Issuu on Google+

05/11/2013 Anno 1 - Numero 5 SETTIMANALE GRATUITO EDITORIALE DEL DIRETTORE

SERIE A

La crisi chiama Futsal in rosa risponde... ualcuno avrebbe detto “stop alle telefonate”, ma tra gli ambienti del futsal femminile lunedì 4 novembre è riecheggiato “stop alle iscrizioni”. Un annuncio arrivato il più tardi possibile (non è un caso), per varare i calendari del massimo campionato regionale del calcio a cinque in rosa. I numeri parlano da soli, più di qualunque altra parola: quattro compagini certe di partecipare e due ancora con il punto interrogativo. La differenza tra la prima opzione e la seconda è lieve, non c’è da fare i salti di gioia nel caso in cui dovessero essere sei le compagini ai nastri di partenza. Dai dubbi per una stagione nata con tante difficoltà, passiamo alle certezze che possono rappresentare le mille sfaccettature di questo movimento. In primis, il campionato femminile di calcio a cinque di serie C1 presto decollerà: quattro squadre è infatti il numero minimo per far decollare la stagione. Per il futsal in rosa alla fine questa è l’unica nota lieta, in quanto andando a sbirciare nelle altre regioni, ci accorgiamo come il Piemonte sia costretto a prendere appunti. In Sardegna, per esempio, la stagione è già iniziata, con ben dieci squadre partecipanti, addirittura una in più rispetto al nostro campionato di C1 maschile. Ma allora c’è effettivamente un problema che riguarda solo la nostra Regione? Sicuramente no, e sarebbe troppo riduttivo affermarlo. C’è un problema di fondo ed è quello che riguarda la spinosa vicenda dei costi. Iscrivere e disputare un campionato di Figc ha un costo, iscrivere e disputare un campionato amatoriale ne ha un altro. Fino a quanto la forbice tra queste due opzioni risulterà ancora ampia, è più che lecito che un presidente si faccia due conti prima di iscrivere la propria società in un campionato di Figc. In tempo di crisi, quando i conti non tornano, c’è poco da fare. Walter Citro

Asti non capitalizza ma nemmeno cade Rimonta di grinta e orgoglio, ma è solo 6-6 con la Lazio. E intanto, l’ITCA Torino che fece la storia rivive per una serata

Q

A PAG. 3-4

Portieri di notte nella reunion Itca al PalaRuffini

SERIE C2

CarmaSTOP Applausi CLD ma è battuto

Un Esseti 5 bellezze Pratiglione bruciato In scia a Iovino e compagni rimane solo la Femminile Juventus, a segno sul L84. Nel girone B, Baglio illumina il Villasport A PAG. 8-9

Prima sconfitta dopo quasi due anni ma il favoritissimo New Team ha sofferto fino all’ultimo (a pag. 5) (foto Andrea Lusso)

SERIE B / Ribeiro sulla sirena regala un punto a Monni

Ancora pari I Bassotti Il gol fantasma di Buggè illude Eboli, ripreso a due secondi dal gong Grande impresa Bra a Prato, ma la Libertas Astense si fa minacciosa

Alberto Golè, matchwinner Bra a Prato

I Giovanissimi del Bardonecchia in riscaldamento

ALLIEVI

Troppo Solavagione per lo Spring Team

Carmagnolesi a valanga e in fuga con Asti, Aosta e Sportiamo. Nei Giovanissimi, spettacolo tra Real Frassati e Bardonecchia A PAG. 15


NEWS

02

numero 5 - 05/11/2013

COPPA SERIE C / Giovedì sera il ritorno degli Ottavi di finale

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO

Ultimo squillo Fenalc

Riccardo Caprioglio ci scrive: «Ecco il manifesto del futsal»

dire...), il Real Mirafiori di Mimmo Ingrascì. Nella parte bassa, invece, l’imbattibile Sporting Rosta di Failla dovrà difendere il triplo vantaggio dagli attacchi dei ragazzi di Pippo Cedro, mentre lo Spring Team proverà a ripercorrere le meravigliose gesta compiute nel triangolare, provando a ribaltare il 4-1 subito dallo Sportiamo. Chi invece ha già un

gni sport ha la sua dignità. Pochi una degna visibilità. Lo sanno bene i migliaia di appassionati del futsal relegati troppo spesso in una definizione di “calcetto”, termine non solo errato, ma che al suo interno denota una sottile “sottomissione” verso un calcio a 11 che in fin dei conti è un’altra disciplina. Ciò che scrivo lo sanno bene i ragazzi che dedicano tempo e di conseguenza sacrificio ad una passione, lo sanno bene quelle società che a fine stagione, nonostante logiche tentazioni di abbandonare un progetto, per una motivazione dettata dal cuore, tornano sulle proprie idee e si iscrivono nuovamente ed infine lo sanno bene tutti gli amanti del FUTSAL che si ritrovano occasionalmente nei campi più sperduti della nostra regione e non solo… per discutere, a volte litigare e spesso per mangiare una pizza insieme nel segno di un valore comune. Confrontarsi ed essere orgogliosi di essere “dilettanti” (per ora) . Detto ciò…questa iniziativa di “Tiro Libero” non solo la ritengo coraggiosa, ma necessaria per un movimento che non può che crescere dopo anni di “abbandono” forzato…quindi ogni iniziativa di questo genere andrebbe appoggiata con tutto l’entusiasmo che solo gli appassionati del Calcio a 5 sanno dimostrare non solo durante un’ora di gioco. Riccardo Caprioglio ds Real Mirafiori

Sandro Dall’Agnol

piede nei quarti di finale è il Gem Tarantasca, dopo il roboante 7-0 a Cavallermaggiore. Bailo attende solo di sapere se il Fenalc risponderà a quella che ha tutta l’aria di essere l’ultima chiamata, per non compromettere del tutto una stagione iniziata malissimo in campionato. A Grugliasco, il Villasport proverà a difendere il 5-4 costruito due settimane fa.

iovedì tempo di verdetti, conosceremo i nomi delle magnifiche otto che si qualificheranno ai quarti di finale, ultimo step prima della final four in programma il 21 e 22 dicembre. Sessanta minuti di fuoco e almeno cinque o sei sfide ancora apertissime a qualsiasi pronostico. Nella parte settentrionale del tabellone, il quarto di finale meno nobile sarà certamente quello che uscirà dalle sfide Femminile Juventus-Eporedia e L84-Esseti. Non fosse altro perché, blasone e uomini a parte, il quartetto è interamente di C2, e per forza di cose, ci sarà certamente una compagine della categoria inferiore alla final four. Favorite le due squadre di casa, per talento e per quella rete di vantaggio accumulata nei primi sessante minuti. Nel secondo quarto di tabellone, lo Sparta Novara avrà verosimilmente vita facile sul terreno amico contro il Sermig di Bagnati, che pure riuscì sorprendentemente a bloccare sul 3-3 Vivarelli e compagni. Tenterà invece l’impresa il Fiano Plus: da ribaltare il 7-4 subito dall’”intruso” nel tabellone (sfidiamo chiunque a sostenere che, geograficamente, Mirafiori sia più a nord di Valdellatorre e più vi- IMPRESA / L’Eporedia di Gianluca Maglione cercherà l’impresa a Brandizzo contro la Femminile Juventus di Beppe Vassalllo cina a Fiano di Grugliasco, tanto per

G

O

FLASH NEWS

Buon pareggio in casa della Lupe per le ragazze del Mojito: 1-1, rete di Ferri

NAZIONALE AZZURRA

per l’Italia nella festa di Asti Lima: «Pronti ad Anversa» Una due giorni da custodire e da conservare nel libro dei ricordi. Asti si prende tutti gli applausi per aver fatto da cornice alla doppia amichevole tra Italia e Ucraina. Sotto gli occhi del presidente della Divisione Calcio a 5 Fabrizio Tonelli e del vicepresidente della Figc Demetrio Albertini, Martedì 29 e mercoledì 30 ottobre, il pubblico piemontese si è stretto intorno ai ragazzi di Menichelli per spingere il più in alto possibile la Nazionale in vista degli Eu-

ropei di fine gennaio ad Anversa. Alla fine è mancato solo il risultato positivo perché tutto il resto è stato praticamente perfetto. I numeri non sorridono a Menichelli (sconfitta 4-3 e pareggio 2-2), ma il tecnico romano ha comunque avuto le risposte che cercava soprattutto considerando che non ha caso ha scelto in amichevole un avversario ostico come l’Ucraina. L’idolo di casa, Gabriel Lima firma il tabellino dei marcatori in entrambe le gare (fantastico il cucchiaio nella sfida terminata in parità), ma è comunque dispiaciuto per non aver regalato al suo pubblico la gioia della vittoria: «Giocare qua ad Asti è un’emozione indescrivibile, dispiace solo per il risultato finale, ma siamo una Nazionale giovane e sicuramente ci faremo trovare pronti agli Europei di Anversa: queste gare servono anche per questo».

SOCIETA’ EDITRICE: Amets srls via Moretta 6 - 10138 Torino PER INFO e PUBBLICITA’: 320.89.69.186 MAIL: redazione@tiroliberoweb.it REGISTRAZIONE: Tribunale di Torino DIRETTORE RESPONSABILE : Walter Citro

numero 27 del Registro Giornali e Periodici

CAPOREDATTORE: Sandro Dall’Agnol

del 17 settembre 2013

IN REDAZIONE: Diego Molino, Luigi Trafficante

CENTRO STAMPA: Sarnub srl, via Abate Bertone 14

RESPONSABILE MARKETING: Fabrizio Tosatto

Cavaglià (BI)


SERIE A

03

CAMPIONATO

LAZIO

Sotto 6-3 l’Asti recupera, ma porta a casa solo un punticino

ASTI

6 6 Roma città chiusa

2 Salas 4 Emer 5 RAUL 8 HECTOR 9 PAULINHO 10 Ippoliti 11 Dimas 13 PARREL 14 PATRIZI 16 Ruben 18 Schininà 22 Molitierno

All. D’ORTO

3 Lima 4 Garbin 5 Celentano 7 CAVINATO 10 Vampeta 11 Fortino 12 Casalone 14 GARCIAS 15 Marquinho 20 KIKO 21 DE OLIVEIRA 24 NOVAK

ALL. POLIDO

Reti: 6’43’’ Dimas (L), 7’37’’ Kiko (A), 9’33’’ Cavinato (A), 10’11 Hector (L), 6’49’’ st Garcias (A), 8’42’’ st Parrel (L), 9’46’’ st Hector (L), 12’43’’ st Paulinho (L), 13’13’’ st Hector (L) 14’44’’ st Cavinato (A) 16’28’’ st Lima (A), 18’06’’ st De Oliveira (A) Arbitri / Mameli di Cagliari, Peroni di Città di Castello. Fratangeli di Frosinone (Crono) Ammoniti/ Emer, Schininà (L), Cavinato (A)

IL MEGLIO

Il carattere astigiano, senza dubbio, per rimanere ancora una volta imbattuti

IL PEGGIO Quel blackout di quattro minuti che ha rischiato di costare la sconfitta

Alfonso Forti Roma

fu così che la città eterna rimase perennemente inviolata dalle truppe astigiane. E’ andato dunque a vuoto l’ennesimo tentativo di espugnare la capitale e, anzi, per come si era messa a poco più di cinque minuti dalla fine, il pareggio è in fin dei conti tanta roba. Insomma, la classica trasferta da bicchiere mezzo pieno o mezzo vuoto: da un lato la straordinaria, incredibile rimonta che allunga addirittura a 32 partite l’imbattibilità in regular season degli orange, dall’altro la consapevolezza di aver rischiato grosso contro una squadra in crisi e ancora a secco di vittorie. Con Ramon a riposo e in attesa di rivedere sui parquet Patias, le buone notizie arrivano dal chirurgico mancino di Cavinato, puntuale e glaciale sotto porta e da De Oliveira, autore della rete conclusiva e sempre più protagonista. Sarà stata la sfuriata in settimana del presidente laziale Antonio Mennella, ma i biancocelesti sono subito parsi ben diversi da quelli

E

KAOS

MARTINA

x 2

x 3

4

LAION ANDRE’ F. COCO URLO KAKA’ Failla Tuli Pereira Vinicius Zannoni Petriglieri Juninho

LOPOPOLO MANFROI LUFT DAO BOCAO Scatigna De Luca Fininho Caio Paulinho Saul Micoli

PUTANO MARINHO HONORIO CANAL TABORDA Penzo Pizzo Dal Cin Bellomo Waltinho Bertollo Tornatore

ALL. CAPURSO

ALL. BASILE

Reti: 2’10’’ André Ferreira (K), 18’49’’ Saul (M), 8’53’’ st Bocao (M), 13’03’’ st Paulinho (M), 16’41’’ st Kakà (K) Arbitri / Giannantonio di Campobasso, Giada di Mestre. Simonazzi di RE (Crono) Ammoniti/ Vinicius (K), Scatigna (M), Laion (K)

LA GARA Il nuovo palazzetto di Ferrara continua a non portare granché fortuna alla squadra di Capurso, battuta dalla sempre più soprendente Solito Martina grazie alle reti di Saul, Bocao e Paulinho. Nel finale è Kakà a ridare speranze ai padroni di casa, ma il forcing conclusivo non conduce al pareggio e dà una pesante mazzata in chiave Final Eight di Coppa Italia al Kaos.

