Page 1


Onset si ripaga in soli 6 mesi Accettate la sfida. Potete permettervi di non farlo ?

Il futuro del getto d’inchiostro UV di grande formato

www.onsetchallenge.com

POWER TO SUCCEED


eventi 32 Alta formazione firmata Popai

di Susanna Bonati

di Alexia Rizzi

news 6 Tendenze, novità, visioni dal mondo della comunicazione visiva in dettaglio 14 Per i panelli, soluzioni tutte in rosa a cura della redazione

industrial printing 16 Il pezzo unico? Un lusso per tutti di Alexia Rizzi

digital signage 23 Novità dal mondo del digital signage di Cecilia Cantadore

on the road 26 L’Italia decora le quattro ruote

nuove aperture pdv 33

a cura della redazione

contro-tendenza 34 Il linguaggio simbolico delle pdv di Daniele Tirelli

visual merchandising 36 Tecniche di display di Sabrina Gabriele

Space layouting 38 Eataly, innovazione e creatività di Daniele Polo

SCHEDA TECNICA 41 Focus sui nuovi prodotti di Myliteled 43 Focus sui nuovi prodotti di Efi Vutek

di Dario Zocco Ramazzo

Shopping vision 31 Una vetrina sui prodotti di Eurmoma

inserzionisti

SETTEMBRE

OTTOBRE 2012

sommari

editoriale 4 Circondati dalla visual com

Base

pag. 30

iStockphoto

IV cover

Bompan

pag. 5

J-Teck3

III cover

Centrexpo

pag. 3

Myliteled

II cover

Edigit

pag. 7

pixartprinting

pag. 12-13

Eurmoma

pag. 20-21,35

Salone Franchising

pag. 40

Expo Marketing

pag. 47

SunnyCom Publishing pag. 48

Fujifilm

pag. 1

Unistik

pag. 9

Guandong

pag. 11

Visual Display

pag. 22

16


GRAFITALIA 2013 è l’unico punto d’incontro di tutta la community della carta stampata: stampatori, professionisti della comunicazione, print buyers. Non mancare questa opportunità di business, prenota subito il tuo spazio. Organizzata da: CENTREXPO SpA - corso Sempione 4 - 20154 Milano - Italy tel. +39 023191091 - fax +39 02341677 - e-mail: centrexpo@centrexpo.it - www.centrexpo.it

Graphic Arts, Print Media and Communication

www.grafitalia.biz

Fieramilano Rho - Milano 7-11 maggio 2013 In contemporanea con: Promossa da: ACIMGA - ASSOGRAFICI Con il supporto di: ARGI - ASSO.IT SIOTEC - XPLOR ITALIA

CALEIDOS-NEXXUS.IT

IL MONDO HA BISOGNO DI COMUNICAZIONE. LA COMUNICAZIONE HA BISOGNO DELLA STAMPA. LA STAMPA HA BISOGNO DI GRAFITALIA .


EDITORIALE di susanna bonati i susanna.bonati@sunnycom.it

Registrazione: Tribunale di Milano n. 23 del 19/01/07 Anno VI - n° 03 settembre|ottobre 2012 Direttore responsabile e creativo: Susanna Bonati | susanna.bonati@sunnycom.it Responsabile marketing e comunicazione: Edoardo Decio | edoardo.decio@sunnycom.it Redazione: Alexia Rizzi | alexia.rizzi@sunnycom.it Cecilia Cantadore | cecilia.cantadore@sunnycom.it Dario Zocco Ramazzo | dario.zocco@sunnycom.it Impaginazione e copertina: Stefania Moruzzi | stefania.moruzzi@sunnycom.it Advertising: Deborah Ferrari, Marco Marcuccio advertising@sunnycom.it Ufficio traffico: Manuela Spatola | advertising@sunnycom.it Hanno collaborato: Sabrina Gabriele, Daniele Polo, Daniele Tirelli Stampa: Graphicscalve - Vilminore di Scalve (BG) Tel +39 0346 580111 Tiratura: 10.000 copie

CIRCONDATI DALLA VISUAL COM Il motivo principe per cui Vision è nata (dalla storia e dalle radici di Large Format di cui ancora ha memoria nella testata), è quello di esplorare la galassia della comunicazione visiva applicata, a cui nessuno era riuscito a dare voce in modo puntuale e interessante. Noi facciamo del nostro meglio per scovare applicazioni e tendenze, per interrogare e interrogarci sulle infinite possibilità offerte dalla visual com; la vastità in cui ci muoviamo è quasi imbarazzante e più procediamo nell’approfondimento più il fascino dei nuovi ritrovati da scoprire e degli antichi mezzi da rispolverare e conoscere davvero si fa irresistibilmente ammiccante. Quanti stimoli per i neuroni creativi, quante opportunità per quelli produttivi, quanti pezzi da mettere insieme per quelli progettuali. Spazi che si animano, automezzi che si vestono, luci che parlano, piccoli new media che crescono, luoghi che si distinguono; tutto sotto gli occhi di tutti, eppure, ancora, così embrionale per alcuni aspetti, così timido. Soprattutto qui da noi (nella nostra italia che fa fatica a credere ancora in se stessa nonostante i michelangelo e i leonardo, o forse a causa loro...), è come se accettassimo di usare e osare con mezzi e strumenti (essendo focalizzati alla comunicazione, parliamo di comunicazione) solo dopo essere stati sdoganati da paesi che abbiamo deciso di mettere sul piedistallo chiamandoli “trainanti”, “leader”, “trend setter”, dimentichi che la creatività spontanea e il modo bello di fare le cose nasce ancora qui e da ogni parte del mondo ce lo invidiano. La domanda, quindi, che mi sorge è: vogliamo iniziare a usare, ancora e di più, l’infinito combinarsi di tecniche, materiali e soluzioni che la visual communication ci mette a disposizione in modo così massivo? Vision è nata per questo; per essere il riferimento narrativo nella comunicazione visiva. Che facciamo, osiamo essere l’italia creativa d’un tempo? 4

Una copia euro 5,00 - Arretrati euro 10,00 Abbonamento 4 numeri: Italia euro 20,00 - Estero euro 40,00 Ufficio Abbonamenti: tel. + 39 02 48516207 e-mail: abbonamenti@sunnycom.it I pagamenti possono essere effettuati: - on-line con carta di credito su http://abbonamenti.sunnycom.it - CCP n° 31993207 intestato a: Sunnycom Publishing Srl Milano Iscrizione al Registro degli Operatori di Comunicazione (ROC) n° 14289 del 15/07/2005 - Poste Italiane s.p.a. - Sped. Posta Target Magazine (SMA autorizzazione LO/CONV/037/2010) CMP di Milano-Roserio - Contiene I.P. - In caso di mancato recapito inviare al CMP di Milano-Roserio per la restituzione al mitt. previo pagamento dei resi sunnycom publishing Srl direzione, redazione e amministrazione: via stromboli, 18 - 20144 Milano tel. +39 02 48516207 - fax +39 02 43400509 Associato a:

Tutti i diritti sono riservati. Notizie ed articoli possono essere riprodotti solo con l’autorizzazione dell’Editore e in ogni caso citando la fonte. Manoscritti, disegni, foto e altri materiali inviati in redazione, anche se non pubblicati, non verranno, in nessun caso, restituiti. In particolare l’invio di articoli implica, da parte dell’autore, l’accettazione (in caso di pubblicazione) di un compenso puramente simbolico stabilito dall’Editore, salvo accordi preventivi sottoscritti e comunicati a mezzo R.R. Gli articoli firmati impegnano esclusivamente gli autori. Dati, caratteristiche e marchi sono generalmente indicati dalle Case Fornitrici (rispettivi proprietari); non sono comunque tassativi e possono essere soggetti a rettifiche in qualunque momento. Informativa ai sensi dell’art. 13, d. lgs 196/2003. I dati sono trattati, con modalità anche informatiche, per l’invio della rivista e per svolgere le attività a ciò connesse. Titolare del trattamento è: Sunnycom Publishing srl - Via Stromboli 18 - 20144 Milano (MI). Le categorie di soggetti incaricati del trattamento dei dati per le finalità suddette sono gli addetti alla registrazione, modifica, elaborazione dati e loro stampa, al confezionamento e spedizione delle riviste, al call center, alla gestione amministrativa e contabile. Ai sensi dell’art. 7, d. lgs 196/2003 è possibile esercitare i relativi diritti fra cui consultare, modificare, aggiornare o cancellare i dati, nonché richiedere elenco completo ed aggiornato dei responsabili, rivolgendosi al titolare al succitato indirizzo. Spedizione in abbonamento a titolo oneroso: il ricevimento di questa rivista avviene a titolo oneroso secondo il tipo di abbonamento sottoscritto o tacitamente accettato. Chiunque desiderasse sospendere tale abbonamento ne avrà piena facoltà, senza alcun costo e basterà darne comunicazione scritta all’ufficio abbonamenti.


news

a cura della redazione i redazione@sunnycom.it

Wolford approda da Coin Dopo il successo dell’apertura di corner dedicati presso LaRinascente, l’azienda leader nel settore del luxury legwear arriva nei punti vendita Coin. L’apertura prevede la realizzazione di un corner dedicato nello store di Milano in Piazza Cinque Giornate. Il Retail costituisce infatti un canale distributivo di enorme rilevanza, per il brand, motivo per il quale è previsto un piano di sviluppo che porterà a un cospicuo aumento dei monomarca. www.wolford.com

LA COMUNICAZIONE VISIVA SI EVOLVE Viscom Italia, l’appuntamento annuale con il mondo della comunicazione visiva, che quest’anno si svolge dal 4 al 6 ottobre presso il quartiere di Rho di Fieramilano, si presenta con un concept rinnovato in linea con le esigenze di un mercato più fluido e in evoluzione. Più ricco di appuntamenti formativi, eventi, premi e aree dedicate, Viscom cambia il layout espositivo per risultare più “leggibile” da un pubblico non più solo di addetti ai lavori, ma che si apre all’intera filiera della comunicazione. Dai creativi ai progettisti, dal mondo dell’interior a quello del retail, dalla pubblica amministrazione ai contractor... Le applicazioni e come realizzarle saranno sotto i riflettori dei convegni e seminari, mentre la nuova area Viscom Boutique offrirà spunti interessanti sui trend e sulle più evolute tecniche di decorazione e allestimento del punto di vendita. www.visualcommunication.it

LA GAZZETTA TI INCONTRA IN SPIAGGIA

Milano Marittima è stata protagonista di un progetto di comunicazione non convenzionale che ha personalizzato e colorato di rosa luoghi di interesse della città, spazi commerciali, spiagge e locali. Tra le tante idee, MenCompany ha previsto un temporary store e biciclette rosa e attività ludiche, per garantire un contatto emotivo con il proprio target di riferimento. www.mencompany.it

6

L’ARTE INCONTRA L’INNOVAZIONE TECNOLOGICA Tra i protagonisti della mostra “Wonderline 2012. Il colore nel pianeta intelligente”, organizzata da Studio Original Designers 6R5 Network per la cura di Vittorio Sgarbi e Paolo Fontanesi, la tecnologia digitale inkjet Mimaki, i cui prodotti sono distribuiti in Italia in esclusiva da Bompan, è stata scelta per la stampa delle immagini selezionate dall’agenzia fotografica americana Getty Images. www.bompan.it


ESPOSITORI INTELLIGENTI Espo&Cartotec ed Easycon hanno ideato una comunicazione non convenzionale, interattiva e multisensoriale, finalizzata ad aumentare il coinvolgimento del consumatore nel punto vendita. Nell’arco di tre mesi – con soli 20 totem – sono stati coinvolti a rotazione più di 200 punti vendita a supporto del nuovo piano promozionale di “OralB”. I sofisticati espositori hanno svolto anche una funzione di analisi quantitativa, registrando molteplici dati: numero di persone che si sono fermate di fronte all’espositore – suddiviso per sesso e fascia di età – e tempo speso di fronte allo schermo. www.espocartotec.it

il tuo futuro-presente...

