillarci sono davvero notevoli, ottimo rapporto

6

trekkingitalia.org

Ci siamo fatti convincere ed è stata una piacevole sorpresa! Bergamo e le Sacrestie Fantoniane. Una domenica mattina piena di luce, l’aria ancora fredda, il sole di febbraio scaldava la parte di te a lui rivolta. La stazione di Bergamo lasciava capire che la città era ancora avvolta nel torpore mattutino. Poca gente, poche auto. Incontriamo Giacomo, socio accompagnatore, e subito dopo ci uniamo al gruppo proveniente da Milano. Trasferimento con autobus a Monterosso ai piedi della Maresana, dove inizia il sentiero che ci avrebbe portato alla nostra 1° tappa “Olera”. Un’anziana signora, incuriosita dal gruppo, ci incita “Finchè potete andate!!” Ci incamminiamo, inizia la salita, il gruppo si frammenta, parli con il vicino, conosci i tuoi compagni di viaggio, i primi fiori primaverili, il paesaggio, i roccoli, il fango. Si arriva ad Olera, è qui che scopriamo lo spirito organizzativo e la preparazione culturale di Giacomo. Chiesa aperta per noi con spiegazione dell’icona e del polittico con dovizia di particolari. Bar e saletta per il pranzo a noi riservata e cioccolatini fatti in casa offerti dal nostro SA. Ancora 2 ore di sentiero e ci troviamo ad Alzano. Entrati in chiesa lo sguardo non sapeva dove posarsi, stucchi, il pulpito di marmo intarsiato, le famose sagrestie del Fantoni e, valore aggiunto non trascurabile, la visita guidata! Un connubio ben riuscito tra Ambiente Natura ed Arte. Una giornata trascorsa all’aperto a cui si è aggiunta l’emozione che la bellezza artistica sa suscitare. Ottimo lavoro Prof. Marinella, Lidia, Graziano, Sandro

Sacrestie Fantoniane (foto di Giacomo)


2 INTERESSANTI PROPOSTE

PATAGONIA Siamo 5 soci e intendiamo partecipare a novembre 2014 al viaggio trek in Patagonia, questa la motivazione della nostra scelta e a nome del ‘gruppo’ invitiamo chi pensa di poter affrontare questo trek di mettersi in contatto con la sede di Milano di Trekking Italia. La Patagonia. Una terra lontana, immensa, enigmatica. Miraggio e meta irrinunciabile di escursionisti e alpinisti di tutto il mondo. A malapena sai dove possa essere. Mancano mesi alla partenza, eppure l’immaginazione già vola: spazi sconfinati, natura grandiosa e selvaggia, ghiacciai perenni, montagne meravigliose, altipiani infiniti, laghi cristallini,

TREK PER FAMIGLIE Con mia figlia Camilla – che oggi ha 14 anni – abbiamo percorso chilometri e chilometri di sentieri….Ho iniziato a proporle vacanze dedicate al trekking a partire dall’estate di prima media, con l’idea di farle conoscere un tipo di viaggio rispettoso dell’ambiente, con uno stile di vita lento e essenziale e trasmetterle il mio amore per gli ambienti incontaminati. Passo dopo passo, le vacanze di trekking sono andate molto oltre alle mie intenzioni iniziali, e sono diventate il nostro modo abituale di viaggiare. Inizialmente

fiordi frastagliati, animali selvatici, colori e immagini straordinari. Voglia di vivere la suggestione e l’incomparabile splendore di queste terre ai confini del mondo, di respirarne l’armonia, il mistero, il silenzio, l’immensità, la forza, senza riserve. Di riflettere. Di commuoversi. Di entrare, come disse Bonatti nei suoi scritti sulla Patagonia, “in stretto rapporto con una solitudine austera e primordiale, come si può provare soltanto in un eden incantato e sperduto come questo”. Ma anche voglia di libertà, di esplorazione, di avventura e, perché no, di misurarsi con i propri limiti e con le difficoltà. La Patagonia è tutto questo, un sogno che diviene realtà, un cammino in luoghi estremi che accende un cammino alla ricerca di noi stessi, un progetto di viaggio che si tramuta in un’esperienza di vita indimenticabile. Ancora più preziosa se condivisa con compagni di viaggio sensibili, appassionati, curiosi, ispirati dall’amore per la natura e pervasi dalla voglia di conoscere, di emozionarsi e dare ricchezza alla propria esistenza. Antonella Baione e Edoardo Rutigliano luisa.mambretti@trekkingitalia.org non avevo immaginato che le lunghe camminate e la condivisione di tante “avventure” sarebbero state un’occasione straordinaria di conoscenza reciproca e dialogo, che difficilmente si presenta tra gli impegni lavorativi e scolastici. Durante alcuni trek abbiamo incontrato altre mamme con ragazzi della stessa età di Camilla con cui ci stiamo organizzando per camminare di nuovo insieme. Molti genitori che frequentano l’associazione mi hanno detto che il motivo per cui non riescono a coinvolgere i figli è la difficoltà dei ragazzi di inserirsi, da soli, in un gruppo di adulti (in genere i ragazzi non hanno nessun problema per le camminate impegnative e si adattano anche alle sistemazioni più spartane). La proposta di iniziative specifiche da parte di TI potrebbe essere lo spunto per convincere molti a provare, e sono convinta che i ragazzi e le ragazze formerebbero subito un bel gruppo. ‘Camminiamo insieme, genitori e figli, zii, nonni e nipoti’ incontro giovedì 29 maggio alle ore 19,00 presso la sede in via Santa Croce 2. enrica.arcesi@gmail.com trekkingitalia.org

7


LETTERE DAL DESERTO

Marocco, Carovana del Deserto (foto di Carla)

Marocco, Erg Merzouga (foto di Bruno)

Marocco Carovana del Deserto

Marocco Erg Merzouga

Come socia accompagnatrice ho preso parte all’ormai collaudatissimo trek “Carovana nel deserto” e non potevo fare scelta migliore. È stata la prima volta che ho dovuto gestire un gruppo in condizioni particolari: dormire in tenda, affrontare la forte escursione termica e il freddo notturno e non avere i soliti comfort. Il gruppo si è adattato magnificamente a tutto, complici l’affinità e la simpatia fra di loro e la bravura delle nostre guide berbere che ci hanno coccolato per rendere indimenticabile questo trek. Cosa mi è rimasto impresso di questo trek? La brulicante Marrakech con i suoi colori, i suoi odori e profumi, la sua gente, i labirintici vicoli del suk. Tutto ciò provoca un piacevole senso di smarrimento e invita a perdersi e lasciarsi trasportare dal flusso incessante di persone. Poi, in un solo giorno, si lascia tutta questa caotica atmosfera per attraversare l’aria frizzantina dell’Atlante e “atterrare” nella silenziosa vastità del deserto. Qui inizia la nostra vera avventura. Siamo solo noi, le nostre guide berbere e dieci simpatici dromedari: ecco la nostra Carovana! Fin dal primo giorno di trek ho capito che il mio gruppo era affiatato. Sicuramente, però, quello che ha unito tutti quanti è stata la sconfinata bellezza dei paesaggi attraversati, la fatica condivisa sotto il sole, la convivialità dei pranzi e delle cene cucinati dagli amici berberi, la semplicità dei giochi fatti insieme e i balli attorno al fuoco sotto il cielo stellato. Abbiamo riso a crepapelle giocando al “telefono senza fili” e cantando i cori alpini insieme ai berberi, ci siamo emozionati ammirando il tramonto sulle dune, ci siamo aiutati l’un l’altro in caso di bisogno e abbiamo imparato che condividere è più appagante che avere. Come socia accompagnatrice non ho voluto emergere, ho voluto solo essere un punto di riferimento, partecipare a tutti gli effetti insieme al gruppo alle gioie che questo trek ci donava giorno dopo giorno, sentendomi una di loro e cercando di trasmettere l’entusiasmo che io stessa provavo ad ogni mio passo in quegli ambienti naturali bellissimi e ad ogni incontro che facevamo sul percorso. Laura Carraresi (socia accompagnatrice)

Ciao! Sono Laura, ho 12 anni. A dicembre per la prima volta sono andata a visitare il meraviglioso deserto Merzouga, in Marocco. Non appena ho visto il colore dorato delle dune mi sono subito innamorata di quel posto. Non c’è stato attimo in cui mi sia annoiata, provavo emozioni forti, vedevo cose che non avevo mai visto prima: come i tramonti, le grandi dune e non avevo mai visto il mio sorriso più felice di così! Ogni giorno quando mi svegliavo sentivo quella voglia immensa ed inarrestabile di camminare per vedere altri nuovi e stupendi paesaggi. Le dune erano alte ed io avevo paura di perdere l’equilibrio; ma Enrico, la guida, mi prese la mano ed insieme cademmo sulla discesa della duna. Da quel momento, siccome avevo capito che non poteva accadere nulla, fui più sicura e tranquilla. La sera insieme agli altri ci si divertiva in ogni istante con barzellette e giochi. E’ stata un’esperienza che mi rimarrà sempre nel cuore e che non dimenticherò mai. La consiglio a tutti: sono sicura che come è accaduto a me si impadronirà di voi. Grazie di tutto. Laura (Milano)

8

trekkingitalia.org

Un pensiero sul deserto “Costui si muove, Costui non si muove; Costui è lontano, Costui è vicino; Costui è all’interno di questo Tutto, Costui è anche all’esterno di questo Tutto” Nel deserto lo sguardo viaggia e le gambe lo rincorrono; l’aria asciuga le narici e gli occhi, ogni cosa è preziosa: il respiro, la voce, l’agilità del corpo, la compattezza dello zaino, il benessere dei


piedi, la tamerice che promette un poco d’ombra; l’acqua, il foulard che si bagna quando bevo. Cammino sulle creste delle dune, cerco il mio posto, restituisco con il flauto un po’ di suono all’orizzonte. Ecco, è Tutto qui, tra la precisa percezione delle narici e delle dita – e il Tutto ...”Costui si muove, Costui non si muove; Costui è lontano, Costui è vicino; Costui è all’interno di questo Tutto, Costui è all’esterno di questo Tutto” Dalle Upanisad, composte a partire dal IX secolo prima di Cristo, tramandate oralmente in Sanscrito, scritte in Persiano nel 1656. Marcella Cesaroni (Milano)

Una riflessione...

di ritorno dal trek all’Erg Chegaga ho ricevuto questa email da una nuova socia. Lucia è una napoletana doc, mai camminato in vita sua (ma chi mmo fa fàa ..). Coltivava il sogno del deserto/ha consultato internet e, per puro caso (coincidenza di date!) la scelta è caduta su di noi senza saperne niente Fin dal primo giorno gli scarponi l’hanno massacrata per cui è finita subito in ritardo rispetto al gruppo di quei “maledetti milanesi che la facevano morire” e con il sottoscritto che faceva la spola per non abbandonarla in mezzo alle dune. Visto l’affaticamente per il forte caldo che aveva colpito pure un’altra neosocia , il gruppo (fra qualche mugugno) s’è fermato sotto un’acacia/è stata chiamata una Land Rover ...e tutti al campo. Con la mia solita continua spola, è riuscita a portare a termine il programma, non mancando alla sera di esternare la sua palese soddisfazione per le esperienze vissute quel giorno. Quando poi una notte ed il giorno successivo si è incappati in una tempesta di sabbia brillantemente superata da tutti, con una continua opera di mediazione anche il gruppo si è andato giorno dopo giorno sempre più compattando tanto che son nate con Lucia delle amicizie che son convinto dureranno nel tempo. Al momento dei saluti Lucia aveva i lucciconi e mi ha sussurrato “sarai pure un milanese ma non mi hai mai lasciata sola...proprio come mio papà quando ero bambina...”. Tutto ciò conferma una volta ancora di più quanto sia importante per T.I., se si vuole allargare la base di questa benedetta associazione, imparare ad accogliere realtà anche del tutto lontane dalla

Marocco, Carovana del Deserto (foto di Rosella)

Marocco, Erg Chegaga (foto di Lucia)

nostra ottica abituale e come sia fondamentale la sensibilità e la propensione a cooptarle da parte dell’accompagnatore perchè T.I. vivrà sempre di passaparola. Pietro Gruppi (socio accompagnatore)

Dopo il trek Incredibile caro Pietro, leggo la tua email dopo il trek nel deserto e comincio a piangere, credo significhi che faccio fatica a staccarmi dalla nostra avventura. Nel riservarmi di trasmettere le considerazioni richieste vorrei privatamente a te, ed ai miei compagni di viaggio, comunicare quanto profondamente io sia riconoscente a tutti voi, per la meravigliosa settimana passata insieme. Credimi non riesco a mettere in fila le parole, tanto forti sono state le emozioni, ma credo che di parole non ci sia bisogno a questo punto tra di noi. Spero di riuscire a conservare a lungo tutta la bellezza che questo viaggio mi ha regalato, coi piedi fumanti ed il cuore aperto, vi abbraccio forte. Lucia Pigliasco (Roma)

Marocco, gruppo Erg Merzouga (foto di Enrico)

Marocco, gruppo Carovana del Deserto (foto di Daniela)

trekkingitalia.org

9


LETTERE DEI SOCI

Gruppo Martinica (foto di Sergio)

Martinica, terre de randonnèe Succede talvolta che i luoghi assumano per ognuno di noi un valore, un significato particolare. Non succede sempre, naturalmente, e non per tutti i luoghi; e non c’è neanche una ragione precisa. Forse è per qualcosa legato al nome, o forse per quello che la nostra fantasia immagina, basandosi su qualche informazione raccolta o su qualche immagine reale. Il sogno della Martinica, dei suoi parchi, le spiagge, la foresta, l’avevo da quando ero studente. A quell’epoca viaggiare non era semplice come oggi, ma ricordo che come prima cosa comprai una carta stradale dell’isola; la conservo ancora adesso. Sono passati anni, ma quando finalmente sono andato in Martinica per la prima volta mi sembrava quasi di esserci già stato. Si può discutere se sia un bene o un male, ma sta di fatto che la Martinica è un Dipartimento Francese d’Oltremare, quindi è Francia a tutti gli effetti. Solo che quando ci arrivi, la gente che incontri parla un francese dalla cadenza strana, ha la pelle per lo più bruna e il cielo sopra di te non è esattamente quello di Parigi. Il fatto è che la Martinica è un pezzo d’Europa nei Caraibi. Ci sono superstrade come qui, ma cento metri più in là ci sono le sterrate che portano a spiagge lunghissime con le palme che arrivano fino al mare. Ci sono supermercati e centri

10

trekkingitalia.org

commerciali come qui, ma nei paesi anziane signore piazzano vecchi fornelli sulla porta di casa e preparano frittelle di pesce da vendere ai passanti. Ci sono i trasporti pubblici come qui, ma se alla sera la pensilina dell’autostazione è libera dalle corriere, basta qualche tavolo e una bella griglia a carbonella per trasformarla in un ristorante all’aperto. Ci sono le onde dell’oceano e la dolcezza del Mar dei Caraibi, ci sono i ruscelli con i gamberi, i sentieri nella foresta, i fiori, i colibri, le bancarelle di frutta tropicale e il rhum. E poi c’è il grande vulcano. Questa è la mia Martinica. Maurizio Oglio (socio accompagnatore)

Martinica (foto di Giorgio)


pone.... e con burbera simpatia; ringrazio anche Giorgio per il suo sostegno - da me preteso - durante la turbolenza aerea notturna e tutti gli altri per la piacevole compagnia. Sempre in cammino su diversi sentieri, un abbraccione a tutti. Adriana Morosini (Roma)

Isola di Creta

Martinica (foto di Sergio)

Si spera sempre in ciò che non si conosce….ho sperato di “viaggiare”. E, veramente, ho viaggiato….. per la prima volta con Trekking Italia che non conoscevo. Come prima esperienza ho conosciuto una meta particolare situata nelle Piccole Antille: cieli nuvolosi, sole bruciante, foreste selvagge, onde, tanti fiori: la Martinica. E che compagni di viaggio! Sergio che non si arrende mai (ha fatto un patto con il diavolo), Alina assolutamente fobica dei guadi, anche dei più semplici, Adelino, non solo chauffeur impeccabile, ma anche efficace aiuto per i più imbranati (come me), Maurizio socio accompagnatore sempre sereno e diplomatico, Giorgio silenzioso, efficiente e disponibile, Marilena, fuoriclasse, Adriana ammantata di veli e di mistero, Regina, la stoica con le sue stampelle e temporanea invalidità, Carolina impareggiabile e consolatore medico. Laura filosofa e giocatrice di burraco……io alla mia prima esperienza con Trekking Italia ….. LO VOGLIO RIFARE ! Mi piacerebbe ripartire ancora, magari anche domani…e camminare (che di meglio, per cancellare ragnatele dal cervello?) Mi piacerebbe ancora camminare, ma non solo, vedere posti diversi, chiacchierare, bere……….ridere, ridere, ridere e ancora ridere con Trekking Italia. Maria Cecilia Levi (Milano) Come è stato il vostro ritorno? Roma ci ha accolte con un bel sole primaverile... ho le ginocchia piuttosto dolenti, spero per le scale odiose dell’ultimo albergo e non perchè punzecchiata dalla chikungunya! Certamente mi associo nel caloroso ringraziamento a Maurizio per la sua disponibilità e organizzazione, ma sottolineo anche il piacere di avere finalmente dato un volto al nome di Sergio, che – nonostante le sue logore ginocchia - continua a vivere la sua passione per il cammino con pesanti zaini sul grop-

Dopo aver visto Creta durante un’estate di parecchi anni fa, mi chiedevo come sarebbe stato vederla d’inverno. E arrivando lì mi sono subito resa conto che, anche con il freddo, quell’isola mi piace. E molto. Anche se talvolta piove, talvolta c’è la nebbia, talvolta c’è il mare mosso. Ma il tempo cambia all’improvviso e, in un attimo, le nuvole corrono via dal cielo, arriva il sole, il cielo è terso e il mare è uno specchio. Ed è così che un giorno scendiamo verso il mare lungo la stretta gola di Imbros, con la nebbia e il vento e un paio di giorni dopo camminiamo lungo la costa di Hora Sfakion, sotto un sole che sembra estivo e qualche temerario addirittura fa il bagno. Imperdibile poi la laguna di Balos, impressionante quando dopo due ore di cammino all’improvviso la vediamo dall’alto, pronti a scendere verso il mare turchese e la sabbia bianca. Non c’è nessuno a parte noi. Ma Creta certo non è solo gole e mare. Il monastero diroccato Katholikò e il monastero Agia Triada, ancora abitato da monaci solitari, sono piacevoli sorprese. La città di Chania, con il suo porto veneziano e i suoi vicoli colorati, stupisce per la bella atmosfera. E, naturalmente, alla fine del viaggio ci attende Knossos, il principale sito archeologico dell’isola. In sintesi: una bellissima esperienza, che è stata tale grazie all’ottima compagnia del gruppo durante il viaggio. E che comunque non sarebbe stata possibile senza l’aiuto e le informazioni datemi dai precedenti soci accompagnatori. Paola Zito (socia accompagnatrice)