LUPARENSE ACQUA&SAPONE

ALL. COLINI

molli e imprecisi di questo inizio stagione e il 2-2 della prima frazione lo testimonia a pieno (da segnalare la prodezza di Kiko, ex di turno e ispiratissimo a cogliere il collega Patrizi leggermente fuori dai pali). La rete del gaucho Garcias a inizio ripresa sembrava indirizzare i tre punti verso Tiago Polido, ma un sorprendente blackout coglieva l’intera galassia orange che in meno di cinque minuti portava la Lazio a condurre per 6-3, con un geniale cucchiaio di Hector, autore di una tripletta, che sembrava la classica ciliegina sulla torta. Sembrava, appunto, perché il cuore astigiano batte ancora forte e inesorabile riprende a pulsare sangue e ossigeno nelle gambe di Lima e compagni che riagguantano per i capelli il match con il portiere di movimento e con un’imbucata capolavoro di Vampeta che pesca il tocco al volo di De Oliveira. Imbattibilità salva e possibilità di allungo sabato al Palasanquirico contro il Pescara di Patriarca, in evidente difficoltà di rendimento. Ma attenzione, in fondo, anche la Lazio sembrava in crisi.

CONTESA / De Oliveira contrasta Ruben (foto sslaziocalcioa5.it)

REAL RIETI

PESCARA

MARCA

4

1

4

4

5

MAMMARELLA CHAGUINHA CUZZOLINO CALDEROLLI MURILO F. Egea Di Sante Borruto Zanchetta Coco Schmitt Di Matteo Montefalcone

GARCIA P. GALLETTO BERTONI R. BICO FORNARI Pipolo Campano Botta Milucci Josè Carlos Pedaleira Bertoni C.

MIARELLI FORTE ALVARO SILVEIRA ROGERIO Restaino Davì Fragassi Mancusi Crema Mocellin Dal Cin

BARIGELLI GIASSON MAURICIO JONAS EKA Leggiero Romano Foglia Morgado Nicolodi Pietrangelo Gatto

ZARAMELLO FOLLADOR LEITAO NORA BERTONI Ercolessi Caverzan Sergio Dan Chimanguinho Fabian Morassi

ALL. BELLARTE

ALL. ORANGES

ALL. PATRIARCA

ALL. FERNANDEZ

Reti: 3’11’’ Marinho (L), 8’56’’ Murilo (A), 12’01’’ Canal (L), 19’14’’ tl Cuzzolino (A), 2’58’’ st Canal (L), 8’30’’ rig. st Cuzzolino (A), 11’47’’ st Canal (L), 14’52’’ tl st Cuzzolino (A) Arbitri / De Falco di Catanzaro, Filippini di Roma 1. Romanello di Padova (Crono) Ammoniti/ 8’30’’ st Honorio (L)

LA GARA Finisce in parità la sfida tra le due principali antagoniste degli orange che, dunque, non perdono lunghezze. Le bombe di Canal (tris e nuovo capocannoniere) contro i calci piazzati di Cuzzolino, tripletta tutta da rigore e tiro libero (due volte), una gara avvincente conclusasi nel modo più giusto, malgrado Bellarte ci abbia provato col portiere di movimento.

Reti: 1’11’ Alvaro (R), 9’05’’ st Alvaro (R), 11’10’’ st rig. Fornari (N), 15’16’’ st tl Davì (R), 18’10’’ st Rogerio (R) Arbitri / Chiarello di Barletta, Leonforte di Vicenza. Minichini di Ercolano (Crono) Ammoniti / Pedaleira (N), Forte (R), Bico (N)

LA GARA Primo colpaccio esterno per il Real Rieti che viola il PalaCercola con grande autorevolezza e mette un pizzico di crisi negli ingranaggi dei napoletani di Oranges. E’ la doppietta dello spagnolo Alvaro a spaccare il risultato, poi è un meraviglioso Miarelli a contenere la furia di Fornari e compagni che segnano solo da rigore. Davì da tiro libero e Rogerio chiudono.

L’opinione di Sergio Tabbia

La profezia: Astense in A2 orrei sfruttare questo spazio per aprire una parentesi sul campionato di serie B. Sarebbe fin troppo facile dirlo più avanti e per tale motivo voglio enunciarlo proprio quando il campionato è all’inizio. L’Astense vincerà il campionato e andrà in serie A2. La scaramanzia è ben accetta ma questa squadra ha tutte le carte in regola per fare il grande salto di qualità. Senza dubbio troverà avversari ostici in grado di dare del filo da torcere, ma il campionato è lungo e solo chi ha qualità e soprattutto una rosa ampia può ambire a grandi traguardi. Gianfranco Lotta è un allenatore intelligente in grado soprattutto di ascoltare i giocatori e di creare un ambiente ideale che possa fungere da cornice per un progetto ambizioso come quello del presidente Lasagna. I risultati per adesso sono dalla sua parte e secondo me lo saranno anche alla fine di questa stagione.

V

NAPOLI

ALL. RICCI

numero 5 - 05/11/2013

Reti: 11’27’’ Morgado (P), 12’39’’ Mauricio (P), 14’45’’ Sergio (M), 0’29’’ st Jonas (P), 5’30’’ st Bertoni (M) 15’03’’ st Fabian (M), 15’54’’ t.l. st Bertoni (M), 16’43’’ st Fabian (M), 19’59’’ rig. st Eka (P) Arbitri / Balli di Prato, Loddo di RC, Di Guilmi di Vasto. Messina di Vasto (Crono) Ammoniti / Giasson (P), Morgado (P)

LA GARA Bentornati, campioni d’Italia. Finalmente la Marca di Fernandez si sblocca e raggiunge proprio gli abruzzesi in classifica. E dire che la squadra di Patriarca si era addirittura issata sul 3-1 con uno splendido gol di tacco di Jonas. Ma la reazione veneta è tremenda e in poco più di dieci minuti Bertoni e Fabian costruiscono il break che annichilisce il Pescara.

CLASSIFICA QUINTA GIORNATA Kaos-Martina Luparense-Acqua&Sapone Napoli-Rieti Pescara-Marca Lazio-Asti PT ASTI 11 RIETI 9 MARTINA 9 ACQUA&SAPONE 8 LUPARENSE 8 NAPOLI 6 PESCARA 5 MARCA 5 KAOS 3 LAZIO 3

G 5 5 5 5 5 5 5 5 5 5

V 3 3 3 2 2 2 1 1 0 0

2-3 4-4 1-4 4-5 6-6 N 2 0 0 2 2 0 2 2 3 3

P 0 2 2 1 1 3 2 2 2 2

F S 29 15 18 16 16 15 22 16 20 16 14 25 17 21 15 20 11 14 15 19

PROSSIMO TURNO (9/11) Acqua&Sapone-Martina Asti-Pescara Marca-Lazio Napoli-Luparense Rieti-Kaos

MARCATORI 8 RETI: Canal (Luparense) 7 RETI: Murilo Ferreira (Acqua&Sapone) 6 RETI: Paulinho (Martina), Davì (Real Rieti), Hector (Lazio), Cavinato (Asti)

5 RETI: Vampeta (Asti), Fornari (Napoli), E. Bertoni (Marca), Cuzzolino (Acqua&Sapone)

4 RETI: Nicolodi (Pescara), Rogerio (Real Rieti) 3 RETI: Fortino, Lima, De Oliveira (Asti), Bico (Na-

poli), Kakà (Kaos), Parrel (Lazio) e altri nove


REVIVAL ITCA TORINO

04

numero 5 - 05/11/2013

Partitella storica tra “vecchie glorie” al PalaRuffini

ITCA, la storia siamo noi Fabrizio Tosatto Torino

he saudade amici! La serata non poteva che avere il classico retrogusto malinconico di quelle partite tra vecchi amici, compagni di tante battaglie, di sconfitte, ma soprattutto di quelle vittorie che non si scordano. Come si fa a non tornare con i pensieri a quel 1999? Quella stagione sembra così lontana. I volti di quei ragazzi oggi sono sicuramente invecchiati, ma i loro occhi sono li stessi di sempre, con quell’entusiasmo, quella passione e quell’allegria, che sono stati il motore di quella fantastica leggenda chiama ITCA Torino. Una formazione storica del movimento italiano, la prima squadra non laziale a vincere lo scudetto, quello della stagione 1998/1999. Due selezioni, due “dream team” a confronto: da una parte i giocatori più rappresentativi di quello storico trionfo e dall’altra un gruppo formato da ex calciatori che hanno avuto il privilegio di indossare, nelle stagioni precedenti lo scudetto, la storica casacca del ITCA. Uno su tutti “Magal”, il primo brasiliano della storia del ITCA Torino. In questi giorni era di passaggio in Italia e Sergio Tabbia (Allenatore

C

COPPIA D’ORO / Mister Claudio Mossio e Magal

BONGIOVANNI / Rappresentativo, non anziano eh...

storico dell’Asti Calcio a 5) e Mauro Cornelj (mister di spicco nel panorama del futsal piemontese) non si sono lasciati sfuggire l’occasione per organizzare questa bella serata. Come non citare poi Guido Bongiovanni, Leo Maltese, Domenico Rana, Vito Cucco, Mauro Fimognari, Giuseppe Visconti e gli allora “giovani” Paolo Sattolo, Davide Gandolfi e Matteo Lupo. Inoltre hanno voluto essere presenti anche alcuni amici, Andrea Menghini (attuale allenatore allievi del Torino) e Nicola Zeppola

(giocatore del Fenalc in C1). A bordo campo, a raccontare quella storia c’era mister Claudio Mossio, che guidò l’ITCA Torino alla vittoria della prima Coppa Italia nella stagione 1995/1996 e che nell’anno dello scudetto vestì il ruolo di direttore sportivo, mettendo a disposizione la sua esperienza. Raccontare la partita sarebbe superfluo: al giusto agonismo, hanno soprattutto fatto da cornice risate, battute, scherzi e sfottò. In fondo si sa: quando si invecchia si torna sempre un po’ bambini.

FOTORICORDO / Non potevano mancare sorrisi e sguardi soddisfatti dopo una serata tra vecchi compagni

MAGAL / Star indiscussa della serata torinese

IPSE DIXIT / «Non sbagliavo un rigore dal 1988»


SERIE A2

05

CAMPIONATO

CLD

NEW TEAM

3 4 1 MASTROGIACOMO 4 GIULIANO 7 PIZZO 8 Siviero 10 Oanea 11 Silvestri 12 Diguinho 13 GIL 18 Iapicca 21 Borsello 25 TIPAU 30 Lentini

All. GOMES

1 ALONSO 2 MORDEJ 3 Grinovero 4 Mancini 5 BATATA 6 De Bernardo 7 CUJEC 11 Halimi 12 Pioli 15 Spatafora 16 Accatante 19 TEXEIRA

ALL. ASQUINI

Reti: 3’04” Cujec (N), 6’48” Oanea (C), 12’42” Mordej (N), 9’05” s.t. aut. Siviero (N), 9’30” s.t. Tipau (C), 15’50” Gil (C), 17’30” Mordej (N). Arbitri / Delpiano di Cagliari, De Coppi di Conegliano. Costa di Collegno (Crono) Espulso / Cujec (N)

IL MEGLIO Tipau e Rafa Gil, cuore giallonero nella provvisoria rimonta fino al 3-3

IL PEGGIO Il secondo giallo a Cujec, costato il pareggio del Cld nell’inferiorità numerica

Maiuscola gara di Gomes e soci, ma passa il New Team

CLD, peccato di gola Danilo Lusso Caramagna (CN)

a parola “sconfitta” era da quasi due anni che mancava dal vocabolario del Cld Carmagnola. Nel vivace, gremito e rumoroso palazzetto di Caramagna Piemonte (un gioiello polivalente), è arrivato il primo ko stagionale per il quintetto allenato da Lino Gomes. Quando il 3-3 sembrava cosa fatta, la “doccia fredda” Mordej ha regalato l’intera posta in palio ai goriziani del New Team Fvg (capolista a punteggio pieno). Dopo il turno di riposo e senza Zanella (a riposo dopo l’operazione al menisco) i friuliani partono forte e passano in vantaggio grazie al guizzo di Cujec che approfitta di un’indecisione locale. Pressing altissimo del New Team e Mastrogiacomo costretto agli straordinari. Carmagnola, però, pareggia con Oanea: serpentina di Giuliano e palla al compagno che buca Alonso, 1-1. Prima dell’intervallo, gli ospiti passano a condurre: tocco morbido di Mordej e nulla da fare, 1-2. Si apre la ripresa con capitan Mastrogiacomo ancora una volta attento su Cujec, ma poco dopo è beffato da Siviero che, involontariamente, spiazza il compagno sulla conclusione scagliata da Mancini, 1-3. Il Cld del presidente Dario Lamberti