Edigit è la piattaforma gestionale più diffusa nelle aziende grafiche italiane Edigit group cresce e si differenzia: Edigit intErnational è la struttura che segue il mercato tradizionale, pMi del settore poligrafico e sedi estere;

RETAIL VISIONS Il prossimo 8 Novembre presso il Salone d’Onore de La Triennale di Milano torna l’ormai consueto appuntamento con il convegno Popai dedicato al Retail. Partendo dalle logiche dello store design, l’associazione si prefigge l’obiettivo di arrivare a declinare le tecniche di visual merchandising, attraverso l’analisi del best practise illustrate dai diretti protagonisti. La scienza dell’esposizione dei prodotti rappresenta un patrimonio professionale essenziale per tutti gli operatori del settore retail che non può essere scisso dalla progettazione del punto vendita. www.popai.it

Edigit SyStEM è nata per occuparsi, con staff tecnico e consulenti dedicati ai progetti “Enterprise 64” e per seguire in modo appropriato le aziende di grandi dimensioni che necessitano di sistemi completamente integrati e finalizzati ad un completo controllo di gestione. Edigit EntErpriSE 64 è nato dalla esperienza maturata nei progetti più importanti degli ultimi anni, è il primo sistema gestionale italiano integrato con il collegamento JdF e JMF che ha ricevuto la Certificazione dal Cip4. alcune caratteristiche del programma: • Sviluppato con le più moderne tecnologie • Supporto alle certificazioni (Vision2000, FSC) • Certificazione CIP4 per il collegamento JDF/JMF con i reparti produttivi di prestampa e stampa • 4 Diverse Contabilità integrate • CRM per l’organizzazione della forza vendita e la tracciabilità delle trattative • 5 diverse modalità di preventivazione • Integrabile con sistema di Print on Demand e E-Commerce • Pannello avanzamento produzione in real time • Rilevamento dati dalla produzione con Production Monitor • Schedulazione della produzione a capacità finita ed infinita di lavorazioni interne, esterne e materie prime • Logistica di magazzino con ubicazioni, lotti e barcode • Business Intelligence e Supporto al Controllo di Gestione. BOLOGNA MILANO VERONA ROMA CATANZARO

international

www.edigit.eu info@edigit.eu


PALLONI BIANCHI E BLU INVADONO ROMA

Bavaria, birrificio olandese indipendente tra i leader nel mercato internazionale della birra, ha voluto celebrare gli Europei di calcio con un’originale attività di guerrilla cittadina. A Roma sono stati installati enormi palloni bianchi e blu di circa 5 m di diametro in alcuni dei luoghi più frequentati, collocati in posizioni impreviste e inaspettate. La campagna Bavaria Out of the Blue, in cui si inserisce l’attività, ha avuto come parole d’ordine “Unexpectedness” e “Fun”, e vuole irrompere nella routine della vita quotidiana rendendola più piacevole e divertente. L’attività di guerrilla è stata ideata e realizzata da Young & Rubicam in collaborazione con Big Ideas. www.bavaria.com

LA STAMPA FINE ART RENDE L’ARTE ACCESSIBILE

Per avere un’opera d’arte non è più necessario fare pazzie... Copia-di-arte.com dà infatti l’opportunità di accedere a questo mercato senza dover commettere un furto. Grazie al metodo di stampa digitale glicée print è possibile infatti ammirare i più grandi quadri al mondo riprodotti fedelmente e in alta qualità. Il catalogo conta più di 200.000 opere di tutte le epoche e gli stili artistici. Attraverso questo sito è possibile personalizzare il proprio acquisto scegliendone le dimensioni, il supporto e l’incorniciatura. copia-di-arte.com

Autan in esterna

Una vetrata... di pellicola! RossettiGroup ha realizzato la scenografia per la visita di Papa Benedetto XVI a Bresso, in occasione del “Family Day 2012”, lavoro commissionato da Gammallestimenti. Il palco simulava una cupola di vetro con la riproduzione delle vetrate a piombo del Duomo di Milano. La riproduzione della vetrata è stata stampata su pellicola MACtac JT5899R, per un totale di 700 m2 stampati con un risultato soddisfacente. www.mactac.it

8

“Sopravvivi alla giungla urbana” è il claim della campagna Autan Tropical, nuova linea di repellenti. Per la campagna è stato deciso di utilizzare il bike sharing di Milano, gestito dalla multinazionale Clear Channel e oramai elemento caratterizzante della città. I colori della campagna Autan Tropical hanno rivestito le selle e i cestini delle bike, come anche la pavimentazione di alcune centralissime stazioni, per la quali è stato usato il Floor Graphic, un materiale che per le sue caratteristiche di elasticità e versatilità si adatta bene a siti di varia natura e ne consente la stampa in diversi formati. www.clearchannel.it


Il nuovo punto di riferimento per la comunicazione visiva. VISUALWALL

L’azienda Visual Wall ha messo a punto, con la collaborazione del Politecnico di Milano, un nuovo sistema brevettato per rispondere alle esigenze di allestire uno spazio per la comunicazione visiva in modo continuativo e in qualsiasi tipo di ambiente. La struttura, completamente riutilizzabile più volte, è versatile, si tratta infatti di un sistema modulare che può crescere assecondando nel tempo i cambiamenti e le necessità. Un telo stampabile configura di volta in volta scenografie e comunicazioni differenti. www.visualwall.it

C

M

Materiali adesivi Supporti rigidi e materie plastiche Sorgenti luminose e display LED Profili e sistemi espositivi

Y

CM

MY

CY

CMY

K

PROXIMITY MARKETING A RITMO DI MUSICA In occasione degli MTV Days di Torino, Beiersdorf ha affidato ad Adverteam lo sviluppo di un’attività di proximity per la linea Nivea Visage Pure Effect, dedicato a un target di giovani dai 14 ai 19 anni. Mentre MTV invadeva la città di eventi, un’ape car interamente brandizzata era posizionata in piazza Castello con attività di sampling a ritmo di musica. L’agenzia Adverteam ha studiato la creatività e il concept degli allestimenti e gestito il coordinamento di progetto. www.adverteam.it

www.forsign.it

Unistik s.r.l. Treviso 0422 26 42 96 Milano 02 90 27 81 14 unistik@unistik.biz www.unistik.biz

CANT s.r.l. Treviso 0422 89 54 74 Milano 02 93 59 13 68 info@cantsrl.com www.cant.it


news

“VEDERE È PENSARE” IN METROPOLITANA IGPDecaux intrattiene i viaggiatori della metropolitana milanese con la valorizzazione degli spazi della stazione di Garibaldi proponendo un nuovo format interattivo di pubblicità ambientale. Il contenuto del nuovo allestimento è dedicato al rapporto che esiste tra visione, scrittura e lettura su semplici pannelli e cubi di carta. www.igpdecaux.it

Premio nel retail Save As è tra i vincitori della ‘Best Retail Experience 2011’ agli NC Awards 2012, premio organizzato da ADC Group, con la campagna natalizia instore di Prenatal “Regala la favola del Natale” apprezzata dai 300 negozi in Italia, Spagna, Portogallo, Grecia e Cipro. Il lavoro è partito dalla definizione della Strategia e dei Concept per poi passare al suo sviluppo, fino alla realizzazione di tutti i supporti di comunicazione. www.saveas.it

UN GIOIELLO DI ALLESTIMENTO Publistand ha presentato a VicenzOro Spring l’ultima architettura espositiva progettata e realizzata per Institut Privé de Gemmologie Monaco (IGM). Imponente nella sua altezza e impattante nella sua presentazione, la superficie esterna color rosso rubino laccata è in contrasto con i dettagli bianco cangianti dell’ingresso e delle rifiniture. L’accogliente spazio rende omaggio nelle cromie e nelle forme geometriche allo scudo dello stemma del Principato di Monaco dove l’azienda orafa ha sede. www.publistand.it

10

INTERIOR DECORATION

I layout dei negozi Maxi Zoo del nord Italia sono stati completamente rinnovati grazie all’interior decoration del Gruppo Masserdotti. L’intervento ha riguardato gli ambienti interni dei punti vendita con la nuova segnaletica dei diversi reparti. I soggetti, ovviamente legati al mondo degli animali, sono anche i protagonisti di insegne luminose e non luminose posizionate sulle facciate, di totem e rivestimenti per le vetrine, che hanno invece contraddistinto la riqualificazione degli esterni. www.masserdotti.it


Una nuova acquisizione per il network Allestimenti

Guerrilla on the road

LA COM DINAMICA Grandicentri lancia la Dynamic domination: “una piccola auto per un grande centro”, un mini-veicolo che circola nel centro commerciale e offre opportunità di comunicazione e forte visibilità al brand sponsor. Birò è la prima minicar elettrica completamente personalizzabile con pellicole adesive removibili su porte, parafango anteriore, retro e sulle due ruote posteriori. www.grandicentri.it

DWV Image: l’attesa è finita!

www.bigano.it

Il rinnovamento, la novità: questo è il concept della comunicazione che Mercatone Uno ha ideato per sostenere la riapertura dello store di Cesano Maderno. Un imbianchino intento a dipingere e a rinnovare il marchio di Mercatone Uno è il soggetto utilizzato su mezzi tradizionali, new media e affissioni. Anche l’attività di marketing sul territorio (guerrilla) ha ricoperto un ruolo importante con diversi pulmini d’epoca Volkswagen, rivestiti e personalizzati con i colori e le grafiche della campagna. www.mercatoneuno.com

Il Gruppo Allestimenti ha acquisito Jave Allestimenti, società operante da oltre quarant’anni nel settore di architetture temporary per fiere e retail nell’ambito di design e moda. L’Amministratore di Allestimenti, Paolo Sberlati, con prontezza e lungimiranza, ha completato la proposta del gruppo Allestimenti unendo Jave a Publistand e Standitalia. www.publistand.it

®

Il nuovo supporto Double Way Vision (DWV® Image) offre quello che il mondo della Window Graphics aspettava da sempre, la visione armoniosa ed elegante dell’immagine nelle due direzioni. Scoprite gli effetti dei raffinati pattern: Screen, Line, Bubble.

