SOLLEVARE - Ottobre 2021

Page 1

Visitate www.sollevare.it, il Portale Italiano per il Sollevamento, la Movimentazione Industriale e Portuale e il Trasporto Pesante The Leading Italian Magazine and Website for the Lifting, Industrial & Port Handling and Heavy Transport Markets

La Rivista “Sollevare” è edita da Mediapoint & Exhibitions s.r.l. di Genova

Anno 7 - Ottobre 2021

Sollevamento | Trasporti Eccezionali | Movimentazione Industriale e Portuale

Numero speciale

Piacenza, Italy


Veniteci a trovare al

Piacenza, 7-9 Ottobre 2021


Il massimo su otto assi. LTM 1650-8.1 Portata di 700 tonnellate con braccio telescopico da 54 o 80 metri, a scelta. Mobilità globale ed economicità grazie a Hillstart-Aid, ECOmode, ECOdrive, VarioBase e VarioBallast idraulico. Il massimo su otto assi! www.liebherr.com

Gru mobili e cingolate

Veniteci a trovare al

Piacenza, 7-9 Ottobre 2021


Editoriale

Fabio Potestà

Alberto Finotto

Proteggere il lavoro, proteggere la vita

Cari Lettori, finalmente torniamo a incontrarci di persona, negli spazi sicuri e serenamente affollati del GIS 2021. Dopo un anno e mezzo di sofferenza, a causa della pandemia, e di rinunce nella vita sociale e professionale, l’occasione unica delle Giornate Italiane del Sollevamento concederà a tutti uno spazio aperto di grande ottimismo e di rinascita. Una rinascita che non può prescindere dalla necessità di affrontare problematiche dolorose e non più rinviabili, come quelle della sicurezza sul lavoro. Purtroppo la cronaca recente ci riporta ancora alle troppe morti bianche nei cantieri e negli interventi di manutenzione, nell’industria come nella logistica. Molti incidenti avvengono a causa di manovre errate e disattenzioni sugli obblighi di sicurezza, spesso proprio durante le operazioni di sollevamento o di lavoro in quota. Per tutti noi, questa circostanza rappresenta qualcosa di inaccettabile, a cui porre rimedio nella maniera più dura ed efficace. Una volta per tutte. Dopo l'incontro coi sindacati dei giorni scorsi, il premier Mario Draghi ha annunciato, già per i primi di ottobre, un provvedimento sulla sicurezza del lavoro. Vi si prevedono pene più severe e immediate e azioni di individuazione precoce delle falle presenti nelle stesse aziende. Anche le sanzioni dovranno essere più tempestive, contro le imprese che non rispettano le regole, “con la possibilità di raccogliere più facilmente i dati per chi compie violazioni all'interno del tessuto economico”. Tra le ipotesi più severe messe in campo dal governo, dovrebbe trovare spazio la modifica dell’articolo 14, in modo da rendere effettivo il potere di sospensione

4

Sollevamento | Trasporti Eccezionali | Movimentazione Industriale e Portuale

dell’attività dell’impresa in caso di gravi violazioni in materia di sicurezza - un potere attualmente esercitabile solo in caso di recidiva nel quinquennio precedente, impossibile però da provare per l’assenza di una banca dati. E propio la costituzione di una banca dati centrale consentirà di razionalizzare le informazioni raccolte da Inail, Asl e Ispettorato nazionale, portando come corollario una sorta di patente a punti per le imprese stesse. Un meccanismo virtuoso che per gli inadempienti potrebbe portare all'esclusione dalle gare d’appalto. Sulla materia della sicurezza, si gioca il futuro sostenibile del nostro lavoro. Oggi più di ieri, è insopportabile la conta delle vittime, la cui vita è stata interrotta per sempre dal malfunzionamento o dall’inadeguatezza di una macchina obsoleta, oppure priva degli apparati necessari a tutela dell’operatore. Oppure da una pratica d'uso sbagliata e non consentita se non in modo ufficioso e spesso in evidente malafede. Questo cerchio vizioso, all’interno del quale trovano spazio solo morte e ingiustizia, va spezzato con decisione e fermezza totale. Ricordiamolo, mentre torniamo agli incontri, alla vita sicura e all’avvenire di un Paese che sembra crescere di nuovo. Pensiamo a chi non c’è più e parliamo, ancora più forte, al posto di tutte le vittime del lavoro. Dedichiamo a loro un pensiero e un impegno tangibile, di coscienza, perché in futuro, presto, tutto cambi. Trasformando la fatica in dignità, sempre nel rispetto del valore inestimabile della vita umana. Buona lettura!

Sollevamento, Trasporti Eccezionali, Movimentazione Industriale e Portuale


1989 2021

Veniteci a trovare al

Piacenza, 7-9 Ottobre 2021

Padiglione 1 Stand D2/E1

Sollevamento, Trasporti Eccezionali, Movimentazione Industriale e Portuale

Sollevamento | Trasporti Eccezionali | Movimentazione Industriale e Portuale

5


Periodico associato a

Sommario

Ottobre 2021 - Anno 7

54

Rivista partner

Visitate www.sollevare.it, il Portale Italiano per il Sollevamento, la Movimentazione Industriale e Portuale e il Trasporto Pesante The Leading Italian Magazine and Website for the Lifting, Industrial & Port Handling and Heavy Transport Markets

La Rivista “Sollevare” è edita da Mediapoint & Exhibitions s.r.l. di Genova

Anno 7 - Ottobre 2021

Sollevamento | Trasporti Eccezionali | Movimentazione Industriale e Portuale

Sollevamento | Trasporti Eccezionali | Movimentazione Industriale e Portuale

Direttore Responsabile Fabio Potestà

Responsabile Editoriale Alberto Finotto

Numero speciale

Collaboratori Roberto Ambra Stefania Priolo

Piacenza, Italy

Grafica e impaginazione Romina Testino grafica@mediapointsrl.it In copertina:

Attualità, p.10 Cover Story Fassi, p.48

Gru e Autogrù

Vernazza Autogru, p.54 Tadano, p.60 Liebherr, p.64

Movimentazione Industriale Donati, p.116 FTMH, p.120

Trasporti Eccezionali

Fassi continua a conquistare spazi nuovi di sviluppo per la storia futura delle gru idrauliche. Dall'innovazione SHT (Smart Hybrid Technology) al modello rivoluzionario F1450R-HXP Techno, la strada verso il GIS 2021 è una via luminosa di progresso e ricerca.

76

Mammoet, p.124

Ple

Platform Basket, p.70 Multitel Pagliero, p.76 CTE, p.80 JLG, p.84 Sinoboom, p.86

Sollevatori Telescopici Bobcat, p.90

Attrezzature & Componenti Sace, p.94 Tecnomovint, p.98 Würth Elektronik ICS, p.102 Autovictor, p.106 Autec, p.112 Flash Battery, p.114

6

Sollevamento | Trasporti Eccezionali | Movimentazione Industriale e Portuale

Fotografia Archivio Sollevare Ufficio traffico Daniela Chiusa daniela.chiusa@mediapointsrl.it Direzione e redazione MEDIAPOINT & EXHIBITIONS SRL Corte Lambruschini Corso Buenos Aires, 8/7 16129 Genova - Italy tel. +39-010-5704948 fax +39-010-5530088 redazione@sollevare.it Pubblicità Italia ed estero tel. +39-010-5704948 fax +39-010-5530088 info@sollevare.it Pre-stampa e stampa Euro Grafica - Genova

Noleggio e distribuzione Autovictor, p.130

86

Registrazioni Tribunale di Genova n.27/2011. Camera Commercio di Genova, R.I. N.O 395768 del 5 novembre 2001 Registro operatori di comunicazione N.O 022258 del 20 gennaio 2012 Comunicazione agli abbonati Art. 10 Legge 675/96. I dati personali contenuti negli archivi della casa editrice “Mediapoint & Exhibitions Srl” sono utilizzati solo dalla casa editrice e solo per perfezionare gli obblighi derivanti dagli abbonamenti. Tutti gli abbonati possono chiedere in qualsiasi momento l’aggiornamento o la cancellazione dei propri dati. Responsabile: Fabio Potestà Testi e foto a riproduzione vietata senza consenso della casa editrice. Legge 1396/42, art. 7, Reg. 18 © Copyright 2021

Sollevamento, Trasporti Eccezionali, Movimentazione Industriale e Portuale


By Night Venerdì 8 Ottobre 2021

Notte Bianca al GIS di Piacenza! GOLD SPONSOR

SILVER SPONSOR

BRONZE SPONSOR

L AND LOG INA

ITALA 2 0 21 15

IC AWARDS ® IST

Per informazioni contattare: Tel. 010 5704948 - info@gisexpo.it Sollevamento, Trasporti Eccezionali, Movimentazione Industriale e Portuale

LIAN TERM ITA

Gli Sponsor del “GIS by Night” sono anche Sponsor di uno dei seguenti eventi 2021 Sollevamento | Trasporti Eccezionali | Movimentazione Industriale e Portuale

7 2021


2021

L’ECCELLENZA ITALIANA NEL CAMPO DELLA COSTRUZIONE E DEL CORRETTO UTILIZZO DELLE PIATTAFORME PER I LAVORI AEREI ITALPLATFORM - THE ITALIAN EXCELLENCE IN THE CONSTRUCTION AND PROPER USE OF AERIAL WORK PLATFORMS

PIACENZA EXPO - PADIGLIONE 3 - VENERDÌ 8 OTTOBRE CERIMONIA D’APERTURA ORE 18:30 SEGUIRÀ ASSEGNAZIONE PREMI

GOLD SPONSOR

SILVER SPONSOR

BRONZE SPONSOR

Gli Sponsor degli ITALPLATFORM 2021 sono anche Sponsor del “GIS by Night”

Per informazioni contattare: Tel. 010 5704948 - info@gisexpo.it MEDIA PARTNER 8

Sollevamento | Trasporti Eccezionali | Movimentazione Industriale e Portuale

Sollevamento | Trasporti Eccezionali Trasporti Eccezionali, Movimentazione Industriale e Portuale Movimentazione Industriale Sollevamento, e Portuale


2021

L’ECCELLENZA DEL SOLLEVAMENTO E DEI TRASPORTI ECCEZIONALI IN ITALIA ILTA - THE ITALIAN EXCELLENCE IN THE LIFTING AND SPECIALIZED TRANSPORT SECTORS

PIACENZA EXPO - PADIGLIONE 3 - VENERDÌ 8 OTTOBRE CERIMONIA D’APERTURA ORE 18:30 SEGUIRÀ ASSEGNAZIONE PREMI

GOLD SPONSOR

SILVER SPONSOR

BRONZE SPONSOR

Gli Sponsor degli ILTA 2021 sono anche Sponsor del “GIS by Night”

Per informazioni contattare: Tel. 010 5704948 - info@gisexpo.it MEDIA PARTNER Sollevamento | Trasporti Eccezionali Sollevamento, Trasporti Eccezionali, Movimentazione Industriale e Portuale Movimentazione Industriale e Portuale

Sollevamento | Trasporti Eccezionali | Movimentazione Industriale e Portuale

9


News PLE

Ricambi, accordo europeo tra Sinoboom e TVH A Peterborough, l’evento dei Vertikal Days (il 22 e 23 settembre scorsi), la massima manifestazione dedicata al sollevamento UK, ha salutato l’accordo di Sinoboom BV con TVH, specialista mondiale dei ricambi. La partnership è stata firmata da Tim Whiteman, CEO di Sinoboom BV, e da Kristof Bolle, Senior VP EMEA per TVH. Sinoboom BV è la filiale europea del produttore cinese specializzato in PLE. TVH è una presenza rinomata e consolidata, con oltre 50 anni di esperienza nel settore della fornitura di ricambi, con 81 filiali in tutto il mondo che vendono in oltre 180 paesi. Questo accordo appena firmato, che vede TVH fornire un servizio completo di fornitura di pezzi di ricambio, copre l’intera area geografica di Sinoboom BV. Tim Whiteman ha dichiarato che “l’accordo di partnership è un passo importante nella strategia di Sinoboom. Il nostro obiettivo è sempre quello di fornire un servizio completo e affidabile alla nostra base di clienti in espansione e riconosciamo che per i nostri clienti, ridurre al minimo i tempi di fermo macchina è una priorità assoluta. L’efficiente servizio fornito da TVH è ben noto in tutto il settore e questo aumenterà ulteriormente la fiducia nel marchio e nel servizio Sinoboom”. La partnership sarà attiva a partire dal quarto trimestre del 2021 e non copre la garanzia, che è ancora gestita direttamente da Sinoboom BV.

Come and see us at

7-9 October 2021 - Piacenza, Italy

Area Esterna Outside Area Stand M8/N7

10

Sollevamento | Trasporti Eccezionali | Movimentazione Industriale e Portuale

Sollevamento, Trasporti Eccezionali, Movimentazione Industriale e Portuale


performance seducente

Lasciati sedurre dalla passione e dal saper fare di Magni.

Veniteci a trovare al

Piacenza, 7-9 Ottobre 2021

Area Esterna Stand N24-F1

www.magnith.com

Le linee sinuose e lo stile inconfondibile dell’iconica gamma RTH, danno vita a macchine espressione di bellezza e di forza. Un’estetica elegante, capace di elevare il concetto stesso di telescopico rotativo ai massimi livelli di seduzione. Sollevamento, Trasporti Eccezionali, Movimentazione Industriale e Portuale

Sollevamento | Trasporti Eccezionali | Movimentazione Industriale e Portuale

11


STAND L32 7-9 OCT. 2021 PIACENZA

12

Sollevamento | Trasporti Eccezionali | Movimentazione Industriale e Portuale

Sollevamento, Trasporti Eccezionali, Movimentazione Industriale e Portuale


GRU E AUTOGRÙ

Mait porta al GIS la Crane M30

since 1949

Esordio per Mait al prossimo GIS 2021. Negli spazi di Piacenza Expo, lo storico costruttore di macchine per la perforazione e le fondazioni speciali, porterà il modello tra-

Veniteci a trovare al

licciato e cingolato di gru Crane M20. Con una capacità massima di sollevamento fino alle 30 ton, questo modello implementa un braccio dalla lunghezza massima di 27 m,

Piacenza, 7-9 Ottobre 2021

con due portate di tiro (argano 1: 30 ton; argano 2: 7,2 ton)

Area Esterna Stand F10

e una motorizzazione dalla potenza di 129 kW. La Crane M30 è particolarmente adatta per essere impiegata nei cantieri, proprio in virtù del sottocarro cingolato, e in particolare nei lavori di fondazione, per inserire gabbie di armatura, tubi-getto e altri componenti e accessori di lavorazione specifici.

Sollevamento, Trasporti Eccezionali, Movimentazione Industriale e Portuale

ORMIG S.p.A. Piazzale Ormig | Ovada (AL) ITALY Tel. +39 0143.80051 | E-mail: mktg@ormigspa.com 13 Sollevamento | Trasporti Eccezionali | Movimentazione Industriale e Portuale

ormigspa | www.ormig.com


News NOVITÀ E PRODOTTI

Un Multi Loader per grandi portate Sempre dai Vertikal Days, la novità di casa AlmaCrawler esposta in fiera si chiama ML 3.0 FX e appartiene alla linea Multi Loader. Si tratta di un potente e versatile mezzo di trasporto che può essere utilizzato in varie applicazioni, sia all’interno che all’esterno, con portata massima di 3.000 kg. Implementa un sistema di alimentazione elettrica di assoluta avanguardia, usufruendo di due motori elettrici AC super-silenziosi, da 5,3 kW ciascuno (classificati IP67). L’ML 3.0 FX di AlmaCrawler può essere equipaggiato con batterie AGM o al litio; in entrambe le opzioni il pacco batterie è facilmente estraibile, consentendo all’operatore di sostituirlo velocemente sul posto di lavoro. Questo trasporterà cingolato consente lo spostamento di grandi carichi, ed è equipaggiato con quattro prolungamenti telescopici su tutti i lati che possono essere posizionati manualmente, consentendo l’estensione della superficie di carico della macchina, sia longitudinalmente che lateralmente. Il trasportatore ha un piano girevole a rotazione libera con 16 posizioni diverse tra cui scegliere, in modo da adattare facilmente la macchina al carico. Infine, il nuovo ML 3.0 FX – dotato di trasmissione elettrica, cingoli più lunghi e di rulli adattivi – rappresenta in pieno il desiderio di AlmaCrawler di soddisfare tutte le esigenze dei suoi clienti nel segmento dei trasportatori.

YEARS 1981-2021

ANNIVERSARY

WAKE UP! GET BACK TO REALITY D re a m s a re n o t re e l , i t c a n b e re a l .

7-9 October 2021 Pad 1 Stand E2

19-23 October 2021 Pad 15 Stand C35

Management system certified in accordance with the requirements of ISO 9001 - ISO 14001 - OHSAS 18001

14

Sollevamento | Trasporti Eccezionali | Movimentazione Industriale e Portuale

23-25 November 2021 Pad 30 Stand A78

Sollevamento, Trasporti Eccezionali, Movimentazione Industriale e Portuale

DEMAC S.R.L. | MAGENTA (MI) - ITALY | +39 02 9784488 | INFO@DEMAC.IT | WWW.DEMAC.IT


Veniteci a trovare al

Piacenza, 7-9 Ottobre 2021

Sollevamento, Trasporti Eccezionali, Movimentazione Industriale e Portuale

Sollevamento | Trasporti Eccezionali | Movimentazione Industriale e Portuale

15


News DISTRIBUZIONE E NOLEGGIO

Milano City 360 con Magni TH, per tre province lombarde Open House d’eccezione per la presentazione, il 24 settembre scorso, del sodalizio commerciale tra la realtà aziendale di Milano City 360 - realtà al servizio delle imprese di sollevamento con il ruolo di partner strategico nella vendita e nel noleggio - e il costruttore Magni TH. L’identità forte è quella di dealer del prestigioso marchio emiliano (ormai di importanza internazionale) per la vendita della gamma di sollevatori e piattaforme aeree, nelle province di Milano, Lecco, Monza e Brianza. “L’attività principale di Milano City 360 è la fornitura di servizi, tra i quali il noleggio finalizzato alla promozione del marchio e non in concorrenza con aziende specializzate del settore - spiega Michele Caifami, responsabile commerciale di Milano City 360 - La nostra missione è quella di essere partner e non concorrenti dei noleggiatori”. La flotta selezionata di macchine destinate al noleggio come promozione della vendita, è basata sulle novità più recenti della gamma Magni TH. “Oltre a questo, la flotta è a disposizione dei clienti dell’officina in sostituzione delle macchine in fermo tecnico e a supporto di società di noleggio specializzate che necessitassero di risorse per far fronte a picchi di richiesta - aggiunge Caifami - A livello locale, la flotta sarà disponibile alle imprese nelle immediate vicinanze che vogliono avvicinarsi ai servizi di noleggio”. Assistenza tecnica e ricambi multimarche, abbonamenti per manutenzione programmata, formazione specifica e per ogni aspetto previsto dalla normativa e verifiche periodiche, fanno parte delle dinamiche di servizio di Milano City 360. Un pacchetto di opportunità molto apprezzato del pubblico numeroso intervenuto all’Open House, con la rappresentanza illustre dello staff Magni TH, intervenuta direttamente nella sede dell’azienda di Cambiago per questa importante occasione ufficiale.

16

Sollevamento | Trasporti Eccezionali | Movimentazione Industriale e Portuale

Sollevamento, Trasporti Eccezionali, Movimentazione Industriale e Portuale


sulle gru equipaggiate con il sistema Sense. A ben guardare, inoltre, Steady è molto più che un radiocomando: è un vero e proprio “partner” che affianca l’operatore per facilitare la sua giornata lavorativa, estremamente ergonomico, perché lascia braccia e mani in posizione naturale, riducendo la tensione posturale. Inoltre è facile da usare grazie alle icone particolarmente intuitive, mentre la retroilluminazione permette di lavorare anche nelle ore in cui la luce comincia a scarseggiare. Copre, infine, tutti i canali di frequenza al mondo e dispone di una scheda di memoria rimovibile in cui è possibile salvare le proprie imposta-

zioni personali. Dotato di un display TFT da 3,5”, Steady garantisce infine un alto livello di qualità dell’immagine, offrendo feedback dettagliati e precisi. Un altro gioiello della tecnologia è RACE – Remote Assistant Control Effer – il nuovo sistema di connettività per le gru Effer che permette di rimanere sempre connessi alla gru, con la possibilità di accedere a tutti i dati necessari. Fondamentale per pianificare il lavoro e per intervenire tempestivamente in caso di necessità. Con Race è possibile monitorare da remoto la gru da qualsiasi device mobile o fisso: basta accedere al portale, senza dover scaricare programmi o app spe-

cifiche, e in caso di difficoltà, ovunque ci si trovi, il Service Point di Effer può verificare istantaneamente il problema e intervenire subito con la risoluzione da remoto dell’anomalia. Race consente di raccogliere una gran mole di dati che permettono il monitoraggio e una miglior gestione della macchina: si può visualizzare il tragitto della gru dal pannello di controllo, monitorare il tempo effettivo di lavoro e misurare la percentuale di utilizzo delle attrezzature quali il jib, il cestello o le forche. Ma si può anche visualizzare le performance di più unità, per un miglior controllo della flotta. Un particolare sicuramente molto utile anche al noleggiatore. Senza contare i vantaggi in termini di manutenzione preventiva, dal momento che dal pannello è possibile sapere quanto manca alla manutenzione della gru e si possono quindi predisporre in anticipo gli interventi.

Punta in alto Piattaforme Aeree Scale per traslochi Gru multifunzione

Veniteci a trovare al

Piacenza, 7-9 Ottobre 2021

Area Esterna Stand L18/M13

www.cemelevatori.it 800 960164 Sollevamento, Trasporti Eccezionali, Movimentazione Industriale e Portuale

MNVP

Sollevamento | Trasporti Eccezionali | Movimentazione Industriale e Portuale

17


News PLE

CMC è Gold Sponsor al GIS 2021 Continua l’ascesa di CMC in tutti i mercati presidiati dal costruttore, e continuano le partecipazioni agli eventi espositivi più prestigiosi dell’azienda dei ragni rossi. L’ultima notizia è che il costruttore di Bari sarà Gold Sponsor del GIS, le Giornate Italiane del Sollevamento 2021 in programma a Piacenza Expo dal 7 al 9 ottobre prossimi. CMC sarà presente con il proprio stand (L24-M19, Area Esterna); inoltre, in virtù della sponsorizzazione appena ratificata, la presenza del logo dell’azienda sarà evidente su tutto il materiale di marketing e comunicazione digitale e cartaceo che verrà pubblicato dall’ente fieristico prima, durante e dopo l’evento. Alessandro Mastrogiacomo, direttore commerciale estero di CMC, ha sottolineato “l’impegno del nostro team Marketing e Comunicazione interno, sempre attento a sfruttare tutte le opportunità per aumentare la percezione della nostra brand. Essere Gold Sponsor del GIS 2021, in Italia, a casa nostra, è un atto d’amore che abbiamo voluto dedicare al nostro Paese e un'iniezione di fiducia per tutto il settore del sollevamento italiano”. L’azienda, impegnata nella partecipazione a campionarie internazionali ormai dallo scorso luglio 2021, sta per sbarcare negli Usa, al The Utility Expo 2021, in passato conosciuto come ICUEE, presso il Kentucky Exposition Center di Louisville.

IL NUOVO GOLD STANDARD + Bassa altezza di carico + Trasporto in sagoma in tutta Europa entro i 16,5 m + Svariate configurazioni possibili, come incavi per ruote o collo d‘oca »MEGA«

18

Sollevamento | Trasporti Eccezionali | Movimentazione Industriale e Portuale

Per saperne di più stepstar.goldhofer.com Sollevamento, Trasporti Eccezionali, Movimentazione Industriale e Portuale


o ENGINEERING

s.r.l.

Veniteci a trovare al

Quando abilità artigiana e competenze tecniche s'incontrano, il risultato non può che essere di alto livello. Espi Engineering lo testimonia.

Piacenza, 7-9 Ottobre 2021

La nostra Ditta opera da oltre 50 anni nella riparazione, assistenza, noleggio, ricambi, vendita nuovo ed usato sul mercato nazionale ed estero nei seguenti settori: • • • • • • •

Gru cingolate per impieghi pesanti HD Gru cingolate telescopiche Gru cingolate a traliccio Gru telescopiche e tralicciate semoventi Attrezzature per dette quali: benne mordenti e dragline, etc Modifiche ed applicazioni speciali su richiesta Attrezzature per fondazioni speciali, diaframmi, etc

CONCESSIONARIO:

Espi Engineering S.r.l.

Via Emilia Ovest, 71/73 - 41013 Castelfranco Emilia (Mo) Italy Ph +39 059 e923206 - Fax +39 059 920364 Sollevamento, Trasporti Eccezionali, Movimentazione Industriale Portuale

espi@espisrl.com - www.espisrl.com

Sollevamento | Trasporti Eccezionali | Movimentazione Industriale e Portuale

19


News SOLLEVATORI TELESCOPICI

Dieci e JLG, sodalizio per i rotativi in Nord America

Veniteci a trovare al

Piacenza, 7-9 Ottobre 2021

© Tadano Ltd. 2021

Area Esterna Stand L26/M21

UNA SPANNA SOPRA LA CONCORRENZA. LA NUOVA GRU AC 4.080-1 Con un braccio base lungo ben 60 metri e una struttura compatta, la nuova Tadano AC 4.080-1 trova spazio in una vasta gamma di applicazioni. Ciò vale in particolare per l’uso in combinazione con il sistema di stabilizzatori Flex Base, la cui estensione è regolabile in continuo, e il sistema di posizionamento Surround View, due caratteristiche che rendono la gru la prima scelta per numerosi progetti in cui lo spazio è un fattore primario. Utilizzabile sia come gru principale, sia come potente gru ausiliaria, grazie all’imbattibile capacità di sollevamento anche con il braccio impennato, la gru AC 4.080-1 si è già prenotata il suo posto in molti futuri cantieri.

20

Importante accordo commerciale, quello sottoscritto da Dieci con JLG Industries, per la realizzazione di una nuova generazione di sollevatori telescopici rotativi per il mercato del Nord America. Per questa nuova gamma di prodotti, Dieci metterà a disposizione gli oltre 20 anni di esperienza nel settore dei sollevatori telescopici rotativi, con una qualità riconosciuta dal mercato, anche sotto il profilo dell’innovazione e dei progressi tecnologici. La nuova linea di sollevatori telescopici rotativi JLG è stata progettata fin dall’inizio tenendo presente l’ergonomia d’uso e il comfort dell’operatore. La serie sarà composta inizialmente da tre modelli, denominati JLG R1370, R1385 e R11100, con altezze massime di sollevamento da 20,5 a 29,6 m e portate da 4.989 kg a 5.987 kg. “La partnership tra Dieci e JLG contrassegna l’incontro e la sinergia di due leader del mercato globale nel settore dei sollevatori telescopici - ha dichiarato Ciro Correggi, amministratore delegato di Dieci - Siamo orgogliosi dello sviluppo della nostra produzione e del successo ottenuto in Europa con questo prodotto; e siamo lieti, naturalmente, di collaborare con un’azienda del calibro di JLG per offrirlo ai clienti del Nord America”. Alle parole di Correggi, fanno eco le dichiarazioni di Rogeiro dos Santos, vicepresidente del settore engineering per i sollevatori telescopici JLG, che ha sottolineato l’importanza di “collaborare con un’azienda innovativa come Dieci, con cui condivide le proprie vedute, per sviluppare la propria linea di sollevatori telescopici rotativi per il Nord America. Grazie all’impegno congiunto dei migliori progettisti del settore a livello mondiale, la linea di prodotti che risulterà da questa collaborazione sarà in grado di superare gli standard di qualità e di prestazioni che i clienti si aspettano da entrambe le aziende”.