L

non si perde d’animo e Tipau tira fuori il coniglio dal cilindro: slalom, dribbling e palla in rete, 2-3. Alonso deve superarsi sulla bordata di Mastrogiacomo, scagliata dalla sua solita posizione avanzata in fase d’impostazione. A 4’33” dalla fine, secondo giallo a Cujec e New Team in inferiorità numerica. Il Carmagnola non si fa prega-

re e pochi istanti dopo trova il prezioso 3-3 grazie alla zampata di Gil. Palasport caramagnese in delirio e Cld con il morale alle stelle. I friuliani continuano a macinare gioco e dal destro potente e angolato di Mordej arriva il definitivo 3-4. Sabato alle 15 altro impegno casalingo a Caramagna Piemonte, contro il Città di Sestu.

numero 5 - 05/11/2013

CLASSIFICA QUINTA GIORNATA Forlì-Toniolo Mi CLD-New Team Sestu-Fassina Kiwi Bl-Cagliari Lecco-PesaroFano Reggiana-Aosta Riposa: Tridentina PT G V NEW TEAM 12 4 4 AOSTA 12 5 4 CAGLIARI 9 5 3 SESTU 9 5 3 FORLÌ 9 5 3 REGGIANA 9 5 3 PESAROFANO 7 4 2 LECCO 6 5 2 CLD 5 4 1 FASSINA 4 4 1 TONIOLO MI 3 5 1 TRIDENTINA 1 4 0 KIWI BL 1 5 0

9-2 3-4 7-5 2-12 7-5 3-7 N 0 0 0 0 0 0 1 0 2 1 0 1 1

P 0 1 2 2 2 2 1 3 1 2 4 3 4

F S 20 13 25 14 27 18 20 15 19 16 18 18 16 10 18 20 12 9 16 17 11 26 10 15 12 33

PROSSIMO TURNO (9/11) Cagliari-Tridentina CLD-Sestu Toniolo Mi-Aosta Fassina-Kiwi Bl New Team-Forlì PesaroFano-Reggiana Riposa: Lecco

MARCATORI 11 RETI: Antonietti (Lecco) 8 RETI: De Lima (Aosta) 7 RETI: Dudù (Reggiana), Serginho (Cagliari), Lu-

cas (Forlì) 6 RETI: Dudù, Vacca (Fassina), Cujec (New Team), Turelo (Aosta), Cividini (Reggiana), Santana (Sestu) 5 RETI: Cavalli (Cagliari), Teixeira (New Team) PIVOT / Madrileno di nascita, Rafael Gil Martinez ha un recente passato nel celebre Caja Segovia, ora fallito


MATTIDALEAGUEARE

06

CAMPIONATO CALCIO A 5

numero 5 - 05/11/2013

Potemkin riagganciati nel finale

FUTSAL MANIA POTEMKIN

6 6 2 5 7 8 9 10 11 99

Cioffi FASAN ALBANESE Cirstinoiu LEPERA Sarro P. SARRO G. SARRO GUS.

1 NAGLIERI 4 Muratori 5 COLOMBRARO 6 CALLIPARI 10 CLEMENTE 11 GULLI 17 Galeone sn Di Maria

RETI: 7’ Sarro Gus. (F), 16’ Lepera (F), 18’ e 13’ st Colombraro (P), 20’ Albanese (F), 23’ e 4’ st Clemente (P), 12’ st Di Maria (P), 15’ st Fasan (F), 18 st rig. Naglieri (P), 21’ st e st’ 24 Sarro P. (F). AMMONITI / Sarro G. (F), Sarro Gus. (F), Fasan (F), Clemente (P), Naglieri (P).

MIGLIORI GIOCATORI FASAN CLEMENTE

MIGLIOR PORTIERE NAGLIERI

BERTOLLA 5 A1 SECONDA GIORNATA 9-6 7/11 8/11 G 2 1 1 1 1 2

V 2 1 1 0 0 0

Alessandro Pambianchi Settimo (TO)

quilibrio tra il Futsal Mania e la ‘corazzata’ Potemkin che dividono la posta in palio e la speranza di arrivare in fondo alla competizione. Dalle prime battute è il Potemkin a prendere metri e coraggio, dietro Gulli e Colombraro sono bruttissimi clienti e fanno della fisicità la loro dote migliore. La manovra propositiva di Capitan Clemente e compagni manca del ‘killer istinct’ e qualche errore di troppo dà il via alle letali ripartenze avversarie. Il Futsal Mania apre le danze con il Sarro Bomber, che poco dopo dipinge l’assist per Lepera. La velocità di quest’ultimo sembra poter essere la carta vincente per i tre punti

E

SETTIMO 5 A1

N 0 0 0 0 0 0

P 0 0 0 1 1 2

F S 15 8 13 7 7 5 5 6 2 6 13 22

Amigos-Kaos Semprelucidi-Shakhtar Five Futsal Mania-Fight Club Riposa: Potemkin PT SHAKHTAR FIVE 3 FIGHT CLUB 3 KAOS 3 FUTSAL MANIA 1 POTEMKIN 1 SEMPRELUCIDI 0 AMIGOS 0

G 1 1 1 1 1 1 2

2-4 7/11 8/11 V 1 1 1 0 0 0 0

spalleggiato dai compagni del Regis Albanese e Fasan. Dopo il 3-1 Capitan Clemente suona la carica e pareggia il conto tra dribbling e precisione al tiro. Nel momento decisivo della gara si fa male Lepera e i compagni sembrano subire il colpo. Tutto il col-

N 0 0 0 1 1 0 0

P 0 0 0 0 0 1 2

F S 11 2 11 4 4 2 6 6 6 6 4 11 4 15

POTEMKIN / La corazzata si fa abbordare proprio quando tutto sembra volgere verso i primi tre punti

lettivo Potemkin capisce che è il momento di affondare, alza l’asticella e

FUTSAL MANIA / La banda dei Sarro esordiisce con un pareggio di rimonta proprio nei minuti finali

SETTIMO 5 A2 SECONDA GIORNATA

SECONDA GIORNATA

Caffetteria 83-FC Zion New Team-Calcio5.com Los Gauchos-Flora PT CAFFETTERIA83 6 LOS GAUCHOS 3 NEW TEAM 3 FLORA 0 CALCIO5.COM 0 FC ZION 0

Funky Sarro

PT 3 3 3 3 0 0

G 1 2 1 1 1 1

V 1 1 1 1 0 0

3-7 7/11 8/11 N 0 0 0 0 0 0

P 0 1 0 0 1 1

F S 8 2 11 7 15 12 9 8 2 8 0 8

Tempocasa-Ciaccati Maroso Rocco&Roll-77Re Borussia Settimo-Intoccabili Riposa: Vaicheeverde BORUSSIA S. CIACCATI M. TEMPOCASA INTOCCABILI VAICHEEVERDE ROCCO&ROLL 77RE

PT 3 3 0 0 0 0 0

G 1 1 0 0 0 1 1

x-x da def. 7/11 V 1 1 0 0 0 0 0

SETTIMO 7 A2 SECONDA GIORNATA

SECONDA GIORNATA

Dream Team-Merendes Club Borgo-Daniele Parrucchiere Caffetteria Paradise-Bfdg

CAFF.PARADISE DREAM TEAM MERENDES DANIELE PAR. CLUB BORGO BFDG

SETTIMO 7 A1

si porta avanti di due reti. Fasan nel momento decisivo legge perfettamente tutte le situazioni offensive avversarie, anticipa i loro movimenti e li sorprende lanciando i compagni o trovando la rete come nel 4-5. Nel finale Naglieri vorrebbe firmare la vittoria con il suo master in calci di rigore (segna il 4-6 e lo para ad Albanese sul 56) ma non fa i conti con il Sarro Capitano, i, quale entra dalla panchina con la grinta di un leone e con due reti toglie la penna a Naglieri per un 6-6 colorato di firme diverse.

N 0 0 0 0 0 0 0

P 0 0 0 0 0 1 1

F S 11 0 5 4 0 0 0 0 0 0 4 5 0 11

7Storms-Modernauto Stuzzicone-Gli Altri 2 Last Minute-Senza Senso Riposa: M7 PT M7 3 GLI ALTRI 2 3 STUZZICONE 3 MODERNAUTO 3 LAST MINUTE 0 SENZA SENSO 0 7STORMS 0

5-6 6/11 8/11 G 1 1 1 2 0 1 2

PROSSIMO TURNO

PROSSIMO TURNO

PROSSIMO TURNO

PROSSIMO TURNO

PROSSIMO TURNO

Los Gauchos-New Team Flora-Caffetteria 83 FC Zion-Calcio5.com

Potemkin-Kaos Semprelucidi-Amigos Shakhtar Five-Futsal Mania Riposa: Fight Club

Daniele Parrucchiere-Bfdg Club Borgo-Merendes Caffetteria Paradise-Dream Team

Vaicheeverde-Intoccabili Rocco&Roll-Borussia Settimo 77Re-Tempocasa Riposa: Ciaccati Maroso

7Storms-M7 Gli Altri 2-Senza Senso Modernauto-Last Minute Riposa: Stuzzicone

V 1 1 1 1 0 0 0

N 0 0 0 0 0 0 0

P 0 0 0 1 0 1 2

F 7 7 5 6 0 2 7

S 0 2 2 12 0 5 13


SERIE B

07

CAMPIONATO

I BASSOTTI CASTELLAMONTE

2 2 1 SFRISO 2 Pierro 3 Costanzo 4 CUCINOTTA 5 Marchiori 6 PERELLA 7 BUGGE’ 8 PERINO 9 Mendico 10 Minchillo 11 Salzotto 12 Monaco

All. EBOLI

1 PETRI 2 RIBEIRO 3 Castro 4 Lahreche 5 Cardamone 6 Karouani 7 CRESTETTI 8 CLEBER 9 Cantone 10 MONTI 12 Machel 23 Scalco

ALL. MONNI

Reti: 3’ st Ribeiro (C), 15’ st Costanzo (B), 19’ st Buggè (B), 20’ st Ribeiro (C) Arbitri / Fedrigo di Pordenone, Rossi di Sesto SG. Cammarano di Nichelino (Crono) Espulso / 20’ st Castro (C)

IL MEGLIO La tenacia del Castellamonte, che pur soffrendo ci crede fino alla fine

IL PEGGIO Le occasioni gol fallite in serie dai Bassotti e la svista arbitrale sul gol di Buggè

CASTELLAMONTE LIB.ASTENSE

PRATO PISA

8 5 1 TROPIANO 2 CANNELLA 3 Cussotto 4 Cotza 5 PENNISI 6 Banzato 7 MASCHIO 9 DIAS 10 Fiscante 11 Migliaia 12 Costa

All. LOTTA

1 IACOPONI 2 Capozza 3 BERTOLDI 4 Roggio 5 COFRANCESCO 6 Vairo 8 Vasarelli 9 BORSACCHI 10 UMALINI 11 Trombetta 13 Della Casa 11 Carmignani

ALL. LAMI

Reti: 10’05” e 15’10” st Dias (A), 14’19” e 13’34” st Cannella (A), 15’25” Maschio (A), 18’27” e 10’54” st Vasarelli (C), 19’12” e 13’02” st Umalini (C), 2’24” st aut. Cofrancesco (C), 2’32” st aut. Dias (A), 8’48” st Migliaia (A), 19’27” st Tropiano (A) Arbitri / Ruiu di Sassari, Bortolato di Cagliari. Pasquino di Nichelino (Crono) Ammoniti/ Fiscante (A), Borsacchi, Umalini (C)

IL MEGLIO

La sportività di Borsacchi che si ferma anziché calciare per l’infortunio di Maschio

IL PEGGIO Le metrature limitate dell’impianto di Isola: per fortuna esiste il PalaSanquirico.

numero 5 - 05/11/2013

Gol dubbio di Buggè, risponde Ribeiro a 2’’ dalla fine

I Bassotti & la pareggite Diego Molino Druento (TO)

ello spogliatoio dei Bassotti, dopo la gara, qualcuno provava a dare un nome a tutti i mali d’inizio campionato: pareggite. Ancora nessuna vittoria per la squadra di Eboli, che stavolta ha visto sfumare i tre punti a due secondi dalla fine. I biancorossi sprecano tantissimo nel primo tempo, vanno sotto ma reagiscono e ribaltano il risultato con Buggè, autore di una rete che ha già scatenato polemiche. La partita del Castellamonte ha il marchio di Ribeiro: è lui che sblocca, è lui che firma il pari e rovina la festa dei padroni di casa. Il mea culpa dei Bassotti ha la durata del primo tempo, quando i ragazzi di Eboli sembrano fare a gara a sprecare occasioni da gol. Prima Perino s’inceppa davanti alla porta, poi Perella eccede in altruismo invece di tirare da buona posizione, Minchillo invece scarica a lato dal limite. Nella ripresa il Castellamonte spacca la gara con Ribeiro: letale la sua penetrazione centrale, velenoso il tocco con cui ruba il tem-

N

po a Sfriso e insacca. I bianconeri però non cambiano marcia, faticano a impostare e al 15’ c’è il pari: Cucinotta appoggia per capitan Costanzo, che insacca dal limite. Gli ultimi due minuti sono bollenti. Al 19’ Buggè calcia direttamente in porta da rimessa laterale, l’arbitro vede un

tocco del portiere e convalida il gol. Da bordocampo l’impressione è opposta. Tutto finito? Non per Ribeiro, che a una manciata di secondi dalla fine sfrutta una disattenzione difensiva e sigilla il pareggio. Per i Bassotti l’appuntamento con la vittoria è ancora rimandato.