Isola di Creta (foto di Paola)

trekkingitalia.org

11


LE SERATE DEL TREK I SOCI ACCOMPAGNATORI PRESENTANO I GRANDI TREK DELL’ESTATE ALL’ESTERO Giovedì 15 maggio, alle ore 19, in via Santa Croce 2. Verranno presentati dai nostri soci accompagnatori i grandi trek che verranno effettuati all’Estero durante l’estate. La serata si concluderà con un happy hour autogestito. Bretagna

MARTINICA, terre de randonnèe ESPERIENZE E FOTO DEL TREK CON CENA CREOLA Giovedì 22 maggio, alle ore 19, in via Santa Croce 2. Maurizio Oglio e Sergio Migliavacca presenteranno foto e musiche del trek in Martinica. La serata si concluderà con una CENA CREOLA (Euro 15 a persona). Le prenotazioni entro lunedì 19, telefonando al 028372838 oppure scrivendo a milano@trekkingitalia.org. Martinica

I SOCI ACCOMPAGNATORI PRESENTANO I GRANDI TREK DELL’ESTATE IN ITALIA Giovedì 5 giugno, alle ore 19, in via Santa Croce 2. Verranno presentati dai nostri soci accompagnatori i grandi trek che verranno effettuati in Italia durante l’estate. La serata si concluderà con un happy hour autogestito. Val D’Ega

Corso di Degustazione alla scoperta della...BIRRA 14, 21, 28 maggio ore 21 sede di Trekking Italia, Via Santa Croce 2 bus 94, MM2, MM3 3 serate per avvicinarsi al mondo sconosciuto della birra, una delle bevande alcoliche più antiche che l’uomo conosca, che affonda le radici nella nascita stessa delle grandi civiltà. Scopriremo che le birre sono molto di più del prodotto commerciale che tutti conosciamo. Gli argomenti che affronteremo: Storia della birra, Le materie prime, Le tecniche di degustazione (analisi sensoriale), La produzione, Birre industriali e birre artigianali, Una questione di “stile” (fermentazione spontanea, bassa fermentazione, alta fermentazione), Birre di frumento e birre speciali, Come si serve la birra (i diversi tipi di spillatura), La birra in tavola: posso abbinare la birra al dolce? e al cioccolato?, Il mondo dei microbirrifici in Italia. Assaggeremo quattro birre per serata tra le altre le belghe Lambic, le Ale inglesi e le Pils tedesche; inoltre uno sguardo alla produzione americana, con assaggi di birre dei più noti birrifici italiani e non solo. Quota di partecipazione 90 Euro (minimo 10 partecipanti) la quota comprende: 3 lezioni con il Sommelier della Birra - tutte le birre in degustazione - piccoli assaggi di tartine ecc. - 3 tovagliette - una dispensa - un attestato di partecipazione - il Kit del Sommelier (1 valigetta e 4 calici Iso). Informazioni: loredana.comotti@trekkingitalia.org

12

trekkingitalia.org


TREK A TEMA TRACCE SONORE Il progetto di Trekking Italia realizzato in collaborazione con l’Associazione Musica Aperta di Milano e con i finanziamenti di FONDAZIONE CARIPLO prosegue nella sua terza edizione, tracciando i propri percorsi non solo nella natura e a Milano ma anche in altre città lombarde e nella loro storia musicale. Pavia, Mantova, Bergamo e Milano le città percorse in ascolto, gli orridi di Uriezzo e la Val Caffaro gli ambienti naturalistici per immergersi in nuove suggestioni sonore. Info dettagliate sui concerti: www.musicaperta.it.

TRACCE SONORE: NATURA E MUSICA Prima giornata - domenica 8 giugno: NATURA e MUSICA “suoni d’aria” GLI ORRIDI DI URIEZZO Musica vocale col coro “Ancore d’aria” diretto da Oskar Boldre; Musiche di Ibert; Debussy per trio di flauti; Laboratorio pop di Musica Aperta. Seconda giornata - settembre, data da definire: NATURA e MUSICA “tradizione popolare” VAL CAFFARO Musica della Val Caffaro e altra musica tradizionale.

TRACCE SONORE, SENTIERI_METROPOLITANI I sentieri metropolitani di tracce sonore quest’anno, oltre che a Milano, si estendono a Pavia, Mantova e Bergamo. Prima giornata - domenica 22 giugno: PAVIA Dalla musica medioevale alle composizioni di Alessandro Rolla fino alla musica tradizionale delle “quattro province” con il gruppo dei Baraban. Seconda giornata - sabato 28 giugno: MANTOVA Dai madrigali di Monteverdi e Jacquet da Mantova alla musica per archi di Carlo Farina: alla scoperta dei musicisti che hanno animato la storia di questa città. Terza giornata - settembre, data da definire: BERGAMO Dalla musica vocale di Donizetti alla musica strumentale di Simon Mayr e Pietro Locatelli. Quarta giornata - settembre, data da definire: MILANO Tracce traverse in ascolto della città e delle sue culture.

Tracce Sonore, Natura e Musica

Tracce Sonore, Sentieri Metropolitani

PROGETTO SENTIERI_METROPOLITANI MI-LU: MILANO-LUGANO SENTIERI VERSO IL CENTRO DELL’EUROPA L’esperienza innovativa dei Sentieri_metropolitani prosegue tracciando un itinerario di collegamento ideale tra due aree metropolitane, due distretti economici ricchi non solo di risorse produttive, ma anche di esperienze storiche, culturali e sociali. • domenica 8 giugno: “Mulino Day” Rho-Parco dei Mulini • sabato 14/domenica 15: Cagno-Lugano Informazioni: sonia.cipriani@libero.it /gianluca.migliavacca@trekkingitalia.org trekkingitalia.org

13


LE ICONE DEL TREK TREK DEL TRENTESIMO E’ dal 1985 che Trekking Italia organizza camminate: per ricordare il primo programma pubblicato abbiamo inserito questo simbolo su alcuni trek.

MERCOLEDÌ: TREK DELLE PENNE BIANCHE Quelli che…vogliono camminare ma non troppo… Quelli che pensano di non farcela… Quelli che vogliono conoscere e stare insieme ad altri… Quelli che desiderano attraversare luoghi e territori nuovi… Ecco è a questi che è indirizzato il programma delle camminate ‘Penne Bianche’.

TREK E ERBE Trek di osservazione e conoscenza delle piante che incontreremo lungo i sentieri e il loro utilizzo nell’alimentazione, nella medicina, nella cosmesi vegetale. Tutor dell’esperienza: Felice Sarcinelli, erborista, titolare di un laboratorio erboristico artigianale dal 1986.

NORDIC WALKING Nuova tecnica di camminata con l’utilizzo dei bastoncini, per permettere un’attività fisica completa e adatta a tutti, per migliorare la salute e il benessere, prevenire malattie e patologie. Tutor dell’esperienza le istruttrici Rita e Cristiana.

SENTIERI_METROPOLITANI Questo simbolo raccoglie i progetti che nascono dall’idea di rivalutazione degli spazi aperti metropolitani, di una loro visione innovativa, di movimento di pensiero per un loro futuro accrescimento. Sono sentieri_metropolitani che intendono occupare mentalmente e collegare gli spazi che non hanno ancora raggiunto una percezione codificata nell’immaginario cittadino.

TRACCE SONORE: NATURA, MUSICA E STORIA • SENTIERI_METROPOLITANI Camminare in ascolto e verso la musica è la proposta di Tracce Sonore, un progetto di Trekking Italia realizzato in collaborazione con l’Associazione Musica Aperta di Milano. Trek e musica, un’occasione per approfondire insolite suggestioni.

TREK CON PULLMAN PRIVATO Viaggio con pullman privato con ritrovo fermata M1 Melchiorre Gioia angolo via Sassetti.

Felice l’Alchimista

14

trekkingitalia.org

Trek del mercoledì al Magnodeno (foto di Daniela)


NORDIC WALKING PROGRAMMA DI ATTIVITÀ

Ci tenevo a dirti che l’entusiasmo dei partecipanti mi ha conquistata e lo stesso è valso per il clima amichevole, non competitivo e rasserenante. Credo di aver trovato il modo per fare movimento adatto a me, che sono una pigrona pazzesca e soprattutto amo dormire il mattino. Essere arrivata sempre puntuale, non aver saltato una lezione e avere voglia di continuare sono risultati fantastici per me! Non pensavo di riuscire anche a divertirmi! Grazie mille! Monica Ciao Rita, é un po’ che non ci si vede. Come sta andando? Non so se Cristiana te lo ha già detto ma giovedì si inizia sul serio la preparazione per il corso istruttori.Spero di riuscire a raggiungere questo obiettivo per dimostrarmi che sono ancora capace di qualcosa che possa essere utile al mondo che non sia la banale routine di pura sopravvivenza. Diciotto mesi di crescita spirituale e di distacco dalla sofferenza di una morte assurda e di un intero castello che mi è crollato addosso senza nessuno che mi aiutasse a togliere le macerie se non uno strano duo che mi diceva che camminare insieme mi avrebbe fatto vedere la vita in modo migliore Mesi che hanno portato a conoscere due donne che se non si sono rivelate quelle della mia vita mi hanno fatto comprendere che posso ancora provare affetto senza il timore che si finisca con un volo dal quinto piano. Non finirò mai di ringraziarvi perché mi avete aiutato con i fatti e non con le parole o discorsi di vita migliore chissà quando. Mi piacerebbe un giorno raccontare a tutti questa mia esperienza che solo macinando chilometri, di cui tanti sotto l’acqua, con tanti amici e amiche intorno mi ha riaperto al mondo. T.P. 23 febbraio 2014 mordic walking nei boschi di Cesate Nato un po’ per gioco questo trigemellaggio di nordic ci ha lasciate stupite: 45 nordic walkers di Trekking Italia si sono presentati questa mattina per l’ultima lezione del corso che si è tenuta nel parco delle Groane, boschi di Cesate, insieme a noi anche 35 walkers di altre associazioni !!! Per fortuna che avevamo gli istruttori al completo: Cristiana, Rita, Maurizio e, a sostegno, anche Laura. Un’esperienza splendida e da

CORSO DEL SABATO 17 e 24 maggio, Monte Stella 7 giugno, Parco delle Groane Stazione FN Bollate Nord 21 giugno, Parco Nord Milano CORSO DELLA DOMENICA 18 e 25 maggio, Monte Stella 8 giugno, Parco delle Groane Stazione FN Bollate Nord 22 giugno, Parco Nord Milano TUTTI I CORSI 29 giugno, escursione itinerante con “mordic walking” AVON RUNNING, LA CORSA DELLE DONNE Domenica 25 maggio, 5 Km in favore della ricerca contro il cancro, i fondi raccolti a Milano andranno completamente allo IEO. MAGGIO Lucciolata al Parco delle Cave data da definire WEEKEND AL MARE 30-31 MAGGIO - 1 GIUGNO, Si torna in Romagna a camminare, meditare e farsi “coccolare” da Milena e Raffaele. Andremo “nordiccando” fra picchi mozzafiato alternati ad ampie radure prative ed al mare; tra i verdi declivi del promontorio di San Bartolo e della valle del Conca risalendo l’oasi ecologica del WWF fino alle cascatelle; lungo la spiaggia ancora deserta della mattina presto o della sera, scandita dall’onda. Faremo meditazione al sorgere del sole, per imparare ad orientare e definire il nostro “sé” interiore con l’universo. Alla scoperta di una riviera romagnola in cui la natura e il silenzio aiutano a riappropriarsi delle dimensioni dello spazio, del tempo e del sé. ...e ancora allenamenti domenicali itineranti in fase di preparazione per i mesi di maggio e giugno. Vi aspettiamo numerosi. Rita, Marta, Cristiana Info: ritamant@tiscalinet.it milano@trekkingitalia.org

ripetere. Una fila interminabile di walkers ha invaso le piste ciclabili: quelli veloci, quelli più lenti, qualcuno in ambio, altri che non spingevano fino in fondo con i bastoncini, ma che importanza ha??? Tanti sorrisi, una decina di chilometri macinati, qualche gioco con i bastoncini e tutti che arrivano alla “meta”: l’immancabile mordic di fine corso all’agriturismo. Alla prossima ragazzi e buon Cammino!!! Rita

trekkingitalia.org

15


A OGNUNO IL SUO TREK SCHEDA DI VALUTAZIONE DEI TREK L’Associazione ha elaborato una nuova Scheda di Valutazione che può aiutare i soci a meglio comprendere l’itinerario e a valutare la propria preparazione fisica per affrontare il trek. FACILE

FACILEMEDIO

MEDIO

MEDIOIMPEGNATIVO

IMPEGNATIVO

distanza percorsa

< 10 km

10/15 km

15/20 km

> 20 km

> 25 km

ore di cammino

< 4 ore

< 5 ore

4/6 ore

5/7 ore

≥ 7 ore

dislivello in salita

< 300 m

300/600 m

600/900 m

900/1200 m

≥ 1200 m

dislivello in discesa

< 500 m

500/800 m

800/1000 m

1000/1500 m

> 1500 m

pianeggiante non sconnesso (es.strade bianche)

pianeggiante/ sconnesso (es.mulattiere, sentieri ben battuti)

sconnesso (es. sentieri tracciati, con gradoni e breccia libera)

diversi tipi di fondo: da sconnesso, sdrucciolevole, fangoso, con neve

sdrucciolevole, scivoloso, roccette, neve

zaino e logistica

buona salute

zaino in giornata

zaino da 2/3 gg a stella

zaino grande itinerante

Itinerante con zaino in spalla; pernottamento in tenda o bivacco

allenamento necessario autovalutazione

per iniziare, buona salute

minimo, buona salute

“cammino regolarmente ho effettuato del dislivello”

“sono allenato e posso percorrere trek di più giorni/dislivello”

caratteristiche terreno

IMPEGNATIVO+

possibilità di: catene,corde, cenge, scale, passaggi su roccia

“non soffro di “ho un buon allenamento, vertigini o ho ho l’attrezzatura necessaria timore di passaggi e sono predisposto a più complicati” condizioni impegnative”

EQUIPAGGIAMENTO: è importante camminare con un equipaggiamento adeguato per non compromettere la propria sicurezza. Attenersi alle indicazioni suggerite contribuisce al felice esito dell’escursione. lo zaino (25 - 35 litri per un giorno e 45 - 55 litri per i trek itineranti) va preparato con cura separando in sacchetti di plastica gli indumenti, il cibo, gli oggetti... ma limitandosi all’essenziale (le cose strettamente utili al trekking!). Lo zaino deve essere indossato bene sulle spalle e aderire correttamente alla schiena (uno zaino pesante o penzolante su spalle e fondo schiena è spesso motivo di affaticamento e sofferenza durante l’escursione); scarponi e calze da trekking sono spesso snobbati, eppure è la calzatura più affidabile per camminare, la sola che garantisca maggior sicurezza sui sentieri, minor affaticamento al cammino e cura ai nostri piedi. Particolare importante è allacciare le stringhe adeguatamente in modo che piede-scarpa siano corpo unico (l’inosservanza è spesso causa di slogature, lussazioni, cadute); l’abbigliamento corretto è a strati per assecondare le variazioni di temperatura, sia esterna che corporea. Conviene disporre di magliette tecniche traspiranti e camicia in cotone, pile, pantaloni comodi, giacca a vento traspirante, mantellina impermeabile, pantavento, borraccia, guanti, tuta da ginnastica, berretto, coltello milleusi, occhiali da sole e fischietto. Una buona “educazione al cammino” prevede camminare in gruppo seguendo il passo e le indicazioni del socio accompagnatore che avrà premura di adottare un passo di gruppo capace di dare continuità e respiro al cammino. Fermarsi inutilmente, abbandonare i sentieri, tapparsi le orecchie con auricolari d’ogni genere, utilizzare il cellulare, oltre che segno d’estraneità al gruppo, possono pregiudicare il buon esito dell’escursione.

PRO MEMORIA PER I SOCI: gli orari dei treni, pullman o autostradali saranno riportati nei rispettivi programmi-trek e consultabili sul sito una settimana prima della partenza oppure, richiesti in sede al momento dell’iscrizione. Prenotarsi entro le ore 12 del venerdì, telefonando a: 028372838 o per e-mail a: milano@trekkingitalia.org. ATTENZIONE: in caso di non partecipazione al trek, verranno addebitate al socio iscritto le spese di viaggio e, se previsto, le spese del pernottamento.

