Issuu on Google+

settembre 2012 Comunicando - n° 6/2012 - Anno XIII - Euro 5,00 - sunnycom publishing srl - Iscrizione al Registro degli Operatori di Comunicazione (ROC) n° 14289 del 15/07/2005 - Poste Italiane s.p.a. - Sped. Posta Target Magazine (SMA autorizzazione LO/CONV/037/2010) CMP di Milano-Roserio - Contiene I.P. - In caso di mancato recapito inviare al CMP di Milano-Roserio per la restituzione al mitt. previo pagamento dei resi

applicazioni, idee, prodotti & tendenze per la comunicazione

speciale

carte “verdi”

espositori

comunicare con il cartone

le grandi interviste

ANDREA ROGG

STAMPA E NOBILITAZIONI BY Tipografia Valdostana

FOIL BY Luxoro

#6 SETTEMBRE 2012


dA VISION look somwhere. watch the air. © deviantART #36728747 XL Standard / 8 Crediti (da 6€)

TION C E L L O C T R La deviantA A SU FOTOLIA IN ESCLUSIV

La risorsa creativa n. 1 in Europa - OGGI ANCHE IN ABBONAMENTO MENSILE: 50 IMMAGINI XXL A 75€ ! 18 milioni di foto, video e vettoriali Royalty Free in alta risoluzione. TUE PER SEMPRE. Tel: 06-916.501.625 | www.fotolia.it


SOMMARIO 4 la vetrina di comunicando 9 11 12 13 speciale carta 15 approfondimento 19 ipse dixit 22 editoriale

26 espositori 30 comunicando incontra 34 news 36 tutorial 39 comunicando presenta 41 rubrica comunicare l’Italia 42 rubrica naming 44 rubrica marketing dei sensi 46 grandi interviste

Settembre nuovo anno... Industrialbox mette lo smoking al cioccolato Pack per tutte le occasioni Communication Cartotecnica creativa La carta si tinge di verde di Cecilia Cantadore Cover: Green style Creare & condividere di Pietro Cerretani Andrea Rogg di Cecilia Cantadore La comunicazione sceglie il cartone di Cecilia Cantadore Etichette ed espositori by Pixartprinting Novità, applicazioni & tendenze dal mondo della comunicazione Carta canta: Gruppo Cordenons Nobilitazione & anticontraffazione L’Italia tra vizi e virtù Green, ecologia, salute di Béatrice Ferrari Il marketing olfattivo di Alessandro Miani

9


LE SCATOLE, PER NOI, SONO

GRAFICHE SIRIO SRL

Via G. Di Vittorio, 45 20068 Peschiera Borromeo (MI) – Italy Phone +39 02 5470776 | +39 02 5470763 | Fax +39 02 5470668 www.grafichesirio.it


E

D

I

T

O

R

I

A

L

E

di susanna bonati | susanna.bonati@sunnycom.it

settembre

nuovo

anno...

Sembra proprio così, che dite? L’inizio di un nuovo anno più che la ripresa da uno stacco estivo. A ferragosto mi veniva da augurare “buon capodanno”, e nonostante il caldo degno di nota (che io personalmente adoro) parevano mancare renne e pacchetti coi nastri dorati. Perché settembre è un po’ un ricominciare; d’autunno cadono le foglie e, con loro, auspicabilmente, le fatiche quelle pesanti che l’hanno anticipato lasciando spazio, altrettanto auspicabilmente, alla svolta in cui un po’ tutti ancora crediamo e che abbiamo chiesto alla stella cadente di metà agosto. No? Quest’anno non sono pronta al freddo, non mi sono sufficientemente immunizzata al grigiore e alla monotonia di giornate corte che ci aspettano. Non sono pronta-non sono pronta-non sono pronta-non sono pronta-non sono pronta-non sono pronta-non sono pronta-non sono pronta-non sono pronta-non sono pronta-non sono pronta! Eppure settembre arriverà, inesorabile, con le sue sfumature di marrone e di rosso e con il suo carico sempre più anticipato di spot e comunicazione natalizia; con le sue code di tepori estivi e l’illusione che... no, quest’anno le foglie rimarranno appiccicate agli alberi e saremo inondati di verde profumato fino alla prossima primavera. E invece no, cari miei, qui seduti sulle sedie con le rotelle affronteremo le nostre fiere (mamma mia quante ce ne toccano. Ci vediamo a Milano Unica? Al Viscom? A Luxe Pack?), i nostri appuntamenti e le nostre evoluzioni. E qui in casa Comunicando e sunnycom (in generale), le bolle del pentolone si fanno rumorose. Stiamo lavorando in silenzio e assoluta riservatezza per stravolgere (finalmeeeeeeeeeeeeeeeenteeeeeee!) i nostri siti per interagire con voi tutti in modo assolutamente più immediato, funzionale ed elegante. E, come sempre, abbiamo sorprese in serbo che, poiché sorprese, vi sveleremo a momento debito. Ecco, visto? Tutto sembra già più colorato e sa di nuovo; quest’anno che dicono che sia l’ultimo e poi non è più vero, per noi sarà ancora un nuovo inizio perchè finché la freschezza e la voglia di essere stupiti è salda, i settembre saranno sempre una porta fresca al nuovo e al sorgere ripetuto. Settembre eccoci in arrivo con una nuova pelle profumata; alla faccia di chi ci invidia tanto!

4

settembre 2012


e packaging v i t a e r c r o f show T h e p re m i e r

E

N

E M

O

T

I

O

O

R

N

B

S

S

B

N

R

O

O

A

D

D

E

N

E M

O

T

I

MonaCo www.luxepack.com

24 . 25 . 26 oCToBER

2012

Creation :

A

Grimaldi Forum

U n d e r t h e Pa t ro n a g e o f h i s S e re n e H i g h n e ss t h e S ove re i g n P r i n ce o f M o n a co organize your visit to the fair right from your phone! (Mobile application available on all Smartphones)

N E W

Y O R K

I

M O N A C O

I

S H A N G H A I


INSERZIONISTI Cordenons on line. . . . . . . . . pag. 37 Db Ingegneria dell’immagine. pag. 20-21

Applicazioni, idee, prodotti e tendenze per la comunicazione www.comunicandoweb.com

Fotolia . . . . . . . . . . . . . . . . . . pag. 1

Registrazione Tribunale di Milano n° 407 del 28-05-99 Anno XIII - n° 6 settembre 2012

Fujifilm . . . . . . . . . . . . . . . . . . pag. 7

DIRETTORE RESPONSABILE E CREATIVO: SUSANNA BONATI // susanna.bonati@sunnycom.it

Grafiche Sirio. . . . . . . . . . . . . pag. 3 Idice. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . pag. 5

RESPONSABILE MARKETING E COMUNICAZIONE: EDOARDO DECIO // edoardo.decio@sunnycom.it

iStockphoto. . . . . . . . . . . . . . pag. 10

REDAZIONE: ALEXIA RIZZI // alexia.rizzi@sunnycom.it CECILIA CANTADORE // cecilia.cantadore@sunnycom.it DARIO ZOCCO RAMAZZO // dario.zocco@sunnycom.it

La Montina . . . . . . . . . . . . . . pag. 14

IMPAGINAZIONE E COPERTINA: STEFANIA MORUZZI // stefania.moruzzi@sunnycom.it

Luxoro. . . . . . . . . . . . . . . . . . III cover

PUBBLICITÀ: DEBORAH FERRARI, MARCO MARCUCCIO // advertising@sunnycom.it

International Paper. . . . . . . . . pag. 33

Milano Unica . . . . . . . . . . . . . pag. 18 NürnbergMesse Italia . . . . . . pag. 8 Pixartprinting . . . . . . . . . . . . . pag. 24-25 Reed Exhibitions . . . . . . . . . . pag. 38 Scatolificio Pasubio . . . . . . . . IV cover Sunnycom Publishing . . . . . . pag. 48 Texy. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . pag. 40 Tipografia Valdostana . . . . . . II cover Zen Arte. . . . . . . . . . . . . . . . . pag. 43 Tutti i diritti sono riservati. Notizie e articoli possono essere riprodotti solo con l’autorizzazione dell’Editore e in ogni caso citando la fonte. Manoscritti, disegni, foto e altri materiali inviati in redazione, anche se non pubblicati, non verranno, in nessun caso, restituiti. In particolare l’invio di articoli implica, da parte dell’autore, l’accettazione (in caso di pubblicazione) di un compenso puramente simbolico stabilito dall’Editore, salvo accordi preventivi sottoscritti e comunicati a mezzo R.R. Gli articoli firmati impegnano esclusivamente gli autori. Dati, caratteristiche e marchi sono generalmente indicati dalle Case Fornitrici (rispettivi proprietari); non sono comunque tassativi e possono essere soggetti a rettifiche in qualunque momento. Informativa ai sensi dell’art. 13, d. lgs 196/2003. I dati sono trattati, con modalità anche informatiche, per l’invio della rivista e per svolgere le attività a ciò connesse. Titolare del trattamento è: Sunnycom Publishing srl - Via Stromboli 18 - 20144 Milano (MI). Le categorie di soggetti incaricati del trattamento dei dati per le finalità suddette sono gli addetti alla registrazione, modifica, elaborazione dati e loro stampa, al confezionamento e spedizione delle riviste, al call center, alla gestione amministrativa e contabile. Ai sensi dell’art. 7, d. lgs 196/2003 è possibile esercitare i relativi diritti fra cui consultare, modificare, aggiornare o cancellare i dati, nonché richiedere elenco completo ed aggiornato dei responsabili, rivolgendosi al titolare al succitato indirizzo. Spedizione in Abbonamento a titolo oneroso: il ricevimento di questa rivista avviene a titolo oneroso secondo il tipo di abbonamento sottoscritto o tacitamente accettato. Chiunque desiderasse sospendere tale abbonamento ne avrà piena facoltà, senza alcun costo e basterà darne comunicazione scritta all’Ufficio Abbonamenti.