Sollevamento, Trasporti Eccezionali, Movimentazione Industriale e Portuale

Sollevamento | Trasporti Eccezionali | Movimentazione Industriale e Portuale

www.tadano.com


LA RIVOLUZIONE HA INIZIO

Veniteci a trovare al

GAMMA

MRT

Piacenza, 7-9 Ottobre 2021

VISION+

Notevole Visibilità

Nuovo Radiocomando

Ridotto TCO*

Grazie al nuovo design panoramico della cabina, abbiamo ottenuto una visibilità senza precedenti.

Con il nuovo radicomando con display integrato potrai spostare la macchina direttamente dal cestello o da terra!

Eco-Stop, Eco-Mode, consumi ridotti, facile manutenzione e ottimo valore di rivendita. Un TCO davvero unico.

* Total Coast of Ownership / Costo Totale di Proprietà Sollevamento, Trasporti Eccezionali, Movimentazione Industriale e Portuale

Sollevamento | Trasporti Eccezionali | Movimentazione Industriale e Portuale

21


News FIERE

Tutti i convegni del GIS 2021 Come in ogni edizione delle Giornate Italiane del Sollevamento e dei Trasporti Eccezionali, anche per il 2021 il calendario degli appuntamenti convegnisti in fiera a Piacenza Expo è piuttosto folto e impegnativo. Vi forniamo il programma degli eventi, giorno per giorno. Giovedì 7 ottobre, dalle 10 alle 12,30 (Sala D), “Terminalismo e Logistica fra sfide energetiche e innovazioni tecnologiche”, moderato da Angelo Scorza, direttore di Ship2Shore. Al termine del convegno, saranno assegnati i premi Itala-Italian Terminal and Logistics Awards 2021. Dalle 11 alle 12,30, nella Sala B, si terrà il convegno di Assodimi/Assonolo, sul tema “Le problematiche connesse all’utilizzo delle piattaforme di lavoro elevabili”.

7-9 Ottobre 2021

Vi aspettiamo al nostro stand L6M3A

SEMIRIMORCHIO ROBUSTO E LEGGERO

La gamma di semi-rimorchi Nooteboom SMART offre due diverse opzioni: il semi-rimorchio autosterzante OSDS e la versione con sterzatura idraulica MCOS. Tutte le versioni sono disponibili con 3 o 4 assi e un piano di carico fisso o allungabile. Inoltre in virtù delle dimensioni di questi rimorchi, il trasporto può anche essere effettuato all‘interno delle disposizioni legali senza un permesso speciale. Inoltre una carettiristica dei nostri veicoli è la tara contenuta e l’altezza da 22 Sollevamento, Trasporti Eccezionali, Movimentazione Industriale e Portuale terra estremamente favorevoli. Infine, il rapporto prezzo / dotazioni dei veicoli del programma SMART è estremamente competitivo Sollevamento | Trasporti Eccezionali | Movimentazione Industriale e Portuale

Nooteboom. Gets you there.

WWW.NOOTEBOOM.COM


GAMMA SMART LINE LA PIÙ COMPATTA NELLA SUA CATEGORIA

VIENI A PROVARLA AL GIS 2021 CI TROVI IN AREA ESTERNA STAND F6 LIFETIME EXCELLENCE

Nel pomeriggio, dalle 14 alle 16,30, in Sala B, il gruppo COBO organizza l’evento-conferenza “COBO Spa incontra i suoi partner”. Al tavolo degli interventi, Massimiliano Rossi e Andrea Salvati, rispettivamente direttore Marketing Strategico e direttore commerciale di COBO Spa. In Sala C, dalle 17 alle 19, invece, si terrà l’annuale Meeting ANFIA (Associazione Nazionale Filiera Industria Automobilistica). Venerdì 8 ottobre, in Sala B, dalle 9 alle 13, Apice srl (TÜV Austria Group) organizza il convegno “Aggiornamenti ed evoluzione delle verifiche sulle attrezzature di lavoro”. In Sala D, dalle 9,30 alle 13, convegno congiunto ANFIA e Aisem sul tema “La sicurezza degli operatori di apparecchi di sollevamento - Formazione all’altezza dell’innovazione”. In Sala C, dalle 10 alle 11, workshop organizzato in collaborazione co Sirtef, con le novità sul mondo delle funi. In primo piano, le serie di prodotto Verope e The Crosby Group. Nel pomeriggio, in Sala B, dalle 14 alle 17,30, convegno ALPI (Associazione Laboratori e Organismi di Certificazione e Ispezione), dal titolo “Le verifiche ai sensi del DL 11-04-2011. Dieci anni dopo: aspetti positivi, criticità e prospettive”. Infine, sabato 9 ottobre, in Sala Auditorium, dalle 10,15 alle 13, convegno sulle “Verifiche nel settore degli apparecchi di sollevamento. Le norme armonizzate, il controllo della corretta installazione”, organizzato in collaborazione con Union (Unione Italiana degli organismi notificati e abilitati). Ogni informazione, anche per le iscrizioni, sul sito info@gisexpo.it.

Sollevamento, Trasporti Eccezionali, Movimentazione Industriale e Portuale

23 PALFINGER.COM

Sollevamento | Trasporti Eccezionali | Movimentazione Industriale e Portuale


News PLE

Easy Lift, i nuovi ragni in première al GIS Con l’entusiasmo di una stagione che sorride a Easy Lift, lo specialista emiliano dei ragni cingolati presenterà al pubblico una selezione recente della propria gamma di piattaforme aeree, con altezze di lavoro dai 13 ai 42 m. In particolare, i visitatori di Piacenza Expo troveranno il ragno più grande della gamma, l’R420 e il nuovo modello RA24, che sarà presentato al mercato italiano proprio in occasione del GIS, dopo essere stato rivelato in anteprima assoluta ai Vertikal Days in Inghilterra. La piattaforma aerea cingolata telescopica R420 è ben nota per le sue capacità di lavoro in quota specialmente all’aperto ed è ideale per lavori di manutenzione e di ristrutturazione degli edifici. Il modello esposto al GIS sarà in versione ibrida (R420HY), con l’opzione argano. La nuova piattaforma cingolata a doppio pantografo RA24 è tutta da scoprire ma visto il successo riscontrato sul mercato inglese non ci sono dubbi sul fatto che diventerà presto un best seller della gamma.

Visitaci

al

FTMH Fantuzzi Team Material Handling SPA Via Galileo Galilei, 13 | 42041 Brescello (RE) (+39) 0522 480625 info@ftmh.it | www.ftmh.it

7-9 Ottobre 2021 7-9 Ottobre 2021 Piacenza

PADIGLIONE 1 STAND B34-C25

Piacenza

PADIGLIONE 1 STAND B34-C25

Sollevamento, Trasporti Eccezionali, Movimentazione Industriale e Portuale FTMH Fantuzzi Team Material Handling SPA Via Galileo Galilei, 13 | 42041 Brescello (RE) | (+39) 0522 480625 | info@ftmh.it | www.ftmh.it

24

Sollevamento | Trasporti Eccezionali | Movimentazione Industriale e Portuale


Sollevamento | Trasporti Eccezionali | Movimentazione Industriale e Portuale

25


News PLE

Esordio multifunzione per GSR ai Vertikal Days

Il debutto mondiale della B210PXJ di GSR ha illuminato verso l’alto i Vertikal Days di Peterborough, il 22 e 23 settembre scorso, in Inghilterra. La fiera inglese ha rappresentato l'occasione ideale per presentare questa nuova piattaforma aerea autocarrata su veicolo da 3,5 ton, progettata dal costruttore riminese per rispondere alle esigenze del mercato inglese ma pronta a soddisfare le richieste operative dell'intero mercato europeo. La nuova piattaforma B210PXJ integra la doppia articolazione up-and-over con un jib da 2,4 metri e una cesta a fondo piatto. Si tratta di una PLE multifunzionale e dalle alte prestazioni, che tuttavia conserva l’identità di una macchina semplice, potente e senza restrizioni, in grado di superare gli ostacoli in quota con manovre facili e intuitive. GSR, insieme al partner Hy-Acc Services per il mercato del Regno Unito, ha accolto i visitatori dei Vertikal Days che sono intervenuti numerosi per scoprire le caratteristiche tecniche del nuovo modello B210PXJ, confermato l’evento UK come cornice ideale per un’anteprima nel segno dell’affidabilità e dell’innovazione in quota.

26

Sollevamento | Trasporti Eccezionali | Movimentazione Industriale e Portuale

Sollevamento, Trasporti Eccezionali, Movimentazione Industriale e Portuale


Veniteci a trovare al

SEMPRE PIÙ GRANDI SEMPRE PIÙ EFFER

Piacenza, 7-9 Ottobre 2021

Dal 1965 abbiamo lanciato la nostra sfida alla gravità e da allora non abbiamo mai smesso di crescere, soprattutto grazie a chi, come te, dalle nostre gru ha preteso sempre qualcosa in più: più potenza, più precisione, più sicurezza, più facilità d’uso e più versatilità di installazione. Sappiamo per esperienza che insieme si arriva più in alto. Per questo abbiamo aggiunto alla ben nota qualità del servizio di assistenza pre e post-vendita Effer tutti i vantaggi di una ricerca e sviluppo straordinariamente potenziata grazie al supporto del gruppo Hiab di cui oggi facciamo parte. MODELLI SELEZIONATI EFFER PERMETTONO DI BENEFICIARE DELL’AMMORTAMENTO INDUSTRIA 4.0

effer.com Sollevamento, Trasporti Eccezionali, Movimentazione Industriale e Portuale

Sollevamento | Trasporti Eccezionali | Movimentazione Industriale e Portuale

27


PIATTAFORMA ARTICOLATA ELETTRICA SIGMA 16 PRO Compatta, agile e versatile Spazio di lavoro "best in class" Jib con rotazione orizzontale

28

Sollevamento | Trasporti Eccezionali | Movimentazione Industriale e Portuale

DAL 7 AL 9 Ottobre, a Piacenza

Sollevamento, Trasporti Eccezionali, Movimentazione Industriale e Portuale

Area Esterna, STAND I 17


NOLEGGIO

Una MJ 450 Multitel per Berti Una piattaforma aerea telescopica MJ 450 Multitel Pagliero è appena entrata a far parte del parco noleggio di Berti Piattaforme Aeree di Concorezzo (MB). Dismessa una vecchia 40 metri con ben 20 anni di servizio, l’azienda diretta da Carlo Berti ne ha trovato il valido sostituto nella nuova 45 metri. Allestibile su autocarro da 26 a 32 t, è dotata di jib estensibile che, unitamente alla rotazione della torretta di 360° continui e alla cesta con rotazione 90°+90°, permette all’operatore di posizionarsi con precisione sull’area di lavoro. A poche ore dalla consegna, la piattaforma allestita con verricello è partita per un cantiere, dove è stata utilizzata nella costruzione di un impianto sportivo. Naturalmente si tratta di un noleggio a caldo, che da sempre costituisce il core business dell’azienda, il cui parco macchine - 280 mezzi tra semoventi e autocarrate vede la presenza di oltre 30 modelli con altezza da 30 a 85 metri. Questi trovano impiego soprattutto in Lombardia, in particolare nell’area metropolitana di Milano, nelle grandi opere, la manutenzione dei condomini, la telefonia e gli impianti dell’alta tensione. Fedele cliente di Multitel Pagliero, Berti Piattaforme Aeree ha acquistato la prima articolata da 35 metri nel 1984 e sino ad oggi ben 50 piattaforme hanno fatto parte del parco noleggio. Una scelta dettata e confermata nel tempo, per l’affidabilità del prodotto, la continua innovazione tecnologica e la tempestività del servizio. Noleggiatori e aziende potranno vedere la MJ 450 al GIS di Piacenza in area esterna stand H12/L13, dove Multitel Pagliero presenterà la nuova articolata MZ 350, le articolate MZ 250, MXE 200L e le telescopiche MTE 270 e MJE 250.

Sollevamento, Trasporti Eccezionali, Movimentazione Industriale e Portuale

Sollevamento | Trasporti Eccezionali | Movimentazione Industriale e Portuale

29


News PLE

GIS 2021, le otto meraviglie di Palfinger Platforms Italy

F

olta nelle novità in esposizione, la presenza di Palfinger Platforms Italy al GIS 2021. Otto le piattaforme aeree in primo piano (negli ampi spazi dello stand F6, in Area Esterna). Tre modelli saranno presentati in assetto off-road. La P 130 A con installazione su pick-up Ford Ranger 4X4, consente di raggiungere anche le zone più impervie, per un’altezza di lavoro di 13 metri e uno sbraccio di 6,3 m. Dotata di comandi idraulici. è un modello semplice da usare, con bassi costi di manutenzione, di recente implementata per l’Industria 4.0. Fra i modelli adatti a interventi fuoristrada, sarà in fiera anche la P 480 Jumbo NX installata su MAN 4x4. Scelta dalla CMI Noleggi di San Mauro Torinese, è una piattaforma aerea compatta e dalle notevoli prestazioni, ideale per gli interventi più estremi. Infine, sarà presente il top di gamma Palfinger, la P 1000 su autocarro Tadano Faun, scelta dall’azienda Omec di Ancona. Una piattaforma con altezza di lavoro di 102 metri e uno sbraccio di 35 m grazie all’installazione su carro all-terrain, destinata a interventi di manutenzione in tutte le condizioni operative. Si tratta della settima P 1000 che PALFINGER consegna in Italia, sintomo di una crescente fiducia del mercato nazionale che sceglie sempre più spesso il marchio austriaco riconoscendo-

30

Sollevamento | Trasporti Eccezionali | Movimentazione Industriale e Portuale


ne gli elevati standard di qualità, prestazioni e sicurezza. Fra i modelli più adatti all’impiego in ambito urbano, rappresentanza affidata alle P 160 A, la “super compatta” più apprezzata della casa austriaca. Grazie alla sua installazione su Mitsubishi Fuso e alla stabilizzazione verticale in sagoma, può lavorare agilmente entro i 1,6 m di larghezza e i 4,5 metri di lunghezza. Con un’altezza di lavoro di 16 metri, il braccio articolato con un’estensione laterale di 6,3 m, questa PLE è una scelta opportuna per interventi in tutti gli spazi cittadini, anche i più ristretti. La versione in fiera è implementata sempre secondo i requisiti dell’Industria 4.0. Palfinger Platforms Italy sarà presente al GIS anche con la gamma Smart dai comandi elettrici. Sarà presentata la P170 TXE-E Plus, il modello telescopico più leggero sul mercato nella rispettiva categoria di appartenenza, allestito su Iveco Daily 35S14 con passo di 3.750 mm. Ottima manovrabilità su strada e un’altezza di lavoro di 16,9 m, per uno sbraccio di 11,8 m.

Modello ideale per chi opera su strada, anche a margine delle carreggiate, per la manutenzione dell’illuminazione pubblica, ad esempio, con la necessità di un mezzo con ingombri ridotti e una notevole estensione laterale. Da sempre l’installazione con il passo più corto presente sul mercato è un elemento di differenziazione rispetto alla concorrenza per palfinger. In occasione del GIS 2021, in campo il modello P 240 AXE-E Plus, top di gamma per la serie Smart, doppio articolata con sbraccio laterale 11,6 m, tre livelli di stabilizzazione (in sagoma, parziale e completa), e una lunghezza complessiva di soli 5.400 mm. Per chi cerca delle prestazioni davvero al vertice, sarà esposta anche la P 220 AXE-E Plus, articolata con altezza d lavoro a 21,9 m, per uno sbraccio davvero notevole fino a 13,00 m e tre livelli di stabilizzazione. Ultima scena Palfinger per la piattaforma Tunlift, dedicata alla manutenzione di gallerie e tunnel, scelta dall’impresa 4Street, per i suoi interventi in tutta Europa.

ALL’ALTEZZA DI OGNI SITUAZIONE STAND L20M15 STAND L20M15

Platform Basket srl - Via Montes ori, 1 - 42028 Poviglio - RE - Italy

platformbasket.com

ALL’ALTEZZA ALL’ALTEZZA DI DI OGNI OGNI SITUAZIONE SITUAZIONE

PlatformBasket Basketsrl srl- -ViaViaMontessori, Montessori,11--42028 42028 Poviglio Poviglio -- RE Platform RE -- Italy Italy

platformbasket.com platformbasket.com

Sollevamento, Trasporti Eccezionali, Movimentazione Industriale e Portuale

Sollevamento | Trasporti Eccezionali | Movimentazione Industriale e Portuale

31


News TRASPORTI ECCEZIONALI

L’Alis chiede manutenzione e sicurezza per il Ponte Corleone

The right machine anywhere at anytime Semplicità e comodità del noleggio Saremo alla fiera GIS di Piacenza. Vi aspettiamo in: Area Esterna, Stand R1! 32

rentmas.net Sollevamento | Trasporti Eccezionali | Movimentazione Industriale e Portuale

Sollevamento, Trasporti Eccezionali, Movimentazione Industriale e Portuale


“L’attuale condizione strutturale del Ponte Corleone, infrastruttura fondamentale per i collegamenti per la città di Palermo, continua a destare preoccupazione anche tra gli autotrasportatori, dal momento che rappresenta anche l’unico collegamento tra le autostrade A19 verso Catania e Messina e A29 verso Trapani e Mazara. In un momento storico nel quale tutte le Istituzioni nazionali e locali stanno dando massima importanza alla modernizzazione e all’efficientamento delle infrastrutture, riteniamo opportuno intervenire anche sullo stato manutentivo di un ponte così strategico per l’intero territorio siciliano e per il trasporto merci”. Così Marcello Di Caterina, vicepresidente e direttore Generale di Alis, interviene in merito alla questione del Ponte Corleone, molto sentita dall’intero settore del trasporto siciliano. “Non possiamo infatti dimenticare che l’ordinanza del Comune di Palermo n. 1447 del 28 novembre 2019, che vieta il transito dei mezzi con peso complessivo a pieno carico maggiore di 32 tonnellate per ragioni strutturali del Ponte Corleone, ha causato un disagio evidente alle aziende di autotrasporto - aggiunge Di Caterina - Le imprese sono state costrette, e lo sono ormai da due anni, a utilizzare dei percorsi alternativi che implicano ritardi sulla consegna delle merci, aumento delle ore di guida per gli autisti, continua congestione del traffico cittadino nonché aumento delle emissioni inquinanti. Essendo venuti a conoscenza dalla stampa della positiva notizia che ad inizio luglio è stato siglato un accordo quadro tra il Comune di Palermo e l'Anas per la manutenzione e la sistemazione del Ponte Corleone, chiediamo appunto al Comune di Palermo un intervento immediato di manutenzione e di messa in sicurezza del Ponte, al fine di ripristinare il regolare transito anche ai veicoli con peso complessivo a pieno carico maggiore di 32 tonnellate”.

www.pm-group.eu

LA GRU PER AUTOCARRO DAL 1959. Sollevamento, Trasporti Eccezionali, Movimentazione Industriale e Portuale

Sollevamento | Trasporti Eccezionali | Movimentazione Industriale e Portuale

33


News MOVIMENTAZIONE PORTUALE

Porto Sostenibile, al via la misura per le strutture turistiche

L’Autorità mondiale dell’accesso aereo mobile

Veniteci a trovare al

Piacenza, 7-9 Ottobre 2021

Se34utilizzi una di queste, Sollevamento | Trasporti Eccezionali | Movimentazione Industriale e Portuale

Trova un centro di formazione IPAF autorizzato in www.ipaf.org/it

ti serve una di queste.

Sollevamento, Trasporti Eccezionali, Movimentazione Industriale e Portuale


®

È stata avviata la fase operativa del modello Porto Sostenibile, lo standard per la gestione sostenibile dei Marina Italiani, che è stato presentato lunedì 20 settembre al 61° Salone Nautico di Genova agli operatori del settore della Nautica da Diporto, nello stand Assonat (Associazione Nazionale Approdi e Porti Turistici). “È un progetto superiore e innovativo a cui teniamo molto - ha dichiarato Luciano Serra, presidente di Assonat - Il modello è completo e alla portata del settore della nautica da diporto italiana, che chiede a gran voce uno sviluppo sempre più sostenibile delle strutture ricettive. Saranno le linee guida del nostro prossimo futuro, anche perché ancora non abbiamo una cultura avanzata su tali tematiche e dobbiamo dare ancora più qualità e affidabilità ai nostri clienti. Porto Sostenibile® sarà il fiore all’occhiello per i porti turistici italiani, anche perché tutelare l’ambiente nel quale lavoriamo significa fornire ospitalità nel migliore dei modi”. Il progetto Porto Sostenibile nasce dalla necessità di adottare nuove strategie orientate allo sviluppo sostenibile per incrementare la competitività e la qualificazione della filiera Nautica da Diporto, e dalla volontà di comunicare in maniera oggettiva e trasparente le prestazioni del settore agli Stakeholder, con particolare riferimento alla pubblica amministrazione locale. Il modello, sviluppato attraverso un gruppo di lavoro guidato da ICStudio, partner tecnico da oltre dieci anni di Assonat, consente di valutare il grado di sostenibilità di un Marina attraverso un Capability Model strutturato in cinque livelli di maturità organizzativa e 100 indicatori di prestazione suddivisi in sette ambiti strategici: qualità del servizio al cliente, gestione della destinazione turistica, responsabilità ambientale e impronta climatica, responsabilità sociale e sicurezza dei lavoratori e degli ospiti, responsabilità amministrativa d’impresa, innovazione digitale, affidabilità economica. L’attestazione dei risultati sarà effettuata da Enti Terzi Indipendenti attraverso la valutazione del livello di maturità esistente nella gestione per obiettivi e la verifica delle prestazioni raggiunte sugli indicatori di sostenibilità dal Marina. raggiungere successi imprenditoriali sostenibili, avvalorati da risultati concreti, riconosciuti e confrontabili in ambito internazionale.

Sollevamento, Trasporti Eccezionali, Movimentazione Industriale e Portuale

IN OGNI SOLUZIONE SEMPLICE C’È UNA GRANDE IDEA_

Vi aspettiamo alla fiera

a Piacenza dal 7 al 9 ottobre in AREA ESTERNA F14/H7

PERFORMANCE: ALTEZZA DI LAVORO 24 M SBRACCIO 14 M PORTATA MAX 250 kG

È TORNATA MULTIPURPOSE: COMPATTEZZA, DOPPIO TELESCOPICO E JIB, ED IN PIÚ LE ECCEZIONALI PRESTAZIONI DI S3 EVO!

Tel. +39 0464 48.50.50 Fax +39 0464 48.50.99 www.ctelift.com info@ctelift.com

Sede: CTE SpA - Via Caproni, 7 - 38068 Rovereto (TN) - Italy Stabilimenti: Loc. Terramatta, 5 - 37010 Rivoli V.se (VR) - Italy via E. Fermi, 2 - 37010 Affi (VR) - Italy Sollevamento | Trasporti Eccezionali | Movimentazione Industriale e Portuale

35


Veniteci a trovare al

Piacenza, 7-9 Ottobre 2021

36

Sollevamento | Trasporti Eccezionali | Movimentazione Industriale e Portuale

Sollevamento, Trasporti Eccezionali, Movimentazione Industriale e Portuale


Veniteci a trovare al

Piacenza, 7-9 Ottobre 2021

Area Esterna Stand L22/M17

MOVIMENTAZIONE PORTUALE

Terberg e il trattore della sostenibilità

Un veicolo da lavoro portuale evoluto e in grado di cambiare il mondo del trasporto e della movimentazione sulle banchine e nei terminal. L’YT203-EV di Terberg è il trattore full Electric che l’importatore italiano Manuport presenterà al GIS 2021. Dotato di una batteria da 222 kWh (nella versione di massima potenza), a copertura di un turno di lavoro da 10 ore, il YT203-EV è il frutto di una ricerca avanzata che in Ternberg procede a tappe forzate dal 2014. L’alimentazione è assicurata da un cavo concepito secondo gli standard automotive, che permette la ricarica del mezzo in 2-4 ore.

COME SE NON CI FOSSERO

I SOLLEVATORI ELETTRICI DI JLG ZERO EMISSIONI – ZERO RUMORE Pensati per lavorare in luoghi sensibili senza disturbare l’ambiente circostante, i sollevatori elettrici JLG© sono alimentati con batterie agli ioni di litio, sicure e veloci da caricare, e da due motori elettrici, per operare in modo pulito con il massimo dell’efficienza in qualsiasi area di lavoro. Provateli e scoprite le prestazioni incondizionate e la flessibilità di poter lavorare in interni e all’esterno con un’unica macchina. Per saperne di più su come i sollevatori elettrici aiutano ad adeguarsi agli obblighi ambientali senza impattare sulla produttività, visitate jlg.com/EC-boom

Sollevamento, Trasporti Eccezionali, Movimentazione Industriale e Portuale

JLG Industries Italia Srl Via Po, 22 | 20010 Pregnana Milanese (MI) | italia@jlg.com Tel. 02 9359 5210

Sollevamento | Trasporti Eccezionali | Movimentazione Industriale e Portuale

37


News PLE

Genie e la generazione E-Drive a Piacenza Expo Si tratta di un fulcro di interesse certo, per una vasta platea di operatori nel settore industriale e della logistica. Le nuove piattaforme a forbice Genie GS E-Drive sono progettate con il sistema di trazione elettrica CA, all’avanguardia. Con meno componenti mobili, più facili da riparare e senza le perdite di olio incidentali della trazione idraulica, le PLE E-Drive, completamente elettriche, cambiano in modo decisivo la redditività delle piattaforme a pantografo, offrendo macchine con una migliore pendenza superabile e un'autonomia più lunga con una sola carica.

Smart Hydraulics. Easy Business.