Isola d’Asti (AT)

L

Blue Orange-Isolotto Pistoia-Poggibonsese I Bassotti-Castellamonte Lib. Astense-Pisa Prato-Bra Riposa: Atlante PT BRA 12 LIB. ASTENSE 11 POGGIBONSESE 10 PISTOIA 7 CASTELLAMONTE 7 PRATO 7 PISA 7 ISOLOTTO 4 I BASSOTTI 4 ATLANTE GR 0 BLUE ORANGE 0

3-6 6-6 2-2 8-5 3-4 G 5 5 4 4 4 5 5 4 5 4 5

V 4 3 3 2 2 2 2 1 0 0 0

N 0 2 1 1 1 1 1 1 4 0 0

P 1 0 0 1 1 2 2 2 1 4 5

F S 23 14 25 13 21 13 18 16 15 15 24 18 20 23 16 18 18 21 13 30 15 27

MARCATORI 11 RETI: Granata (Bra) 8 RETI: Mangione (Poggibonsi) 7 RETI: Umalini (Cus Pisa), Wellington (Prato) 6 RETI: Cannella (Astense), Nozzoli (Pistoia), Pel-

legrino (Poggibonsese) 5 RETI: Fiscante (Astense), Monti (Castellettese), Borsacchi (Cus Pisa) 4 RETI: Dias (Astense), Berti L. (Atlante Gr), Melini (Blue Orange), Cucinotta (I Bassotti), Apruzzese, Baldassarri, Vincentini (Prato) IN ATTESA / Quarto pareggio stagionale per Perella e I Bassotti, ancora a caccia del primo successo in B

Astense Isola felice ontano dalle mura amiche del PalaSanquirico, l’Astense trova l’Isola felice con un successo che va oltre i semplici tre punti conquistati. La conferma dopo il successo nel derby contro il Bra era un esame di maturità che per una neopromossa poteva essere molto severo. Lo studente Astense si presenta al cospetto del Cus Pisa con molta umiltà e soprattutto con uno spirito di gruppo basilare per raggiungere grandi traguardi. I toscani sono una compagine esperta, composta da giocatori dai nomi non altisonanti ma con le idee ben chiare appena scendono sul parquet. La difesa bassa 2-2 dei ragazzi di Lami porta i suoi frutti per buona parte della prima frazione favorita dalle metrature limitate della palestra di Isola ma anche perché l’Astense denota qualche difficoltà quando è chiamata a scardinare questo bunker difensivo (vedi la gara contro I Bassotti). In questi casi deve emergere l’individuali-

QUINTA GIORNATA

PROSSIMO TURNO (9/11) Bra-Atlante Gr Poggibonsese-Prato Castellamonte-Pisa Pistoia-Blue Orange Isolotto-Lib. Astense Riposa: I Bassotti

I BASSOTTI Dias e compagniISOLOTTO senza limiti e secondi in classifica

Walter Citro

CLASSIFICA

tà per rompere l’equilibrio e così Edu Dias si mette in proprio per far esplodere la palestra comunale di Isola d’Asti. Da qui in poi i piemontesi hanno cinque minuti di totale predominio con Cannella e Maschio abili a mettere il tutto in pratica: 3-0. Il Cus Pisa però è una squadra sorniona in grado di colpire appena i ritmi degli avversari si abbassano, così all’intervallo il 3-2 ha le sembianze di un campanello d’allarme per i biancoazzurri. Al cambio di campo sulla giostra del gol, ci salgono per più volte i ragazzi di Lotta abili a mostrare un aspetto psicologico appartenente ad una squadra blasonata e veterana della categoria. L’esempio eloquente è la rimonta dei pisani dal 5-3 al 5-5 che non scalfisce minimamente Cannella e compagni, abili da quel momento in poi a mettere la freccia per chiudere la gara in completo controllo. Gli applausi finali del folto pubblico astigiano sono più che meritati per un’Astense capace di non porsi limiti in questa stagione.

PRATO

BRA

3

x 4

RUGGIRELLO NARDI LICCIARDI VINCENTINI TADDEO WELLINGTON GOLE’ BIRGHILLOTTI GRANATA APRUZZESE Contiero Baldacci Biraghi Distefano Guercio Gensini Bignante Baldassarri Bussi Bugiani Calanna Campagna

ALL. COCCIA

ALL. GIOANA

Reti: 1’ Granata (B), 5’ Birghillotti (P) 4’ st Bignante (B), 13’ st Bignante, 14’ st Apruzzese (P), 16’ Wellington (P), 17’ Golè (B) Arbtiri / Malpiedi di Fermo, Aufieri di Milano. Rossini di Firenze (Crono) Ammoniti/ Gensini (P), Baldassarri (P), Granata (B), Bignante (B)

LA GARA

COLONNA / Pennisi alle prese con la pettorina

Torna il sorriso in casa Bra dopo la sconfitta nel derby contro l’Astense. Sul difficile parquet di Prato arriva una bella vittoria per i giallorossi che rilanciano così le proprio ambizioni in testa alla classifica. Ospiti che chiudono il primo tempo sull’1-1, prendono il largo nella ripresa ma vengono ripresi dall’orgoglio del Prato. Golè nel finale firma l’impresa.


SERIE C2 - Gir. A

08

CAMPIONATO

numero 5 - 05/11/2013

PRATIGLIONE

L’ANALISI

L84 così no! Incredibile Fiano Plus a vetta si allontana per l’L84. Seconda sconfitta stagionale per i neroverdi contro una Femminile Juventus lanciatissima e seconda in classifica dietro l’Esseti che continua a non perdere un colpo (5 vittorie su 5). I bianconeri giocano una partita di sacrificio, vanno sotto nel primo tempo ma trovano la forza per riorganizzarsi e superare la squadra di Parvopasso, oltretutto furiosa per i tackle che hanno messo fuori causa Borelli e Peruzzo. Vittoria importante per il Borgonuovo che in settimana ha incassato la pesantissima sconfitta di Luca Gualco (11 mesi di stop per l’esperto giocatore di Carlone). Secondo successo consecutivo per il Fiano Plus che supera in una partita incredibile il Deportivo. Bastano infatti appena quindici minuti ai padroni di casa per dilagare e portarsi addirittura sul 6-1. La reazione del Deportivo riapre incredibilmente la partita fino al pareggio prima che Togliatti, con la complicità di Mazzucco, regali ai suoi un successo importantissimo. Nella prossima gara contro l’Eporedia mancheranno però gli squalificati Anisio e Gatto.

L

CLASSIFICA QUINTA GIORNATA Cinzano C5-Olympic Femm. Juventus-L 84 Fiano Plus-Deportivo Pratiglione-Esseti C5 Borgonuovo-Eporedia PT ESSETI C5 15 FEMM. JUVE 12 L 84 9 OLYMPIC 9 BORGONUOVO 9 FIANO PLUS 6 DEPORTIVO 4 CINZANO C5 4 PRATIGLIONE 4 EPOREDIA 1

G 5 5 5 5 5 5 5 5 5 5

2-5 5-3 10-9 2-5 7-3 V 5 4 3 3 3 2 1 1 1 0

N 0 0 0 0 0 0 1 1 1 1

P 0 1 2 2 2 3 3 3 3 4

F S 31 13 29 21 27 15 24 15 21 21 26 28 24 27 16 26 18 29 16 37

2 5 1 2 3 4 5 6 7 8 9

DEL GRIPPO A. CORTINA SPINA LE PERA LOMBARDO Bosio Musto Oberto Bo

1 PANTALEO 2 Boccardo 3 Lo Guasto 4 IOVINO 5 Catanzaro 6 ZOCCALI 7 Orlandin E. 8 Tedesco 9 ANTONACCI 10 Pizzi Sante 11 GUALTIERI 12 Alfano

Cinque reti e quinta vittoria per l’Esseti di Orlandin

Fivelandia Iovino Edoardo Abrate Rivara (TO)

11 RETI: Baralis (Eporedia) 10 RETI: Agresta (Femm. Juventus) 8 RETI: Marcello (Deportivo), Iovino (Esseti), Minneci (Femm. Juventus), Russo (Fiano Plus) 7 RETI: Varetto S. (Cinzano), Micalizzi (Deportivo), Eladlani (L 84), Merra (Esseti), Romeo (Olympic)

Grippo, deve alzare bandiera bianca sulla sventola di Luca Antonacci. Il numero 9 è croce e delizia, perché al 2’ minuto della ripresa finisce anzitempo negli spogliatoi per bestemmia. Oltre al danno c’è la beffa per gli ospiti, immediatamente raggiunti sul 2-2 dai padroni di casa in rete col solito Cortina. Nel momento di difficoltà il diktat per gli uomini di Orlandin diventa: stai calmo e passala a… Giuseppe Iovino, che a 10’ dal termine punisce un’amnesia della retroguardia avversaria, firmando il riallungo dell’Esseti. E’ il colpo del ko per Spina e soci trafitti per la quarta volta al 27’ da Gualtieri con la compartecipazione di un maligno velo di Tedesco. Il sigillo sul successo dei settimesi lo mette l’incontenibile Iovino, che, prima di postarsi via il pallone, ubriaca di finte il malcapitato Lombardo e buca Del Grippo per una “manita” finale fin troppo severa per quanto visto in campo.

Il rosso a Antonacci. Bestemmia o meno, ci va rispetto per Di..az, indimenticato bomber viola anni ’80

CINZANO

OLYMPIC

FEMMJUVE

L 84

2

5

5

3

10

9

7

3

BUONOMO POMPONIO MARCHETTO MINNECI AGRESTA Arditi Testù Cometto Curzio D’Azzeo Di Felice Grimaldi

GIOANETTI FISCANTE BORELLI ELADLANI PERUZZO Fratepietro Fuoco De Felice Denaro Bonaria Falcomatà De Meo

TRAINA PERINO ANISIO GATTO RUSSO Togliatti Musa Cignola

MAZZUCCO PILONE MARCELLO CARDONE D’ANGELLA Laurino Schillaci Senore Russo Zisa Micalizzi

LEONARDO COLOSIMO MESSINA SARTORE GADALETA Rivellino Gasperini Barbaro Liccione Simonetta La Rosa Miglietta

VOTA MANTICA MORANO BARALIS BALAGNA Maglione Cremona Beltrami Romano Trombin Tornello

ALL. VASSALLO

ALL. PARVOPASSO

All. DEL GRIPPO M ALL. ORLANDIN M Reti: 3’ Cortina (P), 4’ Iovino (E), 16’ Antonacci (E), 4’ st Cortina (P), 20’ st Iovino (E), 27’ st Gualtieri (E), 29’ st Iovino (E) Arbitro / Piana di Biella Ammoniti / Spina (P), Oberto (P), Gualtieri (E), Tedesco (E) Espulsi / 3’ st Antonacci, 5’ st Orlandin (E)

IL MEGLIO Giuseppe Iovino, vero trascinatore di una squadra bella e concreta. Inarrestabile

IL PEGGIO

VANNICOLA ZUCCOLOTTO ROSSOTTO D’ITALIA VARETTO S. CICCONE MARTELLA D. CIRILLO PASQUA ROMEO Brignolo Housnaui Rosano Colosimo Cappa Del Ponte Audino Delli Calici Balderacchi Piazza Martella C. De Muro Gagliano

ALL. CAPPA

ALL. COLOSIMO

Reti: Brignolo (C), Varetto S. (C), 3 Romeo (O), De Muro (O), Del Ponte (O)

N

Ammoniti / Audino (C)

LA GARA Una prova corale convincente e un Zuccolotto in versione super consentono all’Olympic di tornare finalmente al successo. Il Cinzano comincia male la partita, prova a rientrare in partita dopo il doppio svantaggio ma i tre legni centrati clamorosamente e le grandi parate dell’estremo difensore ospite fanno la differenza. L’Olympic allunga fino al 2-5 finale.