Mr.

di Fabio Pavanini | vanalon@tiscali.it

UFFICIO TRAFFICO: MANUELA SPATOLA // advertising@sunnycom.it HANNO COLLABORATO PER QUESTO NUMERO: SUSANNA BONATI, BÉATRICE FERRARI, ALESSANDRO MIANI, FABIO PAVANINI ___________________________________ Stampa: Copertina: Tipografia Valdostana - Aosta (AO) - Tel +39 0165 239559 Interno: Graphicscalve - Vilminore di Scalve (BG) - Tel +39 0346 580111 Tiratura: 10.000 copie Abbonamenti e diffusione Mensile 8 numeri all’anno. L’abbonamento decorre dal primo numero raggiungibile. Una copia: euro 5,00 - Arretrati euro 10,00 Abbonamento 8 numeri: Italia euro 40,00; Estero euro 80,00 Ufficio abbonamenti: tel. +39-02.48.51.62.07 e-mail: abbonamenti@sunnycom.it I pagamenti possono essere effettuati: - on-line con carta di credito su http://abbonamenti.sunnycom.it - c/c postale n. 31993207 SunnyCom Publishing srl - Iscrizione al Registro degli Operatori di Comunicazione (ROC) n° 14289 del 15/07/2005 - Poste Italiane s.p.a. - Sped. Posta Target Magazine (SMA autorizzazione LO/CONV/037/2010) CMP di Milano-Roserio - Contiene I.P. - In caso di mancato recapito inviare al CMP di Milano-Roserio per la restituzione al mitt. previo pagamento dei resi Sunnycom Publishing Srl Direzione, Redazione e Amministrazione: Via Stromboli, 18 - 20144 Milano tel. +39 02 48516207 fax +39 02 43400509

Associato a:


Onset si ripaga in soli 6 mesi Accettate la sfida. Potete permettervi di non farlo ?

Il futuro del getto d’inchiostro UV di grande formato

www.onsetchallenge.com

POWER TO SUCCEED


la vetrina di Industrialbox t. 051.6630851 commerciale@industrialbox.bo.it www.industrialbox.bo.it

INDUSTRIALBOX METTE LO SMOKING AL CIOCCOLATO

1

I prodotti Caffarel sono gioielli di dolcezza e solo veri sarti del packaging possono studiare un’immagine su misura, con abiti di classe confezionati grazie a tecniche sapientemente miscelate ed effetti speciali.

1. Très Noir - La perfetta patinatura del cartoncino esalta la stampa offset con effetto “gessato” tono su tono, impreziosito ancor di più dalla verniciatura lucido/opaco effettuata in linea. La lamina a caldo oro, con simultaneo rilievo a registro, regala luce. Il rilievo artistico è d’impatto per il suo realismo, grazie alla cura del dettaglio della granella al cacao e all’effetto dei differenti livelli di sbalzo. L’inserimento del nastro in raso rosso per la chiusura con fiocco, rende unica la confezione per stile ed eleganza. 2. Linea Lingottini - Il cartoncino laminato argento è la base grezza di partenza: l’obiettivo è preservarne la lucentezza nel corso delle differenti fasi del processo produttivo. La stampa di un bianco madreperlato e la tonalità oro di fondo diventano la luminosa scenografia per l’immagine del prodotto; una verniciatura lucida effettuata simultaneamente dona un effetto laccato. La stampa a caldo oro, con rilievo in contemporanea, permette di mettere in evidenza il grande fregio. Il tocco di classe è una goffratura a registro, profonda e perfettamente integrata all’immagine del packaging garantendo movimento e tridimensionalità a una confezione che non può non attirare l’attenzione.

2

settembre 2012

9


la vetrina di To Be Packing t. 035.4191340 tobe@tobe.it www.tobe.it

1

5 2

PACK PER TUTTE LE OCCASIONI

Progetti studiati su misura e made in Italy: le scatole e le shopping bags realizzate da To Be Packing si distinguono per originalità.

3

1. Progetto Paolo Pecora - Scatole di vario formato, rivestite in carta Icma nera e nobilitate con lucidatura UV all’interno. 2. Love Bag Tobe - Simpatica borsa gadget disponibile in 40 colori diversi, realizzata in feltro o licra, con personalizzazione serigrafica o applicazione di Swarovski. 3. Progetto La via del tè - Scatola con copertina e chiusura magnetica; logo stampato a caldo e placca in ottone dorato con logo esterno. 4. Progetto La via del tè - Scatola con coperchio fondo, apertura a cerniera, texture esterna realizzata con stampa a caldo. 5. Scatola Branché - Packaging per jeans di un designer europeo, rivestita esternamente con carta Icma. La struttura della scatola è in legno, l’interno è rivestito con carta Winter & Company nobilitata con stampa UV lucida.

4

settembre 2012

11


la vetrina di Minimegaprint t. 02.84990168 info@minimegaprint.com http://minimegaprint.com

1 2

COMMUNICATION

Grazie ai prodotti disponibili su minimegaprint.com, la comunicazione personalizzata è semplice e creativa... e si ordina con pochi click. 1. Tavolo Slice - Tavolino Slice in Re-board, cartone rigido riciclato. Per allestimenti e arredo, personalizzabile, dotato di 4 scomparti per riporre libri o le sedie Slice abbinate, incastrabili a scomparsa. 2. Desk Alaska - Desk promozionale in Re-board, cartone rigido riciclato. Due ripiani nella parte posteriore, aree di stampa personalizzabili per allestimenti, fiere, eventi e mostre. Leggero e facile da trasportare. 3. Arturo - Tavolino basso in Re-board, cartone rigido riciclato, per arredo, allestimenti, fiere ed eventi. Totalmente personalizzabile. 4. Siedi-Mi - Baby sedia in Reboard, cartone rigido riciclato, leggera e facile da comporre. Bianca o personalizzabile è semplice e funzionale. 5. Serigrafia-Glitter colorato - In esclusiva da Minimegaprint le nobilitazioni serigrafiche: glitter, lucido e rilievo, oro, argento, sabbiato, fluorescente e altri effetti spettacolari. 6. Serigrafia-Lucidatura a rilievo - In esclusiva da Minimegaprint le nobilitazioni serigrafiche: lucido a rilievo, glitter, oro, argento, sabbiato, fluorescente e altri effetti spettacolari.

3

4

5

12 settembre 2012

6


la vetrina di Cartoindustria t. 081.8595055 info@cartoindustria.it www.cartoindustria.it

1

CARTOTECNICA CREATIVA Espositori per ogni tipologia di prodotto, progettati su misura per tutte le esigenze espositive e di comunicazione.

1. Espositore salvaspazio realizzato in ondulato accoppiato, stampa litografica con nobilitazione a caldo. 2. Espositore da banco con base girevole, realizzato con materiali misti. 3. Valigetta per kit di prodotti con 15 alloggi interni, accoppiata anche internamente, con stampa a secco a caldo e spot UV. 4. Espositori total look da terra e da banco realizzati insieme ai prodotti di cartotecnica, progettati per il lancio e la comunicazione di un nuovo brand destinato ai mercati turchi e albanesi. 5. Espositore maxiformato progettato per la grande distribuzione egiziana.

5

2

4

3

settembre 2012

13


COMUNICARE COL VINO (PER NOI)

È ARTE!

*

Dal 2001 Tenute La Montina è anche il Museo d’Arte Contemporanea in Franciacorta, dedicato all’artista milanese Remo Bianco (1922-1988). Non una scelta dettata dal caso, ma una volontà di avvicinare al vino chi s’appassiona all’arte. Così come un pittore cerca, davanti a una tavolozza di colori puri, mischiandoli, di trovare le giuste tonalità; allo stesso modo lo Staff de La Montina cerca di unire le uve, provenienti da 7 località diverse della Franciacorta, per ottenere vini dalle sfumature organolettiche ricche e coinvolgenti. Il binomio arte-vino ha trovato poi nel 2010 il perfetto compimento quando la Famiglia Bozza, titolare dell’azienda, in occasione dei vent’anni della società, ha affidato allo scultore Paolo Menon il compito di studiare e disegnare le forme della nuova bottiglia e della sua etichetta. Il Museo d’Arte Contemporanea Remo Bianco in Franciacorta ospita regolarmente durante l’anno diverse mostre personali temporanee sempre visitabili su prenotazione. blog.lamontina.it/category/arte-e-vino

via baiana, 17 | 25040 monticelli brusati (bs) t. 030.65.32.78 | lamontina.it

*


PECIAL

green papers

a cura di Cecilia Cantadore

La carta si tinge di verde

La carta sa trasmettere sensazioni e aggiungere nuove dimensioni al messaggio stampato. Viene utilizzata per progetti creativi, per dar vita a forme di comunicazione pensate, ragionate, inedite, innovative. Da un uso sapiente della carta nascono opuscoli, cataloghi, packaging, etichette... l’utilizzo di carta è presente in tutti i servizi e in tutti i settori. La politica ambientale delle aziende passa anche attraverso la scelta dei supporti che usano per comunicare. Molti player hanno già attuato una politica di acquisto responsabile della carta, o una più ampia politica di Responsabilità Sociale delle Imprese (RSI). La carta riciclata o quella certificata, proveniente quindi da foreste controllate, è parte integrante di questa strategia. Il tutto senza andare a discapito della qualità, perché le carte ecologiche oggi sono anche innovative e in grado di offrire un livello senza precedenti di prestazioni, impressioni visive e qualità tattili. Strizzando l’occhio “naturalmente” a creativi e grafici che vogliano un supporto bello e allo stesso tempo ecologico. settembre 2012

15


SPECIAL

green papers

Vicina ai creativi, vicina all’ambiente L’intera gamma Stardream è stata recentemente certificata FSC. Questa decisione da parte di Gruppo Cordenons rappresenta un ulteriore passo avanti in un’ottica di maggiore impegno verso la tutela dell’ambiente. La certificazione garantisce che la cellulosa impiegata per la produzione di Stardream proviene da foreste gestite in maniera responsabile rispettando gli standard del Forest Stewardship Council. La gamma è una delle più ampie e articolate all’interno del portfolio del Gruppo e la certificazione testimonia l’attenzione rivolta a un mercato dove la richiesta di prodotti ad alto contenuto ecologico è in continua crescita. Le carte certificate FSC attualmente presenti nell’offerta di Gruppo Cordenons diventano così ben 19. www.gruppocordenons.com