16

trekkingitalia.org


MAGGIO giovedì 1 CAMELIE DEL LAGO MAGGIORE SENTIERO BORROMEO CANNOBIO-CANNERO piemonte Escursione su una rete di antichi sentieri che si sviluppa tra i paesi della zona costiera del Lago Maggiore. Alla scoperta di alpeggi di media quota, piccoli nuclei rurali e testimonianze della presenza dell’uomo sul territorio. Conosceremo splendide località del Lago Maggiore e potremo anche ammirare la stupenda fioritura stagionale. Itinerario: Cannobio, Molineggio, Carmine Superiore, Cannero - media tappa ore 4 - dislivello 250 m. Viaggio: pullman per Cannobio. Valutazione: facile. S.A. Enrico (enrico.ferrari@trekkingitalia.org)

(foto di Claudio)

da venerdì 2 a domenica 4 VIA BASSA DEL GARDA lombardia Panoramico itinerario a mezza costa con vista sul Lago di Garda attraverso il suggestivo Parco Alto Garda Bresciano, area dai forti contrasti. Si raggiungono gli altopiani di Tignale e Tremosine attraverso le caratteristiche forre formate dai torrenti che li separono, si visitano caratteristici paesini e zone impervie con pareti dolomitiche. Itinerario: Gargnano, Muslone, Piovere, Gardola di Tignale, Santuario, M.te Cas, Campione del Garda, Voltino, Vesio, Malga Dalco, Limone sul Garda - media tappe ore 5/6 - dislivello 600 m - mezza pensione in albergo. Viaggio: treno per Brescia e bus per Gargnano. Valutazione: medio. S.A. Virginio (virginio.grosso@virgilio.it)

Lago Maggiore (foto di Aldo)

domenica 4 VILLE DI CORBETTA lombardia Curioso e rilassante trek cittadino, nel consueto appuntamento annuale delle “Ville aperte”. Uno scrigno di storia, arte e cultura per gli appassionati, che avranno l’assistenza di provetti ciceroni, alla scoperta del patrimonio di giardini e ville di Corbetta, antiche dimore delle nobili famiglie milanesi. Itinerario: Stazione di Corbetta, visita della Città con visita guidata alle Ville del Centro Storico, possibilità di pranzo in trattoria - media tappa ore 5. Viaggio: treno per Corbetta. Valutazione: facile. S.A. Antonio (dedairago@gmail.com)

Sentieri del Garda (foto di Claudio)

Ville di Corbetta (foto di Davide)

trekkingitalia.org

17


domenica 4 SENTIERO REGINA SAMOLACO-SORICO lombardia Uno dei tratti più spettacolari dell’antica Strada Regina. Lasciata la località lacustre di Summolacus, l’itinerario segue lo storico percorso verso la foce del fiume Mera. Aggirato il Lago di Mezzola e risalita l’accidentata dorsale del Monte Berlinghera, l’occhio spazia libero fra l’area naturalistica di Pian di Spagna e lo specchio di lago dell’Alto Lario, circondato dalle quinte dell’anfiteatro montuoso. Itinerario: Samolaco, S. Giovanni, Lo Scalone, Brentaletto, Sasso di Dascio, Culmine, S. Miro, Sorico - media tappa ore 6 - dislivello 600 m. Viaggio: treno per Colico/Samolaco. Valutazione: medio.

mercoledì 7 PARCO NATURALE DEL TICINO E CIVILTA’ DI GOLASECCA lombardia Itinerario che si snoda lungo il fiume e sulle colline moreniche, dove si insediarono uomini della preistoria lasciando testimonianze non trascurabili. Itinerario: Sesto Calende, Cascina Melissa, Porto Torre, Cromlechs di Golasecca, Sesto Calende media tappa ore 5,30. Viaggio: treno per Sesto Calende. Valutazione: facile. S.A. Paolo (paolo.canova.milano@gmail.com)

sabato 10 ALTA VAL CURONE, CIVILTA’ CONTADINA piemonte La storia della Val Curone è strettamente legata alla sua particolare posizione geografica: un’area confinante con la Pianura Padana da un lato e con l’Appennino Ligure dall’altro. Fin dai tempi più antichi, la valle è stata un’importante via di comunicazione verso il mare. Itinerario: Fabbrica Curone, Costa di Pradaglio, Morigliassi (visita al Museo della Civiltà Contadina), Serra di Fabbrica Curone, Calanchi di Terra, Castello, Fabbrica Curone - media tappa ore 6 - dislivello 250 m. Viaggio: treno per Tortona e bus per Fabbrica Curone. Valutazione: facile/medio. S.A. Ettore (ettore.trek@gmail.com)

sabato 10 - domenica 11 VAL GRANDE, CIMA SASSO piemonte Nel Parco Nazionale della Val Grande, a soli 100 chilometri da Milano, un’isola sopravvissuta all’incalzare della civiltà: una valle laterale circondata da monti sui 2.000 metri, impervia e boschiva. Un’escursione che ci porterà indietro nel tempo per scoprire i suoi magnifici tesori naturali e la sua travagliata storia.

18

trekkingitalia.org

Itinerario: Cicogna, Alpe Pogallo, Alpe del Braco, Alpe Lecciuri, Casa dell’Alpino all’Alpe Pra, Cima Sasso, Cicogna - media tappe ore 6 - dislivello 1.200 m - mezza pensione in rifugio. Viaggio: auto proprie per Cicogna. Valutazione: impegnativo. S.A. Enrico (enrico.ferrari@trekkingitalia.org)

domenica 11 PARCO NATURALE MONTE PORTOFINO 1 VIAGGIO 2 TREK liguria Dalle case colorate di Camogli a Portofino, entusiasmante trek tra il Golfo Paradiso e quello del Tigullio, dove si arriva come una volta giungevano monaci e pellegrini. 1° Itinerario: Camogli, S. Rocco, Pietre Strette, S. Fruttuoso, Base Zero, Prato, Portofino, battello per S. Margherita - media tappa ore 5,30 dislivello 600 m. Valutazione: facile/medio. 2° Itinerario: Camogli, S. Rocco, S. Niccolò, Sentiero Batterie (passaggio attrezzato), Colle della Torretta Doria, S. Fruttuoso, Base Zero, Prato, Portofino, battello per S. Margherita - media tappa ore 6,30 - dislivello 900 m. Valutazione: impegnativo. Viaggio: pullman per Camogli. S.A. Giuseppe (giusesusani@libero.it) Giuseppe (fongius@fastwebnet.it)

domenica 11 TRAVERSATA DEL CORNO MEDALE lombardia Panoramico itinerario a ridosso della celebre parete del Corno Medale, con vista sulle più classiche vie di arrampicata, su Lecco e sul lago. Itinerario: Laorca, Rif. Corno Medale, M.te S. Martino, Rif. Piazza, Rancio - media tappa ore 5 - dislivello 650 m (brevi tratti attrezzati). Viaggio: treno per Lecco e bus per Laorca. Valutazione: impegnativo. S.A. Virginio (virginio.grosso@virgilio.it)

domenica 11 SENTIERO REGINA, LA TREMEZZINA lombardia Siamo sulla sponda comasca del Lario, ricca di ville e superbi panorami. Il trek alterna tratti di Greenway e di Antica Via Regina, nonchè sentieri di collegamenti storici, borghi e chiese, scorci incantevoli sul lago, giardini di pregio. Completerà l’escursione la visita alla romantica Villa Carlotta, prestigiosa dimora ottocentesca, nota nel mondo per le sue fioriture. Itinerario: Colonno, Sala, Spurano, Ossuccio, Campo, Lenno, Mezzegra, Tremezzo, Villa Carlotta, Cadenabbia - media tappa ore 3,30 - dislivello 150 m. Valutazione: facile.


Viaggio: treno per Como S. Giovanni e bus per Colonno. S.A. Giuly (giuly.trek@yahoo.it)

mercoledì 14 PARCO ARCHEOLOGICO DEL MONTEPIATTO

so, Dosso, Casella, Montale, Mulino delle Ghiare, P.zza Staglieno Levanto - media tappe ore 4/5 dislivello 350 m - pernottamento in ostello. Per informazioni consultare il sito T.I. Viaggio: treno per Framura. Valutazione: facile/medio. S.A. Elena (elena.cortellessa@trekkingitalia.org)

lombardia Attraverso antiche mulattiere alla scoperta di misteriose tombe scavate nella roccia e l’incontro con la “pietra pendula”, masso erratico trasportato dai ghiacciai del Quaternario. Un trek che alterna ai boschi scorci panoramici sul lago di Como. Itinerario: Torno, Montepiatto, Pietra Pendula, Piazzaga, Parco degli Avelli, Torno - media tappa ore 4 - dislivello 450 m. Viaggio: treno per Como Lago e battello per Torno. Valutazione: medio. S.A. Sonia (sonia.cipriani@libero.it)

domenica 18 ISOLA PALMARIA liguria Cammineremo su sentieri tra i più spettacolari della Riviera di Levante, nell’isola più grande della Liguria, in compagnia dei gabbiani, tra i profumi della macchia mediterranea. Potremo anche ammirare il bellissimo borgo di Portovenere, celebrato

sabato 17 VAL GEROLA lombardia Giovanni Guler Von Weineck, viaggiatore che visitò la Valtellina agli inizi del 600, così descrive la felice situazione delle valli del Bitto, di Albaredo e Gerola: “Da Morbegno si estende, in direzione di mezzogiorno, fra alti monti, fino alle vette del confine veneto, una lunga vallata, ben disposta e popolosa, la quale dal fiume Bitto che la percorre viene denominata Valle del Bitto...” Itinerario: Gerola, Nasoncio, Pedesina, Rasura, Dosso, Sacco, Morbegno - media tappa ore 6 - dislivello 100 m in salita, 900 m in discesa. Viaggio: treno per Morbegno e bus per Gerola Alta. Valutazione: medio. S.A. Giuseppe (giusesusani@libero.it)

Sentiero Regina (foto di Stefano)

sabato 17 - domenica 18 SENTIERO VERDEAZZURRO E LA “MANGIALONGA” DI LEVANTO liguria Quest’anno abbiamo deciso di inserire la classica Mangialonga di Levanto in una piacevole e rilassante due giorni ligure...Sabato percorreremo un tratto del Sentiero Verdeazzurro che da Framura, attraverso sentieri tra la macchia mediterranea, i panorami del Salto della Lepre e la spiaggia di Bonassola, ci porterà al borgo di Levanto. Domenica, Levanto invita tutti a partecipare alla nuova edizione della “Mangialonga”: circa 10 chilometri di percorso enogastronomico, attraverso alcuni dei luoghi più belli e interessanti dell’entroterra levantese. In tutti i borghi degustazioni di specialità liguri, musica leggera, jazz e pianobar. Itinerario: Framura Mare, Case Rosse, Vanderecca, Salice, Salto della Lepre, Bonassola, Levanto, percorso “Mangialonga”: Fossato, Lizza, Lavaggioros-

Parco del Ticino (foto di Cinzia)

trekkingitalia.org

19


dal poeta inglese Byron. Itinerario: Molo del Terrizzo, Cala del Pozzale, Forte Cavour, Punta Carlo Alberto, Molo del Terrizzo, Portovenere - media tappa ore 4 - dislivello 300 m. Viaggio: pullman per Portovenere. Valutazione: facile. S.A. Pietro (massud2000@gmail.com) Claudio (claotre@tin.it) Paola (paola.zito@gmail.com)

domenica 18 VALLE DEL MONASTERO lombardia Itinerario lacustre-montano tra Abbadia e Mandello del Lario. Lasciato il lungolago si risalgono le storiche mulattiere che raggiungono i dismessi alpeggi e le propaggini ai piedi della Grignetta. Il panoramico percorso, circondato da guglie e pinnacoli della Cresta Segantini, descrive un ferro di cavallo attorno alla Valle del Monastero, dove nella profonda forra scorrono le acque del torrente Zerbo. Itinerario: Abbadia, Molini, Navegno, Mulattiera del Carettone, Pra Lugadega, Campelli, Colonghei, Caleggio, Crebbio, Mandello - media tappa ore 5,30 - dislivello 800 m. Viaggio: treno per Abbadia, ritorno battello Mandello/Lecco. Valutazione: medio.

domenica 18 SELVAGGIA VAL VERDE lombardia Sul versante occidentale del Monte Coltignone si stende una valle selvaggia e solitaria, giusto a due passi da Lecco ma lontanissima dalla folla dei vicini Piani dei Resinelli, per chi ama la tranquillità e la contemplazione. Itinerario: Rancio, Rif. Piazza, Val Verde, Piani dei Resinelli, Laorca - media tappa ore 7 - dislivello 900 m. Viaggio: treno per Lecco e bus per Rancio. Valutazione: impegnativo. S.A. Virginio (virginio.grosso@virgilio.it)

mercoledì 21 SENTIERO DEL VIANDANTE DERVIO-COLICO lombardia Questo tratto del “Viandante” ci condurrà a Colico passando per il castello di Corenno Plinio ed il piccolo Santuario di San Rocco. Per tutto il percorso, saremo accompagnati dallo splendido panorama delle montagne dell’alto Lario. Itinerario: Dervio, Castello di Vezio, Corenno Plinio, Sparesee, Posallo, lungo il Torrente Perlino, Villatico, Colico - media tappa ore 5 - dislivello 400 m. Viaggio: treno per Dervio. Valutazione: facile/medio. S.A. Paolo (paolo.canova.milano@gmail.com)

20

trekkingitalia.org

sabato 24 PARCO NATURALE MONTE FENERA piemonte Ammantato di bellissimi boschi, è un vero e proprio balcone panoramico sul Rosa e altri monti svizzeri. Area carsica di grande interesse speleologico, archeologico e ricca di grotte. Situato in Val Sesia, la salita alla cima avviane lungo antiche mulattiere con caratteristiche borgate. Itinerario: Borgosesia, Bettola, S. Giulio, Ciutarun, Grotte, M.te Fenera, Colma, Bertasacco, Grignasco - media tappa ore 5 - dislivello 600 m. Viaggio: treno per Novara e bus per Borgosesia. Valutazione: medio. S.A. Virginio (virginio.grosso@virgilio.it)

sabato 24 - domenica 25 SENTIERO MATILDE CASTELLO DI CANOSSA emilia/romagna Itinerario storico-naturalistico nelle terre di Matilde di Canossa. Dalla Piana dell’Enza, attraverso l’argilloso rilievo collinare, all’antica roccaforte della “Gran Comitissa”, alta sopra la rupe rocciosa. Itinerario: Ciano, Vico, Rocca di Rossena, Castello di Canossa, Riverzana, Rio Vico, Ciano d’Enza - media tappe ore 5 - dislivello 400 m - pernottamento in foresteria, cena in trattoria. Viaggio: treno per Reggio Emilia/Ciano d’Enza. Valutazione: facile/medio. S.A. Elena (elena.cortellessa@trekkingitalia.org)

domenica 25 RIFUGIO ELISA lombardia Da Mandello del Lario, antico borgo su “quel ramo del lago di Como che volge a mezzogiorno”, si sale lungo i contrafforti delle Grigne, tagliando a Rongio il “Sentiero del Viandante”, per giungere al piccolo rifugio Elisa, incastonato nella montagna e godere un meritato riposo, prima della lunga discesa sulla via del ritorno. Itinerario: Mandello Lario, Rongio, Caser dell’Aser, Rif. Elisa, Mandello Lario - media tappa ore 6,30 dislivello 1.300 m. Viaggio: treno per Lecco/Mandello Lario. Valutazione: impegnativo. S.A. Paola (paola.zito@gmail.com)

domenica 25 BAITA PATRIZI lombardia Nel cuore del Triangolo Lariano, lungo la valle del torrente Cosia, principale immissario del Lago di Como. Antiche strade montane attraverso lussureggianti boschi per raggiungere gli alpeggi alle pendici del Monte Bolettone. Panorami sulla pianura e sui laghi briantei; tutta l’area riveste inoltre importanza


geologica e paleontologica. Itinerario: Albavilla, Sentiero Alpini, Baita Patrizi, Alpe del Vicerè, Crevenna, Erba - media tappa ore 5 - dislivello 650 m. Viaggio: treno per Erba e bus per Albavilla. Valutazione: medio. S.A. Giuly (giuly.trek@yahoo.it)

mercoledì 28 PIZZO DI SPINO lombardia Nonostante la quota non molto alta, la salita può dare emozioni di alta montagna e il panorama sul fondovalle e sulle Orobie è incantevole. Itinerario: Zogno, Ambria, Spino al Brembo, Pizzo di Spino, Valcava, S. Pellegrino Terme, Zogno - media tappa ore 5 - dislivello 630 m. Viaggio: treno per Bergamo e bus per Zogno. Valutazione: medio. S.A. Giacomo (giacomopesenti@yahoo.it)

Portovenere vista dalla Palmaria (foto di Raffaello)

sabato 31 BALCONE DI DALO’ lombardia Itinerario di interesse panoramico ed etnografico, che ci porta in posizione privilegiata per osservare le Valli Bregaglia, Chiavenna e San Giacomo. Itinerario: Chiavenna, Pianazzola, Alpe Dalò, Uggia, Bette, Chiavenna - media tappa ore 5 - dislivello 800 m. Viaggio: treno per Colico/Chiavenna. Valutazione: medio.

sabato 31 - domenica 1 giugno MONTE CARMO, SENTIERO TERRE ALTE TREK & ERBE liguria Dalle faggete alla macchia mediterranea: fitto intreccio di lentischi, mirti, cisti, ginepri, eriche, corbezzoli e ginestre, nelle garighe con tutte le piante essenziere, attraversando lecceti ombrosi. Riconosceremo e raccoglieremo camminando erbe officinali ad uso medicinale, alimentare e cosmetico, sperimenteremo la magia dei profumi e dei sapori delle piante che incontreremo. Itinerario: Loano, Verzi, Rif. Pian delle Bosse, M.te Carmo, Giogo di Giustenice, Bricco Fratello, Poggio S. Martino, Loano - media tappe ore 5 - dislivello max in salita 1.300 m - dislivello in discesa 1.300 m - mezza pensione in rifugio. Viaggio: treno per Loano e bus per Colle Melogno. Valutazione: medio/impegnativo. S.A. Felice (alchemiaverde@tiscali.it)

da sabato 31 a lunedì 2 giugno VIA ROMEA DI BRESSANONE alto adige Nel corso del ‘200 si andò imponendo una serie di itinerari alternativi alla Via Francigena, in grado

Castello di Canossa

di collegare l’Oltralpe con le città emergenti della Pianura Padana. Nella verde conca dell’Isarco transita la Via Romea che incontra il fascino storico di Brixen. Itinerario: Brixen, Abbazia di Sabbiona, Castello di Velturno, Novacella, Brixen - media tappe ore 6 dislivello 450 m - mezza pensione in ostello. Viaggio: treno per Bressanone. Valutazione: medio. S.A. Valentino (valegalb@gmail.com)

da sabato 31 a lunedì 2 giugno PARCO NATURALE DI MONTEMARCELLO liguria Tra il golfo di La Spezia e la foce del Magra si protende un promontorio scosceso a ponente e digradante dolcemente a levante, che costituisce un parco fra i più belli della regione. Guarderemo la casa dove viveva Mario Soldati a Tellaro, ricordandone la figura anomala nel panorama letterario italiano del Novecento. Itinerario: Ameglia, Zanego, Montemarcello, M.te Murlo, M.te Rocchetta, Tellaro, Lerici, Bocca di Magra, Ameglia - media tappe ore 5 - dislivello 400 m - mezza pensione in albergo. Viaggio: treno per Fidenza/Sarzana e bus per Ameglia. Valutazione: medio.

trekkingitalia.org

21


GIUGNO Viaggio: bus per St. Jacques. Valutazione: medio/impegnativo.

lunedì 2 VIA STOCKALPER, LE GOLE DI GONDO ATTRAVERSO IL PASSO DEL SEMPIONE svizzera

brindando...al Buttafuoco (foto di Paolo)

domenica 1 SCOLLINANDO NEL BUTTAFUOCO TREK ENOGASTRONOMICO lombardia Camminata enogastronomica tra le vigne, con cinque tappe per degustare dieci etichette di Buttafuoco Storico (vino unico di grande struttura e invecchiamento), abbinato ai prodotti tipici locali. Il percorso si snoda tra i più bei vigneti dell’Oltrepò Pavese e termina all’Enoteca del Consorzio dove ci attenderà uno speciale omaggio per Trekking Italia. Itinerario: Enoteca Buttafuoco storico Fraz. Vigalone Canneto Pavese, Canne, Garlenzo, Pozzolo, Predere, Casa Casone, Enoteca del Consorzio media tappa ore 3 - dislivello 200 m. Viaggio: mezzi propri per l’Oltrepò Pavese. Valutazione: facile. S.A. Paolo (paolo.canova.milano@gmail.com)

domenica 1 - lunedì 2 VAL D’AYAS, LAGO BLU E PALON DE RESY valle d’aosta In un ambiente naturale, tra boschi di larici e alpeggi isolati, alla ricerca della leggendaria “Valle Perduta” che doveva esistere al di là del Rosa, ricca di estesi pascoli e fitte foreste con molta selvaggina. Il Lago Blu rappresenta forse uno dei punti più famosi dell’intera Val d’Ayas e offre un “balcone” privilegiato sul massiccio del Monte Rosa. Itinerario: St. Jacques, Alpe Revè, Alpe Pian di Verra, Lago Blu, Rif. Ferraro, Palon de Resy, St. Jacques - media tappe ore 6 - dislivello 1.100 m - mezza pensione in rifugio.