DWV® Image, la new entry della gamma Guandong: Perforated Vinyl, Window Graphics, Plastic Collection, Textile Collection, Intercast Banner, Magnetic Sheeting, Special SAV

ong Guand igital aD al Fesp Londra 2013,

Anche la messa a punto dei prodotti particolari rientra nella mission Guandong, grazie ai suoi contatti con la più dinamica e specializzata produzione asiatica nel settore della stampa digitale. Questo ci permette di rispondere con efficacia alle esigenze della clientela europea, solo OEM e distributori, offrendo prodotti altamente qualificati con il marchio MADE FOR EUROPE.

DIGITAL MEDIA • INTERNATIONAL TRADING

Guandong Italia Srl Tel +39 (02) 897859.88 • info@guandong.eu • www.guandong.eu Shanghai Office Guandong-Wider Union • Unit 1207, Harbor Ring Plaza • No. 18 Tibet Middle Road


HP Designjet L65500

Puoi seguirci anche su: facebook.com/pixartprinting.it

Guarda anche le videopillole sul nostro canale youtube.com/user/pixartwebtoprint


perche mi stampi cosi teddy? mia madre aveva ragione. ma io da domani vado da pixartprinting e mi stampo in adesivo latex * 98 , a euro al m2!

*Prezzi iva esclusa.

3


IN DETTAGLIO...

PER I PANNELLI, SOLUZIONI TUTTE IN ROSA! Evoluzione Carta, un’azienda tutta al femminile sul mercato dal 1998, si affaccia con successo al mondo delle vendite online proponendo con garbo e professionalità soluzioni innovative per risolvere piccoli e grandi problemi nella lavorazione dei pannelli per la grafica, per applicazioni ad alto impatto visivo.

Forte di una gamma completa di “consumabili” che spazia dai supporti per stampa e intaglio ai pannelli, fino agli espositori per la comunicazione visiva, che importa e produce, Evoluzione Carta si dedica alla ricerca di tutti quei piccoli strumenti che permettono di semplificare il lavoro degli ”artigiani digitali”. “Mettiamo al centro del nostro business lo stampatore digitale e lavoriamo con cura e passione per risolvere i piccoli e grandi problemi della lavorazione del prodotto. Il nostro ruolo è assistere e agevolare l’applicatore nella gestione delle operazioni quotidiane, consigliando spatole o taglierini particolari, biadesivi specifici, bordi adesivi per pannelli e sistemi per attaccare gli stessi a parete. Ascoltare tutti i giorni il cliente e proporre soluzioni per semplificare il suo lavoro è il nostro obiettivo” dice Roberta Cuzzolin, Amministratore Delegato di Evoluzione Carta. Una vera e propria “chicca” in fatto di semplicità è rappresentata dal Artiglio. Si tratta di un cutter manuale a doppia lama per tagliare e cordonare lastre di polipropilene alveolare da 5 o 10 mm. La lama interna taglia di netto la lastra, quella esterna la incide solo da un lato. Ripetendo l’operazione di cordonatura si realizzano con poco sforzo e investimento economico totem triangolari, quadrati, ovali, cavalletti ecc. Le strutture possono essere chiuse utilizzando semplici rivetti in plastica o coppiglie. Evoluzione Carta ha una lunga esperienza nel servizio di taglio e bordatura dei pannelli sandwich e ciò l’ha portata a realizzare soluzioni fruibili anche da clienti geograficamente più lontani. Da qui nasce l’innovativo adesivo per bordatura manuale. Appositamente studiato e prodotto da Evoluzione Carta, è un resistente bordo in Pvc di colore bianco, spalmato con un adesivo a elevata tenuta con il quale è possibile nascondere la schiuma laterale dei pannelli sandwich o l’interno del cartone fresato. In qualsiasi momento è possibile rifinire i propri pannelli siano essi di spessore 10 o 19 mm (in arrivo da 16,1 mm), realizzando un prodotto esteticamente inappuntabile.

14


ACCESSORI SPECIFICI PER APPLICAZIONI COMUNICATIVAMENTE INECCEPIBILI Rimanendo nel mondo dei pannelli sandwich c’è un’altra interessante proposta. Il prodotto (codice Frtondo) risolve l’annosa questione di eliminare gli antiestetici gancetti a vista per appendere i pannelli. Il gancio in plastica bianca, leggerissimo ma indistruttibile, grande poco meno di una moneta da un euro, permette di appendere pannelli sandwich anche di grandi dimensioni. È sufficiente forare il pannello sul retro con una punta da trapano specifica, venduta in abbinamento al prodotto (codice Puntamecchia) e inserire il gancetto con una semplice pressione. Una volta inserito, sarà quasi impossibile toglierlo risultando così pratico e assolutamente sicuro! Se invece il cliente necessita di una struttura autoportante, esiste la possibilità di montare la lastra sul Deltaw una base triangolare porta pannelli in lamiera zincata antiruggine, verniciata a polvere epossidica. La sua novità risiede nella eccezionale capacità di sostegno. Con un solo Deltaw è possibile sostenere, ad esempio, pannelli sandwich da 19 millimetri fino a 2,5 metri di altezza e un metro di larghezza. Le pareti lisce del Deltaw sono l’ideale per una eventuale personalizzazione con intaglio o stampa digitale, rendendo così l’espositore invisibile a tutto vantaggio del messaggio pubblicitario che risulterà di grande impatto visivo senza barriere per la leggibilità dei contenuti. Nella pagina accanto, in alto l’applicazione del bordo adesivo su un pannello sandwich; in basso la lavorazione sullo stesso pannello per l’inserimento del gancetto Frtondo. Nell’immagine grande, in successione, le fasi di taglio e cordonatura per la realizzazione di un cavalletto in polipropilene alveolare.

Evoluzione Carta è presente sul mercato italiano dal 1998 e dal 2008 su internet con uno dei più completi siti di e-commerce per la vendita di consumabili per la stampa digitale, intuitivo e di facile navigazione.

Evoluzione Carta Srl Regione Crocetta, 30/B 14018 Villafranca d’Asti (AT) Tel.+39 0141941008 Fax verde 800767698 info@evoluzionecarta.com www.evoluzionecarta.com

15


Pezzo unico? Un lusso per tutti

F di alexia rizzi alexia.rizzi@sunnycom.it

16

Fino a pochi anni fa per dare sfogo alla propria fantasia in ambito di arredamento, complementi di arredo, rivestimenti, accessori e o per l’abbigliamento, oggettistica e gadget, piuttosto che per la verniciatura dell’automobile, non c’era altra scelta che rivolgersi all’artigiano di competenza e commissionare un pezzo su misura, confezionato e decorato secondo la richiesta del committente. Gli svantaggi di un processo del genere, benché nobile e di efficacia nel risultato finale, erano costi elevati, tempi di realizzazione lunghi, varianti possibili limitate. Un lusso nel senso tradizionale del termine, ovvero una cosa per pochi. Se da una parte i processi industriali globalizzati hanno penalizzato la tradizionale pratica dell’artigianalità, dall’altra la stampa digitale industriale, in chiave diversa, ma sicuramente interessante, ha ripristinato il concetto di unicità. Cambiando mezzo di progettazione e realizzazione, i risultati ottenibili sono un inno a un’originalità postartigianale che offre infinite possibilità applicative.

CAMERETTE “ON DEMAND” La collezione di camerette Tiramolla, proposta da Tumidei Spa, comprende composizioni come dell’immagine in alto, che consentono di personalizzare le ante scorrevoli degli armadi con immagini da catalogo o scelte direttamente dal cliente. La ricerca continua di soluzioni di arredo sempre più sofisticate e in linea con le esigenze del consumatore è uno dei fattori di successo dell’azienda con sede a Predappio di Romagna. (www.tumidei.it)


PERSONALIZZAZIONE, LIFESTYLE CONTEMPORANEO Le aziende come Tumidei, attente al mutamento radicale nella concezione della casa, nel modo di vivere della famiglia e, quindi, nell’arredamento, sono in grado di proporre soluzioni innovative che consentono al consumatore di scegliere e vivere in modo più coinvolgente e originale il loro personale stile abitativo.

IL MULTIPLO DIVERSO La risultante della produzione in serie non è necessariamente una gamma di prodotti identici tra loro. I settori dell’interior decoration e del furnishing lo dimostrano chiaramente. Pensate all’offerta del brand di arredamento più conosciuto al mondo. Sì, i mobili Ikea. Per definizione rappresentano l’icona del mobile low-cost con un buon rapporto qualità prezzo, ma ahimé la stessa libreria Billy si trova identica nelle case di Istanbul, di Pisa così come di New Castle. La personalizzazione può arrivare in soccorso a chi, architetto, designer o semplice consumatore, voglia differenziare un prodotto industriale rendendolo unico e origi-

nale. Ciò che stupisce chiunque faccia un po’ di “zapping” in rete è che non è per niente difficile trovare, scegliere, commissionare e, con pochi click, ricevere direttamente a casa il prodotto desiderato, opportunamente personalizzato nel vero senso del termine. Ovvero non semplicemente decorato avendo a disposizione una scelta limitata di grafiche diverse, ma inviando una propria foto, anche scattata direttamente dall’acquirente del mobile – purché in alta risoluzione –, che può essere riprodotta facilmente rendendo gli sportelli della cucina, la cameretta del bambino, o una porta a scomparsa un pezzo davvero unico. L’opzione da catalogo “persona-

LA PERSONALIZZAZIONE AMICA DELL’AMBIENTE

Quanto è importante che le tecniche legate alla personalizzazione di oggetti, arredi e complementi di arredo, oltre a produrre risultati di qualità dal punto di vista dell’impatto visivo e della fedeltà all’idea creativa, siano anche “green”? Questo tema è stato affrontato da diversi produttori di tecnologia primo su tutti HP, che ha sviluppato una serie di soluzioni di stampa che adottano inchiostri Latex, i cui punti di forza sono sicuramente una migliore brillantezza dei colori, la compatibilità con un’ampia gamma di materiali, la versatilità dal punto di vista delle applicazioni ma anche e soprattutto il rispetto per l’ambiente in generale, per gli spazi in cui vengono impiegati i materiali personalizzati e per la salute di chi ne fa uso. Questo tema può essere approfondito nel corso del semimario intitolato ““Decorazione, interni, interazione. Il ritorno del decoro negli interni apre nuove opportunità. Quali vantaggi offrono le più recenti tecniche di stampa e di recovering?” organizzato da HP in collaborazione con l’architetto Paola Silva Coronel e 3M che si svolge il 5 ottobre presso la sala Forum del padiglione 3 di Fiera Milano-Rho. www.hp.it

17


SULL’ONDA DELLA PERSONALIZZAZIONE La stampa digitale può rendere uniche, con grafiche anche complesse, ad esempio tavole da surf, trasformandole per chi le possiede, inoggetti di culto ancora più preziosi. Lo stesso vale per le tavole del parquet. Gli esempi che vedete qui accanto sono stampati con tecnologia Smartcolor. (www.smartcolor.it)