Funzioni di sicurezza

Connettività

Sistemi modulari

Efficienza

Interconnessione intelligente: Con le soluzioni idrauliche HAWE, si ottiene esattamente ciò di cui si ha bisogno: Attuatore, controlli, sensori e software applicativo da un‘unica fonte. | www.hawe.com Mattro: Nostro team per l‘elettrificazione delle macchine mobili STW: Il38 nostro partner per le unità di controllo elettronico e sensoristica Sollevamento | Trasporti Eccezionali | Movimentazione Industriale e Portuale

Sollevamento, Trasporti Eccezionali, Movimentazione Industriale e Portuale


Veniteci a trovare al

Piacenza, 7-9 Ottobre 2021

Area Esterna Stand I46/L33-I44

Sollevamento, Trasporti Eccezionali, Movimentazione Industriale e Portuale

Sollevamento | Trasporti Eccezionali | Movimentazione Industriale e Portuale

39


News MOVIMENTAZIONE INDUSTRIALE

Enerpac nel cantiere dei mega yacht Amico Un sistema di carrelli per sollevamento pesante è stato fornito da Enerpac Heavy Lifting Technology ai cantieri Amico & Co, specializzati in refit e riparazioni di super e mega yacht; il sistema è dedicato al sollevamento e al trasporto di yacht del peso fino a 4.000 tonnellate. Parte integrante della nuova espansione ShipLift di Amico nel suo cantiere di Genova, il sistema di carrelli Enerpac consente all’azienda di aumentare significativamente l’nfrastruttura del cantiere con sei nuovi slot di lavoro per ulteriori mega yacht fino a 95 m. Il sistema Amico ShipLift permette agli yacht che altrimenti dovrebbero essere ormeggiati in bacini di carenaggio di essere prelevati e collocati su supporti rigidi per gli stessi lavori di riparazione e refit. Questo modulo di sollevamento utilizza una piattaforma sommergibile, alloggiata all'interno di una struttura di bacino dedicata, che solleva l'imbarcazione fino al livello del suolo usando una serie di paranchi sincronizzati. Il sistema di carrelli Enerpac corre sotto il cavalletto che sostiene lo yacht, solleva il cavalletto e lo sposta lungo un sistema a binario fisso che attraversa il cantiere.

Veniteci a trovare al

Piacenza, 7-9 Ottobre 2021

40

Sollevamento | Trasporti Eccezionali | Movimentazione Industriale e Portuale

RUTHMANN ITALIA S.r.l.

Sollevamento, Trasporti Eccezionali, Movimentazione Industriale e Portuale

Via Santa Maria del Piano di Sotto, 91/b 47854 Montescudo (Rimini) | ITALY

Tel.: +39 0541 756872 info@ruthmann.it

www.ruthmann.it


le!

possib it e k a m e W SYSTEM INTEGRATION Competent engineering & software design department SERVICE

Highly skilled personnel

SPARE PARTS High performance electronic components

RETROFIT Retrofitting & Revamping

SPECIAL AUTOMATION Customized systems solutions

Il sistema di carrelli Enerpac comprende un totale di 24 carrelli posizionati in due file di 12 a coppie sotto il cavalletto che sostiene la nave. Ogni carrello è dotato di due cilindri idraulici: uno con una SWL di 170 tonnellate per sollevare lo yacht e uno con capacità ridotta per sollevare il carrello per una rotazione di 90° delle ruote del carrello. In questo modo il sistema di carrelli è in grado di spostare facilmente lo yacht attraverso la rete ferroviaria. L'intero sistema di carrello di sollevamento è controllato da un unico sistema di controllo wireless portatile, che permette ad un solo operatore un funzionamento completamente integrato e sincronizzato. I movimenti del carico sono più stabili grazie al movimento continuo e alla capacità di controllare con precisione la velocità di spostamento, incluse l'accelerazione e la decelerazione, questo lo rende molto adatto a movimenti ripetitivi. Il sistema di carrelli dell'Enerpac è anche facile da trasportare e distribuire grazie al suo design modulare, che può essere ulteriormente ampliato per soddisfare i requisiti di progetti più grandi.

Sollevamento, Trasporti Eccezionali, Movimentazione Industriale e Portuale

3Bmust International Srl Via Operai 40 16149 Genova Italy Tel 010 8596800 Fax 010 8596899 info@3bmustint.com www.3bmustint.com

Come and see us at

7-9 October 2021 - Piacenza, Italy

Pavilion 1 Stand A59

Follow us on Sollevamento | Trasporti Eccezionali | Movimentazione Industriale e Portuale

41


News GRU E AUTOGRÙ

Valore e innovazione, JMG raddoppia al GIS 2021 Dopo le fiere JDL in Francia, Matexpo in Belgio e Marmomac a Verona, è il turno del GIS 2021 per JMG Cranes. L’azienda specializzata in gru industriali Pick & Carry dalla tecnologia e dal design avanzati, opera con una sede commerciale a Cremona e un impianto produttivo a Sarmato, in provincia di Piacenza. Con la partecipazione alla kermesse di Piacenza Expo, il costruttore gioca in casa, accreditandosi come veterano del GIS fin dalle prime edizioni e adottando un doppio stand (B2C1/C2D1, Padiglione 1) dove accoglierà i visitatori che potranno finalmente vedere e analizzare in presenza una significativa schiera di macchine, selezionate dalla notevole gamma JMG. “Quella di JMG Cranes a GIS è una presenza dal forte impatto sul visitatore - rivelano dalla divisione Marketing dell’azienda - Oltre alla posizione dello stand e al suo layout raddoppiato, saranno proprio le macchine e il loro valore intrinseco a completare l’opera. Tra i modelli previsti al GIS, il pubblico troverà le gru MC45S, MC70S, MC100S, MC130S, MC180S, insieme alla rivelazione MC22.5RE. Pur non essendo novità assolute (per queste, JMG Cranes ha deciso di organizzare un evento ad hoc, di cui parleremo nelle prossime righe, ndr.), la scelta di questi modelli è quanto mai oculata, perché insieme permettono al visitatore di avere una panoramica completa della gamma di pick&carry (e non solo) offerta da JMG Cranes. Senza dimenticare, comunque, che tutti questi modelli sono stati oggetto di un profondo restyling nell’arco degli ultimi 18 mesi, e che la MC22.5RE è una novità lanciata sul mercato a inizio 2021”.

Dal 1990 progettiamo, costruiamo e commercializziamo piattaforme di lavoro aereo. Migliaia di macchine Palazzani lavorano ogni giorno nel mondo per portare più in alto lavoro e sicurezza. La rete Palazzani garantisce assistenza, personalizzazione e manutenzione in tutti i Paesi.

Da 17m A 52m Eco Hybrid Bi Energy

Veniteci a trovare al

Cingoli Ruote Piacenza, 7-9 Ottobre 2021

42

Sollevamento, Trasporti Eccezionali, Movimentazione Industriale e Portuale

Sollevamento | Trasporti Eccezionali | Movimentazione Industriale e Portuale

www.palazzani.it


La novità ulteriore di questa edizione del GIS, per JMG, riguarda le aree che verranno allestite all’interno dello stand: uno spazio training, dove si svolgeranno dimostrazioni operative con le gru, e un’area informatizzata dove gli ingegneri JMG mostreranno ai visitatori come avviene la progettazione delle gru elettriche. JMG Cranes ha deciso di non presentare a GIS 2021 una delle proprie novità, come dicevamo, ma di dedicarle un evento ad hoc nella sede di Cremona, la sera di sabato 9 ottobre 2021, con un’intera serata riservata alla presentazione ufficiale del nuovo carrello gru MC250.09 FL. Le motivazioni di questa scelta sono più di una: la prima è che la nuova MC250.09FL è un nuovo concept di gru dedicato a un pubblico di operatori molto particolare e specializzato. Inoltre, JMG Cranes vuole tornare a stabilire un appuntamento periodico con i propri clienti all'interno dell'ampia sede commerciale di Cremona, location progettata non solo per essere una sede aziendale, ma con l’intento di farne un vero e proprio luogo di incontro per eventi.

Sollevamento, Trasporti Eccezionali, Movimentazione Industriale e Portuale

Sollevamento | Trasporti Eccezionali | Movimentazione Industriale e Portuale

43


News ATTREZZATURE/TRASPORTI ECCEZIONALI

CLM, l’alluminio prezioso del sollevamento in fiera a Piacenza L’azienda è stata fondata nel 1992 e l’anno prossimo festeggerà il proprio, glorioso trentennale. Il costruttore dmodenese è specializzato da sempre nella produzione di sistemi da carico in alluminio certificati e al prossimo GIS 2021 sarà presente con la l’intera gamma di rampe da carico in alluminio - con la presentazione della propria linea di rimorchi in alluminio dedicati al trasporto di piattaforme aeree cingolate e mezzi d’opera. Definitive CLM - questo è l’attuale denominazione dell’azienda, che dal 2016 è entrata in Definitive Group, parte di un network internazionale che comprende 26 aziende in vari settori industriali - rivela nel suo portafoglio prodotti una gamma che va dalle rampe standard per il carico di mezzi d’opera (piattaforme aeree, macchine movimento terra), alle rampe per il carico di veicoli (anche in abbinamento ai mezzi di soccorso), così come ai sistemi per rimorchi, carrelloni e colli d’oca, per arrivare alla linea di passerelle e prodotti speciali per la logistica e le aziende di trasporto.

Veniteci a trovare al

Piacenza, 7-9 Ottobre 2021

Area Esterna Stand N2a

I n t e r n a t i o n a l

Accessori per il mercato delle gru idrauliche, del sollevamento e della movimentazione

Tel: +39 0522 2387 Vendite Italia: 44 salesitalia@ferrariinternational.com Export Dept.: salesinternational@ferrariinternational.com Sollevamento | Trasporti Eccezionali | Movimentazione Industriale e Portuale

Sollevamento, Trasporti Eccezionali, Movimentazione Industriale e Portuale

www.ferrariinternational.com


Definitive CLM si candida quest’anno agli ILTA Awards del GIS con un proprio modello di rimorchio in alluminio con il quale è possibile movimentare macchine fino a 29 quintali di peso (piattaforme aeree, miniescavatori e altre tipologie). “I vantaggi indubbi di questo prodotto rispetto allo standard dei rimorchi in acciaio consistono nella maggior portata (in funzione della leggerezza del materiale utilizzato) e dalla incorruttibilità dell’alluminio, che non è soggetto a ruggine e quindi non necessita di verniciatura, rimanendo sempre uguale nel tempo sia nell’aspetto che a livello funzionale - spiegano i progettisti CLM - Inoltre, mentre l’aumento del costo delle materie prime ha di fatto livellato il gap di prezzo fra i materiali, in ottica green va ricordato che l’alluminio, rispetto ad altri metalli è riciclabile all'infinito, al 100% e con l'utilizzo del solo 5% di energia elettrica necessaria per la produzione di quello primario, senza scarto. Tutti i rimorchi sono dotati di omologazione europea”. CLM Components, azienda e brand commerciale all’interno del gruppo Definitive, fondata il 21 aprile di quest’anno da un gruppo giovane e dinamico (anche se le persone al suo interno possono vantare più 15 anni di esperienza nel settore), si propone come riferimento commerciale principalmente per la distribuzione di cingoli in gomma per piattaforme aeree (con il brand CLM Tracks), macchine da costruzione, parti ricambio aftermarket e accessori. L’azienda può contare su una nuovissima sede di 2.500 metri quadrati, insediata nel comune di Cavezzo (Mo) e dotata di tutte le più moderne tecnologie di stoccaggio e gestione della merce. Oltre a poter contare sulla collaudata rete di vendita del gruppo, CLM Components attraverso il suo e-commerce collegato in tempo reale alle giacenze di magazzino ed la sua logistica automatizzata, si prefigge di fornire un servizio affidabile e di qualità alla propria clientela. La scelta dei prodotti da offrire ha avuto come driver principale la qualità ed affidabilità del prodotto, in accordo con i valori e l’elevato standard delle altre aziende del gruppo. I fornitori sono stati selezionati con un’attendo esame degli standard qualitativi di prodotto e di processo, con un’occhio attento anche agli aspetti sicurezza ed ambiente. L’agilità produttiva e l’automazione della nuova struttura consentono di raggiungere questi standard elevati pur mantenendo un costo del servizio altrettanto competitivo.

NOLO AUTOGRU E MOTRICI GRU FINO A 300 TON TRASPORTI ECCEZIONALI E NORMALI FINO A 100 TON IN TUTTA ITALIA CON DUE SEDI DIRETTIVE, NEL LAZIO E NELLA CAMPANIA

Sedi e contatti: Sede Principale: Via Nomentana, 1111 - 00137 ROMA (RM) Sede Secondaria: Strada Statale 265 km 27.252 - 81025 MARCIANISE (CE) Telefono: 06/41734424 - 335/230477 Piccoli@piccoliautogru Sollevamento, Trasporti Eccezionali, Movimentazione Industriale e Portuale

www.piccoliautogru.it Sollevamento | Trasporti Eccezionali | Movimentazione Industriale e Portuale

piccoli@piccoliautogru.com

45

piccoliautogru


GRU E AUTOGRÙ

LLC Modern Machinery distributore Terex Cranes nel Far East Russia Terex Cranes ha scelto la struttura di LLC Modern Machinery Far East come distributore autorizzato per l’Estremo Oriente della Federazione Russa. Modern Machinery fornirà l'intera gamma delle gru fuoristrada Terex e delle gru a torre, oltre a offrire pezzi di ricambio originali e manutenzione di macchinari in tutte le aree del mercato Far East Russia, in particolare nelle regioni di Magadan e Sakhalin, tnel erritorio della Kamchatka, nella regione autonoma di Chukotka, e nel Oymyakonsky Ulus della Repubblica di Sakha (Yakutia). Da quasi 30 anni, Modern Machinery è leader di mercato nella fornitura, riparazione e assistenza di attrezzature a più di un migliaio di aziende minerarie, edili, stradali, portuali, forestali e municipali nell'Estremo Oriente russo. L'azienda è rinomata per i suoi servizi di backup, con una flotta di oltre 140 veicoli di supporto tecnico, comprese officine mobili per la riparazione sul campo e auto fuoristrada.

AL MONDO

IL 1° TELESCOPICO FULL ELECTRIC

IL 1°

News

-60% costi d’esercizio • Zero Emissioni • Basso livello sonoro 64 dB • Ricarica in meno di 2 ore con carica batterie Fast • Altezza massima di sollevamento 6 m • Capacità di sollevamento fino a 2,6 t Veniteci a trovare al

FARESIN INDUSTRIES SPA - Via dell’Artigianato, 36 - 36042 Breganze, Vicenza Tel. +39 0445 800300 - Fax. +39 0445- 60% 800340costi - faresin.cd’esercizio om • Zero Emissioni • Basso livello sonoro 64 dB •

Piacenza, 7-9 Ottobre 2021

Ricarica in meno di 2 ore con carica batterie Fast • Altezza massima di sollevamento 6 m • Capacità di sollevamento fino a 2,6 t FARESIN INDUSTRIES SPA - Via dell’Artigianato, 36 - 36042 Breganze, Vicenza Tel. +39 0445 800300 - Fax. +39 0445 800340 - faresin.com

46

Sollevamento | Trasporti Eccezionali | Movimentazione Industriale e Portuale

Sollevamento, Trasporti Eccezionali, Movimentazione Industriale e Portuale


Veniteci a trovare al

Piacenza, 7-9 Ottobre 2021

Keep on moving to the future SEDE PRINCIPALE Via Galvani 11/13 28060 S. Pietro Mosezzo (NO) +39.0321.35000

FILIALE DI BRESCIA via Giuseppe Nicolini, 13 25126 Brescia +39.030.3732070

Sollevamento, Trasporti Eccezionali, Movimentazione Industriale e Portuale

Seguici su

FILIALE DI GRAVELLONA TOCE Via Nuova, 106 28883 Gravellona Toce (VB) +39.348.3173247

FILIALE DI GALLARATE Via Olona, 116 21013 Gallarate (VA) +39.0331.796187

47

www.autovictor.it Sollevamento | Trasporti Eccezionali | Movimentazione Industriale e Portuale


Cover Story FASSI

Una Cometa che continua a salire

Protagonista delle gru idrauliche di generazione avanzata, il costruttore di Albino (Bg) rivela al GIS 2021 la propria vocazione di leader d’avanguardia. Tra gli ultimi vertici di ricerca, il sistema SHT (Smart Hybrid Technology) e la rivoluzionaria F1450R-HXP Techno. Per ribadire una supremazia di visione

U

n pensiero di innovazione continua, di ricerca dei confini possibili in un futuro avanzato dove la gru e l’operatore dialoghino perfettamente. Questo è il pensiero che appartiene a Fassi, negli anni proficui in cui il costruttore di Albino è impegnato nelle soluzioni legate all’industria 4.0, alla diagnostica predittiva, alla connettività e all’applicazione della sensoristica in un contesto di utilizzo smart e all’avanguardia da parte dello specialista del sollevamento. In oltre cinquant’anni l’azienda ha realizzato decine e decine di modelli che hanno segnato la storia delle gru idrauliche su autocarro; è stata anche la prima a proporre sul mercato l’Internet of Cranes, la condivisione in rete delle gru Fassi per un impiego connesso, secondo la logica di una macchina intelligente, che opera in

48

Sollevamento | Trasporti Eccezionali | Movimentazione Industriale e Portuale

Sollevamento, Trasporti Eccezionali, Movimentazione Industriale e Portuale


logica predittiva in funzione della propria autoconservazione, individuando l’usura e i deficit funzionali, proprio attraverso i sensori deputati alla diagnostica. Alla vigilia delle Giornate Italiane del Sollevamento 2021, i principi su cui il pioniere Franco Fassi ha fondato, nel 1965, la sua avventura imprenditoriale nel mondo delle gru, sono ancora gli stessi. Quelli di un’impresa, secondo le parole del figlio (e attuale amministratore delegato) Giovanni “che opera nel nuovo millennio con gli stessi valori delle nostre origini: la qualità, l’innovazione, la coerenza, la sicurezza, l’internazionalità. C’è tutta l’eccellenza di un marchio che ha trovato uno spazio preciso nel cuore di decine di migliaia di

operatori in ogni parte del mondo. Grazie a queste solide fondamenta abbiamo potuto sviluppare la nostra identità guarda-

no con fiducia verso orizzonti lontani, con la forte spinta innovativa che da sempre ci contraddistingue. Non ci siamo accontentati mai e siamo andati sempre avanti con il coraggio dei pionieri e con gli occhi degli esploratori”. Eccolo, allora, lo spirito da esploratori, manifestarsi poche settimane fa, in Norvegia, dove l’importatore Nord-Kran A/S di Oslo ha consegnato le prime due gru Fassi totalmente elettriche dotate del sistema Fassi SHT (Smart Hybrid Technology). Due esemplari propulsi in modalità eco-sostenibile, alimentate da un powerpack a batterie ibrido al litio, ricaricabile sia dal motore termico del camion duran-

Progetto “stiff boom” per l’area Asia Pacific Fassi ha introdotto recentemente nella propria gamma il modello XR710, ad articolazione singola, con una capacità di sollevamento massima di 7 ton. Si tratta della prima gru della nuova linea “stiff boom cranes” (gru a monobraccio rigido). Il nuovo progetto ha coinvolto importatori e clienti della divisione Fassi Asia Pacific con sede a Nilai, vicino a Kuala Lumpur, in Malesia - per sviluppare una serie dedicata specificamente a quest’area geografica e più in generale ai mercati internazionali in cui la domanda per questa tipologia di gru è elevata. La XR710 è disponibile oggi in due versioni, XR714 e XR716.

Sollevamento, Trasporti Eccezionali, Movimentazione Industriale e Portuale

Sollevamento | Trasporti Eccezionali | Movimentazione Industriale e Portuale

49


Cover Story

te le fasi di trasferimento, sia dall’alimentazione di rete. Con il sistema Fassi SHT (Smart Hybrid Technology) le gru Fassi, a partire dal modello Micro fino alla classe delle 40 tm di capacità, possono essere utilizzate senza limiti di accesso in tutti quei contesti che richiedono ormai macchine operatrici a zero emissioni e con requisiti di notevole silenziosità. Sostenibilità e intuizioni avanzate costituiscono ancora l’avvenire di Fassi, con un salto innovativo che esalta le performance della gru. Il risultato mirabile di questa straordinaria spinta al settore, si rivelerà al GIS 2021 con l’identità di una nuova generazione di gru, caratterizzata da un

50

Sollevamento | Trasporti Eccezionali | Movimentazione Industriale e Portuale

sistema rivoluzionario di controllo tecnologico che esalta precisione ed efficienza. Il frutto della nuova sfida si chiama oggi F1450R-HXP Techno, una gru dove l’incremento del controllo dinamico della velocità di lavoro - ottenuto grazie a nuova tecnologia che gestisce e personalizza lo sfruttamento delle aree di lavoro a favore delle capacità di sollevamento - si abbina a un design inedito del gruppo di sfilo delle sezioni-braccio. Questa combinazione contribuisce attivamente alla performance di sollevamento verticale, con il circuito idraulico - a doppia alimentazione - che aumenta nel modo più significativo la velocità di movimentazione della gru. L’evoluto sistema di controllo digitale, la

nuova interfaccia display, la possibilità di radiocomandare gli stabilizzatori e il nuovo assetto dell’impianto, ottimizzano ulteriormente le performance di questo modello. Senza contare il sistema di carrucole ripiegabili sul verricello, la possibilità di abbinare alla gru il nuovo jib Fassi L82 e l’ottimo rapporto peso-potenza, per altrettanti punti di forza in grado di conquistare - alla presentazione in fiera, a Piacenza Expo - tutta una generazione di nuovi operatori. L’Europa del GIS confermerà senz’altro l’apprezzamento per il costruttore di Albino (Bg) e per la sua scelta di proporre un’offerta pluriprodotto, pluriservi-

Sollevamento, Trasporti Eccezionali, Movimentazione Industriale e Portuale


zio e plurimercato, secondo la vocazione di gruppo internazionale a capo di una galassia di marchi integrati e con tutta la forza di un network di distribuzione che contempla forti connotazioni e specificità territoriali. Senza contare lo sguardo lungimirante alle induzioni applicative che si declinano in diversi settori. Recentemente una gru Fassi F515RA.2.26 e-dynamic, con verricello V30 a tiro triplo, è stata allestita su un carro ferroviario con autoscala

polivalente APV 320, a contributo della realizzazione di due linee ferroviarie elettrificate nell’area di Milano, vicino alla stazione di Lambrate. Anche in questo caso, portiamo un altro esempio virtuoso, l’ennesimo, dedicato alla movimentazione di tralicci e pali e alla loro installazione lungo le linee ferroviarie, per situazioni di impiego in cui le gru Fassi risultano decisive per interventi realizzati con la massima sicurezza secondo le modalità più effi-

Sollevamento, Trasporti Eccezionali, Movimentazione Industriale e Portuale

cienti. Per arrivare a questi risultati, Fassi ha sempre seguito sinergie virtuose con partner di progetto e allestitori. In questo caso, la SVI di Lucignano (Sr) ha realizzato il carro ferroviario per il montaggio della gru, confermandosi come produttore di attrezzature all’avanguardia nel settore ferroviario, in totale simbiosi con la ricerca e sviluppo che caratterizza Fassi in ogni realizzazione su specifica del cliente dei propri modelli.

Sollevamento | Trasporti Eccezionali | Movimentazione Industriale e Portuale

51


Cover Story

Il futuro digitale condiviso di Fassi rivelò più di cinque anni orsono la Fassi SmartApp, un sistema integrato di lettura e di raccolta dati in tempo reale, capace di fornire diagnosi in remoto sul funzionamento della gru, compatibile con il sistema Android. Potenzialità ottimizzate, secondo statistiche di utilizzo e tempistiche di manutenzione fornite puntualmente all’analisi e alla valutazione di strumenti di calcolo intelligenti, nell’ottica di programmare e gestire i costi di manutenzione con migliori performance per un periodo più prolungato, con l’assistenza immediata da remoto in caso di problematiche improvvise e inconsulte. Brevettato a livello europeo, dopo un lungo iter durato quattro anni all’Ufficio Brevetti italiano, la Fassi SmartApp portò la Commissione europea a concedere l’applicazione per quasi tutti i punti richiesti da Fassi dopo una serie di incontri approfonditi e di contraddittori della stessa Commissione con i tecnici del dipartimento R&D Fassi. Un punto di autorevolezza che rimarrà come traguardo storico del costruttore italiano sul fronte della sicurezza e della già citata connettività tra gru e operatore. Oggi, alla vigilia delle Giornate Italiane del Sollevamento, il nuovo passo tecnologico di Fassi realizza le opportunità più avanzate dell’Intelligenza Artificiale nel settore del sollevamento, con una piattaforma software per l’identificazione delle anomalie funzionali delle gru come base di partenza nell’ottenimento di un sistema di diagnostica evoluto. L’obiettivo, condiviso da Fassi con il consorzio tecnologico Intellimech (di cui il costruttore di Albino è socio e cofondatore) si colloca all’interno del progetto europeo AI-Regio. Un’opportunità molto promettente per seguire ancora una volta la stella del progresso, sulla scia della quale Fassi è ancora in grado di accedere al cielo stellato della conoscenza. A beneficio del grande e affollato universo delle gru.

52

Sollevamento | Trasporti Eccezionali | Movimentazione Industriale e Portuale

Sollevamento, Trasporti Eccezionali, Movimentazione Industriale e Portuale


Sensori progettati per la sicurezza funzionale EN13849

Veniteci a trovare al

Alte prestazioni in condizioni estreme

Piacenza, 7-9 Ottobre 2021

Padiglione 2 Stand P20

I nostri sensori compatti di inclinazione, geometria e rotazione soddisfano questa elevata richiesta. Sviluppati per veicoli di sollevamento, rilevano in modo affidabile e preciso movimentazioni lineari ed angolari. Per saperne di più: www.baumer.com

24 Sollevamento, Trasporti Eccezionali, Movimentazione Industriale e Portuale Sollevamento | Trasporti Eccezionali | Movimentazione Industriale e Portuale

53 Sollevamento, Trasporti Eccezionali, Movimentazione Industriale e Portuale Sollevamento | Trasporti Eccezionali | Movimentazione Industriale e Portuale


Gru e Autogrù VERNAZZA AUTOGRU

Vado Gateway, “Magnifica Visione” della logistica d’Italia

DAL CORAGGIO DELLO SPECIALISTA GENOVESE DEI GRANDI SOLLEVAMENTI, UN INVESTIMENTO SENZA PRECEDENTI CHE CAMBIERÀ VOLTO AL TESSUTO ECONOMICO E OCCUPAZIONALE DEL SAVONESE E NON SOLO. IL POLO LOGISTICO DELLA LIGURIA ORIENTALE STA AVANZANDO NELLA REALIZZAZIONE CON TUTTE LE PREROGATIVE DI UN PROGETTO STRAORDINARIO, AL SERVIZIO DELLE MANIFATTURE E DEI TRASPORTI TRANSNAZIONALI

54

Sollevamento | Trasporti Eccezionali | Movimentazione Industriale e Portuale

Sollevamento, Trasporti Eccezionali, Movimentazione Industriale e Portuale


Q

uando si varca l’ingresso della grande area, l’impressione che accoglie l’ospite è quella di un mondo in trasformazione. Il Polo Logistico di Vernazza Autogru è davvero un pensiero dinamico che dipana i suoi effetti sui vasti spazi dismessi che mutano aspetto, giorno dopo giorno.