22

trekkingitalia.org

Il nome del sentiero deriva da Gaspar Jodok Stockalper, nato nel 1609, uno dei più importanti commercianti d’Europa: parlava cinque lingue ed era proprietario di pascoli, alpeggi e miniere. Dal suo palazzo-castello di Briga controllava i commerci con Anversa, Parigi ed i porti della Manica a nord e Milano a sud. Fu lui a sistemare il sentiero, ad attrezzarlo con ponti e rifugi, permettendo così alle carovane il passaggio anche d’inverno. Itinerario: Gondo, Gabi, Simplon Dorf - media tappa ore 5,30 - dislivello 1.300 m. Viaggio: pullman per Gondo. Valutazione: medio/impegnativo. S.A. Enrico (enrico.ferrari@trekkingitalia.org)

lunedì 2 MONTE BARRO, ISOLA TRA I GHIACCI PROGETTO FOCUS lombardia Interamente compreso nell’omonimo Parco Regionale, si trova presso Lecco, ed è un balcone panoramico al cospetto delle Grigne, del Lago di Como e dei laghi briantei. Una serie di cinque trek di approfondimento su tematiche e sentieri diversi. Itinerario: Sala al Barro, Camporeso, Museo Etnografico Alta Brianza, Eremo (Antiquarium & Laboratorio), Villa Bertarelli, Sala al Barro - media tappa ore 4,30 - dislivello 550 m. Viaggio: treno per Sala al Barro. Valutazione: facile/medio. S.A. Giuly (giuly.trek@yahoo.it)

mercoledì 4 PARCO ALTO GARDA EREMO DI SAN VALENTINO lombardia Arte e natura si fondono in questo itinerario dal fascino irripetibile, nella riviera occidentale del Garda. L’eremo venne costruito nel 1650 dai sopravvissuti alla peste del 1630 che si erano rifugiati tra queste rocce per sfuggire al contagio. Itinerario: Gargnano, Sasso, Eremo di S. Valentino, Gargnano - media tappa ore 5 - dislivello 650 m. Viaggio: treno per Peschiera e bus per Gargnano. Valutazione: medio. S.A. Virginio (virginio.grosso@virgilio.it)


Trekking Alpinismo tutto per lâ&#x20AC;&#x2122;Avventura

la bottega storica di articoli sportivi nuovi materiali, qualitĂ e competenza Via Torino, 51 - tel. 02 86453034 carton@tuttoperlosport.it

sconto ai soci di Trekking Italia

trekkingitalia.org

19


MAGGIO

GIUGNO do 1 Lombardia / SCOLLINANDO NEL BUTTAFUOCO do 1 . lu 2 Valle d’Aosta / VAL D’AYAS E LAGO BLU lu 2 Svizzera / VIA STOCKALPER lu 2 Lombardia / MONTE BARRO, PROGETTO FOCUS me 4 Lombardia / PARCO ALTO GARDA, S. VALENTINO gio 5 SERATA GRANDI TREK ITALIA, ore 19 via Santa Croce 2 sa 7 Lombardia / TRE CIME LARIANE sa 7 . do 8 Lombardia / SENTIERI NEL VARESOTTO do 8 Lombardia / SENTIERI_METRIPOLITANI MI-LU, MULINO DAY do 8 Piemonte / TRACCE SONORE, ORRIDI DI URIEZZO do 8 Lombardia / MONTE DUE MANI E ZUCCO DI DESIO me 11 Lombardia / PARCO DI MONZA sa 14 Liguria / BAIA DEI SARACENI, SPOTORNO-VARIGOTTI sa 14 . do 15 ITA,CH / SENTIERI_METROPOLITANI MI-LU do 15 Svizzera / TAMARO-LEMA, 1 VIAGGIO 2 TREK do 15 Lombardia / ANELLO PIANI BOBBIO-MOGGIO do 15 Lombardia / 30° GRIGNE, LAORCA-ABBADIA LARIANA me 18 Liguria / CAMOGLI, S. FRUTTUOSO, PORTOFINO sa 21 Lombardia / LAGHI GEMELLI sa 21 - do 22 Svizzera / PASSO DELLA GREINA do 22 Svizzera / SENTIERONE DELLA VAL VERZASCA do 22 Lombardia / MONTI DI ERNO do 22 Lombardia / GRIGNA MERIDIONALE do 22 Lombardia / PAVIA, PROGETTO TRACCE SONORE me 25 Lombardia / STRADE LARIANE, PIGRA-VENINI sa 28 Lombardia / MANTOVA, PROGETTO TRACCE SONORE sa 28 - do 29 Valle d’Aosta / MONTE BIANCO, RIF. BERTONE do 29 Svizzera / PASSO LUCOMAGNO, 1 VIAGGIO 2 TREK do 29 Lombardia / TRIANGOLO LARIANO, BRUNATE-ASSO do 29 Lombardia / MONTE RESEGONE, CANALONE BOBBIO

LUGLIO

PLANNING 02/2014 MAGGIO - GIUGNO - LUGLIO - AGOSTO

gio 1 Piemonte / CAMELIE DEL LAGO MAGGIORE ve 2 . do 4 Lombardia / VIA BASSA DEL GARDA do 4 Lombardia / VILLE DI CORBETTA do 4 Lombardia / SENTIERO REGINA DA SAMOLACO A SORICO me 7 Lombardia / PARCO DEL TICINO E GOLASECCA sa 10 Piemonte / ALTA VAL CURONE sa 10 . do 11 Piemonte / VAL GRANDE, CIMA SASSO do 11 Liguria / 30° PARCO MONTE PORTOFINO, 1 VIAGGIO 2 TREK do 11 Lombardia / TRAVERSATA DEL CORNO MEDALE do 11 Lombardia / SENTIERO REGINA, LA TREMEZZINA me 14 Lombardia / PARCO ARCHEOLOGICO MONTEPIATTO gio 15 SERATA GRANDI TREK ESTERO ore 19 via Santa Croce 2 sa 17 Lombardia / VAL GEROLA sa 17 . do 18 Liguria / LEVANTO: “MANGIALONGA” do 18 Liguria / ISOLA PALMARIA do 18 Lombardia / VALLE DEL MONASTERO do 18 Lombardia / SELVAGGIA VAL VERDE me 21 Lombardia / SENTIERO DEL VIANDANTE, DERVIO-COLICO gio 22 SERATA “MARTINICA con cena creola” ore 19 via Santa Croce 2 sa 24 Piemonte / PARCO NATURALE MONTE FENERA sa 24 . do 25 Emilia, Romagna / CASTELLO DI MATILDE do 25 Lombardia / RIFUGIO ELISA do 25 Lombardia / BAITA PATRIZI me 28 Lombardia / PIZZO DI SPINO sa 31 Lombardia / BALCONE DI DALO’ sa 31 . do 1 giugno Liguria / TREK & ERBE, MONTE CARMO sa 31 . lu 2 giugno Alto Adige / VIA ROMEA E BRESSANONE sa 31 . lu 2 giugno Liguria / PARCO MONTEMARCELLO

me 2 Lombardia / PARCO MARMITTE GIGANTI E ACQUA FRAGGIA ve 4 . do 6 Svizzera / TRENINO ROSSO DEL BERNINA sa 5 Piemonte / VAL VOGNA RIFUGIO SOTTILE sa 5 . do 6 Lombardia / PANORAMI DEL MONTE LEGNONE do 6 Svizzera / SAN BERNARDINO, 1 VIAGGIO 2 TREK do 6 Lombardia / MONTE BARRO, PROGETTO FOCUS do 6 Lombardia / SENTIERO FIORITO DELLA VALMALENCO me 9 Piemonte / VAL LOANA sa 12 Lombardia / ALPE DELEGUACCIO sa 12 . do 13 Valle d’Aosta / VETTE DELLA VAL D’AYAS do 13 Svizzera / VAL ROSEG 1 VIAGGIO 2 TREK do 13 Valle d’Aosta / CHENEIL, BALCONE SUL CERVINO do 13 Lombardia / MANTOVA E I FIORI DI LOTO me 16 Valle d’Aosta / LAGO DI CIGNANA sa 19 Lombardia / RIFUGIO ROSALBA NELLE GRIGNE sa 19 . do 20 Liguria / PARCO DI PORTOFINO CON BAGNO do 20 Piemonte / VAL VIGEZZO, COLMA DI CRAVEGGIA do 20 Valle d’Aosta / 30° P.N.G.P. LAGO DI LOYE do 20 Piemonte / ANELLO DEL MONTE FAIÈ me 23 Lombardia / RIF. CAZZANIGA E CIMA DI PIAZZO sa 26 Lombardia / PIAN DELLE BETULLE sa 26 . do 27 Piemonte / ALPI LEPONTINE do 27 Lombardia / VAL DI MELLO, 1 VIAGGIO 2 TREK do 27 Valle d’Aosta / RIFUGIO ALPENZÙ do 27 Lombardia / RIF. GRASSI, PIANI DI BOBBIO, INTROBIO

AGOSTO sa 2 Lombardia / SENTIERO DEL FIUME sa 2 . do 3 Piemonte / SENTIERO DEI 3 RIFUGI do 3 Svizzera / GIRO DEI LAGHI DEL GOTTARDO do 3 Lombardia / VAL LESINA, MULATTIERE DEL PASSATO sa 9 . do 10 Svizzera / CAPANNA E CIMA CRISTALLINA do D’AYAS, CANALE COURTAUD d 10 Valle V ll d’Aosta d’A t / VAL D’AYAS do 10 Lombardia / ALPE SPESSOLA ve 15 . do 17 Trentino / GRUPPO DOLOMITI DEL BRENTA ve 15 . do 17 Piemonte / VALLE STRETTA DAI “RE MAGI” sa 16 . do 17 Lombardia / RIFUGIO CURÒ do 17 Lombardia / CAPANNA MARA do 17 Valle d’Aosta / LAGO GABIET E SENTIERI WALSER sa 23 Svizzera / MONTE GENEROSO sa 23 . do 24 Piemonte / SENTIERI DEL RAGNO do 24 Svizzera / PASSO DEL SEMPIONE, 1 VIAGGIO 2 TREK do 24 Piemonte / CAPPELLA DI LARECCHIO do 24 Lombardia / SENTIERI IN VALMALENCO sa 30 Piemonte / PASSO DEL GALLO sa 30 . do 31 Piemonte / SOTTO LA PARETE EST DEL ROSA do 31 Liguria / PORTOFINO, CAMOGLI, PUNTA CHIAPPA do 31 Valle d’Aosta / PUNTA VALLETTA do 31 Lombardia / 30° VALLE CODERA

Associazione Amici del Trekking e della Natura 20122 MILANO VIA SANTA CROCE 2 TEL 02 8372838 – 02 8375825 FAX 02 58103866 MILANO@TREKKINGITALIA.ORG - WWW.TREKKINGITALIA.ORG

P.N.G.P. (foto di Sergio)

I TREK DEL MERCOLEDI’ - TREK&ERBE - TREK CON PULLMAN PROGETTO RAGGI VERDI - LE SERATE DI TREKKING ITALIA


sabato 7 TRE CIME LARIANE

domenica 8 giugno ORRIDI DI URIEZZO TRACCE SONORE NATURA E MUSICA

lombardia Bel giro ad anello che all’inizio della salita, nella Valle dell’Oro, ci permette di ammirare l’abbazia benedettina di San Pietro al Monte, edificio religioso tra i più belli e rappresentativi del romanico europeo e poi sui falsopiani di cresta ci offre splendidi panorami sulle Grigne, sul Resegone e sui laghi della Brianza . Itinerario: Civate, S. Pietro al Monte, Corno Birone, M.te Rai, M.te Cornizzolo, Civate - media tappa ore 6 - dislivello 1.050 m. Viaggio: treno per Civate. Valutazione: impegnativo. S.A. Giacomo (giacomopesenti@yahoo.it)

sabato 7 - domenica 8 SENTIERI NEL VARESOTTO lombardia Cascate, vecchie mulattiere, la verde conca di Vararo, un bel sentiero roccioso che risale la cresta dei Pizzoni... La vista che si presenta all’escursionista è notevole, soprattutto verso il Lago Maggiore: grandioso panorama sul lago e le sue montagne, la regione dei laghi e le alpi dal Monviso al Bernina. Itinerario: Marchirolo, Linea Cadorna, M.te Nave, Cascina Chini, Grantola, Rancio, Cavona, Castel Cabiaglio, Parco del Campo dei Fiori, Forte di Orino, Caldana, Cocquio Trevisago - media tappe ore 6 dislivello 800 m - pernottamento a casa di Enrico (max 20 posti). Viaggio: treno per Varese e bus per Marchirolo. Valutazione: medio. S.A. Enrico (enrico.ferrari@trekkingitalia.org)

domenica 8 SENTIERI_METROPOLITANI “MULINO DAY” IN CAMMINO DA RHO AL PARCO DEI MULINI LUNGO IL MI-LU MILANO LUGANO lombardia In occasione di Mulino Day (giornata di festa organizzata dal Parco dei Mulini), riproporremo una tratta del MI-LU (Milano-Lugano) del progetto Sentieri_Metropolitani (www.sentierimetropolitani.org). Sarà l’occasione per conoscere, con la lente d’ingrandimento che la velocità del cammino consente, le contraddizioni di un territorio profondamente antropizzato e una storia economica legata all’acqua e ai mulini. Sosta al Mulino Star Qua e al mulino Meraviglia. Itinerario: Stazione di Rho, Pogliano, Nerviano, Mulino Star Qua, Parabiago, Isolino di Parabiago, Canegrate, Mulino Galletto, S. Vittore Olona, Mulino Meraviglia, Stazione di Canegrate - media tappa ore 5 - dislivello 100 m. Valutazione: facile/medio. S.A. Sonia (sonia.cipriani@libero.it) S.A. Gianluca (gianluca.migliavacca@trekkingitalia.org)

piemonte Tracce Sonore: un progetto in collaborazione con l’Associazione Musica Aperta di Milano, realizzato con il finanziamento di Fondazione Cariplo. Giornate in ambiente naturalistico, alla scoperta del rapporto tra natura e musica. In Valle Antigorio, visita agli orridi del Toce, formati da una serie di quattro grandiose marmitte dei giganti, per cominciare a conoscere qualche segreto della geologia alpina. Itinerario: Baceno, Orridi di Uriezzo, Crego, Muro del Diavolo, Gruppo, Crodo. 1° momento musicale: Orridi di Uriezzo (musica vocale col coro Ancore d’Aria diretto da O. Boldre), 2° momento musicale: Chiesa di Crego (musica francese per trio di flauti). 3° momento musicale Parco delle Terme di Crodo (Laboratorio pop di Musica Aperta) - media tappa ore 4 - dislivello 400 m. Viaggio: pullman per Baceno. S.A. Carlo / Giuseppe (giusesusani@libero.it)

domenica 8 TRAVERSATA MONTE DUE MANI E ZUCCO DI DESIO lombardia Impegnativo itinerario di cresta fino alla cima del Monte Due Mani, con tratti esposti lungo il sentiero munito di corde fisse. Non si richiede attrezzatura specifica ma è indispensabile l’assenza di vertigini. Si raggiunge la cresta sud del Monte Due Mani e la si segue per sentiero esposto fino alla cima. Itinerario: Ballabio, Bongio, Sella di Cornalone, M.te Due Mani, Zucco di Desio, La Foppa, Maggio media tappa ore 6,30 - dislivello 1.000 m. Viaggio: treno per Lecco e bus per Ballabio. Valutazione: impegnativo+. S.A. Virginio (virginio.grosso@virgilio.it)

mercoledì 11 PARCO DI MONZA PARCO URBANO BICENTENARIO lombardia La Villa Reale, costruita nel 1777 in stile francese con estensione a nord in stile inglese, fu commissionata dall’Arciduca Ferdinando d’Austria. I giardini erano luoghi di acclimatazione di specie autoctone. Nel 1805 un decreto nsapoleonico costituisce il Parco Maggiore come luogo di delizia, di tenuta agricola e di tenuta di caccia, su modello dei grandi parchi francesi come quello di Versailles. Itinerario: Monza Stazione FS, Centro Città, Villa Reale, Giardini, Sentieri del Parco, Ville Mirabello e Mirabellina, Stazione FS - media tappa ore 4. Viaggio: treno per Monza. Valutazione: facile. S.A. Daniela (paperoalberto7@gmail.com)

trekkingitalia.org

27


sabato 14 BAIA DEI SARACENI TRAVERSATA SPOTORNO-VARIGOTTI liguria

Monte Due Mani (foto di Massimo)