LA PERSONALIZZAZIONE CONSENTE AD ARCHITETTI, DESIGNER O SEMPLICI CONSUMATORI, DI DIFFERENZIARE UN PRODOTTO INDUSTRIALE RENDENDOLO UNICO E ORIGINALE.

lizza i tuoi mobili” è sempre più diffusa anche tra i produttori di arredamenti di pregio: brand di cucine di design, ad esempio, offrono non più solo la possibilità di scegliere il numero di moduli che compongono l’intero arredamento della cucina o di commissionarlo su misura, ma anche di richiedere la stampa di grafiche o fotografie per decorare le antine dei pensili con immagini uniche. Sul web si trovano siti interamente dedicati alla personalizzazione delle camerette dei bambini che possono immortalare supereroi, calciatori, band musicali ma anche ricordi personali in formato digitale. I costi sono accessibili e non incidono significativamente sul prezzo finale dei prodotti. Per contro il coinvolgimento emotivo dell’acquirente è elevatissimo in quanto si sente protagonista del proprio spazio abitativo. IDENTITÀ “AUMENTATA” Se apriamo il significato di personalizzazione a orizzonti meno scontati andando oltre il cuscino

18

del divano su cui abbiamo fatto stampare la foto del nostro cane – che resta un pezzo unico dal valore affettivo inestimabile; scopriamo che la nostra inventiva può esprimersi a un livello più creativo, portando sempre come risultato l’unicità. Una porta può diventare un quadro, un frigorifero si può trasformare in un grattacielo in miniatura o in una cabina del telefono inglese, una parete può ospitare una finta finestra su un giardino e un soffitto può sconfinare in un cielo stellato o nella riproduzione degli affreschi della Cappella Sistina. L’immaginazione che diventa realtà è un lusso contemporaneo, reso possibile dalla tecnologia, che aumenta la personalità di ciò che viene decorato; ma soprattutto perché a scegliere gli oggetti da arricchire e i soggetti che li rendono unici è esclusivamente chi li vivrà in prima persona, trasferendo il proprio stile in quegli elementi che altrimenti sarebbero tutti uguali in quanto prodotti in serie.


UN MONDO UNICO Uscendo dall’ambito interior decoration si aprono infiniti mondi in cui il privilegio di dotarsi di elementi di originalità si può esprimere all’ennesima potenza. Tavole da surf, sci, skatebord: tutte attrezzature che, indistintamente, dai modelli base al top della gamma, sono prodotti industrialmente e che per differenziarsi, diventando ancor più oggetti di culto rispetto a quanto già non sono, hanno come chance preferenziale la decorazione digitale. In ambito artistico si trovano strumenti musicali resi unici da grafiche stampate: decorare la gran cassa della propria batteria è facile, veloce, economico e di grande impatto visivo e lo stesso vale per i quadri, da che mondo e mondo i dipinti di ogni epoca si riproducono, ma avete mai pensato di stampare sulla cornice cambiando look alla storia dell’arte? E ancora se la total identity fa per voi potete avere la stessa immagine stampata sulla casella della posta e sulla chiave

di casa... Un capitolo a parte merita la customizzazione di auto e moto, per i quali la tecnica del wrapping ha rivoluzionato il concetto di decorazione di flotte aziendali e di auto private rendendole uniche anche se per definizione prodotte in serie (a pag. 26 trovate un approfondimento). Se si stampano le fotografie sulle torte di compleanno, se esiste una macchina a getto di inchiostro che smalta le unghie con le grafiche più orginali e ci sono tecnologie progettate per stampare sul ghiaccio e su materiali non solidi, quali altri limiti può avere la personalizzazione? È paradossale ma le possibilià vanno oltre l’immaginabile e oltre la nostra vita terrena. La notizia giunge dal Belgio (anche se il brevetto è australiano by LifeArt). Si tratta di un progetto per realizzare, con un processo completamente digitale, bare funerarie in cartone alveolare, leggere, ecologiche e soprattutto uniche perché i soggetti stampati rispettano le ultime volontà dell’utente.

IL MARE IN UNA STANZA... Vi piace il mare ma vivete in città? Oggi è possibile trasformare la vostra cucina in una romantica ambientazione balneare. Antine, sportelli e cassetti possono diventare “una cartolina” che vi farà sentire ogni giorno in spiaggia. Vi basterà scegliere la più bella tra le foto delle vostre vacanze e riprodurla in digitale sui mobili. L’esempio che vedete nell’immagine in alto è stampato con tecnologia Mimaki. (www.bompan.it)

19


LASTRE PVC ESPANSO PVC INTEGRALE POLIETILENE

LASTRE META T CRILAT TA AO AT COLAT AE AT ED ESTRUSE

AUTOADESIVI PER LA STA T MPA TA E BIADESIVI INDUSTRIALI

AUTOADESIVI PER LA STA T MPA TA E BIADESIVI INDUSTRIALI

Lastre di Eurobond - Dibond - Laminill - Kartapi첫 - Policarbonato - P Targhe in lamiera - Pellicole rifrangenti Orafol Oralite - Termotrasf Poliestere per PopUp e RollUp Kernow Coating - Pellicole protett


LASTRE LEGGERE COMPOSITE CON FINITURA IN PVC, CARTA T E ALLUMINIO TA

FILM PER IL CONTROLLO SOLARE E DECORAZIONE VETRI

ESPOSITORI PER IL P.O.P. E P.O.S. TOTEM, TA T RGhE ROLLUP, P POPUP P,

LASTRE DOPPIA PARETE IN POLIPROPILENE

PET - PETG - Kapa - Profili plastica e alluminio - Cornici in alluminio feribili per tessuti Poliflex - 3M Di-Noc, Fasara, Nomad, Dual Lock tive e biadesivi Orafol - Sistemi di fissaggio - Banner Giovanardi


FROM BRAND TO SELL-OUT

DAL 1999 AIUTIAMO I BRAND A PROMUOVERE IL LORO POTENZIALE COMMERCIALE NEI LUOGHI DI CONSUMO. ATTRAVERSO LA RICERCA, LA SPERIMENTAZIONE, LE STRATEGIE, LA CREATIVITÀ E L’ESPERIENZA DI MOLTI PROGETTI REALIZZATI. PER QUESTO CI DEFINIAMO VISUAL MARKETING ADVISORS. VISUAL MEERCHANDISING RCHANDISING VISUAL COMMUNICATION PACKAGING DESIGN SHOP-IN-SHOP POP-UP SPACE WINDOW PRESENTATION

SPACE BRANDING INTERNAL BRANDING EEx xHIBITION HIBITION DESIGN CONCEPT [VISUALDISPLAY.IT]

Contattaci!

Guarda la gallery!


Novità dal mondo del digital signage di CECILIA CANTADORE cecilia.cantadore@sunnycom.it

C

Come in ogni settore, anche in quello della comunicazione visiva la tecnologia ha un ruolo fondamentale nel definire – e ridefinire – gli scenari d’azione. Il mercato del digital signage si sta sviluppando a grandi passi. Sono sempre più numerose le imprese che cercano nuovi strumenti, modalità di comunicazione e interazione con il pubblico. Ovunque sia necessario informare, ridurre la percezione del tempo di attesa, invogliare all’acquisto, migliorare le promozioni, la comunicazione multimediale viene in aiuto grazie alla sua attrattiva e spettacolarità. I confini delle possibilità creative si sono dilatati, i limiti spazio temporali annullati, grazie alla diffusione di una connettività globale. Il digital signage è oggi un potente strumento di distribuzione di contenuti multimediali e integrazione degli stessi. In Italia si sta diffondendo sempre più, anche se ancora troppo spesso viene male identificato come una semplice postazione di cartellonistica, come una postazione PC connessa a internet oppure come qualcosa di assimilabile alla TV. In realtà si tratta di un media molto diverso, che si appoggia a postazioni ubicate in ambienti scelti, che fan parte di un network. Per creare una rete digital signage bisogna prima definire quali tipologie di contenuti multimediali gestire, dove ubicare le postazioni di playback, quali obiettivi e quale target raggiungere. In un progetto di digital signage competenza creativa e tecnologica si fondono. Vediamo ora quali elementi compongono un progetto digital signage. 23


1

1. Gaspmedia: GaspMediaRegia è un software per organizzare i contenuti e i palinsesti di un circuito digital signage. www.gaspmedia.it 2. Si Computer: azienda italiana produttrice di computer desktop, workstation e server, presenta “Explora Totem”, il device dal design compatto ed elegante, coperto da brevetto, progettato in assenza di viti a vista, posizionabile in ogni ambiente. www.sicomputer.it/exploratotem

3. Samsung: monitor professionali che permettono la visualizzazione di contenuti digitali, trasmessi prevalentemente attraverso una rete IP e gestibili remotamente. www.samsung.it

2

3

4 4-5. Grottini: soluzioni di comunicazione personalizzate, al passo con l’innovazione tecnologica. www.grottini.com

5

L’ASSOCIAZIONE CULTURALE ASSO DS (WWW.ASSODS.ORG), NATA NEL 2010, SI PROPONE DI ESPANDERE LA CONOSCENZA E LA PRESA DI COSCIENZA DEGLI OPERATORI DEL DIGITAL SIGNAGE IN ITALIA.

24

IL SOFTWARE Il software fa funzionare la distribuzione e la corretta messa in onda dei messaggi. La componente fondamentale per il funzionamento della rete è inoltre il provider, o il fornitore di connettività. Questi due elementi sono quelli che in una rete di digital signage richiedono competenze più propriamente digitali e informatiche. Oggi grazie a software appositi è possibile raggiungere un’alta flessibilità nella progettazione delle ambientazioni, suddividere il monitor in aree in cui inserire i contenuti multimediali, integrare in modo dinamico contenuti diversi e dati esterni. Alcune reti di digital signage sono comparabili a un

canale televisivo dalla funzione sia di intrattenimento sia informativa, intervallato da contenuti pubblicitari. LA RETE DISTRIBUTIVA Il digital signage è una rete di display digitali personalizzabili gestiti elettronicamente tramite un computer, che consente di modificarne i contenuti in modalità remota. Una rete di segnaletica digitale permette di creare e distribuire messaggi mirati di comunicazione, intrattenimento e informazioni, motivando la clientela e dirigendola verso un obiettivo. Per creare una rete, è possibile utilizzare tutte le tecnologie di presentazione, dai più tradizionali mo-


1. Masserdotti: dotato di tecnologia firmata Samsung, Transparent Display si presta a numerosi utilizzi: creazione di teche multimediali, vetrine in trasparenza, nicchie di pareti e soluzioni personalizzate. www.masserdotti.it

1 2. Grandicentri: è on air nei centri commerciali un nuovo circuito di digital signage interattivo, la Digital Domination. Grandicentri ha predisposto un circuito di totem digitali, postazioni multimediali interattive bifacciali alte 2 metri, fornite di schermi verticali di 55 pollici ad altezza occhi. www.grandicentri.it