SPINA / Capitano di bandiera dell’Old Pratiglione

FIANOPLUS DEPORTIVO BORGONUOVO EPOREDIA

ALL. CORISATTO ALL. MICALIZZI

ALL. CARLONE

Reti: 7’ Borelli (L), 14’ Pomponio (F), 15’ Fiscante (L), 9’ st Minneci (F), 10’ Pomponio (F), 13’ Fiscante (L), 19’ Agresta (F), 20’ Agresta (F)

Reti: 3 Musa (F), 2 Russo (F), 2 Perino (F), 2 Cignola (F), Togliatti (F), 3 Marcello, 3 Micalizzi (D), Cardone (D), Russo (D), Pilone (D)

Reti: 2 Baralis (E), Balagna (E), 2 Colosimo (B), Messina (B), Sartore (B), Leonardo (B), Barbaro (B), Simonetta (B)

Arbitro / Zaccaria di Torino

Arbitro / Cantone di Biella

Arbitro / Ferraguto di Domodossola

Ammoniti / Cardone (D), Micalizzi (D), Russo (D)

Ammoniti / Balagna (E), Trombin (E)

Ammoniti / Minneci (F)

Espulsi / Anisio (F), Gatto (F)

Arbitro / Pecorini di Biella

MARCATORI

pena 60 secondi per riequilibrare le sorti dell’incontro, grazie a un sinistro chirurgico di Iovino. L’Esseti non è brillante, ma cresce di intensità con il passare dei minuti. Al 16’ anche lo strepitoso portiere del Pratiglione, Del

essuno ferma l’Esseti. Una tripletta di Iovino lancia la squadra di Marco Orlandin anche oltre l’ostacolo Pratiglione. I torinesi conquistano quinto successo di fila, confermando le tre lunghezze di vantaggio in classifica sulla Femminile Juventus. In pieno clima da post Halloween, i gialloblù di casa provano a giocare uno scherzetto a Pantaleo e compagni, mettendo in mostra una buona organizzazione di gioco e una partenza sprint che non t’aspetti. Capitan Zoccali è assaltato fin dal limite della propria area e i settimesi, in avvio di gara, palesano un certo disagio nell’innescare le bocche da fuoco Iovino e Antonacci. I canavesani si lasciano preferire e al 3’ mettono la testa avanti con Cortina, mortifero a concretizzare in gol l’assist coi giri contati di Lombardo. Gli ospiti non si fanno cogliere dall’ansia e impiegano ap-

PROSSIMO TURNO (11/11) Deportivo-Cinzano C5 Eporedia-Fiano Plus Esseti C5-L 84 Olympic-Pratiglione Borgonuovo-Femm. Juventus

ESSETI

LA GARA Seconda sconfitta in stagione per la squadra di Parvopasso. Nel big match sono i bianconeri di Vassallo (ancora squalificato) a compiere l’impresa. Botta e risposta nel primo tempo chiuso con gli ospiti in vantaggio grazie a Borelli e Fiscante. Nella ripresa grande partenza dei padroni di casa con Minneci e Pomponio che firmano il sorpasso. Agresta, nel finale, completa l’opera.

LA GARA Grande vittoria per il Fiano, la seconda consecutiva, ai danni del Deportivo. Gara nervosa ma ottimamente giocata dalla squadra di Corsiatto che chiude la prima frazione di gara con un ampio 6-1. Gli ospiti, costretti per oltre un terzo di gara col portiere di movimento Micalizzi, arrivano fino al 9-9 ma vengono puniti dal gol di Togliatti che chiude i giochi.

ALL. MAGLIONE

LA GARA Torna al successo il Borgonuovo di Savi Carlone. Contro il fanalino di coda Eporedia i padroni di casa cominciano nel migliore dei modi la partita chiudendo in scioltezza il primo tempo. Nella ripresa è pura accademia Borgonuovo che arrotonda il punteggio. Ancora in gol per l’Eporedia il capocannoniere Baralis salito a quota 11 reti stagionali.


SERIE C2 - Gir. B CAMPIONATO

VILLASPORT

EMMEFFE

7 3 1 Soro 2 Barbero 3 CAPODANNO 4 CARERI 5 De Giorgio 6 Della Rovere 7 Pioli 8 BAGLIO 9 Nese 10 Provenzano 11 BARBERO 12 CALAMUSA

All. LUISON

1 BUCCIARELLI 2 Ariafina 3 Bellinello 4 BONONI 5 Centorbi 6 DEL RE 7 De Leto 8 DI FILIPPO 9 Dibisceglia 10 Gasbarroni 11 NUZZOLESE 12 Binetti

ALL. ZAGLIO

Reti: 2’19’’ e 3’ 08’’ Baglio (V), 30’ 52’’ Dibisceglia (E), 35’’ st Barbero (V), 1’ 23’’ st Nese (V), 22’ st Capodanno (V), 25’ 25’’ st Bellinello (E), 28’ 35’’ st Della Rovere (V), 29’ 40’’ st Gasbarroni (E), 31’ 20’’ st Baglio (V). Arbitro / Sferrazza di Torino Ammonito / Calamusa (V), Provenzano (V), Nuzzolese (E).

IL MEGLIO Primo passo e calcio di Barbero. L’ esterno vede porta e compagni con facilità estrema.

IL PEGGIO La decina di errori sottoporta dell’Emmeffe, poteva essere un’altra storia

ASA

SANTA RITA

10

2

09

Luison gongola, Zaglio predica “un bagno d’umiltà”

Bagliore Villasport Diego Berrone Villastellone (TO)

e il gioco non è dei migliori, talvolta può bastare una buona dose d’esperienza ed un maggior cinismo sottoporta. Questa la storia della vittoria del Villasport contro l’esuberanza giovanile griffata Emmeffe. Con una partenza lampo in avvio dei due tempi i ragazzi di Luison tracciano la linea di condotta della gara. I padroni di casa riescono là dove gli ospiti latitano, ma quando i ragazzi di Zaglio cominciano a pressare e ripartire con continuità vanno in sofferenza. Cosa rimarcata dal tecnico Luison: «Loro nel primo tempo hanno sbagliato almeno quattro gol fatti. Quando hanno fatto il 21 mi sono preoccupato». E sì, il 21 firmato Dibisceglia, sul fil di sirena del primo tempo, sembrava avviare la rimonta ospite. Un gol giunto al termine di un primo tempo condotto quasi sempre in avanti, perché, dopo l’uno-due a cavallo tra 3’ e 4’ minuto a firma Baglio per il Villasport, l’Emmeffe s’è gettato in avanti pressando con costanza il portatore di palla e annullando i pivot avversari.

S

R.MIRAFIORI SPORTIAMO

Cosa questa che frutta almeno sei o sette palle gol delle quali un paio hanno del clamoroso, come quando Dibisceglia al 23’ calcia a lato a porta spalancata. Il numero 9 riesce comunque a riscattarsi sul fil di sirena insaccando di potenza dopo l’ennesima palla recuperata dagli ospiti. Nell’intervallo Luison sprona i suoi che entrano in campo con lo stesso piglio d’avvio partita e dopo 35’’ vanno a segno con Barbero che scappa a destra e insacca da posizione defilata. Barbero è un moto perpetuo, 1’ dopo stesso copione, palla a Nese che insacca da due

passi. Uno-due che taglia le gambe ai volenterosi granata che, comunque, provano ed avrebbero le possibilità per tornare in gara, ma a segnare sono ancora i locali con Capodanno che chiude la sfida. Seguono il gol di Bellinello per il 5-2 e quelli in rapida sequenza di Della Rovere e Gasbarroni. Il cerchio si chiude con la rete di Baglio in pieno recupero. L’insoddisfazione di Zaglio: «Certo che si può peccare d’inesperienza, ma la giovane età non è un’alibi per tutto. Qualcuno dei miei deve fare un bel bagno d’umiltà».

DI GUSTO / Mister Luison può sorridere con piacere per l’ennesima vittoria e la classifica del suo Villasport

SCARNAFIGI

SERMIG

TIME WARP

PASTA

1

3

4

5

8

1

PANORMITA CASTRONUOVO PARISI ELLENA CHETTI AUDISIO TALLARICO RODANO ARMOCIDA CALGARO Trombin Calderaro Gramaglia D’Agate Rinarelli Sarteur Fiume Mastellaro Citoli Di Donato

ASTONE PIAZZOLLA MAURIS ZULLO CARBONE Lupo Munaò Consentino Faraci Morellato

CARTOSCELLA PALMIERO GIDARI MORELLI G. MORELLI C. Sampaio Bellanti M. Bussetti Campolongo Furfari Primavera Grassi

FABIANI GHIETTI POCATERRA COUCORDE TAGLIARINO Dematteis Vaglienti Riccardi Penoncelli Rosso

DONOFRIO TIETIE REDOGLIA MENSAH TITO Kadmiri Raghibi Rakhimi Mazza Lofino

FABBRI CAVAGLIATO SEMINARA SICHERA DELIJA Sabena Biscardi Dominici Drago Lacorte Caramanno Ruggiero

LAGRASTA NEIROTTI OSSOLA NIGERO ESPOSITO Vittorio Martino Stante Fogo Bon Ambrosino

ALL. CEDRO

ALL. INGRASCI’ D. ALL. GOTTA

ALL. VICENTINI

Reti: 3’, 7’ Armocida (A), 11’ Rinarelli (A), 14’ Parisi (A), 24’ Armocida (A), 4’ st Rinarelli (A), 8’ st, 13’ st Citoli (A), 15’ st Tallarico (A), 18’ st tl Mastellaro (S), 21’ st Calgaro (S), 24’ st Trombin (A)

Reti: 14’, 28’ Primavera (S), 18’ st Carbone (R), 28’ st Morelli G. (S)

Reti: 2’ Tagliarino (Sc), 9’ Kadmiri (Se), 16’ Dematteis (Sc), 18’ Vaglienti (Sc), 20’ Tietie (Se), 26’ Tagliarino (Sc), 16’ st Mazza (Se), 18’ st Mensah (Se), 31’ st tl Rakhimi (Se)

Reti: 4’00’’ Delija (T), 4’30’’ Sichera (T), 6’30’’ Delija (T), 10’30’’ Esposito (P), 25’40’’ Delija (T), 50’’ st Seminara (T), 7’44 st Sichera (T), 8’47’’ Sichera (T), 14’00’’ Lacorte (T)

Arbitro / Chidichimo di Torino

Arbitro / Lo Prete di Asti

Arbitro / Alfani di Torino

Arbitro / Alessio di Bra

ALL. MAURELLA

ALL. BAGNATI

ALL. DUGHERA

ALL.BANZATO

Espulso / 23’ st Kadmiri (Se)

LA GARA Pippo Cedro, allenatore dell’Asa, analizza la gara: «E’ stata una vittoria corale, raggiunta grazie a tutto il gruppo. Ho visto grande concentrazione in campo, per noi ogni partita è una finale». Per l’Asa si registrano le assenze di Cirillo (1 giornata di squalifica) e di Fiume per infortunio. Esordio con due gol per Citoli. Il Santa Rita entra in campo poco concentrato.

LA GARA Per lo Sportiamo da salvare c’è solo il risultato: la squadra allenata da Gotta è troppo statica, fa poco movimento senza palla e fa troppa fatica a costruire il gioco. Poca precisione anche in attacco, dove gli ospiti gettano al vento diverse occasioni da gol. Cartoscella è decisivo con qualche parata importante. Per il Real Mirafiori il gol della bandiera è di Carbone.

LA GARA Gara a due volti per il Sermig. In avvio la squadra di Bagnati è in difficoltà e subisce due gol per alcune ingenuità difensive. Col passare dei minuti gli ospiti prendono convinzione e, nonostante le parate di Fabiani, riescono a ottenere la vittoria. Lo Scarnafigi deve recitare il mea culpa per due tiri liberi sbagliati e per l’evidente calo avuto nella ripresa.