Un territorio di confine tra popoli liguri, che conserva numerose memorie antropiche e strutture murali arcaiche in un ambiente insolito e misterioso. Sentiero caratterizzato dal manto verde-argento degli ulivi, tra piccoli borghi e resti di antichi percorsi lastricati in ciottoli. Itinerario: Spotorno, Noli, Semaforo di Capo Noli, Punta Crena, Varigotti - media tappa ore 4 - dislivello 300 m. Viaggio: treno per Spotorno. Valutazione: facile. S.A. Giuseppe (giusesusani@libero.it)

sabato 14 - domenica 15 SENTIERI_METROPOLITANI MI-LU : MILANO-LUGANO TAPPA CAGNO-LUGANO lombardia/svizzera

sulla Milano-Lugano (foto di Carmelo)

Sentieri del Ponente, Baia dei Saraceni (foto di Beppe)

Finalmente... Lugano! Ebbene sì, questa volta raggiungeremo la nostra meta e festeggeremo la conclusione di un’esperienza iniziata insieme più di un anno fa. Attraverseremo luoghi caratterizzati da una fervente economia, nella Svizzera oltre-confine dove, in tempo di crisi, alcune imprese italiane si sono trasferite. E poi, lasciato il fondovalle, saliremo per raggiungere paesaggi rurali dove l’economia ha tutt’altro sapore, quello dell’uva. Da qui potremo guardare alla nostra meta dall’alto. Itinerario: Cagno, Rodero, Stabio, Genestrerio, Mendrisio, Meride, M.te S. Giorgio, Brusino Arsizio, battello per Morcote, Carona, Paradiso, Lugano media tappa ore 4,30 - dislivello 400 m. Valutazione: facile/medio S.A. Sonia (sonia.cipriani@libero.it) S.A. Gianluca (gianluca.migliavacca@trekkingitalia.org)

domenica 15 TRAVERSATA TAMARO-LEMA E SENTIERO DELLE MERAVIGLIE 1 VIAGGIO 2 TREK svizzera

Valle Verde (foto di Sergio)

28

trekkingitalia.org

Questa traversata prealpina è una delle più rinomate e belle escursioni delle prealpi svizzere, si trova a cavallo tra Svizzera e Italia. Si gode un panorama che spazia dal Lago Maggiore, le Centovalli, la Valle Maggia, la Val Verzasca, Locarno e Bellinzona e su tutto il Lago di Lugano. Sul “Sentiero delle Meraviglie” scopriremo un vero tesoro di opere contadine. 1° Itinerario: Novaggio, Miglieglia, Sentiero delle Meraviglie: Castello di Miglieglia, Maglio di Aranno, Miniera La Monda, Mulini di Aranno, Novaggio - media tappa ore 4 - dislivello 400 m. Valutazione: facile. 2° Itinerario: Rivera, funivia per Alpe Foppa, M.te


Tamaro, M.te Gradiccioli, P.sso d’Agario, M.te Lema, Miglieglia - media tappa ore 5 - dislivello 900 m. Valutazione: impegnativo. Viaggio: pullman per Rivera/Miglieglia. S.A. Enrico (enrico.ferrari@trekkingitalia.org)

domenica 15 ANELLO PIANI BOBBIO-MOGGIO-PIANI BOBBIO PER IL SENTIERO DEGLI STRADINI lombardia Itinerario su sentieri e mulattiere tra boschi e pascoli, con aspetti panoramici, geologici ed etnografici. Attraverso boschi e pascoli lungo sentieri e antiche mulattiere. Il sentiero attrezzato “degli stradini”, aereo e spettacolare, reso sicuro da solide corde fisse e qualche scaletta, ci condurrà attraverso canaloni e valloncelli fino a Moggio. Itinerario: Piani di Bobbio, Rif. Lecco, Sentiero degli Stradini, Rif. Cazzaniga, Piani di Bobbio - media tappa ore 5 - dislivello 250 m in salita, 1.000 m in discesa. Viaggio: treno per Lecco, bus per Barzio e ovovia per Piani di Bobbio. Valutazione: impegnativo. S.A. Virginio (virginio.grosso@virgilio.it)

domenica 15 TRAVERSATA DELLE GRIGNE LAORCA-ABBADIA LARIANA lombardia Nel parco lombardo delle Grigne, lungo il sentiero che portava, nei secoli scorsi, agli alpeggi del Pian dei Resinelli, l’unica strada di collegamento da Lecco per la Grignetta fino all’avvento dell’attuale strada. La Val Calolden è ricca di fiori di ogni genere, in tutte le stagioni. Itinerario: Laorca, Pian dei Resinelli, Forcellino, Abbadia Lariana - media tappa ore 6 - dislivello 900 m. Viaggio: treno per Lecco e bus per Laorca. Valutazione: medio.

mercoledì 18 PARCO NATURALE MONTE PORTOFINO CAMOGLI-SAN FRUTTUOSO-PORTOFINO liguria Si percorrono antiche strade di pietra, un tuffo nel passato per ritrovare il piacere di camminare nella natura. Sul promontorio di Portofino, una mulattiera tra pini e lecci con belle viste sul mare ci porterà tra borghi marinari, immersi nella ricca, verde e profumata macchia mediterranea. Itinerario: Camogli, S. Rocco, Pietre Strette, S. Fruttuoso, Base Zero, Prato, Portofino, bus per S. Margherita - media tappa ore 4,30 - dislivello 600 m. Viaggio: treno per Camogli. Valutazione: medio. S.A. Paolo (paolo.canova.milano@gmail.com)

sabato 21 LAGHI GEMELLI lombardia Giro a forma di otto con salita ai Laghi Gemelli lungo un itinerario un po’ insolito che, dopo il ripido tratto iniziale, ci porta su un facile sentiero in cresta, dal quale potremo ammirare splendidi panorami sulle Orobie. La vista della conca dei Gemelli dal Monte Galline è spettacolare. Itinerario: Valcanale, Rif. Alpe Corte, P.sso della Marogella, M.te delle Galline, P.sso Laghi Gemelli, Rif. Laghi Gemelli, Valcanale - media tappa ore 6 dislivello 1.200 m. Viaggio: mezzi propri per Valcanale. Valutazione: medio/impegnativo. S.A. Giacomo (giacomopesenti@yahoo.it)

sabato 21 - domenica 22 FIORITURE AL PASSO DELLA GREINA svizzera Un ambiente alpino unico nel suo genere, ricco di fiori endemici, un arco di roccia naturale di 40 metri, una colonia di stambecchi che vive nei pressi del rifugio, in una corona di monti spettacolare. Itinerario: Ghirone, Capanna Scaletta, P.sso della Greina, Capanna Motterascio, Alpe Garzott, Diga di Luzzone, Ghirone - media tappe ore 6 - dislivello 1.000 m - mezza pensione in rifugio. Viaggio: mezzi propri per Ghirone. Valutazione: medio/impegnativo. S.A. Enrico (enrico.ferrari@trekkingitalia.org)

domenica 22 SENTIERONE DELLA VAL VERZASCA svizzera Facile escursione in Canton Ticino, lungo una suggestiva vallata disseminata di splendidi e caratteristici paesi, con due dominanti naturalistiche: il bosco ed il torrente, elementi di suggestiva bellezza che si integrano e si sovrappongono. Itinerario: Sonogno, Cortascio, Gerra Verzasca, Brione, Lavertezzo - media tappa ore 5 - dislivello 350 m in discesa. Viaggio: pullman per Sonogno. Valutazione: facile. S.A. Paola (paola.zito@gmail.com) Claudio (claotre@tin.it)

domenica 22 MONTI DI ERNO, CON SPUNTINO IN RIFUGIO lombardia Nel cuore del Triangolo Lariano, antichi borghi ed alpeggi tra il Lago di Como e il Pian del Tivano, pianoro carsico posto a circa 900 metri di quota. Da qui si risale tra pascoli ed antiche mulattiere che collegavano questi piccoli borghi alle pendici del Monte San Primo, balcone panoramico sul Lario e la Pianura Lombarda.

trekkingitalia.org

29


Veneto

DAGLI SCARPONI DI MONTEBELLUNA AGLI ALPEGGI DEL PARCO DOLOMITI BELLUNESI storie e sentieri in cammino trek residenziale

21-25 giugno Un originale e articolato trek organizzato nell’ambito del progetto “LAB Trekking Italia - AKU”, in collaborazione con la AKU, produttrice di calzature da montagna, che ha scelto di cooperare con Associazioni che, come la nostra, perseguono la tutela e la valorizzazione del territorio. Il trek racchiude in pochi giorni un intreccio di luoghi carichi di storia e tradizioni e una varietà di valori ambientali e paesaggistici. Itinerario: Montebelluna, Feltre, Belluno, Fiume Piave, Parco Nazionale delle Dolomiti Bellunesi - media tappe ore 4/5 - dislivello dai 100 ai 1.000 m. Valutazione: medio. Pernottamento: ostello/foresteria. Viaggio: in treno dalla stazione di Feltre e pulmino. Quota: 400 euro. Sede di Venezia in collaborazione con tutte le sedi.

Itinerario: Veleso, M.ti di Laorno, M.ti di Erno, La Forcoletta, Erno, Veleso - media tappa ore 5 - dislivello 500 m. Viaggio: treno per Como Lago e bus per Veleso. Valutazione: facile/medio. S.A. Giuly (giuly.trek@yahoo.it)

domenica 22 TRACCE SONORE SENTIERI METROPOLITANI MUSICA NELLE CITTA’ LOMBARDE PAVIA lombardia Tracce Sonore: un progetto in collaborazione con l’Associazione Musica Aperta di Milano, realizzato con il finanziamento di Fondazione Cariplo, si snoda sui sentieri metropolitani, percorrendo le città lombarde in ascolto della loro musica storica e contemporanea. Itinerario: C.so Camillo Benso, S. Michele, Chiusa del Naviglio, Castello Visconteo, Parco della Vernavola, Certosa di Pavia. 1° momento musicale: S.Michele (musica medioevale), 2° momento musicale: Castello Visconteo (musica di Alessandro Rolla). 3° momento musicale: Certosa di Pavia (musica tradizionale delle “quattro province” con il gruppo Baraban). Viaggio: treno per Pavia. S.A. Gianluca (gianluca.migliavacca@trekkingitalia.org)

domenica 22 GRIGNA MERIDIONALE lombardia Salita classica alla più famosa montagna lombarda, tra ardite guglie e creste e caratteristiche strutture calcaree. La Grignetta è la palestra di arrampicata più famosa della Lombardia ed è conosciuta in tutto il mondo. Itinerario: Piani dei Resinelli, Sentiero della direttissima, Grigna Meridionale, Piani dei Resinelli media tappa ore 5 - dislivello 900 m. Viaggio: treno per Lecco e bus per Laorca/Piani dei Resinelli. Valutazione: medio/impegnativo. S.A. Virginio (virginio.grosso@virgilio.it)

mercoledì 25 ANTICHE STRADE LARIANE PIGRA-BOFFALORA-VENINI lombardia Interessante escursione che ci porterà da Pigra per sentieri e vecchie mulattiere, per poi scendere sul Lario, con stupende vedute sul Centro Lago e la sua famosa Isola Comacina. Itinerario: Pigra, Alpe di Colonno, Rif. Boffalora, Rif. Venini, Gravona, S. Maria del Soccorso, Ossuccio, Lenno - media tappa ore 7 - dislivello 800 m in salita, 1.460 m in discesa. Viaggio: treno per Como Lago, bus per Argegno e

30

trekkingitalia.org


funivia per Pigra. Valutazione: medio/impegnativo. S.A. Paolo (paolo.canova.milano@gmail.com)

sabato 28 TRACCE SONORE SENTIERI METROPOLITANI MUSICA NELLE CITTA’ LOMBARDE MANTOVA lombardia Tracce Sonore: un progetto in collaborazione con l’Associazione Musica Aperta di Milano, realizzato con il finanziamento di Fondazione Cariplo, si snoda sui sentieri metropolitani, percorrendo le città lombarde in ascolto della loro musica storica e contemporanea. Itinerario: S.ta Maria degli Angeli, S. Giorgio, P.zza Erbe, S. Sebastiano, Palazzo Te. 1° momento musicale: musica di Monteverdi e J. da Mantova, 2° momento musicale: musica di G. Acerbi. 3° momento musicale: musica di C. Farina. Viaggio: treno per Mantova. S.A. Gianluca (gianluca.migliavacca@trekkingitalia.org)

sabato 28 - domenica 29 BALCONATA DEL MONTE BIANCO RIFUGIO BERTONE valle d’aosta Spettacolare balcone sulla Val Ferret, per ammirare i ghiacciai del gruppo del Bianco e, in particolare, quelli della Grandes Jorasses. Itinerario: Courmayeur, Le Prè, Rif. Bertone, Crinale Mont de La Sax, Testa Bernarda, Col Sapin, Plampincieux - media tappe ore 5 - dislivello 800 m mezza pensione in rifugio. Viaggio: bus per Courmayeur. Valutazione: medio. S.A. Giuseppe (giusesusani@libero.it)

Felice (alchemiaverde@tiscali.it))

domenica 29 TRAVERSATA TRIANGOLO LARIANO BRUNATE-ASSO lombardia Splendida escursione che attraversa da sud a nord il Triangolo Lariano. Partiremo da Brunate per raggiungere il Monte Palanzone, passando per il Boletto e il Bolettone, ammireremo meravigliosi panorami sulle montagne piemontesi. Itinerario: Brunate, Baita Carla, Capanna Fabrizio, M.te Boletto, M.te Bolettone, Capanna Mara, M.te Palanzone, Enco, Ponte Oscuro, Asso - media tappa ore 6,30 - dislivello 1.100 m. Viaggio: treno per Como Lago e funivia per Brunate. Valutazione: impegnativo. S.A. Paola (paola.zito@gmail.com)

domenica 29 MONTE RESEGONE, CANALONE BOBBIO lombardia Il Canalone Bobbio, attrezzato con catene e corde fisse in una strettoia, è un itinerario che consente la traversata del Resegone su terreno faticoso e impegnativo, ma poco esposto. Più impegnativo della Valverde, non richiede comunque uso di attrezzature alpinistiche ma buona condizione fisica. Dislivello non eccessivo. Itinerario: Piazz.le Funivia e Funivia per Piani d’Erna, Bocca d’Erna, Canalone Bobbio, Selletta Bobbio, Rif. Azzoni al Resegone, Pian Serrada, Beduleta, Bocca d’Erna, Funivia per Piazz.le - media tappa ore 5 - dislivello 650 m. Viaggio: treno per Lecco, bus per Piazz.le Funivia e funivia per Piani d’Erna. Valutazione: impegnativo+. S.A. Virginio (virginio.grosso@virgilio.it)

domenica 29 ERBE & FIORITURA AL PASSO LUCOMAGNO 1 VIAGGIO 2 TREK svizzera Due escursioni lungo un suggestivo altopiano disseminato di splendidi boschi di larici. Tre le dominanti naturalistiche: il bosco, la flora e il torrente, elementi di suggestiva bellezza che si integrano e si sovrappongono. 1° itinerario: Anveuda, Capanna Dotra, Croce Portera, Acquacalda - media tappa ore 4 - dislivello 300 m. Valutazione: facile. 2° itinerario: P.sso del Lucomagno, Val Termine, P.sso dell’Uomo, Piano dei Porci, Lago dei Campanitt, P.sso della Colombe, Alpe Gana, Campo Solario, Acquacalda - media tappa ore 5 - dislivello 500 m in salita e 700 in discesa. Viaggio: pullman per P.sso Lucomagno. Valutazione: medio. S.A. Enrico (enrico.ferrari@trekkingitalia.org)

Tracce sonore (foto di Raffaello)

trekkingitalia.org

31


LUGLIO mercoledì 2 PARCO NATURALE MARMITTE DEI GIGANTI E CASCATE DELL’ACQUA FRAGGIA lombardia Chiavenna, con le sue testimonianze storiche legate ai traffici commerciali dell’antica viabilità verso i valichi alpini, è la base di partenza di questo percorso che consente di visitare da vicino le singolari “Marmitte dei Giganti”. Grande attrazione sono le “Cascate dell’Acqua Fraggia”, tra le più spettacolari delle Alpi. Itinerario: Chiavenna, Parco delle Marmitte dei Giganti, Prosto, Cascate dell’Acqua Fraggia, Piuro, Sentiero del Fiume, Chiavenna - media tappa ore 4 Viaggio: treno per Chiavenna. Valutazione: facile. S.A. Luigi (luigisironi47@gmail.com)

da venerdì 4 a domenica 6 TRENINO ROSSO DEL BERNINA svizzera Nel 2008 l’Unesco ha conferito l’ambito riconoscimento alla centenaria linea retica. Da Tirano il Bernina Express entra in Svizzera e si “arrampica” all’Ospizio Bernina. Superato il valico, dove l’occhio spazia su ghiacciai e cime, si scende all’abitato di Saint Moritz. Scenografiche escursioni fra valli, ghiacciai, monti e laghi che caratterizzano l’affascinante paesaggio dell’Engadina. Itinerario: Morterasch, Vedretta del Ghiacciaio, Pontresina, St. Moritz, Lago Suvretta, Lago di Chods, Surlej, Lej di Silvaplana, Sils Maria - media tappe ore 4/6 - dislivello 800 m - mezza pensione in ostello. Viaggio: treno per Tirano e Trenino Rosso per Morterasch. Valutazione: medio.

sabato 5 VAL VOGNA, RIFUGIO SOTTILE piemonte L’Ospizio Sottile sorge tra la Valsesia e la Valle del Lys, frequentato, in passato, da chi si recava in Svizzera. Punto di ristoro per i viandanti, fu costruito dal canonico Nicolao Sottile anche come osservatorio astronomico, è oggi un accogliente rifugio. Notevole l’interesse naturalistico del luogo, selvaggio e colmo di flora e fauna. Itinerario: Caà di Janzo, Ponte di Napoleone, Alpe Montata, Madonna della Neve, Ospizio Sottile, Alpe Larecchio, Alpe Montata, Caà di Janzo - media tappa ore 4 - dislivello 1.100 m. Viaggio: con mezzi propri per Caà di Janzo. Valutazione: medio/impegnativo. S.A. Claudio (claotre@tin.it)