3

nitor in modalità landscape/ orizzontale o portrait/verticale fino alle soluzioni di proiezione, agli schermi 3D o touch screen, alle integrazioni di tutti questi elementi in totem, espositori, staffe di fissaggio a parete, soffitto o pavimento. I CONTENUTI I contenuti sono la chiave per l’efficacia di ogni messaggio, qualunque sia il formato e il canale utilizzato. Questo vale, a maggior ragione, quando si parla di comunicazione visiva. Nel digital signage è possibile utilizzare diversi tipi di contenuti in proiezione simultanea e creare messaggi audiovisivi multimediali (da semplici bacheche a scorrimento fino

2

A PAGINA

3. BBO Group: giovane concessionaria di pubblicità, ha acquisito la concessione del doppio schermo di Corso Buenos Aires a Milano. I due schermi consentono una definizione ad alta luminosità per una perfetta visione anche in pieno giorno. www.bbogroup.it

41

4

4. MyLiteLed: azienda con 30 anni di esperienza nel campo della comunicazione luminosa, MyLiteLed studia, controlla, collauda e consiglia i led più adatti per schermi digital signage. Ogni progetto infatti necessita di led con caratteristiche di luminosità, durata e affidabilità diverse. www.myliteled.com

a videoposter) che appaiono su LCD, schermi al plasma o vengono videoproiettati, trasformandosi in comunicazioni qualitativamente paragonabili a quelle televisive. Il contenuto mostrato su schermi per cartellonistica digitale può spaziare dal semplice testo a immagini statiche, arrivando fino a video in movimento con o senza audio. I contenuti per il mondo digital signage non possono prescindere dalle competenze in ambito grafico/statico e video/animato. La scelta dei colori, delle font e della dimensione dei caratteri segue precise logiche che chi opera nel mondo della comunicazione visiva conosce in modo dettagliato.

25


L’Italia decora le quattro ruote DECO–AUTO–VELOX In occasione di questo sondaggio abbiamo contattato direttamente diverse decine di aziende specializzate in decodinamica ed è emersa una serie di dati inaspettata. La concorrenza data da portali web che propongono decorazioni “fai-da-te” a prezzi stracciati e che non tengono conto dei costi nascosti, rischiano di impoverire un mercato già inflazionato da molti applicatori improvvisati che lavorano sottocosto. Sottolineata da tutti i decoratori l’incapacità dei clienti di fornire file grafici pronti per la decodinamica e, quindi, da rifare o adattare a dimensione adeguata in funzione del veicolo…

26

Q

di DARIO ZOCCO RAMAZZO dario.zocco@sunnycom.it

Quanto costa la decodinamica in Italia? Un articolo che nasce a seguito degli incontri e dei confronti degli ultimi mesi a contatto diretto con agenzie, decoratori di automezzi e lettori, ciascuno a modo proprio, perplesso rispetto a preventivi tanto differenti tra stampatore– tuttofare e “Decoratore Professionista”; per non parlare dell’offerta web, dalle sorprese nascoste (di cui ci avete parlato!). La situazione in Italia è incredibilmente complessa da valutare e, soprattutto, mutata radicalmente dal 2010 al 2012. Ci siamo schierati dalla parte del lettore e abbiamo realizzato un’indagine su tutta Italia, dalla Sicilia al Veneto, nessuno è stato escluso. A ciascun decoratore abbiamo richiesto due preventivi differenti per tre veicoli tradizionali. Nel primo caso una decorazione monomerica prespaziata a tre colori; nel secondo, una decorazione integrale con cast. Progetti con grafica “standard” su citycar/Smart, station wagon/ Volvo V50, furgone/Fiat Fiorino o similari.


IL COSTO DI DECORAZIONE DI UNA SMART SPAZIA DALLE POCHE CENTINAIA DI EURO PER IL PRESPAZIATO MULTICOLOR A POCO PIÙ DI MILLE EURO PER UNA DECORAZIONE INTEGRALE. IL DESIGN DELLA GRAFICA È ESCLUSO E IL PASSAGGIO DAL PRESPAZIATO AL WRAPPING COMPLETO È MARCATO.

MI WRAPPI LA SMART? Citycar ormai diffusissima tra privati, aziende e prediletta dalle agenzie di comunicazione di tutte le regioni d’Italia, la Smart è il veicolo perfetto per la comunicazione del brand specialmente nelle grandi metropoli. Agilissima e dinamica, la Smart è tra i veicoli con la minor superficie da decorare ma richiede particolari accorgimenti in caso di full-wrapping e una scelta accurata delle immagini e del layout grafico, considerata la concentrazione di superfici in materiali plastici “eco”. Una vettura che, sia nel caso di una decorazione con pellicole prespaziate monomeriche sia con decorazioni integrali (come quella illustrata qui sopra by Dechiaragrafica), mantiene intatta la riconoscibilità della vettura esaltando la comunicazione. Il trucco sta nella capacità del designer a cui è demandata la progettazione del layout gra-

fico nel far seguire il profilo curvo delle portiere senza slegarlo dalla fiancata, oltre che dai parafanghi anterori e posteriori. Il costo di decorazione di una Smart spazia dalle poche centinaia di euro per il prespaziato multicolor a poco più di un migliaio di euro per una decorazione integrale. Il design della grafica è escluso e il passaggio dalla decorazione prespaziata al wrapping completo con stampa è marcato. Incide molto, a differenza di altre vetture, la scelta della pellicola in funzione della durata complessiva della decorazione e all’opzione (che è sempre meglio richiedere prima!) dell’utilizzo di speciali pellicole effetto “one-way-vision” sui vetri. Queste speciali finiture autoadesive sono microforate e consentono la visione dall’interno dell’abitacolo verso l’esterno. La superficie vetrata da rivestire non è molta e lo scarto abbondante.

27


1 1. Club Volvo Italia: Volvo XC60 decorata con film resistenti alle basse temperature e grafiche degli sponsor dell’evento Volvo Snow Camp Campglio 2012.

2

2. Deco Grafica: Wrapping totale Smart e stampa digitale: materiali scelti Hexis v200 o v100; Avery Mpi 2000 o Mpi 1005-1900 con relative plastificazioni. Applicazione 1-2 gg; durata installazione è di circa 2 anni. I costi dello studio grafico sono esclusi. www.decografica.it

4

3. Pubblidesign: Smart per Parafarmacia decorata con adesivo Apa print, 4 metri di materiale utilizzato e realizzata in 1 giorno. 2 anni la durata della decorazione. www.pubblidesign.it

3

4. Atina Jazz Summer 2012: Volvo ufficiale dell’evento musicale di Atina: grafica sfumata e di breve durata. 5. EffeTi Servizi: Bmw decorata con grafica gessata. Precisione e massima attenzione nell’installazione. www.ftservizi.it

STATION WAGON STYLE La station wagon è senza dubbio tra i mezzi più accessibili e funzionali alle esigenze di qualsiasi azienda e di cui diventa l’estension commerciale on-the-road. L’ampia fiancata, sviluppata per il lungo, il tetto e il cofano sono di generose dimensioni e risultano gli elementi che distinguono questo mezzo, rendendolo filante e per comunicazioni aggressive e slanciate. Gli elementi della fiancata decorabili sono almeno cinque, i vetri sono solitamente esclusi. Nel caso di un rivestimento totale è necessario che il grafico tenga conto della presenza degli sportelli e relative abbondanze necessarie durante l’applicazione. Un costo,

28

5

quello di progettazione, che, a detta del nel 90% degli intervistati, non viene mai considerato dalle agenzie che forniscono file senza tenere conto del posizionamento di volti, loghi e altri elementi e, quindi richiedendo una riprogettazione grafica globale. I prezzi tra la decorazione prespaziata monomerica e quella polimerica spaziano dalle poche centinaia di euro agli oltre 3000 euro, progettazione grafica esclusa! A pesare sul prezzo, in caso di wrapping totale di lunga durata, è l’applicazione di un protettivo e l’intervento di un carroziere per l’operazione di rimozione e rimontaggio di elementi molto sensibili al calore e al graffio. Tenetene conto!


1. Dechiaragrafica: Fiorino Genovese Distribuzione a copertura totale. Pellicola cast stampata e laccata, 15/17 m di materiale. Lavorazione complessiva 2/3 giorni. www.dechiaragrafica.it 2. Deco Grafica: Fiorino Cellular Line, stesse pellicole della Smart, cambiano i tempi e la metratura non la qualità! www.decografica.it

1

3

3. Pubblidesign: Fiorino Paloni Serramenti decorato con adesivo Apa cast, 6 metri di materiale, lavorazione 4 ore, durata 5/7 anni. www.pubblidesign.it 4. Treccani Pubblicità: Citroen Jumper L2h1 Fluidmec decorato con Avery Cast Film 1900 stampato Mimaki JV33-160 più protettivo 3D. Garanzia 5 anni.

4

5

FIORINO TUTTO DECÓ Quale mezzo ha fatto la storia della decorazione monomerica prespaziata in Italia? Il Fiorino! Impossibile resistere alla tentazione di scoprire, di regione in regione, quanto costi oggi decorarlo in “stile idraulico” oppure con grafiche commerciali stampate. Il prespaziato multicolor costa ovunque poche centinaia di euro (circa 6 m²) e richiede mezza giornata di lavoro. Il consiglio è quello di richiedere una grafica che duri almeno 12 mesi senza distaccamento del lettering. Nel caso di un full-wrap con durata superiore ai 2 anni il prezzo passa i duemila euro: servono molti metri di materiale e le protezioni necessarie.

2

5. Treccani Pubblicità: Fiorino Ceramiche Sbaraini decorato con Avery serie 700 (garanzia 7 anni). Particolare da notare: colore silver, che rende il furgone molto elegante e crea morbidi riflessi sull’automezzo. Decorato in circa 4 ore. Film perfettamente intagliato con plotter Zund M80. www.treccanipubblicita.it

I COSTI NASCOSTI DEL WRAPPING... Nel corso delle interviste telefoniche, tanti decoratori hanno sottolineato che il car wrapping ha costi nascosti che vanno ben oltre il prezzo al metro del film, ma che non tutti espongono nel preventivo. Se, come detto, i costi di progettazione grafica sono esclusi e cambiano in base alle esigenze del cliente e del tipo di veicolo, qui parliamo d’altro: il costo della manodopera per un’installazione priva di sorprese. Il full wrapping può richiedere, in alcuni casi, l’intervento di un carrozziere per la rimozione di parafanghi ed elementi che potrebbero danneggiarsi durante la decorazione. I costi d’intervento non sono irrisori e non vanno ignorati. Non tutti gli applicatori di grafiche per automezzi hanno infatti maturato esperienza al fianco di un carrozziere, altri sì, quindi il prezzo cambia. Alcuni applicatori hanno frequentato corsi di formazione e utilizzano attrezzature e tecnologie di riscaldamento delle superfici che consentono in tutti i periodi dell’anno di decorare con uniformità. I veri professionisti non lasciano nulla al caso, nemmeno i dettagli del preventivo.

