__MAIN_TEXT__

Page 1

TORINO Free magazine

n.4 anno ix ottobre 2014

Calde mantelle San Salvario Salone del Gusto Alex Bellini, l'esploratore

Edizioni

Speciale Salute Speciale Sposi

MIka L'italiano


TORINO Free magazine

n.4 anno ix ottobre 2014

#CHooSAto

CoMe DiReBBe il CANtANte liBANeSe, CHooSAte SCeGliete Voi lA CopeRtiNA CHe pReFeRite e SCRiVetelo SullA NoStRA pAGiNA FACeBooK

MIka l'italiano

Siamo a quota 11.000 "Like", vorremmo rendervi sempre più partecipi nella realizzazione della nostra rivista. Diteci quale copertina avreste scelto.

Edizioni

www.facebook.com/ShopInTheCityTORINO


contenuti Shop in the City ottobre 2014 6

director's cut rubricHe

70

Collari per cani da Kakapo

67

In copertina Mika. Foto di Luca Cattoretti. 2 | 10 . 2014 | Shop in the City

10

contributors

12

fermo immagine

13

oggetto del desiderio

16

se fossi

18

Voglio tornar bambino

20

dimmi come mangi

23

personal shopper

28

pets

31

bambini

35

cocktail

36

ricetta

38

diy

41

green

43

in&out

46

music&shop

48

non sembra torino

52

torinesi a teatro

54

coach

66

opinione

76

par condicio

89

go away

90

caccia al tesoro

92

letture

93

per il bene di tutti

94

mcmusa consiglia

99

news&gossip

Simona Boscolo e Manuela Corneo Makastool | O’Ferè Design Fabio Galetto

Chiara Patracchini

AAA cercasi terrazzi per api urbane Combattere la discriminazione

Riciclare le bottiglie per aiutare Zanzibar

by Kakapo

107

programma di sala

112

lettere

113

oroscopo


VIA XX SETTEMBRE 62 路 TORINO 路 TEL. 011 5538263 Maggiori informazioni sul sito, WWW.TROLLBEADS.IT


contenuti Shop in the City ottobre 2014

magazine 60

4passi

64

outfit

67

moda

70

beauty

73

salone del gusto

96

In persona

105

56

San Salvario Gelindo Bordin Calde mantelle Prodotti da fine estate

Alex Bellini

company profile Bruno Gioielli

in vetrina mika

online da www.yellowbasket.it

44

freestyle

78

Speciale salute e benessere

Da monaco a manager Slow? Good

SPeciale sposi

42 Orange is the new black

98 Alex Bellini

Candela led da Lyda T端rck C.so Vittorio Emanuele II, 90

4 | 10 . 2014 | Shop in the City


Dov’è Tiger a Torino? • Via XX settembre 51/g, ang. Via Bertola • Corso Vittorio Emanuele II 62 • Via Nizza 185-187, ang. Via Abegg • Via Garibaldi 32

È bestiale!

tiger-stores.it · facebook.com/tigeritalia


director's cut

La fortuna Sabrina Roglio

C

ontinua la ricerca e la scelta di un proverbio per ogni numero di Shop in the city. Per questo "inizio" settembrino ne ho individuato uno molto interessante "Ciascuno è artefice della propria fortuna". La parte interessante del proverbio è la prima: “ciascuno è artefice”. Gli esempi non mancano, ne abbiamo diversi anche tra le pagine di questo numero. La fortuna di fare quello che si ama accomuna il nostro personaggio in copertina, il cantante libanese Mika che per il secondo anno sarà uno dei quattro giudici di X Factor con Alex Bellini, il viaggiatore ed esploratore che terrà un incontro a Torino Spiritualità e che nella primavera del 2015 partirà per la sua prossima impresa: sopravvivere su un iceberg fino al suo completo scioglimento. "Essere artefici della propria fortuna" è aver scommesso e lavorato come ha fatto Monica Martinelli per il successo della sua casa editrice Settenove, che si occupa di discriminazione; è l'impegno e la determinazione di Chiara Patracchini, giovane Chef Pasticcere del ristorante stellato La Credenza di San Maurizio Canavese che nel 2012 ha vinto il premio “Zafferano 3 Cuochi” della guida Identità Golose quale Miglior chef pasticciere; è la fede incrollabile della suora- presidente dell'Igor Volley, la squadra di pallavolo femminile piemontese che è in serie A1. Accanto a queste storie ci sono le nostre rubriche sempre sfiziose e interessanti, dalla moda delle mantelle alle 10 regole zen per far carriera, dai libri a Broadway, dalle api in città al riciclo della plastica a Zanzibar. E poi come sempre la nostra caccia al tesoro, le nostre ricette e l’oroscopo. Buona fortuna. direzione@shopinthecity.it

6 | 10 . 2014 | Shop in the City


ottobre 2014

eDitore

Ad Local srl Corso G. Lanza 105, 10133 Torino tel. 011.6608003 - fax 011.6602875

direttore responsabile Sabrina Roglio direzione@shopinthecity.it

in reDazione coordinamento editoriale Elisa Montesanti redazione@shopinthecity.it

arte - cultura - spettacoli

Marta Ciccolari Micaldi - Pietro Raboni

moda - beauty - personaggi

Davide Fantino - Saracarlotta Giorelli - Eleonora Chiais

attualità - curiosità a cura della redazione

personal shopper - fai da te Isabella Maria Morbelli

grafica editoriale Antonella Ferrari

hanno collaborato Maria Grazia Belli

immagini

Beppe D'Angelo - Simone Mottura

stampa

Reggiani spa Divisione arti grafiche Via Alighieri, 50 - 21010 Brezzo di Bedero (VA)

pubblicitÀ

Ad Local srl Corso G. Lanza 105, 10133 Torino tel. 011.6608003 - fax 011.6602875 - info@adlocal.it

per segnalazione eventi e invio di materiali

corsi tricot

Corso G. Lanza 105, 10133 Torino tel. 011.6608003 - fax 011.6602875 - info@adlocal.it Registrazione Tribunale di Torino n. 6005 - 18-10-2006

Seguici su:

www.facebook.com/shopinthecitytorino

shopinthecity

Registrazione Tribunale di Torino n. 6005 - 18-10-2006

Piazza Duomo, 6 10023 CHIERI (TO) Tel e Fax 011.942.25.69 www.pennazio.com

Tutti i diritti di riproduzione, in qualsiasi forma e di qualsiasi parte della pubblicazione, sono riservati. L’ editore si scusa per eventuali omissioni ed è a disposizione di coloro che involontariamente non fossero stati citati. La redazione non si assume alcuna responsabilità per notizie, foto, marchi, testi utilizzati dagli inserzionisti nè per eventuali cambiamenti di orari, luoghi o note di servizio indicate nelle schede informative. Il materiale eventualmente inviato alla redazione non viene restituito.

8 | 10 . 2014 | Shop in the City


C.so Vittorio Emanuele II, 90 - 10121 Torino tel. +39 011.54.76.77 - fax +39 011.55.611.92 info@lydaturck.net

www.lydaturck.it CORREDI E LISTE NOZZE | COMPLEMENTI D’ARREDO | CONFEZIONI SU MISURA | BIANCHERIA PER LA CASA BIANCHERIA E ABBIGLIAMENTO NEONATO | PROFUMAZIONI PER AMBIENTE | TENDAGGI | RIVENDITORE FLAMANT


contibutors marta ciccolari micaldi

Giornalista

isabella morbelli

Nata a Moncalieri nella primavera

Publisher

dell'82, abbina al romantico profumo dei fiori in germoglio la tenacia

Appassionata di comunicazione

rossa del segno del toro e un

della rivista. Grazie alla profonda

silvana mia

Account

piccante tocco creativo di

conoscenza dei negozi torinesi è

Ama trascorrere il suo tempo libero

provenienza calabra. Dopo la

diventata la personal shopper di

con la sua famiglia, tra le colline

Spagna e Berlino ha scelto l'Italia.

riferimento. Tutti  i giorni è

verdi e il blu del mare. E' dedita alla

Lavora come freelance nel

impegnata nella vendita delle

sua professione come venditrice da

movimentato mondo dell'editoria

pagine pubblicitarie. La potrete

molti anni. e' solare e le piace fare

e della comunicazione, adora la

incontrare sulla sua veloce vespa

scherzetti ai suoi collaboratori...

letteratura americana e il suo

rosa.

una vera monella....

compagno più amato è il rock'n'roll.

pubblicitaria, Isabella è l'ideatore

klara simkova

antonella ferrari

Chiara Alotto

Social media manager

Grafica

Account

é di Praga e ha vissuto in Germania e

Dopo la laurea in Disegno

La grande passione per la scrittura

Inghilterra. Da otto anni è torinese

Industriale, conseguita nel 2001

nasce insieme al suo primo diario

adottiva e in passato ha lavorato per

presso il Politecnico di Milano,

segreto e si evolve fino agli articoli

importanti multinazionali all'estero.

ha collaborato con società di

di cronaca locale, passando per

progettazione e consulenza

qualche libro iniziato, racconti e

nei campi del design, della

recensioni. Con penna e taccuino

comunicazione e dell'architettura.

sempre in tasca, scopre, grazie a

Nel 2002 è stata cultore della

Shop in the city, che una rivista è

materia presso il Laboratorio

molto di più di ciò che si legge.

di Comunicazione visiva del Politecnico di Milano.

10 | 10 . 2014 | Shop in the City


contributors

saracarlotta giorelli

eleonora Chais

Giornalista

Torinese (classe 1986) amo così tanto

Giornalista

chiacchierare da aver fatto della

Laureata in storia dell'arte,

comunicazione la mia professione.

giornalista free lance, per anni

Giornalista pubblicista, curo il blog

ufficio stampa dei Beni Culturali

semiofashionandthecity.com,

e di numerosi eventi legati all'arte

collaboro con varie testate e

contemporanea. Ora lavora nel

frequento l’ultimo anno di PhD in

mondo della consulenza aziendale.

Semiotica della Moda con una tesi

Giornalista

Ama il vintage e per lei l'eleganza

sugli accessori fashion nelle favole.

Torinese del 1974, giornalista

è una questione di stile. L'unica

Per BookRepublic 40K ho pubblicato

freelance. Ama realizzare interviste,

creatura alla quale non sa dire no?

“C’era una volta un principe azzurro”,

seguire qualsiasi sport e andare ai

Sofia, la sua meravigliosa gattina

manuale di caccia semiserio

concerti. Il prossimo sarà quello dei

dagli occhi blu.

dedicato alle principesse di oggi.

Neutral Milk Hotel.

stefania Chiappero

Elisa montesanti

davide fantino

loredana barbero

Account

Segreteria di redazione

Responsabile amministrativa

Anni nella vendita, amo la natura,

Assistente di direzione,

Loredana Barbero sagittario

adoro i cani, amo viaggiare,

coordinamento editoriale, un animo

57 segno di fuoco per eccellenza,

curiosissima, ascolto e osservo

con tanta voglia di scoprire il mondo

a contatto con i numeri da  una

molto. Mi ritengo un po' uno spirito

con gli occhi di un bambino...

vita,   ama svagarsi  attraverso

libero, una nomade per eccellenza!

per potersi ancora meravigliare

i viaggi, la  musica e il ballo.

della vita!

Shop in the City | 10 . 2014 | 11


fermo immagine

La collaborazione artistica tra le due artiste che vivono e lavorano a Torino, ha avuto origine da un viaggio.

Simona Boscolo e Manuela Corneo di Saracarlotta Giorelli

C

i ricorda una fata persa nei boschi la donna che vediamo raffigurata in questa immagine. Malinconia elegante a cavallo tra il reale e il surreale. Meravigliosamente affascinante. Sono Manuela e Simona le due artiste che incontrandosi hanno creato e sviluppato il progetto No Gravity a cui appartiene lo scatto che abbiamo scelto per voi. Un progetto in cui fotografia e movimento giocano con luci e ombre e sperimentano nuove porte di comunicazione “alla ricerca della meraviglia sotto l’abitudine”. In mostra alla Cantina del Borgo. www.nogravityphotography.it www.co-raggio.org/cantinadelborgo Amaranto è la mostra di No Gravity ospitata al Borgo Medievale presso la Cantina del Borgo.

12 | 10 . 2014 | Shop in the City


oggetto del desiderio

Soffici macaron con le gambe. Per arredare in modo curioso e allegro la casa.

Makastool

Viola, cioccolato, verde lime e

ecopelle o in microfibra

azzurro. Sono alcuni dei colori

idrorepellente e antimacchia.

degli sgabelli “macaron” dello

“Makastool – dichiarano i progettisti

studio pugliese Lì-ving. Ispirati

- è il primo prodotto di un filone

ai famosi – e buonissimi - pasticcini

progettuale che si pone come

francesi le sedute sono realizzate

obiettivo quello di indagare nelle

artigianalmente in tutte le sue

relazioni che intercorrono tra

componenti, dalle gambe in

il mondo del food e quello del

frassino, verniciate ad acqua con

design”.

finitura trasparente, al sedile in

www.li-ving.com

Lì-ving è un brand di progettazione, realizzazione e vendita di oggetti di design di arredo autoprodotti, fondato da Antonio Lauriola, Nicola Troiano e Vito Vero.

Shop in the City | 10 . 2014 | 13


oggetto del desiderio

Il nuovo marchio di accessori "Made in France" per iPhone e iPad.

O’Ferè Design

Case per iPhone e IPad in legno di bambù eco-friendly. Sono in nuovi prodotti made in Francia dello studio O’Fere Design. Disponibili in più colori naturali e personalizzabili con il proprio logo, sono oggetti belli, solidi, dal design pulito e raffinato.

www.oferedesign.com “Ho voluto, con il marchio O'Férè, dimostrare che il legno, decorato o no, è un buon materiale per proteggere e esaltare gli strumenti tecnologici”, ha dichiarato Bridget Gage, fondatrice di O’Ferè. Il team lavora nella regione di Bordeaux e si propone di promuovere i valori legati al rispetto per la natura, l'etica e la semplicità.

14 | 10 . 2014 | Shop in the City


se fossi

Fabio Galetto

Se fossi‌ un animale: delfino un colore: verde un luogo di Torino: piazza Maria Teresa un periodo storico: ellenismo un film: Un mercoledi da leoni un capo di moda: polo una canzone: Empire of Mind un cibo: pesto un profumo: pino silvestre un oggetto: un nodo un fiore: iris un sentimento: rispetto

Nella foto Fabio Galetto con Vinton Gray Cerf, evangelist in Google, uno dei padri di internet, una vera istituzione e in Google un'assoluta celebritĂ .

Chi Ê Sposato con Tiziana e padre di Gabriele, Giorgia e Federico. Nato 47 anni fa a Genova, vivo a Torino e lavoro a Milano, insomma copertura perfetta del triangolo industriale. Biografia eccezionalmente normale, laureato in ingegneria, passato da calciatore in erba nel Genoa, ho vissuto per lavoro in Marocco, Canada, amo i viaggi e lo sport. Appassionato di mare e montagna dove pratico vela e sci. Adoro la musica dal vivo di qualsiasi genere. La mia passione per i motori è diventata da subito il mio lavoro iniziando una lunga esperienza tra quelli diesel e benzina delle vetture Fiat e continuando oggi nel famoso motore di ricerca Google. Cercare per credere. 16 | 10 . 2014 | Shop in the City

Riva 1920 presenta Mondana. Uno sgabello in cedro massello che trae ispirazione da un oggetto di uso comune, la borsa. Il blocco monolitico di legno viene lavorato per dar forma a movimenti sinuosi che rievocano le pieghe caratteristiche delle borse in pelle, a completamento non potevano mancare manici in cuoio applicati attraverso borchie in metallo.


IL RISTORANTE TORPEDO, ALL’INTERNO DELL’HOTEL NH LINGOTTO È IL POSTO PERFETTO PER UN PRANZO IN FAMIGLIA E LA META IDEALE PER I BUONGUSTAI CHE AMANO I PIATTI DELLA TRADIZIONE ITALIANA E REGIONALE. Ogni domenica, a partire dalle 12,30, l’appuntamento è con il Mangia+Baby, il brunch per le famiglie al prezzo di 28 euro (vini e bevande incluse) con giochi, animazione e uno speciale menù pensato per i bambini fino a 10 anni al prezzo di 5 euro.


Voglio tornar bambino

Dalle mitiche sorpresine del Mulino bianco ai 50 anni della Fiesta. Dai pupazzetti Playmobil al ritorno dello scuba.

Un tuffo nel passato a cura della redazione Lo sapevate che? L'anno scorso le Sorpresine del Mulino bianco hanno compiuto 30 anni. Se mettessimo in fila le scatoline delle Sorpresine – prodotte dal 1983 al 1990 in più di 650 tipi e 800 varianti – si farebbe il giro del mondo una volta e mezza. La pagina Facebook a loro dedicata ha 139.047 fan. I Playmobil nascono nel 1974 e i primi erano personaggi di sesso maschile; le figure femminili verranno lanciate solo dopo il 1976. Quello nella foto è perfetto per il back to school. La Fiesta festeggia 50 anni. Da Settembre tutti coloro che acquisteranno Fiesta o Fiesta Caffè potranno scaricare gratuitamente una playlist di 10 brani da personalizzare a proprio piacere. Per festeggiare c'è anche il concorso “Fiesta 50 anni” sul nuovo sito www.fiestaferrero.it Nel 1990 la Swatch lanciava l'orologio Scuba. Nell'estate 2014 è stata lanciata la nuova collezione Scuba Libre con colori molto accesi e belli.

18 | 10 . 2014 | Shop in the City


ASSOCIAZIONE ECLECTICA direzione artistica MARIELLA POZZO

ASSOCIAZIONE ECLECTICA, PER UNA SOLIDA EDUCAZIONE ESPRESSIVA E TECNICA Anche quest’anno sono molte le occasioni per i soci di partecipare alle attività organizzate dall’Associazione Eclectica diretta da Mariella Pozzo. Esami, incontri con insegnanti di fama internazionale, creazione di performances, partecipazione a progetti di formazione culturale anche attraverso la collaborazione con il Comune di Moncalieri. Il nostro scopo come sempre e ancora di più, è di realizzare un discorso educativo, culturale, artistico e di aggregazione tramite la danza. NOVITÀ Corso di acrobatica per bambini e adulti ATTIVITÀ DI QUEST’ANNO Corso di propedeutica alla danza Corso di danza classica per bambini e adulti Preparazione esami metodo R.A.D. Corso di danza moderna per bambini e adulti Corso di danza contemporanea per bambini e adulti Corso di hip hop per bambini e adulti Corso di sbarra a terra Corso di jazz aerobic

CORSO DI DANZA PROFESSIONALE RIVOLTO A RAGAZZI E RAGAZZE CHE VOGLIONO INTRAPRENDERE LA CARRIERA DI BALLERINI e ancora Preparazione ai concorsi internazionali Preparazione per audizioni nei centri di danza contemporanea internazionali Preparazione per audizioni nelle Accademie Europee più prestigiose Incontri con insegnanti di fama internazionale Partecpazione a progetti di formazione professionale

V I A A L F I E R I N . 4 0 - M O N C A L I E R I ( TO ) - T E L 0 11 3 7 4 0 9 1 6 www.eclecticadanzapozzo.it - info@eclecticadanzapozzo.it


DIMMI COME MANGI

Chiara Patracchini è nata a Cirié nel giugno dell’82. Nel 2012 ha vinto il premio “Zafferano 3 Cuochi” della guida Identità Golose quale Miglior chef pasticciere. Galeotto, dopo l’alberghiero di Lanzo Torinese, fu l’incontro con Giovanni Grasso del ristorante stellato La Credenza di San Maurizio Canavese (Torino) dove lavora tutt’ora. www.ristorantelacredenza.it Gelatina d’arancia con sedano rosso, granita di mele e crumble di frutta secca.

Chiara Patracchini I

l primo ricordo culinario. Da piccola, uscita da scuola, andavo sempre a mangiare a casa da mio nonno. Mi preparava il risotto con la toma e il rosmarino. Sapeva che mi piaceva tanto e per viziarmi me lo faceva tutti i giorni. Quando ha deciso di occuparsi di cucina. Avevo scelto l’alberghiero su suggerimento di mia mamma. Durante la scuola ho iniziato a lavorare in un ristorante ma, anche se volevo stare in cucina, avevano bisogno in sala. Così, volendo dimostrare che una donna poteva cucinare, ho deciso di studiare da sola. La pasticceria è nata perché adoro i dolci e la dolcezza e

20 | 10 . 2014 | Shop in the City

di Maria Grazia Belli

sentivo che era innata in me la precisione maniacale. Forse è la pasticceria che ha scelto me e non il contrario. Il profumo che le fa venire fame. L’odore del pane o dei croissant appena sfornati. Qual è il suo ingrediente preferito. La frutta secca, la adoro in tutti i modi. È uno degli ingredienti che uso di più. Nei miei piatti non possono mai mancare quattro elementi che considero fondamentali: la consistenza, la croccantezza, la cremosità e l'acidità. Utensile di cui non può fare a meno. La spatolina, urlo quando non la trovo. Aiuto ho il frigo quasi vuoto, ci suggerisce una ricetta semplice

ma di sicuro effetto? Zabaione con gelato. Sono sufficienti uova zucchero rum o marsala. Qualsiasi persona in pochi secondi può farlo. Dove va a far la spesa. Per la frutta e la verdura abbiamo un verduriere di fiducia che è di Ciriè, per la frutta secca ci affidiamo a Pariani. Il posto dove va a mangiare volentieri? Io d’estate adoro la granita siciliana. A Borgaro c’era una gelateria buonissima, sono cresciuta con quella granita. Il consiglio per chi non sa cucinare. Affiancare una persona che sa cucinare. Non bisogna avere fretta e deve essere una cosa di cuore. È importante seguire passo per passo la ricetta, chi fa tanti errori è perché non la segue.


IL CUORE INTELLIGENTE

TORINO SPIRITUALITÀ


personal shopper Vuoi essere tu la protagonista del prossimo Personal Shopper? Inviaci il tuo profilo, la redazione con Isabella realizzeranno il tuo percorso di shopping. redazione@shopinthecity.it

personaL shopper Francesca, di Baldissero torinese, frequenta il 3째 ed ultimo anno del liceo classico a Chieri, suona il violoncello, pratica atletica leggera e si perde in pensieri romantici guardando la natura dalla finestra di camera sua. isabella l'ha catapultata in un giro metropolitano a caccia di shopping sfrenato. di Isabella Morbelli | foto www.byn.it

Shop in the City | 10 . 2014 | 23


Personal shopper

dante

Il giro ha preso il via da Pasticceria Ciccia: ottima colazione a base di cappuccino, brioches e cannoli appena sfornati per la serie: "chi ben comincia è a metà dell'opera".

marconi

Rifocillate e stupefatte della calda giornata siamo passate da DAM, ad un paio di fermate della metro in direzione Fermi. Anna ha realizzato due acconciature morbide, protagoniste le trecce, classica e francesina. Veloci e di grande effetto.

24 | 10 . 2014 | Shop in the City


Personal shopper

portanuova

Addentrandoci da corso Vittorio nel centro di Torino in via XX settembre, siamo andate da Scooter, un negozio che ha saputo rinnovarsi nel tempo anche grazie alla solida azienda francese che seleziona designer e materie prime dando un ottimo prodotto al giusto prezzo. Presso il negozio di Torino selezionano inoltre borse in eco pelle, pelle e sciarpe in lana davvero belle. CosÏ abbiamo trovato la sciarpa perfetta per le fresche mattine in collina! 10 minuti di colore, fantasia e spensieratezza da Tiger. C'è davvero qualsiasi cosa: materiale per la scuola, trucco, oggetti per carnevale, accessori bagno e snack. "Vi prego portateci via prima che sia tardi!".

Shop in the City | 10 . 2014 | 25


Personal shopper

pincipi d'acaja

Viviamo qualche attimo in piĂš in metropolitana e ci spingiamo fino a Pozzo Strada, dove pochi isolati oltre la fermata troviamo Fantasy Craft, il negozio magico di perline, fili e quant'altro per creare la tua collana. Ci immergiamo ancora nella metropolitana dirette alla fermata Principi d'Acaia, per andare a gustare un piatto da Le Papille, sapendo di trovare il giusto clima e ottima qualitĂ !

26 | 10 . 2014 | Shop in the City


Personal shopper

portanuova

Torniamo a Porta Nuova per andare in via Gramsci a scoprire il nuovo negozio di scarpe Ă la page Adriana. Scarpe, borse e accessori scintillanti perfette per serate importanti. Siamo ancora in via Gramsci, impossibile non entrare da La Dea, dove ci accolgono tre premurose giovani commesse che ci mettono subito a nostro agio e mi aiutano a far sentire francesca una "it-girl". Usciamo con gonna, camicia e maglietta da urlo. Metro, negozi, negozi metro... che dire: questa giornata underground ci ha fatto sentire turiste nella nostra cittĂ ! Shop in the City | 10 . 2014 | 27


Pets

Il progetto Urbees Torino a oggi conta sei alveari. Il miele é più sano e salutare di quanto non si possa immaginare.

AAA cercasi terrazzi per api urbane di Saracarlotta Giorelli

Sotto il miele prodotto dal progetto Urbees.

N

ew York, Melbourne, Parigi. Queste sono soltanto alcune delle città nel mondo che da qualche anno hanno posto su tetti e terrazzi dei loro palazzi più prestigiosi degli alveari urbani. L’apicoltura urbana oltre ad essere di moda sarà il futuro per monitorare a costi contenuti e in maniera del tutto naturale e rispettosa dell’ambiente, lo stato di salute dell’aria nelle metropoli nel mondo. In Italia, Torino è stata la prima ad abbracciare questa innovativa e se vogliamo romantica filosofia di pensiero. Noi abbiamo voluto incontrare Antonio Barletta, pugliese di origine ma trapiantato a Torino che ha fondato e ogni giorno lavora per sviluppare l’ambizioso progetto Urbees. Antonio ci da appuntamento in un appartamento del centro, ci accoglie

28 | 10 . 2014 | Shop in the City

accompagnandoci sul suo terrazzo ed esordisce dicendoci: “in questo momento siete circondati da circa 200.000 api”. La sensazione di sgomento e diciamolo anche un po’ di timore, viene immediatamente superata dallo stupore della vista di alcune arnie e di gruppi di api, inoffensive, che lavorano senza sosta, dedicandosi al loro alveare. Antonio ci spiega con chiarezza e semplicità il ruolo che le api possono avere nell’eco sistema cittadino e la differenza tra il miele prodotto nelle campagne e quello urbano. Attraverso il monitoraggio di questi insetti pelosi e simpatici e del miele da loro prodotto, possiamo scoprire la quantità di metalli pesanti presenti nell’aria, il numero e le specie di fiori distribuiti in un raggio di km piuttosto ampio rispetto alla sede dell’alveare e una serie di altre

informazioni interessanti. Ci racconta che contrariamente a quello che si potrebbe immaginare il miele urbano, essendo frutto di impollinazioni di fiori senza pesticidi, tipici delle campagne, è più sano e salutare di quanto non si creda. L’abbiamo assaggiato ed è davvero buono. L’obiettivo di Urbees Torino, che ad oggi conta sei alveari urbani è quello di trovare altri cittadini privati disposti ad ospitare le api sui loro terrazzi e tetti per poter creare una rete in grado, attraverso esami di laboratorio attenti e dedicati, una vera e propria mappa di monitoraggio dell’ecosistema cittadino e non solo. Ad oggi si stanno cercando dei finanziatori privati e pubblici che vogliano investire nella ricerca, creando delle partnership ad hoc, volte all'approfondimento dello


pets

LA COLTELLERIA IORI HA RINNOVATO I LOCALI VENITE A TROVARCI Sconto 10% per chi ci porta questo coupon

studio su Torino che, essendo la città più verde d'Italia, è l'ambiente ideale per la vita e la crescita delle arnie e delle loro ospiti. Ciò che ci ha stupito maggiormente durante la nostra chiacchierata è stato il comprendere la natura pacifica di questi insetti, che spesso vengono confusi con le vespe, più aggressive per natura. Le api in realtà con qualche piccola accortezza, possono tranquillamente coabitare con l’uomo senza rischi, ma al contrario, regalando un contatto con la natura impagabile e del tutto inaspettato. Ci auguriamo che in molti scoprano questo progetto e decidano di sostenerlo, acquistando anche il nostro miele cittadino, che saprà stupirvi con la sua dolcezza e i suoi aromi. www.facebook.com/ ProgettoUrBEES

le api della Casa Bianca A giugno Barack Obama ha creato la ‘Pollinator Health Task Force’ per sensibilizzare gli americani sull'importanza delle api. Il presidente degli Stati Uniti ha chiesto al Congresso 50 milioni di dollari per capire la causa della moria degli insetti. In aprile la moglie, Michelle Obama, ha piantato nel parco della Casa Bianca un giardino di fiori per le arnie del suo orto.