32

trekkingitalia.org

sabato 5 - domenica 6 PANORAMI INFINITI AL MONTE LEGNONE lombardia Una delle vette più belle della Lombardia, la vista è eccezionale: la Valtellina, il lago di Como, i monti della Val Masino, le Grigne, il Pizzo dei Tre Signori. Itinerario: Dorio, Mandonico, Alpe Fop, Sommafiume, Rif. Bellano, Rif. Roccoli Lorla, M.te Legnone, Introzzo - media tappe ore 7 - dislivello 1.200 m mezza pensione in rifugio. Viaggio: treno per Bellano/Dorio. Valutazione: impegnativo. S.A. Virginio (virginio.grosso@virgilio.it)

domenica 6 SAN BERNARDINO E PASSO PASSIT 1 VIAGGIO 2 TREK svizzera Situato nel Canton Grigioni, a sud delle Alpi Svizzere, il Passo del San Bernardino, a 2.000 metri di altezza, collega la Mesolcina con la Valle del Reno. Strategico valico, garantiva il collegamento tra Bellinzona e Coira, i Romani ne scoprirono l’importanza geografica e costruirono una strada a selciato: la Mons Avium. 1° itinerario: S. Bernardino, Valle del Silenzio, Alpe de Pian Doss, Lagh Doss, S. Bernardino - media tappa ore 4 - dislivello 150 m. Valutazione: facile. 2° itinerario: S. Bernardino, Lago d’Isola, Vallone del Ri Confin, Pass di Passit, S. Bernardino - media tappa ore 5 - dislivello 400 m. Valutazione: facile/medio. Viaggio: pullman per S. Bernardino. S.A. Enrico (enrico.ferrari@trekkingitalia.org) Giuseppe (giusesusani@libero.it)

domenica 6 MONTE BARRO, ALBERO & FIORE PROGETTO FOCUS lombardia Interamente compreso nell’omonimo Parco Regionale, presso Lecco, è un balcone panoramico al cospetto delle Grigne, del Lago di Como e dei Laghi Briantei. Una serie di cinque trek di approfondimento su tematiche e sentieri diversi. L’incontro con “l’albero e il fiore” è il tema del trek al Monte Barro, un vero scrigno di biodiversità e di rarità floristiche e vegetazionali. Itinerario: Valmadrera, Gaggio, Valle del Faè, Eremo, Fogliaro, Villa Bertarelli, Sala al Barro - media tappa ore 4,30 - dislivello 550 m. Viaggio: treno per Valmadrera. Valutazione: facile/medio. S.A. Giuly (giuly.trek@yahoo.it)


domenica 6 SENTIERO FIORITO DELLA VALMALENCO LE MULATTIERE DEL PASSATO lombardia Attraverso l’idilliaca conca del lago Palù lungo il sentiero dove la flora presenta specie rare e protette come la nigritella e il giglio martagone. Itinerario: Alpe Palù, Lago Palù, Bocchel del Torno, Franscia - media tappa ore 5,30 - dislivello 200 m in salita, 700 in discesa. Viaggio: treno per Sondrio, bus per Chiesa e funivia per Alpe Palù. Valutazione: facile. S.A. Alfredo (margalit@libero.it) Alpe Deleguaccio (foto di Claudio)

mercoledì 9 VAL LOANA piemonte Siamo in Val Vigezzo, nelle Alpi Lepontine, estremo lembo orientale del Piemonte, vicino al confine svizzero. Il nostro trek parte da Trontano alla scoperta di piccoli tesori paesaggistici e antropici, per poi scendere lungo la vecchia mulattiera percorsa dai vigezzini che si recavano al mercato di Domodossola. Itinerario: Malesco, Vigiallo, Alpe Basso, Cappella del Sasso Broglio, Malesco - media tappa ore 4 dislivello 350 m. Viaggio: treno per Domodossola e trenino Cento Valli per Malesco. Valutazione: facile. S.A. Virginio (virginio.grosso@virgilio.it)

sabato 12 ALPE DELEGUACCIO lombardia Escursione di grande interesse panoramico e naturalistico tra il Monte Legnone ed il Pizzo dei Tre Signori, tra laghetti ed alpeggi d’alta quota. Itinerario: Premana, Baitel di Taie, Alpe Deleguaccio, Alpe Piancalada, Descul, Premana - media tappa ore 5,30 - dislivello 750 m. Viaggio: treno per Bellano e bus per Premana. Valutazione: medio.

Cascate dell’Acqua Fraggia (foto di Stefano)

sabato 12 - domenica 13 SULLE VETTE DELLA VAL D’AYAS IL VITELLO CON LA BUSSOLA valle d’aosta Fantastico trek in una magica vallata disseminata di laghi, che, con meteo buono, ci regalerà panorami strepitosi sul gruppo del Monte Rosa. Itinerario: Estoul, Rif. Arp, Corno Vitello, Laghi Palasina, Corno Bussola, Estoul - media tappe ore 6,50 - dislivello 1.200 m - mezza pensione in rifugio. Viaggio: mezzi propri per Estoul. Valutazione: impegnativo+. S.A. Ivan (soulman@fastwebnet.it)

Val Vogna (foto di Felice)

trekkingitalia.org

33


domenica 13 VAL ROSEG 1 VIAGGIO 2 TREK svizzera Splendida valle che da Pontresina raggiunge la lingua valliva dell’omonimo ghiacciaio. Il sentiero segue la pista che costeggia il torrente e si addentra nella valle boschiva ad osservare l’anfiteatro roccioso costituito dall’imponente massiccio del Bernina. 1° itinerario: Pontresina, Rosegletscher, Pontresina - media tappa ore 5 - dislivello 350 m. Valutazione: facile. 2° itinerario: Pontresina, Rosegletscher, Vedretta del Roseg, Pontresina - media tappa ore 6 - dislivello 500 m. Valutazione: medio. Viaggio: pullman per Pontresina. S.A. Virginio (virginio.grosso@virgilio.it) Giuseppe (giusesusani@libero.it)

domenica 13 CHENEIL, BALCONE SUL CERVINO valle d’aosta Siamo in uno dei luoghi più incantevoli della Valle d’Aosta. Ampi pascoli incorniciati dai larici, un ameno ruscello e qualche baita compongono un belvedere privilegiato che spazia dalla conca di Cignana alle Grandes Murailles e al Cervino. Itinerario: Valtournenche, Cretaz, Cheneil, Sella di Eulia, Lago di Lod, Valtournenche - media tappa ore 5,30 - dislivello 850 m. Viaggio: bus per Chatillon/Valtournenche. Valutazione: medio. S.A. Paola (paola.zito@gmail.com)

domenica 13 MANTOVA L’ISOLA GALLEGGIANTE DI FIOR DI LOTO lombardia La città più romantica del mondo: i canneti lungo il Mincio, i fiori di loto, la surreale patina del tempo che avvolge ogni strada e piazza... Itinerario: Lago Inferiore, Castello di S. Giorgio, Lago di Mezzo, Lago Superiore con navigazione facoltativa, Basilica di S. Andrea, Rotonda di S. Lorenzo, Palazzo del Podestà, Palazzo Ducale, Le Pescherie - media tappa ore 4. Viaggio: treno per Mantova. Valutazione: facile. S.A. Pietro (massud2000@gmail.com)

mercoledì 16 LAGO DI CIGNANA valle d’aosta Ammireremo paesaggi di grande impatto emotivo, non solo nella conca della rinomata Cervinia, ma anche nelle sue poco conosciute valli laterali, come quelle dove è situato il lago di Cignana. Costeggeremo a tratti il Rio di Cignana sino all’omoni-

34

trekkingitalia.org

mo lago dove sulle sponde troveremo l’accogliente rifugio Barmasse. Itinerario: Valtournenche, Lago di Cignana, Rif. Barmasse, Finestra di Cignana, Perres, Valtournenche - media tappa ore 5 - dislivello 1.000 m. Viaggio: bus per Chatillon/Valtournenche. Valutazione: medio/impegnativo. S.A. Enrico (enrico.ferrari@trekkingitalia.org)

sabato 19 RIFUGIO ROSALBA, NEL CUORE DELLE GRIGNE lombardia Rifugio molto conosciuto dagli arrampicatori lombardi perché base di partenza per varie ascensioni in parete, per noi, punto d’arrivo di una bella escursione in ambiente molto panoramico, quasi dolomitico, sovrastante il lago di Lecco. Itinerario: Pian dei Resinelli, Del Ram, Le Foppe, Rif. Rosalba, Sentiero dei Morti, Pian dei Resinelli media tappa ore 5 - dislivello 530 m. Viaggio: treno per Lecco e bus per Pian dei Resinelli. Valutazione: medio/impegnativo. S.A. Giuseppe (giusesusani@libero.it)

sabato 19 - domenica 20 PARCO NATURALE MONTE PORTOFINO SOTTO LE STELLE, BAGNO A PUNTA CHIAPPA liguria Si percorrono antiche strade di pietra, un tuffo nel passato per ritrovare il piacere di camminare nella natura. Il Parco Naturale di Portofino costituisce l’area protetta costiera più a nord del Mediterraneo Occidentale, percorreremo una bella mulattiera tra pini e lecci con splendide viste sul mare. Itinerario: Camogli, Punta Chiappa (bagno), S. Rocco, Pietre Strette, S. Fruttuoso, Base Zero, Prato, Portofino, bus per S. Margherita Ligure - media tappe ore 4 - dislivello 600 m - mezza pensione in agriturismo. Viaggio: treno per Camogli. Valutazione: medio. S.A. Elena (elena.cortellessa@trekkingitalia.org)

domenica 20 VAL VIGEZZO, COLMA DI CRAVEGGIA piemonte Siamo nelle Alpi Lepontine, nell’estremo lembo orientale del Piemonte e a pochi chilometri dal confine italo-svizzero. Il nostro trek, partendo dalle piste da sci della Piana di Vigezzo, di fronte al Parco Nazionale della Valgrande, percorrerà i sentieri degli spalloni tra faggete e abetaie. Itinerario: Piana di Vigezzo, Colma di Craveggia, Alpe II Cedo, Craveggia, S.ta Maria Maggiore - media tappa ore 5 - dislivello 50 m in salita, 1.200 m in discesa. Viaggio: treno per Domodossola, trenino delle Cento Valli per Prestinone e ovovia per Piana di Vigezzo. Valutazione: medio. S.A. Carlo


domenica 20 PARCO NAZIONALE GRAN PARADISO LAGO DI LOYE E VALNONTEY 1 VIAGGIO 2 TREK valle d’aosta L’itinerario si snoda attraverso i percorsi di caccia del Re Vittorio Emanuele II: il cammino ci porterà nello spettacolare ambiente della Valnontey, circondata da ghiacciai e vette che costituiscono il gruppo del Gran Paradiso, luoghi famosi per la fauna, marmotte, camosci e il signore del parco: lo stambecco. 1° itinerario: Cogne, Valnontey, Casolari di Valmiana, Cascate di Lillaz, Cogne - media tappa ore 4,30 - dislivello 350 m. Valutazione: facile. 2° itinerario: Lillaz, Alpe di Loye, Lago di Loye, Alpe di Bardoney, Cascate di Lillaz - media tappa ore 5,30 - dislivello 700 m. Valutazione: medio. Viaggio: pullman per Cogne/Lillaz. S.A. Paola (paola.zito@gmail.com) Giuseppe (giusesusani@libero.it)

Parco Nazionale Gran Paradiso (foto di Claudio)

domenica 20 ANELLO DEL MONTE FAIE’ piemonte Il Sentiero Natura, che inizia nella conca di Ompio, porta fino alla cima del Monte Faiè seguendo un itinerario che permette di conoscere ed apprezzare la natura e la storia del luogo. Punto tra i più panoramici e suggestivi dell’intera valle, il Faiè, già nel nome, indica qual è l’aspetto che lo contraddistingue: un’estesa e ombrosa faggeta. L’Alpe Ompio è uno degli accessi più agevoli ai monti e agli alpeggi della bassa Val Grande, con itinerari di vario impegno e grande fascino. Itinerario: Ompio, M.te Faiè, Alpe Vercio, Bracchio, Mergozzo - media tappa ore 6 - dislivello 350 m in salita, 1.000 in discesa. Viaggio: treno per Verbania/Pallanza e taxi per Ompio. Valutazione: medio.

mercoledì 23 RIFUGIO CAZZANIGA E CIMA PIAZZO

Orridi di Uriezzo (foto di Massimo)

lombardia I Piani di Artavaggio sono posti tra la Valsassina e la Val Taleggio sulle Prealpi Orobiche. Il nostro itinerario raggiunge il Rifugio Cazzaniga posto su di uno spalto roccioso nella conca dominata dallo Zuccone Campelli, dal quale la vista spazia sulle Grigne, sulle Orobie fino al Pizzo del Diavolo di Tenda e la cima piramidale di Sodadura. Itinerario: Piani di Artavaggio, Rif. Cazzaniga, Cima Piazzo (salita facoltativa), Piani di Artavaggio - media tappa ore 4,30 - dislivello 300 m. Viaggio: treno per Lecco, bus per Moggio e funivia per Piani di Artavaggio. Valutazione: medio. S.A. Giuseppe (giusesusani@libero.it)

Parco di Portofino, S. Fruttuoso (foto di Raffaello)

trekkingitalia.org

35


sabato 26 PIAN DELLE BETULLE lombardia Da Pian delle Betulle, vista su tutta la Valsassina, si giunge all’Alpe Ortighera, per poi proseguire ed entrare nella Val Biandino e raggiungere il Rifugio Santa Rita, crocevia dei più bei itinerari della zona e ricco di storia per la lavorazione mineraria. Itinerario: Margno, Funivia Pian delle Betulle, Alpe Ortighera, Bocchetta di Olino, Laghit, Rif. S. Rita media tappa ore 6 - dislivello 700 m. Viaggio: treno per Lecco e bus per Margno. Valutazione: medio. S.A. Claudio (claotre@tin.it)

sabato 26 - domenica 27 ALPI LEPONTINE piemonte Le Lepontine sono situate nelle Alpi nord-occidentali tra Svizzera e Italia: il nostro trek ne percorre il tratto ossolano, un importante tracciato per la varietà dei suoi ambienti e per la rilevanza geologica, ma anche per i tanti luoghi plasmati dal lavoro

dell’uomo e le sue radici storiche. Itinerario: S. Bernardo, Alpe Monscera, Alpe Curtett, Zwischbergen Bord, P.sso Furggu, Simplon Dorf, Gondo - media tappe ore 5 - dislivello in salita 500 m al giorno - mezza pensione in locanda. Viaggio: treno per Domodossola e pulmino privato per S. Bernardo. Valutazione: medio/impegnativo. S.A. Enrico (enrico.ferrari@trekkingitalia.org)

domenica 27 VAL DI MELLO 1 VIAGGIO 2 TREK lombardia Itinerario all’interno di una tra le più belle valli della Lombardia. Un’antica mulattiera ci condurrà, attraverso pascoli e maggenghi, fino ai famosi ’’sassi’’ della valle: un Paradiso da conoscere e conservare. 1° itinerario: S. Martino, Rasica, Casera Pioda, S. Martino - media tappa ore 5 - dislivello 630 m. Valutazione: medio. 2° itinerario: S. Martino, Val Qualido, Panscer, S. Martino - media tappa ore 6,30 - dislivello 1.100 m. Valutazione: impegnativo. Viaggio: pullman per S. Martino. S.A. Ettore (ettore.trek@gmail.com) Paola (paola.zito@gmail.com)

domenica 27 RIFUGIO ALPENZU’ valle d’aosta

Val di Mello (foto di Claudio)

In un ambiente naturale tra boschi di larici e alpeggi isolati alla ricerca della leggendaria valle perduta, “das Verlorne Tal”, che doveva esistere al di là del Monte Rosa, ricca di estesi pascoli per il bestiame e di fitte foreste con molta selvaggina. Un rilassante trek di alta montagna. Itinerario: Gressoney St. Jean, Sentiero della Regina, Chemonal, Alpenzù Grande, Gressoney St. Jean - media tappa ore 4,30 - dislivello 600 m. Viaggio: bus per Pont St. Martin/Gressoney St. Jean. Valutazione: medio.

domenica 27 RIFUGIO GRASSI TRAVERSATA PIANI DI BOBBIO-INTROBIO lombardia

Alpe Giumello (foto di Claudio)

36

trekkingitalia.org

Un vero rifugio di montagna isolato e raggiungibile solo a piedi, situato presso la Bocchetta di Camisolo, sotto al Pizzo dei Tre Signori, sul confine tra le Orobie Lecchesi, Bergamasche e Valtellinesi. Itinerario: Introbio, Piani di Bobbio, Rif. Grassi, Pizzo dei 3 Signori, Val Biandino, Introbio - media tappa ore 7 - dislivello 560 m in salita, 1.960 in discesa. Viaggio: treno per Lecco e bus per Introbio. Valutazione: impegnativo. S.A. Claudio (claotre@tin.it)