LA GARA Definirla senza storia è forse riduttivo, tanta si è rivelata la differenza tra le due squadre. Sono state le due stelle cuneesi a brillare più di chiunque altro: Eduart Delija ed Emanuele Sichera, autori di una tripletta ciascuno, hanno finalizzato al meglio l’eccellente lavoro d’insieme del Time Warp. Per il Pasta, settimana turbolenta che si chiude nel peggiore dei modi

numero 5 - 05/11/2013

L’ANALISI

L’Asa va con super Citoli Gotta vince ella fascia alta della classifica corrono tutte: Time Warp, Asa e Villasport approfittano del turno casalingo per vincere con goleada, mentre lo Sportiamo di Gotta ottiene un importante successo sul campo del Real Mirafiori. L’impegno più facile sulla carta era quello dell’Asa: il gruppo di Pippo Cedro è bravo a tenere alta la concentrazione, a mantenere la testa sull’obiettivo e a sbrigare la pratica in appena un quarto d’ora di gioco. Tra le fila dei rosanero bisogna evidenziare il gran esordio di Citoli, che festeggia con i compagni la sua prima doppietta personale. Il Time Warp continua a confermarsi la difesa meno battuta del girone e ha vita piuttosto facile contro un Pasta troppo confusionario e quasi mai in partita. Nel prossimo turno di campionato spicca Sportiamo-Time Warp: l’obiettivo di Gotta è quello di frenare la fuga di Dughera e, possibilmente, di superarlo in classifica. Real Boys e Santa Rita, fanalini di coda, sono le uniche compagini ancora in cerca dei primi punti.

N

CLASSIFICA QUINTA GIORNATA Asa Eventi-Santa Rita Real Mirafiori-Sportiamo Scarnafigi-Sermig Time Warp-Pasta Villasport-Emmeffe Riposa: Real Boys PT G TIME WARP 12 4 ASA EVENTI 12 5 VILLASPORT 11 5 SPORTIAMO 10 5 EMMEFFE 7 4 SERMIG 7 4 PASTA 5 5 R MIRAFIORI 4 4 SCARNAFIGI 3 5 REAL BOYS 0 4 SANTA RITA 0 5

10-2 1-3 4-5 8-1 7-3 V 4 4 3 3 2 2 1 1 1 0 0

N 0 0 2 1 1 1 2 1 0 0 0

P 0 1 0 1 1 1 2 2 4 4 5

F S 25 7 27 14 24 17 21 8 13 15 13 18 19 24 14 15 14 26 8 21 18 31

PROSSIMO TURNO (11/11) Emmeffe-Asa Eventi Santa Rita-Real Mirafiori Pasta-Real Boys Sermig-Villasport Sportiamo-Time Warp Riposa: Scarnafigi

MARCATORI 10 RETI: Delija (Time Warp) 9 RETI: Calgaro (Santa Rita), Sichera (Time Warp) 7 RETI: Chetti (Asa) 6 RETI: Morelli G. (Sportiamo) 5 RETI: Furfari (Sportiamo), Baglio, Capodanno (Villasport) 4 RETI: Nigero (Pasta), Redoglia (Sermig), Calgaro (Santa Rita), Nese (Villasport)


10

numero 5 - 05/11/2013


SERIE D

11

CAMPIONATO - GIRONI A - B - C

DORINA

NAPOLI CLUB

5 7 1 SAJN 2 Ricciardelli 3 Zedda 4 Sobrino 5 BRUNETTO 6 GUGLIELMO 7 ONDE 8 Zebelloni 9 FRANDINA 10 Agrifani 11 Cerra 12 Gigli

4 MITIC 6 OLIVIERI 7 STEFANINI 8 LAFLEUR 9 Previtera 11 Scalon 12 SABIA

ALL. BOSCHIERO

All. SFARRA

Reti: 5’ Frandina (D), 10’ Brunetto (D), 14’ Previtera (N), 21’ Agrifani (D), 24’ Cerra (D), 26’, 1’ st e 22’ st Olivieri (N), 5’ st Zebelloni (D), 16’ st e 28’ st Mitic (N), 30’ st aut. Agrifani (N) Arbitro / Galati di Nichelino Ammoniti / Zedda (D) Espulso / 8’ st Stefanini (N)

IL MEGLIO Olivieri, one man show che ribalta gli avversari e la trasferta degli astigiani

IL PEGGIO La molle ripresa del Dorina, l’ampio vantaggio aveva illuso i gialli sul risultato

GIR. B / Olivieri dà il via alla grande rimonta sul Dorina

Twoface Boschiero Alessandro Pambianchi Torino

e due squadre si invertono i ruoli tra primo e secondo tempo, dimostrando che nel futsal è il gioco di squadra e la testa prima delle gambe a portare punti in classifica. Durante la prima frazione gli ospiti sono più intraprendenti e controllano la sfera ma i numerosi tiri dalla distanza trovano l’opposizione di Sajn. I padroni di casa invece sono attenti in copertura, rubano il pallone e ripartono con velocità trafiggendo un Sabia in difficoltà. Il 12 ospite soffre inizialmente ma migliora minuto dopo minuto fino a salvare il risultato nel finale. Brunetto si rende pericoloso con le sue armi migliori: sponde, assist e stop a seguire (2-0). Il Dorina è irriconoscibile nella seconda frazione, perde quella semplicità così efficace nella sua trama di gioco, l’egoismo prende piede su un più efficace spirito di sacrificio collettivo. Olivieri si carica sulle spalle l’intero attacco ospite,

L

RISULTATI E MARCATORI

Rusu, un poker che fa male Vinnolo stella GIRONE A

Pro Vercelli - CafasseB. 5-5 Reti: 3 Pepe (P), 2 Frosoni (P), Faralli (C), Rubiola (C), Salomon (C), Rochietti (C), Soleti (C) Regis-Pro Casalborgone 1-4 Reti: Campofiorito (R), Molinaro (P), Bono (P), Formica (P), Carta (P) Smilte-Valtournenche 2-7 Reti: 2 Lia (S), Pession (T), Vallet D. (T), Vuillermoz (T), Pade (T), Bertucci (T), Brunodet (T), aut. Tanu Team-Ceres 9-3 Reti: 4 Rusu (T), 2 Telloli (T), D’Ambrosio (T), Finessi (T), Esposito (T), Maronero (C), Pocchiola (C) Vivenza D. (C)

GIRONE C

Martinianese-Perosa 3-5 Reti: 2 Bossa (M), Morra (M), 2 Rostagno (P), Favetto (P), Scarico (P), Bianciotto (P) Olympia P.-JStars 4-5 Reti: Tambone (O), D’Adorante (O), Pasquero (O), Sorbo (O), Borio (J), Denaro (J), Favano (J), Sfienti (J), Sereno (J) Villarbasse-La Granda 3-10 Reti: 3 Castellino (L), 3 Cinquemani (L), 3 Luani (L), Conti (L), Barbon (V), Armando (V), Iovino (V) S.Orbassano-Bardonecchia 1-3 Reti: Piras (S), 2 Carollo (B), Negro (B)

CLASSIFICA A Pro Vercelli-Cafasse B. Regis-Pro Casalborgone Smilte Real C.-Valtournenche Tanu Team-Ceres Riposa: Grosso PT TANU TEAM 9 P. CASALBORGONE 9 REGIS 9 VALTOURNENCHE 7 PRO VERCELLI 5 CERES 3 SMILTE R. C. 3 CAFASSEB. 1 GROSSO 0

G 3 3 4 4 4 4 4 3 3

V 3 3 3 2 1 1 1 0 0

CLASSIFICA B QUARTA GIORNATA

QUARTA GIORNATA

N 0 0 0 1 2 0 0 1 0

5-5 1-4 2-7 9-3 P 0 0 1 1 1 3 3 2 3

F S 21 9 16 7 15 13 22 11 22 22 20 27 13 21 8 19 7 15

G 4 4 4 4 3 4 3 3 3

V 3 2 2 2 2 1 0 0 0

Candidatura Casalborgone Milo già a 10 ncora tre squadre resistono a punteggio pieno dopo le prime sconfitte dei Dorina e Regis. Il colpaccio di giornata è senza dubbio della Pro Casalborgone, straordinariamente autorevole nell’espugnare il terreno di Settimo e proporsi come principale antagonista al Tanu Team nella corsa alla promozione diretta. L’altra compagine ancora con sole vittorie nel carnet è la JStars che soffre tantissimo in casa dell’ostico Olympia Piossasco ma porta a casa un risultato preziosissimo che le permette di mantenere due lunghezze di vantaggio sul rinato La Granda, andato in doppia cifra e miglior attacco assoluto della categoria (e con tre uomini nei primi cinque della classifica marcatori...). Nel gruppo B lo Sporting Cenisia dimostra le proprie enormi ambizioni di successo asfaltando la Don Bosco Alessandria di Matteo Buratto, ringraziando il solito immarcabile Vinnolo, issatosi a quota nove reti, ma sempre alle spalle del cecchino serbo Milosevic, già in doppia cifra dopo appena quattro partie.

A

CLASSIFICA C QUARTA GIORNATA

Dorina-Napoli Club Nichelino Hesp.-Sportidea Saturnio-Cantarana C5 Sp. Cenisia-Don Bosco Al Riposa: San Remo 72 PT SP. CENISIA 10 NAPOLI CLUB 8 NICH. HESP. 7 CANTARANA 7 DORINA 6 SATURNIO 4 DON BOSCO AL 1 SPORTIDEA 1 SAN REMO 72 0

L’ANALISI

N 1 2 1 1 0 1 1 1 0

5-7 4-0 4-4 4-0 P 0 0 1 1 1 2 2 2 3

F S 21 12 21 15 13 7 15 16 22 15 17 24 7 12 6 12 10 19

Martinianese-Perosa O. Piossasco-J-Stars S.Orbassano-Bardonecchia Villarbasse-La Granda Riposa: Pinerolo PT J-STARS 12 LA GRANDA 10 BARDONECCHIA 6 O. PIOSSASCO 6 PEROSA 6 PINEROLO 4 S.ORBASSANO 1 VILLARBASSE 1 MARTINIANESE 0

G 4 4 3 3 3 3 4 4 4

V 4 3 2 2 2 1 0 0 0

N 0 1 0 0 0 1 1 1 0

3-5 4-5 1-3 3-10 P 0 0 1 1 1 1 3 3 4

PROSSIMO TURNO (11/11)

PROSSIMO TURNO (11/11)

PROSSIMO TURNO (11/11)

Cafasse B.-Regis Ceres-Grosso Pro Casalborgone-Smilte Real C. Valtournenche-Tanu Team Riposa: Pro Vercelli

Cantarana C5-Dorina Don Bosco Al-Nichelino Hesp. Napoli Club-San Remo 72 Sportidea-Saturnio Riposa: Sp. Cenisia

J-Stars-Pinerolo La Granda-O. Piossasco Perosa-S. Orbassano Bardonecchia-Villarbasse Riposa: Martinianese

8 RETI: Pepe (Pro Vercelli) 6 RETI: Pocchiola (Ceres), Perticari

VANNUCCI / Giocatore e tecnico Sportidea

ze veloci, gioco di squadra e conclusioni ravvicinate necessarie per battere l’ostico portiere avversario Sajn. I ragazzi di Boschiero sono davvero audaci, non si arrendono mai e la fortuna li premia aiutandoli, non poco, in alcune reti nel primo e secondo tempo.

MONETINA / I due numeri otto e capitani, Jelmo Lafleur e Davide Zebelloni, partecipano al sorteggio iniziale

MARCATORI

GIRONE B

Nich.Hesperia-Sportidea 4-0 Reti: 2 Polce, Rolino, Paoletta Saturnio-Cantarana 4-4 Reti: 3 Tagliaferro (S), Nordio (S), 2 Milosevic (C), 2 Aittaleb (C) Sp.Cenisia-Don Bosco Al 4-0 Reti: 2 Vinnolo, Giannitti, Perino

trovando reti di importanza vitale e qualche fallo. Sul 5-3 l’espulsione di Stefanini potrebbe essere il pass per la zona alta della classifica per il Dorina che però si spegne lentamente. Gli ospiti resistono e prendono spunto proprio dal primo tempo avversario per affondarli, riparten-

numero 5 - 05/11/2013

(Smilte), Frosoni (Pro Vercelli), Rusu (Tanu Team) 5 RETI: Vivenza D. (Ceres), Carillo (Regis) 4 RETI: Maronero (Ceres), Bono (Pro Casalborgone), Brunodet, Pession (Valtournenche)

MARCATORI 10 RETI: Milosevic (Cantarana) 9 RETI: Vinnolo (Sp. Cenisia) 8 RETI: Olivieri (Napoli Club) 6 RETI: Brunetto (Dorina) 5 RETI: Contestabile (Saturnio),

Mitic (Napoli Club) 4 RETI: Tagliaferro (Saturnio), Dongess (Sportidea) 3 RETI: Cavallero (Don Bosco Al), Frandina, Cerra (Dorina) e altri sei

F S 22 9 28 15 15 8 17 12 13 11 15 11 7 18 13 30 12 28

MARCATORI 6 RETI: Sereno (Jstars), Conti, Castellino (La Granda) 5 RETI: Luani (La Granda), Sorbo (Olympia Piossasco) 4 RETI: Negro (Bardonecchia), Borio (Jstars), Cinquemani (La Granda), Bossa (Martinianese), Rostagno (Perosa), Satta (Pinerolo), Piras (Sporting Orbassano)