IORI Coltelleria e Casalinghi Vicolo Crocetta 4/B - Torino - 011/597086 Shop in the City | 10 . 2014 | 29

WWW.COLTELLERIAIORI.IT


Novità

19 settembre serata libera per mamma e papà! Dalle 18,30 alle 23 si può rimanere in asilo dai 3 mesi ai 6 anni e anche fratelli e sorelle fino a 8 anni! Cena e animazione 30 euro oppure 50 se due fratelli! 20 settembre dalle 10,30 alle 12,30 OPEN DAY per darvi tutte le informazioni per nuove iscrizioni, e se siete iscritti in una scuola che non vi soddisfa ma avete pagato già l'iscrizione ve la rimborsiamo!!!

"Vogliamo essere un nido ed una scuola che fanno la differenza che rendono gioiose le giornate dei bimbi e serene quelle dei genitori”.

Bimboporto: dove far crescere i bambini a cura della redazione

B

imboporto è un sogno che dura da 10 anni. È un nido e una scuola dell'infanzia nati nel 2004 da un’idea di due amiche e mamme Erika e Patrizia, ormai realtà consolidata e affidabile. Obiettivo: investire sulle potenzialità dei loro piccoli utenti grazie ad una programmazione attenta alle loro esigenze e a spazi a misura di bambino. Con circa 900 mq di scuola accogliente, colorata e con ampie vetrate per dare visibilità a chiunque di come si lavora all’interno, oltre a 650 mq di verde a disposizione. La struttura accoglie bambini dai 3 mesi ai 6 anni, con orario elastico, dalle 7.30 alle 18.30; dal lunedì al venerdì e il sabato mattina, secondo il periodo e le richieste dalle 8.30 alle 12.30. Il calendario scolastico copre il periodo 1° settembre al 31 luglio, con chiusura natalizia di una sola settimana. Per la scuola è stata scelta una zona industriale per avvicinarsi alle famiglie, soprattutto quelle con entrambi i genitori lavoratori. Nell’asilo nido (3-36 mesi) i bambini sono divisi in tre gruppi, lattanti, medi e grandi. Vengono proposte loro attività diversificate a seconda dell’età. Tra i corsi proposti: attività motoria, inglese, musica, lettura drammatizzata (strutturata per i più piccoli),

30 | 10 . 2014 | Shop in the City | Shop promotion

manipolazione, attività grafico/pittoriche. La Scuola dell`infanzia (3-6 anni) è paritaria dall’anno scolastico 2005/06 ed è divisa in due sezioni, i gialli e i blu, contraddistinti dal classico grembiulino giallo o blu. Le classi sono verticali, 3, 4 e 5 anni insieme per sviluppare l’autonomia e aiutarli a crescere. Tra le attività proposte: attività motoria, inglese, musica, educazione all’ascolto, nuoto, pre-scrittura e pre-lettura (5 anni), attività grafico/pittoriche, manipolazione, pet-therapy, murales, yoga, educazione stradale e alla cittadinanza, insegnamento della religione cattolica o attività alternativa. Durante tutto l’anno scolastico, non solo durante l’inserimento, i genitori possono telefonare per sapere come stanno vivendo la giornata ed anche venire a trovarci “a sorpresa” per eventualmente vedere come viene gestita la giornata scolastica. Bimboporto Autoporto Pescarito Corso Lombardia 24 - San Mauro T.se (TO) Telefono 011 27 40 980 Cellulare 346 00 35 568 info@bimboporto.it www.bimboporto.it


bambini

la casa editrice Settenove di Monica Martinelli è impegnata in un progetto di prevenzione della violenza di genere attraverso la proposta di nuovi linguaggi letterari che superano la divisione in target d’età.

combattere la discriminazione? Un gioco da ragazzi di Davide Fantino

I

l nome della casa editrice è ispirato al 1979, anno in cui le Nazioni Unite hanno adottato la Convenzione Onu sull’eliminazione di tutte le forme di discriminazione nei confronti della donna. Settenove in poco tempo è diventata un punto di riferimento nel panorama italiano: merito delle scelte compiute da Monica Martinelli, sua ideatrice, a cui abbiamo chiesto di raccontarci il percorso compiuto. “Combattere la violenza è difficile. Prevenirla può essere un gioco da ragazzi”. Monica Martinelli, Settenove

è una casa editrice con un obiettivo ben preciso ed esplicitato. Come è nata l’idea della sua creazione? «La casa editrice è frutto di più esperienze intrecciate: la laurea in giurisprudenza, la passione per il sociale, un corso d’illustrazione, la passione per il mondo editoriale; la mia esperienza di vita di coppia, bella e libera, e il confronto con quella di molti altri e altre, limitante delle capacità individuali. Nel mezzo è arrivata, fondamentale, l’esperienza di studio a Madrid e la conoscenza di volti e persone legate al contrasto della violenza di genere. In questo pot pourri, vari anni fa è nata

un’intuizione e le esperienze di lavoro e di studio hanno affinato l’idea. Ho chiesto informazioni, mi sono messa in contatto con i maggiori esperti nel settore qui in Italia e ho verificato che l’idea fosse valida. Con il loro “ok” sono partita, facendo tesoro di tutte le critiche, le opposizioni e i consigli espressi». Avete compiuto un anno. Qual è il bilancio? «Molto positivo, Settenove è stata accolta bene dal pubblico e dalla stampa. Mi è sembrato che molte persone la stessero aspettando, quasi quanto me». Shop in the City | 10 . 2014 | 31


bambini

Avete organizzato incontri nelle scuole. Quali reazioni riscontrate nei bambini? «Sono sempre diversissime: durante una lettura animata di “C’è qualcosa di più noioso che essere una principessa rosa” è arrivato un gruppo di bambine rigorosamente vestite in rosa. Abbiamo capito che il contesto sarebbe stato difficile ma allo sconcerto iniziale si è sostituito un sincero divertimento. In altri casi c’è stato un entusiasmo immediato, sia per la storia che per i temi trattati. All’interno degli stessi gruppi di bambini e bambine ci sono personalità e vissuti diversi, quindi non sappiamo mai cosa aspettarci ma gli stimoli sono tanti e alla fine il bilancio è sempre positivo». Le “storie illustrate” stanno facendo breccia ormai da anni anche in un pubblico adulto, penso alle graphic novel o al graphic journalism. Può diventare un linguaggio/ strumento di lotta alla discriminazione anche tra i più grandi? «Il problema è superare lo scoglio della separazione libri per adulti/libri per ragazzi. Un bel libro illustrato è un piacere per gli occhi di chiunque, testo e immagini si uniscono per una lettura integrale del racconto che include anche 32 | 10 . 2014 | Shop in the City

la lettura delle immagini. All’estero questo succede, penso ad esempio alla Francia o alla Germania in cui ci sono libri illustrati rivolti apertamente anche agli adulti. Qui in Italia i target sono molto rigidi. Tuttavia le graphic novel stanno avendo un grande sviluppo, anche grazie a case editrici pioniere come Beccogiallo e Tunué, e sono sicura che possano essere un ottimo conduttore di messaggi antisessisti».

di uno dei tre). Nessuno di questi spot ci dice “picchiate le donne”, è chiaro, ma il messaggio che passa è sempre lo stesso: il binomio donna/famiglia – uomo/lavoro è inalterato ed è come ricevere una formazione continua nel mantenimento di ruoli di genere discriminatori».

C’è qualcosa da salvare nell’immaginario classico delle fiabe o sarebbero tutte da riscrivere? Nella società attuale è ancora forte «Le fiabe classiche, come la storia della l’esasperazione dei ruoli? letteratura mondiale, sono un patrimonio «Basta accendere la tv per accorgersene, universale che ci appartiene. Nessuno la vita reale riserva sorprese ma il vuole cancellarlo e ci mancherebbe. bombardamento mediatico è continuo: Quello che serve è uno sguardo critico la mamma eroina che salva il bambino che veda oltre il filtro dell’universalità dai microbi con un famoso detergente, e naturalità dei concetti espressi in quel la donna che toglie la polvere e i capelli contesto. La letteratura mondiale, fino fluenti del cane, il padre che torna dal agli inizi del ventesimo secolo è stata lavoro con la ventiquattrore in mano, scritta prevalentemente da uomini ed è le espressioni contrite delle donne quando con quell’occhio che va letta, sapendo la macchia non se ne va con un normale che rispecchia una precisa prospettiva, lavaggio in lavatrice… A ben vedere c’è ossia il modo in cui gli uomini vedevano un uomo tra tutti che si impegna a togliere le donne e il modello che gli stessi uomini il calcare, ma è evidente che la casa volevano mantenere. Le donne sono state accoglie studenti (e questo forse giustifica sottorappresentate anche in letteratura la ragazza impacciata nel lavoro di casa), e la prospettiva femminile è emersa in quindi un modello diverso di ripartizione tempi relativamente recenti. Ripartiamo di ruoli in famiglia non c’è (senza da qui, raccontando quello che c’è e quello considerare che a “salvarli” arriva la madre che vorremmo ora».


0 -12 anni

bambini

arredo, giochi, accessori Via Saluzzo 45/G, 10125 Torino T 011-65.66.137 COMPRA ANCHE ONLINE SU www.yellowbasket.it

Quali sono i prossimi titoli in pubblicazione? «Stanno uscendo più libri: Sono così di Fulvia Innocenti, illustrato da Nino Ferrara, un libro a soffietto con una bella sorpresa finale; poi 40 settimane di Gloria Vives, una graphic novel che racconta la gravidanza vissuta a due, in modo ironico, senza fronzoli ne miti; il quaderno delle storie un album da colorare per bambini e bambine per stimolare la creatività, e tanti altri sono in programma». A livello personale che cosa le sta insegnando avere una casa editrice di questo tipo? «Che non esiste la fortuna ma solo l’impegno. È un lavoro appassionante dove il rapporto umano è imprescindibile, implica studiare, conoscere, viaggiare e incontrare persone e storie che restituiscono un valore reale al lavoro e alla ricerca svolta in redazione. Da ognuno si riceve qualcosa che ci arricchisce personalmente e questo influisce in maniera diretta nel lavoro della casa editrice». Ha dovuto affrontare dei pregiudizi? «Certo. Quale donna in Italia non ha dovuto affrontarli? ».

Tutto per la cameretta

Nel tondo: Monica Martinelli, direttrice responsabile della casa editrice Settenove. Nelle pagine le cover di alcuni dei titoli già pubblicati. Il più recente è 40 Settimane: cronache di una gravidanza. Shop in the City | 10 . 2014 | 33

STOKKE, FERM LIVING, OEUF BE GOOD, SKIP HOP, MAGIS, ESSENT’IAL, DONNA WILSON e tanti altri


collection

Mirafiori Store

coLLeZIone MIcro Macro

la nuova linea Seven® ti aspetta al Mirafiori Store di piazza Riccardo Cattaneo, torino, dal lunedì al sabato, con orario continuato dalle 9.30 alle 19.30, tel. 011 0043244, mail: store_mmv@fiat.com

Borse e portafogli in ecopelle color cappuccino e sottobosco con particolari tono su tono-impunture e nastro in nylon a contrasto di coloreplacca logo 500 in metallo-fantasia macro/micro , fodera interna a contrasto di colore.

Giacca imbottita double face (verde + nero), Serie Speciale “70° Anniversario”, con patch commemorativa applicabile.

34 | 10 . 2014 | Shop in the City | Shop promotion


cocktail

l'astuzia è servire il vino molto freddo e avrete un aperitivo davvero originale tutto l'anno.

vino aromatizzato

ingredienti vino di pesche 2 manciate di foglie di pesco un litro di vino bianco dolce 200ml di aquavite 150 gr di zucchero

ingredienti vino di noci 6 noci verdi

un litro di vino bianco dolce 250 ml di acquavite 150 gr di zucchero

preparazione del vino di pesche

Mettere le foglie di pesco in un barattolo con il vino, l'acquavite e lo zucchero, coprire e lasciare a macerare per circa un mese mescolando di tanto in tanto. Filtrare e imbottigliare.

preparazione del vino di noci

Tagliare le noci in quarti e metterle in un barattolo con il vino, l'acquavite e lo zucchero. Quindi coprire e lasciare a macerare per circa un mese, mescolando di tanto in tanto. Filtrare e imbottigliare.

Shop in the City | 10 . 2014 | 35


ricetta

Una vecchia ricetta piemontese da conservare per il periodo invernale.

Ingredienti

La confettura di pesche e amaretti

1 kg di pesche sbucciate 200 gr di zucchero 100 gr di amaretti 1 limone cacao facoltativo

36 | 10 . 2014 | Shop in the City


ricetta

PER IMPARARE E SEMPRE IL MOMENTO BUONO! La passione per la cucina, spesso, nasce e si coltiva in famiglia. Le tradizioni e i segreti di un piatto si tramandano di madre in figlia, o di nonna in nipote. Ed è proprio una storia di famiglia, quella che sta all’origine della scuola di cucina Il Melograno di Torino, fondata nel 1978 da Romana Santini. Tre anni fa infatti, sua nipote, Giada, laureata in Scienze della Comunicazione, ha deciso di lasciare il suo impiego presso un’agenzia di comunicazione di Torino per seguire le orme della nonna e dedicarsi al mondo della cucina, sua passione fin da quando era bambina.

preparazione

S

bucciare le pesche e tagliarle a pezzettini piccoli fino a raggiungere un chilo netto, successivamente irrorarle con il succo di un limone. Mettere le pesche in una pentola con lo zucchero, iniziare a cuocere a fuoco dolce. Portare a ebollizione e poi far sobbollire per 20 minuti. Tritare gli amaretti abbastanza finemente e poi versarli nella pentola, mescolare e lasciare sobbollire ancora per 3 minuti. Versare la marmellata nei vasetti sterilizzati e chiudere ermeticamente, capovolgere e lasciare raffreddare.

Improntate a una cucina sana PER IMPARARE, ed equilibrata, ideale per la vita È quotidiana, SEMPRE IL MOMENTO BUONO. le lezioni si dividono in 2 tipologie: i corsi dimostrativi, durante i quali gli allievi osservano mentre l’insegnante realizza le ricette descrivendo passo a passo tutte le sue mosse, svelando trucchi e malizie per evitare qualsiasi insuccesso e i corsi pratici, detti “atelier” durante i quali, invece, ogni allievo ha a diposizione attrezzi e ingredienti per cucinare insieme all’insegnante. Vi aspettiamo!

Scuola di cucina

www.cucina-ilmelograno.it Shop in the City | 10 . 2014 | 37

Piazza Vittorio Veneto 9, 10124 Torino 011.8173114 - info@cucina-ilmelograno.it


DIY Vuoi essere tu la prossima protagonista del Fai Da Te? Inviaci le foto e la descrizione delle tue creazioni a redazione@shopinthecity.it

Profumare gli ambienti diventa divertente con il fedele gattino.

Il gattino che profuma gli ambienti di Maria Montesanti

Occorrente:

Tessuto fantasia cm 15x30cm Forbici, ago, filo, colla a caldo Ovatta per l'imbottitura Foglio per cartamodello Pennarello nero e pennarello rosa Essenza profumata

Procedimento :

Riportare su due pezzi di stoffa il cartamodello del corpo del gattino. Cucire i due strati del tessuto al rovescio lasciando un'apertura. Girare il tessuto, imbottire con l’ovatta e terminare le cuciture delle parti aperte. Utilizzare lo stesso procedimento per la testolina. Attaccarla a circa metà del corpo con qualche punto di colla a caldo. Con il pennarello disegnare occhi, musino e baffi (i baffi si possono realizzare anche con dei fili di cotone colorato). Abbellire il vostro profumatore con fiocchi, cappellino o oggetti spiritosi. Spruzzare qualche goccia della vostra essenza profumata et voilà.

38 | 10 . 2014 | Shop in the City


11a

diy

edizione

Manual

Mente Rassegna della Manualità Creativa

TORINO • Lingotto Fiere

25/28 SETTEMBRE 2014 ore 9.30/19.30

www.manualmente.it manualmente.torino organizzato da

con il patrocinio di

Shop in the City | 10 . 2014 | 39

rif. shopinthecity

TORINO • 25/28 SETTEMBRE 2014

INGRESSO RIDOTTO

DA PRESENTARE ALLE CASSE


diy

40 | 10 . 2014 | Shop in the City


green

Da un workshop di tre giorni è nato un progetto per utilizzare al meglio i rifiuti di plastica che inquinano le coste dell’isola.

Riciclare le bottiglie per aiutare Zanzibar di Mariagrazia Belli

Nel tondo Fabrizio Furchì. Nelle foto alcuni scatti di Zanzibar.

T

rasformare le bottiglie di plastica dei turisti in oggetti di design o in arredi per gli abitanti e rendere Zanzibar un posto più pulito. È il progetto nato da un workshop, Design Thinking Challenge for Zanzibar, organizzato a giugno da Impact hub Milano. “Per tre giorni – spiega il torinese Fabrizio Furchì di Ong2.0 – con dodici colleghi di competenze diverse abbiamo sviluppato una proposta di design e di business sociale per la popolazione del luogo. Quello che è emerso è stato sì una soluzione puntata sul prodotto ma anche su tutto quello che succede nell’utilizzo e nella rete sociale che gira intorno al prodotto stesso”. Tre le organizzazioni coinvolte: Impact hub Milano, un spazio di coworking e un incubatore di imprese, Acra-ccs, ong italiana che ha partner in tutto il mondo e sedi in molti paesi tra cui Tanzania e Zanzibar e Zanrec una

realtà di social business fondata da un gruppo di ragazzi svedesi che si occupa di raccogliere le bottiglie di plastica lavorando sia con la popolazione locale sia con gli hotel. L’idea del gruppo è stata quella di proporre una sorta di “fab lab ante litteram” a bassa tecnologia (senza stampanti 3d o a taglio laser), che valorizzi lo spirito da “maker” che è proprio della cultura africana. Realizzare quindi per la popolazione una officina “open” dove trovare delle macchine a bassa tecnologia e a bassa elettronica per poter lavorare la plastica (per esempio pressare le bottiglie e fare dei pezzi modulari per costruire dei mobili per le scuole, per le case o per realizzare degli oggetti di design da rivendere ai turisti). “Abbiamo anche progettato una banca della plastica - continua Furchì- per utilizzare la bottiglia come una sorta di moneta: si possono portare le proprie

bottiglie per realizzare gli oggetti, si può ottenere un buono per fare dei mobili in futuro o avere un incentivo economico”. L’obiettivo è anche quello di coinvolgere i turisti facendoli diventare donatori responsabili.Alla fine dei tre giorni di workshop Fabrizio Furchì e Marta Lasen, una delle coordinatrici di Impact Hub Milano, sono volati a Zanzibar per presentare il lavoro alle organizzazioni già presenti il loco e alle istituzioni locali, capire meglio l’utenza e conoscere le cooperative e i centri che già lavorano sul riciclo. Il viaggio è stato proficuo: “Il progetto è piaciuto. Abbiamo individuato una serie di necessità tecniche e di know-how che devono essere sviluppate e stiamo cercando quali siano le tecnologie più utili per allestire un laboratorio open”. Per seguire il progetto: www.acraccs.org e milan.impacthub.net

Shop in the City | 10 . 2014 | 41


experience

Monferratoexperience organizza escursioni e tour enogastronomici per conoscere un territorio ricco di tradizione e cultura.

In quad per il Monferrato

a cura della redazione

M

onferratoexperience è un modo davvero unico e originale per vivere dei momenti indimenticabili a contatto con una natura straordinaria, quella che solo un luogo come il Monferrato può offrire. Monferratoexperience vi permetterà di scoprire paesaggi e panorami straordinari con l’adrenalina e il divertimento che il quad sa regalare. Un’esperienza davvero unica da fare con qualche amico o in gruppo, con il vostro team building o incentives. Un modo avventuroso ed emozionante per fare escursioni mozzafiato e conoscere un territorio meraviglioso in tutti i suoi aspetti, con il quad ma non solo: si può infatti utilizzare la bici, oppure sperimentare nuove discipline come il Nordic Walking, il Fit Walking, e molto altro ancora. È possibile inoltre organizzare golosi itinerari enogastronomici nelle aziende agricole

e nei vari locali dove gustare ottimi vini, ricette della tradizione e golosità del territorio nel contesto unico delle colline del Monferrato. Un’altra interessante proposta è quella di fuggire dallo stress quotidiano per trascorrere un intero week end all’insegna del relax, divertimento, buon cibo e ottima accoglienza. Monferratoexperience può stupirvi ancora con un’avventurosa escursione notturna in quad per trascorrere un addio al nubilato/celibato in modo assolutamente originale e divertente,tra le più suggestive località del Monferrato, attraverso boschi, torrenti e panorami sorprendenti, per arrivare ad una trattoria tipica, dove si possono degustare piatti unici della tradizione Piemontese. www.monferratoexperience.it

42 | 10 . 2014 | Shop in the City | Shop promotion


In&out

Troppi i gadget per l'amata saga di Guerre Stellari? Forse sì. Mentre a Barriera di Milano Millo dipinge i muri, al Museo Egizio continuano i lavori per l'inaugurazione del nuovo allestimento.

ALTI&BASSI

di Davide Fantino

. 01

. 02

. 03

. 04 . 01 Orange is the new black È tra le serie tv più innovative, lanciata dal servizio di streaming Netflix. Da settembre sono disponibili gli episodi della seconda stagione. Protagonista Piper Chapman e il suo grottesco soggiorno in carcere. . 02 Star Wars

. 05 in tazza grande Alla passione non si comanda. Il pollice verso è per la quantità dei gadget legati alla saga di Guerre Stellari, più che per la qualità delle curiose tazzepersonaggio componibili, che in fondo non sono male. . 03 Millo a Barriera Lo street artist Millo

è impegnato nella rigenerazione dei muri del quartiere Barriera di Milano, dopo aver vinto il bando B.Art indetto dal comune di Torino. . 04 Egizio, niente scherzi Il 1° aprile 2015 vedrà la luce il nuovo allestimento del museo Egizio di Torino. Verificato lo stato dei lavori, siamo certi che non sarà un

pesce d’aprile. . 05 McQueen al V&A Museum Già in vendita i biglietti per la retrospettiva dedicata al genio del compianto stilista Alexander McQueen; da marzo 2015 al Victoria&Albert Museum.

Shop in the City | 10 . 2014 | 43


freestyle

Sempre più aziende e manager ricorrono alla tradizione monastica e alle antiche sapienze orientali come strumenti per affrontare le sfide della quotidianità e avere successo. A Torino Spiritualità sarà ospite Jawa Row, ex manager e oggi studiosa delle scritture vediche che tiene seminari nelle più grandi aziende.

Da monaco a manager di Maria Grazia Belli

L

e ricercatrici Maria Chiara Giorda e Sara Hejazi 10 regole zen per fare carriera. Eccole per le lettrici hanno tenuto per Torino Spiritualità a inizio e i lettori di Shop in the city. settembre, un seminario da cui sono state tratte le

10

Datti al giardinaggio. Dedica del tempo a coltivare un giardino, una pianta o un vaso di fiori per mitigare ansia e nervosismo.

9

Scopri l’essenzialità. I monaci rinunciano a tutti i loro beni. A un dirigente bastano tablet, smartphone e portafogli: con meno oggetti, si impara a ridimensionare la loro importanza e si diventa più efficienti.

1

Punta la sveglia. Svegliati presto, per sfruttare al meglio le prime luci del giorno: i monaci lo fanno per pregare, ai manager serve per ordinare le idee.

2

Impara a chiedere. Attraverso la preghiera, i monaci comunicano con Dio. L’umiltà della preghiera può essere utile anche al manager: chiedere, con modestia, lo aiuterà ad essere meno solo nelle decisioni importanti.

8

Inizia a condividere. La condivisione è alla base delle comunità monastiche. Partendo magari dal pranzo, mangiare in compagnia aiuta il manager a rafforzare i rapporti ma anche a “staccare la spina”.

7

3

Prendi fiato. I libri sono nutrimento dell’anima, ma anche un modo per concedersi una pausa. Se ti ritagli del tempo per riposare, poi lavorerai meglio.

Digiuna e purificati. La rinuncia, così come il digiuno, è uno Sii ordinato. Secondo dei pilastri della vita la filosofia zen, fare monastica. Il digiuno ordine equivale a può essere praticato meditare. Una scrivania anche dal manager. disordinata e stracolma, al contrario, non fa che aumentare il caos interiore.

44 | 10 . 2014 | Shop in the City

6

4

5

Ama il silenzio. Circondati dalla quiete, ci liberiamo dai pensieri in eccesso e ci concentriamo meglio sul presente. Bisognerebbe praticare il silenzio almeno un’ora al giorno. Ricordandosi innanzitutto di spegnere il cellulare.

Ricordati il buongiorno. Attraverso la preghiera e la meditazione, i monaci ringraziano il creato, ricordandoci che non tutto è dovuto. In un’azienda, imparare a ringraziare chi ha fatto un buon lavoro, o semplicemente dare il buongiorno ai colleghi, migliorerà la qualità dei rapporti.


* *sino al 1° Ottobre

FIORI E COMPUTER

Dialogo semiserio tra una fioraia e un informatico O. Buongiorno. C’è Mirella? G. È andata dal parrucchiere. Io sono il fidanzato e stasera la porto al ristorante. O. Sono Ortensia Gardenia, la fioraia del negozio Rosabella, a pochi passi da qui. G. Ah, non lo conosco. (Estrae lo smartphone dalla tasca) In che via si trova il suo negozio? O. (Maliziosa) Vuole forse venirmi a trovare dopo l’ora di chiusura? G. Non si faccia strane idee, signora. Mi stupisco solo di non trovare il suo negozio su Internet. O. Internet? Che cos’è? G. Ma come? Lei non è connessa? O. Connessa? Io ho una commessa giovane e caruccia. E lei che cosa fa nella vita? G. Io mi chiamo Guglielmo Cancelli e sono un informatico. O. Che bestia strana è un informatico? È ben informato? G. No, signora, sono un esperto di computer. Se lei avesse bisogno per il suo... O. Ma io non ce l’ho mica un computer! Non saprei che cosa farmene. G. Ora capisco perché il suo negozio non è su Internet… O. Non mi tiri fuori di nuovo ‘sto Internet, che poi finisce che fa il filo alla commessa. G. Senta, io insegno alla gente ad usare il computer. Potrei venire da lei in negozio dopo l’ora di chiusura... O. (trionfante) Cominciamo stasera! (Tra sè, rivolgendosi a Mirella) Ciapa lì! T’las püre sgairà i sold d’la pennoira!

INIZIO CORSI

PER INFORMAZIONI via Sacchi 28 bis, 10128 Torino TEL: 011 1991661 0 MAIL: info@escamotages.com WEB: www.escamotages.com

7

OTTOBRE

STAI CONNESSO! CORSI DI INFORMATICA REALIZZAZIONE SITI WEB

IL COMPUTER A OGNI ETA’ ASSISTENZA COMPUTER

Il computer e Internet sono fondamentali per essere al passo con i tempi. Conoscerli accresce la tua professionalità e ti aiuta a vivere meglio il tuo tempo libero. SCEGLI ESCAMOTAGES, LA TUA GUIDA NEL MONDO DEL DIGITALE.


music&shop

GIOIE LILLIPUZIANE Lei si chiama Sara Saini e il suo motto è: “Se potessi ti miniaturizzerei, così potrei portarti sempre con me.” Come

GLI ALBUM PIÙ ATTESI DELL’AUTUNNO. DICHIARATI E A SORPRESA

di Marta Ciccolari Micaldi

Gulliver sull’isola di Lilliput, Sara crea piccole gioie a forma di anello, orecchini o collana e, per ognuna di queste minicreature di pasta sintetica, realizza un piccolo mondo in miniatura. Nata accidentalmente durante un viaggio a Lisbona, la sua originale passione permette a chi si fa contagiare di portare con sé mini scatole di cioccolatini, frutta, carnet di dolci, casette, animali, minuscole cupcakes e persino stampe vintage. La sua collezione si trova qui:

sainsgioie.blogspot.it

The Endless River Pink Floyd

Per tanti sarà un momento epocale, per altri solo la versione nostalgica di un sogno terminato molti anni fa. L’ultimo album dei Pink Floyd risale al 1994: si chiamava The Division Bell e si presentava come uno dei consolidati risultati della band senza Roger Waters. A vent’anni da quell’ultima apparizione e forti di una leggenda che li vuole ancora immensi e immortali, i Pink Floyd tornano con un album di inediti che altro non è - così sembra - che una raccolta e un riadattamento di alcuni brani strumentali prodotti proprio durante le registrazioni di The Division Bell. Dopo l’annuncio semicasuale dal Twitter della moglie di David Gilmour, la band conferma che il nuovo disco si chiamerà The Endless River, uscirà ad ottobre e, anche se mai riuscirà a riparare quel vecchio e maledetto strappo tra i due leader, almeno consolerà chi è rimasto in attesa per così tanto tempo.