Cocoon e Respecta 100. Per un bilancio in attivo, con l’ambiente Quando l’obiettivo è quello di realizzare un prodotto di qualità, che denoti al contempo un’elevata attenzione e rispetto per la natura, l’offerta green di Burgo Distribuzione offre ampia scelta. Una gamma di prodotti ampia e in continua evoluzione, che vanta al suo interno fuori classe come Cocoon Offset e Respecta 100, scelte da Enel per la realizzazione di due importanti pubblicazioni istituzionali proprio nell’anno del suo 50° anniversario. Stampare su supporti ecologici si è tradotto concretamente in una serie di azioni a basso impatto ambientale: oltre 400 kg di rifiuti prodotti in meno; quasi 80 kg di CO2 non immessi in atmosfera; più di 9.000 litri di acqua e 800 KWh di energia elettrica risparmiati. www.burgodistribuzione.com

16 settembre 2012


SPECIALE

green papers

Favini Alga Carta Favini, per la produzione delle sue carte, sostiene la ricerca e lo sviluppo di prodotti alternativi alla cellulosa proveniente da albero. Shiro è la collezione di carte che rappresentano la soluzione ecologica completa per ogni esigenza di comunicazione. La collezione è formata da tre linee: Alga Carta, Echo e Tree Free. Shiro Alga Carta è nata negli anni ’90 per risolvere il problema del proliferare delle alghe nella Laguna di Venezia; brevettata da Favini, utilizza le alghe in eccesso degli ambienti lagunari e le sostituisce a parte della cellulosa di albero. Shiro Tree Free viene prodotta con fibre provenienti da coltivazioni rinnovabili come bambù e da residui di lavorazioni agro alimentari come il cotone e la bagassa. Shiro Echo infine contiene 100% di fibre riciclate post consumo ed è certificata FSC. Favini lancia inoltre una nuova gamma ecologica realizzata con sottoprodotti di lavorazioni agro-alimentari in parziale sostituzione della cellulosa di albero. E il nome di questa carta? Lo scoprirete presto. www.favini.it

CARTA RICLATA: NUOVE FORME

Riciclare la carta è uno dei modi principali per contribuire al risparmio di risorse forestali, energetiche e naturali. La carta riciclata può assumere anche forme inedite... ad esempio può essere usata per costruire vasi e oggetti dal look originale.

Freelife! La collezione Fedrigoni Freelife propone una gamma di carte all’insegna della sensibilità ambientale: la colorata Mérida; Cento, con il 100% di fibre riciclate; Vellum, dalla superficie vellutata grazie al 5% di fibre di cotone; e Kendo, una carta naturale con fibre di canapa italiana. Tutte le Freelife sono certificate FSC e prodotte con un’elevata percentuale di fibre post-consumer. La presenza nell’impasto di fibre ricavate da piante annuali come il cotone o la canapa dona a queste carte elevate caratteristiche ambientali, ma il loro punto di forza sta nel raffinato aspetto estetico e nell’ottima stampabilità. Il 70% della produzione Fedrigoni è certificata FSC e viene prodotta in stabilimenti con impianti di cogenerazioni alimentati a gas che riducono sensibilmente l’impatto ambientale e il consumo energetico. www.fedrigoni.com settembre 2012

17


11.12.13 settembre 2012 portello fieramilanocity

fall/winter 2013-14

IV edition

Tessuti e Accessori di alta gamma per la donna e l’uomo

www.milanounica.it


APPROFONDIMENTO COVER | NOBILITAZIONE by Tipografia Valdostana | foil Kurz by Luxoro

GREEN STYLE Settembre, mese dedicato al green, all’attenzione per l’ambiente e questa volta anche allo sport, come mostra la nostra copertina. Ancora una volta l’oggetto della nostra cover parla per noi, vi rimanda a un brand che ha scelto di raccontarci le sue strategie comunicative e suggerisce chi è il protagonista della grande intervista di questo mese. Noi abbiamo reso questo oggetto – già di per sé eloquente – ad alto valore aggiunto, nobilitandolo con stampa e lavorazioni speciali, belle e al tempo stesso eco-rispettose.

1 | Un’eco-copertina Vi sveliamo gli ingredienti per ottenere una copertina bella e allo stesso tempo amica dell’ambiente. Abbiamo utilizzato una stampa a 4 colori in quadricromia con inchiostri a base vegetale e una vernice all’acqua opaca, e abbiamo stampato senza utilizzare alcool.

Ha sede ad Aosta ed è guidata da Paolo Perrin. Tipografia Valdostana ama la sperimentazione e continua a mettersi in gioco, anche attraverso un rinnovamento tecnologico costante. Lo dimostrano gli stampati prodotti sulla sua Heidelberg, dotata di tecnologia Foilstar di laminazione a freddo in linea, utilizzata in abbinamento ai foil.

tel 0384 254011 info@luxoro.it www.luxoro.it 1

2 | Cold foil La tecnica di nobilitazione che ci impreziosisce questo mese è la laminazione a freddo, altrimenti detta cold foil. Fate attenzone alle virgolette, alla suola delle scarpe, ai particolari... I colori sono stati stampati sopra a una lamina olografica argentata Kurz Laser Select, che produce quell’effetto metallizzato e cangiante così speciale. 3 | Merito alla tecnologia La stampa e il cold foil sono stati realizzati in un unico passaggio, grazie alla tecnologia Heidelberg Speedmaster XL 105, a 6 colori e dotata di spalmatore, che ha permesso di effettuare tutte le lavorazioni in linea.

tel 0165 239559 office@tipvaldostana.it www.tipografiavaldostana.com

Da oltre 40 anni Luxoro è il punto di riferimento in Italia per il mercato dell’hot e cold foil, grazie alle partnership esclusive con Hinderer + Muelich e con il Gruppo Kurz. L’offerta Luxoro si compone di foglie pigmentate, metallizzate o a tinta piena, per la nobilitazione dei materiali. Foglie e ologrammi per la protezione di brand e valori utilizzati nel conio e nella produzione di biglietti e carte valori. Foglie e punzoni per l’identificazione e la codifica dei beni di largo consumo.

2

3

4 | Voltando pagina... Anche la volta della nostra cover è stata stampata in quadricromia con inchiostri a base vegetale, abbinati a una vernice all’acqua neutra.

4

settembre 2012

19


ipse dixit

Creare & condividere

Il cane che corre da solo pensa di essere il più

veloce

Il nostro appuntamento con i grandi comunicatori dà questo mese la parola a Pietro Cerretani, fondatore con Claudio Honegger della Settimana della Comunicazione milanese

Sono passati ormai quasi otto anni da quando il numero del 25 dicembre 2006 del Time metteva in copertina You come person of the year nella sua celebre e annuale copertina dedicata al personaggio più significativo per la società dei dodici mesi precedenti. Il Time premiava e celebrava così la centralità degli individui e dei loro bisogni e faceva immaginare come da lì in poi milioni di persone sarebbero diventate protagoniste nei rapporti con le marche e con le istituzioni in un nuovo modello di relazione. Io ho sempre creduto che prima di tutto la comunicazione debba essere relazione. Tra marche e consumatori, tra clienti e agenzie, tra cittadini e istituzioni e soprattutto tra le persone. Oggi, a distanza di qualche anno da quella copertina, dobbiamo fare uno sforzo in più per garantire il successo di ognuna di queste relazioni: dobbiamo trasformarle in processi di condivisione. Condividere, o se preferite fare sharing, è la chiave. Condividere strumenti, idee, processi, esperienze, dati, emozioni. Crediamo per questo che il nostro mondo debba amplificare una riflessione e un dibattito che da qualche tempo sta coinvolgendo i protagonisti dell’innovazione tecnologica e che oggi in Italia investe tutti gli attori legati ai processi di comunicazione. Ed è il tema dei Maker. Se ci pensiamo fino a ieri le redini del progetto erano saldamente nelle mani di chi la comunicazione la pensa e la produce, oggi i modelli della rete e della reciprocità stanno ridisegnando lo scambio di informazioni e contenuti. Cittadini e consumatori si organizzano in comunità che tracciano percorsi autonomi, sviluppano gli input ricevuti ma in direzioni originali, e imparano a crescere e ad allearsi acquistando peso nella società e nel mercato. La logica maker si sostituisce alla logica user. Cittadini e consumatori sono i nuovi attori dell’ideazione e della progettazione di contenuti e attraverso la condivisione diventano makers, ovvero coloro che se hanno un’idea la realizzano direttamente: open journalism, self book, blog, crowd creativity, foto e video maker, social web tv… Domani alcuni di noi abiteranno città intelligenti, ma queste saranno veramente tali se si sarà verificata la capacità di diventare cittadini attivi. Cioè capaci di condividere le proprie esperienze sulle piattaforme e con gli strumenti che avremo a disposizione dalle amministrazioni per migliorare il bene collettivo. Diventiamo così tutti immobiliaristi, architetti, sindaci e abitanti delle città che creiamo. E le città della comunicazione sono un cantiere a cielo aperto. Dove vanno ripensati i disegni di progetto, arricchiti i team , integrati gli attrezzi, ricostruiti i rapporti con i committenti e dove questi devono rispettare i nuovi patti con i propri consumatori. Dove possiamo quindi inventarci delle nuove modalità di pensiero e lavoro. Basate sulla collaborazione, sul confronto e sulla contaminazione. E sulla condivisione. Del resto come scrive il nostro amico poeta Ivan Tresoldi “il sapere non accresce se non condiviso”. E senza sapere non andiamo da nessuna parte. Non costruiamo valore, non facciamo sistema, né generiamo lavoro e business. Siamo entrati in quella che noi chiamiamo era del progetto diffuso dove le logiche della rete e della reciprocità obbligano istituzioni, aziende, imprese di comunicazione, consumatori, cittadini e comunicatori a diventare attivamente protagonisti di ogni processo di comunicazione. Da qui in poi bisogna ridisegnare la nostra identità come cittadini e consumatori, la nostra responsabilità come aziende e istituzioni e il nostro modello di business come comunicatori. Ci rimane un dubbio: siamo sicuri di esser tutti pronti?