12

numero 5 - 05/11/2013


UNDER 21

13

CAMPIONATO

CASTELLAMONTE

CLD

4 4 BOVENZI KAROUANI MEDAGLIA TAMBURELLO CANTONE Gallo Benediciti Cibrario Castro

All. NIZZA

WALLACE OANEA SILVESTRI LENTINI SIVIERO Iapicca Borsello Valenti

Monsurrò

ALL. GOMES

Reti: 4’ Siviero (Cld), 7’ Tamburello (Cas), 17’ tl Cibrario (Cas), 20’ Silvestri (Cld), 3’ st Siviero (Cld), 8’ st Castro (Cas), 15’ st Siviero (Cld), 18’ st Castro (Cas) Arbitri / Ruiu di Sassari e Basile di Torino Ammoniti / Karouani (Cas), Silvestri (Cld), Oanea (Cld)

IL MEGLIO Siviero e Castro marchiano a fuoco la gara: cinque gol in due

IL PEGGIO Le disattenzioni difensive e i troppo sbagli sotto porta si equivalgono

BRA

AOSTA

1

3

SANERO MONTELEONE CUGNOLIO TURELO GERBINO IURMANO’ GUERCIO SINOPOLI FERRANTELLI LUCIANAZ Contiero Picciavani Mellano Gullone Siciliano Boche Biraghi Birochi

ALL. BERTELLO

ALL. ROSA

Reti: 10’ Turelo (A), 8’ st Gullone (A), 10’ st Cugnolio (B), 17’ st Birochi (A)

Arbitri / Bortolato di Cagliari e Zanfino di Nichelino

LA GARA La prima frazione di gara è tutta di marca aostana: grande possesso palla della squadra allenata da Rosa, che però non concretizza subito il lavoro fatto. Nella ripresa il Bra prova a reagire e Mellano si vede addirittura annullare il gol del pareggio, per carica sul portiere. E’ Birochi a mettere in cassaforte la vittoria per gli ospiti al minuto diciassette.

Al Carmagnola non basta la tripletta realizzata da Siviero

Castro acciuffa il pari Diego Molino Castellamonte (TO)

n pareggio giusto al netto degli errori sotto porta e delle assenze da entrambe le parti. Sull’altalena del gol sale Siviero, che si regala una bella tripletta personale e una prestazione da applausi. Assieme a lui dimostra di avere il piede caldo anche Castro: dopo l’espulsione subita il giorno prima in serie B, il bianconero si riscatta e acciuffa il pari a pochi minuti dalla fine.Per il Castellamonte la conferma di qualche problema di troppo in difesa: su almeno tre reti subite la squadra guidata da Nizza deve recitare il mea culpa. Il Cld ha dovuto invece fare a meno di qualche elemento importante: Pedro (rottura dei legamenti) starà fuori almeno fino a gennaio, out anche Vanzetti e Bresciani. L’avvio di partita è sprint: Siviero impiega quattro minuti per rompere il ghiaccio, ma al 7’ Tamburello risponde raccogliendo un suggerimento di Karouani. I padroni di casa hanno anche la possibilità di ribaltare: al 17’ Castro realizza un tiro libero e pochi minuti dopo ne fallisce un altro sparacchiando fuori. La prima frazione di gara si chiude col 2-2 siglato da Silvestri. Dopo l’intervallo il Cld ri-

U

HAPPY TIME TIGULLIO

3

7

BORSANI ISABELLA NASSI ROSSETTO VACCHI Casale Stranges Pesce Villella Dose

POZZO DI PACE BENCINI CANESSA AIELLO Guggiari Gnecco Borghi Queirolo Rossi

ALL. SURACE

ALL. BAFFETTI

Reti: 3’ Nassi (H), 5’ Queirolo (T), 8’ Rossetto (H), 13’ Di Pace (T), 14’, 15’ Bencini (T), 3’ st Aiello (T), 13’ st Nassi (H), 14’ st Canessa (T), 16’ st Bencini (T) Arbitro / Adilardi di Collegno e Musso di Casale Monferrato

entra in campo con piglio deciso e Siviero riporta in vantaggio i bianconeri. Da qui in poi inizia un duello con Castro, che con una conclusione da fuori riporta in equilibrio il risultato. Le ultime cartucce le sparano ancora loro: al 15’ colpisce ancora Siviero. A due minuti dalla fine è ancora Castro show: il bianconero riparte in contropiede, penetra centralmente e anticipa il portiere con un rapido tocco. Nel dopopartita, il tecnico dei gialloneri Lino Gomes analizza quanto visto sul campo: «Il pareggio è il risul-

tato più giusto, entrambe le squadre hanno giocato piuttosto male - spiega -. Del mio gruppo non mi è piaciuto l’atteggiamento visto in campo. Abbiamo gestito molto male il vantaggio nei minuti finali di gara: abbiamo perso una palla sugli sviluppi di un calcio d’angolo e l’abbiamo pagato a caro prezzo. Siviero? Di solito fa bene la parte difensiva, oggi è venuto fuori il suo apporto in attacco. E’ stato il migliore in campo, oltre a essere uno dei più giovani in rosa».

DA NATAL / Il brasiliano classe 1993 Nascimento de Almeida Jackson Wallace, numero uno del CLD

LIB.ASTENSE BLUE ORANGE SPORTIAMO

9

3

COBUCCIO BUSELLI PINNA FERRANDINI COTZA RUGGIERI DE SIMONE MAGLIO FAZIO PATERNOSTER Costa Stassi Bincoletto Corradi Licco Rosso Romana Rossi Cussotto Allcca Calvo Basta A. Di Piazza

ALL. FRENNA

ALL. BASTA F.

Reti: 4’, 7’ De Simone (L), 3’ st Paternoster (B), 5’ st Cussotto (L), 8’ st Pinna (L), 10’ st Cussotto (L), 10’ st Maglio (B), 12’ st Cotza (L), 16’ st Paternoster (B), 18’ st Di Piazza (L), 23’ st Cussotto (L), 28’ st De Simone (L) Arbitro / Morabito di Vercelli e Zitti di Asti

ASTI

1

8

YOUNES FONTEBASSO GERBINO VITELLARO CAMPOLONGO NARGI COLLINO FAZIO PISTILLO CARIA Bresso Popa Pavone Di Venanzio Contero Noto Pellegrino Catalano Sorce Baladelli Ortalda

ALL. LARINESE

ALL.PATANE’

Reti: 4’ Fazio (A), 6’ Vitellaro (A), 10’ Noto (A), 15’ Collino (S), 17’ Sorce (A), 10’ st Fazio (A), 13’ st Vitellaro (A), 16’ st Noto (A), 19’ st Catalano (A) Arbitro / Pasquino di Torino e Di Girolamo di Collegno

Espulso / 10’ Borsani (H)

LA GARA La partita disputata dall’Happy Time può essere divisa in due parti. La squadra di Surace parte bene e si porta anche in vantaggio. Al 10’ del primo tempo cambia tutto: Borsani viene espulso dall’arbitro per aver toccato il pallone con le mani fuori dell’area. Il Tigullio approfitta della superiorità numerica e nel secondo tempo fissa il risultato sul 7-3.

LA GARA Vittoria netta e convincente quella della Libertas Astense contro i liguri del Blue Orange. Soddisfatto l’allenatore dei padroni di casa, Giovanni Frenna: «Abbiamo tirato una bella boccata d’ossigeno - dice -, sono contento dei progressi che abbiamo fatto soprattutto sul piano del gioco rispetto alle partite precedenti». Blue Orange quasi mai in partita.

LA GARA Vittoria in trasferta per l’Asti, che dall’inizio alla fine tiene sempre in mano il pallino del gioco. Il commento sulla partita arriva dal tecnico astigiano Patanè: «Loro si sono difesi molto bassi, noi siamo stati bravi a prendere subito le misure. Nell’arco della gara avremo fatto una cinquantina di tiri in porta. Bene anche la circolazione di palla e la manovra»

numero 5 - 05/11/2013

L’ANALISI

Tigullio terzo incomodo C’è la Coppa sti e Aosta proseguono a braccetto in vetta alla classifica, mentre a due lunghezze di distanza tiene il ritmo il Tigullio, che vince sul campo dell’Happy Time. Un dato sull’ultima giornata di campionato: solo una vittoria casalinga, quella della Libertas Astense contro i liguri del Blue Orange. Per il resto, sono arrivate ben tre successi esterni. L’Asti si conferma una vera macchina da gol: sono già 51 le reti realizzate dagli orange in appena cinque turni di campionato. La difesa meno battuta è invece quella dell’Aosta (4 gol). Al fondo della classifica Blue Orange e Sportiamo sono ancora a secco di punti e di vittorie. Nella prossima giornata la gara di cartello è quella fra Asti e Bassotti. Nel frattempo in settimana si svolgeranno i 64esimi di finale di coppa Italia, in gara secca. Questo il programma delle piemontesi: Libertas Astense-Bra; Bassotti-Cld; Castellamonte-Aosta; Real Cornaredo-Asti. Tutte le partite sono in programma alle 19. Il turno successivo verrà giocato il prossimo 27 novembre.

A

CLASSIFICA QUINTA GIORNATA Bra-Aosta Castellamonte-CLD G3 Happy Time-Tigullio Lib. Astense-Blue Orange Sportiamo-Asti Riposa: I Bassotti PT G ASTI 15 5 AOSTA 15 5 TIGULLIO 13 5 I BASSOTTI 6 4 LIB. ASTENSE 6 5 BRA 6 5 CASTELLAMONTE 5 5 CLD 4 4 HAPPY TIME 3 4 BLUE ORANGE 0 4 SPORTIAMO 0 4

1-3 4-4 3-7 9-3 1-8 V 5 5 4 2 2 2 1 1 1 0 0

N 0 0 1 0 0 0 2 1 0 0 0

P 0 0 0 2 3 3 2 2 3 4 4

F S 51 8 23 4 30 19 25 16 17 18 20 23 18 26 21 21 15 31 8 33 8 37

PROSSIMO TURNO (10/11) Aosta-G3 Happy Time Asti-I Bassotti Blue Orange-Bra CLD-Lib.Astense Tigullio-Sportiamo Riposa: Castellamonte

MARCATORI 8 RETI: Fazio (Asti), Mendico (I Bassotti) 7 RETI: De Oliveira (Asti) 6 RETI: Turelo (Aosta), De Simone (Astense), Noto, Vitellaro (Asti), Silvestri (CLD), Guggiari (Tigullio) 5 RETI: Birochi (Aosta), Castro (Castellamonte), Siviero (CLD), Nassi (Happy Time) e altri 5


SPORTIAMO

14

numero 5 - 05/11/2013

Progetto triennale per l’Under 21, per imparare l’arte della pazienza

LARINESE vuol dire fiducia Sandro Dall’Agnol on tutte le stagioni nascono col buco. Parafrasando un antico detto popolare si può racchiudere l’annata che attende Giuseppe Larinese e la sua Under 21. Un inizio difficoltoso di campionato che sottintende ben altri obiettivi da raggiungere: «Indiscutibilmente sarà un’annata di transizione, abbiamo parecchi 94 e 95 che hanno davanti a loro almeno due o tre stagioni in categoria. Insomma, buttandola sul ridere, sarebbe già un risultato non ricevere il Cucchiaio di legno!! Anche per questo, dovrò modificare il mio concetto di gioco: a me piace la pressione alta e un buon possesso palla, cose che attualmente non siamo in grado di fare. Quindi ci stiamo lentamente adattando a un sistema leggermente più coperto e attendista, sempre mantenendo il 2-1-1 di base. L’obiettivo reale, però, è semplicemente crescere, portare avanti per due-tre stagioni questi ragazzi. Dovrò riuscire a tirar fuori intensità, ritmo e aggressività, caratteristiche che al momento ci fanno difetto. E poi devono imparare ad avere pazienza, virtù fondamentale nel calcio a 5: soprattutto nel giro palla, non bisogna avere fretta di forzare le giocate perché si finisce per sbagliare più facil-

N

mente. E’ una delle cose più complicate da far comprendere ai ragazzi, in particolare a coloro che provengono dal calcio a undici. Questi ultimi fanno molta fatica a capire i tempi di gioco, il movimento senza palla, l’importanza di giocare tra le linee. E poi fiducia e coraggio, non deve esistere l’apprensione di nascondersi dietro l’uomo per paura di ricevere palle, anche in situazioni scomode». Le

idee e il lavoro da svolgere non mancano proprio, buon per il coach e i suoi collaboratori Antonio Esposito e Antonio D’Anna. Ma Giuseppe Larinese, che tipo di allenatore si sente? «Mi piace privilegiare una mentalità aggressiva e propositiva; e adoro stare in campo con i ragazzi, dare l’esempio pratico di quel che si deve fare. E ogni tanto qualche tunnel riesco ancora a farlo...Il mio futuro? Un giorno

RISCALDAMENTO / I ragazzi dello Sportiamo durante la fase di preparazione all’imminente partita

mi piacerebbe, non lo nascondo, stare in una società di serie A: soprattutto per mettere alla prova le mie conoscenze, magari apprendere nozioni e “trucchi del mestiere” che ancora non conosco. In particolare nella gestione del gruppo. Ecco, se devo pensare a un mio difetto, forse sono un po’ troppo buono». Buono magari sì, ma anche bravo e intelligente. E l’autocritica ne è lampante esempio.