25

Adele

LETTERARIUM Che fine fanno le lettere delle scritte al neon quando non funzionano più? Semplice, diventano degli oggetti di design. Dal rifiuto al recupero all’oggetto d’arte, le lettere che produce il laboratorio torinese LetTErARiUm sono di tutte le forme e dimensioni e, ovviamente, di tutti i font. Possono essere arrangiate in portachiavi di legno, in elementi d’arredamento in plexiglass, in cassettoni d’ispirazione fumettistica e tanto altro ancora. La collezione di LetTErARiUm si trova qui:

www.letterarium.it

46 | 10 . 2014 | Shop in the City

Il suo primo album si intitola 21, gli anni di Adele al suo debutto, ed è datato 2011. Intenzionata a onorare la tradizione dei numeri, la voce soul inglese a cui dobbiamo il più raffinato, potente e coinvolgente struggimento amoroso degli ultimi anni potrebbe essere in procinto di regalarci un altro album, questa volta più positivo (perché decisamente più positiva è la sua vita, dopo una felice unione e un figlio), intitolato 25, la sua età attuale. La notizia più interessante, tuttavia, è che l’uscita del disco potrebbe avvenire su iTunes ed essere a sorpresa, seguendo la scia esplosiva dell’esperimento già provato con successo da Beyoncé. Alcune fonti parlano di un probabile 25 settembre, altre solo dell’anno 2014 in generale. Sia come sia, chi ancora iTunes non sa cosa sia forse dovrebbe affrettarsi a rimediare.

Art Official Age e Plectrumelenctrum Prince

In quest’autunno così ricco di sorprese, c’è anche un’altra vecchia leggenda della musica pop che si ridesta dal torpore degli ultimi (5) anni. Lui è niente meno che Prince e, nel rispetto della sua imperitura fama, il suo ritorno non può che distinguersi: non uno, bensì due sono gli album che verranno lanciati sul mercato il 30 settembre e, in seguito, celebrati live in una serie di eventi ancora top secret. Il primo, Art Official Age, è quello del Prince più classico, quello solista affezionato alle sonorità r&b e funk. Il secondo, invece, quello dal titolo enigmatico Plectrumelenctrum, è stato definito “l’affermazione del funk-rock più elettrizzante” ed è realizzato in collaborazione con la band tutta al femminile ThirdEyeGirl. Non ci resta che attendere.


RUNNING

Base Running in collaborazione con palestra Sport Town e Diadora corrono verso

Santander mezza maratona citta' di Torino di Paolo Viberti

C

onobbi Sergio Chiamparino (nella foto a destra) a Salt Lake City, nel febbraio del 2002. Io come inviato ai Giochi Invernali, lui come sindaco di Torino che nello Utah sventolò la bandiera a cinque cerchi durante la cerimonia di chiusura di quelle Olimpiadi, che di fatto passavano il testimone al capoluogo savoiardo, sede dei Giochi 2006. Oggi Chiamparino è il presidente della Regione Piemonte: ha da poco compiuto 66 anni ed è un attivo praticante di sport. Lo abbiamo incontrato all’aeroporto di Caselle, di rientro da Roma: «Mi piace correre, ho disputato più di una maratona anche se la “mezza” si addice maggiormente al mio grado di preparazione. Anche la bicicletta mi rilassa e mi aiuta a pensare». Insomma, lo sport come

filosofia di vita? «Lei non ci crederà, ma mentre corro o pedalo riesco ad avere una maggiore lucidità per i miei pensieri politici. Lo sport ha un effetto di concentrazione sulla mia mente». Lo sa che il 27 e 28 marzo 2015 si correrà la Mezza Maratona Città di TorinoSantander, con un percorso interamente sulle strade del capoluogo? «Fantastico, è sempre stata una mia fissazione correre in città. E’ un modo diverso di partecipare, ma anche di assistere ai lati del percorso al passaggio dei protagonisti». Lei si allenerà per l’evento? «Farò il possibile per presentarmi in buone condizioni. Mi riprometto d’ora in poi un paio di sedute settimanali, impegni politici permettendo». E per il 28 marzo? «Vorrei essere al via per portare a

termine la Mezza Maratona. Credo di potercela fare». Le sveliamo un piccolo particolare: il percorso è di poco più di 10 km e dunque per la Mezza Maratona si dovrà affrontare due volte. In caso di crisi, insomma, ci si potrebbe fermare anche dopo una sola tornata: «Ha fatto bene a dirmelo. Cercherò di non mangiare gli agnolotti nella serata di sabato e garantisco comunque di percorrere almeno un giro. Ci terrei davvero....». L’iniziativa ha anche uno scopo benefico che si chiama “Corri per la Ricerca” e che è in pratica una onlus a favore dell’Istituto Ricerca di Candiolo per la lotta contro il cancro. «Un motivo in più per esserci. Sarà una festa in una Torino capitale europea dello sport».

Shop promotion | Shop in the City | 10 . 2014 | 47


non sembra torino

Transilvania

Patria del famoso Conte Dracula, la Transilvania è la regione occidentale e orientale della Romania. Il suo nome deriva da un'espressione latina che significa "oltre la foresta". Questo palazzo, che sembra uno dei castelli che si possono trovare nella regione, è nella zona pedonale di corso Galileo a Torino.

48 | 10 . 2014 | Shop in the City


non sembra torino

Wuppertal

Nella città tedesca della Renania Settentrionale-Vestfalia si trova la Fondazione Cragg che contiene le visionarie opere dello scultore Tony Cragg. Le sculture nella foto sono sì dell’artista britannico ma non sono in Germania bensì davanti allo Stadio Olimpico e sono state collocate nel 2005 in occasione delle Olimpiadi Invernali di Torino 2006.

Shop in the City | 10 . 2014 | 49


non sembra torino

Valle d'Aosta

Sono circa 60 i castelli della Valle d'Aosta costruiti inizialmente a scopo difensivo e poi come dimore per i nobili. Quello di Fénis per esempio era la sede di rappresentanza della famiglia Challant. Qui però siamo sul Po, accanto al Borgo Medievale, il cui cortile è una copia fedele del Castello di Fénis.

50 | 10 . 2014 | Shop in the City


non sembra torino

Liberty Island

Monumento simbolo di New York, la Statua della Libertà fu progettata dal francese Frédéric Auguste Bartholdi. Ma non fatevi ingannare, questo è il Faro della Vittoria sito nel Parco della Rimembranza sul Colle della Maddalena. Fu commissionato nel 1928 da Giovanni Agnelli per donarlo alla città per il decimo anniversario della vittoria dell'Italia nella prima guerra mondiale.

Shop in the City | 10 . 2014 | 51


torinesi a teatro

Tanti appuntamenti dai cartelloni delle due grandi istituzioni teatrali torinesi.

RICOMINCIA LA STAGIONE D’ONORE: STABILE, REGIO E TORINODANZA di Marta Ciccolari Micaldi

. 01 Plexus. @Mario Del Curto. . 02 Amore ai tempi del colera, Laura Marinoni. ©FabioLovino.

. 01

L

. 02

a fine dell’estate è il tempo dei grandi abbonamenti: con la voglia di ripartire e l’energia dei nuovi inizi, settembre è il mese in cui si sfogliano con calma i cartelloni teatrali e si fanno progetti d’intrattenimento per tutto l’anno a venire. È in momenti come questo, allora, che le due grandi istituzioni teatrali torinesi, il Teatro Stabile e il Teatro Regio, fanno la loro immancabile comparsa. Il primo è alla soglia del suo sessantesimo anniversario e, dopo aver chiuso la stagione 2013/2014 con un bilancio molto positivo, quest’anno inaugura un programma ancora più ricco e aperto all’internazionalizzazione. Tra i 46 spettacoli previsti nella stagione, infatti, si distinguono la produzione cinese Rhinoceros in Love (Fonderie Limone, 17 e 18 ottobre, prima italiana)

52 | 10 . 2014 | Shop in the City

del regista Meng Jinghui, un classico del teatro contemporaneo cinese; Ubu Roi (Fonderie Limone, 4 e 5 dicembre), di Alfred Jerry, l’acclamato regista inglese fondatore della storica compagnia Cheek by Jowl; e King Size (Teatro Carignano, 8 e 9 giugno) spettacolo del regista svizzero Cristoph Marthaler che unisce le musiche di Mozart, Wagner, The Kinks e i Jackson Five. L’inaugurazione del programma, tuttavia, è ad opera di una produzione tutta italiana: si tratta del Falstaff, uno dei personaggi più intriganti e dirompenti di Shakespeare, portato in scena in prima nazionale da Andrea De Rosa e interpretato da Giuseppe Battiston, dal 14 ottobre al 2 novembre al Teatro Carignano. Tra le novità più curiose, una menzione speciale va a 6Bianca, una produzione dello scrittore

americano Stephen Amidon, proposta a Torino dalla Scuola Holden per il suo carattere seriale e per la possibilità di creare attraverso di essa un esperimento cross-mediale di fidelizzazione del pubblico, così come avviene per le serie tv. Se lo Stabile conferma i suoi numeri, per la stagione 2014-2015 il Teatro Regio si sbilancia sensibilmente in avanti e promette una programmazione mai vista prima: “Diciassette titoli, tredici opere, sette nuovi allestimenti, la grande danza con il Ballet Nacional de Cuba e un Gala con Roberto Bolle e le più grandi étoile della danza internazionale”. Insomma, un cartellone da non sapere cosa scegliere. Per non sbagliare si può tentare di essere presenti all’inaugurazione operistica,


torinesi a teatro

Contatti

. 05

Per info, prenotazioni e cartelloni completi:

www.teatrostabiletorino.it www.teatroregio.torino.it www.torinodanzafestival.it

. 03

. 06

. 04

prevista per il 14 ottobre con l’Otello verdiano firmato dal giovane regista Walter Sutcliffe, grande conoscitore dei testi di Shakespeare al suo debutto in Italia, e interpretato dal tenore Gregory Kunde. Sempre nel segno di Giuseppe Verdi è l’inaugurazione della stagione vera e propria, dal 30 settembre al 5 ottobre: l’Orchestra e il Coro del Regio, diretti dal Direttore musicale Gianandrea Noseda, eseguono la Messa da Requiem, una partitura che ha già valicato in confini italiani, ricevendo numerosi consensi in tutto il mondo. Nel caso il teatro e l’opera non incontrassero il vostro gusto, tra settembre e ottobre anche la danza arriva in città, proponendo un calendario fitto e originale: il festival TorinoDanza, infatti, si compone di 17 spettacoli, 25 rappresentazioni, 8 prime

nazionali, 3 coproduzioni, 15 compagnie ospitate, provenienti da 7 diversi paesi (Australia, Belgio, Cina, Francia, Israele, Italia e Spagna). Tra questi merita attenzione, senza dubbio, l’inaugurazione dal titolo les ballets C de la B, in programma alle Fonderie Limone il 9 settembre, ad opera del famoso coreografo Alain Platel, erede del teatro di danza di Pina Bausch e interprete sensibile della dimensione più umana del nostro tempo. Occhi puntati, però, anche su altre due produzioni: Golgota, con il talentuoso ballerino di flamenco Andrés Marín (17-20 settembre, Fonderie Limone), e Circa, capolavoro d’invenzione e acrobaticità della compagnia australiana omonima (22-23 settembre, Teatro Carignano). Prendete posto e che il sipario, dunque, si alzi.

. 03 Cyrano De Bergerac Jurij Ferrini. . 04 Teatro Regio Torino, stagione d'Opera 20142015. La Travaiata di Giuseppe Verdi. Regia e costumi: Laurent Pelly. Foto Ramella&Giannese © Teatro Regio Torino. . 05 Teatro Regio Torino, stagione d'Opera 20142015. Giulio Cesare di Georg Friedrich Händel. Regia e costumi: Laurent Pelly. . 06 Tauberbach ©Chris-Van-der-Burgh.

Shop in the City | 10 . 2014 | 53


coach

In Inghilterra nasceranno cinquecento palestre all’aperto in cinque anni, per offrire la possibilità di praticare l’esercizio fisico a milioni di britannici. Gli attrezzi raccoglieranno l’energia cinetica e la trasformeranno in elettrica. E a Torino? Per ora ci accontentiamo della cinetica “free”. Ecco dove.

Fitness energetico a cura della redazione

Aree skate In città stanno

aumentando le aree per gli appassionati della tavola. Sotto l’elenco delle strutture attuali a disposizione. skatepark via dina Via Giacomo Dina angolo corso Siracusa half pipe parco ruffini

Sul sito del comune di Torino trovate la collocazione delle aree attrezzate.

Parco situato tra corso Trapani e corso Brunelleschi area street piazza albarello Piazza Albarello miniramp corso vercelli Corso Vercelli angolo strada Cuorgnè parco colonnetti Via Panetti angolo Via Artom minirampa giardini reali Viale Primo Maggio ("sotto" Piazza Castello) parco stura nord Via Carema.

M

ai più sprechi di energia. Nemmeno di quella cinetica degli sportivi britannici. A pensarci è stata la TGO (Great Outdoor Gym Company), un’azienda che si è posta l’obiettivo di installare ogni anno un centinaio di aree di allenamento all’aperto dotate di attrezzi a prova di umidità e acqua. Cosa ancora più importante, gli strumenti ginnici sono in grado di trasformare l’energia cinetica prodotta dalle persone impegnate nello sforzo fisico, in energia elettrica a disposizione della collettività. Il Department of Health del Regno Unito ha dato il suo benestare all’iniziativa che durerà cinque anni e prevede di soddisfare per ogni area un bacino di utenza di circa cinquemila persone. Il primo impianto è stato installato nella città di Hull, ed è dotato anche degli strumenti necessari per misurare peso e altezza e per ottenere una scheda di allenamento

54 | 10 . 2014 | Shop in the City

personalizzata. Il Power Display Wall certifica invece l’energia prodotta dalla struttura: l’obiettivo è di raggiungere un kilowatt al giorno. A Torino, così come nel resto d’Italia, non esiste ancora un progetto altrettanto specifico e ben avviato; la città, tuttavia, offre un discreto numero di aree attrezzate dove praticare esercizio fisico all’aperto. Sul sito del Comune di Torino, nella sezione “Verde Pubblico”, è indicata la collocazione dei percorsi ginnici, delle aree fitness e polivalenti. Sono circa una quindicina: le aree fitness sono particolarmente adatte per una ginnastica dolce senza rischio di strappi o contratture e si rivolgono soprattutto a un’utenza senior. I più giovani, invece, hanno a disposizione alcune aree skating (vedi box). Ogni area ha una bacheca esplicativa in cui sono indicati il percorso completo dell’attività fisica e tutte le attrezzature disponibili.


promozione in corso

Asilo Nido dai 3 mesi ai 3 anni... Giocare, Imparare e Crescere con allegria...

... in un ambiente amabile, sereno, fatto di spazi tangibili e di proposte educative concrete!

10% di sconto sulla quota di iscrizione

Per i bambini Educatrici con grande passione Ambiente allegro e sereno Attivia’e laboratori qualificati Spazi ampi, luminosi ed igienici Gite ed escursioni Cucina interna fresca Ampio spazio esterno

Per i genitori Orari flessibili Gruppi di discussione, incontri e corsi Feste di compleanno tematiche Biblioteca per grandi e piccini Suggerimenti, consigli e supporto continui

C.so Agnelli 22/c (int cortile) - Torino Tel. 011/27.67.241 - Cell 340/35.40.985 info@illidodipeaepeo.it www. illidodipeaepeo.it

f


in vetrina

mika

L’italiano

Ha preso le misure con la lingua e con il programma al suo primo anno di X Factor. Con la seconda partecipazione allo show musicale in veste di giudice il cantante libanese punta al successo con uno dei suoi talenti e prepara l’arrivo nel 2015 del nuovo album. Voilà , commenterebbe lui. di Davide Fantino

56 | 10 . 2014 | Shop in the City


in vetrina

C

hissà se, come dichiarato all’inizio dei cast, troverà un cuore che canta nell’edizione 2014 di X Factor, talent show che lo vede nuovamente tra i quattro giudici della trasmissione. Di certo Mika ha fatto breccia già l’anno scorso nei cuori televisivi italiani, quando si è inserito con garbo, stile e un irresistibile slang nelle diatribe dialettico-musicali delle vecchie volpi del programma Simona Ventura, Elio e Morgan. Solo il capitano Marco Castoldi sarà ancora con lui («Ma è l’ultimo anno», assicura come sempre all’inizio di una nuova avventura). Il cast dei giudici si è svecchiato, così di colpo Mika diventa veterano del programma, dopo averlo «scoparto» in ritardo, per un timore preconcetto, ma essendone diventato protagonista con «intellighenzia e divertandosi». Un piacere che lo ha aiutato a usare i propri limiti con la nostra lingua, ma ne parla correttamente altre quattro, per creare una comunicazione nuova e colorata. Anche il suo immaginario musicale nell’ultimo anno si è arricchito di sfumature nostrane vintage, da Mina a De Andrè, proprio grazie alle frequentazioni dello show (Dario Fo al contrario è sempre stato un caposaldo della sua formazione, anche se studiato in inglese). Chissà se queste ispirazioni troveranno posto nel suo nuovo album, sarà il quarto di inediti, che è slittato nel frattempo al 2015 forse proprio per gli impegni con X Factor. Così Boum Boum Boum, il singolo di giugno cantato in francese, rimarrà ancora per un po’ un episodio isolato: il relativo video fu annunciato con il leggiadro Voilà postato sui social e vedeva il cantante di origini libanesi muoversi all’interno di set ispirati ad alcune delle pellicole più famose della storia del cinema.

Ora i suoi compagni di cast del programma cominciato il 18 settembre sono il già citato e plurivincitore Morgan e le due matricole Victoria Vicky Cabello, signora alternativa dei talk show televisivi, e Fedez, rapper ultratauato e sdoganato dal grande pubblico. «Tra di noi c’è stata una bella complicità durante l’estate dei casting. Ma la gara è un’altra cosa. Ho notato un po’ di nervosismo nei due giudici nuovi, ma devono prendere le misure. Personalmente ho cercato cantanti che provocassero emozioni. Dopo il mancato ingresso in finale proprio all’ultimo della mia concorrente nella passata stagione, sono qui per fare ancora meglio. Sono un po’ preoccupato: i miei colleghi hanno tirato su tutti i pazzi che sono passati dai casting, vedremo che succederà». Come dichiarato a inizio programma, tra i buoni propositi di Mika ci sono anche gli step di avanzamento nella lingua italiana: «Sono molto contento di tornare a X Factor: ho imparato tanto nella precedente edizione, la lingua era

Nella pagina a fianco: Mika in due scatti di Luca Cattoretti; sopra le cover dei quattro album pubblicati dal cantante: Songbook Vol.1 è uscito solo sul mercato italiano.

Shop in the City | 10 . 2014 | 57


in vetrina

Negli studi di X Factor 7 prima della diretta.

una cosa molto stressante. Avevo appena raggiunto un livello basico. Adesso non è ancora così sviluppato, ma almeno a io sono tu sei ci arrivo, senza farmi scappare i soliti f**k off». A molti fan del programma e di Mika mancheranno alcune sue creazioni linguistiche estemporanee «developpate» con genuina creatività e «choosate» con sapienza scenica. Nato a Beirut, ma vissuto dall’età di un anno tra Parigi e Londra, Michael Holbrook Penniman Jr ha sempre inseguito la stella polare dell’x factor, del talento che è già dentro di te e deve solo trovare il momento giusto per esplodere. Per lo meno la pensa così da quando a quindici anni fece un incontro rivelatore durante una visita del Dalai Lama a Londra. «Mia madre pensava potesse essere illuminante, io invece ero completamente disinteressato – ha raccontato Mika – Ma la presenza di Annie Lennox, cantante degli Eurythmics, mi fece sobbalzare. Mi avvicinai a lei e le chiesi come si raggiunge il proprio sogno nella vita. Mi guardò un po’ perplessa e disse Ragazzo, se devi farlo, non avrai scelta, accadrà e quel fuoco lo sentirai bruciare dentro di te». Sul momento gli sembrò un consiglio piuttosto vago, ma in seguito capì che era la pura e semplice verità. La sua vita a poco più di trent’anni racconta di una carriera multidisciplinare da cantautore, produttore, performer, scrittore, illustratore e designer, con tre album di inediti e un best realizzato ad hoc per il mercato italiano, che complessivamente hanno venduto oltre dieci milioni di copie in tutto il mondo e che gli hanno fatto ottenere dischi d’oro e di platino in trentadue Paesi. Ad aumentare il bottino contribuirà sicuramente il nuovo lavoro, documentato con precisione sul

58 | 10 . 2014 | Shop in the City

profilo Facebook e su Twitter nei mesi di agosto e settembre. Lunghe sedute di registrazione, prima dell’inevitabile pausa per il programma, con interessanti scambi artistici rigorosamente via Skype tra Londra, dove sta lavorando Mika, e Nashville, considerata la patria della musica in America. Il risultato sarà qualcosa di sorprendente, in linea con quell’alternative pop music che lui stesso dichiara essere un genere difficile da promuovere, «ma se così non fosse non mi interesserebbe nemmeno. È la natura stessa di ogni singola fibra del mio essere, non c’è nient’altro che conti». Non trapela nulla di più ma non è da escludere che proprio sul palco di X Factor, probabilmente nelle puntate finali, venga anticipato un brano. Chissà se sarà frutto della tanto sussurrata ma mai confermata collaborazione con l’altro giudice Morgan, che già agli inizi della precedente edizione del programma era emersa come possibile. O forse ci sarà un duetto con Jenifer, sua collega nell’edizione francese dell’altro format di talent musicale The Voice che a inizio 2014 lo ha visto trionfare oltralpe come coach del giovane Kendji. Che sia il proprio o quello di altri artisti Mika sembra proprio avere una predisposizione naturale per il talento.


in vetrina

I giudici-rivali MORGAN

più divertenti, caotici e

quello di prendere un’artista già

imprevedibili della televisione

formato e togliergli l’insicurezza,

Marco Castoldi, in arte Morgan, ha

italiana. È una delle due new entry

ma soprattutto devo ricordarmi

vinto cinque delle sei edizioni a

nella squadra dei giudici di X

che ho una squadra e non voglio

cui ha preso parte come giudice.

Factor. «Ho sentito una forte

trascurare nessuno, non punto

Cantautore, scrittore, produttore e

pressione all’inizio, ma poi ho

solamente alla vittoria».

dj, ha registrato quattro album

svoltato: vorrei poter portare un

con i Bluvertigo e sette come

gusto un pochino diverso. Mi

solista. «Io sto cercando chi sa

sembrano chiare le ispirazioni

cantare le parole, ma anche chi è

degli altri giudici. Spero di

in grado di connettere la storia

imbroccare un gusto e di

con il presente. Rileggere i grandi

rimanerci fedele: ce l’ho molto

sarà Alessandro Cattelan a

classici, trasformandoli in pezzi

chiaro in testa. Sono veramente

condurre il programma. In

pop. Con vocal coach e producer

negata con la strategia, mi affido

precedenza ha lavorato per All

faremo un lavoro di costruzione

al talento».

Music, Disney Channel, Mtv, Italia

degli oggetti musicali che andremo a proporre al pubblico. Voglio realizzarli insieme ai

FEDEZ

Il conduttoremoderatore Alessandro Cattelan

Per il quarto anno consecutivo

1 e Rai Due. «Mi aspetto di trovare gente che abbia voglia di fare

Fedez, rapper e cantautore

musica, che abbia la musica nel

concorrenti: ognuno darà il suo

milanese, nel 2013 ha pubblicato il

suo destino. Mi piacerebbe

contributo. Cerco la bella storia,

suo terzo album, Sig. Brainwash –

continuare a incontrare gente di

sarà una bella storia».

L’arte di accontentare, che si è

grande caratura umana: siamo

aggiudicato il doppio disco di

partiti bene. I giudici nuovi sono

platino. È il giudice di X Factor

svegli di cervello, ci sarà da

Victoria Cabello per oltre dieci

Italia più giovane di sempre.

divertirsi anche quest’anno».

anni è stato un volto di Mtv e ha

«Voglio capire se ci sono dei

condotto alcuni dei programmi

talenti discografici. Il mio ruolo è

VICTORIA CABELLO

Mika aveva già preso parte alla trasmissione nell'edizione 2012 duettando con la vincitrice Chiara.

Shop in the City | 10 . 2014 | 59


4 passi

san salvario IL QUARTIERE SOCIALE DI TORINO di Pietro Raboni

S

e è vero che negli ultimi due anni si sente parlare di San Salvario solo per la sua selvaggia vita notturna, è altrettanto vero - ma di sicuro meno sottolineato dai media - che in nessun altro quartiere della città si respira la stessa aria: non solo vivace e multiculturale, ma anche avanguardista, cooperativa e molto comunitaria. San Salvario è come un piccolo paese, una repubblica in miniatura i cui abitanti vogliono conoscere i propri vicini, mettono a disposizione il loro tempo per aiutare la comunità, creano sinergie

60 | 10 . 2014 | Shop in the City

e collaborazioni per migliorare la qualità della vita e il carattere dello spazio sociale. In nome della cultura, delle buone pratiche e dell’ambiente, infatti, da almeno dieci anni il quartiere torinese a ridosso della stazione ma non ancora in pieno centro si distingue per il moltiplicarsi di iniziative sociali innovative che, se da un lato gareggiano in abbondanza con i locali notturni, dall’altro caratterizzano in modo forte il suo aspetto diurno, quello che più di tutti - secondo noi - lo rende un

quartiere speciale e, per il momento, ineguagliato dal resto della città. Come fare, dunque, per godere di questo aspetto di San Salvario senza farsi influenzare da tutto il frastuono sia reale che leggendario - della sua movida? Una passeggiata per le vie del quartiere, in una giornata autunnale di sole, può essere la soluzione ideale: dal verde del Valentino ai locali che propongono pranzi etnici o spuntini bio, dagli studi di design alle vinerie, se si fa un giro a San Salvario è bene sapere


4 passi

Nella foto accanto un dettaglio della chiesa SS. Pietro e Paolo. Sopra l'ingresso della Casa del Quartiere e un interno di Lombroso 16.

che ci sono alcuni punti fermi da cui è indispensabile passare oppure farsi aiutare. Innanzitutto la Casa del Quartiere di via Morgari, una vera e propria istituzione per la vita comunitaria della zona, quella che ha dato il via al nascere di tutte le altre: è qui, infatti, che si svolgono progetti come la Banca del tempo o la Ciclofficina o, ancora, l’apertura di diversi sportelli gratuiti per i cittadini. C’è quello per il co-housing del progetto Coabitare, oppure quello

per i genitori con figli adolescenti e altre categorie sensibili (pensionati, immigrati, donne); così come, tra i servizi proposti, ci sono diverse attività rivolte alle neomamme o alle donne in gravidanza. Periodicamente la Casa del Quartiere organizza corsi di lingua, serate teatrali, riunioni di quartiere e cene a tema. Per restare aggiornati sul calendario e sulla fitta programmazione c’è il sito www.casadelquartiere.it. Simile nella sua volontà di aggregazione ma diverso per età e missione è il

Lombroso 16, polo culturale nato soltanto nel settembre 2013 e già assiduamente frequentato dagli abitanti del quartiere e dell’intera città. Situato proprio in via Lombroso 16, il centro accoglie la biblioteca civica Natalia Ginzburg, una terrazza verde attrezzata con tavoli e bar, un coworking e una serie di sale e spazi in cui svolgere corsi e workshop. È proprio questo, infatti, il pezzo forte del Lombroso 16: la sua offerta culturale e artistica, studiata ed elaborata in collaborazione con giovani professionisti che lavorano nei campi

Shop in the City | 10 . 2014 | 61


4 passi

dell’editoria e del design e che qui mettono le loro competenze al servizio della comunità. Per conoscerli dal vivo e per avere un’idea della programmazione del Lombroso 16, il 18 settembre il centro apre le sue porte per un Open Day che si annuncia ricchissimo. Qui tutte le novità: www.lombroso16.it Se è esattamente di queste iniziative che sentite il bisogno e non sapete come fare a riceverne notizia, o anche se è un locale alternativo quello che state cercando nel quartiere, o ancora una bottega artigianale dove fare shopping, è utile sapere che per questa zona della città esiste una fonte ineguagliabile di informazioni: La Repubblica di San Salvario, un blog aggiornatissimo e molto ben curato sulla vita del quartiere, i suoi locali, i personaggi, la cultura, i progetti e l’attualità. È proprio da questo giornale online che l’idea di “repubblica” prende

62 | 10 . 2014 | Shop in the City

vita ed è proprio su questa metafora che si basa il suo taglio editoriale: “Repubblica di San Salvario assomiglia abbastanza al quartiere di cui parla, un emporio colmo di mille cose le più diverse, in cui trovi un po’ di tutto e dal quale esci sempre con qualche cosa nella borsa”. È su questo blog, infatti, che lo scorso maggio è uscita la notizia di un’iniziativa molto interessante, di cui si è svolta per ora la prima edizione e di cui siamo in attesa della seconda: il Social Street di via Madama Cristina, ovvero un progetto sia social (gruppi chiusi su Facebook) che concreto per rendere i vicini di casa ancora più vicini, conoscerli, scambiare con loro necessità e professionalità ed elaborare progetti di interesse comune. Questo tipo di iniziativa, perfettamente in linea con il carattere aggregativo del quartiere, sembra fare il paio con un vecchio progetto approdato adesso a

livello nazionale e da sempre sostenuto con grande determinazione da San Salvario: Sostenibile. Ovvero, una app per smartphone e pc in cui utenti ed esercenti mettono in evidenza le buone pratiche ambientali dei locali o dei propri esercizi: dal riciclo e la raccolta differenziata dei rifiuti all’installazione del wi-fi, dal basso volume della musica alle strutture per accogliere gli animali, dal menu vegetariano alla promozione dell’arte locale. Un taglio assolutamente sostenibile è quello di una delle ultime creature di San Salvario: Pandàn, un emporio a conduzione sociale. O anche: una sartoria, un atelier, una caffetteria, un forno artigianale. Lo spazio di via Pio V 15 bis si presenta infatti come un luogo in cui si entra per prendere un caffè con un’amica e si esce dopo due ore con la pancia piena e qualche acquisto d’artigianato locale in borsa. E in cui il tempo trascorre nella piacevolezza di


4 passi

un arredamento originale e ben curato, nel gusto dei prodotti a km0 e nell’atmosfera informale di una cooperativa. A proposito di atmosfera informale e shopping di qualità, uno degli appuntamenti più attesi del quartiere è il San Salvario Emporium, il mercato della creatività emergente che si svolge in piazza Madama Cristina più o meno una volta ogni due mesi. Riunendo artisti, stilisti e designer da tutto il quartiere e da tutta Italia, la domenica dell’emporio diventa uno spaziotempo aggregativo in cui gli abitanti della zona vanno alla scoperta di bigiotteria di plexiglass, luci al neon trasformate in oggetti d’arte, arredi realizzati con materiale di recupero, libri e abiti insoliti, borse vegan, fotografie vintage. L’unica difficoltà, in una giornata del genere, è tenere a freno la frenesia da “prenditutto”! Buona passeggiata.