AGOSTO sabato 2 SENTIERO DEL FIUME lombardia Si risale il letto del torrente Meria in un ambiente suggestivo e selvaggio. Al ritorno, potremo godere dei magnifici panorami verso le Grigne. Itinerario: Mandello, Somana, Sentiero del Fiume, Alpe d’Era, Alpe Calivazzo, Mandello - media tappa ore 5 - dislivello 800 m. Viaggio: treno per Lecco/Mandello del Lario. Valutazione: impegnativo. S.A. Paolo (paolo.canova.milano@gmail.com)

sabato 2 - domenica 3 SENTIERO DEI TRE RIFUGI piemonte Escursione tra le più alte e grandiose montagne della Val Formazza. Il percorso si svolge ai piedi del ghiacciaio del Sabbione, attraverso le cromatiche e profumate fioriture delle praterie alpine. Itinerario: Riale, Lago di Morasco, Rif. Mores, Lago del Sabbione, Rif. Claudio e Bruno, Rif. 3A, Rif. Città di Busto, Alpe Bettelmat, Riale - media tappe ore 5 - dislivello 1.200 m - mezza pensione in rifugio. Viaggio: treno per Domodossola e bus per Cascata Toce. Valutazione: impegnativo. S.A. Enrico (enrico.ferrari@trekkingitalia.org)

domenica 3 GIRO DEI LAGHI DEL GOTTARDO svizzera Bellissimo circuito panoramico che porta alla scoperta di laghetti alpini e, da una piccola cima, potremo avere un vasto panorama sul Canton Uri. Itinerario: Ospizio P.sso S. Gottardo, Diga di Lucendro, Lago d’Orsino, Laghi d’Orsinora, Laghi di Valletta, Lago Lucendro, P.sso S. Gottardo - media tappa ore 5 - dislivello 650 m. Viaggio: pullman per P.sso S. Gottardo. Valutazione: medio. S.A. Virginio (virginio.grosso@virgilio.it)

domenica 3 VAL LESINA, LE MULATTIERE DEL PASSATO lombardia Lungo antiche mulattiere che dalla Valtellina salgono attraverso i maggenghi e gli alpeggi sul Monte Legnone. Escursione nel Parco delle Orobie Valtellinesi tra abeti e faggi. Itinerario: Delebio, Alpe Revolido, Baita Dosso, Canargo, Delebio - media tappa ore 6 - dislivello 850 m. Viaggio: treno per Delebio. Valutazione: medio.

sabato 9 - domenica 10 CAPANNA E CIMA CRISTALLINA svizzera La Val Bedretto, nell’Alto Canton Ticino, è circondata da alte montagne con nevi perenni e laghi alpini. Le traversate in quota sono molto interessanti dal punto di vista paesaggistico ma anche, inaspettatamente, architettonico. La Capanna Cristallina, inaugurata nel 2003, è nuovissima e già famosa per la sua architettura insolita. Itinerario: Ossasco, P.sso Cristallina, Capanna Cristallina, Cima Cristallina (facoltativa), Val Cavagnolo, All’Acqua - media tappe ore 5 - dislivello 1.200 m - mezza pensione in rifugio. Viaggio: mezzi propri per Airolo. Valutazione: impegnativo, tratti esposti. S.A. Enrico (enrico.ferrari@trekkingitalia.org)

domenica 10 VAL D’AYAS IL CANALE COURTAUD valle d’aosta L’itinerario si svolge lungo il canale di irrigazione realizzato con fatica nel XV secolo con pale e picconi dagli “uomini liberi” della collina di Saint Vincent, che dal ghiacciaio del Monte Rosa raggiunge il territorio di Ayas e Brusson che mancava di acqua. Nel rifacimento degli anni ottanta, molti tratti sono stati lasciati a cielo aperto e costituiscono ora una piacevole passeggiata ricca di storia, attraverso ampie praterie e numerosi alpeggi. Itinerario: Antagnod, Barmasc, Chavannes, Alpe Soudaz, Alpe le Varda, Alpe Nanaz, S. Jacques media tappa ore 5 - dislivello 350 m. Viaggio: bus per Verres/Antagnod. Valutazione: facile/medio.

domenica 10 ALPE SPESSOLA, CON MERENDA IN RIFUGIO lombardia Dal Muro di Sormano si sale in un suggestivo paesaggio montano alle pendici del San Primo. Il Pian del Tivano è un pianoro carsico posto nel cuore del Triangolo Lariano, a circa 900 metri di quota, formatosi da depositi glaciali su un terreno calcareo. Si risale la Valle dell’Alpe Spessola, antica area di sosta delle mandrie: antichi alpeggi testimoniano l’uso intensivo per il pascolo. Itinerario: Sormano, Colma, Spessola, Alpetto di Torno, Pian del Tivano, Muro, Sormano - media tappa ore 5,30 - dislivello 500 m. Viaggio: treno per Asso e bus per Sormano. Valutazione: facile/medio. S.A. Giuly (giuly.trek@yahoo.it)

trekkingitalia.org

37


da venerdì 15 a domenica 17 GRUPPO DOLOMITI DEL BRENTA

domenica 17 CAPANNA MARA

trentino

lombardia

Il Parco Naturale Adamello Brenta è la più vasta area protetta del Trentino, comprende i gruppi montuosi dell’Adamello e del Brenta, separati tra loro dalla Val Rendena. Itinerario: Molveno, Rif. Pradel, Rif Croz Altissimo, Rif. Selvata, Rif. Pedrotti, Molveno - media tappe ore 6 - dislivello 1.000 m. - mezza pensione in rifugio. Viaggio: treno per Trento/Mezzolombardo e bus per Molveno. Valutazione: impegnativo.

La Capanna Mara è situata tra i monti Bolettone e Palanzone, precisamente poco sotto il valico che mette in comunicazione la Val Bova e la Val di Gaggia. Una scritta sopra la porta recita: “beata solitudo, sola beatitudo”, parole sante, ma in realtà è una meta classica di molte escursioni della Riserva Naturale Valle Bova. Itinerario: Erba, Canova, S. Salvatore, Capanna Mara, La Salute, Crevenna, Erba - media tappa ore 6 - dislivello 850 m. Viaggio: treno per Erba. Valutazione: medio/impegnativo. S.A. Giuly (giulyrigamonti@gmail.com)

da venerdì 15 a domenica 17 VALLE STRETTA ALL’OMBRA DEI “RE MAGI” piemonte Valle franco-italiana nella provincia di Torino, presso Bardonecchia. Il nostro trek raggiungerà il rifugio “Re Magi”: splendida escursione in una vallata circondata da montagne calcaree al confine con le cime del Delfinato ammantate di ghiacciai. Itinerario: Melezet, Rif. Re Magi, Rif. Du Thabor, Guglia Rossa, Melezet - media tappe ore 6 - dislivello 1.400 m - mezza pensione in rifugio. Viaggio: treno per Torino/Bardonecchia e bus per Melezet. Valutazione: impegnativo. S.A. Enrico (enrico.ferrari@trekkingitalia.org)

sabato 16 - domenica 17 RIFUGIO CURO’ NELLA CONCA DEL BARBELLINO lombardia La Conca del Barbellino è un’area interessante per la presenza di una serie di bellissime vette che sfiorano i 3.000 m. Siamo nella riserva naturale Belviso-Barbellino, in una zona tra le più caratteristiche delle Alpi Orobie, dove si svolge un percorso di grande interesse naturalistico. Itinerario: Valbondione, Rif. Curò, P.sso di Bondione, Rif. Tagliaferri, Ronco di Schilpario, Barzesto - media tappe ore 6 - dislivello 1.000 m - mezza pensione in rifugio. Viaggio: treno per Bergamo e bus per Valbondione. Valutazione: medio/impegnativo. S.A. Giacomo (giacomopesenti@yahoo.it)

domenica 17 LAGO GABIET E SENTIERI WALSER valle d’aosta Una valle dai pittoreschi villaggi, dove la gente parla ancora il “patois” e conserva costumi e consuetudini antiche. Itinerario: Stafal, Alpe Mos, Rif. del Gabiet, Lago Gabiet, Punta Jolanda, Gressoney La Trinitè - media tappa ore 5,30 - dislivello 700 m. Viaggio: bus per Pont St. Martin/Gressoney Stafal. Valutazione: medio.

sabato 23 MONTE GENEROSO svizzera E’ la montagna più panoramica del Canton Ticino. Dalla sua vetta si ammirano: la Regione dei Laghi, la Pianura Lombarda sino agli Appennini, la catena alpina dal Gran Paradiso al Cervino, dal Monviso al Monte Rosa. Itinerario: Muggio, Roncopiano, Bellavista, M.te Generoso, Scudelatte, Muggio - media tappa ore 5 - dislivello 1.000 m. Viaggio: treno per Chiasso/Muggio. Valutazione: impegnativo. S.A. Enrico (enrico.ferrari@trekkingitalia.org)

sabato 23 - domenica 24 SENTIERI DEL RAGNO piemonte Gita escursionistica sulle montagne della Val Vigezzo che, pur non essendo altissime, permettono di conoscere il bellissimo ambiente di questa valle. Cammineremo tra splendidi boschi di faggi, abeti e larici, tra alpeggi e praterie d’alta quota.Sulla cima del Pizzo Ragno ci attende un grandioso panorama su tutto l’arco alpino. Itinerario: Malesco, Cappella di S. Antonio, Alpe dell’Oro, Alpe Erta, Rif. Alpe Cedo, Pizzo Ragno, Cappella di Larecchio, Alpe Cima, S.ta Maria Mag-

38

trekkingitalia.org


giore - media tappe ore 6 - dislivello 900 m - pernottamento in rifugio autogestito. Viaggio: treno per Domodossola/Malesco. Valutazione: medio/impegnativo.

domenica 24 PASSO DEL SEMPIONE, SPITZHORLI E RIFUGIO MONTE LEONE 1 VIAGGIO 2 TREK svizzera Importante via di comunicazione sin dal tempo dei Romani, tra Italia e Svizzera: è l’antica Via Stockalper, prima carrozzabile di alta montagna, percorsa dalle famose diligenze e servizi postali. 1° itinerario: P.sso del Sempione, Staldhorn, P.sso del Sempione - media tappa ore 5 - dislivello 460 m. Valutazione: medio. 2° itinerario: P.sso del Sempione, lungo la Chaltroassertal, P.sso di Terrarossa, P.sso del Sempione - media tappa ore 6 - dislivello 850 m. Valutazione: medio/impegnativo. Viaggio: pullman per P.sso del Sempione. S.A. Enrico (enrico.ferrari@trekkingitalia.org) Claudio (claotre@tin.it)

Capanna Cristallina (foto di Davide)

domenica 24 CAPPELLA DI LARECCHIO piemonte

Rifugio Grassi (foto di Giacomo)

Nel Parco Nazionale della Val Grande, tra foreste di castagni e faggi, con panorami eccezionali sulla catena alpina ossolana dominata dal Monte Rosa. Itinerario: S.ta Maria Maggiore, Rif. Alpe Al Cedo, Alpe Cima, Cappella di Larecchio, Alpe Aglio, Val di Basso, Cappella di S. Antonio, Malesco - media tappa ore 5 - dislivello 900 m. Viaggio: treno per Domodossola e trenino delle Cento Valli per S.ta Maria Maggiore. Valutazione: medio/impegnativo.

domenica 24 SENTIERO DELLA PIETRA OLLARE IN VALMALENCO lombardia Percorrendo antiche mulattiere che comunicavano con la vicina Svizzera, tra maggenghi e pinete, raggiungeremo l’area del Pirlo, il cui nome rivela un’antica attività di tornitura della Pietra Ollare, caratteristica della Valmalenco. Qui si percorre un sentiero tematico dedicato a questo materiale naturale, tuttora apprezzato per utilizzi domestici. Visiteremo quindi gli antichi luoghi di estrazione e di lavorazione. Itinerario: Chiesa, Primolo, Torni della Pietra Ollare, Laghetto del Pirlo, Cave, Sentiero Lago di Chiesa, Chiesa - media tappa ore 4 - dislivello 600 m. Viaggio: treno per Sondrio e bus per Chiesa Valmalenco. Valutazione: medio/facile. S.A. Alfredo (margalit@libero.it)

(foto di Patrick)

trekkingitalia.org

39


sabato 30 PASSO DEL GALLO piemonte

domenica 31 PARCO NATURALE MONTE DI PORTOFINO, CAMOGLI E PUNTA CHIAPPA CON BAGNO liguria

Nella sua parte più settentrionale, il Piemonte forma un piccolo triangolo che si insinua tra le montagne e confina con i territori svizzeri del Vallese e del Canton Ticino: la Val Formazza, territorio incontaminato e di ineguagliabile bellezza. Itinerario: La Frua, Cascata del Toce, Alpe Freghera, Bocchetta del Gallo, Valle del Vannino, Rif. Margaroli, P.sso Nefengiu, Lago Morasco, Riale, La Frua - media tappa ore 6 - dislivello 1.200 m. Viaggio: mezzi propri per Riale. Valutazione: impegnativo. S.A. Enrico (enrico.ferrari@trekkingitalia.org)

Sul promontorio di Portofino, una mulattiera tra pini e lecci con belle viste sul mare. Si percorrono antiche strade di pietra, un tuffo nel passato per ritrovare il piacere di camminare nella natura. Itinerario: Camogli, S. Rocco, S. Niccolò, Punta Chiappa (possibilità di bagno), Camogli - media tappa ore 4 - dislivello 440 m. Viaggio: treno per Camogli. Valutazione: facile. S.A. Pietro (massud2000@gmail.com)

sabato 30 - domenica 31 SOTTO LA GRANDE PARETE EST DEL ROSA

valle d’aosta

piemonte

Bella salita di alta montagna priva di difficoltà tecniche ma da non sottovalutare per la quota e il dislivello. Panorama grandioso sul Gruppo del Gran Paradiso, sul Grand Combin e sul Gruppo Emilius-Bec di Nona, le montagne di Aosta. Itinerario: Pila, Lago Chamolè, Colle Chamolè, Crete Noire, Punta Valletta, Pila - media tappa ore 6 - dislivello 1.200 m. Viaggio: bus per Aosta e ovovia per Pila. Valutazione: impegnativo. S.A. Virginio (virginio.grosso@virgilio.it)

Alta 2.400 metri, coperta di antichi ghiacci, visibile da tutta la pianura, la spettacolare parete est del Rosa è la più alta delle Alpi e sovrasta la conca dove transita il nostro interessante itinerario. Itinerario: Macugnaga, Pecetto, Rif. Zamboni, Lago delle Locce, Belvedere, Macugnaga - media tappe ore 5 - dislivello 850 m - mezza pensione in rifugio. Viaggio: treno per Domodossola e bus per Macugnaga. Valutazione: medio. S.A. Maurizio (maumau52@alice.it)

domenica 31 PUNTA VALLETTA

domenica 31 VALLE CODERA LA VALLE SENZA STRADE lombardia

Passo del Gallo (foto di Stefano)

Questa valle, laterale della Val Chiavenna, è uno dei pochi luoghi ancora relativamente integri delle Alpi Centrali. Un itinerario suggestivo, capace di bellezze che i più ancora ignorano. Itinerario: Novate Mezzola, Codera, Sentiero del Tracciolino, S. Giorgio, Novate - media tappa ore 5,30 - dislivello 650 m. Viaggio: treno per Novate Mezzola. Valutazione: medio.

ANTEPRIMA DI SETTEMBRE mercoledì 3 lombardia MONTISOLA sabato 6 - domenica 7 svizzera AI PIEDI DEL PIZZO BADILE domenica 7 lombardia PAESAGGI GEOLOGICI IN VAL GEROLA domenica 7 piemonte PIZZO DIEI

40

trekkingitalia.org


I GRANDI TREK DELL’ESTATE venerdì 30 maggio, 4 gg.

Svizzera, SCHAFFHAUSEN, SENTIERI DEL RENO trek residenziale. Quota € 550. No treno € 412. S.A. Virginio (virginio.grosso@virgilio.it) venerdì 30 maggio, 4 gg.

Trentino-Alto Adige, VAL DI LEDRO trek residenziale. Quota € 272. No treno € 258 S.A. Giacomo (giacomopesenti@yahoo.it) venerdì 30 maggio, 4 gg.

Lombardia-Piemonte-Liguria, VIA DEL SALE Val di Ledro (foto di Giacomo)

MAGGIO giovedì 1 maggio, 4 gg.

Francia, LE GRAND CANYON DU VERDON trek con bagaglio trasportato. Quota € 340. S.A. Paolo (paolo.canova.milano@gmail.com) giovedì 1 maggio, 4 gg.

Friuli, Venezia Giulia, TRIESTE, IL CARSO, IL MARE trek residenziale. Quota € 417. No treno € 318 S.A. Pietro (massud2000@gmail.com) giovedì 1 maggio, 4 gg.

Francia, LES BALCONS DE LA COTE D’AZUR trek itinerante. Quota € 353. No treno € 283. S.A. Ivan (soulman@fastwebnet.it) giovedì 1 maggio, 4 gg.

Liguria, LE TRE PERLE trek residenziale. Quota € 385. No treno € 340 S.A. Giuseppe (fongius@fastwebnet.it) giovedì 1 maggio, 5 gg.

Toscana, ISOLA D’ELBA trek residenziale. Quota € 472. No treno € 384. S.A. Elena (elena.cortellessa@trekkingitalia.org) mercoledì 14 maggio, 4 gg.

Inghilterra, LONDRA E’ UNA MODERNA BABILONIA trek residenziale. Quota € 415. No volo. S.A. Loretta (loretta.dante@trekkingitalia.org)

trek itinerante. Quota € 278. No treno € 258 S.A. Ettore (ettore.trek@gmail.com) venerdì 30 maggio, 4 gg.

Francia, HYERES E LE SUE ISOLE trek residenziale. Quota € 485. No treno € 425. No viaggio € 361. S.A. Alberto (alberto.delre@gmail.com) sabato 31 maggio, 4 gg.

Francia, LIONE: LES TRAVERSEE DE LIONE trek residenziale della scoperta. S.A. Gianluca (gianluca.migliavacca@trekkingitalia.org) sabato 31 maggio, 8 gg.

Croazia, ISOLA DI RAB trek residenziale. Quota € 688. No treno € 585. S.A. Loredana (loredana.comotti@trekkingitalia.org) sabato 31 maggio, 8 gg.

Grecia, GOLE E MARE DELL’ISOLA DI CRETA trek con bag. trasportato. Quota € 720. No volo. S.A. Paola (paola.zito@gmail.com) sabato 31 maggio, 9 gg.

Sardegna, SENTIERO SELVAGGIO IN FIORE trek itinerante. Quota € 720. No treno € 695. S.A. Elena (elena.cortellessa@trekkingitalia.org) sabato 31 maggio, 5 gg.

Emilia-Romagna, RIMINI E LE ROCCHE DEI MALATESTA trek residenziale. S.A. Maurizio (maumau52@alice.it)

sabato 17 maggio, 9 gg.

Sicilia, ISOLE EOLIE trek residenziale. Quota € 700. S.A. Luigi (luigisironi47@gmail.com) sabato 24 maggio, 8 gg.

Malta, MALTA E LE SUE ISOLE trek residenziale. Quota € 670. No volo. S.A. Enrico (enrico.ferrari@trekkingitalia.org) giovedì 29 maggio, 5 gg.