È passato poco più di un anno dall’accordo sottoscritto da Vernazza con Tirreno Power per l’acquisizione, da parte di uno dei grandi protagonisti del sollevamento nazionale, degli insediamenti che occupavano l’ex centrale a carbone di Vado Ligure. Proprio su questi terreni, sta sorgendo l’immenso polo logistico dedicato allo stoccaggio di materiali e manufatti, alla manutenzione di gru e attrezzature e alla prossima sede di un’ambiziosa scuola di formazione per gruisti professionali. “Noi viviamo qui dentro, praticamente. Il nostro non è semplicemente un lavoro, ma una missione da portare a termine - ci spiega, con una passione che sembra infinita, Giulia Vernazza ingegnere con il compito primario di co-

ordinare le operazioni di riconversione e allestimento del nuovo polo logistico - Lo smantellamento del vecchio carbodotto rappresenta solo la prima tappa di un cammino lungo e impegnativo. Un programma che tutto lo staff Vernazza Autogru sta seguendo con una concentrazione e un’abnegazione febbrile, senza sosta. Dal successo di questo grande progetto, dipende il rilancio economico e la reindustrializzazione di una parte importante del Ponente ligure. Stiamo operando su un’area complessiva di 300.000 mila metri quadrati, dalla quale dobbiamo ricavare la struttura di un hub all’avanguardia per un ciclo virtuoso di attività industriali, logistiche, di testing e di formazione professionale”.

Nel mare delle opportunità Il nuovo polo logistico di Vado Ligure, nell’ambito delle numerose attività integrate, permetterà nei prossimi anni, a Vernazza Autogru, di organizzare e allestire diverse tipologie di servizi dedicati alle imprese che si insedieranno nell’area. Dai sollevamenti con gru tralicciate, telescopiche e semoventi, alla movimentazione con SPMT (Self Propelled Modular Transporter), fino alle operazioni di skidding e posizionamento con martinetti, l’offerta di supporto alle imprese di Vernazza Autogru comprenderà anche trasporti standard ed eccezionali, con l’allestimento di tensostrutture per attività indoor, il montaggio di campi base provvisori, l’assistenza alla progettazione logistica, l’organizzazione e la presa in carico delle spedizioni via mare tramite il terminal di Vado Ligure.

Sollevamento | Trasporti Eccezionali | Movimentazione Industriale e Portuale

55


Gru e Autogrù Il progresso di un’idea Definire in estrema sintesi il futuro dell’ex centrale di Vado Ligure è un’impresa già ardua per il testimone di questa straordinaria scommessa economica. Partiamo dagli elementi primari che costituiranno l’attività di Vernazza. “In questo hub logistico, si svolgeranno le operazioni di ricezione, preassemblaggio e spedizione dei manufatti di carpenteria pesante e di

56

Sollevamento | Trasporti Eccezionali | Movimentazione Industriale e Portuale

componenti meccanici dalle dimensioni ingombranti - rivela Giulia Vernazza - Tutte le manifatture più importanti del territorio, e non solo, che hanno la necessità di pre-assemblare grandi moduli di fabbrica, per imbarcarli successivamente attraverso il porto di Vado Ligure, troveranno proprio in questa struttura l’ospitalità operativa, la consulenza e il supporto necessari allo svolgimento irreprensibile delle proprie attività. Vernazza Autogru metterà a

disposizione una flotta all’avanguardia di mezzi di sollevamento e impianti (tra cui, due pese automatizzate già allestite e tecnologicamente perfezionate), per coadiuvare ogni fase esecutiva delle aziende”. Le aree acquisite da Vernazza Autogru, in fase di trasformazione, comprendono quattro zone principali dall’elevata estensione, alle quali si aggiungono aree accessorie di transito e di stoccaggio, con l’impianto di diversi silos. “Il lavoro che ci aspetta è

Sollevamento, Trasporti Eccezionali, Movimentazione Industriale e Portuale


straordinario, per impegno e portata economica sul territorio - sottolinea ancora il giovane ingegnere a capo delle operazioni di trasformazione del Polo Logistico - In questa grande avventura, abbiamo trovato un partner d’eccezione nella realtà di APM Terminals, che svolgerà l’intera attività di imbarco delle merci, mentre un’altra azienda si occuperà della pesatura delle merci stesse prima delle operazioni di spedizione. Il nostro polo logistico è a soli 1,5 km

Sollevamento, Trasporti Eccezionali, Movimentazione Industriale e Portuale

Sollevamento | Trasporti Eccezionali | Movimentazione Industriale e Portuale

57


Gru e Autogrù dal porto di Vado Ligure e prossimamente l’autostrada comprenderà anche un’uscita proprio a Vado, molto prossima alle nostre aree. In virtù di un accordo ulteriore con FS, avremo a disposizione anche una linea ferroviaria, a tre binari, che verrà attivata a breve”.

Integrazione totale Come abbiamo già detto all’inizio del nostro viaggio nella futura cittadella logistica di Vado Ligure, i contenuti del piano ambizioso di Vernazza Autogru sono molteplici e articolati in diversi programmi di attività. “Le richieste di insediamento nelle aree di Vernazza ci arrivano da diverse aziende che hanno la necessità di assemblare carpenterie, oppure da altre realtà che cercano spazi per diverse attività - conferma Giulia Vernazza - Quello che troveranno in questo polo logistico è un

58

Sollevamento | Trasporti Eccezionali | Movimentazione Industriale e Portuale

complesso di servizi integrato e completo in ogni settore, oltre a un’ottima sinergia”. Uno sguardo dall’alto all’apparato generale che coadiuva, invece, le attività logistiche via mare, riporta, ancora, un’impressione di sviluppo senza precedenti per questo territorio. Nel bacino a ovest di Vado Gateway (della profondità di oltre 16 metri) si trova la banchina (da 700 m) di APM Terminals, al servizio del primo terminal container automatizzato d’Italia, in grado di accogliere navi di categoria ULCS (Ultra Large Container Ship), per una capacità annua di 900.000 Teu, servito da cinque gru Ship To Shore, 21 Gantry Cranes a funzionalità automatizzata, su binario e 950 Reefer Plugs per container refrigerati. Oltre il bacino APM Terminals, nella punta occidentale estrema della baia, è localizzato il Reefer Terminal, una struttura multifunzione per un’ampio spettro di servizi accessori. Comprende una banchina principale da 470 metri,

la banchina “Raffaele Orsero” (da 240 metri) e una banchina Ro.Ro. (200 metri). La capacità annuale del Terminal è di 250.000 metri quadrati ed è supportata da due gru Ship To Shore e da 500 Reefer Plugs, per un magazzino refrigerato e un’area a temperatura controllata, rispettivamente da 50.000 e 24.000 metri quadrati. Questa struttura è integrata all’attività Break Bulk & Project Cargo (con un’offerta completa di servizi accessori) e dispone di dogana, scanner, controlli fitosanitari e PIF (veterinari); il Terminal è dotato del raccordo ferroviario già menzionato e di un’area M&R (maintenance & Repair).

Un’onda benefica per il territorio Naturalmente, le attività di Vado Gateway comprenderanno molte dinamiche che coinvolgono direttamente la missione

Sollevamento, Trasporti Eccezionali, Movimentazione Industriale e Portuale


specialistica di Vernazza Autogru dedicata al sollevamento. “Innanzitutto, sarà potenziata la formazione dei gruisti, con lo svolgimento di molte attività didattiche della nostra Academy, nella parte teorica (in collaborazione con l’Università degli Studi di Genova), all’interno di spazi opportuni che ricaveremo in queste aree - ci informa Giulia Vernazza - Inoltre, in questa sede verrà organizzata la manutenzione della nostra flotta di gru, oltre ai servizi di officina, per i collaudi e le revisioni dei mezzi”. Al futuro del Polo Logistico di Vernazza, descritto da Giulia, fanno da complemento le parole dell’amministratore delegato del gruppo genovese, Diego Vernazza. “Oggi

possiamo dire che da un’area di conflitto e di crisi, con la collaborazione delle istituzioni, degli enti locali e delle attività economiche già insediate nella zona, abbiamo ricavato una prospettiva di propositi concreti - dichiara con orgoglio l’ad di Vernazza Autogru - Questo grande progetto è una speranza per il futuro dei lavoratori del territorio. Noi di Vernazza Autogru prevediamo di assumere almeno 50 addetti, con un indotto occupazionale per almeno altre 160 persone in tutto il distretto. È solo l’inizio di un’onda benefica che provocherà un impatto notevole e finalmente decisivo per l’economia di Vado Ligure e per l’intero territorio savonese”.

Sollevamento, Trasporti Eccezionali, Movimentazione Industriale e Portuale

Sollevamento | Trasporti Eccezionali | Movimentazione Industriale e Portuale

59


Gru e Autogrù TADANO

Gemelle di nuova generazione I NUOVI MODELLI A QUATTRO E CINQUE ASSI, NELLA FASCIA OPERATIVA DA 100 A 120 TONNELLATE, HANNO TANTE COSE IN COMUNE, DAL NUOVO BRACCIO BASE ALL’AREA DI LAVORO PIÙ ESTESA. NELLE PERFORMANCE AUMENTATE, L’IMPORTANZA DELLA DOTAZIONE DI UNA PROLUNGA A RAPIDA CONFIGURAZIONE

U

n restyling in piena regola e non solo. Piuttosto, la definizione dovrebbe essere piuttosto quella di un aggiornamento tecnologico di alto profilo. Tadano scommette sulla tecno-

60

Sollevamento | Trasporti Eccezionali | Movimentazione Industriale e Portuale

logia più all’avanguardia e aggiorna le sue gru a quattro e cinque assi nella categoria da 100 a 120 t, procedendo a una revisione che va ben oltre quella di una nuova denominazione dei modelli di riferimento.

L’autogrù AC 4.110-1 oggi rivela tutte le sue doti di manovrabilità, per una capacità di sollevamento maggiore a parità di peso totale del veicolo, grazie a un nuovo braccio ancora più robusto - di cui è dotata anche

Sollevamento, Trasporti Eccezionali, Movimentazione Industriale e Portuale


Tadano AC 4.110-1 Capacità di sollevamento............................. 110  t Estensione braccio..................................11,4-60 m Prolunga braccio base......3,7 m/10,1-31,9 m Altezza pulegge.................................................91,5 m Raggio massimo.................................................... 68 m Lunghezza...........................................................13,12 m Larghezza...............................................................2,75 m Altezza......................................................................3,97 m

Sollevamento, Trasporti Eccezionali, Movimentazione Industriale e Portuale

Sollevamento | Trasporti Eccezionali | Movimentazione Industriale e Portuale

61


Gru e Autogrù

la gru “gemella” AC 5.120-1, che convince l’osservatore tecnico più attento all prospettive di impiego quotidiano e frequente, in virtù della previsione, sulla macchina, di un pratico carico assiale da 10 t. Nell’ambito dei programmi di riorganizzazione e rinnovo della gamma intrapre-

sa quest’anno, Tadano ha armonizzato il profilo dei nuovi modelli di gru mobili. Le nuove AC 4.110-1 e AC 5.120-1 si basano su questa filosofia di aggiornamento, con i vantaggi evidenti conferiti all’operatività dei modelli da un braccio più potente e dall’area di lavoro estesa.

Elemento centrale in entrambe autogrù, il nuovo braccio base, più robusto e dinamico. Tadano offre così un vantaggio preminente in termini di capacità di sollevamento. Col braccio base completamente esteso, entrambi i modelli sollevano 10 t, un valore che corrisponde a un aumento

Tadano AC 5.120-1 Capacità di sollevamento............................. 120  t Estensione braccio..................................11,4-60 m Prolunga braccio base......3,7 m/10,1-31,9 m Altezza pulegge.................................................91,5 m Raggio massimo.................................................... 68 m Lunghezza...........................................................13,53 m Larghezza...............................................................2,75 m Altezza......................................................................3,99 m

62

Sollevamento | Trasporti Eccezionali | Movimentazione Industriale e Portuale

Sollevamento, Trasporti Eccezionali, Movimentazione Industriale e Portuale


della capacità di sollevamento del 37% rispetto ai modelli precedenti ATF-100-4.1 e ATF-120-5.1. Con la prolunga del braccio base, entrambe le gru presentano ora un’area di lavoro più ampia. Il raggio minimo richiesto, la maggiore altezza di sollevamento e l’inclinazione del braccio di 82° consentono di lavorare più vicino alla gru. Questo rende entrambi i modelli di gru ancora più adatti a cantieri con limitazioni di spazio e a lavori a grandi altezze.

Oltre alla maggiore capacità di sollevamento, le gru AC 4.110-1 e AC 5.120-1 traggono vantaggio dall’upgrade della prolunga del braccio base, che può essere configurata in modo particolarmente rapido grazie alla minore complessità. La prolunga del braccio base delle gru ATF-100-4.1 e ATF-1205.1 con runner continuerà a essere disponibile. Entrambe le versioni dell’HAV sfruttano ora il raggio minimo ridotto, con l’asse longitudinale che non si discosta dal braccio base.

Sollevamento, Trasporti Eccezionali, Movimentazione Industriale e Portuale

Sollevamento | Trasporti Eccezionali | Movimentazione Industriale e Portuale

63


Gru e Autogrù LIEBHERR

Service Leader nell’era digitale DA MONFALCONE PARTE LA SFIDA AL FUTURO DELLE AUTOGRÙ. PROGRAMMAZIONE, CONSULENZA, CONNETTIVITÀ E ALTO PROFILO DI SERVIZIO NEL SEGNO DELL’AVANGUARDIA PER SOFTWARE E SISTEMI DI SIMULAZIONE AVANZATI. IN ITALIA, UN’OFFERTA AL CLIENTE CHE NON HA CONFRONTI IN TERMINI DI PROGRAMMI E QUALITÀ OPERATIVA

L

e gru cambiano e, insieme alle gru, mutano le identità tecnologiche e le esigenze di operatori e imprese del sollevamento. Di questa rivoluzione costante e sempre più veloce, nei processi come nelle conseguenze di approccio al mercato, ne ha preso coscienza, in avanguardia rispetto al contesto contingente del settore,

64

Sollevamento | Trasporti Eccezionali | Movimentazione Industriale e Portuale

proprio la ricerca e sviluppo di Liebherr della divisione Gru Mobili. A Monfalcone, quartier generale di Liebherr Italia, la consapevolezza del cambiamento in atto e il progresso di implementazione delle nuove tecnologie digitali - nella prospettiva di servizio al cliente - ha portato a risultati importanti, in termini di capacità progettuale, di consulenza

e di programmazione degli interventi e delle dotazioni di equipaggiamento che vedono al centro le autogrù prodotte a Ehingen. Per rivelare gli sviluppi importanti di questo “ambiente tecnologico”, la filiale italiana delle Mobile Cranes di Liebherr, guidata dal presidente e amministratore delegato Fabio Fenzi, ha organizzato di

Sollevamento, Trasporti Eccezionali, Movimentazione Industriale e Portuale


recente un evento-workshop riservato alla stampa specializzata, dedicato a “Digitalizzazione e condivisione: nuovi servizi innovativi di Liebherr Italia a disposizione del cliente”. Al tavolo dei relatori, oltre allo stesso Fenzi, Mario Lombisani, a capo dello sviluppo dei sistemi tecno-

logici e di sicurezza per le autogrù della gamma Liebherr, e Marco Brambati, responsabile del Customer Service. “Nel mondo delle gru mobili, gli operatori e le imprese sono i primi testimoni di un cambiamento epocale - premette Fabio Fenzi, nel considerare le nuove dinami-

che di servizio - Il gruppo Liebherr e in particolare Liebherr Italia, sono al centro di una rivoluzione imposta da un settore e da un mercato che si evolve in continuazione. Noi, in questo mercato, ricopriamo una posizione di leadership e, consapevoli di questa responsabilità, vogliamo

Da sinistra, Marco Brambati, Mario Lombisani e Fabio Fenzi

Sollevamento, Trasporti Eccezionali, Movimentazione Industriale e Portuale

Sollevamento | Trasporti Eccezionali | Movimentazione Industriale e Portuale

65


Gru e Autogrù continuare a presentarci come azienda di principale riferimento del settore, anche sotto il profilo tecnologico. Per raggiungere questo traguardo, da una parte stiamo intensificando quelle attività esclusive di supporto all’utilizzatore di autogrù che si basano su una consulenza coadiuvata da sistemi digitali avanzati; dall’altra stiamo presentando al nostro pubblico nuovi servizi fruibili con sempre maggior facilità, anche grazie alle stesse tecnologie digitali sviluppate dalla ricerca e sviluppo Liebherr”. Il poker d’assi nella manica del costruttore tedesco e nella competente disponibilità di Liebherr Italia, a benefico dei clienti rivela de denominazioni di altrettante specialità digitali. Si chiamano, nell’ordine, My Liebherr, Crane Planner 2.0, Likaplan e Crane Finder. Ad ognuna di queste prerogative avanzate corrisponde un aspetto particolare di una “gestione techno” del mondo autogrù contemporaneo. “I valori distintivi del nostro spirito di servizio dedicato al cliente, si possono riassumere in alcuni punti fondamentali - spiega Mario Lombisani - Queste dinamiche virtuose sono identificate dalla consulenza tecnica, dalla scelta dell’autogrù o della gru cingolata, e dalle configurazioni specifiche della macchina per una determinata applicazione. I corollari di questo sistema di valori riportano alle omologazioni necessarie all’autogrù e alle certificazioni che presiedono all’impiego degli accessori, al retrofit funzionale e tecnologico e al calcolo del vento per gestire in sicurezza, con il calcolo di altri parametri indispensabili, l’operatività in campo dell’autogrù stessa”. L’introduzione serve a Lombisani per presentare uno strumento cardine del service avanzato offerto da Liebherr Italia. Si chiama Crane Planner 2.0 e, insieme alle funzioni Crane Finder e Likaplan, ha la facoltà di stabilire la connettività necessaria alla scelta più efficace e puntuale della gru, nella prospettiva di una determinata tipologia di intervento. Crane Planner 2.0, nello specifico, è un software di pianificazione

66

Sollevamento | Trasporti Eccezionali | Movimentazione Industriale e Portuale

Sollevamento, Trasporti Eccezionali, Movimentazione Industriale e Portuale


Assistenza totale per il cliente italiano Un aspetto difficoltoso per lo specialista di servizi con autogrù, riguarda il nodo dei permessi e delle omologazioni per la messa in opera delle macchine. A disposizione del cliente, Liebherr Italia, a questo proposito, ha creato un servizio omologazioni diretto, a completo supporto dell’impresa o del professionista che acquista un’autogrù. Ogni specifica funzionale e componentistica viene statuita nel modo più completo e indefettibile, evadendo tutte le pratiche di verifica prima dell’inizio d’attività della gru. A confermarlo è Marco Brambati, a capo del Customer Service di Liebherr Italia, nella presentazione delle dinamiche di assistenza Liebherr Italia. “Siamo in grado di fornire ogni supporto, con modalità diretta e digitale, secondo i programmi e il network di servizi Liebherr, in tutta Italia - conferma Brambati - Nella nostra offerta, contempliamo cinque aree di intervento: assistenza tecnica, servizio ricambi, ricondizionamenti (per usato garantito) delle gru, centro riparazioni e corsi di formazione. La prima, la seconda e la quinta area di servizio, si realizzano in modalità diretta e anche online”. Una centrale online di supporto tecnico è sempre a disposizione del cliente, con la disponibilità diretta di 10 tecnici Liebherr Italia sul territorio nazionale, 10 officine mobili attrezzate e un centro per le riparazioni. “Assicuriamo una copertura completa del territorio nazionale tramite GPS - aggiunge Brambati - Digitalizziamo e condividiamo le analisi funzionali e ogni problematica delle macchine. Utilizziamo una diagnostica puntuale, da remoto, con il supporto di operatori in grado di fornire assistenza telefonica. Inoltre, siamo in grado di realizzare diagnosi tecniche e una pianificazioni degli interventi. Sempre da remoto, secondo i canoni più avanzati dell’Industria 4.0”. Sul fronte delle manutenzioni, i clienti Liebherr Italia possono contare su piani di intervento preventivi, contratti triennali o quinquennali, costi certi della stesse manutenzioni, una check-list per clienti e interventi su base annua. “Nel servizio ricambi, dalla piattaforma My Liebherr, il cliente può effettuare ordini online 24 ore su 24, avvalendosi anche della modalità telefonica, per un servizio diretto dalla fabbrica all’operatore che ne ha fatto richiesta - specifica ancora Marco Brambati - Sul fronte del ricondizionamento dell’usato e delle riparazioni, chi si rivolge a Liebherr Italia deve sapere che avrà sempre a disposizione un’autogrù sostitutiva, in qualsiasi momento. Qui a Monfalcone, poi, non abbiamo una semplice officina ma una galassia di servizi, per revisioni dei componenti, dei motori e dei bracci, diagnostica, programma di scambio componenti usati, aggiornamento dei software gestionali, analisi dei lubrificanti e perizie di prodotto”. Resta da aggiungere che Liebherr Italia integra, ai servizi per il cliente, il valore della formazione che prevede corsi online e in presenza per l’utilizzo completo della piattaforma My Liebherr, dei programmi Crane Finder e Crane Planner, per la conoscenza tecnica delle gru mobili, per le manutenzioni e i controlli e per l’operatività d’emergenza con le autogrù.

Sollevamento, Trasporti Eccezionali, Movimentazione Industriale e Portuale

Sollevamento | Trasporti Eccezionali | Movimentazione Industriale e Portuale

67


Gru e Autogrù mazione puntuale, possono dimostrarsi inadeguate, con una capacità di tiro limitata rispetto al compito da svolgere. “Lo studio della stabilità del sollevamento, la fisica applicata alle gru mobili, i protocolli di sicurezza tecnica per il vento e l’alta tensione, insieme ad altri fattori costituiscono una dinamica di confronto dalla notevole complessità - rimarca Lombisani - Per questo, nell’era della quarta rivoluzione industriale basata sulla digitalizzazione, mettere a disposizione applicazioni software per la pianificazione del lavoro è assolutamente necessario. La virtualizzazione della macchina in uno spazio tridimensionale, secondo la funzionalità offerta da Crane Planner, consente già di vedere gli scenari di intervento prima ancora di inviare la gru in cantiere. Le simulazioni virtuali forniscono informazioni utili alla valutazione del rischio, ad esempio le distanze di sicurezza dagli ostacoli, le pressioni sul terreno, la configurazione della gru, le posizioni ideali, e altri dati utili alla pianificazione”. Crane Planner 2.0 combina quindi i modelli 3D interattivi, altamente dettagliati, con tutti i dati di pianificazione pertinenti, in base al Load Moment Limiter (LML) della gru. Questa combinazione rappresenta un valore aggiunto considerevole di Crabasato su una realtà aumentata che consente una simulazione operativa di livello superiore, in 3D. “La consulenza tecnica di Liebherr Italia è incentrata sulla scelta dell’autogrù e delle configurazioni più appropriate alle diverse casistiche di lavoro sottolinea Lombisani - Nel dedicare questo know-how al cliente, ci confrontiamo con studi specializzati in progettazione e ingegneria per aiutarli a selezionare, con criteri di scelta irreprensibili, la gru più adatta al progetto da realizzare. A questo punto, entrano in gioco le dinamiche digitali di una pianificazione affidata alla triade di programmazione costituita dal Crane Planner, dal Likaplan e dal Crane Finder”. L’organizzazione di un cantiere è un compito complesso. Lo spazio operativo necessario spesso non è disponibile, le condizioni del terreno possono risultare complesse e impegnative per qualsiasi allestimento; oppure le stesse gru, senza una program-

68

Sollevamento | Trasporti Eccezionali | Movimentazione Industriale e Portuale

Sollevamento, Trasporti Eccezionali, Movimentazione Industriale e Portuale


ne Planner 2.0 rispetto alla pianificazione convenzionale dei sollevamenti che utilizza applicazioni CAD. Ogni modifica alla geometria della gru attiva un nuovo calcolo di tutti i dati di progetto. Il software emette un avviso non appena esiste il rischio di una potenziale collisione tra la macchina, il carico o l’ambiente circostante o se non vengono rispettate le distanze di sicurezza. Inoltre, è possibile attivare misure tipiche come l’altezza di sollevamento o il raggio di tiro, secondo le specifiche operative del cliente. La funzione Likaplan, invece, è collegata al sistema di controllo e diagnostica Liccon, anche a bordo della gru, e consente, in combinazione con il Crane Finder, una selezione mirata della macchina sulla base del carico massimo da sollevare, il raggio (distanza) e l'altezza. Per ogni consulenza online sugli strumenti messi a disposizione del cliente, il portale My Liebherr (con accesso registrato e password personalizzata) consente sia di ordinare i ricambi, che di accedere a servizi tecnici online, che di partecipare a corsi di formazione e-learning. La piattaforma online MyLiebherr è attiva h.24/24, accedendovi, il cliente può autonomamente ordinare i ricambi alla casa madre e per ordini "standard" riceverli in 24-48 ore dall'ordine. Se una nuova generazione di operatori e di imprese specializzate sta ancora aspettando un partner adeguato che ne accompagni le sfide operative e i progetti più complessi, Liebherr Italia, oggi, può davvero proporsi come la “compagna tecnologica” ideale. Una compagna da scegliere, conservandone il valore con massima fedeltà, per tutta la vita (utile) di un’autogrù.