Nella pagina accanto il tempio Valdese e il parco del Valentino. Sopra largo Saluzzo e una via del quartiere.

un premio al parco del Valentino

Il giardino torinese ha conquistato quest’anno la medaglia d’oro nella top 10 italiana dei parchi cittadini più apprezzati dai turisti realizzata da Trip Advisor. Il Valentino ha superato i Giardini della Villa Comunale di Taormina (2°) e il Parco di Monza (3°), da cui era preceduto nella scorsa edizione.

4

Shop in the City | 10 . 2014 | 63


64 | 10 . 2014 | Shop in the City

marketing di Diadora.

ricopre l’incarico di direttore

olimpica di Seoul. Attualmente

Diadora N6100, una scarpa da allenamento che riproduce un ottimo equilibrio tra ammortizzazione, leggerezza e reattività. Tomaia in Nylon air mesh con sottopiede in E.V.A. Fodera con trattamento antibatterico, suola in P.U. espanso forato e traspirante con tecnologia NET.

Sei le fragranze della collezione Ermenegildo Zegna Essenze Collection, tutte accomunate da una nota naturale.

Vuoi essere tu il prossimo protagonista del nostro Outfit? Raccontaci il tuo stile a redazione@shopinthecity.it

medaglia d’oro alla maratona

Boston e pochi mesi dopo la

italiano alla maratona olimpica di

Nel 1988 stabilì il miglior tempo

maratona agli Europei di Stoccarda.

Hiroshima e nel 1986 vinse la

alla Coppa del Mondo di maratona di

maratona di Milano, arrivò 12esimo

risultati: esordì a 25 anni nella

e da allora fu tutto un crescendo di

avvicinato all’atletica da ragazzino,

(Vicenza) il 2 Aprile 1959. Si è

Gelindo Bordin è nato a Longare

Gelindo Bordin

outfit


è ispirata agli anni trenta e quaranta la nuova collezione The Bright Mesh di Emporio Armani.

Cartella RV Roncato Briefing. Elegante e dinamica, ricercata e funzionale, la cartella da ufficio porta pc è disponibile nei colori nero e fossil.

di Maria Sacco

Da look sportivo a quello casual fatto di accessori pratici (come gli occhiali, l'orologio, il gilet o la cartella da ufficio) ma preziosi.

Partire con slancio

Lenti dinamiche Transitions verde grafite su montatura legno Rolf. Le lenti dinamiche Transitions sono una soluzione eye-tech perfetta tutto l'anno. Adattandosi ai continui cambiamenti di luminosità si scuriscono in presenza di raggi UV.

Meno peso, ingombro ridotto, migliore ventilazione. La giacca Transformer di Dynafit in windstopper Activeshell garantisce una protezione perfetta dal vento e dall’acqua, con un peso di soli 240 grammi.

outfit

Shop in the City | 10 . 2014 | 65


opinione

Come Cappuccetto rosso di Eleonora Chiais

C

’era una volta, in un paese lontano lontano, una… mantella! Cappe, poncho, mantelle e mantelline, pronte ad imporsi nei guardaroba autunnali, devono parte del loro indiscusso fascino proprio al mondo della favole. Cappuccetto

pantere e animali esotici sfoggiando, appunto, mantelle di ogni foggia. Dopo questo periodo dark e seducente le anni dopo è il momento di cappe (e le loro “colleghe” senza Jeanne Lanvin che disegna la cappuccio) rientrano nel file del bon-ton mantella, famosissima, a forma più romantico strizzando l’occhio di uovo. Il successo di questo antico (e all’universo modaiolo giovane e giocoso amatissimo) capospalla è immediato e la grazie alle creazioni di Emilio Pucci, che rosso ne indossava una celeberrima per “Gazette du Bon Ton” di quel periodo lo nel 1965 ne propose una coloratissima e andare a trovare l’adorata nonnina e considera il più indicato per signore e leggera, e Yves Saint Laurent, che cinque anche il Principe Azzurro, nel suo outfit signorine “per bene”, che posso scegliere anni più tardi propose la mantella ufficiale, sopra alla divisa da cavaliere (e liberamente la fantasia più congeniale d'ispirazione marocchina in panno sotto il cappello con pennacchio spaziando tra i modelli lunghi e corti, tra pesante con cappuccio e passamanerie. d’ordinanza), sfoggia tipicamente una la lana e la pelliccia. Ma il momento della Una lunghissima storia di moda, quindi, ma che regala al capo ancora oggi tante bella cappa sulle tonalità del cielo e del rottura è dietro l’angolo e porta la firma virtù. Capace di aggiungere mare. Capace di celare gli abiti regalando di Elsa Schiaparelli che, negli anni '30, fascino anche all’outfit più un’allure di fascino e mistero a chi la portò sulle passerelle la nuovissima indossa, la mantella fu molto amata in Glass Cape, completamente trasparente, ordinario, la mantella trasmette un’idea di mistero epoca Vittoriana quando l’adoravano sia e realizzata nel nuovo materiale ricercato che ben si adatta i cavalieri che le loro damigelle. I primi la sintetico, il Colcombet's Syntethic preferivano nera e austera, le seconde Rhodophane. Questa nuova anima della anche alle silhouette meno mantella, eccentrica e controcorrente, fu longilinee celando le indossavano anche modelli corti e imperfezioni e avvolgendo riccamente decorati con ricami e inserti. percorsa anche dalla divina Marchesa l’outfit di tutti i giorni in un’aura Nel mondo della moda contemporaneo Luisa Casati che, durante la sua di ricercatezza bon-ton ma il periodo d’oro del capo inizia nel 1910, travagliata storia d’amore con Gabriele sempre divertente. D’Annunzio, portava al guinzaglio quando Paul Poiret decide di riscrivere

66 | 10 . 2014 | Shop in the City

questo pezzo dal sapore classico inserendo disegni colorati, polsini e colli in pelliccia e dettagli etnici. Sedici


moda

Cappa in tessuto lavorato con collo staccabile, Nir Lagziel.

Perfette per l'outfit da giorno e per le mise più ricercate. Ideali per chi ha forme morbide: aiutano a nascondere i difetti e sottolineano i punti di forza.

Il caldo abbraccio della mantella di Eleonora Chais

I

n lana morbida o in tessuti rigidi, colorata o neutro, corta o lunghissima la mantella sarà la migliore amica delle donne in questo autunno/inverno. Per riscrivere il must, già oggetto del desiderio in epoca Vittoriana, gli stilisti non si sono fatti attendere proponendo mantelline, cappe e poncho in versione urban chic. Da indossare liberamente nell’outfit daily si sposano anche con le

mise più ricercate donando un tocco di fascino senza tempo anche alla divisa dell’ufficio. Con stivali e tacchi regalano ricercatezza bon-ton, con le sneakers sfoggiano il loro lato più giocoso e divertente abbinandosi bene anche a cappelli stravaganti e comode tracolle colorate. Le mantelle sono capacissime di essere calde e avvolgenti e, portate con il giubbino di jeans o un bomberino

di pelle leggero, aiutano a tenere gli austeri cappotti ancora in naftalina per un paio di mesi. Ultimo plus: le forme morbide di cappe e mantelle si sposano bene con tutte le silhouette, aiutando a nascondere i difetti e a sottolineare i punti di forza con un uso sapiente di spille e spillette posizionate nel posto giusto.

Shop in the City | 10 . 2014 | 67


moda . 01 Mantella doppia lunghezza, Manila Grace. . 02 Giubbino in lana decorata, Ikks. . 03 Mantellona disegni optical, Scee by Twin Set. . 04 Scialle multi-uso in lana morbida, Nir Lagziel. . 05 Bomberino tweed con maniche a kimono, Manila Grace. . 06 Cappa Duble modulare, Lemuria. . 07 Maxi scialle con dettagli colorati, E GO’ by Sonia De Nisco. . 08 Mantella maxi-pull, Twin Set by Simona Barbieri. . 09 Coloratissima mantellina patchwork, Catimini. . 10 Sciallato in puro cashmere, Ravels. . 11 Maglia Cratere trasformabile, Lemuria by Susanna Gioia.

. 01 . 02

. 03

. 04

. 05

68 | 10 . 2014 | Shop in the City


moda . 07 . 06

. 08

. 09

Cerchiamo di sognare ancora... e far sognare... coccolandoci di ricerca, tornando alla Boutique...

. 10

Via Vittorio Emanuele 48 Chieri Tel 0119478444

. 11

Shop in the City | 10 . 2014 | 69


beauty

Dai piedi screpolati alle macchie delle mani, dai capelli sfibrati alla pelle arida. Alcuni rimedi per riportare il proprio corpo al top dopo una vacanza sotto il sole.

Prodotti beauty da fine estate

a cura della redazione

S

e le vacanze estive sono per tutti, chi più chi meno, una tappa dell’anno tanto bramata e sofferta, il ritorno può rappresentare un momento piuttosto scioccante da cui non è poi così semplice e automatico riprendersi. Abituati a ritmi più umani, risvegli meno traumatici, e magari il sole, le onde del mare o la frizzante aria di montagna, tornare alla sconvolgente quotidiana realtà potrebbe essere psicologicamente traumatico. Ma anche fisicamente parlando, il ritorno dalle ferie, può riservare spiacevoli sorprese. Quasi tutti in vacanza si sentono più belli e in forma, vuoi per i miracoli che un po’ d’abbronzatura regala a chiunque, vuoi perché si è più rilassati, in pace con se stessi e si percepisce con più armonia il proprio corpo. Poi si torna alla realtà e: l’abbronzatura, spesso faticosamente conquistata, comincia a squamare, i capelli che ci sembravano così lucenti sotto il sole, hanno invece le sembianze di un mocio Vileda, e sul viso iniziano ad apparire qualche macchietta, piccola magari, ma molto fastidiosa. Ecco una serie di soluzioni ai vostri problemi. Nelle pagine che seguono, tanti consigli per ogni esigenza, per tornare meravigliose e splendenti come e più di prima.

70 | 10 . 2014 | Shop in the City


beauty

Confort Zone presenta una linea innovativa totalmente creata per il benessere dei piedi, prodotti volti a rigenerare in modo fisiologico ma non invasivo la naturale bellezza dei piedi con un’azione nutriente e protettiva grazie allo speciale principio attivo, l’estratto di Neem, prezioso rimedio ayurvedico dall’efficacia antibatterica ed emolliente. Un trattamento altamente professionale che regalerà ai vostri piedi un aspetto giovane e rinnovato.

Galénic propone Argane corpo, un nuovo trattamento prodigioso per la pelle secca e molto secca. Un’eccezionale concentrazione di attivi nutritivi, in una texture ricca e cremosa che si stende sulla pelle lasciandola incredibilmente setosa e nutrita per tutto il giorno. Chi ha la pelle molto secca si innamorerà da subito di questo delizioso balsamo ricco e cremoso la cui fase nutritiva, arricchita in Olio d’Argan, burro di Karité, oli di cartamo e cocco, rappresenta il 40 % della sua formula . Da applicare regolarmente su tutto il corpo insistendo sulle zone più secche.

Le Fiale Rinforzanti Keramine H restituiscono forza e bellezza ai capelli deboli, sottili, facili a spezzarsi e oggi sono ancora più efficaci grazie alla nuova formula potenziata in aminoacidi per un maggiore effetto rinforzante. Ogni fiala contiene sostanze di cui sono composti anche i nostri capelli: cheratina e aminoacidi. La cheratina rinforza e ripara lo stelo, gli aminoacidi mantengono il capello più forte e robusto fin dalla radice. L'uso regolare della Fiala Rinforzante compatta la struttura dei capelli e ne migliora la pettinabilità. Il prodotto è stato realizzato per 3 tipologie di capelli, secchi, normali e grassi.

I Provenzali arriva con prodotti nuovissimi in grado di prendersi cura dei capelli sciupati dalla salsedine e dal sole con un trattamento biologico tricologico che sfrutta efficacemente le proprietà benefiche dell’esclusivo e ancora poco conosciuto principio attivo dell’Olio di Sapote: I Provenzali Bio all’Olio di Sapote, sono infatti un innovativo trattamento tricologico fortificante. La sua composizione, ricca di vitamina A, proteine vegetali, carboidrati, ferro, potassio, calcio e l’alta concentrazione di vitamina C, lo rende particolarmente efficace nelle cure ricostituenti e antiossidanti.

L’Occitane ha creato Karité Fouetté, una nuova texture ultra spumosa e ultra nutriente capace di penetrare immediatamente grazie a una formulazione sorprendente che riesce ad alleare una texture super leggera a una capacità altamente nutriente. Grazie alla sua eccezionale concentrazione di Burro di Karitè, la crema, montata come delle uova a neve, nutre intensamente anche le pelli più secche.

Collistar propone per il rientro dalle vacanze la crema mani riparatrice dermoriempitiva anti-macchia con spf 15. Le mani sempre esposte a qualsiasi tipo di aggressione esterna, sono la parte su cui si notano in modo particolarmente evidente i segni del tempo. Grazie alla sinergia di uno speciale mix di principi attivi, questa crema costituisce un trattamento completo, specifico e ultra-mirato che ripara i danni causati dall’invecchiamento cutaneo, combatte le antiestetiche macchie scure, leviga l’epidermide con effetto lipo-filling, assicura nutrimento ed elasticità e aiuta a rinforzare le unghie.

Shop in the City | 10 . 2014 | 71


beauty

Una combinazione esclusiva di ingredienti attivi è il cuore pulsante di una nuova tecnologia di crema anti- macchia. La DNABright Complex di Lancaster contiene, oltre a un derivato della Vitamina C, un estratto di margherita, uno di alga rossa e uno di radice di liquerizia, la cui azione sinergica induce alla regolazione della melanogenesi che avviene nella pelle per correggere le macchie scure e il tono cutaneo disomogeneo. La formula contiene inoltre un esclusivo liposoma composto di 4 enzimi che favoriscono la riparazione del Dna cutaneo e promuovono il rinnovamento cellulare, donando alla pelle un aspetto più giovane, luminoso e uniforme.

Corso Re Umberto 42/E, Torino 0117641740 patrizia.cattana@libero.it www.uniquepieces.it

I Provenzali, marchio leader nella cosmesi naturale, presenta la nuova linea di oli alla frutta ideale per donare morbidezza e freschezza a viso, corpo e capelli, durante o dopo l’esposizione al sole. Con i nuovi Oli Corpo & Capelli, da oggi I Provenzali ti offre non più soltanto un olio per il corpo, ma un cosmetico innovativo e naturale dalla doppia azione: un olio nutriente, completamente vegetale, che restituisce idratazione, morbidezza e lucentezza dalla testa ai piedi.

72 | 10 . 2014 | Shop in the City

Un olio secco satinato al tempo stesso preparatorio, nutriente e antietà. È il nuovo Huile Précieuse à la Rose Noire di Sisley un trattamento prezioso ed efficace per restituire una nuova tonicità alla pelle che manca di confort, morbidezza e vitalità.

Shiseido, società in prima linea nella ricerca sull'immunità applicata al settore della cosmesi, apre l’era dell’immuno-cosmesi con il lancio di Ultimune. Alla categoria degli immuno-cosmetici appartengono quei prodotti che applicati sulla pelle ne rinforzano il sistema immunitario potenziando la capacità della pelle di resistere allo stress e agli attacchi esterni. Ultimune è il primo immuno-attivatore cosmetico che prepara la pelle a ricevere i trattamenti specifici che diventano così più efficaci. È indispensabile per qualsiasi tipo di cute e a qualsiasi età.


salone del gusto

Torna dal 23 al 27 ottobre l'appuntamento con la gastronomia targato Slow Food. La nuova edizione è dedicata all'agricoltura familiare.

Cibi da mangiare, cibi da salvare

di Sara Carlotta Giorelli

Alcune foto della precedente manifestazione.

I

l Salone del Gusto è ormai una tradizione per il nostro territorio. Appuntamento importante per gli amanti del buon vivere e mangiare e veicolo di relazioni tra produttori e consumatori. L’edizione 2014 aprirà le sue porte dal 23 al 27 ottobre. Ogni anno la manifestazione presenta un tema centrale intorno al quale si sviluppano le quattro giornate dense di appuntamenti. L’edizione 2014 avrà come aforisma conduttore “Cibi da mangiare, Cibi da salvare”. Cuore del pensiero la riscoperta dell’agricoltura familiare. Qualche decennio fa, con l’avvento della Rivoluzione Verde, che portò con sé un modello agricolo monocolturale e un’agronomia basata sulla chimica di sintesi e sul lavoro meccanizzato, si iniziò a pensare

all’agricoltura familiare come a qualcosa di inadeguato alle esigenze demografiche della contemporaneità, che vedeva una popolazione in costante aumento a fronte di una superficie coltivabile che non poteva estendersi a danno delle aree urbane e industriali che intanto si propagavano. Ci sono voluti decenni di resistenza economica, politica, educativa, ambientale, intellettuale e produttiva, per arrivare alla svolta di oggi. La differenza tra l’agricoltura familiare e quella ad impostazione industriale non sta solo nelle dimensioni. L’agricoltura industriale è un business, tanto che, in alcune zone del mondo , viene usato il termine agribusiness per definirne l’obiettivo centrale: il profitto. La svolta però sta avvenendo,

il 2014 è stato dichiarato dalle Nazioni Unite “Anno internazionale dell’agricoltura familiare”. Nell’ottica di salvaguardia delle tradizioni che caratterizza lo spirito del Salone da sempre, l’attenzione degli appuntamenti sarà proprio dedicata all’impatto che le agricolture hanno sul nostro pianeta non solo in termini economici ma anche ecologici. La riscoperta dell’agricoltura familiare in cui la stessa Terra venga tutelata, può impattare positivamente a tutto tondo sulla nostra salute e sulla salvaguardia degli equilibri naturali. Gli appuntamenti sono tantissimi, noi vi segnaliamo quelli che non vorremmo perderci. Durante tutta la manifestazione, accanto ai classici Laboratori del Gusto ci sarà la Scuola di Cucina che in collaborazione con la

Shop in the City | 10 . 2014 | 73


salone del gusto

Scuola di Pollenzo e Slow Food coinvolgerà il pubblico in prima persona che, interagendo direttamente con lo chef, potrà sperimentare il percorso di genesi di un piatto d’alta cucina così come della tradizione popolare. Dopo aver provato l’esperienza di una cucina stellata, a conclusione del pasto, ci si potrà dedicare allo studio del caffè all’Ethiopian Kafa Coffee che attraverso un percorso sensoriale racconterà il caffè dalle sue più antiche origini. Per gli amanti dei distillati l’appuntamento è con Michele Di Carlo,

74 | 10 . 2014 | Shop in the City

In piena armonia con i nostri tempi un appuntamento divertente che a molti ricorderà la propria nonna in cucina sarà l’incontro con Alessandra e Roberto Casamenti che ci faranno riscoprire presidente del Classic Cocktail Club le polpette. Vi stupirà come un piatto e docente Master of Food, che condurrà apparentemente povero possa rivelarsi i visitatori nel mondo del gin attraverso impeccabile ed elegante mixando drink classici e moderni dal fascino i giusti sapori e colori. In linea con intramontabile. Il salone del Gusto il trend di recupero e rielaborazione abbraccia tutto il nostro paese e del cibo, argomento sempre più quest’anno offre un viaggio in Sicilia contemporaneo, Marlena Buscemi che ha come tema conduttore il nero. ci farà scoprire quanto preparare un Intorno a questo colore si susseguiranno piatto di recupero sia una vera arte assaggi di prodotti siciliani d’alta qualità e come tale richieda che capacità e artigianalità dai salumi alle lenticchie tecnica e intelligenza creativa si alleino. senza dimenticare la tuma persa di latte Per concludere, dopo aver partecipato accompagnata da pane nero e annaffiata alle tante attività di degustazione e dall’intramontabile Nero d’Avola. scoperta di cibi e bevande vorremmo


salone del gusto

Alcune foto della scorsa edizione del Salone del Gusto.

Montà d’Alba www.talianomichele.com

La passione per la nostra terra... ...nei nostri vini Taliano Michele segnalarvi una conferenza in particolare che avrà come focus quanto, in un momento di tale globalizzazione, l’integrazione tra popoli passi anche attraverso la tavola. Durante l’incontro Indovina chi viene a mensa sarà raccontato come l’interscambio gastronomico e interculturale nella nostra Italia ormai multietnicale, passi anche attraverso mense che diventano luoghi d’incontro, con il cibo a farsi mezzo e fine Info: dell’accoglienza e del riconoscimento orari dell’altro. Non ci resta che augurarvi Giovedì 23-domenica 26 - ore 11-23 buon appetito e buone degustazioni Lunedì 27 - ore 11-20 cercando nel programma del Salone Per scoprire il programma e fitto di eventi interessanti i vostri prenotare gli eventi: appuntamenti enogastronomici www.slowfood.it irrinunciabili.

Shop in the City | 10 . 2014 | 75


par condicio

L’Igor Volley, la squadra di pallavolo femminile piemontese, è pronta a combattere per grandi traguardi. Dalla sua il talento delle giocatrici, l’esperienza del mister e la fede incrollabile della suora-presidente.

A Novara ci credono

di Davide Fantino

I

n questi due anni abbiamo fatto tanta strada e tanta ancora vogliamo farne. Siamo orgogliosi di avere qui ciascuna di voi. Vi Abbiamo scelto per caratteristiche tecniche ma anche umane e ci aspettiamo una stagione bella e positiva: se tutti, dalla dirigenza allo staff tecnico fino alla squadra, saremo capaci di dare il nostro massimo, vivremo un’altra annata stupenda». Queste sono le parole rivolte alle sue giocatrici dal presidente di una squadra di volley femminile di Serie A1 alla vigilia della stagione agonistica 2014-15. Sono dichiarazioni che suonano familiari a chi conosce lo sport, ma fa più effetto pensare che a pronunciarle sia stata una suora. Succede all’Igor Volley Novara, società

76 | 10 . 2014 | Shop in the City

in cui suor Giovanna Saporiti è da trent’anni alla guida di un’esperienza unica nel panorama sportivo italiano e, probabilmente, mondiale. Tutto è nato nel 1983 con la voglia di creare un centro di aggregazione giovanile nel territorio. L’Agil Volley Trecate, dal 2012 Igor Volley dal nome del main sponsor leader di mercato nella produzione del gorgonzola, comincia così la sua attività che l’ha portata nel tempo a disputare due finali scudetto, alla vittoria di una Coppa Italia di Serie A2 e alla conquista di una Coppa Cev. Agil è una sigla che sta per amicizia + gioia + impegno + lealtà: su questi quattro principi si fonda lo spirito della società, anche adesso che dall’iniziale piccola palestra d’allenamento per i

giovani del territorio si è passati a strutture di livello professionistico, all’altezza del percorso della squadra. Sono rimasti invariati alcuni obiettivi, che fanno parte del dna del club: proporre il modello di uno sport sano e pulito, in cui competizione e risultato convivano con quei valori umani ed etici particolarmente significativi per il mondo sportivo; rendere il proprio settore giovanile competitivo; ampliare il proprio bacino di utenza, tramite la collaborazione con alcune società operanti nelle zone limitrofe. È Luciano Pedullà a farsi carico nella nuova stagione di portare avanti il progetto tecnico della squadra novarese. Ha maturato importanti e soddisfacenti esperienze in altre realtà, vedi il titolo


par condicio

Foto di apertura di Daniele Mora per Lega Volley Femminile. In alto e a sinistra le immagini del giorno del raduno della squadra.

europeo juniores nel 2004 con la nazionale azzurra, ma l’allenatore originario proprio di Novara gravita da quindici anni attorno all’Agil. «Ci aspetta una fantastica sfida: alziamo l’asticella rispetto all’anno scorso già molto positivo e vogliamo ancor di più sorprendere, più di quanto sia stato fatto l’anno scorso, più di quanto sia mai stato fatto a Novara – ha dichiarato alla presentazione della squadra - Ci aspetta una stagione di duro lavoro quotidiano ma sono convinto che questo ci porterà a toglierci tante soddisfazioni». Tradotto in termini sportivi: se l’anno scorso è stata raggiunta la semifinale scudetto, migliorarsi vorrebbe dire arrivare nuovamente a disputarsi il titolo di campione d’Italia nelle finali, dopo i due

tentativi non andati a buon fine nel 2002 e 2003. Ci sarà tempo per parlare di risultati e partite dal momento che il campionato inizierà solamente a novembre. Il calendario del volley femminile prevede per l’inizio dell’autunno la disputa dei campionati mondiali, proprio in Italia. Sarà una bella vetrina anche per cinque ragazze dell’Igor Volley: Noemi Signorile, Cristina Chirichella e Sara Bonifacio difenderanno i colori azzurri; Alix Klineman e Kimberly Hill giocheranno con la maglia degli Stati Uniti. Tra le atlete invece già aggregate al gruppo di allenamento c’è Martina Guiggi, neoacquisto, scelta come capitano da mister Pedullà che la conosce da tempo e ne apprezza le

qualità umane, oltre che tecniche. «Credo che sia una sfida fantastica, una responsabilità di cui avverto l’onore molto più dell’onere - ha dichiarato la giocatrice – È sempre gratificante assolvere un ruolo così importante. Il segreto? Bisogna avere il giusto approccio nel comprendere e gestire eventuali problemi o altre esigenze. Le prime sensazioni? C’è un ottimo spirito, voglia di fare qualcosa di importante e di mettersi, per questo, a disposizione l’uno dell’altro». In attesa che il gruppo si ricompatti, la squadra riparte dall’esperienza delle figure carismatiche di Valeria Alberti e Mi Na Kim, al terzo anno nel progetto Igor Volley e pronte a guidare le compagne verso traguardi sorprendenti.

Shop in the City | 10 . 2014 | 77


Arcea

“Oasi del Benessere” All'Arcea "Oasi  del  Benessere"  in  via  Cavour  47  a  Torino  troverete  un  centro  specializzato     in  prodo:  e  terapie  naturali,  in  cui  la  presenza  costante  di  un  esperto  nel  se<ore     potrà  offrirvi  consulenze  di  Naturopa@a,  Iridologia,  Cromopuntura,  Consigli  nutrizionali  ecc.  

!

Il nostro  scopo  è  quello  di  prevenire,  senza  effe:  collaterali,  mol@  disturbi  organici     e  malesseri  che,  se  trascura@  per  lungo  tempo,  possono  essere  la  principale  causa     di  problema@che  importan@  per  la  vostra  salute.a  vera  medicina  deve  essere  una  buona   prevenzione...quando  ci  ammaliamo  vuol  dire  che  a  monte  abbiamo  sbagliato  qualcosa     di  importante  nelle  nostre  abitudini  di  vita  quo@diana.   .   Vogliamo  divulgare  l’informazione  e  la  consapevolezza  che  da  quando  compare  uno  squilibrio   energe@co  a  livello  cellulare,  a  quando  si  manifesta  il  sintomo  organico,  abbiamo  molto  tempo     e  TANTISSIME  OPPORTUNITA’  PER  IMPEDIRE  ALLA  MALATTIA     DI  DIFFONDERSI  NEL  NOSTRO  CORPO.    