Toscana, FIORI E COLORI DELL’ISOLA DEL GIGLIO trek residenziale. Quota € 495. No treno € 415. S.A. Graziano (graziano.battistutta@libero.it)

Sardegna, Sentiero Selvaggio (foto di Franco)

trekkingitalia.org

41


I GRANDI TREK DELL’ESTATE sabato 21 giugno, 9 gg.

Francia, CORSICA MARE E MONTI trek con bag. trasportato. Quota € 755. No treno € 715. S.A. Giuseppe (giusesusani@libero.it) sabato 21 giugno, 9 gg.

Portogallo, MADEIRA, L’ISOLA DEI FIORI trek residenziale. Quota € 1.060 n.d. mercoledì 25 giugno, 5 gg.

Svizzera, LA VIA SPLUGA trek con bagaglio trasportato. Quota € 635. No treno € 597. S.A. Claudio (claotre@tin.it) sabato 28 giugno, 9 gg.

Gran Bretagna, CORNOVAGLIA, VERDI SCOGLIERE Marettimo (foto di Giorgio)

trek con bagaglio trasportato. Quota € 850. No volo. S.A. Alberto (alberto.delre@gmail.com)

GIUGNO

LUGLIO

domenica 1 giugno, 7 gg.

giovedì 3 luglio, 13 gg.

Sicilia, MARETTIMO E SENTIERO DELLO ZINGARO

Portogallo, CAMMINO PORTOGHESE PER SANTIAGO trek itinerante. Quota € 660. No volo.

trek residenziale. Quota 655. No volo. S.A. Claudio (claotre@tin.it)

sabato 5 luglio, 8 gg.

Spagna, LA RUTA DEL VINO Y DEL PESCADO

Trentino-Alto Adige, CANYON E FORESTE DELLA VALLE DI NON trek residenziale. Quota € 735.

trek itinerante. S.A. Paolo (paolo.canova.milano@gmail.com)

No treno € 677. S.A. Maurizio (maumau52@alice.it)

sabato 7 giugno, 10 gg.

venerdì 13 giugno, 4 gg.

sabato 5 luglio, 9 gg.

Toscana, ISOLA DI CAPRAIA

Piemonte, ALTA VIA DEL LAGO MAGGIORE

trek residenziale. Quota € 383. No treno € 313. S.A. Pietro (massud2000@gmail.com)

trek itinerante. S.A. Enrico (enrico.ferrari@trekkingitalia.org)

sabato 14 giugno, 8 gg.

giovedì 10 luglio, 4 gg.

Spagna, LA PALMA: TRA I VULCANI DE L’ISLA BONITA trek residenziale. Quota € 1.185 n. d. S.A. Eugenio (eugenio.battistini@yahoo.it) mercoledì 18 giugno, 4 gg.

Olanda, ROTTERDAM, L’EUROPORTO: LA BOCCA D’EUROPA trek residenziale della scoperta. S.A. Gianluca (gianluca.migliavacca@trekkingitalia.org)

Valle d’Aosta, BALCONATA DEL CERVINO trek itinerante. Quota € 290. No treno € 258. S.A. Paolo (paolo.canova.milano@gmail.com) giovedì 10 luglio, 16 gg.

Uganda, UGANDA DEL NORD viaggio & trek. sabato 12 luglio, 9 gg.

mercoledì 18 giugno, 5 gg.

Piemonte, SACRE SORGENTI

Emilia-Romagna, Toscana IL CAMMINO DEGLI ABATI trek itinerante. Quota € 345. No treno € 324.

trek itinerante. S.A. Felice (alchemiaverde@tiscali.it)

S.A. Felice (alchemiaverde@tiscali.it)

domenica 13 luglio, 7 gg.

venerdì 20 giugno, 9 gg.

Germania, TRAVERSATA DELLA FORESTA NERA

Francia, BRETAGNA: LA COTE D’EMERAUDE

trek con bagaglio trasportato. Quota € 725. No treno € 550. S.A. Carmelo (carmelo.vanadia@trekkingitalia.org)

trek con bag. trasportato. Quota € 930. No treno MI-Parigi. S.A. Giacomo(giacomopesenti@yahoo.it) sabato 21 giugno, 8 gg.

domenica 13 luglio, 8 gg.

Croazia, ISOLA DI LUSSINO

Alto Adige, VAL PUSTERIA, DOLOMITI DI SESTO

trek residenziale. Quota € 680. No treno € 575. S.A. Loredana (loredana.comotti@trekkingitalia.org)

trek residenziale. Quota € 735. No treno € 652. S.A. Giacomo (giacomopesenti@yahoo.it)

42

trekkingitalia.org


domenica 27 luglio, 7 gg.

Lombardia, VALLATE NASCOSTE DELLO STELVIO trek residenziale. Quota € 507. No treno € 485. S.A. Augusto (augustoaielli2@alice.it) domenica 27 luglio, 7 gg.

Alto Adige, ALTA VIA N° 8, DEI PANORAMI trek itinerante. S.A. Ettore (ettore.trek@gmail.com) domenica 27 luglio, 8 gg.

Croazia, ISOLA DI LUSSINO trek residenziale. Quota € 750. No treno € 650. S.A. Loredana (loredana.comotti@trekkingitalia.org) lunedì 28 luglio, 8 gg. Ortisei Sentieri della Gardena (foto di Livio)

sabato 19 luglio, 9 gg.

Italia, Svizzera, VIAGGIO ATTORNO AL ROSA trek itinerante. Quota € 810. No treno € 799. S.A. Virginio (virginio.grosso@virgilio.it) domenica 20 luglio, 7 gg.

Trentino-Alto Adige, VAL SARENTINO trek residenziale. Quota € 575. No treno € 509. S.A. Giuseppe (fongius@fastwebnet.it)

Olanda, ISOLE D’OLANDA IN VELIERO E BICI viaggio & trek. Quota € 725. No viaggio. + assicurazione annullamento viaggi obbligatoria. S.A. Raffaello (raffaello.mosca@trekkingitalia.org) mercoledì 30 luglio, 5 gg.

Trentino-Alto Adige, NEL REGNO DI FANES trek itinerante. Quota € 438. No treno € 346. S.A. Cristina (crisbaratto@hotmail.com)

AGOSTO

domenica 20 luglio, 7 gg.

venerdì 1 agosto, 10 gg.

Valle d’Aosta, NEL PAESE DEGLI STAMBECCHI

Trentino-Alto Adige-Veneto, DOLOMITI: ALTA VIA N°1 trek itinerante.

trek residenziale. Quota € 584. No treno € 552. S.A. Paolo (paolo.canova.milano@gmail.com)

Quota € 795. No treno € 709.

giovedì 24 luglio, 4 gg.

sabato 2 agosto, 8 gg.

Svizzera, VIA DELLE QUATTRO SORGENTI

Alto Adige, ORTISEI, SENTIERI DELLA GARDENA trek residenziale. Quota € 775. No treno € 709.

trek itinerante. S.A. Enrico (enrico.ferrari@trekkingitalia.org)

S.A. Maurizio (maumau52@alice.it)

venerdì 25 luglio, 5 gg.

sabato 2 agosto, 9 gg.

Piemonte, DOVE... IL VENTO FA IL SUO GIRO

Francia, CORSICA MARE E MONTI

trek residenziale. Quota € 447. No treno € 420. S.A. Alfredo (margalit@libero.it)

trek con bagaglio trasportato. Quota € 755. No treno € 715. S.A. Giuseppe (giusesusani@libero.it)

venerdì 25 luglio, 9 gg.

Inghilterra, VALLO DI ADRIANO trek della scoperta con bagaglio trasportato. Quota € 990. No volo. S.A. Alberto (alberto.delre@gmail-com) S.A. Loretta (loretta.dante@trekkingitalia.org) venerdì 25 luglio, 22 gg.

Perù, MACHU PICCHU E CORDILLERA BLANCA trek con bagaglio trasportato. Quota € 3.580 n.d. S.A. Ivan (soulman@fastwebnet.it) sabato 26 luglio, 9 gg.

Francia, CORSICA MARE E MONTI trek con bagaglio trasportato. Quota € 755. No treno € 715. S.A. Giancarlo (giancarlo.corbellini@libero.com)

Corsica Mare & Monti (foto di Franco)

trekkingitalia.org

43


I GRANDI TREK DELL’ESTATE venerdì 8 agosto, 10 gg.

Francia, CORSICA MARE E MONTI trek itinerante. Quota € 815. No treno € 775. S.A. Paola (paola.zito@gmail.com) sabato 9 agosto, 8 gg.

Bulgaria, SENTIERI DEI MONASTERI trek residenziale. Quota € 780. No volo. S.A. Todi (militradint@yahoo.it) sabato 9 agosto, 8 gg.

Alto Adige, ALPE DI SIUSI ALLO SCILIAR Monti Tauro e Cappadocia (foto di Eugenio)

sabato 2 agosto, 15 gg.

Turchia, DAI MONTI TAURO ALLA CAPPADOCIA

trek residenziale. Quota € 650. No treno € 575. S.A. Luigi (luigisironi47@gmail.com) sabato 9 agosto, 9 gg.

trek con bagaglio trasportato. Quota € 1.785, 12 pax, € 1.885, 9 pax. S.A. Claudio (claotre@tin.it)

Francia, BRETAGNA MEDIOEVALE

sabato 2 agosto, 15 gg.

Francia-Spagna, GAVARNIE E CANYON DE ORDESA trek itinerante. Quota € 580. No viaggio.

Francia d’Oltremare, ILE DE LA REUNION trek itinerante. Quota € 2.770 n.d. S.A. Alfredo (margalit@libero.it) domenica 3 agosto, 8 gg.

Croazia, ISOLA DI LUSSINO trek residenziale. Quota € 750. No treno € 650. S.A. Giacomo (giacomopesenti@yahoo.it) lunedì 4 agosto, 6 gg.

trek con bag. trasportato. Quota € 885. No treno MIParigi. S.A. Antonio (antonio.airaghi@fastwebnet.it) sabato 9 agosto, 9 gg. S.A. Ivan (soulman@fastwebnet.it) sabato 9 agosto, 9 gg.

IT-CH-FR, GRAND TOUR DU MONT BLANC trek itinerante. Quota € 730. No viaggio € 696. S.A. Carmelo (carmelo.vanadia@trekkingitalia.org) sabato 9 agosto, 9 gg.

Marocco, GRAND TOUR DU TOUBKAL

Trentino-Alto Adige, PARCO NATURALE ODLEPUEZ trek residenziale. Quota € 427. No treno € 346.

trek con bag. trasportato. Quota € 610. No volo. S.A. Maria (mariatirico@gmail.com)

martedì 5 agosto, 8 gg.

domenica 10 agosto, 7 gg.

Olanda, PAESAGGI D’OLANDA IN VELIERO E BICI

Piemonte, PARCO NATURALE VEGLIA-DEVERO

viaggio & trek. Quota € 725. No viaggio. + assicurazione annullamento viaggi obbligatoria. S.A. Raffaello (raffaello.mosca@trekkingitalia.org)

trek residenz. S.A. Luca (ltemporelli76@gmail.com)

martedì 5 agosto, 10 gg.

trek residenziale. Quota € 780. No treno € 680. S.A. Loredana (loredana.comotti@trekkingitalia.org)

Inghilterra, SCOZIA, WEST HIGHLAND WAY trek con bagaglio trasportato. S.A. Paolo (paoloforti2001@gmail.com) giovedì 7 agosto, 11 gg.

Alto Adige, DOLOMITI: ALTA VIA N°2

domenica 10 agosto, 8 gg.

Croazia, ISOLA DI LUSSINO domenica 10 agosto, 8 gg.

Alto Adige, ORTISEI, SENTIERI DELLA GARDENA trek residenziale. Quota € 775. No treno € 708. S.A. Maurizio (maumau52@alice.it)

trek itinerante. Quota € 828. No treno € 750. S.A. Michele (micdellacqua@hotmail.com) giovedì 7 agosto, 12 gg.

Germania, TRAVERSATA DA DRESDA A BERLINO trek con bagaglio trasportato. Quota € 1.255. No viaggio € 925. S.A. Virginio (virginio.grosso@virgilio.it) venerdì 8 agosto, 10 gg.

Francia, BRETAGNA, LA COTE D’EMERAUDE trek con bagaglio trasportato. Quota € 945. No treno MI-Parigi. S.A. Pietro (massud2000@gmail.com)

44

trekkingitalia.org

Val d’Ega (foto di Giacomo)


giovedì 28 agosto, 4 gg.

Marche, CONERO E GROTTE DI FRASASSI trek residenziale. Quota € 430. No treno € 330. S.A. Giuseppe (fongius@fastwebnet.it)

ANTEPRIMA GRANDI TREK D’AUTUNNO sabato 6 settembre, 9 gg. Sicilia, ISOLE EOLIE trek residenziale. sabato 13 settembre, 8 gg.

Grecia, SENTIERI DELL’ISOLA DI ANDROS trek residenziale. Dolomiti di Cortina (foto di Valentino)

sabato 13 settembre, 8 gg.

Campania, PARCO DEL CILENTO lunedì 11 agosto, 5 gg.

Trentino-Alto Adige, TOUR DELLA MARMOLADA trek itinerante. Quota € 435. No treno € 351. S.A. Riccardo (riccardo.cerastico@auser.lombardia.it) giovedì 14 agosto, 4 gg.

Valle d’Aosta, ALTA VIA 2 DELLA VAL D’AOSTA

trek residenziale. sabato 20 settembre, 7 gg.

Campania, IL CAMMINO DI SAN BENEDETTO trek residenziale. sabato 20 settembre, 8 gg.

Croazia, ISOLE DEL QUARNARO

trek itinerante. Quota € 303. No treno € 271. S.A. Paolo (paolo.canova.milano@gmail.com)

trek residenziale.

venerdì 15 agosto, 10 gg.

sabato 27 settembre, 7 gg.

Francia, CORSICA, GR 20 NORD

Lazio, PARCO DEL CIRCEO E PONZA

trek itinerante. Quota € 695. No treno € 655. S.A. Giuseppe (giusesusani@libero.it)

trek residenziale.

sabato 16 agosto, 8 gg.

Turchia, DALLA LICIA ALLA CAPPADOCIA

sabato 27 settembre,9 gg.

Irlanda, WESTERN WAY

trek con bagaglio trasportato.

trek con bag. trasportato. Quota € 1.090. No volo. S.A. Enrico (enrico.ferrari@trekkingitalia.org)

Lazio, Toscana, SENTIERO DEGLI ETRUSCHI

domenica 17 agosto, 8 gg.

trek residenziale.

Croazia, ISOLA DI LUSSINO

mercoledì 8 ottobre, 4 gg.

trek residenziale. Quota € 750. No treno € 650. S.A. Luisa (luisa.mambretti@trekkingitalia.org) lunedì 18 agosto, 7 gg.

giovedì 2 ottobre, 4 gg.

Francia, PARIGI: LA TRAVERSEE N° 3 trek residenziale.

Germania, TRAVERSATA DELLA FORESTA NERA

sabato 11 ottobre, 9 gg.

trek con bagaglio trasportato. Quota € 725. No viaggio € 550. S.A. Virginio (virginio.grosso@virgilio.it)

viaggio & trek.

lunedì 18 agosto, 7 gg.

Veneto, DOLOMITI DI CORTINA trek con bagaglio trasportato. Quota € 617. No treno € 527. S.A. Valentino (valegalb@gmail.com) sabato 23 agosto, 8 gg.

Egitto, DAL DESERTO BIANCO A LUXOR martedì 14 ottobre, 18 gg.

Nepal, NEL PAESE DEGLI SHERPA viaggio & trek. mercoledì 15 ottobre, 5 gg.

Umbrias, SPOLETO, CASCIA E NORCIA

Croazia, MARE E SENTIERI DELL’ISTRIA

trek residenziale.

trek residenziale. Quota € 828. No treno € 728. S.A. Ettore (ettore.trek@gmail.com)

sabato 18 ottobre, 8 gg.

sabato 23 agosto, 8 gg.

Sicilia, ISOLE DI LAMPEDUSA E LINOSA trek residenziale.

Trentino-Alto Adige, VAL D’EGA

sabato 25 ottobre, 9 gg.

trek residenziale. Quota € 798. No treno € 736. S.A. Giacomo (giacomopesenti@yahoo.it)

Giordania, PETRA E IL WADI RUM viaggio & trek.

trekkingitalia.org

45


CARTOLINE DAI SOCI

...dal Devero. S.A. Carmelo (foto di Carmelo)

...dalle Eolie. S.A. Pietro (foto di Sabrina e Davide)

...daila Val di Cornia. S.A. Alessandra (foto di Giorgio Tortini)

...dal Conero. S.A. Valentino (foto di Valentino)

...dalle Odle. S.A. Roberto (foto di Valeria Sacchetti)

...dalle Odle. S.A. Roberto (foto di Cameliai)

46

trekkingitalia.org

...daila Costiera AmalďŹ tana. S.A. Paolo (foto di Giacomo e Giorgio


CARTOLINE DAI SOCI

...dalle Calanques e da Marsiglia. S.A. Graziano (foto di Graziano)

...da Valmalenco 2000. S.A. Alfredo (foto di Alfredo)

...da Creta. S.A. Paola (foto di Paola) ...dalla Val Sarentino. S.A. Luigi (foto di Sergio)

...da Napoli. S.A. Umberto (foto di Laura, Patrizia e Cinzia)

trekkingitalia.org

47


20122 MILANO VIA SANTA CROCE 2 TEL 02 8372838 – 8375825 FAX 02 58103866 MILANO@TREKKINGITALIA.ORG WWW.TREKKINGITALIA.ORG Grazie a tutti i soci che hanno collaborato alla realizzazione del presente catalogo. La foto di copertina, a Lussino, è di Filippo.

ISCRITTA NEL REGISTRO NAZIONALE DELLE ASSOCIAZIONI DI PROMOZIONE SOCIALE E NEL REGISTRO REGIONALE PER LE ASSOCIAZIONI SENZA SCOPO DI LUCRO DELLA LOMBARDIA

Trekking Italia Milano - mag-ago 2014  

Il catalogo dei trek del weekend della sede di milano di trekking italia, 2° quadrimestre 2014

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you