RAGNI CINGOLATI IBRIDI E A BATTERIA

PIACENZA, 7-9 OTTOBRE 2021

STAND I32 AREA ESTERNA VI ASPETTIAMO

IBRIDI (HY)

BATTERIA AL LITIO (BA)

LAVORI IN ESTERNO E INTERNO

RIDUZIONE DI RUMORE ED EMISSIONI

GREEN

GENERATION IBRIDI R190HY R210HY RA24HY RA26HY RA31HY R260HY R300HY R360HY R420HY

BATTERIA R130BA RA15BA R160BA R180BA R190BA R210BA

Sollevamento, Trasporti Eccezionali, Movimentazione Industriale e Portuale

Sollevamento | Trasporti Eccezionali | Movimentazione Industriale e Portuale

follow us

69


Ple PLATFORM BASKET

Dinamismo Spider LE NOVITÀ DELLO SPECIALISTA DI POVIGLIO (RE) SONO ALTRETTANTE SCOPERTE DI VERSATILITÀ, DECLINATE NEI SETTORI DELL’IMPIANTISTICA NELLE TELECOMUNICAZIONI, NELLA CURA DEL VERDE E NELLE MANUTENZIONI. INSIEME ALLA NUOVA RIVELAZIONE 39T, LA SORPRESA DELLA COMPATTA RR9/200 PER GLI INTERVENTI SULLE LINEE FERROVIARIE

C’

è grande fermento in casa Platform Basket. L’azienda reggiana infatti è impaziente di presentare tutte le novità produttive dell’ultimo anno di attività al GIS 2021, occupando un importante “fulcro di attenzione” nell’ampia area esterna della fiera, a Piacenza Expo. Le Giornate Italiane del Sollevamento rappresenteranno l’occasione, per il costruttore di Poviglio (Re), di lanciare su un palcoscenico internazionale il nuovo modello di piattaforma aerea Spider dai 39 metri di altezza operativa. La PLE cingolata ragno all’esordio in fiera si chiama Spider 39T e nasce nella direttrice del notevole successo riscontrato dal “fratello maggiore” Spider 43T, lanciato dall’azienda reggiana circa due anni fa, un modello da 43 metri sempre caratterizzato da braccio e jib telescopici. Platform Basket ha deciso di progettare questa nuova piattaforma, ispirandosi a un modello recente e già di grande successo anche per consentire alle società di noleggio di abbinare nelle proprie flotte piattaforme aeree dalla stessa concezione d’uso, simili nell’impianto e nella dinamica, con

70

Sollevamento | Trasporti Eccezionali | Movimentazione Industriale e Portuale


una conseguente semplificazione nella formazione per l’operatore e nell’assistenza. Come tutte le piattaforme della gamma Spider Platform Basket, dedicata ai modelli semoventi cingolati dai 12 ai 43 metri, anche la Spider 39T è dotata di cingoli allargabili e di comandi di controllo semplici e intuitivi. Si tratta di una piattaforma aerea estremamente stabile (in virtù della dotazione di stabilizzatori molto robusti) e, al tempo stesso, facilmente trasportabile. Queste sue caratteristiche, unite all’evidente compattezza che non ne pregiudica l’utilizzo anche in spazi ristretti, ne fanno un valido strumento di lavoro per chi si dedica alla potatura, ai lavori di manutenzione, di pittura e a qualsiasi altro lavoro che comporta una logistica di

intervento difficile con le piattaforme aeree convenzionali. La Spider39 T è una piattaforma dall’altezza di lavoro particolarmente idonea all’impiego nel campo della telecomunicazione e delle reti elettriche, con un accento di sostenibilità posto dall’implementazione - come per tutti i modelli Spider Platform Basket - di motori termici conformi alle ultime normative in materia di emissioni e soprattutto, nella versione full electric, dalla dotazione di batterie agli ioni di litio che consente l’utilizzo delle piattaforme in qualsiasi contesto sensibile. Tutti i nuovi progetti sviluppati da Platform Basket consentono l’utilizzo di argani di sollevamento che rendono le piattaforme cingolate ancora più versatili nel loro impiego, per il sollevamento di materiali e manufatti. Platform Basket ha progettato, a questo proposito un modello di argano dalle dimensioni contenute e intercambiabile con la stessa cesta portapersone, seguendo un criterio di Plug & Play che

A distanza, una telematica senza confini Nel 2021 è stato lanciato anche il sistema di telediagnostica PBT (Platform Basket Telematics) disponibile in tutti i modelli esistenti; una soluzione che consente un’assistenza puntuale e migliorata, a distanza, delle macchine operative sul territorio nazionale e all’estero. Utilizzatore, rivenditore e costruttore sono infatti in grado di analizzare i dati funzionali trasmessi dalla macchina sul server cloud. Questi plus, oltre alla diagnosi funzionale della macchina, permettono già ora di accedere agli incentivi fiscali del programma Industria 4.0. Il concetto è quello di un sistema in divenire che possa migliorare la sinergia uomo-macchina ed aiutare sia l’operatore durante il lavoro che chi gestisce un parco macchine a monitorarne e migliorare le performance nei suoi cantieri, potendo attingere a tutti i dati sensibili di lavoro.

Sollevamento, Trasporti Eccezionali, Movimentazione Industriale e Portuale

Sollevamento | Trasporti Eccezionali | Movimentazione Industriale e Portuale

71


Ple favorisce la conversione da piattaforma a piccola gru per carichi leggeri, in pochi minuti. All’ingresso della fiera, il visitatore potrà imbattersi a sorpresa nel nuovissimo modello RR9/200, luna piccola piattaforma sviluppata recentemente da Platform Basket per la più agevole ed efficiente manutenzione ferroviaria in quota. La RR9/200 è una piattaforma cingolata compatta e versatile, trasportabile con un rimorchio leggero (trainabile con pick-up o van entro la classe delle 3,5 ton). La commercializzazione di questo modello è già iniziata nei mercati Ue, in Australia e in Canada. La piattaforma è proposta, anche in questo caso, con motorizzazione diesel oppure completamente elettrica con powerpack di batterie agli ioni di litio. La RR9/200 consente di lavorare in quota sulla rete

72

Sollevamento | Trasporti Eccezionali | Movimentazione Industriale e Portuale

Sollevamento, Trasporti Eccezionali, Movimentazione Industriale e Portuale


ferroviaria fino a un’altezza utile di 9,5 m, con 200 kg di portata (due operatori in cesta) ed è abilitata all’impiego in ambito ferroviario e in altri contesti di lavoro alternativi. La struttura della RR9/200 comprende un carro base su cingolo per utilizzo stradale e off-road, con un basso

carico specifico previsto per consentirne la movimentazione anche sulle pavimentazioni delle stazioni ferroviarie. Lo stesso carro base contempla un sistema composto da due carrelli comandati idraulicamente che consentono il posizionamento della macchina dal cingolo

Sollevamento, Trasporti Eccezionali, Movimentazione Industriale e Portuale

alla ruota ferroviaria. Il vantaggio degno di nota dello stesso carro base è quello della rotazione idraulica dei cingoli, perpendicolare ai due carrelli ferroviari per consentirne il facile accesso alla sede ferrovia senza la necessità di particolari manovre di allineamento.

Sollevamento | Trasporti Eccezionali | Movimentazione Industriale e Portuale

73


Ple La trasmissione è basata su moto-ruote indipendenti sia per il controllo del carro cingolato, sia per la trasmissione su ruota ferroviaria. Ogni moto-ruota ferroviaria dispone di un freno negativo

74

Sollevamento | Trasporti Eccezionali | Movimentazione Industriale e Portuale

che garantisce l’arresto operativo della piattaforma, in ogni condizione di assenza della forza motrice. Un sistema a due velocità porta la velocità della RR9/200, su ferrovia, fino ai 10km/h (con potenza

erogata da un motore endotermico diesel da 10,5 kW). (La gamma Spider di Platform Basket sarà in esposizione al GIS 2021, nello stand L20-M15 dell’Area Esterna).

Sollevamento, Trasporti Eccezionali, Movimentazione Industriale e Portuale


Electric Pick&Carry Cranes

e e: info@jmgcranes.com www.jmgcranes.com From 2 to 70 Ton

Visit Us: Booths Nr. C2/D1 -B2/C1 October 07-08-09 2021Movimentazione - Piacenza Sollevamento, Trasporti Eccezionali, Industriale e Portuale

Sollevamento | Trasporti Eccezionali | Movimentazione Industriale e Portuale

75


Ple MULTITEL PAGLIERO

La storia e il futuro in mostra DAL COSTRUTTORE PIEMONTESE, IN ESPOSIZIONE ALLE GIORNATE ITALIANE DEL SOLLEVAMENTO 2021, UNA SINTESI DELLE ULTIME EVOLUZIONI DI PRODOTTO. A PARTIRE DALLÌAPPREZZATA MZ 350 FINO ALLA TELESCOPICA COMPATTA PER L’EOLICO MJ 450

110

anni per una vicenda industriale straordinaria, la certezza di aver segnato alcune delle tappe fondamentali nell’evoluzione del lavoro in quota e un rinnovato slancio verso il futuro. Multitel Pagliero si presenta al GIS 2021 con uno spazio espositivo che contiene l’essenza delle nuove sfide del mercato europeo e internazionale. All’appuntamento di Piacenza i visitatori potranno vedere alcune delle piattaforme aeree autocarrate più note e anche una novità assoluta per il mercato mondiale.

76

Sollevamento | Trasporti Eccezionali | Movimentazione Industriale e Portuale

La prima presenza da rimarcare è quella della PLE autocarrata doppio-telescopica MZ 350, un modello già apprezzato per i bassi consumi, le ridotte emissioni e la minima rumorosità, ideale per l’impiego nei centri storici e nelle aree di intervento più sensibili. Dotata della stessa geometria della popolare MZ 250, ha un’altezza di lavoro di 35 m, con due sezioni telescopiche a doppio sfilo, uno sbraccio massimo di 14 m e una quota di scavalco a 17 m (in allestimento su autocarro MAN da 12 ton, per una lunghezza totale di soli 7,46 m). La MZ 350 prevede come optional l’Hybrid pack con batterie al litio da 210 Ah che alimentano un motore elettrico da

12 kW e garantiscono una giornata completa di lavoro. Ulteriore optional, un verricello da 400 kg che può essere installato al posto della cesta. A seguire, nella selezione predisposta da Multitel Pagliero per la kermesse di Piacenza Expo, vedremo la telescopica MJ 450 (altezza massima di lavoro a 45 m), in allestimento su veicolo da 26 e 32 tonnellate, dotata di jib telescopico e destinata idealmente al settore eolico. Il modello MTE 270 su veicolo da 3,5 ton – altezza massima di lavoro di 27 m – presenta, poi, l’identikit di una PLE evoluta, con sistema di telemetria per comunicazione da remoto e l’innovativo MUSA (MUltitel

Sollevamento, Trasporti Eccezionali, Movimentazione Industriale e Portuale


Sollevamento, Trasporti Eccezionali, Movimentazione Industriale e Portuale

Sollevamento | Trasporti Eccezionali | Movimentazione Industriale e Portuale

77


Ple Self Adapting outreach) che ottimizza lo sbraccio della piattaforma, calcolando l’area di stabilizzazione, la posizione e l’inclinazione del braccio e il carico in cesta. L’MJE 250, sempre su veicolo patente B, è un’altra presenza da rimarcare al GIS 2021, con un’altezza massima operativa di 24,7 m e jib articolato a 180° (a braccio completamente esteso, la PLE può lavorare in negativo a -3,5 m). La MJE 250,

78

Sollevamento | Trasporti Eccezionali | Movimentazione Industriale e Portuale

inoltre, implementa il sistema MUSA integrato con l’implementazione “X”, che tiene conto di un’ulteriore variabile, l’inclinazione del telaio (per le massime prestazioni in ogni posizione-braccio, con un’inclinazione massima fino a 3°). La PLE doppio-telescopica MZ 250 su autocarro da 3,5 ton, con altezza massima di lavoro di 25,1 m, su veicolo con passo da 3.000 mm, si distingue per velocità

operativa e compattezza, con il plus del jib articolato e la possibilità di lavorare in negativo fino a -2,5 m. Anche in questo caso, Tutti i movimenti sono gestiti dal sistema MUSA Multitel. Per finire, la schiera Multitel al GIS rivela l’articolata MXE 200L su autocarro da 3,5 ton, con altezza massima di lavoro di 19,9 m. Una macchina facile da insediare e da utilizzare anche negli spazi più ristretti.

Sollevamento, Trasporti Eccezionali, Movimentazione Industriale e Portuale


Veniteci a trovare al

Piacenza, 7-9 Ottobre 2021

Padiglione 1 Stand E39

Sollevamento, Trasporti Eccezionali, Movimentazione Industriale e Portuale

Sollevamento | Trasporti Eccezionali | Movimentazione Industriale e Portuale

35 79


Ple CTE

Nuova generazione Traccess CON IL MODELLO 270, LA SFIDA AL MERCATO SI FA INTERESSANTE, VERSO LE ALTE QUOTE. IN PIÙ, LA TECNOLOGIA S3 EVO E UNA GESTIONE SMART DELLA PIATTAFORMA RIVELANO LE CARATTERISTICHE DI UN PRODOTTO AVANZATO PER I NUOVI OPERATORI IN QUOTA

S

ulla tela del ragno, CTE si trova benissimo. Soprattutto con prodotti che riescono a realizzare la trama ideale per un’ampio raggio di applicazioni, catturando l’attenzione degli operatori più sofisticati. La novità cingolata che dà la misura dell’innovazione si chiama Traccess 270, la più alta piattaforma cingolata della gamma di Rovereto, con i suoi 27 metri operativi

(14 metri di sbraccio e 250 kg di portata in cesta). Questa evoluzione del modello Traccess 230, prevede alcune novità tecniche di cui la più rilevante riguarda l’implementazione del sistema S3 EVO, la più avanzata tecnologia per il sistema di gestione in tempo reale delle prestazioni delle piattaforme aeree in base alle configurazioni di stabilizzazione. Un’altra

innovazione è rappresentata dal quadro comandi, costituito dal radiocomando wireless utilizzabile sia da terra che in cesta per gestire tutte le funzioni e le manovre della piattaforma. Il display grafico permette di controllare e visualizzare le manovre consentite; ad esempio, nel caso delle operazioni di stabilizzazione, tutti i comandi saranno disponibili quando l’assetto di insediamento a terra della PLE è del tutto completato. Grazie a

80

Sollevamento | Trasporti Eccezionali | Movimentazione Industriale e Portuale

Sollevamento, Trasporti Eccezionali, Movimentazione Industriale e Portuale


I vantaggi • • • • • • •

Regime automatico del motore Gestione Smart dell’elettropompa Chiusura e apertura automatica Rampe e rallentamenti Centratura automatica del cesto Anticollisioni automatiche Manovre simultanee, proporzionali con antisaturativo

I dati tecnici Altezza operativa 27 m Sbraccio 14 m Portata 250 kg Motore diesel Kubota D902, 3 cilindri (+ 48 V AC+110/220 V AC (per manovre di recupero di emergenza e per utilizzo ibrido) Lunghezza 6.471 mm Larghezza 1.470 mm Altezza 2.045 Peso 4.350 kg

Sollevamento, Trasporti Eccezionali, Movimentazione Industriale e Portuale

Sollevamento | Trasporti Eccezionali | Movimentazione Industriale e Portuale

81


Ple

S3 EVO, quindi, ogni singola manovra è controllata dal sistema che, attraverso la grafica integrata a display, indica quale manovra è consentita. Tutto ciò per garantire all’operatore di poter lavorare in assoluta sicurezza. In aggiunta, è disponibile come accessorio anche una seconda consolle comandi a filo fissa in cesta. Il modello Traccess 270 dispone di tutti gli automatismi necessari per una gestione efficiente del mezzo: regimazione automatica del motore, gestione smart dell’elettropompa, chiusura e apertura automatica, rampe e rallentamenti, centratura automatica della cesta, anticollisioni automatiche, manovre simultanee e proporzionali. Altra importante novità per la sicurezza dell’operatore, la possibilità per la Traccess 270 di traslare con il jib sollevato, una funzione molto utile nel caso di terreni in pendenza. Grazie alla funzione rise&drive del jib, infatti,

82

Sollevamento | Trasporti Eccezionali | Movimentazione Industriale e Portuale


la traslazione può avvenire senza alcuna difficoltà su terreni in pendenza o su rampe mantenendo il mezzo assolutamente stabile. Ulteriore attenzione alla sicurezza dell’operatore è conferita dalla presenza del dispositivo di antischiacciamento in navicella (disponibile come optional). Una caratteristica versatile della Traccess 270 è conferita dall’installazione di un motore diesel e di un pacco

batterie AGM Deep Cycle che fornisce energia per circa un’ora di lavoro e alimentano un motore AC da 48 V; quando le batterie sono in fase di esaurimento, è possibile attaccare la piattaforma alla rete elettrica, grazie alla presa 220 o 110 V multi voltaggio. Una soluzione tre motori in uno che consente alla piattaforma, secondo una modalità propulsiva che permette di operare all’interno o all’esterno.

LAVORARE MEGLIO RISPARMIARE DI PIU’

LE PIATTAFORME A FORBICE GENIE® E-DRIVE ABBASSANO IL COSTO DI PROPRIETÀ

-35% +30% COSTI DI MANUTENZIONE

AUTONOMIA DELLA BATTERIA

4X

% -70

TRAZIONE 4 VOLTE PIÚ EFFICIENTE

M

ot

or i

32

TUBI E RACCORDI

di t

r a zi o

®

n e A C G e n ie

GS

-1

9

SCOPRI DI PIÙ SU GENIELIFT.COM 7-9 OTT, 2021 – PIACENZA STAND GENIE F16/H9

Sollevamento, Trasporti Eccezionali, Movimentazione Industriale e Portuale

Sollevamento | Trasporti Eccezionali | Movimentazione Industriale e Portuale

83

© 2021 Terex Corporation, Genie e Quality By Design sono marchi registrati di Terex Corporation e delle sue filiali.


Ple JLG

Un Genio in fiera PER L’OPERATORE INDUSTRIALE E DELLE UTILITY, ARRIVA AL GIS 2021 LA SERIE DAVINCI, SCISSOR COMPATTO A FUNZIONALITÀ TOTALMENTE ELETTRICA. L’INVENZIONE DELLA NUOVA SOSTENIBILITÀ COSÌ PARTE DAL LAVORO IN QUOTA, NEI CONTESTI PIÙ QUOTIDIANI

G

ià la struttura di un pantografo richiama le origini nobili del sollevamento, portandoci agli albori di un Rinascimento indimenticabile per la nostra cultura e la nostra indole di inventori nati. Così il modello di piattaforma a pantografo DaVinci AE1932, scissor full electric di JLG dai 5,79 metri operativi, sembra fatto apposta per approdare con successo ai lidi operativi della Penisola. Con un’unica batteria agli ioni di litio, senza funzioni idrauliche da gestire, la PLE avanzata del costruttore americano è concepita - come tutti gli altri modelli della neo-serie JLG - in modo che ogni funzione (di sollevamento, trasmissione, sterzatura e così via) sia delegata a circuiti indipendenti, in modo da ridurre cali di tensione e interruzioni operative; allo stesso modo, il sistema di controllo elettronico della macchina può connettersi e gestire direttamente ogni singola funzione. Il sistema di sollevamento del nuovo DaVinci si basa su un attuatore elettromeccanico che sostituisce i cilindri idraulici

84

Sollevamento | Trasporti Eccezionali | Movimentazione Industriale e Portuale

delle PLE elettriche tradizionali. Le macchine a batteria tradizionali prevedono tubazioni che salgono lungo il pantografo; l’assenza dell’idraulica nel DaVinci ne rende la struttura più agile e scevra da manutenzione e interventi di assistenza. Il sistema di sollevamento è concepito per recuperare energia durante la discesa della piattaforma. Energia che viene reinviata alla batteria, ottimizzando i tempi di utilizzo tra una ricarica e l’altra. Il sistema di trasmissione totalmente elettrico dello scissor DaVinci, a magnete permanente, incrementa l’efficienza del motore in media del 20-30%, procrastinandone la vita utile, in assenza di manutenzione. Il controllo indipendente del sistema di sterzatura del modello DaVinci, poi, è concepito per ridurre l’impatto degli pneumatici sul terreno, con notevole riduzione dell’usura agli pneumatici stessi e dei danni a pavimentazioni sensibili. Grazie a comandi intuitivi, gli operatori possono manovrare agevolmente la piattaforma anche in presenza di accessi ristretti o spazi ridotti.

I sollevatori DaVinci possono essere ricaricati in sole tre ore e mezza. La produttività della piattaforma è ulteriormente favorita dal fatto che la stessa batteria può essere ricaricata per soli cinque minuti allo scopo di percorrere 30,48 m e ottenere sufficiente coppia per innescare l’energia di carica. La batteria a ioni di litio può durare fino a dieci anni, senza necessità di sostituzioni, e non richiede manutenzione per l’intero ciclo di vita della macchina. Lo scissor DaVinci si caratterizza inoltre per un sistema di gestione della batteria avanzato, che ne monitora la carica e l’utilizzo, oltre a fornire informazioni diagnostiche dettagliate sul suo stato tramite la App DavinciGo. La piattaforma AE1932, inoltre, è conforme ai più recenti standard ANSI e CSA, grazie al sistema di rilevamento carico, al cancelletto a chiusura automatica e al sistema QuikFold JLG. È compatibile con il JLG Mobile Control e può essere quindi guidato e caricato con qualsiasi dispositivo mobile iOS o Android.

Sollevamento, Trasporti Eccezionali, Movimentazione Industriale e Portuale


Assistenza e connettività La completa connessione del sistema di controllo con le varie funzioni permette inoltre di inviare i dati agli operatori, ai responsabili di flotta e ai tecnici dell’assistenza tramite Bluetooth e reti telefoniche. Lo sviluppo della connettività ha portato alla creazione di strumenti operativi efficaci, come la App DaVinciGo che fornisce informazioni in tempo reale sullo stato della macchina e permette diagnosi a distanza e aggiornamenti del software da remoto.

AE1932, la scheda tecnica Altezza operativa Capacità Velocità Peso Pendenza superabile

5,79 m 275 kg 6,44 km/h 1.564,89 kg 25% (14,04°)

Sollevamento, Trasporti Eccezionali, Movimentazione Industriale e Portuale

Sollevamento | Trasporti Eccezionali | Movimentazione Industriale e Portuale

85


Ple SINOBOOM

Blu, come il cielo d'Italia LA FIGURA DI DANIELE LANZINI NEL RUOLO DI COUNTRY MANAGER, L’INGRESSO IMPORTANTE DI MATTEO GAMBI COME RESPONSABILE SERVICE. SONO QUESTI I CAMPIONI DI UNA SQUADRA CHE VUOLE VINCERE E CONTRIBUIRE, CON IL SUCCESSO IN ITALIA, A RAGGIUNGERE LE PRIMISSIME POSIZIONI TRA I MAGGIORI BRAND DI PIATTAFORME AEREE IN EUROPA

L

a Cina è sempre più vicina. Alle esigenze di sollevamento e di lavoro in quota delle imprese d’Europa, intendiamo, e certo lo sbarco delle piattaforme aeree Sinoboom al GIS 2021 è una nota di merito per la crescita di questa tendenza. Il merito sta tutto nella rete che si sta creando per accogliere i nuovi clienti del Vecchio continente (e dell’Italia, in primis) nel mondo delle PLE cinesi di qualità più elevata. Sinoboom BV, avamposto d’Europa con sede nei Paesi Bassi - guidato dal CEO Tim Whiteman - è il punto di partenza strategico. Daniele Lanzini, Regional Manager Sinoboom per l’Italia e i Balcani, è il vettore che punta agli operatori di casa nostra, con il supporto di una rete già integrata e importante che trova il proprio fulcro nella struttura Selift di Filago (Bg), distributore ufficiale della gamma di Changsha. “Sinoboom BV si è costituita nell’estate del 2020 - ricorda Daniele Lanzini - In Europa, a luglio, avevamo già quadruplicato il fatturato del 2020, con la previsione di arrivare alla fine dell’anno in corso, con un fatturato otto volte superiore a quello dell’anno scorso. L’obiettivo è quello di arrivare a una crescita sostanziale in pochissimo tempo. Un’ambizione realistica, vista la crescita esponenziale delle vendite. I programmi di Sinoboom si stanno sviluppando a grande velocità. In Polonia è già

86

Sollevamento | Trasporti Eccezionali | Movimentazione Industriale e Portuale

Matteo Gambi, nuovo Service Manager Sinoboom per l'Italia

Sollevamento, Trasporti Eccezionali, Movimentazione Industriale e Portuale


partita la costruzione di una nuova linea di produzione che sarà ultimata e attiva già dalla fine del 2022. In Italia, quest’anno il fatturato è triplicato e mi aspetto per il 2022 un volume totale davvero consistente, con unità raddoppiate rispetto a quest’anno. Con i nuovi modelli Rough Terrain e Hybrid, del tutto conformi naturalmente agli standard europei, la fiducia del cliente italiano sta elevando la propria quota di interesse. Vogliamo arrivare a 400 unità nel 2022, nel solco dell’ambizione an-

nunciata dal nostro CEO, Tim Whiteman. Quella di diventare presto il quarto brand di riferimento per il mercato delle PLE in Europa". Parlavamo prima della crescita di una rete efficace di dealer e servizi. Certamente, il ruolo di Selift, struttura ufficiale per la distribuzione nel nostro Paese dei prodotti Sinoboom, oggi è cruciale e potente. Per rafforzare questa strategia, si sta creando una rete di officine autorizzate e qualificate per l’assistenza diretta ai clienti dire-

La gamma Sinoboom comprende, nelle proprie serie di prodotto, sei linee di specialità per PLE semoventi. Gli scissor (le piattaforme a pantografo), in versione diesel ed elettrica, contemplano altezze operative dai 4 ai 16 metri. Le piattaforme articolate, invece, prevedono (sempre in versione diesel o elettrica) modelli telescopici da 16 a 42 metri, e articolati, da 14 a 46 metri. Altre serie disponibili comprendono modelli di piattaforme su autocarro (massima altezza operativa a 28 metri, propulsione diesel), semoventi verticali elettriche monobraccio (Vertical Mast) fino a 10 metri, e spider cingolati (diesel, fino a 29,5 metri).

Sollevamento, Trasporti Eccezionali, Movimentazione Industriale e Portuale

zionali e ai key account. “Vogliamo che il nostro network sia efficiente e quanto più possibile ramificato sul territorio - considera Lanzini - Un network basato su una rete di riparatori autorizzati e di notevole eccellenza tecnica, che sto selezionando personalmente, insieme a Matteo Gambi. Il nostro nuovo Service Manager porta in dote alla squadra Sinoboom una preziosa competenza nel mondo dei carrelli elevatori e specialmente delle PLE autocarrate, con un background di profonde conoscenze elettrotecniche, un rapporto di fiducia costruito con moltissimi clienti e centri specializzati in Italia e all’estero, e numerose esperienze maturate sul campo in tutto il mondo. All’apporto di Gambi, naturalmente, si aggiunge la mia lunga e qualificata esperienza nel mondo delle piattaforme aeree, sul territorio nazionale. Fra i primi centri autorizzati a fare parte della nostra rete troviamo così nomi di spicco come la Boom Service di Bologna, la V Service di Milano, le strutture

Sollevamento | Trasporti Eccezionali | Movimentazione Industriale e Portuale

87


Ple Rent Srl di Pordenone, Calligaro Service di Udine, Plat Service di Chieti, NCService di Roma, Oleofficina di Brescia, Professional Gru di Cosenza e Ilardi Assistenza di Palermo”. A questo network, si aggiunge la rete consolidata ed efficiente dei centri di assistenza Selift, con 23 punti di riferimento primari in tutta Italia e in Svizzera. “Il numero di officine e centri autorizzati sarà comunque destinato a crescere, di pari passo con il numero di macchine Sinoboom vendute e operative in tutta Italia - sottolinea Lanzini - Ormai da tempo il blu delle piattaforme verticali a pantografo Sinoboom sta colorando le flotte delle società di noleggio di casa nostra,

88

Sollevamento | Trasporti Eccezionali | Movimentazione Industriale e Portuale

per merito della qualità costruttiva e delle soluzioni che contraddistinguono oggi l’identità del marchio di Changsha. La volontà è quella di portare in alto, nelle preferenze dei noleggiatori e degli altro clienti finali, i modelli semoventi a braccio articolato, ancora poco conosciuti ma di straordinaria qualità, affidabilità, robustezza, stabilità e modalità di gestione. A mio giudizio, questa linea rappresenta il prodotto di punta Sinoboom. Senza dimenticare che il futuro Sinoboom si sta indirizzando verso la totale sostenibilità, con lo sviluppo di modelli per il cantiere Full Electric e ibridi”. Non si può parlare di Sinoboom Italia, senza parlare di Selift. “Con un veterano di

successo e di assoluto rilievo come Oscar Prigione alla guida della nuova società (divisione di Selini Group), la solidità della distribuzione è una certezza - rimarca Lanzini - Dopo grandi sforzi e ricerche, ribadisco ancora la fortuna di aver trovato una figura unica nel settore come quella di Matteo Gambi, nel ruolo di Sinoboom Service Manager Italy and Technical Support. Con il suo arrivo, come dicevo in precedenza, si apre uno scenario davvero interessante che prevede la collaborazione con officine a lui legate da anni che garantiranno a Sinoboom e a Selift, nell’immediato, copertura e capillarità assoluta su tutto il territorio nazionale con almeno un Service Point per ogni regione”.