!

Si consiglia  di  telefonare  per  prendere  un  appuntamento  al  3358379787     o  scrivere  una  email  a  info@arceatorino.it   Potete  seguire  tu<e  le  nostre  inizia@ve  e  promozioni  sul  sito  www.arceapilloledisalute.com     Siamo  presen@  anche  su  Twi<er:  @ArceaSalute  e  su  Facebook:  Arcea  Pillole  di  Salute

! !

VI ASPETTIAMO  NEL  NOSTRO  CENTRO   PER  FARVI  CONOSCERE     LE  INNUMEREVOLI  ALTERNATIVE,    OFFERTE  DALLA  NATURA,    AL  VACCINO  ANTINFLUENZALE   E  DARVI  UTILI  CONSIGLI   PER  EVITARE  RICORRENTI  RAFFREDDORI     E  MALI  DI  STAGIONE  DURANTE  L’INVERNO   CHE  STA  PER  ARRIVARE!  

! !


salute&benessere

tanti consigli da esperti per ritrovare benessere e serenità.

al servizio della salute a cura della redazione

S

pesso il ritorno dalle ferie e l’inizio dell’autunno coincide con un periodo molto delicato per tutti. La fatica di tornare alla quotidianità, di ricominciare a lavorare, l’apatia, la difficoltà di concentrazione sono chiamati con il termine medico “sindrome da rientro”. E poi ci sono alcuni fastidiosi sintomi del cambio di stagione, dalla perdita di capelli alla stanchezza fisica e mentale, dai disturbi gastro intestinali, fino ad arrivare alle prime sindromi da raffreddamento. Insomma, l’organismo in certi periodi dell’anno più che in altri, è sottoposto a degli stress che possono essere anche molto fastidiosi, motivo per cui bisogna sapere come affrontarli e superarli. Tra i tanti consigli, gli esperti dicono che è molto importante riposare bene la notte, mangiare in modo sano e regolare, fare attività fisica e ritagliarsi dei momenti solo per se stessi, anche solo con una passeggiata o un week end fuori porta. E poi ci sono tante diverse soluzioni per ogni specifico problema, e in questo speciale vi segnaliamo tanti professionisti tutti al servizio della salute e del benessere, perché per ogni piccolo o grande disturbo c’è la soluzione ideale per ognuno di voi.

Shop in the City | 10 . 2014 | 79


salute&benessere

N

Le 10 regole per il cuore

el nostro immaginario collettivo il cuore è qualcosa di molto importante, nobile, romantico, a cui affidiamo mille significati, dall’amore, all’eroismo, alla bontà. Ma il cuore in quanto organo biologico del nostro organismo si può purtroppo anche ammalare e la scienza ci insegna che è molto utile trattarlo bene e proteggerlo, ma noi lo facciamo veramente? Con molta ironia, ma anche con serietà, parafrasando Mosè che diede i 10 comandamenti per l’anima, vediamo quali sono i 10 comandamenti per proteggere il cuore. 1) Non fumare. Il fumo danneggia pesantemente il cuore agendo sulla placca ateromasica, sull’aggregazione piastrinica, e potenziando pesantemente gli altri fattori di rischio coronarico. Chi fuma ed ha altri fattori di rischio ha 30 volte maggiore possibilità di avere un infarto di chi non li ha. 2) Controlla la pressione. La pressione ha una componente familiare ereditaria, ma una vita sana, (movimento fisico e assenza di sovrappeso), la riduzione del sale e, se necessario, una corretta terapia farmacologica, tengono sotto controllo la situazione. 3) Controlla il colesterolo. Anche questo ha una componente ereditaria ma una corretta alimentazione o eventualmente una terapia farmacologica riducono notevolmente i rischi. 4) Controlla il diabete. Vi è senza dubbio una forte componente ereditaria genetica nel diabete tipo 2 dell’adulto, detto anche non insulino dipendente, ma moltissimo dipende dalla corretta alimentazione, e il peso corporeo ottimale. 5) Non ingrassare e non mettere su “pancia”. L’eccesso alimentare calorico che si manifesta con l’obesità, piaga sociale che mina la salute del mondo sviluppato, interferisce pesantemente con

pressione, dislipidemia e diabete. Si è visto che è particolarmente dannoso il grasso addominale e che la circonferenza addominale non dovrebbe superare i cm 80-88 nella donna e i cm 94-102 nell’uomo. 6) Fai attività fisica. L’utilità dell’attività fisica ,ovviamente proporzionale all’età, si estrinseca sul ridurre gli effetti dei fattori di rischio, migliorare funzionalità cardiaca e incrementare le endorfine con sensazione di benessere psico fisico. 7) Mantieni una attività sessuale gratificante. Si è visto che gli effetti sono benefici ( anche nei cardiopatici). 8) Non essere depresso. La depressione ha un effetto negativo sul cuore ed un aiuto psicologico e, se necessario, farmacologico sono utili a combatterla. 9) Evita gli stress. E’ ovviamente più facile a dirsi che a farsi ma un approccio corretto alle avversità della vita ed un controllo sull’ansia possono essere benefici. E’ oggigiorno riconosciuto che ci si può ammalare di “crepacuore” per un grosso dispiacere, il nome tecnico è: sindrome di Takotsubo, una peculiare forma di infarto miocardico. 10) Abbi dei buoni geni. Questa è l’unica componente che pur essendo molto importante non dipende da noi né possiamo modificarla visto che non possiamo sceglierci i genitori. Aggiungere giovinezza e salute agli anni che passano è il compito della prevenzione, una scienza amica dalla salute dell’uomo. Queste regole sono molto utili a proteggere il cuore , ma purtroppo malgrado la molta informazione, vi è disinteresse e inosservanza delle regole. Un certo inconscio fatalismo ci induce a giustificare la cattiva applicazione delle buone regole di vita sana con la stolta convinzione che sono solo gli altri ad ammalarsi mentre con un ingenuo senso di immunità pensiamo di non doverci

80 | 10 . 2014 | Shop in the City | Shopromotion

preoccupare dei nostri atteggiamenti sbagliati. Da cardiologo è una giornaliera esperienza, per altro molto frustrante, constatare come molti pazienti diventino saggi e salutisti solo dopo un evento negativo, tipo un infarto, che avrebbero potuto evitare, se avessero seguito prima i corretti comportamenti consigliati. Dr. Federico Olliveri Specialista in Cardiologia e Medicina Interna, Direttore Sanitario Gruppo LARC.

FAI UN CHECK UP DEL CUORE Esami di laboratorio

+ Visita cardiologica

+ Elettrocardiogramma

al prezzo di € 150.00 Gruppo LARC Tel. 011.0341777 Scopri la sede più vicina a te su

www.gruppolarc.it perché la tua salute è preziosa


salute&benessere

Liberanima LiberAnima™ a Torino, é uno studio di counseling, nutrizione e BenEssere psico-corporeo. è un luogo sicuro, rilassante e confortevole, in cui potersi appropriare di tempo per sé, sentirsi liberi di esprimere a pieno le proprie emozioni, imparare a conoscere chi veramente siamo e cosa desideriamo. Presso lo studio LiberAnima si eseguono sedute di counseling individuali e di coppia. Parliamo del counseling di coppia: in un rapporto di coppia, qualunque sia la natura della relazione (amicale, collaborativa, lavorativa, sentimentale, familiare) possono insorgere problematiche emozionali e relazionali che possono minare l'equilibrio e la comunicazione tra i componenti della coppia stessa. Spesso, il disagio é percepito solo da un singolo componente. esso infatti può essere un disagio individuale, intimo, personale, che solo in maniera trasversale, ricade sull'altro. Quest'ultimo, quindi, potrebbe non avere gli strumenti per comprendere il disagio dell'altro, anzi, potrebbe anche non notare alcun disagio. é opportuno quindi, comunicare alle persone che ci circondano il nostro stato emotivo, perché possano avere gli strumenti per sostenerci, o per ammettere la loro impossibilità nel farlo. Nel counseling di coppia, LiberAnima cerca di risolvere i problemi andando alla radice, tramite l'ascolto attivo, la collaborazione, il confronto, l'uso di tecniche di rilassamento e di comunicazione, il Liber-tantra™ www.libertantra.com. Così l'individuo si riappropria della propria identità all'interno della coppia, per permettere a quel "due" di diventare "uno", forte e indivisibile, nonostante le differenze. I partner imparano di nuovo a vivere il rapporto come persone autonome e a rapportarsi con l'altro trasformando le divergenze in valore aggiunto portatore di nuovi punti di vista e di apertura comunicativa e relazionale. LiberAnima™ di Sara Clemente Studio di Counseling Nutrizione e BenEssere psico-corporeo Via U. Foscolo, 6 Torino (To) tel. 328-1228610 e-mail: studio.liberanima@libero.it

“VEDERSI” Progetto fotografico per imparare a guardarsi in modo diverso attraverso la fototerapia: Irene Mastrocicco, fotografa esperta in Foto-Terapia ed Autoritratto Terapeutico, porta avanti da tempo, tramite interventi individuali o di gruppo, un particolare percorso di conoscenza di sé attraverso l'uso di una nuova modalità espressiva che si colloca nel più generale filone dell'ArteTerapia: la Foto-Terapia. Con il termine Foto-Terapia si intendono tutti quegli interventi miranti ad utilizzare la fotografia a scopi esplorativi, di auto-indagine, o di autoconsapevolezza.Viene impiegata per aiutare le persone a diventare maggiormente consapevoli di alcuni aspetti della propria personalità e dei propri modi di essere. A fronte della diffusa “difficoltà a riconoscersi”, nasce il lavoro “VEDERSI”: percorso fotografico individuale di esplorazione ed indagine personale, rivolto a tutte quelle persone che vogliono imparare a guardarsi in modo diverso, dando un valore nuovo e prezioso all'immagine che ognuno ha di sé. Durante ogni incontro non si fotografa solamente la persona ma tutto ciò che , in qualche modo, parla di lei. Si alternano costantemente momenti in cui la persona viene ritratta, sotto la guida della Fotografa, a momenti in cui è la persona stessa a ritrarsi, tramite il prezioso utilizzo dell'Autoritratto. La fotografia come mezzo di espressione di sè, per imparare a Sentirsi, Viversi e “VEDERSI”. “La bellezza non è che il disvelamento di una tenebra Alda Merini caduta e della luce che ne è venuta fuori”. www.irenemastrocicco.it irenemastrocicco@hotmail.it mobile 3389868091

Shopromotion | Shop in the City | 10 . 2014 | 81


salute&benessere

Curarsi con l’agopuntura Il Dott. Riccardo Rustichelli, medico chirurgo e Agopuntore diplomato F.I.S.A. ha scoperto la passione per l’agopuntura proprio vedendo la sua applicazione e i risultati in Cina, la patria d’origine di questa tecnica. L’agopuntura è una terapia olistica che prevede un approccio più globale del paziente, il quale viene considerato nella sua totalità, per la medicina tradizionale cinese infatti mente e corpo sono un tutt’uno. è una terapia del tutto naturale, in cui non vengono impiegati medicamenti di alcun tipo, non ha nessuna controindicazione ed è riconosciuta dagli organi internazionali come terapia valida ed efficace. Le indicazioni per il suo utilizzo sono pressoché infinite: dai problemi Gastroenterologici (es. colon irritabile, gastrite) alle patologie Neurologiche (es. emicrania) e Psicologiche (es. insonnia, sindrome ansioso depressiva), Ginecologiche (es. menopausa, dismennorrea), Dermatologiche (es. orticaria), Osteomuscolari (es. artrosi, tendiniti) e quelle Orl (es. sinusite, vertigini).

Dott. Riccardo Rustichelli Medico Chirurgo - esperto in Agopuntura Attestato Italiano di Agopuntura - Diploma F.I.S.A. Clinical Practice of Acupuncture and Chinese Medicine - Univercity of TCM - Nanjing, China Diploma di Formazione Specifica in Medicina Generale Riceve a Torino e Chieri 3294547464

82 | 10 . 2014 | Shop in the City | Shopromotion

Dott. Andrea Rossi Fisioterapista specializzato in terapia manuale osteopatica La terapia manuale è un sistema riconosciuto a livello internazionale che si occupa di prevenzione, valutazione globale posturale e trattamento di disturbi riguardanti l'apparato muscoloscheletrico. Essa completa la diagnosi ortopedica e fisiatrica ma non la sostituisce. La terapia manuale punta al trattamento dei sintomi dolorosi, la mobilizzazione dell’ipomobilità, il mantenimento delle funzioni articolari, la stabilizzazione dell‘ipermobilità, portando armonia al corpo e in particolare alla colonna vertebrale. Tecar è la nuova frontiera della fisioterapia applicata al mondo dello sport professionistico e al campo del benessere. La Tecarterapia è un macchinario che rappresenta una svolta rivoluzionaria nella patologia traumatologica non chirurgica, nella patologia osteoarticolare e dei tessuti molli garantendo tempi ridotti di trattamento con risultati immediati, perché basata sulla stimolazione e il rafforzamento delle capacità riparative. Ha inoltre un’azione analgesica, drenante dei tessuti, una stimolazione funzionale del circolo periferico attraverso l’incremento della temperatura endogena. Tecar è in grado di trattare con efficacia e in tempi brevi le patologie riguardanti: mani, spalle, anche, ginocchia, caviglie e colonna vertebrale. Lo studio collabora con diverse figure professionali: fisiatri, ortopedici, personal trainer per soddisfare tutte le necessità dei pazienti e assistiti. Studio fisioterapico Corso Rosselli/corso Dante (vic.Osp Mauriziano) - Torino fktandrea.rossi@gmail.com mobile 3927275481


salute&benessere

POLE DANCE ATTITUDE Per la tua igiene orale scegli Il Punto In un ambiente confortevole e rilassante, studiato apposta per mettere a proprio agio tutti i pazienti grazie anche ad un accesso facilitato per coloro che hanno una limitata abilità motoria, lo studio professionale di Igiene orale e prevenzione, Il Punto offre servizi dedicati e specifici. Lo studio nasce dal desiderio di porre a disposizione di tutti i pazienti l’esperienza, professionalità e competenze dell’Igienista Dentale in tema di prevenzione delle malattie del cavo orale. Vengono proposti, a partire dai bambini, percorsi individuali di educazione alla salute orale, esecuzione di procedure tecniche quali applicazione topiche dei vari mezzi riconosciuti utili per la prevenzione; ablazione del tartaro e levigatura radicolare (anche con il supporto di dispositivi laser) nel caso di malattie prodontali. Il tutto garantendo i più elevati standard di qualità e sicurezza e un contatto costante con il team odontoiatrico. Per maggiori informazioni: 011-502597 IL PUNTO Studio Professionale di Igiene Orale e Prevenzione Via Caboto, 52 10129 Torino info@ilpuntoigieneorale.it www.ilpuntoigieneorale.it Si riceve su appuntamento: lunedì e mercoledì 10-20, giovedì e venerdì 10-16 sabato 10-14

A due passi dal centro e da Piazza Gran Madre in Torino, ormai da due anni si praticano sport nuovi e acrobatici, in uno studio raffinato ed esclusivo per il suo stile e accoglienza: Pole Dance Attitude! La Pole Dance è una nuova disciplina acrobatico sportiva che unisce forza flessibilità e grazia e modella e tonifica il fisico immediatamente consentendo di dimagrire e migliorare proprio nei punti dove spesso è più difficile intervenire : glutei, addome e cosce. Non è necessario essere preparati fisicamente o essere delle ballerine per iniziare a fare POLE basta avere voglia di fare una cosa nuova per il proprio benessere e abbandonare la vecchia idea di palestra o sala fitness: qui si suda e si lavora per fare acrobazie, bandiere e figure in alto su un palo; tutti possono riuscirci!!! Presso Pole Dance Attitude poi si pratica Aerial Yoga; una fantastica esperienza sportivo meditativa che porta a restare sospesi in amache morbidissime e allenarsi intensamente nelle figure dello Yoga rimandendo sospesi: una eperienza unica!! Infine è possibile trovare il Calisthenics un nuovissimo sport a corpo libero che impone un allenamento importante alle parallele alla sbarra e alla spalliera per addominali d'acciaio e un fisico stupendo! Chi si allena in forma nuova e moderna a Torino lo fa da Pole Dance Attitude, la scuola della Campionessa Italiana di Pole Dance 2014 Stefania Cremaschi. Via Asti ,23 10131 Torino mobile 392 9778160 www.poledanceattitude.it

Shopromotion | Shop in the City | 10 . 2014 | 83


salute&benessere

Alluce valgo giovanile: nuove tendenze in chirurgia non invasiva Riceve presso Clinica Pinna Pintor, via Vespucci 62, Torino e presso Studio Latos via Dei Metalmeccanici, Savigliano. Per prenotazioni 338 7661027

alla correzione della deformità ed al bilancio delle forze di trazione in gioco a causa della deformità stessa”. Qual è oggi a suo parere l'intervento chirurgico più efficace? “Nel passato gli interventi tendevano alla correzione sfruttando la ritenzione delle parti molli, in seguito, soprattutto nelle forme giovanili, sono state maggiormente usate le osteotomie metatarsali. Una tecnica relativamente nuova, ideata in Spagna, dal Chirurgo De Prado, in Murcia, sviluppando delle mini frese a diverso spessore, permette la realizzazione delle correzioni stesse mediante minuscoli accessi di tre millimetri nelle dovute sedi, che portano all'eliminazione della protuberanza ossea, detta comunemente “cipolla” molto antiestetica, e quindi al è da sempre sensibile al loro richiamo. ’ alluce valgo è una delle patologie riallineamento sia del metatarso che del piede più diffuse. Si tratta di una Il piede, invece, ha bisogno delle scarpe della falange. Di questa procedura si per la loro funzionalità; mal sopporta deformazione dell’alluce la cui base giova anche il dito a martello”. incongrui sovraccarichi sulle sue (primo metatarso) si sposta verso Come avviene il decorso poststrutture”. l’interno, mentre la punta (falange operatorio? “Il post-operatorio consiste prossimale) si porta verso le altre dita. Il Quali conseguenze porta con sé il nella confezione di un bendaggio di Dottor Vincenzo Langerame, specialista valgismo? “La deformità conseguente al posizione che viene rinnovato una volta valgismo dell'alluce si accompagna in ortopedia e traumatologia, presta la alla settimana, nell'uso di una calzatura altresì a problemi infiammatori che sua esperienza alla Casa di Cura G.B. che permette l'appoggio sulla pianta del Mangioni di Lecco in qualità di primario portano con sé dolori e limitazione della piede, di camminare dal giorno funzione. Si ricorre allo specialista dell'Unità Operativa di Ortopedia e successivo all'intervento. Si consegue la quando la deformità diventa Traumatologia, ed è un esperto della guarigione completa dopo un periodo di esteticamente insopportabile e quando il quattro settimane. Questa è una tecnica tecnica percutanea non invasiva dolore impedisce l'uso delle calzature dell'alluce valgo e dita a martello. che non necessita di fili metallici o viti preferite. Vengono coinvolte in questo In che cosa consiste esattamente per la fissazione intraoperatoria”. processo deformante anche le dita l'alluce valgo e chi ne è soprattutto vicine, che possono sovrapporsi o soggetto? “L'alluce valgo – spiega il sottoporsi al primo dito”. dottor Vincenzo Langerame - è una Come si può rimediare a questa deformità che le donne conoscono deformità? “La chirurgia è l'unico molto bene e che, purtroppo per loro, mezzo capace di agire sulle cause della sviluppano in modo maggiore rispetto deformità ed al momento stesso agli uomini. Questo è probabilmente ripristinare sia l'estetica e la funzionalità dovuto all'uso quotidiano di calzature improprie. Le mode impongono talvolta del piede. Mai come per il trattamento di tale deformità sono state studiate delle calzature che sono autentiche Prima Dopo trappole e si sa che l'universo femminile tante tecniche chirurgiche, tutte volte

L

84 | 10 . 2014 | Shop in the City | Shopromotion


salute&benessere

Agopuntura

L'AGOPUNTURA è UNA TERAPIA:

sanisport, ausili per disabili ed anziani La nostra attività tratta la vandita di ausili per anziani e disabili oltre ad essere convenzionati con le Asl per la fornitura degli stessi. All'interno trovate prodotti per l'incontinenza, cosmesi naturali, calze e collant terapeutici, gambaletti a compressione graduata da uomo, prodotti elettromedicali, tutori. Disponiamo del servizio di vendita e noleggio per le macchine eletromedicali, sedie a rotelle, stampelle e girelli. Cristina Verdiani, titolare di Sanisport, vi aspetta per offrirvi una consulenza per il vostro benessere.

Strada San Mauro, 171/f 10156 Torino Telefono 011 374 76 15 cellulare 392 514 01 21 sanisport2012@gmail.com Orario: dal lunedì al sabato 9:00-12:30 / 15:30-19:00 Chiuso lunedì mattina e sabato pomeriggio

Naturale che agisce tramite il riequilibrio interno delle funzioni dell’organismo attraverso la stimolazione di particolari punti sensibili. Efficace su una varietà di patologie, come è stato ampiamente riconosciuto dalla ricerca scientifica. Olistica, in quanto diagnosi e terapia sono volte alla persona nella sua globalità e non a eliminare un sintomo di un singolo apparato. Curativa, perchè non è solo in grado di risolvere il dolore o di dare un sollievo sintomatico, ma agisce sulle contratture e sul trofismo tissutale, svolge un’azione antinfiammatoria, neuroendocrina e metabolica. Trattamenti per: Dolore muscolare e osteoarticolare lombalgia, cervicalgia, gonalgia, spalla dolorosa, fibromialgia, epicondilite, trigger points ecc. Disturbi ginecologici dismenorrea, sindrome premestruale, sindrome climaterica, nausee gravidiche. Disturbi della fertilità femminile e maschile e supporto alla procreazione assistita Cefalea tensiva, emicrania, nevralgia del trigemino, vertigini. Disturbi psicoemotivi  ansia, insonnia, depressione, attacchi di panico. Disturbi gastroenterologici  reflusso gastroesofageo, intestino irritabile, stipsi. Dott.ssa Alda Maria Olivero Medico Agopuntore Via Bagetti 20 10146, Torino Tel. 320 0674460 agopunturaolivero@gmail.com www.agopunturaolivero.it

Shopromotion | Shop in the City | 10 . 2014 | 85


freestyle

Torino Magica® è diventato negli anni il touricona della Città, un’idea vincente che le fondatrici di Somewhere tour operator hanno creato nel 1997 e che ha cambiato la visione di Torino da parte di turisti e cittadini. Ecco la storia vincente di un’idea.

La magia di Torino prende il volo!

velata che regge in mano il calice del Santo Graal, sotto l’occhio attento dei fantasmi torinesi più famosi. Somewhere tour operator ha fatto centro ancora una volta… e allora lasciamoci con il consiglio…per una sera, togliamoci di dosso la maschera dello scettico: una magica, torbida, inesplicabile Torino ci aspetta…

Torino Magica® è marchio registrato di Somewhere tour Operator dal 1997, il tour è effettuato due sere la settimana, è possibile prenotare chiamando Somewhere 011 6680580 o visitando il sito www. somewhere.it © Maurizio Laurenti

Sorta alla confluenza dei due fiumi e posta al vertice di due triangoli, Torino vanta una tradizione esoterica secolare. E’ a partire da questa tradizione che Somewhere tour Operator crea, già nel 1997 (ancora lontano dalla trasformazione di Torino in città del turismo) un percorso che cambia il volto della Città e che racconta una Torino affascinante e misteriosa: quella di Torino Magica ® appunto grazie alla collaborazione con i noti giornalisti Giuditta Dembech e Renzo Rossotti. Un successo immediato, quello del tour ad alto tasso di mistero che viene seguito ed apprezzato da noti personaggi quali Dario Argento che inserisce il tour in uno dei suoi film più recenti, “Giallo” ma anche da testate giornalistiche nazionali e internazionali. Torino Magica® diventa tour– icona di Torino, simbolo stesso della trasmutazione della Città in capitale di turismo ed è protagonista di innumerevoli reportages di troupes televisive di tutto il mondo, dalla Russia al Giappone, ammaliate dal fascino misterioso della magia sotto l’apparente razionalità sabauda di Torino Ed è nell’oscurità della sera che la prima capitale d’Italia mostra il suo volto più intrigante e metafisico. Un percorso “à l’envers” si delinea pian piano mostrando spettrali dragoni e simboli esoterici sovente ignorati, ma anche storie maledette che resistono alle ingiurie del tempo, lasciando tracce ovunque uno sguardo attento si posi per indagare sotto il velo della storia la Torino più magica e misteriosa. Un tour intrigante e curioso prende vita attraverso tutti questi elementi partendo da piazza Statuto, tradizionalmente centro della magia nera, per accompagnare turisti e curiosi alla scoperta di una città segreta ed inquietante, che parla per enigmi e segreti. Dalla misteriosa leggenda del portone del diavolo e ai suoi delitti, una sorta di filo “noir” si dipana lentamente nel centro storico, sino a scoprire i sinistri guardiani dei palazzi barocchi, per culminare nei misteri della Gran Madre di Dio, la donna

Shop promotion | Shop in the City | 10 . 2014 | 87


Go away

Marc Chagall Una retrospettiva 1908-1985 Fino al 1° febbraio 2015, Palazzo Reale, Milano www.mostrachagall.it, www.ticket.it/chagall

Marc Chagall La passeggiata 1917-1918, olio su tela State Russian Museum, San Pietroburgo. © Chagall ®, by SIAE 2014.

La più grande retrospettiva mai

America, terzo periodo è infine

eredi, talvolta inedite, da oltre 50

dedicata in Italia a Marc Chagall, con

quello, dopo la morte della sua

collezioni pubbliche e private e da

oltre 220 opere – prevalentemente

amata moglie Bella, del ritorno in

musei quali il MoMa, il Metropolitan

dipinti, a partire dal 1908 fino alle

Francia in Costa Azzurra. La mostra

Museum di New York, la National

opere degli anni ’80. Il percorso

“Marc Chagall. Una retrospettiva

Gallery di Washington, il Museo

espositivo è in rigoroso ordine

1908-1985” è promossa dal Comune

Nazionale Russo di San Pietroburgo

cronologico e inizia dalle opere degli

di Milano-Cultura, è organizzata e

e il Centre Pompidou.

esordi realizzate in Russia, durante

prodotta da Palazzo Reale, 24 ORE

il primo soggiorno francese e il

Cultura – Gruppo 24 ORE, Arthemisia

successivo rientro in Russia fino al

Group e GAmm Giunti, è ideata da

1921. Il secondo periodo è quello del

Claudia Zevi & Partners e curata

suo esilio dopo aver lasciato la

da Claudia Zevi con la collaborazione

Russia ed essere andato prima in

di Meret Meyer. Le opere

Francia e poi negli anni ’40 in

provengono da collezioni degli

Shop in the City | 10 . 2014 | 89


caccia al tesoro

caccia al tesoro

kakapo

i primi 30 lettori che troveranno il logo di Kakapo nascosto tra le pagine del giornale e lo comunicheranno alla redazione potranno ricevere in omaggio un porta sacchetti igienici per cani Scriveteci a redazione@shopinthecity.it

contenti e preMIatI

ecco i nomi dei primi lettori che hanno individuato il logo di Fantasy Craft tra le pagine del giornale, grazie per aver partecipato in tanti... elisa Frada | Romina Campagnolo | Marta panella elisabetta Di Francia | Alessia Randazzo Serena Giambarresi | Federica Ciarcia | Marina Arduino Barbara Mussi | Cristina Crema Complimenti anche agli altri lettori che hanno partecipato....

occhi aperti per i prossimi appUntaMentI redazione@shopinthecity.it

90 | 10 . 2014 | Shop in the City


Scuola di tango argentino VIA MANTOVA 34 TORINO AL PRIMO PIANO C/O SCUOLA DI DANZA ARTEMIA insegnanti Vanna e Nicola Perta INIZIO CORSI PRINCIPIANTI ASSOLUTI MERCOLEDÌ 24 SETTEMBRE H.19 E 20.20

www.vanna-nicola.it www.vanna-nicola.net 349 6192888 vanna_nicola@yahoo.it Seguici su

f Vanna e Nicola


letture

Settembre è uno dei mesi più faticosi dell’anno. Per non farsi scoraggiare dalla fine delle vacanze e, anzi, permettersi un’ulteriore fuga dalla realtà, questo mese Shop in the City propone tre letture fantastiche, tre “porte letterarie” per evadere dal mondo che già conosciamo e approdare in altri del tutto diversi e magici.