Pietro Cerretani

22 settembre 2012


Pietro Cerretani per tutti gli anni ’90 ha contribuito alla realizzazione dei primi e più importanti eventi consumer in Italia. Successivamente con Richmond Italia ha costruito progetti di comunicazione e relazione tra aziende, portando in Italia un format anglosassone che a oggi ha permesso il rapporto diretto tra più di 10.000 imprese italiane. Energia, finanza, risorse umane, marketing, retail, logistica, It sono tra le principali aree di questo lavoro. Nel 2010 ha lanciato a Milano, insieme a Claudio Honegger, La Settimana della Comunicazione, un evento annuale, collettivo, diffuso sul territorio della città per dare valore al sistema della comunicazione italiana. Questa iniziativa, giunta oggi alla sua terza edizione (1-7 ottobre 2012) è il più grande evento italiano dedicato alla comunicazione, con un calendario di 7 giorni, 20.000 partecipanti e più di 100 iniziative dedicate a comunicazione d’impresa, creatività, editoria, innovazione e arte.


HP Designjet L65500

Puoi seguirci anche su: facebook.com/pixartprinting.it

Guarda anche le videopillole sul nostro canale youtube.com/user/pixartwebtoprint


perche mi stampi cosi teddy? mia madre aveva ragione. ma io da domani vado da pixartprinting e mi stampo in adesivo latex * 98 , a euro al m2!

*Prezzi iva esclusa.

3


le grandi interviste

ANDREA ROGG «SPORTLIFESTYLE SPORTLIFESTYLE E

DESIDERABILITÀ SONO I PUNTI CARDINE DELLA NOSTRA STRATEGIA DI COMUNICAZIONE» COMUNICAZIONE CEO & General Manager di Puma Italia di Cecilia Cantadore

26 settembre 2012


MISSION

PUMA È UNO DEI LEADERS MONDIALI DELL’ABBIGLIAMENTO SPORTIVO. LA SUA MISSION È ESSERE L’AZIENDA SPORTLIFESTYLE PIÙ DESIDERABILE DEL MONDO, LA PAROLA “SPORTLIFESTYLE” INDICA LA FORMULA CHE “MISCELA” LO SPORT CON IL LIFESTYLE, NEI PRODOTTI E NELLA COMUNICAZIONE.

settembre 2012

27


le grandi interviste Cosa usa Puma per comunicarsi? Che linguaggi usate e quali media scegliete? Le sponsorizzazioni e lo sport marketing in generale rappresentano uno degli aspetti più importanti nella strategia di marketing per un’azienda del nostro settore, da integrare con altri elementi altrettanto importanti (pubblicità, attività sul territorio e strategie distributive). Ci rivolgiamo principalmente a un target giovane, il nostro focus è tra i 14 e i 25 anni, per questo motivo i canali digitali sono importantissimi. Utilizziamo un linguaggio friendly e breve, lanciamo molte notizie e curiosità in aggiornamento continuo. La nostra brand identity si riconosce nella parola “Joy”, il nostro cavallo di battaglia, per questo motivo ci poniamo in modo curioso e accattivante, divertente e leggero. Allo stesso tempo, siamo un brand di mass market, quindi con alti volumi di vendita e trasversalità di pubblico. Dobbiamo conquistare il ragazzino così come il consumatore maturo, per questo motivo utilizziamo in modo continuativo anche i canali tradizionali, come stampa e televisione. Come nascono le vostre campagne di comunicazione? Occorre che ci sia coerenza del messaggio globalmente, motivo per cui esiste un elevato livello di centralizzazione nella realizzazione delle campagne di comunicazione e nella pianificazione generale delle stesse. In Italia possiamo però poi declinarle o modificarle con un tocco di italianità. Esistono molte differenze tra le nazioni, sia per quanto riguarda l’approccio del consumatore al mondo dei media, sia per quanto riguarda il funzionamento e l’impatto dei differenti media sull’audience di riferimento.

alla parte ludica e divertente dello sport, mettiamo la vittoria in secondo piano. Questo ci differenzia dai nostri principali competitor, che invece fanno della vittoria il loro argomento principale. Campagna Puma Social: in cosa consiste e quali sono i suoi obiettivi? “Puma Social” è un ombrello, un filone che comprende al suo interno tante iniziative nell’area lifestyle di comunicazione e che portiamo avanti da circa due anni. Le campagne targate Puma Social rendono omaggio agli Atleti dell’After-Hour o a quelli della notte, dimenticando le calorie, il fitness e gli allenamenti. Celebra tutti coloro che fanno del divertimento notturno e della vita in compagnia un vero e proprio sport, in contesti social, appunto. Attraverso questa campagna il brand Puma ci ricorda che siamo tutti atleti, anche se corriamo solo quando c’è da prendere un taxi. E che anche tutti quegli sport, dal ping pong al biliardo al bowling anche se non fatti da professionisti, danno più senso alla nostra vita. Puntiamo su un elemento “fun” che contraddistingue il nostro modo di essere, prende in giro la vittoria a tutti i costi, sottolineando altri aspetti tipici del mondo sportivo quali lo stare insieme, il socializzare, l’essere un team, il divertirsi.

Il vostro brand e le sue strategie... Sportlifestyle e desiderabilità sono i punti cardine della nostra strategia di comunicazione. La nostra parola chiave, “Joy”, è il DNA del brand message. Intendiamo essere scanzonati, divertenti e irriverenti. Cerchiamo di Quali sono i progetti “comunicativi” e le trasferire questo atteggiamento nella vita di tutti i giorni strategie di Puma per il futuro? e nello sport e di trasferirlo agli atleti. Strizziamo l’occhio La linea attuale ci sta portando ottimi risultati e grandi soddisfazioni, continuiamo a seguirla affiancandola però ad altre iniziative. Intendiamo potenziare il nostro legame con il mondo della musica, che ha radici storiche nella nascita del genere rap e hip hop, che in LA NOSTRA modo spontaneo ha scelto dei nostri prodotti che sono PAROLA diventati icone per quel mondo. Desideriamo inoltre continuare a seguire da vicino alcuni dei più importanti CHIAVE, eventi sportivi mondiali. Siamo sponsor della naziona“JOY”, È IL le di calcio italiana e il campionato europeo che si è giocato quest’estate ci ha garantito un’altissima visibiDNA DEL lità. Anche in occasione delle Olimpiadi, l’altro grande BRAND evento sportivo dell’anno, l’atleta Usain Bolt ha portato sotto i riflettori il nostro brand. Non mancano anche MESSAGE iniziative slegate da questi contesti: abbiamo recente-

28 settembre 2012


BIOGRAFIA

Andrea Rogg, classe 1969, è dal 2007 Amministratore Delegato e Direttore Generale di Puma Italia. Dopo la laurea in Economia e Commercio, ha ricoperto ruoli strategici in Nintendo of Europe, Luxottica Group e Marcolin Group, approdando a Puma Italia nel 2006 nel ruolo di Direttore Commerciale.

mente realizzato un video, diffuso sia su internet sia sui canali di comunicazione tradizionali, che si chiama “Scopri la nuova maglia Puma della Nazionale”. Sulla base del numero di views che avrà destineremo un finanziamento per ricostruire un impianto sportivo rovinato dal terremoto in Emilia.

Intendiamo essere scanzonati, divertenti e irriverenti. Strizziamo l’occhio alla parte ludica e divertente dello sport, mettiamo la vittoria in secondo piano. Questo ci differenzia dai nostri principali competitor.

Quale forma di comunicazione, magari insolita, inedita e senza vincoli chiederebbe al “genio della lampada” di esaudire? Chiederei di poter sempre contare su un filone creativo frizzante e nuovo, inesauribile. Chiederei di avere più risorse da destinare al marketing e alla comunicazione, poiché la visibilità è fondamentale per un brand come il nostro che deve guadagnarsi e conquistare desiderabilità nel consumatore. Volendo provocare i comunicatori italiani, Andrea Rogg dice che... Mi rendo conto che la fretta e i budget sempre più contenuti minano il lavoro dei creativi. Per questo chiedo loro di essere capaci di prendersi tutto il tempo necessario per capire veramente l’identità del brand di cui andranno a creare l’immagine, di calarsi nella realtà del marchio. E ai brand chiedo di trasferire ai creativi la propria identità in modo completo. Solo così possono nascere campagne di comunicazione belle e coerenti. settembre 2012

29


Vetrina Kiton con allestimento interamente in cartone by A4Adesign. Foto Kiton.

À IN TIVITE... A E CR RTON menti CA e, ele

in Vetr rredo e e, li di a orazion nziona li o dec sitori fu lo picc o esp che so etici... e t o an agli es sempr t det rtone è egli tail, Il ca sato n nel re u i, t n iù a e p ndit stim alle unti ve le nella p a i r ne gene ione. e in unicaz n si com hé? Be tte le Perc tta a tu ative! e ada più cr e e id

30 settembre 2012


espositori

di cecilia cantadore | cecilia.cantadore@sunnycom.it

La comunicazione sceglie il cartone Gli espositori, comunicativamente parlando, hanno il compito di presentare un prodotto, esporlo, renderlo bello, accattivante, desiderabile. Un compito non da poco, che va raggiunto seguendo precise strategie di comunicazione. Cosa conterrà l’espositore? Dove sarà posizionato: in una boutique di lusso o nel corridoio di un centro commerciale? Dovrà contenere oggetti pesanti? Dovrà essere utilizzato per una breve promozione, di qualche giorno, o rimarrà per mesi in bella vista? Sarà smontato e rimontato più volte? Nel progettare un espositore, forme, dimensioni e colori sono la prima a cosa a cui si deve pensare, seguiti però immediatamente dalla scelta del materiale da utilizzare. La tendenza del momento è quella di prediligere il cartone, materiale tanto versatile quanto facile da lavorare e da trasformare in ciò che si desidera. Con un occhio di riguardo per la riciclabilità e l’ecosostenibilità del progetto finale. settembre 2012

31

Completamente personalizzabili per formato, veste grafica e dimensioni, gli espositori in cartone rappresentano un prezioso alleato in occasione di eventi e fiere, ma anche uno strumento per esprimere al meglio la propria strategia di comunicazione.