Sollevamento, Trasporti Eccezionali, Movimentazione Industriale e Portuale


WE DESIGN YOUR NEXT GENERATION MACHINE

Veniteci a trovare al

engineering and fem analysis Eccellenza nelle prestazioni, affidabilità e ottimizzazione. Analisi agli elementi finiti strutturale e fluidodinamica. relazioni di calcolo in conformità alle norme vigenti.

Piacenza, 7-9 Ottobre 2021

design, concept and cgi Styling di macchine complete, componenti ed accessori. Sketch, concept, render e video a supporto del reparto commerciale.

3D modeling and machine study Sviluppo accurato e disegni esecutivi di particolari e assiemi. Studio e ottimizzazione di schemi funzionali idraulici elettrici e idrici.

www.eping.it info@eping.it +39 0523 594035

Sollevamento, Trasporti Eccezionali, Movimentazione Industriale e Portuale

Sollevamento | Trasporti Eccezionali | Movimentazione Industriale e Portuale

89


Sollevatori Telescopici BOBCAT

Fenomeni da Costruzione DESTINATI AL CANTIERE, CON UNA PATENTE DI STRENUA RESISTENZA, CONTROLLO, MANUTENZIONE SENZA PROBLEMI E MASSIMA AFFIDABILITÀ. ECCO LA GENERAZIONE R, IDEALE PER L’OFF-ROAD

L

a falange, composta da 12 nuovi modelli, non si muove compatta verso la guerra ma in direzione dei cantieri, italiani e internazionali. Se battaglia ci sarà, la tenzone si svolgerà tutta sul mercato, che non potrà che considerare con attenzione la personalità dei nuovi sollevatori telescopici Bobcat serie R, con motore diesel Stage V e altezze di sollevamento da 6 a 18 m (per una capacità compresa tra le 2,6 e le 4,1 tonnellate). Ammirarne la modernità e il carattere coriaceo è una prova che, per l’operatore più smaliziato, potrebbe partire… dalla cabina. Facile da amare e da “abitare produttivamente”, valorizzata ergonomicamente da un unico pannello di controllo centrale, con superfici ottimizzate per offrire a chi lavora, maggiore spazio e visibilità. Il nuovo display LCD da 5 pollici

90

Sollevamento | Trasporti Eccezionali | Movimentazione Industriale e Portuale

Sollevamento, Trasporti Eccezionali, Movimentazione Industriale e Portuale


fornisce tutte le informazioni funzionali sul sollevatore R, in modo chiaro e interattivo (incluse le immagini della telecamera posteriore). Il comfort è anche poter avere a disposizione un joystick “all-in-one”, comandi intuitivi in stile automotive (tastierino retroilluminato, comando jog, leve sotto lo sterzo), con il benefit di funzione di allineamento semi-automatico delle ruote, freno di stazionamento e trasmissione automatici. L’operatore, inoltre, si sentirà al sicuro, con una protezione totale della struttura e dei componenti vitali, oltre a un telaio e a un braccio concepiti al più alto grado di resistenza per lavorare in qualsiasi contesto heavy duty. L’attenzione dell’operatore può spostarsi, dopo aver considerato il comfort, al rendimento effettivo delle macchine. I nuovi telescopici Bobcat della serie R offrono agilità a richiesta, grazie al nuovo sistema di trasmissione che garantisce una maggiore fluidità dei movimenti per eseguire i lavori più complessi in altezza, con precisione chirurgica. Le operazioni sono anche facilitate dal sistema di posizionamento del braccio (BPS=Boom Positioning System), dal nuovo joystick di precisione, dalla funzione di inching e dalla migliore visibilità dalla cabina. Grazie a una scelta progettuale ergonomica, il pedale di inching è più facile e meno faticoso da usare. Il freno motore più potente garantisce uno spazio di frenata più breve e quindi una maggiore sicurezza in cantiere. Tutti i modelli ora hanno le mo-

Tutta la nuova serie La nuova gamma di telescopici serie R di Bobcat include i seguenti modelli, divisi per tipologia. Telescopici compatti: TL26.60, TL30.60 e TL30.70; telescopici di medie dimensioni: TL35.70, T35.105, T35.105L e T36.120SL; telescopici con capacità di sollevamento elevata: T35.130S, T35.130SLP, T35.140S, T41.140SLP e T40.180SLP.

Sollevamento, Trasporti Eccezionali, Movimentazione Industriale e Portuale

Sollevamento | Trasporti Eccezionali | Movimentazione Industriale e Portuale

91


Sollevatori Telescopici

dalità di velocità tartaruga/lepre di serie e azionabile dal joystick. Disponibile la nuova modalità Dynamic per le applicazioni che richiedono una risposta rapida della trasmissione, e il nuovo acceleratore manuale opzionale con funzione Flex Drive permette di controllare la velocità di marcia in modo indipendente dal regime motore. I modelli della serie R sono stati progettati in ogni loro parte per garantire ai clienti la massima affidabilità, a partire dal baricentro basso e dal design ben bilancia-

92

Sollevamento | Trasporti Eccezionali | Movimentazione Industriale e Portuale

to delle macchine, che include anche un contrappeso pesante e un passo lungo. Che si usino o meno gli stabilizzatori compatti, la distribuzione ottimale del peso dei nuovi telescopici Bobcat permette all’operatore di arrivare in sicurezza il più in alto e distante possibile, anche con carichi pesanti. Sempre sul fronte del de-

sign, tutti i telescopici serie R sono dotati di un nuovo cofano motore con un profilo maggiormente inclinato che migliora la visibilità e riduce i punti ciechi del 15% sul lato destro della macchina. Insieme al cruscotto - anch’esso dal design rinnovato - è garantita un’eccellente visibilità dalla cabina.

Sollevamento, Trasporti Eccezionali, Movimentazione Industriale e Portuale


Sollevamento, Trasporti Eccezionali, Movimentazione Industriale e Portuale

Sollevamento | Trasporti Eccezionali | Movimentazione Industriale e Portuale

93


Attrezzature & Componenti

Partner Oleodinamico AL GIS SACE PRESENTERÀ UNA SOLUZIONE COMPLETA PER IL COMANDO DI UNA PIATTAFORMA AEREA DA 42 METRI

N

el settore della fornitura di sistemi di comando e controllo per macchine di sollevamento, Sace rappresenta ormai una realtà di riferimento grazie al di knowhow acquisito negli anni ed agli inve-

94

Sollevamento | Trasporti Eccezionali | Movimentazione Industriale e Portuale

stimenti di ricerca e sviluppo costantemente promossi dal Gruppo Flodraulic. L’azienda di Borgonuovo (Bo) è nata nel 1995 come rivenditore di componenti oleodinamici Danfoss, sviluppando nel tempo importanti competenze nell’im-

piantistica oleodinamica. Il lavoro progettuale di Sace, nel tempo, è approdato allo sviluppo di soluzioni perfettamente integrate tra elettronica e idraulica, offrendo ai clienti sistemi ottimizzati con un altissimo livello di affidabilità. Oggi

Sollevamento, Trasporti Eccezionali, Movimentazione Industriale e Portuale


Sace si presenta come system integrator completo offrendo ai propri clienti la soluzione che meglio rappresenta esigenze di applicazione specifiche (dai sistemi idraulici ai sistemi elettronici, dalle macchine ibride a quelle completamente elettriche). Particolare rilevanza nello sviluppo dei sistemi Sace è da attribuire allo sviluppo software, aspetto nel quale l'azienda emiliana sta ivestendo particolare attenzione. Queste varianti comprendono oggi software di sicurezza, (che presiedono alle dinamiche più

Una filosofia (avanzata) di affidabilità La realtà di Sace è quella di un protagonista della distribuzione Danfoss - che svolge anche l’attività di officina autorizzata per lo stesso marchio - dal 1995, operando nel settore dell’impiantistica oleodinamica come integratore di sistemi per le applicazioni mobili in Italia ed in Europa. Dal 2017 è entrata a far parte del gruppo Flodraulic, ampliando gli ambiti applicativi e la varietà delle soluzioni. La capacità progettuale di Sace, l’integrazione delle competenze elettroniche, la presenza di personale tecnico interno e la scelta dei migliori componenti sul mercato, permettono all’azienda di fornire soluzioni ottimizzate con un altissimo livello di affidabilità. Sace ha sviluppato nel tempo importanti competenze in progetti di integrazione elettronica all’interno di sistemi oleodinamici. I progettisti interni sviluppano diverse tipologie di software sulla base delle specifiche che il cliente richiede per la propria macchina, impiegando il sistema di sviluppo Plus+1 Dafoss, per garantire un’altissima affidabilità e qualità del prodotto finale.

Sollevamento, Trasporti Eccezionali, Movimentazione Industriale e Portuale

Sollevamento | Trasporti Eccezionali | Movimentazione Industriale e Portuale

95


Attrezzature & Componenti sensibili della macchina), software di controllo e software grafici per le interfacce HMI delle macchine sviluppate. La partecipazione al GIS 2021, le Giornate del Sollevamento a Piacenza Expo, vede Sace come espositore protagonista nel proprio ambito industriale, con l’offerta al pubblico - tra le novità presentate - dell’ultima applicazione sviluppata dal costruttore nell’ambito sollevamento. Si tratta di un impianto avanzato, implementato su una piattaforma aerea telescopica semovente da 42 m. “Si tratta di un sistema realizzato grazie alla nostra esperienza tecnologica interna, sempre più rivolta allo sviluppo della dinamica elettronica sulle macchine mobili - rivelano dal quartier generale Sace di Borgonuovo - e sviluppato utilizzando componenti elettronici ed oleodinamici Danfoss. Per questo, noi di Sace abbiamo sviluppato un software che utilizza l’applicativo Danfoss Plus+1; sistema di sviluppo che permette attraverso una programmazione grafica e modulare la massima flessibilità del software sviluppato. La sensoristica utilizzata, sfrutta la connessione in bus di campo CAN Open, e questa scelta permette di ridurre drasticamente il cablaggio sul veicolo e di poter effettuare una diagnostica efficiente di tutti i sensori utilizzati. I distributori PVG Danfoss sono in modalità CAN open e assicurano quindi un monitoraggio permanente di tutti i movimenti della parte aerea della piattaforma. Per coadiuvare il service di assistenza in caso di guasto, è stato realizzato da Sace anche un ampio file di diagnostica; collegandosi alla macchina, sarà sempre possibile da remoto controllare in dettaglio lo stato di tutti gli Input / Output e osservare tutti i movimenti del veicolo in tempo reale, visualizzando integralmente le catene di comando e lo stato delle safety function. Con quali vantaggi immediati? Massima sicurezza, maggiore produttività, un’efficienza migliorata, il monitoraggio in tempo reale e fermi macchina ridotti al minimo. Tutte prerogative che i visitatori del GIS potranno scoprire, visitando la tecnologia Sace direttamente in fiera (Padiglione 1, stand E36).

96

Sollevamento | Trasporti Eccezionali | Movimentazione Industriale e Portuale

Sollevamento, Trasporti Eccezionali, Movimentazione Industriale e Portuale


IM R 15 DA LA NUOVA GENERAZIONE DA È ARRIVATA!

✓ DOPPIA ARTICOLAZIONE ✓ Jib attivo ✓ Altezza max. di lavoro 15 m ✓ Altezza di articolazione 7x7 m al top della categoria ✓ Cingoli allargabili idraulicamente ✓ Comandi contemporanei ad azionamento elettro-idraulico ✓ Stabilizzazione automatica in posizione di lavoro ✓ Rotazione totale della torretta (± 180°) ✓ Rotazione cestello ✓ Dimensioni compatte ed area di stabilizzazione della macchina molto limitata

imergroup.com

IMER International S.p.A. Access Platforms Division Via San Francesco d’Assisi 8 - 46020 PegognagaIndustriale (MN) Italia Sollevamento, Trasporti Eccezionali, Movimentazione e Portuale Tel. +39 0376 554011 - Fax +39 0376 559855

✓ Tre motorizzazioni disponibili: • Motore benzina Honda GX390 • Motore diesel Yanmar L100N • Batterie litio Tutte con motore elettrico AC

VI ASPETTIAMO A

2021

97 AREA ESTERNA STAND L16 - M11

Sollevamento | Trasporti Eccezionali | Movimentazione Industriale e Portuale


Attrezzature & Componenti TECNOMOVINT

Ribaltare i luoghi comuni LA MISSIONE DEL COSTRUTTORE DI GORLAGO (BG) È PROPRIO QUESTA: CAMBIARE LE PROSPETTIVE AL LAVORO DI CHI SOLLEVA MANUFATTI PESANTI. OGGI LO FA CON LA PROPRIA LINEA DI RIBALTATORI, A TERRA E AEREI, PER LE NECESSITÀ DI CHI VUOLE MOVIMENTARE OGNI ELEMENTO DI FABBRICA O QUALSIASI STRUTTURA DI GRANDI DIMENSIONI, IN COMPLETA SICUREZZA

“L

ift, Turn or Rotate products in safety!”. La parola d’ordine di Tecnomovint per il GIS 2021 è chiara: Sollevare, ribaltare o ruotare manufatti in totale sicurezza. Per consentirlo nella maniera più totale ai propri clienti, l’azienda di Gorlago (Bg) ha progettato e realizzato una linea di ribaltatori “a terra” e “aerei” di tipo elettromeccanico o idraulico per sostenere qualsiasi portata, dimensione e tipologia di manufatti da ribaltare. I ribaltatori, nelle due soluzioni alternative previste dal costruttore bergamasco, sono attrezzature sempre più richieste dal mercato perché garantiscono una buona produttività nei processi di fabbrica e al tempo stesso conferiscono una sicurezza estrema alle operazioni che prevedono la rotazione di manufatti di grandi dimensioni e particolarmente pesanti. Le tipologie dei ribaltatori a terra per vergelle e dei ribaltatori aerei hanno quindi la funzione principale di ruotare manufatti con varie potenzialità dinamiche - da 0 a 90°, da 0 a 180° e, per il ribaltatore aereo, fino a 360°.

98

Sollevamento | Trasporti Eccezionali | Movimentazione Industriale e Portuale


“Lifting Inventor” made in Italy Nel settore del sollevamento e della movimentazione, in ambito nazionale, la realtà di Tecnomovint, da oltre 30 anni ha fatto della creatività più innovativa la propria missione imprenditoriale. La progettazione, la produzione e la commercializzazione di soluzioni originali che trovano larga applicazione nel settore della movimentazione dei carichi di diverse forme e materiali, sono attività che in Tecnomovint esulano dagli standard di prodotto. Ogni attrezzatura e impianto si riferisce a progetti personalizzati e studiati ad hoc, partendo dall’analisi delle necessità operative del cliente. Nella fase di studio d’ogni soluzione, Tecnomovint si avvale di uno studio di progettazione professionale e preparato, in grado di individuare le priorità di applicazione di ogni prodotto specifico.

Sollevamento, Trasporti Eccezionali, Movimentazione Industriale e Portuale

Sollevamento | Trasporti Eccezionali | Movimentazione Industriale e Portuale

99


Attrezzature & Componenti Il ribaltatore a terra ha il profilo di un’attrezzatura dalla considerevole affidabilità, adatta al ribaltamento di carichi di varie forme e peso. Questo modulo Tecnomovint permette di effettuare molti cicli giornalieri di movimentazione, rispondendo così alla maggior parte delle esigenze di impiego per molteplici settori industriali. Questo ribaltatore è progettato per ribaltare coils, vergelle, flange e bobine di vari materiali e può essere equipaggiato con dotazioni specifiche per facilitare il centraggio e il bloccaggio. Le portate consentire dal ribaltatore a terra arrivano fino alle 50 tonnellate.

100

Sollevamento | Trasporti Eccezionali | Movimentazione Industriale e Portuale

Il ribaltatore aereo eleva la flessibilità e l’affidabilità al servizio delle esigenze più complesse della movimentazione industriale. Questa tipologia di ribaltatore è in gradi di mutare la natura di un’operazione spesso pericolosa, come quella di ribaltare un manufatto, in una fase di lavoro sicura e facile, attraverso il sostegno del carico su un sistema di fasce azionato da un motoriduttore. Il ribaltatore aereo va appeso al gancio della gru ed è disponibile da 1 a 20 tonnellate, per unità singola o doppia. La struttura è bilanciata in modo che il carico rimanga perfettamente orizzontale rispetto al dispositivo di ribaltamento del carico.

Il carico, dunque, è appeso a due fasce realizzate con rivestimenti speciali - allo scopo di proteggere dagli spigoli vivi e garantire la massima aderenza al carico, senza rischio di scivolamenti o cadute del manufatto a terra, a esclusione di danni collaterali ad altri manufatti e alla stessa unità movimentata. I ribaltato aerei sono concepiti da Tecnomovint per il ribaltamento e la rotazione di barche, manufatti in cemento , basamenti di telai e stampi. Ogni unità può essere equipaggiata con particolari specifici per facilitarne il centraggio e il bloccaggio, sempre per una capacità di portatea fino alle 50 tonnellate.

Sollevamento, Trasporti Eccezionali, Movimentazione Industriale e Portuale


L’EVENTO CULTURALE DI RIFERIMENTO CENTRI DI ECCELLENZA DI FORMAZIONE IIS NEL MONDO DELLAEFABBRICAZIONE DEI PRODOTTI SALDATI WORKSHOP TECNICO SCIENTIFICI | CORSI DI FORMAZIONE | AGGIORNAMENTI | FAQ | ESPOSIZIONE SPONSOR TECNICI

CENTRI DI ECCELLENZA E DI FORMAZIONE IIS

www.gns.iis.it

Sollevamento, Trasporti Eccezionali, Movimentazione Industriale e Portuale

Sollevamento | Trasporti Eccezionali | Movimentazione Industriale e Portuale

Gruppo Istituto Italiano della Saldatura | Lungobisagno Istria, 15 | 16141 GENOVA | Tel. +39 010 8341.1 | iis@iis.it

101


Attrezzature & Componenti WÜRTH ELEKTRONIK ICS

Energia per il mercato Italia L’IMPEGNO DI UNO DEI BRAND INTERNAZIONALI PIÙ AUTOREVOLI E DIFFUSI AL MONDO, ORA SI CONCENTRA SUL NOSTRO PAESE. LO SVILUPPO DELLE IMPLEMENTAZIONI SU MACCHINE MOBILI, IN AMBITO OFF-HIGHWAY E NEL SOLLEVAMENTO, È AFFIDATO A DUE VETERANI DI RICONOSCIUTA ESPERIENZA E PROFESSIONALITÀ COME PAOLO BRICOLA E SABATINO SCARPITTO

C

he cosa hanno in comune escavatori, mietitrebbie e sollevatori telescopici? Condividono modalità di lavoro in condizioni ambientali molto impegnative. Pertanto, tutte queste macchine necessitano di soluzioni affidabili e di strenua resistenza per la distribuzione di energia negli impianti che vi sono implementati; necessità a cui sempre più spesso provvedono i distributori d Würth Elektronik ICS, con specialità a cui si affidano i produttori europei di

102

Sollevamento | Trasporti Eccezionali | Movimentazione Industriale e Portuale

macchine agricole e per le costruzioni. si affidano alle soluzioni ICS. Anche in Italia numerosi produttori di macchine mobili nel settori agricolo, oppure in quello edile e della movimentazione dei materiali prescelgono le centraline, i quadri di alimentazione e i quadri elettrici Würth Elektronik ICS per garantire la distribuzione e la protezione dell’energia anche nelle condizioni heavy duty prima menzionate.

Per assicurare una vita utile durevole degli assemblaggi è sempre fondamentale l’utilizzo della tecnologia più opportuna. Würth Elektronik ICS si affida a distributori di alimentazione su base PCB, assemblati utilizzando la tecnologia press-fit collaudata da decenni. Questa scelta garantisce collegamenti particolarmente stabili e consente la trasmissione affidabile di correnti elevate. Tuttavia,

Sollevamento, Trasporti Eccezionali, Movimentazione Industriale e Portuale


l’esperienza di implementazione dei costruttori aziende con Würth non si limita ai distributori di energia. Fanno parte del portafoglio prodotti anche soluzioni intelligenti per il controllo delle funzioni nei veicoli, come display HMI e controller CAN. Per servire ancora meglio il mercato italiano - con leader mondiali tra i produttori di macchine off-highway - Würth Elektronik ha deciso di espandere ulteriormente la propria attività nella Penisola. Würth Elektronik ICS sarà presente al GIS 2021, proprio per presentare il proprio portafoglio di soluzioni per il mercato italiano. In particolare, presentiamo i nostri display di fascia alta, le soluzioni di distribuzione dell’alimentazione e i controller di Würth Elektronik ICS, che negli anni hanno convinto molti dei produttori di macchine mobili e di sollevamento in tutto il mondo. I principali protagonisti di questa nuova sfida sono due figure professionali storiche del mercato, come Paolo Bricola e Sabatino Scarpitto. Paolo Bricola vanta un’esperienza trentennale nella progettazione e nella commercializzazione di prodotti elettronici per

macchine mobili, acquisita lavorando in molte aziende, sia di costruttori del settore mobile e del sollevamento (soprattutto nell’ex gruppo Fantuzzi-Reggiane), sia nell’elettronica applicata alle stesse macchine e in ambito automotive (realtà primarie come 3B6 e COBO). Un percorso condiviso nello stesso settore da Sabatino Scarpitto. Dopo aver maturato diversi anni di esperienza nella divisione sistemi del gruppo COBO, Sabatino Scarpitto si è affermato come Key Account manager con Würth Elektronik, prima in Italia e poi in Europa e negli

Sollevamento, Trasporti Eccezionali, Movimentazione Industriale e Portuale

Stati Uniti. “L’Italia si conferma come ambito favorevole dove persone ed esperienze in questo mondo sono diffuse - confermano i due manager Würth Elektronik ICS - A noi è stato affidato l’onore e l’onere di creare concretamente un’organizzazione completa capace di offrire innovazione all’altezza del marchio Würth Elektronik.

Sollevamento | Trasporti Eccezionali | Movimentazione Industriale e Portuale

103


Attrezzature & Componenti

Gli obiettivi sono quelli di proporre nuovi prodotti e soluzioni, partendo dal catalogo già esistentie e dalla recentissima gamma di HMI. Abbiamo intenzione di crescere nel mercato italiano e supportare Würth Elektronik ICS nello sviluppo del brand in altri paesi. La nostra esperienza sia nel campo dei prodotti che dei relativi SW applicativi e di sicurezza sarà alla base della nostra azione”. Ma quali sono i settori di mercato nazionali più interessanti in questo momento? “Come Würth Elektronik ICS, negli ultimi dieci anni abbiamo sviluppato una forte presenza nei mercati del sollevamento, dell’agricoltura e delle costruzioni - rileva Sabatino Scarpitto - Il nostro primo obiettivo sarà quindi quello di continuare a crescere in questi segmenti attraverso le nostre peculiarità riconosciute da tutti i nostri clienti e nuove soluzioni sempre più innovative. In parallelo, abbiamo avviato uno scouting per la valutazione di nuovi mercati e clienti, sicuramente molto interessanti nei settori dei veicoli industriali e dei veicoli ibridi, visti anche i successi conseguiti dalla casa madre in questi comparti”. Una visione del mercato dell’elettronica off-highway nel medio termine, inoltre,

104

Sollevamento | Trasporti Eccezionali | Movimentazione Industriale e Portuale

prefigura “una crescita impetuosa della domanda da parte dei produttori - come sottolinea Paolo Bricola - Per quanto riguarda l’elettronica, ci aspettiamo un forte sviluppo di display e moduli di interfaccia uomo-macchina sempre più sofisticati, sensori IoT, centraline che diventano body computer e una forte integrazione con i sistemi interconnessi. Le attuali normative sulla sicurezza delle macchine saranno riviste per tenere conto dell’avvento di queste nuove tecnologie e ci aspettiamo un crescente spostamento dell’elaborazione dei dati e della relativa certificazione da dispositivi locali a dispositivi distribuiti. Würth ICS è pronta a raccogliere la sfi-

da. Rappresentiamo già lo stato dell’arte della gamma HMI e, grazie alla visione del mercato globale e ai diversi centri di competenza R&D in tutto il mondo, sarà possibile sviluppare altri prodotti portando tecnologia ed esperienze da un mercato all’altro”. Ma quali sono i prodotti che Würth Elektronik ICS intende sviluppare e presentare sul mercato nel medio-lungo periodo? È Sabatino Scarpitto a rispondere, confermando l’obiettivo di “fornire il sistema completo per l’architettura elettrica dei veicoli, composto da unità di distribuzione dell’energia, controller e display. Quindi, dopo aver creato la gamma di HMI e REDline Power Boxes - le nostre soluzioni di distribuzione dell’energia sigillate in un contenitore standard (sia per macchine tradizionali che ibride) che presentiamo proprio al GIS 2021 - ci stiamo concentrando sulla creazione di una gamma di innovativi multi-centraline multiuso, lo sviluppo di display interfacciabili con body computer e sistemi per potersi connettere a qualsiasi sistema Cloud. Per quanto riguarda i sensori, continueremo a privilegiare le partnership con chi ha esperienza nel settore, visto il forte sviluppo e la specificità che questa tipologia di prodotto ha acquisito e sta acquisendo negli anni. Per lo sviluppo di software applicativo, rafforzeremo il nostro gruppo interno di sviluppatori con competenze riconosciute a livello internazionale, allo scopo di aumentare la nostra forza ed essere in grado di supportare al meglio i nostri system integrator, ovvero i nostri partner nello sviluppo di sistemi e soluzioni”.