TORNARE E SUBITO RIPARTIRE

di Marta Ciccolari Micaldi

Guida galattica per autostoppisti

Cent’anni di solitudine

di Douglas Adams

512 pagine, 5 euro

648 pagine, 15 euro

Una delle storie più amate da intere

La genesi di questa storia spiega da sola

generazioni di lettori sparse per il

la sua estrema originalità: nata da una

mondo dal 1967, il capolavoro del

fortunatissima serie di radiodrammi

premio Nobel colombiano scomparso

scritta dallo stesso Adams e trasmessa

lo scorso aprile è un rimedio di

dalla BBC negli anni Settanta, nel 1979

altissimo livello contro qualsiasi

viene raccolta in una trilogia in cinque

noia settembrina o intorpidimento

volumi (!) e data alle stampe in forma

della mente. In un paese di nome

narrativa. La storia, ambientata “nei

Macondo che altro non è che la

dimenticati spazi non segnati nelle

metafora favolosa di un mondo

carte geografiche dell'estremo limite

nuovo a metà tra verosimiglianza

della Spirale Ovest della Galassia”,

e magia, in cento anni di storia si

prende le mosse dalla costruzione di

susseguono le vicende della famiglia

una gigantesca autostrada iperspaziale

Buendia, dal capostipite, il colonnello

che per essere realizzata deve far fuori

Aureliano, all’ultimo nipote dei

un insignificante pianeta popolato da

suoi diciassette figli illegittimi.

ottusi discendenti delle scimmie, gli

La parabola segue, come il titolo

essere umani. Tra spassose irriverenze

suggerisce, il triste destino

e surreali eventi, le avventure spaziali

di solitudine descritto nelle

di Arthur Dent e Ford Prefect sono

pergamene di uno dei personaggi

diventate negli anni un vero e proprio

più belli, lo zingaro Melquiades.

di Gabriel García Marquéz

cult mondiale.

I riti dell’infinito di Michael Moorcock

460 pagine, 7.50 euro Riproposto lo scorso agosto nella collana Mondadori dedicata alla fantascienza, Urania Millemondi, questo volume raccoglie tre romanzi di uno dei più importanti scrittori di sci-fi e fantasy della storia, l’inglese Moorcock. Nel rispetto della tradizione fantascientifica, che vuole mondi lontani, spesso paralleli, sostituirsi a quello reale e diventare la sede di lotte, utopie e modelli sociali alternativi, le tre storie raccontano: di un viaggio ai confini del pianeta Terra attanagliato dalla Madre dei Ghiacci (Il veliero dei ghiacci); di quell’individuo di nome Erekose, più di un uomo e meno di un dio, che sin dall’inizio dei tempi combatte per liberare il Multiverso (Il campione eterno); della Terra che non è una bensì la stessa riproposta in quindici versioni identiche e che è minacciata da mutazioni che solo il professor Faustaff può risolvere (I riti dell’infinito).

92 | 10 . 2014 | Shop in the City


per il bene di tutti di Maria Grazia Belli

DONACHIARO MARCO BERRY ONE MORE LIFE Onlus per aiutare i bambini

S

H

Da Asti alla Bolivia e al Ruanda

© Davide Pisani

Il Robin Hood del dono

embra un bancomat ma invece che erogare soldi li prende per sostenere progetti culturali. Si chiama Donachiaro ed è il primo sportello di donazioni, realizzato in collaborazione con Itineris Italia e ideato da Giacomo Tirillò, Giovanni Cavallo e Giuseppe Castana e legato al Terzo Settore, che da settembre sarà nelle sale del Circolo dei lettori in via Bogino. Tra i progetti da sostenere ad esempio c’è I volontari per la lettura, ideato dal Circolo dei Lettori per formare una squadra di giovani lettori che ogni settimana leggono ad alta voce per i pazienti e le loro famiglie negli spazi comuni di alcuni reparti ospedalieri torinesi. www.donachiaro.com

o girato il mondo, ho visitato i paesi tra i più poveri e ho incontrato tanti bambini che non sanno cosa significa sorridere. Penso di avere avuto tanto dalla vita, di essere una persona fortunata e sono convinto che parte di questa fortuna vada restituita”. È da questa premessa che Marco Berry ha dato vita, insieme ad amici, imprenditori e professionisti alla sua Onlus. L’11 settembre si è tenuta, la “Magic Chefs”, una cena che ha raggruppato nove chef stellati, tra cui Davide Scabin, e sei celebri illusionisti, tra cui Arturo Brachetti. Tutto il ricavato della serata sarà devoluto all’Ospedale Pediatrico MAS Children Teaching Hospital di Hargeisa, nel Somiland, un progetto seguito dalla Marco Berry Onlus che oggi, a poco più di un anno dall’apertura ha già curato e salvato oltre 15.000 bambini. marcoberryonlus.org

O

nemorelife è una onlus astigiana, nata oltre dieci anni fa, di volontari amici che hanno deciso di dare un aiuto concreto portando direttamente gli aiuti là dove servono senza costi e senza intermediari. Il motore dell’associazione sono Arnaldo Malfatto e Piero Chiesa, responsabili rispettivamente dei progetti in Ruanda e Bolivia. L’obiettivo principale è quello di aiutare e supportare i giovani e le loro famiglie. Ad esempio in Ruanda hanno aperto una "Casa Famiglia" che ospita 12 ragazzi di strada per un anno aiutandoli a trovare un lavoro. Onemorelife  destina il 100% di quanto raccolto agli aiuti: nessun costo di ufficio o di personale, anche le trasferte e i soggiorni dei volontari che si recano nei vari paesi è sostenuto in via totalmente personale. www.onemorelife.org

Shop in the City | 10 . 2014 | 93


LA MCMUSA CONSIGLIA

Shop in the City va alla scoperta dell’America con La McMusa (blogger di cultura e letteratura nordamericana): mostre, happening, inaugurazioni e il racconto del meglio della cultura a stelle e strisce.

THIS IS BROADWAY! di lamcmusa.com

Il cartellone degli spettacoli lo trovate qui: www.broadway.com.

I

l luogo comune dice che New York è la città che non dorme mai. Ma vi siete mai chiesti perché? Cos’è che tiene New York sveglia 24 ore su 24? Di certo i motivi cambiano da zona a zona, ma se siete dei visitatori affezionati alla cultura nelle sue forme più pop e glamour allora la risposta è una sola: Broadway! Il cartellone d’intrattenimento del Theatre District, quell’insieme di blocks che si snodano attorno alle mille luci al neon di Times Square, è una giostra - spesso forsennata e iperabbondante - di storie, voci, danze e colori. Innanzitutto, per capire davvero di cosa stiamo parlando, due brevi note informative. Una di genere: se il musical è una forma teatrale che in Italia fatica a farsi amare, oltreoceano è una vera e propria istituzione. Con una serie di sottogeneri più o meno colti che uniscono perfomance, balletto e canto, il musical è lo spettacolo per eccellenza, quello che manda in estasi il pubblico e raccoglie tra le sue fila artisti completi e di altissimo livello. La seconda nota: la parola Broadway, che altro non è che il nome della via più lunga e famosa di Manhattan, 94 | 10 . 2014 | Shop in the City

definisce solo quegli spettacoli che hanno luogo in teatri con più di 500 posti. Produzioni meno popolari e più ricercate sono quelle che fanno parte del cartellone del cosiddetto Off Broadway (da 100 a 499 posti) e dell’Off Off Broadway (piccole sale con meno di 100 posti). Accade spesso che, nel giro di qualche anno, dal piccolo si arrivi al grande, tutto dipende dal gradimento del pubblico. Cosa offre, allora, il cartellone di Broadway al ripartire della stagione? Prima di tutto i musical intramontabili, quelli che sono in programma da anni e non accennano a diminuire la loro fama: Les Miserables, Mamma mia!, The Lion King, Chicago, The Phantom of the Opera.. tra gli altri. Poi una produzione come Rock of Ages, altro musical che con un tripudio di grandi classici di Mtv e chiome glitterate, hit da karaoke e schitarrate ad effetto fa rivivere la gloria della scena musicale internazionale degli anni Ottanta. Per i nostalgici che della scena culturale newyorchese ricordano soprattutto lo Studio 54, proprio qui va in scena Cabaret, una seducente produzione

datata 1966, ma ancora fresca e accattivante, in cui quest’anno debutta come protagonista l’attrice Michelle Williams, conosciuta soprattutto per la sua grande interpretazione cinematografica di Marilyn Monroe. Per chi ha gusti un po’ più ricercati, nel cartellone dell’Off Broadway fa il suo ingresso a settembre The Fortress of Solitude, musical ispirato all’omonimo romanzo dello scrittore newyorchese Jonathan Lethem, ambientato a Brooklyn negli anni Settanta tra fumetti, supereroi, street art e storie di amicizia tra le più toccanti che potete immaginare. A Staten Island, per il cartellone dell’Off Off Broadway, va in scena Girls Night, intimo musical sulle tracce di un gruppo di ragazze tra i 30 e i 40 che una sera si riuniscono in un karaoke bar e si raccontano. Infine, per chi è certo - come me - che i limiti del teatro non esistono, soprattutto se questo teatro si chiama Broadway, per gennaio 2015 si attende 50 Shades! The Musical, ovvero la parodia del celeberrimo romanzo soft-porn Cinquanta sfumature di grigio. Applausi.


freestyle

Quattro spunti per rientrare dolcemente nelle dinamiche della vita di tutti i giorni.

Slow? Good di Davide Fantino L’idea di Sepulveda Il diritto al piacere secondo Luis Sepulveda e Carlo Petrini. “Un’idea di felicità” è il nuovo libro dello scrittore cileno: si presenta in forma di dialogo a due voci con il creatore di Slow Food, associazione che celebra la lentezza, il piacere e i sapori della buona tavola. «La vita è breve, buona, e c'è un diritto fondamentale: il diritto alla felicità – dichiara Sepulveda Che non si manifesta e non si deve confondere con una sorta di diritto naturale a diventare ricco, o a soverchiare gli altri. Parliamo di un'altra felicità. Delle soddisfazioni piccole, che però valgono molto».

Un buon vino Retrò La giusta bottiglia può esaltare ulteriormente il cibo di qualità. Lo sanno bene da Retrò Bottega in via San Massimo 53, dove consigliano i migliori abbinamenti, grazie alla scelta di ottime etichette e anche di vini sfusi adatti alle differenti stagioni. Ottimi anche pastis e genepy.

Sobrr – Il social a tempo La vita è un attimo, di cui non sempre è opportuno lasciare traccia. È nato con questa filosofia Sobrr, il social che vive il tempo dell’esperienza. Amicizie, contatti, conversazioni, foto e video: tutto sparisce dalla rete nel giro di 24 ore ed evita di lasciare pericolose scie di ansie e di situazioni che è bene rimangano racchiuse nella sfera dei ricordi, senza intaccare il “curriculum” di una vita intera.

Salire con lentezza Il cantante Eddie Vedder scrisse una nota personale sulle pagine del booklet dell’album Vitalogy: “Should have stayed for the sunset… if not for me”. Se l’autunno saprà essere più dolce della bagnatissima estate 2014, non c’è niente di meglio per svuotare la mente che regalarsi una bella veduta panoramica sulla propria città. Consigliamo due modi: con e senza fatica. Per chi è convinto di avere un fisico allenato, c’è la salita a piedi della cupola della Mole Antonelliana con affaccio dalla terrazza panoramica a 85 metri di altezza. Chi preferisce far faticare un affascinante trenino rosso, raggiungerà Superga col piccolo convoglio che si arrampica su per la collina.

Shop in the City | 10 . 2014 | 95


in persona

Alex Bellini, classe ’78, terrà una lezione il 28 settembre a Torino Spiritualità in cui propone una riflessione su come sia possibile andare oltre le frontiere del corpo e della mente.

Il viaggiatore Solitario di Saracarlotta Giorelli

A

lex Bellini, un uomo fuori dall’ordinario. Esploratore di terra e acqua. Attraverso l’avventura scopre se stesso e supera i suoi limiti. Alex Bellini, che il 28 settembre terrà una lezione a Torino Spiritualità, è stato il primo uomo ad attraversare in solitaria, su una barca a remi, il Mar Mediterraneo e l'Oceano Atlantico. Ha percorso di corsa il continente americano tra Los Angeles e New York. Oggi si sta preparando per testimoniare il ciclo vitale di un iceberg sino al suo scioglimento, vivendo in una capsula di tre metri per quattro ancorata ad esso. Quando è stato il momento in cui ha sentito che la sua strada era vivere fuori dalle righe? «Questa è una domanda un po' tendenziosa. Non credo di aver mai deciso di vivere fuori dalle righe, questo è quello che viene percepito dall'esterno. Certamente il mio percorso non può definirsi tradizionale. A 22 anni ho scelto la solitudine, il sacrificio, il

96 | 10 . 2014 | Shop in the City

movimento, per cercare di rendere la mia vita il più simile possibile a quella che sognavo. Sono nato in Valtellina e sono cresciuto con una grande passione per l'outdoor, per questo ho cercato di ricreare da sempre quella condizione ambientale e mentale. Ad un certo punto ho iniziato a studiare scienze bancarie perchè pensavo potesse essere la scelta corretta per una vita serena e appagante. Dopo poco mi sono reso conto di provare una sensazione di disagio nonostante avessi tutto il necessario per essere felice. Sognavo di essere in un altro posto e di vivere la vita di qualcun altro. Questo mi fece comprendere che forse le mie scelte non erano state del tutto corrette. Decisi di interrompere gli studi e dedicarmi alla ricerca di quell'ispirazione che potesse restituirmi quel piacere di vivere la vita che desideravo. E così partii affrontando due esplorazioni in Alaska. Quelle esperienze mi hanno concesso, durante lunghe ed estreme camminate, di capire

che non c'era niente altro al mondo che desiderassi fare. Oggi a distanza di oltre dieci anni sono ancora qui. Ho imparato che amo stare in solitudine, caratteristica che mi appartiene fin da ragazzo». Come si prepara psicologicamente alle sue esperienze estreme e affronta i momenti di difficoltà? «Io mi sento pronto ad affrontare questo tipo di esperienze da sempre, per cui non devo prepararmi. Per me è del tutto naturale e nel mio sentire ci vuole più coraggio a non farle certe cose piuttosto che a farle. È chiaro che ci sono situazioni che vanno sapute gestire come la gestione del rischio. Il rischio è un aspetto tecnico, ma anche mentale che può essere affrontato con l'intuito. Noi possiamo saper gestire il rischio e le paure perchè sappiamo ciò che vogliamo e cosa vogliamo raggiungere ma ad un certo punto durante il percorso iniziano a sorgere i dubbi, e i dubbi portano con sé la paura e la paura


in persona

destabilizza. Durante la vita normale, se hai paura, ad un certo punto puoi sempre fermarti e rimandare a domani i pensieri. Mentre stai affrontando un'avventura, come per esempio quella della traversata del Pacifico su una barca, sei in mezzo al mare, da solo e senza la terra rassicurante sotto i piedi. In quei momenti il rischio che la paura ti faccia perdere l'equilibrio è altissimo ma se sei allenato a vivere la paura a dosi omeopatiche, affrontandola ogni giorno, puoi riconoscerla e non farti fagocitare da essa, usando l'istinto di sopravvivenza e protezione come guida». La sua prossima avventura sarà stare in solitaria su un iceberg, fino al suo completo scioglimento, perchè ha fatto questa scelta? «Ho deciso di salire su un iceberg per tantissime ragioni. La prima è che è un'avventura straordinaria e romantica. Anche se tutte le mie avventure possono apparentemente sembrare slegate l'una dall'altra, in realtà hanno in comune lo stesso principio che è quello della sottrazione. Andando su un iceberg sperimenterò me stesso in relazione all'immobilità e all'attesa. Questa sarà l'avventura dell'attesa e dell'accettazione. In questo momento storico siamo costretti molto spesso all'immobilità, all'impossibilità di compiere un reale cambiamento da solie. Anche ciò che sembra eterno non lo è. In questo senso, l'iceberg ne è l'emblema. Per quanto sembri solido, per quanto il ghiaccio possa sembrare duraturo nel suo contesto, non lo è. Questo ci dimostra che niente è per sempre e ci insegna a saper godere appieno di quello che abbiamo oggi. Da un punto di vista strettamente scientifico invece, l'esperimento di vivere la vita di un iceberg fino al suo scioglimento porta con se temi quale il riscaldamento globale, l'inquinamento e il ruolo che l'uomo ha in tutto questo». Verrà a Torino in occasione della manifestazione Torino Spiritualità. Quale sarà l’argomento del suo intervento? «L’ipnosi. C’è ancora molto scetticismo

Alex Bellini sarà ospite per Torino Spiritualità (dal 24 al 28 settembre) al Circolo dei Lettori.

nei confronti di questa pratica perché nell’immaginario da palcoscenico l’ipnosi è una condizione mentale che permette a qualcuno di manipolare qualcun altro. In realtà lo studio e l’applicazione dell’ipnosi permettono un ventaglio di situazioni molto più ampio. L’ipnosi è uno straordinario strumento per sostenere le nostre capacità mentali e fisiche. Quando correvo per gli Stati Uniti ho utilizzato l’ipnosi e grazie al principio cardine su cui si basa ero in grado di spostare” la percezione del dolore da una parte del corpo ad un'altra». Il filo conduttore di Torino Spiritualità sarà l’amore. Come vive i sentimenti e che cosa rappresentano per lei i legami affettivi? «Io amo stare da solo ma non sarei disposto a vivere la mia vita da solo. Fin dagli inizi ero consapevole di correre questo rischio, nella mia mente vedevo l’immagine di una casa silenziosa senza qualcuno con cui condividere le mie esperienze. Capii subito che non era ciò che volevo. Sono sempre stato una persona determinata, mia nonna mi ha insegnato a non mollare mai. Qualche tempo fa ricordavamo insieme di quando a 20 anni la notte uscivo ad allenarmi e incontravo i miei coetanei che uscivano dalle discoteche. Oggi ho

la grande fortuna di aver incontrato mia moglie, con la quale abbiamo due figlie, che mi ama per quello che sono, accetta la mia natura e non cerca di cambiarmi. Sapere di avere una famiglia che mi aspetta e mi sostiene è il più grande incoraggiamento e appoggio che io abbia, senza il quale non potrei fare ciò che faccio. Mia moglie sa che quando l’avventura chiama io devo partire. Questo non significa scegliere l’avventura al posto degli affetti ma poter vivere entrambi gli aspetti del mio essere. L’amore di mia moglie e delle mie figlie è la più grande energia che io abbia e mi permette di continuare questo percorso alla ricerca della verità su me stesso». Quale consiglio darebbe a chi deve fare una scelta che lo spaventa? «Saltare addosso a ciò che ti spaventa. Nella vita avventura e paura sono sempre intorno a te. Ogni volta che ti spingerai o farai un passo fuori da quello che è la tua quotidianità ci sarà sempre qualcosa che ti spaventerà. A quel punto hai due alternative: o torni nel tuo recinto e ti fai coccolare da ciò che conosci, oppure ti forzi un pochino e aggiungi a piccole dosi omeopatiche un po’ di paura. Se oggi sopravvivi a qualcosa che ti spaventa, domani non ne avrai più timore». Shop in the City | 10 . 2014 | 97


news&gossip

collezione anthea tatitoto Sottili cerchi d’argento in sequenza oppure sovrapposti simmetricamente danno vita a bracciali, ciondoli e collane che si prestano ad abbinamenti infiniti e combinazioni sempre nuove. La nuova collezione Anthea di Tatitoto è legata al “fiore della vita”, simbolo della creazione e espressione del concetto di vita.

a pranzo da cenerentola Si chiama Cenerentola prêt à manger, ed é la nuova gastronomia di Sara Carenzi, in arte Cenerentola, in corso Casale 104. Al bancone una ricca scelta di piatti legati ad una cucina "familiare" e da ottobre la domenica il brunch. Nel locale saranno esposte fino al 30 novembre le opere della collezione __IN EXTREMIS (bodies with no regret) realizzate da Sandro Giordano, in arte __remmidemmi, fotografo internazionale di origine italiana. www.cenerentolapretamanger.it

98 | 10 . 2014 | Shop in the City

Sono aperte le iscrizioni ecco un assaggio del calendario 2014-15

La scuola di cucina La Maggiorana

Il mese di ottobre prevede: Mercoledì 1 Menù completo a basso contenuto calorico. Venerdì 3 Piatti semplici a base di funghi ed erbe aromatiche. Martedì 7 INIZIO CORSO DI PRIMO LIVELLO. Giovedì 9 Torte e crostate da colazione. Giovedì 16 Finger Food autunnale. Sabato 18 La cucina naturale: un’alimentazione sana e gustosa per tutta la famiglia. In collaborazione con la Terapeuta Alimentare e VegaChef Mara Di Noia. Introduzione del Dottor Roberto Calcaterra, medico gastroenterologo ed omeopata. Mercoledì 22 INIZIO CORSO DI SECONDO LIVELLO. Venerdì 24 Risi pregiati e risotti autunnali con l’utilizzo dei prodotti dell’azienda Gli Aironi. Per informazioni: tel 011.9587631 info@lamaggiorana.it www.lamaggiorana.it


news&gossip

seafood bar A fine giugno ha aperto a Torino, in via Principe Amedeo 14b, in un angolo di piazza Carlo Alberto, il Seafood bar. Un ristorante di pesce legato alla cultura del nord Europa e Nord America con una piccola gastronomia take away. Piatti semplici, sani, sempre freschi come il salmone selvaggio Reale, il Sockeye dell'Alaska, i salmoni norvegesi e scozzesi, i gamberi rossi di mazara del Vallo, il tonno rosso di Carloforte. Un menù sempre in evoluzione e attento alle stagionalità.

Ai piedi della collina torinese, in un ambiente professionale e riservato, si trova la palestra PASSI MOTION LAB. Una palestra dove il personale, rappresentante di categoria al Ministero della Salute, da lezioni di fitness, ballo e DanceMotion, la nuova disciplina che coinvolge tutto il corpo con un mix di passi di danza ideata da Giuseppe Palombella. promozione Fitness, anno sportivo 2014/15, con la nuova disciplina DanceMotion in esclusiva solo da noi 10 ingressi (durata 2 mesi) 50 euro inclusa l'iscrizione trimestrale (solo 1 volta) 120 euro inclusa l'iscrizione Mensile prova 50 euro inclusa l'iscrizione pASSi MotioN lAB Corso Moncalieri, 21 - 10131 - torino orari: da lunedì a venerdì dalle 9:00 alle 23:00. Sabato dalle 9:00 alle 19:30 e Domenica dalle 9:30 alle 14:00.

torna Manualmente dal 25 al 28 settembre. tanti gli appuntamenti con blogger e autrici di libri.

Manualmente

zen moon essence La nuova creazione per Shiseido del maestro profumiere Michel Almairac: una fragranza floreale-legnosaambrata, un’intensa ode alla delicata luminosità dei fiori bianchi che sbocciano sotto la luna piena giapponese.

Numerosissimi gli ospiti presenti a Torino in occasione di ManualMente (25-28 settembre a Lingotto Fiere). Saranno presenti in fiera alcune delle autrici, più famose di libri e blogger come Luisa De Santi, artista e designer triestina che firma le sue creazioni con il marchio Crochetdoll, Daniela Cerri dell'Officina Nomade Fate le Fate, Rita Loccisano, ideatrice del VisualFood® e conduttrice del programma tv Visualfood capolavori in cucina, in onda su Easybaby, canale 160 di Sky, dedicato alle famiglie, e molte autrici delle riviste di hobbistica edite da Edizioni Lumina come Lucia Piazza, Loredana Cerioli, Gerolama Nieddu, Graziella Isoni, Chiara Broggian e molte altre, alle quali ManualMente ha dedicato ampio spazio all’interno del programma con veri e propri corsi sulle tecniche e consigli utili per creare, costruire, ricamare e dare sfogo alla propria fantasia e creatività. www.manualmente.it

Shop in the City | 10 . 2014 | 99


news&gossip

nordic collection La collezione Nordic by OPI è ispirata alle cromie della Finlandia, ai fiordi blu della Norvegia e alle case coloratissime di Copenhagen. 12 lacche per unghie con i colori di un mondo dove i contrasti danno vita a sfumature cromatiche uniche.

progettiamo insieme la cameretta! Yellowbasket.it dedica due appuntamenti alle famiglie in cerca di soluzioni arredo e curiosità decor per la cameretta. Il 22 settembre (ore 17.30) è per i neogenitori e per chi attende il primo figlio: tips indispensabili per una cameretta bella e funzionale da preparare per l’arrivo del primo bebé. Nell’incontro del 29 settembre (ore 17.30) si parla invece di sorprendenti soluzioni stylish per adeguare la casa alla crescita del bimbo o all’arrivo dei fratellini. Puoi portare le foto e la piantina di casa o semplicemente i tuoi dubbi e le tue domande per ricevere i consigli personalizzati delle architette di Yellowbasket. it! Per info e prenotazioni (obbligatorie): info@yellowbasket.it, 011/65.66.137

novità al museo del cinema Si rinnova e cambia gestione la caffetteria del Museo Nazionale del Cinema che da settembre è stata affidata a Eataly e Caffè Vergnano. Il progetto ha l’obiettivo di offrire un servizio eccellente agli oltre 600 mila visitatori e di trasformare il nuovo locale in un luogo di incontro per tutti i cittadini di Torino.

Prodotti di eccellenza e take away

La drogheria di Blupum Blupum, la nuova trattoria aperta da qualche mese a Ivrea da Davide Scabin, inaugura il 24 settembre ‘La Drogheria’ un emporio enogastranomico aperto tutti i giorni, con una selezione di prodotti di eccellenza, un servizio di take away epresso dalla cucina e infine un happy hour con drink accompagnati da piatti 'tapas style'. 100 | 10 . 2014 | Shop in the City


news&gossip

la latteria di una volta Nuovo look per la storica latteria di piazza Gran Madre 7 a Torino, una nuova vetrina dei prodotti Ruràl, ristorante di Via San Dalmazzo, di proprietà di Marco Ceresa. Conservando le tipiche caratteristiche della latteria tradizionale offrirà un'ampia scelta: l’eccellenza del territorio dalle materie prime al reparto gastronomia

la urban bike da personalizzare Si può scegliere anche “total pink”. L’azienda torinese Frenorosso ha lanciato un configuratore on line per scegliere ogni dettaglio della propria bici da corsa a scatto fisso. Sono disponibili a richiesta personalizzazioni dei telai in tutti i colori Ral in versione sia lucida che opaca, le varianti possibili sono oltre 200 mila tra colore del telaio, ruote, finiture, manubrio, texture e colore del sellino. www.frenorosso.com

seguito dallo chef Giovanni Spegis, fino ad arrivare a uno spazio dedicato allo street food dove sarà possibile acquistare alcuni panini preparati sul momento. www.ristoranterural.it

completato il percorso museale del mauto Il Museo Nazionale dell’Automobile “Avv.Giovanni Agnelli”Torino - dopo la ristrutturazione e riapertura del 2011 - è pronto per una nuova avventura. I lavori di completamento del Mauto intendono evidenziarne ancora di più la vocazione didattica, oltre che conservativa.

un aiuto concreto per casaoz NovaCoop, in collaborazione con P&G, ha scelto di sostenere la Onlus CasaOz. Fino al 30 settembre  2014  spendendo 20 euro (anche in più scontrini), in prodotti dei marchi P&G si riceveranno a casa 20 euro in buoni sconto validi per l’acquisto di prodotti P&G e 4 campioni di prodotti omaggio. Inoltre, solo grazie agli acquisti  fatti nei supermercati e negli ipermercati NovaCoop in Piemonte e nei tre punti  vendita situati in Lombardia verranno donati 20 euro a CasaOz. Info: www.casaoz.org

Anelli di design

gioielli stampati in 3d Bijouets crea piccole sculture digitali dal design esclusivo impossibili da realizzare con i tradizionali processi produttivi. Sono collane, anelli, bracciali, orecchini e spille unici nel loro genere. Gli ultimi anelli realizzati con stampanti 3D si chiamano Blub, Lucky e Biscuit.