29


VUOI VEDERE LA TUA ATTIVITÀ APERTA AL PUBBLICO 24 ORE SU 24 365 GIORNI ALL’ANNO? Vuoi dare l’opportunità ai tuoi clienti di poter effettuare i propri ordini nel momento che ritengono più opportuno? Vuoi dare l’immagine di un’azienda in continua espansione e sensibile alle nuove necessità del mercato?

Apri subito il tuo negozio online a partire da 30 euro al mese!

;

ec om Prova gratuitamente la versione demo! Se decidi di aprire online il tuo negozio contattaci, comunicaci il codice promozionale ec03v12 avrai diritto al canone di attivazione gratuito! *valore del canone di attivazione standard pari a 69 €

SITI WEB | TRACKING ONLINE | DOMINI INTERNET | GRAFICA info@basesrl.eu - www.basesrl.eu


SHOPPING 1.Assortimento completo di lastre per diverse esigenze: Polionda, PCV espanso, Perspex, Policarbonato, Pet, Kapa, Polietilene ecc. per dare un’offerta completa al cliente, che può richiedere il taglio su misura. 2.Autoadesivi e biadesivi per ogni utilizzo, di facile applicazione e grande funzionalità; con caratteristiche di potenzialità, adesività e removibilità. Gli adesivi sono di tipo ad acrilico, gomma sintetica o silicone.

2

1 4

3 5

3.Le pellicole adesive di car wrapping sono un’alternativa alla riverniciatura, sono applicabili sull’intero veicolo, anche gli interni, o a singole parti e removibili. Nella scelta Oracal, Orajet e Oraguard. 4.Diversi tipi di espositori tipo Totem, a cavalletto, a parete ecc., illuminati e non, disponibili in tante misure e per applicazioni sia interne sia esterne; di facile montaggio, per esigenze semplici o ricercate, per una comunicazione visiva efficace. 5. DI-NOC, materiale di rivestimento adesivo per la decorazione di interni, disponibile in varianti con finiture legno, metallo, pietra e altro, offre resistenza a agenti esterni e una lunga durata grazie all’adesivo 3M Comply. 6.Gamma di distanziatori completa sia per le misure, sia per le finiture in oro, argento, rosso e blu satinati e cromo lucido. Sono costituiti da coprivite e distanziale, molto pratici per il fissaggio di targhe a parete.

6

8

7.Il laboratorio più grande e all’avanguardia d’Italia esegue la lavorazione e il taglio delle materie plastiche con macchinari tecnologicamente avanzati grazie al personale specializzato. 8.Pellicole retroriflettenti autoadesive per segnaletica stradale. La serie Oralite ne comprende 19 tipi, più Scotchlite e Reflexite. Cartelli stradali di ogni tipo per segnaletica industriale. www.eurmoma.it

7 31


Alta formazione firmata Popai

s di alexia rizzi alexia.rizzi@sunnycom.it

32

Sono molte e varie le proposte formative offerte da Popai Italia – ad alcuni appuntamenti la redazione di Vision ha partecipato attivamente –: tra le più importanti della scorsa stagione si è concluso con successo l’Executive Master Popai in Marketing e Visual Merchandising, che ha offerto ai partecipanti l’opportunità di specializzarsi in uno degli argomenti che sono protagonisti fissi delle nostre pagine. Obiettivo del master, cui hanno contribuito importanti aziende come Aipem, Branded Apparel Italia, CMP&P, Iper, Italia Zuccheri, Legoplast, Marlboro Classics, Plastimax, Sicilconad e Sisal, è stato enfatizzare la valenza del Pdv come ambiente relazionale e strumento di comunicazione dell’insegna, attraverso l’analisi delle fasi del processo di progettazione e gestione dello spazio e dei materiali POP, la definizione del campo di applicazione delle attività e dei criteri di Visual Merchandising e lo studio delle singole leve del marketing e del visual merchandising.

IL PDV SEMPRE PIÙ PROTAGONISTA DEI MASTER POPAI Per l’autunno 2012 , Popai Italia ha già in programma altre due iniziative formative rivolte ai professionisti della business community in cui il Pdv è protagonista: la 1a Edizione dell’Executive Master dedicato allo Store Design e la 3a Edizione dell’Executive Master in Marketing Sensoriale & Visual Merchandising Operativo. www.popai.it


e e v o ur u n rt e p a

v D P

I primi monomarca Moleskine

I due nuovi negozi di Milano e Roma propongono alla community di fan Moleskine un’architettura, uno stile e un’estetica che ben rappresentano lo spirito della marca: design essenziale, abbinamento del nero con sprazzi di colori vivaci e fluo, legame con i temi del viaggio, della cultura e del digitale. www.moleskine.com/it/

LA CORTE DEL TIPICO

Serpian in via Gesù

agenda

Sviluppato su un unico livello di oltre 100 m2, il nuovo showroom di Milano rispecchia lo stile raffinato di Serapian, con un design elegante e minimal. Materiali essenziali e di qualità, come legno di betulla, acciaio e resine naturali, e le tonalità avorio fanno risaltare le collezioni uomo, donna e travel. www.serapian.com

La rinnovata e ampliata area commerciale di Agraria Riva del Garda è pensata per mettere in contatto il meglio dell’agricoltura locale con i consumatori. Una cornice di eccellenza dove incontrarsi, degustare e acquistare le produzioni trentine: prodotti tipici, vino e olio extravergine di oliva. www.agririva.it

ACQUA... TEMPORARY

Acqua Minerale San Benedetto inaugura “Casa San Benedetto”, il suo primo Temporary Store alla Stazione Centrale di Milano. Uno spazio in vetro, dal design moderno e accogliente dove provare tutta la qualità, la sicurezza, il benessere e il rispetto dell’ambiente racchiusi nei prodotti San Benedetto. www.sanbenedetto.it

27 settembre 2012

ORE 9.30 | SEMINARIO: CROSS SELLING E CROSS MERCHANDISING

dove: POPAI, piazzetta umberto giordano 4, milano

23 ottobre 2012

ORE 9.30 | SEMINARIO: LA CURA DEL SERVIZIO AL CLIENTE

dove: POPAI, piazzetta umberto giordano 4, milano

7 novembre 2012

ORE 9.30 | SEMINARIO: TECNICHE DI VISUAL MERCHANDISING

dove: POPAI, piazzetta umberto giordano 4, milano

8 novembre 2012

ORE 9.30 | CONVEGNO: RETAIL VISIONS 2012

dove: La Triennale, viale alemagna 6, milano

33


rubrica contro-tendenza d.tirelli@popai.it

Quali sono le dinamiche, spesso inesplorate, che caratterizzano la grammatica narrativa del punto vendita? Quale cultura e quale tradizione si è sviluppata intorno all’universo degli ambienti commerciali? In che direzione si muovono le attuali tendenze europee e statunitensi e quali sono le preferenze sull’estetica dei luoghi del commercio che accomunano milioni di consumatori? A questi e a molti altri quesiti, ci aiuta a dare una risposta esaustiva e competente Daniele Tirelli, Presidente di Popai Italia, che metterà a disposizione dei lettori di Vision la sua grande esperienza in una serie di tre articoli a partire da questo numero. Vietato perderli! Daniele Tirelli, Presidente Popai Italia Daniele Tirelli (PhD), laureatosi in Fisica e poi in Scienze Economiche ha seguito un percorso intellettuale e professionale che lo ha condotto anche nei campi del marketing e delle scienze umane. Ha ricoperto per lunghi anni incarichi dirigenziali in ACNielsen e IRI-Infoscan entrando a contatto con il mondo della produzione, della pubblicità e della distribuzione. Autore di diversi libri tra cui: “Pensato e mangiato: il vissuto e l’immaginario del cibo degli Italiani” e “Retail Excellence” ha viaggiato lungamente negli USA maturando un grande interesse per il mondo della distribuzione commerciale.

IL LINGUAGGIO SIMBOLICO DEL PDV La spettacolarizzazione del punto di vendita è un fenomeno che è parte integrante della odierna cultura popolare occidentale e statunitense in particolare. Polemicamente affermo che la cultura italiana chiusa in un suo astioso elitismo, sembra ignorarlo pur attribuendogli il marchio della volgarità. Si tratta invece di una sofisticata evoluzione non solo del “silent selling”, ma anche di estetiche che accomunano tribù di consumatori, al pari del simbolismo religioso dei “fedeli” di un tempo. I momenti di acquisto sono parte inscindibile dello stile di vita contemporaneo all’interno del quale essi si frazionano secondo sequenze ininterrotte. Il dialogo silenzioso che si sviluppa tra l’ambiente del punto di vendita e i suoi frequentatori è ricchissimo di codici tuttora inesplorati della sociologia e dalla semiotica. La cultura “alta” italiana detesta il paesaggio commerciale in cui si concretizza la “banalità” esistenziale di milioni di individui. Al contrario la letteratura, la fotografia, la filmografia, le arti americane non solo accettano questo universo estetico di riferimento per le proprie narrazioni, ma l’utilizzano come mezzo per la scansione temporale della propria storia. Per questo ne conservano le tracce classificando come patrimonio nazionale molti luoghi del commercio. Si pensi al primo self service di Piggly Wiggly a Memphis (TE) o ai quick restaurant in stile googie di Los Angeles divenuti mete turistiche. Per capire quel che si sviluppa

in un universo simbolico fatto di insegne, vetrine e arredamenti occorre entrare nei meandri della semiosi percettiva: basti pensare a quel che possono rappresentare le elaborate vetrine della 5th Avenue o ai nuovi spettacolari flagship store degli Champs Elisées. La nostra “cultura alta” dovrebbe riflettere su un pensiero di Merleau-Ponty, che scrisse: “è vero che il mondo è ciò che noi vediamo, ed è altresì vero che nondimeno dobbiamo imparare a vederlo”. Prima di giudicare ciò che milioni di persone fanno proprio sul piano estetico, classificandolo come il frutto degenerato della persuasione operata da imprese onnipotenti su menti indebolite, occorrerebbe apprendere la complessa grammatica del paesaggio narrativo degli ambienti commerciali più lussuosi, e anche dei più poveri. L’osservazione di tante realtà sparse nel mondo permetterebbe di cogliere la ricchezza e la varietà di testi ambientali impliciti in ‘scene-contesto’ colte nelle loro circostanze recitative. I pochi “esperti” che vi prestano attenzione sono in difficoltà quando tentano di far emergere i significati profondi e spesso inesprimibili del linguaggio simbolico degli ambienti commerciali. Scoprono che i luoghi che piacciono alla maggioranza degli individui presentano suggestive scenografie materiche e luminose mentre quelli freddi e inospitali, frutto del pensiero di illustri architetti, si rivelano terribilmente noiosi così da volerne fuggire al più presto.

Lezione di glossario Semiosi percettiva: percepire sensazioni da un pae-

saggio o da un ambiente implica il trasformarle in segni e in significanti. In breve recuperiamo da esso un insieme di informazioni che non sempre corrispondono a ciò che è traducibile nel linguaggio comune. Attraverso il processo complesso della semiosi siamo in grado di elaborare istintivamente delle relazioni di causa-effetto e di identificare la natura di ciò che è contenuto in un ambiente e di classificarlo.