Sollevamento, Trasporti Eccezionali, Movimentazione Industriale e Portuale


Qualità, affidabilità ed efficienza: il made in Italy per eccellenza

queste sono le caratteristiche che rendono il marchio FMGru apprezzato in tutto il mondo.

Transizione 4.0: Innovazione e benefit con Tutte le nostre gru possono essere dotate di un sistema di interconnessione che le rende idonee all’iperammortamento previsto dal piano nazionale Transizione 4.0: questo sistema consente di creare un collegamento tra la gru e i sistemi informativi del cliente, di monitorare da remoto i mezzi e di ricavare dati sullo stato e sull’utilizzo della macchina. Sollevamento, Trasporti Eccezionali, Movimentazione Industriale e Portuale

www.fmgru.it

Sollevamento | Trasporti Eccezionali | Movimentazione Industriale e Portuale

Follow us:

105


Attrezzature & Componenti AUTOVICTOR/ENERPAC

Tra i pesi massimi del sollevamento

CON I MARTINETTI IDRAULICI, LE SQUADRE DELLO SPECIALISTA PIEMONTESE COMPIONO IMPRESE DI ALTO PROFILO IN TANTI SETTORI, DAL PETROLCHIMICO AL CIVILE, FINO ALLE APPLICAZIONI IN AMBITO NAVALE. UNA VERSATILITÀ BASATA, SEMPRE, SU MAESTRA ED ESPERIENZA DI INTERVENTO

106

Sollevamento | Trasporti Eccezionali | Movimentazione Industriale e Portuale

Sollevamento, Trasporti Eccezionali, Movimentazione Industriale e Portuale


I

martinetti idraulici costituiscono un sistema di sollevamento non convenzionale generalmente utilizzato per operare in tutte le situazioni in cui sia preponderante la richiesta di un’elevata capacità in termini di tonnellaggio e ci sia la necessità di un notevole supporto ingegneristico. Mediante sistemi di sollevamento integrati, quali torri a traliccio o sistemi denominati climbing jack, consentono di raggiungere anche quote piuttosto elevate e, in genere, queste soluzioni vengono utilizzate per i sollevamenti particolarmente importanti in termini di peso. “I martinetti idraulici trovano applicazione in molteplici ambiti: dal petrolchimico al civile, dall’industria all’ambito navale – ci spiega Alessandro Gino, direttore operativo di Autovictor – Si tratta di elementi molto versatili, che necessitano però del corretto sistema di applicazione. L’utilizzo del martinetto presuppone il sollevamento e la movimentazione di pezzi particolarmente pesanti, in genere portati in sito utilizzando trasporti eccezionali, per poi essere traslati e posizionati in modo definitivo. Spesso, come ad esempio nel caso di generatori e turbine, si tratta di elementi che hanno minime tolleranze

Lo staff Per la gestione dei sollevamenti con i martinetti idraulici, Autovictor contempla nel proprio organico a una squadra di due o tre persone. “Schematicamente, il lavoro si divide in tre fasi - ci illustra Alessandro Gino - Il montaggio di tutta l’attrezzatura e la messa in opera, l’utilizzo tramite PLC (un tecnico fa funzionare il tutto mentre gli altri due sono deputati al controllo delle operazioni), e la fase di smontaggio”. Anche nell’utilizzo dei martinetti idraulici spicca la preparazione tecnica di tutto il personale Autovictor. Infatti si tratta di tecnici altamente specializzati in questa tipologia di operazioni, che richiedono la massima attenzione per ogni singolo particolare, non solo per gli enormi pesi in gioco, ma anche per l’estrema precisione richiesta nel collocamento dei diversi manufatti.

Sollevamento, Trasporti Eccezionali, Movimentazione Industriale e Portuale

Sollevamento | Trasporti Eccezionali | Movimentazione Industriale e Portuale

107


Attrezzature & Componenti di posizionamento, attorno al decimo di millimetro, che possono essere assicurate esclusivamente dall’utilizzo dei martinetti. Questa precisione, infatti, non si potrebbe ottenere con nessun altro sistema di sollevamento”.

La gamma Autovictor Per quanto concerne i martinetti idraulici Autovictor si affida a un’autentica eccellenza del settore come Enerpac. L’attuale gamma di equipaggiamento Autovictor è composta da una batteria di 20 martinetti da 250 t, 16 martinetti da 150 t e sei martinetti 100 t. Sono inoltre in prossima

108

Sollevamento | Trasporti Eccezionali | Movimentazione Industriale e Portuale

Sollevamento, Trasporti Eccezionali, Movimentazione Industriale e Portuale


Sollevamento, Trasporti Eccezionali, Movimentazione Industriale e Portuale

Sollevamento | Trasporti Eccezionali | Movimentazione Industriale e Portuale

109


Attrezzature & Componenti consegna ulteriori otto martinetti da 150 t. Leggermente differenti dal punto di vista tecnico, questi ultimi sono un nuovo modello a doppio effetto, che permette di controllare il sollevamento e la discesa. La gamma si conclude con altre attrezzature speciali sotto le 100 t. Per azionare i martinetti – che si possono usare sia in batterie omogenee sia in batterie miste – Autovictor utilizza una centralina Enerpac Evo a 24 uscite, che quindi consente di gestire fino a 24 linee separate di sollevamento, cui si possono attaccare pressoché infiniti martinetti. Il tutto viene gestito tramite il PLC della centralina.

Il progetto Saipem FDS Tantissimi i lavori targati Autovictor che hanno beneficiato dell’utilizzo dei mar-

110

Sollevamento | Trasporti Eccezionali | Movimentazione Industriale e Portuale

tinetti. Uno dei più recenti riguarda il progetto Saipem FDS, completato a Genova dai cantieri San Giorgio del Porto, che ha comportato una spinta di 2.000 t finalizzata a sostenere la poppa di una nave posatubi della società italiana. L’intervento di Autovictor si è inserito nelle operazioni di manutenzione previste per la nave ed eseguite all’interno del bacino di carenaggio. “La nave Saipem nella sezione di poppa, che è molto slanciata fuori dalla linea di galleggiamento, presenta un rigger che serve per la posa dei cavi in mare – precisa il direttore tecnico di Autovictor – Per affrontare la manutenzione all’interno del bacino di carenaggio evitando di sbarcare il rigger, un’operazione che avrebbe fatto perdere tantissimo tempo con una conseguente perdita di denaro, si è

cercato un sistema alternativo che permettesse di ricreare la spinta del mare sulla poppa della nave. Non solo, era necessario trovare un sistema che evitasse un eccessivo sbalzo della parte posteriore che avrebbe creato una pericolosa torsione della poppa stessa. La soluzione proposta è stata l’utilizzo dei nostri martinetti idraulici. Quindi, senza sbarcare il rigger e man mano che veniva tolta acqua nel bacino di contenimento, noi andavamo a spingere con i martinetti in verticale su due puntoni andando a ricreare la spinta di galleggiamento dell’acqua sulla parte posteriore dell’imbarcazione. Tutto ciò ha permesso di effettuare le manutenzioni in tempi rapidi e in totale sicurezza”. Va precisato che per ogni puntone Autovictor ha utilizzato sei martinetti da 250 t l’uno.

Sollevamento, Trasporti Eccezionali, Movimentazione Industriale e Portuale


ITALY N I E M AD PLUS H JRT

A18 I D

HY B R

A

F

PLU E T 18JR R I C

LEC E L L U

T

PLUS D JRT

A18 L

DIES

S

E

K R WO

S E P O L S N O

° 8 O T UP

Veniteci a trovare al

Piacenza, 7-9 Ottobre 2021

SAFELY, HIGHER.

Area Esterna Stand L4/M1 Sollevamento, Trasporti Eccezionali, Movimentazione Industriale e Portuale

SAFELY, HIGHER. Airo by TIGIEFFE S.r.l. via Villa Superiore, 82 42045 Luzzara (RE) Italy Phone: +39 0522 977365 Email: info@airo.com

www.airo.com

Sollevamento | Trasporti Eccezionali | Movimentazione Industriale e Portuale

SAFELY, HIGHER. SAFELY, HIGHER.

111


Attrezzature & Componenti AUTEC

Lo Smart Lifting per l’industria SI CHIAMA PROPRIO LIFT, IL NUOVO COMANDO SENZA FILO DEL COSTRUTTORE DI CALDOGNO (VI). IDEALE PER CARROPONTI, GRU A BANDIERA, PARANCHI E ARGANI, SI AVVALE DELL’APP MY LIFT AUTEC

I

l mondo del controllo applicato al sollevamento, nel caso di Autec ha la forma di un vero e proprio universo di potenzialità. Se ne accorgeranno i visitatori più tecnologici del GIS 2021, quando nello stand dello specialista di Caldogno (Vi) - C 38, Padiglione 1 - troveranno, tra le altre novità, il nuovo sistema di comando Lift, modello senza filo a pulsantiera.

112

Sollevamento | Trasporti Eccezionali | Movimentazione Industriale e Portuale

“Questa soluzione è ideale per macchine di sollevamento come carroponti, gru a bandiera, paranchi e argani - ci spiegano i responsabili dell’azienda veneta - Lift è dotato di una nuova tecnologia in grado di aiutare l’operatore, tramite l’App My Lift Autec, nell’impiego quotidiano e nella gestione del sistema in fase di manutenzione”.

La pulsantiera Lift è configurabile a 4, 6, oppure 8 tasti a doppio step. I principali punti di forza si possono sintetizzare in quattro plus. Innanzitutto, la nuova comunicazione radio su 2.4 GHz, che sfrutta i vantaggi dell’ultima tecnologia Bluetooth con la protezione di sicurezza personalizzata Autec. A seguire, l’applicazione My Lift Autec per smartphone (iOS e An-

Sollevamento, Trasporti Eccezionali, Movimentazione Industriale e Portuale


droid) che semplifica la gestione e la configurazione del sistema. In terzo luogo, la base station ACRH11, disponibile anche con luce lampeggiante integrata ad alta intensità e avvisatore acustico. Infine, la disponibilità di modelli con batterie inter-

ne di tipo standard (3 x AAA) o con batteria esterna ricaricabile Li-Ion. Protagonista “remoto” ma non certo a distanza, come abbiamo già sottolineato in precedenti occasioni, Autec è una garanzia di prossimità al cliente con i propri

Cableless Control Systems, secondo la direttrice di sviluppo per sistemi di comunicazione e materiali ad alte prestazioni, valorizzati da un design moderno ed ergonomico, con prerogative di affidabilità e sicurezza.

Radiocomandi, la nuova onda tecnologica Ricordiamo la presenza, allo stand Autec allestito per il GIS 2021, dei radiocomandi di ultima generazione Compact, Link e Curve, nelle serie Air e Dynamic. L’identità è quella di unità portatili progettate appositamente con specifiche dimensioni e design allo scopo di aderire meglio possibile alle molteplici richieste applicative del mercato internazionale. Un dettaglio importante riguarda la predisposizione di questi radiocomandi per essere utilizzati con il nuovo display (programmabile in Codesys o JMobile, TFT LCD da 4.3”, 65k a colori e con risoluzione di 480 x 272 px) che favorisce una visualizzazione ottimale dei parametri di funzionamento e degli stati della macchina. I modelli Link e Curve sono le novità inserite anche nella famiglia delle unità con comando a cavo. Questa serie, dedicata alle situazioni applicative dove risulta critico o vietato l’utilizzo delle radiofrequenze, presenta ora ancora più soluzioni, coerentemente con la volontà di offrire una risposta a ciascuna richiesta del cliente.

Sollevamento, Trasporti Eccezionali, Movimentazione Industriale e Portuale

Sollevamento | Trasporti Eccezionali | Movimentazione Industriale e Portuale

113


Attrezzature & Componenti FLASH BATTERY

L’energia del Litio per sollevare il mondo

PESO RIDOTTO, ZERO MANUTENZIONE, ALTA DENSITÀ ENERGETICA. LE BATTERIE AL LITIO FLASH BATTERY SONO LA SOLUZIONE IDEALE PER I PRODUTTORI DI MACCHINE INDUSTRIALI E PLE

L

a volontà e il talento per la ricerca portano i più audaci a vincere le sfide del futuro. Sfide tecnologiche che hanno in sé le prerogative della sostenibilità e dell’efficienza, in combinazione con l’urgenza necessaria del cambiamento. Flash Battery ha questa personalità, da produttore di batterie al litio d’avanguardia, e la sua prossima sfida sarà sul campo di GIS Expo, dove dal 7 al 9 ottobre presenterà, al padiglione 1, stand C24 - D25, le sue ultime novità in materia di batterie al litio di ultima generazione dedicate al mondo del sollevamento, logistica automatizzata, movimentazione merci e trasporti eccezionali. “Oggi ai produttori di veicoli elettrici viene richiesto di raggiungere performance sempre più sfidanti. Maggiore autonomia, velocità di ricarica e la riduzione di costi di manutenzione - considera Marco Righi, CEO della società di Sant’Ilario d’Enza (Re) - In Flash Battery siamo convinti che le richieste che regolano il nostro settore vadano sempre anticipate da scelte e comportamenti lungimiranti, che prevengano le criticità e garantiscano affidabilità nel tempo. È con questa mentalità che guardiamo al futuro ed è proprio questa mentalità che ci spinge verso un continuo investimento in ricerca sui materiali e in competenze orientate a efficienza e sostenibilità.

114

Sollevamento | Trasporti Eccezionali | Movimentazione Industriale e Portuale

Le caratteristiche ormai note dei prodotti Flash Battery rilevano prerogative come il peso ridotto della batteria, l’assenza di emissioni e l’ampio range di temperatura operativa. Un insieme di requisiti che fanno delle batterie Flash Battery una scelta ideale per produttori di veicoli elettrici che devono essere in grado di garantire le massime performance. “Ciò che contraddistingue le batterie al litio Flash Battery è l'alta customizzazione – aggiunge Marco Righi - La produzio-

ne di batterie su misura, che rispettano precisamente gli spazi e gli ingombri richiesti dall’applicazione e che offrono tensioni e capacità studiate ad hoc per le esigenze di lavoro, sono il frutto di un’esperienza ormai decennale, maturata lavorando al fianco di numerosi costruttori europei che ci hanno

Sollevamento, Trasporti Eccezionali, Movimentazione Industriale e Portuale


scelti per la nostra focalizzazione sul mercato industriale (nei settori delle piattaforme aeree, edilizia, gru, autogru, macchine agricole, lgv e agv, per citarne solo i principali). Per ognuna di queste applicazioni, Flash Battery ha scelto poi di affidarsi ad una chimica ben precisa, la chimica LFP, che tra tutte, risponde al meglio alle esigenze specifiche di questo settore. Si tratta infatti della chimica più sicura e stabile che si possa trovare sul mercato, disponibile in formati di grande capacità, come richiesto dai sistemi industriali, senza aver bisogno di collegare in parallelo tante piccole celle che ne abbasserebbero la stabilità, compromettendo la sicurezza dell’intera macchina”. L'attività di ricerca del reparto R&D di Flash Battery, che conta attualmente il 35% del personale, è volta alla continua acquisizione di nuove competenze ed è proprio questa spinta allo studio e all' innovazione che

Pionieri negli AGV Uno dei settori principali di applicazione per Flash Battery è quello dei veicoli LGV (Laser Guider Vehicles) e AGV (Automated Guided Vehicles). “Siamo leader di mercato grazie anche alla partnership con E80 Group, sulla base della quale abbiamo oltre 4.000 batterie sparse tra i vari plant più importanti del mondo – spiega Marco Righi di Flash Battery – E80 Group è specializzato nella fornitura di soluzioni intralogistiche automatizzate, al servizio di smart factory. Oltre a garantire una precisione operativa superiore al 99,5%, questi veicoli intelligenti sono resi ancora più efficienti e ‘green’ grazie all'implementazione di batterie al litio con la tecnologia all'avanguardia di Flash Battery”. Tra i plus del litio Flash Battery nel mondo AGV, vanno annoverate le cariche rapide per utilizzo intensivo 24 ore al giorno, sette giorni su sette e il controllo remoto, a garanzia di una lunga vita utile delle batterie stesse e della prevenzione di qualsiasi tipo di anomalia.

Sollevamento, Trasporti Eccezionali, Movimentazione Industriale e Portuale

ha permesso lo sviluppo di batterie con una nuova generazione di celle. "Si tratta delle cosiddette celle di terza generazione, che avremo l'occasione di presentare a GIS Expo e che ci hanno permesso di incrementare considerevolmente la densità energetica dei nostri pacchi batteria, portandola in soli tre anni da 134 Wh/L a 207 Wh/L. Questa maggiore densità si traduce inoltre in un minor volume del pacco batteria, che però non altera gli alti livelli di sicurezza che già garantiamo per ognuna delle nostre oltre 12.000 batterie al litio sparse per il mondo. Oltre all'aumento della densità energetica lavoriamo incessantemente per incrementare le performance e i cicli di vita, due caratteristiche che oggi sono alla base delle richieste dal mercato industriale". I vantaggi e i benefici che il litio conferisce al settore delle macchine industriali sono ormai indiscussi, se poi si è affiancati da un produttore competente ed esperto, che possa fornire i giusti consigli nella scelta delle feature più adatte al mezzo che si è intenzionati a elettrificare, allora il successo è garantito. Pensiamo al settore delle piattaforme aeree, dove il litio Flash Battery è ormai un alleato indiscusso nella transizione verso la propulsione Full Electric. “Nell'ambito delle PLE – conclude Marco Righi – offriamo pacchi batterie a zero manutenzione, cinque volte più leggere rispetto ai modelli di batterie al piombo e con più elevata densità energetica. La nostra expertise ci ha resi pionieri in questo settore, ma la tecnologia evolve incessantemente e noi vogliamo evolverci insieme a lei, facendo della ricerca e sviluppo e dell’internazionalizzazione le sfide più stimolanti per il prossimo futuro”.

Sollevamento | Trasporti Eccezionali | Movimentazione Industriale e Portuale

115


Movimentazione Industriale e Portuale

Sollevamento senza fermate LA NOVITÀ GRL, GRU A BANDIERA A ROTAZIONE CONTINUA, EREDITA UNA TRADIZIONE PRODUTTIVA D’ECCEZIONE CHE CONTA OLTRE 90 ANNI DI STORIA. EVOLUZIONE DI UN MODELLO CHE OGGI OFFRE L’AVANGUARDIA DI UNA VERSATILITÀ E LEGGEREZZA SENZA PRECEDENTI

P

er un’autorità industriale del settore, la presentazione potrebbe sembrare superflua. Eppure, ci sentiamo di offrire ai nostri lettori un preambolo doveroso, per una tipologia di sollevamento che da decenni è essenziale alla produzione degli stabilimenti, per ogni processo e sotto qualsiasi latitudine. Parliamo naturalmente delle gru a bandiera, a rotazione manuale o elettrica, in versione a colonna o a parete, progettate e realizzate per movimentare localmente le merci all’interno della fabbrica, in un piazzale o in asservimento a postazioni operative. Si tratta di moduli

116

Sollevamento | Trasporti Eccezionali | Movimentazione Industriale e Portuale

pensati anche per un utilizzo efficace in condizioni ambientali difficili, spesso con il ruolo di vere e proprie macchine operatrici se utilizzate a integrazione dei centri di produzione, oppure di macchine utensili o banchi di lavoro. Tra i sistemi di movimentazione industriale, le gru a bandiera rappresentano senz’altro la soluzione più economica e pratica, nell’installazione come nella gestione da parte del lavoratore. Quelli appena espressi, sono concetti che Donati ha sviluppato nel modo più brillante a partire dal 1930, da quando cioè la produzione dell’azienda lombarda è nata, implementando prodotti e soluzioni di serie e personalizzate per rispondere in modo puntuale alle esigenze dei clienti e

Sollevamento, Trasporti Eccezionali, Movimentazione Industriale e Portuale


di una domanda di mercato che presto ha varcato i confini nazionali per diffondersi in tutto il mondo. I modelli di gru a bandiera Donati, come tutta la gamma degli altri prodotti del marchio, sono il risultato di una Ricerca & Sviluppo assidua che comprende le applicazioni più diversificate di sollevamento; il risultato finale rivela una

linea di modelli in grado di comprendere il più ampio spettro di soluzioni per la movimentazione dei carichi. L’ultima nata in casa Donati (nello stabilimento di Agrate Brianza), dalla disponibilità imminente sul mercato, è la GRL, un modello di gru a bandiera in grado di compiere una rotazione continua di 360°, con una portata fino a 2.000 kg e una capacità di sbraccio che culmina a 7 metri. La peculiarità della nuova gru a bandiera Donati è quella di essere già predisposta per la trasformazione dalla modalità d’uso manuale a quella elettrica, con l’impiego di un kit di adattamento disponibile su richiesta già all’atto dell’acquisto. “La GRL è la risposta innovativa di Donati alla domanda di un mercato particolarmente specifico ed esigente, che richiede leggerezza e versatilità in un unico

Una famiglia per ogni applicazione La gamma delle gru a bandiera Donati è in grado di offrire il range più completo di soluzioni per la movimentazione dei carichi in aree difficili. Le diverse serie contemplano portate da 63 a 10.000 kg e capacità di sbraccio da 2 a 10,5 m. Le linee di prodotto, oltre alla nuova arrivata GRL, comprendono dieci modelli. Si parte dalla serie GBA di gru a bandiera a colonna, con rotazione manuale a 300°, e portata fino ai 2.000 kg, seguita dai modelli GBP, a parete, sempre a rotazione manuale (a 270°); da segnalare, per questa linea, la versione S delle gru a bandiera in canalina, per ottenere un’estrema leggerezza di movimentazione. Le gru con braccio snodato, ideali negli interni dove siano presenti particolari ostacoli, costituiscono la serie CBB, a colonna, con portata fino ai 500 kg, rotazione 360°; anche in questo caso, è prevista la serie corrispettiva a parete, con rotazione a 360°, denominata MBB. Le serie con braccio motorizzato, ideale nelle aree dalla gestione logistica complessa, per uso frequente e portate fino a 2.000 kg, comprendono la linea CBE, a colonna, con rotazione elettrica a 300° e la corrispondente MBE, a parete, con rotazione elettrica a 270°. La serie “GBR” a colonna, a rotazione elettrica continua, è il top di gamma per portata effettiva. La capacità massima arriva ai 10.000 kg, con rotazione a 360°. Si tratta di una soluzione ideale nei porti turistici. Da ultimo, il modello GBL, a colonna, con portata massima di 2.000 kg nella versione a rotazione manuale e di 5.000 kg nella versione elettrica, è l'ideale nella movimentazione dei carichi negli ambienti interni.

Sollevamento, Trasporti Eccezionali, Movimentazione Industriale e Portuale

Sollevamento | Trasporti Eccezionali | Movimentazione Industriale e Portuale

117


Movimentazione Industriale e Portuale prodotto - spiegano dalla sede Donati di Legnano - Il nuovo modello è ideale per garantire un servizio di movimentazione del carico a rotazione continua, su più macchine utensili ed è perfetta per l’impiego anche nei piazzali oppure nei depositi all’aperto, quando è necessario movimentare materiali prelevandoli dai veicoli sui quali sono caricati, al servizio di grandi unità operatrici o per l’assemblaggio di macchine. Le caratteristiche principali della gru a bandiera GRL rilevano vari componenti fondamentali. A partire dalla colonna, realizzata in lamiera di acciaio pressopiegata, dalla struttura tubolare che conferisce alla gru un’elevata stabilità. Il braccio girevole consente, poi, di sfruttare al massimo la corsa-gancio del paranco-carrello installato; la rotazione del braccio (a 360°, come già rimarcato) è assicurata tramite un motoriduttore ad alta affidabilità. Il meccanismo di rotazione è composto da un cuscinetto di base (ralla) che sostiene sia le spinte assiali date dalle forze verticali, sia il momento ribaltante prodotto dallo sbalzo. Il motoriduttore è costituito da un riduttore

epicicloidale in bagno d’olio abbinato a un motore autofrenante conico. Fissato verticalmente nella parte superiore del braccio, questo componente consente avviamenti e frenate progressive tramite un variatore di frequenza (in-

GRL, una sintesi tecnica Portata max 2t Rotazione 360° Sbraccio max 7m Flessibilità operativa Trasformabile da manuale a elettrica con kit di adattamento (disponibile su richiesta)

118

Sollevamento | Trasporti Eccezionali | Movimentazione Industriale e Portuale

verter) alimentato in corrente alternata trifase con tensione di 380480 V. Il sistema di fissaggio contempla due possibilità di insediamento: in modalità tradizionale, con plinto di fondazione e relativi tirafondi, oppure con le nuove contropiastre a tasselli chimici. La linea elettrica per l’alimentazione del carrello-paranco è costituita da cavi piatti multipolari flessibili del tipo non propagante incendio (NPI), sospesi a festoni su carrellini scorrevoli nelll’ala inferiore della trave. Altre due note di capacità operativa: lo sbraccio è consentito da 2 a 7 m, mentre la portata include le versioni da 250, 500, 1.000 e 2.000 kg.