Shop in the City | 10 . 2014 | 101


news&gossip

creativity oggetti Inaugura il 3 ottobre il nuovo spazio espositivo di Creativity Oggetti. Nel nuovo show-room, in via Carlo Alberto 40/f, fino al 15 novembre si terrà la mostra "Creativity Contest - Il gioiello si mette in posa" con 23 artisti selezionati. Al pubblico, insieme alla giuria, il ruolo decisivo di assegnare a fine mostra i premi del contest. www.creativityoggetti.it

memoria usb 4c Memoria USB shape 4C, capacità di 4 GB release 2.0 di colore rosso in ABS. Le ruote sono movibili ed i cerchi riproducono fedelmente le caratteristiche della 4C. Da chiusa sembra un modellino in scala 1:68, ma dal sottoscocca esce la chiavetta USB. I fari anteriori e posteriori si accendono all'inserimento della chiavetta in un ingresso USB. Confezionata in una originale scatola in cartoncino texture carbonio personalizzata 4C. Dim.7x3 cm. In vendita presso il Mirafiori Store di Piazza Riccardo Cattaneo, tel. 011 0043244.

una nuova “casa”per il tango argentino Nuova sede e nuovi corsi per la scuola di Tango Argentino di Vanna e Nicola. I corsi si terranno al primo piano in via Mantova 34 nella sala loft dove ha sede la scuola di danza Artemia e accanto al Caffè Basaglia. Una sala di oltre 100 mq con un bellissimo palchetto con specchi e sbarre per gli esercizi. I corsi partiranno dal 15

la collezione kids di Modern-twist

tovagliette da colorare La collezione Kids delle tovagliette per la tavola Modern-twist possono essere colorate con speciali pennarelli. Un’idea intelligente da portare al ristorante per intrattenere i bambini durante la cena. I pennarelli sono sicuri e lavabili. Le tovagliette possono essere pulite e lavate con acqua tiepida e sapone. Tutti i prodotti sono realizzati senza additivi chimici, riciclabili e riutilizzabili. 102 | 10 . 2014 | Shop in the City

settembre, promozioni e sconti per i principianti. Per info: vanna_ nicola@yahoo.it, Facebook o 349/6192888.


news&gossip

benvenuto inverno Nei mesi di settembre e ottobre 2014, per accogliere il sole dorato dell’autunno e il fruscio delle foglie, essence propone la trend edition “hello autumn”. Il mix di colori è fresco e dalle tonalità intense, proprio come la variopinta natura autunnale.

alla ricerca dei modelli imprenditoriali emergenti Torna l’1 e 2 ottobre, a Torino, il Salone Nazionale dell’Imprenditoria Femminile e Giovanile GammaDonna. Chi sono i protagonisti delle nuove tendenze imprenditoriali al tempo della crisi? Quali i nuovi modelli di business? Come si può investire nel cambiamento? Questi i temi al centro del 6° Salone Nazionale dell’Imprenditoria femminile e giovanile.

www.gammadonna.it

crema colorata multifunzione Smashbox cosmetic presenta Camera Ready Cc Cream spf 30 la crema colorata che in un unico gesto prepara, idrata, perfeziona, controlla il sebo e fissa. Il prodotto è efficace nel correggere le imperfezioni e ridurre la comparsa delle macchie scure e disponibile in cinque colori che si adattano a tutte le tonalità di pelle.

100% made in italy

occhi waterproof Gli occhi si illumineranno grazie ai colori intensi e brillanti che si stendono in maniera semplice e precisa. La formula dei prodotti Rimmel è waterproof, anti-

cestini ad intreccio Wassily di Scaleno è un oggetto in edizione limitata, artigianale e 100% made in Italy. Grazie al fitto intreccio di silicone per uso alimentare la frutta rimane sospesa in aria, trasformando un portafrutta in un’esclusiva scultura. Inoltre la frutta sospesa vive più a lungo poiché è completamente arieggiata e nessun frutto tocca l’altro. Ogni Wassily è assemblato a mano. www.scaleno.com

sbavature e a lunga durata e la texture cremosa.

Shop in the City | 10 . 2014 | 103


news&gossip

a tutto wellness Aperto da un anno accanto ai giardini reali, Johnson Fitness Store è un negozio dal format innovativo. Lo store ha in esposizione i prodotti home fitness e benessere dell'azienda (tapis roulant, bike, ellittiche, sauna, pedane vibranti) e offre servizi e soluzioni per creare uno “spazio wellness” in casa. Corso Regina Margherita, 102 Torino

shopinthe city e il grifone, dove già compri bene fai del bene! Shop in the City e Il Grifone sostengono Humana People to People Italia onlus , un organizzazione umanitaria indipendente laica, che da sempre porta avanti la raccolta di abiti usati per i paesi in difficoltà. I dati parlano chiaro, ogni persona in occidente acquista in media 17 kg di abiti ...l'obiettivo del progetto è quello dare la possibilità alle persone di far spazio negli armadi e compiere un gesto di solidarietà. Per premiare lo shopping consapevole,consegnando una busta con gli abiti usati Il Grifone applicherà il 10% di sconto sul prossimo acquisto. Shopinthecity sarà la voce del progetto, comunicandolo sulla rivista e sui Social. Organizzatevi allora, cercate i nostri sacchetti nei punti distributivi che trovate sul nostro Facebook e fate del bene.

le creazioni di Veronica Caffarelli

gioielli in lacca giapponese

Veronica Caffarelli crea nel suo laboratorio gioielli nei quali convergono esperienze, colori, tecniche e materiali di 3 continenti: Europa, America Latina e Asia. Spirito giovane e brioso, da indossare a seconda del momento, dell’ispirazione e del look.

design tradizionale per l'occitane

novità in casa nutella

Gli antichi flaconi delle farmacie provenzali accolgono

Una cialda di pane ripiena di Nutella. Si chiama B-Ready ed è la nuova proposta per la prima colazione di Ferrero realizzata nello stabilimento di Alba. Una croccante cialda di pane a forma di baguette con un cremoso ripieno di Nutella.

per la nuova linea Aromachologie firmata L'occitane. Un omaggio agli oli essenziali della tradizione occitana con flaconi simili a quelli venduti nelle antiche farmacie provenzali.

104 | 10 . 2014 | Shop in the City


company profile

bruno gioielli Da tre generazioni la famiglia Bruno si dedica alla creazione di gioielli di prestigio. Nel delizioso negozio di piazza Gran Madre oggi queste creazioni si rinnovano continuamente, adattandosi al gusto e alle esigenze di una clientela raffinata che ama l’originalità. a cura della redazione

Nell'immagine la nonna Gloria Bruno, la figlia Maria Rosa Bruno e la nipote Veronica.

Artigiani gioiellieri dal 1935 Bruno Gioielli nasce come laboratorio orafo nel 1935, specializzato nella produzione di catene e gioielli prodotti esclusivamente a mano, e fin dalle sue origini vanta di una clientela internazionale per cui produce preziosi in esclusiva. All'interno del laboratorio si forma l’esperienza di Luigi Bruno, il capostipite della famiglia che allarga gli orizzonti dell’azienda, producendo per nomi dell’alta gioielleria come Cartier, Tiffany e Van Cleef. Luigi trasmette la sua passione per l'alta qualità e la rifinitura del gioiello al figlio Renato, il quale, dopo aver preso in mano le redini dell’azienda negli anni 60 e 70, si distinguerà all’interno di produttori di gioielleria d'eccellenza, diventando uno tra fornitori più significativi del marchio Bulgari. Negli anni ’80 la ditta Bruno contina a produrre pezzi quasi solamente esclusivi per Bulgari, specializzandosi ancora di più nel settore dell’alta qualità. Verso la fine di questo decennio entrano nell’azienda le figlie di Renato, Maria Rosa e Roberta Bruno.

Shop in the City | 10 . 2014 | 105


company profile

bruno gioielli

Aggiungendo all’esperienza del padre la loro creatività ed un moderno design, le sorelle Bruno iniziano a produrre una collezione con il proprio nome, che espongono al primo piano nel loro esclusivo show room, situato in uno dei palazzi più eleganti della vecchia Torino. Nasce il marchio Bruno Gioielli che incontra subito il gusto della clientela torinese per l’originalità delle creazioni, decisamente diverse dalla classicità sabauda. Nel corso del ventennio successivo le sorelle Bruno hanno diversificato i loro prodotti introducendo collezioni di gioielli traformabili da giorno a sera e di borsette preziose con manico gioiello. Sulla scia del loro successo, nel 2005 le sorelle Bruno aprono una boutique nel cuore del borgo della Gran Madre, senza ombra di dubbio una delle zone piu’ raffinate di Torino. Nel 2010, nel segno di una dinastia che giunge alla quarta generazione, a Maria Rosa si affianca la figlia Veronica. Seguendo la tradizione di famiglia, dove qualità e conoscenza del prodotto sono le regole fondamentali per una alta professionalità, come la zia Roberta, gemmologa e perito di diamanti, Veronica si specializza nello studio delle pietre preziose e dei diamanti, diplomandosi presso l’HRD Antwerp. Nell’ottica di dare respiro internazionale al marchio e di far conoscere i propri prodotti originali, Bruno gioielli ha recentemente aperto un corner nel cuore del porto di Saint Tropez. 106 | 10 . 2014 | Shop in the City


programma di sala

EVENTI TORINO SPIRITUALITÁ 24 - 28 settembre Circolo dei Lettori Torino Spiritualità compie 10 anni e li festeggia con il Cuore Intelligente. Per la sua 10° edizione - coordinata dal Circolo dei lettori, sostenuta da Regione Piemonte, Città di Torino, Compagnia di San Paolo, Fondazione CRT e Fondazione del Teatro Stabile di Torino, con il contributo di Ersel, Morcare e

PORTICI DI CARTA

scelta per Operæ, il festival del

FLOR

EXKi - Torino Spiritualità

4 - 5 ottobre

design indipendente che giunge

11 - 12 ottobre

propone una riflessione sul tema

Via Roma, piazza San Carlo, piazza

alla quinta edizione con un

Via Carlo Alberto

Il Cuore Intelligente. Un’indagine

Carlo Felice

successo crescente di visitatori e

Flor raddoppia e per la prima

sulla combinazione di testa e

Ritorna la libreria più lunga del

designer partecipanti. Dal 10 al 12

volta si presenta in veste

sentimento che ci scopre

mondo: due chilometri di libri

ottobre lo splendido edificio

autunnale. L'appuntamento è l'11

pienamente capaci di essere

sotto i portici del centro, più di

progettato da Ettore Sottsass

e il 12 ottobre dalle 9 alle 19 in via

umani e, al contempo, un

170 bancarelle che offrono decine

senior e da Pier Luigi Nervi sarà lo

Carlo Alberto nel pieno centro di

omaggio alla combinazione di

di migliaia di volumi e gli spazi

scenario in cui pubblico e

Torino. La manifestazione è ad

curiosità del pensiero e apertura

eventi gratuiti per incontrare

designer potranno incontrarsi,

ingresso gratuito e offre il meglio

del cuore che ha guidato il lungo

scrittori, giornalisti, editori e

dialogare e acquistare/vendere le

del floro-vivaismo italiano,

cammino di Torino Spiritualità.

addetti ai lavori.

opere. www.facebook.com/

invitando i migliori vivai del

www.torinospiritualita.org

www.salonelibro.it

operae

Piemonte e di tante regioni

ORIENTAL DESIGN WEEK

FESTIVAL TORINO DANZA

Prima edizione torinese per

INCANTI RASSEGNA INTERNAZIONALE DI TEATRO DI FIGURA

l’Oriental Design Week un

Dal 30 settembre al 5 ottobre

d'Italia: dagli agrumi siciliani alle piante alpine, dai profumi del mediterraneo ad alberi e arbusti,

Fino al 12 ottobre

piante rampicanti ideali per

Luoghi vari

abbellire spazi urbani su terrazzi

La nuova edizione del Festival

e balconi ma anche piante da

4 - 11 ottobre

Torinodanza - diretto da Gigi

appartamento.

evento orientale e "ad oriente",

Luoghi vari

Cristoforetti e realizzato dalla

www.orticolapiemonte.it

l'unico in Italia e in Europa. In

Nella ventunesima edizione

Fondazione del Teatro Stabile di

esposizione progetti di design

Incanti sceglie di raccontare la

Torino - proporrà a Torino i

L'ESSENZIALE

e creatività in cui convergono

complessità della

grandi maestri, amati e

17 – 19 ottobre

realtà orientali ed

contemporaneità. Crocevia per

riconosciuti, della danza

Circolo dei Lettori

occidentali,tutte accomunate

eccellenza di sperimentazione e

contemporanea internazionale e,

Un viaggio alla scoperta del

dall'obiettivo di creare

di ricerca, il Teatro di Figura

dal 20 novembre al 22 gennaio

Profumo attraverso parole,

opportunità culturali ed

interseca quest'anno a Incanti

2015, alcuni significativi

esperienze e curiosità. Una

economiche. In questa edizione,

danza, video-arte, musica e arti

interpreti del panorama italiano.

rassegna curata dal giornalista

tra Cina, Corea ed India, a “metà

figurative, indicando come tema

17 spettacoli, 25 rappresentazioni,

di La Stampa Luca Ferrua, per

del ponte” ci sarà l'Iran con la sua

Contaminazioni, sia di generi e

8 prime nazionali, 3

scoprire e divulgare la cultura del

ineguagliabile grafica design

stili sia di realtà culturali vicine e

coproduzioni, 15 compagnie

profumo nelle sue varie e

raccontata dal grande Reza

lontane. www.festivalincanti.it

ospitate, provenienti da 7 diversi

molteplici sfaccettature. Un

paesi (Australia, Belgio, Cina,

viaggio olfattivo che è anche un

Francia, Israele, Italia e Spagna),

viaggio alla scoperta di noi

Promotrice delle Belle Arti.

Abedini. Giovani designer saranno presenti in tutti i

OPERÆ

progetti espositivi.

10 - 12 ottobre

i numeri di questa edizione.

stessi. Ad aprire la rassegna un

www.orientaldesignweek.it

Torino Esposizioni

www.torinodanzafestival.it

ricco programma di incontri con

È Torino Esposizioni la sede

nasi nazionali e internazionali,

Shop in the City | 10 . 2014 | 107


programma di sala

laboratori, aperitivo aromatico,

Realizzata in collaborazione con

la barberia e le promenades des

l’Estate e la Roy Lichtenstein

SCULTURE VESTITE

parfums. www.circololettori.it

Foundation, la mostra sarà la

Fino al 5 ottobre

prima grande esposizione

Mauto

dedicata alle opere su carta di

Il Museo Nazionale

Lichtenstein in Europa. Una

dell'Automobile “Avv. Giovanni

straordinaria selezione di circa

Agnelli” di Torino è la location

23 - 27 ottobre

duecento opere su carta

della mostra personale di

Lingotto Fiere

selezionate fra centinaia dai

Stefano Bressani, l'artista pavese

Il Salone del Gusto e Terra Madre

primi anni Quaranta e fino al

padre della tecnica che viene

organizzato da Slow Food,

1997 che saranno esposte

riconosciuta con il binomio

Regione Piemonte e Città di

insieme a una decina di opere tra

Sculture Vestite. Un’esposizione

Torino, in collaborazione con

grandi dipinti e alcune sculture.

di opere uniche nel loro genere,

il Ministero delle politiche

www.gamtorino.it

frutto della sapiente unione delle

SALONE DEL GUSTO E TERRA MADRE

agricole, alimentari e forestali

stoffe colorate, materiali che

Harari, Migliori, Gardin,

festeggia 10 anni. Temi

provengono dal mondo della

Fontana, Oppedisano e Malfatto

dell’edizione 2014 sono l’Arca

moda e dell'abbigliamento.

si sono cimentati con la

del Gusto e l’agricoltura

www.b52c.com

personalizzazione delle grandi

© Estate of Roy Lichtenstein / SIAE 2014

familiare. Come in ogni evento Slow Food non possono mancheranno i Laboratori del Gusto e gli Appuntamenti a Tavola. Quest’anno un’intera sala sarò dedicata alla birra. www.salonedelgusto.it

mostre ETTORE FICO

RUANDA 20 ANNI DOPO, RITRATTI DAL CAMBIAMENTO Fino all’ 8 ottobre

bottiglie. Al termine della mostra le bottiglie saranno messe all’asta. Il ricavato sarà destinato a iniziative benefiche. www.creativeasti.com

ricostruire la propria vita e

NIKO KARAMYAN E TIERNEY FINSTER, RICCARDO PARATORE

un'identità nazionale. Le

Fino al 12 ottobre

Palazzo Saluzzo Paesana A 20 anni dal genocidio in Ruanda le fotografie di un popolo che cerca ancora di

Dal 24 settembre all’8 febbraio

MASBEDO TODESTRIEBE

2015

Dal 4 ottobre all’ 11 gennaio

immagini del fotografo Arno

Fondazione Sandretto Re

MEF - Museo Ettore Fico

Fondazione Merz

Lafontaine sono frutto di lungo

Rebaudengo

Il Museo Ettore Fico presenta,

La Fondazione Merz presenta un

tempo passato a conoscere e

La Fondazione Sandretto Re

per la mostra inaugurale del

progetto dei Masbedo (Nicolò

conversare con la popolazione

Rebaudengo presenta dall'11

nuovo spazio espositivo torinese

Massazza e Jacopo Bedogni), dal

rurale. Questo portfolio viene

settembre al 12 ottobre 2014 le

dedicato al Maestro, una

titolo Todestriebe, incentrato sul

portato a Torino da il Caffè dei

opere del duo americano

retrospettiva nelle collezioni

tema dell’incomunicabilità, che

giornalisti. Ingresso libero.

formato da Niko Karamyan e

nazionali. Oltre duecento opere

coinvolge linguaggi, tematiche e

www.caffedeigiornalisti.it

Tierney Finster e dell'artista

tra olii, tempere, disegni,

soggetti diversi sia nell’ambito

acquerelli e incisioni, mai

della creatività sia sul territorio

esposte prima, eseguiti dai

cittadino e avviene in

BOTTIGLIE D’ARTISTA

prima anni Trenta al 2004 anno

concomitanza con l’uscita del

Fino al 12 ottobre 2014

Serpentine Grants nel 2013. Il

della sua scomparsa. La mostra

primo film dei Masbedo “The

Palazzo Del Michelerio, Asti

premio si rivolge ad artisti nati

è un omaggio all’artista e al suo

Lack” presentato alla 71. Mostra

Torna per il terzo anno

dal 1989. Gli artisti vincitori,

vivace percorso artistico ed

Internazionale d'Arte

consecutivo l'iniziativa,

rispettivamente del premio del

esistenziale. www.museofico.it

Cinematografica di Venezia nella

dell’associazione senza scopo di

pubblico e del premio della

sezione Giornate degli Autori.

lucro CRE[AT]IVE, Bottiglie

commissione, hanno ricevuto un

www.fondazionemerz.org

d'artista. Per l’edizione 2014

somma di denaro con la quale

l’espressione pittorica lascia

hanno potuto produrre le opere

Dal 27 settembre al 25 gennaio

spazio ad un’altra affascinante

che saranno esposte in

2015

forma d’arte: la fotografia. E così

Fondazione. www.fsrr.org

GAM

8 artisti Scianna, Galimberti,

ROY LICHTENSTEIN. OPERE SU CARTA

108 | 10 . 2014 | Shop in the City

tedesco Riccardo Paratore, vincitori della prima edizione del premio Re Rebaudengo


programma di sala

uno dei nomi più rilevanti nel

CONSUMPTION

panorama dell’arte

Fino al 12 ottobre

contemporanea mondiale: il

Fondazione Sandretto Re

pittore e scultore tedesco

Rebaudengo

Anselm Kiefer. Il soggetto scelto

Consumption è la mostra dei

per la mostra albese si compone

finalisti del prestigioso premio

di 8 grandi tele intitolate Der

fotografico Pictet dedicato ai

Rhein (il Reno), simbolo

temi della sostenibilità. La

frequente nelle opere dell’artista.

collettiva include le opere di 11

Qui il fiume allude al suo valore

artisti di fama internazionale,

simbolico di legame tra il

che hanno lavorato sul tema del

Romanticismo e il successivo

consumo, creando immagini

movimento nazionalista.

fotografiche di grande impatto,

www.ceretto.it

che invitano a riflettere criticamente sulla realtà. Il

progetto intende fornire una

del design e il loro impatto sulle

Premio Pictet si pone l’obiettivo

visione esaustiva della

nostre vite, dagli anni ’30 ad

di portare l’attenzione mondiale

produzione dell’artista,

oggi. Variando dai classici della

su quello che viene considerato

attraverso una selezione di opere

storia del design ai pezzi unici al

la maggior sfida del genere

significative che analizzano

design industriale, a quello

umano oggi: la sostenibilità

tutte le tecniche con cui Cecily

funzionale fino a lavori

ambientale. www.fsrr.org

Brown si confronta:olii, pastelli,

commissionati.

gouache, inchiostro, matita e

www.pinacoteca-agnelli.it

David Ostrowski

acquerelli applicati su tela e

collaborazione con il Comune di

FASCINO E SPLENDORE DELLA PORCELLANA IN PIEMONTE. ROSSETTI, VISCHE, VINOVO, 1737-1825

Torino - Assessorato

Dal 9 ottobre all’11 gennaio

all’Ambiente, raddoppia e si

2015

carta. La mostra sarà composta

DINOSAURI

Fino al 12 ottobre

da circa sessanta opere.

Fino al 4 novembre

Fondazione Sandretto Re

www.gamtorino.it

Parco Michelotti

Rebaudengo

La mostra, organizzata dalla

interessanti dell’ultima

MARTINO GAMPER: DESIGN IS A STATE OF MIND

generazione di pittori astratti

Dal 22 ottobre al 22 febbraio

arricchisce di altri dodici

Palazzo Madama, Museo Accorsi –

che si sta affacciando sul

2015

esemplari di rettili preistorici a

Ometto e Palazzo Lascaris

palcoscenico dell’arte

Pinacoteca Agnelli

grandezza naturale e animati,

La mostra, allestita su tre sedi si

contemporanea internazionale.

La mostra, a cura del designer

grazie alle ultime novità in

propone di approfondire la

David Ostrowski ha scelto la

italiano Martino Gamper

campo tecnologico. In mostra

produzione delle tre manifatture

pittura come medium e come

(Merano, 1971), presenta librerie e

nuovi protagonisti tra cui anche

piemontesi di porcellana,

oggetto della sua ricerca. La sua

mobili, che raccontano la storia

i dinosauri erbivori come lo

Rossetti, Vische e Vinovo. La

pratica si basa su un processo

Stegosauro, il Maiasaura e

porcellana verrà esaminata nel

continuo di esperimenti ed

l’Iguanadonte.

contesto delle arti decorative

errori, coincidenze e sorprese

www.fondazionednart.it

piemontesi ed europee,

Una personale di David Ostrowski (Colonia, 1981), uno dei giovani artisti più

che vengono incluse nel lavoro al fine di raggiungere una bellezza inattesa, una poesia visiva. www.fsrr.org

Fondazione DNArt in

ANSELM KIEFER DER RHEIN/ IL RENO

analizzandone la produzione in relazione agli influssi sia degli artisti del cantiere di Stupinigi che delle differenti manifatture

CECILY BROWN

Fino al 9 novembre

straniere.

Coro della Maddalena, via Vittorio

www.fondazionetorinomusei.it

Dal 17 ottobre al 1 febbraio 2015

Emanuele II, 19, Alba

GAM

Nuova mostra promossa dalla

La prima mostra personale in

famiglia Ceretto nel

un’istituzione italiana dedicata

meraviglioso Coro della

alla ricerca di Cecily Brown. Il

Maddalena di Alba dedicata a

INTENZIONE MANIFESTA. IL DISEGNO IN TUTTE LE SUE Shop in the City | 10 . 2014 | 109


programma di sala

MUSICA FORME Castello Di Rivoli Museo D'arte

MISSA SOLEMNIS IN RE MAGGIORE OP. 123

Contemporanea

25 - 26 settembre

11 ottobre - 25 gennaio 2015

La mostra è allestita insieme

Auditorium Rai “Arturo Toscanini”

nell’ampio spazio della Manica

Inaugura la stagione

Lunga e nelle sale al terzo piano

dell’Orchestra sinfonica

della Residenza Sabauda. La

nazionale della Rai il concerto

rassegna si concentra sul

Missa Solemnis in re maggiore

disegno nelle sue varie

op. 123 di Ludwig van Beethoven

declinazioni e attraverso i suoi

diretto da Juraj Valčuha. La

molti linguaggi. Partendo da un

serata celebra i vent’anni della

nucleo di opere di artisti legati al

fondazione dell’Orchestra Rai,

Museo la ricerca si espande ad

che tenne il suo primo concerto il

artisti determinanti per la

24 settembre 1994 a Torino.

formazione delle generazioni più

www.orchestrasinfonica.rai.it

recenti. Tra questi Pablo Picasso, Grosz, Giacomo Balla, Giorgio

MESSA DA REQUIEM

Morandi, Osvaldo Licini e Renato

30 settembre - 7 ottobre

Guttuso.

Teatro Regio

www.castellodirivoli.org

Apre la stagione del Teatro Regio

Joan Mirò, Paul Klee, George

SERGIO LEONE. C’ERA UNA VOLTA IN ITALIA

la Messa da Requiem di Vittone, Pinerolo

internazionale. La mostra si

Giuseppe Verdi per soli, coro e

Mario Faraoni, nato a Cremona

compone di una quarantina di

orchestra. L’orchestra e il coro

nel 1914, e poi vissuto a Pinerolo,

opere tra le più rappresentative

del Teatro Regio saranno diretti

Dal 22 ottobre al 6 gennaio

è uno di quei pittori che

dell’artista.

da Gianandrea Noseda. Soprano

2015

partecipò attivamente al

www.fondazioneaccorsi-ometto.it

Hui He, Mezzosoprano Daniela

Museo Nazionale del Cinema

contesto artistico del suo tempo.

Una grande mostra per celebrare

In occasione del centenario della

A OCCHI APERTI

Sergio Leone, cineasta visionario

nascita, l'Associazione Mario

Fino al 1 febbraio 2015

del coro Claudio Fenoglio.

e innovativo, inventore dell'epos

Faraoni ha allestito tre mostre

Reggia di Venaria

www.teatroregio.torino.it/

europeo del Far West, adorato

divise per aree tematiche. Fino

Il libro di Mario Calabresi A occhi

all'epoca e ancora oggi

al 15 novembre si può vedere

aperti (Contrasto edizioni) sta

amatissimo in tutto il mondo.

dedicata alla tradizione del

per diventare una mostra, in una

EIN DEUTSCHES REQUIEM OP

Immagini, documenti, costumi,

paesaggio.

produzione esclusiva e inedita

6 ottobre

pistole, frammenti,

Barcellona, Tenore Jorge de León e Basso Michele Pertusi. Maestro

per La Venaria Reale, in cui lo

Auditorium del Lingotto

stesso Calabresi guiderà, sala

La WDR Sinfonieorchester

dopo sala, a scoprire il lavoro

diretta da Jukka-Pekka Saraste

degli autori che ha incontrato, il

interpreta il Requiem tedesco di

Frayling in vari Paesi e nella

GIOVANNI BATTISTA QUADRONE

collezione di pellicole, inediti e

Fino all’11 gennaio

loro approccio speciale e

Brahms. Insieme all’orchestra

fotografie della famiglia Leone,

Museo Accorsi – Ometto

intenso, le loro indimenticabili

partecipano il WDR

conservati e restaurati dalla

Giovanni Battista Quadrone è

immagini. Scandito dalle sue

Rundfunkchor e l’NDR Chor,

Cineteca di Bologna.

considerato uno dei massimi

parole, il viaggio sarà

mentre i ruoli solistici sono

www.museocinema.it

rappresentanti della pittura di

coinvolgente e offrirà al

affidati a due giovani interpreti

genere dell’Ottocento italiano. Il

visitatore la possibilità di

che si sono affermati ai più alti

pittore, nato nel 1844 a Mondovì

guardare il mondo da una

livelli in anni recentissimi: il

da una ricca famiglia di

prospettiva incredibilmente

soprano Hanna-Elisabeth Müller

imprenditori di materiali lapidei

privilegiata: con gli occhi del

e il baritono André Schuen.

Fino al 15 novembre

e morto nel 1898 a Torino, fu

fotoreporter. www.lavenaria.it

www.lingottomusica.it

Collezione Civica d'Arte di Palazzo

molto apprezzato a livello

testimonianze, rarità d'archivio, selezionati da Sir Christopher

MARIO FARAONI MAI SENZA ROSSO POZZUOLI

110 | 10 . 2014 | Shop in the City


programma di sala

sovrappongono e mescolano

OTELLO

suggestioni visive, suoni, tempi

14 -28 ottobre 2014

e movimenti.

Teatro Regio

www.fondazionetpe.it

Nuovo allestimento per il dramma lirico in quattro atti, Otello. Tratto dall’omonima tragedia di William Shakespeare, libretto di Arrigo Boito e musica di Giuseppe Verdi. Gianandrea Noseda dirige l’Orchestra e Coro del Teatro Regio e il coro di voci bianche del Teatro Regio e del Conservatorio "G. Verdi".

iPOD EXPERIENCE N. 4 (PARTITA DOPPIA)

quarantennale del primo

cambio della propria Arte e del

allunaggio, passando per il

proprio Cuore. La performance è

centenario del manifesto

un monologo, un balletto o

futurista, il cinquantenario della

un'istallazione della durata di

creazione della prima Barbie e i

dieci o quindici minuti, ispirata

dieci anni dalla morte di Stanley

dai classici del teatro o frutto di

Kubrick. Lo sbarco sulla luna dà

testi contemporanei., un cuore.

ALESSANDRO BERGONZONI

il la a una schiera di improbabili

www.teatrocolosseo.it

29 - 30 ottobre

personaggi. www.teatrodellacaduta.org

RHINOCEROS IN LOVE

Teatro Colosseo Bergonzoni Teatro Colosseo Bergonzoni porta in scena “Nessi”.