espositori

1 4

5

2

3 6

7

1. Espo & Cartotec – Isola realizzata per il brand Pantene composta da componenti modulari che assemblati in vario modo consentono di adattarla a diverse dimensioni di punto vendita. L’isola è stata studiata interamente con materiale ecocompatibile e ha tutte le grafiche intercambiabili per poter riutilizzare la parte plastica modificando solo la parte grafica nelle promozioni dei diversi prodotti. Una volta terminata la promozione l’isola non viene distrutta, ma vengono solo cambiate le grafiche in cartone e tutti i componenti semidurevoli (Vivak) vengono riutilizzati (www.espocartotec.it) 2. Cartimballo – Serie di elementi di arredo in cartone: vasi portafiori, sgabelli, sedie, tavoli, librerie, comodini e paraventi prodotti utilizzando come materiale il cartone avana e/o su richiesta degli inserti personalizzati (www.cartimballotpg.it) 3. Pixartprinting – Pixartprinting, leader nel web to print, sta effettuando le procedure per ottenere la certificazione FSC della catena di custodia, indice di una gestione responsabile di tutte le fasi del processo produttivo, a partire dall’impiego di materiali certificati e impianti a basso impatto ambientale. In linea con questa filosofia, Pixartprinting propone una gamma costantemente aggiornata di espositori realizzati interamente in cartone. L’azienda propone diversi modelli studiati per rispondere alle più svariate esigenze che comprende i classici espositori da terra e da banco, ma anche soluzioni avvolgibili e retroilluminate. Realizzati in cartone onda E, caratterizzato da un’onda singola con altezza tra 1,2 e 2,5 mm, e cartone onda EF, con due onde di altezza compresa tra 2,38 e 2,52 mm, materiali versatili, resistenti ed ecosostenibili (www.pixartprinting.it) 4. Corvasce – Espositore promozionale per Mondadori, progettato e prodotto interamente dall’azienda Corvasce. L’elemento (dimensioni 200x40x40 cm) è prodotto in cartone alveolare da 20 mm con alcuni accessori in forex e plexiglass ed è stato studiato per contenere agende e cancelleria varia (www.corvasce.it) 5. Colortech – Display in cartone alveolare avana kraft 16/20 mm prodotto con carta riciclata e riciclabile al 100%, stampato in digitale con stampa diretta UV esente da solventi. Questo espositore è stato realizzato per un cliente nel settore erboristeria, con crowner smontabile per la spedizione e contenitore inferiore con sportelli apribili (www.colortech.it) 6. Dok Italia – Totem/espositore interamente realizzato in Re-board per il lancio negli ipermercati della promozione stagionale jeans. Progetto con grafica esecutiva nato all’interno del reparto creativo Dok Italia. Il totem ha dimensioni cm 100x190x100 circa ed è stato interamente stampato in digitale e tagliato a plotter all’interno del reparto digitale presente in azienda. Oltre all’impatto scenografico, l’espositore consente il posizionamento del prodotto negli appositi piani. I pezzi prodotti sono stati circa venticinque, spediti piatti e facilmente assemblabili con semplici incastri (www.dokitalia.com) 7. Minimegaprint – Il nuovo player della stampa on line propone Re-board, un supporto rigido di cartone ondulato prodotto combinando carte riciclate con colle a base acquosa. Le strutture realizzate in Re-board sono riciclabili al 100%, resistenti, impermeabili, leggere e possono essere gettate come normale rifiuto cartaceo. Il supporto può essere stampato su entrambi i fronti, sia utilizzando la tecnica serigrafica che quella digitale, per poi essere tagliato e sagomato nella forma desiderata. Con Re-board si possono realizzare espositori da terra e da banco, isole promozionali, scenografie, banchetti, sedute, desk promozionali, e ancora interi allestimenti per negozi, spazi espositivi, stand fieristici e vetrine (www.minimegaprint.com).

32 settembre 2012


PRO-DESIGN™ PURE BY NATURE

espositori

PER STAMPA PROFESSIONALE LASER A COLORI Rane giganti di cartone nello store Mauro Grifoni di Milano, realizzate da A4Adesign. Foto di Vera Cannone.

PRO-DESIGN™ è la carta ideale per la stampa digitale e litografica a colori. a Elevato punto di bianco che migliora il contrasto e

aumenta l’intensità dei colori

PERCHÉ USARE IL CARTONE? La scelta del cartone, che per natura è un materiale ecosostenibile, unita alla volontà di ridurre l’utilizzo di materie plastiche, esprime l’intenzione di realizzare soluzioni caratterizzate da alta qualità, massima cura dei particolari, facilità di montaggio e di trasporto, ma al tempo stesso con un’anima green. Grazie allo studio progettuale di base, infatti, numerosi modelli di espositori – da banco e da terra – possono essere montati senza usare plastica e colla, due materiali difficilmente riciclabili. Una volta finita la promozione per la quale sono stati creati, o alla fine del loro periodo di utilizzo, sono facilmente smaltibili e riciclabili. Hanno il vantaggio di essere particolarmente leggeri, ma non pensiate che un espositore in cartone abbia vita breve: il materiale è resistente e durevole, adatto a sostenere oggetti anche pesanti e ingombranti. Inoltre il cartone, grazie alla sua duttilità e versatilità, è particolarmente indicato per assecondare le idee dei creativi. Facilmente personalizzabili con grafiche a scelta, gli espositori vengono generalmente stampati con inchiostri UV, limitando quindi l’utilizzo di solventi e inchiostri nocivi e favorendone il riciclo.

a Formazione ideale del foglio e superficie perfettamente liscia, che consentono di mantenere una qualità costante di stampa e di distribuire il toner in modo uniforme a Rigidità ottimale che permette di evitare inceppamenti della carta durante la stampa a Destinata a una vasta gamma di stampanti e macchine da stampa a Approvata per l’uso e consigliata dai maggiori produttori di macchine da stampa

www.internationalpaper.com/europe


INCONTRA...

ETICHETTE ed espositori by Pixartprinting Personalizzazione e tirature limitate a portata di click aprono nuove possibilità creative e di business L’etichetta, chi legge Comunicando lo sa bene, deve essere bella e deve informare. Deve attirare l’attenzione sul prodotto, deve comunicarne i punti di forza e le peculiarità. Un’idea grafica bella e orginale non basta, bisogna valutare gli aspetti produttivi che spesso vincolano le scelte creative e condizionano il risultato finale. Lo stesso discorso vale per un espositore, che deve essere bello, resistente, con una forma originale, che si adatti al prodotto da contenere ma allo stesso tempo sia producibile velocemente, nei tempi e nelle quantità desiderate. Sono tante e diversificate le realtà medio-piccole che quotidianamente devono scontrarsi con queste problematiche e valutare bene – conti alla mano – come coniugare questi aspetti. Quante etichette o quanti espositori devo produrre? E di conseguenza, che tecnologia utilizzerò? Un agriturismo che desidera personalizzare i prodotti della propria terra, una piccola azienda vinicola che produce poche migliaia di bottiglie all’anno, una ditta parafarmaceutica o un’erboristeria che deve etichettare le sue boccette... Il primo problema di aziende come queste è quello di riuscire a ottenere preventivi e prezzi accessibili da etichettifici e cartotecniche. Gli stampatori legati alle tecnologie tradizionali emettono preventivi con costi di avviamento che spesso non riescono a sposarsi con l’esigenza di basse tirature e produzione di limited edition. Per questo motivo Pixartprinting, azienda leader nel web to print, cavalcando le potenzialità della tecnologia di stampa digitale, ha deciso di andare a colmare questo gap, differenziandosi e offrendo alle piccole e medie realtà un servizio ad hoc. Strizzando l’occhio al portafoglio, con preventivi alla portata di tutti i tipi di “tasche”, ma anche andando incontro a idee creative che escano dal coro, garantendo massima personalizzazione e possibilità di realizzare pezzi unici o in produzione limitata.

CON IL SERVIZIO DI STAMPA ONLINE PIXARTPRINTING È VANTAGGIOSO REALIZZARE ESPOSITORI ED ETICHETTE, DI SVARIATE FORME E DIMENSIONI, ANCHE IN PICCOLE QUANTITÀ, PER POCHI PUNTI VENDITA O PER PRODUZIONI LIMITATE.

34 settembre 2012


LE ETICHETTE PRODOTTE DA PIXARTPRINTING POSSONO ESSERE IN DIVERSI MATERIALI (CARTA PATINATA LUCIDA, CARTA NATURALE, POLIPROPILENE) E HANNO UNA RISOLUZIONE DI STAMPA IMPECCABILE. A LIVELLO DI COLORI, STAMPANO IN ESACROMIA (CMYK + ORANGE E GREEN) E POSSONO RIPRODURRE OLTRE IL 90% DEI COLORI PANTONE. INOLTRE I CREATIVI POSSONO SBIZZARRIRSI CON LA FORMA: GRAZIE ALLA TECNOLOGIA DI TAGLIO LASER, LA FUSTELLA PUÒ ESSERE INFATTI COMPLETAMENTE PERSONALIZZATA.

... ALESSANDRO TENDERINI

Direttore Generale Pixartprinting COSA RENDE PIXARTPRINTING DIVERSO DA UN ETICHETTIFICIO O DA UNA CARTOTECNICA TRADIZIONALE? Il punto di forza di Pixartprinting è quello di offrire un prodotto industriale, ordinabile anche in pochi pezzi, a prezzi vantaggiosi se paragonati ai tradizionali preventivi di stampe offset e con tempi di consegna ridotti e certi. I vantaggi del digitale, infatti, sono innumerevoli: dalla massima personalizzazione degli stampati con una forte targettizzazione del messaggio al risparmio economico sulle basse tirature.

AVETE SCELTO DI POTENZIARE LA VOSTRA PRESENZA NEL MERCATO DELL’ETICHETTA: PERCHÉ? CON QUALI RISULTATI? Abbiamo inaugurato pochi mesi fa un nuovo reparto etichette completamente rinnovato, con tecnologie all’avanguardia per la stampa in bobina e per il taglio laser. Il servizio etichette era già presente nella nostra vetrina virtuale, era un settore che andava bene e nel quale abbiamo visto un potenziale di crescita. I primi risultati ci danno ragione, abbiamo esaurito la capacità produttiva della prima macchina da stampa e stiamo valutando un ulteriore potenziamento del reparto, per incrementare e sviluppare ulteriormente l’offerta inserendo anche il colore bianco.

CHI SI RIVOLGE A VOI? PER CHE TIPOLOGIA DI TIRATURE? Stiamo incontrando le esigenze di liberi professionisti, aziende con creativi e studi grafici interni, piccole/medie aziende che operano nel settore food & beverage ma anche agriturismi, erboristerie, piccoli produttori vinicoli... Per le basse tirature garantiamo un vantaggio economico notevole, in media eseguiamo commesse da 500-1000 pezzi, ma le tirature e gli ordini sono destinati ad aumentare, si cominciano a vedere anche ordini da 4000, 5000, 10000 copie...