LA ROSA Michele Younes Luca Marco Cristiano Cristian Gabriele Alessandro Renato Simone Davide Gianluca Vincenzo Mike Riccardo Yari All. Giuseppe

COMPLETA PELLEGRINO MOHAMED PEZZANITI GAIDO CONTERO PAVONE COLLINO GERBINO PILO’ PISTILLO MEREU PRATTO TUMINELLI DOS SANTOS PEINASO CAMPOLONGO LARINESE

INDICAZIONI / Giuseppe Larinese e il suo assistente Antonio Esposito speigano l’esercitazione ai giocatori

YARI CAMPOLONGO / Classe 1992, già nel giro della prima squadra, a lui Larinese affida i compiti di leadership


ALLIEVI - GIOVANISSIMI CAMPIONATO

CLD

1 CAFAGNA 2 Scozzaro 3 La Mendola 4 Maccagno 5 SILVESTRI 6 Saldì 7 Gallace 8 SOLAVAGIONE 9 VIGLIATURO 10 LISA 11 Novelli

All. GOMES

1 MONZO 2 Ceglie 3 Ciavarella 4 Dosio 5 Giacomino 6 Oggero 7 CANDELLARO 8 TRAPANI 9 MARTINA 10 AVALLA 11 Occhipinti 12 Vinciguerra

ALL. MUSSINO

Reti: 1’, 5’, 6’, 12’ Solavagione (C), 9’, 29’ Silvestri (C), 15’ Saldì (C), 16’ Vigliaturo (C), 22’ Oggero (S), 26’ Lisa (C), 7’ st Martina (S), 10’ st, 12’ st Saldì (C), 13’ st, 27’ st Silvestri, 15’ st, 25’ st Solavagione (C), 20’ st La Mendola (C). Arbitro / Colangelo di Nichelino Espulsi/ Vigliaturo (C), Monzo (S)

IL MEGLIO Il trio Solavagione, Vigliaturo e Saldì, vere spine nel fianco per lo Spring Team

IL PEGGIO La doppia espulsione di Vigliaturo e Monzo nel terzo tempo: dietro la lavagna

REAL FRASSATI BARDONECCHIA

7 2 Papa 3 Colletta 4 Blaj 5 Gentile 6 MARINO 7 VIGILANTE 8 Robattino 9 Battaglio 10 MATASSA 11 CANTON J. 12 CANTON A. 13 Pepe

ALL. CUCCU

5 1 CICCHINI 3 NOVO 6 SANDRIN 7 Cortassa 9 SIMIAND 10 ZIRANU 11 Grisa 13 Tosti

ALL. OLLIO

Reti: 5’ Canton J. (R), 8’ Marino (R), 10’ Canton J. (R), 14’ Robattino (R), 19’ Colletta (R), 5’ st Grisa (B), 6’ st Blaj (R), 8’ st Grisa (B), 9’ st Cortassa (B), 20’ st Matassa (R), 23’ st Sandrin (B) Arbitro / Pasquarella di Nichelino

Luigi Trafficante Torino

l Real Frassati trova il primo successo in campionato con una prova travolgente soprattutto nel primo tempo, grazie al più che rassicurante 5-0 che ha di fatto messo il lucchetto ai primi tre punti stagionali. Il Bardonecchia, di contro, ha

I

ALLIEVI / Spring Team davvero troppo arrendevole

SPRING TEAM

16 2

15

Il Conte Solavagione Francesco Ricciardelli Carmagnola (TO)

ronostici della vigilia confermati sul parquet del Carmasport, dove i padroni di casa surclassano uno Spring Team apparso fin troppo timido e svogliato che ha patito per tutto il match i veementi attacchi dei ragazzi dell’accoppiata Lino GomesMauro Piras e che non ha saputo tirar fuori quella prova di carattere che mister Mussino chiedeva ai suoi dopo la sonora sconfitta subita dall’Asti nella giornata precedente. Il CLD è apparso determinato a prendersi i tre punti sin da subito, trascinato da un Solavagione in giornata di grazia tanto da firmare già una tripletta dopo soli 6’. Lo Spring Team, come un pugile tramortito alle corde, accusa i colpi senza sortire alcuna reazione. Così la prima frazione di gioco vola via sotto una raffica di gol in sequenza dei padroni di casa con le firme di Silvestri, due volte Saldì, Vigliaturo, Lisa e ancora Solavagione; di Oggero, per gli ospiti, l’unica marcatura. Al ri-

P

dato il massimo per cercare di riacciuffare quantomeno il pareggio ma la prestazione dei ragazzi di Ollio resta comunque positiva. Squadra totalmente stravolta rispetto allo scorso anno con elementi giovani ma dalle grandi prospettive. E’ piaciuto tantissimo Stefano Grisa, classe 2001, capace di mettere in difficoltà la retroguardia del Frassati. Buona anche la prova di Alessandro Sandrin, ottimo come ultimo di difesa e dotato di un gran destro. Nel Real Frassati le conferme arrivano dai fratelli Canton, il primo una sicurezza tra i pali, il secondo ottimo in fase di realizzazione. Buono comunque nel complesso il gioco di squadra che pian piano prende forma. Spettacolare in tal senso il gol di Blaj al termine di un’azione incredibile orchestrata dalla premiata ditta Papa-Battaglio e finalizzata al meglio dal numero 4 biancazzurro. Grandissimo il primo tempo dei padroni di casa, scesi in campo con la concentrazione giusta e meritatamente in vantaggio con un passivo pesante. Diversa però la ripresa con la squadra di Cuccu fin troppo rilassata che ha concesso la reazione ospite fino al clamoroso 75. Son bastati i guizzi dello scugnizzo Grisa per mettere in preallarme la retroguardia del Frassati: Pepe non è sembrato impeccabile in occasione del secondo gol subito, Papa ha faticato non poco nel tenere a bada le scorribande del numero 11 del Bardonecchia.

entro dagli spogliatoi lo spartito non cambia e così si assiste ad una vera e propria Caporetto per gli ospiti che nulla possono dinnanzi alla miglior organizzazione e condizione fisica dei canarini che, a questo punto della partita, fanno entrare sul parquet giocatori che fino ad allora avevano avuto un minutaggio inferiore. Si arriva così alla conclusione del match con Silvestri, Saldì, La Mendola e il sempre presente

Solavagione che fissano il risultato sul definitivo 16 a 2 (Martina in gol per gli ospiti) e permettono al CLD di restare in vetta alla classifica in attesa di scontri maggiormente probanti. Unica nota stonata della partita: l’espulsione di Vigliaturo e di Monzo durante il terzo tempo, autori di un principio di lite tempestivamente sedata dai loro stessi compagni ma che non sfugge al taccuino dell’arbitro.

numero 5 - 05/11/2013

RISULTATI E MARCATORI ALLIEVI

Sportiamo va con Carletto Astense risale GIRONE UNICO

Aosta - Borgonuovo 12-0 Reti: 4 Pellegrino, 3 Charrier, 3 Donato, Carere, Belmonte Asti-Real Frassati 10-5 Reti: 2 Karaja (A), 2 Di Matteo (A), 2 Occhiena (A), 2 Bonzano (A), 2 Pagliano (A), 2 Zanatto (R), Caccia (R), De Martini (R), Villani (R) Sportiamo-Cantarana 6-2 Reti: 3 Carletto (S), Forgione, Bongiovanni L. (S), Faldi (S), Vacca (C), Perotti (C) Sp. Rosta-Lib.Astense 4-5 Reti: 2 Ouallal (L), 2 Itria (L), Rizzo (L) ampionato già evidentemente spaccato in due tronconi tra le quattro sorelle che si contenderanno le prime piazze a suon di goleade e le altre (esclusi forse I Bassotti che avrebbero le carte in regola per agganciare il trenino di testa) che lotteranno esclusivamente per l’onore e per le posizioni di rincalzo.

C

SPRING TEAM / I ragazzi di Fabio Mussino e Simone Pezzoli in posa prima di esibirsi sul parquet di Carmganola RISULTATI E MARCATORI GIOVANISSIMI

Il mostro Ibra ne fa nove!! Volo Bassotti GIRONE UNICO

Asti- Sp. Rosta 18-1 Reti: 9 Ibrahim (A), 2 Sanfilippo (A), 2 Bordone (A), 2 Vitellaro (A), 2 Robba (A), Curallo (A), Chirico (S). I Bassotti-Sportiamo 5-3 Reti: 5 Cazzin (B), 2 Gaido (S), Bongiovanni G. (S). Lib. Astense-CLD 4-9 Reti: Picone (A), 2 Rizzo (A), Scarcilia (A), 6 Maccagno (C), La Mendola (C), Gallace (C), Fakkar (C). Borgonuovo-D.B. Caselle 3-2 Reti: Gadaleta (B), Bozza (B), Villella (B), Vota (D), Zingaro (D). ld primo della classe, ma alle spalle convergono le corazzate Asti e Aosta che già hanno riposato e si sfidano a suon di valanghe di reti. Strepitoso Cazzin e I Bassotti sconfiggono lo Sportiamo prendendosi la rivincita per quanto successo con gli Allievi. Seconda vittoria per il Borgonuovo.

C

GIOVANISSIMI

ALLIEVI

TERZA GIORNATA

TERZA GIORNATA Aosta-Borgonuovo Asti-Real Frassati CLD-Spring Team Sportiamo-Cantarana Sport. Rosta-Lib. Astense Riposa: I Bassotti PT ASTI 9 AOSTA 9 CLD 9 SPORTIAMO 9 I BASSOTTI 3 BORGONUOVO 3 LIB. ASTENSE 2 SP. ROSTA 0 REAL FRASSATI 0 CANTARANA 0 SPRING TEAM 0

12-0 10-5 16-2 6-2 4-5 G 3 3 3 3 2 2 3 2 3 3 3

V 3 3 3 3 1 1 1 0 0 0 0

N 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0

P 0 0 0 0 1 1 2 2 3 3 3

F S 41 9 33 3 33 6 19 13 10 5 4 13 13 19 5 12 8 18 8 32 5 49

Asti-Sport. Rosta I Bassotti-Sportiamo Lib. Astense-CLD Real Frassati-Bardonecchia Borgonuovo-D.B. Caselle Riposa: Aosta PT CLD 9 ASTI 6 AOSTA 6 BORGONUOVO 6 D.B. CASELLE 4 R.FRASSATI 4 I BASSOTTI 3 SPORTIAMO 3 SPORT. ROSTA 3 LIB. ASTENSE -1 BARDONECCHIA -1

G 3 2 2 3 3 3 2 3 3 3 3

V 3 2 2 2 1 1 1 1 1 0 0

N 0 0 0 0 1 1 0 0 0 0 0

PROSSIMO TURNO (10/11)

PROSSIMO TURNO (9/11)

Cantarana-Sport. Rosta Lib. Astense-I Bassotti Real Frassati-CLD Spring Team-Sportiamo Borgonuovo-Asti Riposa: Aosta

CLD-Asti D.B. Caselle-Lib. Astense Bardonecchia-Borgonuovo Real Frassati-Aosta Sport. Rosta-I Bassotti Riposa: Sportiamo

Matteo (Asti), Solavagione (CLD) 6 RETI: Bonzano (Asti), Silvestri (CLD), Carletto (Sportiamo)

P 0 0 0 1 1 1 1 2 2 3 3

F S 21 8 25 2 21 2 12 10 9 4 9 11 7 11 10 12 8 29 9 21 5 26

MARCATORI

MARCATORI 9 RETI: Pellegrino (Aosta) 8 RETI: Charrier (Aosta) 7 RETI: Donato (Aosta), Itria (Astense), Di

18-1 5-3 4-9 7-5 3-2

11 RETI: Ibrahim (Asti), Maccagno (CLD) 7 RETI: Cazzin (I Bassotti) 6 RETI: Goss, Mocanu (Aosta), La Mendola (CLD)

4 RETI: Scarcilia (Astense), Vitellaro (Asti), Chirico (S. Rosta)

3 RETI: Sanfilippo (Asti), Gadaleta (Borgo-

nuovo), Critelli (CLD), e altri due


N° 5 TiroLibero - 05.11.13