Conservatorio “G. Verdi”

MTI 2.2 Diario di Viaggio

Gli Archi dell’Orchestra

3 - 29 ottobre

Per la prima volta in Italia il

intrecciate per collegarsi con il

Filarmonica di Torino

Teatro Astra

National Theatre Company of

resto del pianeta. Bergonzoni,

presentano in una serata senza

Torna la compagnia La Voce delle

China. Questo spettacolo, che ha

per questo quattordicesimo

precedenti in cui si divertono a

Cose con i suoi teatrini mobili

debuttato nel 1999, è stato

spettacolo da lui scritto e

testare ogni possibile

riempiti da una nuova creazione

riallestito molte volte,

interpretato e diretto in coppia

combinazione per una playlist di

che lascia intatte le regole-base

valorizzando in ogni edizione un

con Riccardo Rodolfi, si trova in

capolavori. Musiche di Wolfgang

del gioco, ma le rimodella in

aspetto artistico diverso

un'assoluta solitudine

Amadeus Mozart, Frédéric

un’altra forma. In pochi minuti il

ancorato alla satira politica e

drammaturgica, al centro di una

Chopin, Antonio Vivaldi, Eugène

pubblico gioca e crea un libro

all’attualità.

cosmogonia comica circondato

Ysaÿe, Johannes Brahms, Ludwig

illustrato. www.fondazionetpe.it

www.teatrostabiletorino.it

da una scenografia "prematura",

DIGNITÀ AUTONOME DI PROSTITUZIONE

DEUX HOMMES JONGLAIENT DANS LEUR TÊTE

16 - 18 ottobre

24-26 ottobre

Teatro Colosseo

Teatro Astra

21 ottobre

van Beethoven, Felix Mendelssohn. www.oft.it

TEATRO PRIMI PASSI SULLA LUNA

17-18 ottobre

Connessioni ma anche fili tesi e

Fonderie Limone

tirati, trame e reti, tessute e

Uno spettacolo di Luciano

Jérôme Thomas torna ospite di

26-27 settembre

Melchionna che vive dal 2007,

Fondazione TPE e per inaugurare

Teatro della Caduta

mai uguale a se stesso. Il Teatro

la stagione 14.15 al Teatro Astra,

Una prima regionale per lo

si trasforma fisicamente, tanto

si avvale della collaborazione del

spettacolo di e con Andrea

da diventare la Casa chiusa

compositore e musicista di fama

Cosentino, “Primi passi sulla

dell’Arte. Attori come prostitute,

internazionale Roland Auzet e

luna”. Il lavoro inquadra

protetti ma alla mercé dello

dell’acclamato artista di strada

immagini del futuro ormai

spettatore, si lasciano scegliere,

Mathurin Bolze. Insieme creano

passate, prendendo spunto dal

esaminare e soppesare in

un concerto immaginario in cui

da lui concepita, alle prese con un testo che a volte potrebbe anche essere una candida e poetica confessione esistenziale. www.teatrocolosseo.it

Shop in the City | 10 . 2014 | 111


LETTERE Vuoi scrivere anche tu a Shop in the City? Ecco i nostri riferimenti: redazione@shopinthecity.it o via posta Corso Giovanni Lanza 105, 10133 Torino

corrispondenza dai nostri

lettori

Abbiamo voluto creare uno spazio per i nostri lettori, chiedete e noi vi risponderemo.

Buongiorno gentile Redazione, sono Miriam da Paesana. Ho letto con attenzione la vostra ricetta “Il cheese sandwich alle fragole” e volevo proporvi una ricetta che solitamente cucino ai miei amici durante le nostre giornate in montagna. Considerato che il Tramezzino è nato a Torino, io mi sento un po' la “Regina dei tramezzini della Valle Po”. Eccovi la mia proposta: Ingredienti: fette di pane per tramezzini, petto di pollo, insalatina da taglio q.b., maionese, olio evo, sale, erba cipollina. Preparazione Tagliate a piccoli pezzi il petto di pollo e tagliate l'insalatina. In una ciotola amalgamate il pollo, l’insalata la maionese il sale e l’olio. Spalmate sopra una fetta di pane il composto, ricoprite con un'altra fetta di pane e tagliate a metà. Sminuzzate i fili di erba cipollina con un coltello, spalmate su un lato del tramezzino un po' di maionese e cospargetelo con i fili di erba cipollina in modo che si attacchino. Buon appetito. Cara Miriam, sicuramente faremo tesoro di questa ricetta, sembra veramente invitante. La prossima volta mandaci le foto della realizzazione, siamo curiose di vedere anche la mise en place, a presto.

112 | 10 . 2014 | Shop in the City

Cara Redazione, ho letto l’articolo inerente “I Buffoni di Corte” e faccio i miei complimenti e di tutte le persone che erano con me per la bravura di tutti gli attori. Era il 13 gennaio al Teatro Alfieri ed è stato uno spettacolo bellissimo, infatti il prossimo anno se ci sarà un'altra rappresentazione e speriamo di sia ci saremo senz’altro. La Locanda del Migrante è stato un spettacolo spassoso come da tempo non si assisteva. Auguri e a presto Biestro Grazie per la segnalazione, vi terremo aggiornate sui prossimi eventi, occhi aperti sul programma di Sala!

Ciao Shop in the city, vi scrivo per richiedervi dove posso trovare i vari accessori per realizzare la collana origami pubblicata sul numero di Maggio di Shop in the city. È un’idea veramente originale e mi piacerebbe realizzarla come regalo di compleanno per mia sorella. Grazie Titti68 Ciao Titti, in realtà ti serve veramente poco per realizzarla. Colla, carta, matita… credo siano materiali presenti in tutte le case, per la catenina e gli anellini potrai rivolgerti a Fantasy Craft in via Nicodeme Bianchi 52. Troverai tante belle cose che potranno far si che la tua fantasia possa prendere forma! Auguri a tua sorella e buon lavoro.


oroscopo

23|09 22|10

bILancIa pronti a partire

Ariete

21|03  20|04

Ottimo periodo per riorganizzarvi sul lavoro. Andranno in porto i

Vita sentimentale febbrile, il vostro partner vi mette duramente

progetti per i quali avete lavorato molto nell'ultimo anno. Tenete

alla prova. Non sottovalutate le richieste che si faranno sempre

sempre una valigia pronta. Vi consigliamo di fare un salto da

più pressanti. Marte nel vostro segno vi aiuterà a dissipare certi

Baronio valigeria per trovare la più andata alle vostre esigenze.

vecchi fastidi. Ricordatevi di stemperare la vostra testardaggine.

Scorpione

toro

23|10  22|11

21|04  20|05

Sembra tutto perfetto, amore, lavoro, salute e fortuna. Tutto si

È probabile che il mese di ottobre inizi in modo molto nervoso e

modificherà di pari passo come un' azione naturale. Nel mese di

frenetico. Intorno a voi ci sono delle persone dalla dubbia stabilità

ottobre capirete quindi facilmente che cosa è meglio per voi.

emotiva. Non lasciatevi influenzare, sopratutto non credete alle

Affidatevi ai consigli sempre preziosi di quell'amica spendacciona

loro bugie che vogliono solo ingannarvi. Dedicate un giorno di

e rinnovate il vostro look.

relax alle terme.

Sagittario

Gemelli

23|11  21|12

21|05  21|06

Sarete vittime di eclissi che vi daranno modo di rivedere i contesti

Riuscirete a tramutare le loro opinioni in denaro contante.

e le giornate positive daranno il via a nuovi progetti. Vediamo solo

Ricorderete bene questa affermazione quando le critiche verso

grandi opportunità per il vostro lavoro e momenti di serenità nei

di voi saranno troppe. Andate avanti senza preoccuparvi. È il

rapporti di coppia. Trovate il tempo di passare dal vostro sarto per

momento di non voltarsi. Un mezzo come una vespa rosa

fare un paio di camicie su misura, saranno di buon auspicio.

potrebbe agevolarvi.

Capricorno

Cancro

22|12  20|01

23|07  22|08

È giunto il momento di fare bilanci, in senso letterale e figurato.

Compromessi, pazienza e senso del dovere ancora per questo

Sembra che tutto vi porti a riflettere sulla direzione che state

mese di ottobre. Verso fine mese Marte vi spingerà a coltivare

dando alla vostra vita. Concedetevi un fine settimana di relax

altre amicizie che sottovalutavate e che si riveleranno molto

magari nelle Langhe in concomitanza del Salone del gusto...

divertenti. Evitate di litigare con un parente che vi sta accanto.

chissà che la notte non porti consiglio.

Acquario

leone

21|01  19|02

23|07  22|08

La pazienza anche in questo periodo sembra essere il requisito

Lasciate il passato alle spalle facendovi aiutare dal vostro partner.

migliore per superare un momento difficile. Arriverà da lontano

Come sempre da gran maestri farete credere in questo modo alla

una persona che non vedevate da molto. Qualcuno/a che porterà

vostra metà di aver deciso per entrambi. Marte in questo mese vi

nella vostra vita nuove aspettative e nuove avventure. Uscite a

scombussola, cercate di coltivare i contatti e le relazioni extra

prendervi un gelato, magari da Marchetti, chissà che non

familiari che saranno la vostra luce.

incontriate qualcuno.

pesci

Vergine

20|02  20|03

23|08  22|09

Questo è il periodo ideale per uscire fuori con gli amici,

Durante il mese di ottobre, dedicato al gusto, cavalcherete un

comunicare, incontrare altre persone ed ottenere nuove

momento di positività e benessere. Venere nella vostra

conoscenze. Questa voglia di comunicare vi porterà massimi

costellazione vi darà molta felicità in campo economico e se vi

risultati anche nel lavoro. Sarete in pace con voi stessi. Prendere

state guardando attorno per un acquisto immobiliare è giunto il

un paio di cuffie nuove per il telefono, sarete impegnati in

momento di farlo.

conversazioni piacevoli.

Shop in the City | 10 . 2014 | 113


TORINO Free magazine

n.4 anno ix ottobre 2014

Francesco Testi Giulia Rebel Edizioni

Testimonial per le collezioni sposo e sposa Carlo Pignatelli Via Cernaia 17 G Torino


sposi

L’organizzazione del matrimonio è un periodo impegnativo. Perché la festa continui anche dopo la cerimonia la coppia deve essere solida e matura.

amarsi con il cuore e con il cervello a cura della redazione

I

l giorno del proprio matrimonio è certamente una grande impresa da realizzare. Bisogna organizzare ogni singolo dettaglio affinché tutto sia perfetto, per gli sposi e per gli ospiti, perché la festa rimanga per sempre nei ricordi di chi l’ha vissuta. Ma esiste un elemento fondamentale affinché quel giorno sia straordinario e rimanga nel cuore “finché morte non ci separi”. E quell’elemento, Secondo il dottor Giacomo Dacquino, neurologo, psichiatra, psicoterapeuta e sessuologo, autori di oltre 20 libri sui temi dell’amore in tutte le sue forme e della sessualità, consiste nell’arrivare al matrimonio avendo la giusta maturità psico-affettiva” . m o b i l e + 39 347.81.60.269

“Fin dai primi anni di professione – racconta Dacquino che sarà ospita il 27 settembre a Torino Spiritualità – ho capito che i fallimenti e le perdite affettive, rendono la vita un inferno. E, nonostante le lauree e le specializzazioni, sapevo che non esisteva una pastiglia per chi non sa amare, chi non ha fiducia in se stesso ed è carente di autostima, quindi ho cominciato a studiare i processi psicologici che portano l’individuo alla maturità psico-affettiva e ho capito che è durante l’età evolutiva(infanzia, fanciullezza e adolescenza) che questa avviene in modo sano o malato. Quando questo processo non è avvenuto, ecco che si diventa adulti immaturi sentimentalmente, insicuri, soggetti dall’Io fragile, che credono che il legame nuziale comporti la perdita della libertà personale. E questo ha portato l’aumento dei divorzi e delle convivenze”. Qual è quindi il segreto perché un legame possa durare tutta la vita? “È fondamentale appunto – spiega Dacquino– che i protagonisti della coppia siano persone psicologicamente mature, che si amino con il cuore, con il cervello e con la pancia. Questi tre elementi sono fondamentali per non vivere amori amputati. Le persone mature accettano il matrimonio come un progetto di vita a livello affettivo, sessuale e intellettuale”.

Shop promotion | Shop in the City | 10 . 2014 | I


Wedding dream

Questo superbo servizio fotografico nasce dalla volontà di due professionisti di mettere insieme la loro arte, perché di questo si tratta, nel raccontare la sposa nel giorno più bello della sua vita. Questi due professionisti sono Aldo Giarelli, fotografo torinese, e Maura Brandino, titolare dell’Atelier Il Sogno, nel cuore del quadrilatero romano. La passione per il loro lavoro e la dedizione di entrambi nel far sì che ogni piccolo particolare sia perfetto affinché lo sia anche il grande giorno sia perfetto, li hanno portati spesso a collaborare. “Sono molte le cose che accomunano me e Maura professionalmente parlando – spiega Aldo – quando due sposi ci scelgono, scelgono sì due professionisti che mettono al primo posto il valore della consulenza affinché il prodotto che desiderano sia esattamente come lo desiderano, ma scelgono anche le persone, quindi il lato umano che secondo noi è fondamentale per realizzare un servizio fotografico o un abito che sia su misura per quella persona e che sia un racconto per emozioni di quella persona e di quel momento”. Aldo si è appassionato di matrimoni grazie ai fotografi americani con cui si è trovato a collaborare, anche se la sua fotografia spazia dai servizi di moda, ai ritratti fino ad arrivare ai corsi di fotografia e Photoshop fotografici. Maura invece si occupa di abiti da sposa da più di vent’anni, con grande passione e continua ricerca. “L’abito da sposa da sogno esiste – afferma con grande sicurezza Maura – e consapevole di questo, nel mio atelier si possono avere esclusive realizzazioni su misura o scegliere tra i più sofisticati brand del settore. In entrambi i casi la sposa avrà esattamente ciò che desidera, l’abito sarà costruito interamente intorno a lei, dando importanza a ogni dettaglio e sfumatura”. “ Sono certo di parlare anche per Maura nel dire che il valore su cui basiamo il nostro lavoro – interviene Aldo - è quello di accompagnare gli sposi in quella che è la loro giornata con la nostra competenza, professionalità, creatività e soprattutto con il cuore”. Fashion designer Maura Brandino per Atelier Il Sogno Photo and editing Aldo Giarelli www.aldogiarelli.it Make up and hair stylist Silvia Galeazzo www.silviagaleazzo.com Model Alessandra Barbieri Si ringrazia per la location Palazzo Saluzzo di Paesana, appartamento padronale.


Maura Brandino

Mi chiamo Maura e come diceva la canzone "anche io son degli anni '60", un grande amore per la mia rumorosa e numerosa famiglia (un compagno, tre figli, un cane!) e una grande passione per il mio lavoro che con gli anni non si è ancora spenta. Una passione fatta di studio, di ricerca, di intuito, di notti passate a documentarsi e a disegnare. Una passione alimentata dal bello che c'è nel mondo che cerco di riflettere nelle mie creazioni perché le mie spose possano avere la certezza di essere le più eleganti, le più armoniose, le più indimenticabili e le più "vere"di sempre.

Aldo Giarelli photography www.naturalemotion.it aldo@naturalemotion.it 3478516576

Aldo Giarelli

Mi chiamo Aldo e sono un fotografo freelance. Vivo e lavoro a Torino ma mi sposto ovunque. Sono appassionato, discreto e mangio tutto quello che ho nel piatto comprese le verdure. Durante un matrimonio per me è prioritario che gli sposi vivano serenamente la loro giornata. Ecco perché mi prendo cura del loro racconto. Ma anche di loro due.


BLANCO

YNEGRO

fotografia e video di matrimonio WWW.BYN.IT 3803058030


sposi

La poesia di un giorno indimenticabile, scritta sullo sfondo di un quadro da sogno. È questa la magia delle nozze nella suggestiva cornice dell’NH Lingotto Tech e del Giardino delle Meraviglie dell’NH Lingotto, in cui un sogno può diventare realtà. Le strutture impeccabili, la ricchezza dei dettagli e la qualità del servizio rendono i nostri hotel location ideali per ogni tipo di cerimonia. Uno staff di professionisti organizzerà tutto nei minimi dettagli, dalla musica agli addobbi floreali, dal servizio fotografico al banqueting, tutto ciò che serve affinché quel giorno sia davvero straordinario, lasciando agli sposi la possibilità di godersi i preparativi nella più grande serenità. NH Lingotto Tech Via Nizza 230, Torino telefono 011 6642803 nhlingotto@nh-hotels.com

Shop promotion | Shop in the City | 10 . 2014 | V

Il negozio più specializzato di San Salvario

KAKAPO

Via Madama Cristina, 97 Torino Tel. 333.8679567


PARRUCCHIERE-ESTETICA CORSO AGNELLI SETTANTOTTO 10137 TORINO TEL. 011-393381 www.tosinistudio.it

“PROMO SPOSA” CIATURA N O C C A E TRUCCO FLOREALE O T N E IM T S ALLE GRAFICO O T O F IO SERVIZ

* O R U 990 E IN COLLABORAZIONE CON:

VIA CANDIDO BALMA 45 10040 RIVALTA DI TORINO TEL. 011-9047301

CORSO COSENZA 64/F 10137 TORINO TEL. 011-351305 WWW.LAFOTOGRAFIATORINO.COM

* PRENOTANDO ENTRO IL 31/12/2014 AVRAI DIRITTO ALLA “PROMO SPOSA” PER INFORMAZIONI CORSO AGNELLI 78, TORINO TEL. 011-393381


sposi

Lo spazio Hoffmann racchiude in sé la magia del luogo storico e la raffinatezza dell’architettura industriale di inizio secolo. La maestosità del mattone pieno e la luminosità del vetro lo rendono unico nel suo genere, un luogo dove contemporaneità e storia si uniscono per dare vita a un’atmosfera raffinata e frizzante, in cui organizzare un evento fuori dal comune, che sarà certamente impossibile dimenticare. Via Camporelle 50, 10020 Cambiano (Torino) tel. +39 011 94.40.127 info@spaziohoffmann.it www.spaziohoffmann.it

Shop promotion | Shop in the City | 10 . 2014 | VII


sposi

Un matrimonio indimenticabile tra sogno e realtà

Organizzare il giorno delle proprie nozze al Relais San Maurizio, Luxury Spa Resort, significa molto di più che fare del giorno più importante dell propria vita un sogno. Significa entrare in un mondo in cui la realtà prende una piega diversa, un mondo in cui ogni ora della giornata regalerà emozioni, ma quelle vere, autentiche, che scaldano il cuore, un mondo che a volerlo immaginare non ci si riesce. Il Relais&Chateaux, un tempo monastero di San Maurizio, è situato sul punto più alto della collina che domina il paesaggio di Santo Stefano Belbo, nel cuore delle Langhe (patrimonio dell’Unesco), fu fondato dai monaci Cistercensi nel 1619, che lo abitarono fino al 1802. Gli stessi monaci, provenienti dalla Provenza, introdussero nella zona la coltivazione della vite e la produzione del vino. Già dalle prime curve del viale che conduce all’ingresso, si respira il profumo inebriante delle viti che circondano il Relais e delle imponenti piante del parco secolare, in cui ulivi centenari, abeti, larici, faggi maestosi, olmi e corbezzoli convivono perfettamente grazie allo speciale microclima di cui gode da sempre. Il rispetto della tradizione è la base su cui si fonda la filosofia di questo

VIII | 10 . 2014 | Shop in the Citysposi

luogo, che ha conservato la sua antica cultura sotto ogni aspetto, dalla coltivazione della vite e produzione del vino, alle antiche ricette rivisitate sapientemente e con genialità nel rinomato ristorante Guido da Costigliole, situato nelle maestose cantine a volta, costruite proprio dalle mani dei monaci. Addirittura l’antico orto botanico è stato conservato per utilizzare le sue erbe officinali nella preparazione della speciale linea cosmetica San Maurizio 1619. Tutto questo basterebbe per regalare momenti da sogno, ma questo luogo regala molto di più. L’edificio, frutto di un restauro conservativo, con le sue sale comuni e le camere del corpo centrale che si affacciano sul chiostro interno, compreso il Salone degli affreschi in cui vengono servite la prima colazione e il lunch, offre un’ospitalità


sposi

indimenticabile, degna del migliore Relais&Chateaux. Le 36 camere e suite, una diversa dall’altra, uniche nella forma, nello stile e nei decori, sono state ricavate dalla vecchia distribuzione degli spazi del convento, rimasta inalterata, e sono dotate di modernissimi comfort e tecnologie avanzate. E poi la splendida piscina immersa nelle vigne, il ristorante stellato in cui godere di un menù indimenticabile, e la Medical&Beauty SPA, un armonioso incontro tra la medicina e la natura, la salute e la bellezza, il corpo e lo spirito, l’essere e il sentirsi, tra l’età e il tempo. Il fatto che il Relais si trovi lungo una delle cinque storiche Vie del Sale, fa di questo storico e prezioso elemento l’anima della SPA e protagonista della grotta termale, con la sua acqua ad alta densità salina per idroterapia, nonché

dei suoi trattamenti esclusivi, terapeutici ed estetici, in una perfetta simbiosi con l’innovativo centro di medicina specialistica finalizzata al benessere. Il luogo ideale per il grande giorno, ma anche per il prima e per il dopo.

San Maurizio S.p.A. Località San Maurizio, 39 12058 Santo Stefano Belbo - CN - Italy Tel. +39.0141.841900 Fax +39.0141.843833 www.relaissanmaurizio.it

Shop promotion | Shop in the City | 10 . 2014 | IX


sposi

Via la Loggia, 51 (Vinovo-To) www.classiccars.it info@classiccars.it T. +39 011.96.51.030 M. +39 347.96.31.075

DEABEEWEDDING PLANNER Siamo Marco Farina ed Emanuela Congia wedding ed event planner professionisti certificati AWP (Associazione Wedding Planner) responsabili dell’agenzia DeabeeWedding Planner, da anni leader sul mercato. La nostra caratteristica? Rendere unico ed indimenticabile il vostro matrimonio lavorando sul budget a disposizione. In qualsiasi modo immaginiate il vostro matrimonio Deabeewedding vi fornirà il supporto per realizzarlo organizzandolo nei minimi particolari: potrete affidare alla nostra agenzia il disbrigo di un singolo aspetto delle nozze o l’intera realizzazione dell’evento dalla cerimonia civile o religiosa, agli abiti, fino al viaggio di nozze. Tra i nostri servizi troverete: progetto creativo e grafico personalizzato, studio del budget e pianificazione costi, gestione pratiche burocratiche, ricerca location e strutture, selezione e gestione di tutti i fornitori dal fiorista al dogsitter, spettacoli pirotecnici e scenografici, allestimenti, gestione transfert e pernottamento per ospiti, organizzazione matrimoni all’estero anche per coppie omosessuali, organizzazione matrimoni per stranieri… e molto altro ancora. La consulenza di DeabeeWedding Planner rientrerà sempre nel budget su cui lavoreremo, per tale motivo non sarà mai da ritenersi un costo aggiuntivo. Una collaborazione esclusiva con migliori esperti del settore permette di realizzare ogni desiderio ma per realizzare il Vostro sogno… scegliete Deabeewedding Planner. SECONDA SEDE

Via De Santics, 45 Torino T. +39 011 977 3699 M. +39 347.96.31.075

Corso Galileo Ferraris 113 10128 Torino tel + 39 011 19715435 mobile +39 3319842227 www.deabeewedding.com

X | 10 . 2014 | Shop in the Citysposi


Corso De Nicola, 46/b Torino per appuntamento: 011 2428290 | 347 4342903 lightmoon.bs@libero.it f atelier bili creations

Riservatevi un appuntamento speciale presso il nostro nuovo Atelier nel mese di ottobre. Una collezione indimenticabile vi sta aspettando...


sposi

Alla terza generazione di pasticceri nasce nella famiglia Dell' Agnese la passione per il cake design unendo quindi professionalità tradizione ed innovazione propria di quest'arte nascono le torte da cerimonia e da nozze. D'ispirazione anglosassone ma di gusto italiano le torte create da Giovanni e Luca, con il contributo prezioso della stylist Serena, rappresentano il meglio della produzione torinese nel settore.

Corso Unione Sovietica, 417, 10135 Torino tel./fax: 011616157 www.dellagnesegiovanni.it Info e preventivi: info@dellagnesegiovanni.it

XII | 10 . 2014 | Shop in the Citysposi

FOTOGRAFIA DI MATRIMONIO ED EVENTI, OFFRIAMO SERVIZI IN TUTTA ITALIA. Siamo uno studio fotografico specializzato in reportage di nozze che opera in Torino e provincia con esperienza ventennale: il matrimonio è una nostra passione sin dai tempi della tecnologia analogica e della pellicola. Con il passare delle stagioni ci siamo costantemente rimodernati ed aggiornati alle sempre più innovative tecniche digitali, mantenendo però l’attaccamento al fascino dello scatto tradizionale. Questo ci permette di offrire servizi di qualità garantiti da una profonda conoscenza del mezzo fotografico, arricchiti dalla versatilità delle mode attuali. Proponiamo ai futuri sposi un’ampia scelta di servizi e materiali, tutti di prima qualità: personalizziamo al meglio le vostre scelte stilistiche perché per noi ogni album diventa un pezzo unico e irripetibile, un oggetto e una storia che vi ricorderanno nel tempo il giorno della cerimonia. La nostra professionalità passa dalla fotografia, al fotoritocco, al video ed alla comunicazione multimediale; per questo offriamo alle coppie che ci scelgono anche degli spazi dedicati on-line da condividere con parenti ed amici. Maxvuerichphoto, un team di professionisti giovane e dinamico: facciamo della fotografia la nostra passione, il nostro lavoro, la nostra quotidianità. Per tutti gli sposi del 2015 amici di Shop in the City abbiamo riservato uno sconto promozionale, contattateci per un preventivo gratuito. Max Vuerich tel. 3401356313 www.maxvuerichphoto.com info@maxvuerichphoto.com Seguici su

fwTg +

maxvuerichphoto


sposi

Giorgia Mirabella, interior designer, è colei che può rendere la vostra casa unica e irripetibile. Già entrando nel suo show room avrete una sensazione mai provata prima, sarete catapultati infatti in un Concept casashowroom, dove ad accogliervi ci saranno mobili e oggetti di design, italiani e non, tutti assolutamente ricercati, creativi ed eleganti. Giorgia è la persona in grado di aiutarvi a creare la lista nozze perfetta e di trasformare la vostra casa dei sogni, in una realtà da sogno, grazie alla creatività, la professionalità e il buon gusto che la rendono unica.

Immersa in un meraviglioso parco secolare ai piedi della collina di Rivoli e a pochi minuti dal centro di Torino, la scuola d’arte culinaria La Maggiorana, rappresenta una delle realtà del nostro territorio di cui vantarsi, sotto molti punti di vista. Una nobile villa del Novecento da poco ristrutturata, in cui il sapore dell’alta cucina, frutto della continua ricerca di Erica Maggiora e sua figlia Camilla, si amalgama alla raffinatezza e all’eleganza di un luogo indimenticabile, ideale come scenario di eventi riservati ed emozionanti come il giorno delle nozze. Un’accoglienza curata e impeccabile, fatta di quei dettagli per cui Erica e Camilla sono ormai note, dettagli che rendono i loro eventi qualcosa di magico e irripetibile.

The Secret Home, Via Andrea Massena 11, 10128 Torino tel.+39 339.62.13.060 www.giorgiamirabella.com, info@giorgiamirabella.com

Via Cuneo, 5, 10098 Rivoli Torino, Italia tel.+39 011 958 7631 www.lamaggiorana.it

XIV | 10 . 2014 | Shop in the Citysposi


PER LA TUA LISTE NOZZE, PER CHI HA UN SOGNO DA REALIZZARE, PER CHI AMA CUCINARE, PER CHI DESIDERA PRIMA FARSI UN'IDEA. LA TUA LISTA NOZZE SARA' CONSULTABILE ANCHE ONLINE. TI ASPETTIAMO ANCHE FUORI ORARIO SU APPUNTAMENTO.

WWW.BERRUTO1801.IT

BERRUTO 1801 Torino Piazza Vittorio Veneto,7 Tel.011-8150385 info@berruto1801.it Facebook: Berruto1801

Profile for ShopintheCity

Shop in the City ottobre 2014  

Mika, Speciale Sposi, Speciale Salute, Calde mantelle, San Salvario, Salone del Gusto, Alex Bellini, Personal Shopper, Le api urbane, Non se...

Shop in the City ottobre 2014  

Mika, Speciale Sposi, Speciale Salute, Calde mantelle, San Salvario, Salone del Gusto, Alex Bellini, Personal Shopper, Le api urbane, Non se...

Advertisement