Pixartprinting è specializzata nella fornitura online di servizi di stampa di piccolo formato (riviste, cataloghi, cartoline, adesivi, etichette, depliant), grande formato (riproduzioni in alta risoluzione, poster, affissioni, banner, espositori), packaging e molto altro ancora. Conta oggi circa 80.000 clienti in tutta Europa e una media di 3.000 lavorazioni al giorno.

UN MERCATO IN CUI INVECE AVETE UN’ESPERIENZA ORMAI CONSOLIDATA È QUELLO DEGLI ESPOSITORI... Realizziamo espositori di ogni tipo, da terra e da banco. I più richiesti sono quelli in cartone, resistenti e riciclabili. Anche in questo settore, la vendita attraverso web unita alla tecnologia di stampa digitale ha delle potenzialità che forse non sono state ancora completamente percepite dal mercato. Attraverso il nostro sito è possibile scegliere esattamente il modello dell’espositore, per forma, dimensioni e caratteristiche, avere garanzia di qualità e prezzo, sapere la data esatta di consegna... Possiamo realizzare dal pezzo singolo alle 200 copie o più e le nostre tecnologie ci permettono di garantire qualità di stampa ad altissima risoluzione... Tutti vantaggi fino a oggi impensabili da raggiungere con la stampa tradizionale, ancora legata a macchine per lo più obsolete e a politiche rigide sui prezzi.

settembre 2012

Pixartprinting Via 1° Maggio, 8 30020 Quarto D’Altino (VE) Tel.: +39 0422 823301 Fax: +39 0422 780516 www.pixartprinting.it

35


a cura della redazione

NOTIZIE

Passione per il recupero

ART WORKSHOP

All’interno del Triennale Design Museum di Milano, contestualmente alla mostra TDM5: Grafica Italiana, per la quale ha fornito la carta per la realizzazione del catalogo, Arctic Paper ha presentato l’intera gamma delle sue carte al mondo delle arti grafiche, editori, studi grafici e utenti finali. Il Triennale Design Museum di Milano è stato anche teatro del lancio della Art Workshop, la nuova “Guida alla stampa su carta non patinata” di Arctic Paper, utile strumento realizzato per tutti gli addetti ai lavori, dagli stampatori ai designers. www.arcticpaper.com

LIMITED EDITION Marylin Monroe è da sempre considerata icona di stile immortale e il suo volto è rimasto impresso sulle tele di tanti grandi artisti. Pepsi ha scelto “Marylin by Sid Maurer” per rendere omaggio al fascino e alla femminilità senza tempo, un mito sopravvissuto alle mode per giungere fino a noi ancora fresco e attuale. Nell’anno in cui ricorrono i 50 anni dalla sua scomparsa, Pepsi Light celebra il mito di Marylin con lattine limited edition. www.pepsi.it

È stato assegnato alla Lamacart di Villafranca il “Papyrus Award 2012” dal B.I.R – Bureau of International Recycling. Per la prima volta un’azienda italiana viene premiata per la sua attività nel riciclo e recupero della carta. L’azienda del Gruppo Nicolis opera da quasi 80 anni in quella che per molto tempo è stata definita semplicemente “carta da macero” ma oggi è considerata un’importante materia prima, riciclabile e reinseribile nella filiera produttiva. www.lamacart.com

COMUNICHIAMO, QUINDI SIAMO I Am. Communication Design vuol dire advertising, brand identity, promozione, grafica, web solutions, app e molto altro. Dalla progettazione e realizzazione di cataloghi e brochures, alla vera e propria creazione dell’identità aziendale, un’agenzia in piccolo che riesce a sviluppare tutte le strategie, i contenuti e le vesti grafiche necessarie a qualsiasi realtà che voglia rendersi visibile. www.iam-design.it

Combattere la contraffazione via sms

36 settembre 2012

Luxoro, distributore per l’Italia del Gruppo Kurz, propone soluzioni per la protezione del marchio e per la tracciabilità dei prodotti. SecuTrace è un sistema web in grado di generare e verificare codici di sicurezza per garantire la provenienza dei prodotti, consente di assegnare a ogni prodotto un codice univoco identificativo, che viene incorporato nell’ologramma di sicurezza, rendendo così il sistema integrato difficilmente falsificabile e riproducibile. www.luxoro.it


CARTE CREATIVE & DIGITAL PRINTING

Arjowiggins Creative Papers rinnova la gamma di carte studiate per la stampa digitale. Conqueror, Curious Collection, Rives, Pop’Set, Keaykolour e Inuit sono i noti brand della casa francese che oggi si arricchiscono fino a comprendere 38 prodotti certificati HP Indigo (tecnologia “liquid toner”), con l’aggiunta di 8 prodotti in formato SRA3 per l’assortimento di carte compatibili con la tecnologia “dry toner” impiegata da una grande varietà di stampanti (Canon, Konica Minolta, Ricoh, Xerox, Kodak). Tutte certificate FSC, le carte dell’offerta digitale comprendono bianchi d’eccellenza, colori intensi e vivaci, marcature delicate e carte premium riciclate. L’introduzione di quest’offerta deriva dalla crescente diffusione dei sistemi di stampa digitale, sempre più spesso utilizzati da stampatori e creativi per la realizzazione di campionature e per la produzione vera e propria di inviti, brochure, mailing personalizzati e non solo. www.arjowigginscreativepapers.com

settembre 2012

37

L’ETERNO LEGAME TRA TIPOGRAFIA E COMUNICAZIONE Da 40 anni, l’azienda pordenonese GFP – Grafica, Foto, Pubblicità – è simbolo di eccellenza per la stampa tipografica. Realizza applicazioni stampate in offset, con tecnologie evolute e d’avanguardia che permettono lavorazioni e verniciature speciali, ma anche soluzioni stampate in digitale in tempi brevi e costi contenuti, inclusi i servizi print on demand, dato variabile e soluzioni di packaging. www.gfp.it


carta canta... Gruppo Cordenons, sotto la guida della famiglia Gilberti da quattro generazioni, è un’importante azienda italiana produttrice di carte fini e tecniche che offre al mercato internazionale oltre 2.500 prodotti specializzati per target e applicazioni. Da sempre dedica sostanziali risorse alla ricerca e allo sviluppo di carte innovative e originali mantenendo una qualità eccellente fatta di contenuti tecnologici e creatività.

TUTORIAL communication@gruppocordenons.com www.gruppocordenons.com

Eccoci con un nuovo appuntamento della rubrica “Printed on”, l’angolo in cui vi sveliamo i segreti dell’inserto che trovate in questo numero di Comunicando. Affianchiamo, passo dopo passo, la campagna di comunicazione della cartiera Gruppo Cordenons, che presenta a ogni uscita una carta diversa. Alla carta è abbinata di volta in volta una tecnica di stampa differente. Nelle “puntate precedenti” abbiamo visto insieme inserti realizzati con stampa offset, rilievo, serigrafia... Questo mese abbiamo scelto di mostrarvi come splende la stampa a caldo!

Toccatelo, studiatelo, osservatelo con attenzione e allo stesso tempo lasciatevi trasportare dalle emozioni che riesce a smuovervi. Guardate il testo scavato in negativo su fondo pieno e, viceversa, il testo colorato che spicca su bianco. Guardate la resa di un’immagine, a colori e in bianco e nero. Tutto questo, in un solo colpo d’occhio. La carta è determinante per un risultato eccellente. Proprio per questo motivo abbiamo usato per l’inserto di questo mese una delle creative paper marcate del Gruppo Cordenons. Il tutto è nobilitato con un oro luccicante stampato a caldo, che impreziosisce dettagli e finiture in modo preciso e accattivante, a dimostrazione di come il giusto mix tra carta e nobilitazione possa creare unicità. Dall’unione tra carta e foil a caldo ecco che nasce qualcosa di unico.

la carta:

Le carte marcate sono speciali per definizione. Hanno carattere, sono creative per antonomasia, sempre riconoscibili per la loro texture e per la loro capacità comunicativa, stuzzicano l’istintivo gesto di passarci sopra le dita e ripercorrerne le finiture. Coniugando performance tecniche ed efficacia sicura nel trasmettere emozioni, permettono di creare progetti di comunicazione che sanno distinguersi. Insize Chagall Candido, la carta che abbiamo utilizzato per questo inserto nella grammatura da 260 g/m2, ne è un esempio lampante. Entrambe le superfici della carta sono trattate off-line con una speciale patinatura matt che permette un elevato Ink Hold Out, cioè resistenza all’assorbimento dell’inchiostro

settembre 2012

39

per garantire immagini brillanti di forte dettaglio e contrasto. La superficie è marcata a feltro con disegno Chagall, e risulta particolarmente adatta per realizzare cataloghi, calendari, copertine, biglietti augurali e partecipazioni, menu, cartellini, edizioni, astucci, bilanci e monografie, espositori e altro. Ottima rigidità, bulk superiore a 1.4, opacità e resistenza alla cordonatura e alla piegatura sono ulteriori plus di questa carta. Da aggiungere a quelli ecologici: queste carte e cartoncini, disponibili in un range di grammature da 130 a 360 g/m2, sono completamente riciclabili e biodegradabili, realizzati con fibre di pura cellulosa vergine ECF (Elementary Chlorine Free), con pH neutro (estrazione a freddo) e assenza di metalli pesanti.


borse in teXuto per comunicare

i books

modello book

textile becoming sexy +39-342.3777985


PRESENTA...

NOBILITAZIONE & anti-contraffazione Un connubio ormai inscindibile per Gasperini, che presenta il nuovo brand MicroSecurFoil

PERSONALIZZAZIONE, FLESSIBILITÀ, AFFIDABILITÀ, RAPIDITÀ D’ESECUZIONE E CONVENIENZA SONO LE PAROLE CHIAVE DI MICROSECURFOIL.

Gasperini si propone come solutore e partner globale per lo sviluppo di progetti nobilitativi completi, anche nel campo anti-contraffattivo, dall’idea originaria fino alla fattiva realizzazione.