34


VI ASPETTIAMO A VISCOM PAD. 1 STAND L11 M20


rubrica visual merchandising sabrinagabriele@yahoo.it

TECNICHE DI DISPLAY Sabrina Gabriele, Visual Trade Director Sabrina Gabriele, nata a Bergamo, si diploma come Operatrice dello Spettacolo e delle Attività Culturali presso l’Accademia d’Arte Drammatica Paolo Grassi a Milano e consegue la Laurea in Fashion Management presso la University of the Arts London College of Fashion a Londra, dove risiede per un decennio. Il suo percorso professionale spazia da Casting Director a Manager Teatrale, per giungere al ruolo attuale di Visual Trade Director presso una nota multinazionale del lusso con sede a Parigi. È autrice di “UNA” (Il Filo, 2009) e collabora a varie iniziative editoriali del settore moda e fashion trends.

36

Le caratteristiche di ogni categoria di prodotto, come il volume, la funzionalità, il colore, la meccanica, i materiali, condizionano le tecniche di display del prodotto stesso, non permettendo la definizione di una regola universalmente valida per l’esposizione di un bene di consumo. Ogni categoria è un caso a sé che va studiato e delineato all’interno dei parametri fondamentali dell’industria in cui si opera, dei tempi in cui si svolge e degli spazi in cui si espone. Un complemento d’arredo, per esempio, o un elettrodomestico, hanno un ingombro volumetrico importante che limita le sperimentazioni che si possono invece

implementare su prodotti di proporzioni meno rilevanti, come l’abbigliamento e gli accessori.

I LIMITI

L’ingombro del prodotto, la suddivisione degli spazi, il budget, le risorse umane disponibili, sono limiti che costituiscono il punto d’inizio della costruzione del display, ovvero, le condizioni attorno alle quali scegliere, riadattare o reinventare le tecniche di display costruite intorno ai principi di base dell’armonia estetica e dell’efficienza commerciale. Dal punto di vista della creazione, i limiti di cui sopra, sono uno stimolatore molto impor-

tante per la realizzazione di un display piacevole e funzionale in una tempistica spesso ridotta o addirittura appena sufficiente, come quella delle leggi di mercato contemporanee. Partendo dai limiti imprescindibili imposti dalle condizioni esterne (il mercato) e interne (l’azienda), si può garantire la creazione di un progetto eseguibile, senza sbavature di tempi, di luoghi o di denaro. Nei confini definiti dall’analisi di queste condizioni, il processo di creazione ruota liberamente attorno a due principi fondamentali: la geometria e il colore, che accuratamente combinati in accordo con le esigenze commerciali, costituiscono le fondamenta delle tecniche di display per ogni categoria di prodotto.

LA GEOMETRIA

La geometria di display è costituita da linee (verticali, orizzontali, diagonali e intersezioni) e forme composte, che non vanno oltre i poligoni a tre o quattro lati, o il cerchio. Il motivo della semplicità della geometria di display è legato alla leggibilità dello spazio da parte del cliente. I sistemi troppo complessi, oltre a non essere sostenibili nell’arco di una giornata o di poche ore di attività commerciale, non sono nemmeno efficienti dal punto di vista narrativo del prodot-


to. Nel processo di shopping experience, il cliente è spesso talmente sovrastimolato, che se la narrativa di un’esposizione è troppo complessa, il consumatore cederà presto il passo alla “lettura” di una storia più immediata. La geometria è un principio da utilizzare in termini di assiomi semplici, delineato dall’equilibrio di “pieni” e “vuoti”, e costruito su basi spesso simmetriche. Gli spazi liberi dal prodotto sono fondamentali per la definizione delle figure geometriche create con il posizionamento della merce. Un susseguirsi di calzature sugli scaffali di un esercizio commerciale costituisce un assortimento di prodotti, mentre piccoli raggruppamenti di calzature interrotti da spazi vuoti e costruiti sulle linee immaginarie di un poligono, è lo stimolo di una storia.

IL COLORE

Anche il colore e le combinazioni e le interruzioni di colore, contribuiscono a potenziare la narrazione del prodotto. Un mix equilibrato di accostamenti e interruzioni cromatiche può interrompere spazi prolissi dando luogo ai cosidetti “visual-breaks”, spazi “di riposo”, nei quali l’occhio del visitatore può soffermarsi per essere pronto a lasciarsi catturare dall’esposizione successiva. Nell’ambito del colore,

si riconoscono tre tecniche di costruzione di base: il monocolore, il contrasto e l’accostamento.

e rassicurano la scelta di un tono al primo impatto troppo eccessivo.

MONOCOLORE E CONTRASTO

Infine, l’utilizzo del colore per accostamento, ossia la combinazione di toni complementari, come il nero e le tonalità del grigio, tecnica di compromesso fra le prime due, in quanto né il contrasto né il monocolore sono evidenziati in maniera assoluta. Questa tecnica tende ad accattivarsi sia il visitatore consolidato che quello transitorio, con la finalità di minimizzare il rischio di una linea di display troppo marcata e quindi indirizzata a una cerchia poco numerosa. Le tre combinazioni, possono inoltre essere utilizzate contemporaneamente, in spazi circoscritti dello stesso esercizio commerciale, al fine di sperimentare l’adeguatezza della tecnica sul territorio e nelle condizioni del contesto commerciale. Il colore e la geometria, adeguatamente studiati, in un equilibrio di limiti e di “vuoti” strategici, sono quindi le variabili dentro al cerchio dei limiti di mercato e delle realtà specifiche di ogni azienda. Un display commercialmente efficace e strettamente connesso a questi elementi, in apparenza solo esteticamente armonici, contribuisce silenziosamente alla finalizzazione dell’acquisto.

Il monocolore è spesso utilizzato come “visual-break” o come linea di demarcazione fra spazi o storie contigue. Commercialmente, non è riconosciuto come un display accattivante, ma come un’esposizione più apprezzata dal visitatore consolidato, informato, e meno propenso a un’esperienza di shopping a tutto tondo. Il contrasto è la tecnica cromatica più efficace, in quanto gioca sull’opposizione ravvicinata, se non addirittura leggermente sovrapposta, di due colori divergenti, che si esaltano a vicenda nella loro antitesi e che catturano l’attenzione per la loro inaspettatezza. Questa tecnica dà risultati ottimali sui toni classici, come il nero o il bianco, apparentemente poco accattivanti, perché visivamente inflazionati, ma che se accostati a colorazioni forti, suggeriscono interpretazioni nuove e beneficiano di un rinnovato interesse da parte del consumatore. Stesso discorso, in senso opposto, si ripete per i colori apparentemente poco portabili o caduchi: se accostati ai toni classici, attutiscono l’irriverenza stagionale

L’ACCOSTAMENTO

Da analisi condotte da Accenture su osservazioni di alcuni istituti emerge che lo shopper è oggi meno fedele alla marca (il 26% dei consumatori si dichiara fedele alla marca, rispetto al 48% del 1985), e programma l’acquisto di 60 prodotti su 100, perfezionando la scelta dei restanti 40 direttamente sul punto di vendita, per questo le tecniche di display risultano fondamentali per indirizzare gli acquisti.

37


rubrica space layouting Daniele.polo@sisal.it

EATALY, INNOVAZIONE E CREATIVITÀ Daniele Polo, R&D Manager Ristoranti Food&Beverage Manager AutogrillSisal Gruppo Italia “Bello ininmodo modoassurdo” assurdo” come spesso spessomi micomunica comunilo al mattino. caspecchio lo specchio al mattino. Sono Sono un untecnologo tecnologo alialimentare hoalle alle spalle mentare e eho spalle quindici anni di lavoro quindici anni di lavoro nel nel mondo mondodel delmarketing marketing ee della ricerca della ricercaeesviluppo. sviluppo. Dopo Dopo la lalaurea laureacompleto completo qualche qualche esperienza esperienza di ladi lavoro nel mondo voro nel mondo dell’indudell’industria e deiAlla servizi. stria e dei servizi. mia Alla mia età si acquisisce età si acquisisce più sicupiù sicurezza che ti porta rezza che ti porta a para parlare senza mezzi lare senza mezzi termini: termini: non c’è tempo da non c’è tempo daconta perdere! perdere! Ciò che è Ciò che conta è essere essere curiosi, assorbirecuriosi, assorbire informazioni utili informacome zioni utili come spugne, spugne ed essere sempre ed essere sempre pronti pronti a sorprendersi per a sorprendersi per le novità le novità ma anche le ma le cose semplici coseanche semplici che spesso si che spesso si danno quodanno quotidianamente tidianamente per scontate maper che scontate ma lache rendono vitarendono una cosala vita una cosa Amo meravigliomeravigliosa! la sa! Amo la vita, lo sport vita, lo sport e tutto quello eche tutto quello che è innoè innovazione, perché vazione, di solito di solito faperché progredire progredire il mondo e ilfamondo e rende la rende la nostra più esistenza nostra esistenza più appassionante. appassionante. 38

Ero curioso di vedere il nuovo punto vendita della catena Eataly inanugurato a Roma. I vecchi magazzini generali della Capitale sono stati trasformati in un “supermercato-mercato-ristorante”, luminoso e funzionale. Contrariamente agli altri Eataly (19 nel mondo) quello di Roma è un po’ una svolta. Strizza l’occhio all’anima commerciale di Eataly: più funzionale e un po’ meno emozionale, sempre senza percorsi obbligati, obsoleti e superati!

L’INCONTRO

Uscendo dal binario 15 della stazione ostiense, dopo pochi passi ci si trova nel piazzale con l’entrata a sinistra: la volta di vetro dà un senso di grandezza a tutto Eataly. All’interno, il punto vendita si sviluppa su tre piani. Molto bianco, molto acciaio dato dalle casse presenti in entrata e dagli ascensori alle spalle delle casse; enormi lampadari argentati scendono dal soffitto. A destra un tapis roulant consente l’accesso al piano superiore, mentre, a sinistra, di scendere dal piano uno. Questo il primo impatto; subito dopo si percepisce che il food in realtà è molto presente e si respira in tutti gli angoli del punto vendita. A destra si intravedono le bancarelle della frutta, colorate e corredate da tende; di fronte libri e prodotti per il corpo e per la bellezza, a sinistra si intravvedono un bar a marchio Illy e i vari concept di “ristorazione”.

Normalmente posti sul perimetro dei muri che contengono il pdv, lasciano spazio, all’interno del locale, a scaffali e altro.