Sollevamento, Trasporti Eccezionali, Movimentazione Industriale e Portuale


THE ONLY EUROPEAN EXHIBITION FULLY DEDICATED TO THE MID-STREAM SECTOR AND THE GAS, OIL & WATER DISTRIBUTION NETWORKS

Pipeline & Gas Expo 8-10 June 2022 Piacenza (Italy)

THE UTILITY CONSTRUCTION SHOW

AMONG THE CONFIRMED EXHIBITORS AT PGE 2022

news newsnews

| Raffinazione | Trasporto | Ricerca | Estrazione | Raffinazione Ricerca| Estrazione

Trasporto

Ricerca Ricerca || Estrazione Estrazione || Raffinazione Raffinazione || Trasporto Trasporto THE ITALIAN MIDSTREAM WEBSITE

For info and stand bookings: www.pgexpo.eu

Sollevamento, Trasporti Eccezionali, Movimentazione Industriale e Portuale

119

ph. +39 010 5704948 - info@pipeline-gasexpo.eu Sollevamento | Trasporti Eccezionali | Movimentazione Industriale e Portuale


Movimentazione Industriale e Portuale FTMH

Tutto il valore del Material Handling IL PRODUTTORE REGGIANO CONTINUA A TESTIMONIARE, CON NUOVI PROGETTI DI SVILUPPO PER CARRELLI E REACH STACKER, LA PROPRIA FORZA IDEATIVA. CON UN FORTE ACCENTO DI PERSONALIZZAZIONE DELLA GAMMA, DECLINATA IN PIÙ VERSIONI SECONDO LE NECESSITÀ DI OGNI OPERATORE

A

nche quest’anno, negli spazi di Piacenza Expo, la rappresentanza delle macchine dedicate all’operatività terminalistica e portuale vedrà in FTMH un autentico protagonista del GIS 202. Negli spazi importanti del proprio stand, il costruttore di Brescello (Re) esporrà un reach stacker da vuoti con accatastamento containers in sesta fila. “Non è stato facile decidere qua-

120

Sollevamento | Trasporti Eccezionali | Movimentazione Industriale e Portuale

le macchina esporre al GIS - commentano dal quartiere generale FTMH (acronimo di Fantuzzi Team Material Handling) - Tutti i nostri clienti hanno l’assoluta necessità di avere immediatamente disponibile le macchine, in pieno allestimento. Questa necessità indica un grande fermento per il mercato della movimentazione e il nostro portafoglio ordini si sta ampliando proprio sulla scia di questa ripresa. La for-

tuna di FTMH è quella di poter contare su un ampio magazzino ricambi; con questa forza di servizio riusciamo a mantenerci in linea con le date di consegna promesse. Nonostante i gravi problemi nel reperire la materia prima, abbiamo consegne garantite fino a febbraio 2022”. Negli anni recenti la FTMH ed il suo affiatato team hanno lavorato senza sosta per creare una gamma di nuovi mezzi di

Sollevamento, Trasporti Eccezionali, Movimentazione Industriale e Portuale


Lo staff operativo di FTMH. Da sinistra, Simone Sartori, socio e responsabile di produzione, Sara Artoni, direttore Marketing e lo storico Managing Director Ottavio Artoni

sollevamento che oggi comprende carrelli frontali a forche con portate a partire da 15 ton fino a 52 ton, carrelli per accatastamento di container vuoti (a sei, sette e otto altezze) per singolo e doppio container e reach stacker per container vuoti e pieni. “I diversi modelli sono concepiti e realizzati in reparti di produzione organizzati secondo le modalità operative più efficienti - sottolineano i responsabili FTMH - Un ambiente di lavoro dove i concetti di produzione, modularità, flessibilità e com-

petenza sono stati implementati con successo fin dall’inizio della nostra attività. Ogni macchina della nostra gamma può essere configurata in modo diversificato, in versioni alternative, e, grazie alla grande competenza e professionalità dei nostri tecnici e assemblatori, viene garantito sempre un impeccabile risultato finale”. Il 2021 di FTMH si sta svolgendo come un anno definito dagli stessi titolari “fantastico, anche grazie alle agevolazioni previste dalla normativa degli incentivi (quella che riguarda, ad esempio, i beni agevolabili

Sollevamento, Trasporti Eccezionali, Movimentazione Industriale e Portuale

Sollevamento | Trasporti Eccezionali | Movimentazione Industriale e Portuale

121


Movimentazione Industriale e Portuale ai sensi dell’art. 1, commi da 1054 a 1058, legge 178/2020). Il fatturato sarà in forte aumento, così come le previsioni per il 2022, un anno che guardiamo in prospettiva con grande ottimismo”. Ciononostante, FTMH non si limiterà a raccogliere i frutti di una congiuntura favorevole ma ha intenzione di rispettare un piano di investimenti in ricerca e innovazione del prodotto, con particolare riguardo all’ampliamento della gamma di carrelli frontali elettrici ad alta tensione, con portate da 26 a 52 ton. “La prima macchina da 26 ton, consegnata a un primario cliente italiano nel 2019, la Cisa Trasporti Industriali, sta dando ottimi risultati per affidabilità e prestazioni - rivelano i commenti dello staff di Fantuzzi Team Material Handling - Per noi, è un altra prova di successo per una produzione unica di modelli ad alte prestazioni, completamente concepiti e prodotti in Italia, nel modo più completo e indipendente, con la migliore componentistica europea”.

122

Sollevamento | Trasporti Eccezionali | Movimentazione Industriale e Portuale

Sollevamento, Trasporti Eccezionali, Movimentazione Industriale e Portuale


Via Talponedo 2/A 33080 Porcia (PN) - Italia Tel.+39 0434.922105 E-mail: info@handelsrl.com Sito: www.handelsrl.com Saremo presenti al prossimo SAMUMETAL 2022 dal 3-5 Febbraio al Padiglione 4, Stand 21 www.samuexpo.com

Sollevamento, Trasporti Eccezionali, Movimentazione Industriale e Portuale

Sollevamento | Trasporti Eccezionali | Movimentazione Industriale e Portuale

123


Trasporti Eccezionali MAMMOET

La responsabilità del comando CONVERSAZIONE INEDITA E DI GRANDE INTERESSE, QUELLA CHE ABBIAMO CONDOTTO CON ALBERTO GALBIATI, AMMINISTRATORE DELEGATO DELLA FILIALE ITALIANA DI UNO DEI PROTAGONISTI DELL’HEAVY LIFTING & TRANSPORTATION MONDIALE. UNA DISAMINA LUCIDA E PRECISA CHE DISEGNA LO STATO DELL’ARTE DI UN SETTORE IN FERMENTO, CON LA NECESSITÀ DI SUPERARE LE BARRIERE BUROCRATICHE PER RAGGIUNGERE NUOVI TRAGUARDI DI SICUREZZA, AVANGUARDIA OPERATIVA E SVILUPPO INGEGNERISTICO

L

a cultura dei grandi sollevamenti e dei trasporti eccezionali di più alto profilo, in ambito mondiale, passa senz’altro attraverso la storia esemplare di Mammoet. Questo assunto è tanto più vero quando si parla del nostro mercato nazionale, dove la struttura di Mammoet Italy, guidata dall’autorevolezza di Alberto Galbiati, rappresenta una filosofia di intervento unica. Un modus operandi che unisce l’ingegneria più avanzata dell’heavy lifting & transportation all’esperienza più diversificata e preziosa in ambiti di intervento molteplici, dall’industria dell’Oil & Gas alle grandi infrastrutture, fino ai trasferimenti complessi, dai percorsi stradali alle aree portuali, dei più grandi componenti impiantistici caratterizzati da dimensioni di ingombro notevolissime. Nell’intervista che ci ha concesso nei primi giorni di settembre, Alberto Galbiati ci ha parlato dell’importanza di Mammoet

124

Sollevamento | Trasporti Eccezionali | Movimentazione Industriale e Portuale

Italy, proprio in relazione al richiamo di una cultura e di un’alta competenza nei grandi sollevamenti e nei trasporti eccezionali che ancora fatica a imporsi al massimo grado nel nostro Paese.

Alberto Galbiati

Il primo sguardo all’orizzonte di Mammoet Italy è quello di una visione strategica che parte dai nostri porti nazionali. Ci può parlare dell’importanza che attribuite a questo settore di attività? L’orizzonte di cui si parla è un orizzonte molto ampio. Parte dalla sinergia tra Mammoet e Porto di Carrara ma non si ferma solo in questo ambito. La nostra attività non rappresenta un rapporto limitato a qualche operazione di trasporto eccezionale. Parliamo di un sistema consolidato che si basa sul sodalizio con FHP acronimo di F2I Holding portuale (ex Porto di Carrara Spa), concessionaria dei maggiori terminal Italiani situati a Carrara, Marghera, Chioggia e Monfalcone, di

Sollevamento, Trasporti Eccezionali, Movimentazione Industriale e Portuale


proprietà di F2I, il maggiore gestore indipendente Italiano di fondo infrastrutturali. Questa grande realtà è attiva nel settore strategico dell’approvvigionamento di alcune delle principali filiere industriali italiane, dalla siderurgia per i distretti di Brescia, Verona e Vicenza, ai cereali destinati alla trasformazione nei distretti industriali alimentari della Pianura Padana, fino al marmo e alle pietre destinate ai distretti lapidei di Carrara e Verona, ivi inclusa la cellulosa. FHP, con le sue controllate Multiservice e Transped, opera come polo portuale polispecialistico, assumendo il ruolo di vera e propria piattaforma logistica per il Nord Est. Cerco di presentare nel modo più completo questo contesto, per collocare meglio il coinvolgimento di Mammoet in un processo importantissimo, che parte dall’assemblaggio e dalla movimentazione di moduli per Baker Hughes , nell’area di Carrara, per arrivare molto più in là nelle attività che riguardano le infrastrutture portuali del nord est e del centro Italia.

Mammoet Italy dispiega subito uno dei propri valori operativi specifici. In cosa consiste, di preciso? La sinergia con FHP ci dà la possibilità di lavorare come impresa articolo 16, quindi come soggetto autorizzato ufficialmen-

te allo svolgimento di servizi essenziali all’interno delle infrastrutture portuali. Molte altre realtà operano solamente in deroga all’articolo 18 (che regola esclusivamente le imprese portuali con aree e banchine). Non solo. Il rapporto che

In questo settore, quello delle grandi movimentazioni in ambito portuale,

Sollevamento, Trasporti Eccezionali, Movimentazione Industriale e Portuale

Sollevamento | Trasporti Eccezionali | Movimentazione Industriale e Portuale

125


Trasporti Eccezionali

Mammoet Italy ha in essere con queste importanti realtà economiche, consente alla nostra filiale di sviluppare un ciclo di lavoro importante con Baker Hughes sul territorio di Carrara, operando in contatto diretto con la Regione Toscana e con la stessa Autorità Portuale, portando il testimone di una sensibilità estrema per le tecniche più avanzate di movimentazione speciale, secondo dinamiche di sicurezza straordinarie e irreprensibili. Il nodo dei trasporti eccezionali, in Italia, è da sempre irresoluto sotto molti aspetti. L’impegno di Mammoet Italy, dal punto di vista del dibattito istituzionale, continua a esser assiduo per contribuire a risolvere molte incongruenze, soprattutto burocratiche. Quest’anno Mammoet è entrata a far parte di FITE (Federazione Italiana dei Trasporti Eccezionali), la nuova associazione nazionale che unisce i protagonisti del trasporto e della produzione di manufatti fuori sagoma, un soggetto che per la pri-

126

Sollevamento | Trasporti Eccezionali | Movimentazione Industriale e Portuale

ma volta unisce le rappresentanze italiane della domanda e dell’offerta di servizi in questo settore. Abbiamo sposato le istanze portate avanti dalla dottoressa Sandra Forzoni (ex segretario dell’AITE, ndr.) che ha lanciato questo nuovo soggetto rappresentativo per risolvere molte problematiche legate al rapporto conflittuale permanente tra operatori dei trasporti eccezionali e apparato burocratico. Non è possibile che, a ogni intervento in questo settore fondamentale per l’economia del Paese, un soggetto operativo debba essere obbligato, ad esempio, a compiere calcoli strutturali ineccepibili per ottenere i permessi di transito necessari. Con il peso di costi rilevanti integralmente a carico dello stesso operatore. Si tratta di un obbligo continuo e illogico, che porta a ottenere solo permessi per singole operazioni di trasporto, con la necessità di una continua reiterazione della validità del documento autorizzatorio. Siamo di fronte a un fardello insopportabile. Un operatore che realizza il proprio vessel ad Albignasego,

ad esempio, per trasferire il proprio materiale a Porto Marghera in condizioni utili per arrivare in banchina, ogni volta deve sopportare un ricarico di costi iniquo per il passaggio su ponti e altre infrastrutture stradali. Queste storture burocratiche, tra l’altro, sembrano non tener conto di una realtà che a livello internazionale, dopo il dramma della pandemia da Covid-19, è diventata ancora più complessa per gli operatori del settore. Il Covid, certamente, e anche l’incidente del Canale di Suez - con l’interruzione disastrosa dei transiti marittimi - hanno creato un contraccolpo economico terribile sul fronte dei costi di trasporto navale, con aumenti nell’ordine del 30-40% e una necessità di programmazione stringente per la reperibilità dei natanti. Se non si riescono a recuperare i costi aggiuntivi che comporta questa situazione, l’operatore più piccolo - che sarà costretto a lavorare in perdita - per preservare la sostenibilità

Sollevamento, Trasporti Eccezionali, Movimentazione Industriale e Portuale


del proprio bilancio, potrebbe essere costretto a trovare un’ancora di salvataggio a scapito delle dinamiche di sicurezza. La sicurezza, un punto irrinunciabile e un vanto operativo che caratterizza il lavoro di Mammoet a ogni latitudine. Qual è il rapporto tra la vostra Safety Excellence e la tecnologia avanzata delle metodologie di intervento? A questo proposito, vorrei fare un preambolo. L’acquisizione di un soggetto concorrente internazionale come ALE, per Mammoet è stata più che strategica. L’integrazione di ALE in Mammoet ha portato nel gruppo un’ulteriore opportunità tecnologica, nei sistemi alternativi di sollevamento. Mammoet è senz’altro un leader riconosciuto nelle tecniche di

sollevamento con gru e nel trasporto eccezionale tramite moduli SPMT (anche per il numero preminente di unità modulari presenti nella propria flotta). ALE ha portato in Mammoet moduli operativi all’avanguardia nel settore delle infrastrutture. In questo comparto, è necessario adottare metodologie più efficienti e sicure rispetto ai sollevamenti e alle movimentazioni classiche, che prevedono il posizionamento difficoltoso delle gru cingolate, in condizioni che possono comportare rilevanti problematiche logistiche e, certo, di sicurezza. Per il sollevamento di ponti e di altri manufatti di notevolissime dimensioni, in situazioni di cantiere difficili, i sistemi alternativi speciali consentono di posizionare ponti a una o due campate in una sola notte, nel modo

Sollevamento, Trasporti Eccezionali, Movimentazione Industriale e Portuale

più flessibile ed efficace, come è accaduto per alcuni degli interventi più brillanti realizzati da Mammoet Italy, a Ravenna e a Marradi. Per l’insediamento del ponte di Marradi, Mammoet Italy ha progettato per il cliente tutta l’ingegneria di trasporto. Un’eccellenza di progetto che forse solo un altro soggetto operativo, oltre a Mammoet, è in grado di fornire, in Italia. Essere leader di mercato, nel nostro Paese, vuol dire andare oltre i luoghi comuni. Quale esempio ulteriore ci potrebbe rivelare, per indicare l’unicità professionale di Mammoet? Prendiamo il caso di un’operatività in cui Mammoet Italy eccelle da molto tempo. Quello della movimentazione di grandi natanti in banchina. Uno yacht, fino a 70

Sollevamento | Trasporti Eccezionali | Movimentazione Industriale e Portuale

127


Trasporti Eccezionali metri di lunghezza, per un peso inferiore alle 700 tonnellate, può essere movimentato senz’altro con metodologie standard, da specialisti che non mettono in campo tecniche particolari. Oltre questa taglia, per natanti tra gli 80 e i 100 metri, con pesi superiori alle 700 tonnellate, occorre mettere in campo un’ingegneria di struttura che consideri le forze dinamiche che vengono esercitate sugli yacht. Forze che possono causare danneggiamenti durante la movimentazione stessa. In Italia, vi assicuro, ce ne sono due di aziende che possono realizzare queste movimentazioni, non una di più. E Mammoet Italy è tra queste due, fine dei giochi. A complemento di questa nostra conversazione, davvero illuminante per noi e per i nostri lettori, può anticiparci una delle direttrici più impor-

128

Sollevamento | Trasporti Eccezionali | Movimentazione Industriale e Portuale

tanti dell’attività recente di Mammoet Italy? Mammoet è incaricata, già da tempo, del trasporto di moduli speciali di oltre 800 tonnellate che usciranno dagli stabilimenti di Cimolai, a bordo dei nostri SPMT dispiegati nella più ampia configurazione di assi - per essere trasferiti fino alla banchina di Porto Nogaro e all’accosto dove ci saranno ad attenderli chiatte speciali che trasporteranno via mare gli stesi moduli fino al porto di Carrara. Si tratta di grandi strutture impiantistiche che serviranno alla produzione di energia elettrica negli Stati Uniti. Mammoet Italy ha già portato a termine 16 spedizioni nel 2020 e ne sta completando altre 18 durante l’anno in corso. Le chiedo ancora una previsione. Quale sarà, secondo lei, il mercato

trainante del prossimo futuro, in Italia, per l’heavy lifting e i trasporti eccezionali? Senz’altro il mercato delle infrastrutture. Imprimerà una spinta propulsiva importante, nei prossimi anni, al nostro settore e non solo - anche in previsione di un rallentamento delle commesse nel comparto petrolchimico, in parte in via di ridimensionamento, a favore di tecnologie energetiche più sostenibili e con pesi più contenuti da movimentare - certamente non al livello del record di trasporto su strada che abbiamo raggiunto con una commessa di General Electrics Nuovo Pignone, per il trasferimento di cinque moduli del peso di oltre 3.000 tonnellate. Lo ribadisco, sono convinto che il settore civile e delle infrastrutture costituirà il grande futuro per l’Italia e per lo sviluppo preminente dell’attività di Mammoet.

Sollevamento, Trasporti Eccezionali, Movimentazione Industriale e Portuale


Sollevamento, Trasporti Eccezionali, Movimentazione Industriale e Portuale

Sollevamento | Trasporti Eccezionali | Movimentazione Industriale e Portuale

129


Noleggio e Distribuzione Alessandro Gino

AUTOVICTOR

Parco delle Meraviglie LA FLOTTA DELLO SPECIALISTA DI SAN PIETRO MOSEZZO (NO) SI AMPLIA CON L’INSERIMENTO DI MOLTEPLICI TIPOLOGIE DI ATTREZZATURE PER IL SOLLEVAMENTO, TUTTE ALL’INSEGNA DELL’AVANGUARDIA TECNOLOGICA. UN INVESTIMENTO IMPORTANTE CHE, IN PIENO PERIODO COVID, HA AMPIAMENTE SUPERATO I SEI MILIONI DI EURO

300

è un numero mitico. Nell’immaginario collettivo è un numero che viene immediatamente associato agli eroi spartani quando, guidati dal re Leonida, alle Termopili tennero testa alle armate persiane comandate dall’impera-

130

Sollevamento | Trasporti Eccezionali | Movimentazione Industriale e Portuale

tore Serse I. E ancora oggi, benché lontani da campi di battaglia e da facili epopee hollywoodiane, 300 è un numero che incute rispetto, soprattutto quando va a indicare i mezzi di una delle flotte noleggio più interessanti dell’intero Paese. Stiamo infatti parlando della flotta nolo

di Autovictor, recentemente arricchita da molteplici modelli, tutti di notevole interesse tecnico. Ovviamente partiamo dalle autogrù, tipologia di macchine che rappresenta il core business dell’attività di Autovictor. “Oltre ad aver inserito nel nostro parco

Sollevamento, Trasporti Eccezionali, Movimentazione Industriale e Portuale


Le novità in dettaglio Di seguito l’elenco, diviso per categorie, delle ultime macchine entrate a far parte della flotta Autovictor.

una Terex CC2800-1, da 600 t di portata, usata – commenta Alessandro Gino, direttore operativo di Autovictor – abbiamo notato come parecchie macchine Demag soddisfino pienamente alcune nostre necessità in termini di completamento di gamma e di flessibilità di utilizzo. Per questo abbiamo puntato su due nuove gru multistrada come la Demag AC 130-5, una cinque assi che ci verrà consegnata a novembre, e la Demag AC80-4, una quattro assi per la quale dovremo aspettare la prossima primavera. Due modelli perfetti, come portata e ingombro, al fine di completare il nostro parco macchine deputato al noleggio a

caldo che possiamo definire quotidiano. Si tratta infatti di macchine che prevedono un utilizzo piuttosto frequente e che abbiamo acquistato per lavori non particolarmente impegnativi. In ogni caso sono autogrù con caratteristiche tecniche notevoli, in particolare la Demag 130 ha una portata decisamente interessante (130 t), stabilizza in spazi molto ridotti e ha dimensioni di ingombro molto contenute: la lunghezza totale è di 14,45 m, mentre la larghezza del carro è di 2,75 m. Nonostante le dimensioni, le prestazioni in cantiere sono assicurate da un braccio base di 60 m e una massima lunghezza del sistema di 86,50 m”.

Autogrù fuoristrada Terex: RC 45 (45 t) Autogrù All Terrain Terex: CC2800-1 (600 t) Demag: AC130-5 (130 t); AC80-4 (80 t) Gru Pick & Carry JMG: MC32S Piattaforme aeree semoventi Magni: ES0607EP (5,6 m); ES0708EP (7,6 m); ES 1008E (10 m); ES 1412E (13,8 m) Haulotte: HA16RTJ (16 m); HA20RTJ (20 m) JLG: 1500 SJ (48 m); 1800 SJ (60 m) Sollevatori telescopici Manitou: MT7.30 (7 m/ 3 t); MT13.35 (13 m/3,5 t); MRT 21.50 Privilege Plus (21 m/ 5 t); MRT 18.40 Privilege Plus (18 m/ 4 t) Magni: RTH 6.23 (23 m/ 6 t) Carrelli elevatori Still: RC 42.35 (3,5 t) Piattaforme autocarrate Socage: ForSte 20 D (20 m) Autocarri Scania: R500 (due assi); R500 (quattro assi, con gru retrocabina Palfinger PK92002SH)

Sollevamento, Trasporti Eccezionali, Movimentazione Industriale e Portuale

Sollevamento | Trasporti Eccezionali | Movimentazione Industriale e Portuale

131


Noleggio e Distribuzione

Il noleggio a freddo Anche il settore del noleggio a freddo ha visto un notevole incremento a livello di investimenti, con l’introduzione di tantissimi mezzi nell’arco dell’ultimo anno. “Il nostro impegno nel noleggio a freddo è ormai di lunga data, infatti seguiamo questo settore da oltre 20 anni – riprende il direttore tecnico della società piemontese – Proprio per questo siamo consapevoli del fatto che il noleggio a freddo vada costantemente monitorato per offrire un parco

132

Sollevamento | Trasporti Eccezionali | Movimentazione Industriale e Portuale

macchine sempre all’altezza delle aspettative del mercato. Gli acquisti portati a termine in questi ultimi mesi vanno proprio in questa direzione: in parte sono infatti andati ad ampliare la nostra offerta, e in parte sono finalizzati a mettere a disposizione del mercato mezzi sempre più freschi e tecnologicamente avanzati, in linea con le necessità dei cantieri più moderni. Abbiamo quindi voluto ampliare il parco con mezzi, diciamo così, classici, ma anche con macchine un po’ particolari come le nuove piattaforme semoventi JLG: una

1500 SJ, con altezza di lavoro di 48 m e una 1800 SJ, altezza di lavoro 60 m. Macchine molto importanti, che non si trovano facilmente nel panorama italiano”.

Macchine per ogni esigenza Tantissime le new entry nel settore delle piattaforme aeree. Le due macchine JLG infatti sono state accompagnate da varie piattaforme verticali Magni, da alcuni modelli articolati targati Haulotte e da un’autocarrata Socage 20D. Allo stesso tempo Autovictor ha ampliato la disponibilità dei sollevatori telescopici attraverso l’inserimento di vari modelli Manitou e Magni. Da segnalare, a proposito di diversificazione del parco noleggio, l’introduzione di una gru pick&carry JMG, in particolare del modello MC32S, una piccola gru semovente elettrica radiocomandata da 3,2 t di portata e 7 m di altezza di sollevamento. A emissioni zero, è la macchina ideale per tantissimi lavori indoor e, soprattutto, per le operazioni legate alle manutenzioni industriali. Infine ecco tre nuovi trattori Scania R500 a due assi e una motrice quattro assi Scania R500 equipaggiata con una gru retrocabina Palfinger PK92002SH, tutti Euro 6.

Sollevamento, Trasporti Eccezionali, Movimentazione Industriale e Portuale


COSTRUZIONI MECCANICHE Dal 2007 garantiamo la massima affidabilità alla aziende che operano nel settore delle costruzioni meccaniche grazie all’esperienza maturata nei comparti del sollevamento, delle perforazioni, della siderurgia e della movimentazione dei materiali

EASY MEC SRL Via Degli Artigiani, 20 33010 Osoppo (UD) – ITALIA T (+39) 0432-889881 F (+39) 0432-975853 info@easymec.it www.easymec.it

un terzista al vostro servizio

Sollevamento, Trasporti Eccezionali, Movimentazione Industriale e Portuale

Sollevamento | Trasporti Eccezionali | Movimentazione Industriale e Portuale

133


Visitate www.sollevare.it, il Portale Italiano per il Sollevamento, la Movimentazione Industriale e Portuale e il Trasporto Pesante The Leading Italian Magazine and Website for the Lifting, Industrial & Port Handling and Heavy Transport Markets Anno 7 - Ottobre 2021

La Rivista “Sollevare” è edita da Mediapoint & Exhibitions s.r.l. di Genova

In questo numero

Sollevamento | Trasporti Eccezionali | Movimentazione Industriale e Portuale

Numero speciale

Piacenza, Italy

Inserzionisti 41 3Bmust 47 Autovictor 53 Baumer 79 Boman 17 CEM 25 CMC 35 CTE 14 Demac III Dieci 93 Donati 129 DSR Wire Corp 69 Easy Lift 133 Easy Mec 27 Effer 89 Eping 19 Espi

46 Faresin Industries I Fassi 44 Ferrari International 105 FM Gru 24 FTMH 83 Genie 7 GIS by Night 18 Goldhofer 26 GSR 43 H.C.E. 123 Handel 28 Haulotte 38 Hawe Hydraulik 39 Idrogru 9 Ilta 97 Imer

16 Immobiliare Farag 34 IPAF 101 Istituto Italiano della Saldatura 8 Italplatform 29 Jekko 37 JLG 75 JMG 12 Klubb 3 Liebherr 11 Magni 36 Mammoet 21 Manitou II Merlo 59 Multitel Pagliero 22 Nooteboom

13 Ormig 42 Palazzani Industrie 10 Palfinger Italia 23 Palfinger Platforms 45 Piccoli 119 Pipeline & Gas Expo 2022 31 Platform Basket 33 PM Oil & Steel 32 Rentmas 40 Ruthman 63 Sace 15 Sinoboom IV Socage 20 Tadano 5 Tecnomovint 111 Tigieffe

Aziende citate A Alis ............................ 32 AlmaCrawler ........... 14 Assonat ..................... 34 Autec .......................112 Autovictor .....106, 130 B Berti ........................... 29 Bobcat ........................ 90 C CLM .......................... 44 CMC .......................... 18 CTE ............................ 80 D Dieci .......................... 20 Donati .....................116 E Easy Lift .................... 24 Enerpac ............40, 106 F Fassi ........................... 48 Flash Battery ..........114 FTMH ......................120

134

Sollevamento | Trasporti Eccezionali | Movimentazione Industriale e Portuale

G Genie ......................... 38 GIS ............................. 22 GSR ............................ 26 J JLG ...................... 20, 84 JMG ........................... 42

T Tadano ...................... 60 Tecnomovint ............ 98 Terex .......................... 46 Ternberg .................... 37 TVH ........................... 10

V Vernazza Autogru ... 54 W Würth ......................102

L Liebherr .................... 64 M Magni ........................ 16 Mait ........................... 13 Mammoet ...............124 Manuport .................. 37 Milano City 360 ....... 16 Multitel Pagliero .29, 76 P Palfinger Platforms Italy ........................... 30 Platform Basket ....... 70 S SACE ......................... 94 Sinoboom ........... 10, 86

Sollevamento, Trasporti Eccezionali, Movimentazione Industriale e Portuale



Veniteci a trovare al

Piacenza, 7-9 Ottobre 2021

Area Esterna Stand I9