Personalizzazione, flessibilità, affidabilità, rapidità d’esecuzione e convenienza, sono solo alcune delle parole chiave del nuovo brand che cambia il modo di fare anti-contraffazione. Il potersi permettere di garantire l’unicità dei propri prodotti non sarà più appannaggio solo delle grandi aziende come è stato fino a oggi, ma diventa un privilegio accessibile anche a piccole ma altrettanto preziose realtà, alle quali ciò era negato. Con MicroSecurFoil, che si realizza con tecnica di laminazione a caldo, è possibile stampare su qualunque packaging, etichetta, cartellino o certificato, un elemento ad alto valore aggiunto, sia esso da solo (ad es. un bollino posizionato in un’area dedicata) o integrato nel marchio o nel design. Ogni microtramatura viene realizzata su misura ed è modificabile periodicamente con codici variabili, oltre a essere corredata di certificato di esclusività. Il nuovo brand è stato lanciato in fiera alla scorsa edizione di drupa, attirando l’attenzione di operatori nel settore del printfinishing, ma anche di grafici e designer, provenienti da tutto il mondo. In particolar modo – ha sottolineato Giampaolo Gasperini, titolare dell’azienda – con questa edizione 2012, si è confermato il trend di spostamento dell’intero baricentro del mondo verso le macro aree d’Oriente quali India, Arabia, Russia, Cina e Giappone, dove sono stati acquisiti importanti accordi di rappresentanza e ottimi nuovi clienti. Ma Gasperini ha puntato molto anche sulla termografia, ribadendo a drupa il suo ruolo di distributore Europeo del brand Sunraise con partnership e accordi commerciali in Germania e Francia stretti negli ultimi tre mesi. Gasperini si conferma quindi fornitore d’eccellenza a livello europeo nel settore delle tecnologie di nobilitazione e anti-contraffazione.

Gasperini Carlo & C. via Goldoni, 44 59100 Prato (Po) Tel. +39 0574 692944 www.gasperini.it www.microsecurfoil.com

STAMPA A CALDO E RILIEVO ARTISTICO 3D, MICROSECURFOIL/MICROINCISIONE ANTI-CONTRAFFATTIVA PERSONALIZZATA, CALCOGRAFIA, TERMOGRAFIA. SONO I SERVIZI OFFERTI DALL’AZIENDA TOSCANA GASPERINI.

settembre 2012

41


comunicare l’italia

BELLA E POSSIBILE casa editrice: skira editore autore: fondazione altagamma numero pagine: 157 prezzo di copertina: 16,00 €

FONDAZIONE ALTAGAMMA Nel 1992 nasce Altagamma, Associazione Imprese Italiane Alta Gamma, che ha l’obiettivo di rafforzare la presenza a livello internazionale delle aziende associate e di supportarne lo sviluppo. I fondatori sono Michele Alessi (Alessi), Mario e Paolo Bandiera (Les Copains), Marina Deserti (Baratti&Milano), Ferruccio Ferragamo, Carlo Guglielmi (Fontana Arte), Maurizio Gucci, Gianfranco Ferrè e Franco Mattioli, Angelo Zegna e Santo Versace, con il supporto di Armando Branchini.

In questo libro la Fondazione Altagamma ha chiesto a una decina di esponenti di vari mondi rappresentativi del Paese di confrontarsi per cercare di delineare una possibile linea guida della comunicazione del Paese. A Comunicando piace l’idea di condividere con voi la tematica della “comunicazione paese” attraverso un libro ricco di spunti. La nostra rubrica ve ne proprone degli estratti. Ci seguite?

L’Italia tra vizi e virtù “Puntare un obiettivo – meccanico o sociologico o storico o moralistico – costituisce un rischio perenne, se l’oggetto è l’Italia. Ecco perché da secoli è stato più facile ora lodarla e ora criticarla: imprese possibili, che escludono la difficoltà di un’indagine vera e propria, forse da compiere solo se si possedessero mille anni di vita da dedicare all’opera. L’Italia è montanara e mediterranea, ha le nevi eterne e il classico «sole mio», produce sarti e tenori ma anche i robot più sofisticati della nostra era industriale. È carica di vizi, vezzi, virtù, riesce a sconcertare non solo l’osservatore frettoloso, ma anche il grande studioso e patrizio inglese che abita sui colli toscani dall’inizio del Novecento. L’Italia è conosciuta per le sue maschere, il suo machiavellismo, i suoi terremoti, ha esportato parole micidiali, dalla «pizza» alla «mafia», ma è anche una bottiglia che non può starsene ricoperta sotto un’unica etichetta. Chi piazza l’etichetta ha subito sbagliato e aiuta a sbagliare chi crede in quelle parolette o cifre allineate lì in un ordine solo apparente”. Sono parole di Giovanni Arpino, scritte nel 1987. A distanza di oltre 20 anni, le cose non sono troppo mutate. Queste sovrapposizioni continuano a generare la sensazione diffusa di un’immagine altalenante; indubbie zone di eccellenza, da tutti riconosciute e rispettate, convivono con aspetti negativi di costume, cronaca, economia, gestione. Da un lato, il fenomeno è fisiologico, basato su idee stereotipate che ben difficilmente sono sradicabili; dall’altro, è tuttavia vero che dopo la seconda guerra mondiale il problema della nostra immagine non è stato mai posto in maniera sistematica, con l’individuazione di linee strategiche coerenti e rigorose su cui impostare una politica di comunicazione seria e univoca. E quindi ogni azione, anche quelle meglio riuscite, è sempre stata frutto dell’improvvisazione. Di questo fenomeno soffrono tutti i settori produttivi del Paese, obbligati a combattere ogni giorno contro gli effetti perversi di un’immagine poco curata. Particolarmente colpite sono l’industria turistica, che vede con preoccupazione l’Italia scivolare nelle graduatorie internazionali a scapito di Paesi che si sanno comunicare meglio; quella culturale e artistica, che al turismo è legata a doppio filo; quella manifatturiera, storicamente penalizzata dall’immagine di inaffidabilità che affligge i nostri prodotti. I numerosi imprenditori italiani che hanno successo all’estero devono faticare il doppio, per imporsi a dispetto del pregiudizio antiitaliano. La situazione è ben nota soprattutto agli imprenditori di Altagamma, la Fondazione che raggruppa le principali imprese italiane che lavorano nell’alto di gamma nei settori più vari, con particolare riguardo a moda e design. Imprese che da decenni sono presenti con successo sui mercati internazionali, dove la loro immagine rappresenta una summa della desiderabilità: qualità dei prodotti, gradevolezza dell’estetica, cura del particolare. È ovvio domandarsi perché un Paese capace di esportare tante singole marche con così rari e indiscutibili attributi di eccellenza non sia poi in grado di farsi identificare con le stesse qualità quando si presenta nella sua globalità: uno spostamento semantico abbastanza indecifrabile, certamente sottovalutato in passato dalle nostre istituzioni, ma oggi troppo penalizzante per poterci permettere di non affrontarlo.

42 settembre 2012


l’equilibrio della comunicazione

comunicare ZEN è un po’ ritornare al cuore delle cose, alla semplicità del messaggio, all’immediatezza del dire. Amiamo lavorare al meglio con il gusto di avere un pensiero in EQUILIBRIO dietro. Amiamo agire con fermezza e determinazione; perchè ogni MOSSA possa essere quella decisiva.

ZEN arte Srl, via Caprera 11, 21040 Venegono Superiore VA, tel. 0331.824896 | info@zen-adv.com | www. zen-adv.com


tutto sul naming

Béatrice Ferrari

Béatrice Ferrari è la voce più significativa del brand naming in Italia. Laureata in semiotica, comincia la sua pratica a Parigi per sbarcare nel 1989 a Milano e fondare la società Nomen Italia, prima realtà italiana completamente dedicata alla creazione di nomi commerciali della quale è socio e amministratore per 16 anni. Dal 2005 opera come professionista indipendente: offre collaborazioni di tipo strategico (brand architecture, global positioning) e creativo (brand naming e renaming). Nel 2008 lancia il brand Synesia®, che identifica un nuovo modo di fare consulenza nel campo del branding. www.beatriceferrari.com www.synesia.com

Green, ecologia, salute

info@beatriceferrari.com

L’ULTIMO NATO in casa Maquva

Il brand del mese

Maquva è un acronimo che unisce le prime due lettere delle parole MArsilea QUadrifolia (nome di un quadrifoglio acquatico) insieme alle prime di Value Added (valore aggiunto). Un misto originale di latino e inglese che dà nascita a un nome che rimanda a un linguaggio antico. Il significato del nome racconta il legame tra l’acqua e la terra, in quanto fondamentale per la vita e il benessere degli esseri umani. Maquva identifica un negozio specializzato in frutta e verdura pronta per il consumo, primo nel suo genere in Italia. Le tre sillabe che lo compongono sono piane e facili da pronunciare. Rimandano a un mondo tribale per via del suono esotico: ripetizione vocalica della /a/ nella prima e l’ultima sillaba che abbraccia una /u/ centrale più chiusa e scura. Anche nelle consonanti si alternano la morbidezza delle /m,v/ con la grinta della /q/. Il simbolo rappresenta quattro cuori che si uniscono per disegnare il simbolo

portafortuna per eccellenza: il quadrifoglio. La sua rarità lo rende prezioso, e incontrarne uno è un vero dono, un segno, una risposta di speranza e di sogno. Il cuore simboleggia l’amore, la cura, la passione, tutti valori che Maquva rivolge sia alla natura e alla terra sia ai propri clienti. L’accostamento dei colori è allegro e brillante e trasmette felicità, gioia e spensieratezza. Il quadrifoglio multicolore comunica ampia scelta e qualità. Il verde è natura, naturalità, crescita; l’arancione, il rosso e il viola hanno tonalità calde, accoglienti e rappresentano la festosa varietà di frutta e verdura. Il carattere tipografico è invece lineare e morbido. Il minuscolo trasmette familiarità e simpatia e crea un’atmosfera di vicinanza e affetto. La spaziatura fra le lettere è minima e il logo risulta raccolto e compatto. La cornice conferisce stabilità. Il tratto ‘manuale’ comunica leggerezza e velocità. Un insieme molto coerente, coinvolgente e intrigante.