IL VIAGGIO

Al piano zero colpiscono la piadineria e la gelateria/graniteria a sinistra, mentre a destra interessante è il concetto legato ai prodotti della terra: frutta e verdura… c’è anche un orto pensile!!! Salgo al piano superiore, e la voce che si diffonde dall’altoparlante annuncia che al primo piano è in corso la produzione della mozzarella di bufala… mi catapulto insieme a tanti altri avventori che, alle 11, già sono presenti massicciamente nel locale. A questo punto, mi muovo sul piano e abbandono la produzione e soprattutto la degustazione della vera mozzarella di bufala… appena fatta!!! Negli spazi commerciali del piano primo, la logica di esposizione e sistemazione delle parti ristorative non cambia rispetto allo zero. Quindi, i ristoranti sono posti lungo il perimetro, mentre al centro vivono scaffali e bancali con scatole e scatole di prodotti. Da un lato pasta e pasta fresca e formaggi, dall’altra salumi, la friggitoria, e un ristorante della birra con tini in rame nella stanza a fianco. In mezzo pasta, riso e condimenti confezionati, invogliano i clienti a dare un’occhiata ai prodotti. Tutti coloro che si avvicinano, prendono in mano le confezioni

e danno un’occhiata all’etichetta proprio per rendersi conto delle qualità e dell’origine. Si evince che sono stati riuniti, all’interno di Eataly, prodotti e produttori dell’eccellenza italiana. È una goduria! Nessun percorso obbligato; nessuna sofferenza per il cliente; nessuna sottile e continua solleticazione dei sensi, ma libera possibilità, di avvicinare i prodotti e goderserli, ammirando il meglio della cultura e della produzione culinaria, e non solo, d’Italia. Il cliente si accorge di questa ricchezza e si aggira curioso e libero, cercando di assimilare il maggior numero di informazioni, chiedendo delucidazioni agli operaotri di Eataly, sempre gentili e inclini a rispondere alle domande e alle curiosità. I carrelli si riempiono di prodotti tipici, ma a pranzo è notevole e assidua anche la presenza ai tavoli dei vari ristoranti dislocati sui piani. Al piano zero segnalo la piadineria, presa d’assalto dai clienti, sia per la qualità dei prodotti sia per la scenografia del locale con cucina a vista. Inoltre, l’angolo “dolce” con i cioccolati di Venchi – una delizia! – e la granita e il gelato di “làit” sono a unici… Ho fatto solo un piacevole ma breve assaggio. Al piano primo, la pasta servita al ristorante è di grano duro, i sughi hanno sapori e colori antichi; tutto è coinvolgente e piacevole. Pertanto, pianifico il pranzo qui, ma più tardi! Proseguo il mio tour al piano superiore.


L’APERITIVO

Salgo al piano due e mi fermo a bere un vino bianco con bollicine insieme a un po’ di focaccia morbida e profumata. I piatti forti di questo piano sono carne e pesce; ovviamente il vino, con scaffali interi pieni di casse e bottiglie, fanno respirare un’aria assolutamente unica. Etichette e cantine prestigiose rendono speciale questo angolo di Eataly. Mi colpisce la presenza dell’osteria romana: il legame con il territorio resta indelebile e continuo nei punti vendita della catena; interessante è che ci siano marchi dell’eccellenza italiana ma anche prodotti dell’eccellenza del territorio. Il Lazio è ricco di tradizione e di cultura ed Eataly lo rappresenta al meglio! All’ultimo piano, varie sale congressi e ristoranti quasi esclusivi, come il tavolo dei 10 fortunati! Un luogo dove sembra di essere in un mercato, ma anche in un ristorante, nel laboratorio di un artigiano e nello studio di un professionista. Il cibo e la cultura italiana dell’artigiano ma anche dell’industria, visto e commercializzato da vari punti di vista. Un esercizio unico nel suo genere che merita di essere analizzato e “respirato”, per essere citato come caso di successo!

IL PRANZO

Torno al piano primo e vado alla cassa per ordinare una pasta con sugo di pesce e un calice di rosso. Indico il numero della mia posta-

Eataly ha aperto due nuovi punti vendita a Tokyo, arrivando a quota nove. Il primo si chiama Keio Shinjuku ed è un corner di 40 m2 all’interno di Keio, un department store simbolico e storico collegato alla stazione ferroviaria dove passano più di 250.000 persone al giorno. Eataly è posto al piano interrato. Il secondo è un temporary shop di 20 m2 e si trova nel quartiere Ebisu, a due passi da Eataly Daikanyama, il più grande punto vendita Eataly di Tokyo. zione e attendo di essere servito. Arriva subito il vino, mentre il pane – nel sacchetto da panetteria – è già al tavolo. Mi siedo al bancone, così posso osservare la preparazione della pasta, che ha già subìto una precottura: viene prelevata e, insieme al sugo fresco, posta in un wok. Pochi minuti ed è completata la cottura e l’amalgama con il sugo, così da rendere il piatto finale buono. La pasta è servita in un piatto a forma di cappello da prete, che rende scenografico il servizio.

CONCLUSIONE

Infine, scendo al piano zero, acquisto una granita alla pesca (davvero buona) e termino così il mio pranzo con un buon caf-

fè Illy. Concludo a malincuore la permanenza in Eataly, acquistando un olio toscano e un sugo campano e prendo il treno (Italo) per Milano. Ripenso all’esperienza appena conclusa: ho girato liberamente in un ambiente luminoso e solare, osservando, imparando e assaggiando prodotti di qualità; ho speso il giusto! Quasi un sogno. È la dimostrazione che si può fare cultura ma anche commercio, andando incontro alle esigenze dei consumatori! Quanto è bello sentirsi così, pranzare così, vivere l’italianità così… Sentirsi liberi e senza costrizioni, alla faccia dei percorsi obbligati e dei divieti! Alla prossima, dal vostro bello in modo assurdo!!!

39


SCHEDA TECNICA

STRISCIA LED IP65 SENZA RESINA

DA PAGINA SCOPRI MYLITELED A VISCOM ITALIA DAL 4 AL 6 OTTOBRE AL PAD. 1 STAND C30

25 41


SCHEDA TECNICA

modello: Striscia led 3528 a 1 colore o Applicazioni: caratteristiche:

42

5050 RGB IP65 Per uso esterno senza rischio di ingiallimento •IP65 •Esteticamente uguale al modello tradizionale IP30 •La protezione non influisce sulla dispersione del calore •La temperatura colore non è diversa dalla versione senza protezione (resina) •La luce bianca è disponibile in diverse tonalità di colore (3000-6500-8000°K)

Per informazioni: Myliteled Srl via Sante Bocconcello 32 36040 Meledo di Sarego VI - t. 0444 821261 info@myliteled.com - www.myliteled.com


SCHEDA TECNICA

EFI VUTEK GS3250LX

SCOPRI EFI VUTEK A VISCOM ITALIA DAL 4 AL 6 OTTOBRE AL PAD. 3 STAND K01- K09 43


SCHEDA TECNICA

modello: Efi Vutek GS3250LX Descrizione: Applicazioni termoformabili 3D

per il Punto Di Vendita e Punto Di Esposizione. La stampa inkjet di alta qualità (1000 dpi) avviene con tecnologia ColdCure e inchiostri UvLed prodotti da Efi su lastra larga fino a 3,2 m. La lastra scelta deve avere un coefficiènte di espansione termica (a) compreso tra 0 e 25 (ideale 3,8). Il Rilievo massimo verticale tocca 4 mm con curvatura necessaria al vertice di minimo 1 mm. Per rilievo superiore ai 4 mm, sfruttare un angolo di formatura in elevazione di 45° per estendere la plastica fino a 15 mm. Con lastra Petg ad alta trasparenza (86%) non termoformare oltre 81,1°C (178°F).

44

Per informazioni: Efi Italia Palazzo F1 - Strada 6 Milanofiori 20090 Assago MI www.efi.com


SCHEDA TECNICA

EFI RASTEK T1000

SCOPRI EFI RASTEK A VISCOM ITALIA DAL 4 AL 6 OTTOBRE AL PAD. 3 STAND K01- K09 45


SCHEDA TECNICA

modello: Efi Rastek T1000 DESCRIZIONE: Stampando alla massima

risoluzione di 1200x900 dpi è possibile realizzare grafiche animate per il PDE su supporti lenticolari. Sono necessari prima della stampa a colori, a scelta, promotori di adesione BondAid I/II di Triangle Inx Digital International o InkFuze/InkFuze Plus di Paradox Solutions. La grafica è gestita via Lenticular Software di HumanEyes Technologies. È possibile utilizzare lastre lenticolari con lineature da 10 a 100 Lpi di Micro Lens Technology o Pacur. Le lastre da 40/60 Lpi in Petg non richiedono pretrattamento con promotori se stampate con inchiostro standard.

46

Per informazioni: Efi Italia Palazzo F1 - Strada 6 Milanofiori 20090 Assago MI www.efi.com


campagna abbonamenti sunnycom publishing

il mondo della comunicazione visiva cambia in fretta. non stare a guardare.

MARZO/APRILE

2012

tieniti aggiornato

Vision è la nuova testata sorta dalla storia di “large format”, detentrice del primato di unica rivista specializzata sulle tecniche e sulle applicazioni del grande formato. Vision è oggi l’unico magazine italiano dedicato alla comunicazione visiva. Compila e invia il modulo via posta a sunnycom publishing srl, via stromboli 18, 20144 milano o via fax al n. 02.43400509. Il servizio abbonati è a tua disposizione al numero di telefono 02.48516207 o via email: abbonamenti@sunnycom.it

la riv ista de lla com un ica

zio ne vis iva

industrial printing

Benvenuti nel la casa dei vostri sogni

sign

La forza di

un’insegna MARZO/APR

Abbonamento annuale 4 numeri euro 20,00*

Abbonamento annuale 8 numeri euro 40,00*

Abbonamento annuale 10 numeri euro 50,00*

Abbonamento biennale 8 numeri euro 35,00*

Abbonamento biennale 16 numeri euro 75,00*

Abbonamento biennale 20 numeri euro 95,00*

ILE 2012 | www

.largeformat.it

I miei dati Azienda ...................................................................................................... Settore ............................................................................................... Nominativo ............................................................................................................................................................................................................. Indirizzo .................................................................................................................................................................................................................. CAP ................................. Città ......................................................................................................................................... Prov. ........................... Tel. ............................................................................................................. Fax ..................................................................................................... e-mail ......................................................................................................... Sito ..................................................................................................... Scelgo di pagare con: assegno non trasferibile allegato alla presente intestato a: sunnycom publishing srl versamento in C.C.P. n° 31.99.32.07 intestato a: sunnycom publishing srl *Prezzi validi solo per le spedizioni in Italia. Per l’estero l’abbonamento raddoppia. Informativa ai sensi dell’art. 13 d. lgs. 196/2003: i dati sono trattati, con modalità anche informatiche, per l’invio della rivista e per svolgere le attività a ciò connesse. Titolare del trattamento è sunnycom publishing srl, via stromboli, 18 - milano (mi). Ai sensi dell’art. 7, d. lgs 196/2003 è possibile esercitare i relativi diritti fra cui consultare, modificare, aggiornare o cancellare i dati, nonché chiedere elenco completo e aggiornato dei responsabili, rivolgendosi al titolare al succitato indirizzo. Con la compilazione della presente scheda, lei acconsente alla raccolta dei dati forniti e alla loro comunicazione ai nostri partner commerciali, al fine di poter ricevere informazioni e offerte commerciali. In caso di dissenso barri la casella qui a fianco.


Vision n.03/2012  

Vision n.03/2012

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you