Fonetica Il nome è composto da 4 sillabe /vu-vu-ef-fe/ particolarmente soffici e fluide che rimandano a una sensazione di soffio o di carezza molto leggera. La melodia è semplice, discreta ed eterea. Morfologia Si tratta di una sigla, composta dalle tre lettere iniziali delle parole World Wildlife Fund (Fondo Mondiale per la Vita Selvatica). Andrebbe pronunciata doppiavudoppiavueffe ma viene comodamente semplificata in vuvueffe. Semantica Il WWF nasce in Svizzera nel 1961 ed è diventata oggi la più grande organizzazione mondiale per la conservazione della natura con 51 sedi nazionali e 5 milioni di membri sostenitori in 96 paesi. La sua missione spazia dalla conservazione della biodiversità, alla sostenibilità e la riduzione dell’inquinamento. Iconografia Mondialmente riconosciuto come simbolo del WWF, il

mitico marchio riproduce un panda gigante. Fu scelto come emblema alla sua fondazione da Sir Peter Scott che lo disegnò personalmente e da allora rimane pressoché invariato. Il panda gigante è un animale a rischio di estinzione e, oltre a suscitare simpatia e tenerezza, rappresenta tutta la grandezza e la fragilità del nostro pianeta. Cromia Il bianco e nero sono descrittivi per quanto riguarda il panda, mentre dal punto di vista percettivo sono dinamici e positivamente aggressivi; rappresentano la purezza, la contrapposizione di forze, e la solidità. Sono i due opposti che vivono in armonia in un dialogo costante e responsabile. Tipografia La sigla è breve e graficamente risulta dinamica e ben equilibrata. Le lettere sono state disegnate ad hoc: hanno linee decise e dinamiche e piccole rotondità dolci. La font è ‘bold’ e ha un peso in armonia con il disegno del panda. Ottima visibilità e lettura.

44 settembre 2012


d al 19 8 2

Un SORRISO il nostro regalo pi첫 grande

Da 30 anni, in oltre 60 Paesi tra i pi첫 poveri del Mondo, i volontari di Operation Smile effettuano gratuitamente ogni giorno interventi di chirurgia plastica ricostruttiv i a camb iv m mbiando la vita a migliaia di bamb m mbini nati con grav a avi malfo f rmazioni al volto. Ad oggi sono stati effe fo f ttuati pi첫 fe

di 200.000 interv r enti e fformati migliaia di medici ed infe rv ffermieri.

SCOPRI COSA PUOI FARE TU www.operationsmile.it Via Panama 52, 00198 Roma Tel 06 85305318 Fax 06 8551456 info@operationsmile.it

Fondazione Italia Onlus


marketing dei sensi Alessandro Miani

Alessandro Miani è la voce più significativa del Marketing Sensoriale in Italia. Laureato in Medicina e Chirurgia, Ricercatore Universitario della Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università di Milano e autore di numerosissime pubblicazioni, tra cui “Il Marketing dei Sensi” e “Marketing Sensoriale”, ha all’attivo anche docenze universitarie allo IED e al CdL in Scienze della Comunicazione dell’Università Vita-Salute San Raffaele.

profumi

alessandro.miani@gmail.com

Il marketing OLFATTIVO Molte sono le relazioni tra l’olfatto e la vita dell’uomo, sia nei suoi aspetti più biologici che in quelli più emozionali. In relazione ai ricordi, alla capacità di evocare o rievocare sensazioni apparentemente sepolte nella memoria, di indurre stati fisiologici specifici (da qui l’aromaterapia), fino a supportare i comportamenti e le reazioni più istintive. Già i romani, per infondere coraggio nei cuori dei soldati, usavano cospargere di essenze profumate le bandiere dell’esercito in partenza per la guerra. Uomini d’affari cinesi del 970 d.C., scoprirono che profumando le loro sete, queste venivano vendute con maggior facilità ai mercanti che arrivavano dall’occidente. I profumi stuzzicano l’appetito, invogliano a fare acquisti, “raccontano” una storia, la nostra. Profumi personalizzati per tutti i gusti e per soddisfare tutti i desideri: in due parole, Marketing Olfattivo, ovvero la messa a punto e l’utilizzo strategico di note odorose, capaci di risvegliare il nostro immaginario attraverso l’olfatto. Da recenti studi, risulta che l’olfatto, il più evocativo tra i cinque sensi, ha superato in importanza l’udito, diventando così uno dei cardini della moderna comunicazione polisensoriale. I ricercatori hanno dimostrato che l’essere umano (allenato a tal scopo) è capace di individuare e catalogare circa 10 mila odori differenti, ma soprattutto, ed è questa la cosa che più interessa il mercato, il pubblico sembra ricordare più gli odori che le immagini: gli esperimenti condotti indicano che a distanza di un anno, un odore viene riconosciuto in modo nitido nel 65% dei casi, mentre davanti a una immagine non si va oltre il 50%. Tutto ciò rappresenta un modo

46 settembre 2012

nuovo per imprimere il brand aziendale nella memoria del consumatore; non più solo con un logo olfattivo ma anche con un’esperienza olfattiva da far vivere al proprio pubblico-utente. La figura del “naso”, fino a poco tempo fa relegata all’ambito della profumeria e al mondo enologico, sta assumendo oggi sempre più importanza nelle dinamiche di strategia di mercato di molte aziende impegnate nei più diversi settori merceologici. Ricerche hanno anche dimostrato che quando un’azienda adotta un aroma adatto al proprio marchio, i suoi prodotti vendono più di quelli di un’altra azienda che non ha una propria fragranza. Ciò perché l’aroma rafforza l’unicità del brand, rafforza la fedeltà del cliente e conferisce una percezione di qualità, che è l’elemento essenziale di ogni marchio. Anja Stör dell’Università di Paderborn in Germania, ha scoperto che persone intervistate dopo che una stanza fosse stata profumata con fragranza al limone erano il 14,8% più inclini all’acquisto rispetto a quelle intervistate in una stanza non profumata. Si è notato inoltre un incremento del 18,8% nella disponibilità a comunicare, un più 15,9% nella permanenza e un incremento del 14,8% nella volontà di toccare i prodotti esposti in quella stanza. Casinò di Las Vegas come il Bellaggio e l’MGM Grand sono stati pionieri nel diffondere essenze mirate ad aumentare il periodo di permanenza dei giocatori nelle sale da gioco; De Beers si è fatto creare un’essenza esclusiva per mettere a proprio agio i suoi clienti nei negozi del Gruppo; Disney diffonde abitualmente aroma di popcorn nei propri parchi tematici per stimolare l’appetito dei visitatori.


OGNI PERSONALITÀ È CULLA DI UN PROFUMO

ODORI & MODA

Per la presentazione e il lancio della nuova collezione realizzata dalla Dressing S.p.a. “Marghi lò” Ariaprofumata ha realizzato le etichette profumate che accompagnavano i capi sul punto vendita sottolineando la presenza della nuova linea di abbigliamento aiutando la creazione della brand identity con uno strumento olfattivo estremamente innovativo ed efficace. www.ariaprofumata.it

Dar vita a un profumo, associarlo a un prodotto, a un ambiente, a un contesto, concepire un nome, sono scelte d’immagine: è ciò che fa Fragrance Designer. Creare profumi su misura o interpretare con successo il marketing sensoriale, infatti, è un’attività rigorosa e scientifica, che poggia su analisi, conoscenze ed esperienza, oltre che sensibilità, gusto, cultura, ed esclude l’improvvisazione. www.fragrance-designer.com

PROFUMO DI FIERA!

INSTORE MARKETING

Calvin Klein ha deciso di richiamare la fragranza del profumo CK One all’interno del punto vendita, diffondendone l’essenza nei comparti vendita e nella zona adiacente l’ingresso, rafforzando la brand identity e contribuendo a uno sviluppo a 360 gradi della comunicazione del marchio CK. www.quellidelnaso.it

Lo stand fieristico è una situazione in cui la psicologia è di prima importanza L’impatto visivo dello stand in fiera non è più sufficiente. È necessario stimolare altri sensi, liberare le emozioni, forti e positive, istintive. L’olfatto fa vibrare di curiosità. Lo stand profumato è una rivoluzione culturale, cattura e attira il visitatore. www.profumo.it settembre 2012

47


campagna abbonamenti sunnycom publishing

se vuoi che la comunicazione della tua attività prenda la giusta piega non stare a guardare.

tieniti aggiornato

Comunicando è la rivista leader in Italia nelle applicazioni, idee, prodotti e tendenze per la comunicazione. Compila e invia il modulo via posta a sunnycom publishing srl, via stromboli 18, 20144 milano o via fax al n. 02.43400509. Il servizio abbonati è a tua disposizione al numero di telefono 02.48516207 o via email: abbonamenti@sunnycom.it

Abbonamento annuale 4 numeri euro 20,00*

Abbonamento annuale 8 numeri euro 40,00*

Abbonamento annuale 10 numeri euro 50,00*

Abbonamento biennale 8 numeri euro 35,00*

Abbonamento biennale 16 numeri euro 75,00*

Abbonamento biennale 20 numeri euro 95,00*

I miei dati Azienda ...................................................................................................... Settore ............................................................................................... Nominativo ............................................................................................................................................................................................................. Indirizzo .................................................................................................................................................................................................................. CAP ................................. Città ......................................................................................................................................... Prov. ........................... Tel. ............................................................................................................. Fax ..................................................................................................... e-mail ......................................................................................................... Sito ..................................................................................................... Scelgo di pagare con: assegno non trasferibile allegato alla presente intestato a: sunnycom publishing srl versamento in C.C.P. n° 31.99.32.07 intestato a: sunnycom publishing srl *Prezzi validi solo per le spedizioni in Italia. Per l’estero l’abbonamento raddoppia. Informativa ai sensi dell’art. 13 d. lgs. 196/2003: i dati sono trattati, con modalità anche informatiche, per l’invio della rivista e per svolgere le attività a ciò connesse. Titolare del trattamento è sunnycom publishing srl, via stromboli, 18 - milano (mi). Ai sensi dell’art. 7, d. lgs 196/2003 è possibile esercitare i relativi diritti fra cui consultare, modificare, aggiornare o cancellare i dati, nonché chiedere elenco completo e aggiornato dei responsabili, rivolgendosi al titolare al succitato indirizzo. Con la compilazione della presente scheda, lei acconsente alla raccolta dei dati forniti e alla loro comunicazione ai nostri partner commerciali, al fine di poter ricevere informazioni e offerte commerciali. In caso di dissenso barri la casella qui a fianco.



Comunicando n. 06/2012